Page 1

PY CO GIO EE G FR MA O

Settembre 2019

Anno XXXIX

8

Foto di Marco Gargiulo

SETTEMBRE 2019

PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA Editrice SURRENTUM sas Dir. Resp. Antonino Siniscalchi Aut. Trib. Napoli n. 3104 del 15/4/1982

www.surrentum.it www.surrentum.net www.surrentum.com

1


2

Settembre 2019 C5

www.ristorantebagnisantanna.com

RISTORANTE – BAR – SOLARIUM

in Marina Gande – Sorrento tel. 081 8074178

D9


Settembre 2019

Giuseppe Cuomo, Sindaco / the Mayor

Benvenuti a Sorrento - Welcome to Sorrento

D

a quando ho il piacere di rivestire la carica di Sindaco di Sorrento, la nostra città non solo ha visto crescere ogni anno di più il numero di persone che la prediligono come luogo ideale per trascorrere le proprie vacanze, ma ha anche ottenuto una serie di riconoscimenti ufficiali che, in qualche modo, certificano gli alti standard qualitativi della nostra offerta turistica. Evidentemente raccogliamo tanto i frutti del passato, quanto quelli degli sforzi che continuiamo a profondere per mantenere alte le tradizioni che hanno reso famosa ed apprezzata la nostra realtà sul fronte dell’ospitalità e dell’accoglienza. Pur di fronte ai lusinghieri risultati conseguiti nel corso degli anni, in ogni caso, siamo convinti che ci siano sempre margini per migliorare. Anzi devo aggiungere che cerco quotidianamente di rispettare un principio: quello secondo il quale “si può fare sempre di più e si può fare sempre meglio”! Ciò nonostante, con orgoglio posso affermare che Sorrento ha già compiuto importanti passi in avanti lungo la strada della salvaguardia ambientale e della viabilità. È da rilevarsi, infatti, che la nostra città, ormai già da due anni, può vantarsi di essere tra quelle che hanno meritato la “Bandiera Blu” assegnata dalla FEE alle località che si distinguono, tra l’ altro per l’ ottima qualità del mare. Tra le priorità che ci vedono impegnati, in ogni caso, restano quelle riconducibili all’esigenza di proporre un calendario di eventi, manifestazioni e mostre che non sia solo ricco, ma anche in grado di soddisfare le esigenze più diverse. Il nostro progetto strategico resta lo stesso di sempre: migliorare la qualità della nostra offerta e rendere la nostra realtà sempre più meritevole delle attenzioni di un pubblico internazionale. Nel porgervi il benvenuto, vi dedico il nostro inno: “Torna a Surriento”, nella speranza che, soddisfatti di quanto avete trovato, possiate positivamente valutare la possibilità di venirci a trovare di nuovo anche in futuro.

W

e are constantly committed in maintaining the traditions that have made Sorrento famous for its hospitality. For this reason the Municipal Administration, hoteliers and all touristic operators are busy because every stay or holiday in Sorrento turns into a pleasant experience to remember. Every year we see an increase in the number of visitors who prefer Sorrento for their stays as well as for flattering appreciations from the main national and international tour operators. This stimulates even more our desire to maintain high quality standards for the services offered and, in addition to the scenic, historical and architectural beauties that our territory offers, that guests and residents can appreciate our commitment to offering interesting, varied and alluring appointments. In metaphorically dedicating to everyone the famous song “Torna a Surriento” - hymn of our land we hope that his notes will feed you the desire to return to visit us again.

ON BEHALF OF THE ENTIRE TOWN I AM PLEASED TO WELCOME YOU. The arrival of each guest in Sorrento is a source of joy for our entire community as we feel immense gratitude for their interest and the trust they give us.

AZIENDA AUTONOMA DI SOGGIORNO E TURISMO SORRENTO - S.AGNELLO Via Luigi De Maio, 35 - 80067 Sorrento (Napoli) - Tel. 081 8074033 - Fax 081 8773397

www.sorrentotourism.com

C8

Foto CARLO ALFARO

benvenuti welcome

Il meraviglioso scenario naturale fa della penisola sorrentina una delle destinazioni turistiche più famose al mondo, qui l’accoglienza e l’ospitalità sono arti tramandate da una generazione all’altra.

3

With the breathtaking landscape, the art of hospitality and friendliness handed down from generation to generation it is no wonder Sorrento Coast attract visitors from all over the world.

ORARIO DI APERTURA LUNEDÌ/SABATO 9,00 - 19,00 - DOMENICA E FESTIVI 9,00 - 13,00 OPENING HOURS MONDAY/SATURDAY 9.00AM – 7,00PM - SUNDAY AND BANK HOLIDAYS - 9,00AM - 1,00PM


Settembre 2019

La Grande Mostra

Henri Matisse

© SUCCESSION MATISSE BY SIAE 2019

La Grande Mostra • Henri Matisse Il Sipario della Vita

Il Sipario della Vita

Villa Fiorentino, Corso Italia, 53 - Sorrento 15 Giugno - 20 Ottobre 2019

CITTÀ DI SORRENTO

L

KUNSTMUSEUM PABLO PICASSO münster

a Fondazione Sorrento propone per l’estate 2019, nella prestigiosa sede di Villa Fiorentino, una mostra dedicata a HENRI MATISSE con particolare focus sull’impronta che l’artista diede al teatro e in generale al suo lato scenografico e di creazioni di “effetto”. Henri Matisse non fu solo un grande pittore. Infatti, l’artista si interessò anche molto al teatro e alla realizzazione di costumi di scena, scenografie e odalische. Primo evento celebrativo a livello internazionale dei 150 anni dalla nascita del grande Maestro del ‘900, nato a Cateau Cambresis il 31 dicembre 1869, la mostra presenta oltre 100 opere. I lavori provengono dal

Kunstmuseum Pablo Picasso di Münster. La mostra affronta il tema del lato teatrale di Matisse. La mostra indaga il rapporto tra l’artista e le sue modelle: infatti, Matisse si interessò anche di abiti e di alta moda, si dice che l’artista chiamava le donne “attrici della sua arte”, considerandole il tema principale del suo lavoro. Vengono presentati inoltre dei soggetti particolari dell’artista, le odalische, per Matisse la sintesi ideale tra la rappresentazione della donna e l’ornamento vegetale o geometrico. L’itinerario espositivo prosegue con i papiers découpés, un tipo di collage inventato da Matisse, la cui tecnica consiste nel ritagliare il colore per poi applicare le forme ottenute su tela. Al centro di queste opere ci sono il circo e i suoi attori, la mitologia e le memorie dei viaggi dell’artista.

© SUCCESSION MATISSE BY SIAE 2019

4

HENRI MATISSE

Nome completo: Henri-Émile-Benoît Matisse

Henri Matisse (1869 Cateau Cambresis - 1954 Nizza) può essere considerato uno dei più importanti artisti del XX secolo. È conosciuto soprattutto per i suoi quadri, ma è stato anche illustratore, incisore e scultore. Matisse nacque in una famiglia di commercianti della Francia nord-orientale, da giovane, con la benedizione della famiglia, studiò legge a Parigi. Ottenuta la qualifica, divenne un impiegato statale. Si avvicinò all’arte a venti anni, dopo un attacco di appendicite che lo costrinse a letto per molto tempo. La passione per la pittura lo accompagnò durante la lunga convalescenza. Ciò lo aiutò a comprendere che era quella la sua strada, così prese una decisione che gli cambiò la vita. Lasciò di punto in bianco il lavoro e la sua vita precedente per seguire la sua ispirazione, per nostra fortuna e grande disappunto del padre che lo avrebbe preferito dietro una rassicurante scrivania. A venticinque anni Matisse diventò padre della piccola Marguerite, la madre era la modella Coraline Joblau (anche se Matisse in seguito sposò Amélie Noelie Parayre con cui ebbe altri due figli). Marguerite posò per il padre in molte opere eseguite all’inizio del secolo (es. Marguerite, 1907). Matisse incontrava spesso Picasso, di dodici anni più giovane. Il loro era un rapporto di rivalità, rispetto e reciproche suggestioni artistiche che permise ad entrambi di crescere. I due erano molto legati e quando Matisse morì l’artista spagnolo non trovò la forza per recarsi al funerale ma preferì chiudersi in casa in completa solitudine. Matisse è considerato l’esponente di maggior spicco di quel gruppo di artisti denominati “Fauves” (fiere, bestie selvagge), tra cui spiccavano anche André Derain e Georges Braque. Il soprannome fu dato loro nel 1905 dal critico d’arte Louis Vauxcelles per il modo violento e selvaggio con cui usavano i colori nelle loro opere. Per i Fauves l’uso potente dei colori, distaccato dalla resa effettiva della realtà, era un modo per esprimere il proprio stato d’animo, le proprie pulsioni interiori. L’Africa, la cultura islamica e l’oriente furono una potente fonte di ispirazione per Matisse che nelle sue opere rievocava i colori e il calore di quelle terre con l’eleganza degli arabeschi che ornavano le sue tele. Matisse ebbe più volte occasione di recarsi in Africa, per visitare il Marocco e l’Algeria. Intraprese inoltre viaggi in Russia e in Italia per allargare i suoi orizzonti artistici. Forse il suo quadro più conosciuto è La danse, che eseguì tra il 1909 e il 1910 per il collezionista d’arte russo Sergei Shchukin, suo amico. Ne esistono due versioni: una è conservata al Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo, l’altra si trova al Museum Of Modern Art di New York. Nel 1947 viene pubblicato il libro d’artista più importante del pittore, dal titolo Jazz contenente XX tavole e scritto a pennello, realizzato con una tecnica particolare di decoupage chiamata papiers découpés. “Queste immagini dai colori vivi e violenti sono nate dalla cristallizzazione dei ricordi del circo, dei racconti popolari, o di viaggio”, - spiegherà Matisse, a proposito di Jazz- “Ho fatto queste pagine scritte per smorzare le reazioni simultanee delle mie improvvisazioni cromatiche e ritmate, pagine che formano come uno « sfondo sonoro» che le sorregge, le circonda e ne protegge così la particolarità.” Alcune tavole, come “Icaro” o “Il Mangiatore di spade”, sono diventate vere e proprie icone dell’arte moderna. Una delle sue ultime opere fu la progettazione e decorazione della Chapelle du Saint-Marie du Rosaire a Vence (Costa Azzurra), terminata nel 1951. Accettò questo lavoro quando era ormai costretto su una sedia a rotelle a causa di un cancro all’intestino. Matisse definì quest’opera “Il capolavoro della sua esistenza”.

I

n the summer of 2019, the Sorrento Foundation will propose, in the prestigious venue of Villa Fiorentino, an exhibition dedicated to HENRI MATISSE with particular focus on the imprint that the artist gave to the theater and in general to its scenographic side and of “effect” creations. Henri Matisse was not only a great painter. In fact, the artist was also very interested in theater and in the production of stage costumes, set designs and odalisques. Among the first international events celebrating the 150th anniversary of the birth of the great master of the 1900s, born in Cateau Cambresis on 31 December 1869, the exhibition presents over 100 works. The works come from the Kunstmuseum Pablo Picasso in Münster. The exhibition deals with the theme of Matisse’s theatrical side. The exhibition also investigates the relationship between the artist and his models: in fact, Matisse was also interested in clothes and high fashion, it is said that the artist called women “actresses of his art”, considering them the main theme of his work. The artist’s particular subjects are also presented, the odalisques, for Matisse the ideal synthesis between the representation of women and vegetable or geometric ornamentation. The exhibition itinerary continues with the papiers découpés, a type of collage invented by Matisse, whose technique consists in cutting out the color and then applying the shapes obtained on canvas. At the center of these works are the circus and its actors, the mythology and memories of the artist’s travels.

VILLA FIORENTINO

SORRENTO

CORSO ITALIA, 53 - tel. 081 8782284 info@fondazionesorrento.com www.fondazionesorrento.com

D7

La Sirena di Sorrento Bimonte - House of Cameos and Coral Jewelry - Via P. R. Giuliani, 62 - Sorrento


Settembre 2019

5

Orari di apertura - OPENING TIME Dal Lunedì alla Domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 21 Every day from 10 a.m. to 1 p.m. and from. 3 p.m. to 9 p.m.

Biglietti • Intero € 10,00 • Ridotto € 6,00 gruppi e scolaresche più di 10 persone per i giovani dagli 11 ai 18 anni compiuti, accompagnatori di disabili • Gratuito per diversamente abili, giornalisti accreditati e bambini fino a 10 anni FaRE TICKET • Adults € 10,00 • Reduced € 6,00 for groups and students more than 10 persons; for the young people from 11 to 18 years; carers of disabled. • Free entrance for disabled, accredited journalists and children up to 10 years.


6

Agosto 2019

VENERDI’ 13 SETTEMBRE - ore 21,00 CITTÀ DI SORRENTO

SUMMERTIME

BEAT FLOWERS I Beat Flowers sono un trio di musicisti dalle diverse esperienze

professionali e influenze musicali (rock, blues, classiche) ma con la comune forte passione per i Beatles. Il loro sound si ispira alle versioni acustiche, alle tracce di pre-produzione e alle home tapes registrate da Lennon-McCartney- Harrison. I Beat Flowers si differenziano dal classico "quartetto elettrico" (o dalle tradizionali tribute band) poiché la loro formazione si compone di soli strumenti acustici (chitarra, violoncello e semplici percussioni), strumenti che conferiscono immediatezza e semplicità al sound conferendo una certa originalità al trio. on stage: Patrizio Buonaiuto - voce, rullante/piatto/bongos Francesco Frullo - chitarra acustica, voce Marco Di Palo - violoncello, voce Ingresso € 10

DOMENICA 15 SETTEMBRE - ore 21,00

Villa Fiorentino - Corso Italia, 53 - SORRENTO

TUTTE LE DONNE CHE HO AMATO con Fabio Brescia

info 0818782284 www.fondazionesorrento.com

Spettacolo musicale e di varietà. Fabio Brescia percorre la sua vita e la sua carriera attraverso il racconto delle donne che ha incontrato e quelle che ha interpretato. Da sua madre alle sue nonne, da Luisa Conte a Rosalia Maggio, da Deborina alla Regina Elisabetta, una girandola di risate intervallate dai grandi classici della canzone napoletana cantati in spagnolo. Ingresso € 10

GIOVEDI’ 19 SETTEMBRE - ore 21,00

E SE FOSSI TU L’ASSASSINO? aperitivo con delitto con Ciro Salatino

Uno spettacolo interattivo, basato sull’improvvisazione degli attori, un mix di intrigo, comicità ,mistero per rendere il tutto interessante e originale. Il pubblico diventerà testimone oculare del delitto ed insieme all’ispettore farà domande per scoprire chi è l’assassino. Durante lo spettacolo saranno consegnati degli indizi in modo da far sviluppare la serata, il tutto accompagnato da una musica noir, atmosfera mistica e suggestiva e alla base tanto divertimento perché l’intento è quello di strappare risate al pubblico, coinvolgendolo fisicamente e mentalmente. Con Ciro Salatino e un cast a sorpresa. Ingresso € 10

SETTEMBRE VENERDI’ 6 SETTEMBRE - ore 21,00

AZUL Live

Azul è un progetto frutto della fusione di esperienze musicali differenti, che hanno trovato baricentro in un unico comune denominatore che parla al mondo, che scava attraverso paesaggi e suggestione dei luoghi, e li fa musica. Interamente in spagnolo il concerto riporta il suono a strumento d’indagine, alla capacità di tradurre i posti in note, in un processo di osmosi tra città, deserto, colori e sfumature dei particolari di un viaggio che è anche e soprattutto ricerca del sé, condivisione di un momento d’incontro con la bellezza che si fa anello di congiunzione tra performer e pubblico. on stage: Marilena Vitale - voce Dario Dartariello Di Pietro - chitarre Riccardo Schimtt - percussioni e batteria Enrico Valanzuolo - tromba Ingresso € 10

VENERDI’ 20 SETTEMBRE - ore 21,00

ZERO DB BAND Live Il meglio della musica dance funky internazionale ed italiana dagli anni ‘70 ad oggi. Con un sound poliedrico un vero viaggio nel tempo senza sosta con medley che vi sorprenderanno e vi travolgeranno. Un live che va da Stevie Wonder ad Alicia Keys fino ad arrivare a Jamiroquai, Toto, Bruno Mars, Incognito, Michael Jackson e tanti altri. Ad arricchire il repertorio non mancano, per un intrattenimento più soft, i classici italiani e napoletani. on stage: Antonietta Madonna - voce Massimo Rapicano - batteria Pino Arenga - chitarra Ubaldo Ulgharaita - basso Ingresso € 10

DAL 20 AL 22 SETTEMBRE

INCONTRI DI VINI E SAPORI CAMPANI

MOSTRA DI PRODOTTI TIPICI, DEGUSTAZIONI, WORKSHOPS, ESPOSIZIONI D’ARTE, SPETTACOLI


Agosto 2019

Assunta Vanacore

Dal 20 al 22 settembre la decima edizione di

Incontri di Vini e di Sapori Campani

F

D

al 20 al 22 settembre lungo il Corso Italia e nel parco della Villa Fiorentino si terrà la fortunata kermesse dedicata ai vini e ai prodotti tipici della nostra regione. L’estate a Sorrento si chiuderà con la manifestazione enogastronomica, organizzata dall’Associazione Culturale Cryteria Project, con il patrocinio del Comune di Sorrento e della Fondazione Sorrento. I dieci anni dell’evento verranno festeggiati con un ricco programma che prevede l’esposizione e l’assaggio di prodotti di qualità, degustazioni di vini, guidate da esperti sommelier e Cooking Show con affermati chef del territorio. A completare il tutto saranno spettacoli musicali e momenti di intrattenimento. Ogni giorno, piccole e grandi aziende del settore agroalimentare, a partire dalle ore 19.00, accoglieranno i visitatori con un’ampia varietà di prodotti: sempre presente il limone ovale di Sorrento e il liquore che da esso si ricava, ovvero il limoncello, insieme ai formaggi delle colline vicane e della Costa d’Amalfi, alla pasta di Gragnano, ai pomodorini del piennolo del Vesuvio, ai taralli con i grani antichi, ai salumi nostrani, alle conserve e a tanto altro; ogni prodotto sapientemente abbinato ai vini delle cinque province della Campania e a qualche ospite proveniente da altre regioni. Obiettivo principale della manifestazione, diventata nel tempo un importante appuntamento per esperti, appassionati e semplici curiosi, è quello di promuovere le eccellenze della Campania Felix e di valorizzare il lavoro di tanti piccoli imprenditori che hanno ridato dignità al Made in Italy.

