Page 1

UN NOME, UNA GARANZIA!

s.r.l. ALBA

MACCHINE UTENSILI UTENSILERIA • FERRAMENTA BULLONERIA ATTREZZATURE OFFICINE ALBA - via dell’Acquedotto, 2 tel. 0173/28.19.86 fax 0173/28.23.18 r.promio@promioutensili.com

Corso Michele Coppino, 13 tel. 0173 59 05 10 info@prestigio-immobiliare.com www.prestigio-immobiliare.com

Dal 1882 il settimanale delle Langhe e del Roero

P.I. SPA - S.A.AP.-D.L. 353/2003-L.27/04/04 N.46-A.1 C.1 BCD/CN - DIREZIONE E AMMINISTRAZIONE: P.ZA SAN PAOLO, 14 - 12051 ALBA (CN) - TEL. 0173-363264/5 - FAX: 0173-296145 - EMAIL: GAZZETTA@STPAULS.IT - DIRETTORE RESPONSABILE: ANTONIO RIZZOLO

WWW.GAZZETTADALBA.IT - WWW.FACEBOOK.COM/GAZZETTADALBA - TWITTER.COM/GAZZETTADALBA

FERRERO IL FATTURATO 2014 VOLA A QUOTA 8,4 MILIARDI

REPORTAGE DA VINITALY GRANDI NUMERI E QUALCHE CRITICA

LA STORIA L’UOMO CHE CONOBBE ETTORE MAJORANA

ISIS PARLA SAMI HAJJI DELLA COMUNITÀ TUNISINA DI ALBA

A pag. 11

A pag. 50

A pag. 15

A pag. 23

Sicurezza: i sindaci chiedono più uomini

pag. 28

BRA CULTURA LA FONDAZIONE POLITEAMA SARÀ SCIOLTA. CINQUE STELLE CRITICI SUI CONTI Buffa a pag. 35

L’inchiesta alle pagg. 8 e 9

COLLOQUIO

Socio-assistenza, ecco i primi segnali di una schiarita Il direttore del Consorzio Alba, Langhe e Roero Marco Bertoluzzo fiducioso: la Regione taglierà molto meno del previsto

SOLIDARIETÀ BILANCIO DI UN ANNO: LA MENSA SOCIALE FORNISCE OGNI GIORNO PASTI A 25-30 PERSONE

Il concerto di sabato 21 nella chiesa della Natività di Mussotto ha emozionato: i ragazzi di Intonandoli, diretti da Franco Biglino, con le loro laude hanno creato una perfetta armonia con le musiche del celebre compositore Beppe D’Onghia (al pianoforte, accompagnato da Christian Pepe e Lele Veronesi alla batteria e al contrabbasso), dimostrando l’intima possibilità di dialogo tra epoche musicali apparentemente lontane.

Manzone a pag. 37

MARCATO

MARCATO

E al prefetto di Cuneo a Roddi indicano: videosorveglianza e certezza della pena

1,30 EURO

La rassegna prosegue con la nuova edizione di Alba film festival

EMOTIONAL VOICE EXPERIMENT

LANGA POTREBBE SLITTARE ANCORA LA CHIUSURA DELLA BONIFICA DEL SITO ACNA

IL DITO NELL’OCCHIO 44 milioni per la banda larga. Per un attimo i musicisti di Ars et labor si sono illusi

ROERO PARCO FORESTALE ED ECOMUSEO: INIZIATIVE ON LINE E SENTIERI

Olocco a pag. 41

Servizio a pag. 45

OLOCCO

FESTA DELLA MAMMA

-Scopri a pag. 3 come pubblicare gratis fotografie e auguri

N. 12 - ANNO 133 - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

sting

Fonte a pag. 7

da

TORCHIO TESSUTI Via Roma, 12 ALBA

ECCEZIONALE

VENDITA PROMOZIONALE per TRASFERIMENTO ATTIVITÀ

TUTTO A

-50% Tel. 0173 440730 - Fax 0173 220531 e-mail: info@tessutitorchio.com

LAVORI PUBBLICI DOPO 24 ANNI ALLA GUIDA DELL’UFFICIO, IL DIRIGENTE GIOVANNI GALLETTO VA IN PENSIONE Servizio a pag. 38

CHERASCO BILANCIO COMUNALE: NEL 2015 NESSUN AUMENTO DI TASSE, IMPOSTE E TARIFFE C. Lanzardo a pag. 39

DOMENICA 29 TORNA L’ORA LEGALE La lancetta va spostata avanti di 60 minuti, dalle 2 alle 3


2

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

3

Lettere I

gazzi, degli incidenti avvenuti o mancati, dei danni alle coltivazioni degli agricoltori eroici. Un ultimo appello mi permetto di rivolgere ai sindaci. Molti hanno già manifestato il proprio sdegno rispetto a questa piaga, spero possiate sentirvi oggi ancora più motivati nell’agire e nel richiedere, se riterrete, l’interessamento della Prefettura. Il nostro è un Paese che non fa prevenzione e per questo vive di continue emergenze.

l tragico incidente stradale che ha coinvolto sabato notte un’auto con cinque ventenni a bordo, in cui una ragazza ventunenne ha perso la vita, ci riporta al grave problema soprattutto dei cinghiali e dei caprioli, che sempre più numerosi scorrazzano giorno e notte sulle nostre colline, mettendo a repentaglio la vita degli automobilisti. Sulla provinciale Santo StefanoRocchetta in questi ultimi anni sono stati decine gli incidenti occorsi ad automobilisti, molte volte con feriti. Che cosa si è fatto per contrastare il fenomeno? L’ente Provincia ha in qualche caso indennizzato i danneggiati e posto cartelli segnalatori del pericolo. Occorre che al di là dei risarcimenti si attui un’efficace azione preventiva che tuteli la salute dei cittadini e garantisca la sicurezza sulle nostre strade da parte di tutte le autorità territoriali, Regione, Provincia, Unione montana, Comuni, organismi di caccia. Le uniche voci sentite sono state quelle di “abbattere e decimare” questi animali, ma anche questa è stata lettera morta. Non possiamo attendere altri incidenti, altri lutti, altri decessi.

Katia Robaldo

Luigi Costa

Allevamenti clandestini di cinghiali? Chi non denuncia è complice

WIKIPEDIA

L

a folle proliferazione degli animali selvatici in alta Langa, in particolare caprioli e cinghiali, è l’argomento di questa lettera. Cercherò di non farmi condizionare dall’emozione suscitata dal terribile incidente causato proprio da un cinghiale nelle prime ore di domenica 15 marzo: la ventunenne Michela Leone di Niella Belbo ha perso la vita lasciando nella disperazione una famiglia e attonita un’intera comunità; feriti gli altri quattro giovani che erano in auto con lei. La loro unica colpa: trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. Chi non era nel posto sbagliato, è l’animale, perché in qualsiasi tratto delle strade della Langa ormai il padrone è lui. Da almeno due decenni la popolazione dei cinghiali e dei caprioli è completamente fuori controllo. Gli enti chiamati a gestire la fauna che è «patrimonio indisponibile dello Stato» sono le Regioni e le

Province. Voglio chiedere al Corpo forestale dello Stato quali e quanti controlli metta in campo per vigilare sulla sicurezza ambientale, ma soprattutto voglio dire a tutti gli ipocriti che da anni vanno raccontando al bar o nelle piazze di sapere dell’esistenza di allevamenti clandestini, che è ora di parlare davanti a un rappresentante delle forze dell’ordine e a un magistrato, perché chi sa e non denuncia è complice della morte di Michela, del ferimento dei quattro ra-

Anche quest’anno puoi devolvere il 5‰ alle Associazioni di Volontariato Ricordati della Associazione Servizio Autisti Volontari Ambulanze

A.S.A.V.A. ALBA – Via Ospedale 14E – Tel. 0173 316313

Pinuccia Aimasso: alle prossime elezioni non mi candido in nessuna lista

A

seguito della pubblicazione di due articoli a cura del nostro sindaco dott. Giuseppe Ciravegna su Gazzetta d’Alba con i quali lo stesso asserisce che mi sono «opposta ostinatamente al progetto dei lavori di messa in sicurezza del belvedere del capoluogo da poco terminati» e asserisce che le mie dimissioni siano «motivate da ragioni di bassa politica, anticipando il mio impegno in una lista contraria a quella che presenterà l’Amministrazione uscente» mi sento in dovere di chiarire la mia posizione al riguardo e di sottolineare la verità con atti precisi. Cito il verbale di deliberazione della Giunta comunale n. 54 del 26.7.2013 avente

come oggetto “Valorizzazione e recupero funzionale della rocca del concentrico dell’abitato e punto panoramico sui luoghi oggetto di candidatura Unesco. Presa d’atto sulla realizzazione dell’intervento”. La Giunta comunale, premesso che (omissis) «Visto che il vicesindaco, signora Aimasso Giuseppina, pur concordando sulla necessità di un intervento di sostegno e di stabilizzazione del belvedere, ritiene di esprimere il proprio parere in ordine all’aspetto architettonico in quanto non condivide la soluzione adottata poiché troppo impattante dal punto di vista estetico e in contrasto con la naturalezza del luogo». La Giunta prende atto del pare-

re contrario del vicesindaco dal punto di vista ambientale. Pertanto, come si può evincere da tale documento (visualizzabile sul sito del Comune) ho sempre sostenuto l’importanza dell’intervento di messa in sicurezza del belvedere, ma ho reputato utile rimarcare la mia valutazione soggettiva circa il modo di intervenire, nel rispetto delle valutazioni degli altri componenti della Giunta. Tengo a precisare che la Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici aveva a suo tempo auspicato una scelta progettuale diversa, con precisa comunicazione. Per quanto riguarda invece le «motivazioni di bassa politica» asserite dal nostro sindaco, ribadisco le motivazioni delle mie dimissioni già indicate nella precedente intervista di Gazzetta del 17 febbraio e peraltro citate nella mia lettera di dimissioni (n. prot. 895 del 12.2.2015) specificando che nella prossima tornata elettorale non mi candiderò in nessuna lista, restando a disposizione del paese solo per attività di volontariato. Avrei preferito evitare tutte queste polemiche sul giornale locale, non è nel mio stile, ma ho ritenuto giusto chiarire per amor di verità, senza rinnegare nulla di quanto detto in passato su qualsiasi argomento. Pinuccia Aimasso

Grazie Pinuccia per il bene che hai seminato

Cod. Fisc. 90019250043 L’A.S.A.V.A. è un’associazione di volontari che opera sul territorio dell’ASL CN2 al servizio degli ospedali S. Lazzaro di Alba e S. Spirito di Bra. Si occupa di: Servizi di emergenza (118); Trasporto infermi; Dialisi; Radioterapia da Alba e Bra a Cuneo; Trasporto plasma; Accoglienza pronto soccorso - Alba.

G

entile direttore, come cittadini di Diano sentiamo il bisogno di esprimere alla signora Giuseppina Aimasso, ex vicesindaco del nostro bel paese, la nostra stima e riconoscenza per le attività sociali (organizzazione e coordinamento dell’Estate bambini e ragazzi, doposcuola per elementari e medie) e culturali per le quali in questi anni ha speso tempo e fatica. A Diano, come del resto in altre realtà, molte mamme lavorano e l’esistenza delle attività sopra descritte rappresenta un supporto concreto alle famiglie nella gestione dei bambini soprattutto nel periodo estivo. La nostra riflessione non vuole però risultare riduttiva o limitante nel descrivere l’operato del vicesindaco che ha riguardato tutti gli aspetti della gestione della cosa pubblica. Si dice che il bene non fa mai notizia. Con queste poche righe vorremmo invece sottolineare quanto di buono ha fatto la signora Giuseppina Aimasso per il paese di Diano. Grazie Pinuccia! Lettera firmata

COME PUBBLICARE GRATIS LA FOTO DI MAMMA CON GLI AUGURI DEI FIGLI In occasione della Festa della mamma del 10 maggio Gazzetta d’Alba lancia una nuova iniziativa: fare gli auguri alla propria mamma sulle pagine del giornale. Inviateci i vostri auguri alla mamma e una vostra foto con lei. Le più simpatiche e originali, selezionate a giudizio della direzione, saranno pubblicate gratis in pagine speciali e sul sito Internet. Regolamento • Le fotografie dovranno ritrarre la mamma (anche se insieme al papà) con uno o più figli. Per ogni mamma è ammessa una sola fotografia. • Nel caso siano ritratti minori, è necessaria una liberatoria firmata da uno o da entrambi i genitori (il modulo è rintracciabile presso lo sportello di Piazza San Paolo 14, Alba o scaricabile dal sito www.gazzettadalba.it/festadellamamma) • Ogni fotografia dovrà essere corredata di nome e cognome della

mamma con una frase augurale di non più di 20 parole. Preferibilee indicare anche indirizzo e telefono (che non verranno pubblicati). • Le foto dovranno pervenire in redazione (Piazza San Paolo, 14 – no Alba) rigorosamente entro venerdì 20 aprile. Quelle scelte saranno pubblicate in una serie di pagine speciali sul numero di martedì 5 maggio. Le foto, anche se non pubblicate, non vengono restituite. • Foto (in formato jpg o pdf) e auguri possono essere inviati anche via e-mail all’indirizzo pubbligazzetta@stpauls.it indicando nell’oggetto “Foto festa della mamma”.

Passaparola e prenota subito nella tua edicola la copia del 5 maggio

Martedì 5 maggio pubblichiamo gratis fotografie e auguri


4

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Lettere

Questa rubrica ospita solo lettere (comunicati esclusi) firmate, complete di indirizzo e non superiori alle trenta righe dattiloscritte. La Direzione si riserva di tagliare i testi lunghi.

SETTIMANALE DI ATTUALITÀ

DIRETTORE RESPONSABILE: Antonio Rizzolo CONDIRETTORE: Maria Grazia Olivero (mariagrazia.olivero@stpauls.it) REDAZIONE: Diego Lanzardo (diego.lanzardo@stpauls.it) Corrado Olocco (corrado.olocco@stpauls.it) Paolo Rastelli (paolo.rastelli@stpauls.it) Valeria Pelle (valeria.pelle@stpauls.it) Giulio Segino (giulio.segino@stpauls.it) CONSULENTI: Filippo Rappa (donfilippo.rappa@stpauls.it) Giovanni Ciravegna GRAFICI: Enrico Castagna, Andrea Tomasi CONSULENZA GRAFICA: Chiara Athor Brolli, Luca Pitoni COORDINAMENTO FOTOGRAFICO: Severino Marcato (severino.marcato@stpauls.it) SEGRETERIA DI REDAZIONE: Chiara Biasizzo (responsabile) (chiara.biasizzo@stpauls.it) Isabella Delfinetti (isabella.delfinetti@stpauls.it) DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE: piazza San Paolo 14 - 12051 ALBA - Tel. (0173) 36.32.64/5 Fax (0173) 29.64.31 (direzione), 29.61.45 (redazione). Sito Internet: http://www.gazzettadalba.it E-mail redazione: gazzetta@stpauls.it E-mail pubblicità: pubbligazzetta@stpauls.it E-mail sportello: sportellogz@stpauls.it E-mail impaginazione: tipografia.gazzetta@stpauls.it Editore: St Pauls International s.r.l. Piazza San Paolo 14 - 12051 Alba (Cuneo). DIRETTORE GENERALE: Antonio Micocci DIREZIONE EDITORIALE GRUPPO SAN PAOLO: Simone Bruno (direttore); Giacomo Perego (vicedirettore); Antonio Rizzolo (vicedirettore). GROUP PUBLISHER: Marco Basile (marco.basile@stpauls.it) UNITÀ TEMATICA FAMIGLIA E VARIA PRODUCT MANAGER: Davide Arcangeli (davide.arcangeli@stpauls.it) REFERENTE MARKETING E COMMERCIALE: Vito Di Luca (diluca@stpauls.it) PUBBLICITÀ: Alessandra Peruzzi - Piazza San Paolo 14 - 12051 Alba Telefono (0173) 36.32.64/5 - Fax (0173) 29.64.36. CONCESSIONARIA PUBBLICITÀ: Publikompass Spa sede legale: Via Lugaro, 15 - 10126 Torino; sedi operative: Via V. Emanuele, 42 - 12051 ALBA (Cn) - Tel. (0173) 36.62.76 - Fax (0173) 22.00.07; via Giolitti 21 bis - 12100 CUNEO - Tel. (0171) 60.91.22 - Fax (0171) 48.82.49; Via Lugaro 15 - 10126 TORINO - Tel. (011) 66.65.211 - Fax (011) 66.65.300. Tariffe pubblicità tabellare (commerciale, redazionale, speciale, augurale). A modulo (base mm. 42,1 x altezza mm. 17,6): quadricromia (minimo 6 moduli) Euro 20,00. Occasionale (minimo 3 moduli): Euro 34,00. Legale (fallimenti, aste, sentenze, appalti, bandi...): Euro 22,00. In quadricromia: Euro 27,00. Manchette di testata (mm. 46,9 x 45,6) quadricromia: Euro 200,00. Manchette interna (mm. 88,7 x 60,0): Euro 120,00. Finestrella di prima pagina (mm. 88,7 x 81,3) quadricromia: Euro 400,00. Posizioni di rigore: +20%. Solo in pagina (formato 60 moduli): +20%. Redazionali: Euro 28,00 a modulo. Prenotazione spazi: deve avvenire 15 giorni prima della data d’uscita del giornale. ANNUNCI E NECROLOGIE: SPORTELLO GAZZETTA. Tariffe piccoli annunci (orario sportello: da lunedì a mercoledì 8.30-13.30, 14.30-18.30; giovedì e venerdì 8.30-13.30, 14.30-19; sabato 8.30-13.30). Euro 0,62 a parola (minimo 10). Per ricerche di lavoro Euro 0,42 a parola. Eventuali parole in più saranno addebitate secondo listino. Per il servizio “Rivolgersi al giornale” (le risposte sono raccolte direttamente presso la nostra sede) Euro 13,00 (per ricerche di lavoro Euro 8,00). Carattere neretto: costo doppio. Trafiletto: +20%. Agli abbonati sconto del 10%. Necrologi: formato standard (mm. 42,11 x 78,59, max 9 righe) Euro 48,00. La Direzione si riserva di abbreviare i testi eccedenti. Necrologi redazionali (fuori rubrica): Euro 20,00 a modulo. A tutti i prezzi va aggiunta l’Iva (22%). La Direzione si riserva di rifiutare avvisi giudicati non opportuni. Articoli, fotolito e foto (pubblicati o non pubblicati) non si restituiscono. Gratis: nozze d’argento, d’oro, diamante e platino; centenari, fotonotizie di gruppi (cresime, comunioni, leva, pellegrinaggi...). Pubblicazione registrata presso il tribunale di Alba il 7/9/1949, n. 6. Stampa: ITEDI – Italiana Editrice S.p.A. - Via Giordano Bruno 84 - 10126 Torino - Telefono 011-65.68.111. Distributore esclusivo per l’Italia: m-dis Distribuzione Media Spa - Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582.1. ABBONAMENTI: una copia Euro 1,30; copia arretrata (in francobolli): Euro 2,60. Abbonamento annuo Italia: Euro 52,90. L’abbonamento può decorrere da qualsiasi numero. Il cambio di indirizzo è gratuito: allegare l’etichetta di ricevimento. C.C.Postale n. 10624120 intestato a Periodici San Paolo - Servizio abbonati - piazza San Paolo 14 - 12051 Alba. SERVIZIO CLIENTI ABBONATI Per qualsiasi informazione gli abbonati possono contattare il servizio clienti a loro disposizione: tel. 02.48.02.75.75 (da lunedì a venerdì, dalle ore 9,00 alle 12,00); fax 0173.29.64.23 (24 ore su 24); e-mail abbonamenti@stpauls.it; internet www.edicolasanpaolo.it; indirizzo Periodici San Paolo servizio abbonamenti, piazza San Paolo 14, 12051 Alba (CN). TITOLARE DEL TRATTAMENTO DATI Il titolare del trattamento dei dati è Periodici San Paolo s.r.l., piazza San Paolo 14, 12051 Alba (CN), cui ci si può rivolgere anche via e-mail scrivendo a: privacy@stpauls.it. G È vietata la riproduzione di qualsiasi parte del giornale senza autorizzazione scritta da parte della Direzione di Gazzetta d’Alba. Associato alla FISC Federazione Italiana Promuoviamo la Settimanali Cattolici Gestione Sostenibile delle Foreste

Associato alla FIPE Federazione Italiana Piccoli Editori

Certificato PEFC

Promuoviamo la Gestione Sostenibile delle Foreste

PEFC/18-41-46 PEFC/XX-XX-XX

www.pefc.it

Questo prodotto è realizzato con materia prima da foreste gestite in maniera sostenibile e da fonti controllate PEFC/18-31-393

www.pefc.it

Eventuali inserti contenuti nel giornale non sono certificati

Emodinamica, la burocrazia e i tagli a spese dei cittadini

E

gregio direttore, nell’ultimo Consiglio comunale, i gruppi consiliari di opposizione (il sottoscritto fa parte di quello di Forza Italia) hanno presentato una mozione con cui si chiedeva l’impegno del Comune di Alba a impugnare innanzi al Tar la deliberazione della Giunta regionale 23.1.2015 n. 1-924, resa in materia di adeguamento della rete ospedaliera con previsione di riduzione dei servizi sanitari sul territorio. Tale mozione è stata respinta dalla maggioranza, attesa la disponibilità da parte della Regione di mantenere l’emodinamica a orario ridotto presso la nostra Asl sino all’apertura dell’ospedale di Verduno, ove il servizio diverrà

continuativo. Ora, siccome i tempi di ultimazione del nuovo ospedale sono incerti (il 2017, forse), vale la pena dubitare della bontà di tale scelta. Il problema è tuttavia grave posto che la Regione mira a risparmiare denari ponendo a rischio la salute dei cittadini. L’emodinamica a noi più vicina è quella di Asti, ma ciò non si concilia con l’urgenza sanitaria in caso di crisi cardiocircolatoria. Entro fine anno, i centri di emodinamica passeranno da 22 a 15 su base regionale, mentre nella Granda ne rimarranno soltanto due 24h a Cuneo e Savigliano. Ma anche l’obiettivo finale della Regione di ottenere risparmi è del tutto opinabile. A prescindere dal fatto che l’emodinamica

albese è priva di costi (l’apparecchiatura è stata donata), si consideri che se un paziente dovesse decedere durante il trasporto in un altro centro ospedaliero, si determinerebbe un’ipotesi di “malasanità” e a nulla servirebbe appellarsi alle delibere regionali, trattandosi di ipotesi di carente organizza-

zione del servizio sanitario. In tal caso, siccome le aziende sanitarie non sono coperte da assicurazioni private, ma dal Fondo regionale istituito con la l.r. n.9/2004, per risarcire i danni ai familiari del paziente si dovrebbe attingere dai pubblici denari, cioè i nostri. Gionni Marengo

Non esiste il dissesto idrogeologico bensì il dissesto geo- idrologico

Ferrovia o pista ciclabile? Un ennesimo spreco di soldi pubblici

M

gregio direttore, vorrei invitare tutti i sindaci e l’onorevole che così tanto stranamente spinge per trasformare la linea ferroviaria in pista ciclabile a fare una cosa semplicissima come ho fatto io. Armarsi di una buona pila, partire da Neive e venire ad Alba seguendo i binari. Si imbatteranno in gallerie, prima di arrivare alla stazione di Barbaresco percorreranno una galleria di più di 2 km. Una volta che sia pista ciclabile pensano di illuminarla a giorno? Con signore e ragazzini che si faranno 2 km senza vedere l’uscita e dove persino i partigiani si rifugiavano tanto erano sicuri di non essere scovati? A Sanremo lo hanno fatto ma sotto l’egida della MilanoSanremo, la gente lì va a passeggio, ma è Sanremo! Qui per la sicurezza metteranno un carabiniere all’ingresso e un poliziotto all’uscita a chiedere i documenti per evitare spiacevoli inconvenienti? Oppu-

i piacerebbe fornire un piccolo contributo alla corretta “comunicazione mediatica”: non esiste la terminologia “dissesto idrogeologico” bensì il “dissesto geo-idrologico”; ogni giorno tanto in trasmissioni televisive quanto su pagine e titoli di giornali si usano termini scorretti. Il termine “dissesto idrogeologico” non esiste, o perlomeno è improprio, ergo errato nell’uso che se ne fa. Che sia ormai comunemente utilizzato dal pubblico, da giornalisti, nonché anche da (alcuni) tecnici, competenti come i (colleghi) geologi, addirittura in seminari e convegni, non vuol dire che sia corretto: diciamo che è accettato o tollerato. Il termine “idrogeologico” è un aggettivo riferito esclusivamente alle caratteristiche delle risorse idriche sotterranee in diretta connessione con le caratteristiche geologiche dei terreni (o rocce) che le conten-

gono. Il termine “idrologico” fa invece riferimento alla formazione, natura e dinamica delle acque continentali, con correlazioni alla formazione e alle quantità delle precipitazioni. Il termine dissesto, latu sensu, comprende tutti quegli eventi e fenomeni naturali di trasformazione del territorio, cioè processi geologici e idrologici quali valanghe, frane (i movimenti di masse di roccia, terra o detrito lungo un versante, colate detritiche torrentizie ecc.), inondazioni che ogni anno provocano danni e spesso ahimè vittime. Il termine idrogeologico (che ripeto essere riferito alle sole acque sotterranee) è specifico e non abbraccia i fenomeni sopra citati. Quindi dissesto (ma anche) rischio e pericolosità idrogeologico/a non sono corretti e andrebbero sostituiti con dissesto, rischio e pericolosità geo-idrologico/a. Duccio Ivo Platone, geologo di Asti

E

re ci sarà tutto un fiorire di colonnine telefoniche per chiedere soccorso? Sono convinto che siamo di fronte a un ennesimo probabilissimo spreco di soldi pubblici! In Svizzera dal prossimo anno tutti i Tir dovranno essere imbarcati sui treni, mentre qui si è privilegiato il trasporto su gomma. Ma chi vi dice che il trasporto ferroviario verso Milano non diventerà il meno inquinante e il più remunerativo? Diverso sarebbe studiare percorsi da farsi in bici poi una tratta in treno poi di nuovo in bici alla scoperta dei paesi, per aiutare la Langa e la sua gente portando turisti, e non violentando la Langa. Politici, per una volta tanto, rinunciate alla “mangiatoia”, pensate al futuro, e ai cicloturisti che da tutto il mondo arrivano qui, lasciate che si godano le nostre Langhe e un panorama di verdi colline e non solo tetre, buie e scrostate gallerie di fondovalle. Beppe Scavino

Le cinture di sicurezza sono state studiate per salvaguardare la vita

Le dimissioni di Aimasso testimoniano la situazione di Diano

E

G

gregio direttore, mi ha recato profonda tristezza la notizia del brutto incidente in Langa capitato a cinque nostri figli e la morte assurda di una bella e solare ragazza poco più che ventenne. Non conoscevo la ragazza, ma da giorni nelle pagine di cronaca locale leggo dell’accaduto, il cinghiale, il tentativo di evitarlo, l’epilogo fuori strada, lamiere accartocciate. È stato enfatizzato tutto, tranne un aspetto terrificante: e le cinture dietro? Se fossero state allacciate, forse (il condizionale è solo un cuscino per non turbare troppo le nostre coscienze) la fanciulla non sarebbe stata catapultata fuori dall’auto! La verità è che allacciamo

le cinture di sicurezza solo perché sono obbligatorie. La cintura sarà pure scomoda, antipatica, ma è stata studiata per salvaguardare la nostra vita e preservare la nostra incolumità. Di chi è la colpa? Forse la mancanza di senso civico e non conoscenza del codice della strada? È colpa anche nostra, di noi genitori, perché siamo i primi a non metterle davanti, figuriamoci dietro. Colpa anche dell’Amministrazione pubblica, basterebbe una campagna di sensibilizzazione di quanto un piccolo gesto possa salvare un grande bene inestimabile, come il dono di una nostra figlia. Scusa Michela, la colpa è anche la mia! Lettera firmata

RINGRAZIAMENTO

entile direttore, crediamo nel significato più vero del termine “politica” come espressione della partecipazione al fine dello sviluppo e tutela del bene comune. In generale, certi comportamenti inopportuni, alcune decisioni avverse alla costruzione di un ambiente favorevole alla libera espressione delle persone, ci porta a pensare che la politica si possa dividere in buona e cattiva, se non addirittura “anti”, diffondendo sfiducia nei confronti dei partiti e delle istituzioni. Nei piccoli Comuni, per fortuna, esiste ancora uno stimolo diverso nelle persone, fatto anche di entusiasmo disinteressato, di spirito di servizio e di disponibilità persino affettuosa verso i propri concitta-

dini, come si trattasse di una grande famiglia. È con questa premessa che dobbiamo prendere atto di una nuova “perdita” all’interno dell’Amministrazione comunale di Diano per le dimissioni dall’incarico di vicesindaco della signora, ma soprattutto amica, Giuseppina (“Pinuccia”) Aimasso. Siamo veramente dispiaciuti per questo evento, perché testimonia la precaria situazione politica e amministrativa corrente del Comune. Qualora risulterà necessario e se i dianesi ce ne forniranno l’opportunità, ci renderemo disponibili per creare quanto prima nuove e più serene condizioni di amministrazione del paese. I consiglieri comunali di minoranza, lista civica “Famiglia pace lavoro”

L’associazione non intende collaborare

Egregio direttore, venerdì sera, 13 marzo, al termine di una lunga giornata, tornando ad Alba, mi sono ricordata che mi mancavano molte cose in casa; nella fretta, carica di pacchi, ho dimenticato la mia borsa nel piazzale davanti al supermercato “Famila” di corso Europa. Quando mi sono accorta della cosa – certa che non l’avrei più ritrovata – pensavo a tutto il tempo che avrei perso a rifare i documenti, a sporgere denuncia, e a muovermi nei meandri della burocrazia. Invece una persona ha ritrovato la mia borsa, mi ha contattata per restituirmela, offrendosi, perfino, di venire a portarmela, attendendo poi che, nonostante l’ora tarda, mio marito la recuperasse. Desidero ringraziare di cuore questa signora per il buon esempio che ha dato, per quel gesto che aiuta a rinnovare quella fiducia nel prossimo che spesso ci sembra di perdere. Avv. Marta Giovannini, direzione nazionale Pd

V

orremmo fare alcune precisazioni in merito alla notizia apparsa su Gazzetta d’Alba dal titolo “Novità per la biblioteca, Barolo”. La convenzione tra il Comune e l’associazione culturale “Giulia Falletti di Barolo” è scaduta dal 2011. Alcuni appartenenti all’associazione hanno sempre prestato servizio in biblioteca anche a convenzione scaduta. La biblioteca è intitolata a Paolo Rinaldi perché ne è stato l’iniziatore nell’anno 1973. Da quell’anno il prof. Carlo Prandi e la signora Franca Brezza Mascarello hanno prestato servizio per sei ore settimanali per circa trent’anni, e continuano a collaborare garantendo la loro presenza. Infine la frase «l’associazione non è più in grado di collaborare» è impropria in quanto l’associazione non intende più collaborare. Maria Teresa Mascarello; Giuseppe Rinaldi, associazione culturale “Giulia Falletti di Barolo”


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

5


6

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

7

Alba e dintorni

VENERDÌ 27 MARZO

ALBA

DOMENICA 29 MARZO

SINIO - FEISOGLIO

Socio-assistenza primi segnali di ripresa L’INTERVISTA n un colloquio che anticipa l’audizione prevista lunedì 30 nella riunione congiunta di terza e quarta commissione consiliare, il direttore del Consorzio socio-assistenziale, Marco Bertoluzzo, ha fatto il punto sulle attività dell’ente. Direttore, che cosa bisogna attendersi nel 2015? «Il taglio di contributi regionali (la principale fonte di finanziamento, insieme alle quote pagate dall’Asl Cn2 e dai Comuni in base alla popolazione), che nell’ultimo triennio aveva raggiunto il milione di euro, dovrebbe fermarsi al 10 per cento rispetto a quanto trasferito nel 2014 (si stima tra i 50 e 100 mila euro, nda), una riduzione che crediamo di riuscire a compensare». In che modo? «Abbiamo chiesto alla fondazione Cassa di risparmio di Cuneo un contributo per i ser-

I

di Langhe 65 ieComuni Roero che si riferiscono al Consorzio

vizi di domiciliarità a favore degli anziani, mentre dalla Regione speriamo di ottenere un finanziamento per consegnare spesa e medicinali a casa di chi abita in zone disagiate. Grazie a Home care premium l’Inps trasferirà risorse per aiutare i familiari di dipendenti pubblici e la fondazione Crc ha stanziato circa 150 mi-

IN CIFRE

2,3 1,4 1

milioni di euro per le disabilità milioni di euro per gli anziani milione di euro per le spese amministrative

euro per 850 mila minori e famiglie euro per 430 mila adulti e nuove povertà persone 100 mila servite al Cam 940 iscritti nel 2014

DOMICILIARITÀ DEGLI ANZIANI, CHIESTO UN CONTRIBUTO ALLA FONDAZIONE CRC la euro per l’emergenza abitativa, senza dimenticare che i Comuni, oltre alla quota fissa, potrebbero decidere di erogare fondi aggiuntivi (Alba nel 2014 ha concesso un contributo di 135 mila euro, nda)». Come affronterete le nuove povertà? «Con soluzioni innovative, indispensabili per aiutare le persone in difficoltà a causa di situazioni accidentali, come la perdita del lavoro, la separazione o l’arrivo di un figlio inatteso. Nel 2014 per l’assistenza economica di questi cittadini abbiamo investito 309 mila euro, a cui vanno aggiunti 214 mila euro per l’inclusione sociale, buoni spesa, voucher lavoro e tirocini per i giovani. Sono fiducioso, anche perché il tessuto sociale albese è caratterizzato da efficaci reti di sostegno e perché si intravedono piccoli segnali di ripresa in campo lavorativo ed economico». Enrico Fonte

6,8 milioni di euro il pareggio del conto previsionale MARCATO

Marco Bertoluzzo, direttore del Consorzio Alba, Langhe e Roero, in questa intervista esclusiva, fa il punto sulle attività in vista del bilancio

Un’immagine di Estate ragazzi, a cui hanno partecipato 3.200 bambini nel 2014.

I malati di Alzheimer al centro diurno LA NOVITÀ M I Comuni faticano a organizzare i Centri di attività per i minori (Cam) ed Estate ragazzi. Come intendete muovervi, Bertoluzzo? «Il Consorzio farà il possibile, anche attraverso contributi e corsi formativi, per far sì che i paesi garantiscano attività di prevenzione del disagio». Anche gli interventi per gli anziani sono a rischio. «Nel 2014, nonostante l’aumento delle richieste di accompagnamento per le

Marco Bertoluzzo

cure domiciliari (dalle 71 del 2013 a 85) e per la permanenza in strutture (da 172 a 185), la Regione ha ridotto il fondo sulla domiciliarità; abbiamo così ampliato l’affidamento (garantito dal consorzio, da familiari o vicini di casa degli anziani) che ha interessato 33 over 65 contro i 21 del 2013. Vorremmo potenziare il centro diurno di via Govone, che ospita 23 anziani, accogliendo i malati di Alzheimer». Come sosterrete i disabili? «Con diversi progetti, tra cui VelA della fondazione Crc che ne promuove l’autonomia, l’inclusione sociale, abitativa, lavorativa e culturale». e.f.


8

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Alba e dintorni

IL PUNTO Anche se i numeri dicono che nella provincia di Cuneo i reati

calano (dell’11 per cento nell’albese, come ha confermato il viceministro della giustizia Enrico Costa) la tensione aumenta ad Alba e in Langhe e Roero a causa di alcuni fatti eclatanti occorsi nelle settimane passate

Roddi: i sindaci chiedono sicurezza La certezza della punizione effettiva dei colpevoli al centro dell’incontro del Comitato provinciale per l’ordine pubblico riunito in via straordinaria

IL PREFETTO RUSSO, IL QUESTORE PEPÈ, POLIZIA, CARABINIERI E FINANZA A RODDI

tamento di governo e legislatori a inasprire le pene, soprattutto per quanto concerne i reati di furto e rapina. Mi auguro che queste intenzioni possano trasformarsi in qualcosa di concreto». Pur essendo, la nostra, un’area relativamente “sicura” la gente ha paura. «I sindaci e i loro concittadini percepiscono un generale senso di insicurezza perché gli ultimi reati sono stati commessi con modalità violente, inconsuete per il territorio di Langhe e Roero. Condivido la loro preoccupazione». Non sarebbe opportuno potenziare gli organici delle forze dell’ordine? «È evidente che se lo Stato assegnasse risorse aggiuntive alla provincia di Cuneo saremmo contenti, ma non so se a livello nazionale siano previsti rafforzamenti. Credo che l’organico sia al momento adeguato, soprattutto se si considerano i dati ministeriali sui reati contro il patrimonio che parlano, per l’albese e il braidese, di una situazione migliore rispetto al resto d’Italia. Al di là dei numeri, ciò che conta è che i cittadini si sentano al sicuro e visto che ora non lo sono bisogna fare il

dati illustrati di recente al nostro giornale dal viceministro della giustizia Enrico Costa che, relativamente ai distretti di Alba e Bra, evidenziavano un calo nel numero di furti e rapine dovrebbero lasciare tranquilli, ma gli ultimi episodi di criminalità, molto violenti, hanno fatto crescere la preoccupazione. Il culmine si è toccato dopo l’aggressione a due pensionati di Roddi e a Daniele Sobrero, il titolare del ristorante Hostaria museum di Alba percosso e derubato da alcuni malviventi che, in piena notte, lo hanno seguito fin sotto casa, a Magliano Alfieri (vedi l’articolo completo nelle pagine di cronaca). La paura è che gli autori dei reati, anche se arrestati, possano tornare in libertà nel giro di poco tempo e compiere nuove azioni efferate. Un grosso problema, quello della certezza della pena e della punizione effettiva dei colpevoli, che è stato al centro dell’incontro del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato in via straordinaria giovedì 19 a Roddi su impulso dell’euro-

MARCATO

I

GAZZETTA NE PARLA CON IL PREFETTO: BISOGNA AIUTARE A SENTIRSI AL SICURO

Il prefetto di Cuneo Giovanni Russo.

parlamentare Alberto Cirio. Pur non potendo assistere alla riunione, rivolta esclusivamente agli amministratori della Langa albese e ai vertici delle forze dell’ordine, Gazzetta ha fatto il punto colloquiando con il prefetto di Cuneo Giovanni Russo, presente insieme al questore Giovanni Pepè e ai rappresentanti cuneesi di Polizia, Carabinieri e Guardia di finanza. Si chiede a gran voce la certezza della pena e la punizione effettiva dei criminali. Cosa ne dice, prefetto? «È una questione delicata, sollevata anche dai sindaci a Roddi. Qualcosa pare muoversi: ci sarebbe infatti un orien-

l’intervallo tra un furto e l’altro in Italia (Censis)

BANANASTOCK / THINKSTOCK

L’INTERVISTA

2 MINUTI

I NUMERI

21.098 iinreati provincia di Cuneo nel 2013

19.520 iinreati provincia di Cuneo nel 2014

11%

la riduzione dei reati nell’albese

possibile per aiutarli a non essere più preoccupati». Quali misure verranno adottate? «La sicurezza è un sistema al cui funzionamento concorrono le forze dell’ordine, le leggi, le autorità giudiziarie, i sindaci ma anche i cittadini, che possono svolgere il ruolo di sentinella segnalando qualsiasi cosa sospetta e di conseguenza rendendo i controlli mirati ed efficaci. Ai privati, soprattutto quelli che vivono in zone isolate o poco abitate, consiglio, per la propria auto-

difesa, di installare finestre e persiane più resistenti e in generale di prestare più attenzione prima di uscire di casa, perché purtroppo il mondo è cambiato. A livello territoriale sarebbe utile, dove possibile, unire con convenzioni le polizie municipali, promuovere incontri di sensibilizzazione e potenziare la videosorveglianza, strumento fondamentale per scoraggiare i malintenzionati ma anche per consentire il loro riconoscimento in caso di reati». Enrico Fonte


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

9

Cirio: videosorveglianza e più forze dell’ordine Alberto Cirio

L’INCONTR0 / 1 L’europarlamentare al Comitato per l’ordine pubblico convocato a Roddi ertezza della pena, potenziamento degli organici delle forze dell’ordine e miglioramento della rete di videosorveglianza. È la ricetta anti-criminalità dell’europarlamentare Alberto Cirio, soddisfatto dell’incontro di Roddi «perché i sindaci, spesso soli, avevano bisogno di sfogarsi e condividere le loro problematiche su furti e rapine». Se per la certezza della pena è indispensabile l’intervento del governo che, sostiene l’eurodeputato azzurro, «dovrebbe mettere la questione in cima alle sue priorità», in materia di telesorveglianza qualcosa potrebbe partire dagli enti locali. «I sindaci di Langhe e Roero potrebbero definire un documento volto a far sì che i prossimi bandi europei e regionali prevedano finanziamenti per gli impianti di videosorveglianza. Le telecamere, se installate secondo un progetto di territorio e seguendo i consigli delle forze dell’ordine, potrebbero risultare davvero efficaci, sia in chiave di

C

ROBERTO GIACOSA SINDACO DI RODDI

Mettiamo in rete tutti i sistemi di videosorveglianza esistenti nei Comuni, controllandoli attraverso un’unica centrale pronta a intervenire

IN RICORDO

prevenzione che di successiva repressione», ha spiegato Cirio, rimarcando l’importanza della collaborazione della popolazione, di iniziative informative e di una valida gestione dei profughi, oltre alla necessità di incrementare gli organici delle forze dell’ordine. «I dati dicono che i reati sono in diminuzione ma l’efferatezza degli ultimi episodi fa pensare il contrario e non la-

IN RICORDO

Caro Franco, ci ritroveremo per ricordarti nella Messa di suffragio, celebrata presso la cappella di Tre Stelle, frazione di Treiso, domenica 29 marzo, alle ore 9.30.

FRANCO GIACHINO

scia tranquilli i cittadini. Senza pensare all’idea irrealizzabile di un commissariato all’interno del tribunale di Alba, mi accontenterei di vedere sul territorio un numero maggiore di poliziotti, magari utilizzati maggiormente in funzione anti-crimine e, non come spesso accade nell’albese, accanto a un autovelox», ha concluso l’europarlamentare. Intanto, due nuovi incontri del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica sono in programma nelle prossime settimane a Canale e Dogliani, per fare il punto anche in quelle aree, non certo avulse dalla microdelinquenza. Roberto Bodrito, presidente dell’Unione montana alta Langa, ha dichiarato: «In Langa non erano mai stati perpetrati reati così efferati, che hanno contribuito ad aumentare il malcontento della popolazione, già esasperata per i tagli finanziari e di servizi imposti ai Comuni. La prevenzione – che passa per incontri informativi e la videosorveglianza, da potenziare attraverso un progetto intercomunale candidabile a finanziamenti pubblici, come ha spiegato l’onorevole Cirio – è una strada, ma il punto fondamentale è garantire la certezza della pena, che va legiferata dal governo». e.f.

Non sono lontano, sono dall’altra parte, proprio dietro l’angolo. Rassicurati, va tutto bene. Non piangere se mi ami, il tuo sorriso è la mia pace. La Messa in tua memoria sarà celebrata domenica 29 marzo, alle 11, nella parrocchia di Roddi.

GERMANA GARABELLO

1o Anniversario

Alba e dintorni

Costa al Tavolo delle autonomie: servono pene certe e più severe L’INCONTRO / 2 M Di sicurezza si è parlato anche ieri, lunedì 23, nella sede dell’Aca, durante l’incontro del Tavolo delle autonomie per il territorio (associazione di settanta Comuni, associazioni di categoria e aziende impegnate nel trovare soluzioni alle emergenze del territorio come la chiusura del tribunale e i problemi legati a viabilità e sanità) che si costituirà ufficialmente giovedì 26. Ospite il viceministro della giustizia Enrico Costa, che ha annunciato novità per contrastare furti e rapine. «Il governo intende presentare degli emendamenti al disegno di legge sul processo penale per evitare gli abbattimenti delle pene, dovuti ai meccanismi

MARCATO

Ne è consapevole il prefetto Giovanni Russo, che – su richiesta dell’eurodeputato Alberto Cirio – ha convocato a Roddi il Comitato per l’ordine e la sicurezza. Ad Alba, intanto, centro-destra e 5 stelle chiedono al sindaco risposte concrete di contrasto alla microcriminalità

processuali e a circostanze attenuanti, che provocano il fenomeno delle “porte girevoli” per il quale chi commette un reato può tornare libero in poco tempo», spiega l’esponente del Nuovo centro-destra, precisando che si vorrebbe innalzare la pena sia minima che massima per il furto in abitazione e per il reato di rapina e non consentire il bilanciamento delle aggravanti a effetto speciale con le eventuali attenuanti. e.f.

La qualità della vita è in calo ad Alba, urge una commissione per la sicurezza L’INCONTRO / 3 M Ad Alba qualità della vita e benessere sono calati. Lo sostiene il consigliere di minoranza Emanuele Bolla, il quale, insieme agli altri capigruppo di opposizione, ha proposto di istituire una commissione speciale che, «coinvolgendo la maggioranza, possa approfondire le questioni di sicurezza pubblica». A sostegno della sua tesi l'esponente di Fratelli d’Italia porta la classifica dei “borghi felici” stilata nel 2014 dal centro studi veneto Sintesi che, considerando variabili come le condizioni di vita materiali, istruzione, cultura, partecipazione alla vita politica, sicurezza,

ambiente e sanità, colloca Alba al nono posto nazionale (primo posto in Piemonte), un risultato positivo che assume un’accezione negativa se confrontato con quello del 2010, quando la capitale del tartufo bianco era al secondo posto. La causa del passo indietro sarebbe, a detta della minoranza, «dei sempre più frequenti casi di microcriminalità, dell’accattonaggio molesto e della scarsa cura di alcune zone del centro», precisa Domenico Boeri (Per Alba). Situazioni «che il centro-sinistra sembra voler minimizzare», afferma Sebastiano Cavalli (Rinnovamento civico), evidenziando la necessità di introdurre un turno serale di Polizia municipale. e.f.


10

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Alba e dintorni

SFRATTI, CENSIMENTO ENTRO IL 7 APRILE

Sul sito Internet del Comune di Alba è pubblicato l’avviso relativo al censimento dei dati riguardanti gli sfratti per finita locazione. L’Ufficio casa (via Govone 11, telefono 0173-29.22.43) raccoglie i dati, da trasmettere alla Regione per il riparto e l’attribuzione delle risorse del Fondo nazionale

di sostegno per l’accesso alle abitazioni in locazione, fino alle 12.30 del 7 aprile. Possono comunicare la propria situazione di emergenza abitativa i residenti destinatari di sfratto con reddito familiare inferiore a 27.000 euro e che abbiano nel nucleo familiare anziani, malati gravi, portatori di handicap o figli a carico.

L’eclissi solare alla Maddalena Gazzetta con studenti e cittadini per osservare il fenomeno che tornerà solo nell’estate 2026

l raduno aveva qualcosa di spettacolare. Centinaia di teste – perlopiù studenti delle elementari, medie e superiori, ma anche cittadini e visi conosciuti del mondo politico albese – a guardare all’insù. Il fenomeno aveva pure qualcosa di pericoloso. Si vociferava che nel 1999, anno dell’ultima eclissi di sole, si fossero verificati casi di cecità per esposizione prolungata ai raggi luminosi. Ma la mattina di venerdì scorso, nel cortile della Maddalena, tutti portavano davanti alle pupille vetrini da saldatore e i telescopi erano protetti da filtri speciali. Ma l’aria che si respira-

I

COORDINAMENTO DI MUSEO EUSEBIO, AMBIENTE E CULTURA, ASTROFILI MONFERRINI

va era quella di un avvento. Ci sono momenti che si verificano una volta ogni vent’anni, perciò trascinano dietro una sensazione di “sollevamento”. È la «condivisione di un’eccezione». La luna allineata col sole. Perciò, a prescindere dall’età, alla Maddalena parevano tornare tutti bambini. L’osservazione era organiz-

zato dal museo Eusebio e dall’associazione Ambiente e cultura. Ingresso libero, in compagnia degli esperti del Gruppo astrofili monferrini e dei loro telescopi. Il programma prevedeva l’utilizzo di tre telescopi. Uno era dedicato all’osservazione del sole nella riga dell’idrogeno ionizzato (h-Alpha), permettendo di ve-

dere le protuberanze solari, grandi fiammate che arrivano ad altezze anche di diverse volte superiori al diametro del nostro pianeta. Si vedeva il disco rotondo del sole oscurato da un disco nero. Una sovrapposizione di colori e di forme perfette, tagliandosi a vicenda. In Italia l’eclissi è stata parziale, ma notevole (raggiungendo circa il 70 per cento di visibilità dell’occultazione del disco solare in alcune regioni del Nordovest). È iniziata attorno alle 9.20 e si è conclusa alle 11.50. La prossima eclissi parziale di rilievo visibile dal Paese avverrà il 12 agosto 2026, ma si verificherà al tramonto. Il 2 agosto 2027 invece ci sarà un’eclissi totale su Lampedusa, e parzia-

MARCATO

REPORTAGE

Studenti – a sinistra la I A del liceo classico – osservano l’eclissi con i telescopi del Gruppo astrofili monferrini.

le nel resto della penisola. La prossima eclisse totale di sole visibile dall’Italia, quando cioè scenderà l’oscurità, avverrà nel 2081.

Perciò alcuni mormoravano: «A quel tempo avrò 94 anni, chissà se potrò vederla». Altri invece ironizzavano sulla velocità del tempo, sulla grandezza confrontata alla fugacità umana, c’era chi proiettava lassù ansie e chi invece gratitudine. Era, semplicemente, un momento diverso. Come ha osservato uno degli esperti presenti sul posto, comunque, «le eclissi accadono almeno tre o quattro volte l’anno. La cosa difficile è “spostarsi”, andare fisicamente nel punto geografico dove il fenomeno risulta visibile. In teoria, se uno avesse molti soldi e tempo, potrebbe continuare a spostarsi e osservare la luna allinearsi col sole ogni tre mesi. Non sarebbe una vita noiosa».


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

IL MINISTERO SOSTERRÀ LA RASSEGNA BOVINA

11

«Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ci ha comunicato l’interesse a sostenere con il patrocinio ministeriale la prossima Grande rassegna bovini piemontesi di sottorazza albese della coscia che giungerà all’edizione numero 85»: parole dell’assessore all’agricoltura di Alba Massimo

Scavino. «Nel 2014 abbiamo raggiunto numeri storici per la qualità e la quantità dei capi che hanno riportato la manifestazione alle grandi presenze degli anni ’70. Lavoriamo con ancor più entusiasmo per continuare a far crescere la nostra bella fiera nell’appuntamento di ottobre».

Alba e dintorni

Ferrero, il fatturato vola a quota 8,4 miliardi INDUSTRIA

I NUMERI

Confermata la forte crescita nei nuovi mercati e nel Nord Europa

907

l bilancio consolidato della Ferrero al 31 agosto registra un aumento del 3,9 per cento del fatturato rispetto al 2013: otto miliardi e 412 milioni di euro. Il risultato è stato frutto, comunica il gruppo guidato da Giovanni Ferrero, «dello straordinario dinamismo nello sviluppo dei nuovi mercati», dall’Asia, alla Russia, al Nord America, al Brasile, al Messico e alla Turchia; in crescita anche il Medio Oriente. In Europa l’azienda definisce buoni e «in alcuni casi ottimi» i risultati ottenuti in Gran Bretagna, Polonia e Germania, mentre la crisi ha fatto segnare il passo nel Sud del continente. Gli utili prima delle imposte sono saliti a quota 907 milioni, con un incremento del 14,2 per cento. La multinazionale albese ha sostenuto nuovi investimenti per 537 milioni; di questi 458 sono stati impiegati nello sviluppo degli stabilimenti e della produzione in Italia, Germania, Canada, India, Brasile, Messico e Cina.

mln

mln

537

MARCATO

I

l’utile ante imposte con un incremento del 14,2% l’ammontare degli investimenti

Tra i prodotti è stata registrata una crescita delle vendite a due cifre per Kinder Merendero (all’estero Kinder Joy), 29 per cento, e Kinder Bueno, 10 per cento. In crescita, rispettivamente di 9 e 6 punti percentuali anche gli ovetti Kinder sorpresa e i Rocher. Ottimi anche i risultati

di due cavalli di battaglia come Nutella e Tic Tac. In estate il gruppo Ferrero ha comprato l’azienda turca Oltan, uno dei leader nel campo della fornitura, lavorazione e vendita di nocciole con un fatturato annuo di 500 milioni di dollari. L’obiettivo dell’operazione, oltre a consolidare la presenza di Ferrero nel mercato di un ingrediente fondamentale dei propri prodotti, «consoliderà l’impegno sociale di Ferrero per uno stile di coltivazione sostenibile», già presente in Turchia con il programma Ferrero farming values. Al 31 agosto i dipendenti erano 27.457, con un aumento di 2.680 persone; con i collaboratori esterni il totale è 34.236.

Venerdì scorso gli studenti della città dell’Oregon gemellata con Alba sono stati accolti nella scuola responsabile del consueto scambio scolastico, il liceo Govone. Nella foto a sinistra: la breve esibizione del coro della scuola; a destra: i ragazzi statunitensi e albesi con gli insegnanti nel cortile della scuola, prima di essere ricevuti in Comune dal sindaco.

