Surrentum - Giugno 2022

Page 1

PY CO GIO EE G FR MA O

Giugno 2022

Anno XLII

Anno XLII

5

FOTO DI SUSY SERBANDINI

GIUGNO 2022

PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA Aut. Trib. Napoli n. 3104 del 15/4/1982

Editrice SURRENTUM sas Dir. Resp. Antonino Siniscalchi

www.surrentum.it • www.surrentum.net • www.surrentum.com

1


2 Giugno 2022

Anno XLII

Estasiarsi - Be amazed Deliziarsi - Be delighted Immergersi - Dive in Rilassarsi - Relax

D6

Per Info e prenotazioni Tel. 081 878 1476 info@continentalsorrento.com Piazza della Vittoria, 4 - Sorrento


Giugno 2022

Anno XLII

3

IL SALUTO DEL SINDACO DI SORRENTO

BENVENUTI A SORRENTO CITTÀ DI SORRENTO

L’

arrivo di ogni ospite nella nostra Città è motivo di gioia per la nostra intera comunità perché ciascuno di essi non solo manifesta interesse per le nostre bellezze, ma accorda la propria fiducia agli operatori impegnati sul fronte turistico. La nostra realtà, infatti, è costantemente impegnata nel mantenere alte le tradizioni che hanno reso famosa la Terra delle Sirene sul fronte dell’ ospitalità e dell’ accoglienza. Dopo i difficili momenti che hanno accompagnato il periodo della pandemia, il nostro territorio ritorna a registrare brillanti risultati in termini di incremento del numero di visitatori che prediligono Sorrento per i loro soggiorni.

Tutto questo si inserisce in un percorso virtuoso grazie al quale la nostra Città ha saputo affermarsi nello scenario di eventi internazionali di assoluto prestigio. Nel corso di pochi mesi abbiamo ospitato il vertice dei G20 dedicato al commercio internazionale e siamo stati onorati dalla visita del Capo dello Stato, del Presidente del Consiglio, di numerosi ministri e di importanti delegazioni stra-

niere in occasione del Forum organizzato da “The European house – Ambrosetti”. Come pure il nostro territorio ed il nostro mare sono stati interessati dallo svolgimento della “Tre Golfi Sailing Week” che molti conoscono con il nome di Rolex Cup. A cavallo tra la fine di questo mese e gli inizi di luglio, poi, Sorrento ospiterà la prima edizione dell’Unwto Global Youth Tourism Summit.

Grazie a questo evento, che nasce per volontà dell’ Organizzazione Mondiale del Tursimo, la Città del Tasso avrà modo di accogliere Cento ragazzi e oltre 20 ministri da 47 Paesi di tutto il mondo. I traguardi fino ad ora raggiunti, in ogni caso, stimolano ancora di più il nostro desiderio di conservare elevati standard qualitativi tanto in ordine ai servizi offerti a coloro che ci accordano la propria fiducia, quanto in merito alla opportunità di allestire un calendario ricco di eventi e di manifestazioni che siano in grado di soddisfare le aspettative di ogni genere di utenza. In questa ottica, giorno dopo giorno, cerchiamo di migliorare la nostra offerta confidando nella possibilità di incontrare la piena soddisfazione dei turisti che ci fanno visita. Siamo sicuri, infatti, che una felice soggiorno nella nostra Città sia il miglior presupposto per ritornare a farci visita. Il Sindaco Avv. Massimo Coppola

D7

A Sorrento lA XXVI edIzIone dellA kermeSSe

IL SINDACO MASSIMO COPPOLA: “UNA INIzIATIvA IMPORTANTE PER LA RINASCITA CULTURALE”.

“S

urrentum” dedicherà prossimamaente uno speciale del Premio “Penisola Sorrentina”, la manifestazione giunta alla 26esiesima edizione e guidata da Mario Esposito, riconosciuta sempre più a livello nazionale ed internazionale. Anche quest’anno il numero di ottobre della rivista si presenterà con una veste artisticoeditoriale che proporrà come copertina d’autore (direzione artistica Giuseppe Leone) l’opera vincitrice del concorso speciale “Dante700” promosso in collaborazione con lo IACE di New York per celebrare i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta. Il Premio si svolgerà a Sorrento il 22 e 23 ottobre e coinvolgerà il Museo Correale, il Palazzo di Città e il Teatro Tasso. Il riconoscimento dedicato al mondo dell’audiovisivo e della cultura è promosso con il patrocinio della Regione Campania, dei Ministeri della Cultura e del Turismo, in collaborazione con il Comune di Sorrento, guidato dal sindaco Massimo Coppola. Presidente della Giuria è l’attore e produttore Luca Barbareschi. Alla guida della®sezione “musica e cinema” il jazzista internazionale Danilo Rea. La sezione dedicata a Dino verde vede impegnati l’autore, conduttore e doppiatore Giancarlo Magalli e l’autore televisivo Gustavo verde, figlio di Dino. Tra gli altri consulenti della kermesse, l’attrice Francesca Cavallin, lo scrittore Magdi Allam, l’attrice e conduttrice valeria Altobelli, presidente dell’Associazione Internazionale Mission NGO, con cui il Penisola Sorrentina sta costruendo uno speciale momento dedicato al cinema e ai diritti umani. Durante la due giorni verranno anche assegnati i premi della critica cinematografica “Lunedì film” a cura di Pier Paolo Mocci. Il programma del Premio, che articolerà un racconto dell’Italia della cultura e del mondo attuale nel dopo Covid, prevede anche un ted talk, presieduto da Roberto Napoletano, su Mezzogiorno ed Europa. “In linea con la strategia di promozione e di destagionalizzazione, disegnata con il Modello Sorrento e il brand “Sorrento aspetta te” - commenta il sindaco di Sorrento, Massimo Coppola - il Premio Penisola Sorrentina costituisce un appuntamento importante per evidenziare come la cultura rappresenti l’elemento BIMONTE fondamentale - House of Cameos andperCoral Jewelry - viaeconomica P. R. Giuliani, 62del- Sorrento su cui investire una rinascita sociale, e turistica nostro territorio”.

La Sirena di Sorrento


4 Maggio Giugno 2022 2022

Anno XLII

VILLA FIORENTINO E LE SUE ATTRAZIONI

Viaggio nell’IMPRESSIONISMO da MONET a GAUGUIN in Mostra a Sorrento per tutta l’estate 2022

In occasione del 140esimo anniversario della visita di Auguste Renoir a Napoli e alla Penisola Sorrentina, l’esposizione di oltre 130 opere del movimento impressionista.

D

Per un Impressionista dipingere la natura non significa dipingere il soggetto, ma concretizzare sensazioni. Paul Cézanne

al 1° giugno al 4 settembre 2022, la Fondazione Sorrento organizza a villa Fiorentino, nel cuore di Sorrento, una mostra dedicata al movimento Impressionista. Sono 130 le opere esposte che trasporteranno il visitatore in un mondo che ha segnato profondamente la storia dell’arte moderna. L’esposizione vanta contenuti inediti unitamente a importanti capolavori di pittura, disegni, ceramiche, incisioni, opere grafiche, libri originali dell’epoca e materiali descrittivi che sapranno raccontare le fasi e le figure di maggior spicco di un movimento così importante. Siamo nel 1882. Renoir lascia con grande rimpianto Sorrento e il Golfo di Napoli in cui era arrivato l’anno precedente, spinto dal mito del Gran Tour, che lo

aveva portato sino a Palermo. 140 anni dopo questo distacco, l’esposizione intende immergere il visitatore in un viaggio che attraversa i principali autori preimpressionisti, impressionisti e postimpressionisti, una vera e propria educazione artistica ai fondamentali di questo dirompente quanto eccezionale movimento. Straordinari paesaggi, scene di genere, ritratti, villaggi e abitazioni rurali e urbane: l’impressionismo in mostra è teso a riprodurre nelle opere l’istante dell’impressione visiva, dipinti spesso eseguiti all’aperto, en plein air, con una tecnica agile e immediata, basata su una nuova concezione del colore e della luce. La rivoluzione nell’arte è epocale e la scoperta di luoghi

cammina parallelamente alla scoperta di nuove frontiere di un movimento cui hanno aderito, oltre a Renoir e a Degas, artisti del calibro di Monet, Manet, Pissarro, Desboutin, Cézanne, Bonnard, Bracquemond, Toulouse Lautrec, Courbet, Corot, Troyon, Lecomte, Sisley e Gauguin. L’esposizione svelerà un mondo fatto di luce e gioia di vivere, in un intreccio in cui la malinconia della campagna e il fervore costruttivo delle nuove realtà industriali di fine Ottocento diventano pura visione artistica. La mostra, a cura di Vincenzo Sanfo e Gabriele Accornero, organizzata e promossa dalla Fondazione Sorrento, sarà aperta tutti i giorni dalle ore10 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 20:00. Sabato e domenica fino alle 21:00.


Giugno 2022

Anno XLII

5

Fondazione Sorrento

Journey into IMPRESSIONISM from MONET to GAUGUIN on display in Sorrento throughout the summer of 2022 On the occasion of the 140th anniversary of Auguste Renoir’s visit to Naples and the Sorrentine Peninsula, the exhibition of over 130 works of the Impressionist movement. For an Impressionist, painting nature does not mean painting the subject, but concretizing sensations. Paul Cézanne

From 1 June to 4 September

2022, the Sorrento Foundation organizes an exhibition dedicated to the Impressionist movement at Villa Fiorentino, in the heart of Sorrento. There are 130 works on display that will transport the visitor to a world that has profoundly marked the history of modern art. The exhibition boasts unpublished contents together with important masterpieces of painting, drawings, ceramics, engravings, graphic works, original books of the time and descriptive materials that will be able to tell the most prominent phases and figures of such an important mo-

vement. We are in 1882. Renoir leaves with great regret Sorrento and the Gulf of Naples where he had arrived the previous year, driven by the myth of the Grand Tour, which had brought him to Palermo. 140 years after this detachment, the exhibition intends to immerse the visitor on a journey that crosses the main pre-impressionist, impressionist and post-impressionist authors, a real artistic education in the fundamentals of this disruptive and exceptional movement. Extraordinary landscapes, genre scenes, portraits, villages and rural and urban dwellings: the impressionism on display is aimed at reproducing the instant of visual impression in the works, paintings often performed outdoors, en plein air, with an agile technique and immediate, based on a new conception of color and light. Il biglietto d’ingresso di € 10,00 comprende, la visita delle mostre VIAGGIO NELL’IMPRESSIONISMO DA MONET A GAUGUIN MOSTRA FOTOGRAFICA SOPHIA LOREN a cura di Raffaele Celentano I CARILLONS DI ENRICO SALIERNO Per i residenti in Penisola Sorrentina l’ingresso è gratuito. Entrance fee € 10,00 includes the visit to: VIAGGIO NELL’IMPRESSIONISMO DA MONET A GAUGUIN PHOTO EXHIBITION SOPHIA LOREN A NEAPOLITAN DIVA CARILLONS OF ENRICO SALIERNO

The revolution in art is epochal and the discovery of places goes hand in hand with the discovery of new frontiers of a movement which, in addition to Renoir and Degas, have joined artists of the caliber of Monet, Manet, Pissarro, Desboutin, Cézanne, Bonnard, Bracquemond, Toulouse Lautrec, Courbet, Corot, Troyon, Lecomte, Sisley and Gauguin. The exhibition will reveal a world made of light and joie de vivre, in an intertwining where the melancholy of the countryside and the constructive fervor of the new industrial realities of the late nineteenth century become pure artistic vision. The exhibition, curated by Vincenzo Sanfo and Gabriele Accornero is organized and promoted

by the Sorrento Foundation and will be open every day from 10 to 13:00 and from 16:00 to 20:00, Saturday and Sunday until 21:00.


6 Giugno 2022

Anno XLII

EVENTI

FOTO DI CARLO ALFARO

SORRENTO INCONTRA 2022

L

a mostra fotografica dal titolo “St. Javelin” dell’artista tedesca Julia Krahn, allestita lungo il corso Italia, a Sorrento, con gigantografie in cui sono protagoniste donne ucraine accolte in penisola sorrentina, apre l’edizione 2022 di Sorrento Incontra, il contenitore di eventi promosso dal Comune di Sorrento, in collaborazione con varie associazioni ed istituzioni culturali. La rassegna, che si concluderà a settembre, vedrà tra i protagonisti Renzo Arbore, Marisa Laurito, Maurizio De Giovanni, Oscar Farinetti, Enrico vanzina. Dalla musica all’arte, dalla letteratura al teatro, Sorrento Incontra accoglierà i suoi ospiti in alcuni dei luoghi più suggestivi della città: il chiostro di San Francesco, il parco Ibsen e la villa comunale. Il progetto di Julia Krahn, che inaugura il cartellone, e che si concluderà il 3 luglio prossimo, presenta un corpus di nove immagini stampate su teli di grandi dimensioni, bandiere che sventolano libere fra i balconi e i lampioni, creando un’esperienza di impatto e unione nel cuore del centro storico di Sorrento. Ad affiancare i ritratti, testi e interviste, a cura di Francesca Massa, che il pubblico potrà leggere scansionando il QR code esposto lungo il percorso della mostra, in cui le donne danno voce ai loro volti attraverso i rac-

conti delle proprie esperienze in guerra. Appuntamento speciale, il 30 giugno alle ore 19, al chiostro di San Francesco, dal titolo “Sorrento Incontra St.Javelin e Julia Krahn”, per incontrare l’artista e le donne protagoniste delle fotografie, insieme ad alcune testimonianze delle persone del territorio impegnate nell’accoglienza. Si prosegue il 6 giugno, alle ore 19, al chiostro di San Francesco con Hafez Haidar, in dialogo con Stefano Di Mauro della libreria Tasso, per presentare “Il fiore dei cedri. vita e miracoli di Kalil Gibran”, edito da Marotta & Cafiero, per scoprire cosa c’è dietro il più venduto scrittore libanese, tradotto in venti lingue, che ha avuto il merito di unire la saggezza orientale con il mistero occidentale. Nell’ambito della serata, alle ore 18 saranno esposti i lavori e premiato il vincitore del concorso di idee per il logo di Sorrento Incontra, che ha visto la partecipazione dei ragazzi del liceo artistico musicale “Francesco Grandi”. Il 10 giugno, alle ore 19, al chiostro di San Francesco, sarà la volta di Giulio Ferroni, storico della letteratura e docente universitario, in dialogo con Luciano Russo, presidente dell’Istituto di Cultura Torquato Tasso, che terrà una lezione su “Machiavelli e la politica: neces-

sità e difficoltà”. Un appassionante giallo ambientato in penisola sorrentina, quello proposto da Luca Baroni, il 17 giugno, alle ore 19, al chiostro di San Francesco con “Il volo delle janare”, con letture dall’attore Marco Palmieri, ed edito da Morellini, mentre il 24 giugno, spazio ad un grande autore come Enrico Vanzina che, nel suo “Diario diurno”, edito da Harper Collins, dialogherà il 24 giugno, alle ore 19, al chiostro di San Francesco con Antonio Sorella, docente di linguistica e letteratura italiana. Un diario che racconta undici anni, racchiusi da due grandi crisi sociali, quella economica del 2011 e quella che stiamo ancora vivendo ed è legata alla pandemia. E in mezzo la vita, le gioie, i dolori, gli attimi solo in apparenza insignificanti ma in realtà decisivi, la politica, i libri, il cinema, certo, il cinema, gli amici che si ritrovano o se ne vanno, gli incontri casuali, le strade prese o perse. Lorenzo Marone, presenterà invece il 25 giugno, sempre al chiostro di San Francesco, alle ore 19, l’atteso “Le madri non dormono mai”, edito da Einaudi. Intervistato dal giornalista Luigi D’Alise, l’autore rivelerà la genesi del suo romanzo, un cantico degli ultimi che si interroga, e ci interroga, su cosa significhi davvero essere liberi o prigio-

nieri. Spazio alla musica, l’8 luglio, alle ore 21, al parco Ibsen, con il concerto del trombettista Nello Salza, con un omaggio ad Ennio Morricone nel secondo anniversario della scomparsa. Il 29 luglio (ore 19, chiostro di San Francesco), ospiti Oscar Ferinetti e Oscar Montigny, manager rispettivamente di Mediolanum ed Eataly, presentano “6 x 2. Sei brevi lezioni da due maestri del marketing”, edito da Rizzoli, dove gli autori spiegano come trovare le parole giuste e connettersi con le persone comunicando in modo efficace e consapevole il proprio lavoro. Riflettori accesi anche sui bambini, da 0 a 6 anni, con tre appuntamenti promossi in collaborazione con Nati per Leggere, un programma nazionale di promozione della lettura rivolto ai più piccoli. Gli incontri si terranno il 5 e il 26 agosto e il 9 settembre, presso la villa comunale, alle ore 19.30. La storia in scena, il 2 settembre, alle ore 21, con “Anastasia il musical”, prodotto dall’Accademia on Broadway Musical Theatre & Dance, con la regia di Eleonora Di Maio. Si tratta del riadattamento dell’omonimo film di animazione che si rifà alla leggenda della granduchessa Anastasia Nikolaevna di Russia, che riesce a scappare dai ribelli russi che catturano e giustiziano la sua famiglia. L’amicizia, quella vera, è il filo rosso che attraversa “Ci siamo voluti tanto bene. La nostra amicizia con Luciano De Crescenzo”, edito da Mondadori che gli autori, Renzo Arbore e Marisa Laurito, in dialogo con Francesco Pinto, presenteranno il 15 settembre, alle ore 19, al chiostro di San Francesco. Stessa ora e location, il 23 settembre, per Maurizio De Giovanni, Francesco Pinto e Serena Venditto, che presentano “Gatti neri e vicoli bui”, edizioni Homo Scrivens, insieme allo scrittore Aldo Putignano: tre racconti inediti, tre indagini piene di sorprese, per chi ama il giallo, Napoli e il buonumore. Ultima data, il 30 settembre, alle ore 20.30, al parco Ibsen, con il concerto a cura della Sorrento Modern Orchestra, diretta da Domenico Guastafierro. In scaletta, brani immortali, dal classico al jazz.


