Page 1

PY CO GIO EE G FR MA O

SETTEMBRE 2013

PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA - Anno XXXII

Foto di Rino di Noto

Editrice SURRENTUM sas

N. 8 SETTEMBRE 2013

Dir. Resp. Antonino Siniscalchi - Aut. Trib. Napoli n. 3104 del 15/4/1982 - Stampa La Sorrentina

www.surrentum.com www.surrentum.net

1


2

SETTEMBRE 2013

Giuseppe Cuomo, Sindaco / the Major

BENVENUTI - WELCOME cattura i turisti, dove si usa fare shopping o sedere ai tavoli dei bar o dei tanti ristoranti di prim’ordine, dove si visitano le antiche chiese, gli androni di palazzi nobiliari o i musei. Per i turisti Sorrento è una continua emozione, una suggestione che prende tutti e che trasporta in un mondo da sogno. Da sempre Sorrento è il paese dell’amore e degli innamorati! Benvenuti a Sorrento, ma soprattutto “Torna(te) a Surriento”

C

ome Sindaco di questa terra dove storia e mito si fondono, dove le bellezze della natura fanno una cosa sola con le opere dell’uomo, dove è più che secolare la cultura dell’accoglienza, mi piace dare un caloroso benvenuto agli ospiti di questa città che non ha eguali al mondo. In questi mesi estivi è stato predisposto per gli ospiti di Sorrento un nutrito cartellone di eventi che, spero, incontreranno il gradimento di tutti: mostre d’arte, musica classica, leggera e jazz ecc. Sorrento è anche mare con la sua costa segnata da spiagge e spiaggette, è anche colline con il loro antico reticolo di stradine che le collegano alla città. Ma è il centro cittadino che

A

s the Mayor of this corner of the world where history and legend are intermingled, where beauty and nature become one with masterpieces created by man, where opening our doors to visitors is a centuries-old tradition, I would like to bid all our guests a very warm welcome to this town without equal. For the summer months a rich calendar of events has been prepared for Sorrento’s guests which I will hope will be enjoyed by all: classical, light and jazz music, and art exhibitions etc. Sorrento is also its waters and coast dotted with beaches and coves, and its hills with their age-old network of winding lanes linking to the town. But it is the town centre that captures the hearts of tourists - browsing the shops or sitting at the tables in the bars or first class restaurants, or where the old churches, the grand entrances of noble palazzi and museums are all there to be explored. For the tourists, Sorrento is one never-ending emotion, enchantment that ably entices you into its magical world of dreams. No mere chance that Sorrento has always represented both love and those in love. Welcome to Sorrento, but more than this “Come back to Surriento”»

Torna a Surrient o


SETTEMBRE 2013

Fondazione Sorrento

DAL 14 GIUGNO AL 29 SETTEMBRE

THE DALÍ UNIVERSE SORRENTO Villa Fiorentino vi dà il benve-

nuto in The Dalí Universe. Il nucleo della mostra è la scultura in bronzo, a cui si accompagna un numero straordinario di disegni, tratti dai libri illustrati, che ornano le pareti. Divisa su tre livelli, la Collezione mette in luce i vari materiali utilizzati da Dalí, nonché alcuni dei temi e simboli che egli prediligeva. Prendete il vostro tempo, per quanto fugace, e godetevi l’esposizione... La mostra inizia con le sculture in bronzo e una serie di fotografie in bianco e nero di Dalí. Il piccolo Cigno Elefante incarna il fascino di Dalí con dualismo e trasformazioni fantastiche: se capovolto, l’elefante diventa un cigno, il suo tronco assume l’aspetto del collo lungo e le orecchie delle ali. Passando alla seconda sala, la scultura Adamo ed Eva riproduce il momento in cui Eva offre ad Adamo il frutto proibito. Giustamente, il giardino sullo sfondo ricorda il giardino dell’Eden. Salendo al primo piano, si possono ammirare delicate sculture di vetro variopinto, alla cui creazione Dalí collaborò con la cristalleria francese “Daum” e molte delle quali furono ispirate da oggetti portati a riva dalle onde e trovati sulla spiaggia. In una splendida cornice femminile con pareti rosa, la Donna

in Fiamme è ricca di simbolismo daliniano. I cassetti denotano la sensualità nascosta delle donne, i misteri del corpo femminile. La gruccia, spesso utilizzata da Dalí, rappresenta autorità, stabilità e potere sessuale. Attraverso la finestra, ammiriamo l’Elefante Spaziale, una delle immagini più famose di Dalí, che gioca con le leggi della natura e sfida la gravità presentando una creatura incredibile con un corpo immenso sostenuto in assenza di peso su gambe assurdamente lunghe e sottili. Continuando nella sala successiva, troviamo sculture che riproducono l’icona più simbolica di Dalí, l’orologio molle. Libero dalla razionalità del mondo espressa dal ticchettio, che viaggia implacabilmente a 60 secondi al minuto, il tempo per Dalí non era rigido, ma formava un tutt’uno con lo spazio… fluido. Nell’opera di Dalí, gli orologi molli rappresentano la fugacità del tempo, lo sfiorire della bellezza, la giovinezza che svanisce e l’inevitabile mortalità. Dalí amava modificare i materiali, spesso conferendo loro significati eccentrici. Lungo il corridoio, ammiriamo oggetti dorati che utilizzano le monete come punto di partenza della fantasia, diventando, in un caso, una croce, in un altro il pistillo di un fiore. Le monete sono trasformate in

pendenti e vari animali. Il nostro viaggio nell’universo di Dalí prosegue al piano superiore dove sono esposti altri libri illustrati. Dalí rende omaggio a Sir Isaac Newton e alla sua scoperta della legge di gravità. I buchi nel Newton Surrealista implicano che dopo questa scoperta rivoluzionaria, Newton sia stato strappato alla sua individualità, diventando soltanto un “nome”. Dalí aveva rapporti ambivalenti con la Chiesa, derivanti da un padre ateo e da una madre devota cattolica. Nella sala più

piccola, troviamo La Bibbia, uno dei capolavori indiscussi di Dalí, un’opera epica di 105 disegni, (7 esposti qui) che Dalí impiegò sei anni a completare. Nell’ultima sala surreale, le lampade sono costruite con grucce e i mobili con braccia sensuali e piedi delicati, le cui forme geometriche contorte e oniriche caratterizzano la stravaganza di Dalí. La mostra non termina qui. Sculture monumentali sono esposte in Piazza Tasso, Piazza Lauro, Piazza S. Antonino e Piazza Veniero.

FOTO DI ANTONINO FATTORUSSO - ARCHIVIO FONDAZIONE SORRENTO

4

Le opere degli allievi della sezione ArteDesignE/5del


SETTEMBRE 2013

5

Fondazione Sorrento

UNTIL SEPTEMBER 29th

V

illa Fiorentino welcomes you to The Dalí Universe. The exhibition focuses on bronze sculpture and a staggering number of graphics from illustrated books which adorn the walls. Divided on three floors, the Collection brings to light the different materials Dalí utilized, and some of his preferred themes and symbols. Take your time, fleeting though it may be, and enjoy the exhibition... The exhibition begins with bronze sculptures and an assortment of black and white photographs of Dalí. The small Swan Elephant embodies Dalí’s fascination with duality and fantastic transformation. When inverted, the elephant becomes a swan; its trunk becoming a long neck, and its ears, wings. Moving onto the second room, the sculpture Adam & Eve captures the moment Eve offers Adam the forbidden fruit. Appropriately, the garden in the background reminds us of the Garden of Eden. Upstairs, on the first floor there are colourful, exquisite glass sculptures. Dalí collaborated with the French crystal-making company ‘Daum’ to create these. Many of them were inspired by objects he found washed up on the beach. In a beautifully feminine setting with pink floors, the sculpture Woman Aflame is rich in Dalínian symbolism. The drawers denote the hidden sen-

t

e

r

r

suality of women, the mysteries of a woman’s body. The crutch, frequently used by Dalí, represents authority, stability and sexual power. Through the window, we see the Space Elephant, one of Dalí’s most famous images. Dalí plays with the laws of nature and defies gravity presenting an incredible creature with an immense body supported weightlessly on impossibly thin, long legs. Continuing to the next room, we see sculptures featuring Dalí’s most iconic symbol; the melting clock. Unrestrained by the tick-tock rationality of the world, which moves at a relentless 60 seconds per minute, time, for Dalí was not rigid; it is one with space…fluid. In Dalí’s work, soft clocks represent fleeting time, fading beauty, vanishing youth and unavoidable mortality. Dalí loved modifying materials, often giving them whimsical meanings. Across the corridor, we see golden objects which use gold coins as their point of fantasy departure; in one case becoming a cross, in another, the heart of a flower. Coins are fashioned into pendants and creative animals. Our journey into the Dalí Universe continues upstairs where more illustrated books are displayed. Dalí pays homage to Sir Isaac Newton and his discovery of gravity. The holes in the Surrealist Newton imply that after his

a

z

z

a

b o s q ue t ______________________________________

s e a f r o n t

r e s t a u r a n t

Refined Mediterranean Cuisine M AGNIFICENT

VIEW OF THE

B AY

OF

N APLES

Bookings Tel. 081 877 7836 - 081 877 7111 Piazza Tasso 34, Sorrento D/9 Terrazza Bosquet at the Grand Hotel Excelsior Vittoria

FOTO DI ANTONINO FATTORUSSO - ARCHIVIO FONDAZIONE SORRENTO

THE DALÍ UNIVERSE SORRENTO

revolutionary discovery, Newton has been stripped of his individuality, becoming merely a ‘name’. Dalí had ambivalent relations with the Church; a result of having an atheist father and a devoutly Catholic mother. In the smaller room, The Bible is one of Dalí’s undisputed masterpieces. An epic work of 105 graphics, (6 displayed here) it took Dalí six years to complete. In our

final surreal room, lamps are constructed of crutches and furniture with sensuous arms and delicate feet. Their twisted and dreamy geometric forms are characteristic of Dalí extravaganza. The exhibition does not end here. Monumental sculptures are placed in Piazza Tasso, Piazza Lauro, Piazza Antonino and Piazza Veniero.


6

SETTEMBRE 2013

PERSONAGGI

MANUEL DE SICA O

spite della rassegna “ Sorrento gentile”, senza freni e senza remore, ha raccontato del libro, appena uscito, “Di figlio in padre”, e di tutta la sua storia. Compositore, autore di musica sinfonica e da camera, conosciuto dal grande pubblico per aver sfiorato appena ventenne l’Oscar con le musiche de “Il giardino dei Finzi Contini” con la regia di suo padre Vittorio De Sica , Manuel De Sica, vincitore di più premi ed autore di musiche eseguite da grandi interpreti nonchè diretta da autorevoli direttori, è alla vigilia di un nuovo lavoro discografico. Schivo, restio quanto suo padre era estroverso e vanitoso, si racconta e racconta , in un libro che è un viaggio nella storia e nelle storie del cinema italiano e internazionale. Nel corso del lungo incontro, così come nel libro, ha messo a nudo se stesso e quanto ha vissuto nel percorso professionale e familiare con le difficoltà dell’infanzia, la vita accanto ad un padre famoso,osannato regista vincitore di quattro Oscar-, senza pudore e con un dichiarato cinismo. Che, in qualche modo, considera essere stato un aiuto ad essere come è.

A che punto è il tuo lavoro La vita dove sta andando? La prima cosa che voglio dirti è che mi sto occupando del restauro di “Umberto D”, un film di mio padre considerato un capolavoro, che vorrei portare a Cannes, dove fu presentato nel 1952 senza avere alcun riconoscimento, anzi fu anche criticato. TRuffaut lo definì addirittura lacrimevole!!! A quaranta anni dalla morte di mio padre, vorrei che “Umberto D” avesse una meritata attenzione. A differenza di “Ladri di biciclette” e di” Sciuscià”, vincitori di tanti premi, anche l’Oscar, “Umberto D” non ha avuto quanto meritava. In qualità di Presidente degli “Amici di Vittorio De Sica”, continuando

un percorso iniziato una decina di anni fa, vorrei anche presentarlo restaurato a Napoli per continuare un lavoro affrontato con tanti altri film di mio padre. Allontanandoci da quanto fai per la filmografia di tuo padre, un tuo desiderio qual è? Forse si realizzerà nel tempo: vorrei fare un musical. Già in passato gli americani erano interessati al progetto e mi avevano proposto di scrivere le musiche per un musical tratto dal film “Miracolo a Milano”. Oggi più che mai, evitando i diritti d’autore del film, potremmo farlo, allacciandoci al libro di Zavattini “Totò il buono” dal quale il film è tratto. Sei ambizioso? Se per ambizione si intende la voglia di migliorare, allora si, sono ambizioso. La mia vera ambizione è la sfida di mettermi in gioco. Ho un’ambizione artistica di trovare sempre una nuova strada…

FOTO DI ANTONINO FATTORUSSO

E’ per questo che in aggiunta al tuo lavoro di compositore e musicista ti sei messo anche a scrivere? Prima di pubblicare “Di padre in figlio” ho scritto due libri di racconti: “Il mio diavolo custode” e” La visita notturna”. Dopo la biografia di papà, appena uscita, che ha avuto un buon successo, sto per scriverne un altro. Sai cos’è la paura? L’hai mai vissuta? La paura è qualcosa di molto presente nella mia vita. Soltanto il fatto che mi piaccia

D/7

VIA SAN CESAREO 36/38 · SORRENTO (NA) · TEL. 081 8781289


SETTEMBRE 2013

Hai mai sofferto di solitudine? Ho sofferto del vuoto. La solitudine è una dimensione anche necessaria alla crescita e alla conoscenza, soprattutto nel mio lavoro di musicista. Quante volte mi sono rinchiuso in campagna per scrivere musica. Invece la solitudine interiore, come vuoto, è panico, è baratro. Pensi di essere forte? Malgrado tutto, nonostante interrogativi e incertezze, alla fine credo di essere una persona forte. Però nonostante abbia una certa dose di ansia... Ma dentro di me sono un ottimista fiducioso. Questa maniera di essere è cresciuta con il passare degli anni. Mi ha aiutato il cinismo! C’è qualcosa che ti ha fatto veramente piacere? Essere diventato nonno di maria De Sica, figlia del mio unico figlio Andrea.

Figlio di Vittorio de Sica, regista e attore, e di Maria Mercader, attrice, quindi nato e cresciuto nel cinema, che cos’è realmente il cinema per te? Fin da quando ero bambino è stata la mia passione principale. Di indole sono molto assennato e non mi piace osare. Mi hanno proposto più volte di scrivere una storia per il cinema ma non sempre mi sono ritenuto adeguato. Sono sempre molto attento alla qualità delle cose e non mi faccio travolgere dagli elogi e da altre chimere. A questo proposito fermai anche mio fratello Christian, che avrebbe voluto girare “La porta del cielo”, un progetto non realizzato da papà. Gli dissi di non parodiare papà. Io sono cauto e attento e non poche volte mi sono scontrato con papà che amava l’ipocrisia e l’adulazione.

parte la prima moglie Giuditta Rissone e la figlia Emy e dall’altra mia madre Maria Mercader e io e Christian. Sempre diviso tra l’una e l’altra situazione, una sera dormiva in una casa e la sera dopo nell’altra. Era un po’ come Bunuel, trasgressivo nell’arte e nella vita pieno di problemi. Qual è l’ultimo ricordo che ha di suo padre? Quando il male concesse a mio padre solo un mese di vita, mi

disse con voce roca:” Mi portano in clinica! Io devo lavorà… devo lavorà…”. Mio fratello Christian si precipitò da Roma al suo capezzale, assistendo al tragico ma quieto decesso, vestendolo e trasferendolo nella sala mortuaria. Io e mia sorella Emy tardammo. Quando arrivammo all’alba di quel 13 novembre si era già spento. Lo devo confessare, non ebbi il coraggio di vederlo morto.

Giuliana Gargiulo

FOTO DI ANTONINO FATTORUSSO

Hitchcoock e che “La donna che visse due volte” , mio film preferito, parli della crudeltà del fato, la dice lunga!.

Se vuoi raccontarmi di papà, com’era nell’intimità della famiglia? Papà era un anticonformista totale, anche se nella vita quotidiana, come tutti sanno, era diviso tra due famiglie: da una

LA PERGOLA aperto a pranzo e a cena - open for lunch and dinner Godetevi il panorama del Golfo di Napoli dalle favolose terrazze del Bellevue Syrene gustando le specialità della nostra Cucina. Saremo lieti di offrirvi l’aperitivo.

