Page 1

3

AROUND THE HOUSE

Vocaboli:

house and furniture family pets and farm animals

Strutture:

Where is…? Who is in the…? There is / There are Is there…? How many… are there…? It’s in / on / under / inside / outside

LESSON PLAN Warming up. Questa unità introduce i vari ambienti domestici e i principali arredi della casa. Vengono quindi ripresi anche ambiti lessicali già noti agli alunni come i componenti della famiglia, gli animali domestici e gli animali della fattoria. Ripassare, se necessario, prima della loro contestualizzazione nei nuovi esercizi, oppure riproporre queste categorie lessicali affrontando di volta in volta le nuove attività. Chiedere ai bambini di descrivere brevemente le loro abitazioni facendo riferimento solo alle stanze e agli arredi essenziali. p. 32 Pre-teach. Come sempre, la doppia pagina di apertura può essere considerata un utile spunto per l’esercitazione orale. Fare osservare e descrivere l’illustrazione e rivolgere, inoltre, alcune domande di comprensione come: What colour is the…? o Where is the…?  Listen and repeat. Copy the words. track 28 Far osservare nei dettagli il disegno ambientato in una casa; insegnare quindi tutti i nuovi vocaboli e invitare gli alunni a copiare le parole sotto i disegni giusti. In questa prima pagina vengono introdotti solamente i vocaboli fondamentali. Nelle successive pagine dell’unità saranno presentate altre parole per arricchire il bagaglio lessicale degli alunni. Porre molta attenzione alla pronuncia corretta di ogni nuova parola. Azionare il registratore e far ripetere coralmente. bed wardrobe table cooker fridge toilet bath armchair sofa p. 33  Read and choose the right answers. Questo esercizio è volto alla verifica della corretta comprensione da parte dei bambini del nuovo lessico introdotto. I bambini sono invitati a rispondere e a comunicare, commentando le affermazioni sul libro, partendo dalle strutture che dovrebbero già essere acquisite. Le nuove strutture infatti saranno introdotte nelle pagine successive dell’unità. Chiedere ai bambini di rispondere yes o no per ciascuna affermazione. Chiedere in seguito agli alunni di correggere le frasi sbagliate. Ad esempio: The cooker isn’t green and blue. It’s yellow and grey.

34

Activity My dream house Per consolidare il nuovo lessico proporre, già nella fase iniziale, questa attività che potrà essere ripresa anche in seguito, quando il lessico a disposizione sarà più ricco. Invitare i bambini a disegnare la casa dei propri sogni. Alla fine dei disegni, chiedere a qualche alunno di andare alla cattedra e di descrivere la propria casa dicendo My dream house has got… (number) rooms. In the… (room) there is / are… (furniture).


Activity-Game Spell it Dividere la classe in due squadre e chiedere a ognuna di preparare due o tre set di cartoncini con le lettere dell’alfabeto. Le lettere dovranno essere abbastanza grandi per essere lette anche a distanza. L’ideale sarebbe poterle attaccare al muro con il biadesivo o alla lavagna con la gommina adesiva. Spiegare che devono fare lo spelling delle parole appena presentate dall’insegnante. La squadra che per prima mette in ordine le lettere per formare il vocabolo giusto ottiene un punto. Le lettere disposte correttamente dovranno anche essere lette in maniera esatta. p. 34  Find the words from page 32. I bambini dovrebbero essere in grado di ricordare tutti i nuovi vocaboli presentati. Se così non fosse, invitarli a ripassarli brevemente a p. 32 e chiedere loro di cercare tutte le parole nel puzzle, proponendo una gara di velocità per appurare chi, per primo, le trova tutte. Al termine della ricerca, chiedere ai bambini di fare lo spelling ad alta voce dei nuovi vocaboli. Pre-teach. Prima di introdurre l’esercizio di ascolto, insegnare i nuovi vocaboli presentati e accertarsi della corretta pronuncia.  Listen and colour. Repeat the new words. track 29 Azionare il registratore e soffermarsi, se necessario, su ogni singola frase. I bambini dovranno colorare gli oggetti illustrati. Suggerire eventualmente ai bambini di fare un punto del colore giusto su ogni oggetto menzionato e di ultimare la colorazione solo in un secondo momento, mentre si riascolta la registrazione. Evidenziare la distinzione tra washbasin e sink. It’s a trunk. The trunk is brown. It’s a sink. The sink is grey. It’s a washbasin. The washbasin is yellow. It’s a blanket. The blanket is green It’s a pillow. The pillow is pink and white. and orange. p. 35 Pre-teach. Insegnare i nomi delle stanze. Introdurre anche garage e garden, che fanno parte degli ambienti attigui o accessori della casa. Follow-up activity. Proporre la seguente attività per verificare che i nomi delle stanze siano effettivamente acquisiti. Chiedere a un bambino di andare alla lavagna e di illustrare la stanza che ama di più. Dovrà illustrarla in maniera essenziale e aggiungere particolari via via che gli altri alunni non indovinano di quale stanza si tratta. Invitare gli altri bambini a indovinare la stanza stimolandoli con la domanda What is it? Dal posto, i bambini dovranno indovinare la risposta e fare lo spelling del vocabolo. Invitare alla lavagna un altro bambino, che dovrà illustrare un altro ambiente e proseguire fino a quando non si sono prese in considerazione tutte le stanze o gli spazi attigui (garden, garage).  Look at the pictures and number the rooms. In questo esercizio i bambini dovranno osservare i disegni e numerare le stanze nella maniera corretta. Chiedere inoltre agli alunni di formulare brevi frasi che descrivano le illustrazioni, come ad esempio: The fridge is in the kitchen ecc.  Complete the sentences. Practise with a friend. L’esercizio di scrittura servirà da spunto per un lavoro orale di coppia volto ad appronfondire la conoscenza di tutti i vocaboli illustrati nell’esercizio precedente e la capacità di descrivere gli ambienti con tutte le strutture e il vocabolario a disposizione. Si tratta di un’attività che stimolerà gli alunni. Molto probabilmente ciascuno noterà vari particolari. Guidare le discussioni di coppia, in modo che i bambini possano comunicare in lingua inglese le loro osservazioni: principalmente dovranno essere in grado di rispondere alle domande di base Where is the…? e What colour is…? in riferimento a tutti gli oggetti illustrati. Stimolare o incoraggiare anche le

35


descrizioni più approfondite dei singoli disegni con frasi come: The bed is next to the door, oppure The fridge is big and new, o ancora The sofa is near the armchair. Activity-Game Hangman Con il nuovo lessico arricchito e con l’aggiunta dei nomi delle stanze, proporre il gioco dell’impiccato (Hangman). Chiedere a un bambino di andare alla cattedra e suggerire un vocabolo dandogli un cartoncino in cui sia presente la parola scritta o illustrata. Il bambino dovrà segnare alla lavagna un trattino per ogni lettera del vocabolo in questione. Gli altri alunni, dal posto, dovranno indovinare la parola, pronunciando le lettere. Se le lettere che propongono non sono presenti, il bambino deve scriverle in un angolo della lavagna, in modo che non vengano ripetute. Per ogni lettera mancante, il bambino inizierà a delineare la struttura dell’impiccato. Se invece le lettere chiamate sono presenti nel vocabolo misterioso, il bambino alla lavagna dovrà posizionarle sui trattini al posto giusto. Vince chi indovina la parola misteriosa. p. 36 Pre-teach. Ripassare o insegnare gli aggettivi prima di far completare l’esercizio. In questa pagina sono stati elencati solo alcuni aggettivi (old, new, soft, hard, small, big). Se necessario ripassare anche altri aggettivi che potranno essere utili nel corso dell’unità per descrivere i vari ambienti.  Look and choose. Chiedere alla classe di osservare le illustrazioni e di definire per ciascun oggetto l’aggettivo giusto. Risposte: The fridge is old / The bed is soft / The wardrobe is big. Proporre una correzione orale in cui i bambini dovranno non semplicemente leggere le affermazioni corrette, ma anche formulare frasi negative del tipo: The fridge isn’t new. It’s old.  Answer the questions. Sempre sulla base delle illustrazioni, invitare i bambini a lavorare autonomamente rispondendo in forma scritta alle domande. In quest’esercizio i bambini ripasseranno non soltanto la struttura Where is the…? ma avranno modo di rivedere le principali preposizioni in / on / under. Activity Where is it? Invitare un alunno ad allontanarsi dall’aula per qualche istante. Prendere una penna e un astuccio. A scelta la penna sarà posizionata dentro, sopra o sotto l’astuccio. Penna e astuccio saranno occultati alla vista del bambino uscito dall’aula, anche nel momento in cui questo rientrerà. Il gioco, infatti, è semplicemente un pretesto per stimolare i bambini a porsi domande e a rispondere adeguatamente con l’utilizzo delle preposizioni. I bambini chiederanno quindi in coro Where is the pen? e il bambino dovrà provare a indovanare dicendo, per esempio: It’s in the pencil case. I bambini a loro volta risponderanno Yes, it is oppure No, it isn’t. p. 37 Pre-teach. Ripassare i nomi dei familiari e in seguito anche degli animali domestici che possono vivere con la famiglia.  Complete the sentences. Invitare gli alunni ad osservare l’illustrazione ambientata in una casa e a definire i luoghi in cui si trovano i vari personaggi. Dopo aver completato le tre frasi scritte, chiedere agli alunni di osservare ancora l’illustrazione e di esercitarsi oralmente per definire dove si trovano le altre persone illustrate (father, sister, brother).