MARCATO

MARCATO

GLI STUDENTI DI MEDFORD ACCOLTI DAI RAGAZZI DEL LICEO CLASSICO GOVONE DI ALBA


12

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Il tema dei richiedenti asilo si colloca tra le tematiche di maggior delicatezza e più rilevanti di questi anni, trattato prevalentemente per quanto riguarda alcuni aspetti, per lo più numerici, inerenti la capacità di accoglienza in regime di emergenza. Le cooperative sociali aderenti a Confcooperative Cuneo rispondono

all’emergenza con progetti di promozione e solidarietà, ossia con servizi finalizzati all’integrazione sociale, alla salvaguardia della salute, all’avviamento al lavoro. Presenteremo su Gazzetta il lavoro di alcune cooperative sociali: Fiordaliso e Momo di Cuneo, Cascina Martello di Mondovì e Alice di Alba.

Un rifugio sicuro per non perdere il filo a cooperativa sociale Fiordaliso di Cuneo fin dal 2009 ha iniziato ad accogliere ragazzi giunti in Italia dai primi flussi di migranti. Ne parliamo attraverso il primo dei quattro articoli riguardanti l’ospitalità che le cooperative sociali di Confcooperative Cuneo offrono. «L’esperienza pluriennale di accoglienza di persone di origine straniera ci ha convinto ad aderire all’appello della Prefettura per dare una sistemazione adeguata all’emergenza di arrivi dal Nord Africa», ci dice Nicola Mellano, presidente della cooperativa. «Ci siamo quindi attrezzati per l’accoglienza di adulti. Sono arrivati prima due pachistani, poi cinque ragazzi del Senegal, in seguito altri ancora e oggi ospitiamo, in alloggi a Borgo San Giuseppe e Madonna dell’Olmo, 22 persone di diverse nazionalità, tra cui Mali, Gambia, Nigeria, Bangladesh. Ospitiamo anche, in un altro alloggio in centro a

VIAGGIO TRA I RICHIEDENTI ASILO NELLA PROVINCIA DI CUNEO le problematiche legali, Giulia Giordano, che si interessa di aspetti scolastici e ludici, Francesca Peano, che segue tutta la parte riguardante l’area sanitaria, e Sergio Giraudo, che coordina il lavoro dei colleghi. «Quando arrivano gli ospiti, cerchiamo in primo luogo di rendere accoglienti i locali

M Spiega Francesca Peano, la quale segue l’area sanitaria: «Vorrei sottolineare che la comunicazione con gli ospiti non è unidirezionale. Certo, informiamo sulle regole della nostra cultura, sui diritti e doveri, ma ci interessiamo anche a tutte quelle forme di comunicazione non verbale della cultura di cui gli ospiti sono portatori. Questo atteggiamento è importante per la costruzione di una rete solidale intorno a queste persone, che sono obbligate ad attendere una risposta alla loro richiesta di asilo o di status di rifugiati dalla commissione territoriale anche per oltre un anno». La rete si sta formando attraverso parrocchie, comitati di quartiere, vicini di casa e studenti, che si affiancano alle reti formali presenti.

Partecipante al corso “Non perdere il filo”, finanziato da fondazione Crc e Compagnia San Paolo.

in cui saranno alloggiati; quindi di comunicare, mettendo in gioco le nostre conoscenze di francese e inglese e ricorrendo all’aiuto di mediatori culturali», spiega Francesca Peano. «È importante perché serve a compilare il modulo della Questura con tutti i dati dell’ospite. Una volta effettuata la richiesta di permesso di soggiorno ci interessiamo degli aspetti sanitari, ricostruiamo, rielaborandola, la storia individuale e iscriviamo le persone alla scuola del Centro migranti affinché imparino l’italiano (in alcuni casi è un vero lavoro di prima alfabetizzazione). Li seguiamo anche nella gestione della quotidianità, insegnando loro educazione domestica, gestione dell’ordine, della pulizia, del cucinare, ecc. Cerchiamo di comprendere anche eventuali disagi psicologici. Voglio fare un esempio: quando sono arrivati nell’alloggio, alcuni

ospiti alla vista dei letti a castello sono rimasti impietriti. In seguito abbiamo capito che quei letti ricordavano le celle dei carceri libici, dove vi fu spazio per duri maltrattamenti e umiliazioni». Il lavoro della cooperativa implica anche la necessità di superare eventuali pregiudi-

IN ROSA Parliamo di maternità

RISTORANTE

Natale con i tuoi e... Pasqua “con noi” Un gustoso pranzo fuoricasa per il giorno di Pasqua e Pasquetta, con le proposte dei nostri cuochi... E ancora una simpatica merenda sinoira il lunedì dell’Angelo a partire dalle ore 18.00 VERDUNO - Borgata Molino, 15 tel. 0172 47 01 27 cell. 328 84 64 796 www.ristoranteduelanterne.it

L’Agenda di gravidanza: compagna di viaggio M Aspetti un bambino, non sei malata. Uno slogan scontato? No. Alla lettura di un test positivo sono molte le donne che, nel vortice delle emozioni tipiche del primo trimestre, rinunciano, perché invase dalla paura di nuocere al proprio bambino, spesso, alle proprie passioni, alle vacanze, allo sport e ad altri piacevoli momenti. La gravidanza è un cammino verso la nascita, un evento naturale e fisiologico. Ma come comportarsi durante i nove mesi? L’Agenda di gravidanza è un valido compagno, insieme al professionista da cui si è seguiti, per affrontare il viaggio senza ansie e senza privazioni inutili. L’Agenda, realizzata dalla Regione Piemonte, consigliera di parità, coordinamento dei consultori e operatori sanitari del territorio e degli ospedali, offre alle future famiglie le informazioni utili sulla gravidanza, il parto e il puerperio, sugli stili di vita consigliati, sulle azioni di protezione e prevenzione e sui diritti legati alla maternità e alla paternità. A questo si aggiungono 16 impegnative firmate ed esenti da ticket.

A cura del Centro per la cultura cooperativa http://www.coopsocfiordaliso.it/

GIOVANI M Adrian era un neet torinese, uno dei due milioni di giovani italiani che non studiano e non lavorano. L’incontro con Lavoro di squadra, il progetto nato dall’organizzazione internazionale ActionAid ha cambiato il suo futuro. Spiega Adrian: «Poco più di due anni fa ho ottenuto la qualifica da meccanico, nei mesi successivi ho alternato a piccoli lavori da imbianchino o durante i traslochi diverse mansioni in nero. A incuriosirmi, durante l’estate appena passata, la proposta di un amico e un pallone da calcio. Due allenamenti a settimana e quattro chiacchiere con ragazzi come me a cui si sono

IL CONSIGLIO DELL’OSTETRICA Ritirare l’Agenda della gravidanza: questo è sicuramente uno dei consigli più utili per la futura mamma. È possibile ritirarla presso il consultorio familiare, è gratuita ed è un ottimo strumento per le mamme e per i professionisti. Si possono tenere tutti gli esami, le ecografie e i resoconti delle visite mensili così da avere tutto a portata di mano in caso di necessità. L’Agenda di gravidanza è la risposta per nove mesi all’insegna di evidenze scientifiche, privi della medicalizzazione non giustificata e, compatibilmente con il carattere, più sereni.

zi etnici e di genere, far comprendere le regole della cultura occidentale per creare le condizioni di buon vicinato e mediare tra le etnie accolte, a volte molto differenti tra loro.

Lavoro in squadra: alternativa ad Alba con ActionAid

A cura di Manuela Anfosso

PRICKHNENKA / ISTOCK / THINKSTOCK

L

Cuneo, una famiglia nigeriana di cinque persone e, oltre a loro, anche tre ragazzi (Somalia e Afghanistan) in una diversa struttura. Queste otto persone sono da noi tramite il sistema di accoglienza Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati)». La cooperativa non offre solamente vitto e alloggio, ma promuove un progetto d’integrazione. Artefici ne sono soprattutto Federico Chiapello, che si occupa del-

INCONTRI / 2

© KIKO_JIMENEZ / THINKSTOCK

INCONTRI / 1

Una grande rete solidale

aggiunti ricerche e colloqui di lavoro. Dopo un paio di mesi ho ottenuto un contratto, per ora si tratta di uno stage di sei mesi ma mai avrei creduto». Ad Alba saranno sedici i giovani, selezionati tramite un lavoro di rete tra istituzioni e sodalizi, che verranno coinvolti, come per Adrian, nel progetto Lavoro di squadra, proposto da ActionAid e dalla cooperativa Orso, in collaborazione con le società Albanova ed Europa e con il contributo della fondazione Cassa di risparmio di Cuneo. Stimolati dalla passione per calcio, i ragazzi seguiranno allenamenti e, allo stesso tempo, un percorso di orientamento e inserimento lavorativo o di rientro nella formazione. Manuela Anfosso

© STOCKROCKET / THINKSTOCK

Alba e dintorni

RICHIEDENTI ASILO: NON SOLO EMERGENZA


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

13


14

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015


VENEZIANI DA ROTOALBA ALL’UNITÀ

MARCATO

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

15

Guido Veneziani, patron dell’omonimo gruppo editoriale e dal 2012 titolare di RotoAlba, dovrebbe diventare il proprietario dell’Unità. L’offerta presentata dall’editore ha avuto l’avallo del Pd e del comitato di redazione e attende il via libera del giudice fallimentare. L’offerta di Veneziani prevede il pagamento di

10 milioni di euro a parziale copertura del debito della testata, che si aggira sui 30 milioni. Dovrebbero mantenere il posto 25 redattori su 56. Nel frattempo continua la crisi in RotoAlba. La proprietà ha attivato la procedura di concordato preventivo in continuità per evitare la messa in liquidazione dell’azienda. ro.bu.

L’uomo che conobbe Majorana

Ettore Majorana il famoso fisico siciliano allievo di Enrico Fermi LA STORIA / 2

L

Patrizia Passalacqua racconta a Gazzetta di suo padre Tito – al centro – nato nel 1900 e morto nel ’94: conobbe Guttuso, Tomasi di Lampedusa e Pirandello.

LA STORIA / 1 La figlia di Tito Passalacqua, storico docente all’Enologica, ricorda na mattina di metà marzo a Rodello, una villetta a schiera. Patrizia Passalacqua è una donna sicura, solare e riflessiva, avvolta da libri e quaderni. È una delle cinque figlie di Tito Passalacqua, conosciuto per la sua quarantennale docenza alla Scuola enologica di Alba come professore di materie botaniche. Nato in Sicilia nel 1900 e morto nel 1994, illustre botanico italiano, Passalacqua ebbe occasione di condividere momenti e squarci di biografia con le menti più raffinate, geniali e celebri della socie-

U

tà italiana dell’ultimo secolo: nomi come Majorana, Pirandello, Guttuso, Tomasi di Lampedusa. L’impressione, quando ci sediamo al tavolo del piano superiore della casa di Rodello, è quella di aver raggiunto uno di quei luoghi di conoscenza, di quei templi in cui energie sacre hanno scavalcato confini geografici e generazioni per raggrumarsi in un piccolo rifugio, pregno di tesori narrativi. Patrizia parla di un tempo lontano, riscoperto grazie a una tensione conoscitiva interiore: «Sono andata a Salemi per una ricerca sulle mie origini. Grazie a questa operazione e ai miei ricordi, posso ricostruire alcuni frammenti della biografia di mio padre. Ero la più piccola delle sorelle, potevo ascoltare ogni conversazione. Mio padre Tito era cresciuto nell’ambiente universitario di Palermo, a stretto contatto con gli intellettuali

dell’epoca. Sembrava conoscere bene il fisico Ettore Majorana. Lo descriveva come un uomo introverso, riflessivo, sempre intento a scarabocchiare appunti su pacchetti di sigarette. Un uomo dall’umorismo amaro, restio a partecipare o mettersi in mostra ma capace di osservare il mondo secondo angolature originali. Mio padre raccontava come Majorana avesse forse trovato la formula della bomba atomica, l’avesse scritta su un bigliettino ma, spaventato dalla sua scoperta, avesse gettato il pezzo di carta, poi trovato da Enrico Fermi. L’immensità della scoperta furono forse le cause che portarono Majorana al (presunto) suicidio, o comun-

PASSALACQUA FU A CONTATTO A PALERMO CON GLI AMBIENTI INTELLETTUALI

Alba e dintorni

que a scomparire». Tito Passalacqua, uomo dall’acuto ingegno e dall’innata curiosità verso il mondo, raccontava Majorana con insistente frequenza. Come se il fisico fosse rimasto impresso nella sua memoria. Ancora Patrizia: «Mio padre passò un certo periodo a contatto con un gruppo di scienziati, forse il gruppo di via Panisperna. Non sono certa se Majorana fosse tra loro. Ricordo invece il racconto degli esperimenti di telecinesi: tentavano di far muovere gli oggetti col pensiero. Una sera una lampadina si bruciò, mio padre si spaventò e non ne volle più sapere di simili raduni». Passalacqua frequentò pure lo scrittore Luigi Pirandello, l’autore del Gattopardo, Giuseppe Tomasi di Lampedusa e il pittore Renato Guttuso. Patrizia: «Guttuso gli regalò un dipinto, un uomo nudo a cavalcioni di un asino. A quel tempo il pittore era poco più che ventenne, non ancora famoso. Mio padre invece era cattolico e pudico, non volle esporre quel quadro che ora è andato perduto». Tito Passalacqua trascorse gran parte della sua vita ad Alba; la sua voce narrante ha scandito la biografia delle figlie, arricchendole di racconti straordinari, oltre che da un grande amore per la conoscenza. Sfogliamo i suoi quaderni di botanica, ordinati e precisi. Catalogazioni di piante, processi di coltivazione, appunti dalla calligrafia elegante, antichi quasi un secolo. Matteo Viberti

e biografie sono come romanzi. Alcune, poi, non solo rimangono nella storia ma la definiscono. Come la vita di Ettore Majorana. Nato a Catania il 5 agosto 1906, è stato uno dei maggiori fisici italiani. Majorana frequentò l’Università di fisica di Roma e l’Istituto di via Panisperna fino alla laurea. Si laureò con 110 e lode il 6 luglio 1929. Con Enrico Fermi come relatore, Majorana presentò una tesi sulla meccanica dei nuclei radioattivi. Di quel periodo brevi ricerche che spaziavano dalla fisica terrestre all’ingegneria elettrica, alla termodinamica, allo studio di alcune reazioni nucleari non molto diverse da quelle che sono alla base della bomba atomica. Proprio queste ultime

formule furono al centro, secondo le voci, della sua oscura vicenda. Gli eventi cruciali accaddero la sera del 25 marzo 1938, quando Majorana aveva 33 anni. Partì da Napoli con un piroscafo alla volta di Palermo, dove si fermò un paio di giorni. Poi scrisse una lettera d’addio, smentita da una seconda missiva. Da quel momento, però, nessuno vide più Majorana. Scomparve nel nulla. Si succedettero innumerevoli ipotesi sul suo epilogo, fino a oggi. Leonardo Sciascia, uno dei più grandi scrittori del secolo scorso, dedicò il romanzo La scomparsa di Majorana alla vicenda, consacrandola come una delle più intense storie che il Paese abbia mai partorito. m.v.


16

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Alba e dintorni

Il 28 si presentano gli studenti di Polis. Ma che cos’è Polis, Aimasso? «Polis è un progetto sperimentale avviato sul territorio piemontese e che vede coinvolti l’ex Centro territoriale permanente (Ctp) di Alba-Bra, le agenzie di formazione professionale e gli istituti di istruzione secondaria superiore. Il percorso consente a studenti lavoratori di conseguire, alla fine di un percorso triennale svolto in orario serale, un diploma di scuola superiore e una qualifica professionale. Si tratta di un’opportunità eccezionale, che gli studenti non sottovalutano. Anche se sul futuro del progetto rimane qualche incertezza istituzionale, siamo soddisfatti della natura e della metodologia scolastica adottata». m.v.

«Per me è no». È lo slogan della maglietta sfoggiata dal grillino Ivano Martinetti, che ha presentato una mozione per impegnare la Giunta ad azioni di contrasto al Partenariato transatlantico per il commercio e gli investimenti (Ttip), accordo di libero scambio in corso di negoziato tra Europa e Usa. e.f.

Polis, 60 studenti diplomati POLIS / 1 I premiati, studenti lavoratori, hanno seguito per 3 anni le lezioni serali a formazione per chi non ha potuto concludere gli studi. Una scuola che trascende il concetto di età e che concede l’opportunità di un nuovo inizio. Sabato 28 marzo, alle 9.30 (nella sala del Consiglio comunale del Comune) si terrà la cerimonia di consegna dei diplomi di maturità conseguiti nell’ambito del percorso Polis. Sarà un momento di socializzazione del concetto di “riuscita”, un tentativo di condividere percorsi individuali modellati grazie alla forza della motivazione. Incontriamo Serena Aimasso, responsabile del progetto Polis.

L

Polis prevede la collaborazione tra molti attori, vero Aimasso? «Il progetto, giunto al suo dodicesimo anno di sperimentazione, ha visto una felice collaborazione tra l’ex Ctp, Apro formazione professionale e gli istituti superiori Leonardo da Vinci, Cillario Ferrero, Einaudi per la sede di Alba e l’istituto Guala per la sede di Bra. Il progetto si è avvalso anche del contributo della fondazione Cassa di risparmio di Cuneo». Quanti sono stati gli studenti lo scorso anno? «I 21 corsisti diplomati nell’anno scolastico 20132014 al liceo delle scienze so-

21

i corsisti diplomati ad Alba con il percorso scolastico per adulti Polis

© HERO IMAGES / CORBIS

LA DOMANDA

I GRILLINI DICONO DI NO AL TTIP

«Il Comune integri i contributi che le famiglie versano per le superiori colpite dai tagli dello Stato». Lo ha chiesto in Consiglio l’esponente del Movimento 5 stelle Ivano Martinetti. La risposta di Elena Di Liddo: «Il Comune non ha fondi specifici ma fa il possibile, sostenendo le politiche giovanili». e.f.

ciali nel loro percorso triennale hanno conseguito anche la qualifica professionale di animatore servizi all’infanzia con Apro. L’impegno dei corsisti è stato notevole, perché hanno frequentato per tre anni le lezioni in orario serale, dalle 19 alle 23, dal lunedì al venerdì. Considerando anche gli studenti braidesi, comunque, il numero di allievi raggiunge la soglia dei 60. Un ottimo risultato a mio modo di vedere». Sembra indubitabile il grado di soddisfazione raggiungibile al termine di un simile percorso. «I più soddisfatti della positiva conclusione del percorso sono naturalmente gli studenti-lavoratori, che hanno visto ripagati i propri sacrifici, ma grande soddisfazione è stata espressa anche dai docenti che li hanno seguiti in questi anni e dai dirigenti scolastici». Matteo Viberti

Ecco chi ha studiato sodo da adulto POLIS / 2

© C. DEVAN / CORBIS

Un progetto di successo avviato a livello sperimentale

PIAZZA DUOMO AIUTI LE SCUOLE SUPERIORI

Ecco i nomi e le votazioni dei corsisti albesi di Polis, che saranno premiati il 28 marzo presso la sala del Consiglio comunale: Elena Baciu Dana, 87/100; Eva Bastero, 65/100; Miriam Bennari, 74/100; Manuela Bono, 70/100; Diego Borello, 76/100; Jessica Cane, 88/100; Emanuela Cappello, 100/100; Carmine Carpenito, 83/100; Gisella Chiarle, 93/100; Ioana Ciobanu, 85/100; Luca Lusso, 72/100; Michela Marenco, 76/100; Simona Marmo, 73/100; Crina Motriuc Dana, 77/100; Costina Opran, 65/100; Eliana Ravina, 75/100; Pavlina Simionova, 67/100; Nataliya Sirko, 90/100; Alda Sobrero, 67/100; Valentina Velkova, 67/100; Anzhelika Zuboreva, 76/100.


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

IL CONSIGLIO CELEBRA BUBBIO E FERRERO

Il 22 aprile potrebbe svolgersi la cerimonia di intitolazione della sala consiliare a Teodoro Bubbio, «primo sindaco di Alba città libera e democratica». Lo ha annunciato il sindaco Maurizio Marello nell’ultima assise, rendendo noto che si omaggerà anche la memoria di Michele Ferrero con un Consiglio aperto. e.f.

17

UN’AREA COMUNALE PER I CANI

Ad Alba potrebbe presto sorgere un’area pubblica attrezzata per i cani. Lo ha annunciato l’assessore Alberto Gatto replicando a un’interrogazione del consigliere di minoranza Mario Canova (Forza Italia), il quale ha pure chiesto un percorso ginnico per gli amici a quattro zampe. e.f.

Posso leggere Schopenhauer ed Hegel con i miei figli

Alba e dintorni

Monica: sclerosi l’“amica” che accompagna la mia vita LA STORIA

Nelle immagini di agenzia di queste pagine: adulti che seguono percorsi di formazione.

POLIS / 3 na donna con un libro di filosofia in mano. Legge Hegel e Schopenhauer ai figli, discutendo di ragione, pensiero, significato. I tre trasmettono idee, trasformandole, in un gioco di reciproco nutrimento. È qualcosa che la donna non aveva sperimentato, un processo possibile grazie a un percorso iniziato a 44 anni. Lei si chiama Emanuela Cappello e abita ad Alba. Spiega Emanuela: «Ho 46 anni, lavoro a tempo pieno come infermiera presso il reparto dialisi del San Lazzaro, sono sposata e ho due figli di 11 e 8 anni. Ho iniziato il percorso di studi con Polis (vedi gli articoli di queste pagine) nel 2012, conseguendo la maturità nel 2014 al liceo Leonardo da Vinci. In pratica, è come se avessi recuperato gli studi mai conclusi in adolescenza». La storia è semplice: nel 1984, da ragazza, Emanuela era iscritta all’Istituto magistrale di Alba. Ma il suo sogno era diventare infermiera. A quel tempo non era necessaria la laurea per ottenere l’abilitazione. Si richiedeva soltanto un corso di due anni. Così

© JAMIE GRILL / TETRA IMAGES / CORBIS

U

EMANUELA CAPPELLO SI È DIPLOMATA CON POLIS E ORA STUDIA BIOETICA la ragazza si ritirò dalla scuola che frequentava e si iscrisse alla Scuola per infermieri professionali, dove si diplomò nel 1987. Dopo qualche decennio di lavoro e soddisfazioni familiari, Emanuela si accorse che

il suo percorso formativo non poteva rimanere interrotto. La sua sete di conoscenza le chiedeva di più. Così, l’idea del percorso Polis. Che, una volta ultimato, ha consentito alla donna di iscriversi a un master universitario in bioetica presso la Facoltà di teologia di Torino. «L’esperienza Polis è stata particolarmente faticosa, dovendo conciliare famiglia e lavoro a tempo pieno. Ma grazie

a mio marito, ai miei figli, ai miei genitori e ai miei colleghi sono riuscita a portare a termine il progetto. In particolare devo ringraziare alcuni insegnanti, che con la loro passione mi hanno avvicinata allo studio, consentendomi di desiderare di apprendere senza sentire fatica. È stato bello creare a scuola un gruppo di compagni, di età diverse ma con esigenze simili, con i quali ci siamo sostenuti nei momenti difficili. Il motto era: nessuno molla. L’esperienza ha rappresentato un esempio anche per i miei figli, che vedendomi studiare con tanto entusiasmo hanno capito il valore della tenacia e della volontà». La decisione di proseguire il liceo, superata la soglia dei quarant’anni, assume così i connotati di un’impresa “eroica”, non tanto per la sua difficoltà intrinseca quanto più per le emozioni che coinvolge. Autodisciplina, curiosità, apprendimento divertito. Un gioco che diventa metafora di interi percorsi. m.v.

Monica Generosi

«M

i chiamo Monica Generosi, ho 40 anni, nasco come una persona timida, che a 16 lascia Torino, per arrivare in un piccolo paese di provincia. Una mattina, a 19 anni, mi accorgo di non riuscire ad accendere la lampada sul comodino. Poco dopo conosco l’“amica” che accompagnerà la mia vita: la sclerosi». Questo l’inizio di un racconto affascinante

svolto in prima persona: imparare a credere in se stessi può aiutare a superare molte difficoltà. Monica prosegue: «La malattia mi rallenta la vita, ma io decido comunque di sposarmi con Gianluigi e avere due bimbe splendide: Adele, che oggi ha 12 anni, e Clelia, che ne ha 9. Qualche anno fa mi ritrovo ricoverata in cardiologia. Così decido di abbandonare le terapie classiche. Sette mesi fa, incontro un uomo dalla voce calda e rassicurante». L’uomo in questione è Walter Benenti, govonese, esperto in comunicazione. «Io e Walter abbiamo iniziato un percorso per migliorare il mio stile di vita: un’alimentazione idonea per eliminare le tossine accumulate negli anni, il miglioramento del rapporto con mia figlia Adele, adolescente, una maggiore consapevolezza di me stessa e del mondo, cercando di dare gratitudine e capire che tutto può cambiare, se cambiamo noi stessi. Qualche mese fa pensavo di passare dal bastone alla carrozzina e improntavo tutto su questo: anche il rifacimento del bagno. Poi ho imparato a vivere con maggior autostima. A luglio pensavo a Monica con la sclerosi, ora sorrido e dico grazie, perché se oggi sono questa Monica, è anche grazie a lei». fr.ge.


18

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

MEDICO

MARCATO

ANTONIO DELLAVALLE CARDIOLOGO

È vero che sul territorio è meglio non avere un infarto nel fine settimana? «L’emodinamica di Alba, dotata di uno staff completo e con esperienza, offre un servizio H12, il che significa che vengono trattati in emergenza gli infarti che giungono all’ospedale di Alba nelle ore di lavoro ordinario, mentre durante la notte e nei festivi i pazienti vengono trasferiti ad Asti. Sarebbe ottimale, nell’attesa dell’apertura dell’ospedale di Verduno che avrà l’emodinamica H24, riuscire a trattare tutti i pazienti che giungono con i propri mezzi all’ospedale di Alba, evitando i lunghi tempi del trasporto verso Asti. La cardiologia di Alba è assolutamente in grado di offrire questo servizio e senza costi aggiuntivi, ma questo deve essere accettato a livello regionale. Lavoreremo per ottenere questo obiettivo».

INCIDENZA Aumenta con l’età negli uomini sopra i 50 anni e nelle donne sopra i 60.

SÌ E NO È opportuna attività fisica costante e l’astensione assoluta dal fumo.

PREVENZIONE Giova una dieta a basso contenuto di grassi e zuccheri.

CONTROLLI Tenere sotto controllo i valori di pressione arteriosa, della glicemia e del colesterolo.

Salute

Quel dolore al petto

I DATI DELL’ASL CN2

180

Ogni anno nell’Asl Alba-Bra sono attesi 150-180 infarti del miocardio

INFARTO / 1

50

Conferenza il 26 marzo alla fondazione Ferrero

%

Metà delle morti da infarto avviene nelle prime due ore dopo la comparsa dei sintomi

a parte della serie di conferenze mediche della fondazione Ferrero l’incontro Quel dolore al torace: quando preoccuparci? Il percorso del paziente con la malattia delle coronarie, in programma per giovedì 26 marzo alle 21 all’auditorium di strada di mezzo ad Alba. Ospite della serata sarà Antonio Dellavalle, direttore del servizio di cardiologia dell’Asl Cn2, che abbiamo intervistato. Che cos’è l’infarto? «L’infarto miocardico è una sofferenza acuta del cuore conseguente all’occlusione improvvisa di un’arteria coronaria; l’infarto del miocardio rimane la principale causa di morte della popolazione adulta nei Paesi europei, con il 25% di decessi tra coloro che ne sono colpiti; il 50% delle morti da infarto avviene nelle prime due ore dopo la comparsa dei sintomi e spesso quando il paziente non è ancora giunto in ospedale». Quali sono le cause? «L’occlusione coronarica nel 90% dei casi è dovuta alla

F

Angioplastica o farmaci: il fattore tempo è decisivo INFARTO / 2 ISTOCK / THINKSTOCK

CONSIGLI COSA FARE PER EVITARLO

19

formazione di un coagulo su di una malattia aterosclerotica preesistente: la causa principale è l’aterosclerosi, dovuta alla formazione all’interno delle coronarie di accumuli di colesterolo che portano alla formazione di “placche aterosclerotiche”». Come si manifesta? «È importante imparare a

riconoscere i sintomi di un inizio di infarto del miocardio, a partire dal dolore al petto (angina pectoris). Il dolore si avverte nella maggior parte dei casi al centro del petto; inizialmente può avere una durata di pochi minuti ed essere intermittente, ma presto il sintomo diventa continuo e di intensità sempre maggio-

re. Altri sintomi associati al dolore toracico possono essere respiro corto, sudorazione, nausea, svenimento. La tempestività del riconoscimento del sintomo e il ricovero immediato, meglio se con chiamata del 118, sono fondamentali per permettere ai soccorritori di essere efficaci nel salvare vite e cuori». a.r.

M «L’angioplastica coronarica, se eseguita in tempi adeguati, ha dimostrato di essere il trattamento di scelta dell’infarto», spiega Antonio Dellavalle, direttore di cardiologia all’Asl Cn2. «La terapia medica con uso di farmaci trombolitici che sciolgono il coagulo nella coronaria ha un’efficacia paragonabile a quella dell’angioplastica solo se eseguita entro le prime due ore dall’insorgenza del dolore». Nell’Asl Alba-Bra, dove risiedono 174.000 abitanti, sono attesi 150-180 infarti l’anno che necessitano di un trattamento in emergenza». a.r.


20

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Rotary a Grinzane per l’Unesco CONVEGNO M I club Rotary di Alba, Bra e Canale-Roero nell’ambito delle iniziative inter-club organizzano per venerdì 27 marzo, alle 18, al castello di Grinzane Cavour

un convegno dal titolo Il nostro territorio nell’Unesco. Interverranno Maria Paola Azzario, presidente della Federazione italiana club Unesco, Giulio Mondini e Roberto Cerrato che più da vicino hanno curato la candidatura. al.bo.

SCUOLA APRO SI DISTINGUE COL CAFFÈ

IN BREVE

CRAL ASL-COMUNE A GIUGNO IN GITA A PECHINO Il Cral Asl Cn2-Comune di Alba ha cambiato alcuni componenti del direttivo e si affaccia al 2015 con un rinnovata voglia di fare. Tra le iniziative cui possono aderire anche simpatizzanti dell’associazione si segnala la gita in Cina, dal 14 al 22 giugno, che vedrà toccare le città di Pechino, Xian e Shanghai. Per ogni informazione è possibile telefonare alla segreteria dell’associazione al numero 0173-31.69.01 o inviare una mail a cral@aslcn2.it.

FAMIJA ALBÈISA ASSEMBLEA DEI SOCI La Famija albèisa, che si appresta a celebrare i 60 anni di vita, convoca l’assemblea generale per giovedì 26 marzo, alle 20 in prima convocazione e alle 20.45 in seconda, nella sede di via Pietrino Belli 6, ad Alba. All’ordine del giorno verranno poste la relazione sull’attività svolta nel 2014 e il bilancio consuntivo. Si procederà poi al rinnovo di un terzo dei membri del Consiglio di amministrazione. I consiglieri il cui mandato è scaduto e che possono essere rieletti sono: Luca Berlinghieri, Giovanni Bressano, Renzo Cestari, Laura Cravanzola e Maria Cristina Guglielmoni.

Luca Benso, allievo dell’ultimo anno dell’Apro scuola alberghiera si è piazzato al primo posto nella categoria After dinner al caffè con il cocktail “Caffè Ferrà”, mentre Umberto Bonan si è classificato secondo nel Fancy ice cream. L’Apro ha partecipato al concorso Costadoro cocktail competition

tra le migliori alberghiere piemontesi anche con gli allievi Davide Rovere e Giulia Siano, accompagnati dal docente di bar Alessandro Fenu. «Complimenti a Benso che ha ottenuto il miglior punteggio vincendo un corso di formazione Aibes», commenta la responsabile di settore Enrica Stupino.

Cannavacciuolo ospite vip all’Apro SCUOLA / 1 Evento pluristellato nella serata del 31 marzo l prossimo appuntamento di Alba food show sarà foriero di una strepitosa sorpresa, l’evento dal titolo Il Sud e le Langhe, in programma martedì 31 marzo, alle 20, vedrà interpreti i pluristellati Antonino Cannavacciuolo e Maurilio Garola, nella cena a quattro mani. Cannavacciuolo, è il personaggio televisivo del momento: ingaggiato come nuovo giudice per la quinta edizione di Masterchef Italia, da aprile sarà nuovamente protagonista di Cucine da incubo, in onda su Fox life. Nato a Vico Equense (Napoli), dal 1˚ agosto 2013 è direttore di tutte le attività food del Boscareto resort & spa di Serralunga. Maurilio Garola, coinvolto nella doppia veste di chef e supervisore tecnico della manifestazione, dal 1997 ha saputo coniugare a Treiso, tradizione e fantasia con la cucina home-made.

I

BOTTIGLIERO

Alba e dintorni

Mimmo Caruso, Pasquale Laera, Valentina Dogliani e Vincenzo Siani.

La struttura di Serralunga, dopo la proposta di collaborazione avanzata dall’Apro, ha raccolto la sfida e si presenterà all’evento con la sua punta di diamante spalleggiato dall’emergente pugliese Pasquale Laera. Il 26enne, dopo cinque anni a Villa Crespi al fianco del maestro napoletano, oggi è al timone del ristorante La Rei. «Aisf è un’esperienza originale e motivante, che sta innestandosi perfettamente nella

divulgazione dell’eccellenza della cucina», afferma soddisfatta Valentina Dogliani, amministratore delegato di Boscareto. «Produrrà effetti positivi per entrambe le parti, oltre a costituire una ritrovata centralità per la formazione alberghiera. Condividiamo con Apro la stessa filosofia organizzativa, in azienda abbiamo un nucleo di giovani che ci consentono una gestione dinamica e ben collaudata». Alessio Bottigliero

L’inglese si impara col breakfast day M La primaria Umberto Sacco ha coinvolto le quinte nel breakfast day, un’iniziativa che oltre la pratica dell’inglese in forma didattica, coinvolge i bambini in un percorso di conoscenza di usi, culture e tradizioni anglosassoni che arriva a gustare una colazione tipica britannica. È solo una delle tante iniziative che la direzione del terzo circolo propone a corollario del percorso di-

Cosa rende la FeliceIncontro una delle agenzie matrimoniali più blasonate?

BOTTIGLIERO

SCUOLA / 2

dattico di insegnamento della lingua inglese. «L’obiettivo di queste attività è quello di conoscere e far apprezzare ai nostri studenti il gusto di culture e quotidianità tipiche dei Paesi del mondo, aprendo una breccia nella loro mente», afferma il dirigente Piergiuseppe Cencio. Le altre iniziative legate all’approfondimento in forma pratica della lingua inglese prevedono anche un’intensa corrispondenza con i coetanei della città gemella di Medford. al.bo.

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

La FeliceIncontro si distingue per la sua professionalità, data da una attentissima analisi dei profili del cliente, volta ad ottenere nel più breve tempo possibile, in base ovviamente al tipo di richieste, il raggiungimento dell’obiettivo, che può essere quello del matrimonio o di una semplice convivenza. Come avviene il contatto? Noi amiamo conoscere, a prescindere, la persona che si rivolge a noi, facendo in modo che si trovi a suo agio e si lasci andare a confidenze profonde del suo essere, onde evitare fraintendimenti futuri, rispettando ovviamente la privacy del cliente, stilando un profilo della persona, andando a cercare accuratamente chi si avvicina di più a lui o lei con un lavoro certosino. Corso Torino 14/l ALBA INTERNO GALLERIA VICINO ALL’HOTEL

I CASTELLI

Cos’altro vi rende affidabili? Il fatto che noi, sapendo che stiamo lavorando con i sentimenti veri, vogliamo la FELICITÀ DEI CLIENTI; operiamo con precisione per il raggiungimento dello scopo e dell’ obiettivo finale ovvero LA FELICITÀ e la FINE DELLA SOLITUDINE.

0173 1996383 – 347 0890002 cuneo@feliceincontro.net www.feliceincontrocuneo.it

Simone, cosa ti rende una persona a cui fare affidamento? Il fatto che conosco molto bene la parola solitudine e non mi vergogno ad ammettere che ho sofferto molto a causa di essa, pertanto desidero lavorare con i clienti in maniera assolutamente unica per ognuno di loro, capendo bene che ogni individuo è una persona a sé, e lavorando intorno a lui per SCOLPIRE LA SUA FELICITÀ con studi approfonditi, onestà e semplicità.


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

21


22

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015


IL COMUNE NON MOLLA EGEA E APRO

MARCATO

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

23

L’Amministrazione trasmetterà alla Corte dei conti il piano per raggiungere gli obiettivi fissati sulle partecipate, che obbliga gli enti a ridurre le partecipazioni in società esterne. Il Comune abbandonerà l’Enoteca del Roero, il Mercato ortofrutticolo, Fingranda, Lamoro e Tanaro servizi, mantenendo Egea, Apro, Str, Acquedotto delle Langhe, Sipi, Sisi, Agenzia di Pollenzo ed Ente turismo. In bilico il Gal Roero Leader. e.f.

Alba e dintorni

L’Isis è il nemico da sconfiggere IL CASO Parla Sami Hajji, 32 anni, da 14 ad Alba, tunisino 3 morti, quattro dei quali italiani e decine di feriti, quasi tutti turisti scesi dalla nave da crociera Costa Fascinosa. È questo il tragico bilancio – che ha purtroppo coinvolto alcuni piemontesi – del blitz compiuto da un gruppo di terroristi collegati all’Isis a Tunisi, tra il Museo del Bardo e il palazzo del Parlamento, la scorsa settimana. Un attacco che potrebbe avere gravi ricadute sul turismo nel Paese nord-africano e che ha susci-

2

Sami Hajji

tato sdegno nella comunità tunisina albese. Sami Hajji, trentaduenne, rappresentante in zona del partito eletto e al governo in Tunisia Nidaa Tunes, da 14 anni residente nelle Langhe, ha chiesto a Gazzetta di poter esprimere i propri pensieri in merito all’accaduto. L’invito

di Sami è un grido di pace e di comunità di intenti a non avere paura e a lottare contro l’Isis, nemico prima di tutto della Tunisia e dell’islam. Sami, perché ha chiesto di parlare con Gazzetta? «Perché vivo ad Alba da 14 anni e sono sconvolto da ciò che è successo nella mia Tunisi. Vorrei, in primo luogo, fare le condoglianze alle famiglie che hanno perso un proprio caro in questo folle attentato, vorrei quasi chiedere scusa a loro, ma non sarebbe giusto perché il popolo tunisino non è responsabile di ciò che è successo, anzi è la prima vittima della follia dell’Isis». Può spiegarsi meglio? «Il gioco dei terroristi è colpire il turismo e l’economia di un Paese democratico che vuole guardare a un

futuro di accoglienza e tolleranza. Le prime vittime siamo noi tunisini che ci sentiamo attaccati e l’islam in secondo luogo». L’islam? «Islam vuol dire Pace, nella nostra religione non è scritto che è lecito uccidere altre persone, anzi, chi compie questi gesti è contro l’islam ed è nemico della nostra fede. Il mio popolo è famoso per l’accoglienza verso l’ospite che è sacro, non importa quale religione egli professi, per que-

SAMI RAPPRESENTA IL PARTITO ELETTO E AL GOVERNO IN TUNISIA NIDAA TUNES sto ci sentiamo tutti attaccati da questo vile gesto». Chi pensa fosse il vero obiettivo del blitz terroristico? «I terroristi dal Museo del Bardo volevano colpire il Parlamento, i centri turistici e politici del Paese, il loro

Cirio sta con Berlusconi e lancia la sfida a Renzi POLITICA M Alberto Cirio non ha dubbi su chi scegliere tra il Cavaliere e il “ribelle” che minaccia di sfasciare Forza Italia Raffaele Fitto. «Silvio Berlusconi è l’unico in grado di unire le forze moderate», sentenzia Cirio, reduce da un viaggio per l’Unione europea in Armenia e dal bagno di folla alle convention azzurre organizzate a Cervere e Torino, a cui hanno partecipato anche l’altro europarlamentare Giovanni Toti e il coordinatore piemontese del partito Gilberto

CIRIO NON HA DUBBI TRA IL CAVALIERE E IL RIBELLE CHE RISCHIA DI SFASCIARE FI

FINE SETTIMANA D’INCONTRI TRA TORINO E CERVERE PER FORZA ITALIA

Nella fotografia i vertici di Forza Italia a Cervere la scorsa settimana: Gilberto Pichetto, Alberto Cirio, Giovanni Toti e Franco Graglia.

Pichetto. «Forza Italia ha patito sette anni di attacchi al proprio leader ma ha saputo resistere (anche se i consensi sono scesi al 14 per cento, nda) e trarrà beneficio dal ritorno in

campo di Berlusconi», afferma l’europarlamentare albese, precisando che «toccherà all’intera squadra impegnarsi per costruire una valida alternativa a Renzi, il quale non

sta facendo bene, come dimostrano i problemi legati alla gestione dei profughi e la crescita a rilento del Paese». Un’alternativa andrà costruita anche in Piemonte «perché Chiamparino, pur con tutte le attenuanti del caso, non sta brillando», rimarca Cirio. Un guanto di sfida al governatore sabaudo in vista di possibili elezioni anticipate, sostengono i beninformati. «Mi lusinga che si pensi a me come possibile candidato alla presidenza della Regione ma ritengo opportuno portare a termine il mandato europeo», chiosa l’ex vicesindaco di Alba, ne-

ESERCITAZIONE NAZIONALE DI PROTEZIONE CIVILE

gando anche di essere interessato all’incarico di coordinatore piemontese di Forza Italia. A livello cuneese, dove il responsabile è Massimo Garnero, la priorità è «riaccendere l’entusiasmo», operazione che Cirio sta portando avanti con l’ex primo cittadino di Cervere, ora vicecapogruppo forzista a palazzo Lascaris, Franco Graglia, e altri attivisti. «Nella Granda siamo riusciti a tesserare 1.300 persone, 130 delle quali giovani tra 16 e 30 anni, e nei prossimi giorni verrà inaugurata una sede a Mondovì», riferisce Graglia. Ad Alba, invece, manca il coordinatore, ma per l’ex assessore non è un problema, «perché il partito ha un ruolo importante con il gruppo guidato da Carlo Bo e con Leonardo Prunotto, vicepresidente del Consiglio». e.f.

obiettivo era minare le basi dello Stato democratico, non ci sono riusciti e la Tunisia ora è ancora più forte e coesa nel condannare il terrorismo, anche se ho molta paura per gli effetti che tutto questo potrà portare». Che cosa teme? «Nel 2010 i turisti in Tunisia furono 7 milioni, numero calato drasticamente dopo la “primavera araba” e ora nuovamente in forte crescita grazie all’opera del Governo e del ministro Selma Elloumi. Selma ha partecipato alla veglia di preghiera in una chiesa in onore di tutte le vittime cristiane per lanciare un segnale forte di una Tunisia aperta e laica che dialoga con le religioni e condanna il terrorismo». Cosa vorrebbe dire invece agli attentatori, suoi connazionali? «A loro nulla, hanno ucciso in nome di un Dio che hanno dimostrato di non rispettare, so che sarà difficile, ma come portavoce dei tunisini in zona e del governo in Italia, mi piacerebbe che a loro fosse tolta la cittadinanza del mio Paese, che hanno disonorato». Vorrebbe fare un invito agli italiani? «Sì, vorrei dire loro di non avere paura, la Tunisia è un Paese meraviglioso, accogliente, che li aspetta a braccia aperte e che dopo ciò che è successo sarà ancora più sicuro e coeso. All’Europa chiedo di aiutarci perché l’Isis è il nostro nemico e tutti insieme dobbiamo sconfiggerlo». Marcello Pasquero

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

NUOVA GESTIONE PER LA RESIDENZA “DON COMINO” DI LEQUIO TANARO

MARCATO

D

Ha suscitato grande interesse l’esercitazione nazionale di Protezione civile Lucensis che ha portato sotto le torri novanta associazioni e oltre mille volontari provenienti da tutta Italia. Sotto il coordinamento di Proteggere insieme sono state simulate un’ottantina di situazioni d’emergenza. Tra le più spettacolari il finto deragliamento di un treno, l’evacuazione del municipio albese, il salvataggio di alcune persone dal campanile della chiesa di San Giuseppe e gli interventi dall’elicottero della Forestale. I volontari hanno anche ripulito una parte dell’alveo del Talloria tra Alba e Roddi. «L’esercitazione, purtroppo condizionata dal maltempo, è servita anche per verificare l’impatto delle calamità sul traffico», ha commentato il responsabile di Proteggere insieme Roberto Cerrato. La Messa celebrata sabato al campo base dal vescovo mons. Giacomo Lanzetti ha preceduto la festa di domenica 22 dopo quattro giorni di attività. Tutto su: www.gazzettadalba.it. e.f.

a novembre, infatti, la residenza per anziani autosufficienti e non autosufficienti è in gestione alla SpA friulana Sereni Orizzonti, uno dei primi Gruppi in Italia operante nel settore della costruzione e gestione di residenze socio-sanitarie per anziani, nuclei specializzati per disabili e comunità terapeuticoriabilitative per minori. “Don Comino”, con una capacità ricettiva di 50 posti letto, dispone di camere singole o doppie, tutte con servizi igienici adiacenti. La cucina interna permette di personalizzare la dieta a seconda delle singole esigenze degli ospiti. La struttura, tramite personale qualificato, garantisce l’assistenza alla persona, infermieristica e medica, grazie alla presenza di infermieri professionali e del direttore sanitario, nonché di fisioterapisti che si occupano degli ospiti che necessitano di riabilitazione motoria. La residenza fornisce inoltre un’attività di animazione che spazia dai laboratori manuali all’ascolto della musica, dalle letture. Un grande parco con parcheggio auto circonda la residenza garantendo un ambiente tranquillo, ma facilmente accessibile, poiché la residenza è raggiungibile anche in bus e, per chi arriva da Torino, in treno. Le persone interessate ad accedere ai servizi residenziali della residenza “Don Comino” possono rivolgersi direttamente alla segreteria della struttura, al numero 0172.696018, per un colloquio informativo e per la compilazione della documentazione per la prenotazione e l’eventuale disponibilità. L’inserimento degli ospiti nei posti letto convenzionati viene condiviso con l’Azienda Sanitaria in cui è residente il richiedente dopo la fase di valutazione da parte dell’Ufficio di competenza il quale, periodicamente, effettua le valutazioni volte a verificare le condizioni di accoglienza e di permanenza nella struttura. Grazie a un impegno continuo, il Gruppo è presente oggi con 50 strutture, tra attive e in costruzione, in 10 regioni italiane (Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Toscana, Sicilia e Sardegna). In totale le residenze dispongono di circa 3.200 posti letto, numero che pone Sereni Orizzonti come il operatore di settore in Piemonte e il terzo in Italia. Sereni Orizzonti conta oggi 1.500 collaboratori che garantiscono agli ospiti, autosufficienti e non, un’assistenza specializzata attraverso interventi di tipo sanitario, tutelare, assistenziale e alberghiero erogati nell’arco di 24 ore, promuovendone altresì l’autonomia funzionale e l’inserimento sociale in collaborazione con i servizi territoriali e la famiglia.


24

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Alba e dintorni

ANIMALI / 1 FESTA AL CANILE DI ALBA

Sabato 28 marzo dalle 14 alle 18 è in programma la festa di Pasqua al canile di Alba, in località Toppino. «Vi aspettiamo numerosi per venire a conoscere i nostri tanti ospiti (cani e gatti) in cerca di una casa», spiega Paolo Sacchero, portavoce di Amici di zampa onlus

Vie strette per le auto CENTRO STORICO / 1 Ennesimo incidente. Centro-destra e residenti protestano no scontro tra due veicoli, avvenuto il 19 marzo all’incrocio tra via Macrino e via Ospedale, senza danni alle persone coinvolte, riapre la discussione sul problema della sicurezza stradale nel centro storico. Il consigliere comunale di opposizione Emanuele Bolla commenta: «A novembre, sostenuto da un gruppo di residenti, ho presentato un’interrogazione per segnalare la pe-

U

Via Macrino.

ricolosità di quell’incrocio, dopodiché, a gennaio, ho nuovamente sollevato la questione, richiedendo un incontro, a seguito del quale l’assessore al-

la mobilità aveva assicurato che avrebbe verificato nel giro di pochi giorni con l’Ufficio tecnico alcune idee da sottoporre all’attenzione dei cittadini. È molto grave che, quasi due mesi dopo, non sia pervenuta alcuna proposta e mi chiedo che fine abbia fatto l’impegno dell’assessore». Bolla non si arrende: «L’Amministrazione comunale deve risolvere il problema. Se entro fine mese non ci saranno proposte concrete, chiederò la convocazione della commissione consiliare competente per affrontare la vicenda nelle sedi istituzionali, con l’intervento del presidente del comitato di quartiere, da sempre sensibile alla questione». b.b.

È stata compiuta una approfondita pulizia al parco De Gasperi, nella zona di corso Cortemilia. La scorsa settimana avevamo messo in risalto ramaglie e tronchi abbandonati dopo la potatura. «Il comitato di quartiere ringrazia l’Amministrazione, l’assessore Alberto Gatto e l’Ufficio tecnico, per la manutenzione lungo il torrente Cherasca e al parco De Gasperi», dice Giancarlo Ted Pascale, presidente b.b. di “Moretta 2”.

BONINO

RIPULITO IL PARCO DE GASPERI

Il Comune programma interventi CENTRO STORICO / 2 M Riguardo la situazione del traffico tra via Macrino e via Ospedale, rimarcata da Emanuele Bolla a fianco, abbiamo sentito le spiegazione dell’assessore ai trasporti Rosanna Martini: «Insieme all’Ufficio tecnico ho esaminato alcune proposte nonché le richieste degli abitanti della zona con la finalità di eliminare la piaga dei parcheggi abusivi, garantire la sicurezza dei pedoni, ed evitare la velocità eccessiva. C’è da notare, però, che in via Macrino i dossi sono stati rimossi perché non tutti gli abitanti erano d’accordo. Se il consigliere Bolla ha proposte migliori è invitato a presentarle». «Collaborando con tutti gli interessati stiamo lavorando per installare in piazza Elvio Pertinace due parcheggi di caricoscarico per agevolare commercianti e corrieri e migliorare di conseguenza la circolazione. Sempre in zona, in via Rattazzi, miglioreremo l’arredo urbano sulla piazzetta», conclude Martini. b.b.

(www.amicidizampa.org), l’associazione che svolge attività di volontariato nel canile. Durante la giornata sarà possibile comprare un uovo di cioccolato il cui ricavato verrà utilizzato per l’acquisto di cibo e farmaci per cani e gatti e per le spese veterinarie e di sterilizzazione.

Una gardenia contro la sclerosi multipla, raccolti 47 mila euro AISM / 1 M Un risultato gratificante al profumo di gardenia. L’iniziativa nazionale Don(n)a la gardenia Aism, organizzata dall’Aism in occasione della Festa della donna, è stata un successo e ha permesso di raccogliere, a livello nazionale, 3 milioni e 600 mila euro distribuendo 240 mila gardenie. I volontari della sezione Aism di Cuneo hanno raccolto circa 47 mila euro (3.010 gardenie distribuite e offerte). Il Consiglio provinciale ringrazia le persone che hanno sostenuto l’iniziativa con la loro offerta, i Comuni e le imprese locali per aver ospitato le postazioni, e tutti i volonta-

Ginnastica per tutti AISM / 2 M Nuovo anno e nuovo appuntamento per il corso di attività fisica adattata alle persone con sclerosi multipla e anche a chi non è affetto da questa malattia neurologica. L’Aism di Cuneo propone il corso a partire da venerdì 3 aprile, con

ri che hanno donato il loro tempo per l’importante raccolta fondi a favore della ricerca contro le forme progressive della sclerosi multipla. Per ogni informazione è possibile contattare l’Aism a Cuneo in via Allione 4, telefonare al numero 0171-66.398 o mandare un’e-mail ad aismcuneo@aism.it. l.o.

orari differenziati in base alle disabilità e alle esigenze, nella palestra di SportAbili in Cascina Toetto a Roddi e sono presieduti da Manuela Costamagna. I corsi sono gratuiti grazie all’uso dei fondi reperiti dalla giornata “Quelli della Multipla” svoltasi la scorsa estate a Gorzegno. Per iscrizioni occorre rivolgersi al reparto di neurologia dell’ospedale di Alba, presso il centro Aism (referente: Antonella Ecclesiastico). l.o.


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

ANIMALI / 2 LOTTERIA DI PASQUA PER L’ANPA

L’Anpa invita ad acquistare un biglietto della lotteria di Pasqua attraverso la quale finanzia le proprie attività. L’estrazione avverrà il 4 aprile. In palio c’è un uovo di Pasqua da 4 kg. I biglietti costano 1 euro e si possono acquistare da Zoolandia, corso Canale 20/A, Guarene, Piota verde,

25

via Garibaldi 106, Gallo, Casabella, via Torino 47, Dogliani, e ad Alba nella panetteria Sirio, corso Europa 22/C, al ristoro Pensavo peggio, corso Langhe 59, al bar Teresio, corso Piave 103, allo Snack bar, corso Canale 100, e nel distributore Agip in via Ognissanti 52.

Alba e dintorni

Arzille 500 a raduno

CONSUMATORI Le cose da sapere per tutelare il portafoglio A cura di Bruna Bonino, in collaborazione col Comitato difesa dei consumatori di Alba

ALBA M Erano un centinaio, tutte tirate a lucido, le Fiat 500 che hanno sfidato la domenica piovosa per partecipare alla nona edizione del raduno organizzato da Claudio Bertolusso, fiduciario del Coordinamento Alba-Bra del Fiat 500 club Italia e dedicato alla memoria di Simone Zunato. Per fare un bel tour sulla strade di Langa e Roero e per partecipare al bel raduno sono arrivati anche da Belgrado, Udine, Pordenone, Lucca, Genova, Spotorno, Piacenza.

