Issuu on Google+

PY CO GIO EE G FR MA O

OTTOBRE 2013

PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA - Anno XXXII Editrice SURRENTUM sas

N. 9 OTTOBRE 2013

Dir. Resp. Antonino Siniscalchi - Aut. Trib. Napoli n. 3104 del 15/4/1982 - Stampa La Sorrentina

Disegno di Teodoro Duclère

www.surrentum.com • www.surrentum.net • www.surrentum.it

1


La cultura ha una nuova casa. La cultura ha Libreria una nuovaTasso casa.

P RLibreria O S S ITasso MA SORRENTO A P E R T U R A PROSSIMA

Via S. Cesareo, 96 - tel. 081 8071639

A P E RT U R A

Piazza Angelina Lauro,18/19 seguici su


OTTOBRE 2013

Giuseppe Cuomo, Sindaco / the Major

BENVENUTI - WELCOME Ma è il centro cittadino che cattura i turisti, dove si usa fare shopping o sedere ai tavoli dei bar o dei tanti ristoranti di prim’ordine, dove si visitano le antiche chiese, gli androni di palazzi nobiliari o i musei. Per i turisti Sorrento è una continua emozione, una suggestione che prende tutti e che trasporta in un mondo da sogno. Da sempre Sorrento è il paese dell’amore e degli innamorati! Benvenuti a Sorrento, ma soprattutto “Torna(te) a Surriento”

C

ome Sindaco di questa terra dove storia e mito si fondono, dove le bellezze della natura fanno una cosa sola con le opere dell’uomo, dove è più che secolare la cultura dell’accoglienza, mi piace dare un caloroso benvenuto agli ospiti di questa città che non ha eguali al mondo. In questi mesi estivi è stato predisposto per gli ospiti di Sorrento un nutrito cartellone di eventi che, spero, abbiano incontrato il gradimento degli ospiti: mostre d’arte, musica classica, leggera e jazz ecc. Sorrento non è solo mare con la sua costa segnata da spiagge, ma anche colline verdeggianti che con il loro antico reticolo di stradine le collegano alla città.

A

s the Mayor of this corner of the world where history and legend are intermingled, where beauty and nature become one with masterpieces created by man, where opening our doors to visitors is a centuries-old tradition, I would like to bid all our guests a very warm welcome to this town without equal. For the summer months a rich calendar of events has been prepared for Sorrento’s guests which I will hope has enjoyed by all: classical, light and jazz music, and art exhibitions etc. Sorrento is also its waters and coast dotted with beaches and coves, and its hills with their age-old network of winding lanes linking to the town. But it is the town centre that captures the hearts of tourists - browsing the shops or sitting at the tables in the bars or first class restaurants, or where the old churches, the grand entrances of noble palazzi and museums are all there to be explored. For the tourists, Sorrento is one never-ending emotion, enchantment that ably entices you into its magical world of dreams. No mere chance that Sorrento has always represented both love and those in love. Welcome to Sorrento, but more than this “Come back to Surriento”»

Torna a Surrient o

i i

i i

info point

3

Piazza Tasso

Porto di Sorrento 9 - 16.00.

10.00 - 13.00 e 16.00 - 21.00.

Parcheggio A. Lauro 10.00 - 13.00.

(vicino alla Chiesa del Carmine)

Stazione Circumvesuviana 10.00 - 13.00 e 15.00 - 19.00.


4

OTTOBRE 2013

TENDENZE D’ARTE

Abbiamo chiesto al direttore della Fondazione Sorrento, Luigi Gargiulo, di darci delle notizie in merito all’affluenza dei visitatori alla mostra di Dalì a Villa Fiorentino PROROGATA FINO AL 13 OTTOBRE 2013. Il direttore, sicuramente soddisfatto, ci ha consegnato una copia della pagina della rubrica “Cultura Estate” del “Corriere del Mezzogiorno” del 22 agosto 2013 con un articolo a firma di Stefano De Stefano, inerente appunto alla mostra del maestro del Surrealismo. Nel riportarlo integralmente, notiamo che alla data della pubblicazione, nonostante mancasse ancora un mese al termine dell’esposizione, i numeri già riportavano i dati di quello che può essere considerato un grande successo, non solo per l’affluenza di pubblico, ma soprattutto per Sorrento che, grazie al lavoro di chi ha contribuito a questa lodevole affermazione, si candida ad essere un punto di riferimento per la cultura e l’arte con altri importantissimi futuri appuntamenti.

La Redazione

DELIRIO DALÍ Affluenza record per la mostra allestita a Sorrento che si candida a punto di riferimento per il ‘900 “S

ono bastati i primi due mesi di apertura per confermare il senso di una scelta, quella di lavorare al progetto di Sorrento città d’arte e di puntare strategicamente soprattutto sul grande tema delle Avanguardie Storiche, punto di partenza di tutta l’arte del Novecento. «The Dalì Art Universe Sorrento», infatti, il grande ciclo monografico dedicato al più discusso, originale e controverso maestro del Surrealismo, allestito tra Villa Fiorentino e le quattro principali piazze della città costiera ha già fatto registrare un incremento del 60 per cento di visitatori rispetto alle precedenti mostre allestite nella stessa sede, come conferma soddisfatto il direttore della Fondazione Sorrento Luigi Gargiulo. E questo nonostante l’inserimento per la prima volta di un biglietto d’ingresso, per quanto fissato a soli 5 euro, e la considerazione che siamo solo alla metà dell’opera visto che l’esposizione andrà avanti fino al 29 settembre, lasciando prevedere alla fine un successo ancora più clamoroso. Al punto che in Fondazione sono già al lavoro

per alcune importanti proposte da offrire al pubblico sia per la stagione invernale che quella estiva. In particolare si parla di una mostra di Monet e Renoir per fine autunno e di un’antologica su Picasso per il prossimo giugno. Due eventi che confermerebbero in pieno le indicazioni legate ad un approfondimento della svolta del Moderno - fra i nomi che circolano per il futuro c’è anche Giorgio De Chirico - in un territorio come quello campano,

che per evidenti ragioni storiche e geografiche passa troppo spesso dai fasti ottocenteschi della scuola napoletana ai brividi iperconcettuali del contemporaneo spinto, spesso più vicino alla cronaca che non alla Storia. Ed in mezzo un enorme gap, quello delle avanguardie appunto di movimenti come l’Espressionismo, il Futurismo, il Cubismo, il Dadaismo, il Surrealismo e il Neoplasticismo, giusto per citare i più importanti, le cui testimonianze - anche di transito - latitano a sud di Roma pur essendo assolutamente imprescindibili per comprendere a fondo le ragioni della contemporaneità, legate al rifiuto dell’idea di mimesi, dominante dalla preistoria e fino al XIX secolo. E sarà anche per questo che l’effetto Dalì si sta rivelando a Sorrento assolutamente dirompente, sia per i visitatori campani che per i tanti turisti, che affollano ogni giorno le sale della villa.

Al momento di andare in stampa, il numero dei visitatori è di oltre 30.000 e, vista l’affluenza di pubblico, non è improbabile ipotizzare che fino al 13 ottobre si arriverà a 40.000 unità.

Le opere degli allievi della sezione ArteDesignE/5del


OTTOBRE 2013 dal “Corriere del Mezzogiorno” del 22 agosto 2013

Anche perchè ad avvicinare il pubblico alla mostra ci pensano le quattro grandi sculture in bronzo sistemate a mo’ di guida in alcuni punti startegici del centro sorrentino, «La donna in fiamme» in piazza Tasso, l’«Omaggio a Tersicore» in piazza Angelina Lauro, il «Pianoforte surrealista» in piazza S. Antonino e il «Profilo del tempo» in piazza Veniero. Si tratta di opere realizzate da precedenti progetti negli anni ‘80, poco prima della morte dell’artista avvenuta nella sua Figueres nel 1989, che impersonano la quintessenza del modo di essere surrealista di Dalì, tutto spinto sul versante psicoanalitico, ossessivo e paranoico, dominato dal pensiero fisso per la figura femminile e per la sua innata valenza erotica. Spesso riscontrabile anche in piccoli particolari, come gli stivaletti

t

e

r

r

alla francese calzati dai piedi del piano o i tacchio a spillo con cui terminano le gambe di un tavolino. Una prospettiva piuttosto ammiccate anche sul piano mercantile, che nel 1939 Andrè Breton (fondatore del Surrealismo nel segno rivoluzionario del rapporto fra psicoanalisi e marxismo) stigmatizzava fortemente, coniando per il pittore catalano il denigratorio soprannome di «Avida Dollars», libero anagramma di Salvador Dalì. Un allontanamento dal movimento ufficiale a cui erano legati fra gli altri anche Max Ernst, Mirò e Renè Magritte, ma che non ridimensionò le prospettive di successo del giovane Salvador, concentrato da allora soprattutto sulla creazione del mito di se stesso e della sua imprevedibile eccentricità. Confermata in mostra da alcuni aforismi stampati sulle

a

z

z

a

b o s q ue t ______________________________________

s e a f r o n t

r e s t a u r a n t

Refined Mediterranean Cuisine M AGNIFICENT

VIEW OF THE

B AY

OF

N APLES

Bookings Tel. 081 877 7836 - 081 877 7111 Piazza Tasso 34, Sorrento D/9 Terrazza Bosquet at the Grand Hotel Excelsior Vittoria

Stefano De Stefano

pareti interne di Villa Fiorentino come «Ogni mattina svegliandomi, provo un meraviglioso piacere: quello di essere Salvador Dalì, e mi chiedo estasiato cosa mai compirà oggi questo Salvador Dalì» o «L’unica differenza tra me e un pazzo è che io non sono pazzo». E girando per le dieci sale curate dal Presidente della Stratton Foundation, Beniamino Levi, di creazioni dell’artista spagnolo ce ne sono ben 100, divise tra sculture in bronzo, oggetti in vetro, oro, collages e raccolte grafiche. Statue come la «Donna in fiamme», «Alice nel paese delle meraviglie», «La Venere giraffa», «La donna del tempo» e così via, che combinano alcune delle ossessioni di Dalì: il fuoco, lo scorrere inesorabile del tempo (sala degli orologi molli) e la sensualità femminile, rappresentata dai cassetti. Figura ricorrente che sotto l’influenza di Freud, indica la sensualità nascosta e i misteri che il corpo della donna racchiude. Notevole poi anche il famoso e svettante «Elefante spaziale» collocato sul balcone della Villa. Mentre l’importante collezione di incisioni e litografie, frutto della passione di Dalì per le grandi opere letterarie, mostra la sua veste poco nota di illustratore che si misura con l’interpretazione della Bibbia o con testi spagnoli come «L’Arte d’Amare» e «La Vida es Sueno», fina ad una rilettura di «Caprice», rivisitazione delle celebri stampe eseguite da Goya del 1799, che denunciavano i «capricci» della decadente e corrotta società spagnola del proprio tempo.”

5

GLI APPUNTAMENTI A VILLA FIORENTINO

3 - 24 novembre 2013

MOSTRA OMAGGIO A

LUIGI PANE ANTONIO MAURO e

dal 6 Dicembre

Maestri in Mostra IV Edizione

Il Presepe Napoletano a Villa Fiorentino


6

OTTOBRE 2013

SORRENTINE ITINERARIES

Luisa Fiorentino

THE HILL OF PRIORA The hill of Priora is, amongst

those surrounding Sorrento, the most evocative. from it all Sorrento and its peninsula can be seen, from the Scutolo Point to the Point of Cape of Sorrento. Its vineyards, like those of the nearby Mount Corbo, have always been famous for the “sweet liqueur of Bacchus” which they produce. The grape festival is just one more reason for a whole some trip to this marvellous hill. To reach Priora there is a modern, panoramic road, the Nastro Verde, which begins at the crossroads for the Cape of Sorrento, near the Hotel Metropole. There is also a pubblic bus service on this

road. We’d like to indicate a more interesting itinerary to be done on foot. Any hard-ship involved will be worth it. From the via degli Aranci, take the turning leading to the Hilton Sorrento Palace Hotel. At the end of this road is the 18th century church of S. Antonio, attached to the old people’s home. Beyond this church are steed, winding steeps carved into the rocks leading up the hill. The way is marked by the presence of numerous votives niches and modern sculptures of the signs of the cross. The natural setting combined with a nature distinguished by dry masonry in calcareous stone, the tricks, of light through the green

of the olives all make this sport more evocative. Halfway up is a Chapel with a three-arched belltower helps accentuate the perspective effect, submerged in a cascade of greenery. After a brief stop we go on to reach the Crocevia district, with its 18th century Church of St. Mary. Here the going is easier and passing through olives and vineyards, after about ten minutes the zone of Priora is reached. On the little square which is surrounded by ancient dwellings, stands the church of St. Atanasio, bishop of Sorrento. It is a church with two aisles: one, the major, is covered by a lacunar canvas ceiling, the other, with an indipendent entrance, is circular vaulted and more antique. Over the main altar is an 18th century painting depicting the Virgin of the graces while on the left is a bust of St. Atanasio. After visiting the church, it’s time to walk through the typical streets of the town to feel the atmosphere of a typical country village, admiring the glimpses of the stupendous panorama, tasting the farmer’s generous hospitality as they no doubt will offer you a taste of their

delicious wine. To return to Sorrento if you’re tired, there’s the local bus. For those still wishing to walk, there’s an alternative road to the one already described. It’s necessary to take the road next to the church, an old mule track which winds through olive and orange groves in an unpollutted area. Following this road, the locality called capodimonte is a quickly reached, once again offering a panoramic view of Sorrento, and in particular the fishing village at the Marina Grande. Following a brief tract of the sorrentine highway the town centre is reached by the Corso Italia. D/7

VENERDÌ 14 OTTOBRE

Ti aspettiamo per una giornata magica in compagnia dell’Artista del Vetro che Ti mostrerà dal vivo come nascono i TUOI beads preferiti! Cogli inoltre l’occasione per conoscere dal vivo una delle vincitrici del Concorso People’s Beds!

