Issuu on Google+

1


2


the best of honeymoon scegli la meta dei tuoi sogni

3


4


allacciate le cinture

5


6

Banyan Tree Vabbinfaru Maldives


ovunque a piedi nudi

7


Soneva Fushi 10 Soneva Gili 12 Latitude Laamu 14 Banyan Tree 16 Conrad Maldives 18 Diva 20 Coco Palm Dhuni Kolhu 22 Taj Exotica 24 Banyan Velaa 28

8


MAL DIVE 9


Soneva Fushi

Six Senses Resort & Spa 5STARS LUXURY Soneva Fushi, il primo resort in stile “Robinson Crusoe” delle Maldive, è ubicato sull’isola privata di Kunfunadhoo, nell’atollo di Baa, a nord dell’atollo di Malè ed è raggiungibile dall’aeroporto in idrovolante, con un volo di circa 30 minuti. Kunfunadhoo, lunga 1.400 metri e larga circa 400, è una delle più ampie isole delle Maldive; oltre che per le acque cristalline e la sabbia bianca, quest’isola è rinomata per la lussureggiante vegetazione che crea una cornice impareggiabile alle 65 ville sparpagliate lungo la spiaggia ed assicura loro, riparo e privacy totale. Ogni villa vanta comfort e lusso da sogno a cui si contrappone l’attenzione dedicata all’applicazione di tutte le strategie per rispettare al massimo l’ambiente circostante. Ciascuna villa dispone di ventilatore a pale, aria condizionata, minibar, cassetta di sicurezza, binocolo, lettore Cd e Dvd, sala da bagno che si apre su un rigoglioso giardino, area di conversazione esterna privata con accesso diretto alla spiaggia, biciclette e maggiordomo che diventerà il referente degli ospiti durante tutto il soggiorno. Le ville si suddividono in varie tipologie; 15 Ville Rehendi, che si sviluppano in un’area totale di 182 mq (48 mq interni), fronte mare, con letti king-size. 15 Ville Crusoe, 7 delle quali con piscina privata, che si sviluppano in un’area totale di 235 mq (64 mq interni), ville duplex fronte spiaggia con camera al piano superiore soppalcato, letto king-size o due letti separati. 15 Ville Soneva Fushi, ciascuna di 395 mq (80 mq interni), 9 delle quali hanno la propria piscina privata con acqua di mare; si tratta di ville fronte spiaggia con foyer d’ingresso, spaziosa camera con letto kingsize a baldacchino ed ampio bagno open-air con vasca da bagno e doccia separata. 9 Soneva Fushi Villa Suite, in un’area totale 594 mq (96 mq interni) di cui 7 con piscina privata, molto simili alle Soneva Fushi Villa con un addizionale soggiorno completo di divano letto angolare, trasformabile in due letti singoli. Una Crusoe Suite One-bedroom (con piscina) di 554 mq (125 mq interni) a due piani beach front e 6 Crusoe Suite Two bedroom (con piscina) di 649 mq ( 230 mq interni), 4 delle quali con piscina. Soneva Fushi Villa Suite & Tree House che si sviluppa in un’area di 445 mq (126 mq interni), villa fronte spiaggia con foyer d’ingresso, camera da letto matrimoniale con letto a baldacchino e ampio daybed, lussuoso bagno, area conversazione privata all’esterno con accesso diretto alla spiaggia, spazioso studio e piscina privata. Una passerella sospesa collega la villa principale alla casa sull’albero che comprende un letto a castello, un letto singolo, sistema di intrattenimento in diffusione, toilette, un balcone privato ed uno scivolo d’acqua che si collega a sua volta alla piscina. Per i più esigenti, due esclusive ed appartate vere e proprie ville: The Retreat di 1109 mq comprensivi dell’area circostante, annidate nella lussureggiante vegetazione dell’isola, garantendo il massimo della privacy. Ogni Retreat è composta da due bungalows a due piani che dispongono di due camere da letto, un soggiorno, un’area studio, sistema audio centralizzato, una cantina vini privata ed un’area pranzo al piano superiore prospiciente la piscina che accoglie fino a dodici persone. Ai due lussuosi water garden si aggiungono una SPA Suite privata che dispone di sauna, palestra e di un’area massaggi chiamata “champa”. Inoltre, la piscina privata si estende prolungandosi dalla villa fino alla spiaggia. Una Jungle Riserve, di 1710 mq comprensivi dell’area circostante, che offre il massimo in fatto di privacy: composta da una Soneva Fushi villa con vasto soggiorno, padiglione per i massaggi con bagno turco, palestra, piscina privata con scivolo e Tree House (casa sull’albero) ideale per famiglie con bambini. Un ponticello collega il soggiorno ad un bagno turco e ad una doccia. Una palestra privata dotata di aria condizionata è ubicata nel padiglione attiguo unitamente ad una sala massaggi. La piscina privata avvolge la villa con una forma di mezza luna. La SPA Suite è un’opzione abbinabile a tutte le tipologie di ville e comprende una cabina trattamenti per coppie dotata di aria condizionata, un’area giardino esterna con tre tipi diversi di doccia, un bagno turco di 4 mq Inoltre, una palestra privata con aria condizionata ed una magnifica area relax con daybed e sedie coloniali. Al Soneva Fushi le possibilità di scelta sono memorabili quanto la cucina. Gli ospiti potranno scegliere tra il ristorante principale “Ever Soneva So Down to Earth” con specialità mediterranee e piatti a base di pesce, il “Sense by the Beach” che propone un’originale fusione tra cucina peruviana e giapponese, il Bara-Bar per degustare cocktail a base di champagne guardando il mare, il “Fresh in the Garden” ovvero il ristorante organico che offre una scelta di menu basati su una dieta bilanciata. Si potranno degustare vini presso la “The Wine Cellar”, la cantina con nostro sommelier residente, che propone una lista vini da oltre 700 etichette provenienti da tutto il mondo, o rinfrescarsi con l’irresistibile gelato all’“Ever Soneva So Cool”. Presso la pluripremiata Six Senses SPA, il team di terapisti è a disposizione degli ospiti per aiutarli a conciliare lo spirito ed il corpo. I servizi della SPA includono un’area massaggi esterna privata, una sauna ed una piscina watsu. Gli sport acquatici includono: snorkeling con il biologo residente, catamarano, kayak, canoa, windsurf e hobiecat. Il Diving Centre Soleni mette a disposizione barche ed attrezzatura completa per i corsi d’immersione certificati PADI. A disposizione degli ospiti: biblioteca completa di accesso a Internet, televisione satellitare e una piccola meeting room; possibilità di baby sitting; servizio di lavanderia; attrezzatura per Dvd e libreria Cd; cinema Paradiso all’aperto; osservatorio astronomico, piste ciclabili centro fitness totalmente attrezzato,campi da tennis, pallavolo, badminton, ping-pong, bocce, vari giochi da tavolo.

10


11

MALDIVE


Soneva Gili

Six Senses Resort & Spa 5STARS LUXURY Soneva Gili, situato nella piccola isola tropicale privata di Lankanfushi, nell’atollo di Male Nord, è il primo resort alle Maldive interamente realizzato sull’acqua, facilmente raggiungibile in 20 minuti di motoscafo dall’aeroporto internazionale. Lankanfushi possiede una delle più vaste lagune riccamente popolata di pesci ed una vegetazione rigogliosissima. Tre pontili si protendono dall’isola alla laguna consentendo l’accesso alle Villa Suites e alle Residence. Le 45 ville adagiate sull’acqua riescono a combinare il massimo lusso all’attenzione per l’ambiente circostante; inoltre la distanza minima di 20 metri tra una villa e l’altra garantisce agli ospiti una privacy totale. Le 29 Soneva Gili Villa Suite (210 mq) sono dotate di camere con aria condizionata e letto king size, alcune camere dispongono di due letti gemelli, un vasto soggiorno open-air con daybed e due aree pranzo. Le 8 Soneva Gili Residence (250 mq), in posizione più isolata, sono dotate di camera con aria condizionata e letto king size, vasta area soggiorno con aria condizionata, sedute per il relax e daybed. Le 7 Soneva Gili Crusoe Residence (250 mq), isolate nel mezzo della laguna, hanno una vista maestosa verso il mare aperto e la barriera corallina. Con le stesse caratteristiche di una Residence, dispongono di una propria barca a remi, oltre ad una barca con motore elettrico che assicura i trasferimenti degli ospiti ai pontili e all’isola. La Soneva Gili Private Reserve (1.400 mq) è il rifugio per eccellenza: è composta di cinque padiglioni separati che includono due camere padronali e una camera per gli ospiti, una SPA privata con bagno turco, sauna, sala massaggi, palestra e ampie aree relax. Tutte le ville hanno una terrazza privata sul tetto completa di daybed ed una appena sopra il livello dell’acqua con sdraio per prendere il sole; entrambe le terrazze possono trasformarsi in esclusivi angoli privati per cene a lume di candela. Tutte dispongono di una stanza da bagno all’aperto ed un water garden, una vasca da bagno ed un’inimitabile doccia con le pareti in vetro circolare, hi-fi quadrifonico, televisione satellitare, lettore DVD/CD, macchina per il caffè espresso, minibar, cassaforte, asciugacapelli e biciclette. Al Soneva Gili, l’atmosfera è memorabile, quanto la cucina. Chi ama godersi la privacy della propria villa avrà un menu personalizzato secondo le esigenze di ogni singolo cliente, servito in terrazza sotto il cielo stellato oppure nel luminoso soggiorno. Il nuovo Ristorante “Sense by the Sea”, con annesso Sushi Bar, propone prelibatezze della cucina peruviana e giapponese che potranno essere gustate ammirando il mare. La SPA siglata Six Senses realizzata con pavimento a pannelli di vetro, amplifica i sensi e rende l’esperienza di ogni trattamento unica e inimitabile, come il tradizionale massaggio di sabbia che rispecchia appieno la cultura maldiviana. La SPA dispone anche di bagno turco, frigidarium, sauna ed una palestra completamente attrezzata. A disposizione degli ospiti: Six Senses Gallery e gioielleria, libreria, accesso a Internet, aree per conferenze, baby sitting, servizio di lavanderia, piscina, campi da tennis, pallavolo, badminton, ping-pong, bocce e pista per il jogging, giochi da tavolo, libreria completa di una selezione di DVD/CD. Gli sport d’acqua compresi nella quota sono: snorkeling, catamarano, vela, kayak, wakeboard, sci nautico e windsurf. Il Diving centre PADI, fornito delle più recenti e moderne attrezzature per le immersioni, offre una vasta gamma di corsi e lezioni privati nonché molte uscite in luoghi memorabili, compreso il famoso Manta Point che dista soli 10 minuti in barca dal resort. Le escursioni private fattibili dal resort sono molteplici: pic-nic su isole private, crociere per incontrare i delfini, escursioni culturali sulle isole vicine e a Malè.

12


13

MALDIVE


APERTURA OTTOBRE 2009

Latitude Laamu

Six Senses Resort & Spa 5STARS LUXURY Six Senses Latitude Laamu si trova sull’isola privata di Olhuveli, nell’atollo di Laamu, a sud dell’arcipelago delle Maldive. Dall’aeroporto internazionale di Malè, dopo approssimativamente 50 minuti di volo, si raggiunge l’aeroporto di Kadhdhoo da dove si raggiunge, in 15 minuti circa di barca, Olhuveli. L’unicità della destinazione si fonde con la vegetazione lussureggiante dell’isola creando un design nuovo e più che mai ispirato alla natura circostante. Il resort, che offre ai propri ospiti un’esperienza lussuosa ed eco-friendly allo stesso tempo, dispone di Beach e Over Water Ville con ampi spazi ideati per esaltare la bellezza del mare. Le 100 sistemazioni, ubicate in modo da garantire la massima privacy, si dividono in Beach Villas, Over Water Villa e Suites. Le lussuose ville sono elegantemente arredate con l’utilizzo di materiali naturali dalle forme arrotondate. Le 22 Beach Villas (74 mq) offrono una doccia esterna, un giardino ed un solarium privato, accesso privato alla spiaggia ed una terrazza sovrastante il tetto della villa, luogo ideale per cene romantiche, solarium o per dormire sotto le stelle. Le 75 Water Villas (112 mq) dispongono di una doccia esterna, un water garden, una terrazza sovrastante il tetto della villa e area conversazione esterna con tavolo e pavimento realizzati in vetro e con reti sospese sopra l’acqua per sdraiarsi sotto il sole e godere di una veduta unica ed emozionante dell’oceano. Le 3 Water Villa Suites (275 mq) sono allestite ed arredate come le Water Villa ma completate da un bagno esterno ed uno interno, oltre ad un’area soggiorno con aria condizionata al secondo piano che può essere utilizzata come area relax o per i pasti. Una seconda camera da letto è disponibile per accogliere i bambini. Inoltre, dal balcone del secondo piano si raggiunge uno scivolo che permette agli ospiti di tuffarsi direttamente in mare. Il ristorante principale, costruito sull’acqua, offre una vasta gamma di deliziose opzioni gastronomiche così come altrettanti menù alla carta. Il ristorante Organico, che si trova sulla terra ferma, offre piatti a base dei migliori prodotti forniti sia dall’orto dell’isola che provenienti da tutto l’atollo. La cantina dei vini, all’interno di una torre di vetro alta più di 6 metri, è costruita nella laguna della quale offre scorci indimenticabili. Lo Chef’s Table ed il Cooking Hut sono a disposizione per dimostrazioni culinarie, degustazione vini e cene a tema. Il rilassante bar panoramico, con ampio padiglione lounge, offre aree per relax con reti sospese sull’acqua dalle quali è possibile accedere direttamente in mare e dove all’imbrunire si potrà ascoltare musica chill-out scelta dal DJ. Il Fruit & Vegetables Bar, con accesso diretto dal mare offre una vasta selezione di bevande naturali; il Crepe Counter e Ice Cream Parlour consentono di gustare oltre 50 differenti gusti di gelati e topping; la Cioccolateria, il coffee and Tea Parlour ed altre sorprese culinarie soddisferanno anche i palati più esigenti. La Six Senses SPA offre 5 cabine doppie in riva al mare, oltre a 4 Bamboo Nests, piccole strutture di forma rotonda con telaio esterno realizzato in bamboo, immersi nella vegetazione. Gli abili terapisti offrendo una vasta gamma di trattamenti, compresi percorsi di ringiovanimento, consulenze riguardanti il life-style, riflessoterapia, digitopressione, reiki e shiatsu. Altri trattamenti sono disponibili come sauna, bagno turco, hammam e percorso Kneip, terapia del suono, una palestra attrezzata con piscine e area riservata per esercizi con personal trainer. Terapie legate al benessere psico-fisico come Yoga e Tai Chi sono praticate tutti i giorni presso il Meditation Pavilion che regala una splendida vista sull’oceano. A disposizione degli ospiti: libreria completamente attrezzata con computer e accesso internet, cinema all’aperto con intrattenimento serale sotto il cielo stellato, servizio di maggiordomo, comode sdraia snacks e bevande. Una larga parte della spiaggia del resort è stata lasciata volutamente allo stato naturale, in modo di garantire agli ospiti l’esperienza di trovarsi in un luogo incontaminato. La scuola di Diving offre escursioni per praticare lo snorkelling e le immersioni oltre a corsi per ottenere un brevetto. Il centro sports acquatici offre una vasta gamma di attività come ad esempio windsurf, canoa, catamarano, wake board e sci d’acqua; escursioni in barca privata per raggiungere gli spot dove praticare surf, escursioni alle isole dei pescatori con barche private, con la possibilità di organizzare colazioni all’alba e cene al tramonto.

14


15

MALDIVE


Banyan Tree

Vabbinfaru 5STARS LUXURY Situato in un atollo corallino a nord della capitale Malè, nel paradisiaco arcipelago delle Maldive, a soli 20 minuti di barca veloce dall’aeroporto di Malé, il Banyan Tree Vabbinfaru offre ai propri ospiti la raffinata bellezza di un paradiso tropicale esclusivo. Circondate dalla spettacolare sabbia bianca impalpabile, le 48 eleganti ville dispongono di camera da letto con terrazza, spazioso giardino e patio privato dove prendere il sole; tutte sono dotate di doccia interna ed esterna, di aria condizionata e ventilatore a pale, minibar, CD player, cassaforte, telefono, asciugacapelli, accappatoi, necessario per the e caffè. Le 11 Ocean View Villa e le 8 Deluxe Ocean View, di 200 mq ciascuna comprensive della zona esterna, hanno un intimo giardino e Jacuzzi privata nello spazioso patio in legno, luogo ideale per prendere il sole. Le 12 Beach Front Villa e le 15 Deluxe Beach Front Villa, di 150 mq ciascuna, oltre alla dotazione delle Ocean View, hanno ampia terrazza che conduce ad un pavillion privato sulla spiaggia. Le 2 Vabbinfaru Villa, di 200 mq ciascuna, perfette per chi è alla ricerca di spazio e privacy, oltre ad avere tutte le dotazioni delle ville precedenti, hanno una spaziosissima area esterna con incomparabile vista sull’oceano. A disposizione degli ospiti: la Banyan Tree SPA che offre una larga gamma di massaggi e trattamenti, la Banyan Tree Gallery, dove trovare selezionata arte indigena, il Centro PADI con i numerosi sport acquatici tra cui snorkeling, canoa, sci d’acqua, wind surf, catamarano. Per chi decide di non mangiare nell’intimità della propria villa, il ristorante Ilaafathi, con vista sull’Oceano Indiano, offre prime colazioni e cene a buffet; il Ristorante Sangu Garden offre un buffet di barbeque sia a pranzo che a cena in uno splendido giardino sotto un cielo punteggiato di stelle. Il Naibili Bar propone cocktails e gustosi snacks tutto il giorno. Per i curiosi e amanti della buona tavola, lo chef maldiviano del resort organizza corsi di cucina locali, un gustoso melange di cucina orientale ed araba. Numerosi gli sports acquatici possibili: pesca d’altura, pesca notturna, catamarano, canoa, tennis da tavolo, biliardo, badminton, sci d’acqua e kyte –flying, snorkelling. Infine il Marine Lab propone lezioni di biologia marina e aiuta a salvare le tartarughe verdi. Inoltre sono previste delle escursioni come lo snorkelling safari, uscite in barca o idrovolante per accedere alla visita di Malè. La clinica più vicina è a 9 Km - 15 minuti di barca veloce, altrimenti a Malè, 17 Km raggiungibile in 25 minuti in barca veloce. Carte di credito accettate Master, Visa, JCB e American Express.

16


17

MALDIVE


Conrad Maldives

Rangali Island 5STARS LUXURY

In una posizione spettacolare sull’Oceano Indiano, il Conrad Maldives Rangali Island è l’ultima romantica destinazione che offre lusso sofisticato “a piedi nudi”. Questo pluripremiato resort, sorge su due meravigliose isole Rangali e Rangalifinolhu collegate tra loro da un ponte e circondate da una splendida laguna; nell’ isola di Rangali si trovano 5 diverse tipologie di Water Villas dove il lusso e madre natura si amalgamano armoniosamente. Le 28 Water Villas, di 74 mq ciascuna, hanno patio privato dove prendere il sole, sala da bagno con impareggiabile vista sull’oceano, lettore CD e minibar. Le 12 Superior Water Villas, anch’esse di 74 mq, oltre alle stesse dotazioni delle ville precedenti, dispongono anche di piscina jacuzzi nel patio, lettore DVD a schermo piatto e sistema surround. Le 6 Deluxe Water Villas, di 115 mq ciascuna, hanno le stesse dotazioni delle superior villa, ed una camera da letto più spaziosa con un romantico letto a baldacchino. Le 2 Premier Water Villas, di 119 mq ciascuna, oltre alle stesse dotazioni delle deluxe, dispongono di piscina jacuzzi con Tv nella stanza da bagno e tv satellitare. Le 2 Sunset Water Villa, di 250 mq ciascuna, dispongono di due camere da letto, salone con pavimento in vetro, tv satellitare, lettore Cd e Dvd, cucina, servizio di maggiordomo, accessori Philippe Starck e Jacuzzi nel patio esterno. Nell’isola di Rangalifinolhu si trovano invece le beach villas, suddivise in tre tipologie; le 35 beach Villas, di 150 mq ciascuna, di cui 11 comunicanti, hanno vista mare, terrazza e cortile privato, sala da bagno esterna, lettore Cd, telefono portatile, minibar e necessario per the e caffè. Le 44 Deluxe beach Villas, di più di 300 mq ciascuna, oltre alle dotazioni delle beach villa, dispongono di giardino privato, piscina privata e zona giorno. Le 21 SPA Water Villas, di 150 mq, sono parte dell’Over-water SPA Retreat ed offrono una magnifica posizione con vista mare da tutte le finestre, oltre a lettore Cd e Dvd, Tv satellitare e sala separata per i trattamenti. Il Conrad offre una vasta scelta di ristoranti, bars e cantine pronti a soddisfare anche i palati più esigenti; ci sono infatti 7 ristoranti, 3 bars e la più vasta scelta di vini delle maldive, si contano più di 30.000 bottiglie. L’Ithaa Undersea Restaurant, ristorante unico nel suo genere, completamente immerso sotto il livello del mare, permette agli ospiti di provare l’esperienza di cenare a 5 metri sotto il livello del mare e godere durante la cena di una strabiliante visione panoramica a 180° del reef e della vita marina. Il Koko Grill, in una idilliaca spiaggia al margine della laguna e del giardino giapponese, offre cucina di stile giapponese del teppanyaki preparata da uno chef esperto. Il Mandhoo SPA Restaurant, in una palafitta sul mare, offre una cucina bilanciata e salutista preparata con ingredienti selezionati. A disposizione degli ospiti: campo da tennis, centro fitness, centro immersioni che con i suoi istruttori multilingue offre corsi e uscite guidate da sommozzatori esperti in una moltitudine di siti differenti incluso il famoso Manta Point. Inoltre si possono praticare windsurf, pesca d’altura, e tanti altri sport acquatici. Il Conrad Maldives Rangali Island dispone inoltre di 2 SPA: The SPA Retreat è unica alle Maldive, dispone di 21 water villas dove il soggiorno include un pacchetto SPA. Ogni villa è dotata di una camera per massaggi e/o trattamenti ed il cliente può scegliere di avere il massaggio in camera oppure alla SPA Retreat. I trattamenti offerti sono basati sui 5 elementi della natura: aria, fuoco, terra, acqua e piante, coprendo una vasta gamma di massaggi, trattamenti olistici, bellezza, trattamenti viso e parrucchiere. La SPA Over Water è luogo di calma e relax circondato dal mare e dal suo profondo respiro dove farsi coccolare con i numerosi massaggi e trattamenti proposti, inclusa la cromoterapia basata sui 7 chakra. Le camere in cui vengono effettuati i trattamenti hanno un pavimento in vetro in modo che il cliente possa non solo godersi il massaggio ma anche la vista del reef sottostante.

18


19

MALDIVE


Diva

Resort & Spa 5STARS LUXURY Questo resort a 5 stelle della prestigiosa catena alberghiera Naiade, sorge a Dhidhoofinolhu, una delle isole più grandi delle Maldive, lunga 1,8 chilometri e larga 200 metri circa, raggiungibile dall’aeroporto di Malé in 25 minuti di idrovolante. È un vero paradiso di tranquillità, con una rigogliosa vegetazione tropicale che incornicia quattro chilometri di spiaggia bianca incontaminata. L’isola è circondata da una sorprendente laguna turchese dalla pullulante vita marina, dove non sarà difficile avvistare i numerosi e colorati pesci tropicali. Le 193 camere si dividono in 48 Junior Suite, 12 Beach Pool Villas, 45 Beach Villas e 88 Water Villas. Le Junior Suites (65 mq) si trovano nel punto più stretto dell’isola e riescono quindi ad avere l’accesso alla spiaggia da entrambi i lati. Ogni Junior Suites dispone di camera da letto con vasca e doccia, sala da bagno e terrazza con doccia esterna; 18 di queste camere sono comunicanti. Le Beach Pool Villas (116 mq) hanno accesso diretto alla spiaggia ed una ininterrotta ed incantevole vista sulla laguna. Ogni Villa ha una spaziosa camera da letto, una sala da bagno che si apre in un giardino dove si trova la doccia esterna ed una piccola piscina privata. Il salotto si apre su una grande terrazza che crea una spaziosa e godibile zona giorno. Inoltre c’è un grazioso giardino con sedie a sdraio intorno alla piscina. Le Beach Villas hanno le stesse dotazioni delle ville precedenti, a parte la piscina al cui posto c’e uno spazioso giardino ed una piccola spiaggia privata. Le Water Villas (80 mq), ispirate agli incredibili colori della laguna, regalano una vista mozzafiato; ci sono delle grandi finestre in camera da letto e nella sala da bagno che creano l’impressione di essere in mezzo al nulla, contornati solo dall’oceano; alla sera, inoltre, i pesci tropicali attratti dalla luce, danno la sensazione di averli direttamente in camera. Le ville dispongono anche di una terrazza attrezzata con accesso diretto alla laguna attraverso una scaletta. Ci sono inoltre 3 Family Water Villas su palafitta di 129 mq con due camere da letto e 1 Presidential Water Villa (Diva Villa) su palafitte in mezzo alla laguna, con maggiordomo privato residente e piscina privata sul deck. Tutte le suites e villas inoltre dispongono di telefono satellitare, tv LCD con lettore Dvd, minibar, cassetta di sicurezza, necessario per the e caffè, acqua potabile. I sei ristoranti e sei bars riescono a soddisfare anche i palati più difficili; il Senses offre cucina europea con influenze arabe, il Noo propone cucina internazionale, il Pure presenta cucina giapponese moderna con cucina a vista, l’East è rinomato per le specialità del sud-est asiatico, dalla Cambogia all’Indonesia, al Season ed al Beach Restaurant si possono gustare insalate, sandwiches, piatti di pesce, barbecues; Allegria è il ristorante con cucina italiana e prestigiosa cantina di vini. L’Iru Bar è aperto dal primo pomeriggio fino a tarda serata. La sua forma circolare e colorata affacciato sull’oceano, permette agli ospiti di farsi coccolare dall’atmosfera dei colori caldi dei tramonti maldiviani, sorseggiando un’aperitivo o una coppa di champagne sulla terrazza. Veli bar invece, aperto solo durante il giorno, è adagiato sulla piscina che si espone sulla laguna. Vengono serviti snacks e bevande di vario tipo. Per gli ospiti sportivi a disposizione: campo da tennis illuminato, tennis da tavolo, biliardo, video-games, due piscine situate nella parte del tramonto del sole, centro diving con istruttori certificati Padi, palestra, molti sports acquatici come snorkelling, windsurfing, water skiing, kayaks, catamarano. Gli sport acquatici motorizzati vengono praticati fuori dalla laguna. Inoltre l’Infinity SPA dispone di 3 saune, 3 hammams, 2 stanze del ghiaccio, 2 piscine riscaldate ed una fredda. Il centro offre una varietà di trattamenti molto particolari ed unici. Per gli ospiti più piccoli Diva dispone del Kids Club “The Nest” per i bimbi dai 3 ai 12 anni e del Teen Club “The Place” per i ragazzi dai 13 ai 19 anni. Per i più grandi il night club “Musik” è aperto tutti i giorni fino alle 4.00 di mattina. Molte le escursioni proposte: shopphing nelle isole vicine, crociera al tramonto e aperitivo a base di champagne, pesca in laguna, snorkeling diurno e notturno, snorkelling-trip (uscite in barca) e escursioni in dhoni (piroga locale) o barca veloce. Simply Diva e Caprices sono le boutique con manufatti e oggetti locali, abbigliamento sportivo per il mare e prodotti esclusivi proposti da Diva Resort & SPA. Carte di credito accettate: Amex, Visa, Mastercard, JCB.

20


21

MALDIVE


Coco Palm

Dhuni Kolhu 5STARS LUXURY Il Dhuni Kolhu, situato nell’atollo di Baa a 124 km dall’aeroporto di Malé (30 minuti circa di trasferimento in idrovolante), si trova in una posizione stupefacente. L’isola a forma di mezzaluna è circondata da una laguna color turchese che lambisce spiagge di sabbia bianca purissima incorniciate da una lussureggiante vegetazione tropicale. Le 98 ville sono collocate in posizione isolata, nascoste da fiori, felci tropicali e palme oppure disposte in piena laguna, sopra il sorprendente reef. Le 57 Beach Villa e le 27 Deluxe Villa (di 87 mq ciascuna) dispongono di ampia sala da bagno open-air, aria condizionata, ventilatore a pale, letto king-size, minibar, asciugacapelli, cassetta di sicurezza e terrazza privata dove leggere, rilassarsi, sorseggiare un drink. Le Deluxe Villa hanno anche la vasca da bagno SPA e una piccola piscina privata. Le 12 Lagoon Villa (di 87 mq ciascuna), offrono piscina privata sulla laguna, letti king size, aria condizionata, ventilatore a pale, minibar, asciugacapelli, cassetta di sicurezza e terrazza privata. La sala da bagno oper-air è studiata per poter godere appieno del panorama dell’oceano nella totale privacy. Le 2 Sunset Lagoon Villa (di 154 mq ciascuna) sono la sistemazione più lussuosa del Dhuni Kolhu; adagiate nella laguna in posizione privilegiata per ammirare il tramonto, offrendo un affascinante panorama e ben 4 letti king size, aria condizionata, ventilatore a pale, tv e lettore Dvd, minibar, cassetta di sicurezza, spaziosa zona giorno con eleganti mobili e oggetti d’arte. La sala da bagno, con vista sull’oceano, dispone di vasca SPA e doccia interna ed esterna; la terrazza privata con largo pontile offre piscina privata e accesso diretto alla laguna. In ogni villa, assistita da un maggiordomo privato, è possibile ricevere dei trattamenti della SPA. Nel ristorante Cowrie, dall’atmosfera dinamica, in un padiglione in stile maldiviano, si può scegliere il buffet apparentemente senza fine o menu à la carte. Il ristorante Cornus, con vista sull’oceano, propone specialità maldiviane, thai ed indiane; il Cornus Grill prepara freschissimo pesce grigliato, mentre il Conch Bar permette di assaporare drinks e snacks a piedi liberi sulla sabbia. Il Lagoon Bar, costruito su palafitta in mezzo alla laguna, dispone di “zona bagnata” per i nuotatori e “zona asciutta” dove assaporare una selezione di drinks. Da qui si possono ammirare indimenticabili tramonti. A disposizione degli ospiti: diving, catamarano, windsurf ed altri sport acquatici, tennis, biliardo, giochi da tavolo e la Coco SPA che propone trattamenti provenienti dall’Indonesia, Thailandia e India con l’utilizzo di prodotti ayurvedici. È inoltre disponibile un servizio di infermeria con farmaci di primo soccorso ed un medico residente nell’isola vicina a quindici minuti di Dhoni. Sono accettate le maggiori carte di credito come American Express, Visa, Jcb, Master. Altri servizi a disposizione: boutique e gift shop, lavanderia, fattorino e ufficio escursioni. Per gli sportivi: scuola internazionale Diving, corsi Padi , catamarano, windsurf, parapendio e sci nautico.

22


23

MALDIVE


Taj Exotica

Resort Maldives 5STARS LUXURY È un esclusivo, privato e romantico resort immerso nella natura tropicale e nella cristallina acqua del mare maldiviano. Sorge lungo una spiaggia meravigliosa, riservata esclusivamente agli ospiti. Caratterizzato da un design raffinato, offre una permanenza di lusso unita ad un servizio confortevole. È situato a soli 15 minuti di distanza dall’aeroporto di Malè; distanza percorribile con una barca a motore di assoluta eleganza. Il complesso dispone di 62 ville con design di lusso, circondate dalla meravigliosa natura del luogo. Il calore del legno, il profumo dei fiori e la delicata presenza di candele e lampade a luce soffusa creano un ambiente intimo e riservato. La vista sul mare e la brezza marina rilassano i sensi. Ogni villa è stata costruita all’esterno con eleganti finiture in legno ed i pavimenti rispecchiano il delizioso stile maldiviano. Ogni camera è dotata di aria condizionata, bar, televisione LCD con canali satellitari, sicurezza, apparecchiature per caffe e the, DVD/CD player, MP3, connessione internet, telefono per chiamate internazionali, asciugacapelli e bagno con doccia. Le 24 Lagoon Villas, ciascuna di 71 mq, sono costruite a schiera con due ville adiacenti lungo i bordi dell’isola. Offrono uno spazio riservato con lettini e sedie, dal quale si può accedere direttamente alla spiaggia. La vista sull’oceano è il punto forte e crea un’atmosfera rilassante. Le 31 Deluxe Lagoon Villas with Pools, ciascuna di 94 mq, sono collocate nell’estremità piu’ lontana dell’isola. Si distinguono dalle Lagoon Villas solo per la presenza di una piscina privata che offre intimità. Le Deluxe Beach Villas, situate a soli cinque metri dalla spiaggia hanno in piu’ rispetto alla tipologia precedente, una piscina ampia, una veranda privata con lettini e doccia esterna privata immersa nel verde. Sono in tutto 4, ciascuna di 89 mq. Le 2 Beach Villas Suites, di 158 mq. ciascuna, sono dotate di un grande soggiorno, giardino privato, ampia piscina privata, veranda con lettini e doccia esterna. Il balcone esterno caratterizza queste particolari ville per la possibilità di vedere bellissimi e romantici tramonti in assoluta privacy. Inoltre gli ospiti possono godere dei trattamenti della SPA nella propria stanza. La SPA offre le migliori terapie derivate dai massaggi indiani. La cucina lascia libertà all’ospite di scegliere fra numerosi tipi di piatti. Il menu richiama l’essenza del luogo, ma nello stesso tempo è completo di cucina internazionale e di ricercata gamma di vini. È possibile cenare al ristorante o in ogni parte dell’isola secondo il desiderio dell’ospite.

24


25

MALDIVE


MALDIVE

26


OVUN QUE

VELA

27


Banyan Velaa Banyan Velaa è l’ultima creazione del brand Banyan Tree Adventure: una lussuosa goletta turca di 30 metri con due alberi, di stile tradizionale, all’insegna del massimo comfort per crociere avventurose e per emozionanti immersioni negli atolli di Malè Nord e Sud. È la soluzione ideale per i veri amanti del mare che vogliono vivere e assaporare le meraviglie degli atolli deserti e dei paradisi sottomarini durante crociere di una, due o tre notti. Costruita nel 2005 e varata dal Banyan Tree Vabbinfaru (da cui partono le crociere) dispone di sei cabine – due deluxe e quattro standard - tutte in caldo legno di mogano, elegantemente arredate, con servizi privati, TV e lettore DVD. Gli interni, interamente climatizzati, comprendono una ricca cambusa, un bar, un salone con area pranzo e area TV. Sopra coperta c’è una zona pranzo con tendalino parasole sul ponte di poppa ed un ampio solarium con materassini. I pasti a buffet sono preparati dallo chef di bordo che, a richiesta degli ospiti, può altresì allestire una cena romantica su una spiaggia deserta o organizzare uno sfizioso pic-nic. A bordo sono disponibili le attrezzature per snorkeling, pesca e immersioni subacquee.

