Issuu on Google+

Editore Sport Press S.r.l. - Corso della Resistenza, 23 - 20821 Meda (MB) - Tel: 0362.600469 E-mail: redazione@pointbreakmag.it - Periodico mensile - Poste italiane SpA Spedizione Abbonamento Postale D.L. 353/2003 (Conv. in Legge 27/02/2004 N.46) Art.1 Comma 1 D.C.B. Milano - Registrazione al Trib. di Milano n.540 del 19 luglio 2004. - Direttore Responsabile: Angelo Frigerio Stampa: Ingraph - Seregno (MB) - In caso di mancato recapito, inviare all’uff. postale di Roserio per la restituzione al mittente che si impegna a pagare la relativa tariffa.

magazine magazine Anno 8 – N. 8 / 2011


magazine

Mensile B2B del settore boardsport & action sport

30

Anno 8 – N. 8 / 2011

redazione@pointbreakmag.it A

NUOVA LOCATION E NUOVO MAIN SPONSOR PER LA 6 EDIZIONE (8-11 SETTEMbRE) NELLA SPLENDIDA SPIAGGIA LI JUNCHI, GOLFO DELL’ASINARA

BRAND PROFILE

IN PRIMO PIANO

Nel nuovo mondo di Oxbow…

L’E…VENTO RIPARTE DA BADESI L’ARRIVO ALLA DIREZIONE GENERALE DI MATHIEU BAZIL, CON UN PASSATO IN AZIENDE QUALI ADIDAS, QUIKSILVER E DC, HA PROFONDAMENTE CAMBIATO IL MARCHIO. INFONDENDO UNA NUOVA ENERGIA. CONTAGERà ANCHE L’ITALIA?

22

FIERE

TECNOLOGIE

EVENTI

Sport-RFID, freestyle video per tutti

Un Bright sempre più europeo

Surf culture on air con ISE

IL SISTEMA AUTOMATICO DI RIPRESE, TESTATO LO SCORSO ANNO AL PALù PARK, RAPPRESENTA UN’INTERESSANTE OPPORTUNITà DI BUSINESS E MARKETING.

LA 13 EDIZIONE MANTIENE LE RADICI SKATE E STREETWEAR E METTE A SEGNO IL RECORD DI VISITATORI. TRA LE NOVITà: STREET MARKET E CRUISER SKATEBOARDS.

GRANDE RISCONTRO MEDIATICO E OTTIMI RISULTATI PER L’ITALIA SURF EXPO, CHE QUEST’ANNO HA RICHIAMATO OLTRE 20MILA VISITATORI A SANTA SEVERA.

20

26

28

A

FOCUS ON - DA FLOAT A THE ART OF FLIGHT

STATISTICS - RIDERS, FOTOGRAFI, ITALIANITÀ

FREERIDE - NEL PARK DI POZZA DI FASSA

Surf & snowboard movies: action! 12

Esposimetro snowboard 2010/11 17

Fassa Bike, ride to discover

Simon Gruber - 1 (1) Marco Markino Grigis - 2 (25) Lorenzo Barbieri - 3 (3) Enrico Cavada - 4 (20) Stefano Munari - 5 (2) Massimo Bubba Ferro - 6 (8) Matteo Woutza Borgardt - 7 (6) Marco Johnny Morandi - 8 (23) Tato Chiala - 8 (4) Filippo Crudeli - 10 (7) Amedeo Viviani - 11 (29) Tania Detomas - 12 (5) Filippo Kratter - 13 (14) Max Stampfl - 14 (12) Marco Donzelli - 14 (57) Alessandro Aie Benussi - 14 (27) Daniel Plazy Neulichedl - 17 (15) Federico Iovanovich - 17 (18) Giorgio Ciancaleoni - 19 (10) Manuel Pietropoli - 19 (19) David DDP De Palma - 21 (9)

73 69,25 57,75 47,5 40,75 40 38 35,5 35,5 34 32 30,75 30 26,25 26,25 26,25 25,75 25,75 25,25 24,25 23,5 22,5 22,5 22,5 21

FREERIDE - TEAM EUROPA VS TEAM AMERICA 24

Swatch Skiers Cup, la guerra dei mondi 25


|

editoriale

a cura di Benedetto Sironi

Titolo

Quando le idee non bastano più... Un tempo, neanche tanto lontano, bastava avere un’idea. Il gioco, più o meno, era fatto. Ora questo non basta più. Bisogna avere una gran bella idea. Svilupparla, nutrirla, realizzarla fino in fondo. Cercare sempre di migliorarla. Poi comunicarla, in modo sempre più veloce e continuo, su tanti, differenti canali. Nel mercato boardsport e freestyle, da un po’ di tempo dedito sia ad una crisi globale che ad una peculiare opera di auto-flagellazione, le belle idee sono sempre più importanti, se non vitali. Fanno la differenza. Tanto più in un momento duro come questo, a detta di molti il più difficile di sempre per il mercato italiano. Le belle idee – ammesso di averle – possono avere però vita difficile, perché spesso all’inizio non le si capiscono, o magari non si fanno capire. Ma se si è convinti della loro validità basta tenere duro, perché i riconoscimenti prima o poi arriveranno. Purtroppo le buone idee sembrano essere sempre meno. Di certo sono molte meno di quelle cattive (che in molti casi sono pessime). Ci sono belle idee nate per caso e per istinto, diventate poi delle ottime idee. Come quella che è stata in grado di rendere più competitivo, ricercato e “cool” di alcuni grandi brand globali un marchio italiano nato 9 anni fa da alcuni ragazzi con la passione per lo snowboard ed i party. Molti di voi avranno capito di chi stiamo parlando, non perdetevi comunque il prossimo numero per saperne molto di più! Veniamo a noi. Senza presunzione, siamo convinti che Pointbreak Magazine sia stata certamente una bella idea. Lo hanno riconosciuto anche le tante aziende che hanno creduto nel progetto e i tantissimi lettori che ci hanno seguito in questi anni. Dopo 8 anni Pointbreak Magazine non è più solo una rivista ma è molto di più. È un progetto di comunicazione che si sviluppa sul magazine e in aggiunta sul web (newsletter, sito, social network). È parte di un gruppo specializzato nell’editoria B2B presente in svariati settori, tra cui quello dell’outdoor, dal quale il mondo boardsport dovrebbe imparare molte cose. Grazie alla sua società parallela “Sportmaker” è anche una piattaforma di servizi dedicati alle aziende dal web 2.0 alla video production, dalla ricerca personale nel canale sport al mondo degli eventi. A proposito di eventi e di belle idee: quest’anno insieme agli amici di snowpark.it gestiremo l’area snowpark di Skipass 2011 declinata sul nuovo concetto di “Snowpark e turismo”. Inoltre la scorsa stagione abbiamo deciso subito di supportare in modo convinto e partecipativo l’organizzazione del primo “Pro Shop Test” italiano (gennaio 2011, Monte Bondone), il test snowboard e freeski dedicato ai negozianti italiani. Un grandissimo successo destinato a ripetersi se non a crescere nel 2012. Proprio la seconda edizione ospiterà una nostra interessante iniziativa che – ne siamo certi – farà molto parlare di sé. Una prima assoluta: gli Italian Snowboard Industry Awards, per valorizzare il lavoro delle aziende attraverso i voti dei 50 più importanti snowboard shop d’Italia (tutti i particolari sul nostro sito www.pointbreakmag.it). Non pretendiamo di avere idee migliori degli altri. Semplicemente ci crediamo, cerchiamo sempre di lavorare con il massimo della passione e della professionalità e di portare avanti con serietà ed entusiasmo i vari progetti, meglio se originali e differenti da tutto quello che già c’è. Altri non ragionano così. Liberi di farlo. Ma è indubbio che chi tende solo a copiare le belle idee altrui senza mai proporre qualcosa di nuovo, innovativo, soprattutto utile per tutto il mercato, non potrà che perdere sempre più la propria credibilità. Un valore oggi quanto mai importante, fondamentale direi. A buon intenditore…

Titolo

JOB OPPORTUNITIES

videos 12 Surf & snowboard movies: action! Dopo le ultime uscite a tema “water” ecco il momento clou per le produzioni invernali: ogni marchio – o quasi – presenta il suo video per la stagione 2011/12. Numerosi anche gli appuntamenti italiani, tra i quali l’attesissima premiere di “The Art of Flight”, il nuovo capitolo dell’epica saga di Travis Rice.

technology 16 Freestyle video per tutti L’innovativo sistema automatico Sport-RFID identifica e riprende i riders grazie a una struttura con diverse telecamere, e può risultare un’interessante opportunità di business e marketing per i park. Filmati web e full HD sono subito disponibili in rete su computer e iPhone o smartphone, grazie all’apposita app. Il progetto è stato testato con successo al Palù Park di Chiesa e da quest’anno sarà anche all’Ursus Park di Madonna di Campiglio.

Il candidato ideale dovrà possedere una buona conoscenza del mondo snowboard e freeski, ottenuto dalla pratica o dalla vendita di questi prodotti. Se interessati, inviare curriculum vitae specificando nell’oggetto “FLOW/ARMADA” a: info@oberalp.it

I riders più fotografati, i fotografi più attivi, le riviste più "italiane" e quelle più orientate alla scena internazionale nell’intera stagione 2010/11. Pointbreak Magazine propone una serie di accurate statistiche relative al mondo dello snowboard, raccolte da snowpark.it, sito di riferimento dedicato alla disciplina.

SOCIAL MEDIA MANAGER - Il candidato deve essere a conoscenza delle principali tecniche per la gestione di pagine aziendali sui principali social network. È necessaria una buona competenza tecnica sull’utilizzo di strumenti office e social. Italiano e inglese fluenti, una terza lingua è gradita. È inoltre gradita una conoscenza di base del settore sportivo.

N. 8 / 2011

SPONSORSHIP MANAGER - Il candidato dovrebbe essere in un’età non superiore ai 30 anni. Sono richieste ottime capacità relazionali a qualsiasi livello e una spiccata propensione commerciale. Intraprendente e predisposto al lavoro di team, deve essere in grado di gestire progetti complessi. Potete inviare i vostri curriculum all’indirizzo e-mail: info@sportmaker.it

magazine

Editore Sport Press Srl Presidente DANIELE DE NEGRI Direttore Responsabile ANGELO FRIGERIO Direttore Editoriale RICCARDO COLLETTI Redazione: Corso della Resistenza, 23 20821 Meda (MB) Tel: 0362.600469 - Fax: 0362.344535 E-mail: redazione@pointbreakmag.it Website: www.pointbreakmag.it Stampa: Ingraph - Seregno (MB)

4

Mensile business to business del settore boardsport

Registrazione al Trib. di Milano n.540 del 19 luglio 2004. Periodico mensile Anno 8 N. 8/2011. Poste Italiane SpA Spedizione abbonamento postale D.L.353/2003 (Conv. in Legge 27/02/2004 N.46) Art.1 Comma 1 D.C.B Milano - Una copia 1.00 euro. L’editore garantisce la massima riservatezza dei dati in suo possesso. Tali dati saranno utilizzati per la gestione degli abbonamenti e per l’invio di informazioni commerciali. In base all’Art. 13 della Legge n° 196/2003, i dati potranno essere rettificati o cancellati in qualsiasi momento scrivendo a: Sport Press S.r.l. Responsabile dati: Riccardo Colletti.

Chiuso in redazione il 26 settembre 2011

Freestyle video for all The innovative automatic Sport-RFID system identifies and films riders thanks to a structure using several cameras, and might be an interesting business and marketing opportunity for the parks. Web and full HD films are available immediately on the web for computers and smartphone, thanks to a special app. The project has been tested successfully at Palù Park in Chiesa and as of this year will also be in use at the Ursus Park in Madonna di Campiglio.

Snowboard exposure metre 2010/11 The most frequently photographed riders, the most active photographers, the most “Italian” magazines and those most focused on the international scene throughout the 2010/11 season. Pointbreak Magazine offers a series of accurate statistics on the world of the snowboard, collected by snowpark.it, the reference site dedicated to the discipline.

brand profile 20 Nel nuovo mondo di Oxbow Intervista con Mathieu Bazil, direttore generale del brand francese. L’arrivo alla direzione generale di questo 37enne con un passato importante in aziende quali Adidas, Quiksilver e DC Shoes, ha profondamente cambiato il marchio. Sotto molteplici aspetti: brand identity, prodotti, target, atleti, marketing e strategie retail. Insomma una nuova energia. Contagerà anche l’Italia?

In the new Oxbow world An interview with Mathieu Bazil, managing director of the French brand. The appointment of this 37-year-old with a history in companies like Adidas, Quiksilver and DC Shoes has brought about a far-reaching change in the brand, in a whole range of aspects: brand identity, products, targets, athletes, marketing and retail strategies. In short a new burst of energy. Will Italy be affected too?

freeride 24 Fassa Bike, Ride to discover Una giornata di fine luglio, stranamente senza nulla in programma, con la testa che sogna la fuga estiva e il corpo ancora imprigionato tra lavoro e impegni. Una chiamata inaspettata e una partenza decisa all’ultimo minuto, per scorazzare tra le Dolomiti, nello splendido scenario del park di Pozza di Fassa.

Fassa Bike, Ride to discover A late-July day, strangely enough one with no plans, with your head dreaming of a summer getaway and your body still trapped by work and appointments. An unexpected call and a departure decided on at the last minute to wander around in the Dolomites, in the splendid setting of the Pozza di Fassa park.

25 Swatch Skiers Cup, la guerra dei mondi

Swatch Skiers Cup, the War of the Worlds

Team Europa vs Team America sulle spettacolari Ande cilene: i più forti sciatori di big mountain e backcountry freestyle del “Vecchio mondo” in una sfida all’ultimo trick con i migliori freeskiers rappresentanti del “Nuovo mondo”. Tutto è andato in scena a Valle Nevado (Cile) dal 4 all’11 settembre.

Team Europe vs Team America in the spectacular Andes in Chile: the finest big-mountain and backcountry freestyle skiers of the “Old World” in a duel to the last trick with the best freeskiers of the “New World”. All in Valle Nevado (Chile) from 4th to 11th September.

Dall’Abetone a Plan de Corones, da Prato Selva a Pila, dieci tappe tra i migliori bike park d’Italia. Nessuna competizione, nessun cronometro, solo un modo per riunire chi ama il freeride in mountain bike fine a sé stesso.

Gravity Zone Demo Tour From Abetone to Plan de Corones, from Prato Selva to Pila, ten stages in the best bike parks in Italy. No competition, no timed runs, just a way to bring together people who love freeride on mountain bikes simply for the fun of it.

trade shows 27 Un Bright sempre più europeo

Sportmaker Divisione Human Resources è stata incaricata per la ricerca di due posizioni nel settore sportivo:

Surf & snowboard movies: action! After the last few issues based on water this is now the moment for winter productions: all the brands – almost – present their videos for the 2011/12 season. Numerous Italian contributions too, including the long-awaited première of The Art of Flight, the new chapter in the epic saga of Trevis Rice.

data & statistics 17 Esposimetro snowboard 2010/11

25 Gravity Zone Demo Tour OberAlp SpA, azienda di Bolzano distributrice per l’Italia di ARMADA Ski & Outerwear e FLOW Snowboarding, ricerca per zone libere AGENTI PLURI O MONO MANDATARI da inserire all’interno del proprio team di vendita.

summary |

Dal 7 al 9 luglio è andata in scena a Berlino la tredicesima edizione dello skate tradeshow. Pur sconfinando ancora in ambito fashion/sneakers la fiera mantiene le radici nello skate e nello streetwear. Un evento ormai di ampio respiro, dove gli italiani sono in crescita. Tra le novità lo street market aperto al pubblico e il trend dei cruiser skateboards.

Bright is increasingly European From 7th to 9th July Berlin hosted the thirteenth edition of the skate tradeshow. Although it encroached into the sector of fashion/sneakers, the fair has kept its roots in skate and streetwear. An ever more extensive event, with a growing Italian presence. Novelties include the street market open to the public and the trend for cruiser skateboards.

events 27 Surf culture on air con ISE Grande riscontro mediatico e ottimi risultati per la 13a edizione dell’Italia Surf Expo, che quest’anno ha richiamato oltre 20mila visitatori sulla spiaggia di S. Severa dal 29 al 31 luglio. Tra contest, academy, musica, film, sfilate, arte e molto altro. Apprezzate anche le lezioni gratuite di surf, windsurf e sup, impartite da alcuni campioni nazionali.

32 L’E…vento riparte da Badesi Dall’8 all’11 settembre la sesta edizione: nuova location, spiaggia Li Junchi nel Golfo dell’Asinara, e nuovo main sponsor. Organizzata in tempi “last minute” e per questo con qualche espositore in meno. Ma in grado di confermarsi evento di riferimento per operatori e appassionati dei watersports. Crescita dal punto di vista mediatico e delle partnership.

Surf culture on air with ISE High media impact and excellent results for the 13th edition of Italia Surf Pro, which this year brought together over 20 thousand visitors on the S. Severa beach from 29th to 31st July, with a menu offering contests, academies, music, films, fashion shows, art and plenty more. Much appreciated the free surfing, windsurfing and SUP lessons, given by some of our national champions.

The E…vento sets off again in Badesi From 8th to 11th September the sixth edition: new location, the Li Junchi beach in the Gulf of Asinara, and a new main sponsor. Organised in “last-minute” times, and therefore with a few exhibitors less. But still capable of affirming its landmark status for watersports operators and fans. Growth in media coverage and in partnerships.


|

Fanatic festeggia 30 anni di successi nel windsurf Trent’ anni di passione, successi in campo internazionale e tavole di alta qualità. Sono stati i fattori chiave che hanno permesso a Fanatic di arrivare a questa importante ricorrenza, uniti agli altri ingredienti che hanno portato il brand al successo: attenzione alle nuove tendenze come alle tecnologie, oltre a una sempre stretta collaborazione fra team rider e shaper. Tutto è cominciato nel 1981, quando Udo Schutz, proprietario dello yacht Container, in gara nell’America’s Cup, e produttore di platica su scala mondiale, decise di fondare il marchio Fanatic. Gli shaper Peter Thommen, Phillip Pudenz e Marco Copello furono i primi a essere coinvolti nella realizzazione di alcune delle tavole da windsurf più in voga negli anni ‘80 e ’90, come Rabbit, Cat, Boa, Mamba e Viper, utilizzate dai surfer più importanti in quel momento. Maui Meyer, Nik Baker, Robby Seeger, Robert Territehau e Francisco Goya hanno infatti celebrato numerose vittorie con tavole Fanatic. E mentre Cesare Cantagalli completava nel 1986 il primo forward loop rotation, diversi team nazionali dominavano le competizioni nei propri paesi. Nel 1994 iniziò la collaborazione con Sebastian Wenzel mentre numerose divennero le vittorie in campo internazionale, tra trofei PWA e titoli PWA World Cup. Basta ricordare il recentissimo successo, nel 2010, di Gollito Estredo, che ha vinto la quarta PWA Freestyle World Cup, mentre Victor Fernandez è diventato campione del PWA Wave World Champion. Come si dice in questi casi, “100 di questi giorni”.

N. 8 / 2011

Due nuove headphone firmate O’Neill e Philips

6

Prosegue la collaborazione tra Philips e O’Neill, che hanno annunciato il lancio di due nuove cuffie. La prima denominata The Bend (foto sopra), modello molto resistente è realizzato nello stesso materiale degli occhiali da neve. Quando le cuffie sono soggette a impatti forti o a cadute, si staccano in modo sicuro invece di rompersi. Testimonial per The Bend lo snowboarder canadese Sebastian Toutant, alias Seb Toots, che a soli 19 anni ha già vinto alcuni dei maggiori contest snowboard: Winter X Games Slopestyle 2011, O’Neill Evolution 2011 e Oakley Air & Style 2011. La seconda è la cuffia The Stretch Headphone (foto sotto): fornisce un sostegno ultraflessibile TR55LX che può torcersi in ogni senso. Il cavo offre grande resistenza alla tensione e il design antitangle impedisce l’ingarbugliamento dei fili. Grazie al nuovissimo effetto estetico la colorazione viene via col tempo, come la parte inferiore di uno skateboard. Il modo migliore per ricordare tutte le botte e i graffi... La giovane pro surfer hawaiana Malia Manuel è ambasciatrice per le cuffie The Stretch Scratch. La sua grinta e il suo stile rigoroso si adattano perfettamente alle nuove cuffie. Le nuove cuffie sono state testate, oltre che da Seb e Malia, anche da un gruppo di team riders fra i più forti in tutto il mondo. Sono in grado di resistere a forti venti, temperature gelide e a impatti violenti.

Duffs, welcome back in Italy con MayDay Distribution

Ai ragazzi più giovani potrà ricordare la birra più famosa di Springfield, ma per chi con lo skate si è scatenato negli anni ‘90 si tratta di un piacevole ritorno, quello di un marchio protagonista nello skateboarding. Fondata nella prima metà degli anni ‘90 a opera di Steve Rocco e Rodney Mullen, grazie all’inventiva dello stesso Mullen al design e sviluppo scarpe, alla leadership di Rocco e a una comunicazione non propriamente politically correct, il marchio Duffs è salito alla ribalta durante gli anni 90, sia in Usa che in Europa. Purtroppo, dopo un decennio di creatività e comunicazione irriverente e in concomitanza con l’arrivo di DC shoes sul mercato, Rocco si ritirò dallo skateboard-business, cedendo la sua società a un

gruppo canadese che lentamente fece sparire il marchio dalla scena internazionale. Questo finchè, un paio di anni fa, il brand è stato riacquisito da Jackal Distribution, storico distributore Duffs, che ha deciso di ridargli vita recuperando lo spirito e i designer che l’avevano resa celebre negli anni ‘90. Nel 2010 poi è stato anche riportato sul mercato italiano da MayDay Distribution, che ne sta diffondendo il verbo nei migliori skateshop. La collezione comprende sneakers destinate alla scena core skate e BMX, ma anche modelli più fashion streetwear e d’ispirazione più classica.

