Page 1

PY CO GIO EE G FR MA O

AGOSTO 2017

Anno XXXVII

6

AGOSTO

Foto di Marco Gargiulo

2017

PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA Editrice SURRENTUM sas Dir. Resp. Antonino Siniscalchi Aut. Trib. Napoli n. 3104 del 15/4/1982 - Stampa La Sorrentina

www.surrentum.it www.surrentum.net www.surrentum.com

1


2

AGOSTO 2017

www.ristorantebagnisantanna.com

RISTORANTE – BAR – SOLARIUM

in Marina Gande – Sorrento tel. 081 8074178


AGOSTO 2017

Città di Sorrento

A nome della intera Città sono

lieto di porgervi il benvenuto. L’ arrivo di ogni ospite a Sorrento è motivo di gioia per la nostra intera comunità. Ciò perché essa si sente gratificata dell’ interesse mostratole e dalla fiducia accordatale. Siamo costantemente impegnati nel mantenere alte le tradizioni che hanno reso famosa la Terra delle Sirene sul fronte dell’ ospitalità e dell’ accoglienza. In questo senso l’Amministrazione Comunale e tutti gli imprenditori impegnati sul fronte turistico sono costantemente al lavoro nel tentativo di creare le condizioni per far sì che ogni soggiorno ed ogni genere di vacanza a Sorrento si trasformino in una esperienza da ricordare con piacere. Ogni anno continuiamo a riscontrare brillanti risultati tanto in termini di incremento del numero di visitatori che prediligono Sorrento per i loro soggiorni, quanto in termini di apprezzamento espressi dai principali tour operator nazionali ed internazionali. Questo, però, non ci appaga, ma stimola

3

Giuseppe Cuomo, Sindaco / the Mayor

On behalf of the entire Town I ancora di più il nostro desiderio di conservare elevati standard qualitativi tanto in ordine ai servizi offerti a coloro che, come voi, ci accordano la propria fiducia, quanto in merito alla opportunità di allestire un calendario ricco di eventi e di manifestazioni che siano in grado di soddisfare le aspettative di ogni genere di utenza. In questa ottica cerchiamo di migliorare giorno dopo giorno, confidando nella possibilità di incontrare la piena soddisfazione dei turisti che ci fanno visita. Ci auguriamo, infatti, che essi, oltre ad apprezzare le bellezze paesaggistiche, storiche ed architettoniche che offre il nostro territorio possano gradire un carnet di appuntamenti che speriamo risulti essere interessante, vario ed ammiccante. Nel dedicare metaforicamente a tutti la celebre canzone intitolata “Torna a Surriento” – che è il vero inno della nostra terra – ci auguriamo che le sue note possano alimentare il desiderio di venirci a trovare, ancora una volta, anche in futuro.

am pleased to welcome you. The arrival of each guest in Sorrento is a source of joy for our entire community as we feel immense gratitude for their interest and the trust they give us. We are constantly committed to maintaining high the traditions that have made the Land of the Sirens famous in the field of hospitality. In this sense, the City Council and all entrepreneurs engaged in the tourism field are constantly working in an effort to create the conditions to ensure that each stay and every type of holiday in Sorrento is an experience to remember with pleasure. Each year we continue to experience excellent results, both in terms of increasing the number of visitors that choose Sorrento for their stays, and in terms of appreciation expressed by the main national and international tour operators. However, all this does not just satisfy us, but further stimulates our desire to keep our quality standards high, both regarding the services offered to

those who, like you, trust in us, and the opportunity to set up a calendar full of events and activities that will meet the expectations of every guest. To this end, we are trying to improve day by day, trusting in our ability to meet the full satisfaction of all of the tourists that visit us. Indeed, we hope that apart from enjoying the landscape and historical and architectural beauty offered by our region, our visitors will also enjoy an interesting, diversified and appealing set up of attractions that we have planned. In dedicating the famous song “Torna a Surriento” to everyone – which is the true anthem of our area – we hope that its notes can convince you to come back to visit us again in the future.

AZIENDA AUTONOMA DI SOGGIORNO E TURISMO SORRENTO - S.AGNELLO Via Luigi De Maio, 35 - 80067 Sorrento (Napoli) - Tel. 081 8074033 - Fax 081 8773397

www.sorrentotourism.com

Foto CARLO ALFARO

benvenuti welcome

Il meraviglioso scenario naturale fa della penisola sorrentina una delle destinazioni turistiche più famose al mondo, qui l’accoglienza e l’ospitalità sono arti tramandate da una generazione all’altra.

With the breathtaking landscape, the art of hospitality and friendliness handed down from generation to generation it is no wonder Sorrento Coast attract visitors from all over the world.

ORARIO DI APERTURA LUNEDÌ/VENERDI’ 8,30 - 19,30 - SABATO, DOMENICA E FESTIVI 9,00 - 19,30 OPENING HOURS MONDAY/FRIDAY 8.30AM – 7,30PM - SATURDAY, SUNDAY AND BANK HOLIDAYS 9,00AM - 7,30PM


4

AGOSTO 2017

Villa Fiorentino Sorrento

È

un immenso onore ed una grande emozione per IMAGO Art Gallery inaugurare questo secondo evento sviluppato in collaborazione con la Fondazione Sorrento, e dedicato ad un Maestro assoluto della storia dell’Arte come Marc Chagall. Nel titolo stesso di questo progetto “I Colori dell’Anima”, abbiamo cercato umilmente di distillare il sentimento della poetica subliminale di Chagall, ritenuto il Pittore-Poeta per antonomasia poichè capace di creare, forse più di chiunque altro, un costante sincretismo tra pittura e letteratura, tra elementi di folklore, fiaba e simbolismo religioso, sospesi al di là di ogni tempo e corrente del momento, in una lirica assoluta ed impalpabile tra i luoghi onirici più profondi e le umane realtà quotidiane. In Chagall pertanto l’Arte non e’ solo la rappresentazione della commedia di ogni giorno, giocata tra uomini e animali con una solennità che è al tempo stesso un racconto umano al contempo tenero ed epico dove il “Villaggio” popolato di capre, galli, uccelli, cicogne, pesci, tutti gli animali dell’adolescenza ne accompagnano la vita come in una sorta d’infanzia in costante ricapitolazione, ma sembra evolvere in un pretesto autorevole e didatticamente importante per lavorare sulla diversità e sui linguaggi espressivi dell’infanzia a cui la pittura del ‘900 dovrà poi molto.

I

t is an immense honor and a great emotion for IMAGO Art Gallery to inaugurate this second event, developed in collaboration with the Sorrento Foundation, dedicated to an absolute Master of Art History such as Marc Chagall. In the very title of this project, “The Colors of the Soul,” we humbly sought to distil the sentiment of Chagall’s subliminal poetics, considered the painter-poet as an altogether as capable of creating, perhaps more than anyone else, constant syncretism between painting and literature, among elements of folklore, fairy tale and religious symbolism, suspended beyond any time and current of the moment, in an absolute and impalpable lyric between the deepest dreams and human everyday reality. In Chagall, therefore, art is not just the representation of every day comedy, played by men and animals with a solemnity

C/5

which is both a humorous and talesome human story where the “Village” populated by goats, cocks, birds, storks, fish, all are accompanying their life as a kind of childhood in constant recapitulation, but seems to evolve into an authoritative and didactically important pretext for working on the diversity and expressive language of childhood to which the painting of the twentieth century will have to do much.

Via Nassa 62 6900 LUGANO - SWITZERLAND info@imago-artgallery.com Tel. / Fax: +41 (0) 919 214 354 www.imago-artgallery.com


AGOSTO 2017

5

Frottage realizzato degli allievi dell’Istituto d’Arte “Grandi” di Sorrento

VILLA FIORENTINO - SORRENTO Corso Italia 53 - Tel. +39 081 8782284 info@fondazionesorrento.com www.fondazionesorrento.com

Summer 2017 ime

t

h e a t e r

A VILLA FIORENTINO

Prevendite: Villa Fiorentino - Libreria Tasso

DAL 16 LUGLIO AL 31 AGOSTO dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21; sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 22;

5 AGOSTO ore 21:30

ROSALIA PORCARO

DAL 1° SETTEMBRE AL 30 SETTEMBRE dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21;

7 AGOSTO ore 21:30

DAL 1° OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE

TANGO HISTORIA DE AMOR

dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20.

Ingresso intero € 5, biglietto ridotto per gruppi superiori a 10 persone € 3 Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura

12 AGOSTO ore 21:30

FROM july 16 TO AUGUST 31

PAOLO CAIAZZO

from monday to friday from 10 am to 1 pm and 5 pm to 9 pm; saturday, sunday e festive from 10 am to 1 pm and 5 pm to 10 pm;

19 AGOSTO ore 21:30

from september 1 to september 30

from 10 am to 1 pm and 5 pm to 9 pm;

FROM OCTOBER 1 TO NOVEMBER 15 from 10 am to 1 pm and 4 pm to 8 pm.

Full fare € 5, reduction for groups over 10 persons € 3 each Last admittance 30 minutes before closing

SIMONE SCHETTINO

info: 0815441872 - 0815448891 - 3341623732

la serra N AT U R A L W E L L B E I N G R E J U V E N AT E - B E AU T Y

R E L A X A N D U N W I N D AT T H E M O S T B E A U T I F U L S PA I N S O R R E N TO *Info & Bookings Tel. 081 877 7877 - laserra@exvitt.it - Piazza Tasso 34, Sorrento (at the Excelsior Vittoria)

D/9


6

AGOSTO 2017

summertime A VILLA FIORENTINO 2017

1 AGOSTO 4 Agosto 6 Agosto 11 Agosto 13 Agosto 18 Agosto 20 Agosto 25 Agosto 27 Agosto 1 Settembre 3 Settembre 8 Settembre 10 Settembre 15 Settembre 17 Settembre 22 Settembre 24 Settembre

Passione Napoletana Sorrento Ensemble in Musica Canta Napoli Opera, Pulcinella e canzoni napoletane presentate da Opera di Roma Play Duett con Lino Musella e Tonino Taiuti. Musiche dal vivo: Marco Vidino Canta Napoli Opera, Pulcinella e canzoni napoletane presentate da Opera di Roma Lino Volpe Napoletane Storie, vicoli e canzoni Canta Napoli Opera, Pulcinella e canzoni napoletane presentate da Opera di Roma Marcello Colasurdo e Paranza Vesuvius in Antichi Mestieri E Tammorre Canta Napoli Opera, Pulcinella e canzoni napoletane presentate da Opera di Roma L’incanto, la poesia e la musica Canta Napoli Opera, Pulcinella e canzoni napoletane presentate da Opera di Roma Metti una sera con… Risate da numeri uno Canta Napoli Opera, Pulcinella e canzoni napoletane presentate da Opera di Roma Mister Volare Omaggio a Domenico Modugno Canta Napoli Opera, Pulcinella e canzoni napoletane presentate da Opera di Roma Il Bellavista Tarantella nel Castello Putipù Tour Canta Napoli Opera, Pulcinella e canzoni napoletane presentate da Opera di Roma Soul Six Vocal Group Sacro Profano Live Tour Studi sul Teatro  FADE IN Dir. Artistica Giuseppe Prudente  Centro  Opera In Roma s.r.l. Napoletano  ASD Sport Cultura e Intrattenimento  Ass. “Insieme in Musica”  Associazione “Ars Scrivendi”

Proposte artistiche a cura di:

1 agosto Ensemble Sorrento in Musica “Passione napoletana”

L’amore e la passione raccontati attraverso le più celebri melodie della canzone classica napoletana. On stage: Ilena Cafiero: soprano - Chiara Albano: mezzosoprano Ugo Ercolano: pianoforte - Edoardo Converso: mandolino Gaetano Ambrosino: violino - Maximiliano Soccodato: chitarra

6 agosto “Play Duett” con Lino Musella e Tonino Taiuti - Musiche dal vivo: Marco Vidino Play Duett nasce dall’incontro artistico tra l’uomo di teatro partenopeo Tonino Taiuti, ed il più giovane ed imperturbabile attore Lino Musella, noto al pubblico per la sua recente partecipazione nella serie televisiva Gomorra, nei panni di Rosario O’Nan. Due diverse generazioni, due diversi modi di fare teatro che prendono parte ad un gioco senza strutture fisse, dove la musica è componente fondamentale per far coesistere il vecchio e il nuovo, l’incontro tra autori partenopei ed internazionali. I contenuti dello spettacolo richiamano il “teatro dell’assurdo” di Samuel Beckett, i lavori di Thomas Stearns Eliot, citazioni tratte dagli scritti di Giambattista Basile, di Ferdinando Russo, di Achille Campanile, e attingono direttamente dall’opera di indimenticabile di Raffaele Viviani e dal teatro di Enzo Moscato. I due attori saranno accompagnati dal vivo dalla musica Jazz del M° Marco Vidino.

13 agosto Lino Volpe “Napoletane” - Storie,vicoli e canzoni

Lino Volpe è un artista sensibile e visionario, capace di divertire e sorprendere il pubblico. È autore ed interprete di un repertorio che lo lega a doppio filo al TEATRO/CANZONE. Le canzoni classiche napoletane, sono le protagoniste del nuovo spettacolo di Lino Volpe, uno spettacolo di forte impatto emotivo, tra grandi classici in un formula collaudata e apprezzata dal pubblico. Le canzoni narrate, spiegate e cantate da un narratore ipnotico, in grado di incantare il pubblico in tutta Italia, nel corso di questi anni si è esibito in prestigiosi teatri, dal San Babila di Milano,all’Auditorium della Musica di Roma, passando per i principali teatri della sua città come il teatro Cilea e il Teatro Acacia. On stage: Lino Volpe, voce - Franco Ponzo, chitarra Emidio Ausiello, percussioni - Marco di Palo, violoncello

20 agosto Antichi mestieri e Tammorre con Marcello Colasurdo e Paranza Vesuvius L’evento prevede l’allestimento di sei antichi mestieri con figuranti in costume e otto musicisti della musica popolare con concerto di tammorre

27 agosto L’incanto, la poesia, la musica

L’incanto di Villa Fiorentino, le poesie di Luigi Leone, la musica del maestro chitarrista Luca Allocca, recital di poesie con accompagnamento di musiche e canzoni napoletane.