VIA SAN CESAREO 36/38 · SORRENTO (NA) · TEL. 081 8781289


OTTOBRE 2013

7

A PRIORA DAL 6 ALL’8 OTTOBRE

XXXIV EDIZIONE DELLA

SAGRA DELL’UVA Domenica 6 ottobre

ore 19.30 Apertura stands con esposizione di prodotti agricoli locali Tour Enogastronomico ore 20.00 Esibizione gruppo di canti popolari “BETEVO FOLK” ore 21.30 Cabaret con “Enzo Fischetti” artista napoletano di “MADE IN SUD”

Lunedì 7 ottobre ore 15.30 Spettacolo viaggiante animato dai “Bottari di Macerata” con partenza da Piazza Lauro ore 19.30 Apertura della Sagra con stands allestiti con uva, attrezzature agricole di un tempo ed esposizione di prodotti locali ore 20.00 Tour enogastronomico con la presenza di rinomate Aziende Vinicole Campane ore 20.30 Spettacolo musicale dei “PASTELLESSE SOUND GROUP” I BOTTARI DI MACERATA CAMPANA (CE)

Martedì 8 ottobre

Lunedì 7 e martedì 8 ottobre servizio navetta gratuito con partenza da Sorrento - Piazza Tasso dalle ore 18.30 alle ore 23.30

ore 09.30 Visita dei bambini delle Scuole Elementari e Materne con dimostrazione e lavorazione dell’uva ore 19.30 Apertura della Sagra con stands allestiti con uva, attrezzature agricole di un tempo ed esposizione di prodotti locali ore 20.00 Tour enogastronomico ore 20.30 Spettacolo musicale della cultura popolare del Sud Italia condotto dal “TRIOTARANTAE” ore 22.30 Apertura torte offerte dalle strutture alberghiere della Penisola Sorrentina e premiazione - distribuzione dell’uva

LA PERGOLA aperto a pranzo e a cena - open for lunch and dinner Godetevi il panorama del Golfo di Napoli dalle favolose terrazze del Bellevue Syrene gustando le specialità della nostra Cucina. Saremo lieti di offrirvi l’aperitivo.

Enjoy the unique view of the Bay of Naples from the fabulous terraces of the Hotel Bellevue Syrene, while savouring the specialities of our Cuisine. We will be glad to offer you an aperitif.

Piazza della Vittoria, 5 - 80067 SORRENTO - tel. 081 8781024 - 081 8781604

C/7


8

OTTOBRE 2013

PERSONAGGI

MICHELE CAMPANELLA D

opo il gran successo ottenuto al Chiostro di San Francesco con il concerto di chiusura di “Sorrento classica”, la rassegna diretta da Paolo Scibilia, Michele Campanella, accanto alla bella moglie, madre degli ultimi due figli, prima di allontanarsi dall’Italia per i consueti impegni concertistici, racconta. Considerato uno dei maggiori interpreti e virtuosi dell’immenso repertorio di Liszt, e non solo, ha appena pubblicato un libro “Il mio Liszt” che, in circa trecento pagine, racconta l’eccezionale talento di un mago del pianoforte che, per grandezza e estro, ha composto, eseguito e lasciato il segno nella musica di ogni tempo. Nonostante i grandi consensi nazionali e internazionali, che con i suoi concerti continua a sommare, il pianista-direttore-scrittore non smette di studiare e approfondire i molteplici aspetti del suo compositore preferito. Una carriera costellata di successi, di premi e riconoscimenti, una discografia significativa e la collaborazione con orchestre e direttori di mezzo mondo non hanno intaccato in lui, semmai ingigantito, la grande vocazione alla musica. Gentile, disponibile e quant’altro, nonostante la stanchezza e per l’impegno profuso nell’esecuzione di un programma pianistico particolarmente faticoso (interrotto purtroppo da canzonette e baccani arrivati dalla strada) trova il tempo e il modo per rispondere alle domande. Minimizzando e non enfatizzando quanto ha fatto nel corso di una luminosa carriera.

A che punto è la musica in Italia? Attualmente c’è una nuova generazione, molto interessante con parecchi talenti. Per anni sono stato il più giovane pianista italiano mentre da qualche tempo avverto una crescita, come ad esempio i giovani strumentisti della Orchestra Cherubini.

Se dovesse definire il suo lavoro sia in generale che come lo sta impostando in questi anni?. Credo di potermi definire architetto delle emozioni.

E parlando di lei? Non sono più un pianista. Mi interessa soprattutto fare il musicista e affrontare tutto quanto è musicale. E’ il mio punto focale. Faccio una serie di cose, affronto i programmi come direttore d’orchestra, in qualità di musicista e quando è richiesta una magia che non è solo il pianoforte. In questo periodo sto facendo una ricerca del suono che va al di la dello strumento stesso.

Come, quando e perché la musica entrò nelle sue scelte? Ero talmente piccolo che nemmeno me lo ricordo. Da parte di papà c’erano in famiglia sette musicisti professionisti e inoltre sia papà che il nonno suonavano sempre musica in casa. Tutto questo ha avuto la sua importanza.

Mi spiega quali sono per lei le emozioni principali? Intanto sono aumentate per merito della mia famiglia.

Ha il ricordo di maestri che hanno lasciato il segno nella sua formazione? Varie persone hanno contato nel mio percorso. Tra queste certamente Vincenzo Vitale, grande maestro, poi anche altri. La persona che ha influito molto e ha mi ha aperto gli occhi ad una dimensione internazionale è stato Thomas Shippers. Attraverso il suo gesto ho capito quanto non si può insegnare.

FOTO DI ANTONINO FATTORUSSO

Quanto conta per un musicista del suo livello il segno scritto? Il segno scritto è il predellino dal quale lanciarsi, che in un musicista diventa proprio e personale al punto da consentire di andare avanti con una confidenza speciale.

MEATING, nel centro storico di Sorrento, sintetizza un modo nuovo nel di stare insieme ambiente sintetizza accogliente, MEATING, centro storicoindiunSorrento, un amichevole dove la ambiente musica soffusa e la modo nuovo editranquillo, stare insieme in un accogliente, cortesia del personale qualificato sapranno accompagnarvi amichevole e tranquillo, dove la musica soffusa e la nella degustazione, chiave assolutamente originale, di cortesia del personaleinqualificato sapranno accompagnarvi proposte culinarie che, di carni fresche di e nella degustazione, in grazie chiave all’utilizzo assolutamente originale, pregiate seguendo antiche ricette della cucina napoletana proposteeculinarie che, grazie all’utilizzo di carni fresche e epregiate mediterranea, vi antiche farannoricette riscoprire sapori napoletana e profumi e seguendo della cucina dimenticati. Potretevi inoltre gustare i vini sapori delle cantine del e mediterranea, faranno riscoprire e profumi nostro territorio e delinoltre panorama enologico internazionale, dimenticati. Potrete gustare i vini delle cantine del da abbinare allee proposte che, dienologico settimanainternazionale, in settimana, i nostro territorio del panorama nostri chef prepareranno voi.di settimana in settimana, i da abbinare alle proposteper che, nostri chef prepareranno per voi.

MEATING MEATING g rilleria • vineria grilleria • vineria steakhouse steakhouse

via della pietà, 20 • sorrento via 081.878.28.91 della pietà, 20 • sorrento tel. tel. 081.878.28.91

E/8


OTTOBRE 2013

E’ considerato unanimemente e a livello internazionale il più grande interprete di Liszt. Vuole spiegarmi questa sua sintonia con il grande compositore e interprete? Prediligo Liszt perché lo prendo sul serio e lo tratto come vanno trattati i grandi musicisti. Credo in lui.

Sono un perfezionista pentito ma quando si esagera si esagera!

Parlando della musica e del suo significato… E’ una strada che non ha un termine e che non deve averlo, L’arte in generale non può avere un limite. Non esiste la parola perfezione. La perfezione è un falso obiettivo. Per me l’obiettivo è cantare e lo faccio dentro, suonando e andando oltre!

Qualche rimpianto ogni tanto si affaccia nella sua vita? Ho fatto tanti errori, ho anche rifiutato l’invito del Maestro Franco Ferrara di poter insegnare e anche dirigere…

C’è mai stata o c’è ancora una paura professionale nel suo percorso di interprete? Può accadere quando dirigo. Bisogna stare attenti. E l’energia è indispensabile!.

9

Ha appena pubblicato il libro ”Il mio Liszt”, perciò pianista, musicista, direttore d’orchestra, anche scrittore, non si sente mai scisso tra tante attività, anche diverse e certamente impegnative? Quanto faccio è tutto una cosa! Non mi sento scisso. Mi tolga una curiosità: di abitudine che musica ascolta? Ascolto quella che suono.

Giuliana Gargiulo

Suonando tutti i giorni della vita non c’è il pericolo, anche per un grande interprete come lei, che un concerto o un’interpretazione possa diventare routine? Per carità!!! Un ambizione ce l’ha? La mia ambizione è quella di raggiungere traguardi interiori. Ho affrontato la sfida grandissima di dirigere e suonare con l’Orchestra di Toscana il II concerto di Brahms. Che cos’è per lei la qualità? Un pensiero e un amore quotidiano. Non ci si può fermare di fronte alla qualità... Va ricercata sempre! Quali sono le cose che non sopporta o addirittura detesta? La musica che non è musica ma è rumore.

E/7

(D/9)

S

i intitola OMBRE, il primo romanzo di Luigi Pane, 32 anni, sorrentino, dialoghista di Un posto al sole. Nel libro, pubblicato dalla Qulture Edizioni di Roma, Luigi Pane, laureato a Roma in Storia e Critica del Cinema all’Università di Tor Vergata, propone la storia di uno scrittore di successo che si rifugia in un lussuoso appartamento di Roma per la scrivere il suo ultimo libro. Il racconto di Luigi Pane, puntuale e incisivo, fa trattenere il respiro sino alla fine: il protagonista crede di essere riuscito a tenere fuori il mondo reale con i suoi falsi miti e le sue ombre. In realtà, le ombre trovano sempre una strada per ricomparire e ad esse l’autore attribuisce il ruolo di protagoniste con il titolo dato al suo romanzo: “OMBRE”, appunto. La presentazione del libro si è tenuta al Chiostro di San Francesco, con l’intervento del sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, curata da Antonino Siniscalchi, affidata a Francesco Pinto, direttore della sede Rai di Napoli.


10

OTTOBRE 2013

dalla Redazione

ONORE AL MERITO

ILLUSTRI SORRENTINI da un manoscritto a firma Manfredi Fasulo

Carlo Amalfi (Sec. XVII) S. Valerio - olio su tela opera che si trova presso la Basilica di S. Antonino - Sorrento

(Seconda parte) III - GIURECONSULTI 1. Francesco Brancia, Gran Cancelliere (1415) 2. Marino Mastrogiudice, R. Consigliere (1505), fondatore di Scuole in Sorrento 3. Antonio Capece, scrittore di varie opere giuridiche (1539) 4. Giov. Ferrante Brancia, Cons. di Carlo V (1540) 5. Antonio Orefice, autore di pubblicazioni legali (1556) 6. Fabrizio Guardati, scrittore di opere giuridiche (1580) 7. Scipione Teodoro, Consigliere ed autore di dotte allegazioni (1620) 8. Francesco Saverio Gargiulo, Procuratore Generale di Cassazione, scrittore di molte opere (1922) 9. Gaetano Amalfi, Procuratore Generale di Corte d’Appello, autore di libri di Storia patria e legali (1928) IV - FONDATORI DI ISTITUZIONI 1. Francesco Vulcano, Ospedale Civile (1348) 2. Giuseppe Vulcano, Scuola Nautica in Piano (1348) 3. Giov. Francesco Ammone, Monte Dati (1600) 4. Cesare Sersale

e G. Battista d’Alessandro, Monte Misericordia in Napoli (1601) 5. Giov. Tommaso Donnorso, Monte degli Studenti in Sorrento 81617) 6. Antonino De Perso, Conservatorio della Pietà in Sorrento (1618) 7. Berardina Donnorso, Conservatorio di S. Maria delle Grazie (1656) 8. Giov. Antonio Anfora, Monte Maritaggi (1673) 9. Can.co Scipione Cortese, Monte dei sussidi in denaro, biancheria e doti (1733) 10. Tommaso Galano, Asilo Infantile “Torquato Tasso” (1864) 11. Alfredo e Pompeo Correale, Istitutori del “Museo Correale” (1902) V - ARTISTI 1. Lorenzo Masturzo Intagliatore (1489) 2. Giov. Girolamo Capece Pittore. Suoi quadri in S. Domenico Maggiore in Napoli (1549) 3. Giovanni Nobilione Spadaio (1559) 4. Bernardino Maresca Intagliatore (1560) 5. Nunzio e Luigi Maresca di Piano - Intagliatori (1596) 6. F.te Francesco da Sorrento Intagliatore (1650)

Da Cataldo

7. Giacomo De Castro (S. Agnello) - Pittore (Quadri in Sant’Agnello e altrove) (1685) 8. Giuseppe Castellano Pittore (1686) 9. Giov. Antonio Romano Intagliatore (1692) 10. Antonino Damora Intarsiatore (1827) 11. Raffaele Russo Intagliatore (1834) 12. Luigi Gargiulo Mosaicista in legno con tarsie (1850) 13. Giuseppe Gargiulo Intarsiatore (1870) 14. Edoardo de Martino (di Meta) - Pittore della Corte d’Inghilterra (1900) (continua)

Guida storico-naturalistica

‘E VVIE SULITARIE L

a prima traversata documentata dei monti Lattàri si deve a Giustino Fortunato (1848-1932), che li percorse in tre giorni, da Cava de’ Tirreni a Punta della Campanella, nell’ottobre di 136 anni fa. Di quella straordinaria impresa pedestre il Meridionalista lucano darà conto, non solo corografico, ne L’Appennino della Campania, pubblicato a Napoli, a cura della locale sezione del Club Alpino Italiano, nel 1884. A ricordo ed approfondimento di tale esperienza è la recente pubblicazione di Gaspare Adinolfi, botanofilo e bibliografo, distribuito dalla romana Casa editrice “Scienze e Lettere”.