INFO: MayDay Distribution 0522.642740 – sales@maydaydist.com

ISPO Distributor Matchmaking: appuntamento a Shanghai ISPO ha deciso di espandere il proprio concetto d’incontri per distributori Matchmaking tanto da proporre la piattaforma due volte all’anno, con un secondo appuntamento, dopo quello di ISPO China, che si terrà a Shanghai dal 25 al 27 ottobre 2011. I professionisti del settore sportivo non ancora coinvolti in Asia avranno così un’ulteriore opportunità di raccogliere informazioni sul mercato e sulle possibilità di sviluppo in questa regione. Diverse marche famose, come Salewa e Haglöfs, hanno già sfruttato questa occasione, trovando dei partner commerciali nei territori asiatici. Il vantaggio del servizio è evidente: “Grazie al nuovo evento, ISPO offre a tutti i professionisti del mercato dello sport un nuovo servizio indipendente dalla fiera. L’obiettivo è di fornire a professionisti del settore dello sport un supporto competente che aiuti loro ad aumentare la propria redditività, raggiungendo una posizione di suc-

cesso nell’importante mercato asiatico”, spiega Tobias Gröber, responsabile del settore beni di consumo per la Fiera di Monaco. “Il concetto prevede una varietà di componenti di presentazioni e di networking. Oltre alle presentazioni dei brand, incontri individuali, visite ai grandi magazzini e ai negozi specializzati nel settore outdoor, vi sarà anche una cena in cui tutti i partecipanti avranno occasione di conoscersi. L’elemento fondamentale del concetto include tre incontri garantiti con potenziali distributori cinesi, che saranno selezionati dal nostro database di contatti esteso in base ai desideri e alle richieste espresse dalle società partecipanti”, spiega invece Kerrin Mueggeburg, project manager per ISPO Pechino. ISPO China 2012 si terrà dal 22 al 25 febbraio presso il China National Convention Center (CNCC) a Pechino.

news

|

69slam distribuito in Italia da Fashion Team62 La collezione FW 2011 del brand 69slam arriva nei negozi italiani sotto la gestione di un nuovo distributore. Il marchio balinese di underwear e beachwear è infatti distribuito da Fashion Team62, la società licenziataria per l’Europa del marchio australiano Hot Buttered. Il lancio sul mercato è stato avviato a fine luglio con un doppio Fashion Show durante l’Italia Surf Expo, che si è svolto nella spiaggia di Santa Severa, Roma, e proseguirà con la partecipazione alla fiera Skipass 2011, a Modena dal prossimo 29 ottobre al 1 novembre. Nato nel 2004, 69slam è noto anche per la sua immagine piccante e provocatoria ma senza scadere nella volgarità, per i suoi capi originali e colorati, il suo lifestyle e la sua filosofia, riassumibile con il motto “Play Loud”.

INFO: Fashion team 62 srl 06.92918624 - massimo@ft62.it www.69slam.com

Fallen sponsor del Railway Skatepark di Brescia

www.ispo.com

Tra sacro e profano, il nuovo marchio street Diamond Dogma

Lo scorso luglio è stato presentato il nuovo marchio streetwear Diamond Dogma. In occasione del lancio, lo showroom aziendale è stato arricchito di elementi industriali e fluorescenti che hanno evidenziato l’incisività dei capi maschili e femminili. Tra il pubblico anche giornalisti, buyer, titolari di negozi, rappresentanti istituzionali e personalità di rilievo del settore, ai quali l’head designer Ghilan e il suo team di stilisti hanno presentato l’intera collezione. La linea comprende t-shirt, gonne, pantaloni, camicie, cardigan, abiti, felpe, cinture e accessori caratterizzati da qualità e da una forte attenzione al dettaglio. Ogni capo è personalizzato con grafiche statement dinamiche. Diamond Dogma si pone l’obiettivo di riunire sotto il proprio nome le varie realtà urbane che

comprendono rappers, b-boys, skateboarder e writer. Per questo alla presentazione del brand sono state previste performance di giovani artisti street, come le esibizioni di breakdance della crew Sons of War e i live set del gruppo rap Il Tridente. A proposito del marchio Luigi Portelli, direttore marketing e comunicazione, ha dichiarato: “Dall'unione tra il sacro (simboleggiato dal dogma) e il profano (rappresentato dal diamante) nasce Diamond Dogma, una famiglia creata per tutti i ragazzi che stanno cercando qualcosa di diverso in cui identificarsi. Indossare i nostri capi significa portare un simbolo di appartenenza e indissolubilità”.

www.diamonddogma.com

Dopo il recente Tour Fallen in Italia, il brand fondato da Jamie Thomas è ufficialmente diventato uno degli sponsor del Railway Skatepark di Brescia, tra le strutture più grandi e polivalenti del Nord Italia. La sponsorizzazione ha reso possibile un ampliamento del park: è stata così realizzata la rincorsa per il gap dei 4 gradoni che aveva ospitato la parte finale della demo Fallen 2011, alla quale hanno partecipato gli skater del team international Jamie Thomas, Tommy Sandoval, Tom Asta, Garret Hill, Dane Burman, Anthony Schultz e Jack Curtin. È tra l’altro disponibile un report dell’Euro Tour realizzato da A Brief Glance e un videoclip firmato Board.tv (board.tv/video/1453). In entrambi i contenuti sono presenti immagini del Railway Skatepark con il logo del nuovo sponsor Fallen in evidenza.


news

|

O-Range e Rhythm: due nuovi brand per Action to Sport Action to Sport srl, società guidata da Beniamino Bozano, è il nuovo distributore di O-Range, azienda italiana che dal 1997 disegna e sviluppa prodotti che uniscono un design accattivante e innovativo ad una tecnologia “intelligente”. Dopo una prima presenza all’ultima edizione di Pitti Immagine Uomo, il marchio O-Range ha trovato ampio respiro presso l’utente attento alle mode e consapevole dell’importanza della qualità. La particolare costruzione brevettata e la vocazione al design con un’attenzione ai più piccoli dettagli garantiscono piena soddisfazione a tutti gli acquirenti dei suoi prodotti nelle svariate condizioni di utilizzo. Il prodotto O-Range è un eye-catcher in ogni luogo dove è esposto. Le O-Range Thin Bags ruotano attorno a un nuovo concetto di borsa che permette di portare cose di poco volume in totale comfort. Grazie alla costruzione Special Glued Construction e a materiali hitech, sono assolutamente confortevoli e super leggere. La tecnologia delle Thin Bags utilizza una combinazione di materiali elastici e poliuretano con trattamento waterproof. Il tutto assemblato seamless, senza cuciture. Sono inoltre equipaggiate con il sistema O-Range Solar Charge System, una tecnologia che converte l’energia solare in elettricità per ricaricare e far funzionare i vari strumenti portatili lontano da ogni presa elettrica.

Ma c’è un altro brand che arriva in casa A2S: si tratta di Rhythm, marchio australiano che si rivolge ai surfisti e snowboarder che considerano ancora questi sport come una forma d’arte e di espressione creativa del proprio essere, in cerca di nuove frontiere oltre ai percorsi prestabiliti. Obiettivo dell’ultima collezione Summer 2012 è stato quello di tornare indietro nel tempo, quando un solo ago cuciva i capi di abbigliamento, riprendendo i single fin e le tinte unite. Ogni capo cattura le complessità odierne ma in uno stile casual, indossabile ogni giorno, con grande semplicità ma anche enfasi per i dettagli. Per la distribuzione l’Action to Sport srl si avvale di una rete di agenti professionali che copre tutta l’Italia e dal punto di vista della comunicazione può contare anche su una stretta collaborazione con media, atleti e organizzatori di eventi. Gli altri brand attualmente distribuiti da A2S sono: Naish Hawaii, Flojos California, Bula, Ogio, 10Peaks.

ORANGE: Action to Sport Srl - 39.0185.264754 info@action2sport.com - www.o-range com Rhythm: Thomas Cravarezza 39.333.1268062 - rhythm@action2sport.com www.rhythmlivin.com

The DC Embassy, puro skateboarding a Barcellona DC Embassy è un progetto ideato e realizzato dagli skateboarder per gli skateboarder, cui da oltre 3 anni si lavorava in segreto. Ora DC Shoes, in collaborazione con alcuni dei più rispettati skater europei e costruttori di skatepark della CSP, ha finalmente fatto diventare realtà il progetto: il park DC Embassy sarà il luogo in cui gli skater DC, i loro amici, ospiti e team avranno l'opportunità di mettersi in mostra. La scelta della location non poteva che ricadere su Barcellona, considerata per più di una decade il più grande epicentro europeo dello skateboarding, nonostante non ci fossero strutture comunali dedicate, se non le strade.

Per questo DC ha deciso di ripagare la fama di questa città offrendole un concrete park indoor unico nel suo genere. "Sentivamo che in Europa mancava qualcosa, un posto per fare street skateboarding con i propri amici e team senza i problemi che tutti conosciamo", ha dichiarato Ruben Garcia, Europe DC team manager e una delle menti ideatrici del progetto. "La DC Embassy sarà un luogo di incontro per tutti gli skaters europei che vorranno condividere questo spazio: un luogo per il puro skateboarding".

www.facebook.com/thedcembassy

La WSF spegne 10 candeline e presenta i suoi programmi Dopo l’Assemblea Generale di Stoccolma, organizzata insieme al TTR, la World Snowboard Federation (WSF) è pronta per entrare nella sua 10ª stagione. Come già nella scorsa decade, la WSF si impegnerà a lavorare per lo sviluppo dello snowboard a ogni livello. Fra i principali progetti sviluppati dalla federazione e dalle 38 associazioni nazionali di snowboard associate ricordiamo il World Rookie Tour, il programma per il para-snowboarding, il World Snowboard Day in associazione con EuroSIMA, l’iniziativa Shaper Education e i vari programmi per lo sviluppo dell’agonismo amatoriale a livello nazionale (1-2-3 star event) in associazione con il TTR World Tour. In aggiunta a questi progetti, per celebrare il suo 10° compleanno, la WSF promuoverà il Banked Slalom World Tour, nuovi eventi

Halfpipe nel World Rookie Tour, corsi per Giudici Internazionali (in cooperazione con il TTR), gli Oslo 2012 World Snowboarding Championships (in cooperazione con The Arctic Challenge, The Norwegian Snowboard Federation, Oslo Vinterpark e il TTR).

www.worldsnowboardfederation.org

N. 8 / 2011

|

7


|

Con Bear al Pro World Longboard di Levanto

Bear Surfboards sarà title sponsor del Pro World Longboard Title, che si terrà tra il 10 e il 20 novembre a Levanto. Il matrimonio tra Bear e l’evento longboard più importante dell’anno, promosso dall’Association of Surfing Professional, testimonia il forte legame tra il mondo del surf e il brand di “Un mercoledì da leoni”. Bear, infatti, da oltre trent’anni accompagna nelle loro imprese campioni e appassionati di questa disciplina. È da notare che la località ligure ospiterà l’esordio del campionato in Europa. Federico Delunas, direttore generale di Bunch srl, ha dichiarato: “La presenza come protagonista di questo importante appuntamento è quasi d’obbligo per Bear, perché richiama immediatamente l’autenticità del brand e conferma la nostra leadership nel mondo longboard”.

www.italianprowlt2011.com

N. 8 / 2011

La 3a Sagra Dea Toea all’insegna del riciclo

8

Il 30 settembre e l’1-2 ottobre 2011 torna al Wave Park di Mogliano Veneto (TV) la Sagra Dea Toea, organizzata dall’ASD Mogliano HC Skateboarding e giunta alla sua terza edizione. Una tre giorni di contest skate per categorie professionistiche e non, rail contest di snowboard su pista sintetica (neveplast), demo inline skate e BMX, concerti e dj set, esposizioni artistiche e live performance in un contesto da sagra di paese. L’edizione 2011 sarà incentrata in particolare sulla necessità di estendere l’importanza del riciclo e della raccolta differenziata. Le stesse materie prime di cui è costituito il Wave Park sono state recuperate e riciclate, come anche lo Skatepark di Mestre e parte dell’Oasi Skatepark di Marina di Ravenna. Durante la Sagra saranno così presenti stand di riciclo creativo, a testimonianza del fatto che questa pratica sta prendendo sempre più piede in una società che ha bisogno di nutrirsi ed educarsi attraverso esempi positivi. Inoltre un Mercatino dell’usato sarà aperto a tutti: una vera opportunità per chi possiede un paio di truck, una vecchia tavola da snowboard o un paio di pantaloni che non usa più. Tali oggetti avranno uno spazio appositamente allestito per la vendita.

Sei cuffie speciali Skull Candy per celebrare i 5 anni in Italia Skullcandy festeggia i suoi 5 anni di attività in Italia con un’iniziativa all’altezza del suo inconfondibile stile. Negli uffici di Park City sono state prodotte 6 cuffie “one of a kind” per celebrare il lavoro, l’impegno e la dedizione del Core Team Italiano che fin dall’esordio del marchio nel nostro Paese ha contribuito alla sua crescita e affermazione. Il modello di cuffia prescelto per questa operazione non poteva che essere l’Aviator Roc Nation, prodotto che per Skullcandy rappresenta l’eccellenza nella sua gamma. Questi i nomi dei Team Rider e artisti che in questi giorni si sono visti recapitare la propria Aviator Pro Model. Nelle foto in senso orario: Enrico Cavada e Simon Gruber (snowboard), Lorenzo Castagna (surf), Marco Lambertucci, (skate), Ale Barbero (BMX) e Dj Fede (music). Foto: Francesca Zarroli.

DISTRIBUITO DA: Wood Morning - 06.43251922 - wmorning@gmail.com

Gillo: tra conferme e novità dai prodotti ai testimonial

news

|

DC e Protest partner del GoPro Festival DC e Protest supporteranno il GoPro Festival, un evento che mira a coinvolgere tutti gli appassionati di action sport collegati all’acqua, all’asfalto, alla neve, alla terra e all’aria. Tutte le persone, di ogni sesso ed età, professionisti come amatori, possono partecipare a questo concorso e inviare i propri filmati girati con telecamere GoPro. Il pubblico, tramite votazioni e commenti, insieme a una commissione interna, sceglierà i video che si qualificheranno per il gran finale del 22/23 ottobre a Milano Marittima (RA). In questa data si svolgeranno infatti le proiezioni dei migliori video selezionati. In palio fantastici premi messi a disposizione dagli sponsors dell’evento. Per la categoria Surf, Quiksilver offrirà una Boardrider Week a Hossegor per una persona: soggiorno e lezioni di surf con i professionisti internazionali (www.boardriders-week.com). Per la categoria Snow Quiksilver invita all’anteprima The art of the flight per 2 persone con 2 video omaggio (www.artofflightmovie.com) oltre a un completo Travis Rice o casco e maschera Travis Rice per una persona.

www.goprofestival.com

Murder presenta un set di 4 nuove tavole e ruote Le novità in casa Gillo, marchio eyewear disegnato e prodotto interamente in Italia, non mancano mai. L’estate 2011 ha visto il brand riconfermare la sua collaborazione con il big wave rider Eugenio Barcelloni (foto sopra) e stringere un nuovo accordo di sponsorizzazione con l’atleta SUP Corinna Betti. Sul fronte prodotti, invece, il marchio propone per il 2012 ben 5 nuovi modelli di cui 4 ARTcollection in edizione limitata. In collezione anche l’occhiale Cobra, con lenti dalle caratteristiche pressochè introvabili nel mercato. Tra le novità spiccano i modelli Bobber (nella foto in alto un particolare delle aste) e CDC (in turchese) della Artcollection. Sono caratterizzati da design classico e presentano un lavoro di incisione sulle aste con il disegno stile graffiti che mette in risalto la componente artigianale del lavoro svolto da Michele Ceribelli. La montatura è in acetato di cellulosa della Mazzucchelli, a strati bicolor di massi-

ma qualità in diverse colorazioni. Le lenti base 6 e base 8 in resina CR39 Carl Zeiss by Sola Sunlens con trattamento antigraffio presentano una chiarezza nella visione superiore a quelle in policarbonato o nylon comunemente usate su occhiali sportivi iniettati. I due modelli sono inoltre dotati di lenti Polaroid XOOR XN base 6 polarizzanti, American standard, con trattamento antigraffio ed eliminano la riflessione della luce, comode anche alla guida eliminando il riflesso sul parabrezza delle vetture che ci precedono. Altri dettagli sono le cerniere in acciaio a tre perni che offrono resistenza a snervamento e rottura. Sono disponibili dallo scorso luglio a un prezzo consigliato di 290 euro in circa 30 punti vendita tra Italia, Australia e Giappone. Come tutti gli occhiali Gillo, anche questi sono garantiti 4 anni dalla data di acquisto.

Oltre all’abbigliamento, un paio di anni orsono il marchio Murder ha lanciato una linea di skate hardware che ha riscosso subito un buon successo sul mercato. Il brand presenta ora la nuova linea di tavole e di ruote, caratterizzate dalle tipiche grafiche by Officina Infernale. Si tratta della nuova serie The Company, disponibile nelle misure 7.8", 8", 8.125" e 8.2" Hi Concave, e del set di ruote da 51, 52, 53 e 54 mm.

www.gillo.it - www.micheleceribelli.it

Un modello Chukka firmato Vans e Italian Independent

INFO: Green Records 049.8753780 - info@murder.it

Nasce il nuovo progetto di comunicazione Eclectik Vans e Italia Independent, marchio fondato da Lapo Elkann, hanno presentato in anteprima mondiale l’8 settembre, durante la Vogue Fashion Night Out milanese, la scarpa Independent Chukka. La sneaker, proposta in edizione limitata di 600 esemplari, nasce dalla reinterpretazione di Italia Independent del modello Chukka, considerato un classico che ben rappresenta lo stile senza tempo di Vans. In commercio da settembre 2011 e distribuita esclusivamente attraverso i canali Italia Independent, ha un prezzo al pubblico di 245 euro. Durante la serata, svoltasi al Banner di Milano, sono state inoltre vendute, al prezzo di 50 euro, delle cinture in plastica biodegradabile con fibbia in ottone spazzolato realizzate ad hoc per l’occasione. Parte del ricavato dalle vendite effettuate durante la serata è stato devoluto

all’associazione “Adotta un albero”. La scarpa è realizzata in kevlar grigio spalmato ceramica. La parte frontale della sneaker è invece realizzata in tessuto a doppia frontura, mentre i rinforzi della scarpa, così come tutti i punti in cui la sneaker si usura con più facilità, sono realizzati in pelle oleata. Ai lati sono riportati i loghi di Italia Independent e di Vans, mentre sul retro è visibile la scritta “Be Independent”. I lacci delle sneaker riportano il claim di Italia Independent “essere indipendenti è scrivere ogni giorno la propria storia” in lingua inglese, mentre la suola è proposta nella versione Italian Flag per un piede e American Flag reinterpretata nei colori della bandiera italiana per l’altro. Quella con Vans è la prima collaborazione internazionale di Italia Independent che su questo progetto ha lavorato in team con Renato Montagner.

Eclectik – We Communicate è il nuovo progetto di gestione e comunicazione per snowpark ed eventi action sport, organizzazione camp e prodotti turistici. Nato a settembre (spinoff di YouRide) da un’idea dei due fondatori Davide Giglia e Maurizio Biazzi, Eclectik vuole porsi come un progetto per l’appunto eclettico, senza steccati, senza paura e senza limiti. La sede sarà Bardonecchia, nello snowpark, i collaboratori invece gli amici di Doors Snowpark Structures e Superfly Snowboard School, senza dimenticare poi gli sponsor Spy Optics e Burton Snowboards.

info@eclectik.it - www.eclectik.it


|

Tom Wallisch testimonial anche per i caschi Scott

Scott ha annunciato un accordo ancora più stretto di collaborazione con Tom Wallisch. Tom, votato come sciatore dell’anno dal Freeskiers Magazine e vincitore dell’ambito premio Powder Magazines Reader Poll Award come miglior sciatore maschile, sarà così testimonial oltre che degli sci anche dei caschi wintersport Scott. Il marketing manager della Scott US, Adam Greene, ha sottolineato il ruolo fondamentale di Tom sia in termini d’immagine e comunicazione per il brand Scott, che per lo sviluppo prodotti: “Avere Tom nel nostro team è molto importante per Scott. È indispensabile per la nostra azienda avere atleti che si trovano al top della loro carriera come Tom, grazie ai quali riusciamo a migliorare in continuazione i nostri prodotti. Consideriamo Tom parte fondamentale per quello che Scott potrà fare in futuro”. Wallisch da parte sua ha dichiarato: “I nuovi caschi sono spettacolari, incredibilmente leggeri e con un design fantastico. Confido nei prodotti Scott e non potrei essere più felice di poter indossare questi nuovi caschi”.

Santa Cruz presenta il Team Italia 2011/12

Dopo un’estate passata sui ghiacciai, dedita agli allenamenti e a girare qualche bel filmato, i componenti del Team Santa Cruz, guidati come sempre da Devid De Palma, sono già pronti a dare il via alla stagione invernale alle porte, con ai piedi, naturalmente, le nuove tavole Santa Cruz 2011/12. Il nuovo team è composto da 5 rider. Dietro al team manager Devid De Palma, in carica già da 4 anni e team rider da 11, ci sono Dadino Colturi, 20 anni di Bormio e membro del team internazionale, Matteo Noire, 20 anni di Torino, di ritorno da un giro in Nuova Zelanda e California, il giovanissimo rookie Emiliano Lauzi e la new entry del team Alberto Nevola, messosi in mostra al Vans Shop Riot. Per vedere alcuni filmati girati durante l’estate a Les 2 Alpes dai rider Santa Cruz si veda anche la pagina facebook di Santa Cruz Italia. In fatto di prodotti, la Flaming Dot (foto a destra) è uno dei modelli preferiti dai pro rider Santa Cruz, compresi gli atleti del team italiano. Tavola eccellente, è un twin tip con soletta 3D e rocker, oltre ad

essere rinforzata con fibre biassiali. La soletta concava – che utilizza la tecnologia Santa Cruz “Bevel Skate Concave” è stata studiata appositamente per i Pro dei Rail e per gli atterraggi “potenti”.