7

Per maggiori informazioni: info@cryteriaproject.com www.cryteriaproject.com/ facebook viniesaporicampani

rom 20 to 22 September along the Corso Italia and in the park of the Villa Fiorentino will host the tenth edition of “Meetings of Wines and Flavors of Campania” dedicated to wines and products typical of our region. Summer in Sorrento will end with the food and wine event, organized by the Cryteria Project Cultural Association, sponsored by the Municipality of Sorrento and the Sorrento Foundation. The ten years of the event will be celebrated with a rich program that provides for the display and tasting of quality products, tastings of wines, guided by expert sommeliers and Cooking Show with renowned chefs of the territory. To complete it all will be musical performances and entertainment. Every day, small and large companies in the agri-food sector, from 7.00 pm, will welcome visitors with a wide variety of products: always present the oval lemon of Sorrento and its liqueur “limoncello”, together with the cheeses of the vicane hills and of the Amalfi Coast, the Gragnano pasta, the small tomatoes from the Piennolo del Vesuvio, the “taralli” with ancient grains, the local salami, preserves and much more; each product expertly combined with the wines of the five provinces of Campania and some guests out from the local area. The main objective of the event, which over time has become a important appointment for experts, is to promote the excellence of Campania Felix and to enhance the work of many small entrepreneurs of the “Made in Italy”.

la serra N AT U R A L W E L L B E I N G R E J U V E N AT E B E AU T Y R E L A X A N D U N W I N D AT T H E M O S T B E A U T I F U L S PA I N S O R R E N T O Info & Bookings Tel. 081 877 7877 - laserra@exvitt.it - G.Hotel Excelsior Vittoria-Piazza Tasso, 34 - Sorrento

D9


8

Settembre 2019

Adriano Alfaro

Muoversi in kayak

Tra mare, natura e storia C’è una parte di Sorrento, ricca di bellezze naturali e di storia, quasi inaccessibile e per questo ancora incontaminata

S

tiamo parlando della fascia di costa che va da Marina Grande ai Bagni della Regina Giovanna; il miglior modo per esplorarla è in canoa. Kayak Sorrento organizza degli imperdibili tour, persino al tramonto, che partono dal pittoresco borgo marinaro di Sorrento e vanno alla scoperta delle grotte nascoste nel costone tufaceo e delle antiche tonnare, nella fotografatissima piscina naturale della villa di Pollio Felice o sulle peschiere sommerse di epoca romana. Umberto e Antonino sono le vostre guide, che sapranno raccontarvi aneddoti e curiosità facendovi perdere il contatto con la realtà della frenetica e caotica città. Il tour in kayak dura circa due ore, è adatto a persone di tutte l’età e c’è la possibilità scegliere tra il kayak a uno o a due posti, ideale per le coppie o per un genitore con un bambino. Apprezziamo molto che Kayak Sorrento proponga un modo diverso e soprattutto sostenibile di condividere i valori paesaggistici e culturali di Sorrento con i turisti di ogni parte del mondo. Instagram - @kayaksorrento Info e prenotazioni 328 702 1422

Kayaking between sea, nature and history There is a part of Sorrento, rich

in natural beauty and history, almost inaccessible and therefore still unspoiled: we are talking about the coastline that goes from Marina Grande to Bagni della Regina Giovanna; the best way to explore it is by canoe. Kayak Sorrento organizes unmissable tours, even at sunset, that start from the picturesque seaside village of Sorrento and go to the discovery of the caves hidden in the tufaceous ridge and of the ancient traps, in the very photographed natural pool of the villa of Pollio Felice or on the submerged fish ponds of the Roman era. Umberto and Antonino are your guides, who will tell you anecdotes and curiosities making you lose touch with the reality of the frenetic and chaotic city. The kayak tour lasts about two hours, is suitable for people of all ages and there is the possibility to choose between a one or two seater kayak, ideal for couples or a parent with a child. We really appreciate that Kayak Sorrento proposes a different and above all sustainable way to share the landscape and cultural values of Sorrento with tourists from all over the world. Instagram - @kayaksorrento Info and reservations 328 702 1422

D8


Settembre 2019

Fiori d’arancio

Lo scorso sabato 10 agosto, a Sant’Agata sui due Golfi, nella Chiesa di S. Maria delle Grazie, don Mario Cafiero ha benedetto le nozze di Paolo Pane e Serena Vinaccia. Agli sposi gli auguri da parte della Redazione di Surrentum.

“Abbracciame” è un vaso per piante rampicanti stampato 3D, progettato dal designer sorrentino Adriano Alfaro e dall’architetto parigino David Bitton. Sarà esposto dal 5 all’8 settembre 2019 alla Paris Design Week nell’ambito della rassegna 1000vases.

“Abbracciame” is a 3D printed vase for climbing plants, designed by the Sorrento designer Adriano Alfaro and the Parisian architect David Bitton. It will be exhibited from 5 to 8 September 2019 at Paris Design Week as part of the 1000vases exhibition.

LA PERGOLA open at lunch for snacks and in the evening for dinner with live piano

C7

9

Piazza della Vittoria, 5 - 80067 SORRENTO - tel. 081 8781024 - 081 8781604


10

Settembre 2019

Protagonisti

Interprete di grande spessore della più significativa tradizione napoletana e non solo, Peppe Barra è stato l’ospite d’onore del recente Capricinegalà , organizzato da Annalisa de Paola,che giunto alla decina edizione lo ha visto trionfare in palcoscenico con il racconto del suo percorso artistico e umano, articolato in centinaia di spettacoli di parole e musica. Da cinque decenni inoltre,- un tempo in compagnia di sua madre Concetta nel ruolo di Sarchiapone-, è un esilarante Razzullo che racconta la tradizione attraverso un testo da lui stesso riscritto e diretto. Ricorda e racconta nella bella casa che somma decine di Madonne, quadri d’autore e arredi che ricordano la grande tradizione e il buon gusto napoletano. Ricercatore puntiglioso della tradizione e abile nel contaminare i generi continua a spaziare tra teatro, cinema, musica e altro con l’incancellabile ricordo di Concetta: amatissima mamma e compagna d’arte.

Foto Alessandro Vitiello

Peppe Barra

Cominciamo dall’amato teatro: a che punto è in generale e il suo in particolare? Il mio l’ho fatto fin da quando ho debuttato con la Compagnia di canto popolare prima e la “Gatta cenerentola” e continuo a farlo per dare ai giovani quanto non hanno e che fortunatamente quelli della mia generazione hanno avuto, anche perché, e non sembri un paradosso, come i miei coetanei abbiamo conosciuto tre secoli: l’Ottocento attraverso i racconti dei nonni e degli anziani, il novecento e sfortunatamente oggi il duemila con tutti i cambiamenti che stiamo vivendo! Tanti aspetti non erano quelli che avevamo sperato! Come è cominciata la sua storia di vita e di teatrante? Come una storia predestinata perché figlio di attori e fin da piccolo io stesso attore con Zietta Liù Nato a Procida e poi prestissimo a Napoli ero un bambino sognatore e socievole, sportivo e studioso quanto basta! Ricordo la fondamentale esperienza fatta con Gennaro Vitiello al Teatro Esse con compagni d’arte autorevoli come Odette Ni-

coletti, Giovanni Girosi, Giulio Baffi e altri. Mentre facevamo Medea arrivò Roberto de Simone che avevo già conosciuto bambino di sette anni che mi chiese di andare. Dissi che non sapevo cantare ma lui ma asserì che non solo sapevo farlo benissimo ma che avevo la voce da tenore, contraltista e basso! Chi le ha insegnato di più? Mia madre che era una compagna, un’amica con la quale giocare. Poi non posso dimenticare Roberto de Simone. Che ricordo ha di Gennaro Vitiello? Fondamentale punto di partenza nel teatro. Quando entrai per la prima volta nella cantina di via Martucci che era il Teatro Esse, chiesi “E dov’è il teatro?” E la risposta fu: “E’ tutto teatro”. Il primo gruppo al mondo a recitare” I negri” di Genet essendo bianchi. Se l’ha fatta come è stata la gavetta? E che cosa ha significato? E’ durata poco perché sono


Settembre 2019

stato fortunato per il grande successo ottenuto da “ La gatta Cenerentola” in cui ero l’ ingombrante matrigna, protagonista artefice di intrighi. Lo spettacolo fu osannato in tutto il mondo ed amato da grandi protagonisti come Fellini, Rota, Zeffirelli e altri ancora Ha mai vissuto o provato il pensiero di non farcela? Non so cosa sia né ho mai avuto questo pensiero per le tante soddisfazioni avute in tutte le parti del mondo. Un successo quasi commovente! Forse una certa stanchezza la avverto oggi per la cultura che non è valutata come dovrebbe!

importante anche se non sono un praticante ma per un bisogno emotivo e spirituale vado in chiesa. Se la solitudine fa parte della sua vita… le pesa? Non sono mai solo, sono pieno di me e del mio immaginario. L’unico grande rimpianto è non avere più Concetta vicino a me perché siamo stati complici in tutto e ci divertivamo molto. Soddisfatto della sua vita? Sono molto felice della carriera fatta e senza alcun rimorso. Sto raccogliendo da tempo quanto ho seminato.

Dovendosi raccontare che vuole dirmi? Sono narciso ma non vanitoso, permaloso come tutti quelli del segno del leone, mi piace l’eleganza e sono anche generoso, determinato, ottimista. Vado verso la luce e non mi guardo mai indietro. Continuerà a interpretare” La cantata dei pastori”? Sono circa cinque decenni che propongo “La cantata” e continuerò a riproporla come sempre nel periodo natalizio al Teatro Politeama e poi in giro. Un ruolo che le è piaciuto e

11

che vuole ricordare? Ho amato molto Ruben de “Il borghese gentiluomo” di Moliere ma se ci si mette l’amore tutti i ruoli sono belli! Chi l’ha aiutata di più? Nessuno, solo Peppe Barra. Che cosa la disturba o non accetta? La meschinità, la vigliaccheria, la prepotenza poi perdono tutto Cos’è Napoli per lei? Tutto quello che sono è Napoli.

Giuliana Gargiulo

Il talento cos’è? Un dono innato.

Ha mai vissuto una paura teatrale? Sono molto coraggioso. Ho sempre una paura normale come può averla qualsiasi essere umano. Ho invece paura della cattiveria e della violenza. Da ragazzo ho vissuto momenti di autentico panico quando, per inseguire una cernia, non riuscivo ad uscire da una grotta. Ma pregai. Si considera forte? Sono forte e mi da molta forza la mia fede in Dio che è molto

C8

Foto Salvatore Chiocca

E’ ambizioso? Si, come può esserlo un povero artigiano dello spettacolo. Non ho mai imposto niente a nessuno se non la disciplina del teatro.


12

Settembre 2019

A Massa Lubrense l’8 settembre

Gaetano Milone - Presidente Fondazione Vervece

La Madonnina del Vervece L

a statua sommersa della “Madonnina del Vervece” protettrice dei sub e delle anime benedette di quanti “hanno perso la vita in mare” (così recita una delle prime “pietre” collocate sulla parete emersa dello scoglio l’anno successivo al record del mondo in apnea, -87 mt, del sub siracusano Enzo Maiorca), aspetta trepidante la celebrazione della Santa Messa sullo scoglio e la deposizione di una corona d’alloro ai suoi piedi. Un leggenda dei giorni nostri, quella del Vervece che coniuga amore per lo sport e memorie storiche di quanti, Ennio Falco, pioniere della subacquea, Enzo Maiorca, campione del mondo, Lugi Ferraro, medaglia d’oro al valor militare, Raffaele Pallotta d’Acquapendente, maestro della medicina iperbarica, Geppino Marandola ideatore della manifestazione, di Vincenzo Vallanzuolo e Franco Grassia, di ventisei nazioni estere dei marinai di Monte di Procida, Procida, Ercolano, Maria di Puolo, Marina di Cassano, Marina Grande di Vincenzo Vallanzuolo e Franco Grassia, e di tanti sfortunati ragazzi morti a mare, vengono ricordati e commemorati ogni anno, a settembre, sullo scoglio simbolo di fratellanza e solida-

rietà umana. Nei giorni precedenti domenica 8, si terranno varie manifestazione, a cominciare da venerdì 23 agosto, con la presentazione sul circolo nautico “Marina della Lobra, presieduto dal notaio Giancarlo Iaccarino, del fumetto “Carlo Amalfi e lo scoglio del Vervece”, realizzato dagli alunni della scuola media “Pulcarelli di Massa Lubrense, diretti dalla prof.ssa Rita Parlato, la lettura di una prosa dedicata al Vervece del poeta Rosario Di Nota, l’intitolazione della sala multimediale dell’Area Marina Protetta “Punta Campanella” ad Enzo Maiorca, presente la figlia Patrizia, e la consegna di riconoscimenti concessi dalla Fondazione Vervece ai due campioni di foto subacquee, Marco Gargiulo e Mimmo Roscigno, con l’esibizione dei ragazzi del Liceo Artistico Musicale, “F. Grandi” di Sorrento, diretti dal maestro Domenico Guastafierro. A conclusione, domenica 8 settembre, alle ore 12.00, santa Messa, sullo scoglio del Vervece, alla presenza di autorità civili e militari, di Rosalba Giugni, presidente nazionale di Marevivo e deposizione di una corona d’alloro ai piedi della Madonna sommersa da parte di una rappresentanza di sub civili e militari.

Foto Marco Gargiulo

E’ l’appuntamento di fine estate da quasi mezzo secolo, una chiamata dello spirito, dell’anima, della profonda religiosità della gente di mare.

It is the appointment of late summer for almost half a century, a call of the spirit, of the soul, of the profound religiosity of the seafarers. The submerged statue of the “Madonnina del Vervece” protector of the divers and the blessed souls of those who “lost their lives at sea” (so says one of the first “stones” placed on the emerged wall of the rock the year after the world record in apnea, -87 mt, of the sub Syracusan Enzo Maiorca), awaits the celebration of the Holy Mass on the rock and the deposition of a laurel wreath at his feet. In the days preceding Sunday 8, various events will be held, starting from Friday 23 August, with the presentation at the nautical club “Marina della Lobra, chaired by the notary Giancarlo Iaccarino, of the comic strip“Carlo Amalfi and the rock of Vervece”, made by the students of the middle school “Pulcarelli di Massa Lubrense, directed by prof. Rita Parlato, the reading of a prose dedicated to the poet Vervece Rosario Di Nota , the naming of the multimedia room of the Marine Protected Area ”Punta Campanella“ to Enzo Maiorca, present the daughter Patrizia, and the delivery of awards granted by the “Vervece Foundation”, to the two samples of underwater photos, Marco Gargiulo and Mimmo Roscigno, with the performance of the boys of the Liceo Artistico Musicale “F. Grandi” of Sorrento, directed by the maestro Domenico Guastafierro. Sunday 8 September, at 12.00, Holy Mass, on the rock of Vervece, with the partecipation of civil and military authorities, of Rosalba Giugni, national president of “Marevivo” and deposition of a laurel wreath at the feet of the Madonna by sub - civil and military.

D7

CLASSICS

Ketty

D10


Settembre 2019

Per una cena incantevole, prenota L’Agrumeto barbecue and more. Immersi tra i profumi tipici della Penisola Sorrentina potrete vivere un’esperienza gastronomica orientata al benessere del corpo e della mente, rigenerandovi con i prodotti freschi del nostro orto. Tra le specialità da assaporare ci saranno anche pesce, carne alla brace e pizza.

Per prenotare tel. 081 878 4141 Aperto dalle 19.30

Join us for an amazing dinner at L’Agrumeto barbecue and more. Surrounded by the unique scents of the Sorrento Peninsula, you will enjoy a gastronomic experience in a fantastic ambience, regenerating yourself with fresh products from our vegetable garden: Grilled fish and meat and pizza are just some of the specialities that are available.

Book your table by dialing 081 878 4141 Open from 07.30 pm

13


14

Settembre 2019

CELEBRAZIONI LITURGICHE Lunedì 2 settembre 2019 Ore 19:00 Recita del Santo Rosario Ore 19:30 Solenne intronizzazione della Statua della Madonna del Lauro e Celebrazione Eucaristica con inizio del novenario. Martedì 3 settembre 2019 Ore 19.00 Fiaccolata di preghiera dalla basilica alla spiaggia con Celebrazione Eucaristica per i Marittimi presieduta dal nostro Arcivescovo Francesco. Mercoledì 4 settembre 2019 Ore 19:00 Recita del Santo Rosario Ore 19.30 Celebrazione Eucaristica di ringraziamento per i 25° e 50° di Matrimonio. 4 - 11 settembre 2019 Ore 19:00 Recita del Santo Rosario Ore 19.30 Celebrazione Eucaristica con predicazione. Domenica 8 settembre 2019 Sante Messe 8.30 -10.15 con Prime Comunioni -11.45 - 19.00 Ore 20:00 Concerto Mariano a cura del coro Cappella Musicale Laus Deo. Giovedì 12 settembre 2019 FESTA DELLA MADONNA DEL LAURO Ore 5:00 Recita del santo Rosario all’alba da piazza salvatore Ruggiero alla Basilica. Sante messe al mattino: ore 6:00 - 7:00 - 8:00 - 9:00 10:00 -11:00 -12:00 al pomerilggio: ore15:00 -16:00 -17:00 ore 19:00 Recita del santo Rosario ore 19:30 Solenne Celebrazione Eucaristica. Sante Messe in serata per quanti lavorano ore 21:00 e ore 22:00

That’s Amore ITALIAN WEDDING COLLECTION

E5


Settembre 2019

15

Sulla splendida terrazza dell’Hilton Sorrento Palace, ritorna l’appuntamento con il Contemporary Japanese Restaurant Sorrento: i sapori del giappone rivisitati in chiave contemporanea nella cornice della meravigliosa Penisola Sorrentina. Aperto dal Lunedì al Sabato dalle 19.30 alle 24.00 Per maggiori informazioni e prenotazioni, contattare:+39 345 8841911

On the breath-taking terrace of the Hilton Sorrento Palace the Contemporary Japanese Restaurant Sorrento has reopened: the contemporary touch of the Japanese flavours in the stunning setting of the Sorrento Peninsula. Open from Monday to Saturday from 19.30 to 24.00 For any further information and to book, please contact: +39 3458841911

Via S. Antonio, 13 • 80067 Sorrento


16

Settembre 2019

Anche a Sorrento arriva il

Seabin la pattumiera galleggiante capace di

raccogliere i rifiuti di plastica presenti nel nostro mare.