36

Pre-teach. Prima di svolgere l’esercizio di ascolto, assicurarsi che tutti ricordino il significato di Who. Proporre per esempio domande per commentare l’esercizio precedente del tipo Who is in the garage?


 Listen and colour the right word. track 30 Far ascoltare la registrazione e chiedere agli alunni di scegliere il personaggio giusto, colorandone il nome. 1. Who is in the garden? 2. Who is in the living room? 3. Who is in the bathroom? 4. Who is in the kitchen?  Practise with a friend. Invitare gli alunni a svolgere una correzione mentre lavorano a coppie. Si porranno vicendevolmente le domande e risponderanno con frasi complete. p. 38 Warming up. Insegnare gli avverbi inside e outside. Fare alcuni esempi. Chiedere a un bambino di andare fuori dall’aula: Go outside, please. Quando sarà uscito commentare He’s outside the classroom. Invitare il bambino ad entrare e commentare He’s inside the classroom now.  Look, listen and repeat. track 31 Chiedere ai bambini di osservare l’illustrazione e di ascoltare e ripetere la registrazione. Where is the dog? Where is the dog? The dog is inside. The dog is outside.  Read and put an X on the right answers. Chiedere ai bambini di osservare l’illustrazione e di mettere una crocetta sulla risposta corretta. Dopo aver svolto l’esercizio, chiedere agli alunni di formulare delle frasi usando l’illustrazione. Per esempio The car is inside. The bike is outside. p. 39 Pre-teach. Introdurre le strutture There is… e There are… utilizzando oggetti dell’aula. Per esempio, There is a blackboard. There are twenty desks. There is a clock. There are twenty chairs. In seguito introdurre anche le preposizioni. Ad esempio, mettere un libro su un banco e commentare There is a book on the desk. Ripetere con altri oggetti al singolare e poi procedere con più oggetti per formulare le frasi al plurale. Invitare i bambini a commentare insieme all’insegnante.  Look at the pictures and complete the sentences. Chiedere ai bambini di leggere le frasi e di completare con il sostantivo adeguato. Activity-Game Where is it? Dopo aver svolto l’ultimo esercizio, proporre alla classe di svolgere un gioco per verificare il corretto apprendimento delle preposizioni e degli avverbi introdotti. Stimolare i bambini, inoltre, all’utilizzo delle principali strutture sviluppate in quest’unità con domande come: Where is the…? Is there a … in / on / under / inside / outside…? Are there … in /on / under / inside / outside…? Dividere la classe in due squadre. Disporre i bambini di ciascuna squadra in fila indiana. I bambini all’inizio della fila dovranno essere in grado di formulare una frase o di rispondere a una domanda riferita a un disegno o a un’azione appena svolta. I bambini prima di rispondere dovranno prenotare la risposta tramite un campanellino o un suono da emettere (un suono tipo Beep andrà benissimo). Disegnare per esempio alla lavagna un gatto fuori dalla scuola e chiedere Where is the cat? il bambino che ha prenotato la risposta dovrà dire It’s outside the school. Oppure disegnare due gatti e chiedere Are there two cats inside the school? la risposta corretta sarà No, there aren’t. The cats are outside the school. Il bambino che risponde correttamente avrà un punto per la propria squadra e potrà andare in coda alla fila. Il bambino che risponde male o che non sa rispondere rimarrà al proprio posto fino a quando non avrà dato una risposta adeguata. È possibile anche posizionare sulla cattedra una scatola con una o più palline e dire Is / are the ball(s) in / on / under the box? oppure Where is / are the ball(s)? Con l’ausilio dei disegni sarà più facile verificare il corretto apprendimento dei vari vocaboli introdotti nell’unità.

37


 Complete the chart for your house. Practise with a friend. Far completare la tabella individualmente. Ogni bambino dovrà riportare il numero di ciascuna stanza della propria casa. Sollecitare l’attenzione degli studenti sull’utilizzo della s per il plurale. Poi invitare alcuni volontari a descrivere la propria abitazione. Sollecitare un lavoro di coppia e chiedere ai bambini di fare alcune affermazioni come nel modello fornito. Monitorare l’attività per verificare che tutti si esprimano e che usino correttamente il plurale quando necessario. p. 40  Sing the song. Circle the things that are not mentioned in the song. track 32 Invitare i bambini ad ascoltare e a memorizzare la canzone. Farla cantare coralmente. Chiedere ai bambini di cerchiare gli oggetti che non sono menzionati nella canzone. Infine sollecitarli a formulare, con l’ausilio del testo della canzone e dell’illustrazione, frasi negative come per esempio: There isn’t a pencil case in the schoolbag. There isn’t an exercise book in the schoolbag. There’s a pencil in my schoolbag and There’s a book and there are rulers and a funny there is a rubber, too. pen that’s blue.  Read and answer. Invitare gli alunni a rispondere alle domande dell’esercizio. Per consolidare l’utilizzo di queste strutture, chiedere agli alunni di avere il loro astuccio a portata di mano. Rivolgere loro la domanda Is there a… in your pencil case? Chiedere poi di guardare nell’astuccio e di dire Yes, there is oppure No, there isn’t. Individuare qualche bambino che vada in giro per la classe a rivolgere domande analoghe ai compagni. Activity-Game The Schoolbag Prendere una cartella vuota e mettervi alcuni oggetti senza farli vedere alla classe. I bambini devono indovinare gli oggetti contenuti. Eventualmente chiedere ai bambini di indovinarne anche il colore e di definirne in aggiunta la quantità. Invitare gli alunni a fare domande come: Is there a pen in the schoolbag? Is there a blue pen in the schoolbag? p. 41 Pre-teach. Prima di far svolgere l’esercizio, ripassare i nomi degli animali della fattoria, già appresi durante gli anni precedenti.  Listen and colour True or False. track 33 Fare ascoltare la registrazione e chiedere ai bambini di definire la veridicità delle affermazioni che sentiranno cerchiando True o False. 1. Look! There are three cats! (True) 2. There are four horses. (False) 3. There are two pigs. (True) 4. There is one dog. (True) 5. There are three cows. (False) Follow-up activity. Dopo aver svolto l’esercizio d’ascolto, chiedere agli alunni di descrivere l’illustrazione usando There is / There are… Scrivere alla lavagna There is / There isn’t / There are / There aren’t su quattro diverse colonne. Spiegare che un alunno per volta sarà chiamato alla lavagna, sentirà nominare un vocabolo (animale), dovrà quindi osservare questa pagina del libro e scrivere la parola che sente nella corretta colonna. Per esempio l’insegnante dirà donkey. Il bambino vede che nel disegno manca l’asino e quindi scriverà a donkey nella seconda colonna (There isn’t).