N. 8 / 2011

10

|

iSkipass: in arrivo la versione italiana Movincom, il consorzio per la promozione degli acquisti via cellulare, ha recentemente siglato un accordo con Skidata, azienda specializzata nello sviluppo di sistemi di gestione ticketing che ha elaborato iSkipass, un applicativo iPhone per l'acquisto di skipass in mobile payment. L’accordo, preso insieme al partner tecnologico Ubiquity, prevede la realizzazione della versione iSkipass Italia, da rendere presto disponibile sul territorio nazionale attraverso il sistema di acquisto e pagamento mobile multiesercente Bemoov. iSkipass Italia permetterà ai clienti delle stazioni sciistiche che si doteranno di questo sistema di acquistare il proprio skipass utilizzando il cellulare, senza dover fare lunghe code in biglietteria o aver bisogno di un computer collegato a internet. L’acquisto via cellulare si presta anche ad acquisti d’impulso e dell’ultimo minuto, per vacanze facili e senza problemi. Nella prima fase di lancio, alle stazioni sciistiche che adotteranno la soluzione iSkipass Italia e si assoceranno al Consorzio, Skidata e Movincom riserveranno condizioni di favore per connettersi alla piattaforma di vendita skipass e di pagamento mobile veicolato tramite Bemoov.

Red Bull Manny Mania, Marconato protagonista

DISTRIBUITO DA: Boardcore - 02.69017189 - info@boardcore.it

Scotty Lago firma con Flow per altri tre anni

Fergal Smith nel team surf europeo di Nixon

Nixon ha recentemente dato il benvenuto nella propria squadra europea di surf all’irlandese Fergal Smith. Fergal, che faceva già parte del programma Nixon da qualche anno, è stato accolto a braccia aperte dai suoi colleghi professionisti che hanno votato per la sua promozione. Largamente riconosciuto come uno dei più dinamici surfer d’Europa, Fergal, dopo avere domato le onde delle coste irlandesi, come Aileens e Rileys, ha viaggiato in lungo e in largo nel mondo alla ricerca dell’onda perfetta. “Essere accolto dai compagni di squadra e fare il salto verso la squadra europea di surf è davvero un onore per me. Da quando sono approdato qui Nixon mi sostiene al cento per cento e mi sento carico per passare al prossimo livello. É davvero bello sapere che con il proprio impegno uno può arrivare a questo livello”, è stato il commento di Fergal. Attualmente impegnato in una lunga tournée nell’emisfero australe, con tappe in Australia, Indonesia, Fiji e Tahiti, il surfer irlandese si sta creando una reputazione notevole. Franck Corberry, marketing manager di Nixon Europa, ha commentato: “Sono un po’ di anni che Fergal ci dà dentro alla grande e questo segnale di riconoscimento che gli arriva dai colleghi è una testimonianza del suo incredibile talento nell’acqua e della sua personalità unica in generale”.

news

Pluricampione agli X-Games e medaglia di bronzo di Halfpipe alle olimpiadi di Vancouver 2010, Scotty Lago ha rinnovato la collaborazione con Flow Snowboarding per altri 3 anni. Continuerà dunque ad utilizzare la sua tavola “Quantum Signature Series”, con la quale sarà tra i protagonisti dell’atteso video “The Art Of Flight” che viene premiato anche in Italia questo autunno. Scotty, che

gira per Flow dal 2003 e che in sinergia con il marchio ha sviluppato svariati prodotti, ha dichiarato: “Non potrei essere più felice. Uso tavole, attacchi e scarponi Flow da quando sono pro e sono i migliori. Non riesco a immaginare un supporto migliore per raggiungere i miei obiettivi”.

www.flow.com

Nuovo sito e grafiche Jibboard e Parkboard per Lobster Dopo gli ultimi ritocchi estivi i fratelli Helgasons hanno finalmente lanciato le grafiche per le nuove tavole Lobster in edizione limitata, la Jibboard STD e la Parkboard Troublemaker. Eiki e Halldor hanno collaborato con l’artista olandese Michiel Walrave sia nella realizzazione delle nuove illustrazioni che nella progettazione del nuovo sito web. Basta cliccare sul sito lobstersnowboards.com per guardare i video e scoprire tutte le specifiche tecniche delle tavole Lobster, il secondo marchio al mondo a utilizzare il brevetto Triple Base Technology su tutta la gamma. Le tavole Lobster si trovano in vendita solo in pochi e selezionati core shop italiani: 100-ne Rovereto e 100-ne Trento in Trentino, Fakie Shop e Fakie Tech in Alto Adige, Prosport in Veneto, Margot e Minoia in Lombardia, Staff Store e Fresh Farm in Emilia Romagna, Bassa Pressione e Verticale in Toscana, Hotline nel Lazio.

Francesco Marconato, 23enne di Istrana (TV), il 20 agosto a New York ha rappresentato con successo il nostro paese alla finale mondiale del Red Bull Manny Mania, il primo evento internazionale di skateboard interamente dedicato al manual, il celebre trick nato da Joey Brezinski, e dedicato agli skater no pro. Giunto primo all’evento di qualifica nazionale svoltosi il 3 luglio a Ostia, si era guadagnato per la seconda volta consecutiva la possibilità di giocarsi le finali mondiali con altri 31 skater. Un’occasione che ha sfruttato al massimo, visto il secondo posto alle spalle del solo Sewa Kroetkov, olandese di 20 anni che non ha lasciato scampo a nessuno. “Che giornata fantastica! Gareggiare con tutti questi ragazzi di ogni parte del mondo è stato incredibile e davvero non mi aspettavo di arrivare in finale. Complimenti a Sewa. Che altro posso dire? Sono gasatissimo per il mio secondo posto e spero lo siano anche i miei amici in Italia”. Queste le prime, emozionate parole di Francesco. La sua presenza sul podio il 20 agosto è la prova che il Red Bull Manny Mania mantiene quanto promette, offrendo agli skater non professionisti la chance di una ribalta internazionale, oltre al privilegio, per il vincitore finale, di partecipare il 21 agosto, sempre nella Grande Mela, all’esclusivo contest Red Bull Manny Mania Pro, dedicato agli skater professionisti. Lo stesso Sewa infatti non si è limitato a vincere l’evento dei no pro, ma ha incantato anche la giuria del contest dei pro, conquistando un clamoroso secondo posto dietro lo stesso Joey Brezinski, giunto alla sua terza vittoria in cinque anni.

www.redbullmannymania.com www.redbullcontentpool.com


news

| n

TUTTI GLI APPUNTAMENTI FIERISTICI DEI PROSSIMI MESI

09

30-02

ALTA QUOTA

Bergamo, Italia

Fiera trade/Montagna, turismo e sport

ENTE FIERA PROMOBERG

+39.353230911

info@promoberg.it

promoberg.it

10

01-09

SALONE NAUTICO

Genova, Italia

Fiera consumer/Nautica

FIERA DI GENOVA - UCINA

+39.010.53911

boatshow@ucina.net

genoaboatshow.com

11-12

EUROPEAN OUTDOOR FORUM

Annecy, Francia

Meeting/Outdoor

OUTDOOR SPORTS VALLEY

+33.4.50675391

clive@europeanoutdoorforum.com

europeanoutdoorforum.com

12-13

FILO

Milano, Italia

Fiera consumer/Filati e fibre

ASSO SERVIZI BIELLA

+39.015.8483271

info@filofair.com

filo.it

19-23

METRO SKI AND SNOWBOARD SHOW

Londra, Gran Bretagna

Show ski e snowboard

DMG WORLD MEDIA

+44.20.85152036

29-01

SKIPASS

Modena, Italia

Fiera trade/Turismo invernale e attr. sportive

STUDIO LOBO

+39.0522.631042

info@studiolobo.it

skipass.it

29-06

HANSEBOOT

Amburgo, Germania

Fiera consumer/Nautica

MESSE HAMBURG

+49.40.35692491

hanseboot@hamburg-messe.de

hamburg-messe.de

30-01

MENDIEXPO

Irun, Spagna

Fiera trade/Outdoor

FUNDACION FICOBA

+34.943.667788

08-13

EICMA

Milano, Italia

Fiera consumer/Ciclo - Motociclo

EICMA

+39.02.6773511

eicma@eicma.it

eicma.it

09-11

LINEAPELLE

Guangzhou, Cina

Fiera trade/Pelletteria

LINEAPELLE

+39.02.8807711

milano@lineapelle-asia.com

lineapelle-asia.com

10-13

SPORT LIFE

Brno, Repubblica Ceca

Fiera consumer/Abbigliamento sportivo

VELETRHY BRNO

+420.541.152624

sport-life@bvv.cz

sport-life.cz

11-13

NATURIVA

Madrid, Spagna

Fiera consumer/Neve, montagna, ecoturismo

EXIVIA

+34.91.7225074

21-22

PERFORMANCE DAYS

Monaco, Germania

Fiera trade/Abbigliamento sportivo

DESIGN & DEVELOPMENT GMBH

+49.89.939460-0

info@performancedays.eu

performancedays.eu

24-25

PERFORMANCE DAYS

Annency, Francia

Fiera trade/Abbigliamento sportivo

DESIGN & DEVELOPMENT GMBH

+49.89.939460-0

info@performancedays.eu

performancedays.eu

26-27

MODA PRIMA

Milano, Italia

Fiera trade/Moda

PITTI IMMAGINE

+39.055.3693223

modaprima@pittimmagine.com

pittimmagine.com

03-11

MOTOR SHOW

Bologna, Italia

Fiera consumer/Auto e moto

PROMOTOR INTERNATIONAL

+39.051.6451011

segreteria@motorshow.it

motorshow.it

03-11

SALON NAUTIQUE

Parigi, Francia

Fiera trade/Nautica

REED EXPOSITIONS FRANCE

+33.1.41904710

info@nautique.com

salonnautiqueparis.com

07-10

THE RUNNING EVENT

Austin, Texas, (USA)

Fiera trade/Running

FORMULA4 MEDIA

+1.516.3054710

msullivan@formula4media.com

therunningevent.com

10-13

PITTI UOMO

Firenze, Italia

Fiera trade/Moda maschile

PITTI IMMAGINE

+39.055.36931

uomo@pittimmagine.com

pittimmagine.com

10-13

PITTI w_woman

Firenze, Italia

Fiera trade/Moda femminile

PITTI IMMAGINE

+39.055.36931

uomo@pittimmagine.com

pittimmagine.com

16-19

COUROMODA

San Paolo, Brasile

Fiera calzature/Pelletteria

+55.11.3897.6100

couromoda.com.br

couromoda.com.br

18-20

BREAD & BUTTER

Berlino, Germania

Fiera trade/Striking brands

BREAD & BUTTER

+49.30.400440

visitors@breadandbutter.com

breadandbutter.com

19-21

BRIGHT

Berlino, Germania

Fiera trade/skate & streetwear

BRIGHT GMBH

+49.69.66962157

hello@brighttradeshow.com

brighttradeshow.com

19-21

PITTI BIMBO

Firenze, Italia

Fiera trade/Moda bimbi

PITTI IMMAGINE

+39.055.36931

bimbo@pittimmagine.it

pittimmagine.it

19-22

OUTDOOR RETAILER

Salt Lake City, Utah (USA)

Fiera trade/Outdoor & ski

NIELSEN BUSINESS MEDIA

marisa.nicholson@nielsen.com

outdoorretailer.com

21-29

BOOT

Dusseldolf, Germania

Fiera trade/Sport acquatici

MESSE DUSSENDOLF

+49.211.4560.900

info@boot-online.de

boot.de

22-23

SWESPORT

Stoccolma, Svezia

Fiera trade/Art. e macchinari sportivi

KISTAMĂ„SSAN

+46.8.50665000

info@kistamassan.com

kistamassan.com

26-29

FESPO

Zurigo, Svizzera

Fiera consumer/Vacanza e tempo libero

WIGRA EXPO

+41.44.487.4330

info@fespo.ch

fespo.ch

26-29

SIA SNOWSHOW

Denver, Colorado (USA)

Fiera Trade/Winter sports

SNOWSPORTS INDUSTRIES AMERICA

+1.703.5569020

SIAmail@snowsports.org

snowsports.org

29-01

ISPO MUNICH

Monaco di Baviera, Germania Fiera trade/Winter sports - outdoor

MESSE MUENCHEN

+49.89.9491.1388

info@ispo.de

ispo.com

11

12

01

metrosnow.co.uk

mendiexpo.ficoba.org

feriaesqui.com

N. 8 / 2011

|

11


|

video

|

ECCO ALCUNE DELLE PRINCIPALI USCITE VIDEO DI QUESTI MESI

Surf & snowboard movies: 1, 2, 3, action! A CURA DI

DEFENDERS OF AWESOME

SIMONE BERTI

Dopo diversi spezzoni trailer consegnati alla pagina Facebook del brand di Seattle, è uscito in questi giorni il nuovo company video di Capita. Presenti all’appello tutti i global team riders Capita: Jess Kimura, Phil Jacques, Dan Brisse, Dustin Craven, Laura Hadar, Cale Zima, Brandon Cocard, TJ Schneider, Andrew Burn, Mike Revelson e Scott Stevens.

Tra l’estate e l’inizio della stagione invernale si concentrano la maggior parte delle uscite video nel mondo surf e snowboard. Oltre al bel video Oxbow “Walls of Perception” (tutte le info nell’articolo a pagina 23), da segnalare anche la nuova produzione Rip Curl “Float”, girato nell’arcipelago polinesiano con i migliori surfer del Team International. Numerose tra settembre e ottobre le video premiere a tema snowboard. Fra le varie proposte vi sono i team video di Capita, “Defenders of Awesome”, e di Flow, “Snowboarding Was Here”, “It’s a movie” con la crew Yes Snowboards, “Vapen Session”, serie di corti girati in Norvegia con il team Nike snowboard, “Vacation” proposto da Special Blend, Forum e Foursquare e il nuovo prodotto Absinthe Films, presentato in un tour europeo: “twel2ve”. Esce invece dagli schemi action il video by Element “Eden: The Story of Element Eden”. Immancabile come ogni anno il lancio del film Burton “Standing Sideways”. Infine, dopo lo strepitoso “That’s it, That’s All” del 2008 è grande l’attesa in Italia per la premiere dell’ultima opera con Travis Rice firmata Quiksilver: “The Art of Flight”. Di seguito alcuni approfondimenti su questi video, rimandiamo ai prossimi numeri per una recensione delle altre uscite.

Il nuovo Team Video di Flow Snowboarding propone fra i protagonisti Scotty Lago, Tim Humphreys, Mike Basich, Ian Thorley, Scott Brown e tanti altri componenti del team. In questi giorni si stanno succedendo le varie premiere in tutto il mondo. L’opera è in free download a partire dal 10 settembre su www.flow.com.

N. 8 / 2011

Il video surf firmato Rip Curl ha richiesto ben 6 mesi di riprese lungo tutto l’arcipelago polinesiano. Protagonisti alcuni dei più bravi surfer di fama mondiale del Team International Rip Curl, che si sono dati alla ricerca delle migliori onde del pianeta: Dean Brady, Dillon Perillo, Bruno Santos, Matt Wilkinson, Taylor Knox, Owen Wright e Mick Fanning. La video premiere italiana si è svolta sabato 30 luglio a Santa Severa durante l’Italia Surf Expo 2011. Le immagini sono state proiettate direttamente sulle mura del castello Odescalchi che domina la spiaggia.

12

IT’S A MOVIE Il nuovo video della crew Yes Snowboards è stato presentato nell’anteprima italiana da Romain De Marchi e JP Solberg in persona, il 12 settembre a Milano insieme alla premiere di Twel2ve, il nuovo lavoro Absinthe Films. DCP, Romain De Marchi, JP Solberg, Tadashi Fuse, Benji Ritchie, Helen Schettini, Mikee Pederson, Madison Ellsworth, Stian Solberg e Frank April sono i rider protagonisti del video che deve ancora concludere il tour di anteprime nel mondo.

VAPEN SESSION Un kicker e il team Nike snowboard. Il Vapen Session propone una serie di video realizzati a Strandafjellet, Norvegia, ispirati da fortissimi riders come Nicolas Muller e Gigi Ruf. Ai piedi degli snowboarder il boot Nike 6.0 Vapen.

VACATION

FLOAT

THE ART OF FLIGHT

WAS HERE

EDEN: THE STORY OF ELEMENT EDEN Partiamo tuttavia da un video differente da tutti gli altri: il cortometraggio di Element si discosta dalla scena action, proponendosi d’ispirare tutte le ragazze a trovare un punto di vista diverso rispetto allo standard imposto, a trovare una propria strada. Diretto da Amber B Dianda, collaboratrice Element dal 2006, il filmato vuole documentare personaggi, storie e prodotti che hanno caratterizzato il percorso del brand utilizzando una colonna sonora molto originale.

De Marchi, JP Solberg, Annie Boulanger, Lucas Debari, Johnnie Paxson, Bode Merrill, Dan Brisse, Sylvain Bourbousson e Mat Schaer. Ottimo riscontro di pubblico per la premiere italiana di Milano, andata in scena in versione blu-ray il 12 settembre presso l’Anteo SpazioCinema con signing session e after party a seguire, grazie al supporto di Redbull, CoreNetwork, SnowboardMag e Pleasures Shop.

Vacation è il video realizzato da Special Blend, Forum Snowboards e Foursquare, che verrà presentato in tutta Europa grazie all’European Movie Tour 2011. Numerosi i rider che hanno partecipato alle riprese: Alek Oestreng, Andreas Wiig, Austen Sweetin, Cameron Pierce, Daniel Ek, Jake Welch, Mario Kaeppeli, Nic Sauve, Niko Cioffi, Pat Moore, Peter Line e Stevie Bell. Diverse le aziende che hanno invece contribuito in vario modo alla realizzazione del lungometraggio: Burton, Gravis, Analog, Red, Anon, The Program e Channel Islands.

Air al cardiopalma in backcountry, discese vertiginose dalle vette più remote e paesaggi mozzafiato, tutto in HD: questo è The Art of Flight, la perfetta combinazione tra narrazione ed action più puro, catturato a regola d’arte con le più avanzate attrezzature cinematografiche. Prodotto da Red Bull Media House in associazione con Brain Farm Digital Cinema e in collaborazione con Quiksilver, il movie diretto da Curt Morgan, con Travis Rice protagonista principale, ha debuttato il 7 settembre in anteprima mondiale al Beacon Theatre di New York City, in occasione dell’edizione inaugurale del Quiksilver Pro New York, circuito ASP World Tour. Dopo la premiere nella Grande Mela The Art of Flight sarà proiettato ancora in USA e Canada, per poi viaggiare verso Corea del Sud, Nuova Zelanda, Australia e infine Europa. L’anteprima italiana è prevista il 13 novembre al cinema Orfeo di Milano.

LA PLATEA DELL’ANTEPRIMA ABSINTHE E YES ALL’ANTEO DI MILANO.

STANDING SIDEWAYS La nuova opera firmata Burton presenta l’ennesima lista di team riders dal talento eccezionale, che siano stelle già brillanti o nascenti. Così fra i protagonisti troviamo Terje Haakonsen, Nicolas Muller, Jussi Oksanen, Jeremy Jones, Danny Davis, Mikey Rencz, Frederik Kalbermatten, Keegan Valaika, Mikkel Bang, Kazu Kokubo, Mark Sollors, Zak Hale, Mark McMorris, Ethan Deiss, Alex Andrews e Stephan Maurer. Il tour di presentazione fa tappa negli USA, in Giappone ed Europa. La premiere italiana di Standing Sideways si è svolta giovedì 22 settembre ai Magazzini Generali di Milano, dove Mark Sollors, Danny Davis, Mikkel Bang, Seppe Smits e Mikey Rencz hanno presentato il video davanti a oltre 1500 persone.

TWEL2VE Il tour di presentazione è partito a settembre e il lussuoso bus della crew ha toccato l’Italia il 12, a Milano. Twel2ve è il nuovo incredibile lavoro firmato Absinthe Films, che come ogni anno non risparmia nessuno e mostra resort e backcountry inimmaginabili attraverso epic action di pro internazionali come Gigi Rüf, Nicolas Müller, Wolfgang Nyvelt, Romain

LA PRESENTAZIONE DI STANDING SIDEWAYS AI MAGAZZINI GENERALI.

ALCUNE CLIP DEL VIDEO THE ART OF FLIGHT.


| prodotti fw 11/12 | ASHbury kALeIdOScOPe

SMItH OPtIcS deLAney

dc nevAdO JAcket

e WArLOck cOLLectIOnS Impermeabile, termico e traspirante, la giacca Nevado unisce il meglio della tecnologia DC a uno stile long fit. Disponibile in 4 varianti colori, questo modello presenta impermeabilità all’acqua fino a 15.000 mm, asciutto e comfort per tutto l’inverno. Le cuciture sono nastrate, per isolare e proteggere il capo dalle infiltrazioni. È inoltre dotata di ghetta per l’allacciamento ai pantaloni, ghette per le mani, zip ascellari, tasche per lettore MP3 e elastico di sicurezza per le chiavi. Prezzo al pubblico consigliato: 319 euro.