Anno XLII

Giugno 2022

7

dalla Redazione

ST. JAVElIN: lE STORIE dI dONNE UCRAINE NEllA MOSTRA dI JUlIA KRAhN Sarà visitabile fino al 3 luglio St. Javelin, la mostra dell’artista tedesca Julia Krahn che impreziosirà il Corso Italia a Sorrento con le gigantografie di donne ucraine rifugiate in penisola sorrentina. Si chiamano Kira, Aleksandra, Gaia, Juliana, Lesya, Olena, Olga, Marina e a farle parlare c’è una voce narrante, ascoltabile sia in italiano che in inglese, inquadrando un qr-code. I grandi tessuti con i loro ritratti sovrastano lo spettatore dai balconi del centro sorrentino e lo fanno con tutta la potenza di un’immagine senza supporti, vetri o cornici, eliminando ogni distanza tra il fruitore e l’ambiente. Le donne ucraine sono rappresentate in blu (dipinto addosso) e in giallo (nei simboli che mantengono), una scelta di colori che vuole sottolineare il legame con la propria bandiera. Ogni donna guarda con determinazione dritto in faccia lo spettatore, ognuna portatrice di una simbologia intensa. Solo la bambina, Kira, volge lo sguardo altrove, distratta dal gioco della sua infanzia. Aleksandra indossa una corona di mimose, simbolo di resistenza femminile, Juliana porta le spighe di grano e il pane tipico ucraino “palianytsia”, una parola che rappresenta una potente arma di riconoscimento, perché risulta impronunciabile dai russi. Lesya toglie la corona di proiettili e la porge allo spettatore, perché sta a tutti noi chiederci cosa farne, mentre Marina porta in braccio la sua bambina di sei mesi, l’amore incondizionato, il futuro fragile. Gaia invita alla ricostruzione con una pala, che ci ricorda le fosse comuni, la morte e la rinascita, mentre Olena indossa le notizie collezionate dall’inizio della guerra in

forma di corona e scudo, mentre si tiene vicino il telefono, unica connessione con suo marito. Olga, una donna anziana, impersona l’Oranta di Kiev, madre delle madri che alza le sue mani in benedizione verso il mondo. L’esposizione prende il nome di St. Javelin, una santa nata in guerra, ispirata al missile “Javelin” mandato in Ucraina in sostegno della resistenza, diventata il simbolo di una Madonna protettrice. Proprio il paradosso di una madre che tiene in mano un’arma, la morte invece della vita, è stato il motore che ha avvicinato Julia Krahn alle donne ucraine. La stessa artista, Julia, per questa mostra si è autoritratta in uno scatto nel suo studio sorrentino, che ha aperto durante il lockdown: “Mi sono permessa di indossare il blu come le donne da me ritratte, proprio perché percepisco il mio mestiere come un’arma importantissima contro la guerra. In queste ultime settimane sono così, tutta blu. Soffro con le donne e il loro paese. Cerco anche di proteggermi, più che altro dai media e dall‘ignoranza. Ma non ho paura. Mi difendo con quello che so fare, la mia arte, l‘autoscatto. Perché per guardare il mondo con occhi aperti credo si debba prima guardarsi dentro, in profondità.” La mostra a Sorrento è realizzata in collaborazione con il Comune di Sorrento e l’Associazione Festivà. Julia Krahn esporrà St. Javelin in contemporanea anche in Grecia, al Festival Internazionale di Arte Contemporanea Paxos Biennale, dal 4 giugno al 31 ottobre 2022, e sono previste altre tappe in Italia e all’estero. Costanza Martina Vitale


8 Giugno 2022

Anno XLII

PROTAGONISTI

dRUSIllA FOER

I

precedenti non mancano. Tutti, non solo di grande rispetto ma di riconosciuto successo. Basterebbe pensare a quell’ esempio di “eterno femminino” che fu Paolo Poli, ogni volta e per decenni in scena trasformato in “bellissima”. Dopo essermi” incantata” ai suoi spettacoli, averlo intervistato- conosciuto, infine diventata sua prediletta, ho vissuto il privilegio di averlo in casa per pranzetti monacali di semplicità assoluta, quando, per spettacoli trionfanti, soggiornava a Napoli al Rex, albergo condiviso con Pupella Maggio nei soffertissimi ritorni alla città amata/odiata, che aveva lasciato per disamore! E oggi, sempre al femminile, su quella scia magica, un’altra donna, che nella vita donna non è, trionfa per eleganza, intelligenza e ironia. E siamo a Drusilla Foer che, fin dalla partecipazione al Festival di Sanremo, ha battuto per eleganza, ironia e savoir faire donne /attrici a volte di imbarazzante banalità- per trionfare poi In scena al Teatro Bellini per eleganza, portamento e anche la bellezza e confermare di recente tutto questo carisma ai Premi David di Donatello, accanto ad un quasi “ in stupore ammirato” Carlo Conti!! Un po’ Marlene, un po’ Marylin, fin dai capelli biondo platino, attraversando la scena con padronanza e una femminilità tante volte dimenticata, Drusilla, cantando con voce bellissima, ironizzando e raccontando o ammiccando con gusto sottile, ha conquistato il pubblico, totalmente sedotto dalla padronanza scenica del suo corpo sottile e flessuoso, dell’andare

D8

piazza s. antonino, 16 - sorrento - tel. +39 081 3597555 - info@momosorrento.it


Giugno 2022

Anno XLII

9

Giuliana Gargiulo avanti e indietro, anche intervallando racconti del passato“ maschile” dalle tante “ vite vissute” tra Cuba e Bruxelles, ricordando con orgoglio i molti anni a New York con il piccolo negozio di abiti usati, i cibi italiani e le canzoni e così via. Andando a ritroso abbiamo appreso che il nobile Gianluca Gori, di grande educazione e lignaggio, nel corso della sua vita ha fatto di tutto! Pittore, inventore, creatore, attore, intrattenitore, poi con un colpo di genio dopo anni in giro per il mondo, ancor più che in Italia, con il nome di una amata sorella scomparsa, è diventato Drusilla Foer! Autentica protagonista per eleganza e comportamento, con quell’ uso

C7

di mondo ormai ferocemente scomparso, che ha lasciato il posto a pacche/ manate sulla schiena o anche abitudini grossolane che, secondo gli addetti ai lavori, ha fatto scomparire dalle vendite la sala da pranzo a favore di un tinello-cucina che tutto include - (ma come si riceve o si ospitano persone care o di rango?) - Drusilla è generosa nel raccontarsi, sottolineando vizi e virtù, dialogando con garbo dimenticato con un pubblico, totalmente sedotto dall’eleganza dei modi e dalla sapienza delle interpretazioni canore. E ancora emergono racconti e narrazioni della bella famiglia nobile di radici toscane, di sorelle e fratelli e soprattutto

“ormai e per sempre” di Drusilla Foer, una vera e propria vedette, che appanna ogni ricordo di altre che l’hanno preceduta, che con la falcata impareggiabile tiene banco e conquista , attraversando la scena da parte a parte, a sorpresa nel corso dei suoi spettacoli sdraiandosi per terra o sul pianoforte a coda, scatenando sempre consensi, applausi- boati e ammirazione! Perché Drusilla bella è bella, intelligente a dismisura, capace di sommare stile e eleganza, ironia e cultura vincenti! E, scusate se è poco in una generazione di stelle, stelline e stellette che, in passato, proprio Paolo Poli avrebbe definito “oche giulive”, quasi facendo un torto alle oche che tanto furono attive, almeno nell’antica Roma!! Con tutto il pubblico che, ammirando si interroga, Drusilla, dalla falcata gigantesca e i capelli di platino, ogni volta che occupa la scena, sia teatrale che televisiva conquista e seduce, sommando ai ricordi e ai racconti di una vita “ articolata” alcune canzoni indimenticabili, da Mina ad Amy, e anche ricordi, di seduzioni accattivanti, sottolineando il concetto di “unicità” che cancella l’ingiustificata “diversità”, anche sciorinando battute napoletane dedicate alla nonna vissuta nella città del vesuvio, accennando nei suoi spettacoli teatrali a “Oi vita, oi vita mia” e instaurando con il pubblico osannante un dialogo che, più diretto e seducente, non poteva essere! In abiti di rara bellezza: laminato argenteo o rosso fiamma, nero o tutto d’oro, nelle varie

occasioni sia di spettacolo che televisive Drusilla è la vedette che in passato e con carisma internazionale abbiamo ammirato con altri nomi : Marlene, Marylin, Amanda… e delle quali, anche scomparse le più familiari Delia Scala e Raffaella Carrà, ne avevamo dimenticato il fascino! Che Drusilla ne ha da vendere nel posto assolutamente unico che ha conquistato nel panorama dello spettacolo! Alla vigilia del suo ritorno in televisione con l’”Almanacco secondo Drusilla”, che vuole rievocare l’”Almanacco del giorno dopo” che su Rai uno durò dal 1976 all’1994, Drusilla, ancora una volta e con la sua “ marcia in più” conquisterà il pubblico! Nel segno dell’ironia, della cultura e della sua grande e specialissima seduzione, Drusilla Foer è ormai una grandissima interprete della nostra scena. Grande per leggerezza, intelligenza e cultura.


10 Giugno 2022

Anno XLII

IL 24 GIUGNO ALL’HILTON SORRENTO PALACE E IL 25 GIUGNO AL TEATRO TASSO

1° CONGRESSO dEl dISTRETTO 2101 “PER lA RESIlIENZA E lA RIPRESA” Distretto 2101-Italia Costantino ASTARITA DG 2021/2022

Rotary

I° CONGRESSO DEL DISTRETTO 2101 ANNO ROTARIANO 2021/2022

“IL DISTRETTO 2101 PER LA RESILIENZA E LA RIPRESA”

VENERDÌ 24 GIUGNO 2022 HOTEL HILTON SORRENTO PALACE VIA RIVOLO SANT’ANTONIO 13- SORRENTO

SABATO 25 GIUGNO 2022 TEATRO TASSO PIAZZA SANT’ANTONINO, 25 - SORRENTO

I

l Rotary è una rete globale di 1,2 milioni di uomini e donne intraprendenti, amici, professionisti e imprenditori che credono in un mondo dove tutti i popoli, insieme, promuovono cambiamenti positivi e duraturi nelle comunità vicine, in quelle lontane, in ognuno di noi. I soci del Rotary operano condividendo la responsabilità di passare all’azione per risolvere i problemi più pressanti del mondo e sono impegnati a promuovere la pace, combattere le malattie, fornire acqua e strutture igienico-sanitarie, proteggere madri e bambini, sostenere l’istruzione, sviluppare le economie locali e salvaguardare l’ambiente, in sintesi a fare del bene nel mondo. “Sono il dr. Costantino Astarita, sorrentino, medico cardiologo, già primario cardiologo all’ospedale di Sorrento e Castellammare di Stabia, e, a partire dal 1° luglio 2021, ho l’onore di essere il Governatore del Distretto 2101 Campania del Rotary International che conta 73 Club con 2750 Soci, cui

vanno aggiunti 49 Club Rotaract per i ragazzi fra i 18 e i 35 anni, e 18 Club Interact per i ragazzi fra i 12 e i 18 anni. E’ il primo anno che il Distretto Rotary Campania si stacca dagli amici della Calabria e dei lucani del territorio di Lauria. Ciò ha comportato un rapporto più stretto e diretto fra la governance del Distretto e i soci dei Club. Il 25 giugno, nella splendida cornice del Teatro Tasso della mia amata Sorrento, celebreremo l’ultimo atto del nostro anno, il Congresso distrettuale, il I° del Distretto 2101 Campania. Oltre agli interventi di saluto del Sindaco Massimo Coppola e del Vescovo don Franco Alfano, interverranno centinaia di Rotariani da tutta la Campania, alcuni miei Colleghi Governatori di altre regioni d’Italia e il Past-Governor della Sicilia e Malta Giovanni Vaccaro, in rappresentanza del Presidente Internazionale del Rotary, l’indiano Shekhar Mehta, il cui motto è stato “Servire per cambiare vite”. “Insieme per migliorare le comunità” è stata la mia contestualiz-

zazione del motto di Mehta alla realtà della Campania. E tanti progetti abbiamo svolto nel corso dell’anno per onorare questi motti: “Distretto 2101 cuore sicuro” per diffondere la cultura della prevenzione della morte cardiaca improvvisa; “Un mare senza plastica” per diffondere la sensibilizzazione a ridurre, laddove possibile, l’uso della plastica e a proteggere la risorsa mare; interventi a favore dei profughi prima afghani e poi ucraini, prima inviando materiali vari e medicinali in Ucraina e nei paesi confinanti, poi contribuendo alla ospitalità e all’inserimento sociale di donne e bambini; “Ulisse 2021 giovani aiutiamoli a restare”, con tantissime iniziative a sostegno dei nostri giovani per favorirne l’inserimento e la realizzazione professionale in Campania. Abbiamo effettuato campagne di prevenzione sanitaria, sostenuto giovani musicisti dei conservatori, aiutato con borse di studio orfani di carabinieri, poliziotti, finanzieri, deceduti per malattia, promosso eccellenze territoriali culturali, enologiche, gastronomiche, offerto una seconda chance a detenuti per favorirne il reinserimento sociale, sostenuto progetti internazionali a favore di comunità meno fortunate in Africa, India, America meridionale. Grazie al sostegno economico

dell’Agenzia Governativa degli Stati Uniti “USAID” abbiamo potuto consegnare all’istituto Tigem di Pozzuoli alcune apparecchiature di laboratorio ad alta tecnologia che hanno reso più rapido il sequenziamento dei campioni di virus Sars-Cov-2 per individuare la presenza delle varianti e la loro diffusione, e al Reparto di Ostetricia e Ginecologia per donne con Covid dell’Università Federico II di Napoli apparecchiature per migliorarne il monitoraggio clinico. Un anno, in conclusione, che ha visto tanti rotariani di buona volontà mettere a disposizione degli altri professionalità, tempo, impegno, risorse, per cambiare e migliorare le vite nelle nostre comunità”.


