Page 1

Robert 197 7

CORDELLA dal

divisione SAI

Demetri

Roberto SAMMARCO CORDELLA & Demetrio SAMMARCO

Consulenti e Assicurat

www.aloisioricambi.it

Consulenti e Assicuratori

Via Appia, 234 Brindisi Tel. 0831.582133

Foto: Michele Longo

Via Cappuccini, 11/B - Brindisi Tel. 0831.597406 - Fax 0831.523455 e.mail:saibrindisi@saibrindisi.it

Il regalo pi첫 bello! Laboratorio Terapia Riabilitativa S.A.S.

Si effettua terapia domiciliare

Via Islanda, 99 (Bozzano) - Brindisi Cell. 349.4230877

Piazza Cavalerio, 24 - BRINDISI


supporter’s magazine

19 aprile 2014

02

brindisi basket club 2005

sommario

4

Il Post.it di Mario Arceri

6 Gli avversari in campo

8

Il regalo più bello! U

n lavoro di tre anni che ha portato il basket brindisino dove non era mai arrivato, svolto con una competenza tecnica pari alla serietà professionale e a grandissime doti umane. Per questi motivi, il Consiglio d’amministrazione dell’Enel New Basket Brindisi ha deciso di proseguire il cammino intrapreso anche per le prossime due stagioni sportive con coach Piero Bucchi che, con slancio, ha condiviso l’obiettivo di regalare nuove e ancora maggiori soddisfazioni al pubblico brindisino e pugliese nonché agli sponsor sostengono quest’avventura. Recita così la nota ufficiale diramata martedì scorso dall’ufficio stampa dell’Enel Basket Brindisi che chiude con un lieto fine la telenovela che andava avanti da troppo tempo. Piero Bucchi

sarà ancora l’allenatore della New Basket. Per altri due anni. Segno che non solo nessuno molla, ma il progetto sarà consolidato ancora di più. Con l’allenatore che ci ha regalato soddisfazioni immense negli ultimi tre anni. Il ritorno immediato in serie A dopo la retrocessione che sembrava aver distrutto il giocattolo, la Coppa Italia di Legadue, la salvezza e la partecipazione storica alle Final Eight di Coppa Italia la passata stagione, un’annata intensa ed entusiasmante quest’anno ancora tutta da scrivere. Uomo riservato e grande lavoratore, meticoloso all’infinito nella preparazione di una stagione e di una singola partita, Bucchi ha da poco superato le 100 panchine in biancoazzurro ed è entrato da subito nel cuore dei tifosi, che lo hanno sostenuto anche in momenti difficili come il finale della passata stagione quando la squadra mollò completamente e finì il campionato in maniera sciagurata. Lui no, lui è sempre

stato osannato dalla tifoseria e oggi raccoglie, ancora di più, i frutti di questo lavoro e dell’amore che la città gli ha riservato e continua a riservare. L’uomo degli anni d’oro a Treviso, una Coppa Italia e una Supercoppa vinte, l’uomo della storica promozione di Napoli dalla Legadue e della vittoria in Coppa Italia qualche anno dopo con la stessa società, l’uomo che ha raggiunto due finali scudetto consecutive con Milano. L’allenatore che sta riscrivendo la storia del basket brindisino. Come Pentassuglia, come Perdichizzi, come i più grandi insomma. Alla fine del girone di andata, intervistato da Dario Recchia (ma era una battuta che circolava spesso anche in sala stampa) il coach bolognese disse che a fine stagione “avrebbe fatto una parte di vacanze al mare del Salento e un’altra parte chissà dove dal momento che sono in scadenza di contratto”. Ora che il rinnovo è arrivato, magari si concederà qualche giorno in più dalle

10 15 19

Parola di vice direttore

L’angolo di “The Voice”

Scrivono le nuove leve del BBC05

… e non solo palla a spicchi

nostre parti. Anche per cominciare a pianificare la nuova stagione. Anzi, siamo certi che nella sua mente già qualcosa bolle in pentola, a cominciare dai giocatori da rinnovare e lo scheletro della nuova squadra che ci auguriamo ancora più forte di questa attuale. Ripartiamo dunque da Piero. E dal suo fidato staff composta da Daniele Michelutti e Marco Sist. Una granzia per il futuro a cui la società sta già lavorando, altro che smantellare. Il rinnovo di Bucchi è il regalo più bello in questa Pasqua e in prospettiva del prossimo mese e mezzo che sarà intensissimo. Per buona pace di tutti, “Piero Bucchi ce l’abbiamo solo noi”. Ancora per due anni. Ripartiamo, con grinta. Già da questa sera contro Avellino, di cui troverete un’ampia presentazione nella pagine interne del giornale. E che sia una pasqua serena per tutti. Da parte nostra tanti, tanti auguri! Marino Petrelli Foto: Michele Longo


Classe en ergetica “ MESAGNE B”

A SOLI 1.000 Euro / MQ VIA ETNA 65 NUOVA COSTRUZIONE PRONTA CONSEGNA

APPARTAMENTI 2 - 3 - 4 VANI CLASSE ENERGETICA “C” 63 KWH/M2A UFFICIO VENDITE VIA ETNA 65 APERTO IL GIARDINO GIARDINOTERRAZZO TERRAZZOBOX BOXPOSTO POSTOAUTO AUTO VENERDI ANTIFURTO ANTIFURTOESTERNO ESTERNO//INTERNO INTERNOSABATO DOMENICA PREDISPOSIZIONE PREDISPOSIZIONEIMPIANTO IMPIANTOFOTOVOLTAICO FOTOVOLTAICO H. 10 / 12.30

APPARTAMENTI APPARTAMENTI 2-3-4 2-3-4 VANI VANI

CENTRO: Appartamento al piano terra con ingresso indipendente composto da: Soggiorno con volte a stella con angolo cottura, 2 camere e bagno. Ristrutturato, rifinitissimo. Rif. GT11364 - C.E.G - 175 kwh/m2a. Agenzia Centro 0831 56 02 32

CASALE: Appartamento di 105 mq composto da: cucina, soggiorno, 2 camere, 2 bagni, giardino di 55mq. Posto auto. Ottime condizioni - Rif. FM11532 - C.E. G-175 kwh/m2a. Agenzia Commenda 0831 43 07 90

SANTA CHIARA: Appartamento al 4°P., luminosissimo: ampio soggiorno, cucina, tinello, 3 camere, 2 bagni, ripostiglio, 4 balconi, posto auto. Da ristrutturare Rif. VE11529 – C.E.G-175 kwh/m2a. Agenzia Centro 0831 56 02 32

COMMENDA: Attico di 117 mq circa, ex 4 vani modificato in 3, composto da: ampio soggiorno, tinello, cucina abitabile, 2 camere, bagno e terrazzo di 35 mq circa. Buone condizioni - Rif. MI11528 - C.E.G-175 kwh/m2a. Agenzia Cappuccini 0831 529 888

CASALE: Appartamento con ingresso indipendente, di circa 108 mq. + ampio di circa 180 mq. Soggiorno, cucina abitabile, 2 camere, 2 bagni, zona lavanderia. Box e posto auto. Rif. MI11525 - C.E.G-175kwh/m2a. Agenzia Cappuccini 0831 529 888

