Page 1

A PI GIO CO AG OM

PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA Editrice SURRENTUM sas Dir. Resp. Antonino Siniscalchi Aut. Trib. Napoli n. 3104 del 15/4/1982 - Stampa La Sorrentina

Anno XXXIII

SPECIALE APRILE 2014

www.surrentum.com www.surrentum.net


2

speciale

aprile2014 Avv. Giuseppe Cuomo Sindaco di Sorrento

G

razie a “Passione d’ arte”, Sorrento ha la possibilità di fondere arte ed artigianato, di confrontare l’ esperienza di esperti maestri con l’ estro e l’ inventiva delle nuove generazioni, di creare un unicum tra tradizioni consolidate ed innovazione.

Città di Sorrento

Il tutto con una precisa collocazione temporale che coincidendo con il periodo che precede, accompagna e succede alla Pasqua, non può non tenere nelle debita considerazione i riti che sono tipici proprio di questo scorcio dell’ anno. Convinti come siamo che i tanti appuntamenti previsti, in tante date ed in tante location diverse, riusciranno ad ottenere l’ apprezzamento del pubblico e della critica, riteniamo di ringraziare l’ associazione culturale “Peninsulart” che ha organizzato la rassegna e quanti con le proprie opere o con il proprio impegno hanno permesso di far sì che un ambizioso progetto si trasformasse in gradevole realtà.

Giuseppe Stinga Vice Sindaco e Assessore alle Attività Produttive

I

riti della Pasqua in penisola sorrentina quest’anno sono arricchiti dalla manifestazione “Passione d’arte”, che prevede iniziative dedicate alla valorizzazione dell’arte e dell’artigianato.

I numerosi appuntamenti in programma hanno il pregio di porre al centro i nostri giovani, con opportunità di formazione, un concorso di idee, mostre, e la riscoperta dei siti artistici e storici di Sorrento. L’organizzazione di “Passione d’Arte” è a cura di Peninsulart - un sodalizio di ventisette soci - che propone un modello di associazionismo che ritengo sia una grande opportunità in numerosi settori produttivi. Sono felice che il presidente Marcello Aversa e gli altri soci hanno raccolto il mio suggerimento e deciso di fondare l’Associazione. Auspico che anche altre categorie possano seguirne l’esempio. All’interno di un’associazione nasce spontaneamente un costante coordinamento che rende più incisive le azioni proposte. Si genera un confronto interno che consente una crescita collettiva agendo da stimolo per tutti i soci. E’ inoltre più facile, per l’amministrazione pubblica, per gli operatori turistici e commerciali e per i cittadini, avere un soggetto unico con cui interloquire. Auguro a Peninsulart di poter cogliere, negli anni a venire, numerosi successi, proseguendo l’opera di educazione all’arte e di insegnamento ai giovani delle nostre tradizioni artigiane. Con l’occasione rivolgo a tutti i cittadini e agli ospiti, gli auguri di serene festività pasquali.


speciale

aprile2014

Marcello Aversa Presidente Peninsulart

D

opo esserci presentati a novembre con la mostra “L’arte del tramandare”, nel suggestivo scenario della chiesa di Santa Maria della Pietà, aperta per l’occasione dopo circa trent’anni, con consolidato entusiasmo ci ripresentiamo con un progetto più articolato che vuole coinvolgere una parte del centro storico, utilizzando siti cittadini di straordinaria bellezza. “Passione d’arte”. Questo il titolo della manifestazione. Un insieme di eventi culturali che, attraverso le arti, vogliono focalizzare l’attenzione su un tema già fortemente radicato nella nostra Terra, quello dei riti e delle tradizioni della Settimana Santa. Tra le varie mostre, aperte ad artisti ed artigiani del nostro ter-

ritorio e di altre località italiane, una dedicata al maestro sorrentino Michele Di Maio, scomparso lo scorso anno. Ma i momenti più importanti saranno quelli riservati agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Due le occasioni che li vedranno protagonisti: la seconda edizione di “L’arte del domani, artigiani e piccole mani” ed il concorso artistico nazionale “A4 MANI”. Ringrazio tutti coloro che hanno creduto e reso possibile questa manifestazione: l’amministrazione comunale di Sorrento, Sua Eccellenza monsignor Francesco Alfano, il parroco della Cattedrale don Carmine Giudici, il rettore della basilica di Sant’Antonino, don Luigi Di Prisco e tutti gli enti, le scuole e le associazioni che hanno aderito

a questo progetto. Ringrazio soprattutto voi artisti ed artigiani che contribuite in maniera determinante a mantenere vive le tradizioni e le arti della nostra Terra donando il contributo più prezioso, il vostro tempo. Si, noi spesso al tempo non diamo il valore giusto ma, a differenza di altro, esso non può essere restituito. Voi potreste utilizzarlo in maniera diversa, per la vostra famiglia, per i vostri hobby, per un giusto riposo, ma avete deciso di metterlo a disposizione della comunità attraverso questa associazione. Alla mia gratitudine spero che si unisca quella di tutti coloro che amano questa città e quello che ha contribuito a renderla famosa nel mondo: la sua cultura e le sue tradizioni.