Il design autentico e inconfondibile della nuova collezione eyewear di Smith Optics è in grado di conquistare i fan dello stile più cool. Le nuove montature da vista colpiscono con una personalità vincente e irresistibile, come il modello Delaney. Questo occhiale presenta giochi grafici e volumi sinuosi per la montatura da vista in acetato dalla forma rettangolare, movimentata da tonalità bi-color e dal dettaglio metal sulle aste. Femminili le colorazioni: nero/cristallo, blu, bianco, rosa, avana/nero e viola.

dIStrIbuItO dA

Ashbury realizza prodotti eyewear destinati ai rider e interamente fabbricati in Italia, caratterizzati da linee semplici, cura dei particolari e uno spiccato style retro. Ogni modello di maschera Ashbury viene severamente testato dal team internazionale che vanta nomi di tutto rispetto come Nima Jalali e Jon Kooley. Per la stagione FW 11/12 due sono le linee disponibili in tantissime varietà di colori e grafiche: l’intramontabile Kaleidoscope e la Warlock. Le caratteristiche tecniche comuni comprendono lente silver mirror in dotazione, doppia protezione anti-nebbia e anti-graffio, ventilazione sul tutto il perimetro della maschera, morbido interno rosso ipoallergenico, lenti con tecnologia snap fitTM per un semplice cambio, compatibilità con casco, protezione UVA/UVB/UVC 100% e lente gialla gratis inclusa. Ciò che invece differenzia sostanzialmente i modelli sono lo shape del frame e la sagomatura ergonomica per il naso presente nelle Kaleidoscope. d IStrIbuItO dA

california Sport 011.9277943 info@californiasport.it

Safilo (divisione sport) 0496.985111 smith@safilo.com

APO StArSky

dIStrIbuItO dA

Wood Morning 06.43251922 wmorning@gmail.com

brIkO POcket

dIStrIbuItO dA

fOruM Peter LIne cOLLectIOn

Sport Agency 039.790600 info@burton.it

Per la stagione FW 2011/12 Forum Snowboards propone un outfit perfetto per il grande ritorno sul cortile di scuola. Si chiama Peter Line, una piccola collezione di pezzi creati in collaborazione con la leggenda dello snowboard e artista Peter Line. Un esempio lo forniscono i modelli in foto: la t-shirt Peter Line KittyTitty e la giacca in ecopelle Peter Line, con i capolavori di Peter stampati direttamente sulla fodera interna.

ScOtt SerIO d30

N. 8 / 2011

Back protector a 7 placche, con la placca sul coccige estraibile per le persona con il tronco del corpo più corto. Risulta comodo e contenuto nei volumi, eccelle nel valore protettivo grazie all’inserto in D3O applicato sotto il guscio plastico. La massima protezione insieme a un elevato comfort e un’estrema leggerezza. Casco realizzato per i bambini che vogliono divertirsi senza rinunciare a comodità, al divertimento e ai loro personaggi dei cartoni preferiti. Leggerezza e sicurezza contraddistinguono la linea Pocket, novità della stagione invernale. Un design nuovo e studiato per i piccoli sciatori, accompagnato da grafiche colorate e esclusive, come quella Walt Disney ispirata alle principesse, a Minnie e ai personaggi di Cars. Il sistema di regolazione Roll Fit System garantisce massimo comfort e la possibilità di regolare il casco anche in movimento. La calotta presenta costruzione in ABS con tecnologia BHPTR (Briko High Performance Thermoplastic Resin) e orecchie morbide. Disponibile nelle taglie 44-54. Certificazione EN 1077.

d IStrIbuItO dA

briko 0321.88191 info@briko.com

14

tHIrtytWO LASHed ft dIStrIbuItO dA

Acerbis Italia 035.756144 infosport@acerbis.it

fLuX dMcc-Light Diciannove anni di esperienza freestyle in casa Flux culminano nel DMCC-Light, l’attacco ultraleggero dalle performance eccezionali. Lo spoiler Alpha Highback è snellito del 35% rispetto ai tradizionali spoiler ed è rivisitato nelle geometrie per ottimizzare il trasferimento della pressione all’archetto posteriore. La nuova Alpha Base, completamente ridisegnata per contenere il peso e rinforzare i punti critici, è arricchita con Super Carbon Blend 15%, per un morbido tocco skate style. Le viti in titanio e il nuovo puntale FMT Monocoque completano l’opera di perfezionamento di questo attacco dove nulla è lasciato al caso. Disponibile nelle misure S, M, L.

Lo Starsky è un twin tip classic camber dal flex medio, in grado trasformare la montagna in un gigantesco park; è resistente e allo stesso tempo offre la massima confidenza già dalla prima run come su qualsiasi terreno. L’anima dello sci Betacore, più densa in corrispondenza degli attacchi, è compresa tra 4 strati in fibra di vetro, due superiori e due inferiori, organizzati ortogonalmente, per migliorare risposta e presa di spigolo. Anche la soletta non è da meno, la veloce Sintered 4000 lavorata con pietra diamantata. Lo Starsky non teme confronto ed è disponibile nelle misure 161, 167, 172, 179 e 185.

dIStrIbuItO dA

Wood Morning 06.43251922 wmorning@gmail.com

Se si poteva aggiungere qualcosa al Lashed per renderlo ancora più speciale i tecnici 32 ci sono riusciti. L’allacciatura FastTrack permette di stringere separatamente la porzione superiore dello scarpone da quella inferiore, consentendo una chiusura immediata, efficace e modulabile. Nuove soluzioni rendono il Lashed più leggero e resistente, come la suola STI Evolution FoamTM e la scarpetta interna termoformabile rinforzata, dotata dell’innovativa chiusura a velcro per la parte superiore. Lo scafo presenta Articulating Cuff e 3D Tongue. Due i pro model del Lashed per Jon Kooley e Chris Bradshaw. Flex: 5/10. Disponibile nei colori black, black/white, blue, red, royal e white.

APO e

32

dIStrIbuItI dA

friendistribution 0564.21366 info@friendistribution.it


| prodotti fw 11/12 |

La Evil Twin Artist Edition è la regina in casa Bataleon, sia a livello tecnico che nel design. Come se non bastasse per la nuova stagione invernale la Evil Twin subisce un importante lifting rimodellante, tanto da essere stata eletta da Transword snowboarding come la tavola del mese. Shape e flex twin tip mettono in risalto le proprietà del Twin TBTTM, efficace in park, stabile negli atterraggi e sui rail, ma altrettanto funzionale in condizioni all mountain grazie all’anima Core Core rinforzata dal Tri-ax Laminate, che la rende precisa e affidabile. Scorrevolezza e velocità sono invece garantite dalla soletta Sintered con elevata capacità di assorbimento della sciolina per essere sempre al top dell’efficienza. Come tutti gli anni Bataleon realizza l’Artist Edition in collaborazione con artisti e creativi per dare vita a una grafica originale e d’impatto: per il 2012 la firma è di Petrovsky & Ramone.

beAr fW 2011/12 cOLLectIOn

bOXfreSH fOOtWeAr fW 2011/12

Le onde dell’oceano californiano, i colori brinati dell’inverno mite riflessi sulle coste di Hermosa Beach, il profumo dei pancakes e del caffè caldo dopo il surfing mattutino: questo è l’autunno-inverno 2011/12 secondo Bear, il ritorno alla golden age del surf californiano. Le declinazioni cromatiche di blu, grigio e avio nei check invecchiati dal tempo e dall’usura vivono sulle over shirts used arricchite da stampe e applicazioni ricamate. La cultura della West Coast, in cui Bear affonda le radici e trae ispirazione, si fonde con le luci e le atmosfere invernali dei piccoli sobborghi sulla spiaggia e dei locali dove i surfers amano ritrovarsi, lontani dai turisti e dal caos metropolitano. Da questo speciale connubio nasce la collezione Bear FW2011. Capi dallo stile informale e versatile, estremamente confortevoli, che rendono piacevole uscire anche nelle giornate più fredde.

Con la nuova stagione autunnale alle porte arrivano nei negozi i nuovi modelli di sneakers Boxfresh, con il loro inconfondibile stile british. La collezione uomo in particolare offre scarpe per tutti i gusti, dalle più classiche alle più cool, senza dimenticare poi il ritorno della pelle.

dIStrIbuItO dA

bunch 051.3768039 info@bearsurfboards.com

dIStrIbuItO dA

SPy PLAtOOn tSL PuSH

d IStrIbuItO dA

Wood Morning 06.43251922 wmorning@gmail.com

nOrdIcA PAtrOn L’All Terrain Freestyle è uno stile di sci emergente e rappresenta l’evoluzione dello stile che si utilizza in park. Atleti Nordica del calibro di Rory Bushfield o Bene Mayr hanno dato un importante contributo all’evoluzione dello sci freestyle passando allo stile backcountry. Gli sci Patron, dedicati all’All Terrain Freestyle, sono completamente nuovi nella proposta Nordica e offrono la versatilità di utilizzo su qualsiasi terreno e condizione di neve. La tecnologia Camrock è l’evoluzione della tecnologia Rocker di Nordica per questi sci, che presentano un profilo High Rise. Questa costruzione garantisce una gamma completa di funzioni che rispondono alle esigenze specifiche per backcountry, big lines and B-C jibbing.

dIStrIbuItO dA

nordica 0422.7285 info@nordica.com

dIStrIbuItO dA

Orange 21 europe 0332.949833 info@orange21europe.com

La Platoon è la nuova maschera oversized by Spy. Dotata di doppia lente sferica Carl Zeiss, a garanzia di una qualità ottica superiore, mantiene inalterate le caratteristiche che contraddistinguono le linee SPY, cioè qualità e ricerca dal punto di vista estetico. La grafica in questione è una collaborazione nata con Push, famoso writer della crew di Los Angeles The Seventh Letter. Push dipinge i suoi graffiti con uno stile che trae ispirazione dall'arte astratta di Mondrian, fondendovi la cultura urban. Colori e pennellate graffianti sono la firma dell'artista sulla maschera. Con l'acquisto della maschera viene fornito un portachiavi rappresentativo della crew e una lente bonus (anch'essa Carl Zeiss) per le condizioni di poca visibilità. Il prezzo al pubblico è di 150 euro.

nItrO fActOry SerIeS La serie Factory rappresenta il concentrato della tecnologia Nitro applicata a modelli di affermato successo. Questa serie è difatti composta da una T1 153, una Rook 156, una Team 159 (foto a destra) ed una Team 162 wide. Ognuna di queste tavole rimane totalmente invariata nello shape ma cambiata nella costruzione, che è per tutte la stessa: anima Powerlite super leggera, laminati triassiali combinati con fibra di basalto per un riding dinamico e leggero, inserti in kevlar nella zona degli attacchi, lamine railkiller, soletta sinterizzata Speed Formula 2, velocissima ed intrisa di sciolina a livello nano molecolare.

A4 distribution 0342.683494 info@a4distribution.it

yeS SnOWbOArdS GreAt bOObS La Great Boobs è una limited edition disponibile esclusivamente presso i rivenditori più core. Questa tavola è un true twin tip con sidecut asimmetrico, dalle proprietà magiche ed è la prescelta da Tato Chiala per le sue session in fresca e sui kicker più impegnativi. Lo shape STD Camrock è a camber tradizionale tra gli attacchi mentre il rocker sale progressivamente verso la punta e la coda rimanendo leggermente più rialzato in punta per favorire il galleggiamento. L’anima Master Composite con inserti in carbonio e fibra di vetro incrociata a 90° e 30° garantisce reattività longitudinale e in torsione, per un riding all mountain aggressivo, reso ancora più fluido e veloce dalla soletta sinterizzata 9000 rifinita a pietra diamantata. La Great Boobs è adatta a chi si vuole spingere oltre, con una grafica d’effetto che sottolinea il supporto di Yes per l’associazione Breast Cancer Survivor. Disponibile nelle misure 149, 152, 154, 156, 159W, 162.

dIStrIbuItO dA

nitro distribution Italia 0464.514098 nitro@nitro.it

686 Men’

S

OufIt 1 N. 8 / 2011

bAtALeOn evIL tWIn ArtISt edItIOn

Proposta di abbigliamento firmata 686. La giacca è il modello Smarty Strike, caratterizzato da impermeabilità/traspirabilità 10.000/10.000. Presenta inoltre cuciture saldate, interfaccia fodera e giacca 5-in- 1 smarty rimovibile, gonnella rimovibile e indice termico 9/10. I pantaloni invece sono il modello Smarty Original Cargo, con impermeabilità/traspirabilità 15.000/10.000, cuciture saldate e indice termico 7/10.

dIStrIbuItO dA

Snow time 0445.621023 snow_time@libero.it

dIStrIbuItO dA

Wood Morning 06.43251922 wmorning@gmail.com

15


| prodotti fw 11/12| JOneS fLAGSHIP

HOt buttered fW 2011/12 cOLLectIOn

Tavola con anima FSC Full Wood Core eco compatibile e rinforzi in carbonio utili a migliorare il pop, il flex longitudinale e la durata della tavola stessa. Il sistema Mellow Magne Traction migliora il grip della tavola su qualsiasi tipo di neve per tutta la sua lunghezza. Altre caratteristiche: Topsheet in legno ecologico, Blunt Nose punta più larga e piatta di quelle tradizionali per una maggiore galleggiabilità, soletta Flip Flop sinterizzata in materiale riciclato, rocker direzionale. Lunghezze disponibili: 154 (ladies), 158, 161, 163W, 164, 168W.

La nuova collezione invernale Hot Buttered 2011/12 arriva nei migliori store in tutta Italia e nel flagship di Roma Fiumicino, presso il Da Vinci Market Central. Il marchio australiano festeggia i 40 anni della sua storia proponendo un grintoso total look uomo: denim, t-shirt e felpe dalle grafiche accattivanti e stampate su morbidi cotoni lavati, per un pubblico di giovani esigenti e attenti al gusto e alla moda italiana.

d IStrIbuItO dA

Wave distribution 011.7801938 info@wavedistribution.it

rIde dH2 Tavola realizzata in collaborazione con l’artista di strada newyorkese WK, che per il brand ha anche personalizzato alcuni capi di abbigliamento. Il modello è caratterizzato da profilo Hybrid Twin per un uso in park, con una piattaforma micro camber tra i piedi per una maggior stabilità e un leggero rocker su punta e coda per una miglior agilità. Altre caratteristiche della tavola sono il top in leggera Membrain e un’accelerazione nei olliepop garantita dai Pop Rods 2.0. DH2 presenta infine smooth riding 85A Slimewalls, Carbon Array 5, Cleave Edge, Hybrid Glass, Fusion 4000 Base e 2x4 Inserts. È disponibile nelle misure 149-152154W-155-157W-158-160-161W ed è abbinabile a scarponi Hi-Phy e attacchi Capo.

MAtIX deStrO SOftSHeLL JAcket

dIStrIbuItO dA

fashion team 62 srl 06.92918624 info@hotbuttered.it

Softshell tecnico con tessuto stretch resistente, impermeabile, antivento e traspirabile. Presenta un guanto muffola convertibile per il freddo, tasche con zip e zip frontale.

rOXy brOOke PrInted Jk

dIStrIbuItO dA

fresco distribution 0473.222470 info@frescodist.com

Questa giacca da snowboard di Roxy presenta fit Long Slim, Quiktech 10K e cuciture completamente nastrate. Dispone inoltre di cappuccio rimovibile, zip di ventilazione ascellare, ghetta antineve removibile, music pocket, tasca porta pass e tasca porta maschera. Impermeabile fino a 10.000 mm, è disponibile nella colorazione colori seoul plaid green (true black/blue sky/garden) e nelle taglie XS, S, M, L, XL. Prezzo consigliato: 279 euro.

nOrtHWAve ZerO

dIStrIbuItO dA

Haapiti 02.39005065 showroom.milano@quiksilver-europe.com

10PeAkS fW 2011/12 GLOveS L’azienda svedese 10 Peaks ha sviluppato, per la stagione invernale 2011, una nuova gamma di guanti che soddisfa le richieste degli sciatori e snowboarders più esigenti. Tutti gli appassionati della neve conoscono bene il problema di doversi togliere i guanti soprattutto in particolari situazioni: sia che si trovino sullo skilift, durante la discesa, o semplicemente per scattare qualche foto o per poter usare il touch schreen dello smarth phone. 10 Peaks ha risolto tutto ciò grazie al suo innovativo sistema brevettato C-ZIP. Si tratta di una cerniera WR YKK Zipper sul dorso del guanto che consente con la massima semplicità di aver le dita libere senza essere costretti a togliere tutto il guanto. Il sistema C-ZIP porta dei vantaggi non trascurabili. Oltre a evitare il pericolo di perdere il guanto (ad esempio in seggiovia o su pendii ripidi), nelle giornate calde può essere adoperato per aumentare la ventilazione alle mani. Inoltre a casa dopo una giornata sulla neve vi permette di far asciugare più rapidamente i vostri guanti semplicemente aprendo la zip.

dIStrIbuItO dA

Action to Sport 0185.264754 benni.b@action2sport.com

d IStrIbuItO dA

the Group distribution 0536.60731 info@thegroupdistribution.it

N. 8 / 2011

Murder cALAverA Felpa Murder 100% cotone con cappuccio "diabolik" serigrafata e interamente foderata all'interno.

dIStrIbuItO dA

Green records 049.8753780 info@murder.it

SkAte Or dIe Felpa con cappuccio e zip, stampa all over tono su tono e logo serigrafato.

fOreSt Morbidissi ma camicia di flanella scozzese scacchi nero grigio e riga rossa.

Scarpone da freestyle per i rider appassionati dei park. Il fascino dei lacci old school si unisce alle performance elevate dello scarpone. Il Northwave Lace Stopper è una soluzione intelligente che permette una chiusura differenziata nelle due zone dello scarpone e controllo totale sull’intero piede per una chiusura adeguata che soddisfa ogni necessità. Il modello presenta inoltre tecnologia 540 Heel Hold System, suola Hypershock e liner TF3. Flex 6. Disponibile nei colori black/lime e white/orange.

dIStrIbuItO dA

northwave 0423.288500 info@northwave.it

rOMe ArtIfAct rOcker Tavola perfetta per un uso in park, soprattutto per jump e jib ma anche per pow lines e carves. È caratterizzata dalla nuova tecnologia HotRods con fibre di vetro posizionate nella zona centrale della punta e della coda per agevolare ollie e nollie. Presenta tecnologia Quickrip Sidecut, una geometria unica che consente un riding divertente in discese lente e una performance precisa e potente a velocità sostenute. Dotata di Glass Impact Plates per una maggior resistenza alla compressione tra gli attacchi, così da attutire gli atterraggi più duri. Altri dettagli tecnici sono il JibPop Rock Camber, la matrice Impact Core impregnata con il 40% di fibre di legno per una maggior flessione e un minor impatto sull’ambiente, le lamine Straightbiax per una maggior permissività di torsione. Misure: 144, 147, 150, 153, 156, 152W, 155W e 158W. dIStrIbuItO dA

Option distribution 06.97606206 info@option.it

16


|

esposimetro |

LA RUBRICA DI POINTBREAK MAGAZINE, IN COLLABORAZIONE CON

Italian Snowboard Esposimetro - Stagione 2010/11 troppo non sono mai stati recapitati presso gli uffici di snowpark.it. CATEGORIE Esposimetro Riders Italiani - Tutti i rider vengono “schedati” e ricevono punteggio per ogni foto pubblicata, per ogni pagina a loro dedicata e per quanto sono presenti nei video italiani. Nel conteggio sono incluse anche le pagine pubblicitarie. La classifica generata fornisce un’idea di quali sono stati gli atleti che hanno ottenuto più esposizione mediatica nella stagione. Esposimetro Fotografi Italiani - Tutti i fotografi vengono schedati al pari dei rider, ricevendo per ogni foto pubblicata lo stesso punteggio dato al rider soggetto. Nel conteggio sono incluse anche le pagine pubblicitarie. La classifica generata dà un’idea di quali sono stati i fotografi più attivi nella produzione di immagini per le riviste. Italian Ratio delle Riviste - È il rapporto, espresso in percentuale, fra il punteggio totale assegnato a tutti i rider italiani in un singolo numero della rivista e il numero di pagine della rivista. Non considera i contenuti redazionali, le news e le pubblicità con rider stranieri. Questo valore dà un’idea di quante pagine della rivista sono realizzate/dedicate a rider italiani: 100% sarebbe una rivista con rider italiani dalla

CLASSIFICA FINALE RIDER

CLASSIFICA FINALE FOTOGRAFI

(Nome - cognome - posizione finale 2010/11 - posizione finale 2009/10) Simon Gruber - 1 (1) Marco Markino Grigis - 2 (25) Lorenzo Barbieri - 3 (3) Enrico Cavada - 4 (20) Stefano Munari - 5 (2) Massimo Bubba Ferro - 6 (8) Matteo Woutza Borgardt - 7 (6) Marco Johnny Morandi - 8 (23) Tato Chiala - 8 (4) Filippo Crudeli - 10 (7) Amedeo Viviani - 11 (29) Tania Detomas - 12 (5) Filippo Kratter - 13 (14) Max Stampfl - 14 (12) Marco Donzelli - 14 (57) Alessandro Aie Benussi - 14 (27) Daniel Plazy Neulichedl - 17 (15) Federico Iovanovich - 17 (18) Giorgio Ciancaleoni - 19 (10) Manuel Pietropoli - 19 (19) David DDP De Palma - 21 (9) Matteo Ferraris - 22 (35) Dadino Colturi - 22 (33) Stefano Bergamaschi - 22 (30) Alberto Schiavon - 25 (24) Lukas Goller - 26 (17) Marco Bambi Concin - 27 (16) Matteo Tuberosa - 28 (41) Lorenzo Buzzoni - 29 (31) Sebastian Bazzicchi - 30 (66) Ruggero Naccari - 31 (21) Stefano Benki Benchimol - 32 (11) Davide Lantermoz - 33 (32) Nicolò Cimini - 34 (162) Fabrizio Troilo - 35 (92) Alberto Martinelli - 35 (60) Matteo Maggi - 37 (64) Dawid Morbido Gurbowicz - 38 (-) Giorgio Jannino Morell - 38 (34) Marco Pina Silvestre - 40 (113) Matteo Zappaterra - 40 (38) Luca Pandolfi - 42 (-) Stefano Kinder Carini - 42 (13) Lorenzo Munari - 42 (112) Flavio Patanè - 42 (-) Fabrizio Muratore - 42 (-) Federico Triches - 47 (58) Filiberto Piller Cottrer - 48 (39) Guglielmo Naccari - 49 (44) Lukas Valentini - 49 (37) Jacopo Lazzari - 49 (92) Luca Matteotti - 49 (-) Davide Vagheggi - 53 (28) Ohara Gabbrielli - 53 (-) Andrea Annie Pallotti - 54 (92) Cristina Heidi Tuberosa - 54 (43) Filippo Maquignaz - 54 (42) Angelo Carpentieri - 54 (-) Marco Montanelli - 54 (-) Francesca Ferraris - 59 (66) Francesco Marveggio - 59 (-) Gian Marco Maiocco - 59 (-) Moira Barsottelli - 59 (-) Fabio Pezzali - 59 (143) Giacomo Kratter - 64 (146) Tommaso Lanza - 64 (83) Alessio Schiavon - 66 (44) Mattia Pellegrino - 66 (66) Daniel Niederkofler - 66 (-) Oliver Mondino - 66 (66) Andrea Andrix Codoro - 66 (64) Luca Compagnoni - 66 (-) Francesco Colturi - 72 (92) Alessio Giacomelli - 72 (-) Simone del Moro - 74 (92) Matteo Noire - 74 (44) Andrea Montecchi - 76 (-) Filippo Garbaccio - 76 (144) Jacopo Thomain - 76 (152) Luigi Gigi Cappello - 76 (52) Omar Entarde - 76 (-) Roland Bermasse - 76 (166) Tobias Scherlin - 76 (-) Tobias Watte Raffeiner - 76 (171) Nicolò Pezzato - 76 (-) Max Galfrè - 76 (56) Oliver Reichegger - 76 (-) Fulvio Cimarolli - 87 (66)

