Page 1

PY CO GIO EE G FR MA O

OTTOBRE 2017

Anno XXXVII

8

OTTOBRE

Opera di Augusto Moriani (per gentile concessione del Museobottega della Tarsialignea)

2017

PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA Editrice SURRENTUM sas Dir. Resp. Antonino Siniscalchi Aut. Trib. Napoli n. 3104 del 15/4/1982 - Stampa La Sorrentina

www.surrentum.it www.surrentum.net www.surrentum.com

1


2

OTTOBRE 2017

www.ristorantebagnisantanna.com

RISTORANTE – BAR – SOLARIUM

in Marina Gande – Sorrento tel. 081 8074178


OTTOBRE 2017

Città di Sorrento

A nome della intera Città sono

lieto di porgervi il benvenuto. L’ arrivo di ogni ospite a Sorrento è motivo di gioia per la nostra intera comunità. Ciò perché essa si sente gratificata dell’ interesse mostratole e dalla fiducia accordatale. Siamo costantemente impegnati nel mantenere alte le tradizioni che hanno reso famosa la Terra delle Sirene sul fronte dell’ ospitalità e dell’ accoglienza. In questo senso l’Amministrazione Comunale e tutti gli imprenditori impegnati sul fronte turistico sono costantemente al lavoro nel tentativo di creare le condizioni per far sì che ogni soggiorno ed ogni genere di vacanza a Sorrento si trasformino in una esperienza da ricordare con piacere. Ogni anno continuiamo a riscontrare brillanti risultati tanto in termini di incremento del numero di visitatori che prediligono Sorrento per i loro soggiorni, quanto in termini di apprezzamento espressi dai principali tour operator nazionali ed internazionali. Questo, però, non ci appaga, ma stimola

3

Giuseppe Cuomo, Sindaco / the Mayor

On behalf of the entire Town I ancora di più il nostro desiderio di conservare elevati standard qualitativi tanto in ordine ai servizi offerti a coloro che, come voi, ci accordano la propria fiducia, quanto in merito alla opportunità di allestire un calendario ricco di eventi e di manifestazioni che siano in grado di soddisfare le aspettative di ogni genere di utenza. In questa ottica cerchiamo di migliorare giorno dopo giorno, confidando nella possibilità di incontrare la piena soddisfazione dei turisti che ci fanno visita. Ci auguriamo, infatti, che essi, oltre ad apprezzare le bellezze paesaggistiche, storiche ed architettoniche che offre il nostro territorio possano gradire un carnet di appuntamenti che speriamo risulti essere interessante, vario ed ammiccante. Nel dedicare metaforicamente a tutti la celebre canzone intitolata “Torna a Surriento” – che è il vero inno della nostra terra – ci auguriamo che le sue note possano alimentare il desiderio di venirci a trovare, ancora una volta, anche in futuro.

am pleased to welcome you. The arrival of each guest in Sorrento is a source of joy for our entire community as we feel immense gratitude for their interest and the trust they give us. We are constantly committed to maintaining high the traditions that have made the Land of the Sirens famous in the field of hospitality. In this sense, the City Council and all entrepreneurs engaged in the tourism field are constantly working in an effort to create the conditions to ensure that each stay and every type of holiday in Sorrento is an experience to remember with pleasure. Each year we continue to experience excellent results, both in terms of increasing the number of visitors that choose Sorrento for their stays, and in terms of appreciation expressed by the main national and international tour operators. However, all this does not just satisfy us, but further stimulates our desire to keep our quality standards high, both regarding the services offered to

those who, like you, trust in us, and the opportunity to set up a calendar full of events and activities that will meet the expectations of every guest. To this end, we are trying to improve day by day, trusting in our ability to meet the full satisfaction of all of the tourists that visit us. Indeed, we hope that apart from enjoying the landscape and historical and architectural beauty offered by our region, our visitors will also enjoy an interesting, diversified and appealing set up of attractions that we have planned. In dedicating the famous song “Torna a Surriento” to everyone – which is the true anthem of our area – we hope that its notes can convince you to come back to visit us again in the future.

AZIENDA AUTONOMA DI SOGGIORNO E TURISMO SORRENTO - S.AGNELLO Via Luigi De Maio, 35 - 80067 Sorrento (Napoli) - Tel. 081 8074033 - Fax 081 8773397

www.sorrentotourism.com

Foto CARLO ALFARO

benvenuti welcome

Il meraviglioso scenario naturale fa della penisola sorrentina una delle destinazioni turistiche più famose al mondo, qui l’accoglienza e l’ospitalità sono arti tramandate da una generazione all’altra.

With the breathtaking landscape, the art of hospitality and friendliness handed down from generation to generation it is no wonder Sorrento Coast attract visitors from all over the world.

ORARIO DI APERTURA LUNEDÌ/VENERDI’ 8,30 - 18,00 - SABATO 9,00 - 18,00 - DOMENICA 9,00 - 16,30 OPENING HOURS MONDAY/FRIDAY 8.30AM – 6,00PM - SATURDAY 9,00AM - 6,00PM - SUNDAY 9,00AM - 4,30PM


4

OTTOBRE 2017

IN MOSTRA A VILLA FIORENTINO

MARC CHAGALL I COLORI DELL’ANIMA

D

al 15 luglio è in esposizione la mostra di dipinti di Marc Chagall dal titolo “I Colori dell’Anima”. Le opere dell’artista francobielorusso sono esposte nelle 10 sale di Villa Fiorentino, la splendida dimora del corso Italia sede della Fondazione Sorrento. A Villa Fiorentino sono esposte

in tutto 120 opere, tra le quali spiccano 20 capolavori assoluti realizzati mediante varie tecniche, dall’olio su tela alle gouache su carta, passando dai disegni a matita colorata fino agli inchiostri di china su masonite. A compendio di questo importantissimo nucleo di lavori pittorici, sono affiancate tre cicli tra litografie ed acqueforti per un totale di 100 opere grafiche. Per quanto arduo sia stilare una classifica di rilevanza, il cardine della mostra è senza dubbio rappresentato da quattro opere di grandi dimensioni che, in ordine cronologico, sono: “LA CRUCHE AUX FLEURS”, olio su tela datato 1925, opera iconica della ricerca del maestro sulle tematiche floreali che lo accompagneranno per tutta la vita. “RUSSIAN VILLAGE”, olio su tela del 1929, uno struggente omaggio alla memoria poetica ed allo stesso tempo realistica del paese natale dell’autore. “LE COQ VIOLET” risalente al periodo 1966 – 1972, una tecnica mista (olio, gouache e inchiostro di china su tela) considerata tra le opere maggiormente rappresentative dell’intera produzione di Cha-

Via Nassa 62 6900 LUGANO - SWITZERLAND info@imago-artgallery.com Tel. / Fax: +41 (0) 919 214 354 www.imago-artgallery.com

gall nella sua piena maturità artistica. “L’HOMME ROUGE À LA CASQUETTE”, opera datata 1976 ed anch’essa una tecnica mista, ovvero olio e gouache su tela, nella quale si affacciano e mescolano temi cari al maestro come i soggetti animali, e sottili tematiche religiose. A compendio di questa selezione di opere originali, è presente un’area multimediale, nella quale vengono mostrate ed animate alcune tra le splendide vetrate multicolori di destinazione ecclesiastica realizzate da Marc Chagall.

On Saturday, July 15, at 19:30,

the opening of Marc Chagall’s paintings exhibition entitled “Colors of the Soul” was held. The works of the Franco-Belarusian artist are exhibited in the 10 rooms of Villa Fiorentino, the splendid home of the Sorrentine Foundation, Italy. The event, strongly endorsed by the president of the institution, Gianluigi Aponte and the managing director, Gaetano Milano, is realized with the support of the municipal administration led by Mayor Giuseppe Cuomo and in collaboration with the Imago Art Gallery of Lugano. The visitor will have the opportunity to admire in the heart of Sorrento an extraordinary collection of pictorial and graphic works carefully selected to illustrate the artwork, complexity, vastness and multiplicity of topics addressed By one of the greatest artists of the last century. Villa Fiorentino will be exhibited in 120 works, including 20 masterpieces made of various techniques, from oil to canvas to gouache on paper, from colored pencil drawings to china on masonite inks. As a compendium of this most important piece of pictorial works, three cycles of lithographs and etchings will be joined together for a total of 100 graphic works. No matter how difficult it is to draw up a ranking of relevance, the exhibition’s hub will undoubtedly be represented by four large works that will be in chronological order: “CRUCHE AUX FLEURS”, oil on canvas dating from 1925, is an

E/6

Prodotti tipici campani Typical products from Campania

Olio Pasta Tartufi vino limoncello e tanto altro

Olive oil Pasta Truffles wine limoncello and much more

Corso Italia , 1 80067 Sorrento - Tel. 081 8773842 - info@campaniafelixsorrento.com - www.campaniafelixsorrento.com


OTTOBRE 2017

Fondazione Sorrento iconic work of the master’s research on the floral themes that will accompany him throughout his life. “RUSSIAN VILLAGE”, oil on canvas of 1929, a stingy tribute to the poetic memory and at the same time realistic of the native country of the author. “COQ VIOLET” dating from 1966 to 1972, a mixed technique (oil, gouache and china on canvas), considered among the most representative works of Chagall’s entire production in his full artistic maturity. “THE HOMME ROUGE À LA CASQUETTE”, dated 1976, is also a mixed technique, that is, oil and gouache on canvas, in which they overlook and mix dear themes to the master like animal subjects, and subtle religious themes. A compendium of this selection of original works, there will be a multimedia area where some of the wonderful multicolored ecclesiastical glass windows made by Marc Chagall will be shown and animated. ORARIO 10 - 13 e 16 - 20. Ingresso intero € 5, ridotto per gruppi superiori a 10 persone € 3 Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura TIMETABLE 10 am to 1 pm and 4 pm to 8 pm. Full fare € 5 reduction for groups over 10 persons € 3 each Last admittance 30 minutes before closing

la serra N AT U R A L W E L L B E I N G R E J U V E N AT E - B E AU T Y

R E L A X A N D U N W I N D AT T H E M O S T B E A U T I F U L S PA I N S O R R E N TO *Info & Bookings Tel. 081 877 7877 - laserra@exvitt.it - Piazza Tasso 34, Sorrento (at the Excelsior Vittoria)

D/9

5


6

OTTOBRE 2017

ED IZ IO NE

ED ED IZ I IO ZIO NE NE

QUARANTESIMA EDIZIONE DELLA CONVENTION ANNUALE DEL MONDO DEL CINEMA

GIORNATE GIORNATE PROFESSIONALI PROFESSIONALI DIGIORNATE CINEMA DIPROFESSIONALI CINEMA SORRENTO 2017 DI CINEMA SORRENTO 2017 27/11 - 30/11 27/11 - 30/11 2017 SORRENTO 27/11 - 30/11

S

arà anche quest’anno la città di Sorrento ad ospitare, dal 27 al 30 novembre prossimi, le Giornate Professionali di Cinema, l’annuale convention che riunisce esercenti, distributori, produttori, artisti, giornalisti ed operatori del settore. La conferma è giunta a margine della Mostra del Cinema, in svolgimento a Venezia, nel corso di un party organizzato presso la Lexus Lounge del Lido, sulla Terrazza Mediterranea, alla presenza di Maria Grazia Cucinotta, madrina della serata, i vertici delle associazioni di categoria del comparto cinematografico e tanti ospiti. Special guest dell’evento veneziano, “Migrant Aliens” un vero e proprio plotone di alieni, opera dell’artista Fu Yuxiang, uno dei più interessanti protagonisti della nuova generazione cinese, ospite alla Biennale d’Arte di Venezia. Presente per l’amministrazione

comunale di Sorrento, l’assessore agli Eventi, Mario Gargiulo il quale, anche a nome del sindaco, Giuseppe Cuomo, ha ringraziato gli organizzatori per avere confermato la scelta di Sorrento come sede della 40ma edizione delle Giornate Professionali di Cinema. “Quello con le Giornate è diventato per noi un appunta-

mento irrinunciabile, che apre il cartellone di manifestazioni invernali, traghettando Sorrento, i suoi abitanti e gli ospiti, verso il Natale - ha sottolineato Gargiulo - Per l’occasione stiamo preparando tante sorprese per il pubblico, con anteprime, eventi ed iniziative aperte alla città. Per quattro giorni Sorrento incon-

trerà protagonisti del grande schermo, attrici ed attori, registi ed altri professionisti del mondo del cinema, trasformando questo momento in una grande festa dedicata anche ai più piccoli, grazie alla presenza di beniamini dei cartoon”. La Mostra di Venezia è per l’Anec, l’Associazione Nazionale Esercenti Cinematografici il trampolino di lancio delle Giornate Professionali di Cinema, organizzate anche per l’edizione 2017 in collaborazione con Anica, l’Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali e l’Anem, l’Associazione Nazionale Esercenti Multiplex, rappresentate alla serata rispettivamente dal vice presidente Giorgio Ferrero, dal presidente della sezione distributori Andrea Occhipinti e dal presidente Carlo Bernaschi. “La 40ma edizione delle Giornate Professionali di Cinema - ha spiegato Ferrero – è particolarmente significativa per la nostra associazione: in un mondo, quello del cinema e della comunicazione, sempre più frenetico e ricco di impegni, la nostra manifestazione ha mantenuto importanza, utilità e centralità nel calendario degli appuntamenti professionali. Venezia ci è sembrata la cornice migliore per iniziare a lanciare le Giornate, con un evento che ha richiamato tutti gli operatori presenti al Lido”. Il programma della kermesse sarà reso noto nelle prossime settimane, insieme alla lista di ospiti che saranno a Sorrento per prendere parte a questo “compleanno” speciale delle Giornate.

E/5


OTTOBRE 2017

7

da dicembre 2017 a gennaio 2018 Il Villaggio di Natale Giostrine, intrattenimento e divertimento. Il villaggio occuperà l’intero parco di Villa Fiorentino. Ognuno potrà passeggiare nel giardino con la sua casa colonica tra alberi di aranci e limoni, mentre un pony e una renna animeranno la visita per i più piccini che incontreranno anche Babbo Natale... Mostra del Presepe Napoletano Le migliori espressioni artistiche dell’antica “arte della natività” dell’intera regione Campania sono esposte nello scenario di Villa Fiorentino, offrendo la possibilità di conoscere ed apprezzare l’arte che scaturisce da una passione autentica.

La mostra, curata da Raffaele Celentano, che raccoglie oltre 70 scatti, è allestita nelle sale restaurate di Villa Fiorentino ed è aperta fino al prossimo 30 ottobre dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20. Ingresso 5 euro.

