Page 1

Z12One Moda anni di studi per la moda


Un ringraziamento particolare a: Fabio Appolloni, Massimo Bianchi, Michela Dalla Vite, Luca Garlaschelli, Luigi Antonio Gesualdi, Elena Gnassi, Patrizia Candelieri, Francesca Iaconisi, Brunella Migliorini, Stefano Piazza, Susanne Zaghini

Progetto editoriale e coordinamento a cura di Federica Muzzarelli Ricerca e archiviazione dati: Francesca Fontana, Alessandra Olivares Progetto grafico: Francesca Fontana, Ilaria Picardi


ZoneModa 12 anni di studi per la moda

ZoneModa/cos’è >ZM/5

Quando sono nati gli studi universitari sulla Moda Identità culturale e scientifica Il Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita Il Tavolo della Moda I nostri principali referenti pubblici e privati

ZoneModa/il mondo. il lavoro >ZM/51

I progetti erasmus e overseas Le partnership universitarie internazionali I tirocini/gli stage Le aziende che collaborano con noi

ZoneModa/la ricerca ZoneModa/i docenti >ZM/13

I docenti e i professionisti che negli anni hanno svolto incarichi di insegnamento

>ZM/59

I progetti, le mostre, le installazioni Eventi organizzati con enti e istituzioni pubbliche e private I convegni e i seminari Le pubblicazioni editoriali Il Tecnopolo in Tecnologie innovative per la Moda

ZoneModa/la didattica >ZM/19

Gli insegnamenti e le attività ad essi collegate Laboratori e workshop Le conferenze/le lezioni speciali La guest list

ZoneModa/gli strumenti per il futuro >ZM/81

Il container Made in Italy La rivista ZoneModa Journal ZoneModa Web Cell Il sito ZoneModa Writing for Fashion

ZoneModa/gli studenti. i laureati >ZM/43

Chi sono, da dove provengono Profili professionali e sbocchi occupazionali

ZM/3

ZoneModa/Archivio locandine >ZM/89


ZoneModa/cos’è Quando

sono nati gli studi universitari sulla

Moda,

con quale identità culturale e scientifica, quali

sono i nostri principali referenti pubblici e privati

ZoneModa è lo spazio di didattica e di ricerca in cui si rispecchiano gli studi sulla Cultura della Moda dell’Università di Bologna nella sede del Campus di Rimini. Questi studi sono nati nell’ex Facoltà di Lettere e Filosofia e oggi fanno parte delle attività del Dipartimento di Scienze per la Qualità della vita afferente alla Scuola di Lettere e Beni Culturali. Il progetto sugli studi universitari per la moda nasce nell’anno accademico 1997- ’98, quando inizia un Corso di diploma in Operatore del costume e della moda. Oggi, ZoneModa è costituita da una Laurea Triennale in Culture e Tecniche della Moda e da una Laurea Magistrale in Moda.
Oltre a essere uno spazio di didattica e ricerca, ZoneModa è un territorio di progettazione e di applicazione delle competenze. Un modo di affrontare lo studio della moda secondo traiettorie trasversali, ibride, multidisciplinari. L’esperienza universitaria di ZoneModa è un assoluto specifico in campo nazionale, in grado di porsi in dialogo diretto e paritario con la dimensione dei Fashion Studies internazionali che da anni hanno puntato sulla cultura della Moda come momento strategico di applicazione sul campo di discipline di provenienza umanistica. Negli anni i Corsi di Studio di ZoneModa hanno modulato le proprie esigenze didattiche e di ricerca, e soprattutto sono stati capaci di confrontarsi con le istituzioni e le aziende del territorio fino ad arrivare a calibrare un profilo degli studenti che rispecchi il più possibile le effettive richieste del mondo del lavoro. Tutte queste caratteristiche di specificità e sperimentazione hanno reso sempre più necessaria una comunicazione d’identità sinergica dei corsi di Laurea insieme a una semplificazione della loro immagine nei confronti della città di Rimini e dell’Ateneo bolognese tutto. ZM/5


ZoneModa/cos’è

Così il marchio ZoneModa è nel tempo diventato il modo per “rivestire” la maggior parte delle attività che coinvolge e rappresenta la realtà dei docenti e degli studenti: eventi, mostre e allestimenti, conferenze, seminari, workshop, laboratori, convegni, la rivista di studi sulla moda ZoneModa Journal, la web tv ZoneModa Web Cell, il Tecnopolo in Tecnologie innovative per la Moda fino al sito web che ci racconta integralmente: www.spaziozonemoda.wordpress.com L’attività svolta in questi anni è stata agevolata dal sostegno di istituzioni ed Enti pubblici e privati tra i quali: Comune di Rimini, Provincia di Rimini, Regione Emilia- Romagna, Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, Comune di Faenza, Consorzio I Malatesta, IGD, Società Editrice la Voce s.r.l., Agenzia marketing turistico Riviera di Rimini. Un ringraziamento particolare, per la preziosa e costante collaborazione, va a UNIRIMINI s.p.a.

ZM/6


ZoneModa/cos’è

Il Dipartimento di Scienze per la

qualità della

Vita

Dal novembre 2013 i Corsi di Studio di ZoneModa sono entrati a far parte del Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita nato nel Campus di Rimini. Il Dipartimento ha come proprio fulcro tematico prioritario il vasto campo della Qualità della Vita, intendendo quest’ultima nella sua accezione più ampia, ovvero di elemento complesso che considera il benessere in base allo “stato emotivo, mentale, fisico, sociale e spirituale che consente alle persone di raggiungere e mantenere il loro potenziale personale nella società” (Osservatorio europeo su sistemi e politiche per la salute). Le attività si raccolgono attorno ad un ampio spettro di saperi relativi alla ricerca dell’equilibrio tra: 1. le pratiche virtuose della corporeità = ORGANISMO
 2. la salute del corpo = CORPO
 3. le relazioni psico-sociali e simbolico-culturali = CULTURA nel quadro di un’integrazione armonica tra progetto umano e ambiente fondato sulla sostenibilità.

ZM/7


ZoneModa/cos’è

Il Tavolo

della

Moda

Da alcuni anni il Corso di Studi in Culture e tecniche per la moda e quello Magistrale in Moda partecipano a un Tavolo della Moda che vede l’Università partner attiva di consultazioni e progetti assieme a esponenti e delegati di Unirimini spa, CNA Rimini, Confindustria Rimini, e delle aziende Gilmar, Jonofui, Fuzzi, Aeffe. Tra i diversi punti che sono stati discussi e in parte realizzati nel corso dei vari incontri: - Calendarizzazione di interventi e testimonianze di professionisti all’interno della didattica di ZoneModa; - Proposta di Docenze strutturate orientate agli ambiti economici e di marketing; - Proposta di avvio di Laboratori Web per lo sviluppo delle aree e-commerce e web marketing; - Avvio di un Progetto di Tirocinio formativo d’eccellenza.

ZM/8


ZoneModa/cos’è

Le collaborazioni con

istituzioni pubbliche e private

Le collaborazioni internazionali American Association for Italian Studies (AAIS) Annual Meeting Chicago Renaissance Society of America, Chicago Bata Shoe Museum, Toronto, Canada CMD, Centro Metropolitano de Diseño, Buenos Aires Cuny and Graduate Center of the City University of New York Fondazione Milena Pavlovic Barilli - Požarevac Ice di Buenos Aires IDAES, Instituto de Altos Estudios Sociales, Universidad Nacional de San Martín (UNSAM) Istituto italiano di cultura di Buenos Aires Ministero della Cultura della Repubblica di Serbia Museo della calzatura di Vaprikki, Finlandia Museo del Traje, Buenos Aires Ecole Normale Superieure, Paris Sorbonne, Paris Radcliffe Institute for Advanced Studies - Harvard University Università di Belgrado Università di Bologna, sede di Buenos Aires University of California, Riverside, Department of Religious Studies Università di Warwick - UK

Le collaborazioni nazionali Archivio Alfa Castaldi, Certaldo (FI) Archivio A.n.g.e.l.o. Vintage Palace, Lugo (RA) Archivio Piero Bottoni, Milano Archivio Diaristico di Pieve Santo Stefano (AR) Archivio Maison Gattinoni, Roma Archivio La Rosa S.p.A., Milano Archivio Germana Marucelli, Milano Archivio Mimy Aylmer, Casa Lyda Borelli, Bologna Archivio Massimo Osti, Bologna Archivio tessile, Castello Sforzesco, Milano Arcigay/La Salara, Bologna Artefiera, Bologna Assessorato alla Cultura, Comune di Rimini ZM/9


ZoneModa/cos’è

Associazione nazionale Archivi della moda del ‘900 Banca della Memoria, Torino Biblioteca dell’Accademia di Costume e moda, Roma Biblioteca Comunale Centrale, Palazzo Sormani, Milano Biblioteca Civica di Torino Biblioteca Gambalunga, Rimini Biblioteca Nazionale Centrale di Roma Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze Biblioteca A. Saffi, Forlì Biblioteca Bigiavi, Università di Bologna Biblioteca delle Donne, Bologna Biblioteca del Polo Scientifico-Didattico di Rimini Biblioteca Università IULM, Milano Biblioteca Igino Benvenuto Supino, Università di Bologna Centro europeo di studi sulla civiltà cavalleresca, Volterra (PI) Centro Studi di Storia del tessuto e del costume di Palazzo Mocenigo, Venezia Cercal - Centro Ricerca e Scuola Internazionale Calzaturiera Cineteca di BolognaCollezione Enrico Quinto e Paolo Tinarelli, Roma Collezione Nando Salce, Museo di Treviso Confartigianato e aziende di moda del Riminese C.U.I.A. Consorzio Interuniversitario Italiano per l’Argentina Dipartimento delle Arti Visive, Bologna Europa Inform Fondazione Cerratelli, San Giuliano Terme, Pisa Fototeca, Biblioteca Panizzi, Reggio Emilia Gender Bender ISCOP, Pesaro Istituto Beni Artistici, Culturali, Naturali della Regione Emilia Romagna Istituto italiano per il Medioevo, Roma Istituto Luce Istituto per la storia contemporanea di Rimini Civici Musei di Storia e Arte, Archivio Fotografico, Trieste Civiche Raccolte d’Arte Applicata del Castello Sforzesco, Milano Cna-Federmoda Emilia-Romagna Modateca Deanna, San Martino in Rio (RE) Museo degli Sguardi, Rimini ZM/10


ZoneModa/cos’è

Museo Etnografico dell’Alta Brianza Politecnico di Torino Sagra Malatestiana di Rimini Scuola Superiore di Scienze Turistiche, Polo Scientifico-didattico di Rimini Storia e Futuro – Rivista di storia e storiografia online Università di Bari Università di Ferrara Università di Macerata Università degli Studi Roma Tre Università IUAV, Venezia

ZM/11


ZoneModa/i docenti I

docenti e i professionisti che svolgono incarichi d’insegnamento, attualmente inseriti nei piani

didattici

2013-14

I Docenti

di

ZoneModa Elenco dei docenti che hanno avuto incarichi d’insegnamento dall’avviamento del Diploma universitario nel 1998-’99 ad oggi (in grassetto i docenti strutturati dell’Università di Bologna attualmente inseriti nei piani didattici 2013-2014) Agliardi Elettra – Economia politica II Alunni Pergentini Walter – Chimica e tecnologia della cellulosa e delle fibre tessili Angiolini Luigi – Chimica e tecnologia delle fibre tessili Antonelli Carlo Stefano – Sociologia dei consumi e della moda Barcaro Andrea – Processi e metodi della produzione di moda Baroncini Daniela – Letteratura italiana contemporanea e laboratorio di scritture della moda/Scritture della moda Basso Pielruigi – Semiotica della moda Battistelli Pier Giorgio – Psicologia generale Bazzocchi Marco Antonio – Letteratura italiana contemporanea Bertarelli Silvia – Diritto industriale Brolli Daniele – Scrittura efficace Calanca Daniela – Storia della società contemporanea Camillo Furio – Statistica Candela Guido – Economia dell’arte e delle attività culturali Capodaglio Gianfranco – Economia delle aziende di moda Carlini Nives – Economia delle aziende di moda Casadio Mariuccia – Ricerca e merchandising Castellani Massimiliano – Istituzioni di economia politica Cavicchioli Sonia – Iconografia e iconologia Cosenza Giovanna – Semiotica dei consumi Corrain Lucia - Semiotica del visibile Dallari Fiorella - Geografia culturale dello sviluppo locale D’Errico Natalia – Istituzioni del Diritto d’impresa De Luca Alessandro – Impianti industriali Denicolò Vincenzo – Economia politica Donati Corrado – Letteratura italiana contemporanea Dondero Maria Giulia – Semiotica delle arti

ZM/13


ZoneModa/i

docenti

Dotti Rolando – Grafica Fabbri Fabriano – Fenomenologia degli stili/Made in Italy Fabbri Paolo – Semiotica delle arti Ferrarini Paolo – Analisi degli stili di vita emergenti Ferretti Alberta – Design di moda Fiorani Eleonora – Design di moda Fiorentini Aurora – Ricerca e merchandising Forlani Alessandro – Costumistica teatrale Fucili Gherardo – Laboratorio di informatica Gallizioli Paolo – Economia delle aziende di moda Garuti Giorgio – Disegno tessile Giusti Nicoletta - Organizzazione del sistema moda/ Organizzazione delle aziende di moda Gori Alessandro – Grafica e immagine coordinata Graffiedi Fabio – Lingua spagnola Grandi Silvia – Storia degli eventi espositivi di arte e di moda Guidetti Luca – Psicologia generale e della comunicazione Guzzetti Luca – Sociologia Leonelli Michael – Lingua inglese di base Lo Vetro Gianluca – Attualità della moda Lorusso Mariella – Lingua inglese della moda Lotta Daniela – Moda e Design I Lupano Mario – Design e moda/Architettura e layout dei punti vendita Malfitano Alberto – Storia del giornalismo e della stampa di moda Marenco Mores Claudio – Architettura e allestimento per la moda/Ricerca e merchandising Marfia Gustavo - Tecnologie informatiche per la moda/ E-commerce per la moda Marini Elio –Applicazioni informatiche per la moda Marra Claudio – Storia e tecnica della fotografia Marsili Manlio – Diritto commerciale nell’attività d’impresa Martello Patrizia – Sociologia dei consumi e della moda Mascio Antonella – Teoria e tecniche della comunicazione di massa/Sociologia della moda e della comunicazione ZM/14