7

Enjoy the unique view of the Bay of Naples from the fabulous terraces of the Hotel Bellevue Syrene, while savouring the specialities of our Cuisine. We will be glad to offer you an aperitif.

Piazza della Vittoria, 5 - 80067 SORRENTO - tel. 081 8781024 - 081 8781604

C/7


SETTEMBRE 2013

IN DISTRIBUZIONE

L’AGENDA SORRENTINA 2014

PRESENTATO IL NUOVO LIBRO

LA CHIESA E LA CONFRATERNITA DEI SERVI DI MARIA D

Fedele all’appuntamento di fine agosto della rassegna “Sorrento gentile”, l’Associazione Studi Storici Sorrentini, con la collaborazione della Nicola Longobardi Editore, ha presentato, per l’ottavo anno, l’Agenda della Penisola Sorrentina 2014. L’Agenda presentata al Chiostro di S. Francesco, è un dono che dura un intero anno, il 2014, anno particolare perché vedrà la celebrazione del 470° anniversario della nascita di Torquato Tasso. La novità di quest’anno è che i testi dell’Agenda sono in doppia lingua, in italiano ed in inglese. Il che sarà occasione per farne omaggio ai visitatori stranieri di Sorrento e fare aumentare l’amore e la curiosità di visita del comprensorio sorrentino da Vico Equense a Massa Lubrense..

Nino Cuomo

omenica 11 agosto, alle ore 20.30, nella chiesa dei Servi di Maria, in via Antonino Sersale, è stata presentata la seconda edizione del volume La Venerabile Confraternita Sorrentina dei Servi di Maria di Pasquale Ferraiuolo, dedicata alla memoria di mons. don Gabriele Russo che per quasi trent’anni è stato il padre spirituale della Congrega. Nella sua presentazione il prof. Vincenzo Russo, dopo aver ricordato il ruolo svolto dall’autore nella realtà cattolica locale e nel campo della ricerca delle memorie storiche della Chiesa sorrentina, ha brevemente illustrato le parti principali del libro che sono costituite dalla storia del Sodalizio, scritta da Ferraiuolo, e da due studi di Immacolata Aiello e di Eleonora Merolla (presentati questa volta in forma sintetica, ma pubblicati integralmente nella prima edizione) che riguardano, rispettivamente, la figura e l’opera di Carlo Amalfi, autore, tra il 1780 e il 1787, delle dieci tele che adornano l’altare e le pareti della chiesa, e il patrimonio di argenti ed arredi sacri custodito nei locali del complesso religioso. Il relatore ha poi parlato dei meriti della Confraternita che, nella sua storia di quasi tre secoli, non ha solo impedito la dispersione di dipinti, mobili,

dalla Redazione nerale) le condizioni più favorevoli per un’elevazione dello spirito e per una sua apertura al divino.

libri e documenti appartenuti a chiese distrutte o a monasteri soppressi della città, ma ha anche svolto un encomiabile lavoro di conservazione, tutela e valorizzazione di quanto è stato acquistato nel corso degli anni. Un impegno sostenuto con devozione e grande sensibilità culturale, nella convinzione che la bellezza delle tradizioni, delle opere, dei simboli e degli arredi, che sono “carichi di spiritualità e di storia”, creino per il cristiano (e per l’uomo in ge-

FOTOSPORT - MICHELE GARGIULO

8


SETTEMBRE 2013

9

dalla Redazione

ONORE AL MERITO

ILLUSTRI SORRENTINI da un manoscritto a firma Manfredi Fasulo (Prima parte) Nel millennio 930 - 1930, molti figli della gentile Sorrento onorarono la loro Patria con le creazioni della mente, con le opere dell’ingegno ne le belle arti, con fondazioni di Istituti di beneficenza, col valore delle armi, con grandi eminenti nel clero e nella magistratura. Tra i nati a Sorrento o appartenenti a famiglie cittadine, specialmente di quelle nobili ascritte ai Seggi di Porta e Dominova, si ricordano ben 6 Cardinali, 12 Arcivescovi, 30 Vescovi, 13 Abati, 120 Ufficiali della Marina e dell’Esercito (tra essi 5 Ammiragli e 7 Marescialli di Campo) più 65 Governatori di Provincia, 30 Letterati, 17 Magistrati, 40 Giureconsulti, 10 Fondatori di Opere Pie, 20 artisti pittori, intagliatori ed ebanisti tra i più rinomati. A questi devonsi aggiungere le persone resesi notabili, nate in Meta, Piano e Santagnello (attuali sezioni del Comune di Sorrento). Volendosi ricordare i più celebri tra gli illustri divisi per classi, accenniamo ai seguenti I - LETTERATI Di Torquato Tasso, il Grande Sorrentino, l’epico autore dei poemi “Rinaldo” “Gerusalemme Liberata” e “Conquistata” (ed altre minori) delle “Rime” delle “Lettere” ecc. Devesi nel 1935, pubblicate

D/7

da Treves e Paravia dove importanti vite scritte dai Prof. A. Capuani e Luigi Tonelli, che trovansi nella Biblioteca Nazionale di Napoli. 1. Bernardino Rota, poeta egregio nato in Napoli (1570) ma ascritto al Seggio di Porta di Sorrento. 2. Giovan Battista Correale ed Antonino Guardati (1577) 3. Antonino Sersale, nipote del Tasso (1601) 4. Cesare Molignano, autore della “Descrizione di Sorrento” (1607) 5. Clemente Galano, Teatino. Compose la Grammatica Armena ed altre opere (164556) 6. G. Battista Teodoro (1661) e Zaccaria Sersale (1670) 7. Vincenzo Donnorso, scrittore delle “Memorie storiche di Sorrento” 81740) 8. Casimiro Correale, Abate di Monte Cassino, scrisse ivi i 99 volumi della “Lexicografia ebreo - caldea - biblica” (1761) 9. Onofrio Gargiulli, Professore nella R. Università ed autore del poema “Le Sirene” ed altre opere (1814) 10. Mario Parente, Parroco. Traduttore della Gerusalemme Liberata in versi latini (1831) 11. Gaetano Sersale, scrittore della vita di Sant’Antonino ed altri libri (1847) 12. Francesco Maria Correale, autore dell’opera “Religione e Civiltà” (1866) 13. Bonaventura da Sorrento (Vescovo di San Severo) autore di molte pubblicazioni, tra le quali: “Sorrento Sacra ed Illustre”, nel 1877. Morto nel 1904.

II - ECCLESIASTICI Notevoli i Cardinali: Landolfo (1333) e Marino Vulcano (1376), Niccolò Acciapaccia (1439), Gregorio Cortese (1542), Anselmo Marzati (1605) ed Antonino Sersale, Arcivescovo di Napoli (1775). Arcivescovi: Pietro Sersale, Napoli (1217), Giovanni Mastrogiudice, Sorrento (1278), Roberto Acciapaccia, Sorrento (1352), Roberto Brancia, Sorrento (1400), Corrado Capece, Benevento (1469) Domizio Falangola, Sorrento (1481), Diego Sersale, Bari (1628), Scipione Sersale, Sora (1736) Demetrio Falangola Telese (1736) Raffaele Purpo, Pozzuoli (1845). (continua)

E/7


10

SETTEMBRE 2013

dalla Redazione

A SANT’AGATA SUI DUE GOLFI

XIII EDIZIONE DEL PREMIO DI GIACOMO. PREMIATI TULLIO DE PISCOPO E NINO CUOMO M

artedì, 3 settembre si celebrerà la tredicesima edizione del Premio “Salvatore Di Giacomo” che la Pro Loco dei Due Golfi, di Sant’Agata, indice ogni anno, a chiusura della stagione estiva, per ricordare il suo più grande ospite che era solito passarvi il periodo estivo trovando riposo ed ispirazione, godendo dell’amicizia di un altro personaggio storico di San’Agata, il mitico Don Alfonso, creatore dei “cannelloni sorrentini” immortalati dai versi di Silvio Salvatore Gargiulo, Saltovar. Ed il nipote omonimo, uno dei primi cuochi a livello mondiale, titolare del ristorante pluristellato che ha indicato la strada agli altri che lo hanno seguito e costituiscono una delle più belle corone del turismo sorrentino. Ogni anno che avanza diventa più difficile la scelta, essendo quest’ultima indirizzata a personaggi che possano trovare sostegno in una delle attività nelle quali il grande napoletano ha lasciato la sua memoria: storia e poesia, canto e giornalismo. Nella storia di questo premio sono stati inseriti Antonio Ghirelli e Max Vajro (giornalisti), Renzo Arbore ed il tenore Bru-

no Venturini, Maria Orsini Natale, scrittrice (frequentatrice di Alfonso Iaccarino ed autrice di un’eccezionale pubblicazione sul “Don Alfonso”). L’anno scorso la scelta dell’apposita commissione cadde su due personaggi del mondo canoro e dell’informazione nazionale, Antonello Rondi e Paola Saluzzi, entrambi legati alla Penisola Sorrentina. La Saluzzi ancora una volta, quest’anno, ha brillantemente presentato la serata alla Marina Grande di Sorrento, “Una notte per Caruso”. Quest’anno la scelta è stata particolare, perché sono stati scelti uno dei più grandi musicisti, in musica jazz, amico di Sorrento, che ne è stato personaggio graditissimo, da oltre un ventennio, Tullio De Piscopo, eccezionale percussionista e l’avv. Nino Cuomo, giornalista e cultore di storia della Penisola Sorrentina. De Piscopo è un artista di valore internazionale legato alla Penisola Sorrentina da oltre un trentennio, autore anche di colonne sonore di film (tra cui due con regista Pasquale Squitieri). I suoi rapporti con Sorrento iniziarono nel 1980 con una prestazione al Chiostro di S. Francesco con Severino

Circolo dei Forestieri

Gazzelloni per l’Estate Musicale Sorrentina; seguirono con la Band di Pino Daniele al Campo Italia (1981), con la partecipazione agli “Incontri di Jazz” al Sorrento Palace (1984), con l’unica prestazione sorrentina per i disabili al parcheggio Correale (in costruzione) nell’estate 1986 ed il 21 dicembre alla Sala delle Sirene al Sorrento Palace. Di anno in anno non sono trascorsi estate o inverno che Tullio De Piscopo (anche per i suoi rapporti personali con Antonino Esposito, organizzatore di manifestazioni musicali, specie jazzistiche) non facesse segnare la sua presenza a Sorrento, entrando a far parte – anche per i suoi rapporti di amicizia con molti sorrentini – della vita musicale di Sorrento, dandole prestigio per la sua fama internazionale sempre in aumento.

Nel 2000 nasce il Sorrento Jazz Festival e nel 2005 gli viene assegnato il premio Surrentum Eventi (l’anno successivo assegnato anche a Nino Cuomo – quale promotore della cultura Jazz a Sorrento – e della stessa manifestazione viene nominato prima Presidente Onorario e poi Direttore Artistico, portando la manifestazione a livelli di grande prestigio. E’ altresì Presidente Onorario dell’Associazione “Gino e Michele Stinga” per la quale organizza e dirige il “Michele Stinga Tribute”. Dopo i grandi successi al Parco Ibsen negli anni 2009 e 2010, i Lions Penisola Sorrentina gli assegnarono il Premio “Sorrento nel mondo”. Il conferimento del Premio “Salvatore Di Giacomo” è un ulteriore giusto e meritato riconoscimento, oltre che al valore dell’artista, anche ai suoi rapporti con la Penisola Sorrentina. L’altro premiato, per questa XIII edizione del Premio della Pro Loco di S.Agata sui Due Golfi, l’avv. Nino Cuomo, non avrebbe bisogno di illustrazione, essendo anche collaboratore di questa rivista. E’ noto il suo amore per Sorrento, come è nota la passione con cui cura gli eventi e opera le ricerche storiche interessanti la Penisola Sorrentina. Collaboratore da decenni di diverse testate giornalistiche, fondatore e direttore dal 1952 al 1955 del quindicinale “Sorrento, la Penisola del sole” (edito da questa tipografia) e che 32 anni fa, da Sindaco di Sorrento, ha tenuto a battesimo la rivista “Surrentum”. Ha inoltre pubblicato diverse decine di libri di storia sorrentina.

via Luigi De Maio, 35 SORRENTO - tel. 0818773263 Entrance on the road going down to the port

anche per piccoli eventi

C/9


SETTEMBRE 2013

11

dalla Redazione

APPUNTAMENTI CON L’ARTE

CHIOSTRO DEL CARMINE SORRENTO

DAL 2 AL 12 SETTEMBRE

MOSTRA DI

NELLO CARUSO

NEL CHIOSTRO DEL CONSERVATORIO DI S. M. DELLE GRAZIE A SORRENTO DAL 18 AGOSTO ALL’11 SETTEMBRE

LELLO BAVENNI (C/7)

Orari 2013 - Villa Comunale/Porto e vv. Lift to the Beach/Port - Timetable 2013

ESETTEMBRE

ore 7,30 - 22,30

EOTTOBRE

ore 7,30 - 20,30

E/7

Un sogno di bellezza sostenuto dalla bravura compositiva si respira a costa delle opere di Nello Caruso eppure, nella sua convinzione di incisore intento alla verosimiglianza, noi siamo contemporaneamente indotti ad un viaggio che ci vede armati di umana fragilità alla ricerca di una felicità senza tempo. (Mercogliano)


12

SETTEMBRE 2013


SETTEMBRE 2013

Annarita Siniscalchi

A VILLA FONDI DI PIANO DI SORRENTO L’Associazione Bere Consapevole

con il Patrocinio di: Città di PIANO DI SORRENTO A.I.B.E.S. Associazione Italiana Barmen E Sostenitori PRO LOCO Città di PIANO DI SORRENTO presenta

BARMEN IN PASSERELLA 2013 VI EDIZIONE “PREMIO ANNA GIORDANO” V EDIZIONE CONCORSO “INTAGLIO DI FRUTTA E VEGETALI” S

ale l’attesa per la finale della VI edizione di “Barmen in Passerella - Premio Anna Giordano”: la tradizionale kermesse di fine estate, ideata dal presidente dell’associazione “Bere Consapevole” Luigi Gargiulo in collaborazione con Alfonso Lazzazzera, la famiglia Giordano ed i barmen della penisola sorrentina, si terrà mercoledì 4 settembre a Piano di Sorrento, nella suggestiva cornice di villa Fondi (inizio alle ore 18). I barmen si cimenteranno in diversi tipi di prove. Nella gara di “Cocktail Free”, infatti, dovranno presentare bevande frutto esclusivo della loro fantasia e del loro estro; nella categoria “Intaglio Di Frutta e Verdura”, invece, i maestri intagliatori dell’Aibes

13

i giovani. Ospite d’onore sarà il capo-barman Ettore Diana, che per l’occasione preparerà il cocktail “Esse Emme” con cui si è laureato campione del mondo nella categoria “Fancy” ai recenti mondiali di Pechino. All’evento prenderanno parte anche il sindaco di Piano di Sorrento, prof. Giovanni Ruggiero, ed il dott. Carlo Pepe, funzionario comunale con delega allo Spettacolo ed alla Cultura, che hanno accolto con enorme entusiasmo la sesta edizione di una kermesse divenuta, nel corso degli anni, un appuntamento irrinunciabile nel panorama degli eventi estivi in penisola sorrentina. Previsti, infine, gli interventi di Andrea Giacinto Pieri, presidente nazionale A.I.B.E.S.; Pietro Attolico, presidente nazionale A.I.B.E.S

Promotion; Giovanni Di Somma, vicepresidente nazionale A.I.B.E.S.; Tommaso Mascolo e Raffaele Pepe, consiglieri nazionali A.I.B.E.S; Anna Di Sandro, fiduciaria A.I.B.E.S. Campania. Non mancherà “Dimmi di sì: il matrimonio che vorrei”, lo spazio dedicato alle tendenze del wedding planning per il 2014 e curato da “Matrimoni Speciali Group”.                              L’edizione 2013 del concorso, come di consueto, sarà l’occasione per ricordare Anna Giordano, moglie di Nino Giordano, fiduciario A.I.B.E.S. della sezione Campania dal 1981 al 2002. Per ulteriori curiosità e aggiornamenti, vi rimandiamo al sito ufficiale della manifestazione:  barmeninpasserella.com

saranno chiamati a realizzare scenografiche sculture di frutta e verdura sviluppando un tema liberamente scelto, oltre che a soddisfare la richiesta di quattro differenti decorazioni: una “al bicchiere”, un’altra “al piatto”, un’altra ancora “per dessert” ed  una, infine,  “da buffet”  (il tutto in un tempo massimo di 120 minuti). Sarà poi il pubblico della costiera a decretare il trionfatore dell’edizione 2013 della kermesse. Nel corso della serata, presentata da   Peppe Locria con partecipazione della barlady Paola Montanari, i barmen Alessandro Mas e Luigi Sgaglione, già campioni regionali e nazionali, si lanceranno in una performance di flair, disciplina che tanto appassiona