28


29

MALDIVE


Denis Island Resort

Denis Island North Island

Curieuse Island

North Island Resort Lemuria Resort

Baie st. Anne

Praslin Island Labriz Silhouette Seychelles

Chateau de Feuilles Relais Chateaux Cousine Resort

Round Island

Round Island

Ladigue Island Lodge

Marianne Island

La Digue Island

Cousine Island Silhouette Island

Hilton Seychelles Northolme Le Meridien Fisherman’s Cove Beau Vallon Bay

Port Launay

Fregate Island Resort

St. Anne Island

Victoria

Meridien Barbarons

Maia Luxury Resort SPA

Mahe Island

Plantation Club Banyantree Resort

Desroches Island Desroches Island Lodge

North Island 30 Fregate Island 32 Labriz Silhoutte 36 Cousine Island 38 Denis Island 40 Desroches Island 42 Praslin Island Constance Lemuria 44 Praslin Island Chateau De Feuilles 46 La Digue Island 48 Round Island 50 Mahé Island Banyan Tree 52 Mahé Island Maia Luxury Resort & SPA 54 Mahé Island Le Meridien Fisherman’s Cove 56 Mahé Island Le Meridien Barbaron’s 58 Mahé Island Hilton Seychelles Northolme 60 Banyan Lagoon 64 30

Fregate Island


SEY CHE LLES 31


North Island

North Island 5STARS LUXURY Situato a circa 30 minuti di elicottero da Mahè nell’isoletta granitica di North Island, l’esclusivo e lussuoso resort è in grado di assicurare ai propri ospiti assoluta eleganza, privacy, servizio impeccabile e tranquillità in un contesto idilliaco, tra fauna e flora endemiche. Le 11 ville di 450 metri quadrati ciascuna, completamente autonome, sono tutte costruite in stile locale e sudafricano, in perfetta armonia con l’ambiente che le ospita. Tutte le sistemazioni sono dotate di ogni comfort e adagiate tra la natura, con vista sull’incredibile mare cristallino. Le ville da 1 a 9 sono discretamente posizionate tra gli alberi, di fronte ad Anse d’est Beach. La villa 10 e 11 (rispettivamente Villa Royale e Villa North Island) sono differenti rispetto alle altre e posizionate all’estremo nord di Anse d’est Beach in mezzo alla foresta di Takamaka. Ogni abitazione dispone di piscina privata, di due camere da letto, una principale e una secondaria, bagno in marmo con doccia sia interna che esterna e cucina dalla quale si può accedere direttamente alla zona solarium ed a un ampio salone coperto. Ogni villa dispone inoltre di aria condizionata, TV satellitare con lettore DVD e CD, accesso ad Internet. Gli ospiti possono usufruire della sala da pranzo della propria villa oppure decidere di gustare uno snack su una spiaggia usufruendo del servizio di catering. Molti gli sport che possono essere praticati: immersioni subacquee e snorkelling alla scoperta del sistema corallino più esteso del mondo, kajak, biciclette, palestra, pesca; inoltre crociere ed escursioni. Ogni villa ha la propria “Island Buggie”, car elettrico ideale per la scoperta dell’isola in tutta libertà. In determinati periodi dell’anno, gli ospiti di North Island possono avere la fortuna di assistere all’emozionante spettacolo delle tartarughe verdi ed embricate che depongono le uova nella parte est e ovest dell’isola. A disposizione degli ospiti: la biblioteca, il bar, la piscina lunga 45 mt, il salone e la sala da pranzo dalla quale, attraverso un passaggio sopra un laghetto coperto di gigli, si raggiunge la cantina, con accanto, una sala da pranzo privata. La cucina di North Island si basa su prodotti naturali di primissima qualità, preparati con cura per offrire una varietà di succulenti piatti esotici che rispecchiano le diversità culturali alla base del gusto creolo delle Seychelles. Qui vige il concetto del “no menu”; all’arrivo degli ospiti, il cuoco illustrerà loro la cucina della North Island ed individuerà le loro preferenze culinarie per stilare un menu giornaliero personalizzato in base alle informazioni raccolte: un’esperienza culinaria indimenticabile, completata dalla pregiata scelta di vini proveniente dalla cantina del resort. La North Island SPA è un’esperienza di lusso da non perdere: oltre alle cure standard, la SPA offre trattamenti personalizzati di cure olistiche mirate a ringiovanire il corpo, la mente e lo spirito. ATTENZIONE: North Island sarà chiuso dal 15 maggio al 15 agosto 2009 per il rinnovo delle ville

32


33

SEYCHELLES


Fregate Island

Fregate Island Resort 5STARS LUXURY L’isola di Fregate è un’oasi ecologica di conservazione di specie animali e vegetali rare, dove un tempo si trovavano anche le fregate, i piccoli uccelli marini a cui l’isola deve il proprio nome. Per mantenere intatto questo paradiso composto di tre chilometri quadrati di splendide spiagge e, all’interno, di una piccola giungla tropicale, l’isola accoglie non più di 40 ospiti per volta che possono godere delle bellezze dell’isola in totale privacy. Le 16 lussuose ville godono di una vista spettacolare sull’oceano, tranne 2 che sono state situate in zone erbose riparate per soddisfare le esigenze di famiglie con bambini piccoli. Ogni villa, di 186 mq, oltre agli spazi esterni, si compone di un grande salone con angolo bar con frigorifero, una spaziosa camera da letto con bagno completo e doccia esterna. Le ampie vetrate della camera e del salone si affacciano sullo straordinario scenario naturale fatto di cielo, oceano e vegetazione lussureggiante. La veranda semi coperta, che collega la camera da letto e il salone, diventa una piacevole area pranzo, ma anche un solarium attrezzato. Ogni villa ha inoltre una grande vasca idromassaggio circolare, inserita negli spazi esterni accanto al gazebo con un comodo “daybed” a due piazze. Tutte le ville hanno aria condizionata, ventilatore a pale, cassaforte, telefono, “broadband Internet line”, TV satellitare, lettore CD e DVD. Recentemente sono state completate 3 nuove ville, 2 con due camere da letto di cui una con letto kingsize a baldacchino e l’altra con due letti twin, sempre a baldacchino. Ogni camera ha la propria sala da bagno e doccia sia interna che esterna. L’altra novità è rappresentata dalla SPA Villa con mini SPA e sala da bagno con una grande vasca rotonda; la mini SPA può, all’occorrenza, essere convertita in una seconda camera da letto. Gli ospiti potranno scegliere tra il ristorante principale affacciato sull’oceano, il Fregate House, che offre un’ottima cucina internazionale accompagnata da un’ampia selezione di vini, oppure il Plantation House, ristorante creolo aperto alcune sere, dove poter gustare le prelibatezze della cucina locale. Inoltre gli ospiti possono scegliere di gustare un barbecue sulla spiaggia o presso il Marina & Yacht Club, oppure di cenare a lume di candela nella propria villa o in altro luogo a propria scelta. Il Pirates Bar è aperto tutto il giorno fino a tarda ora, mentre l’Anse Bambous Beach Bar serve spuntini e bevande durante il giorno. The Rock SPA & Sanctuary, aperta nel maggio 2004, è situata su un altipiano da cui si gode una splendida vista oceano e si estende su una superficie di 4.500 metri quadrati. La SPA propone una varietà di percorsi benessere basati sui principi olistici della medicina Ayurvedica, la talassoterapia Thalgo e esclusivi trattamenti a base di erbe, fiori e frutta. Le sette spiagge di Frégate Island sono tra le più belle del mondo e offrono la possibilità di praticare qualsiasi tipo di sport acquatico; vengono organizzati corsi per sub, immersioni alla scoperta degli splendidi fondali corallini, pesca d’altura e molto altro. Gli ospiti potranno disporre altresì delle 2 piscine, della palestra equipaggiata delle più moderne attrezzature per fitness, della biblioteca con ampia selezione di libri, DVD e CD in varie lingue. Per gli ospiti più piccoli il nuovo “Children’s Castaway Club” (disponibile in alta stagione) offre varie attività tra eco-avventura, sport e cultura; inoltre è stato creato un campo gioco vicino al porticciolo e un servizio di baby sitting è disponibile su richiesta.

34


35

SEYCHELLES


Silhouette Island

Labriz Silhouette Resort 5STARS LUXURY Labriz Silhouette è il nuovo resort di lusso che offre comfort e servizio, impreziosito da spiagge dorate, blocchi di granito e acque tropicali dai colori cangianti con una variopinta fauna marina. La casa coloniale di fronte all’imbarcadero, è oggi il ristorante “Gran Kaz” con cucina tradizionale creola, aperto 3 sere alla settimana. Il ristorante “La Passe” è affacciato sulla baia per pranzi, il ristorante italiano “Portobello” con aria condizionata dispone di posti a sedere sia all’interno che sulla terrazza. “Sakura” aperto la sera con cucina e bar in vista per il famoso sushi. “Teppanyaki” propone live Jappanese grill. “Cafè Dauban” offre ricco buffet con differenti nazionalità sia per le prime colazioni, i pranzi, cene e al sabato per il branch. “Lo Brizan Bar per sfiziosi snacks e piatti leggeri, con intrattenimenti live tre volte alla settimana, special cocktails una volta alla settimana, aperto per l’ora di pranzo. “Pizzeria” presso la piscina vengono servite pizze e crepes all’aperto da mezzogiorno al tramonto. Generalmente tre, quattro volte alla settimana vengono proposti menù a la carte, speciali piatti per bambini e dietetici su richiesta. Richiesto un abbigliamento casual a pranzo e per la sera elegante. Tra i servizi e attività sportive inclusi: una piscina, campo da tennis, ping-pong, sport acquatici non a motore e area dedicata al fitness. A pagamento Diving centre, equipaggiamento per snorkelling, battute di pesca, escursioni, crociera al tramonto. L’Aquum SPA”, integrata nella natura circostante, vi permetterà di usufruire della piscina, Jacuzzi, sauna e bagno turco senza supplemento se acquistate uno dei numerosi trattamenti estetici proposti, altrimenti vengono richiesti € 30,00 a persona per accedere ai servizi sopracitati. Le 111 Ville dislocate dal corpo centrale si dividono: da un lato due file di 30 Ville vista giardino di 88 mq. con arredamento contemporaneo e terrazza, delle quali 4 sono comunicanti, ideali per famiglie. Posizionate dietro alle 57 Ville vista mare di 101 mq. a 15 mt. dalla spiaggia, anche in questo caso 4 sono comunicanti. Dall’altro lato ci sono 6 ville vista mare di 120 mq. con plonge-pool e terrazza, a 15 mt dalla riva, 17 Pavillon Villa, (185 mq) con piscina verso il mare e due camere da letto, suddivise in 9 Pavillon vista oceano e 8 Pavillon Silhouette con vista sulla foresta tropicale, con vasca da bagno per due persone, terrazza, bagno vista giardino, sala pranzo, macchina per caffè espresso, diffusori audio della Bose. Infine 1 Presidential Suite con piscina privata, living room, terrazza, bagno affacciato nel giardino, sala da pranzo, maggiordomo, accesso privato alla spiaggia, golf car privata. Tutte le Ville possono ospitare al massimo 4 persone, 3 adulti e un bambino oppure due adulti con due bambini, sono elegantemente arredate, con letti matrimoniali king-size, divano e poltrona, minibar, telefono IDD, cassetta di sicurezza, rastrelliera porta bagagli, bollitore per thè o caffè, TV a schermo piatto, DVD, connessione ad internet, due armadi suddivisi con spazio separato lei-lui, sala da bagno con servizi e doccia separati, ampia vasca da bagno, doccia all’esterno, ventilatore a pale, aria condizionata, asciugacapelli, accappatoi, prodotti cortesia e teli mare, acqua in bottiglia. Servizi disponibili e da pagare direttamente in loco: lavanderia, servizio in camera, accesso internet, boutique, camera iperbarica, medico nell’isola, babysitting. Alla reception uno staff multilingue per il cambio valuta e tutte le possibili richieste. Accettate le carte di credito Visa, Mastercard, American Express.

36


37

SEYCHELLES


Cousine Island

Cousine Island Resort 5STARS È ideale per chi cerca la privacy, il comfort, il lusso e la pace in un ambiente naturale e incontaminato. Ha una limitatissima capacità ricettiva: quattro ville di 175 mq ognuna, distanti circa 30 mt dal mare, in stile coloniale con camera, salotto, ampio bagno con Jacuzzi con vista sull’oceano, aria condizionata, ventilatore a pale, Tv con canale satellitare, lettore CD, telefono con linea diretta, letto matrimoniale. Il resort puo’ ospitare al massimo 10 clienti in tutto, questo è anche motivo di tanto fascino, esclusività e soprattutto privacy, ideale per piccoli gruppi di amici. Sala ristorante, bar, SPA, biblioteca con aria condizionata, palestra, completano quanto di più possa offrire questo resort da sogno in un’isola affascinante.

38


39

SEYCHELLES


Denis Island

Denis Island Seychelles 4STARS Denis Island evoca un clima romantico ed elegante, orlato da spiagge coralline color avorio e un mare cangiante tra il blu cobalto ed il verde giada. Un santuario dove le comodità, il piacere e il relax coesistono in perfetta armonia. L’isola si raggiunge privatamente in elicottero oppure con aeromobile condiviso con altre persone da Mahè. All’arrivo, l’accoglienza di personale attento e disponibile metterà a proprio agio i clienti e farà vivere un soggiorno indimenticabile. Quattro sono le tipologie di sistemazioni, arredate con mobili in stile locale e tessuti dai colori tenui. 22 Deluxe Cottages, di 90 metri quadrati, 1 Deluxe Villa Prince Noir di 169 metri quadrati, ideale per famiglie, con camera separata dal salottino e una lounge con altri due letti. 1 Luxury Villa Boies D’Argent, di 325 metri quadrati con king-size bed. In continua evoluzione la ristrutturazione della Villa Belle Etoile, con termine previsto per fine 2009 e altri piccoli servizi in aggiunta per le altre sistemazioni. Tutte le camere si affacciano sull’oceano, diversi cottages e ville sono fronte mare e dotate di letto a baldacchino matrimoniale, aria condizionata e ventilatore a pale, veranda panoramica dove rilassarsi e ripararsi dal meriggio, uno spazioso bagno con doccia esterna e box interno, doppio lavabo, servizi wc e bidet separati in area esterna con giardino divisi da un muretto, asciugacapelli, minibar, bollitore per the/caffè. I cottages possono ospitare due adulti ed un massimo di due bambini sotto i 12 anni. Denis Island propone inoltre la nuova Villa Belle Etoile, 150m2 in stile contemporaneo con accesso privato alla spiaggia antistante attrezzata con lettini. La villa dispone di un terrazzo privato con vista sull’Oceano Indiano, una sala relax, sistema musicale Bose con lettore IPod. La sala da bagno, in parte “open air”, spaziosa e confortevole dispone di doccia, vasca da bagno e zona per massaggi. Il ristorante con le specialità, le alternative, la qualità, il servizio e l’attenzione aggiunge una nota particolare coccolando i clienti dalla prima colazione con la speciale pasticceria, al pranzo e cena, con piatti a base di pesce o carne, barbecue e desserts che soddisfano i differenti gusti. Serate a tema come il Seafood Night con piatti a base di Sushi, Creole Night dove il talento e i gusti locali si esibiscono oppure al fresco Dining Experience per una cena romantica in spiaggia al lume di candela. Per chi preferisce l’intimità, con un supplemento, potrà usufruire del servizio in camera e cenare in veranda. Da non dimenticare la fornita cantina con vini scelti e il bar con cocktails di tutti i tipi. Le attività completano le giornate: tennis, biliardo, biblioteca, sala giochi e Tv, passeggiate alla scoperta dell’isola tra gli alberi di casuarina e le palme da cocco. Per gli appassionati di diving, a pagamento, c’è un centro professionale a disposizione per organizzare immersioni nei fondali ricchi e pescosi nonchè emozionanti battute di pesca d’altura ed al bolentino. Inoltre snorkeling, canoa, windsurf e vela. Carte di credito accettate: Visa e Mastercard.

40


41

SEYCHELLES


Desroches Island

Desroches Island Lodge 5STARS LUXURY Questo esclusivo resort che appartiene alla catena alberghiera Seasons in Africa è composto di 20 eleganti suites situate sulla costa occidentale dell’isola. Ogni camera è arredata con raffinatezza e dotata di aria condizionata, letto matrimoniale King Size e zanzariera, Tv, minibar, bagno con servizi privati e lavabo separati, doccia interna ed esterna, terrazza vista mare. Il corpo centrale della struttura è collegato con la reception tramite un ponte sospeso sulla piscina. Nella stessa area sono disponibili la libreria e il bar; il ristorante principale ha un’ ampia terrazza da dove si può ammirare l’oceano e propone una volta alla settimana un buffet-barbecue sotto il cielo stellato. Le attività sportive sono svariate: tennis, canoa, wind-surfing, snorkelling (la barriera corallina a 400 mt dalla costa ed è raggiungibile a pagamento in barca in 15 minuti circa), diving, pesca d’altura ed escursioni in barca. Il resort dispone inoltre di una zona giochi interna per bambini, centro benessere ed una boutique. In aggiunta, per dare la possibilità agli ospiti di visitare l’isola e scoprire i suoi quattordici chilometri di spiagge dalla sabbia bianchissima e finissima, il resort mette a disposizione dei clienti delle mountain bikes.

42


43

SEYCHELLES


Praslin Island

Constance Lemuria Resort Praslin 5STARS LUXURY Immaginate un panorama di vegetazione fitta rimasta intoccata per secoli. La storia parla di un piccolo pezzo di paradiso sopravvissuto dopo la divisione dei continenti, il cosidetto Lemuria. Esso non poteva che essere alle Seychelles, piu’ precisamente sulla spiaggia immacolata di Anse Kerlan, dove le tartarughe marine vengono ancora oggi a deporre le loro uova in completa tranquillità. A soli 5 minuti dall’aeroporto di Praslin, il Lemuria Resort, il più rinomato e lussuoso di Praslin, vanta una posizione idilliaca sulla costa nord-ovest dell’isola. Circondato da una lussureggiante e rara vegetazione, bagnato dalle acque calde di un’incantevole laguna, Lemuria Resort è attualmente uno dei più esclusivi ed affascinanti resort delle Seychelles: un concentato di eleganza, classe e raffinatezza in simbiosi con la stupenda natura circostante, un’oasi di pace e tranquillità. Tre spiagge appartate di sabbia bianca, creano una fusione naturale con la natura circostante ed un sito davvero unico al mondo. L’architettura ed il design interno sono stati creati usando materiali naturali come il legno, la pietra, il granito ed il thatch. Il tutto in totale armonia con l’ambiente ed in regola con le strette norme di conservazione che il Governo ha emesso, per proteggere la superba bellezza delle Seychelles. Il resort offre ai propri ospiti 88 Junior Suite, 8 Senior Suites, 8 Ville con piscina privata ed 1 Villa Presidenziale, tutte affacciate sull’Oceano Indiano e dislocate lungo più di 101 ettari di terra. Ogni suite è posizionata tra le due spiagge sui lati nord ovest e sud ovest a soli 15 metri dalla riva, immerse nella natura. Le Junior Suite (52 mq) dalla costruzione in legno e tetto in paglia, hanno gli interni in marmo e granito rosa ed un arredamento in stile minimalista ma allo stesso tempo lussuoso; inoltre spaziosi bagni, patio dove poter cenare, predispongono ad un totale relax nella massima privacy. Le Senior Suite (115 mq) sono eccezionalmente spaziose. Ogni Senior ha le stesse caratteristiche architettoniche elencate nelle Junior Suite, con la differenza di avere in più una vasca idromassaggio nel bagno padronale, un secondo bagno con doccia e WC, un soggiorno separato ed un terrazzo/patio molto più ampio. Tutte le suites dispongono di aria condizionata, vasca e doccia separati, WC, asciugacapelli, mini-bar, cassetta di sicurezza, TV satellitare, lettore CD & DVD,telefono/segreteria telefonica, il necessario per tè o caffè. Le Ville (725 mq), sono situate nella parte più a sud della spiaggia Anse Kerlan ed offrono la più innovativa sistemazione direttamente su una delle migliori spiagge dell’Oceano Indiano. Hanno in dotazione piscina privata, 2 camere da letto molto spaziose che enfatizzano lo stile affascinante dell’intero resort e si affacciano sul giardino tropicale che si estende fino alla spiaggia. Ogni camera è dotata di un bagno privato, di doccia e vasca, di un’area dining con TV e playstation (gratuita su richiesta), una piccola cucina utilizzata dallo staff e maggiordomo a disposizione dei clienti per tutta la durata del soggiorno. Dal soggiorno si accede direttamente all’esterno dove l’area dining si affaccia direttamente sulla piscina, location ideale per massaggi e relax. La Villa Presidenziale (1.250 mq) sorge elegantemente sull’estremità rocciosa più a sud della baia di Anse Kerlan. Una sorta di hotel privato all’interno del resort, studiato e realizzato per regalare un’esperienza di soggiorno unica al mondo. Una master suite con bagno sulla terrazza, idromassaggio privato, sauna e bagno turco unitamente ad altre due suites si aprono su una piscina privata che si sviluppa su 3 livelli e cinge la struttura; una scaletta permette di raggiungere direttamente la spiaggia privata. Gli innumerevoli e lussuosi servizi a disposizione, come un ufficio privato, lo staff dedicato, lo chef, servizio sicurezza e tutti comfort offerti, faranno svanire ogni desiderio di essere in qualunque altra parte del mondo, una vacanza all’insegna della privacy e relax totali. Tre sono i ristoranti nel resort: The Legend è situato nell’edificio principale offre tutti i giorni in una tranquilla ed elegante atmosfera, prime colazioni e cene a buffet nonchè serate a tema; a pranzo, cibi leggeri, sandwiches, hamburger e pasta; The Seahorse si affaccia sul campo da golf, propone una cucina raffinata caratterizzata dalla miscela di gusti seychellesi e ricette tradizionali della cucina francese più rinomata; il Beach Bar & Grill con vista sulla Petite Anse Kerlan è specializzato nei piatti a base di pesce, con menù proposto dallo chef a pranzo e alla sera a la carte; The Legend Bar vicino alla lobby, si affaccia sui giardini e sull’Oceano Indiano, offre un’ampia scelta di caffè e tè cocktail, aperitivi, digestivi e sigari; The Seahorse Bar situato nel ristorante “Seahorse”, offre una vasta gamma di drinks e snacks per gli ospiti del ristorante e i golfisti; The Pool Bar a bordo piscina, è l’ideale per pasti light, cocktails e bevande rinfrescanti durante la giornata il tutto in un’atmosfera rilassata ed informale. The Beach Bar è posizionato sul dorso della piccola penisola e si affaccia sulle spiagge di Grand e Petite Anse Kerlan. Offre una vasta gamma di succhi esotici e cocktails. “La SPA de Constance” e il “Pavillon Shiseido” è un luogo perfetto dove rilassarsi e scoprire le varie terapie come, il massaggio ayurvedico, l’idroterapia, massaggio svedese e indiano. Tra i programmi l’esclusivo Qi Shiseido, con l’uso di asciugamani caldi per trattamenti al viso e corpo. Inoltre per tutti gli ospiti sono a disposizione: sauna, Jacuzzi, plunge-pool, bagno turco, palestra attrezzata. Ancora, una vasta gamma di sports acquatici e su terra ed altre attività’ offerte gratuitamente tra cui 2 campi da tennis sintetici illuminati, windsurf, catamarani, snorkelling, pedalò, kayak, dinghies (canotti). Da non dimenticare l’attività principale del resort: il golf con un campo regolamentare a 18 buche. Golf Green fees a titolo gratuito per i residenti del Lemuria Resort, club car obbligatorie a pagamento. Spettacolare il percorso che da Anse Kerlan attraverso delle colline sfocia nell’incantevole spiaggia di Anse Georgette, unico ed impareggiabile angolo raggiungibile solamente attraverso il campo da golf oppure via mare; il resort, su richiesta, in quest’ultima spiaggia organizza dei romantici ed esclusivi pic-nic. Altri servizi a pagamento sono disponibili, dall’autonoleggio alle escursioni, assistenza medica, servizio lavanderia e stireria. Inoltre, una libreria ed un’elegante boutique completano la gamma servizi. Il resort non trascura gli ospiti più piccoli e mette a disposizione the Turtle Club, un miniclub per i bimbi dai 4 ai 12 anni. Accettate le seguenti carte di credito: American Express, Diners, Visa, MasterCard

44


45

SEYCHELLES


Praslin Island

Chateau De Feuilles 5STARS L’Hotel, che fa parte della prestigiosa catena Relais & Chateaux, sorge su un promontorio con una vista spettacolare sul mare cristallino e su 15 delle più belle isole circostanti. La piccola spiaggia di Anse Marie Louise è raggiungibile attraverso la bellissima foresta tropicale con una passeggiata di cinque minuti; ai clienti vengono fornite le famose minimoke per raggiungere le spiagge vicine site ad un paio di chilometri come Grand Anse e Anse Lazio. L’architettura dell’hotel è tra le più esclusive: il complesso è costruito con rocce di granito locale e foglie di latania. Le 9 camere sono distribuite nel vasto parco delle fragranze esotiche: una camera castello, tre bungalow junior suite, un bungalow junior suite con Jacuzzi, una camera de luxe castello, due suite de luxe giardino, una suite villa per famiglie. Tutte le camere hanno vista panoramica sull’oceano o vista giardino, terrazzo e sono elegantemente arredate con materiali naturali; letto king-size , aria condizionata, minibar, Tv al plasma, DVD, cassaforte elettronica, telefono, accesso internet, ventilatore, asciugacapelli, macchina per caffè espresso, accappatoio e una gamma di prodotti per il corpo, bagno con doccia e vasca di vetro. Il ristorante conosciuto e rinomato sull’isola, attento alla qualità dei prodotti, propone una sinfonia di piatti fantasiosi e prelibati. Sono numerose le attività di mare e le escursioni, tra le quali è inclusa la visita all’isola privata Grand Soeur, considerata una tra le più belle isole (effettuata solo il sabato o domenica). Inoltre piscina, bar SPA e boutique completano la struttura. Carte di credito accettate: Visa, Mastercard and American Express.

46


47

SEYCHELLES


La Digue Island

La Digue Island Lodge 3STARS Situato sulla spiaggia d’Anse Réunion, la Digue Island Lodge è circondato dalla magnifica barriera corallina. Le 60 camere sono tutte climatizzate e dotate di mini bar, telefono, TV color, mentre i 34 chalets costruiti in tipico legno di takamaka sono elegantemente adagiati sulla vegetazione rigogliosa che circonda il resort. Il ristorante offre specialità a base di pesce e frutti di mare oltre che specialità creole, mentre il bar di fronte alla bellissima piscina è il luogo ideale dove rilassarsi sorseggiando un cocktail alla frutta. Numerose sono inoltre le attività ricreative e sportive possibili.

48


49

SEYCHELLES


Round Island

Round Island Resort 5STARS LUXURY Inserito nella lussureggiante vegetazione, Round Island Resort dispone di 3 ville in stile creolo ognuna di 165 mq, arredate elegantemente e dotate di ogni comfort. Due camere da letto, di cui una disposta nel mezzanino, con bagno privato e vasca dotata per la balneoterapia, asciugacapelli, aria condizionata, minibar, cassetta di sicurezza, telefono IDD, TV satellitare e internet. Inoltre ogni camera possiede una veranda esterna arredata dove poter mangiare, circondati da uno strabiliante paesaggio, gustando i piatti tipici della cucina locale. Il Resort dispone anche di un’unica villa di 300 mq disposta sulla collina, ideale per famiglie, con aria condizionata, minibar, cassetta di sicurezza, telefono IDD e TV satellitare, internet, piscina privata, 3 camere da letto con bagno privato e jacuzzi, sala da pranzo e cucina. Round Island Resort offre agli ospiti un ristorante à la carte per le prime colazioni e le cene, un ristorante sulla spiaggia ed un bar a bordo piscina per i pranzi. A disposizione 24 ore una navetta gratuita che collega l’isola di Praslin. Le attività incluse sono snorkelling, windsurfing, canoa, ping pong, badminton, escursioni in barca alle isole vicine. Su richiesta e a pagamento: pesca d’altura, diving, massaggi e trattamenti estetici, golf presso Lemuria Resort nella vicinissima Praslin, servizio lavanderia, babysitter. Carte di credito accettate: Visa, Mastercard, Diners club.

50


51

SEYCHELLES


Mahé Island

Banyan Tree Seychelles 5STARS LUXURY Come un nido sulla spiaggia di Anse Intendance, una delle più belle di Mahé, sorge il Banyan Tree a trenta minuti dall’aeroporto internazionale e a quarantacinque dalla capitale Victoria. Offre il meglio in quanto a raffinatezza e lusso. Circondato da una vegetazione rigogliosa tropicale, eleganti formazioni granitiche, spiagge primitive dove ancora le tartarughe nidificano all’ombra delle palme, il Resort e SPA si distingue per la perfetta fusione tra l’evoluto comfort e la sensibilità ecologica: le 37 lussuose ville infatti sono state appositamente progettate con cura al fine di potersi inserire ed integrare naturalmente nell’ambiente circostante. Adagiate sul costone di roccia in posizione dominante oppure lungo la spiaggia, le ville sono tutte arredate con cura nei minimi dettagli. Si suddivono in: Hillside Pool Villa- Poll Villa by the Rock- Beachfront SPA Pool Villa- Intendance Pool Villa, tutte con veranda e piscina e jacuzzi, elegantemente arredate, 1 camera da letto con minibar, cassetta di sicurezza, IDD telefono, ventilatore a pale, aria condizionata, DVD/CD e stereo, Tv satellitare e conessione internet. Inoltre vi sono le esclusive Double Pool Beachfront Pool Villa e 2 Presidential Villa con due camere da letto. I migliori buongustai saranno sorpresi dalla scelta offerta da due ristoranti, quello principale a strapiombo sul mare “Grill on the Sands” sulla spiaggia oppure “Moonlight Gazebo” romantico, Champagne on The Rocks in posizione panoramica fronte oceano, quello gastronomico dove è possibile gustare specialità internazionali, locali e specialità asiatiche. Nascosti nella vegetazione circostante si trovano inoltre i ben otto padiglioni termali più volte premiati, dove esperti terapisti di scuola Thai praticano la loro arte, regalando momenti di totale relax. Svariate attività acquatiche incluse snorkelling, canoa e diving e pesca a pagamento. Inoltre un campo da tennis , noleggio biciclette , sala giochi e biblioteca. Carte di creditto accettate: American Express, DinersClub, Mastercard, Visacard.

52


53

SEYCHELLES


Mahé Island

Maia Luxury Resort & SPA 5STARS LUXURY Maia è un Resort dall’ ambiente caloroso e rilassante per rigenerare lo spirito e la mente. È un luogo magico, un rifugio dove ogni desiderio viene esaudito e l’ospite è considerato come la gemma del “lotus”, il fiore ideato per identificare questo magnifico resort. Costui, immerso nella natura, può godersi la freschezza del mare e i profumi della meravigliosa vegetazione che circonda l’isola. L’ambiente, a soli venti minuti di auto dall’aeroporto di Mahè, è un esempio di unicità poiché è isolato dal resto del mondo: una sorta di paradiso terrestre nel quale ci si può sentire liberi e lontani dai numerosi pensieri di ogni giorno. Una caratteristica esclusiva è l’assenza di un cosiddetto “dress code” che aiuta l’ospite a godere di questo bellissimo spirito di semplicità che permane in ogni luogo del Maia. Il soggiorno è un’esperienza di rivitalizzazione che libera la mente e fa godere della fantastica visione del mare cristallino. La combinazione di classe, qualità di servizi e lusso, supererà ogni aspettativa del cliente. Lo staff Maia è costantemente istruito con dei corsi di formazione che preparano il personale ad elargire alti livelli di servizio. L’ anonimità, il relax e l’assoluta tranquillità sono assicurate dal personale che si occupa 24 ore su 24 di ogni necessità. Le famiglie con bambini troveranno un’ area adatta alle proprie esigenze, nella quale potranno godere della loro permanenza senza disturbare gli altri ospiti. Maia Resort dispone di 30 lussuose Ville di 250 mq. ciascuna. Ogni Villa ha una posizione diversa e mozzafiato, dotata di tutti i comfort, con piscina privata, TV al plasma, DVD player, i-Pod, aria condizionata, ventilatore a soffitto, frigo, minibar, macchina per ghiaccio, i prodotti per il corpo della linea La Prairie. Nel giardino è situata una vasca da bagno per potersi immergere con privacy e godere del silenzio della natura. Esotiche foreste circondano le Ville creando un’atmosfera incredibile ed unica. La SPA organizza sedute di meditazione trascendentale, yoga, shiatsu e gi-gong per rinvigorire il corpo e ricaricare la mente. Lo staff addetto al benessere saprà come rilassare il vostro corpo con particolari tecniche di massaggi profumati. La cucina di Maia Resort è eccellente e raggruppa e fonde diverse culture, sapori, colori, odori. La gastronomia offre una dieta regolare, basata su giusti orari e molto curata dal punto di vista culinario. È possibile anche cenare in assoluta intimità nella villa gazebo o nell’apposito spazio riservato a coloro che preferiscono gustare i sapori della cucina nei pressi della spiaggia. Il tutto offre una magnifica esperienza di relax, completa di ogni servizio possibile e soprattutto immersa in uno dei luoghi più belli della terra.

54


55

SEYCHELLES


Mahé Island

Le Meridien Fisherman’s Cove 5STARS LUXURY Immerso nel suo giardino tropicale, la struttura Meridien si presenta come un piccolo paradiso sull’Oceano Indiano, con incantevole vista sulla baia di Beau Vallon avvolta da un’atmosfera elegante e lussuosa. Tutte le 70 camere sono disposte fronte mare e dispongono di tutti i comfort: aria condizionata, telefono, asciugacapelli, mini bar, accesso a internet, cassetta di sicurezza, TV color con canali satellitari, terrazzo e servizio 24 h/h. L’altissimo standard di servizio non lascia nulla al caso: i ristoranti offrono i migliori piatti della cucina locale oltre che mediterranea ed internazionale; ampia varietà di attività sportive e ricreative, sport nautici ed escursioni preparate ad hoc a seconda delle esigenze di ogni ospite; la grande piscina con vista sulla spiaggia e la nuovissima SPA “Zen” rendono il soggiorno piacevole, rilassante e divertente. A disposizione inoltre: meeting room, piccola palestra, medico di guardia, possibilità di noleggio fax.

56


57

SEYCHELLES


Mahé Island

Le Meridien Barbaron’s 4STARS Situato sulla costa ovest dell’ isola a 25 minuti dall’aeroporto e a 20 minuti dalla capitale Victoria, l’hotel si affaccia sulla bella e lunga spiaggia di sabbia bianchissima, immerso in un rigoglioso giardino verdeggiante. Di recente ristrutturazione, le 124 camere sono distribuite in una struttura a 2 piani disposta a semicerchio verso la spiaggia con arredamento in stile contemporaneo con prevalenza di colori grigio e blu; hanno grandi porte finestre per accedere al terrazzo e godere di una meravigliosa vista e sono suddivise in 71 Standard vista giardino, 28 Superior vista mare, 11 Deluxe fronte spiaggia, 4 Suites vista mare. Tutte le camere dispongono di servizi privati con doccia e vasca, aria condizionata, telefono, radio, televisore, minibar e cassetta di sicurezza. Alcune sono dedicate a portatori di handicap. L’hotel possiede inoltre 3 ristoranti (cucina internazionale e specialità locali) 2 bars, servizio autonoleggio, boutique, lavanderia, servizio baby sitting e navetta serale gratuita per il casinò. Per i più sportivi, sono a disposizione minigolf, pallavolo, canoa, pallanuoto, piscina, acqua gym, tennis. Nelle vicinanze campo da golf, centro diving e centro nautico. Bambini accettati senza limite d’età. Ideale per famiglie e gruppi, l’hotel soddisfa la clientela alla ricerca di un buon servizio in un ambiente rilassante.

58


59

SEYCHELLES


Mahé Island Hilton Seychelles Northolme Resort & Spa 5STARS LUXURY In questo bellissimo resort 5 stelle, nella zona nord occidentale dell’isola di Mahè, a 25 minuti dall’aeroporto internazionale di Pointe Larue, regnano un’assoluta pace, silenzio e tranquillità. Il resort è composto da 40 ville private esclusive, disposte armonicamente sul pendio di una lieve collina dalla vegetazione molto fitta e rigogliosa che degrada verso il mare terminando su due piccole e riservatissime spiagge nella Baia di Beau Vallon con uno spettacolare panorama dell’Oceano Indiano e delle isole di Silhouette e North Island. Tutte le ville, costruite in legno, offrono una spettacolare vista sul mare; 14 di queste sono di tipologia Deluxe Oceanfront mentre le altre 26 sono considerate Oceanview Hillside. Sono tutte estremamente spaziose, con un’ampia terrazza attrezzata, letto king-size con struttura a baldacchino, TV 26 pollici con schermo piatto LCD, impianto stereo per CD e lettore DVD, aria condizionata, minibar, macchina per caffè espresso o tè, asciugacapelli, accesso Internet, connessione per fax privato, telefono con segreteria vocale. Le sale da bagno dispongono di un’ampia vasca con idromassaggio divisa da un vetro dall’area doccia, di doppi lavandini, di bilancia elettronica, pantofole ed accappatoi e di un’area toilette separata. Una delle ville è stata dedicata a Ian Fleming, dopo i suoi svariati soggiorni presso l’hotel per aver tratto ispirazione per il suo best-seller “For your eyes only” da cui fu tratta la trama per il famoso film di 007. Due ristoranti sono a disposizione dei clienti: l’Hillton Restaurant con servizio a buffet per la prima colazione, il pranzo e la cena con stazioni culinarie a tema e vista panoramica sull’oceano e Les Cocotiers Restaurant con servizio a la carte per una cena a lume di candela con vista su tramonti mozzafiato oppure a serata inoltrata, direttamente sotto le stelle, con specialità di cucina creola e di pesce fresco locale, con un’ampia scelta di piatti internazionali ed una selezionata ed estesa carta dei vini. Per uno spuntino fuori orario o per godersi una fresca bibita o la squisita e dissetante specialità locale, un infuso freddo di erbe a base di citronella, il posto ideale è l’Ocean View Bar, con due ampie terrazze direttamente affacciate sul mare o il Lobby Lounge Bar più intimo e riservato con una vasta selezione di succhi di frutta, cocktails, dolci e tè. Il Duniye SPA è il luogo ideale dove addolcire il corpo, stimolare la mente e rianimare i sensi. Guidato da un team di esperte terapiste orientali, il centro si affaccia direttamente sul mare ed offre un repertorio vastissimo di servizi benessere per la salute, la bellezza e per riequilibrare mente e corpo. Il centro è anche dotato di area yoga, bagno turco, sauna, zona relax e palestra. Il centro di sport acquatici dell’hotel offre una vasta gamma di possibilità per scoprire le meraviglie del mare e dei suoi fondali: sci d’acqua, wind-surf, kayak, pesca d’altura, immersioni e snorkelling con gite in barca e disponibilità di tutta l’attrezzatura a noleggio con eventuale programma e brevetto PADI su richiesta. Il Crow’s Nest dell’hotel è un’ampia e multifunzionale area a disposizione dei clienti per il loro svago e relax. Qui si possono trovare un tavolo da biliardo, uno da ping-pong ed uno per il gioco degli scacchi, nonchè la possibilità di giochi di società e giochi di carte, una ricca biblioteca con libri da prendere in prestito ed infine un grande schermo piatto al plasma di 42 pollici con possibilità di films in DVD. Anche i clienti che vorranno mantenere un minimo contatto con il proprio lavoro potranno utilizzare il Business Centre dell’albergo con tutti i relativi servizi di segreteria per poter utilizzare un computer, un fax, una stampante, un telefono fisso o cellulare piuttosto che avere accesso ad Internet. Infine una piccola boutique all’interno del Resort con prodotti tipici dell’artigianato per piccoli doni e souvernirs, libri di fotografia delle isole e riviste, gioielli di produzione locale ed una selezione di abbigliamento per la spiaggia e per il mare completano quanto necessario agli ospiti per una vacanza unica ed indimenticabile.