C/4 Sea-side Restaurant • Marina Grande • Sorrento • tel. 081 8782170 • www.dacataldo.it


OTTOBRE 2013

Paolo Scibilia

GLI APPUNTAMENTI DI OTTOBRE

CONCERTI DI AUTUNNO Concerti al Tramonto L

a “S.C.S. Società di Concerti di Sorrento” e “A.Gi.Mus.” in collaborazione con la Città di Sorrento e l’Azienda Autonoma Turismo Sorrento - S. Agnello, ha programmato la I edizione dei “Concerti d’ Autunno” Concerti al Tramonto, rassegna di musica classica che si svolgeranno a Sorrento nei week-end, da settembre a dicembre. Il direttore artistico della rassegna così ha commentato: “L’iniziativa arricchisce ulteriormente

11

il programma artistico e culturale della Città. Promuovere a Sorrento la musica classica, e non solo, con una serie di interventi nel corso dell’intero anno, con la proposizione di un repertorio ampio e variegato e con una formula facilmente accessibile ai più, contribuisce ad avvicinare costantemente non solo gli abituées, ma anche coloro che conoscono poco questo genere e che forse, per questo, non lo amano”.

PAOLO SCIBILIA

ANTONIA PALAZZO

DAMIANO DAVIDE

CITTA’ DI SORRENTO Azienda Autonoma Turismo Sorrento – S. Agnello A.Gi.Mus S.C-.S. Società dei Concerti di Sorrento

Concerti di Autunno Concerti al tramonto Direzione artistica: Paolo Scibilia

MAURIZIO ESPOSITO

DOMENICA 13 OTTOBRE, ORE 18.45 Azienda Autonoma Turismo - Via L. De Maio DAMIANO DAVIDE, pianista Ludwig van Beethoven 12 variazioni su un tema di danza russa WoO 71 Sonata in Fa minore op. 57 “Appassionata” Sonata in Do minore op. 111 DOMENICA 20 OTTOBRE, ORE 18.45 Azienda Autonoma Turismo - Via L. De Maio ENSEMBLE DARCLEE (Italia) Antonia Emanuela Maria Palazzo, soprano Maurizio Esposito, baritono Paolo Scibilia, pianoforte “Arie, Duetti d’ Opera e Canzoni Napoletane Classiche d’Autore” Trilogia delle Opere di Verdi e Puccini: Traviata, Trovatore e Tosca Omaggio a Verdi (Bicentenario della nascita: 1813 - 2013)

(D/7)

The “La S.C.S. Sorrento Concerts Society” and “A.Gi.Mus.”, in co-operation with Sorrento Council and the Official Tourist Board, has scheduled the first edition of “Autumn Concerts” – Sunset Concerts”, a festival of classical music, that will be held in Sorrento, every week-end, from September to December. The art director asserts: “This initiative further enhances the artistic and cultural program of the City. To promote classic music in Sorrento with a series of intervents throughout the year, by proposing a broad and varied repertoire with a formula easily accessible to most people, constantly not only helps to bring the abituées, but also those who knows a little this kind of music and that, perhaps, doesn’t love it”. Programma dettagliato e prenotazioni all’ingresso Concerts programs and booking admission at the entrance Azienda Autonoma Turismo Sorrento - S. Agnello - Via Luigi De Maio - Sorrento Tel. 081.8074033 - www.sorrentotourism.com - www.societaconcertisorrento.it Il programma potrebbe subire variazioni - Program subject to slight variation

(D/9)


12

OTTOBRE 2013

Riccardo Iaccarino

Itinerario di visita al

Centro Storico di Sorrento Via Parsano - Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà - Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto - Via Tasso Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo Piazza Tasso - Corso Italia.

(1) Le antiche mura

Delle cinta difensiva greca rimane la murazione esistente sotto il piano stradale della Porta Parsano Nuova, visibile in prossimità della Porta stessa. Un altro rudere di dimensioni molto limitate, della murazione greca, oltre la Porta della Marina Grande, è il piccolo tratto della cortina occidentale, in località via Sopra le Mura. La città romana si sovrappose all’insediamento greco osservandone la pianta urbana e la stessa cinta muraria a grossi blocchi isodomici. Queste mura, rimasero a difesa di Sorrento durante tutta l’epoca medioevale. Il rifacimento di esse iniziò nel 1551, e fu completato soltanto nel 1561 dopo la tragica invasione dei Turchi. Oggi la cinta di mura di Parsano è stata restaurata ed è visitabile tutti i giorni.

ora classici ora bizantini, con basamenti di statue e con ogni sorta di frammenti marmorei. Nelle due arcate fortemente rialzate e nelle colonne disposte sugli spigoli si rileva il suo chiaro accento bizantino. Questa costruzione ha anche interesse per la storia urbanistica della città poichè i brevi spazi ad archi rialzati e la attigua volta su via Pietà, all’ingresso dell’episcopio, servirono per lungo tempo alle pubbliche riunioni prima che esse si svolgessero nell’interno del castello. La parte superiore del campanile fu se non edificato, assai probabilmente ridotta nell’attuale forma, intorno al XVI sec.

(2) Chiesa dei Servi di Maria

In stile barocco, fu completata nel XVIII secolo. Sede della Congregazione dei Servi di Maria, conserva all’interno una statua lignea del Cristo Morto, di autore ignoto, che nel giorno del Venerdì Santo viene portato in processione dai confratelli, incappucciati in nero.

Questo edificio, recentemente restaurato, è opera di eccezionale rarità e pregio poichè rappresenta un documento di quel gusto tardo bizantino ed arabo in una stesura forse unica per organica continuità compositiva. Le grandi finestre ad arco, tre per ogni piano, sono contornate da ampie fasce in tufo giallo e grigio; due più sottili fasce sottolinean, a guisa di marcapiano, i due ordini di finestre, e rotonde formelle, come piccoli rosoni, recanti al centro patere di maioliche, si alterano alle aperture con un contorno in lieve risalto sul fondo di intonaco. L’ornato dell’intarsio tufaceo svolge una successione di losanghe ad eccezione della finestra centrale il cui fregio segue un motivo a zig-zag.

In stile romanico, risale al XV secolo; dello stesso periodo è il portale laterale (1474), in moda rina-scimentale. La chiesa ospita tra l’altro tele di artisti della scuola napoletana del ‘700, un trono arcivescovile in marmi scelti (1573) ed un coro ligneo intarsiato opera di artigiani sorrentini dei primi del ‘900. Opere, sempre realizzate con la tecnica dell’intarsio, si possono ammirare all’interno come i quadri della Via Crucis o i tamburi dell’entrata principale e di quella laterale, opere recenti di giovani maestri intarsiatori.

Di questo campanile è notevole la parte basamentale di età romanica, costruita forse intorno al secolo XI con tronchi di colonne di varie specie con capitelli

(7) Palazzo Correale (secolo XIV) La facciata di questo palazzo mostra pregevoli bifore archiacute in tufo scuro, di varia forma e disegni, con archetti e rosono lobati. Ha un bellissimo finestrone con ogiva a sovrassesto che insiste su corti piedritti polistili sostenuti da mensolette e cimati da capitelli gotici a foglie d’acanto; nella chiave dell’arco è scolpita l’arme gentilizia. Il portale è quello caratteristico napoletano ad arco depresso con sagome durazzesco-catalane, che fu usato dalla fine del trecento a tutto il quattrocento. (7) Palazzo Veniero (secolo XIII)

(3) Cattedrale

(4) Campanile del Duomo (5) Episcopio

metà del quattrocento, appartiene il palazzetto e la loggia in vivo Calantariaro con capitelli che ritroviamo in una scala napoletana in Via S. Arcangelo a Baiano, e quelli della cappella Pontano con la sola variante della foglia disposta in senso inverso.

(8) Casa Correale in Piazza Tasso

(6) Casa quattrocentesca

Come unica e curiosa testimonianza locale derivante dall’influsso dei maestri toscani operanti in Napoli nella seconda

Sulla piazza principale, anticamente chiamata largo del Castello, e precisamente nell’angolo in cui ha inizio via Pietà, si affaccia un altro palazzo Correale; L’iscrizione sul cartiglio marmoreo del portale ha la data del 1768, ma si sa però che già nel XV secolo trovavasi lì una casa della stessa famiglia che venne poi totalmente trasformata dal rifacimento settecentesco.

A/15


OTTOBRE 2013 venienti probabilmente, per la loro particolare uniformità, dal portico di una delle molte ville romane presenti nella zona. Nella cripta, rifatta nel settecento, si osservano numerosi quadretti di ex voto, soprattutto di marinai. Interessante è il presepe del settecento, della scuola di Sammartino, e il portale meridionale di forme bizantino-romaniche, risalente al X secolo.

(12) Chiesa della Grazie

(9) Santuario della Madonna del Carmine

Ricostruita alla fine del ‘500 su una precedente e antica chiesa dedicata ai S. Martiri Sorrentini, la Chiesa è ad una sola navata. Sullo sfondo c’è l’antica immagine della Madonna, copia della Vergine Bruna di Napoli. Si possono ammirare quadri di buona fattura di artisti del ‘600 e del ‘700 nonchè due artistici reliquiari in legno intarsiato del 1600.

(10) Sedile di Porta (secolo XVI) Nell’angolo che via S. Cesareo forma con Piazza Tasso, nel posto dove attualmente ha sede il circolo Sorrentino, trovavasi un secondo sedile, detto di Porta, perchè in origine eretto presso la porta maggiore della città nello spazio allora denominato Largo del Castello. Dopo l’abolizione dei sedili fu ridotto prima a carcere poi a corpo di guardia per la milizia urbana e infine a luogo di convegno del circolo Sorrentino. (11) Basilica di S. Antonino

L’origine è riconducibile all’XI secolo, anche se già verso il IX secolo, esisteva in quel luogo un oratorio dedicato a S. Antonino. La chiesa presenta diversi elementi di spoglio, come i fusti delle colonne pro-

(15) Chiesa e Monastero di San Paolo

La chiesa è annessa all’antico monastero delle monache benedettine risalente al nono secolo e ora sede di un Istituto scolastico. È costituita da una navata con volta a botte e lunette ed è ricca di decorazioni, stucchi e tele del settecento. Da notare il pavimento in maiolica su fondo di cotto, il piccolo campanile belvedere e la cupola maiolicata.

La chiesa cinquecentesca con l’annesso monastero di clausura di monache domenicane, fu donata dalla nobile sorrentina Bernardina Donnorso alla fine del ‘500. La chiesa è ad una navata e conserva pregevoli opere di pittori meridionali operanti tra la fine del ‘500 e gli inizi del ‘700 come S. Buono, N. Malinconico, P. Caracciolo e B. Corenzio

(15) Casa del Tasso

A destra del tratto di strada, che da piazza F.S. Gargiulo porta alla piazza della Vittoria, si trova l’ingresso dell’Imperial Tramontano, che incorpora due camere, avanzo della casa in cui nel 1544 nacque Torquato Tasso, autore della Gerusalemme Liberata.

(18) Chiesa SS. Annunziata

L’origine di questa chiesa è antichissima: ma si ignora la data della sua fondazione. Fu probabilmente edificata sui ruderi del tempio dedicato alla dea Cibele. Dal 1391 in tale chiesa (acui era annesso un monastero) officiavano i Padri Agostiniani della Congregazione di S. Giovanni a Carbonara di Napoli. Nel 1811 la chiesa fu concessa a loro richiesta ai compatroni delle Cappelle, purchè si accollassero tutte le spese di mantenimento i quali aloro volta nel 1854 l’assegnarono definitivamente alla Congrega laica di S. Monica.

(19) Sedile Dominova

Unica testimonianza rimasta in Campania degli antichi sedili nobiliari, risale al sec. XVI. In forma quadrilatera, con due arcate ad angolo in piperno, che lasciano scoprire l’intero della cupola e i muri di fondo con affreschi del settecento. I pilastri e le arcate posistili, con i loro capitelli, sono di gusto arcaicizzante. La cupola seicentesca è formata da embrici maiolicati di colore giallo e verde.

(13/14) Chiesa e Chiostro S. Francesco

L’origine del monastero risale alla prima metà dell’VIII sec. L’architettura del chiostro presenta archi incrociati di tufo su due lati del portico espressione stilistica del tardo trecento, sostituiti sugli altri due lati da archi tondi su pilastri ottagonali. Da notare infine, la presenza di vari elementi di spoglio, provenienti da templi pagani, come le tre colonne di angolo riusate funzionalmente. Accanto al convento è situata la chiesa di S. Francesco, che risale al XVI secolo. All’interno si può ammirare, nella prima delle tre cappelle di destra, una statua in legno, raffigurante il santo con il Cristo crocefisso, donata dalla famiglia Vulcano nel XVII secolo.

13

(16) Chiesa del Rosario

già dei SS. Felice e Baccolo Comunemente conosciuta come del SS. Rosario, sorse, probabilmente sotto l’impero di Costantino Magno (310), sui testi di un antico tempio pagano chiamato Pantheon e, fu cattedrale di Sorrento dal XII al XV secolo.

(17) Casa di Cornelia Tasso

Al numero 11 di via S. Nicola, si trova la casa Fasulo, già Sersale (notevole il portale a bugnato e del balconcino) nella quale abitò Cornelia Tasso, sorella di Torquato e moglie di Marzio Sersale e che continuò a dimorarvi anche da vedova, coi figli Antonino e Alessandro. Nel luglio 1577 Torquato, fuggito dal castello di Ferrara, s’imbarcò a Gaeta e qui si presentò in veste di messaggero del poeta, e poi si rivelò. Partì per Roma. Nell’atrio, volta affrescata con stemmi e trofei militari e iscrizioni del 1615 che ricordano il Poeta.