CELEBRATING 60 YEARS

COME AND VISIT US TO DISCOVER OUR SPECIAL ANNIVERSARY OFFERS MICE

EXCURSIONS &TRANSFERS

GROUP TRAVEL

FIT& WEDDINGS

TOP FIVE - MORE REQUESTED EXCURSIONS CAPRI & ANACAPRI - POMPEI & VESUVIUS - AMALFI COAST DRIVE POMPEI HALF DAY - HERCULANEUM HALF DAY 100% GUARANTEED DEPARTURES BEST DEAL AND SERVICE IN TOWN CITY CENTER SALES POINT:

(D/7) VIA PADRE REGINALDO GIULIANI, 46 - 80067 SORRENTO (NA) - TEL.: +39(0)81 807 0225 www.avitravel.com | e-mail: gasdea@avitravel.com

INCOMING TOUR OPERATOR

BOAT EXCURSIONS TO CAPRI AND AMALFI COAST ISCHIA & PROCIDA MINICRUISES FISHING SNORKELING DIVING AND HIKING TOURS WINE & FOOD TOURS COOKING CLASSES TARANTELLA & MUSICAL SHOW HELISERVICE TRANSFERS TO ALL DESTINATIONS BY CAR, MINIVAN AND BUS TAILOMADE TOURS GROUP DISCOUNT


14

SETTEMBRE 2013

Paolo Scibilia

AL VIA LA PRIMA EDIZIONE

CONCERTI DI AUTUNNO Concerti al Tramonto L

a “S.C.S. Società di Concerti di Sorrento” e “A.Gi.Mus.” in collaborazione con la Città di Sorrento e l’Azienda Autonoma Turismo Sorrento - S. Agnello, ha programmato la I edizione dei “Concerti d’ Autunno” Concerti al Tramonto, rassegna di musica classica che si svolgeranno a Sorrento tutti i sabato, da settembre a dicembre. Il direttore artistico della rassegna così ha commentato: “L’iniziativa arricchisce ulteriormente il programma artistico e culturale della Città. Promuovere a Sorrento la musica classica, e non solo, con una serie di interventi nel corso dell’intero anno, con la proposizione di un repertorio ampio e variegato e con una

CITTA’ DI SORRENTO Azienda Autonoma Turismo Sorrento – S. Agnello A.Gi.Mus S.C-.S. Società dei Concerti di Sorrento

formula facilmente accessibile ai più, contribuisce ad avvicinare costantemente non solo gli abituées, ma anche coloro che conoscono poco questo genere e che forse, per questo, non lo amano”. ALESSANDRA KROGH

Concerti di Autunno Concerti al tramonto Direzione artistica: Paolo Scibilia

ORCHESTRA DA CAMERA DI KIEL

The “La S.C.S. Sorrento Concerts Society” and “A.Gi.Mus.”, in co-operation with Sorrento Council and the Official Tourist Board, has scheduled the first edition of “Autumn Concerts” – Sunset Concerts”, a festival of classical music, that will be held in Sorrento, every Suturday, from September to December. The art director asserts: “This initiative further enhances the artistic and cultural program of the City. To promote classic music in Sorrento with a series of intervents throughout the year, by proposing a broad and varied repertoire with a formula easily accessible to most people, constantly not only helps to bring the abituées, but also those who knows a little this kind of music and that, perhaps, doesn’t love it”.

14 SETTEMBRE, ORE 18.45 Azienda Autonoma Turismo - Via L. De Maio ALESSANDRA KROGH, soprano MICHELE MADDALONI, tenore Arie d’Opera e Canzoni Classiche Napoletane 21 SETTEMBRE, ORE 20.30 Basilica S. Antonino ORCHESTRA DA CAMERA DI KIEL (Germania) CORO LAURENZIANO DI PERUGIA (Italia) Concerto di Musica sacra Programma dettagliato e prenotazioni all’ingresso Concerts programs and booking admission at the entrance Azienda Autonoma Turismo Sorrento - S. Agnello - Via Luigi De Maio - Sorrento Tel. 081.8074033 - www.sorrentotourism.com - www.societaconcertisorrento.it Il programma potrebbe subire variazioni - Program subject to slight variation

D/10

(D/9)


SETTEMBRE 2013

DAL 13 AL 15 SETTEMBRE

È DEDICATO AL COMMOSSO RICORDO DI GIOVANNI ANTONETTI LA XXV EDIZIONE DEL TROFEO EDUARDO DE MARTINO I

l nome di Giovanni Antonetti abbinato ad un grande artista per una kermesse che esalta il mare e le sue peculiarità. Quelle peculiarità per le quali “Giogiò” si è battuto sempre con orgoglio e passione. Sia nella vela, sia in politica. Saranno almeno trenta le imbarcazioni d’epoca pronte a contendersi il trofeo messo in palio dall’associazione velico-culturale «Asso vel’a tarchia». Alla kermesse, patrocinata dai Comuni di Sorrento e Meta e dall’Area marina protetta di Punta della Campanella, prenderanno parte i principali circoli nautici regionali e nazionali. Ai nastri di partenza anche le flotte dei circoli nautici di Pisciotta e di Salerno, senza dimenticare la Lega navale di Castellammare, gli equipaggi di Massa Lubrense, Nerano e Marina della Lobra. Per aggiudicarsi il titolo gli equipaggi dovranno coprire il campo di regata nel minor tempo possibile e superare alcune prove di marineria lungo la banchina del porto turistico. A completare il programma, inoltre, sarà la proiezione di due documentari tesi a valorizzare il legame tra gli antichi armi velici della penisola sorrentina e le testimonianze archeologiche marittime locali.

D/8

15


16

SETTEMBRE 2013

Riccardo Iaccarino

Itinerario di visita al

Centro Storico di Sorrento Via Parsano - Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà - Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto - Via Tasso Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo Piazza Tasso - Corso Italia.

(1) Le antiche mura

Delle cinta difensiva greca rimane la murazione esistente sotto il piano stradale della Porta Parsano Nuova, visibile in prossimità della Porta stessa. Un altro rudere di dimensioni molto limitate, della murazione greca, oltre la Porta della Marina Grande, è il piccolo tratto della cortina occidentale, in località via Sopra le Mura. La città romana si sovrappose all’insediamento greco osservandone la pianta urbana e la stessa cinta muraria a grossi blocchi isodomici. Queste mura, rimasero a difesa di Sorrento durante tutta l’epoca medioevale. Il rifacimento di esse iniziò nel 1551, e fu completato soltanto nel 1561 dopo la tragica invasione dei Turchi. Oggi la cinta di mura di Parsano è stata restaurata ed è visitabile tutti i giorni.

ora classici ora bizantini, con basamenti di statue e con ogni sorta di frammenti marmorei. Nelle due arcate fortemente rialzate e nelle colonne disposte sugli spigoli si rileva il suo chiaro accento bizantino. Questa costruzione ha anche interesse per la storia urbanistica della città poichè i brevi spazi ad archi rialzati e la attigua volta su via Pietà, all’ingresso dell’episcopio, servirono per lungo tempo alle pubbliche riunioni prima che esse si svolgessero nell’interno del castello. La parte superiore del campanile fu se non edificato, assai probabilmente ridotta nell’attuale forma, intorno al XVI sec.

(2) Chiesa dei Servi di Maria

In stile barocco, fu completata nel XVIII secolo. Sede della Congregazione dei Servi di Maria, conserva all’interno una statua lignea del Cristo Morto, di autore ignoto, che nel giorno del Venerdì Santo viene portato in processione dai confratelli, incappucciati in nero.

Questo edificio, recentemente restaurato, è opera di eccezionale rarità e pregio poichè rappresenta un documento di quel gusto tardo bizantino ed arabo in una stesura forse unica per organica continuità compositiva. Le grandi finestre ad arco, tre per ogni piano, sono contornate da ampie fasce in tufo giallo e grigio; due più sottili fasce sottolinean, a guisa di marcapiano, i due ordini di finestre, e rotonde formelle, come piccoli rosoni, recanti al centro patere di maioliche, si alterano alle aperture con un contorno in lieve risalto sul fondo di intonaco. L’ornato dell’intarsio tufaceo svolge una successione di losanghe ad eccezione della finestra centrale il cui fregio segue un motivo a zig-zag.

In stile romanico, risale al XV secolo; dello stesso periodo è il portale laterale (1474), in moda rina-scimentale. La chiesa ospita tra l’altro tele di artisti della scuola napoletana del ‘700, un trono arcivescovile in marmi scelti (1573) ed un coro ligneo intarsiato opera di artigiani sorrentini dei primi del ‘900. Opere, sempre realizzate con la tecnica dell’intarsio, si possono ammirare all’interno come i quadri della Via Crucis o i tamburi dell’entrata principale e di quella laterale, opere recenti di giovani maestri intarsiatori.

Di questo campanile è notevole la parte basamentale di età romanica, costruita forse intorno al secolo XI con tronchi di colonne di varie specie con capitelli

(7) Palazzo Correale (secolo XIV) La facciata di questo palazzo mostra pregevoli bifore archiacute in tufo scuro, di varia forma e disegni, con archetti e rosono lobati. Ha un bellissimo finestrone con ogiva a sovrassesto che insiste su corti piedritti polistili sostenuti da mensolette e cimati da capitelli gotici a foglie d’acanto; nella chiave dell’arco è scolpita l’arme gentilizia. Il portale è quello caratteristico napoletano ad arco depresso con sagome durazzesco-catalane, che fu usato dalla fine del trecento a tutto il quattrocento. (7) Palazzo Veniero (secolo XIII)

(3) Cattedrale

(4) Campanile del Duomo (5) Episcopio

metà del quattrocento, appartiene il palazzetto e la loggia in vivo Calantariaro con capitelli che ritroviamo in una scala napoletana in Via S. Arcangelo a Baiano, e quelli della cappella Pontano con la sola variante della foglia disposta in senso inverso.

(8) Casa Correale in Piazza Tasso

(6) Casa quattrocentesca

Come unica e curiosa testimonianza locale derivante dall’influsso dei maestri toscani operanti in Napoli nella seconda

Sulla piazza principale, anticamente chiamata largo del Castello, e precisamente nell’angolo in cui ha inizio via Pietà, si affaccia un altro palazzo Correale; L’iscrizione sul cartiglio marmoreo del portale ha la data del 1768, ma si sa però che già nel XV secolo trovavasi lì una casa della stessa famiglia che venne poi totalmente trasformata dal rifacimento settecentesco.

A/15


SETTEMBRE 2013 venienti probabilmente, per la loro particolare uniformità, dal portico di una delle molte ville romane presenti nella zona. Nella cripta, rifatta nel settecento, si osservano numerosi quadretti di ex voto, soprattutto di marinai. Interessante è il presepe del settecento, della scuola di Sammartino, e il portale meridionale di forme bizantino-romaniche, risalente al X secolo.

(12) Chiesa della Grazie

(9) Santuario della Madonna del Carmine

Ricostruita alla fine del ‘500 su una precedente e antica chiesa dedicata ai S. Martiri Sorrentini, la Chiesa è ad una sola navata. Sullo sfondo c’è l’antica immagine della Madonna, copia della Vergine Bruna di Napoli. Si possono ammirare quadri di buona fattura di artisti del ‘600 e del ‘700 nonchè due artistici reliquiari in legno intarsiato del 1600.

(10) Sedile di Porta (secolo XVI) Nell’angolo che via S. Cesareo forma con Piazza Tasso, nel posto dove attualmente ha sede il circolo Sorrentino, trovavasi un secondo sedile, detto di Porta, perchè in origine eretto presso la porta maggiore della città nello spazio allora denominato Largo del Castello. Dopo l’abolizione dei sedili fu ridotto prima a carcere poi a corpo di guardia per la milizia urbana e infine a luogo di convegno del circolo Sorrentino. (11) Basilica di S. Antonino

L’origine è riconducibile all’XI secolo, anche se già verso il IX secolo, esisteva in quel luogo un oratorio dedicato a S. Antonino. La chiesa presenta diversi elementi di spoglio, come i fusti delle colonne pro-

(15) Chiesa e Monastero di San Paolo

La chiesa è annessa all’antico monastero delle monache benedettine risalente al nono secolo e ora sede di un Istituto scolastico. È costituita da una navata con volta a botte e lunette ed è ricca di decorazioni, stucchi e tele del settecento. Da notare il pavimento in maiolica su fondo di cotto, il piccolo campanile belvedere e la cupola maiolicata.

La chiesa cinquecentesca con l’annesso monastero di clausura di monache domenicane, fu donata dalla nobile sorrentina Bernardina Donnorso alla fine del ‘500. La chiesa è ad una navata e conserva pregevoli opere di pittori meridionali operanti tra la fine del ‘500 e gli inizi del ‘700 come S. Buono, N. Malinconico, P. Caracciolo e B. Corenzio

(15) Casa del Tasso

A destra del tratto di strada, che da piazza F.S. Gargiulo porta alla piazza della Vittoria, si trova l’ingresso dell’Imperial Tramontano, che incorpora due camere, avanzo della casa in cui nel 1544 nacque Torquato Tasso, autore della Gerusalemme Liberata.

(18) Chiesa SS. Annunziata

L’origine di questa chiesa è antichissima: ma si ignora la data della sua fondazione. Fu probabilmente edificata sui ruderi del tempio dedicato alla dea Cibele. Dal 1391 in tale chiesa (acui era annesso un monastero) officiavano i Padri Agostiniani della Congregazione di S. Giovanni a Carbonara di Napoli. Nel 1811 la chiesa fu concessa a loro richiesta ai compatroni delle Cappelle, purchè si accollassero tutte le spese di mantenimento i quali aloro volta nel 1854 l’assegnarono definitivamente alla Congrega laica di S. Monica.

(19) Sedile Dominova

Unica testimonianza rimasta in Campania degli antichi sedili nobiliari, risale al sec. XVI. In forma quadrilatera, con due arcate ad angolo in piperno, che lasciano scoprire l’intero della cupola e i muri di fondo con affreschi del settecento. I pilastri e le arcate posistili, con i loro capitelli, sono di gusto arcaicizzante. La cupola seicentesca è formata da embrici maiolicati di colore giallo e verde.

(13/14) Chiesa e Chiostro S. Francesco

L’origine del monastero risale alla prima metà dell’VIII sec. L’architettura del chiostro presenta archi incrociati di tufo su due lati del portico espressione stilistica del tardo trecento, sostituiti sugli altri due lati da archi tondi su pilastri ottagonali. Da notare infine, la presenza di vari elementi di spoglio, provenienti da templi pagani, come le tre colonne di angolo riusate funzionalmente. Accanto al convento è situata la chiesa di S. Francesco, che risale al XVI secolo. All’interno si può ammirare, nella prima delle tre cappelle di destra, una statua in legno, raffigurante il santo con il Cristo crocefisso, donata dalla famiglia Vulcano nel XVII secolo.

17

(16) Chiesa del Rosario

già dei SS. Felice e Baccolo Comunemente conosciuta come del SS. Rosario, sorse, probabilmente sotto l’impero di Costantino Magno (310), sui testi di un antico tempio pagano chiamato Pantheon e, fu cattedrale di Sorrento dal XII al XV secolo.

(17) Casa di Cornelia Tasso

Al numero 11 di via S. Nicola, si trova la casa Fasulo, già Sersale (notevole il portale a bugnato e del balconcino) nella quale abitò Cornelia Tasso, sorella di Torquato e moglie di Marzio Sersale e che continuò a dimorarvi anche da vedova, coi figli Antonino e Alessandro. Nel luglio 1577 Torquato, fuggito dal castello di Ferrara, s’imbarcò a Gaeta e qui si presentò in veste di messaggero del poeta, e poi si rivelò. Partì per Roma. Nell’atrio, volta affrescata con stemmi e trofei militari e iscrizioni del 1615 che ricordano il Poeta.

D/9

D/12

C/8


D/9

D/9 D/9

Detergent included Sapone incluso 25 min dry 2 euro

D/7

5 washer 5 dryer 8/14 kg Open everyday 7 a.m. - 12 a.m.