FOTOSERVIZIO MARCATO

Cosa fare quando vengono addebitati servizi non utilizzati?

Due belle immagini del raduno.

RE... CENSORE - Impietose e curiose storie fotografiche

di Bruna Bonino

M Sporcizia, degrado, presenza di persone ubriache e bivacchi nel giardino a fianco della stazione ferroviaria vengono segnalati da molti. La protesta arriva soprattutto da alcuni genitori che denunciano anche la presenza di topi, per niente impauriti dalla presenza delle persone, che girano tra l’immondizia maleodorante. Addirittura, alcuni giorni fa, una turista si è sentita male davanti alla scena di ratti che divoravano un colombo ancora vivo. Le condizioni igieniche dell’area, versante ferrovia, sono davvero inaccettabili. È opportuno più che mai che qualcuno intervenga!

M «In caso di addebito in bolletta di servizi non utilizzati, ad esempio un collegamento a Internet in seguito sospeso», spiega Tommaso Lo Russo del Comitato consumatori di Alba, «bisogna contestare la fattura con una lettera di reclamo, in cui si chiederà lo storno dalla bolletta delle spese relative al servizio non usato. Se il disguido non venisse prontamente definito e risolto conviene andare subito a uno Sportello difesa consumatori, a Bosia e ad Alba, presso i rispettivi municipi c’è personale in grado di aiutarvi per presentare una pratica

all’Agenzia per le comunicazioni (Corecom) che si trova a Torino e vale per tutto il Piemonte. Se dovesse sospendervi il servizio telefonico bisogna richiedere un provvedimento d’urgenza sempre al Corecom. Per la sospensione del servizio di acqua, luce e gas, le cose sono diverse ed è ancor più necessario rivolgersi immediatamente allo Sportello difesa consumatori.

INSISTERE PER AVERE IL DETTAGLIO DEI COSTI

BONINO

BONINO

I topi annidati nella sporcizia del giardino della stazione spaventano i turisti

BOLLETTE

«Tenete presente», conclude Lo Russo, «che i gestori telefonici, spesso, rilasciano la documentazione del traffico telefonico solo dopo reiterate contestazioni, poiché in prima istanza tendono a respingerle. D’altra parte, è impossibile contestare un numero a cui mancano le ultime tre cifre, come nelle normali bollette telefoniche. Occorre chiedere con insistenza, motivando la richiesta, la documentazione completa».


26

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Alba e dintorni

STORIE M Il Lions club Alba ha dedicato un meeting al volume Un mondo affascinante e misterioso, scritto da Giulio Parusso e pubblicato postumo. Questo libro, stampato ma non in commercio, racconta la storia del “re dei tartufi” Roberto Ponzio. L’incontro è stato moderato dall’omonimo figlio Roberto che, sin da bambino, ne ha seguito le attività, sia sui mercati più prestigiosi del Sud Piemonte che poi nello storico negozio di via Vittorio Emanuele. Lungimirante fu l’intuizione del commendator Ponzio, che capì il valore strategico del prodotto tartufo, per il futuro di Alba e della sua immagine nel mondo. L’ospite, incalzato dalle domande del moderatore Paolo Rastelli, ha spiegato lo storico “dualismo” tra Ponzio e Giacomo Morra, proponendo interessanti e significative riflessioni sulla figura del tartufaio, nell’epoca della globalizzazione sostituito dalle figure dei commercianti. al.bo.

La cooperativa Alice e Uai Brasi invitano alla cena benefica “per il corpo e per lo spirito” organizzata sabato 11 aprile a Mussotto. Il costo della cena è di 20 euro; prenotazioni (entro il 7 aprile): Elena 333-66.12.598, Giacomo 331-81.12.097, Il coccio & la tela 0173-29.31.53.

TRASPORTI CONSUMATORI CONTRO UBER: INTERVENGA IL GARANTE

Il Movimento consumatori ha chiesto al Garante della concorrenza di indagare su pratiche commerciali scorrette nel servizio Uber pop. «In Italia il trasporto su taxi è un servizio pubblico», dice Marco Gagliardi, «e multinazionali che monopolizzano la rete non possono violare le normative nazionali».

Servizio civile: c’è posto VOLONTARIATO Candidature entro il 16 aprile: molti progetti nell’albese ono 26 i progetti approvati, con 90 posti disponibili, per il servizio civile in provincia di Cuneo. I giovani tra i 18 e i 28 anni hanno tempo fino alle 14 di giovedì 16 aprile per presentare la domanda rivolgendosi direttamente alla sede di attuazione. Gli ambiti in cui ci si può impegnare vanno dalla salvaguardia del patrimonio artistico e ambientale alla promozione turistica e culturale, dall’assistenza agli anziani e ai disabili all’educazione e animazione per i bambini, facendo un’esperienza formativa, di crescita personale e anche professionale della dura-

S

ta di 12 mesi. Ai giovani che svolgono il servizio civile volontario spetta un rimborso mensile di 433,80 euro. I progetti approvati nella nostra zona riguardano le biblioteche di Bra e Dogliani; la sede di Dogliani del Consorzio socio-assistenziale del monregalese; gli Informagiovani di Alba, Bra e Cherasco; i musei Craveri e Palazzo Traversa di Bra, l'Ufficio turistico di Bra; l’associazione Girotondo di Corneliano; il Centro giovani di Ceresole; l’associazione Piedi x terra Cascina di Giovanni a Bra; il Consorzio socioassistenziale di Alba e l’associazione La carovana, di Alba. L’elenco completo, con tutti i dettagli e i recapiti è

IMPEGNO PER 12 MESI CON RIMBORSI MENSILI DI 433,80 EURO

PROVINCIA DI CUNEO

Ponzio, il re dei tartufi

BENEFICENZA ALICE E UAI: CENA BRASILIANA PER LO SPIRITO

pubblicato sul sito www.provincia.cuneo.gov.it nell’area volontari. «Il servizio civile nazionale», dice il presidente Federico Borgna, «è un’esperienza formativa, di crescita personale e professionale che rappresenta la possibilità di fare una valida esperienza di vita. Il fatto che tutti i progetti presentati dalla Provincia, ente coordinatore dell’iniziativa a livello locale, siano stati approvati conferma le doti gestionali dei nostri uffici. Ora aspettiamo i ragazzi e la loro voglia di fare». Per i volontari è prevista una formazione iniziale. L’orario di attività è di 30 ore settimanali da suddividere su 5 giorni lavorativi per tutti i progetti, da concordare con gli enti. Il servizio civile volontario dà inoltre la possibilità di ottenere dei crediti formativi per alcuni corsi di studi universitari.

Bo: «Corso Europa a una corsia? Peggio non si può» TRAFFICO M «In corso Europa, al termine dei lavori per la fognatura, con tutta probabilità verrà confermata la corsia unica per senso di marcia», spiega il capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale Carlo Bo, scettico riguardo al rifacimento dell’arteria albese. «La corsia unica non è adatta a uno dei maggiori corsi cittadini. Più volte ho richiesto interventi incisivi e mirati per mettere in sicurezza questa

strada. Venire a sapere che i progetti di rifacimento si basano su una situazione nata dal caos dovuto agli ultimi cantieri, la dice lunga sulla qualità dell’operato della Giunta Marello». Il cantiere di corso Europa riguarderà anche la parte pedonale e ciclabile. «Visti i “capolavori” di corso Barolo e via Dario Scaglione, pericolosa la prima e totalmente inutilizzata la seconda, ho il terrore per come verrà gestita la ciclabile in corso Europa», conclude Bo.


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

27


28

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Cultura CINEMA

IL PROGRAMMA

Il ritrovato festival di Alba per film celebri rivisitati ALBA

Luigi Giachino e Giuseppe Nova per le musiche di Nosferatu

Da venerdì 27 a domenica 29 marzo nella sala Beppe Fenoglio

L

’Alba film festival l’avevamo dato per perduto qualche anno fa, rimasto un semplice logo dopo essere stato uno degli eventi cinematografici più belli del panorama italiano. È con piacere che registriamo il fatto che il festival tornerà finalmente a farsi vivo, venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 marzo con una serie di proiezioni, incontri e mostre allestiti nella rinnovata sala Beppe Fenoglio e nel cortile della Maddalena. È un piccolo ma importante segnale, con cui gli organizzatori intendono riprendere l’idea alla base del festival: portare il cinema al centro della politica culturale della città e instaurare di nuovo con il pubblico albese un dialogo interrotto. Pier Mario Mignone è una figura storica del cinema ad Alba: «L’intenzione era quella di salvare il festival, di organizzare qualcosa di organico all’interno della primavera albese. Abbiamo allora deciso di ripartire dal passato, da un cinema rivisitato, così come

L

a proposta “congiunta”, nella nuova sala Beppe Fenoglio tra i due festival di Alba, il film e il music. Quest’ultimo parteciperà con un appuntamento dedicato di Bacco & Orfeo alla rassegna cinematografica. Domenica la sonorizzazione dal vivo del film muto Nosferatu il vampiro (Nosferatu, eine Symphonie des Grauens) di Murnau (1922) per il quale Luigi Giachino ha scritto una nuova partitura musicale,

abbiamo chiamato la rassegna, sulla base di speciali anniversari e celebrazioni». E i «pezzi forti» del programma saranno quattro grandi film della storia del cinema, in versioni restaurate – dal punto di vista tecnico e “filologico” – e ciascuno con la propria ricorrenza: Quarto potere, il capolavoro di Orson Welles, presentato in una nuova versione che aggiunge scene tagliate dall’edizione italiana, nell’anno del centenario della nascita e dei trent’anni dalla morte del regista americano; Le mani sulla città, a tre mesi dalla scomparsa di Francesco Rosi; e

che eseguirà dal vivo al pianoforte, con la partecipazione di Giuseppe Nova al flauto. Giachino, musicista di grande livello, Sopra: Luigi Giachino; sotto: Pier Mario Mignone.

MOSTRA

professore di composizione al Conservatorio di Genova. È autore tra l’altro di balletti, musiche di scena e schermiche per vari committenti fra i quali Raidue, TorinoSpettacoli e altri enti pubblici e privati. Il concerto successivo, per la domenica di Pasqua, il 5 aprile alle 11 in San Giuseppe, sarà Mater Christis con il quintetto barocco dell’Accademia dei Solinghi e lo straordinario sopranista Angelo Manzotti. poi, dice ancora Mignone, «due film scelti perché amati da Gianfranco Alessandria, di cui quest’anno ricorrono i dieci anni dalla morte: La donna che visse due volte di Alfred Hitchcock e I quattrocento colpi di François Truffaut, il primo giudicato «film più bello di tutti i tempi» da una giuria internazionale di critici scelta da Sight and sound, il secondo ancora oggi un film di libertà visiva impareggiabile». Il passato tornerà poi in altre forme e momenti del festival: in collaborazione con l’Alba music festival sarà presentato un altro capolavoro, Nosferatu il vampiro di Friedrich

ASSOCIAZIONI

Le colonne sonore nei vinili di Alec Alessandria

Il nuovo direttivo di Monforte Arte

ALBA

MONFORTE

M L’Alba film festival avrà un interessante corollario nella mostra Cinema a 33 giri - Il film e le colonne sonore di Alec, curata dall’associazione Alec e allestita nel coro della Maddalena. L’intellettuale albese Gianfranco Alessandria (Alec, per gli amici) amava il cinema e la musica. La mostra è una sintesi di queste due passioni e sarà inaugurata venerdì 27 marzo alle 17.

M Il nuovo direttivo di Monfortearte-Monfortinjazz, formato da 11 membri, ha eletto il presidente, riconfermando Silvano Benevelli, e il vice, Nicola Fratello. È stato riconfermato anche il direttore artistico, Renato Moscone, mentre l’associazione avrà un nuovo segretario, Ferruccio Parusso, e ha nominato sette nuovi consiglieri. Monfortinjazz si terrà tra il 3 luglio e il 2 agosto.

Un esempio delle rarità in mostra: il 33 giri della colonna sonora di Barry Lyndon, uno dei capolavori di Stanley Kubric.

Wilhelm Murnau, accompagnato da un partitura musicale di Luigi Giachino eseguita dal vivo – vedi box – mentre proprio l’associazione Alec, dedicata ad Alessandra, allestirà nel coro della Maddalena una mostra di vinili di colonne sonore. «Il cinema rivisitato», dice ancora Mignone, «considererà anche il recupero creativo di tradizioni, storie e location dell’albese, come le vicende dei càtari di Monforte, narrate da due autori locali, Sergio Buffa e Maurizio Rosso, e al centro di un dibattito con il direttore della Piemonte film commission Davide Bracco. Rosso è l’autore del romanzo Il castello dei catari. Mons Fortis A.D. 1028: un mistero del Piemonte medievale; Buffa su quel tema ha scritto una sceneggiatura inedita, già pronta per essere girata». «Al tempo stesso il festival guarderà al presente e alle forme di racconto in digitale, libere e senza limiti espressivi, rappresentate da una selezione di cortometraggi provenienti da altri festival italiani e dal lavoro di una regista locale, Laura Bonfiglio, di cui sarà presentato il film Il tempo ritrovato». Un titolo, quest’ultimo, che sembra fatto apposta per l’occasione: speriamo che l’Alba film festival si sia finalmente ritrovato, e che stavolta non se ne vada più.

M Venerdì 27 marzo, ore 17, coro della Maddalena in via Maestra: inaugurazione della mostra Cinema a 33 giri-Il film e le colonne sonore di Alec a cura dell’associazione Alec. Ore 18 sala Beppe Fenoglio: La storia rivisitabile. Un film per i càtari di Monforte. Ore 21, sala Beppe Fenoglio: serata di apertura con il cinema di Orson Welles, Quarto potere-Citizen Kane (1941). Sabato 28 marzo, ore 17: Quando il cinema è Corto. Laura Bonfiglio presenta la sua opera prima, Il tempo ritrovato. Segue una selezione di corti dell’Unione italiana circoli del cinema, in collaborazione con Il Cineocchio. Partecipa Fredo Valla, regista e sceneggiatore. Ore 21: I film di Alec con I quattrocento colpi di François Truffaut (Les 400 coups (1959) e La donna che visse due volte di Alfred Hitchcock (1958). Introduce Elena Di Liddo, vicesindaco di Alba. Domenica 29 marzo, ore 11: Nosferatu di Murnau. Ore 17: Omaggio a Francesco Rosi con Le mani sulla città (1963). Introduce Alberto Gatto, assessore ai lavori pubblici di Alba.

Roberto Manassero

LETTERATURA

Alessandro Perissinotto ospite del centro San Bernardino

N

ell’ambito degli Incontri con l’autore del centro culturale San Bernardino di Sommariva Perno, mercoledì 25 marzo, alle 21, nella chiesa di San Bernardino, Alessandro Perissinotto presenterà il suo ultimo romanzo, Coordinate d’oriente, e la riedizione di Semina il vento, romanzo di grande attualità. Lo scrittore dialogherà di libri e di scrittura con il pubblico, che avrà così l’opportunità di incontrare un nome importante della narrativa. Perissinotto, classe 1964, insegna Teorie e tecniche delle scritture all’Università

di Torino. Ha esordito come narratore nel 1997 ed è autore di undici romanzi. L’ingresso è libero. Sabato 18 aprile, alle 20.45, nella chiesa di San Bernardino si terrà il concerto del River music ensemble, Sognando Hollywood.


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

LILIANA FANTINI IN CONCERTO A GUARENE

La sala Anfossi, nel palazzo comunale di Guarene, ospiterà venerdì 27 marzo, alle 21, il concerto di Liliana Fantini. L’artista alternerà ai brani proposti alcune letture di poesie per una serata dal titolo Notizie dal mio vero presente. Ad accompagnare Liliana Fantini ci sarà il maestro Emanuele Francesconi. La serata, organizzata dal Comune e dall’associazione culturale Il cammello, sarà a ingresso libero e gratuito. m.p.

29

CARMEN E AIDA CON L’ACCADEMIA ALBESE

L’Accademia albese delle arti e gli Amici della musica di Bra invitano gli appassionati di belcanto, cultura e paesaggio sul palcoscenico più suggestivo al mondo: l’Arena di Verona. Un viaggio di tre giorni, organizzato nei prossimi 24-25-26 luglio, prende spunto da due appuntamenti di rilievo della stagione: un Gran galà concert (venerdì 24, alle 22) celebrerà la Carmen di Bizet. Il 25 luglio sarà di scena Aida di Giuseppe Verdi nell’allestimento di Zeffirelli. Per informazioni: Serafino Enrico (338-25.30.550) o Biagio Raballo (0172-41.39.14).

MUSICA

MUSICA

Gli Archimedi aprono la stagione del Rocca ALBA Il 1˚ aprile Gli Archimedi Da Monteverdi al jazz a stagione di musica da camera del civico istituto musicale Lodovico Rocca diretto da Micaela Patria inaugura la stagione numero 38, mercoledì 1˚ aprile, alle 20.45, nell’auditorium Beppe Fenoglio, con lo string-time trio Gli Archimedi: Andrea Bertino al violino, Luca Panicciari al violoncello e Mattia Bonifacino al contrabbasso: Da Monteverdi a Born to be alive è il titolo. Alcune novità caratterizzeranno i quattro concerti che si succederanno nell’arco di un mese e mezzo: il luogo – il nuovo auditorium Beppe Feno-

Cultura & Spettacolo

L

Andrea Bertino, Luca Panicciari e Mattia Bonifacino, gli Archimedi.

glio, una sala che garantirà al pubblico un’acustica quale poche altre; la presenza di contrabbasso e arpa. Il primo sarà di scena nel concerto d’apertura insieme a violino a violoncello in una rivisitazione per archi di vari generi musicali

che va dal barocco – Monteverdi, il padre dell’opera – al successo del francese Patrick Hernandez, Born to be alive, del ’78. Gli Archimedi si muovono tra brani provenienti dai più svariati ambiti musicali, dal classico al pop, passando per il jazz e la musica antica o il folk irlandese, balcanico o armeno. In Laboratorio violino contrabbasso e violoncello di-

ventano gli arnesi da lavoro e le esperienze personali, l’improvvisazione e un certo sense of humour, vengono mescolati per ottenere arrangiamenti musicali sperimentali. Ogni concerto, introdotto dalla guida all’ascolto curata da Nicola Davico, è la prosecuzione aperta al pubblico del rispettivo seminario di tecnica strumentale e studio del repertorio riservato agli allievi dell’Istituto musicale, che si tiene nel pomeriggio. La stagione proseguirà martedì 28 aprile alle 20.45 con il Trio Damase (Alberto Barletta, Elisa Parodi, flauti, e Clara Dutto, pianoforte); mercoledì 6 maggio alle 20.45 con il Trio Barocco (Gabriele Cassone, Marco Bellone, trombe, e Nicola Davico, pianoforte); mercoledì 13 maggio con il Duo Romantico Giovanni Selvaggi, arpa, e Stefano Pellegrino, violoncello.

Cinema vekkio, concerto per le selezioni nazionali del premio Bertoli CORNELIANO M Il Cinema vekkio di Corneliano venerdì 27 marzo ospiterà una delle selezioni nazionali del premio Pierangelo Bertoli dedicato ai nuovi cantautori. Seguirà il concerto di Alberto Bertoli, figlio di Pierangelo. Presenterà la serata Andrea Barbi, che introdurrà i concorrenti della terza edizione del concorso indetta dall’associazione Montecristo e dai Comuni di Modena e Sassuolo con la collaborazione dell’Arci e la supervisione della famiglia Bertoli. Il concorso premia i cantautori che, come ha fatto Pierangelo, siano capaci di arrivare al cuore delle persone con i contenuti dei testi, l’impegno sociale e la capacità di non uniformarsi alle tendenze di pensiero e di moda. Al termine della competi-

STORIA

PERCORSO M Per celebrare l’anniversario dei 70 anni della Liberazione l’associazione Colline e culture propone Tra ombra e anima: la Resistenza ad Alba e nelle Langhe sud-occidentali sulle tracce delle formazioni Gl e della brigata internazionale Islafran:

domenica 29 marzo saranno organizzate alle 9.30 e alle 14 passeggiate letterarie dal salone di Somano al Colle della Resistenza di Bossolasco. La passeggiata della durata di circa tre ore, condurrà il visitatore al rifugio di località Garombo, un monumento inaugurato il 9 settembre 1983, ora centro rete della Memoria delle Alpi, na-

to con funzione di centro studi della memoria partigiana ma anche sede di una mostra permanente nonché nodo di una rete di sentieri storici sulle colline dell’alta Langa. Trent’anni dopo la Liberazione, il Comune acquisì per una cifra simbolica gli appezzamenti di terreno su cui oggi sorge il monumento-rifu-

gio. I lavori di costruzione furono opera di volontari e le somme per l’acquisto dei materiali furono raccolte tra gli ex partigiani che avevano militato in zona. Qui è previsto un momento di racconto con il sindaco di Somano, Claudio Paolazzo, e Beppe Rolfo, che ripercorreranno, mostrando foto e documenti,

MARCATO

Da Somano a Bossolasco sulle tracce della Resistenza

Enzo Demaria

Alberto Bertoli

zione Alberto eseguirà alcuni tra i brani più celebri del padre con cui iniziò a esibirsi fin dalla giovane età. La serata avrà inizio alle 21 e sarà a ingresso gratuito per i tesserati Arci. m.p.

la nascita della formazione garibaldina Islafran che operò a fianco della banda Monte Bram di Giustizia e Libertà. La passeggiata prosegue attraverso un sentiero fino a Bossolasco e al Colle della Resistenza. Il monumento, inaugurato nel 1968 fu ideato come luogo di raduno dall’architetto Fausto Amodei. Ultima tappa il Comune con l’intervento del presidente dell’Anpi di Alba, Enzo Demaria, che presenterà il quinto volume della collana Strade delle memorie partigiane. Informazioni al numero 349-15.73.506. m.p.


30

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

ARTE

CORNELIANO MOSTRA SUL VENERABILE LUIGI BORDINO

Anche Corneliano dedica una mostra al venerabile fratel Luigi Bordino. Si tratta di dieci pannelli donati dalla Piccola Casa della Divina Provvidenza alla parrocchia cornelianese che rimarranno in mostra fino alla domenica di Pasqua, con la possibilità di visita ogni giorno dalle 9

IN BREVE

LETTERATURA

ALBA 1˚ APRILE

Pesce d’aprile in biblioteca PITTURA SUMI-E IN MOSTRA ALLA BIBLIOTECA M La biblioteca di Alba, in collaborazione con Bodai Dojo, ospita, dal 31 marzo al 18 aprile, la mostra Pittura sumi-e: arte e arte di vivere. Di origine cinese, la pittura sumi-e (dal giapponese sumi, pittura, ed e, inchiostro

nero) è stata introdotta in Giappone più di cinque secoli fa. Nella forma classica i soggetti sono dipinti con l’inchiostro in gradazioni variabili. Non si tratta di una semplice tecnica, ma di un metodo che investe la sfera emozionale. La mostra sarà visitabile dal martedì al venerdì in orario 9-12.30 e 14-18; sabato 9-12.30 e 14.30-18; chiuso domenica e lunedì.

Mercoledì le Officine Z proporranno ai bambini dai 3 ai sei anni Un pesce è... un pesce!: il pesce d’aprile ha organizzato un bello scherzo, nascondendosi tra i libri della biblioteca e i bimbi dovranno cercarlo a ritmo di musica. Le letture iniziano alle 17 e durano un’ora. La partecipazione è gratuita, la prenotazione obbligatoria: per informazioni telefonare allo 0173-29.24.68.

BRA 30 MARZO

M Sabato 28 marzo, alle 17, presso la Madernassa in località Lora, frazione Castelrotto di Guarene, il fotografo Claudio Mainini e la pittrice Enrica Albesano Scotto, au-

tori della mostra Una pennellata e uno scatto, saranno presenti per un dialogo con i visitatori dedicato al tema Tutto il segreto della natura risiede nell’imparare come usare i propri occhi. La mostra resterà aperta fino al 18 aprile nei giorni e negli orari di apertura della struttura.

Lunedì, alle 17, in via Guala 45, Daniela Febino presenterà Gioco, racconto... libri a tutto tondo, un percorso di fantasia che parte dall’apertura di un libro, per raccontare una storia che si trasforma in gioco. Ingresso libero, previa prenotazione in biblioteca, al numero 0172-41.30.49.

BALDISSERO 24 MARZO

Incontro sulle lingue all’Unitre Martedì si terrà un nuovo appuntamento dell’Università della terza età: dalle 15 alle 16.30 nel salone polivalente di via XXV aprile si terrà la lezione di Mario Gilardino sul tema Piccoli popoli e le grandi fu.lo. lingue.

M La Cantina comunale di La Morra ospiterà, dal 28 marzo al 10 aprile, la mostra 50 sfumature di vino che raccoglie opere a pastello di Massimo Tranchina e acquerelli di

Giovanni Vigna. La mostra è organizzata in collaborazione con Art & wine club di Barolo nelle scuderie del palazzo dei Marchesi Falletti. L’esposizione dei due artisti di Mondovì è curata da Fabio Carisio. La mostra sarà visitabile con orario 10-12.30 e 14.30-18.30 (chiuso il martedì). Informazioni: telefono 0173-50.92.04.

PRIMA VISIONE

L’ULTIMO LUPO Regia e sceneggiatura: Jean-Jacques Annaud. Giudizio: *** ½

ALBA

on sappiamo se sia avvenuto per caso, su commissione, o se sia stata una deliberata ricerca da parte dell’autrice, ma certo ci pare appropriato che nel ruolino letterario di Marisa Fenoglio compaia il dramma radiofonico, la scrittura per la radio. Una caratteristica non secondaria del suo scrivere, che trova lo spazio congeniale e la riuscita più naturale nella forma del memoir, è infatti il dato sonoro, essendo quella della memoria “acustica” una sua dote spicca-

N

Storia della grande guerra Il nuovo incontro all’Unitre: martedì la lezione sarà dedicata alla prima guerra mondiale. L’appuntamento è nei locali dell’ex casa di riposo di via Nantiat alle 15 con Virginio fu.lo. Bertolotti.

Roberto Bona

LA TALPA Film di Tomas Alfredson. Iris, mercoledì 25 marzo, ore 21

è ora un monologo teatrale in otto quadri pubblicato nella serie dei Quaderni del centro studi Piero Calamandrei di Jesi. «Quando in una famiglia nasce uno scrittore, quella famiglia è finita»: è una battuta di Czeslaw Milosz molto citata e forse poco indagata. Uno scrittore in famiglia (il titolo del nuovo lavoro di Marisa Fenoglio) è una delle possibili indagini del caso: racconta la storia di un nucleo familiare piccolo borghese che intorno alla metà del secolo scorso sperimenta, trovandosi impreparato per schemi di classe e di cultura, l’emersione di un fenomeno inatteso, che poco si accorda con aspettative e convenzioni. Vi è dunque il ritratto di una personalità autonoma e forte, e quella dei suoi primi testimoni, altrettanto interessanti per quel

LETTERATURA

Raffaele La Capria per Bere il territorio Raffaele La Capria

M Si terrà in sala Beppe Fenoglio la cerimonia di premiazione del concorso letterario nazionale Bere il territorio, nell’ambito del quale Raffaele La Capria riceverà il premio Il maestro di Bere il territorio. L’incontro è in programma per sabato 28 marzo, alle 10.30 (ingresso libero). Bere il territorio esprime un modo di guardare al consumo con un rinnovato gu-

FILM IN TELEVISIONE

Nonostante il suo Sette anni in Tibet dal 1997 sia ancora censurato e bandito in tutta la Repubblica popolare cinese, il regista francese Jean-Jacques Annaud è stato inspiegabilmente scelto dalla produzione “a mandorla” per tradurre in pellicola il best-seller semi-autobiografico Il totem del lupo di Jiang Rong (cult da 25 milioni di copie). Avventura ecologista di stampo animalista (sponsorizzata dal Wwf italiano), è la storia di un giovane di Pechino che agli inizi della Rivoluzione culturale viene inviato nella steppa della Mongolia come insegnante per una tribù di pastori. Lì, minacciato dalla violenza dei rivoluzionari comunisti e sedotto da quei luoghi affascinanti e primordiali, adotta un cucciolo di lupo con cui crea un rapporto forte e speciale, capendo alfine quanto sia lui quello che ha molto da imparare. Un film allegorico che per il suo messaggio politico subliminale poteva osare e provocare di più, ma che rimane pur sempre un grande spettacolo per gli occhi.

ta, e altrettanto spiccata la capacità di servirsene sulla pagina, nel procedimento del racconto. Si pensi alla costruzione iniziale di Casa Fenoglio (Sellerio, 1995). A vent’anni da quell’esordio, Marisa Fenoglio ha fatto confluire in un ulteriore testo (pensato per la lettura sul palcoscenico) il vissuto di Casa Fenoglio: concentrandosi però, in maniera esplicita fin dal titolo, sulla presenza, in quelle stanze, di suo fratello Beppe – oggi uno dei più grandi e inesauribili scrittori del Novecento. D’altronde, a monte del nuovo scritto sta un intervento richiesto due anni fa all’autrice per il convegno La forza dell’attesa, organizzato dalla fondazione Ferrero a cinquant’anni dalla morte del «partigiano e scrittore» Fenoglio. Quell’intervento, con opportune trasformazioni,

ALBA

MONTICELLO 24 MARZO

50 SFUMATURE DI VINO, MOSTRA A LA MORRA

Marisa Fenoglio Uno scrittore in famiglia Lettura in musica sabato 28 alle 21 in fondazione Ferrero

Libri a tutto tondo

PITTURA E FOTOGRAFIA A GUARENE

alle 11.30 e dalle 15.30 alle 19. «Non voglio spendere parole inutili sulla mostra, vorrei che venisse visitata. I pannelli che illustrano la vita di fratel Bordino sono davvero commoventi, meritano di essere letti», dice don Italo Vignola, parroco del paese. f.ge.

ANSA / CIRO FUSCO

Cultura & Spettacolo

sto e con una maggiore consapevolezza che va trasmessa alle giovani generazioni. Al termine si svolgerà una degustazione dei vini delle aziende componenti il comitato sostenitore. Raffaele La Capria è uno dei maggiori scrittori e sceneggiatori italiani: è autore, tra gli altri, dei testi per il film Le mani sulla città di Francesco Rosi.

MUSICA E DISCHI

Tratto da un romanzo di John Le Carré, a sua volta ideato a partire da autentici casi di doppiogioco nei servizi segreti inglesi durante la guerra fredda, uno dei film di spionaggio più belli degli ultimi anni. Ne è protagonista l’agente George Smiley, vecchia volpe dell’intelligence chiamato a scoprire chi sia la talpa che passa segreti all’Urss. Siamo a metà anni ’70, i rapporti fra gli Stati sono tesi, le atmosfere cupe, il comunismo già morente, e Smiley deve scovare la sua preda all’interno di una rete di relazioni che coinvolge la sua stessa vita, il suo rapporto con la moglie, i legami di amicizia e fedeltà costruiti in anni di carriera. Il film mostra il lato meno avventuroso del lavoro di spionaggio, fatto di parole, ipotesi, sospetti, di pazienza e furbizia: un conflitto senza eroi, combattuto da impiegati statali, attraverso i quali però si coglie la grandezza tragica della storia. Grande film di grandi attori (Gary Oldman, Colin Firth, Tom Hardy, Benedict Cumberbatch), diretti dall’Alfredson del capolavoro horror Lasciami entrare. Roberto Manassero

PARTNERS Barbra Streisand, Columbia

Personalmente, consideriamo New York state of mind uno splendido racconto in forma di canzone, uno dei tanti che sono riusciti al suo autore, Billy Joel, tra i Settanta e gli Ottanta. Costretti all’astinenza ormai da vent’anni per la sua decisione di non scrivere più brani pop e darsi oscuramente alla classica, recuperiamo qualsiasi manifestazione, comparsata, frammento, cascame ci permetta di sperare in un ravvedimento operoso. A queste condizioni, abbiamo accostato un duetto con Barbra Streisand, nell’ultimo disco di lei: una lista di greatest hits che per lo più erano già nati a due voci (qui aggiornate con partner di oggi, come John Legend o Bocelli), oppure lo sono artatamente diventati (persino con il defunto Elvis Presley). Streisand è una delle voci più belle e riconoscibili, ed è donna intelligente, giusto con una pericolosa tendenza al kitsch: la versione di New York state of mind è decisamente immersa nelle acque di Broadway, ma ne esce benone, e ci fa sperare che Billy Joel possa fare un passo indietro. Edoardo Borra


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

DOGLIANI SI PROIETTA IL FILM FANGO E GLORIA

31

Le sezioni di Dogliani delle associazioni combattentistiche e d’arma di Alpini, Bersaglieri e Carabinieri con il patrocinio del Comune, organizzano la proiezione del film Fango e gloria in occasione del centenario dell’entrata dell’Italia nella prima guerra mondiale. L’appuntamento è stato

organizzato per ricordare i caduti del conflitto. Il film oltre a contenere una parte di fiction si avvale di materiali di repertorio dell’Archivio storico Luce, sottoposti a procedimenti di colorazione e di sonorizzazione, e sarà proiettato mercoledì 25, alle 21, al cinema Multilanghe. e.p.

Cultura & Spettacolo

TEATRO POLITEAMA DI BRA

MARCATO

L’uomo, la bestia e la virtù

Marisa Fenoglio

che sono e riflettono, condividendo misteriosamente lo stesso terreno iniziale di coltura. Fino alla stessa Marisa, oggi (come subito dichiara lei stessa) ultima voce rimasta di quel nucleo originario: sulla scena, è la voce di Elena Zegna, mentre al pianista di jazz Riccardo Zegna (nessuna parentela) spetta il controcanto musicale di canzoni e temi swing, altri tasselli sonori della memoria acustica dell’autrice. La memoria è servita a Marisa Fenoglio per mettere in moto la sua disposizione alla scrittura: una memoria che, nel suo caso di «dispatriata» in

Germania (fin dal 1957), è distanza non solo cronologica, ma fisica. Lavorando su questa doppia lontananza, l’autrice ha trovato la sua cifra poetica – confortata, nel suo tardivo, inatteso exploit, dalla figura precedente del fratello maggiore, riallacciata per sentori sotterranei, per (scrive lei) «alchimie familiari». Oggi Beppe, lo scrittore alieno, è il «tu» a cui si rivolge in ultimo una persona che può raccontare qualcosa (l’emigrazione, i suoi segni e le sue trasformazioni) di non scelto, ma altrettanto «inaspettato» e radicale.

M Il Politeama Boglione di Bra porterà in scena, giovedì 26 marzo, alle 21, uno dei più grandi successi di Luigi Pirandello. Un’opera comica, ma con risvolti amari. L'uomo, la bestia e la virtù, diretto da Giuseppe Dipasquale, è intepretato da Geppy Gleijeses, Lello Arena e Marianella Bargilli. Rivalutata dalla critica e dal pubblico solo qualche anno dopo la sua prima rappresentazione, la commedia ebbe tanto successo in Italia e all’estero da diventare una delle più rappresentate della produzione pirandelliana. Il farsesco tema trattato è ben rappresentato dal titolo: l’uomo è la prima maschera, quella del professor Paolino, che nasconde sotto il suo ostentato perbenismo la tresca con la signora Perella, la quale indossa la maschera di una morigerata e pudica madre di famiglia praticamente abbandonata dal marito, capitano di Marina che appare agli occhi della gente con la maschera della bestia. Un’opera estremamente attuale, una farsa che si amalgama al dramma. I biglietti per lo spettacolo sono in vendita a 20 euro (ridotto 18) al botteghino del teatro Politeama, in piazza Carlo Alberto, il venerdì, dalle 17 alle 19, e il sabato, dalle 10 alle 12. Maggiori informazioni al numero 0172-43.01.85 o sul sito teatropoliteamabra.it.

Gli attori di “Coincidenze” in scena.

TEATRO

Tutta una questione di nome e cognome MONFORTE

Foto di scena di L’uomo, la bestia e la virtù.

Edoardo Borra

M L’ultima serata di Monforteatro, rassegna organizzata dalla compagnia Coincidenze di Alba, in collaborazione con Pro loco e il Comune, proporrà, sabato 28 marzo, alle 21, la nuova commedia in piemontese di Coincidenze intitolata Tuta 'na quistion ed nom e cognom, scritta da Salve Valtingojier. Lo spet-

tacolo sarà dedicato all’equivoco che si realizza in casa Gallo Battitore per raggiungere la grande eredità di zio Savojardo, bislacco antenato con la passione per i Galli, per il nipote Vercingetorige Gelsomino, imbranato ragazzaccio. Sul palco, gli attori della compagnia nata nel 2012 riunendo un nutrito gruppo di attori diplomati in scuole di recitazione (molti al corso triennale organizzato da Famija albèisa). Saranno in scena Patrizia Sugliano, Katya Gallesio, Lara Bolla, Davide Cestari, Claudio Botto, Emanuele Enrico e Gianluca Rovagna, con la regia di Daniela Scavino e l’assistenza di Onofrio Coppola. Debutterà nelle vesti di attore il vicesindaco Claudio Botto. L’ingresso è a offerta libera; parte del ricavato sarà devoluto per la ristrutturazione dell’oratorio Sant’Agostino.

MUSICA

TEATRO

Umberto Orsini al Sociale recita Pirandello Michele Di Mauro e Alvia Reale in “Il giuoco delle parti”.

M La stagione di prosa in abbonamento del teatro Busca termina con un grande interprete, Umberto Orsini, che ritornerà ad Alba lunedì 30 marzo dopo 10 anni di assenza, con lo spettacolo Il giuoco delle parti, scritto da Luigi Pirandello e diretto da Roberto Valerio. La vicenda di Leone Gala, di Silia e di Guido Venanzi, marito, moglie e amante, è nota: l’intrigo di passio-

ni, i ricatti, le offese vere o presunte e la necessaria e cruenta eliminazione di uno dei tre. Nel riproporre questo testo il regista Roberto Valerio ha immaginato un Leone Gala che, sopravvissuto ai fatti narrati dalla commedia, cerchi di ripercorrerli con la testimonianza del ricordo. Per informazioni: telefono 0173-35.189.

MARCO CASELLI NIRMAL

ALBA

STORIA

TEATRO DI FIGURA

In San Giovanni concerto del coro polifonico Lodovico Rocca ALBA M La parrocchia di San Giovanni e l’associazione culturale propongono, per martedì 31 marzo, alle 21, nella chiesa, il concerto per la Settimana santa del coro polifonico Lodovico Rocca, diretto da Giuseppe Allione e accompagnato al piano da Nicola Davico. Saranno eseguite musiche di Liszt, Mendelssonh, Tropini.

TEATRO

Strisce di Guerra e di Resistenza

Burattinarte porta i “fenomeni” al Ciabotto

Scàpatravaj sul palco delle Colline Alfieri

BRA

VERDUNO

SAN DAMIANO D’ASTI

M A cent’anni dall’entrata dell’Italia nella grande guerra e a 70 dalla fine del secondo conflitto e della Resistenza, Bra propone una doppia mostra, a palazzo Mathis e al Museo del giocattolo. Da venerdì 27 marzo, fino al 24 maggio, le due sedi ospiteranno 1915-1945. Strisce di Guerra e di Resistenza-La prima guerra mondiale, esposizione che approfondisce il tema attraverso

M L’ultimo appuntamento di Burattinarte d’inverno andrà in scena domenica 29 marzo a Casa Ciabotto alle 16.30 (ingresso libero). Protagonista della giornata sarà la Compagnia del rospo rosso di Pinerolo) con lo spettacolo Fenomeni da baraccone di Steven Bocchetto. La storia è quella di Dante, che aveva un circo di freaks, fenomeni da baracco-

M La stagione Il palcoscenico delle Colline Alfieri giovedì 26 marzo, alle 21, nel teatro Lux a San Damiano, presenterà Scàpatravaj, commedia in piemontese di Oscar Barile proposta dal Nostro teatro di Sinio. In scena, oltre a Barile: Carla Lanzone, Paolo Tibaldi, Davide Genta, Carla Olivero, Margherita Barile, Luciano Torrengo, Marilena Biestro. Al termine della commedia il pubblico

Un fumetto in mostra.

i giocattoli e le storie a fumetti. All’inaugurazione, venerdì 27 marzo, alle 11, a palazzo Mathis sarà possibile partecipare a una visita guidata gratuita con i curatori Emilio Cavalleris e Cesare Matta (prenotazione al numero 0172.413049).

Giuseppe Allione

Un momento dello spettacolo.

ne. Racconterà dalla sua roulotte di quella sera in cui tutto è andato storto: così, grazie ai suoi flashback, si vedrà l’ultimo spettacolo della sua compagnia e conosceremo i suoi strampalati compagni.

Immagine di scena.

potrà sostare per il dopoteatro. Il servizio di navetta gratuito del Sea trasporterà a teatro gli anziani delle Colline Alfieri e li riaccompagnerà a casa. Il costo del biglietto è 7 euro, ridotto a 6 per over 65 (4 euro per gli anziani del Sea). e.c.


32

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Vita ecclesiale

NOVITÀ PER L’ANNO 2015

UOMINI E DONNE DI DIO PER “SVEGLIARE IL MONDO”

La Direzione de “La Domenica” nell’anno della vita consacrata ha preparato una serie di profili, un consacrato o una consacrata ogni settimana, che con la loro testimonianza sono capaci ancora oggi di far “svegliare il mondo”. Il testo è a cura di don Luigi Giovannini, della Società san Paolo.

Beata Madre Teresa di Calcutta (1910-1997)

Ogni numero 16 festività - 64 pagine. Abbonamento annuale: euro 14 (minimo 5 copie). Piazza San Paolo 14, 12051 Alba (Cn). Tel. 0173-29.63.29 Fax 0173 29.61.21 - E-mail: abbonamenti@stpauls.it

«Abbiate il coraggio di essere felici» MESSAGGIO

CARI GIOVANI ABBIATE IL CORAGGIO DI ANDARE CONTROCORRENTE

Papa Francesco attende i giovani a Cracovia per la Gmg del 2015 er la Gmg 2015 (Giornata mondiale della gioventù), che sarà celebrata quest’anno a livello diocesano, la Domenica delle Palme del 29 marzo, papa Francesco offre ancora una beatitudine, particolarmente difficile e impegnativa: “Beati i puri di cuore!”. Il Papa la consegna ai giovani nei 30 anni della Gmg, rendendo omaggio a san Giovanni Paolo II e alla sua“iniziativa provvidenziale e profetica”. In cammino verso Cracovia. «Continuiamo il nostro pellegrinaggio spirituale verso Cracovia – così inizia il Messaggio –, dove nel luglio 2016 si terrà la prossima edizione internazionale della Gmg. Come guida del nostro cammino abbiamo scelto le beatitudini evangeliche», nel contesto del discorso della Montagna, ove si scopre «il significato rivoluzionario delle Beatitudini e il forte richiamo di Gesù a lanciarci con coraggio nell’avventura delle ricerca della felicità».

GMG / SIR

P

Rievocando il classico detto di Sant’Agostino che «il nostro cuore è inquieto fino a quando non riposa in Lui», papa Francesco richiama fortemente il “desiderio di felicità”, inscritto nel cuore di ogni persona, specie nei giovani, e subito traduce la parola “beati” con “felici”, indicando come questo termine, ripetuto nove volte nella prima predica di Gesù, è come «un ritornello che ci ricorda la chiamata del Signore a percorrere insieme a Lui una strada che, nonostante tutte

VI ESORTO ANCHE A RIBELLARVI CONTRO LA TENDENZA A BANALIZZARE L’AMORE

0173-44.10.48) è aperto nelle mattinate di martedì, giovedì e sabato, dalle 9.30 alle 11.30. Ci saranno poi altri due pellegrinaggi, sempre in aereo, nei giorni 1-4 e 7-10 settembre: anche per queste date è opportuno muoversi per tempo.

fa al nostro presbiterio, un momento di grazia per ciascuno e per tutti noi». Ricevuti gli olii sacri da portare nelle varie parrocchie, i preti termineranno la mattinata condividendo il pranzo in Seminario.

colare è stato rivolto dal Vescovo direttamente ai preti, chiamati in questa celebrazione a rinnovare la propria fedeltà sacerdotale: «Riconosco in questo appuntamento, per il quale la tua presenza è importante e gradita, un vero dono che il Signore

MARCATO

G ANNIVERSARIO DEL BEATO GIROTTI. Morto a Dachau il 1˚ aprile 1945 e beatificato il 26 aprile 2014, la Chiesa albese ricorda l’anniversario della sua morte con una solenne Concelebrazione eucaristica, presieduta dal Vescovo in Cattedrale, mercoledì 1˚ aprile alle 18. Era il 1˚ aprile 1945: nell’infermeria del campo di sterminio si spegneva Giuseppe Girotti, frate domenicano, all’età di 39 anni. Era il giorno di Pasqua: sulla sponda del suo giaciglio una mano anonima aveva scritto: «San Giuseppe Girotti».

LA TEOLOGIA NELLE UNIVERSITÀ PUBBLICHE. È la proposta fatta al ministro Giannini dal Rettore della Pontificia Università Lateranense, a commento delle parole del Papa sulla teologia, come argine a qualsiasi fondamentalismo. «Introdurre nelle università statali lo studio di una teologia che rappresenti tutte le confessioni religiose, secondo il modello già ampiamente collaudato nelle università tedesche o nelle Divinity school americane. In questo modo si renderebbe possibile un’autentica cultura dell’incontro, argine vero a qualsiasi fondamentalismo e violenza. Mi sento, anzi, di lanciare una proposta al Ministro dell’Istruzione Giannini per avviare un dialogo al fine di inserire lo studio della teologia nelle università statali». A LOURDES IN MAGGIO E SETTEMBRE. L’Ufficio diocesano ha in programma un pellegrinaggio in aereo a Lourdes nei giorni 4 -7 maggio: si stanno esaurendo i posti e occorre prenotarsi al più presto presso il Vescovado ad Alba. L’Ufficio (tel.

H PREGHIERA PER I MARTIRI MISSIONARI. Questa sera, martedì 24 marzo, alle 21, nella chiesa parrocchiale di San Giovanni in Alba, ci sarà un incontro di preghiera e di digiuno per tutti i missionari martiri e per le Chiese cristiane perseguitate, per la riscoperta della nostra testimonianza di fede nel mondo e di amore per il mondo. È il giorno della memoria anniversaria dell’uccisione di mons. Oscar Romero, arcivescovo del Salvador, che sarà proclamato beato il prossimo 23 maggio. g.c.

FOTO MISSIO / SIR

MARCATO

APPUNTAMENTI

E GIOVEDÌ SANTO IN CATTEDRALE. Tutta la Chiesa diocesana è convocata per la Concelebrazione della Messa Crismale presieduta dal Vescovo, giovedì 2 aprile, in Cattedrale con inizio alle 9.30. Un invito parti-

continua ricerca di un bene che possa saziare la loro sete di infinito?». Il ricordo del giovane ricco. Nell’inventare e proporre la Gmg, Giovanni Paolo II aveva scritto una lettera a tutti i giovani, invitandoli a leggere e meditare l’incontro di Gesù con il giovane ricco. Pagina evangelica che papa Francesco riprende, ricordando soprattutto quello sguardo di Gesù sul giovane, invitandolo a seguirlo per trovare il vero tesoro. «Vi auguro, cari giovani, che

le sfide, è la via della vera felicità. Sì, cari giovani, la ricerca della felicità è comune a tutte le persone di tutti i tempi e di tutte le età. Dio ha deposto nel cuore di ogni uomo e di ogni donna un desiderio irreprimibile di felicità, di pienezza. Non avvertite che i vostri cuori sono inquieti e in

questo sguardo di Cristo, pieno di amore, vi accompagni per tutta la vostra vita». Con il pensiero rivolto direttamente ai giovani, papa Bergoglio ricorda come «il periodo della giovinezza è quello in cui sboccia la grande ricchezza affettiva presente nei vostri cuori, il desiderio profondo di un amore vero, bello e grande. Quanta forza c’è in questa capacità di amare ed essere amati! Non permettete che questo valore prezioso sia falsato, distrutto o deturpato. Vi prego: non abbiate paura di un amore vero, quello che ci insegna Gesù». Sappiate anche ribellarvisiate rivoluzionari! Le Beatitudini sono una benedizione del cielo, un dono di Dio, ma anche una ricerca, una conquista; in particolare poi oggi la beatitudine dei “puri di cuore”. Per questo il Papa con decisione scrive: «Nell’invitarvi a riscoprire la bellezza della vocazione umana all’amore, vi esorto anche a ribellarvi contro la diffusa tendenza a banalizzare l’amore, soprattutto quando si cerca

di ridurlo solamente all’aspetto sessuale, svincolandolo così dalle sue essenziali caratteristiche di bellezza, comunione, fedeltà e responsabilità. Cari giovani, nella cultura del provvisorio, del relativo, molti predicano che l’importante è “godere” il momento, che non vale la pena di impegnarsi per tutta la vita, di fare scelte definitive, “per sempre”, perché non si sa cosa riserva il domani. Io, invece, vi chiedo di essere rivoluzionari. Io ho fiducia in voi giovani e prego per voi. Abbiate il coraggio di andare controcorrente. E abbiate il coraggio anche di essere felici!». Preghiera e Parola. Sempre papa Francesco chiede preghiere a tutti; qui, nel promettere esplicitamente preghiere per tutti i giovani, diventa certamente contagioso, invitando i giovani stessi a pregare e soprattutto a sostenere il loro “cammino di felicità” con la lettura della Parola, con diretto riferimento alla beatitudine proposta lo scoro anno: “Beati i poveri!”. Perché «per entrare nella logica del Regno di Dio bisogna riconoscersi poveri con i poveri. Un cuore puro è necessariamente anche un cuore spogliato, che sa abbassarsi e condividere la propria vita con i più bisognosi». Si impara così a vedere Dio nel volto dei fratelli, specialmente quelli più dimenticati: i poveri, gli affamati, gli assetati, gli stranieri, gli ammalati, i carcerati (cfr Mt 25). Giovanni Ciravegna

UN PENSIERO PER DOMENICA

La passione rivive nei martiri a Passione di Gesù continua: non si può leggere il Vangelo (Mc 14,1-15,47) senza collegarlo con le notizie quasi quotidiane di martiri cristiani nel mondo. Anche il Papa ha richiamato più volte questo dramma del nostro tempo. Il Vangelo della passione di Marco, proposto quest’anno, nella domenica delle Palme ha il potere di farci rivivere eventi di duemila anni fa con la ricchezza e concretezza di particolari, la menzione di testimoni per dare ai fatti un preciso fondamento storico, la rilevanza data agli eventi. La fratellanza di Dio con l’uomo raggiunge il suo culmine proprio nella passione di Gesù, come ricordato in termini efficaci da San Paolo ai Filippesi: «svuotò se stesso, assumendo una condizione di servo e diventando simile agli uomini… umiliò se stesso, facendosi obbediente fino alla morte e a una morte di croce» (2,7-8). Gesù, dopo aver condiviso tutte le dimensioni dell’esistenza umana, l’essere nel mondo, nel tempo, con gli altri, ha condiviso anche l’essere per la morte. In Gesù si ritrova tutta la vicenda del dolore umano. La passione di Gesù è anche un viaggio nella solitudine più insopportabile. Tutti lo abbandonano: da Giuda il traditore a Pietro, il discepolo scelto come leader, fino a tutti gli altri. Ma il vertice della solitudine è in quel misterioso silenzio del Padre, sperimentato da tutti i sofferenti della terra, ma unico e sconvolgente in Cristo, suo Figlio. Il dramma della passione comincia dalle parole «Padre! Tutto è possibile a te: allontana da me questo calice» e tocca il suo culmine nel grido finale sulla croce «Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?». Meditare sulla Passione è riscoprire la bellezza di una vita donata per amore, è ammirare la dignità, la forza, la bellezza dei martiri per la fede. Anche oggi ci sono persone che, come Gesù di fronte al Sommo Sacerdote o a Pilato, non nascondono la propria identità ma la esprimono pubblicamente, mettendo a repentaglio la propria vita. E oggi come ai tempi di Gesù il martirio è la testimonianza più forte, spesso decisiva. Pensiamo al ladrone pentito o all’atto di fede del centurione romano sotto la croce: «Davvero quest’uomo era Figlio di Dio». Come ricorderà, due secoli più tardi Tertulliano, «il sangue dei martiri è seme di nuovi cristiani». Lidia e Battista Galvagno

L


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

WIKIPEDIA

VENERDÌ SANTO PER I CRISTIANI DI TERRA SANTA

33

L’Unzione per la vita

IALE SPEC

CATHOPEDIA.ORG

UNZIONE DEGLI INFERMI M Ripartiamo dal sacramento dell’Unzione degli infermi. La preghiera vissuta insieme e l’ascolto della parola di Dio sfiorano in un momento particolarmente difficile tutta l’esistenza del malato, che senza paura percepisce la vicinanza dei propri cari, la solidarietà e il sostegno della stessa comunità cristiana. Chiedere con chi è ammalato il gesto santo dell’Unzione e celebrarlo insieme, è un atto dovuto alla sua personalissima relazione con Gesù, durante tutta la sua vita. Non è affatto vero che chi è malato si spaventa! Anzi accoglie la preghiera della Chiesa e il sacramento come una straordinaria benedizione, come una incredibile forza di guarigione interiore, “auspicio di bene” (L’Unzione della speranza per la vita ed. camilliane p. 19). Il testo richiama sinteticamente il prezioso ruolo dei familiari, del personale sanitario, e di tutte le figure che circondano la persona malata (ministri, assistenti religiosi, diaconi, religiosi e volontari). Tutti siamo chiamati a essere positivi e propositivi, a

Vita ecclesiale

ziativa si terrà, come è ormai tradizione, il prossimo 3 aprile, Venerdì Santo. Si tratta di un gesto di partecipazione solidale, che consente di essere accanto alle Chiese del Medio Oriente, ma anche di «tendere la mano ai milioni di sfollati che fuggono dalla Siria e dall’Iraq, dove il grido delle armi non tace e la via del dialogo e della concordia pare completamente smarrita». La Colletta di quest’anno è occasione preziosa «per essere pellegrini nella fede e promuovere il dialogo attraverso la concordia, la preghiera e la condivisione di tutti i fratelli in Cristo». g.c.