73 69,25 57,75 47,5 40,75 40 38 35,5 35,5 34 32 30,75 30 26,25 26,25 26,25 25,75 25,75 25,25 24,25 23,5 22,5 22,5 22,5 21 20 19,75 Che dobbiamo

17 16,5 16 15,75 14,5 14 12 11,5 11,5 11 10,5 10,5 10,25 10,25 10 10 10 10 10 9 8,5 6 6 6 6 5,25 5,25 5 5 5 5 5 4 4 4 4 4 3,5 3,5 3 3 3 3 3 3 2,5 2,5 2,25 2,25 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 1,5 1,25

copertina all’ultima pagina, 0% una rivista senza neppure una foto di un rider italiano. PUNTEGGI Ogni rivista viene tabulata pagina per pagina assegnando un punteggio per ogni foto pubblicata sia al rider che al fotografo. I risultati si basano sulla quantità di fotografie e contenuti redazionali, considerando equivalenti tutte le riviste esaminate. Copertina: 3 punti. Pagine interne: 1 punto. Foto piccole o pagine condivise da più rider: da 0.25 a 0.5 punti per ogni rider e fotografo. Le pagine con contenuti redazionali dedicati ai rider generano punteggio per il solo rider, non per l’autore dell’articolo nè per il fotografo che ha contribuito (es: una intervista di 10 pagine, di cui 2 solo di testi, genera 10 punti per il rider, 8 punti per il fotografo). Le pagine pubblicitarie assegnano punti sia al rider che al fotografo, nel caso i crediti siano indicati. Anche i video italiani in dvd vengono tabulati. Essi assegnano punti ai riders protagonisti delle singole parti. Video parti inferiori ai 2'30": 5 punti. Superiori ai 2'30": 10 punti. Se in una video parte figurano 2 atleti, dividono in 2 i punti disponibili, se sono in 3 dividono per 3 e così via.

dire; la classe non è acqua. E certamente non fa acqua lo stile di Simon Gruber che per il terzo anno consecutivo sbaraglia la concorrenza risultando ancora una volta il rider più desiderato dalle riviste. Ma se lo scorso anno Simon era primo con un grosso distacco dal secondo, quest’anno sale prepotentemente in classifica il giovane talento Markino Grigis, che si piazza giusto alle calcagna dell’altoatesino. Una bella conferma per il giovane rider Board.TV, rivelazione assoluta dello scorso anno. Ancora terzo posto per Lollo Barbieri, nonostante il brutto infortunio di gennaio. Nota di merito all’unica donna della classifica ancora al top generale, Tania Detomas, dodicesima davanti a signori rider come Filippo Kratter o Aie Benussi. Per problemi di spazio il grafico proposto elenca i rider fino alla 87ª posizione. Seguono Walter Bruseghelli e Federico Resega, 88esimi con 1.25 punti, oltre a diversi rider parimerito al 90° posto con 1 pt: Alberto Nevola, Davide Gasseau, Eleonora Tonelli, Gigi Lozzi, Ilenia Cavallini, Patrik De Lorenzi, Andrea Vecchi, Francesco Brutto, Umberto Biglia, Davide Danielli, Giacomo Perrì, Alberto Maffei, Valentina Barengo, Matteo Valduga, Omar Fratini, Simone Rizzetto e Massimo Mimi Cavallo.

Federico Taz Bellini - 1 (2) Roberto Nangeroni - 2 (3) Denis Piccolo - 3 (1) Roby Bragotto - 4 (7) Eleonora Raggi - 5 (10) Andrea Giordan - 6 (4) Lorenzo Fizza Verdinelli - 7 (5) Giorgio De Vecchi - 8 (19) Davide Lantermoz - 9 (9) Christian Scalco - 9 (13) Lorenzo Belfrond - 11 (15) Ronnie Grammatica - 12 (11) Andrea Schilirò - 13 (14) Alessandro Alo Belluscio - 14 (17) Giacomo Marguti - 15 (6) Mauro Spaterna - 16 (23) Andrea Rigano - 17 (16) Murio - 18 (12) Nicolò Scarselli - 18 (-) Riki Felderer - 20 (8) Paolo Brianzoni - 21 (-) Harald Wisthaler - 22 (22) Andrea Fabbiani - 23 (-) Vanessa Andrieux - 24 (65) Alex Berger - 25 (32) Marco Sampaoli - 26 (-) Luca Piotta Benedet - 27 (33) Ohara Gabbrielli - 28 (-) Dino Bonelli - 28 (-) Gigi Amore - 30 (53) Luca Parisse - 30 (-) Mike Pireddu - 30 (28) Tommaso Vian - 30 (-) Cristiano Zanni - 34 (-) Mattia Menestrina - 34 (-) Valerio Buzzoni - 34 (-) Gian Maria Maiocco - 34 (51) Marco Farinazzo - 34 (-) Arianna Carotta - 34 (-) Fabio Muratori - 34 (-) Daniele Milano - 41 (46) Filippo Garbaccio - 41 (50) Giorgio Perottino - 43 (-) Michele Salotto - 43 (-) Nicola Buosi - 43 (-) Olaf Pignataro - 43 (18) Simone Testa - 43 (-)

162 134 119,5 90 81 65,5 64 60 49 49 45 44 37 25 17,5 17 15 13 13 12,5 12 10,5 9 6 5,5 5 4,5 4 4 3 3 3 3 2 2 2 2 2 2 2 1,5 1,5 1 1 1 1 1

Big Up per il fotografo più attivo, Federico Taz Bellini di Entry, che balza al primo posto della classifica seguito da Roberto Nangeroni di Snowboarder Mag e da Denis Piccolo di Sequence. Salgono in classifica anche Roberto Bragotto (dal 7° al 4° posto) ed Eleonora Raggi (dal 10° al 5° posto).

ATLETI ITALIANI SULLE RIVISTE Entry 34 - ott 10 Entry 35 - nov 10 Entry 36 - dic 10 Entry 37 - genn 11 Entry 38 - feb 11 Media Entry - 2010/11

23,3% 50,5% 52,3% 10% 44% 36%

Snowboarder Magazine 107 Snowboarder Magazine 108 Snowboarder Magazine 109 Snowboarder Magazine 110 Snowboarder Magazine 111 Snowboarder Magazine 112 Media Snowboarder Magazine - 2010/11

30,3% 16% 11,5% 32,5% 44,5% 16,5% 25,2%

Sequence 26 - ott 10 Sequence 27 - nov 10 Sequence 28 - dic 10 Sequence 29 - gen 11 Sequence 30 - feb 11 Media Sequence - 2010/11

51,5% 58,3% 53,4% 48,9% 33,0% 49%

Snowboard Mag 12 - Mancante 0,0% Snowboard Mag 13 - nov 10 Snowboard Mag 14 - dic 10 Snowboard Mag 15 - gen 11 Snowboard Mag 16 - Mancante 0,0% Media Snowboard Mag - 2010/11

25,8% 14,8% 14,4% 18,3%

Onboard 88 - ott 10 Onboard 89 - nov 10 Onboard 90 - dic 10 Onboard 91 - gen 11 Onboard 92 - feb 11 Onboard 93 - mar 11 Media Onboard - 2010/11

15%

Snow Map (solo foto con riders) Girland 10 Jessie 2

10,6%

MEDIA RIVISTE ITALIANE 2010/11

30% 27% 42% 49,5% 52% 35,9% 4% 9,1% 31,1%

Il parametro che permette di calcolare la percentuale di contenuti prettamente italiani sul totale delle pagine delle riviste tabulate. Sequence risulta essere il più “italiano” con una percentuale del 49%, secondo posto invece per Entry, al 36%. Si riscontra un grande miglioramento per Onboard che da una percentuale dell’8% dello scorso anno passa a un 35,95%. La media nazionale è del 31,1%.

N. 8 / 2011

Per il numero 8, Pointbreak Magazine propone un’analisi dell’esposizione mediatica degli atleti e della produttività dei fotografi provenienti dal settore snowboard. I dati, raccolti da snowpark.it e riguardanti l’intera stagione 2010/11, sono stati ottenuti monitorando le riviste e i dvd italiani dedicati allo snowboard. Essi si riferiscono alle foto e ai video prodotti da ogni rider, permettendo di stimare l’esposizione mediatica degli atleti italiani sui media nazionali. I dati consentono inoltre di stabilire chi sono i fotografi più attivi, le riviste più “italiane” e quelle più orientate alla scena internazionale. Quest’anno sono state esaminate tutte le riviste più importanti del settore, per un totale di 3.140 pagine, un numero imprecisato di minuti di video osservati, 212 riders e quasi 90 fotografi. Per la precisione sono state tabulate Entry (dal numero 34 al 38), Snowboarder Magazine (dal 107 al 112), SnowboardMag (dal 13 al 15), Sequence (dal 26 al 30), Onboard (88 – 93), Girland, Jessi e da quest’anno anche Snowmap. I video visionati sono stati Let it Snow di Snowbox, Too much Too serious di Random, It’s all about snowboard della RITM Production e Little Italy della Garbage Gang. Mancano all’appello 2 numeri di Snowboard Mag, 12 e 16, che pur-


| n

tecnologie |

L’INNOVATIVO SISTEMA AUTOMATICO SPORT-RFID, UN’INTERESSANTE OPPORTUNITà DI BUSINESS E MARKETING PER I PARK

Freestyle video per tutti LA TECNOLOGIA IDENTIFICA E RIPRENDE I RIDERS, GRAZIE A UNA STRUTTURA CON DIVERSE TELECAMERE. FILMATI WEB E FULL HD SONO SUBITO DISPONIBILI IN RETE SU COMPUTER, IPHONE O SMARTPHONE. IL PROGETTO è STATO TESTATO CON SUCCESSO AL PALù PARK DI CHIESA E DA QUEST’ANNO SARà ANCHE ALL’URSUS PARK DI MADONNA DI CAMPIGLIO. A CURA DI

SIMONE BERTI Sport-RFID, progetto sviluppato da Lightair srl, definisce un nuovo livello di esperienza nella fruizione delle strutture sportive. Gli sport freestyle non sono solo un fatto di performance: i tempi, le velocità, perfino le classifiche sono spesso un contorno. Ogni salto, ogni manovra, ogni sforzo è finalizzato infatti a creare un movimento bello ed emozionante per sé e per gli altri. Da questo pensiero – oltre che dall’intuizione di offrire un’interessante opportunità di business e marketing alle strutture freestyle nasce Sport-RFID. Un sistema in grado di identificare e riprendere i rider durante le loro manovre, da molteplici angolazioni e con tempi corretti, grazie a una struttura equipaggiata con diverse telecamere.

UTILIZZO - Il funzionamento dal punto di vista dell’utente è molto semplice: con lo skipass si può decidere di comprare anche un adesivo da applicare al casco, contenente un transponder analogo a quello contenuto negli skipass, che comunica con il sistema al quale è associato un codice univoco. L’utente, giunto in prossimità della struttura e senza doversi fermare, attiva le telecamere che iniziano a riprendere la manovra in maniera automatica e dinamica. Il file video risultante viene poi inviato al server che lo rende disponibile sul web e sulla rete wireless interna dell’area, per la visualizzazione e il download su computer o mobile device (con risoluzione web oppure full HD). All’interno dell’apposita app per iphone o smartphone è possibile visualizzare subito le riprese e confrontarle con quelle dell’amico o del video tutorial. Ci sono anche tool per fare dei montaggi video e musicali da pubblicare poi sui social network. Tutte queste riprese rimangono disponibili sul sito ufficiale, quindi chiunque può scaricare le proprie riprese dal portale se non dispone di un iPhone o smartphone.

A CHIESA E MADONNA DI CAMPIGLIO - La

N. 8 / 2011

scorsa stagione Sport-RFID è stato installato all’interno del Palù Park di Chiesa in Valmalenco con un grande successo. Durante il primo periodo l’adesivo è stato disponibile gratuitamente e il sistema ha prodotto ben 5.600 video in 2 settimane circa. La struttura prevedeva 3 postazioni, ma potenzialmente ve ne possono essere anche molte di più. “Per quest’anno abbiamo chiuso un accordo anche con l’Ursus Park di Madonna di Campiglio”, rivela Nicola Fornasari, il responsabile commerciale del progetto. “Credo che inseriremo addirittura 6 postazioni per offrire una grande varietà di situazioni e opportunità agli utenti. Continueremo a lavorare anche con Chiesa e numerosi contatti sono attivi con altre località. C’è un particolare interesse anche negli USA”.

20

RFID è adattabile a qualsiasi attività che si svolga su un percorso prestabilito: snowboard, sci, percorsi ippici, downhill, skateboard, bmx, motocross, supermotard o automobilismo.

BUSINESS & MARKETING - La natura on-demand della fruizione di Sport-RFID racchiude un’importante opportunità di business destinata ad ampliare l’offerta dei servizi proposti dal gestore. I costi di utilizzo per i rider sono estremamente contenuti e la strategia commerciale prevede anche la cessione di una parte delle revenue alla Stazione ospitante. Il sistema genera numerosi file video in SD e full HD che, scaricati e condivisi dagli utenti, offrono visibilità in rete alla località, in particolare tramite i social network e i siti dedicati. Mediante il corretto posizionamento dei sistemi di ripresa e un’equilibrata disposizione dei brand degli sponsor è possibile ottenere una visibilità efficace e immediata ai potenziali milioni di utenti web, in grado di aumentare il valore e l’importanza degli spazi reali nell’area. Se si immagina che l’80% degli utenti di un’area freestyle, che conti cento presenze in media al giorno, utilizza il sistema Sport-RFID, si può ipotizzare che ogni rider selezionerà in media cinque salti, di cui tre verranno caricati sul social network personale. Calcolando che ogni utente su Facebook ha in media 70 amici, la visione sarà effettuata da 70 persone per ogni video caricato: un totale di 210 video per rider. Questo genera un potenziale di 16.800 video giornalieri e 2.016.000 video in 4 mesi di attività. Pensando al numero di video generati e al target di utenti che l’area accoglie, il sistema può certamente creare un’interessante prospettiva di visibilità e promozione in quanto sono i rider stessi la voce con cui la località si racconta e si promuove, attraverso la web community in cui “il passaparola” è il driver principale.

DIDATTICA E FRUIBILITÁ - Uno dei vari punti di forza del sistema è rappresentato dal supporto all’attività didattica degli insegnanti, i quali, mediante mobile device, possono visualizzare e commentare le proprie esecuzioni dimostrative e le successive manovre degli allievi direttamente sul campo, portando l’esperienza didattica a un livello superiore per efficacia e immediatezza, agevolando così il loro lavoro. Il flusso d’immagini che risulta rappresenta perciò una piacevole e importante opportunità didattica e di intrattenimento per gli utenti. Il sistema Sport-

IL SISTEMA SPORT-RFID: TECHNICAL INFOS Usando la tecnologia RFID combinata a telecamere full HD, una rete wireless, un software gestionale avanzato e applicazioni per mobile device, si arriva a creare una realtà dinamica, funzionale al divertimento e all’apprendimento, interattiva e in grado di diventare un’attrattiva unica per gli utenti della località. Il rider viene dotato di un piccolo dispositivo passivo di riconoscimento definito TAG UHF, il quale, associato all’utente mediante un codice, permetterà al sistema di catalogare i suoi file video e gestire un profilo personalizzato. Le telecamere del sistema Sport-RFID possono elaborare più filmati contemporaneamente, mentre effettuano una registrazione, consentendo a tutti quelli forniti di TAG di essere sempre ripresi durante le performance. Il sistema parte da una configurazione di base con due telecamere e potenzialmente non presenta limiti di espansione: si possono infatti installare tutte le telecamere che servono e possono essere aggiunti numerosi punti di vista per ogni singola struttura.

SOFTWARE GESTIONALE E APP - L’avanzato software gestionale è stato realizzato per associare permessi e funzioni nello spazio e nel tempo ai TAG distribuiti nell’area. Inoltre è possibile gestire l’hardware da remoto per la regolazione di alcuni parametri della videocamera e dell’antenna associata. L’utente finale invece avrà accesso ai video via app o via web, dove potrà anche gestire il suo profilo. Nell’App Store sono disponibili due applicazioni per mobile device, una per i rider e una per gli istruttori, con una suite di comandi aggiuntivi rispetto alla pagina web del browser. Le applicazioni, progettate in modo semplice e intuitivo, permettono anche l’immediato download dei video. L’app dedicata agli istruttori consentirà a ogni maestro di accedere ai video della lezione in corso, condividendo e valutando con l’allievo le sue performance in tempo reale, oltre a permettere la creazione di un database personale per ogni lezione. All’interno dell’app sono inoltre disponibili i tutorial dei trick filmati sulle strutture dell’area al fine di rendere più semplice l’apprendimento.

HARDWARE - Il materiale impiegato per la realizzazione e l’installazione delle strutture è stato selezionato appositamente per lo sviluppo del pro-

www.sportrfid.com

getto Sport-RFID. Ogni gestore potrà eventualmente equipaggiare la propria area con componenti hardware di suo gradimento, a patto che siano rispettate le specifiche per il corretto funzionamento della struttura. Il sistema permette numerose varianti e modalità d’implementazione, in modo da adattarsi meglio alle differenti necessità. É possibile infatti gestire Sport-RFID attraverso una rete wireless, un cablaggio in fibra ottica o facendo interagire le due tecnologie a seconda delle esigenze (vedi esempi sopra).


Distribuito da: Action to Sport - 0185.264754 - benni.b@action2sport.com


| n

brand profile |

INTERVISTA CON MATHIEU BAZIL, DIRETTORE GENERALE DEL BRAND FRANCESE

Nel nuovo mondo di Oxbow L’ARRIVO ALLA DIREZIONE GENERALE DI QUESTO 37ENNE CON UN PASSATO IMPORTANTE IN AZIENDE QUALI ADIDAS, QUIKSILVER E DC, HA PROFONDAMENTE CAMBIATO IL MARCHIO. SOTTO MOLTI ASPETTI: BRAND IDENTITY, PRODOTTI, TARGET, ATLETI, MARKETING E STRATEGIE RETAIL. INSOMMA UNA NUOVA ENERGIA. CONTAGERà ANCHE L’ITALIA?

MATHIEU BAZIL

NELL’HEADQUARTER

OXBOW

DI

LACANAU,

A CURA DI

BENEDETTO SIRONI Nelle ultime stagioni la gestione di Oxbow in Italia è sempre stata contrassegnata da molteplici difficoltà e anche la successione di diverse figure di riferimento nel nostro mercato non ha sostanzialmente mutato la situazione. Certo, le intenzioni da parte della casa madre francese sembrano quelle di voler rilanciare la sua presenza sul suolo italico, oltre che in generale l’immagine e l’appeal del marchio a livello globale. In attesa di vedere cosa ci riserverà prossimamente il mercato domestico, abbiamo voluto allargare lo sguardo e vi proponiamo quindi questa interessante ed esclusiva intervista con uno dei giovani manager più importanti nella boardsport industry europea. Nato a Parigi 37 anni fa, Mathieu Bazil vive ad Arcachon e vanta importanti esperienze nel mercato dello sport, soprattutto grazie al suo lavoro in Adidas, dove è rimasto fino al 2000. Poi il grande passo in uno dei pezzi da 90 della surf industry, il gruppo Quiksilver, dove ha lavorato come direttore generale Europa, Africa e Medio Oriente per DC Shoes. Dal novembre 2009 è il nuovo direttore generale di Oxbow.

Come è nata la tua passione per i boardsport? Ne pratichi qualcuno?

anni. Oggi faccio soprattutto surf e kitesurf. Sono sempre stato molto curioso nei confronti dei boardsport, sempre alla ricerca di nuove sensazioni e con la voglia di provare tutti gli aspetti del settore invece di concentrarmi su di un unico sport.

Da oltre 10 anni lavori nel mercato dei boardsport e hai accumulato una certa esperienza per lo più con Quiksilver e DC Shoes. Cosa ricordi con più piacere di questi due brand? Entrambi i brand appartenevano allo stesso gruppo e tutti e due mi hanno offerto delle esperienze indimenticabili. Quiksilver e DC sono due brand incredibilmente autentici, creati da gente appassionata con una devozione totale per i boardsport. Quando ci lavori hai la possibilità di sperimentare il vero lifestyle del nostro mondo. Ho avuto la possibilità di surfare in luoghi incredibili come Costa Rica e Namotu (Fiji), ho partecipato a eventi di spicco quali X Games, Quiksilver Pro e Air&Style, ho conosciuto leggende e campioni come Jeff Hackman, Rob Dyrdek, Devun Walsh. Insomma, un periodo decisamente da ricordare.