ZoneModa/i

docenti

Masotti Massimo – Comunicazione economica d’impresa Mataloni Enzo – Controllo statistico della qualità Matteucci Giovanni – Elementi di estetica contemporanea/ Teoria dei processi creativi Militerno Alfredo Attilio – Economia politica II Moretti Paola – Lingua inglese business Muzzarelli Federica – Fotografia e cultura visuale /Fotografia e cultura visuale per la moda Muzzarelli Maria Giuseppina – Storia del costume e della moda Occhionero Miranda – Psicologia generale e della comunicazione Pepe Vania – Design di moda Pierlorenzi Giordano – Design di moda Pizzi Pierluigi – Costumistica teatrale Pombeni Luisa – Psicologia del lavoro e applicata Proni Giampaolo – Linguaggi e tecniche del Made in Italy/ Analisi socio semiotica della moda Puliani Massimo – Costumistica teatrale Quattrocolo Gianrico – Organizzazione delle aziende di moda Ricci Bitti Pio Enrico – Psicologia generale Risi Annamaria – Analisi gestionale Santi Matteo – Analisi gestionale Scagliarini Michele – Statistica Segre Reinach Maria – Cultura e design della moda/Moda e design II Sorcinelli Paolo – Storia sociale/Storia delle culture e dell’immaginario collettivo Spaziante Lucio – Analisi delle culture pop e mediali/Moda e culture pop Succi Lorenzo – Economia e gestione delle imprese/Marketing Suglia Michela – Giornalismo di moda Tega Walter – Storia della cultura e delle idee Tolic Ines - Storia del design e dell’architettura contemporanea/ Luoghi della moda e del design Torcasio Maurizio – Progettazione multimediale Tosi Brandi Elisa – Storia del costume e della moda Tozzi Ivanoe – Comunicazione economica d’impresa ZM/15


ZoneModa/i

docenti

Trentin Annalisa – Architettura e layout dei punti vendita Vaccari Alessandra – Cultura e design della moda/Moda e Design II Varni Angelo – Giornalismo di moda Weste Alexander - Progettazione multimediale Zappalà Salvatore – Psicologia del lavoro e dell’organizzazione Zonda Paola – I materiali della moda come oggetto di design: Storia e tecniche

ZM/16


ZoneModa/la didattica Gli

insegnamenti e le attività ad essi collegate, i laboratori, i workshop, le conferenze/le lezioni

speciali, la guest list

Gli insegnamenti di ZoneModa Nella odierna strutturazione di ZoneModa, gli insegnamenti che tracciano il percorso formativo degli studenti propongono la compenetrazione di materie più teoricoculturali con materie più legate invece alle attività professionalizzanti e al mercato del lavoro. Questo nel quadro di un’offerta formativa che prepari gli studenti ad ottenere e usare adeguate strumentazioni critico-teoriche funzionali alla lettura dei fenomeni della moda, a conoscere e studiare i metodi del processo creativo e espositivo, ma al contempo gli fornisca anche una conoscenza dei meccanismi aziendali e organizzativi del sistema moda. La strutturazione della didattica prevede prove scritte preliminari per valutare le competenze di base degli studenti (OFA), prove in itinere, questionari di autovalutazione, attività laboratoriali e supporto in itinere grazie alla presenza di tutor Piano Didattico del corso di laurea in Culture e Tecniche della Moda (Triennale) 2013-2014 Il corso di laurea prepara gli studenti a conoscere e interpretare i fenomeni della moda fornendo le competenze di base per operare in tale settore. Il percorso offerto coniuga momenti didattici di tipo laboratoriale con un’ampia visione teorica. Il corso di laurea prepara gli studenti ad affrontare le principali problematiche poste oggi dal settore della moda. L’obiettivo è quello di fornire una buona preparazione umanistica generale combinata a competenze specifiche, importanti per comprendere i meccanismi del fashion system. Le conoscenze fornite riguardano l’ambito artistico, storico e letterario insieme a approfondimenti sull’organizzazione del sistema moda, sulla cultura visuale e sulle forme della comunicazione. Gli studenti vengono inoltre avvicinati ai materiali e alle ZM/19


ZoneModa/la didattica

tecniche di base per la progettazione di oggetti della moda, in vista di attività professionali in campi diversi: dall’archiviazione alla valorizzazione dei prodotti di moda, dalla collaborazione alla progettazione e sviluppo delle collezioni, all’organizzazione di eventi. Il corso fornisce agli studenti gli strumenti di base necessari per comunicare le loro conoscenze nelle forme tradizionali e in quelle più moderne. Gli sbocchi professionali principali riguardano l’assistenza alla produzione, allo sviluppo e alla distribuzione del prodotto di moda e alle relative tecniche di comunicazione. primo anno del corso di laurea

Attività formative obbligatorie Analisi delle culture pop e mediali Cinema e industria culturale Scritture della moda Lingua inglese della moda Storia del costume e della moda Tecnologie ionformatiche per la moda Un insegnamento a scelta tra: Storia della società contemporanea Storia sociale secondo anno del corso di laurea

Attività formative obbligatorie Elementi di estetica contemporanea Fenomenologia degli stili Storia del design e dell’architettura contemporanea Storia del giornalismo e della stampa di moda Teorie e tecniche della comunicazione di massa Un insegnamento a scelta tra: Geografia culturale dello sviluppo locale Metodi qualitativi per la ricerca sociale e di marketing Un insegnamento a scelta tra: ZM/20


ZoneModa/la didattica

Culture e pratiche del design di moda Teorie e metodi degli archivi per la moda Un insegnamento a scelta tra: Linguaggi e tecniche del Made in Italy Processi e metodi della produzione di moda Strategie e marketing della moda terzo anno del corso di laurea

Attività formative obbligatorie Fotografia e cultura visuale Idoneità lingua inglese B-1 Organizzazione del sistema moda Prova finale Un insegnamento a scelta tra: Linguaggi e tecniche del Made in Italy Sociologia dei nuovi media Un’ attività formativa a scelta tra: Seminari (1) e (2) Tirocinio

Piano Didattico del corso di laurea magistrale in Moda (Biennale) 2013-2014 Nel Biennio della Laurea Magistrale in Moda l’impostazione transdisciplinare del triennio si accentua approfondendo e perfezionando le competenze degli studenti con un taglio ancora più proiettato sulle caratteristiche e le modalità del sistema e della cultura della moda nell’età contemporanea. Il corso di laurea magistrale considera la moda come un sistema complesso di discorsi, immagini, culture e oggetti, che si sviluppa attraverso un ampio ventaglio di fasi processuali: dall’ideazione, alla progettazione, alla realizzazione e al consumo. Promuove un approccio alla moda che mette in relazione il sapere teorico (analisi) con il sapere pratico (produzione), senza isolare la comprensioZM/21


ZoneModa/la didattica

ne critica dal vissuto delle mode e dai processi della loro autorappresentazione. Sostiene una didattica interdisciplinare per favorire possibile sinergie tra processi ideativi, produttivi e comunicativi. Il corso fornisce strumenti analitici e operativi per elaborare istanze culturali e strategie creative. L’obiettivo è di creare abilità di tipo progettuale, imprenditoriale, relazionale e organizzativo da applicare nella creazione e produzione della moda. Tali competenze vengono formate attraverso specifiche attività didattiche, quali lezioni frontali, tutoraggi, laboratori multimediali e sartoriali, lezioni con esperti, workshop, progetti di ricerca di carattere territoriale e nazionale, visite guidate e stage aziendali.

primo anno del corso di laurea

Attività formative obbligatorie E-commerce per la moda Made in Italy Moda e iconografia del cinema Scritture della moda Un insegnamento a scelta tra: Luoghi della moda e del design Moda e design Un insegnamento a scelta tra: Analisi socio semiotica della Moda Teoria dei processi creativi Una o più attività formative a scelta tra quelle attivate nell’Ateneo secondo anno del corso di laurea

Attività formative obbligatorie Fotografia e cultura visuale per la moda Cla Tirocinio Prova Finale Un insegnamento a scelta tra: ZM/22


ZoneModa/la didattica

Attualità della moda Sociologia della moda e della comunicazione Un insegnamento a scelta tra: Moda e culture pop Organizzazione delle aziende di moda Un insegnamento a scelta tra: Analisi degli stili di vita emergenti Storia delle culture e dell’immaginario collettivo

Laboratori/Workshop Laboratorio di STORIA SOCIALE 2004-2013 Il Laboratorio prosegue e implementa il progetto “Imago Online - Memoria del quotidiano” avviato nel 2004, prima con la raccolta di fotografie provenienti dagli album fotografici familiari di studenti e di privati cittadini (www. imago.rimini.unibo.it), poi con la raccolta di “storie di vita” di un campione di popolazione di un piccolo comune marchigiano. L’attività del Laboratorio si esplica su tre versanti: acquisizione di immagini fotografiche tratte dagli “album di famiglia” e implementazione in progress di un database attualmente di 20.300 immagini (www.imago. rimini.unibo.it); raccolta di testimonianze orali in audio e video nel sito www.archiviodellevoci.eu; divulgazione editoriale e multimediale attraverso l’Osservatorio “MQ”, uno spazio virtuale aperto ai contributi e al confronto fra tematiche, fonti, metodi. A cura di P. Sorcinelli, in collaborazione con L. Gorgolini, G. Nataloni e G. Di Giangirolamo. Si avvale di Collaborazioni nazionali con l’Istituto per la storia contemporanea di Rimini, l’ISCOP-Pesaro, il Museo Etnografico dell’Alta Brianza, la Banca della Memoria (Torino), l’Archivio Diaristico di Pieve Santo Stefano, la Scuola Superiore di ZM/23


ZoneModa/la didattica

Scienze Turistiche (Polo Rimini), Storia e Futuro – Rivista di storia e storiografia Online e a livello internazionale della The WWW Virtual Library-EUI, Department of History and Civilisation Laboratorio DEL TESSUTO 2007-2010 In collaborazione con l’Istituto dei Beni Culturali e con operatori del settore sono stati organizzati una serie di incontri per far conoscere agli studenti i materiali della moda. Nel corso del tempo ci si è procurati campioni di fibre naturali, artificiali e sintetiche e un campionario dei diversi tipi di tessuto, da quelli impiegati nei secoli scorsi a quelli più recenti frutto di sperimentazioni e di ricerche, ora confluiti in un piccolo Archivio Tessuti. Durante il laboratorio gli studenti possono familiarizzare con i materiali toccando e analizzando filati e tessuti dai diversi intrecci e dalle diverse armature, da quelli più semplici a quelli operati, imparando a distinguere le diverse caratteristiche in vista di possibili adeguati impieghi. L’esperienza visiva e tattile si accompagna a nozioni specifiche fornite da specialisti che forniscono dati storici, tecnici, indicazioni bibliografiche e schede che accompagnano e radicano la conoscenza dei materiali della moda. La fonte iconografica come fonte per la storia del costume e della moda, con visite guidate ad esposizioni temporanee e presso il Museo della Città di Rimini. Tra i temi: Ricami e merletti nell’iconografia. Secoli XVI e XVIII, La rappresentazione dei bambini tra Medioevo e Rinascimento-Ricerca iconografica, Il mestiere del sarto dal Medioevo al Novecento. A cura di M. G. Muzzarelli con E. Tosi Brandi nell’ambito dell’insegnamento di Storia del Costume e della Moda. In collaborazione con Istituto Beni Artistici Culturali Naturali della Regione Emilia-Romagna. Dal 2007 al 2010 il laboratorio è stato tenuto da M. Cuoghi Costantini e I. Silvestri ZM/24


ZoneModa/la didattica

L’IMMAGINE DELL’IMMAGINE / OSSERVAZIONI Rimini, 5 Novembre 2012 A cura di: R. Dotti Hanno partecipato: Giona Maiarelli - Maiarelli Studio New York

workshop

IL DESIGN PER IL VESTIRE: LO SPECCHIO, IL CORPO E LA SUA RIFLESSIONE Rimini, 6/7 Novembre e 26/27 Novembre 2012 A cura di M. Bolzoni workshop

Monica Bolzoni racconta la propria esperienza di Modadesigner indipendente attraverso la storia del suo atelier/ laboratorio milanese Bianca E Blu e delle sue collaborazioni con l’Arte, il Teatro, le Università.
Il corso si propone di dar vita a uno spazio progettuale in progress nel quale lo studente è invitato ad esplorare criticamente il rapporto tra le forme visualizzate del corpo e le forme basilari del disegno geometrico. Laboratorio di SCRITTURA 2008-2013 Il “laboratorio di scrittura” fa parte del corso di Letteratura italiana contemporanea ed è dedicato in maniera specifica alla scrittura professionale e accademica, con particolare riferimento all’ambito della moda. Si propone di illustrare le fasi della composizione scritta, ponendone in rilievo l’aspetto progettuale tra invenzione, elaborazione di mappe testuali, stesura e revisione. Prevede l’approfondimento di alcuni aspetti del testo e strategie della “dispositio”, soprattutto struttura, coesione e coerenza, oltre a consigli stilistici e retorici. Offre agli studenti gli strumenti per costruire un testo efficace e documentato in lingua italiana anche attraverso l’analisi di varie tipologie testuali, con esercitazioni pratiche sull’organizzazione logico-concettuale e l’elaborazione di scritti.   A cura di D. Baroncini nell’ambito del corso di Letteratura ZM/25


ZoneModa/la didattica

italiana contemporanea Laboratorio di FOTOGRAFIA I E II/FASHION SHOOTING 2009-2013 Il progetto Laboratorio fotografico/Fashion Shooting offre agli studenti di ZoneModa, la possibilità di apprendere le conoscenze di base della tecnica fotografica e di poterle applicare a ricerche, esperienze e sviluppi legati agli studi della moda. Da una prima alfabetizzazione per il Triennio/Laboratorio Fotografico I che permette di vedere, e riflettere, sugli strumenti e le terminologie nelle loro declinazioni tecniche-chimiche-ottiche fino al procedimento elettronico digitale, alla didattica laboratoriale, rivolta agli studenti del Biennio Magistrale/Laboratorio Fotografico II, in cui si riprendono e si approfondiscono le esperienze e le tecniche fotografiche di ripresa in studio accompagnandole con l’illustrazione delle principali modalità della pratica di fotoritocco in post-produzione. Parallelamente alle lezioni frontali gli studenti frequentanti il laboratorio partecipano all’ideazione e allo sviluppo di un progetto (campagna pubblicitaria, editoriale, servizio per look-book, campionatura descrittiva per catalogazione e archiviazione storica). Il laboratorio del Triennio è a cura di Mattia Candiotti, quello della Magistrale, sempre a cura di Mattia Candiotti, è legato al corso di Fotografia e Cultura Visuale per la Moda di Federica Muzzarelli. I

progetti/allestimenti svolti dai

Laboratori

di

Fotografia I e II:

Anno accademico 2009-2010: Memory Book e A Fashion Scrapbook Anno accademico 2010-2011: PopUp e Still Alive Anno accademico 2011-2012: collaborazione con Career Day e La Moda del Dandy Anno accademico 2012-2013: ZoneModa Time Capsule ZM/26


