Page 1

PY CO GIO EE G FR MA O

MARZO 2012

PERIODICO DI INFORMAZIONE TURISTICA - Anno XXXI Editrice SURRENTUM sas

N. 2

1

MARZO 2012

Dir. Resp. Antonino Siniscalchi - Aut. Trib. Napoli n. 3104 del 15/4/1982 - Stampa La Sorrentina

SPECIALE faunonotteclub

www.surrentum.com www.surrentum.net


2

MARZO 2012

FAUNO NOTTE CLUB

IL CUORE THE BEAT BATTE ANCORA GOES ON Interview of Matteo Maretti

Intervista di Matteo Maretti

Raccontaci di te. . .

Luigi, in this work are above all passion and the spirit of sacrifice. The results are not always immediate: you need to be patient and believe to the very end. These are the same values that I try to transmit to my children today.

Sorrentino di nascita, ho ereditato dalla mia famiglia la passione per l’arte che mi ha portato ad investire tutto per il teatro, il cinema e lo spettacolo. I Mastellone sono imprenditori nel campo dello spettacolo sin dagli anni ‘20 ed i valori più importanti che mi sono stati trasmessi da mio padre Luigi in questo lavoro sono soprattutto la passione e la spirito di sacrificio. I risultati non sempre sono immediati: bisogna saper attendere e crederci fino in fondo. Questi sono gli stessi valori che cerco oggi di trasmettere ai miei figli. Sei sposato? Hai bambini? Sono sposato da 15 anni con Lisa Cheruseo ed ho due figli: Luigi di 13 anni dj per passione e Francesca di 11 anni. Raccontaci la storia del Fauno: chi è passato in questo storico locale? Il Fauno Notte fondato da Franco Jannuzzi negli anni ‘50 ha rappresentato un punto di ritrovo e di divertimento sia per la discoteca che per lo spettacolo folkloristico della tarantella per migliaia di sorrentini e turisti. Locale storico al centro di Sorrento sono passati per qui molti attori e registi famosi e da qui Lucio Dalla ha mosso i primi passi col suo gruppo: I Flipper.

Are you married? Do you have children? I have been married to Lisa Cheruseo for 15 years and I have 2 children: Luigi 13, passionate DJ and Francesca 11.

I Titolari del Fauno Notte Club Maurizio Mastellone e Lisa Cheruseo Fauno Notte Club owners Maurizio Mastellone and Lisa Cheruseo

Perché hai scelto Beppe Riboli per il rifacimento del tuo locale? Il mio desiderio ed obiettivo è di riportare il Fauno agli albori di un tempo quando questo locale era ad altissimo livello ed ambito dalla miglior clientela nazionale ed internazionale. continua a pag. 4

T

ell me something about you. . . Sorrentine by birth, I inherited from my family my passion for art which led me to invest everything in theatre, cinema and show business. The Mastellone family have been in the business of show business since the 20s and the most important values passed on to me by my father,

SPECIALE faunonotteclub

Tell un a little about the history of Fauno: who has frequented this historical venue? Fauno, founded by Franco Jannuzzi in the 50s represented a fun meeting point both for the disco and the Tarantella folklore show for thousands of Sorrentines and tourists. Many famous actors and directors have passed through this historical venue and it was from here that Lucio Dalla took his first steps towards fame with his band The Flippers. Why did you choose Beppe Riboli for the facelift of your club? My wish and my objective is to return Fauno to a time when this club was at its highest level and was favored by the top clientele both national and international. It was for this reason that I chose to contact the European number one in the world of nightclubs: architect Beppe Riboli. follows to pag. 4


MARZO 2012 L’ingresso del Fauno Notte Club in una immagine degli anni 60 The entrance to Fauno Notte Club in an image from the 60s