38

Pre-teach. Introdurre la domanda How many… are there? facendo riferimento agli oggetti presenti nell’aula. Invitare gli alunni a rispondere coralmente. Chiedere inoltre ai bambini di osservare di nuovo l’illustrazione di p. 41 e di rispondere alla domanda How many animals are there?


 Count, complete and practise. Proporre l’esercizio che prevede che i bambini contino gli animali illustrati per ogni categoria; dovranno riportare il numero e definire il sostantivo al plurale o al singolare. Al termine dell’esercizio e della correzione, riprendere la nuova struttura tornando ad affrontare gli ambienti e i mobili domestici. Chiedere How many chairs are there in your kitchen? oppure How many bedrooms are there in your house? ecc. Svolgere questa attività con l’intera classe, poi chiedere ai bambini di lavorare ulteriormente sulla stessa struttura a coppie. Activity Supplementary Worksheets 1-2 Fotocopiare e distribuire agli alunni le schede di pp. 40-41. Nella prima scheda troveranno la sagoma di una casa. Nella seconda scheda troveranno alcune frasi che dovranno leggere con attenzione per svolgere l’attività e gli elementi da ritagliare e da incollare dove richiesto sulla prima scheda, seguendo le istruzioni. Spiegare ai bambini che quando non trovano l’elemento richiesto da ritagliare e da incollare, significa che devono illustrarlo nella posizione indicata. pp. 42-43 Warming up. Prima di ascoltare il dialogo, invitare gli alunni ad osservare le illustrazioni e a prestare attenzione al castello magico di Mr Doodle: ogni cosa sembra avere vita in questa bellissima e magica dimora. Far osservare in particolare la porta parlante Charlie e l’aria assolutamente incantata dei due amici Wendy e Tom in un luogo tanto suggestivo.  Listen to the dialogue. track 34 Far ascoltare e ripetere il dialogo più volte. Mr Doodle: Here we are! This is my house. Tom: Wow! It’s fantastic! Mr Doodle: Hello, Charlie! Charlie: Welcome back, Mr Doodle. Wendy: Look! A talking door! Wendy: It’s very big! Tom: How many rooms are there? Twinkle: There are twenty-five rooms. Mr Doodle: This is your bedroom. Wendy: But there isn’t a bed. Mr Doodle: Yes, there is! Abracadabra! Abracadoodle! Wendy: Now there are two beds! Mr Doodle: Remember! Don’t open the window! It’s dangerous. Go to bed! It’s late! Dopo aver ascoltato il dialogo, verificare che gli alunni l’abbiano compreso ponendo alla classe le seguenti domande: Who is Charlie? / How many rooms are there? / Is there a bed? / How many windows are there in the bedroom? Incoraggiare i bambini a rispondere correttamente e in modo completo. Activity Act it out Far imparare a memoria il dialogo. Dividere la classe in piccoli gruppi di tre bambini e attribuire a ciascuno un ruolo. Creare un’atmosfera magica chiedendo ai bambini di provare a immaginare che l’aula sia il castello incantato di Mr Doodle.  Listen and complete with the magic words. track 34 Invitare gli alunni ad ascoltare ancora il dialogo e a copiare le parole magiche al posto giusto. Dare il tempo necessario perché tutti riescano a completare correttamente l’esercizio.

39


THE HOUSE

40

Supplementary Worksheet 1

Name ................................................. photocopiable

LANG Edizioni

Date ...............................


THE HOUSE

Supplementary Worksheet 2

There’s a cooker in the kitchen. ● There’s a cupboard and a table in the kitchen. ● There are four chairs in the living room. ● There’s a fridge and a sink in the kitchen. ● There’s a bottle of water and six eggs in the fridge. ● There’s a bath in the bathroom. ●

There’s a toilet and a washbasin in the bathroom. ● There’s a sofa in the living room. ● There are two cats on the bed. ● There’s a bed and a wardrobe in the bedroom. ● There’s a schoolbag under the bed. ● There are two cars in the garage. ● There’s a dog outside the house. ●

Name ................................................. photocopiable

LANG Edizioni

Date ...............................

41


Unit

3

TEST READING AND WRITING

Name .................................................

1. Osserva i disegni e scrivi le risposte. Where is the cat? The cat is in the ................................... It’s ............... the .......................................... Where is the dog? The dog is in the ............................... It’s ............... the .............................................

Where are the grandparents? The grandparents are in the .............................................. They are ............... the ............................................. 2. Associa domande e risposte. ■ How many bedrooms are there? ■ Is there a fridge in the kitchen? ■ Who is in the living room? ■ Are there cupboards in the kitchen? ■ Where is the washbasin?

1. No, there aren’t. 2. It’s in the bathroom. 3. My mother is in the living room. 4. There are three bedrooms. 5. Yes, there is.

3. Rispondi alle domande sulla tua casa. How many rooms are there? ............................................................................. Where is the sink? ................................................................................................ Is there a table in the living room? ...................................................................... How many wardrobes are there? ..................................................................... What colour is your sofa? ....................................................................................

42

M A R K ............................. photocopiable

Date ...............................

LANG Edizioni


TEST LISTENING

Unit

3

(Track 74)

Name .................................................

Date ...............................

1. Ascolta e completa il testo. Hello! I’m ......................... This is my ...................... There are .............. ......................... in my house. There’s a ............................, a ............................ and .............. ............. two ............................ and .............. ............................. ........................... a garage too.

2. Ascolta e cerchia il disegno giusto. 1.

2.

3.

4. 3. Ascolta e scegli True oppure False. 1.

3.

2.

4.

1.

True

False

2.

True

False

3.

True

False

4.

True

False

M A R K ............................. photocopiable

LANG Edizioni

43


KID‘S WORKSHOP p. 44  Listen and repeat the dialogue. Complete the picture and write the missing word. track 35 Far ascoltare il dialogo più volte e far ripetere le singole battute coralmente. La scena è ambientata in casa e due bambini si interrogano su strani rumori che sentono provenire dalla cucina. Jack: Shhh! Listen! Somebody is in the kitchen. Betty: Is Mum in the kitchen? Jack: No, she’s at the supermarket. Betty: Where is Dad? Jack: He’s on the sofa in the living room. Betty: Maybe, it’s Grandpa. Jack: No, he’s in the garage. Betty: Oh no! Who is in the kitchen? Jack: There’s a monster in the kitchen! Betty: Help! I’m afraid! Jack: Ha! Ha! Ha! It’s just a mouse! Dopo un accurato ascolto, chiedere ai bambini di completare il disegno inserendo e colorando la causa dei misteriosi rumori che hanno spaventato i due bambini (un topino in cucina).  Act it out with a friend. Invitare gli alunni a drammatizzare il dialogo: dividere la classe in coppie (preferibilmente un bambino e una bambina) e chiedere loro di ripetere le battute. Invitare una o due coppie a riproporre il dialogo davanti alla classe. p. 45  Listen and number. track 36 Fare ascoltare la registrazione ai bambini. Gli alunni dovranno numerare le illustrazioni in base all’esercizio di ascolto. 1. Where’s Mum? 2. Where’s Dad? She’s in front of the supermarket. He’s on the sofa in the living room. 3. Where’s the mouse? It’s in the kitchen.