60


61

SEYCHELLES


SEYCHELLES

62


OVUN QUE

VELA

63


Banyan Lagoon Il Banyan Lagoon I è un catamarano di 47 piedi che fa base a Mahé ed offre ai clienti il comfort inconfondibile, in stile Banyan Tree, e la libertà di esplorare le isole seychellesi con facilità. Veloce e comodo, moderno e lussuoso, il Banyan Lagoon I è un’imbarcazione che offre vacanze da sogno e che amplia le esperienze che gli ospiti del Banyan Tree possono sperimentare alle Seychelles. Capace di accogliere gruppi di quattro persone in crociere con pernottamento a bordo, il catamarano è completamente rifornito dal personale e dallo skipper con tutti i confort ed i lussi che ci si attende dal prestigioso marchio Banyan Tree. Progettato e costruiti in Francia da un rinomato architetto navale, il Banyan Lagoon I ha una linea dinamica che assicura viste panoramiche mozzafiato da ogni lato dello yacht, offrendo inoltre spaziose zone per pranzare, per rilassarsi e per le attività di mare. Il trampolino di prua consente un facile accesso al mare, mentre il ponte prodiero offre un rifugio ideale all’ombra della vela issata. L’attrezzatura per pesca, snorkeling e diving è disponibile a bordo e può essere usata gratuitamente previa prenotazione. Le due cabine per gli ospiti dispongono di aria condizionata anche se sono ben ventilate grazie al boccaporto e agli oblò che permettono una discreta vista delle onde. La cabina di poppa, molto spaziosa, dispone di letto queen-size e di una suite adiacence con sofà, scrittoio, baule, e sala da bagno con doccia separata. La seconda cabina dispone di letto doppio e sala da bagno attigua. Le 115 isole granitiche delle Seychelles rappresentano uno dei più grandi tesori al mondo formatesi più di 150 milioni di anni fa. Avere l’opportunità di navigarci in mezzo, in un mare turchese dalle sfumature incredibili, è un lusso impagabile ed un’esperienza indimenticabile. Le 43 isole interne, di cui 2 granitiche ed una corallina, oltre ai 5 splendidi Parchi Marini (Curiese, Ile Cocos, Silhouette, Ste. Anne, and Port Launay/Baie Ternay) sono facili da raggiungere e sono in grado di offrire una moltitudine di siti per le immersioni. Per gli amanti della pesca, a disposizione più di 1.4 milioni di chilometri quadrati di zone di pesca dove si trovano marlin, barracuda, pesce spada e tanti altri.

64


65

SEYCHELLES


Grand baie

The Oberoi Mauritius

Prince Maurice

Port Louis

Belle Mare Plage

The Residence

Flic en Flac

Beau Rivage

Hilton Mauritius Resort & SPA

Curepipe Tamarin Bay Taj Exotica

Mahèbourg AIRPORT

Bel ombre Shanti Ananda

Constance Le Prince Maurice 68 Constance Belle Mare Plage 70 Beau Rivage 72 The Residence Mauritius 74 Shanti Ananda Maurice 76 The Oberoi Mauritius 78 Taj Exotica 80 Hilton Mauritius Resort & SPA 82

66

Souillac


MAU RITI US 67


Constance Le Prince Maurice 5 STARS LUXURY

L’Hotel è stato realizzato in un’area di eccezionale bellezza, lungo la costa nord est dell’isola, a soli 15 minuti di elicottero. Si trova all’interno di una proprietà privata di circa 60 ettari ed offre ai propri ospiti un’atmosfera tranquilla e rilassante. I tipici giardini tropicali dominati da una meravigliosa vegetazione e le calme acque turchesi della laguna si confondono perfettamente con l’entroterra ricco di vegetazione. Una riserva naturale di pesca aggiunge un’ulteriore bellezza alla splendida posizione dell’Hotel. In tutte le camere i materiali utilizzati, legno e marmo, si mescolano con armonia all’ambiente naturale circostante creando un’atmosfera unica di pace e raffinata eleganza. Tutte le suites (76 Junior e 12 Senior) e la Princely Suite sono dotate di aria condizionata, bagno con vasca/doccia/wc, doppio lavabo, asciugacapelli, mini bar, TV con canali satellitari, DVD, registratore CD, stereo, telefono,cassetta di sicurezza, terrazza o balcone. Dispone di 3 ristoranti (l’Archipel, Le Barachois, Le Beach Deck) e 3 bars (Laguna bar Lounge bar e Fitness centre bar); numerose attività sono offerte gratuitamente agli ospiti, piscina termale, campo squash, palestra, Jacuzzi, sauna, bagno turco, due campi da tennis sintetici illuminati (noleggio gratuito delle racchette, palline a pagamento), bicliclette, green di pratica, hobie cat, sci d’acqua, catamarano, laser, pedalò, barca con fondo di vetro, snorkeling, windsurf, kayak. Inoltre a disposizione degli ospiti biblioteca e altri servizi a pagamento come parrucchiere, estetista, massaggi, pesca, escursioni in barca, immersioni, parapendio, lavanderia, assistenza medica, lezioni tennis, sci d’acqua, windsurf, immersioni, golf. È possibile raggiungere in meno di 10 minuti il Belle Mare Plage ed i suoi bellissimi campi da golf senza alcun green fee. L’hotel è membro della prestigiosa catena alberghiera Relais&Chateau. Carte di credito accettate: American Express, Diners, MasterCard, Visa.

68


69

MAURITIUS


Constance Belle Mare Plage 5 STARS LUXURY

Situato lungo una delle più splendide spiagge bianche dell’isola il Constance Belle Mare Plage offre una vastissima gamma di servizi e grazie ai suoi 2 campi da golf 18 buche-championship, è la meta ideale per gli appassionati del golf. Il resort , completamente immerso in un lussureggiante giardino tropicale di quasi 15 ettari di terreno, vanta una spiaggia di sabbia bianchissima estesa per 2 km La barriera corallina che protegge il litorale rende il sito perfetto per le attività balneari e gli sport nautici. Tutte le camere (92 Prestige Rooms di 45 metri quadrati, 137 Junior Suites di 68 metri quadrati, 6 Deluxe suites di 96 metri quadrati) sono arredate in modo elegante e moderno, con uno stile caratterizzato dall’utilizzo di materiali esclusivi come marmi e legni pregiati. Ogni camera dispone di: terrazzo o balcone, aria condizionata, bagno con vasca/doccia/wc, doppio lavabo, asciugacapelli, TV/DVD con canali satellitari, canali musicali, accesso internet, minibar, cassaforte individuale, angolo soggiorno e servizio in camera 24/24h. La struttura offre poi 20 ville e una villa presidenziale, anch’esse dotate di ogni comfort e di una spaziosa veranda con piscina privata che garantisce privacy ed intimità. Il resort dispone di 7 ristoranti e 5 bars, oltre ad un fitness center con sauna, hammam, piscina, campo climatizzato per squash e Jacuzzi open air, centro bellezza e benessere Shiseido, mini club Kakoo per i bambini dai 4 ai 12 anni di età, sala conferenze, servizio di baby sitting, a pagamento, 24 ore su 24. L’hotel propone un’ampia selezione di attività sportive e di attività ricreative: escursioni in barca con fondo di vetro, campi da tennis illuminati (terreno sintetico); ping pong, minigolf a 9 buche, bocce, beach volley, lasers, windsurf, kayak, pedalò, water skiing, snorkelling. Per gli appassionati della subacquea e della pesca: pesca sportiva, immersioni, pesca d’altura, escursioni in barca con fondo di vetro, passeggiata subacquea. Per chi ama il golf: 2 campi da gioco 18 buche championship ed 1 campo da gioco 9 buche nelle vicinanze.

70


71

MAURITIUS


Beau Rivage 5

STARS LUXURY

Situato sulla spiaggia di Belle Mare, nella parte orientale dell’isola, a 45 minuti dall’aeroporto, il Beau Rivage ha un’eleganza rilassata, senza ostentazioni, che riflette le varie culture che si respirano a Mauritius: tocchi africani, indiani, cinesi ed europei si fondono in un perfetto melange. L’hotel dispone di 162 Junior Suites (60 mq), 4 Lagoon Suites (90 mq), 5 Honeymoon Suites (90 mq), 2 Senior Suite, African e Chinese Suite, (100 mq) ed una Maharajah Suite (240 mq). Tutte le sistemazioni dispongono di balcone o terrazza fronte mare, aria condizionata, ventilatore a pale, sala da bagno con toilette separata, vasca da bagno e doccia, telefono, tv satellitare a schermo LCD e lettore DVD, minibar, cassaforte, asciugacapelli, necessario per the e caffè e servizio di maggiordomo in tutte le categorie di camere. Nelle suite Lagoon, Honeymoon, Senior e Maharajah, inoltre, vi è una vasca da bagno con idromassaggio. Dal novembre 2007, inoltre, il Beau Rivage propone ai propri clienti anche 12 ville di cui 2 Beach Front, 8 Ocean View e 2 Prestige per le famiglie. Oltre ad avere tutti i comforts, le ville hanno piscina privata, gazebo e servizio di maggiordomo personalizzati 24 ore su 24. I quattro ristoranti riescono a soddisfare anche i palati più esigenti: il ristorante principale, il Rive Gauche, è aperto per le colazioni e le cene, anche a tema; La Méditerranée ha un ambiente informale da pranzo e cena “con i piedi sulla sabbia” ed è il luogo ideale dove assaggiare specialità mauriziane e mediterranee, tra cui l’immancabile pizza; il ristorante Indouchine è invece un ambiente molto raffinato dove la haute cuisine francese si mescola con influenze indiane e cinesi; ed infine il ristorante Le Langoustier, elegante ristorante di pesce, perfetto per una cena romantica. Inoltre due bars offrono ampia scelta di bevande, cocktails esotici e superalcolici. Nuotare nella piscina più grande di Mauritius, ben 2000 mq, è solo una delle tante opportunità che offre il Beau Rivage. Tra le altre attività balneari che i clienti possono praticare al Beau Rivage: windsurf, pedalò, kayak, snorkelling, water-ski ma anche beach volley, tennis, bocce, mountain bike. Inoltre due campi da golf sono nelle vicinanze dell’hotel e una boutique. La nuova SPA dispone di 11 sale massaggio e propone svariati trattamenti per il benessere del corpo e dello spirito. Il Kids Club, per i bimbi dai 3 ai 12 anni e il Teens Club, per i ragazzi oltre i 12 anni, propongono attività e svaghi. Un servizio di baby sitting è inoltre a disposizione su richiesta.

72


73

MAURITIUS


The Residence Mauritius Annidato tra i giardini tropicali su un chilometro di spiaggia bianca, The Residence Mauritius si trova sulla costa est dell’isola a 48 km dall’aeroporto. Sobrietà ed eleganza sono gli elementi essenziali delle decorazioni delle sue 135 camere e 28 suite, suddivise in sette categorie: 41 Garden View Rooms (54 mq), 56 Ocean View Rooms (56 mq), 38 Ocean Front Rooms (58 mq), 8 Garden View Junior Suites (86 mq), 10 Garden View Senior Suites (106 mq), 2 Colonial Ocean View Suites (164 mq) e 8 Colonial Ocean Fronte Suite ( 116 mq). Un maggiordomo personale per ogni camera e suite ha il compito di occuparsi delle vostre valigie ed assicurarsi che ogni servizio da voi richiesto venga elargito perfettamente. Tutte le lussuose camere e suites hanno letto king size e due letti gemelli, aria condizionata, ventilatore a soffitto, scrivania, area conversazione, Tv via satellite con canale dedicato ai film e canale musicale, frigo bar fornito, telefono con linea esterna diretta e segreteria telefonica. La spaziosa sala da bagno ha vasca e cabina doccia separate, asciugacapelli e cabina armadio con cassaforte. Tutte le suites hanno una terrazza con vista sull’Oceano Indiano elegantemente arredate con mobili in legno, tavoli e sedie. Le Garden View Senior Suites hanno soggiorno separato, due televisori via satellite (uno in camera e uno in soggiorno), DVD e lettore CD, prodotti La Prairie in omaggio, postazione computer con accesso gratuito a internet su richiesta. Le Colonial Ocean View e le Ocean Front Suite hanno tutte le dotazioni delle Garden View Suites oltre al letto a baldacchino e spazi più ampi. L’hotel propone una cucina raffinata che unisce i prodotti dell’isola a ricette di tutto il mondo in una varietà di aromi, gusti e colori che possono essere gustati nei 3 ristoranti: The Dining Room dove gustare prime colazioni a buffet o eleganti cene a la carte; The Verandah, vicino alla piscina, dove gustare pranzi leggeri e saporiti; The Plantation, con spettacolare vista sul mare, per piatti a base di pesce fresco e specialità creole. Gli sport praticabili sono diversi: sci nautico, windsurf, hobie cat, canoa, snorkeling, pesca, tennis, pallavolo, palestra. The Sanctuary, beauty farm che si ispira alla filosofia Zen, offre trattamenti unici per un benessere fisico e mentale profondo ed utilizza prodotti della famosa clinica svizzera La Prairie.

74


75

MAURITIUS


Shanti Ananda Maurice Il Resort è posizionato sulla costa sud a 35 minuti dall’aeroporto internazionale e a circa un’ora dalla capitale Port Luis ed è inserito in un giardino tropicale di 36 acri, tra colline alberate e una spiaggia di sabbia fine che si adagia sull’acqua cristallina dell’Oceano Indiano. L’ambiente raffinato e l’atmosfera tranquilla permette di immergersi in un luogo incantevole, dove mente e corpo ritrovano il totale benessere senza rinunciare al comfort. Il resort è stato realizzato con la filosofia di mantenere e rispettare l’equilibrio dell’ambiente, iniziando dall’architettura, al giardino curato e al raffinato arredamento con materiali eco-compatibili. Le 61 camere e ville si differenziano nelle seguenti tipologie: 44 Junior Ocean View Suites ognuna di 81 mq fronte mare. Le ville sono a due piani racchiuse in un cortile, ogni piano con spazioso balcone affacciato sull’oceano. Tutte hanno una camera con letto matrimoniale con cabina armadio separato, accesso ad internet e TV al plasma. 8 Luxury Villa con piscina e 208 mq fronte mare. Le ville dispongono di una piscina privata e una sala per la prima colazione e la cena, un’esclusivo giardino dove poter fare la doccia a ciel sereno in totale privacy e poi rilassarsi distesi in una chaise-longue. Inoltre accesso ad internet e TV al plasma. 5 Luxury Villa con piscina e due camere di 376 mq fronte mare con le stesse caratteristiche della Luxury Villa con piscina ma si aggiungono un’ampia sala da pranzo e le due camere da letto. Presidential Villa 800 mq fronte mare ha le caratteristiche della Luxury Villa con l’aggiunta di altre 3 camere da letto, un‘ampio giardino attrezzato con arredi eleganti, piscina privata con Jacuzzi e sauna. Due i ristoranti a disposizione: Pebbles affacciato sul mare, propone giornalmente piatti tipici mauriziani ed internazionali; Da Maurizio che sigla l’importanza di piatti rivolti al benessere, a chi predilige un sano nutrimento senza dimenticare il gusto e qualità. La cucina di quest’ultimo è basata sul principio Ayurvedico, personalizzando il cibo in base al diverso metabolismo. Infine il Red Ringer Bar, dove assaporare una vasta selezione di vini internazionali e alla sera immergersi in una nota locale con esibizioni folcloristiche. Riguardo gli sports, uno spazioso fitness center dotato delle più evolute attrezzature cardio e gym dove un personal trainer sarà a disposizione di coloro che desiderano personalizzare l’allenamento con l’aiuto di sistemi audio-TV; è possibile inoltre, effettuare sessioni di aerobica, consultare esperti di nutrizione ed ottimizzazione del tono muscolare. Altre molteplici attività praticabili sono fattibili: tennis, bicicletta, passeggiate, trekking, acqua-gym, corsi di cucina, yoga, sports acquatici: diving, snorkellling,vela e sci d’acqua, battute di pesca d’altura e golf a pochissima distanza dal resort. Per rilassare e rinvigorire il corpo e la mente, una SPA è in grado di offrire differenti servizi in base alle varie discipline e trattamenti. Dalla tradizionale scienza indiana dell’Ayurveda, all’idroterapia, lo scrub, l’area relax, le terapie orientali. Un team specializzato sarà lieto di proporvi terapie personalizzate e consigli per migliorare lo stile di vita. Numerose poi le attività per il benessere totale: conferenze sull’Ayurveda, pranayama, meditazione tradizionale, Yoga. Il centro include un salone di bellezza, parrucchiere ed una piscina d’acqua salata. È disponibile il servizio in camera 24 ore su 24 ed ancora, lavanderia, biblioteca, sala Internet, angolo dei viaggi, servizio elicottero o limousine a pagamento, ufficio cambio, servizio postale, boutique, sala conferenze.

76


77

MAURITIUS


The Oberoi Mauritius Spa Retreats 5STARS LUXURY

Situato sulla Turtle Bay (baia della tartaruga) a Point aux Piments lungo la costa nord occidentale a circa 55 km dall’aeroporto e a circa 15 km dal centro di Port Luis e poco distante dal centro di Grand Baie, l’hotel è inserito in un ampio giardino sub-tropicale di 20 acri. Tra gli alberi e le montagne che contornano l’ambiente si raggiunge la bianca spiaggia che dista 600 mt. dal corpo centrale. Lo stile con cui si propone tra culture europee, africane e asiatiche lo rende ancor più unico; lo caratterizzano un’arredamento armonioso con materiali in pietra, legno e paglia. Definito esclusivo e romantico è ideale per farsi coccolare con le attenzioni della SPA olistica e del personale qualificato. Il Centro benessere con sauna, bagno turco, piscina, palestra, è un luogo superbo, dove regna pace e armonia. Trattamenti tradizionali sono eseguiti da professionisti esperti utilizzando oli naturali locali e frutti. Le 72 stanze sono dotate dei più moderni comfort come DVD, doppia linea telefonica, bollitore per thé e caffè, aria condizionata, cassaforte elettronica, guardaroba, asciugacapelli e su richiesta, connessione internet, minibar, accesso per disabili, bagno con vasca e doccia separate. Le camere decorate con toni tenui e colori naturali, elegantemente arredate si distinguono in varie tipologie: Luxury Pavilion, con aria condizionata, salottino, uno spazioso bagno, con possibilità di scelta tra letto matrimoniale o a due letti, ha inoltre una spaziosa terrazza dove poter cenare con vista sul giardino ed il mare. Luxury Villa inserita in un giardino tropicale, con aria condizionata, bagno e salottino separati, terrazza e ampio giardino dove poter anche cenare. Luxury Villa, immersa in un giardino tropicale, dispone di una piscina privata di 8x4,5 mt con all’interno, camera, salottino e bagno separati con aria condizionata, all’esterno terrazza per cena al chiaro di luna. Royal Villa, elegante, raffinata con ampia vista sull’oceano. Si contraddistingue per il lussureggiante giardino tropicale in cui è inserita e la piscina rivolta verso il mare. La camera, il salottino ed il bagno con vista sull’oceano permettono di immergersi in un contesto lussuoso, nella totale privacy. Inoltre, a disposizione dei clienti, centro conferenze aperto 24 ore al giorno, concierge, noleggio auto, salone di bellezza, servizio lavanderia, medico. Il ristorante principale “The Restaurant” con tetto in paglia open-air propone svariati menù che rispecchiano i sapori multi culturali dell’isola con l’uso dei prodotti locali come frutta, verdure, spezie, fiori esotici mischiati a sapori meditarranei e francesi, si accede per la prima colazione e la cena solo à la carte. Al Lagoon Pool Reasturant con una meravigliosa vista panoramica sull’Oceano Indiano al contrario si gustano snacks, pasta, pizza, e altri sfiziosi piatti a pranzo, mentre alla sera un menu sempre alla carte più leggero. L’atmosfera si accende la sera con una miriade di candele galleggianti sulla superficie dell’acqua della piscina e sorseggiare un cocktail al Lagoon Pool Restaurant o al The Bar fronte spiaggia completa la giornata in totale relax. Numerose le attività sportive e ricreative incluse: bagno a vapore e sauna, Jacuzzi, palestra, snorkelling, tennis illuminato, sci d’acqua, windsurf, kayak, canoa. A pagamento paracadute ascensionale, diving, catamarano, barca veloce, vela, escursioni, massaggi. Inoltre una biblioteca con reparto giochi e videoteca, Tv satellitare. Nelle vicinanze è possibile eseguire mediante pagamento: tour panoramico in elicottero, equitazione, pesca, golf, rafting e whale watching. Sono accettate le maggiori carte di credito.

78


79

MAURITIUS


Taj Exotica

Resort & Spa Mauritius 5STARS LUXURY In un paradiso di tranquillità, su 27 acri affacciati nelle acque turchesi della Tamarin Bay, vicino alla famosa spiaggia di Flic en Flac, sorge il lussuoso Taj Exotica Resort & SPA. Una commistione di stili, dall’indiano all’arabo, dall’africano al coloniale francese, rendono l’atmosfera del Taj unica ed esclusiva. Le ville e le suites, dalla tipica architettura locale, si dividono in Luxury Villas( di 163 mq), Luxury Suite Villas (di 220 mq) e Presidential Suites (di 345 mq). Arredate con gusto, offrono una impagabile vista sulla baia e dispongono tutte di piscina privata, di una tranquilla living area, tv al plasma, dvd, cd, minibar, connessione internet, cassetta di sicurezza, aria condizionata, spaziosa sala da bagno e servizio di maggiordomo 24 ore su 24. Le 2 Presidential Suites, che possono ospitare sino a quattro persone, hanno ben 58 mq di piscina che offre un’impareggiabile vista dell’oceano e del picco Tabarin poco più distante, due spaziose camere da letto, due bagni in marmo con spaziosa vasca da bagno e ampio guardaroba, doccia e giardino privato con lettini solari, parasole, area relax, tavolo da pranzo esterno con sei posti dove poter consumare romantiche cene al fresco. Nei ristoranti, dove il servizio è informale e casual a pranzo, mentre più raffinato e formale la sera, gli ospiti potranno scegliere tra una vasta selezione di piatti e bevande. Al ristorante principale del Taj si servono raffinati piatti di cucina indiana e cucina internazionale; il ristorante Breeze serve rinfrescanti piatti di cucina mediterranea e cucina locale in un ambiente rilassato; il ristorante Cilantro invece propone una vastissima scelta di piatti pan asiatici ed indiani. Il Lounge Bar Brakers, con vista sulla baia, in un’ atmosfera intima e sofisticata, offre assaggi di squisiti “hors d’oeuvres” accompagnati da una straordinaria selezione di vini e liquori. Tra gli sports praticabili al resort ricordiamo: snorkelling, sci d’acqua, pesca, immersioni, pesca d’altura, palestra equipaggiata con le migliori attrezzature, tennis e golf in un campo a 18 buche nelle vicinanze dell’hotel. Un mini club con servizio di animazione ed assistenza si prenderà cura dei bambini. Inoltre a disposizione degli ospiti: una libreria, una boutique, una grande sala conferenze, un servizio di lavanderia, un servizio di transfer in elicottero e in limousine. Il fiore all’occhiello del Taj Exotica è sicuramente rappresentato dalla SPA Taj dove, sotto controllo medico, vengono proposte terapie ayurvediche, trattamenti del corpo, massaggi muscolari rivitalizzanti e disintossicanti, idroterapia e vari trattamenti di bellezza. In un’area tranquilla ed appartata è possibile seguire corsi di yoga e meditazione ed usufruire di una cucina con menù specifici e di un hammam.

80


81

MAURITIUS


Hilton Mauritius Resort & Spa 5STARS

L’Hilton Mauritius Resort & SPA vanta un’eccezionale posizione sulla costa ovest dell’isola, protetta dal vento grazie alla laguna antistante. Il resort è situato su una delle spiagge più belle dell’isola, la celeberrima Flic e Flac definita da molti la “Perla dell’Oceano Indiano”. Il resort, in stile orientale contemporaneo, raffinato e caldo allo stesso tempo, è perfettamente integrato nella natura circostante. Le 193 camere, di cui 175 deluxe room e 18 suite divise in 1 Presidential Suite, 2 Senior Suite, 4 Deluxe Suite, 3 Corner Suite e 8 Junior Suite, sono ripartite in piccole ville immerse nella magnifica flora dell’isola tutte situate fronte mare, lato tramonto. Tutte le camere dispongono di terrazzo o balcone, aria condizionata, mini-bar, cassetta di sicurezza elettronica, TV, servizio in camera, servizi privati con doccia, telefono e necessario per the e caffè. I quattro ristoranti sono luoghi d’incontro ideali per gustare un’ampia varietà di proposte culinarie adatte a soddisfare anche i palati più esigenti. Per la cena, il “Ginger Thai” è specializzato in cucina thailandese mentre il “Melanzane” offre piatti ispirati alla cucina mediterannea e provenzale. Nella “Pomme d’Amour”, aperto sia per la prima colazione che cena, si potranno gustare piatti tipici della cucina locale e internazionale a buffet e partecipare alle numerose serata a tema, come quella africana o cinese.“Les Coquillages”, sulla spiaggia, aperto solo a pranzo, propone deliziosi sandwich, pizza e specialità locali. Tra i numerosi sport praticabili al resort ricordiamo: windsurf, sci d’acqua, acqua gym, water polo, pesca e beach volley, tennis, volleyball, badminton, ping pong, mini-golf, tennis, football, bingo, yoga. La SPA del resort mette a disposizione degli ospiti molte cure per il viso e il corpo, un salone di estetica, un centro benessere, una Jacuzzi, una sauna e un hammam. Il corpo e lo spirito saranno trattati con professionalità e con tutta la grazia e la dolcezza mauriziana; con prodotti naturali ricavati dalle piante dell’isola. La SPA offre anche lezioni di yoga, tai chi e aqua gym.

82


83

MAURITIUS


Vamizi Medjumbe Matemo Riserva Miassa

Quirimbas Islands

Ibo Quilalea

Pemba

Lichinga

Londo Lodge

Cidade de nacala

Lago Cahora Bassa

Nampula Tete Riserva GilĂŠ

Quelimane Chimoio

Parco Nazionale Gorongosa

Bazaruto Lodge

Isola di Bazaruto Arcipelago Azura di Bazaruto Benguerra Isola di Lodge Benguerra Indigo Bay

Parco Nazionale Zinave

Vilankulo Parco Nazionale Banhine

Marlin Lodge

Inhambane

Maputo

Vamizi Island 86 Medjumbe Island 88 Matemo Island 90 Quilalea Island 92 Bazaruto Island Indigo Bay 94 Benguerra Island Azura 96 Benguerra Island Benguerra Lodge 98 Benguerra Island Marlin Lodge 100 Ibo Island Lodge 102 Pemba Londo Lodge 104

84


MOZ AMB ICO 85


Vamizi Island

LUXURY

Arcipelago Delle Quirimbas Vamizi Lodge sorge sull’omonima isola, lunga 12 e larga 1,5 km, che è uno dei paradisi più intatti dell’Oceano Indiano; fa parte di un santuario marino con 350 specie di pesci, rare tartarughe marine, cetacei e dugonghi. Vamizi Lodge accoglie un massimo di 24 ospiti in 10 lussuose ville (beach house), tutte rivolte verso nord, di circa 165 mq l’una, situate direttamente sulla lunga spiaggia di sabbia bianca. Le ville, distanti 70 mt l’una dall’altra, assicurano la massima privacy dei propri ospiti, ed hanno tutte ventilatore a soffitto, zanzariere, cassaforte e grande veranda affacciata sulla spiaggia privata. Gli arredi sono raffinati e molto confortevoli, con accenti Swahili e materiali sceltissimi. Due delle dieci ville sono familiari, con 2 camere distanti 25 mt una dall’altra e collegate tra loro da una passerella di legno. A disposizione degli ospiti: sala da pranzo, bar e lounge con verande affacciate sul mare. I pasti possono essere consumati anche sulla veranda della propria suite o in spiaggia. Il menu, molto curato, è incentrato sulla vasta scelta di pesce, crostacei e frutti di mare freschissimi ed è accompagnato da vini pregiati sudafricani e francesi. Il lodge offre una vasta selezione di attività acquatiche e non, per esplorare e godere quest’angolo di paradiso; uscite in barca, immersioni alla scoperta di una delle barriere coralline più apprezzate del mondo, escursioni in mountain bike lungo i numerosi sentieri nella foresta costiera, abitata dalle scimmie samango. Per lo scuba diving sono disponibili 16 siti, con diversi livelli di difficoltà e profondità. Si può pescare ed effettuare immersioni anche da due dhow (tipica imbarcazione dell’Africa orientale), ancorati al largo della spiaggia. Vamizi mette a disposizione dei propri ospiti tutto l’equipaggiamento per le seguenti attività: scuba, snorkelling, pesca a mosca, pesca d’altura, sea kayaking. Infine Vamizy offre l’emozionante opportunità di fare birdwatching grazie alle 112 specie di uccelli che ospita, whalewatching da luglio a novembre e di osservare le tartarughe che qui vengono a deporre le uova, da luglio ad aprile.

86


87

MOZAMBICO


Medjumbe Island Resort LUXURY Arcipelago Delle Quirimbas Medjumbe Island Resort è situato in una minuscola isola dell’arcipelago delle Quirimbas, a nord del Mozambico, circondata da tante piccole baie e orlata di spiagge coralline affascinanti. L’isola si raggiunge con un volo di 45 minuti da Pemba e rappresenta un insieme di comfort in un’isola tropicale dal fascino esotico totalmente fuori dal resto del mondo. Studiato per avere il minor impatto ambientale possibile sull’isola e sul suo ecosistema, il resort propone 13 lussuosi chalets situati direttamente sulla spiaggia e dotati di aria condizionata, ventilatore a pale, bagno con doccia interna ed esterna, cassetta di sicurezza, TV satellitare, asciugacapelli, zanzariera, amaca, veranda e piccola piscina privata. Un bar, un ristorante, la piscina ed area relax con vista sull’Oceano Indiano sono a disposizione dei fortunati ospiti. Tra le attività sportive proposte dal resort ricordiamo: diving, snorkelling, sci d’acqua, hobie cats, kayak, pesca, birdwatching.

88


89

MOZAMBICO


MATEMO Island Resort LUXURY Arcipelago Delle Quirimbas Il Matemo Island Resort sorge nello splendido arcipelago delle Quirimbas, sull’isola di Matemo, lunga 8 Km e larga 3 km, coperta interamente da palme e circondata da spiagge coralline bianchissime. È costituito da 24 chalets, disposti a 10 metri dalla spiaggia, ognuno con un’ampia veranda, fornita di sdraio ed amaca. Ogni chalet dispone di aria condizionata, cassaforte, asciugacapelli, necessario per thè e caffè, minibar e televisione. A disposizione degli ospiti: piscina, ristorante, bar, area relax per la lettura e centro per le attività acquatiche. Tra le escursioni organizzate dal resort vale la pena ricordare la visita alle isole vicine, le uscite di pesca e le immersioni. L’isola si raggiunge in 20 minuti di volo da Pemba, esperienza che offre delle vedute spettacolari dell’arcipelago delle Quirimbas.

90


91

MOZAMBICO


Quilalea Island Resort LUXURY Arcipelago Delle Quirimbas Situato nella parte più meridionale dell’arcipelago di Quirimbas, l’isola di Quilálea è una riserva marina unica al mondo, orlata da spiagge immacolate e circondata dal maestoso Oceano Indiano, in zona esente malaria. Grande appena 35 ettari, questa isola rappresenta l’ultima frontiera dell’isolamento e della privacy, posto che gli unici residenti sono gli ospiti ed il personale del resort. Il resort ha dato il benvenuto ai primi clienti nel novembre del 2002 e ancor oggi può ospitare 18 persone in 9 lussuose ville di 45 metri quadrati, ognuna delle quali è costruita con i materiali e legni locali ed è dotata di ampia veranda con vista sul mare. Il raffinato ristorante, situato direttamente sulla spiaggia, offre specialità della cucina del Mozambico con influenze provenienti dal Portogallo e da Goa.

92


93

MOZAMBICO


Indigo Bay Island Resort & Spa LUXURY Arcipelago di Bazaruto L’Indigo Bay Island Resort and SPA è l’archetipo dell’isola tropicale paradisiaca con alte palme, sabbia bianca e mare turchese. A seguito del passaggio del ciclone Favio, anche questo resort è stato in parte ristrutturato sia negli chalets che nelle parti comuni. Oggi dispone di 30 chalets, di cui 29 Beach Chalets e 1 Beachfront Honeymoon Chalet, 12 Luxury Bay View Suites, un’Executive Suite ed una Presidential Suite, dal design ricercato con bagno-SPA e piscina privata. Gli chalets hanno tutti aria condizionata, sala da bagno con doccia interna ed esterna, asciugacapelli, cabina armadio, veranda, open plan area, minibar, tv, cassetta di sicurezza. L’Honeymoon Chalet, a soli 20 mt dalla spiaggia, dispone anche di area relax e piccola piscina privata. Le suites hanno due camere da letto, sala da pranzo esterna, minibar, tv satellitare, cucina attrezzata, piccola piscina privata e sono la soluzione ideale per le coppie romantiche o famiglie. La nuovissima Sanctuary SPA, inaugurata nell’ottobre 2007, è dedicata a coloro che vogliono farsi coccolare con trattamenti all’avanguardia come il massaggio svedese, i bagni al latte, la terapie delle pietre calde e la riflessologia. Tra le attività che si possono praticare ricordiamo: snorkelling, sci d’acqua, pesca, passeggiate a cavallo, bird watching, tennis e campo da qolf a 9 buche (il qolf è simile al golf ma è più facile e divertente grazie alla nuova tecnologia per canalizzare la pallina).

94


95

MOZAMBICO


Benguerra Island Azura LUXURY

Arcipelago di Bazaruto Azura si trova nell’isola di Benguerra, 14 km a nord-est da Vilanculos, all’interno del Parco Nazionale di Bazaruto. Chilometri di spiaggia bianca, tranquillo mare turchese abitato da delfini, balene, tartarughe, dugonghi e mille pesci colorati, palme, brezze marine vi accoglieranno in questo paradiso terrestre. L’hotel è ora in fase di ristrutturazione e riaprirà il 20 luglio prossimo con 15 splendide ville, tra cui le nuove Presidential Villa e Villa Amizade. Sono tutte a pochi passi dal mare, una perfetta fusione di spazi aperti e chiusi dove trascorrere il tempo nella libertà più totale in ben 650 mq di area privata per ciascuno. Le Infinity Beach Villa sono state ridotte a 10 e comprendono anche le 3 Luxury Beach Villas; tutte dispongono di aria condizionata e ventilatore, letto king-size con zanzariera, 4 docce tra interne ed esterne, spaziosa sala da bagno, minibar, patio con piccola piscina privata e servizio di maggiordomo sempre a disposizione; tutte hanno piscina privata che in alcune ville è lunga ben cinque metri. La nuova Presidential Villa (425 mq coperti) che può ospitare fino a 6 persone, è stata ampliata e migliorata ed ora è una delle migliori sistemazioni che si possono trovare nell’Oceano Indiano. Dispone di una camera da letto a livello rialzato con letto king size, spaziosa sala da bagno con vista panoramica, toilette separata, doccia esterna per lui e per lei; un’altra camera da letto con le stesse dotazioni delle Infinity Beach Villa, ed una terza camera da letto più piccola ideale per bambini, baby sitter, guide o piloti. La zona giorno prevede caminetto, tv a schermo piatto, DVD, sistema Bose, sala da pranzo con “wine bar”, affascinante casa sugli alberi, 16 metri di piscina privata e cucina con chef privato. La nuova Villa Amizada (185 m2 coperti) che può ospitare fino a 4 persone, è l’ideale per famiglie o coppie alla ricerca di ampi spazi, dispone di due camere da letto, una zona giorno con tv a schermo piatto, DVd, stetema audio Bose, sala dal pranzo con “wine bar”, piscina privata lunga 10 metri, piccolo cucinotto. La cucina di Azura sarà in grado di soddisfare anche i palati più esigenti; il ristorante con spettacolare vista sul mare propone raffinati piatti a base di freschissimi granchi, astici, gamberetti. Saranno anche introdotti “menu salute” e specialità della cucina portoghese. Il Gecko Deck, sulla spiaggia, propone invece delle più informali cene con “i piedi nella sabbia”. Gli ospiti possono scegliere anche di cenare nella loro villa o nella battigia dove lo staff preparerà un romantico pic-nic a lume di candela. Tra le attività che i clienti potranno praticare ricordiamo: scuba diving, snorkelling, pesca, navigazione con le imbarcazioni locali “dhow”, osservazione delle stelle, pic-nic sulla spiaggia e visite in giornata a Vilanculos. Il nuovo centro di sport acquatici organizza corsi PADI, battute di pesca, crociere. Inoltre verrà introdotto all’Azura il monitoraggio delle tartarughe nelle attività del quale verranno coinvolti gli ospiti che desiderano approfondire la conoscenza di queste misteriose creature. La SPA di Azura propone trattamenti unici a base di aloe, cocco, tamarindo e spezie, tutti prodotti locali utilizzati secondo la più antica tradizione.

96


97

MOZAMBICO


Benguerra Island Benguerra Lodge

LUXURY

Arcipelago di Bazaruto Situato nella tranquilla baia dell’isola di Benguerra, dove la sabbia bianca è lambita dalle acque calde dell’Oceano Indiano, il Benguerra Lodge offre un’esclusiva esperienza in Mozambico tanto che nel 2007 si è aggiudicato nel World Travel Awards il titolo di “Mozambique’s Leading Safari”. A causa della distruzione di alcune sue parti a seguito del passaggio del ciclone Favio, il lodge è stato ristrutturato mantenendo il carattere intimo e caldo che lo contraddistingueva e migliorando i servizi offerti agli ospiti con nuove lussuose sistemazioni. Il lodge dispone ora di 10 casitas di 80 mq ciascuna e 100 mq di patio privato con piccola piscina e gazebo per cene sotto le stelle; 2 cabana con le stesse caratteristiche delle precedenti casitas, a 5 metri dalla spiaggia; 1 Exclusive Villa, a soli 10 metri dalla spiaggia, con due camere da letto, sale da bagno, piscina e giardino privato, sala da pranzo e chef personale; 2 bungalows più semplici, senza patio privato. Tutti i dettagli sono stati realizzati con grande cura e la filosofia che è stata seguita sia per la costruzione delle camere che dei luoghi comuni, è che nulla debba creare una barriera tra l’ospite e la natura circostante. Ecco perché non esistono né porte né finestre, che vengono sostituite la sera da tende di arelle. Il lodge ha inoltre un bar e un ristorante. È il luogo ideale per i viaggi di nozze o per coloro che, pur abituati ad alloggiare nel lusso, sono in grado di apprezzare la semplice raffinatezza delle strutture, costruite nel rispetto della natura ed immerse in un rigoglioso giardino. Nella spiaggia vi sono grandi ombrelloni di paglia (uno per ogni camera).