3


4

speciale

aprile2014


speciale

aprile2014

Passione d’Arte

P

ASSIONE D’ARTE, manifestazione organizzata dall’associazione culturale Peninsulart si terrà da 09 al 27 aprile, col patrocinio dell’Assessorato all’Artigianato ed alla Pubblica Istruzione del Comune di Sorrento, della Regione Campania ed in collaborazione con la Curia Arcivescovile Sorrento-Castellammare, l’Istituto Statale Liceo Artistico “F. Grandi”, l’Istituto Polispecialistico “San Paolo”, il Conservatorio Santa Maria della Pietà, il Lions Club Penisola Sorrentina, la Cattedrale di Sorrento, la Basilica di Sant’Antonino, Penisola Verde, la Fondazione Crocevia, il Centro Studi Bartolomeo Capasso, l’Unione Artigiani Intarsio Sorrentino e l’Associazione Borgo Maiano. La prima edizione di questa mostra di artigianato artistico e d’eccellenza vedrà protagonisti, oltre ad artisti ed artigiani della penisola sorrentina, altre realtà del territorio nazionale. Essa ha come scopo principale di salvaguardare le antiche tradizioni della nostra Terra ed avvicinare, attraverso le opere, i visitatori, alla sacralità del periodo pasquale, già fortemente radicato in penisola sorrentina. LA CORNICE DI QUESTA MANIFESTAZIONE SARÀ IL CENTRO STORICO DI SORRENTO. ■ Saranno scelti alcuni siti di grande interesse storico culturale, tra i quali: LA CHIESA DELL’ADDOLORATA, LA CHIESA DI SAN PAOLO, LA CHIESA DI SANTA MARIA DELLA PIETÀ (riaperta, nel mese di dicembre, dopo trentatrè anni, proprio dall’associazione Peninsulart con una mostra di artigianato artistico) ed il CHIOSTRO DI SAN FRANCESCO. Il titolo della manifestazione ha un triplice significato. Passione, intesa come Passione del Cristo, visto il periodo nella quale essa si svolge. Passione, sofferenza che l’artigiano sta vivendo in questo periodo di profonda crisi economica e culturale. Passione, come amore che l’artigiano infonde nel suo lavoro nel creare le sue opere.

Alla manifestazione, come detto, prenderanno parte artisti ed artigiani provenienti da varie località italiane. Proprio perché rivolta al tramandare, grande spazio sarà dato ai più piccoli. Infatti, dopo il grande successo ottenuto presso l’Istituto Comprensivo Agostino Gemelli di Sant’Agnello nel 2011, sarà riproposto il progetto”L’arte del domani, artigiani e piccole mani”. Esso prevede una serie di ministages che artigiani dell’intarsio e della ceramica realizzeranno per i bambini delle terze, quarte e quinte delle scuole primarie. Con i pezzi realizzati in quell’occasione si farà, in un secondo momento, una mostra vendita il cui ricavato andrà in beneficenza. Ciò, oltre ad appassionare i più piccoli alla manualità, li avvicinerà alla solidarietà, valore così importante in questi momenti così difficili che sta vivendo la nostra società. Alunni coinvolti anche nel concorso d’arte “A4 Mani” rivolto a tutte e scuole secondarie di primo grado del territorio nazionale.

■ Nella chiesa di San Paolo, sarà esposta una Via Crucis inedita del pittore Michele Di Maio, questo vuole essere un modo per ricordare l’artista sorrentino scomparso lo scorso anno. Sarà un viaggio nell’arte e nella meditazione visto che le varie stazioni saranno accompagnate da riflessioni di eminenti personaggi legati al mondo cattolico. ■ Infine nel Chiostro San Francesco, a cura del centro Studi e Ricerche “B. Capasso“, la mostra fotografica di Francesco Cappiello “Dies Passionis Domini”. ■ Anche la musica avrà il suo spazio, con concerti di musica sacra e barocca che si terranno nella Cattedrale, nella Basilica di Sant’Antonino e nella chiesa dell’Addolorata. ■ Il giorno 10 aprile nella Cattedrale si esibirà la Camerata Sorrentina composta dai maestri Luigi de Maio, Giuseppe Astarita, Gaetano Ambrosino, Catello Tucci, Fulvio Di Nocera, Lauro Castellano, Michele De Martino, Emma Innacoli e Candida Guida che eseguirà lo “Stabat Mater” di Pergolesi.

■ Il 12 aprile nella Basilica di Sant’Antonino si terrà “Cantus Passionis” inni di passione in Penisola Sorrentina. I cori saranno accompagnati dal complesso bandistico Città di Sorrento. ■ Il 24 aprile nella chiesa dell’Addolorata concerto dei soprano Olga e Ilena Cafiero, Rosalba Maresca, Valeria Starace e Karin Stallvik Fruscio accompagnate dal maestro Ugo Ercolano con riflessioni di don Roberto Imparato. ■ E per finire il giorno 27 aprile, a chiusura della manifestazione, nella Cattedrale si terrà il concerto di musica sacra popolare di Gianni Aversano con Paolo Propoli, Michele De Martino e Pasquale di Nunzio.

5


6

speciale

aprile2014

Passione d’Arte Sorrento 07-27 aprile 2014 Programma

07 aprile Inaugurazione di L’arte del domani, artigiani e piccole mani piccoli corsi di artigianato rivolti alle scuole primarie della Penisola Sorrentina. 08 aprile Dalle 9,30 alle 12,30 L’arte del domani, artigiani e piccole mani 09 aprile Dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 14,00 alle 16,00 L’arte del domani, artigiani e piccole mani Ore 19,00 Teatro Sant’Antonino: conferenza inaugurale della mostra “Passione d’Arte” . Inaugurazione della prima edizione di PASSIONE D’ARTE Visita guidata ai siti della mostra.

10 aprile Dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 14,00 alle 16,00 L’arte del domani, artigiani e piccole mani Dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,30 visita guidata alla mostra PASSIONE D’ARTE Ore 20,00 Cattedrale: La Camerata Sorrentina composta dai maestri Luigi de Maio, Giuseppe Astarita, Gaetano Ambrosino, Catello Tucci, Fulvio Di Nocera, Lauro Castellano, Michele De Martino, Emma Innacoli e Candida Guida eseguirà lo Stabat Mater di Pergolesi. 11aprile Dalle 9,30 alle 12,30 L’arte del domani, artigiani e piccole mani 12 aprile Dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,30 visita guidata alla mostra PASSIONE D’ARTE

STABAT MATER

Ore 20,00 Basilica di Sant’Antonino: Cantus Passionis Inni di passione in Penisola Sorrentina. Le Corali saranno accompagnate dal complesso bandistico Città di Sorrento. 13 aprile Dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,30 visita guidata alla mostra PASSIONE D’ARTE Ore 17,30 Chiostro San Francesco: inaugurazione Dies Passionis Domini mostra fotografica di Francesco Cappiello a cura del Centro Studi e Ricerche “B. Capasso”. Ore 18,30 Chiesa di San Paolo: inaugurazione Pittura e riflessioni sulla Via della Croce omaggio al Maestro Michele Di Maio. 14 aprile Dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 14,00 alle 16,00 L’arte del domani, artigiani e piccole mani Dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,30 visita guidata alla mostra PASSIONE D’ARTE Ore 17,30 Chiesa di San Paolo: Disegni di Passione il maestro Simona Simone illustrerà le scene della Via Crucis. Commento del Parroco don Carmine Giudici. 15 aprile Dalle 9,30 alle 12,30 L’arte del domani, artigiani e piccole mani Dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,30 visita guidata alla mostra PASSIONE D’ARTE 16 aprile Dalle 9,30 alle 12,30 L’arte del domani, artigiani e piccole mani

CATTEDRALE di SORRENTO Giovedì 10 Aprile 2014 - ore 20,00

Dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,30 visita guidata alla mostra PASSIONE D’ARTE


speciale

aprile2014

Itinerando tra Chiese e Chiostro Dal 17 al 22 aprile Dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,30 visita guidata alla mostra PASSIONE D’ARTE 23 aprile Dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,30 visita guidata alla mostra PASSIONE D’ARTE Ore 17,30 Chiesa di San Paolo: il maestro Simona Simone disegnerà per i bambini delle scuole primarie la Passione di Cristo, commentata dal Parroco don Carmine Giudici. 24 aprile Dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,30 visita guidata alla mostra PASSIONE D’ARTE

Comune di Sorrento

BasIlIca pontIfIcIa sant’antonIno aBate srrento

Nell’ambito della manifestazione “Passione d’Arte”

Ore 20,30 Chiesa dell’Addolorata Voices... Frammenti Vocali Incontro con le voci di Olga e Ilena Cafiero, Rosalba Maresca, Valeria Starace e Karin Stallvik Fruscio accompagnate dal maestro Ugo Ercolano. Riflessioni di don Roberto Imparato. 25 e 26 aprile Dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,30 visita guidata alla mostra PASSIONE D’ARTE

InnI dI passIone In penIsola sorrentIna

Cori Partecipanti:

ARCICONFRATERNITA del SS.mo CROCIFISSO E PIO MONTE DEI MORTI (coro femminile) - Meta ARCICONFRATERNITA del SS.mo CROCIFISSO E PIO MONTE DEI MORTI - Meta ARCICONFRATERNITA della SS.ma ANNUNZIATA - Piano di Sorrento ARCICONFRATERNITA del SS.mo SACRAMENTO E NATIVITà DI MARIA SS.ma - Sant’Agnello CONFRATERNITA del PIO MONTE DEI MORTI DEI SANTI PRISCO ED AgNEllO - Sant’Agnello PARROCCHIA di SANT’ANNA MARINA gRANDE - Sorrento

Con la partecipazione del Complesso Bandistico “Città di Sorrento” La Cittadinanza è invitata Il Presidente Marcello Aversa

Il Sindaco Avv. giuseppe Cuomo

Il Rettore don luigi Di Prisco

27 aprile Ore 18,00 Teatro Sant’Antonino: Chiusura della manifestazione PASSIONE D’ARTE con premiazione del concorso A4 mani. Ore 20,00 Cattedrale Gianni Aversano in Miserere ‘e me Cantata napoletana per la passione e gloria ‘e Maria e Gesù con Michele De Martino, Paolo Propoli e Pasquale Di Nunzio.

Ingresso libero

Sorrento

7


8

speciale

aprile2014

Chiesa di Santa Maria della Pietà Gli Artisti Peninsulart

I colori della Rinascita Rosaria Coppola SORRENTO

(argento e smalto)

XPIΣTOΣ Paola De Angelis SANT’AGNELLO

(argento 925 e oro giallo 18 karati)

Nero di Passione Associazione “Tanta voglia di vivere”

Senza titolo Luciano De Simone

Amore Divino Monica Apreda

Gesù deposto Francesco Ercolano

SORRENTO

SORRENTO

Umanità Divina Marcello Aversa

Ecce Homo Giuseppe Ercolano

(argilla modellata)

(terracotta policroma) Collezione Arciconfraternita SS. Crocifisso - Meta

Segni di Passione Antonino Cappiello

L’Essenza del Cristo Tony (Wolfe) Esposito

SANT’AGNELLO (tarsia lignea)

Vincenzo Greco Paolo Massa

(olio su tela)

SORRENTO

MASSA LUBRENSE (legno intagliato)

Preghiera del mattino Pasquale Cipolletta MASSA LUBRENSE (olio su tela)

(tarsia sorrentina)

META DI SORRENTO

SORRENTO

(legno intagliato)

L’ultima Cena Teodoro Famiani SORRENTO

(tarsia sorrentina)


speciale Incastri di Passione Salvatore Gargiulo SORRENTO

(tarsia sorrentina)

Crocifisso Federico Iaccarino META DI SORRENTO (legno)

aprile2014 La Processione Rossa Valentino Ruggiero SANT’AGNELLO (ferro e legno)

Studio per volto di Cristo Crocifissione Agostino Russo SANT’AGNELLO (sanguigna)

Nelle tue Mani Aniello Ignorato

Ultima Cena Massimo Sepe

SANT’AGNELLO

SANT’AGNELLO

Passione Incarnata Mariagrazia Manfredi

Cristo giacente Salvatore Simioli

(terracotta)

VICO EQUENSE

(gres e tecnica raku)

(vetri soffiati legati a piombo)

SORRENTO

(argento a cera persa)

Senza titolo Raffaele Mellino

In... divenire Francesco Stinga

MASSA LUBRENSE

SORRENTO

Il peso dell’Essere Alessandro Ottone

Maria di Magdala e l’uovo rosso Elisabetta Surico

(maiolica)

SORRENTO

(gres rosa e legno di ciliegio)

(tarsia lignea)

PIANO DI SORRENTO (terracotta policroma)

La via della Croce Aniello Romano PIANO DI SORRENTO (tufo, terracotta e personaggi in legno)

Tralcio di Passione Raffaele Troncone SORRENTO

(cera policroma e materiali misti)

9


10 speciale

aprile2014


speciale Chiesa dell’Addolorata

aprile2014 Sofferenza Divina Alessandro Flaminio

Gli Artisti Ospiti

NAPOLI

(maiolica)

Monastero Cesare Giardini VIGEVANO

(olio su tela)

Mirra Segno di Passione Orazio Bindelli

Resurrezione Dino Maccini PIACENZA

URBANIA

(mosaico artistico)

Ferite rinnovate Gianluca Buonocore

Angelo Piero Marcuccio

(ceramica)

NAPOLI

(monoblocco in terracotta patinata con cere)

Croce (conseguenze) Daniele Buschi

CERRETO SANNITA (ceramica)