Fra quanti oggi hanno bisogno di un particolare sostegno ci sono i cristiani della Terra Santa. «Papa Francesco ha particolarmente a cuore le sofferenze di tanti fratelli e sorelle di questo angolo del mondo, reso sacro dal sangue dell’Agnello e aggravato a causa dei conflitti che tormentano la regione». Lo scrivono il cardinale Leonardo Sandri e l’arcivescovo Cyril Vasil, rispettivamente prefetto e segretario della Congregazione per le Chiese orientali, nella lettera inviata ai vescovi di tutto il mondo per annunciare l’annuale Colletta per la Terra Santa. L’ini-

Domenico Theotokopulos, detto “El Greco”, Gesù guarisce il cieco nato (1567 ca.).

favore di una comprensione del sacramento come gesto di benedizione, guarigione e di salvezza, nel tempo della malattia e della prova. E naturalmente invitando le persone malate e in difficoltà a essere protagonisti della propria esistenza, quali soggetti attivi, anche nei momenti più critici, domandando quell’aiuto che solo il Dio di Gesù Cristo può offrire. Nella fede, e con l’aiuto della fede. Per un discernimento su chi può ricevere il Sacramento, è bene fare riferimento alle

indicazioni offerte dal Catechismo della Chiesa Cattolica, nonché alla prudenza pastorale dei sacerdoti della propria parrocchia. L’indicazione di massima è quella di amministrare il sacramento alle persone che abbiamo almeno 65 anni, o comunque con gravi rischi per la loro salute psico-fisica. Il CCC al n. 1527 afferma che: «Il sacramento dell’Unzione degli infermi ha lo scopo di conferire una grazia speciale al cristiano che sperimenta le difficoltà ine-

renti allo stato di malattia grave o alla vecchiaia». E poco prima ai nn. 1514-1515: «L’Unzione degli infermi non è il sacramento soltanto di coloro che sono in fin di vita. Perciò il tempo opportuno per riceverlo si ha certamente già quando il fedele, per malattia o per vecchiaia, incomincia ad essere in pericolo di morte. Se un malato che ha ricevuto l’Unzione riacquista la salute, può, in caso di un’altra grave malattia, ricevere nuovamente questo sacramento. Nel corso della stessa malattia il sacramento può essere ripetuto se si verifica un peggioramento. È opportuno ricevere l’Unzione degli infermi prima di un intervento chirurgico rischioso. Lo stesso vale per le persone anziane la cui debolezza si accentua». d.b.

Ufficio diocesano pastorale degli anziani e della salute Giovedì 26 marzo, ore 15.30 cattedrale, Messa e Unzione dei malati in preparazione alla Pasqua, celebrata da mons. Giacomo Lanzetti

Il fossanese mons. Giorgio Lingua, nunzio apostolico a Cuba FOSSANO M È l’arcivescovo piemontese Giorgio Lingua il nuovo nunzio apostolico di Cuba. Lo ha nominato il 17 marzo papa Francesco. Giorgio Lingua, nato a Fossano il 23 marzo 1960, sacerdote dal 1984, nel servizio diplomatico della Santa Sede dal 1992, ha lavorato nelle rappresentanze pontificie in Costa d’Avorio, Stati Uniti, Italia, Serbia. Arcivescovo dal 2010, da un quinquennio era nunzio apostolico di Iraq/Giordania. Al giornalista dell’Ansa che gli chiedeva se non si sentiva minacciato dal califfo Abu Bakr al-Baghdadi quando questi invitava i musulmani a «conquistare Roma e a diventare i padroni del mondo», mons. Lingua rispose: «Sinceramente non do’ peso a queste parole, mi sembra una boutade provocatoria». La nunziatura a Baghdad è nel quartiere Karada, fino a pochi anni fa popolato quasi completamente da cristiani: oggi so-

miglia a un quartiere militare circondato da alti blocchi di cement. Il nunzio ha vissuto recluso, come tutti i diplomatici occidentali a Baghdad, salvo una “passeggiatina” di un’ora al giorno sulla terrazza della villa che ospita la nunziatura. Diceva ancora Lingua: «Sogno che nasca qualche profeta. Nel senso che tocca alla società civile organizzarsi e farsi sentire attraverso la voce di un nuovo Gandhi, di un nuovo Martin Luther King, che dica quanto siamo stufi di guerra».

I NITI AITB R IU T A A C S ITI - I CON

I UCONMBINAZION T A T S TTE LE E TU

Con Best Tours Kuoni e Chiesaviaggi, potete scegliere il vostro viaggio di nozze da sogno a cuor leggero

Prenotate il vostro viaggio con CHIESAVIAGGI Best Gold Selection 2015, avrete tante attenzioni già in partenza: Check-in anticipato Assistenza anticipata in aeroporto Fast Track Prenotate subito e avrete un regalo a scelta tra un set di valige Roncato e una macchina fotografica Nikon.

rtenze Per pa /8/2015 l 31 entro i NTO SCO

200 ca a prati

e se pren o entro il 3 tate 0/4/2015 LO SCON TO RAD DOPPIA

400

a pratica

CHIESAVIAGGI S.r.l. sede via Bobba 20/a 10022 Carmagnola (TORINO) - ITALY Tel +390119712033 CHIESAVIAGGI S.r.l. Filiale SAVIGLIANO Via Saluzzo 42 12038 SAVIGLIANO (CN) +39 0172713901 CHIESAVIAGGI S.r.l. Filiale BRA Via Audisio 53/A 12042 BRA +390172430401 CHIESAVIAGGI S.r.l. filiale TORINO Via XX Settembre 8/c 10121 TORINO +390114407689

Kuoni è un marchio registrato di Kuoni Travel Holding Ltd concesso in licenza a Best Tours Italia S.p.A., società appartenente a The RS Holding srl - Alessandro Rosso Group.

www.besttoursitalia.it


34

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

35

Bra e territorio La fondazione Politeama sarà sciolta

Si rivede la partecipazione del Comune nelle società: forse Bra uscirà dall’Enoteca del Roero

MARCATO

Il Movimento 5 stelle in Consiglio comunale ha criticato l’Amministrazione civica per i passivi di bilancio, ma con la chiusura gli attivi compenseranno i debiti

Le numerose proposte artistiche dello storico teatro Politeama erano al centro dell’attività della fondazione braidese; in alto, Bruna Sibille.

COMUNE / 1 l prossimo aprile, con gli ultimi appuntamenti della stagione teatrale 2014-2015, chiuderà definitivamente i battenti la fondazione Politeama, l’ente nato dieci anni or sono per gestire il teatro cittadino e che in breve tempo è divenuto il motore delle manifestazioni braidesi, oltre che il gestore del Movicentro. Lo scioglimento della fondazione era stato deciso dal Consiglio comunale lo scorso luglio. Proprio in quell’occasione il sindaco Sibille ne

I

aveva illustrato le ragioni: «Sin dalla sua costituzione la fondazione è stata seguita artisticamente e amministrativamente dal compianto Beppe Manassero, direttore dell’Ufficio manifestazioni comunale. Ora, dopo la sua scomparsa, sarebbe stato necessario nominare un nuovo direttore, con un aggravio dei costi non sostenibile. Per questo abbiamo deciso di riportare progressivamente le attività gestite dall’ente all’interno della nostra struttura». D’ora in avanti sarà quindi il Comune a occuparsi in prima persona delle numero-

PER DIECI ANNI L’ASSOCIAZIONE È STATA IL MOTORE DI RIUSCITE INIZIATIVE se attività prima gestite dalla fondazione. L’intenzione dell’Amministrazione cittadina, garantisce la Sibille, è quella di continuare a operare sulla scia di quanto fatto sino a ora. Ma la scomparsa della fondazione Politeama è al centro di discussione anche per un altro fattore: i conti. Nei giorni scorsi, infatti, i revisori hanno completato la stesu-

ra dei bilanci degli anni 2013 e 2014, che ancora mancavano all’appello. Rendiconti che fotografano una perdita rispettivamente di 157.000 e 22.000 euro. Passivi che hanno portato il capogruppo del Movimento 5 stelle Claudio Allasia a criticare l’Amministrazione comunale per non aver saputo esercitare con efficacia la propria funzione di controllo. Sulla questione interviene ora Bruna Sibille: «Innanzitutto, bisogna chiarire che il Comune nel tempo non ha mai coperto delle perdite, ma si è limitato a ricapitalizzare il fondo di dotazione

M La legge di stabilità 2015 per consentire ulteriori risparmi sulla spesa pubblica prevede che i Comuni entro il 31 marzo predispongano un piano di razionalizzazione delle società partecipate e che entro il 31 dicembre sia portato a termine il processo di razionalizzazione. In questi giorni a Bra si radunerà la conferenza dei capigruppo per decidere in merito. «Bra al momento conta partecipazioni in dodici società», spiega il sindaco Bruna Sibille, «per alcune sono già in corso le operazioni per la dismissione, mentre altre sono funzionali a servizi pubblici essenziali». Tra quelle per cui sono già state avviate le procedure per l’uscita del Comune vi sono il Coincre (gestione dell’ara crematoria, quota societaria del 13%), Fingranda (società finanziaria della provincia di Cuneo, 0,76%) e Geac (aeroporto di Levaldigi, 1,31%). Un’altra società, quella costituita con il Comune di Pocapaglia per la realizzazione delle fognature in zona America dei Boschi-San Michele, cesserà invece con la

previsto dallo statuto della fondazione, che impone all’Amministrazione di versare una quota annua di 60 mila euro. Inoltre, se consideriamo i conti della fondazione lungo l’arco della sua intera esistenza ci rendiamo conto che le perdite medie di esercizio sono state solamente di 10 mila euro all’anno». Passività certo, che però

LE ATTIVITÀ VERRANNO ORA GESTITE ALL’INTERNO DEL COMUNE

Studenti braidesi in Spagna e giovani spagnoli a Bra FORMAZIONE M Hanno visitato un’ultima volta Madrid e poi Toledo. E domenica sera sono tornati in Italia i 12 allievi (foto a sinistra) del Centro di formazione professionale dei Salesiani di Bra (Liviana, Giada, Chiara, Samantha, Luca, Fabio, Angelo, Elia, Lorenzo, Xhesian, Diego e Andrea) accompagnati

dal tutor del progetto Erasmus plus Marco Mortara e dal docente Valter Manzone. I giovani hanno vissuto un mese ad Aranjuez, lavorando nelle aziende del territorio e visitando sia la cittadina sia la capitale. Intanto sono ormai integrati nel territorio braidese i sei allievi (foto a destra) del collegio Loyola di Aranjuez (Madrid) che vivranno tre mesi

nella città della Zizzola. Nel gruppo si contano tre amministrativi, un elettricista, un meccanico industriale e un tecnico Tv. Oltre al lavoro settimanale, seguono un corso di italiano e hanno in progetto alcune visite culturali nel nostro Paese. Per conoscere al meglio Bra sono stati anche dotati di bicicletta. v.m.

ROBERTO TIBALDI

COMUNE / 2

conclusione dei lavori, prevista entro il 2015. Altre partecipazioni, che saranno mantenute, riguardano invece servizi quali la raccolta rifiuti (Consorzio albese-braidese servizi rifiuti, 19,75%, e Società trattamento rifiuti, 17,46%) o acque potabili e reflue (Società intercomunale patrimonio idrico, 2,43%, e Tanaro servizi acque 0,02%). Così come Bra resterà nell’Ente turismo Alba-Bra (17,50%) e nell’Agenzia di Pollenzo spa (0,61%) per il ritorno di immagine che garantiscono alla città. Puramente simbolica è poi la presenza in Egea spa con una quota pari all0 0,000161%. Sembra invece che il Comune di Bra sia intenzionato a uscire dall’Enoteca del Roero (4,55%), partecipazione forse non ritenuta strategica per l’economia braidese. Diego Lanzardo

vengono ritenute accettabili se si tiene conto del riscontro molto positivo delle tante iniziative organizzate nel tempo, nonché del fatto che la fondazione era nata per accogliere al suo interno privati ed enti pubblici come Provincia e Regione, ma che non ha mai ottenuto fondi esterni. In dieci anni, infatti, il Comune di Bra è stato l’unico socio. «Terminate le operazioni contabili», conclude il sindaco, «adesso si è iniziato a saldare i debiti. Non si prevedono problemi visto che la dotazione economica dell’ente è in attivo». ro.bu.


36

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Bra e territorio

IN BREVE

INCONTRI DELL’UNITRE Ultimi due appuntamenti del mese di marzo all’Unitre braidese. Mercoledì 25 marzo Andrea Cane di Sommariva Perno illustra La storia della fragola sommarivese, mentre venerdì 27 Elisa e Aldo Gagliano parleranno di Problematiche vascolari nella menopausa. Consigli alimentari. Informazioni e iscrizioni allo 0172-43.12.81; le lezioni sono svolte nell’aula magna del liceo cittadino, dalle 15 alle 17. v.m.

UNA GITA IN ALVERNIA L’associazione Amici dei musei di Bra organizza dal 30 maggio al 1˚ giugno un viaggio a Clermont Ferrand e al Parco scientifico di Vulcania in Alvernia, regione della Francia centro-meridionale patria dello storico condottiero gallico Vercingetorige. Il costo a persona è di 345 euro. I posti disponibili sono 25. Iscrizioni presso il museo Craveri in orario di ufficio o presso l’agenzia Fashion ro.bu. travel in via Alba.

ANCHE BRA NEL TAVOLO DELLE AUTONOMIE

Soltanto uniti si può tutelare al meglio il territorio. È questo il messaggio che sta alla base della nuova associazione “Langhe Roero, tavolo delle autonomie per il territorio”, di cui ora Bra è entrata a far parte ufficialmente. «Le nostre zone», spiega il sindaco

Tre miliardi di fondi Ue: opportunità da cogliere FINANZIAMENTI Mino Taricco organizza tre incontri dedicati alle risorse offerte dall’Europa ’onorevole del Pd Mino Taricco si fa promotore di una serie di appuntamenti del Partito democratico in provincia di Cuneo, con i circoli del Pd di Bra, Savigliano e Mondovì, per approfondire l’importante tema della nuova programmazione comunitaria 2014-2020 in materia di fondi strutturali. «La finalità delle tre serate», specifica il deputato Pd, «sarà la presentazione dei tre fondi strutturali Fse, FeasrPsr e Fesr, in quanto da questi derivano le molte risorse che nei prossimi sette anni si riverseranno sul nostro territorio. Parliamo di tre miliardi di euro di investimenti e programmi specifici». Gli incontri vedranno l’intervento dei tre assessori regionali competenti, ognuno dei quali presenterà un fondo, e saranno moderati da Mino Taricco. Il primo incontro è in programma venerdì 27 marzo al-

L

VENERDÌ NEL PRIMO APPUNTAMENTO A BRA SI PARLERÀ DEL FONDO SOCIALE le 20.45 al centro polifunzionale Giovanni Arpino di Bra, con l’assessore regionale a istruzione, lavoro e formazione professionale Gianna Pentenero che dedicherà l’intervento alla spiegazione del Fondo sociale europeo, Fse. Il fondo è dedicato a promuovere l’occupazione e la

mobilità professionale, oltreché l’inclusione sociale a contrasto della povertà; mira inoltre a investire nell’istruzione e nella formazione permanente e a rafforzare la capacità istituzionale e l’efficienza nella pubblica amministrazione. I saluti del sindaco della città Bruna Sibille apriranno la serata, insieme a quelli di Alberto Bergesio, coordinatore circolo Pd di Bra. I successivi incontri si svolgeranno il 10 aprile a Savigliano e il 17 a Mondovì.

Bruna Sibille, «sono vittime da tempo di una carenza di attenzioni da parte dei livelli di governo superiori, che si riscontra in una progressiva riduzione dei servizi. Una situazione che ha spinto i principali soggetti pubblici e privati del territorio a fare fronte comune». ro.bu.

Servizio civile a Bra: sette opportunità (entro il 16 aprile) GIOVANI M È stato pubblicato il bando di concorso per la partecipazione a progetti di Servizio civile nazionale volontario dedicato ai giovani tra i 18 e i 28 anni di età. Sette i progetti approvati dall’Ufficio nazionale nel territorio di Bra, con inserimento di due volontari presso gli uffici comunali del museo di scienze naturali Craveri, uno presso la biblioteca civica, uno presso il Museo archeologico di palazzo Traversa, uno presso l'Ufficio turismo e manifestazioni, uno presso l’Informagiovani e uno presso il Centro di aggregazione giovanile comunale. Per partecipare è necessario inviare la propria domanda, compilata sugli appositi moduli, entro le 14 del 16 aprile, presso l’ufficio Informagiovani del Comune di Bra, in via Barbacana 6. È possibile presentare richiesta per un unico progetto e, per quanto concerne i progetti promossi dal Comune di Bra, è necessario possedere il diploma di

scuola media superiore. La durata del servizio è di dodici mesi. I volontari riceveranno una formazione teorico-pratica da parte degli enti scelti per prestare servizio e un rimborso spese di 433,80 euro mensili, erogato dall’Ufficio nazionale per il servizio civile. I servizi Informagiovani dei Comuni di Bra e di Cherasco organizzano, lunedì 30 marzo, un incontro rivolto ai giovani per presentare le opportunità di servizio civile e le modalità di accesso ai progetti. L’incontro è previsto per le 15 nella sala della Resistenza del palazzo comunale di Bra. Per informazioni contattare l'ufficio Informagiovani del Comune di Bra, allo 0172-43.82.41, oppure scrivere all’indirizzo informagiovani@ comune.bra.cn.it.


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

CENSIMENTO DELLE FAMIGLIE SFRATTATE

37

i residenti a Bra e destinatari di provvedimenti esecutivi di rilascio dell’immobile per finita locazione. Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio casa del Comune di Bra ai numeri 0172-43.82.95 (mattino) e 0172-43.82.34 (pomeriggio), oppure tramite ufficio.casa@comune.bra.cn.it.

È indetto un censimento per l’acquisizione dei dati relativi ai provvedimenti esecutivi di sfratto per finita locazione, da trasmettere alla Regione Piemonte per il riparto del Fondo nazionale 2015 di sostegno per l’accesso alle abitazioni in locazione. Possono comunicare la propria situazione di emergenza abitativa

La mensa dell’incontro fornisce ogni giorno pasti a 25-30 persone SOLIDARIETÀ / 1 Iniziativa di Caritas, parrocchie, servizi sociali, Comune e volontariato unziona da un anno e accoglie persone diverse. Tutte accomunate però da un problema: la necessità di avere un luogo dove potersi incontrare e consumare, al contempo, un pasto caldo. Proprio come il cinquantenne, che ha perso il lavoro e la famiglia, a motivo delle gravi difficoltà economiche. Oppure come la mamma africana, che è lì con il pancione, in attesa del suo secondo figlio. Alla “mensa dell’incontro” – aperta da quasi un anno nei locali della parrocchia di San Giovanni Battista – ogni giorno si ritrovano tra le 25 e le 30 persone: a loro è offerto un pasto caldo e completo (preparato dalla mensa comunale che serve anche le scuole). Spesso quello che consumano, al primo piano dello stabile che è in fondo al cortile attiguo alla parrocchia, risulta essere l’unico pasto della giornata. Il menù

F

Il servizio di distribuzione dei pasti è garantito da circa 80 volontari.

proposto è vario e buono: una pasta, un secondo con un contorno oppure una frittata e un frutto. La referente del progetto per la Caritas cittadina, Claudia Alessandri, spiega: «La struttura non offre un servizio ad accesso libero. Qui le persone che vengono a mangiare devono rispondere a requisiti ben precisi, che sono stati individuati e

LA MAGGIOR PARTE DEI FREQUENTATORI È COSTITUITA DA ITALIANI che vengono verificati dagli assistenti sociali». Proprio la Caritas cittadina opera insieme al Comune di Bra e al servizio sociale, con una rete di circa 80 volontari, che

Gli studenti del San Giuseppe vestono i panni dei giornalisti

Gli studenti del liceo San Giuseppe incontreranno la giornalista del Sole-24 ore Rita Fatiguso.

SCUOLA M La classe IV del liceo San Giuseppe di Bra ha partecipato, con successo, al concorso Allenamenti quotidiani -Intervistando s’impara proposto nell’ambito del progetto “Diderot” della fondazione Cassa di risparmio di Torino, attività a cui l’istituto braidese aderisce da anni. Gli studenti hanno realizzato un’intervista immaginaria alla giornalista Rita Fatiguso, corrispondente dalla Cina per Il sole 24

ore, intervista che è stata giudicata una delle più meritevoli tra quelle inviate. Gli studenti, insieme con il professor Andrea Scarzello, si recheranno a Torino il 27 marzo per rivolgere alcune domande alla giornalista stessa. «Le classi con un numero di studenti limitato», sottolinea la preside del San Giuseppe Rosita Perlo, «rispetto agli istituti caratterizzati dai grandi numeri, consentono un insegnamento quasi individualizzato che si adatta ai diversi ritmi di apprendimento degli

studenti, soprattutto di quanti non hanno ancora acquisito un proficuo metodo di studio nella scuola dell’obbligo. Nello stesso tempo agli allievi del San Giuseppe proponiamo tante offerte culturali, anche extrascolastiche. Paolo Apa e Silvia Tropini hanno partecipato al Treno della memoria il mese scorso; la prossima settimana ci sarà il viaggio di istruzione a Barcellona e per le vacanze estive è in programma un soggiorno studio in Inghilterra». Franco Burdese

a turno garantiscono il servizio dei pasti. La maggior parte dei frequentatori della mensa dell’incontro è costituita da italiani e la fascia d’età maggiormente rappresentata è quella che va dai 50 ai 60 anni; molti casi sono seguiti da tempo dai servizi. Tra i frequentatori abituali ci sono anche un paio di senza fissa dimora. Il requisito essenziale è essere residenti a Bra. In questo periodo la mensa accoglie anche due famiglie straniere in difficoltà. Aggiunge la coordinatrice del progetto: «Le attività della mensa sono iniziate ad aprile dell’anno scorso. L’esperienza sta funzionando bene, soprattutto sotto il profilo della socializzazione: per molti di loro costituisce anche un luogo in cui si sono creati dei legami di amicizia». Conclude il vicesindaco, con delega ai servizi sociali, Gianni Fogliato: «Siamo molto contenti di come, unendo le forze, si riescono a fronteggiare le problematiche sociali. Ringrazio la rete delle associazioni di volontariato, la Caritas, le parrocchie, i servizi sociali, perché grazie a loro possiamo dare delle risposte concrete a questi bisogni». Valter Manzone

Bra e territorio

Presto sarà attivo anche il “supermercato solidale” SOLIDARIETÀ / 2 M Il progetto dovrebbe essere in dirittura d’arrivo a fine primavera: l’apertura di un “market sociale”, che distribuirà prodotti freschi, di prima necessità e per l’igiene personale e della casa, allestito sempre in parrocchia, sul modello di quanto la Caritas ha già realizzato in altre città italiane, grazie a uno specifico accordo con la Coop. Avrà gli scaffali, i frigoriferi, i carrelli, le promozioni e i prodotti come quelli di ogni altro supermercato. Alla cassa però ci si potrà avvicinare anche senza denaro. Sì perché, nel primo “supermercato solidale” della provincia, che sta per nascere nella città della Zizzola, si potrà fare la spesa con denaro virtuale. Spiega il vicesindaco Gianni Fogliato: «Quello che realizzeremo è un supermercato capace di venire incontro ai bisogni di approvvigionamento di derrate alimentari delle famiglie più disagiate della città, con un Isee molto basso. Che potranno pagare i loro

I BISOGNOSI POTRANNO SALDARE CON UNA TESSERA PREPAGATA acquisti con una tessera nominale, precaricata in base al numero di componenti del loro nucleo». L’iniziativa nasce dalla partecipazione al bando del Ministero dell’interno, che mette a disposizione per queste iniziative i fondi Unnra (Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del Viminale) da parte della Caritas interparrocchiale braidese in collaborazione con il Comune. L’approvvigionamento dei beni è garantito attraverso il Banco alimentare, le eventuali donazioni da parte di aziende alimentari del territorio e nazionali, dall’organizzazione di collette alimentari che coinvolgono direttamente i cittadini e dall’acquisto dei generi alimentari non altrimenti reperibili, magari a prezzo di costo, grazie alla compartecipazione di grosse catene di supermercati. v.m.


38

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Bra e territorio

SOGGIORNI AL MARE PER LA TERZA ETÀ

Sono aperte le iscrizioni per i due soggiorni per la terza età promossi dal Comune di Bra, entrambi in Liguria: dal 16 al 30 maggio ad Alassio e dal 14 al 28 settembre a Laigueglia. Ad Alassio i braidesi troveranno alloggio presso l’hotel Bel Sit (tre stelle). A Laigueglia il soggiorno avrà come base l’hotel Garden

24 anni molto intensi PERSONAGGI Il dirigente della Ripartizione lavori pubblici del Comune va in pensione l suo destino si era già intrecciato (idealmente) con quello dell’architetto Bernardo Vittone, che per realizzare il municipio braidese si era avvalso di un eccellente collaboratore, tal Giovanni Battista Galletto. Omonimo del dirigente della Ripartizione lavori pubblici di Bra, che il 31 marzo andrà in pensione dopo 24 anni di attività. Nato a Cardè, cresciuto a Torino, dopo la laurea a pieni voti, ha lavorato in Regione, a Beinasco, a Luino e poi è approdato nella città della Zizzola. Ricorda il primo giorno di lavoro a Bra? «Ero a Luino (in provincia di Varese) e feci domanda di trasferimento. Mi dissero che c’era un posto vacante nella città della Zizzola. Era il 1991 e mi accolse il sindaco Dellarossa. Volevo fermarmi 4-5 anni. Ci sono stato 24. Appena arrivato ho fatto un giro del territorio e mi sono letto le cronache dei giornali locali per conoscere la zona». Se dovesse tracciare un bilancio di questa esperien-

I

L’arch. Giovanni Galletto è nato a Cardè e cresciuto a Torino.

za ultraventennale, con quali aggettivi lo farebbe? «Positiva, stimolante (sia dal punto di vista umano sia da quello professionale) e arricchente». Com’è cambiata la città in questi due decenni? «Avevo subito intuito che Bra aveva delle potenzialità e

L’ARCHITETTO GIOVANNI GALLETTO VENNE ASSUNTO DAL SINDACO DELLAROSSA

Successore NOMINA M Il sindaco Bruna Sibille ha individuato nell’architetto Giampaolo Porta il nuovo dirigente della Ripartizione lavori pubblici. Porta, cinquantenne milanese, ha lavorato come dirigente tecnico in diversi enti locali.

Valter Manzone

Battuti neri: venerdì prossimo la processione dell’Addolorata CHIESA LOCALE M Venerdì 27 marzo per la Bra cristiana un grande appuntamento di fede, animato dall’Arciconfraternita della misericordia (i Battuti neri), che proporrà la processione dell’Addolorata, come preparazione alla Settimana santa. L’Arciconfraternita, guidata dalla presidente Roberta Comoglio, festeggia e celebra la sua patrona, la Beata Vergine Ad-

STUDENTI DEL CLASSICO PREMIATI

dolorata, la cui statua è venerata nella chiesa di San Giovanni Decollato. Il programma prevede alle 8.30 la Messa celebrata da don Giorgio Garrone, parroco di Sant’Andrea. La partenza della processione è prevista invece alle 20.30 dalla chiesa dell’Arciconfraternita. La processione sarà presieduta dal cardinale Severino Poletto, arcivescovo emerito di Torino. In caso di maltempo la celebrazione si svolgerà nella chiesa dei Battuti neri. li.fe.

1,1 milioni per le vie Principi e Vittorio LAVORI PUBBLICI M Lunedì 16 marzo sono stati presentati i progetti definitivi – approvati dalla Giunta – di riqualificazione della centralissime vie Vittorio Emanuele e Principi di Piemonte, che da anni attendono questo restyling. Il Comune di Bra partecipa così al bando di finanziamento indetto dalla Regione Piemonte. Spiega l’assessore comunale ai lavori pubblici Luciano Messa: «Il bando regionale per i “Programmi di valorizzazione dei luoghi del commercio - Piano di qualificazione urbana” è una misura valevole per il biennio 2014-2015 e prevede che ci sia un importo massimo finanziabile di 500 mila euro. Il progetto, curato dall’architetto Rinaudo, ci ha comunque impegnati in un lungo lavoro di mediazione sia con i commercianti sia con gli artigiani della zona, oltre che con le commissioni viabilità e lavori pubblici: il nocciolo della risistemazione sarà costituito dal rifacimento dei marciapiedi – che saranno anche arricchiti dall’uso della pietra –, dalla sostituzione del porfido (che dovrebbe essere completamente tolto, anche per le problematiche che sono connesse agli interventi

di manutenzione ordinaria), dalla posa di arredi urbani e dall’eliminazione delle barriere architettoniche». Soddisfatto anche il direttore Ascom Luigi Barbero, che commenta: «Riteniamo che la soluzione proposta dall’Amministrazione garantisca un giusto equilibrio tra le richieste degli esercenti di via Vittorio Emanuele, via Principi di Piemonte e le istanze di altri soggetti e categorie».

500 MILA EURO

Il contributo massimo concesso dalla Regione

Aggiunge l’assessore al commercio Massimo Borrelli: «La riqualificazione, che segue tutte quelle che abbiamo già realizzato, va certamente a vantaggio di tutta la cittadinanza, che si troverà ad avere un centro veramente gradevole e da vivere». Conclude Messa: «La graduatoria dei progetti che saranno ammessi a finanziamento dovrebbe essere pubblicata entro l’estate. Quando conosceremo l’esito, stabiliremo il cronoprogramma del lavoro complessivo, il cui importo è di un milione e 100 mila euro». v.m.

IL ROTARY E LA PACE POSSIBILE Successo di pubblico per il convegno sul tema della pace, organizzato dal Distretto Rotary 2032, il cui governatore è il sommarivese Giorgio Groppo. Di fronte a una platea attenta, sul palco si sono succeduti relatori di alto profilo, che hanno declinato una pace possibile anche a livello v.m. mondiale.

Rinasce il Comitato di Bandito QUARTIERI

Venerdì 6 marzo si è tenuta a Mondovì la cerimonia di premiazione dei vincitori al concorso Conoscere la Borsa indetto dalla fondazione Cassa di risparmio di Cuneo. Tra i premiati il gruppo Gli gnomi armati di ascia composto da Giulia Burdese, Matteo Burdese e Nicolò Testa della classe IV A del liceo classico Gandino di Bra (primi a livello di istituto e dodicesimi a livello f.b. nazionale) accompagnati dalla prof. Carmen Sismonda.

che si atteggiava già da “cittadina”. Adesso è cresciuta, ha acquisito molti servizi, si è arricchita di tante opere, gran parte delle quali sono state delle mie creature». Le opere che ricorda con più piacere? E quella che le ha creato più problemi? «Certamente il Politeama, per l’impegno richiesto e per la delicatezza del restauro; poi palazzo Mathis, la scuola materna di Bandito e la palestra della frazione, il recupero di Pollenzo, il Movicentro (opera che mi ha anche creato il maggior numero di problemi per la complessità dell’appalto e per la realizzazione). Tanti gli interventi anche minori, necessari però al funzionamento della città. Ma tutto ciò che si è fatto è stato possibile grazie alla squadra di collaboratori della Ripartizione, ai sindaci e agli assessori, agli operai comunali e ai volontari della Protezione civile, che unisco tutti in un grande abbraccio». Che cosa farà da grande? Ovvero cosa pensa di fare da pensionato? «Dedicherò più tempo alle cose che il lavoro mi faceva passare in secondo piano, a partire dalla famiglia (moglie e due figlie), allo studio nel mio settore che continua ad affascinarmi e a curare anche l’hobby del disegno che mi è sempre piaciuto molto».

(tre stelle). Per entrambe le proposte sarà possibile anche usufruire del servizio pullman da Bra, al costo di diciotto euro. Per informazioni e prenotazioni rivolgersi all’Ufficio servizi sociali del Comune, all'interno del cortile di palazzo Garrone, in piazza Caduti per la libertà (0172-43.82.37). ro.bu.

M Un gruppo di banditesi (residenti nella frazione più popolosa di Bra, con oltre 2.500 anime) ha preparato una lista per ridare vita al comitato di frazione di Bandito. Motivo? L’inattività, che dura ormai da alcuni anni, della rappresentanza ufficiale del quartiere. Un gruppo di residenti si propone come nuovo direttivo, decidendo di protocollare una lettera, con annessa raccolta di firme, in Comune. A questo punto, se entro la metà del mese di aprile si presentasse un’altra lista, si dovranno svolgere le elezioni, come prevede lo statuto.

In caso contrario, gli 11 membri della lista Bandito (che si propone con un logo che visualizza un pollice alzato) diventeranno la rappresentanza effettiva della frazione. Fanno parte di questo gruppo Guido Balocco, Matteo Cravero, Gabriella Fissore, Attilio Marra, Caterina Milanesio, Veronica Mollo, Enrico Panero, Federico Pennacino, Giuseppe Reinero, Marcello Sampò e Giuseppe Testa. La loro lista è stata accompagnata da una raccolta di oltre 250 firme, che risultano essere superiori del 10% al numero degli aventi diritto al voto, come prevede lo statuto. Spiegano gli ideato-

ri della lista: «Nel novembre scorso avevamo iniziato a lavorare alla creazione di un nuovo comitato. Abbiamo anche incontrato il gruppo dei “Volontari di Bandito”, che aveva avanzato l’intenzione di presentare un’altra lista, per valutare un percorso comune, in modo che la popolazione fosse rappresentata nel suo complesso. A oggi, però, questa condivisione non c’è stata e quindi abbiamo deciso di formaliz-

zare la nostra candidatura». Il gruppo ha anche creato una pagina Facebook, denominata “Comitato di Bandito. Lavori in corso”. Replica Daniele Chiavazza, storico responsabile dell’associazione dei “Volontari di Bandito”: «Al momento non abbiamo presentato un’altra lista. Siamo comunque sempre pronti a darci da fare per il bene della frazione, collaborando con il Comune». Conclude il consigliere comunale Livio Astegiano, delegato ai rapporti con quartieri e frazioni: «È positivo che la più popolosa frazione di Bra possa tornare ad avere una rappresentanza ufficiale». v.m.


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

CHERASCO ECOFUTURA: COME FARE PER ADERIRE

39

Torna Cherasco ecofutura: si terrà infatti venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 maggio la settima rassegna dedicata alle energie rinnovabili e alternative. Armonia e ambiente nelle Langhe-Roero e Monferrato. I paesaggi vitivinicoli patrimonio dell’umanità Unesco sarà il tema della tre giorni di esposizioni, convegni

ed eventi collaterali. Per informazioni si può visitare il sito www.cherascoecofutura.it, oppure contattare il comitato volontari amici Cherascoecofutura all’indirizzo cherascoecofutura@gmail.com. Per prenotare uno spazio espositivo rivolgersi all’Uniart (tel. 0173-61.52.82). c.l.

Cherasco e Narzole

Nessun aumento di tasse

Si racconta il Barolo con un libro e un film

CHERASCO / 1

CHERASCO / 2

Bene banca: l’ex presidente Bedino querela l’ex commissario Duso

Entro fine mese l’approvazione del bilancio comunale (15 milioni di euro) e tasse locali non aumenteranno per i cheraschesi: l’annuncio è dell’Amministrazione comunale che ha diramato alcune anticipazioni sul bilancio di previsione per il 2015, che verrà sottoposto all’esame del Consiglio comunale entro fine mese. Rimangono dunque invariati addizionale Irpef, imposta sulla pubblicità, canone per l’occupazione di suolo pubblico, le aliquote di Imu, Tasi e Tari. Il documento contabile pareggia sui 15 milioni e 447 euro circa. Un bilancio sempre più difficile da stilare a causa dei progressivi tagli dei trasferimenti dello Stato, spiega l’assessore al bilancio Elisa Bottero: «Abbiamo però sopperito riducendo la spesa senza intaccare i servizi essenziali e senza aumentare le tasse comunali. Nonostante il momento difficile, abbiamo in cantiere investimenti strutturali importanti, come la scuola elementare a Cherasco capoluogo e il campo sintetico presso l’impianto sportivo

BENE VAGIENNA

L

L’IMU (INVARIATA) GARANTIRÀ UN’ENTRATA DI OLTRE DUE MILIONI DI EURO Emilio Roella, la ristrutturazione degli edifici comunali a Roreto, la riqualificazione dei percorsi urbani del commercio e la sostituzione di tutti i corpi illuminanti con le lampade a led». Le voci di spesa più rilevanti sono legate alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti urbani (1,3 milioni di euro), i

costi del personale (un milione e 268 mila euro) e quelle relative ai servizi scolastici (829 mila euro). Tra gli investimenti la manutenzione stradale (200 mila euro), il potenziamento del sistema di videosorveglianza (25 mila euro) e delle aree verdi (25 mila euro). I principali capitoli in entrata sono il gettito Imu (2 milioni e 57 mila euro), la Tari (1,3 milioni euro), la Tasi (760 mila euro), l’addizionale Irpef (600 mila euro) e gli oneri di urbanizzazione (662 mila).

M Il periodo di commissariamento si è concluso da mesi ma per la Banca di credito cooperativo di Bene Vagienna il momento delicato non pare essere finito. Nei giorni scorsi, infatti, l’ex presidente della Bcc benese Francesco Bedino ha presentato una querela penale nei confronti dell’ex commissario Giambattista Duso e ora anche il comitato di soci “Svegliamoci Bene” pare intenzionato a passare all’azione. Al centro delle polemiche il versamento fatto dall’ex commissario di una fetta consistente del patrimonio dell’istituto di credito piemontese presso la Banca popolare di Vicenza. Si parla di un investimento di quasi 40 milioni di euro (poi ridotti progressivamente a 20), che per Bedino avrebbe superato i limiti di legge. In una nota diffusa nei

giorni scorsi Bene banca ha puntualizzato che «l’investimento serviva a sviluppare partnership commerciali con altri istituti di credito e la banca selezionata proponeva rendimenti mediamente superiori di almeno 1 punto percentuale rispetto ai conti correnti offerti dagli altri istituti. Ogni operazione è sempre stata condotta nel rispetto dei limiti di vigilanza e con l’unico intento di massimizzare i rendimenti, minimizzando i rischi». Dell’operazione era pienamente al corrente anche la Banca d’Italia, visto che lo stesso commissario Duso la segnalò nel rendiconto della sua gestione nel 2013, e non ebbe nulla da eccepire. Per i soci della Bene banca, invece, si sarebbe trattato di una mossa dubbia, che avrebbe danneggiato l’economia locale togliendo a famiglie e aziende risorse fondamentali. ro.bu.

Cristiano Lanzardo

M Il Barolo nelle sue declinazioni cinematografiche e librarie. Questa settimana Cherasco dedica ampio spazio al re dei vini: mercoledì 25 marzo (ore 20.45), nell’enoteca Palazzo Mentone Armando Gambera presenterà il proprio volume dal titolo Le colline del Barolo al tempo dello zolfo. La serata rientra nel calendario dell’Unitre. Insegnante in pensione, appassionato di territorio, Gambera ha svolto un importante lavoro di documentazione riguardante la lotta contro l’oidio, malattia fungina della vite, compiuta nella seconda metà dell’Ottocento. Al termine degustazione di tome locali e buon vino. I partecipanti dell’Oltre Stura potranno utilizzare la navetta gratuita del Comune, in partenza alle 20.30 a Roreto. Un gruppo di giovani produttori vinicoli che negli anni Ottanta decisero di andare anche contro la tradizione dei patriarchi, per intraprendere un nuovo percorso, una diversa filosofia vitivinicola. Barolo boys. Storia di una rivoluzione è il titolo del docufilm che sarà proiettato giovedì 26 marzo (ore 21.15) al cinema cheraschese Galateri per la rassegna Cherasco movie. Alla serata interverranno i registi Paolo Casalis e Tiziano Gaia. c.l.

Il Centro d’incontro roretese propone un calendario ricchissimo di iniziative RORETO

I soci dell’attivissimo Centro d’incontro di Roreto di recente sono stati in gita in Spagna.

La fondazione “Mago Sales onlus” trasferisce la sede a Cherasco CHERASCO / 3 M La città delle paci sempre più “quartiere generale”della magia abbinata alla solidarietà. Dopo il Museo della magia, il mago Sales, al secolo don Silvio Mantelli, ha deciso di trasferire a Cherasco anche la sede della propria fondazione, creata nel 2001 a Rivoli, con all’attivo progetti a sostegno dell’infanzia in più di venti Paesi nel mondo. Domenica 29 marzo l’inaugurazione della nuova sede, ricavata nei locali adiacenti al museo, in via Cavour 31:

alle 11 visita ai nuovi locali e il piccolo museo missionario; alle 11.30 benedizione dei rami d’ulivo nel cortile che ospita il Giardino delle fate, all’interno del Museo della magia, con rinfresco finale. Nel teatrino ci sarà la proiezione di un filmato girato esattamente vent’anni fa, quando il mago Sales tenne uno spettacolo a Calcutta, alla presenza di Madre Teresa, che al termine lo benedisse. Sabato 18 aprile partirà poi un nuovo stage di magia e animazione teatrale. Per informazioni telefonare al 335-47.37.84. c.l.

M Quando si tratta di divertirsi e stare insieme il Cento incontro di Roreto, guidato dall’inossidabile Vincenzo Gerbaldo, è secondo a nessuno. L’anno sociale è arrivato nemmeno a un quarto del cammino, ma è già stato denso d’iniziative. La stagione fredda ha incentivato i momenti conviviali legati alla Befana e al Carnevale, oltre a un

pranzo del fritto misto, ma si è trovato il tempo anche per prendere parte alla trasmissione di Telecupole. Ultima attività, la più recente, un gita in Spagna. E visto che si è preso gusto, le trasferte saranno numerose: già ad aprile una gita a Genova per gustare anche le prelibatezze locali (domenica 12), mentre a fine mese il viaggio in Olanda nel periodo dei tulipani. Si proseguirà poi con l’itinerario del

trenino rosso del Bernina (1-2 agosto), la crociera nell’Adriatico (15-22 novembre) e l’altra gita in Liguria per il tradizionale pranzo a base di pesce (6 dicembre). Tra gli altri appuntamenti la festa degli anziani roretesi (24 maggio), la partecipazione ai raduni regionali di San Damiano d’Asti (28 maggio) e Fossano (25 settembre), il pranzo sociale (25 ottobre), Tuttomele di Cavour (10 novembre). c.l.

Nuovi interventi sulla frana NARZOLE M Partiranno presto nuovi lavori per la regimazione delle acque superficiali in prossimità della frana di località Perosa. Buone notizie quindi per il Comune di Narzole, da tempo impegnato a porre rimedio all’ampio movimento franoso verificatosi nella frazione a causa degli eventi alluvionali del marzo e del novembre 2011. «La Regione», spiega l’assessore alle opere pubbliche Livio Taricco, «ci ha permesso di reimpiegare i circa 70 mila euro frutto del ribasso d’asta del progetto da 355 mila euro stanziati dal Ministero per ripristinare la strada

(peraltro sbloccati solo l’anno scorso dopo una lunga attesa a causa del famigerato Patto di stabilità). Questa somma ci consentirà di intervenire a valle del fronte della frana per ricostruire una serie di fossi di scolo che consentiranno di far defluire le acque superficiali negli scaricatoi già esistenti. In assenza di queste

opere, infatti, tutti i campi che si trovano tra le pendici della frana e il Tanaro finiscono con l’allagarsi ogni volta che piove in modo intenso». A eseguire il nuovo intervento la Sam spa di Alba, la medesima azienda che si è aggiudicata l’appalto per la realizzazione del progetto principale. Anche questa nuova serie di lavori non saranno però sufficienti a sistemare definitivamente la situazione, davvero delicata. Solo la settima-

IN LOCALITÀ PEROSA, DOVE PERÒ SI REGISTRA UN ALTRO SMOTTAMENTO

na scorsa le precipitazioni hanno causato una nuova frana lungo il medesimo fronte, in una zona posta tra le due aree già oggetto di intervento dell’Amministrazione. Lo smottamento, fortunatamente poco esteso, interessa le pertinenze di un’abitazione privata. Dopo il sopralluogo dei geologi della Protezione civile, il sindaco è in attesa del responso tecnico per valutare l’opportunità di emettere un’ordinanza di inagibilità delle rimesse che si trovano nei pressi della frana. «Purtroppo», conclude l’assessore Taricco, «saranno necessari molti altri interventi per sistemare l’area. Speriamo arrivino altri fondi dagli enti superiori». ro.bu.


40

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

41

Società San Paolo

Langa

Se senti di essere chiamato a fare “grande” la tua vita, vieni a trovarci... Per informazioni:

piazza San Paolo 14, 12051 Alba (Cn) Tel. 0173-36.32.61

Acna: bonifica infinita?

IN BREVE

SALICETO RINNOVATA LA PRO LOCO Samuele Prato è il nuovo presidente della Pro loco. L’ha deciso il nuovo Consiglio direttivo, che ha nominato anche i vicepresidenti Sara Armellino e Samuele Di Murro, la segretaria Erika Gaiero e il tesoriere Gabriele Gallesio. Il direttivo è completato dai consiglieri Matteo Cerrato, Luca Delpiano, Andrea Zoppo e Luca Salvio e dai revisori dei conti Matteo Armellino, Barbara Ballocco e Pierluigi Dotta. f.g.

VALLE BORMIDA Prorogata al 2017 la convenzione per la certificazione tra Provincia e Syndial oco meno di due anni fa, nel giugno del 2013, in occasione della visita di un gruppo di parlamentari al sito Acna i vertici di Syndial (la società dell’Eni proprietaria dell’area di Cengio) dissero che sarebbero stati neces-

P

BOSIA CONSIGLIO COMUNALE

sari altri due anni di lavori per completare la bonifica, ma ora, a pochi mesi dalla scadenza del termine indicato, dal savonese arrivano segnali che paiono indicare tempi più lunghi. Nei giorni scorsi è stata rinnovata fino al 2017 la convenzione tra la Provincia di Savona e Syndial «per lo svolgimento delle procedure di controllo, verifica e monitoraggio delle operazioni di bonifica ai fini del rilascio del certificato di avvenuta bonifica». In pratica, il soggetto incaricato di certificare

OLOCCO

L’AZIENDA VUOLE ANCHE RINNOVARE LA DERIVAZIONE IDRICA DAL BORMIDA la bonifica e quello che deve realizzarla si prendono altri tre anni di tempo prima di mettere la parola fine alla questione. L’operazione costerà a Syndial 270 mila euro all’anno per il 2015 e il 2016, mentre la “tariffa” del 2017 verrà quantificata in seguito. Un altro segnale che fa pensare a un prolungamento dei tempi per chiudere la vicenda arriva dall’autorizzazione concessa pochi giorni fa dalla Provincia a una società privata per effettuare un monitoraggio della fauna ittica nel Bor-

Trovato un lupo morto in località Paciocchi. L’animale forse è stato investito

mida, a Cengio. Cosa c’entra il “censimento” dei pesci con l’ex Acna? Il controllo, si legge nel documento provinciale, è «funzionale al rinnovo della concessione di una derivazione idrica da parte di Syndial». A una nostra richiesta di chiarimenti, dalla Provincia di Savona hanno spiegato che la società, per impostare la progettazione, ha la necessità di conoscere la consistenza della fauna ittica presente nel tratto di fiume interessato dalla derivazione «al fine di non compromettere tale fauna durante

SALICETO: SUL DANNO AMBIENTALE LA REGIONE NON CI ASCOLTA il futuro esercizio dell’impianto». Anche questo sembra un segnale chiaro, poiché, se la bonifica fosse finita, Syndial non avrebbe bisogno di prelevare altra acqua del fiume. Per capirne di più abbiamo anche provato a contattare l’ufficio stampa della società, senza però ricevere risposte.

M In località Paciocchi, è stata ritrovata la carcassa di un lupo. La segnalazione è arrivata da un residente della zona che ha avvertito il Servizio di vigilanza faunistico-ambientale della Provincia di Cuneo e il personale dell’Atc Cn5 di Cortemilia. L’animale presentava sul dorso un’ampia abrasione della cute e una tumefazione, forse dovuta all’urto con un automezzo. Il lupo è stato trasportato nella sede dell’Ambito

territoriale di caccia a Gorzegno e riposto in un congelatore a disposizione delle autorità competenti. Del ritrovamento sono stati informati anche i ricercatori del progetto Life Wolfalps, che promuove azioni coordinate per la conservazione del lupo sull’intero arco alpino, mentre saranno gli studenti della Facoltà di veterinaria dell’Università di Torino a eseguire l’esame autoptico. Intanto, proseguono le verifiche e gli accertamenti per chiarire eventuali responsabilità. f.g.

I

CENSI

Oscar Farinetti

(artistica e di precisione). I 10 mila euro saranno attribuiti al progetto giudicato più interessante al termine di un “torneo delle idee”, vera sfida di capacità propositive, al quale prenderanno parte i finalisti selezionati da una giuria di esperti presieduta da Oscar Farinetti. I progetti dovranno essere realizzati in Piemonte e saranno affiancati dai consigli e dallo speciale know-how e tutoring di Eataly. Il bando del premio Ancalau si può scaricare dal sito www.eataly.net/it_it/ancalau-2015. Fabio Gallina

di Bruno Penna

Ali di primavera

BOSIA

SALICETO

Corrado Olocco

RITAGLI DI LANGA

Il premio Ancalau si rivolge ai giovani M Bosia ospiterà domenica 28 giugno la seconda edizione del premio Ancalau e per l’occasione assegnerà, in collaborazione con Eataly, un premio di 10 mila euro per aiutare i giovani a creare imprese. Ancalau in dialetto significa “colui che osa” e proprio il piccolo paese dell’alta Langa vanta una sorprendente tradizione di inventori e innovatori. Persone che nel tempo hanno osato: dalla ristorazione creativa alla produzione industriale dei grissini, dalle macchine per sgranare fagioli alla pubblicità. Il premio Ancalau è stato creato nel 2014 e la prima edizione ha premiato l’intraprendenza di Oscar Farinetti. Il creatore di Eataly, in quell’occasione, lanciò l’idea di dedicare le future edizioni ai giovani capaci di proporre progetti innovativi d’impresa nei settori di agroalimentare, moda e design, patrimonio artistico, culturale e paesaggistico, turismo e ospitalità, industria manifatturiera

E a proposito di risposte che non arrivano, il sindaco di Saliceto Enrico Pregliasco torna a sollevare la questione del risarcimento per danno ambientale: «Da Roma continuiamo a non avere notizie. Il Ministero dell’ambiente si confronta unicamente con la Regione, che a noi non dà risposte. Se la Regione continuerà a dimostrare scarsa attenzione nei nostri confronti e a non tutelare i nostri interessi non escludiamo di arrivare a un’azione di diffida».

Il sindaco Ettore Secco ha convocato per questa sera, martedì 24, alle 21, il Consiglio comunale. All’ordine del giorno l’approvazione del bilancio di previsione, l’adesione al Tavolo delle autonomie e la ratifica della convenzione per il servizio di segreteria con Albaretto, Lequio, Bonvicino, Cerretto e Trezzo. f.g.

primi compaiono solitari su fili tesi o rami nudi, con la casacca invernale a puntini bianchi e riflettente come il metallo. Sembrano reduci da battaglie fantasy e paiono una sorta di esploratori, in realtà sono soltanto i più veloci, i primi a tornare nei luoghi che già conoscono. Poi arriva l’intero esercito nero, e riempie tetti, alberi e tutta quanta la primavera, fin nell’estate. Non sono le rondini, ma gli storni le prime voci alate della stagione più attesa: passano pressoché inosservati nei grandi centri abitati, ma sulle nostre colline è ben visibile la loro invasione e l’intensa attività di coppia nell’assicurare nuove generazioni. È certamente un volatile sottovalutato, visto più che altro come un falso merlo, un maleducato imbrattatore e un rovinatetti. È vero che ama scegliere le tegole come riparo per il suo nido e per questo dalle nostre parti qualcuno lo chiama con il dialetto “aussacop”. Ma gli infiniti viaggi giornalieri che compie dai coltivi fino ai piccoli urlanti e viceversa sono ammirevoli. Ancora più affascinanti sono le evoluzioni spettacolari che esegue in gruppo:

una nuvola nera compatta e impazzita che disegna la meraviglia del cielo, talmente perfetta e sorprendente da diventare materia di studio. Tra pochi giorni gustatevi le sue esibizioni, i maschi nei punti alti a scuotersi goffamente e a imitare mille suoni e voci, compresa quella umana. Nel frattempo i nostri cieli e la nostra terra si riempiranno di decine di specie alate per allestire l’annuale colonna sonora capace di far sussultare la nostra anima e di rinnovarci la consapevolezza di abitare uno splendido paesaggio.