98


99

MOZAMBICO


Benguerra Island Marlin Lodge LUXURY

Arcipelago di Bazaruto Il Marlin Lodge sorge nel cuore dell’arcipelago di Bazaruto, nell’isola di Benguerra, sull’idilliaca Flamingo Bay. Le 17 sistemazioni, costruite su palafitte in legno con il tetto in makuti, collegati tra di loro e alle zone comuni del resort attraverso dei pontili in legno, riflettono negli arredi un raffinato stile afro-chic, rielaborato in chiave elegante, soprattutto per le suites, dove prevalgono i toni solari caldi del beige, marrone, arancio, con tocchi, nei cuscini e nelle suppellettili, di blu cobalto. I 14 Private Luxury Chalets (60 mq, oltre a 17 mq di veranda) e le 3 Executive Suites (80 mq oltre a 30 mq di veranda) hanno aria condizionata, ampia sala da bagno con doppio lavabo, doccia interna ed esterna, area relax, minibar, veranda con sedie a sdraio, piccola piscina e accesso privato alla spiaggia, che è il cuore di tutte le attività proposte dal lodge. L’isola offre ottime possibilità di fare immersioni, snorkelling, praticare la pesca d’altura, andare in catamarano e in wind surf. La sontuosa cucina del lodge si basa soprattutto sui piatti di pesce locale con influenze asiatiche e portoghesi e potrà essere assaporata nel ristorante, sulla spiaggia sotto un tetto di stelle oppure nell’intimità della propria veranda. Il Marlin Beauty & Wellness Center si prenderà cura del corpo e dello spirito degli ospiti grazie a molteplici trattamenti proposti dall’equipe di terapisti tra cui massaggi, aromateria e riflessologia.

100


101

MOZAMBICO


Ibo Island Ibo Island Lodge

LUXURY

Arcipelago di Bazaruto Ibo Island Lodge situato nell’isola di Ibo o Ilha do Ibo comunemente chiamata dai locali, è composto da 3 ville in stile coloniale situate lungo la bianchissima spiaggia. Le 14 camere sono arredate con artigianato e antiquariato locale, hanno ventilatore a pale e aria condizionata, letto King Size, spazioso guardaroba, cassetta di sicurezza e il bagno dispone di ampia doccia, due lavabo e phon, necessario per thè e caffè. Alcune camere dispongono di veranda e una delle ville funge da ristorante dove si potranno gustare piatti locali e internazionali. Non vengono accettate carte di credito.

102


103

MOZAMBICO


Pemba Londo Lodge

LUXURY

Boutique hotel, situato nel nord del Mozambico a poca distanza dall’arcipelago di Quirimbas, il Londo Lodge è circondato dal bush e dalla spiaggia; la vivace barriera corallina e gli anziani baobab si incontrano proprio nella penisola del lodge. Le sei spaziose ville di 75 mq costruite in posizione sopraelevata, con splendida vista sulla baia sottostante e sul maestoso oceano, garantiscono un soggiorno nel lusso e nella privacy; ogni villa è curata in ogni minimo dettaglio ed equipaggiata di spazioso letto dalla linea belga, con zanzariera e materasso inglese fatto a mano, aria condizionata, patio privato, doccia interna ed esterna. Ogni villa ha un look raffinato dove fine arte marocchina e specchi vittoriani convivono in armonia. Inoltre, c’è anche un appartamento che può essere la soluzione ideale per famiglie o gruppi di amici. A disposizione degli ospiti: spiaggia privata, bar sulla spiaggia, libreria, piscina e SPA. Il ristorante offre eclettiche specialità che combinano l’alta qualità sudafricana con gli ingredienti locali e asiatici, accompagnati dai più pregiati vini provenienti dalla regione dei vigneti nei pressi di Cape Town. Tra le attività possibili: snorkelling, diving, pesca, camminate nel bush, crociera in dhows al tramonto e navigazione fluviale tra le mangrovie.

104


105

MOZAMBICO


Gemma dell’Est

Mnemba Island

Gemma dell’Est 108 Mnemba Island 110

106


ZAN ZIB AR 107


Gemma dell’est Resort 5STARS LUXURY

Situato sulla costa nord-ovest di Zanzibar, precisamente a Nungwi, Gemma Dell’Est è un lussuoso resort concepito rispettando il meraviglioso ambiente circostante ed offrendo agli ospiti uno splendido giardino tropicale affacciato sull’Oceano Indiano. La struttura, che dista circa 50 km dall’aeroporto internazionale di Stone Town (un’ora circa di trasferimento in auto), dispone di 138 camere, tutte con terrazza e vista sul mare, di cui 93 Deluxe, 16 Suites, 1 Family Suite, 23 Villa Club Rooms ed una Presidential Villa con 5 camere. Tutte le camere dispongono di letto matrimoniale king-size o due letti singoli, zanzariera, aria condizionata, tv con canali satellitari, cassetta di sicurezza, minibar, bagno in marmo con box-doccia, WC, bidet, lavabo e asciugacapelli, terrazza e vista mare. Il ristorante principale, “The Pavillion”, offre colazioni all’americana, pranzi e cene a buffet con specialità alla griglia e ogni settimana propone serate a tema; il “Coral Cove” serve sulla spiaggia pizze, insalate, aperitivi e drinks ed è aperto solo la sera. Durante il giorno il “Lobby Lounge & Bar” e il “Beach Bar” propongono bevande fresche e ottimi snacks. Infine, nel complesso “Makuti Wharf” costruito sull’acqua, troverete il “Sunset Lounge & Bar”, il “Sea Breeze” e il “Café Moresco”. La Gemma dell’Est propone una serie di attività sportive quali hobby cat, windsurf, laser dinghy, canoa nonché un centro subacqueo internazionale PADI. Tra i servizi disponibili citiamo: ufficio cambio valuta, connessione fax e internet, servizio escursioni, parrucchiere, piscina all’aperto per adulti e bambini, jacuzzi, ombrelloni e lettini-sdraio, teli da bagno, programmi ricreativi giornalieri, lavanderia, servizio in camera, babysitter su richiesta, pulizia camere due volte al giorno, massaggi e trattamenti di bellezza, medico (su chiamata), biblioteca, sala conferenze o banchetti.

108


109

ZANZIBAR


Mnemba Island Arcipelago di Zanzibar Lodge 5STARS LUXURY Il Mnemba Island Lodge, appartenente alla prestigiosa &Beyond è situato in un’esclusiva isola a 4,5 km (2,8 miglia) a nord-est di Zanzibar, raggiungibile in barca dopo 20 minuti circa di navigazione. Circondata da una barriera corallina spettacolare, Mnemba lunga appena un chilometro e mezzo, è considerata uno dei posti migliori in Africa per le immersioni e una delle destinazioni più romantiche al mondo. Il lodge è composto di 10 “bandas”, confortevoli cottages fronte mare dalle architetture etniche semplici ma eleganti che si amalgamano armoniosamente con la natura circostante. Ognuno ha una spiaggia privata che garantisce agli ospiti la massima privacy e tutti i comfort di un resort di lusso. Il ristorante propone cucina tipica locale, pesce fresco come aragoste e gamberi, insalate freschissime, grigliate di carne ed enormi cesti di frutta tropicale. A disposizione degli ospiti: una sala di lettura, bar e centro diving, kayak, attrezzatura per lo snorkelling e windsurf. Possibilità di effettuare crociere in dhow al tramonto e pesca. Da dicembre a marzo è inoltre possibile assistere alla deposizione delle uova da parte delle tartarughe marine ed alla successiva schiusa, mentre all’interno della foresta è possibile incontrare l’antilope nana e diverse specie di uccelli tropicali.

110


111

ZANZIBAR


Lake Turkana

Sibiloi National Park

Koobi fora Central Island National Park

Ferguson’s Gulf South Island National Park

Nasolot NR

SouthTurkana NR

Marsabit National Park

Losai National Reserve

Saiwa Maralal Swamp Cherangani National Reserve NP Hills Mattew’s Range Kamnarok Chanler ’s Falls Mount Elgon NR Samburu NR Lake NP Shaba NR Buffalo baringo Lake Bisanadi Springs NR Kakamega Bogoria Rahloe NR Laikipia Forest NR Meru NP Nyahururu NR Ndere (Thomson falls) Island NR Menengai North Kisumu Hyrax Hill Kariandus Mount Kenya Kitui NR Rusinga Island Kora NP Impala NP Lake Aberdare Sanctuary Mwea NR Elmentaita NP Ruma NP (Lambwe Valley) Fourteen Falls Hell’s Gate & Arawale Mt. Longon NP Ol Doiny NR Masai Mara NR Sapuk NP South Kitui Nairobi NR Tana River Lake Primate NR Magadi Chyulu Hills Amboseli NP Tsavo East

Boni NR Dodori NR Kiunga Marine NR Lamu Island

Tana Delta

NP Arabuko Sokoke

Tsavo West NP

Watamu Gedi Shimba Hills NR

Malindi & Watamu Marine NP

Mombasa Marine Park & NR Diani Beach The Funzi Keys Island

The Funzi Keys Island 114 Diani Beach Alfajiri 116 Lamu Island Manda Bay 118

112


KE NYA 113


The Funzi Keys Island The Funzi Keys Resort 5STARS LUXURY

Questo delizioso resort situato in una piccola isola privata a soli quindici minuti di volo da Mombasa ed altrettanti da Diani Beach, è immerso in un’incantevole scenario naturale per un’esotica vacanza all’insegna del relax e della pace. Nove spaziosissime camere tra doppie e family, direttamente sulla spiaggia, dispongono di veranda ed un’area riservata fronte bungalow per rilassarsi al sole o leggere un libro. Le camere, elegantemente arredate, con elementi e tappezzerie di design locale, sono dotate di ogni comfort inclusa una jacuzzi, ventilatore, minibar, cassetta di sicurezza. Il resort offre un panoramico ristorante con eccellente cucina, un bar e una piscina immersa in un giardino tropicale. Ogni giorno su richiesta gli ospiti vengono trasportati in barca nell’adiacente, disabitata e paradisiaca isola dalla sabbia bianchissima e da un incomparabile mare cristallino con delle sfumature spettacolari. The Funzy Keys offre inoltre la possibilità di praticare snorkelling, vela, canoa, windsurf, pesca, pesca d’altura ed escursioni alle isole vicine.

114


115

KENYA


Diani Beach Alfajiri 5STARS LUXURY

Alfajiri è un piccolo resort a Diani Beach, ad un’ora dall’aeroporto di Mombasa, con tre splendide ville, definite da Conde Nast “tra le ville più lussuose nel mondo”. Immerse in un lussureggiante giardino, in posizione sopraelevata rispetto al mare, la “Cliff Villa”, dallo stile caraibico, la “Beach Villa” e la “Garden Villa”, dallo stile africano, offrono la massima privacy ed un arredamento ricercato proveniente dall’Africa e dall’Oriente. La cucina offre pesce e crostacei freschi, verdure biologiche e frutta dal giardino circostante, ma anche vini italiani e sudafricani. Il relax è assicurato da massaggi, riflessologia, jacuzzi e sedute di yoga all’aperto sotto la guida di un medico ayurvedico indiano. A disposizione degli ospiti: snorkeling, escursioni in barca, pesca d’altura, kitesurf, immersioni e corsi di immersione PADI, tennis, squash, palestra e, nelle vicinanze, golf. Il Leisure Golf Club è un campo a diciotto buche che si trova a meno di due minuti da Alfajiri. Si possono organizzare safari in prossimità del Parco Nazionale Tsavo Est, esclusivi safari a piedi al Camp Galdessa, escursioni al vicino Parco Nazionale Marino Kisite e a Funzi Island.

116


117

KENYA


Lamu Island Manda Bay Lodge

LUXURY

Manda Bay è situata all’estremità nord-occidentale dell’isola di Manda, una delle più incontaminate ed idilliache isole dell’arcipelago di Lamu. Si raggiunge con barca a motore dall’aeroporto di Lamu in circa trenta minuti di navigazione lungo suggestivi canali contornati da mangrovie. Questo esclusivo resort vi coccolerà durante tutto il soggiorno; circondato da soffice sabbia dorata, Manda Bay è il luogo ideale sia per famiglie che per coppie. Gli 11 Beach Front Cottages e i 5 Sea View Cottages sono stati costruiti utilizzando materiali locali e sono perfettamente inseriti in questo paradiso naturale; per non creare barriere tra l’ospite e la natura circostante, i cottages hanno finestre senza serramenti riparate da pesanti tendaggi e le porte sono costituite da semplici pannelli di paglia intrecciata. Ogni cottage dispone di ventilatore a soffitto, spaziosa sala da bagno e splendida terrazza affacciata sull’Oceano Indiano. A disposizione degli ospiti: sala da pranzo centrale, piscina, bar, boutique, stanza dei giochi e il fornito centro per gli sport acquatici. Tra le attività che si possono svolgere a Lamu ricordiamo: windsurf, vela, kayak, snorkelling, water ski, pesca d’altura ed escursioni in dhow alla scoperta dei paradisiaci dintorni.

118


119

KENYA


Nosy Be Diego Suarez

Amarina Hotel

Montagne d’Ambre Riserva Speciale dell’Anakarana

Nosy Mitsio Ankarana

Vohemar

Nosj Be Hotel

Nosy Iranja

Anfiki

Vanila Hotel

Nosy Iranja Nosy Iranja Lodge

Sambava

Tsara Komba

Andapa

Anjajavy Relais Chateaux

Maroantsetra

Mahajanga Riserva Naturale di Tsingy di Namoroka

Antalaha Parco Nazionale Masoala

Parco Nazionale dell’Ankarafantsika

Sainte Marie Princesse Bora Lodge Mahambo Foulpointe

Tamatave Parco Nazionale di Tsingy di Bemaraha

Andasibe Perinet

Akanin’ny Nofy Manambato Ambila-Lemantso

Antananarivo Mandrivazo

Antsirabe

Belo-Tsiribihina Riserva di Kirindy

Morondava

Ambositra Ivato Riserva Ranomafana

Fianarantsoa

Morombe Parco L. Namonta

Parco Isalo Ranohira Parco Andingitra Ihosy Ranohira

Ifaty

Tulear Anakao

Tsimanampestosta Riserva Berenty Itampolo Lavanono

Nosy Iranja Island 122 Anjajavy 124 Nosy Be Island Amarina Hotel 126 Nosy Be Island Tsara Komba 128 Nosy Be Island Nosy Be Hotel 130 Nosy Be Island Vanila Hotel 132 Ile Sainte Marie Princesse Bora Lodge 134

120

Baia di Lokaro

Fort Dauphin


MAD AGA SCAR 121


Nosy Iranja Island Nosy Iranja Lodge 4STARS

Nosy Iranja è in realtà formata da due piccole isole Nosy Iranja e Nosy Kely dai colori magici e dalla vegetazione lussureggiante, collegate tra loro da una lingua di sabbia che emerge durante la bassa marea, creando uno spettacolo unico ed affascinante e dando la possibilità di passeggiare a piedi da un’isola all’altra. Sulla più piccola delle due isole, a 30 miglia a sud di Nosy Be (un’ora e mezza circa in barca veloce) sorge il Nosy Iranja Lodge che offre un soggiorno indimenticabile in un ambiente di lusso naturale. La Legacy Hotels & Resort International, catena alberghiera con sede in Sudafrica, che seleziona solo strutture di lusso 4 e 5 stelle, ha acquistato nel 2006 la proprietà di questa splendida struttura ed ha portato a termine un processo di rinnovamento della stessa che l’ha resa ancora di più un rifugio incantato, ideale per coppie, sposi e chiunque ricerchi tranquillità e privacy. Le 19 Deluxe Suite di 75m2 e le 9 Deluxe Family Suite di 100m2, costruite in palissandro ed altri tipi di legno locali pregiati, sono perfettamente integrate nella rigogliosa vegetazione tropicale. Ognuna dispone ventilatore a pale, cassaforte, minibar, lettore CD, cabina armadio, ampia sala da bagno, asciugacapelli ed ampia terrazza con sedie a sdraio e tavolino, amaca, un piccolo giardino ed impareggiabile vista sul mare calmo e dalla limpida acqua che contraddistingue l’Oceano Indiano. Il ristorante, situato in riva al mare, propone una cucina internazionale, con specialità di pesce e frutti di mare ed un impeccabile servizio. Il lodge offre inoltre svariate possibilità di svago e di sports tra cui: snorkelling, pesca, immersione, catamarano, wind-surf, kayak, scuba diving, trekking alla scoperta dei villagi tipici Sakalava e della natura selvaggia della costa vergine del Madagascar. Inoltre durante il soggiorno sarà possibile avvistare le numerose tartarughe marine che ancor oggi scelgono quest’isola incantata, ed assistere in assoluto silenzio all’emozionante spettacolo della deposizione delle uova o della schiusa delle stesse. A disposizione degli ospiti: un centro da fitness, una sala da giochi con un biliardo, vari giochi di società, una sala con TV, DVD (da richiedere alla reception), accesso ad internet, biblioteca e una sala per massaggi, boutique.

122


123

MADAGASCAR


Costa Nord-Ovest Anjajavy Hotel 4STARS

L’hotel che prende il nome dal vicino villaggio di pescatori, sorge accanto ad una riserva di 400 ettari, un vero paradiso per gli amanti della natura e del mare. In un ambiente eccezionalmente ricco dove fauna, flora e “tsingy” riflettono le diversità del paese. Anjajavy l’Hotel è composto di 20 ville in palissandro allineate lungo la splendida baia. Ogni sistemazione, sobriamente arredata, dispone di un’ampia terrazza sul mare, sala, spaziosa camera da letto (con zanzariera), servizi privati, aria condizionata e mini bar. A disposizione dei clienti reception, bar, piscina, ristorante ed un vasto programma di escursioni nella bellissima riserva vicina, alla scoperta delle baie e dei villaggi di pescatori. Inoltre è possibile visitare anche l’oasi dell’hotel: un angolo unico nel suo genere, molto suggestivo, che è l’orgoglio della struttura; concepita e progettata da Camille Muller, famosa paesaggista parigina innamorata del Madagascar. L’oasi è una sorta di Eden tropicale dove troverete una grande varietà di piante acquatiche, papiri, felci, rampicanti, palme dove vanno a rifugiarsi i colibrì ed i martin pescatori malachite.Tra le attività acquatiche che si potranno praticare ricordiamo: sci nautico, catamarano, snorkelling, canoa, pesca. L’ hotel appartiene alla prestigiosa catena Relais & Chateaux.

124


125

MADAGASCAR


Nosy Be Island Amarina Hotel 4STARS

L’Amarina Hotel, situato a Amporaha, sulla costa nord di Nosy Be, è l’unico hotel 4 stelle dell’Isola dei profumi. Armoniosamente inserito nella natura, con i suoi bungalows sparsi in un vasto giardino tropicale fronte mare, è stato recentemente ampliato con 20 nuove sistemazioni che hanno portato il numero complessivo delle camere a 58 così suddivise: due Suite “Mpanjaka Be” (Senior) di 129 mq ciascuna, disposte su due livelli con angolo salone, stanza da bagno, veranda ad un livello e camera, stanza da bagno, guardaroba e terrazza al secondo livello; tredici Suite “Manantany” (Junior) di 82 mq ciascuna, tutte con una grande terrazza o veranda; 40 camere “Fahatelo” (superior) di 47 mq ciascuna, con ampia veranda al piano terra; una camera “Fianakaviana” di 98 mq con veranda, due camere separate e sala da bagno in comune, ideale per famiglie; una camera “Zanakiana” di 47 mq, equipaggiata a norma per persone che hanno problemi di mobilità ed una camera comunicante per l’eventuale accompagnatore. Tutte le sistemazioni sono fronte mare, ad una distanza che varia dai 5 ai 14 mt dalla spiaggia, e godono della calda luce del tramonto; tutte dispongono di televisione con 16 canali internazionali, lettore DVD (videoteca al ricevimento), frigobar, necessario per the e caffè, cassaforte, telefono, una sala da bagno spaziosa in marmo, con doppi lavabi, vasca da bagno, doccia e toilette separata. Il ristorante Canelle & Paprika, vicino alla piscina, propone una raffinata cucina internazionale e malgascia con un servizio a la carte o buffet (a seconda del numero degli ospiti) e possibilità di gustare, su richiesta, menù speciali di aragosta, frutti di mare o altre specialità. Il bar Toaka Mamy, proprio di fronte al mare, è il luogo ideale per gustare deliziosi snacks, sandwiches, paste fresche, pizze, gelati o per dissetarsi con i fantasiosi cocktails o i rhums della casa. L’Amarina propone inoltre una vasta scelta di attività diverse tra cui: piscina, biciclette, quads, kayaks, piroghe malgascie per uscite nella laguna d’Ambohiday, snorkelling, beach volley, tiro con l’arco, calcio, ping pong. L’hotel dispone anche di sala massaggi dove si potranno sperimentare i massaggi malgasci a base di oli essenziali aromatizzati.

126


127

MADAGASCAR


Tsara Komba Arcipelago di Nosy Be Island Tsara Komba Lodge 4STARS Situato a sud dell’isola di Nosy Komba, l’Isola dei lemuri, a 25 minuti di barca da Nosy Be, il Tsara Komba Lodge è un vero e proprio paradiso, autentico e selvaggio, che propone, perfettamente inserito nella natura ed in armonia con la popolazione locale, 8 spaziosi bungalows con terrazza sulla bella spiaggia privata di sabbia fine, facilmente accessibile da ogni camera e attrezzata con lettini ed ombrelloni. Nascosti nel giardino tropicale, tra la foresta e la spiaggia, i sei bungalows da 75 mq (che possono accogliere fino a tre persone) e i due bungalows da 95 m2 (che accolgono fino a quattro persone) sono stati realizzati utilizzando materiali naturali, come il legno di palissandro e le foglie di ravinala (l’albero del viaggiatore); ognuno dispone di grande letto a baldacchino con zanzariera e ventilatore, scrittoio, spaziosa sala da bagno e terrazza privata. Il ristorante Le TK e Le TK bar, con ampie terrazze aperte sull’oceano, offrono invitanti colazioni, pranzi, cene e cocktail; la cucina coniuga spezie e sapori d’oriente e d’occidente, con un occhio di riguardo per il pesce e i prodotti freschi locali, il tutto accompagnato da un’eccellente selezione di vini francesi, sudafricani e malgasci. Tra le attività che gli ospiti potranno praticare: immersioni con maschera e boccaglio sull’isolotto di Tanikely, riserva naturale protetta dove vivono decine di specie di pesci multicolore, tartarughe, stelle di mare e molluschi; immersioni con bombola; giro dell’isola in piroga; crociere nello splendido arcipelago delle Mitsio; pesca d’altura e tradizionale; visita a Nosy Be e alle altre isole dell’arcipelago. L’hotel organizza anche dei mini trekking con guida durante i quali si potranno ammirare le antiche piantagioni di ylang ylang, i lemuri selvaggi, i serpenti, le farfalle, numerosi uccelli e la flora multicolore. Possibilità di visitare il mercato di Ambanja sulla Grande Terra.

128


129

MADAGASCAR


Nosy Be Island Nosy Be Hotel 3STARS

Situato sulla spiaggia più grande dell’isola, detta Plage de Belle Vue, famosa per i bellissimi tramonti, l’hotel è immerso in un grande giardino tropicale. La struttura è composta da 28 camere standard più 9 Junior Suites di cui 2 con 2 stanze, 1 Senior Suite e 5 Loft, 7 bungalow VIP. Le camere sono tutte munite di frigo bar e di letti protetti da zanzariere. Il ristorante sul mare ha una capienza di 120 persone e offre specialità gastronomiche malgasce e francesi anche se la cucina italiana non manca mai. Il bar e il solarium, situati a bordo piscina, offrono l’opportunità di gustare un cocktail tropicale, ammirando dei tramonti indimenticabili. Inoltre l’hotel dispone di una piscina di acqua dolce e una sala da biliardo. Nosy Be Hotel collabora con il centro diving che consente di conseguire brevetti internazionali ed effettuare varie immersioni fornendo l’equipaggiamento necessario.

130


131

MADAGASCAR


Nosy Be Island Vanila Hotel 3STARS

Situato nella costa occidentale dell’isola, direttamente sulla spiaggia e perfettamente integrato con il paesaggio circostante, l’hotel è una struttura 3 stelle completamente rinnovata ed ampliata a maggio 2004. Tutte le camere (17 vista giardino e 18 vista mare) sono dotate di aria condizionata, cassetta di sicurezza, minibar, telefono e televisore; inoltre 4 nuove Family Suite adatte alle famiglie e 2 Junior Suite arredate in stile africano e malgascio dotate di Jacuzzi e balcone. A disposizione degli ospiti 2 ristoranti con una bellissima vista sul mare, 4 bar, sala riunioni, sala massaggi, servizio baby sitting, piscina ed uno spazio interamente dedicato alla prenotazione di escursioni, di attività subacquee e sportive.

132


133

MADAGASCAR


Ile Sainte Marie

Princesse Bora Lodge 4STARS Il fascino di un isola meravigliosa e autentica, nelle vicinanze della costa orientale del Madagascar, vecchio riparo dei pirati e delle dinastie del passato, ancora carico di storia e poesia ed il comfort di un lodge esclusivo, si fondono insieme per offrire agli ospiti un soggiorno indimenticabile. Una piantagione di cocchi si apre su una spiaggia bianca dove sorgono 15 esclusive ville, Luxe e Comfort, tutte perfettamente integrate nella natura circostante. Le ville luxe, di 55 mq, di forma ottagonale, con spazioso terrazzo privato in legno, dispongono di salone-camera con grande letto doppio, ventola, climatizzatore, cabina armadio e ampia stanza da bagno con doccia e wc separato. Un mezzanino inoltre permette di aggiungere altri due letti singoli e accogliere quindi sino a 4 persone. Le Ville Comfort, di 35 mq, sono di forma rotonda ed offrono salotto-camera con grande letto doppio, ventola, cabina armadio, sala da bagno ed ampia terrazza. Una Executive Beach Villa, inoltre, di 90 mq che può ospitare sino a 3 persone, offre gli stessi comfort delle altre ville oltre ad una grande terrazza con vista mare. Dal 06 luglio al 30 settembre, il Princesse Bora Lodge diventa la base scientifica dell’Associazione Internazionale per la salvaguardia delle balene ed offre ai propri ospiti la straordinaria opportunità di partecipare all’attività di osservazione di questi splendidi mammiferi. Le Megaptere (balene di 15/18 metri di lunghezza) vengono dalle acque del polo Sud e si stabiliscono, per accoppiarsi, nell’isola di Sainte Marie dove si lasciano avvicinare senza difficoltà, grazie al loro carattere socievole e gioioso. Comprese nella quota: due spedizioni al giorno insieme al team di ricerca; possibilità di partecipare alla conferenza di fine giornata su questi splendidi animali.

134


135

MADAGASCAR


SEYCHELLES MAURITIUS SUDAFRICA NAMIBIA KENYA

136


GOLF 137


Seychelles Lemuria Golf Il Golf Course Lemuria e’ un percorso championship di 18 buche, un Par 70, che e’ stato aperto il 1° ottobre 2000. E’ ubicato al margine delle incantevoli spiagge di Petite Kerlan Cove e di Grand Kerlan Cove e copre un’area di 5,556 m. Offre possibilità di gioco per i giocatori di tutti i livelli, allo stesso modo per professionisti ed amatori. Le palme caratterizzano la 12° buca, considerata una delle più belle. Dalla 13° buca in poi, la corsa si estende su una collina con foresta; non mancano i panorami mozzafiato. Golf Green fees a titolo gratuito per i residenti del Lemuria Resort.

GOLF

(Descrizione resort pag. 44)

LEMU RIA

RESORT 138


139


Mauritius Constance Belle Mare Plage The Resort & Constance Le Prince Maurice The Legend

CONS TANCE BELLE MARE PLAGE

Il nome “The Legend” del campo da golf del Belle Mare Plage è stato progettato nel 1994 da Hugh Baiocchi, campione sudafricano di golf. È situato in una delle più belle spiagge dell’isola e si distingue dagli altri campi mauriziani appunto per le originali caratteristiche di ogni buca. La bellezza della foresta indigena che circonda il campo ed i greens in posizione strategica rendono magnifica l’esperienza di gioco. Per dare al campo un tocco di perfezione tutti i 18 greens sono stati ricostruiti usando Tif Dwarf grass. Inoltre, ogni angolo del campo è stato studiato da tecnici professionisti perché l’insieme sia superbo e il giocatore rimanga affascinato dalla bellezza della natura. Partire dalla 17a buca è una meraviglia per gli occhi, ma nello stesso tempo un test psicologico per la tensione nervosa. Il campo infatti, pur essendo bello, è molto difficile e necessita un modesto livello di gioco.

The Link

Il secondo campo da golf Championship del Belle Mare Plage, aperto nel novembre del 2002, è stato progettato da Rodney Wright e Peter Allis. Questo campo è stato concepito in seguito al successo ed ai numerosi consensi ricevuti dagli ospiti del resort per The Legend. Il campo misura 5.942 metri ed ha un par 71 ed è situato in una posizione incantevole che sembra nata per questo scopo.

GOLF

(Descrizione resort pag. 68/70)

THE RESORT 140


141


Sudafrica Pezula Golf

GOLF

Questo lussuoso resort, offre agli ospiti un’indimenticabile esperienza. Collocato nel cuore della Garden Route, tra montagne, mare e foresta di fronte alla laguna di Knysna, è oggi il miglior resort del Sudafrica con un campo da golf 18 buche di eccezionale bellezza e prestigio. Le 78 sistemazioni, suddivise in Studio-Suites, Villa-Suites, Presidential Suites, sono tutte elegantemente arredate in stile afro-contemporaneo con colori in contrasto con l’incomparabile natura che circonda il resort. Tutte le camere molto spaziose, sono dotate di aria condizionata, TV satellitare, DVD,cassetta di sicurezza, accesso ad internet, minibar, salottino e spaziosa sala da bagno con vasca e doccia. A disposizione degli ospiti: piscina, una bellissima SPA, tennis, palestra, bars con selezione di vini sudafricani, ristorante, libreria, sala giochi, sala conferenze. Adiacente a Sparrebosh Estate e Pezula Private Estate, entrambi complessi residenziali, il campo è stato aperto nell’Agosto 2000 e disegnato da David Dale e Ronald Fream della GolfPlan USA. La posizione è ad est di Knysna, guardando l’Oceano Indiano a sud e le montagne a nord. In questa zona ci sono 200 specie di uccelli, antilopi e animali selvaggi, oltre ad una spettacolare vista sull’Oceano e sulla Knysna Lagoon. Il campo è un par 72 e l’ingresso comprende: green fee, golf cart con GPS, consumazione bevande e snacks.

PEZULA RESORT 142


143


Sudafrica Suncity Resort

GOLF

Suncity, la leggendaria città dei divertimenti situata nel bel mezzo del bush sudafricano, possiede un aeroporto internazionale e due celebri campi di golf, uno dei quali, di 13 buche, con un bacino d’acqua pieno di coccodrilli. Più di 100 ettari sono coperti da questi spettacolari campi da golf che comprendono al loro interno 28.000 metri quadrati di acqua. Suncity offre la possibilità di praticare una varierà di sport come il tennis, squash, mountain biking, cavallo oltre ad una vasta gamma di sport acquatici come il parasailing, water ski, canoe e wind surf, che grazie al dolce clima del Sudafrica possono essere praticati tutto l’anno. La Sun City Gym and Health SPA offre inoltre trattamenti per rinvigorire il corpo e la mente. La Valley of the Waves è un grande parco acquatico con un enorme piscina capace di generare onde di 1 metro e 80 centimetri ogni 90 secondi. I quattro hotels includono il fantastico Palace of the Lost City. La città dei divertimenti confina con il Parco faunistico Pilanesberg di 55.000 ettari, in cui vivono i Big Five (leone, leopardo, rinoceronte, bufalo ed elefante).

SUN CITY

RESORT 144


145


Sudafrica Legend Golf & Safari Resort Entabeni Questo unico resort 5 stelle è l’ultimo nato nella zona esente malaria dell’Entabeni Safari Conservancy, nell’affascinante regione del Waterberg, dichiarata patrimonio dell’umanità da parte dell’UNESCO. Il resort è perfettamente integrato nella splendida natura circostante ed è stato studiato per minimizzare il suo impatto nel delicato ecosistema della zona. Il Legend Lodge offre una varietà di attività interessanti tra cui safari, voli in elicottero, attività sportive nel Welness Centre e trattamenti benessere. Offre inoltre uno spettacolare campo da golf 18 buche, ognuna delle quali è stata progettata da altrettanti campioni di golf del mondo, con una estrema 19° buca in Hanglip Mountain, accessibile solo in elicottero.

GOLF

LEGEND GOLF & SAFARI RESORT

ENTA BENI 146


147


Sudafrica Western Cape Arabella Hotel & Spa L’Arabella Western Cape Hotel & SPA, lussuoso resort hotel a 5 stelle in Sud Africa, con vista sulla Laguna di Bot River, la più grande laguna naturale del Sudafrica, si trova nella Riserva Naturale di Kogelberg, dotata di un campo da golf da campionato con 18 buche, a pochi chilometri da Hermanus nella Provincia del Capo Occidentale. In un mondo di rara bellezza, in un ambiente di lusso ed eleganza, l’Arabella Western Cape Hotel & SPA accoglie famiglie, turisti e persone in viaggio d’affari con professionalità e cortesia. L’hotel dispone di 26 suites, 115 deluxe rooms e 2 Presidential Suites molto spaziose ed arredate con eleganza. Tutte possiedono un balcone con vista mozzafiato, ad eccezione di quelle che si trovano al piano terra, che hanno un terrazzo privato. Le camere sono dotate di TV satellitare, telefono, aria condizionata/riscaldamento regolabile, mini-bar, attrezzatura per preparare tè e caffè, cassaforte, asciugacapelli, linee ISDN per computer e fax, caminetto (nelle suite al 5° piano), TV in bagno (solo nelle suite). Le “presidential suites” dispongono, inoltre, di servizio maggiordomo, sauna e Jacuzzi, business corner. La ristorazione all’Arabella è varia e raffinata; il “Première Restaurant” rappresenta un must per gli intenditori, dove si potranno gustare piatti raffinati, accompagnati da una selezione di vini pregiati nell’atmosfera di una pregiata cantina. Il “Jamani Restaurant” offre una cucina contemporanea in un ambiente moderno, con terrazza per pranzare all’aperto. Diversi bar sono inoltre dislocati nelle varie aree dell’hotel. L’Arabella Golf Club offre uno dei 10 migliori campi del Sudafrica, a 18 buche, 72 par, premiato in diverse occasioni per il disegno e la magnifica posizione lungo le rive della laguna del Bot River. Sono a disposizione dei giocatori carts e caddies e un’area di allenamento nei pressi della clubhouse. Il Club offre inoltre campi da tennis e un parco giochi per bambini. L’area in cui si trova l’hotel, di notevole interesse naturalistico, offre agli ospiti la possibilità di praticare birdwatching, passeggiate guidate, passeggiate a cavallo, escursioni in mountain bike, e avvistamento balene ad Hermanus. L’Arabella SPA, premiato come uno dei 100 migliori centri benessere del mondo, offre agli ospiti la possibilità di provare massaggi, terapie e trattamenti di bellezza di altissimo livello. All’interno di questa struttura si trova l’Hamman Centre con sauna, bagno turco, Jacuzzi, piscina d’acqua salata; piscina al coperto e all’aperto riscaldata, balneoterapia. E ancora: salone di bellezza, parrucchiere, fitness centre e personal trainer su richiesta.

GOLF

WEST ERN CAPE ARA BELLA

HOTEL & SPA 148


149


Sudafrica Fairmont Zimbali Lodge

GOLF

Lo Zimbali Lodge, situato in una splendida posizione nella località di Ballito, a circa 40 minuti da Durban, è circondato da una riserva di 50 ettari che fornisce rifugio alla ricca varietà di flora e fauna locale. I numerosi laghi naturali all’interno della riserva creano l’habitat ideale per le 85 specie di uccelli, le numerose farfalle, le piante indigene e la varia vita animale. La parte orientale della proprietà ospita inoltre tre chilometri di spiaggia incontaminata lambita da uno spettacolare Oceano Indiano. Le 76 camere offrono un lusso a cinque stelle, con un’architettura africana completata dalle tonalità calde del legno; si suddividono in camere Fairmont Resort (di 32 mq) con terrazza affacciata sulla natura circostante, camere Signature View (di 32 mq) con emozionante vista sul campo da golf oppure sul lago o sull’Oceano Indiano, Suites Deluxe ( di 73 mq) ideali per famiglie o per chi desidera maggiore intimità, che possono accogliere fino a quattro persone e le Suites Signature View (di 73 mq) con stessa vista delle camere omonime. La zona costiera di Natal è il paradiso per gli appassionati di golf; oltre allo Zimbali Country Club, considerato uno dei migliori campi da golf del Sudafrica, c’è un altro eccellente campo da golf, il Durban Country Club, a soli 50 chilometri dal primo. Oltre a questi due magnifici campi, la zona del Kwazulu-Natal accoglie altri campi a livello mondiale come le Prince’s Grant, le Umhlali Country Club, le Royal Durban Golf Club e le Mount Edgecombe. Tom Weiskopf, famoso campione di golf, ha concepito il campo da golf 18 buche, par 72, dello Zimbali in un contesto idilliaco dove le numerose caratteristiche naturali, come stagni, corsi d’acque, alberi secolari rendono il percorso affascinante e spettacolare.