L’

idea è nata da un gruppo di ragazzi sorrentini che si fanno chiamare Briganti - anche se non hanno nulla a che fare con i “veri” briganti - che condividono un forte amore per la propria terra. Questo gruppo di ragazzi si è reso promotore di una raccolta fondi per l’acquisto del “Seabin” e numerose sono state le attività commerciali che hanno sposato l’iniziativa contribuendo alla raccolta: Bar Syrenuse, Bar San Vincenzo, Split Bar, Cornelia Cocktails & more, Peter’s Beach, Star Pub, Leone Rosso Cafè, Fotaminta, la gelateria Primavera e Coport Sorrento srl. Encomiabile è stato il supporto dei sorrentini, che la sera del 23 giugno sono stati felici di sostenere il progetto partecipando all’aperitivo appositamente organizzato dai Briganti insieme con all’associazione culturale “Nemesi” ed il ristorante Soul & Fish di Marina Grande a Sorren-

E7

VICO EQUENSE.

LE NOZZE DI DIAMANTE DI GIACOMO E TITINA. UNA TARGA DEL COMUNE

to, proprio presso la terrazza sul mare del ristorante. Grazie alla collaborazione del Comune di Sorrento, poi, il seabin è stato installato al porto nei pressi della banchina comunale. “Siamo consapevoli che l’installazione di un Seabin non risolve il problema della plastica in mare ma si tratta, comunque, di un piccolo passo in avanti verso la sensibilizzazione sul tema ambientale. Tutti noi abbiamo il dovere di salvaguardare il nostro mare”.

F

ortunata-Titina Aiello e Giacomo Scala hanno festeggiato il sessantesimo anniversario del loro matrimonio, le nozze di diamante. L’ennesima tappa di un lungo itinerario di felice condivisione sulla scia dei fiori d’arancio sbocciati in quel giorno di agosto del 1959. Due terzi di una intera vita trascorsa insieme. Giacomo ha 95 anni, Titina 86 anni. Entrambi di Montechiaro, borgo collinare di Vico Equense, erano giovani e pieni di sogni quando pronunciarono quel fatidico sì, alimentato di quei principi sani che decisero di condividerle insieme. La vita matrimoniale laboriosa ha generato sacrifici e gioie alla coppia. Giacomo Scala e Titina Aiello hanno sempre vissuto a Montechiaro, lui diviso tra il lavoro nei campi e la bottega del paese, lei casalinga, ma non solo per sostenere le aspettative di cinque figli: Ciro, Giustina, Luciano, Luigia e Giampiero, che a loro volta, hanno alimentato la famiglia con dieci nipoti. Il sindaco di Vico Equense Andrea Buonocore ha consegnato, a nome dell’Amministrazione comunale, una targa ricordo per celebrare le nozze di diamante di Giacomo Scala e Fortuna Aiello, per tutti Titina. “Credo – ha sottolineato il Sindaco Buonocore - di interpretare il sentimento dei miei concittadini inviando gli auguri più sentiti a questa coppia inossidabile”.

English Inn

E7

Profumeria Artistica

Sorrento • Corso Italia 55/59 • www.englishinn.it

English Inn “1974” first season of serving Fish & Chips always been a favorite of our English Customers ...and the tradition continues For my good friends at the English Inn. Watercolor painting by Professor Jeff Johnston of Alfred State College, Alfred NY Coordinator of Architecture Study abroad at Sant’Anna Institute Sorrento.

E Sabina Scents

Corso Italia, 61 - Sorrento

Q sabinascents


Settembre 2019

Polo Educativo S. Maria della Pietà

A partire dal nuovo anno scolastico 2019/2020 nel cuore di Sor-

rento si realizza la creazione di un polo educativo per l’infanzia dato dall’unione, auspicata da tempo, della Scuola “Santa Maria della Pietà” e del Nido “Dreamland”, in via Pietà, 24, adiacente alla piazza Tasso. Il progetto prevede l’integrazione del Nido (0-2 anni), della Sezione Primavera (2-3 anni), della Scuola dell’Infanzia (3-5 anni), della Scuola Primaria (6-10 anni), in un unico sistema di offerta educativodidattica rivolto a tutti i bambini e bambine dalla nascita ai 10 anni ed alle loro famiglie. Esso risponde all’esigenza sempre più attuale di creare una “collaborazione attiva” nella progettazione, nella formazione e nella condivisione di servizi, di spazi accoglienti ed inclusivi. Ma soprattutto nella promozione della partecipazione, in prima linea, delle famiglie alla vita della scuola in un’ottica di continuità tra percorso educativo Nido-Scuola dell’Infanzia e Scuola Primaria. Tra le proposte innovative per il nuovo anno scolastico: Il bilinguismo a partire dal Nido ai 5 anni; Laboratori di canto e musica; Percorsi di educazione ambientale; Sportelli di ascolto rivolto ai genitori con personale esperto, come supporto al miglioramento della percezione e dell’esercizio della genitorialità; Incontri tematici su importanti aspetti di vita: nutrizione, sicurezza, psicomotricità, sviluppo del linguaggio. In questa prospettiva si inserisce la relazione “Scuola-Famiglia”, scuola vista come luogo e contesto di formazione anche per i genitori. È auspicabile, infatti, che progetti di sostegno alla genitorialità si realizzino all’interno di un sistema integrato di servizi per l’infanzia. Questo significa offrire ai genitori la possibilità di contribuire o recuperare un atteggiamento positivo e incoraggiante verso i propri figli. Una scuola dunque che si definisce “comunità educante” e che esplicita metodi ed obiettivi attraverso l’unione delle competenze di educatori ed insegnanti. Questo è l’obiettivo alla base della costituzione del Polo Educativo “S. Maria della Pietà”: una scuola per crescere insieme.

• • • • •

Terrazza Vittoria Siamo al tramonto, a Sorrento è l’ora dell’happy hour o di una cena romantica gustando i deliziosi e raffinati piatti dei nostri Chef. ■ HAPPY HOUR 19.00/20.00

It’s sunset in Sorrento, it’s time for Happy Hour or romantic dinner with a chance to taste exquisite dishes, carefully prepared by our chefs. ■ CENA/DINNER 19.00/23.00

D6

Piazza della Vittoria, 4 - SORRENTO - tel. 081 8072608 - 081 8781476 www.continentalsorrento.com

17

info@continentalsorrento.com


18

Settembre 2019

Fitto cartellone del Premio Penisola Sorrentina

C

oncerti, spettacoli, reading, masterclass. Tutto questo e molto altro ancora sarà il Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito” 2019, la kermesse di cultura e spettacolo diretta da Mario Esposito e riconosciuta come “evento di rilevanza nazionale ed internazionale” sia dal Parlamento Europeo sia dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, che hanno assegnato il proprio prestigioso patrocinio. La cittadina costiera da ventiquattro anni ospita l’importante appuntamento culturale, che ha visto passare ospiti del calibro di Nicola Piovani, Alberto Bevi-

lacqua, Giancarlo Giannini, Antonella Ruggiero, Paolo Ruffini, Bianca Atzei, Bianca Guaccero, Barbara De Rossi, Vittorio Sgarbi, Pippo Baudo, Lino Banfi, Leo Gullotta, solo per citarne alcuni. Il cartellone dettagliato dell’edizione 2019, promossa in sinergia con l’amministrazione comunale guidata da Vincenzo Iaccarino, è in corso di definizione. Soddisfazione ed impegno esprime anche l’assessore alla Cultura e al Turismo di Piano di Sorrento, Carmela Cilento: “Insieme con il direttore Mario Esposito e con il nostro dirigente al ramo, Giacomo Giuliano,

stiamo cercando di costruire un programma in grado di coinvolgere tutti i cittadini, i turisti e gli affezionati di questo Premio che è un fiore all’occhiello per la nostra cittadina”. Si partirà a fine settembre con un grande concerto inaugurale, che coinciderà con la tradizionale festa di San Michele Arcangelo, patrono di Piano di Sorrento. “Music award” è, infatti, il titolo dello special event che vide protagonista lo scorso anno il professor Roberto Vecchioni, in una piazza Cota gremita e festosa. A metà ottobre è atteso poi l’appuntamento dedicato alle scuole ed ai giovani, il tributo a Ermanno Acanfora (documentarista e fotografo locale) che il sindaco Iaccarino ha voluto istituire per tramandare il ricordo di questo concittadino. “Tramandiamo il futuro”, è il claim coniato per questa iniziativa, che vedrà premiato anche il migliore spot promozionale realizzato dalle scuole del territorio. Testimonial dell’evento sarà un personaggio di fama nazionale,

che oltre in un proprio spettacolo, sarà impegnato in una masterclass con le scuole. Sabato 26 ottobre ci sarà infine l’evento più atteso del progetto: il galà-spettacolo di consegna del Premio “Penisola Sorrentina” ai protagonisti individuati da una prestigiosa giuria, coordinata da personalità nazionali della cultura e dello spettacolo: il direttore del Teatro Eliseo di Roma, Luca Barbareschi (presidente per il teatro), il pianista jazz internazionale, Danilo Rea (presidente della sezione musica), il giornalista e scrittore, Magdi Cristiano Allam (responsabile del comitato scientifico per il giornalismo), gli attori Gino Rivieccio e Francesca Cavallin, gli autori televisivi Gustavo Verde (figlio di Dino Verde, cui è dedicata la sezione tv del riconoscimento) e Giancarlo Magalli. L’edizione 2019, che si concluderà a dicembre con un concerto di fine anno, è stata inserita nel calendario degli eventi regionali del Poc Campania dall’assessore al Turismo Corrado Matera.

Venerdì 23 agosto alle ore 19:00 al Chiostro di San Francesco

Presentata l’Agenda della Penisola Sorrentina 2020 C4

LOADING COMPLETED! 100%


Settembre 2019

Gianni Siniscalchi

Tradotta in italiano l’opera di Filippo Ferraro

Dalla penombra alla Luce

STORIA DI UN SORRENTINO DIVENTATO FAMOSO IN MEZZA EUROPA L’opera verrà presentata alle ore 18 del 7 settembre 2019 presso la Sala “Carlo Di Leva” dell’Azienda di Soggiorno Sorrento/Sant’Agnello

C

on la pubblicazione del libro di Filippo Ferraro «Dalla penombra alla luce», riemerge dal passato la «storia di un sorrentino divenuto famoso in mezza Europa», una storia vera che somiglia a un romanzo per i successi raggiunti dal suo protagonista. Il volume, un’autobiografia scritta in inglese dall’Autore, Filippo Ferraro (nato a Sant’Agnello nel 1893 e morto nel 1964 in Gran Bretagna dove trascorse buona parte della sua vita), viene ora pubblicato in italiano, un progetto di Maddalena Ferraro, con il contributo del Comune di Pomigliano d’Arco, grazie all’opera dello studioso Nello Falcone, che ha curato traduzio-

ne, revisione del testo originale, ricerca delle immagini e note. Nella sua autobiografia Filippo Ferraro seppe narrare bene, in elegante stile inglese, le vicende della sua vita che lo portarono dalle prime esperienze di lavoro all’età di 14 anni come «tutto fare» all’Hotel Cocumella di Sant’Agnello (dove gli fece da maestro il padre Vincenzo che lavorava come direttore della sala da pranzo) a trasferirsi a Londra e poi a Parigi diventando famoso non soltanto con la professione di ristoratore, ma anche come eccellente pittore (sulla copertina del libro è riprodotto uno dei suoi dipinti), attore, scrittore, uomo di cultura e di prestigiose amicizie, cono-

19

scenze e relazioni. La versione originale del libro, scritta in inglese nel 1952 (quando Ferraro aveva 69 anni) e subito pubblicata dalla casa editrice londinese Falcon Press, fu acquista da prestigiose biblioteche del Regno Unito e dell’Irlanda, di altre nazioni europee, degli Statui Uniti e del Canada, Non fu, però, mai pubblicata in Italia e tanto meno in italiano. Maddalena Ferraro, discendente di Filippo (era fratello di suo nonno) oggi residente a Pomigliano d’Arco, va attribuito il progetto, da lei coltivato per anni insieme al suo Papà Agnello, di curare l’edizione nella versione italiana. Filippo Ferraro, tra l’altro, era il padre del matematico e astrofisico Vincenzo Ferraro, noto scienziato del Novecento, a cui il Comune di Sant’Agnello, dove era nato nel 1907, ha intitolato una strada. A Maddalena Ferraro, tra i tanti meriti, va riconosciuto quello di avere dato il via circa quindici anni fa, alla Fondazione «Vincenzo Ferraro», che conferisce ogni anno, con un regolare bando di concorso, premi e riconoscimenti a giovani ricercatori italiani e stranieri che si siano distinti nei settori

dell’Astrofisica e della Magnetodinamica. Il libro rinnova le grandi tradizioni della penisola sorrentina come «finestra aperta sul mondo» non solo attraverso il personaggio di Filippo Ferraro, ma anche attraverso le relazioni internazionali nel settore turistico accogliendo migliaia di vacanzieri dei cinque continenti. Lo stesso autore, dopo gli studi giovanili all’Istituto d’Arte «Francesco Grandi» di Sorrento, diventò famoso in mezza Europa partendo dai successi meritati come professionista della ristorazione a Londra e poi a Parigi.

A15

UNA SCELTA DI CLASSE. GUSTO ED ELEGANZA A STRAPIOMBO SUL MARE.

A FIRST CLASS DINING EXPERIENCE. TASTE AND ELEGANCE OVERLOOKING THE SEA.

Per un aperitivo panoramico, un pranzo informale, un drink al tramonto o una meravigliosa cena, la vista dalla nostra terrazza ti lascerà senza fiato.

For a scenic aperitif, an informal lunch, a drink whilst enjoying a beautiful sunset or a wonderful dinner, the view from our terrace will take your breath away.

Prenota il tuo tavolo e trascorri momenti da sogno.

Book your table and enjoy unforgettable moments.

Via Nuovo Rione Cappuccini, 12 - 80065 - Sant'Agnello (Na) – Italia Tel. +39 081 8073355 - Fax +39 081 8074407 www.hotelcorallosorrento.com - www.matrimoniasorrento.net - info@hotelcorallosorrento.com

Hotel Corallo Sorrento hotelcorallosorrento


20

Settembre 2019

Riccardo Iaccarino

Itinerario di visita al

Centro Storico di Sorrento Via Parsano - Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà - Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto - Via Tasso Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo Piazza Tasso - Corso Italia.

(1) Le antiche mura

Delle cinta difensiva greca rimane la murazione esistente sotto il piano stradale della Porta Parsano Nuova, visibile in prossimità della Porta stessa. Un altro rudere di dimensioni molto limitate, della murazione greca, oltre la Porta della Marina Grande, è il piccolo tratto della cortina occidentale, in località via Sopra le Mura. La città romana si sovrappose all’insediamento greco osservandone la pianta urbana e la stessa cinta muraria a grossi blocchi isodomici. Queste mura, rimasero a difesa di Sorrento durante tutta l’epoca medioevale. Il rifacimento di esse iniziò nel 1551, e fu completato soltanto nel 1561 dopo la tragica invasione dei Turchi. Oggi la cinta di mura di Parsano è stata restaurata ed è visitabile tutti i giorni.

ora classici ora bizantini, con basamenti di statue e con ogni sorta di frammenti marmorei. Nelle due arcate fortemente rialzate e nelle colonne disposte sugli spigoli si rileva il suo chiaro accento bizantino. Questa costruzione ha anche interesse per la storia urbanistica della città poichè i brevi spazi ad archi rialzati e la attigua volta su via Pietà, all’ingresso dell’episcopio, servirono per lungo tempo alle pubbliche riunioni prima che esse si svolgessero nell’interno del castello. La parte superiore del campanile fu se non edificato, assai probabilmente ridotta nell’attuale forma, intorno al XVI sec.

(2) Chiesa dei Servi di Maria

In stile barocco, fu completata nel XVIII secolo. Sede della Congregazione dei Servi di Maria, conserva all’interno una statua lignea del Cristo Morto, di autore ignoto, che nel giorno del Venerdì Santo viene portato in processione dai confratelli, incappucciati in nero.

Questo edificio, recentemente restaurato, è opera di eccezionale rarità e pregio poichè rappresenta un documento di quel gusto tardo bizantino ed arabo in una stesura forse unica per organica continuità compositiva. Le grandi finestre ad arco, tre per ogni piano, sono contornate da ampie fasce in tufo giallo e grigio; due più sottili fasce sottolinean, a guisa di marcapiano, i due ordini di finestre, e rotonde formelle, come piccoli rosoni, recanti al centro patere di maioliche, si alterano alle aperture con un contorno in lieve risalto sul fondo di intonaco. L’ornato dell’intarsio tufaceo svolge una successione di losanghe ad eccezione della finestra centrale il cui fregio segue un motivo a zig-zag.

In stile romanico, risale al XV secolo; dello stesso periodo è il portale laterale (1474), in moda rina-scimentale. La chiesa ospita tra l’altro tele di artisti della scuola napoletana del ‘700, un trono arcivescovile in marmi scelti (1573) ed un coro ligneo intarsiato opera di artigiani sorrentini dei primi del ‘900. Opere, sempre realizzate con la tecnica dell’intarsio, si possono ammirare all’interno come i quadri della Via Crucis o i tamburi dell’entrata principale e di quella laterale, opere recenti di giovani maestri intarsiatori.

Di questo campanile è notevole la parte basamentale di età romanica, costruita forse intorno al secolo XI con tronchi di colonne di varie specie con capitelli

D8

(7) Palazzo Correale (secolo XIV) La facciata di questo palazzo mostra pregevoli bifore archiacute in tufo scuro, di varia forma e disegni, con archetti e rosono lobati. Ha un bellissimo finestrone con ogiva a sovrassesto che insiste su corti piedritti polistili sostenuti da mensolette e cimati da capitelli gotici a foglie d’acanto; nella chiave dell’arco è scolpita l’arme gentilizia. Il portale è quello caratteristico napoletano ad arco depresso con sagome durazzesco-catalane, che fu usato dalla fine del trecento a tutto il quattrocento. (7) Palazzo Veniero (secolo XIII)

(3) Cattedrale

(4) Campanile del Duomo (5) Episcopio

metà del quattrocento, appartiene il palazzetto e la loggia in vivo Calantariaro con capitelli che ritroviamo in una scala napoletana in Via S. Arcangelo a Baiano, e quelli della cappella Pontano con la sola variante della foglia disposta in senso inverso.

(8) Casa Correale in Piazza Tasso

(6) Casa quattrocentesca

Come unica e curiosa testimonianza locale derivante dall’influsso dei maestri toscani operanti in Napoli nella seconda

Sulla piazza principale, anticamente chiamata largo del Castello, e precisamente nell’angolo in cui ha inizio via Pietà, si affaccia un altro palazzo Correale; L’iscrizione sul cartiglio marmoreo del portale ha la data del 1768, ma si sa però che già nel XV secolo trovavasi lì una casa della stessa famiglia che venne poi totalmente trasformata dal rifacimento settecentesco.

