Page 1


Indice Fonologia

Sintassi della frase

2, 3, 4

Alfabeto

62, 63

La frase

5, 6

Sillabe

64, 65, 66

Soggetto e predicato

67

Espansioni

72, 73

Discorso diretto

Ortografia 1

Giochi con le parole

7, 8, 9

Doppie

10

MB, MP

68, 69, 70

Punto

11, 12

SC, SCI, SI

70

Virgola

13

GLI

71

14, 15, 16, 17

QU, CU, CQU

Punto esclamativo e interrogativo

18, 19

GHI, GHE, GI, GE

20, 21

CHI, CHE, CI, CE

22, 23

CA, CO, CU, GA, GO, GU

24, 25

CR, BR, DR, FR, GR, PR, TR, SBR, SCR, STR

26

GN

27, 28

Accento

29, 30, 31

Apostrofo

32, 33, 34

Frasi con c’è, ci sono

56, 57, 58

Frasi con a, ha, l’ho, l’hai, l’hanno

59

Frasi con e o è Morfologia

35, 36, 37, 41, 42, Nomi 44, 45, 46, 47 38, 39, 40, 43

Articoli

48, 49

Aggettivi

50, 51, 52

Verbi

53, 54, 55

Tempi dei verbi

60

Coniugazione dei verbi essere e avere

61

Essere e avere ausiliari

Punteggiatura

Analisi testuale 74, 75, 76, 77, 78, 79, 80, 81, 82

Comprensione, completamento e produzione di testi narrativi

83, 92

Comprensione di filastrocche e testi poetici

84, 85, 86, 87, 88, 89, 90, 91

Comprensione e produzione di testi descrittivi


scheda

Giochi con le parole

Ortografia

1

1 Individua la parola rappresentata dal disegno e uniscila alle lettere date,

poi scrivi la parola nuova che si è formata.

PIN

STRO

PIN + OCCHIO

+

LLA +

PINOCCHIO

CAM

PED +

GLIA +

+

2 In ogni parola ce n’è nascosta un’altra: cerchiala e scrivila, come

nell’esempio.

OPERAIO

CAPELLO

AGOSTO

CEMENTO

PERA 3 Osserva l’esempio: se togli una lettera a ogni parola, ne trovi un’altra

con un diverso significato. Completa.

PIRATI tolgo la l e diventa PRATI

BRUCO tolgo la e diventa

CAROTA tolgo la e diventa

PIAZZA tolgo la e diventa


scheda

2

L’alfabeto

1 Gioca con l’alfabeto.

A è un angelo con le ali. B

è un baule pieno di bambole.

C

è una ciliegia in un cestino.

D è un ditale in un ditino. E

è l’elica di un elicottero.

Adesso continua tu.

F

è una farfalla

G è una giraffa H è un hamburger vicino a un hot dog. I

è

L

è

M è N è O è P

è

Q è R

è

S

è

T

è

U è V

è

Z

è

Fonologia


scheda

L’alfabeto

Fonologia

1 Sotto a ogni lettera

scrivi in corsivo la sua maiuscola.

3

a

b

c

d

e

f

g

h

i

l

m

n

o

p

q

r

s

t

u

v

z

2 Riscrivi in ordine alfabetico queste parole.

dado uva imbuto

oliva bocca seta

hotel vino erba

nodo ape zaino

casa pesca topo

fata quadro monte

3 Riscrivi in ordine alfabetico queste parole con la stessa iniziale.

birra

1.

erba

1.

burro

2.

estate

2.

brodo

3.

edera

3.

becco

4.

elica

4.

bacio

5.

ecco

5.

bocca

6.

emozione 6.

letto rosso gas


scheda

Le lettere straniere

4

Fonologia

1 Nel puzzle sono nascoste 12 parole di origine straniera, 2 per ogni riga.

Colora: • di rosso quelle che contengono J; • di verde quelle con K; • di giallo quelle con W; • di rosa quelle con X; • di azzurro quelle con Y.

K

A

R

A

T

E

S

J

U

D

O

S

A

X

O

F

O

N

O

J

E

T

R

W

Ü

R

S

T

E

L

B

O

X

C

K

O

A

L

A

D

E

R

B

Y

J

E

A

N

S

Y

O

G

U

R

T

W

A

F

E

R

E

B

T

A

X

I

Le hai trovate tutte? 2 Scrivi nel corpo del bruco le lettere dell’alfabeto, inserendo anche quelle

straniere. Tieni presente che: la J viene subito dopo la I; la K sta tra la J e la L; la W segue la V; la X segue la W e la Y viene subito prima della Z.

A Z


scheda

Le sillabe

Fonologia

5

1 Il pirata Barbarossa deve decifrare un

messaggio segreto per trovare un tesoro. Prova ad aiutarlo: ricomponi le parole divise in sillabe e inseriscile nella frase al posto giusto.

SO TE RO

GNO STA

STEL CA LO

LA SO I

~l

si troÌ

dentro uno

,

dietro a un grande sull’

fåtata.

2 Osserva gli esempi, poi dividi in sillabe queste parole e scrivile nella

colonna giusta.

RAGAZZINO • CAVALLO • ROSSO • GALLO • CARAMELLA • COLLANA • MATTONE • CAMPANELLO • LATTE 2 SILLABE GAT

TO

3 SILLABE TAP

PE

4 SILLABE TO

PA

NET

TO

NE


scheda

6

Le sillabe

CAR

Fonologia

TA

VA

NA

NE

NEL

LE

BO

LO

STA

TO

PE

LA

TEL

LI

NE

Osserva l’esempio. Quale parola è stata formata? 1 Usando ogni volta un colore diverso, unisci la sillaba CAR alle altre

sillabe in modo da formare quattro parole. Scrivi quali sono.

2 Dividi in sillabe.

TEMPO OMBRELLO CORTILE MARTEDÌ CASSETTO CARROZZA MINESTRA MOSTRARE PASTA RESTARE


scheda

Le doppie

Ortografia

7

1 Leggi il racconto, poi sottolinea le altre quattro coppie di parole che,

con la doppia, cambiano significato.

Un cane avventuroso Ăˆ una notte d’estate e il cane Bobo gironzola tra le canne. Sente le note di una canzone uscire da una casa. Si avvicina, cerca di salire su una cassa, ma cade su una pala e rimbalza come una palla. Esce una donna che gli dona un osso. 2 Scrivi le quattro coppie di parole che hai sottolineato.

Senza la doppia

Con la doppia

cane

canne

3 Aiutandoti con i disegni, trova la parola che fa rima.

Attenzione alla doppia!

gatte maggio tacco sabbia sbarra


scheda

Le doppie

8

Ortografia

1 Continua tu come nell’esempio.

Con l’aiuto dei disegni…

I tori non sono le torri.

La casetta non è la

.

I pani non sono i

.

… e senza l’aiuto dei disegni.

I peli non sono le

.

La sera non è la

.

Il Papa non è la

.

Il polo non è il

.

La pena non è la La sete non è il

. .

2 In tutte queste parole è stata dimenticata una doppia. Riscrivi la parola,

aggiungendo la lettera necessaria.

fazoletto

fazzoletto

marmelata

girafa

ciocolata

torone

gratacielo

camello

attaccapani


Le doppie

Ortografia

1 Completa le frasi scegliendo tra le parole del riquadro.

nono/nonno capelli/cappelli rosa/rossa caro/carro bela/bella A Carnevale sono salito su un con il mio amico Luca.

La

che preferisco è

quella

.

Le fate nascondono i turchini sotto i

Mio

a cono.

aveva otto fratelli.

Egli era il

.