Quali ragioni ti hanno spinto ad accettare la sfida della Oxbow? Proprio la sfida in sé. Questo brand con cui ero cresciuto aveva perso un po’ di lustro negli ultimi anni. Credo che Oxbow meriti qualcosa di più. Il brand è stato fondato nell’85 ed è perciò un pioniere nel mercato europeo dei boardsport. Oxbow ha sempre sviluppato prodotti di alta qualità e design. È un marchio tuttora molto credibile nel mondo dei boardsport e ci stiamo ricollegando adesso con il mercato core per portare delle alternative e un approccio nuovo al settore (sviluppo sostenibile, free

N. 8 / 2011

Ho cominciato a fare skate e windsurf quando avevo 13 anni. Sono cresciuto con i poster in camera di Lance Mountain, Steve Cabalero, Mark Angulo, Robby Naish… Il mio video preferito era Public Domain (Powell Peralta). Ho cominciato a fare snowboard all’età di 17

DOVE SI SONO TENUTI I PRIMI CAMPIONATI PRO SURFING EUROPEI NEL

IMMAGINI

22

DELLO SHOWROOM ALL’INTERNO DEL QUARTIER GENERALE

OXBOW.

1985.

ALLE SUE SPALLE FOTO DI

LAIRD HAMILTON. A

surfing, un approccio crossover negli sport, concetto “waterman” e altro acora).

Prima di parlare di Oxbow, due considerazioni sui mercati dei boardsport ed action sport in generale. Dopo anni grassi la crescita si è rallentata e in alcuni casi ci sono stati delle perdite per alcuni brand. Secondo te, questo è imputabile alla crisi o credi che il settore abbia perso il suo appeal? Dopo una crescita così dinamica, mi sembra una tendenza normale. L’industria dei boardsport è passata rapidamente dall’essere un piccolo mercato di nicchia a una delle industrie più affascinanti e amate per la cultura giovanile. Ci sono voluti un paio di anni perché i protagonisti dell’industria se ne rendessero conto, costruissero le strutture appropriate e si reinventassero. Dopo un momento di fermo, ho la sensazione che l’industria dei boardsport sia di nuovo in carreggiata con innovazioni, nuovi concetti, nuove figure e più risorse.

Ci parli del tuo staff, com’è strutturato e quali figure comprende? Per Oxbow Lavorano circa 250 persone. Un centinaio alla casa madre, 60 si trovano nei nostri negozi mono-marca (soltanto in Francia) e circa 45 presso il centro di distribuzione. Gli altri lavorano nei propri paesi (per lo più in Europa) con l’obiettivo di dedicarsi il più possibile alla specificità di ciascun mercato.

Dov’è il vostro quartier generale in Francia e quali divisioni ospita? Il nostro HQ è vicino a Bordeaux (presso Lacanau, dove si sono tenuti i primi campionati pro surfing europei nel 1985). Qui si costruisce tutto, dai prodotti al contenuto del marketing. La sede ospita anche gli uffici vendite, ammini-

DESTRA

MATHIEU

IN ACTION.

strativi e back office.

Con quali modalità siete presenti nelle altre nazioni? Abbiamo filiali in Francia, Germania/Austria, Paesi Bassi, Belgio, Spagna. Siamo presenti direttamente in Italia, Regno Unito, Irlanda, Hawaii, Portogallo e Caraibi Francesi, mentre tramite distributori in Est Europa, Svizzera e Giappone.

Quali sono i vostri più importanti mercati nel mondo? Francia, Belgio, Spagna, Paesi Bassi e Germania/Austria.

Diamo qualche numero. Il vostro fatturato negli ultimi 3 anni? Nel 2009 il turnover è stato di 67 milioni di euro, in crescita a 69 nel 2010. Dovremo chiudere il 2011 con un lieve aumento a 70 milioni di euro.

Due parole sull’Italia: in base alle tue esperienze precedenti, come giudichi il mercato italiano? Per come lo vedo io, il mercato boardsport è ancora core in Italia. Si trovano ancora tanti negozi specializzati gestiti da persone appassionate. Lo stile di vita boardsport non si è esteso al mainstream in grande scala (come è successo invece in Francia e in Spagna). Questo naturalmente presenta degli aspetti positivi ma anche negativi, senza contare che in Italia più che in altri pesi si avverte la forte concorrenza della moda e degli altri sport.

Quanto conosci il nostro paese? Cosa ti piace di più e di meno? L’Italia è un paese molto interessante per Oxbow. Offre un potenziale campo da gioco per tutti gli sport che vedono coinvolto il brand.


|

brand profile | IL TEAM DI ATLETI OXBOW

Tra leggende e giovani campioni

ESTERNA DELLA SEDE MONDIALE

OXBOW

IN

FRANCIA.

Grandi montagne e luoghi sciistici per snowboard, freestyle, belle onde per il surf (shortboard, longboard e SUP) come anche zone di forte vento adatte a windsurf e kite. Oltre a tutto ciò, l’Italia è un paese che attira i turisti stranieri grazie alla sua cultura, il suo know whow nel campo della moda, la sua storia. Ecco perché ha le potenzialità per essere uno dei mercati più importanti d’Europa.

long, eggs, fish). Stiamo anche sviluppando un programma di tavole “limited edition” in collaborazione con grandi shaper (la prima per celebrare il 40° anniversario del Bonzer con i fratelli Campbell).

Nonostante questo, la distribuzione di Oxbow nel nostro paese è sempre stata abbastanza problematica, specialmente negli ultimi anni. Come definiresti la fase attuale?

Oggi abbiamo un giro d’affari molto equilibrato tra estate e inverno (secondo me, questo è un altro punto di forza per i nostri negozianti). Vogliamo semmai far crescere la parte più tecnica del nostro business, principalmente abbigliamento tecnico invernale e mute.

In una parola: ripartenza. Vogliamo ripartire e ricostruire le giuste basi per il nostro brand in Italia. In passato Oxbow aveva una presenza significativa qui e le persone che ho conosciuto ricordano sia l’aspetto bello sia la qualità dei nostri prodotti. Stiamo lavorando molto e con umiltà, con lo scopo di sostenere i negozianti core nei loro sforzi per promuovere i nostri sport.

In pratica avete “separato” la divisione Oxbow Italia dalla divisione delle altre marche nel gruppo Lafuma. Anche in altri paesi vengono gestite da strutture differenti o in integrazione con le altre marche? Anche la Germania/Austria viene trattata in modo indipendente.

A proposito, quali sono i vantaggi del fatto di far parte di un gruppo importante come Lafuma e quali i potenziali svantaggi? Lafuma è un gruppo composto da persone appassionate e autentiche. Ciascun brand ha una propria posizione, complementare rispetto agli altri. Ciò significa che abbiamo creato delle sinergie (per esempio nei prodotti tecnici da neve). Marchi come Millet o Eider hanno offerto molto a Oxbow nella loro capacità di costruire ottimi prodotti tecnici per la neve; d’altra parte Oxbow ha portato un design autentico e un know how di stile di vita al gruppo.

Avete grande autonomia come brand o ci sono delle regole e dei controlli comuni impartiti dalla direzione di Lafuma? Il Gruppo Lafuma rispetta e lascia piena autonomia ai suoi brand. Oxbow viene gestita da gente appassionata di boardsport. Certo, abbiamo delle regole e strutture condivise ma per lo più negli aspetti amministrativi (finanza, approvvigionamenti, HR)

Quanto incide il fatturato della collezione estiva rispetto a quella invernale? State cercando di rafforzare la vostra presenza in una delle due?

IMMAGINI DI

PHILIPP KOSTER, A 17 ANNI GIÀ LA OXBOW/MARIO ENTERO).

Il lavoro di rilancio di Oxbow ha riguardato anche il suo team di atleti. Il brand da anni è rappresentato da vere e proprie super star degli action sport, pezzi da novanta come Laird Hamilton e Jason Polakow, per esempio. Ai quali si sono aggiunti una schiera di giovani talenti, alcuni dei quali hano già dimostrato il proprio valore. Il focus di Oxbow è sempre In questi ultimi anni sta crescendo l’attenstato principalmente sul longboard ma l’inzione nei confronti della sostenibilità. Come si gresso di Matt Meola ha portato l’azienda comporta Oxbow in questo ambito in termini anche nel mondo shortboard (Matt è stato il sia di prodotti che di iniziative? primo surfer sponsoOxbow, come anche Lafuma, è un rizzato da Oxbow nello leader in questo campo. Sviluppiamo short). L’intenzione è prodotti eco-compatibili già da anni e quella di rafforzare il abbiamo introdotto un sistema di ecoteam di atleti per provalutazione leggibile sulle etichette. muovere meglio la Oggi circa il 35% della nostra gamma è posizione del brand in “eco friendly” (100% delle nostre matutti i boardsport. gliette e felpe, per esempio). Oltre a Confermato il diciotquesto abbiamo incaricato un gruppo tenne Kai Lenny (camdi giovani dirigenti di esaminare la quepione mondiale SUP stione di eco-sostenibilità su scala mag2010, grande watergiore (dalla formazione dei dipendenti man), ecco gli ingressi allo sviluppo dei prodotti, oltre alle inidi JP Soldberg e Kalle ziative sociali legate ai nostri sport). Olhson per lo snowboQuesto non perché si tratti di un trend ard e Ian Alldredge o perché ci sentiamo spinti dal mercato. LA GRANDE NEW ENTRY DEL TEAM Lo facciamo perché è nel DNA della SNOW, JP SOLBERG (PHOTO CREDITS (strapless kite). Oxbow OXBOW/ELINA SIRPARANTA). supporta anche Philipp nostra azienda.

Sappiamo che il tuo arrivo alla Oxbow ha rappresentato un forte distacco dalla direzione precedente. Dopo due anni, cos’è cambiato? Abbiamo cambiato quasi tutto: identità del brand (abbiamo anche pubblicato un nuovo brandbook), prodotti (con un focus più tecnico), target (praticanti di boardsport tra 20 e 25 anni), team di atleti, contenuto marketing (film, sito web), strategie di retail e di distribuzione (concentrato su specialisti del settore boardsport). In generale una nuova energia che avvolge tutto il mondo di Oxbow e che è stata piacevolmente percepita anche dal pubblico.

Ricordiamo che Oxbow non si limita all’abbigliamento. Quali altre categorie di prodotti avete nella vostra gamma oggi? Oxbow è un marchio di abbigliamento, borse e accessori che va dal tecnico al lifestyle. Perciò noi realizziamo prodotti per riding (mute, boardshort, abbigliamento esterno per la neve) ma anche per la vita di ogni giorno (lifestyle). Oltre a tutto questo, abbiamo sviluppato altre categorie di prodotti sotto licenza (lavorando con partner leader nei vari campi specializzati) come orologi, occhiali, telefoni cellulari (soltanto in Francia) e tavole (short,

DUE

NUOVA STELLA DEL WINDSURF E RECENTE CAMPIONE

MONDIALE WAVE (PH.

Koster, a 17 anni già la nuova stella del windsurf e recente campione mondiale wave. Questa nuova squadra completa il team di rider esistente che vanta grandi nomi: Laird Hamilton, Duane de Soto (campione mondiale longboard 2010), Antoine Delpero (all surf), Levi Siver & Jason Polakow (windsurf), Julien Lange & Lolo Favre (freeski). Si sta inoltre investendo anche in talenti futuri come Charly Termeau per lo shortboard.

WALLS OF PERCEPTION La summa delle qualità di alcuni tra gli atleti Oxbow più rappresentativi è riassunta nel nuovo surf movie del brand: Walls of Perception. Partendo dal successo della pubblicazione del 2010 (The Waterman Experience) Oxbow e Poor Boyz Production sono tornati insieme per questo progetto. La nuova produzione presenta 7 rider spettacolari che fanno surf in diverse località nel mondo, prima di ricongiungersi tutti insieme in un unico luogo, le Isole Marshall. Una location magica dove tutto diventa possibile e dove si possono praticare tutte le discipline. I 7 rider coinvolti sono Matt Meola, Levi Siver, Antoine Delpero, Kai Lenny, Jason Polakow, Duane Desoto e Ian Alldredge, i quali ci offrono di nuovo il loro spirito unico, con una produzione veramente straordinaria che rispecchia il loro autentico modo di pensare. Sempre alla ricerca di sessioni epiche e di sensazioni uniche, ci invitano a entrare nella loro vita quotidiana in modo che possiamo capire e condividere le loro sensazioni quando surfano: le loro “Walls of Perception”, appunto. Un progetto ideato e

N. 8 / 2011

VEDUTA

pensato principalmente proprio dagli stessi atleti, che in una riunione a Maui lo scorso ottobre hanno definito insieme allo staff Oxbow il tipo di messaggio che volevano trasmettere e le modalità.

www.oxboworld.com

23


|

NELLA SPLENDIDA CORNICE DEL PARK DI POZZA DI FASSA

freeride

|

Ldi ibertà movimento A CURA DI GIANANDREA LECCO

Fassa Bike, ride to discover UNA GIORNATA DI FINE LUGLIO, STRANAMENTE SENZA NULLA IN PROGRAMMA, CON LA TESTA CHE SOGNA LA FUGA ESTIVA E IL CORPO ANCORA IMPRIGIONATO TRA LAVORO E IMPEGNI. UNA CHIAMATA INASPETTATA E UNA PARTENZA DECISA ALL’ULTIMO MINUTO, PER SCORAZZARE TRA LE DOLOMITI DELLA VAL DI FASSA. Guadaz non era propenso a percorrere ancora un venerdì di esodo estivo da bollino nero sulla Milano-Venezia per poi salire fino a Pozza di Fassa. Come non dargli torto dopo che solo un paio di settimane prima, in occasione del Gravity Zone Demo Tour di Canazei, abbiamo speso quasi sette ore su quella strada infernale. Ma non c’è stato tempo di discutere. Un paio di scambi di sms nel tardo pomeriggio, un orario indicativo di partenza ed ecco il muso del Mysticwagon nuovamente diretto verso est. Il viaggio procede tranquillo, a eccezione della guida di Guadaz, che comunque riesce a portarci a destinazione senza intoppi in meno della metà del tempo del precedente viaggio. Sono le 22.00 quando Mauro “Ninja”, manager del park di Pozza di Fassa, ci viene a prendere in albergo per portarci a Moena dove ancora si può mangiare una pizza confrontandoci su un paio di progetti invernali. La scusa formale è infatti quella, anche se in realtà il feeling nato l’anno scorso con Max, durante la realizzazione del servizio realizzato per Tutto Mtb, va oltre l’arido rapporto di lavoro. Grazie a questo, e a qualche birra, si butta la palla lunga condividendo le reciproche esperienze di viaggio e scoprendo punti in comune per concretizzare qualcosa insieme. Ma questa è un’altra storia, che scoprirete il prossimo inverno.

N. 8 / 2011

RIDE TIME

24

La mattina successiva l’appuntamento è all’ora di apertura degli impianti. Si vogliono sfruttare le prime ore del giorno prima che i sentieri vengano presi d’assalto dai turisti a piedi. In realtà, sia perché la giornata è velata sia perché ormai il turista medio va in montagna solo per la camminata sulla via pedonale in centro paese per un po’ di shopping, passano diverse ore prima di incrociare qualcosa di diverso da una marmotta. Non avevamo la ben che minima idea di ciò che ci aspettava. Aspettandoci piste da DH sui percorsi della Fassa Bike ci siamo muniti delle nostre Scott Gambler e Voltage. In

realtà l’idea del Ninja era di non risparmiare alcun jolly e di farci vivere una delle più intense giornate di Freeride degli ultimi anni. Ha dato fondo a tutta la sua esperienza di guida e soprattutto di rider “local”, concatenando “loop” tra le piccole valli che sfociano sulla Val di Fassa e veloci discese sui percorsi del Fassa Bike. Salendo sulle dorsali la vista dei massicci Dolomitici lascia senza parole. Alcuni passaggi da “no fall zone” erano da affrontare con quel pizzico d’incoscienza tale da non farti pensare a dove potresti finire se scivolasse una ruota sull’erba umida del mattino. Durante l’ascesa anche le marmotte ti salutavano, attaccate in corda doppia tra una tana e l’altra, ma le discese valevano ogni singola goccia di sudore spesa per spingere la bici fino alla vetta. Giulio e Mauro sempre davanti, per interpretare il percorso in tutto il suo variare lungo gli oltre 1000 mt di dislivello in discesa. Max all’inseguimento e io che chiudevo le fila per evitare pressione inutile nell’avere qualcuno dietro e godermi il flow tra

boschi e prati, canyon di roccia e piste preparate. In tarda mattinata vediamo arrivare i primi biker. Con calma, senza fretta affittano una bici alla base della seggiovia e provano la loro prima esperienza di downhill. Ci rifocilliamo con un leggero pranzo in quota mentre il cielo sembra incupirsi ma è ancora indeciso sul da farsi. Continuiamo a macinare chilometri, senza mai percorrere la stessa discesa per due volte. Ninja ci accenna a qualche indicazione e riferimento, ma non voglio recepire l’informazione e lasciargli l’esclusiva di un “know-how” così “d’elite”. Mi sento un privilegiato, a scoprire il bello delle nostre Alpi in questo modo, nell’aver conosciuto persone che fanno di tutto per mostrarti la magnificenza dei luoghi dove sono nati e cresciuti, nel poterlo condividere con i propri amici.

A QUANDO LA PROSSIMA? Dopo oltre sette ore passate in sella e qualche migliaia di metri di dislivello nessuno di noi aveva più l’energia di proferire alcun commento. La stanchezza, schiacciata dall’euforia di ogni discesa, esplode alla vista del furgone parcheggiato pronto a riportarci a casa. I saluti si fanno soffusi, ovattati dalle endorfine, come fosse ormai una routine girare con Ninja in Val di Fassa e ci si rivedesse da lì a poche ore. In realtà non è così. Nessuno a oggi sa quando squillerà nuovamente il telefono di Ninja, quando senza preavviso scatterà un rapido incrocio di sms e senza tempo di discutere, si partirà senza conoscere la meta. Proprio questo, forse, è ciò che rende tutto ancora più unico. Mysticfreeride ringrazia Ninja con tutto lo staff del Fassa Bike e Stefano Davarda, suo presidente, per aver permesso anche agli amanti del Gravity di poter godere delle stupende valli Dolomitiche grazie ai percorsi dedicati del Fassa Bike e all'utilizzo degli impianti del comprensorio.

Per maggiori info: www.mysticfreeride.com www.fassabike.com


|

freeride

|

A VALLE NEVADO (CILE) DAL 4 ALL’11 SETTEMBRE

Swatch Skiers Cup, la guerra dei mondi

FOTO COURTESY: ANDES HELIBOARDING E VALLE NEVADO

TEAM EUROPA VS TEAM AMERICA SULLE SPETTACOLARI ANDE CILENE: I PIÙ FORTI SCIATORI DI BIG MOUNTAIN E BACKCOUNTRY FREESTYLE DEL “VECCHIO MONDO” IN UNA SFIDA ALL’ULTIMO TRICK CON I MIGLIORI FREESKIERS RAPPRESENTANTI DEL “NUOVO MONDO”. tuto contare sulle capacità dei suoi connazionali Sverre Lillequist, icona scandinava del freeride e fondatore della casa di produzioni video di sport invernali Posse, e Henrik Windsted, campione del Freeride World Tour nel 2008. Con loro ci sono stati anche i francesi Seb Michaud, maestro del backflip, e Richard Permin, giovane freestyler che ha scoperto un nuovo amore nelle linee superveloci in freeride, il nostro connazionale Markus Eder, che dopo aver letteralmente spiccato il volo durante la competizione di backcountry freestyle Red Bull Linecatcher di Vars si è guadagnato un posto tra i mostri sacri del freeski internazionale, l’australiano Chris Booth, accolto nel Team Europa, e lo svizzero Nicolas Vuigner, che si è guadagnato una wild card per portare il suo stile dagli snowpark di Cran Montana alle pendenze del Cile.

NUOVO FORMAT - La

TEAM AMERICA - All’angolo

novità più importante riguarda il format del Swatch Skiers Cup, nel quale assume un ruolo fondamentale la strategia di ogni squadra nel mettere in campo i propri uomini migliori nel momento giusto. Ogni sfida è un “head to head”, uno contro uno. La squadra estratta a sorte sceglie il proprio atleta per la prima sfida, e la seconda squadra risponde di conseguenza. Per la prova successiva le priorità di scelta sono invertite. A ogni vittoria viene assegnato un punto. Ogni prova è composta da tre round per un totale di sette prove. Alla fine viene assegnato il trofeo Swatch Skiers Cup. Le squadre sono composte dai migliori atleti di queste specialità, ma ognuno ha ovviamente delle caratteristiche precise. È fondamentale quindi che l’individualismo di ogni rider, tipico della disciplina dello sci, trovi il modo migliore di fondersi per creare il miglior gioco di squadra.

opposto del ring il Team America è capitanato dal canadese Mark Abma, protagonista di numerosi video freeride. La sua squadra è composta da Dana Flahr, James Heim, Oakley White-Allen, Rory Bushfield e Josh Bibby, tutti di origine canadese, insieme al cileno Chopo Diaz, South American Champion di freeski e allo statunitense Dylan Hood, dall’Oregon.

TEAM EUROPA - La tattica è in mano al capitano di

Le origini sono diverse, il background è molto vario. Gli Europei si sono formati nei campi di gara, gli Americani hanno uno spirito selvaggio ed esperienze dimostrate nelle loro meravigliose produzioni video. La gara è stata serrata e il confronto senza eguali nel suo crescere, round dopo round, heat dopo heat, di sport e competitività. Mysticfreeride li ha seguiti in prima persona, andando a Santiago per vedere dal vivo questa manifestazione senza precedenti. Per maggiori info e in attesa del report sul prossimo numero di Pointbreak:

ogni squadra. Il Team Europa è nelle mani di Kay Zackrisson, vincitore di due edizioni del Xtreme di Verbier e dell’O’Neill Big Mountain, che ha po-

www.mysticfreeride.com www.skierscup.com.