4. Where’s Grandpa? He’s in the garage.

 Invent a new dialogue with the pictures. Chiedere ai bambini di rileggere attentamente il dialogo di p. 44. Se necessario farlo ascoltare di nuovo. È infatti importante che gli alunni ne memorizzino bene la struttura per affrontare questo esercizio. I bambini saranno chiamati quindi a leggere il nuovo mini-dialogo e a scrivere negli spazi appropriati i vocaboli mancanti attraverso l’ausilio delle illustrazioni. Fare una correzione ad alta voce, invitando un alunno a leggere il proprio elaborato. Activity Supplementary Worksheet 2 (Kid’s Workshop) Fotocopiare e distribuire la scheda di p. 45. Invitare gli alunni a ritagliare le frasi del dialogo e a incollarle sul quaderno nell’ordine giusto. Spiegare inoltre che dovranno osservare le illustrazioni e scegliere i quattro disegni che riassumono tutti gli elementi salienti del dialogo.

44


KID‘S WORKSHOP

Supplementary Worksheet 2

Oh no! Who is in the garage?

Maybe it’s Grandpa.

Help!

No, he’s in his bedroom.

Is Dad in the garage?

Look! It’s Spot!

She’s in the kitchen!

No, Dad is in the living room. Where is Mum?

There’s a ghost in the garage!

Shh! Listen! Somebody is in the garage.

Name ................................................. photocopiable

LANG Edizioni

Date ...............................

45


W O R D S W O R D S W O RSupplementary D S Worksheet 2 p. 46 Warming up. Verificare la conoscenza delle singole lettere. Scrivere per esempio alla lavagna una lettera e chiedere a un alunno di ripetere le quattro lettere seguenti.  Listen and repeat the alphabet. Complete. track 37 Far ascoltare e ripetere l’alfabeto. Poi chiedere agli alunni di svolgere l’esercizio. Per ogni trenino illustrato, gli alunni dovranno riportare le lettere successive a quelle indicate. ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ Pre-teach. Far soffermare i bambini sull’ordine alfabetico interno a una parola. Fare un esempio semplice. Proporre le parole ball e bell. Chiedere ai bambini se sanno quale delle due parole viene prima in ordine alfabetico. In base alle risposte della classe, verificare se è necessario approfondire l’argomento. Far riflettere i bambini sull’importanza di questa competenza, soprattutto quando dovranno consultare un dizionario, un elenco telefonico, uno schedario in biblioteca o anche uno scaffale in libreria.  Help the people get on the train in alphabetical order. Gli alunni dovranno ordinare alfabeticamente i nomi scritti sulle magliette dei bambini illustrati, che iniziano tutti con la stessa lettera. Activity-Game What’s Next? Mettere gli alunni in cerchio. Il gioco consiste nel lanciare la palla e dire una lettera a caso. Il bambino che prende la palla deve dire velocemente la lettera successiva. Poi lancerà, a sua volta, la palla dicendo una nuova lettera. Chi sbaglia viene eliminato. p. 47  Write the words in alphabetical order and illustrate. I bambini dovranno considerare le parole scritte sul libro e metterle in ordine alfabetico. Ne deriverà una frase che dovranno illustrare. Pre-teach. Chiarire, se necessario, ai bambini il significato di before e after. Fare alcuni esempi B is before C. B is after A. Poi iniziare le frasi ma farle completare agli alunni, come ad esempio X is before… Gli alunni dovranno rispondere Y. Sentiranno poi una prova d’ascolto e dovranno essere in grado di dire se gli enunciati sono veri o falsi.  Listen and colour T or F. track 38 Far ascoltare la registrazione soffermandosi su ogni frase. I bambini dovrebbero essere in grado di decidere correttamente se le affermazioni sono vere o false. Svolgere insieme la correzione in classe. G is before H S is after T C is after B Y is before Z M is after N  Queue in alphabetical order. Chiedere agli alunni di mettersi in fila in ordine alfabetico in base al loro nome. Activity Supplementary Worksheet B Distribuire le fotocopie di p. 47. Invitare gli alunni a colorare i disegni e a numerarli in ordine alfabetico al contrario: sono da numerare partendo dalla lettera Z alla A.

46


WORDS WORDS WORDS

Zebra Xylophone Van Violin

Wardrobe Watermelon Whale Kite

King Kangaroo Yo-yo Umbrella

Name ................................................. photocopiable

LANG Edizioni

Supplementary Worksheet B

Jeep Jungle Hippo Hammer Date ...............................

47


DISCOVERY TIME p. 48 Warming up. Mostrare una cartina dell’Inghilterra e individuare assieme ai bambini le tre città menzionate nel primo esercizio. Dopo averne rilevato la posizione geografica, fornire alcune informazioni essenziali su queste città. Londra è la capitale dell’Inghilterra, sede delle principali istituzioni. È una metropoli cosmopolita con circa sette milioni di abitanti, ricchissima di spazi verdi e parchi sfruttati per lo sport e il tempo libero. Concentra un numero enorme di luoghi da visitare: musei (tra tutti il British Museum e la National Gallery), chiese (Westminster e St. Paul’s, tra le più note), parchi (si contano 143 tra parchi e giardini), Buckingham Palace, il Big Ben e le Houses of Parliament. Londra è una città multietnica dove si parlano più di 250 lingue. Oxford è famosa in tutto il mondo soprattutto per la sua storica e prestigiosa università. Oggi è una città che è riuscita a coniugare modernità e tracce di storia. Il centro si sviluppa intorno ai College dell’università: i più famosi sono Trinity, Balliol e Christ Church. Non è distante da Londra e anche questo è un motivo di richiamo per il turismo. Blackpool è la capitale del divertimento. Si tratta della più famosa località balneare inglese. È una piccola cittadina a nord ovest dell’Inghilterra, sul mare d’Irlanda ed è considerata il paradiso del turismo fin dal secolo scorso. In particolare è famosa la Blackpool Pleasure Beach, a sud della città, il parco turistico gratuito più visitato, secondo polo dei divertimenti d’Europa dopo EuroDisney. Dal 1897, da settembre a novembre, la città viene illuminata da 500.000 lampadine che addobbano strade, monumenti, tram, conferendole un tocco di magia.  Listen and write the names of the towns. Circle the capital. track 39 Far ascoltare la registrazione e chiedere agli alunni di scrivere i nomi delle città cerchiando inoltre la cartolina che raffigura la capitale. This is a picture of Big Ben. There are a lot of fantastic things to do It is a famous clock in London. at Blackpool. There is a very famous university in Children love to go on the big roller Oxford. It is very old. coaster!  Colour the things you associate with England. Far colorare i principali simboli inglesi e fornire ai bambini gli elementi necessari per il loro riconoscimento. Dovranno colorare solo ciò che è tipico del mondo anglosassone. Sono stati illustrati una bombetta (bowler hat), una tazza di tè (cup of tea), un autobus a due piani (double-decker bus) e una cabina telefonica (telephone box). Activity Discovery Time Worksheet Distribuire agli alunni una fotocopia della scheda di p. 50. Invitarli a preparare il loro booklet dell’Inghilterra forando le pagine dove indicato, e facendo passare un nastro per tenerle unite. A lavoro ultimato chiedere agli alunni di leggere i testi e di conservare il materiale nel loro Portfolio personale.