ZoneModa/la didattica

ARCHIVI DIGITALI PER LA STORIA SOCIALE DELLA MODA Rimini, 14 e 15 Febbraio 2013 A cura di D. Calanca

workshop internazionale

Laboratorio di ORGANIZZAZIONE DI EVENTI UNIVERSITARI Rimini, Gennaio-Luglio 2013 A cura di Reedohub - C. Curreli Il laboratorio si propone di fornire ai partecipanti i principi dell’organizzazione di un evento promozionale sotto gli aspetti allestitivi e di comunicazione, verificare le competenze acquisite mediante la realizzazione dell’evento Interazioni e la gestione dei contenuti comunicativi. Interazioni è un progetto che unisce associazioni, istituzioni, comunità immigrate nel territorio e diverse culture tramite mostre, conferenze, libri, danze, cibi e spettacoli. Il tema di quest’anno sarà il Volto; lo studente si troverà a collaborare in team per preparare un’installazione artistica e un evento collaterale performativo. Laboratorio di PROGETTAZIONE DELLA COLLEZIONE DI MODA - Dal mood al disegno - dall’idea al capo Rimini, Aprile-Giugno 2013 A cura di Reedohub - C. Curreli Il corso si propone di insegnare allo studente come arrivare allo sviluppo di un figurino su carta partendo da un concept esplicitato in moodboard, nonché la conoscenza dei principi base della modellistica e le competenze per costruire cartamodelli classici e realizzare un capo a scelta dello studente. Confartigianato ogni anno in occasione di Mod’Art chiede collaborazione ai corsi di laurea ZoneModa per creare una collezione che sfilerà per suddetto evento insieme agli altri marchi consociati. ZM/27


ZoneModa/la didattica

Laboratorio di TECNICA E WORKFLOW FOTOGRAFICO Rimini, Febbraio-Marzo 2013 A cura di M. Candiotti Introduzione e approfondimento del mezzo fotografico, dell’uso della luce naturale e artificiale sul set e del processo (workflow) di costruzione di un’immagine, dall’ideazione alla sua messa in set, dallo shooting alla stampa.
Il corso analizzerà la fotografia contemporanea professionale e i suoi principali settori, focalizzando l’attenzione sulla fotografia di moda.
Nella seconda parte del corso, dato il suo carattere pratico, gli studenti saranno chiamati a ideare e realizzare un progetto fotografico curando in autonomia tutti i vari aspetti del workflow. Laboratorio di FASHION STYLING - Organizzare un moodboard fotografico

Rimini, Aprile-Maggio 2013 A cura di G. Ripalti Il corso offre agli studenti un’esperienza pratica nella creazione di un’immagine. Gli studenti miglioreranno la loro capacità di organizzazione, produzione e promozione di immagini di moda in collaborazione con lo stylist, il fotografo, la modella e il make up artist. Il laboratorio vuole fornire agli studenti gli strumenti e l’autonomia per interpretare l’anima dell’abito e comunicarla e prepararla per un servizio fotografico. Laboratorio su ARCHIVI E DEPOSITI DELLA MODA Rimini, Febbraio-Aprile 2013 A cura di E. Tosi Brandi Il corso, attraverso lezioni frontali e attività di laboratorio, prende in considerazione le ultime riflessioni in materia di archivi della moda, termine con cui si identificano i ZM/28


ZoneModa/la didattica

depositi presenti nelle aziende del settore e riguardanti principalmente gli oggetti prodotti e/o assemblati dalle aziende stesse e attraverso i quali si realizzano i Musei di impresa. Lo scopo del corso è fornire agli studenti la giusta metodologia di approccio allo studio degli oggetti in archivio, da una prima documentazione che permette di ricostruirne la vita aziendale, alla ricerca storica, fino alla catalogazione e archiviazione dell’oggetto stesso. Laboratorio di MARKETING DI PRODOTTO prossimamente A cura di C. Marenco Mores Il corso si propone di esplorare le relazioni tra progetto, merchandising e mercato, acquisendo metodologie e strumenti socio-culturali per valutare criticamente le fasi di sviluppo di un progetto di moda. Si analizzeranno in particolare il processo strategico di definizione del prodotto accessorio e le modalità di veicolazione al mercato fino al punto vendita. 
Verranno indagate le modalità di rappresentazione del Marchio (continuità, innovazione rinnovamento della Brand Identity); il concetto di Lusso le serie limitate e i pezzi unici; l’ analisi del target market; la Struttura di Collezione; la definizione dei price range; i Moodboard stilistici; i Merchandising planning; il Product management. Laboratorio di PROGETTAZIONE DI PRODOTTI DI MODA Rimini, Marzo 2013 A cura di C. Marziani, I. Picardi, C. Priore Il laboratorio, strutturato in team di lavoro, ha l’obiettivo di introdurre gli studenti all’uso dei software per la progettazione grafica dei prodotti di moda e prevede una simulazione del processo creativo e produttivo aziendale attraverso la realizzazione di tavole illustrate che descriZM/29


ZoneModa/la didattica

vono la collezione. Gli elaborati degni di nota verranno pubblicati sul sito spaziozonemoda.wordpress.com Laboratorio COMUNICARE LA MODA: LE RELAZIONI ESTERNE, I CONTENUTI, GLI STRUMENTI NELL’ERA DIGITALE Rimini, Febbraio-Aprile 2013 A cura di Reedohub - M. Balducci Il laboratorio ha come obbiettivi fornire agli studenti la conoscenza delle funzioni di ufficio stampa e relazioni esterne nei settori della moda e del design, in particolare per quanto riguarda il web e i nuovi media. Inoltre, si propone di fornire competenze iniziali all’uso dei social media e del web 2.0. Nel corso delle lezioni gli studenti verranno guidati nella produzione di contenuti editoriali per il web. Gli elaborati potranno essere pubblicati su SpazioZoneModa (il blog ufficiale di ZoneModa).

Conferenze/Lezioni Speciali D. Randi, maggio 2002 L. Ricci, maggio 2002 E. Morini, La moda nel XVII secolo, novembre 2003 Studenti e operatori uniti nella moda. Incontri e scambi di idee, 18 dicembre 2003 E. Germani, M. Piccione, gennaio 2004 A. Di Luzio, Cinema&Moda. Parte 1, 10 marzo 2004 Arabeschi di latte, Happy Butterfly Day, 22 marzo 2004 A. Di Luzio, Cinema&Moda. Parte 2, 24 marzo 2004 C. Fabbri, Effetto souvenir, 29 marzo 2004 E. Salvatore Leo, Lanificio Leo. Identità locale, cultura materiale e design oriented, 24 maggio 2004 ZM/30


ZoneModa/la didattica

S. P. Paci, Geometria pratica y traça: metodologie di studio per la storia del costume, 12 novembre 2004 C. Fabbri, Matrimoni e funerali. Celebrities famiglie reali gossip moda, 26 aprile 2005 C. Fabbri, Truman’s Swan. Le donne di Truman Capote, 27 aprile 2005 D. Nava, Dove vanno “costume e società”: stereotipi e ripensamento dei ruoli di genere, aprile 2005 L. Gemini, Osservare il sociale: performance artistiche e linguaggi mediali, maggio 2005 N. Resmini, La ricerca nel design della moda e la progettazione di moodboard materici, maggio 2005 D. Zobbi, Fashion windows. La ricerca nel visual merchandising, maggio 2005 N. Barile, Lo stile nel cuore del conflitto globale, 12 maggio 2005 M. Lupano, A. Montanari, Lo-Fi Theory. Appunti sul progetto contemporaneo a bassa definizione, 30 maggio 2005 F. Console, La Cina è vicina. Marchi, brevetti, licenze, globalizzazione dei mercati, 1 giugno 2005 N. Cecchi, Vestire gli ignudi. Gli spazi del costume nel cinema e nel teatro, 10 novembre 2005 M. Renzi, Iconautica. La ricerca di immagini nell’editoria di moda, 19 dicembre 2005 P. Giambi, Gli anni del diavolo 1985-1991, gennaio 2006 E. Fiorani, Abitare il corpo: la moda, gennaio 2006. R. Grandi, Evento “Massimo Osti”, 4 aprile 2006 V. Brusadin, La battaglia del cool – il caso yo-mango, 30 maggio 2006 E. Marinoni, P. Martello, A. Zampano, Segnali Deboli. Coolhunting, ipermerci e voci dal field, 6 giugno 2006 E. Marinoni, A. Zampano, Segnali deboli. Coolhunting. Uno sguardo in giro per il mondo, 26 settembre 2006 A. Montanari, Breaking the Rules. Human Game & Freestyle, 6 novembre 2006 G. Monti, Fai una posa. Dandy’s Vogue, 15 novembre 2006 S. Casagrande, Amnesia e memoria. L’archivio storico di ZM/31


ZoneModa/la didattica

Germana Marucelli, 18 dicembre 2006 E. Pirazzoli, L’arte dell’archivio, tra ossessione e rappresentazione, 16 gennaio 2007 I. Guzman, Le Time Capsule di Andy Warhol e altre esperienze d’archivio nell’arte contemporanea, 16 gennaio 2007 A. Vaccari, Collage/Frammenti e tecniche del modernismo, 22 gennaio 2007 F. Sarti, S. Allori, A. Foschi, F. Pazzagli / Arabeschi di Latte, A World Without Words. L’archivio personale come strategia creativa, 23 gennaio 2007 A. Pollarini, Il marketing della memoria, 20 febbraio 2007 G. Franci, M. Manservisi, A. Mascio, V. Mussi, Moda, Rappresentazione e diversità per Human Right Night. Migrazioni e diversità, 13 aprile 2007 D. Baroncini, P. P. Carimati, P. Colaiacomo, S. Gnasso, L. Gobbi, M. Lorusso, S. Morace, M.G. Muzzarelli, G. Proni, C. Traini, Italiano/Variabile. Industria, cultura e tendenze della moda, 7 maggio 2007 C. Migani, Fashion Trading. Percorsi della moda italiana dall’azienda familiare all’indice mibtel. Il caso Aeffe, 29 novembre 2007 F. Morace, L. Crometzka e P. Ferrarini, Real Fashion Trends. Il manuale del Cool Hunter, 11 dicembre 2007 J. Caro, F. Sasso, Double Faces: Art Fashioned Identities, 18 dicembre 2007 U. Volli, La fine della moda, 29 gennaio 2008 N. Del Corno, Sono un socialista giovane, di una marca nuova e pericolosa, 29 febbraio 2008 S. Ciofi, Fashion Pubblication. Ovvero come si realizza una rivista di moda, 11 marzo 2008 C. Marenco Mores, Il profumo fa parlare il silenzio. Comunicare immaginari olfattivi, 17 marzo 2008 P. Colaiacomo, M. A. Bazzocchi, M. Bertozzi, M. L. Frisa, L’eleganza faziosa, 7 maggio 2008 D. Del Pozzo, Gender Bender. Corpi e identità sulla scena artistica contemporanea, 12-13 maggio 2008 ZM/32


ZoneModa/la didattica

G. Franci, Riciclato, fatto a mano, eco-sostenibile. Intervista a Christina Kim, 14 maggio 2008 E. Tosi Brandi, Gli eterni ritorni della moda, 14 giugno 2008 A. Pizzighello, Hard Times. La comunicazione di moda a Londra ai tempi della grande crisi, 18 novembre 2008 A. Lossano, M. Iorio, Kids Tweens Teens, 24 novembre 2008 G. Martelli, Behind the Brand, 2 dicembre 2008 M. D’altri, Studio De Rosa. L’agenzia di stilisti, 4 dicembre 2008 M. Deni, Riflessioni semiotiche dal design al progetto, 12 dicembre 2008 F. Galofaro, Moda-i-styl: il caso della Polonia, 2008 D. Fedi, L. Serlenga, Alla corte di Re Moda, 9 febbraio 2009 F. Ferrarini, M. L. Frisa, M. Lupano, Cutting Edge Magazines. From westuff to the/end, 20 marzo 2009 I. Lupi, I.L. (graficus italicus), 27 marzo 2009 M. Biscaglia, M. Candiotti, La comunicazione fotografica nella casa di moda, 17 aprile 2009 F. Monneyron, Le Photographe de mode et le vêtement, 5 maggio 2009 J. Tsuchiya, La moda giapponese. Dalla seconda guerra mondiale all’avanguardia contemporanea, 11 maggio 2009 M. Pellitteri, Il drago e la saetta, 27 maggio 2009 A. Del Conte, Luxury Abroad. Fashion Brand Management, 28 maggio 2009 A. Palmer, La moda al Museo, 10 giugno 2009 Lectra (incontro con), FashionWare, 22 giugno 2009 M. Guarnaccia, Ribelli con stile, 5 novembre 2009 R. Bresciani, _Unconventional Marketing, 6 novembre 2009 M. Costanzi, _China Red, 27 novembre 2009 P. Pacoda, La rivolta dello stile, 30 novembre 2009 F. Bertacchini, Student TV – how to, 2 dicembre 2009 E. Abbadessa, M. De Franchis, Cutting Edge. Arte Moda Architettura negli spazi dei flussi, 4 dicembre 2009 M. Ciavatta, K. Manduchi, L. Montecchi, R. Piva, P. Ugolini e A. Valeri, Il corpo moderno e le sue dipendenze, 10 dicembre 2009 M. Lorusso, Bare Naked Facts, 11 dicembre 2009 ZM/33


ZoneModa/la didattica

B. Gasparini, Gossip Girl, 16 dicembre 2009 A. Magnani, G. Delvecchio, Resign. Oggetti a funzione simbolica, 22 febbraio 2010 M. Sarracino, WGSN_Fashion Creative Intelligence, 2 marzo 2010 L. Testoni, L’ultima sfilata. Processo alla casta della moda italiana, 15 marzo 2010 C. Ferretti e Luisa Brunori, Piccole mani, piccole donne: il nuovo far fashion, 22 marzo 2010 F. Iaconisi, Slow Fashion, 23 marzo 2010 B. Niccoli, Firenze e la Moda nel sistema di arte del Cinquecento. Il caso dei Medici, 23 marzo 2010 M. Deimichei (Tu style), G. Giorgetti, Il diavolo veste Zara, 26 marzo 2010 P. Manicardi e F. Testi, La costruzione di un vestito, 24 marzo-14 aprile 2010 G. Cosenza, Né giovani né anziani. Il futuro è trans-age, 8 aprile 2010 R. Zanotti, Il processo creativo e le sue dinamiche nel design della moda, 12 aprile 2010 A. Ciavatta, Jeans Culture, 15 aprile 2010 P. Zonda, Creare la Moda, 28 aprile 2010 F. Fabbri, G. Lo Vetro, Babele Antiform. Le sfilate tra moda e arte, 16 maggio 2010 L. Boccardi, Colori. Simboli. Storia. Corrispondenze, 18 maggio 2010 A. Giacobino, JO NO FUI, 27 Maggio 2010 G. Pessina, Le professioni della moda: pubbliche relazioni e ufficio stampa, 15 Novembre 2010 R. Vignali, Le professioni della moda: visual merchandising, 29 Novembre 2010 P. Angelini, La scena del fashion italiano in Russia: mercato, attori e consumatori, 2 Dicembre 2010 Sissi, Fogli Nudi, 7 Dicembre 2010 A. Marani, Intuito e tendenze, 9 Dicembre 2010 L. Rossi, Embroidering Networks. Il ricamo industriale italiano ZM/34