FONDAZIONE SORRENTO c/o VILLA FIORENTINO Corso Italia, 53 - tel. 081 8782284 www.fondazionesorrento.com

LA PERGOLA open at lunch for snacks and in the evening for dinner with live piano

C/7

Piazza della Vittoria, 5 - 80067 SORRENTO - tel. 081 8781024 - 081 8781604


8

OTTOBRE 2017

PERSONAGGI

ANTONIO CAFIERO IL PASTICCIERE DEI RECORD

A

pochi metri dalla centralissima Piazza Tasso, con il beneaugurante nome di “Primavera” la pasticceria gelateria di Antonio Cafiero, per merito del suo fondatore e titolare, è un crocevia di personalità di tutto il mondo. Instancabile per creatività ed invenzioni: sia nel settore dolciario che della gelateria, lo spazio in Corso Italia è una mostra perenne che include centinaia di foto: da Maradona a Lucio Dalla, da Carla Fracci a Belen, non solo estimatori del pasticciere ma frequentatori abituali delle sue golosità. Dinamico, creativo, anche umile nel sorvolare su primati che includono Papi, divi e creazioni iperboliche: il presepe di cioccolata, il babà più alto di una persona, una pastiera di due metri a forma dell’Italia e così via, Antonio Cafiero con la collaborazione concreta e affettuosa della moglie Alberta e dei figli Corinne, Sara e Luigi, continua a sfornare idee che, di stagione in stagione, riaffermano la grande capacità di andare oltre. Ed è con la forza del presente e la fiducia nel futuro che Antonio racconta.

Cominciando dal principio vuole dirmi la sua storia? Ultimogenito di cinque sono nato a Sorrento in una famiglia di lavoratori di origini contadine. Ero un bambino un po’ chiuso e pigro che, tentando di imitare suo padre che faceva i dolci per le feste paesane e ne soffriva. Continuando il sogno e affascinato dal ciclismo conobbi Mario Cipollini, il grande velocista di bicicletta, che mi regalò la maglia che dieci anni fa ho esposto in negozio, in seguito mi sono anche legato a Maradona che ho conosciuto. Come è arrivato a quanto è oggi? Non ho mai studiato ma ho cominciato a lavorare nell’intarsio per guadagnare i primi soldi che poi spendevo al Bar Maresca dove mi incantavo a guardare le vetrine di dolci. A diciotto anni ho aperto il mio primo negozio e quando ho potuto avere il mio primo bancone mi è sembrato di possedere una Ferrari! Qual e è stata una prima conquista? La mia prima macchina: una Diana che per averla fornii per un anno i dolci gratis a Nino che la vendeva! Con tutto quello che poi ha realizzato in seguito chi le ha insegnato di più? Difficile dirlo. L’ispirazione principale è stato papà che ho perso a sedici anni, poi, quando ho lavorato nella pasticceria Pollio, il maestro Vincenzo Marano, che aveva lavorato da Caflish, mi ha insegnato più cose. Devo molto anche a Claudio

C/4

Ruoppo per avermi suggerito il negozio in cui lavoro, che è stato una fortuna, e a Don Franco Maresca della Chiesa di Santa Lucia che ha benedetto i negozi ! Che cosa è stato difficile nel suo percorso? Quando ho perso mia madre che mi era molto vicina nel mio lavoro. Una soddisfazione qual è? I miei clienti che mi fanno sentire una star! Non parliamo poi degli argentini anche perché un Antonio Cafiero, mio omonimo e venuto nel mio bar, è stato ministro e governatore, per cui gli argentini hanno una tappa obbligata! Per me vale l’affetto più dell’incasso!!!! Si considera forte? La forza me la da il lavoro che mi piace e la famiglia che viene al primo posto. Questa è la mia forza. Ha la certezza di aver realizzato i suoi sogni? Mi sento realizzato e fortunato per aver non solo realizzato ma superato i miei sogni di ragazzo. A chi deve qualcosa? Devo molto al limone , agrume tipico del posto, perché anni fa ho lanciato la “Delizia al limone” che è diventato il dolce simbolo di Sorrento. Ha raccontato questo nei suoi libri? Ne ho scritti due: “Sorrento e le sue delizie” e “Il mulino di casa Cafiero” ma la soddisfazione maggiore me l’ha data la televisione che mi ha invitato e

LOADING COMPLETED! 100%


OTTOBRE 2017

E devo tutto alla pasticceria perché senza quella non sarei un bravo gelatier!

FOTO DI ADRIANO ALFARO

Ambizioso si o no? Ho l’ambizione di stupire e perciò fin dalle feste di diciotto anni in cui ho creato torte a forma di Ferrari, racchetta da tennis e altro feci anche una torta per i medici a forma di scatola di Aspirina e a Tinto Brass una statua nuda di cioccolato, un babà gigante per Marisa Laurito più alto di lei e feci finire Pamela Prati in un contenitore gigantesco di nutella! E’ emozionante fare felici le persone!

ospitato in decine di trasmissioni: da Uno mattina a Domenica in. Però non sono pago e vado sempre avanti La creatività che cos’è per lei? Fin da quando ero bambino l’ho messa in atto con la pasticceria e sono arrivato fino a Papa Woytila e Papa Ratzinger ,che mi è rimasto più impresso di altri e con il quale sono stato oltre un quarto d’ora.

Un altro ricordo speciale? Antonello Venditti che, quando nacque mia figlia Sara, gli cantò la canzone con il suo nome e sempre che può mi viene a trovare. Soddisfatto? Orgoglioso? Sono fiero di quanti si ricordano di me. Orgoglioso perché circa 500 ragazzi che hanno lavorato e imparato con me si sono fatti onore e per me è un vanto!

Una nostalgia ce l’ha? Quella della mia famiglia di origine ma… non si può avere tutto. Con il senno del poi rifarei tutto! Un sentimento che conta su tutti? Quello per mia moglie Alberta, che mi è stata sempre vicina, e i miei figli Corinne, Sara e Luigi. Che cos’è Sorrento per lei? Un posto magnifico e… le mie passeggiate invernali!

Giuliana Gargiulo

In aggiunta i gelati che d’estate bloccano il Corso per la folla avanti al suo negozio… Ne faccio con oltre ottanta gusti, amati perfino dai siciliani che sono maestri gelatai. Una paura nel suo lavoro l’ha mai provata? Si, quando mi allontano. Il mio vanto è lavorare da quaranta anni con Luigi Schisano e altre collaboratrici. In laboratorio siamo in quindici ai quali trasmetto una maniacale precisione anche se mi devo calmare!!!

Terrazza Vittoria Siamo al tramonto, a Sorrento è l’ora dell’happy hour o di una cena romantica gustando i deliziosi e raffinati piatti dei nostri Chef. ■ HAPPY HOUR 19.00/20.00

It’s sunset in Sorrento, it’s time for Happy Hour or romantic dinner with a chance to taste exquisite dishes, carefully prepared by our chefs. ■ CENA/DINNER 19.00/23.00

D/6 Piazza della Vittoria, 4 - SORRENTO - tel. 081 8072608 - 081 8781476 www.continentalsorrento.com

9

info@continentalsorrento.com


10

OTTOBRE 2017

M

ancano poche settimane all’apertura di ‘BookSophia - il Festival della Classicità’ che si terrà a Massa Lubrense il 12-13-14 ottobre prossimo. Nato dall’Archeoclub di Massa Lubrense, realizzato in collaborazione col circolo Endas – Penisola Sorrentina e con l’Associazione ‘I Virgiliani’ di Meta, BookSophia si propone di parlare di classicità. Perché a Massa Lubrense? «Decenni fa Georges Vallet e donna Paola Zancani Montuoro testimoniarono il valore culturale di Massa Lubrense: l’Archeoclub Lubrense, erede di quella tradizione vuole dimostrare che la cultura non è solo un hobby. Molti di noi hanno avuto la fortuna di conoscere appassionati del mondo classico come don

C/5

DAL 12 AL 14 OTTOBRE A MASSA LUBRENSE

dalla Redazione

mico. Per questo l’Amministrazione si è schierata con forza a sostegno di questa iniziativa che punta in alto, decisamente in alto. Già da ora sento il bisogno personale di ringraziare i tanti professionisti e i tanti giovani che si stanno impegnando con l’Archeoclub alla realizzazione del Festival». Queste le parole del Vicesindaco, avv. Giovanna Staiano, a cui si uniscono le considerazioni dell’avv. Sergio Fiorentino, assessore dalla cultura: «Un Festival del genere manca in Italia: il taglio culturale è indiscutibile, vista la presenza di personalità come Valerio Massimo Manfredi, di Paolo Siani, del prof. Boncinelli e dei tanti altri che gli amici dell’Archeoclub ci hanno confidato aver accettato

entusiasti. L’evento sarà concentrato nel centro città, ma anche nella struttura dell’ex Flamingo: e questo è già un segnale fortissimo, perché è la prova che attorno a questo Festival si può creare una rete che coinvolga tutte le frazioni del territorio». Il calendario degli eventi è già consultabile sul sito del Festival: www.festivalbooksophia.blogspot.it o sulla pagina Facebook, dove il video di presentazione sta già spopolando. Sale la curiosità di sapere perché questo nome, quali le modalità di partecipazione: prossimamente intervisteremo a tal riguardo gli organizzatori. Per adesso ci accontentiamo della dichiarazione di Domenico Palumbo, vice presidente dell’Archeoclub e prof al Sant’Anna Institute: «è un festival totalmente gratuito: per motivi di sicurezza e di gestione degli spazi chiederemo la prenotazione per gli eventi. Lo slogan del festival? Potrebbe essere questo: “libertà di conoscere, libertà di condividere”».

Peppino, come don Saverio Mollo, come Teresa Morvillo: gente che parlava di classicità tutti i giorni, senza aver bisogno di tenere una conferenza. E dunque ci è venuto naturale tentare di metter su un progetto serio a beneficio dell’intera collettività»; così Stefano Ruocco, presidente dell’Archeoclub, associazione che ha da poco festeggiato i 40 anni di attività. BookSophia ha ricevuto da subito l’appoggio dell’Amministrazione Comunale: «Crediamo che Massa Lubrense possa degnamente parlare di cultura: crediamo da sempre che la nostra città possa non solo essere uno splendido salotto culturale, ma incarnare l’idea di un nuovo tipo di sviluppo turistico-econo-

6 - 7 - 8 OTTOBRE A MASSA LUBRENSE


OTTOBRE 2017

PIANO DI SORRENTO

X CICLO DI CONFERENZE UNA STORIA DI Piano di Sorrento. Una storia diOttobre terra2017 e di mare TERRA E DI MARE Aprile 2018

11

Antonino Siniscalchi

Piano

X ciclo di conferenze, ottobre 2017 - aprile 2018

Tra i Golfi di Cuma e di Poseidonia

o

Città di Piano di Sorrento in collaborazione con l’Associazione Culturale

urale

OEBALUS Studi sulla Campania nell‛Antichità

nia

e in collaborazione con

L

a Città di Piano di Sorrento in culturale come il Museo NaSabato 7 ottobre 2017, ore 18.00 collaborazione con l’Associaziozionale Etusco di Villa Giulia di ANGELA PONTANDOLFO (Università di Salerno) ne Culturale Oebalus. Studi sulla Roma e l’ampia sezione temaFratte di Salerno: quale identità? Campania nell’Antichità orgatica è dedicata al rapporto tra i Sabato 14 ottobre 2017, ore 17.30 nizza dal 2010 cicli di conferenGreci e le popolazioni italiche: In cerca di una politica per i Beni Culturali ze sulla storia del territorio che da qui il titolo Tra i Golfi di Cuma serata dibattito con hanno sempre riscosso un notee Poseidonia, che si riferisce, paCARLO PAVOLINI (Università della Tuscia), vole interesse da parte dei cittarafrasando Eratostene, al territoCARLO RESCIGNO (Università della Campania Luigi Vanvitelli) dini della Penisola Sorrentina. rio della Penisola Sorrentina in FRANCESCO SIRANO (Direttore Parco Archeologico di Ercolano). E, in effetti, l’iniziativa è nata età arcaica, nel contesto di una Moderatore Vincenzo Iurillo de Il Fatto Quotidiano. proprio con lo scopo di avviciCampania antica che vedeva la nare i cittadini alla conoscenza forte presenza di Cuma a Nord e Sabato 11 novembre 2017, ore 18.00 del loro patrimonio culturale, quella di Poseidonia a Sud. FABRIZIO VISTOLI (Società Magna Grecia) nella consapevolenza che solI relatori, italiani e stranieri, che Paola Zancani Montuoro, “archeologa senza rossetto”. Scoperta tanto la conoscenza storica può prenderanno parte al ciclo di ed esercizio di una vocazione tra Napoli, Paestum e Roma. contribuire a rafforzare l’amore conferenze sono tra i maggioSeguirà ricordo da parte di amici e studiosi. per il proprio territorio da parri studiosi del mondo antico e Sabato 2 dicembre 2017, ore 18.00 te dei cittadini e favorire il proalcuni di essi dirigono istituti GABRIEL ZUCHTRIEGEL (Direttore Parco Archeologico di Paestum) cesso di tutela e valorizzazione. fondamentali del nostro patriLa Magna Grecia: vincitori e perdenti Pertanto, nel corso degli anni le monio culturale, come il Parco conferenze hanno riguardato gli Archeologico di Paestum, quelSabato 10 marzo 2018, ore 18.00 aspetti più vari della storia della lo di Ercolano, il Museo Etrusco MARIO LOMBARDO (Università del Salento) Penisola Sorrentina e della Camdi Villa Giulia e lo stesso Museo Calcidesi ed Eretriesi nel Golfo di Napoli e pania in generale. Vallet di Piano di Sorrento. ‘l’alba della colonizzazione’ greca in Occidente elirp a 7Aotpartire abaS dalSabato Sabato .dicembre 81 ciclo), ero ,710 2017, 2 Oltre erbore mealle c18.00 id 2relazioni otabaS relative ore 18.00 81 ero2018, ,7102ore erb18.00 otto 7 otabaS 2013020(VI alla070.aprile marzo ore EIRAM -ESalerno: NIER si è voluto ÉRARD ,A I2018, Greci altri: G :aABRIEL icerG aZnUCHTRIEGEL gspazio aM aL ,LEG ,sezione E La IRT Magna HCUZ LGrecia: EIRBAG :onrR OB , Fratte di elEINE aS va i-M d eARIE ttar17 FB,O FLODN RTNOPe Agli LE18.00 G NA tuttavia, dare tematica, tra cui IDAmatrimoni OGGIANO ied amelborp li il problema dei vincitori e perdenti itnedrep e iroticniv ?àtmisti i(CNR) tneddalla i elauq a un programma di consenz’altro segnalata quella di alla alla ainanche apmaC Campania UnSicilia Mediterraneo condiviso: il Levante all’aba del primo millennio. ferenze su un tema specifico: Paolo Poccetti sull’etimologia 7 aprile 2018,18.00 ore 18.00 si 10 è00trattato sono preirpa17.30 41inotquell’occasione abaS Sabato Sabato marzo .81 ero2018, ,810del 2ore oznome r18.00 am 01dioSorrento, tabaS 7, lore 0314 .71aprile ero ,72018, 102 erore botto 41 otabaS Paris 1 Panthéon-Sorbonne) REINE-MAIRE BÉRARD delle Sirene (da qui è nata una visti anche altri eventi, come ad dei tluC ineBNiIZZO ed a,cPithekoussai: itilop anu id acre(Université c nI Z ZINBeni ONITCulturali, NELAV lenM isARIO eirterLEOMBARDO de isedic, lCalcidesi aC ,ODRABed MOEretriesi L OIRAMnel ,ilaVruALENTINO IOGreci ricordo grande RLO AVOLINI ,INILOVAPdell’archeologia LRAC engli oc altri: otittailbiproblema d atares dei matrimoni misti dalla Campania ’lledPo tsmostra esni,lap al Museo enoGolfo izazzArcheologico in diolNapoli oc allee d ‘l’alba abla’esempio l‘ della e ilopcolonizzazione aNil id ofloG della palinsesto alla NCESCO .d .O NMediterraneo ARIS OCS ECNSicilia. ARF E ONGICSER OLRAC enarretS idella dIRANO eM lePenisola del greca’ in Occidente tnediccO ni Paola ’acergZancani Sorrentina Geor- earcheologa MonLO OLLIRUI OZNECNIV aredoM ges Vallet e una pubblicazione). tuoro nel trentennale della sua 14 aprile 2018, ore 18.00 Quest’anno all’organizzazione scomparsa e una serata sulla ‘ri(Direttore Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Roma) VALENTINO NIZZO 017, ore 18.00 0Cul0.8121 ero ,71022018, erbmore evo18.00 n 11 otabaS Sabato 17 00marzo .81 ero2018, ,810forma 2ore ozr18.00 am 71 otabaS dei Beni lirpa 12del otab aS Sabato aprile nuovo ciclo di conferenze Franceschini’ Pithekoussai: palinsesto dell’archeologia del Mediterraneo. aU Zancani tOMMASINA noM inacnB aZ aloaP, ,ILsantuari OTSIV OIZ IRBAF :o IDA s- ivaprile O idGGIANO noc 2018) oe,nUn arrè eMediterraneo tideM nU ,ONAcondiviso: IGGO ADI ,orou B ANIS(ottobre AMontuoro, MMOT 2017 T UDETTA della turali che nell’ultimo anno è stasetto». trepocS .Sorrentina: »ot21 tesaprile sor azuna n2018, esriflessione agoore loeh18.00 cra« oinnellall’alba im omirp del led primo abla’millennio lla etnaveL li de aPenisola erroS aScoperta losineP ed il Levante stata invitata a partecipare anta oggeto di un vivace dibattito ione ,ilopascavi N artarcheologici eTOMMASINA noizacov anin uBUDETTA id oizicre(Direttore se cratra ivaNapoli, cs ilgus sugli località Museo Archeologico “Georges Vallet”) che una prestigiosa istituzione tra sostenitori e contestatori. .amoR e mutseaP onaiP a àtinirT Trinità a Piano di Sorrento I santuari della Penisola Sorrentina: una riflessione sugli scavi ci e studiosi isoiduts e icima id odrocir àriugeS C ELENTRO ANUMOC CULTURALE ELARUTLUC COMUNALE ORTNEC archeologici in località Trinità a Piano di Sorrento.