E/5


AGOSTO 2017

LA PERGOLA open at lunch for snacks and in the evening for dinner with live piano

C/7

Piazza della Vittoria, 5 - 80067 SORRENTO - tel. 081 8781024 - 081 8781604

7


8

AGOSTO 2017

EVENTI

MASANORI AOYAGI A SORRENTO PER IL TORQUATO TASSO AWARD L’

archeologo giapponese ha ritirato personalmente il premio, conferitogli lo scorso novembre dal Comune di Sorrento e dall’Istituto di Cultura Torquato Tasso. E’ commissario dell’Agenzia per gli Affari Culturali del Giappone e docente all’Università di Tokyo. Ma soprattutto è un archeologo di fama internazionale, a capo di numerose campagne di scavo anche nell’area vesuviana e autore di numerosi libri su Pompei. Lui è Masanori Aoyagi, ieri sera ospite d’onore al chiostro di San Francesco, a Sorrento. Al termine del concerto dell’Orchestra Giovanile Nazionale dell’Uruguay, il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo e Alfonso Paolella, dell’Istituto di Cultura Torquato Tasso, gli hanno consegnato il Torquato Tasso Award. Riconoscimento che, per impegni di lavoro, non era riuscito a ritirare personalmente lo scorso novembre, in occasione degli Incontri con la cultura giapponese. Un’edizione speciale, quella del 2016, inserita tra gli eventi ufficiali programmati nell’ambito del 150mo Anniversario delle Relazioni Diplomatiche tra l’Italia ed il Giappone. “Due Paesi che da tempo hanno avviato una stretta collaborazione, soprattutto in campo culturale”, ha sottolineato Aoyagi, esprimendo la propria commozione nel ricevere il prestigioso riconoscimento. Con lui, sul palco, Umberto Pappalardo, docente di Archeologia classica, archeologica pompeiana e archeologia e storia dell’arte greca e romana al Suor Orsola Benincasa di Napoli ed Antonino Fiorentino, responsabile dell’Ufficio Relazioni Internazionali del Comune di Sorrento. “Questo premio stringe un ulteriore legame tra le nostre comunità - ha dichiarato il sindaco Cuomo - Dal 2001 le città di Sorrento e di Kumano hanno avviato un fecondo rapporto di gemellaggio. In questo ambito si inserisce il viaggio che, nei giorni scorsi, un gruppo di studenti dell’istituto comprensivo Torquato Tasso hanno compiuto in Giappone, tornando entusiasti ed arricchiti dell’esperienza fatta. Ci auguriamo che, nell’immediato futuro, possano nascere sempre maggiori occasioni di scambio e di confronto”.

C/4

Direzione Artistica Generale Mvula Sungani

GIO / THU 3 AGOSTO - AUGUST

FUKUOKA SINFONIETTA ORCHESTRA DA CAMERA

Giovani musicisti giapponesi, che ha all’attivo numerosi concerti in tutto il mondo con un programma classico e tradizionale napoletano - giapponese. Solisti d’eccezione saranno il fisarmonicista Gianni Fassetta e il clarinettista Massimo Santaniello

Villa Fiorentino

GIO / THU 27 LUGLIO - JULY

MALDESTRO

MUSICA CONTEMPORANEA

VEN / FRI 4 AGOSTO - AUGUST

Chiostro di San Francesco

I FLAUTI DI TOSCANINI ORCHESTRA

SOLISTA M° PIETRO CERNUTO MUSICA CLASSICA

Chiostro di San Francesco

MAR/ TUE 8 AGOSTO - AUGUST

“I 7 VIZI NAPOLETANI”

CON GIANFRANCO GALLO E MASSIMILIANO GALLO di Gianfranco Gallo

Chiostro di San Francesco

VEN / FRI 11 AGOSTO - AUGUST

FIVEQUARTETTRIO CIRCO COMTEMPORANEO ACROBATS, JUGGLERS, CIRCUS ACTORS

Arena Parco Ibsen SAB / SAT 19 AGOSTO - AUGUST

ROBERTO CACCIAPAGLIA MUSICA CONTEMPORANEA

Chiostro di San Francesco

VEN / FRI 25 AGOSTO - AUGUST

DANZE DAL MARE 3.0 PRODUZIONE SORRENTO INCONTRA

DANZA - EMANUELA BIANCHINI, AMILCAR GONZALES (AMICI) E I SOLISTI DELLA COMPAGNIA. VOCE - ELENA LEDDA, MUSICA - MAURO PALMAS, PAROLA - NIO LAURO

Chiostro di San Francesco

SAB / SAT 9 SETTEMBRE - SEPTEMBER | ORE 20.00

Concerto “VOLARE...” CORO DEI SS. PRISCO E AGNELLO DIRETTORE M° ANNAMARIA D’ESPOSITO

MATTEW LEE

MUSICA CONTEMPORANEA

Chiostro di San Francesco

Chiostro di San Francesco

Ingresso libero fino ad esaurimento posti Entrance is free until seating capacity is reached.

LOADING COMPLETED! 100%

GIO / THU 31 AGOSTO - AUGUST

START ORE 21.00


AGOSTO 2017

9

LA TARANTELLA SORRENTINA AL MATRIMONIO DELLA FIGLIA DEL CANTANTE STING, presso la tenuta di di Figline Valdarno. Il matrimonio segretissimo dell’attrice Gordon Matthew Thomas Sumner conosciuta come Mickey Smner con il discografico Chris Kantrowitz era uno degli eventi più attesi ma blindatissimo, come intrattenimento musicale hanno scelto uno dei balli più belli e coinvolgenti, la tarantella della Sorrento Folk. Presenti ospiti internazionali come Dustin Hoffman, amico storico di Sting, Hugh Jackman con la famiglia, Lucy Liu e ancora tanti attori, attrici, registi e discografici internazionali arrivati da Hollywood per l’evento. Ancora un volta la Sorrento Folk porta con onore il nome di Sorrento in giro per il mondo. Lo spettacolo di tarantella con il duo live e la posteggia napoletana si è tenuto nel giardino della villa e tutti gli ospiti, compreso Sting, hanno partecipato ballando e cantando con il gruppo folk di Sorrento.

A/15


10

AGOSTO 2017

PERSONAGGI

STEFANO REALI

REGISTA, MUSICISTA, COMPOSITORE In bilico tra l’essere e il divenire, con più frecce al suo arco per ardite e disparate professionalità, Stefano Reali, regista ma anche musicista, compositore ma anche scrittore, prosegue con impeto nel suo percorso altalenante che, da una candidatura all’Oscar e al David di Donatello, decine di fiction, concerti, colonne sonore, sceneggiature e scritture, l’ha portato a firmare la bella recente fiction, dedicata a “Enrico Caruso, la voce dell’amore” che, in aggiunta ad un grande ascolto, gli ha valso la riconoscenza di Sorrento e dei suoi cittadini. Inquieto, curioso, a suo dire “mammone”, anche insoddisfatto, il regista musicista ha il sogno/progetto/desiderio di scrivere una trilogia che ipotizzando dubbi con domande senza risposte, come è insito nel suo modo di essere, confessa che potrebbe “dare più sorprese”. Come dire: “Non è finita qui”. O anche “il bello sta ancora per cominciare”.

Vuole partire dal principio e raccontarmi come è iniziata la sua storia? Sono nato a Frosinone, con genitori indaffarati in una famiglia non agiata è piena di lavoro, secondogenito tra una sorella è un fratello, tutti e tre un po’ lasciati soli. Ero un bambino mansueto e curioso, socievole e ricercatore, instancabile di più cose, diviso tra pallone e pianoforte e istintivamente autonomo tant’è che una volta a soli otto anni feci una gita a Pisa. Andando avanti che ha fatto? Studiato o lavorato? Mi sono diplomato al Conservatorio di musica di Frosinone. Pensavo che avrei fatto il direttore di coro, verso il quale mi sentivo più portati ma invece, entrato nel laboratorio teatrale di Gigi Proietti a diciannove/ vent’anni come direttore di coro, vedendo Gigi che faceva regia, mollai la musica e mi iscrissi al Centro di cinematografia. A ventitré anni mi sono diplomato in sceneggiatura e regia nonostante mio padre fosse totalmente contrario ma ero talmente determinato che, anche se avessi dovuto dormire sotto i ponti, andai avanti. Mio padre non mi parlò più fino alla mia è già si “Exit” che vinse una trentina di premi in Festival in tutto il mondo nel ebbe la nomination all’Oscar. Con un bel po’ di guerriglia familiare sostenuta a tutti i costi...si considera forte? Mi considero incosciente e temerario e non ho mai avuto esitazioni di sorta. Dopo essere

stato assistente alla regia di Sergio Leone in “C’era una volta in America” ho debuttato a Napoli anche per la nascente Rai 3 con “Crastole e’ specchio”, una storia interpretata da Lina Sastri, sono poi ritornato ancora a Napoli per “Una storia italiana” con Raoul Bova e Sabrina Ferilli. Quali maestri hanno inciso sulla sua formazione o sul suo percorso? Su tutti Ennio Morricone, uomo colto e capace di farsi capire da tutti che, nel 1976 e per pochi mesi, da insegnante al Conservatorio di Frosinone mi insegnò la comunicazione. Ha fatto o no la gavetta? Le è servita o è stato tempo perso? La gavetta l’ho fatta ed è indispensabile perché serve a tirare fuori il meglio dalle persone con cui lavori e insegna umiltà nei rapporti e il mestiere. Che cosa è stato particolarmente difficile nel suo lavoro di regista e/o musicista? Difficile è stato quando tentando di fare la graduation alla Berkeley dopo ventitré esami non feci il ventiquattresimo. Le difficoltà le ho affrontate con la mia filosofia di vita quando ho cercato dove le porte si aprivano e non mi venivano sbattute in faccia. Che tipo di bilancio, anche superficiale, ha fatto finora? In un momento di verità, credo di aver raccolto più di quanto ho seminato. Fare il mio lavoro di regista è stato sempre un piacere e un privilegio, mai un peso. D/7

VIA SAN CESAREO 36/38 SORRENTO TEL. 081 8781289

WWW.TROLLBEADS.COM


AGOSTO 2017

Da qualche tempo una parte della sua attività è rivolta all’insegnamento. Per lei regista, musicista, autore e quant’altro che cosa rappresenta l’insegnamento? È la cosa che più mi da gioia e che faccio da sempre. Ho insegnato all’Università La Sapienza di Roma e al Centro di cinematografia materie come “Struttura della sceneggiatura e struttura del racconto”. L’insegnamento è la capacità di imparare da allievi che sanno anche più dell’insegnante e magari non lo sanno!

fortunato anche perché ho tolto tempo alla famiglia e agli amici.

Si è mai pentito di non aver fatto il musicista e il compositore ma prevalentemente il regista? Non si è sentito mai scisso tra tante discipline? Daniele Paris, direttore del Conservatorio che ho frequentato, diceva che il problema di compositori e musicisti è che ci deve essere chi li chiama, forse per questo ho privilegiato la regia pur avendo scritto tante colonne sonore. Non mi sono mai sentito scisso perché ho avuto sempre la possibilità di spaziare. Sono anche autore di racconti ma forse più compositore.

E un ricordo speciale? Quando ho fatto il corso di drammaturgia con Eduardo, che insegnava come scrivere un testo teatrale ad una platea di cinquemila persone, dicendo di essere autentici. Poi aggiungeva: “Andate a vedere “Il berretto a sonagli”. Quando gli feci una domanda su “Il sindaco del Rione Sanità” chiedendogli di Barracano, rispose con una battuta.

L’ispirazione esiste o è un concetto romantico? Ispirazione è traspirazione e cioè studiare-studiare-studiaree anche imparare-imparare-imparare. Si considera ambizioso? No, l’ambizione ha altre caratteristiche. Quello che un po’ mi avvicina all’ambizione è che il Signore mi ha dato un bel po’ di qualità, anche se, in campo sentimentale, non sono stato tanto

11

Enrico Caruso interpretato da Gianluca Terranova, all’Excelsior Vittoria

Professionalmente parlando ha mai provato la paura? Sì, ogni volta che faccio un film. Ci metto talmente tanto di mio che, se va male, sono io il responsabile. Ha avuto un incontro che non vuole dimenticare? Con il grande insegnante Robert Mac Kee, il più grande teorico del mondo nel campo della sceneggiatura.

Soddisfatto di quanto ha fatto? No, per niente, perché penso di non aver ancora dato il meglio di me. Anche Trovajoli, morto a 95 anni, la pensava allo stesso modo, convinto che avrebbe potuto fare di più. Un rimorso ce l’ha? Sì, da un punto di vista privato, per un’azione che non avrei dovuto fare ma ero molto giovane. E rimpianti? Ne ho a migliaia. Quanti treni non ho preso, solo per pigrizia!

Una nostalgia? Non aver potuto veder crescere i miei figli. Un ostacolo quale è stato? Quello vero è nel mio DNA: la mancanza d’amore in cui sono cresciuto.

ti umani come mi è accaduto durante le riprese di “Caruso” a Sorrento. La celebrità mondiale di questa città è totalmente meritata. Sorrento si è guadagnata con le sue caratteristiche irripetibili l’unicità che tutto il mondo le riconosce”.

Una speranza? Spero di innamorarmi.

E la vita com’è? È straordinaria. E mi considero fortunato.

Un desiderio? Quello di scrivere una trilogia, con una struttura a scatole cinesi, il cui argomento finale è tratto dalla Cosmogonia dei Sumeri che risponde ai dubbi con domande senza risposte.

Giuliana Gargiulo

Dovendosi raccontare: com’è Stefano Reali? Tenace, mammone, inquieto, curioso, passionale e dedicato fino alla fine al progetto. E Sorrento? In trent’anni di lavoro in cinema e TV, non ho mai respirato un’aria di ospitalità, calore, limpidezza, di clima e di sentimen-

Christmas Shop Via degli Archi, 18 - SORRENTO - tel. 081 8075815

D/8


12

AGOSTO 2017

SORRENTO CLASSICA

DOPO FESTIVAL TRA SORRENTO E AMALFI

K

azakstan Chamber Orchestra Academy of Soloists, Jecheon Youth Corean Orchestra, Orchestra Sinfonica “Claudio Abbado”, Maurizio Di Fulvio Jazz Trio, Gatos do Mar, Alma Gitana Flamenco, Luciano Capurro & Compagnia Salone Margherita - Gambrinus di Napoli, Aiman Mussakhajayeva, Maurizio Mastrini, sono alcuni dei nomi prestigiosi del concertismo internazionale che si esibiscono fino ad agosto tra la Costiera Sorrentina e Amalfitana, nell’ambito del “Dopo Festival Sorrento Classica” X edizione, diretta dal Maestro Paolo Scibilia con la Società Concerti Sorrento, oltre i confini della sede – madre del Chiostro di S. Framcesco. Sorrento Classica, il festival internazionale che ospita tradizionalmente orchestre, ensemble da camera, solisti e protagonisti della grande musica classica, abbraccia sinergicamente ad agosto i Comuni di Sorrento, Massa Lubrense, Piano di Sorrento, Vico Equense e Amalfi, patners dell’iniziativa, ed offre, come locations serali, al tramonto e all’ alba, luoghi di particolare interesse storico artistico paesaggistico, quali Punta Campanella, Villa Fondi de Sangro, Sagrato del Duomo e Belvedere e di Lone di Amalfi, Basilica di S. Antonino, belvedere Ex Cattedrale e di S. Maria a Castello di Vico Equense.