SPECIALE faunonotteclub

3


4

MARZO 2012

FAUNO NOTTE CLUB from pag. 2

continua da pag. 2 È per questo motivo che ho deciso di contattare il numero uno in Europa come designer del mondo della notte: l’architetto Beppe Riboli. Da subito con lui si è instaurato un rapporto di amicizia e di stima. Una persona straordinaria, un professionista capace di stupire con la sua genialità. Una fortuna per me averlo incontrato. I lavori sono stati eseguiti perfettamente dalla società di costruzione Co.ge.ma s.r.l. di Aldo Mazzola che si è distinta in penisola per la serietà e la capacità di lavoro, e un grazie và ai suoi collaboratori: il geometra Nunzio Esposito e Polimene Francesco che hanno seguito passo passo, minuziosamente in prima persona i lavori, affiancando con professionalità l’architetto Beppe Riboli e tutto il suo staff. Cosa avrà di particolare il locale? Potremmo parlare di un locale “polivalente”. Dalla discoteca al pianobar dunque, l’offerta abbraccerà tutti i gusti e le esigenze. Ma il Fauno rappresenterà anche un punto di ritrovo, aggregazione e condivisione per i giovani (e non solo). Perché un sorrentino si mette a rifare un locale storico di Sorrento come il Fauno Notte? Il Fauno Notte ha sempre rappresentato un locale speciale nel mio cuore perché ad esso sono legati i momenti più belli ed indimenticabili della mia giovinezza. Il Fauno è nel cuore dei Sorrentini ed è proprio nel cuore di Sorrento che si trova.

Questo è il messaggio che il bravo Creative Director Nicola Ratti, che affianca nei suoi lavori l’architetto Beppe Riboli e che seguirà le prossime iniziative, ha trasmesso nella pubblicità per la nuova apertura. Quali sono i tuoi progetti futuri? L’apertura di un locale non è che l’inizio di un percorso. Ho gestito il Fauno per un lungo periodo, fino al 1998. Nel riproporlo mi rendo conto che il mondo della notte è molto cambiato. La mia idea è quella di riabituare i giovani a vivere la discoteca come un luogo dove incontrarsi e divertirsi con gli amici, un posto dove si passa la serata in allegria, ballando, corteggiando una donna, sorseggiare un drink di qualità ed uscire non straniati ma pronti per concludere la serata in modo piacevole. Nei progetti c’è inoltre quello di continuare il lavoro intrapreso col Teatro Tasso, che attualmente è uno dei pochi teatri in Italia con più di 200 rappresentazioni all’anno del Sorrento Musical, spettacolo che ogni sera coinvolge ed entusiasma il pubblico sia italiano che straniero. Lo show viene migliorato ogni anno e portato in tournée anche all’estero facendo conoscere così le nostre tradizioni ad altri paesi; c’è poi un progetto per il Cinema Teatro Armida che spero possa realizzarsi al più presto.

Immediately with him has established a relationship of friendship and esteem. Professional and able to impress with its brilliance. Lucky for me meeting him. The works were carried out perfectly by Aldo Mazzola’s construction company Co. Ge. Ma Srl which distinguishes itself in the peninsula for seriousness and capability. A thanks also goes to surveyor Nunzio Esposito and Polimene Francesco who followed minutely step by step the work, alongside architect Riboli and all his staff. What will be particular about this club? We can talk about a club which is polyvalent. From the discotheque to the piano bar, we will cater to all tastes and requirements. But Fauno will also represent a meeting point, getting together and sharing for young people (and not only). Why has a Sorrentine decided to revamp a historical venue in Sorrento like the Fauno Notte? The Fauno Notte has always been close to my heart because the most wonderful and unforgettable moments of my youth are linked to it. Fauno is in the hearts of all Sorrentines and its right in the heart of Sorrento that you find it. This is the message

that fabulous Creative Director Nicola Ratti, whose works are aligned with Riboli’s and who will follow future initiatives, has transmitted in the publicity for the new opening. What are your future projects? The opening of a club is only the beginning of the voyage. I have managed Fauno for a long time, since 1998. In re-proposing the venue I realize that a lot has changed in the world of night clubs. My idea is to re-accustom young people to experiencing the club as a place to meet and have fun with friends, a place to spend a lively evening, dancing, chatting up a girl, sipping a quality drink end leave, not drunk but ready to finish the evening agreeably. In our projects there is also the continuation of works undertaken with the Tasso Theatre, which is currently one of the few theaters in Italy with more than 200 representations a year of the Sorrento Musical, a show which captures and enthuses the public, both Italian and foreign. The show in improved every year and is also toured abroad presenting our traditions to other countries; there is also a project for the Armida Cinema Theatre which I hope can be completed as soon as possible.