IL 27-28 AGOSTO L’OTTAVO ATTO DEL TOUR MTB

A Pila il Gravity Zone Demo Tour DALL’ABETONE A PLAN DE CORONES, DA PRATO SELVA A PILA, DIECI TAPPE TRA I MIGLIORI BIKE PARK D’ITALIA. NESSUNA COMPETIZIONE, NESSUN CRONOMETRO, SOLO UN MODO PER RIUNIRE CHI AMA IL FREERIDE.

Pila è una delle ultime tappe concluse. L’ottava di dieci “stop”, prima di Bardonecchia e del gran finale a Plan de Corones, in programma rispettivamente il 3-4 e il 10-11 settembre. Il circo Gravity Zone Demo Tour, composto dai ragazzi di Mysticfreeride ed Emissioni Zero aveva grandi attese per questa bike resort che tanto ha fatto e tanto sta facendo a favore del movimento freeride in Italia. Grazie alla prestigiosa esperienza di Corrado Herin, all’esempio dei vicini francesi e all’intraprendenze di amministrazioni e società impianti, Pila è stata una delle prime località italiane ad aver convertito l’uso degli impianti a fune per il trasporto di passeggeri con biciclette. La cura nel disegnare e gestire i tracciati, la capacità di gestire un target fatto sia di professionisti (sempre più numerose squadre di atleti italiani ed esteri scelgono Pila come luogo di allenamento) che di amatori, giovani e meno giovani, la sta ripagando di tanti sforzi con un continuo afflusso di pubblico ed utenti. Gravity Zone Demo Tour ha trovato quindi linfa, bikers assetati di polvere, paraboliche disegnate con il compasso e anche tanti curiosi che hanno potuto provare le nuove biciclette messe a disposizione da Scott, le protezioni Pro Tec e le gomme Schwalbe, mentre le ragazze di Red Bull si prodigavano a dissetare tutti.

paio di chilometri. Le difficoltà sono segnalate, dalla DH utilizzata per le competizioni, come i campionati di Downhill Ixs svoltesi a metà agosto, alle numerose piste rosse e blu per ogni capacità ed esigenza. La vera perla di questo resort rimane la discesa da Pila ad Aosta, lungo un sentiero che sfiora i 10 km di sviluppo, completamente lavorato e segnalato per l’uso di mountain bike. Single track, toboga, canyon: lungo la discesa si trovano una moltitudine di situazioni e la sfida è naturalmente chiuderla tutta d’un fiato, per dimostrare di essere pronti a gareggiare la competizione che si è svolta l’11 settembre proprio su questa tratta, la terza edizione del Desarpa Bike, tappa del Freeride Challenge 2011, vinta dal neozelandese Wyn Masters nel 2010 e dall’italiano Lorenzo Suding nel 2009. Chissà se il valdostano è riuscito a riprendersi il trofeo quest’anno. Concluso poi lo sforzo di girare senza sosta sui tracciati, la spa dell’Hotel La Chance, ricavato da un vecchio chalet, ci ha accolti come fossimo di famiglia. A quel punto non si può veramente desiderare di meglio e basta farsi coccolare dalla bellezza della Val D’Aosta.

www.gravityzonedemotour.com - www.pila.it

N. 8 / 2011

La mente geniale di Kay Zackrisson, top rider svedese, insieme alle capacità tecniche e organizzative dello staff del Freeride World Tour, hanno concretizzato un’idea mai vista nel panorama del freeride mondiale: uno scontro al vertice tra i migliori atleti dei due continenti. Due squadre, Team Europa e Team America, composte da 8 atleti l’una si sono sfidate dal 4 all’11 settembre (il report lo troverete nel numero 10 di Pointbreak) in prove di big mountain, salito alla ribalta grazie anche al campionato del mondo Freeride World Tour, e di slopestyle backcountry, una prova di freestyle su terreno vergine sfruttando sia elementi artificiali, come “kick”, sia elementi naturali, come “drop” e “windlip”. In entrambi i casi una giuria ha valutato la qualità della prestazione fino ad assegnare la vittoria all’atleta più meritevole.

I PERCORSI - Tutto si è svolto nelle migliori condizioni climatiche. Brevi ma violente piogge il venerdì notte hanno reso il fondo umido. Perfetto per limitare la polvere e rinfrescare le alte temperature che anche in quota superavano i 30 gradi fino a qualche giorno prima. I tracciati a Pila si snodano dalla vetta della seggiovia di Chamolè per un

25


| n

fiere

|

DAL 7 AL 9 LUGLIO IN SCENA A BERLINO LA TREDICESIMA EDIZIONE DELLO SKATE TRADESHOW

Un Bright sempre più europeo PUR SCONFINANDO ANCORA IN AMBITO FASHION/SNEAKERS LA FIERA MANTIENE LE RADICI NELLO SKATE E NELLO STREETWEAR. UN EVENTO ORMAI DI AMPIO RESPIRO, DOVE GLI ITALIANI SONO IN CRESCITA. TRA LE PRINCIPALI NOVITà LO STREET MARKET APERTO AL PUBBLICO E IL TREND DEI CRUISER SKATEBOARDS. DAL NOSTRO INVIATO A BERLINO

LUCA BASILICO La tredicesima edizione del Bright tradeshow ha avuto luogo lo scorso 7-9 Luglio a Berlino, come ormai consuetudine, in contemporanea a Bread and Butter. Una edizione, questa dello Spring Summer 2011, che dimostrava già in fase di “press release” le premesse per marcare un nuovo (ennesimo) cambio di marcia della kermesse tedesca. Oltre all’esposizione allestita negli ex HQ della polizia politica della DDR, il trade show ne tracimava i limiti fino a occupare l’adiacente strada con una sorta di Street Market aperto al pubblico. Nulla di “cheap”, non l’espediente per offrire saldi fuori stagione, ma piuttosto l’opportunità per le aziende coinvolte di entrare direttamente in contatto con il consumatore, sperimentando di prima mano il processo di vendita al dettaglio. A due passi dall’uscita della fiera ha preso dunque corpo un mercatino dove era possibile acquistare skateboard, vestiti, accessori e macchine fotografiche mordicchiando un Hot Dog accompagnato da una birra fresca... Certamente un buon break per respirare un po’ di aria fresca e uscire dall’alienante ritmo dei trade-show indoor.

VISITATORI & TARGET - La fiera cresce e sebbene non si sia verificato un boom di espositori, sono i visitatori a essere aumentati considerevolmente. Quella di saltare sul “free shuttle” che collega Tempelhof a Magdalene Straße è infatti divenuta consuetudine per un numero ampio di addetti ai lavori che, lasciandosi alle spalle il patinato e dispersivo mondo del Bread & Butter, si concedono un diversivo “core” da cui trarre spunti e ispirazione. Dopo alcune edizioni in cui l’organizzazione ha tentato un riposizionamento in territorio “fashion-hypster”, quelli di Magdalene Straße sono decisamente ritornati sui propri passi: pur sconfinando ancora in ambito fashion/sneakers la fiera mantiene salde le proprie radici nel mondo della tavola a rotelle. La scelta di Bright trade show è di per se un importante segno della stabilità e buona prospettiva del mercato dello skateboarding, una conferma di come essere “di nicchia” possa rappresentare una carta vincente in un mondo “mainstream” in cronica crisi.

N. 8 / 2011

TRA FIERA ED EVENTO - Bright Trade show non è più semplicemente “Fiera”, quello di Berlino è ormai un happening che ha peso anche come evento. Adiacente all’edificio ospite, a 20 scalini di distanza dallo street market, c’era infatti un area demo/contest/concerti senza pari. Costruita pannellando metà campo da calcio in legno, abbracciata da una platea in grado di ospitare migliaia di spettatori, faceva bella mostra di sè una skate plaza costruita secondo le ultime tendenze, ampia e perfetta in ogni dettaglio. Un contesto ideale non solo per lo skatecontest contemporaneo alla fiera e il ricco programma di concerti, ma anche il luogo ideale per lo svolgimento di tre importanti demo: Emerica, Globe e NikeSB Shoes. Importanti marchi presenti all’evento con il team international praticamente al completo, ulteriore segno della serietà con la quale l’industria prende la fiera Berlinese.

NOVITÀ E BRANDS - A livello di prodotto, almeno per quanto riguarda il tecnico, la novità sono stati i Cruiser Skateboard: un incrocio ideale tra longboard e skateboard tradizionale perfetto per

26

la mobilità in città. Di gran moda negli States, dove le vendite eguagliano quelle degli skateboard tradizionali, pare siano destinati a diventare “the next big thing” anche in Europa. Tra le aziende italiane, gli unici a esporre a Berlino sono stati come di consueto i milanesi di Iuter, che per non farsi mancare nulla hanno portato con sé anche l’intero Skateboard team. Tra i produttori di skate shoes spicca Vans che ha lanciato la propria tecnologia mista Waffle Cup Sole che assicura protezione e massimo board-feel senza intaccare il look sottile delle proprie scarpe. Mantengono il proprio presidio le tre Big: NikeSB, Converse e Adidas senza però stupire o stravolgere gli schemi. Sempre presenti Element e il gruppo Sole Tech (più che altro con lo stand di Etnies) oltre a una valanga di marchi medio piccoli di assortito interesse. Immancabili invece come sempre la totalità dei distributori di hardware tedeschi. La presenza di addetti ai lavori italiani, sia negozianti che aziende, è sempre in crescita (mentre in calo è parsa la partecipazione italiana a Bread & Butter). Insieme a loro cresce anche la schiera di quanti “vengono a farsi un giro” attratti dalla parte ludico/sportiva dell’evento. “In generale siamo molto soddisfatti e la 13esima edizione è stata quella con più visitatori in assoluto nella storia del Bright”, conferma Franz Hoeller di Fresco Distribution, italian ambassador del Bright. Un giudizio positivo quindi per l’ultima edizione del tradeshow tedesco, in continua crescita e ben supportato da un’industria che regge lo stress test imposto della crisi. Un evento ormai di respiro europeo utile a scoprire che aria tira e ricevere la “carica giusta” per affrontare le sfide imposte dal mercato domestico.

www.brighttradeshow.com


WWW.jOneSSnOWBOARD.cOm

DISTRIBUITO DA: Wave Distribution - info@wavedistribution.it


| n

eventi

|

A

DAL 29 AL 31 LUGLIO SULLA SPIAGGIA DI S. SEVERA LA 13 EDIZIONE DELLA MANIFESTAZIONE

Surf culture on air con ISE GRANDE RISCONTRO MEDIATICO E OTTIMI RISULTATI IN GENERALE PER L’ITALIA SURF EXPO, CHE QUEST’ANNO HA RICHIAMATO OLTRE 20MILA VISITATORI. TRA CONTEST, MUSICA, FILM, SFILATE, ARTE E MOLTO ALTRO. APPREZZATE ANCHE LE LEZIONI GRATUITE DI SURF, WINDSURF E SUP, IMPARTITE DA ALCUNI CAMPIONI NAZIONALI.

IL

FOLTO PUBBLICO E SULLO SFONDO IL CASTELLO DI

SANTA SEVERA.

DAL NOSTRO INVIATO

MARCO GREGORIN Per tre giorni la spiaggia di Santa Severa (Roma) ha rappresentato il fulcro dei watersports a livello nazionale, grazie alla 13a edizione dell’Italia Surf Expo. Dopo qualche edizione tra alti e bassi negli anni passati l’evento pare ormai consolidato ed è oggi un riferimento per gli amanti della surf culture. Decisamente importante anche dal punto di vista mediatico, visti i servizi televisivi effettuati in loco da parte delle più importanti emittenti nazionali: Sky, Mediaset e Rai. Nei giorni dal 29 al 31 luglio l’ISE ha infatti radunato più di 20mila persone nella spiaggia sotto il suggestivo castello di Santa Severa, uno scenario veramente splendido che ha fatto da cornice alle numerose attività previste. Non solo surf, windsurf e sup, ma anche spettacoli, dj session, concerti, party, sfilate, giochi, film festival e arte hanno animato da mattina a sera il village. L’Italia Surf Expo è stato patrocinato dall’Assessorato allo Sport della Provincia di Roma, dalla Regione Lazio, dal Consiglio Regionale Lazio, dal Comune di Santa Marinella, da KRIS&KRIS DI RADIO 105 CON L’ORGA- Surfing Italia e da NIZZATORE ALESSANDRO MARCIANÒ. AICS.

N. 8 / 2011

SPORT PER TUTTI - Un ruolo di primo piano al-

28

l’ISE l’hanno svolto certamente le academy e le school, aperte a tutti coloro che volessero muovere i primi passi su una tavola da surf, windsurf o Sup. Migliaia sono state le persone che si sono approcciate per la prima volta ai watersport, grazie alle attività offerte a titolo gratuito e accompagnate da professionisti del settore. Tanti neofiti del surf, provenienti da ogni parte d'Italia, hanno preso parte alle lezioni gratuite della Rip Curl School of Surf, in partnership con BIC Surfboard, grazie al duro e costante lavoro del team istruttori capitanati da Francesca Rubegni (campionessa italiana di longboard), Sacha Marziali, Elena Bertolini e Edoardo Bianchi. Diverse centinaia sono stati invece gli apprendisti alla Hobie Sup Academy, che si sono divertiti a prendere i primi consigli direttamente dai campioni di questa disciplina, mentre l’ennesimo grande successo ha riscosso la X Ray Windsurf Academy, riuscendo a coinvolgere tantissimi giovani. Anche il team Starboard, sempre molto attivo con Giuseppe Cuscianna e Nicola Abatescianni, ha messo a disposizione attrezzature ed esperienza al servizio del numeroso pubblico desideroso di provare lo stand up paddle.

IL SUP

TRA I PROTAGONISTI A

ISE 2011.

CONTEST - Ampio spazio è stato ovviamente dedicato alle competizioni che si sono svolte durante la tre giorni ISE, a partire dall’assegnazione dei titoli italiani Surfing Italia Sup-Race. La vittoria, facilmente pronosticabile, è andata a Giordano Bruno Capparella e Corinna Betti, che sono stati premiati con bellissimi premi Acer, Skull Candy, Big Blu Fiera di Roma, Surf to Live e medaglie e coppe targate AICS. Un grande spettacolo è stato offerto dall’entusiasmante Grinch Contest by Liquid Force, una gara innovativa che ha visto confrontarsi atleti di diverse discipline (surf-windsurf-sup-skimboard-wakeboard) con un best trick spettacolare. Per questo contest il grinch era inserito nella mastodontica Hummer H2 (automobile ufficiale dell'evento) posizionata come di consueto sotto il Castello. Alla fine il successo è andato a Emanuele Guglielmetti (surf), davanti ad Alessandro Marcianò (surf) e a Raimondo Gasperini (windsurf), che hanno vinto soggiorni in Spagna presso le rinomate strutture Surf to Live. Si è svolta anche la prima tappa del campionato nazionale Indoboard, con una giuria di tutto rispetto presieduta da Daniele Verdecchia (campione Indoboard 2010) e con tanto pubblico accorso per acclamare gli atleti impegnati in questa nuovissima disciplina: sul primo gradino sale Giordano Felignoni seguito da Kledy dell'Omo e al terzo posto Alessandro Marrero.

DEMO

DI WAKE E LEZIONI DI WINDSURF PER I PIÙ PICCOLI.

Santos, Owen Wright e Mick Fanning. In aggiunta a ciò anche la proiezione di Hot Buttered Soul, con immagini inedite della leggenda vivente Terry Fitzgerald, The Sultan Of Speed. L'intero film festival è stato presentato e introdotto dalla Seasheperd grazie ad alcuni video-intro di grande impatto emotivo e alla mostra fotografica nella zona espositiva. Ampio spazio è stato riservato, come sempre, alla surf-art: tra gli artisti più interessanti erano presenti l'illustratore Marco Simeoni, per la prima volta all’ISE con opere esposte e performance live, e l'immancabile surfer australiano Owen Cavanagh. Grande interesse ha suscitato poi l'artista Nicoletta Pucci e le sue opere raffiguranti momenti di action sport. Lo scrittore Alessandro Agostinelli ha invece presentato il suo nuovo libro "Honolulu Baby" riscuotendo un notevole interesse da parte del pubblico, mentre la crew della Wild Flowers ha proposto la cultura del "beach & sea cleaning", ricordando i gravi problemi legati all'inquinamento ambientale.

steggiare i 40 anni del marchio australiano famoso in tutto il mondo, mentre Eccentric eye ha fornito gli occhiali con un paio di modelli "special edition". Ma sono tanti i marchi che hanno colorato la spiaggia di Santa Severa rendendo ancor più attraente il passaggio ai visitatori: oltre a Hot Buttered e Eccentric Eye, anche Rip Curl, 69 Slam, Skull Candy, Hobie Sup, Emu Australia, Gloryfy, Starboard Sup, Lightning Bolt, Paddle Surf Hawaii, Eq Love Balance, Bug Jump, Liquid Force, Jet Pilot, Bic Surfboard, Indoboard, T Resin, Alaia Religion, Surf Lab, Cool Shoes, Surf To Live, Cobian , Surf 69, Lush Skateboard, Big Blue Salone Natico Di Roma, K 38 Rescue Team, City Beach, Quarta Onda, G Point, Wall Ride, Le Ragazze. Una delle grandi novità 2011 è stato il Tour Nazionale di Radio 105, con dirette "on the beach" in compagnia di Kris & Kris, Mitch & Squalo e il rapper di Colorado Café Gabri Gabra, che hanno rallegrato ogni giornata con un vortice di emozioni, spettacoli, sfilate e tanti giochi sul palco. Nell'area kids il simulatore-surf della Big Babol è stato preso d'assalto insieme al simulator e ai trampolini elastici della Fanta, mentre un grandissimo successo ha riscosso il Bag Jump, per la prima volta in Italia. Spettacolare anche la jam performance di Dj Xedo, mentre la sera sono andate in scena Bikini Fashion Show, sfilate di moda, Beach Party, il Rock 'n' Ride Dj Set e il Surf Disco Dj Set, entrambe targate Heineken. La chiusura è stata tutta dedicata alla memoria del grande Andy Irons: centocinquanta lanterne luminose sono state lasciate libere nel cielo in omaggio al grande campione di surf scomparso lo scorso novembre.

www.italiasurfexpo.it Video: www.pointbreakmag.it/video.php

SPONSOR E VILLAGE - Tutta la crew ISE quest'anno vestiva con la divisa speciale firmata Hot Buttered, realizzata appositamente per fe-

ARTE, VIDEO E AMBIENTE - Ma la cultura surf poteva essere vissuta anche in altre modalità meno “action”. Un esempio su tutti l'ISE film festival, che ha portato a Santa Severa la prestigiosa video premiere italiana di Float, l'ultimo capolavoro targato Rip Curl filmato in 6 mesi tra gli arcipelaghi indonesiani con i migliori surfer del Team International Rip Curl: Dean Brady, Bruno

ISE

BY NIGHT TRA BIKINI FASHION SHOW, VIDEO PREMIERE ITALIANA DI

FLOAT (SURF

MOVIE DI

RIP CURL)

E PARTY.


| n

|

eventi

DALL’8 ALL’11 SETTEMBRE NELLA SPLENDIDA SPIAGGIA LI JUNCHI, GOLFO DELL’ASINARA

L’E...vento riparte da Badesi NUOVA LOCATION E NUOVO MAIN SPONSOR PER LA SESTA EDIZIONE. ORGANIZZATA IN TEMPI “LAST MINUTE” E PER QUESTO CON QUALCHE ESPOSITORE IN MENO. MA IN GRADO DI CONFERMARSI EVENTO DI RIFERIMENTO PER OPERATORI E APPASSIONATI DEI WATERSPORTS. CRESCITA DAL PUNTO DI VISTA MEDIATICO E DELLE PARTNERSHIP.

RISULTATI SUP WAVES 1- Sandro Pisu 2- Maurizio Gallo 3- Giordano Bruno Capparella

01

BELLA

PANORAMICA DAL MARE DELLA SPIAGGIA DI LI JUNCHI DI

DAI NOSTRI INVIATI

ALESSANDRO BELTRAME, JASON ADRIANI E JEFFREY ATTOH Fino a inizio luglio – con grande rammarico di molte aziende e operatori del settore, nonché di tanti appassionati – l’E...vento non si sarebbe dovuto svolgere. Un vero peccato, soprattutto dopo 5 anni di costante crescita, un’edizione 2010 di grande successo e una formula sempre più ben “oliata”. Poi per fortuna il colpo di scena: l’ingresso di un importante sponsor come E.On, uno dei più grandi gruppi energetici privati al mondo, con oltre 85.000 dipendenti in più di 30 Paesi, 26 milioni di clienti, un fatturato di 92,9 miliardi di euro e 300 MW prodotti con energia pulita. Garantita quindi la copertura economica (e messo in cascina un montepremi complessivo di 12mila euro) è stato naturale affidarsi come sempre alla perfetta macchina organizzativa di Renzo Mancini e Sergio Cantagalli, i due ideatori dell’E...vento.