iid Sorrento. e arret iUna d airStoria otS andi U .terra otnere rodi S id mare onaiXP

VIA ESODELLE R ELLEROSE D AIV

P OT IANO NERR DIOSORRENTO ID ONAIP mocinformazioni .liamtoh@erorivolgersi tanesf :ea roFelice taneS Senatore: ecileF a isrfsenatore@hotmail.com eglovir inoizamrofni rep per

Sabato 5 maggio 2018, ore 18.00 PAOLO POCCETTI (Università di Roma ‘Tor Vergata’) Nomi e storia: riflessioni sulla toponomastica sorrentina

Tra i G


12

OTTOBRE 2017

UNA NAVE MUSEO PER LA NOSTRA CANTIERISTICA

META COME GREENWICH

L

a proposta di un potente attrattore, culturale e turistico, per Meta e per la Penisola Sorrentina, lanciata dallo scrittore Raffaele Lauro (www.raffaelelauro.it), nella Sala Consiliare del Palazzo Municipale di Meta, nel suo discorso di ringraziamento, sul tema, “Meta, terra sacra di confine, di partenza e di ritorno”, al Sindaco, alla Giunta Municipale e al Consiglio Comunale di Meta, a conclusione della cerimonia ufficiale di conferimento della cittadinanza onoraria. “Sarebbe straordinario - scrive Lauro nel discorso - che un giorno, non lontano, su una piazza di Meta o sulla spiaggia di Alimuri, con i finanziamenti della Regione Campania, sui fondi europei, potesse essere ricostruito fedelmente uno dei grandi velieri storici, realizzato nei cantieri di Alimuri, da adibire a nave-museo della cantieristica navale di Meta e della Penisola Sorrentina, per gli studenti, per i cittadini e per i turisti, a somiglianza del ‘Cutty Sark Museum’, realizzato nel borgo reale di Greenwich, a Londra. Quello storico clipper dell’Ottocento, un veliero oceanico veloce, adibito al trasporto del tè, è diventato un contenitore di reperti navali (documentali, iconografici), con un percorso multimediale multilingue di straordinaria efficacia per comunicare la complessa e affascinante storia del commercio inglese dell’Ottocento.

dalla Redazione

In poche parole, un attrattore di primaria importanza e un’immancabile tappa per i visitatori dell’osservatorio astronomico di Greenwich e dei Musei Navali del borgo londinese. Allo stesso modo, un’analoga realizzazione, di prestigio, a Meta, anche con l’auspicabile concorso degli altri comuni costieri e dei privati, potrebbe rappresentare una rivoluzione culturale e turistica di enorme rilievo. Diventerebbe, in tal modo, la struttura ideale per conservare la storia gloriosa della nostra cantieristica e celebrare, degnamente, le grandi famiglie armatoriali, i

Cutty Sark Museum. Greenwich, Londra, 2017

RIDISEGNATO IL CENTRO URBANO

capitani, con i loro coraggiosi equipaggi, e intere generazioni di maestri d’ascia, di carpentieri, di segatori, di calafati, nonché di maestri di mare, che erano addetti all’assemblaggio delle manovre, e di artigiani, che furono impegnati nella produzione di vele, di cime e di botti”.

È

fissato, per il 6 novembre prossimo, il via ai lavori di rifacimento della sede stradale e dei marciapiedi di corso Italia, a Sorrento, nel tratto compreso tra piazza Tasso e l’ospedale Santa Maria della Misericordia. Il progetto è stato illustrato nel corso di una riunione con i commercianti, convocata presso il Palazzo Comunale. Il cantiere che sarà aperto in piazza Tasso e proseguirà fino all’incrocio con via del Mare, sarà inaugurato a novembre ed interrotto tra il 16 dicembre ed il 6 gennaio, in concomitanza con le festività natalizie, per poi terminare entro quelle pasquali. Il progetto prevede il rifacimento di marciapiedi e sede stradale, che saranno rivestiti di pietra lavica. L’area sarà servita da un impianto di pubblica illuminazione a led, dotato di controllo a distanza della luminosità e casse acustiche. Prevista anche l’istallazione di panchine con prese per la ricarica di smartphone e tablet e la piantumazione di alberi di arancio. Gli attuali dissuasori dislocati lungo corso Italia e le stradine di accesso al centro storico, saranno sostituti da telecamere in grado di riconoscere le targhe dei veicoli autorizzati all’accesso nella Ztl. Completano il progetto, l’istallazione di totem informativi, di una rete di wi-fi pubblica e di contenitori per raccolta differenziata.


OTTOBRE 2017

13


14

OTTOBRE 2017

SORRENTINE ITINERARIES

Luisa Fiorentino

THE HILL OF PRIORA

T

he hill of Priora is, amongst those surrounding Sorrento, the most evocative. All Sorrento and its peninsula can be seen, from the Scutolo Point to the Point of Cape of Sorrento. Its vineyards, like those of the nearby Mount Corbo, have always been famous for the “sweet liqueur of Bacchus” which they produce The grape festival is just one more reason for a whole some trip to this marvellous hill. To reach Priora there is a modern, panoramic road, the Nastro Verde, which begins at the crossroads for the Cape of Sorrento, near the Hotel Metropole. There is also a pubblic bus service on this road. We’d like to indicate a more interesting itinerary to be done on foot. Any hard-ship involved will be worth it. From via degli Aranci, take the turning leading to the Hilton Sorrento Palace Hotel. At the end of this road is the 18th century church of S. Antonio, attached to the old people’s home. Beyond this church are steed, winding steeps carved into the rocks leading up the hill. The way is marked by the presence of numerous votives niches and modern sculptures of the signs of the cross. The natural setting combined with a nature distinguished by dry masonry in calcareous stone, the tricks, of light through the green of the olives all make this sport more evocative. Halfway up is a Chapel with a three-arched belltower helps accentuate the perspective effect, submerged in a cascade of greenery. After a brief stop we go on to reach the Crocevia district, with its 18th century Church of St. Mary. Here the going is easier and passing through olives and vineyards, after about ten minutes the zone of Priora is reached. On the little square which is surrounded by ancient dwellings, stands the church of St. Atanasio, bishop of Sorrento. It is a church with two aisles: one, the major, is covered by a lacunar canvas ceiling, the other, with an indipendent entrance, is circular vaulted and more antique. Over the main altar is an 18th century painting depicting the Virgin of the graces while on the left is a bust of St. Atanasio. After visiting the church, it’s time to walk through the typical streets of the town to feel the atmosphere of a typical country village, admiring

D/7

the glimpses of the stupendous panorama, tasting the farmer’s generous hospitality as they no doubt will offer you a taste of their delicious wine. To return to Sorrento if you’re tired, there’s the local bus. For those still wishing to walk, there’s an alternative road to the one already described. It’s necessary to take the road next to the church, an old mule track which winds through olive and orange groves in an unpollutted area. Following this road, the locality called capodimonte is a quickly reached, once again offering a panoramic view of Sorrento, and in particular the fishing village at the Marina Grande. Following a brief tract of the sorrentine highway the town centre is reached by the Corso Italia.

E/7


OTTOBRE 2017

IL MONDO DELLA MUSICA DA CAMERA

dalla Redazione

SORRENTO CHAMBER MUSIC FESTIVAL

S

orrento Chamber Music Festival” si svolge presso l’Azienda di Soggiorno e Turismo, i Giovedì di novembre (dal 9). Protagonista indiscussa della rassegna è la Musica Classica da Camera, patrimonio artistico interpretata magistralmente da artisti di fama internazionale. Direttore artistico della rassegna è il M° Paolo Scibilia, già conduttore della prestigiosa rassegna musicale estiva al Chiostro di S. Francesco “Sorrento Classica” e numerosi programmi musicali nella costiera sorrentina e amalfitana. Organizza l’ evento la Società Concerti Sorrento, col patrocinio della Regione Campania, Città di Sorrento e Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo. Un nuovo impulso artistico, culturale e turistico per la Città che fonde le sue bellezze con quelle della grande musica, perché se è vero che la bellezza ispira la musica è altrettanto vero che la musica aleggia da sempre a Sorrento.

15

S

orrento Chamber Music Festival”, takes place in Sorrento, at the Official Tourist Board “Azienda di Soggiorno e Turismo”, on the Thursdays of November (starting from day 9), at hour 8.30 pm. The Classic Chamber Music, undisputed star of the universal culture patrimony, is played by masterful international artists. Art director of the festival is Paolo Scibilia, conductor also of the prestigious international summer music festival at the Cloister of St. Francis, “Sorrento Classica”. The festival is organized by the Sorrento Concert Society & Agimus Napoli, with patronage of Regione Campania, City of Sorrento, Sorrento - S. Agnello Official Tourist Board A new artistic impulse, culture and tourism for the City that blends its beautifulness with the great music, because if it is true that beauty inspires the music is equally true that music has always hovers in Sorrento.

MARTHA NOGUERA

MAACHA DEUBNER

SORRENTO CHAMBER MUSIC FESTIVAL

The International Classic Chamber Music Festival of Sorrento II edition Autumn 2017 Direzione artistica: Paolo Scibilia Azienda Soggiorno e Turismo, Sorrento Via De Maio 35 GIOVEDI 9 NOVEMBRE, ORE 20.30 MARTHA NOGUERA pianista Rio De Janeiro American Award and Buenos Aires Lalewicz Awards

Tributo a Lya De Barberiis - Haydn, Beethven, autori argentini GIOVEDI 23 NOVEMBRE, ORE 20.30 MAACHA DEUBNER soprano Echo Classical Award 2007 - RCA, BMG, Capriccio, Naxos, Edel Classics Record Artist

Tribute a Johan Wolfang Goethe (245° anniversaro della morte) Lieder su testi di Goethe

Ingresso libero, fino esaurimento posti a sedere. Free entry, subject to seats availability Il programma completo è in fase di allestimento The full program is coming soon

Info: Azienda Soggiorno e Turismo / Official Tourist Board (Sorrento - Via Luigi De Maio, 35) - Tel. (+39) 0818074033 www.sorrentotourism.com - www.societaconcertisorrento.it

D/9

Sorrento

SPECIAL EDITION

PRODOTTO ESCLUSIVO IN COLLABORAZIONE CON

STRAP WITH MOSAIKO ELEMENTS

Hand Made in Sorrento CORSO ITALIA 179/181 80067 - Sorrento (NA) Tel. 081 878 5419


16

OTTOBRE 2017

Riccardo Iaccarino

Itinerario di visita al

Centro Storico di Sorrento Via Parsano - Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà - Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto - Via Tasso Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo Piazza Tasso - Corso Italia.

(1) Le antiche mura

Delle cinta difensiva greca rimane la murazione esistente sotto il piano stradale della Porta Parsano Nuova, visibile in prossimità della Porta stessa. Un altro rudere di dimensioni molto limitate, della murazione greca, oltre la Porta della Marina Grande, è il piccolo tratto della cortina occidentale, in località via Sopra le Mura. La città romana si sovrappose all’insediamento greco osservandone la pianta urbana e la stessa cinta muraria a grossi blocchi isodomici. Queste mura, rimasero a difesa di Sorrento durante tutta l’epoca medioevale. Il rifacimento di esse iniziò nel 1551, e fu completato soltanto nel 1561 dopo la tragica invasione dei Turchi. Oggi la cinta di mura di Parsano è stata restaurata ed è visitabile tutti i giorni.

ora classici ora bizantini, con basamenti di statue e con ogni sorta di frammenti marmorei. Nelle due arcate fortemente rialzate e nelle colonne disposte sugli spigoli si rileva il suo chiaro accento bizantino. Questa costruzione ha anche interesse per la storia urbanistica della città poichè i brevi spazi ad archi rialzati e la attigua volta su via Pietà, all’ingresso dell’episcopio, servirono per lungo tempo alle pubbliche riunioni prima che esse si svolgessero nell’interno del castello. La parte superiore del campanile fu se non edificato, assai probabilmente ridotta nell’attuale forma, intorno al XVI sec.

(2) Chiesa dei Servi di Maria

In stile barocco, fu completata nel XVIII secolo. Sede della Congregazione dei Servi di Maria, conserva all’interno una statua lignea del Cristo Morto, di autore ignoto, che nel giorno del Venerdì Santo viene portato in processione dai confratelli, incappucciati in nero.

Questo edificio, recentemente restaurato, è opera di eccezionale rarità e pregio poichè rappresenta un documento di quel gusto tardo bizantino ed arabo in una stesura forse unica per organica continuità compositiva. Le grandi finestre ad arco, tre per ogni piano, sono contornate da ampie fasce in tufo giallo e grigio; due più sottili fasce sottolinean, a guisa di marcapiano, i due ordini di finestre, e rotonde formelle, come piccoli rosoni, recanti al centro patere di maioliche, si alterano alle aperture con un contorno in lieve risalto sul fondo di intonaco. L’ornato dell’intarsio tufaceo svolge una successione di losanghe ad eccezione della finestra centrale il cui fregio segue un motivo a zig-zag.