C/8 E/6

E/6


D/8

RISTORANTE - PIZZERIA

In the historical centre of Sorrento where you can sample the Neapolitan pizza. Home cooking. Moderate prices. Family management

VIA DEGLI ARCHI, 15 • SORRENTO • TEL. 081 8781927 • www.dagigino.com

E/6

D/9


24

SETTEMBRE 2013

Riccardo Iaccarino

Itinerary for a visit to

C/7

Sorrento’s Historical Centre

Via Parsano - Via degli Aranci Via Sersale - Corso Italia Via Pietà - Via Luigi de Maio Piazza S. Antonino Via S. Francesco Piazza F. Saverio Gargiulo Via Vittorio Veneto - Via Tasso Via S. Nicola Via 2° Traversa Fuoro Via Fuoro - Via S. Cesareo Piazza Tasso - Corso Italia.

E/7

(1) The old walls

The only part of the Greek defensive wall still remaining is under the road at the Porta Parsano Nuova (new Parsano Gate) and can be viewed close to the same door. Another ruin of the Greek wall other than that of the Marina Grande Gate and very limited in size is the small tract (just over three metres) of the western end located in via Sopra Le Mura. The Roman town was built over the Greek one following the same urban plan with walls of large isodomic blocks. These walls stood to defend Sorrento through the Middle Ages. Rebuilding began in 1551 and was only completed in 1561 after the tragic Turkish invasion. From 2010 the walls of Parsano has been restored and it’s possible to visit everyday.

(3) Cathedral

In Romanic style it dates to the XVth century; the side door is from the same period (1474) and in Renaissance style. Amongst other things the church houses paintings by artists from the Neapolitan school of the 1700s, an archibishops throne in fine marbles (1573) and a wooden marquetry work of Sorrentine craftsmen of the beginning of the 19th century. Works of art always made by using the marquetry technique can be admired in the interior, such as the pictures of the stations of the Cross or the wooden panels of the main and side entrance. These are all works of recent young masters of marquetry art.

(4) Cathedral Belltower (5) Bishop’s Palace

(2) Church of the Servants of Mary

D/8

(6) Fifteenth Century House

The only curious examples of local architecture deriving from the influx of Tuscan experts working in Naples in the second half of the 1400s are the small building with lodge in Vico Galantarario, the capitals which can be found in a Neapolitan staircase in Via S. Arcangelo a Baiano and those of the Pontano Chapel with the only variation of leaf placed inside out.

In Baroque style this church was completed in the XVIII century. The site of the congregation of the servants of Maria, it conserves inside a wooden statue of the dead Christ, by an unknown sculptor which is carried during the Good Friday procession by confratemity members in black robes and hoods.

Noteworthy is the belltower’s base from the Romanic era probably built around the VIth century with various types of trunks of columns, alternating classic and Byzantine capitals with a base of statues and every type of marble fragments. In the two highly raised arches and on the columns placed at the corners its clearly Byzantine accent can be noted. This construction is important to the town’s urban history since the small spaces under the raised arches and adjoining bend onto Via Pietà at the beginning of the Bishop’s Palace were used for years for public gatherings before these were held inside the castle. The upper part of the tower was either rebuilt or at least greatly reduced to its present size around the XVth century.

(7) Correale Palace (XIVth century) The facade of this building exhibits valuable acute-arched mullioned windows in dark tufo in various shapes and designs, with small arches and lobed rosewindows. There is a beautiful large window with an overhanging pointed arch which rests on polystyle piers upheld by corbers and crowned by Gothic capitals of acanthus leaves, in the keystone of the arch the coat-of-arms is incised. The portal is characteristically Neapolitan -a depressed arch with Durazzesque Catalan patterns and was used from the end of the 1300s all through the 1400s. (7) Veniero Palace (XIIIth century)

This building is of exceptional rarity and worth as it represents the late Byzantine and Arab taste uniquelly drafted in compositive organic continuity. The three large arched windows on each floor are surrounded by wide fillet in grey and yellow tufo, two narrower fillet, used ad floor markers underline the two rows of windows and round tiles, like small rosewindows with majolica paterae in the centre alternate at the apertures with a slightly raised contour at the base of theplaster. T h e i n l a i d t u f o d e co ra t i o n d e ve lops a succession of lozenges with the exception of the central window whose frieze follows a zig-zag motif.

(8) The Correale House

in the Tasso Square In the main square, once called largo of the castle, exactly at the corner where Via Pietà begins another Correale Palace is located. The inscription on the portal’s marble scroll ornament bears the date 1768

D/7

F/7

E/7


SETTEMBRE 2013 but it is known that as early as the XVth century a house belonging to this family stood here and was later totally transformed by the 17th century reconstruction.

(9) Sanctuary of Carmine

(St. Mary of Carmelo) Reconstructed at the end of the 15th century, on the remains of a previous ancient Church dedicated to the sacred sorrentine Martyrs, the Church of Carmine has only a single nave. At the far end there is an ancient impression of Mary, the Madonna, which is a copy of the Drk skinned Virgin of the Church dedicated to the same Saint in Naples. Once can admire paintings of good quality of artists of the 16th and 17th centuries, as well as two artistic gilded wooden bone containers of Saints which date back to the 16th century.

(10) Porta Seat (XVIth century) In the corner which Via S. Cesareo forms with the Tasso Square where the Sorrentine club is now located there once stood a second Seat called Porta because it was originally built near the city’s main gate in the area then called Largo del Castello. After the abolition of the seats it was first turned into a prison and then a guard-house for the urban militia and finally a meeting place for the Sorrentine club.

(11) Basilica of St. Antonino

Its origin dates to the XIth century although there was already an oratory dedicated to St. Antonino here in the IXth century. The church presents various elements of

(E/7) FONDAZIONE SORRENTO

Corso Italia, 53 SORRENTO tel. 081 8782284 www.fondazionesorrento.com info@fondazionesorrento.com

(C/8)

Via L. De Maio, 35 - SORRENTO Tel. 0818773333 Fax 0818785169

www.upsa.org

(C/8)

Via L. De Maio, 35 - SORRENTO

ASSOCIAZIONE CHIAVI D’ORO c/o G. Hotel Excelsior Vittoria

SORRENTO

www.campaniafelix.org

(C/9)

plunder such as the column shafts which for their particular uniformity probably come from the portico of one of the many Roman villas present in the area. In the crypt, rebuilt in the 1700s, numerous exvoto paintings, mainly of sailors can be observed. Of interest are the XVIIIth century Crib from the Sammartino school and the southern portail in Byzantine-Romanic form dating to the IXth century.

it was probably built under the empire of Constantine the Great (310) over the remains of an old pagan temple called pantheon. It was Sorrento’s cathedral from the XIIth to the XVth century.

(17) House of Cornelia Tasso

(12) The Church of St. Mary of the Miracles (S. Maria delle Grazie) The fifteenth century Church which includes a convent of a closed order of Dominican Nuns, was founded by the nobile sorrentine Lady Berardina Donnorso at the end of the 15th century. The church has a single nave and treasures esteemed works of southern italian painters who painted in the period between the end of the 15th and beginning of the 17th centuries, such as S. Buono, M. Malinconico, P. Caracciolo and B. Corenzio.

13/14) Church and Cloister of St. Francis The monastery’s origin dates to the first half of the VIIIth century. The cloister’s architecture presents crossed arches in tufo on two sides of the portico, expressing the style of the late 1300s and substituted on the other two sides by round arches on octagonal pilasters. Various elements of pillage are present as in the three corner columns reutilized functionally after being taken from pagan temples. Next to the convent is the church of St. Francis which dates to the XVIth century. Inside, in the first of the three chapels on the right a wooden statue depicting the saint with Christ on the cross can be admired. It was donated by the Vulcano family in the XVIIth century.

(15) House of Tasso

montano which incorporates two rooms left from the house where Torquato Tasso, author of Jerusalem Liberated, was born in 1544.

(15) Church and Monastery of St. Paul

The church is attached to the old monastery of Benedectine nuns of St. Paul dating to IXcentury. It consist of one aisle with circular vault and lunettes and is enriched by paintings and a maiolica floor over brickwork. Also noteworthy is the small belvedere belltower and the cupola in maiolica.

(16) Church of the Rosary,

ALBERGHI HHHHH

21 79 70 42 23 ➔ 43 24 25 58 26 ➔

Cocumella 0818782933 Excelsior Vittoria 0818071044 C/9 Bellevue Syrene 0818781024 D/6 La Pace 0818074775 Parco Principi 0818784644 A/14

ALBERGHI HHHH ➔ Alpha 02 Ambasciatori 03 Aminta 04 Antiche Mura 51 Astoria 66 Atlantic Palace 05 Bel Air 07 Bristol 08 Capodimonte 30 Capri 72 Caravel 09 Carlton Int. 10 Central 11 Cesare Augusto 12 Conca Park 13 Continental ➔ Corallo 73 Cristina 14 De La Ville ➔ Eliseo Park’s 15 Europa Palace 16 Flora 74 Gran Paradiso 17 Hilton 18 Tramontano 19 Johanna Park 34 La Favorita 78 La Residenza Q La Solara 56 La Tonnarella 55 La Minervetta 71 Majestic Palace 81 Mediterraneo 20 Michelangelo 41 Minerva

0818782033 0818782025 0818781821 0818073523 0818074030 0818782688 0818071622 0818784522 0818784555 0818781251 0818782955 0818072669 0818073330 0818782700 0818071621 0818072608 0818073355 0818074244 0818782144 0818781843 0818073432 0818782520 0818073700 0818784141 0818782588 0818072472 0818782031 0818784644 0815338000 0818781153 0818774455 0818072050 0818781352 0818784844 0818781011

B/12 F/3 E/9 D/8 D/1 C/3 D/4 E/4 D/11 A/16 D/9 C/14 E/9 F/6 D/6 C/16 C/11 C/10 C/13 D/16 G/7 C/7 G/3 C/7 A/14 C/3 D/4 A/16 D/11 C/3

At number 11 Via S. Nicola is the Fasulo House, once the Sersale House (noteworthy the ashlar-work portico and pretty little balcony). Cornelia Tasso, Torquato’s sister and Marzio Sersale’s wife lived here, and continued to after she was widowed with her sons Antonino and Alessandro. In July 1577 Torquato escaped from the castle of Ferrara and embarked at Gaeta to present himself here disguised as the poet’s messenger later revealing his true identity. He stayed with his sister until December, then left for Rome. In the entrance hall is a vault decorated with stems, military trophies and inscriptions from 1615 in memory of the poet...

(18) Church of Annunciation

The origin of this church is antique althiugh the date of its foundation is not known. It was probably built on the remains of the temple dedicated to the godess Cybele. From 1391 in this church (which was adjoined to a monastery) the Agostinian fathers of the congregation of St John in Carbonara from Naples officiated. The church was conceded by their request in 1811 to the co-patrons of the Chapels on condition that they took on all maintenance expenses. They, in turn, granted definitely to the lay congregation of St Monica in 1854.

(19) Dominova Seat

On the right of the road which from the F. S. Gargiulo Square leads to the Vittoria Square is the entrance to the Imperial Tra-

➔ 01 06 ➔ 22

25

formetly of Saint Felice and Baccolo Commonly referred to as the St. Rosary

Miramare 0818072524 Palazzo Guardati 0818785567 Parco del Sole 0818073633 Plaza 0818782831 President 0818782262 Prestige 0815330470 Regina 0818782162 Riviera 0818072011 Royal 0818073434 Rota Suites 0818782904 Vesuvio 0818782645 Villa Garden 0818781387

ALBERGHI HHH 27 28 29 31 ➔ Q 52 32 33 75 35 36 37 H 54 38 76 39 40 77 44 45 60 Q 46 47 48 H Q

Admiral Ascot Britannia Cavour Club Dania Del Corso Del Mare Eden Florida Gardenia Girasole Il Faro Il Nido La Badia La Meridiana La Pergola Leone Metropole Londra Rivage Settimo Cielo Sorrento City Spicy Tirrenia Tourist Villa di Sorrento Villa Fiorita Villa Igea

0818781076 0818783032 0818782706 0818073166 0818781127 0818073572 0818071016 0818783310 0818781909 0818783844 0818772365 0818073082 0818781390 0818782766 0818781154 0818073535 0818782626 0818782829 0818074107 0815329554 0818781873 0818781012 0818772210 0818073063 0818781336 0818782086 0818781068 0818780003 0818071069

C/3 D/9 C/17 E/9 F/5 D/6 B/12 C/10 C/12 D/1

C/4 E/5 D/2 D/2 D/8 D/4 D/9 A/15 C/13 C/14 C/8 D/3 C/11 A/15 F/8 D/2 A/15 E/5 C/4 D/9 E/5 D/12 E/9

This the only remaining testimony in Campania of the old noble seats and dates to the WXIth century. It has a quadrilateral form with two corner arches in piperno (lava) permitting the view of the interior of the cupola and the end walls with 18th century frescoes. The pilasters and polystyle arches with their capotals are in archaic style. The 17th century cupola is formed by green and yellow majolica roof-tiles.

➔ Villa Margherita 49 Villa Maria H Vue d’Or 50 Zi’ Teresa H Le Terrazze Res. 80 Au Relais Rivoli 59 Savoia

0818781381 0818781966 0818073153 0818784619 0818780906 0813654089 0818782511

F/5 C/12 D/8 F/10

ALBERGHI HH

➔ Angelina 0818782901 53 Desirée (Garnì) 0818781563 C/3

ALBERGHI H

61 62 64 65

Elios Linda Mignon Nice

0818781812 0818782916 0818073824 0818781650

C/2 E/11 E/7 D/10

CAMPINGS & VILLAGGI

Santa Fortunata & Campogaio Nube d’Argento Villaggio Verde Esperidi Resort

OSTELLI

Seven Hostel Le Sirene Ulisse deluxe hostel Sorrento Ostello (S. Agnello)

0818073579 0818781344 0818073258 0818783255

D/1 E/4 G/11 ➔

0818786758 ➔ 0818072925 D/11 0818774753 E/5 0815322370 ➔


26

SETTEMBRE 2013

MUSEO CORREALE DI TERRANOVA

MOSTRA E CATALOGO

TEODORO DUCLÈRE AL MUSEO CORREALE A fine settembre sarà inaugu-

rata al Museo Correale la mostra, con pubblicazione del catalogo, dedicata a Teodoro Duclère. Il pittore nacque a Napoli nel 1816 da genitori francesi; frequentò la scuola d’arte napoletana di Posillipo riunitasi attorno all’atelier di Antonio Pitloo, divenendo il più fedele allievo del suo maestro, del quale sposerà la figlia. In quegli stessi anni maturò la sua profonda amicizia con Giacinto Gigante ed insieme con Vianelli e Carelli, Duclère

può essere considerato fra i più delicati paesaggisti partenopei della prima metà dell’Ottocento. Morirà a Napoli nel 1867, a soli 51 anni. Molto pregiate e famose sono le opere di Duclère della collezione Correale: notevole il corpus di disegni, quasi del tutto inediti e pervenuti al Museo grazie al lascito di Pompeo Correale: un fondo grafico di circa 400 schizzi a matita e a china raffiguranti per lo più vedute e luoghi dell’Italia Meridionale, dalla Calabria, alla Sicilia, dagli Abruzzi alla Campania, con Napoli e il suo mare, con i paesaggi rupestri e a tratti selvaggi della Costiera Amalfitana e della Penisola Sorrentina. I dipinti di Duclère riprendono le tematiche usuali della veduta napoletana, con una particolare predilezione per i panorami della costiera sorrentina e dell’isola d’Ischia. Egli tuttavia diede miglior prova di sé nella realizzazione di piccoli studi di paesaggio condotti dal vero su singoli motivi

MEATING, nel centro storico di Sorrento, sintetizza un modo nuovo nel di stare insieme ambiente sintetizza accogliente, MEATING, centro storicoindiunSorrento, un amichevole dove la ambiente musica soffusa e la modo nuovo editranquillo, stare insieme in un accogliente, cortesia del personale qualificato sapranno accompagnarvi amichevole e tranquillo, dove la musica soffusa e la nella degustazione, chiave assolutamente originale, di cortesia del personaleinqualificato sapranno accompagnarvi proposte culinarie che, di carni fresche di e nella degustazione, in grazie chiave all’utilizzo assolutamente originale, pregiate seguendo antiche ricette della cucina napoletana proposteeculinarie che, grazie all’utilizzo di carni fresche e epregiate mediterranea, vi antiche farannoricette riscoprire sapori napoletana e profumi e seguendo della cucina dimenticati. Potretevi inoltre gustare i vini sapori delle cantine del e mediterranea, faranno riscoprire e profumi nostro territorio e delinoltre panorama enologico internazionale, dimenticati. Potrete gustare i vini delle cantine del da abbinare allee proposte che, dienologico settimanainternazionale, in settimana, i nostro territorio del panorama nostri chef prepareranno voi.di settimana in settimana, i da abbinare alle proposteper che, nostri chef prepareranno per voi.

naturali e caratterizzati da spiccati effetti coloristici di immediata presa ottica. In questi quadretti è evidente la lezione del Pitloo che per primo era arrivato al superamento del paesaggio scenografico, proprio della veduta tardo-settecentesca, riportando, con il rapido appunto dal vero e con la “macchia”, l’immediatezza di ripresa sentimentale nel motivo paesistico. Tale lezione, facilmente riconoscibile nelle prime opere di Duclère, permane anche nei lavori successivi, dove peraltro si avverte anche, nella scelta dei tagli e delle inquadrature e soprattutto nel tono più studiatamente illustrativo della descrizione, l’influsso di Giacinto Gigante. Alcuni problemi riguardano sia la datazione sia l’attribuzione delle opere di questo pittore singolarmente trascurato dalla critica ottocentesca.