FAIR MONT ZIMBALI LODGE 150


151


Namibia Windhoek Country Club & Resort L’hotel dagli standard internazionali è situato a pochi minuti dal centro di Windhoek. Il complesso con campo da golf a 18 buche, unico nella capitale namibiana, comprende anche casinò e una suggestiva piscina scoperta. Una palestra soddisferà coloro che non vogliono perdere il tono muscolare ed i ristoranti e bars appagheranno anche i palati più raffinati e difficili con specialità culinarie e bevande varie. Una vasta selezione di vini sudafricani e internazionali possono essere degustati a bordo piscina o a tavola. 152 sono le camere elegantemente arredate dotate di aria condizionata, accesso internet, minibar, attrezzatura per thè e caffè, asciugacapelli, TV. Servizio in camera 24h. Accettate le maggiori carte di credito.

GOLF

WINDH OEK COUN TRY CLUB & RESORT

Namibia

ROSSMUND GOLF (SWAKOPMUND) Una partita nel campo di Rossmund è un’esperienza unica; Rossmund è infatti uno dei cinque campi da golf in erba nel deserto. Camminare fra le antilopi saltanti, ascoltare gli uccelli e godere della vista del deserto del Namib in contrapposizione con il verde e le palme del percorso è incredibile. Il campo 18 buche, par 72, lungo 6.068 metri, è situato ad est di Swakopmund nella parte nord dello Swakopmund River; numerose le escursioni che si possono effettuare nei dintorni, da Walvis Bay alla Skeleton Coast. Nella Club House si trovano bar, ristorante e sala conferenze. 152


153


Kenya Leisure Lodge (Diani Beach)

GOLF

Affacciato sulla splendida spiaggia di Diani Beach, a circa 43 km dall’aeroporto di Mombasa, il Leasure Lodge è particolarmente adatto ai golfisti grazie alla privilegiata posizione di fronte al più famoso campo da golf a 18 buche della zona. Dispone di diverse tipologie di camere, dallo stile architettonico tipicamente africano, tutte con un elevato standard di servizi, 36 Bahari Palm Wing, camere standard con letto doppio, balcone, sala da bagno con doccia e aria condizionata; 104 Bahari Superior Wing dotate di balcone patio, servizi con toilette e doccia, aria condizionata; 16 Oasis Villas, composte da una camera ed un salotto, si affacciano sul patio e su una piccola piscina privata per ogni blocco di 4 o 6 villas. A disposizione dagli ospiti: diversi bar e ristoranti, 4 piscine, parrucchiere, centro benessere e cyber caffè. Inoltre scuola di diving, campi da tennis, scuola di windsurf, campo da beach volley, ping pong, casinò.

LEISURE LODGE DIANI 154


155


SUDAFRICA

156


157

RECOMMENDED

WELLNESS


Perle d’Africa

Sudafrica Wellness Recommended Singita Private Game Reserve (Kruger N.P.) Il Singita Private Game Reserve appartiene alla prestigiosa catena “Relais & Chateaux” e si compone di quattro differenti campi, che rientrano tra i campi più raffinati e lussuosi di tutto il Sudafrica. Offrono infatti un’atmosfera incomparabile, spesso immortalata nelle riviste di arredamento e turismo, combinata ad una dislocazione unica, in aree meravigliose dal punto di vista paesaggistico.

Singita Ebony Lodge L’Ebony Lodge è situato nell’argine del Sand River, all’interno della Sabi Sand Game Reserve, poco distante dal Kruger National Park ed ha un’atmostera tipicamente africana. Il suo stile coloniale ricco di prodotti tessuti a mano e materiali naturali è un tributo alla splendida natura circostante. Offre 12 lussuose suites doppie da cui si gode un panorama mozzafiato. Sono tutte equipaggiate di aria condizionata, caminetto, uno spazioso bagno con doccia e vasca, nonché una doccia esterna. Ogni suite è dotata inoltre di veranda e piscina privata affacciate nel Sand River, che offrono una tranquillità ed una privacy uniche al mondo.

Singita Boulders È il lodge più “trendy” del Singita Private Game Riserve. Offre 12 esclusive suites doppie, tutte con aria condizionata, caminetto, spazioso bagno con doccia esterna, ampio patio con piscina privata affacciato sul fiume. A disposizione degli ospiti centro benessere, palestra, aree relax e cantina, rinomata per la prelibatezza dei suoi vini bianchi.

Singita Lebombo Lodge Di recente apertura, si trova nella zona dei monti Lebombo da cui prende il nome, in una concessione privata di 37 ettari del Parco Kruger, a poca distanza dal confine con il Mozambico. Il Lebombo Lodge offre 15 lussuose loft-style suites con magnifica vista sulle montagne Lebombo caratterizzate dalla roccia rossa. Lo stile raffinato qui si traduce in un arredamento minimalista che ha un occhio di riguardo per tutta la gamma di colori della natura. Ogni chalet è immerso nel bush che si può ammirare grazie alle spaziose pareti di cristalli riparate da coperture di legno, in totale privacy e libertà.

Singita Sweni È situato all’interno del Kruger National Park ad est di Satara ed offre 6 esclusive suites poste sulle rive del fiume Sweni che si contraddistinguono per l’uso innovativo del vetro, del legno e dei rami intrecciati. Il patio antistante ad ogni suite permette di godere del panorama mozzafiato. Ogni suite offre due spaziose stanze da bagno. Lo Sweni è inoltre conosciuto per il suo centro benessere che propone tra l’altro, trattamenti ayurvedici, agopuntura e riflessologia plantare. 158


159


Perle d’Africa

Sudafrica Wellness Recommended Londolozi Private Game Reserve (Kruger N.P.)

Londolozi Life, il wellness centre di Londolozi, è stato progettato per riflettere ed armonizzarsi con i ritmi ed i cicli della natura; gli ospiti potranno partecipare alle lezioni giornaliere di gruppo di yoga (inclusa) od optare per una sessione privata (su richiesta) nella privacy della propria terrazza oppure nella sala comune, attrezzata con macchine di cardio fitness; i massaggi proposti sono numerosi e vanno dal massaggio svedese a quello thai, dall’aromaterapia al reiki.

Londolozi Tree Camp Esclusività, eleganza e semplicità sono l’emblema di questo piccolo campo composto di sei lussuose suites, ognuna con piccola piscina privata con splendida vista sul fiume Sand, aria condizionata, spazioso bagno con doccia interna ed esterna. La cena verrà servita nel tipico “boma” al lume di candela. Una piscina comune, una graziosa area salotto-relax con zona caminetto e libreria, completano questo romantico lodge.

Londolozi Pioneer Camp Con una posizione da brivido, il Pioneer Camp offre l’esperienza di addentrarsi in una zona remota del Sudafrica, un’area di selvaggia e rara bellezza. Tre esclusive suites e tre chalets con vista sul fiume dotati di aria condizionata, lussuoso bagno con doccia interna ed esterna, doppio lavello, servizio personalizzato. La cucina è eccellente e le cene, servite nel tradizionale “boma”, creano un’atmosfera indescrivibile.

Londolozi Private Granite Suites Questo campo ospita al massimo 6 persone ed è quindi adatto a coppie in viaggio di nozze, ad un piccolo gruppo di amici, ad una famiglia e in generale a tutti coloro che ricercano una privacy assoluta, abbinata ad un servizio impeccabile. La possibilità di avere in forma esclusiva il campo, perfettamente integrato nella natura con una meravigliosa vista sul fiume antistante, permette di rendere unico il vostro soggiorno nella riserva.

Londolozi Varty Camp Varty Camp, il cosiddetto main lodge, dispone di otto chalets e quattro suites con tutti i comfort: aria condizionata, piscina attrezzata per il relax al sole, ampio bagno, tutti con vista sul fiume Sand. Nelle zone comuni: area reception, boutique, boma ed area relax-pranzo. 160


161


Perle d’Africa

Sudafrica Wellness Recommended Tintswalo Private Game Reserve (Kruger N.P.) Non c’è posto migliore dove rilassarsi e dove farsi coccolare che il Vital Soure SPA, situato in una posizione tranquilla ed appartata del lodge e gestito da un gruppo internazionale di terapisti che vi faranno sentire “nuovi” dopo ogni vostra visita. La vasta gamma di trattamenti proposti comprende trattamenti per il corpo, per la pelle, mani e piedi, depilazione e doccia vichy. Un lodge di nuova costruzione che ha già la fama di essere una delle più lussuose strutture del Kruger Park. E’ situato nella riserva di Manyeleti, area conosciuta per la presenza di molti animali. Ha 5 elegantissimi bungalows arredati in stile coloniale con ampia vetrata dalla quale si accede al terrazzo con piscina. Vi sono inoltre una Honeymoon suite, decorata con tessuti preziosi, una suite con salotto privato e ampio terrazzo e la presidential suite con due camere, ampio salotto, cucina con chef privato. Ognuna delle camere gode di una magnifica vista panoramica sul bush e su pozze d’acqua dove vanno ad abbeverarsi gli animali.

Royal Malewane Private Game Reserve (Kruger N.P.) Il Royal Malewane, a 50 chilometri circa da Hoedspruit (35 minuti di auto), è situato in una riserva privata adiacente al celeberrimo Kruger National Park. L’elegante stile coloniale del lodge è particolarmente visibile nelle 8 suites di 210 mq ciascuna che possono ospitare fino ad un massimo di 20 clienti; ognuna dispone di aria condizionata, camera da letto con letto king size e suggestivo caminetto, ampia sala da bagno con doccia sia interna che esterna, spaziosa terrazza in legno, piccola piscina e gazebo con tetto di paglia. Un maggiordomo e uno chef privati sono a disposizione per ogni suite. Per garantire la massima privacy e l’esclusività del servizio, inoltre, gli ospiti possono chiedere di effettuare dei safari privati o di ricevere i massaggi e i trattamenti proposti dalla SPA direttamente nella propria suite. Dei ponti sopraelevati collegano le varie suites al corpo centrale del campo dove si trovano la libreria, la boutique, la sala da pranzo e la reception. Le camere sono arredate arredate con gusto, mobili antichi e tappeti persiani. Nella nuova palestra e SPA gli ospiti potranno sperimentare le terapie all’avanguardia per il benessere del corpo e dello spirito. La raffinata cucina del lodge andrà incontro a qualsiasi esigenza e con il rapporto staff – clienti di due a uno, Royal Malewane è in grado di fornire un servizio personalizzato di altissimo livello. Oltre ai safari in 4x4, il lodge propone anche: sorvoli in elicottero ed in mongolfiera; safari a cavallo; chettah project (un tour di un’ora e mezza alla scoperta di ghepardi, iene ed altre specie nel loro habitat naturale); visita del Moholoholo, il centro riabilitativo dove Brian Jones e il suo team si occupano del nutrimento e della riabilitazione di animali orfani o feriti, al fine di farli tornare nel loro ambiente una volta guariti. Inoltre un campo da golf 18 buche dove non sono rari gli incontri con i coccodrilli e gli ippopotami, è a disposizione degli ospiti.

Trogon House (Plettenberg Bay) Rilassarsi in un lusso raffinato, sospesi tra gli alberi che si protendono verso le montagne Tsitsikamma e oltre: questo è soggiornare al Trogon House and Forest SPA. Creato per ospitare un cliente alla volta (per un massimo di 8 persone), il Trogon House offre un’esperienza unica ed esclusiva, coccolati dalla natura. La parte centrale del lodge con reception, le due suites e le due forest suites sono collegate tra loro da pontili pedonali in legno sopraelevati che continuano sino alla SPA e al centro benessere dove ci si potrà rilassare nella sala con caminetto, nella sauna, nella Jacuzzi o godere dei numerosi trattamenti offerti che vanno dall’aromaterapia al massaggio con le pietre calde, dallo scrub agli oli essenziali al massaggio svedese. Dall’hotel è possibile partire per interessanti attività tra cui: visita al Tsitsikamma National Park, passeggiate a dorso di elefante, escursioni a Monkeyland, santuario dei primati, visita della Garden Route, la strada-giardino più famosa del Sudafrica, Bungee Jumping (il più alto al mondo), mongolfiera, rafting e altre ancora.

Shamwari Private Game Reserve (Eastern Cape) La SPA del Shamwari, permetterà di risvegliare i sensi e rinnovare il corpo, la mente e l’anima. Ispirati alla natura circostante, i trattamenti proposti adatti sia per uomini che per donne si distinguono per qualità e professionalità. Questa bellissima riserva si trova a circa un’ora d’auto da Porth Elisabeth; copre un’area di 20 000 ettari all’interno della quale vi sono 5 diversi tipi di ecosistema: la riserva è stata premiata per 5 anni consecutivi come miglior esempio di conservazione ambientale e faunistica dalle autorità competenti. Vi sono diverse tipologie di sistemazioni: ‘Eagles Crag Lodge’ struttura di lusso con 9 chalets ognuno caratterizzato da ampie vetrate e da una veranda panoramica; ‘Lobengula Lodge’ con 6 chalets eleganti e raffinati in stile etnico; ‘Bayethe Tented Lodge’ , struttura costituita di 9 camere semi-tendate con un’ampia terrazza panoramica e piccola piscina; ‘Long Lee Manor’ villa coloniale con 17 camere per chi ama un’atmosfera ‘d’altri tempi’. 162


163


Perle d’Africa

Sudafrica Wellness Recommended Etali Private Game Reserve (Madikwe GameReserve) Etali Wellness Center basa la propria filosofia su concetti olistici abbracciando quindi corpo, mente e spirito e garantendo un rinnovamento del corpo ed un risveglio dei cinque sensi. La posizione del centro benessere è idilliaca, immerso nella natura. Situato nella bellissima Madikwe Game Reserve, questo lodge di lusso ha 5 bellissimi e spaziosissimi bungalows tutti con vista sulla savana circostante. Ogni camera ha un’ampia terrazza esterna con piccola piscina privata e grande doccia. Le camere e le aree comuni sono arredate in modo originale con un mix armonioso di oggetti e complementi moderni, etnici e classici e l’uso di materiali naturali quali il legno, la pietra e colori naturali sui toni del bianco, beige, ocra e marrone. La cucina è ottima e le cene vengono servite nel ‘boma’. Il lodge ha inoltre una piccola palestra ‘open air’ e un centro benessere dove vengono proposti trattamenti di bellezza di vario tipo.

Kurland Country Hotel (Plettenberg Bay) Una country house 5 stelle, all’interno di una proprietà di 700 ettari di natura strepitosa, stretta tra le montagne e il mare, con un panorama mozzafiato. Il Kurland propone ai propri ospiti 12 lussuose suites, ognuna diversa dall’altra, tutte con grande letto, spaziosa sala da bagno, area relax e terrazza. Sono tutte equipaggiate di telefono, tv satellitare, mini bar e riscaldamento a pavimento. Le superior suites inoltre hanno una piccola piscina privata sulla terrazza da cui si gode una vista impareggiabile. Il servizio e la cucina sono eccellenti. Inoltre l’hotel offre la Luxury SPA, santuario di calma e benessere, con bagno turco, sauna, palestra, area relax e camere per i trattamenti individuali. I bambini sono i benvenuti: per loro sono previste una serie di facilitazioni tra cui la playroom, un’area a loro riservata per i pranzi e un servizio di baby sitting. Il Kurland è inoltre uno dei più rinomati circoli di Polo di tutto il Sudafrica dove si effettuato gare di prestigio a carattere mondiale.

Pezula Resort Hotel & Spa (Knysna) Questo lussuoso Resort, offre agli ospiti un’indimenticabile esperienza. Collocato nel cuore della Garden Route, tra montagne, mare e foresta di fronte alla laguna di Knysna, è oggi il miglior resort del Sudafrica con un campo da golf 18 buche di eccezionale bellezza e prestigio. 78 le sistemazioni tra Studio-Suites, Villa-Suites, Presidential Suites. Tutte elegantemente arredate in stile afro- contemporaneo con colori in contrasto con l’incomparabile natura che circonda il resort. Tutte le camere molto spaziose, sono dotate di aria condizionata, TV satellitare, DVD, cassetta di sicurezza, accesso ad internet, minibar, dispensa con snacks, bagno con vasca e doccia, salottino. A disposizione degli ospiti: piscina, una bellissima SPA, tennis, palestra, bars con selezione di vini sudafricani, ristorante, libreria, sala giochi, sala conferenze.

Saxon Boutique Hotel (Johannesburg) Ex villa privata, divenne famosa perché il proprietario ospitò Mandela dopo l’ uscita di prigione e qui Mandela iniziò la stesura del suo libro “Sulle ali della libertà”. Fa parte della catena “Small Luxury Hotels of the World”. La Villa immersa in un meraviglioso parco è moderna e offre 32 Egoli suites (di cui una Platinum e una Presidential), tutte arredate con uno stile afro-asiatico. Molto bella la piscina e il centro benessere. Il ristorante dell’ hotel è uno dei più rinomati della città. 164


165


Perle d’Africa

Sudafrica Wellness Recommended

The Twelve Apostles (Cape Town) Hotel 5 stelle di charme, membro dei “The Leading Small Hotels of the World”. Situato ai piedi della catena montuosa dei Dodici Apostoli ha alle spalle un bellissimo giardino tropicale e di fronte, l’Oceano. Si trova a soli 10 minuti di macchina da Città del Capo e offre un servizio navetta gratuito per raggiungere il centro. Gode di una posizione tranquilla e di incantevole bellezza. Possiede camere molto eleganti con vista giardino o vista oceano. Il ristorante è di ottimo livello ed ha una bellissima terrazza panoramica. La personalizzazione nel servizio e la cura dei particolari sono una garanzia.

Cape Grace (Cape Town) Il Cape Grace, situato nella propria banchina privata del celeberrimo Victoria & Alfred Waterfront, è un’hotel dallo charme inconfondibile; intima atmosfera, raffinati decori e squisita ospitalità. Situato in ottima posizione sia per l’aeroporto che per il centro città e le maggiori destinazioni turistiche, il Cape Grace offre 122 camere, vista porto o vista montagna, tutte lussuosamente arredate e ricercate in ogni singolo dettaglio e studiate per far sentire gli ospiti come a casa loro. A disposizione dei clienti la Cape Grace SPA, che offre numerosi trattamenti per rilassarsi e rigenerarsi, il Bascule Whisky Bar e la Wine Cellar, luoghi ideali dove gustare le oltre 460 specialità di whisky godendo della maestosa vista della Montagna della Tavola. Onewaterfront Restaurant, uno dei più innovativi e rinomati ristoranti di Cape Town, offre una raffinata miscela di cucina tradizionale sudafricana e moderne incursioni.

Ezard House (Cape Town) Bellissima villa situata nell’elegante quartiere di Camps Bay, arroccata su un pendio ai piedi della Montagna della Tavola. E’ moderna con ampie vetrate dalle quali si può godere di un incantevole panorama sull’oceano. Ha 7 suites e 3 camere deluxe tutte con terrazza e dotate di ogni comfort: televisione satellitare, DVD, mini bar, telefono. Le suites hanno inoltre un ampio salotto e cucina. L’hotel offre un centro benessere situato nell’ampia terrazza all’ultimo piano, dove vi è una piccola piscina e una vasca jacuzzi.

Cybele Forest Lodge and Spa (Mpumalanga) Questo lodge 5*, appartenente alla catena Relais & Chateaux, è situato nella regione del Mpumalanga, nel cuore di 300 ettari di foresta, immerso in una vegetazione lussureggiante, tra alberi secolari, piante di frangipane e gardenie. Ha alcuni cottages standard e deluxe e 4 suites: tutte le camere hanno il caminetto ed offrono un ambiente elegante ed accogliente, arredate con stoffe pregiate e pezzi d’antiquariato. Le suites hanno anche un’ampia terrazza con una piccola piscina. Cybele è rinomato per il suo centro benessere dove vengono proposti trattamenti di bellezza di vario tipo, sauna e una vasca in marmo all’aperto per l’idroterapia. La cucina è eccellente. 166


167


SUDAFRICA

168


169


Perle d’Africa Sudafrica

Rhino Post camp (Kruger N.P.) Situato lungo le sponde del fiume Mutlumuvi in una concessione privata di 12.000 ettari, ha 16 chalets costruiti con materiali naturali, quali pietra e legno, in modo da creare una struttura in armonia e nel rispetto dell’ambiente circostante. A disposizione degli ospiti una piscina dove potersi rilassare dopo un emozionante safari.

Exeter Dulini Private Game Lodge (Kruger N.P.) Affascinante Lodge nel Sabi Sand Game Riserve, offre ai suoi ospiti 6 camere elegantemente arredate in stile etnico tutte con aria condizionata, veranda, mini bar, bagno con doccia interna ed esterna e piccola piscina privata. Una cantina con pregiati vini sudafricani, libreria, negozio ed il boma, completano questo lodge dal fascino tutto africano.

Exeter Leadwood Private Game Reserve (Kruger N.P.) Incantevole lodge dallo stile afro contemporaneo perfettamente inserito nella natura che lo circonda. Quattro Suites di 115 mq. costruite con materiali naturali e dotate di tutti i comfort, offrono ai clienti privacy e tranquillità. Salottino, bagno con doccia interna ed esterna e piscina privata in ogni camera, aria condizionata, minibar.

Hamiltons Tented Camp (Kruger N.P.) Campo tendato di lusso caratterizzato da 6 tende. Sia le aree comuni che le camere sono arredate in stile coloniale e l’intero campo offre un’atmosfera romantica d’altri tempi. È senz’altro il luogo ideale per chi vuole respirare un’atmosfera da ‘La mia Africa’ e vivere l’esperienza del campo tendato senza rinunciare al lusso. 170


171


Perle d’Africa Sudafrica

Mala Mala (Kruger N.P.) Il Mala Mala Game Reserve, sistemazione leggendaria ed esclusiva per i safari in Africa, è situato nel versante orientale del Sudafrica, nella provincia di Mpumalanga; condivide un confine comune, lungo 19 km con il celeberrimo Kruger National Park e fa parte di un territorio protetto che comprende 5,5 milioni di acri di terra nel cuore del Lowveld sudafricano. I sani principi con cui è stata gestita la riserva hanno permesso la conservazione di questo santuario ambientale, caratterizzato da una impressionante densità e diversità di fauna selvatica. Si può godere dello spettacolo offerto da questa terra meravigliosa attraverso il safari su jeep a quattro posti, durante i quali non sarà difficile avvistare i famosi Big Five. Il Mala Mala Rattray’s Camp, con 8 suites che guardano dall’alto la riva del fiume, offre un’esperienza esclusiva in un ambiente raffinato dove trascorrere il proprio soggiorno in modo intimo ed estremamente confortevole. Ogni ospite può scegliere di rimanere collegato al resto del mondo grazie alla TV via satellite ed alla connettività internet wireless a banda larga di tipo satellitare. Tra gli altri servizi a disposizione ricordiamo: una piattaforma di osservazione, una biblioteca con aria condizionata che offre gradito rifugio ai lettori incalliti ed una cantina con una vasta gamma dei vini più pregiati del Sudafrica.

Pafuri Camp (Kruger N.P.) Il Pafuri Camp è situato tra i fiumi Limpopo e Luvuvhu, nel settore nord del Kruger National Park, in un’area di 24.000 ettari chiamata Pafuri o Makuleke. Questa zona è la dimora ancestrale della tribù dei Makuleke e ancor oggi è una delle zone più varie e affascinanti di tutto il Kruger. Qui si possono ammirare magnifiche foreste, impressionanti gole e il Crook’s Corner dove i fiumi Limpopo e Luvuvhu e tre stati, Zimbabwe, Sudafrica e Mozambico, si incontrano. Il campo dispone di 20 camere tendate, sei delle quali familiari, concepite per più di quattro persone, tutte affacciate sul fiume Luvuvhu, dal quale i clienti possono tranquillamente ammirare i molti animali che vanno ad abbeverarsi al fiume. Le attività offerte dal campo sono estremamente varie ed interessanti: safari in jeep 4x4 scoperte, visite notturne, safari a piedi, safari in mountain bike, birdwachting. Inoltre la zona è disseminata di incredibili testimonianze della dinastia di Thulamela, che 400 anni fa abitava la zona. A disposizione degli ospiti: bar e sala da pranzo adagiati all’ombra di magnifici alberi di ebano, piscina, tradizionale boma dove poter gustare la cena sotto la volta stellata.

Gorah Elephant Camp (Addo Elephant Park - Eastern Cape) Il Gorah Elephant Camp, la prima concessione privata all’interno dell’Addo Elephant Park, è una riserva privata di 5000 ettari in una zona esente malaria dove si trova la più alta concentrazione di elefanti di tutto il pianeta. Le 10 tende lussuosamente arredate offrono ampio letto, bagno privato con doccia, ventilatore a soffitto, cassetta di sicurezza e veranda privata con eccezionale vista sulla savana. A disposizione degli ospiti piscina, boutique, area relax con libreria, caratteristico “boma”.

Makakatana Bay Lodge (Kwazulu Natal) È situato sulle sponde del Greater St. Lucia Park, un’area naturale protetta, di enorme bellezza tra la terra e il mare. Il lodge è incastonato nella natura, un vero luogo di pace e tranquillità, ha 5 lussuosi chalets e una honeymoon suite collegati da passerelle in legno. Il lodge ha una piscina, il ‘boma’ dove si cena e una cantina fornita di pregiati vini sudafricani. La cucina è ottima. Le attività offerte sono molteplici: safari in jeep 4x4, escursioni in barca e in mokoro. 172


173


Perle d’Africa

Sudafrica Phinda Private Game Reserve (Maputland) Lodge di lusso nel cuore del Maputaland, composto da 7 magnifici campi, di cui uno mobile, ideale per chi vuole esplorare la riserva a piedi. Tra i campi fissi, ognuno con il proprio carattere e charme, ne menzioniamo 4.

Mountain Lodge Le 20 suites lussuose offrono agli ospiti uno scenario a 360° sulla natura circostante e sul profilo ondulato dell’Ubombo. Le camere sono tutte dotate di aria condizionata, spazioso bagno, doccia, w.c. separato e veranda panoramica. Piscina, terrazza panoramica, galleria d’arte e sala conferenze sono a disposizione degli ospiti.

Rock Lodge Posizionato di fronte alla spettacolare Leopard Rock, offre 6 suites dallo stile etnico, sagomate nella pietra ed affacciate nella valle sottostante. Ogni camera è dotata di area condizionata, bagno, w.c. separato, doccia interna ed esterna, veranda privata. Il Rock Lodge offre inoltre bar, piscina, galleria d’arte e terrazza panoramica.

Forest Lodge Le 16 suites a palafitta, costruite a mano da artigiani locali, hanno un impatto minimo nel delicato ecosistema che li ospita, la Dry Sand Forest. Nessun albero è stato abbattuto per la costruzione di questo lodge che ha adottato lo “Zulu-zen” style, stile minimalista, dai toni caldi e avvolgenti. Le suites offrono aria condizionata, bagno con vasca da bagno, doccia, w.c. separato, terrazza privata. Inoltre a disposizione degli ospiti area relax, piscina, galleria d’arte e terrazza panoramica.

Vlei Lodge Immerso nell’area paludosa ai confini della Sand Forest, il Vlei Lodge è stato sapientemente integrato con la maestosa natura circostante. Le sei suites dal tetto di paglia offrono incredibili opportunità da ammirare, dalla veranda con piccola piscina privata, gruppi di antilopi al pascolo, zebre e numerose varietà di uccelli. Le camere sono dotate altresì di aria condizionata, bagno con vasca da bagno,doccia, w.c. separato. Nelle aree comuni: terrazza panoramica e area relax. Le quattro strutture sono rinomate per la cucina raffinata e l’ottimo servizio. Le cene vengono servite nel tipico boma. 174


175


Perle d’Africa Sudafrica

Thonga Beach Lodge (Maputaland) Situato in un’area protetta del Maputaland tra la foresta e l’oceano, questo lodge di recente costruzione è situato in un contesto paesaggistico di enorme bellezza, completamente immerso nella natura. Ha 12 chalets arredati in stile etnico-contemporaneo, molto eleganti, con terrazza panoramica con vista sull’oceano. Le attività proposte sono svariate: snorkelling, diving, escursioni in canoa, crociere in barca sul lago Sibaya.

Tuningi Safari Lodge (Madikwe Game Reserve) Il Tuningi Safari Lodge è un lodge a cinque stelle membro di “The Leading Indipendent Hotels of Southern Africa” ed è situato nel Madikwe Game Reserve, 165.000 acri esenti malaria che ospitano i famosi Big Five. Il lodge organizza svariate attività di safari a piedi o in 4x4 alla scoperta della zona, durante le quali non sarà difficile incontrare leoni, elefanti, leopardi e rinoceronti bianchi e neri. Il Tuningi Safari Lodge può ospitare un massimo di 16 ospiti in esclusive ville ed è stato concepito per poter essere suddiviso per famiglie, piccoli gruppi o persone alla ricerca di privacy. Per chi è alla ricerca di una privacy assoluta, il Little Tuningi può accomodare in un lusso insuperabile solo 6 ospiti che potranno godere di cucina, boma, area per il pranzo e piscina separati dal lodge principale al quale possono comunque avere accesso. Tutte le ville del Tuningi e del Little Tuningi dispongono di aria condizionata, ventilatore a pale, caminetto, ampia sala da bagno, doccia esterna e terrazza coperta.

Jaci’s Safari Lodge (Madikwe Game Reserve) Si trova nella riserva di Madikwe a circa 4 ore da Johannesburg, vicino al confine con il Botswana. La riserva di 55.000 ettari è un paradiso per la ricchezza di animali e la diversità dei paesaggi. E’ composto di 2 campi: Il Jaci’s Safari Lodge ed il Jaci’s Tree Lodge. Il primo ha 8 camere che sono un curioso miscuglio di materiali: pietra locale, tessuti pregiati e tetti in paglia. Ogni bagno ha una vasca tra la roccia e una doccia esterna. Il Three Lodge ha 8 chalets costruiti tra gli alberi ad un’altezza di 4 metri da terra, arredati in stile afrocontemporaneo. La conduzione e’ familiare e l’atmosfera é quindi molto accogliente. I bambini sono accettati ad ogni età ed essendo la zona malaria free è indicato per le famiglie.

Grootbos Private Nature Reserve (Hermanus - Western Cape) Meravigliosa riserva naturale situata a Gansbaai, un luogo incantato tra una secolare foresta di milkwood e l’oceano. Incastonati in questo contesto di pace e tranquillità ci sono dei bellissimi cottages, spaziosi, eleganti, con terrazza panoramica fronte oceano da dove godere di spettacolari tramonti. Per raggiungere l’edificio principale è sufficiente una breve passeggiata attraverso il meraviglioso giardino di fynbos, il più grande giardino privato al mondo di ‘macchia del Capo’, caratterizzato da un manto di eriche e protee. Le attività proposte sono svariate: dalle passeggiate guidate alle uscite in barca per l’avvistamento delle balene. 176


177


Perle d’Africa Sudafrica Kwandwe Private Game Reserve (Eastern Cape) Il Kwandwe Private Game Resort si trova a circa due ore di strada da Port Elisabeth e a 20 minuti da Grahamstown nell’Eastern Cape, in una zona malaria free. Considerata la sua posizione, è ideale per chi desidera incontrare i big five alla fine di un itinerario lungo la Garden Route. All’interno della riserva si trovano tre differenti strutture che sono tutte membri della prestigiosa catena “Relais et Chateaux”.

Kwandwe Great Fish River Lodge Questo lodge sorge tra la lussureggiante vegetazione del Great Fish River che ospita magnifici animali che non mancheranno di farsi ammirare. Le 9 suites dal tetto di paglia offrono un’atmosfera calda ed elegante e tutti i comfort possibili: aria condizionata, bagno con w.c. separato, doccia esterna, veranda con camino e piscina privata con servizio di maggiordomo a disposizione. A disposizione degli ospiti: boutique, libreria, area relax e grande terrazza.

Kwandwe Ecca Lodge Questo innovativo e intimo lodge è composto da 6 suites moderne e frizzanti, dove legno, pietra e vetro creano atmosfere esclusive. Ogni suite è dotata di aria condizionata, bagno con w.c. separato, doccia esterna ed interna, spaziosa veranda con piccola piscina privata. Nell’area comune a disposizione degli ospiti: una cucina “interattiva”, un’area relax ed una piscina.

Kwandwe Uplands Homestead Per chi ama un ambiente più familiare vi è la ‘Uplands Homestead’, una fattoria del 1905 sapientemente restaurata in stile coloniale. E’ disponibile in esclusiva per un gruppo o una famiglia, per un massimo di 6 persone, ed è composta di 3 camere spaziose, arredate con mobili d’epoca, ognuna con bagno e balcone privati. La fattoria offre ai propri ospiti una moderna cucina, una piscina ed un gazebo, nonchè un maggiordomo, un team di cuochi, un ranger e un auto fuoristrada 4x4. Infine, il Kwandwe Private Game Riserve contiene altresì una piccola cappella, che può diventare un originale ed intimo luogo di celebrazione di un matrimonio. 178


179


Perle d’Africa Sudafrica

Plettenberg Park (Garden Route) È situato all’interno di una riserva naturale sopra una scogliera con una spettacolare vista sull’oceano. Tutte le 10 suites possono godere di questo grandioso panorama. L’hotel è interamente arredato in stile sobrio con l’utilizzo di soli colori naturali sui toni del beige e del bianco. Ha una bella piscina ed il servizio è ottimo e personalizzato.

Klein Genot Wine and Country Estate (Franshhoek) Situato in una bellissima posizione nella valle di Franshhoek, questo edificio storico e tenuta vinicola è immerso nella natura, tra vigneti, boschi e frutteti. È stato realizzato cercando di fondere un ambiente tradizionale ad una filosofia Feng Shui, l’informalità all’eleganza. Ha 6 camere con terrazza, arredate con tessuti e mobili dai colori naturali, sobrie e raffinate. A disposizione degli ospiti una bella piscina immersa nel verde ed un ristorante dove vengono proposte pietanze di agricoltura biologica e vini di propria produzione. Su richiesta sono disponibili sedute per trattamenti di bellezza di vario genere eseguiti da personale esperto.

Bartholomeus Klip Farmhouse (Hermon) Un esclusivo Country Lodge situato all’interno di una tenuta agricola e di una vasta riserva naturale, a circa un’ora di auto da Città del Capo. Ha cinque camere ospitate in un‘antica villa vittoriana, arredate in stile classico inglese con gusto ed eleganza. Il ristorante offre un’ottima cucina con prodotti rigorosamente di agricoltura biologica. Possibile partecipare a delle escursioni a bordo di comode jeep 4x4 all’interno della riserva naturale dove vi sono zebre, antilopi e rare specie di fiori e piante. Questo luogo di pace e di relax è l’ideale per gli amanti delle passeggiate o delle uscite in mountain bike.

Bay Lodge (Plettenberg Bay) Se amate il mare e le case in stile contemporaneo trasformate in piccoli hotels, non potrete non innamorarvi del Bay Lodge. Situato a Plettenberg Bay, il gioiello della Garden Route, luogo ideale per esplorare i dintorni o semplicemente per oziare, a soli due minuti a piedi dalla spiaggia dorata, il Bay Lodge propone 6 esclusive suites dal design raffinato. Per gli ospiti: bar e sala da pranzo interna ed esterna, piscina riscaldata e terrazza con Jacuzzi e barbecue da cui godere di una vista magnifica sulla baia antistante. Tutte le suites sono diverse una dall’altra e dispongono di letto king size, sala da bagno con doccia e vasca, televisore al plasma, lettore DVD, aria condizionata, cassaforte, patio privato con tavolo e sedie. Grazie alla splendida posizione, è possibile svolgere svariate attività tra cui: crociere in barca, canoa, kayak, avvistamento delfini e balene, passeggiate a cavallo, giri in mountain bike, escursionismo, golf. 180


181


Perle d’Africa Sudafrica

Hollow On The Square (Cape Town) Situato nel cuore di Cape Town, a 10 minuti a piedi dal V&A Waterfront, l’Hollow on the Square offre un’atmosfera moderna e raffinata dalle inconfondibili tonalità di rosso. Le 116 camere, 82 standard, 31 superior, 2 suites e 1 per disabili, dispongono tutte di aria condizionata, tv satellitare, minibar, telefono, cassaforte. La connettività wireless in tutto l’hotel, camere comprese, e il ristorante Amici che offre deliziose cene, a richiesta anche in camera, renderanno il Vostro soggiorno all’Hollow on the Square ancora più confortevole. Ulteriori servizi a disposizione degli ospiti: servizio di shuttle intorno alla città 24 ore su 24, servizio sicurezza 24 su 24, servizio di babysitting, servizio di lavanderia e libreria.

Cape Cadogan (Cape Town) Boutique hotel ospitato all’interno di un elegante edificio georgiano e vittoriano del diciannovesimo secolo. Offre un ambiente estremamente raffinato ma informale, le 12 camere sono arredate con gusto ed eleganza e dotate di ogni comfort. Ogni stanza è decorata con tessuti e materiali sui toni naturali del bianco, beige, ocra che rendono ogni ambiente luminoso e rilassante.

Kensington Place (Cape Town) Boutique hotel situato a 10 minuti dal centro città in un’elegante zona residenziale; arredato in stile etnico-contemporaneo, offre un ambiente raffinato e familiare. Ha 8 camere dotate di tutti i comfort. Un piccolo giardino a disposizione degli ospiti con piscina, dove potersi rilassare. L’hotel ha un ristorante ad uso esclusivo degli ospiti.