In stile romanico, risale al XV secolo; dello stesso periodo è il portale laterale (1474), in moda rina-scimentale. La chiesa ospita tra l’altro tele di artisti della scuola napoletana del ‘700, un trono arcivescovile in marmi scelti (1573) ed un coro ligneo intarsiato opera di artigiani sorrentini dei primi del ‘900. Opere, sempre realizzate con la tecnica dell’intarsio, si possono ammirare all’interno come i quadri della Via Crucis o i tamburi dell’entrata principale e di quella laterale, opere recenti di giovani maestri intarsiatori.

Di questo campanile è notevole la parte basamentale di età romanica, costruita forse intorno al secolo XI con tronchi di colonne di varie specie con capitelli

(7) Palazzo Correale (secolo XIV) La facciata di questo palazzo mostra pregevoli bifore archiacute in tufo scuro, di varia forma e disegni, con archetti e rosono lobati. Ha un bellissimo finestrone con ogiva a sovrassesto che insiste su corti piedritti polistili sostenuti da mensolette e cimati da capitelli gotici a foglie d’acanto; nella chiave dell’arco è scolpita l’arme gentilizia. Il portale è quello caratteristico napoletano ad arco depresso con sagome durazzesco-catalane, che fu usato dalla fine del trecento a tutto il quattrocento. (7) Palazzo Veniero (secolo XIII)

(3) Cattedrale

(4) Campanile del Duomo (5) Episcopio

metà del quattrocento, appartiene il palazzetto e la loggia in vivo Calantariaro con capitelli che ritroviamo in una scala napoletana in Via S. Arcangelo a Baiano, e quelli della cappella Pontano con la sola variante della foglia disposta in senso inverso.

(8) Casa Correale in Piazza Tasso

(6) Casa quattrocentesca

Come unica e curiosa testimonianza locale derivante dall’influsso dei maestri toscani operanti in Napoli nella seconda

Sulla piazza principale, anticamente chiamata largo del Castello, e precisamente nell’angolo in cui ha inizio via Pietà, si affaccia un altro palazzo Correale; L’iscrizione sul cartiglio marmoreo del portale ha la data del 1768, ma si sa però che già nel XV secolo trovavasi lì una casa della stessa famiglia che venne poi totalmente trasformata dal rifacimento settecentesco.

D/8 D/8


OTTOBRE 2017 venienti probabilmente, per la loro particolare uniformità, dal portico di una delle molte ville romane presenti nella zona. Nella cripta, rifatta nel settecento, si osservano numerosi quadretti di ex voto, soprattutto di marinai. Interessante è il presepe del settecento, della scuola di Sammartino, e il portale meridionale di forme bizantino-romaniche, risalente al X secolo.

(12) Chiesa della Grazie

(9) Santuario della Madonna del Carmine

Ricostruita alla fine del ‘500 su una precedente e antica chiesa dedicata ai S. Martiri Sorrentini, la Chiesa è ad una sola navata. Sullo sfondo c’è l’antica immagine della Madonna, copia della Vergine Bruna di Napoli. Si possono ammirare quadri di buona fattura di artisti del ‘600 e del ‘700 nonchè due artistici reliquiari in legno intarsiato del 1600.

(10) Sedile di Porta (secolo XVI) Nell’angolo che via S. Cesareo forma con Piazza Tasso, nel posto dove attualmente ha sede il circolo Sorrentino, trovavasi un secondo sedile, detto di Porta, perchè in origine eretto presso la porta maggiore della città nello spazio allora denominato Largo del Castello. Dopo l’abolizione dei sedili fu ridotto prima a carcere poi a corpo di guardia per la milizia urbana e infine a luogo di convegno del circolo Sorrentino. (11) Basilica di S. Antonino

L’origine è riconducibile all’XI secolo, anche se già verso il IX secolo, esisteva in quel luogo un oratorio dedicato a S. Antonino. La chiesa presenta diversi elementi di spoglio, come i fusti delle colonne pro-

(15) Chiesa e Monastero di San Paolo

La chiesa è annessa all’antico monastero delle monache benedettine risalente al nono secolo e ora sede di un Istituto scolastico. È costituita da una navata con volta a botte e lunette ed è ricca di decorazioni, stucchi e tele del settecento. Da notare il pavimento in maiolica su fondo di cotto, il piccolo campanile belvedere e la cupola maiolicata.

La chiesa cinquecentesca con l’annesso monastero di clausura di monache domenicane, fu donata dalla nobile sorrentina Bernardina Donnorso alla fine del ‘500. La chiesa è ad una navata e conserva pregevoli opere di pittori meridionali operanti tra la fine del ‘500 e gli inizi del ‘700 come S. Buono, N. Malinconico, P. Caracciolo e B. Corenzio

(15) Casa del Tasso

A destra del tratto di strada, che da piazza F.S. Gargiulo porta alla piazza della Vittoria, si trova l’ingresso dell’Imperial Tramontano, che incorpora due camere, avanzo della casa in cui nel 1544 nacque Torquato Tasso, autore della Gerusalemme Liberata.

(18) Chiesa SS. Annunziata

L’origine di questa chiesa è antichissima: ma si ignora la data della sua fondazione. Fu probabilmente edificata sui ruderi del tempio dedicato alla dea Cibele. Dal 1391 in tale chiesa (acui era annesso un monastero) officiavano i Padri Agostiniani della Congregazione di S. Giovanni a Carbonara di Napoli. Nel 1811 la chiesa fu concessa a loro richiesta ai compatroni delle Cappelle, purchè si accollassero tutte le spese di mantenimento i quali aloro volta nel 1854 l’assegnarono definitivamente alla Congrega laica di S. Monica.

(19) Sedile Dominova

Unica testimonianza rimasta in Campania degli antichi sedili nobiliari, risale al sec. XVI. In forma quadrilatera, con due arcate ad angolo in piperno, che lasciano scoprire l’intero della cupola e i muri di fondo con affreschi del settecento. I pilastri e le arcate posistili, con i loro capitelli, sono di gusto arcaicizzante. La cupola seicentesca è formata da embrici maiolicati di colore giallo e verde.

(13/14) Chiesa e Chiostro S. Francesco

L’origine del monastero risale alla prima metà dell’VIII sec. L’architettura del chiostro presenta archi incrociati di tufo su due lati del portico espressione stilistica del tardo trecento, sostituiti sugli altri due lati da archi tondi su pilastri ottagonali. Da notare infine, la presenza di vari elementi di spoglio, provenienti da templi pagani, come le tre colonne di angolo riusate funzionalmente. Accanto al convento è situata la chiesa di S. Francesco, che risale al XVI secolo. All’interno si può ammirare, nella prima delle tre cappelle di destra, una statua in legno, raffigurante il santo con il Cristo crocefisso, donata dalla famiglia Vulcano nel XVII secolo.

17

(16) Chiesa del Rosario

già dei SS. Felice e Baccolo Comunemente conosciuta come del SS. Rosario, sorse, probabilmente sotto l’impero di Costantino Magno (310), sui testi di un antico tempio pagano chiamato Pantheon e, fu cattedrale di Sorrento dal XII al XV secolo.

D/12

(17) Casa di Cornelia Tasso

Al numero 11 di via S. Nicola, si trova la casa Fasulo, già Sersale (notevole il portale a bugnato e del balconcino) nella quale abitò Cornelia Tasso, sorella di Torquato e moglie di Marzio Sersale e che continuò a dimorarvi anche da vedova, coi figli Antonino e Alessandro. Nel luglio 1577 Torquato, fuggito dal castello di Ferrara, s’imbarcò a Gaeta e qui si presentò in veste di messaggero del poeta, e poi si rivelò. Partì per Roma. Nell’atrio, volta affrescata con stemmi e trofei militari e iscrizioni del 1615 che ricordano il Poeta.

D/9

D/12

Follow us

carmela_celentano

D/8

C/8


D/9

Vico S. Aniello

REFINED MEDITERRANEAN CUISINE LOUNGE BAR BY THE POOL

Bookings / Prenotazioni Tel.081 877 78 68 - Open for lunch and dinner

L’Orangerie, via Correale 8, Sorrento orangerie@exvitt.it - www.exvitt.it/orangerie

C/8

D/8

RISTORANTE - PIZZERIA

In the historical centre of Sorrento where you can sample the Neapolitan pizza. Home cooking. Moderate prices. Family management

D/7 VIA DEGLI ARCHI, 15 • SORRENTO • TEL. 081 8781927 • www.dagigino.com


81

D/9

D/9

D/9

D/10

E/6

D/9

D/8


24

OTTOBRE 2017

Riccardo Iaccarino

Itinerary for a visit to

Sorrento’s Historical Centre

D/8

Via Parsano - Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà - Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto - Via Tasso Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo Piazza Tasso - Corso Italia.

E/7

(1) The old walls

The only part of the Greek defensive wall still remaining is under the road at the Porta Parsano Nuova (new Parsano Gate) and can be viewed close to the same door. Another ruin of the Greek wall other than that of the Marina Grande Gate and very limited in size is the small tract (just over three metres) of the western end located in via Sopra Le Mura. The Roman town was built over the Greek one following the same urban plan with walls of large isodomic blocks. These walls stood to defend Sorrento through the Middle Ages. Rebuilding began in 1551 and was only completed in 1561 after the tragic Turkish invasion. From 2010 the walls of Parsano has been restored and it’s possible to visit everyday.

In Baroque style this church was completed in the XVIII century. The site of the congregation of the servants of Maria, it conserves inside a wooden statue of the dead Christ, by an unknown sculptor which is carried during the Good Friday procession by confratemity members in black robes and hoods.

Christmas Shop Via degli Archi, 18 - SORRENTO - tel. 081 8075815

D/8

F/7

A/15

(3) Cathedral

In Romanic style it dates to the XVth century; the side door is from the same period (1474) and in Renaissance style. Amongst other things the church houses paintings by artists from the Neapolitan school of the 1700s, an archibishops throne in fine marbles (1573) and a wooden marquetry work of Sorrentine craftsmen of the beginning of the 19th century. Works of art always made by using the marquetry technique can be admired in the interior, such as the pictures of the stations of the Cross or the wooden panels of the main and side entrance. These are all works of recent young masters of marquetry art.

(4) Cathedral Belltower (5) Bishop’s Palace

(2) Church of the Servants of Mary

C/7

(6) Fifteenth Century House

The only curious examples of local architecture deriving from the influx of Tuscan experts working in Naples in the second half of the 1400s are the small building with lodge in Vico Galantarario, the capitals which can be found in a Neapolitan staircase in Via S. Arcangelo a Baiano and those of the Pontano Chapel with the only variation of leaf placed inside out.

Noteworthy is the belltower’s base from the Romanic era probably built around the VIth century with various types of trunks of columns, alternating classic and Byzantine capitals with a base of statues and every type of marble fragments. In the two highly raised arches and on the columns placed at the corners its clearly Byzantine accent can be noted. This construction is important to the town’s urban history since the small spaces under the raised arches and adjoining bend onto Via Pietà at the beginning of the Bishop’s Palace were used for years for public gatherings before these were held inside the castle. The upper part of the tower was either rebuilt or at least greatly reduced to its present size around the XVth century.

(7) Correale Palace (XIVth century) The facade of this building exhibits valuable acute-arched mullioned windows in dark tufo in various shapes and designs, with small arches and lobed rosewindows. There is a beautiful large window with an overhanging pointed arch which rests on polystyle piers upheld by corbers and crowned by Gothic capitals of acanthus leaves, in the keystone of the arch the coat-of-arms is incised. The portal is characteristically Neapolitan -a depressed arch with Durazzesque Catalan patterns and was used from the end of the 1300s all through the 1400s. (7) Veniero Palace (XIIIth century)

This building is of exceptional rarity and worth as it represents the late Byzantine and Arab taste uniquelly drafted in compositive organic continuity. The three large arched windows on each floor are surrounded by wide fillet in grey and yellow tufo, two narrower fillet, used ad floor markers underline the two rows of windows and round tiles, like small rosewindows with majolica paterae in the centre alternate at the apertures with a slightly raised contour at the base of theplaster. T h e i n l a i d t u f o d e co ra t i o n d e ve lops a succession of lozenges with the exception of the central window whose frieze follows a zig-zag motif.

(8) The Correale House

in the Tasso Square In the main square, once called largo of the castle, exactly at the corner where Via Pietà begins another Correale Palace is located. The inscription on the portal’s marble scroll ornament bears the date 1768


OTTOBRE 2017 but it is known that as early as the XVth century a house belonging to this family stood here and was later totally transformed by the 17th century reconstruction.

(9) Sanctuary of Carmine

(St. Mary of Carmelo) Reconstructed at the end of the 15th century, on the remains of a previous ancient Church dedicated to the sacred sorrentine Martyrs, the Church of Carmine has only a single nave. At the far end there is an ancient impression of Mary, the Madonna, which is a copy of the Drk skinned Virgin of the Church dedicated to the same Saint in Naples. Once can admire paintings of good quality of artists of the 16th and 17th centuries, as well as two artistic gilded wooden bone containers of Saints which date back to the 16th century.

(10) Porta Seat (XVIth century) In the corner which Via S. Cesareo forms with the Tasso Square where the Sorrentine club is now located there once stood a second Seat called Porta because it was originally built near the city’s main gate in the area then called Largo del Castello. After the abolition of the seats it was first turned into a prison and then a guard-house for the urban militia and finally a meeting place for the Sorrentine club.

(11) Basilica of St. Antonino

Its origin dates to the XIth century although there was already an oratory dedicated to St. Antonino here in the IXth century. The church presents various elements of

A/15

plunder such as the column shafts which for their particular uniformity probably come from the portico of one of the many Roman villas present in the area. In the crypt, rebuilt in the 1700s, numerous exvoto paintings, mainly of sailors can be observed. Of interest are the XVIIIth century Crib from the Sammartino school and the southern portail in Byzantine-Romanic form dating to the IXth century.

it was probably built under the empire of Constantine the Great (310) over the remains of an old pagan temple called pantheon. It was Sorrento’s cathedral from the XIIth to the XVth century.

(17) House of Cornelia Tasso

(12) The Church of St. Mary of the Miracles (S. Maria delle Grazie) The fifteenth century Church which includes a convent of a closed order of Dominican Nuns, was founded by the nobile sorrentine Lady Berardina Donnorso at the end of the 15th century. The church has a single nave and treasures esteemed works of southern italian painters who painted in the period between the end of the 15th and beginning of the 17th centuries, such as S. Buono, M. Malinconico, P. Caracciolo and B. Corenzio.

13/14) Church and Cloister of St. Francis The monastery’s origin dates to the first half of the VIIIth century. The cloister’s architecture presents crossed arches in tufo on two sides of the portico, expressing the style of the late 1300s and substituted on the other two sides by round arches on octagonal pilasters. Various elements of pillage are present as in the three corner columns reutilized functionally after being taken from pagan temples. Next to the convent is the church of St. Francis which dates to the XVIth century. Inside, in the first of the three chapels on the right a wooden statue depicting the saint with Christ on the cross can be admired. It was donated by the Vulcano family in the XVIIth century.

(15) House of Tasso On the right of the road which from the F. S. Gargiulo Square leads to the Vittoria Square is the entrance to the Imperial Tra-

25

montano which incorporates two rooms left from the house where Torquato Tasso, author of Jerusalem Liberated, was born in 1544.