ZoneModa/la didattica

nella moda globale, 9 Dicembre 2010 V. E. Costa, A. Lella, Fashion Link _ 1 UNst World: l’impresa di un nuovo brand, 16 Dicembre 2010 L. Iuffrida, A. Mancarella, Fashion Link _ 2 Blogging now, 16 Dicembre 2010 A. Mackenzie, Andrew Mackenzie, 13 Gennaio 2011 E. Garvey, Inspiration and fine art photography, 28 gennaio 2011 S. Guindani, Stefano Guindani, 3 Febbraio 2011 D. Pires, S. Melatti, E. Tosi Brandi, Il design della moda in Brasile, 23 Febbraio 2011 G. B. De Pol, V. Todaro, Dead Meat, 24 Febbraio 2011 A. Castellani, Vestire degenere. Moda e culture giovanili, 10 Marzo 2011 A. Franceschini, La linea d’ombra: scenari evolutivi della moda italiana, 10 Marzo 2011 G. Guillot, YOOX Group, 11 Marzo 2011 Y. Takada, Per un’archologia del gusto, 22 e 23 Marzo 2011 F. Verdinelli, G. Fornari, TOKIDOKI, 24 Marzo 2011 M. Pedroni, Coolhunting. Genesi di una Pratica Professionale Eretica, 28 Marzo 2011 G. Copertini, Il design della moda maschile, 19 Aprile 2011 M. Gattermayer, Velvet Evolution, 17 Maggio 2011 J. A. De la Crux, R. Bartoletti, M. Bittanti, G. Boccia Artieri, S. Ironico, A. Meneghelli, I. Picardi, Fashion Game. Moda, gioco e virtualità, 18 Maggio 2011 E. Buccella, V. Di Liello, L. Bonfatti, V. Kern, Le note invisibili. Profumi d’Italia, Profumi dal mondo, 26 Maggio 2011 C. Rivetti, Il viaggio di Stone Island, 27 Maggio 2011 D. Baker, Fiorentini+Baker. lezione speciale di Deborah Baker, 20 Ottobre 2011 A. Moles, Le strutture della moda: incontro con Angela Moles, 27 Ottobre 2011 M. Piccinini, Dietro le quinte, 2 Novembre 2011 M. Morosini, Le professioni della moda: lezione speciale di Marco Morosini, 7 Novembre 2011 P. Santuosso, Sorgenti, 7 Novembre 2011 ZM/35


ZoneModa/la didattica

L. Petrantoni, Dicotomie, 14 Novembre 2011 S. Poli, Amplessi, 21 Novembre 2011 G. Brato, S. Torricelli, S. Arfoudi, Giorgio Brato & Avant Toi, 28 Novembre 2011 L. Caccioni, Intersezioni, 12 Dicembre 2011 B. Tedioli, Br.UNO Italy. lezione speciale di Bruno Tedioli, 15 Dicembre 2011 L. Marchetti, Brand space come narration: prodotto, identità. esperienza, 15 Dicembre 2011 I. Marazzi, Moda e cultura: come si organizza un evento, 24 Gennaio 2012 E. Garvey, Lezione speciale di Elizabeth Garvey, 24 Gennaio 2012 S. Bisconti, Raptus & Rose, 13 Marzo 2012 C. Tommasin, Cinzia Araia. lezione speciale di Cinzia Tommasin, 15 Marzo 2012 E. Ogliotti, Quando il neutro è di moda: lo stile à la garçonne, 20 Marzo 2012 M. Altini, ARTMILLA. lezione speciale con Milena Altini, 22 Marzo 2012 L. Zuccatosta, Le professioni della fotografia e le agenzie fotogiornalistiche. Mercati e scenari, 3 Aprile 2012 S. Badioli, lezione speciale con Simone Badioli - Aeffe Group, 17 Aprile 2012 A. Aere, IMPERIAL FASHION. lezione speciale con Adriano Aere, 19 Aprile 2012 R. Dunn, LOST&FOUND. lezione speciale con Ria Dunn, 19 Aprile 2012 G. Pungetti, Maison Martin Margiela. lezione speciale con Giovanni Pungetti , 23 Aprile 2012 F. Chiara, Looking ahead. The anticipating views of Vogue Talents, 2 Maggio 2012 M. Boselli, Brand building: il caso TRU-Trussardi. La best practice di un caso di riposizionamento, 3 Maggio 2012 F. Bertini, Lezione speciale con Federico Bertini, responsabile marketing del gruppo Aeffe, 8 Maggio 2012 O. Grossi, Virginia S.r.l, 9 Maggio 2012 ZM/36


ZoneModa/la didattica

A. Simonazzi, YOOX Group. Un insight sui cataloghi online, 10 Maggio 2012 F. Bacchini, Lezione speciale con Fausto Bacchini, direttore risorse umane gruppo Aeffe, 15 Maggio 2012 F. Puglisi, Lezione speciale con Fausto Puglisi, 22 Maggio 2012 M. Fusciuni, Traiettorie Olfattive, 23 Maggio 2012 D. Fedi, L. Serlenga, Curvy Day, 25 Maggio 2012 A. Mazzini, B. Mazzini, Archivi di ricerca Mazzini, 4 Ottobre 2012 M. Marvasi, Democratic and sustainable couture made in Zanzibar, 15 Ottobre 2012 V. E. Costa, G. Chiampan, G. Stringa, Il blog e la fotografia: i casi di BOBOS e HALO, 25 Ottobre 2012 R. Aiuto, G. Maiarelli, Rose’s Rose: gioco, forme, materiali, 29 Ottobre 2012 P. Allegrezza, C. Sorcinelli, Le professioni della moda - Sistema Atelier: software e tecnologia al servizio della moda, 29 Ottobre 2012 D. Facchinato, L. Osti, Ideas from Massimo Osti, 30 Ottobre 2012 V. Caratozzolo, Moda Italiana Giramondo: la couture italiana negli anni Cinquanta da New York a Sidney, 7 Novembre 2012 G. Tonti, Le professioni della moda - Scuole tecniche per la moda: Istituti Rimini, 19 Novembre 2012 S. Ironico, Le pratiche di riappropriazione creativa nella costruzione dell’identità EMO: un’analisi netnografica, 7 Dicembre 2012 L. Gemini, La realtà dell’immaginario: cultura visuale e forme della performance, 10 Dicembre 2012 B. Fanteschi, A.Testoni – lezione speciale con Bruno Fanteschi, 26 Febbraio 2013 S. Franci, Dallo stile al trend, quando è moda?, 7 Marzo 2013 A. Conti, Omaggio a Gruau - proiezione del documentario “René Gruau - disegnare la moda”, 7 Marzo 2013 U. Wang, R. Bruni, A meeting with fashion designer Uma Wang and fabric designer Riccardo Bruni from Lyria, 11 Marzo 2013 A. Marani, Angelo Marani e il postmoderno, 19 Marzo 2013 A. Olivares, Corpi di Moda – Deborah Turbeville, Bettina Rheims, Vanessa Beecroft, 16 Aprile 2013 ZM/37


ZoneModa/la didattica

in programma tra primavera e autunno

2013

Eventi 8090 Moda italiana e moda giapponese. The Mirror Image A cura di S. Segre Reinach con G. Russo in collaborazione con Archivi di Ricerca Mazzini - Massa Lombarda

Ospiti Thessy Shoenenholzer Nichols - storica del costume e della moda Renato Geraci – direttore creativo del brand di cosmetici ROUGE BAISER PARIS Akiko Fukai – responsabile del Kyoto Costume Institute Federico Chiara – Vogue Italia Sara Maino – Vogue Italia Patrizia Bonifazio – docente del Politecnico di Milano-Leonardo Marco Eletto – esperto SEO Romeo Gigli - stilista Maria Chiara Colucci - studiosa di strategie di brand extension e brand licensing delle imprese di moda Antonio Mancinelli - Marie Claire

ZM/38


ZoneModa/la didattica

Guest List Beppe Angiolini per la Camera dei Buyer Benedetta Barzini Giorgia Biancato per Trussardi Monica Bolzoni Giovanni Bozzetti Ennio Capasa e Fabio Novembre Angelo Caroli Mariuccia Casadio Daniela Fedi per Il Giornale Giusi Ferré per Il Corriere della Sera Alberta Ferretti Deanna Ferretti Veroni Elio Fiorucci Paolo Gerani per Iceberg Alessia Giacobino per Jo No Fui Cristiano Godano/Marlene Kuntz René Gruau Christina Kim Roberto Magnani per Tod’s Cinzia Malvini per La7 Serena Mancini per Yoox Valeria Marini Francesco Martini per Coveri Marta Marzotto Matteo Marzotto Roberto Menichetti Vittorio Missoni Frankie Morello Angelo Petrucci per Brioni Agostino Ropolo per LVMH Giuseppe Santoni Ferdinando Scianna Valerie Steele Marzio Torcianti per Coltorti Stefano Ugolini per Hotel Philosophy Simona Ventura ZM/39


ZoneModa/la didattica

Stefano Guerrini Angelo Marani Andrew Mackenzie Stefano Guindani Michela Gattermayer Enrico Bucella Deborah Baker Simone Badioli per Aeffe Group Adriano Aere per Imperial Fashion Giovanni Pungetti per Maison Martin Margiela Federico Chiara per Vogue Italia Federico Bertini per Aeffe Group Alessia Simonazzi per Yoox Group Fausto Bacchini per Aeffe Group Fausto Puglisi Meo Fusciuni Francesco Morace Luca Testoni Uma Wang Romeo Gigli

ZM/40


ZoneModa/gli studenti. i laureati chi sono, da dove provengono, i loro principali sbocchi occupazionali, i profili professionali che formiamo

Gli studenti: Chi sono, da dove provengono CLAM I dati dimostrano che nell’ultimo anno del triennio 20092012, gli studenti immatricolati al Clam sono cresciuti di quasi 100 unità. Le percentuali relative alla provenienza città, provincia, regione, nazione, restano invariate evidenziando una buona attrattività del corso fuori regione (il 45,3%). Le scelte e la politica fatta in questi anni hanno avuto l’effetto di ridurre sensibilmente la percentuale di abbandoni: tra il primo e secondo anno è diminuita, tra il 2008-2009 e il 2010-2011, dal 26% al 20%. Aumentano inoltre i laureati in corso: nel 2008-2009 è del 25% (del 18,1 nel 2007-2008), al 41% gli abbandoni e al 33% il dato di quelli ancora iscritti .Il dato di soddisfazione media degli studenti sugli insegnamenti del 2010-2011 è all’85, 5%, più alto di quello relativo alla media di Corsi di studio simili. Simile grado di soddisfazione riguarda le voci sulle capacità di coinvolgimento dei docenti, sull’organizzazione della didattica, sul carico di studio. La soddisfazione dei laureati e l’efficacia della laurea sul lavoro sono buone. La condizione occupazionale dei laureati 2010 a un anno dalla laurea è del 57% (+ 3,3 % se lavora ed è iscritto a una laurea magistrale). Il dato è molto elevato rispetto alla media dei Corsi di studio simili (31,7% + 15,9%) e degli altri atenei (40,4% + 8,4%). Il dato è in netto incremento anche rispetto agli anni 2008 e 2009. MAGISTRALE Nel Corso di Studi Magistrale in Moda è sensibilmente migliorato il numero dei laureati in corso, passando dal 32,7% al 71,4% per gli ultimi dati disponibili di immatricolazioni contro una media nazionale del 52,6%.
Positivo il dato sulla soddisfazione del corso di studio da parte dei laureati, passato dall’85,7% dell’anno precedente ( quando i laureati intervistati sono stati solo 7) all’attuale ZM/43


ZoneModa/gli studenti.

i laureati

93,5%, con una media dei CdS simili dell’85%. Un simile apprezzamento appare confermare l’impostazione offerta dal corso in termini di conferenze, di convegni, di laboratori, di interventi da parte di direttori creativi, di marketing e comunicazione dei brand più noti a livello internazionale. A un anno dal termine degli studi lavora il 66% dei laureati. I riscontri da parte delle aziende sono incoraggianti: molti tirocinanti vengono assunti a tempo indeterminato, spesso con funzioni adeguate alla preparazione (assistente ufficio stile, donna-prodotto, responsabile reparto spedizioni).

Profili Professionali e Sbocchi Occupazionali per gli Studenti di ZoneModa

Il Corso di Studi in Culture e tecniche della Moda Il Corso di laurea prepara gli studenti ad affrontare e a saper interpretare le principali problematiche messe in campo nel vasto settore del sistema della Moda. Caratterizzato anzitutto da una prospettiva di tipo teorico e culturale, il Corso si completa e definisce grazie a una serie d’insegnamenti e di attività finalizzate a fornire agli studenti le esperienze, e le prime dotazioni pratiche, utili a un approccio consapevole ai complessi aspetti tecnologici e produttivi del settore Moda. A questo scopo il corso è articolato in modo che lo studente, lungo i tre anni di corso, sia messo in condizione di incontrare un ampio ventaglio di attività laboratoriali e seminariali, sia come esperienze formative legate a specifici insegnamenti che come possibilità individuali di scelta, che gli permettono di assorbire abilità di base e introduzioni alle professionalità della moda, anche sulla scorta di personali inclinazioZM/44


ZoneModa/gli studenti.

i laureati

ni e potenzialità. L’obiettivo è quello di fornire agli studenti gli strumenti di base per affrontare le questioni proprie al campo della Moda, ma anche precise metodologie di ricerca e indagine che saranno loro utili per approfondire le conoscenze di volta in volta più opportune, conoscenze non disgiunte dalla predisposizione alla creatività come prassi da attivare nell’ambito del design di moda e dell’industria culturale nel suo complesso. Il ricco spettro di materie proposte consentirà agli studenti di venire in possesso di competenze e abilità che potranno affinare e ampliare attingendo ai molti saperi che afferiscono alla Moda. In questo modo potranno essere impiegati nello svolgimento di attività professionali legate all’ideazione, alla comunicazione e all’archiviazione e valorizzazione dei prodotti di moda, ma anche impegnarsi in attività legate all’organizzazione di eventi, allestimenti e manifestazioni culturali in genere. Le figure professionali previste come sbocco del corso di studi riguardano l’assistenza alla produzione, la distribuzione ma anche la programmazione, lo sviluppo e la presentazione dei prodotti di moda. Per lo svolgimento con maggiore autonomia e maggiori livelli di responsabilità di alcune funzioni, possono essere richieste ulteriori competenze acquisibili attraverso tirocini e/o corsi professionalizzanti post laurea.I laureati sono in grado di intraprendere questi percorsi anche grazie alle conoscenze culturali, le capacità critico e metodologiche, e le capacità di approfondimento e di apprendimento sviluppate. Il corso combina dunque specifiche competenze con una buona preparazione umanistica generale e fornisce gli strumenti di base necessari per comunicare e mettere in pratica, nelle forme tradizionali e in quelle più moderne, i risultati del loro percorso formativo. Figura Professionale Comunicatore del settore moda ZM/45


ZoneModa/gli studenti.

Sbocchi

i laureati

occupazionali:

Aziende industriali e commerciali del settore moda (settore marketing e comunicazione, servizi per la distribuzione e punti vendita e uffici stampa) Aziende editoriali specializzate Archivi e centri di documentazione Agenzie pubblicitarie

Figura Professionale Assistente Archivista di moda

Sbocchi

occupazionali:

Istituzioni Fiere Aziende private con interesse alla documentazione e alla valorizzazione dei prodotti di moda.