D8


Settembre 2019

(12) Chiesa della Grazie

(9) Santuario della Madonna del Carmine

Ricostruita alla fine del ‘500 su una precedente e antica chiesa dedicata ai S. Martiri Sorrentini, la Chiesa è ad una sola navata. Sullo sfondo c’è l’antica immagine della Madonna, copia della Vergine Bruna di Napoli. Si possono ammirare quadri di buona fattura di artisti del ‘600 e del ‘700 nonchè due artistici reliquiari in legno intarsiato del 1600.

(10) Sedile di Porta (secolo XVI) Nell’angolo che via S. Cesareo forma con Piazza Tasso, nel posto dove attualmente ha sede il circolo Sorrentino, trovavasi un secondo sedile, detto di Porta, perchè in origine eretto presso la porta maggiore della città nello spazio allora denominato Largo del Castello. Dopo l’abolizione dei sedili fu ridotto prima a carcere poi a corpo di guardia per la milizia urbana e infine a luogo di convegno del circolo Sorrentino. (11) Basilica di S. Antonino

L’origine è riconducibile all’XI secolo, anche se già verso il IX secolo, esisteva in quel luogo un oratorio dedicato a S. Antonino. La chiesa presenta diversi elementi di spoglio, come i fusti delle colonne pro-

(15) Chiesa e Monastero di San Paolo

La chiesa è annessa all’antico monastero delle monache benedettine risalente al nono secolo e ora sede di un Istituto scolastico. È costituita da una navata con volta a botte e lunette ed è ricca di decorazioni, stucchi e tele del settecento. Da notare il pavimento in maiolica su fondo di cotto, il piccolo campanile belvedere e la cupola maiolicata.

La chiesa cinquecentesca con l’annesso monastero di clausura di monache domenicane, fu donata dalla nobile sorrentina Bernardina Donnorso alla fine del ‘500. La chiesa è ad una navata e conserva pregevoli opere di pittori meridionali operanti tra la fine del ‘500 e gli inizi del ‘700 come S. Buono, N. Malinconico, P. Caracciolo e B. Corenzio

(15) Casa del Tasso

A destra del tratto di strada, che da piazza F.S. Gargiulo porta alla piazza della Vittoria, si trova l’ingresso dell’Imperial Tramontano, che incorpora due camere, avanzo della casa in cui nel 1544 nacque Torquato Tasso, autore della Gerusalemme Liberata.

L’origine di questa chiesa è antichissima: ma si ignora la data della sua fondazione. Fu probabilmente edificata sui ruderi del tempio dedicato alla dea Cibele. Dal 1391 in tale chiesa (acui era annesso un monastero) officiavano i Padri Agostiniani della Congregazione di S. Giovanni a Carbonara di Napoli. Nel 1811 la chiesa fu concessa a loro richiesta ai compatroni delle Cappelle, purchè si accollassero tutte le spese di mantenimento i quali aloro volta nel 1854 l’assegnarono definitivamente alla Congrega laica di S. Monica.

(19) Sedile Dominova

Unica testimonianza rimasta in Campania degli antichi sedili nobiliari, risale al sec. XVI. In forma quadrilatera, con due arcate ad angolo in piperno, che lasciano scoprire l’intero della cupola e i muri di fondo con affreschi del settecento. I pilastri e le arcate posistili, con i loro capitelli, sono di gusto arcaicizzante. La cupola seicentesca è formata da embrici maiolicati di colore giallo e verde.

(13/14) Chiesa e Chiostro S. Francesco

L’origine del monastero risale alla prima metà dell’VIII sec. L’architettura del chiostro presenta archi incrociati di tufo su due lati del portico espressione stilistica del tardo trecento, sostituiti sugli altri due lati da archi tondi su pilastri ottagonali. Da notare infine, la presenza di vari elementi di spoglio, provenienti da templi pagani, come le tre colonne di angolo riusate funzionalmente. Accanto al convento è situata la chiesa di S. Francesco, che risale al XVI secolo. All’interno si può ammirare, nella prima delle tre cappelle di destra, una statua in legno, raffigurante il santo con il Cristo crocefisso, donata dalla famiglia Vulcano nel XVII secolo.

VERA 1880

(18) Chiesa SS. Annunziata

Info & Bookings: +39 081 878 29 33 - info@cocumella.com

venienti probabilmente, per la loro particolare uniformità, dal portico di una delle molte ville romane presenti nella zona. Nella cripta, rifatta nel settecento, si osservano numerosi quadretti di ex voto, soprattutto di marinai. Interessante è il presepe del settecento, della scuola di Sammartino, e il portale meridionale di forme bizantino-romaniche, risalente al X secolo.

21

(16) Chiesa del Rosario

già dei SS. Felice e Baccolo Comunemente conosciuta come del SS. Rosario, sorse, probabilmente sotto l’impero di Costantino Magno (310), sui testi di un antico tempio pagano chiamato Pantheon e, fu cattedrale di Sorrento dal XII al XV secolo.

(17) Casa di Cornelia Tasso

Al numero 11 di via S. Nicola, si trova la casa Fasulo, già Sersale (notevole il portale a bugnato e del balconcino) nella quale abitò Cornelia Tasso, sorella di Torquato e moglie di Marzio Sersale e che continuò a dimorarvi anche da vedova, coi figli Antonino e Alessandro. Nel luglio 1577 Torquato, fuggito dal castello di Ferrara, s’imbarcò a Gaeta e qui si presentò in veste di messaggero del poeta, e poi si rivelò. Partì per Roma. Nell’atrio, volta affrescata con stemmi e trofei militari e iscrizioni del 1615 che ricordano il Poeta.

A15

D9

D12

Follow us

carmela_celentano

D8 C8


D9

Vico S. Aniello

REFINED MEDITERRANEAN CUISINE LOUNGE BAR BY THE POOL Open for lunch and dinner Bookings / Prenotazioni Tel.081 877 78 68

L’Orangerie, via Correale 8, Sorrento orangerie@exvitt.it - www.exvitt.it/orangerie

Bougainvillea Square

D10

D8

RISTORANTE - PIZZERIA

In the historical centre of Sorrento where you can sample the Neapolitan pizza. Home cooking. Moderate prices. Family management

D7

ice cream crepes waffels cappuccino sandwiches

Piazza Tasso, 31 SORRENTO tel. 081 18165912

VIA DEGLI ARCHI, 15 • SORRENTO • TEL. 081 8781927 • www.dagigino.com


81

D9

D9

D9

E6

D9

C8


28 Settembre 2019 Riccardo Iaccarino

Itinerary for a visit to

C7

D8

Sorrento’s Historical Centre

Via Parsano - Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà - Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto - Via Tasso Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo Piazza Tasso - Corso Italia.

(1) The old walls

The only part of the Greek defensive wall still remaining is under the road at the Porta Parsano Nuova (new Parsano Gate) and can be viewed close to the same door. Another ruin of the Greek wall other than that of the Marina Grande Gate and very limited in size is the small tract (just over three metres) of the western end located in via Sopra Le Mura. The Roman town was built over the Greek one following the same urban plan with walls of large isodomic blocks. These walls stood to defend Sorrento through the Middle Ages. Rebuilding began in 1551 and was only completed in 1561 after the tragic Turkish invasion. From 2010 the walls of Parsano has been restored and it’s possible to visit everyday.

In Baroque style this church was completed in the XVIII century. The site of the congregation of the servants of Maria, it conserves inside a wooden statue of the dead Christ, by an unknown sculptor which is carried during the Good Friday procession by confratemity members in black robes and hoods. F7

D9

A15

(3) Cathedral

In Romanic style it dates to the XVth century; the side door is from the same period (1474) and in Renaissance style. Amongst other things the church houses paintings by artists from the Neapolitan school of the 1700s, an archibishops throne in fine marbles (1573) and a wooden marquetry work of Sorrentine craftsmen of the beginning of the 19th century. Works of art always made by using the marquetry technique can be admired in the interior, such as the pictures of the stations of the Cross or the wooden panels of the main and side entrance. These are all works of recent young masters of marquetry art.

(4) Cathedral Belltower (5) Bishop’s Palace

(2) Church of the Servants of Mary E7

(6) Fifteenth Century House

The only curious examples of local architecture deriving from the influx of Tuscan experts working in Naples in the second half of the 1400s are the small building with lodge in Vico Galantarario, the capitals which can be found in a Neapolitan staircase in Via S. Arcangelo a Baiano and those of the Pontano Chapel with the only variation of leaf placed inside out.

Noteworthy is the belltower’s base from the Romanic era probably built around the VIth century with various types of trunks of columns, alternating classic and Byzantine capitals with a base of statues and every type of marble fragments. In the two highly raised arches and on the columns placed at the corners its clearly Byzantine accent can be noted. This construction is important to the town’s urban history since the small spaces under the raised arches and adjoining bend onto Via Pietà at the beginning of the Bishop’s Palace were used for years for public gatherings before these were held inside the castle. The upper part of the tower was either rebuilt or at least greatly reduced to its present size around the XVth century.

(7) Correale Palace (XIVth century) The facade of this building exhibits valuable acute-arched mullioned windows in dark tufo in various shapes and designs, with small arches and lobed rosewindows. There is a beautiful large window with an overhanging pointed arch which rests on polystyle piers upheld by corbers and crowned by Gothic capitals of acanthus leaves, in the keystone of the arch the coat-of-arms is incised. The portal is characteristically Neapolitan -a depressed arch with Durazzesque Catalan patterns and was used from the end of the 1300s all through the 1400s. (7) Veniero Palace (XIIIth century)

This building is of exceptional rarity and worth as it represents the late Byzantine and Arab taste uniquelly drafted in compositive organic continuity. The three large arched windows on each floor are surrounded by wide fillet in grey and yellow tufo, two narrower fillet, used ad floor markers underline the two rows of windows and round tiles, like small rosewindows with majolica paterae in the centre alternate at the apertures with a slightly raised contour at the base of theplaster. T h e i n l a i d t u f o d e co ra t i o n d e ve lops a succession of lozenges with the exception of the central window whose frieze follows a zig-zag motif.

(8) The Correale House

in the Tasso Square In the main square, once called largo of the castle, exactly at the corner where Via Pietà begins another Correale Palace is located. The inscription on the portal’s marble scroll ornament bears the date 1768


Settembre 2019 but it is known that as early as the XVth century a house belonging to this family stood here and was later totally transformed by the 17th century reconstruction.

(9) Sanctuary of Carmine

(St. Mary of Carmelo) Reconstructed at the end of the 15th century, on the remains of a previous ancient Church dedicated to the sacred sorrentine Martyrs, the Church of Carmine has only a single nave. At the far end there is an ancient impression of Mary, the Madonna, which is a copy of the Drk skinned Virgin of the Church dedicated to the same Saint in Naples. Once can admire paintings of good quality of artists of the 16th and 17th centuries, as well as two artistic gilded wooden bone containers of Saints which date back to the 16th century.

(10) Porta Seat (XVIth century) In the corner which Via S. Cesareo forms with the Tasso Square where the Sorrentine club is now located there once stood a second Seat called Porta because it was originally built near the city’s main gate in the area then called Largo del Castello. After the abolition of the seats it was first turned into a prison and then a guard-house for the urban militia and finally a meeting place for the Sorrentine club.

(11) Basilica of St. Antonino

Its origin dates to the XIth century although there was already an oratory dedicated to St. Antonino here in the IXth century. The church presents various elements of

plunder such as the column shafts which for their particular uniformity probably come from the portico of one of the many Roman villas present in the area. In the crypt, rebuilt in the 1700s, numerous exvoto paintings, mainly of sailors can be observed. Of interest are the XVIIIth century Crib from the Sammartino school and the southern portail in Byzantine-Romanic form dating to the IXth century.

it was probably built under the empire of Constantine the Great (310) over the remains of an old pagan temple called pantheon. It was Sorrento’s cathedral from the XIIth to the XVth century.

(17) House of Cornelia Tasso

(12) The Church of St. Mary of the Miracles (S. Maria delle Grazie) The fifteenth century Church which includes a convent of a closed order of Dominican Nuns, was founded by the nobile sorrentine Lady Berardina Donnorso at the end of the 15th century. The church has a single nave and treasures esteemed works of southern italian painters who painted in the period between the end of the 15th and beginning of the 17th centuries, such as S. Buono, M. Malinconico, P. Caracciolo and B. Corenzio.

13/14) Church and Cloister of St. Francis The monastery’s origin dates to the first half of the VIIIth century. The cloister’s architecture presents crossed arches in tufo on two sides of the portico, expressing the style of the late 1300s and substituted on the other two sides by round arches on octagonal pilasters. Various elements of pillage are present as in the three corner columns reutilized functionally after being taken from pagan temples. Next to the convent is the church of St. Francis which dates to the XVIth century. Inside, in the first of the three chapels on the right a wooden statue depicting the saint with Christ on the cross can be admired. It was donated by the Vulcano family in the XVIIth century.

(15) House of Tasso On the right of the road which from the F. S. Gargiulo Square leads to the Vittoria Square is the entrance to the Imperial Tra-

29

montano which incorporates two rooms left from the house where Torquato Tasso, author of Jerusalem Liberated, was born in 1544.

(15) Church and Monastery of St. Paul

The church is attached to the old monastery of Benedectine nuns of St. Paul dating to IXcentury. It consist of one aisle with circular vault and lunettes and is enriched by paintings and a maiolica floor over brickwork. Also noteworthy is the small belvedere belltower and the cupola in maiolica.

At number 11 Via S. Nicola is the Fasulo House, once the Sersale House (noteworthy the ashlar-work portico and pretty little balcony). Cornelia Tasso, Torquato’s sister and Marzio Sersale’s wife lived here, and continued to after she was widowed with her sons Antonino and Alessandro. In July 1577 Torquato escaped from the castle of Ferrara and embarked at Gaeta to present himself here disguised as the poet’s messenger later revealing his true identity. He stayed with his sister until December, then left for Rome. In the entrance hall is a vault decorated with stems, military trophies and inscriptions from 1615 in memory of the poet...

(18) Church of Annunciation

The origin of this church is antique althiugh the date of its foundation is not known. It was probably built on the remains of the temple dedicated to the godess Cybele. From 1391 in this church (which was adjoined to a monastery) the Agostinian fathers of the congregation of St John in Carbonara from Naples officiated. The church was conceded by their request in 1811 to the co-patrons of the Chapels on condition that they took on all maintenance expenses. They, in turn, granted definitely to the lay congregation of St Monica in 1854.

(19) Dominova Seat

(16) Church of the Rosary,

formetly of Saint Felice and Baccolo Commonly referred to as the St. Rosary

This the only remaining testimony in Campania of the old noble seats and dates to the WXIth century. It has a quadrilateral form with two corner arches in piperno (lava) permitting the view of the interior of the cupola and the end walls with 18th century frescoes. The pilasters and polystyle arches with their capotals are in archaic style. The 17th century cupola is formed by green and yellow majolica roof-tiles.

A15


30

Settembre 2019

Venerdì 30 agosto la XIX edizione

digiacomo premio

A SANT’AGATA SUI DUE GOLFI

Sant’Agata sui due golfi anche per il 2019 celebra il poeta e scrittore Salvatore Di Giacomo. L’evento quest’anno approda alla XIX edizione. Riconoscimenti a Francesco Pinto, a Patrizio Rispo e a Nello Daniele, fratello del compianto Pino.

L

a manifestazione, ideata e realizzata fin dal 2001 dalla Pro Loco Due Golfi, presieduta da Donato Iaccarino, vuole ricordare il massimo poeta napoletano, divenuto santagatese d’adozione avendo frequentato l’amena località collinare del Comune di Massa Lubrense per molti anni. In questa edizione saranno premiati Francesco Pinto, già direttore del Centro di Produzione della Rai di Napoli, l’attore Patrizio Rispo, il cantante Nello Daniele, fratello di Pino. La cerimonia di premiazione in programma venerdì 30 agosto, alle ore 20:30 nella piazza di Sant’Agata sui due Golfi, dove si intratteneva ogni giorno “Don Salvatore”. Tra le figure del mondo dei

mass media quella di Francesco Pinto è assolutamente particolare perché si tratta di un personaggio Sorrentino che non è nato come uomo di comunicazione, eppure riveste un ruolo di protagonista nel mondo della RAI. Fino al 31 luglio scorso è stato Direttore del Centro di produzione della Rai di Napoli. Nato a Salerno, figlio di un Italia povera di ospedali per un parto gemellare impossibile da fare in casa, aveva appena 3 anni quando arrivò con la famiglia a Sorrento. Il suo primo vero ricordo è la nevicata del ‘56 che imbiancò le strade, i monumenti e i palazzi della nostra cittadina. Forse ci fu anche una palla di neve lanciata verso il

fratello, ma di questo non è sicuro. La laurea in filosofia, 110 e lode e pubblicazione della tesi, lasciava sospettare altri destini: l’insegnamento, magari universitario con il professor Abruzzese con il quale aveva cominciato a collaborare, ma la vita riserva, ad ognuno di noi, improvvisi cambi di direzione, scarti, esistenze non previste. La sua iniziò con una lettera in cui la Rai lo informava di un concorso per laureati bandito per la allora nascente terza rete. Allora le cose funzionavano così: erano le aziende a cercarti non come oggi con i giovani ad arrabattarsi a mandare curriculum che spesso non ricevono nemmeno risposta. Si presentò e arrivò primo sui 700 candidati per i due posti a concorso. Iniziò a lavorare al Centro di Produzione tv nel 1978. La televisione era ancora quasi tutta in bianco e nero.

Patrizio Rispo è nato a Napoli il 26 agosto 1956. Sin da piccolo ha mostrato la sua passione per la recitazione, anche grazie ai suoi genitori che gli hanno consentito di inseguire i suoi sogni. Da giovane aveva deciso di frequentare la facoltà di giuri-

sprudenza, che poi ha deciso di lasciare per concentrarsi sulla sua vera passione. Inizia la sua carriera con il teatro. Tra le prime opere a cui ha partecipato ricordiamo Il regno di Napoli e Ricomincio da tre. Il debutto nel mondo della televisione arriva nel 1995 nel film La Piovra 7 e a seguire partecipa a Morte di una strega. La svolta nella sua carriera arriva nel 1996 quando viene scelto per far parte della soap opera Un posto al sole dove interpreta Raffaele Giordano, ruolo che riveste ancora oggi.