The Constantia (Cape Town) Boutique Hotel di elegante atmosfera situato a Constantia, un’elegante e tranquilla zona residenziale a circa 20 minuti d’auto da Città del Capo. Dispone di 6 accoglienti suites arredate in stile sobrio con colori tenui e rilassanti. Ottima la cucina e lo chef prepara, su richiesta, cene personalizzate. 182


183


Perle d’Africa Sudafrica

The Table Bay (Cape Town) L’ hotel si trova in posizione centrale nel cuore del Waterfront e gode di una magnifica vista sulla Table Mountain. Appartiene alla prestigiosa catena “Sun International” e “Leading Hotels of the Wolrd” e dispone di 329 camere. A disposizione dei clienti: piscina, due ristoranti, bar e centro benessere con palestra, sauna, bagno turco, talassoterapia, massaggi shiatsu, aromaterapia. Il ristorante principale è l’Atlantic che serve menù alla carta di cucina internazionale; il più informale Conservatory è specializzato in piatti della cucina regionale della zona del Capo.

Tswalu Kalahari (Kalahari Desert) Ai limiti del deserto misterioso e selvatico del Kalahari, un paradiso con pianure a perdita d’occhio e tramonti indimenticabili, sorge Tswalu, in una delle regioni più preservate e più suggestive del continente africano. Per un viaggio nel paradiso di coloro che difendono sul serio la natura, gli ospiti hanno qui la possibilità di scoprire il significato dell’espressione «tornare alle radici». Il lodge può ospitare solo 30 clienti in una zona di più di 100.000 ettari, garantendo a ciascuno la massima privacy ed esclusività. Le camere si dividono in 8 Motse (suites), di cui due famlily, e 10 Tarkuni (ville). Le prime dispongono di doccia sia interna che esterna, spazio all’aperto con camino, terrazza privata, cabina armadio separata, accesso wi-fi e telefono. Le seconde hanno in più uno chef dedicato, un veicolo privato per i safari, due lounges con camino esterno, bar, piscina esterna riscaldata. A disposizione degli ospiti: boutique, cantina con pregiati vini sudafricani, libreria con tv satellitare, piscina esterna riscaldata e la Sanctuary SPA & Gym. Oltre a escursioni a cavallo fra le rosse dune, safari e visite ai siti archeologici della zona, il lodge propone anche sorvoli in mongolfiera, nottate sotto le stelle, programmi per i bambini, cene tra le dune, tiro con l’arco.

Grande Provence Heritage Wine Estate – Franschhoek La Grande Provence Estate porta i suoi trecento anni con grande dignità; accoccolata nella magnifica valle di Franschhoek, nella parte occidentale della Sudafrica, ha un’imperiosa struttura che unisce la semplicità dell’architettura olandese del capo all’armonia e alla precisione dello stile moderno, circondata da fertili viti sparse su 30 ettari di terreno. Cinque sontuose camere (di cui una honey moon), che possono ospitare sino a 10 persone, forniscono riposo e quiete perfetta accompagnati da un servizio impeccabile. Il ristorante, dallo stile contemporaneo, propone piatti raffinati annaffiati dai rinomati vini della zona; una zona all’aperto vicina alla stagno, con barbecue, è il luogo ideale per cenare godendo del fresco delle serate africane. A disposizione degli ospiti: uno spazioso salotto, una biblioteca completa di DVD e CD disponibile per gli ospiti, accesso internet e postazione pc, una piscina, una Jacuzzi ed una cucina tecnologicamente all’avanguardia con microonde, tostapane, macchina da caffè, doppio frigorifero ad uso degli ospiti.

Bushmans Kloof Wilderness Reserve (Western Cape) Bushmans Kloof è una riserva privata di grande bellezza all’interno della quale vi è un lodge della catena ‘Relais e Chateaux’, situato in un luogo di pace. Offre 7 camere standard e 9 di categoria lusso dotate di ogni comfort e con un patio con vista sul meraviglioso paesaggio circostante. All’interno della riserva vi è un meraviglioso sito di arte rupestre dove si possono ammirare dipinti, alcuni dei quali risalenti a 10.000 anni fa. 184


185


Perle d’Africa

Sudafrica - Zambia - Zimbabwe One & Only Cape Town (Sudafrica) Con una impareggiabile vista sulla Table Mountain e su Signal Hill, il nuovissimo One&Only, che aprirà nell’aprile 2009, propone uno stile africano contemporaneo nel cuore di Cape Town, nel celeberrimo Victoria & Alfred Waterfront, a soli 22 chilometri dall’aeroporto (il transfer può essere organizzato in taxi, limousine o elicottero). L’hotel a sette piani propone 91 sistemazioni, tra camere e suites, tutte con balcone da cui godere della maestosa vista della Table Mountain. Due isole nel centro del Waterfront ospitano inoltre 40 Island Suites, con vista sul canale navigabile e la SPA. Tutte le sistemazioni dispongono di aria condizionata, tv schermo piatto, lettori DVD e CD, asciugacapelli, minibar, macchina per il caffè Nespresso, cassaforte, wi-fi, sala da bagno con doccia, doppio lavabo in marmo e servizio di maggiordomo 24 ore su 24. I 5 bar e ristoranti dell’hotel (tra cui “Nobu”, famoso ristorante giapponese) saranno in grado di soddisfare anche i palati più esigenti e chi desidera godere della massima privacy potrà consumare i pasti nella propria camera. A disposizione degli ospiti: fitness center, piscina, boutique e “KidsOnly” programmi per i gli ospiti più piccoli (dai 4 agli 11 anni) e per i teenagers (dai 12 ai 17 anni).

Hotel Royal Livingstone (Zambia) È un lussuoso 5 stelle con 173 tra camere e suites che si ispirano all’architettura delle tradizionali tenute coloniali: all’esterno ombrose verande di legno, all’interno ambienti raffinati e rinfrescati da grandi ventilatori a pala e comunicanti all’esterno attraverso grandi vetrate scorrevoli. Tutte le camere hanno una veranda privata che si affaccia sul verde della riva dello Zambesi, nei pressi della cateratta orientale delle cascate.

Hotel Zambesi Sun (Zambia) È un hotel 3 stelle il cui stile si ispira a diverse architetture tradizionali del continente africano; ha 212 camere. Gli elementi architettonici esterni sono stati realizzati con materiali naturali e nelle sfumature dei colori della terra, mentre gli arredi interni sono caratterizzati da tessuti e particolari etnici nelle gamme dei rossi, dei blu e degli arancioni, i colori tradizionali locali.

Matetsi Game Lodge (Zimbabwe) Situato a 40 km dalle magnifiche Victoria Falls in Zimbabwe, a circa un’ora di auto, Matetsi si estende su un’area di 45.000 ettari dell’antica e selvaggia Africa, la più grande concessione nel paese che include parte del fiume Zambesi (15 km). Questa posizione stupenda offre un’esperienza unica ai visitatori delle Cascate Victoria. Il Matetsi è un lodge dove oltre alla visita alle cascate, dà anche la possibilità di effettuare safari in jeep 4x4 scoperte ed escursioni guidate in canoa sul fiume Zambesi, pesca, uscite in barca all’alba e tramonto sul fiume Zambesi. A pagamento escursioni in elicottero, bunji jumping, rafting. Il lodge è costruito fronte Zambesi e comprende due campi: Matetsi Water Lodge e Matetsi Safari Camp, quest’ultimo attualmente in ristrutturazione. Il Matetsi Water Lodge è suddiviso in: West Water, North Water e East Water ed ognuno ha sei eleganti suites con terrazzo in teak ed una suggestiva vista sul paesaggio che circonda il lodge. Un’assoluta privacy completerà il vostro soggiorno. Le camere sono dotate di aria condizionata, bagno privato con WC separato, doccia interna ed esterna. 186


187


Northern Province

Pietersburg Hazyview

Kruger National Park

Mpumalanga Kgalagadi Transfrontier Park

Pretoria Johannesburg Swaziland

Upington

Golden Gate Park

Kimberley

Wepener

Springbok

Hluhluwe National Park KwaZulu-Natal

Lesotho

Graaff Reinet

Western Cape

Knysna

Cape Town

Mossel Bay Plettenberg

Eastern Cape

East London

Port Elizabeth Bay

Cape Agulhas

Sull’onda degli Oceani 190 Sull’onda degli Oceani - estensione Kruger National Park – Nord Est 191 Sull’onda degli Oceani - estensione Addo Elephant National Park 191 Cocktail Africano 192 Il Canto delle Stelle 194 Deserti Fioriti 196 Sweet Africa 198 Sudafrica Safari e Spa 200 Sudafrica Safari e Spa 201 Golf Safari e Spa 202 Golf in Sudafrica 203 Luoghi dipinti - estensioni Bushmans Kloof Wilderness reserve 204 Le acque tuonanti - estensioni Victoria Falls (Zambia, Zimbabwe) 204 Labirinto d’acque - estensioni Delta dell’Okavango (Botswana) 204 Nel cuore della natura selvaggia - estensioni Victoria Falls e Parco Chobe 205

188

St. Lucia Marine Reserve

Durban


TOU RS SUDAFRICA

189


Sull’onda degli Oceani - Sudafrica Tour in libertà o con guida Sull’Onda degli Oceani è un tour svolto principalmente nella zona sud del paese ed è consigliato nel periodo dell’estate australe, quando la celeberrima Garden Route esprime tutta la sua bellezza e, assieme a Cape Town, diventa un luogo unico al mondo. Il tratto di costa tra Cape Town e Porth Elisabeth in questa stagione si ricopre di aloe in fiore, di protee colorate, di una lussureggiante vegetazione che muta e si trasforma di chilometro in chilometro con un paesaggio verde e rigoglioso, ricco di foreste, montagne, lagune e spiagge. Un tour per chi vuole scoprire i paesaggi più suggestivi che il Sud Africa offre nell’estate australe, con qualche sosta per godersi un po’ di relax di fronte all’Oceano senza tralasciare il fascino e l’avventura del safari nei parchi nazionali. Viene proposto nella versione Classic o Luxury in Self Drive o con guida in lingua italiana. È possibile per entrambe le versioni estendere l’itinerario con un safari al Kruger National Park oppure in un parco malaria free. n 1° giorno Italia u Cape Town Partenza dalla città prescelta con volo di linea per Cape Town (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Cape Town Arrivo all’aeroporto di Cape Town, raggiungimento dell’hotel riservato. Nel pomeriggio consigliamo un primo giro introduttivo della città e se le nuvole lo permettono l’ascesa alla Montagna della Tavola. Pernottamento in hotel. Città del Capo è conosciuta anche con il nome di città-madre perché nel 1652 fu il luogo in cui sorse il primo insediamento europeo è oggi considerata una delle più belle città del mondo. Si trova al centro di un’ampia baia e alle sue spalle si alza la spettacolare ‘Table Mountain’ che domina la città. Questa montagna, alta 1086 metri, dalla cima piatta come una tavola, si può raggiungere con la funivia, in soli cinque minuti, oppure, a piedi attraverso percorsi con vari livelli di difficoltà. Dalla cima si gode di un panorama straordinario. Gli appassionati di botanica saranno affascinati dalle 1470 specie di piante, molte delle quali endemiche, incluso il raro Silver Tree e l’orchidea selvaggia. Cape Town però offre molte altre attrazioni come il castello di Buona Speranza, il più antico edificio del Sud Africa. Fronte mare invece si trova il Victoria & Alfred Waterfront, una passeggiata fondata nel 1860 lungo la quale si trovano negozi, bar, ristoranti, teatri; un luogo frizzante e vitale, da non mancare. n 3° giorno Cape Town Prima colazione in hotel e giornata consigliata alla visita del Capo di Buona Speranza. Pernottamento in hotel. Da Hout Bay si può partire per una gita in battello all’isola delle Foche e fermarsi per pranzo al Mariners Wharf, complesso di fronte al porto, che comprende un ristorante e un bistrò, conosciuti per l’ottima cucina: leggendari l’aragosta e lo snoek affumicato (caldo come si faceva anni fa). Lungo il percorso si può vedere il World of Birds, riserva che ospita oltre 3000 uccelli di 320 specie. Consigliamo inoltre una sosta a Cape Point, per ammirare l’incontro dei due oceani e a Boulders Beach per la visita alla colonia dei pinguini del Capo. n 4° giorno Cape Town u Regione dei vigneti Prima colazione in hotel e partenza verso la regione dei vigneti. Pernottamento in hotel. La regione attorno a Stellenbosch, Franschhoek e Paarl non è l’unica area vinicola del Sudafrica, ma è sicuramente la più antica e la più bella. Questa zona è nota anche con il nome di Boland, termine che significa altopiano, alludendo alle ripide catene montuose che si innalzano fino a oltre 1.500 mt, sulle cui fertili pendici i vigneti disegnano una specie di mosaico. Stellenbosch è la seconda città fondata in Sud Africa (1679), oggi una pittoresca città universitaria. Gli edifici storici restaurati di Dorp Street meritano una visita, così come il Museo del Vino Stellenryck, il Museo del Brandy Oude Meester e lo Stellenbosch Village Museum, un complesso di case storiche che testimoniano lo stile di vita degli abitanti di quest’area durante il diciassettesimo e diciottesimo secolo. Paarl è la terza città del Sud Africa per data di fondazione ed è situata nella Bergriver Valley, 56 km da Città del Capo. E’ conosciuta in quanto ospita la KWV che è la più grande cooperativa vinicola del paese, dove invecchiano molti vini da esportazione e dove vengono organizzate visite ed assaggi di vini nelle cantine circostanti. Altre famose attrazioni sono le cantine del brandy Paarl Rocke e la tenuta vinicola di Nederburgh. n 5° giorno Regione dei vigneti u Hermanus Dopo la prima colazione in hotel, partenza per Hermanus, località sulla costa ad un paio di ore da Cape Town, attraversando le colline di Franshoek. Pernottamento nei pressi di Hermanus che è sito ideale per l’avvistamento delle balene (tra giugno e novembre), per le immersioni in un tratto di mare popolato da grandi squali bianchi oppure per la scoperta delle magnifiche spiagge nelle vicinanze. Il centro abitato di Hermanus, ricorda vagamente il paesaggio scozzese, circondato da colline rocciose. Una riserva naturale protegge alcune specie di fynbos locale e nei dintorni si possono compiere bellissime escursioni a piedi. Il centro offre numerosi ristoranti e negozi. Da qui è possibile raggiungere Cape Aghulas, il punto più a sud dell’Africa, il luogo dove le acque dei due oceani, Indiano e Atlantico, si incontrano. Da considerare che Hermanus diventa molto affollata nel periodo di dicembre-gennaio, durante le vacanze scolastiche. n 6° giorno Hermanus u Wellendam Prima colazione in hotel e partenza verso la Garden Route con sosta a Swellendam. Sistemazione nell’hotel riservato. Cena e pernottamento in hotel. Swellendam, oltre ad essere un bella città ricca di testimonianze storiche, punteggiata di vecchie querce e circondata da un idilliaco paesaggio ondulato coltivato a grano, rappresenta un ottimo punto di partenza per esplorare l’Overberg ed i Little Karoo. È molto suggestiva nelle giornate nuvolose quando la nebbia avvolge le montagne. n 7° giorno Swellendam u Plettenberg Bay Prima colazione in hotel e partenza verso Plettenberg, una delle località più belle sulla Garden Route. Pernottamento in hotel. La Garden Route è l’itinerario più verde del paese che si snoda lungo la costa meridionale, tra montagne, boschi, pascoli , distese di fiori e splendide spiagge. Le tappe principali sono Plettenberg Bay, Knysna, George ed il Parco Nazionale Tsitsikamma. George è una città commerciale che sorge ad 8 chilometri dalla costa, ai piedi delle Outeniqua Mountains. Nata nell’800 come villaggio di taglialegna, conserva i vecchi viali alberati e qualche edificio d’epoca. Knysna: affacciata sull’omonima laguna che due promontori rocciosi, i Knysna Heads, separano dal mare, si distingue per la splendida posizione e gli allevamenti di ostriche; i naturalisti vi apprezzano la presenza di cavallucci marini, di oltre 230 specie di uccelli e la grandiosa regione lacustre del Wilderness National Park che si estende ad ovest della città. Plettenberg Bay o ‘Plett,’ come confidenzialmente viene chiamata dai sudafricani, è una località di villeggiatura estiva rinomata che offre una rara combinazione di montagne, spiaggia di sabbia bianca e acqua cristallina. Il panorama è superbo in particolare verso est e presenta alcuni tratti di costa e foresta indigena più belli di tutto il Sudafrica. È una meta alla moda e molto frequentata. n 8° giorno Plettenberg Bay Prima colazione in hotel e giornata a disposizione per la visita del Parco Nazionale Tzitzitkama od altro. Pernottamento in hotel. Parco Nazionale Tzitzitkama si trova ai piedi della catena montuosa Tsitsikamma Range ed è attraversato da fiumi che hanno scavato ripidi burroni nell’antica foresta. La vegetazione varia dai grandissimi alberi di stinkwood e yellowwood a felci, gigli, orchidee. E’ una zona spettacolare da attraversare a piedi. n 9° giorno Plettenberg Bay u Port Elizabeth u Italia Rientro in Italia (con scalo europeo) od estensione al Kruger National Park o Addo National Park Prima colazione in hotel e trasferimento all’aeroporto di Port Elizabeth in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea riservato. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 10 ° giorno Italia Arrivo in Italia in base al volo selezionato.

190


Sull’onda degli Oceani - Sudafrica Estensione Kruger National Park – Nord Est Tour in libertà o con guida n 9° giorno Plettenberg u Port Elizabeth u Johannesburg u Hazyview Prima colazione in hotel e trasferimento all’aeroporto di Port Elizabeth in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea riservato per Johannesburg. Arrivo e partenza per la regione del Mpumalanga. Sistemazione e pernottamento in hotel selezionato a Dullstrom o Haziview. La regione di Mpumalanga è conosciuta per la flora e fauna eccezionali e per i stupendi panorami. Vi sono delle formazioni collinari e montagnose che diventano un’increspatura – il Transvaal Drakensberg. Quest’increspatura forma un’immensa scarpata che offre delle vedute mozzafiato. La città forestale di Sabie è il punto di partenza ideale per esplorare il Mpumalanga. E’ questa un’area dalla vegetazione lussureggiante attraversata da una strada interamente dedicata all’esplorazione delle cascate. Sabie falls, i Bridal Veil Falls, i Lone Creek Falls, le Horseshoe Falls, le Mac Mac Falls, le Forest Falls, Maria Shires Waterfall, Lisbon Falls e Berlin Falls. In questa regione si trova anche il Blyde River Canyon che, con i suoi 332 km di lunghezza, è uno dei più grandi canyon del mondo. n 10° giorno Hazyview u Kruger National Park Prima colazione in hotel e partenza per il Kruger National Park. Arrivo e sistemazione nella riserva privata riservata. Pensione completa al lodge inclusi i safari con jeep aperte 4x4 accompagnati da ranger e battitori. Il Kruger è uno dei più rinominati parchi nazionali del Sudafrica ed anche uno dei più antichi. Dalla conformazione allungata e stretta, si estende ad est lungo il confine del Mozambico, mentre i confini occidentali e meridionali sono segnati rispettivamente dalla provincia di Limpopo e dal Mpumalanga. Il parco si estende per 350 km di lunghezza, per 65 km di larghezza e condivide il territorio con alcune riserve private prive di recinzioni. L’estensione del suo confine orientale al vicino Mozambico e di quello settentrionale al Parco Nazionale Gonarezhou dello Zimbabwe rientra nella filosofia dei parchi della pace che si pone come obiettivo la libera migrazione degli animali attraverso le frontiere nazionali con l’intento di creare una delle maggiori aree di conservazione naturale del mondo, per un totale di quasi 96000 kmq Il Kruger National Park è formato in gran parte da pianure coperte di cespugli (bushveld) ed erba bassa e dai monti Lebombo che segnano il confine tra Sudafrica e Mozambico. Gli ingressi al parco sono sette distribuiti tra il sud e lungo il confine ovest tra Limpopo e Mpumalanga. Il Parco è organizzato in modo eccellente ed offre numerose attività che vi faranno apprezzare appieno l’esperienza dell’osservazione degli animali nel loro habitat naturale. n 11° giorno Kruger National Park - Pensione completa al lodge con safari all’alba e al tramonto. n 12° giorno Kruger National Park u Johannesburg u Italia Ultimo safari dell’alba, prima colazione e partenza per Johannesburg. Proseguimento del viaggio verso l’Italia con volo di linea riservato (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 13° giorno Italia - Arrivo in Italia in base al volo selezionato.

Sull’onda degli Oceani - Sudafrica Estensione Addo Elephant National Park Tour in libertà o con guida n 9° giorno Plettenberg u Addo Elephant National Park Prima colazione in hotel e nel pomeriggio trasferimento all’Addo Elephant National Park. Arrivo al lodge e sistemazione nella camera riservata. Tempo a disposizione. Nel pomeriggio, possibilità di partecipare alle attività proposte dal lodge. Cena e pernottamento. Addo Elephant National Park, si estende su una superficie di oltre 120.000 ettari e si trova a 72 Km a nord di Port Elisabeth, nella Sundays River Valley nei pressi della catena montuosa della Zuurberg Range. Nel parco si trovano numerosi branchi di elefanti che un tempo popolavano l’Eastern Cape. Oltre 300 esemplari girano nel parco e spesso si riuniscono, soprattutto nelle ore più calde della giornata, nei pressi delle pozze d’acqua per abbeverarsi e rinfrescarsi. n 10° giorno Addo Elephant National Park - Pensione completa al lodge riservato. Giornata a disposizione per relax al lodge e/o partecipazione alle attività proposte dallo stesso. n 11° giorno Addo Elephant National Park - Pensione completa al lodge e attività proposte dal lodge. n 12° giorno Addo Elephant National Park u Port Elizabeth u Johannesburg u Italia Prima colazione al lodge e partenza in tempo utile per il disbrigo delle formalità d’imbarco all’aeroporto di Port Elizabeth. Partenza per Johannesburg e proseguimento, sempre con volo di linea, per l’aeroporto di destinazione (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 13° giorno Italia - Arrivo in Italia in base al volo selezionato. Northern Province Pietersburg Kruger National Park Mpumalanga Hazyview Kgalagadi Transfrontier Park

Pretoria Johannesburg Swaziland

Upington

Golden Gate Park

Kimberley

Wepener

Springbok

Western Cape

Cape Town

Swellendam

Lesotho

Eastern Cape

Knysna

Hluhluwe National Park KwaZulu-Natal

St. Lucia Marine Reserve

Durban

East London

Addo Elephant Park Port Elizabeth

Mossel Bay

Hermanus

Plettenberg Bay

Cape Agulhas

191


Cocktail Africano - Sudafrica Tour in libertà o con guida Cocktail africano è un tour che suggeriamo nel periodo dell’inverno australe (da giugno a settembre), durante il quale il clima lungo la costa è più freddo e spostarsi verso nord è la soluzione migliore. Il tour inizia da Cape Town che resta comunque una tappa immancabile, in tutte le stagioni, considerata una delle più belle città del mondo, immersa nei paesaggi mozzafiato del Capo di Buona Speranza. Prosegue poi verso Durban, vivace e cosmopolita dal clima subtropicale, per poi continuare nell’entroterra alla scoperta del Kwazulu Natal e dello Swaziland. La tappa successiva è la regione del Mpumalanga, all’interno della quale i paesaggi e i colori variano continuamente, passando dagli spazi immensi della savana nel Kruger National Park, alle alte montagne coperte di una fitta vegetazione tipicamente montana dei monti Klein Drakensberg, alla suggestione di uno dei più profondi e lunghi canyon al mondo, il Blyde River Canyon. Viene proposto nella versione Classic o Luxury in Self Drive o con guida in lingua italiana. È un tour completo per chi desidera assaporare atmosfere e paesaggi unici profondamente diversi tra loro. n 1° giorno Italia u Johannesburg u Cape Town Partenza dalla città prescelta con volo di linea per Cape Town (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Cape Town Arrivo all’aeroporto di Cape Town e trasferimento all’hotel riservato. Nel pomeriggio giro introduttivo della città e, se il tempo lo permette, ascesa alla Montagna della Tavola. Pernottamento. Città del Capo è conosciuta anche con il nome di ‘città-madre’ perché nel 1652 fu il luogo in cui sorse il primo insediamento europeo ed è oggi considerata una delle più belle città del mondo. Si trova al centro di un’ampia baia e alle sue spalle si alza la spettacolare ‘Table Mountain’ che domina la città. Questa montagna, alta 1086 metri, dalla cima piatta come una tavola, si può raggiungere con la funivia, in soli cinque minuti, oppure, a piedi attraverso percorsi con vari livelli di difficoltà. Dalla cima si gode un panorama straordinario. Gli appassionati di botanica saranno affascinati dalle 1470 specie di piante, molte delle quale endemiche, incluso il raro Silver tree e l’orchidea selvaggia. Cape Town però offre molte altre attrazioni come il castello di Buona Speranza, il più antico edificio del Sud Africa. Fronte mare invece si trova il Victoria & Alfred Waterfront, una passeggiata fondata nel 1860 lungo la quale si trovano negozi, bar, ristoranti, teatri; un luogo frizzante e vitale, da non mancare. n 3° giorno Cape Town Prima colazione e pernottamento in hotel. Giornata dedicata alla visita del Capo di Buona Speranza. Da Hout Bay si può partire per una gita in battello all’isola delle Foche e fermarsi per pranzo al Mariners Wharf, complesso di fronte al porto, che comprende un ristorante e un bistrò, conosciuti per l’ottima cucina: leggendari l’aragosta e lo snoek affumicato (caldo come si faceva anni fa). Lungo il percorso si può vedere il World of Birds, riserva che ospita oltre 3000 uccelli di 320 specie. Consigliamo inoltre una sosta a Cape Point, per ammirare l’incontro dei due oceani, e a Boulders Beach per la visita alla colonia dei pinguini del Capo. n 4° giorno Cape Town Prima colazione e pernottamento in hotel. Suggeriamo di dedicare la giornata alle visite della regione dei vigneti. Pernottamento. La regione attorno a Stellenbosch, Franschhoek e Paarl non è l’unica area vinicola del Sudafrica, ma è sicuramente la più antica e la più bella. Questa zona è nota anche con il nome di Boland, termine che significa altopiano, alludendo alle ripide catene montuose che si innalzano fino a oltre 1.500 mt, sulle cui fertili pendici i vigneti disegnano una specie di mosaico. Stellenbosch è la seconda città fondata in Sud Africa (1679), oggi una pittoresca città universitaria. Gli edifici storici restaurati di Dorp Street meritano una visita, così come il Museo del Vino Stellenryck, il Museo del Brandy Oude Meester e lo Stellenbosch Village Museum, un complesso di case storiche che testimoniano lo stile di vita degli abitanti di quest’area durante il diciassettesimo e diciottesimo secolo. Paarl è la terza città del Sud Africa per data di fondazione ed è situata nella Bergriver Valley, 56 km da Città del Capo. È conosciuta in quanto ospita la KWV che è la più grande cooperativa vinicola del paese, dove invecchiano molti vini da esportazione e dove vengono organizzate visite ed assaggi di vini nelle cantine circostanti. Altre famose attrazioni sono le cantine del brandy Paarl Rocke e la tenuta vinicola di Nederburgh. n 5° giorno Cape Town u Durban Dopo la prima colazione, raggiungimento dell’aeroporto di Città del Capo e volo per Durban. Dopo lo sbarco, trasferimento all’hotel riservato. Pernottamento. Il termine Zulù per Durban è Thekwini che, guarda caso, significa proprio “il luogo dove la terra incontra l’oceano”. Ma oltre ad un oceano perennemente effervescente che si frange contro spiagge dorate, Durban offre l’atmosfera gioiosa del suo carnevale subtropicale ed un clima soleggiato tutto l’anno. Durban é la terza città più grande del Sud Africa ed il porto più attivo dell’Africa. Il Golden Mile, che si estende lungo le spiagge principali sull’Oceano Indiano, ospita parchi dei divertimenti, piscine all’aperto, percorsi pedonali, giardini e fontane. n 6° giorno Durban u Maputaland (Kwazulu Natal) Prima colazione in hotel e partenza verso la costa nord in direzione del Kwazulu Natal. Arrivo e sistemazione all’hotel riservato. Pranzo e nel pomeriggio, possibilità di partecipare alle attività proposte dal lodge. Trattamento di pensione completa con safari nella proprietà in jeep 4x4 aperte (con un minimo di 2 e un massimo di 10 clienti), accompagnati da un ranger ed un battitore parlanti lingua inglese. n 7° giorno Maputaland (Kwazulu Natal) Intere giornate dedicate alle attività proposte dal lodge. Trattamento di pensione completa. n 8° giorno Maputaland (Kwazulu Natal) u Swaziland u Pongola Sveglia all’alba per ultimo safari, rientro al lodge per la colazione e partenza verso lo stato indipendente Swaziland, un percorso di circa 4 ore di auto. Arrivo e sistemazione nell’hotel per la cena ed il pernottamento. Lo Swaziland è il più piccolo stato indipendente all’interno del Sudafrica situato a nord est del paese. Questo minuscolo regno senza sbocchi sul mare, ha conservato la sua antica civiltà Swazi. I turisti che attraverseranno questo stato non potranno fare a meno di notare una profonda differenza tra i due paesi: sono assenti le animosità razziali, la popolazione è cordiale ed i paesaggi sono affascinanti. Lo Swaziland vanta incantevoli percorsi escursionistici ed un artigianato vario e di ottima fattura. Cinque sono le riserve naturali all’interno dello stato, che riflettono la morfologia straordinariamente varia di questa piccola nazione. n 9° giorno Pongola u Mpumalanga Dopo la prima colazione al lodge partenza verso il Mpumalanga. Si attraverserà in circa sei ore lo Swaziland, la piccola Svizzera Sudafricana. Arrivo nella regione del Mpumalanga e sistemazione all’hotel riservato, cena e pernottamento. La regione di Mpumalanga è conosciuta per la flora e fauna eccezionali e per i stupendi panorami. Vi sono delle formazioni collinari e montagnose che diventano un’increspatura – il Transvaal Drakensberg. Quest’increspatura forma un’immensa scarpata che offre delle vedute mozzafiato. La città forestale di Sabie è il punto di partenza ideale per esplorare il Mpumalanga. È questa un’area dalla vegetazione lussureggiante attraversata da una strada interamente dedicata all’esplorazione delle cascate : Sabie falls, i Bridal Veil Falls, i Lone Creek Falls, e le Horseshoe Falls, le Mac Mac Falls, le Forest Falls, Maria Shires Waterfall, Lisbon Falls e Berlin Falls. In questa regione si trova anche il Blyde River Canyon che, con i suoi 332 km di lunghezza, è uno dei più grandi canyon del mondo. n 10° giorno Mpumalanga Prima colazione cena e pernottamento al lodge riservato. Intera giornata dedicata alla visita della zona percorrendo la Panorama Route. 192


n 11° giorno Mpumalanga u Kruger National Park Prima colazione e trasferimento verso il Kruger National Park. Arrivo nella riserva privata situata ai bordi del parco e sistemazione nell’hotel prescelto. Inizio nel pomeriggio del fotosafari nel parco in jeep scoperte 4x4. Rientro al lodge dopo il tramonto per la cena ed il pernottamento. Il Kruger è uno dei più rinominati parchi nazionali del Sudafrica ed anche uno dei più antichi. Dalla conformazione allungata e stretta, si estende ad est lungo il confine del Mozambico, mentre i confini occidentali e meridionali sono segnati rispettivamente dalla provincia di Limpopo e dal Mpumalanga. Il parco si estende per 350 km di lunghezza, per 65 km di larghezza e condivide il territorio con alcune riserve private prive di recinzioni. L’estensione del suo confine orientale al vicino Mozambico e di quello settentrionale al Parco Nazionale Gonarezhou dello Zimbabwe rientra nella filosofia dei parchi della pace che si pone come obiettivo la libera migrazione degli animali attraverso le frontiere nazionali con l’intento di creare una delle maggiori aree di conservazione naturale del mondo, per un totale di quasi 96000 kmq Il Kruger National Park è formato in gran parte da pianure coperte di cespugli (bushveld) ed erba bassa e dai monti Lebombo che segnano il confine tra Sudafrica e Mozambico. Gli ingressi al parco sono sette distribuiti tra il sud e lungo il confine ovest tra Limpopo e Mpumalanga. Il Parco è organizzato in modo eccellente ed offre numerose attività che vi faranno apprezzare appieno l’esperienza dell’osservazione degli animali nel loro habitat naturale. n 12 giorno Kruger National Park Intera giornata dedicata al relax ed alle attività previste dal lodge. Trattamento di pensione completa. n 13° giorno Kruger National Park u Johannesburg u Italia Ultimo safari all’alba e rientro al lodge per la prima colazione. Partenza per Johannesburg ed arrivo all’aeroporto in tempo utile per il disbrigo delle formalità doganali. Imbarco sul volo di rientro in Italia (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 14° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Northern Province

Pietersburg Hazyview

Kruger National Park

Mpumalanga Dullstrom

Kgalagadi Transfrontier Park

Pretoria Johannesburg Swaziland Free State

Upington

Golden Gate Park

Kimberley

Wepener

Springbok

Hluhluwe National Park KwaZulu-Nata l

Lesotho

St. Lucia Marine Reserve

Durban

Bushman Kloof Graaff Reinet Eastern Cape Western Cape Addo Elephant Park

Cape Town

Swellendam

Knysna

Mossel Bay Hermanus Cape Aghulas

East London

Port Elizabeth

Plettenberg Bay

193


Il Canto delle Stelle - Sudafrica Luxury tour Un itinerario unico, adatto a coloro che vogliono avere “an overview” un quadro generale della tavolozza di colori che il Sudafrica può offrire grazie al caleidoscopio dei suoi scenari. Dalle dune del Kalahari, si volerà nella bush del Kruger National Park per terminare nel cuore del KwaZulu-Natal. Un viaggio alla scoperta di tre ecosistemi diversi di eccezionale bellezza, accomunati da un unico, sconfinato e splendente cielo stellato che alimenta le leggende locali secondo cui “le stelle cantano”. n 1° giorno Italia u Johannesburg Partenza dalla città prescelta con volo di linea per Johannesburg (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Johannesburg u Kwazulu Natal Arrivo all’ aeroporto internazionale di Johannesburg. Disbrigo delle formalità doganali e ritiro del bagaglio. Accoglienza di nostro assistente locale a cui seguirà l’imbarco sul volo schedulato per Phinda Game Reserve. All’arrivo, sistemazione a Vlei Lodge oppure al Rock Lodge, entrambi molto esclusivi, inseriti in una zona di incomparabile bellezza. Phinda, che nella lingua locale significa la settima meraviglia, è un lodge di lusso che sorge in una proprietà di 17.000 ettari nel cuore del Maputaland, zona famosa per i suoi diversi ecosistemi, dalla foresta di sabbia alle colline rocciose. Il lodge è composto da 4 magnifici campi, ognuno con il proprio carattere e charme e da un campo mobile, ideale per chi vuole esplorare la riserva a piedi. Qui si possono avvistare tutti i Big Five: leone, leopardo, bufalo, elefante e rinoceronte, oltre a zebre, giraffe, gnu’, antilopi e facoceri. n 3° giorno Kwazulu Natal Trattamento di pensione completa al lodge e possibilità di partecipare a tutte le attività offerte dal lodge. Possibilità di visitare Durban. Il termine Zulù per Durban è Thekwini che, guarda caso, significa proprio “il luogo dove la terra incontra l’oceano”. Ma oltre ad un oceano perennemente effervescente che si frange contro spiagge dorate, Durban offre l’atmosfera gioiosa del suo carnevale subtropicale ed un clima soleggiato tutto l’anno. Durban é la terza città più grande del Sud Africa ed il porto più attivo dell’Africa. Il Golden Mile, che si estende lungo le spiagge principali sull’Oceano Indiano, ospita parchi dei divertimenti, piscine all’aperto, percorsi pedonali, giardini e fontane. n 4° giorno Kwazulu Natal u Kruger National Park Sveglia all’alba e partenza per l’ ultimo safari. Rientro al lodge per la prima colazione e check out. Trasferimento alla pista di decollo del lodge e partenza con volo privato per Singita Private Game Reserve nel Kruger National Park. Arrivo e sistemazione al lodge riservato. Pensione completa e possibilità di partecipare alle attività proposte dal lodge. Singita in lingua locale significa “il Miracolo”. I lodges del Gruppo Singita appartengono alla prestigiosa catena dei Relais e Chateaux e, assieme a Londolozi, sono i più esclusivi all’interno del Kruger National Park. Si trovano nella zona del Sabi Sands o delle montagne Lebombo, zone molto ricche a livello faunistico. Il Gruppo Singita dispone di più campi, Ebony e Boulders Lodges, ciascuno con 9 camere con la piscina privata nella zona Sabi Sands, Lebombo Lodge, situato nell’area dei selvaggi monti Lebombo, in una splendida posizione e il recente Sweni Lodge con 6 suites esclusive che si affacciano sul fiume Sweni e che si contraddistinguono per l’uso innovativo del vetro, del legno e dei rami intrecciati; un luogo magico per gli occhi e per la mente. A disposizione dei clienti: bar, ristorante, terrazza panoramica, libreria, elegante boutique, centro benessere e cantina. n 5° giorno Kruger National Park Pensione completa a Singita con safari in jeep 4x4. Il Kruger è uno dei più rinominati parchi nazionali del Sudafrica ed anche uno dei più antichi. Dalla conformazione allungata e stretta, si estende ad est lungo il confine del Mozambico, mentre i confini occidentali e meridionali sono segnati rispettivamente dalla provincia di Limpopo e dal Mpumalanga. Il parco si estende per 350 km di lunghezza, per 65 km di larghezza e condivide il territorio con alcune riserve private prive di recinzioni. L’estensione del suo confine orientale al vicino Mozambico e di quello settentrionale al Parco Nazionale Gonarezhou dello Zimbabwe rientra nella filosofia dei parchi della pace che si pone come obiettivo la libera migrazione degli animali attraverso le frontiere nazionali con l’intento di creare una delle maggiori aree di conservazione naturale del mondo, per un totale di quasi 96000 kmq. Il Kruger National Park è formato in gran parte da pianure coperte di cespugli (bushveld) ed erba bassa e dai monti Lebombo che segnano il confine tra Sudafrica e Mozambico. Gli ingressi al parco sono sette distribuiti tra il sud e lungo il confine ovest tra Limpopo e Mpumalanga. Il Parco è organizzato in modo eccellente ed offre numerose attività che vi faranno apprezzare appieno l’esperienza dell’osservazione degli animali nel loro habitat naturale. n 6° giorno Kruger National Park u Cape Town Ultimo safari all’alba e rientro al lodge per la prima colazione. Al termine, trasferimento alla pista di decollo e partenza con piccolo aeromobile verso l’aeroporto del Mpumalanga ed in coincidenza, proseguimento per Cape Town. All’arrivo, incontro con l’autista che provvederà al trasferimento privato al Cape Grace Luxury Hotel o similare. Sistemazione nella camera luxury riservata e tempo a disposizione. Pernottamento in hotel. Città del Capo è conosciuta anche con il nome di ‘città-madre’ perché nel 1652 fu il luogo in cui sorse il primo insediamento europeo ed è oggi considerata una delle più belle città del mondo. Si trova al centro di un’ampia baia e alle sue spalle si alza la spettacolare ‘Table Mountain’ che domina la città. Questa montagna, alta 1086 metri, dalla cima piatta come una tavola, si può raggiungere con la funivia, in soli cinque minuti, oppure, a piedi attraverso percorsi con vari livelli di difficoltà. Dalla cima si gode un panorama straordinario. Gli appassionati di botanica saranno affascinati dalle 1470 specie di piante, molte delle quale endemiche, incluso il raro Silver tree e l’orchidea selvaggia. Cape Town però offre molte altre attrazioni come il castello di Buona Speranza, il più antico edificio del Sud Africa. Fronte mare invece si trova il Victoria & Alfred Waterfront, una passeggiata fondata nel 1860 lungo la quale si trovano negozi, bar, ristoranti, teatri. Un luogo frizzante e vitale, da non mancare. n 7° giorno Cape Town Dopo la prima colazione in hotel, incontro con la guida di lingua italiana per l’escursione dell’intera giornata, con auto privata, al Capo di Buona Speranza con le visite a Seal Island, l’isola delle foche, Cape of Good Hope, Boulder’s Beach (l’isola dei pinguini). Rientro in serata all’hotel per il pernottamento. Da Hout Bay si può partire per una gita in battello all’isola delle Foche e fermarsi per pranzo al Mariners Wharf, complesso di fronte al porto, che comprende un ristorante e un bistrò, conosciuti per l’ottima cucina: leggendari l’aragosta e lo snoek affumicato (caldo come si faceva anni fa). Lungo il percorso si può vedere il World of Birds, riserva che ospita oltre 3000 uccelli di 320 specie. Consigliamo inoltre una sosta a Cape Point, per ammirare l’incontro dei due oceani e a Boulders Beach per la visita alla colonia dei pinguini del Capo. n 8° giorno Cape Town Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita della regione dei vigneti con auto e guida di lingua italiana privati. Rientro in hotel nel tardo pomeriggio. Pernottamento. La regione attorno a Stellenbosch, Franschhoek e Paarl non è l’unica area vinicola del Sudafrica, ma è sicuramente la più antica e la più bella. Questa zona è nota anche con il nome di Boland, termine che significa altopiano, alludendo alle ripide catene montuose che si innalzano fino a oltre 1.500 mt, sulle cui fertili pendici i vigneti disegnano una specie di mosaico. Stellenbosch è la seconda città fondata in Sud Africa (1679), oggi una pittoresca città universitaria. Gli edifici storici restaurati di Dorp Street meritano una visita, così come il Museo del Vino Stellenryck, il Museo del Brandy Oude Meester e lo Stellenbosch Village Museum, un complesso di case storiche che testimoniano lo stile di vita degli abitanti di quest’area 194


durante il diciassettesimo e diciottesimo secolo. Paarl è la terza città del Sud Africa per data di fondazione ed è situata nella Bergriver Valley, 56 km da Città del Capo. È conosciuta in quanto ospita la KWV che è la più grande cooperativa vinicola del paese, dove invecchiano molti vini da esportazione e dove vengono organizzate visite ed assaggi di vini nelle cantine circostanti. Altre famose attrazioni sono le cantine del brandy Paarl Rocke e la tenuta vinicola di Nederburgh. n 9° giorno Cape Town u Italia Dopo la prima colazione, trasferimento privato all’aeroporto internazionale di Cape Town in tempo utile per il disbrigo delle formalità d’imbarco sul volo diretto in Europa. Arrivo ed in coincidenza, proseguimento con volo di linea per la città prescelta. n 10° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto di destinazione.