Figura Professionale Operatore della moda

Sbocchi

occupazionali:

aziende industriali, commerciali e di distribuzione del settore moda, studi di design

Figura Professionale Organizzatore di eventi di moda e industria culturale


Sbocchi

occupazionali:

Aziende industriali, commerciali e di distribuzione del settore moda Presso fiere ed aziende specializzate nell’organizzazione di eventi Presso agenzie pubblicitarie

Il Corso di Studi magistrale in Moda Il Corso di laurea magistrale considera la moda come sistema complesso di discorsi, immagini e oggetti, dove si intrecciano le fasi dell’ideazione, della progettazione, della realizzazione e del consumo. L’approccio proposto mette in relazione teorie e metodologie di discipline quali ZM/46


ZoneModa/gli studenti.

i laureati

il design industriale, l’arte contemporanea, la fotografia, il cinema, la sociologia, promuovendone la convergenza nell’analisi e studio dell’ “oggetto-moda”. In un quadro didattico interdisciplinare che crea sinergie tra processi ideativi, produttivi e strategie della comunicazione, il corso di laurea fornisce strumenti analitici e operativi per elaborare istanze culturali e strategie creative. Il Corso di laurea magistrale si propone di creare competenze di tipo progettuale, relazionale e organizzativo da applicare nei settori dell’industria creativa e produttiva della moda. In questi ambiti professionali, per lo svolgimento di alcune funzioni in maggiore autonomia e con maggiori livelli di responsabilità, possono essere richieste ulteriori competenze acquisibili attraverso tirocini e/o corsi professionalizzanti post-laurea. I laureati magistrali sono in grado di intraprendere questi percorsi anche grazie alle conoscenze culturali, le capacità critico-metodologiche, e le capacità di approfondimento e di apprendimento sviluppate. Le competenze descritte sono veicolate attraverso specifiche attività formative, quali lezioni frontali, tutoraggi, laboratori multimediali e sartoriali, lezioni con esperti, workshop, progetti di ricerca di carattere territoriale e nazionale, visite guidate e stage aziendali. Figura Professionale Esperto/Consulente in cultura, ideazione e comunicazione della moda

Sbocchi

occupazionali:

Istituzioni ed aziende pubbliche e private che svolgono attività culturali di promozione, tutela e valorizzazione della moda. Aziende di servizi fieristici e gestione eventi. Agenzie di comunicazione, uffici stampa, redazioni editoriali e studi professionali di progettazione d’immagine e display del prodotto. Società di consulenza, osservatori, archivi, biblioteche, musei, ZM/47


ZoneModa/gli studenti.

i laureati

gallerie e fondazioni

Figura Professionale Esperto/Consulente in fashion-trends interno agli uffici stile e prodotto delle aziende di moda

Sbocchi

occupazionali:

Aziende del settore tessile- abbigliamento. Aziende di servizi, istituti, societĂ di consulenza e osservatori specializzati in previsione e analisi delle tendenze

ZM/48


ZoneModa/il mondo. il lavoro i progetti erasmus e overseas, le partnership universitarie internazionali, i tirocini/gli stage, le aziende che collaborano con noi, dove lavorano i nostri laureati

I progetti Erasmus e Overseas, le

partnership universitarie internazionali

I Nostri Studenti Hanno Potuto Attivare Scambi Erasmus Con Universidad Politecnica De Valencia Universitè De Limoges Perpignan-Mod’art International Di Parigi Fhtw (Fachhochschule Für Technik Und Wirtschaft) Di Berlino Visoka Sola Za Dizajn V Lubljani (Slovenia)

I tirocini/gli stage, le

aziende che collaborano con

ZoneModa

Acciugha, Rimini (RN)/Rosamunda - Produzione/Distribuzione AEFFE Spa, San Giovanni in Marignano (RN)/Aeffe Fashion Group A&G Calzaturificio, Serra de’ Conti (AN)/Calzature Produzione/ Distribuzione AESSE Projects Srl, Cattolica (RN)/Abbigliamento Produzione/ Distribuzione Alea Fashion Industries, Savignano sul Rubicone (RN)/Abbigliamento Produzione/Distribuzione A.N.G.E.L.O., Lugo (RA)/Vintage Palace Antonio Marras, Milano/Press Office Art Actuel, Paris (France)/Agenzia di Comunicazione Associazione Giardini Pensili, Rimini (RN)/Laboratorio di Performing Arts Associazione L’aliante Onlus, Borgo Nuovo di Sasso Marconi (BO) Atelier Il Bagatto, Bologna (BO)/Sartoria Atelier Luciana Torri – Rimini/Sartoria Baci & Abbracci Collezioni Srl, Milano/Comunicazione, Visual Merchandising e Retail Benetton Group Spa, Ponzano Veneto (TV) Betty Blue S.P.A, Funo di Argelato (BO)/Abbigliamento, Produzione, Distribuzione ZM/51


ZoneModa/il mondo.

il lavoro

Bodies Furs International Spa, Empoli (FI)/Confezioni Pelle/Pellicceria Bollati & Lanzani Sas di Bollati Anna, Milano/Ufficio Stampa/ Comunicazione Boutique 01 Lola, Rimini/Department Store Brian Morel Pr, London (UK)/Marketing and Public Relations for Fashion Burberry Ltd, Milano/Burberry Italy Srl/Press Office B.V.M. Spa, Bologna/Les Copains – Produzione F.lli Campagnolo Spa, Romano D’ezzelino (VI)/Produzione Sportswear Campari Italia Spa, Milano/Marketing Care Of- Fabbrica Del Vapore, Milano/Galleria d’arte/Organizzazione Eventi Carla Carini S.P.A., Moglia (MN)/Abbigliamento Produzione Cherie Bimbi - Edizioni Moderne Internazionali Srl, Milano/Rivista Di Moda Chiton (Ciro Paone Spa), Arzano (NA)/Commerciale Italia/ Estero Cielo Venezia 1270 Spa, Olmo Di Creazzo (VI)/Gioielleria / Marketing E Comunicazione City Srl, Bellaria (RN)/Life Marketing Club House Italia, Forlì (FC)/Home Design CNA Rimini, Rimini (RN) Comune Di Riccione/Assessorato al Turismo, Riccione (RN) Confestetica Associazione Nazionale Estetisti, Rimini/Associazione Di Categoria Coop Multiopera S.C.R.L., S. Giorgio di Piano (BO)/Abbigliamento Produzione Costume d’immagine, Funo di Argelato (BO) CPM (Centro Progettazione Moda) Srl, Pozzilli (IS)/Ricerca e Consulenza/Creazione e Produzione Cris Crof, Fidenza (PR)/Abbigliamento Produzione/Distribuzione Deanna Spa, San Martino in Rio (RE) Delta X Multimedia di Davide Malerba, Trani (BA)/Agenzia di Comunicazione Diesel Spa, Molvena (VC)/Diesel Fashion Group ZM/52


ZoneModa/il mondo. il lavoro

Do - Nucleo Culturale/Resign, Reuse Design Edizioni Condé Nast, Faenza (RA)/Maglieria Produzione Milano/Moda Magazine Emilio Pucci Srl, Castelmaggiore (BO)/Stile/Prodotto Ethnos Snc, Bologna/Tv Production Company Eugenio Tombolini Spa, Urbisaglia(MC)/Produzione/Distribuzione Even Group Scarl Faenza, Faenza (RA)/Agenzia di Comunicazione Exploit, Bologna (BO)/Pubblicità e Marketing Fairmesse, Forlì (FC)/Organizzazione Eventi/Fiere/Congressi Fashion For, Fano (PU)/Agenzia Casting Federmoda CNA Emilia Romagna, Bologna Fondazione Bevilacqua la Masa, Venezia/Galleria d’arte Contemporanea Fondazione Museo di Fotografia Contemporanea, Cinisello Balsamo (MI)/Archivio Fotografico Freelance, Bologna/Fashion Events & Model Agency Furla Spa, San Lazzaro di Savena (BO)/Produzione Abbigliamento E Accessori Gap Eventi Srl, Castel Maggiore (BO)/Organizzazione Eventi G Commerce Europe Spa (Gucci), Scandicci (FI)/Abbigliamento e Accessori G&M Fashion di Moreno Galli e C. Snc, Firenze/Organizzazione Eventi e Sfilate Gilmar Divisione Industria Spa, San Giovanni in Marignano (RN)/ Abbigliamento Produzione/Distribuzione Giorgio Armani Spa, Milano/Stile/Prodotto Giorgio Grati S.P.A., Camerano (AN)/Abbigliamento Produzione/ Distribuzione Gir+A&F Srl, San Giovanni in Marignano (RN)/Abbigliamento, Produzione/Distribuzione Glam Srl Bruno Bordese, Milano/Comunicazione Global Fashion Models Srl, Faenza (RA)/Agenzia Modelle GM Studio Design And Fashion Srl, Milano/Press Office Grazia Neri Srl, Milano/Studio Fotografico G.V.S. International Srl, Bologna/Stile/Prodotto IC Companys Germani Gmbh, Düsseldorf/Marketing e OrganizZM/53


ZoneModa/il mondo.

il lavoro

zazione Eventi Imperial Spa, Funo di Argelato (BO)/Abbigliamento Produzione/ Distribuzione Interfashion, Rimini/Abbigliamento Produzione/Distribuzione Interlaced, Udine/Marketing /Comunicazione Inticom Spa, Gallarate (VA)/Underwear Produzione/Distribuzione Itc Spa, Bologna/Stile/Prodotto (Gianfranco Ferré, John Galliano) J.M. Moda e Pubblicità Sas, Milano/Agenzia di Moda Josto Srl, Milano/Antonio Marras/Ufficio Stampa Krizia Spa, Milano/Press Office Labidea, Trieste/Pubblicità e Comunicazione d’impresa Laboratorio Imago/Clam, Rimini Laboratorium Snc, Firenze/Agenzia Pubblicitaria La Commerciale Srl, Bologna/Gaetano Navarra Stile/Prodotto La Perla Srl, Bologna/Intimo Abbigliamento Produzione Leitmotiv, Bologna/Abbigliamento Liu Jo Spa, Carpi (MO)/Stile/Prodotto/Comunicazione Maddalena Di Stefano e Stillife, Desenzano del Garda (BS)/Atelier Moda e Sposa Magina Srl, Rimini/Comunicazione e Organizzazione Eventi Mainardi Patrizia, Rimini/Patrizia Pepe Store Malizia Spa, Montalto Uffugo (CS)/Underwear Marco Onofri Fotografia, Cesena/Studio Fotografico Mariella Burani Fashion Group Spa, Cavriago (RE)/Abbigliamento Produzione Marketing Informatico Srl, Rimini/Web Marketing/Comunicazione Marlow di Tamagnini Fabio, Rimini/Pdv Abbigliamento Uomo Massimo Osti Spa, Bologna/Archivio Memi/Gipieffe Spa, Milano/Trendwatching Internazionale M&L Harris Agencies Ltd, London/Commerciale/Marketing Monnalisa Spa, Arezzo/Kids Fashion Moschino Spa, Milano/Moschino/Ufficio Stampa My Closet, Rimini/Concept Store Newport Srl, Rimini/Abbigliamento Produzione/Distribuzione Nozze e Dintorni R.S. Magici Eventi Sas, Portici (NA)/Wedding ZM/54


ZoneModa/il mondo. il lavoro

Design e Coordination Oceantex Srl, Gallazzano Serravalle (RSM)/Tessuti Produzione Olmar and Mirta Srl, Concordia (MO)/Abbigliamento Produzione Paciotti Spa, Civitanova Marche/Accessori Produzione Paola Frani Srl, San Mauro Pascoli (FC)/Stile/Prodotto Park Hyatt Milano, Milano/Housekeeping Pollini Spa, Gatteo (FC)/Calzature/Accessori Produzione Prada Spa, Milano/Abbigliamento/Accessori Produzione Puntoshop Spa, Serravalle (RSM)/E-Shop Raffaella Curiel Couture Srl, Milano/Abbigliamento Produzione Riviera Magazine, Costa Mesa California USA/Moda Magazine Servizio Turismo della Provincia di Rimini, Rimini Saitt Sa, Serravalle (RSM)/Camiceria Produzione Sartoria Giovanni Rinaldi, Rimini/Sartoria Scrupoli, San Mauro Pascoli (FC)/Abbigliamento Produzione Sergio Rossi, San Mauro Pascoli (FC)/Sergio Rossi Calzature Serigrafia Pat20, Rimini/Yuma Stampa Tessuti/Merchandising Sicom Srl, Milano/Organizzazione Eventi Simint Spa, Baggiovara (MO)/Abbigliamento Produzione Sixty Group Spa, Chieti (CH)/Sixty Fashion Slam Jam Srl, Ferrara/Street & Japan Style/Ricerca e Distribuzione Smash Abbigliamento, Rimini/Pronto Moda Step Communication di Alessandro Lo Presti, Rimini/Organizzazione Eventi Stefanel Spa, Ponte Piano (TV)/Abbigliamento Produzione Studio Ennezerotre, Milano/Produzione Video e Multimediale Studio Fotografico Wether Scudellari, Russi (RA)/Studio Fotografico Teddy Spa, Rimini/Pronto Moda Tex Alliance, Parigi Titanus Sas, San Marino/Produzione e Commercio Abbigliamento T.R.S. Evolution Spa, Cognento (MO)/Abbigliamento Produzione Venice di Succi Valentina & C. Snc, Rimini/Shoes Store Virginia Srl, Riccione (RN)/Abbigliamento Produzione ZM/55


ZoneModa/il mondo.

il lavoro

Vulpinari Maria Gabriella, Rimini/Maglieria Produzione/Distribuzione WP Lavori In Corso, Bologna/Abbigliamento Produzione www.fiore.it Srl, Funo di Argelato (BO)/Emmanuel Schvili Produzione Yoox Spa, Zola Pedrosa (BO)/Yoox Group Internet Retail Zama G. & C. Snc, Faenza (RA)/Germano Zama Produzione

ZM/56


ZoneModa/la ricerca i progetti, le mostre, le installazioni, gli eventi organizzati con enti e istituzioni pubbliche e private, i convegni e i seminari, le pubblicazioni editoriali, il

I progetti, le

Tecnopolo in Tecnologie innovative

per la

Moda

mostre, le installazioni, gli eventi

QUANDO GLI ALTRI DORMONO. Persone e stili della notte Rimini/Reggio Emilia, 30 giugno/15 luglio 2000 A cura di A. Vaccari In collaborazione con Comune di Reggio Emilia/Assessorato cultura, Centro “Riccardo Bauer” di Milano, Maffia Illicit Club di Reggio Emilia CLAMOROSAMENTE 2003-2004 A cura di A. Vaccari. Coordinamento B. Miglioni Hanno partecipato: A. Battista, R. De Michele, Pucci-Giansante, G. Gizzi, M. Grassetti, A. Messina, I. Piovesan, V. Scipioni BELLE VESTI, DURE LEGGI. Abiti e proibizioni suntuarie nel Medioevo Rimini, 12 aprile/3 maggio 2003 A cura di M. G. Muzzarelli, promossa dalla Biblioteca Civica Gambalunga. FASHION MOVIES ONE. La moda nel cinema Rimini, 10 marzo/31 marzo 2004 In collaborazione con la Cineteca comunale di Rimini LA DONNA DIFFICILE. Archetipi e stereotipi da Hofmannsthal a Isabella Santacroce Rimini, 2/18 ottobre 2004 A cura di M. Lupano, M.G. Muzzarelli, A. Taverna In collaborazione con Comune di Rimini/Assessorato alla Cultura, 55° Sagra Musicale Malatestiana + Lei 2 ottobre/18 ottobre. Installazioni e opere di Boboutic, L. Cariello, O. Mocellin, Sexyshock, Sissi, C. Viel. Mostra a cura di M. Lupano e D. Lotta + Giornata di studi Lady, Be Good! Ritratti di donne difficili 15 ottobre. A cura di M. Lupano e A. Vaccari. Hanno ZM/59