Nello Daniele, all’anagrafe Aniello Daniele. Fratello del più noto cantante Pino Daniele, respira musica fin da bambino. Già giovane inizia a suonare nei locali napoletani. Nel 1998 presenta il suo primo album. Attraverso il suono della sua chitarra latina, riesce ad associare elementi in stile giamaicano della sua band, e trasmette una buona dose di emotività, che gli permette di spaziare tra vari generi musicali e girare l’Italia. Tra le sue partecipazioni il “Premio Ciampi” (2002), il “Premio Carosone” (nelle edizioni 2002

Via degli Archi, 18 - SORRENTO - tel. 081 8075815

Christmas Shop

D8


Settembre 2019

dalla Redazione e 2005) e il “Premio Recanati” (2003). Nel 2005 ha partecipato al “Premio Nobel Dario Fo”, incidendo un brano e collaborando con l’artista. Nell’ultimo album molto significative sono le partecipazioni di “grandi” della tradizione partenopea come Enzo Gragnaniello e James Senese. Di notevole spessore sono anche le partecipazioni di Gianni Donzelli degli Audio 2 e Francesco Baccini. Salvatore Di Giacomo iniziò a trascorrere le sue vacanze estive a Sant’Agata sui due Golfi nel 1909 dopo una visita “culinaria” alla pensione-ristorante Iaccarino, fondata e gestita da Don Alfonso Iaccarino, nonno dell’attuale patron del Don Alfonso 1890. “Don Salvatore”, come era amichevolmente appellato dalla popolazione locale, fu folgorato dalla cucina di Don Alfonso e dall’aria fine della zona collinare di Massa Lubrense. Difatti già dalla fine di giugno vi si trasferiva per fuggire, come diceva lui, dall’afa opprimente di Napoli, intrattenendosi sul posto fin dopo ferragosto.

Lasciò Sant’Agata sui due Golfi, per non farvi più ritorno, nell’estate del 1930, colpito da un malore. Fece scalpore, per quei tempi, l’arrivo in paese di un’ambulanza che lo trasferì a Napoli, dove morì il 5 aprile del 1934. Personaggio amato e rispettato a Sant’Agata sui due Golfi, ove la sua costante presenza ha lasciato ricordi indelebili nella popolazione locale, soprattutto fra coloro che ebbero il piacere di conoscerlo. La serata condotta dal giornalista Peppe Iannicelli sarà allietata dalla presenza e dagli omaggi degli artisti premiati, oltre che dai versi di Salvatore Di Giacomo, recitati da Giulio Iaccarino. Il Premio, un bassorilievo in ceramica raffigurante Don Salvatore sulla piazza di Sant’Agata, realizzato dall’artista ceramista Raffaele Mellino, sarà consegnato alla presenza del sindaco, Lorenzo Balducelli, dal presidente della Commissione, Antonino Cuomo (con Franco Simioli, Peppe Iannicelli e Antonino Siniscalchi) e di Donato Iaccarino, fondatore ed artefice principale del Premio.

31


32

Settembre 2019

L

e iniziative del MUTA sono in parte finalizzate all’approfondimento degli eventi che all’inizio dell’Ottocento hanno favorito lo sviluppo della tarsialignea a Sorrento. I temi sono molteplici e variano dal flusso in penisola dei personaggi della nobiltà e dell’elite culturale internazionale, alla pubblicazione di incisioni con la riproduzione delle scene di vita quotidiana del popolo napoletano e dei reperti archeologici ritrovati a Pompei ed Ercolano. Questi temi sono strettamente collegati tra loro. I disegni con raffigurazioni del costume napoletano e delle decorazioni pompeiane, ispiratori degli intarsi sorrentini dell’Ottocento, sono legati alla richiesta dei viaggiatori del Gran Tour, desiderosi di avere una testimonianza del costume e della cultura dei luoghi nei quali avevano soggiornato. Sono le stesse decorazioni che ricorrono in altri comparti dell’artigianato artistico in Campania. Il tema pompeiano in particolare, che ha trovato una notevole diffusione nelle porcellane di Capodimonte, ha caratterizzato anche la produzione del corallo a Torre del Greco e dell’intarsio a Sorrento. Ad alimentare questo filone decorativo ha contribuito la pubblicazione dell’opera ”Antiquités étrusques, grecques et romaines “. in quattro volumi pubblicata da Pierre-Francois Hugues d’Hancarville tra il 1766 ed il 1767. I volumi contengono 436 tavole, disegnate ed incise da Pietro Bracci, che acquerellate in rosso e nero sono la riproduzione dei vasi e dei reperti archeologici raccolti da sir William Hamilton (1730-1803). Le ricerche archeologiche, ufficiali e non, sviluppatesi nel regno di Napoli nel Settecento sono spesso legate a studiosi e collezionisti stranieri. Sir William Hamilton, ambasciatore inglese presso la Corte del re di Napoli dal 1778 al 1800, è uno di questi. E’ un personaggio che seppe nel corso del suo soggiorno napole-

La materia utilizzata per la collezione non è la stessa degli originali. La ceramica è stata sostituita da lastre di mdf assemblate in modo da ricostruire l’impianto volumetrico del vaso originale. I dodici vasi propongono un unico modello, il vaso Hamilton, ma si differenziano nella decorazione intarsiata con citazioni tratte dalle tavole pubblicate da d’Hancarville. Sono raffigurazioni diverse, tradotte nel gioco cromatico di due sole essenze, il rosso pompeiano su fondo nero di pero ebanizzato. Gli intarsi dei singoli vasi sviluppano un comune tema decorativo: le feste dionisiache. Le laste intarsiate, accoppiate ad angolo, propongono di volta in volta il dio Dioniso, che impugna il sacro tirso, ed il carattere orgiastico del culto con la raffigurazione dell’uomo e della donna intorno a cui ruota tutto l’evento. Le immagini continuano attraverso le scene del corteo che si abbandona alla vorticosa danza al suono dei vari strumenti mentre i commensali, sdraiati su un lettino, esprimono il desiderio mistico del culto cibandosi di carne cruda di capretto. L’intera collezione ha un doppio scopo: rivivere l’epoca delle campagne archeologiche nel Regno di Napoli attraverso il ricordo di uno dei suoi autorevoli rappresentanti, sir William Hamilton, e richiamare l’attenzione sull’arte della tarsia lignea che, pur confermando la tecnica tradizionale nella manualità del manufatto, sviluppa un design adeguato alla cultura del nostro tempo. A tale scopo la mostra KRATERS, inaugurata presso il MUTA lo scorso 19 luglio, è stata introdotta dalla presentazione del prof. Carlo Knight, storico napoletano di Sir William Hamilton. La mostra, proseguendo nella sua azione di promozione dell’arte dell’intarsio in chiave moderna, avrà nel 2020 un percorso itinerante, in corso di programmazione, attraverso istituzioni pubbliche e private.

programma delle attività 2019

tano raccogliere un’ampia collezione di vasi e reperti di vario genere provenienti dagli scavi che si andavano sempre più moltiplicando nell’Italia meridionale. Nonostante che la legge vietasse di esportare dal Regno di Napoli i beni ritrovati nel corso degli scavi, Hamilton trovò il modo di vendere l’intera sua collezione al British Museum di Londra, dove ancora oggi è custodita ed esposta. La Fondazione Alessandro e Alma Fiorentino, promotrice delle varie attività del MUTA, ha organizzato una mostra per ricordare questa figura poliedrica di antiquario, archeologo e vulcanologo nonché la sua vasta collezione. La mostra si articola intorno all’esposizione della collezione KRATERS che, composta da dodici vasi intarsiati, rivisita il vaso Hamilton sotto l’aspetto strutturale, formale e decorativo in chiave moderna.

Via S. Nicola, 28 - 80067 SORRENTO - Tel. 081/8771942 - Lunedi/Domenica: 10/18,30

A15

THE

SPA 081 878 29 33 - info@cocumella.com Via Cocumella, 7 - 80065 Sant’Agnello

E6


Settembre 2019

Museo Correale di Terranova

33

Filippo Merola - Direttore del Museo Correale

Il “Pergolato” del Museo Il “Pergolato di pali in legno di castagno tipico sorrentino” è pronto ed attende di mostrarsi in tutta la sua bellezza a turisti e visitatori.

Conclusi i lavori, finanziati con

un contributo dal Comune di Sorrento, hanno interessato un’area di circa tremila metri quadrati in cui sono state sistemate una rete antigrandine di copertura, un completo di frangivento per ml 100 circa (collocato sia sul lato di Via Rota che sul lato a valle, rivolto verso il mare, impreziosito da listelli di legno di castagno. Il Pergolato, che fa parte del fondo agricolo del Museo Correale, si trova nella zona pianeggiante del territorio comunale di Sorrento compreso tra via Bernardino

Rota, via Bartolomeo Capasso e via Aniello Califano ed è da considerarsi a tutti gli effetti una costruzione tipica della penisola Sorrentina. Una vera e propria opera di ingegneria agraria. Le caratteristiche di qualità degli agrumeti sorrentini sono esaltate proprio dalle particolari tecniche di produzione, a copertura delle chiome degli alberi, al fine di proteggerli soprattutto dal freddo, dal vento e dalla grandine, per conseguire anche un ritardo della maturazione dei frutti, che rappresenta uno dei principali elementi di tipicità di

Prima dei lavori... C11

questa produzione. Grande influenza, ovviamente, l’hanno anche le caratteristiche naturali e paesaggistiche: la bellezza delle coste, del mare, del paesaggio. E poi vi sono bellezze legate all’opera dell’uomo che ha creato un tipo di coltura unica nel suo genere. Le colline, invece, sono state rimodellate con i tradizionali terrazzamenti, coperti, appunto, con i famosi pergolati per consentire agli agrumi di crescere nelle migliori condizioni e creando i presupposti per un prodotto dalle caratteristiche eccellenti, impossibile da imitare. Ed è proprio questo uno dei motivi della scelta del Comune di Sorrento, più che mai convinto

che il rilancio dell’ agricoltura debba passare da uno stretto legame con il turismo ed essere accompagnato da una riqualificazione di terreni e giardini dismessi. Riqualificazione territoriale da incentivare e portare avanti nel modo tradizionale quale unica valida strategia per rendere interessante e realmente competitiva l’offerta turistica del territorio. Nella magnifica cornice della penisola sorrentina l’importanza del paesaggio è avvertita non solo in termini difensivi, ma con la consapevolezza della sua rilevanza sociale ed economica. La partecipazione culturale e politica delle comunità locali è dunque sempre auspicabile e benvenuta.

Via Correale - SORRENTO - Tel. 0818781846 - Mar-Sab 9,30/8,30- Dom: 9,30/13,30

CO KU robata grill&cocktail bar

The first Robata restaurant in Italy, a fusion of Mediterranean and Japanese cuisine and cocktails.

081 878 29 33 - info@cocumella.com Via Cocumella, 7 - 80065 Sant’Agnello

A15


34

Settembre 2019

Il nostro territorio

Escursioni sensoriali per non vedenti Me lo avevano detto che, con questo nuovo lavoro, avrei fatto mille scoperte e vissuto mille esperienze ma la proposta ricevuta poco tempo fa mi ha riservato veramente forti emozioni. Ricevo una chiamata per sapere come poter accompagnare e far scoprire la Penisola Sorrentina ad un associazione di non vedenti.

L

a mia risposta è stata immediata, organizziamo un escursione sensoriale. Subito si è attivata la programmazione ed in pochissimo tempo ho comunicato il mio progetto con itinerari e soste. La visita si è svolta in Penisola Sorrentina visitando i paesi di Piano di Sorrento e Sorrento dove varie aziende, gestite da veri amici, hanno dato la disponibilità ad accogliere e coinvolgere i partecipanti in un racconto fatto di profumi e di sapori che sono stati coinvolti sfiorando i prodotti con le loro sensibili mani. La visita ad un agrumeto ha permesso di raccontare la lunga storia che ci lega alla coltivazione ed al commercio degli agrumi. La fortuna di visitare il limoneto nel mese di Giugno, quando i fiori sono i più grandi e profumati di tutto l’anno, hanno amplificato la percezione dei profumi mentre i sapori della fresca limonata, del miele e delle marmellate di agrumi hanno completato la conoscenza. Dopo siamo stati ospitati dalla

www.trollbeads.com

Torrefazione Maresca, gestita dal vulcanico Michele Gargiulo, che, con il racconto della storia della sua famiglia a capo di un azienda secolare, ha incantato gli ospiti. La fortuna ha voluto che quella mattina, alle 4:00, Michele aveva tostato il caffè ed il profumo ancora inondava il locale. Toccare i chicchi di caffè crudo e poi quelli tostati riuscendo a percepirne la differenza di peso ed assaggiare un ottimo caffè dopo quel racconto ha reso indimenticabile questa visita. Intanto ci aspettava la Casa del Dolce con un dolce al limone, buono e fragrante, che ha fatto conoscere l’impiego attuale di uno dei nostri prodotti di punta. Cinzia, la titolare, è stata cordiale a raccontarci la differenza del profumo e del sapore che contraddistinguono i limoni di Sorrento da quelli di Amalfi e così l’assaggio di una fetta di dolce si è trasformata in una vera esperienza di conoscenza. Fatta quasi ora di pranzo siamo scesi alla Marina di Cassano per scoprire il borgo dei pescato-

ri, la storia della costruzione di barche e navi a vela ed il commercio marittimo che si è svolto per secoli in partenza da queste coste. Le reti dei pescatori, ancora bagnate per l’utilizzo nella notte precedente, ha coinvolto il tatto dei partecipanti insieme al forte profumo di salsedine che emanavano. Abbiamo parlato di mestieri antichi che sopravvivono in un luogo prettamente turistico, di passione per il mare e di personaggi e famiglie storiche che ancora vivono in questo posto. Ad ora di pranzo eravamo ospiti di un ristorante dove la vulcanica titolare ha deliziato il palato e l’olfatto di tutti con pesce fresco, dolci saporiti arredando ogni tavolo con una profumata pianta di rosmarino, menta, timo e altre piante della macchia mediterranea per completare il coinvolgimento sensoriale degli ospiti. A pochi passi è stato il momento di scoprire il limoncello della ditta Cassano 1875. Un’ospitalità che ha sempre contraddistinto gli abitanti della Penisola è stata confermata da Rosa e Maurizio che ci hanno raccontato la storia e la procedura di fabbricazione oltre l’assaggio di ogni prodotto. L’ itinerario nella città di Sorrento, invece, prevedeva un giro nella città antica per la scoperta di elementi tattili utili a dimostrare la storia millenaria della città. Abbiamo proceduto toccando i marmi romani, le colonne millenarie agli angoli dei palazzi, il piperno dei portali medievali, scoprendo le strette strade del centro storico e la costruzione dell’intrigata rete di scale e vicoli a difesa delle città

di costa. La scoperta è continuata toccando lo stucco di palazzi secolari, le colonne romane con le quali è stato costruita la base del campanile della cattedrale, gli stemmi trecenteschi di marmo del Sedile Dominova e la strada più stretta di Sorrento, larga appena un metro. Ognuno di loro era già stato varie volte a Sorrento ma tutti hanno scoperto delle novità con un piccolo racconto della storia antropologica del territorio. Ma il momento più bello è stato nella villa comunale, affacciati sul golfo, dove ognuno di loro percepiva il rumore delle onde ed il profumo del mare e, ricordando le belle parole delle canzoni scritte per Sorrento come Caruso e Torna a Surriento, una delle ragazze partecipanti, appassionata di canto, ha intonato e cantato le due canzoni. Conservo un bel ricordo di questa giornata comprendendo come nuove esperienze e un giorno di lavoro ti cambia la vita.

Via San Cesareo 36/38 Sorrento 081-8781289 D7


Settembre 2019

35

Nino Aversa

Sensory excursions for sightless visitors S

omebody told me that, with this new job, I would have done a thousand discovered and experienced a thousand experiences but the proposal received little time It really gave me strong emotions. I receive a call to find out how I can accompany you and make you discover the Sorrento Peninsula to an association of blind people. My response was immediate, we organize a sensory excursion. Now the programming has been activated and in a very short time I have communicated my project with itineraries and stops. The visit took place in the Sorrento Peninsula visiting the countries of Piano di Sorrento and Sorrento where various companies, managed by real friends, have given the willingness to welcome and involve the participants in a story

made of scents and flavors that they are been involved by touching products with their sensitive hands. The visit to a citrus grove has allowed us to tell the long story that binds us to the cultivation and trade of citrus fruits. The luck of visit the lemon grove in June, when the flowers are the most large and fragrant throughout the year, they have amplified the perception of perfumes while the flavors of fresh lemonade, honey and citrus jams have completed the knowledge. After we were hosted by the Torrefazione Maresca, managed by the volcanic Michele Gargiulo, who, with the story of the history of the his family headed a century-old company, he charmed the guests. Luck wanted Michele at 4:00 that morning the coffee was toasted

and the scent still flooded the room. Touch i raw coffee beans and then the roasted ones managing to perceive the weight difference and taste a great coffee after that story has made this visit unforgettable. Meanwhile the Casa del Dolce was waiting for us with a good lemon dessert fragrant, which made known the current use of one of ours top products. Cinzia, the owner, was friendly to tell us the difference of the perfume and the flavor that distinguish the lemons of Sorrento from those of Amalfi and thus the tasting of a slice of sweet has turned into a true experience of knowledge. Almost lunch time we went down to the Marina di Cassano to discover the fishing village, the history of boat building and sailing ships and the maritime trade that took place for centuries in departure from these coasts. The fishermen’s nets, still wet for use during the night previous, involved the tact of the participants along with the fort scent of saltiness that emanated. We talked about crafts ancient that survive in a purely tourist place, of passion for the sea and historical figures and families that still they live in this place. At lunch time we were guests of a restaurant where the volcanic owner has delighted everyone’s palate and smell with fresh fish, tasty desserts decorating each table with a fragrant plant of rosemary, mint, thyme and other Mediterranean plants for complete the sensorial involvement of the guests. A few steps away was the time to discover the firm’s limoncello Cassano 1875. A hospitality that has always characterized

the inhabitants of the Peninsula has been confirmed by Rosa and Maurizio who have us told the story and the manufacturing procedure beyond the tasting of each product. The itinerary in the city of Sorrento, instead, foresaw a ride in the ancient city for the discovery of tactile elements useful to demonstrate the millennial history of the city. We proceeded by touching the marbles Romans, the millenary columns at the corners of the buildings, the piperno dei medieval portals, discovering the narrow streets of the historic center and the construction of the intricate network of stairs and alleys to defend the cities of coast. The discovery continued by touching the stucco of centuries-old buildings, the Roman columns with which the base of the bell tower was built of the cathedral, the fourteenth-century marble coats of arms of the Sedile Dominova and the narrowest street in Sorrento, just one meter wide. Each of them had already been to Sorrento several times but everyone has discovered novelties with a little story telling anthropological of the territory. But the best moment was in the municipal villa, overlooking the gulf, where each of them perceived the sound of the waves and the scent of the sea and, remembering the beautiful words of the written songs for Sorrento as Caruso and Torna a Surriento, one of the girls participants, passionate about singing, sang and sang the two songs. I keep a good memory of this day by understanding how a new experience and a day at work may change your life.