42

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Langa

IN BREVE

DOGLIANI TORNA IL MERCATO DEI CONTADINI Sabato 28, dalle 8 alle 13, in piazza Umberto I torna il “Mercato dei contadini delle Langhe” nel quale si possono acquistare dai produttori salumi, formaggi, dolci, conserve, confetture, pane e focaccia, riso, nocciole, erbe aromatiche, frutta e verdura. Il mercato si tiene ogni sabato, e.p. fino a Natale.

VERDUNO SERATA DI PREGHIERA COL GRUPPO SAN MICHELE

Il gruppo di preghiera “San Michele Arcangelo” di Verduno ricorda l’incontro di preghiera di lunedì 30 marzo, alle 20.30, nella chiesa di Verduno. Il programma prevede la recita del Rosario, la celebrazione della Messa e la venerazione della Croce.

DOGLIANI SOGGIORNO AL MARE Dal 22 al 29 aprile l’Assessorato comunale alle politiche sociali organizza un soggiorno a Diano Marina, all’hotel “Riviera”. Il costo a persona, in pensione completa, è di 315 euro in camera doppia, 280 in tripla o 420 in singola. Il viaggio in pullman andata e ritorno è offerto dal Comune. Per partecipare occorre prenotare entro il 4 aprile all’edicola “Costa Milena” o alla segreteria del Comune (terzo piano) versando un acconto di 150 euro. Per informazioni: 0173-70.107 (interno 8). e.p.

Un grosso smottamento si è verificato anche nei pressi di Mango.

LANGA Alcune case isolate a Bossolasco. Chiusa la provinciale tra Cortemilia e Bergolo e recenti intense precipitazioni hanno provocato seri danni in alta Langa. Bossolasco è tra i paesi più colpiti. Con due ordinanze il sin-

L

daco Franco Grosso ha vietato il traffico veicolare e avviato i lavori urgenti nella strada comunale Ave-Curairone-Facelli, chiusa per tutelare l’incolumità dei residenti e poter immediatamente intervenire per la messa in sicurezza. Nei giorni scorsi, infatti, un’ampia frana ha coinvolto il sedime della strada comunale per una lunghezza e una larghezza di circa 30 metri. Il movimento ha interrotto completamente la

SOMANO SERATA DANZANTE Prosegue la rassegna di serate danzanti organizzata dalla Pro loco. Sabato 28, alle 21, nella sala polivalente, animerà la serata l’orchestra “Ines Manera”. Ingresso: 6 euro. Per informazioni: 339-48.58.044 (Mauro gio.ba. Clerico).

Il folto pubblico che ha preso parte alla serata in municipio.

DOGLIANI M Martedì scorso, in municipio, ha avuto luogo l’incontro che ha suggellato l’avvio della collaborazione tra l’Associazione commercianti albesi e l’Ascom di Dogliani. Alla presenza del sindaco

Giorgia Barile Fabio Gallina

Franco Paruzzo e di un folto pubblico di imprenditori del commercio, del turismo e dei servizi, i presidenti Giancarlo Drocco e Stefano Cillario, insieme al vice presidente Aca Carlo Drocco e al direttore Giuliano Viglione, hanno illustrato il senso e i contenuti dell’iniziativa, finalizza-

ta a far conoscere i servizi dell’Aca alle aziende e a favorire una sinergia per la crescita di un territorio omogeneo quale è quello delle Langhe. «Siamo certi possa nascere qualcosa di utile e positivo», ha dichiarato il presidente dell’Aca Giancarlo Drocco, «grazie anche alle innumerevoli affinità con il territorio di Dogliani e centri limitrofi, che vanno dalla vivacità commerciale alla vitivinicoltura, alle potenzialità turistiche». «L’occasione di usufruire dei servizi proposti dall’Aca è importante per un’Ascom come la nostra», so stiene il presidente doglianese, Stefano Cillario. «Faremo del nostro meglio per promuovere Dogliani come meta turistica, insieme al Comune e in collaborazione con l’albese, che rappresenta il motore turistico dell’intero territorio».

La rocca-belvedere custodisce ciò che resta del castello DIANO M Venerdì mattina, il Comune ha presentato l’intevento di messa in sicurezza della rocca-belvedere su cui, un tempo, troneggiava il castello. Oggi ne rimane ancora, parzialmente intatta, una camera. «Recentemente venivano eseguiti inutili disgaggi più volte all’anno, ma si imponeva una messa in sicurezza duratura che è stata realizzata ora dall’impresa Arienti, che ha terminato i lavori nei tempi stabiliti», ha detto il sindaco Giuseppe Ciravegna. Il primo cittadino ha ringraziato i fautori, a vario titolo, del lavoro di consolidamento e valorizzazione della rocca di Diano, costato 800.000 euro, di cui 500.000 finanziati dalla Regione e 300.000 dal Co-

Due immagini della cerimonia a cui ha preso parte anche l’europarlamentare Cirio e l’alto dirigente Ue Diego Canga Fano.

mune. «Possiamo dire che dopo ottocento anni il nostro paese ha recuperato una parte del suo glorioso castello», ha concluso Ciravegna. gio.ba.

DOGLIANI: FESTA PER LA CENTENARIA

Dogliani ha festeggiato un’altra centenaria, Beatrice Paolazzo, che ha compiuto cento anni in perfetta forma fisica e mentale. Nata a Dogliani il 13 marzo 1915, Beatrice ha vissuto in prima persona tanti eventi, dalle guerre mondiali alle innovazioni scientifiche. Con lei salgono a tre le doglianesi che hanno raggiunto a marzo questo traguardo. Alla casa di riposo di Narzole, la signora ha festeggiato il compleanno circondata dall’affetto di figlio, nipoti, pronipoti e amici. Nonna Beatrice ha partecipato alla festa in suo onore, cantando brani della sua gioventù. Il sindaco Franco Paruzzo e il consigliere Liliana Sanino le hanno consegnato un mazzo di fiori e una targa ricordo. e.p.

Aquiloni, ultraleggeri e deltamotori protagonisti al “Festival del volo”

LA MORRA MESSA E PRANZO PER GLI ALPINI

VERGNE

MARCATO

Il gruppo Alpini organizza domenica 29 il “pranzo dell’amicizia”. La giornata si aprirà alle 11 con la celebrazione della Messa in ricordo degli Alpini defunti. Seguirà il pranzo, nella sede di borgata Fornace. Per informazioni e prenotazioni (entro il 26 contattare Paolo Gazzera (338-74.45.711) o Luigi Testa (0173-50.189). m.ma.

viabilità comunale e l’accesso alle abitazioni situate nel tratto terminale della strada Ave-Curairone-Facelli. Nella zona interessata vivono anche persone anziane e bisognava intervenire per assicurare eventuali interventi di emergenza sanitaria. I residenti si sono ritrovati isolati. Afferma il sindaco Franco Grosso: «La situazione non riguarda solo Bossolasco, ma l’intero territorio. Se lo Stato continua a tagliare fondi, noi piccoli Comuni non riusciremo più a effettuare la manutenzione necessaria alle strade (pulizia cunette, taglio e sfalcio panchine, ripristino manto bituminoso eccetera) e ciò causeràa danni ambientali non indifferenti». Un’altra grossa frana si è verificata sulla provinciale che sale da Cortemilia verso Bergolo. La Provincia ha interdetto la circolazione a tutti gli automezzi fino all’eliminazione del materiale (terra e piante) e alla messa in sicurezza della sede stradale. Ieri, lunedì, la strada era ancora chiusa.

Ascom e Aca collaborano

DOGLIANI UNITRE IN GITA AL LAGO D’ORTA Martedì 14 aprile l’Unitre organizza una gita al lago d’Orta con partenza alle 7 davanti al municipio. Il programma comprende la visita guidata al Sacro Monte, all’isola di San Giulio e alla basilica con mini crociera del lago. Il costo è di 30 euro a persona. Per informazioni e iscrizioni: 0173-70.210. e.p.

Domenica 29 marzo, alle 21, nella chiesa parrocchiale, incontro di catechesi su “Peccato e riconciliazione” in preparazione alla Pasqua. Sarà proposta una riflessione a partire dai testi biblici passando per il magistero della Chiesa e l’insegnamento di Santa Faustina Kowalska.

Ancora problemi causati dalle frane

DOGLIANI RISPARMIO ENERGETICO Mercoledì 25, alle 21, la biblioteca “Luigi Einaudi” ospita il secondo incontro con Beppe Stralla sul tema del risparmio energetico. Si parlerà di coibentazione, materiali isolanti e prevenzione della e.p. formazione di muffe.

VERDUNO INCONTRO DI CATECHESI SU PECCATO E RICONCILIAZIONE

M Ritorna nel week-end l’appuntamento con il “Festival del volo”, giunto alla diciannovesima edizione. Sabato 28, dalle 16 si potrà camminare tra le colline attorno alla frazione in compagnia dell’accompagnatore naturalistico Stefano Boffa. Per informazioni e iscrizioni occorre telefonare al

338-16.58.367. In serata, il geologo Enrico Collo condurrà un’osservazione astronomica. Per informazioni e iscrizioni: 349-73.28.556. In caso di maltempo la Pro loco promette una soluzione a sorpresa. Domenica 29, dal mattino, ci saranno dimostrazioni di volo libero e acrobatico di aquiloni, mentre nel pomeriggio sarà il turno di ultraleggeri e deltamotori.

SABATO ESCURSIONE E ASTRONOMIA DOMENICA SPAZIO ALLE ESIBIZIONI È in programma anche un’esibizione di modellini di aerei ed elicotteri radiocomandati o manuali, in diversi materiali. Ci saranno inoltre palloncini e ogni genere di oggetti volanti. Col-

labora all’organizzazione della manifestazione l’Aviosuperficie di Boglietto. L’organizzazione si scusa se il programma subirà variazioni: la manifestazione dipende dal vento. Per avere maggiori informazioni si può telefonare allo 0173-77.305 o al 33924.16.305 oppure scrivere una e-mail a prolocovergne@gmail.com. Elisa Pira


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

LEQUIO BERRIA LA FIDAS INVITA ALLE DONAZIONI DI SANGUE

Il gruppo Fidas di Lequio Berria guidato da Fabrizio Moraglio invita la popolazione a partecipare al prelievo di sangue collettivo di domenica 29 marzo. Il ritrovo sarà nei locali delle scuole, dalle 8.30 alle 9.30. Per informazioni telefonare allo 0173-52.584. gio.ba.

43

SINIO AVIS APPUNTAMENTO CON I PRELIEVI DOMENICA 29

Domenica 29, a Sinio ci sarà la possibilità di sottoporsi ai prelievi di sangue collettivi. Il gruppo Avis, che dipende dalla sezione albese e comprende anche i donatori di Albaretto della Torre, aspetta i volontari dalle 8.30 alle 11.30 nei locali del Comune situati vicino all’ambulatorio medico. gio.ba.

Incidenti e cinghiali presto un incontro NIELLA BELBO La morte di Michela Leone è tornata a sollevare il problema ono stati celebrati mercoledì scorso nella parrocchiale di San Giorgio i funerali di Michela Leone, la ventunenne morta nella notte di sabato 14 in un incidente stradale causato da un cinghiale sulla provinciale tra Rocchetta Belbo e Bosia, prima di Campetto. La giovane si trovava a

S

bordo dell’auto condotta da un ragazzo di Bosia insieme ad altre tre amiche, tutti di età compresa fra i 18 e i 22 anni. Secondo i primi accertamenti, pare che il grosso animale si sia improvvisamente parato davanti alla vettura. Inutili i tentativi di evitare l’urto. Il conducente ha perso il controllo dell’auto, che è finita fuori strada urtando violentemente il muro di una casa. Gli altri occupanti della vettura se la sono cavata con ferite non gravi. Non si tratta del primo incidente mortale causato ai cinghiali. Fra Lesegno e Ceva, nella notte del 26 novembre 2004

si verificò un altro episodio simile. Barbara Sclavo, 19 anni, di Lesegno, e Nicoletta Rossi, 21, di Mombasiglio, persero la vita. Peraltro, le famiglie hanno ottenuto dalla compagnia assicurativa un risarcimento (di oltre 1,5 milioni di euro) solamente nel gennaio del 2014. Di fronte a questa nuova disgrazia il Comitato per la difesa contro i danni causati dagli animali selvatici ha deciso di mobilitarsi perché vengano adottate misure urgenti. Il primo obiettivo è quello di organizzare a breve un incontro per sensibilizzare la popolazione sul problema. ro.bu.

CORSO DI YOGA ALLA MATERNA DI VALLE TALLORIA Gli alunni della scuola dell’infanzia di Valle Talloria hanno frequentato un corso di yoga tenuto da Ornella, Donatella e Simonetta, volontarie dell’associazione “Nirmala Vidya”. Il corso rientra nel progetto didattico “Amica terra”. Con la nuova esperienza i bambini hanno iniziato a scoprire l’unione tra la nostra energia interiore e gio.ba. quella universale.

IN BREVE

BOSSOLASCO ATTILIO CLERICO IN CONSIGLIO Il Consiglio comunale ha recepito le dimissioni della consigliera Donatella Marengo, sostituita da Attilio Clerico, primo escluso della lista a sostegno del sindaco Franco Grosso. Marengo si è dimessa in quanto assegnata “in comando” dal Comune di Rodello, dove è di ruolo, a prestare servizio per 16 ore settimanali nell’ufficio ragioneria del Comune gio.ba. di Bossolasco.

CORTEMILIA IL 30 MARZO AL VIA I CORSI DI NUOTO Al via, da lunedì 30 marzo, i corsi che l’Associazione nuoto di Cortemilia proporrà fino a giugno. Le lezioni si svolgeranno dal lunedì al giovedì, presso la piscina comunale coperta di via Salino, nei seguenti orari: dalle 17 alle 18.30 per i bambini, dalle 19 alle 21 per gli adulti. Intanto, lo staff guidato da Germana Ratto è al lavoro per organizzare il secondo “Memorial Alice Rolando” del 12 aprile e la nona edizione della 24 ore di nuoto in programma il 25 e 26 aprile. Per informazioni e iscrizioni, occorre telefonare al 334-24.78.785 o visitare la pagina www.facebook.com/ f.g. piscina.cortemilia.

Langa

Tasse più alte se non migliora la differenziata TORRE BORMIDA M «Se non c’impegniamo a differenziare meglio i rifiuti, saremo costretti ad aumentare la tassazione per i cittadini al fine di contenere i costi». Queste le parole del sindaco di Torre Bormida, Andrea Rizzolo, all’incontro pubblico che si è tenuto nei locali della piscina comunale. Erano presenti, tra gli altri, il presidente del Consiglio d’amministrazione dell’Azienda consortile ecologica monregalese (Acem), Gian Pietro Gasco, con il suo collaboratore Gilberto Fazio. «È necessario», ha aggiunto il primo cittadino, «essere consapevoli tutti che si deve aumentare la quantità di rifiuti differenziati per non incorrere in sanzioni e ridurre la spesa di raccolta e smaltimento. Intanto, nei prossimi giorni, con la collaborazione dei volontari della locale Protezione civile, sarà organizzata una raccolta dei rifiuti ingombranti». I cittadini che hanno questa tipologia di rifiuto devono mettersi in contatto con gli uffici comunali (0173-88.105, torre.bormida@reteunitaria.

Il sindaco di Torre Bormida Andrea Rizzolo.

piemonte.it) per prenotare il ritiro. Inoltre, saranno installate alcune telecamere nelle varie aree ecologiche per scoraggiare l’abbandono selvaggio dei sacchetti o per individuare possibili “intrusioni” di rifiuti da altri paesi. La serata è terminata parlando del progetto finanziato dal Ministero delle infrastrutture nell’ambito del programma “6.000 campanili”, per il quale Torre Bormida riceverà 781 mila euro, con cui sarà restaurata la pavimentazione in pietra nel centro del paese. Fabio Gallina


44

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Langa e astigiano

COSSANO NIENTE INDENNITÀ IN MUNICIPIO

L’Amministrazione comunale di Cossano Belbo rinuncia allo stipendio. Con votazione unanime e favorevole, la Giunta comunale ha deciso di rinunciare, anche per il 2015, alla propria indennità di carica. Gli stipendi mensili del primo cittadino Mauro Noè (1.446 euro), del vicesindaco Emilio Ravotti

Iniziati i restauri dentro il santuario CASTIGLIONE TINELLA I lavori sono legati all’adeguamento liturgico dell’edificio di frazione Balbi l santuario dedicato alla Madonna del Buon Consiglio, in frazione Balbi, è oggetto di grandi interventi edili interni, destinati ad aumentarne il valore e la fruibilità. «L’idea di questi lavori», dice il parroco, don Filippo Torterolo, «non nasce da una necessità di ordine strutturale ma, essenzialmente, da un desiderio di riqualificare ulteriormente il tempio come luogo spirituale per accogliere i pellegrini». Il cantiere, organizzato dall’impresa di Luigino Rocca di Castagnole delle Lanze, in collaborazione con l’artigiano edile castiglionese Armando Canavero, prevede la realizzazione di un adeguamento liturgico omogeneo e conforme alle norme del Concilio Vaticano II, la creazione di una cappella per le confessioni e di un’area per la preghie-

I

Un’immagine dei lavori in corso al santuario del Buon Consiglio.

ra e l’adorazione liturgica, oltre a lavori di manutenzione straordinaria necessari a consolidare il terreno limitrofo all’abside. È prevista poi la realizzazione di un nuovo impianto di riscaldamento e di un locale caldaia, la sistemazione della sacrestia, nuove luci e la tinteggiatura dell’intero edificio.

Durante i lavori sono state ritrovate alcune parti della costruzione originaria, mura secolari edificate intorno al pilone votivo. Per tutto il periodo della ristrutturazione, l’attività liturgica di preparazione alla Pasqua proseguirà nell’adiacente salone, che sarà poi interessato dai lavori insieme ad altre parti dell’edificio. f.g.

La Pro loco e il circolo Acli “Le colline” propongono venerdì 27, alle 21, nella sala polivalente di Belvedere Langhe, la serata “Un uomo e la sua storia”. Saranno proiettati due film-documentari scritti e diretti da Erika Peirano e Remo Schellino: “La luce dentro. Storia di Armando”, che racconta la scelta del pastore Armando Sereno di vivere in solitudine nei boschi, e “Louis Chabas, detto Lulù. Una Resistenza leggendaria”, documentario sull’affascinante eroe d.sc. della Resistenza.

M Un pezzettino di Kenya arriverà a Novello lunedì 30, alle 17.30, nel salone polifunzionale attraverso le parole di due ragazze, Camilla Sansonetti e Daniela Fiorito, appena tornate da un anno di volontariato nella cooperativa agricola di Meru Herbs. Questo incontro servirà per capire la situazione in cui lavorano gli agricoltori presenti in questa comunità e come i loro prodotti possono arrivare sulle nostre tavole. Le due ragazze hanno trascorso un anno a Meru Herbs grazie alla loro scelta di aderire al progetto di servizio civile promosso dall’Organizzazione non governativa Ipsia-Acli. All’in-

Ultimi appuntamenti con la rassegna cinematografica al cinema “Paradiso”. Il 27, 28 e 29 marzo, alle 21, è in programma “Il nome del figlio”. Il costo del e.c. biglietto è di 5 euro.

SAN DAMIANO ANAGRAFE CANINA Mercoledì primo aprile, dalle 9 alle 12, al Servizio veterinario dell’Asl, nella Casa della salute di via San Sebastiano, si terrà una seduta di anagrafe canina per l’inserimento dei microchip ai cani. Per prenotazioni: e.c. 0141-97.50.56.

CASTAGNOLE CENA EDUCATIVA IN AGRITURISMO Venerdì 27, alle 20, all’agriturismo “Ni d’ vespe” di via Farinere si terrà la quinta cena educativa con Beppe Rocca e Milena Ribotto, docenti e ricercatori del Dipartimento di neuroscienze dell’Università di Torino. La cena costa 30 euro. Prenotazioni f.g. allo 0141-87.73.45.

NOVELLO

contro sarà presente anche la cooperativa Colibrì con un banchetto dove sarà possibile acquistare i prodotti della cooperativa.

Mercoledì si illustra il camp estivo per avvicinare i ragazzi all’inglese M Domani, mercoledì 25, alle 20.30, nel salone polifunzionale, si terrà una serata informativa sul progetto City camps-The english full immersion. L’incontro è rivolto ai genitori dei ragazzi della scuola primaria e secondaria. Questa nuova iniziativa prende vita grazie all’associazione culturale linguistica Educational e alla collaborazione dell’Amministrazione comunale. Si tratta di un campo estivo che ha al centro l’insegnamento della lingua inglese e che sarà attuato dal 20 al 31 luglio alla scuola

BELVEDERE DUE DOCUMENTARI VENERDÌ 27

SAN DAMIANO RASSEGNA CINEMATOGRAFICA

Un anno di volontariato in Kenya raccontato dalle due protagoniste

LA MORRA / 1

IN BREVE

dell’infanzia di La Morra. I corsi saranno tenuti da laureati provenienti da Paesi dove l’inglese è la prima lingua e dureranno per l’intera giornata. Una buona occasione per permettere ai ragazzi di avere a disposizione insegnanti madrelingua senza doversi allontanare dalla propria famiglia. Tutto l’occorrente verrà fornito direttamente il primo giorno di lezione. Durante la serata verranno illustrati i modi di iscrizione e le modalità di insegnamento che verranno utilizzate. Per le iscrizioni ci si può rivolgere al Comune, facendo riferimento a Rosa Oberto oppure sul sito www.acle.it. e.o.

Erica Oberto

Corso di teatro e circo rivolto ai giovani LA MORRA / 2 M L’associazione Il paese di Oz organizza una scuola di teatro, circo e improvvisazione per avvicinare i giovani al mondo dello spettacolo. Le materie variano dalla scrittura creativa alla giocoleria, dal canto alla pittura, ma si è disposti ad andare incontro alle richieste degli iscritti. Per informazioni: Ilario Grimaldi (331-54.41.474). e.o.

VESIME NUOVO PRESIDENTE PER LA PRO LOCO Giuseppina Pola è la nuova presidente della Pro loco, affiancata dai vice Pietro Franco Barbero e Piera Borelli con i consiglieri Beatrice e Alessandro Bodrito, Monica Nervi, Igo Adorno f.g. e Piero Serra.

CELLE ENOMONDO BUS-NAVETTA PER SAN DAMIANO L’Amministrazione comunale ha istituito un servizio sperimentale di bus-navetta gratuito per i cittadini di Celle e frazione Merlazza. Il servizio, attivo ogni lunedì da Celle a San Damiano e ritorno è effettuato dai volontari del Sea (Servizio emergenza anziani) e permette di accedere al mercato sandamianese e usufruire dei servizi sanitari alla Casa della salute. La partenza è alle 9 nei pressi dell’ufficio postale di Celle; il rientro e.c. alle 11 in piazza 1275.

(289 euro) e dell’assessore Luca Luigi Tosa (217 euro), insieme al gettone di presenza per i consiglieri (circa 17 euro a seduta), saranno reinvestiti per lavori urgenti e necessari al piccolo Comune della Valle Belbo. La cifra annuale risparmiata è di trentamila euro. f.g.

Nessun aumento delle imposte nonostante i tagli SANTO STEFANO BELBO M Il Consiglio comunale ha approvato il bilancio preventivo 2015. «L’importante documento economico», spiega il sindaco Luigi Icardi, «pareggia a 5.225.000 euro ed è caratterizzato, nonostante i tagli imposti dal governo, da nessun aumento di tassa e imposte comunali, al fine di non gravare sul bilancio familiare dei cittadini, già sufficientemente vessati dalle imposte statali. Abbiamo previsto, per l’Imu sui terreni agricoli, l’applicazione dell’aliquota base (7,6 per mille), cioè due punti in meno rispetto a quella ordinaria. Confidiamo nella rapida applicazione del dispositivo di legge che fissa a 200 euro la soglia di esenzione del pagamento». Il Comune ha già versato allo Stato 210 mila euro di Imu agricola, incassandone però solamente 130 mila. A questi 80 mila euro di “sbilancio”, se ne sono aggiunti altri 250 mila di tagli, per un totale di 330 mila euro, ripianati agendo esclusivamente su una razionalizzazione e riduzione della spesa corrente. «Il lavoro “certosino” della nostra Amministrazione», aggiunge

Il sindaco Luigi Icardi.

il primo cittadino, «è stato quello di evitare gli sprechi senza intaccare i servizi». Per quanto riguarda gli investimenti previsti sono stati messi a bilancio, tra i più importanti, 300 mila euro per la costruzione del nuovo magazzino cantonieri, 250 mila per la realizzazione dell’isola ecologica, 100 mila per la manutenzione delle strade, 190 mila per i lavori di adeguamento della nuova caserma dei Carabinieri, che verrà situata nel palazzo comunale, 15 mila per la modifica del Pai (Piano di assetto idrogeologico), necessaria per operare modifiche da inserire nella variante al Piano regolatore in corso. Fabio Gallina

Altri monitoraggi per l’inquinamento SAN DAMIANO

INCONTRO CON M Sala consiliare gremita, ve- L’ARPA PER FARE nerdì scorso, in occasione del- IL PUNTO SU PM 10 la presentazione dello studio E BENZENE IN PAESE sulla qualità dell’aria a San Damiano. Erano presenti per l’Amministrazione il sindaco Mauro Caliendo, il vice Giorgio Gilardetti e consiglieri di maggioranza e minoranza; per Arpa sono intervenuti il dirigente Flavio Duretto, Elena Scagliotti e Laura Erbetta; per la Provincia di Asti ha preso parte all’incontro il consigliere con delega all’ambiente Flavio Pesce. Duretto ha illustrato i dati già esposti nella conferenza stampa del 24 febbraio in Provincia. Le rilevazioni sono state effettuate dal 15 settembre 2014 al 2 novembre 2014, mentre una precedente campagna era stata eseguita a settembre 2013; come hanno spiegato le dirigenti dell’Arpa, i livelli di benzene e Pm 10 rilevati nel 2013 hanno portato a eseguire nuove rilevazioni nel 2014 e a valutare anche le emissioni provenienti da alcune aziende del territorio; tale contributo, dal punto di vista del Pm 10 e dei composti organici volatili, non è risultato significativo. È stato considerato anche il traffico veicolare sia con rilevatori sia con conteggi a mano, individuando un passaggio nella settimana dal 6 al 12 ottobre 2014 di 30.500 mezzi in via Roma.

L’elemento che ha incuriosito i tecnici Arpa è che i valori di benzene sono rimasti costanti per tutto l’arco della giornata e i valori sono sovrapponibili a quelli di Asti Bausano, la zona più trafficata del capoluogo. I dati di San Damiano sono simili a quelli di Asti, Alessandria, Casale, Pavia, ossia di aree in cui l’inquinamento si distribuisce anche per chilometri, soprattutto in merito alle polveri sottili, per una dinamica di tipo meteorologico. In conclusione, i tecnici hanno evidenziano come a San Damiano le concentrazioni di azoto individuate non rilevino particolari criticità, mentre per il benzene e il Pm 10 la situazione continua a rimanere critica. Che cosa fare per il futuro? È questa una delle domande più frequenti rivolte dal pubblico a tecnici e amministratori. Su richiesta dell’Amministrazione l’Arpa monitorerà i flussi di traffico dell’area comunale per stabilire il contributo dovuto al transito dei mezzi di trasporto e si cercheranno di determinare le variabili meteoclimatiche responsabili di accumulo e ristagno degli inquinanti in atmosfera. Elena Chiavero


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

45

IN UN’APP!

Roero

Hai parenti, amici e conoscenti che vivono lontano, in Italia o all’estero? Suggerisci l’abbonamento alla versione digitale a solo € 29,99 anziché € 62,40, collegandosi al sito www.edicolasanpaolo.it oppure www.gazzettadalba.it/abbonati

Potranno leggere sempre e ovunque la loro Gazzetta su PC, smartphone, tablet. in collaborazione con

Se il parco riparte dal web

Gli scout: «Un campo stupendo» TESTIMONIANZA

SOMMARIVA PERNO

M Il reparto Campanile rosso del gruppo Scout San Damiano 1 ha un bellissimo ricordo del Parco forestale del Roero. «Tre anni fa vi abbiamo fatto un campo di due giorni», racconta la scout Federica Monticone. Quale luogo migliore per 30 ragazzi,tra i 12 e i 15 anni, che amano il contatto con la natura? «Ricordiamo quei due giorni con vero piacere», spiega Federica. «Il parco è un luogo adatto per giochi, conoscere le piante autoctone, fare costruzioni in miniatura e montarvi le tende. Chiederemo ancora di usufruirne». Anche i ragazzi si dicono soddisfatti: «Quell’uscita è stata indimenticabile. Non immaginavamo oasi così belle. Ci siamo tornati con le famiglie e gli amici». f.ge.

Info e novità sulla pagina Facebook del parco forestale l parco forestale del Roero riparte dal web. Con la primavera in arrivo sono diverse le novità riservate ai visitatori che da aprile potranno usufruire delle aree attrezzate. A cominciare dalla pagina Facebook pensata per dare informazioni in modo interattivo a chi vuole avvicinarsi a questo ambiente. Il parco riaprirà lunedì di Pasquetta e l’ingresso sarà sempre a pagamento la domenica e i giorni festivi. Nel prezzo sono compresi la sosta nel parco, l’uso di tavoli e barbecue fino a esaurimento. L’incasso verrà utilizzato per finanziare la sorveglianza nei 130 ettari messi insieme negli anni dal consorzio Roero verde che oggi ha tra i soci tutti i Comuni del Roero. Saranno i Carabinieri in congedo, le Giacche

I

I capi del reparto scout di San Damiano.

130 ettari di bosco di nuovo accessibili

L’Ecomuseo: «È urgente intervenire sui sentieri» alle prese con una frana che non ne consente l’agibilità. Non che sia una novità: le rocche, friabili e sabbiose, sono messe a dura prova da gelo, nevicate e piogge. Il nodo cruciale è sempre lo stesso: la manutenzione degli oltre 200 km di sentieri, che non sempre i Comuni tengono nella dovuta considerazione e per la quale l’Ecomuseo non dispone di mezzi adeguati». La task force dell’Ecomuseo

MONTÀ M Le ultime piogge hanno messo a dura prova i sentieri dell’Ecomuseo delle Rocche. «Questi rovesci hanno causato danni consistenti sui percorsi», spiegano Olga e Valentina dall’ufficio turistico dell’Ecomuseo. «Sul Sentiero del gioco, nel tratto tra il Comune di Santo Stefano Roero e il santuario dei Piloni siamo

sta lavorando per risolvere la questione. In una recente riunione dell’Associazione dei sindaci roerini, il coordinatore dell’Ecomuseo, Andrea Cauda, coadiuvato dall’ex sindaco di Montà, Silvano Valsania, e dall’attuale, Beppe Costa, ha proposto varie soluzioni per la manutenzione dei sentieri: «I Comuni dovrebbero provvedere alla manutenzione inviando all’Ecomuseo dei report trimestrali sullo sta-

Appuntamenti in vista della Pasqua

GUARENE

CANALE PASQUERO

Di nuovo chiusa strada Piedelmonte M È chiusa dalla notte tra il 17 e il 18 marzo la provinciale 341 tra Vaccheria e strada Porini. Già investita da una frana nel marzo 2011, ripristinata e riaperta al doppio senso di marcia a fine 2013 la carreggiata ha ceduto in un tratto sottostante l’area dell’intervento della Provincia. Immediata la chiusura predisposta per ragioni di sicurezza dal sindaco Franco Artusio e deliberata dall’ente provinciale. «Siamo intervenuti di notte con alcuni assessori e con il cantoniere della Provincia per chiudere la strada», spiega Artusio. «Abbiamo segna-

lato il disagio alla Provincia che ha predisposto la chiusura ufficiale, in via ufficiosa avevamo già chiuso la strada per evitare incidenti che avrebbero potuto mettere a rischio l’incolumità pubblica». Difficile pronosticare i tempi di un intervento da parte dell’ente presieduto da Fabrizio Borgna, al centro di tagli da parte del Governo e impossibilitato anche a compiere i lavori di ordinaria manutenzione. m.p.

verdi, due organizzazioni ambientaliste, l’Aib, il Corpo forestale, i Carabinieri di Sommariva Perno e Bra a far rispettare il regolamento. «L’Amministrazione del parco», spiega il presidente di Roero verde Gianmario Ricciardi, «offrirà ai Comuni, alle scuole, ai gruppi organizzati, alle parrocchie la visita guidata all’oasi verde. Sarà potenziata l’esperienza dedicata ai bambini, con una serie di lezioni gratuite su flora e fauna del bosco. In progetto, una collaborazione con un gruppo di biologi e naturalisti guidato da Lorenzo Bar e alcune attività sportive». Il parco è pronto ad accogliere eventi ed è a disposizione per qualsiasi iniziativa che serva a valorizzare la percezione e la conoscenza dell’ambiente: giornate di festa di associazioni, gruppi di scuole, gruppi ambientalisti, squadre di sportivi per corse, maratone e passeggiate. fu.lo.

M La parrocchia San Vittore ha organizzato alcuni appuntamenti ai quali sarà presente padre Giuseppe Marcato. Martedì 24 marzo e giovedì 26 marzo Messa alle 9 e alle 18 e confessioni fino alle 11.30; alle 14.30 del 24 e del 26 marzo ritiro e confessioni rispetivamente per i ragazzi di terza e seconda media. Il 29 marzo, domenica delle Palme, benedizione dei rami di ulivo alle 9.45 a Canale e alle 10.45 a Valpone. Alle 20.30, a Valpone, funzione penitenziale. Lunedì 30 marzo, alle 18.30, celebrazione della Messa in cappellina. e.c.

to dei sentieri, in modo che l’ente possa dare comunicazione della fruibilità degli stessi sul sito Internet, molto consultato dai camminatori, oppure dovrebbero affidare la manutenzione all’Ecomuseo che dovrebbe monitorare e intervenire. A oggi, stiamo definendo le collaborazioni con i vari Comuni, alcuni dei quali ci hanno affidato la gestione della manutenzione. Va ribadito con forza il fatto che la manutenzione è e sarà sempre di più un’attività imprescindibile per i Comuni, a maggior ragione dopo il riconoscimento dell’Unesco e in quest’anno di Expo, durante il quale si prevede un consi-

stente aumento di presenze sul territorio». Oggi i sentieri sono ancora molto fangosi, specie quelli che scendono nel fondovalle, e dall’ufficio turistico consigliano ai camminatori di attendere ancora un po’ di sole e di primavera, prima di avventurarsi sui tracciati naturalistici, optando magari per le strade asfaltate panoramiche o per le strade bianche (di ghiaia). L’attesa è rimandata al periodo pasquale quando saranno percorribili almeno i sentieri dei Comuni che hanno già affidato la manutenzione all’Ecomuseo (Montà, Canale, Vezza, Baldissero). gi.ba.

Andrea Cauda

BOSCHI PIÙ PULITI GRAZIE AI VOLONTARI DI POCAPAGLIA

Domenica scorsa, i volontari delle associazioni I cavalli delle rocche e I Cavalieri del Bandito hanno dato vita a una giornata ecologica in zona America dei Boschi, lungo i sentieri S1, S2, S3 ed S4. Grazie alla buona volontà dei partecipanti, nonostante fossero in numero esiguo, le strade liberate sono state diverse e il lavoro a fine giornata molto. Gli organizzatori pensano già a ripetere la giornata ecologica: «Sperando nell’aiuto da parte del Cai e della Protezione civile, come da loro offerto».


46

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

GOVONE NOVITÀ ALLA COLLINA DEGLI ELFI

Il Consiglio non aumenta le tasse

IN BREVE SOMMARIVA BOSCO

PRESSIONE SOTTO CONTROLLO Tutti i martedì al centro sociale I tigli, nella sede di viale Scuole, un’infermiera professionale potrà misurare la pressione fu.lo. arteriosa.

CASTAGNITO Società di servizi. Il Comune mantiene le partecipazioni

CORNELIANO essun aumento delle tasse, nel 2015, per i castagnitesi. A deliberarlo è stato il Consiglio comunale del paese roerino riunitosi martedì 17 marzo. Rimangono invariate così la Tasi (0,2% per le prime case e 0,1% per i terreni agricoli), l’Imu (0,84% per tutti i fabbricati diversi dalla prima casa), l’Irpef (0,4%) e la Tari che porterà a un gettito di 231 mila euro. Pesano i 59 mila euro di ulteriori tagli statali, ma il Consiglio comunale castagnitese decide, all’unanimità, di non vessare i propri cittadini con altri aumenti delle aliquote, per un bilancio di previsione che il sindaco Pierfelice Isnardi ha definito «concreto e fondato sulla prudenza e sulla trasparenza». Il Consiglio ha poi effettuato la ricognizione delle società partecipate come imposto dalla legge che prevede la soppressione o l’accorpamento di buona parte delle stesse. Sono dodici le società che vedono una partecipazione societaria del Comune di

INFO VIA SMS AI RESIDENTI MARCATO

N

Il primo cittadino castagnitese Pier Felice Isnardi.

Castagnito, dal Coabser alla Società trattamento rifiuti, passando per Enoteca del Roero, Sipi, Ente turismo e altre. La palla è passata alle prossime assemblee, ritenendo i consiglieri importanti, quando non fondamentali, le partecipazioni nelle società di servizi di cui il Comune fa parte attualmente. Ultimo punto all’ordine del giorno: il regolamento per la concessione degli orti urbani, un centinaio di lotti da 60 metri quadrati ognuno che saranno dati in concessione alle famiglie di Castagnito o alle scuole a fronte di un piccolo rimborso spese per il Comune, permettendo così a molti castagnitesi di usufruire di un orto. Marcello Pasquero

L’Amministrazione cornelianese ha attivato un servizio sms, per informare i cittadini in modo efficace e gratuito per un anno, grazie alla proposta Linko my city, presentata dalla f.ge. società trentina Iks.

VEZZA

Luisella Canale è stata riconfermata alla presidenza della Collina degli elfi, la struttura di Craviano dedicata ai bambini malati e alle loro famiglie. L’affiancheranno nel nuovo direttivo Franca Fagioli, direttore della divisione di oncoematologia pediatrica al Regina Margherita di Torino, Rossana

Becarelli, oncologa, William Revello, Compagnia San Paolo, Pierangela Castellengo, psicomotricista dell’Asl Cn2. La grande casa sarà aperta da giugno a settembre. Il corso di formazione intensivo di aprile ha ancora posti, chi fosse interessato può scrivere a corsi.formazione@lacollinadeglielfi.it. f.ge.

I ragazzi parlano di bulli e ambiente

SOMMARIVA BOSCO LIMITE 30 ORARI IN CENTRO

CORNELIANO M Corneliano ha ricordato l’Unità d’Italia guardando ai giovani. Il 17 marzo, il sindaco Edgardo Tiveron, ha investito il neo eletto Giacomo Prandi della carica di sindaco dei ragazzi. «Sono onorato», ha detto Giacomo. «In Consiglio parleremo di bullismo, uso scorretto dei social network e ambiente. Intavoleremo anche una collaborazione con le società sportive cornelianesi per dare vita alle nostre olimpiadi». f.ge.

Il neo eletto sindaco dei ragazzi Giacomo Prandi.

DONI PRIMAVERILI IN CASA DI RIPOSO

LE AUTO D’EPOCA A RADUNO Il gruppo Clams ha in agenda per domenica 29 marzo Il merendino. Una cinquantina di auto d’epoca scollineranno da Racca di Guarene, dove tra le 8.30 e le 9.30 ci sarà l'accettazione, sino alla cantina De Marie di Vezza, per una degustazione, e si dirigeranno poi al salone manifestazioni per il pranzo. A fine giornata sarà distribuito un uovo di Pasqua ai bambini partecipanti. Informazioni: f.ge. www.clamsalba.it.

IN BREVE

MARCATO

Roero

Già in vigore in via Vittorio Emanuele II e vicino alle scuole, il limite non sempre viene rispettato. Il Comune, oltre a promettere maggiori controlli, è intervenuto ponendo cerchi orizzontali sull’asfalto che avvisano gli automobilisti del limite indicato. «Segnali utili», conferma il vicesindaco Giorgio Gristina, «a ricordare che occorre mantenere un’andatura prudente». fu.lo.

MONTÀ MERCATINO PER SAN ROCCO Domenica 29 marzo il gruppo di volontarie della parrocchia di San Rocco allestirà un mercatino di oggetti realizzati a mano, alle 10.30 davanti alla chiesa. Il ricavato contribuirà al pagamento dei restauri del plesso parrocchiale. a.au.

CASTAGNITO ALL’UNITRE SI PARLA DI RIFIUTI Le ospiti della casa di riposo Maria Assunta di Castellero di Corneliano hanno confezionato sacchetti pieni di lavanda, decorati con rami di mimosa, e se li sono scambiati per festeggiare le donne e la primavera.

Martedì 24 marzo, alle 15, Anna Becchis, ex sindaco castagnitese ed ex presidente di Coabser, parlerà di Rifiuti: riuso, riciclo, recupero. Appuntamento nella biblioteca Luigi Allerino. m.p.


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

47

Speciale

CANTÈ J’EUV Alla frazione canalese, che ospiterà la serata

folkloristica, si affiancano nell’organizzazione il sodalizio Pro loco per il Roero e il Comune di Guarene. Ai canti tradizionali la centralità dell’evento, che si annuncia divertente per tutti

Il Roero in festa a Valpone canta le uova per il Var CANALE

SABATO 28 MARZO SI PUNTA A SUPERARE IL RECORD DI 20.000 PERSONE DEL 2014

Sabato 28 la musica sposa la solidarietà, la goliardia e l’ottima cucina roerina a frazione canalese di Valpone è pronta ad accogliere, sabato 28 marzo, le migliaia di visitatori festanti per la quindicesima edizione di Cantè j’euv nel Roero. Una manifestazione, organizzata dalla Pro loco di Valpone, dal Comune di Guarene e dall’associazione Pro loco per il Roero che, dopo aver toccato metà dei Comuni roeri-

messe roerina. Un’attenzione confermata nel grande lavoro svolto nelle scorse settimane per coinvolgere la maggior parte delle associazioni canalesi e i bambini delle scuole, protagonisti di divertenti lezioni e autori di disegni che saranno esposti durante la manifestazione.

Coinvolti anche gli scout e i ragazzi del Centro diurno che hanno realizzato i cartelloni con cui sfileranno i gruppi. Saranno oltre 50 i gruppi presenti, da ogni angolo del Piemonte. Come ogni anno il Cantè j’euv avrà una finalità benefica, i soldi raccolti dalla questua, dai simpatici fratucin, figura simbolo della manifestazione, infatti, saranno devoluti al Var Volontari ambulanze Roero.

FOTOSERVIZIO MARCATO

L

Marcello Pasquero

ni ed essere ritornata a casa nel 2014, torna a svolgersi in una frazione, a quindici anni dalla prima edizione di Castelrotto. L’obiettivo sarà bissare il successo registrato il 12 aprile 2014 quando quasi 20 mila persone hanno invaso pacificamente Guarene. Le premesse ci sono tutte per l’unica manifestazione piemontese a essere riconosciuta, dal “Forum na-

zionale dei giovani” come Meraviglia d’Italia. Una festa che affonda le proprie, antichissime radici nel Medioevo e nel paganesimo, diventata un evento di grande richiamo, atteso soprattutto da giovani e giovanissimi. Grande sarà l’attenzione della Pro loco di Valpone nel preservare la tradizione, dando spazio ai gruppi di cantori, i veri protagonisti della ker-

ECCO DOVE SI POTRÀ PARCHEGGIARE M La frazione di Valpone sarà chiusa al traffico dalle 14.30 di sabato 28 marzo, fino alle 4 di domenica 29 marzo. Le provinciali 58 e 234 non saranno percorribili nel tratto da San Damiano a Canale e da Castellinaldo a Valpone. Non sono previste navette, i due parcheggi di riferimento

saranno presso la Barbero Campari, da San Damiano (600 metri in piano) e nell’area industriale di Canale (900 metri in piano). Il servizio medico sarà curato dai volontari del Var che, dal cimitero di Canale, garantiranno il trasporto dei disabili su un Doblò.

I promotori ringraziano M «Abbiamo lavorato

con molte altre associazioni canalesi, con le scuole, con gli scout, affinché il Cantè j’euv riacquistasse la dimensione originaria del “Cantè”», afferma Paolo Destefanis, presidente della Pro loco di Valpone. «Vogliamo che questa edizione sia per tutti: giovani, anziani e famiglie che possano vivere lo spirito di convivialità e festa proprie di una manifestazione come la nostra. Sappiamo che si creerà qualche disagio per chi dovrà percorrere la strada provinciale, ma siamo sicuri che il risultato sarà apprezzato da tutti e che questa edizione rimarrà nel cuore di chi parteciperà. A questo proposito vorrei ringraziare i miei primi collaboratori: Livia, Niccolò, Paola e Paolo». Piero Rivetti, vicesindaco di Guarene, aggiunge: «Il Cantè j’euv è la festa dell’amicizia e delle famiglie. Auspichiamo una partecipazione di massa, con il giusto spirito di allegria e di voglia di fare festa senza eccessi, di cantare e riscoprire le nostre tradizioni più vere». m.p.

Il Comune di Guarene e le Pro Loco per il Roero presentano

... per una goliardica notte di musica, canti e solidarietà!

Canale – Fraz. Valpone Sabato 28

marzo 2015 dalle ore 18,30

Il Canté j’Euv sul territorio nel periodo quaresimale I gruppi di canterini, con i goliardici e rubicondi “Fratucin” gireranno per valli e colline del Roero e delle Langhe, visitando anche le Province di Asti ed Alessandria.

4 aprile - Casal Cermelli (AL) “Cantè j’Ov”

Festa è solidarietà, e così, come da

consuetudine, tutti i gruppi devolveranno gran parte del ricavato delle questue in beneficenza. Quest’anno le “uova” raccolte dai Fratucin andranno a sostenere l’opera del VAR – Volontari Ambulanza Roero, realtà che da oltre trent’anni opera al servizio del nostro territorio, ed in particolare per l’acquisto di un nuovo automezzo per l’intera popolazione roerina.

Segreteria organizzativa: Comune di Guarene Tel. +39 0173.611.900 int. 7 • info@guarene.it • info@cantejeuv.com • www.cantejeuv.com


48

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Roero

WIKIPEDIA

MONTÀ PELLEGRINI PER 4 GIORNI AD ASSISI

Crociera Burdina finisce in Procura

IN BREVE

MONTÀ SERATA CON LA CROCE ROSSA La sezione montatese della Croce rossa ha organizzato per le 20.30 di sabato 28 marzo, nella chiesa di San Michele, un incontro sulle manovre salvavita pediatriche. L’ingresso è libero. Su richiesta saranno organizzati altri corsi a numero chiuso e con prenotazione obbligatoria. Per informazioni: telefonare a.au. al 335-65.61.912.

SANTA VITTORIA In un esposto i nodi dell’opera attesa da oltre vent’anni rociera Burdina, vent’anni di storia di un importante intervento pubblico, decisivo per la sicurezza stradale, progettato e finanziato ma tuttora bloccato, sono finiti in un esposto alla Procura della Repubblica di Asti e alla Questura di Cuneo, presentata dei consiglieri comunali del gruppo Uniti per il nostro paese. «Nei giorni scorsi siamo stati convocati dai Carabinieri di Bra per gli approfondimenti sul contenuto dell’esposto», spiega Bruno Montanaro, portavoce della minoranza a Santa Vittoria. «Ho rimarcato la pericolosità della statale 231 nella zona di confine tra i Comuni di Bra, Pocapaglia e Santa Vittoria, i tanti incidenti stradali avvenuti nel corso degli anni e la necessità di una rotonda a Crociera Burdina, che tra l’altro è stata da tempo progettata e finanziata». L’esposto ripercorre tutte le tappe della vicenda, partendo dai primi inviti di Montanaro agli enti pubblici, datati 1995, riguardo la neces-

MONTÀ VIA CRUCIS AI PILONI MARCATO

C

sità di una coppa giratoria, passando dall’accantonamento nel 2010 dei fondi necessari nel bilancio della Provincia, fino all’appalto assegnato nel 2012 e alla rinuncia della ditta vincitrice. «Nell’esposto chiediamo che fine abbiano

Imu, Tares e Tasi SOMMARIVA BOSCO / 2 M La Giunta ha introdotto la possibilità di utilizzare la modalità del “ravvedimento operoso” in materia di Imu, Tares, Tasi. Anche per le entrate

fatto quei soldi, visto che nessun lavoro è stato ancora eseguito. Non vogliamo puntare il dito verso nessuno, anzi mi auguro che l’intervento recente delle istituzione porti a una risoluzione definitiva del problema». g.s.

comunali ci sarà la possibilità di regolarizzare in via spontanea, con riduzione delle sanzioni, le violazioni e omissioni connesse agli obblighi di versamento prima che siano constatate o che partano ispezioni. Una possibilità fino a ora riservata solo alle tasse dovute allo Stato. fu.lo.

I sindaci roerini discutono di Protezione civile, “Beni in rete” ed esportazioni in Cina

MARCATO

BALDISSERO M Numerosi gli argomenti trattati dai sindaci del Roero durante la riunione mensile tenutasi lunedì 16 marzo a Baldissero. Ad aprire l’assemblea, presieduta da Marco Perosino, sindaco di Priocca, la Protezione civile, al centro di un rinnovamento, imposto dal Governo, che trasformerà i gruppi locali in onlus. I primi cittadini ne hanno discusso con il vicepresidente provinciale Franco Sampò, impegnandosi a studiare iniziative comuni per la gestione dei vari gruppi. Si è parlato di turismo e di una vocazione tutta roerina dello stesso, tra Expo, il

Marco Perosino

bando Beni in rete che porterà la sinistra Tanaro nel “mondo 2.0”. Il Roero guarda anche alla Cina, nuova frontiera di esportazione per le eccellen-

IN RICORDO Troppo presto te ne sei andato, lasciando in noi un vuoto incolmabile e un immenso dolore. Rimarrà sempre in noi il tuo ricordo.

GIACOMO VICO

L’unità pastorale montatese ha in programma Il cammino sui passi di Francesco d’Assisi, un pellegrinaggio di quattro giorni, dal 30 maggio al 2 giugno, sulla Via di Francesco. Si raggiungeranno Città di Castello e Gubbio in pullman. Da Gubbio avrà inizio il cammino (con la

Pregheremo per te domenica 29 marzo, alle ore 11.15, presso la chiesa di San Vittore a Canale.

ze del territorio. Dal 15 al 20 aprile una delegazione formata dai primi cittadini di Priocca e Castellinaldo e dall’ex sindaco castellinaldese Roberto Costa si recherà in Cina «per instaurare nuovi rapporti e incontrare politici locali», spiega a Gazzetta il sindaco priocchese Marco Perosino, che aggiunge: «Puntiamo molto su questa visita che potrebbe aprire un nuovo mercato ai nostri prodotti». Si è discusso inoltre di società partecipate e di una pubblicazione di materiale informativo sul tema del bullismo, da presentare in occasione degli stati generali della scuola, che si svolgeranno a maggio. Marcello Pasquero

Nuovo direttivo SOMMARIVA PERNO M Nuovo direttivo per l’Associazione Carabinieri. Il vicebrigadiere Francesco Bretti è stato nominato nuovo presidente del sodalizio, in precedenza guidato dal maresciallo maggiore

Venerdì 27 marzo, alle 20.30, l’ultima Via crucis delle tre unità parrocchiali montatesi si terrà al santuario dei Piloni. In caso di maltempo, la Via crucis si terrà nella a.au. chiesa parrocchiale.

MONTÀ SI PARLA DI ORTO ALL’UNITRE Mercoledì 25, nel salone comunale, dalle 21, Stefano Vegetabile dell’associazione La casa rotta di Cherasco illustrerà il tema I nostri orti: la semina e la cura degli ortaggi senza l’uso a.au. della chimica.

POCAPAGLIA ANZIANI A DIANO MARINA Sono aperte le iscrizioni al soggiorno marino per la terza età che si terrà dal 9 al 23 aprile all’hotel Paradiso di Diano Marina. Il costo sarà di 567 euro, di cui 400 almeno a carico dei partecipanti. Sono compresi: camere dotate di ogni comfort, pensione completa, menù a scelta, assicurazione e assistenza medica. Per partecipare bisogna aver compiuto 60 anni di età e presentare il modello di domanda in Comune. Il viaggio sarà a carico del Comune. Informazioni presso l’Ufficio assistenza, aperto tutti i fu.lo. giorni dalle 10 alle 12.

SOMMARIVA BOSCO PASQUA A MEDJUGORIE La parrocchia dei SS. Giacomo e Filippo organizza il pellegrinaggio di Pasqua a Medjugorie, da mercoledì 1˚ a lunedì 6 aprile con assistenza qualificata. Viaggio, hotel centrale a pensione completa a 295 euro. Iscrizioni da effettuarsi al più presto telefonando al numero fu.lo. 333-46.94.357.

Carlo Tognetti ora consigliere. Al suo fianco come vicepresidente, il maresciallo luogotenente Antonio Sanna. A completare l’organico ci saranno il segretario Bruno Odore e i revisori dei conti Gianrenzo Novarino e Franco Racca. I consiglieri sono Guerino Di Benedetto, Claudio Buonincontri, Giovanni Fenu e Valerio Muò. fu.lo.

possibilità, comunque, di viaggiare in bus) che in due giorni porterà i pellegrini ad Assisi dove sarà organizzata una visita guidata della città e la salita all’Eremo delle Carceri. Per informazioni ed iscrizioni, contattare la segreteria parrocchiale allo 0173-97.61.70 o Renata al 338-53.61.885. au.au.