Maurizio Mastellone e Beppe Riboli

SPECIALE faunonotteclub


MARZO 2012

Fauno Notte Club Da 50 anni nel cuore di Sorrento Fauno Notte Club 50 years in the heart of Sorrento

SPECIALE faunonotteclub

5


6

MARZO 2012

SPECIALE faunonotteclub


MARZO 2012

SPECIALE faunonotteclub

7


8

MARZO 2012

BEPPE RIBOLI

IL DESIGN SOVVERSIVO SUBVERSIVE DESIGN

Beppe Riboli con Milla Jas - Beppe Riboli with Milla Jas

Manipola le geometrie e si prende gioco dei volumi, sem- Manipulates geometry and plays with volumes, simply, as he plicemente, come dice lui, “Progetto Luoghi”. Beppe Riboli è una delle firme più innovative del design contemporaneo; vincitore di numerosi premi (tra cui, per sei anni consecutivi, quello di miglior progettista di locali notturni), è protagonista di una monografia pubblicata da Skira, “L’Architettura della notte”. La ricerca progettuale, “nella logica del bello ed emozionante”, prende forma in clubs, hotel, ristoranti, concept stores, pensati per lasciare a bocca aperta. «Lo so, sono un visionario » dice di sè. Vive a Crema, in una casa-bottega del Seicento, avvolto dall’arte, tra affreschi antichi, schizzi e plastici su tavoli e pareti, dove «nel silenzio architetti ed artisti lavorano sui temi dell’architettura e del design, nella logica del bello e dell’emozionante». «Vivo un po’ in giro per il mondo, tra aerei ed hotel, Istanbul, Mosca, New York, Formentera, Napoli. Questa è la mia vita e quello che vedo mi piace ». È conosciuto come ‘il grande sovversivo del design italiano’: tra i suoi Concept recenti Affresco,“una boutique del gelato pensata come una galleria d’arte”, Rossopomodoro,”un Concept nella stazione centrale di Milano, un’ opera dedicata a Claes Oldeburg, una pizzeria-scultura”.

says, “I plan places”. Beppe Riboli is one of the most innovative names of contemporary design; winner of numerous awards (among which, 6 times winner as best designer of night venues), he is the subject of a monograph published by Skira, “architecture of the night”. The project research “the logic of the beautiful and exciting” takes shape in clubs, hotels, restaurants and concept stores envisioned to drop jaws. “I know, I’m a visionary” he says of himself. He lives in Crema in a 1600s house-workshop, surrounded by art among antique frescoes, sketches and plastics on surfaces and walls where “in silence architects and artists work on themes of architecture and design, in the logic of the beautiful and the exciting”. “I live a bit all round the world, between airplane and hotel, Istanbul, Moscow, New York, Formentera, Naples. This is my life and I like what I see”. He is know as “the great subversive of Italian design” among his recent concept frescoes “an ice cream parlor conceptualized as an art gallery”, Rossopomodoro “a Concept in Milan Central Station, an opera dedicated to Claes Oldeburg, a pizzeriasculpture”.