SORRENTO CLASSICA DOPO FESTIVAL

The Sorrento & Amalfi Coast International Summer Music Festival X Edition – Estate 2017 Direzione artistica: Paolo Scibilia 27 luglio, ore 18.30, Massa Lubrense - Punta Campanella Concerto al Tramonto: Maurizio Di Fulvio Jazz Trio 1 agosto, ore 19.00, Amalfi - Belvedere di Lone Concerto al Tramonto: “Gatos do Mar Quartet” Harp, Percussion and Vice Ensemble 12 agosto, ore 21, Piano di Sorrento - Belvedere Villa Fondi Kazakstan Chamber Orchestra Aiman Mussakhajayeva - violino solista (Premio Tchaykovsky) 13 agosto, ore 21.00, Amalfi - Sagrato Duomo S. Andrea Gran Concerto di Ferragosto: Orchestra Sinfonica “C. Abbado” 16 agosto, ore 21.00, Amalfi - Piazza G. Amodio di Pogerola Luciano Capurro & Compagnia Salone Margherita Gambrinus di Napoli,

SHOP ON LINE OVS.IT

Kazakstan Chamber Orchestra Academy of Soloists, Jecheon Youth Corean Orchestra, Orchestra Sinfonica “Claudio Abbado”, Maurizio Di Fulvio Jazz Trio, Gatos do Mar, Alma Gitana Flamenco, Luciano Capurro & Compagnia Salone Margherita - Gambrinus di Napoli, Aiman Mussakhajayeva, Maurizio Mastrini, are some of the prestigious names of the international concert world that performs in August, between the Sorrento and Amalfi Coast, as part of “After Festival Sorrento Classica” Festival “, directed by Maestro Paolo Scibilia, together with Sorrento Concerts Society, outside of S. Francesco Cloister. Sorrento Classica Festival, which traditionally hosts the international festival orchestras, chamber ensembles, soloists and stars of classical music, embraces this year, into a single program, the towns of Sorrento, Massa Lubrense, Piano di Sorrento, Vico Equense, Amalfi, patners of the initiative, and has as stage, during the evening, at sunset and at sunrise, places of particular historical, artistic and landscape interest, such as Punta Campanella, Churchyard of the Cathedral and Belvedere of Lone in Amalfi, Basilica S. Antonino, belvedere Ex Cattedrale e S. Maria a Castello in Vico Equense.

18 agosto, ore 20.00, Sorrento - Basilica di S. Antonino Jecheon Youth Corean Orchestra INGRESSO LIBERO FEEE ENTRANCE Info and complete program: Official Tourist Board (Sorrento - Via Luigi De Maio, 35) Tel. (+39) 0818074033 www.sorrentotourism.com www.societaconcertisorrento.it Facebook: societa concerti sorrento Programma suscettibile di variazioni Program may be subject to slight variation

F/10

D/10

OVS Bianca Balti per

Piazza A. Lauro, 39/40 SORRENTO

Abito

14,99€


AGOSTO 2017

13


14

AGOSTO 2017

ANTICHI MESTIERI A SORRENTO

L’AGENDA SORRENTINA 2018

Nino Cuomo

IL TORNITORE CHE CATTURO’ SOPHIA LOREN

FOTO © A. DE ANGELIS

Secondo la tradizione dell’estate sorrentina, in agosto, sarà presentata l’Agenda Sorrentina 2018, edita da Longobardi. La presentazione è affidata come sempre alla giornalista e scrittrice Giuliana Gargiulo ed avverrà nel Chiostro di S. Francesco. L’edizione 2018 interesserà la cinematografia mondiale che negli anni ha scelto Sorrento, specie dopo che il registra sorrentino Gallone, aveva scelto nel 1914 la “sua” terra come palcoscenico del film, “Le campane di Sorrento”. Sono stati oltre cento i film girati in Penisola che hanno visto la partecipazione di molti attori e registi. Anni fa Antonino De Angelis pubblicò “Sorrento movies. Il cinema in costiera”, pregevole pubblicazione oggi esaurita e posta a base dell’Agenda Sorrentina offerta, come ogni anno, a quanti mostrano il loro interesse. Collegati a questa tradizione sono gli Incontri del Cinema che, sotto la direzione di Gian Luigi Rondi, avevano fatto di Sorrento la capitale della cinematografia mondiale. Da alcuni anni questa manifestazione è scomparsa e si auspica, sempre, nel suo vivo ricordo, che possa ritornare. Oggi, rivedendo questa passerella, può nascere l’auspicio di rivedere Sorrento punto d’incontro di attori e registi della cinematografia mondiale.

PIERINO IACCARINO

D

i professione tornitore del legno, fotografo per passione. Pietro Iaccarino, classe 1933, noto col soprannome di “Pierino ’o tunniero”, nell’estate del 1955 era presente a Marina Grande di Sorrento sul set di Dino Risi mentre si girava ‘Pane, amore e…’. Gli occhi di tutti erano puntati sulla giovanissima Sophia Loren, la protagonista del film. Appena arrivata, non ancora in abito di scena, indossava un cappellino di paglia a campana con degli shorts vertiginosi e una camicetta di cotone legata con un nodo sopra l’ombelico. Pierino, oltre agli occhi puntò subito anche l’obbiettivo della sua macchina fotografica. Nasceva così, con quel clic, l’immagineicona della futura diva a Sorrento, bella e statuaria nel fulgore dei suoi vent’anni, una foto de-

D/7

stinata ad apparire fra i titoli dei giornali, in mostre e copertine di libri. Quell’istante era sfuggito non solo ai fotografi professionisti presenti ma fin’anche all’attenzione del l’esperto fotografo di scena Gian Battista Poletto che la seguiva passo passo. Negli anni successivi quella foto, per una serie di equivoci, fu attribuita ad altri; oggi invece, correttamente riconosciuta, campeggia solenne nella vetrina del tonniere al corso Italia di Piano di Sorrento fra gli oggetti che l’abilissimo artigiano orgogliosamente esibisce ai clienti. Sono lavori destinati all’uso domestico: ciotoline di legno, posacenere, candelieri, soprammobili; opere ideate con gusto e realizzate con perizia, ben tornite in coerente armonia con l’opulenza della giovanissima Sofia che fa da sfondo. Pietro Iaccarino aveva iniziato da ragazzo, seguendo suo padre Francesco, l’apprendistato di tornitore nella vecchia bottega di via san Michele. Presto imparò a lavorare al tornio che in quegli anni era ancora a pedale; poi, col progresso, arriverà quello elettrico insieme ad altri utensili portati dalla modernità. Si lavorava per conto di falegnami e intagliatori: piedi di tavoli, colonnine neoclassiche per armadi e comò, balaustre di noce e ciliegio per ringhiere di scale e ballatoi, supporti per candelabri e lampadari

Antonino De Angelis per sfarzosi saloni e ogni altro elemento di dettaglio richiesto per donare classicità ed eleganza alle più belle case della penisola sorrentina. Nella bottega, che negli ultimi anni è stata declassata ad ‘arrotineria’, dove puntualmente si reca ogni mattina per incontrare amici e nostalgici clienti, sono conservati fra i legni in attesa di un improbabile impiego, gli attrezzi dei tempi andati: scalpelli, sgorbie, compassi, calibri e tanti prototipi d’avanzo di vecchi montaggi che Pierino ogni tanto riadatta per altri possibili usi. In questi giorni è impegnato nella collaborazione per la costruzione di una grandissima ruota di timone da montare non già su un enorme veliero ma per un grande lampadario da appendere in un modernissimo ristorante giù al porto di Cassano. “Il tornio è come un violino – assicura – e mentre il legno gira e fila veloce produce armonia” quella stessa che lui continua a sentire nel segreto del suo cuore, modulata dal sibilo della sgorbia che egli, come l’archetto di un violinista, maneggia con maestria. Antonino De Angelis

E/7


AGOSTO 2017

15

Excelsior We Care food event O RAN G E R I E P O O LS I D E BAR & R E STAU RANT

20

AUGUST AGOSTO

Charity Food Event No doubt you will have been giving some thought as to where to dine in Sorrento on August 20, 2017. Well, think no more! We are delighted to extend an invitation to you to join our charity food event at the Orangerie Poolside Bar & Restaurant. You will enjoy the savoury culinary treats created by our Executive Chef Antonino Montefusco, renowned for turning food into an extraordinary culinary experience. There will also be music entertainment during the evening. The charity happening will support ‘Make A Wish’ Italy granting wishes to children with life threatening conditions. We are giving hotel guests the chance to pre-book for this event as it is also open to the general public, so please let us know if you would like to make a reservation Cost per person € 65,00

Thank you, The Management

Excelsior we care food event_20 Agosto.indd 1

Excelsior we care food event_20 Agosto.indd 2

06/07/17 13:06

Sorrento

SPECIAL EDITION

06/07/17 13:06

D/9

PRODOTTO ESCLUSIVO IN COLLABORAZIONE CON

STRAP WITH MOSAIKO ELEMENTS

Hand Made in Sorrento CORSO ITALIA 179/181 80067 - Sorrento (NA) Tel. 081 878 5419


16

AGOSTO 2017

Riccardo Iaccarino

Itinerario di visita al

Centro Storico di Sorrento Via Parsano - Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà - Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto - Via Tasso Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo Piazza Tasso - Corso Italia.

(1) Le antiche mura

Delle cinta difensiva greca rimane la murazione esistente sotto il piano stradale della Porta Parsano Nuova, visibile in prossimità della Porta stessa. Un altro rudere di dimensioni molto limitate, della murazione greca, oltre la Porta della Marina Grande, è il piccolo tratto della cortina occidentale, in località via Sopra le Mura. La città romana si sovrappose all’insediamento greco osservandone la pianta urbana e la stessa cinta muraria a grossi blocchi isodomici. Queste mura, rimasero a difesa di Sorrento durante tutta l’epoca medioevale. Il rifacimento di esse iniziò nel 1551, e fu completato soltanto nel 1561 dopo la tragica invasione dei Turchi. Oggi la cinta di mura di Parsano è stata restaurata ed è visitabile tutti i giorni.

ora classici ora bizantini, con basamenti di statue e con ogni sorta di frammenti marmorei. Nelle due arcate fortemente rialzate e nelle colonne disposte sugli spigoli si rileva il suo chiaro accento bizantino. Questa costruzione ha anche interesse per la storia urbanistica della città poichè i brevi spazi ad archi rialzati e la attigua volta su via Pietà, all’ingresso dell’episcopio, servirono per lungo tempo alle pubbliche riunioni prima che esse si svolgessero nell’interno del castello. La parte superiore del campanile fu se non edificato, assai probabilmente ridotta nell’attuale forma, intorno al XVI sec.

(2) Chiesa dei Servi di Maria

In stile barocco, fu completata nel XVIII secolo. Sede della Congregazione dei Servi di Maria, conserva all’interno una statua lignea del Cristo Morto, di autore ignoto, che nel giorno del Venerdì Santo viene portato in processione dai confratelli, incappucciati in nero.

Questo edificio, recentemente restaurato, è opera di eccezionale rarità e pregio poichè rappresenta un documento di quel gusto tardo bizantino ed arabo in una stesura forse unica per organica continuità compositiva. Le grandi finestre ad arco, tre per ogni piano, sono contornate da ampie fasce in tufo giallo e grigio; due più sottili fasce sottolinean, a guisa di marcapiano, i due ordini di finestre, e rotonde formelle, come piccoli rosoni, recanti al centro patere di maioliche, si alterano alle aperture con un contorno in lieve risalto sul fondo di intonaco. L’ornato dell’intarsio tufaceo svolge una successione di losanghe ad eccezione della finestra centrale il cui fregio segue un motivo a zig-zag.

In stile romanico, risale al XV secolo; dello stesso periodo è il portale laterale (1474), in moda rina-scimentale. La chiesa ospita tra l’altro tele di artisti della scuola napoletana del ‘700, un trono arcivescovile in marmi scelti (1573) ed un coro ligneo intarsiato opera di artigiani sorrentini dei primi del ‘900. Opere, sempre realizzate con la tecnica dell’intarsio, si possono ammirare all’interno come i quadri della Via Crucis o i tamburi dell’entrata principale e di quella laterale, opere recenti di giovani maestri intarsiatori.

Di questo campanile è notevole la parte basamentale di età romanica, costruita forse intorno al secolo XI con tronchi di colonne di varie specie con capitelli

(7) Palazzo Correale (secolo XIV) La facciata di questo palazzo mostra pregevoli bifore archiacute in tufo scuro, di varia forma e disegni, con archetti e rosono lobati. Ha un bellissimo finestrone con ogiva a sovrassesto che insiste su corti piedritti polistili sostenuti da mensolette e cimati da capitelli gotici a foglie d’acanto; nella chiave dell’arco è scolpita l’arme gentilizia. Il portale è quello caratteristico napoletano ad arco depresso con sagome durazzesco-catalane, che fu usato dalla fine del trecento a tutto il quattrocento. (7) Palazzo Veniero (secolo XIII)

(3) Cattedrale

(4) Campanile del Duomo (5) Episcopio

metà del quattrocento, appartiene il palazzetto e la loggia in vivo Calantariaro con capitelli che ritroviamo in una scala napoletana in Via S. Arcangelo a Baiano, e quelli della cappella Pontano con la sola variante della foglia disposta in senso inverso.

(8) Casa Correale in Piazza Tasso

(6) Casa quattrocentesca

Come unica e curiosa testimonianza locale derivante dall’influsso dei maestri toscani operanti in Napoli nella seconda

Sulla piazza principale, anticamente chiamata largo del Castello, e precisamente nell’angolo in cui ha inizio via Pietà, si affaccia un altro palazzo Correale; L’iscrizione sul cartiglio marmoreo del portale ha la data del 1768, ma si sa però che già nel XV secolo trovavasi lì una casa della stessa famiglia che venne poi totalmente trasformata dal rifacimento settecentesco.

D/8 D/8


AGOSTO 2017 venienti probabilmente, per la loro particolare uniformità, dal portico di una delle molte ville romane presenti nella zona. Nella cripta, rifatta nel settecento, si osservano numerosi quadretti di ex voto, soprattutto di marinai. Interessante è il presepe del settecento, della scuola di Sammartino, e il portale meridionale di forme bizantino-romaniche, risalente al X secolo.

(12) Chiesa della Grazie

(9) Santuario della Madonna del Carmine

Ricostruita alla fine del ‘500 su una precedente e antica chiesa dedicata ai S. Martiri Sorrentini, la Chiesa è ad una sola navata. Sullo sfondo c’è l’antica immagine della Madonna, copia della Vergine Bruna di Napoli. Si possono ammirare quadri di buona fattura di artisti del ‘600 e del ‘700 nonchè due artistici reliquiari in legno intarsiato del 1600.