Istituito un fondo di solidarietà per chi ha bisogno SOMMARIVA BOSCO / 1 M È stato costituito dal Comune di Sommariva del Bosco il Fondo di solidarietà. Una risposta dell’Amministrazione alla grave situazione di disagio in cui si trovano molte famiglie sommarivesi. Il Fondo verrà finanziato dal versamento degli amministratori che rinunciano a circa il 75% del loro compenso e dai versamenti spontanei dei cittadini che, nella denuncia dei redditi, potranno destinare il 5 per mille al Comune. È concreta la possibilità di destinare una parte dell’Irpef per sostenere finalità di interesse sociale senza alcun costo diretto. Cinque i settori ai quali può essere destinato: il primo comprende le asso-

Festa del baratto MONTICELLO M Si prepara la Festa del baratto, in calendario domenica 29 marzo cortile dell’oratorio di piazza Dacomo in località Borgo, dalle 11 alle 17.

ciazioni di volontariato e le fondazioni, il secondo la ricerca scientifica e l’università, il terzo la ricerca sanitaria, il quarto le associazioni sportive dilettantistiche e il quinto le attività sociali del Comune di residenza. Per quanto riguarda le risorse derivanti dalla quinta opzione, quella più importante per il Comune, queste saranno destinate a finanziare il sostegno delle famiglie in difficoltà, la scuola e le fasce più disagiate della popolazione sommarivese. Il Fondo di solidarietà verrà gestito dal Comune insieme a enti e associazioni che operano nei servizi di socioassistenza. Per informazioni è possibile contattare gli uffici comunali al numero 0172-56.62.15. Fulvio Lovisolo

Oggetti usati, abbigliamento, libri e giocattoli che non servono più, ma che sono ancora in buono stato, si possono barattare, scambiandoli con qualcosa di più utile. Non saranno accettati oggetti non in buono stato. Per informazioni chiamare il numero 338-10.07.766. fu.lo.

In città sono tutti pronti a compostare CANALE M Canale sarà la prima cittadina del consorzio Alba, Bra Langhe e Roero ad avviare da maggio, in fase sperimentale, il compostaggio domestico dell’organico per tutti coloro che possiedono un giardino. Sono stati molto partecipati gli incontri con gli amministratori di condominio e con la cittadinanza per presentare la campagna Con l’organico facciamo il compost. Il sindaco Enrico Faccenda ha spiegato che l’intento non è solo di risparmio economico ma «un atto di civiltà e di cambiamento delle abitudini per mantenerci in linea con i

parametri dettati dalla legge». Per le 120 famiglie circa che in questi anni già attuavano il compostaggio domestico, anche nel 2015 è confermata la riduzione del 20%, mentre dal prossimo anno il risparmio sarà suddiviso in parti uguali tra chi effettuerà il compostaggio. e.c.

LAUREA

FEDERICA OCCHETTI

Congratulazioni a Federica che il 9 marzo ha conseguito con 110 e lode, la laurea in Farmacia presso l’Università degli studi di Torino discutendo la tesi “Cannabis sativa L.: nuove prospettive farmacologiche e terapeutiche per una delle piante più antiche della storia dell’uomo”. Mamma, papà e Annalisa


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

49

aprirà le attività culturali del castello che fu residenza prediletta di Carlo Felice. Un annullo filatelico ricorderà la giornata

Speciale Govone

FIORISCONO NEL PARCO DEL CASTELLO REALE DI GOVONE

Tulipani alla corte del Re

DOMENICA 29 marzo 2015 ORE 10,00-18,30 DALLE ORE 10.00 - Visite guidate al Castello Reale (€ 4 intero - € 3 over 65 anni - gratis per i ragazzi fino a 14 anni) Si consiglia la tempestiva prenotazione della visita guidata presso la biglietteria DALLE ORE 10.00 – Apertura Mostra “Il Ricamo bandera da Casa Savoia ai giorni nostri” a cura di Margherita Goglino entrata (libera) presso il cortile dell’arte interno al castello: Galleria Alfieri; Annullo filatelico – piazzale antistante il Castello Reale Visite libere alle Chiese e al Centro Storico; Proiezione continua di filmati sul Castello, sul Parco Reale e sul Roero, entrata dall’atrio del Castello – Sala archivio Mercato del borgo, con prodotti tipici e degustazione vini – Viale del Castello Sfilata e animazione a cura del Gruppo di Ricostruzione Storica Armata del Duca; ORE 15,00 – Spettacolo per i bambini a cura di “Prezzemolo” ORE 17,00 – “Intervento musicale dei Flauti Erranti Musiche di Galilei, Handel, Mozart, Rossini e Verdi” a cura dell’Associazione Culturale “Musica a Traverso” Possibilità di pranzare nel parco a cura delle Pro Loco – in caso di maltempo nella Palestra Parrocchiale Via Destefanis. Il percorso di visita al Parco del Castello è gratuito e libero tutto il giorno. SERVIZI DI CORTESIA: dolci assaggi e bevande aromatizzate ai frutti mediterranei, OMAGGIO AI PARTECIPANTI: in Piazza Roma Servizio navetta

GOVONE / 1 Domenica 29 il parco del castello splenderà di tulipani selvatici i respirerà aria di primavera, domenica 29 marzo, dalle 10.30 alle 18, nel parco del castello sabaudo, che fa parte del patrimonio Unesco dal 1997. Tulipani a corte, promossa dal centro di promozione culturale Govone e il castello in collaborazione con il Comune, è giunta alla XVII edizione. Mercatini, musiche itineranti e spettacoli: l’aria sarà festosa e nel parco del castello si rinnoverà l’esuberante fioritura di rossi tulipani selvatici: Tulipa oculus solis. Dalle 10 visite guidate al castello reale ( il costo del bigliet-

FOTOSERVIZIO MARCATO

S

PRANZO NEL PARCO, MUSICA, MOSTRE E RIEVOCAZIONI IN COSTUME

Per informazioni: Ufficio Turistico del Comune di Govone tel. 0173 58103 – www.comune.govone.cn.it

to è di 4 euro, 3 per over 65 e gratis per i ragazzi fino a 14 anni) e apertura, nella galleria Alfieri, della mostra Il ricamo bandera da casa Savoia ai giorni nostri, a cura di Margherita Giolito, ingresso libero. A seguire l’annullo filatelico sul piazzale del castello, le visite libere alle chiese del paese e la proiezione continua di filmati riguardanti il castello e il parco nella sala archivio. Durante

Alcune immagini del parco del castello sabaudo.

tutta la giornata sarà possibile curiosare, acquistare e degustare i prodotti tipici nel viale del castello, dove verrà allestito il Mercato del borgo, e assistere alla ricostruzione storica e alle animazioni offerte dal gruppo torinese l’Armata del duca, che sfilerà in costume.

Il tulipano Occhio di sole è ammirato fin da inizio ’800 GOVONE / 2 M Il castello sabaudo ospi-

ta ormai da diciassette anni Tulipani a corte. «L’iniziativa è stata ideata per valorizzare la splendida fioritura dei tulipani selvatici nel parco, annoverato tra i magnifici parterres delle maggiori corti in Europa», racconta Ornella Ponchio-

INVITO ALLA VISITA diComune Govone AL PARCO GOVONE DEL CASTELLO REALE 2015 29 Marzo DI GOVONE (CN)

TULIPANI A CORTE

DOMENICA 29 MARZO la manifestazione

ne, presidente del centro di promozione culturale Govone e il castello. La denominazione di questa varietà spontanea di tulipani, chiamata “Occhio di sole”, protetta da una legge regionale del 1982, si deve, fin dal 1804, al grande botanico Jean Florimont Boudon de Saint-Amans, il quale aveva studiato a lungo questo

tulipano mediterraneo che, acclimatato in Italia e ben radicato nel parco della residenza estiva prediletta da Carlo Felice e Maria Cristina di Savoia, si era guadagnato il gioioso appellativo, confermato nel 1805 anche dal collega Alphonse Louis De Candolle e dal pittore Jean Paul Redouté nella sua opera Les Liliacées. f.ge.

Sarà possibile pranzare nel parco con piatti preparati dalle Pro loco, in caso di maltempo ci si sposterà nella palestra parrocchiale di via Destefanis. Alle 15 ci sarà lo spettacolo per i più piccini, con l’animazione di Prezzemolo, mentre alle 17 un momento musicale conclusivo dell’ensemble Flauti erranti, a cura dell’associazione culturale Musica a traverso. In piazza Roma i partecipanti potranno degustare dolci assaggi e bevande aromatizzate ai frutti mediterranei. «Tulipani a corte è la manifestazione che apre il castello alla primavera. La fioritura dei tulipani sarà meravigliosa, non ci resta che sperare nel buon tempo e nella grande affluenza, come del resto Govone ha visto negli anni», afferma Giampiero Novara, primo cittadino. Per informazioni contattare l’ufficio turistico al numero telefonico 0173-58.103 oppure visitare il sito www.comune.govone.cn.it . Francesca Gerbi

STUDIO TECNICO Ruella Geom. Angelo

Pratiche Catastali – Divisorie – Successorie Progettazione Architettonica Ristrutturazioni Civili e Rurali Piani di Sicurezza e Coordinamento Cantieri Via Lissone, 12 (Ang. Piazza V.Emanuele) GOVONE (CN) | Tel/Fax 0173 58447 Cell. 392 2817323 - 334 7202795


50

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

La nostra

terra

DAL 20 AL 27 GIUGNO 2015 una magica vacanza per abbonati e lettori

IN CROCIERA SULLA

DIADEMA,

LA REGINA DEL MEDITERRANEO Prenota subito la tua crociera da sogno.

Quote individuali a partire da € 625 INFO

Via V. Emanuele, 22 - Alba Tel. 0173-35.987- Fax 0173-440.260 e-mail: giorgio@sealtour.it

Vinitaly, grandi numeri e pure qualche critica Lamentele per i costi eccessivi («potremmo non recuperare l’investimento»), ma il fascino del “muscoloso” vino piemontese resta insuperabile IL REPORTAGE n Piemonte il vino è grasso, potente, muscoloso. È come se in quella terra qualcosa di virile fosse nascosto, qualcosa di duro e affermativo. Rispetto al resto d’Italia c’è qualcosa di differente. Qualcosa che quando lo assaggi ti lascia una sensazione di forza». Marco ha 28 anni, è un turista al Vinitaly. Ha appena aperto un ristorante in Toscana e ora gira per gli oltre duecento stand piemontesi, nel padiglione 10, per

«I

IL VINO IN ITALIA pari 380 Leal 23aziende, per cento

mila

di tutte le aziende agricole d’Italia

665

Gli ettari vitati, il 48 per cento dei quali a Doc e Docg

mila

40 milioni

Gli ettolitri di vino prodotti nel 2014, il 17% in meno del 2013

scegliere i vini del suo futuro menù. Camminando per il padiglione 10 si ha l’impressione che il mondo del vino sia in veloce cambiamento. Strutture in legno con esposizioni di bottiglie, dépliant esplicativi per il marketing, tutti in giacca e cravatta (gente che, tornata a casa, lavorerà le vigne) a versare vini a volti sconosciuti. Barolo è ovviamente la parola più pronunciata dai produttori. «Il Barolo funziona bene sui mercati internazionali, non possiamo fare altro che ringraziare e continuare a lavorare duro. Dobbiamo viaggiare spessissimo durante l’anno, poi tornare nelle vigne. La scorsa settimana c’era la fiera ProWein a Düsseldorf, oggi Vinitaly. Rimaniamo in piedi dieci ore al giorno a parlare con le persone, a confrontarci, a proporci. È la sola maniera. Costruire relazioni, lavorare la terra. Un lavoro fantastico e faticoso», racconta Osvaldo Viberti, piccolo produttore di La Morra, in perfetta sintesi dell’umore collettivo. Ma nelle retrovie della rassegna si possono cogliere dettagli “predittivi” di ciò che accadrà. Prima di tutto, la parola “Barbaresco”. Ri-

TURISTI DALLA SICILIA PER VEDERE IL PADIGLIONE DELLA NOSTRA REGIONE suona in molteplici conversazioni, annuncia la sua probabile, futura ascesa. Molte, poi, le lamentele dei produttori. «Vinitaly non è più la fiera di una volta, non si fanno veri affari. Il prossimo anno non verremo più. Paghiamo oltre mille euro al giorno e, a parte un piccolo ritorno d’immagine, non recuperiamo l’investimento», racconta un piccolo produttore di Monforte. Intanto migliaia di turisti camminano, assaggiano. Domenica 22 marzo, è il giorno dedicato maggiormente al pubblico “normale”. Da lunedì sarà la volta dei ristoratori, degli importatori, del business vero. Quel che è certo, è che un’aria nuova si respira. «Unesco, il Piemonte, la globalizzazione. In questo capannone c’è un tesoro a ogni passo», conclude un turista dalla Sicilia. Ha 45 anni. È venuto apposta a Verona. Migliaia di chilometri, per vedere il “famoso” Padiglione numero 10.

La consegna del premio “Cangrande” a Maria Teresa Mascarello, figlia del “mitico” Bartolo.

Mascarello: fedeli alla nostra storia M A Maria Teresa Mascarello, Vinitaly ha attribuito il premio “Cangrande”, riconoscimento assegnato al produttore distintosi per qualità produttiva e filosofia gestionale. Cosa significa per lei questo premio Mascarello? «Prima di tutto devo osservare come il premio mi sia stato attribuito nonostante io non abbia mai partecipato alla fiera di Verona. Questo aggiunge valore al riconoscimento, che intendo come una valorizzazione della nostra storia familiare, iniziata

con mio nonno e proseguita da mio padre Bartolo. Siamo una piccola azienda, abbiamo deciso di non ingrandirci, di rimanere fedeli alla terra e alle dimensioni originarie». Perché questa scelta? «Oggi il Barolo risulta in forte crescita, così come le attenzioni internazionali su di esso. Per quanto mi riguarda, tento di mantenere l’umiltà e la caratterizzazione artigianale, invece che commerciale, che ha connotato da sempre la mia storia. La qualità a discapito della quantità».

Lei è una donna. Cosa significa nel mondo del vino? «Credo che il fattore femminilità sia determinante. Molti produttori hanno avuto figlie femmine, così il mondo del vino, un tempo dominato da figure maschili, è cambiato. Io non seguo soltanto la parte commerciale, ma anche e soprattutto il ciclo produttivo, il lavoro in vigna. Molte aziende delle Langhe hanno donne come punto di riferimento. Si tratta di un fattore importante, da riconoscere come elemento arricchente». m.v.

Matteo Viberti

Martina: in arrivo il testo unico del vino L’INAUGURAZIONE

ANSA/ENNEVI - VERONAFIERE

LA FIERA VERONESE M È stato il ministro dell’agri- È IL POLO coltura Maurizio Martina a PROMOZIONALE PIÙ inaugurare domenica scorsa IMPORTANTE IN ITALIA

L’affluenza di visitatori al Vinitaly è, come sempre, notevole.

la quarantanovesima edizione del Vinitaly di Verona annunciando importanti novità sulla semplificazione della gestione burocratica delle attività vitivinicole. Dopo le iniziative avviate con il pacchetto “Campo libero” e i progetti di “Agricoltura 2.0” che dovrebbe portare alla dematerializzazione di 64.000 registri, il ministro Martina ha confermato che è pronta la legge che porterà al “testo unico del vino”, un insieme di regole che sostitui-

rà il dedalo di norme che appesantiscono questo settore. Nella cerimonia inaugurale sono poi stati ufficializzati alcuni dati del mondo vitivinicolo italiano: 380.000 aziende (il 23% di tutte le agricole), 40 milioni di ettolitri prodotti nel 2014 (il 17% in meno del 2013), 665.000 ettari vitati (con il 48% Doc e Docg e il 27% Igt), 73 vini a Docg, 332 Doc e 118 Igt. Un altro dato importante

riguarda l’esportazione: nonostante il 2014 sia stato un anno difficile per il commercio mondiale, il valore del vino venduto all’estero è ancora cresciuto (5,11 miliardi di euro, con la possibilità nel 2015 di arrivare a 5,5 miliardi). Venendo al Vinitaly e ai suoi numeri, la fiera veronese si conferma il polo promozionale più importante per il vino in Italia e lo ribadisce anche con il fatto che ha gestito per il Ministero per le politiche agricole la presenza del vino italiano all’Expo. Gli spazi espositivi sono sostanzialmente rimasti quelli dell’anno scorso. Gli espositori dichiarati dall’Ente fiera so-

no circa 4.000, lo stesso numero delle ultime edizioni. Questo potrebbe segnare un rallentamento nelle adesioni dei produttori se confrontiamo questi dati con quelli che poco fa ha realizzato il Prowein di Düsseldorf: 5.970 espositori (dei quali 1.350 italiani) ovvero circa 1.000 in più dell’anno scorso. Al momento non possiamo dire come andranno le presenze dei visitatori; i numeri 2014 potrebbero essere confermati (circa 155.000 persone). Questa è la sensazione del primo giorno, visto che le code sono tornate in tutte le fasi che nel passato erano già state più critiche. Giancarlo Montaldo


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Diego Canga Fano: nel 2020, 200 milioni di euro per la promozione

MARCATO

M Come verrà finanziata la promozione Canga Fano? «Si passerà dal filtro degli enti pubblici al rapporto diretto con l’Ue. A livello di risorse dal finanziamento del 50%

del progetto, si passerà al 70% per il mercato interno, all’80% per quello extra Ue fino all’85% per situazioni particolari. I fondi aumentano dai 50 milioni attuali a 80, per arrivare fino a 200 milioni entro il 2020. Si darà priorità ai progetti che prediligono l’export». A livello pratico l’Ue cosa richiede? «Multiprogetti che possano promuovere multiprodotti. Tutto questo si ottiene in modo

sinergico, grazie alle collaborazioni tra i produttori di diversi Paesi. Chiediamo un lavoro in rete per valorizzare le eccellenze di ogni nazione. Questa è la vera innovazione per essere competitivi sul mercato. Esorto a fare attenzione alla diversificazione: promuovere i prodotti delle Langhe a Dallas è più difficile, ma più innovativo che farlo nel mercato conosciuto di New York. Invitiamo tutti a trovare partner esteri per essere pronti per il primo bando del primo trimestre 2016». Quali sono i vantaggi di questo nuovo piano? «Il piano, le cui linee definitive saranno pronte a ottobre, permette l’uso del marchio del produttore, a testimonianza della promozione del prodotto d’eccellenza che rappresenta. Si diventa ambasciatori del territorio e soprattutto dell’Europa che informa il mondo della sua qualità». l.o.

S. STEFANO SINDACI DEL MOSCATO IN ASSEMBLEA

Terra

Lunedì 30 marzo, alle 18, in municipio a Santo Stefano Belbo, è convocata l’assemblea dell’Associazione dei Comuni del Moscato per il rinnovo del direttivo e del presidente che, nel rispetto della tradizionale alternanza, per il prossimo triennio, dovrebbe essere alessandrino. L’assemblea dovrà votare, oltre al successore del presidente uscente Giovanni Borriero (foto), sindaco di Costigliole, anche il direttivo per il quale ognuna delle tre province del territorio proporrà cinque candidati. f.g.

Novità da dicembre per i fondi europei

IN BREVE

CONFAGRICOLTURA CORSI PER FATTORIE DIDATTICHE Le sedi di Confagricoltura di Cuneo (via Bruno Caccia 4), Alba (via dell’Acquedotto 2) e Saluzzo (via Torino 40) ospiteranno le lezioni del corso che permetterà alle aziende agricole di ottenere l’abilitazione per iscriversi nell’elenco regionale delle fattorie didattiche. Ad Alba gli incontri si terranno lunedì 30 marzo, lunedì 20 e lunedì 27 aprile e lunedì 11 maggio.

GRINZANE CAVOUR Incontro al castello col direttore del Settore agricoltura della Commissione Ue romozione e informazione dei prodotti agricoli secondo il nuovo regolamento Ue 1144/2014 del Parlamento europeo (2015-2020): è una svolta quasi epocale, perché ci si potrà relazionare direttamente con l’Ue per presentare i progetti e ottenere le risorse economiche. Grazie all’impegno dell’europarlamentare Alberto Cirio, venerdì scorso al salone delle maschere del castello, Diego Canga Fano, responsabile della Direzione generale agricoltura della Commissione europea, ha illustrato le linee guida di un regolamento che, dal primo dicembre 2015,

P

CASTAGNOLE DUE LEZIONI PER CORILICOLTORI

MARCATO

Silvia Viazzi, imprenditrice vitivinicola di Barolo, è stata eletta all’unanimità responsabile provinciale di “Donne impresa” Coldiretti. Viazzi subentra a Delia Revelli, che ha lasciato l’incarico dopo essere stata eletta presidente provinciale e regionale dell’associazione. «In una provincia in cui un’azienda agricola su tre è al femminile», ha commentato Viazzi, «accetto l’incarico con orgoglio per valorizzare l’imprenditorialità e il ruolo sempre più importante delle donne nelle aziende».

L’assessore regionale all’agricoltura Giorgio Ferrero e Alberto Cirio.

cambia totalmente le carte sul tavolo della richiesta dei fondi europei. Un grande passo in avanti, come ha sottolineato Cirio: «Siamo alla vigilia dell’attuazione del nuovo Psr e in generale della nuova programmazione europea, che stanzia direttamente risorse importanti per la promozione dei prodotti agricoli, che spesso noi ignoriamo e non utilizziamo.

Se come territorio vogliamo contare qualcosa dobbiamo stringere rapporti con i funzionari degli uffici Ue, perché sono loro che scrivono i bandi e fanno le valutazioni sui progetti delle varie Regioni. La presenza di Diego Canga Fano, per la prima volta in Italia in veste ufficiale, è un passo importante che l’Europa fa a favore del territorio». Livio Oggero

Prosegue il corso sulla produzione integrata della nocciola promosso dal Comune in collaborazione con la Cia di Asti. Questa sera, martedì 24, alle 20.30, in municipio, si parlerà di gestione agronomica, difesa e potatura del noccioleto con Claudio Sonnati, mentre venerdì 27 Anna Guercio e Diego Sticca tratteranno i metodi alternativi di difesa del nocciolo. Il corso è gratuito. Per informazioni telefonare al 333-80.12.164. f.g.

Scriba Studio / ph Paolo Marchisio

COLDIRETTI SILVIA VIAZZI GUIDA “DONNE IMPRESA”

51

MACCHINE IMBOTTIGLIATRICI

Qualità

la progettiamo, la costruiamo, la imbottigliamo

GAI DAL 1946 MACCHINE IMBOTTIGLIATRICI DA 1.000 A 15.000 BOTTIGLIE/ORA fraz. Cappelli, 33/b - 12040 Ceresole d’Alba (Cn) tel. +39 0172 574416 fax +39 0172 574088, e-mail: gai@gai-it.com - internet: www.gai-it.com


52

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Defunti

MARCO GAUDINO 10˚ Anniversario Marco, i tuoi sorrisi, molti e generosi, sono stati, per chiunque ne abbia potuto godere, poesia, vera rivelazione di una natura gentile, dialogo profondo

oltre le parole. Marco, ci hai insegnato l’essenzialità, ossia la possibilità di vivere di poche cose, riempiendo la giornata di affetti, di incontri, di intimità, anche di sforzi, comunque di cose belle e piacevoli. Essere con te e occuparci delle tue cose ha sempre significato vivere la serenità e la consapevolezza di essere nel giusto e di fare cose importanti. Ti pensiamo libero da affanni e felice di correre e di volare con tanti amici. Ci manchi tanto. Mamma, papà, Maria Anna, Maria Luisa, Matteo e tutti i nipoti

Lo ricordiamo martedì 24 marzo, ore 8, in Duomo.

ROSA PIAZZA 1˚ Anniversario Cara mamma, ogni giorno che passa sentiamo di più la tua mancanza, sarai sempre nei nostri cuori. Pregheremo per te domenica 29 marzo, ore 10.45, nella parrocchia di Cristo Re, Alba, e a Gorzegno, ore 11.

✝ 2014 - 2015 VITTORIA DELMONDO ved. TORASSO Il tuo ricordo vive nel nostro La tua famiglia cuore. Messa: domenica 29 marzo, ore 11, frazione San Giuseppe di Sommariva Perno.

ERCOLE ICARDI Ogni giorno della mia vita è legata ai tuoi indimenticabili ricordi della tua onestà, semplicità, della tua immensa generosità, tutte queste cose mi fanno capire i valori di una vita passata insieme.

Non moriranno mai, ovunque io vada, ovunque io sia, le porterò sempre nel mio cuore. Caro Ercole, solo pensando a te trovo la forza di affrontare qualsiasi insidia che potrei trovare sul mio cammino, in silenzio e in solitudine, hai lasciato un vuoto così profondo che nessuno potrà colmare. Ho la certezza che tu dall’aldilà mi segui e mi proteggi come quando eri in vita. Grazie Ercole, ne ho tanto bisogno. Ciao, ti penso sempre. Tua moglie Laura

Messa: 29 marzo, alle 9.30, nella chiesa di Valdivilla.

LUCIANA GIACHELLO 3˚ Anniversario

ROMANA MARENGO in ROSSO 7˚ Anniversario

MARIA COLOMBANO in NANO 3˚ Anniversario

GIOVANNI GAMBERA 1˚ Anniversario

Ci manchi immensamente e rimarrà sempre in noi il dolce ricordo della tua semplicità di vita, ma grande generosità d’amore. Ti ricordiamo nella Messa domenica 29 marzo, ore 11, nella parrocchia di Roddi.

L’alba di ogni giorno ci riporta il tuo dolce ricordo. L’immensa eredità d’amore e affetto che ci hai lasciato ci I tuoi cari aiuta a vivere.

La tua mancanza ha lasciato un grande vuoto nei nostri cuori, ma i tuoi insegnamenti, la tua presenza spirituale ci accompagnano in ogni momento della nostra vita. Grazie per tutto quello che hai fatto per tutti noi. Questo rimarrà per sempre. La Messa sarà celebrata domenica 29 marzo, alle ore 10.45, nella parrocchia di Cristo Re, Alba.

Hai dato tutto per il bene della famiglia, donando attimi indimenticabili. Nei nostri pensieri vive il tuo ricordo. Ci uniremo in preghiera domenica 29 marzo, ore 9.30, nella parrocchia San Ponzio in Vergne.

La Messa di suffragio sarà celebrata domenica 29 marzo, ore 18, nella parrocchia del Divin Maestro, Alba.

e nella mente di chi ti ha conosciuto. L’onestà, l’altruismo e l’intelligenza ci sono da esempio e continuano a guidarci nelle sfide della vita. la tua famiglia Ciao papà,

MARIA BORNELLI La famiglia Bornelli, con Vittorio, ringrazia di cuore tutti coloro che si sono presi cura della cara Maria e ricorda che la Messa di trigesima sarà celebrata domenica 29 marzo, alle ore 11, nella parrocchia di San Rocco Cherasca, Ricca.

GIOVANNI MO 11˚ Anniversario Chi vive nel cuore di chi resta non muore. I tuoi cari

Pregheremo per te domenica 29 marzo, alle 10, parrocchia di Monticello Villa.

GASPARE ABBATE 22˚ Anniversario

FRANCONE CRESCENTINO 1˚ Anniversario

Resterai sempre nel cuore di quanti ti vollero bene. Pregheremo per te nella Messa che sarà celebrata domenica 29 marzo, alle 18, nella chiesa Nostra Signora della Moretta, Alba.

Caro papà, è già passato un anno da quando ci hai lasciati per raggiungere la tua amata sposa, ma la tua presenza è sempre viva nei nostri cuori

GIUSEPPINA COSTA ved. CORA ★ 1929 ✝ 2015 Nel pensiero di tutti i giorni e con l’amore di sempre vive in noi il tuo indimenticabile ricordo. Messa di trigesima: domenica 29 marzo, alle ore 18, parrocchia Divin Maestro, Alba.

GIANNI CORINO 22˚ Anniversario Il pensiero è sempre nella nostra mente, il ricordo di te vive nei nostri cuori. Pregheremo per te ricordando i nonni, padrino e madrina il 29 marzo, alle 11.15, nella parrocchia di Gallo Mamma e papà Grinzane.

Pregheremo per te nella Messa di domenica 29 marzo, alle ore 11, nella chiesa di Roddi.

BIANCA ANFOSSO

CECILIA SABATINO in FRESIA

Sono già passati dieci anni e tu Bianca sei sempre nei nostri cuori e nei nostri pensieri. Tu, mamma e papà vegliate sempre su di noi. Messa anniversaria domenica 29 marzo, alle ore 9.45, parrocchia Immacolata Concezione, Piana Biglini.

Il tempo che passa non placa il dolore di averti persa. Sei sempre nei nostri cuori. Ti ricordiamo nel quarto anniversario domenica 29 marzo, alle 11, nella parrocchia di San Cassiano, Alba.

La famiglia Garello-Velli, nell’impossibilità di farlo personalmente, ringrazia tutti coloro che hanno partecipato al dolore per la scomparsa del caro Lino. Messa di trigesima: sabato 28 marzo, ore 18, parrocchia di San Cassiano, Alba.

ROMANO ROSSO 3˚ Anniversario

CARLO GOZZELINO 7˚ Anniversario

Il tempo allevia il dolore, ma non cancella i ricordi. Continui a vivere con noi. Ti ricorderemo nella Messa sabato 28 marzo, alle ore 18, nel Santuario Madonna Moretta, Alba.

Ti portiamo sempre nel cuore e pregheremo per te domenica 29 marzo, alle ore 18, nel Duomo di Alba.

FIORINO MARENGO 10˚ Anniversario

COSTANTINO MARASSO ★ 15-5-1933 ✝ 18-2-2015

Carissimo nonno, la tua dolce presenza è sempre viva e luminosa nei nostri cuori. Ci uniremo in preghiera nella Messa di domenica 29 marzo, alle ore 10, nella parrocchia dei Ss. Cosma e Damiano, Alba.

Il tuo ricordo e il tuo esempio sono sempre vivi nel nostro cuore. La Messa di trigesima sarà celebrata domenica 29 marzo, alle 9, nella parrocchia dei Santi Pietro e Paolo, Neive capoluogo.

ZITA DEFILIPPI ved. GIORDANO 1˚ Anniversario

PASQUALE VELLI

D

IO, PADRE MISERICORDIOSO, tu ci doni la certezza che nei fedeli defunti si compie il mistero di Cristo, morto e risorto per noi: per questa fede, concedi ai nostri fratelli che si sono addormentati nella tua pace di risvegliarsi con te nella gloria della risurrezione.

La tua assenza è incolmabile ma ci ravviva il tuo ricordo di bontà. Pregheremo per te domenica 29 marzo, alle ore 11, chiesa di San Rocco Cherasca, Ricca.


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

53

Cronache

QUEST’ANNO DESTINA

IL TUO 5X1000 AL Nella dichiarazione dei redditi, firma nella casella del volontariato

e indica il cod. fiscale n. 90032020043 Piazza San Paolo, 14 - 12051 Alba (CN) - Tel. 0173-363.261

www.centroculturalesanpaolo.org Email: centroculturale.alba@stpauls.it

Infermiera picchiata e derubata della borsa. Arrestato il colpevole

Arrestati sei rapinatori FOSSANO Giovani albanesi sono sospettati di diversi “colpi” fatti con violenza Carabinieri della Compagnia di Fossano sono riusciti ad assicurare alla giustizia gli autori di diverse feroci rapine effettuate in provincia, tra cui quella avvenuta lo scorso 1˚ marzo ai danni di Daniele Sobrero, titolare del ristorante Museum Hostaria di Alba, aggredito selvaggiamente sotto casa a Magliano Alfieri da tre o quattro uomini incappucciati che, dopo averlo ripetutamente colpito con calci e pugni, gli avevano sottratto l’incasso della serata. Con l’operazione “Faccia d’angelo”, così denominata per i volti imberbi dei giovani criminali coinvolti, i militari hanno dato esecuzione a sei ordinanze di custodia cautelare in carcere e ai domiciliari nei confronti di altrettanti giovani di origine albanese (quasi tutti ventenni) residenti tra Alba e Bra e in prevalenza dediti a regolari attività lavorative. Un settimo componente della banda è invece riuscito a sottrarsi alla cattura. Su loro pendono a vario ti-

I ALBA M Aveva appena concluso in serata il turno all’ospedale San Lazzaro quando è stata aggredita alle spalle, picchiata e rapinata della borsa. È la terribile esperienza accaduta a un’infermiera albese, colpita con un pugno alla testa da un ventisettenne marocchino, pregiudicato, arrestato poco dopo dai Carabinieri. Notato che la donna camminava da sola, l’uomo l’ha aggredita e, quando lei è caduta a terra, ha afferrato la borsa ed è scappato via. Nonostante lo shock, la vittima è riuscita ad attirare l’attenzione

di alcuni passanti, uno dei quali ha chiamato il 112. Nel giro di pochi minuti i Carabinieri di Alba hanno localizzato il fuggitivo e recuperato la borsa, che era stata gettata poco distante dal malvivente. L’uomo, ora rinchiuso nella casa circondariale di Asti, dovrà rispondere del reato di rapina. È finito in una cella del carcere di Alba, invece, il fratello del rapinatore, 28enne, arrestato dai Carabinieri di Alba, per espiare una condanna definitiva a un anno e due mesi di reclusione per tentato furto in concorso e resistenza a pubblico ufficiale. Nei confronti di entrambi saranno avviate le procedure di espulsione. v.p.

Un giovane muore forse per aneurisma

È mancato il padre somasco Mario Vacca

NARZOLE / 1

GIANLUCA MANA M Sgomento e cordoglio. Que- AVEVA 24 ANNI, ERA sti i sentimenti che ha destato UN EX ALLIEVO DEL la notizia della morte improv- GIOLITTI-GANDINO visa – forse per aneurisma – di Gianluca Mana, 24 anni. Il giovane, nella mattinata di ieri (domenica) era sceso e stava consumando la sua colazione, nell’alloggio di via Don Oreste Benzi, nel centro del paese di Narzole, quando improvvisamente si è accasciato. Immediato l’arrivo del 118, allertato dalla mamma Daniela: a nulla sono però valsi i tentativi di rianimazione. Ex allievo del liceo scientifico Giolitti-Gandino di Bra, si

Gianluca Mana

era poi iscritto alla facoltà di giurisprudenza, laureandosi nell’ottobre scorso. Adesso stava frequentando la scuola di specializzazione per le professioni legali. Appassionato di armi, da anni frequentava il poligono di tiro di Bra, di cui – pochi mesi fa – era stato eletto vicepresidente. Conosciuto non solo a Narzole, ma in tutto il braidese, era nipote del cavalier Giacomo Pirra, per tanti anni presidente della zona di Bra della Confartigianato. Il papà Giovanni vive a Torino. La mamma Daniela, assistente in uno studio dentistico, è socia del Lions club di Cherasco. Commenta il presidente del Lions club Livio Moscone: «Una notizia che ci ha sconvolti. Conoscevo bene Gianluca, un ragazzo splendido. È assurdo pensare che non ci sia più». Domani pomeriggio, alle 15, i funerali nella parrocchia di San Bernardo a Narzole. Valter Manzone

NARZOLE / 2 M Nei giorni scorsi nella comunità narzolese dei Padri somaschi è mancato padre Mario Vacca. Nato a Castiglione Falletto nel 1926, fu consacrato sacerdote nel 1952 e negli anni Settanta il cardinale di Torino Michele Pellegrino lo nominò vicario diocesano per la vita religiosa, incarico fino ad allora detenuto da un sacerdote secolare. Ricoprì importanti incarichi nella congregazione. Dal 1981 al 1987 fu anche preposito provinciale della Provincia ligure-piemontese.

Il materiale sequestrato dai Carabinieri nel corso dell’operazione denominata “Faccia d’angelo”.

tolo le accuse di rapina aggravata, furto in abitazione e lesioni personali aggravate. Al momento, il gip del Tribunale di Cuneo contesta loro due rapine, una ai danni di una disabile 90enne di Bene Vagienna e l’episodio di Magliano, nonché un tentato furto commesso in un’abitazione di Cherasco. Gli inquirenti ritengono però che i componenti della banda possano essere responsabili di altre rapine, a cominciare da quella compiuta lo

scorso dicembre ai danni del titolare del ristorante stellato Vecchia Corona di Cervere. Tutti casi caratterizzati dal massiccio ricorso alla violenza. Durante l’esecuzione dei provvedimenti cautelari è stato arrestato anche il padre di uno dei giovani malviventi. Nella sua autovettura, infatti, sono stati scovati 12 grammi di cocaina confezionati in dosi e 9 proiettili di vario calibro abusivamente detenuti. Nell’ambito della medesi-

ma operazione, qualche giorno prima i militari della Compagnia di Bra avevano già tratto in arresto altri due giovani albanesi senza fissa dimora, accusati di spaccio e detenzione abusiva di un’arma. Erano stati trovati all’interno di una struttura alberghiera di Roreto con 35 grammi di cocaina e un revolver calibro 38 special, nascosto nel frigorifero, provento di furto in abitazione perpetrato la notte precedente a La Morra. ro.bu.

SGOMBERATO L’ACCAMPAMENTO ABUSIVO Ad Alba è stato sgomberato l’accampamento abusivo allestito sotto il cavalcavia che separa corso Italia da via Pola, lungo il tratto ferroviario Alba-Asti. Questa tendopoli era stata segnalata per la prima volta a gennaio con un esposto del consigliere comunale di opposizione Carlo Bo. Nella mattinata di lunedì 23 marzo sono intervenuti gli agenti della Polizia al.bo. ferroviaria di Bra.

Impiegato derubato dell’incasso NARZOLE / 3

IL MALVIVENTE M Un pregiudicato 59enne di INTERCETTATO origini siciliane, ma residen- E ARRESTATO te da decenni nelle Langhe DAI CARABINIERI (V.L.), ha rapinato un incaricato della riscossione delle bollette della società Libarna gas puntandogli alla testa una pistola, poi rivelatasi una scacciacani. L’episodio è avvenuto in centro a Narzole, in pieno giorno. La vittima, un 58enne cheraschese che aveva terminato il suo servizio in paese, non appena è entrato nella sua automobile è stato aggre-

dito dal rapinatore con il volto coperto da una calzamaglia, che lo ha minacciato di morte se non avesse consegnato l’incasso. L’uomo ha cercato di resistere, ma dopo una breve colluttazione, nella quale l’impiegato veniva ferito al volto, il malvivente ha avuto la meglio ed è fuggito con un bottino di diverse centinaia di euro.

I Carabinieri della Stazione di Narzole e del Nucleo radiomobile di Bra lo hanno però intercettato poco dopo sulla tangenziale di Alba mentre si dirigeva nell’astigiano, dove gestisce un bar. L’uomo si era già disfatto della refurtiva e dell’arma, ma le perquisizioni successive hanno permesso di ritrovare la custodia della pistola e due porzioni di collant ritagliati. Il pregiudicato è stato arrestato e ora si trova in carcere ad Asti a disposizione del magistrato, la dott. Laura Deodato, che coordina le indagini. ro.bu.


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Cronache

Nel sangue tasso di alcol da record

CANALE ALBESE AGGREDISCE I CARABINIERI

MARCATO

54

I Carabinieri del Comando provinciale di Cuneo hanno portato a termine un servizio straordinario di controllo del territorio che ha coinvolto anche il braidese. In totale i militari hanno ritirato 10 patenti, 8 per abuso di alcol e 2 per uso di sostanze stupefacenti. I conducenti sono stati tutti denunciati. Per tre

Per Giuliano Soria pena ridotta a 8 anni e 3 mesi

BRA M Nei giorni scorsi la Procura di Asti ha emesso un avviso di conclusione indagini nei confronti di un cittadino braidese (R.F.) chiamato a rispondere di guida in stato di ebbrezza. La notizia non assumerebbe particolare rilevanza se non fosse per il tasso alcolemico che gli viene contestato: ben 3,79 grammi per litro. Un vero record, se teniamo conto che il limite fissato dalla legge è di 0,5 g/litro e che raggiunto il valore 4 sopraggiunge il coma e poi la morte. L’uomo era stato fermato dai Carabinieri di Sommariva del Bosco il 7 febbraio. Ad avvertire i militari erano stati alcuni tecnici dell’Enel che lavoravano in strada e che avevano notato una vettura che procedeva in modo azzardato. I Carabinieri, visto che il conducente emanava un forte odore d’alcol, lo avevano sottoposto all’alcoltest, riscontrando così l’eccezionale valore. L’indagato è ora difeso dall’avv. Roberto Ponzio. ro.bu.

TORINO / 1 Pene ridotte anche per il fratello Angelo e Bruno Libralon nche la Corte d’appello di Torino ha condannato l’ex patron del premio letterario Grinzane Cavour Giuliano Soria, infliggendogli però una pena più mite. In primo grado Soria, cui erano contestati i reati di malversazione, peculato, molestie e violenza sessuale, era stato condannato a 14 anni e mezzo. Ora la pena inflittagli scende a 8 anni e 3 mesi di reclusione. A determinare lo sconto di pena il fatto che alcuni dei capi d’accusa sono ormai caduti in prescrizione, mentre per altri la Corte lo ha assolto. Il procuratore generale Vittorio Corsi aveva infatti chiesto una condanna a 11 anni, 9 mesi e 15 giorni. Inoltre, sebbene Soria abbia espresso in aula il proprio pentimento per gli errori commessi, il pg non ha chiesto l’applicazione delle attenuanti generiche. Pene più miti sono state inflitte anche al fratello Angelo, ex funzionario della Regione che in primo grado era stato

A

Giuliano Soria è stato per tanti anni il patron del premio Grinzane Cavour.

condannato a 7 anni di carcere per concorso in peculato e che ora dovrà scontare 4 anni e 3 mesi, e allo chef Bruno Libralon, presidente della scuola internazionale Icif, che vede la pena comminatagli scendere da 2 anni e 10 mesi a 1 anno e 7 mesi. Il commento dei legali di Soria, gli avv. Luca Gastini e Aldo Mirate: «La sentenza è un passo in avanti in quanto ha correttamente riconosciuto al nostro cliente le attenuanti generiche e ha ridimensionato l’abnorme pena inflitta in primo grado. Conti-

nueremo la battaglia in Cassazione in quanto riteniamo infondata la condanna». I due legali hanno poi reso noto che lo psichiatra Alessandro Meluzzi ha dato la propria disponibilità ad accogliere Soria nella onlus Madre dell’accoglienza, struttura di Albugnano (At) che ospita giovani disabili psichici, perché possa svolgervi attività di volontariato. Infine, Soria ha consegnato un assegno di diecimila euro come indennizzo per il reato di maltrattamenti ai danni del giovane collaboratore originario delle isole Mauritius. ro.bu.

di loro è scattata la procedura di sequestro e successiva confisca delle auto. Nei confronti di un 25enne disoccupato di Alba, fermato a Canale, è scattata anche la denuncia per i reati di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale perché, durante il sequestro della sua auto, si è scagliato contro i militari. ro.bu.

La raccolta di rottami ferrosi da privati è lecita? BRA M Il prossimo 5 maggio l’amministratore di una società del braidese specializzata nel recupero di rifiuti speciali non pericolosi sarà chiamato a rispondere dinanzi al giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Asti dell’accusa di aver commesso alcune violazioni nell’ambito della propria attività lavorativa. Alla base della vicenda processuale si pone un interrogativo che sempre più spesso la magistratura italiana si è trovata ad affrontare negli ultimi tempi (fornendo peraltro risposte diverse): la raccolta di rottami ferrosi da privati è lecita? I proprietari dei rifiuti possono cederli ad aziende specializzate oppure sono obbligati a conferire il materiale alle isole ecologiche? Il processo trae origine dalle indagini avviate nel 2012 dai Carabinieri della Compagnia di Bra in seguito all’intensificarsi dei furti di materiale ferroso. Indagini dirette non solo alla repressione del fenomeno, ma anche

IMPRENDITORE DEVE RISPONDERE DI IRREGOLARITÀ DAVANTI AL GUP a risalire all’intera filiera, individuando gli acquirenti del prodotto. All’imprenditore braidese la Procura contesta di aver raccolto oltre 200 kg di rottami da soggetti non iscritti all’Albo nazionale gestori ambientali. Per gli inquirenti, infatti, anche i rottami costituiscono rifiuti, e quindi la loro raccolta e il trasporto richiedono specifiche autorizzazioni. Si garantirebbe così la tracciabilità del materiale, ponendosi al riparo dal possibile acquisto di materiale rubato. Accuse che l’indagato, difeso dall’avv. Roberto Ponzio, respinge con decisione. L’imprenditore, oltre a contestare l’abusività della raccolta dei rifiuti ferrosi, ne rimarca la portata del tutto marginale rispetto all’attività dell’azienda e si difende sottolineando come tutti gli acquisti effettuati siano stati regolarmente riportati nella propria contabilità. ro.bu.


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

55

IN UN’APP!

Sport

Se sei abbonato all’edizione cartacea puoi avere la versione digitale a € 9,99 anziché € 29,99. Collegati al sito www.edicolasanpaolo.it oppure www.gazzettadalba.it/abbonati

Abbonarsi anche al digitale conviene ancora di più. Potrai leggere ovunque la tua Gazzetta su PC, smartphone, tablet. in collaborazione con

Benassi tre punti facili a Iglesias

VOLLEY I RISULTATI DI SERIE C E D

VOLLEY / SERIE B1

PALLAPUGNO

GIRONE A

VOLLEY IGLESIAS BENASSI ALBA

Sabato a Canale si assegna la Supercoppa

Serie C femminile, risultati della ventesima giornata: Centallo-Sicom Crc Cherasco 3-0; Calton-L’Alba volley 3-0. Classifica: 1˚) Lasalliano 44 punti; 9˚) L’Alba 31; 13˚) Cherasco 16. Serie C maschile: Mondovì-Banca popolare di Novara Alba 3-1; Braida volley-Villanova 1-3. Classifica: 1˚) Pmt Torino 44 punti; 7˚) Alba 20; 12˚) Braida 5. Serie D femminile, girone B: Caselle-Area 0172 Sportgente Bra 2-3; Racconigi-Volley Roero 0-3; L’Alba volley junior-Cuneo 0-3; El Gall-Saluzzo 3-0. Classifica: 1˚) Caselle 55 punti; 3˚) Bra 46; 6˚) El Gall 34; 12˚) Roero 13; 13˚) L’Alba 12. Serie D, girone C: Vercelli-Pallavolo Valle Belbo Cime Careddu Canelli 3-1. Classifica 1˚) Vercelli 53; 5˚) Canelli 38.

0 3

Parziali: 16-25, 20-25, 16-25. Benassi: Rabezzana 3 punti, Boesso 15, Loreggia 3, Ceffaratti 10, Giraudo 1, Graziani 20, Girard. Subentrati: Corradino 2, Di Miele 3, Quaglia. Non entrati: Gonella, Domenghini. Allenatori: Giannitrapani e Ferrino.

ittoria doveva essere e vittoria è stata in casa della Cenerentola del torneo Iglesias. Il Benassi vince da grande squadra, senza faticare troppo e mette in forziere la terza perla consecutiva, che vale la salvezza. Quella matematica è vicina, ma pare impensabile che Cagliari possa colmare il distacco di 14 punti che la separano ora dagli albesi nelle ultime 6 gare. Albesi che ora potranno giocare con la necessaria tranquillità le restanti prove, cercando di togliersi ulteriori soddisfazioni con il sogno di avvicinare ulteriormente il quarto posto, distante ora solamente sei lunghezze. Quarto posto occupato attualmente dai Lupi di Santa Croce, formazione pisana che sabato 28 alle 21 tenterà di difendere la propria posizione in classifica al Pala Langhe in una sfida che si annun-

V

Uno scatto dal recente derby di serie C tra Banca popolare di Novara Alba e Braida volley.

cia avvincente. Servirà il pubblico delle grandi occasioni per accompagnare le gesta di Boesso e compagni, tornati trionfatori dalla trasferta in terra sarda con tre punti che portano all’ottavo posto in classifica, in zone che la Pallavolo Alba non frequentava da inizio campionato. «Sapevamo di dover vincere e l’abbiamo fatto con una partita accorta e ben gioca-

ta», spiega l’allenatore in seconda Flavio Ferrino. «Con questi nove punti nelle ultime tre gare la salvezza è ormai cosa quasi fatta, anche se manca ancora la matematicacertezza, vogliamo toglierci e togliere al nostro pubblico delle belle soddisfazioni nel prosieguo del campionato, a cominciare da sabato nella difficile sfida contro i Lupi».

M Una bella affermazione per le atlete della Società ginnastica Alba: Bianca Voglino, Irene Ferrero e Marta Benedusi hanno conquistato il podio nella finale del campionato di specialità di gin-

nastica ritmica. Grazie a una performance molto corretta, espressiva ed elegante, Bianca Voglino nella categoria senior (specialità palla) e la coppia Ferrero-Benedusi nella specialità coppia (cerchio e clavette) hanno conquistato il terzo posto e l’ambita l’ammissione alla fase

In alto: Bianca Voglino; sopra: Irene Ferrero e Marta Benedusi.

IN MATTINATA, LA PRESENTAZIONE DEI CAMPIONATI DI A E B A FARIGLIANO

Vacchetto, ma le due squadre sono profondamente rinnovate. Un motivo di interesse e curiosità in più per una sfida che ormai da qualche anno caratterizza il balon di serie A. L’appuntamento precede di una settimana l’inizio del massimo campionato e di quello cadetto, previsto nel week-end di Pasqua. E proprio sabato 28, alle 9.30, alle Cantine Manfredi di Farigliano (sponsor ufficiale di tutti i campionati federali), ci sarà la consueta cerimonia di presentazione delle squadre partecipanti ai campionati di A e B. Corrado Olocco

Cortemilia: serie A e giovani leve pronte per la stagione

Marcello Pasquero

In tre sul podio regionale: ottima Ginnastica Alba GINNASTICA RITMICA

PALLAPUGNO GARA BENEFICA RINVIATA

M La stagione pallonistica 2015 inizierà proprio come era finita quella 2014. Sabato 28, alle 14.30, allo sferisterio di Canale a contendersi la Supercoppa, primo trofeo del 2015, saranno la Canalese campione d’Italia (Campagno, Faccenda, Leone, Stirano) e l’Albese (Massimo Vacchetto, Rinaldi, Bolla, El Kara), vincitrice della Coppa Italia. I battitori sono gli stessi dello spareggio-scudetto del primo novembre scorso, vinto per 11-7 da Campagno su

ALLE 14.30 LA SFIDA TRA CAMPAGNO E VACCHETTO PER IL PRIMO TROFEO 2015

interregionale nord-ovest del campionato di specialità della federazione, in programma sabato 28 marzo in Lombardia. «È una bellissima soddisfazione», commenta l’allenatrice Laura Revello. «Una gara molto difficile e severa, quella della specialità, che lascia il passaggio alla fase interregionale solo alle prime tre in classifica, nonostante molte atlete potrebbero avere qualità e carte in regola per accedere alle fasi successive», aggiunge l’allenatrice albese. Buoni anche i risultati nei campionati di categoria e di serie C, con tutte le atlete della Ginnastica Alba qualificate per la fase interregionale.

Com’era già successo nelle ultime due edizioni, anche il nono torneo “Un pugno alla sete” subisce un altro rinvio a causa del maltempo. La decisione è stata presa dagli organizzatori e dai tecnici delle due società partecipanti: la Canalese e l’Albese. Vista l’intensità delle gare di campionato, che comincia nel week-end di Pasqua, e la disputa della Supercoppa sabato 28 marzo, la partita si giocherà probabilmente nel f.g. mese di luglio.

ATLETICA ALBESI VELOCI IN STAFFETTA Due vittorie per la staffetta assoluta femminile dell’Atletica Alba, impegnata domenica 22 nei campionati provinciali torinesi svoltisi a Pinerolo: Chiara Genero, Federica Voghera, Alice Moraglio e Claudia Salerno si sono imposte sia nella 4x100, in 50”2 davanti ala Sisport Torino, che nella 4x400, in 4’16”1 sull’Atletica Pinerolo. s.s.

PALLAPUGNO M Il nuovo teatro di San Michele a Cortemilia ha ospitato la cerimonia di presentazione delle squadre che prenderanno parte ai prossimi campionati di pallapugno: serie A (Enrico Parussa, Davide Amoretti, Francesco Rivetti, Stefano Arossa e Carlo Cecchini, con il direttore tecnico Giancarlo Grasso), serie C1 (Jacopo Cane, Cristian Giribaldi, Maurizio Bogliacino, Mirko

Martini e Jacopo Bosio con l’allenatore Felice Bertola), esordienti (Cristian Fantuzzi, Luca Francone, Emanuele Bodrito, Riccardo Meistro, Davide Ranuschio, guidati da Felice Bertola e Romano Cane), promozionali (Giulio Cane, Mattia Vacchetto, Lorenzo Calvi, Luca Fenoglio, con l’allenatore Romano Cane). In fase di allestimento una terza quadretta giovanile che prenderà parte al campionato pulcini o promozionali. Fabio Gallina

Bocciofila albese promossa BOCCE M L’Albese ha battuto per 10 a 8 il Piatto sport di Biella nella finale del campionato regionale

di prima categoria e sale all’Interregionale del prossimo anno. Inoltre, Albese, Biella e Perosina sono qualificate alla fase nazionale di prima categoria.