0831

56 02 32

Corso Umberto, 12 - Brindisi

CAPPUCCINI: Appartamento di 80 mq circa, 4°piano, composto da: soggiorno, cucina abitabile, 2 camere, bagno, balcone. Rif. SB11531 - C.E.G-175 kwh/m2a – Agenzia Cappuccini 0831 529 888 CAPPUCCINI: Appartamento posto al 1° piano , composto da soggiorno, cucinino, 1 camera, 1 bagno. Rif. PD11522 C.E.G - 175 kwh/m2a – Agenzia Commenda 0831 43 07 90 SANT’ELIA: Appartamento di circa 100 mq. Composto da: cucina, soggiorno, 3 camere, 1 bagno, ripostiglio, cantina, camino. Balcone intorno all’appartamento. Box auto. Rif. PD11519 – C.E.G - 175 kwh/m2a – Agenzia Commenda 0831 43 07 90 CENTRO: Appartamento composto da: ingresso, soggiorno, 3 camere, studio, 2 bagni di cui uno con antibagno, cucina abitabile, cucinotto, disimpegno. Ottimo stato - Rif. FS11518 - C.E.G-175kwh/m2a - Agenzia Cappuccini 0831 529 888 MINNUTA: Appartamento di 68 mq circa composto da: camera, soggiorno con angolo cottura, bagno, cortiletto, garage. Da ristrutturare - Rif. RM11512 - C.E. G. 175 kwh/ m2a - Agenzia Cappuccini 0831 529 888 SANT’ANGELO: Appartamento di 115 mq circa, composto da: ingresso-salone, 3 camere, bagno, ripostiglio, balcone, posto auto. - Rif. FS11511 - C.E. G - 175 kwh/m2a - Agenzia Cappuccini 0831 529 888 COMMENDA: Appartamento al 2°P., composto da soggiorno,cucina, 2 camere, bagno, 2 balconi e cantina al seminterrato. Rif. KA 11510 – C.E.G - 175 kwh/m2a – Agenzia Commenda 0831 43 07 90 CENTRO: Appartamento di 105mq, nuova costruzione, in piccolo condominio di sole 4 unità abitative, composto da: cucina, soggiorno, 3 camere, 2 bagni, box auto. Rif. FM11507 – C.E.A-kwh/m2a – Agenzia Commenda 0831 43 07 90 CENTRO: Ampio appartamento al 3° piano, 100 mq. ca. Soggiorno, cucina abitabile, 2 camere, bagno. Da ristrutturare. Rif. MP11504 - C.E. G-175 kwh/m2a – Agenzia Centro 0831 56 02 32 COMMENDA: Appartamento al piano terra composto da soggiorno, cucina, 2 camere, bagno e posto auto assegnato. Ottime condizioni. Rif. MP11503 - C.E. G-175 kwh/m2a – Agenzia Centro 0831 56 02 32 COMMENDA: Rifinito appartamento al 1° piano, composto da: soggiorno con angolo cottura, 2 camere, bagno, ripostiglio e balcone. Possibilità di permuta Rif. KA 11501 – C.E.G - 175 kwh/m2a – Agenzia Commenda 0831 43 07 90 COMMENDA: Appartamento al 2° piano, composto da: ingresso, cucina abitale, salone, 3 camere, 2 bagni, 2 balconi, 2 ripostigli. - Rif. FS 11502 - C.E. G-175 kwh/m2a - Agenzia Cappuccini 0831 529 888 CENTRO: Appartamento con ingresso indipendente, ristrutturato, con volte a stella. Soggiorno con angolo cottura, locale bagno e locale doccia, camera da letto. Parzialmente arredato. Anche uso ufficio. Rif. DP20280 - C.E. G - 175 kwh/m2a – Agenzia Centro 0831 56 02 32 SANT’ELIA: Appartamento di 120 mq circa. Composto da: cucina, soggiorno, 3 camere, 2 bagni. Box auto. Rif. FM 11500 – C.E.G - 175 kwh/m2a – Agenzia Commenda 0831 43 07 90 CASALE: Piano terra di circa 150 mq. in piccolo condominio in fase di ultimazione lavori. Ingresso-soggiorno, ampia cucina abitabile, 3 camere, 2 bagni. Cortile di 235 mq e box auto. Rif. PD11499 – C.E.D-kwh/m2a– Agenzia Commenda 0831 43 07 90 CAPPUCCINI: Appartamento di circa 80 mq. circa composto da ingresso, cucina, soggiorno, camera, bagno, ripostiglio, 2 balconi e posto auto. Rif. FM11498 – C.E.G - 175 kwh/m2a – Agenzia Commenda 0831 43 07 90 COMMENDA: Ampio e luminoso appartamento al 5°piano, composto da salone, cucina abitabile, 2 camere di cui una con bagno in camera, bagno e balcone. Rif. MP11497 - C.E. “F” - 70,621 kwh/m2a – Agenzia Centro 0831 56 02 32 CAPPUCCINI: Appartamento al 1° piano composto da ingresso, cucina abitabile, 2 camere da letto, bagno e balcone. Rif. MP11496 C.E. “G” - 175 kwh/m2a – Agenzia Centro 0831 56 02 32 SAN VITO DEI NORMANNI: Indipendente di circa 60 mq. composto da 2 vani con volte a stella, cucina con camino, cortiletto e area solare di proprietà. Da ristrutturare. Rif. FC11508 - C.E. G-175 kwh/m2a – Agenzia Centro 0831 56 02 32 MESAGNE: In piccolo condominio, appartamento composto da: cucina, soggiorno, 2 camere, 2 bagni, 2 balconi di cui uno chiuso. Giardino di 50 mq e box auto doppio Rif. FM 11513 – C.E.G - 175 kwh/m2a – Agenzia Commenda 0831 43 07 90.

0831

MESAGNE SUOLO EDIFICABILE MQ 1881 SI POSSONO REALIZZARE 35 APPARTAMENTI

MESAGNE: Ampio appartamento di recente costruzione, elegante e rifinito dotato di camino e climatizzatore. Soggiorno, cucina, 3 camere da letto, doppi servizi, ripostiglio, box auto. Rif. AG11236 - Classe Energetica G - 175 kwh/m2a. CASALE: Appartamento al piano terra, 110 mq. circa oltre 110 mq. circa di giardino. Soggiorno, cucina, 3 camere, bagno, veranda. Box auto di 23 mq. circa. Rif. MP11524 - C.E.G-175kwh/m2a. Agenzia Centro 0831 56 02 32

MATERDOMINI: Appartamento al 1°piano, 100 mq circa, composto da: soggiorno, cucina, 3 camere, 2 bagni, ripostiglio, 2 balconi, 2 posti auto di cui uno coperto, cantina. - Rif. SB11523 - C.E.F167,141 kwh/m2a. Agenzia Cappuccini 0831 529 888

CAPPUCCINI: Appartamento al 1°P., composto da soggiorno, cucina, cucinino, 4 camere, 2 bagni. Rif. PD11520 – C.E.G - 175 kwh/m2a. Agenzia Commenda 0831 43 07 90

COMMENDA: Ampio 2 vani ristrutturato, 67 mq. circa. 2°P. composto da: soggiorno, angolo cottura, balcone, bagno, ampia camera da letto. Completamente ristrutturato. Rif. AG11516 - C.E.D 55,63 kwh/m2a. Agenzia Centro 0831 56 02 32

529 888

Via Cappuccini, 68/c - Brindisi

CAMPO DI MARE: Appartamento di 50 mq. circa, composto da: soggiorno con angolo cottura, cameretta, bagno, ripostiglio e cortile coperto. Ristrutturato. Anche in affitto. Rif. AG11526 – C.E.G - 175 kwh/m2a. Agenzia Centro 0831 56 02 32

0831

43 07 90

Via Imp. Augusto, 10 - Brindisi

www.provenzano-proto.it - info@provenzano-proto.it


supporter’s magazine 19 aprile 2014

P

oteva essere un tranquillo derby del Sud e si è invece trasformato in un mezzo incubo per entrambe le squadre. Questo è, in sostanza. il Brindisi-Avellino al PalaPentassuglia, perché l’Enel viene da una serie di sconfitte corta ma preoccupante, perché la Sidigas ha reso in questa stagione assai meno di quanto potesse essere prevedibile per la buona campagna di rafforzamento estiva e soprattutto perché, dopo qualche anno di faticoso superamento delle difficoltà economiche, aveva finalmente raggiunto la tranquillità sotto questo aspetto. Brindisi rischia di vanificare non i play off ma una posizione ottimale nella griglia di partenza alle spalle dell’Armani, Avellino rischia di non entrarci proprio. Mancano quattro giornate al termine: Brindisi andrà poi a Siena, ospiterà Pesaro e chiuderà a Sassari. due trasferte, quindi, in casa delle dirette concorrenti. Rischia di precipitare al quinto posto, davanti all’Acea Roma, con lo svantaggio in ogni potenziale turno dell’eventuale spareggio fuori casa. Sarebbe davvero una beffa dopo lo splendido campionato disputato, pur giustificabile con l’enorme dispendio di forze espresso per dominare il girone di andata e per conservare il secondo posto, di fronte all’inarrestabile recupero di Milano, fino all’undicesima di ritorno. Avellino, invece, è invischiata nella lotta per l’ultimo posto disponibile, l’ottavo, che

04

brindisi basket club 2005

IL POST IT di Mario ARCERI

CAMPIONATO SERIE A

Brindisi non molla, Siena in bilico 11° GIORNATA RITORNO (6 Aprile) MONTEGRANARO-BRINDISI

83-80

SIENA-SASSARI

82-81

VARESE-CASERTA VENEZIA-PISTOIA

72-67 70-74

AVELLINO-BOLOGNA

72-80

REGGIO EMILIA-ROMA

89-76

PESARO-CREMONA

86-91

MILANO-CANTU’

76-71

12° GIORNATA RITORNO (19 Aprile)

per il momento è occupato da Caserta (Reggio Emilia si è brillantemente rilanciata, trascinata da Cinciarini). Con Avellino al nono posto ci sono altre tre squadre: Pistoia, Venezia e Bologna. Tuttavia nulla è ancora deciso, e non perché manca ancora un mese alla conclusione della stagione regolare (domenica si è giocato l’All Star Game, in campo la Nazionale delle giovani promesse), ma perché proprio in questi giorni si deciderà il destino di Siena. La Mens Sana, messa in liquidazione, è al secondo posto. Due settimane fa ha espugnato Roma, domenica scorsa ha battuto Sassari anche se un episodio al termine del primo tempo ha motivato un ricorso del Banco di Sardegna rigettato dalla Giudicante. L’incertezza di Siena è motivata dalla Procura Federale che mercoledì scorso si è vista

visita il nostro sito

supportersmagazine.it seguici su facebook

supportersmagazine

recapitare la pratica con richiesta di indagini. Il problema è procedurale: il regolamento prevede che una società in liquidazione non possa iscriversi al campionato. Nel caso attuale l’impedimento vale per la prossima stagione, come la lettera della norma suggerisce, o da subito come il buon senso e l’intelligenza comune imporrebbe? Nel secondo caso, il ritiro dal campionato di Siena (a sole quattro giornate dal termine?) si otterrebbero più risultati: Pesaro in salvo, Siena che scompare avendo sul petto lo scudetto di campione d’Italia, caso probabilmente unico tra tutti gli sport, i risultati che vengono confermati (e le partite residue date perso per 0-20), oppure annullati (ma non sarebbe giusto) svantaggiando solo chi ha battuto i campioni d’Italia nelle otto partite da questi perdute, e comunque farebbe salire di un gradino le squadre dal terzo posto in classifica in su, allargando il ventaglio di possibilità per l’ingresso nei play off alle a chi va a caccia di un posto aumentando dunque le possibilità di Avellino: un motivo in più per stringere i denti a Brindisi. Questo il quadro nel quale si incastona il 27esimo turno di Serie A, dal quale l’Enel Brindisi si aspetta un deciso colpo di spugna che cancelli tutte le incertezze di questo finale di stagione. Bella fino a ieri, sorpresa a Montegranaro dalla propria stanchezza e dalla forza altrui, si è rifatta il trucco pronta a stupire ancora. Mario Arceri Foto: Michele Longo