(10) Sedile di Porta (secolo XVI) Nell’angolo che via S. Cesareo forma con Piazza Tasso, nel posto dove attualmente ha sede il circolo Sorrentino, trovavasi un secondo sedile, detto di Porta, perchè in origine eretto presso la porta maggiore della città nello spazio allora denominato Largo del Castello. Dopo l’abolizione dei sedili fu ridotto prima a carcere poi a corpo di guardia per la milizia urbana e infine a luogo di convegno del circolo Sorrentino. (11) Basilica di S. Antonino

L’origine è riconducibile all’XI secolo, anche se già verso il IX secolo, esisteva in quel luogo un oratorio dedicato a S. Antonino. La chiesa presenta diversi elementi di spoglio, come i fusti delle colonne pro-

(15) Chiesa e Monastero di San Paolo

La chiesa è annessa all’antico monastero delle monache benedettine risalente al nono secolo e ora sede di un Istituto scolastico. È costituita da una navata con volta a botte e lunette ed è ricca di decorazioni, stucchi e tele del settecento. Da notare il pavimento in maiolica su fondo di cotto, il piccolo campanile belvedere e la cupola maiolicata.

La chiesa cinquecentesca con l’annesso monastero di clausura di monache domenicane, fu donata dalla nobile sorrentina Bernardina Donnorso alla fine del ‘500. La chiesa è ad una navata e conserva pregevoli opere di pittori meridionali operanti tra la fine del ‘500 e gli inizi del ‘700 come S. Buono, N. Malinconico, P. Caracciolo e B. Corenzio

(15) Casa del Tasso

A destra del tratto di strada, che da piazza F.S. Gargiulo porta alla piazza della Vittoria, si trova l’ingresso dell’Imperial Tramontano, che incorpora due camere, avanzo della casa in cui nel 1544 nacque Torquato Tasso, autore della Gerusalemme Liberata.

(18) Chiesa SS. Annunziata

L’origine di questa chiesa è antichissima: ma si ignora la data della sua fondazione. Fu probabilmente edificata sui ruderi del tempio dedicato alla dea Cibele. Dal 1391 in tale chiesa (acui era annesso un monastero) officiavano i Padri Agostiniani della Congregazione di S. Giovanni a Carbonara di Napoli. Nel 1811 la chiesa fu concessa a loro richiesta ai compatroni delle Cappelle, purchè si accollassero tutte le spese di mantenimento i quali aloro volta nel 1854 l’assegnarono definitivamente alla Congrega laica di S. Monica.

(19) Sedile Dominova

Unica testimonianza rimasta in Campania degli antichi sedili nobiliari, risale al sec. XVI. In forma quadrilatera, con due arcate ad angolo in piperno, che lasciano scoprire l’intero della cupola e i muri di fondo con affreschi del settecento. I pilastri e le arcate posistili, con i loro capitelli, sono di gusto arcaicizzante. La cupola seicentesca è formata da embrici maiolicati di colore giallo e verde.

(13/14) Chiesa e Chiostro S. Francesco

L’origine del monastero risale alla prima metà dell’VIII sec. L’architettura del chiostro presenta archi incrociati di tufo su due lati del portico espressione stilistica del tardo trecento, sostituiti sugli altri due lati da archi tondi su pilastri ottagonali. Da notare infine, la presenza di vari elementi di spoglio, provenienti da templi pagani, come le tre colonne di angolo riusate funzionalmente. Accanto al convento è situata la chiesa di S. Francesco, che risale al XVI secolo. All’interno si può ammirare, nella prima delle tre cappelle di destra, una statua in legno, raffigurante il santo con il Cristo crocefisso, donata dalla famiglia Vulcano nel XVII secolo.

17

(16) Chiesa del Rosario

già dei SS. Felice e Baccolo Comunemente conosciuta come del SS. Rosario, sorse, probabilmente sotto l’impero di Costantino Magno (310), sui testi di un antico tempio pagano chiamato Pantheon e, fu cattedrale di Sorrento dal XII al XV secolo.

D/12

(17) Casa di Cornelia Tasso

Al numero 11 di via S. Nicola, si trova la casa Fasulo, già Sersale (notevole il portale a bugnato e del balconcino) nella quale abitò Cornelia Tasso, sorella di Torquato e moglie di Marzio Sersale e che continuò a dimorarvi anche da vedova, coi figli Antonino e Alessandro. Nel luglio 1577 Torquato, fuggito dal castello di Ferrara, s’imbarcò a Gaeta e qui si presentò in veste di messaggero del poeta, e poi si rivelò. Partì per Roma. Nell’atrio, volta affrescata con stemmi e trofei militari e iscrizioni del 1615 che ricordano il Poeta.

D/9

D/12

Follow us

carmela_celentano

D/8

C/8


D/9

Vico S. Aniello

REFINED MEDITERRANEAN CUISINE LOUNGE BAR BY THE POOL

Bookings / Prenotazioni Tel.081 877 78 68 - Open for lunch and dinner

L’Orangerie, via Correale 8, Sorrento orangerie@exvitt.it - www.exvitt.it/orangerie

C/8

D/8

RISTORANTE - PIZZERIA

In the historical centre of Sorrento where you can sample the Neapolitan pizza. Home cooking. Moderate prices. Family management

D/7 VIA DEGLI ARCHI, 15 • SORRENTO • TEL. 081 8781927 • www.dagigino.com


81

D/9

D/9

D/9

D/10

E/6

D/9

D/8


24

AGOSTO 2017

Riccardo Iaccarino

Itinerary for a visit to

Sorrento’s Historical Centre

D/8

Via Parsano - Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà - Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto - Via Tasso Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo Piazza Tasso - Corso Italia.

E/7

(1) The old walls

The only part of the Greek defensive wall still remaining is under the road at the Porta Parsano Nuova (new Parsano Gate) and can be viewed close to the same door. Another ruin of the Greek wall other than that of the Marina Grande Gate and very limited in size is the small tract (just over three metres) of the western end located in via Sopra Le Mura. The Roman town was built over the Greek one following the same urban plan with walls of large isodomic blocks. These walls stood to defend Sorrento through the Middle Ages. Rebuilding began in 1551 and was only completed in 1561 after the tragic Turkish invasion. From 2010 the walls of Parsano has been restored and it’s possible to visit everyday.

In Baroque style this church was completed in the XVIII century. The site of the congregation of the servants of Maria, it conserves inside a wooden statue of the dead Christ, by an unknown sculptor which is carried during the Good Friday procession by confratemity members in black robes and hoods.

C/7

F/7

A/15

(3) Cathedral

In Romanic style it dates to the XVth century; the side door is from the same period (1474) and in Renaissance style. Amongst other things the church houses paintings by artists from the Neapolitan school of the 1700s, an archibishops throne in fine marbles (1573) and a wooden marquetry work of Sorrentine craftsmen of the beginning of the 19th century. Works of art always made by using the marquetry technique can be admired in the interior, such as the pictures of the stations of the Cross or the wooden panels of the main and side entrance. These are all works of recent young masters of marquetry art.

(4) Cathedral Belltower (5) Bishop’s Palace

(2) Church of the Servants of Mary

C/7

(6) Fifteenth Century House

The only curious examples of local architecture deriving from the influx of Tuscan experts working in Naples in the second half of the 1400s are the small building with lodge in Vico Galantarario, the capitals which can be found in a Neapolitan staircase in Via S. Arcangelo a Baiano and those of the Pontano Chapel with the only variation of leaf placed inside out.

Noteworthy is the belltower’s base from the Romanic era probably built around the VIth century with various types of trunks of columns, alternating classic and Byzantine capitals with a base of statues and every type of marble fragments. In the two highly raised arches and on the columns placed at the corners its clearly Byzantine accent can be noted. This construction is important to the town’s urban history since the small spaces under the raised arches and adjoining bend onto Via Pietà at the beginning of the Bishop’s Palace were used for years for public gatherings before these were held inside the castle. The upper part of the tower was either rebuilt or at least greatly reduced to its present size around the XVth century.

(7) Correale Palace (XIVth century) The facade of this building exhibits valuable acute-arched mullioned windows in dark tufo in various shapes and designs, with small arches and lobed rosewindows. There is a beautiful large window with an overhanging pointed arch which rests on polystyle piers upheld by corbers and crowned by Gothic capitals of acanthus leaves, in the keystone of the arch the coat-of-arms is incised. The portal is characteristically Neapolitan -a depressed arch with Durazzesque Catalan patterns and was used from the end of the 1300s all through the 1400s. (7) Veniero Palace (XIIIth century)

This building is of exceptional rarity and worth as it represents the late Byzantine and Arab taste uniquelly drafted in compositive organic continuity. The three large arched windows on each floor are surrounded by wide fillet in grey and yellow tufo, two narrower fillet, used ad floor markers underline the two rows of windows and round tiles, like small rosewindows with majolica paterae in the centre alternate at the apertures with a slightly raised contour at the base of theplaster. T h e i n l a i d t u f o d e co ra t i o n d e ve lops a succession of lozenges with the exception of the central window whose frieze follows a zig-zag motif.

(8) The Correale House

in the Tasso Square In the main square, once called largo of the castle, exactly at the corner where Via Pietà begins another Correale Palace is located. The inscription on the portal’s marble scroll ornament bears the date 1768


AGOSTO 2017 but it is known that as early as the XVth century a house belonging to this family stood here and was later totally transformed by the 17th century reconstruction.

(9) Sanctuary of Carmine

(St. Mary of Carmelo) Reconstructed at the end of the 15th century, on the remains of a previous ancient Church dedicated to the sacred sorrentine Martyrs, the Church of Carmine has only a single nave. At the far end there is an ancient impression of Mary, the Madonna, which is a copy of the Drk skinned Virgin of the Church dedicated to the same Saint in Naples. Once can admire paintings of good quality of artists of the 16th and 17th centuries, as well as two artistic gilded wooden bone containers of Saints which date back to the 16th century.

(10) Porta Seat (XVIth century) In the corner which Via S. Cesareo forms with the Tasso Square where the Sorrentine club is now located there once stood a second Seat called Porta because it was originally built near the city’s main gate in the area then called Largo del Castello. After the abolition of the seats it was first turned into a prison and then a guard-house for the urban militia and finally a meeting place for the Sorrentine club.

(11) Basilica of St. Antonino

Its origin dates to the XIth century although there was already an oratory dedicated to St. Antonino here in the IXth century. The church presents various elements of

A/15

plunder such as the column shafts which for their particular uniformity probably come from the portico of one of the many Roman villas present in the area. In the crypt, rebuilt in the 1700s, numerous exvoto paintings, mainly of sailors can be observed. Of interest are the XVIIIth century Crib from the Sammartino school and the southern portail in Byzantine-Romanic form dating to the IXth century.

it was probably built under the empire of Constantine the Great (310) over the remains of an old pagan temple called pantheon. It was Sorrento’s cathedral from the XIIth to the XVth century.

(17) House of Cornelia Tasso

(12) The Church of St. Mary of the Miracles (S. Maria delle Grazie) The fifteenth century Church which includes a convent of a closed order of Dominican Nuns, was founded by the nobile sorrentine Lady Berardina Donnorso at the end of the 15th century. The church has a single nave and treasures esteemed works of southern italian painters who painted in the period between the end of the 15th and beginning of the 17th centuries, such as S. Buono, M. Malinconico, P. Caracciolo and B. Corenzio.

13/14) Church and Cloister of St. Francis The monastery’s origin dates to the first half of the VIIIth century. The cloister’s architecture presents crossed arches in tufo on two sides of the portico, expressing the style of the late 1300s and substituted on the other two sides by round arches on octagonal pilasters. Various elements of pillage are present as in the three corner columns reutilized functionally after being taken from pagan temples. Next to the convent is the church of St. Francis which dates to the XVIth century. Inside, in the first of the three chapels on the right a wooden statue depicting the saint with Christ on the cross can be admired. It was donated by the Vulcano family in the XVIIth century.

(15) House of Tasso On the right of the road which from the F. S. Gargiulo Square leads to the Vittoria Square is the entrance to the Imperial Tra-

25

montano which incorporates two rooms left from the house where Torquato Tasso, author of Jerusalem Liberated, was born in 1544.

(15) Church and Monastery of St. Paul

The church is attached to the old monastery of Benedectine nuns of St. Paul dating to IXcentury. It consist of one aisle with circular vault and lunettes and is enriched by paintings and a maiolica floor over brickwork. Also noteworthy is the small belvedere belltower and the cupola in maiolica.

At number 11 Via S. Nicola is the Fasulo House, once the Sersale House (noteworthy the ashlar-work portico and pretty little balcony). Cornelia Tasso, Torquato’s sister and Marzio Sersale’s wife lived here, and continued to after she was widowed with her sons Antonino and Alessandro. In July 1577 Torquato escaped from the castle of Ferrara and embarked at Gaeta to present himself here disguised as the poet’s messenger later revealing his true identity. He stayed with his sister until December, then left for Rome. In the entrance hall is a vault decorated with stems, military trophies and inscriptions from 1615 in memory of the poet...

(18) Church of Annunciation

The origin of this church is antique althiugh the date of its foundation is not known. It was probably built on the remains of the temple dedicated to the godess Cybele. From 1391 in this church (which was adjoined to a monastery) the Agostinian fathers of the congregation of St John in Carbonara from Naples officiated. The church was conceded by their request in 1811 to the co-patrons of the Chapels on condition that they took on all maintenance expenses. They, in turn, granted definitely to the lay congregation of St Monica in 1854.

(19) Dominova Seat

(16) Church of the Rosary,

formetly of Saint Felice and Baccolo Commonly referred to as the St. Rosary

This the only remaining testimony in Campania of the old noble seats and dates to the WXIth century. It has a quadrilateral form with two corner arches in piperno (lava) permitting the view of the interior of the cupola and the end walls with 18th century frescoes. The pilasters and polystyle arches with their capotals are in archaic style. The 17th century cupola is formed by green and yellow majolica roof-tiles.


26

AGOSTO 2017

FESTA DI SANT’ANNA A MARINA GRANDE - SORRENTO LUNEDÌ 31 LUGLIO

Ore 23,30 - Spettacolo Pirotecnico

Con il FAI nella Baia di Ieranto

LA BAIA IN FONDO AL SENTIERO una giornata fra terra e mare Dal mese di agosto 2017 tutti i giorni escluso il lunedì dalle 9,30 alle 18,00

Visite guidate fra terra e mare Trekking – kayak – snorkeling per scoprire le bellezze della Baia di Ieranto in maniera eco compatibile Si parte con un’immersione nel verde tra i colori dei ginepri, dei carrubi e degli ulivi, col profumo del fieno e dei fiori nella narici, per poi concludere, in fondo al sentiero, con un’immersione nel blu del mare delle sirene tra gli anfratti e i fondali cristallini della baia di Ieranto, col sapore della salsedine sulla pelle. E’ ciò che propone il FAI – Baia di Ieranto, durante il mese di agosto ai fortunati visitatori.