56

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Sport

CALCIO ECCELLENZA CINQUINA PER LA CHERASCHESE

Casale-Castellazzo Bormida 3-0, Cheraschese-Virtus Mondovì 5-0, Lucento-Olmo 0-0, Pinerolo-Benarzole 1-0, Pro Dronero-Fossano 5-3, Saluzzo-Cavour 2-0, San Giacomo Chieri-Corneliano Roero 1-1, Tortona Villalvernia-Albese 0-0, Valenzana-Colline Alfieri Don Bosco 1-0

Albese: un punto in vista del big-match

CALCIO SERIE D: BRA KO A SESTRI Risultati: Acqui-Lavagnese 2-0, Argentina Arma-Vallée d’Aoste 3-2, Derthona-Asti 0-0, Borgosesia-Vado 4-1, Chieri-Borgomanero 4-0, Pro Settimo & Eureka-Cuneo 0-2, Rapallo Bogliasco-Novese 3-0, Sancolombano-OltrepoVoghera 0-1, Sestri Levante-Bra 2-0, Sporting Bellinzago-Caronnese 1-1-. Classifica: Cuneo e Caronnese 58; Chieri 57; Borgosesia e Pro Settimo 55; Sestri Levante 54; Bra e OltrepoVoghera 51; Lavagnese 47; Sporting Bellinzago 44; Argentina Arma 40; Acqui 39; Vado 36; Asti 35; Novese 32; Rapallo Bogliasco 27; Sancolombano 26; Derthona e Vallée d’Aoste 21; Borgomanero 14.

MARCATO

CALCIO PROMOZIONE GIRONE C

L’Albese schierata a centrocampo allo stadio “Augusto Manzo” di San Cassiano.

CALCIO / ECCELLENZA GIRONE B

VILLALVERNIA ALBESE

0 0

Albese: Tarantini, Gambino, Mat. Sinato, Praino, Roveta, Bellan (Galvagno), Cornero, Boggione, Man. Sinato, Poli, Delpiano (Daziano); a disposizione: Grosso, Magnone, Del Vecchio, Colla e Upinot. Allenatore: Rosso.

L

’Albese è stata fermata sullo 0-0 dal Tortona Villalvernia, che compie un

altro passo avanti verso la salvezza. La partita è stata molto vivace, con l’Albese che nel primo tempo crea problemi agli alessandrini con le discese di Bellan, ma non riesce a rendersi pericolosa. La squadra di Giancarlo Rosso ha un’ottima occasione alla mezz’ora, quando Manuel Sinato in contropiede si presenta solo davanti a Murriero, che respinge la conclusione. Nella ripresa, il Tortona Villalvernia ci prova con Cristiano e Deideri. Poi tocca all’Albese rendersi pericolo-

RETI INVIOLATE CON IL VILLALVERNIA. DOMENICA ARRIVA IL PINEROLO sa con Poli, che colpisce il palo esterno. Nel finale è ancora il Villalvernia ad andare vicino al gol con Cassani, che a tempo scaduto, solo a centroarea poco oltre il dischetto, colpisce di testa senza impensierire più di tanto Tarantini. Domenica, allo stadio “Augusto Manzo” l’Albese ospiterà la capolista Pinerolo.

CALCIO / ECCELLENZA GIRONE B

1 1

M Il Corneliano Roero è ritornato con un solo punto dalla trasferta a Chieri contro il San Giacomo, ultimo in classifica. La partita si è giocata su un campo ridotto a un acquitrino per la pioggia incessante, e proprio le condizioni del terreno di gioco hanno condizionato la partita. Per la squadra allenata da Dessena il punto è utile, in considerazione degli altri risultati. La squadra ha giocato nuovamente in emergenza e nella ripresa si è infortunato anche il centrocampista Giordano. Contro il

MARCATO

Corneliano Roero: Gallino, Costa, Lombardo, Pagliasso, Terlizzi, Piovano, Padoan, Giordano (dal 50’ Di Prima), Valfrè, Fanigliulo (dal 15’ Dominin), Quattrocolo; a disposizione: Cheinasso, Dall’Orto, Marone e Ursache. Allenatore: Dessena.

Il Corneliano Roero prima del recente derby con L’Albese.

San Giacomo Chieri le scelte per il tecnico sono obbligate, conferma la difesa a quattro davanti a Gallino, con Costa e Terlizzi esterni, Lombardo e Pagliasso centrali. Linea giovane anche a centrocampo con Giordano nel ruolo di interdizione, Piovano e Quattrocolo esterni e Padoan a completare il reparto. Attacco affidato a Fanigliulo e Valfrè. Il Corneliano Roero domina il primo tempo, ma il cam-

CALCIO PROMOZIONE GIRONE D Risultati: Arquatese-Victoria Ivest 2-2, Asca-Lg Trino 1-1, Atletico Torino-Mirafiori 1-1, Cit Turin-Sporting Cenisia 1-0, Pavarolo-Canelli rinviata, San Domenico Savio Rocchetta Tanaro-San Giuliano Nuovo 3-2, Libarna-Cbs 0-0, Santostefanese-Borgaretto 1-0. Classifica: Cit Turin 52; San Domenico Savio Rocchetta Tanaro 51; Santostefanese 46; Lg Trino 44; Canelli 42; Arquatese 41; Cbs 36; Pavarolo 35; Atletico Torino 29; Asca 27; Sporting Cenisia e Mirafiori 23; Victoria Ivest 22; Borgaretto 21; San Giuliano Nuovo e Libarna 19.

Corneliano Roero: solo un pareggio sul campo dell’ultima della classe SAN GIACOMO CHIERI CORNELIANO ROERO

Risultati: Boves-Moretta 0-1, Airaschese-Saviglianese rinviata, Carignano-Luserna 2-1, Castagnole Pancalieri-Pedona Borgo San Dalmazzo 2-2, Savigliano-Busca 3-1, Revello-Csf Carmagnola 0-2, Sommariva Perno-PiscineseRiva 1-2, Villafranca-Chisola 1-1. Classifica: Savigliano 53; Pedona 48; Villafranca 47; Piscineseriva 43; Moretta e Csf Carmagnola 39; Castagnole Pancalieri 34; Carignano 32; Revello 28; Luserna e Boves 27; Airaschese, Chisola e Sommariva Perno 25; Saviglianese e Busca 18.

po al limite della praticabilità non permette precisione sotto rete. Gli ospiti si vedono annullare anche un gol a Lombardo per un fuorigioco inesistente. La partita si sblocca nella ripresa al 70’, con la rete roerina realizzata da Dominin. I chieresi pareggiano a cinque minuti dal termine con Cotra che approfitta di un infortunio di Gallino. Domenica il Corneliano Roero ospita la Valenzana. l.m.

CALCIO SELEZIONE GIOVANISSIMI Per l’allenamento della rappresentativa giovanissimi provinciale di lunedì 30 a Caramagna, sono stati convocati anche: Manuel Costa, Patrizio Marasso e Nabil Outoukart (Accademia Alba); Samuele Battaglino (Atletico Roero); Pietro Taricco (Benarzole); Andrea Antonioli, Giuseppe Milea (Ceresole); Sebastiano Maja (Gallo); Edoardo Morone (Montatese); Edoardo Giachino (Stella Maris).

CALCIO ECCELLENZA L’ALBESE HA RAGGIUNTO IL CAVOUR

Pinerolo 60; Casale 57; Pro Dronero 54; Benarzole 50; Castellazzo Bormida 49; Albese e Cavour 48; Cheraschese 45; Valenzana 43; Saluzzo 36; Villalvernia 34; Olmo 33; Corneliano Roeroe Colline Alfieri 30; Virtus Mondovì 28; Lucento 26; Fossano 21; San Giacomo Chieri 17.

Benarzole cede a testa alta contro la capolista CALCIO / ECCELLENZA GIRONE B

PINEROLO BENARZOLE

1 0

Pinerolo: Zaccone, Saccai, Ahmed, Grillo, Drago, Pantaleo, Rignanese, Noia, Piroli, De Sousa (dall’80’ Dedominici), Cravetto; a disposizione: Tassone, Delta, Cellamaro, Sahack e Soccal. Allenatore: Nisticò. Benarzole: Dinaro, Campi (dal 71’ Manzone), Cora, Vallati, Dedja, Bordone, Ba, Sinisi, Parussa, Pregnolato, Tandurella (dall’80’ Sarale); a disposizione: Di Giacomo, Pochettino, Menna. Astrua e Bittolo Bon. Allenatore: Perlo. Arbitro: Vinigo di Pisa.

M Il Benarzole è stato sconfitto di misura sul campo della capolista Pinerolo, ma è uscito a testa alta dal confronto, tra gli applausi. I ragazzi allenati da mister Perlo hanno sicuramente giocato la migliore partita del girone di ritorno, dettando legge proprio al leader del girone. È mancato solo l’acuto finale per finalizzare le molte azioni offensive.

LA RETE DECISIVA DEL PINEROLO ARRIVA A TRE MINUTI DAL TERMINE Nel primo tempo Parussa, Pregnolato e Tandurella sono stati imprecisi o sfortunati sotto rete. Nella ripresa c’è stata un’altra occasione per Parussa, abile a rubare palla a Rignanese, ma che al momento di calciare si trova il pallone sul piede sbagliato e tira su Zaccone. Al 78’ il Pinerolo ottiene un calcio di rigore, Dedja e Cravetto si trattengono a vicenda in area, l’attaccante locale è bravo a lasciarsi cadere a terra e l’arbitro abbocca; dal dischetto calcia Rignanese, ma Dinaro intuisce e ribatte il penalty. Il gol partita del Pinerolo arriva all’87’, con una gran punizione da fuori area di Rignanese dritta all’incrocio dei pali. Al 90’ il Benarzole non è fortunato, con Piroli che ribatte sulla linea, a portiere battuto, la punizione dal limite di Vallati. Domenica a Narzole è in calendario il sempre atteso derby con la Cheraschese. Lorenzo Marchisio

Sommariva Perno scivola in piena zona play-out CALCIO / PROMOZIONE GIRONE C

SOMMARIVA PERNO PISCINESERIVA

1 2

Sommariva Perno: Milano, Tibaldi, Maresca, C. Ciravegna, Saitta, Mancini, Bellero (dal 65’ Appendino), F. Ciravegna, Simonetti, Credendino, Chiarle (dal 60’ Russano); a disposizione: Bertolusso, Lusso, Gallè e Ferrero. Allenatore. Isoldi.

M Con l’ennesima sconfitta del girone di ritorno il Sommariva Perno è scivolato al penultimo posto in classifica, in piena zona play-out. A differenza di tante altre partite, però, la squadra contro la PiscineseRiva ha offerto un’ottima prestazione, tanto che la sconfitta lascia l’amaro in bocca. La squadra è apparsa in ottima condizione fisica, ha lottato e giocato fino alla fine e la sfida poteva anche finire con un risultato positivo per i sommarivesi che non avrebbero rubato nulla. I biancoverdi provano subito a mettere paura agli avversari. Al 3’ una punizione di Simonetti sfiora la traversa. I torinesi però hanno tutt’altre ambizioni e lottano per un posto nei playoff. Barison e Magno prendono in mano la squadra per tutto il primo tempo e proprio da una combinazio-

BIANCOVERDI BATTUTI IN CASA NONOSTANTE UNA BUONA PROVA ne tra i due nasce il vantaggio dei torinesi al 17’: cross di Magno e Barison in spaccata supera Milano. Per tutto il primo tempo il Sommariva Perno subisce l’iniziativa degli avversari. Nella ripresa la partita cambia radicalmente, sono i padroni di casa a prendere in mano le redini del gioco e a proporsi in attacco con continuità. Da un disimpegno sbagliato di Milano, al 65’, l’unica pecca della ripresa, nasce il raddoppio degli ospiti, con Naturale che ne approfitta per raddoppiare. Il gol sembra dare nuove energie ai sommarivesi che finiscono la partita in crescita, ma non sono fortunati. Due volte Bellero impegna il portiere avversario, poi reclama un calcio di rigore per una vistosa spinta in area avversaria e Russano colpisce anche un palo. All’80’ il Sommariva Perno riapre i giochi, con la rete di Mancini su cross di Simonetti. Il Sommariva Perno ci crede fino alla fine ma non riesce a pareggiare. Domenica il calendario propone ai roerini l’ostica trasferta a Carmagnola. Lorenzo Marchisio


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

CICLISMO SABATO SI PRESENTA IL PEDALE CANELLESE

Gli allievi del Pedale canellese, hanno rifinito la preparazione su strada, nel ritiro collegiale di quattro giorni, percorrendo strade e località rese celebri dal Giro internazionale della Lunigiana. La società verrà presentata sabato 28, alle 17.30, nel municipio di Canelli. p.ca.

57

PODISMO GALLIANO SECONDO AD ASTI; SOLARO È TERZA

Sport

Sono stati 285 i classificati alla “Corritalia” astigiana, vinta da Andrea Seppi (Staffetta Trieste atletica) davanti a Daniele Galliano (Atletica Alba) e Antonio Pantaleone (Brancaleone). Tra le donne Morena Almonti (Gsr Ferrero) ha preceduto Laura Costa e Claudia Solaro. p.ca.

La Santostefanese da sola al terzo posto in classifica

Alba ha ritrovato la vittoria CALCIO / FEMMINILE SERIE B

ALBA FEMMINILE REAL AGLIANESE

3 0

Alba: F. Russo, Delodi, Moscia (80’ Casetta), Barberis (52’ Ambrosi), Greppi, Galllo, Pisano, Luciano, Montecucco, Mascarello (59’ Cattaneo), Lavarone; a disposizione: Ballocco, Dogliani, Zabellan, L. Russo. Allenatore: Genovesio.

al 20’, creava un barlume di pericolo ma senza impensierire troppo il portiere ospite. Nella ripresa il copione della gara non cambiava, ma con il passare del tempo il paziente lavorio ai fianchi delle ragazze di Genovesio, unitamente alla stanchezza che cominciava ad affiorare nelle gambe delle pistoiesi, dava i suoi frutti: le ospiti cominciavano a barcollare e al 65’ arri-

vava finalmente il gol liberatorio di Luciano che, con una terrificante botta da fuori area, insaccava sotto la traversa piegando le mani al portiere. Sbloccata la gara il cammino per Gallo e compagne era tutto in discesa: l’Aglianese perdeva tutte le sue certezze e al 76’ Pisano imbeccava in area Cattaneo che, fredda e precisa, stoppava e infilava nell’angolino per il 2-0 risolu-

tore. Le albesi avrebbero a questo punto potuto tirare i remi in barca, ma il principio di scoramento accumulato nella prima ora di gioco doveva ancora essere sfogato del tutto e così, all’81’, arrivava il 3-0 definitivo, merito di Pisano che, da fuori area, scoccava un’imprendibile saetta che s’infilava nel sette alla destra del portiere. Filippo Cervella

CICLISMO: ALBA BIKE TEAM PRONTO PER LA NUOVA STAGIONE ’Alba femminile si riprende immediatamente dal ko subito una settimana fa a Saluzzo e si sbarazza dell’Aglianese, non senza qualche difficoltà: le toscane infatti, invischiate nella lotta per non retrocedere, hanno impostato una gara di puro contenimento, con l’obiettivo di portare a casa uno 0-0. Con queste premesse e con un campo molto pesante per le abbondanti piogge, le albesi partivano subito schiacciando le avversarie nella loro metà campo, ma la pressione locale risultava sterile per tutta la prima frazione di gioco: la Real Aglianese non passava mai la metà campo ma dietro si chiudeva a riccio impedendo alle langarole, a volte imprecise, di sviluppare una manovra di gioco efficace; sola Pisano, in tuffo di testa attorno

L

GIRONE G

MARENE MONTATESE

1 1

Montatese: Viotto, Viberti, Gonella, Marcarino, Giusti, Valsania, Tagliaferro (dall’87’ Taliano), Bosco (dall’80’ Giacone), Sacco (dal 46’ Pennasso), Morone, Accossato; a disposizione: Gallesio, Gatto, Massano e Proglio. Allenatore: Mascarello.

DIVINO

Domenica scorsa, sotto i portici del municipio, il sindaco Maurizio Marello, il consigliere delegato allo sport Claudio Tibaldi e l’assessore al turismo e manifestazioni Fabio Tripaldi hanno partecipato all’incontro per la prima foto di gruppo della stagione dell’Alba bike team, società nel 2003 e che conta una novantina di tesserati.

M Nonostante l’emergenza, la Montatese ha ottenuto un risultato utile sul campo del Marene, in una partita che per i locali era quasi da ultima spiaggia per uscire dalla zona play-out. La partita è stata decisa da due calci di rigore. Sbloccano il risultato i montatesi dopo un quarto d’ora: Viberti, appena entrato in area, viene falciato da un avversario. Dal dischetto trasforma Sacco. Sul finire di tempo Marcarino contrasta fallosamente un avversario

in area e il Marene pareggia trasformando il calcio di rigore. Nella ripresa mister Mascarello è costretto a sostituire Sacco per infortunio. La squadra perde peso in attacco e subisce le giocate degli avversari. Viotto in due occasioni salva il risultato. Mercoledì, nel turno infrasettimanale, la Montatese ospita il Centallo quarto in classifica. Domenica invece la Montatese sarà impegnata in trasferta contro il Monforte Barolo boys. l.m.

La Lorenzoni pareggia a Catania Sofferta vittoria esterna dell’Hc Bra HOCKEY PRATO M La Lorenzoni Crb torna da Catania con un punto conquistato contro le campionesse d’Italia e il secondo posto in classifica in coabitazione con la Ferrini. «Un pareggio giusto, ma abbiamo perso un’occasione per fare punti importanti», commenta mister Berrino al termine dell’incontro che ha visto il Catania passare in vantaggio all’8’ con Mirabella e le braidesi conquistare il meritato pareggio nel secondo tempo con Di Blasi, che finalizza in re-

GIRONE D

SANTOSTEFANESE BORGARETTO

1 0

Santostefanese: Gallo, Andrea Marchisio, Balestrieri (dal 31’ Zilio), Rizzo, Garazzino, Ivaldi, Touhafi (dal 71’ Galuppo), Meda, Federico Marchisio, Morrone, Busato (dal 68’ Nosenzo); a disposizione: Zarri, Maghenzani, Bertorello e Lomanno. Allenatore: Amandola.

M La Santostefanese vince

La sfida tra Marene e Montatese decisa da due tiri dal dischetto CALCIO / PRIMA CATEGORIA

CALCIO / PROMOZIONE

Lisa Di Blasi

te un’azione nata sull’asse Tosco-Savenko. Vittoria anche per i ragazzi dell’Hc Bra, che a San Vito Romano, alla ripresa del campionato su prato, non trovano la squadra inesperta affrontata alla prima giornata del girone di andata. A inizio ottobre Lanzano e compagni si imposero con un netto 6-1; stavolta i gialloneri hanno faticato molto di più per ottenere una vittoria per 3-2 grazie al gol di Mapelli e alla doppietta di Bhana. Il successo permette ai braidesi di restare nella scia dell’Amsicora Cagliari.

Ultramaratona da Monticello a Mombarcaro

1-0 il match casalingo con il Borgaretto e conquista la terza posizione in solitaria della classifica di promozione, staccando di due lunghezze il Trino, fermato dall’Asca sull’1-1, e di quattro punti il Canelli, che però non ha giocato la partita esterna contro il Pavarolo per impraticabilità del campo torinese. Sopra c’è sempre l’accoppiata di testa: Cit Turin con 52 punti e San Domenico Savio Rocchetta Tanaro a quota 51. Per i langaroli è la terza vittoria consecutiva senza subire gol, confermandosi miglior difesa del girone, con sole 19 reti subite dal portiere Gallo. Il terreno di gioco del “Gigi Poggio” si presenta al li-

BORGARETTO SCONFITTO GRAZIE AL GOL DI TOUHAFI NEL PRIMO TEMPO mite della praticabilità per la pioggia caduta abbondante nelle ore precedenti l’incontro. Il gol-partita arriva nel primo tempo, al 26’, con una spettacolare mezza rovesciata di Touhafi, su una palla “aggiustata” da Morrone, a scavalcare l’estremo difensore torinese. Per il resto non c’è molto da raccontare, se non un paio di occasioni per Busato e Morrone, fermati bruscamente dagli avversari in area, ma mai sanzionati dall’arbitro con il calcio di rigore. «Protagonisti fino alla fine», è il breve ed efficace commento del presidente della Santostefanese Fiorenzo Bosio. Domenica prossima la Santostefanese renderà visita al San Giuliano Nuovo (0-0 il risultato dell’inconro giocato nel girone di andata), mentre il Canelli sarà impegnato al “Piero Sardi” contro la capolista Cit Turin. All’andata la formazione torinese si impose con un pirotecnico 4-3. Fabio Gallina

Viet Vo Dao: albesi quattro volte sul podio

PODISMO M Antonio Lattarulo ha organizzato un’ultra maratona solidale il 29 marzo, con partenza alle 5 da Monticello e arrivo alle 13 a Mombarcaro. Il percorso si snoderà da Monticello a Santa Vittoria, Pollenzo, La Morra, Gallo, Diano, Montelupo Albese, Serravalle Langhe, Bossolasco, San Benedetto Belbo e, infine, Mombarcaro. È possibile partecipare anche solo a una tappa: l’evento è rintracciabile anche su Facebook alla pagina “La Vetta delle Langhe” e contava, la scorsa settimana, oltre 35 adesioni, con 15 ultramaratoneti in arrivo da Calabria, Lombardia e dal Piemonte. Alla “Collina degli elfi” verrà devoluta una cifra per ogni chilometro percorso. All’ultramaratona solidale parteciperà anche Antonio Alampi, che la scorsa estate andò in bici da Santa Vittoria ad Auschwitz, per non dimenticare. Francesca Gerbi

ARTI MARZIALI M Il gruppo Viet Vo Dao Le Loi di Alba, seguito dal maestro Osvaldo Amich, nei giorni scorsi ha partecipato alla gara nazionale tenutasi a Milano. Gli atleti langaroli hanno ottenuto ottimi risultati conquistando un primo, due secondi e un terzo posto e altrettanti ottimi piazzamenti. Nella foto, gli atleti albesi. In prima fila, da destra: Chiara Baracco (campionessa nazionale; prima classificata nel quyen tan cadetti B2), Sara Aanitei e Francesco Baracco (secondo classificato nel quyen tan fadetti B1). In seconda fila, da destra: Matteo Amich (medaglia d’argento nei combattimenti), Alfredo Negro (medaglia di bronzo nei combattimenti), Vincenzo Flauto, Anna Maria Conte, Simona Preda e Luca Amich.

Sportiamo Bra al torneo di Borgomanero BASKIN M Il 15 marzo i ragazzi di Sportiamo Bra hanno partecipato al torneo di Borgomanero. Nella prima partita, la juniores di Sportiamo ha disputato un’ottima gara cedendo 72-82 agli Amici Giò di Arona. Nel secondo incontro i braidesi si sono arresi al Montemilius A di Aosta (42-65), mentre la squadra senior degli Eagles ha vinto 54-28. Lino Ferrero


58

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Sport

CICLISMO GALLO SETTIMO ASSOLUTO AD ALASSIO

Alla seconda Gran fondo internazionale di Alassio (105 km, 1.990 metri di dislivello) Andrea Gallo (Pedala sport Canale) è settimo assoluto e terzo di categoria con il tempo di 3h02’33”. Alla manifestazione vinta dal veneziano Igor Zanetti, hanno partecipato 1.300 ciclisti. p.ca.

PODISMO MEZZA MARATONA ALMONDO 4ª A IMPERIA

Alla Half marathon di Imperia, su un tracciato completamente rinnovato, che giungeva fino a Diano Marina per il giro di boa, vinta dall’ugandese Simon Rugut e dalla marocchina Janat Hanane, Elisa Almondo (Gs Brancaleone) ha conquistato un eccellente quarto posto assoluto. p.ca.

PALLACANESTRO / SERIE C GIRONE A

FOLLO BIGSTORE ALBA

56 64

Bigstore Alba: Brando 2, Bergui 8, Negro 13, Castillo 9, Margheri 6, Eirale, Dellapiana 12, Piano 12, Zanelli 2, Cappello.

l Bigstore Alba supera lo scoglio della trasferta di Follo. Una gara difficile per gli albesi, che hanno sofferto per tutta la prima parte dell’incontro e la dinamicità degli avversari a rimbalzo. Alla fine ha fatto la differenza, com’è successo in più occasioni quest’anno, la difesa di Piano – il play era al rientro dopo una lunga assenza – e compagni. Bergui su tutti. E Negro implacabile vicino a canestro: il proprio, con quattro stoppate, e quello altrui. L’equilibrio dell’avvio (11-12 al 5’ con un canestro più tiro libero di Marco Negro) dura fino al 17 pari del 7’. Poi Follo piazza un parziale di 6-0 in chiusura del tempo (23-17). All’inizio della seconda frazione arriva il momento peggiore del Bigstore: i locali segnano da tre punti e Castillo viene punito con un fallo tec-

MARCATO

I

Davide Zanelli in azione.

nico. I padroni di casa arrivano al 29-19 del 14’. Alba inizia una lenta rincorsa con Negro e Dellapiana, ma è ancora Follo a segnare dalla lunga distanza (38-28 al 18’).

Piano risponde ma la rimonta viene frenata da molti errori al tiro. Il tempo si conclude sul 39-33. Nella ripresa il ritmo con il quale le due squadre arriva-

no al canestro è ancora più lento. Alba riprende quota: il punteggio è 41-39 al 25’ grazie a Dellapiana e Piano, però occorre aspettare fino allo scadere per il nuovo vantaggio, firmato da Negro, il 45-46 del 30’. L’ultimo quarto è aperto da un canestro di Castillo, quindi tocca a Piano e Negro. I giocatori di Follo ritrovano la mira dalla lunga distanza (48-52 al 33’) e arrivano a un nuovo vantaggio (53-52 al 35’). Negli ultimi giri di lancetta due centri di Bergui riportano avanti l’Olimpo: 54-57 al 37’. Il punteggio rimane inchiodato fino a un minuto e mezzo dalla fine. I colpi decisivi li piazzano Negro con una stoppata e Castillo con la tripla del 54-60 un minuto prima della sirena. Il resto lo fa Follo perdendo palla nell’azione successiva. Finisce 56-64. «È stata una vittoria ottenuta con il carattere e di squadra», gongola il presidente Paolo Bergui. In termini concreti il risultato, a tre giornate dal termine, con Crocetta Torino a quattro punti, significa il primo posto assicurato. Domenica, alle 18.30, il Bigstore ospiterà il Savigliano, formazione che sta attraversando un pessimo momento. Paolo Rastelli

Cherasco batte Fossano in trasferta PALLACANESTRO / PROM. GIRONE B

FOSSANO CHERASCO

57 61

Cestistica Cherasco: Barberis 4, Cedrino, Coltro 5, Corino 3, Cortese 13, Duffaut 10, E. Eirale 3, G. Eirale 6, Fe. Mariano 7, Fr. Mariano 10, Murianni, Zorgniotti.

M Martedì 17 marzo a Fossano si è giocato l’anticipo della promozione tra i padroni di casa

della Virtus, che lottano per entrare nei play-off e la Cestistica Cherasco, di nuovo seconda in classifica del girone dietro a Valenza. Gli ospiti devono fare a meno di Martinengo e Rolfo, squalificati per un turno nella partita contro Asti, e di Acquati, ma vedono l’atteso ritorno di Cortese dopo l’infortunio. I fossanesi partono forte, con una stretta marcatura su Duffaut e puntando sul contropiede. Cherasco resiste e risponde colpo su colpo (11-15 al 10’). Nel secondo quarto Fossano si dispone a zona in difesa e in

Marco Cortese

questo frangente viene «bombardata» dai tiri dalla distanza di Cherasco: il ritorno in campo di un ispiratissimo Cortese, che ha giocato finora solo quattro partite, di cui l’ultima il 14 dicembre, ha guidato i compagni a un parziale di 9-24 (20-39 al 20’). Il ritorno in campo nella ripresa sul +19 però ha fatto rilassare Cherasco: Fossano aggredisce in difesa e riesce a dimezzare lo svantaggio (38-47 al 30’). Nell’ultimo periodo gli ospiti continuano a dilapidare canestri, ma alla fine prevalgono per 57-61.

BELTRAMI

Il Bigstore vince a Follo

Rampone in entrata plastica nella partita di sabato.

Un’Abet da record domina il derby di Savigliano PALLACANESTRO / SERIE C GIRONE A

SAVIGLIANO ABET BRA

60 97

Abet Bra: Vitali 8, Baruzzo 4, Draghici 24, Cagliero 13, Rampone 12, Cortese 5, Tarditi 8, Gatto 3, Calzavara 17, Bottero 3.

M A Savigliano il derby tra i biancorossi locali e l’Abet Bra è durato una manciata di azioni: dal 4-0 del terzo minuto alla fine i giocatori di Alessandro Abbio hanno dominato il campo e il punteggio. La partita perfetta dell’Abet, pur favorita dallo scarso periodo di forma degli avversari, è stata generata da numeri record, con Draghici assoluto protagonista, a iniziare dalla percentuale nel tiro da tre punti: 15 su 28 tentativi. E poi il dominio ai rimbalzi. Al 5’ il punteggio è di parità (8-8), poi inizia la serie di triple con Cagliero il già citato Draghici e Cortese (17-28 al 10’). Il secondo periodo inizia con un breve momento di equilibrio (21-31 al 12’), poi ri-

comincia la serie di canestri dell’Abet (25-42 al 14’) fino al 28-48 del 18’, che porta la firma di Tarditi, e poi il 30-57 del riposo. Il parziale del tempo è 13-29. Al rientro in campo Savigliano non trova argini per l’attacco degli ospiti che continua a dilagare fino al massimo vantaggio: 56-96 a due minuti dal termine, con un tiro libero di Rampone. Il finale è 60-97. Restano da segnalare ancora alcuni numeri nel tabellino dei singoli: nelle bombe il 6 su 9 di Draghici (il migliore dei suoi anche a rimbalzo), il 3 su 5 di Calzavara e il 2 su 3 di Cagliero. «È stata una serata eccezionale», commenta il viceallenatore dell’Abet, Alessandro Sanino. «Pur considerato il momento non proprio positivo di Savigliano». Al contrario di quello di Bra, che nelle ultime cinque partite ha tenuto il passo di corazzate come Trecate e Crocetta. Meglio anche di Domodossola, prossima e pericolosissima avversaria. La palla a due è in programma per domenica 28 marzo, alle 18, nel palazzetto dello sport di viale Risorgimento, a Bra. p.r.


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

59

Trovatutto

Il

QUATTRO PASSI FRA LE STELLE - PERIODO DAL 25 AL 31 MARZO 2015 n giovane che vive nei fiordi norvegesi, senza aver mai ricevuto alcuna forma di istruzione, ha dimestichezza con gli innumerevoli segreti della natura. Comprende, ad esempio, in che maniera le piante comunicano con gli animali ed è capace di percepire l’essenza delle cose e il loro posto nell’evoluzione dell’universo. Può scrutare nell’anima degli sconosciuti e intuire le loro motivazioni più profonde. La gente lo ama poiché basta pensare a lui per sentirsi bene, leggeri e

U Ariete

(21 mar-20 apr)

Gemelli

(21 mag-21 giu)

Leone

(23 lug-23 ago)

A cura di Franca Sciandra Condello

purificati. Ma la caratteristica più importante di questo individuo è la sua facoltà misteriosa di apparire sotto due aspetti diversi, quello maschile e quello femminile e di possedere i tratti tradizionalmente attribuiti a entrambi. “Seraphitus-Seraphita”, protagonista di questo racconto di Balzac, è un androgino e l’androgino è il simbolo di quella parte di noi in cui gli opposti sono riconciliati e tutte le possibilità esistono senza alcuna contraddizione.

Bilancia

(23 set-22 ott)

Sagittario

(23 nov-21 dic)

Acquario

(21 gen-19 feb)

Giornate movimentate, all’insegna di una stimolante ventata di comunicativa e interessi culturali. Aria di novità nella sfera privata.

Potrete occuparvi con risolutezza e creatività dei vostri progetti, affrontando eventuali competizioni con grinta e abilità d’azione.

L’ottima riuscita dei vostri progetti può dipendere da importanti contatti interpersonali. Altalena di emozioni contrastanti col partner.

Proponetevi di terminare ciò che è già stato iniziato. Mettere troppa carne al fuoco non fa che creare divagazioni e molta confusione.

Non valutate affrettatamente le persone che vi circondano: potreste costruire con loro progetti di grande spessore. Frizioni con il partner.

Positività ed efficienza, espresse con naturalezza e con proposte concrete, avranno effetti rapidi ed efficaci su collaboratori e colleghi.

Toro

Cancro

Vergine

Scorpione

Capricorno

Pesci

(21 apr-20 mag)

Sarà opportuno pensare e agire in modo concreto per fare scelte ponderate e sfruttare al meglio le occasioni per rinnovare la vostra vita.

(22 giu-22 lug)

Il desiderio di instaurare rapporti profondi, di condividere progetti e sentimenti autentici arricchirà il vostro mondo interiore ed esteriore.

(24 ago-22 set)

Settore socio-professionale in evoluzione. In campo sentimentale cercate di smorzare l’altalena di emozioni che tende a travolgervi.

CRUCIVERBA IN FAMIGLIA 1

2

3

4

14

5

15

18

21

7

8

9

10

16

24

28

31

32

35

39

42

29

La colonna evidenziata darà la parte mancante del seguente proverbio delle valli ladine del Trentino: I purec’…

33

36

38

13

25

27

41

12

20

23

34

11

17

19

22

26

30

6

(23 ott-22 nov)

Non date spazio a pensieri negativi e non cedete a dubbi e timori se qualcosa non va per il verso giusto. Un po’ di leggerezza vi farà bene.

Potrete contare su collaborazioni e alleanze importanti sul lavoro se userete l’arma della diplomazia. Scelte affettive dettate da vera affinità.

ORIZZONTALI 1. Macchi di “Doppia coppia”; 5. Spedire; 11. Uno è Morto; 14. Il ministro del califfo; 16. Psicologicamente ai margini; 18. Lo si fa di auguri per le feste; 20. La “Terra dei cachi” di Elio e le storie tese; 21. Puntino sulla cute; 23. Diffusa in ogni dove; 25. Iniziali d’una Morante; 26. Sigla di Grosseto; 27. È mai per l’ergastolano; 28. “Kampf” di Hitler; 30. La figlia di Mussolini che sposò Ciano; 32. La città natale di Simone Barbato; 33. Fattorino in municipio; 34. Fiume con dei celebri castelli; 36. Il difetto di Achille; 37. Tramati; 38. La casa degli eschimesi; 39. Campi per velivoli; 41. Un figlio di Noè; 42. Filomonarchici serbi; 44. Lo è la voce di Tom Waits; 46. Lo era Pinelli; 47. L’acqua è blu; 48. Aprono e chiudono gli occhi.

37

40

43

44

46

47

45

48

VERTICALI 1. Relativa alla Buona novella; 2. Pari in fondo; 3. È duro chi non molla; 4. Proprio così; 6. Lo sono certi riti penali; 7. Animale con la gobba; 8. Amministratore Delegato; 9. Colpevolezza; 10. Salita ripida; 11. Nel 1796 Napoleone vi sconfisse gli austro-piemontesi; 12. Che riguarda una religione primitiva; 13. La Silvia vestale; 15. Distanziati; 17. La nota del dia-

VETRINA

TACCUINO AUTOLINEE F = (feriale, lunedì-sabato); SCOL = (lunedì-sabato, periodo scolastico); NO-SCOL = (periodo non scolastico); LV = (lunedì-venerdì); S = (solo sabato); G = (giornaliera); Neretto = (solo festivo). ALBA GTT (n. verde 800-01.91.52) E Alba-Torino (piazza Carducci), via Canale: 4.20 (F); 5.10 (F); 5.40 (LV); 6.00 (F); 6.25 (LV); 7.00 (F); 7.45 (F); 9.00 (F); 11.00 (F); 12.10 (F); 12.45 (F); 13.40 (F); 14.35 (LV); 14.40; 15,25 (F); 16.00 (LV); 17.00 (LV); 17.00; 18.10 (LV); 18.10; 19.15 (LV); 20.20 (LV); 20.40. Torino (piazza Carducci)-Alba: 6.10 (F, da Mirafiori); 7.10 (F); 7.35; 7.50 (F); 8.30 (F); 9.20 (F); 10.20 (LV); 11.20 (F); 12.35 (F); 13.20; 13.35 (LV); 14.40 (F); 16.05 (F); 16.05; 16.55 (LV); 17.20 (LV); 17.50 (F); 18.25 (LV); 18.45 (LV); 18.45; 20.20 (LV); 22.15 (LV, da Mirafiori); 22.30. ATI (tel. 0173-36.29.49) E Alba-Torino esposizioni, via Carmagnola: 5.20 (F); 6.20 (F); 6.50 (F); 8.00 (F); 9.00 (LV); 10.45 (F); 12.50 (LV/NO-SCOL); 13.00 (LV/SCOL); 13.40 (F); 15.05 (F/SCOL); 15.05 (F); 16.55 (LV); 19.05 (LV). Torino esposizioni-Alba, via Carmagnola: 6.55 (F); 8.10 (F); 9.00 (LV); 10.20 (F); 12.40 (F); 14.40 (LV/NO-SCOL); 15.05 (LV/SCOL); 16.30 (F); 17.00 (F); 19.00 (LV); 19.50 (F). Alba-Bossolasco: 10.40 (F); 13.40 (LV/NO-SCOL); 13.40 (LV/SCOL); 18.35 (F). Bossolasco-Alba: 6.35 (LV/SCOL); 6.45 (LV/NO-SCOL); 12.40 (F); 15.45 (F). GIACHINO E Alba-Torino esposizioni, via San Damiano: 6.30 (F); 8.10; 12.30 (F); 17.00; 17.40 (F); 18.00. Alba-Torino Mirafiori, via San Damiano: 4.00 (F, no agosto); 12.00 (LV, no agosto); 20.05 (LV, no agosto). Torino esposizioni-Alba, via San Damiano: 7.00 (F); 10.00; 13.00 (F); 18.25 (F); 18.50 (da ottobre a marzo); 19.50 (da aprile a settembre). Torino Mirafiori-Alba, via San Damiano: 6.15 (F, no agosto); 14.15 (LV, no agosto); 22.15 (LV, no agosto). Alba-Asti: 5.20 (F, no luglioagosto); 6.45 (F, no mercoledì estivi); 6.55 (mercoledì estivi); 8.00 (F); 13.40 (SCOL); 16.45 (F); 17.40 (F, no luglio e agosto); 19.15 (F). Asti-Alba: 6.10 (F); 6.20 (F); 12.40 (F); 14.10 (SCOL); 15.45 (F); 17.55 (F, no luglio e agosto); 19,15 (F).

NUOVA BENESE (tel. 0171-69.29.29) E Alba-Bra-Cuneo: 5.50 (F); 8.00 (LV); 13.35 (F, transita a Bra solo in periodo non scolastico); 17.50 (F). Cuneo-Bra-Alba: 6.05 (F); 11.00 (LV); 13.40 (F); 17.40 (F). BRA NUOVA BECCARIA (tel. 0172-43.16.58) E Bra-La MorraVergne-Alba: 6.30 (F); 12.00 (F); 17.30 (F). Alba-Vergne-La Morra-Bra: 7.55 (F); 13.35 (SCOL); 18.30 (F).

TRENI Tra parentesi, partenze coincidenze: a= Asti con bus; b = Bra; c = Carmagnola; cv = Cavallermaggiore; f = Fossano; t = Trofarello. Neretto = anche festivo; Neretto corsivo = solo festivo. ALBA-BRA-TORINO PORTA NUOVA E 6.08 (cv 7.02); 6.30 (b 6.57); 7.08 (a 7.35, t 8.15); 7.08 (cv 8.02); 8.08 (cv 9.02); 9.08 (cv 10.02); 10.08 (cv 11.02); 11.08 (cv 12.02); 12.08 (cv 13.02); 13.08 (cv 14.00); 14.08 (cv 15.02); 15.08 (cv 16.02); 16.08 (b 16.35, t 17.14); 16.08 (cv 17.02); 17.08 (cv 18.02); 18.08 (cv 19.02); 19.08 (cv 20.02); 20.08 (cv 21.02). TORINO PORTA NUOVA-BRA-ALBA E 5.25 (cv 6.14); 6.25 (cv 7.14); 7.25 (cv 8.14); 8.25 (cv 9.14); 9.25 (cv 10.14); 10.25 (cv 11.14); 11.25 (cv 12.14); 12.25 (cv 13.14); 13.25 (cv 14.14); 14.25 (cv 15.14); 15.25 (cv 16.14); 16.25 (cv 17.14); 17.25 (cv 18.14); 18.10 (b 19.10); 18.25 (cv 19.14); 19.25 (cv 20.14); 18.30 (t 18.49, b 19.32); 20.25 (cv 21.14). ALBA-CAVALLERMAGGIORE-CUNEO E 6.08 (cv 6.57, f 7.25); 7.08 (cv 7.57); 8.08 (cv 8.57, f 9.25); 9.08 (cv 9.57); 10.08 (cv 10.57, f 11.25); 11.08 (cv 11.57); 12.08 (cv 12.57, f 13.25); 13.08 (cv 13.57); 14.08 (cv 14.57, f 15.25); 15.08 (cv 15.57); 16.08 (cv 16.57, f 17.25); 17.08 (cv 17.57); 18.08 (cv 18.57, f 19.25); 19.08 (cv 19.57); 20.08 (cv 20.57, f 21.25); 20.08 (cv 21.57). CUNEO-CAVALLERMAGGIORE-ALBA E 5.24 (cv 6.14); 6.12 (f 6.47, cv 7.14); 7.24 (cv 8.14); 7.51 (cv 9.14); 8.12 (f 8.47, cv 9.14); 9.24 (cv 10.14); 10.12 (f 10.47, cv 11.14); 11.24 (cv 12.14); 12.12 (f 12.47, cv 13.14); 13.23 (cv 14.14); 14.12 (f 14.47, cv 15.14); 15.24 (16.14); 16.12 (f 16.47, cv 17.14); 17.24 (cv 18.14); 18.12; (f 18.47, cv 19.14); 19.24 (cv 20.14); 20.12 (f 20.47, cv 21.14).

(22 dic-20 gen)

(20 feb-20 mar)

Sul lavoro raccogliete pure la sfida che vi viene posta: dimostrerete di avere grinta e capacità di portare avanti un progetto assai laborioso.

pason; 19. Il Milani scrittore; 22. Comanda in Turchia; 24. Parità farmaceutica; 27. Orienta i naviganti; 28. Lo ama Angelica; 31. La Rousseff presidente del Brasile; 33. Mean Reciprocal Rank; 35. Associazione Organizzatori Corse Ciclistiche; 37. Se cieco è implacabile; 40. La lingua dei trovieri; 43. Esprime rassegnazione; 45. In mezzo alla baia. SOLUZIONI DEL N. 11 T R E A A U S B S E M E L A G I N O L A N E R E R E

N D D E R M I M I A A S I E T C R A A M O R I P

P A S S A T E M P O

A P A S S A P A S S

P A N E T T E R I A

C I T A T R O M A R I O R E T S A N T A R N T I

A S P R E

S C I O V I T A A R I L

C I A N O F I C E E

O E I L C A I R O

La colonna evidenziata dà il finale del seguente proverbio lombardo: ... se va innanz (A pass a pass...) (Passo passo si va avanti).

a cura dell’Aca

Rateazione dei ruoli, procedura ordinaria e riammissione l Governo ha consentito ai debitori tributari di corrispondere a rate quanto dovuto. Il decreto “Milleproroghe” ha posticipato il termine entro cui i contribuenti “decaduti” dalla rateazione possono regolarizzare la propria posizione. Chi ha ancora debiti tributari in essere, può richiedere la concessione di un “nuovo” piano di rateazione fino a un massimo di 72 rate mensili. Questi i requisiti per poter aderire: la decadenza deve essere intervenuta entro il 31.12.2014 e la richiesta deve essere presentata entro il 31.7.2015. Come per il passato, la nuova rateazione non è prorogabile e il mancato pagamento da parte del contribuente di 2 rate (anche non consecutive) costituisce causa di decadenza. È inoltre disposto che: a seguito della presentazione dell’istanza, non possono essere avviate nuove azioni esecutive; qualora la richiesta di rateazione sia presentata dopo una segnalazione effettuata all’Agente della riscossione da parte

I

della pubblica Amministrazione (pagamenti >€ 10.000 a favore del contribuente inadempiente all’obbligo di versamento derivante dalla notifica di cartelle di ammontare almeno pari a tale limite), la rateazione non è concessa limitatamente agli importi che costituiscono oggetto di segnalazione. Per ulteriori informazioni, tel. 017322.66.11; e-mail fiscale@acaweb.it.


60

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Il Trovatutto Tutte le offerte di impiego o lavoro non sono discriminanti sul sesso, in base alla legge n. 903 del 9-12-1977 e gli inserzionisti sono tenuti a rispettarla. Il giornale, inoltre, preso atto della formale correttezza degli annunci di seguito pubblicati, declina ogni responsabilità per l’eventualità che essi celino intenti ingannevoli.

● A 4 km da Alba, affittasi monolocale ammobiliato, anche brevi periodi. Tel. 339-79.31.285. ● AFFITTANSI bilocali arredati e non, Alba-Ricca. Referenziati, da euro 380,00. Tel. 335-56.55.187. ● AFFITTASI, Alba, corso Europa, alloggio uso ufficio-studio. Tel. 340-15.76.253. ● AFFITTASI, Borbore, in casetta indipendente, bilocale termoautonomo, posto auto interno. Telefono 335-65.46.187. ● AFFITTASI box, via Pietro Ferrero-corso Piave, euro 50,00 mensili. Tel. 338-75.56.935. ● AFFITTASI minialloggio arredato in Monticello borgo. Telefono 333-49.07.775. ● AFFITTASI, Sinio, via Alba 26, ampio bilocale arredato, termoautonomo, con garage. Telefono 348-44.31.889. ● AFFITTASI trilocale arredato, referenziati, strada statale Alba-Bra. Tel. 333-18.16.303. ● AFFITTASI-vendesi, Alba, trilocale con garage, euro 350,00. Prezzo occasione. Tel. 328-09.80.890. ● AFFITTASI, vicinanze Alba, monolocale, persona sola, referenziata. Tel. 333-28.51.838.

● ALBA, affittansi camere con bagno, brevi periodi, vicinanza piazza Savona. Tel. 333-90.92.681. ● ALBA, affittasi bilocale arredato. Tel. 339-45.00.020. ● ALBA centro, affittasi locale commerciale, volendo predisposto per parrucchiere. Telefono 349-25.67.207. ● ALBA centro, affittasi trilocale arredato. Tel. 339-45.00.020. ● ALBA, corso Bra, trilocale recente, doppi servizi, garage, termoautonomo, euro 450,00. Telefonare al numero 0173-44.15.40; www.agenziacorino.it ● ALBA, corso Canale, palazzina recente, piano alto, ascensore, ampio bilocale, balcone, cantina, posto auto, termoautonomo. Euro 85.000,00. Telefono 0173-44.15.40; www.agenziacorino.it ● ALBA, vicinanze piazza Savona, mono-bilocale, euro 450,00/550,00. No spese. Telefono 333-90.92.681. ● ALBA, zona ospedale, appartamento di soggiorno con angolo cottura, due camere, bagno nuovo, cantina, euro 160.000,00. Telefonare al numero 0173-44.15.40; www.agenziacorino.it ● BORGHETTO SANTO SPIRITO (Sv), annualmente affittasi bilocale, cucinino, ben arredato, 2 balconi, fronte e vista mare, box auto. Tel. 338-60.07.892. ● CERIALE, affittasi, mesi primaverili, bilocale vicino mare, posto auto. Tel. 0173-34.973.

● COOPERATIVA dei Lavoratori cede diritto di superficie (1.903 mq di cui 885 mq superficie vendita Pt) in Alba, corso Langhe, locato. Offerte e manifestazioni di interesse entro il 4 aprile su info@cooplavoratori.it ● COOPERATIVA dei Lavoratori cede immobile commerciale in Cengio, via Piani (992 mq di cui 454 vendita Pt), locato. Offerte e manifestazioni di interesse entro il 4 aprile su info@cooplavoratori.it ● CORNELIANO, affittasi, referenziatissimi, casa semindipendente, cucinino, tinello, 2 letto, bagno, lavanderia, cantina. Telefono 338-11.53.026. ● DIANO MARINA, affitto bilocale nuovo, anche settimanalmente, 50 mt mare. Tel. 339-45.96.910. ● MONTELUPO ALBESE, appartamento ammobiliato, 3 camere, soggiorno con cucina a vista, bagno, ripostiglio, posto auto, riscaldamento autonomo, caldaia nuova. Tel. 377-95.06.504. ● MUSSOTTO, vendesi bilocale nuovo, finiture di pregio, posto auto, possibilità garage. Telefono 347-13.22.722. ● MUSSOTTO, vendesi quadrilocale ultimo piano, ristrutturato, con terrazzo. Tel. 339-45.00.020. ● PIAZZA SAVONA, privato affitta: bilocale arredato a nuovo, referenze; bilocale mansardato, arredato. Telefono 335-58.33.909. ● PIOBESI-CORNELIANO, affittansi alloggi, entrata, cucina, soggiorno, 1 o 2 letto, bagno, garage. Tel. 338-11.53.026. ● PRIVATO affitta, Baraccone, quadrilocale termoautonomo, doppi servizi, garage, cantina. Tel. 333-69.25.413. ● PRIVATO affitta da privato trilocale nuovo o ristrutturato, dintorni Alba. Tel. 334-39.61.361. ● PRIVATO vende alloggio, corso Piave, fronte Divin Maestro, 2˚ piano, tutto arredato, ascensore, posto auto, cantina, classe E. Tel. 335-58.87.343. ● RESIDENCE LE TORRI, Alba, via Cavour 16, affitta monolocali arredati con servizio pulizie. Affitti giornalieri, settimanali e mensili. Tel. 339-45.00.020. ● VALDIERI, eredi vendono trilocale ultimo piano, composto di ingresso, soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, bagno, balconi, riscaldamento indipendente. Ridotte spese condominiali, euro 50.000,00. Tel. 0141-87.84.21.

TRIBUNALE DI ASTI EX TRIBUNALE DI ALBA VENDITE GIUDIZIARIE TRIBUNALE DI ASTI EX TRIBUNALE DI ALBA ESEC. IMM. n. 4/13 R.G.E. Prof. delegato Dott.ssa Paola Battista. Vendita senza incanto: 21/05/2015 ore 10.00. Lotto unico - Comune di Roddi (CN), Via Pico della Mirandola, 15. Piena prop. di villetta a 2 piani f.t., p. seminterrato ad uso autorimessa e locali accessori. Occupato dall’esecutato, quindi liberi. Prezzo base Euro 264.000,00. Eventuale vendita con incanto: 09/06/2015 ore 10.00. Info presso delegato tel. 3468095215 e presso il custode giudiziario IVG di Torino tel. 0114731714 e su www.tribunale.asti.it, www.giustizia.piemonte.it e su www.astegiudiziarie.it (A283483).

0173 44.31.61 VENDESI ALBA. Centro Storico. Appartamento finemente ristrutturato, composto da: soggiorno con cucina a vista con ampio terrazzo, camera, doppi servizi, garage e cantina. Risc. Autonomo (Clas.D-Ipe178kWh/m2)

ALBA. Vicinanze Ospedale. Appartamento con ampio terrazzo, composto da: ingresso, cucina, due camere, bagno e cantina. (Clas.G-Ipe391kWh/ € 98.000 m2) RODDI. All’interno del centro storico in caratteristico casale ristrutturato con l’utilizzo di materiali di pregio: appartamento di studio, soggiorno con cucina a vista, due camere, doppi servizi, ampio terrazzo. Vista panoramica sulle Langhe. (Clas.G-Ipe425kWh/m2)

ALBA. Corso Piave. Ampio appartamento di: salone, cucina, tre camere, doppi servizi e cantina. (Clas.F-Ipe290kWh/m2) € 120.000 DIANO D’ALBA. In posizione molto panoramica lotto edificabile.

ALBA - PIAZZA SAVONA N° 7/A www.casalanghe.com

● VENDESI, località Le Chiasse, via San Giacomo 24, Frabosa Sottana, monolocale ammobiliato nuovo, 2˚ piano, ascensore, angolo cottura, soggiorno e/o zona notte, bagno grande, terrazzo, posto auto, cantina. Tel. 333-58.71.494. ● VENDO trilocale ristrutturato, cantina, Alba, via Rio Misureto, soleggiato tutto il giorno. Tel. 339-73.44.759.

● ALBA, vicinanze, vendesi edificio ristrutturato adibito a B&B. Tel. 339-45.00.020. ● CANALE, vendesi villa indipendente, panoramica. Tel. 339-45.00.020. ● CANELLI, circondario, vendesi cascina di 30.000 metri prato, bosco, ampia casa rustica da ristrutturare, euro 80.000,00 trattabili, classe G. Tel. 0141-82.49.94; 347-96.30.214. ● COOPERATIVA agricola familiare piemontese, esperta in lavori nella vigna, cerca vigneti in conduzione lavorativa. Tel. 331-81.87.962.

TRIBUNALE DI ASTI EX TRIBUNALE DI ALBA ESEC. IMM. n. 84/10 R.G.E.

● PRIVATO vende, Alba, centro storico, porzione di casa indipendente da "cielo a terra", nuova, di circa 200 mq totali. Cl. C. Ottimo rapporto qualità/prezzo. Telefono 0173-63.83.02, dopo le 20. ● VENDIAMO 2 cascine con 30 e 50 giornate, Alba, Feisoglio. Tel. 335-56.55.187. ● VENDO noccioleto, pezzamento pioppi e bosco, totale 11.000 mt. Telefonare al seguente numero 347-82.39.890.