ZoneModa/la ricerca

partecipato M. Casadio, G. Cosenza, C. Demaria, G. Ferrè, M. L. Frisa, N. Giusti, A. Mascio, C. Matteucci, E. Pirazzoli, G. Proni, A. Vaccari MEMORIA DEL QUOTIDIANO Progetto di ricerca avviato nel 2004 Responsabile scientifico: P. Sorcinelli. Coordinamento: D. Calanca in collaborazione con L. Gorgolini, G. Nataloni, G. Di Giangirolamo COSPLAY DAY Rimini, 26 gennaio 2005 A cura di A. Vaccari con P. Barelli, M. Lupano, S. Segreto, L. Trevisani MOD’ART 2005-2012 Dal 2005 la collaborazione tra ZoneModa e Confartigianato di Rimini ha visto progettare sfilate di moda realizzate annualmente da docenti e studenti in occasione della manifestazione “Mod’Art”. Fra i progetti realizzati: Omaggio al Casanova di Federico Fellini (2005). A cura di G. Pierlorenzi Liberty (2006). A cura di G. Pierlorenzi Una favola Glamour (2007). A cura di E. Zambianchi Pinkorama_mostra + inspirational showcase ( 2008). A cura di M. G. Muzzarelli con V. Pepe, F. Iaconisi, C. Marenco Mores ReLab/ (2008) LesionIllusioni_di_moda (2009). A cura di M. G. Muzzarelli con L. Contieri, F. Iaconisi, G. Lanzafame, C. Marenco Mores, S. Melatti, V. Pepe. Acqua Fatua (2010). A cura di A. Vaccari con F. Iaconisi, G. Lanzafame, A. Pagano, C. Curreli, R. Marinetti, M. Schiavo Lapsus Temporale (2011). A cura di C. Curreli ZM/60


ZoneModa/la ricerca

Harem (2012). A cura di G. Matteucci con C. Curreli WELCOME TO ASIA. Visioni del nuovo oriente nella moda Rimini, 21 ottobre 2005 A cura di M. Lupano e A. Vaccari Hanno partecipato: N. Barile, D. Brolli, G. De Mitri, G. Fantuzzi, M.L. Frisa, C. Matteucci con G. Moni e A. Montanari M.G. Muzzarelli, S. Segre Reinach, E. Tosi Brandi. In collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Rimini-Sagra Musicale Malatestiana + Asian Chic. Abiti orientali e orientalisti dalla collezione di Cecilia Matteucci 21 ottobre/27 novembre 2005. Mostra a cura di M. Lupano e N. Giusti con E. Tosi Brandi + Pit-a pat. Eating event. A cura di Arabeschi di Latte + Spazio di lettura e installazione realizzato dalla Biblioteca Universitaria del Polo di Rimini. A cura di A. Citti FLAG FLAIR Rimini, 8 febbraio 2006 A cura di A. Vaccari e L. Trevisani FILE-SYLE. Gli archivi della moda Rimini, aprile/maggio/dicembre 2006 Il progetto ha esplorato la dimensione viva e concreta degli archivi di moda. + Massimo Osti. Cenni storici per il futuro 4 aprile 2006. Giornata di studi a cura di M. Lupano e A. Vaccari Hanno partecipato: M. Lupano, G. Copertini, D. Facchinato, R. Grandi, L. Osti, R. Zanotti, A. Osti, L. Osti, D. Brolli, A. Mascio, A. Vaccari, P. Zonda + Installazione con materiali provenienti dall’Archivio Osti di Bologna. Display a cura di L.Trevisani + Knitscape. 40 anni di ricerca nella moda dall’archivio di Miss Deanna 12 maggio 2006. Seminario a cura di M. Lupano e A. Vaccari. Introduce G. Sassatelli Hanno partecipato: D. Ferretti Veroni, S. Veroni; D. Fedi; ZM/61


ZoneModa/la ricerca

M. Lupano con A. Barcaro; N. Giusti; G. Lo Vetro; G. Monti; M. G. Muzzarelli; E. Tosi Brandi; P. Zonda; A. Vaccari + Amnesia e Memoria. L’archivio storico di Germana Marucelli 18 dicembre 2006. Incontro con la curatrice dell’archivio Silvia Casagrande. Hanno partecipato alla discussione M. Lupano, A. Mascio, G. Monti, E. T. Brandi, A. Vaccari POUR TOI/PURE 80S Rimini, 12 maggio 2006 Retrospettiva dedicata al marchio d’abbigliamento nato dalla collaborazione tra l’architetto L. Coelli e l’artista S. Ray. Mostra a cura di M. Lupano e A. Vaccari, allestimento di L. Trevisani nell’ambito del progetto File-Style IO Donna. Le Scuole di Moda 2007 Partecipazione degli studenti di ZoneModa alla progettazione di un servizio di moda. (servizio apparso su “IO Donna”, n.7, 17 febbraio 2007) MEDWARP, Weaving a Mediterranean Warp and Weft for Understanding Paths of Economic, Social and Cultural Development 2007 Progetto a cura di M. G. Muzzarelli con N. Giusti Partecipazione a FESTA DELL’ARCHITETTURA D’ESTATE / Progetti N°20 + 2,5 x 6 x 3 I Containers delle Università Adriatiche. Progetto “2.0” Monteroberto (AN), 13 luglio 2007 Allestimento a cura degli studenti del corso di laurea specialistica: V. Bujak, V. Meneghello, I. Picardi, R. Romano, Y. Wang con il coordinamento di I. Guzman, S. Melatti, diagramma per una nuova sede di ZoneModa, L. Emanueli, M. Lupano, A. Vaccari. Grafica: A. Gori ZM/62


ZoneModa/la ricerca

RIMINI COME TERRITORIO DELLA CREATIVITA’ 2007-2009 Direzione scientifica: M. Lupano. + Studio di fattibilità dell’insediamento della sede dei corsi di laurea sulla moda della Facoltà di Lettere e Filosofia nell’ex-macello comunale di Rimini, 2007. Lo studio di fattibilità prevede il posizionamento di ZoneModa a Rimini all’interno dell’ex-macello comunale ai margini del grande parco urbano Marecchia. Progetto a cura di L. Emanueli, M. Lupano, A. Vaccari. Consulente: B. Stefani. Collaboratori: C. Ruyblas Lesi, G.Lobosco, G. Lupi + Mappatura della creatività nel territorio di Rimini 2007. A cura di Mario Lupano. Hanno partecipato: N. Giusti, M. Lupano, G. Proni, A. Vaccari con L. Labriola, G. Monti, S. Zotti + Rimini Citylab - nuove visioni per la sede universitaria di ZoneModa e flussi creativi sul lungofiume Marecchia Rimini, 31 gennaio 2008. Workshop e tavola rotonda. Hanno partecipato: G. Cantelli Forti, P. Leoni, L. Natalini, M. Lupano, L. Emanueli, A. Anghileri, M. Ermeti, L. Chicchi, G. Gambetta, F. Fabbri, M. Melucci, G. Sassatelli, M. G. Muzzarelli. In collaborazione con il Comune di Rimini. Nell’ambito del progetto europeo MISTER – Military and Industrial SiTEs Reuse Interreg III-B CADSES OCULA,

presentazione del numero monografico dedicato alla

moda

Rimini, martedì 29 gennaio 2008 A cura di A. Mascio e G. Proni Hanno partecipato: M. Catricalà, G. Cosenza, D. Gasperi, N. Giusti, M. Lupano, L. Marchetti, G. Marrone, A. Mascio, G. Monti, M. G. Muzzarelli, G. Proni, E. Tosi Brandi + La fine della Moda, incontro con U. Volli I MESTIERI DELLA MODA/FASHION INSIDER 2008 A cura di N. Giusti ZM/63


ZoneModa/la ricerca

RIMINISEGNI. Percorsi e mappe del territorio urbano riminese. Analisi semiotico-progettuale RiminiSegni 2008 Progetto a cura di G. Proni con L. Barcellona SALON CHANEL. Moda Musica Arte Rimini, 9 ottobre 2008 + Russian Fashion con performance di Benedetta Barzini + Between Coco and Stravinsky con reading di Lucia Ferrati e Christian Della Chiara su musiche di Satie eseguite al pianoforte da Yutaka Nishimura. A cura di F. Muzzarelli con C. Carpanini e A. Taverna In collaborazione con la 59째 Sagra Musicale Malatestiana/Istituzione Musica Teatro Eventi del Comune di Rimini Collaborazione a INDICATIVO PRESENTE 2008 Rimini, 21/22 novembre 2008 A cura di Koolhunters + allestimento Pinkorama/Gli universi creativi del rosa REVIVAL E CITAZIONI. Le calzature etniche del Museo degli Sguardi Rimini, 15 novembre 2008/15 febbraio 2009 Progetto a cura di M. G. Muzzarelli con E. Tosi Brandi In collaborazione con Istituto Beni Artistici, Culturali, Naturali della Regione Emilia-Romagna, Comune di Rimini, Assessorato alla Cultura, Museo degli Sguardi, CercalCentro Ricerca e Scuola Internazionale Calzaturiera, Bata Shoe Museum, Toronto, Canada, Museo della calzatura di Vaprikki, Finlandia LA NOTTE ROSA 2008-2009 Fra i progetti realizzati: Edizione 2008: PinkLab, laboratorio di ideazione e realizzazione grafica del manifesto Notte Rosa 2008 A cura di M. Lupano e A. Gori + Pinkorama, mostra + inspirational showcase ZM/64


ZoneModa/la ricerca

Rimini, Spazio Duomo, 4-6 luglio. A cura di M. Lupano e A. Gori con G. Monti, S. Zotti e gli studenti del corso di laurea in Sistemi e comunicazione della moda + PinkLab 2, laboratorio di ideazione e realizzazione dei video virali per la Notte Rosa 2009. A cura di G. Proni con A. Zannin, S. Zotti, L. Contieri, G. Lanzafame e gli studenti del Master in Produzione e cultura della moda STUDI STORICI SULLA MODA-REVIVAL 2008-2009 A cura di M. G. Muzzarelli con F. Iaconisi IGD. BRANDING. ridefinizione identitaria del centro commerciale 2008-2009 Progetto a cura di A. Mascio e G. Proni con A. Zannin e B. Lorenzini REVIVAL E CITAZIONISMO. festival del mondo 2008-2010 A cura di M. G. Muzzarelli con E. Tosi Brandi In collaborazione il Comune di Rimini, Assessorato alla Cultura GRUAU CENT’ANNI DI MODA. Illustrare il novecento Rimini, febbraio/maggio 2009 A cura di M.G. Muzzarelli con E. Tosi Brandi, F. Iaconisi, S. Melatti, M. Urizzi In collaborazione con i Musei Comunali di Rimini MILENA PAVLOVIC BARILLI. La moda nella stanza di un’artista Rimini-Belgrado, 2009-2010 A cura di G. Matteucci, C. Marenco Mores, N. Giusti, E. Tosi Brandi, A. Vaccari con A. Mascio e F. Muzzarelli. Hanno collaborato L. Colasanto, L. Contieri, F. Iaconisi, G. Lanzafame, S. Melatti In collaborazione con la Fondazione Milena Pavlovic BaZM/65


ZoneModa/la ricerca

rilli di Požarevac e il Comune di Rimini, Assessorato alla Cultura, Musei Comunali Istituto Italiano di Cultura e il Centre Culturel Français di Belgrado, Uni.Rimini, Società consortile per l’Università nel Riminese, la Biblioteca del Polo Universitario di Rimini, la Casa Editrice Pendragon (BO), la Casa Editrice Hesperia Educational, Belgrado REEDO-riusare per piacere 2010 Rimini, gennaio 2010 A cura di G. Proni con la direzione artistica di F. Atakol, re-designer In collaborazione con il Centro Commerciale “I Malatesta” di Rimini, IGD, Immobiliare di Coop Adriatica e Unicoop L’evento è stato promosso dall’Università, dall’Assessorato alle Politiche Ambientali ed Energetiche del Comune di Rimini, Centro Commerciale I Malatesta + ReeDoHub - 2012 ReeDoHub è una startup che nasce da una serie di laboratori didattici di semiotica del progetto organizzati nel 2010, 2011 e 2012 nell’ambito dell’insegnamento di Analisi Sociosemiotica della Moda, corso di Laurea Magistrale in Moda, tenuto da Giampaolo Proni. Vedi reedo.it, reedocouture.com Collaborazione a MANIFESTA. Il lavoro delle donne Rimini, 8/23 maggio 2010 A cura di F. Iaconisi. Supervisione A. Vaccari In collaborazione con l’Assessorato alle Politiche abitative del Comune di Rimini Collaborazione a SMELL- festival dell’olfatto Bologna-Rimini, 24-30 maggio 2010, 24-29 maggio 2011, 22-27 maggio 2012 A cura di Francesca Faruolo.