Contatti: tel. 335 8410253 faiieranto@fondoambiente.it www.fondoambiente-it

FESTA DELLA MADONNA DEL SOCCORSO

A MARINA PICCOLA - PORTO DI SORRENTO 6 AGOSTO 2017 Ore 18,30 Processione della Madonna via mare. Street food e spettacolo con Marco Palmieri.

MARMI - GRANITI - PIETRE

RUSSO MARMI srl Via Cavone, 6/8 PIANO DI SORRENTO Tel. 081 8786903 Cel. 339 4405321 www.russomarmi.net russomarmisrl@tin.it


AGOSTO 2017

PER IL TRECENTESIMO ANNIVERSARIO

12 - 15 Agosto 2017

L

e celebrazioni promosse per festeggiare il trecentesimo anniversario dalla fondazione della Congregazione dei Servi di Maria di Sorrento sono ormai entrati nella fase più calda e culmineranno, durante il mese di agosto, con una serie di ap-

puntamenti e di iniziative volte a rendere ancora più solenne la ricorrenza. Sul fronte squisitamente religioso – così come del resto avviene ogni anno – è previsto un Triduo tra il 12 ed il 15 agosto per celebrare la solennità dell’ Assunzione della Beata

E/7

English Inn

27

dalla Redazione Vergine Maria in cielo. Sotto un profilo più “laico”, invece, si registra una simpatica novità. Il governo della Congrega, infatti, avvalendosi dell’ importante contributo operativo del Prof. Antonino Ercolano, è riuscito a far sì che domenica 13 agosto – a partire dalle 10,30 – i collezionisti, gli appassionati di filatelia e quanti amano la congrega, possano entrare in possesso di uno speciale annullo postale celebrativo della ricorrenza. Per la circostanza Poste Italiane ha previsto la sistemazione di una postazione in Largo S. Giovanni Paolo II dove chi lo desidera potrà ritirare cartoline e cofanetti personalizzati con immagini della Chiesa dei Servi di Maria. Devota alla Madre di Gesù, così

a San Catello, la fratellanza del sodalizio conserva inalterate antiche tradizioni e si premura di dare continuità a manifestazioni di fede, tra le quali la più conosciuta è la cosiddetta “processione nera” del Venerdì Santo. La Chiesa, poi, è da considerarsi come una sorta di piccolo museo perché ricca di opere d’arte tra le quali: la celebre statua lignea del Cristo morto; alcuni splendidi dipinti di Carlo Amalfi; due quadri di Renato Balsamo; un magnifico, anche se piccolo, presepe con pastori settecenteschi, una miriade di meravigliosi (oltre che antichi) paramenti sacri e tanto altro ancora. Particolarmente amata dai sorrentini la Congrega dei Servi di Maria, da epoca immemore ha conquistato l’ affettuoso appellativo di “congregazionella”.

Sabina Scents Gifts and Niche Perfumes

Sorrento • Corso Italia 55/59 • www.englishinn.it

For my good friends at the English Inn. Watercolor painting by Professor Jeff Johnston of Alfred State College, Alfred NY Coordinator of Architecture Study abroad at Sant’Anna Institute Sorrento.

E/7

Corso Italia, 61 Sorrento


28

AGOSTO 2017

FROMTHE CORREALE DITERRANOVA COLLECTION

MARBLE PANEL WITH ARMS EXHIBITED IN ROME The Correale Museum has esta-

blished a collaborative relationship with the Provincial Capitol for Cultural Heritage at the exhibition “Trajan. Building an Empire, Creating Europe “, to be held in Trajan’s Markets from next fall. The Traiano Market complex is home to the Museum of the Imperial Forums and is part of the Civic Museum System of Capitoline Supranational Capital of the Cultural Capital of Rome Capital. The exhibition intends to present the figure of Emperor Traiano, builder of the Roman Empire and in the nineteenth-century Europe, to the public at the time of the 1900s since its disappearance. First empowered and not Roman but Hispanic emperor, it imposes on the world then known as a constructor. With him the Roman Empire reached the peak of territorial expansion, but above all those who lived under his imperium, from Hispanic Rome to Dacia, from Britannia to the eastern provinces, were part of a state model that was able to overcome the identities Nationals making every “Roman” people. But Trajan also built peace. It was the princeps optimum, or the best emperor known to Rome throughout its history. All the works built in Rome and in the Roman world are the result of a huge building and political effort that led to the unification of the then known “Europe”, Mediterranean Mediterranean, Asia Minor.

New works from various foreign museums and various Italian and Roman museums will be presented to the public. It will be given particular emphasis to the materials relevant to the architectural and sculptural decoration of the Foro Traiano, under which will be emphasized the theme of weapons catagories Sculpted on the base of the Trajan’s Column on both panels on the attic of the façade of the Ulpia Basilica. The panel retained at the Museo Correale (Room 4, ground floor) is of great interest for the typological comparison, which is very important in addition to the recomposition of a forensic panel. The marble slab depicts an oval fence with eight oval shields, a sword in the shield of the shield in the foreground, two shades, an asquam armor, a helmet lacking a stretch of visor, a parazonium and Two pile. The slab exhibits remarkable affinity with the reliefs of the base of the Trajan column. In fact, the weapons of the Correale Museum panel faithfully follow the arms of the Trajan column stand, starting from the representation of the parazonium, the typical weapon of the upper officers and the emperor himself, to the varied representation of the types of shields. The most direct comparisons concern single fragments, including a fragment decorated with a scalloped armor that still has the remains of the crown.

Filippo Merola - Director of the Correale Museum The slab should be linked to another fragment kept in the Correale Museum of a probable weapon. The dimensions and the deep shells of the slabs could make it possible to think of a placement on the walls of a fornice,

especially for the slab to be exposed to the Trajan Markets. It could be an arc erected at Surrentum in the Traian age and perhaps even later in view of the particular combination of typically Roman weapons and Oriental weapons.

MUSEI MUSEUMS C-11 - MUSEO CORREALE DI TERRANOVA

SORRENTO - Tel. 081/8781846 Martedi/Sabato: 9,30/18,30 Domenica e festivi 9,30 - 13,30 - Chiuso Lunedi

E-6 - MUSEOBOTTEGA DELLA TARSIALIGNEA

SORRENTO - Tel. 081/8771942 Lunedi/Domenica: 10/18,30

E-7 - CHIESA DEI SERVI DI MARIA (sec. XVII) - SORRENTO

Apertura per la visita Martedi, Giovedi e Sabato: 17/20 - Domenica: 8/12 www.servidimariasorrento.it

C/11

VIA SAN NICOLA 28, SORRENTO, TEL. 0818771942


AGOSTO 2017

29

IL MUSEOBOTTEGA DELLA TARSIALIGNEA VISITA IL MUSEO BOTTEGA DELLA TARSIALIGNEA E SCOPRIRAI LA STORIA DI SORRENTO NELL’800 L’invito

è rivolto, in modo particolare, ai sorrentini per sollecitarli a scoprire le proprie radici. Molti ignorano ancora che il MUTA, il Museobottega della Tarsialignea è stato realizzato con l’intento di ricostruire, attraverso le sue collezioni, la memoria storica dei sorrentini, che nell’Ottocento con il loro lavoro, in settori diversi, seppero promuovere Sorrento sulla scena internazionale. In quell’epoca Sorrento, favorita dall’amenità dei luoghi e dalla sua storia, era già una tappa fissa del Gran Tour

in Italia dei Viaggiatori appartenenti all’élite aristocratica e culturale internazionale. A favorire il successo dei primi grandi alberghi: il Cocumella, il Vittoria, il Tramontano, contribuì, insieme alla bellezza dei luoghi, l’innata ospitalità della gente sorrentina. In breve tempo si sviluppò una nuova generazione d’imprenditori, quelli legati al turismo. Le foto dei Fiorentino e dei Tramontano insieme a quelle dei loro ospiti, le cartoline pubblicitarie e perfino le note dei clienti, esposte nelle vetrine del MUTA, documentano le origini del turismo a Sorrento. Il soggiorno dei turisti durava spesso diversi mesi, durante i quali negli alberghi si organizzavano feste e danze. Era immancabile lo spettacolo della Tarantella con gruppi di danzatori sorrentini che coinvolgevano gli ospiti dell’albergo nei loro balli e canti. L’esposizione di acquerelli, stampe e foto fa rivivere nel MUTA il fascino di questi momenti attraverso i volti sorridenti di giovani coppie di danzatori nei loro tipici costumi. Il flusso turistico attivò a sua volta, come fenomeno indotto, il mercato del souvenir. La piacevolezza del soggiorno, il

contatto con la gente e la cultura locale sollecitarono ben presto i turisti a non accontentarsi delle immagini riprodotte nei quadri, incominciarono a chiedere la concretezza di un oggetto d’arte. Gli artigiani sorrentini, già esperti nella tecnica dell’intarsio, si lasciarono coinvolgere da questo nuovo mercato nel quale profusero non solo la loro raffinata manualità ma anche una progettualità sempre nuova. I laboratori di Luigi Gargiulo e di Michele Grandville sono le eccellenze di una tradizione, tipicamente sorrentina, che è arrivata fino ai nostri giorni. Accanto alle segherie, che fornivano la materia prima, si moltiplicarono le botteghe specializzate nelle varie tecniche di lavorazione. I mobili e gli oggetti intarsiati, esposti nel MUTA, sono la concreta testimonianza di quanto le varie generazioni di artigiani sorrentini seppero realizzare con la loro passione. Né va dimenticato l’apporto che le donne sorrentine diedero allo sviluppo del merchandising per i turisti. Il MUTA, attraverso le immagini di vecchie lastre fotografiche di lenzuola, tovaglie e coperte, realizzate dalle ricamatrici

sorrentine, documenta una produzione meno nota dell’intarsio ma altrettanto ricca di artisticità. Nella ricostruzione della memoria storica di Sorrento nell’Ottocento non poteva mancare il ruolo che l’agrumicoltura ebbe nell’economia locale. I manifesti della Ditta Ciampa & Sons, insieme agli stampini per marchiare le casse con i nomi delle Ditte Cota e Maresca, le carte veline destinate ad avvolgere gli agrumi riportano alla mente riti e costumi che per generazioni hanno legato le fortune dei sorrentini ai prodotti della campagna. Nelle sale del Palazzo Pomarici Santomasi, sede del MUTA, di fronte alla ricchezza e varietà delle testimonianze artistiche e culturali del territorio, i visitatori, quasi tutti stranieri, affidano a commenti entusiasti il loro apprezzamento. Ma il MUTA non è nato come prodotto culturale ad esclusivo uso turistico. E’ un’istituzione privata che, nel tentativo di promuovere un processo allargato nella tutela e valorizzazione di quanto resta della cultura locale, è sempre più impegnata ad attivare nei sorrentini il recupero della memoria.

Terrazza Vittoria Siamo al tramonto, a Sorrento è l’ora dell’happy hour o di una cena romantica gustando i deliziosi e raffinati piatti dei nostri Chef. ■ HAPPY HOUR 19.00/20.00

It’s sunset in Sorrento, it’s time for Happy Hour or romantic dinner with a chance to taste exquisite dishes, carefully prepared by our chefs. ■ CENA/DINNER 19.00/23.00

D/6 Piazza della Vittoria, 4 - SORRENTO - tel. 081 8072608 - 081 8781476 www.continentalsorrento.com

info@continentalsorrento.com


30

AGOSTO 2017

IL NUOVO LIBRO DI ANTONINO DE ANGELIS

MAIANO IL BORGO DEI CRETARI

L’

opera sarà presentata il 19 agosto 2017. Quella dei ‘cretari’, in questo antico rione del comune di Sant’Agnello, è una presenza che viene da lontano, dal Medio Evo e forse anche più indietro. Un’attività che ha attraversato i secoli, dal buio della storia fino a quando, nei primi decenni del Settecento, cominciano a delinearsi le figure dei primi numerosi maestri artigiani appartenenti alle famiglie Scala e Aversa. Alcune delle loro fornaci, localizzate nel centro storico, sono rimaste in attività fino ai giorni nostri. Partendo dagli attuali piccoli imprenditori ancora presenti sul territorio, Antonino De Angelis, procedendo a ritroso nel tempo e risalendo lungo i lignaggi delle due famiglie, ricostruisce un ricco profilo storico di questo interessante settore economico cresciuto nel cuore della penisola sorrentina. Non solo l’arte della creta, il libro percorre anche l’insieme degli aspetti economici che hanno assecondato lo sviluppo del territorio, l’agricoltura in primo luogo e l’attività della seta ad essa collegata; la coltivazione degli agrumi e l’esportazione. Una economia che fra il Settecento e l’Ottocento si è consolidata anche grazie all’’impiego dei capitali di quanti, provenienti dall’esterno attratti dallo sviluppo dell’agrumicoltura, hanno investito nei nuovi impianti e

hanno stabilito qui le loro stabili dimore. Tale fenomeno ha generato il fruttuoso connubio fra la città e la campagna con grande giovamento per l’avanzamento sociale dei residenti. Ampio spazio è dedicato al tessuto urbano attraverso la vasta documentazione fotografica, prodotta dello stesso autore durante la seconda metà del Novecento. Il volume mostra lo stato dell’architettura durante quella fase storica quando la preziosa semplicità dell’insieme non era stata ancora contaminata dalle deformazioni della modernità. Un caso unico quello di Maiano nella penisola sorrentina, infatti qui mancano i segni della ricca borghesia che altrove, lungo la fascia costiera, è ben presente. Ancora oggi nel rione, con i tradizionali componenti: l’acqua, la terra, il fuoco, due piccole aziende producono mattoni e suoli da forno. Ogni pezzo è realizzato, così come si usava fra gli antichi, con la sistemazione a mano dell’impasto negli stampi di legno. Dalle pagine emergono alcuni straordinari personaggi del passato fra cui quel Mariano Stinga che da Maiano divenne ministro del Bey di Tunisi e un curioso monsignor Tre Pizzi antico curato della borgata. Non solo ma anche gli artisti di oggi che, nati all’ombra delle fornaci continuano a produrre opere d’arte maneggiando con

Centro Studi e Ricerche Francis Marion Crawford maestria proprio la creta. Primo fra tutti Marcello Aversa che, erede dell’antica famiglia dei ‘cretari’, cesella raffinate miniature di terracotta molto ambite dagli intenditori d’arte.