Giugno 2022

Anno XLII

dalla Redazione

IL 28 MAGGIO ASSEGNATI I PREMI

SORRENTO NEl MONdO 2022

G

iuseppe Amitrano, Chief Executive Officer Dils; Giovanni Avallone, Co-Founder & Chief Innovation Officer, Caracol; Paolo Cappiello, General Director Southern Europe zenith Watches; Fausta Cinque, Sales & Operations Director Sephora Italia; Ughetta Ercolano, Senior vice President Content Southern Europe Dazn; Gaia Girace, attrice, rappresentata dal padre Enrico; Neil Palomba, Executive vice President & Chief Operations Officer Carnival Cruise Line, in collegamento dagli Stati Uniti e rappresentato dai genitori Gennaro e Corinne. Sono le menti brillanti della Pe-

nisola sorrentina alle quali sono stati attribuiti i riconoscimenti per l’edizione 2022 dal Premio “Sorrento nel Mondo”. La cerimonia si è svolta presso la Sala Tasso del Comune di Sorrento. Il Premio che dal 1997 è organizzato dal Lions Club penisola sorrentina, è finalizzato ad attribuire un riconoscimento per esprimere gratitudine a quanti hanno onorato il nome della nostra terra e ne hanno diffuso le bellezze ed i pregi fuori i suoi confini. Dopo il saluto del sindaco di Sorrento, Massimo Coppola, l’intervento del presidente del Lions club Penisola sorrentina, Giovanni Guarraci-

11

no, a cui hanno fatto seguito quelli del presidente della III Circoscrizione Lions, Luigi Caccavale, Grazia Formisano, presidente del Lions club Ottaviano e Claudio D’Alessio, presidente dei Lions club Pompei e il consigliere comunale Paolo Pane. La manifestazione, coordinata da Simona Galano, cerimoniere del Lions club e condotta da Antonino Siniscalchi, ha ripercorso anche attraverso contributi filmati, le tappe salienti che hanno caratterizzato la carriera dei premiati. Il premio, infatti, è destinato alle personalità originarie della Costiera che si sono distinte a livello nazionale e internazionale per le loro capacità umane, manageriali, professionali e imprenditoriali. «Questo appuntamento con il premio “Sorrento nel Mondo” è la migliore occasione per rendere omaggio alle migliori professionalità che hanno avuto origine nella Terra delle Sirene e si sono già distinte in ogni ambito – ha sottolineato il sindaco di Sorrento, Massimo Coppola - Quest’anno, in occasione della XXIV edizione, i riflettori saranno puntati su giovani manager i quali, grazie al loro valore, hanno dato lustro

al buon nome della Penisola Sorrentina tanto a livello nazionale quanto a livello internazionale». Conforme allo spirito lionistico, l’obiettivo della manifestazione, finalizzato a tenere sempre più vivo l’amore per la propria terra, con l’augurio che, attraverso l’esempio dei premiati i giovani trovino maggiori stimoli al fine di impegnarsi per la propria comunità. Il premio, consistente in una medagliadi consegna della medaglia (coniata da Salvatore Simioli e Giuseppe Ruoppo su disegno del maestro vincenzo Stinga) raffigurante una sirena che regge in mano lo stemma dei Lions che campeggia sul panorama di Sorrento, che vi fa da sfondo, e in una pergamena con la motivazione. «Quest’anno il premio assegnato a giovani, imprenditori e artisti – ha sottolineato il presidente Giovanni Guarracino -, che operano nei più diversi settori, che hanno saputo cogliere le sfide del presente, crescere ed essere competitivi sui mercati globali. Sono i giovani che costituiscono quel patrimonio di iniziativa, ingegno e creatività che onora la Penisola Sorrentina, sono loro la forza di oggi e di domani».


12 Giugno 2022

Anno XLII

ITINERARI

Guida Ambientale e accompagnatore turistico

Il SENTIERO dEGlI dEI “I

l trekking avvicina l’uomo a sensazioni perdute, che un tempo erano normali abitudini di vita” Il Sentiero degli Dei reso famoso dal lungo lavoro di guide e amministrazioni locali è diventato un attrattore turistico per l’alto territorio della Costiera Amalfitana cambiando le abitudini e le attività di molti abitanti di Agerola e dintorni. Una valida programmazione amministrativa ha moltiplicato le possibilità di promozione e conoscenza di un territorio meraviglioso. Il Sentiero degli Dei è autentico in tutto quello che offre. Panorami e scorci unici comprendono anche la fatica e l’ingegno per rendere questa montagna, ostile e scoscesa, un luogo di vita e di coltivazioni eroiche. La vite cresce rigogliosa da un terreno ricco di pomice vesuviana lungo i terrazzamenti contornati da macerine a secco e ,sotto i pergolati, cominciano a maturare le coltivazioni di pomodo-

rini del piennolo mentre , tutto intorno, tante capre con le loro campane scandiscono ritmi e ricordi antichi. In mezzo a tutto questo spettacolo si muovono abili contadini a dorso di muli con , a seguito, asini carichi di legna, uva e altri prodotti della montagna. Tutto ciò contribuisce alla percezione sensoriale del Divino Sentiero che ricorda la storia di Giasone e la richiesta di aiuto agli dei oppure dello scaltro Ulisse che vinse, con l’ingegno, le Sirene tentatrici riconoscendo il suo limite umano, mai superabile. Resta su questi monti la consapevolezza di poter vivere lentamente con ritmi dettati dal lento passo dei muli e dalla stagionalità di prodotti meravigliosi. La terra fertile regala meraviglie e dona la sua sapidità al vino locale ed ai gustosi pomodorini. La montagna è di tutti ma non è per tutti. La montagna è come la poesia, è di chi serve.

The Path of the Gods

“T

rekking brings man closer to lost sensations, which were once normal habits of life” The Path of the Gods made famous by the long work of local guides and administrations has become a tourist attraction for the high territory of the Amalfi Coast, changing the habits and activities of many inhabitants of Agerola and its surroundings. A valid administrative planning has multiplied the possibilities of

choose your color Dune collection

D7

Via San Cesareo 36/38 80067 - Sorrento (NA) info@onixhouse.com | tel. 0818781289 gioielleriaonixhouse.it

Nino Aversa

promotion and knowledge of a wonderful territory. The Path of the Gods is authentic in everything it offers. Unique views and glimpses also include the effort and ingenuity to make this mountain, hostile and steep, a place of life and heroic cultivation. The vine grows luxuriantly from a soil rich in Vesuvian pumice along the terraces surrounded by dry macerines and, under the pergolas, the cultivations of piennolo tomatoes begin to ripen while, all around, many goats with their bells mark ancient rhythms and memories . In the midst of all this spectacle, skilled peasants move on the back of mules with, as a result, donkeys loaded with wood, grapes and other mountain products. All this contributes to the sensory perception of the Divine Path that recalls the story of Jason and the request for help from the gods or from the shrewd Ulysses who won, with his wits, the tempting Sirens by recognizing his human limit, which can never be overcome. The awareness of being able to live slowly with rhythms dictated by the slow pace of the mules and the seasonality of wonderful products remains on these mountains. The fertile land offers wonders and gives its flavor to the local wine and tasty cherry tomatoes. The mountain belongs to everyone but it is not for everyone. The mountain is like poetry, it belongs to those who serve it. Ninoaversa1969@gmail.com 3341161642


Giugno 2022

Anno XLII

SPORT

ATTIVITÀ MOTORIE All’ARIA APERTA Al MONTARIEllO PER TUTTI I CITTAdINI

L

a giunta municipale, nell’ultima seduta, ha confermato l’adesione del Comune di Sorrento al progetto “Sport nei parchi” finalizzato ad offrire alla comunità locale un’opportunità di attività sportiva che possa essere svolta liberamente e all’aria aperta per tutti i cittadini, garantendo attrezzature permanenti e adatte ad utenti con diversi profili e obiettivi. I giardini di viale Montariello sono stati individuati quale area destinata alla realizzazione del progetto, con l’installazione di attrezzature per il corpo libero e l’allenamento funzionale, con un circuito corpo libero large, per almeno 8 utilizzatori in contemporanea, e otto macchine, anche polivalenti, per l’allenamento isotonico e cardio, disponibili anche per diversamente abili e per i bambini. Le attrezzature sportive, fornite ed installate da Sport e Salute, verranno dotate di un sistema integrato di QR code che permetterà all’utenza di avere accesso alla visione di video tutorial di utilizzo delle attrezzature stesse.

LA PERGOLA open at lunch for snacks and in the evening for dinner with live piano

D6

Piazza della Vittoria, 5 - 80067 SORRENTO tel. 081 8781024 - 081 8781604 • www.bellevue.it

13

dalla Redazione Protagonisti saranno i “legend”, atleti che hanno fatto o stanno facendo la storia dello sport italiano, che svolgeranno in prima persona le attività dimostrative. “La linea di intervento prevede che, per garantirne l’integrità nel tempo, le aree possano essere date in adozione ad associazioni locali, le quali potranno usufruire gratuitamente degli spazi e delle attrezzature, in alcune fasce orarie prestabilite, per svolgere attività con i propri associati” spiega l’assessore valeria Paladino. La manutenzione ordinaria degli spazi e delle attrezzature annesse sarà a carico dei soggetti assegnatari, che dovranno inoltre garantire lo svolgimento di sessioni di allenamento gratuite e aperte al pubblico, con il supporto dei loro tecnici, in alcune fasce orarie prestabilite durante il weekend. “Si tratta di un importante progetto al quale abbiamo voluto subito aderire - conclude Paladino - che valorizza l’attività fisica all’aperto e che vede l’arredo urbano come strumento di riqualificazione delle aree a verde della città, ma anche di socialità”.


14 Giugno 2022

Anno XLII

Open from May to October, the bar is located on the rooftop terrace of the Grand Hotel La Favorita which boasts a spectacular view of the Bay of Naples and Mount Vesuvius. A fine selection of signature cocktails will accompany your amazing sunset views and during your after dinner live music evenings.

Info & Bookings:

Tel. 081 8782031 Via Tasso, 61 - Sorrento

D7

– since 1868 –

Have you ever dreamed about eating under a sky full of lemons? O’ Parrucchiano restaurant is a culinary adventure unlike any other, providing guests with the most fragrant and picturesque experience in Sorrento. E7

Address:

Corso Italia, 71 | Info: +390818781321


Giugno 2022

Anno XLII

fonte ANSA

DAL 27/6 AL 3/7 A SORRENTO IL SUMMIT

UNWTO - GlOBAl YOUTh TOURISM C

ento ragazzi dai 12 ai 18 anni e oltre 20 ministri da 47 Paesi di tutto il mondo, tra loro anche due russi e due ucraini (uno di loro ha appena rischiato di morire in un attacco dove ha perso i genitori ma ora è in salvo in Germania). Saranno i protagonisti della prima edizione dell’Unwto Global Youth Tourism Summit dal 27 giugno al 3 luglio 2022 che l’Agenzia del turismo delle nazioni Unite ha deciso di tenere in Italia a Sorrento. Tema: il futuro del turismo sostenibile dalla prospettiva young, per lasciarsi ispirare ed orientare sulla nuova visione del travel di domani della generazione z. La presentazione nel corso della Bit a Fiera Milano City. A raccontare all’Ansa questa “straordinaria esperienza” è stata Alessandra Priante, direttore Unwto per l’Europa. “E’ il primo forum mondiale dei giovani e del turismo sostenibile organizzato in Campania in collaborazione con il ministero del Turismo italiano e con l’Ente Nazionale Italiano per il Turismo. Dovevamo tenerlo l’anno scorso nell’ambito del G20 - dice - ma lo abbiamo rimandato per ragioni sanitarie anche se adesso abbiamo purtroppo il dramma del conflitto. Sarà una sorta di Friday for Future sul turismo, lavoreranno assieme, troveranno aspetti positivi e negativi, prospetteranno delle soluzioni e poi simuleranno un’assemblea generale delle Nazioni Unite e faranno una di-

chiarazione politica che consegneranno al segretario generale e ai politici. E’ un evento dalla dimensioni inimmaginabili e ci fa molto piacere che riguarda i giovani che sono stati così colpiti a livello psicologico sia dalla pandemia che dalla guerra. E’ un evento al di sopra di ogni contrapposizione che vuole stigmatizzare l’importanza del turismo come strumento di pace, di recupero economico del loro territorio (come ad esempio in Africa). I ragazzi sono in prima fila”. Tra gli ospiti istituzionali confermati ci sarà la commissaria Gabriel, l’Un Envoy for Youth Jayathma Wickramanayake alcuni

15

degli ambassadors Unwto per il turismo responsabile valeria Mazza, Didier Drogba, Gino Sorbillo e molti altre personalità e influencer internazionali. Le istituzioni Onu sono allineate verso questo bellissimo esperimento, Fao, Unicef e Itu tra gli altri. Quella z è una generazione sempre in rete, una generazione mobile-first attenta al viaggio personalizzato, “sensazionalistico” e dallo spirito intraprendente. Ma anche di una generazione molto consapevole delle tematiche del futuro, delle conseguenze delle proprie azioni e con molte idee e aspettative in termini di gestione del cambio climatico. “I giovani una risorsa per il Paese. Un approccio multilevel alla domanda e all’offerta turistica consentono di sperimentare un sistema efficace di avanguardia del viaggio attivando una proiezione in avanti dell’esperienza turistica. Una “mobilità” che si muove attraverso strumenti. I giovani sono Travel Bragging, si circondano di community di persuasione, sono avventurosi e intraprendenti, vogliono stupirsi di ciò che li attende a destinazione” spiega l’a.d. di

Enit Roberta Garibaldi in un’affollata conferenza stampa a cui erano presenti anche Felice Casucci assessore al turismo della Regione Campania e il sindaco di Sorrento Massimo Coppola. “Crediamo nel contributo e nell’entusiasmo delle generazioni del domani non solo per gli insegnamenti che possono darci e per il confronto necessario su ciò che sarà ma anche perché da questo dialogo nascono nuove opportunità non solo di offerta turistica ma anche di formazione turistica” dichiara il presidente Enit Giorgio Palmucci “Il Global Youth Tourism Summit è una piattaforma unica per celebrare e responsabilizzare la prossima generazione di leader del turismo. Aiuterà a costruire un’eredità duratura, fornendo ai giovani le competenze e le conoscenze di cui hanno bisogno per trasformare il turismo non solo nelle loro comunità ma ovunque” secondo il segretario Generale Unwto zurab Pololikashvili. L’apertura del summit sarà dedicata alla presentazione di una ricerca global sull’impatto del Covid-19 sui ragazzi e sul loro modo di pensare al turismo.


16 Giugno 2022

Anno XLII

Riccardo Iaccarino

Centro Storico di Sorrento

1

Le antiche mura

Delle cinta difensiva greca rimane la murazione esistente sotto il piano stradale della Porta Parsano Nuova, visibile in prossimità della Porta stessa. Un altro rudere di dimensioni molto limitate, della murazione greca, oltre la Porta della Marina Grande, è il piccolo tratto della cortina occidentale, in località via Sopra le Mura. La città romana si sovrappose all’insediamento greco osservandone la pianta urbana e la stessa cinta muraria a grossi blocchi isodomici. Queste mura, rimasero a difesa di Sorrento durante tutta l’epoca medioevale. Il rifacimento di esse iniziò nel 1551, e fu completato soltanto nel 1561 dopo la tragica invasione dei Turchi. Oggi la cinta di mura di Parsano è stata restaurata ed è visitabile tutti i giorni. 2 Chiesa dei Servi di Maria In stile barocco, fu completata nel XvIII secolo. Sede della Congregazione dei Servi di Maria, conserva all’interno una statua lignea del Cristo Morto, di autore ignoto, che nel giorno del venerdì Santo viene portato in processione dai confratelli, incappucciati in nero. 3 Cattedrale In stile romanico, risale al Xv secolo; dello stesso periodo è il portale laterale (1474), in moda rina-scimentale. La chiesa ospita tra l’altro tele di artisti della scuola napoletana del ‘700, un trono arcivescovile in marmi scelti (1573) ed un coro ligneo intarsiato opera di artigiani sorrentini dei primi del ‘900. Opere, sempre realizzate con la tecnica dell’intarsio, si possono ammirare all’interno come i quadri della via Crucis o i tamburi dell’entrata principale e di quella laterale, opere recenti di giovani maestri intarsiatori.