(15) Church and Monastery of St. Paul

The church is attached to the old monastery of Benedectine nuns of St. Paul dating to IXcentury. It consist of one aisle with circular vault and lunettes and is enriched by paintings and a maiolica floor over brickwork. Also noteworthy is the small belvedere belltower and the cupola in maiolica.

At number 11 Via S. Nicola is the Fasulo House, once the Sersale House (noteworthy the ashlar-work portico and pretty little balcony). Cornelia Tasso, Torquato’s sister and Marzio Sersale’s wife lived here, and continued to after she was widowed with her sons Antonino and Alessandro. In July 1577 Torquato escaped from the castle of Ferrara and embarked at Gaeta to present himself here disguised as the poet’s messenger later revealing his true identity. He stayed with his sister until December, then left for Rome. In the entrance hall is a vault decorated with stems, military trophies and inscriptions from 1615 in memory of the poet...

(18) Church of Annunciation

The origin of this church is antique althiugh the date of its foundation is not known. It was probably built on the remains of the temple dedicated to the godess Cybele. From 1391 in this church (which was adjoined to a monastery) the Agostinian fathers of the congregation of St John in Carbonara from Naples officiated. The church was conceded by their request in 1811 to the co-patrons of the Chapels on condition that they took on all maintenance expenses. They, in turn, granted definitely to the lay congregation of St Monica in 1854.

(19) Dominova Seat

(16) Church of the Rosary,

formetly of Saint Felice and Baccolo Commonly referred to as the St. Rosary

This the only remaining testimony in Campania of the old noble seats and dates to the WXIth century. It has a quadrilateral form with two corner arches in piperno (lava) permitting the view of the interior of the cupola and the end walls with 18th century frescoes. The pilasters and polystyle arches with their capotals are in archaic style. The 17th century cupola is formed by green and yellow majolica roof-tiles.


OTTOBRE 2017

UN’OPERA DI MARCELLO AVERSA

VITA SEMPER VINCIT

Presentata

FOTO DI ROSARIO CRISCUOLO

nella Cattedrale di Sorrento l’ultima opera del maestro Marcello Aversa, il ceramista originario del piccolo borgo di Maiano a Sant’Agnello, famoso per la presenza di opifici dove vengono prodotti, fin dal Quattrocento, laterizi per forni a legna. L’evento moderato dal professor Giovanni Fiorentino, Direttore del Dipartimento di Scienze Umanistiche, Comunicazione e Turismo dell’Università della Tuscia, ha visto la partecipazione di S.E. mons. Alfano, Arcivescovo della diocesi di Sorrento-Castellammare, di don Carmine Giudici, parroco della Cattedrale e del critico d’arte francese Thierry Morel, Curator at Large Hermitage Museum Foundation U.S.A. Dopo la proiezione di un video, realizzato da Daniele Lancieri, si è aperto un dibattito che da un lato ha svelato i significati nascosti e la simbologia utilizzati

dall’artista e dall’altro è servito ad animare un confronto sul tema della Croce. Infatti, il manufatto a cui è stato dato il titolo “Vita semper Vincit”, rappresenta proprio una Croce, sulla quale però prendono forma alcune delle scene più importanti della vita di Cristo. Viene qui rielaborata l’antica tradizione del presepe di Pasqua, con la raffigurazione di alcune scene tratte dall’Antico e dal Nuovo Testamento. Attorno alla Croce si inerpica un albero che sembra nascere da un teschio, su cui è posta la Vergine che accoglie tra le braccia il Figlio morto. L’albero, pian piano, nel rispetto del significato delle rappresentazioni, cambia la sua natura. Nelle prime due scene che rappresentano il peccato originale e la cacciata dal paradiso predomina il melo e in questo punto l’albero si divide in albero del

dalla Redazione bene e del male. Tale biforcazione sta ad indicare la possibilità dell’uomo di scegliere di percorrere la strada giusta, quella che lo porterà alla “salvezza” o quella che lo conduce verso l’ignoto. All’apice è posizionato il Cristo Risorto che incontra il Padre e lo Spirito Santo, componendo così la Santissima Trinità, contornata da nove puttini con altrettanti significati del Cristianesimo. Il Vescovo Alfano, ha spiegato così il significato della Croce: “Si tratta dell’annuncio più sorprendente e straordinario che possa essere trasmesso da persona a persona, in ogni angolo della terra e in ogni epoca della storia. La Vita che vince! L’Amore che si dona! Dio che si fa piccolo fino a condividere tutto di noi, persino la sofferenza e la morte...”. A questo pensiero si lega la personale interpretazione che Marcello Aversa ha dato a questo simbolo, per lui sinonimo di libertà: “L’avvicinamento a questa nuova tematica, inizialmente, era scaturito da un senso di sconforto che aveva segnato un momento particolare della mia vita e la Croce si presentava a me allo stesso modo dei primi cristiani come una cosa macabra e dolorosa da cui rifuggire. Col tempo, invece, mi sono reso conto che, paradossalmente, nonostante la mia fragilità umana, credere nella Croce mi avrebbe reso più forte e più libero”. La complessa composizione, alta 150 cm, vuole simboleggiare la vittoria della vita sulla morte, attraverso la rappresentazione di una vegetazione florida e lussureggiante che con fiori, foglie e rami fa da cornice alle storie della vita di Cristo in essa

rappresentate. Thierry Morel, in riferimento all’opera e alla molteplicità dei soggetti raffigurati, ha detto: “Ogni microcosmo così creato può essere letto indipendentemente da tutti gli altri e se l’alleanza di soggetti così diversi può sembrare da subito singolare, un’osservazione minuziosa rivela che si completano, si fanno eco, si armonizzano in una composizione cruciforme perfetta”. Don Carmine, invece, nell’introdurre la croce si è soffermato su un piccolissimo particolare riprodotto nella parte bassa, dall’osservazione del quale è scaturita un’interessante riflessione: “[…] una lucertola ed un piccolo roditore che riprendono vita dalle profondità del Nulla. Tutto nasce dall’essenzialità, tutto si rigenera dalla fiducia di chi sa che il Nulla e la Morte non hanno il potere di porre fine alle cose”. Nel corso dell’evento è stato presentato anche un piccolo volume sull’opera con gli scritti di tutti gli intervenuti e le foto della terracotta, realizzate da Antonino Fattorusso. Giovanni Gazzaneo, Presidente della Fondazione Crocevia e coordinatore de “I luoghi dell’infinito” ha scritto una breve presentazione al catalogo, in cui si legge: “Aversa con la grazia della sua arte racconta la storia più affascinante, quella che riguarda l’umanità di ogni tempo e insieme ciascuno di noi: da Adamo a Cristo la salvezza si fa immagine, di più presenza che ha il respiro della la terracotta. In quelle scene miniate con maestria e ardimento i misteri della salvezza si mostrano nel segno della bellezza e insieme sono autentiche preghiere”.

FOTO DI ANTONINO FATTORUSSO

26


OTTOBRE 2017

IL 14 OTTOBRE LA CONSEGNA DEI RICONOSCIMENTI

dalla Redazione

IL PREMIO FERRARO ALLA 7.MA EDIZIONE

Amplia

il fronte internazionale il Premio Ferraro 2017. La cerimonia di consegna del riconoscimento dell’edizione di quest’anno si svolgerà sabato 14 ottobre, alle ore 9 e 30 al Teatro Tasso. Un’edizione speciale, come la definisce Maddalena Ferraro, promotrice dell’iniziativa. “Il Premio – spiega – è sbarcato oltre Oceano, negli Stati Uniti, perché ha vinto un americano. Nell’ambito della manifestazione, inoltre, abbiamo voluto allargare l’iniziativa ai giovani studenti della Regione Campania. Un mio nuovo progetto che mi vede aperta ai giovani studenti”. Il programma della cerimonia di consegna del riconoscimento sarà aperta dal saluto del sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo. Seguirà l’intervento di Maddalena Ferrara che illustrerà le finalità del Premio. Poi, il ricordo di Vincenzo Onorato Antonino Ferraro come scienziato. Quindi, le relazioni:

A/15

Il Quarto Stato della Materia: il Plasma (Roberto Bruno); Plasma e Fusione Nucleare (Francesco Pegoraro); La Magnetosfera Terrestre (Umberto Villante). Infine, la presentazione della giuria e risultati relativi alla VII Edizione del Premio Ferraro (Roberto Bruno), l’illustrazione della Tesi Vincitrice del Premio “Magnetic Reconnection and Identification of the Location of Magnetic Separator” (Francesco Califano), la premiazione con la consegna dell’attestato al vincitore della VII edizione del Premio Ferraro, la testimonianza “La mia Carriera di Studente e la mia Passione per la Fisica dei Plasmi Spaziali”, Kolin Comar (Catholic University of America, Washington DC, USA), in chiusura lo spazio dedicato al Premio Scientifico-Letterario per le scuole secondarie di secondo grado della regione Campania, “Vincenzo C. A. Ferraro”. Insomma, un parterre d’eccezione per ricordare il valore scientifico e culturale dell’opera di Vin-

27

cenzo Ferraro. Nato a Londra da genitori originari di Sant’Agnello, è a lui che si devono la scoperta dalla guaina «Ferraro-Rosenmbluth» e la teoria delle oscillazioni torsiali idromagnetiche. Frutto delle sue intuizioni sono anche la legge dell’isorotazione, la teoria della diffusione degli

ioni nella ionosfera e la teoria delle tempeste magnetiche. Ora è la nipote Maddalena a lavorare affinché questo patrimonio di conoscenze non vada perduto: «L’obiettivo è diffondere gli studi di magnetoidrodinamica creando un centro di richiamo per i giovani laureati e ricercatori».


28

OTTOBRE 2017

Filippo Merola Manager of the Museum

MUSEO CORREALE DI TERRANOVA

A VISIT TO THE CORREALE MUSEUM

A visit to the Correale di Terrano-

va museum, arouses great interest and attention in those who are passionate about paintings and those who are lovers of decorative and archaeological objects of art: the museum documents the ancient historical roots of the city of Sorrento. This aside, the collection of pieces of furniture and caskets made from rare and exotic wood, give testimony to the typical local craftsmanship, that, especially

ORARIO MUSEI DI SORRENTO SORRENTO MUSEUMS TIMETABLE

in the nineteenth century, reached notable levels of technical virtuosity. The collection of paintings range from the XV to the XIX centuries, the nucleus constituted by the collection of still life from the Neapolitan school of the Seventeenth and Eighteenth centuries and from the outstanding group of landscapes from the Posillipo school - two irreplaceable sources for the deepening of studies on these splendid moments taken

from southern figurative civilization. But the Correale shines even more because it holds the precious jewels that once adorned the various abodes of noble families: cabinets veneered of ebony or turtle, valuable products of Neapolitan ebony from the seventeenth century, eighteenth century chests enriched with settings of gilded bronze and shelves of marble; precious pieces of chinoiserie furniture of English manufacture from the first quarter of the eighteenth century, and French, German and Swiss watches mounted in gilded bronze and inlaid with mother of pearl and hard stones;

C-11 - MUSEO CORREALE DI TERRANOVA

SORRENTO - Tel. 081/8781846 Martedi/Sabato: 9,30/18,30 Domenica e festivi 9,30 - 13,30 - Chiuso Lunedi

E-6 - MUSEOBOTTEGA DELLA TARSIALIGNEA

SORRENTO - Tel. 081/8771942 Lunedi/Domenica: 10/18,30

E-7 - CHIESA DEI SERVI DI MARIA (sec. XVII) - SORRENTO

Apertura per la visita Martedi, Giovedi e Sabato: 17/20 - Domenica: 8/12 www.servidimariasorrento.it

Murano glass, Bohemian crystal, fabrics, majolica and porcelain. The ceramic collection includes a conspicuous sample of rare examples from the best known Italian and foreign factories: from Abruzzesi majolica of Grue to those French from Marseilles, and from the white Chinese porcelains to the blue German ones, amongst which emerge the group manufactured in Meissen, from those French from Saint-Cloud and Sèvres to those English from Bow and Chelsea. But it is the nucleus of the Neapolitan porcelains that put the flower in the buttonhole of this harvest, in how much it enumerates rare examples from the Capodimonte manufacture and precious articles of porcelain, painted and gilded at the Real Factory of Naples, as well as Giustiniani pottery in earthenware from the first decades of the XIX century. Finally, the Museum exhibits of one of the most important specialist libraries of importance.

C/11

VIA SAN NICOLA 28, SORRENTO, TEL. 0818771942


OTTOBRE 2017

29

THE MUSEOBOTTEGA OF THE TARSIALIGNEA

A NEW MODEL OF MUSEUM FOR THE DECORATIVE ARTS

The building that houses the Museobottega stands on via S. Nicola, the historical part of the town, and is part of an ancient urban nucleus. Its eighteenth century structure is typical of a provincial townhouse with more consequential pretensions. The Museobottega is a polyfunctional structure designed to requalify those sectors of the decorative arts which have not only a past worthy of being recorded but also a productivity which needs to be sustained and helped to renew its contents. In the structure the cataloguing and display of the historical production serves as the introduction to a more ample programme going beyond the conservation of our heritage. There is a need for training programmes in the specific sectors of craft activity, and an autonomous production based on the techniques and materials which represent the best in the tradition of each craft.

THE HISTORICAL COLLECTION

is introduced by the exhibition of objects and furniture produced in the nineteenth century wich focuses on the technical and decorative characteristics of the various intarsia workshops then active in Italy. This is designed to give to the visitor a better understanding of the specific features of the craft as it was practised in Sorrento. The exhibition of local ware is preceded by an extensive selection of paintings, prints and photographs of the setting for this local craft. Different sections in the Museobottega illustrate the evolution of production techniques, the materials used, the decorative motifs and the details of design which characterise the local production in inlaid wood. After recognising the part played by the local School of Art in training successive generations of craftsmen, the exhibition terminates with the work of local master craftsmen produced during the nineteenth century.

RESEARCH AND PRODUCTION

The principal objective of the Museobottega is to ensure continuity for the tradition of intarsia work in Sorrento by commissioning and marketing products reflecting a cultural renaissance in the craft. It is many years since the artisan represented a composite figure uniting manual skills with design acumen, once the secret of his success. The only way to contrast the impoverishment of the various sectors of the arts and crafts seems to be to accompany the artisan with a person well versed in the culture of the craft, able to offer assistance in the conceptual phase of production. The production of the “Alessandro Fiorentino Collection” is the tangible result of such collaboration. Intarsia work has always been considered a decorative addition to the item to which it was applied, whereas here production has been based on a new equilibrium in which the finished product is a univocal expression of formal structure.