MAIANO IL BORGO DEI CRETARI, ricco di immagini in bianco e nero e a colori è stato pubblicato dalle Edizioni La Conchiglia con il supporto dell’amministrazione comunale di Sant’Agnello sarà presentato a Maiano, Largo Recanzo sabato 19 agosto 2017 alle ore 20,30. A chiusura della serata sarà presentato il documentario ‘Maiano terra cotta’ opera dello stesso autore Antonino De Angelis.

NEL BORGO DI MAIANO Sant’Agnello – Largo Recanzo Sabato 19 agosto 2017 ore 20,30 presentazione del libro

MAIANO IL BORGO DEI CRETARI di Antonino de Angelis Edizioni La Conchiglia

UNA SERATA D’ARTE E SAPORI MOSTRA

Gli artisti di casa

Aniello Apreda - Marcello Aversa Giuseppe Ercolano - Valentino Ruggiero e gli altri presenti nel volume PROIEZIONE Anteprima del documentario

Maiano Terra Cotta

Prodotto dal Centro Studi e Ricerche F. M. Crawford SAPORI

La polpetta dolce di San Rocco

Preparata con l’antica ricetta della tradizione


AGOSTO 2017

31

manifesto 3 premio letterario 2017_Layout 1 17/07/17 10:25 Pagina 1

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Sorrento, organizza per mercoledì 2 agosto alle ore 18, presso la Sala Consiliare del Comune, la presentazione del libro di Candida Levatino

la LIBRERIA TASSO 26 settembre 1987-2017

nel trentennale della sua attività indice il PREMIO LETTERARIO TORQUATO TASSO per partecipare al premio scaricare il bando da www.libreriatasso.it oppure da

Ai premiati andranno:

Mercoledì 2 agosto alle ore 20:30 nel piazzale antistante la Libreria Tasso in Piazza Lauro, Francesco Pinto presenta il nuovo libro di Maurizio De Giovanni

RONDINI D’INVERNO

L’attore Marco Palmieri leggerà alcuni brani dell’opera.

edizioni

3 copie del libro pubblicato dalla LT Edizioni

gioielli realizzati appositamente dalla gioielleria “la GEMMA”

Saluti: Giuseppe Cuomo, Sindaco Maria Teresa De Angelis, Assessore alla Cultura Interventi: Gaetano Milano, AD della Fondazione Sorrento Antonino Siniscalchi, giornalista

una fragranza ideata per l’occasione da Sabina Scents

26 settembre 2017

Piazza Lauro - Sorrento - ore 18:00

grande serata di gala con

ERRI DE LUCA

con il Patrocinio del Comune di Sorrento

APERTO TUTTI I GIORNI PER COLAZIONE | PRANZO | CENA OPEN EVERY DAY FOR BREAKFAST | LUNCH | DINNER

sulla spiaggia

RISTORANTE DI PESCE FRESCO

Dj music OGNI FINE SETTIMANA APERITIVO AL TRAMONTO

Via Marina di Puolo 47 Sorrento.

Info

+39 081 350 0722


AGOSTO 2017

L’ESPERIENZA DI UN VIAGGIATORE

WEEK END A SORRENTO

Stupendo articolo pubblicato su una rivista inglese scritto da un viaggiatore che descrive un suo weekend trascorso a Sorrento. È ricco di particolari e spunti interessanti utili a farci comprendere cosa i nostri ospiti realmente trovano da noi.

Sorrento è il posto ideale per

un breve weekend al sole? All’ora dell’aperitivo, un venerdì pomeriggio, vedo molte persone che hanno fatto la mia stessa scelta. Piazza Tasso, la piazza principale di questa elegante cittadina sulla costa dove è possibile imbattersi in Hell’s Angels con le loro tute di pelle, di innamorati in luna di miele o di adolescenti con i loro inseparabili scooters. È una favola fantastica, ma la mia idea di dolce vita è un po’ meno frenetica e non include shottini a colpi di limoncello. Ci rifugiamo attraverso un arco discreto a margine della piazza negli ampi giardini profumati, punteggiati da alberi di agrumi e da rose rampicanti del Grand hotel Excelsior Vittoria, un tempo tappa del gran tour, oggi ancora un angolo tranquillo e opulento che per 18 € ti offre un posto a sedere sulla affascinante terrazza dove gustare un ottimo Negroni (con un piatto di crostini) e un sorprendente tramonto mentre le ombre della sera calano sul Vesuvio addormentato, sull’isola di Capri e sulla scintillante baia di Napoli. Quando si può solo vedere lo scintillio delle luci di Napoli in lontananza, prendiamo l’ascen-

D/10

D/7

sore dell’hotel fino a Marina Piccola, il piccolo porto, alla volta del Ghibli, un piccolo ristorante sulla spiaggia dove servono un eccellente risotto con cozze e triglie di scoglio. Sorrento è la base ideale per esplorare le attrazioni costiere della Campania, ma per un weekend in alta stagione (tra maggio e ottobre) c’è da mettere in conto la presenza di un considerevole numero di turisti. L’alternativa che abbiamo sperimentato, invece di seguire la folla verso Pompei è stata quella di prendere il treno e scendere a Torre Annunziata che ospita la magnifica villa romana di Oplonti, stretta tra schiere di palazzi. Intesa da alcuni come residenza estiva della moglie dell’imperatore Nerone, Poppea, la lussuosa Oplonti formata da 100 stanze fu seppellita come Pompei dall’eruzione del Vesuvio del 79 dopo Cristo. A differenza di Pompei, si tratta di una visita più rilassante. Passeggiamo per ore nell’intricato sito, incontrando solo una manciata di turisti e ammiriamo a bocca aperta gli affreschi tromp l’oeil ancora riccamente colorati e le pareti reticolate dei corridori di servizio usati dagli schiavi e ci sentiamo un pò colpevoli a camminare su pavimen-

traduzione di Stefy D’Alessio ti di elaborati mosaici. La più grande sorpresa è stata la piscina olimpionica di 2000 anni fa circondata da papaveri ma che un tempo lo era da statue d’oro. Tutto è incredibilmente ben conservato e grazie al tentativo di ricreare i giardini originali, è un luogo tranquillo per una sosta. Il giorno dopo ci siamo diretti alla reggia di Caserta, il gigantesco palazzo del 18º secolo con 1200 stanze costruito per il re Carlo III di Borbone, su modello della Reggia di Versailles. Questa costruzione, poco conosciuta all’estero in un primo momento non ci ha fatto una buona impressione: abbiamo trovato l’esterno e i giardini del palazzo non sufficientemente curati. Tuttavia, gli interni sono stupefacenti, un tripudio di un barocco eccessivo che di solito viene rappresentato nei film hollywoodiani. È impossibile non entusiasmarsi davanti agli affreschi che ornano il soffitto, la portantina del Papa e il presepe reale. La successione apparentemente infinita degli appartamenti reali ci ha stancati ed è stato un sollievo immergersi nei giardini dell’enorme parco sul retro. Fontane, cascate artificiali e naturali (alimentate da un acquedotto lungo 23 miglia), sono state costruite lungo un asse centrale ed appaiono favolose e la grande cascata dista ben due miglia. C’è la possibilità di fare passeggiate in carrozze trainate da cavalli, un pò care in verità, per cui noleggiamo delle vecchie biciclette per quattro euro all’ora e in un attimo raggiungiamo il romantico giardino inglese con

il suo tempio, traslocato dagli scavi di Pompei. Tornati a Sorrento ci meritiamo un gelato. Ci sono tante gelaterie tra gli stretti vicoli che si diramano dal corso Italia. Abbiamo gustato un ottimo gelato da “We love Puro” una gelateria che ospita al suo interno anche delle altalene. La domenica anzichè unirci agli avventori delle pizzerie a Piazza Tasso, facciamo come fece Sofia Loren e ci dirigiamo verso Marina Grande, il pittoresco villaggio di pescatori a soli 15 minuti a piedi dal centro di Sorrento. La Loren qui ha girato un film più di cinquant’anni fa e da allora è ritornata qui diverse volte come dimostrano le fotografie autografate nelle numerose trattorie sulla spiaggia che vale la pena visitare. Prendiamo uno degli ultimi tavoli da Emilia. Come tutti, ordiniamo ‘cuoppi’ di pesce fritto misto e vino bianco frizzante. È rumoroso e affollato, ma il pesce è fresco e la vista sul Vesuvio è una perfetta cartolina. A volte bisogna lasciarsi andare.

FOTO DI CARLO ALFARO

32


AGOSTO 2017

33

THE EXPERIENCE OF A TRAVELER

A WEEK END IN SORRENTO

S

orrento the perfect spot for a quick weekend in the sun? At aperitivo time, early on a Friday evening, I can see a lot of people who clearly think so. Piazza Tasso, the main square of this elegant clifftop town, is packed with everyone from docile Hell’s Angels in leathers to loved-up honeymooners and packs of selfie-snapping teenagers drifting off the pavements into the path of streams of Vespas. It’s fantastically good-natured bedlam, but my idea of la dolce vita is a little less hectic and doesn’t involve limoncello shots. We escape through a discreet arch on the edge of the piazza into the vast scented gardens, dotted with citrus trees and climbing roses, of the Grand Hotel Excelsior Vittoria. Once a stop on the Grand Tour, it’s still the last word in quiet opulence and €18 buys a seat on the glam marble terrace, a perfect Ne-

groni cocktail (with a plate of canapés) and knockout sunset views as the shadows fall on sleepy Vesuvius, the island of Capri and the sparkling Bay of Naples. When there’s nothing to see but the twinkling lights of the city in the distance, we take the hotel’s private lift down through the cliff to Marina Piccola, the town harbour, and hunt down Ghibli on the Beach, a little restaurant hidden away on the water’s edge, where we hoover up excellent mussel and grey mullet roe risotto. Sorrento is a brilliant base for exploring Campania’s coastal attractions, but a weekend here in high season (May to October) needs some thought if you’re not to spend it constantly dodging crowds. It pays to be alternative, so instead of following the hordes to Pompeii we take the train one stop farther, to Torre Annunziata, a down-at-heel Naples suburb

that is home to a magnificent Roman villa, Oplontis, sandwiched between washing-strewn blocks of flats. Thought by some to be the summer residence of Emperor Nero’s wife Poppea, the lavish 100-room Oplontis was, like Pompeii, buried by the eruption of Vesuvius in AD79. Unlike Pompeii, it’s an easy bite-sized jaunt rather than an endurance test. We wander around the sprawling site for hours, meeting only a handful of other tourists, gawp at the still richly coloured, detailed trompe l’oeil frescoes and zebra-patterned walls on the service corridors that the slaves used, and feel slightly guilty about walking on intricately patterned mosaic floors. The biggest surprise is a 2,000-year-old Olympic-size swimming pool that would once have been lined with golden statues and is now surrounded by banks of poppies. It’s all amazingly wellpreserved and, because there has been an attempt to recreate the original gardens, is a peaceful place to linger. The next day we head to Reggia di Caserta, the gargantuan 18thcentury palace with 1,200 rooms built for the Bourbon King Charles III and modelled on Versailles. It’s barely known outside Italy and first impressions are not great: the exterior and the gardens at the front of the palace are scruffy and unkempt. However, the interior is stunning, a riot of baroque excess that turns up regularly in Hollywood films. It’s impossible not be wowed by the enormous, ornate ceiling frescoes, but I prefer the curious collection of exhibits, including a pope’s sedan chair and a royal manger. Eventually the seemingly

endless succession of royal apartments is wearying (and like Ikea, there’s no shortcut) and it’s a relief to be decanted into the enormous landscaped park at the back. Fountains, artificial waterfalls and cascades (fed by a 23-milelong aqueduct) were built along a central axis and it looks fabulous, but the two-mile walk to the Great Waterfall at the end looks daunting. There are pricey horse-andcarriage rides, but we hire boneshaker bikes for €4 (£3.50) an hour and zip up to the romantic English Garden and its temple, transplanted from the ruins of Pompeii. Back in Sorrento we deserve an ice cream. There are plenty of gelateria to choose from in the narrow winding lanes off the Corso Italia, but hipsterish We Love Puro is all about using real ingredients as flavours rather than offering brightly coloured chemical concoctions. It’s also cool and quiet and even has three indoor wooden swings to play on. On Sunday we briefly consider joining the throngs eating pizza in Piazza Tasso, but channel the queen of dolce vita, Sophia Loren, and head to the waterfront in Marina Grande, the quaint fishing village that is a 15-minute stroll down the hill from Sorrento. Loren filmed there 50 years ago and has been a frequent visitor since, if the signed pictures in the string of beachfront trattoria are anything to go by. We get one of the last tables at one of them, Da Emilia. Like everyone else, we order baskets of fritto misto (fried fish) and crisp white wine. It’s noisy and crowded, but the seafood is spot-on and the view to Vesuvius is postcard-perfect. Sometimes you just have to go with the flow.”


34

AGOSTO 2017

STUDENT SECRET’S

Stephanie Kesselem

THE BAGNI DELLA REGINA GIOVANNA

A

Nuovo corso per i Bagni della Regina Giovanna. Dopo il servizio di guardiania effettuato dalle ore 8 alle 20 attivo da fine giugno e che si protrarrà fino a fine stagione turistica nato da una sinergia tra Assessorato all’Ambiente, Politiche Sociali e Mobilità e Sicurezza, e dopo lo svuotamento quotidiano dei bidoni da parte di Penisolaverde, da qualche giorno è stato avviato un servizio di pulizia settimanale del tratto di costa dalla Regina Giovanna alla Solara svolto gratuitamente dall’Associazione ambientalista Marevivo, grazie all’interessamento del suo referente regionale Carmine Esposito. “Questo ulteriore importante passo – dichiara il consigliere comunale Luigi Di Prisco che è stato il maggiore promotore del recupero e della riqualifica della Regina Giovanna – è un’ulteriore dimostrazione dell’impegno di questa Amministrazione per il recupero di una zona di proprietà comunale che è una delle maggiori attrazioni della città di Sorrento. E allora il mio sentito e doveroso grazie a organizzazioni e associazioni, tra cui Marevivo, che si impegnano gratuitamente per il nostro territorio”.

E/6

mongst all the wonders of Sorrento lie various outlets for adventure and nature. For the newest students attending the Sant’Anna institute, as well as native residents, the Bagni della Regina Giovanna is one of the best kept secrets Sorrento offers. The Bagni della Regina Giovanna is a rocky overhang with access to the clear water below. Although based on the outskirts of Sorrento many people walk or take a bus to the destination. All it takes is a bus ride from the Piazzo Tasso to the Capo di Sorrento stop. There will be a winding hill leading from the bus stop to a small gate located at the bottom. Enter the small gate on the left of you and follow the cobble pathway to the cliffs of the Giovanna. The Sant’Anna Institute’s students travel to the rocky beach to swim and relax in the unique atmosphere of Sorrento. The large, primarily flat boulders serve as a foundation for picnics, hiking, and sunbathing. Upon exiting the pathway that leads to the destination students can hike down the eastern side of the rocks and make their way into the water. A grotto is located on the side of the cliffs and a quick swim through the archway leads to a picturesque natural pool. The view of Mount Vesuvius is overwhelming and seemingly ubiquitous. It serves as a reminder of Sorrento’s

rich history. The area was named after the historic queen of Naples, Giovanna d’Angio, who reigned from 1343 to 1382. She commonly retreated to the pools as a personal sanctuary; however, natives carry tales of secret lovers meeting the queen, as well. Located higher up on the cliffs are the remnants of a 2,000-year-old Roman pavilion. The beautiful ruins of archways and past garden walls immerses you a society that has permeated generations of education yet is far gone. The many myths of creatures and sirens surrounding the location become believable after witnessing the beauty of the Regina Giovanna. The Bagni della Regina Giovanna is a timeless location where locals and long time visitors can enjoy the views of Sorrento together.