Casa Correale

9

Santuario della Madonna del Carmine

in Piazza Tasso. Sulla piazza principale, anticamente chiamata largo del Castello, e precisamente nell’angolo in cui ha inizio via Pietà, si affaccia un altro palazzo della famiglia Correale. L’iscrizione sul cartiglio marmoreo del portale ha la data del 1768, ma si sa però che già nel Xv secolo trovavasi lì una casa della stessa famiglia che venne poi totalmente trasformata dal rifacimento settecentesco.

Itinerario di visita al

Via Parsano - Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà - Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto - Via Tasso Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo Piazza Tasso - Corso Italia.

8

Ricostruita alla fine del ‘500 su una precedente e antica chiesa dedicata ai S. Martiri Sorrentini, la Chiesa è ad una sola navata. Sullo sfondo c’è l’antica immagine della Madonna, copia della vergine Bruna di Napoli. Si possono ammirare quadri di buona fattura di artisti del ‘600 e del ‘700 nonchè due artistici reliquiari in legno intarsiato del 1600.

4

Campanile del Duomo Episcopio

5 Di questo campanile è notevole la parte basamentale di età romanica, costruita forse intorno al secolo XI con tronchi di colonne di varie specie con capitelli ora classici ora bizantini, con basamenti di statue e con ogni sorta di frammenti marmorei. Nelle due arcate fortemente rialzate e nelle colonne disposte sugli spigoli si rileva il suo chiaro accento bizantino. Questa costruzione ha anche interesse per la storia urbanistica della città poichè i brevi spazi ad archi rialzati e la attigua volta su via Pietà, all’ingresso dell’episcopio, servirono per lungo tempo alle pubbliche riunioni prima che esse si svolgessero nell’interno del castello. La parte superiore del campanile fu se non edificato, assai probabilmente ridotta nell’attuale forma, intorno al XvI sec. 6 Casa quattrocentesca Come unica e curiosa testimonianza locale derivante dall’influsso dei maestri toscani operanti in Napoli nella seconda metà del quattrocento, appartiene il palazzetto e la loggia in vivo Calantariaro con capitelli che ritroviamo in una scala napoletana in via S. Arcangelo a Baiano, e quelli della cappella Pontano con la sola variante della foglia disposta in senso inverso. 7 Palazzo Correale (secolo XIv) La facciata di questo palazzo mostra pregevoli bifore archiacute in tufo scuro, di varia forma e disegni, con archetti e rosono lobati. Ha un bellissimo finestrone con ogiva a sovrassesto che insiste su corti piedritti polistili sostenuti da mensolette e cimati da capitelli gotici a foglie d’acanto; nella chiave dell’arco è scolpita l’arme gentilizia. Il portale è quello caratteristico napoletano ad arco depresso con sagome durazzesco-catalane, che fu usato dalla fine del trecento a tutto il quattrocento. 7 Palazzo Veniero (secolo XIII) Questo edificio, recentemente restaurato, è opera di eccezionale rarità e pregio poichè rappresenta un documento di quel gusto tardo bizantino ed arabo in una stesura forse unica per organica continuità compositiva. Le grandi finestre ad arco, tre per ogni piano, sono contornate da ampie fasce in tufo giallo e grigio; due più sottili fasce sottolinean, a guisa di marcapiano, i due ordini di finestre, e rotonde formelle, come piccoli rosoni, recanti al centro patere di maioliche, si alterano alle aperture con un contorno in lieve risalto sul fondo di intonaco. L’ornato dell’intarsio tufaceo svolge una successione di losanghe ad eccezione della finestra centrale il cui fregio segue un motivo a zig-zag.

10 Sedile di Porta (secolo XvI) Nell’angolo che via S. Cesareo forma con Piazza Tasso, nel posto dove attualmente ha sede il circolo Sorrentino, trovavasi un secondo sedile, detto di Porta, perchè in origine eretto presso la porta maggiore della città nello spazio allora denominato Largo del Castello. Dopo l’abolizione dei sedili fu ridotto prima a carcere poi a corpo di guardia per la milizia urbana e infine a luogo di convegno del circolo Sorrentino. 11 Basilica di S. Antonino L’origine è riconducibile all’XI secolo, anche se già verso il IX secolo, esisteva in quel luogo un oratorio dedicato a S. Antonino. La chiesa presenta diversi elementi di spoglio, come i fusti delle colonne provenienti probabilmente, per la loro particolare uniformità, dal portico di una delle molte ville romane presenti nella zona. Nella cripta, rifatta nel settecento, si osservano numerosi quadretti di ex voto, soprattutto di marinai. Interessante è il presepe del settecento, della scuola di Sammartino, e il portale meridionale di forme bizantino-romaniche, risalente al X secolo. 12 Chiesa della Grazie La chiesa cinquecentesca con l’annesso monastero di clausura di monache domenicane, fu donata dalla nobile sorrentina Bernardina Donnorso alla fine del ‘500. La chiesa è ad una navata e conserva pregevoli opere di pittori meridionali operanti tra la fine del ‘500 e gli inizi del ‘700 come S. Buono, N. Malinconico, P. Caracciolo e B. Corenzio 13 14

Chiesa e Chiostro S. Francesco

L’origine del monastero risale alla prima metà dell’vIII sec. L’architettura del chiostro presenta archi incrociati di tufo su due lati del portico espressione stilistica del tardo trecento, sostituiti sugli altri due lati da archi tondi su pilastri ottagonali. Da notare infine, la presenza di vari elementi di spoglio, provenienti da templi pagani, come le tre colonne di angolo riusate funzionalmente. Accanto al convento è situata la chiesa di S. Francesco, che risale al XvI secolo. All’interno si può ammirare, nella prima delle tre cappelle di destra, una statua in legno, raffigurante il santo con il Cristo crocefisso, donata dalla famiglia vulcano nel XvII secolo. 15

Casa del Tasso

A destra del tratto di strada, che da piazza F.S. Gargiulo porta alla piazza della vittoria, si trova l’ingresso dell’Imperial Tramontano, che incorpora due camere, avanzo della casa in cui nel 1544 nacque Torquato Tasso, autore della Gerusalemme Liberata.

15

Chiesa e Monastero di San Paolo

La chiesa è annessa all’antico monastero delle monache benedettine risalente al nono secolo e ora sede di un Istituto scolastico. È costituita da una navata con volta a botte e lunette ed è ricca di decorazioni, stucchi e tele del settecento. Da notare il pavimento in maiolica su fondo di cotto, il piccolo campanile belvedere e la cupola maiolicata. 16 Chiesa del Rosario già dei SS. Felice e Baccolo Comunemente conosciuta come del SS. Rosario, sorse, probabilmente sotto l’impero di Costantino Magno (310), sui testi di un antico tempio pagano chiamato Pantheon e, fu cattedrale di Sorrento dal XII al Xv secolo. 17 Casa di Cornelia Tasso Al numero 11 di via S. Nicola, si trova la casa Fasulo, già Sersale (notevole il portale a bugnato e del balconcino) nella quale abitò Cornelia Tasso, sorella di Torquato e moglie di Marzio Sersale e che continuò a dimorarvi anche da vedova, coi figli Antonino e Alessandro. Nel luglio 1577 Torquato, fuggito dal castello di Ferrara, s’imbarcò a Gaeta e qui si presentò in veste di messaggero del poeta, e poi si rivelò. Partì per Roma. Nell’atrio, volta affrescata con stemmi e trofei militari e iscrizioni del 1615 che ricordano il Poeta. 18 Chiesa SS. Annunziata L’origine di questa chiesa è antichissima: ma si ignora la data della sua fondazione. Fu probabilmente edificata sui ruderi del tempio dedicato alla dea Cibele. Dal 1391 in tale chiesa (acui era annesso un monastero) officiavano i Padri Agostiniani della Congregazione di S. Giovanni a Carbonara di Napoli. Nel 1811 la chiesa fu concessa a loro richiesta ai compatroni delle Cappelle, purchè si accollassero tutte le spese di mantenimento i quali aloro volta nel 1854 l’assegnarono definitivamente alla Congrega laica di S. Monica. 19 Sedile Dominova Unica testimonianza rimasta in Campania degli antichi sedili nobiliari, risale al sec. XvI. In forma quadrilatera, con due arcate ad angolo in piperno, che lasciano scoprire l’intero della cupola e i muri di fondo con affreschi del settecento. I pilastri e le arcate posistili, con i loro capitelli, sono di gusto arcaicizzante. La cupola seicentesca è formata da embrici maiolicati di colore giallo e verde.


D8

D8

E8

abbigliamento

beachwear

corsetteria

intimo uomo/donna

CARMELA CELENTANO

D8

Follow us

carmela_celentano

Via P. R. Giuliani, 4/6 - 80067 SORRENTO - tel. 081 8781370 - carmelacelentano.com - info@carmelacelentano.it

PATRIZIA La Motonave Patrizia è il top delle navi da charter nel golfo di Napoli. La sua spaziosa poppa, il lounge bar ed i tre ponti all’aperto possono ospitare fino a 200 persone per servizi di cocktail-finger food e 120 per una cena al tavolo. Elegante e comparabile ad uno yacht privato, la Patrizia è la scelta esclusiva per realizzare un memorabile evento. Dalla pianificazione della crociera, al servizio di catering, alla musica ed alle richieste speciali, lasciateVi consigliare dal nostro esperto staff. La Nave è a vostra completa disposizione per tutta la durata dell'evento. Contatta oggi il nostro team per una proposta personalizzata.

PARTECIPA ALLE NOSTRE ESCURSIONI cruisingevents.it


Vico S. Aniello

REFINED MEDITERRANEAN CUISINE LOUNGE BAR BY THE POOL

Bookings / Prenotazioni Tel.081 877 78 68 - Open from 12.30pm to 3pm

L’Orangerie, via Correale 8, Sorrento D9

D8

orangerie@exvitt.it - www.orangerie.exvitt.it

RISTORANTE - PIZZERIA

In the historical centre of Sorrento where you can sample the Neapolitan pizza. Home cooking. Moderate prices. Family management

Corso Italia 257/D

in the Center of

D10 +39 081.3500722 Trattoria da Maria Grazia trattoriadamariagrazia

C7

VIA DEGLI ARCHI, 15 • SORRENTO • TEL. 081 8781927 • www.dagigino.com

trattoriamariagrazia.it RENT Sunbed Beach Umbrella Kayak

Sorre

TRADICTI


81

D9

D9

D9

Bar Kontatto

+39 081 8785269

Open daily for Breakfast, Lunch and Dinner

ento

IONAL

D9

kontattosorrento

Food

Via Marina di Puolo 47

on the Beach

D8


D8

C

M

Y

CM

MY

D9 CY

CMY

K

D12

D8

A15

E7


Giugno 2022

Anno XLII

Riccardo Iaccarino

Itinerary for a visit to

Sorrento’s Historical Centre

Via Parsano - Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà - Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto - Via Tasso Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo Piazza Tasso - Corso Italia. 1

The old walls

The only part of the Greek defensive wall still remaining is under the road at the Porta Parsano Nuova (new Parsano Gate) and can be viewed close to the same door. Another ruin of the Greek wall other than that of the Marina Grande Gate and very limited in size is the small tract (just over three metres) of the western end located in via Sopra Le Mura. The Roman town was built over the Greek one following the same urban plan with walls of large isodomic blocks. These walls stood to defend Sorrento through the Middle Ages. Rebuilding began in 1551 and was only completed in 1561 after the tragic Turkish invasion. From 2010 the walls of Parsano has been restored and it’s possible to visit everyday.

4

Church of the Servants of Mary

In Baroque style this church was completed in the XVIII century. The site of the congregation of the servants of Maria, it conserves inside a wooden statue of the dead Christ, by an unknown sculptor which is carried during the Good Friday procession by confratemity members in black robes and hoods. 3 Cathedral In Romanic style it dates to the XVth century; the side door is from the same period (1474) and in Renaissance style. Amongst other things the church houses paintings by artists from the Neapolitan school of the 1700s, an archibishops throne in fine marbles (1573) and a wooden marquetry work of Sorrentine craftsmen of the beginning of the 19th century. Works of art always made by using the marquetry technique can be admired in the interior, such as the pictures of the stations of the Cross or the wooden panels of the main and side entrance. These are all works of recent young masters of marquetry art.

15 House of Tasso On the right of the road which from the F. S. Gargiulo Square leads to the Vittoria Square is the entrance to the Imperial Tramontano which incorporates two rooms left from the house where Torquato Tasso, author of Jerusalem Liberated, was born in 1544.

5 Bishop’s Palace Noteworthy is the belltower’s base from the Romanic era probably built around the VIth century with various types of trunks of columns, alternating classic and Byzantine capitals with a base of statues and every type of marble fragments. In the two highly raised arches and on the columns placed at the corners its clearly Byzantine accent can be noted. This construction is important to the town’s urban history since the small spaces under the raised arches and adjoining bend onto Via Pietà at the beginning of the Bishop’s Palace were used for years for public gatherings before these were held inside the castle. The upper part of the tower was either rebuilt or at least greatly reduced to its present size around the XVth century. 6

Fifteenth Century House

The only curious examples of local architecture deriving from the influx of Tuscan experts working in Naples in the second half of the 1400s are the small building with lodge in Vico Galantarario, the capitals which can be found in a Neapolitan staircase in Via S. Arcangelo a Baiano and those of the Pontano Chapel with the only variation of leaf placed inside out. 7 Correale Palace (XIVth century) The facade of this building exhibits valuable acute-arched mullioned windows in dark tufo in various shapes and designs, with small arches and lobed rosewindows. There is a beautiful large window with an overhanging pointed arch which rests on polystyle piers upheld by corbers and crowned by Gothic capitals of acanthus leaves, in the keystone of the arch the coat-of-arms is incised. The portal is characteristically Neapolitan -a depressed arch with Durazzesque Catalan patterns and was used from the end of the 1300s all through the 1400s. 7 Veniero Palace (XIIIth century) This building is of exceptional rarity and worth as it represents the late Byzantine and Arab taste uniquelly drafted in compositive organic continuity. The three large arched windows on each floor are surrounded by wide fillet in grey and yellow tufo, two narrower fillet, used ad floor markers underline the two rows of windows and round tiles, like small rosewindows with majolica paterae in the centre alternate at the apertures with a slightly raised contour at the base of theplaster. T h e i n l a i d t u f o d e co ra t i o n d e ve lops a succession of lozenges with the exception of the central window whose frieze follows a zig-zag motif. 8

2

Cathedral Belltower

The Correale House

in the Tasso Square In the main square, once called largo of the castle, exactly at the corner where Via Pietà begins another Correale Palace is located. The inscription on the portal’s marble scroll ornament bears the date 1768 but it is known that as early as the XVth century a house belonging to this family stood here and was later totally transformed by the 17th century reconstruction.

25

15

Church and Monastery of St. Paul

The church is attached to the old monastery of Benedectine nuns of St. Paul dating to IXcentury. It consist of one aisle with circular vault and lunettes and is enriched by paintings and a maiolica floor over brickwork. Also noteworthy is the small belvedere belltower and the cupola in maiolica. 9

Sanctuary of Carmine

(St. Mary of Carmelo) Reconstructed at the end of the 15th century, on the remains of a previous ancient Church dedicated to the sacred sorrentine Martyrs, the Church of Carmine has only a single nave. At the far end there is an ancient impression of Mary, the Madonna, which is a copy of the Drk skinned Virgin of the Church dedicated to the same Saint in Naples. Once can admire paintings of good quality of artists of the 16th and 17th centuries, as well as two artistic gilded wooden bone containers of Saints which date back to the 16th century. 10 Porta Seat (XVIth century) In the corner which Via S. Cesareo forms with the Tasso Square where the Sorrentine club is now located there once stood a second Seat called Porta because it was originally built near the city’s main gate in the area then called Largo del Castello. After the abolition of the seats it was first turned into a prison and then a guard-house for the urban militia and finally a meeting place for the Sorrentine club. 11 Basilica of St. Antonino Its origin dates to the XIth century although there was already an oratory dedicated to St. Antonino here in the IXth century. The church presents various elements of plunder such as the column shafts which for their particular uniformity probably come from the portico of one of the many Roman villas present in the area. In the crypt, rebuilt in the 1700s, numerous exvoto paintings, mainly of sailors can be observed. Of interest are the XVIIIth century Crib from the Sammartino school and the southern portail in Byzantine-Romanic form dating to the IXth century. 12

The Church of St. Mary of the Miracles

(S. Maria delle Grazie) The fifteenth century Church which includes a convent of a closed order of Dominican Nuns, was founded by the nobile sorrentine Lady Berardina Donnorso at the end of the 15th century. The church has a single nave and treasures esteemed works of southern italian painters who painted in the period between the end of the 15th and beginning of the 17th centuries, such as S. Buono, M. Malinconico, P. Caracciolo and B. Corenzio. 13

Church and Cloister

14 of St. Francis The monastery’s origin dates to the first half of the VIIIth century. The cloister’s architecture presents crossed arches in tufo on two sides of the portico, expressing the style of the late 1300s and substituted on the other two sides by round arches on octagonal pilasters. Various elements of pillage are present as in the three corner columns reutilized functionally after being taken from pagan temples. Next to the convent is the church of St. Francis which dates to the XVIth century. Inside, in the first of the three chapels on the right a wooden statue depicting the saint with Christ on the cross can be admired. It was donated by the Vulcano family in the XVIIth century.