D/9

D/12

C/8


D/9

D/7

C/8


81

D/8

RISTORANTE - PIZZERIA

In the historical centre of Sorrento where you can sample the Neapolitan pizza. Home cooking. Moderate prices. Family management

VIA DEGLI ARCHI, 15 • SORRENTO • TEL. 081 8781927 • www.dagigino.com

E/6

D/9


D/9

D/9

D/9

Detergent included Sapone incluso 25 min dry 2 euro 5 washer 5 dryer 8/14 kg Open everyday 7 a.m. - 12 a.m.

E/6 E/6


D/7

E/7

D/8

F/7


20

OTTOBRE 2013

Riccardo Iaccarino

Itinerary for a visit to

Sorrento’s Historical Centre

Via Parsano - Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà - Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto - Via Tasso Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo Piazza Tasso - Corso Italia.

(1) The old walls

The only part of the Greek defensive wall still remaining is under the road at the Porta Parsano Nuova (new Parsano Gate) and can be viewed close to the same door. Another ruin of the Greek wall other than that of the Marina Grande Gate and very limited in size is the small tract (just over three metres) of the western end located in via Sopra Le Mura. The Roman town was built over the Greek one following the same urban plan with walls of large isodomic blocks. These walls stood to defend Sorrento through the Middle Ages. Rebuilding began in 1551 and was only completed in 1561 after the tragic Turkish invasion. From 2010 the walls of Parsano has been restored and it’s possible to visit everyday.

(6) Fifteenth Century House

The only curious examples of local architecture deriving from the influx of Tuscan experts working in Naples in the second half of the 1400s are the small building with lodge in Vico Galantarario, the capitals which can be found in a Neapolitan staircase in Via S. Arcangelo a Baiano and those of the Pontano Chapel with the only variation of leaf placed inside out.

(3) Cathedral

In Romanic style it dates to the XVth century; the side door is from the same period (1474) and in Renaissance style. Amongst other things the church houses paintings by artists from the Neapolitan school of the 1700s, an archibishops throne in fine marbles (1573) and a wooden marquetry work of Sorrentine craftsmen of the beginning of the 19th century. Works of art always made by using the marquetry technique can be admired in the interior, such as the pictures of the stations of the Cross or the wooden panels of the main and side entrance. These are all works of recent young masters of marquetry art.

(4) Cathedral Belltower (5) Bishop’s Palace

(2) Church of the Servants of Mary

In Baroque style this church was completed in the XVIII century. The site of the congregation of the servants of Maria, it conserves inside a wooden statue of the dead Christ, by an unknown sculptor which is carried during the Good Friday procession by confratemity members in black robes and hoods.

Noteworthy is the belltower’s base from the Romanic era probably built around the VIth century with various types of trunks of columns, alternating classic and Byzantine capitals with a base of statues and every type of marble fragments. In the two highly raised arches and on the columns placed at the corners its clearly Byzantine accent can be noted. This construction is important to the town’s urban history since the small spaces under the raised arches and adjoining bend onto Via Pietà at the beginning of the Bishop’s Palace were used for years for public gatherings before these were held inside the castle. The upper part of the tower was either rebuilt or at least greatly reduced to its present size around the XVth century.

(7) Correale Palace (XIVth century) The facade of this building exhibits valuable acute-arched mullioned windows in dark tufo in various shapes and designs, with small arches and lobed rosewindows. There is a beautiful large window with an overhanging pointed arch which rests on polystyle piers upheld by corbers and crowned by Gothic capitals of acanthus leaves, in the keystone of the arch the coat-of-arms is incised. The portal is characteristically Neapolitan -a depressed arch with Durazzesque Catalan patterns and was used from the end of the 1300s all through the 1400s. (7) Veniero Palace (XIIIth century)

This building is of exceptional rarity and worth as it represents the late Byzantine and Arab taste uniquelly drafted in compositive organic continuity. The three large arched windows on each floor are surrounded by wide fillet in grey and yellow tufo, two narrower fillet, used ad floor markers underline the two rows of windows and round tiles, like small rosewindows with majolica paterae in the centre alternate at the apertures with a slightly raised contour at the base of theplaster. T h e i n l a i d t u f o d e co ra t i o n d e ve lops a succession of lozenges with the exception of the central window whose frieze follows a zig-zag motif.

(8) The Correale House

in the Tasso Square In the main square, once called largo of the castle, exactly at the corner where Via Pietà begins another Correale Palace is located. The inscription on the portal’s marble scroll ornament bears the date 1768

la tua pubblicità a costo zero

fino al 31 dicembre 2013 su www.surrentum.com • www.surrentum.it • www.surrentum.net

SURRENTUM OFFRE GRATIS, FINO A FINE ANNO, A TUTTI COLORO CHE VOGLIONO PROMUOVERE LA PROPRIA ATTIVITÀ, UNO SPAZIO SUL PROPRIO SITO. PER INFORMAZIONI E REGOLAMENTO TELEFONARE AL

on line 334 838 5151


OTTOBRE 2013 but it is known that as early as the XVth century a house belonging to this family stood here and was later totally transformed by the 17th century reconstruction.

(9) Sanctuary of Carmine

(St. Mary of Carmelo) Reconstructed at the end of the 15th century, on the remains of a previous ancient Church dedicated to the sacred sorrentine Martyrs, the Church of Carmine has only a single nave. At the far end there is an ancient impression of Mary, the Madonna, which is a copy of the Drk skinned Virgin of the Church dedicated to the same Saint in Naples. Once can admire paintings of good quality of artists of the 16th and 17th centuries, as well as two artistic gilded wooden bone containers of Saints which date back to the 16th century.

(10) Porta Seat (XVIth century) In the corner which Via S. Cesareo forms with the Tasso Square where the Sorrentine club is now located there once stood a second Seat called Porta because it was originally built near the city’s main gate in the area then called Largo del Castello. After the abolition of the seats it was first turned into a prison and then a guard-house for the urban militia and finally a meeting place for the Sorrentine club.

(11) Basilica of St. Antonino

Its origin dates to the XIth century although there was already an oratory dedicated to St. Antonino here in the IXth century. The church presents various elements of

(E/7) FONDAZIONE SORRENTO

Corso Italia, 53 SORRENTO tel. 081 8782284 www.fondazionesorrento.com info@fondazionesorrento.com

(C/8)

Via L. De Maio, 35 - SORRENTO Tel. 0818773333 Fax 0818785169

www.upsa.org

(C/8)

Via L. De Maio, 35 - SORRENTO

ASSOCIAZIONE CHIAVI D’ORO c/o G. Hotel Excelsior Vittoria

SORRENTO

www.campaniafelix.org

(C/9)

plunder such as the column shafts which for their particular uniformity probably come from the portico of one of the many Roman villas present in the area. In the crypt, rebuilt in the 1700s, numerous exvoto paintings, mainly of sailors can be observed. Of interest are the XVIIIth century Crib from the Sammartino school and the southern portail in Byzantine-Romanic form dating to the IXth century.

it was probably built under the empire of Constantine the Great (310) over the remains of an old pagan temple called pantheon. It was Sorrento’s cathedral from the XIIth to the XVth century.

(17) House of Cornelia Tasso

(12) The Church of St. Mary of the Miracles (S. Maria delle Grazie) The fifteenth century Church which includes a convent of a closed order of Dominican Nuns, was founded by the nobile sorrentine Lady Berardina Donnorso at the end of the 15th century. The church has a single nave and treasures esteemed works of southern italian painters who painted in the period between the end of the 15th and beginning of the 17th centuries, such as S. Buono, M. Malinconico, P. Caracciolo and B. Corenzio.

13/14) Church and Cloister of St. Francis The monastery’s origin dates to the first half of the VIIIth century. The cloister’s architecture presents crossed arches in tufo on two sides of the portico, expressing the style of the late 1300s and substituted on the other two sides by round arches on octagonal pilasters. Various elements of pillage are present as in the three corner columns reutilized functionally after being taken from pagan temples. Next to the convent is the church of St. Francis which dates to the XVIth century. Inside, in the first of the three chapels on the right a wooden statue depicting the saint with Christ on the cross can be admired. It was donated by the Vulcano family in the XVIIth century.

(15) House of Tasso

montano which incorporates two rooms left from the house where Torquato Tasso, author of Jerusalem Liberated, was born in 1544.

(15) Church and Monastery of St. Paul

The church is attached to the old monastery of Benedectine nuns of St. Paul dating to IXcentury. It consist of one aisle with circular vault and lunettes and is enriched by paintings and a maiolica floor over brickwork. Also noteworthy is the small belvedere belltower and the cupola in maiolica.

(16) Church of the Rosary,

ALBERGHI HHHHH

21 79 70 42 23 ➔ 43 24 25 58 26 ➔

Cocumella 0818782933 Excelsior Vittoria 0818071044 C/9 Bellevue Syrene 0818781024 D/6 La Pace 0818074775 Parco Principi 0818784644 A/14

ALBERGHI HHHH ➔ Alpha 02 Ambasciatori 03 Aminta 04 Antiche Mura 51 Astoria 66 Atlantic Palace 05 Bel Air 07 Bristol 08 Capodimonte 30 Capri 72 Caravel 09 Carlton Int. 10 Central 11 Cesare Augusto 12 Conca Park 13 Continental ➔ Corallo 73 Cristina 14 De La Ville ➔ Eliseo Park’s 15 Europa Palace 16 Flora 74 Gran Paradiso 17 Hilton 18 Tramontano 19 Johanna Park 34 La Favorita 78 La Residenza Q La Solara 56 La Tonnarella 55 La Minervetta 71 Majestic Palace 81 Mediterraneo 20 Michelangelo 41 Minerva

0818782033 0818782025 0818781821 0818073523 0818074030 0818782688 0818071622 0818784522 0818784555 0818781251 0818782955 0818072669 0818073330 0818782700 0818071621 0818072608 0818073355 0818074244 0818782144 0818781843 0818073432 0818782520 0818073700 0818784141 0818782588 0818072472 0818782031 0818784644 0815338000 0818781153 0818774455 0818072050 0818781352 0818784844 0818781011

B/12 F/3 E/9 D/8 D/1 C/3 D/4 E/4 D/11 A/16 D/9 C/14 E/9 F/6 D/6 C/16 C/11 C/10 C/13 D/16 G/7 C/7 G/3 C/7 A/14 C/3 D/4 A/16 D/11 C/3

At number 11 Via S. Nicola is the Fasulo House, once the Sersale House (noteworthy the ashlar-work portico and pretty little balcony). Cornelia Tasso, Torquato’s sister and Marzio Sersale’s wife lived here, and continued to after she was widowed with her sons Antonino and Alessandro. In July 1577 Torquato escaped from the castle of Ferrara and embarked at Gaeta to present himself here disguised as the poet’s messenger later revealing his true identity. He stayed with his sister until December, then left for Rome. In the entrance hall is a vault decorated with stems, military trophies and inscriptions from 1615 in memory of the poet...

(18) Church of Annunciation

The origin of this church is antique althiugh the date of its foundation is not known. It was probably built on the remains of the temple dedicated to the godess Cybele. From 1391 in this church (which was adjoined to a monastery) the Agostinian fathers of the congregation of St John in Carbonara from Naples officiated. The church was conceded by their request in 1811 to the co-patrons of the Chapels on condition that they took on all maintenance expenses. They, in turn, granted definitely to the lay congregation of St Monica in 1854.

(19) Dominova Seat

On the right of the road which from the F. S. Gargiulo Square leads to the Vittoria Square is the entrance to the Imperial Tra-

➔ 01 06 ➔ 22

21

formetly of Saint Felice and Baccolo Commonly referred to as the St. Rosary

Miramare 0818072524 Palazzo Guardati 0818785567 Parco del Sole 0818073633 Plaza 0818782831 President 0818782262 Prestige 0815330470 Regina 0818782162 Riviera 0818072011 Royal 0818073434 Rota Suites 0818782904 Vesuvio 0818782645 Villa Garden 0818781387

ALBERGHI HHH 27 28 29 31 ➔ Q 52 32 33 75 35 36 37 H 54 38 76 39 40 77 44 45 60 Q 46 47 48 H Q

Admiral Ascot Britannia Cavour Club Dania Del Corso Del Mare Eden Florida Gardenia Girasole Il Faro Il Nido La Badia La Meridiana La Pergola Leone Metropole Londra Rivage Settimo Cielo Sorrento City Spicy Tirrenia Tourist Villa di Sorrento Villa Fiorita Villa Igea

0818781076 0818783032 0818782706 0818073166 0818781127 0818073572 0818071016 0818783310 0818781909 0818783844 0818772365 0818073082 0818781390 0818782766 0818781154 0818073535 0818782626 0818782829 0818074107 0815329554 0818781873 0818781012 0818772210 0818073063 0818781336 0818782086 0818781068 0818780003 0818071069

C/3 D/9 C/17 E/9 F/5 D/6 B/12 C/10 C/12 D/1

C/4 E/5 D/2 D/2 D/8 D/4 D/9 A/15 C/13 C/14 C/8 D/3 C/11 A/15 F/8 D/2 A/15 E/5 C/4 D/9 E/5 D/12 E/9

This the only remaining testimony in Campania of the old noble seats and dates to the WXIth century. It has a quadrilateral form with two corner arches in piperno (lava) permitting the view of the interior of the cupola and the end walls with 18th century frescoes. The pilasters and polystyle arches with their capotals are in archaic style. The 17th century cupola is formed by green and yellow majolica roof-tiles.