ZM/66


ZoneModa/la ricerca

TRAME Rimini 12-20 marzo 2011 Responsabile progetto Giovanni Matteucci Direzione artistica e coordinamento Cristiana Curreli Consulenza scientifica Alessandra Vaccari NUOVO - Circostanze Culturali, 1째 edizione Faenza, 11-13 Marzo 2011 + FOGLI NUDI - a cura di D. Lotta RiminOSArimini: Rimini in tutti i sensi. Rimini, dal 3 al 15 luglio 2012 Docenti resposabili: Giovanni Matteucci, Antonella Mascio Coordinatrici: Cristiana Curreli, Marcella Piccinini Responsabile progetto per CNA: Rita Bellentani Comunicazione: Lorella Barlaam, Giulia Zongoli Concept allestimento: Fethi Atakol In collaborazione con UNIRIMINI SPA e CNA RIMINI SALON DEBUSSY_DEBUSSY IMAGINAIRE Rimini, 8 Settembre 2012 A cura di F. Muzzarelli con C. Chin e F. Fontana In occasione della 63째 Sagra Musicale Malatestiana/Istituzione Musica Teatro Eventi del Comune di Rimini

ZM/67


ZoneModa/la ricerca

Convegni, giornate di studio, seminari Partecipazione

al ciclo d’incontri

FASHION INVADERS: strateFin de Siecle a Lara Croft Bologna, Scuola superiore di studi umanistici, 21 marzo/5 giugno 2001 A cura di G. Franci e A. di Luzio. gie e scenari della moda dalla

Ciclo di seminari LA CULTURA DEL DESIGN IN ITALIA Rimini, 7 aprile/4 giugno 2002 Interventi di S. Grandi e A. Vaccari nell’ambito dell’insegnamento di “Design di Moda” di A. Ferretti Giornate di studio IL VESTITO DEGLI ALTRI Bologna, 23-24 maggio 2002 A cura di G. Franci e M. G. Muzzarelli In collaborazione con il Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere Moderne, Dipartimento di Paleografia e Medievalistica, Scuola Superiore di Studi Umanistici Giornata di studi USO DEL CORPO E ALTERAZIONI DELL’IDENTITÀ Rimini, 5 ottobre 2004 A cura di M. G. Muzzarelli Giornata di studi COSPLAY DAY Rimini, 26 gennaio 2005 A cura di A. Vaccari In collaborazione con Comune di Rimini, Assessorato Cultura Seminari-incontro RETE FASHION 1:

la storia del costume e

della moda tra ricerca e innovazione

Rimini, 27 gennaio 2005 A cura di M. G. Muzzarelli Seminario KAAY XOOL SULLA MODA AFRICANA Rimini, 4-18-19 maggio 2005 ZM/68


ZoneModa/la ricerca

A cura di D. Calanca e S. Grandi In collaborazione con l’Associazione studentesca Contromano e con il patrocinio dell’Assessorato Istruzione e Università del Comune di Rimini Seminario LA RICERCA SUL FASHION SHOPPING. Design, Marketing, semiotica e comunicazione Rimini, 7 maggio 2005 A cura di G. Proni Seminari-incontro RETE FASHION 2:

stato e prospettive degli

studi sulla moda in italia nella ricerca accademica, nelle istituzioni museali, nell’editoria e nell’attivita’ d’impresa culturale

Rimini, 1 giugno 2005 A cura di M. Lupano e M. G. Muzzarelli + Introduzione alla moda. Recenti contributi dell’editoria italiana, incontro con N. Barile, P. Calefato, L. Capelli, E. Fiorani, M. L. Frisa, M. C. Marchetti, S. Segre Reinach Convegno BLURRING LANDSCAPE. Sociosemiotica

della vita

quotidiana

Rimini, 16/18 giugno 2006 A cura di M. Lupano, M. P. Pozzato, G. Proni In collaborazione con l’associazione italiana di studi semiotici. + riminimapping con interventi di zapruder/filmmakersgroup. Coordinamento P. Ciorra, L. Emanueli, L. Labriola, M. Lupano, R. Paci Dalò, A. Vaccari Giornata di studi SHOE DAY Rimini-San Mauro Pascoli, 20 ottobre 2006 Hanno partecipato: G. L. Fontana, M. G. Muzzarelli, G. Riello, S. Ricci In collaborazione con Assoform Rimini, il Comune di San Mauro Pascoli, l’associazione culturale Crac + Mad About Shoes. Calzature dal Medioevo a oggi. Video ZM/69


ZoneModa/la ricerca

a cura di G. Monti, D. Savaidis, E. Tosi Brandi + La forma del cammino. Il cammino della forma. Mostra a cura del Comune di San Mauro Pascoli e dell’associazione culturale Crac Seminario UNIVERSITA’ E IMPRESA PER LO SVILUPPO INNOVATIVO. Sistema moda- economia/cultura Italia Rimini, 24 novembre 2006 Hanno Partecipato: A. Barcaro, A. M. Bazzocchi, P. Bosetti, G. Capodaglio, L. Chicchi, P. Comini, F. Dallari, D. Fucigna, G. Galdenzi, G. Quattrocolo, P. Sorcinelli, L. Strambi, A. Valentini, C. Vercesi, G. Zanotti Seminario COS’È LA CLUBCULTURE? Riflessioni

a partire

dalla scena anniottanta

Rimini, 19 maggio 2007 Coordinato da M. Lupano con F. Bruschi In collaborazione con la Provincia di Rimini Seminario UNA GIORNATA MODERNA. Moda e stile nell’italia fascista

Rimini, 25 maggio 2007 A cura di M. Lupano e M. G. Muzzarelli + Petronilla’s Break a cura di S. Zotti + installazione Ritagli di moda del Ventennio. A cura di A. Citti, A. Vaccari, allestimento di I. Guzman, L. Trevisani. In collaborazione con Biblioteca Universitaria del Polo Scientifico-Didattico di Rimini, Biblioteca Civica Gambalunga e Musei Comunali di Rimini, Archivio A.N.G.E.L.O di Lugo Seminari-incontro RETE FASHION 3: la moda all’universita’ Rimini, 26 maggio 2007 Hanno Partecipato: N. Barile, B. Barzini, C. M. Belfanti, G. Bianchino, L. Billo, M. Bonifacic, P. Calefato, V. C. Caratozzolo, P. Colaiacomo, G. Crinella, E. Danese, G. Franci, ZM/70


ZoneModa/la ricerca

M. L. Frisa, N. Giusti, G. Lo Vetro, M. Lupano, A. Mascio, E. Mora, E.Morini, F. Muzzarelli, M. G. Muzzarelli, B. Niccoli, R. Orsi Landini, E. Paulicelli, G. Proni, F. Roditi, S. Segre Reinach, E. Tosi Bandi, A. Vaccari, L. Valeriani, B. Valli + report Training della generazione moda a cura degli studenti del corso di laurea specialistica in Sistemi e comunicazione della moda coordinamento di L. Labriola, S. Melatti, M. Pecorari, S. Zotti International Workshop STORIE DI MODA/FASHION-ABLE HISTORIES Rimini, 15/16 settembre 2008 A cura di M. G. Muzzarelli Seminario FUOCO CAMMINA CON ME: indagini sulla creativitĂ contemporanea

Rimini, 2009 Progetto a cura di M. Lupano. Seminario tenuto da N. Magalotti Convegno internazionale ABORIGENAL FASHION IN CANADA. identification and contact zone

Rimini, 4 maggio 2009 A cura di M. Lorusso Giornata

di studi

LA MODA DEL GOSSIP. Forme

e idee del

voyeurismo contemporaneo

Rimini, 14 maggio 2009 A cura di F. Muzzarelli + La Chambre Close Bologna 29 gennaio 2010 allestimento a cura di B. Babini e V. Costa con L. Contieri e G. Lanzafame. In collaborazione con Biblioteca Civica Gambalunga di Rimini e Biblioteca universitaria del Polo scientifico didattico di Rimini, Dipartimento delle Arti Visive UniversitĂ di Bologna/Cassero_LUO/Biblioteca Italiana delle Donne/Artefiera Off. ZM/71


ZoneModa/la ricerca

giornata di studi

ANATOMIA SARTORIALE: viaggio al cuore del

su misura

Rimini, 19 Novembre 2009 A cura di G. Lo Vetro + Non arte ma fatto ad arte, Rimini - Museo della Città In collaborazione con duoMo hotel riMini giornata di studi AGATHA RUIZ DEL LA PRADA ♥ ELIO FIORUCCI Arte e Moda dalla Pop al Neopop Rimini, 9 Novembre 2010 A cura di F.Fabbri e F. Muzzarelli + inaugurazione allestimento lab di Fotografia / POP UP Hanno collaborato: M. Candiotti, I. Picardi con il contributo di Uni.Rimini spa si ringraziano Hotel Le Meridien Rimini, Duomo Hotel Rimini, Hotel Nettuno

La moda del Dandy - omaggio a Luigi Ontani Rimini, 24 Novembre 2011 A cura di D. Baroncini e F. Muzzarelli + inaugurazione allestimento la di Fotografia / LA MODA giornata di studi

DEL DANDY seminario

I LUOGHI DEL SAPERE A RIMINI -

in occasione del

150° Unità d’Italia (1861 - 2011) Rimini, dal 24 Novembre al 14 Dicembre 2011 A cura di D. Calanca, F. Dallari, C. Ravara Montebelli giornata di studi Il

Samurai

e il

Guerriero - Lumen

et

Umbra

vs.

Boris Bidjan Saberi Rimini, 20 Aprile 2012 A cura di F. Fabbri Hanno partecipato: I. Fujita, B. Bidjan Saberi, P. Ferrarini, E. Grippa, G. Vitiello partimento di Discipline Storiche (UNIBO), Carocci Editore, ZM/72


ZoneModa/la ricerca

Roma 2008. giornata di studi

Waiting for … Theorizing the web

Rimini, 2 Ottobre 2012 A cura di R. Paltrinieri, A. Mascio, P. Degli Esposti Hanno partecipato: F. Muzzarelli, R. Bartoletti G. Boccia Artieri, J. Tsuchiya, N. Vittadini, R. Andò, P. Parmiggiani, N. Jurgenson, L.Gemini, M. Pedroni Hanno collaborato: C. Marziani, I. Picardi, C. Priore seminario IL VELO TRA OCCIDENTE E ORIENTE Bologna, 9 Novembre 2012 - Dipartimento di discipline storiche, antropologiche e geografiche Hanno partecipato: M. G. Muzzarelli, A. Vanoli, G. Riello, S. Faroqhi

CONVEGNI IN PROGRAMMA TRA PRIMAVERA E AUTUNNO 2013 Convegno I giovani in Italia tra XX e XXI secolo A cura di P. Sorcinelli Convegno Moda e design sostenibile e autoproduzione Rimini, dal 6 al 9 Novembre 2013 A cura di G. Proni In occasione del XLI Congresso AISS – Associazione Italiana Studi Semiotici Rimini, dal 4 al 6 Ottobre 2013 Arti del vivere: Tendenze, gusti e pratiche quotidiane A cura di L. Spaziante In occasione del XI Convegno Nazionale del SIE – Società Italiana d’Estetica Rimini, 18 e 19 Aprile 2013 Stili dell’estetica A cura di G. Matteucci ZM/73


ZoneModa/la ricerca

Le pubblicazioni in volume Storia della cultura e della moda M.G. Muzzarelli, Guardaroba medievale: vesti e società dal XIII al XVI secolo, Bologna, Il Mulino, 1999. D. Calanca, Storia sociale della moda, Milano, B. Mondadori, 2002. M.G. Muzzarelli (a cura di), Belle vesti, dure leggi. “In hoc libro…continentur et descripte sunt omnes et singule vestes”, Costa Editore, Bologna 2003. P. Sorcinelli (a cura di), Studiare la moda, Bruno Mondadori, Milano 2003 (Estudar a Moda: Corpos, Vestuários, Estratégias, São Paulo 2008). D. Calanca, Legami. Relazioni familiari nel Novecento, BUP, Bologna 2004. G. Franci, M.G. Muzzarelli, Il vestito dell’altro. Semiotica, arti, costume, Lupetti, Milano 2005. E. Tosi Brandi (a cura di), Calzature etniche. Nuove osservazioni dal Museo degli Sguardi, Dinamo Project, Imola, 2008. D. Calanca, Identità familiari, (collana Sentimenti in bianco e nero), BUP, Bologna 2008. A. Malfitano, Gioie e motori, (collana Sentimenti in bianco e nero), BUP, Bologna 2008. F. Muzzarelli, Viaggi e vacanze. La fotografia del tempo libero, (collana Sentimenti in bianco e nero), BUP, Bologna 2009 E. Tosi Brandi (a cura di), Gruau e la moda. Illustrare il Novecento – Gruau and fashion. Illustrating the 20th century”, Silvana Editoriale, Milano 2009. E. Tosi Brandi, Mestieri della Artisti del quotidiano. Sarti e sartorie storiche in Emilia-Romagna”, Clueb Bologna 2009. E. Tosi Brandi, A. Vaccari (a cura di), Milena Pavlovic Barilli. La moda nella stanza di un’artista, Pendragon, Bologna 2009. M. Lupano, A. Vaccari (a cura di), Una Giornata Moderna. Moda e stili nell’Italia fascista, Damiani, Bologna 20092010 (edizione inglese: Fashion at the Time of Fascism. ZM/74


ZoneModa/la ricerca

Italian Modernist Lifestyle 1922 1943). M.G. Muzzarelli, G. Riello, E. Tosi Brandi, Moda. Storia e storie, Bruno Mondandori, Milano 2010. N. Giusti (a cura di), Z. Blazina, I. Huljev, G. Matteucci, A. Mazzola, C. Marenco Mores, S. MelattiI, L.Petrovic, E. Tosi Brandi, René Gruau e la moda: lumières des villes, Hesperia.edu, Belgrado 2010 N. Giusti, Introduzione allo studio della moda, Il Mulino, Bologna 2009 F. Fabbri, M. Lorusso (a cura di) La Moda dalla A alla Z, Atlante, Bologna, 2012 (prefazione: F. Fabbri, traduzione: M. Lorusso di Fashion Design Directory, Marnie Fogg, Thames & Hudson e Fairfly Books, London, New York, 2011, pp. 352) S. Segre Reinach, Mode in Italy. Una lettura antropologica, Guerini & Associati, Milano 1999 S. Segre Reinach, La moda. Un’introduzione, Laterza, Roma-Bari 2005 S. Segre Reinach, Un mondo di mode. Il vestire globalizzato, Laterza Roma-Bari 2011 Laboratorio sociale “Memoria del quotidiano” P. Sorcinelli, Lascerei respirare le colline. Storie di vita e di paese, Bruno Mondadori, Milano 2008. P. Sorcinelli, L’alluvione. Il Polesine e l’Italia nel 1951, Utet, Torino 2011 P. Sorcinelli, Dieci storie nel comò, Bruno Mondadori, Milano 2011 P. Sorcinelli e A. Varni (a cura di), Sentimenti in bianco e nero, BUP, 2007-2009 - collana di 6 volumi. D.Calanca, Non ho l’età. Giovani moderni negli anni della rivoluzione, BUP, Bologna 2008 L.Gorgolini, Il lavoro nelle Marche. Aspetti e testimonianze nel Novecento, BUP, Bologna 2006. L.Gorgolini, Emozioni di guerra. Le Marche di fronte ai grandi conflitti del Novecento, Saggi e Monografie del DiZM/75


ZoneModa/la ricerca

partimento di Discipline Storiche (UNIBO), Carocci Editore, Roma 2008 L. Gorgolini, I dannati dell’Asinara, Utet, Torino 2011 (traduzione in tedesco: Kriegsgefangenschaft auf Asinara, Universitatsverlag, Innsbruck, 2012) L. Gorgolini, L’Italia in movimento. Storia sociale degli anni Cinquanta, Bruno Mondadori, Milano 2013 Aspetti e metodi dell’estetica contemporanea F. Muzzarelli, Storia arte e idee in Photomatic, Bruno Mondadori, Milano 2003. G. Matteucci, Filosofia ed estetica del senso, ETS, Pisa, 2005. F. Desideri, G. Matteucci (a cura di), Dall’oggetto estetico all’oggetto artistico, Firenze University Press, Firenze 2006. F. Muzzarelli, Il corpo e l’azione. Donne e fotografia tra otto e novecento, Atlante, Bologna 2007 (Femmes Photographes. Emancipation et Performance 1850-1940, Hazan, Parigi 2009). F. Fabbri, I due Novecento, Manni, Lecce 2008. F. Fabbri, Sesso arte rock’n’roll, Atlante, Bologna 2008. M. Deni, G. Proni, La semiotica e il progetto. Design, comunicazione, marketing, FrancoAngeli, Milano 2008. F. Muzzarelli, L’immagine del desiderio. La fotografia di moda tra arte e comunicazione, Bruno Mondadori, Milano 2009. F. Fabbri, Lo zen e il manga. Arte contemporanea giapponese, Bruno Mondadori, Milano 2009. G. Matteucci, Il sapere estetico come prassi antropologica. Cassirer, Gehlen e la configurazione del sensibile, Ets, Pisa 2010 F. Fabbri, F. Muzzarelli (a cura di), Agatha Ruiz de la Prada loves Elio Fiorucci. Arte e Moda dalla Pop al Neopop, Silvana Editoriale, Milano 2011. ZM/76