16

Church of the Rosary,

formetly of Saint Felice and Baccolo Commonly referred to as the St. Rosary it was probably built under the empire of Constantine the Great (310) over the remains of an old pagan temple called pantheon. It was Sorrento’s cathedral from the XIIth to the XVth century. 17 House of Cornelia Tasso At number 11 Via S. Nicola is the Fasulo House, once the Sersale House (noteworthy the ashlar-work portico and pretty little balcony). Cornelia Tasso, Torquato’s sister and Marzio Sersale’s wife lived here, and continued to after she was widowed with her sons Antonino and Alessandro. In July 1577 Torquato escaped from the castle of Ferrara and embarked at Gaeta to present himself here disguised as the poet’s messenger later revealing his true identity. He stayed with his sister until December, then left for Rome. In the entrance hall is a vault decorated with stems, military trophies and inscriptions from 1615 in memory of the poet. 18 Church of Annunciation The origin of this church is antique althiugh the date of its foundation is not known. It was probably built on the remains of the temple dedicated to the godess Cybele. From 1391 in this church (which was adjoined to a monastery) the Agostinian fathers of the congregation of St John in Carbonara from Naples officiated. The church was conceded by their request in 1811 to the co-patrons of the Chapels on condition that they took on all maintenance expenses. They, in turn, granted definitely to the lay congregation of St Monica in 1854. 19

Dominova Seat

This the only remaining testimony in Campania of the old noble seats and dates to the WXIth century. It has a quadrilateral form with two corner arches in piperno (lava) permitting the view of the interior of the cupola and the end walls with 18th century frescoes. The pilasters and polystyle arches with their capotals are in archaic style. The 17th century cupola is formed by green and yellow majolica roof-tiles.


26 Giugno 2022

Anno XLII

dalla Redazione

ENRICO E MARIA ROSARIA GARGIULO

lE MERAVIGlIE dEl MONdO MARINO Il libro nasce dal desiderio di

Enrico di lasciare una memoria per i suoi nipoti e quindi inizia a scrivere degli appunti e ricostruire la sua storia, recuperando immagini e memorie. Grazie poi alla conoscenza di un editore (Ireco) si è finalmente potuto rendere il sogno una realtà e così si è messo al lavoro con mamma per scrivere i testi e selezionare le migliaia di foto scattate in 60 anni di attività. Ovviamente il lavoro è immane ed è difficile anche mettere a freno la voglia di papà di raccontare tutto e nei minimi dettagli. Con il nostro ausilio (figli) li abbiamo aiutati nel canalizzare l’enorme lavoro in un libro che potesse essere interessante per il lettore e speriamo di esserci riusciti. Si inizia dagli esordi con la laurea in chimica e il lavoro per la Ciba-Geigy con l’incontro a Sorrento al mare con mia madre, iniziano i racconti pionieristici delle scorribande di pesca subacquea, per poi passare ben presto solo a “catturare” i pesci con la cinepresa e la fotocamera subacquea. Ci sono le Nozze, un elogio a mamma, i figli e i nipoti sub, le rinunzie a spese per cenette e divertimenti per realizzare gli acquisti delle fotocamere ed attrezzature subacquee e le barche. Si racconta dei tre acquari che sono sempre stati in casa nostra con le cernie (una di 9 anni), poi delle prime fotografie realizzate con fotocamera 6X6 con le pri-

C4

me scoperte di organismi allora sconosciuti o mai fotografati ed i primi successi nei concorsi fotografici internazionali. C’è tutto un escursus sull’evoluzione delle fotocamere subacquee, il racconto dell’attività in camera oscura per la stampa delle immagini in bianconero e a colori, la realizzazione degli audiovisivi e delle videoproiezioni multimediali con diapositive e le svariate presentazioni didattiche effettuate nelle scuole per far conoscere la biologia del nostro golfo, ma anche per denunciare già allora, le nefandezze dei rifiuti gettati in mare. Si passa a parlare delle vacanze a Praia a Mare dove fu scoperta quella che poi è diventata la Grotta Gargiulo e la scoperta della foresta di gorgonie giallorosse dell’Isola di Dino. Poi dello scoglio del vervece e del viale delle gorgonie, da loro scoperto, la posa della prima statua, il record di Enzo Maiorca, l’aggressione dei datterai allo scoglio. Poi al Banco di Santa Croce con tutte le sue bellezze sottomarine all’isolotto dell’Isca e le grotte sottomarine della Penisola Sorrentina, la grotta di Mitigliano e quella dello zaffiro. La Boa “fiorita” della Marina Grande con le migliaia di spirografi. Si passa all’Atlante di Biologia Marina fotografico (altro sogno da realizzare) realizzato in casa e poi si passa al lungo racconto dei vari premi ricevuti nelle rassegne fotografiche

internazionali e dei concorsi in estemporanea con molte delle foto vincitrici Raccontano il viaggio alle Maldive nel 1976 per girare un documentario con victor De Santis, famoso cineasta subacqueo, i numerosi successi al Festival Mondial De L’Image Sous Marine di Antibes con i numerosi Plonger d’Or, il viaggio “biologico” sulla Nave Florette con il prof. Hajo Schmidt dell’Università di Hidelberg nel 1980. Il racconto delle gare estemporanee A Terrasini, Ustica, Cuba, Tabarka (Tunisia), Ischia ed Alghero. La partecipazione alle trasmissioni televisive PAN e la realizzazione di documentari per la Rai su vita e riproduzione del Polpo e lo stesso anche della Seppia con la realizzazione delle “scenografie” subacquee in acquario per simulare l’ambiente marino con materiale vivo prelevato in mare. Nel 1987 poi c’è il racconto dettagliato delle varie giornate di gara del Campionato del Mondo di Fotografia Subacquea a Cadaques in Spagna, dove con il suo compagno milanese Pierfranco Dilenge, vincono la medaglia d’oro e la coppa di Campioni del Mondo a Squadre. Il sommergibile Tritone a Capri con l’identificazione dell’itinerario subacqueo e la lunga serie di incontri subacquei notturni con le creature marine del nostro mare: Il serpente di mare, il Gronco pittato, l’Attinia bella di notte Alicia mirabilis, il polpo di rena Octopus defilippi, il pesce falce zu cristatus , la rana pescatrice, la bavosa occhiuta, calamari, gamberi, canocchie e mazzancolle, razze e torpedini,

ma anche organismi macroplanctonici come le meduse e le idromeduse. Il Pesce San Pietro ed i tanti molluschi, seppie e nudibranchi. Si arriva verso la fine con il racconto delle altre attività svolte, come la collaborazione alla realizzazione della via Crucis subacquea a Punta del Capo e la realizzazione dei transetti all’interno dell’AMP Punta Campanella e in quella di Marina di Camerota. La realizzazione del DvD Appunti d’immersione con la descrizione delle immersioni che si possono effettuare in Penisola Sorrentina e la successiva realizzazione grazie al CMEA dei due volumetti “I Colori delle Sirene” nella quale ci sono le immagini subacquee dei luoghi e delle specie marine che li popolano. Si termina con l’esperienza di salvaguardia delle nostre coste e la nascita della sezione Marevivo Sorrento, un impegno che prosegue tutt’ora, con la presidenza di Maria Rosaria.

LOADING COMPLETED! 100%


Giugno 2022

Anno XLII

27

Giovanni Gugg

TRA AMORI ANTICHI E PASSIONI MODERNE

Il GElSO S

econdo la versione ovidiana di un’antica leggenda, due giovani innamorati, Piramo e Tisbe, erano contrastati dai parenti, per cui, vivendo in due abitazioni attigue, erano costretti a parlarsi attraverso una crepa nel muro. Non sopportando oltre quella difficile situazione, i due programmarono una fuga d’amore e il luogo dell’appuntamento fu stabilito vicino ad un gelso, dove Tisbe, arrivata per prima, incontrò una leonessa dalla quale si mise in salvo perdendo un velo che venne stracciato e macchiato di sangue dal felino. Quando arrivò Piramo, trovò il velo insanguinato dell’amata e, credendola morta, si suicidò con una spada. Dopo poco sopraggiunse Tisbe che, trovandolo in fin di vita, provò a rianimarlo sussurrandogli il suo nome, per cui Piramo riaprì gli occhi e la guardò prima di morire. La tragica storia finì in maniera ancor più drammatica perché, per il grande dolore, anche Tisbe si uccise accanto all’amato sotto il gelso. A quel punto, gli dèi ebbero pietà dei due giovani e trasformarono i frutti del gelso da bianchi a rossi. In effetti, in Italia e in Europa i gelsi sono bianchi (Morus alba) o neri (Morus nigra), ma in varie parti del mondo ce ne sono anche di altre tipologie, come in Asia, Africa e Nord America. Si tratta di piante della famiglia delle Moracee, il cui frutto è, più

propriamente, una infruttescenza detta sorosio, costituita da tanti piccoli frutti accostati, generati da altrettanti fiori disposti su uno stelo. Il nome scientifico generico di questa pianta, “Morus”, viene dal latino “morus”, cioè “nero”, a causa del colore dei frutti di alcune varietà, mentre l’appellativo per la sua versione arborea, “Gelso”, deriva da “morus cĕlsa”, ossia “moro alto”. Questo ci permette di cogliere l’origine del termine usato in napoletano per il frutto, “cèveza”, che viene da “celsa”, gelsa. Nei millenni, qualcosa della storia di Piramo e Tisbe è rimasto in diverse culture folkloriche, dove è ancora diffusa la credenza che

non si debba dormire sotto un gelso nero perché si potrebbe morire. Allo stesso tempo, però, i gelsi sono anche in grado di allontanare gli spiriti maligni, se si realizzano delle apposite corone, per cui in varie zone dell’Europa meridionale è frequente porne dei rami nelle case a scopo propiziatorio. In Penisola Sorrentina, oggi i

gelsi sono usati nella gelateria e nelle confetture, come prodotto di nicchia e di eccellenza; tuttavia, la memoria collettiva è ancora legata ad un uso ormai pressoché scomparso delle sue foglie: l’allevamento di bachi, a loro volta essenziali per la produzione di seta, da cui i celebri ed eleganti fazzoletti ricamati che hanno contribuito a fare la fortuna della nostra città.

Noleggio biancheria a Sorrento

TI ASPETTIAMO IN VIA FUORIMURA, 82 - SORRENTO Per info contratti Tel 333 9977738 - e-mail info@cambiopronto.it

F10


28 Giugno 2022

Anno XLII

AL MUSEO MINERALOGICO CAMPANO DI VICO EQUENSE

MOdA, ARTE E NATURA NEl SEGNO dI SAlVAdOR dAlI’ P

reziosi gioielli ideati da Salvador Dalì, unitamente a 15 fantastici abiti ideati dall’artista catalano e realizzati da celebri maison (Trussardi, Coveri, Ferragamo, Ferretti, ecc.) abbinati a minerali e gemme provenienti da tutto il mondo è questa per il mese di giugno una delle offerte culturali del Museo di vico Equense. L’iniziativa è inserita nel percorso della mostra “Natura e Arte: i tesori di Dalì” che si potrà ammirare fino al 30 settembre nel Museo Mineralogico Campano, ubicato in via San Ciro 38 al primo piano del seicentesco Complesso Monumentale SS.Trinità. La mostra si inquadra nel più articolato progetto dall’omonimo titolo elaborato dal Museo e co-finanziato dalla Regione Campania – Settore Musei e Biblioteche. A suggellare questo legame tra Natura ed Arte anche la grande scultura in bronzo “Omaggio alle Moda” ubicata nella sala centrale del Museo dove sono collocati 8 degli abiti scaturiti dalla fantasia del più noto esponente del Surrealismo. Ubicati in specifici espositori al centro dell’area dedicata ai minerali, collocati nelle vetrine laterali della sala, gli abiti sono stati selezionati in modo da abbinarli, sia nei colori che per la presenza di monili che li caratterizzano, al contenuto delle vetrine come nel caso di Bora Aksu, stilista turco, dove sul tessuto della variopinta opera sono inseriti gioielli color turchese,

verde e di altre sgargianti tonalità che fanno riferimento al contenuto della vetrina dei fosfati dove spiccano diversi esemplari di turchese provenienti dall’Argentina, Usa, Iran donati al Museo del dottor Gabriele visco, collezionista residente a Torino. La visita guidata al Museo ed alla Mostra su Dalì è possibile dal martedì alla domenica con orario 10.00-19.00 (weekends fino alle 20.00) con acquisto del ticket cumulativo online di €.10,00, o a tariffe speciali ridotte per studenti ed over sessantacinquenni, sul circuito www. ciaotickets.com oppure direttamente nella sede espositiva. In tutto sono in mostra settanta opere che rappresentano l’estro di Dalì in vari campi (gioielleria, moda, design, scultura, ecc.) tra cui la grande scultura “La Nobiltà del Tempo” con uno orologio molle, uno dei simboli più iconici dell’arte di Dalì. In occasione del vernissage dedicato alla poliedrica arte del genio catalano, il Museo ha allestito due nuove stanze con in mostra 7 abiti ideati da Dalì e vetrine di minerali donati da diversi collezionisti. Inoltre è stata rimodulata la vetrina dedicata alle Meteoriti e resa più accattivante la visione di molti tesori naturalisti come la spettacolare “Ammolite” del Canada, raro fossile di 71 milioni di anni fa, una tipologia di gemma esposta solo in pochi musei europei, ed il “Mesosauro” rettile del Per-

miano, databile a 240 milioni di anni fa, una delle prove della rivoluzionaria “Teoria della Deriva dei Continenti” formulata da Alfred Wegener oltre un secolo fa. Si tratta di autentici tesori

della Natura che testimoniano il passato geologico della Terra e l’evoluzione della vita sul nostro pianeta, mentre nel maestoso Salone delle Colonne in 8 vetrine di preziosi gioielli ideati del maestro catalano sono inseriti minerali di varie classi con campioni (cristallo di quarzo, oro, argento, malachite, lapislazzulo, ecc.) presenti nei monili e nelle sculture in argento o oro di Dalì.

NUOVA APERTURA IN VIA S. CESAREO, 96

CLASSICS

Ketty

D7

D10


Giugno 2022

Anno XLII

29

Umberto Celentano - traduzione: James Stunnel At the CAmpAniAn minerAlogiCAl museum in ViCo equense

Fashion, Art and Nature in the Name of Dalì P

recious jewels conceived by Salvador Dalì, along with 15 fantastic outfits designed by the Catalonian artist himself and created by famous fashion houses (Trussardi, Coveri, Ferragamo, Ferretti, etc.) paired with minerals and gems from all over the world – this is just one of the cultural delights on offer at the Museum in Vico Equense and is part of the exhibition “Nature and Art: Dalì’s Treasures”, hosted at the Campanian Mineralogical Museum in Via San Ciro 38, on the first floor of the 17th Century Santissima Trinità complex. The exhibition is part of a wider project of the same name, developed by the museum and co-funded by the Museums and Libraries Department of the Campanian Regional Government. The link between art and nature is further sealed by the great bronze sculpture “Homage to Fashion”, situated in the museum’s central hall, where you will also find eight outfits straight from the imagination of surrealism’s foremost exponent. Displayed in special showcases at the centre of the section dedicated to the minerals on show on either side of the hall, the outfits have been selected in order to be paired, according to both colour as well as the jewels they contain, with the contents of the display cases. In the case of Turkish designer Bora Aksu, for example, the multi-coloured fabric used in his creation, which bears jewels of green, turquoise and other brilliant hues, matches

the specimens in the phosphate showcase, with its various examples of turquoise from Argentina, the USA and Iran, donated to the museum by Gabriele Visco, a collector who lives in Turin. A guided tour of the museum and of the Dalì exhibition is possible from Tuesday to Sunday from 10.00 a.m. to 7.00 p.m. (weekends until 8.00 p.m.) and a combo ticket can be bought online for €.10.00, or at a special reduced rate for students and for those over 65, from www.ciaotickets.com, or directly at the venue itself. In all there are 70 works on display, representing Dalì’s mastery of various fields (jewellery, fashion, design, sculpture etc.) including his great sculpture “The Nobility of Time” with a melting clock, one of the most iconic symbols of Dalì’s art. For the opening of the vernissage dedicated to the multifarious artistic output of the Catalonian genius, the museum has also set up two new rooms with seven Dalì-designed outfits on display, alongside showcases with minerals donated by various collectors. In addition, the museum has also spruced up the display case dedicated to meteorites, and has made the viewing experience of its natural treasures much more agreeable. These treasures include a spectacular Canadian “Ammolite”, a rare 71 million year old fossil and the sort of gem on display in very few European museums, and the “Mesosaurus” a reptile of the Permian period, dating from 240 million

years ago and evidence of Alfred Wegener’s revolutionary “Continental Drift Theory” formulated over a century ago. These are true natural treasures that bear witness to Earth’s geological past and to the evolution of life on our planet. In the majestic Hall of Columns, eight showcases display precious jewels created by the Catalonian master, with various classes of mineral and samples (of quartz crystal, gold, silver and malachite lapis lazuli etc.) in the jewels themselves and in Dalì’s silver and gold sculptures.

Via Marina Grande, 166 - Sorrento 80067 NA Ph/Fax +39 0818772510 - Mob. +39 3349291150 www.tavernaazzurrasorrento.com D4 info@tavernaazzurrasorrento.com


30 Giugno 2022

Anno XLII

Alessandro Fiorentino

L’INTARSIO NEL DUEMILA IN ITALIA

M

entre lungo le strade del centro storico di Sorrento le botteghe degli intarsiatori sono quasi del tutto scomparse tra l’indifferenza generale il MUTA, il Museobottega della Tarsialignea, continua nella sua attività di custode della memoria e di promotore di iniziative per confermare nel tempo quanto resta dell’intarsio sorrentino. Per il prossimo 15 luglio è stata progettata la Mostra dal titolo “L’Intarsio nel Duemila in Italia, tradizione e innovazione”. La Mostra, allestita nei locali del museo, prevede la partecipazione di circa 40 maestri intarsiatori provenienti da diverse città, dal nord al sud dell’Italia. Ci sarà anche la partecipazione dei maestri intarsiatori sorrentini, i pochi rimasti. La Mostra ha un duplice scopo: richiamare l’attenzione nazionale su Sorrento come centro di produzione di mobili ed oggetti intarsiati e nello stesso tempo porre le premesse per la rinascita dell’intero comparto attraverso il confronto tra le opere dei maestri intarsiatori provenienti da culture e formazioni diverse. La mostra sarà accompagnata da un Convegno che tratterrà i vari aspetti che hanno prodotto il progressivo impoverimento dell’intero comparto della tarsialignea, dalla formazione alla crisi del mercato. Gran parte dei maestri presenti in mostra sono persone avanzate negli anni, rara è la presenza

dei giovani. È uno degli argomenti che sarà approfondito nel corso del Convegno che si propone, tra l’altro, come tentativo per aprire un dialogo con le nuove generazioni per la nascita di una figura di maestro intarsiatore più formata nello studio progettuale dell’intera opera, dal decoro all’impianto strutturale e funzionale. Nell’Ottocento i maestri intarsiatori associavano alla notevole manualità una progettualità sempre nuova nella produzione di mobili e di oggetti. Progressivamente nel corso del Novecento, pur confermando il sapere manuale, le nuove generazioni hanno perso nelle loro opere la componente progettuale, fatta di continua ricerca adeguata alla trasformazione culturale dei tempi e del mercato. Si è continuato a rivisitare vecchi modelli nel settore dell’oggettistica e si è quasi del tutto abbandonato il settore dell’arredamento. Per recuperare un mercato che restituisca, anche sul piano economico, all’opera intarsiata il valore che è proprio dell’opera d’arte occorre sviluppare proposte progettuali che sappiano adeguarsi alla evoluzione culturale dei nostri tempi. Solo su questa traccia ritengo che il comparto della tarsialignea possa ritrovare un valore artistico capace di rinnovare il mercato. Occorre ritornare all’esecuzione di pezzi unici nei quali la componente

decorativa affidata all’intarsio diventa un unicum progettuale con il disegno del mobile e dell’oggetto. Non è semplice, anche perché le antiche Scuole d’Arte, nate come luoghi di formazione professionale, hanno smarrito gli indirizzi didattici per i quali erano stati istituite alla fine dell’Ottocento, avviandosi

“Dileguossi” di Noemi verdoliva

TRAdIZIONE E INNOVAZIONE

verso corsi di formazione completamente diversi. Gli interventi dei relatori nel corso del Convegno cercheranno di dare una risposta ai diversi quesiti in modo da introdurre un tracciato che possa recuperare al comparto dell’intarsio il valore artistico della sua tradizione secolare.


Giugno 2022

Anno XLII

dalla Redazione

RIAPRE LE PORTE AI VISITATORI

Il MUSEO CORREAlE

I

l Museo Correale riapre le porte ai visitatori per venire incontro alla stagione turistica in fermento. La riapertura sarà in un primo tempo parziale, per consentire il proseguimento degli importanti lavori di restauro conservativo che stanno interessando l’intero museo, dal nuovo piano interrato fino al secondo piano.

31

e canto lirico organizzati da Opera e Lirica nella sala degli specchi che coinvolgono ogni settimana decine e decine di turisti italiani e stranieri appassionati di musica e arte. Richiestissimi anche la celebrazione di unioni civili, curati su discrezione degli sposi dal Wedding Management del museo, che si possono svolgere sia nell’affascinante sala degli specchi che nel giardino del Museo. “La riapertura parziale del Museo Correale consentirà ai turisti di far conoscere, anche

se solo in parte, le bellezze artistiche e culturali del nostro territorio e ai sorrentini di riappropriarsi di un loro bene. Ovviamente la visita parziale sarà accompagnata dalla riduzione del biglietto d’ingresso.” ha dichiarato il Presidente Gaetano Mauro . “Queste ultime settimane di lavoro in cui il cantiere sarà operativo, però, richiedono anche la pazienza e la comprensione da parte dei visitatori: stiamo tutti lavorando per dare ancora più lustro e bellezza al Museo Correale”.

Torneranno però visitabili per questo mese di giugno, la splendida sala delle porcellane e parte del primo piano, oltre al magnifico belvedere sul Golfo di Napoli raggiungibile dopo una piacevole passeggiata in giardino lungo i limoneti tipici sorrentini. Continuano poi senza sosta i concerti di musica classica

LA FONDAZIONE ALESSANDRO E ALMA FIORENTINO CHE HA TRA I SUOI SCOPI SOCIALI LA SALVAGUARDIA E LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE, PAESAGGISTICO E ARTISTICO DELLA PENISOLA SORRENTINA, PRESENTA I PROSSIMI EVENTI DEL 2022 I BENI DEL FAI IN ITALIA MERIDIONALE

Convegno 11 giugno ore 10.00

L’ARTE DELLA TARSIA LIGNEA NEL 2000 TRADIZIONE E INNOVAZIONE Convegno 15 luglio ore 10.00 Mostra 15 luglio - 20 agosto 2022

E6


32 Giugno 2022

Anno XLII

Luisa del Sorbo

NASCE A MASSA LUBRENSE

UNA NUOVA SINERGIA TRA ASSOCIAZIONE RISTORATORI E ISTITUTI AlBERGhIERI “F

ormazione e sinergia tra istituti alberghieri e mondo della ristorazione, è questo il nostro immediato impegno: il futuro dipende da noi!” con fermezza ed idee chiare sulla programmazione da adottare Francesco Gargiulo, Presidente dell’Associazione Ristoratori Lubrensi ha annunciato alla tavola rotonda che si è svolta ieri a Nerano con gli operatori di settore una nuova era per investire sul futuro dei giovani studenti. Al centro del dibattito l’assenza di personale che ormai si registra in tutta Italia, soprattutto in quelle aree con operatività stagionale. Un problema talmente grande da spingere alcuni imprenditori fuori regione addirittura a rinunciare all’apertura, con la stagione turistica ormai iniziata. “La gestione familiare delle nostre attività - continua Gargiulo - ci rende immuni a tali rischi, perchè appunto indirizziamo già da piccoli figli, nipoti, cugini verso le nostre attività, con entusiasmo e professionalità. Ma ciò naturalmente non basta soprattutto a grandi strutture alberghiere o ristoranti con numerosi posti a sedere. In tal senso bisogna investire oggi con gli istituti alberghieri per comprendere dove e come intervenire, per spronare gli studenti a non abbandonare il settore ed individuare le criticità che spingono alla fuga professionale dal mondo della

ristorazione”. Criticità analizzate alla tavola rotonda con esperti del settore, da Luciano Pignataro giornalista di Il Mattino esperto di gastronomia, Enrico Camelio, giornalista di Radio Radio, docente di istituto alberghiero e consulente per varie aziende leader nel settore, la Dott. ssa Amalia Mascolo dirigente dell’Istituto Alberghiero di Sorrento, Carmine Tormolino e Giovanna Martoriello professori dell’Istituto Alberghiero di Castellammare di Stabia, Giovanna Staiano, assessore del Comune di Massa Lubrense, e i vari ristoratori dell’Associazione Ristoratori Lubrensi. “La tipologia di contratti sicuramente penalizza il settore - commenta Camelio di Radio

Ascensore per il Porto e le spiagge Lift to the Beach/Port

ORARIO DI APERTURA

7,30 - 01,00 C8

Sorrento Lift Piazza F. S. Gargiulo (nella Villa Comunale - Public Gardens) tel. 081 8072543 - 80067 Sorrento www.sorrentolift.it - info@sorrentolift.it

Radio - i ragazzi si sentono sfruttati e poco incentivati. Bisogna iniziare invece a far capire che in questo settore si può crescere e si può fare una bella carriera anche ad una giovane età”. Intanto gli istituti alberghieri registrano dall’ultimo biennio un calo di iscrizioni e di abbandono al terzo anno degli studi. “Al terzo anno quando si sceglie la specializzazione e molti dei nostri studenti si avvicinano al mondo del lavoro, dopo le prime esperienze abbandonano e cambiano percorso - spiega la Professoressa Mascolo, dirigente dell’alberghiero di Sorrento - ciò che registrano è

solo la pesantezza del lavoro e invece dobbiamo lavorare per stimolarli a credere di più nel settore, far crescere il loro entusiasmo ed aiutarli appunto a credere nel mondo della ristorazione come percorso per il loro futuro”. E sono questi gli argomenti su cui si lavorerà già dalle prossime settimane come Associazione Ristoratori Lubrensi e Dirigenti scolastici degli istituti alberghieri del comprensorio, tentando di aumentare le competenze professionali degli studenti già dal terzo anno ed arrivare quindi a diplomati con più competenze ed adatti ad immergersi nel mondo del lavoro con professionalità ed entusiasmo e allo stesso tempo sulle tipologie di contratto, troppo spesso penalizzate da normative vigenti obsolete e poco conformi al settore. “La sinergia tra mondo della formazione ed imprenditori è sicuramente un passo importantissimo - conclude Luciano Pignataro, giornalista di gastronomia di Il Mattino - per creare un percorso più sicuro per i professionisti del futuro e per ridare alla ristorazione la giusta marcia e decoro visto che parliamo di un ambito professionale importantissimo qui in Campania e per l’Italia, per l’accoglienza e il turismo”.

www.associazioneristoratorilubrensi.com

MERMAID

E7

Sorrento • Corso Italia 55/59 • www.englishinn.it

MERMAID by English Inn

“1974” first season of serving Fish & Chips always been a favorite of our English Customers ...and the tradition continues For my good friends at the MERMAID Watercolor painting by Professor Jeff Johnston of Alfred State College, Alfred NY Coordinator of Architecture Study abroad at Sant’Anna Institute Sorrento.


Giugno 2022

Anno XLII

33

ISTITUTO SAN PAOLO

CIRCOLO DEI COMMERCIANTI - SORRENTO

lE OPPORTUNITA’ dEll’ERASMUS

120 ANNI dAllA FONdAZIONE

I

l Programma Erasmus+ KA1, nell’ottica del Lifelong Language Learning, finanzia i progetti di mobilità di breve durata per il settore istruzione scolastica e, grazie ai bandi vinti dall’Istituto San Paolo di Sorrento, ha consentito la numerosa partecipazione di studenti, docenti e Staff. I corsi sono stati strutturati in attività: • Job Shadowing • Attività di insegnamento • Corsi strutturati ed eventi di formazione Tra le significative e formative esperienze si segnala il corso svoltosi in Irlanda. A Dublino le docenti Concita Avitabile e Lucia De Maio, l’ultima settimana di aprile, hanno

seguito l’INTENSIvE ENGLISH LANGUAGE AND CULTURE COURSE presso la TEACHER ACADEMY IRELAND, un corso intensivo per l’apprendimento della lingua inglese, dedicato alla formazione dei docenti della grande comunità Erasmus. Le lezioni con l’insegnante madrelingua e il confronto con docenti provenienti da altri paesi europei oltre che la visita di siti d’interesse della città, hanno permesso di vivere una full immersion nella cultura, storia e tradizioni, utilizzando la lingua inglese quale strumento di comunicazione e comprensione. Le docenti sono rientrate arricchite e ancora più motivate da questa esperienza altamente formativa.

U

n sodalizio, una storia, una lunga storia. Festeggia 120 anni dalla fondazione il Circolo dei Commercianti, il Sodalizio di piazza Tasso, ha festeggiato la prestigiosa ricorrenza con un pranzo sociale al Ristorante Da Filippo. All’evento è intervenuto anche il sindaco Massimo Coppola che si è congratulato con il presidente Antonino Fruscio ed i vertici del Sodalizio di piazza Tasso, vice presidente Antonino Ruoppo, segretario Francesco violano, tesoriere Antonino Galano, consiglieri Luciano Fruscio, Michele Cavallaro e vincenzo Astarita. Centoventi anni, al di là dell’anniversario, una occasione per rinverdire un itinerario che ha accompagnato l’evoluzione di Sorrento tra le due guerre fino al boom del turismo che ha aperto il fronte internazionale di una Città che diventa una delle mete più importanti delle vacanze. In questo percorso della Città, il Circolo dei Commercianti di piazza Tasso ha contribuito alla crescita sociale e culturale, pur senza trascurare gli obiettivi di aggregazione tra i soci. Un evento, quello della ricorrenza dei 120 anni dalla Fondazione che si caratterizza per il significato di sincera condivisione tra la Città e i frequentatori del Sodalizio che si sono succeduti nell’arco di oltre un Secolo. Una Città, un Sodalizio, una Storia che, leggendo gli atti del Circolo, affonda le sue radici al 1889, con il primo contratto di locazione della Congregazione di Carità con il Circolo Sireneo.