48


FUN WITH SAM AND JOE

In England

p. 49 Pre-teach. Il Regno Unito comprende varie unità territoriali tra le quali Scozia, Galles, Irlanda del Nord e Inghilterra, a sua volta suddivisa in otto regioni amministrative. In Inghilterra ciascuna regione è suddivisa in altre amministrazioni locali inferiori che rispecchiano un’eredità tipica del passato. Si hanno quindi contee (shires), tipiche dell’Inghilterra centrale e orientale; i county boroughs, tipici delle grandi città, e i municipal boroughs. Cuore dell’Inghilterra è Londra, la capitale del Regno Unito, al centro di una grande regione metropolitana. La City di Londra svolge le funzioni di distretto centrale ed è stata, in passato, il luogo preposto agli affari di mercanti e artigiani: ancora oggi mantiene, tra le moderne architetture, alcuni caratteri dell’eredità medievale. Warming-up. Prima di introdurre il dialogo, spiegare che Sam e Joe sono arrivati in Inghilterra. Si mettono alla guida di un’auto senza far attenzione al fatto che non solo il lato di guida è diverso rispetto a quello delle auto italiane, ma anche sulla strada occorre percorrere il proprio cammino sul lato sinistro della carreggiata, opposto a quello al quale si è solitamente abituati in Italia e in altri paesi.  Listen to the dialogue. track 40 Far ascoltare la registrazione e chiedere ai bambini di memorizzare e di ripetere il dialogo. Chiedere se qualcuno in classe ha mai avuto occasione di salire su un’auto o un autobus in Inghilterra e se ha provato la strana sensazione di trovarsi sul lato opposto a quello solitamente usato. Sam: Let’s hire a car! We can visit England. Joe: Good idea, Sam! Sam: I’m a very good driver! Joe: What a funny car! Sam: Help! There’s a black taxi in front of us! Joe: Hey! Be careful! Policeman: Hello, sir! Don’t you know people in England drive on the left? Joe: Sam, you’re not a very good driver! Dopo aver ascoltato più volte il dialogo, proporre un esercizio di comprensione. Leggere alcune affermazioni e chiedere agli alunni di dire se sono vere o false. Per esempio: 1. Sam and Joe are in England / Scotland. 2. Taxis in England are black. 3. People in England drive on the left. 4. Sam is a good driver.  Act it out with a friend. Chiedere agli alunni di memorizzare il dialogo. Dividere poi la classe in gruppi di tre bambini e attribuire a ciascuno un ruolo.

49


DISCOVERY TIME Name ...........................................

Supplementary Worksheet

Date ...............................

Class .............

London

ENGLAND

London is the capital of England. It is a big, beautiful city.

Big Ben

Buckingham Palace

The Queen lives in Buckingham Palace.

Big Ben is the name of the bell in the famous clock tower.

Blackpool

Oxford

This is Blackpool. There are many rollercoasters at Blackpool Pleasure Beach.

Oxford is near London. There is a very famous University there.

50 photocopiable

LANG Edizioni


4 BUSY PEOPLE Vocaboli:

common verbs clothes hobbies

Strutture:

present continuous What are you doing? I’m …ing. What is he/she doing? He’s …ing / She’s …ing. Who is …ing? What are you wearing? I like …ing

LESSON PLAN Teaching Tip. Questa unità introduce alcuni verbi comuni e il loro utilizzo al present continuous. È importante spiegare bene agli alunni la differenza tra il simple present e il present continuous. Non tanto fornendo una rigida regola grammaticale, quanto piuttosto facendo loro vari esempi per indurli ad utilizzare d’abitudine il tempo corretto. Spiegare loro brevemente che per tutte le azioni che si svolgono nel momento in cui si parla occorre usare il present continuous. Considerare insieme ai bambini la semplicità di questo tempo verbale, facendo osservare l’utilizzo del verbo essere e l’aggiunta della desinenza ing al verbo che si vuole utilizzare. Viene naturalmente presupposto come requisito essenziale il corretto utilizzo del verbo ausiliare to be. Fare alcuni esempi parlando di se stessi, poi prendendo spunto dalla situazione che si sta svolgendo in classe: I’m talking, I’m writing, I’m drawing ecc. (svolgendo contemporaneamente le azioni in questione). Descrivere, successivamente, ciò che avviene in classe: Marco is talking, Lucia is writing, Anna is listening to me ecc. p. 50 Pre-teach. La doppia pagina di apertura è un utile spunto per l’esercitazione orale. Far osservare e descrivere l’illustrazione. Introdurre tutti i nuovi vocaboli e in particolare aiutarsi con la mimica per i verbi elencati. È possibile, per esempio, disegnare alla lavagna un simbolo di facile comprensione per ognuno dei verbi elencati e chiedere agli alunni di precisare a quale verbo associano il disegno (per esempio un letto per sleeping, scarpe per walking, un bicchiere per drinking, un libro per reading, una penna per writing, e così via).  Listen and repeat. Number the pictures. track 41 Far osservare nei dettagli il disegno ambientato in una stazione. Ripetere assieme tutti i nuovi vocaboli e chiedere agli alunni di numerare i disegni in base alle frasi elencate che introducono, in questa prima fase, il present continuous alla prima persona singolare. Insegnare quindi tutti i nuovi vocaboli e invitare gli alunni a copiare le parole sotto i disegni giusti. Porre molta attenzione alla pronuncia corretta dei verbi. Azionare il registratore e far ripetere assieme. 1. I’m sleeping. 2. I’m reading. 3. I’m eating. 4. I’m walking. 5. I’m writing. 6. I’m playing. 7. I’m drinking. 8. I’m telephoning. 9. I’m talking. p. 51  Read and choose the right answers. Chiedere agli alunni di osservare ancora l’illustrazione e di definire se le frasi sono vere o false.

51


Come sempre, in questo esercizio i bambini sono invitati a rispondere e a comunicare, commentando le affermazioni sul libro, partendo dalle strutture che dovrebbero già essere acquisite. Le nuove strutture saranno introdotte nelle pagine successive dell’unità. Chiedere, in seguito, agli alunni di correggere le frasi sbagliate. Ad esempio: There aren’t two big trains, there’s only one train. It isn’t rainy and cold, it’s sunny and hot. Activity-Game Guess! Per consolidare il nuovo lessico proporre un semplice gioco. Dividere la classe in due squadre da disporre in fila indiana davanti alla lavagna. Illustrare alla lavagna i simboli indicati in precedenza per ogni verbo (letto = sleeping, scarpe = walking, bicchiere = drinking ecc.). Indicare un simbolo a caso e verificare che il capofila della prima squadra sappia dire la frase corrispondente. Se è in grado di farlo, ottiene un punto per la propria squadra e va in fondo alla fila, altrimenti rimane al suo posto fino a quando non avrà indovinato. Passare poi alla seconda squadra seguendo le stesse modalità. Se la classe memorizza bene tutto il lessico introdotto, aggiungere anche altri verbi che potrebbero essere utili per descrivere le azioni che si svolgono più frequentemente: watching (simbolo del televisore), thinking (simbolo della lampadina), laughing (simbolo del viso felice), crying (simbolo del viso triste). Altri verbi saranno introdotti con i successivi esercizi. p. 52 Pre-teach. Introdurre la domanda What are you doing? Invitare ogni alunno a mimare uno dei verbi introdotti e contemporaneamente porre la domanda sollecitando la risposta corretta.  Complete the bubbles. Invitare i bambini a guardare con attenzione le tre illustrazioni e farli soffermare sulla domanda appena introdotta. Chiedere loro di completare i fumetti con i verbi giusti. Pre-teach. Per far svolgere correttamente l’esercizio successivo e introdurre i nuovi verbi (fly, swim, jump, run), chiedere ai bambini di ricordare l’utilizzo del verbo can in relazione alle capacità-abilità. Dire per esempio A bird can fly, A fish can swim, ecc.  Read and connect. Invitare gli alunni a osservare il disegno e a collegare le frasi al giusto animale. p. 53 Pre-teach. Ripassare insieme alla classe tutti i nomi degli indumenti precedentemente introdotti. Invitare gli alunni a riflettere su quali indumenti si indossano comunemente in estate e quali invece si indossano in inverno.  Look and match. Tick and answer. In quest’esercizio i bambini dovranno numerare i capi d’abbigliamento che vedono illustrati nell’apposita tabella e indicare se si tratta di indumenti estivi o invernali. Invitare la classe a memorizzare anche la struttura What are you wearing? inserita nel disegno.

52

Activity-Game Who am I? Per esercitare la struttura I’m wearing… invitare un alunno alla cattedra. Spiegare che deve far finta di essere un compagno a scelta, senza dirne il nome. Poi deve descrivere l’abbigliamento della persona scelta con I’m wearing… e gli altri devono indovinare di quale compagno sta parlando.