Fra il 1860 e il 1870 il Duclère insieme con altri pittori della scuola di Posillipo, fra cui lo stesso Gigante, trascorse lunghi periodi di tempo a Sorrento presso il conte Pompeo Correale, mecenate e dilettante di pittura, che aveva trasformato la villa di famiglia in un rifugio per artisti e letterati. Il Museo Correale, con la mostra dedicata all’artista, accompagnata da un ricco catalogo, oltre a divulgare sempre più la conoscenza del Museo, intende rendere noto un patrimonio culturale di assoluta rilevanza ai fini dello studio e dell’approfondimento di quel periodo della pittura napoletana conosciuto col nome di Scuola di Posillipo. La mostra e il catalogo, soddisfano appieno le esigenze del pubblico, dei collezionisti, degli studiosi e degli esperti e del semplice appassionato del bello.

MEATING MEATING g rilleria • vineria grilleria • vineria steakhouse steakhouse

via della pietà, 20 • sorrento via 081.878.28.91 della pietà, 20 • sorrento tel. tel. 081.878.28.91

E/8


SETTEMBRE 2013

27

Filippo Merola Direttore del Museo Correale

EXHIBITION AND CATALOGUE

TEODORO DUCLÈRE AT THE CORREALE MUSEUM

NELGIARDINODEL MUSEOCORREALE

BUSTO SCULTOREO DI SIL’VESTER ŠČEDRIN N

T

he exhibition dedicated to Teodoro Duclère, with published catalogue, will be inaugurated at the Correale Museum at the end of September. Born in Naples in 1816 of French parents, the artist attended the Neapolitan school of art in Posillipo that gathered around Antonio Pitloo, becoming his maestro’s most ardent follower and marrying his daughter. In that same period his close friendship with Giacinto Gigante was consolidated, and along with Vianelli and Carelli Duclère can be considered one of the most delicate Neapolitan landscape artists of the first half of the 19th century. He died in Naples in 1867 at the age of just 51. The Duclère works in the Correale collection are famous and highly prized: the corpus of sketches is remarkable, almost all never exhibited before and bequeathed to the Museum by Pompeo Correale. A graphic composition of around 400 pencil and ink sketches, mostly depicting panoramas and places in Southern Italy - Calabria, Sicily, Abruzzo and Campania - with Naples and its sea, rock-carved landscapes and wild stretches of the Amalfi Coast and Sorrento Peninsula. Duclère’s paintings reflect his usual theme of Neapolitan panoramas, with a particular preference for the Sorrentine coast and the island of Ischia. Nevertheless, he gave of his very best in the miniature landscapes painted on the spot, focusing on natural features and characterised by strong colour effects that

have an immediate impact on the eye. Pitloo’s schooling is perfectly clear in these miniatures. He was the first to excel in scenic landscapes with real late18th century visuals; his quick hand and own mark bringing a sentimental immediacy to the subject. This lesson, easily recognisable in Duclère’s first works, filters through into his later works where the influence of Giacinto Gigante is noticed in the choice of size and framing, and especially in the thorough illustrative tone of the descriptive content. There are a number of problems regarding both the dating and in associating the works with this artist, surprisingly neglected by 19th century critics. Between 1860 and 1870 Duclère and other Posillipo school artists, including Gigante himself, spent long periods of time in Sorrento at the home of Count Pompeo Correale, a patron and dilettante of art, who had transformed the family villa into a haven for artists and writers. In addition to a constantly more expansive dissemination of awareness about the Museum, with this exhibition dedicated to the artist accompanied by a rich catalogue, the Correale intends to publicise a cultural heritage of absolute significance in the study and analysis of that period of Neapolitan paintings known as the Posillipo School. The exhibition and the catalogue fully satisfy not only the needs of the public, collectors, researchers and experts, but also of simple lovers of all things beautiful.

Filippo Merola

el giardino del Museo Correale è stato collocato il busto del pittore S. F. Ščedrin, dono del Museo di Stato Russo di San Pietroburgo. Dopo il gemellaggio del 2011 tra i due musei, continua la collaborazione tra i due Enti anche per altre iniziative di carattere artistico-culturali, come il “Premio internazionale di Pittura Scedrin” che partirà, con la prima edizione, nell’anno 2014. Sil’vester F. Ščedrin è stato uno dei maggiori pittori paesaggisti russi della corrente romantica della prima metà del XIX secolo. Nato a San Pietroburgo nel 1791, giunse in Italia nel 1818 e soggiornò a Roma, Napoli, Vico Equense, Amalfi, Capri e Sorrento. La sua pittura ebbe anche importanza sugli artisti della “Scuola di Posillipo”. Fu uno dei primi pittori europei a introdurre nei suoi paesaggi l’elemento en plein air. Si innamorò al tal punto dell’Italia, in particolare di Sorrento, da non rientrare più nella sua città natale e dove morì l’8 novembre del 1830. Il monumento che contiene le spoglie del pittore, nel cimitero di Sorrento, fu realizzato su progetto dell’amico scultore Samuil Gal’berg e recentemente ristrutturato ad opera del Museo Russo. La lastra marmorea apposta nel 1933 dal Comune di Sorrento sulla facciata del Museo Correale, riporta Scedrin tra i tanti nomi di uomini illustri, personalità e artisti passati per Sorrento.

MUSEI MUSEUMS MUSEO CORREALE DI TERRANOVA SORRENTO (C/11) Tel. 081/8781846 Martedi/Sabato: 9,30/18,30 Domenica e festivi 9,30 - 13,30 Chiuso Lunedi MUSEOBOTTEGA DELLA TARSIALIGNEA SORRENTO (E/6) Tel. 081/8771942 Lunedi/Domenica: 10/18,30

CHIESA DEI SERVI DI MARIA (sec. XVII) - SORRENTO (E/7) Apertura per la visita Giovedi e Sabato: 17/20 Domenica: 8/12 www.servidimariasorrento.it MUSEO ARCHEOLOGICO GEORGES VALLET PIANO - Villa Fondi Martedi/Domenica: 9/13-16/19 - Chiuso Lunedi MUSEO MINERALOGICO VICO EQUENSE Tel. 081/8015668 Martedi/Sabato: 9/13 - 16,30/19 Festivi: 9/13 - Chiuso Lunedì


28

SETTEMBRE 2013

LE NOSTRE INIZIATIVE PER I GIOVANI

I GIOVANI FINALISTI AL CONCORSO INDETTO DAL NOSTRO PERIODICO E DALLA CYPRAEA LA PENISOLA SORRENTINA TERRA FERTILE DI MEMORIA IN RICORDO DEL SOCIO FONDATORE ANTONINO FIORENTINO.

“N

elle tradizioni della religiosità popolare che non dimenticano il ruolo fondamentale del mare”’ alunno Pietro Persico Istituto Tecnico Nautico “ N. Bixio” Piano di Sorrento

Cinquecento anni, a parole, sembrano un attimo, in realtà rappresentano un lungo periodo di tempo riguardante la storia della maestosa e stupenda basilica di

D/7

Santa Maria del Lauro, che risale a ben 13 secoli fa quando, a Meta, accade un evento prodigioso. Una vecchia sordomuta di nome Teresita, mentre pascolava una mucca fra le colline dei Camaldoli e di Montechiaro, vide presso una siepe una lunga lingua di fuoco, che ardeva e non si consumava. Ella non ebbe paura, si accostò e trovò fra gli sterpi, ai piedi di un alloro frondoso, una statua della Madonna e accanto una chioccia con dodici pulcini d’oro. All’istante la vecchia guarì dalla sordità e dal mutismo e corse verso il paese gridando al miracolo. La notizia fu riferita al vescovo di Sorrento il quale con una solenne processione provvide al trasporto della statua della Vergine in Cattedrale. Miracolosamente la statua fu ritrovata,il mattino dopo, a Meta sotto l’albero di alloro o lauro dove l’anziana donna si era fermata. Per ben due volte si rifece il trasporto della statua a Sorrento ma il miracolo si ripeté e questo convinse a lasciarla a Meta nella cappella del Salvatore e la Vergine venne venerata con il nome di “ Madonna del Lauro”. Il numero sempre crescente dei fedeli indusse la popolazione a costruire, fra il IX e il X secolo, un

a cura di Cecilia Coppola tempio che fu consacrato dall’arcivescovo solo nel 1731 e nel 1914 “questo tempio augusto da più di mille anni sacro alla taumaturga immagine di Santa Maria del Lauro, Pio P.P. X accogliendo le istanze e i voti dell’insegne collegiata e del popolo commendati da mons. G. Giustiniani arcivescovo il 25 marzo 1914 fra l’esultanza dei pii Metesi elevava al titolo glorioso di Basilica”. La Chiesa è oggi formata da una facciata di stile neoclassico, da un campanile alto 41 metri, motivo di invidia per il clero sorrentino, e da un orologio costruito dai maestri Rossi e Cementano. All’interno a tre navate sono conservate opere preziose come l’altare dei marmi colorati, fini arabeschi e gli ex voto marinari che testimoniano l’antica e ancora attuale fede dei marittimi metesi verso Santa Maria del Lauro che tanta protezione dai pericoli di terra e di mare ha concesso, in questi secoli, ai suoi fedeli .

Nel numero di agosto abbiamo pubblicato una foto pensando fosse quella di Rosanna Cafiero del Liceo Artistico “F. Grandi” di Sorrento. Purtroppo abbiamo commesso due errori: la foto e il nome dell’Istituto. Ci scusiamo per il disguido e pubblichiamo qui la foto e la scuola di appartenenza esatta dell’alunna.

VILLA FONDI - PIANO DI SORRENTO 30 AGOSTO 20:30 - The Big Jazz Theory 31 AGOSTO 20:30 - Stefano Travaglini 4th 1 SETTEMBRE 20:00 - Stella Vesuviana Live 21:00 - Larry Franco Trio

D/9


SETTEMBRE 2013

29

THE MUSEOBOTTEGA OF THE TARSIALIGNEA

A NEW MODEL OF MUSEUM FOR THE DECORATIVE ARTS

The building that houses the Museobottega stands on via S. Nicola, the historical part of the town, and is part of an ancient urban nucleus. Its eighteenth century structure is typical of a provincial townhouse with more consequential pretensions. The Museobottega is a polyfunctional structure designed to requalify those sectors of the decorative arts which have not only a past worthy of being recorded but also a productivity which needs to be sustained and helped to renew its contents. In the structure the cataloguing and display of the historical production serves as the introduction to a more ample programme going beyond the conservation of our heritage. There is a need for training programmes in the specific sectors of craft activity, and an autonomous production based on the techniques and materials which represent the best in the tradition of each craft.

THE HISTORICAL COLLECTION

is introduced by the exhibition of objects and furniture produced in the nineteenth century wich focuses on the technical and decorative characteristics of the various intarsia workshops then active in Italy. This is designed to give to the visitor a better understanding of the specific features of the craft as it was practised in Sorrento. The exhibition of local ware is preceded by an extensive selection of paintings, prints and photographs of the setting for this local craft. Different sections in the Museobottega illustrate the evolution of production techniques, the materials used, the decorative motifs and the details of design which characterise the local production in inlaid wood. After recognising the part played by the local School of Art in training successive generations of craftsmen, the exhibition terminates with the work of local master craftsmen produced during the nineteenth century.

RESEARCH AND PRODUCTION

The principal objective of the Museobottega is to ensure continuity for the tradition of intarsia work in Sorrento by commissioning and marketing products reflecting a cultural renaissance in the craft. It is many years since the artisan represented a composite figure uniting manual skills with design acumen, once the secret of his success. The only way to contrast the impoverishment of the various sectors of the arts and crafts seems to be to accompany the artisan with a person well versed in the culture of the craft, able to offer assistance in the conceptual phase of production. The production of the “Alessandro Fiorentino Collection” is the tangible result of such collaboration. Intarsia work has always been considered a decorative addition to the item to which it was applied, whereas here production has been based on a new equilibrium in which the finished product is a univocal expression of formal structure.

THE MERCHANDISING In an age in which computerisation has invaded all sectors of production, traditional skills have had to meet a severe challenge: some have disappeared, many have modified their systems of production, and precious few have remained faithful to traditional techniques. The modern production of intarsia work undertaken by the “Alessandro Fiorentino Collection” has swum against the tide by reaffirming the manual skills and traditional techniques of intarsia work. The collection has concentrated on two distinct sectors: the more traditional one of commonplace objects, directed to the merchandising in museum, and that of interior architecture. It made its dêbut at the International Design Center in New York in 1988, during the AIA Convention. The projects of Alessandro Fiorentino have been realised with the collaboration of local craftsmen and the conceptual contribution of his three sons, all qualified architects: Luigi, Paolo and Fabio.

la serra Natural Wellbeing Organic Skincare

Come try the new C INQ M ONDES exclusive rituals

D/9

Info & Bookings Tel. 081 877 7877 - laserra@exvitt.it - Piazza Tasso 34, Sorrento


30

SETTEMBRE 2013

PER LA “COLLANA” DEL C.M.E.A.

MITIGLIANO

LA MERAVIGLIA DELLO SGUARDO

F/9

conoscenza e sensibilizzazione”. Difatti, il volume non offre solo una visione fotografica, dove agli scatti subacquei di alcuni tra i maggiori fotografi italiani del genere, si aggiungono quelli in superficie, dei fotografi sorrentini Antonino Di Maio con Mitigliano vista dall’alto e Marco Gargiulo con una visione della baia a pelo d’acqua, tra mare, luce e costa. L’esperienza psicofi-

sica dell’attraversamento a nuoto viene narrata da Marco Cuomo del movimento Ecoonda, con una sorta di porta narrativa che consente il viaggio immersivo nello specchio di mare. Si aggiungono poi due contributi complementari di ricercatori universitari di ambiti apparentemente distanti che si parlano tra loro, proprio come nel caso delle immagini da prospettive

diverse. Un biologo marino ed un antropologo visuale, Roberto Sandulli e Giovanni Gugg, provano ad offrire elementi di conoscenza secondo le loro diverse competenze, da una parte la resistenza e la bellezza della natura, dall’altra lo sviluppo storico e antropico, con le inevitabili e determinanti interazioni tra loro. La cala di Mitigliano è conosciuta bene da pochi, la difficoltà

“ROMBO” FOTO DI MARCO GARGIULO

I

l Centro Meridionale di Educazione Ambientale, istituzione culturale sostenuta e voluta dal Comune di Sorrento, con la collaborazione fondamentale del Poseidon Team guidato da Antonio Mario e in collaborazione con Ecoonda, presenterà il libro collettivo Mitigliano. La meraviglia dello sguardo. Il volume inaugura la collana del Cmea “Sud, comunicazione e ambiente”, avviando un percorso di conoscenza alla portata di tutti: in questo caso la ricostruzione di un ambiente, secondo diverse prospettive narrative e seguendo un’attitudine alla divulgazione interdisciplinare e condivisa. Cercando di offrire un mosaico complesso e denso, in termini ambientali, storico culturali, biologici, paesaggistici, esperienziali. “Questo volume nasce – ha scritto nell’introduzione il Sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo –  mettendo insieme, in maniera innovativa, e con grande creatività, diverse realtà e punti di vista che operano sul nostro territorio in difesa del mare. Un libro dedicato a Mitigliano, uno degli angoli più seducenti e spettacolari della costiera sorrentina, può essere non solo occasione di celebrazione della bellezza ma anche puntuale opportunità di

FOTO DI PAOLO SCALFO

Il libro dedicato ad uno degli angoli più seducenti e spettacolari della costiera sorrentina


SETTEMBRE 2013

dalla Redazione

SETTEMBRE A MASSA LUBRENSE

IERANTO, LA BAIA IN FONDO AL SENTIERO

Mitigliano mostrano ciò che non è dato a tutti di vedere: dai pesci più comuni, saraghi e orate, scorfani e donzelle, cernie e triglie ad esemplari rarissimi lungo le nostre coste, e per alcuni versi quasi sconosciuti come il ghiozzetto o la brotula nera. La bellezza, da mostrare e proteggere, riesce ancora a dipingere, e testimoniare, una possibilità di speranza per il nostro mare. In questo libro la macchina fotografica guidata dall’occhio dei migliori fotografi subacquei italiani, ha costruito una mappa fantastica, coniugando un angolo di poche centinaia di metri quadri di mare e di costa con i colori, le forme e la biodiversità di oltre novanta specie di pesci differenti capaci di vivere ed interagire tutti nello stesso ambiente.