34 Giugno 2022

Anno XLII

Antonino De Angelis

PERSONAGGI ECCENTRICI DEL NOVECENTO

C’ERA UNA VOlTA UN PRINCIPE UNA FAVOLA DOLCEAMARA

All’inizio del Novecento

passeggiando per Sorrento e i suoi dintorni si leggevano sui muri scritte come queste: “Dalla quiete campestre alla pace domestica”, “Parva domus magna quies”, “Beata solitudo, sola beatitudo” e altre dello stesso tenore. Gli attrattori più potenti per i viaggiatori dell’epoca erano appunto la quiete, il clima, i bagni e le passeggiate nella natura. I più ricchi, i nobili e i regnati trovavano la disponibilità di grandi alberghi lussuosi e tranquilli. Nei primi anni del XX secolo il complesso del Grand Hotel vittoria si era arricchito del suo terzo padiglione centrale a sembianza di uno chalet svizzero dove ogni anno per un paio di mesi veniva a soggiornare il miliardario russo Alexis Polianoff con un seguito di varie diecine di persone. Era egli un principe autorevole della corte dello zar Nicola II; giungeva a Sorrento, come ci riferisce Guglielmo Ricciardi, “con una bagattella di quarantacinque persone fra servi, cuochi, camerieri, segretari, dodici persone di musica, due cantanti, un baritono e un tenore napoletani, due asini, due cani San Bernardo. Tutti maschi, nessun elemento di sesso femminile. Di statura altissima, dinoccolato; riusciva ad accendere il sigaro al lampione a gas all’angolo del bar Cozzolino. Quando all’ora della sua passeggiata quotidiana il popolino vedeva arrivare dal fondo

del viale ‘O signore Ricchione si riuniva all’uscita del cancello in attesa di quella parata di camerieri in frak, cuochi in bianco e berretto da cucina, segretari in marsina, canettieri in costume russo con i Sanbernardo al guinzaglio, i due cantanti, di cui un grassone, in costume da Masaniello sugli asini infiocchettati. Giunti al cancello, dove il corteo si fermava, il Principe lanciava manciate di monete sulla folla dei popolani che a loro volta si esibivano in grida, spintoni e pugni creando un pandemonio. Naturalmente il miliardario occupava lunghe ore fra i negozi di oreficeria, souvenir, intarsio, ricami, dove acquistava gioielli, merletti e carillon che si faceva spedire presso i suoi vari indirizzi europei e moscoviti. Amava particolarmente la musica; ogni sera impegnava la sua orchestrina durante i ricevimenti e le cene che offriva, nei sontuosi saloni dell’albergo, alla nobiltà presente in quei giorni in città e ai maggiorenti del paese: il sindaco, il notaio, il gioielliere, gli artisti incontrati e gli amici occasionali. All’ora stabilita, mai prima di mezzanotte, si ritirava con il cameriere privato nella sua suite al secondo piano e si metteva a letto dopo che il domestico gli aveva acceso un profumato sigaro avana. Nello stesso tempo, nel giardino sottostante l’orchestrina attaccava con la musica dolce, romantica. Il tenore, con effetto di lonta-

nanza, cantava dolci melodie napoletane. Appena si appisolava e il sigaro gli scivolava dalle dita il servitore faceva sventolare un fazzoletto alla finestra, era il segnale convenuto, al che i musici in un diminuendo progressivo accompagnavano il padrone nel sonno. Così anche la mattina, all’ora stabilita per il risveglio, l’orchestrina lo riaccoglieva alla vita con musiche allegre e briose verso il nuovo giorno. Era ormai di casa al vittoria, tuttavia dopo alcuni anni il principe Polianoff non si vide più a Sorrento. Fra i sorrentini in giro per il mondo nella prima metà del Novecento c’era Guglielmo Ricciardi che aveva conosciuto molto bene il principe. Questo simpatico sorrentino era un attore che in quegli anni raccoglieva grande successo a Hollywood avendo girato, con il nome di William Ricciardi, importanti film accanto a Greta Garbo, Clarke Gable, Jeanette MacDonald e Edward G. Robinson. Una sera mentre cenava nel

solito ristorante di Hollywood Bouleward notò un nuovo cameriere, anziano, alto, snello coi capelli argentati, dal fare aristocratico. Si ricordò subito del principe Polianoff conosciuto molti anni prima. Dal proprietario del ristorante seppe che si trattava di “un principe vero caduto in bassa fortuna”. Lo fece chiamare e la sua meraviglia ebbe un sussulto quando seppe che si trattava proprio di Alexis Polianoff. Quando anche il principe lo riconobbe i due si abbracciarono in preda alla commozione. Da lui seppe che dopo la rivoluzione bolscevica i suoi beni gli erano stati confiscati mettendolo in miseria sulla via dell’esilio. “Alla sera – racconta Ricciardi - quando mi recavo a pranzo, il principe voleva servirmi, ma io mai permisi che tale persona, che io avevo conosciuto nei tempi dell’opulenza, diventasse il mio cameriere” e rivolto a lui aggiunse: “Fatevi coraggio, la vita così è fatta. Un alto e un basso. Cadono i regni, cadono le nazioni, tradimenti, falsità, guerra all’onestà; trionfo della canaglia. Iddio vi protegga. L’abbracciai mentre le lacrime spuntavano dai suoi e dai miei occhi.”


Giugno 2022

Anno XLII

Fra’ Antonio Ridolfi, il Guardiano del Convento di San Francesco, già

definitore provinciale e vicario Episcopale per la vita Consacrata della nostra Arcidiocesi di Sorrento Castellammare, è il nuovo Ministro provinciale della Provincia religiosa Salernitano/Lucana dei Frati Minori della “Immacolata Concezione della Beata vergine Maria”, composta di 85 frati presenti nella penisola Sorrentina, nella provincia di Salerno fino in Basilicata Potenza e Matera. Il 3 maggio scorso, presso la casa di Spiritualità “ il Getsemani” in Capaccio, alla presenza del visitatore generale M. R. Fr. Paolo Fantaccini, si è avuto lo spoglio delle schede dei frati capitolari della Provincia, dal quale Frate Antonio Ridolfi è risultato avere la maggioranza delle preferenze. Avvenuta la proclamazione tutti i capitolari, al canto del Te Deum, si sono recati nella cappella della casa di spiritualità per la professione di fede e il giuramento del neo-Ministro, e lo scambio di pace con tutti i confratelli.

35

ORARIO S. MESSE HOLY MASS TIMETABLE S. Francesco 8.30 -11.30 S. Antonino 10.00 - 11.30 Cattedrale 8.30 - 11.15 -19,00 Carmine 9.30 - 10.45 - 19,00 SS. Rosario 9.00 Annunziata 9.00 Chiesa dei Servi di Maria 9,30 N.S. di Lourdes 9.00 -11.15 -19.00 S. Lucia 9.00 - 11.00 - 19.00 S. Anna 19.00 S. M. delle Grazie 7.45 S. Antonio (Casa di riposo) 8,30

CHIESA EVANGELICA

Evangelical Church via Fuoro, 77 DOMENICA/SUN 10.30 GIOvEDI/THU 19.00

TURNO FESTIVO DELLE FARMACIE DI SORRENTO DOMENICA 5 GIUGNO - FARMACIA ALFANI (E-7) Corso Italia - Tel. 0818781226 DOMENICA 12 GIUGNO - FARMACIA FARFALLA (D-8) Piazza Tasso -Tel. 0818781349 DOMENICA 19 GIUGNO - FARMACIA CANALE (E-7) Corso Italia - Tel. 0818781174 DOMENICA 26 GIUGNO - FARMACIA RUSSO (D-11) via degli Aranci Tel. 0818772310

SORRENTO - CAPRI

da Sorrento

16:10

VIA CAPRI

da Salerno

08:20

VIA CAPRI

08:55 10:05 11:55 13:55 15:28 16:05 17:45 SORRENTO - POSITANO - AMALFI

da Sorrento da Amalfi da Positano

09:00

09:30

12:20

SORRENTO - NAPOLI

14:25

15:15

13:40 14:10

16:10

da Sorrento

07:20

16:55

17:05

da Napoli

18:25

16:30

17:50

VIA CAPRI

DIRETTO

DIRETTO VIA CAPRI DIRETTO

08:55

10:30

10:55

09:15

10:55

11:20

VIA CAPRI VIA CAPRI DIRETTO VIA CAPRI VIA CAPRI DIRETTO

Editrice Surrentum viale Montariello, 8 - Sorrento www.surrentum.com www.surrentum.net redazione@surrentum.net

SORRENTO - SALERNO

da Sorrento 08:30 09:00 09:40 11:10 13:10 14:25 16:10 17:05 da Capri

PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA Aut. Trib. NA n. 3104 del 15.04.’82

VIA CAPRI

DIRETTO VIA CAPRI DIRETTO DIRETTO VIA CAPRI DIRETTO

NAPOLI - CAPRI

08:35 09:30

09:50 10:35 11:35

11:55

12:40 14:40

da Capri

09:35 10:35

11:35 12:40 13:40

15:25

16:30 17:05 17:35

ALTRE LINEE

PONZA - TERRACINA TREMITI - VIESTE

TREMITI - TERMOLI

PALAU - BONIFACIO - SANTA TERESA - BONIFACIO

Circolo dei Forestieri

15:35 16:30 17:25 18:42

19:55

VEN, DOM

Acquista online il

tuo biglietto su

navlib.it

In Redazione Luisa Fiorentino e Mariano Russo Progetto grafico Gaetano Ercolano tipsorr@gmail.com Web producer Mauro Siniscalchi

Sorrento 081 8071812 - Capri 081 8370819 Napoli 081 5520763

da Napoli

Direttore Responsabile Antonino Siniscalchi antoninosiniscalchi@gmail.com

18:55

VEN, DOM

Hanno collaborato Nino Aversa, Umberto Celentano Antonino De Angelis, Luisa del Sorbo Giuliana Gargiulo, Giovanni Gugg Fondazione Sorrento In copertina I COLORI DELL’ESTATE Foto di Susy Serbandini Pubblicità e Informazioni Tel. 334 838 5151 mariano@surrentum.net STAMPATE 6.500 COPIE Le collaborazioni alla rivista sono completamente a titolo gratuito

via Luigi De Maio, 35 - SORRENTO - tel. 0818773263 - info@circolodei forestieri.com Entrance on the road going down to the port

C8


36 Giugno 2022

Anno XLII

TRASPORTI

n SITA

Tel: 089 405145 sitasudtrasporti.it

ORARI IN VIGORE DAL 11/04/2022

Capolinea Sorrento - Stazione Circumvesuviana

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 30 maggio 2022 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano state, nel frattempo, variazioni agli orari.

SORRENTO AMALFI SORRENTO TORCA AMALFI SORRENTO PRIORA S. AGATA • 06.30 F • 06.20 G S. AGATA PRIORA • 07.40 F • 07.15 F TORCA SORRENTO • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

08.30 08.30 09.00 09.15 09.30 09.30 09.45 10.00 10.30 11.00 11.30 12.00 12.30 12.30 12.45 13.00 13.00 13.30 14.00 14.45 15.10 15.30 15.45 16.10 17.00 18.10 18.30 19.00 19.45 20,30

F H H F F H F G G G G G F H F F H G G F G G F G G F G G F G

• via S. Agnello/Meta • via Priora/S.Agata

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

07.55 08.05 09.00 09.30 09.45 10.30 10.45 11.00 11.00 11.30 11.30 11.45 12.15 13.00 13.00 13.30 13.45 14.05 14.30 14.45 15.00 15.30 16.00 16.30 17.00 17.00 17.30 18.00 18.15 18.30 19.00 20.00 21.00 21,30

G G F G F H S F H G G F G F G F F G F H F G G F F H G G G F G G H F

06.40 • F 07.50 H 08.05 F 08.30+ F 08.40 S 09,00 F 09,00 H 09.15+ F 09.30+ H 10.00+ G 10.30 F 11.00+ G 11.30+ G 12,15 F 13.00+ H 13.15 FG 14.00+ G 14.00 F 15.30 F 15.30+ G 16.20 G 17.00+ G 18.00 F 18.45 F 19.00+ G 19.15 F 19,45 G 20.05 H 20.30+ G 21.15 G 22.00 G

•+ a/da a/da Torca Bivio

Nastro verde

06.00 F 06.45 • F 07.10 • F 08.10 • F 08,15 S 08,35+ F 08.45 G 09,15 F 10,00 G 10,20+ F 10.50+ H 11.05+ F 10.55 F 11.30 H 11.50+ H 12.00 G 12.05+ S 12.30 F 12.50+ G 13.00 F 13.35+ G 14.05 F 14.20+ F 15.00 H 15.25+ G 15.35 G 16.05+ H 16.20+ F 16.50+ G 17.05 F 18.20+ F 18.50+ G 19.20+ G 20,20+ G 21,20+ G

SORRENTO MASSA L. S. AGATA TORCA 05.50 F 07.25 • F 08.05 F 09,00 F 09.30 F 10.10 • G 11.00 F 12.15 • G 12.40 F 13.15 H 13.15 • F 13,30 F 14.00 H 14.00 • F 15.00 G 15.30 H 16.15 H 16.15 • F 17.10 • G 18.00 G 18.45 G 19.15 • F 19.45 H 20.15 F 21.15 G 20.40 F 21.15 G 22.20 F 22.30 H 23,00 F

• a/da Torca

Tel. 0805790111 marozzivt.it

TORCA S. AGATA MASSA L. SORRENTO 05.15 F 06.05 F 07.00 G 07.00 F 07.35 G 08.30 F 09.10 • G 10.25 F 11.10 • G 12,40 F 13.15 G 14.25 G 15.25 G 16.00 G 17.05 • F 18.00 G 19.20 G 20.20 G 21.40 F

TORCA S. AGATA 12.55 13.55 14.40 17.55 19.55

G F F G F

S. AGATA MASSA L. 12.15 F

SORRENTO MARINA MARINA CANTONE CANTONE SORRENTO 07.50 07.50 09.00 10.30 11.30 13.35 14.00 15,30 16.20 17.30 18.00 20.15

F H F F F F F F G F G F

S.AGATA MARINA CANTONE 06.20 08.15 09.25 10.55 14.25 14.25 16.45 20.50

F H F F F H G F

06.45 09.00 11.30 15.00 16.00

F G F G F

MARINA CANTONE S. AGATA 10.20 14.30 15.00 16.30 17.30 18.55 19.00 21.20

F F G F G F H F

MARINA CANTONE MASSA L. 06.45 09.00 11.30 16.00

F G F F

F = FERIALE G = GIORNALIERO H = FESTIVO S = SCOLASTICO N = NO SCOLAST.