 Read and complete the sentences. Practise. Chiedere ai bambini di osservare le illustrazioni e di completare i due testi. Chiedere a ogni alunno di confrontare i propri elaborati con il compagno di banco e fare poi una correzione in classe. Activity A Picture of Me Invitare gli alunni a portare da casa una fotografia in cui vengono ritratti in primo piano. Oppure chiedere a qualche bambino di disegnare una scena simile a quelle appena vista sul libro nell’esercizio di pag. 53. Invitare qualche alunno a fare una breve descrizione dell’immagine. Devono dire di quale stagione si tratta, dove si trovano, cosa indossano e cosa stanno facendo. Sollecitare i primi alunni coinvolti a rispondere alle domande dell’insegnante, poi chiedere anche ad altri alunni di fare le domande con particolare attenzione alle strutture What are you doing? What are you wearing? che dovrebbero aver già memorizzato. p. 54  Look at the picture. Listen and copy the names next to the children. track 42 In questo esercizio i bambini dovranno affrontare una prova di ascolto. Azionare il registratore e far ascoltare tutto il brano. Poi soffermarsi su ogni singola frase. È importante che i bambini comprendano bene le frasi che sentono e che individuino i bambini descritti, di cui dovranno copiare i nomi negli appositi spazi. È altrettanto indispensabile che tutti prestino particolare attenzione alla corretta pronuncia dei verbi introdotti. Soffermarsi ulteriormente per chiedere ad alcuni alunni, o a tutta la classe, di ripetere, seguendo il modello della registrazione. What are you doing Anne? What are you doing William? I’m singing my favourite song. I’m writing a letter to my friend. What are you doing Larry? I’m reading a book.

What are you doing Daniel? I’m eating.

What are you doing Elizabeth? I’m drawing a picture.

What are you doing Karen? I’m playing with my friend.

 Read and guess who I am. Leggere e far memorizzare l’indovinello. I bambini dovranno rispondere scrivendo il nome del bambino descritto. Risposta: Daniel. Activity Mime the Verb Utilizzare l’indovinello per introdurre la forma negativa I’m not …ing. Per esercitare questa struttura, scrivere due verbi alla volta alla lavagna. Chiedere quindi agli alunni di mimare un solo verbo e di formulare la frase affermativa con il verbo scelto. Dovranno subito dopo formulare la frase negativa con l’altro verbo, quello non scelto. Far esercitare la classe in questa attività chiamando alla lavagna più alunni per essere certi che tutti possano esercitarsi. Per esempio scrivere alla lavagna sleeping / reading. Il bambino chiamato decide di mimare reading e quindi dovrà dire, dopo aver mimato l’azione, I’m reading. Subito dopo dirà I’m not sleeping. Activity Win with a Rhyme Invitare gli alunni a lavorare in piccoli gruppi. Dividere, per esempio, la classe in cinque gruppi e invitare ciascuna squadra a inventare filastrocche simili all’indovinello visto in precedenza. Possono introdurre sia frasi negative sia frasi affermative. Lo scopo è quello di creare una filastrocca divertente da pronunciare cadenzata come se si trattasse di un rap, possibilmente in rima. Invitare gli alunni a utilizzare i verbi appresi fino a questo punto. Potranno per esempio formulare frasi come I’m not sleeping, I’m eating, I’m not talking, I am writing ecc. Naturalmente gli alunni dovranno esibirsi e pronunciarle nel modo più divertente possibile di fronte alla classe creando eventualmente anche azioni per mimare ciò che stanno dicendo e inventando così una specie di coreografia. Oppure potranno improvvisare una specie di base musicale che uno dei bambini del gruppo dovrà

53


cantare mentre gli altri pronunciano le frasi. Spiegare ai bambini che il gruppo che farà la migliore esibizione vincerà; saranno i compagni a giudicare dando un voto. p. 55 Pre-teach. Chiamare quattro o cinque alunni alla cattedra e assegnare ad ognuno un verbo. Invitare ciascun bambino a mimare il verbo assegnato. Mentre mimano, rivolgere alla classe la domanda Is he / she …ing? Utilizzare il verbo giusto in modo che la classe sia portata a dare una risposta affermativa Yes he / she is. Fare un secondo giro di domande utilizzando però il verbo sbagliato in modo tale che i bambini siano indotti a formulare una risposta negativa No, he / she isn’t. Infine fare nuove domande che prevedano alternativamente risposte negative o affermative e girare per la classe interrogando di volta in volta i vari alunni.  Answer the questions with Yes or No. Invitare i bambini a osservare i disegni numerati. Dovranno rispondere per iscritto alle domande che vengono poste relativamente a ciascuna scena. Fare una correzione collettiva in classe e invitare i bambini a formulare le frasi corrette. Ad esempio la seconda domanda Is he watching TV? prevede una risposta negativa No, he isn’t. Chiedere ai bambini di formulare in questo e nei casi analoghi la frase corretta (He’s reading a book).  Play the Mime Game. Introdurre le domande What is he / she doing? Procurarsi alcune flashcards oppure ritagli da riviste e chiedere agli alunni di dire ciò che stanno facendo le persone raffigurate. Chiedere poi ai bambini di prendere spunto dall’illustrazione per fare il gioco dei mimi assegnando loro dei verbi da mimare. Il gioco dei mimi può essere fatto da ciascun bambino individualmente di fronte alla classe, oppure dividendo gli alunni in due squadre. In tal caso saranno i bambini di una squadra ad assegnare al bambino della squadra avversaria il verbo da mimare ai propri compagni, i quali dovranno indovinare. Durante il gioco incentivare i bambini ad esprimersi in lingua; invitarli quindi a formulare le domande What is he doing? What is she doing? e le relative risposte. p. 56  Listen to the rhyme. Match the pictures to the sentences. track 43 Chiedere ai bambini di osservare l’illustrazione e di numerare le frasi correttamente. Questo esercizio dà modo agli alunni di esercitarsi con il present continuous e di ripassare, al contempo, i nomi dei componenti della famiglia. Azionare il registratore e far ascoltare l’intera rima. Riascoltare di nuovo ed eventualmente chiedere ai bambini di memorizzarla. Dad is cooking. John is drawing. Jane is swimming. Grandpa is fishing. Mum is eating a piece of cake. Grandma is reading near the lake.  Tick the right answer. Practise. Svolgere esercitazioni con le altre domande, ad esempio: Who is eating? Invitare gli alunni a osservare ancora attentamente il disegno dell’esercizio precedente e chiedere loro di rispondere alle domande. Gli alunni familiarizzeranno con la forma interrogativa del present continuous di tutti i verbi appresi.

54

Activity Repeat the sentence. Dopo aver svolto gli esercizi di p. 56, si può introdurre un’attività che preveda un’esercitazione orale. Chiamare un alunno e pronunciare una frase relativa all’illustrazione. Se la frase è corretta il bambino la ripete, se è sbagliata il bambino deve correggerla. Ad esempio: Dad is swimming. Il bambino dovrà dire Dad isn’t swimming. He’s cooking. Coinvolgere il maggior numero di alunni possibile per verificare che usino propriamente la nuova struttura, sia al singolare, sia al plurale.