Nel recinto c’è una pecora che

.

scheda

9


scheda

Difficoltà ortografiche: MB, MP

10

Ortografia

1 Leggi il testo, trova le parole con MB e MP e riscrivile nella tabella.

Il temporale È da poco iniziato il temporale. Il cielo è color piombo, i lampi guizzano nell’aria seguiti dai tuoni che scoppiano come bombe, nuvole minacciose coprono la punta del campanile. Grosse gocce di pioggia rimbalzano sul marciapiede. Olimpia e Ambra, impaurite, cercano scampo sotto l’ombrello e scappano a casa a gambe levate.

Parole con MB

Parole con MP

Ricorda: prima di P e B c’è sempre la lettera M.


Ortografia

Difficoltà ortografiche: SC

scheda

11

1 Leggi il racconto.

Storiella sciocca Due scimmiette un po’ sceme e incoscienti, per cacciare uno sciame di moscerini, scivolano nel fiume e rischiano di finire in bocca ai pesci. Risalgono a riva e fanno asciugare al sole il loro pelo tutto sciupato. Passa di lì uno sciacallo che, vedendole, quasi si scioglie dalle risate.

2 Trova le parole che contengono SC (anche nel titolo) e riscrivile nello

schema.

sce sci scia scie scio sciu


scheda

DifficoltĂ ortografiche: SCI, SI

12

Ortografia

1 Completa le parole con SCI o SI.

Sono

volato in un fosso.

Mia madre sta in pen

Bevi lo

ero.

roppo!

I nonni sono in pen

Che paura! Ho visto una bi

La mia

Marco si

one.

Sono u

epe è fiorita.

ede sul divano.

ta di casa.

Ricorda! Il gruppo SCE non vuole la I, ma scienza, scienziato, usciere e coscienza la vogliono sĂŹ!

a.


Difficoltà ortografiche: GLI

Ortografia

scheda

13

1 Leggi il racconto e circonda le parole che contengono GLI.

Vita da pagliaccio È un bel giorno di luglio. Il pagliaccio Guglielmo sta pescando seduto su uno scoglio. Più tardi torna a casa con una sogliola e una triglia, mette i pesci sulla griglia e aggiunge aglio e olio. Stende sul tavolo la tovaglia, apre una bottiglia e si gusta la cenetta con la moglie.

2 Nella prima griglia sono state inserite le parole maniglia e maglia.

Inserisci nelle altre griglie queste coppie di parole, divise in sillabe.

moglie e scegliere • foglie e scogliera • sbadiglio e giglio • figlio e tagliola • famiglia e teglia ma ma ni glia

glie

glio

glio

glie

glia


scheda

14

Difficoltà ortografiche: QU

Ortografia

1 Concludi il racconto.

Pasquale e l’aquilone Pasquale oggi è felice, sta per far volare l’aquilone che suo fratello Quintilio gli ha appena regalato. Srotola il filo e inizia a correre nel prato. L’aquilone si alza nel cielo per più di quindici metri e sembra un’aquila un po’ squadrata. Rotea e poi cade in picchiata impigliandosi in una quercia.

2 In questo racconto ci sono molte parole che contengono il gruppo QU.

Circondale, poi leggi la regola.

Il gruppo QU è sempre seguito da una vocale. Il gruppo CU è sempre seguito da una consonante.


scheda

DifficoltĂ ortografiche: QU, CU

Ortografia

15

1 Alcune parole dispettose disubbidiscono alla regola dei gruppi CU

e QU. Osserva i disegni e scoprile, risolvendo gli indovinelli.

Il luogo dove i bambini vanno a imparare. La persona che, per mestiere, cucina i cibi. Il piccolo quaderno per prendere appunti. La pelle della mucca, lavorata. Batte nel nostro petto. Il percorso per le corse delle moto o delle auto. Sono dispettose anche le parole: proficuo, innocuo, scuotere, scuoiare, percuotere e riscuotere. 2 Che cosa significano queste parole? Collegale al loro significato.

picchiare agitare con forza non fa male

proficuo percuotere scuotere scuoiare innocuo riscuotere

utile, vantaggioso togliere la pelle ricevere, ottenere


scheda

Difficoltà ortografiche: CQU

16

Ortografia

1 Leggi le parole figlie di mamma acqua che si scrivono con CQU.

acquaio

acquerello

acquolina

acquaragia

acquario

acqua

acquamarina

acquitrino

acquedotto

acquazzone

acquavite

subacqueo

2 Che cosa significano? Scrivi ogni parola accanto al suo significato.

È una tecnica di pittura. Chi fa immersioni sott’acqua. Si usa per togliere la vernice. Viene davanti a un cibo appetitoso. È una pioggia violenta. È una piccola vasca che serve in cucina. È un terreno paludoso. È un liquore. È un insieme di tubi per trasportare l’acqua. È una pietra azzurra e preziosa. È una vasca per i pesci.


Ortografia

Difficoltà ortografiche: QU, CU, CQU

scheda

17

1 Un bambino ha scritto in modo sbagliato tutte queste parole. Riscrivile

tu nel modo giusto.

quo®e

cuartiere

qupo¬e

qucinare

licuo®e

cuaderno

aqua

aquerello

quo¤o

trancuillo

scuadra

squo†ere

qugina

aqquaio

squo¬a

tacquino

qurioßo

cuindici

2 Dividi in sillabe, come nell’esempio.

risciacquare annacquare acquistare acquolina acquavite acquazzone

ri

sciac

qua

re

Attenzione! Nella divisione in sillabe di parole con CQU, la C e la Q si separano.


scheda

18

DifficoltĂ ortografiche: GHI, GHE

Ortografia

1 Circonda di rosso le parole con GHI e di blu quelle con GHE.

Nel paese di Fiabilandia Le streghe e i maghi giocano con i draghi. Insieme corrono sui laghi, inghiottono ghiande e intrecciano ghirlande. Usano crema d’acciughe per spianare le rughe, mentre cucinano due spaghettini con sale e aghi di pini. 2 Inserisci GHI o GHE, in modo da completare le parole.

rin

era

lar

zza

ri

llo

cin

ale

mar

rita

mu

tto

un

ata

dro

ere

in

ottire

pie

vole

3 Riscrivi le stesse parole divise in sillabe.


scheda

DifficoltĂ ortografiche: GI, GE

Ortografia

19

1 Leggi le definizioni e risolvi il cruciverba di GI e GE. F A

D

1

2

E B

C

3 4

5

Orizzontali 1. Serve per scrivere sulla lavagna. 2. L’animale con il collo lungo lungo. 3. Dirige il traffico. 4. Due fratelli identici. 5. Un dolce freddo. 6. Il contrario di su.

6

Verticali A. Il fiore dei balconi. B. Il contrario di sbagliate. C. La moglie del re. D. Si trovano al Luna Park. E. Indumenti per andare a letto. F. Un luogo con siepi e fiori.


scheda

20

DifficoltĂ ortografiche: CHI, CHE

Ortografia

1 Completa le frasi, aiutandoti con i disegni.

Il

nel legno.

La

La

nel piatto.

Il

Il

nel pozzo.

La

nella porta.

Le

nel mare.

Il

sul tavolo.

Le

sul grembiule.

Gli

sul viso.

nell’aia.

sul naso.


Ortografia

scheda

Difficoltà ortografiche: CI, CE

21

1 Osserva ciò che sta nella cesta e scrivi il nome di ogni cosa.

Cesare e Cinzia sono usciti dal supermercato con una grande cesta piena di…

2 Scopri che cos’è, poi scrivi la parola che contenga CI o CE.

Perse la scarpina al ballo. Animale con le corna come rami. A volte restano dopo le ferite. Gli abitanti della Cina. Novantanove più uno. La punta di una montagna. Serve per chiudere la gonna.

T V T R S

N


scheda

22

Difficoltà ortografiche: CA, CO, CU e GA, GO, GU

Ortografia

1 Completa il racconto scrivendo la parola vicino al disegno.

Il coniglio Coco La

Gaia e il

Gugù raccolgono

nel

, quando vedono il

Coco

che è in cerca di

.

La strega tocca Coco con il

e lo

paralizza. Poi lo chiude in una

e lo

porta a

per cucinarlo.