 ALISCAFO HYDROFOIL

GESCAB ALILAURO GRUSON - Tel. 0818781430 - 0818071812 www.alilaurogruson.it NLG - Tel. 0818071812 www.navlib.it -- SEREMAR - Tel. 0818772621- LASER - Tel. 0818375208

SORRENTO - CAPRI

07.15 feriale - 08,00 - 08.30 - 08.45 - 09.00 - 09.20 - 09.40 - 09.50 - 10.45 11.10 - 11,20 - 12.35 -13.10 -13.30 - 14.25 - 15.50 - 16.05 - 16.10 - 16.45 - 17.05 CAPRI - SORRENTO 08.00 feriale - 08.55 - 09.20 - 10,05 - 10.30 - 11.20 - 11,55 -12,10 - 13.00 - 13,55 15.15 - 15.20 - 15.28 - 16,05 - 16.10 - 16.20 - 17.15 - 17.45 - 18.30 - 18.35 SORRENTO/NAPOLI 7.20 - 8,10 - 10,00 - 14,00 - 16,25 NAPOLI/SORRENTO 09,00 - 11,00 - 15,05 - 17,15 - 18,25 SORRENTO - ISCHIA 09.10 - 15.50* ISCHIA - SORRENTO 10,40 -17,25 SORRENTO - PROCIDA 09.10 - 15.50* PROCIDA - SORRENTO 10,00* -17,50 SORRENTO - POSITANO 09,15 - 09,30 - 10,10 - 10,30 - 14,30 POSITANO- SORRENTO 12,00 - 14.10 - 15,40 - 17.10 - 17.50 SORRENTO/AMALFI 09,15 - 09,30 - 10.10 - 10,30 - 15,15 AMALFI/SORRENTO 11,35 * - 13,40 - 15,00 - 16,40 - 17,05 * via Capri - In nero operato da AlilauroGruson - In rosso da NLG - In azzurro da Laser - In verde da Seremar

%

NAVE VELOCE FAST FERRY

SORRENTO - CAPRI 07,45 - 09,25 - 14,40 - 19,25 CAPRI - SORRENTO 07,00 - 08,40 - 13,35 - 18,40

nMAROZZI

AUTOLINEE

Tel. 08118966690

SABATO LUNEDI MERCOLEDI DOMENICA GIOVEDI SORRENTO VENERDI ROMA

06.00 06.15 06.30 06.45 09.45

15.00 18.00 18.10 18.25 19.00

SORRENTO vICO EQ.SE C.DI STABIA POMPEI ROMA

ROMA SORRENTO ROMA POMPEI C.DI STABIA vICO EQ.SE SORRENTO

16.00 16.20 16.40 16.50 20.00

07.00 10.00 10.10 10.25 10.50

FERMATE SORRENTO C. Italia-259/b vICO E. via Filangieri C.DI STABIA v.le Europa POMPEI Porta Marina ROMA Stazione Tiburtina

n CURRERI AUTOLINEE

Tel. 08119460894 curreriviaggi.it

Sorrento - Capodichino partenza 06,30 08,30 09,00 10,30 12,00 14,00 15,00 16,30

arrivo 08,00 10,00 10,30 12,00 13,30 15,30 16,30 18,00

Capodichino - Sorrento partenza 09,00 11,00 12,00 13,00 14,30 16,30 18,00 19,30

arrivo 10,15 12,15 13,15 14,15 15,45 17,45 19,15 20,45

FERMATE SORRENTO Stazione S. AGNELLO Piazza Municipio PIANO Hotel La Siesta META Chiesa del Lauro vICO EQ.SE Uff. Curreri (andata) Stazione (ritorno) CASTELLAMMARE villa Stabia POMPEI (solo su prenotazione) Porta Marina


Giugno 2022

Anno XLII

37

TRASPORTI AUTONOMO VOLTURNO NUMERO VERDE 800211388 EAV ENTE

Sorrento S. AGNELLO D 06.00 06.02 D 06.24 06.26 DD• 06.48 06.50 DD• 06.48 06.50 D 07.12 07.14 DD 08.00 08.02 D 08.24 08.26 DD 08.48 08.50 D• 09.12 09.14 DD 09.36 09.38 D 10.00 10.02 EXP 10.24 10.26 D 10.48 10.50 DD 11.12 11.14 D 11.36 11.38 DD• 12.00 12.02 D• 12.24 12.26 DD 12.48 12.50 EXP 13.12 13.14 D 13.36 13.38 DD 14.00 14.02 D 14.24 14.26 D 14.48 14.50 D 15.12 15.14 DD 15.36 15.38 D 16.00 16.02 D 16.24 16.26 D 16.48 16.50 EXP 17.12 17.14 D 17.36 17.38 DD 18.00 18.02 D 18.24 18.26 DD 19.12 19.14 EXP 19.36 19.38 D 20.00 20.02 D 20.24 20.26 D 20.48 20.50 D 21.12 21.14 D 21.36 21.38

VICO 06.12 06.36 07.00 07.00 07.24 08.12 08.36 09.00 09.24 09.48 10.12 10.36 11.00 11.24 11.48 12.12 12.36 13.00 13.24 13.48 14.12 14.36 15.00 15.24 15.48 16.12 16.36 17.00 17.24 17.48 18.12 18.36 19.24 19.48 20.12 20.36 21.00 21.24 21.48

C/MARE 06.23 06.47 07.11 07.11 07.35 08.23 08.47 09.11 09.35 09.59 10.23 10.47 11.11 11.35 11.59 12.23 12.47 13.11 13.35 13.59 14.23 14.47 15.11 15.35 15.59 16.23 16.47 17.11 17.35 17.59 18.23 18.47 19.35 19.59 20.23 20.47 21.11 21.35 21.59

POMPEI 06.36 07.00 07.24 07.24 07.48 08.36 09.00 09.24 09.48 10.12 10.36 11.00 11.24 11.48 12.12 12.36 13.00 13.24 13.48 14.12 14.36 15.00 15.24 15.48 16.12 16.36 17.00 17.24 17.48 18.12 18.36 19.00 19.48 20.12 20.36 21.00 21.24 21.48 22.12

VILLA R. ERCOLANO nAPolI 06.38 06.57 07.14 07.02 07.21 07.38 07.26 07.43 07.58 07.26 07.43 08.10 07.50 08.09 08.26 08.38 08.55 09.08 09.02 09.21 09.38 09.26 09.43 09.56 09.50 10.09 10.26 10.14 10.31 10.44 10.38 10.57 11.14 11.19 11.33 11.26 11.45 12.02 11.50 12.07 12.20 12.14 12.33 12.50 12.38 12.55 13.08 13.02 13.21 13.38 13.26 13.43 13.56 14.07 14.21 14.14 14.33 14.50 14.38 14.55 15.08 15.02 15.21 15.38 15.26 15.45 16.02 15.50 16.09 16.26 16.14 16.31 16.44 16.38 16.57 17.14 17.02 17.21 17.38 17.26 17.45 18.02 18.07 18.21 18.14 18.33 18.50 18.38 18.55 19.08 19.02 19.21 19.38 19.50 20.07 20.20 20.31 20.45 20.38 20.57 21.14 21.02 21.21 21.38 21.26 21.45 22.02 21.50 22.09 22.26 22.14 22.33 22.50

CAMPANIA EXPRESS NAPOLI ERCOLANO 8,49 11,37 15,37 18,01

9,03 11,51 15,51 18,15

10,24 13.12 17.12 19.36

11.00 13.48 17.48 20.12

SORRENTO POMPEI

9,58 12,46 16,46 19,10

11.19 14.07 18.07 20.31

11,33 14.21 18.21 20.45

ERCOLANO NAPOLI

n BUS SORRENTO - NAPOLI  FUNIVIA DEL FAITO

nAPolI ERCOLANO VILLA R. POMPEI D 05.57 06.13 06.32 06.35 D 06.21 06.37 06.56 06.59 DD 06.50 07.04 07.20 07.23 D• 07.09 07.25 07.44 07.47 D 07.33 07.49 08.08 08.11 D 08.02 08.16 08.32 08.35 D 08.21 08.37 08.56 08.59 EXP 08.49 09.03 09.23 D 09.09 09.25 09.44 09.47 D 09.33 09.49 10.08 10.11 D• 09.57 10.13 10.32 10.35 D• 10.21 10.37 10.56 10.59 D 10.45 11.01 11.20 11.23 D 11.09 11.25 11.44 11.47 EXP 11.37 11.51 12.11 D 11.57 12.13 12.32 12.35 D 12.21 12.37 12.56 12.59 D 12.45 13.01 13.20 13.23 D 13.09 13.25 13.44 13.47 DD 13.38 13.52 14.08 14.11 D 13.57 14.13 14.32 14.35 D 14.21 14.37 14.56 14.59 15.20 15.23 D 14.45 15.01 DD 15.14 15.28 15.44 15.47 EXP 15.37 15.51 16.11 D 15.57 16.13 16.32 16.35 D 16.21 16.37 16.56 16.59 D 17.09 17.25 17.44 17.47 DD 17.38 17.52 18.08 18.11 EXP 18.01 18.15 18.35 D 18.21 18.37 18.56 18.59 DD• 18.36 19.03 19.20 19.23 DD• 18.50 19.04 19.20 19.23 D 19.09 19.25 19.44 19.47 D 19.33 19.49 20.08 20.11 D 19.57 20.13 20.32 20.35 D 20.21 20.37 20.56 20.59 D 20.45 21.01 21.20 21.23 D 21.33 21.49 22.08 22.11

C/MARE 06.48 07.12 07.36 08.00 08.24 08.48 09.12 09.36 10.00 10.24 10.48 11.12 11.36 12.00 12.24 12.48 13.12 13.36 14.00 14.24 14.48 15.12 15.36 16.00 16.24 16.48 17.12 18.00 18.24 18.48 19.12 19.36 19.36 20.00 20.24 20.48 21.12 21.36 22.24

AUTOLINEE SORRENTO

POMPEI SORRENTO 9,23 12,11 16,11 18,35

FESTIVO FERIALE Su fondo giallo i treni garantiti anche in caso di sciopero

FERMATE A C/MARE, VICO EqUENSE, PIANO, META, S. AGNELLO

LINEA A LINEA B LINEA C LINEA D LINEA E

VICO 06.59 07.23 07.47 08.11 08.35 08.59 09.23 09.47 10.11 10.35 10.59 11.23 11.47 12.11 12.35 12.59 13.23 13.47 14.11 14.35 14.59 15.23 15.47 16.11 16.35 16.59 17.23 18.11 18.35 18.59 19.23 19.47 19.47 20.11 20.35 20.59 21.23 21.47 22.35

S. AGN. Sorrento 07.07 07.10 07.31 07.34 07.55 07.58 08.19 08.22 08.43 08.46 09.07 09.10 09.31 09.34 09.55 09.58 10.19 10.22 10.43 10.46 11.07 11.10 11.31 11.34 11.55 11.58 12.19 12.22 12.43 12.46 12.55 13.08 13.31 13.34 13.55 13.58 14.19 14.22 14.44 14.46 15.07 15.10 15.31 15.34 15.55 15.58 16.19 16.22 16.43 16.46 17.07 17.10 17.31 17.34 18.19 18.22 18.43 18.46 19.07 19.10 19.31 19.34 19.56 19.58 19.56 19.58 20.19 20.22 20.43 20.46 21.07 21.10 21.31 21.34 21.55 21.58 22.43 22.46

Ogni 20 minuti Every 20 minutes

n

M. LUBRENSE - CAPO SORRENTO - META e vv. Circolare: SORRENTO PORTO - STAzIONE SORRENTO (Porto) S. AGNELLO - PIANO e vv. Circolare: SORRENTO STAzIONE - MARINA GRANDE Circolare: SORRENTO STAzIONE - vIA DEGLI ARANCI - HILTON

dA Sorrento (stazione Circum) 23,15 - 04,30 - 04,50 dA nAPolI (Stazione Garibaldi) 22,44 - 23,04 10,00 - 10,20 - 10,40 - 11,00 - 11,40 - 12,00 - 12,40 - 13,00 - 13,40 - 14,00 - 14,40 15,00 - 15,20 - 15,40 - 16,00 - 16,20 - 16,40 - 17,00

F7


38 Giugno 2022

Anno XLII

NUMERI UTILI USEFULL NUMBERS

STRUTTURE RICETTIVE FEDERALBERGHI PENISOLA SORRENTINA

C8

via L. De Maio, 35 - SORRENTO - Tel. 0818773333 www.upsa.org

CONSORZIO AZIENDE TURISTICHE PENISOLA SORRENTINA

C8

c/o Chiostro di San Francesco - SORRENTO www.campaniafelix.org

ALBERGHI HHHHHL

01 Excelsior vittoria 0818777111 C/9

ALBERGHI HHHHH 81 06 05 ➔ 22 34 02 25 57 81

Cocumella 0818782933 Bellevue Syrene 0818781024 Bel Air 0818071622 La Pace 0818074775 Parco Principi 0818784644 La Favorita 0818782031 Ambasciatori 0818782025 Royal 0818073434 Lorelei Londres 08119022620 Mediterraneo 0818781352

ALBERGHI HHHH 27 ➔ 03 04 51 28 66 07 08 30 72 09 10 11 12 13 ➔ ➔ 73 14 ➔ 15 16 74 17 18

Admiral Alpha Aminta Antiche Mura Astoria Ascot Atlantic Palace Bristol Capodimonte Capri Caravel Carlton Int. Central Cesare Augusto Conca Park Continental Corallo Crawford Cristina De La ville Eliseo Park’s Europa Palace Flora Gran Paradiso Hilton Tramontano

0818781076 0818782033 0818781821 0818073523 0818074030 0818783032 0818782688 0818784522 0818784555 0818781251 0818782955 0818072669 0818781646 0818782700 0818071621 0818072608 0818073355 0818071772 0818783562 0818782144 0818781843 0818073432 0818782520 0818073700 0818784141 0818782588

A/15 D/6 C/3 A/14 D/7 B/12 C/10 B/11 A/15 C/4 F/3 E/9 D/8 E/5 D/1 D/4 E/4 D/11 A/16 D/9 C/14 E/9 F/6 D/6 C/16 C/11 C/10 C/13 D/16 G/7 C/7

77 19 78 Q 56 55 71 20 41 21 79 70 42 23 ➔ 43 24 58 26 ➔ 61 H 49 50 ➔

Isabella 0810108238 Johanna Park 0818072472 La Residenza 0818774698 B. W. La Solara 0815338000 La Tonnarella 0818781153 La Minervetta 0818774455 Majestic Palace 0818072050 Michelangelo 0818784844 Minerva 0818781011 Miramare 0818072524 Palazzo Guardati 0818785567 Parco del Sole 0818073633 Plaza 0818782831 President 0818782262 Prestige 0815330470 Regina 0818782162 Riviera 0818072011 Rota Suites 0818782904 vesuvio 0818782645 villa Garden 0818781387 B.que Hotel Elios 0818074834 vue d’Or 0818073153 villa Maria 0818781966 zi’ Teresa 0818784619 Club 0818781127

ALBERGHI HHH 29 Q 52 32 33 75 35 36 37 H 54 38 76 39 40

Britannia Dania Del Corso Del Mare Eden Florida Gardenia Girasole Il Faro Il Nido La Badia La Meridiana La Pergola Leone Metropole

0818782706 0818073572 0818071016 0818783310 0818781151 0818783844 0818772365 0818073082 0818781390 0818782766 0818781154 0818073535 0818782626 0818782829 0818074107

A/15 G/3 A/15 C/3 D/4 A/16 D/11 C/3 C/3 D/8 C/17 E/9 F/5 D/6 B/12 C/12 D/1 C/2 F/5 C/12

D/2 D/8 D/4 D/9 A/15 C/14 B/15 C/8 D/3 C/11 A/15 F/8 D/2

64 44 45 60 Q 46 47 48 H Q H 80 59 81

Mignon Rivage Settimo Cielo Sorrento City Spicy Tirrenia Tourist villa di Sorrento villa Fiorita villa Igea Le Terrazze Res. Au Relais Rivoli Savoia Tasso Suites

ALBERGHI HH ➔ 31 53 82

Angelina Cavour Desirée (Garnì) Sorrento Central

ALBERGHI H 62 Linda 65 Nice 83 La Magnolia

E6

0818073824 0818781873 0818781012 0818772210 0818073063 0818781336 0818782086 0818781068 0818780003 0818071069 0818780906 0813654089 0818782511 0818772014

E/7 E/5 C/4 D/9 E/5 D/12 E/9

D/8 F/10 D/8

0818782901 0818073166 D/2 0818781563 C/3 3337842924 G/8 0818782916 E/11 0818781650 D/10 0818773560 E/9

CAMPINGS & VILLAGGI Santa Fortunata & Campogaio Nube d’Argento villaggio verde Esperidi Resort

0818073579 0818781344 0818073258 0818783255

D/1 E/4 G/11 ➔

Seven Hostel 0818786758 Le Sirene 0818072925 Ulisse deluxe hostel 0818774753 Porto Salvo 0818774887 Unconventional 0818785802 Il Conservatorio 08118098254

➔ D/11 E/5 ➔ ➔ D/8

OSTELLI

E7

112

POLIZIA - POLICE Pronto Intervento

113

Sorrento

0818073111

Sorrento

0818075311

Sorrento/Meta

0815331111

Cappiello Mario Isola Angela Celentano M. Coda F. fisioterapista VIGILI Sorrento S. Agnello TAXI Sorrento S. Agnello Piano S. Agata

0818781439 3395001550 3381215468 3398791804 0818074433 0815332205 0818782204 0818781428 0818786363 0818780509 848888777

Ufficio Marittimo Soccorso in mare

0818073071 1530

POMPIERI 0818711222 EMERGENZA MEDICA 118 GUARDIA MEDICA

via L. De Maio, 35 - SORRENTO - tel. 081 8074452

ASSOCIAZIONE CHIAVI D’ORO

CARABINIERI Pronto Intervento

INFERMIERI PROFESSIONALI

AEROPORTO PORTO - HARBOUR

FERROVIE - RAILWAYS

Trenitalia

147888088

Sorrento S. Agnello

0818781495 0818781870

POST OFFICE

info point Villa Fiorentino aperto tutti i giorni orario 10 - 13 e 16 - 20 Piazza Tasso aperto tutti i giorni orario 10 - 13 e 16 - 19 c/o stazione Circumvesuviana aperto tutti i giorni orario 10 - 13 e 16 - 19


Anno XLII

Giugno 2022

39

E/


40 Giugno 2022

Anno XLII