Senza Titolo Attilio Quintili

DERUTA

DERUTA

(materiali misti)

(ceramica)

Deposizione Sante Cancellieri

Vasi Sacri Lucio Sambuco

(terracotta e legno)

(ceramica)

Triade Tonina Cecchetti

Incontro Anna Uncini

URBANIA

GUBBIO

(terraglia invetriata, oro zecchino e platino)

DERUTA

FABRIANO (carta)

11


12 speciale

aprile2014 Il cristo Morto, la Passione di un sorrentino

Chiesa di S. Paolo

Ida Mauro

Pittura e riflessioni sulla Via della Croce

«È

l’estrema sintesi dello spirito, dell’amore e del sacrificio cristiano» Così definiva il tema artistico della Via Crucis il maestro Michele Di Maio, in un articolo apparso in un periodico locale nel 1991, al momento della presentazione delle tavole intarsiate, realizzate sui suoi modelli, per la Basilica di S. M. del Lauro di Meta di Sorrento. Queste parole giungevano dopo tre anni di intenso lavoro di studio sul tema della Passione di Cristo, oggetto di un’attenta ricerca antologica tra i capolavori di artisti antichi e moderni, di cui le tavole esibite in questa mostra, rivelano probabilmente lo stadio iniziale. Si ripropongono al pubblico a 25 anni dalla loro prima apparizione e in questa occasione sono accompagnate dalle riflessioni di autorevoli rappresentanti del clero, per farci così comprendere appieno il sacrificio del Figlio di Dio. Le scene, ridotte ai minimi termini per accentuarne la forza espressiva, presentano solo le figure e gli elementi strettamente necessari alla narrazione, disposti su una sorta di pedana, ricorda le Via Crucis in rilievo che è possibile trovare in numerosi luoghi di culto e si ispirano al lavoro dell’artista ticinese Giuseppe Valerio Egger. L’uso di figure “stereotipate” imprime un carattere semplice alle varie scene, pur mantenendo un discreto equilibrio ed una spiccata eleganza formale. La tecnica mista, pastello-acrilico su cartoncino, del tutto insolita per un artista abituato allo esercizio classico della pittura ad olio e del pastello, è rivelatrice della funzione delle tavole, che dovevano servire come modello per la tarsia lignea. Si tratta di ”modelletti” completi di tutte le informazioni necessarie per la loro trasposizione artistica, dove la linea netta che definisce i campi di colore compatto, (corrispondenti ai tasselli di legno colorato) guida l’intarsiatore nella esecuzione del suo lavoro. Ne è la prova, all’interno della mostra, la trasposizione ad intarsio di una stazione, ad opera del maestro Riccardo Propoli, che permette di apprezzare pienamente i risultati di tale operazione pittorica. È dunque una Via Crucis pensata per una riproduzione ad intarsio particolarmente efficace, con un occhio alla resa delle sfumature che imprimono alle figure una volumetria robusta e severa.

L

a mostra accosta alla serie della Via Crucis l’intenso Cristo morto (olio su tela, cm. 60x50) realizzato nel 1980 a partire da una foto della celebre statua lignea che chiude la processione della sera del Venerdì Santo, conservata presso la chiesa della Venerabile Confraternita dei Servi di Maria. Di Maio, avvolgendo le spalle e la testa del Cristo con un’intensa luce calda, come quella delle fiaccole, sembra ritrarla proprio nel momento della sua apparizione processionale al pubblico dei devoti sorrentini, con la commozione di chi contempla

nel simulacro i segni della Passione di Cristo ed, attraverso il vincolo dell’arte, entra in perfetta sintonia con l’artista che realizzò la statua, quasi trecento anni prima. La tela rappresenta uno dei risultati più alti della produzione di Di Maio, realizzata in anni in cui ebbe modo di dedicarsi con frequenza all’esecuzione di ritratti, eseguiti con uno studio minuzioso dei particolari, un’attenzione “epidermica”, di cui anche questo dipinto è un chiarissimo esempio.

■ Un piccolo saggio della produzione di Michele Di Maio è pubblicato on-line, alla pagina: www.michele-dimaio.com