Per fortuna, la

Coccodè, amica del di Coco, ha visto tutto. Entra di nascosto

nella

di Gaia, con il spezza la

la poi scappano insieme dal

che chiude e libera il

; .


Ortografia

DifficoltĂ ortografiche: CA, CO, CU e GA, GO, GU

scheda

23

1 In ogni riga è nascosta una parola con CA, CO, CU oppure con GA, GO,

GU. Trovala, colorala e riscrivila sotto in corsivo.

C N O U E R

O T C P V F

R B A R Q C

O D T E C U

N S T G G R

A U E A U V

A G D L S A

H O R O C G

S B A D I Z

A I C L O M

2 Completa le parole scegliendo tra CA, CO, CU oppure GA, GO, GU.

meta ma an

an

ria

au

ri

zzino lo

rioso

rilla

bina

do

mento

ar ncio mani


scheda

24

Difficoltà ortografiche: CR, BR, DR, FR, GR, PR, TR

Ortografia

1 Trascrivi in corsivo le parole, mettendole nella scatola giusta.

primo • frutta • cranio • prato • grondaia • triste • brocca • dromedario • cruna • treno • prugna • frangia • trono • grammo • breve • braccio • drago • drenare • crema • premere • fretta • criceto • grido • grembiule • frigorifero • bruciare • dritto • trappola


Ortografia

DifficoltĂ ortografiche: SBR, SCR, STR

scheda

25

1 Scopri che cosa fanno i protagonisti delle vignette, aiutandoti con le

consonanti iniziali.

SBR

Il leone Lucia

la gazzella. il pane.

SCR

Fulvio Il contadino

un testo. l’albero.

STR

La serpe Carlo

sul terreno. il foglio.


scheda

26

Difficoltà ortografiche: GN

Ortografia

1 Completa la storia inserendo le parole elencate. Attenzione! Alcune

parole dovrai usarle più di una volta.

gnomo • sognato • castagno • pagnotta • bagni • mugnaio • ragno • compagnia • pigna • sognava • mignolo • campagna • castagne • stagno

Vita da gnomo Sotto un , in un bosco, viveva uno non più grande di una . Naturalmente mangiava molte e andava a passeggio per la in di un nero e peloso. In estate, faceva molti in uno , poi si stendeva al sole su un asciugamano grande come un . Spesso di vivere in una grande città. Un giorno passò di lì un che teneva sotto il braccio una grossa e si fermò a riposare sotto il . Mentre l’uomo dormiva, lo bucò la e vi si infilò. L’uomo si risvegliò e riprese il cammino. Così nascosto, lo fu trasportato in una bella città piena di luci e colori, come aveva sempre .

2 Che cosa farà lo gnomo in città? Scrivilo sul tuo quaderno.


L’accento

Ortografia

1 Leggi la filastrocca e, con il rosso, metti l’accento dove serve.

La settimana di Pilù Lunedi va in citta. Martedi fa il caffe. Mercoledi prepara il te. Giovedi riempie i bigne. Venerdi cucina il ragu. Sabato inventa un intero menu. Domenica non ne puo proprio piu!

2 Completa le frasi scrivendo una di queste parole.

passero/passerò

si/sì

la /là

spari/sparì

Gli uccellini volarono via spaventati dagli . La tua maglia è

, sul letto.

Per favore, dimmi di L’anno scorso

. una gomma

dal mio portapenne. Io

da te per riprendermi il

libro. mela è un frutto invernale. Non Il

dicono le bugie. cinguetta sul ramo.

scheda

27


scheda

L’accento sui monosillabi

28

Ortografia

1 Completa le frasi, inserendo la parola giusta.

li/lì

la/là

se/sè

ne/né

Guarda

nel cassetto se c’è la maglia rossa.

Detesto i bambini poco sinceri. Di solito Oggi

evito.

maestra era assente.

Se vai di I nonni

, ricordati di spegnere la luce. ne andarono a passeggio.

Quel bambino è molto sicuro di Non mi piacciono

.

le carote

Sono goloso di torta allo yogurt:

i cavoli! prendo ancora

un po’!

si/sì

te/tè

Quando ti chiedo aiuto, dimmi di

.

vedono i calzini bucati sul tallone. Ho bevuto un bicchierone di Non

alla pesca.

lo voglio ripetere un’altra volta!

Ricorda: con fu, fa, so, sto, su, ma, no, re, tre, qui, qua l’accento non ci va!


L’apostrofo

Ortografia

scheda

29

1 Leggi con attenzione.

Il topolino mangiavocali C’era una volta un topolino molto affamato e birichino. Era un topo piuttosto speciale, il suo cibo era la vocale. Non tutte le vocali mangiava, solo quando una accanto all’altra trovava. Sui libri e sui quaderni viveva e una vocale accanto all’altra toglieva. La vocale in fretta mangiava e al suo posto il codino lasciava. Carola Flauto, La chiave magica, Edizioni Medusa

Che cosa succede se passa il topolino? La acqua diventa l’acqua, nello occhio diventa nell’occhio. 2 Adesso continua tu!

la anatra diventa

sullo albero

la elica

questo anno

la India

come è

la ombra

di inverno

la uva

allo indietro

lo orso

nello imbuto

3 Scegli la parola, apostrofala e inseriscila al posto giusto.

abete cinguetta un passero. idraulico servono le pinze. oceano vivono molte varietà di pesci.

nello sullo allo


scheda

L’apostrofo

30

Ortografia

1 Leggi e impara.

L’affamato topolino dispettoso e birichino non può mai mangiar la I della paroletta GLI quando A, O, U o E come iniziale c’è. Perché lì davanti, infatti, fanno la guardia quattro gatti.

gli

amici

gli

elefånti

gli

o®si

gli

uoμini

Il topolino può mangiare la I di GLI solo se la parola successiva comincia con un’altra I: gli imbuti può diventare gl’imbuti, gli angeli rimane gli angeli. 2 Continua tu.

gli Italiani gli Indiani gli anelli gli uccelli gli orchi gli istrici negli orti negli incendi dagli insegnanti dagli operai sugli sci agli infermieri

gl’Italiani o gli Italiani


L’apostrofo

Ortografia

1 Scrivi le parole apostrofate al posto giusto.

va’ • fa’ • po’ • sta’ • da’ • di’ Adesso compito.

il

la penna al tuo compagno.

a comprare il latte.

Posso guardare ancora un la televisione?

a tua sorella di venire da me!

attento a quello che scrivi.

scheda

31


scheda

C’è

32

Ortografia

1 Osserva l’esempio, poi continua tu, aiutandoti con i disegni.

C’è una volpe nel boschetto.

una coccinella sul

.

una rana nel .

un pulcino nell’ovetto.

una pulce nel .

un bambino nel suo .


Ortografia

C’è

scheda

33

1 Trasforma le frasi come nell’esempio.

Il divano è in salotto. Nel salotto c’è un divano.

La rosa è nel vaso. Nel vaso

La siepe è intorno al giardino.

La scatola è a terra.

Il formaggio è nel frigorifero.

Il libro è sulla mensola.


scheda

34

Ci sono

Ortografia

1 Osserva l’esempio e completa le frasi usando sempre ci sono.

Nel recinto ci sono i cavalli.

Nel nido


scheda

Il nome comune

Morfologia

35

1 Aiutandoti con le lettere già presenti, completa gli incroci scrivendo

questi nomi comuni.

autista • fontana • gatto • maestra • muro • paletta • rondine • scuola • serpente • toro • zia • vigile A U

S

P G A

F

V

S

R O

I

E

O M A

A E

T

R

A

A

E

2 Adesso riscrivi tutti i nomi nella colonna giusta.

nomi comuni di persona

nomi comuni di animale

nomi comuni di cosa


scheda

36

Il nome proprio

Morfologia

1 Qual è il nome proprio di questi bambini? Scrivilo sulle righe.

Matteo non ha gli occhiali e Luca non indossa i pantaloni lunghi. Sara non indossa la gonna e Giulia non ha le trecce.