BRINDISI-AVELLINO SASSARI-ROMA BOLOGNA-VARESE PISTOIA-MONTEGRANARO CASERTA-SIENA CANTU’-VENEZIA REGGIO EMILIA-PESARO CREMONA-MILANO

(ore 16.30) (ore 18.15) (ore 20.30) (“) (“) (“) (“) (ore 18.15)

13° GIORNATA RITORNO (27 Aprile) SIENA-BRINDISI PESARO-BOLOGNA AVELLINO-MILANO MONTEGRANARO-CANTU’ VARESE-CREMONA SASSARI-CASERTA VENEZIA-REGGIO EMILIA ROMA-PISTOIA CLASSIFICA MILANO

42

VARESE

SIENA CANTU’ BRINDISI SASSARI ROMA

36 34 34 32 30

AVELLINO 22 PISTOIA 22 VENEZIA 22 BOLOGNA 22 CREMONA 20 MONTEGRANARO16 PESARO 12

REGGIO EMILIA 26 CASERTA 24

22

Supporter’s Magazine vi aspetta con la prossima uscita il 4 Maggio 2014


05

on 3 sto saate ue o il gini na onti. ie nte na-

oura do 47 erhe mon lla ze nlla ere ma ue na iento

uaur le Maato 57 tta are ngala asi

ra

brindisi basket club 2005

supporter’s magazine

19 aprile 2014

05

I QUINTETTI BASE IN CAMPO ARBITRI

ET K S A B NEW INDISI BR

Gianluca SARDELLA

ICE 8 L E F S.S. ONE 194 D SCAN Yarvis HAYES - Ala

Mark BARTOLI

Kaloyan IVANOV - Pivot

1981, 201 cm, 101 Kg, (USA)

1986, 205 cm, 100 Kg, (BUL)

Denny BORGIONI

Ron LEWIS - Guardia

1984, 193 cm, 88 Kg, (USA)

Will THOMAS - Ala

1986, 203 cm, 112 Kg, (GEO)

Leemire GOLDWIRE - Play 1985, 183 cm, 88 Kg, (USA)

Jerome DYSON - Play

Delroy JAMES - Ala

1987, 191 cm, 82 Kg, (USA)

1987, 203 cm, 100 Kg, (GUY)

Michael SNAER - Ala

1990, 196 cm, 92 Kg, (USA)

Andrea ZERINI Pivot

1988, 205 cm, 110 Kg, (ITA)

HEAD COACH Piero BUCCHI

HEAD COACH Frank VITUCCI

IN PANCHINA (Brindisi) Folarin CAMPBELL - Guardia 1986, 191 cm, 93 Kg, (NIG) Matteo FORMENTI - Guardia 1982, 194 cm, 90 Kg, (ITA) Gianmarco LEGGIO - Ala 1994, 202 cm, 94 Kg, (ITA) Martin JURTOM - Ala 1994, 198 cm, 89 Kg, (EST) Miroslav TODIC - Ala/Pivot 1985, 205 cm, 110 Kg, (BIH) David CHIOTTI - Pivot 1984, 206 cm, 111 Kg, (ITA)

Daniele CAVALIERO - Guardia 1984, 1880cm, 83 Kg, (ITA)

IN PANCHINA (Avellino) Valerio SPINELLI - Play 1979, 185 cm, 75 Kg, (ITA) Jaka LAKOVIC - Play/guardia 1978, 186 cm, 78 Kg, (SLO) Je’kel FOSTER - Guardia 1983, 191 cm, 98 Kg, (USA) Ivan MORGILLO - Ala 1992, 206 cm, 100 Kg, (ITA) Stephan BILIGHA - Ala/pivot 1990, 200 cm, 106 Kg, (ITA) Kieron ACHARA - Ala/pivot 1983, 208 cm, 108 Kg, (SCO)


supporter’s magazine

19 aprile 2014

06

Gli avversari in campo

L

a delusione di una stagione che volge al termine, dopo una campagna acquisti costosa e importante: è la Sidigas Avellino di coach Vitucci, indicata dagli addetti ai lavori come una delle favorite per un posto al sole nella griglia playoff. In realtà la squadra irpina ha deluso le aspettative, disputando fino a questo momento un campionato tra alti, in realtà molto pochi, e bassi. Nonostante la conferma di giocatori di gran classe come Lakovic, Richardson e Ivanov, la formazione biancoverde non è mai riuscita ad avere quella continuità di rendimento che le consentisse il salto di qualità definitivo. Neanche il ritorno di un coach esperto come Vitucci, protagonista nell’annata precedente di una stagione super sulla panchina di Varese, ha rasserenato un ambiente troppo caldo e tribolato. Proprio queste difficoltà nell’esprimersi ai livelli previsti ha “costretto” l’allenatore avellinese, d’accordo con la società, a prendere decisioni drastiche: la prima è stata l’esclusione dagli allenamenti – comunque non il taglio definitivo – di due elementi del calibro di Dean e Richardson. Per sostituire i due stranieri la società biancoverde è tornata sul mercato acquistando gli americani Foster e Goldwire. Il primo è una guardia di trent’an-

N. 120 del 19 Aprile 2014

Il periodico sportivo del Brindisi Basket Club 2005 Proprietario: Massimo Laierno Editore: Brindisi Basket Club 2005 Registro stampa: Autorizzazione del Tribunale di Brindisi Registro Stampa n. 15 del 2006 Direttore Responsabile: Marino Petrelli

ni con grande esperienza internazionale; il suo acquisto doveva dare un po’ di imprevedibilità al quintetto campano, ma i risultati fino a questo momento sono stati disastrosi. Nelle otto partite disputate ha segnato la miseria di 8 punti complessivi con un poco invidiabile 0/14 nel tiro da tre punti. La fiducia di coach Vitucci sembra essere venuta meno, tanto da aver utilizzato la guardia americana solamente per sette minuti nelle ultime due gare. Positivo, invece, è stato l’approccio del play Goldwire, arrivato a fine marzo per dar manforte ai vari Lakovic, Spinelli e Cavaliero. Il reparto piccoli, ad eccezione di Foster, è quindi di buon valore, in

Vice Direttore Responsabile: Francesco Trinchera Amministrazione: Massimo Mazza Dstribuzione: Free Press per Brindisi e Provincia a cura del BBC Responsabile distribuzione: Lucia Capone (340.7509469) Consulente Pubblcitario: Anna Monaco Cell. 338.9825684 (monacoanna@libero.it) Fotografo ufficiale: Michele Longo Collaboratori: Enrico Carriero, Angelo Cavaliere, Giuseppe Errico, Daniela Fran-

grado di poter essere brillante se messo nelle giuste condizioni. Lo stesso si può dire per il settore lunghi composto da tre elementi del calibro di Ivanov, Haynes e Thomas. Il ruolo di ala piccola è spesso occupato proprio da Haynes, in grado di giocare però anche da ala grande grazie alle sue caratteristiche fisiche. Sotto le plance la coppia Thomas-Ivanov è ben assortita, tanto da essere una delle migliori del campionato. Nella partita di andata proprio i due lunghi fecero la differenza: chiusero con 11 rimbalzi a testa, 14 punti per Thomas e ben 25 per Ivanov. La gara però fu decisa da un canestro beffa all’ultimo secondo di Cavaliero, molto simile per dinamica a quello realizzato proprio sul parquet di Avellino da Dixon due stagioni prima. Non bastarono un girone fa i 31 punti di un super Dyson e i 18 di un ottimo Snaer per portare a casa la vittoria. Entrambe le squadre, quindi, affrontano un momento difficile e molto delicato; l’Enel Brindisi ha collezionato tre sconfitte nelle ultime quattro partite, per la Sidigas addirittura una sola vittoria nelle ultime sette gare. Proprio per ribaltare questo andazzo negativo tutte e due le formazioni sono alla ricerca dei due punti, Brindisi per non perdere contatto dalle prime posizioni, Avellino per continuare a combattere per un posto nei playoff. Chi riuscirà a portare a casa la vittoria potrà sicuramente guardare con maggiore ottimismo e tranquillità al rush finale di campionato. Gianluca Muscogiuri Foto: Michele Longo co, Domenico Galgano, Antonio Manfreda, Antonio Martinesi, Teodoro Martinesi, Gianluca Muscogiuri, Pasquale Palmiero, Gianfranco Patera, Roberto Romeo Editorialista: Mario Arceri Direzione, Redazione, Amministrazione: Via Dalmazia, 27/h - Brindisi Webmaster e designer: Mino Buzzerra Web administrator: Michele Longo Realizzazione grafica e Stampa: Tipografia Abicca - Brindisi Via Indipendenza, 39 / 43