SPECIALE faunonotteclub


MARZO 2012 Da poco ha inaugurato il Billionaire di Istanbul, per Flavio Briatore, «interamente basato su una rivisitazione degli stilemi architettonici dell’Oriente» . Quanto alla sua attività di docente a Naba, la Nuova Accademia delle belle Arti di Milano, Riboli spiega: «Mi piace l’idea di donare il mio sapere e la mia creatività ai giovani studenti, è un atto di riconoscenza verso la vita e verso Dio”. Tra i personaggi con cui ha incrociato la propria strada, Riboli cita fra i più geniali Alessandro Guerriero (creatore di Memphis, che lo ha voluto fortemente a Naba) ed Oliviero Toscani: «Un grande artista, vulcanico, con una visione delle cose unica e meravigliosa: è stato lui nel 1999 ad assegnarmi l’incarico di direttore del design a Fabrica di Luciano Benetton». A brevissimo, l’apertura della Discoteca Fauno Notte a Sorrento. Dice Riboli “ Per fare un grande progetto è necessaria una alchimia particolare: la location, Sorrento una città magica, la adoro, lo spazio, molto interessante, il committente, Maurizio, una persona straordinaria dalla sensibilità artistica molto forte”. Qualche anticipazione sul Progetto? “uno spazio complesso, a strati, dove convivono la logica del Club, dell’arena, dello spettacolo, con un attenzione particolare alla scenografia ed all’uso di tecnologie d’avanguardia”.

9

Recently he inaugurated “Billionaire” in Istanbul, for Flavio Briatore, “entirely based on a revisitation of the architectonic stylemes of the Orient”. As for hi activities as teacher at Naba, the New Academy of Fine Arts Milan, Riboli explains “I like the idea of donating my knowledge and my creativity to the young students, its an act of recognition towards life and towards God”. Among the people who he has crossed paths with, Riboli cites among the most genial “Alessandro Guerriero (creator of Memphis, who he desperately wanted at Naba) and Oliviero Toscani: “ A great artist, volcanic, with a marvelous and unique vision of things: it was he who in 1999 assigned me design director at Benetton” And shortly, the opening of the Fauno Notte Club in Sorrento. Riboli says “to create a great project there must be a particular alchemy: the location, Sorrenta is a magic city, i adore it, the space, very interesting, the commissioner, Maurizio, a fantastic person with very strong artistic sensitivities”. Any hints about the project? “a complex space, layered, where the logic of the club, the arena and the show co-exist, with particular attention to scenography and the use of avantgarde technologies.”

1

2

3

4

5

6

1. Billionaire Club Istanbul - Istanbul - Turkey 2. Forte Fortissimo - S. Margherita di Pula (CA) -Italy 3. Tipic - Formentera - Spain 4. Occhi Occhi Oh - Napoli - Italy 5. Mo. oM Hotel Motel - Busto Arsizio (VA) - Italy 6. Q-i Clubbing - Erbusco (BS) - Italy 7. Multisala Porta Nuova - Crema (CR) - Italy

SPECIALE faunonotteclub

7


10

MARZO 2012

Render della sala principale - Rendering of the main area

SPECIALE faunonotteclub


MARZO 2012

SPECIALE faunonotteclub

11


12

MARZO 2012

BEPPE RIBOLI INTERVISTA

IL DJ MAX ZOTTI

piro, si alza nel pomeriggio, va a letto all’alba, tu invece? Com’e? A differenza dei vampiri di turno io da sempre sono una persona molto operativa quindi sveglia la mattina alle 9 e inizio a lavorare con la comunicazione sul web per poi passare in studio di registrazione il resto della giornata a sperimentare e preparare nuovi progetti. Discoteche luoghi demonizzati, polizia, patenti, punti, quale il tuo punto di vista? Personalmente sono per i controlli in generale volti alla sicurezza di tutti ma non condivido l’accanirsi sulla vita notturna come se fosse l’unica piaga sociale.

C

ome nasce Max Zotti d. j. ? Inizia la mia passione per la musica e per la consolle nel 1985 ...dopo un anno divento resident di una piccola discoteca della mia citta’ per poi passare alla consolle del FAUNO NOTTE CLUB storico locale di Sorrento, meta di grandi artisti dello show business internazionale, situato sotto la Piazza centrale della citta’, dove e’ stata fatta la mia “gavetta “ per piu’ di dieci anni.