Via Marina Grande, 166 - Sorrento 80067 NA Ph/Fax +39 0818772510 - Mob. +39 3349291150 www.tavernaazzurrasorrento.com D4 info@tavernaazzurrasorrento.com


Settembre 2019

Antonino De Angelis

I luoghi segreti della Penisola Sorrentina

La grotta dello Zaffiro

FOTO © A. DE ANGELIS

ROCCE E CAVITA’ SOTTOMARINE NEL MARE DEL MITO

N

orman Douglas ci era andato vicino, in qualche modo l’aveva anche descritta: “una caverna marina enorme, che palpita con splendidi riflessi di smeraldo, simili a quelli della famosa Grotta Verde di Capri. Sarà bene visitarla: si apre tra Recommone e Isca vicino al picco roccioso di Scopolo”. Quella indicata dallo scrittore scozzese è la Grotta delle Palombe, ed è solo una parte del complesso sistema di cavità marine e sottomarine che in quel tratto di mare, poco lontano da Marina del Cantone di Massalubrense, caratterizza le rocce della costa. In quel punto la natura sembra essersi divertita nel creare tante meraviglie. Oltre a quella segnalata, proprio di fronte all’isolotto caro a Eduardo De Filippo, un altro complesso di grotte si apre poco sopra il livello del mare dove stazionano e nidificano

C7

gabbiani e colombacci. Ma tanta bellezza ha nascosto per millenni un altro segreto che Douglas, benché cultore del mito e degli arcani della terra delle Sirene, non poteva conoscere. Un segreto durato millenni dal giorno della creazione fino a quando, nel 1972, il sub napoletano Guido Picchetti con il collega Enzo Savarese, immersi nel blu cobalto di quel mare, giunti a quattro metri si infilarono in un anfratto sottomarino e di li penetrarono in una caverna sommersa piena di colori e di creature marine; riemergendo si trovarono in una cattedrale primordiale grondante stalattiti accarezzate dai riflessi delicati proiettati dal profondo; un altro mondo si apriva davanti ai loro occhi dove luce, colori e silenzio lasciano stupefatti. Erano quelli i colori dello zaffiro, quella varietà di toni che generata dal

blu spazia dal rosa al porpora, dall’arancio al verde, dal viola al bianco incolore; quei toni che solitamente immaginiamo sulle corone e i diademi dei sovrani e delle regine orientali descritte nei racconti delle mille e una notte. La grotta si allarga in pianta per circa quaranta metri, alta venti e profonda altri sedici dove si apre un secondo sifone da cui penetra una luce più cupa e più blu che stempera e amalgama i colori del favoloso complesso. “Basta che il raggio rettilineo d’una torcia scandagli le tenebre perché la caverna si animi, popolandosi di favolose stalattiti, di filiformi stalagmiti, di piccoli antri e meandri tra i quali i riflessi suscitano fantastiche figurazioni. Lì una serie di stalagmiti tutte in fila, come un plotoncino di stilizzati soldati; più in là tutto un fiorito merletto di pietra nei quali la fantasia può dar corpo ad oniriche immagini; lì ancora una misteriosa piattaforma o una pozza d’acqua immota, che la torcia taglia ed accende come il riflesso in un catino d’oro” (Aldo Stefanile 1975).

Dopo quella immersione del 1972 l’attenzione del mondo dei sub si concentra sulla penisola sorrentina, patria dei grandi fotosub Virgilio Liquori e del più volte campione del mondo di fotografia subacquea Enrico Gargiulo. La Grotta dello Zaffiro diviene attrattore per gli studiosi delle varie discipline: naturalisti, geologi, biologi marini coordinati dal Centro Immersione Sorrento, fondato e diretto da Guido Picchetti, accolti dai colleghi locali Enrico e Rosaria Gargiulo, arrivano a Massalubrense i grandi personaggi della fotografia subacquea di quegli anni da Voctor De Sanctis a Giancarlo Annunziata da Davide Cedrone a Carlo Ripa, Maurizio Saglio e tanti altri. Negli ultimi decenni varie spedizioni scientifiche hanno rilevato e studiato tutti gli aspetti del sito. Oggi la grotta dello Zaffiro rientra nella zona B dell’Area Marina Protetta Punta Campanella visitabile con gli opportuni permessi e la guida degli esperti degli attrezzati Diving disponibili nella zona.

FOTO © Enrico Gargiulo

36


Settembre 2019

37

Aniello Clemente

Istituto di Cultura “Torquato Tasso”

Conferenze di Settembre

Sulla scia delle notevoli iniziative letterarie che hanno preceduto l’estate, l’Istituto di Cultura “Torquato Tasso” riprende a Sorrento i suoi incontri letterari.

I

l 6 settembre nella splendida cornice dell’Hotel Bellevue Syrene, il prof. Nuccio Ordine, moderato dal giornalista Francesco Pinto. Il prof. Ordine, insignito in Francia dei titoli di cavaliere (2009) e di commendatore (2014) dell’Ordre des palmes académiques, oltreché della Légion d’honneur (2012), membro d’onore dell’Istituto di filosofia dell’Accademia russa delle scienze (2010), prendendo avvio dal suo libro La cabala dell’asino. Asinità e conoscenza in Giordano Bruno (La nave di Teseo, 2017), ci dirà come Da Machiavelli ad Agrippa di Nettesheim, da Folengo all’Aretino, da Sebastian Brant a Rabelais, il simbolo dell’asino appare con insistenza nella letteratura del Cinquecento fino ad assumere un ruolo rilevante nelle opere di Giordano Bruno. Nuccio Ordine assume la concezione bruniana dell’asinità, in una prospettiva che capovolge la tradizionale interpretazione esclusivamente negativa del simbolo, esaltandone gli aspetti positivi: fatica, umiltà, tolleranza. Il 14 settembre, grazie all’ospitalità Hotel Continental, la dott. ssa Sabine Grabner curatrice del Museo Belvedere di Vien-

na, dove si possono osservare da vicino il leggendario “bacio” di Gustav Klimt e i capolavori di Egon Schiele e Oskar Kokoschka, parlerà di Joseph Rebel, pittore che tanto ha amato la nostra Regione. Nel 1807 fu iniziato alla pittura di paesaggio da Michael Wutky che aveva avuto contatti con i paesaggisti italiani e che a Napoli era riuscito a dipingere una eruzione del Vesuvio. Joseph Rebell vi si recò nel 1812 e, grazie a una presentazione di Beauharnais, ottenne dalla regina Carolina Bonaparte la commissione per una serie di tredici Vedute di Napoli e dintorni. Le sue vedute napoletane, accompagnate da quinte naturali di rocce nude, o di boschi, o di antichi fabbricati, avevano trasparenze luminose e suggestionarono la pittura protoromantica della Scuola di Posillipo. La dott.ssa Grabner sta curando una mostra su Joseph Rebell e a Sorrento ne parlerà in anteprima. Il 21 settembre all’Hotel Bellevue Syrene, Paolo Macrì, storico contemporaneo alla Federico II di Napoli ed editorialista del Corriere del Mezzogiorno, avendo come moderatrice la

dott.ssa Roberta Rubertelli, parlerà della «questione meridionale». In un suo saggio (Unità a Mezzogiorno. Come l’Italia ma messo assieme i pezzi, il Mulino, Bologna 2012) lo storico mette a fuoco i punti salienti del sofferto percorso risorgimentale italiano, interpretando in modo innovativo una “questione meridionale” che, dopo aver condizionato fortemente lo stesso periodo storico, resta tuttora un argomento primario dell’agenda politica italiana. Le iniziative di settembre si chiuderanno all’Hotel Continental il 25 settembre, dove il prof. Ascione Antonio, professore di filosofia della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, «sezione San Tommaso», introdotto e moderato dal teologo Aniello Clemente, ci intratterrà su Alda Giuseppina Angela Merini, poetessa, aforista e scrittrice italiana. Scrisse di sé: «Ho la sensazione di durare troppo, di non riuscire a spegnermi: come tutti i vecchi le mie radici stentano a mollare la

terra. Ma del resto dico spesso a tutti che quella croce senza giustizia che è stato il mio manicomio non ha fatto che rivelarmi la grande potenza della vita». Molto importante è il carattere mistico della sua più recente poetica, che è connessa alla prima vena creativa con cui esordì e che aveva in sé una forte componente di misticismo. Sorrento, è un’isola felice e, proprio per questo, l’Istituto di Cultura “Torquato Tasso” si sforza per iniziative di alto valore culturale, morale e sociale interdipendenti e complementari all’insita bellezza del territorio. Il turista, il letterato, il cittadino, deve guardare con occhio attento la comunità che lo ospita o dove vive, alle sue peculiarità, alla sua singolarità e al cammino intrapreso per testimoniare davvero che la «la Bellezza salverà il mondo», ed ecco che le manifestazioni dell’Istituto di Cultura acquistano la loro vera eloquenza, e possono essere “partecipate” da chiunque lo desideri.

D8

piazza s. antonino, 16 - sorrento - tel. +39 081 3597555 - info@momosorrento.it


38

Settembre 2019

dalla Redazione

Il 20 e 21 settembre 2019

Uniti da un Filo per la Pace EVENTI DEDICATI ALLA GRANDE OPERA FILANTROPICA - SOCIO - CULTURALE IMPRENDITORIALE di due fugure femminili: Cora Slocomb e Luigia Garganico.

In

occasione della Giornata Mondiale della Pace ONU, l’Associazione Nazionale “UNIONE ITALIANA ARTISTI ARTIGIANI” in collaborazione con l’Istituto di Cultura “TORQUATO TASSO”, ha programmato alcuni eventi dedicati alla grande opera filantropica-socio-culturaleimprenditoriale svolta, tra Otto-Novecento, da due figure femminili emblematiche alle quali va il merito di aver contribuito a formare il sostrato dell’artigianato artistico tessile italiano, divulgandolo non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Trattasi di Cora Slocomb e di Luigia Garganico, detta Bigia. La prima, americana, abile merlettaia-ricamatrice, a fine Ottocento dopo una grave malattia, soggiornò a Sorrento per un periodo di convalescenza. La seconda, arrivò a Sorrento dal Nord Italia qualche anno più tardi e, condividendo gli stessi obiettivi filantropici della countess, fondò nella cittadina scuole-laboratori di merletto, ricamo e per la lavorazione della seta in soccorso delle fanciulle indigenti e delle mogli dei pescatori. Cora di Brazzà Savorgnan, intollerante a ogni forma di fonda-

e arretratezza le donne più disagiate inserendole in un sistema produttivo, ma anche di unire le persone, colmare le diseguaglianze e creare un’interconnessione sociale tra individui di opposta estrazione sociale. Unite da un filo invisibile, che ha collegato il Nord al Sud della Penisola, esse hanno condiviso

un progetto ispirato alle prime forme di cooperazione ed a quei laboratori artigianali in cui le donne potessero apprendere un mestiere, un’educazione al “bello” attraverso mestieri manuali per avere l’indipendenza economica a sostegno delle proprie famiglie.

mentalismo, discriminazione, ingiustizia sociale e militante per l’emancipazione della donna, sposa del conte friulano Detalmo di Brazzà Savorgnan, è stata una personalità cosmopolita con inesauribili capacità creative, che ha lasciato tracce di sé, non solo in Friuli Venezia Giulia, dove risiedeva con il marito presso l’udinese castello di Brazzà. Ancora oggi, ovunque in Italia, ma anche all’estero, è possibile ricostruire un ideale itinerario della sua opera filantropica, socio-culturale e imprenditoriale, animata anche dall’intento di fermare l’emigrazione degli italiani in America, cui ella aveva assistito, mediante l’istituzione di numerose scuole-cooperative-rurali e aziende. Nello stesso periodo, anche a Sorrento nascono fabbriche con annessi laboratori-scuole di ricamo e merletto grazie a Luigia Garganico, nativa di Bellagio nell’industriosa provincia comasca, sposa di Silvio Salvatore Gargiulo, detto Saltovar, figlio d’arte e noto intarsiatorepoeta sorrentino. Cora e Luigia non si propongono soltanto di sollevare dalle condizioni d’estrema indigenza

E7


Settembre 2019

39

Progetto dell’Associazione Culturale Cypraea onlus

Tuteliamo la salute dell’infanzia per star bene da adulti

D

al 2016 il Camper Salute Cypraea, ambulatorio mobile attrezzato dalle tecnologie sanitarie utili a svolgere campagne di prevenzione per diverse patologie nella penisola sorrentina, ha inserito per l’anno in corso il Progetto “Tuteliamo la salute dall’infanzia per stare bene da

adulti”. Cecilia Coppola, fondatrice e presidente dell’Associazione Culturale Cypraea onlus, spiega “Abbiamo iniziato nei mesi maggio e giugno la campagna di prevenzione “Camper Salute Cypraea” nell’Istituto Comprensivo Sorrento - Vittorio Veneto

con la accogliente e favorevole adesione della Dirigente dott. Daniela Denaro. Constatando nel corso dello svolgimento del Progetto la partecipazione attiva e numerosa di docenti e genitori abbiamo deciso di continuare nel mese di settembre il nostro impegno anche in altre

scuole della penisola sorrentina che ne facciano richiesta”. L’equipe medica Cypraea, composta dai dottori: Lucio Vitale - radiologo, Carlo Alfaro - pediatra, Luciano Improta - diabetologo, Rossella Gargiulo - specialista in Scienza dell’Alimentazione, Domenico d’Esposito - odontoiatra e Maria Rosaria d’Esposito – logopedista tengono un primo incontro informativo con genitori e docenti, affrontando alcune tematiche atte a contrastare le patologie che sorgono nell’età dell’infanzia con consigli utili sulla prevenzione delle malattie nei ragazzi e sui corretti stili di vita. In un secondo incontro i dottori effettuano consulenze personalizzate gratuite nei locali della Scuola. Quindi nei giorni successivi il Camper Salute Cypraea, offre la possibilità di effettuare l’ecografia addominale gratuita con il referto delle immagini e diagnosi consegnate in tempo reale agli alunni prenotati dai genitori nel corso del primo incontro. Gli Istituti Scolastici interessati a questa campagna di prevenzione possono prenotare telefonando al numero 0818087994 o. al cell. 3393989758


40

Settembre 2019

SERIE D 2019/2020 GIRONE H

Benito Starace

ASD SORRENTO 1945

LA ROSA DELLA PRIMA SQUADRA PORTIERI

Scarano Bartolomeo ’00 (Dal Team Altamura); Semertzidis Charalampos ’00 (Dalla Nuorese); Stinga Alessandro (Confermato).

Difensori

Cacace Davide (Dal Savoia); Cesarano Daniele Pio ’01 (Dalla Juve Stabia); D’alterio Salvatore (Confermato); Esposito Luigi ’00 (Confermato); Fusco Francesco ’99 (Confermato); Masullo Roberto (Dal Piacenza); Peluzzi Marco ’01 (Dal San Giorgio); Raimondi Salvatore ’02 (Dal Settore Giovanile).

Centrocampisti

IL DIRETTIVO

Patron: Ronzi Franco, Durante Paolo, Di Leva Salvatore Presidente: Cappiello Giuseppe Vice Presidente: Mauro Michele ‘84 Direttore Generale: Imperato Francesco Direttore Sportivo: Amodio Antonio Segretario: Starace Benito

Staff Tecnico e Sanitario

Allenatore: Maiuri Vincenzo Allenatore in Seconda: Scotto Felice Preparatore dei Portieri: Esposito Bartolomeo Preparatore Atletico: Russo Francesco Allenatore Juniores Nazionale: Scala Domenico Medico Sociale: D’Arrigo Epifano Nutrizionista: Balzano Raffaella Fisioterapista: Colonna Giancarlo Massaggiatori: Ostieri Francesco Paolo, Gargiulo Marco Magazziniere: Astarita Rosa Collaboratori: Miniero Gaetano, Palomba Antonino, Persico Cataldo, Mauro Michele ‘86

8:30 - 11:15 - 18:00 - 19:30

8:30 - 19:30

Bozzaotre Vincenzo ’00 (Confermato); Cassata Andrea (Dalla Sarnese); Cinque Giuseppe ’02 (Dal Settore Giovanile); De Rosa Roberto (Confermato); La Monica Giuseppe (Dal Gragnano); Sannino Carmine Pio ’01 (Confermato); Vitale Gaetano ’01 (Confermato); Vodopivec Cvijanovic Kristjan ’00 (Dal Gorica).

Attaccanti

Bonanno Tommaso (Dal Como); Figliolia Simone (Confermato); Gargiulo Alfonso (Confermato); Herrera Quintero Eric Orlando (Confermato); Pedrabissi Thomas (Dal Borgosesia).