brindisi basket club 2005

Qui Avellino

Doveva essere una stagione importante, invece per la Sidigas Avellino è stato un altro campionato molto difficile. A quattro giornate dal termine si sognano ancora i play-off, ma le chance di raggiungere il traguardo sono ridotte veramente al lumicino. Una squadra rimodellata in corsa, una rosa che ha visto l’inserimento di alcuni tasselli a stagione inoltrata. Cambiamenti che non hanno di certo portato i frutti sperati. Nel girone di ritorno per Ivanov e compagni, solamente otto punti conquistati. Ora si cerca una svolta già contro Brindisi, squadra battuta all’andata grazie ad una grande rimonta nel finale e alla prodezza allo scadere di Cavaliero che fece arrabbiare, e non poco, la squadra brindisina e i tanti tifosi al seguito. Approfittando della pausa per l’All star game, buona prova in amichevole per la Sidigas Avellino che ha affrontato al Palamaggiò Caserta. Gara senza punteggio. Match che ha permesso agli irpini di mantenere lo stato di forma in vista della partita del 19 aprile contro Brindisi. Unico assente Dragovic, ormai retrocesso nelle gerarchie bianco verdi. Biligha, Lakovic e Ivanov hanno preso regolarmente parte all’incontro. Proprio questi ultimi due giocatori rappresentano l’ago della bilancia in questo finale di stagione per coach Pancotto: salire di intensità e leadership significherebbe ancora giocarsela. Ma a Brindisi sarà molto dura contro una squadra che si gioca ancora la possibilità del secondo posto. Si ringrazia la redazione di www.irpiniaoggi.it Tel./Fax 0831.523946 www.abiccatipografia.it E.mail: tipabiccabr@libero.it Web: www.supportersmagazine.it Facebook: supporter’s magazine Brindisi Basket Club 2005 Via Dalmazia, 27/h Brindisi Info: 349.2243672


brindisi basket club 2005

supporter’s magazine

07

19 aprile 2014

La top five dei punti realizzati, rimbalzi, stoppate, assist, recuperi, tiri da tre punti della Lega Basket

1

1

PUNTI REALIZZATI

Drake DIENER

2 A. SMITH Venezia 456

Sassari - 505

Oberah ANOSIKE

3

4 E. TURNER

D. HARDY Bologna 442

5 C. GREEN Sassari 433

Pesaro 435

1

2

2 J. JOHNSON Pistoia 38

3

4

5 R. CERVI

S. KING

Bologna 33

2 B. WANAMAKER Pistoia 125

R. Emilia 30

B. WANAMAKER Pistoia 45

B. MUSSO

Pesaro 42

E. DANIEL

5 W. THOMAS Avellino 197

Pistoia 206

ASSIST

Reggio Emilia - 155

3

4

5 D. CAVALERIO Avellino 101

T. DIENER Sassari 110

M. GREEN Sassari 114

1

RECUPERI

TIRI DA 3 PUNTI

Drake DIENER

Quinton HOSLEY

2

4

Andrea CINCIARINI

1 Roma - 56

3

1

STOPPATE

D. JAMES Brindisi 35

Pesaro - 319

K. IVANOV Avellino 215

T. MBAKWE Roma 253

Trevor MBAKWE

Roma - 42

RIMBALZI

3

4 J. BROOKS

Caserta 41

5 M. GREEN Sassari 40

2 J. RAGLAND Cantù 48.9%

Bologna - 51.2%

3

K. LANGFORD Milano 47.1%

4 J. MAYO

Roma 45.5%

RISTORANTE

5 D. HARDY

Bologna 45,1%

PIZZERIA

6ECCHIA "RINDISI CHIUSO IL LUNEDÌ

“Un tuffo nel passato per vivere meglio il presente”. Nel cuore di Brindisi Vecchia a due passi dal famoso Tempietto di San Giovanni al Sepolcro potete gustare la tipica cucina brindisina, nazionale e gastronomica.

Via Indipendenza, 39/43 - Brindisi - Tel./Fax 0831.523946 - tipabiccabr@libero.it

Via San Giovanni al Sepolcro, 5/7 - Brindisi Tel. 0831.528400 - Cell. 333.7738504


supporter’s magazine 19 aprile 2014

C

i sono delle instantanee che non dimenticheremo di ritorno da Porto San Giorgio. Intanto l’arrivo dei tantissimi tifosi al Pala Savelli. Oltre cinquecento, da Brindisi, Roma, Ancona, dall’Umbria. Una marea bianco azzurra come ai bei tempi della Legadue o in B1. Festosi, colorati, passionali. E, almeno loro, vincenti. Perchè dentro al palasport marchigiano si sentivano loro e solo per lunghi tratti. E che sono andati via delusi, pensierosi e dubbiosi sul finale di campionato che attende l’Enel Brindisi dopo una sconfitta ampiamente evitabile. Montegranaro ha giocato la cosiddetta “partita della vita”. Quella che ti spinge a fare cose oltre le tue forze e superare il cuore oltre l’ostacolo. Lo dimostrano i 27 punti del primo quarto e gli 83 complessivi, con medie da tre punti al 38 per cento, ma a tratti anche vicine al 60. Un Cinciarini in gran spolvero (24 punti, 8/13 dal campo e 23 di valutazione). E i rimbalzi: 41 contro 29. Addirittura 19 offensivi, segno che Brindisi qualche problema sotto canestro continua ad averlo, nonostante timidi segnali di

08

brindisi basket club 2005

Istantanee da Porto San Giorgio

ripresa di Chiotti e un James che pivot effettivo non è ma che almeno crea spazi e costringe i lunghi avversari ad adeguarsi. Altra istantanea. Brindisi che fa e disfà all’interno di una stessa partita tante, troppe volte. Subisce, come spesso accade, il primo quarto di grinta degli avversari,

recupera, mette la freccia, ma stavolta non riesce a chiuderla. Questa squadra nei momenti chiave manca di gestione in regia e di quell’uomo, negli Stati Uniti direbbero “go to guy”, ovvero l’uomo da cui andare quando ci sono i finali punto a punto, soprattutto se si deve rincorrere. E’ accaduto in semifinale di Coppa Italia contro Siena, in parte contro Bologna in casa, a Reggio Emilia, anche nel finale contro Montegranaro. Ora, presumibilmente, contro Avellino avremo il nuovo innesto, dopo aver salutato il diligente Joshua Jackson. Se sarà Michael Umeh, come tutti immaginiamo (andiamo in stampa quando manca ancora l’ufficialità, ndr), allora il tasso tecnico sarà sicuramente più alto e avremo un giocatore in più capace di attaccare il canestro, aumentare le rotazione e far rifiatare Dyson, genio e sregola-

www.beddabrindisi.it bandbbeddabrindisi@libero.it

tezza di questa meravigliosa squadra che però appare leggermente in calo, fisico e mentale. Che questa sera contro Avellino è chiamata a confermarsi per dare l’assalto alla migliore posizione possibile ai play off. Dopo sei mesi in testa, ora tiriamo il fiato

e dobbiamo inseguire. Siamo sicuri dell’ottimo operato dei dirigenti, del coach, dei giocatori, ma non cadiamo in “disgrazia” come lo scorso anno. Rialziamoci, tutti insieme, e concludiamo al meglio una stagione fantastica. Lo chiedono i quasi 600 arrivati a Porto San Giorgio e una città intera che sogna. E che merita il meglio in questa stagione e per un futuro ancora più roseo nel panorama nazionale del basket che conta. Ci possiamo stare, ci vogliamo rimanere a lungo. Intanto, aspettiamo Avellino ricordando la partita di andata nella quale manca un punto a referto per Brindisi e che segnò una sconfitta piena di rimpianti. Le ultime due partite in casa contro gli irpini sono state caratterizzate da altrettante sconfitte, come ci racconta Angelo Cavaliere nella tradizionale pagina storica. Oggi, non possiamo permetterci altri

passi falsi. Ripartiamo, con grinta. E che sia una pasqua serena per tutti. Da parte nostra tanti, tanti auguri! Marino Petrelli Foto: Lucia Capone


05

ogo elanovo un di no, ili, di lo. di e e

che bidi nei che aa , a moica ari una da tro ella o di e e erulla veere iada bile tada e i roene li non ne! areno za. co go


supporter’s magazine

I

19 aprile 2014

ntelligenza, coraggio, freddezza e lucidità nei momenti decisivi valgono molto più di qualsiasi talento, magari lo stesso talento che tante altre volte ha determinato vittorie importanti e insperate. Fino all’infinito vi narrerò di questo imprevedibile ed affascinante gioco, ovviamente a mio parere senza eguali, questa vigilia di Pasqua però ancora rosico, e non poco, per quattro punti (un record!) ceduti agli encomiabili sopravvissuti del Montegranaro, gli ultimi due in particolare, incazzatura ai massimi, sbollita molto ma molto lentamente...Salutato Josh Jackson, vanno in moto le rotative di Supporter’s Magazine tra i rumors di mercato che annunciano la

10

conferma meritatissima di Don Piero e l’arrivo del sospirato rinforzo. Dopo il blitz vincente di Pistoia eravamo sulla strada giusta per sbancare anche il Pala Savelli di Porto San Giorgio, ma ancora una volta sul massimo vantaggio ci è mancato il killer instinct per costringere la combattiva Sutor a cedere le armi, gestire e punire nello stesso tempo un avversario che invece è tornato in partita, giocandosela nell’ultimo quarto. Ultimo quarto dove Jerome Dyson, rientrato sul parquet acciaccato dalla botta al costato presa in precedenza, è risultato la brutta copia di quello scintillante visto nei primi due tempini, dai 20 punti nei primi 17 minuti, griffati alla sua maniera, ha lasciato il segno nel finale con giocate estemporanee, fuori ritmo e fuori da possibili giochi con i compagni. Il nostro mitico condottiero,

brindisi basket club 2005

b

L’angolo di “The voice”