Activity-Game The Action Game! Lo scopo del gioco è quello di consolidare l’apprendimento dei verbi nella forma progressiva e la struttura Who is…? Invitare tutti gli alunni a mettersi in piedi. Spiegare che viene nominato un verbo e che dovranno chiedere all’insegnante Who is… (verb)ing? L’insegnante risponde con il nome di un alunno a scelta. Il bambino che sente il proprio nome deve svolgere l’azione indicata all’inizio. Se l’azione viene svolta correttamente, il bambino resta in gioco. Se sbaglia, deve andare a sedersi al posto. Vince chi resta in piedi per ultimo. p. 57 Pre-teach. Introdurre la struttura con I like +… (verb)ing. Far alcuni esempi e sollecitare i bambini a seguire questo modello per formulare alcune frasi che esprimano le loro preferenze.  Listen and repeat the sentences. Tick the things you like doing. track 44 Chiedere ai bambini di osservare i disegni dell’esercizio. Far notare che dopo il verbo to like dovranno aggiungere un verbo che abbia la desinenza ing. Far ascoltare la registrazione e invitare gli alunni a mettere un ✓ accanto alle attività che amano svolgere. Far ripetere più volte le varie frasi della registrazione. Chiedere in seguito ai bambini di esprimersi elencando al compagno cosa amano fare. I like collecting postcards and stamps. I like reading. I like playing the piano. I like listening to music. I like drawing pictures. Activity Supplementary Worksheet 1 Fotocopiare e distribuire agli alunni la scheda di p. 57. Chiedere ai bambini di osservare attentamente l’illustrazione e di completare le frasi scrivendo i verbi mancanti. Activity-Game Write the children’s names Chiamare sei alunni alla cattedra e assegnare a ciascuno un verbo da mimare. Far svolgere i mimi contemporaneamente. Rivolgere la domanda Who is… (verb)ing? oppure la domanda Who likes… (verb)ing? In quest’ultimo caso gli alunni si eserciteranno nell’utilizzo della nuova struttura alla terza persona singolare.  Complete the bubble and the chart. Invitare i bambini a completare il fumetto e spiegare che le stesse regole valide per to like, si applicano anche per to love. I bambini dovranno inoltre completare la tabella con tutti i possibili oggetti da collezione. Far ampliare i possibili utilizzi delle strutture I like / love playing e I like / love collecting. È molto importante che i bambini apprendano correttamente gli esempi ricavabili da questo esercizio e che possano avere un ricco vocabolario di base per poter parlare di se stessi e delle proprie passioni. Introdurre per esempio I like / love playing… the guitar, the drums, the recorder, the organ, football, volleyball, basketball, tennis. Ampliare con le possibili collezioni che interessano i bambini per esempio: I like collecting… seashells, stickers, marbles, comics, dolls ecc. Chiedere ai bambini di parlare delle proprie passioni e dei propri interessi al proprio compagno di banco. Sollecitarli inoltre a usare queste strutture anche con altre persone al singolare e al plurale (nell’esempio fornito sul libro, il fumetto presenta la struttura alla prima persona plurale). Activity Supplementary Worksheet 2 Fotocopiare e distribuire agli alunni la scheda di p. 58. I bambini dovranno ritagliare tutte le parole e formare il maggior numero possibile di frasi che possono ottenere. Le possono trascrivere sui loro quaderni.

55


pp. 58-59 Warming up. Prima di ascoltare il dialogo, invitare gli alunni ad osservare le illustrazioni e a prestare attenzione a cosa sta facendo Mr Doodle. Spiegare che i bambini si sono alzati nel castello incantato e vorrebbero far colazione, in particolare Wendy è affamata. Mr Doodle però è impegnato a realizzare una pozione magica che rende invisibili e la prova facendola ingerire al gatto. Far notare ai bambini che to make breakfast significa preparare la colazione. Far colazione nel senso di mangiare e bere si esprime con il verbo avere, have breakfast, come gli alunni dovrebbero già sapere.  Listen to the dialogue. Far ascoltare e ripetere il dialogo più volte. Wendy: Good morning, Mr Doodle! Mr Doodle: Mr Doodle: Good morning, children! Tom: Are you making breakfast? Tom: Mr Doodle: No, I’m making a magic potion. Wendy: Wendy: A magic potion? Wendy: Tom: What kind of magic potion? Mr Doodle: Mr Doodle: Look! Cat: Tom: Wow! The cat is invisible! Cat: Meow!

track 45 Yes, it’s invisible! This is my new “Invisible Potion”. Can I try it? Don’t be silly, Thomas! I’m hungry! Can we have breakfast? Yes, of course! Let’s go to the kitchen! Meow! Meow! What about me?

Dopo aver ascoltato il dialogo, verificare che gli alunni l’abbiano compreso ponendo alla classe le seguenti domande: What is Mr Doodle making? / Is he making breakfast? / What’s the name of the potion? / Is the cat invisible? / Who is hungry? Incoraggiare i bambini a rispondere correttamente e in modo completo. Activity Act it out Far imparare a memoria il dialogo. Dividere la classe in piccoli gruppi di tre bambini e attribuire a ciascuno un ruolo.  Listen and complete with the magic words. track 45 Invitare gli alunni ad ascoltare ancora il dialogo e a copiare le parole magiche nei fumetti corretti. Dare il tempo necessario perché tutti riescano a completare l’esercizio.

56


W H AT A R E T H E Y D O I N G ?

Supplementary Worksheet 1

Ann and Jane are .................................................... with the ball. John is .................................................... a book. Sam is .............................................................................. hamburgers. A fish is ....................................... in the lake. Sarah is .......................... a letter. Tony is .......................... near the lake. Ricky and Peter are .......................... with marbles. They like .......................... marbles. Laura is ........................... She’s .......................... with Mark. Tom is .......................... a big hamburger. Name ................................................. photocopiable

LANG Edizioni

Date ...............................

57


MAKE SENTENCES

58

Supplementary Worksheet 2

I

IS

SINGING

FOOTBALL

TOM

AM

READING

A LETTER

SHE

ARE

WRITING

A CAKE

SARAH

IS

PLAYING

A SONG

LARRY AND SAM

IS

DRINKING

A BOOK

HE

IS

EATING

A GLASS OF JUICE

THEY

IS

MAKING

THE RADIO

YOU

ARE

LISTENING TO

BREAKFAST

LINDA

ARE

RUNNING

A FILM

ROBERT

IS

WATCHING

IN THE PARK

Name ................................................. photocopiable

LANG Edizioni

Date ...............................


TEST READING AND WRITING

Unit

4

Name .................................................

1. Osserva il disegno, leggi e completa.

Ann is .................................. a glass of water. She’s .................................. a dress, socks and shoes. Tom is in front of her. He’s .................................. a book and he ................. wearing a pair of glasses. Billy, the dog, is .................................................. next to the sofa. Ketty, the cat, is ........................................ TV. watching

wearing

drinking

reading

is

sleeping

2. Che cosa stanno facendo? Scrivi le frasi che descrivono i disegni.

1

1. .................................................................................. 2 2. .................................................................................. 3. .................................................................................. 4

4. ..................................................................................

3 5. .................................................................................. 6. ..................................................................................

5 6

M A R K ............................. photocopiable

Date ...............................

LANG Edizioni

59


TEST LISTENING

4

Unit

(Track 75)

Name .................................................

Date ...............................

1. Ascolta e collega i disegni al simbolo giusto.

2. Ascolta e cerchia il verbo. a. drinking eating b. sleeping eating c. telephoning walking d. collecting stamps collecting seashells

drawing drinking running collecting comics

3. Ascolta e scegli True oppure False. a. b. c. d.

60

a.

True

False

b.

True

False

c.

True

False

d.

True

False

M A R K ............................. photocopiable

Date ...............................