Omaggio a Michele Di Maio

I

l maestro Michele Di Maio ci ha lasciati lo scorso 19 giugno 2013, ad 88 anni, dopo una appassionata carriera dedicata all’arte del disegno ed alla pittura. La sua formazione tecnica avviene presso la scuola d’arte di Sorrento e fin da giovanissimo fornisce disegni e modelli per i laboratori locali della tarsia lignea. A partire dai primi anni Settanta, inizia a dedicarsi alla pittura in maniera esclusiva, prediligendo la tecnica ad olio per la realizzazione di una vasta serie di vedute, nature morte e ritratti, tutti caratterizzati da un tratto minuzioso e virtuosistico, che segue i giochi della luce sulla materia senza limitarsi ad una riproduzione asettica della realtà, anzi mostrando una schietta empatia verso i soggetti rappresentati. Con le grandi tele della Annunciazione e di Tobiolo e l’angelo Raffaele, per il soffitto del transetto della chiesa di San Michele

di Piano di Sorrento (1974-1976) inizia anche un’intensa produzione di carattere religioso, tra cui il ritratto di Papa Giovanni Paolo II (1979) conservato all’Osservatorio della Santa Sede presso le Nazioni Unite, Suor Margherita Gori (1981) custodito nel convento Domenicano in Sorrento, l’Arcivescovo Mons. Raffaele Pellecchia (1982) e San Francesco Caracciolo (1996) esposti nella Cattedrale di Sorrento, i disegni per la Via Crucis intarsiata per la basilica S. M. del Lauro in Meta (1988-1991), per non dimenticare le partecipazioni prima, e l’organizzazione dopo, alle rassegne della Via Crucis Arte di Piano di Sorrento e Sorrento, nonchè la creazione di molteplici immagini sacre per le arciconfraternite della penisola sorrentina. Se negli altri generi pittorici il suo stile permane sostanzialmente invariato nel tempo, è nei dipinti religiosi dove mostra una mag-

giore versatilità ed un’apertura a diverse forme espressive, che gli permettono di creare composizioni più svelte, pur restando fedele alla chiarezza espositiva ed alla eleganza che lo contraddistinguono. Nella produzione degli ultimi anni, interamente a pastello, tornano con frequenza i temi religiosi (insieme alle nature morte), con i ritratti di Padre Pio, del Papa Wojtyla, e le composizioni per le locandine della processione del Venerdì Santo della Venerabile Confraternita dei Servi di Maria di Sorrento. Nella sua libreria, i numerosi segnalibro lasciati all’interno dei cataloghi di grandi artisti, da Caravaggio a Ventrone, sono dimostrazione di un’arte che si nutriva di una bellezza senza tempo e di una scelta per l’espressione elegante ed intensa dei sentimenti, che continuerà a vivere attraverso le sue opere.


speciale

aprile2014

Chiostro San Francesco Mostra fotografica di Franco Cappiello

F

rancesco Cappiello nasce a Sorrento da genitori originari di Massa Lubrense, trascorre l’infanzia e l’adolescenza in una realtà rurale, ma sempre più proiettata verso quella urbana, in un continuo scambio tra queste due, attingendo da entrambe stimoli, esperienze e cultura. Socio del Centro Studi e Ricerche Bartolommeo Capasso di Sorrento con il quale ha partecipato a mostre fotografiche sia a livello nazionale che internazionale e collaborato alla realizzazione di numerose produzioni audiovisive. Laureato in Medicina e Chirurgia, lavora come medico di Medicina Generale nella Massa Lubrense che ha dato i natali ai suoi avi, attingendo, nei rari momenti liberi, spunti per la sua passione per la fotografia. Ha pubblicato nel dicembre 2003, per i tipi della casa editrice Esselibri, il volume “Sulle Orme del mito” elaborazioni fotografiche su panorami di Massa Lubrense, da cui è stata tratta una mostra itinerante, ospitata, nel corso del 2004, prima negli spazi espositivi del chiostro S. Francesco a Sorrento

Dies Passionis Domini

P

roseguendo e arricchendo una ricerca artistica e antropologica iniziata ormai più di trenta anni fa dai fotografi del Centro di Studi e Ricerche “B. Capasso” guidati da Antonino Fiorentino, Francesco Cappiello ha allestito per la Pasqua 2014 una nuova mostra di immagini delle processioni pasquali sorrentine. Non è la prima volta che egli si

e quindi nel chiostro di M. S.S. della Lobra a Massa Lubrense. Nell’estate del 2006, ospite della Sala delle Sirene del Comune di Massa Lubrense ha presentato la mostra tematica “Vultus: sembianze ed espressioni di gente del sud”, riproposta nel 2008 al chiostro S. Francesco a Sorrento. Nella successiva estate 2007, ospite questa volta dei locali della Pro Loco, ha presentato la sua personale “Athenaion”, interpretazioni fotografiche degli scorci più suggestivi della sua terra di adozione. Durante le festività natalizie del 2007, ospite ancora della Pro Loco di Massa Lubrense, ha presentato “Pastori D.O.C.” reportage fotografico della realtà artigiana di S. Gregorio Armeno. Nel 2009 ha presentato a Sorrento la sua personale “Emozioni Svelate” ricerca iconografica sulle forme e i colori della vita quotidiana ed a Massa Lubrense “Natura plasmata” reportage sugli artigiani della cesteria e “Empireo” reinterpretazione del paesaggio massese. Nel 2010 ha partecipato alle collettive “Passi nella notte” con scatti vintage sui riti della settimana santa in