THE MERCHANDISING

In an age in which computerisation has invaded all sectors of production, traditional skills have had to meet a severe challenge: some have disappeared, many have modified their systems of production, and precious few have remained faithful to traditional techniques. The modern production of intarsia work undertaken by the “Alessandro Fiorentino Collection” has swum against the tide by reaffirming the manual skills and traditional techniques of intarsia work. The collection has concentrated on two distinct sectors: the more traditional one of commonplace objects, directed to the merchandising in museum, and that of interior architecture. It made its dêbut at the International Design Center in New York in 1988, during the AIA Convention. The projects of Alessandro Fiorentino have been realised with the collaboration of local craftsmen and the conceptual contribution of his three sons, all qualified architects: Luigi, Paolo and Fabio. D/7

VIA SAN CESAREO 36/38 SORRENTO TEL. 081 8781289

WWW.TROLLBEADS.COM


30

OTTOBRE 2017

RICERCHE

Antonino Ercolano

(STANISLAWA) SOAVA GALLONE

Q

uesta trentenne polacca se ne era venuta con la madre ed il fratello in Italia per dimenticare le amarezze di un matrimonio risoltosi poco tempo prima. A Sorrento, dove i Winaver si sono stabiliti, Stanislawa - ma per tutti è Soava - conosce un giovane di belle speranze che si chiama Carmine Gallone. È un po’ più giovane di lei, ha scritto un poema in versi che vorrebbe rappresentare in teatro; Soava invece vorrebbe recitare nella commedia di Carmine, di cui si è innamorata. Pochi mesi dopo - siamo nel 1911 - i due diventano marito e moglie e, animati da grandi sogni, si trasferiscono a Roma, anche se a Sorrento lasciano il cuore e tanti bei ricordi. L’esperienza capitolina si presenta negativa. Il Coriolano di Gallone viene rappresentato in un piccolo teatro, ma ha poco esito. Soava è bella e anche brava, ma parla l’italiano con molta difficoltà e con un forte accento straniero, quindi non va bene per le scene. Meglio tentare con il cinema che, essendo muto, non pone il problema della lingua. Scritturati entrambi dalla Cines, nei primi due film girati per la Casa romana, Carmine recita al fianco della moglie, poi preferisce passare dall’altra parte della macchina da presa, un posto che non abbandonerà più per tutta la vita.

D/10

D/7

La coppia Gallone chiede e ottiene di girare una serie di film, il cui soggetto è opera di Carmine, ambientati tra la costiera amalfitana, Sorrento e Capri; Soava vi figura in genere come la fidanzata di un marinaio, di un pescatore, di un guardiamarina, di un pirata, tutti personaggi legati alle splendide acque che fanno da sfondo a queste vicende. La Cines esporta questi pro-

dotti in tutta Europa e anche in America, dove i recensori non si stancano di lodare l’eccezionale qualità della fotografia ed i meravigliosi landscapes su cui si svolgono queste suggestive avventure marinare. In Italia, invece, questi film passano sotto silenzio. Sarà solo nel 1916, prima con Avatar e poi con La chiamavano Cosetta, il cui soggetto è stato scritto espressamente per lei, che Soava, impersonando il tipo bizzarro della protagonista con incantevole grazia, coglie un caldo successo di pubblico e di critica. Bisogna dire che Gallone ebbe

l’intelligenza di scegliere accuratamente i film che più si confacevano all’immagine esile, quasi evanescente, alla sensibilità artistica di spirituale raffinatezza della moglie, limitando peraltro le sue apparizioni sullo schermo a non più di due all’anno. Tra i migliori film di Soava vanno ricordati La storia di un peccato (1918), Il bacio di Cirano (1919) e in particolar modo Maman Poupée (1919), un soggetto originale di Washington Borg, dove Soava ricopre il ruolo di una madre gioiosa che verrà distrutta dalla malvagità di una rivale: un’interpretazione finissima. Ancora da ricordare, il singolare Amleto e il suo clown (1920) ed un bel film garibaldino, La cavalcata ardente (1925). Nei suoi ricordi cinematografici, Lucio D’Ambra ci fornisce un ritratto dell’attrice: «Una donna leggiadrissima con un volto che ha un non so quale carattere mongolo sotto una rosea patina di porcellana di Sèvres, con due meravigliosi occhi - occhi slavi, non te la cavi - pieni d’azzurro verdastro e adorni di lunghissime ciglia, splendenti d’un fascino irresistibile». A parte la ricercatezza di questo giudizio, basta rivederla nei due o tre film che le sono sopravvissuti per rendersi conto di quanto Soava Gallone sia stata delicata interprete, misurata nei gesti e nelle espressioni, una delle poche a opporsi agli stravaganti atteggiamenti coi quali molte dive mascheravano le loro modeste qualità. Da Le dive del silenzio, Le Mani, Genova, 2001.


OTTOBRE 2017

AVVIATI I LAVORI DELLA TERZA FASE

Ufficio Stampa del Comune di Sorrento

GLI SCAVI PRESSO LA VILLA DEL CAPO

H

a preso il via il 14 settembre, per concludersi dopo un mese, la terza campagna di scavi presso la villa del Capo di Sorrento, condotta dalla Humboldt Universität di Berlino in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Napoli ed il Comune di Sorrento. L’attività sarà accompagnata da un parallelo progetto di studio geologico e geomorfologico dell’intero areale del Capo di Sorrento a cura del Geographisches Institut der HumboldtUniversität zu Berlin e dell’Istituto di Ricerca Topoi. Attraverso le prospezioni geoelettriche, obiettivo sarà quello di comprendere le potenzialità di scavo del sottosuolo antico nell’area della pars rustica della villa, mentre nella pars maritima la ricerca si concentrerà sulle dinamiche geomorfologiche della roccia calcarea in relazione con la costruzione della villa stessa, quale ulteriore strumento indi-

31

spensabile per la comprensione delle fasi di vita del complesso. Gli scavi vedranno come responsabili sul campo gli archeologi Rosaria Perrella e Wolfgang

Filser della Humboldt Universität insieme ad un team di studenti berlinesi e italiani. “Questa nuova iniziativa ha l’obiettivo di approfondire la conoscenza di uno dei siti più importanti di Sorrento e dell’intera penisola, sia sotto l’aspetto storico che paesaggistico - commenta il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo - Ogni anno

sono migliaia i visitatori che raggiungono l’area per provare l’emozione di immergersi nelle acque del Capo di Sorrento, circondati dai resti archeologici della villa romana. Alla dottoressa Perrella, agli studiosi dell’ateneo di Berlino e ai vertici la Soprintendenza di Napoli, il nostro ringraziamento per l’impegno profuso”.

• •

Ufficio Stampa Comune di Sorrento a cura dell’Ago Press - Contatti Luigi D’Alise comunedisorrento@agopress.it www.comune.sorrento.na.it www.facebook.com/comunesorrento www.twitter.com/comunesorrento


32

OTTOBRE 2017

i Venerdi’ del Canonico 1898

PRESENTATO A SORRENTO IL ROMANZO DI MARIO ARTIACO

IO LAURO E LE ROSE

XVI Edizione - 2017 3 Novembre 10 Novembre 24 Novembre 2 Dicembre 8 Dicembre 15 Dicembre 22 Dicembre

Gli Antipasti I Primi Piatti Il Pesce La carne Il Tartufo bianco Serata speciale: gli Champagnes Il Meglio di… Serata riepilogativa

“Io, Lauro e le rose”, il romanzo di Mario Artiaco: una struggente storia autobiografica incentrata sull’amicizia e sull’amore che unisce indissolubilmente le vite di tre amici ingenui, incoscienti e sognatori. Un racconto caratterizzato da intimità, sensazioni e inquietudini che spesso appartengono agli angoli tenuti gelosamente nascosti da ognuno di noi. Oltre al tema della amicizia e dell’indissolubile amore tra due omosessuali, l’autore con crudo realismo denuncia episodi di omofobia, abusi sessuali e pedofilia cui è stato vittima Raffaele, uno dei tre protagonisti del romanzo. Un libro sul pregiudizio e le discriminazioni, presentato anche a Sorrento. “Una storia – spiega Mario Artiaco – che sembra lontana. Poi si tramuta nella storia della porta accanto. Nulla è come sembra”. Prologo del romanzo, 16 agosto 2012, Meta di Sorrento.

APERTO TUTTI I GIORNI PER COLAZIONE | PRANZO | CENA OPEN EVERY DAY FOR BREAKFAST | LUNCH | DINNER

sulla spiaggia

RISTORANTE DI PESCE FRESCO

Dj music OGNI FINE SETTIMANA APERITIVO AL TRAMONTO

Via Marina di Puolo 47 Sorrento.

Info

+39 081 350 0722


OTTOBRE 2017

LE AMICHE DEL MUSEO CORREALE

33

Serena Abbondandolo

LA FORZA DELLE IDEE

U

n’associazione culturale, ma soprattutto un’associazione di forza. La forza delle idee, dell’impegno, della dedizione e della democraticità. Una forza femminile sempre pronta ad accogliere progetti e proposte, attenta a terminare tutto ciò che ci si è prefissato, anche attraverso un arco temporale più lungo di un “mandato” da presidente. Il passaggio di consegne nel corso di una serata ricca di interventi simpatici e dotti dello scrittore napoletano Amedeo Colella, condita dai buonissimi piatti preparati dalle socie e dal sottofondo musicale inaspettato. Nadia Di Leva ha passato il testimone ad Antonella Avancini, napoletana, ma ormai sorrentina di adozione. Come sempre, ricordare tutti gli eventi dell’anno sociale trascorso è davvero un’impresa! Le passeggiate culturali hanno arricchito il nostro spirito: il meraviglioso e immenso museo di Capodimonte, i ruderi romani della Gaiola, la mostra I Tesori Nascosti accompagnati dall’Associazione Viviquartiere; la stupefacente Reggia di Caserta esplorata in modo inconsueto e i templi di Paestum con l’Associazione Giada. Le presentazioni di libri,tra cui “Putin. Vita di uno zar”, presso la sala Consiliare del Comune di Sorrento. Argomento di grande attualità ed interesse. L’autore Gennaro

Sangiuliani ha potuto contare sulla conduzione di Gigi Marzullo. E “Dance the love”, storia della ballerina russa Violetta Elvin in Savarese, romanzo del Senatore Raffaele Lauro. Come dimenticare i meravigliosi Sassi di Matera? E’ stato il primo week-end fuori dalla Campania, gita culturale molto intensa ma anche un’occasione di scambio con i soci dell’associazione CompletaMente. Ma il momento più emozionante è stato sicuramente la consegna della tavola “Santa Caterina d’Alessandria” al Museo Correale dopo il restauro. Un’impresa non da poco, che ci ha impegnate per due anni, e realizzata solo grazie all’impegno di due presidenti, Rossella Di Leva e Nadia Di Leva. Riuscire a concretizzare un progetto è sempre una grande soddisfazione, ma farlo dopo un così

E/7

English Inn

grande impegno economico e di tempo, lo è stato sicuramente di più! In effetti c’è sempre una partecipazione corale, molto sentita, di tutte le socie. Ogni evento è un momento per distrarsi, o per imparare qualcosa di nuovo. Ma è anche un modo semplice per raccogliere fondi per i nostri progetti, come la consegna delle due borse di studio a studenti meritevoli del Liceo Artistico Grandi. Senza dimenticare l’appoggio che le socie non fanno mai mancare

alle altre associazioni: Gioia di Vivere, per un contributo alla lotta contro le leucemie infantili; CompletaMente, per aiutare una fondazione afgana impegnata nell’istruzione dei bambini meno fortunati. E la raccolta dei fondi attraverso i mercatini Vintage in piazza Lauro attesi da signore ormai habituèes, come abbiamo piacevolmente scoperto! Come molto attesi i tornei di burraco, ambientati in luoghi magici come Villa Capo Santa Fortunata. Racchiudere nelle poche righe di un articolo lo spirito che ci anima, ma soprattutto l’impegno di tempo e di idee non è semplice. Posso solo ringraziare a nome di tutte noi Nadia Di Leva per questo anno trascorso con gioia e serenità,centrando tutti gli obiettivi prefissati. Un grande impegno che Nadia ha assolto infondendo in tutti i momenti il suo modo di essere, quello di una persona schietta, sensibile e sempre attenta a tutti. Grazie. Ed ora buon lavoro ad Antonella Avancini!

Sabina Scents Gifts and Niche Perfumes

Sorrento • Corso Italia 55/59 • www.englishinn.it

For my good friends at the English Inn. Watercolor painting by Professor Jeff Johnston of Alfred State College, Alfred NY Coordinator of Architecture Study abroad at Sant’Anna Institute Sorrento.

E/7

Corso Italia, 61 Sorrento


34

OTTOBRE 2017

STUDENT SECRET’S

Cristina Suárez

WHEN LIFE GIVES YOU LEMONS

YOU GO BACK HOME

It has been almost two years,

since I had the chance to be in the place that stole my heart from day one. A place like no other and despite the fact that travel is what I do, somehow I always wanted to come back. This column is called students secret’s hence it is fitting that I talk to you about one of the best-kept secrets of this town. Located at the Marina Grande with an incredible view facing the Vesuvius, you can find the Sant’Anna Institute. A study abroad school dedicated to give students and anyone with the willing to learn, a true Italian experience. From

going to class in the morning and ending your day in Positano to eating the best pizza in Naples (looking at you Eat. Pray. Love fans); the possibilities that this region offers you are endless. All it takes is the willing to see life with new eyes and make the most of every opportunity that comes your way. It could be making new Italian friends that show you how to enjoy every moment or taking an internship with one or two of the local companies to develop your talents. Sant’Anna is more than a school, it is family and it is there for you when

you need a hand. They welcome you with a smile and make sure you eat your weight in pasta, because Eataly. One cannot visit this side of the world and leave without trying all the delicious food that comes your way. When people think about studying abroad in Italy, they usually chose Rome, Torino or Milan; but it is Sorrento where you should come. I have the tendency to say that everything that happens is what is supposed to happen; each moment is helping us become who we are meant to be. In my case, coming to Italy was the thing that started my travel journey. I had the opportunity to be in a different environment, with new people and new situations. All of this allowed me to get out of my comfort zone, discover my passion for photography and rekindled my love for art. This town and institute allowed me to be me, and that I believe, is the most precious gift you can give to someone. They say that one tends to return to the places and people to where one loved life; I can say now that I’m the living proof of that. You can ask me again what is it about this part of the world that makes it so special and although I can make a list of reasons, there is no better thing than experiencing this place yourself. Instead of going north, go south, try something different and let Sorrento take you by surprise. Find beauty, find love, find yourself; but most of all come home.

A Student’s Secrets of Sorrento is written by students/ alumni that have studied abroad at Sant’Anna Institute. Cristina Suárez, a Fall 2015 student, who graduated from Lake Erie College (2016) in Painesville, Ohio, wrote this article on the unexpected beauty of Sorrento. Cristina is an influencer pursuing her passions, from travel to art around the world and collaborating with people within the creative industry. Since graduation she has worked on several personal projects, which she hopes will inspire people to follow their dreams and take a leap of faith. You can follow more of her adventures on Instagram at @cristys37.