➔ Villa Margherita 49 Villa Maria H Vue d’Or 50 Zi’ Teresa H Le Terrazze Res. 80 Au Relais Rivoli 59 Savoia

0818781381 0818781966 0818073153 0818784619 0818780906 0813654089 0818782511

F/5 C/12 D/8 F/10

ALBERGHI HH

➔ Angelina 0818782901 53 Desirée (Garnì) 0818781563 C/3

ALBERGHI H

61 62 64 65

Elios Linda Mignon Nice

0818781812 0818782916 0818073824 0818781650

C/2 E/11 E/7 D/10

CAMPINGS & VILLAGGI

Santa Fortunata & Campogaio Nube d’Argento Villaggio Verde Esperidi Resort

OSTELLI

Seven Hostel Le Sirene Ulisse deluxe hostel Sorrento Ostello (S. Agnello)

0818073579 0818781344 0818073258 0818783255

D/1 E/4 G/11 ➔

0818786758 ➔ 0818072925 D/11 0818774753 E/5 0815322370 ➔


22

OTTOBRE 2013

DAL 27 SETTEMBRE AL 30 APRILE 2014

IN MOSTRA DISEGNI E DIPINTI

TEODORO DUCLÈRE AL MUSEO CORREALE L

a mostra, inaugurata il 27 settembre, resterà esposta fino al 30 aprile 2014 ed è accompagnata da un catalogo di tutte le opere di Duclère della collezione del Museo Correale. Il pittore nacque a Napoli nel 1812 da genitori francesi; frequentò la scuola d’arte napoletana di Posillipo riunitasi attorno all’atelier di Antonio Pitloo, divenendo il più fedele allievo del suo maestro, del quale sposerà la figlia. In quegli stessi anni maturò la sua profonda amicizia con Giacinto Gigante ed insieme con Vianelli e Carelli, Duclère può essere considerato fra i più delicati paesaggisti partenopei della prima metà dell’Ottocento. Morirà a Napoli nel 1869, a soli 57 anni. Molto pregiate e famose sono le opere di Duclère: notevole il corpus di disegni, quasi del tutto inediti e pervenuti al Museo grazie al lascito di Pompeo Correale. Un fondo grafico di circa 400 schizzi a matita e a china raffiguranti per lo più vedute e luoghi dell’Italia Meridionale, dalla Calabria, alla Sicilia, dagli Abruzzi alla Campania, con Napoli e il suo mare, con i paesaggi rupestri e a tratti selvaggi della Costiera Amalfitana e della Penisola Sorrentina. I dipinti di Duclère riprendono le tematiche usuali della veduta napoletana, con una particolare predilezione per i panorami della costiera sorrentina e dell’isola d’Ischia. Egli tuttavia diede miglior prova di sé nella realizzazione di piccoli studi di paesaggio condotti dal vero su singoli motivi naturali e caratterizzati da spiccati effetti coloristici di immediata presa ottica. In questi quadretti è evidente la lezione del Pitloo che per primo era arrivato al superamento del paesaggio scenografico, proprio della veduta tardo-settecentesca, riportando, con il rapido appunto dal vero e con la “macchia”, l’immediatezza di ripresa sentimentale nel motivo paesistico. Tale lezione, facilmente riconoscibile nelle prime opere di Duclère, permane anche nei lavori

successivi, dove peraltro si avverte anche, nella scelta dei tagli e delle inquadrature e soprattutto nel tono più studiatamente illustrativo della descrizione, l’influsso di Giacinto Gigante. Alcuni problemi riguardano sia la datazione sia l’attribuzione delle opere di questo pittore singolarmente trascurato dalla critica ottocentesca. Fra il 1860 e il 1870 il Duclère insieme con altri pittori della scuola di Posillipo, fra cui lo stesso Gigante, trascorse lunghi periodi di tempo a Sorrento presso il conte Pompeo Correale, mecenate e dilettante di pittura, che aveva trasformato la villa di famiglia in un rifugio per artisti e letterati. Il Museo Correale, con la mostra dedicata all’artista, oltre a divulgare sempre più la conoscenza del Museo, intende rendere

MUSEI MUSEUMS MUSEO CORREALE DI TERRANOVA SORRENTO (C/11) Tel. 081/8781846 Martedi/Sabato: 9,30/18,30 Domenica e festivi 9,30 - 13,30 Chiuso Lunedi

noto un patrimonio culturale di assoluta rilevanza ai fini dello studio e dell’approfondimento di quel periodo della pittura napoletana conosciuto con il nome di Scuola di Posillipo. La mostra e il catalogo, realizzati

MUSEOBOTTEGA DELLA TARSIALIGNEA SORRENTO (E/6) Tel. 081/8771942 Lunedi/Domenica: 10/18,30 CHIESA DEI SERVI DI MARIA (sec. XVII) - SORRENTO (E/7) Giovedi e Sabato: 17/20 Domenica: 8/12 www.servidimariasorrento.it

grazie al contributo della Regione Campania – Settore Musei e Biblioteche, soddisfano appieno le esigenze del pubblico, dei collezionisti, degli studiosi e degli esperti, fino al semplice appassionato del bello.

MUSEO ARCHEOLOGICO GEORGES VALLET PIANO - Villa Fondi Martedi/Domenica: 9/13-16/19 - Chiuso Lunedi MUSEO MINERALOGICO VICO EQUENSE Tel. 081/8015668 Martedi/Sabato: 9/13 - 16,30/19 Festivi: 9/13 - Chiuso Lunedì


OTTOBRE 2013

23

Filippo Merola Direttore del Museo Correale di Terranova

The exhibition, inaugurated on 27 September, will remain open until

30 April 2014 and is accompanied by a catalogue of all Duclère’s works in the Correale Museum collection. Born in Naples in 1812 of French parents, the artist attended the Neapolitan school of art in Posillipo that gathered around Antonio Pitloo, becoming his maestro’s most ardent follower and marrying his daughter. In that same period his close friendship with Giacinto Gigante was consolidated, and along with Vianelli and Carelli Duclère can be considered one of the most delicate Neapolitan landscape artists of the first half of the 19th century. He died in Naples in 1869 at the age of just 57. The Duclère works in the Correale collection are famous and highly prized: the corpus of sketches is remarkable, almost all never exhibited before and bequeathed to the Museum by Pompeo Correale. A graphic composition of around 400 pencil and ink sketches, mostly depicting panoramas and places in Southern Italy - Calabria, Sicily, Abruzzo and Campania - with Naples and its sea, rock-carved landscapes and wild stretches of the Amalfi Coast and Sorrento Peninsula. Duclère’s paintings reflect his usual theme of Neapolitan panoramas, with a particular preference for the Sorrentine coast and the island of Ischia. Nevertheless, he gave of his very best in the miniature landscapes painted on the spot, focusing on natural features and characterised by strong colour effects that have an immediate impact on the eye. Pitloo’s schooling is perfectly clear in these miniatures. He was the first to excel in scenic landscapes with real late-18th century visuals; his quick hand and own mark bringing a sentimental immediacy to the subject. This lesson, easily recognisable in Duclère’s first works, filters through into his later works where the influence of Giacinto Gigante is noticed in the choice of size and framing, and especially in the thorough illustrative tone of the descriptive content. There are a number of problems regarding both the dating and in associating the works with this artist, surprisingly neglected by 19th century critics. Between 1860 and 1870 Duclère and other Posillipo school artists, including Gigante himself, spent long periods of time in Sorrento at the home of Count Pompeo Correale, a patron and dilettante of art, who had transformed the family villa into a haven for artists and writers. In addition to a constantly more expansive dissemination of awareness about the Museum, with this exhibition dedicated to the artist the Correale intends to publicise a cultural heritage of absolute significance in the study and analysis of that period of Neapolitan paintings known as the Posillipo School. The exhibition and the catalogue, produced with a contribution from the Museums and Libraries Department of the Campania Regional Government, fully satisfy not only the needs of the public, collectors, researchers and experts, but also of simple lovers of all things beautiful.

Circolo dei Forestieri

via Luigi De Maio, 35 SORRENTO - tel. 0818773263 Entrance on the road going down to the port

C/9


24

OTTOBRE 2013

IL 27 SETTEMBRE

Nino Cuomo

I PRIMI CENTO ANNI DI

ANTONINO ‘O SANTO N

el passato (non tanto remoto) fra i sorrentini (e non solo) ci si distingueva e ci si conosceva più facilmente attraverso i soprannomi, i quali nascevano da episodi particolari o da personali simpatie od anche da attività e mestieri. Dal capostipite il soprannome si trasmetteva agli eredi! E così ‘o ferraro ed ‘o bastunaro, ‘o furnaro oppure ‘o ramaro, cazzarola, ‘o funziunista, ‘o furnariello ed ancora gli altri, costituivano vere e proprie genie che, si moltiplicavano e si prolungavano negli anni. Per tali motivi nacque e si sviluppò la famiglia nota come ‘O Santo, a cavallo del XIX ed il XX secolo, di nove figli, fra i quali i due fratelli, Michele ed Antonino Gargiulo, artigiani del legno ed, in particolare, intarsiatori, autori di autentiche opere d’arte. Ma come nacque questo soprannome? Il nonno di Michele prese in moglie Caterina Beata. Come poteva essere chiamato il marito? ‘0 Santo! E questo soprannome è ancora vivo nella sua progenie. Michele ebbe nove figli, dei quali, il quarto fu il nostro Antonino, che nacque a Sorrento il 27 settembre 1913. Si comprende facilmente che trattavasi di una famiglia numerosa che fondava tutto sul lavoro dei genitori, Michele, intarsiatore (come il padre) e Rosalia Vacca, sarta! Antonino aveva innato un senso d’arte, allievo della la Scuola (oggi “Istituto”) d’Arte di Sorren-

D/7

to, tanto che fu assunto, come disegnatore, al Cantiere Navale di Castellammare di Stabia, ma, nel 1943 lasciò il lavoro al Cantiere e, per l’influsso di un amico si appassionò di fotografie. Fu un militare inglese che, nel negozietto, all’incrocio fra via Tasso e via V. Veneto, gli chiese di sviluppargli alcuni “rollini” di ne-

gativi. Provò tale lavoro presso lo studio fotografico di Amedeo De Luca e, poiché il successo fu pieno, acquistò il materiale necessario ed indispensabile per operare in proprio. Così nacque l’attività fotografica di Antonino Gargiulo! Il 29 aprile 1945 sposò Raffaela (Raffilina) Gargiulo, della progenie di ‘O Funziunista del cui matrimonio nacquero subito, due figli, Elena e Michele, ma quest’ultimo morì all’età di 7 anni. Dopo tre anni, però, nacque il secondo Michele, che oggi

continua l’attività paterna. La notorietà a Sorrento di Antonino ‘o Santo gli derivò da due attività la cui passione era un hobby: i carri dei fiori ed i presepi. Nel 1952, partecipò al primo Corso dei Fiori, e fu tale che insieme al fratello Saverio ebbe l’incarico dall’Azienda di Soggiorno e Turismo di rappresentare Sorrento al corso dei carri allegorici a Palermo, dove i due fratelli parteciparono per tre anni consecutivi con grande successo con i carri “La danza delle libellule”, “Fiori e colori” ed “Arti e costumi di Sorrento”. Fu in questo periodo che nacque l’idea di organizzare in modo professionale e storico lo studio fotografico anche per riportare gli eventi che si svolgevano a Sorrento e nacque Fotosport di Antonino Gargiulo, oggi condotta dal figlio Michele. L’altra passione, sempre sul piano artistico, fu la costruzione di presepi, nata alla scuola del padre! Il più grande, in forma circolare, di due metri e mezzo di diametro, è stato esposto nel 2000 nella Società Operaia di Mutuo Soccorso, riproducendo monumenti e palazzi, strade e squarci della Sorrento dell’Ottocento, dopo un impegno di due anni. Infatti egli realizzava tutto personalmente: gli arredi ed i fregi, le statue ed i lampioni. L’anno successivo fu esposto nella sala consiliare del Palazzo Municipale e poi nella chiesa dell’Addolorata. Ricchissimo e prezioso è il suo archivio fotografico che potrebbe consentire di realizzare un suo sogno: una storia fotografica degli ultimi sessant’anni di Sorrento!

D/9


OTTOBRE 2013

25

THE MUSEOBOTTEGA OF THE TARSIALIGNEA

A NEW MODEL OF MUSEUM FOR THE DECORATIVE ARTS

The building that houses the Museobottega stands on via S. Nicola, the historical part of the town, and is part of an ancient urban nucleus. Its eighteenth century structure is typical of a provincial townhouse with more consequential pretensions. The Museobottega is a polyfunctional structure designed to requalify those sectors of the decorative arts which have not only a past worthy of being recorded but also a productivity which needs to be sustained and helped to renew its contents. In the structure the cataloguing and display of the historical production serves as the introduction to a more ample programme going beyond the conservation of our heritage. There is a need for training programmes in the specific sectors of craft activity, and an autonomous production based on the techniques and materials which represent the best in the tradition of each craft.

THE HISTORICAL COLLECTION

is introduced by the exhibition of objects and furniture produced in the nineteenth century wich focuses on the technical and decorative characteristics of the various intarsia workshops then active in Italy. This is designed to give to the visitor a better understanding of the specific features of the craft as it was practised in Sorrento. The exhibition of local ware is preceded by an extensive selection of paintings, prints and photographs of the setting for this local craft. Different sections in the Museobottega illustrate the evolution of production techniques, the materials used, the decorative motifs and the details of design which characterise the local production in inlaid wood. After recognising the part played by the local School of Art in training successive generations of craftsmen, the exhibition terminates with the work of local master craftsmen produced during the nineteenth century.

RESEARCH AND PRODUCTION

The principal objective of the Museobottega is to ensure continuity for the tradition of intarsia work in Sorrento by commissioning and marketing products reflecting a cultural renaissance in the craft. It is many years since the artisan represented a composite figure uniting manual skills with design acumen, once the secret of his success. The only way to contrast the impoverishment of the various sectors of the arts and crafts seems to be to accompany the artisan with a person well versed in the culture of the craft, able to offer assistance in the conceptual phase of production. The production of the “Alessandro Fiorentino Collection” is the tangible result of such collaboration. Intarsia work has always been considered a decorative addition to the item to which it was applied, whereas here production has been based on a new equilibrium in which the finished product is a univocal expression of formal structure.