Penisola sorrentina; “Mani d’artigiano” reportage sull’artigianato in estinzione; “Natale d’autore” ricerca sui maestri presepisti della penisola sorrentina ed ha inaugurato le sue mostre personali “Chiaroscuri” reportage in bianco e nero sulle bellezze paesaggistiche di Massa Lubrense e “Sembianti” interpretazione fantastica degli atteggiamenti dei manichini nelle vetrine. Nel 2011 ha partecipato alla collettiva natalizia del Centro Bartolommeo Capasso di cui è

attualmente responsabile della sezione fotografica. Nel dicembre 2013, assieme all’amico Raffaele Federico, ha realizzato la mostra fotografica “Napoli Notte” . E’ da diversi anni docente a corsi di fotografia digitale. Attualmente è impegnato nella continua ricerca di nuovi spunti fotografici relativi ai temi che maggiormente lo appassionano: il paesaggio, i volti della gente, le tradizioni, l’artigianato e la ricerca di forme e colori della natura.

torni sfumati e sfuggenti, quasi larve di altre anime in pena immerse in una dimensione senza tempo. Ne emergono a turno, senza tratti precisi, senza una caratterizzazione forte. Anche quando si scorge qualche viso non coperto dallo scapolare, i suoi tratti sono celati nell’ombra. Tutti uguali gli scarni incappucciati di Cappiello, accomunati da un percorso che s’in-

dovina fatto di vicende dolorose e di dura espiazione. Tutti uguali di fronte al destino della vita e della morte. Non una visione tradizionale delle processioni pasquali, dunque, e per niente rassicurante. Bandita la rappresentazione consolatoria del secolare rito, Cappiello predilige ora quella drammatica, tanto più affascinante quanto più credibile e moderna.

Enzo Puglia cimenta con questo tema affascinante, ma stavolta il taglio che ha dato alla rassegna è diverso e quanto mai intrigante, maturato - si può dire - rispetto alle prove precedenti. Gli incappucciati sono ora colti per lo più in primo piano, scontornati dai fedeli che sempre li accompagnano e addirittura isolati dallo spazio che li circonda. I penitenti sono dunque soli nel cammino penitenziale e il contrasto eclatante fra il candore dei loro scapolari e il buio della notte quasi li sprofonda in una dimensione surreale. Pare che l’artista, scolpendo saggiamente le figure grazie al gioco sapiente del bianco e del nero voglia giungere a rappresentare non dei corpi ma delle anime. Altre figure incappucciate s’intravedono talvolta dietro quelle che compaiono in primo piano, ma si tratta spesso solo di con-

13


14 speciale

aprile2014

L’arte del domani, artigiani e piccole mani

Concorso artistico “A 4 mani”

dal 7 al 16 aprile 2014

Pasqua: riti, tradizioni, usanze della tua Terra

L

a manifestazione è organizzata da Peninsulart col patrocinio dell’Assessorato all’Artigianato ed alla Pubblica Istruzione del Comune di Sorrento in collaborazione con il Liceo Artistico “F. Grandi” e l’Unione Artigiani Intarsio Sorrentino. I corsi, che si terranno presso il bastione di Parsano e la Cattedrale, saranno così suddivisi: ■ Colombina…gira la ruota. Realizzazione di vasi a colombina e con il tornio per creta. Curatrice: Betty Surico coadiuvata da operatori dei suoi corsi. ■ Incastri di legno Corso di intarsi lignei alla maniera sorrentina. Curatori: Teodoro Famiani, Antonino Esposito, Antonino Cappiello e la collaborazione con l’Unione Artigiani Intarsiatori Sorrentini. ■ Smalti e fuoco Corso di decorazione ceramica. Curatori: Alessandro Ottone, Marigrazia Manfredi e Raffaele Mellino.

■ Manincreta Corso di modellato. Curatori: Marcello Aversa, Giuseppe Ercolano, Federico Iaccarino, Aniello Ignorato e Mariagrazia Cocurullo. I corsi, gratuiti, saranno rivolti alle scuole primarie della Penisola Sorrentina e durante lo svolgimento, alcuni alunni del Liceo Artistico “ F. Grandi” affiancheranno i maestri. Il giorno 27, in contemporanea con la premiazione del concorso nazionale “A4 Mani”, nel cortile della Cattedrale di Sorrento, sarà allestito un mercatino con gli oggetti realizzati. Il ricavato andrà in beneficenza. Questo, oltre ad essere un momento di condivisione per tutti i corsisti che saranno tutti assieme per la prima volta, sarà un modo per avvicinare i bambini al mondo della solidarietà. Ad ogni partecipante ai corsi sarà rilasciato un diploma ed un ricordo della manifestazione.