Don Piero, ha preferito Jerome al partente e più razionale Jackson, questa volta ci è andata male, anche quando il destino ci aveva servito su un piatto d’oro, l’ultimo pallone a 14 secondi dal termine, Jerome in primis e l’Enel tutta, siamo scivolati fallendo un match ball che a meno di qualche impresa lontano da casa, valeva forse come trampolino di lancio verso il secondo posto in classifica. Eccezion fatta per la favoritissima e lanciatissima Milano, la griglia playoff è tutta da definire, giochi apertissimi a ogni soluzione dal secondo all’ottavo posto, ultimi centosessanta

minuti decisivi per tutti. E’ superfluo ribadire che dopo un campionato così ben giocato, tra molti alti e pochi bassi, tra arrivi e partenze più o meno efficaci, tra punti regalati e vittorie incredibili, James e compagni meriterebbero di arrivare almeno nelle prime quattro della classifica, traguardo che passerà sicuramente dagli scontri diretti di Siena e Sassari. Sassari è l’unica squadra, tra le prime sei in graduatoria, che giocherà tre volte in casa, contro Roma, Caserta e proprio Brindisi all’ultimissima sfida, andrà a far visita invece alla capolista Milano. Siena oggi seconda in solitaria, ospiterà Brindisi e Milano e viaggerà verso le aspiranti ai play-off: Caserta e Varese. Cantù ha sulla carta impegni più abbordabili, non avrà scontri di vertice ospitando Venezia e Bologna e lontano dal Pianella affronterà Montegranaro e Reggio Emilia. Roma cercherà il recupero nel finale ricevendo Pistoia e Varese e andrà fuori a Sassari e Venezia. L’Enel per chiudere in bellezza dovrà necessariamente far bottino pieno in casa contro Avellino e Pesaro e poi giocarsela contro le fortissime Siena e Sassari in trasferta. Un finale di regular season avvincente, peseranno molto esperienza, nervi saldi, condizione fisica, ultimi innesti e la famosa sorte, tenendo sempre conto dell’intelligenza, del coraggio, della freddezza e lucidità nei momenti decisivi. Enrico Carriero Foto: Lucia Capone

E i s d a m n

A g t c r t l p e c n p d p


brindisi basket club 2005

P

enultimo turno interno per la New Basket che ospita, per la ventisettesima giornata del campionato, Avellino nell’anticipo del sabato santo. Evidentemente quella di incontrarsi in pieno periodo pasquale sembra essere diventata una prerogativa per le due squadre visto che anche lo scorso anno l’incontro si disputò sabato 23 marzo 2013, alla vigilia della domenica delle palme. La spuntò la Sidigas

supporter’s magazine

19 aprile 2014

11

di rimanere esclusa e sgomita con Venezia e Caserta nel tentativo di accaparrarsi l’ultimo posto utile. Nè il ritorno di Frank Vitucci è servito a riportare i biancoverdi ai livelli della stagione super disputata 3 anni fa, quella dei Thomas, dei Green e dei Dean per intenderci. Probabilmente l’attuale roster non è all’altezza di quello appena menzionato, ma è pur sempre un roster composto da giocatori importanti, il già menzionato e riconfermato Lakovic su tutti, e da cui bisognerà prestare la massima attenzione. Da parte brindisina, c’è, però, il desiderio di ritor-

La voce storica del BBC 2005 Una Pasqua da play off

Avellino, priva, tra le altre cose, del giocatore simbolo, Lakovic, al cospetto di una squadra, quella brindisina, che, sebbene avesse accumulato un ritardo di quasi 20 punti sul finire del terzo quarto, ebbe sull’ultima azione la palla del clamoroso sorpasso ma la palla si fece beffa di Jonathan Gibson e di tutto l’ambiente biancoazzurro che ancora covava qualche ambizione di play off. Un traguardo che, se per Brindisi è una certezza oramai da diverso tempo, non cosi si deve dire per Avellino che, di contro, rischia

nare alla vittoria sia per cancellare l’inopinata sconfitta in quel di Porto San Giorgio contro Montegranaro ma soprattutto nella non più segreta speranza di spuntare la migliore posizione in vista dei play off e di non disperdere gli effetti dell’ottimo campionato svolto con altre prestazioni incolori simil Montegranaro. L’aria di Brindisi ha quasi sempre fatto bene ai campani che negli ultimi 2 viaggi hanno sempre fatto bottino pieno: nel predetto incontro dello scorso anno, in quello precedente del 2011, disputato in un’atmosfera surreale, densa di delusione e soprattutto rabbia da parte dei tifosi biancoazzurri per via della retrocessione. Per trovare un’altra partita disputata in terra brindisina tra le due squadre, bisogna risalire a ritroso sino al campionato di B1, edizione 1995/96, gara vinta dal Mercatone di Pippo Frascolla che nella stagione successiva sarebbe approdato in maglia biancoverde per aprire un ciclo importante. Altra vittoria brindisina ai danni degli avellinesi fu quella ottenuta in B2 nella stagione 1992/93. In definitiva lo scontro odierno vanta trascorsi in Lega A, B1, B2 e persino in C, anche se con la terza squadra di Brindisi di allora, il Buen Cafè, nella stagione 1985/86, rimasta orfana, a dire il vero, per le vicende della gara contro Monte di Procida dell’anno precedente, dell’abbinamento storico che aveva accompagnato la squadra del presidente Giovanni Di Bella. Ma mai in Legadue o serie A2 come la si voglia chiamare. Occasione propizia per la New Basket per cancellare le ultime opache prestazioni e far trascorrere ai propri tifosi, dal punto di vista sportivo, una “Pasqua” meno … indigesta di quella dello scorso anno. Angelo Cavaliere

ADMO BRINDISI: Responsabile: Simona SGURA - Cell. 324.6278100 - 389.1739565 www.admopuglia.it - E.mail: admo.brindisi@libero.it


supporter’s magazine

19 aprile 2014

12

F

ase atipica quella che viviamo, di alterna fortuna, di attese e novità. Parliamo tanto noi supporters della nostra stagione, della squadra, ci stringiamo intorno alla serie dei “miracoli” compiuti finora, ai nostri trentaquattro splendidi punti, ai play off matematici

brindisi basket club 2005 potenza. E poi, l’attesa dell’epilogo di campionato, del nuovo arrivo, della griglia playoff, del roster dell’anno prossimo, del nuovo mai nuovo palazzo…. ognuno elemento di un puzzle, motivo di fibrillazione, di gioia frenetica, di allegria, perché no, in questi tempi in generale difficili, in cui c’è bisogno di sentirsi parte di qualcosa di buono, di sano, di bello. Dunque ci sta la convocazione di Dyson e James all’All star game e

Un mese di lotta e passione. In campo e fuori

e mai sfiorati, nemmeno nei sogni. Parliamo e ragioniamo, e, nel frattempo, tifiamo. Abbiamo saturato il pala Pentassuglia, l’abbiamo riempito di cori e grida, ci è dispiaciuto perdere e consegnarlo al “nemico”, l’abbiamo con grinta riconquistato e poi siamo andati a “colonizzare” Montegranaro. Per la prima volta nella stagione una curva intera è stata NOSTRA, uno spettacolo biancoazzurro , quante voci, quanti volti, quanti vessilli, tutti per un amore comune, per la città. Non contestiamo, ci rammarichiamo piuttosto di “regali” concessi , di occasioni mancate, a volte per “ingenuità”, a volte per difficoltà oggettive , del resto quando si comincia a ragionare in prospettiva, quando comincia a sedimentarsi la “mentalità vincente”, non si è mai sazi di affermazioni e trionfi. Aggiungeteci pure la condizione di noi, tutti, che , pur volendo appellarci alla storia, ai trascorsi, non riusciamo davvero a trovare un antecedente così importante e di svolta. Il “carpe diem” diventa allora come un grido di battaglia, un vivere qui e ora tutto quello che di bello la sorte ci riserva, l’idea che non possiamo sprecare questo dono del fato. Anche perché il Fato è stato “aiutato” da un progetto serio , lungimirante che adesso comincia a dare i suoi frutti, che produce certezze liete di continuità, come la riconferma del coach cui dobbiamo tanto elevato a

di “Zero” in nazionale, vuol dire che la traccia di Brindisi è netta e visibile e spero che questo sia motivo di orgoglio da sfoderare non solo nei cori ma sul campo, consapevoli che il successo spetta a chi si impegna a guadagnarselo. Staremo, dunque, a vedere, a vivere, momento per momento, ogni giornata una sfida unica fino alla meta. Affrontando avversari fieri ed ugualmente motivati, con una fisionomia solida se pur diversa da come è la nostra squadra con, a nostro vantaggio, quella “incoscienza” della prima volta, quel piglio sbarazzino di chi si diverte mentre salta e corre e cade. Lontana da noi l’idea della perfezione assoluta, s’intende, ma nulla da obiettare se riusciamo ad intravederla. Avellino ci potrebbe concedere l’uovo con sorpresa che ci aspettiamo, anche se è in piena sindrome da rincorsa all’ultimo posto disponibile play off, quindi non generosa, certamente. Tuttavia avremo, scusate, da riprenderci due punti e chissà se i duecento supporters bianco verdi troveranno posto, se finalmente si renderanno conto che non è la città che li esclude ma la struttura, a meno di non ospitarli in curva: che provocazione! In ogni caso qu,esta è ancora una partita, i conti veri li faremo tra meno di un mese.. e ai posteri la sentenza. Daniela Franco Foto: Michele Longo


