Issuu on Google+

UniversitĂ  degli Studi di Trento Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Architettura

Abitare in densitĂ  Un progetto per Bassano del Grappa

Silvia Longo


Il potenziale dello spazio al negativo. Ri-densificare la città diffusa L’area residenziale interessata dalla tesi di laurea si colloca all’interno di una più vasta zona soggetta ad un Piano Urbanistico Attuativo (P.U.A.) di iniziativa privata che si trova alle porte della città di Bassano del Grappa, in una posizione strategica in quanto situata all’intersezione tra una delle principali vie di penetrazione al centro ed il limite della città consolidata. Il Piano comprende una “mixité” di funzioni e servizi, includendo sia la residenza che destinazioni d’uso di tipo commerciale e direzionale, rispondendo alla logica di “ricompattare” e densificare la città in modo “policentrico” con una “struttura a rete”. L’approccio al progetto è stato, dunque, quello di assumere il Piano Urbanistico come stato di fatto e studiarne il rapporto con la città e le regole che lo determinano, per poter meglio comprendere il luogo e le relazioni con il contesto. L’ identità paesaggistica dell’area è di difficile definizione: la dispersione insediativa ha prodotto, infatti, anche qui la perdita e la diluizione del confine tra città e campagna. Sarà necessario valutare un’alternativa tipologica agli insediamenti residenziali formati da case a schiera, ricercando una diversa risposta che possa offrire la possibilità di realizzare, nelle varie aggregazioni, una vera e propria parte di città.


Cosa significa oggi e cosa ricercare negli edifici residenziali ad alta densità? Che rapporto instaurare con la città e che senso dare agli spazi vuoti? Il progetto è così stato sviluppato a doppia scala, intrecciando - fin da subito - alle tematiche compositive quelle tecniche e riferite alla prestazione energetica degli involucri edilizi: si è rivelato, così, una sfida continua e ricca di obiettivi ambiziosi, con un approccio che assume il tema della densità come elemento per uno sviluppo urbano sostenibile. Il risultato è un modello “ibrido” che non rientra nella classica tipologia edilizia della casa a schiera, ne’ in quella della casa binata oppure unifamiliare. L’insieme presenta, però, la densità edilizia dell’aggregato a schiera, la compattezza della casa urbana e un’individualizzazione degli alloggi della casa unifamiliare. In particolare il progetto presenta, sia a scala urbana che a scala del singolo alloggio, delle viste sempre diverse a seconda della posizione dell’ osservatore: non esiste un “retro”, ma esistono quattro fronti principali a scala di quartiere, che si scompongono in una moltitudine di fronti interni a scala del singolo alloggio. In questo modo il senso di collettività è bilanciato dall’ampio spazio che viene dato alla singolarità dell’individuo, il quale può abitare indisturbato la propria casa ed il proprio giardino, in un rapporto di reciproco rispetto e riconoscimento tra dimensione pubblica dimensione privata.


temi


margini cittĂ  / campagna


dimensione pubblica /privata


privacy / socialitĂ 


spazi aperti / spazi chiusi


casa urbana individuale / collettiva


densitĂ  / sostenibilitĂ 


come sviluppare un’alternativa tipologica alle urbanizzazioni formate da case a schiera? quale significato oggi e cosa ricercare nell’abitare ad alta

densità?

che rapporto instaurare con la città e che senso dare agli spazi

aperti?


articolazione della tesi

1.

Un progetto nel progetto Area di Piano Urbanistico Attuativo - scala urbana e territoriale Trasformazioni urbanistiche e infrastrutturali Regole di progetto: soluzioni a confronto

2.

Il potenziale dello spazio al negativo Esempi: raffronto per capire – abitare in densità Tipologia a patio nell’antichità I grandi maestri

3.

Il nuovo progetto Vincoli Concept Aspetti architettonici / strutturali, energetici ed impiantistici

4.

Prestazione energetica degli edifici Energia termica utile Energia primaria Indici di prestazione energetica


abstract


1.

Un progetto nel progetto

limite cittĂ  consolidata fianco assi verso il centro

trasformazioni urbanistiche e infrastrutturali


1.

trasformazioni urbanistiche e infrastrutturali

Un progetto nel progetto

sud: nuova

autostrada

ÂŤPedemontana VenetaÂť


1.

trasformazioni urbanistiche e infrastrutturali

Un progetto nel progetto

Piano Assetto Territorio:

riqualificazione cittĂ  diffusa cerniera Area PUA strategica:

asse intermedio est-ovest / asse nord-sud


1.

Un progetto nel progetto

processi di urbanizzazione: dispersione confine

area di Piano Urbanistico Attuativo

cittĂ /campagna


1.

Un progetto nel progetto

Piano Urbanistico Attuativo / strategie

Piano Urbanistico Attuativo (PUA) come stato di fatto logica della cittĂ  policentrica

relazioni orientate da parco lineare nord-sud

connessioni viarie area PUA / cittĂ 

sistema percorsi ciclabili


1.

Un progetto nel progetto

Area PUA • sup. ter. 55.000 mq • 7 Unità Minime Intervento (UMI) • mixitè funzionale residenziale commerciale direzionale

• residenziale sud

piazza

est, interna

Piano Urbanistico Attuativo / strategie


1.

Un progetto nel progetto

Unità Minima di Intervento 7 / il progetto della residenza

Unità Minima Intervento 7 • 4.228 mq superficie fondiaria

• 2.171 mq superficie utile realizzabile

• 10,5 / 7,5 m altezza massima

• dest. Residenziale • sagome provvisorie: modificate / regole


1.

Un progetto nel progetto

regole progettuali

come sviluppare

un’alternativa tipologica alle urbanizzazioni formate da

case a schiera?


1.

regole progettuali

Un progetto nel progetto

progetto PUA

nuovo progetto

1_orientamento parziale: 6/10

1_orientamento ottimale: 21/21 riorientare a sud


1.

regole progettuali

Un progetto nel progetto

progetto PUA

nuovo progetto

2_privacy: suddivisione tradizionale casa + recinzione specchiatura: introspezione

2_privacy: da articolazione volumetrica casa a patio


1.

regole progettuali

Un progetto nel progetto

progetto PUA

nuovo progetto

3_fronte strada: compatto discontinuo

3_fronte strada: compatto continuo basamento ritmato no recinzioni


1.

regole progettuali

Un progetto nel progetto

progetto PUA

nuovo progetto

4_distanze: distanze regolari

4_distanze: distanze rispettate ma articolate

7,5 m

7,5 m

3m

3m

10,5 m (1:1)

10,5 m (1:1)


2.

Il potenziale dello spazio al negativo

forme della densità orizzontale • case binate • case a gruppi • case a patio • case a schiera • case di città

da “alloggio” a “costruzione urbana”


2.

Il potenziale dello spazio al negativo

da “alloggio” a “costruzione urbana”

temi ricorrenti • densità orizzontale • articolazione dei volumi

Densità orizzontale MVRDV - Hagen Island

Articolazione dei volumi Ryue Nishizawa – Moriyama house

Fronte strada chiuso Neutelings Riedijik - Hollainhof

Forme archetipiche Aires Mateus – House in Leiria

Vuoto come aggregazione Mies Van der Rohe – Patio houses

Intimità Alvar Aalto – Casa a Muuratsalo

• fronte strada chiuso • forme archetipiche • vuoto come aggregazione •Intimità / giardini interni “segreti” • varietà delle tipologie • continuità facciata/tetto • costruire sul costruito non tipologia ma spazio (

vuoto)

Varietà delle tipologie Kazuyo Sejima – Metropolitan Housing Studies

Continuità facciata - tetto MVRDV – Patio Island

Costruire sul costruito Mvrdv – Diddenn village


3.

densità / vuoti a scala urbana

Il nuovo progetto

Chiave: disegno dei vuoti composti

con i pieni

edificio / vuoto:

• interazione diverso significato

• fronte denso e riservato

pieno

vuoto


3.

Il nuovo progetto

• intimità e

dimensione privata della singola abitazione

privacy del singolo alloggio

libertà dell’ individuo


3.

transizione pubblico / privato

Il nuovo progetto

•

equilibrio dimensione pubblica / privata

• passaggio

graduale


3.

Il nuovo progetto

loggia o giardino: la casa come soglia


3.

Il nuovo progetto

processo compositivo: da vincolo a processo progettuale

questioni: utilizzo di tutta la superficie utile edificabile • rispettare distanze • riorientare verso sud • fronte ovest occupato dai box auto


3.

Il nuovo progetto

processo compositivo: operazioni del comporre

progetto PUA

addensare e traslare

compattare e aprire

allungare e invertire

percorsi e garages

distanziare e delimitare


3.

processo compositivo: elementi

Il nuovo progetto

limiti

incastri / tetris

pieni e vuoti

direzioni


3.

processo compositivo: elementi

Il nuovo progetto

direzioni

testa / cerniera

ritmo / ripetizione

trame e allineamenti


3.

Il nuovo progetto

• modello urbano ibrido • non è casa a schiera / casa unifamiliare

scala ibrida / aggregazione ibrida

densità casa a schiera compattezza casa urbana individualizzazione casa unifamiliare •


3.

scala ibrida / aggregazione ibrida

Il nuovo progetto

• fronti diversi: graduale

retri»

• no «

transizione


3.

il basamento urbano

Il nuovo progetto

basamento continuo

aggregazione volumi


3.

Il nuovo progetto

«effetto città» • un unico edificio, dimensione umana • fronte urbano compatto per un

il basamento urbano


3.

Il nuovo progetto

• disposizione di elementi: unico edificio,

differenti alloggi

• forme

aperte e forme

chiuse

impianto d’area


3.

Il nuovo progetto

oltre la

soglia

intimitĂ  e privacy

incastro basamento-alloggio / tipo A


3.

Il nuovo progetto

tipo

incastro basamento-alloggio / tipo A

A: pianta allungata

distribuzione in fasce: relazione diretta con il

giardino


3.

Il nuovo progetto

primo piano: loggia schermata • giochi di

luce

• controllo apporti solari

facciate “spesse” logge-alloggio / tipo A


3.

facciate “spesse” logge-alloggio / tipo A

Il nuovo progetto

archetipo della casa «contaminato» da elementi

nuovi


3.

soleggiamento

Il nuovo progetto

studio ombre • alloggio:

schermi e sbalzi

• urbana: ombre

reciproche studio ombre 21 giugno ore 12.00

studio ombre 15 ottobre ore 12.00


3.

Il nuovo progetto

testa / cerniera

alti posti a nord

•

edifici

•

disaggregazione consente un’

ottima esposizione

studio ombre 21 dicembre ore 12.00


3.

testa / cerniera

Il nuovo progetto

•

12 appartamenti: 3 volumi, 3 piani

•

collegamento verticale al centro, un

principale

ingresso


3.

Il nuovo progetto

ingresso secondario

flusso e compenetrazione pubblico / privato collegamento tra lati opposti:

testa / cerniera


3.

Il nuovo progetto

tema del

condominio: non convenzionale

testa / cerniera


3.

giardini patio privati / tipo B

Il nuovo progetto

rapporto diretto con il

giardino


3.

Il nuovo progetto

come

stanza della casa

giardini patio privati / tipo B


3.

logge e stanze all’aperto / testa cerniera

Il nuovo progetto

appartamenti:

loggia


3.

Il nuovo progetto

collegamento con il

logge e stanze all’aperto / testa cerniera

tetto - giardino


3.

Il nuovo progetto

logge e stanze all’aperto / testa cerniera

profondità logge in base all’ orientamento: «stanze all’ aperto» rapporto

interno / esterno


3.

strutture prefabbricate in x-lam

Il nuovo progetto

struttura e temi energetici: tecnologia

ponti termici

X-lam: rapiditĂ 


3.

Il nuovo progetto

1_scavo di sbancamento

cantiere


3.

Il nuovo progetto

2_fondazioni, cordoli, igloo

cantiere


3.

Il nuovo progetto

3_pareti in x-lam piano terra, travi metalliche primo solaio

cantiere


3.

Il nuovo progetto

4_primo impalcato e pareti x-lam piano primo

cantiere


3.

Il nuovo progetto

5_travi metalliche del secondo impalcato

cantiere


3.

Il nuovo progetto

6_secondo impalcato e balconata fronte sud

cantiere


3.

Il nuovo progetto

7_pareti in x-lam piano secondo

cantiere


3.

Il nuovo progetto

8_impalcato in x-lam del tetto

cantiere


3.

impianti - riscaldamento

Il nuovo progetto

pompa di calore

• per riscaldamento e raffrescamento •

fotovoltaico

solare termico ventilazione

• meccanica

riscaldamento / raffrescamento


3.

Il nuovo progetto

impianti – collocazione esterna

contropareti

progetto arredo giardino con perimetrali per collocazione integrata pompa di calore


3.

definitivo - esecutivo

Il nuovo progetto

SOSTITUIRE CON sistemata


3.

Il nuovo progetto

definitivo - esecutivo


4.

Prestazione energetica degli edifici

verifiche dei pacchetti costruttivi


4.

Prestazione energetica degli edifici

percorso impianti modalità integrazione edificio

controsoffitti • impianto ventilazione meccanica • impianto riscaldamento • integrazione condotte

integrazione edificio - impianti

Aria estratta Aria immessa Pdc acqua calda Pdc acqua fredda


4.

verifica accessibilità

Prestazione energetica degli edifici

verifica accessibilità: rispetto Legge 9 gennaio 1989, n. 13

barriere

architettoniche (adattabilità / visitabilità )


4.

Prestazione energetica degli edifici

sistemi oscuranti: aperture a ginocchio /

riparo sole

qualità dell’ involucro

categoria I Epe,invol < 10 kWh/m2a

sistemi oscuranti


4.

Prestazione energetica degli edifici

ombre durante una giornata (21 marzo)

studio ombreggiamento


4.

Prestazione energetica degli edifici

ombre durante lâ&#x20AC;&#x2122; anno (21 diembre, 21 giugno ore 12:00)

studio ombreggiamento reciproco


4.

Verifica della prestazione energetica

calcolo: norme UNI TS 11300

energia termica

due parti: (climatizzazione involucro) ed

energia primaria (rendimento impianti)

calcolo energia termica utile


4.

Verifica della prestazione energetica

energia primaria: UNI TS 11300 â&#x20AC;&#x201C; 4

fonti rinnovabili riscaldamento con acs combinata (pompa di calore, solare termico)

calcolo energia primaria


4.

Verifica della prestazione energetica

tipi di vetro e prestazioni energetiche

prestazione in base al tipo di vetro (doppio o triplo) calcolo

doppio vetro a

sud

alloggio 6: doppio vetro nonostante il maggior ombreggiamento dovuto ad ostruzioni esterne


4.

Verifica della prestazione energetica

posizione alloggio e prestazione energetica

per ogni edicio della stessa tipologia in base alla

posizione calcolo:

• fabbisogno energetico riscaldamento Epi, invol • fabbisogno energetico raffrescamento Epe, invol • energia primaria riscaldamento Qep,h e acs Qep,w • indice di prestazione energetica Ept=Epi+Epw •

classe energetica edifici


4.

Verifica della prestazione energetica

risultati del calcolo


4.

risultati del calcolo

Verifica della prestazione energetica

A+

• Epe, invol: da 8,3 a 9,8 kWh/m2a • Epi, invol: da 19,3 a 36,2 kWh/m2a

• Ept: da

12,9 21,5 a

kWh/m2a


conclusioni

• progetto che pone al centro l’

individuo nella sua veste pubblica e privata

densità e spazi vuoti

• densità e

sostenibilità

• doppia scala per ricucire una parte di • livelli di

città

privacy e socialità

orientamento e controllo apporti solari per ogni alloggio

• aspetti

strutturali ed impiantistici integrati: qualità dell’ involucro

• prestazione

energetica


Silvia Longo

dott. in Ingegneria Edile â&#x20AC;&#x201C; Architettura


Tesi di laurea | Silvia Longo