THE MERCHANDISING In an age in which computerisation has invaded all sectors of production, traditional skills have had to meet a severe challenge: some have disappeared, many have modified their systems of production, and precious few have remained faithful to traditional techniques. The modern production of intarsia work undertaken by the “Alessandro Fiorentino Collection” has swum against the tide by reaffirming the manual skills and traditional techniques of intarsia work. The collection has concentrated on two distinct sectors: the more traditional one of commonplace objects, directed to the merchandising in museum, and that of interior architecture. It made its dêbut at the International Design Center in New York in 1988, during the AIA Convention. The projects of Alessandro Fiorentino have been realised with the collaboration of local craftsmen and the conceptual contribution of his three sons, all qualified architects: Luigi, Paolo and Fabio.

la serra Natural Wellbeing Organic Skincare

Come try the new C INQ M ONDES exclusive rituals

D/9

Info & Bookings Tel. 081 877 7877 - laserra@exvitt.it - Piazza Tasso 34, Sorrento


26

OTTOBRE 2013

A PIANO DI SORRENTO

Luisa Fiorentino

PER QUESTO THEODORAKIS È LA GRECIA I

l Gruppo Culturale di Ciro Ferrigno e l’Associazione Culturale Cypraea con il patrocinio del Comune di Piano di Sorrento hanno presentato nella storica e suggestiva Villa Romano nel borgo di Mortora l’interessante conferenza ”Per questo Theodorakis è la Grecia” ritmata da pause di musica e canto eseguiti dal valente Trio Kalusy di e di danze affidate al “ Magic Medlley Ballet di Marilina Iacono che hanno creato spazi ricchi di suggestione emotivamente coinvolgenti attingendo anche dai brani della colonna sonora del film “Zorba”. “Un omaggio - ha dichiarato Ciro Ferrigno - che ha richiamato la situazione di disagio, di povertà diffusa, di mancanza di lavoro che serpeggia nelle Istituzioni e nel popolo di una nazione come la Grecia il cui spirito prende forma e si concretizza nel figlio più significativo, Mikis Theodorakis che, nei momenti difficili della storia del Paese degli ultimi anni, ha patito torture, carcere, esilio, povertà, fame, umiliazioni, per ribadire ideali di libertà, di democrazia e di orgoglio greco”. Cecilia Coppola, presidente della Cypraea, ha sviluppato il tema attualissimo di cosa significhi oggi far parte della Comunità Europea, ricordando il famoso apologo delle membra e dello stomaco di Menenio Agrippa, con il quale politico romano nel 505 a.C. riuscì a convincere i plebei a desistere dallo sciopero

intrapreso contro il Senato. ”La società europea – ha spiegato Cecilia Coppola - è come un organismo, il cui funzionamento complessivo permette la sopravvivenza di tutte le sue parti; se uno dei suoi organi incrociasse le braccia, non verrebbe meno solo l’organismo, ma anche l’organo che avesse preteso di far valere il proprio interesse particolare contro quello della totalità. I membri della Comunità Europea devono quindi comprendere la necessità di un cammino corale, di un sostegno simile ai vasi comunicanti, di un non autoritarismo e di sacrifici non solo del popolo che creano nella nazione greca ma anche in altre nazioni come l’Italia, la Spagna, un grande divario fra ricchezza e povertà, fra occupazione e disoccupazione, problemi da affrontare con umanità, comprensione e imparzialità. Non dimentichiamoci che Carlo Magno ebbe Il grande sogno di unire con una

medesima legge tutti i paesi da lui governati, di dare a tutti i popoli gli stessi ordinamenti, di favorire la conversione al Cristianesimo di chi era ancora pagano, di dare incremento alla cultura, dimenticata per tanto tempo. Egli portò unità e civiltà in Europa e, sotto il governo dei Carolingi, che pure durò meno di cento anni, l’Europa si avviò verso la rinascita, verso quella “rinascita Carolingia” che anticipò, in un certo senso, il Rinascimento. Noi abbiamo oggi bisogno in Europa di una rinascita connessa alla vita materiale, al quotidiano, nei suoi molteplici aspetti analizzati con serietà e buonsenso come quelli dei disagi di un’economia che boccheggia a causa non solo di fuga di capitali ma anche di industrie legate al territorio in cui sono nate. Purtroppo anche la nostra Italia è un esempio lampante di questa situazione e l’Europa nel suo concetto di universalità deve tener conto soprattutto della condizione di ogni singola nazione e del popolo che l’abita non privando nessun individuo di una vita decorosa che soddisfi i bisogni fondamentali

e irrinunciabili quali il lavoro, l’assistenza sanitaria e il diritto al cibo. L’Europa oggi purtroppo sta producendo una nave carica di viandanti diretta sulla dolente strada dell’esodo che scompare lontana piano piano e il canto dell’equipaggio addolorato diventa sempre più fioco e svanisce nell’oblio. Bisogna che le volontà dei paesi emergenti non dettino dure condizioni a quelli non emergenti, causando ostacoli insormontabili; è giunto il momento di far sentire la solidità di un sostegno e che i sacrifici siano fatti ed affrontati da tutti in relazione al loro grado di fattibilità e di posizione sociale. Siamo tutti nell’Europa, una grande madre che non deve abbandonare o procurare sofferenze a nessun figlio, ma accogliere tutti allo stesso modo e formare una grande famiglia.” Un incontro interessante anche per la lettura avvincente da parte degli attori del Gruppo di Ferrigno di brani e canzoni di Theodorakis, artista poliedrico, coerente con un ideale, nel quale non può esservi scissione fra l’uomo, il compositore, il poeta, tra l’intellettuale e il popolo,tra passato, presente ed avvenire, uomo che, nonostante gli anni e la sua saluta malferma, non si arrende per portare la profonda ed estesa voce della Grecia contemporanea. Continua ancora a militare guardando avanti, perché in gioco c’è l’intera anima della Grecia, patrimonio di tutti che rischia di dissolversi. Egli getta i semi del futuro per innalzare di nuovo l’edificio della Primavera Greca che ci auguriamo fiorisca presto anche per la nostra Italia.

C/3


OTTOBRE 2013

LA MOSTRA DI GIUSEPPE ROCCO UNO STRAORDINARIO EVENTO PRESSO L’ANTICA SOCIETA’ OPERAIA DI MUTUO SOCCORSO DI SORRENTO

i Venerdi’ del Canonico 1898 12ª edizione

1 Novembre Gli Antipasti FOTO DI GIANFRANCO CAPODILUPO

8 Novembre i Primi 15 Novembre il Pesce

N

ella magnifica loggia affrescata del Sedil Dominova, oggi sede della gloriosa Società Operaia, saggiamente diretta dal munifico Carlo Cuomo, si è svolta la mostra di Giuseppe Rocco «INTARSI REALI E VIRTUALI». La rassegna che comprendeva opere di tarsia e dipinti del maestro sorrentino, ha fatto registrare una grande affluenza di pubblico e lusinghieri apprezzamenti. La necessità di usufruire di una

22 Novembre La Carne tecnica più veloce e immediata dell’intarsio, ha fatto prediligere all’artista la produzione degli “acrilici” che si pongono in stretto rapporto con le opere in legno e, per le loro caratteristiche, costituiscono un insieme di intarsi virtuali. Il tema comune in entrambe le tecniche è il costone tufaceo della penisola sorrentina che spesso assume aspetti umani capaci di suggerire emozioni, suggestioni e espressività poetiche.

27

29 Novembre Il Tartufo Bianco 6 Dicembre Bollicine, Serata Speciale 13 Dicembre Il Meglio di ….

SERATE A TEMA

Anche quest’anno è possibile partecipare alle serate Gourmet dello storico Ristorante ‘o Canonico 1898. Siamo alla 12° edizione. Oramai un appuntamento “cult” dell’autunno sorrentino. Lo svolgimento prevede cinque portate in successione ed in crescendo, ad ognuna delle quali è abbinato un gran vino in grande formato Magnum , Jeroboam etc.

0818783277 - www.ristorantecanonico.com D/8


28

OTTOBRE 2013

Antonino De Angelis

NEL NUOVO LIBRO DI MARIA SIRAGO

LA SCOPERTA DEL MARE Nascita e sviluppo della balneazione fra ‘800 e ‘900 Viaggio, villeggiatura, turismo.

Sono i vertici del triangolo entro cui è nata e si è sviluppata la “civiltà balneare”, su cui Maria Sirago ha condotto una ricerca attenta e scrupolosa lungo le spiagge del golfo di Napoli e delle sue isole. Si tratta di un itinerario nella storia del costume, quella stessa che ha dato luogo allo sviluppo di Sorrento e dintorni cosi come oggi lo conosciamo. Il viaggio in Italia, a partire dalla fine del Settecento, era fondamentale per gli artisti, letterati, poeti e sognatori; indispensabile per l’erudizione e il prestigio dei giovani rampolli dell’aristocrazia europea. Soprattutto verso le città d’arte, i siti archeologici, le località del Sud ricche di storia e di bellezze naturali. Incontri, scoperte, sensazioni, emozioni, erano vissuti lungo l’intero percorso: dalla partenza al ritorno, cioè durante l’intero “viaggio”. Con l’avvento della rivoluzione industrale, migliorata la rete dei trasporti e delle condizioni economiche, si diffonde il fenomeno della villeggiatura: un lungo soggiorno nei luoghi ameni anche del circondario, all’esterno delle grandi città. La lunga permanenza delle famiglie, in albergo o in camere mobigliate, consentiva loro di incontrarsi e familiarizzare, ritrovandosi ogni anno per formare la “colonia dei villeggianti” magari con un loro circolo esclusivo dove si consolidavano amicizie e sbocciavano amori qualche volta duraturi e

assai più spesso “estivi” destinati a concludersi con la chiusura degli ombrelloni. Il turismo degli ultimi tempi altro non è se non il viaggio e la villeggiatura programmata e offerta dalle agenzie nazionali e internazionali, dove il viaggio, nel suo significato originario, quasi scompare e la villeggiatura cambia segno per diventare ‘soggiorno breve’ e negli ultimi tempi addirittura ‘pernottamento’. E’ in questo circuito che nasce e si sviluppa la “moda” dei bagni, dettata in origine da necessità terapeutiche, associata poi a svago e divertimento. Presto Sorrento e la sua penisola, per il suo cli-

ma, il suo mare e le sue spiagge offriranno l’ambiente e le strutture ideali per soddisfare tutte le esigenze poste dalle mode e dalle necessità, fino a ottenere il riconoscimento di “Stazione di cura, soggiorno e turismo”. Si, la cura in primo luogo. Il bagno terapeutico così come codificato prima dagli inglesi e poi da studiosi italiani. A sfogliare il ‘Codice igienico dei bagni di mare’ di Ruggero Ugolini (1873) si legge: ”Conviene tenersi lontani dalle grandi città dove si respira un’aria polverosa e infetta, così come si deve fuggire dalle coste paludosi. Insieme alla cura dell’acqua conviene procacciare ai polmoni il balsamo di un’aria pura ed eccitante e che in moltissimi casi riesce ancor più utile dell’acqua. renta bagni di mare possono bastare per una cura ricostituente.”. La presenza della sabbia vulcanica sulle spiagge sorrentine

ha permesso, fino agli ultimi decenni del Novecento, anche la cura dei reumatismi mediante “stufi” con l’immersione del corpo della sabbia rovente del mese di agosto. Cura del corpo ma anche della mente: dalla depressione alle più blande “melanconie” tipiche dei mali d’amore. Bastavano pochi giorni sui nostri lidi per rigenerare le menbra e lo spirito. Ecco la lapidaria comunicazione di una fanciulla affidata a una cartolina (1910), poco dopo il suo arrivo a Sorrento: “Viaggio splendido, salute ottima, l’umore gaio ritorna perché amo dimenticare tutto. Baci”. Dal volume della Sirago viene fuori un ritratto preciso e puntuale di una realtà ormai lontana ma che, tuttavia, ha costituito la base anche culturale per la crescita di un settore economico che, con le sue luci e le sue ombre, caratterizza i nostri giorni. Marina di Vico Equense Camerini con teloni per la privacy delle signore In libreria: Maria Sirago La scoperta del mare La nascita e lo sviluppo della balneazione a Napoli e nel suo golfo fra ‘800 e ‘900” Edizioni Intra Moenia, 2013 Euro 11,90

dal 18 al 27 ottobre 2013 VILLA FIORENTINO - SORRENTO mostra della

Tessitura e del Ricamo

the Garden da Gennaro

RISTORANTE TYPICAL LOCAL CUISINE

E/7

The Garden

www.thegardenrestaurant.it

WINE BAR & WINE SHOP SHIPPING HOTEL FREE DELIVERY

ristorantethegarden@libero.it

Corso Italia, 50/52 Via Tasso, 2 SORRENTO Tel. 0818781195


SITA n MAROZZI TIMETABLE - ORARIO S.F.S.M. CIRCUMVESUVIANA INFORMAZIONI TEL. 800053939 ORARIO TIMETABLE S.F.S.M.