Settembre 2019

41

IL CALENDARIO DELLE GARE

GIRONE DI RITORNO

GIRONE DI ANDATA GIORNATA

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17

DATA

01/09/19 08/09/19 15/09/19 22/09/19 29/09/19 06/10/19 13/10/19 20/10/19 27/10/19 03/11/19 10/11/19 17/11/19 24/11/19 01/12/19 08/12/19 15/12/19 22/12/19

GARA

AGROPOLI SORRENTO GRAVINA SORRENTO TARANTO SORRENTO CASARANO SORRENTO GRUMENTUM V. A SORRENTO FOGGIA SORRENTO SORRENTO FIDELIS ANDRIA SORRENTO GLADIATOR SORRENTO

SORRENTO FRANCAVILLA SORRENTO FASANO SORRENTO NOCERINA SORRENTO A. CERIGNOLA SORRENTO BRINDISI SORRENTO NARDO’ BITONTO SORRENTO T. ALTAMURA SORRENTO GELBISON

ORE

15:00 15:00 15:00 15:00 15:00 15:00 15:00 15:00 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30

GIORNATA

18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34

DATA

05/01/20 12/01/20 19/01/20 26/01/20 02/02/20 09/02/20 16/02/20 23/02/20 01/03/20 08/03/20 22/03/20 29/03/20 05/04/20 09/04/20 19/04/20 26/04/20 03/05/20

GARA

SORRENTO FRANCAVILLA SORRENTO FASANO SORRENTO NOCERINA SORRENTO A. CERIGNOLA SORRENTO BRINDISI SORRENTO NARDO’ BITONTO SORRENTO T. ALTAMURA SORRENTO GELBISON

AGROPOLI SORRENTO GRAVINA SORRENTO TARANTO SORRENTO CASARANO SORRENTO GRUMENTUM V. A. SORRENTO FOGGIA SORRENTO SORRENTO FIDELIS ANDRIA SORRENTO GLADIATOR SORRENTO

® C8

ORE

14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 14:30 15:00 15:00 15:00 15:00 15:00 15:00


42

Settembre 2019 COMUNE DI PIANO DI SORRENTO

ESTATE BLU 2019 Davanti al golfo di Surriento RASSEGNA DI EVENTI CULTURALI ED ARTISTICI E SPETTACOLI DI MUSICA, TEATRO E DANZA A PIANO DI SORRENTO 1 settembre – domenica – Villa Fondi - ore 20.30 “Una Stella per i giovani” a cura dell’Associazione culturale “Archimede”

T

utto pronto per il Sorrento Pride, convocato, per il sabato 14 settembre prossimo, da Pride Vesuvio Rainbow (Associazione che ha organizzato il Pompei Pride 2018) e dal collettivo LGBT Buonvento tra le costiere. Dopo la conferenza dei servizi convocata dal Comune di Sorrento e in presenza del Sindaco Cuomo si è entrato di fatto nell’ultima fase organizzativa che porterà in penisola sorrentina il primo Gaypride. Portavoce della manifestazione saranno Maria Rosaria Malapena e Gianluca Paudice. Grande entusiasmo e tanta partecipazione, soprattutto tanti giovani e studenti, per dar vita a un evento che rappresenta una sfida entusiasmante da un punto di vista sociale e politico per il territorio. Il Sorrento Pride porterà in strada le identità, i corpi, i diritti e le istanze di autodeterminazione e di eguaglianza delle persone LGBT+ e non. Tanti i temi veicolati da questa manifestazione, centrale ovviamente sarà quello del contrasto ad ogni forma di discriminazione e pregiudizio verso le persone gay, lesbiche, transgender, bisessuali, queer, ma anche migranti, femministe, persone con disabilità, e in generale verso chiunque si senta stretto da un’etichetta o da un tabù culturale. Il logo scelto è uno spicchio di limone, simbolo di Sorrento, con i colori Rainbow, e lo slogan della parata è “Magnate ‘o limone”(Go suck on a Lemon, nella versione internazionale) per dire, con un sorriso e umorismo, a chi ancora oggi discrimina, di adeguarsi alla

realtà e di provare ad assimilare anche qualcosa che gli sembra avere un sapore troppo aspro. Tanto entusiasmo per questa prima volta crescono le adesioni di associazioni, movimenti e cittadini. Dopo il patrocinio morale concesso dal Comune di Sorrento, è arrivato anche quello della Regione Campania, della Città Metropolitana di Napoli e quello della città di Torre Annunziata che ospiterà il Vesuvio Pride nel 2020. “In attesa che altri comuni della penisola sorrentina e non solo, che hanno annunciato l’adesione al prossimo Sorrento Pride, confermino ufficialmente il Patrocinio, ci auguriamo la presenza di molti sindaci alla manifestazione del 14 settembre a partire proprio dalla presenza del sindaco Cuomo di Sorrento e degli altri sindaci della penisola - dichiara Danilo Di Leo, presidente di Pride Vesuvio Rainbiow. La presenza delle Istituzioni al corteo non è solo un gesto simbolico, ma è un momento di vicinanza importante dello Stato, delle comunità locali, alle istanze di libertà ed eguaglianza dei tanti che scenderanno in strada per il Sorrento Pride. Questo Sorrento Pride, continua Di Leo, è nato proprio per costruire una rete sociale e umana che possa consentire di abbattere i muri dell’indifferenza e dei pregiudizi, per dare coraggio ed entusiasmo ai ragazzi e alle ragazze, ai cittadini e alla cittadine, del territorio, non solo di partecipare al Pride il prossimo 14 settembre, ma soprattutto di poter vivere se stessi tra la propria gente, nelle proprie famiglie”.

3 settembre martedì – Villa Fondi ore 20.30 Concerto della “School of Rock” del Teatro delle Rose, con cover dei “Queen” e dei “Beatles” 4 settembre mercoledì Villa Fondi ore 20.30 “Imitation Show Live” con Enzo Guariglia 5 settembre – Giovedì – Villa Fondi - ore 20.30 “Come un sogno rapido e violento Gabriele D’Annunzio e Napoli 1891-1893” “Present’Azione” del libro che evidenzia il grande legame fra D’Annunzio e Napoli con letture e momenti musicali insieme all’autore Tobia Iodice ed al violinista Francesco Maggio 6 settembre – venerdì – Villa Fondi - ore 20.30 “Wonderland” Spettacolo di danza classica, moderna, jazz ed hiphop a cura della scuola di danza di Patty Schisa. 7 settembre sabato Villa Fondi ore 20.30 “Emozioni a confronto” a cura di Letizia Caiazza e dell’associazione “Ars Harmonia Mundi” 8 settembre – domenica – Villa Fondi - ore 20.30 “Omaggio a Leonardo Da Vinci”, a cura del Gruppo Culturale di Ciro Ferrigno. Intervento di Lucio Esposito. Proiezione di immagini, musica e canto 10 settembre - martedì - Villa Fondi - ore 20.30 Alessandra Aprea in “Infnitamente Teatro” 11 settembre – Mercoledì Villa Fondi - ore 19:00 Presentazione del libro di Imma Pontecorvo “Nico e il fantastico mondo del Mare” Favola per bambini con laboratorio artistico-ambientale sulla salvaguardia delle spiagge e del mare a cura di Iole Filosa 12 settembre – Giovedì Villa Fondi ore 20.30 Presentazione del libro-racconto “Il Faro” di Lucia Apreda 13 settembre – venerdì - Villa Fondi ore 20.30 Musical “Scugnizzi” il musical a cura di Marilina Iacono 14 settembre - sabato - Villa Fondi ore 20.30 “Twentyfour hours” spettacolo a cura della Scuola di danza “Dance Studio” di Mariella Romano 15 settembre – domenica Villa Fondi ore 20.30 Presentazione del libro “I soldi della Chiesa Ricchezze favolose e povertà evangelica” (ed. Paoline) con l’autore Mimmo Muolo, vaticanista di “Avvenire”


Settembre 2019

a cura del FAI

Gli appuntamenti di settembre

Con il FAI nella Baia di Ieranto La Baia in fondo al sentiero Dal 1 al 15 settembre tutti i giorni tranne il lunedì, e seguire nei week-end dalle 9,30 alle 18,00 Si parte dalla piazzetta di Nerano (Massalubrense) da cui, dopo una visita e un caffè nello straordinario atelier dell’artista Franco Cioffi, posto proprio sulla piazzetta del paese, si imbocca il sentiero pianeggiante fino alla solitaria casa ‘Silentium’ dove lo scrittore Norman Douglas iniziò a scrivere proprio qui, nel 1908, il suo capolavoro: ‘La terra delle Sirene’ Più avanti scoprirete un angolo della devozione popolare dove, incastonata nella roccia fra serti di fiori, è all’immagine della madonnina dei minatori. Più avanti dalla bianca spianata di roccia della ‘Preta Janca’ si domina con un solo sguardo la costiera amalfitana fino alla torre di Montalto dove in una unica scenografia sono compresi l’arcipelago de Li Galli, le mitiche Sirenuse di Omero e lo scoglio d’Isca, il buen retiro di Eduardo De Filippo, Proseguendo, fra le agavi giganti appare l’ampio arco della baia con i faraglioni di Capri che, sullo sfondo, si specchiano nel mare azzurro.

Speciali visite guidate 22 e 29 settembre dalle 9,30 alle 18,00

Dopo una sosta sulla terrazza della vecchia casa colonica, la visita prosegue verso la torre vicereale di Montalto per poi ridiscendere nell’uliveto fino alla zona della ex cava Italsider. E poi “in fondo al sentiero” il resto sarà tutto mare in kayak, lungo la linea di costa, fin sotto la torre angioina di punta Campanella, negli anfratti e nelle grotte scoprirete le mille figurazioni disegnate e scolpite dall’onda e dai venti sulla dura pietra della scogliera. Prenotazione obbligatoria.

L’occasione per approfondire la conoscenza della Baia di Ieranto e tutto ciò che riguarda la sua storia, le leggende, le sue caratteristiche geomorfologiche e i sapori del territorio che la circonda.

Mitiche Stelle 28 settembre dalle 17,30 alle 23,00 Visita guidata in notturna sul tema dell’astronomia e dei miti relativi alle costellazioni. In compagnia di Piter Cardone, astrofilo

Giornata del Panorama 15 settembre dalle 9,30 alle 18,00 Per spaziare con lo sguardo dalla bellezza della Baia a quella degli territori protetti della penisola sorrentina e della costiera amalfitana.

Informazioni e prenotazioni:

335 84 10 253 faiieranto@fondoambiente.it

PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA Aut. Trib. NA n. 3104 del 15.04.’82 Editrice Surrentum Viale Montariello, 8 - Sorrento www.surrentum.com www.surrentum.net redazione@surrentum.net Direttore Responsabile Antonino Siniscalchi antoninosiniscalchi@gmail.com In Redazione Luisa Fiorentino Mariano Russo Progetto grafico Gaetano Ercolano tipsorr@gmail.com Web producer Mauro Siniscalchi Hanno collaborato Adriano Alfaro Nino Aversa Aniello Clemente Antonino De Angelis Alessandro Fiorentino Giuliana Gargiulo Gaetano Milone Filippo Merola Gianni Siniscalchi Benito Starace Assunta Vanacore Ufficio Stampa del Comune di Sorrento Fondazione Sorrento FAI Fondo Ambiente Italiano In copertina LA MADONNINA DEL VERVECE Foto di Marco Gargiulo Pubblicità e Informazioni

Tel. 334 838 5151

mariano@surrentum.net Stampate e distribuite 13.000 copie per l’Editrice Surrentum Le collaborazioni alla rivista sono completamente a titolo gratuito

D7

E7

Ristorante

Open from May to October, the bar is located on the rooftop terrace of the Grand Hotel La Favorita which boasts a spectacular view of the Bay of Naples and Mount Vesuvius. A fine selection of signature cocktails will accompany your amazing sunset views and during your after dinner live music evenings.

Info & Bookings:

43

Tel. 081 8782031 Via Tasso, 61 - Sorrento

’O PA R RU C C H I A N O 1868

LOCALE STORICO D’ITALIA HISTORICAL PLACES OF ITALY

For an unforgatble moment in a timeless setting, traditional cooking in an enchanting garden. Book a romanic table for you special occasion. (birtday, anniversary, wedding, honeymoon, etc.)

Info & Bookings: Tel. 0818781321 • Corso Italia, 71 - Sorrento


44

Settembre 2019

ORARI DI APERTURA

Ascensore per il Porto/spiagge Lift to the Beach/Port

Gennaio/Febbraio/Marzo Novembre/Dicembre 7,30 - 20,30 Aprile/Ottobre 7,30 - 23,00 Maggio 7,30 - 24,00

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 23 agosto 2019 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano state, nel frattempo, variazioni agli orari.

Sorrento Lift Piazza F. S. Gargiulo (nella Villa Comunale - Public Gardens) C8 tel. 081 8072543 - 80067 Sorrento (Napoli) - Italy www.sorrentolift.it - info@sorrentolift.it

 ALISCAFO HYDROFOIL GESCAB - www.gescab.it Tel. 0818071812 - 0815329071

n

Giugno/Luglio/Agosto Settembre 7,30 -01,00

SITA SUD CAMPANIA

CURRERI SERVICE

Tel. 0818015420 www.curreriviaggi.it

SORRENTO CAPRI SORRENTO NAPOLI CAPRI SORRENTO NAPOLI SORRENTO Sorrento 07,15 08,05 08,20 08,30 * 08,45 09,00 * 09,15 09,40 * 09,50 10,45 11,10 * 11,25 11,45 13,30 14,05 14,25 * 15,45 16.05 16,10 * 16,45 17,05 17,45

08,00 * 08,55 * 09,00 09,15 09.25 09.50 10,05 * 10,20 11,20 11,55 * 12,10 13,00 13,55 * 15,15 15,35 * 15,55 16,05 * 16,20 17,15 17,35 17.45 * 18,30

* operato da NLG Not on Sunday

SORRENTO ISCHIA ISCHIA SORRENTO 09,10* 09,30° 15,50

10,35 17,25

* Lun/Mer/Ven - Mon/Wed/Fri ° Mar/Gio/Sab/Dom Tue/Thu/Sat/Sun

07.20 * 09.00 08.10 11.00 10.00 13.00 12.00 15.00 14.00 17.15 16.25 18,25 * 18,45+ 19,30+ * operato da NLG + solo Ven. Sab. e Dom.

SORRENTO POSITANO POSITANO SORRENTO 08,35 09,00 * vC 09,30 * 10,30 14,25 * vC 14,55 15,15 * 16,10 * vC

09,15 * vC 09,25 10,55 * vC 12,00 14,10 * 14,50 * vC 15,40 * vC 16,30 * vC 17,00 17,50 *

SORRENTO AMALFI AMALFI SORRENTO 09,00 * vC 09,30 * 10,30 13,10 14,25 * vC 14,55 15,15 * 16,10 * vC

08,55 * vC 10,30 * vC 11,35 13,40 * 14,20 16,35 16,55 * vC 17,05 *

SORRENTO PROCIDA SORRENTO SALERNO PROCIDA SORRENTO SALERNO SORRENTO 09,10*

17,50*

* Lun/Mer/Ven - Mon/Wed/Fri

16,10 * vC 08,20 * vC * operato da NLG - vC = via Capri

NAVE VELOCE SORRENTO CAPRI CAPRI SORRENTO FAST FERRY CAREMAR Tel. 0818073077

07,45 09,25 14,40 19,25

07,00 08,40 13,35 18,45

Capodichino Sorrento

Capodichino p.06,30 a.08,00 p.07,30 a.09,00* p.08,30 a.10,00 p.09,00 a.10,30 p.10,30 a.12,00 p.12,00 a.13,30 p.13,00 a.14,30* p.14,00 a.15,30 p.15,00 a.16,30 p.16,30 a.18,00

p.09,00 a.10,15 p.10,00 a.11,15* p.11,00 a.12,15 p.12,00 a.13,15 p.13,00 a.14,15 p.14,30 a.15,45 p.15,30 a.16,45* p.16,30 a.17,45 p.18,00 a.19,15 p.19,30 a.20,45

Sorrento (Stazione) - S. Agnello (Municipio) Piano (Siesta) - Meta (chiesa del Lauro) Vico Equense (uff. Curreri a. / Stazione r.) Castellammare di Stabia (Villa Stabia) * SOLO SU PRENOTAZIONE FERMATA A Pompei Scavi

n

AUTOLINEE

MAROZZI

Tel. 0805790111 www.marozzivt.it

SORRENTO - ROMA SORRENTO C. Italia-261 VICO E. P. Kennedy C.DI STABIA V.le Europa ROMA Tiburtina

06.00 06.15 06.30 09.45

17.00 17.15 17.30 21.00

ROMA - SORRENTO ROMA Tiburtina C.DI STABIA V.le Europa VICO E. P. Kennedy SORRENTO C. Italia-261

07.00 10.40 10.55 11.45

15.00 18.15 18.30 19.00

Due corse da Lunedi a Sabato Domenica solo una corsa:

ANDATA 06:10 06:15 06:20 06:25 06:45 06:50 06:55 07:00 07:45 07:35 08:20

n

PENISOLA SORRENTINA MONTE SANT’ANGELO FERMATA

SANT’AGATA SANT’AGATA (Reola) BIVIO TITIGLIANO MASSA LUBRENSE SORRENTO SANT’AGNELLO PIANO DI SORRENTO META SEIANO (Vico Equense) NAPOLI Via Ferraris (INPS) UNIVERSITA’ MONTE S. ANGELO

n 16:30 16:25 16:20 16:15 15:55 15:50 15:45 15:40 15:35 14:55 14:20

RITORNO

FUNIVIA DEL FAITO 2019

PARTENZE DA CASTELLAMMARE E DA MONTE FAITO ORARIO DAL 7 LUGLIO AL 15 SETTEMBRE 8,20 - 8,40 - 9,00 - 9,20 - 9,40 - 10,00 -10,20 - 10.40 - 11,00 - 11,40 - 12,00 12,40 - 13,00 - 13,40 - 14,00 - 14,40 - 15,00 - 15,20 - 15,40 - 16,00 - 16,20 16,40 - 17,00 - 17,40 -18,00 - 18,20 - 18,40 - 19,00 - 19,20 - 19,4 0- 20,00 20,10

TURNO FESTIVO FARMACIE DI SORRENTO 1/9 - 29/9 ALFANI (E-7) Corso Italia - Tel. 0818781226 8/9 - 6/10 FARFALLA (D-8) Piazza Tasso - Tel. 0818781349 15/9 - 13/10 CANALE (E-7) Corso Italia - Tel. 0818781174 22/9 - 20/10 RUSSO (D-11) Via degli Aranci - Tel. 0818772310

TURNO DI REPERIBILITÀ NOTTURNA FARMACIE DA META A SORRENTO Dal 31 agosto al 6 settembre CASTELLANO - Piano Corso Italia, 88 Dal 7 al 13 settembre ELIFANI - Meta Via A. Cosenza, 2/4

0818786603

0818786605 3355302988

Dal 14 al 20 settembre FARFALLA - Sorrento Piazza Tasso, 35/36

3385658456

Dal 21 al 27 settembre ALFANI - Sorrento Corso Italia 129

0818781226 3487946420

Dal 28 settembre al 4 ottobre IROLLA - Piano Piazza Repubblica, 24

0818786145 3311168788

da Sorrento alle 17.00 e da Roma alle 07.00

LA REPERIBILITÀ È ASSICURATA SOLO DIETRO PRESENTAZIONE DI RICETTA MEDICA URGENTE

E7


Settembre 2019

ORARIO TIMETABLE S.F.S.M.

CIRCUMVESUVIANA INFO 800211388

Numero verde

800211388

CAMPANIA EXPRESS

Napoli Ercolano Pompei Sorrento

9,06 11,36 15,36 18,06

9,20 11,50 15,50 18,20

9,38 12,07 16,07 18,39

9,57 12,25 16,28 19,09

• •

SORRENTO POMPEI ERCOLANO NAPOLI 10,25 14,39 16,55 20,56

10,49 15,06 17,18 21,27

11,04 15,24 17,34 21,43

11,18 15,37 17,49 21,59

Fermate anche a Castellammare e Vico Equense.

n

CONSORZIO UNICO CAMPANIA CALL CENTER 08119666202

EAV

POMPEI - VESUVIO e vv.