I

l concorso artistico “A4 mani” ideato in occasione della prima edizione di “Passione d’arte” rispecchia in pieno lo spirito dell’associazione Peninsulart, avvicinare i più piccoli all’arte ed all’artigianato invogliandoli alla manualità. Proprio per questo “A4 mani” è rivolto agli alunni di nazionalità italiana o straniera degli istituti secondari di primo grado di tutto il territorio nazionale. Nasce con il patrocinio del Comune di Sorrento attraverso l’ Assessorato alla Pubblica Istruzione ed in collaborazione con il Lions Club Penisola Sorrentina, l’Istituto Polispecialistico “San Paolo”, il Liceo Artistico “F. Grandi” e la Fondazione Crocevia di Milano. Metaforicamente, le mani dei più grandi, quelle degli artigiani, accoglieranno i lavori dei più piccoli, fiduciosi che attraverso queste iniziative scatti in loro la molla della passione la: ”Passione d’arte”. Al vincitore sarà riconosciuta una borsa di studio di Euro 800,00, offerta per metà dal comune di Sorrento, attraverso l’Assessorato alla Pubblica Istruzione e per metà dal Lions Club Penisola Sorrentina. Il tema prescelto per questa prima edizione è: “Pasqua: riti, tradizioni, usanze della tua Terra”. Questo sarà anche un modo per conoscere tradizioni e culture di altri territori. ■ Gli elaborati saranno valutati da una giuria di esperti ed i migliori cinquanta saranno esposti in una delle sedi della manifestazione. ■ Il giorno 27 aprile, presso il teatro Sant’Antonino, l’associazione Peninsulart e le autorità della Città saranno lieti di accogliere il vincitore del concorso.


speciale

aprile2014

15

L’Associazione Peninsulart Attività, Finalità, Obiettivi nerazione di artisti ed artigiani, ma quello di riavvicinare i nostri giovani a questo mondo così affascinante. ■ Siamo pronti ad accogliere chiunque voglia aiutarci in tutto ciò anche solo attraverso critiche e consigli, sicuri che solo limando gli errori saremo capaci di crescere e migliorare. Nel frattempo, svestiamoci di quest’abito di rassegnazione che sembra ormai di moda prima che questo look inizi a piacere anche ai nostri giova-

ni, perché se questo accadrà sarà ancor più difficile riconquistare la nostra identità. Molti artigiani che sono in questa associazione hanno avuto l’onore di lavorare fianco a fianco con i bambini, il loro sorriso li ha ripagati più di qualsiasi somma di denaro. Peninsulart vuole dare un serio contributo affinché quei sorrisi possano rimanere accesi, consapevoli che in quei sorrisi è nascosto il nostro futuro.

Via Sersale , 3 - 80067 Sorrento (NA)

delle Cartiere Fedrigoni

ed all’artigianato grazie alla progettazione di interventi didattico- educativi ed all’organizzazione di eventi culturali che mirino a questo scopo. ■ Il nostro motto è “Appassionati per appassionare” e dovrà essere lo stesso di chi vorrà seguirci in questo viaggio. Appassionare chi? Appassionare soprattutto i più piccoli, farli riappropriare delle cose semplici, quelle che protendono al rapporto umano non alla solitudine della meccanizzazione, distoglierli da quegli usi e da quei costumi che non ci appartengono e che giorno dopo giorno scalzano la nostra storia, quella stessa storia che ci ha resi grandi agli occhi del mondo. Avvicinarli all’arte ed all’artigianato vorrà dire far capire l’irripetibilità delle testimonianze storiche ed artistiche che il nostro territorio offre ed incutere in loro più rispetto verso le stesse. ■ Non abbiamo la presunzione di voler creare una futura ge-

Questa pubblicazione è stampata su carta

L’

associazione Peninsulart nasce a Sorrento per iniziativa di un gruppo di 27 soci fondatori nel novembre del 2013. ■ L’obiettivo principale di questo gruppo è quello di mantenere vivi arte, artigianato, usi e tradizioni della nostra Terra facendo leva soprattutto sulle nuove generazioni. ■ Il nostro pensiero è focalizzato nel titolo della nostra prima mostra: “L’arte del tramandare”. Nel passato, infatti, spesso per una radicata gelosia di mestiere, le mani rugose ed incallite dal tempo e dal lavoro degli artigiani non hanno trovato rinnovamento dell’arte nelle mani forti dei giovani. Questo ha fatto sì che la scomparsa di tanti maestri è divenuta la cassaforte inaccessibile dei segreti delle loro arti. Questo non deve più accadere. ■ La nostra idea, forse temeraria, è concentrata in queste poche parole: educare all’arte


Passione - D'Arte  

Gli artisti, gli artigiani e la Passione di Cristo

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you