195


Deserti Fioriti - Sudafrica Tour in libertà o con guida Un tour originale alla scoperta del versante occidentale del Sudafrica che parte dalla vivace Cape Town per arrivare ai confini della Namibia, attraversando suggestive aree della regione selvaggia del Northern Cape, il Namaqualand dove, tra la fine di agosto e settembre, il paesaggio desertico si trasforma creando un manto fitto e infinito di coloratissimi fiori selvatici fino alle cascate Augrabies. Il tour tocca tutte le zone di maggior interesse per chi vuole assaporare gli orizzonti infiniti sudafricani, senza però rinunciare ad una sosta nell’affascinante Cape Town. Il tour viene proposto sia in versione self drive che con guida in lingua italiana. n 1° giorno Italia u Cape Town Partenza dalla città prescelta con volo di linea per Cape Town (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Cape Town Arrivo all’aeroporto di Cape Town e sistemazione presso l’hotel selezionato. Nel pomeriggio visita alla montagna della Tavola o un giro orientativo della città. Pernottamento in hotel. Città del Capo è conosciuta anche con il nome di ‘città-madre’ perché nel 1652 fu il luogo in cui sorse il primo insediamento europeo ed è oggi considerata una delle più belle città del mondo. Si trova al centro di un’ampia baia e alle sue spalle si alza la spettacolare ‘Table Mountain’ che domina la città. Questa montagna, alta 1086 metri, dalla cima piatta come una tavola, si può raggiungere con la funivia, in soli cinque minuti, oppure, a piedi attraverso percorsi con vari livelli di difficoltà. Dalla cima si gode un panorama straordinario. Gli appassionati di botanica saranno affascinati dalle 1470 specie di piante, molte delle quale endemiche, incluso il raro Silver tree e l’orchidea selvaggia. Cape Town però offre molte altre attrazioni come il castello di Buona Speranza, il più antico edificio del Sud Africa. Fronte mare invece si trova il Victoria & Alfred Waterfront, una passeggiata fondata nel 1860 lungo la quale si trovano negozi, bar, ristoranti, teatri; un luogo frizzante e vitale, da non mancare. n 3° giorno Cape Town Trattamento di pernottamento e prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita del Capo di Buona Speranza. Da Hout Bay si può partire per una gita in battello all’isola delle foche e fermarsi per pranzo al Mariners Wharf, complesso di fronte al porto, che comprende un ristorante e un bistrò, conosciuti per l’ottima cucina: leggendari l’aragosta e lo snoek affumicato (caldo come si faceva anni fa). Lungo il percorso si può vedere il World of Birds, riserva che ospita oltre 3000 uccelli di 320 specie. Consigliamo inoltre una sosta a Cape Point, per ammirare l’incontro dei due oceani, e a Boulders Beach per la visita alla colonia dei pinguini del Capo. n 4° giorno Cape Town Trattamento di pernottamento e prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita della regione dei vigneti. La regione attorno a Stellenbosch, Franschhoek e Paarl non è l’unica area vinicola del Sudafrica, ma è sicuramente la più antica e la più bella. Questa zona è nota anche con il nome di Boland, termine che significa altopiano, alludendo alle ripide catene montuose che si innalzano fino a oltre 1.500 mt, sulle cui fertili pendici i vigneti disegnano una specie di mosaico. Stellenbosch è la seconda città fondata in Sud Africa (1679), oggi una pittoresca città universitaria. Gli edifici storici restaurati di Dorp Street meritano una visita, così come il Museo del Vino Stellenryck, il Museo del Brandy Oude Meester e lo Stellenbosch Village Museum, un complesso di case storiche che testimoniano lo stile di vita degli abitanti di quest’area durante il diciassettesimo e diciottesimo secolo. Paarl è la terza città del Sud Africa per data di fondazione ed è situata nella Bergriver Valley, 56 km da Città del Capo. È conosciuta in quanto ospita la KWV che è la più grande cooperativa vinicola del paese, dove invecchiano molti vini da esportazione e dove vengono organizzate visite ed assaggi di vini nelle cantine circostanti. Altre famose attrazioni sono le cantine del brandy Paarl Rocke e la tenuta vinicola di Nederburgh. n 5° giorno Cape Town u Bushmans Kloof Wilderness Reserve Prima colazione in hotel e partenza verso le montagne del Cederberg e la regione del Western Cape, a circa 3 ore di auto da Cape Town. Arrivo e sistemazione a Bushmans Kloof. Pensione completa con attività al lodge. Nel pomeriggio giro introduttivo della proprietà in jeep 4x4 dove si potranno ammirare alcune delle specie endemiche della zona. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento. n 6° giorno Bushmans Kloof Wilderness Reserve Sveglia all’alba per la visita guidata ai graffiti rupestri presenti nella proprietà. Rientro al lodge per la prima colazione e giornata dedicata alla partecipazione della attività proposte dal lodge. Trattamento di pensione completa. n 7° giorno Bushmans Kloof Wilderness Reserve u Springbok Prima colazione al lodge e partenza per Springbok. Giornata dedicata alle visita della regione del Namaqualand. Pernottamento nell’hotel riservato. Il Namaqualand è chiamato anche “Il deserto dei miracoli” perché ogni anno, verso la fine di agosto per tre settimane, il deserto si colora di infiniti fiori e, come per incanto, le pianure e le colline si trasformano in un’esplosione di colori, un tappeto variopinto vasto centinaia di chilometri. Il Namaqualand è noto altresì per i suoi diamanti, posto che circa un sesto di queste pietre preziose estratti nel paese provengono da questa regione. n 8° giorno Springbok u Upington Prima colazione in hotel e partenza per Upington. Lungo il percorso, sosta per visitare alcune delle molte aziende vinicole. Arrivo e sistemazione in uno degli incantevoli hotel/fattoria della zona. Pernottamento in hotel. La strada tra Springbok e Upington costeggia per un lungo tratto il corso del fiume Orange e attraversa oasi di vigneti. Il sole e l’abbondanza di acqua rendono questa zona il luogo ideale per la coltivazione della vite. Nei pressi di Upington si può visitare anche la Riserva Naturale Spitzkop che ospita gemsbok, zebre, vari tipi di antilopi e offre alcuni brevi percorsi per passeggiate. n 9° giorno Upington u Kgalagadi Transfrontier Park Dopo la prima colazione in hotel, partenza per il Kgalagadi Transfrontier Park, un’area protetta che unisce il Parco Nazionale Kalahari Gemsbok del Sudafrica e il Parco Nazionale Gemsbok del Botswana. La zona è esente da malaria. Safari in auto all’interno del parco e pernottamento in rest camp. Il Kgalagadi Transfrontier Park è famoso per le sue dune di sabbia rossa, i tramonti color rosa e arancio e per il leoni del Kalahari dalla criniera nera. Oltre ai leoni è possibile ammirare ghepardi, sciacalli, iene, licaoni gemsbok, suricati, antilopi saltanti e oltre 200 tipi di uccelli. Il Kgalagadi costituisce una delle aree protette più vaste del Sudafrica e permette la migrazione indisturbata delle antilopi che nei periodi di siccità sono costrette a coprire enormi distanze per riuscire a trovare acqua e pascoli. n 10° giorno Kgalagadi Transfrontier Park u Augrabies Falls National Park Dopo la prima colazione, partenza verso il Parco Nazionale delle Cascate di Augrabies, dove le acque del fiume Orange compiono un salto di circa 65 metri in uno stretto burrone. L’aspetto affascinante di quest’area è dato dall’unione dell’ambiente desertico e di quello fluviale. Nel villaggio di Augrabies, poco fuori dal parco, si organizzano escursioni in canoa e rafting sul fiume. Pernottamento in rest camp.

196


n 11° giorno Augrabies Falls National Park u Upington u Johannesburg u Italia Dopo la prima colazione, in base all’operativo voli, trasferimento all’aeroporto di Upington ed imbarco sul volo per Johannesburg. All’arrivo, proseguimento con il volo di rientro in Italia (via Europa). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 12° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione. n Note È possibile aggiungere a questo tour 2 notti nel deserto del Kalahari nella riserva privata Tswalu. Questo tour può proseguire in Namibia scegliendo le tappe di maggior interesse. Coloro che hanno più tempo a disposizione, possono scegliere di abbinare questo tour al “Cocktail Africano” o “Sull’Onda degli Oceani”.

Northern Province

Pietersburg Kruger National Park Mpumalanga Kgalagadi Transfrontier Park

Pretoria

Hazyview

Johannesburg Swaziland

Augrabies Falls

Upington

Golden Gate Park

Kimberley

Wepener

Springbok

Hluhluwe National Park KwaZulu-Natal

Lesotho

St. Lucia Marine Reserve

Durban

Eastern Cape

Bushman Kloof

Graaff Reinet

Western Cape

East London

Knysna

Cape town Mosselaai

Port Elizabeth

Plettenberg Bay

Cape Aghulas

197


Sweet Africa - Sudafrica Tour in libertà o con guida n 1° giorno Italia u Johannesburg Partenza dalla città prescelta con volo di linea per Johannesburg (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Johannesburg u Victoria Falls Arrivo nelle prime ore del mattino all’aeroporto internazionale di Johannesburg e disbrigo delle formalità di ingresso. Incontro con un nostro assistente locale per un briefing sul viaggio, al termine, operazioni d’imbarco sul volo di linea diretto alle Cascate Victoria. Arrivo e trasferimento all’hotel prescelto. Pernottamento in hotel. Le Victoria Falls sono suddivise tra due stati, Zimbabwe e Zambia, e sono un fenomeno spettacolare; da un strapiombo largo 1700 metri si gettano in media 550.000 metri cubi di acqua ogni minuto nella rapida gola dello Zambesi con un salto alto da 90 a 107 metri e durante il periodo delle inondazioni (da marzo a maggio) la portata aumenta di dieci volte. Il versante dello Zimbabwe offre una bellissima visione d’insieme delle cascate, un tratto consente di entrare nella stretta gola del fiume fino a Cataract View, dove si possono ammirare fantastici arcobaleni sulle cascate. Dalla parte dello Zambia invece si possono ammirare le cascate dall’alto, nel punto in cui le acque si tuffano. n 3° giorno Victoria Falls Prima colazione e pernottamento in hotel. Intera giornata a disposizione per la visita alle cascate o attività facoltative quali crociera sul fiume Zambesi, tour guidato per la visita alle cascate, visita al villaggio Mkuni, intera giornata di escursione al Chobe National Park, safari mattutini o pomeridiani al Mosi National Park. n 4° giorno Victoria Falls u Johannesburg u Cape Town Prima colazione in hotel. In tempo utile trasferimento all’aeroporto e partenza con volo di linea per Cape Town, con scalo a Johannesburg. All’arrivo, trasferimento all’hotel selezionato. Pernottamento in hotel. Città del Capo è conosciuta anche con il nome di ‘città-madre’ perché nel 1652 fu il luogo in cui sorse il primo insediamento europeo ed è oggi considerata una delle più belle città del mondo. Si trova al centro di un’ampia baia e alle sue spalle si alza la spettacolare ‘Table Mountain’ che domina la città. Questa montagna, alta 1086 metri, dalla cima piatta come una tavola, si può raggiungere con la funivia, in soli cinque minuti, oppure, a piedi attraverso percorsi con vari livelli di difficoltà. Dalla cima si gode un panorama straordinario. Gli appassionati di botanica saranno affascinati dalle 1470 specie di piante, molte delle quale endemiche, incluso il raro Silver tree e l’orchidea selvaggia. Cape Town però offre molte altre attrazioni come il castello di Buona Speranza, il più antico edificio del Sud Africa. Fronte mare invece si trova il Victoria & Alfred Waterfront, una passeggiata fondata nel 1860 lungo la quale si trovano negozi, bar, ristoranti, teatri; un luogo frizzante e vitale, da non mancare. n 5° giorno Cape Town Prima colazione in hotel. Questa giornata può essere dedicata alla visita del Capo di Buona Speranza. Pernottamento in hotel. Da Hout Bay si può partire per una gita in battello all’isola delle foche e fermarsi per pranzo al Mariners Wharf, complesso di fronte al porto, che comprende un ristorante e un bistrò, conosciuti per l’ottima cucina: leggendari l’aragosta e lo snoek affumicato (caldo come si faceva anni fa). Lungo il percorso si può vedere il World of Birds, riserva che ospita oltre 3000 uccelli di 320 specie. Consigliamo inoltre una sosta a Cape Point, per ammirare l’incontro dei due oceani e a Boulders Beach per la visita alla colonia dei pinguini del Capo. n 6° giorno Cape Town Prima colazione e visita della città madre oppure visita della regione dei vigneti con degustazione di vini sudafricani in una cantina. Pernottamento in hotel. La regione attorno a Stellenbosch, Franschhoek e Paarl non è l’unica area vinicola del Sudafrica, ma è sicuramente la più antica e la più bella. Questa zona è nota anche con il nome di Boland, termine che significa altopiano, alludendo alle ripide catene montuose che si innalzano fino a oltre 1.500 mt, sulle cui fertili pendici i vigneti disegnano una specie di mosaico. Stellenbosch è la seconda città fondata in Sud Africa (1679), oggi una pittoresca città universitaria. Gli edifici storici restaurati di Dorp Street meritano una visita, così come il Museo del Vino Stellenryck, il Museo del Brandy Oude Meester e lo Stellenbosch Village Museum, un complesso di case storiche che testimoniano lo stile di vita degli abitanti di quest’area durante il diciassettesimo e diciottesimo secolo. Paarl è la terza città del Sud Africa per data di fondazione ed è situata nella Bergriver Valley, 56 km da Città del Capo. È conosciuta in quanto ospita la KWV che è la più grande cooperativa vinicola del paese, dove invecchiano molti vini da esportazione e dove vengono organizzate visite ed assaggi di vini nelle cantine circostanti. Altre famose attrazioni sono le cantine del brandy Paarl Rocke e la tenuta vinicola di Nederburgh. n 7° giorno Cape Town u Mpulamanga Prima colazione e trasferimento all’aeroporto a cui seguiranno le operazioni d’imbarco sul volo di linea per il Mpumalanga. All’arrivo, proseguimento in auto per Hazyview, ridente cittadina ubicata nel Mpumalanga. Arrivo al lodge e sistemazione nella camera riservata. Cena e pernottamento. La regione di Mpumalanga è conosciuta per la flora e fauna eccezionali e per i stupendi panorami. Vi sono delle formazioni collinari e montagnose che diventano un’increspatura – il Transvaal Drakensberg. Quest’increspatura forma un’immensa scarpata che offre delle vedute mozzafiato. La città forestale di Sabie è il punto di partenza ideale per esplorare il Mpumalanga. E’ questa un’area dalla vegetazione lussureggiante attraversata da una strada interamente dedicata all’esplorazione delle cascate : Sabie falls, i Bridal Veil Falls, i Lone Creek Falls, e le Horseshoe Falls, le Mac Mac Falls, le Forest Falls, Maria Shires Waterfall, Lisbon Falls e Berlin Falls. In questa regione si trova anche il Blyde River Canyon che, con i suoi 332 km di lunghezza, è uno dei più grandi canyon del mondo. n 8° giorno Mpumalanga u Kruger National Park Dopo la prima colazione, partenza verso il Kruger National Park. Arrivo nella riserva privata selezionata e sistemazione nella camera riservata. Inizio delle attività offerte dal lodge. Pranzo, cena e pernottamento al lodge. I fotosafari si svolgono al mattino con il nascere del sole e nel pomeriggio, con rientro al lodge dopo il tramonto. Il Kruger è uno dei più rinominati parchi nazionali del Sudafrica ed anche uno dei più antichi. Dalla conformazione allungata e stretta, si estende ad est lungo il confine del Mozambico, mentre i confini occidentali e meridionali sono segnati rispettivamente dalla provincia di Limpopo e dal Mpumalanga. Il parco si estende per 350 km di lunghezza, per 65 km di larghezza e condivide il territorio con alcune riserve private prive di recinzioni. L’estensione del suo confine orientale al vicino Mozambico e di quello settentrionale al Parco Nazionale Gonarezhou dello Zimbabwe rientra nella filosofia dei parchi della pace che si pone come obiettivo la libera migrazione degli animali attraverso le frontiere nazionali con l’intento di creare una delle maggiori aree di conservazione naturale del mondo, per un totale di quasi 96000 kmq. Il Kruger National Park è formato in gran parte da pianure coperte di cespugli (bushveld) ed erba bassa e dai monti Lebombo che segnano il confine tra Sudafrica e Mozambico. Gli ingressi al parco sono sette distribuiti tra il sud e lungo il confine ovest tra Limpopo e Mpumalanga. Il Parco è organizzato in modo eccellente ed offre numerose attività che vi faranno apprezzare appieno l’esperienza dell’osservazione degli animali nel loro habitat naturale.

198


n 9° giorno Kruger National Park Pensione completa al lodge. Giornata dedicata al relax e fotosafari e/o attività alternative offerte dal lodge. n 10° giorno Kruger National Park u Johannesburg u Italia Dopo l’ultimo fotosafari mattutino e la prima colazione, partenza per Johannesburg attraverso la Panorama Route. Lungo il percorso è possibile effettuare delle soste per ammirare il Blyde River Canyon con Three Rondavel, Pinnacle Rock, God’s Windows, Bourke’s Luck Potholes. Arrivo all’aeroporto di Johannesburg in tempo utile per il disbrigo delle formalità d’imbarco sul volo di linea per il rientro in Italia (con scalo europeo). Intrattenimenti, pasti e pernottamento a bordo. n 11° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

ZAMBIA

i strip

Kasane

Capriv

Victoria Falls

Chobe Livingstone national park Moremi Reserve

Okavango delta

ZIMBABWE

Maun Francistown Makgadikgadi Pans

Deception Valley

Mamuno

Bobonong

Central Kalahari Game Reserve

Sero we

BOTSWANA

Mahalapye

Northern Province

Pietersburg Entabeni Game Reserve Kruger

Gaborone

KALAHARI DESERT

Hazyview Madikwe Mpumalanga Game Reserve

Kgalagadi Transfrontier Park

National Park

Dullstrom

Pretoria Johannesburg Swaziland Free State

Upington Kimberley

Golden Gate Park Wepener

Springbok

Hluhluwe National Park KwaZulu-Natal

Lesotho

St. Lucia Marine Reserve

Durban

Bushman Kloof Graaff Reinet Eastern Cape Western Cape Addo Elephant Park

East London

Knysna Swellendam Port Elizabeth Oudtshoorn Mossel Bay Plettenberg Bay Hermanus Cape Aghulas

Cape Town

199


Sudafrica Safari e Spa - Sudafrica Tour in libertà Cape Town e Madikwe Game Reserve Due seducenti tappe per riposare la mente dallo stress quotidiano e rinvigorire corpo e spirito in un luogo che lascerà indelebili ricordi ed emozioni; Cape Town, brillante ed affascinante metropoli, abbinata ad un fantastico parco esente malaria: Madikwe Game Reserve. Il personale dei migliori centri benessere sudafricani saprà coccolarvi e indirizzarvi ai trattamenti più adatti alle vostre esigenze. n 1° giorno ITALIA u Cape Town Partenza dall’aeroporto italiano prescelto con volo di linea per Cape Town (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Cape Town Arrivo all’aeroporto internazionale di Cape Town in prima mattinata, incontro con l’assistente e trasferimento all’hotel riservato. Pasti liberi. Pernottamento in hotel. n 3° e 4° giorno Cape Town Giornata dedicata al relax presso la SPA dell’hotel. In alternativa, possibilità di visitare la città. Pernottamento in hotel. Città del Capo è una delle città più belle al mondo. Anche solo pochi giorni sono sufficienti per imprimere nella memoria l’immagine di splendidi panorami di montagna o del mare che circonda la penisola. Situata a circa 40 Km dal Capo di Buona Speranza, in prossimità della punta meridionale del vasto continente africano, Cape Town è una delle grandi capitali del mondo tra le più isolate geograficamente. Dominata da una montagna piatta alta 1000 mt, dalle pareti quasi a picco, è incastonata al centro di una regione di splendidi sentieri di montagna, estesi vigneti e calde spiagge. n 5° giorno Cape Town u Johannesburg u Madikwe Game Reserve Prima colazione in hotel e trasferimento all’aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea diretto a Johannesburg. Arrivo ed imbarco su un volo speciale per Madikwe Game Reserve. All’arrivo ci sarà ad attendervi il personale del lodge che provvederà a trasferirvi nella riserva privata dove sorprendenti safari guidati da esperti rangers in jeep scoperte 4x4 vi faranno assaporare il clima africano. Sistemazione nella camera riservata con trattamento di fully inclusive. Madikwe Game Reserve è un’area di 75.000 ettari situata a nord ovest del Sudafrica vicino al confine con il Botswana. È la quarta riserva in ordine di grandezza del paese ed è una delle aree più sviluppate relativamente alla conservazione della fauna locale. Vi si trovano leoni, leopardi, elefanti, bufali, rinoceronti, antilopi e licaoni. La vicinanza al confine orientale del Kalahari, permette la migrazione degli animali da un parco all’altro liberamente. Questo parco offre dei paesaggi molto suggestivi, caratterizzati da ondulati pendii, bush e sentieri di terra rossa che segnalano appunto la vicinanza al deserto del Kalahari. n 6° e 7° giorno Madikwe Game Reserve Pensione completa al lodge inclusi un safari mattutino ed uno pomeridiano in jeep 4x4 scoperte. Tra un safari e l’altro, sarà possibile immergersi nel relax totale nel Bush SPA del lodge dove sono previsti trattamenti di bellezza per rinvigorire il corpo e rilassare la mente. n 8° giorno Madikwe Game Reserve u Johannesburg u Italia Dopo l’ultimo fotosafari nella riserva privata del lodge, rientro per la prima colazione. Trasferimento in tempo utile alla pista di decollo e partenza con volo speciale per Johannesburg in base all’orario di partenza del volo intercontinentale. Operazioni di imbarco sul volo di linea per l’Italia (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 9° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Northern Province

Pietersburg Entabeni Game Reserve Kruger Hazyview Madikwe Game Reserve Kgalagadi Transfrontier Park

Mpumalanga

National Park

Dullstrom

Pretoria Johannesburg Swaziland Free State

Upington Kimberley

Golden Gate Park Wepener

Springbok

Hluhluwe National Park KwaZulu-Natal

Lesotho

Bushman Kloof Graaff Reinet Eastern Cape Western Cape Addo Elephant Par k

East London

Knysna Swellendam Port Elizabeth Oudtshoorn Mossel Bay Plettenberg Bay Hermanus Cape Aghulas

Cape Town

200

St. Lucia Marine Reserve

Durban


Sudafrica Safari e Spa - Sudafrica Tour in libertà Cape Town e Kruger National Park Due tappe indimenticabili per fuggire dallo stress e rigenerarsi completamente. Proponiamo questa breve vacanza a chi desidera rilassarsi seguendo di ritmi della maestosa natura del Kruger National Park e facendosi coccolare da mani esperte in trattamenti in grado di nutrire il corpo e lo spirito, nei migliori centri benessere sudafricani, senza tralasciare un minimo di svago in una sfavillante città: Cape Town. n 1° giorno ITALIA u Cape Town Partenza dall’aeroporto italiano prescelto con volo di linea per Cape Town (con scalo europeo). Pasti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Cape Town Arrivo all’aeroporto internazionale di Cape Town e trasferimento privato all’hotel. Sistemazione nella camera riservata. Pasti liberi. Pernottamento in hotel. n 3° e 4° giorno Cape Town Giornata dedicata al relax presso la SPA dell’hotel. In alternativa, possibilità di visitare la città. Trattamento di prima colazione e pernottamento. Città del Capo è una delle città più belle al mondo. Anche solo pochi giorni sono sufficienti per imprimere nella memoria l’immagine di splendidi panorami di montagna o del mare che circonda la penisola. Situata a circa 40 Km dal Capo di Buona Speranza, in prossimità della punta meridionale del vasto continente africano, Cape Town è una delle grandi capitali del mondo tra le più isolate geograficamente. Dominata da una montagna piatta altra 1000 mt, dalle pareti quasi a picco, è incastonata al centro di una regione di splendidi sentieri di montagna, estesi vigneti e calde spiagge. n 5° giorno Cape Town u Johannesburg u Kruger National Park Prima colazione in hotel e trasferimento all’aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea diretto a Johannesburg. Arrivo e proseguimento con volo speciale per il Kruger National Park. All’arrivo il personale del lodge provvederà a trasferirvi nella riserva privata dove sorprendenti safari guidati da esperti rangers in jeep scoperte 4x4 vi faranno assaporare il clima africano. Sistemazione nella camera riservata con trattamento di fully inclusive. Il Kruger National Park è uno dei parchi naturali più vecchi e famosi del mondo con un’estensione di quasi due milioni di ettari. Possiede una varietà di animali ineguagliabile rispetto agli altri parchi africani, con leoni, leopardi, elefanti, bufali, rinoceronti bianchi e neri, ippopotami, ghepardi, giraffe e molte specie di antilopi e animali più piccoli. Il Kruger National Park farà vivere uno dei momenti più belli ed emozionanti della vacanza in Sudafrica. n 6° e 7° giorno Kruger National Park Pensione completa al lodge inclusi un safari mattutino ed uno pomeridiano in jeep 4x4 scoperte. Tra un safari e l’altro, sarà possibile immergersi nel relax totale del Bush SPA del lodge dove sono previsti numerosi trattamenti di bellezza per rinvigorire il corpo e rilassare la mente. n 8° giorno Kruger National Park u Johannesburg u Italia Dopo l’ultimo fotosafari nella riserva privata del lodge, rientro per la prima colazione. Trasferimento in tempo utile all’aeroporto e partenza con volo speciale per Johannesburg in base all’orario di partenza del volo intercontinentale. Operazioni di imbarco sul volo di linea per l’Italia (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 9° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Northern Province

Pietersburg Entabeni Game Reserve Kruger Hazyview Madikwe Game Reserve

National Park

Mpumalanga Dullstrom

Kgalagadi Transfrontier Park

Pretoria g Johannesbur Swaziland Free State

Upington Kimberly

Golden Gate Park Wepener

Springbok

Hluhluwe National Park KwaZulu-Natal

Lesotho

St. Lucia Marine Reserve

Durban

Bushman Kloof Graaff Reinet Eastern Cape Western Cape Addo Elephant Park

East London

Knysna Swellendam Port Elizabeth Oudtshoorn Mossel Bay Plettenberg Bay Hermanus Cape Aghulas

Cape Town

201


Golf Safari e Spa - Sudafrica Tour in libertà Dedicato agli sportivi amanti della natura che non vogliono rinunciare ai colori dell’Africa ed al relax nelle SPA delle migliori strutture alberghiere sudafricane. Un viaggio che permette di evadere dalla frenesia dei ritmi quotidiani per vivere la tranquillità di un paese fantastico, senza rinunciare a vivere, ammirare, assaporare le meraviglie paesaggistiche, la cultura, la storia, la deliziosa cucina e l’energia vitale che il Sudafrica sa trasmettere. n 1° giorno Italia u Johannesburg Partenza dall’aeroporto italiano prescelto con volo di linea per Johannesburg (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Johannesburg u Durban (Dintorni) Arrivo all’aeroporto internazionale di Johannesburg in prima mattinata e proseguimento con volo di linea per Durban. All’arrivo, raggiungimento del resort situato a circa 40 minuti d’auto dall’aeroporto sulla costa a nord di Durban. Sistemazione nella camera riservata. Pernottamento in hotel. n 3° e 4° giorno Durban (Dintorni) Trattamento di prima colazione e pernottamento al resort. Possibilità di dedicarsi completamente al relax nella SPA del resort a disposizione dei clienti e/o crogiolarsi al sole sulla spiaggia fronte oceano e/o giocare a golf. Il termine Zulù per Durban è Thekwini che, guarda caso, significa proprio, “il luogo dove la terra incontra l’oceano”. Ma oltre ad un oceano perennemente effervescente che si frange contro spiagge dorate, Durban offre l’atmosfera gioiosa del suo carnevale subtropicale e un clima soleggiato tutto l’anno. E’ la terza città più grande del paese ed il porto più attivo dell’Africa. Il Golden Mile, che si estende lungo le spiagge principali sull’Oceano Indiano, ospita parchi divertimento, piscine all’aperto, percorsi pedonali, giardini e fontane. n 5° giorno Durban u George u Knysna Dopo la prima colazione, trasferimento in auto all’aeroporto di Durban, partenza con volo di linea per George. All’arrivo, raggiungimento del recente resort a Knysna con bellissimo campo da golf fronte oceano. Sistemazione nella camera riservata. Pernottamento. Knysna è affacciata sull’omonima laguna che due promontori rocciosi, i Knysna Heads, separano dal mare. Questa cittadina della Garden Route si distingue per la splendida posizione e gli allevamenti di ostriche; i naturalisti vi apprezzano la presenza di cavallucci marini e di oltre 230 specie di uccelli. Molto piacevole l’atmosfera del Knysna Quays, dove ci si imbarca per i tour nella laguna e per la riserva naturale di Featherbed; notevole anche il borgo di Belvedere con una chiesa di ispirazione normanna. Ad ovest di Knysna si ammira la grandiosa regione lacustre del Wilderness National Park. n 6° e 7° giorno Knysna Soggiorno nel resort con trattamento di pernottamento e prima colazione. Giornate a disposizione per giocare a golf in uno dei più prestigiosi campi in Sudafrica, oppure per rigenerare lo spirito ed il corpo nella bellissima SPA. n 8° giorno Knysna u George u Cape Town Dopo la prima colazione, trasferimento all’aeroporto di George in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea per Cape Town. All’arrivo, raggiungimento dell’hotel riservato. Pernottamento. Città del Capo è conosciuta anche con il nome di ‘città madre’ perché nel 1652 fu il luogo in cui sorse il primo insediamento europeo ed è oggi considerata una delle più belle città del mondo. Si trova al centro di un’ampia baia e alle sue spalle si alza la spettacolare ‘Table Mountain’ che domina la città. Questa montagna, alta 1086 metri, dalla cima piatta come una tavola, si può raggiungere con la funivia, in soli cinque minuti, oppure, a piedi attraverso percorsi con vari livelli di difficoltà. Dalla cima si gode un panorama straordinario. Gli appassionati di botanica saranno affascinati dalle 1470 specie di piante, molte delle quali endemiche, incluso il raro Silver tree e l’orchidea selvaggia. Cape Town però offre molte altre attrazioni come il castello di Buona Speranza, il più antico edificio del Sud Africa. Fronte mare invece si trova il Victoria & Alfred Waterfront, una passeggiata fondata nel 1860 lungo la quale si trovano negozi, bar, ristoranti, teatri; un luogo frizzante e vitale, da non perdere. n 9° giorno Cape Town Trattamento di pernottamento e prima colazione in hotel. Intera giornata a disposizione per gli ultimi trattamenti di bellezza nella SPA dell’hotel o visite alla città e dintorni. n 10° giorno Cape Town u Italia Prima colazione in hotel e trasferimento all’aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea per l’Italia (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 11° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione. n Note All’itinerario sopra indicato è possibile aggiungere su richiesta un breve soggiorno in una riserva privata all’interno di un parco. Northern Province

Pietersburg Entabeni Game Reserve Kruger

National Park

Hazyview Madikwe Game Reserve

Mpumalanga Dullstrom

Kgalagadi Transfrontier Park

Pretoria Johannesburg Swaziland Free State

Upington Kimberley

Golden Gate Park Wepener

Springbok

Hluhluwe National Park KwaZulu-Natal

Lesotho

Bushman Kloof Graaff Reinet Eastern Cape

Western Cape Addo Elephant Park

East London

Swellendam George Knysna Port Elizabeth Oudtshoorn Mossel Bay Plettenberg Bay Hermanus Cape Aghulas