2 Scrivi un nome proprio di persona usando ogni lettera come iniziale.

A

M

B

N

C

O

D

P

E

R

F

S

G

T

I

U

L

V Ricorda: i nomi propri si scrivono con la lettera maiuscola.


Morfologia

Il nome proprio

scheda

37

1 Anche gli animali e le cose possono avere il nome proprio. Osserva

l’esempio e inventa altri nomi propri.

Bobo

Scuola

Fiume

Via

Ristorante


scheda

Articoli determinativi

38

1 Aiuta Marco a catturare le farfalle con gli articoli giusti

e inseriscili nelle frasi.

la

gli

i

il

l’

lo

le

mamma di Claudio prepara frittelle di mele con uvetta. scoiattoli nel parco mangiano volentieri ghiande. mio compagno di banco pratica sci di fondo. giardiniere taglia albero danneggiato dal temporale. Marco ha nascosto guanti di Cecilia per farle dispetto. Domani vedere

maestra ci porterĂ a zoo.

zio di Fabio preferisce indossare abiti scuri. genitori di Lucia sono proprietari del campeggio. tempo per è terminato.

intervallo

Morfologia


scheda

Articoli indeterminativi

Morfologia

39

1 Completa con un’, un o una.

arco con

freccia.

capello in

treccia.

auto che sfreccia. ape su In

corteccia.

cuor hai fatto breccia.

2 Aiuta il gatto a prendere i «pesci articolo» e inseriscili nelle frasi.

un’ un sciatore ha visto su

aquila

montagna.

Luca ha subito

scherzo

di cattivo gusto. Al ristorante Andrea ha ordinato insalata con Ho comprato

uovo. sedia

per la tua scrivania. scoiattolo si è rifugiato su

albero.

Non mi ha risposto nemmeno volta.

una uno


scheda

40

Articoli determinativi e indeterminativi

Morfologia

1 Sottolinea l’articolo e colora l’oggetto o l’animale indicato.

l’albero più alto

un albero

la palla più grande

una palla

lo scoiattolo sul ramo

uno scoiattolo

la stella più piccola

una stella

Gli articoli il, lo, la, l’ che precisano in modo certo un nome sono determinativi.

Gli articoli un, uno, una, un’ che non precisano in modo certo un nome sono indeterminativi.


scheda

Nomi singolari e plurali

Morfologia

41

1 Osserva attentamente il disegno. Che cosa compare una volta sola?

Che cosa compare pi첫 volte?

2 Completa la tabella.

Una volta sola

Pi첫 volte

la casa

i fiori


scheda

Nomi maschili e femminili

42

Morfologia

1 Aggiungi l’articolo e cambia il genere di ogni nome. Scrivi F se è

femminile o M se è maschile, come nell’esempio.

la

mamma

F

il

M

papà

amico leonessa professore sorella bambina attore cagna alunna dottore scultrice pittore donna 2 Scopri i nomi nelle frasi, sottolineali e riscrivili nella tabella.

Il cane passeggia con il padrone. I leoni mangiano le gazzelle. Gli scolari ascoltano la maestra. La cuoca prepara le torte. maschile singolare

maschile plurale

femminile singolare

femminile plurale


Morfologia

Concordanza tra articolo e nome

1 Completa con l’articolo indeterminativo giusto.

un nipote

nipote

parente

parente

cantante

cantante

turista

turista

atleta

atleta

scheda

43


scheda

Nomi alterati

44

Morfologia

1 Riscrivi la storiella sostituendo le parole nei riquadri con un nome alterato.

Un’avventura pericolosa C’era una volta un piccolo topo

che abitava

in un solaio di una graziosa casa

di campagna.

Spesso si recava in un granaio lì vicino e rubava un piccolo mucchio

di chicchi di grano.

Purtroppo, una notte trovò ad aspettarlo un gatto brutto e feroce

,

con la bocca spalancata. Mentre il gatto stava per mettergli addosso le zampe brutte e grandi

,

entrò un cane piccolo e grazioso

che,

scodinzolando, fece la pipì. Questo bastò a spaventare il gatto brutto e feroce , che se la diede a gambe. Il piccolo topo

tornò tremando a casa

e da allora si accontentò dei piccoli pezzi di pane e formaggio che trovava dentro la casa.


scheda

Nomi alterati

Morfologia

45

1 Completa.

Un uomo grosso e robusto è un

.

Una sciarpa piccola è una

.

Un ragazzo disubbidiente e maleducato è un

.

Un libro piccolo e grazioso è un

.

Un grosso ombrello è un

Un posto sporco è un

.

.

2 Scrivi nella colonna giusta i nomi qui sotto.

boccuccia • cappellaccio • cucchiaione • fratellino • giornataccia • micetto • odoraccio • ometto • palazzone • poltroncina • quadernone • vitellino alterato accrescitivo

alterato dispregiativo

alterato diminutivo

alterato vezzeggiativo


scheda

Falsi alterati

46

Morfologia

1 Leggi e rispondi alle domande.

Un soffione Un soffione non è un uomo alto e grasso che gonfiando le gote soffia molto forte, ma un fiore leggero e tondo come una palla che al minimo soffio sparisce. Giovanni Raboni, Pin Pidin, Feltrinelli

È un soffione? SÌ

È un soffione?

NO

NO

2 Che cos’è? Indica con una X la risposta giusta.

Il tacchino è: un piccolo tacco. un animale.

Il pulcino è: una piccola pulce. il figlio della gallina.

Il torrone è: un dolce. una grande torre.

Il burrone è: un precipizio. un grosso burro.

Il merletto è: un piccolo merlo. un pizzo.

Il postino è: chi porta la posta. un piccolo posto.


scheda

Nomi composti

Morfologia

47

1 Completa il cruciverba dei nomi composti. B

D

A 1

O

T

L 2

3

A A

F E

G C

G 4

G

A

L V

5

6

A

C

S

I

Orizzontali 1. Il contenitore degli ombrelli. 2. Ci difende dai fulmini. 3. Protegge l’auto dagli urti. 4. Un edificio che tocca il cielo. 5. Schiaccia le noci. 6. Comanda la stazione dei treni.

Verticali A. Contiene penne, matite... B. Vi si porta a lavare l’auto. C. Toglie i tappi delle bottiglie. D. Lo sport con palla e canestro. E. Lo usa chi non sa nuotare.


scheda

48

Aggettivi qualificativi

1 Leggi con attenzione la filastrocca.

Lo specchio «Sono alto o sono basso? Sono magro o sono grasso? Sono bruno o sono biondo?». Ogni specchio che c’è al mondo mi risponde lì per lì che io son così e così. «Sono docile, obbediente, rispettoso, diligente, generoso oppure no?». Ogni specchio che c’è al mondo mi risponde: «Non lo so, lo sai tu meglio di me: la risposta è solo in te!». Mario Milani, Lo specchio, ne «I quindici», Field Educational

Le parole che indicano le qualità dei nomi si chiamano aggettivi.

2 Sottolinea gli aggettivi che trovi nella filastrocca. 3 Qual è il contrario di questi aggettivi? Scrivilo sui puntini.

lento

duro

gradevole

lungo

pauroso

chiaro

obbediente

freddo

educato

largo

Morfologia


Aggettivi qualificativi

Morfologia

1 Scopri le qualità dell’acqua inserendo al posto giusto nelle frasi

l’aggettivo qualificativo adatto. Sceglilo tra quelli indicati.

limpida • frizzante • inquinata • stagnante • fresca • naturale • putrida Bisogna stare attenti all’acqua dei pozzi perché può essere

.

In montagna, l’acqua di sorgente, di solito, è e

.

Negli acquitrini l’acqua è e

.

A tavola mi piace bere l’acqua . Mia madre, invece, beve quella

.

2 Per ogni elemento naturale scrivi tre aggettivi qualificativi adatti.

fuoco

aria

terra

vento

scheda

49


scheda

50

I verbi

Morfologia

1 Leggi quali azioni sono necessarie per eseguire questo lavoro

con le foglie.

Occorrente: una foglia grande • un giornale tipo quotidiano • un foglio di carta per fotocopie • colla e nastro adesivo • pastelli a cera Esecuzione

1. Posare sul giornale la foglia, con le nervature verso l’alto. 2. Incollare la foglia sul giornale. 3. Appoggiare il foglio di carta sopra la foglia. 4. Fissare il foglio al giornale con poco nastro adesivo. 5. Strofinare con cura sul foglio un pastello a cera. 6. Usare più pastelli di diverso colore. 7. Liberare il foglio dal nastro adesivo.

2 Circonda le azioni, poi riscrivile qui sotto.


scheda

I verbi

Morfologia

51

1 Scrivi tre azioni che puoi compiere con le parti del corpo indicate.

Con le mani io posso:

Con gli occhi io posso:

Con la bocca io posso:

2 In ogni gruppo di azioni, una non è possibile. Trovala, cancellala e

sostituiscila con un’altra azione possibile.

Con il fuoco io posso:

Con l’acqua io posso:

Con la matita io posso:

scaldare annegare cuocere

asciugare innaffiare inondare

scrivere leggere sottolineare

3 Per ogni nome scopri l’azione adatta e circondala.

corre. Il fiore

La pecora

sboccia.

cresce. L’albero

cammina.

piange.

parla.

vola.

corre.

ride. bruca.

L’ape

punge. piange.

Ricorda: le parole che esprimono un’azione si chiamano verbi.


scheda

52

I verbi

Morfologia

1 Sottolinea i sei verbi contenuti nel testo.

Vita da talpe La talpe costruiscono la casa sotto terra. Usano le zampe per scavare gallerie, dove trovano insetti da mangiare e trasportano l’erba per i nidi.

2 Osserva l’esempio e trova i collegamenti.

recitare

un quadro

svolgere

un problema

risolvere

una storia

correggere

un parere

dipingere

una poesia

raccontare

un compito

esprimere

un errore

3 Scegli quattro collegamenti e inventa quattro frasi, come nell’esempio.

≤ao¬a dipinge un quadro pieno di co¬o®i.


Morfologia

scheda

I tempi dei verbi

53

1 Le vignette sono in disordine: indica con i numeri 1, 2 e 3 l’ordine

temporale. Scrivi sotto ogni vignetta la parola giusta, scegliendo tra: prima, adesso, poi.

Andrea entrerà nel negozio.

Andrea era in casa.

Andrea cammina per strada.

• Quale azione è già avvenuta? L’azione n. • Quale azione sta avvenendo? L’azione n. • Quale azione deve ancora avvenire? L’azione n.

2 Inventa due frasi che contengano ciascuna le parole prima, adesso, poi.

1.

2.


scheda

54

I tempi dei verbi

Morfologia

1 Leggi le frasi che seguono.

Tempo passato

Tempo presente

Tempo futuro

Due anni fa frequentavo la scuola materna.

Adesso frequento la classe seconda della scuola primaria.

L’anno prossimo frequenterò la terza.

2 Sottolinea il verbo di ogni frase, poi scrivi se è espresso al tempo

passato, al tempo presente o al tempo futuro.

Questa mattina presto pioveva.

tempo

Adesso il cielo è ancora nuvoloso.

tempo

Forse più tardi spunterà il sole.

tempo

Il treno per Venezia partirà tra un’ora.

tempo

Il treno da Milano arriva adesso.

tempo

Il treno da Roma è arrivato due minuti fa.

tempo

Tra un mese traslocherò in una casa nuova. tempo Adesso abito vicino alla scuola.

tempo

Una volta abitavo vicino alla stazione.

tempo


Morfologia

scheda

I tempi del verbo essere

55

1 Completa le frasi, scegliendo tra c’è, c’era e ci sarà.

Prima

un seme.

Ora

un germoglio.

Poi

un albero.

Prima

un uovo.

Ora

un pulcino.

Poi

una gallina.

2 Completa le stesse frasi al plurale, scegliendo tra ci sono, c’erano

o ci saranno.

Prima poi

i semi, ora gli alberi.

Prima poi

le uova, ora le galline.

i germogli, i pulcini,


scheda

A o ha

56

Ortografia

1 Completa, rispondendo alle domande.

Sara, a scuola, ha incontrato un nuovo amico. Che cosa ha fatto Sara?

Dove?

Giulia ha mangiato un panino a colazione. Che cosa ha fatto Giulia?

Quando?

Elisa ha dato una caramella a Francesca. Che cosa ha fatto Elisa?

A chi?

2 Completa le frasi, scrivendo a o ha al posto giusto.

A colazione, Giovanni ha mangiato un panino al formaggio. La mamma

accompagnato Francesca

Giuseppe

portato un regalo

Gianluca,

teatro,

sua sorella.

visto uno spettacolo.

mezzogiorno, Carlo Gianni

scuola.

prestato la gomma

finito il suo lavoro. Marco.


L’H nel verbo avere

Ortografia

1 Completa le frasi con ai oppure hai.

Devo incontrare Luisa

giardinetti.

studiato la lezione? Tu non

paura di uscire al buio?

Mi piace dare cibo

piccioni.

Ho regalato un nuovo televisore Brava!

nonni.

trovato la soluzione.

2 Completa le frasi con anno oppure hanno.

L’

scorso è caduta molta neve.

I genitori

iscritto Paola

a un corso di nuoto. Giulia ha un

più di me.

I genitori di Giulia

altri

due figli. Una volta all’

posso uscire

di sabato sera.

3 Completa le frasi con o oppure ho.

comprato un bel regalo per Fabio. Preferisci un panino Non so se partire Io

una merendina? restare.

un bell’aspetto.

A colazione mangerò un uovo una fetta di prosciutto?

scheda

57


scheda

L’ho, l’hai, l’hanno

58

Ortografia

1 Completa le frasi con l’ho, l’hai, l’ha oppure l’hanno.

Io ho comprato un gelato alla

Marco e Simone hanno visto

crema, prima

un cane bellissimo,

assaggiato e poi

chiamato e poi

proprio gustato.

coccolato a lungo.

Giulia ha visto Francesca,

Tu hai acquistato un libro,

chiamata e poi invitata a giocare con lei.

letto d’un fiato e poi

prestato

al tuo amico Luigi.

2 Adesso inventa tu tre frasi: la prima con l’ho, la seconda con l’ha e la

terza con l’hanno.


scheda

Eoè

Ortografia

59

Bobo è un cane.

Bobo e un cane.

1 Completa con e o è.

Il vetro Carlo

un materiale molto fragile. Luca sono molto amici.

Mio fratello La mucca

un esperto nuotatore. un animale domestico.

Le mie amiche sanno ballare A merenda mangio sempre pane Il gatto L’arancia

disteso sul divano un frutto succoso

cantare. prosciutto. dorme. dolce.

2 Adesso inventa tu due frasi: la prima con e, la seconda con è.


scheda

60

Coniugazione dei verbi essere e avere

Morfologia

1 Completa con le voci del verbo avere.

passato io

presente

avevo

avrò hai

tu egli

aveva

ha

noi

avevamo

abbiamo avete

voi essi

futuro

avevano

avrai

avrete avranno

2 Completa con le voci del verbo essere.

passato

presente

futuro

sono

sarò

io tu

eri

sei

egli

era

sarĂ

noi

eravamo

saremo

voi

eravate

siete sono

essi

saranno

3 Completa le frasi scegliendo il verbo giusto.

Elena

una nuotatrice esperta.

Tu

fretta di partire.

Io

un bambino dispettoso.

Gli zii

presto una casa nuova.

Noi

una gatta bianca.

Voi

invitati alla mia festa.

ero avevamo hai è avranno sarete


Morfologia

Essere e avere ausiliari

scheda

61

1 Osserva l’esempio, poi completa le frasi scegliendo le voci verbali

adatte coniugate al tempo passato prossimo.

sono sceso • sei salito • siete arrivati • siamo corsi • è partita Gianluca e Sara sono andati al circo. Luisa

per il mare.

Noi a papà.

incontro

Tu

sulla scala.

Io bicicletta.

dalla

Voi al traguardo.

primi

2 Esegui questo esercizio come quello precedente.

ho letto • avete acquistato • ha interrotto • hai detto • hanno finito • abbiamo giocato Io e il nonno Io Gli alunni

a dama. un libro interessante. il compito.

Voi Tu Fabio

un’auto nuova. una bugia. la spiegazione dell’insegnante.


scheda

62

Individuazione di frasi

Sintassi della frase

1 Con tre di questi gruppi di parole puoi formare una frase, con due no.

il nonno i pesci ieri le scarpe andiamo

Puoi formare una frase?

Carlo sono di compagni classe e Giulio

Puoi formare una frase?

Luigi un libro regalato ad Andrea ha

Puoi formare una frase?

d’inverno prendi sul davanzale i coccodrilli

Puoi formare una frase?

sono nel prato le margherite spuntate

Puoi formare una frase?

2 Riscrivi tutte le frasi che hai formato.

NO

NO

NO

NO

NO


Sintassi della frase

Frase minima

1 Leggi la filastrocca.

Animali musicali Suona il gattino la filastrocca del violino e la mucca salta come una matta e, da sopra, la luna sorride distratta. Il cane Fido, un po’ fido un po’ non mi fido, ride a vedere la scena. Mother Goose, Una storia pazza, ne «I quindici», Field Educational

2 Collega le parole.

3 Scrivi le frasi minime.

La mucca

sorride

Il gattino

ride

Fido

salta

La luna

suona

La mucca salta.

4 Osserva le immagini e scrivi la frase minima.

scheda

63


scheda

Soggetto e predicato

64

Sintassi della frase

1 Osserva l’esempio.

a. Di sera, un cane triste abbaia alla luna. b. Un cane triste abbaia alla luna. c. Un cane abbaia alla luna. d. Un cane abbaia.

Un cane abbaia Un cane

è il soggetto,

è la frase minima. abbaia

è il predicato.

2 Prova anche tu a ridurre queste frasi. Attenzione! Le frasi non devono

perdere significato.

Per strada Andrea corre con la bicicletta.

La mamma cucina la torta di mele per gli ospiti.

Di sera, i bambini giocano a palla in cortile.

3 In tutte le frasi, circonda di rosso il soggetto e di verde il predicato.


scheda

Soggetto e predicato

Sintassi della frase

65

1 Rispondi alla domanda chi? e completa come nell’esempio.

Chi cuoce?

Il cuoco

Il cuoco cuoce.

Chi cura? Chi insegna? Chi impara? Chi balla? Chi canta? Chi recita? Chi nuota? Chi scia? Chi comanda?

2 Rispondi alla domanda.

che cosa fa?

Il sole La luna Il vento La pioggia La pecora La zanzara La rana La serpe La mamma Lo scolaro


scheda

66

Concordanza tra soggetto e predicato

Sintassi della frase

1 Scopri il soggetto adatto a ogni predicato e completa la frase minima.

noi gli atleti lo zio

corriamo.

i genitori la maestra io

parlano.

Andrea i nonni noi

giochiamo.

gli operai voi tu

mangiate.

tu Carla gli alunni

ridi.

io gli amici Luigi

guardo.


Sintassi della frase

scheda

Le espansioni

67

1 Arricchisci le frasi come nell’esempio.

Paco dorme.

Luca insegue.

dove?

con chi?

Paco dorme sul divano.

Paco dorme sul divano con Luisa.

chi?

dove?

Luca insegue

che cosa?

La civetta guarda.

La civetta guarda

Luca insegue

quando?

La civetta guarda


scheda

68

Funzione del punto

Punteggiatura

1 Osserva le due scenette e, per ognuna, scegli la frase che è stata

separata dal punto in modo esatto.

La mamma chiacchiera. In giardino il nonno legge il giornale. La mamma chiacchiera in giardino. Il nonno legge il giornale.

Mario studia. In soggiorno la mamma cuce.

Luca gioca a palla. In palestra Andrea corre. Luca gioca a palla in palestra. Andrea corre.

Giulia parla con Sara al bar. Carlo mangia un gelato.

Mario studia in soggiorno. La Giulia parla con Sara. Al bar mamma cuce. Carlo mangia un gelato.


Punteggiatura

Il punto

1 Inserisci il punto e poi riscrivi le frasi. Attenzione alla maiuscola!

Il re era a tavola con i suoi cavalieri il messaggero entrò nella sala.

L’auto era ferma al distributore di benzina i passeggeri scesero per una sosta.

La zia tre anni fa ha piantato un albero di mele quest’anno l’albero è seccato.

Carlo è caduto per strada mio cugino lo ha visto e lo ha aiutato a rialzarsi.

scheda

69


scheda

70

La virgola e il punto

Punteggiatura

1 Elena ha fatto l’elenco di tutto quello che deve mettere nella sua valigia

prima di partire per le vacanze, ma ha dimenticato le virgole. Aggiungile tu.

Devo ricordarmi di prendere: due abiti due paia di pantaloni tre gonne tre camicette due magliette tre costumi da bagno un berretto sei paia di calze sei paia di mutandine quattro canotte e due pigiami. 2 Leggi il testo, poi metti una linea di separazione dove è necessario un

punto e una crocetta dove serve una virgola.

Un topo fortunato C’era una volta un topolino molto fortunato egli viveva in una casa fatta di formaggio le pareti il pavimento i soffitti i mobili erano di provolone i divani invece erano di mozzarella bianca soffice e fresca ogni giorno il topolino mangiava un pezzo di casa 3 Riscrivi il racconto con la punteggiatura. Ricorda di mettere la

maiuscola dove è necessario!


Punteggiatura

Punto esclamativo e interrogativo

scheda

71

1 Per ogni coppia di frasi scrivi il punto giusto: scegli tra ! (esclamativo)

e ? (interrogativo).

Vieni con me, subito Verresti con me

Bravo, vedo che hai perso tempo Hai forse perso tempo a cercare i guanti

Andresti a comprare il pane Vai a comprare il pane

Aiuto, sto affogando Qualcuno ha bisogno di aiuto

Mi puoi accompagnare allo spettacolo Accompagnami, presto

Ah, che meraviglia quel quadro Non ti sembra una meraviglia quel quadro

Vedo che hai sonno, ti stai forse annoiando Oh, che noia

Non ne posso proprio pi첫

Ahi, che male al braccio Ti fa molto male il braccio


scheda

72

Il discorso diretto

Sintassi della frase

1 Che cosa sta dicendo la mamma? Scrivilo tu nel fumetto.

Ecco il regalo per il tuo compleanno.

Grazie, adesso andiamo a giocare! Io preferisco la torta!

Sandra

Carlo Andrea Mi piacciono di più i pasticcini.

Piera

2 Le parole dette direttamente dai bambini formano un discorso diretto.

Leggi nell’esempio come si possono scrivere, poi continua tu facendo attenzione alla punteggiatura.

Andrea dice: «Ecco il regalo per il tuo coμpleanno». Carlo rispo§de: La mamma dice: ≤iera dice: ≥andra dice:


Sintassi della frase

Il discorso diretto

scheda

73

1 Completa i fumetti.

Che cosa sta dicendo il vigile all’automobilista?

Che cosa sta spiegando il bigliettaio al viaggiatore?

Che cosa sta dicendo il panettiere alla signora?

Che cosa sta dicendo la maestra?

2 Adesso riscrivi quello che è stato detto usando la punteggiatura.

Il vigile dice:

Il bigliettaio dice:

Il panettiere dice:

La maestra dice:


scheda

74

Comprensione di un testo narrativo

1 Leggi attentamente il racconto.

La zanzara e il leone Una zanzara disse un giorno a un leone che stava passeggiando nella foresta: – Credi forse di essere più forte di me? Ti sbagli di molto. Tu sai solo mordere e graffiare. Io, invece, sono forte! Facciamo una gara: dichiariamoci la guerra! La zanzara subito suonò la sua tromba di guerra e incominciò a punzecchiare il leone. Quest’ultimo, per difendersi, si dava grandi zampate. Così si ferì il muso con i suoi stessi artigli. Alla fine, insanguinato e senza fiato, il leone chiese di smettere la lotta. Tutta felice, la zanzara intonò un inno di vittoria e se ne volò via. Ma s’impigliò in una ragnatela e un piccolo ragno, uscito dal suo nascondiglio, la punse a morte. – Povera me! – sospirò la zanzara moribonda. – Ho vinto un leone che è l’animale più forte e più feroce e ora eccomi qui vittima di un piccolo, miserabile ragnetto… E, così dicendo, morì. Lev Tolstoj, La zanzara e il leone, in «I quattro libri di lettura», Longanesi


Analisi testuale

2 Di chi si parla nel racconto della pagina precedente?

Scrivi il nome dei personaggi e, per ognuno, indica una qualità adatta.

3 Rispondi alle domande segnando con una X la risposta giusta.

Perché la zanzara attacca il leone? Per rubargli il cibo. Per dimostrare di essere più forte. Per difendere il ragnetto. Come reagisce il leone? Si dà grandi zampate. Fugge velocemente. Ruggisce forte. Come finisce la storia? Il ragnetto finisce schiacciato. Il leone fa amicizia con la zanzara. La zanzara viene punta dal ragno. Dove si svolge la storia? In città. In una fattoria. In una foresta.


scheda

75

Sequenze temporali in un racconto

Analisi testuale

1 Osserva le vignette per ricostruire la storia, poi riordina le sequenze

utilizzando le lettere indicate.

La cicala e la formica

La cicala andò dalla formica e le chiese del cibo. a

b

Venne l’inverno; i campi si coprirono di neve e la cicala affamata si ricordò che la formica aveva accumulato cibo per tutta l’estate.

c

L’estate passava allegramente per la cicala, che si godeva il sole e cantava.

Poi richiuse la porta e tornò al calduccio nella sua tana. d

e

La formica rispose alla cicala: – Per tutta l’estate hai cantato, adesso balla!


Analisi testuale

Dati essenziali di un racconto

scheda

76

1 Leggi il racconto.

Due persone da salvare Una volta s’incendiò una casa. Quando giunsero i pompieri, verso di loro accorse una donna che piangeva, perché nella casa era rimasta la sua bimba di due anni. I pompieri mandarono Bob. Il cane corse su per la scala e sparì nel fumo. Pochi minuti dopo uscì di corsa, tenendo con i denti, per la camiciola, la bambina. La mamma corse verso la figlia piangendo di gioia e i pompieri accarezzarono il cane. Bob, però, si precipitò di nuovo nella casa. I pompieri pensarono che vi fosse qualche altra persona da salvare. Il cane, poco dopo, uscì velocemente dalla casa reggendo qualcosa tra i denti. Quando videro che cosa portava, tutti scoppiarono a ridere: Bob portava in salvo una grossa bambola. Lev Tolstoj, Il cane Bob, in «Racconti per bambini», Edizioni Malusˇ

2 Rispondi alle domande utilizzando solo le parole indispensabili.

Come inizia il racconto?

Chi è il protagonista?

Che cosa deve fare?

Perché il cane ritorna nella casa?


scheda

Vocaboli adeguati al contesto

77

Analisi testuale

1 Arricchisci le frasi, inserendo una delle parole scritte in fondo al

racconto. Attenzione alle tre parole intruse!

Una nuova città C’era una volta una città chiamata Collinetta, in cui non succedeva mai

. Era una città grigia, senza alberi

né colori, con le case sbiadite e i balconi senza Una

.

mattina apparve un tram color fragola.

Ne discese il

, un vecchietto simpatico, vestito

con una

color fragola, che disse:

– Avanti, signori, si parte! Una gran folla riempì il tram: uomini,

, bambini,

cani, gatti e uccellini, tutti molto curiosi di sapere dove si andasse. Tutti corsero ai finestrini a guardare fuori, ma... che cosa succedeva? Sotto i loro

scorreva la città, ma era

tutta diversa: i balconi fioriti, le piazze piene di alberi, aiuole e fiori, le case colorate. Poi il tram si fermò e la scese, ma per poco non cadde a terra tramortita perché la

era brutta come prima.

– Che scherzi sono questi? – chiesero tutti insieme. Il conducente disse: – Avete visto bella la città perché i

del tram sono magici. Ma se piantate e fiori non ci sarà più bisogno di una

per renderla bella! Roberta Grazzani, Il tram color fragola

conducente • occhi • alberi • fiori • pecore • automobile • gente • niente • magia • domenica • città • divisa • sole • donne • vetri


Analisi testuale

Utilizzo della traccia in un racconto

1 Servendoti delle parole-chiave, scrivi il racconto.

Marco e suo padre vanno in barca. Marco scivola, ma viene ripescato. Marco si prende un raffreddore. Ăˆ domenica

Salgono sulla

Marco, per osservare i pesci,

Suo padre prontamente

Alla sera Marco

scheda

78


scheda

79

Utilizzo della traccia in un racconto

Analisi testuale

1 Scrivi il racconto, aiutandoti con lo schema.

protagonista

Bea è una piccola

ambiente

che vive sulla riva

antagonista

Il suo nemico è il

RAF

che vuole

difficoltà da superare

Bea ha sete, ma

altro personaggio

Arriva Tom che è un amico.

soluzione

.

.

. suo

Tom e Bea finalmente

.


Analisi testuale

Inizio di un racconto

1 Con l’aiuto delle immagini, scrivi l’inizio del racconto.

a. Carlo pedala

b.

c.

d.

Carlo torna a casa preoccupato e si rende subito conto che non potrà nascondere la sua avventura. Infatti, guardandosi allo specchio, si accorge che, non solo gli abiti, ma anche i suoi capelli sono diventati verdi. Se la caverà con una bella sgridata.

scheda

80


scheda

81

Conclusione di un racconto

Una domenica speciale È domenica, Laura parte con i suoi genitori e suo fratello Edoardo per una gita in bicicletta. Ogni partecipante è munito di zaino, con bevande e viveri. I mezzi di trasporto sono in perfetto ordine, con le gomme gonfie e i freni funzionanti. I gitanti iniziano il percorso e, dopo un po’, abbandonano la strada asfaltata per inoltrarsi in un sentiero che si snoda in mezzo ai campi. A un tratto…

1 Continua tu il racconto.

Analisi testuale


Analisi testuale

Dalle immagini al racconto

1 Osserva le immagini, scatena la tua fantasia e inventa una storia.

(Qui sopra scrivi il titolo)

scheda

82


scheda

83

La filastrocca

1 Aiutandoti con i disegni, inserisci le parole giuste.

Una filastrocca Filastrocca della lana, salta e gracida la . Vola e trilla l’uccellino, corre e abbaia il . Filastrocca canta canta, la mia è ancora tanta, voglio fare una vestina alla bella mia , due scarpette e due per le mani e i . Mamma Serena, La filastrocca della lana, ne «I quindici», Field Educational

2 Per ognuna di queste parole scrivine un’altra in rima.

letto

sasso

tovaglia

elegante

lago

ago

martello

calzino

pera

matita

gente

torta

sapone

farfalle

fiamma

ghiri

colori

porto

faccia

mare

Analisi testuale


Analisi testuale

Analisi di un testo descrittivo

scheda

84

1 Leggi com’è fatta la scatola della nonna e colorala.

La scatola di biscotti La nonna tiene i biscotti in una scatola di latta lunga e stretta, con le pareti di forma rettangolare. Il coperchio è quadrato, a righe bianche e verdi, si chiude con un gancetto dorato che s’inserisce in una piccola sporgenza nera. Sulle facce laterali della scatola sono dipinti alcuni grandi fiori rossi e gialli su sfondo verde.

2 Rispondi alle domande segnando con X la risposta giusta.

Di quale materiale è fatta la scatola della nonna? Di cartone. Di latta. Quale forma hanno le pareti? Di rettangolo. Di quadrato. Di quale colore è il coperchio? A righe bianche e verdi. A fiori bianchi e verdi.

Con cosa si chiude la scatola? Con un lucchetto d’oro. Con un gancetto dorato. Di quale colore sono i fiori dipinti sulle facce laterali? Rossi e gialli. Verdi e rossi.


scheda

85

Descrivere un oggetto

1 Descrivi il tuo portapenne con l’aiuto delle domande.

Quale forma ha?

Di che colore è?

Di che materiale è fatto?

Che cosa contiene?

Che sensazione ti dà se lo tocchi?

Che odore ha?

Dove lo hai acquistato?

Quando?

Analisi testuale


Analisi testuale

Analisi di un testo descrittivo

scheda

86

1 Leggi con attenzione il brano che segue.

Il gufo Il gufo è un uccello notturno. È un rapace e gli piacciono soprattutto i piccoli roditori. Nella caccia gli sono utilissimi i suoi grandi occhi arancioni e il suo udito perfetto. Quando ha individuato la preda, si cala sopra di essa senza alcun rumore, senza che questa si accorga di nulla. Come fa? Ha le penne tutte sfrangiate che, sbattendo nell’aria, non fanno alcun rumore. Fulco Pratesi, Gli animali, Edizioni Primavera

2 Leggi queste affermazioni e indica con X se sono vere o false.

Il gufo va a caccia di giorno. Quando si avvicina alla preda è silenzioso. Ci sente molto poco. Si ciba soprattutto di insetti. I grandi occhi gli servono per la caccia. Le sue penne sono fornite di frange. 3 Scrivi tre qualità adatte al gufo.

V V V V V V

F F F F F F


scheda

87

Descrizione di un animale

Analisi testuale

1 Leggi attentamente.

La mia mucca La mia mucca è turchina si chiama Carletto le piace andare in tram senza pagare il biglietto. Confina a nord con le corna, a sud con la coda. Porta un vecchio cappotto e scarpe fuori moda. La mia mucca è buona e quando crescerà sarà la consolazione di mamma e papà. (Signor maestro, la mia descrizione potrà forse meravigliarla: io la mucca non ce l’ho, ho dovuto inventarla!) Gianni Rodari, Il libro degli errori, ne «I quindici», Field Educational

2 Sì oppure no?

Si può parlare di confini per una mucca? L’alunno protagonista della poesia ha mai visto una mucca? La mucca descritta può esistere? 3 Rispondi alle domande a voce alta.

Che colore è il turchino? Che cosa indossa la mucca? La mucca è buona o cattiva? Su che cosa ama viaggiare questa mucca?

NO

NO

NO


Analisi testuale

Descrizione di un animale

scheda

88

1 Ripensa a quando

hai potuto osservare una mucca dal vero, poi guarda con attenzione l’immagine.

2 Indica le caratteristiche di una mucca, scegliendo con una X due delle

tre affermazioni proposte.

Le corna sono: ricurve. dure e appuntite. diritte. Il muso è: largo. appuntito. con grandi narici. Gli occhi sono: piccoli. grandi. scuri. La bocca è: ampia. senza denti. bavosa. Lo sguardo è: mansueto. feroce. dolce. Il corpo è: massiccio. gracile. muscoloso. Il mantello può essere: a chiazze. a quadretti. uniforme. Le zampe sono: delicate. fornite di zoccolo. robuste. La coda è: corta e sottile. lunga. molto mobile. 3 Tenendo conto delle affermazioni scelte, descrivi com’è una mucca.


scheda

89

Analisi di un testo descrittivo

1 Leggi il testo.

Leo Leo è un bambino alto e robusto, con una grande testa piena di riccioli scuri che gli ricadono sulla fronte e gli nascondono le orecchie. Gli occhi sono piccoli e vicini e brillano come perle nere sopra un naso largo e corto e una grande bocca sempre aperta al sorriso. Si muove a grandi passi in modo goffo e insicuro. Indossa quasi sempre grandi maglie colorate, con le maniche cosÏ lunghe che le dita sporgono appena. 2 Completa lo schema con le

informazioni ricavate dal testo.

Statura: Corporatura: Testa: Orecchie: Capelli: Occhi: Naso: Bocca: Atteggiamento:

Segni particolari:

Analisi testuale


Analisi testuale

scheda

Descrizione di se stessi

90

1 Tu come sei? Scrivi i tuoi dati.

Mi chiamo Sono nato/a a

il

Abito nella cittĂ di in Frequento la classe seconda della scuola

2 Adesso descrivi il tuo aspetto fisico e disegnati nell’apposito spazio.

Capelli: Forma del viso: Occhi: Naso: Orecchie: Labbra: Mani: Piedi: Corporatura: Altezza: Peso:

3 Possiedi altre caratteristiche fisiche che ti distinguono? Elencale.


scheda

Descrizione di se stessi

91

1 Colora gli aggettivi che pi첫 corrispondono al tuo comportamento.

gro e l l a

o lsiv u imp

ingenuo

vivace

so o i uc d fi

tenace

generoso

triste

affe ttuo so

bile affida

diffidente

accomodante

a

ttib e c s su

ubbid iente a

ile

rso estrove

socievo le

to ti a g

ico t a ntip

2 Scrivi gli aggettivi che ti descrivono.

Io sono

gioc her e

e

collerico

i b il e s n se pa zie nt

volu bile

riservato o m l a c

incostante

invidioso scal tro

erso introv

polemi co

llon e

rifles

siv o

atico p m si

coller ico

disu bbid iente


Analisi testuale

3 Scrivi quali sono le tue preferenze.

Il mio cibo preferito è: La mia bevanda preferita è: Lo sport che pratico di più è: Il gioco più divertente è: Il mio animale preferito è: Il luogo di vacanza più divertente è: La disciplina di studio più interessante è: Lo spettacolo preferito è: C’è ancora qualcosa che ti piace e che non hai trovato nell’elenco? Aggiungilo.

4 Adesso immagina di dover descrivere te stesso a una persona che non

ti ha mai visto né conosciuto.


scheda

92

Analisi di un testo poetico

Analisi testuale

In una goccia di pioggia In una goccia di pioggia un brano di cielo, un ricordo di sole, un respiro di mare. Arcobaleno di occhi e sorrisi ancora fanciulli in una goccia di pioggia. C. Mariano

1 Elenca le cose che il poeta immagina ci siano in una goccia di pioggia.

a. Un brano b. c. d. Arcobaleno 2 Prova a immaginare che cosa ti piacerebbe vedere in una goccia di

pioggia e scrivilo.

In una goccia di pioggia vorrei vedere

.

Una parola tira laltra 2  

2, 3, 4 Alfabeto 5, 6 Sillabe 74, 75, 76, 77, 78, Comprensione, completa- 79, 80, 81, 82 mento e produzione di testi narrativi 83, 92 Compre...

Una parola tira laltra 2  

2, 3, 4 Alfabeto 5, 6 Sillabe 74, 75, 76, 77, 78, Comprensione, completa- 79, 80, 81, 82 mento e produzione di testi narrativi 83, 92 Compre...

Advertisement