CIRCUMVESUVIANA INFO 800211388

SORRENTO S.AGNELLO VICO

6.03 6.01 6.27 6.25 + S. Agnello Sorrento 6.51 6.49 5.03 5.01 7.24 5.39 5.37 7.22 • 6.09 6.07 F 7.40 7.38 F • 6.27 6.25 7.57 7.55 • 6.57 6.55 8.28 8.26DD • 7.24 7.22 • 8.54 8.52F •• 7.40 7.38 9.09 9.07 • 7.57 7.55 • 9.37DD • • 9.39 8.28 8.26 10.39 10.37F •• 8.54 8.52 11.09 9.09 9.07 11.07• • 11.39 9.39 9.37 11.37• • 10.09 10.07 12.09 12.07• • 10.39 10.37 • 12.39 12.37 • 11.09 11.07 • • 13.09 13.07 11.39 11.37 • 13.27 13.25• 12.09 12.07 13.58 13.56• • 12.39 12.37 14.24 14.22 13.09 13.07 • 14.57 14.55• • 13.27 13.25 13.58 13.56 15.26DD • • 15.28 16.09 14.24 14.22 16.07• • 14.57 14.55 •• 16.39 16.37 • 15.28 15.26 DD •• 17.09 17.07 • 15.54 15.52 17.25F •• 17.27 16.09 16.07 •• 17.58 17.56••• 16.39 16.37 18.24 18.22 17.09 17.07 •• 18.57 18.55••• 17.27 17.25 19.26DD • •• 19.28 17.58 17.56 20.09 18.24 18.22 20.07••• 20.39 18.57 18.55 20.37•• 19.28 19.26 21.07DD •• 21.09 20.09 20.07 •• 21.39 21.37

C/MARE

6.12 6.21 6.36Equense 6.45 Vico 6.59 5.12 7.05 5.48 7.39 7.31 6.18 7.58 7.49 6.36 8.15 8.06 7.06 8.45 8.37 7.31 9.01 7.48 9.09 9.18 8.06 9.27 9.48 8.37 9.57 10.48 9.0110.57 9.1811.27 11.18 9.4811.57 11.48 10.1812.27 12.18 10.48 12.48 12.57 11.1813.27 13.18 11.48 13.36 12.1813.45 14.07 12.4814.15 14.31 13.1814.39 15.06 13.3615.15 14.0715.45 15.37 14.3116.27 16.18 15.0616.57 16.48 15.3717.27 17.18 16.0117.45 17.36 16.18 18.07 16.4818.15 18.31 17.1818.39 19.06 17.3619.15 19.37 18.0719.45 18.3120.27 20.18 19.0620.57 20.48 19.3721.27 21.18 20.1821.56 21.48

POMPEI

ERCOLANO NAPOLI

6.31 6.55 C/mare 7.14 5.21 5.57 7.48 6.27 8.08 6.45 8.25 7.14 8.53 7.39 9.18 7.57 9.37 8.15 10.07 8.45 11.07 9.09 9.27 11.37 9.57 12.07 10.27 12.37 10.57 13.07 11.27 13.37 11.57 13.55 12.27 14.23 12.57 14.48 13.27 15.25 13.45 14.15 15.53 14.39 16.37 15.15 17.07 15.45 17.37 16.09 17.55 16.27 18.23 16.57 18.48 17.27 19.25 17.45 19.53 18.15 18.39 20.37 19.15 21.07 19.45 21.37 20.27 22.05

6.49

7.07

29

Tel: 089 405145 www.sitasudtrasporti.it Capolinea Stazione Circumvesuviana

AUTOLINEE

Tel. 0805790111 www.marozzivt.it

• •

• • • •

n

EAV

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

• • •

ALBERGHI HOTELS

n

• • •

• •

• • •

CURRERI SERVICE

• • • • • •

• • • • •

F = Solo feriali - Working dayS DD = Direttissimo - Direct • = Ferma a Scrajo dal 1 maggio al 30 novembre •• = Ferma a Scrajo dal 1 giugno al 30 settembre

SORRENTO TORCA ORARI IN ROSSO 7.31 7.13 Pompei Ercolano Napoli Napoli Ercolano Pompei C/mare AMALFI Vico Equense SORRENTO S. Agnello Sorrento Lunedi a Sabato Sat 7.47 7.29 6.06 6.15 L. 5.47AMALFI 5.57 SORRENTO 6.17 5.09 F- Mon to5.28 5.31 5.49  da6.08 MASSA S.AGATA IN NERO5.39 6.36 6.45 6.17 06.30 F 6.27 6.47 5.58 6.07 6.25 ORARI 6.44 8.26 8.07 06.20 7.06 G S.AGATA MASSA 7.15 6.57 6.47 7.17 L. 6.28 6.09 F 6.37 6.55 7.14 Solo Venerdi, Sabato e Domenica  8.44 8.26 08.30 F 07.15 F 7.24 7.31 7.16 7.07 7.33 6.53 6.40 DD 6.55 7.13 7.32 Only Friday, Saturday and Sunday 08.30 H TORCA SORRENTO 9.01 8.43 08.05 G 8.15 7.47 09.00 G 7.57 8.17 7.28 7.09 • 7.21 7.36 7.46 09.00 8.06 F 9.16 9.06 - ROMA 05.50 F 05.15 8.36 8.45 8.17 09.15 F 8.27 8.47 F 7.58 7.39 F• 7.48 8.07 SORRENTO 8.27 09.30 G 9.56 9.37 07.25 G 06.15 9.01 8.37 09.30 H 8.46 9.03 F 8.11 DD06.00 • 8.23 8.07 8.26 SORRENTO 8.44 Stazione 10.30 8.54 S 17.00 10.13 9.55 08.05 F 07.10 10.00 G 10.30 9.18 H 9.27 9.09 8.59 9.29 G 8.41 8.22 • 8.25 8.43 9.02 E. P. Kennedy 17.15 08.40 07.45 10.43 10.25 11.00 9.36 G 9.45F 9.17 10.30 F 9.27 9.47 F 8.39 • 06.15 8.58 8.52 9.06 VICO9.17 10.30 H 09.30 F 08.30 11.30 G 11.43 11.25 10.06 10.15 9.57 9.47 10.17 F • 06.30 9.28 9.18 9.37 C.DI 9.57 17.30 STABIA V.le9.09 Europa 11.00 G 12.15 G 10.10 G 09.10 10.36 10.45 10.27 10.17 10.47 G 9.58 9.39 • 12.13 11.55 9.37 9.55 10.14 G Tiburtina 21.00 10.47 11.30 G10.57 13.00 11.00 10.25 F 11.06 11.15G 11.17 10.28 10.09 • 09.45 10.07 10.25 ROMA 10.44 12.43 12.25 12.30 G 13.30 F 12.15 G 11.10 G 11.36 11.45 11.17 13.00 G11.27 11.47 10.58 10.39 • 10.37 10.55 11.14 13.13 12.55 14.05 G 13.00 S 12.15 F 12.06 12.15 11.57 11.47 12.17 11.28 11.09 • 11.07 11.25 11.44 13.30 H 14.30 G 13.43 13.25 ROMA - SORRENTO 13.15 F 12.40 F 12.36 12.45 12.27 12.17 12.47 11.58 11.39 • 11.37 11.55 12.14 13.30 F 15.00 F 14.13 13.55 13.15 13.15 G 13.06 13.15H 13.17 12.28 12.09 • 07.00 12.07 12.25 ROMA 12.44 H Tiburtina 15.00 12.47 14.00 G12.57 15.15 14.32 14.12 13.30 F 14.25 G 13.36 13.45 13.17 14.30 F13.27 13.47 12.58 12.39 • 12.37 12.55 13.14 15.30 F 14.46 14.36 STABIA V.le Europa 18.15 13.47 15.30 H13.57 16.00 F 14.06 14.15H 14.17 13.28 13.09 • 10.15 13.07 13.25 C.DI13.44 14.00 15.25 F 15.30 F 15.27 15.09 H 14.24 14.31 14.33 13.41 DD10.30 • 13.53 13.37 13.55 VICO 14.14 14.00 G 16.00 G 18.30 14.07 16.00 F14.16 16.00 E. P. Kennedy 16.30 F 16.01 15.43 15.06 15.15 14.57 14.47 15.17 14.28 14.09 •• 13.55 14.13 14.32 14.35 F 17.05 G F 19.00 15.17 16.30 G15.27 17.00 15.36 15.45F 15.47 14.58 14.39 •• 10.45 14.22 14.36 SORRENTO 14.47 Stazione 16.16 16.06 15.00 17.10 H 17.00 G 17.00 H 15.54 16.01H 15.37 18.00 F15.46 16.03 15.11 DD •• 15.23 14.48 15.07 15.27 17.13 16.55 15.30 18.00 G 17.30 G 16.18 16.27 16.09 15.59 16.29 15.41 15.22 F •• 15.25 15.43 16.02 16.15 G 19.20 G 17.43 17.25 18.00 H 18.00 H CONSORZIO 16.36 16.45 16.27 16.17 16.47 15.58 15.39 •• 15.52 16.06 16.17 19.00 G 17.00 F 20.20 G 18.00 F 18.13 17.55 17.06 17.15G 16.47 20.00 G16.57 17.17 16.28 16.09 •• CAMPANIA 16.18 16.37 16.57 UNICO 19.00 G 18.00 18.32 18.12 17.36 17.45 17.27 17.17 17.47 16.58 16.39 •• 16.37 16.55 17.14 CALL CENTER 20.00 F 18.40 G 18.46 18.36 18.06 18.15G 17.57 17.47 18.17 17.28 17.09 •• 17.07 17.25 17.44 800053939 21.00 G 19.15 19.27 19.05 18.24 18.31G 18.16 18.07 Via S. Agnello/Meta 18.33 17.41 DD •• 17.53 17.37 17.55 18.14 20.05 20.01 19.43 19.06 19.15 18.57 18.47 Via Priora/S.Agata 19.17 18.09 •• 17.55 18.13 POMPEI 18.32 - VESUVIO Arrivo/Partenza e18.28 vv. 21.05 G 20.16 20.06 a/da Torca 19.36 19.45 19.27 19.17 Via Massa/S.Agata 19.47 18.58 18.39 •• 18.22 18.36 POMPEI 18.47 (Piazza Anfiteatro) 22.10 F 19.54 20.01 19.46 19.37 20.03 19.11 18.48 19.07 VESUVIO 19.27(1.000 21.13 20.55 m.) DD •• 19.23 20.36 20.45 20.27 20.17 20.47 19.58 19.39 19.25 19.43 08,00 20.02 21.43 21.25 09,40 10,30 11,20 12,10 13,00 21.06 21.15 20.57 TORCA 20.47SORRENTO 21.17 20.28 20.09 19.52 20.06 13,5020.17 CANTONE SORRENTO 22.13 21.55 14,40 15,30 21.36 21.45 21.27 21.17 21.47 20.58 20.39 20.37 20.55 VESUVIO 21.14(1.000 22.39 22.22 m.) POMPEI SORRENTO CANTONE 20.39 20.37 22.06 22.15 21.57 S.AGATA 21.47PRIORA 22.17 21.28 20.48 21.09 20.57 21.07 21.25 21.44 Anfiteatro) 06.55 F 21.09 POMPEI 21.39 21.07 22.36 22.45 22.27 PRIORA 22.17S.AGATA 22.47 21.58 21.18C/MARE 21.27 21.37 SORRENTO 21.55 (Piazza 22.14 NAPOLI ERCOLANO VICO S.AGNELLO 05.30 S 10,40 11,30 21.39 22.09 12,20 13,10 21.37 23.06 23.15 22.57 23.17 22.28 14,00 22.47 21.48 6.57 21.57 22.07 09.00 G 22.25 09,00 22.44 07.50 F 6.09 6.28 7.17 6.47 7.06 7.15 14.55 16,40 17,40 22.27 22.39 22.25 23.36 23.45 23.17TORCA23.27 SORRENTO 23.47 22.58 22.36 22.45 22.55 23.12 23.31 11.30 F 07.50 H 6.40 6.53 7.05 7.32 7.15 7.23 7.30 23.28 23.26 23.37 23.45 14.30 F 08.50 G 06.50 F 06.00 F 6.44 F 7.02 7.22 7.52 7.31 7.40 7.50 SORRENTO - NAPOLI e vv. 15.00 G 10.10 F 07.50 H 06.45 F SORRENTO - NAPOLI 7.09 • 7.28 7.47 7.57 8.0615 Europa 8.15 Palace 8.17 0818781501 C/9 (Circum)52 Del Corso 0818073157 D/7 X Vue d Or 0818073153 16.00 F 13.35 F 08.05 F 07.20 S 23.00 - 04,30 (fer.) – 04.50 7.39 F 8.47 7.58 8.17 8.27 8.3616 Flora 8.45 16.30 F D/12 50 FZi Teresa14.00 G 0818784619 0818782520 D/12 32 Del Mare 0818783310 D/4 08.50 F 07.20 NAPOLI - SORRENTO (Circum) 8.11 • 9.03 8.23 8.36 8.46 8.54 9.01 17.30 G 14.35 F 09.15 + D/9 G 08.10 F ▲ Gran Paradiso 0818073700 0818781909 22,40 (diretto) - 22,5033 Eden 8.39 • 9.47 8.58 9.17 9.27 9.36 9.45 18.55 F 15.30 F 09.30 + H 08.45 G 0818784141 G/6 ▲ Eliseo Park s 0818781843 ALBERGHI ★★G 9.09 • 10.17 9.28 9.47 9.57 10.0617 Hilton 10.15 16.15 10.00 + G 09.15 H 18 Tramontano 0818782588 D/6 34 Floriana Park 0818781804 D/12 9.39 • 10.47 9.58 10.17 10.27 10.36 10.45 ALBERGHI ★★★★★ 10.10 F 10.20▲+ FAngelina18.00 F 0818782901 via S. Agata 0818072472 F/3 ▲ Florida 0818783844 • 10.28 0818782933 10.47 10.57 11.0619 Johanna 11.15 Park11.17 ▲ 10.09 Cocumella 0818074030 D/7 11.00 + F 10.5051 + GAstoria ✱ La Solara 0815338000 35 Gardenia 0818772365 C/13 10.39 • 11.47 10.58 11.17 11.27 11.36 11.45 11.30 + G 10.5553 FDesir e (Garn ) 0818781563 C/2 01 Excelsior Vittoria 0818071044 C/8 0818072050 36 Girasole 0818073082 12.15 C/14 F 11.5057 + HLoreley F = FERIALE • Syrene 12.17 11.28 0818781024 11.47 11.57 12.06▲ Majestic 12.15 Palace 06 11.09 Bellevue D/6 0818073187 B/10 Tel. 0818015420 0818781352 13.00 + C/8 H 11.5059 + SSavoia G = GIORNALIERO 12.47 12.17 12.27 12.36▲ Mediterraneo 12.45 37 Il Faro 0818781390 ▲ 11.39 La Pace 11.58 0818074775 0818782511 F/9 www.curreriviaggi.it H = FESTIVO 13.15 F 12.00 H 0818784844 D/10 13.17 12.28 0818784644 12.47 12.57 13.15 X Il Nido 0818782766 22 12.09 Parco•Principi A/13 13.0620 Michelangelo 60 Sorrento City 0818772210 D/9 S = SCOLASTICO 14.00 + D/3 F 12.10 F 12.39 13.47 12.58 13.17 13.27 13.3621 Miramare 13.45 0818072524 C/2 54 La Badia 0818781154 SORRENTO NAPOLI 14.00 F 12.50 + G 13.09 • 13.28 14.17 13.47 13.57 14.06▲ Parco 14.15 del Sole 0818073633 38 La Meridiana 0818073535 C/10 16.15 G 13.00ALBERGHI G STAZIONE AEROPORTO 0818781153 ALBERGHI ★★★★14.06 14.16 14.2423 President ★ 14.33 13.41 • 13.53 14.31 0818782262 F/4 56 La Tonnarella 17.00 + C/2 G 13.3561 + GElios ▲ 14.09 Alpha• 0818781812 C/2 NAPOLI 15.17 14.28 0818782033 14.47 14.57 15.0624 Riviera 15.15 0818072011 B/11 X SORRENTO La Pergola 0818782626 18.00 F 14.05 F 02 14.39 Ambasciatori B/11 62 Linda 0818782916 E/11 15.47 • 14.58 0818782025 15.17 15.27 15.3625 Royal 15.45 AEROPORTO 0818073434 C/10 18.30 + F/8 F 14.20 + S 39STAZIONE Leone 0818782829 03 15.11 Aminta F/2 • 16.03 15.23 0818781821 15.36 15.46 15.5426 Vesuvio 16.01 0818783665 C/10 0818782645 D/1 19.00 + D/1 H 15.05 63 FMara 40 Metropole 0818782123 06,30  08,00 09,00  10,15 • Mura 15.58 0818073523 16.17 16.27 16.36▲ Villa 16.45 04 15.39 Antiche E/8 0818073824 19.15 F 15.2564 + GMignon Garden 16.47 0818781387 Every 20 minutes E/7 07,30  09,00 ▲ Londra 0815329554 10,00  11,15 • Palace 16.28 0818073149 17.17 16.47 16.57 17.0641 Minerva 17.15 ✱ 16.09 Atlantic 0818781650 D/9 15.35 65 GNice 20.00 + F 0818781011 08,30D/3  10,00 4211,00  12,15 Plaza 0818782831 E/8 16.39 17.47 16.58 17.17 17.27 17.36 17.45 05 Bel Air 0818071622 C/3 21.05 F 16.50 + F LINEA A Suites 0818782904 09,00C/11  10,30* 4312,00  13,15 0818782722 D/5 Regina 17.28 0818784522 17.47 18.17 17.57 18.0658 Rota 18.15 17.05 F 07 17.09 Bristol• D/3 M. LUBRENSE 10,30D/3  12,00 4413,00 55 La18.31 Minervetta18.33 0818774455 CAMPINGS & VILLAGGI  14,15 Rivage 0818781873 E/5 17.41 • 17.53 18.06 18.16 18.24 17.30 F 08 Capodimonte 0818784555 E/4 CAPO SORRENTO 12,00  13,30 4514,30  15,45 & 18.20Santa + F Fortunata • 19.17 18.28 0818782955 18.47 18.57 19.06 19.15 Settimo Cielo 0818781012 C/3 META e viceversa ▲ 18.09 Caravel 13,00  14,30 15,30  16,45 0818073579 D/1 18.50Campogaio + G • Int. 18.58 0818072669 19.47 19.17 19.27 19.36ALBERGHI 19.45 ★★★ 46 Tirrenia 0818781336 E/5 09 18.39 Carlton D/8 LINEA 0818781344 B Circolare 14,00  15,30 a/da Torca 16,30  17,45 19.20 + F Nube d Argento • 19.23 0818073330 20.03 19.36 19.46 20.01 47 Tourist 0818782086 0818781076 C/3 SORRENTO (Porto) E/4 + a/da BivioD/11 20.40 F 10 19.11 Central C/13 19.5427 Admiral 15,00  16,30 18,00  19,30 Villaggio Verde 0818073258 19.58 0818782700 20.17 20.47 20.27 20.3628 Ascot 20.45 Nastro Verde. SORRENTO (Stazione)G/10 Villa di Sorrento 0818781068 E/8 0818783032 11 19.39 Cesare Augusto E/9 16,30E/5  18,00 4819,30  20,45 Giardino Esperidi 0818783255 ▲ 20.09 21.17 20.28 0818071621 20.47 20.57 21.0629 Britannia 21.15 LINEA C X Villa Fiorita 0818780003 0818782706 D/2 12 Conca Park F/5 Fermate a: S. Agnello (Piazza Municipio) 20.39 20.58 21.17 21.47 21.27 21.3630 Capri 21.45 SORRENTO (Porto) 0818073063 0818781251 D/10alla Siesta) ✱ Villa Gerardo 13 Continental 0818072608 D/6 Piano (vicino 21.09 21.28 22.17 21.47 21.57 22.06 22.15 Meta (chiesa ORARI IN VIGORE 0818071069 0818073166 D/1 del Lauro) ✱ Villa Igea OSTELLOS. AGNELLO e viceversa ▲ 21.39 Corallo 22.47 21.58 0818073355 22.17 22.27 22.3631 Cavour 22.45 Vico Equense (uff. Curreri a. / Stazione r.) D Circolare D/11 Margherita 0818781381 DAL 16/09 Le Sirene LINEA 0818072925 ▲ Club 0818781127 ▲ Cristina 0818074244 Castellammare di Stabia ▲ (villaVilla Stabia) MARINA0818785568 GRANDE ▲ Solo = Direttissimo - Direct * Ferma anche a Pompei 49 c/o Hotel 14F =De Laferiali Ville- Working days 0818782144 C/11 ✱ Dania 0818073572 Massa (S. Agnello) Villa Vittoria Maria - 09,45 0818781966 AL F/5 31/10/2013