IN COLLABORAZIONE CON L’AREA MARINA PROTETTA PUNTA CAMPANELLA E ASSOCIAZIONE SIMBIOTICA

ITINERARI FRA TERRA E MARE ALLA SCOPERTA DELLA BAIA DI IERANTO

Visite guidate su prenotazione a terra: martedi, giovedi e sabato, ore 17 in kajak: martedi, giovedi, venerdi e sabato, ore 11-13 e 15 Snorkeling: martedi, giovedi, venerdi e sabato, ore 11-13 e 15 Appuntamento nella piazzetta di Nerano con gli accompagnatori del FAI e dell’Area Marina Protetta Punta Campanella che guideranno i partecipanti in un percorso alla scoperta della Baia di Ieranto. Il programma prevede la visita della Torre di Montalto, una sosta alla casa colonica con il vecchio frantoio. Attraverso l’uliveto si giunge all’ex cava e alle strutture del complesso minerario. Di qui la visita prosegue in mare dove in canoa si esplorano la costa e le grotte della Baia, con maschera e pinne alla scoperta delle falesie sommerse e dei fondali che ospitano la rigogliosa prateria di Posidonia oceanica. Durata della visita: 8 ore. Difficoltà: media Si consiglia: abbigliamento sportivo e scarpe da ginnastica, cappello, costume da bagno, colazione a sacco, acqua a sufficienza. Per gruppi (minimo 15 persone) è possibile organizzare visite guidate anche al di fuori delle date previste.

FOTO DI ANTONINO DI MAIO

di accesso da terra la rende più facilmente raggiungibile a chi viene dal mare. Si tratta di un’insenatura della costiera sorrentina, inserita nel territorio dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella. Una spiaggia di fronte Capri che è un fazzoletto di sassi tra Punta Baccoli e le pendici del monte San Costanzo, siamo di fronte a un luogo mitico per gli abitanti di Massa Lubrense e dell’intera Penisola Sorrentina, per i turisti che fortunatamente ci approdano, per tutti coloro che si avvicinano in barca. In questo libro si racconta e si vede molto più che ad occhi nudi. I fotografi subacquei italiani coinvolti in una gara nazionale organizzata dal Poseidon Team nel settembre 2011 nello specchio d’acqua di

Da Cataldo

31

Per informazioni e prenotazioni: Baia di Ieranto- tel. 3358410253 info@labaiainfondoalsentiero.it www.puntocampanella.org www.fondoambiente.it

C/4 Sea-side Restaurant • Marina Grande • Sorrento • tel. 081 8782170 • www.dacataldo.it


32

SETTEMBRE 2013

Luisa Fiorentino

UN PASSATO LABORIOSO

QUESTO È QUANTO RIPORTATO DAL LIBRO DI CECILIA COPPOLA FORNI, FORNAIE E FORNARINE NELLA STORIA DEL PANE DI PIANO DI SORRENTO Ogni volta che Cecilia Cop-

pola, scrittrice e presidente dell’Associazione Culturale Cypraea , presenta un suo libro che apre l’ingresso alla memoria di un paese, in questo caso Piano di Sorrento, il pubblico accorre numeroso e ripercorre con lei pagine che riportano con fedeltà, amore e rispetto, l’impegno di persone e il loro valido apporto in diverse attività come la faticosa e sacrificata arte della panificazione. La giornalista Katiuscia Laneri ha definito questa pubblicazione un mondo scritto in punta di farina che il Gruppo Teatrale di Ciro Ferrigno ha fatto rivivere nella voce dei suoi attori con empito e partecipazione sentita Ho ripercorso - spiega Cecilia Coppola- anche le storie delle fornarine, delle donne che hanno seguito i loro mariti e padri fornai nel tempo delle prime luci dell’alba quando il pane, cotto nelle ore della notte nel forno a legna e a fascine, doveva essere organizzato per la consegna e venduto alla clientela o affidato ai garzoni che, messo nella cesta della bicicletta o su di carrettella, lo portavano a destinazioni più distanti”. Il ritmo della descri-

zione è stato accompagnato dai canti del popolo di Piano affidato ad Annabella Severi e Francesco Iovine, che hanno riportato l’atmosfera di un passato sereno e semplice con bravura e coinvolgimento. Il giardino della Casa di Riposo di “San Michele”, gentilmente ha accolto la manifestazione che ha trovato nel luogo una giusta collocazione in quanto sede di persone anziane, espressione di un passato che alimenta con la linfa di saggezza e di attaccamento al lavoro, una visione diversa dell’oggi soprattutto per le nuove generazioni. Numerosi gli interventi dei figli di quei fornai che avevano le loro botteghe al tempo del Corso Littorio, del Corso regina Margherita, della discesa di Santa Teresa. Ricordi belli e nostalgici ma anche pieni di orgoglio per il duro e sacrificato lavoro espletato dalle loro famiglie come hanno riferito Nunzia Irolla, figlia di Maria e Beppe ‘ o vicario e Antonio Irolla figlio di Salvatore Irolla e Maria ‘a furnara. Il saluto delle Istituzioni è stato portato dall’Assessore Rossella Russo che ha sottolineato come la donna è sempre un punto focale in ogni fami-

glia, in ogni attività imprenditoriale e soprattutto nel ruolo di madre. “Una Piano che tutta profuma di pane” ha commentato Ciro Ferrigno quando l’Associazione Cuochi della Penisola Sorrentina, presieduta da Antonino Morvillo, rappresentata dagli chef Antonio d’Orso e Andrea Bottiglieri e il Comandante Michele Russo della Marine Club con il suo cuoco Salvatore De Rosa hanno servito gratuitamente ai presenti composizioni di pane, dalle gallette, cibo dei marinai ai panini farciti di zucchine alla scapece, di melanzane e pomodoro, a stuzzicanti focacce e fruste imbottite di ortaggi dei colli sorrentini, ai casatielli e altre leccornie, un pane di terra e di mare, espressione di una terra di agricolto-

ri e marinai. Gli astanti hanno richiesto a Cecilia Coppola, a Ciro Ferrigno e Carlo Pepe, responsabile del settore cultura del Comune,un altro incontro sulla storia del pane, oro della casa, perché il libro deve essere maggiormente messo all’attenzione della cittadinanza tutta in quanto costituisce un prezioso esempio di laboriosità e di attaccamento al proprio lavoro.

C/3


SETTEMBRE 2013

UNA INIZIATIVA DI DON GIOVANNI

CASARLANO ONORA TRE PARROCI Una bella e lodevole iniziativa di Don Giovanni Ferraro, parroco

di Casarlano (già benemerito per l’organizzazione della manifestazione Aperti per ferie, quest’anno alla sua oittava edizione), sarà realizzata a breve (forse già questo mese di settembre): raccogliere all’interno della chiesa parrocchiale le spoglie di tre parroci, che, a cavallo fra il XIX ed il XX secolo, dedicarono il loro impegno per la vita della parrocchia di S. Maria di Casarlano ed in modo particolare all’erezione del complesso parrocchiale. Sono le spoglie di Don Luigi Scarpati (1871-1880), Don Giovanni Gargiulo (1888-1919) e Mons. Luigi Fiorentino (1919-1948). Il primo di essi era nato nel medesimo territorio parrocchiale, e fu nominato parroco il 19 febbraio 1871. A lui si deve la risoluzione della questione economica della parrocchia nei confronti del nuovo Stato Italiano. Il secondo è Don Giovanni Gargiulo nominato parroco il 21 ottobre 1888, realizzò il pavimento in marmo, nella navata unica (quella che oggi è la navata laterale a destra, era separata dalla chiusura degli archi a tutto sesto). A questo successe Don Luigi Fiorentino eletto il 12 ottobre 1919 (prima di essere eletto a tale incarico era stato anche consigliere comunale di Sorrento per quattro anni) il quale iniziò subito a programmare lavori di somma urgenza, non solo alla chiesa, ma in modo particolare alla sagrestia ed alla canonica, realizzando la casa parrocchiale (sviluppata su tre piani), il campanile e la facciata con l’atrio della chiesa. Ma la memoria di questo parroco è ancora viva per la solenne cerimonia della Incoronazione solenne dell’immagine sacra della Madonna, avvenuta l’11 agosto 1946, privilegio goduto anche da altre otto immagini mariane per decreto del Capitolo Vaticano di S. Pietro, previo accertamento dei tre requisiti richiesti: antichità dell’immagine, vetustà del culto e miracolosità. La Parrocchia di S. Maria di Casarlano fu istituita nel 1621, (il primo parroco fu Fra Giacomo di Sorrento, domenicano), sulla base dei quattro casali di Casola, Lavaturo, Cesarano e Baranica. Fino agli anni sessanta questa parrocchia non aveva una comoda strada di accesso ma l’iniziativa sostenuta dallo stesso Parroco Fiorentino e dal Sindaco Agostino Schisano, ne resero possibile la realizzazione.

33

IL RICORDO DI ORESTE ATTARDI

1943 – 11 SETTEMBRE – 2013 QUATTRO VITTIME SULLA ROTTA NAPOLI-SORRENTO U

n ricordo mai sopito della seconda guerra mondiale. Era l’11 settembre 1943: la motonave che svolgeva servizio sulla linea Sorrento-Napoli, navigava dal capoluogo verso la costiera, quando fu bombardata dai tedeschi e quattro passeggeri persero la vita. “Sono passati settant’anni in cui ho fatto vanamente tutte le ricerche rientranti nelle mie possibilità per identificare le vittime: nel registro della parrocchia della Cattedrale ho trovato Umberto Di Leva e Francesco Saverio Marino e non sono mai stati ricordati”, ricorda Oreste Attardi, 93 anni. C’è un motivo particolare che lo spinge a coltivare il suo progetto? “Probabilmente -aggiunge Oreste Attardi - non so come, io scampai alla stessa sorte. Non è certo per protagonismo che vorrei tuttora la commemorazione delle quattro vittime. Nella mia testa, in tutti questi anni, è rimasto il ricordo di quelle persone meno fortunate”. Quali indicazioni può dare per identificarle? “Due delle vittime

erano Umberto Di Leva e Francesco Saverio Marino, entrambe di Sorrento”. L’11 settembre 1943, mentre Mussolini, che i tedeschi avevano liberato dal carcere del Gran Sasso, s’apprestava a fondare la Repubblica Sociale Italiana con capitale Salò nell’Italia settentrionale, Oreste Attardi svolgeva il servizio militare a Napoli. “Quel giorno - ricorda –raggiunsi il molo da cui era in partenza alle 14 la nave per Sorrento, ma non mi imbarcai. Così salii su una nave della compagnia Partenope. Durante il viaggio il comandante prese una rotta inusuale. Solo dopo l’arrivo a Sorrento capii cosa era accaduto e venni a sapere della morte dei quattro passeggeri a bordo della nave sulla quale avrei dovuto viaggiare anch’io. La seconda guerra mondiale ha lasciato ricordi dolorosi. Ora dobbiamo risalire all’identità di tutte le vittime del bombardamento alla Santa Maria e commemorarli in maniera adeguata. Sento questa esigenza e faccio appello alle istituzioni per ricordali”.   

Nino Cuomo

(D/7)


34

SETTEMBRE 2013

SORRENTO MOVIES

ITINERARIO NEI LUOGHI DEL CINEMA A SORRENTO E DINTORNI

1 - Te lo leggo negli occhi - Valia Santella 2 - Pane, amore e Andalusia - Javier Setò 3 - Qualcosa di biondo - Maurizio Ponzi 4 - Avanti! - Billy Wilder 5 - Le quattro Verità - Alessandro Blasetti 6 - Vivere! - Guido Brignone 7 - Calamita d’oro - Armando Fizzarotti 8 - Peperoncini ripieni e pesci in faccia - Lina Wertmuller 9 - Pane, amore e..., - Dino Risi 10 - Te lo leggo negli occhi - Valia Santella 11 - Ivar Kreuger - Lars Molin 12 - Napoli eterna canzone - Silvio Siano 13 - Sotto il segno dello scorpione - Juriy Sorokin 14 - Attenzione alla puttana santa - R. W. Fassbinder 15 - Guaglione - Giorgio Simonelli 16 - La cieca di Sorrento - Nunzio Malasomma 17 - Addio mia bella Napoli - Mario Bonnard

Agli amanti del cinema segna-

liamo le locations dei più importati film girati sul territorio della Penisola Sorrentina e dei quali diamo un elenco indicando anche il nome del regista che li ha diretti.

Si tratta di possibili itinerari dove il visitatore potrà ricordare e rivivere le storie affascinanti di personaggi indimenticabili a cui hanno dato voce e corpo interpreti eccezionali come Anna Magnani, Sophia Loren, Monica

18 - Viaggio di nozze all’italiana - Mario Amendola 19 - Suonno d’ammore - Sergio Corbucci 20 - Yvonne la Nuit - Giuseppe Amato 21 - La Rossa - Luigi Capuano 22 - Neapel Sehen Und Erben - Marco Serafini 23 - Ex - Amici come prima - Carlo Vanzina 24 - Marito e moglie - Eduardo de Filippo 25 - Leoni al sole - Vittorio Caprioli 26 - Spara forte, più forte... non capisco! - Eduardo de Filippo 27 - Carosello napoletano - Ettore Giannini 28 - Scarpette rosse - Emeric Pressburger e Michael Powell 29 - Only You, amore a prima vista - Norman Jewison 30 - Alla fine della notte - Salvatore Piscicelli 31 - Che? - Roman Polansky 32 - Ballerina - Pier Paolo Pasolini 33 - Il Decameron - Pier Paolo Pasolini


SETTEMBRE 2013

35

Antonino De Angelis Vitti, Sylva Koscina, Marisa Allasio, Virna Lisi, Vittorio De Sica, Totò, Amedeo Nazzari, Rossano Brazzi, Eduardo De Filippo, Jack Lemmon, Eddy Costantin, David Hemmings, Pierce Brosnan e tanti altri ancora.

34 - Un marito per Anna Zaccheo - Giuseppe De Santis 35 - La cieca di Sorrento - Nick Nostro 36 - Chiunque tu sia - Salvatore Nocita 37 - Maruzzella - Luigi Capuano 38 - Made in Italy - Nanni Loy 39 - Un turco napoletano - Mario Mattioli 40 - Hotel Paura - Renato de Maria 41 - Ercole alla conquista di Atlantide - Vittorio Cottafavi 42 - Siamo ricchi e poveri - Sirio Marcellini 43 - I milanesi a Napoli - Enzo di Gianni 44 - La stirpe di Caino - Lamberto Benvenuti 45 - Luna Rossa - Armando Fizzarotti 46 - Chiunque tu sia - Mario Foglietti 47 - Ballata Tragica - Luigi Capuano 48 - Frammenti di paura - Richard C. Sarafian 49 - Il fascino sottile del peccato - Ninì Grassia

50 - Caruso (2011) - Stefano Reali 51 - Go Tabi Go - Peter Timm 52 - Léonide Massine. The dancing magician - Mike Steer 53 - Le avventure acquatiche di Steve Zissou - Wes Anderson 54 - Bald hairdresser (Il parrucchiere calvo) - Susanne Bier 55 - Capri (prima serie) - Enrico Oldini e Francesca Marra 56 - Il grande amore di Elisabetta Barret - Sidney Franklin 57 - The White Sister (La Suora Bianca) - Hanry King 58 - Lazzarella - Carlo L. Bragaglia 59 - Ginostra - Emanuel Pradal 60 - Se non avessi più te - Ettore M. Fizzarotti 61 - Galantuomini - Eduardo Winspeare 62 - Capo Nord - Carlo Luglio Tratto da “Sorrento Movies – il Cinema in Costiera” di Antonino De Angelis Ed. La Conchiglia 2012


36

SETTEMBRE 2013

Elvia Limón

LE ESPERIENZE DI ELVIA

U

nfortunately, just like all visitors, my time in Sorrento and Sant’Anna Institute has come to an end and I must return back home. I start my last semester of university in two weeks, so I must return and finish what I have began. After almost three months in Italy, I do not return empty handed. While yes, I am carrying immense amounts of limoncello and coffee liquor in my suitcase, what I am bringing back to Texas is much more valuable. I have learned how to

Elvia

è una studentessa americana di origini messicane, arrivata a Sorrento da Dallas, Texas. Frequenta il quarto anno alla “University of North Texas” e fra le tante attivitá, collabora come fotoreporter per il giornale della sua Università. Ha scelto Sorrento per seguire il corso di lezioni di italiano presso il “Sant’Anna Institute - Sorrento Lingue”. In questo sua seconda partecipazione con la nostra rivista ha cercato di carpire, in una sorta di intervista, le impressioni dei turisti, o comunque degli stranieri che soggiornano nella nostra terra.

Luisa

start anew in a foreign place and make the most amazing friends and contacts all in this limited amount of time. I have been at my university for almost four years, and throughout those four years I have had the same friends. I believe they are amazing people, but after the first year of adjusting to a new city I gave up on trying to meet anyone new. I blame this on being too comfortable with my environment, which can be both positive and negative. While I am happy with the life and people that I have surrounded myself with, after meeting so many people in Sorrento I must ask myself, “Have I been missing out on meeting amazing people at home?” This is why I have decided to branch out, not only within my own city, but hopefully on a wider international scale too. I highly recommend talking to locals while visiting Sorrento. I also recommend talking to people from the same country and other countries. I have learned more about the United States these three months after spending time with people from different states than from the 21 years that I have lived in Texas. I have also been fortunate enough to have meet not only many people, but many kind people. Everyone’s willingness to help me and accept me into their community almost as a family member has reminded me of why I originally chose to pursue a career in journalism. I

want to be able to not only tell people’s stories, but to remind others that it is important to care about these stories. My journalism internship at Surrentum has given me these amazing opportunities and life changing experiences, so my special thanks go to their staff and in particular to Sant’Anna Institute (www.santannainsti-

tute.com) because they made this internship possible. At the end of this journey, I can say with confidence that Sorrento is my home away from home. I have found my place and purpose. At the end of this journey, I can say with confidence that Sorrento is my home away from. I have found my place and purpose.

FOTO DI ANTONINO FATTORUSSO

THE END OF MY JOURNEY IN SORRENTO

the Garden

RISTORANTE TYPICAL LOCAL CUISINE

da Gennaro

E/7

The Garden

www.thegardenrestaurant.it

WINE BAR & WINE SHOP SHIPPING HOTEL FREE DELIVERY

ristorantethegarden@libero.it

Corso Italia, 50/52 Via Tasso, 2 SORRENTO Tel. 0818781195


SITA n MAROZZI TIMETABLE - ORARIO S.F.S.M. CIRCUMVESUVIANA INFORMAZIONI TEL. 800053939 ORARIO TIMETABLE S.F.S.M.

CIRCUMVESUVIANA INFO 800211388

SORRENTO S.AGNELLO VICO

6.03 6.01 6.27 6.25 + S. Agnello Sorrento 6.51 6.49 5.03 5.01 7.24 5.39 5.37 7.22 • 6.09 6.07 F 7.40 7.38 F • 6.27 6.25 7.57 7.55 • 6.57 6.55 8.28 8.26DD • 7.24 7.22 • 8.54 8.52F •• 7.40 7.38 9.09 9.07 • 7.57 7.55 • 9.37DD • • 9.39 8.28 8.26 10.39 10.37F •• 8.54 8.52 11.09 9.09 9.07 11.07• • 11.39 9.39 9.37 11.37• • 10.09 10.07 12.09 12.07• • 10.39 10.37 • 12.39 12.37 • 11.09 11.07 • • 13.09 13.07 11.39 11.37 • 13.27 13.25• 12.09 12.07 13.58 13.56• • 12.39 12.37 14.24 14.22 13.09 13.07 • 14.57 14.55• • 13.27 13.25 13.58 13.56 15.26DD • • 15.28 16.09 14.24 14.22 16.07• • 14.57 14.55 •• 16.39 16.37 • 15.28 15.26 DD •• 17.09 17.07 • 15.54 15.52 17.25F •• 17.27 16.09 16.07 •• 17.58 17.56••• 16.39 16.37 18.24 18.22 17.09 17.07 •• 18.57 18.55••• 17.27 17.25 19.26DD • •• 19.28 17.58 17.56 20.09 18.24 18.22 20.07••• 20.39 18.57 18.55 20.37•• 19.28 19.26 21.07DD •• 21.09 20.09 20.07 •• 21.39 21.37

C/MARE

6.12 6.21 6.36Equense 6.45 Vico 6.59 5.12 7.05 5.48 7.39 7.31 6.18 7.58 7.49 6.36 8.15 8.06 7.06 8.45 8.37 7.31 9.01 7.48 9.09 9.18 8.06 9.27 9.48 8.37 9.57 10.48 9.0110.57 9.1811.27 11.18 9.4811.57 11.48 10.1812.27 12.18 10.48 12.48 12.57 11.1813.27 13.18 11.48 13.36 12.1813.45 14.07 12.4814.15 14.31 13.1814.39 15.06 13.3615.15 14.0715.45 15.37 14.3116.27 16.18 15.0616.57 16.48 15.3717.27 17.18 16.0117.45 17.36 16.18 18.07 16.4818.15 18.31 17.1818.39 19.06 17.3619.15 19.37 18.0719.45 18.3120.27 20.18 19.0620.57 20.48 19.3721.27 21.18 20.1821.56 21.48

POMPEI

ERCOLANO NAPOLI

6.31 6.55 C/mare 7.14 5.21 5.57 7.48 6.27 8.08 6.45 8.25 7.14 8.53 7.39 9.18 7.57 9.37 8.15 10.07 8.45 11.07 9.09 9.27 11.37 9.57 12.07 10.27 12.37 10.57 13.07 11.27 13.37 11.57 13.55 12.27 14.23 12.57 14.48 13.27 15.25 13.45 14.15 15.53 14.39 16.37 15.15 17.07 15.45 17.37 16.09 17.55 16.27 18.23 16.57 18.48 17.27 19.25 17.45 19.53 18.15 18.39 20.37 19.15 21.07 19.45 21.37 20.27 22.05

6.49

7.07

37

Tel: 089 405145 www.sitasudtrasporti.it Capolinea Stazione Circumvesuviana

AUTOLINEE

Tel. 0805790111 www.marozzivt.it

• •

• • • •

n

EAV

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

n

• • •

• • •

• •

CURRERI SERVICE

• •

• •

• • •

• • •

•ALBERGHI HOTELS

• • • • • • •

• • • •

n

SERVIZIO AUTOLINEE

• = Ferma a Scrajo dal 1/6 al 30/9 + = Solo festivo - Sundays and Bank days

Nastro Verde.

goldentours international E-mail: info@goldentours.it

Sito: www.goldentours.it

HIRE OF DE-LUXE MOTORCOACHES. CAR HIRE WITHOUT DRIVER. HOTEL ACCOMMODATION IN ITALY AND ABROAD. PACKAGE TOURS FOR INDIVIDUALS AND GROUPS. EXCURSIONS - MEETINGS - INFORMATION.

... ED È SUBITO VACANZA

U F T AA F U AV A

SORRENTO

80067 SORRENTO VIA DEGLI ARANCI , 25/b TEL. 081 8781042 PBX - FAX 081 8071745

Owing to its geographic position SORRENTO has the privilege of bein one of the most important starting points for excursions throught the Campania Region such as CAPRI - POMPEI - VESUVIUS - CASERTA - NAPLES HERCULANEUM - PAESTUM - AMALFI - RAVELLO and also CASSINO - ROME ONE DAY - ROME WEEK END. Goldentours International, with a wide programme of excursions and over 40 years experience in this field, is your "best choice". "TAILOR-MADE" EXCURSIONS AVAILABLE ON REQUEST fiavet

F = Solo feriali - Working dayS DD = Direttissimo - Direct • = Ferma a Scrajo dal 1 maggio al 30 novembre •• = Ferma a Scrajo dal 1 giugno al 30 settembre