POMPEI (Piazza Anfiteatro) VESUVIO (1.000 m.) 08,00 09,40 10,30 11,20 12,10 13,00 13,50 14,40 VESUVIO (1.000 m.) POMPEI (Piazza Anfiteatro) 09,00 9,50 10,40 11,30 12,20 13,10 14,00 14.50 16,40

SORRENTO - NAPOLI e vv.

SORRENTO (Circum) - NAPOLI 23,15 - 00,10 - 00,20 - 01,30 - 04,30 - 04,50 NAPOLI - SORRENTO (Circum) 22,40 - 23,00 - 03,15 - 04.15 - 05.00

n

LINEA A

LINEA B

LINEA C

AUTOLINEE SORRENTO Every 20 minutes

M. LUBRENSE - CAPO SORRENTO - META e vv. Circolare SORRENTO (Porto) SORRENTO (Stazione)

SORRENTO (Porto) S. AGNELLO - PIANO e vv. LINEA D Circolare MARINA GRANDE SORRENTO LINEA E Circolare SORRENTO STAZIONE VIA DEGLI ARANCI - HILTON

• • • •

SORRENTO 6.01 6.25 6.49 7.22 • 7.38 F • 7.55 • 8.26 • 8.52 F 9.07 • 9.37 • 10.37 • 11.07 • 11.37 • 12.07 • 12.37 • 13.07 • 13.25 13.56 • 14.22 14.55 • 15.26 • 16.07 • 16.37 • 17.07 • 17.25 17.56 • 18.22 18.55 • 19.26 • 20.07 • 20.37 21.07 21.55

S.AGNELLO VICO 6.03 6.12 6.27 6.36 6.51 6.59 7.24 7.31 7.40 7.49 7.57 8.06 8.28 8.37 8.54 9.01 9.09 9.18 9.39 9.48 10.39 10.48 11.09 11.18 11.39 11.48 12.09 12.18 12.39 12.48 13.09 13.18 13.27 13.36 13.58 14.07 14.24 14.31 14.57 15.06 15.28 15.37 16.09 16.18 16.39 16.48 17.09 17.18 17.27 17.36 17.58 18.07 18.24 18.31 18.57 19.06 19.28 19.37 20.09 20.18 20.39 20.48 21.09 21.18 21.57 22.06

NAPOLI ERCOLANO V. REGINA 6.28 6.09 6.45 6.53 6.40 7.02 6.44 F 7.20 7.28 7.09 • 7.45 7.58 7.39 F 8.15 8.23 8.11 • 8.58 8.39 • 9.15 9.28 9.09 • 9.45 9.58 9.39 • 10.15 10.28 10.09 • 10.45 10.58 10.39 • 11.15 11.28 11.09 • 11.45 11.58 11.39 12.15 12.28 12.09 • 12.45 12.58 12.39 13.15 13.28 13.09 • 13.45 13.53 13.41 • 14.28 14.09 • 14.45 14.58 14.39 • 15.15 15.23 15.11 • 15.58 15.39 • 16.15 16.28 16.09 • 16.45 16.58 16.39 17.15 17.28 17.09 • 17.45 17.53 17.41 • 18.28 18.09 • 18.45 18.32 F 18.51 18.39 + 18.58 19.15 19.23 19.11 • 19.58 19.39 20.15 20.28 20.09 20.45 20.58 20.39 21.15 21.28 21.09 21.45 22.06 21.47 22.23

• •

• • • •

C/MARE 6.21 6.45 7.05 7.39 7.58 8.15 8.45 9.09 9.27 9.57 10.57 11.27 11.57 12.27 12.57 13.27 13.45 14.15 14.39 15.15 15.45 16.27 16.57 17.27 17.45 18.15 18.39 19.15 19.45 20.27 20.57 21.27 22.15

POMPEI V. REGINA 6.33 6.31 6.57 6.55 7.14 7.48 7.50 8.10 8.08 8.27 8.25 8.53 9.20 9.18 9.39 9.37 10.09 10.07 11.07 11.09 11.39 11.37 12.09 12.07 12.39 12.37 13.09 13.07 13.39 13.37 13.57 13.55 14.23 14.48 14.50 15.27 15.25 15.53 16.39 16.37 17.09 17.07 17.39 17.37 17.57 17.55 18.23 18.48 18.50 19.27 19.25 19.53 20.39 20.37 21.09 21.07 21.39 21.37 22.27 22.25

POMPEI 6.47 7.05 7.22 7.47 8.17 8.36 9.17 9.47 10.17 10.47 11.17 11.47 12.17 12.47 13.17 13.47 14.06 14.47 15.17 15.36 16.17 16.47 17.17 17.47 18.06 18.47 19.10 19.17 19.36 20.17 20.47 21.17 21.47 22.25

C/MARE 6.57 7.15 7.31 7.57 8.27 8.46 9.27 9.57 10.27 10.57 11.27 11.57 12.27 12.57 13.27 13.57 14.16 14.57 15.27 15.46 16.27 16.57 17.27 17.57 18.16 18.57 19.20 19.27 19.46 20.27 20.57 21.27 21.57 22.35

ERCOLANO 6.49 7.13 7.29 8.07 8.26 8.43 9.06 9.37 9.55 10.25 11.25 11.55 12.25 12.55 13.25 13.55 14.12 14.36 15.09 15.43 16.06 16.55 17.25 17.55 18.12 18.36 19.05 19.43 20.06 20.55 21.25 21.55 22.43

NAPOLI 7.07 7.31 7.47 8.26 8.44 9.01 9.16 9.56 10.13 10.43 11.43 12.13 12.43 13.13 13.43 14.13 14.32 14.46 15.27 16.01 16.16 17.13 17.43 18.13 18.32 18.46 19.27 20.01 20.16 21.13 21.43 22.13 23.01

VICO S.AGNELLO SORRENTO 7.17 7.06 7.15 7.32 7.23 7.30 7.52 7.40 7.50 8.17 8.06 8.15 8.47 8.36 8.45 9.03 8.54 9.01 9.47 9.36 9.45 10.17 10.06 10.15 10.47 10.36 10.45 11.17 11.06 11.15 11.47 11.36 11.45 12.17 12.06 12.15 12.47 12.36 12.45 13.17 13.06 13.15 13.47 13.36 13.45 14.17 14.06 14.15 14.33 14.24 14.31 15.17 15.06 15.15 15.47 15.36 15.45 16.03 15.54 16.01 16.47 16.36 16.45 17.17 17.06 17.15 17.47 17.36 17.45 18.17 18.06 18.15 18.33 18.24 18.31 19.17 19.06 19.15 19.40 19.29 19.38 19.47 19.36 19.45 20.03 19.54 20.01 20.47 20.36 20.45 21.17 21.06 21.15 21.47 21.36 21.45 22.17 22.06 22.15 22.55 22.44 22.53

F = Solo feriali - Working days = Direttissimo - Direct • = Ferma a Scrajo dal 1/6 al 30/9 + = Solo festivo - Sundays and Bank days

n SITA

DAL 1 APRILE 2019 Tel: 089 405145 sitasudtrasporti.it

Capolinea Stazione Circumvesuviana

SORRENTO PRIORA SORRENTO AMALFI POSITANO POSITANO S.AGATA TORCA AMALFI SORRENTO 06.40 • F

• 06.30 F • 07.40 S • 08.30 F • 08.30 H • 09.00 G • 09.30 G • 10.00 G • 10.15 F • 10.30 G • 11.00 G • 11.15 F • 11.30 G • 12.00 G • 12.30 G • 12.45 F • 13.00 F • 13.30 F • 13.30 H • 14.00 G • 14.45 F • 14.00 G • 15.00 H • 15.30 F • 16.00 H • 16.10 F • 17.00 G • 18.00 H • 18.10 F • 19.00 G • 20,15 G

• 06.20 G • 07.15 F • 08.05 G • 09.00 F • 09.30 G • 10.30 G • 11.00 G • 11.30 G • 12.15 G • 13.00 G • 13.30 F • 13.45 F • 14.05 F • 14.30 G • 15.00 G • 15.30 G • 16.00 G • 16.30 F • 17.00 F • 17.00 H • 17.30 G • 18.00 G • 18.30 f • 19.15 G • 20.00 G • 21.20 G • Via S. Agnello /Meta •/S.Agata Via Priora

05.50 07.25 08.05 09.00 09.30 10.10 11.00 12.15 12.40 13.15 13.15 13.30 13.30 14.00 14.00 15.00 15.25 15.30 16.15 16.15 17.10 18.00 18.40 19.15 19.45 20.15 21.15 22.20 00.45

05.15 06.05 07.00 07.00 07.45 08.30 09.10 10.25 11.10 12.00 12.15 13.15 14.25 15.25 16.00 17.05 18.00 19.20 20.20

SORRENTO MASSA L. S.AGATA TORCA F

• F

F F F G F G S F H S N H F G F H F H G G G F H F G H F

• • • • • •

07.50 H 08.05 F 08.30 + F 09,00 + G 09.00 F 09.30 + G 10.00 + G 10.30 F 11.00 + G 11.30 + G 12.00 + G 12,15 F 12.30 + G 13.00 + F 13.15 F 13.30 + H 14.00 + G 14.00 F 15.00 + H 15.30 + F 16,00 + H 16.15 G 16,30 + H 17.00 + G 17.30 F 18.00 F 19.00 + G 19,15 F 19,40 F 20.05 H 20.10 G 20,15 + H 21.00 + F 21.15 F 22.00 + F

TORCA S.AGATA MASSA L. SORRENTO • a/da Torca F F G S G F G F G F F G G G G F G G G

• •

• a/da Torca

TORCA S.AGATA PRIORA SORRENTO

06.00 F 06.45 F 07.10 F 08.10 F 08,35 + F 08.45 G 09.00 F 10.00 G 10.20 + F 10,30 H 10.50 + G 10.55 F 11.20 + F 11.30 G 11.50 + G 12.20 + G 12,30 G 12.50 + G 13.00 G 13.35 + G 14.00 F 1420 + G 15.25 + G 15.35 F 16.20 + F 16.45 F 16.50 + G 17.05 F 17.50 + F 18.20 + F 18.50 + G 19.20 + G 19.50 + F 20.20 + G 20.50 F 21.20 + G 21.50 F 22.40 + G 00.20 + F

• • •

+ a/da Bivio Nastro Verde

SORRENTO MARINA MARINA CANTONE CANTONE SORRENTO 07.50 08.30 09.00 09.30 10.30 11.30 12.15 13.00 13.15 14.00 14.50 15.15 15.25 16.15 18.00 20.15 21.15

F F F H F F F F H G F F H G F F F

06.45 09.00 09.30 10.20 11.30 14.05 15.00 16.00 16.30

F G F F F F G F G

F = FERIALE G = GIORNALIERO H = FESTIVO S = SCOLASTICO N = NO SCOLAST.

info point

IN PIAZZA TASSO E PRESSO STAZIONE CIRCUMVESUVIANA

F7

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 23 agosto 2019 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano state, nel frattempo, variazioni agli orari.

Dall’16/3 al 3/11

45


46

Settembre 2019

FEDERALBERGHI PENISOLA SORRENTINA

Via L. De Maio, 35 - SORRENTO Tel. 0818773333 www.upsa.org

ALBERGHI HHHHHL

01 Excelsior Vittoria 0818777111 C/9

ALBERGHI HHHHH

Cocumella 0818782933 Bellevue Syrene 0818781024 La Pace 0818074775 Parco Principi 0818784644 La Favorita 0818782031 Ambasciatori 0818782025 Royal 0818073434 Loreley Londres 08119022620

➔ 06 ➔ 22 34 02 25 57

ALBERGHI HHHH

27 ➔ 03 04 51 28 66 05 07 08 30 72 09 10 11 12 13 ➔ ➔ 73 14 ➔ 15 16 74 17 18 19

Admiral Alpha Aminta Antiche Mura Astoria Ascot Atlantic Palace Bel Air Bristol Capodimonte Capri Caravel Carlton Int. Central Cesare Augusto Conca Park Continental Corallo Crawford Cristina De La Ville Eliseo Park’s Europa Palace Flora Gran Paradiso Hilton Tramontano Johanna Park

0818781076 0818782033 0818781821 0818073523 0818074030 0818783032 0818782688 0818071622 0818784522 0818784555 0818781251 0818782955 0818072669 0818781646 0818782700 0818071621 0818072608 0818073355 0818071772 0818783562 0818782144 0818781843 0818073432 0818782520 0818073700 0818784141 0818782588 0818072472

D/6 A/14 D/7 B/12 C/10 B/11 C/4 F/3 E/9 D/8 E/5 D/1 C/3 D/4 E/4 D/11 A/16 D/9 C/14 E/9 F/6 D/6 C/16 C/11 C/10 C/13 D/16 G/7 C/7 G/3

78 Q 56 55 71 81 20 41 21 79 70 42 23 ➔ 43 24 58 26 ➔ 61 H 49 50 77 29 ➔ Q 52 32 33 75 35 36 37 H 54 38 76 39 40

Via L. De Maio, 35 - SORRENTO tel. 081 8074452

La Residenza 0818774698 B. W. La Solara 0815338000 La Tonnarella 0818781153 La Minervetta 0818774455 Majestic Palace 0818072050 Mediterraneo 0818781352 Michelangelo 0818784844 Minerva 0818781011 Miramare Res. 0818072524 Palazzo Guardati 0818785567 Parco del Sole 0818073633 Plaza 0818782831 President 0818782262 Prestige 0815330470 Regina 0818782162 Riviera 0818072011 Rota Suites 0818782904 Vesuvio 0818782645 Villa Garden 0818781387 B.que Hotel Elios 0818074834 Vue d’Or 0818073153 Villa Maria 0818781966 Zi’ Teresa 0818784619 Isabella 0810108238

ALBERGHI HHH Britannia Club Dania Del Corso Del Mare Eden Florida Gardenia Girasole Il Faro Il Nido La Badia La Meridiana La Pergola Leone Metropole

NUMERI UTILI USEFULL NUMBERS

CONSORZIO AZIENDE TURISTICHE PENISOLA SORRENTINA

C8

0818782706 0818781127 0818073572 0818071016 0818783310 0818781151 0818783844 0818772365 0818073082 0818781390 0818782766 0818781154 0818073535 0818782626 0818782829 0818074107

A/15 C/3 D/4 A/16 A/15 D/11 C/3 C/3 D/8 C/17 E/9 F/5 D/6 B/12 C/12 D/1 C/2 F/5 C/12 A/15 D/2 D/8 D/4 D/9 A/15 C/14 B/15 C/8 D/3 C/11 A/15 F/8 D/2

64 44 45 60 Q 46 47 48 H Q H 80 59 81

Mignon Rivage Settimo Cielo Sorrento City Spicy Tirrenia Tourist Villa di Sorrento Villa Fiorita Villa Igea Le Terrazze Res. Au Relais Rivoli Savoia Tasso Suites

ALBERGHI HH

➔ 31 53 82

Angelina Cavour Desirée (Garnì) Sorrento Central

ALBERGHI H

62 Linda 65 Nice 83 La Magnolia

0818073824 0818781873 0818781012 0818772210 0818073063 0818781336 0818782086 0818781068 0818780003 0818071069 0818780906 0813654089 0818782511 0818772014

C8 E/7 E/5 C/4 D/9

Sorrento

0818073111

Sorrento

0818075311

E/5 D/12 E/9

POMPIERI 0818711222 EMERGENZA MEDICA 118 GUARDIA MEDICA

Sorrento/Meta

0815331111

Cappiello Mario Isola Angela Celentano M. Coda F. fisioterapista

0818781439 3395001550 3381215468 3398791804

Sorrento S. Agnello

0815335111 0815332111

Sorrento S. Agnello TAXI Sorrento S. Agnello Piano S. Agata

0818074433 0815332205 0818782204 0818781428 0818786363 0818780509

D/8 F/10 D/8

0818782901 0818073166 D/2 0818781563 C/3 3337842924 G/8 0818782916 E/11 0818781650 D/10 0818773560 E/9

CAMPINGS & VILLAGGI

Santa Fortunata & Campogaio Nube d’Argento Villaggio Verde Esperidi Resort

0818073579 0818781344 0818073258 0818783255

D/1 E/4 G/11 ➔

Seven Hostel 0818786758 Le Sirene 0818072925 Ulisse deluxe hostel 0818774753 Porto Salvo 0818774887 Unconventional 0818785802 Il Conservatorio 08118098254

➔ D/11 E/5 ➔ ➔ D/8

OSTELLI

CARABINIERI Pronto Intervento 112 POLIZIA - POLICE Pronto Intervento 113

INFERMIERI

MUNICIPIO - TOWN HALL VIGILI URBANI

AEROPORTO - AIRPORT

Call center

Ufficio Marittimo Soccorso

0818073071 1530

Trenitalia

147888088

Sorrento S. Agnello

0818781495 0818781870

PORTO - HARBOUR

FERROVIE - RAILWAYS POST OFFICE

848888777

Viaggiare Informati 1518

ORARIO S. MESSE HOLY MASS TIMETABLE S. Francesco

8.30 -11.30 English Mass Saturday 6.30 p.m Sunday 10 a.m.

8.00 - 10.00 - 11.30 S. Antonino Cattedrale 8.30 - 11.15 -18,00 - 19,30 Carmine 9.30 - 10.45 - 12.00 - 19,00 SS. Rosario 8.45 Annunziata 9.00 Chiesa dei Servi di Maria 9,30 N.S. di Lourdes 9.00 -11.00 -18.00 7.00 - 9.00 - 11.00 - 18.00 S. Lucia S. Anna 8.00 - 11.00 - 18.00 S. M. delle Grazie 7.30

Università della Cucina Mediterranea

ASSOCIAZIONE CHIAVI D’ORO

www.ucmed.it info@ucmed.it Tel./Fax +39 081 8075665/ +39 081 8071621

www.campaniafelix.org

Circolo dei Forestieri C8

Chiostro di S. Francesco SORRENTO

C8

CHIESA EVANGELICA

Evangelical Church Via Fuoro, 77 DOMENICA/SUN GIOVEDI/THU

10.30 19.00

via Luigi De Maio, 35 SORRENTO - tel. 0818773263 info@circolodei forestieri.com Entrance on the road going down to the port


Aprile 2018

39

E/


40

Aprile 2018

Profile for Surrentum Magazine

Surrentum - Settembre 2019  

Il numero di settembre

Surrentum - Settembre 2019  

Il numero di settembre

Profile for surrentum
Advertisement