CONTACTS

Sant’Anna Institute

Via Marina Grande 16 80067 Sorrento (NA), Italy Tel. (39) 081-878-4470 Fax. (39) 081-532-4140

www.santannainstitute.com Info and details: info@santannainstitute.com

D/10

F/10

Internship Coordinator Emily Hammeren: communication@santannainstitute.com

OVS Bianca Balti per

Study Abroad in Sorrento, Italy

Piazza A. Lauro, 39/40 SORRENTO SHOP ON LINE OVS.IT


OTTOBRE 2017

IL MARMO SEGNATO DI SORRENTO

LAPIDE IN MEMORIA DI F. SAVERIO GARGIULO

N

acque in Sorrento il 2 dicembre 1840 da Nicola e Maria Fiorentino, iniziò i suoi studi al Seminario di Sorrento e li completò a Salerno; all’età di 18 anni conseguì il diploma di lettere e filosofia. In seguito si trasferì in Napoli per seguire i corsi di diritto con la conseguente laurea in legge e giurisprudenza. Più che per la professione di avvocato fu attratto dalla carriera di magistrato che iniziò a Piano di Sorrento nel 1866 in qualità di Vice Pretore uditore. Nel 1870 si trasferì a Roma dove occupò l’incarico nella segreteria del Ministero di Grazia e Giustizia. Nel 1875 fu nominato Professore Pareggiato di Procedura Civile dell’Università di Napoli. L’anno seguente, il Ministro De Falco, a riprova della considerazione in cui teneva il Gargiulo, istituitosi la Corte di Cassazione a Roma, lo volle a capo di quella segreteria. Il Presidente del Consiglio dei Ministri, S. E. Crispi, istituendo nel 1888 la Segreteria della Presidenza del Consiglio dei Ministri, si rivolse al Guardasigilli Zanardelli affinchè questi provvedesse alla scelta di un competente e dotto magistrato da mettere a capo di quella segreteria. Per tale scelta fu stabilita una terna di magistrati, tra i quali il Gargiulo, e lo stesso Crispi in data 22 aprile 1888 così scriveva al Gargiulo: nel sottoporre a Sua Maestà il Re il decreto con il quale Ella è chiamato a dirigere la Segreteria della Presidenza del Consiglio dei Ministri io ho voluto darle testimonianza del pregio cui tengo il suo ingegno e i suoi studi. Ed io chiamando V.S. a questo ufficio ho fiducia di aver provveduto nel miglior dei modi a dargli vita ed autorità. L’invito quindi a venire ad assumere le sue nuove funzioni. F.to Crispi. Nello stesso anno, il Consiglio Comunale sorrentino, in seguito alla detta nomina volle testimoniare all’illustre figlio la sua soddisfazione per la nomina a capo del Gabinetto della Presidenza del Consiglio dei Ministri e nel verbale della seduta tenutasi il giorno 8 aprile così si legge: “Il Consiglio sommamente ammirandole preclari virtù di mente e di

cuore del cav. Francesco Saverio Gargiulo, e la sua non comune dottrina, che lo hanno collocato nella dovuta stima di tutti, sino a meritargli oggi l’onorevole, quanto elevatissima carica che gli è stata conferita. Lieto il Consiglio che tanta illustrazione nel cav. Gargiulo, si riverbera su questa Città, la quale è orgogliosa di cosifatto concittadino ed esso Consiglio si gloria di averlo nel suo, ove il sig. Gargiulo, ha saputo in ogni riscontro apportare la lodevole sua opera per il bene del paese. Il Consiglio medesimo rivolge al suo ragguardevole collega cav. F. S. Gargiulo, le vive e sentite esternazioni di compiacimento e di omaggio della Città. E delibera di presentarsi un indirizzo al Cav. Gargiulo, accompagnato da una medaglia d’oro. L’indirizzo venne così formulato: Il Consiglio Comunale, compenetrato da vivi sentimenti di ammirazione e di omaggio verso l’illustre concittadino cav. F. S. Gargiulo, che educato a principi di somma probità e spendendo la sua vita nello studio, come nelle scienze giuridiche, seppe elevarsi nella meritata considerazione che a questo titolo gli venne tributata dalle varie graduazioni sociali vieppiù da quelle che lieto che tanta illustrazione lo ha collocato al posto eminente di Capo Gabinetto della Presidenza del Consiglio, con che onorando se stesso onora sommamente la Città di Sorrento che gli ha dato i natali, la quale tiene a gloriarsi di cosifatto concittadino che per il suo bene e in ogni riscontro prestato costantemente la propria valevole ed efficace opera, epperò essa è orgogliosa di annoverarlo a capo dei suoi benemeriti. Interpreti del voto della Cittadinanza sorrentina nello esternare al cav. Gargiulo, un doveroso sentimento di affetto, di stima e di ossequio, offre all’Onorevolissimo cav. F. S. Gargiulo, ad imperitura memoria di omaggio e di riconoscenza e di giubilo in nome proprio e del paese intero il tenue dono che accompagna il seguente indirizzo”. Nel 1894 la Commissione Consultiva presso il Ministero di Grazia e Giustizia dichiara il Gargiulo, degno di promozione alla Corte di Cassazione per me-

35

a cura di Vincenzo De Martino riti eccezionali ed il Procuratore Generale S.E. Borghini nel dargli comunicazione del dispaccio ministeriale così si esprime: “nel comunicare a V. S. copia del dispaccio ministeriale in data 18 col quale si notifica che la Commissione Consultiva nella seduta del 3 maggio 1894 lo ha dichiarato di merito eccezionale, io mi sento particolarmente lieto di un autorevole giudizio, non nuovo per me, che la conosco e sono in grado di apprezzare da tanto tempo il valore del suo ingegno, ne che non può a meno di essere per lei una lusinghiera soddisfazione personale ed un meritato compenso a lunghi e faticosi studi che onorandolo onorano questo Ufficio e l’Ordine Giuridico a cui la V. S. appartiene”. Conclusa la sua attività di magistrato continuò nei suoi studi giuridici. Oltre 280 monografie e scritti vari, nonché 12 trattati giuridici di più largo respiro danno la misura del lavoro prodotto dal Gargiulo, che gli valsero in campo giuridico brillanti consensi. Accanto agli studi giuridici affiancò un interesse per gli scrittori latini, archeologia, filosofia, e la passione per le cose sorrentine ed in special modo l’ingegno e le opere del Tasso la cui figura fu rievocata dallo stesso in occasione del III Centenario della morte del poeta il 10 aprile 1895. Alla sua morte

(1922), Sorrento come Napoli, quale debito di riconoscenza intitolò a suo nome la piazza ove sorge il palazzo in cui nacque e vi appose una lapide, inaugurata il 30 aprile 1922 mentre il 14 dello stesso mese si istallò nella medesima piazza un busto bronzeo raffigurante il grande giurista, in seguito trasferito in villa comunale. La figura e l’opera di Gargiulo, furono commemorate nella seduta del 12 gennaio 1922 dal sindaco avv. Lelio Cappiello che comunicava la morte del Comm. F. S. Gargiulo, padre del consigliere comunale cav. Guglielmo e ne faceva la commemorazione con un sentito ed elevato discorso. Ricordava l’opera benefica spesa dal comm. Gargiulo, a favore di Sorrento e gli alti gradi raggiunti nel campo giuridico e della magistratura. Ricordava, infine, che l’illustre estinto fu consigliere comunale per oltre quarant’anni e Presidente del Conservatorio di S. Maria delle Grazie per circa un trentennio. La commemorazione fu affidata al consigliere Cozzolino che illustrò la vita e gli incarichi dal Gargiulo, ricoperti. Il Consiglio Comunale inoltre deliberò di apporre sulla facciata del palazzo in cui era nato la lapide qui illustrata. La lapide fu inaugurata il 30 aprile dello stesso anno.


36

OTTOBRE 2017 (E/7)

(C/8)

FONDAZIONE SORRENTO

Corso Italia, 53 SORRENTO tel. 081 8782284 www.fondazionesorrento.com info@fondazionesorrento.com

ASSOCIAZIONE CHIAVI D’ORO c/o G. Hotel Excelsior Vittoria

Via L. De Maio, 35 - SORRENTO Tel. 0818773333 Fax 0818785169

www.campaniafelix.org

www.upsa.org

19 78 Q 56 55 71 81 20 41 21 79 70 42 23 ➔ 43 24 58 26 ➔ 61 H

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 20 settembre 2017 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano state, nel frattempo, variazioni agli orari.

01 Excelsior Vittoria 0818777111 C/9

Aut. Trib. NA n. 3104 del 15.04.’82

Editrice Surrentum Viale Montariello, 8 - Sorrento www.surrentum.com www.surrentum.net mail: redazione@surrentum.net Direttore Responsabile: Antonino Siniscalchi antoninosiniscalchi@gmail.com In Redazione: Luisa Fiorentino Mariano Russo Hanno collaborato: Serena Abbondandolo Vincenzo De Martino, Antonino Ercolano Alessandro Fiorentino, Giuliana Gargiulo, Filippo Merola, Felice Senatore Cristina Suarez Archeo Lubrense Fondazione Sorrento Ufficio Stampa Comune di Sorrento In copertina COSTUME SORRENTINO Opera di Augusto Moriani (1865) Pubblicità e Informazioni:

Tel. 334 838 5151

mariano@surrentum.net Stampate 13.000 copie Tip. La Sorrentina Tel. 0818785988 gaetano.ercolano@tin.it Distribuzione a cura di Nexive Via Crawford 67/a - 69 - Sant’Agnello tel. 08119202863 - sor15@crcpost.it Le collaborazioni alla rivista sono completamente a titolo gratuito

ALBERGHI HHHHH Cocumella Bellevue Syrene La Pace Parco Principi La Favorita Ambasciatori Royal

0818782933 0818781024 0818074775 0818784644 0818782031 0818782025 0818073434

27 Admiral ➔ Alpha 03 Aminta 04 Antiche Mura 51 Astoria 28 Ascot 66 Atlantic Palace 05 Bel Air 07 Bristol 08 Capodimonte 30 Capri 72 Caravel 09 Carlton Int. 10 Central 11 Cesare Augusto 12 Conca Park 13 Continental ➔ Corallo ➔ Crawford 73 Cristina 14 De La Ville ➔ Eliseo Park’s 15 Europa Palace 16 Flora 74 Gran Paradiso 17 Hilton 18 Tramontano

0818781076 0818782033 0818781821 0818073523 0818074030 0818783032 0818782688 0818071622 0818784522 0818784555 0818781251 0818782955 0818072669 0818073330 0818782700 0818071621 0818072608 0818073355 0818071772 0818074244 0818782144 0818781843 0818073432 0818782520 0818073700 0818784141 0818782588

➔ 06 ➔ 22 34 02 25

ALBERGHI HHHH

CONSORZIO AZIENDE TURISTICHE PENISOLA SORRENTINA Via L. De Maio, 35 - SORRENTO tel. 081 8074452

SORRENTO

ALBERGHI HHHHHL PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA

(C/8)

(C/9)

D/6 A/14 D/7 B/12 C/10 C/4 F/3 E/9 D/8 E/5 D/1 C/3 D/4 E/4 D/11 A/16 D/9 C/14 E/9 F/6 D/6

Johanna Park 0818072472 La Residenza 0818774698 B. W. La Solara 0815338000 La Tonnarella 0818781153 La Minervetta 0818774455 Majestic Palace 0818072050 Mediterraneo 0818781352 Michelangelo 0818784844 Minerva 0818781011 Miramare Res. 0818072524 Palazzo Guardati 0818785567 Parco del Sole 0818073633 Plaza 0818782831 President 0818782262 Prestige 0815330470 Regina 0818782162 Riviera 0818072011 Rota Suites 0818782904 Vesuvio 0818782645 Villa Garden 0818781387 B.que Hotel Elios 0818074834 Vue d’Or 0818073153

ALBERGHI HHH

29 31 ➔ Q 52 32 33 75 35 36 37 H 54 38

C/16 C/11 C/10 C/13 D/16 G/7 C/7

Britannia Cavour Club Dania Del Corso Del Mare Eden Florida Gardenia Girasole Il Faro Il Nido La Badia La Meridiana

0818782706 0818073166 0818781127 0818073572 0818071016 0818783310 0818781151 0818783844 0818772365 0818073082 0818781390 0818782766 0818781154 0818073535

G/3 A/15 C/3 D/4 A/16 A/15 D/11 C/3 C/3 D/8 C/17 E/9 F/5 D/6 B/12 C/12 D/1 C/2

D/2 D/2 D/8 D/4 D/9 A/15 C/14 B/15 C/8 D/3 C/11

Ascensore per il Porto - Lift to the Beach/Port

OTTOBRE 7,30 - 23,00 NOVEMBRE 7,30 - 20,30

E C/8

DALLA VILLA COMUNALE

76 La Pergola 39 Leone 40 Metropole 64 Mignon 77 Londra 44 Rivage 45 Settimo Cielo 60 Sorrento City Q Spicy 46 Tirrenia 47 Tourist 48 Villa di Sorrento H Villa Fiorita Q Villa Igea 49 Villa Maria 50 Zi’ Teresa H Le Terrazze Res. 80 Au Relais Rivoli 59 Savoia

ALBERGHI HH

0818782626 0818782829 0818074107 0818073824 0815329554 0818781873 0818781012 0818772210 0818073063 0818781336 0818782086 0818781068 0818780003 0818071069 0818781966 0818784619 0818780906 0813654089 0818782511

A/15 F/8 D/2 E/7 A/15 E/5 C/4 D/9 E/5 D/12 E/9 F/5 C/12 D/8 F/10

➔ Angelina 0818782901 53 Desirée (Garnì) 0818781563 C/3

ALBERGHI H

62 Linda 65 Nice

0818782916 E/11 0818781650 D/10

Santa Fortunata & Campogaio Nube d’Argento Villaggio Verde Esperidi Resort

0818073579 0818781344 0818073258 0818783255

D/1 E/4 G/11 ➔

Seven Hostel Le Sirene Ulisse deluxe hostel Porto Salvo

0818786758 0818072925 0818774753 0818774887

➔ D/11 E/5 ➔

CAMPINGS & VILLAGGI

OSTELLI

9

TURNO FESTIVO FARMACIE CHEMISTS

1/10 - 29/10 FARFALLA (D-8)

Piazza Tasso - Tel. 0818781349

8/10 -1/11 LIMONE (E-7)

Corso Italia - Tel. 0818781174

15/10 - 5/11 RUSSO (D-11)

Via degli Aranci - Tel. 0818772310

22/10 - 12/11 ALFANI (E-7)

E/7

Corso Italia - Tel. 0818781226


37

OTTOBRE 2017

ORARIO TIMETABLE S.F.S.M.