A Student’s Secrets of Sorrento is a column written by American students studying abroad in Sorrento at Sant’Anna Institute. Stephanie Kesselem, a Summer 2017 semester intern, who regularly attends The University of Akron in Akron, Ohio, wrote this article on the Bagni della Regina Giovanna. Stephanie is a senior pursuing a bachelor’s degree in Strategic Communications with a minor in Psychology. After graduating this upcoming May 2018 she hopes to begin her career in wildlife advocation and strategizing as well as working internationally for various foundations and nonprofits.

CONTACTS

Sant’Anna Institute

Via Marina Grande 16 80067 Sorrento (NA), Italy Tel. (39) 081-878-4470 Fax. (39) 081-532-4140

www.santannainstitute.com Info and details: info@santannainstitute.com

ProdottiInternship tipici campani Coordinator Emily Hammeren: Typical products from Campania

communication@santannainstitute.com Olio Pasta Tartufi vino limoncello e tanto altro Olive oil Pasta Truffles wine limoncello and much more

Study Abroad in Sorrento, Italy Corso Italia , 1 80067 Sorrento - Tel. 081 8773842 - info@campaniafelixsorrento.com - www.campaniafelixsorrento.com


AGOSTO 2017

WELCOME IN VICO EQUENSE

HOSPITALITY IS OUR LIFESTYLE

35

VICO EQUENSE

I PRIMI 60 ANNI DELL’HOTEL ORIENTE

W

e are pleased you chose the Sorrento Peninsula for your holidays. In spite of that we are very glad to offer you a Free City center Tour of Vico Equense historical center every Friday at 6,30 pm. Our aim is to promote Vico Equense town and surroundings to visitors, in order to let you discover and appreciate at its best several nice places and amenities while you are here on holiday; this, starting from the town centre up to the hills where are located most of rural villages, from sea to mountains: between history, trekking, culture and of course…food tastings! All that framed by a spectacular, marvellous sunset! The tour is available every Friday from june to October, but do not forget that you have to book in advance in order to let us to provide the best tour we can. Moreover, from August you can also end your afternoon tour with a fresh tasting of local products, with a very cheap contribute of €3,00 per person. Tour plan: Meeting Point: 6,30 Vico Equense train station We’ll walk along the historical centre of Via Pozzillo, Santa Maria della Neve’s chapel, till reaching the ancient Cathedral (il Vescovado). While walking through this ancient streets we’ll have the possibility to dicover Vico’s historical and cultural roots together with information on modern way of living. We’ll also provide you detailed information on transports and what to see or do while you are staying here. The activity lasts about 45 minutes. Contact us: info@prolocovicoequense.it tel./whatsapp (+39) 3313102009 /3393958998 Facebook: Pro Loco Vico Equense Our aim is to let you experience our hospitality so Join Us!

U

n albergo a picco sul mare, uno dei simboli dell’ospitalità a Vico Equense, dal 1957 ritrovo di artisti e personaggi del jet-set internazionale: l’hotel Oriente ha festeggiato i primi 60 anni di attività. Un traguardo importante che la famiglia Arpino ha deciso di celebrare con una serata all’insegna dell’alta cucina e della solidarietà. Protagonisti Valerio Braschi e Michele Pirozzi, rispettivamente vincitore e concorrente dell’ultima edizione di Masterchef Italia, che hanno fatto sfoggio della loro abilità ai fornelli insieme allo chef dell’albergo Vincenzo Russo. Un kermesse a colpi di prodotti tipici, piatti ricercati e cottura flambé, il cui ricavato è stato destinato alla casa famiglia Help di via San Francesco. Così la famiglia Arpino ha voluto ricordare Raffaele e Teresa, compianti fondatori dell’hotel, a 60 anni dalla posa della prima pietra di quella che resta una delle strutture ricettive d’eccellenza della penisola sorrentina. A progettarla fu Giovanni Castellano, vicano di nascita, docente di Scienza delle costruzioni presso la facoltà di Architettura dell’università Federico II di Napoli e ingegnere di fama nazionale. Già sul finire degli anni Cinquanta l’hotel Oriente divenne ritrovo dei più celebrati artisti dell’epoca. Tra questi il napoletano Lucio Del Pezzo, autore di una serie di opere successivamente donate alla famiglia Arpino e oggi esposte nelle sale dell’albergo. A impreziosire la struttura, oggi, sono anche i pregevoli pezzi d’antiquariato acquistati dal patròn Raffaele Arpino durante i suoi viaggi in Oriente: una passione, quella per l’arte, che ancora si respira nella struttura di Vico Equense. Recentemente ristrutturato, l’albergo ha conquistato la quarta stella conservando però quell’alto livello di servizi, quella vocazione all’ospitalità e quel binomio arte-accoglienza che ne ha fatto un punto di riferimento per i turisti provenienti da ogni angolo del mondo. Una soddisfazione in più per la famiglia Arpino del Terzo millennio, Imma, Emilia e Francesco.

Antonino Siniscalchi

D/12


36

AGOSTO 2017 (E/7)

(C/8)

FONDAZIONE SORRENTO

Corso Italia, 53 SORRENTO tel. 081 8782284 www.fondazionesorrento.com info@fondazionesorrento.com

ASSOCIAZIONE CHIAVI D’ORO c/o G. Hotel Excelsior Vittoria

Via L. De Maio, 35 - SORRENTO Tel. 0818773333 Fax 0818785169

www.campaniafelix.org

www.upsa.org

19 78 Q 56 55 71 81 20 41 21 79 70 42 23 ➔ 43 24 58 26 ➔ 61 H

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 20 luglio 2017 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano state, nel frattempo, variazioni agli orari.

01 Excelsior Vittoria 0818777111 C/9

Aut. Trib. NA n. 3104 del 15.04.’82

Editrice Surrentum Viale Montariello, 8 - Sorrento www.surrentum.com www.surrentum.net mail: redazione@surrentum.net Direttore Responsabile: Antonino Siniscalchi antoninosiniscalchi@gmail.com In Redazione: Luisa Fiorentino Mariano Russo Hanno collaborato: Nino Cuomo, Steffy D’Alesio, Antonino De Angelis, Alessandro Fiorentino, Giuliana Gargiulo, Stephanie Kesselem, Filippo Merola, Paolo Scibilia Centro Marion Crawford Fondazione Sorrento In copertina IL SAN PIETRO DI PUOLO Foto di Marco Gargiulo Pubblicità e Informazioni:

Tel. 334 838 5151

mariano@surrentum.net Stampate 13.000 copie Tip. La Sorrentina Tel. 0818785988 gaetano.ercolano@tin.it Distribuzione a cura di Nexive Via Crawford 67/a - 69 - Sant’Agnello tel. 08119202863 - sor15@crcpost.it Le collaborazioni alla rivista sono completamente a titolo gratuito

ALBERGHI HHHHH Cocumella Bellevue Syrene La Pace Parco Principi La Favorita Ambasciatori Royal

0818782933 0818781024 0818074775 0818784644 0818782031 0818782025 0818073434

27 Admiral ➔ Alpha 03 Aminta 04 Antiche Mura 51 Astoria 28 Ascot 66 Atlantic Palace 05 Bel Air 07 Bristol 08 Capodimonte 30 Capri 72 Caravel 09 Carlton Int. 10 Central 11 Cesare Augusto 12 Conca Park 13 Continental ➔ Corallo ➔ Crawford 73 Cristina 14 De La Ville ➔ Eliseo Park’s 15 Europa Palace 16 Flora 74 Gran Paradiso 17 Hilton 18 Tramontano

0818781076 0818782033 0818781821 0818073523 0818074030 0818783032 0818782688 0818071622 0818784522 0818784555 0818781251 0818782955 0818072669 0818073330 0818782700 0818071621 0818072608 0818073355 0818071772 0818074244 0818782144 0818781843 0818073432 0818782520 0818073700 0818784141 0818782588

➔ 06 ➔ 22 34 02 25

ALBERGHI HHHH

CONSORZIO AZIENDE TURISTICHE PENISOLA SORRENTINA Via L. De Maio, 35 - SORRENTO tel. 081 8074452

SORRENTO

ALBERGHI HHHHHL PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA

(C/8)

(C/9)

D/6 A/14 D/7 B/12 C/10 C/4 F/3 E/9 D/8 E/5 D/1 C/3 D/4 E/4 D/11 A/16 D/9 C/14 E/9 F/6 D/6

Johanna Park 0818072472 La Residenza 0818774698 B. W. La Solara 0815338000 La Tonnarella 0818781153 La Minervetta 0818774455 Majestic Palace 0818072050 Mediterraneo 0818781352 Michelangelo 0818784844 Minerva 0818781011 Miramare Res. 0818072524 Palazzo Guardati 0818785567 Parco del Sole 0818073633 Plaza 0818782831 President 0818782262 Prestige 0815330470 Regina 0818782162 Riviera 0818072011 Rota Suites 0818782904 Vesuvio 0818782645 Villa Garden 0818781387 B.que Hotel Elios 0818074834 Vue d’Or 0818073153

ALBERGHI HHH

29 31 ➔ Q 52 32 33 75 35 36 37 H 54 38

C/16 C/11 C/10 C/13 D/16 G/7 C/7

Britannia Cavour Club Dania Del Corso Del Mare Eden Florida Gardenia Girasole Il Faro Il Nido La Badia La Meridiana

0818782706 0818073166 0818781127 0818073572 0818071016 0818783310 0818781151 0818783844 0818772365 0818073082 0818781390 0818782766 0818781154 0818073535

G/3 A/15 C/3 D/4 A/16 A/15 D/11 C/3 C/3 D/8 C/17 E/9 F/5 D/6 B/12 C/12 D/1 C/2

D/2 D/2 D/8 D/4 D/9 A/15 C/14 B/15 C/8 D/3 C/11

Napoli Ercolano Pompei Sorrento Numero verde 800211388

Treni Turistici

CAMPANIA EXPRESS Napoli Ercolano Pompei Sorrento

9,06 11,36 - 15,36 18,06 -

9,18 11,48 - 15,48 18,18 -

9,36 12,06 13,37 16,06 18,36 20,04

9,55 12,25 13,55 16,25 19,03 20,25

SORRENTO POMPEI ERCOLANO NAPOLI

10,20 12,56 14,08 17,00 19,20 21,00

10,43 13,18 14,34 17,19 19,46 21,21

E/7

10,58 - 14,55 17,35 - 21,37

11,06 15,09 17,50 21,52

76 La Pergola 39 Leone 40 Metropole 64 Mignon 77 Londra 44 Rivage 45 Settimo Cielo 60 Sorrento City Q Spicy 46 Tirrenia 47 Tourist 48 Villa di Sorrento H Villa Fiorita Q Villa Igea 49 Villa Maria 50 Zi’ Teresa H Le Terrazze Res. 80 Au Relais Rivoli 59 Savoia

ALBERGHI HH

0818782626 0818782829 0818074107 0818073824 0815329554 0818781873 0818781012 0818772210 0818073063 0818781336 0818782086 0818781068 0818780003 0818071069 0818781966 0818784619 0818780906 0813654089 0818782511

A/15 F/8 D/2 E/7 A/15 E/5 C/4 D/9 E/5 D/12 E/9 F/5 C/12 D/8 F/10

➔ Angelina 0818782901 53 Desirée (Garnì) 0818781563 C/3

ALBERGHI H

62 Linda 65 Nice

0818782916 E/11 0818781650 D/10

Santa Fortunata & Campogaio Nube d’Argento Villaggio Verde Esperidi Resort

0818073579 0818781344 0818073258 0818783255

D/1 E/4 G/11 ➔

Seven Hostel Le Sirene Ulisse deluxe hostel Porto Salvo

0818786758 0818072925 0818774753 0818774887

➔ D/11 E/5 ➔

CAMPINGS & VILLAGGI

OSTELLI

9

TURNO FESTIVO FARMACIE CHEMISTS

6/8 - 27/8 ALFANI (E-7)

Corso Italia - Tel. 0818781226

13/8 - 3/9 FARFALLA (D-8)

Piazza Tasso - Tel. 0818781349

15/8 - 10/9 LIMONE (E-7)

Corso Italia - Tel. 0818781174

20/8 - 17/9 RUSSO (D-11)

Via degli Aranci - Tel. 0818772310


37

AGOSTO 2017 NUMERI UTILI USEFULL NUMBERS

CIRCUMVESUVIANA INFO 800211388 SORRENTO S.AGNELLO VICO

Sorrento

0818073111

Sorrento

0818075311

Sorrento/Meta

0815331111

Cappiello Mario Isola Angela Celentano M. Coda F. fisioterapista

0818781439 3395001550 3381215468 3398791804

Sorrento S. Agnello

0815335111 0815332111

Sorrento S. Agnello TAXI Sorrento S. Agnello S. Agata

0818074433 0815332205 0818782204 0818781428 0818780509

Call center

848888777

Ufficio Marittimo 0818073071 Soccorso 1530

Trenitalia

147888088

Sorrento S. Agnello

0818781495 0818781870

POLIZIA - POLICE Pronto Intervento 113

POMPIERI 0818711222 EMERGENZA MEDICA 118 GUARDIA MEDICA INFERMIERI

MUNICIPIO - TOWN HALL VIGILI URBANI

AEROPORTO - AIRPORT PORTO - HARBOUR

FERROVIE - RAILWAYS POST OFFICE

Viaggiare Informati 1518

ORARIO S. MESSE HOLY MASS TIMETABLE S. Francesco 8.30 -11.30 Saturday 6.30 p.m. (Vigil Mass) Sunday 10,00 a.m. - 6.30 p.m. S. Antonino 8.00 - 10.00 - 11.30 Cattedrale 8.30 - 11.15 -18,00 - 19.30 Carmine 9.30 - 10.45 - 11.45 - 19,00 SS. Rosario 8.45 Annunziata 9.00 Chiesa dei Servi di Maria 9.30 N.S. di Lourdes 9.00 -11.00 -18.00 S. Lucia 7.00 - 9.00 - 11.00 - 18.00 S. Anna 8.30 - 20,00 S. M. delle Grazie 7.30 CHIESA EVANGELICA Evangelical Church Via Fuoro, 77 DOMENICA/SUN 10.30 MERCOLEDI/WED 19.00