BADESI,

NEL

GOLFO

DELL’ASINARA, NUOVA LOCATION DOPO I

sensibilmente dal punto di vista mediatico tanto che abbiamo avuto passaggi video sui siti di Gazzetta dello Sport, Wired, Max Rcs, Lei Web, oltre a una copertura regionale a tutto campo e importanti uscite anche su quotidiani nazionali come Corriere dello Sport e Tuttosport. Il concerto di Frankie HI-NRG inoltre ci ha dato visibilità anche su altri canali e grande riscontro abbiamo avuto anche dalla nostra presenza online: il nuovo sito in un mese e mezzo è stato cliccato da ben 61 nazioni per un totale di 10.000 visite, mentre sono state 6.000 le visualizzazioni di post all’interno dei più importanti forum di settore. La presenza su Facebook e Twitter ha garantito migliaia di nuovi contatti (60mila le visualizzazioni solo sulla pagina Facebook). Passi avanti importanti anche sul fronte delle partnership”, continua Renzo. “Oltre a quello fondamentale di E.On ricordiamo infatti il supporto di Regione Sardegna, Provincia di Olbia Tempio, Comune di Badesi, Meridiana Fly, Geasar, Sardinia Ferries e dalle case costruttrici navali Primatist e RibMarine”.

NUOVA LOCATION - Oltre alla main sponsor-

02

A

DESTRA

RENZO MANCINI

E

SERGIO CANTAGALLI.

I PLUS DEL 2011 - “Il primo anno le aziende si

ANNI A

S. TEODORO.

SURF LONGBOARD

1- Davide Dettori 2- Vittorio Casu 3- Gavino Dettori

1- Silvio Serra 2- Marco Pistidda 3- Renato Carta

PADDLEBATTLE (MEN) 1- Giordano Bruno Capparella 2- Stefano Gigli 3- Indro Spinelli

PADDLEBATTLE (WOMEN) 1- Simona Scialabba e Corinna Betti

SUP RACING FULL FLEET (MEN) 1- Giordano Bruno Capparella

SUP RACING FULL FLEET (WOMEN) CONTEST - Sono stati 4 giorni d’intensa attività agonistica, con nomi prestigiosi del kitesurf e del windsurf, ma anche quattro giorni di divertimento per tutti, grazie alla presenza in programma di gare amatoriali. Una vastissima offerta di gare che va dalla Pro-Am Race, racing su lunga distanza, alla Amator’s Crossing, corsa a ostacoli, entrambe per kite e windsurf, mentre per gli amanti e i pro dello stand up paddle era possibile partecipare allo slalom Paddlebattle e alla corsa long distance a favore di vento Down Wind. Da ultimi, ma non certo per importanza, contest freestyle Kite n Style e Wind n Style, cui hanno partecipato nomi del calibro di Mattia Fabrizi, Matteo Todeschi e Paolo Bacchini per il windsurf, Stefano Martinelli, Alice Brunacci, Gabriele Garofalo e Maria Piscopo per il kite. Senza contare che - grazie a una buona presenza di onde - si sono disputate perfino contest di longboard, shortboard e sup waves (per tutti i risultati vedi box dedicato).

1- Corinna Betti

SUP DOWN WIND 1- Giordano Bruno Capparella 2- Pietro Fazioli 3- Roberto Domenichini

PRO-AM RACE KITE

WIND N STYLE

1- Julien Kerneur

1- Mattia Fabrizi 2- Matteo Todeschi 3- Paolo Bacchini

PRO-AM RACE WINDSURF 1- Marco Begalli

AMATOR’S CROSSING KITE 1- Giovanni Santostefano 2- Andrea Severino 3- David Filapizzo

AMATOR’S CROSSING WIND 1- Matteo Iachino 2- Marco Begalli 3- Giorgio Giorgi

SUP FREE LESSION - Tra le iniziative più apprezzate i corsi gratuiti di SUP tenuti dalla Hobie Sup Academy, utilizzando gli innovativi SUP gonfiabili e le performanti ATR della Hobie e Hull Paddler di PSH, facili da utilizzare, sicuri e versatili in tutte le condizioni. Ogni sessione, della durata di circa 30/45 minuti, prevedeva nozioni di teoria e successivamente prova pratica in mare con tutte le attrezzature fornite dall’organizzazione. I vari partecipanti, di ogni genere ed età, sono stati seguiti in totale sicurezza dagli istruttori Giordano Bruno Capparella

KITE N STYLE (MEN)

KITE N STYLE (WOMEN)

1- Stefano Martinelli 1- Alice Brunacci 2- Gabriele Garofalo 2- Maria Piscopo 3- Giuseppe Esposito 3- Chiara Esposito

PHOTO CREDITS: DANIELE MEI - 01 - 02 - 03 - 08 - 09 - 10 - 11 12 - 13 - 14 - 15 - 17 - 18 ROBERTO FORESTI - 04 - 05 - 06 - 07 - 16

N. 8 / 2011

contavano sul dito di una mano”, ricorda Renzo. “Poi nel 2010 siamo arrivati a 64 espositori, la miglior edizione di sempre. Quest’anno il bilancio è assai positivo perché nonostante un calo di brand presenti (circa 40) l’E…vento è cresciuto

ship la più grande novità ha riguardato la location. Dopo aver animato nelle cinque precedenti annate la spiaggia della cinta di San Teodoro (OT), l’E…vento 2011 – Energised by Nature si è trasferito sulla spiaggia Li Junchi di Badesi nel golfo dell’Asinara (OT), nella ventosa costa occidentale sarda, con un Villaggio del Surf ancor più grande, in grado di accogliere il numeroso e consolidato pubblico e di offrire molteplici possibilità di svago. Gran parte dello spazio disponibile infatti è stato concesso a gazebo, gonfiabili, palchi, strutture sportive e tenso-strutture allestite per ospitare i diversi team e alcune delle migliori aziende del settore action sport. Il resto l’hanno fatto le competizioni del programma agonistico e amatoriale, i concerti, le demo bmx e breakdance, skate e dj set.

5

SURF SHORT

03

MATTIA FABRIZI,

30

VINCITORE DEL CONTEST WIND N STYLE NONCHÉ FRESCO CAMPIONE ITALIANO DI WINDSURF FREESTYLE.

04

SOPRA:

RIDERS E FOTOGRAFI DURANTE LA GARA.

05

ANCHE

CONTEST DI SURF SHORT E LONGBOARD QUEST’ANNO.

06


|

|

eventi

07

UNA

FASE DELLA CLASSICA LONG DISTANCE.

08

FREESTYLE

09

IN ACQUA E PURE ON THE BEACH…

10

LA

PARTENZA DELLA GARA DI

SUP

RACE.

quest’anno in grande stile con il Dj Leo Tolu e l’esibizione di sabato 10 del rapper torinese Frankie Hi-Nrg Mc, che ha portato la sua energia e il suo entusiasmo in un concerto gratuito.

A BIG FESTIVAL - Ma le possibilità di diverti-

11

12

13

ANCHE

DEMO DI IN-LINE SKATING, BREAKDANCE E

WRITING ALL’E...VENTO

2011.

del centro Hobie Sup Italia Sporting Club Sabazia e Lele Guglielmetti della scuola Hobie Sup W.O.Z Italia.

SKATE & MUSIC - La presenza della company

Pointbreak Magazine era presente in forze anche con la società partner Sportmaker, suo “braccio” operativo specializzato in vari servizi nel canale action sport tra cui video produzione. In attesa del video ufficiale gustatevi il trailer tramite il QR o su uno dei seguenti siti:

15

14

TRA

LE INIZIATIVE PIÙ APPREZZATE LE LEZIONI GRATUITE DI

SUP.

E…VENTO ANCOR PIÙ B2B Come ogni anno E...Vento non è solo musica, colore e sport ma anche un importante momento di incontro tra distributori e negozianti in una vera e propria fiera di settore. Quest’anno l’aspetto fieristico si è arricchito di un’interessante novità. Ogni azienda espositrice, con la sua quota di partecipazione, ha avuto infatti il diritto di segnalare 30 dei suoi migliori negozianti. In base a tali segnalazioni dunque, sono stati selezionati oltre 30 punti vendita a cui sono stati offerti a spese dell’organizzazione sia il viaggio che l’alloggio per i 4 giorni. Questa formula ha trovato un notevole riscontro tra le più importanti aziende di settore; quale miglior modo infatti per garantirsi i più importanti negozianti con cui sviluppare, nel luogo più adatto, la spiaggia, reciproci rapporti in un incontro dedicato alla visione dei nuovi prodotti e agli ordini per la prossima stagione. Di seguito le aziende che hanno aderito a questa iniziativa e i negozianti invitati.

www. e-vento.org - www.pointbreakmag.it

AZIENDE “OSPITANTI”

- North, Al 360, Challenger sails, Surfdei, Naish, Ogio, Liquid Force Kite, Kiteloose, Airush, Kialoa, Flojos, Distorsion Grinch, Moomba Boat, Supra Boat, Reeson, Exkite, Quatro, Goia, Underwave, Ion, Core, Brunotti, Nobile, Ozone, Hobie, Hot Buttered, Paddlesurf Hawaii, Advance Kite, Arriba Arriba, John Capriccio, F One.

16

NEGOZIANTI INVITATI - Centro Surf Shop Sas, Circolo Velico Hang Loose Beach, City Surf, Ocean Surf, Gana Sport Sas, Hawaiian Surfing, He Tech Snowb Srl, Jolly Sport, Kau Kau Corner, Sport Extreme, Sea Store Sicily, Sport Mission, Surf&Relax, Windsurf Paradise Surf Evolution, Surfspot, Twkc, W Point, Bridgman Sails, Rmc, Eviva Sport, Sport & Company, Kite Store, Nautica Urban, Radical Shop, Radical, Shaka, Seatexsails, Island, Surf Paradise, Globo Surf, Big Air, Impact Surf (Vanillaz), Panda Store Milano.

N. 8 / 2011

sarda Reeson, brand di fama internazionale che oltre alla scena skateboard è presente anche negli ambienti rock internazionali con iniziative varie legate alla sua divisione rock Reeson Electric Division, ha portato una sana ventata di skate & street culture. Il contest Aerosol Art Project ha radunato alcuni dei migliori writers della Sardegna mentre l’area skateboard “Skate is Joy” proponeva una mini rampa, contest, best trick, demos, arte e tanto divertimento. A proposito di freestyle, da segnalare la presenza del gruppo di breakers Roberto Blue & B.Boy Cico. Non poteva poi mancare l’elemento musicale,

mento non contemplavano unicamente le gare in mare con tavole e affini. Il gruppo canoa Olbia ha infatti messo a disposizione di tutti ogni tipologia di canoa possibile, per far scoprire il fascino e la completezza di questo sport. Venerdì sera si è svolta un’escursione nella foce del Coghinas, sabato mattina una gara aperta a tutti i mezzi a pagaia (km 9) mentre domenica mattina la Match Race Sprint (classe Vulcano Rainbow, sit on top). Due campi da beach tennis sono stati messi a disposizione dall'ASD Sardinia Sport and Fun, con la possibilità di giocare in compagnia di atleti professionisti e di partecipare nella giornata di domenica a un torneo, vinto dalla coppia di sassaresi Fabrizio Marrocu e Alessandro Panu sugli olbiesi Alex Indragoli e Antonio Columbano. Discipline e attività che hanno reso ancora più trasversale la manifestazione. A ulteriore conferma della crescente importanza dell’E…vento anche al di là dei confini di watersports e affini. I quali rimangono ovviamente fondamentali e caratterizzanti ma possono rappresentare la solida base da cui partire per far approdare la manifestazione su nuovi e magari impensabili lidi, rendendola sempre più un grande festival internazionale del Mediterraneo.

17

L’ATTESO

CONCERTO SERALE DI

18

FRANKIE HI-NRG.

31


| BIC 11 0 BIC SUP AIR INFLATABLE RANGE 2012

Icona del “rigido” per eccellenza, Bic Sport è lieta di presentare per la collezione 2012 il nuovo 11’0’’ BIC SUP Air in alta pressione (HP). Uno stand up gonfiabile di qualità che si trasporta in uno zaino compatto e facile da indossare. Una volta gonfiato, l’11’0” SUP Air HP si comporta bene sia in acqua piatta che sulle onde con i sui 335 cm di lunghezza per 75 di larghezza. Pesa solo 12 kg ed è realizzato con materiali molto resistenti alle abrasioni e ai raggi UV. Ideale per chi cerca un prodotto pratico da trasportare e facile da utizzare.

windsurf / kite / sup – novità 2012 | JIMMY LEWIS

HP BIC SUP ACE-TEC -

SUP BABY BOMB 10’0 Jimmy Lewis inserisce per il 2012 un SUP specifico per condizioni “hard core”, sviluppato in collaborazione con i numerosi atleti che ne hanno potuto testare i vari custom prodotti nella propria shaping room di Maui. È il modello più radicale dell'intera collezione e molti sono i pro paddler tra i quali Connor Baxter che hanno contribuito alla sua realizzazione. Il famoso shaper ha chiamato i due nuovissimi SUP Son Of Bombora (10'6 x28"1/2) e Baby Bomb (10'0 x 28", nella foto). Hanno litraggi contenuti (135 il primo, 125 il secondo) destinati a un pubblico di esperti paddler. Caratterizzati da rocker accentuato, rail molto sottili in grado di assicurare grande controllo, poppa pin tail molto sfilata con assetto variabile tri fin o quad. Con il tri fin la tavola si comporta in modo classic gun, assicurando bottom profondi e grande velocità

L’ACE-TEC (Advanced Composite Engineered-Thermoformed Epoxy Construction) è un materiale termoformato BIC Sport exclusive che è stato sviluppato appositamente per il SUP. Questa tecnologia consente la produzione di SUP solidi, leggeri e performanti che rispettano pienamente lo shape originale. Per il 2012 Bic Sup presenta una linea di 3 modelli, il 9’6”, il 10’6” e l’11’6”, proposta anche in versione Wahinee per le ragazze e arrichita di un modello 10’6” versione Wind con la scassa per il piede d’albero. Una gamma di 6 modelli che soddisferanno pienamente coloro che cercano tavole di alta qualità a un prezzo competitivo.

down the line. Con assetto quad invece, si apprezzerà di più il grande grip and drive e la facilità di conduzione alle alte velocità, specie nelle curve a stretto raggio. La costruzione con la collaudata Top quality sandwich PVC hi-tech tecnology assicura un peso contenuto: 9'6 kg per il 10'6 e 9'0 kg per il 10'0. Rinnovato anche il parco colori con il classico bianco e i nuovi purple, magenta e ice blue. Il quiver si completa con ben due set di pinne in epoxy resin, pad integrato con kick, valvola in Gore-Tex e comoda maniglia per facilitarne il trasporto. Nonostante il litraggio sia limitato la stabilità risulta essere accettabile. In condizioni glassy sarà relativamente facile prendere onde anche di medie dimensioni, mentre in condizioni choppy servirà molta esperienza per poter far rendere al meglio i due nuovi semi gun sup Jimmy Lewis, che conferma così la sua grande propensione alla radicalità.

dIStrIbuItO dA: Jlid - Italy distribution - 0586.515808 - info@jlid-italydistribution.com

dIStrIbuItO dA: bic Sport Italia - 0432-783931 - contact@bicsport.com

NON SOLO MUTE CHALLENGER FREE G

NAISH

WINDCATCHER 3L

NALU 10 10 Questa muta da windsurf ha un altissimo range d'utilizzo: perfetta per le giornate più gelide dell'anno abbinata a una tuta intera in pile e altrettanto adatta a uscite più miti grazie al tessuto traspirante di cui è fatta. Già nella scorsa stagione è stato utilizzato un nuovo robustissimo tessuto traspirante in cordura 300 che ha un altissima resistenza alle abrasioni degli antisdruci e al taglio. È stata inoltre rinforzata ancora di più la parte bassa della muta che è quella più sollecitata dai movimenti e dai trapezi bassi. Le mute sono interamente prodotte nel laboratorio aziendale con la possibilità di avere anche delle taglie fatte su misura. Caratteristiche tecniche: tessuto in Cordura 300, 3 strati con membrana PTFE traspirante con cuciture nastrate a caldo; collo, polsini e caviglie in lattice con possibilità di montare il calzare; protezione antivento per il collo; nuovissima e morbidissima cerniera T-ZIP Masterseal; rinforzi in Cordura 500; protezione per caviglie paraspruzzi e polsi; bande riflettive di sicurezza 3M. dIStrIbuItO dA: non Solo Mute 0341.1840338 - info@nonsolomute.com

N. 8 / 2011

JP Vela ideale per il freestyle wave. Dopo il sensazionale successo del modello 2010 a 4 stecche, lo staff Challenger ha lavorato 6 mesi tra Australia e Canarie per ottenere lo stesso risultato anche sulle misure più grandi. Per questo motivo il nuovo range di vele oggi risulta ancora più completo dalla 3,7 sino alla 6,3, tutte con struttura a 4 stecche. Le nuove 5,7 e 6,3 risultano essere più potenti, leggere (1 kg in meno) e stabili rispetto allo stesso modello dell’anno 2011. La riduzione del peso del prodotto è passata attraverso una ricerca metodica che senza tralasciare durata e qualità garantisse una longevità alla vela escludendo qualunque problema legato alla delaminazione. Colori: acid green, bright orange. Dimensioni: 3.7, 4.2, 4.5, 4.7, 5, 5.3, 5.7, 6.3. dIStrIbuItO dA: veleria challenger Sails - 071.6609558 veleria@challengersails.com

32

FORMULA POWER & SPEED Tavola completamente nuova della linea Naish Nalu 2012. La vera novità sono i canali longitudinali nella carena che consentono a questo SUP di mantenere la direzione come una tavola più lunga. Ma nello stesso tempo la tavola è più maneggevole essendo effettivamente più corta. Inoltre i canali garantiscono un aumento di stabilità. Modello molto trasversale che si trova a proprio agio sia in acqua piatta che con piccole onde. Disponibile sia in bamboo (nella foto) che in AST. Misure: 3,30 x 81,3 x 11. Litraggio: 200 lt. dIStrIbuItO dA: Action to Sport

0185.264754 - benni.b@action2sport.com

Dopo aver introdotto nel 2009 la prima tavola da formula JP, Antoine Albeau FRA192 ha subito vinto il Mondiale 2010. Per questo il brand ha iniziato lo sviluppo di una nuova versione, realizzando una tavola che funzionasse in tutte la possibili condizioni, adatta a rider di diversa corporatura e per diverse metrature della vela. Una tavola da formula deve essere semplicemente veloce e facile da gestire in ogni condizione. Dopo vari test JP ha compreso che esistono delle caratteristiche comuni che attribuiscono alla tavola un netto vantaggio competitivo perfettamente riassunte nella Power, adatta a campi di regata caratterizzati da venti di limitata intensità e rafficati, e nella Speed, perfetta in mare aperto dove il vento è più costante (prezzo al pubblico 2.149 euro). dIStrIbuItO dA: Oberalp - 0471.242900 – jp@oberalp.it


windsurf / kite / sup – novità 2012 |

UNDERWAVE IMPERIAL KITE HARNESS CON VACUST TECHNOLOGY

Underwave presenta la nuova tecnologia Vacust sviluppata e brevettata grazie all’effetto del “sottovuoto”. Il principio è semplice e il risultato è garantito. Il Vacuum Patch è costituito da una tasca che contiene delle porzioni di speciale materiale, che si uniscono tra loro quando l’aria fuoriesce dalla tasca assumendo la forma della superficie su cui viene appoggiata la tasca stessa. Maggiore è il quantitativo di aria che fuoriesce e più precisa e duratura sarà la forma assunta dalla tasca. Applicando questa tecnologia a un trapezio si ottiene un prodotto in grado di assecondare perfettamente il corpo di chi lo indossa, garantendo supporto e aderenza durante la navigazione. Il risultato è un trapezio con un comfort eccezionale, superiore a quello di molti altri modelli presenti sul mercato. Nella foto il modello Vacuum Imperial Kite Harness, unico per il 2012 dotato di questo sistema. Disponibile anche in verde. Misure: XS-S-M-L-XL.

dIStrIbuItO dA: Sportime - 030.9820863 - info@sportime-kites.com

AL360 BOMA ERGAL-MONO Questo modello di boma è costruito in ergal lega 7075 monoscocca con curve rigorosamente ergonomiche. La costruzione a pezzo unico per i boma in ergal è un traguardo che a oggi solo AL360 è riuscita a raggiungere, grazie ai 35 anni di esperienza maturata nel settore della meccanica di precisione. I vantaggi offerti dai nuovi boma sono l’armonia delle curve che riproducono i fantastici modelli carbon e il diametro dei tubi costante su

tutto losviluppo del boma, dalla maniglia al terminale, che rende più fluido il passaggio delle mani durante le manovre. Inoltre, l’assenza di tubi inseriti tra maniglia e boma evita che nel tempo si creino infiltrazioni che portano alla corrosione. La costruzione monolitica offre inoltre una notevole rigidità al boma, mentre l’uso di tubi dal diametro ridotto dona un comfort eccezionale durante la navigazione.

dIStrIbuItO dA: Al360 - 030.9883805 - info@al360.it

RRD WAVE TWIN CONTEST Per la stagione 2012 RRD ha deciso di riproporre gli shape Wave Cult Quad e Hardcore Wave con una nuova costruzione full custom denominata Contest. Le linee Contest saranno quindi tre: Wave Twin, Hard Core e Wave Cult. L’innovazione parte dal materiale con cui sono costruite le tavole, caratterizzate da un doppio sandwich PVC Herex 100 da 3 mm e dal nuovo carbonio Innegra, in grado di garantire resistenza agli urti e alle perforazioni. Simile al Kevlar, riproduce allo stesso tempo le caratteristiche meccaniche del carbonio. Il risultato è una tavola leggera e resistente, in grado di sopportare al meglio le sollecitazioni che l’utilizzo wave impone. Il sandwich utilizzato risulta più spesso 5 mm nelle zone più sottoposte a sollecitazione (sotto i pads) e più sottile nella zona di prua. Le scasse slotbox delle pinne e del piede d’albero sono in carbonio. Le tavole Contest risultano quindi mediamente più leggere (1 kg meno) rispetto al modello LTD. Nella foto il modello Wave Twin Contest 74. Disponibile anche nelle misure 66, 82 e dIStrIbuItO dA: ricci International - 0564.452304 - info@robertoriccidesigns.com

N. 8 / 2011

|

33



Pointbreak Magazine n.8