● ADIACENTE piazza Cristo Re, affittasi-vendesi locale 85 mq con grande vetrina, riscaldamento autonomo, zero spese condominiali. Tel. 348-88.91.290. ● ALBA, zona molto commerciale, cedesi caffetteria, volendo gestione. Tel. 349-25.67.207. ● CANELLI, vendesi hotel 3 stelle. Tel. 331-30.84.257. ● CEDESI negozio, Alba, via Maestra, solo referenziati. Telefono 328-66.85.461. ● VIALE VICO, vendesi locale commerciale 50 mq, riscaldamento autonomo. Telefonare al numero 335-58.34.115.

● ASTI, ufficio commerciale impiega due giovani ambosessi per ordini e clienti. Per colloquio 0141-31.934, Fashion S.r.l. ● B&B, zona Gallo-Monforte, cerca addetta colazioni, mattinate da giovedì a domenica. Conoscenza inglese, automunita. Inviare Cv: bianconiglioagriturismo@yahoo.com ● CERCASI conduttrice, 30-40enne, conoscenza lingue, per apertura nuova struttura alberghiera (affittacamere, pensione, B&B). Tel. 0141-98.38.26, Ponte. ● CERCASI, per modifiche sito Web, ottimo italiano. Telefono 335-83.57.586, agriturismo Arco. ● FAMIGLIA italiana, residente negli Stati Uniti, cerca ragazza seria, referenziata, munita di passaporto, patentata, buona conoscenza lingua inglese parlata e scritta, per baby-sitter mesi aprile, maggio e prima quindicina di giugno. Stipendio adeguato. Inviare curriculum all'indirizzo e-mail: giuliacillario@gmail.com

● HOTEL Relais Montemarino seleziona personale addetto al ricevimento, ottima conoscenza lingua inglese, necessaria esperienza nel settore turistico alberghiero. Inviare curriculum a: dir@relaismontemarino.it ● L'ALTRO SOLE SNC, centro estetico solarium in Alba, cerca apprendista estetista con esperienza. Inviare Cv: rfruttero@Interfree.it ● L'IMMOBILIARE Agricola Piemontese srl di Canelli cerca un trattorista con esperienza munito di patentino per l'uso del trattore e capace anche nelle lavorazioni manuali del vigneto. Richiesta la patente "C" e Cqc. Contattare lo 0141-96.77.11. ● LOCANDA Aria di Langa cerca: cameriera/e per giorni festivi e serali, conoscenza lingua inglese scritta e parlata; receptionista e lavoro polivalente, almeno 2 anni di esperienza, conoscenza lingua inglese parlata e scritta e ottimo uso Pc. Mandare curriculum a: info@ariadilanga.com o tel. 0173-61.73.82. ● RIVER assume impiegato/a, tempo determinato, per mansioni amministrative, contabilità e gestione clienti. Richiesto diploma ed esperienza lavorativa in ambito aziendale. Inviare curriculum a profili.candidature@gmail.com ● ROSSOBAROLO cerca aiuto cuoco/a, cameriere/a, lingua inglese, no perditempo. Telefono 0173-56.133. ● TERMOSYSTEM, ditta albese operativa nel settore degli impianti termoidraulici, civili ed industriali, ricerca caposquadra ed operai possibilmente con esperienza nel settore. Inviare curriculum a: info@termosystemalba.it

● 20ENNE, referenziato, scuola salesiana, cerca lavoro officine meccaniche auto, mezzi agricoli, gommisti; esperienza. Telefonare al numero 328-03.53.317. ● 35ENNE cerca lavoro serio: pulizie, stiro, baby-sitter, badante, operaia, lavapiatti. Tel. 389-58.92.015.

Segue a pag. 61

TRIBUNALE DI ASTI EX TRIBUNALE DI ALBA ESEC. IMM. n. 162/11 R.G.E.

Prof. delegato Avv. Maria Cristina Farinetti. Vendita senza incanto: 04/06/2015 ore 14.30. Lotto unico - Comune di Sommariva del Bosco (CN), fraz. Tavelle, 4. Piena prop. di porzione di compl. residenziale, in corso di ristrutturazione, costituita da: porzione abitativa con alloggio e porzione rurale con 2 magazzini, tettoia ed autorimessa. Liberi. Prezzo base Euro 62.200,00. Eventuale vendita con incanto: 18/06/2015 ore 14.30. Info presso il delegato tel. 0173970312 e presso il custode giudiziario IVG di Torino tel. 0114731714 o di Asti tel. 0141557257 - cell. 3666515980 e su www.tribunale.asti.it, www.giustizia.piemonte.it e www.astegiudiziarie.it. (A263430).

Prof. delegato Dott.ssa Paola Battista. Vendita senza incanto: 21/05/2015 ore 10.00. Lotto unico - Comune di La Morra (CN), fraz, Rivalta borgata Caminali, 48. Nuda proprietà di fabbricato ad uso abitativo, composto da: unico locale ad uso cantina, al p. seminterrato; autorimessa, 2 locali di sgombero, magazzino, lavanderia/centrale termica, oltre vano tecnico, al p. terreno; cucina, soggiorno, bagno, 2 camere, disimpegno, ripostiglio, 2 terrazzi, coperto esterni e balcone, al p. 1º; 2 camere, disimpegno, bagno e balcone, al p. sottotetto. Occupato dalla famiglia dell’esecutato, quindi libero. Prezzo base Euro 125.000,00. Eventuale vendita con incanto: 09/06/2015 ore 10.00. Info presso delegato tel. 3468095215 - e-mail: infopaolabattista@gmail.com e presso il custode giudiziario IVG di Asti tel. 0141557217 - 3666515980 e su www.tribunale.asti.it, www.giustizia.piemonte.it e su www.astegiudiziarie.it (A297260).

TRIBUNALE DI ASTI EX TRIBUNALE DI ALBA

TRIBUNALE DI ASTI EX TRIBUNALE DI ALBA

ESEC. IMM. n. 133/11 R.G.E.

ESEC. IMM. n. 3/07 + 115/08 R.G.E.

Prof. delegato Avv. Maria Cristina Farinetti. Vendita senza incanto: 04/06/2015 ore 14.30. Lotto unico - Comune di Narzole (CN), fraz. San Nazario, 75. Piena prop. di porzione di fabbricato di civ. abitazione a 2 piani f.t. oltre interrato, in corso di ristrutturazione, con annessa area cortilizia. Prezzo base Euro 14.000,00. Eventuale vendita con incanto: 18/06/2015 ore 14.30. Info presso delegato tel. 0173970312 e presso il custode giudiziario IVG di Asti tel. 0141557217 - 3666515980 e su www.tribunale.asti.it, www.giustizia.piemonte.it e su www.astegiudiziarie.it (A297316).

Prof. delegato Avv. Maria Cristina Farinetti. Vendita senza incanto: 04/06/2015 ore 14.30. Comune di Alba (CN): Lotto 5 - Corso Bra, 48. Piena prop. di garage al p. S1 di mq. 32. Prezzo base Euro 6.000,00. Lotto 14 - Corso Bra, 48. Piena prop. di garage al p. S1 di mq. 41. Prezzo base Euro 10.000,00. Lotto 16 - Corso Bra, 48. Piena prop. di garage al p. S1 di mq. 48. Prezzo base Euro 10.000,00. Lotto 17 -. Piena prop. di appezzamenti di terreno. Prezzo base Euro 1.500,00. Eventuale vendita con incanto: 18/06/2015 ore 14.30 Info presso il delegato tel. 0173970312 e presso il custode giudiziario IVG di Torino tel. 0114731714 e su www. tribunale.asti.it, www.giustizia.piemonte.it e www.astegiudiziarie.it. (A257092, A257099, A257101,A257102).

Prof. delegato Dott.ssa Paola Battista. Vendita senza incanto: 21/05/2015 ore 10.00. Lotto unico - Comune di Cortemilia (CN), Strada Castelmartino, 41. Piena prop. di area di are 2.23 con entrostante fabbricato ad uso civ. abitazione di mq. 269, composto da: locale di sgombero e porticato aperto esterno al p. terreno; cucina, soggiorno, bagno e terrazzi al p. 1º; 2 camere e bagno al p. 2º; locale di sgombero al p. 3º (soppalco) oltre terreni agricoli. Liberi. Prezzo base Euro 87.000,00. Eventuale vendita con incanto: 09/06/2015 ore 10.00. Info presso il delegato tel. 3468095215 - fax 0118338520 e presso il custode giudiziario IVG di Torino tel. 0114731714 e su www.tribunale.asti.it, www.giustizia.piemonte.it e www.astegiudiziarie.it. (A260509).

TRIBUNALE DI ASTI EX TRIBUNALE DI ALBA

TRIBUNALE DI ASTI EX TRIBUNALE DI ALBA

TRIBUNALE DI ASTI EX TRIBUNALE DI ALBA

ESEC. IMM. n. 28/11 R.G.E.

ESEC. IMM. n. 117/11 R.G.E.

Prof. delegato Avv. Marta Giovannini. Vendita senza incanto: 18/06/2015 ore 16.30. Lotto unico - Comune di Vezza d’Alba (CN), loc. Cascinotto, 1bis. Fabbricato a destinazione residenziale, di mq. 90,42 composto da unica stanza con funzione di cucina/soggiorno al p. terra; 2 camere e bagno al p. 1º; oltre cortile in uso comune. Prezzo base Euro 25.000,00. Eventuale vendita con incanto: 25/06/2015 ore 16.30. Info presso il delegato tel. 0173363860 - o 0141594648 - fax 0141326126 - email: avvocato@martagiovannini.it (da lun. a gio. h. 15.30 - 18.30) e presso il custode giudiziario IVG di Asti tel./fax 0141557217 - cell. 3666515980 e su www.tribunale.asti.it, www.giustizia.piemonte.it e www.astegiudiziarie.it. (A262747).

Prof. delegato Avv. Maria Cristina Farinetti. Vendita senza incanto: 04/06/2015 ore 14.30. Lotto unico - Comune di Cherasco (CN), fraz. San Bartolomeo, 70. Piena prop. di porzione unifamiliare di più ampio fabbricato di civ. abitazione, composto da: autorimessa, cantina, al p. terra; alloggio di civ. abitazione con ingresso, soggiorno, cucina, 2 camere, bagno, 2 balconi, al p. 1º; soffitta non abitabile. Occupati dalla parte esecutata e dalla sua famiglia. Prezzo base Euro 62.400,00. Eventuale vendita con incanto: 18/06/2015 ore 14.30. Info presso il delegato tel. 0173970312 e presso il custode giudiziario IVG di Torino tel. 0114731714 e su www.tribunale.asti.it, www.giustizia.piemonte.it e www.astegiudiziarie.it. (A263425).

TRIBUNALE DI ASTI EX TRIBUNALE DI ALBA ESEC. IMM. n. 123/10 + 7/09 R.G.E.

ESEC. IMM. n. 170/09 R.G.E. Prof. delegato Avv. Maria Cristina Farinetti. Vendita senza incanto: 04/06/2015 ore 14.30. Comune di Priocca (CN), Via Casali Medica, 7: Lotto 1 - Piena prop. di fabbricato di civ. abitazione composto da: ingresso, 2 vani, 2 porticati aperti, 2 vani cantina, 2 vani sgombero, tinello, cucinino e servizi, al p. terreno; 2 vani sgombero a nudo tetto, 4 vani sgombero, 2 vani scala, 2 camere, disimpegno, bagno, ripostiglio e 2 balconi, al p. 1º; 2 vani sgombero, al p. sottotetto oltre appezzamento di terreno di mq. 122. Prezzo base Euro 45.000,00. Lotto 2 - Piena prop. di magazzino su 1 piano f.t. composto da unico vano oltre portico agricolo, da cielo a terra. Prezzo base Euro 10.000,00. Eventuale vendita con incanto: 18/06/2015 ore 14.30. Info presso il delegato tel. 0173970312 e presso il custode giudiziario IVG di Torino tel. 0114731714 e di Asti tel. 0141557257 - 3666515980 e su www.tribunale.asti.it, www.giustizia.piemonte.it e www.astegiudiziarie.it. (A263427,A263428).


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

61

Il Trovatutto Segue da pag. 60 ● 37ENNE cerca lavoro: badante, assistenza giornaliera (8-18.30); esperienza tutti tipi di persona bisognosa. Referenziata. Telefono 339-42.83.110. ● 37ENNE, diplomato geometra, iscritto liste mobilità, cerca lavoro. Ottima conoscenza Autocad ed Office. Tel. 339-45.96.700. ● 41ENNE, automunita, cerca lavoro: badante, pulizie, confezionamento, magazziniera (uso muletto), aiuto ristorante, cucitrice tessile. Tel. 320-61.10.188. ● 46ENNE, automunita, seria, professionale, offresi: colf, gestione casa, assistenza anziani, baby-sitter, cameriera piani. Referenze. Tel. 329-81.66.263. ● 52ENNE, romena, seria, cerca lavoro: assistenza anziani, colf, pulizie, badante 24/24, sostituzioni sabato, domenica. Telefono 328-53.11.476. ● 60ENNE, italiana, cerca assistenza anziani, pulizie, Alba, dintorni, pomeriggio, sabato, domenica. Tel. 339-81.50.170. ● AIUTO compiti, ripetizioni, recupero elementari, medie, superiori, per tutte le materie. Tel. al numero 331-98.12.848. ● ALBESE, 52enne, cerca lavoro. Acquisita esperienza come commessa, barista, baby-sitter, stiro. Tel. 342-05.87.714. ● ARCHITETTO, con pluriennale esperienza nel settore energetico ed energie rinnovabili, cerca lavoro come tecnico. Tel. 0141-85.62.52. ● CUOCA qualificata, referenziata, cerca lavoro anche part-time. Tel. 333-81.91.155. ● DOCENTE per lezioni matematica, fisica, chimica, scienze, scuole medie e superiori, Alba e dintorni. Tel. 328-711.31.81.

Azienda storica

ricerca personale con esperienza per sviluppo vendite telefoniche. Si richiede attitudine alla comunicazione, grinta, determinazione e buona volontà. Zona operativa Alba. Per info e colloqui Rossello Vini tel. 393 98 78 978

VORWERK FOLLETTO cerca PERSONALE

per la presentazione di una nuova linea di prodotti. È richiesta dinamicità e buona volontà per un lavoro che può offrire ampi guadagni fin da subito. Prevista formazione professionale interna. Richiesto mezzo proprio. Per appuntamento tel. 011 3472670 sig. Naldi

PICCOLI TRASPORTI SMONTAGGIO E RIMONTAGGIO MOBILI

SGOMBERO TUTTO APPARTAMENTI, CANTINE, BOX, SOLAI ANCHE GRATIS PREVIA VISIONE

IMBIANCATURE L’APPARTAMENTO VERRÀ RICONSEGNATO COMPLETAMENTE PULITO PREVENTIVI GRATUITI E SENZA IMPEGNO SEMPRE DISPONIBILE!

CRISTIAN 320/8390278 cristiantimpu@yahoo.com

● FRATELLI piemontesi artigiani eseguono lavori di intonaci, decorazioni (interne, esterne) e piccole ristrutturazioni. Tel. 340-77.51.771. ● GIARDINIERE professionista, attrezzato, esegue qualsiasi lavoro di giardinaggio. Tel. 338-14.90.090. ● GIOVANE 32enne, senza impegni familiari, con patente, cerca lavoro come badante, anche festivi, week-end. Tel. 389-46.38.215. ● GIOVANE ragazza cerca lavoro come cameriera, badante, pulizie, operaia fabbrica, baby-sitter... Tel. 328-08.89.939.

ECONOMIA

● INSEGNANTE di lettere impartisce lezioni, aiuto compiti, correzione testi. Tel. 339-25.51.503. ● INSEGNANTE inglese, francese, spagnolo impartisce lezioni a studenti e adulti. Telefono 345-61.65.161. ● ISCRITTA Legge 68 art. 1, cerca lavoro come segretaria, commessa; esperienza. Tel. 329-33.72.506, dopo le 18. ● ITALIANA, automunita, seria, cerca, in Alba, dintorni, pulizie parttime o a ore, con esperienza. Tel. 338-79.51.780. ● ITALIANA cerca lavoro come promoter in Alba. Telefonare al numero 334-35.42.185. ● ITALIANO, ventenne, volenteroso, cerca lavoro qualunque ambito, automunito, scuola professionale più esperienza gommista. Tel. 366-43.44.039. ● LAUREATA 32enne cerca lavoro come assistente all'infanzia in famiglie private o strutture, anche parttime. Tel. 333-23.95.255. ● LAUREATA educatrice, referenziata, con esperienza, cerca come baby-sitter, aiuto compiti, pulizie, segretaria, Alba, Roero. Telefono 338-64.20.514. ● LAUREATA impartisce lezioni di matematica, stesura testi, anche a domicilio. Tel. 0173-44.18.75, ore pomeridiane. ● MOLDAVA cerca lavoro a ore: colf, pulizie, stiro, badante, baby-sitter, handicap; con esperienza. Tel. 0173-36.26.16; 389-58.54.974. ● MURATORE in pensione offresi per piccoli lavori, anche giardinaggio. Telefonare al seguente numero 338-37.61.300. ● OPERAIO cerca lavoro: autista, patente "Cqc", "D" oppure settore agricolo, anche part-time. Tel. 338-86.13.360. ● RAGAZZA 33enne, esperienza impiegata e operaia, buon uso pacchetto Office, cerca lavoro Alba, dintorni. Telefonare al numero 347-13.35.783.

● RAGAZZA, automunita, cerca lavoro: badante, baby-sitter, pulizie, lavapiatti, stiro. Sabato e domenica per sostituzioni. Telefono 327-71.33.668. ● RAGAZZA, con esperienza, cerca lavoro: badante, pulizie, baby-sitter, lavapiatti, disponibile subito. Tel. 389-47.24.686. ● RAGAZZA, con esperienza, cerca lavoro serio: badante 24/24, baby-sitter, operaia, pulizie, parrucchiera. Disponibile subito. Tel. 389-20.45.885. ● RAGAZZA italiana 32enne, automunita, referenziata, cerca lavoro come pulizie, baby-sitter, negozio, altro purché serio. Telefono 339-37.38.964. ● RAGAZZA moldava 25enne cerca lavoro: badante 24/24, baby-sitter, lavapiatti o qualsiasi altro purché serio. Telefonare al numero 328-27.84.776. ● RAGAZZA referenziata, automunita, con esperienza, cerca lavoro: badante giorno, pulizie a ore, albergo, ristorante. Telefono 320-80.67.502. ● RAGAZZO 20enne cerca lavoro come meccanico o saldatore filo continuo, minima esperienza. Tel. 320-04.47.358. ● RAGAZZO cerca lavoro il fine settimana ad Alba e dintorni. Contattare il 349-70.49.572. ● RAGAZZO piemontese, esperto in tinteggiatura pareti, controsoffittature e tramezzi in cartongesso, offresi per lavori. Preventivi gratuiti. Tel. 0173-61.75.47; 334-19.67.817.

● RAGAZZO serio, 27enne, patenti "B"-"C", con esperienza, cerca lavoro: magazziniere, scaffalista, assistenza anziani, consegnatario. Tel. 328-84.59.706. ● REFERENZIATA, automunita, cerca lavoro come colf part-time o a ore, al mattino o pomeriggio. Tel. 320-89.82.883. ● RUMENA 23enne cerca lavoro: colf, pulizie, assistenza anziani di giorno, lavapiatti, stiro, operaia; patente "B". Telefonare al numero 320-05.07.368. ● RUMENA 24enne cerca lavoro come assistenza anziani notturna, anche privati, pulizie, stiro, lavapiatti. Tel. 380-64.42.996. ● RUMENA 32enne cerca lavoro: badante posto fisso oppure per sostituzioni, disponibile subito. Buone referenze. Tel. 328-08.54.497. ● RUMENA 50enne, referenziata, cerca lavoro fisso 24/24: assistente anziani ospedaliera notturna, anche privati. Tel. 320-26.46.065. ● RUMENA 53enne cerca lavoro come colf, pulizie, lavapiatti, stiro, assistenza anziani. Telefono 329-74.29.821. ● RUMENO, laureato, patentato, serio, referenziato, cerca lavoro: custode, esperienza cavalli, cani, campagna, accompagnatore est. Tel. 349-09.33.295. ● SIGNORA 42enne, referenziata, cerca lavoro come assistenza o presenza notturna per anziani. Tel. 329-40.38.410. ● SIGNORA 45enne cerca lavoro 24/24: badante, assistenza anziani, posto fisso; con esperienza, disponibile subito. Tel. 320-18.77.282.

● SIGNORA 50enne, bulgara, infermiera, esperienza, cerca lavoro Alba, dintorni: badante 24/24, casa di riposo. Telefonare al numero 328-89.14.487. ● SIGNORA 60enne cerca lavoro come badante posto fisso, patente "B"; offro massima serietà. Tel. 320-86.65.238. ● SIGNORA, automunita, cerca lavoro a ore: assistenza anziani giorno o notte, pulizie, lavapiatti, babysitter. Tel. 347-68.81.646. ● SIGNORA, automunita, cerca: pulizie, stiro, baby-sitter, assistente anziani a ore, operaia, aiuto cuoco, lavapiatti. Tel. 328-482.36.56. ● SIGNORA bulgara, 43enne, cerca lavoro: assistenza anziani, babysitter, pulizie, stiro, colf. Tel. 346-61.09.001. ● SIGNORA cerca lavoro come badante giorno e notte, Alba e dintorni. Telefonare al seguente numero 388-19.93.952. ● SIGNORA cerca lavoro come badante giorno/notte, esperienza 14 anni, anche sabato e domenica. Tel. 338-25.59.491. ● SIGNORA cerca lavoro: pulizie a ore, assistenza anziani, stiro, colf. Solo giorno. Tel. 329-92.79.091. ● SIGNORA, con esperienza, cerca lavoro come badante fissa, dintorni Alba. Tel. 320-84.23.862. ● SIGNORA del Togo cerca lavoro come badante; paziente e capace. Telefonare al numero 351-03.26.235.

Segue a pag. 62

di Giacomo Battaglino

Terrorismo e crisi economica, occorre una politica forte e seria attentato terroristico jihadista di Tunisi, che il 18 marzo ha causato 25 morti di cui quattro italiani, fa da tragico contrasto alla piccolezza della nostra classe dirigente. Quel giorno, la Camera dei deputati celebrava un rito stanco: l’eterna guerra persa dallo Stato contro la corruzione nei lavori pubblici che foraggia la politica, la quale si indigna anche se viene presa con le mani nel sacco. Il premier Matteo Renzi lo dà per risolto il problema della corruzione. Ma ci vuole una bella faccia tosta per dire: «Questo governo intende combattere perché ci sia uno stato di pulizia in questo Paese», dato che un disegno

L’

di legge anticorruzione è fermo da due anni. Cresce anche l’esasperazione in Europa per la crisi economica che non finisce mai. Lo stesso 18 marzo, in diecimila hanno manifestato a Francoforte perché la Banca centrale europea (Bce) per costruirsi la nuova sede ha speso 1,1 miliardi di euro, considerati uno spreco che insulta la povertà diffusa. Mario Draghi, presidente della Bce, ha colto il senso della protesta: «Capisco cosa motiva queste opinioni, perché la gente chiede un cambiamento», ha detto. Il “tecnico” Draghi si dimostra un politico sensibile più di Renzi all’umore del popolo.

TRIBUNALE DI ASTI EX TRIBUNALE DI ALBA VENDITE GIUDIZIARIE

TRIBUNALE DI ASTI EX TRIBUNALE DI ALBA ESEC. IMM. n. 101/11 + 118/11 R.G.E. Prof. delegato Avv. Marta Giovannini. Vendita senza incanto: 18/06/2015 ore 16.00. Comune di Sommariva del Bosco (CN) Via Torino, 50 Lotto 1 - Alloggio al p. terra composto da cucina, soggiorno, camera e servizio igienico, oltre autorimessa. Prezzo base Euro 22.000,00. Lotto 2 - Alloggio al p. terra composto da cucinino, soggiorno, 2 camere e servizio igienico oltre balcone. Prezzo base Euro 45.000,00. Lotto 3 - Alloggio al p. 2º composto da ingresso, cucinino, soggiorno, camera e servizio igienico oltre a balcone. Prezzo base Euro 38.000,00. Lotto 4 - Alloggio al p. 2º composto da ingresso, cucinino, soggiorno, 2 camere e servizio igienico oltre balcone. Prezzo base Euro 52.000,00. Eventuale vendita con incanto: 25/06/2015 ore 16.00. Info presso il delegato tel./fax 0173363860 o 014159468 - fax 0141326126 - e-mail: avvocato@martagiovannini.it (da lun. a gio. h. 15.30 - 18.30) e presso il custode giudiziario IVG Asti tel./fax 0141557217 - 3666515980 - 3801039641 e su www.tribunale.asti.it, www.giustizia.piemonte.it e www.astegiudiziarie.it.(A262712,A262713, A262714,A262715).

TRIBUNALE DI ASTI EX TRIBUNALE DI ALBA

TRIBUNALE DI ASTI EX TRIBUNALE DI ALBA

ESEC. IMM. n. 128/08 R.G.E.

DIV. GIUD. n. 507/12 R.G.

Prof. delegato Avv. Maria Cristina Farinetti. Vendita senza incanto: 04/06/2015 ore 14.30. Lotto unico - Comune di Poirino (TO), loc. Cascina Rubina. Piena prop. di appezzamento di terreno agricolo uso seminativo di mq. 1.806. Liberi. Prezzo base Euro 2.390,00. Eventuale vendita con incanto: 18/06/2015 ore 14.30. Info presso il delegato tel. 0173970312 o presso il Custode IVG di Asti tel. 0141557257 - cell. 3666515980 e su www.tribunale. asti.it, www.giustizia.piemonte.it e www.astegiudiziarie.it. (A263426).

Prof. delegato Dott.ssa Paola Battista. Vendita senza incanto: 21/05/2015 ore 10.00. Lotto unico - Comune di Montaldo Roero (CN), fraz. San Rocco, 26, loc. Garabelli. Piena prop. di civ. abitazione su 2 piani f.t. diviso in 2 porzioni, una abitativa ed una uso cantina e sgombero, di mq. 232. Prezzo base Euro 35.000,00. Eventuale vendita con incanto: 09/06/2015 ore 10.00. Info presso il delegato tel. 3468095215 - fax 0118338520 - e-mail: infopaolabattista@gmail.com e su www. tribunale.asti.it, www.giustizia.piemonte.it e www.astegiudiziarie.it. (A260510).

TRIBUNALE DI ASTI EX TRIBUNALE DI ALBA

TRIBUNALE DI ASTI

ESEC. IMM. n. 193/12 R.G.E. Prof. delegato Dott. Francesco Cappello. Vendita senza incanto: 04/06/2015 ore 09.30. Lotto unico - Comune di Santo Stefano Roero (CN), fraz. Valunga, 49. Piena prop. di fabbricato ad uso civ. abitazione composto da: p. terreno con cucina (ex cantina), soggiorno, antibagno e bagno (ex garage) e portico per tot. ca. mq. 99,36; p. 1º con ingresso, cucina, tinello, 2 camere, bagno, 2 balconi e terrazzo, per tot. ca. mq. 106,26; p. scantinato con 2 cantine di ca. mq. 38,31; oltre tettoia al p. terreno di ca. mq. 52,92. Nella disponibilità dell’esecutato e della sua famiglia. Prezzo base Euro 90.000,00. Eventuale vendita con incanto: 18/06/2015 ore 09.30. Info presso delegato tel. 0173364627 e presso il custode giudiziario IVG di Asti tel. 0141557217 - 3666515980 e su www.tribunale.asti.it, www.giustizia.piemonte.it e www.astegiudiziarie.it. (A281310).

VENDITE GIUDIZIARIE TRIBUNALE DI ASTI ESEC. IMM. n. 80/12 R.G.E. Prof. delegato Avv. Marta Giovannini. Vendita senza incanto: 14/05/2015 ore 17.30. Lotto unico - Comune di Carmagnola (TO), Via Torino, 80. Piena prop. di unità immobiliare con annessa cantina al p. seminterrato. Prezzo base Euro 30.000,00. Eventuale vendita con incanto: 26/05/2015 ore 17.30. Info presso delegato tel. 0173363860 e presso il custode giudiziario IVG di Asti tel. 0141557217 - 3666515980 e su www.tribunale.asti.it, www.giustizia.piemonte.it e su www.astegiudiziarie.it (A284855).


62

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Il Trovatutto Segue da pag. 61 ● SIGNORA, disponibile subito, cerca lavoro: pulizie a ore o assistenza anziani, mattino; automunita. Tel. 329-47.45.239. ● SIGNORA italiana cerca lavoro: pulizie scale, uffici, negozi, alloggi o lavapiatti. Tel. 339-31.10.405. ● SIGNORA marocchina disponibile per lezioni di arabo e scoperta della cultura del Marocco. Tel. 333-22.01.675. ● SIGNORA moldava cerca lavoro come baby-sitter, pulizie, stiro, a ore, assistenza anziani, lavori domestici. 320-70.44.920. ● SIGNORA piemontese 50enne, esperienza in aiuto cucina, offresi anche per lavori di pulizia e stiro. Tel. 333-49.25.291. ● SIGNORA piemontese cerca lavoro come badante, seria. No perditempo. Tel. 340-09.41.633. ● SIGNORA piemontese, con anni di esperienza, assiste anziani, ottime referenze. Tel. 335-36.54.24. ● SIGNORA piemontese occuperebbesi baby-sitter, assistenza anziani, lavori domestici. Tel. 338-47.61.459. ● SIGNORA piemontese offresi: collaboratrice domestica, stiro, lavapiatti, lavori in casa, zona Alba. Non automunita. Tel. 347-43.46.481. ● SIGNORA referenziata cerca lavoro come badante 24/24; disponibile subito. Tel. 388-75.28.495. ● SIGNORA referenziata cerca lavoro come badante, di giorno o notte. Tel. 389-16.30.483. ● SIGNORA rumena, 56enne, cerca lavoro come badante 24/24. Tel. 329-15.84.232. ● SIGNORA seria, esperta, referenziata, offresi: assistenza anziani part-time o 24/24, pulizie, baby-sitter. Tel. 327-97.70.344. ● TRADUTTRICE e insegnante di inglese e tedesco cerca lavoro. No perditempo. Tel. 348-32.41.504. ● VENTENNE, automunita, universitaria, offresi come aiuto compiti, ripetizoni elementari, medie, zona Alba, Neive. Tel. 347-69.24.238.

● CAMPER Mobilvetta Kea P63, immatricolato 04/2014, accessoriatissimo, km 3.300, euro 56.500,00. No perditempo. Tel. 334-14.13.640. ● MOTO: vendo, per Harley Davidson 883 Iron, sella, piastre, marmitte, filtro, ammortizzatori, nuovi. Tel. 339-30.22.907.

Cervere (Cn) - 0172.474154 - www.surrauto.it

FIAT PUNTO BENZINA, GPL, DIESEL KM. 0 SCONTATE PRONTA CONSEGNA

● PENSIONATO vende Giulietta bianca turbo, benzina, molto bella, euro 10.000,00. Tel. 0173-99.278. ● PEUGEOT 307, anno 2006, km 148.000, 7 posti, pneumatici invernali su cerchi, bollo pagato, euro 5.500,00. Tel. 347-87.44.667. ● PUNTO Evo 1200 cc, 5 porte, 2011, antracite metallizzato, cerchi lega, km 30.000, perfetta, vendo euro 6.200,00. Tel. 347-15.19.364. ● QUAD Polaris Outlaw 525 S Victory Team RR1, motore Ktm, targato, euro 5.800,00. Telefono 338-32.03.053. ● SCOOTER Garelli Tiesse 50, 4 tempi, del 2010, vendo. Tel. 347-69.24.238. ● SUZUKI Bandit 650S, anno 2007, km 20.500, euro 2.200,00 vendo per motivi familiari. Tel. 334-56.26.704; 0173-64.756. ● VENDO Bmw R1200 G9, anno 2007, estetica da vetrina, qualsiasi prova, euro 7.500,00. Tel. 335-82.50.044. ● VENDO Fiat Punto cabrio 1.5, perfetta, a posto, euro 1.350,00. Tel. 335-83.57.586, Alba. ● VENDO Ford Escort 1.9 diesel, revisione agosto 2016, turbo. Tel. 328-48.43.327. ● VENDO fresa Goldoni cv 14, diesel, avviamento elettrico, e Bcs 10 cv, benzina. Tel. 0173-79.42.13. ● VENDO HM Motard 50 RR Derapage, anno 2012, perfetto. Tel. 338-400.28.35. ● VENDO Honda Shadow VT 750, anno 2009, km 12.700, come nuova. Prezzo euro 4.100,00 trattabili. Tel. 329-77.75.639. ● VENDO motoagricola Pasquali 946, revisionata e riverniciata, con pompa cardano e circolare. Tel. 339-85.64.376. ● VENDO Motogam 50 cc, come nuovo, senza targa e documenti, causa decesso. Prezzo modico. Tel. 339-10.30.849.

● VENDO moto Honda Cbf 1000, anno 2007, km 44.000. Prezzo euro 3.600,00. Tel. 335-63.92.988. ● VENDO scooter Kimco 150 cc, km 11.000, del 2009, unico proprietario. Tel., ore pasti (12-14), 0173-36.37.67. ● VENDO vespa Gts 300, anno 2011, km 11.400. Cell. 335-73.77.031. ● VENDO vespa Piaggio Px 125E, 1997, motore 180 cc, marmitta Simonini, bianca, bellissima, euro 2.000,00. Tel. 333-29.97.899. ● VETTURETTE, pick-up (patentino), Apeporter, Betamotor, Hmcre LML, Symscooter. Marchisio, 0173-65.054. Vezza.

● ALBUM figurine calciatori, figurine sciolte, fumetti Tex, Zagor, Topolino, supereroi, cartoline calcio, ciclismo, compro. Tel. 346-22.68.394. ● AMATORE cerca biciclette vecchie in qualsiasi condizione, max serietà. Tel. 388-95.76.963. ● ARMI di ogni genere ritiro gratis per collezione privata, per nuova legge. Tel. 0173-26.38.26. ● ASSOCIAZIONE onlus cerca beni inutilizzati (anche autovetture), ma funzionanti, per bisognosi. Tel. 340-39.21.418; 377-91.26.466; www.ave.albain.it ● BICI con motore a rullo Mosquito, anni '60, funzionante, per amatori, vendo a euro 500,00. Tel. 340-00.18.487. ● CANCELLO ferro zincato mt 3x2, vendo d'occasione. Tel., ore pasti, 328-80.41.937. ● CAUSA decesso eredi vendono mobili, quadri, libri, ceramiche, vetri. Tel. 0173-28.39.38. ● CAUSA inutilizzo vendo reti per raccolta nocciole. Telefono 335-59.28.487.

UN AMICO A QUATTRO ZAMPE - ADOTTA UN CANE O UN GATTO

Denny: tipo pincher, taglia piccola, circa 6 anni, è docile, timido e spaventato.

Nadia: circa due anni, molto affettuosa e socievole, sterilizzata, Felv positivo.

ANPA Sezione di Alba, Langhe e Roero Cell. 335-81.29.997 333-23.88.428 www.anpa-albalangheroero.it anpa-alba@tiscali.it facebook: Anpa-Alba-Langheroero

ALBA (sabato 21 marzo) Frutta (al kg) – Ananas 2,00/2,20; Arance 1,00/2,00; Banane 1,00/1,80; Clementine 1,00/1,90; Fragole 1,60/3,00; Kiwi 1,80/2,50; Limoni 1,20/2,50; Mandaranci 1,00/2,00; Mele: Comuni 0,80/1,00, Delizia 0,70/1,00, Renette 1,00/1,50, Stark 0,70/1,00; Pere: Abate 1,30/1,80, Conference 1,80/2,00, Coscia 1,50/1,80, Williams 1,00/1,50; Pompelmi 1,20/1,80; Uva da tavola 1,80/2,50. Verdura – Aglio 3,00/4,00; Basilico (mazzo) 1,00/1,50; Bietole da costa 1,20/1,60; Bietole da foglia 1,00/1,50; Broccoli 1,50/2,00; Carciofi 0,80/1,00; Cardi 1,80/2,50; Carote 0,80/1,50; Cavolfiori 1,20/2,00; Cavoli verza 0,90/1,00; Cime di rapa 1,20/1,50; Cipolle bianche 2,00/3,00; Cipolle Tropea 1,20/2,00; Coste 1,50/2,00; Finocchi 1,30/2,00; Melanzane 2,00/3,50; Patate 0,60/1,50; Peperoncini 1,80/2,50; Peperoni 1,50/2,00; Pomodori 1,80/3,00; Pomodori ciliegini 2,00/3,00; Pomodori cuore di bue 3,00/3,50; Porri 1,80/2,50; Radicchio rosso tondo 1,50/2,00; Sedani 1,20/2,00; Spinaci 1,50/1,80; Topinambur

Desy: gattina di circa 6 mesi cerca casa, molto socievole.

Amici di zampa Barbara 335-69.15.647, Paolo 347-59.24.197 www.amicidizampa.org amicidizampa@tiscali.it facebook: Amici-di-Zampa-Alba-CN

1,00/2,00; Zucche 1,20/1,50; Zucchine 2,50/4,00; Insalata: Cicoria 1,50/2,00, Mista 2,00/2,50, Lattuga 2,00/2,80, Indivia scarola 2,00/3,00, Valerianella/songino 1,60/2,50. Generi diversi (al kg) – Miele 6,00/9,00; Noci 4,50/6,50; Robiole 9,00/14,00. BRA (venerdì 20 marzo) Frutta (al kg) – Actinidie (kiwi) 1,50/2,00; Ananas 2,00/2,50; Banane 1,00/1,50; Fragole p.v.n. 50 cass. 15,00/18,00; Mele: Delizia gold 70+ 1,20/1,50, Delizia gold 80+ 1,20/1,50, Melinda 80/85 1,70/1,80, Royal Gala 0,80/1,00, Red Stark 80+ 1,00/1,50, Renetta 70+ Trentino 2,00/2,20, Renetta 80+ Trentino 2,50/2,80, Renetta nostrana 1,00/1,20; Pere: Madernassa 0,60/0,70, Decana del Comizio 1,80/2,00, Abate Fetel Ferrara 65+ 1,50/1,80, Abate Fetel nostrane 1,00/1,20, Williams nostrana 1,50/1,80; Martin - sec 1,80/2,00; Kaiser 65+ 1,50/1,80; Conferece 60+ 1,00/1,20; Uva: Bianca p.v. 3,00/3,50; Nera p.v. - Cardinal 2,50/3,00; ; Arance navel 1,00/1,20; Arance biologiche 1,20/1,50; Mandaranci senza se-

● CERCO bottiglie Barolo, Barbaresco, vecchie annate, prezzo ragionevole, serietà. Tel. 335-73.11.627. ● CERCO materiale sport militare, distintivi, medaglie, libri, biglietti stadio, oggetti, maglie. Annuncio sempre valido. Tel. 335-14.30.256. ● CERCO noccioleti in Langa e Roero, in affitto. Telefono 331-94.00.518. ● CIMATRICE Colombardo, pettine mt 2, con 4 distributori. Tel. 349-28.600.54, Cravanzana. ● DIVANO biposto stoffa, azzurro, nuovo, vendo prezzo stracciato, causa trasloco, euro 200,00. Cell. 340-21.10.379. ● ENOTECA importante, con requisti, acquista vecchie, recenti bottiglie Barolo, Barbaresco, Champagne, whisky. Massima serietà, pagamento immediato; possibilità valutazioni vini e rilascio serie referenze. Tel. 349-49.98.489. ● FUCILE automatico Magnum Beretta cal. 12, nuovo, mai usato, Alba. Tel. 0173-35.164. ● GOMME 4 stagioni Bf Goodrich 195/65R15 con cerchi in ferro. Tel. 338-81.59.079. ● KIT ruotino nuovo con accessori, interasse 4x98, 14 pollici. Tel. 339-28.95.542. ● LEGNA da ardere, letame, vendo. Consegna a domicilio. Tel. 0173-52.570; 338-83.76.103 ● MATERASSI n. 2, 85x190, vendo euro 30,00 cadauno. Tel. 0173-61.74.32 ● MODICO prezzo, gioco laboratorio Pennarelli Crayola, usato una sola volta. Tel. 347-54.84.712. ● MUSEO militare cerca materiale di vario genere, periodo 1900-1945. Valutazione in sede. Enrico, 347-90.33.863. ● PRIVATO vende decoder per Tv Easy, causa inutilizzo. Telefono 366-93.37.951. ● SERVIZIO piatti Limoges, 88 pezzi, dipinto mano (fiori), epoca Napoleone 1852-1870, euro 4.000,00 non trattabili. Tel. 333-54.27.582. ● SIGNORA vende bicicletta da donna in buono stato, euro 50,00. Tel. 320-06.34.294. ● VENDESI bancone acciaio ml 4, 0,70x0,90, ruote 10, porte 8, officine Bano, come nuovo. Telefono 338-11.53.026. ● VENDESI legna da ardere, secca, tagliata, zona Bra. Tel. 338-14.90.090. ● VENDESI motocoltivatore 14 cv a nafta, accensione elettrica, ultimo modello Grillo, motivi di salute. Tel. 338-38.90.673. ● VENDO 12 porte per interno, legno color noce, euro 75,00 cadauna. Tel. 338-53.21.095. ● VENDO 2 applique, prezzo da concordare. Tel. 0173-28.18.04. ● VENDO 4 gomme estive, 195/55R16, montate su cerchi Opel Corsa. Tel. 333-87.79.894. ● VENDO 4 pneumatici estivi Continental 175/60R15 81H Ecocontac, 3 percorsi, km 500, euro 220,00. Tel. 347-26.80.453. ● VENDO bicicletta nuova, tre ruote, con ampio cestino posteriore, color nero, euro 450,00 trattabili. Tel. 338-47.44.210. ● VENDO carro raccolta idraulico, semovente, attrezzato potatura, funzionale, zona Valle Bormida. Tel. 334-13.11.007, ora pranzo. ● VENDO casco integrale usato una volta, euro 80,00, taglia XL. Telefonare 328-87.14.481.

mi 1,30/2,00; Mandarini 1,00/1,20; Mandarini tardivi 1,50/1,80; Limoni 1,50/1,80; Pompelmi 1,10/1,40. Verdura (al kg) – Aglio nostrano 2,00/3,00; Aglio Argentina 3,50/4,00; Aglietti primaverili (mazzo) 1,00/1,20; Asparagi 7,00/8,00; Bietole da taglio (erbette) 0,60/0,80; Bietole da costa 0,60/0,80; Broccoli 1,50/1,80; Cavolfiori 1,50/1,80; Cavolfiori p.v.n. 1,50/1,80; Cavoli 0,80/1,00; Carote p.v.n. 1,80/2,00; Carote 1,00/1,20; Cipolle p.v.n. 1,20/1,40; Cipolle bianche (nuove) 2,00/2,20; Cipolle nostrane 0,50/0,70; Cipollotti primaverili (a mazzo) 0,50/0,60; Fagiolini 2,30/3,00; Finocchi p.v.n. 1,20/1,50, Finocchi nostrani 1,50/2,00; Insalata: Lattuga p.v.n. 1,50/1,80, Lattuga 1,50/1,80, Indivia 3,00/3,50, Indivia p.v.n. 3,00/3,50, Scarola verde 1,00/1,20, Scarola p.v.n. bianca 3,00/3,50, Mista 2,00/2,50, Valerianella (sarzet) 3,00/3,50; Basilico (a mazzo) 0,80/1,00; Melanzane tonde p.v.n. 2,50/3,00; Melanzane 2,00/2,50; Patate novelle 0,60/0,80; Patate 0,60/0,80; Topinambur 1,00/1,20; Peperoncini 2,50/3,00; Pomodori: Tondo liscio 1,50/2,00, Cuore di bue 3,00/3,50, San Marzano 2,00/2,50; Porri verdi 1,00/1,20; Porri bianchi 4,00/4,50; Prezzemolo 1,50/1,80; Rape 0,50/0,80; Ravanelli (a mazzo) 0,60/0,80; Sedani 1,20/1,50; Spinaci 1,50/2,00; Zucche 1,00/1,20; Zucchine: Riviera

● VENDO copriletto matrimoniale fatto a mano all'uncinetto con fiori in rilievo. Tel. 339-57.81.207. ● VENDO cucina professionale Zanussi, quattro fuochi, forno gas per pizze, affettatrice e frigo ristorante. Tel. 335-83.57.586. ● VENDO due confezioni tris padelle ceramica Barazzoni, regalo Banca d'Alba, ancora imballate, euro 60,00. Tel. 338-75.79.958. ● VENDO giochi per Wii in perfette condizioni, euro 12,00 cadauno o euro 10,00, acquisti multipli. Tel. 347-83.66.010, Claudio. ● VENDO mobile da bagno a prezzo modico. Tel. 328-10.43.519. ● VENDO n. 2 cerchi in ferro adatti per Peugeot 207, causa inutilizzo, 80,00 euro. Tel. 339-32.78.366. ● VENDO n. 6 pezzi catene per ruote anteriori Fiat 35 c, doppia trazione, come nuove. Telefono 339-44.99.382. ● VENDO piantini nocciola, due anni di vivaio. Tel. 339-85.64.376. ● VENDO porte, finestre, ante, persiane, Velux, "putagè", forno, brande, lanterne a petrolio. Telefono 0173-66.281. ● VENDO, prezzo modico, legna da ardere, da tagliare. Telefono 333-28.51.838. ● VENDO ricambi per caldaia a legna modello Arca, 29 calorie. Tel., ore pasti, 0173-97.12.65. ● VENDO servoscale con pedana Vimec V64, guida rettilinea, 10 gradini, imballato, mai installato, euro 4.000,00. Tel. 339-71.87.136. ● VENDO tavolo in stile con 6 sedie abbinate. Tel. 0173-28.38.45; 348-79.29.423 ● VENDO una cisterna inox lt 1.200, euro 230,00. Telefono 335-52.54.562. ● VENDO una fioriera in noce, internamente zincata, con ruote, 40x80. Telefonare al seguente numero 348-88.04.212.

● CERCO signora/ina 40-50enne, senza impegni, per futuro insieme. No agenzie. Tel. 338-90.30.285. ● E' UNA RAGAZZA concreta, crede nella famiglia, 33enne, nubile, carina, cerca compagno con uguali ideali. Tel. 340-31.48.881. ● HO una madre molto bella, seria, riservata, rimasta vedova giovane, ha solo pensato alla famiglia, ha 54anni, semplice, ama cucinare, tenere la casa in ordine, soffre di solitudine, mi piacerebbe vederla sorridere insieme a un uomo che le voglia bene. Telefono 349-56.01.018. ● IMPRENDITORE in pensione cerca signora, 50-60enne, per futuro insieme. Tel. 331-79.08.257. ● LA sua passione è il tango, giovanile, raffinato, 60enne, vedovo, avvocato, cerca signora semplice zona Alba. Tel. 392-19.21.827. ● PER seria unione, signora piemontese, 50enne, vedova, baby-sitter, economicamente indipendente, incontrerebbe uomo affidabile. Tel. 345-29.82.728. ● RAGAZZO 40enne, simpatico, semplice, cerca una compagna, max 50enne, per relazione seria e duratura. No agenzie. No assolutamente perditempo. Telefono 391-36.85.161. ● ROMANTICA, diretta, attraente, 40enne, ama la musica jazz, impiegata, conoscerebbe uomo sensibile. Tel. 329-64.12.763.

4,00/4,50, Fondi 2,50/3,00. Generi diversi - Uova fresche (a dozzina) 1,80/2,00; Uova fresche (di allevamento) 1,70/1,80. CANALE NON PERVENUTO CUNEO (lunedì 23 marzo) Bestiame (al kg) – Sanati piemontesi: Della coscia 4,30/6,00, Forestieri normali 2,35/4,25, Forestieri della coscia 4,25/5,40, Blu belga 3,65/5,40; Vitelloni piemontesi: Normali 2,00/2,20, Tendenti alla coscia 2,25/2,80, Della coscia maschi 2,80/3,70, Della coscia femmine 3,05/4,20; Vitelloni forestieri: Normali 1,60/1,85, Tendenti alla coscia 1,85/2,55, Della coscia maschi 2,55/3,30, Della coscia femmine 2,30/3,50, Blu belga maschi 2,20/3,30, Blu belga femmine 2,40/3,50; Vacche: Grasse da 2 fino a 6 denti 1,60/3,00, Grasse oltre i 6 denti 1,30/3,00, A uso industriale 0,65/1,15; Tori: Della coscia da 2 a 6 denti 2,10/2,70, Della coscia oltre ai 6 denti 1,75/2,50; Ovini: Pecore (cadauna) 25,00/60,00, Agnelloni 1,90/3,10, Agnelli 3,05/4,00, Capretti 2,50/5,00. Foraggio (al Mg) – Paglia: Balle rotonde 0,95/1,10, Balle grandi 1,00/1,20, Balle piccole 1,00/1,40, Fieno nostrano 1,00/1,30.

TACCUINO FARMACIE (Marzo) ALBA 25 M. Divin Maestro - Corso Piave 70/a 26 G. Duomo - Piazza Risorgimento 5 27 V. Degiacomi - Corso Langhe 80 28 S. Via Maestra snc - Via V. Emanuele 36 29 D. Via Maestra snc - Via V. Emanuele 36 30 L. Mussotto - Corso Canale 18 31 M. Parusso - Via Cavour 7 BRA 25 M. Baiotti - Via E. Brizio 25 26 G. Dalmasso - Via V. Emanuele 195 27 V. Fides - Via Piumati 5 28 S. Bianchi - Via V. Emanuele 149 29 D. Bianchi - Via V. Emanuele 149 Dr Barberis - Sanfrè (orario 9-12.30) 30 L. San Rocco - Via P. di Piemonte 97 31 M. Cravero - Via V. Emanuele 337

MESSE f = feriale (lun-ven); s = sabato; Neretto = festivo ALBA CATTEDRALE - 8.00; 8.30; 18.00 (f); 18.00 (s); 8.00; 10.30; 18.00; 20.30. CRISTO RE - 8.00 (f); 10.00 (s); 18.15 (mar-mer); 17.30 (s); 8.30; 11.00; 18.30. DIVIN MAESTRO - 18.00 (f); 18.00 (s); 9.00; 10.30; 18.00. MONASTERO DOMENICANO - 7.00 (f); 10.00. MORETTA - 7.00 (f); 8.30 (f); 18.00 (f); 7; 8.30; 17.00 (s); 8.00; 10.00; 11.15; 18.00. SAN CASSIANO - 18.00 (s); 9.00; 11.00; 18.00. SAN GIOVANNI BATTISTA - 8.00 (f); 18.00 (s); 8.00; 11.15. SANTA MARGHERITA - 20.30 (s); 9.30; 11.00. SANTI COSMA E DAMIANO - 9.00 (f); 18.30 (s); 8.30; 10.00; 17.30. TEMPIO DI SAN PAOLO - 7.00 (f-s); 18.00 (f-s); 7.30; 10.00. MUSSOTTO - 18.30 (f); 18.00 (s); 11.00; 18.00. PIANA BIGLINI e SCAPARONI - domenica 9.45. SAN ROCCO CHERASCA - 8.30 (lun-ven); 18.00 (s); 11.00. BRA MADONNA DEI FIORI - 8.00 (f) 17.30 (f); 17.30 (s); 9.00; 10.30; 17.30. SANT’ANDREA - 18.00 (s); 11.00; 18.00 - SAN GIOVANNI 18.30 (s); 10.00; 11.30 SANT’ANTONINO - 18.30 (s); 10.00; 18.30. Dal 2 dicembre, le Messe feriali delle tre parrocchie saranno unificate nella chiesa dei Battuti neri con il seguente orario: martedì, mercoledì e venerdì 8.30 e 18.30. Il lunedì alle 8.30; alle 18.30 liturgia della parola con Comunione eucaristica; il giovedì alle 8.30 e Messa serale alle 20.30 a Sant’Antonino; la Messa non sarà celebrata il sabato mattina. BESCURONE - 9.30. SANTA MARIA DEGLI ANGELI - 7.00 (f); 7.30 (f) lun., mart., giov., ven.; 8.00; 9.00. SAN GIOVANNI LONTANO ore 9.45. BATTUTI BIANCHI - ore 11.30. BATTUTI NERI - 10.30. SANTA CHIARA - 8.00 (f); 8.00. CLARISSE - 7.00 (f); 8.30. CAPPELLA DEI SALESIANI - 18.00 (f); 18.00 (s); 7.30; 9.30; 11.00. BANDITO - 11.15; 18.00 (s); 8.30 giovedì (f). SAN MICHELE - 9.30. CA’ DEL BOSCO - 10.30. RIVA - 20.30 (s); 10.00. MARIA MADRE DELLA CHIESA (Fraz. Boschetto) - 20.30 (mercoledì); 9.00.

TELEFONI UTILI ALBA Polizia municipale: 0173-33.664 Guardia medica: 0173-31.63.16 Municipio: 0173-29.21.11 Poste: 0173-44.55.11 Ospedale: 0173-31.61.11 Croce rossa: 0173-44.17.44 BRA Polizia municipale: 0172-41.37.44 Guardia medica: 0172-42.03.77 Municipio: 0172-43.81.11 Poste: 0172-41.75.11 Ospedale: 0173-42.01.11 Croce rossa: 0172-43.14.33


GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

63


64

GAZZETTA D’ALBA - MARTEDÌ 24 MARZO 2015

Profile for spd

Gz1512  

Gz1512  

Profile for spd9
Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded