Page 1

CORPO NAZIONALE SOCCORSO ALPINO SPELEOLOGICO

SERVIZIO PROVINCIALE TRENTINO

PERCORSO FORMATIVO OPERATORI E TECNICI SOCCORSO ALPINO TRENTINO


CORPO NAZIONALE SOCCORSO ALPINO SPELEOLOGICO

SERVIZIO PROVINCIALE TRENTINO

PERCORSO FORMATIVO Richiesta di Ammissione

Controllo Dati Iscrizione

Selezione Tecnico-Attitudinale Attività Speleologica Operatore Tecnico Sanitario Operatore di Soccorritore Speleologico Conduttore Unità Cinofila

Tecnico di Soccorso Speleologico

Soccorritore Alpino

Operatore Tecnico Attività Forre

Tecnico di Soccorso Alpino

Attività Ricerca Persone

Attività Coordinamento Operativo Tecnico di Elisoccorso Istruttore di Soccorso Alpino


STA

5


Richiesta di ammissione da presentare alla Stazione di competenza territoriale per l’iscrizione alla Selezione Tecnico Attitudinale Requisiti richiesti: • Età COMPRESA tra 18 e 45 anni. Capacità di movimentazione su tutti i terreni di montagna.

• Per la qualifica di Operatore Tecnico Sanitario:

- Arrampicata su roccia da secondo di cordata su difficoltà minima di 4° UIAA; - Buona capacità di movimentazione con i ramponi su terreni classici invernali; - Buona capacità di movimentazione su terreni innevati con gli sci d’alpinismo o racchette da neve; - Arrampicata su cascata di ghiaccio da secondo di cordata con difficoltà minima grado “3 (ice)” 75°-80°.

• Per la qualifica di Conduttore Unità Cinofila:

- Arrampicata su roccia da primo di cordata su difficoltà minima di 4° UIAA; - Buona capacità di movimentazione con i ramponi su terreni classici invernali; - Buona capacità di movimentazione su terreni innevati con gli sci d’alpinismo.

• Per la qualifica di Operatore Tecnico:

- Arrampicata su roccia da primo di cordata su difficoltà minima di 4° UIAA; - Buona capacità di movimentazione con i ramponi su terreni classici invernali; - Buona capacità di movimentazione su terreni innevati con gli sci d’alpinismo; - Arrampicata su cascata di ghiaccio da primo di cordata con difficoltà minima grado “3 (ice)” 75°-80°.

Possono presentare richiesta di ammissione alla SELEZIONE TECNICA D’INGRESSO per la qualifica di Soccorritore Alpino soltanto coloro che desiderano intraprendere la SPECIALIZZAZIONE SPELEOLOGICA.

6


Richiesta di ammissione da presentare alla Stazione di competenza territoriale per l’iscrizione alla Selezione Tecnico Attitudinale Conoscenze delle elementari manovre di corda e di autosoccorso. • Progressione della cordata su neve ghiaccio e roccia. • Tecniche di auto-assicurazione ed assicurazione. • Sequenza di discese in corda doppia. • Conoscenza ed abilità nell'autosoccorso in valanga. Documentazione da presentare alla Stazione: • Domanda di iscrizione alla selezione tecnica d’ingresso. • Consenso al trattamento dei dati personali. • Attività alpinistica e Sci alpinistica degli ultimi tre anni. • Certificato medico comprovante l’idoneità a svolgere attività tecnico-alpinistica. • Tessera d’iscrizione al Club Alpino Italiano (CAI-SAT) in regola con il pagamento della quota associativa. • Carta d’Identità in corso di validità. • Patente di guida. • Codice Fiscale. • Una Fototessera in formato digitale. Per le iscrizioni alla selezione tecnica d’ingresso di tutte le qualifiche, è obbligatorio far pervenire in Sede Centrale, secondo le modalità previste, tutta la documentazione necessaria entro e non oltre il 31 agosto. I SOCI che dimostrano, attraverso certificazione medica, l’impossibilità e l’inabilità fisica protratta per un lungo periodo, possono usufruire di un processo di SOSPENSIONE temporaneo della propria qualifica. Gli stessi, terminato il periodo di inabilità, dovranno recuperare i crediti e i mantenimenti necessari alla prima data utile. Resta inteso che durante il periodo di sospensione il Socio non può svolgere alcuna attività all’interno dell’Organizzazione.

7


8


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “SOCCORRITORE ALPINO”

SA

Parametri e regole: • Perdita della qualifica di SOCCORRITORE ALPINO al raggiungimento dell’età di 70 anni.

• Crediti Formativi Totali Richiesti: per un totale di n°6 nell’arco del TRIENNIO. • Verifica di Mantenimento Qualifica: NON PREVISTA. L’accesso alla qualifica di SOCCORRITORE ALPINO è riservata ai Soci in possesso della qualifica di Operatore Tecnico che abbiano sostenuto almeno 2 CICLI DI MANTENIMENTO. Possono presentare richiesta di ammissione alla SELEZIONE TECNICA D’INGRESSO per la qualifica di Soccorritore Alpino soltanto coloro che desiderano intraprendere la SPECIALIZZAZIONE SPELEOLOGICA. I “SOCCORRITORI ALPINI” che nell’arco del triennio NON riescono ad acquisire il numero minimo di Crediti Formativi previsti, perdono la qualità di Socio. La percentuale MASSIMA della somma delle Qualifiche Operative di SOCCORRITORE ALPINO, OPERATORE TECNICO SANITARIO e CONDUTTORE UNITÀ CINOFILA prevista per ogni AREA OPERATIVA, non deve superare il 50% del numero totale dei Soccorritori Operativi.

S/SA SELEZIONE TECNICO ATTITUDINALE (durata: 1 giorno) Selezione completa (1 giorno) • Verifica delle conoscenza di base di topografia ed orientamento. • Verifica di capacità di movimentazione svolgendo una prova di arrampicata di 4° UIAA da secondo di cordata, l’allestimento di un ancoraggio, il montaggio e l’esecuzione di una corda doppia.

Soccorritore Alpino

9


SA

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “SOCCORRITORE ALPINO”

F/SA MODULO DI FORMAZIONE (durata: 9 giorni) 1. Terreno impervio estivo (1 giorno) • Tecniche di progressione su terreno impervio. • Realizzazione di ancoraggi su punti naturali. • Allestimento ed esecuzione di calata su corda singola. • Allestimento ed esecuzione di discesa in corda doppia. • Posizionamento e movimentazione su corda fissa, con utilizzo di ancoraggi naturali. 2. Barella portantina (1 giorno) • Presentazione barelle impiegate nel soccorso. • Montaggio, allestimento e trasporto barelle da soccorso. • Trasporto barelle da soccorso su terreno impervio. 3. Terreno impervio invernale (2 giorni) • Tecniche di progressione su terreno impervio e sconnesso invernale, con utilizzo di ramponi. • Utilizzo dell’attrezzatura da autosoccorso su valanga (ARTVa, sonda, pala). • Metodo di utilizzo della sonda, sondaggio individuale e di squadra. • Tecniche di scavo e disseppellimento del travolto. • Montaggio, allestimento e trasporto di barelle da soccorso. 4. Formazione parte ricerca persone (1 giorno) • Orientamento sul terreno con uso di supporti cartografici e strumenti specifici (altimetro, bussola, gps). • Metodologie e tecniche di ricerca persone. • Simulazione d’intervento di ricerca persone, su diverse tipologie di terreno. • Comunicazioni radio. • Lezione teorica sulla Struttura ed Organizzazione Provinciale di Soccorso Alpino.

10

Soccorritore Alpino


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “SOCCORRITORE ALPINO”

SA

5. Formazione parte sanitaria (4 giorni) • Cenni di anatomia e fisiologia. • I traumi. • Presentazione zaino sanitario. • Manovre di BLS e defibrillazione precoce (BLSD)

V/SA MODULO DI VALUTAZIONE (durata: 2 giorni) 1. Terreno impervio estivo e parte sanitaria (1 giorno) • Prova di movimentazione su terreno impervio e sconnesso. • Discesa in corda doppia su terreno impervio. • Montaggio e trasporto di barella portantina. • Posizionamento e movimentazione su corda fissa, con utilizzo di ancoraggi naturali. • Prova di ricerca persone (verifica dei concetti base). 2. Terreno impervio invernale (1 giorno) • Prova di movimentazione su terreno impervio e sconnesso invernale. • Prova di auto-soccorso su valanga. • Prova di sondaggio individuale e di squadra. • Montaggio ed allestimento di barelle da soccorso. CREDITI FORMATIVI Si ottengono partecipando agli eventi formativi a tema programmati dalla Scuola o a corsi di specializzazzione che trattino nel programma formativo uno dei seguenti argomenti. 1. Terreno impervio estivo e parte sanitaria (1 giorno) • Movimentazione su terreno impervio e sconnesso. • Interazione nelle azioni di soccorso organizzato.

Soccorritore Alpino

11


SA • •

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “SOCCORRITORE ALPINO”

Posizionamento e movimentazione su corda fissa utilizzando ancoraggi naturali. Aggiornamento su materiale e tecniche.

2. Terreno impervio invernale (1 giorno) • Movimentazione su terreno impervio e sconnesso invernale. • Interazione nelle azioni di soccorso organizzato. • Aggiornamento su materiale e tecniche. • Tecnica di autosoccorso su valanga. • Tecnica di sondaggio individuale e di squadra. 3. Barella portantina (1 giorno) • Tecniche di trasporto con barella portantina. • Strategia d’intervento con barella portantina su vari terreni. • Aggiornamento su materiali e tecniche. 4. Ricerca persone (1 giorno) • Simulazione di ricerche su diversi tipi di terreno. • Aggiornamento su materiali e tecniche.

12

Soccorritore Alpino


Soccorritore Alpino

13


OTS

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE TECNICO SANITARIO”

Parametri e regole: • Età COMPRESA tra 23 e 45 anni.

• Perdita della qualifica di “OPERATORE TECNICO SANITARIO”, al raggiungimento dell’età di 70 anni.

• Crediti Formativi Totali Richiesti: n°6 nell’arco del TRIENNIO. • Verifica di Mantenimento Qualifica: NON PREVISTA. Gli “OPERATORI TECNICO SANITARI” che nell’arco del triennio NON riescono ad acquisire il numero minimo di Crediti Formativi previsti, perdono la qualità di Socio. Gli “OPERATORI TECNICI SANITARI” che desiderano accedere alle selezioni per le qualifiche superiori di “ISTRUTTORE REGIONALE SANITARIO” (IRSan) e “ISTRUTTORE NAZIONALE SANITARIO” (INSan) devono essere in possesso della qualifica di OPERATORE TECNICO. La percentuale MASSIMA della somma delle Qualifiche Operative di SOCCORRITORE ALPINO, OPERATORE TECNICO SANITARIO e CONDUTTORE UNITÀ CINOFILA prevista per ogni AREA OPERATIVA, non deve superare il 50% del numero totale dei Soccorritori Operativi.

S/OTS SELEZIONE TECNICO ATTITUDINALE (durata: 2 giorni) 1. Selezione parte roccia (1 giorno) • Arrampicata su roccia da secondo di cordata su difficoltà minima di “4° + UIAA”. • Esecuzione di discesa in corda doppia. 2. Selezione parte neve – ghiaccio (1 giorno) • Prova di movimentazione con uso di ramponi su terreno classico e/o misto. • Prova di movimentazione da secondo di cordata su cascata di grado 3 (ice)” 75°-80°.

14

Operatore T

ecnico Sanita rio


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE TECNICO SANITARIO” • •

OTS

Esecuzione di discesa in corda doppia. Percorso in salita e discesa con sci d’alpinismo o racchette da neve.

F/OTS MODULO DI FORMAZIONE (durata: 4 giorni) 1. Formazione parte roccia (2 giorni) • Progressione su terreno impervio (sentiero attrezzato-via ferrata). • Legature di base. • Ancoraggi naturali e artificiali. • Tecniche di auto-assicurazione ed assicurazione. • Sequenza di discese in corda doppia. • Progressione da secondo di cordata su itinerario di roccia con difficoltà indicativa: “4° + UIAA”. • Progressione su parete con utilizzo di "corda fissa". • Lezione teorica sulla Struttura ed Organizzazione Provinciale di Soccorso Alpino. 2. Formazione parte neve/ghiaccio (2 giorni) • Progressione da secondo di cordata con utilizzo di ramponi su ghiaccio e/o terreno misto. • Legature di base. • Procedimento in cordata su ghiacciaio e/o terreni ghiacciati. • Ancoraggi su ghiaccio e neve. • Tecniche di salita e discesa con attrezzatura da sci-alpinismo o racchette da neve, su varie tipologie di neve. • Uso degli apparecchi ARTVa. • Prove di sensibilità nell’uso della sonda. • Sistemi di sondaggio individuale e di squadra. • Conoscenze di base: Strategie di intervento in Valanga. • Tecniche di scavo e disseppellimento del travolto.

ario Operatore Tecnico Sanit

15


OTS

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE TECNICO SANITARIO”

V/OTS MODULO DI VALUTAZIONE (durata: 2 giorni) 1. Valutazione parte roccia (1 giorno) • Salita da secondo di cordata su itinerario alpinistico con difficoltà “4°+ UIAA”. • Ancoraggi naturali e artificiali. • Tecniche di auto-assicurazione ed assicurazione. • Sequenza di discese in corda doppia. 2. Valutazione parte neve - ghiaccio (1 giorno) • Progressione con utilizzo di ramponi, da secondo di cordata, su itinerario di ghiaccio e/o misto. • Legature di base. • Prova di salita e discesa con attrezzatura da sci-alpinismo o racchette da neve, su varie tipologie di neve. • Prova di ricerca ARTVa “a tempo” su singolo travolto (azione di auto-soccorso). CREDITI FORMATIVI Si ottengono partecipando agli eventi formativi a tema programmati dalla Scuola o a corsi di specializzazzione che trattino nel programma formativo uno dei seguenti argomenti. 1. Roccia (1 giorno) • Salita di itinerario alpinistico da secondo di cordata di difficoltà “4°+ UIAA”. • Tecniche e manovre di soccorso organizzato. • Aggiornamento su materiali e tecniche. 2. Neve/Valanghe (1 giorno) • Gestione della sicurezza su itinerario sci-alpinistico. • Strategie d’intervento in valanga. • Aggiornamento su materiali e tecniche.

16

Operatore T

ecnico Sanita rio


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE TECNICO SANITARIO”

OTS

3. Ghiaccio (1 giorno) • Salita di itinerario classico o cascata di ghiaccio. • Tecniche e manovre di soccorso organizzato. • Aggiornamento su materiali e tecniche. 4. Barella portantina (1 giorno) • Tecniche di calata e recupero con barella portantina. • Strategia d’intervento con barella portantina su vari terreni. • Aggiornamento su materiali e tecniche. 5. Ricerca persone (1 giorno) • Simulazione di ricerche su diversi tipi di terreno. • Aggiornamento su materiali e tecniche.

ario Operatore Tecnico Sanit

17


UC

18

UnitĂ Cinofil a


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “CONDUTTORE UNITÀ CINOFILA”

UC

Parametri e regole: • Età COMPRESA tra 18 e 45 anni.

• Perdita della qualifica di “UNITÀ CINOFILA VALANGA" al raggiungimento dell’età di 65 anni.

• Perdita della qualifica di “UNITÀ CINOFILA RICERCA SUPERFICIE" al raggiungimento dell’età di 70 anni.

• Perdita della qualifica di “CONDUTTORE UNITÀ CINOFILA" si ha anche nel caso in cui il conduttore non è più in possesso di un cane (cucciolo o adulto operativo).

• Per l'ottenimento della qualifica di OPERATORE TECNICO è necessario partecipare ad un modulo MANTENIMENTO Operatore Tecnico.

• Crediti Formativi Totali Richiesti: n°6 SPECIFICI nell’arco del TRIENNIO. • Verifica di Mantenimento Qualifica: NON PREVISTA, se il numero minimo stabilito di Crediti Formativi è acquisito nell’arco del TRIENNIO.

I “Conduttori Unità Cinofila”, che nell’arco del triennio NON riescono ad acquisire il numero minimo di Crediti Formativi previsti, dovranno ripetere il MODULO VERIFICA della durata di n°2 giorni. I “Conduttori Unità Cinofila”, che durante l’iter perde il cane e vuole ottenere la qualifica di Operatore Tecnico: deve partecipare ed ottenere un’esito positivo alla M/ OT parte neve ghiaccio e roccia, altrimenti può ottenere direttamente la qualifica di Soccorritore Alpino. La percentuale MASSIMA della somma delle Qualifiche Operative di SOCCORRITORE ALPINO, OPERATORE TECNICO SANITARIO e CONDUTTORE UNITÀ CINOFILA prevista per ogni AREA OPERATIVA, non deve superare il 50% del numero totale dei Soccorritori Operativi.

Unità Cinofila

19


UC

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “CONDUTTORE UNITÀ CINOFILA”

S/UC SELEZIONE TECNICO ATTITUDINALE (durata: 2 giorni) 1. Roccia (1 giorno) • Preparazione di un ancoraggio da progressione (prova di chiodatura tradizionale). • Progressione della cordata con legatura, metodi di assicurazione del compagno, su parete di roccia. • Arrampicata su roccia da capocordata su difficoltà minima di “4°+ UIAA”. • Allestimento ed esecuzione di sequenza di corda doppia. 2. Neve (1 giorno) • Movimentazione fuoripista in salita e discesa con attrezzatura da sci-alpinismo (dislivello minimo in salita di 400 metri). • Preparazione di un ancoraggio da progressione su neve. • Test di autosoccorso su valanga (ricerca ARTVa - vista – udito – sondaggio e disseppellimento del travolto).

F/UC MODULO DI FORMAZIONE (durata: 10 giorni) 1. Roccia (2 giorni) • Tecnica di arrampicata su roccia. • Ancoraggi naturali e artificiali: da progressione e da abbandono. • Allestimento ed esecuzione di sequenza di discese in corda doppia. • Tecniche di progressione su corda fissa. • Calata con giunzione di corda singola sotto carico. • Allestimento ancoraggi da soccorso (su punti artificiali e naturali). • Montaggio ed allestimento di barelle da soccorso. • Tecniche di trasporto barella portantina su terreno impervio.

20

Unità Cinofil a


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “CONDUTTORE UNITÀ CINOFILA”

UC

2. Neve (3 giorni) • Tecniche di salita e discesa con attrezzatura sci-alpinistica. • Principi di nivologia e scelte dell’itinerario sci-alpinistico. • Gestione della sicurezza in salita ed in discesa. • Utilizzo apparecchio ARTVa digitale. • Ricerca vista e udito, segnalazione ed ispezione reperti. • Metodo di sondaggio individuale e prove di sensibilità. • Metodo di sondaggio a squadre. • Ancoraggi su neve per calata e/o corda doppia. • Tecniche di trasporto con barella da neve e barella d’emergenza. 3. Ricerca persone (1 giorno) • Orientamento sul terreno con uso di supporti cartografici e strumenti specifici (altimetro, bussola, gps). • Metodologie e tecniche di ricerca persone. • Simulazione d’intervento di ricerca persone, su diverse tipologie di terreno. • Comunicazioni radio. 4. Parte sanitaria (4 giorni) • Cenni di anatomia e fisiologia. • I traumi. • Presentazione zaino sanitario. • Manovre di BLS e defibrillazione precoce (BLSD)

V/UC MODULO DI VALUTAZIONE (durata: 2 Giorni) 1. Roccia – ricerca persone (1 giorno) • Salita di itinerario alpinistico, difficoltà classica di “4°+ UIAA”. • Allestimento ancoraggi da progressione e soccorso (su punti naturali e artificiali). • Tecniche di progressione della cordata. • Sequenza di discese in corda doppia. • Calata con giunzione di corda singola sotto carico. • Sistemi di recupero: auto-soccorso della cordata.

Unità Cinofila

21


UC • •

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “CONDUTTORE UNITÀ CINOFILA”

Montaggio e allestimento di barelle da soccorso. Verifica dei concetti base di topografia ed orientamento.

2. Neve (1 giorno) • Tecniche di salita e discesa con attrezzatura sci-alpinistica. • Gestione della sicurezza in salita ed in discesa. • Utilizzo apparecchio ARTVa digitale. • Ricerca vista e udito, segnalazione ed ispezione reperti. • Metodo di sondaggio individuale. • Metodo di sondaggio a squadre. • Tecniche di scavo e disseppellimento del travolto. • Ancoraggi su neve per calata e/o corda doppia. CREDITI FORMATIVI Si ottengono partecipando agli eventi formativi a tema programmati dalla Scuola o a corsi di specializzazzione che trattino nel programma formativo uno dei seguenti argomenti. 1. Roccia (1 giorno) • Salita di itinerario alpinistico di difficoltà “4°+ UIAA”. • Tecniche e manovre di soccorso organizzato. • Aggiornamento su materiali e tecniche. 2. Neve (1 giorno) • Gestione della sicurezza su intinerario sci-alpinistico. • Strategie d’intervento in valanga. • Aggiornamento su materiale e tecniche. 3. Barella portantina (1 giorno) • Tecniche di calata e recupero con barella portantina. • Strategia d’intervento con barella portantina su vari terreni. • Aggiornamento su materiali e tecniche.

22

Unità Cinofil a


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “CONDUTTORE UNITÀ CINOFILA”

UC

4. Ricerca persone (1 giorno) • Simulazione di ricerche su diversi tipi di terreno. • Aggiornamento su materiali e tecniche.

M/UC I “CONDUTTORI UNITÀ CINOFILE” CHE NEL CORSO DEL TRIENNIO, NON RIESCONO AD ACQUISIRE IL N° DI CREDITI FORMATIVI STABILITI: DEVONO RIPETERE COMPLETAMENTE IL MODULO DI VERIFICA (durata: 2 giorni)

1. Roccia – ricerca persone (1 giorno) • Salita da secondo di cordata di itinerario alpinistico, con difficoltà classica di “4°+ UIAA”. • Allestimento ancoraggi da progressione e soccorso (su punti naturali e artificiali). • Tecniche di progressione della cordata. • Sequenza di discese in corda doppia. • Calata con giunzione di corda singola sotto carico. • Sistemi di recupero: auto-soccorso della cordata. • Montaggio ed allestimento di barelle da soccorso. • Verifica dei concetti base di topografia ed orientamento. 2. Neve (1 giorno) • Tecniche di salita e discesa con attrezzatura sci-alpinistica. • Gestione della sicurezza in salita ed in discesa. • Utilizzo apparecchio ARTVa digitale. • Ricerca vista e udito, segnalazione ed ispezione reperti. • Metodo di sondaggio individuale. • Metodo di sondaggio a squadre. • Tecniche di scavo e disseppellimento del travolto • Ancoraggi su neve per calata o corda doppia.

Unità Cinofila

23


UnitĂ Cinofil a


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE TECNICO”

OT

Parametri e regole: • Età COMPRESA tra 18 e 45 anni.

• Perdita della qualifica di OPERATORE TECNICO al raggiungimento dell’età di 70 anni.

• Crediti Formativi Totali Richiesti: n°6 nell’arco del TRIENNIO. • Verifica di Mantenimento Qualifica: n°2 giorni nell’arco del TRIENNIO. • Le Guide Alpine con la qualifica di Operatore Tecnico, nel trienno devono acquisire

il numero minimo di crediti formativi come tutti gli Operatori Tecnici, coloro che non li acquisiscono perdono la qualifica passando a quella di Soccorritore Alpino.

Gli “OPERATORI TECNICI” che nel corso del triennio non hanno acquisito il numero minimo di crediti formativi, ma hanno partecipato e SUPERATO I MANTENIMENTI previsti (M/OT) ed anche coloro che HANNO IL NUMERO MINIMO DI CREDITI FORMATIVI stabiliti, ma non hanno partecipato o non hanno superato il mantenimento previsto (M/OT), PERDONO LA QUALIFICA passando a quella di Soccorritore Alpino. L’accesso alla qualifica di SOCCORRITORE ALPINO è riservata ai Soci in possesso della qualifica di Operatore Tecnico che abbiano sostenuto almeno 2 CICLI DI MANTENIMENTO. Coloro che non hanno i crediti formativi stabiliti e non hanno nemmeno superato il mantenimento previsto, PERDONO LA QUALITÀ DI SOCIO. I CANDIDATI che hanno perso la qualifica di Operatore Tecnico e hanno acquisito la qualifica di Soccorritore Alpino, possono ri-ottenere la qualifica di Operatore Tecnico partecipando e superando positivamente il modulo di verifica (V/OT) della durata di 3 giorni nella prima data utile.

Operatore Tecnico

25


OT

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE TECNICO”

S/OT SELEZIONE TECNICO ATTITUDINALE (durata: 3 giorni) 1. Roccia (1 giorno) • Preparazione di un ancoraggio da progressione utilizzando chiodi da roccia. • Progressione della cordata con legatura e metodi di assicurazione. • Arrampicata su roccia da capocordata su difficoltà minima di “4°+ UIAA”. • Allestimento ed esecuzione di sequenze di discese in corda doppia. 2. Ghiaccio (1 giorno) • Movimentazione con utilizzo di ramponi, su terreno di ghiaccio e/o misto. • Preparazione di un ancoraggio da progressione su ghiaccio. • Progressione della cordata con legatura, metodi di assicurazione del compagno su cascata di ghiaccio. • Arrampicata su cascata di ghiaccio da capocordata con difficoltà minima di grado 3 (ice)” 75°-80°. • Allestimento ed esecuzione di sequenza di corde doppie. 3. Neve (1 giorno) • Movimentazione su terreno fuoripista, in salita e discesa con l’utilizzo di attrezzatura da sci-alpinismo (dislivello minimo in salita di 400 metri). • Preparazione di ancoraggio su neve. • Test di autosoccorso su valanga (ricerca ARTVa, vista, udito, tecnica di sondaggio individuale).

F/OT MODULO DI FORMAZIONE (durata: 13 giorni) 1. Roccia (3 giorni) • Tecnica di arrampicata su roccia. • Ancoraggi naturali artificiali da progressione e da abbandono. • Tecniche di progressione della cordata. • Salita su itinerari alpinistici di difficoltà minima di grado “4°+ UIAA.”

26

Operatore T

ecnico


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE TECNICO” • • • • • • • • •

OT

Allestimento ed esecuzione di discese in corda doppia. Tecniche di allestimento e progressione su corda fissa. Sistemi di recupero-autosoccorso della cordata. Calata con giunzione di corda singola sotto carico. Allestimento ancoraggi da soccorso (su punti artificiali e naturali). Montaggio e allestimento barelle da soccorso. Tecniche di trasporto barella portantina su terreno impervio. Sistemi di calata con due corde. Sistemi di recupero con paranchi.

2. Neve (3 giorni) • Tecniche di salita e discesa con attrezzatura sci-alpinistica. • Nivologia e scelte dell’itinerario sci-alpinistico. • Gestione della sicurezza in salita ed in discesa. • Utilizzo apparecchio ARTVa digitale. • Ricerca vista e udito, segnalazione e ispezione reperti. • Metodo di sondaggio individuale e prove di sensibilità. • Metodi di sondaggio a squadre. • Ancoraggi su neve per calata, o discesa in corda doppia. • Tecniche di trasporto con barella da neve e barella d’emergenza. 3. Ghiaccio (1 giorno) • Tecnica classica di progressione con ramponi. • Procedimento in cordata su ghiacciaio e su terreni di ghiaccio/misto. • Ancoraggi su ghiaccio. • Sistemi di recupero da crepaccio ( e/o pendii e creste). 4. Cascata di ghiaccio (1 giorno) • Tecnica di arrampicata su cascata di ghiaccio. • Ancoraggi naturali e artificiali da progressione e da abbandono. • Tecniche di progressione della cordata. • Salita su cascata di ghiaccio di difficoltà minima di grado 3 (ice)” 75°-80°. • Allestimento ed esecuzione di sequenze di discese in corda doppia.

Operatore Tecnico

27


OT

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE TECNICO”

5. Ricerca persone ed Impianti a fune (1 giorno) • Orientamento sul terreno con uso di supporti cartografici e strumenti specifici (altimetro, bussola, gps etc.). • Metodologie e tecniche di ricerca persone. • Simulazione d’intervento di ricerca persone, su diverse tipologie di terreno. • Comunicazioni radio. • Lezione teorica sulla Struttura ed Organizzazione Provinciale di Soccorso Alpino. 6. Parte sanitaria (3 giorni) • Cenni di anatomia e fisiologia. • I traumi. • Manovre di BLS e defibrillazione precoce (BLSD) • Presentazione zaino sanitario. • Valutazione del trauma secondo schema ABCDE. • Presidi di immobilizzazione e mobilizzazione. • Utilizzo dei vari presidi. • Tecniche di immobilizzazione e mobilizzazione. • Simulati d’intervento.

V/OT MODULO DI VALUTAZIONE (durata: 3 giorni) 1. Roccia – ricerca persone (1 giorno) • Salita di itinerario alpinistico con difficoltà classica di “4°+ UIAA.” • Allestimento ancoraggi da progressione e soccorso (su punti naturali e artificiali). • Tecniche di progressione della cordata. • Sequenza di discese in corda doppia. • Calata con giunzione di corda singola sotto carico. • Sistemi di recupero auto-soccorso della cordata. • Sistemi di calata con due corde. • Sistemi di recupero con paranchi. • Montaggio ed allestimento di barelle da soccorso. • Verifica dei concetti base di topografia ed orientamento.

28

Operatore T

ecnico


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE TECNICO”

OT

2. Neve (1 giorno) • Tecniche di salita e discesa con attrezzatura sci-alpinistica. • Gestione della sicurezza in salita ed in discesa. • Utilizzo apparecchio ARTVa digitale. • Ricerca vista e udito, segnalazione e ispezione reperti. • Metodo di sondaggio individuale. • Metodi di sondaggio a squadre. • Ancoraggi su neve per calata e/o discesa in corda doppia. 3. Ghiaccio (1 giorno) • Tecnica classica di progressione con ramponi. • Procedimento in cordata su ghiacciaio e su terreni di ghiaccio/misto. • Ancoraggi su ghiaccio. • Sistemi di recupero da crepaccio ( e/o pendii e creste). • Tecnica di arrampicata su cascata di ghiaccio. • Ancoraggi naturali e artificiali da progressione e da abbandono. • Tecniche di progressione della cordata. CREDITI FORMATIVI Si ottengono partecipando agli eventi formativi a tema programmati dalla Scuola o a corsi di specializzazzione che trattino nel programma formativo uno dei seguenti argomenti. 1. Roccia (1 giorno) • Salita di itinerario alpinistico di difficolta “4°+ UIAA”. • Tecniche e manovre di soccorso organizzato. • Aggiornamento su materiali e tecniche. 2. Neve/Valanghe (1 giorno) • Gestione della sicurezza su itinerario sci-alpinistico. • Strategie di intervento in valanga. • Aggiornamento su materiali e tecniche.

Operatore Tecnico

29


OT

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE TECNICO”

3. Ghiaccio (1 giorno) • Salita di itinerario classico o cascata di ghiaccio. • Tecniche e manovre di soccorso organizzato. • Aggiornamento su materiali e tecniche. 4. Barella portantina (1 giorno) • Tecniche di calata e recupero con barella portantina. • Strategia d’intervento con barella portantina su vari terreni. • Aggiornamento su materiali e tecniche. 5. Ricerca persone (1 giorno) • Simulazione di ricerca persone, su diversi tipi di terreno. • Aggiornamento su materiali e tecniche.

M/OT

MODULO DI VALUTAZIONE PER IL MANTENIMENTO OPERATIVO DELLA QUALIFICA, DI “OPERATORE TECNICO”, OBBLIGATORIA PER TUTTI GLI OPERATORI TECNICI IN POSSESSO DEI CREDITI FORMATIVI RICHIESTI (durata: 2 giorni)

1. Valutazione parte roccia e ricerca persone (1 giorno) • Salita di itinerario alpinistico con difficoltà classica “4°+ UIAA”. • Allestimento ancoraggi da progressione e soccorso (su punti naturali e artificiali). • Tecniche di progressione della cordata. • Sequenza di discese in corda doppia. • Calata con giunzione di corda singola sotto carico. • Sistemi di recupero-autosoccorso della cordata. • Montaggio ed allestimento di barelle da soccorso. • Verifica dei concetti base di topografia ed orientamento. • Sistemi di calata con due corde. • Sistemi di recupero con paranchi.

30

Operatore T

ecnico


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE TECNICO”

OT

2. Valutazione parte neve e ghiaccio (1 giorno) • Tecniche di salita e discesa con attrezzatura sci-alpinistica. • Gestione della sicurezza in salita ed in discesa. • Ricerca ARTVa su multi-sepolti. • Ricerca vista e udito, segnalazione ed ispezione reperti. • Metodi di sondaggio individuale. • Metodi di sondaggio a squadre. • Ancoraggi su neve per calata, e/o discesa in corda doppia. • Tecnica classica di progressione con ramponi, su ghiaccio e/o terreno misto. • Sistemi di recupero da crepaccio ( e/o pendii e creste). • Ancoraggi su ghiaccio.

Operatore Tecnico

31


32


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO di SOCCORSO ALPINO”

TeSA

Parametri e regole: • Età COMPRESA tra 22 e 45 anni.

• Perdita della qualifica di TECNICO di SOCCORSO ALPINO, al raggiungimento dell’età di 65 anni.

• Crediti Formativi Totali Richiesti: n°6 SPECIFICI nell’arco del TRIENNIO. • Verifica di Mantenimento Qualifica: n°4 giorni, nell’arco del TRIENNIO. PERIODO TRANSITORIO OBBLIGATORIO, DALLA DATA DI OTTENIMENTO DELLA QUALIFICA DI “OPERATORE TECNICO”: MINIMO 12 MESI INDEROGABILI. I “TECNICI DI SOCCORSO ALPINO” che nel corso del triennio non hanno acquisito il numero minimo di crediti formativi, ma hanno partecipato e SUPERATO I MANTENIMENTI previsti (M/TeSA) ed anche coloro che HANNO IL NUMERO MINIMO DI CREDITI FORMATIVI stabiliti, ma non hanno partecipato o non hanno superato il mantenimento previsto (M/TeSA), PERDONO LA QUALIFICA passando a quella di Operatore Tecnico. Coloro che non hanno i crediti formativi stabiliti e non hanno nemmeno superato il mantenimento previsto, PERDONO LA QUALITÀ DI SOCIO.

FV/TeSA MODULO DI FORMAZIONE-VALUTAZIONE (durata: 18 giorni) 1. Formazione valutazione parte roccia (6 giorni) 2 di progressione e 4 di manovre • Progressione da capocordata su itinerario alpinistico con dif. minima di “5° UIAA”. • Sequenza di discese in corda doppia. • Ancoraggi naturali ed artificiali. • Sistemi di calata con l’utilizzo di freni vari. • Sistemi di recupero con paranchi di soccorso. • Tecniche di assicurazione ed auto-assicurazione.

pino Tecnico di Soccorso Al

33


TeSA • • • • •

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO di SOCCORSO ALPINO”

Strategie e tecniche di calate lunghe in parete. Tecniche e strategie di calata, con ripresa degli ancoraggi. Tecniche di imbarellamento nel vuoto. Simulati di intervento: soccorso e recupero in parete. Montaggio ed utilizzo del palo pescante.

2. Formazione barella portantina (1 giorno) • Presentazione materiali utilizzati nelle manovre. • Manovra di calata sui vari terreni. • Tecniche di trasporto su terreni facili. • Tecniche di trasporto su terreni ripidi e sconnessi. • Manovra di recupero con contrappeso. 3. Formazione parte neve (4 giorni) • Tecniche di salita e discesa con attrezzatura da sci-alpinismo, su diverse tipologie di neve. • Uso degli apparecchi ARTVa (analogico e digitale). • Prove di sensibilità nell’uso della sonda. • Sistemi di sondaggio individuale ed a squadre. • Tecniche di scavo. • Ancoraggi su neve. • Presentazione ed utilizzo barelle per trasporto infortunati su terreno innevato. • Valutazioni sulla stabilita del manto nevoso. • Materiali e strategie per il soccorso organizzato in valanga. • Sistemi di ricerca con apparecchio RECCO. • Metodi di disseppellimento dei travolti in valanga. • Collaborazione con unità cinofile. 4. Formazione ricerca persone ed elisoccorso (2 giorni) • Analisi e valutazione della tipologia di intervento. • Gestione delle squadre di ricerca. • Utilizzo pratico degli strumenti per l’orientamento.

34

Tecnico di S occorso Alpi no


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO di SOCCORSO ALPINO” • • • • • •

TeSA

Metodi di ricerca sui diversi terreni (criteri di impostazione dell’intervento). Lezioni teoriche: nozioni di elisoccorso. Imbarchi e sbarchi a macchina ferma. Imbarchi e sbarchi in hovering. Operazioni al verricello su terreno facile. Operazioni al verricello su terreno impegnativo ed esposto.

5. Formazione ghiaccio - misto (2 giorni) • Progressione con utilizzo di ramponi, su itinerari alpinistici di ghiaccio e/o misto. • Legature di base. • Procedimento in cordata su ghiacciaio e su terreni di ghiaccio/misto. • Tecniche di assicurazione ed autoassicurazione. • Ancoraggi su ghiaccio. • Sistemi di recupero da crepaccio e/o pendii e creste. • Uso del “cavalletto cevedale” e compressore. 6. Formazione cascate di ghiaccio (2 giorni) • Tecnica di arrampicata su ghiaccio. • Ancoraggi naturali ed artificiali, da progressione e da abbandono. • Tecniche di progressione della cordata su cascata di ghiaccio. • Salita su cascata di ghiaccio con difficoltà minima di grado "4 (ice)". • Allestimento ed esecuzione di sequenza di discese in corda doppia. 7. Formazione impianti a fune (1 giorno) • Presentazione materiali ed analisi delle normative. • Esecuzione delle manovre di evacuazione su diverse tipologie di impianti.

pino Tecnico di Soccorso Al

35


TeSA

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO di SOCCORSO ALPINO”

CREDITI FORMATIVI Si ottengono partecipando agli eventi formativi a tema programmati dalla Scuola o a corsi di specializzazzione che trattino nel programma formativo uno dei seguenti argomenti. 1. Roccia (1 giorno) • Salita di itinerario alpinistico con difficolta classica di “5°+ UIAA”. • Tecniche e manovre di soccorso organizzato con e/o senza elicottero. • Metodi di recupero con argani ed attrezzature specifiche. • Aggiornamento su materiali e tecniche. 2. Neve (1 giorno) • Gestione della sicurezza su itinerario sci-alpinistico. • Strategie d’intervento in valanga. • Aggiornamento su materiali e tecniche. 3. Ghiaccio (1 giorno) • Salita di itinerario classico e/o cascata di ghiaccio. • Tecniche e manovre di soccorso organizzato. • Metodi di recupero da crepaccio con utilizzo di “cavalletto cevedale”. • Aggiornamento su materiali e tecniche. 4. Barella portantina (1 giorno) • Tecniche di calata e recupero con barella portantina. • Strategia d’intervento con barella portantina su vari terreni. • Aggiornamento su materiali e tecniche. 5. Ricerca persone (1 giorno) • Simulazione di ricerche su diversi tipi di terreno. • Organizzazione e gestione delle squadre. • Aggiornamento su materiali e tecniche.

36

Tecnico di S occorso Alpi no


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO di SOCCORSO ALPINO”

TeSA

6. Tecniche di elisoccorso (1 giorno) • Procedure di sicurezza e tecniche operative in elisoccorso. • Addestramento pratico sul terreno. • Aggiornamento su materiali e tecniche.

M/TESA

MODULO DI MANTENIMENTO-VERIFICA DA ABBINARE AI CREDITI FORMATIVI RICHIESTI (durata: 4 giorni) 1. Mantenimento parte roccia – ghiaccio - neve (4 giorni) (2 neve e 2 roccia) • Prove di verifica sulla capacita di movimentazione su tutti i terreni di montagna con il livello richiesto durante la formazione/valutazione. • Conoscenza e applicazione di tutti gli argomenti trattati nel modulo di formazione/ valutazione. • Manovre di corda e tecniche di soccorso organizzato trattate nei moduli di formazione e valutazione.

pino Tecnico di Soccorso Al

37


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO di ELISOCCORSO”

TE

Parametri e regole: • Età COMPRESA tra 25 e 40 anni.

• Perdita della qualifica di TECNICO di ELISOCCORSO, al raggiungimento dell’età di 60 anni.

• Crediti Formativi Totali Richiesti: n°6 SPECIFICI nell’arco del TRIENNIO, almeno due all'anno.

• Verifica di Mantenimento Qualifica: n°3 giorni, nell’arco del TRIENNIO. PERIODO TRANSITORIO OBBLIGATORIO, DALLA DATA DI OTTENIMENTO DELLA QUALIFICA DI “TECNICO DI SOCCORSO ALPINO”: MINIMO 24 MESI INDEROGABILI. Per accedere alla Selezione di ammissione al corso di Formazione, è obbligatorio consegnare un curriculum operativo, inoltre il candidato dovrà essere proposto dal Consiglio di Zona. I “TECNICI DI ELISOCCORSO” che nel corso del triennio non hanno acquisito il numero minimo di crediti formativi, ma hanno partecipato e SUPERATO I MANTENIMENTI previsti (M/TE) ed anche coloro che HANNO IL NUMERO MINIMO DI CREDITI FORMATIVI stabiliti, ma non hanno partecipato o non hanno superato il mantenimento previsto (M/TE), PERDONO LA QUALIFICA passando a quella di Tecnico di Soccorso Alpino. Coloro che non hanno i crediti formativi stabiliti e non hanno nemmeno superato il mantenimento previsto, PERDONO LA QUALITÀ DI SOCIO.

S/TE SELEZIONE TECNICO ATTITUDINALE (durata: 3 giorni) 1. Roccia (1 giorno) • Arrampicata su roccia da capocordata con difficoltà minima di “6°+ UIAA”. • Manovre di soccorso previste nei moduli TeSA. • Risoluzione d’interventi simulati su vari scenari critici in parete.

Tecnico di Elisoccorso

39


TE

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO di ELISOCCORSO”

2. Ghiaccio (1 giorno) • Arrampicata su cascata di ghiaccio o seracco da capocordata con difficoltà minima di grado “4+ (ice)”. • Percorso di movimentazione con utilizzo di ramponi su terreno di ghiaccio e/o misto. • Manovre di soccorso previste nei moduli TeSA. • Risoluzione di interventi simulati su vari scenari critici, ambientati in cascata di ghiaccio e/o ghiacciaio. 3. Neve e valanghe (1 giorno) • Tecniche di salita e discesa in fuori-pista, con attrezzatura sci-alpinistica. • Ancoraggi su terreno innevato. • Risoluzione di interventi simulati su vari scenari critici in valanga.

F/TE MODULO DI FORMAZIONE (durata: 17 giorni) 1. Formazione parte roccia (5 giorni) • Gestione e movimentazione del personale sanitario sul terreno. • Gestione dell’ infortunato e dell’ equipe sanitaria su terreno impervio. • Gestione dell’ infortunato e dell’ equipe sanitaria su terreno alpinistico. • Strategie d’intervento. 2. Formazione parte neve (3 giorni) • Gestione e movimentazione del personale sanitario sul terreno. • Gestione dell’ infortunato e dell’ equipe sanitaria su valanga. • Gestione dell’ infortunato e dell’ equipe sanitaria su terreno alpinistico invernale. • Strategie d’intervento. 3. Formazione parte ghiaccio - misto (3 giorni) • Gestione e movimentazione del personale sanitario sul terreno. • Gestione dell’ infortunato e dell’equipe sanitaria su cascata di ghiaccio. • Gestione dell’ infortunato e dell’equipe sanitaria su terreno alpinistico.

40

Tecnico di E lisoccorso


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO di ELISOCCORSO” • •

TE

Gestione dell’ infortunato e dell’equipe sanitaria in crepaccio. Strategie d’intervento.

4. Formazione parte elisoccorso (2 giorni) • Normative e aspetti legali (lezione teorica). • Struttura operativa e ruolo del tecnico di elisoccorso (lez. teorica). • Fasi operative e strategie d’intervento (lezione teorica). • Apparati di radio comunicazione e tecnica di radio-guida. • Procedure di imbarco e sbarco in sicurezza dell’ equipe di elisoccorso (hovering, verricello su diversi tipi di terreno). • Gestione dell’ infortunato e dell’equipe sanitaria in operazioni con utilizzo dell’elicottero. • Procedure di recupero dell’infortunato mediante presidi verricellabili (vari tipi di barelle e cinture di evacuazione). • Procedure di evacuazione con manovre di svincolo da vari punti di recupero. • Simulati d’ intervento. 5. Opzioni formative ad integrazione: dettate dalle esigenze operative, in relazione al territorio di competenza (4 giorni) • Canyoning. • Jumper, parapendio. • Ultraleggeri, alianti. • Esplosivi, airbag ecc. • Altre neccessità.

V/TE MODULO DI VALUTAZIONE (durata: 4 giorni) 1. Roccia (1 giorno) • Gestione e movimentazione del personale medico/infermieristico, su vari tipi di terreno. • Simulati d’intervento su vari tipi di terreno. 2. Neve (1 giorno) • Gestione e movimentazione del personale medico/infermieristico, su valanga.

Tecnico di Elisoccorso

41


TE • •

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO di ELISOCCORSO”

Gestione e movimentazione del personale medico/infermieristico, su terreno alpinistico (canali e creste). Simulati d’intervento in valanga su terreno alpinistico.

3. Ghiacciaio – cascata di ghiaccio (1 giorno) • Gestione e movimentazione del personale medico/infermieristico, su ghiacciaio. • Gestione e movimentazione del personale medico/infermieristico, su cascata di ghiaccio. • Simulati d’intervento su ghiacciaio. • Simulati d’intervento su cascata di ghiaccio. 4. Elisoccorso (1 giorno) • Consapevolezza del ruolo del T.E. all’interno dell’equipe di elisoccorso. • Simulati d’intervento su vari terreni, con utilizzo dell’elicottero. • Simulati d’intervento con l’utilizzo dell’elicottero mantenendo la gestione della sicurezza del personale medico / infermieristico. CREDITI FORMATIVI Si ottengono partecipando alle HHO dell'esercente, agli eventi formativi a tema programmati dalla Scuola o a corsi di specializzazzione che trattino nel programma formativo uno dei seguenti argomenti. 1. Stagione estiva • Gestione e movimentazione dell’equipe su terreno alpinistico (classico e difficile). • Gestione dell’ infortunato, dell’equipe di elisoccorso e della squadra di intervento su vari tipi di terreno. 2. Stagione invernale • Gestione e movimentazione dell’equipe su terreno invernale. • Gestione dell’ infortunato, dell’equipe di elisoccorso e della squadra di intervento, su vari tipi di terreno.

42

Tecnico di E lisoccorso


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO di ELISOCCORSO”

TE

3. Problematiche di intervento specifico • Operazioni e tecniche specialistiche relative ad interventi particolari es. jumper, sedili eiettabili, emergenze balistiche, ecc. • Gestione degli airbag, ambiente urbano, industriale ecc. • Gestione dell’ infortunato e della squadra sul terreno. 4. Novità tecnico/procedurali • Aggiornamento procedure e tecniche. • Aggiornamento materiali ed equipaggiamenti specifici.

M/TE

MODULO DI MANTENIMENTO-VERIFICA DA ABBINARE AI CREDITI FORMATIVI RICHIESTI (durata: 3 giorni)

1. Roccia (1 giorno) • Gestione e movimentazione del personale medico/infermieristico, su vari tipi di terreno. • Simulati d’intervento su vari tipi di terreno. • Arrampicata su roccia da capocordata con difficoltà minima di grado “6°+ UIAA”. 2. Neve (1 giorno) • Gestione e movimentazione del personale medico/infermieristico, su valanga. • Gestione e movimentazione del personale medico/infermieristico, su terreno alpinistico (canali e creste). • Tecniche di salita e discesa in fuori-pista, con attrezzatura sci-alpinistica. • Simulati d’intervento su valanga. • Simulati d’intervento su valanga e su terreno alpinistico invernale. 3. Ghiacciaio – cascata di ghiaccio (1 giorno) • Gestione e movimentazione del personale medico/infermieristico, su ghiacciaio. • Gestione e movimentazione del personale medico/infermieristico, su cascata di ghiaccio. • Arrampicata su cascata di ghiaccio o seracco da capocordata con difficoltà minima di grado “4+ (ice)”. • Simulati d’intervento su ghiacciaio. • Simulati d’intervento su valanga e/o su cascata di ghiaccio. Tecnico di Elisoccorso

43


44

Istruttore Re gionale Tecn ici


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “ISTRUTTORE di SOCCORSO ALPINO”

IRTec

Parametri e regole: • Età COMPRESA tra 25 e 45 anni.

• Perdita della qualifica di ISTRUTTORE di SOCCORSO ALPINO, al raggiungimento dell’età di 65 anni.

• Crediti Formativi Totali Richiesti: n°6 SPECIFICI nell’arco del TRIENNIO, almeno due all'anno.

• Verifica di Mantenimento Qualifica: n°3 giorni, nell’arco del TRIENNIO. Per accedere alla Selezione di ammissione al corso di Formazione, è obbligatorio consegnare un curriculum operativo, inoltre, il candidato dovrà essere proposto dal Consiglio di Zona. PERIODO TRANSITORIO OBBLIGATORIO, DALLA DATA DI OTTENIMENTO DELLA QUALIFICA DI “TECNICO DI SOCCORSO ALPINO”: MINIMO 24 MESI INDEROGABILI. Gli “ISTRUTTORI di SOCCORSO ALPINO” che nel corso del triennio non hanno acquisito il numero minimo di crediti formativi, ma hanno partecipato e SUPERATO I MANTENIMENTI previsti (M/IRTec) ed anche coloro che HANNO IL NUMERO MINIMO DI CREDITI FORMATIVI stabiliti, ma non hanno partecipato o non hanno superato il mantenimento previsto (M/ IRTec), PERDONO LA QUALIFICA passando a quella di Tecnico di Soccorso Alpino. Coloro che non hanno i crediti formativi stabiliti e non hanno nemmeno superato il mantenimento previsto, PERDONO LA QUALITÀ DI SOCIO.

S/IRTec SELEZIONE TECNICO ATTITUDINALE (durata: 3 giorni) 1. Selezione parte roccia (1 giorno) • Arrampicata su roccia da capocordata, con difficoltà minima di grado “6°+ UIAA”. • Manovre di corda previste nei moduli “TeSA”.

nici Istruttore Regionale Tec

45


IRTec • •

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “ISTRUTTORE di SOCCORSO ALPINO”

Prova di esposizione didattica su argomento assegnato (uguale per tutti i candidati). Prova di esposizione didattica su argomento a sorteggio tra quelli trattati nei moduli “OT” e “TeSA”.

2. Selezione parte neve (1 giorno) • Tecniche di salita e discesa con sci d’alpinismo su diverse tipologie di neve. • Manovre di corda previste nei moduli “TeSA”. • Ricerca ARTVa a tempo su multi-sepolti. • Prova di esposizione didattica su argomento assegnato (uguale per tutti i candidati). • Prova di esposizione didattica su argomento a sorteggio tra quelli trattati nei moduli “OT” e “TeSA”. 3. Selezione parte ghiaccio (1 giorno) • Percorso di movimentazione con uso di ramponi, su terreno ghiaccio e/o misto. • Arrampicata su cascata di ghiaccio o seracco da capocordata, almeno di grado “4+ (ice)”. • Prova di esposizione didattica su argomento assegnato (uguale per tutti i candidati). • Prova di esposizione didattica su argomento a sorteggio tra quelli trattati nei moduli “OT” e “TeSA”.

F/IRTec MODULO DI FORMAZIONE (durata: 12 giorni) 1. Formazione parte roccia (3 giorni) • Didattica sulla movimentazione in roccia. • Tecnica e didattica sulle manovre di corda trattate nei moduli “OT” e “TeSA”. • Metodologie d’insegnamento e tecniche di comunicazione. • Metodologie e criteri di valutazione.

46

Istruttore Re gionale Tecn ici


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “ISTRUTTORE di SOCCORSO ALPINO”

IRTec

2. Formazione barella portantina (1 giorno) • Tecnica e didattica su manovre specifiche relative all’ argomento barella portantina. 3. Formazione ricerca persone (1 giorni) • Tecnica e didattica sulle tecniche e le strategie di gestione nella ricerca persone. 4. Gestione del rischio su terreno innevato (1 giorni) • Tecnica e didattica sugli argomenti e le strategie di gestione del rischio nella movimentazione su terreno innevato. • Didattica sulla movimentazione con gli sci d’alpinismo. 5. Formazione valanghe (2 giorni) • Tecnica e didattica sulle procedure d’autosoccorso trattate nei moduli “OT” • Tecnica e didattica sulle procedure di soccorso organizzato trattate nei moduli “OT” e “TeSA”. • Metodologie e criteri di valutazione. 6. Formazione ghiacciaio alta montagna (2 giorni) • Tecnica e didattica sulla movimentazione in alta montagna terreno ghiaccio e misto. Didattica sulla movimentazione in ghiacciaio. • Tecnica e didattica sulle manovre di corda specifiche dell’alta montagna trattate nei moduli “OT” e “TeSA”. • Tecnica e didattica sulle manovre di corda di recupero in crepaccio autosoccorso e soccorso organizzato trattate nei moduli “OT” e “TeSA”. • Metodologie e criteri di valutazione. 7. Formazione cascata (1 giorno) • Tecnica e didattica sulla movimentazione in cascata. • Tecnica e didattica sulle manovre di corda specifiche della cascata trattate nei moduli “OT” e “TeSA”. • Metodologie e criteri di valutazione.

ni c i Istruttore Regionale Tec

47


IRTec

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “ISTRUTTORE di SOCCORSO ALPINO”

8. Teorica didattica e criteri di valutazione (1 giorno) • Metodologie e criteri di valutazione. • Applicazione dei piani didattici.

V/IRTec MODULO DI VALUTAZIONE (durata: 3 giorni) 1. Valutazione parte roccia (1 giorno) • Capacità di movimentazione su terreno roccia. • Conoscenza tecnica e didattica delle manovre trattate in formazione. 2. Valutazione parte neve (1 giorno) • Capacità di movimentazione con sci (salita e discesa) su diverse tipologie di neve. • Conoscenza tecnica e didattica degli argomenti trattati in formazione. 3. Valutazione parte cascata - ghiaccio - misto (1giorno) • Capacità di movimentazione su terreno ghiaccio/misto. • Capacità di movimentazione in cascata. • Conoscenza tecnica e didattica delle manovre trattate in formazione. CREDITI FORMATIVI Si ottengono partecipando agli aggiornamenti programmati dalla Scuola o a corsi di specializzazzione che trattino nel programma formativo uno dei seguenti argomenti. AGGIORNAMENTO SU TEMATICHE RELATIVE AI CORSI DI FORMAZIONE (SA–OTS–OT-TeSA) • Tecnica e didattica sull’argomento roccia. • Tecnica e didattica sull’argomento ghiacciaio. • Tecnica e didattica sull’argomento ghiaccio cascate. • Tecnica e didattica sull’argomento ghiaccio e misto. • Tecnica e didattica sull’argomento sci-alpinismo.

48

Istruttore Re gionale Tecn ici


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “ISTRUTTORE di SOCCORSO ALPINO” • • • • •

IRTec

Tecnica e didattica sulla gestione del rischio su terreno innevato. Tecnica e didattica sull’argomento valanghe. Tecnica e didattica sull’argomento barella portantina. Tecnica e didattica sull’argomento ricerca persone. Tecnica e didattica sull’argomento sanitario.

M/IRTec

MODULO DI MANTENIMENTO-VERIFICA DA ABBINARE AI CREDITI FORMATIVI RICHIESTI (durata: 3 giorni) 1. Mantenimento parte roccia – ghiaccio - neve (3 giorni) • Prove di verifica sulla capacita di movimentazione su tutti i terreni di montagna. • Conoscenza e applicazione di tutti gli argomenti trattati nel modulo di formazione istruttore regionale tecnico (F/IRTec). • Manovre di corda e tecniche di soccorso organizzato trattate nei moduli "OT", “TeSA” e “IRTec” comprensive di esposizione didattica.

ni c i Istruttore Regionale Tec

49


50


CORPO NAZIONALE SOCCORSO ALPINO SPELEOLOGICO

SERVIZIO PROVINCIALE TRENTINO

PERCORSO FORMATIVO Attività in Forra

Richiesta di Ammissione

Controllo Dati Iscrizione (socio con qualifica operativa)

Selezione Tecnico - Attitudinale

Operatore Soccorso Forre (OSF)

Tecnico Soccorso Forre (TSF)

Istruttore Regionale Forre (IRFor)


52

Operatore S

occorso Forr e


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE SOCCORSO FORRE”

OSF

Parametri e regole: • Età COMPRESA tra 18 e 45 anni.

• Possesso della qualifica di OPERATORE TECNICO o superiore. • Superamento della selezione tecnico attitudinale. • Perdita della qualifica OPERATORE SOCCORSO FORRE al raggiungimento dell’ età di 70 anni.

• Crediti Formativi Totali Richiesti: nr. 6 nell’arco del TRIENNIO. Parallelamente È

NECESSARIO MANTENERE LA QUALIFICA ALPINA maturando un numero minimo di crediti formativi pari a 4 nel TRIENNIO.

• Verifica di Mantenimento Qualifica NON PREVISTA, se il numero minimo stabilito di Crediti Formativi è acquisito nell’arco del triennio.

Gli "OPERATORI SOCCORSO FORRE" che nell’arco del triennio NON riescono ad acquisire il numero minimo di Crediti Formativi previsti dovranno sostenere il MODULO VERIFICA DI RECUPERO della durata di nr°2 giorni.

S/OSF SELEZIONE TECNICO ATTITUDINALE (durata: 2 giorni) 1. Selezione modulo acquaticità (1° giorno - Parte da effettuarsi in forra) • Vestizione e prerparazione atrezzatura. • Nuoto in vasca ed immersione senza giubbotto salvagente. • Disimpegno delle corde di calata. • Salti in vasche di varia morfologia e altezza. • Supermento in scivolata di un toboga e progressione in dis-arrampicata. • Colloquio con verifica conoscenze di base.

rre Operatore Soccorso Fo

53


OSF Titolo

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE SOCCORSO FORRE”

2. Selezione modulo progressione su corda (2° giorno - Parte da effettuarsi in forra) • Preparazione attacco di calata. • Legature e metodi di assicurazione ed autoassicurazione. • Progressione in calata su corda singola doppia con passaggio. di frazionamento e/o deviatore. • Padronanza del discensore (blocco e utilizzi alternativi). • Risalita su corda con passaggio di frazionamento e/o deviatore. • Colloquio con verifica conoscenze di base.

F/OSF MODULO DI FORMAZIONE (durata: 4 giorni) - OSF/1 - TECNICHE DI PROGRESSIONE - AUTOSOCCORSO IN FORRA • • • • • •

Attrezzamento /progressione individuale. Progressione su corda (salita e discesa). Grandi verticali/ cascate/calate con ripresa. Progressione e sicurezza in acque bianche: toboga/tuffi/dis-arrampicate. Situazioni di emergenza/mezzi improvvisati (perdite attrezzi,corde lesionate etc). Autosoccorso:intervento diretto e indiretto.

- OSF/2 - TECNICHE DI TRASPORTO BARELLA CANYON • • • •

La barella Canyon. Legature della barella – Nodi specifici. Trasporto barella Canyon in torrente. Trasporto su salti e toboga(progressione in autonomia squadra barella).

- OSF/3 - TECNICHE BASE DI SOCCORSO IN FORRA • •

54

Caratteristiche ed organizzazione dei materiali. Attacchi/ancoraggi – Nodi specifici.

Operatore S

occorso Forr e


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE SOCCORSO FORRE” • •

OSF

Tecniche di calate barella Canyon (verticale – orizzontale). Sistemi e metodi di comunicazione.

- OSF/4 - TECNICHE BASE DI SOCCORSO IN FORRA • • • •

Caratteristiche ed organizzazione dei materiali. Tecniche di calate barella Canyon (verticale – orizzontale). Paranchi e sistemi di demoltiplica. Organizzazione del recupero e progressione della squadra.

V/OSF MODULO DI VALUTAZIONE (durata: 2 giorni) 1. Tecniche di Progressione (1 giorno): • Attrezzamento /progressione individuale. • Grandi verticali/ cascate/calate con ripresa. • Autosoccorso:intervento diretto e indiretto. • Caratteristiche ed organizzazione dei materiali. • Attacchi/ancoraggi – Nodi specifici. 2. Tecniche di trasporto barella Canyon (1 giorno): • La barella Canyon. • Trasporto barella Canyon in torrente. • Tecniche di calate barella Canyon (verticale – orizzontale). • Paranchi e sistemi di demoltiplica. • Organizzazione del recupero e progressione della squadra.

rre Operatore Soccorso Fo

55


OSF Titolo

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE SOCCORSO FORRE”

CREDITI FORMATIVI Si ottengono partecipando alle esercitazioni programmate dal Gruppo Tecnico o a corsi di specializzazione che trattino nel programma formative uno dei seguenti argomenti (minimo nr.6 nel triennio). 1. Tecniche di progressione individuale, in forra (1 giorno) • Allestimento e gestione ancoraggi di calata. • Manovre di corda specifiche per la progressione in forra. • Tecniche di movimentazione individuale. • Organizzazione e trasporto materiali specifici. 2. Tecniche di progressione di squadra, in forra (1 giorno) • Allestimento materiali ed attrezzature di squadra. • Manovre di corda specifiche per la progressione di squadra. • Schemi e strategie di movimentazione di squadra. • Situazioni di emergenza. 3. Tecniche di auto-soccorso, in forra (1 giorno) • Gestione, trasporto ed utilizzo della corda di emergenza. • Manovra di auto-soccorso “diretto”. • Manovra di auto-soccorso “indiretto”. • Tecniche di assistenza e salvamento. 4. Simulazione d’intervento in forra (1 giorno) • Strategie di movimentazione di squadra. • Ruoli Individuali Specifici. • Tecniche di attrezzamento. • Sistemi di comunicazione. 5. Tecniche di movimentazione barella canyon (1 giorno) • Allestimento e gestione barella forra. • Tecniche di calata e trasporto barella forra.

56

Operatore S

occorso Forr e


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE SOCCORSO FORRE” • •

OSF

Tecniche di trasporto su teleferica e/o fune guida. Segnali convenzionali e sistemi di comunicazione.

VR/OSF Gli OPERATORI SOCCORSO FORRE che nell’arco del triennio NON

riescono ad acquisire il numero minimo di Crediti Formativi previsti dovranno sostenere il MODULO VERIFICA DI RECUPERO (durata: 2 giorni) 1. Capacità di movimentazione in forra : • Allestimento ancoraggi di progressione. • Legature e metodi di auto-assicurazione ed assicurazione. • Progressione in calata su corda singola e doppia con passaggio di frazionamenti e deviatori. • Padronanza del discensore (blocco ed utilizzi alternativi). • Risalita su corda, con passaggio di frazionamento e deviatore.

3. Tecniche di trasporto Barella Canyon : • Caratteristiche tecniche e strutturali della barella Canyon. • Nodi specifici dedicati. • Accessori, legature ed allestimento barella Canyon. • Tecniche di trasporto barella in torrente. • Tecniche di trasporto barella su salti e toboga. • Schemi di progressione di squadra.

rre Operatore Soccorso Fo

57


58

Tecnico Soc co

rso Forre


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO SOCCORSO FORRE”

TSF

Parametri e regole: • Età COMPRESA tra 18 e 45 anni.

• Possesso della qualifica di OPERATORE SOCCORSO FORRA. • Perdita della qualifica di TECNICO SOCCORSO FORRA al raggiungimento dell’età di 65 anni.

• Crediti Formativi Totali Richiesti: n°6 nell’arco del TRIENNIO. Parallelamente È NECESSARIO MANTENERE LA QUALIFICA ALPINA maturando un numero minimo di crediti formativi pari a 4 nel TRIENNIO.

• Verifica di Mantenimento Qualifica: n°2 giorni, a cadenza triennale. I “TECNICI SOCCORSO FORRA”, che nell’arco del triennio NON riescono ad acquisire il numero minimo di Crediti Formativi previsti, dovranno sostenere il MODULO VERIFICA di RECUPERO della durata di n°4 giorni.

F/TSF MODULO DI FORMAZIONE (durata: 5 giorni) - TSF/1 - TECNICHE AVANZATE DI SOCCORSO IN FORRA (2 giorni) • • • • • •

Caratteristiche ed organizzazione dei materiali. Ancoraggi / punti di ancoraggio. Nodi specifici particolari. Paranchi e sistemi di demoltiplica. Recupero contrappeso. Calate/recuperi (sicura attiva/passiva): - grandi verticali/cascate; - giunzioni di corda; - riprese di ancoraggio. Teleferiche e corda-guida.

e Tecnico Soccorso Forr

59


TSF • • •

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO SOCCORSO FORRE”

Tecniche speciali. Organizzazione dell’intervento, progressione della squadra. Sistemi e metodi di comunicazione.

- TSF/2 - TECNICHE DI SFORRAMENTO (1 giorno) • • •

Organizzazione tecnica e strategie di recupero. Montaggio ed utilizzo del “palo pescante”. Simulazione d’intervento di recupero in forra.

- TSF/3 - STRATEGIE E GESTIONE DELL’INTERVENTO (1 giorno)

• • • •

Organizzazione generale dell’intervento/strategie operative. Gestione della squadra di soccorso: schemi operativi. Procedure di sicurezza (individuali e di squadra). Normativa di riferimento e responsabilità del “TSF”.

- TSF/4 - TECNICHE AVANZATE DI ELISOCCORSO (1 giorno) - Briefing a macchina ferma • Caratteristiche dell’elicottero. • Individuazione e preparazione delle piazzole. • Conoscenza delle zone di pericolo. • Segnalazioni terra-bordo-terra. • Allestimento tecnico e sanitario dell’elicottero. • Normative e procedure di sicurezza. • Allestimento ancoraggi all’interno dell’abitacolo. • Metodi di elimbarco ed elisbarco.

60

Tecnico Soc co

rso Forre


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO SOCCORSO FORRE”

TSF

- Addestramento pratico a squadre • Esercizi di elimbarco ed elisbarco: - in hovering; - verricello. • Operazioni di elisbarco delle squadre in forra. • Recupero della barella con verricello e sistema anti-rotazione. • Manovre di recupero con svincolo della barella.

V/TSF MODULO DI VALUTAZIONE (durata: 3 giorni) 1. TECNICHE AVANZATE DI SOCCORSO IN FORRA (1 giorno): • Caratteristiche ed organizzazione dei materiali. • Organizzazione dell’intervento, progressione della squadra. • Paranchi e sistemi di demoltiplica. • Recupero contrappeso. • Teleferiche e corda-guida. 2. Tecniche di Sforramento (1 giorno): • Organizzazione tecnica e strategie di recupero. • Montaggio ed utilizzo del “palo pescante. • Simulazione d’intervento di recupero in forra. • Tecniche speciali. 3. Strategie e Gestione dell'Intervento (1 giorno): • Organizzazione generale dell’intervento/strategie operative. • Gestione della squadra di soccorso: schemi operativi. • Procedure di sicurezza (individuali e di squadra). • Normativa di riferimento e responsabilità del “TSF”.

e Tecnico Soccorso Forr

61


TSF

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO SOCCORSO FORRE”

CREDITI FORMATIVI Si ottengono partecipando alle esercitazioni programmate dal Gruppo Tecnico o a corsi di specializzazzione che trattino nel programma formativo uno dei seguenti argomenti. (minimo n°6 nel corso del triennio) 1. Tecniche di progressione individuale, in forra (1 giorno) • Allestimento e gestione ancoraggi di calata. • Manovre di corda specifiche per la progressione in forra. • Tecniche di movimentazione individuale. • Organizzazione e trasporto materiali specifici. 2. Tecniche di progressione di squadra, in forra (1 giorno) • Allestimento materiali ed attrezzature di squadra. • Manovre di corda specifiche per la progressione di squadra. • Schemi e strategie di movimentazione di squadra. • Situazioni di emergenza. 3. Tecniche di auto-soccorso, in forra (1 giorno) • Gestione, trasporto ed utilizzo della corda di emergenza. • Manovra di auto-soccorso “diretto”. • Manovra di auto-soccorso “indiretto”. • Tecniche di assistenza e salvamento. 4. Simulazione d’intervento in forra (1 giorno) • Strategie di movimentazione di squadra. • Ruoli Individuali Specifici. • Tecniche di attrezzamento. • Sistemi di comunicazione. 5. Tecniche di movimentazione barella canyon (1 giorno) • Allestimento e gestione barella forra. • Tecniche di calata e trasporto barella forra.

62

Tecnico Soc co

rso Forre


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO SOCCORSO FORRE” • •

TSF

Tecniche di trasporto su teleferica e/o fune guida. Segnali convenzionali e sistemi di comunicazione.

6. Tecniche avanzate e strategie di intervento (1 giorno) • Organizzazione generale dell’intervento / strategie operative. • Gestione della squadra di soccorso: schemi operativi. • Procedure di sicurezza (individuali e di squadra). • Caratteristiche e gestione dei materiali di squadra.

M/TSF

MODULO DI VALUTAZIONE TRIENNALE PER IL MANTENIMENTO OPERATIVO DELLA QUALIFICA DI “TECNICO SOCCORSO FORRA” (durata: 2 giorni) Argomenti di Valutazione Tecnica: • Analisi e Verifica sugli Argomenti trattati nei Moduli di Formazione “TSF”.

VR/TSF

PER I ”TECNICI SOCCORSO FORRA” che nell’arco del triennio NON riescono ad acquisire il numero minimo di Crediti Formativi previsti dovranno sostenere il MODULO VERIFICA DI RECUPERO (durata: 4 giorni) 1. Capacità di movimentazione in forra : • Allestimento ancoraggi di progressione e di soccorso. • Legature e metodi di auto-assicurazione ed assicurazione. • Progressione in calata su corda singola e doppia con passaggio di più frazionamenti e deviatori. • Padronanza di vari tipi di discensore (blocco ed utilizzi alternativi). • Risalita su corda, con passaggio di più frazionamenti e deviatori. 2. Gestione della sicurezza e manovre di auto-soccorso: • Analisi e valutazione rischi ambientali.

e Tecnico Soccorso Forr

63


TSF • • • •

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO SOCCORSO FORRE”

Progressione e sicurezza in acque bianche (individuale e di squadra). Tecniche di assistenza e salvamento. Manovre di auto-soccorso “diretto”. Manovre di auto-soccorso “indiretto”.

3. Tecniche di trasporto Barella Canyon : • Caratteristiche tecniche e strutturali della barella canyon. • Nodi specifici dedicati. • Accessori, legature ed allestimento barella Canyon. • Tecniche di trasporto barella in torrente. • Schemi di progressione di squadra. 4. Strategie di intervento: • Organizzazione generale dell’intervento/strategie operative. • Gestione della squadra di soccorso: schemi operativi. • Procedure di sicurezza (individuali e di squadra). • Ruolo e responsabilità del Capo Squadra “TSF”.

64

Tecnico Soc co

rso Forre


so forre istruttore regionale soccor


IRFor

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “ISTRUTTORE REG. SOCCORSO FORRE”

Parametri e regole: • Età COMPRESA tra 18 e 45 anni.

• Possesso della qualifica di TECNICO SOCCORSO FORRA. • Perdita della qualifica di ISTRUTTORE SOCCORSO FORRA al raggiungimento dell’età di 65 anni.

• Crediti Formativi Totali Richiesti: n°9 nell’arco del TRIENNIO. Parallelamente è

necessario mantenere la qualifica Alpina maturando un numero minimo di crediti formativi pari a 4 nel triennio.

• Verifica di Mantenimento Qualifica: n°3 giorni, a cadenza triennale (abbinato a Crediti Formativi).

GLI “ISTRUTTORI SOCCORSO FORRA”, che nell’arco del triennio NON riescono ad acquisire il numero minimo di Crediti Formativi previsti, dovranno sostenere il MODULO VERIFICA di RECUPERO della durata di n°4 giorni.

S/IRFor SELEZIONE PER L’AMMISSIONE AL CORSO ASP. IRFor (durata: 2 giorni) Argomenti Prove e Valutazione: - Parte Teorico-didattica • Valutazione delle capacità comunicative e di insegnamento. • Conoscenze approfondite sulle problematiche della progressione in forra e dei pericoli oggettivi. • Colloquio psico-attitudinale. - Parte Tecnico-pratica • Arrampicata da capocordata su roccia con difficoltà almeno di grado IV° UIAA. • Progressione in acque bianche con difficoltà superiori a tutti moduli precedenti. • Tecniche speciali (artificiale).

66

Istruttore Re gionale Socc orso Forre


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “ISTRUTTORE REG. SOCCORSO FORRE” • • •

IRFor

Auto-soccorso in forra sotto cascata. Grandi verticali (ripresa di ancoraggi/calata-recupero). Tecniche di salvamento.

F/IRFor MODULO DI FORMAZIONE (durata: 3 giorni) Argomenti Modulo di Formazione: - Parte Teorico-didattica • Accorgimenti finalizzati a migliorare le capacità comunicative. • Metodi di insegnamento delle tecniche, utilizzate nell’ambito soccorso in forra. • Cenni storici del C.N.S.A.S. • Conoscenza della legislazione Regionale/Nazionale di riferimento. - Parte Tecnico-pratica • Manovre di corda a secco ed in torrente, trattate nei moduli TSF. • Capacità di movimentazione su tutti i terreni di forra con livello richiesto alla selezione S/IRFor. • Tecniche avanzate di soccorso organizzato. • Utilizzo eventuali nuovi materiali da soccorso.

V/IRFor MODULO DI VALUTAZIONE (durata: 3 giorni) Argomenti Modulo di Valutazione: - Parte Teorico-didattica • Conoscenza e capacità espositiva di tutte le parti trattate nei moduli “TSF”. • Conoscenza ed applicazione di tutte le parti trattate nel Modulo di Formazione “F/IRFor”. - Parte Tecnico-pratica • Capacità di movimentazione su tutti i terreni di forra con livello richiesto alla selezione “S/IRFor”. • Manovre di corda, su diversi tipologie di terreno, trattate nei moduli “TSF” e “F/IRFor”.

rso Forre Istruttore Regionale Socco

67


IRFor

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “ISTRUTTORE REG. SOCCORSO FORRE”

CREDITI FORMATIVI Si ottengono partecipando alle esercitazioni programmate dal Gruppo Tecnico o a corsi di specializzazzione che trattino nel programma formativo uno dei seguenti argomenti. (minimo n°9 nel corso del triennio) • • • • • • • • • •

Tecniche di progressione individuale, in forra (1 giorno). Tecniche di progressione di squadra, in forra (1 giorno). Tecniche di auto-soccorso, in forra (1 giorno). Simulazione d’intervento in forra (1 giorno). Tecniche avanzate di movimentazione barella canyon (1 giorno). Tecniche avanzate di soccorso in forra / schemi operativi (1 giorno). Tecniche di esposizione didattica e comunicazione (1 giorno). Tecniche avanzate di sforramento barella (1 giorno). Tecniche di movimentazione in acque vorticose (1 giorno). Tecniche avanzate di Elisoccorso in ambiente forra (1 giorno).

M/IRFor MODULO DI VALUTAZIONE (triennale) (durata: 3 giorni) Argomenti Modulo di Valutazione: - Parte Teorico-didattica • Conoscenza e capacità espositiva di tutte le parti trattate nei moduli “TSF”. • Conoscenza ed applicazione di tutte le parti trattate nel Modulo di Formazione “F/IRFor”. - Parte Tecnico-pratica • Capacità di movimentazione su tutti i terreni di forra con livello richiesto alla selezione “S/IRFor”. • Manovre di corda, su diversi tipologie di terreno, trattate nei moduli “TSF” e “F/IRFor”.

68

Istruttore Re gionale Socc orso Forre


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “ISTRUTTORE REG. SOCCORSO FORRE”

IRFor

MS/IRFor MODULO AGGIORNAMENTO STRAORDINARIO (durata: 1 giorno) Motivi per la convocazione dell’Aggiornamento Straordinario: (ogni qualvolta sia necessario) • Adozione di nuovi criteri di formazione. • Adozione di nuovi criteri di valutazione. • Adozione di nuovi materiali e tecniche per il soccorso in forra.

VR/IRFor PER GLI ”ISTRUTTORI SOCCORSO FORRA” CHE NEL CORSO DEL

TRIENNIO, NON RIESCONO AD ACQUISIRE IL N° DI CREDITI FORMATIVI RICHIESTI; VERIFICA DI RECUPERO PER IL MANTENIMENTO DELLA QUALIFICA IRFOR (durata: 4 giorni)

Argomenti Modulo Verifica di Recupero: - Parte Teorico-didattica • Conoscenza e capacità espositiva di tutte le parti trattate nei moduli “TSF”. • Conoscenza ed applicazione di tutte le parti trattate nel Modulo di Formazione “F/IRFor”. - Parte Tecnico-pratica • Capacità di movimentazione su tutti i terreni di forra con livello richiesto alla selezione “S/IRFor”. • Manovre di corda, su diversi tipologie di terreno, trattate nei moduli “TSF” e “F/IRFor”. • Manovre di corda a secco ed in torrente, trattate nei moduli “TSF”e “F/IRFor”. • Capacità di movimentazione su tutti i terreni di forra con livello richiesto alla selezione “S/IRFor”. • Tecniche avanzate di soccorso organizzato. • Utilizzo eventuali nuovi materiali da soccorso. • Simulazioni di intervento complesso in forra.

rso Forre Istruttore Regionale Socco

69


70


CORPO NAZIONALE SOCCORSO ALPINO SPELEOLOGICO

SERVIZIO PROVINCIALE TRENTINO

PERCORSO FORMATIVO Attività Speleologica

Richiesta di Ammissione

Controllo Dati Iscrizione

Selezione Tecnico - Attitudinale

Operatore Soccorso Speleologico (OSS)

Tecnico Soccorso Speleologico (TSS)


72

soccorritore

alpino


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE SOCCORSO SPELEOLOGICO”

OSS

Parametri e regole: • Età COMPRESA tra 18 e 45 anni.

• Frequentazione abituale di ambienti ipogei da almeno 2 anni. Tutti gli interessati, che desiderano intraprendere la SPECIALIZZAZIONE SPELEOLOGICA, dovranno provenire da una Stazione Alpina del CNSAS –TN. L’accesso al percorso SPELEOLOGICO prevede la partecipazione alla SELEZIONE TECNICA D’INGRESSO per Soccorritore Alpino o per Operatore Tecnico e, solo dopo averla superata, si potrà proseguire con la specifica SELEZIONE TECNICO ATTITUDINALE per Operatore di Soccorso Speleologico. I CANDIDATI che intraprendono il percorso di SOCCORRITORE ALPINO, durante il primo anno, parteciperanno a 5 giornate di formazione, (2 giornate dedicate ai temi di autosoccorso e soccorso organizzato in valanga, 1 specifica dedicata al montaggio e trasporto della barella portantina e 2 dedicate alle nozioni di primo soccorso e argomenti sanitari in genere). Al termine del primo anno avranno concluso l’iter per Soccorritore Alpino e alla fine del secondo anno quello per Operatore di Soccorso Speleologico. Tutti coloro che sono in possesso di una qualifica Speleologica, devono parallelamente mantenere la qualifica Alpina maturando nel triennio i crediti necessari e superando i mantenimenti previsti.

ologico Operatore Soccorso Spele

73


OSS

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE SOCCORSO SPELEOLOGICO”

S/OSS SELEZIONE TECNICO ATTITUDINALE (durata: 2 giorni) La selezione si svolge attraverso una prova pratica in grotta ed in palestra e un colloquio in aula volto alla verifica di: 1. Conoscenze • Delle problematiche e dei fattori di pericolo e di rischio per l’attività speleologica e per l’attività in ambiente montano. • Delle aree carsiche e delle principali cavità nel territorio di competenza. • Dei materiali tecnici per la speleologia e delle nozioni di sicurezza. • Delle manovre di progressione, di attrezzamento e tecniche di autosoccorso. • Delle tecniche di progressione con mezzi di emergenza. 2. Competenze • Capacità di progressione in autonomia e sicurezza in grotte di impegno medio fino a -300 e in ambiente sub orizzontale, anche stretto, con sacco speleo: progressione su corda autonoma secondo le tecniche comuni (risalita con metodo DED, discesa con discensore a pulegge fisse, eccetera); superamento di linee di progressione impegnative (traversi esposti, uscite basse, frazionamenti tirati, eccetera). • Capacità di attrezzamento di linee di progressione in autonomia e sicurezza. • Competenze sull’autosoccorso e sulle tecniche di emergenza: capacità di esecuzione delle manovre di autosoccorso (soccorso uomo a uomo), capacità di progressione su corda con mezzi di emergenza. • Conoscenze buone e competenze discrete sulle tecniche per l’arrampicata naturale e artificiale e le tecniche di assicurazione dinamica. • Capacità tecniche specifiche a discrezione della Zona Speleologica (tecniche per l’alpinismo, progressione in ambiente invernale).

74

Operatore S

occorso Spel eologico


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE SOCCORSO SPELEOLOGICO”

OSS

F/OSS MODULO DI FORMAZIONE (durata: 8 giorni) - OSS - PRE FORMAZIONE (1 giorno) • • • •

Attrezzatura personale. Nodi. Attacchi e ancoraggi. Introduzione ai sistemi di recupero e alla sicura attiva.

- OSS/1 - SISTEMI DI RECUPERO PER LA BARELLA • • • • •

Recupero a paranco: allestimento, esecuzione. Recupero a contrappeso: allestimento, esecuzione. Inversione di marcia. Ruolo della sicura attiva. Tecniche di uscita della barella.

- OSS/2 - SISTEMI DI TRASPORTO PER LA BARELLA • • • • •

Barelle e imbarellamento. Collegamento della barella ai sistemi di recupero. Trasporto barella. Ruolo della sicura attiva. Tecniche di uscita della barella.

- OSS/3 - ASPETTI ISTITUZIONALI • Organizzazione del CNSAS e della Delegazione; riferimenti normativi.

ologico Operatore Soccorso Spele

75


OSS

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “OPERATORE SOCCORSO SPELEOLOGICO”

- OSS/4 - ASPETTI GESTIONALI • Gestione intervento. • Organizzazione del recupero. • Schemi operativi. - OSS/5 - COMUNICAZIONI • • • •

Comunicazioni radio telefoniche esterno-esterno. Comunicazioni radio telefoniche esterno-interno. Gestione del flusso di informazioni. Prova pratica.

- OSS/6 - AUTOSOCCORSO E TECNICHE DI EMERGENZA • Introduzione all’autosoccorso. • Progressione con mezzi di emergenza. • Tecniche di soccorso uomo a uomo anche su linee di progressione complesse. Il CANDIDATO, inoltre, deve partecipare ad almeno 3 eventi di Stazione ed 1 di Delegazione. Al termine del percorso formativo il Consiglio di Zona, tramite il Capostazione, valuta la partecipazione e il profitto del candidato; se l’esito è positivo acquisisce la qualifica di OSS e procede con la formazione di base prevista per la qualifica di TECNICO di SOCCORSO SPELEOLOGICO. In caso contrario può ripetere il percorso formativo OSS entro l’anno successivo. Se l’esito sarà negativo per la seconda volta il candidato non acquisirà la qualifica.

76

Operatore S

occorso Spel eologico


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO SOCCORSO SPELEOLOGICO”

TSS

soccorritore alpino

77


TSS

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO SOCCORSO SPELEOLOGICO”

Parametri e regole: • Età COMPRESA tra 18 e 45 anni.

• Possesso di una qualifica Alpina. • Possesso della qualifica di OPERATORE SOCCORSO SPELEOLOGICO. Tutti coloro che sono in possesso di una qualifica Speleologica, devono parallelamente mantenere la qualifica Alpina maturando nel triennio i crediti necessari e superando i mantenimenti previsti.

S/TSS SELEZIONE TECNICO ATTITUDINALE • Verificare l’idoneità del candidato OSS ad accedere al percorso formativo per Tecnico di Soccorso Speleologico (TSS).

F/TSS MODULO DI FORMAZIONE (durata: 2 giorni) - TSS/1 - TELEFERICHE • • • • •

78

Allestimento e sistemi di tensionamento teleferiche. Collegamento della barella. Recupero. Recupero a pendoli. Passaggio del nodo in contrappeso e in paranco.

Tecnico Soc co

rso Speleolog ico


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO SOCCORSO SPELEOLOGICO”

TSS

- TSS/2 - MANOVRE ACCESSORIE • Recupero a pendoli • Passaggio del nodo in contrappeso e in paranco. - TSS/3 - SIMULAZIONE DI RECUPERO • Recupero in grotta di media difficoltà. È, inoltre, richiesta la partecipazione ad almeno 3 eventi di Stazione ed 1 di Delegazione.

F/COM MODULO DI FORMAZIONE COMPLEMENTARE TSS Volto ad integrare le competenze dei candidati con nozioni utili allo svolgimento della mansione di TSS nell’ambito del territorio di appartenenza. - COM/1 - SICUREZZA IN AMBIENTE INVERNALE • • • •

Scenari di rischio in ambiente alpino invernale. Nivologia. Valutazione dell’ambiente. Autosoccorso e protezione.

- COM/2 - ELITRASPORTO • • •

Conoscenza generale dei mezzi ad ala rotante. Equipaggiamento personale. Equipaggiamento di squadra.

ogico Tecnico Soccorso Speleol

79


TSS • • • • •

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO SOCCORSO SPELEOLOGICO”

Approccio alla macchina. Imbarco e sbarco pattini a terra. Imbarco e sbarco in hovering. Imbarco e sbarco con verricello. Trasporto di materiale per il soccorso speleologico.

- STC - MODULO SANITARIO •

Modulo Sanitario Speleo Trauma Care.

V/TSS MODULO DI VALUTAZIONE (durata: 1 giorno) • •

Verifica in ambiente (grotta o palestra). Colloquio in aula.

M/TSS MODULO DI MANTENIMENTO-VERIFICA TRIENNALE (durata: 1 giorno) Volta alla verifica dell’operatività del TSS, mira anche a fornire strumenti di aggiornamento tecnico. Il modulo di verifica si può svolgere in grotta o palestra e deve comprendere sia la formazione di base che quella avanzata.

80

Tecnico Soc co

rso Speleolog ico


Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di “TECNICO SOCCORSO SPELEOLOGICO”

TSS

ogico Tecnico Soccorso Speleol

81


CORPO NAZIONALE SOCCORSO ALPINO SPELEOLOGICO

SERVIZIO PROVINCIALE TRENTINO

PERCORSO FORMATIVO Attività Ricerca Persone

Richiesta di Ammissione

Controllo Dati Iscrizione (socio con qualifica operativa)

Selezione Tecnico - Attitudinale

Tecnico di Ricerca (TeR)

Coordinatore delle Operazioni di Ricerca (COR)


TeR

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di "TECNICO di RICERCA"

Parametri e regole: • Età COMPRESA tra 18 e 45 anni.

• Possesso della qualifica di OPERATORE TECNICO. • Posseso di conoscenze su computer GPS e cartografia. • Perdita della qualifica di TECNICO DI RICERCA al raggiungimento dell'età di 70 anni. • Verifica di Mantenimento Qualifica: n°2 giorno nell'arco del TRIENNIO.

F/TeR MODULO DI FORMAZIONE - VALUTAZIONE (durata: 6 giorni) 1. Formazione e valutazione parte teorica (3 giorni) • Linee guida ricerca persone: - Chiamata. - Rapporti con altri enti. - Normativa. - Anamnesi. - Ruoli CCR. - Pianificazione ricerca. - Comunicazioni. - Gestione del personale. - Metodi di ricerca sul campo. • Impiego UCRS e UCM. • Gestione sanitaria dell'intervento. • Psicopatologia del disperso. • Verifica finale primo modulo. 2. Formazione e valutazione parte pratica (3 giorni) • Teoria e pratica cartografia. • Software 3d RTE disegno zone di ricerca e stampa. • Teoria e pratica GPS. • Tracciamento telefonico. • Esercitazioni con interventi di ricerca sul campo. • Valutazione finale individuale.

84

Tecnico di R icerca


Programma ITER Formativo - Valutativo per l'ottenimento della Qualifica di “COORDINATORE delle OPERAZIONI di RICERCA”

COR

Parametri e regole: • Età COMPRESA tra 22 e 50 anni.

• Possesso della qualifica di TECNICO DI RICERCA. • Perdita della qualifica di COORDINATORE OPERAZIONI DI RICERCA al raggiungimento dell'età di 70 anni.

• Verifica di Mantenimento Qualifica: n°2 giorno nell'arco del TRIENNIO.

F/COR MODULO DI FORMAZIONE - VALUTAZIONE (durata: 6 giorni) 1. Formazione e valutazione (3 giorni) • Ruoli e responsabilità: gestione del personale di intervento. • Psicologia dell'emergenza - vittime e soccorritori. • Anamnesi. • Aspetti amministrativi e giuridico- legislativi in ambito di ricerca. • Aspetti medico legali. • Simulazioni Pratiche e strategie di ricerca. • Valutazione finale.

i di Ricerca Coordinatore delle Operazion

85


CORPO NAZIONALE SOCCORSO ALPINO SPELEOLOGICO

SERVIZIO PROVINCIALE TRENTINO

PERCORSO FORMATIVO Attività di Coordinamento Operativo

Richiesta di Ammissione

Controllo Dati Iscrizione

Selezione Tecnico - Attitudinale

Coordinatore delle Operazioni di Soccorso (COS)


COS

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di "COORDINATORE delle OPERAZIONI di SOCCORSO"

Parametri e regole: • Età COMPRESA tra 30 e 50 anni.

• Possesso della qualifica di OPERATORE TECNICO o superiore • Esperienza di 10 anni di servizio e presentazione curriculum personale • Perdita della qualifica al raggiungimento dell’età di 65 anni. • Crediti Formativi Totali Richiesti: n°6 specifici nell’arco del TRIENNIO. • Verifica di Mantenimento Qualifica: n°1 giorno nell’arco del TRIENNIO. I “COORDINATORI DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO” che nel corso del triennio non riescono ad acquisire il numero minimo dei crediti formativi specifici previsti, dovranno partecipare nuovamente al percorso formativo per “Coordinatori delle Operazioni di Soccorso”.

S/COS SELEZIONE TECNICO ATTITUDINALE (1 giorno) • • • •

88

Valutazione delle conoscenze riguardanti l’organizzazione operativa del CNSASTN. Valutazione delle conoscenze riguardanti le tecniche di soccorso relative agli scenari d’intervento del CNSAS-TN. Valutazione delle conoscenze riguardanti il sistema elisoccorso e la COP118. Valutazione delle conoscenze riguardanti l’utilizzo della rete radio analogica e TETRA del CNSAS-TN.

Coordinator e

delle Operaz ioni

di Soccorso


Programma ITER Formativo - Valutativo per l'ottenimento della Qualifica di "COORDINATORE delle OPERAZIONI di SOCCORSO"

STA COS

F/COS MODULO DI FORMAZIONE e VALUTAZIONE “COS” (durata: 4 giorni) • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Organizzazione operativa CNSAS-TN. Protocollo operativo “Trentino Emergenza 118” e rapporti con la Centrale Operativa. Collaborazione con altre Organizzazioni dell’Emergenza. Rapporti, operatività con Sistema Elisoccorso e con le realtà delle Province confinanti. Fonti di attivazione della chiamata. Gestione del Numero di Chiamata dell’Area Operativa CNSAS-TN. Comunicazioni radio, Reti radio, sistema “TETRA”. Cartografia e utilizzo strumenti a disposizione. Determinazione delle scelte operative. Specificità stagionale estiva ed invernale, risorse specifiche sul territorio (GTFUCV-UCRS- ecc…). Utilizzo e predisposizione mezzi di soccorso. Interventistica, gestione tecnica e sanitaria. Titolarità e capacità discrezionale relative all’intervento. Tempistiche e opportunità operative. Gestione delle risorse umane e tecniche, coinvolgimento della struttura territoriale. Rapporti con istituzioni, Forze dell’Ordine e familiari. Ricerca Persone. Predisposizione, organizzazione e gestione servizi di reperibilità e guardia attiva. Servizi tecnici e operatività durante manifestazioni. Responsabilità e aspetti legali.

V/COS MODULO DI VALUTAZIONE (1 giorno) • •

Valutazioni sui temi trattati durante il percorso formativo. Simulazione gestione intervento di soccorso.

i di Soccorso Coordinatore delle Operazion

89


COS STA

Programma ITER Formativo - Valutativo per l’ottenimento della Qualifica di "COORDINATORE delle OPERAZIONI di SOCCORSO"

CREDITI FORMATIVI Si ottengono partecipando agli aggiornamenti specifici previsti che verranno programmati dalla Scuola del CNSAS-TN. 1. Stagione Estiva (1 giorno) • Specificità stagionale. • Risorse specifiche sul territorio. • Interventistica tipica. • Utilizzo degli strumenti a disposizione. • Aggiornamento modalità operative. • Incontro alla COP118. 2. Stagione Invernale (1 giorno) • Specificità stagionale. • Risorse specifiche sul territorio. • Interventistica tipica. • Aggiornamento operatività UCV (CNSAS-TN/GdF/PS). • Aggiornamento modalità operative. • Incontro alla COP118.

M/COS

MODULO MANTENIMENTO-VERIFICA FORMATIVI RICHIESTI (durata 1 giornata)

DA ABBINARE AI CREDITI

1. Stagione estiva ed invernale (1 giorno) • Verifica delle conoscenze riguardanti le specificità operative stagionali. • Verifica delle conoscenze e del corretto utilizzo della rete radio analogica e TETRA. • Verifica delle conoscenze e del corretto utilizzo sistema cartografico portatile (mini IPAD). • Verifica sulla modalità di gestione del numero di chiamata dell’area operativa. • Verifica delle conoscenze riguardanti il protocollo operativo “Trentino Emergenza 118” e dei rapporti con la COP118. • Simulazione gestione intervento di soccorso.

90

Coordinator e

delle Operaz ioni

di Soccorso


SERVIZIO PROVINCIALE TRENTINO www. soccorsoalpinotrentino.it | info@soccorsoalpinotrentino.it

www.graficasestosenso.eu

CORPO NAZIONALE SOCCORSO ALPINO SPELEOLOGICO

Percorso Formativo  
Percorso Formativo  
Advertisement