Tu suoni in tutto il mondo. Com’e suonare per i cinesi? Fai la stessa musica che faresti qua o cambi? Da piu’ di tre anni ,grazie ad una serie di Hit arrivate nel tempo, giro il mondo e ogni paese ha le sue tendenze musicali anche se io porto il mio sound indistamente dal luogo. Qual’e la tua giornata tipo? Uno si immagina un famoso Dj un po’ come un vam-

La tua esperienza come produttore, ci racconti? Da 20 anni circa mi occupo di produzioni musicali. Ho collaborato con le piu’ grandi label e major Italiane, da sette anni sono nel Team della Net’swork records ed e’ con loro che e’ arrivato il grande successo nel 2007 con il progetto diventato Hit mondiale “SIDEKICK - DEEP FEAR” che ha cambiato la mia vita artistica. In questi ultimi anni sono seguite varie Hit MAX ZOTTI - SHIVER, MAX ZOTTI KABIRIA - MAX ZOTTI - I’M A STARCHILD e una serie di remix per artisti internazionali del calibro di STEVE ANGELLO (SWEDISH HOUSE MAFIA) - DEADMAU5 il tutto contenuto in una mia raccolta da poco uscita. Attualmente sono impegnato in nuovi progetti con grandi collaborazioni che a breve presentero’ sperando di bissare i successi precedenti.

SPECIALE faunonotteclub

Noi della notte. Che ne pensi della droga. E’ ancora oggi un reale problema sociale che si espande a macchia d’olio. Da sempre sono contro ogni tipo di droga vivo personalmente di sola musica e adrenalina. Com’e il tuo rapporto con il pubblico? Vicino o lontano? Il pubblico e’ da sempre il tassello piu’ importante del mio lavoro e mi piace essere molto vicino a loro condividendo emozioni sensazioni e cercando di capirne i gusti musicali e le tendenze. I tuoi artisti preferiti, nella musica, a cui fai riferimento? Sono tanti gli artisti che apprezzo e che influenzano la mia vita artistica, da sempre fan dei grandi artisti pop come MICHAEL JACKSON, MADONNA, STING, sono stato influenzato dall’innovazione dei DAFT PUNK, da fenomeni quali DEADMAU5 fino a darrivare a SKRILLEX, ma amando anche il jazz spesso sono immerso in ascolti dei grandi standard. Max in privato. A casa? Rumore o silenzio? A casa assolutamente relax, mai silenzio, ascolto jazz soul - e spesso sono intento in sperimentazioni musicali avendo un piccolo home studio recording. Un consiglio ai giovani d. j. ? Come sempre dico ci vogliono centinaia di fattori tutti insieme oggi per avere risultati e successo ma quelli che sostengo da sempre sono la passione, la costanza, laprofessionalita’ l’umilta’ e un pizzico di fortuna.


MARZO 2012

13

BEPPE RIBOLI INTERVIEWS

DJ MAX ZOTTI H

ow was Max Zotti DJ born? My passion for music and the console started in 1985 ...a year later I became resident in a little disco in my town before changing consoles to Fauno Notte Club, historic venue in Sorrento, target of great international show biz artists, situated under the central city square, where I had my first experiences for more than ten years. You play around the world, what’s it like playing for the Chinese? Do you play the same set as here or do you change? For more than three years, thanks to a series of hits, I’ve worked round the world. Every country has its musical tastes even if I bring my own sounds regardless of the place. What is your typical day? One imagines a famous DJ a bit like a vampire, getting up in the afternoon, going to bed at dawn, and you? Unlike your regular vampires I’ve always been operative, up at 9 0’clock to work on the web then off to the studios for the rest of the day to experiment with new sounds a prepare new projects. Discos demonized places, police, licenses, points, what’s your take? Personally I’m for controls in general for the safety of everyone but I’m against the attacks on night life as if it were the only social blight. Your experience as producer, can you tell us? I’ve been involved in music production for 20 years, I’ve

worked with the biggest Italian labels, for the last 7 years I’ve been on the team of Net’swork records and it was with them I had success with the worldwide hit “SIDEKICKDEEP FEAR in 1997, which changed my life as an artist. In recent years I’ve had various hits with MAX ZOTTI - SHIVER, MAX ZOTTI - KABIRIA, MAX ZOTTI - I’M A STARCHILD and a series of remixes for international artists such as STEVE ANGELLO (SWEDISH HOUSE MAFIA) - DEADMAU5 all contained in a collection I’ve put together which has just come out. Currently I’m working on new projects with big artists which will come out shortly hoping to repeat previous successes.