VIGORE SORRENTO ORARI IN ROSSO 7.31 7.13 Pompei Ercolano Napoli Napoli Ercolano Pompei C/mare AMALFI Vico Equense S.ORARI Agnello INSorrento Lunedi a Sabato Sat DAL 7.47 7.29 6.06 6.15 10/06/2013 5.47AMALFI 5.57 SORRENTO 6.17 5.09 F- Mon to5.28 5.31 5.49  da6.08 IN NERO5.39 6.36 6.45AL 15/09/2013 6.17 06.30 F 6.27 6.47 5.58 6.07 6.25 ORARI 6.44 8.26 8.07 FINO 06.20 7.06 G 7.15 6.57 6.47 7.17 6.28 6.09 F 6.37 6.55 7.14  Solo Venerdi, Sabato e Domenica 8.44 8.26 08.30 F 07.15 F 7.24 7.31 7.16 7.07 7.33 6.53 6.40 DD 6.55 7.13 7.32 Only Friday, Saturday and Sunday 08.30 H 9.01 8.43 08.05 G 8.15 7.47 09.00 F 7.57 8.17 7.28 7.09 • 7.21 7.36 7.46 SORRENTO TORCA 08.30 8.06 F 9.16 9.06 - ROMA 8.36 8.45 8.17 09.15 F 8.27 8.47 7.58 7.39 F• 7.48 8.07 SORRENTO 8.27 09.00 F 9.56 9.37 MASSA S.AGATA 9.01 L. 8.37 09.30 H 8.46 9.03 8.11 DD06.00 • 8.23 8.07 8.26 SORRENTO 8.44 Stazione 09.30 8.54 G 17.00 10.13 9.55 09.50 F 10.30 9.18 G 9.27 9.09 8.59 9.29 L. 8.41 8.22 • 8.25 8.43 9.02 S.AGATA MASSA E. P. Kennedy 17.15 10.43 10.25 11.00 9.36 F 9.45 9.17 10.00 F 9.27 9.47 8.39 • 06.15 8.58 8.52 9.06 VICO9.17 TORCA SORRENTO 11.30 G 11.43 11.25 10.06 10.15 9.47 10.00 H 9.57 10.17 • 06.30 9.28 9.18 9.37 C.DI 9.57 STABIA V.le9.09 Europa 17.30 10.15 F 12.15 G 05.50 F 05.15 10.36 10.45 10.27 10.17 10.47 F 9.58 9.39 • 12.13 11.55 9.37 9.55 10.14 H Tiburtina 21.00 10.47 10.30 F10.57 13.00 07.25 F 06.15 F 11.06 11.15 11.17 10.28 10.09 • 09.45 10.07 10.25 ROMA 10.44 12.43 12.25 10.30 H 13.00 F 11.36 11.45F 11.17 11.00 G11.27 11.47 10.58 10.39 • 10.37 10.55 11.14 08.05 07.00 G 13.13 12.55 13.30 F 12.06 12.15 11.57 11.47 12.17 11.28 11.09 • 11.07 11.25 11.44 08.30 F 07.45 G 11.30 G 14.05 G 13.43 13.25 ROMA - SORRENTO 12.36 12.45 12.27 12.17 12.47 11.58 11.39 • 11.37 11.55 12.14 08.50 H 08.30 F 12.00 G 14.30 G 14.13 13.55 13.06 13.15F 12.47 12.20 F12.57 13.17 12.28 12.09 • 07.00 12.07 12.25 ROMA 12.44 09.30 09.10 G 15.30 G Tiburtina 15.00 14.32 14.12 13.36 13.45 13.17 12.30 G13.27 13.47 12.58 12.39 • 12.37 12.55 13.14 16.00 G 10.10 G 10.25 F 14.46 14.36 STABIA V.le Europa 18.15 13.47 13.00 F13.57 16.30 F 14.06 14.15F 14.17 13.28 13.09 • 10.15 13.07 13.25 C.DI13.44 11.00 11.10 G G 15.27 15.09 17.00 F 14.24 14.31 14.16 14.33 13.41 DD10.30 • 13.53 13.37 13.55 VICO 14.14 E. P. Kennedy 18.30 14.07 13.30 12.15 G 12.15 F 17.00 H 16.01 15.43 15.06 15.15 14.47 14.00 F14.57 15.17 14.28 14.09 •• 13.55 14.13 14.32 13.15 F 13.15 G G 19.00 15.17 14.00 H15.27 17.30 15.36 15.45 15.47 14.58 14.39 •• 10.45 14.22 14.36 SORRENTO 14.47 Stazione 16.16 16.06 13.15 H 14.25 G 14.30 F 18.00 G 15.54 16.01G 15.37 15.30 H15.46 16.03 15.11 DD •• 15.23 14.48 15.07 15.27 17.13 16.55 14.00 15.25 F 18.15 F 16.18 16.27F 15.59 15.30 F16.09 16.29 15.22 F •• 15.41 15.25 15.43 16.02 17.43 17.25 15.00 15.35 F 18.30 F CONSORZIO 16.36 16.45 16.27 16.17 16.47 15.58 15.39 •• 15.52 16.06 16.17 16.00 F 19.00 G 18.13 17.55 15.30 F 16.00 G 17.06 17.15 16.47 16.00 H16.57 17.17 16.28 16.09 •• CAMPANIA 16.18 16.37 16.57 UNICO 20.00 G 16.15 G 17.00 H 18.32 18.12 17.36 17.45 17.17 16.30 G17.27 17.47 16.58 16.39 •• 16.37 16.55 17.14 CALL CENTER 21.00 G 17.00 F 17.05 F 18.46 18.36 18.06 18.15 17.47 17.00 G17.57 18.17 17.28 17.09 •• 17.07 17.25 17.44 800053939 23.00 F 17.10 H 18.00 G 19.27 19.05 18.24 18.31 18.07 18.00 F18.16 18.33 17.41 DD •• 17.53 17.37 17.55 18.14 18.00 G 19.20 G 20.01 19.43 19.06 19.15 18.47 19.00 G18.57 19.17 18.09 •• 17.55 18.13 POMPEI 18.32 - VESUVIO e18.28 vv. 19.15 G 20.05 19.45 F 20.16 20.06 19.36 19.45 19.27 Via S. Agnello/Meta 19.17 19.47 F 18.58 18.39 •• 18.22 18.36 POMPEI 18.47 (Piazza Anfiteatro) 21.05 19.54 20.01G 19.37 20.00 G19.46 Via Priora/S.Agata 20.03 19.11 18.48 19.07 VESUVIO 19.27(1.000 21.13 20.55 Arrivo/Partenza m.) DD •• 19.23 21.00 F 23.00 20.36 20.45G 20.47 19.58 13,00 20.17 22.00 F20.27 Via Massa/S.Agata 19.39 11,20 12,10 19.25 19.43 08,00 20.02 a/da Torca 21.43 21.25 09,40 10,30 21.06 21.15 20.57 20.47 21.17 20.28 20.09 19.52 20.06 13,5020.17 22.13 21.55 14,40 15,30 CANTONE 21.36 21.45 21.27 21.17 21.47 20.58 20.39 20.37 20.55 VESUVIO 21.14(1.000 m.) POMPEI SORRENTO SORRENTO TORCA 22.39 22.22 20.39 20.37 22.06 22.15 21.57 21.47 22.17 21.28 20.48 21.09 20.57 21.07 21.25 21.44 SORRENTO Anfiteatro) CANTONE 21.09 POMPEI 21.39 21.07 22.36 22.45 22.27 S.AGATA 22.17PRIORA 22.47 21.58 21.18C/MARE 21.27 21.37 SORRENTO 21.55 (Piazza 22.14 NAPOLI ERCOLANO VICO S.AGNELLO 09,00 10,40 11,30 12,20 13,10 14,00 07.50 F 06.55 F 21.39 22.09 21.37 23.06 23.15 22.57 22.47 23.17 22.28 21.48 21.57 22.07 22.25 22.44 S.AGATA PRIORA 6.09 6.28 6.47 7.17 6.57 7.06 7.15 07.50 H 16,40 17,40 09.00 G 22.27 22.39 22.25 23.36 23.45 23.27 23.17 23.47 22.58 22.36 7.15 22.45 22.55 23.12 14.55 23.31 6.40 6.53 7.05 7.32 7.23 7.30 08.50 G TORCA SORRENTO 10.20 F 23.28 23.26 23.37 23.45 6.44 F 7.02 7.22 7.52 7.31 7.40 7.50 SORRENTO - NAPOLI e vv. 10.10 F 11.30 F 06.50 F 06.00 F SORRENTO - NAPOLI 7.09 • 7.28 7.47 7.57 8.0615 Europa 8.15 Palace 8.17 15.00 F 0818781501 C/9 (Circum)52 Del Corso 0818073157 07.50 HD/7 06.45X FVue d Or11.30 F 0818073153 23.00 - 04,30 (fer.) – 04.50 13.00 F 7.39 F 8.47 7.58 8.17 8.27 8.3616 Flora 8.45 16.00 F D/12 08.05 FD/4 07.2050 FZi Teresa 0818784619 0818782520 D/12 Del Mare 0818783310 NAPOLI - SORRENTO32(Circum) 14.00 F 8.11 • 9.03 8.23 8.36 8.46 8.54 9.01 16.30 F 08.50 GD/9 08.10 G ▲ Gran Paradiso 0818073700 0818781909 14.50 F 22,40 (diretto) - 22,5033 Eden 8.39 • 8.58 9.47 9.17 9.27 9.36 9.45 09.00 + F 08.45 G 17 Hilton 0818784141 G/6 ▲ Eliseo Park s 0818781843 15.15 F ★★ 9.09 • 10.17 9.28 9.47 9.57 10.06 10.15 09.15 + F 09.05ALBERGHI F via S. Agata 0818782588 D/6 34 Floriana Park 0818781804 9.39 • 10.47 9.58 10.17 10.27 10.3618 Tramontano 10.45 ALBERGHI ★★★★★ 09.30 + HD/12 10.00▲ FAngelina16.15 G 0818782901 18.00 F 19 Johanna Park 0818072472 F/3 ▲ Florida 0818783844 • 11.17 10.28 0818782933 10.47 10.57 11.06 11.15 10.00 + G 10.2051 + FAstoria ▲ 10.09 Cocumella 0818074030 D/7 21.05 F Solara 0815338000 35 Gardenia 0818772365 10.10 FC/13 10.3053 HDesir e (Garn • Vittoria 11.47 10.58 0818071044 11.17 11.27 11.36✱ La11.45 01 10.39 Excelsior C/8 ) 0818781563 C/2 0818072050 10.30 + FC/14 10.5557 FLoreley F = FERIALE 36 Girasole 0818073082 • Syrene 12.17 11.28 0818781024 11.47 11.57 12.06▲ Majestic 12.15 Palace 06 11.09 Bellevue D/6 0818073187 B/10 Tel. 0818015420 11.00 + GC/8 11.30 G G = GIORNALIERO 0818781352 12.47 12.17 12.27 12.36▲ Mediterraneo 12.45 37 Il Faro 0818781390 ▲ 11.39 La Pace 11.58 0818074775 59 Savoia 0818782511 F/9 www.curreriviaggi.it 11.30 + G 11.50 + G H = FESTIVO 0818784844 D/10 13.17 12.28 0818784644 12.47 12.57 13.15 X Il Nido 0818782766 22 12.09 Parco•Principi A/13 13.0620 Michelangelo City 0818772210 D/9 12.00 + F 12.10 60 FSorrento S = SCOLASTICO 12.39 13.47 12.58 13.17 13.27 13.3621 Miramare 13.45 0818072524 C/2 54 La Badia 0818781154 D/3 SORRENTO NAPOLI 12.15 F 12.20 F 13.09 • 14.17 13.28 13.47 13.57 14.06▲ Parco 14.15 del Sole 0818073633 38 La Meridiana 0818073535 C/10 12.30 + G 12.50ALBERGHI G STAZIONE AEROPORTO 0818781153 ALBERGHI ★★★★14.06 14.16 14.2423 President ★ 14.33 13.41 • 13.53 14.31 0818782262 F/4 56 La Tonnarella 13.00 + FC/2 13.00 G ▲ 14.09 Alpha• 0818781812 C/2 NAPOLI 15.17 14.28 0818782033 14.47 14.57 15.0624 Riviera 15.15 0818072011 B/11 13.15 F 13.3561 + GElios X SORRENTO La Pergola 0818782626 02 14.39 Ambasciatori B/11 0818782916 E/11 • 14.58 0818782025 15.47 15.17 15.27 15.3625 Royal 15.45 AEROPORTO 0818073434 C/10 13.30 + GF/8 14.00 62 FLinda 39STAZIONE Leone 0818782829 03 15.11 Aminta F/2 • 16.03 15.23 0818781821 15.36 15.46 15.5426 Vesuvio 16.01 0818783665 C/10 14.00 FD/1 14.2063 + HMara 0818782645 D/1 40 Metropole 0818782123 06,30  08,00 09,00  10,15 • Mura 15.58 0818073523 16.17 16.27 16.36▲ Villa 16.45 04 15.39 Antiche E/8 0818073824 15.15 F 14.4064 FMignon Every 20 Garden 16.47 0818781387 minutes E/7 07,30  09,00 ▲ Londra 0815329554 10,00  11,15 17.17 • Palace 16.28 0818073149 16.47 16.57 17.0641 Minerva 17.15 ✱ 16.09 Atlantic 15.30 + F 15.2565 + GNice 0818781650 D/9 0818781011 08,30D/3  10,00 4211,00  12,15 Plaza 0818782831 E/8 16.39 17.47 16.58 17.17 17.27 17.36 17.45 15.30 H 16.00 + H 05 Bel Air 0818071622 C/3 LINEA A Suites 0818782904 09,00C/11  10,30* 4312,00  13,15 0818782722 Regina 16.15 GD/5 16.50 + G 17.28 0818784522 18.17 17.47 17.57 18.0658 Rota 18.15 07 17.09 Bristol• D/3 M. LUBRENSE 10,30D/3  12,00 4413,00 55 La18.31 Minervetta18.33 0818774455 CAMPINGS & VILLAGGI  14,15 17.00 + GE/5 17.05 F Rivage 0818781873 17.41 • 17.53 18.06 18.16 18.24 08 Capodimonte 0818784555 E/4 CAPO SORRENTO 12,00  13,30 4514,30  15,45 & 17.45 + GC/3 17.50Santa + F Fortunata • 18.28 0818782955 18.47 19.17 18.57 19.06 19.15 Settimo Cielo 0818781012 META e viceversa ▲ 18.09 Caravel 13,00  14,30 18.00 F 18.20 + F 15,30  16,45 Campogaio 0818073579 D/1 • Int. 18.58 0818072669 19.47 19.17 19.27 19.36ALBERGHI 19.45 ★★★ 46 Tirrenia 0818781336 E/5 09 18.39 Carlton D/8 LINEA 0818781344 B Circolare 14,00  15,30 18.30 F 18.50 + G d Argento 16,30  17,45 Nube • 20.03 19.23 0818073330 19.36 19.46 20.01 47 Tourist 0818782086 D/11 19.50 + G 0818781076 C/3 SORRENTO (Porto) E/4 10 19.11 Central C/13 19.5427 Admiral 19.00 + G 15,00  16,30 18,00  19,30 Villaggio Verde 0818073258 19.58 0818782700 20.47 20.17 20.27 20.3628 Ascot 20.45 SORRENTO (Stazione)G/10 Villa di Sorrento 0818781068 0818783032 11 19.39 Cesare Augusto E/9 19.15 FE/8 20.20 + G 16,30E/5  18,00 4819,30  20,45 Giardino Esperidi 0818783255 ▲ 20.09 21.17 20.28 0818071621 20.47 20.57 21.0629 Britannia 21.15 LINEA C X Villa Fiorita 0818780003 0818782706 D/2 20.00 + G 20.40 F 12 Conca Park F/5 Fermate a: S. Agnello (Piazza Municipio) 20.39 20.58 21.47 21.17 21.27 21.3630 Capri 21.45 SORRENTO (Porto) 20.15 G 21.20 + G 0818073063 0818781251 D/10alla Siesta) ✱ Villa Gerardo 13 Continental 0818072608 D/6 Piano (vicino 21.09 22.17 21.28 21.47 21.57 22.06 22.15 S. AGNELLO e viceversa 21.00 + G 22.20OSTELLO + G Meta (chiesa 0818071069 0818073166 D/1 del Lauro) ✱ Villa Igea ▲ 21.39 Corallo 22.47 21.58 0818073355 22.17 22.27 22.3631 Cavour 22.45 Vico Equense (uff. Curreri a. / Stazione r.) 21.05 F 00.20Le + GSirene LINEA 0818072925 D Circolare D/11 Margherita 0818781381 ▲ Club 0818781127 ▲ Cristina 0818074244 Castellammare di Stabia ▲ (villaVilla Stabia) 22.00 + F a2da Torca MARINA0818785568 GRANDE ▲ Solo = Direttissimo - Direct * Ferma anche a Pompei 49 c/o Hotel 14F =De Laferiali Ville- Working days 0818782144 C/11 ✱ Dania 0818073572 Massa (S. Agnello) Villa Vittoria Maria - 09,45 0818781966 F/5 + a/da Bivio 00.45 F

F/7

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 20 agosto 2013 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano stati, nel frattempo, variazioni di orario.

n

SETTEMBRE 2013


38

SETTEMBRE 2013 PY CO GIO EE G FR MA O

PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA - Anno XXXII Editrice SURRENTUM sas

N. 7 AGOSTO 2013

Dir. Resp. Antonino Siniscalchi - Aut. Trib. Napoli n. 3104 del 15/4/1982 - Stampa La Sorrentina

Foto di Gaetano Ercolano

SURRENTUM insieme agli orari che sono comunicati direttamente dalle compagnie di trasporto e aggiornati al 20 agosto 2013 pubblica anche il loro recapito telefonico a cui si prega fare riferimento per assicurarsi che non vi siano stati, nel frattempo, variazioni di orario.

www.surrentum.com www.surrentum.net

PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA

Aut. Trib. NA n. 3104 del 15.04.’82

Editrice Surrentum

Viale Montariello, 8 Sorrento www.surrentum.com www.surrentum.net mail: redazione@surrentum.net Direttore Responsabile: Antonino Siniscalchi antonino.siniscalchi@tin.it In Redazione: Luisa Fiorentino e Mariano Russo Hanno collaborato: Cecilia Coppola Nino Cuomo Antonino De Angelis Giuliana Gargiulo Elvia Limón Filippo Merola Paolo Scibilia Annarita Siniscalchi Fondazione Sorrento In copertina LA PENISOLA AL TRAMONTO Foto di Rino di Noto

Pubblicità e Informazioni: Tel. 334 838 5151 mariano@surrentum.net Stampate 12.000 copie Tip. La Sorrentina Tel. 0818785988 gaetano.ercolano@tin.it Distribuzione a cura di TNT Viale Nizza - Sorrento tel. 0818071116 Le collaborazioni alla rivista sono completamente a titolo gratuito

o

ALISCAFO HYDROFOIL

AZIENDA (C/8) AUTONOMA DI SOGGIORNO E TURISMO

GESCAB - www.gescab.it Tel. 0818071812 - 0815329071

SORRENTO - CAPRI 07,15* 08,10 08,30 09,15 09,40 09,50 11,45 13,30 13,50 16,10 16,45 17,45 CAPRI - SORRENTO 07,35** 08,00* 08,55 10,20 11,20 11,40 13,50 15,15 15,35 16,20 17,15 17,45

09,15 09,25 12,10 13,00 15.55 16,05 18,30

SORRENTO - NAPOLI 07,20 08,10 10,00 12,00 14,00 16,25 18,45 NAPOLI - SORRENTO 09,00 11,00 13,00 15,05 17,15 18,25 19,30

NAVE VELOCE FAST FERRY

CAREMAR - Tel. 0818073077

19,25 18,45

info point Piazza Tasso

(vicino alla Chiesa del Carmine)

10.00 - 13.00 e 16.00 - 21.00. Porto di Sorrento 9 - 16.00. Parcheggio A. Lauro 10.00 - 13.00. Stazione Circumvesuviana 10.00 - 13.00 e 15.00 - 19.00.

Circolo dei Forestieri

Sorrento

POLIZIA - POLICE Pronto Intervento 113

Sorrento

0818073111

0818075311

POMPIERI 0818711222 EMERGENZA MEDICA 118 GUARDIA MEDICA Sorrento/Meta

0815331111

Cappiello Mario Isola Angela Celentano M. Coda F. fisioterapista

0818781439 3395001550 3381215468 3398791804

Sorrento S. Agnello

0815335111 0815332111

Sorrento S. Agnello TAXI Sorrento S. Agnello S. Agata

0818074433 0815332205 0818782204 0818781428 0818780509

Call center

848888777

Via De Maio - Tel. 0818781349

Ufficio Marittimo 0818073071 Soccorso 1530

22/9 - 20/10

Trenitalia

147888088

Sorrento S. Agnello

0818781495 0818781870

08.30am/08.00pm Mon/Fri 09.00am/08.00pm Sat Sun 09.00am/01.00pm

9

TURNO FESTIVO FARMACIE - CHEMISTS

Via degli Aranci - Tel. 0818772310

* Feriale - Not on sunday - (vC) = via Capri ** Escluso sabato e Domenica Not on Saturday and Sunday

CARABINIERI Pronto Intervento 112

RUSSO (D-11)

SORRENTO - POSITANO/AMALFI 10,30 15,30 AMALFI - SORRENTO 11,35 16,35 POSITANO - SORRENTO 12,00 17,00

SORRENTO - CAPRI 07,45 09,25 14,30 CAPRI - SORRENTO 07,00 08,40 13,35

08.30/20.00 dal lunedi al venerdì Sabato 09.00/20.00 Domenica: 09.00/13.00

1/9 - 29/9

SORRENTO - ISCHIA 09,30 ISCHIA - SORRENTO 17,25

%

Sorrento - S. Agnello Via L. De Maio, 35 80067 SORRENTO Tel. 081/8074033 Fax 081/8773397 www.sorrentotourism.com

08,45 08,55 10,45 11,25 14,25 15,45

NUMERI UTILI USEFULL NUMBERS

8/9 - 6/10

ALFANI (E-7)

Corso Italia - Tel. 0818781226

15/9 - 13/10

FARFALLA (D-8)

LIMONE (E-7)

Corso Italia - Tel. 0818781174

TURNO FESTIVO CARBURANTI 1/9 - 29/9 GRUPPO D

TOTAL - C.so Italia Sorrento ESSO Sant’Agnello ESSO Piano di Sorrento

8/9 - 6/10

GRUPPO A

Q8 - Via Aranci Sorrento AGIP - C.so Italia S. Agnello I.P. - Via dei Platani Piano ESSO - L. Parsano Sorrento

15/9 - 13/10 GRUPPO B

ESSO - C.so Italia Meta Q8 - C.so Italia Piano Q8 - Sant’Agnello ESSO - C.so Italia Sorrento TOTAL - Capo di Sorrento

22/9 - 20/10 GRUPPO C

AGIP - C.so Italia Sorrento I.P. - C.so Italia S. Agnello ESSO - C.so Italia Piano I.P. Meta

via Luigi De Maio, 35 SORRENTO - tel. 0818773263 Entrance on the road going down to the port

C/8

INFERMIERI

MUNICIPIO - TOWN HALL VIGILI URBANI

AEROPORTO - AIRPORT PORTO - HARBOUR

FERROVIE - RAILWAYS POST OFFICE

Viaggiare Informati 1518

ORARIO S. MESSE HOLY MASS TIMETABLE S. Francesco 8.30 -11.30 ENGLISH MASS (July-August) Saturday 6.30 p.m. (Vigil Mass) Sunday 10,00 a.m. - 6.30 p.m. S. Antonino 8.00 - 10.00 - 11.30 Cattedrale 8.30 - 11.00 -18.00 - 19.30 Santuario della Madonna del Carmine 9.30 - 10.45 - 11.45 - 19.00 SS. Rosario 8.45 Annunziata 9.45 9.30 Chiesa dei Servi di Maria 9.00-11.00-19.00 N.S. di Lourdes S. Lucia 7.00 - 9.00 - 19.00 S. M. delle Grazie 7.30

Chiesa Evangelica Evangelical Church

Via Fuoro, 77 - Sorrento DOMENICA/SUN 10.30 MERCOLEDI/WED 19.00


Vizi

Shipping

Sfizi

Hotel Free Delivery

&

Free Tasting

Foto e Grafica: Virtual Trends s.r.l. - Sorrento

BELGARBO

Wine Shop Typical Italian Products Souvenirs

www.vizisfizi.com Sorrento, Via Fuoro 22 | info@vizisfizi.com | (+39) 081 8773854

E/7


32

APRILE 2012

Surrentum - Settembre 2013  

Il numero di Settembre 2013

Advertisement