CARABINIERI Pronto Intervento 112

Sorrento

0818073111

Sorrento

0818075311

Sorrento/Meta

0815331111

Cappiello Mario Isola Angela Celentano M. Coda F. fisioterapista

0818781439 3395001550 3381215468 3398791804

Sorrento S. Agnello

0815335111 0815332111

Sorrento S. Agnello TAXI Sorrento S. Agnello S. Agata

0818074433 0815332205 0818782204 0818781428 0818780509

Call center

848888777

Ufficio Marittimo 0818073071 Soccorso 1530

Trenitalia

147888088

Sorrento S. Agnello

0818781495 0818781870

POLIZIA - POLICE Pronto Intervento 113

POMPIERI 0818711222 EMERGENZA MEDICA 118 GUARDIA MEDICA INFERMIERI

MUNICIPIO - TOWN HALL VIGILI URBANI

AEROPORTO - AIRPORT PORTO - HARBOUR

FERROVIE - RAILWAYS POST OFFICE

Viaggiare Informati 1518

ORARIO S. MESSE HOLY MASS TIMETABLE S. Francesco 8.30 -11.30 Saturday 6.30 p.m. (Vigil Mass) Sunday 10,00 a.m. - 6.30 p.m. S. Antonino 8.00 - 10.00 - 11.30 Cattedrale 8.30 - 11.15 -18,00 - 19.30 Carmine 9.30 - 10.45 - 11.45 - 19,00 SS. Rosario 8.45 Annunziata 9.00 Chiesa dei Servi di Maria 9.30 N.S. di Lourdes 9.00 -11.00 -18.00 S. Lucia 7.00 - 9.00 - 11.00 - 18.00 S. Anna 8.30 - 20,00 S. M. delle Grazie 7.30 CHIESA EVANGELICA Evangelical Church Via Fuoro, 77 DOMENICA/SUN 10.30 MERCOLEDI/WED 19.00

F = Solo feriali - Working days = Direttissimo - Direct • = Ferma a Scrajo dal 1/6 al 30/9 + = Solo festivo - Sundays and Bank days

CIRCUMVESUVIANA INFO 800211388

• • • •

SORRENTO S.AGNELLO VICO

C/MARE

POMPEI

6.01 6.25 + 6.49 7.22 • 7.38 F • 7.55 • 8.26 • 8.52 • 9.07 • 9.37 • 10.37 • 11.07 • 11.37 • 12.07 • 12.37 • 13.07 • 13.25 13.56 • 14.22 14.55 • 15.26 • 16.07 • 16.37 • 17.07 • 17.25 17.56 • 18.22 18.55 • 19.26 • 20.07 • 20.37 21.07 21.37

6.21 6.45 7.05 7.39 7.58 8.15 8.45 9.09 9.27 9.57 10.57 11.27 11.57 12.27 12.57 13.27 13.45 14.15 14.39 15.15 15.45 16.27 16.57 17.27 17.45 18.15 18.39 19.15 19.45 20.27 20.57 21.27 21.56

6.31 6.55 7.14 7.48 8.08 8.25 8.53 9.18 9.37 10.07 11.07 11.37 12.07 12.37 13.07 13.37 13.55 14.23 14.48 15.25 15.53 16.37 17.07 17.37 17.55 18.23 18.48 19.25 19.53 20.37 21.07 21.37 22.05

6.03 6.27 6.51 7.24 7.40 7.57 8.28 8.54 9.09 9.39 10.39 11.09 11.39 12.09 12.39 13.09 13.27 13.58 14.24 14.57 15.28 16.09 16.39 17.09 17.27 17.58 18.24 18.57 19.28 20.09 20.39 21.09 21.39

6.12 6.36 6.59 7.31 7.49 8.06 8.37 9.01 9.18 9.48 10.48 11.18 11.48 12.18 12.48 13.18 13.36 14.07 14.31 15.06 15.37 16.18 16.48 17.18 17.36 18.07 18.31 19.06 19.37 20.18 20.48 21.18 21.48

ERCOLANO NAPOLI

7.07 7.31 7.47 8.26 8.44 9.01 9.16 9.56 10.13 10.43 11.43 12.13 12.43 13.13 13.43 14.13 14.32 14.46 15.27 16.01 16.16 17.13 17.43 18.13 18.32 18.46 19.27 20.01 20.16 21.13 21.43 22.13 22.39

6.49 7.13 7.29 8.07 8.26 8.43 9.06 9.37 9.55 10.25 11.25 11.55 12.25 12.55 13.25 13.55 14.12 14.36 15.09 15.43 16.06 16.55 17.25 17.55 18.12 18.36 19.05 19.43 20.06 20.55 21.25 21.55 22.22

• •

• • • •

NAPOLI ERCOLANO

POMPEI C/MARE VICO S.AGNELLO SORRENTO

6.09 6.40 6.44 F 7.09 • 7.39 F 8.11 • 8.39 • 9.09 • 9.39 • 10.09 • 10.39 • 11.09 • 11.39 12.09 • 12.39 13.09 • 13.41 • 14.09 • 14.39 • 15.11 • 15.39 • 16.09 • 16.39 17.09 • 17.41 • 18.09 • 18.39 • 19.11 • 19.39 20.09 20.39 21.09 21.39

6.47 7.05 7.22 7.47 8.17 8.36 9.17 9.47 10.17 10.47 11.17 11.47 12.17 12.47 13.17 13.47 14.06 14.47 15.17 15.36 16.17 16.47 17.17 17.47 18.06 18.47 19.17 19.36 20.17 20.47 21.17 21.47 22.17

6.28 6.53 7.02 7.28 7.58 8.23 8.58 9.28 9.58 10.28 10.58 11.28 11.58 12.28 12.58 13.28 13.53 14.28 14.58 15.23 15.58 16.28 16.58 17.28 17.53 18.28 18.58 19.23 19.58 20.28 20.58 21.28 21.58

6.57 7.15 7.31 7.57 8.27 8.46 9.27 9.57 10.27 10.57 11.27 11.57 12.27 12.57 13.27 13.57 14.16 14.57 15.27 15.46 16.27 16.57 17.27 17.57 18.16 18.57 19.27 19.46 20.27 20.57 21.27 21.57 22.27

7.06 7.23 7.40 8.06 8.36 8.54 9.36 10.06 10.36 11.06 11.36 12.06 12.36 13.06 13.36 14.06 14.24 15.06 15.36 15.54 16.36 17.06 17.36 18.06 18.24 19.06 19.36 19.54 20.36 21.06 21.36 22.06 22.36

7.17 7.32 7.52 8.17 8.47 9.03 9.47 10.17 10.47 11.17 11.47 12.17 12.47 13.17 13.47 14.17 14.33 15.17 15.47 16.03 16.47 17.17 17.47 18.17 18.33 19.17 19.47 20.03 20.47 21.17 21.47 22.17 22.47

7.15 7.30 7.50 8.15 8.45 9.01 9.45 10.15 10.45 11.15 11.45 12.15 12.45 13.15 13.45 14.15 14.31 15.15 15.45 16.01 16.45 17.15 17.45 18.15 18.31 19.15 19.45 20.01 20.45 21.15 21.45 22.15 22.45

TUTTI I TRENI (TRANNE I DIRETTISSIMI) FERMANO A BOSCOREALE VILLA REGINA 2 MINUTI DOPO POMPEI (DA SORRENTO) E 2 MINUTI PRIMA (DA NAPOLI)

n SITA

SORRENTO AMALFI

• 06.30 F • 07.40 S • 08.30 F • 08.30 H • 09.00 G • 09.15 F • 09.30 G • 10.00 G • 10.30 G • 11.00 G • 11.30 G • 12.00 G • 12.30 G • 13.00 F • 13.30 F • 13.30 H • 14.00 G • 14.45 F • 15.30 F • 15.30 H • 16.00 H • 16.10 F • 17.00 G • 18.00 F • 18.00 H • 19.00 G • 20.15 G

Tel: 089 405145 Capolinea Stazione Circumvesuviana ORARI IN VIGORE FINO AL 31 OTTOBRE

SORRENTO AMALFI SORRENTO MASSA L. • 06.20 G S.AGATA • 07.15 F TORCA

• 08.05 G • 09.00 F • 09.30 G • 10.30 G • 10.30 H • 11.00 G • 11.30 G • 12.15 G • 13.00 G • 13.30 F • 13.45 F • 14.05 F • 14.30 G • 15.00 G • 15.30 G • 16.00 G • 16.30 F • 17.00 G • 17.00 H • 17.30 G • 18.00 G • 19.00 G • 20.00 G • 21.20 G

• Via S. Agnello/Meta • Via Priora/S.Agata

05.50 07.25 08.05 09.00 09.30 10.10 11.00 12.15 12.40 13.15 13.15 14.00 14.00 15.00 15.30 16.15 16.15 17.10 17.10 18.00 18.40 19.45 19.15 20.15 21.15 22.20

F

• F F F F

• G F • G S • F H • F H H H H

• F • H • F G G H F F G F

TORCA S.AGATA MASSA L. SORRENTO 05.15 F 06.05 F 07.00 G 07.45 G 08.30 G 09.10 G 10.25 F 11.10 G 12.15 F 12.40 F 13.15 G 14.25 G 15.25 G 16.00 G 17.00 F 18.00 G 19.20 G 20.20 G

• •

• Arrivo/Partenza a/da Torca

F = FERIALE G = GIORNALIERO H = FESTIVO S = SCOLASTICO N = NO SCOLAST.

SORRENTO PRIORA S.AGATA TORCA

06.40 07.50 08.05 08.30 + 09.00 09,15 + 09.30 + 10.00 + 10.30 11.00 + 11.30 + 12.00 + 12,15 13.00 + 13,15 13,15 13,30 14.00 + 14.00 15.30 + 16,15 17.00+ 17.30 18.00 18.00 + 18.35 19.00 + 19.15 19,40 20.05 20.15 + 21.15

F H F F F F H G F G G G F G F H H G F F G G F F H F G F F H G F

www.sitasudtrasporti.it

TORCA S.AGATA PRIORA SORRENTO

• • •

06.00 06.45 07.05 07.10 07.15 08.10 08.35+ 08.45 09.30 10.00 10.20 + 10.50 + 11.05 11.30 11.50 + 11.50 + 12.00 12.10 12.20 + 12.50 + 13.00 13.00 14.05 1420 + 15.05 + 15.25 + 15.35 16.20 + 16.50 + 17.05 17.30 + 18.20 + 18.50 + 19.20 + 20.50 21.20 + 22.40 +

• a/da Torca

F F S F F F F G F G F G F H S H H F G G H F F G F F G G G F F F G G F F G

+ Bivio Nastro Verde

SORRENTO CANTONE CANTONE SORRENTO 07.50 F 07.50 H 09.00 F 10.30 F 13.35 F 14.00 F 14.35 F 15.30 F 16.15 G 18.00 F

• • • • • •

06.45 F 09.00 G 10.30 F 11.30 F 14.30 F 15.00 G 16.00 F 16.30 F 18.55 F

• • • • • •

• via S. Agata SERVIZIO AUTOLINEE Every 20 minutes

LINEA A M. LUBRENSE - CAPO SORRENTO - META e vv. LINEA B Circolare SORRENTO (Porto) SORRENTO (Stazione) LINEA C SORRENTO (Porto) S. AGNELLO - PIANO e vv. LINEA D Circolare MARINA GRANDE SORRENTO LINEA E Circolare SORRENTO STAZIONE VIA DEGLI ARANCI - HILTON

F/7

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 20 settembre 2017 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano state, nel frattempo, variazioni agli orari.

NUMERI UTILI USEFULL NUMBERS


38

OTTOBRE 2017 ORARI DI AGOSTO

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 20 settembre 2017 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano state, nel frattempo, variazioni agli orari.

info point

o

ALISCAFO HYDROFOIL

GESCAB - www.gescab.it Tel. 0818071812 - 0815329071

SORRENTO - CAPRI 07,15* 08,05 08,20 08,55 09,15 09,40 11,10 11,25 11,45 14,25 14.45 16,10 17,45 CAPRI - SORRENTO 08,00* 08,55 09.00 10,05 10,20 11,20 13,55 15,15 15,35 16,20 17,15 17,35

08,30 09,50 13,30 16,45

08,45 10,45 14,05 17,05

09,15 12,10 15,55 17,45

09.25 13,00 16,05 18,30

Piazza Tasso 10.00-13.00 / 16.00-19.00 Stazione Circum 10.00-13.00 / 15.00-19.00 Porto (Marina Piccola) 09.00 - 17.00

SITA SUD CAMPANIA ANDATA 06:10 06:15 06:20 06:25 06:45 06:50 06:55 07:00 07:45 07:35 07:50 08:20

n

PENISOLA SORRENTINA MONTE SANT’ANGELO

FERMATA SANT’AGATA SANT’AGATA (Reola) BIVIO TITIGLIANO MASSA LUBRENSE SORRENTO SANT’AGNELLO PIANO DI SORRENTO META SEIANO (Vico Equense) NAPOLI Via Ferraris (INPS) NAPOLI (Piazza Garibaldi) UNIVERSITA’ MONTE S. ANGELO

16:30 16:25 16:20 16:15 15:55 15:50 15:45 15:40 15:35 14:55 14:50 14:20 RITORNO

* Feriale - Not on sunday

SORRENTO - NAPOLI 07.20 08.10 10.00 12.00 14.00 16.25 18,40+ NAPOLI - SORRENTO 09.00 11.00 13.00 15.05 17.15 18.25 1930+

n

SORRENTO/POSITANO 08,35 POSITANO/SORRENTO 09,35 SORRENTO/POSITANO/AMALFI 08,55* 10,30 14,25* 14,55* 16,10* AMALFI/POSITANO/SORRENTO 08,55* 10,30* 11,35 16,35 16,55* * Via Capri

SORRENTO - ISCHIA 09,10° 09,30** 15,50 ISCHIA - SORRENTO 10,35 17,25° ° Via Procida (lun. me. ven) ** (mar. gio. sa. do.) +Solo venerdì, sabato e domenica

%

NAVE VELOCE FAST FERRY

CAREMAR - Tel. 0818073077

SORRENTO - CAPRI 07,45 09,25 14,30 CAPRI - SORRENTO 07,00 08,40 13,35

19,25 18,45

ORARIO FUNIVIE DEL

FAITO

La Funivia del Monte Faito è un impianto bi fune a va e vieni che collega il comune di Castellammare di Stabia (stazione inferiore a 9 mt s.l.m.) con il Monte Faito (stazione superiore a 1.092 mt s.l.m.), nel comune di Vico Equense.

DA ENTRAMBE LE STAZIONI Fino al 15 Novembre 09:35 – 09:50 – 10:05 – 10:35 11:35 – 12:05 – 12:35 – 13:05 13:35 – 14:05 – 14:25 – 14:45 15:35 – 15:55 – 16:15 – 16:25

Circolo dei Forestieri

n

AUTOLINEE

MAROZZI Tel. 0805790111 www.marozzivt.it

ORARI IN ROSSO  da Lunedi a Sabato - Mon to Sat ORARI IN NERO  Giornaliera - Everyday

SORRENTO - ROMA

SORRENTO C. Italia-261 06.00 VICO E. P. Kennedy 06.15 C.DI STABIA V.le Europa 06.30 ROMA Tiburtina 09.45

ROMA - SORRENTO

ROMA Tiburtina 07.00 C.DI STABIA V.le Europa 10.40 VICO E. P. Kennedy 10.55 SORRENTO C. Italia-261 11.45

17.00 17.15 17.30 21.00 15.00 18.15 18.30 19.00

n CURRERI SERVICE

Tel. 0818015420 www.curreriviaggi.it Da Sorrento a Capodichino p.06,30 a.08,00 p.07,30 a.09,00* p.08,30 a.10,00 p.09,00 a.10,30 p.10,30 a.12,00 p.12,00 a.13,30 p.13,00 a.14,30* p.14,00 a.15,30 p.15,00 a.16,30 p.16,30 a.18,00

Da Capodichino a Sorrento p.09,00 a.10,15 p.10,00 a.11,15* p.11,00 a.12,15 p.12,00 a.13,15 p.13,00 a.14,15 p.14,30 a.15,45 p.15,30 a.16,45* p.16,30 a.17,45 p.18,00 a.19,15 p.19,30 a.20,45

Sorrento (Stazione) - S. Agnello (Piazza Municipio) Piano (vicino alla Siesta) - Meta (chiesa del Lauro) Vico Equense (uff. Curreri a. / Stazione r.) Castellammare di Stabia (Villa Stabia) * SOLO SU PRENOTAZIONE FERMATA A Pompei Scavi

via Luigi De Maio, 35 SORRENTO - tel. 0818773263 info@circolodei forestieri.com Entrance on the road going down to the port

C/8


OTTOBRE 2015

E/7

31


32

APRILE OTTOBRE APRILE 2012 2015 2015

1981 2015

Surrentum - Ottobre 2017  
Surrentum - Ottobre 2017  

Il numero di Ottobre

Advertisement