Max in private. At home. Loud or silent? Absolute relax at home, never silence, I listen to jazz -soul and often musical experimentation having a little home recording studio.

What’s your take on drugs? It’s still a real social problem which is spreading fast, I’ve always been against drugs, living personally on music and adrenalin. What’s your relationship with the public, close or distant? The public is always the most important element of my work and I like being close to them sharing emotions, sensations and trying to understand the right music and trends. Your favorite musical artist, your influences? There are lots of artists I appreciate and who have influenced my artistic life, Michael Jackson, Madonna, Sting, I was influenced by the innovation of DAFT PUNK, DEADMAU5 and SKRILLEX, but being also a Jazz lover, I am often immersed in music of the highest standards.

SPECIALE faunonotteclub

Advice for young DJs? As always I say that hundreds of factors need to come together today to have results and success, but I’ve always sustained passion, commitment, professionalism, humility and a pinch of luck.

www.maxzotti.com www.youtube.com/maxzottidj www.twitter.com/maxzotti


14

MARZO 2012

LA TARANTELLA

PHOTO: NUNZIA PASSARO

FOLKLORE, CULTURA E AMORE FOLKLORE, CULTURE AND LOVE

L

a tarantella, quale espressione dell’identità del sud, affonda le sue radici nel cuore di Sorrento trovando lì la sua forma più raffinata. Moltissimi grandi autori si sono cimentati nella tarantella (ricordiamo tra gli altri Gioacchino Rossini con la sua “La danza”) e con gli strumenti caratteristici della musicalità partenopea come putipù, scetavajasse, tric-ballac, nacchere, tamburelli ed altri… La leggenda vuole che le sue movenze fossero servite alle Sirene per sedurre Ulisse, segnando fin dagli albori lo stretto legame di questa danza con l’amore e proprio nella terra di queste creature mitiche l’espressione del popolo trova contatto con la nobiltà, smussando i suoi aspetti più eccessivi, nobilitandosi. Il ballo diviene pura gioia, trascinando lo spettatore in un mondo idilliaco in cui la grazia e la bellezza governano e si riflettono in ogni elemento, dai passi di danza alla ricchezza degli abiti. Corteggiamento e rifiuto, litigio e riappacificazione si uniscono a costituire uno spettacolo unico al mondo. Il Fauno Notte Club è fin dai suoi inizi un punto di riferimento per appassionati e neofiti, una tappa da non perdere dunque alla scoperta di questa unione tra folklore, cultura e amore.

The Tarantella, as an expression of southern identity, has its ro-

ots in the heart of Sorrento, finding there its most refined style. Many great writers are grounded in the Tarantella (we remember among others Gioacchino Rossini with his “La Danza”) with the characteristic instruments of the partenopea musicality such as putipù, scetavajasse, triceballac, nacchere, tamburelli and others. . . Legend has it that its motion was used by Sirens to seduce Ulysses, signaling since the dawn of time the link between this dance and love and right in the land of these mythical creatures popular expression comes in contact with nobility, softening its more excessive aspects, rendering it noble. The dance divines pure joy, carrying the spectator through an idyllic world where grace and beauty govern and are reflected in every element, from the steps of the dance to the richness of the costumes. Courtship and refusal, quarrel and pacification unify to create a spectacle unique in the world. Fauno Night Club has been since its inception, a reference point for the impassioned and neophytes, a stop not to be missed therefore in the discovery of this union between folklore, culture and love.

SPECIALE faunonotteclub


SPECIALE faunonotteclub

15

PHOTO: NUNZIA PASSARO

MARZO 2012


16

MARZO 2012

Piazza Tasso, 1 - Sorrento - NA - Italy - info: +39 081 8781021 - pr +39 3425883700 www.faunonotte.it - info@faunonotte.it - www.facebook.com/FaunoNotteClub

SPECIALE faunonotteclub

follow us

Surrentum Marzo 2012  

Special Fauno Notte Club

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you