05

uri del mo o. uaati ra in oale mo o.

orale nna in ate, eca. tri

E ti. ri!

li ne

brindisi basket club 2005

supporter’s magazine

19 aprile 2014

13

visita il nostro sito aggiornato giornalmente

www.supportersmagazine.it

seguici e metti “mi piace” sulla pagina facebook @supportersmagaz

Supporter’ s Magazine Media partner del tour degli Harlem Globetrotters Media partner del camp di Kobe Bryant e Michael Jordan in Italia Corrispondenti da tutti i campi d’Italia Foto gallery in esclusiva curate da Michele Longo Unisciti a noi! Prenota il tuo spazio pubblicitario su www.supportersmagazine.it

e cresciamo insieme!


supporter’s magazine

19 aprile 2014

14

L

’ho visto ballare nell’aria, sospeso come un ballerino nell’atto di stendere i muscoli. Poi atterrare e danzare, concentrando forza fisica e grazia nello stesso corpo nero. Possiamo iniziare da qui, per circoscrivere il ruolo di Spencer Haywood nella NBA e nel basket mondiale. Iniziamo dal garbo del gesto, da quello “spin move” che alterava le percezioni degli avversari, fino a farli scomparire al suo cospetto. Dall’irruenza fisica, l’assoluta galanteria delle traiettorie che il suo corpo tratteggiava sul campo da gioco. Si dice in questi casi, “un precursore dei tempi”, qualcuno che è in grado di fare qualcosa che mai è stato fatto prima. Un punto d’inizio, come la scrittura di Thomas Pynchon, il blues di Robert Johnson e il corpo bionico di Le-

brindisi basket club 2005

metà strada tra poesia urbana e rock and soul. New York è intossicata da un caldo che toglie il respiro, i Knicks già orfani di recenti successi, presentano il loro nuovo acquisto. E’ lui, Haywood. Eccola la discesa verso l’inferno illuminata dalle bright lights della grande mela: Droghe, glamour, night life, il matrimonio con la bellissima Iman.

Nba I love this game: Haywood, precursore dei tempi

bron James. Con i Denver Rockets nella ABA del 1969, è nello stesso anno Rookie of the Year e MVP della Lega. Poi il passaggio nella NBA a Seattle. Tutto avviene dopo una cruenta azione legale, con la stessa lega, che al tempo vietava il passaggio al professionismo, prima della fine del ciclo universitario. I 5 anni nello stato di Washington, mettono in luce uno dei più grandi talenti di sempre del basket mondiale. E’ questo il periodo migliore per Haywood, che mette insieme statistiche da capogiro. Un uomo così, capita per forza al centro del mondo, come risucchiato da uno speciale “arcobaleno delle gravità”. E’ l’estate del 1975, Bruce Springsteen ha appena pubblicato “Born to Run” nell’esaltazione di un suono esattamente a

Tutto viene devastato, l’uomo, il suo talento, rotolano verso la periferia della moralità. Dopo una serie di movimenti, Haywood viene scambiato verso Los Angeles da Utah in cambio di Adrian Dantley. Diventerà campione NBA nel 1980 con i Lakers, pur giocando solo due gare della famosa serie finale contro i 76’ers capitanati da Julius Erving. Passata alla storia, per la “baseline move” dello stesso Erving, e per la strepitosa gara 6 giocata da Magic allo Spectrum di Philadelphia in assenza di Jabbar, che consegnò il titolo ai californiani. Haywood dopo gara 2, fu messo fuori squadra da Coach Westhead, si era addormentato durante l’allenamento, troppe droghe ancora in circolo. Per una gara in quella serie finale, i Lakers fecero riscaldare la panchina a Marty Byrnes, che 4 anni più tardi percorse l’adriatico verso sud arrivando a Brindisi dalla Scaligera Verona, annullando ancora una volta gli eventuali gradi di separazione tra me l’America e la città dove ho avuto l’onore di crescere. Haywood, invece a Brindisi giocò con la canotta di Venezia, sugli spalti un ragazzino di 11 anni, entusiasta, appena arrivato in città. Bocca chiusa e occhi spalancati, come si conviene quando si osserva l’arte. Amedeo Confessore


brindisi basket club 2005

L

’Enel Basket Brindisi dopo un annata da incorniciare si ritrova agli sgoccioli del campionato, dove rimangono da giocare partite decisive per la posizione nella griglia dei play off, anche se nell’ultimo periodo la brillantezza e capacità di portare a casa le vittorie sta mancando. Proprio per questo vogliamo analizzare questo

supporter’s magazine può essere fondamentale l’apporto di tutti in difesa e attacco. C’è da fare invece un grande ringraziamento al play maltese Jackson, che in questo mese passato in riva all’adriatico ha coperto l’assenza del fantasista Bulleri, sfoderando ottime prestazioni, che però non sono bastate alla società brindisina per confermarlo. Nelle precedenti partite invece le due avversarie erano state Pistoia e Bologna, nella prima partita con Pistoia disputata in trasferta, la squadra brindisina ha combattuto ed è riuscita a vincere su uno dei

Le nuove leve del club

Brindisi, cosa succede? Difendiamo la posizione brutto periodo di forma, caratterizzato da tre sconfitte nelle ultime cinque partite, le quali non hanno però influito moltissimo nella classifica. Nell’ultima partita disputata nel Pala Savelli contro la Sutor Montegranaro abbiamo visto una squadra molto in difficoltà, soprattutto in assenza del suo playmaker titolare Dyson,

campi più difficili della massima serie, mostrando quella compattezza che poi è mancata nella partita con Montegranaro. Anche in questo caso gli americani sono stata l’arma fondamentale con Dyson e James sugli scudi. Nella partita invece disputata sul parquet del Pala Pentassuglia un agguerrita Bologna è riuscita a fare il

che nella prima parte di gara ha mostrato le sue abilità offensive scardinando la difesa marchigiana. Un grande pecca, che partita dopo partita si sta sempre di più delineando è quella di non saper gestire i punti di vantaggio presi nei quarti precedenti, dando cosi la possibilità agli avversari di rientrare in partita e di vincerla se si gioca in casa, come è successo a Montegranaro. Come sempre i problemi riguardanti il roster rimangono sempre gli stessi, con un pivot di livello da acquistare e il problema del secondo playmaker sempre alle porte. Queste problematiche in vista dei play off possono creare seri problemi in quanto si gioca ogni due giorni e basse rotazioni aumentano le fatiche e i tempi di recupero. Un aspetto invece confortante per squadra e tifosi è che dopo svariati mesi dal suo arrivo a Brindisi, finalmente il pivot italiano Chiotti è riuscito a entrare nei meccanismi della squadra mostrando più grinta e capacità di lottare sotto i tabelloni. Coach Bucchi gli ha dato moltissima fiducia e in vista di queste ultime partite

colpaccio, abbassando il livelli offensivi della squadra brindisina e mostrando una difesa aggressiva che ha messo in difficoltà gli uomini di coach Bucchi. Nelle ultime cinque partite il bottino di Brindisi in termine di punti è stato scarso, ma non ha inflitto moltissimo in termini di classifica, dove Milano ormai solitaria ha staccato tutti, invece le seconde e terze sono distanziate a due punti. Nella zona bassa della classifica sembra quasi finita la stagione per Pesaro che con la vittoria di Montegranaro vede sempre più vicina la retrocessione, invece in zona playoff ci sarà una bella lotta fino all’ultimo minuto. Nella prossima partita casalinga l’Enel Basket Brindisi affronterà la sua rivale da molti anni Avellino, che preannuncia di venire in Puglia a fare una grande partita e continuare la lotta verso l’ottavo posto. Forza ragazzi, come tutti io sono con voi. Antonio Martinesi Foto: Michele Longo

19 aprile 2014

15


supporter’s magazine 19 aprile 2014

A

prile è come al solito il mese in cui i campionati giovanili giungono al termine e le Final Four, e da quest’anno i playoff, sanciscono le squadre campioni regionali. Prima di dedicare gran parte dello spazio ai campionati, una nota riguarda la rappresentativa della Puglia che dal 20 al 26 aprile parteciperà al trofeo delle Regioni in programma a Rimini. Quattro sono i ragazzi brindisini convocati: Fusco e Stano dell’Aurora e Monaco e Orlandino della New Basket. A loro i più grossi auguri di una positiva partecipazione. I campionati: DNG: il campionato è finito con la Virtus Roma che arrivando prima si è guadagnato l’accesso diretto alle finali nazionali, Roseto e SMG Latina si sono qualificate alle fasi interregionali e il Basket Latina allo spareggio. L’Enel ha terminato in nona posizione in un campionato dove avrebbe dovuto e potuto avere un ruolo di primo piano anche se è una delle squadre che ha schierato più ’96. U17Ecc: l’Aurora si è laureata campio-