ZoneModa/la ricerca

F. Fabbri, Il buono il brutto il passivo, Bruno Mondadori, Milano 2011 G. Matteucci, L’artificio estetico. Moda e bello naturale in Simmel e Adorno, Mimesis, Milano, 2012 F. Fabbri, Boris Bidjan Saberi, Atlante, Bologna 2013 F. Fabbri, L’orizzonte degli eventi. Gli stili della moda dagli anni sessanta a oggi, Atlante, Bologna 2013 L. Spaziante, Sociosemiotica del pop: identità, testi e pratiche musicali, Roma, Carocci, 2007 L. Spaziante, Dai beat alla generazione dell’iPod: le culture musicali giovanili, Roma, Carocci, 2010 Nuove tendenze nell’ambito retail e shopping experience C. Marenco Mores, Da Fiorucci ai Guerrilla Stores, Marsilio-Fondazione Pitti Discovery, Venezia 2006 (edizione inglese: From Fiorucci to the Guerrilla stores: shop displays in architecture, marketing and communications, 2006). G. Proni (a cura di), Leggere le tendenze. Nuovi percorsi di ricerca per il marketing, Lupetti Editori di Comunicazione, Milano 2007. G. Proni, L. Barcellona. (2009). Rimini_Segni, Percorsi e mappe del territorio urbano Riminese – Analisi semioticoprogettuale. Lexia, Torino 2008, La città come testo. Scritture e riscritture urbane. Atti del Convegno Internazionale - Università di Torino- Facoltà di Lettere e Filosofia, 19-20 maggio 2008. Studio dei fenomeni e della comunicazione della Moda A. Varni, Storia della comunicazione in Italia: dalle Gazzette a Internet, Il Mulino, Bologna 2002. A. Mascio, Virtuali comunità, Guerini Associati, Milano 2008. A. Mascio (a cura di), Visioni di moda, Franco Angeli, Milano 2008. F. Muzzarelli (a cura di), Gossip. Moda e modi del voyeuriZM/77


ZoneModa/la ricerca

smo contemporaneo, BUP, Bologna 2010. F. Muzzarelli (a cura di), Obiettivo Moda. Incursioni nella fotografia di moda contemporanea, BUP, Bologna 2010. D. Baroncini, La moda nella letteratura contemporanea, Bruno Mondadori, Milano 2010. S. Segre Reinach, Manuale di sociologia, comunicazione e cultura della moda. Vol. IV. Orientalismi. La moda nel mercato globale, Meltemi, Roma 2006 A. Olivares, Corpi di Moda. Deborah Turbeville, Bettina Rheims, Vanessa Beecroft, Museo della Fotografia Conemporanea, Milano 2012. F. Muzzarelli, Moderne icone di moda, Einaudi, Torino 2013.

Il tecnopolo

in

TECNOLOGIE INNOVATIVE PER LA MODA

Il programma industriale Tecnologie innovative per la moda nasce per rispondere alle esigenze di sviluppo di un settore estremamente composito e articolato. Esso vuole quindi costituire una piattaforma condivisa tra ricerca scientifica, ricerca creativa, pratica del design, settori produttivi e comunicativi della moda e attività connesse al tempo libero, al benessere e alla cura di sé. Il gruppo di ricerca è costituito da chimici, farmacologi, tossicologi, morfologi, biochimici e fisiologi, impegnati nel Polo scientifico didattico di Rimini che, assieme a ricercatori di ZoneModa rappresentano un team interdisciplinare adeguato a far sì che le diverse competenze vengano messe a frutto per realizzare un prodotto a ricaduta tecnologica, trasferendo cioè le conoscenze scientifiche acquisite alle realtà industriali. La ricerca è articolata in diversi punti quali: - Arricchimento di nuovi tessuti - Test di tossicità e biocompatibilità ZM/78


ZoneModa/la ricerca

- Rendere modificabili materiali utilizzati in altri settori - Procedure di colorazione e trattamenti ecocompatibili - Rilascio di molecole: profumi, collagene, acido ialuronico ecc. - Rilascio di farmaci dai tessuti - Studio nuovi coloranti - Cosmetica e profumi - Preparazione di nuove essenze e profumi I ricercatori di ZoneModa coinvolti nel progetto garantiscono la congruenza dei materiali esaminati con le evoluzioni del settore e delle singole aziende committenti, sviluppando la ricerca relativa ai processi creativi degli ultimi decenni e all’individuazione delle nuove tendenze.

ZM/79


ZoneModa/la ricerca

ZM/80


ZoneModa/gli strumenti per il futuro Il container Made in Italy, la rivista ZoneModa Journal, ZoneModa Web Cell,

il sito

ZoneModa

Il container MADE IN ITALY Il container Made in Italy rappresenta, dall’a.a. 20102011 un vero territorio intermedio di ZoneModa intrecciando la sia didattica del corso di Laurea Triennale che della Magistrale.
Al di là dell’etichetta commerciale, Made in Italy distingue un vero proprio universo, unico al mondo e composto di diversi sistemi connessi tra loro: il sistema della produzione, il sistema dell’innovazione di processo (tecnologie e organizzazioni), il sistema dell’innovazione di prodotto (design e produzione creativa), il sistema di continuità della tradizione artigianale. A ciò si aggiunge l’heritage estetico che si sintetizza in un lessico tipicamente italiano: il ‘gusto’, lo ‘stile’, la ‘bellezza’, tradotti nella capacità di produrre eccellenza e qualità in molti settori ancora inimitabili. Questi valori costituiscono un nucleo culturale che affonda le sue radici nella storia fino alla civiltà greco-romana e poi al Rinascimento, estremamente difficile da assimilare e riprodurre, per come è strettamente intessuto nell’intrico di costumi, credenze, pratiche, politiche, religioni, arte, in breve nella identità stessa del Paese. Il Made in Italy, tuttavia, non è solo presente e passato, ma si evolve e prende coscienza della propria realtà. Per gli studenti del Triennio l’etichetta Made in Italy rappresenta un insegnamento legato a un approccio semiotico inteso nel senso di mappatura transdisciplinare organizzata secondo logiche tassonomiche, argomentative e discorsive. Il percorso del Made in Italy nel Biennio Magistrale costituisce invece un vero e proprio contenitore in cui far confluire gli interventi dei più noti operatori nel campo della moda, del design e della comunicazione a livello internazionale, con l’obiettivo di illustrare le dinamiche dei processi creativi relativi tanto a una produzione di manufatti quanto alle pratiche di una redazione editoriale. ZM/81


ZoneModa/gli strumenti

La

rivista

per il futuro

ZoneModa JOURNAL

ZoneModa Journal (ed. Pendragon, Bologna) è la prima rivista scientifica italiana dedicata ai fashion studies, pubblicata in due lingue (italiano e inglese). Il progetto editoriale nasce da un’idea dei docenti dei corsi di laurea in Moda dell’Università di Bologna, sede di Rimini. Ogni numero è curato da un guest editor che lavora – insieme alla redazione - su un tema specifico. Il primo volume è stato dedicato al morphing (guest curator: Mario Lupano, 2009). Il secondo al Made in Italy (guest curator: Simona Segre Reinach, 2011). Il terzo all’universo del “pop”, Pop: Culture di Moda (guest curators: Giovanni Matteucci e Lucio Spaziante, 2013). La struttura della rivista prevede la suddivisione in due parti per ogni numero: la prima contiene saggi legati al tema prescelto; nella seconda (chiamata “backstage”) vengono invece ospitati interventi brevi, descrizioni di work in progress, interviste, segnalazioni, news. ZoneModa Journal accoglie interventi di esperti, ricercatori e studiosi che si occupano dell’ambito “moda” a diversi livelli, seguendo differenti percorsi e metodologie di analisi. Il comitato scientifico è composto da personalità italiane e straniere. L’intento è quello di configurarsi come un appuntamento fisso, entro uno spazio cartaceo e digitale, per raccogliere riflessioni diverse, che partono da realtà produttive e da approfondimenti teorici, sollecitando specialisti e giovani in formazione a osservare e a commentare i fenomeni che si succedono rapidamente in questo settore. ZoneModa Journal è presente online all’indirizzo spaziozonemoda.wordpress.com/zone-moda-journal e su facebook: www.facebook.com/pages/ZONEMODA-Journal Direzione: Maria Giuseppina Muzzarelli (n.1 e n.2) Antonella Mascio (n.3) Comitato Editoriale: Paola Colaiacomo, Roberto Grandi, ZM/82


ZoneModa/gli strumenti

per il futuro

Emanuela Mora, Enrica Morini, Roberta Paltrinieri, Eugenia Paulicelli, Adelheid Rasche, Giorgio Riello, Roberta Sassatelli, Junji Tsuchiya. Redazione: Daniela Baroncini, Nicoletta Giusti, Mariella Lorusso, Giovanni Matteucci, Federica Muzzarelli, Giampaolo Proni, Elisa Tosi Brandi, Segreteria scientifica: Antonella Mascio (n.1 e n.2) Alessia Di Paolo (n.3) A partire al numero 3 il colophon della rivista si compone di una nuova sezione dal nome hanno collaborato che ospita i nomi dei collaboratori saltuari.

ZoneModa WEB CELL Il progetto ZoneModa Web Cell è un programma di web tv incentrato sulla moda, sul design, sull’arte e in genere sulle tendenze della contemporaneità, declinato in puntate di 4-6 minuti ciascuna, con cadenza bimestrale. Il format prevede riprese sul campo e interviste ai numerosi protagonisti della cultura che transitano per la sede di ZoneModa, a Rimini. Per le immagini in interno, la scenografia del programma, il “White Studio”, consiste in un’installazione realizzata dall’artista giapponese Yoshiaki Kaihatsu. Il girato prevede soluzioni ritmate, dosate tra ralenti e accelerazioni, come impone una fruizione da YouTube. La novità di ZoneModa Web Cell si caratterizza con un plusvalore totalmente inedito nel panorama accademico del territorio italiano: sotto la guida e la curatela dei docenti del corso, saranno gli studenti stessi a raccogliere e a commentare il materiale di ciascuna puntata. Di volta in volta, e con totale copertura di spese grazie all’intervento di importanti finanziamenti da parte dell’ Azienda Coltorti di Jesi, gli studenti più meritevoli e motivati saranZM/83


ZoneModa/gli strumenti

per il futuro

no gli inviati speciali alle settimane della moda di Milano Uomo/Donna, Firenze Pitti Uomo e agli showroom dei più noti stiliti del territorio nazionale. Oltre ai luoghi istituzionali della moda italiana, gli occhi di ZoneModa Web Cell saranno puntati su gli eventi più incisivi del mondo contemporaneo, con gli studenti che mettendo in pratica le acquisizioni scientifiche apprese nelle attività formative del corso di Laurea Magistrale in Moda saranno chiamati ad approntare una griglia interpretativa dei fenomeni di tendenza. Il progetto ZoneModa Web Cell nasce da un’idea di Fabriano Fabbri.

Il sito ZoneModa I corsi di laurea di ZoneModa hanno una particolare struttura didattica e di ricerca che ci porta ad avere un’attiva collaborazione con enti e istituzioni locali per mostre, eventi e allestimenti, un’intensa presenza d’interventi e conferenze di personaggi importanti, la declinazione della didattica per laboratori (tessuti, fotografia, design), progetti trasversali come una rivista (ZoneModa Journal), il canale ZoneModa Web Cell e la nuovissima iniziativa Writing For Fashion per chi vuole cimentarsi con la scrittura della moda e della cultura in generale. Tutto questo ha fatto sì che nel tempo abbiamo raccolto un’ampia documentazione delle attività (locandine, manifesti, comunicati stampa ecc.) e soprattutto che ci siamo identificati in un territorio virtuale (ZoneModa appunto) che per noi rappresenta tutto ciò che facciamo fuori dalla normale attività frontale in attiva collaborazione con gli studenti. Da quando il logo ZoneModa è diventato simbolo ufficiale di Unibo abbiamo avvertito parallelamente il bisogno di uno spazio web che possa rispecchiarci e possa essere ZM/84


ZoneModa/gli strumenti

per il futuro

più malleabile di quello dei siti di cui rimarrà comunque naturale e ufficiale emanazione. È nato così spaziozonemoda.wordpress.com, la piattaforma che contiene le notizie di tutto ciò che mettiamo in essere: dalle conferenze alle attività dei laboratori, dai convegni alle mostre fino ai tanti eventi che in generale ZoneModa organizza, notizie e archivio che saranno consultabili anche grazie a immagini e brevi filmati. In sostanza dove protagonisti non siano ricevimenti e notizie degli esami già comunicati nella normale attività dei corsi, ma tutto ciò che (e per noi è tanto) facciamo al di là della tradizionale esperienza didattica. Dalla sua nascita la redazione di Spaziozonemoda è curata da Chiara Marziani, Ilaria Picardi, Celeste Priore.

W riting ForFashion WritingForFashion è un progetto partito a novembre 2012 e pensato per coinvolgere direttamente gli studenti di ZoneModa nelle attività di fashion writing e composizione di testi creativi per il sito spaziozonemoda.wordpress.com L’iniziativa è aperta anzitutto agli studenti dei corsi di laurea in Moda di Rimini ma progressivamente si estenderà anche a interventi di tutti coloro che vorranno partecipare. Gli elaborati devono essere personali e originali, possono essere recensioni e critica settoriale di sfilate, mostre, eventi di attualità e considerazioni varie sulla moda, sull’arte, sul design e sui cultural studies in genere. La selezione che decide quale post ha dignità di pubblicazione è svolta dai docenti dei corsi di laurea Triennale in Culture e Tecniche della moda e di laurea Magistrale in Moda: D. Baroncini, F. Fabbri, A. Mascio, F. Muzzarelli. I post, scelti settimanalmente, avranno visibilità sulla hoZM/85


ZoneModa/gli strumenti

per il futuro

mepage del sito SpazioZoneModa e sui canali social ad esso collegati. Il sito ad oggi conta un pubblico di oltre 1000 utenti al giorno, tra cui anche esperti del settore moda.

ZM/86


Zonemoda - 12 anni di studi per la moda  

12 anni di studi per la moda Progetto editoriale e coordinamento a cura di Federica Muzzarelli Ricerca e archiviazione dati: Francesca F...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you