LANG Edizioni


KID‘S WORKSHOP p. 60  Listen and repeat the dialogue. Choose the picture of Spot. track 46 Far asoltare e ripetere il dialogo più volte. La situazione comunicativa è ambientata in casa. Un bambino invita una bambina ad uscire, ma è già impegnata a fare altro, così come tutti gli altri bambini menzionati nel dialogo. Alan: Come on, Pamela! Let’s go to the park! Pamela: Not now! I’m doing my homework. Alan: Where’s Paul? Pamela: He’s in his bedroom. He’s reading a book. He likes reading in the afternoon. Alan: Is Robert in the kitchen? Pamela: No, he’s watching TV. It’s time for the Tom and Jerry Show. He loves watching cartoons. Alan: Ok Spot! Let’s go to the park! Spot: Woof! Woof! Woof! Woof! Alan: Oh, you’re eating! We can’t go to the park. Dopo aver ripetuto l’ascolto, chiedere ai bambini di scegliere il disegno giusto: quello in cui il cane sta mangiando.  Act it out with a friend. Invitare gli alunni a recitare il dialogo: dividere la classe in coppie (preferibilmente un bambino e una bambina) e chiedere loro di ripetere le battute. Invitare una o due coppie a riproporre il dialogo davanti alla classe. p. 61  Read the dialogue again and write the names of the children. Chiedere agli alunni di rileggere il dialogo appena sentito e di osservare i disegni. Dovranno dare un nome a ciascun bambino illustrato basandosi sull’azione che sta svolgendo. (Risposte: Pamela is doing her homwork, Robert is watching TV, Paul is reading a book in his bedroom.)  Invent a new dialogue. Chiedere ai bambini di rileggere attentamente il dialogo di p. 60. Se necessario farlo ascoltare di nuovo. Prima di svolgere questo esercizio, infatti, gli alunni dovranno aver chiara l’impostazione seguita nel dialogo principale, da cui dovranno prendere spunto per completare il nuovo dialogo. Chiedere loro di scrivere negli spazi appropriati i vocaboli mancanti. Fare una correzione ad alta voce, invitando un alunno a leggere il proprio elaborato. Activity Supplementary Worksheet 3 (Kid’s Workshop) Fotocopiare e distribuire la scheda di p. 62. Invitare gli alunni a ritagliare e incollare il dialogo nel corretto ordine sul proprio quaderno. Infine gli alunni dovranno scegliere le illustrazioni che si abbinano al dialogo, ritagliarle, colorarle e incollarle sulla stessa pagina.

61


KID‘S WORKSHOP

Supplementary Worksheet 3

Is Paul in the living room? Not now! I’m writing a letter.

Yes, he is. He’s listening to music.

Come on, Jill. Let’s go to the swimming pool!

Where is Mary? She’s in the kitchen. She’s cooking.

Oh, we can go to the swimming pool tomorrow.

62

Name ................................................. photocopiable

LANG Edizioni

Date ...............................


WORDS WORDS WORDS p. 62  Listen and repeat the rhyme. Tick the right pictures. track 47 Insegnare i nuovi vocaboli utilizzando la rima proposta nell’esercizio. Le frasi vengono presentate a coppie: per ciascuna sono proposte due illustrazioni. Gli alunni dovranno scegliere il disegno giusto. It is wet. It isn’t dry. It is dirty. It isn’t clean. It is heavy. It isn’t light. It is wrong. It isn’t right. Cercare di lavorare sulle coppie di opposti e far ripetere i vocaboli più volte. Per essere sicuri che i bambini li abbiano appresi, invitarli a rispondere velocemente con l’aggettivo contrario a quello pronunciato dall’insegnante. Chiedere anche a qualche alunno di andare alla lavagna e di illustrare velocemente un oggetto che corrisponda a uno degli aggettivi nuovi appresi, dovrà inoltre trascrivere l’aggettivo giusto.  Illustrate the missing opposites. Sono stati illustrati due aggettivi, gli alunni dovranno completare illustrando l’aggettivo opposto e dovranno memorizzare i nuovi vocaboli. p. 63  Complete the bubbles using the words poor and strong. I bambini dovranno completare i fumetti utilizzando gli aggettivi appropriati. Le illustrazioni li aiuteranno nel definire l’aggettivo giusto e nell’apprendimento degli aggettivi contrari. Activity-Game Opposites Game Dopo aver insegnato tutte le coppie di aggettivi proporre il gioco dei contrari. Dividere gli alunni in due squadre. Preparare alcuni bigliettini con tutte le parole e posizionarli capovolti sulla cattedra. Un alunno per squadra dovrà andare alla cattedra, girare il biglietto e leggere la parola scritta e velocemente dovrà dire l’aggettivo contrario. Se svolge il gioco correttamente ottiene un punto per la propria squadra. Il gioco può essere reso anche più difficile chiedendo ai bambini di formulare delle brevi frasi.  Find all the adjectives. Chiedere ai bambini di trovare nel puzzle tutti gli aggettivi introdotti in queste pagine. Activity Supplementary Worksheet C Dopo avere fatto le fotocopie, distribuire alla classe la scheda di p. 64. Invitare gli alunni a osservare con attenzione l’illustrazione. Dovranno esercitarsi sia sui nuovi aggettivi appresi, sia sul present continuous. Chiedere di copiare l’aggettivo giusto nei cartellini del disegno, poi di completare le frasi.

63


WORDS WORDS WORDS

Supplementary Worksheet C

Completa le frasi. The ................................... woman is running in the street. The ................................... man is reading a book. The ................................... man is watching TV. The big TV is ........................................ The small TV is .................................... The ................................... woman is driving a car. The ................................... dog is walking. The ................................... dog is drinking. The boy’s schoolbag is .................................... The girl’s schoolbag is .....................................

64

Name ................................................. photocopiable

LANG Edizioni

Date ...............................


DISCOVERY TIME p. 64 Warming up. Mostrare una cartina e invitare gli alunni a individuare il Galles. Spiegare che in questa regione si ritirarono le popolazioni celtiche dopo le invasioni anglosassoni. La lingua gallese, che deriva dalla lingua celtica, è rimasta accanto alla lingua inglese tanto da poter parlare per il Galles di bilinguismo. Sebbene il Galles sia unito all’Inghilterra da un punto di vista amministrativo, i suoi abitanti considerano la propria terra una nazione e sono fieri delle proprie eredità culturali.  Listen and complete this postcard from Wales. track 48 Chiedere ai bambini di completare la cartolina, scritta da Tom dal Galles, in cui si elencano alcune peculiarità del paese. I bambini dovranno copiare negli appositi spazi le parole elencate. Dear Mary, I’m in Wales. It’s wonderful here. Look at the big castle in the postcard. It’s Caernarfon Castle. Wales is a small country in Great Britain. The symbol of Wales is the leek. See you soon, Tom  Practise spelling the name of this station in Wales. Chiedere ai bambini di guardare la fotografia di questa stazione gallese. Far notare il nome gallese, particolarmente lungo e complicato, e invitare gli alunni a farne lo spelling. Activity Discovery Time Supplementary Worksheet Distribuire agli alunni una fotocopia della scheda di p. 66. Chiedere ai bambini di ritagliare e preparare il loro booklet del Galles. A lavoro ultimato chiedere agli alunni di conservare il materiale nel loro Portfolio.

FUN WITH SAM AND JOE

In Wales

p. 65 Warming-up. Prima di far ascoltare il dialogo, far osservare le illustrazioni e chiedere ai bambini di descriverle. Spiegare che Sam e Joe sono arrivati in Galles per visitare i numerosi castelli del paese.  Listen to the dialogue. track 49 Far ascoltare la registrazione e chiedere ai bambini di ripetere il dialogo più volte. Joe: I think we’re lost! Sam: Look! There’s a castle. Let’s go and ask for information! Joe: Hello! We need help! Sam: Hello! Can we come in, please? Joe: Sammmm! There’s a ghost behind you! Sam: Joeeee! There are three ghosts behind you! Dopo aver ascoltato il dialogo, proporre un esercizio di comprensione. Fare, per esempio, alcune affermazioni e chiedere agli alunni di dire se sono vere o false: 1. Sam and Joe are lost. 2. Sam and Joe go to a hotel. 3. There is a man in the castle. 4. There are two ghosts in the castle.  Act it out with a friend. Far imparare a memoria il dialogo. Dividere la classe in piccoli gruppi e attribuire a ciascuno un ruolo.

65


DISCOVERY TIME Name ...........................................

Supplementary Worksheet

Date ...............................

Class .............

Cardiff

WALES

Cardiff is the capital of Wales.

Welsh Flag

Leek

This is the Welsh flag. It is red, green and white.

This is a leek. It is a symbol of Wales.

Caernafon Castle

St. David

This is Caernarfon Castle. It’s very big and old.

St. David is the patron saint of Wales. St. David’s Day is celebrated on March 1st.

66 photocopiable

LANG Edizioni


superminiclub4_34-66  

34 Strutture: Where is…? Who is in the…? There is / There are Is there…? How many… are there…? It’s in / on / under / inside / outside Vocab...

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you