• • • •

6.01 6.25 + 6.49 7.22 • 7.38 F • 7.55 • 8.26 • 8.52 • 9.07 • 9.37 • 10.37 • 11.07 • 11.37 • 12.07 • 12.37 • 13.07 • 13.25 13.56 • 14.22 14.55 • 15.26 • 16.07 • 16.37 • 17.07 • 17.25 17.56 • 18.22 18.55 • 19.26 • 20.07 • 20.37 21.07 21.37

6.03 6.27 6.51 7.24 7.40 7.57 8.28 8.54 9.09 9.39 10.39 11.09 11.39 12.09 12.39 13.09 13.27 13.58 14.24 14.57 15.28 16.09 16.39 17.09 17.27 17.58 18.24 18.57 19.28 20.09 20.39 21.09 21.39

6.12 6.36 6.59 7.31 7.49 8.06 8.37 9.01 9.18 9.48 10.48 11.18 11.48 12.18 12.48 13.18 13.36 14.07 14.31 15.06 15.37 16.18 16.48 17.18 17.36 18.07 18.31 19.06 19.37 20.18 20.48 21.18 21.48

C/MARE

POMPEI

6.21 6.45 7.05 7.39 7.58 8.15 8.45 9.09 9.27 9.57 10.57 11.27 11.57 12.27 12.57 13.27 13.45 14.15 14.39 15.15 15.45 16.27 16.57 17.27 17.45 18.15 18.39 19.15 19.45 20.27 20.57 21.27 21.56

6.31 6.55 7.14 7.48 8.08 8.25 8.53 9.18 9.37 10.07 11.07 11.37 12.07 12.37 13.07 13.37 13.55 14.23 14.48 15.25 15.53 16.37 17.07 17.37 17.55 18.23 18.48 19.25 19.53 20.37 21.07 21.37 22.05

n SITA

SORRENTO AMALFI

• 06.30 F • 08.30 F • 08.30 H • 09.00 G • 09.15 F • 09.30 G • 10.00 G • 10.15 F • 10.30 G • 11.00 G • 11.15 F • 11.30 G • 12.00 G • 12.30 G • 13.00 F • 13.30 G • 13.30 F • 14.00 G • 14.30 F • 15.30 H • 15.30 F • 16.00 F • 16.00 H • 16.30 F • 16.30 H • 17.00 G • 18.00 H • 18.00 G • 19.00 G • 20.00 H • 21.00 F • 22.00 F

• Via S. Agnello/Meta • Via Priora/S.Agata

6.49 7.13 7.29 8.07 8.26 8.43 9.06 9.37 9.55 10.25 11.25 11.55 12.25 12.55 13.25 13.55 14.12 14.36 15.09 15.43 16.06 16.55 17.25 17.55 18.12 18.36 19.05 19.43 20.06 20.55 21.25 21.55 22.22

7.07 7.31 7.47 8.26 8.44 9.01 9.16 9.56 10.13 10.43 11.43 12.13 12.43 13.13 13.43 14.13 14.32 14.46 15.27 16.01 16.16 17.13 17.43 18.13 18.32 18.46 19.27 20.01 20.16 21.13 21.43 22.13 22.39

• •

• • • •

NAPOLI ERCOLANO

POMPEI C/MARE VICO S.AGNELLO SORRENTO

6.09 6.40 6.44 F 7.09 • 7.39 F 8.11 • 8.39 • 9.09 • 9.39 • 10.09 • 10.39 • 11.09 • 11.39 12.09 • 12.39 13.09 • 13.41 • 14.09 • 14.39 • 15.11 • 15.39 • 16.09 • 16.39 17.09 • 17.41 • 18.09 • 18.39 • 19.11 • 19.39 20.09 20.39 21.09 21.39

6.47 7.05 7.22 7.47 8.17 8.36 9.17 9.47 10.17 10.47 11.17 11.47 12.17 12.47 13.17 13.47 14.06 14.47 15.17 15.36 16.17 16.47 17.17 17.47 18.06 18.47 19.17 19.36 20.17 20.47 21.17 21.47 22.17

6.28 6.53 7.02 7.28 7.58 8.23 8.58 9.28 9.58 10.28 10.58 11.28 11.58 12.28 12.58 13.28 13.53 14.28 14.58 15.23 15.58 16.28 16.58 17.28 17.53 18.28 18.58 19.23 19.58 20.28 20.58 21.28 21.58

6.57 7.15 7.31 7.57 8.27 8.46 9.27 9.57 10.27 10.57 11.27 11.57 12.27 12.57 13.27 13.57 14.16 14.57 15.27 15.46 16.27 16.57 17.27 17.57 18.16 18.57 19.27 19.46 20.27 20.57 21.27 21.57 22.27

7.06 7.23 7.40 8.06 8.36 8.54 9.36 10.06 10.36 11.06 11.36 12.06 12.36 13.06 13.36 14.06 14.24 15.06 15.36 15.54 16.36 17.06 17.36 18.06 18.24 19.06 19.36 19.54 20.36 21.06 21.36 22.06 22.36

7.15 7.30 7.50 8.15 8.45 9.01 9.45 10.15 10.45 11.15 11.45 12.15 12.45 13.15 13.45 14.15 14.31 15.15 15.45 16.01 16.45 17.15 17.45 18.15 18.31 19.15 19.45 20.01 20.45 21.15 21.45 22.15 22.45

7.17 7.32 7.52 8.17 8.47 9.03 9.47 10.17 10.47 11.17 11.47 12.17 12.47 13.17 13.47 14.17 14.33 15.17 15.47 16.03 16.47 17.17 17.47 18.17 18.33 19.17 19.47 20.03 20.47 21.17 21.47 22.17 22.47

Tel: 089 405145 Capolinea Stazione Circumvesuviana ORARI IN VIGORE DAL 1 APRILE

SORRENTO AMALFI SORRENTO MASSA L. • 06.20 G S.AGATA • 07.15 F TORCA • 08.05 G

• 09.00 F • 09.30 G • 10.30 G • 11.00 G • 11.30 G • 12.15 G • 13.00 G • 13.30 F • 14.05 G • 14.30 G • 15.00 F • 15.30 G • 16.00 G • 16.30 F • 17.00 F • 17.00 H • 17.30 G • 18.00 G • 18.30 F • 19.00 G • 20.00 G • 21.20 G • 23.00 F

ERCOLANO NAPOLI

05.50 07.25 08.05 09.00 09.30 10.10 11.00 12.15 13.15 13.15 14.00 15.00 15.25 16.15 16.15 17.10 18.00 18.40 19.15 20.15 21.15 22.20

F

• F F F F

• G F • G • F H G F G

• F H • G G F G G G H

TORCA S.AGATA MASSA L. SORRENTO 05.15 F 06.05 F 07.00 G 07.45 G 08.30 G 09.10 G 10.25 F 11.10 G 12.15 F 13.15 G 14.25 G 15.25 G 16.00 G 17.05 F 17.05 H 18.00 G 19.20 H 20.20 F

• •

• Arrivo/Partenza a/da Torca

F = FERIALE G = GIORNALIERO H = FESTIVO S = SCOLASTICO N = NO SCOLAST.

www.sitasudtrasporti.it

SORRENTO PRIORA S.AGATA TORCA

06.40 07.50 08.00 08.30 + 09,00 + 09.00 09.30 09.30 + 10.00 + 10.15 + 10.30 11.00 + 11.15 + 11.30 + 11.30 + 12.00 + 12.00 + 12,15 12.30 + 12.00 + 13.00 + 14.00 + 14.00 15.00 + 15.15 15.30 + 16,00 + 16.15 16.30 + 17.00 + 18.00 19.00 + 19.15 19,40 20.00 + 20.15 21.00 + 21.15 22.00 +

F H F F G F H G G F F G F G G G G F G G F F G H F F H G H G F G F F H G F F F

TORCA S.AGATA PRIORA SORRENTO 06.00 F

•• •

06.45 07.10 08.10 08.45 09.00 10.00 10.20 + 10.30 10.50 + 10.30 10.55 11.20 11.30 11.50 + 12.10 12.20 + 12.50 + 13.00 13.35 + 14.00 1420 + 14.40 15.25 + 15.35 16.20 + 16.50 + 17.05 17.50 + 18.20 + 18.50 + 19.20 + 19.50 + 20.20 + 20.50 21.20 + 22.40 + 00.20 +

• a/da Torca

F F F G F F F H G H F F G G F G G G G F G F G F F G F F F G G F G F G G F

+ Bivio Nastro Verde

SORRENTO CANTONE CANTONE SORRENTO 07.50 F 07.50 H 09.00 F 09.30 H 10.30 F 11.30 F 13.00 F 14.00 F 14.50 F 15.15 F 16.15 G 18.00 F 21.15 F

• • • • • • • •

06.45 F 09.00 G 10.20 F 11.30 F 14.05 F 15.00 F 16.00 F 16.30 F 19.00 F

• • • • • •

• via S. Agata SERVIZIO AUTOLINEE Every 20 minutes

LINEA A M. LUBRENSE - CAPO SORRENTO - META e vv. LINEA B Circolare SORRENTO (Porto) SORRENTO (Stazione) LINEA C SORRENTO (Porto) S. AGNELLO - PIANO e vv. LINEA D Circolare MARINA GRANDE SORRENTO LINEA E Circolare SORRENTO STAZIONE VIA DEGLI ARANCI - HILTON

F/7

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 20 luglio 2017 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano state, nel frattempo, variazioni agli orari.

CARABINIERI Pronto Intervento 112

ORARIO TIMETABLE S.F.S.M.


38

AGOSTO 2017 ORARI DI AGOSTO

DALLA VILLA COMUNALE

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 20 luglio 2017 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano state, nel frattempo, variazioni agli orari.

info point

o

ALISCAFO HYDROFOIL

GESCAB - www.gescab.it Tel. 0818071812 - 0815329071

SORRENTO - CAPRI 07,15* 08,05 08,20 08,55 09,15 09,40 11,25 11,45 13,30 14.45 15,45 16,45 CAPRI - SORRENTO 08,00* 08,55 09.00 10,20 11,20 12,10 15,15 15,35 15,55 17,15 17,35 17,45

08,30 09,50 14,05 17,05

08,45 10,45 14,25 17,45

C/8

Ascensore per il Porto e le spiagge Lift to the Beach/Port

AGOSTO

E 7,30 - 01,00

Piazza Tasso 10.00-13.00 / 16.00-21.00

SETTEMBRE 7,30 - 24,00

Stazione Circum 10.00-13.00 / 15.00-19.00 Porto (Marina Piccola) 09.00 - 17.00

09,15 09.25 13,00 13,55 16,05 16,20 18,30

* Feriale - Not on sunday

SORRENTO - NAPOLI 07.20 08.10 10.00 12.00 14.00 16.25 18,40+ NAPOLI - SORRENTO 09.00 11.00 13.00 15.05 17.15 18.25 1930+

n

SORRENTO/POSITANO 08,35 (escluso lunedi e giovedi) POSITANO/SORRENTO 09,35 (escluso lunedi e giovedi) SORRENTO/POSITANO/AMALFI 10,30 14,55 AMALFI/POSITANO/SORRENTO 11,35 16,35 SORRENTO - ISCHIA 09,10° 09,30** 15,50 ISCHIA - SORRENTO 10,35 17,25°

NAVE VELOCE FAST FERRY

CAREMAR - Tel. 0818073077

SORRENTO - CAPRI 07,45 09,25 14,30 CAPRI - SORRENTO 07,00 08,40 13,35

CONSORZIO UNICO CAMPANIA

CALL CENTER 08119666202

EAV

POMPEI - VESUVIO e vv.

° Via Procida (lun. me. ven) ** (mar. gio. sa. do.) +Solo venerdì, sabato e domenica

%

n

19,25 18,45

POMPEI (Piazza Anfiteatro) VESUVIO (1.000 m.) 08,00 09,40 10,30 11,20 12,10 13,00 13,50 14,40 15,30 VESUVIO (1.000 m.) POMPEI (Piazza Anfiteatro) 09,00 9,50 10,40 11,30 12,20 13,10 14,00 14.50 16,40 17,40

SORRENTO - NAPOLI e vv.

SORRENTO (Circum) - NAPOLI (giorn.ro) 23,00 -00,10 – 00,20 – 01,30 - 04,30 – 04,50 NAPOLI - SORRENTO (Circum) (giorn.ro) 22,40 - 23,00 – 03,15 – 04,15 - 5,00

Circolo dei Forestieri

n

AUTOLINEE

MAROZZI Tel. 0805790111 www.marozzivt.it

ORARI IN ROSSO  da Lunedi a Sabato - Mon to Sat ORARI IN NERO  Giornaliera - Everyday

SORRENTO - ROMA

SORRENTO C. Italia-261 06.00 VICO E. P. Kennedy 06.15 C.DI STABIA V.le Europa 06.30 ROMA Tiburtina 09.45

ROMA - SORRENTO

ROMA Tiburtina 07.00 C.DI STABIA V.le Europa 10.40 VICO E. P. Kennedy 10.55 SORRENTO C. Italia-261 11.45

17.00 17.15 17.30 21.00 15.00 18.15 18.30 19.00

n CURRERI SERVICE

Tel. 0818015420 www.curreriviaggi.it Da Sorrento a Capodichino p.06,30 a.08,00 p.07,30 a.09,00* p.08,30 a.10,00 p.09,00 a.10,30 p.10,30 a.12,00 p.12,00 a.13,30 p.13,00 a.14,30* p.14,00 a.15,30 p.15,00 a.16,30 p.16,30 a.18,00

Da Capodichino a Sorrento p.09,00 a.10,15 p.10,00 a.11,15* p.11,00 a.12,15 p.12,00 a.13,15 p.13,00 a.14,15 p.14,30 a.15,45 p.15,30 a.16,45* p.16,30 a.17,45 p.18,00 a.19,15 p.19,30 a.20,45

Sorrento (Stazione) - S. Agnello (Piazza Municipio) Piano (vicino alla Siesta) - Meta (chiesa del Lauro) Vico Equense (uff. Curreri a. / Stazione r.) Castellammare di Stabia (Villa Stabia) * SOLO SU PRENOTAZIONE FERMATA A Pompei Scavi

via Luigi De Maio, 35 SORRENTO - tel. 0818773263 info@circolodei forestieri.com Entrance on the road going down to the port

C/8


OTTOBRE 2015

E/7

31


32

APRILE OTTOBRE APRILE 2012 2015 2015

1981 2015

Surrentum - Agosto 2017  

Il numero di Agosto

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you