16

brindisi basket club 2005

Periscopio sui campionati giovanili ne regionale al termine di una serie di playoff che hanno regalato emozioni a partire dalla semifinale che ha visto in scena il derby. L’Aurora ha vinto 2 a 0 (81-72; 85-78) al termine di due partite fotocopia con l’Enel che per i primi tre quarti di ambedue le gare ha allungato decisamente per poi essere ripresa e superata nell’ultimo scorcio della gara. Determinante la difesa “aurorina” e le giocate in attacco di Fontana e Longo ben supportati di Veccari e Profico. Le emozioni che hanno regalato le due semifinali non sono nulla rispetto a gara 3 della finale che ha offerto emozioni per cuori forti, con l’Aurora affrontare il Bk Francavilla che aveva eliminato prima il Corato e poi la Virtus Taranto con due perentori 2 a 0. Dopo la prima partita vinta nettamente dall’Aurora per 84 a 62, e la seconda dal Francavilla per 78 a 68, gara 3 si è disputata al PalaZumbo gremito in ogni ordine di posto con i tifosi di entrambi le squadre rumorosissimi è stata decisa solo al supplementare dopo che i primi 40’ sono finiti sul 78 pari. Nel tempo supplementare Profico e compagni hanno mostrato una maggiore coesione di squadra grazie anche alla maggiore intensità difensiva con Perrone perno insuperabile della stessa. 91 a 84 il risultato finale e tripudio per i ragazzi festeggiati da tutto il pubblico presente. Ottavo titolo regionale per la società brindisina che in Emilia affronterà una fase interregionale a dir poco proibitiva in cui incontrerà sicuramente la MensSana Siena, vincitrice in Toscana, probabilmente il Casalpusterlengo e la vincente dello spareggio tra Petrarca Padova e Scavolini Pesaro. U15 Ecc: Il campionato ha avuto il suo epilogo nelle Final Four che si

sono disputate a Massafra la scorsa settimana. Epilogo negativo per entrambe le squadre brindisine che si sono qualificate per le semifinali con l’Aurora battuta dal Corato per 70 a 66 e l’Enel dal Monteroni per 72 a 42; Monteroni che ha poi battuto a sorpresa i baresi in finale per 89 a 67. La prima semifinale ha visto l’Aurora avanti per tutto il primo tempo sino al +12 prima del ritorno dei coratini al termine del 2° quarto. Baresi che hanno provato ad allungare ma l’Aurora rimasta attaccata alla partita sino al -1 a 30” dalla fine quando gli arbitri, che hanno ben diretto, hanno convalidato un canestro viziato da una netta infrazione di passi. Diverso il discorso per i ragazzi di Cristofaro che hanno pagato oltremodo l’assenza di Antonio Leggio, soprattutto nel secondo quarto in cui il Monteroni, grazie ad un perentorio 23 a 8, ha piazzato il break decisivo.

U14Elite: per problemi tipografici non è possibile darvi il resoconto di gare 3 della semifinale dei playoff che ha visto l’Enel affrontare la MensSana Mesagne dopo le prime due partite terminate con le vittorie esterne nelle prime due con i mesagnesi che hanno espugnato il Pentassuglia per 86 a 80, grazie a Ruggiero autore di 35 punti, e i brindisini che hanno battuto i mesagnesi in una palestra Falcone gremita da 250 persone urlanti per 50 a 57 con il duo Orlandino (22p) e Monaco (18) determinanti. Anche l’altra semifinale tra Cus Bari e Virtus Taranto è sull’1 a1. La vincente si qualifica direttamente alle finali nazionali. Campionati Femminili: U17: La Tre Erre si è laureata campione regionale battendo in finale la Futura Brindisi in due partite secche vincendo la prima per 47 a 39 e la seconda 65 a 47 e rappresenterà la Puglia alle fasi interregionali. Molto più intense e atletiche le ragazze della Trerre guidate in campo dal duo Maggiore-De Mitri, per non parlare della tiratrice Costabile e della lunga Assentato. Tutte queste ragazze hanno messo a frutto anche l’esperienza maturata in serie C soprattutto nella semifinale avendo la capacità di battere il Pinky Bari dopo aver perso la prima gara casalinga Da rimarcare comunque che la Futura ha messo in campo una squadra nettamente più giovane schierando le 2000 Cristofaro e Tagliamento per larghi tratti delle partite. U15: va ad un passo dal titolo la squadra U15 della Futura nelle Final Four disputate a Bari e che hanno visto le ragazzine di Rino Rodi battere la Magnifico San Severo che aveva terminato in testa il campionato regolare. 64 a 57 il risultato. Nella finale invece Barretta e compagne non sono riuscite a bissare la prestazione della semifinale arrendendosi alle baresi del Pinky, ma garantendosi il diritto a spareggiare con la prima del Molise per un posto alle fasi interregionali. Gianfranco Patera


brindisi basket club 2005

supporter’s magazine 19 aprile 2014

La Tre Erre già proiettata verso i play off

L

a penultima giornata del campionato di serie C femminile offriva l’ennesimo derby di questa stagione. Una stracittadina alla quale le “ragazzine terribili” del presidente Riccardi non avevano nulla da chiedere atteso che già da qualche settimana hanno staccato, al di là di qualsiasi più rosea previsione, il biglietto per i play off promozione. Così sono le ospiti, al gran completo per l’occasione, che hanno le motivazioni per affrontare meglio l’incontro e lo dimostrano nel corso della gara. I primi dieci minuti scorrono all’insegna di una sostanziale parità con le biancorosse stellate che però sprecano molto sotto misura e finiscono all’intervallo corto con il concedere il minimo doppio vantaggio. Nel secondo quarto sono le viaggianti ad imporre il proprio ritmo con buone accelerazioni che permettono di arrivare al riposo lungo sul + 10. Coach Rubino alla ripresa delle ostilità “mischia” le carte per cercare di stimolare le sue ragazze, facendole ruotare con una certa frequenza ma non ottiene i risultati sperati. Del resto non bisogna dimenticare che ben 9 delle 10 atlete della Tre Erre schierate sul parquet sono state protagoniste di un vero e proprio tour de force con l’un-

der 17 di coach Galgano superando il turno di semifinale grazie alla duplice vittoria di domenica 6 e lunedì 7 contro la Pink Bari ma soprattutto vincendo la prima gara di finale venerdì 11 contro le pari età della Futura: quattro partite in sette giorni quindi che certamente hanno lasciato il segno sulla condizione fisica delle ragazze. Nonostante tutto però le padrone di casa riescono a rosicchiare qualcosa negli ultimi dieci giri di lancette recuperando dal massimo vantaggio e chiudendo il match sul 45 a 61. Nell’ultima giornata di campionato, subito dopo la pausa pasquale, trasferta in terra barese per le brindisine che si recheranno a far visita al Santeramo prima di affrontare la serie play off. IL TABELLINO: TRE ERRE BASKET - GALAXY BR 45–61 (10– 14; 26-36 32–51; 45–61) TRE ERRE BASKET: Nobile 5, Assentato 7, Passarrelli, Curto, Costabile 8, Marchese 10, Melfi, De Mitri 11, Campo , Napolitano 4. All. Rubino GALAXY BR: Costantini, Giorgino 15, Niccoli 5, Spinelli, Lacitignola 10, Franzel 1, Gismondi 12, Marchese 5, Valente 10, Minoia 3. All Palmiero. Uff. Stampa 3R Brindisi

Suzuki Galaxy corsara contro la Tre Erre

N

el derby tutto brindisino della penultima giornata di campionato la Suzuki Galaxy Brindisi Basket affronta in campo avversario la Tre Erre di coach Rubino squadra già classificata a disputare i play off. Non è bastato questo risultato conseguito con due giornate di anticipo a far abbassare la tensione della gara percepita anche tra le atlete scese in campo. La Suzuki Galaxy doveva portare (così come è stato) un risultato positivo al fine di riuscire a raggiungere i play off vincolati comunque dai risultati di altri incontri. Passando alla partita si evidenzia un buon inizio delle atlete giallo/blu che mettono a dura prova le avversarie che con una buona difesa uomo ed attacchi ragionati portano tutte e cinque le atlete in campo a realizzare punti. Nel secondo quarto la zona della Galaxy riesce a rendere meno fluido l’attacco della Tre Erre

si va a riposo sul +10. Al rientro in campo c’è il tentativo di rimonta delle ragazze bianco/rosse ma un time out chiamato da coach Palmiero e qualche cambio ristabiliscono la situazione con il tempino che si chiude a +19. Nell’ultimo quarto l’unico episodio da segnalare è l’infortunio della miglior realizzatrice della Galaxy Giorgino che non riuscendo ad evitare uno scontro con una avversaria capitola per terra. Non vi è ancora la certezza dei play off anche se la vittoria interna contro il Mesagne nell’ultima di campionato potrebbe mettere la Galaxy in una posizione privilegiata. TABELLINO: Tre ERRE – Galaxy 45 – 61 (10-14) (16-22) (6 - 15) (13-10) Giorgino 15, Gismondi 12, Lacitignola 10, Valente 10, Niccoli 5, Marchese 4, Minoia 3, Franzel 2 Uff. Galaxy Brindisi

R I STOR ANTE - PIZ Z E R IA

Da Luigi Il Capitano

Specialità marinare Chiuso il martedì tranne su prenotazione

Menù ristorante: Euro 25,00 Menù pizzeria: Euro 15,00 Per i più piccoli: Antipasto + Pizza: Euro 10,00 Via Paolo Tahon De Revel, 2 - Brindisi