• •

• •

n

SERVIZIO AUTOLINEE

SORRENTO

• = Ferma a Scrajo dal 1/6 al 30/9 + = Solo festivo - Sundays and Bank days

goldentours international E-mail: info@goldentours.it

Sito: www.goldentours.it

HIRE OF DE-LUXE MOTORCOACHES. CAR HIRE WITHOUT DRIVER. HOTEL ACCOMMODATION IN ITALY AND ABROAD. PACKAGE TOURS FOR INDIVIDUALS AND GROUPS. EXCURSIONS - MEETINGS - INFORMATION.

... ED È SUBITO VACANZA

U F T AA F U AV A

80067 SORRENTO VIA DEGLI ARANCI , 25/b TEL. 081 8781042 PBX - FAX 081 8071745

Owing to its geographic position SORRENTO has the privilege of bein one of the most important starting points for excursions throught the Campania Region such as CAPRI - POMPEI - VESUVIUS - CASERTA - NAPLES HERCULANEUM - PAESTUM - AMALFI - RAVELLO and also CASSINO - ROME ONE DAY - ROME WEEK END. Goldentours International, with a wide programme of excursions and over 40 years experience in this field, is your "best choice". "TAILOR-MADE" EXCURSIONS AVAILABLE ON REQUEST fiavet

F/7

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 20 settembre 2013 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano stati, nel frattempo, variazioni di orario.

n

OTTOBRE 2013


30

OTTOBRE 2013

o

SORRENTO - CAPRI 07,15* 08,10 08,30 08,45 08,55 09,15 09,40 09,50 10,45 11,25 11,45 13,30 13,50 14,25 15,45 16,10 16,45 17,45 CAPRI - SORRENTO 07,35** 08,00* 08,55 09,15 09,25 10,20 11,20 11,40 12,10 13,00 13,50 15,15 15,35 15.55 16,05 16,20 17,15 17,45 18,30 SORRENTO - NAPOLI 07,20 08,10 10,00 12,00 14,00 16,25 NAPOLI - SORRENTO 09,00 11,00 13,00 15,05 17,15 18,25 SORRENTO - ISCHIA +09,30 ISCHIA - SORRENTO +17,25

Aut. Trib. NA n. 3104 del 15.04.’82

Editrice Surrentum

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 20 settembre 2013 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano stati, nel frattempo, variazioni di orario.

AZIENDA (C/8) AUTONOMA DI SOGGIORNO E TURISMO

GESCAB - www.gescab.it Tel. 0818071812 - 0815329071

PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA

Viale Montariello, 8 Sorrento www.surrentum.com www.surrentum.net mail: redazione@surrentum.net Direttore Responsabile: Antonino Siniscalchi antonino.siniscalchi@tin.it In Redazione: Luisa Fiorentino e Mariano Russo Hanno collaborato: Nino Cuomo Antonino De Angelis Giuliana Gargiulo Filippo Merola Paolo Scibilia dal Corriere del Mezzogiorno Stefano De Stefano per la Fondazione Sorrento In copertina CAVA DEI TIRRENI Disegno di Teodoro Duclère

* Feriale - Not on sunday - (vC) = via Capri ** Escluso sabato e Domenica Not on Saturday and Sunday + Operativo solo in alcuni giorni Not every day

Pubblicità e Info: Tel. 334 838 5151 mariano@surrentum.net

%

Stampate 12.000 copie Tip. La Sorrentina Tel. 0818785988 gaetano.ercolano@tin.it Distribuzione a cura di TNT Viale Nizza - Sorrento tel. 0818071116 Le collaborazioni alla rivista sono completamente a titolo gratuito

(C/7)

ALISCAFO HYDROFOIL

NAVE VELOCE FAST FERRY

Sorrento - S. Agnello Via L. De Maio, 35 80067 SORRENTO Tel. 081/8074033 Fax 081/8773397 www.sorrentotourism.com

08.30/19.00 dal lunedi al venerdì (Novembre 8,30 - 16,10) Sabato e Domenica: chiuso

ore 7,30 - 20,30

ENOVEMBRE

ore 7,30 - 19,30

Sorrento

0818075311

POMPIERI 0818711222 EMERGENZA MEDICA 118 GUARDIA MEDICA Cappiello Mario Isola Angela Celentano M. Coda F. fisioterapista

0818781439 3395001550 3381215468 3398791804

Sorrento S. Agnello

0815335111 0815332111

Sorrento S. Agnello TAXI Sorrento S. Agnello S. Agata

0818074433 0815332205 0818782204 0818781428 0818780509

Call center

848888777

Via De Maio - Tel. 0818781349

Ufficio Marittimo 0818073071 Soccorso 1530

20/10 - 10/11 - 8/12

Trenitalia

147888088

Sorrento S. Agnello

0818781495 0818781870

9

TURNO FESTIVO FARMACIE - CHEMISTS

29/9 - 27/10 - 17/11 RUSSO (D-11)

Via degli Aranci - Tel. 0818772310

6/10 - 1/11 - 24/11

ALFANI (E-7)

Corso Italia - Tel. 0818781226

13/10 - 3/11 - 1/12 FARFALLA (D-8)

Corso Italia - Tel. 0818781174

29/9 - 27/10 - 17/11 GRUPPO D TOTAL - C.so Italia Sorrento ESSO Sant’Agnello ESSO Piano di Sorrento

6/10 - 1/11 - 24/11 GRUPPO A Q8 - Via Aranci Sorrento AGIP - C.so Italia S. Agnello I.P. - Via dei Platani Piano ESSO - L. Parsano Sorrento

13/10 - 3/11 - 1/12 GRUPPO B ESSO - C.so Italia Meta Q8 - C.so Italia Piano Q8 - Sant’Agnello ESSO - C.so Italia Sorrento TOTAL - Capo di Sorrento

20/10 - 10/11 - 8/12 GRUPPO C AGIP - C.so Italia Sorrento I.P. - C.so Italia S. Agnello ESSO - C.so Italia Piano I.P. Meta

Circolo dei Forestieri

0818073111

08.30am/07.00pm Mon/Fri (November 08,30am - 04,10pm) Saturday and Sunday closed

TURNO FESTIVO CARBURANTI

EOTTOBRE

Sorrento

POLIZIA - POLICE Pronto Intervento 113

0815331111

SORRENTO - CAPRI 07,45 09,25 14,30 CAPRI - SORRENTO 07,00 08,40 13,35

Orari 2013 - Villa Comunale/Porto e vv. Lift to the Beach/Port - Timetable 2013

Sorrento/Meta

LIMONE (E-7)

18,45

CARABINIERI Pronto Intervento 112

CAREMAR - Tel. 0818073077

19,25

NUMERI UTILI USEFULL NUMBERS

via Luigi De Maio, 35 SORRENTO - tel. 0818773263 Entrance on the road going down to the port

C/8

INFERMIERI

MUNICIPIO - TOWN HALL VIGILI URBANI

AEROPORTO - AIRPORT PORTO - HARBOUR

FERROVIE - RAILWAYS POST OFFICE

Viaggiare Informati 1518

ORARIO S. MESSE HOLY MASS TIMETABLE S. Francesco 8.30 -11.30 ENGLISH MASS (July-August) 6.30 p.m. (Vigil Mass) Saturday Sunday 10,00 a.m. - 6.30 p.m. S. Antonino 8.00 - 10.00 - 11.30 Cattedrale 8.30 - 11.00 -12.15 - 18.00 Santuario della Madonna del Carmine 9.30 - 10.45 - 11.45 - 18.00 SS. Rosario 8.45 Annunziata 9.45 Chiesa dei Servi di Maria 9.30 9.00-11.00-18.00 N.S. di Lourdes 7.00 - 9.00 - 18.00 S. Lucia S. M. delle Grazie 7.30

Chiesa Evangelica Evangelical Church

Via Fuoro, 77 - Sorrento DOMENICA/SUN 10.30 MERCOLEDI/WED 19.00


Vizi

Shipping

Sfizi

Hotel Free Delivery

&

Free Tasting

Foto e Grafica: Virtual Trends s.r.l. - Sorrento

BELGARBO

Wine Shop Typical Italian Products Souvenirs

www.vizisfizi.com Sorrento, Via Fuoro 22 | info@vizisfizi.com | (+39) 081 8773854

E/7


24 32

OTTOBRE APRILE 2012 2013


Surrentum - Ottobre 2013