Tel. 0831.1981589

17


supporter’s magazine 19 aprile 2014

18

brindisi basket club 2005

Futura sconfitta a Crema, poi la rinuncia a Ferrara

L

a Trio Basket Brindisi ha rinunciato alla gara in trasferta con la PFF Group Ferrara, in programma per la penultima giornata (la nona) della poule retrocessione girone B. Alla base le particolari contingenze dell’organico biancoazzurro, falcidiato dalle indisponibilità per infortunio, per le condizioni fisiche al limite di diverse giocatrici e per gli impegni ravvicinati delle formazioni giovanili. La decisione è stata comunicata per tempo alla Federazione nazionale”. La rinuncia, si legge ancora nella nota, non compromette il cammino della Trio: la squadra brindisina è infatti salva dalla prima giornata di ritorno dello scorso 15 marzo. Intanto, la settimana precedente è arrivata la terza sconfitta per la Trio Basket Brindisi nella poule salvezza, la prima del girone di ritorno. E arriva per mano della Tec-Mar Crema, salita in cima alla quota permanenza in A2 dopo una gara giocata con impegno e sacrificio. Le ragazze terribili di Gigi Santini ce-

CAMPIONATO SERIE A2 4° GIORNATA RITORNO POULE RETROCESSIONE (12 Aprile 2014) FERRARA-FUTURA BRINDISI SALERNO-CIVITANOVA CREMA-VITERBO

72-65 41-48

5° GIORNATA RITORNO POULE RETROCESSIONE (17 Aprile 2014) FUTURA BRINDISI-SALERNO CIVITANOVA-CREMA VITERBO-FERARRE CLASSIFICA BRINDISI FERRARA CREMA SALERNO CIVITANOVA VITERBO

dono il passo 63-67 ma non lo scettro del primato. Coach Santini rinverdisce il quintetto e schiera uno starting five inedito con Boccadamo, Diodati, Tagliamento, Giorgino e Valente. I primi tre minuti passano nel segno di Mar-

zia Tagliamento, tra le protagoniste a Cesenatico dell’ultima fase Interzona Under 19 con la maglia rossonera del Geas Armani Junior. Il periodo si chiude con le brindisine avanti (17-16). Il secondo quarto è lo specchio del primo con il match che oscilla sul pendolo di brevissimi parziali. L’ottima Boccadamo, prima con un percorso netto dalla lunetta, poi con il canestro che firma il 31-31 di metà gara. Terzo quarto tutto di marca delle viaggianti che chiudono 43-52. La Trio prova a tornare, fino al 55-56, ma nel finale Crema è più lucida. “Abbiamo giocato una gara onestissima - è il commento al termine del tecnico brindisino Gigi Santini - con una prima parte che ha confermato le migliori attese. Purtroppo abbiamo pagato il conto all’ennesimo infortunio, quello di Valentina Siccardi che ha dovuto rinunciare durante il riscaldamento. L’inesperienza ha poi fatto il resto, soprattutto nel terzo periodo con alcune letture affrettate, ma nulla

18 16 14 14 10 4

che non potessi aspettarmi. Va bene così. La squadra, pur giovane, ha saputo lottare senza perdersi d’animo, ha giocato con spirito fino a recuperare quasi tutto lo svantaggio nell’ultimo quarto, a tratti con grande intensità”. I TABELLINI: Trio Basket Brindisi Tec-Mar Crema 63-67 (17-16; 31-31; 43-52) Trio Basket Brindisi: Niccoli ne, Boccadamo 18, Diodati 13, Tagliamento 22, Diene ne, Lacitignola 3, Siccardi ne, Giorgino 2, Gismondi, Valente 5. All.: Santini Tec-Mar Crema: Conti 4, Zagni, Capoferri 6, Giosué ne, Caccialanza 18, Sforza ne, Cerri 11, Gibertini ne, Rizzi 18, Picotti 10. All. Visconti Note - Tiri da tre: Trio Basket Brindisi 3/9; Tec-Mar Crema: 4/16; tiri liberi: Trio Basket Brindisi 16/21; Tec-Mar Crema 7/9 Uff. Stampa Trio Basket Brindisi Foto: Michele Longo


05

brindisi basket club 2005

supporter’s magazine 19 aprile 2014

o

eri

mpo

ore

19

GLI ALTRI CAMPIONATI DIV. NAZIONALE B MASCHILE 13° GIORNATA RITORNO (13 Aprile)

… e non solo palla a spicchi NUOTO - Gare propaganda piccoli atleti crescono. Non si sono smentiti nemmeno nella terza giornata di gare propaganda i bambini del A.S.D.SOTTOSOPRA Brindisi. Infatti mantenendo alta la concentrazione hanno chiuso in bellezza Domenica 30 marzo facendo incetta di medaglie nei 25 e 50 mt rana. I nostri più piccoli atlet,i anche in questa gara, hanno dimostrato buona tecnica

e determinazione e soprattutto grande affiatamento con i compagni di squadra. Tra i nati del 2008 si sono distinti Roberto Avanzi e Daria Molfetta salendo sul gradino più alto del podio,così come Giada Mastrantonio(anno 2007) Martina D’Accico e Francesca Ligorio (2005). Anche per i nati dal 2003 al 1997 è stata una Domenica ricca di vittorie con Ilaria Convertino, Bellanova Angelica, Davide Caramia, Samuele

Montinaro,Martina De Blasi,Sara Gioia, Lorenzo Adamo, Angelo Lacinio e Mauro Botrugno.Tutti gli altri partecipanti, pur non conquistando le prime posizioni nelle proprie categorie, si sono guadagnati un BRAVO dai propri istruttori. Prossimo appuntamento DOMENICA 4 MAGGIO sempre presso la Piscina M.M. PARODO, dove si disputerà l’ultima gara provinciale dedicata allo stile delfino.

SCHERMA - L’Enel Scherma Lame Azzurre Brindisi, domenica 13 aprile, in occasione dell’edizione della Coppa Italia regionale di scherma riservata alla categoria assoluti, è riuscita ad ottenere una serie di brillanti risultati, grazie ai quali potrà partecipare alla prossima edizione della Coppa Italia Nazionale che si terrà ad Ancona dal 9 all’ 11 maggio. Protagonisti assoluti della gara, ancora una volta Matteo e Samuele Di Coste. Il primo è stato abile da aggiudicarsi il primo posto nel fioretto maschile, mentre il fratello si è piazzato al terzo posto in due specialità, spada e fioretto. Seguono a quest’ultimi, le buone prestazioni di Antonio Salatino, classificatosi tredicesimo nella spada e ottavo nel fioretto. Per quanto riguarda la categoria femminile, eccellenti prestazioni di Mariella Gigliola, arrivata a conseguire due secondi posti sia nel fioretto che nella spada.

ce”

05

chi

e a nzi, già iare eleriaale. suo Mier il ndo, Bucqua e e uo’abnni. sera amdel per uri! elli ngo

Via Mahatma Gandhi, 21 (z.i) - Brindisi Tel. 0831.573264 - Fax 0831.571699 E.mail: info@brigantesrl.it

BRINDISI - Vico de Lubelli, 8 Tel. 0831.597884 - 568333 Fax 0831.563967 - 521036 www.greciantravel.it greciantravel@greciantravel.it

SAN SEVERO-LANCIANO MOLFETTA-SCAFATI AGROPOLI-MADDALONI BERNALDA-BISCEGLIE FRANCAVILLA-VENAFRO MARTINA FRANCA-MONTERONI Ha riposato: TARANTO

75-69 70-84 79-77 59-74 76-82 63-46

CLASSIFICA SCAFATI 44 SAN SEVERO 36 AGROPOLI 34 FRANCAVILLA 26 LANCIANO 26 BISCEGLIE 30 MARTINA F.CA 28

MADDALONI BERNALDA MOLFETTA VENAFRO MONTERONI TARANTO

24 16 16 10 14 8

SERIE C REGIONALE 14° GIORNATA RITORNO (12 Aprile) ASSI BR-LECCE SA SEVERO-PALL. BRINDISI BARLETTA-U. CERIGNOLA FASANO-A. BARI RUVO-FOGGIA O. CERIGNOLA-CASTELLANETA ANGIULLI BARI-OSTUNI SANTERAMO-MANFREDONIA

63-61 90-63 68-96 69-64 66-59 78-74 50-100 71-68

CLASSIFICA U CERIGNOLA OSTUNI FOGGIA O CERIGNOLA SAN SEVERO FASANO BARLETTA ADRIA BARI

52 48 42 42 40 38 34 34

MANFREDONIA 34 P. BRINDISI 24 CASTELLANETA 22 RUVO DI PUGLIA 22 SANTERAMO 16 ANGIULLI BARI 10 LECCE 2 ASSI BR. 4

SERIE D REGIONALE 13° GIORNATA RITORNO (12 Aprile) RUTIGLIANO-JUNIOR BRINDISI GALATINA-VIESTE MESAGNE-CALIMERA A. MONOPOLI-LECCE BARI-ALTAMURA MARTINA FRANCA-S. RITA SAN PIETRO-JUNIOR BRINDISI Ha riposato: A.P. Monopoli

83-94 77-76 82-66 72-67 68-89 72-78 77-69

CLASSIFICA VIESTE ALTAMURA MESAGNE A.P. MONOPOLI LECCE A. MONOPOLI SAN PIETRO BARI

46 46 40 36 30 30 26 24

AURORA BR. CALIMERA JUNIOR BR. SANTA RITA MARTINA F.CA RUTIGLIANO GALATINA

24 22 20 18 12 8 8

Visita il nostro nuovo sito web

www.supportersmagazine.it


Supporters magazine n120  

Il magazine del basket brindisino giunto alla sua settima stagione. Cronaca foto e curiosità sulla stagione 2013-2014 della New Basket Brind...