Cape Town

202

St. Lucia Marine Reserve

Durban


Golf in Sudafrica - Sudafrica Tour in libertà Il golf sudafricano vanta una lunga e storica tradizione, con campi d’alto livello, costi contenuti e club ben attrezzati . I campi sono verdi tutto l’anno e sono sempre situati in contesti paesaggistici mozzafiato: di fronte all’Oceano Indiano, tra le montagne, le foreste, il bush, in luoghi dove è sempre presente la magia dell’Africa. n 1° giorno Italia u Cape Town Partenza dall’aeroporto italiano prescelto con volo intercontinentale di linea per Cape Town (con scalo europeo). Pasti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Cape Town Arrivo a Cape Town e raggiungimento dell’hotel risevato. Città del Capo è un ottimo punto di partenza per gli amanti del golf per poter raggiungere i campi tra i più rinomati al mondo, quali Rondebosch, Milnerton, Erinvale. Pernottamento in hotel. Città del Capo è una delle città più belle al mondo. Anche solo pochi giorni sono sufficienti per imprimere nella memoria l’immagine di splendidi panorami di montagna o del mare che circonda la penisola. Situata a circa 40 Km dal Capo di Buona Speranza, in prossimità della punta meridionale del vasto continente africano, Cape Town è una delle grandi capitali del mondo tra le più isolate geograficamente. Dominata da una montagna piatta altra 1000 mt, dalle pareti quasi a picco, è incastonata al centro di una regione di splendidi sentieri di montagna, estesi vigneti e calde spiagge. Cape Town però offre molte altre attrazioni come il castello di Buona Speranza, il più antico edificio del Sud Africa. Fronte mare invece si trova il Victoria & Alfred Waterfront, una passeggiata fondata nel 1860 lungo la quale si trovano negozi, bar, ristoranti, teatri; un luogo frizzante e vitale, da non mancare. n 3° giorno Cape Town Prima colazione in hotel. Un soggiorno in questa città è l’ideale per combinare la passione per il golf con lo svago e il relax. Vi sono molte escursioni interessanti: la visita del Capo di Buona Speranza, la scoperta della regione dei vigneti dove poter sostare per la degustazione di vini e prodotti locali in rinomate cantine. n 4° giorno Cape Town u Durban Prima colazione in hotel e trasferimento in aeroporto. Disbrigo delle formalità doganali ed imbarco sul volo di linea per Durban. All’arrivo, trasferimento all’hotel. Sistemazione nella camera riservata. Questo resort è situato nella località di Ballito a circa 40 minuti d’auto da Durban in una meravigliosa posizione paesaggistica vicino all’Oceano e circondato da una lussureggiante vegetazione. Ha un campo da golf 18 buche molto amato dagli appassionati. Pernottamento in hotel. Il termine Zulù per Durban è Thekwini, che guarda caso significa proprio, “il luogo dove la terra incontra l’oceano”. Ma oltre ad un oceano perennemente effervescente che si frange contro spiagge dorate, Durban offre l’atmosfera gioiosa del suo carnevale subtropicale e un clima soleggiato tutto l’anno. È la terza città più grande del paese ed il porto più attivo dell’Africa. Il Golden Mile, che si estende lungo le spiagge principali sull’Oceano Indiano, ospita parchi dei divertimenti, piscine all’aperto, percorsi pedonali, giardini e fontane. n 5° giorno Durban Trattamento di pernottamento e prima colazione in hotel. Giornata dedicata al golf o al relax in piscina. n 6° giorno Durban u Johannesburg u Sun City Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto e disbrigo delle formalità doganali e partenza con volo di linea per Johannesburg. All’arrivo ritiro dell’auto a noleggio e partenza per Sun City. Sistemazione all’hotel riservato e pernottamento. Sun City ha due campi da golf di fama internazionale disegnati dal popolare Gary Player: sono il Gary Player Golf Corse ed il Lost City Golf Corse. n 7° giorno Sun City Trattamento di pernottamento e prima colazione in hotel. Giornata dedicata al golf. In alternativa, Sun City ha campi da tennis, piscina, un lago artificiale dove si possono praticare vari sport acquatici tra cui parasailing, sci d’acqua e jetski e un’enorme piscina di 6.500 metri quadri con una spiaggia di sabbia bordata di palme. Un soggiorno a Sun City ha molto da offrire anche agli amanti della natura: ai confini del resort si estende il Pilanesberg National Park, un’area di 5000 chilometri quadrati popolata da leoni, rinoceronti, elefanti, leopardi, bufali. E’ possibile prenotare dei safari per poter visitare questo meraviglioso parco. n 8° giorno Sun City u Johannesburg u Italia Prima colazione in hotel. Nel primo pomeriggio partenza per Johannesburg. Arrivo all’aeroporto, disbrigo delle formalità doganali e partenza con volo intercontinentale per l’Italia (via scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 9° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Northern Province

Pietersburg

Singita Private Game Reserve

Sun City Kgalagadi Transfrontier Park

Mpumalanga

Pretoria Johannesburg

Kruger National Park

Hazyview

Swaziland Tswalu Private Game Reserve

Upington

Golden Gate Park

Kimberley

Wepener

Springbok

Hluhluwe National Park

Phinda Private Game Reserve

KwaZulu-Natal

Lesotho

St. Lucia Marine Reserve

Durban

Eastern Cape

Graaff Reinet Estern Cape Western Cape

Cape town hermanus

Swellendam Mosselaai

East London

Knysna

Port Elizabeth

Plettenberg Bay

Cape Aghulas

203


Luoghi dipinti - Sudafrica estensioni Bushmans Kloof Wilderness reserve Consigliamo questa estensione a coloro che hanno scelto di viaggiare con la formula ‘tour in libertà’ e desiderano dedicare qualche giorno alla visita della regione del Cederberg, un’aspra zona montana formata da belle vallate, antiche formazioni di arenaria dalle forme bizzarre e grotte ricche di dipinti rupestri. In primavera le valli si coprono di coloratissimi fiori selvatici. E’ inoltre una tappa che consigliamo per coloro che da Città del Capo decidessero di spostarsi verso la regione del Namaqualand e verso la Namibia. Bushmans Kloof è una riserva privata di grande bellezza all’interno della quale vi è un lodge della catena ‘Relais & Chateaux’, situato in un luogo di estrema tranquillità, una vera e propria oasi di pace. Offre 7 camere standard e 9 di categoria lusso dotate di ogni comfort e con un patio con vista sul meraviglioso paesaggio circostante. n 1° giorno Bushmans Kloof Arrivo alla riserva di Bushmans Kloof e sistemazione nelle camere riservate dell’omonimo lodge della Wilderness Reserve (malaria free). Tempo a disposizione per rilassarsi nella piscina scavata nella roccia. In tarda serata safari in jeep 4x4 all’interno della proprietà dove si possono avvistare molte specie animali, tra le quali la zebra di montagna. Sosta in uno dei punti panoramici della riserva per sorseggiare un aperitivo ammirando il tramonto. Rientro al lodge e tempo a disposizione per rilassarsi. Cena e pernottamento. n 2° giorno Bushmans Kloof In prima mattinata safari a piedi con guida esperta lungo il fiume Boontjies fino a raggiungere il sito archeologico di Bushman Rock Art dove vi sono pitture rupestri che risalgono a 10.000 anni fa. Rientro al lodge per un abbondante brunch e tempo a disposizione per rilassarsi in piscina, in sauna o nella biblioteca del lodge. Nel pomeriggio safari in jeep all’interno della riserva. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. n 3° giorno Bushmans Kloof In prima mattinata partenza per un’altra visita guidata a piedi alla zona delle pitture rupestri dove se ne contano più di 125. Rientro al lodge per la prima colazione e tempo a disposizione per rilassarsi. In tarda mattinata partenza con mezzi propri e continuazione dell’itinerario prescelto.

Le acque tuonanti - Sudafrica estensioni Victoria Falls (Zambia, Zimbabwe) Le Victoria Falls sono suddivise tra due stati, Zimbabwe e Zambia e sono un fenomeno spettacolare; da un strapiombo largo 1700 metri si gettano in media 550.000 metri cubi di acqua ogni minuto nella rapida gola dello Zambesi con un salto alto da 90 a 107 metri e durante il periodo delle inondazioni (da marzo a maggio) la portata aumenta di dieci volte. Il versante dello Zimbabwe offre una bellissima visione d’insieme delle cascate e per un tratto consente di entrare nella stretta gola del fiume fino a Cataract View, dove si possono ammirare fantastici arcobaleni sulle cascate. Dalla parte dello Zambia invece si possono ammirare le cascate dall’alto nel punto in cui le acque si tuffano. n 1° giorno Johannesburg u Victoria Falls Partenza con volo di linea da Johannesburg per l’aeroporto di Victoria Falls o di Livingstone. Trasferimento e sistemazione nella camera dell’hotel prescelto. Pernottamento in hotel. n 2° giorno Victoria Falls Prima colazione in hotel e giornata dedicata alle attività libere (rafting, sorvoli in elicottero, bunji jumping, safari al parco) e alle visite della cascate. Nel pomeriggio si consiglia la crociera con la nave Queen of Africa lungo le rive del fiume Zambesi. Rientro all’hotel dopo il tramonto. Pernottamento. n 3° giorno Victoria Falls u Johannesburg Dopo la prima colazione in hotel, trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per Johannesburg.

Labirinto d’acque - Sudafrica estensioni Delta dell’Okavango (Botswana) Questa estensione è consigliata a chi desidera avere una visione più completa dell’Africa Australe, addentrandosi in Botswana alla scoperta del Delta dell’Okavango. Il fiume Okavango, con i suoi 1430 km è il terzo fiume più lungo dell’Africa meridionale ed è descritto come ‘il fiume che non incontra mai il mare’. Il fiume infatti scompare in un labirinto di lagune, canali e isole e va a formare il più ampio delta interno del mondo, un mosaico di acqua cristallina e di terra fertile che rappresenta un’esperienza unica e indimenticabile per qualsiasi viaggiatore. Per questa esperienza proponiamo due strutture di particolare carattere dove potrete vivere il contatto diretto con una natura indescrivibile. Varie le attività proposte quali passeggiate guidate nella natura, safari in jeep 4x4 scoperte all’alba ed al tramonto, attività di bird watching, navigazione nei canali in barca o in mokoro (canoe in legno scolpite a mano), pic-nic nella natura, artigianato locale ed una rilassante area comune. n 1° giorno Johannesburg u Maun u Okavango Delta Partenza da Johannesburg per Maun con volo di linea. All’arrivo, incontro con l’assistente locale. Trasferimento con piccoli aeromobili al lodge selezionato. Sistemazione nella camera riservata. Pensione completa incluse attività. n 2° giorno Okavango Delta Pensione completa al lodge con attività incluse. n 3° giorno Okavango Delta Ultime attività al lodge, prima colazione e trasferimento alla pista di decollo. Partenza con piccolo aeromobile per il trasferimento al secondo lodge. All’arrivo, sistemazione nella camera riservata ed inizio delle attività. Pensione completa al lodge. n 4° giorno Okavango Delta Pensione completa al lodge con attività incluse. n 5° giorno Okavango Delta u Maun u Johannesburg Dopo l’ultimo fotosafari e la prima colazione al lodge, trasferimento alla pista di decollo per il trasferimento con piccolo aeromobile all’aeroporto di Maun. All’arrivo, disbrigo delle pratiche d’imbarco sul volo di linea Air Botswana per Johannesburg. n Note Questa estensione può essere facilmente combinabile con un soggiorno al Matetsi Game Lodge nelle vicinanze delle Victoria Falls in Zimbabwe. 204


Nel cuore della natura selvaggia - Sudafrica estensioni Victoria Falls e Parco Chobe “Consigliamo questa estensione a chi volesse approfittare della vicinanza del Sudafrica alle Cascate Victoria ed al Botswana. In pochi giorni si possono ammirare le meravigliose Cascate Victoria e avere un’idea delle bellezze naturali che anche il Botswana può offrire con una visita al Parco Chobe. Quest’ultimo è situato nella parte nord-orientale del Botswana, deve il suo nome al vasto fiume sulle cui rive si affaccia. Foreste fluviali e foreste di mopane digradano verso sud fino al deserto. È la zona ideale per vedere ippopotami, coccodrilli, varie specie di uccelli oltre alla più alta concentrazione del paese di elefanti”. n 1° giorno Johannesburg u Victoria Falls u Parco Chobe Partenza con volo di linea da Johannesburg per l’aeroporto di Victoria Falls. All’arrivo, trasferimento in Botswana via terra. Arrivo al lodge risevato e sistemazione nella camera prenotata. Cena e pernottamento n 2° giorno Parco Chobe Pensione completa al lodge incluse le attività proposte dallo stesso. n 3° giorno Parco Chobe u Victoria Falls Safari all’alba al Parco Chobe, rientro al lodge per la colazione e trasferimento a Kasane per il rientro alle Cascate Victoria. Arrivo e sistemazione nell’hotel prescelto. Pernottamento in hotel. n 4° giorno Victoria Falls Prima colazione in hotel. Giornata dedicata alle attività libere (rafting, sorvoli in elicottero, safari al parco oppure in barca o canoa sul fiume Zambesi, bunjee jumping) e/o alle visita delle cascate. Nel pomeriggio possibilità di effettuare la crociera della nave Queen of Africa lungo le rive del fiume Zambesi. Rientro dopo il tramonto. Pernottamento in hotel. n 5° giorno Victoria Falls u Johannesburg Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto in tempo utile per le operazioni d’imbarco e partenza con volo di linea per Johannesburg.

205


NAMIBIA

206


207


Perle d’Africa Namibia

Susuwe Island Lodge (Caprivi) Immerso nello spettacolare Bwabwata National Park su Birrie Island, lungo il fiume Kwando nel nord est della Namibia, il lodge dispone di 6 suites che dominano il fiume e il Parco. Sono tutte dotate di bagno privato con doccia, asciugacapelli, ventilatore a soffitto, zanzariere, salotto e veranda privata con vasca esterna. Il corpo centrale include l’area cocktail, il ristorante, una biblioteca, una piccola boutique con manufatti locali e una veranda panoramica.

Ntwala Island Lodge (Caprivi) Ntwala Island Lodge aggiunge un nuovo significato alla parola lusso; rappresenta il modo più esclusivo e isolato per visitare il Chobe National Park. Il Lodge è circondato in tutti i lati da spettacolari canali navigabili ed una serie di passerelle lo collega alla zona delle rapide di Mambova in cui i due fiumi africani, lo Zambesi e il Chobe, convergono a soli 80 km a monte delle Victoria Falls. Il Lodge comprende 4 lussuose suites, ognuna con propria piccola piscina privata, orlata di sabbia bianca e spaziosa veranda per l’osservazione della natura circostante. Il servizio impeccabile, la cucina prelibata e le numerose attività di safari fanno di questo logde un’esperienza africana unica.

Chobe Savanna Lodge (Caprivi) Il Chobe Savanna Lodge si affaccia sul vasto territorio del Chobe National Park e rappresenta il rifugio ideale per vivere un’esperienza esclusiva, a contatto con la natura e la fauna, dove padroneggiano i maestosi elefanti e le rarissime antilopi “Puku”, oltre naturalmente ai bufali ed agli ippopotami. È situato nella regione est del Caprivi e più precisamente in una penisola naturale della riva nord del fiume Chobe. Il lodge è una struttura semplice ed informale, inserita nel classico panorama della savana africana, dal cui corpo centrale si può godere di una meravigliosa vista sul fiume Chobe e oltre, fino all’interno del Parco Nazionale. Chobe Savana Lodge, accoglie fino a 24 ospiti, sistemati in eleganti chalets dal tetto di paglia, tutti forniti di veranda, camera con piccolo salottino e bagno privati, minibar ed aria condizionata. Completano il lodge una piscina ed un suggestivo “boma”, allestito sulla riva del fiume Chobe. I bambini di ogni età sono accettati al lodge, tuttavia non è previsto un servizio di baby sitting o di assistenza.

Divava Okavango Lodge & Spa (Caprivi) Il Divava Okavango Lodge & SPA è il paradiso più remoto della regione del Caprivi, dove il tempo sembra essersi fermato. Questo lodge di lusso si annida tra i maestosi alberi cresciuti lungo la riva del fiume Okavango, a poche centinaia di metri dalle suggestive cascate “Popa”. Gli indigeni del luogo definiscono questo angolo “Paradishi Ghomumbiru”, un piccolo paradiso. La sua posizione offre una spettacolare vista sul fiume Okavango, nonché un’ottima opportunità per gli appassionati di bird-watching di osservare da vicino una miriade di specie di uccelli. Il lodge si trova a soli 14 km dalla Manago Game Reserve, rinomata per l’abbondanza di specie animali quali elefanti, bufali, zibellini, antilopi Il lodge dispone di 20 chalets di lusso, un bar, un ristorante, una piscina con area SPA e sauna, oltre ad una terrazza panoramica sul fiume Okavango. Tra le varie attività organizzate, gite in barca sul fiume fino alle cascate “Popa”, dove si possono osservare ippopotami e coccodrilli, nonché safari guidati all’interno della Mahango Game Reserve. 208


209


Perle d’Africa Namibia

Mowani Mountain Camp (Damaraland) Questo lodge è arroccato tra giganteschi massi di granito con fantastiche vedute sul Damaraland meridionale. Ha 12 tende molto lussuose costruite in modo tale da essere perfettamente integrate con il paesaggio circostante. Le aree comuni si fondono con le formazioni rocciose adiacenti, in quanto hanno il tetto in paglia a forma di cupola. All’interno le tende sono arredate in stile coloniale ed ognuna ha una veranda dalla quale si può godere di un paesaggio spettacolare. Il lodge ha un bar, un ristorante e la piscina. In questa zona si possono vedere spesso gli elefanti del deserto, zebre di montagna, kudu, antilopi saltanti, struzzi, orici. Tra le attività organizzate vi sono anche delle escursioni con guida a Twyfelfontein e alle Canne d’Organo, che si trovano a 15 minuti da Mowani e alla Foresta Pietrificata che è a circa 45 minuti.

Wolwedans Boulders Camp (Namib Desert) Wolwedans Boulders Camp è il più esclusivo ed elegante campo tendato di Wolwedans. Accoglie un massimo di otto persone, sistemate in quattro comode e spaziose tende dotate di ogni comfort. Situato 45 km a sud di Wolwedans il lodge é circondato da grosse rocce di granito ed il panorama é mozzafiato. L’area principale è costituita da una tenda-ristorante e lounge, una terrazza allestita per le colazioni ed un tipico “boma”. Il Wolwedans Boulders Camp è adatto anche per soggiorni di poche notti, combinando momenti di relax a safari ed uscite in jeep 4x4 nella riserva, sempre accompagnati da esperte guide locali. L’esperienza in questo lodge sarà indimenticabile per l’impeccabile servizio, il relax totale ed il suggestivo panorama.

Wolwedans Dunes Lodge (Deserto Namib) È un luogo incantevole situato all’interno della Namib Rand Nature Reserve e sicuramente uno dei più particolari e coinvolgenti luoghi della Namibia. Ha 10 chalets ognuno dei quali caratterizzato da ampie finestre dalle quali si può ammirare il meraviglioso paesaggio del deserto circostante. Il lodge ha un salotto comune, un bar, una bella veranda e una piattaforma dove viene servito l’aperitivo al tramonto. Tra le attività del lodge vi sono le escursioni in veicoli 4x4 scoperti, passeggiate guidate, bird watching, stars watching.

Little Kulala Lodge (Namib Desert) Situato all’interno di una riserva di 21.000 ettari non molto distante da Sossusvlei. Ha 8 chalets in legno con tetti in paglia e una bella veranda con vista panoramica. Ogni chalet inoltre ha una scala interna che porta ad una terrazza panoramica da dove osservare il cielo stellato in totale privacy. Offre sala da pranzo, bar e piscina. 210


211


Perle d’Africa Namibia

Sossus Dune Lodge (Namib Desert) Il lodge situato all’interno del parco Naukluft, costruito nel giugno 2007 con il concetto e la sensibilià ecologica, con l’utilizzo di materiali naturali quali legno e tele, la scelta di un arredamento dai colori che ricordano l’Africa, lo rende unico nel suo stile. Dispone di 23 chalets a due letti, due suites, ristorante, bar e piscina. Dall’alba al tramonto la posizione di questo lodge permette di godere in totale relax un panorama molto suggestivo, unico nel suo genere. Dal lodge si raggiunge Sossusvlei, per la visita alle famose e imponenti dune di sabbia color arancio; si possono effettuare escursioni diurne e notturne per cogliere il fascino straordinario del Namib Desert. Dopo cena è possibile partecipare ad una passeggiata accompagnati da un esperta guida per osservare il sorprendente ed affascinante cielo namibiano punteggiato da infinite stelle e pianeti visibili ad occhio nudo. Un luogo che esprime magia e fa vivere indescrivibili emozioni.

Hoodia Desert Camp Hoodia Desert Camp, sorge a 22 chilometri da Sesriem, sulle rive del fiume Tsauchab nel Naukluft Plateau e gode di una spettacolare vista sul paesaggio circostante. Dodici lussuosi bungalows offrono comfort e relax; tutti sono dotati di servizi privati con la possibilità di dormire all’aperto per ammirare le stelle durante la notte, un’esperienza indimenticabile. Nel ristorante si può gustare una squisita cucina tradizionale ed internazionale, accompagnata da un’ampia selezione di vini sudafricani provenienti dalla fornita cantina. Un esteso ponte di legno sul fiume Tsauchab permette di godere di un panorama emozionante ed unico; la particolare piscina scolpita nella roccia naturale consente agli ospiti di rilassarsi e rigenerarsi nell’acqua refrigerante.

Ichingo River Lodge (Impalila Island) Il lodge è situato nel nord est della Namibia nella leggendaria Impalila Island dove i fiumi Zambesi e Chobe confluiscono. Dispone di una piattaforma sul fiume dove poter avvistare la ricca fauna; da maggio a settembre nella stagione secca vi si trova la più grande concentrazione d’africa di elefanti. Il lodge di recente ristrutturazione dispone di nove camere tendate curate nei dettagli e nella scelta dei colori; offrono balcone e bagno privato. Il ristorante nella zona centrale, propone prelibate pietanze curate nei minimi particolari, il bar è fornito con varietà di bevande alcoliche e non. La piscina costruita ai margini del fiume invita a trascorrere qualche ora in totale relax.

Little Ongava Lodge (Etosha National Park) Disegnate da un famoso architetto e basate su stili e spunti locali, le 3 esclusive suites del Little Ongava sono parte integrante dell’Ongava Game Lodge, situato all’interno di una riserva privata di 30.000 ettari al confine del Parco Etosha. Ispirate dai panorami spettacolari e dalle brezze gentili della collina che sovrasta la riserva privata dell’Ongava, ogni spaziosa suite dal design ricercato e dalle decorazioni che si integrano perfettamente con il vicino Parco Etosha, offre ineguagliabili occasioni di godere della natura circostante e di rilassarli in libertà. Ogni suite dispone di un patio con piccola piscina, uno spazioso bagno con doccia interna ed esterna, una propria “sala” gazebo con tetto in paglia annidato tra le rocce dolomitiche. Gli ospiti possono scegliere di rimanere nella privacy più totale oppure possono decidere di godere degli spazi comuni per i pasti o per un cocktail al bar con veduta sulla pozza. 212


213


Perle d’Africa

Namibia Onguma Tented Camp (Etosha National Park) È una mescolanza di atmosfere sofisticate e rilassate, di eleganza e integrazione con gli elementi naturali. In lingua Herero Onguma significa “il posto che non vuoi lasciare”. Con un magnifico complesso e sette esclusive tende, l’Onguma Tented Camp è sicuramente all’altezza del suo nome. Un insieme di materiali come pietra, pelle, lino e acciaio creano un ambiente moderno ed essenziale, profondamente legato alla terra. Tonalità di grigio, antracite, nero, bianco e panna, insieme ad un tocco di verde brillante danno un tono sofisticato e caldo e sono un omaggio ai colori della natura circostante. L’atmosfera è completata dalla presenza di una pozza a circa 60 metri dal lodge, che invoglia a passare i pomeriggi nel relax totale dei comodi sofà del salotto ad ammirare gli animali che vanno e vengono. Quando la calura incalza, è sufficiente una breve passeggiata per raggiungere i bordi della piscina. Le sette spaziose tende, posizionate a U, favoriscono la privacy e aprono fantastiche vedute. Come l’edificio principale, ogni tenda è arredata con la stessa attenzione al dettaglio, con doccia interna ed esterna, una fantastica interpretazione della vecchia vasca di zinco e due lavandini in pietra. Le tende classiche da safari vengono addolcite da studiati dettagli: morbidi asciugamani bianchi, fresche vestaglie in cotone, grandi cuscini, ventilatori retro, lampade in acciaio e biancheria dai colori canna di fucile e bianco completano l’arredamento. Inoltre da ogni letto si ha una veduta diretta su una pozza illuminata durante la notte.

Onguma Plains Camp (Etosha National Park) Situato nella parte orientale del parco Etosha, Onguma Private Nature Reserve possiede 20.000 ettari di natura incontaminata e protetta dove predatori, Kudu, giraffe, zebre, rinoceronti neri e leoni sono di casa. Questo particolarissimo campo, dall’originale stile afro-marocchino, è davvero unico nel suo genere. Definito il “forte sull’Etosha Pan”, l’Onguma Plans Camp dispone di 12 mini suite ed 1 Main Fort Suite con impareggiabile vista sull’Etosha National Park. Tutte le camere hanno aria condizionata, sala da bagno con doccia interna ed esterna, filodiffusione, minibar ed asciugacapelli.

Villa Mushara (Etosha National Park) Il Villa Mushara è situato a meno di 8 km dal famoso parco Etosha e dispone di 2 ville di 140 mq. ciascuna. L’elegante arredamento è fortemente legato ai temi africani, con un lussuoso e raffinato melange di stili e tessuti. Le due spaziose ville sono situate in una zona tranquilla e dispongono di salotto, camera da letto con letto king size e servizi privati. La zona esterna consiste in una veranda, piccola piscina privata, doccia esterna ed una zona privata con tetto in paglia da dove si può godere il tramonto o dove ci si può rilassare durante la giornata immersi nell’atmosfera della savana.

Mushara Outpost (Etosha National Park) Il Mushara Outpost si trova a circa due chilometri in linea d’aria dal Mushara Lodge ed e’ composto da 8 spaziose tende costruite su una piattaforma di legno e annidate tra gli alberi sulle rive del fiume. Le camere tendate hanno struttura in legno e pareti in tessuto con un’ampia porta di vetro all’ingresso; il loro arredamento è allo stesso tempo minimalista ed estremamente accogliente e confortevole. Tutte le camere tendate dispongono di aria condizionata, zona bagno con doccia e toilette separata, mini-bar, cassaforte, telefono, zanzariera e il necessario per thé e caffe. L’edificio centrale, dalla rassicurante atmosfera familiare, e’ nello stile di una vecchia fattoria, con alte mura ed un’accogliente veranda. La cena viene servita sotto le stelle mentre la prima colazione ed il pranzo vengono serviti nella veranda o all’interno. Il lodge dispone anche di un’ampia piscina per rilassarsi nel silenzio della natura. 214


215


Perle d’Africa Namibia

Onkoshi Camp Il nuovissimo Onkoshi Camp è posizionato su una piattaforma di legno isolata e affacciata sull’Etosha Pan. Gli ospiti dovranno lasciare l’auto a Namutoni ed il personale del lodge si occuperà di portarli a destinazione; questo assicura un soggiorno tranquillo ed esclusivo, fuori dalle consuete rotte dei turisti. I 15 chalets rivestiti in legno pregiato e tetti in paglia, permettono viste panoramiche spettacolari. Le camere sono arredate con gusto: mobili lavorati a mano con l’utilizzo di metallo e legno. I tessuti del corredo letto e tendaggi dai colori naturali creano un ambiente etnico. Ogni chalet è dotato di letti a una piazza e mezza, tranne che nello chalet honeymoon in cui troviamo un letto king-size. L’area principale con ristorante, salone, bar, ponte e piscina che sovrasta il panorama è il luogo ideale in cui rilassarsi e godere dei dintorni. Non sono ammessi i bambini al di sotto dei 6 anni.

Etosha Mountain Lodge(Etosha National Park) L’Etosha Mountain Lodge è un esclusivo lodge situato all’interno di una riserva privata di 48 000 ettari al confine sud-occidentale del Parco Nazionale Etosha, nei pressi di Kamanjab. Arroccato su una collina con vedute sconfinate sulla savana, il lodge dispone di 6 chalets elegantemente arredati con veranda privata e di una suite con salotto e piccola piscina privata. Il lodge offre escursioni nella riserva, dove si trovano rinoceronti bianchi e neri oltre a varie specie di antilopi e di uccelli. L’edificio principale è composto dalla zona salotto e pranzo, da una veranda sopraelevata e dalla piscina. La cucina ricercata è il complemento ideale all’insieme di lusso e natura selvaggia offerto dal lodge.

Serra Cafema Lodge (Kunene River) Serra Cafema, uno dei campi più remoti dell’Africa Australe, è situato nell’estremo nord-ovest della Namibia, nella regione abitata dagli Himba, una delle ultime popolazioni nomadi in Africa. Il nome portoghese del camp deriva da quello delle montagne a nord che dominano l’orizzonte. Il fiume Kunene, l’unica fonte permanente di acqua nell’intera regione, crea lungo il suo letto una lussureggiante oasi circondata da aspre montagne e dune. All’ombra di grandi alberi si trova questo piccolo, rustico e tranquillo campo composto da 6 tende rialzate da terra, piacevolmente arredate tutte con servizi privati. Il campo ha una piccola piscina, sala da pranzo e bar e la sua posizione, a pochi chilometri dall’Atlantico e dalla Skeleton Coast, fa si che i venti freschi che soffiano dall’oceano rendano la temperatura fresca anche durante il periodo estivo. Le escursioni portano attraverso i paesaggi mozzafiato nella Hartman Valley, a sud del campo, abitata da springbok, struzzi e anche leopardi, attraverso le dune di sabbia durante i safari in 4x4 e lungo il fiume Kunene in barca, dove è possibile vedere i coccodrilli del Kunene che si crogiolano al sole. Per chi predilige le escursioni a piedi, le passeggiate tra le remote montagne e valli saranno indimenticabili. Cafema viene spesso visitata dalle famiglie Ovahimba che vivono nei pressi, il che dà agli ospiti la possibilità unica di entrare in contatto con questa popolazione, di apprendere il loro stile di vita e le loro tradizioni.

Okahirongo Lodge (Kaokoland) L’Okahirongo Lodge è situato nel Kaokoland, l’unica zona desertica dove vivono elefanti, rinoceronti neri, leoni e giraffe. Spesso descritto come una delle ultime vere zone selvagge della Namibia, offre paesaggi montani ed una tranquillità quasi irreale. Il lodge dispone di 7 lussuosi cottages di 50 mq con grandi stanze da bagno e vasca con una magnifica veduta sulla valle, doccia interna ed esterna, uno spazioso gazebo privato con lettino dove rilassarsi dopo una giornata di safari. Il lodge offre anche una suite presidenziale con due camere doppie, veranda, gazebo e salotto privato. Tutti i cottage sono decorati con una ricca e sensuale fusione di color ocra, miele e sabbia, ma ognuno con uno stile ed una atmosfera unici, arricchiti dagli arredi locali e da pezzi d’arte provenienti da diverse zone dell’Africa. 216


217


Perle d’Africa Namibia

Ndhovu Lodge Caprivi Situato sulla sponda occidentale del fiume Okavango, 20 Km a sud di Divundu ( Bagani bridge sulla strada C 48 vicino alle Popa Rapids ). È un ambiente dove regna la tranquillità, dal quale è possibile godere della vista del Caprivi Game Park e Bwabawata Nationa Park. Il lodge è composto da tende equipaggiate con servizi privati e doccia. Il Main Building, con il bar ed il ristorante, permette di osservare da vicino elefanti, ippopotami ed altri animali mentre si abbeverano lungo il fiume. Per visitare la zona, il lodge propone delle escursioni nel Parco Mahango, popolato da bufali, elefanti, antilopi ed altre specie di animali e delle uscite in barca per praticare la pesca o avvistare le oltre 400 specie di uccelli presenti nella zona.

Erongo Wilderness Lodge (Damaraland) Circondato dalle Montagne Erongo, questo lodge di lusso offre 10 chalets, costruiti a palafitta in nicchie naturali tra le rocce di granito, assicurando relax, pace ed intimità ai suoi ospiti. Ogni chalet è coperto da un tetto di paglia per garantire la giusta ombra all’interno, tutte le finestre e porte sono state fissate da reti che permettono l’ingresso solo all’aria, i servizi privati sono costruiti tra le rocce e gli arbusti. Tutte le sistemazioni dispongono di veranda privata, mini bar e di una veduta spettacolare sul territorio dell’Erongo. Il ristorante, costruito dietro ad una piccola collina granitica, dotato di un grande caminetto centrale funge, oltre che da ristorante, anche da zona relax e bar. E’ il luogo perfetto per gustare un buon cocktail guardando comodamente seduti gli animali della zona che passeggiano fuori, appena sotto gli occhi. A disposizione anche una piscina per tutti gli Ospiti del Lodge.

Okonjima Bush Lodge (Dintorni di Otjwarongo) Situato a circa due ore da Windhoek è un lodge circondato dall’intatta bellezza delle Omboroko Mountains, parte del sistema del Waterberg Plateau. Ha un corpo centrale, Main Lodge, con 10 camere e il Bush Lodge con 8 bungalows molto belli con i tetti di paglia, (situati ad alcuni metri l’uno dall’altro). Ogni bungalow ha una parete fatta di pannelli in tessuto pesante, che si possono alzare interamente per poter godere del meraviglioso panorama circostante. Il lodge ha un ristorante, un bar, un giardino, la piscina. Tra le attività organizzate vi sono percorsi a piedi, tra i quali il più interessante è il ‘Bushman Trail’ che si svolge con una guida esperta. Nell’area si possono avvistare numerosissime specie di uccelli e anche leopardi, ghepardi e caracal.

Klein Aus Vista (Aus - Namibia Del Sud) È situato vicino alla località di Aus a circa 115 chilometri a est di Luederitz al confine tra le montagne di Aus e il deserto del Namib. Un punto di partenza ideale per visitare il Sud della Namibia. Il lodge è diviso in due parti: ‘l’Eagles Nest’ costruito ai piedi delle Aus Mountains, fatto di bungalows in pietra costruiti tra giganteschi massi di granito, ognuno dei quali con una veranda privata da dove ammirare dei meravigliosi tramonti. Poi c’è il ‘Desert Horse Inn’ una moderna guest house integrata nel deserto con camere elegantemente arredate. Il ristorante è lo stesso per entrambi ed anche la sala principale con un romantico camino. Il personale del lodge organizza varie attività quali camminate su percorsi tracciati, escursioni a cavallo ed escursioni in veicoli scoperti. 218


219


Perle d’Africa Namibia

Lianshulu Lodge (Mudumo National Park) Il Lodge è posizionato sulla sponda del fiume Kwando, in una concessione privata all’interno del Mudumu National Park. È molto conosciuto, non solo per la sua cucina rinomata, ma soprattutto per il meraviglioso contesto dai panorami selvaggi e impareggiabili dell’Africa incontaminata. La zona è particolare e diversa da tutto il resto della Namibia. Il lodge dispone di 11 chalets doppi e 8 chalets nel bush lodge, armoniosamente arredati con materiali e legno locale, tutti dotati di bagno privato. Nella zona centrale, si trova un’area soggiorno con il ristorante che si affaccia sulla laguna dalla vista mozzafiato. Inoltre sono a disposizione degli ospiti una piscina ed una fornita biblioteca. Sono previste delle escursioni in jeep 4x4, passeggiate accompagnate dai rangers, escursioni in barca. Una nota particolare va allo chef che quotidianamente cura le pietanze e propone piatti gustosi; la cena è solitamente prevista al lume di candela. Il soggiorno a Lianshulu lascerà a tutti dei ricordi indimenticabili.

Olive Grove Luxury Guest House (Windhoek) Questa piccola e rilassante guest house posizionata in zona tranquilla poco lontano dal centro della capitale, dispone di 11 camere elegantemente arredate. Tre standard suite, 7 luxury suites, 1 executive suite. Tutte sono dotate di telefono diretto, cassaforte, canale satellitare, aria condizionata, accappatoio, necessario per the e caffè con pasticcini della casa, mini bar. L’executive suite, la più spaziosa 80 mq. ha la camera e il bagno separati dalla sala da pranzo, inoltre si trovano un mini hi-fi e un DVD. Molti altri servizi sono proposti: servizio lavanderia, internet point, prima colazione servita in camera, pranzi leggeri à la carte, cene, bar, parcheggio, wellness area con svariate soluzioni per il benessere del vostro corpo.

Gocheganas Lodge (Windhoek) Gocheganas deriva dalla lingua etnica dei Damara, una popolazione namibiana ed il suo significato è “luogo delle acacie”. Questo bellissimo lodge dista circa 30 minuti d’auto dalla capitale ed i suoi 16 chalets di cui uno, il Crown Chalets può ospitare fino a 4 persone, sono adagiati su dolci colline da cui godono di una vista spettacolare. Gli spaziosi chalets sono costruiti in stile namibiano ed ognuno dispone di una spaziosa terrazza in legno. Ognuno è elegantemente arredato e dotato di aria condizionata, televisione, DVD, minibar, telefono e connessione internet WIFI, bagno con vasca e doccia con WC separato e doccia esterna. Le aree comuni offrono un ristorante molto raffinato con una vista mozzafiato, ristorante all’aperto, il Toko Bar, piscina riscaldata interna con soffitto a volta in pietra naturale, piscina esterna contornata da uno splendido prato d’erba, palestra per fitness e yoga, sauna, centro benessere con 11 sale per trattamenti con attrezzature all’avanguardia. Tra le attività segnaliamo i percorsi nella natura selvaggia, fotosafari nella riserva naturale dove risiedono circa 1800 animali tra i quali rinoceronti, otocioni, giraffe, zebre, ghepardi, sciacalli, leopardi, gnu blu e nero, varie specie di antilopi, orici, kudu, springbock, antilopi d’acqua, alcelafi, struzzi, facoceri ed una grande varietà d’uccelli; percorsi in mountain bike, escursioni, golf a Windhoek.

Cornerstone Guesthouse (Swakopmund) Cornerstone Guesthouse è situata al 40 Hendrik Witbooi Street Swakopmund, nel cuore della “vecchia Swakopmund” a pochi passi dai piacevoli ristoranti, pub, negozi, banche. Questa nuova e piccola pensione offre 5 camere doppie con servizi privati, moderne e lussuose, ognuna con un’entrata indipendente. Ogni camera dispone di televisione, connessione ad internet, tè/caffé, frigo bar, una piccola cassaforte digitale e patio in stile coloniale. A disposizione degli ospiti: sala da pranzo, parcheggio custodito, servizio di lavanderia. 220


221


Perle d’Africa Namibia

Seaside Hotel & Spa (Swakopmund) Il Sea Side Hotel è un nuovissimo hotel costruito sulla spiaggia di Swakopmund che dispone di 20 camere e 4 suites. Tutte le camere si affacciano sul mare ed hanno accesso diretto alla lunga spiaggia; hanno servizi privati con doccia, aria condizionata e servizio in camera fino alle 23.00. Le suites sono dotate di caminetto a muro, salotto e cucinino, ed una piccola vasca idromassaggio per il relax. Inoltre delle camere doppie comunicanti sono disponibili per famiglie. Il ristorante dell’hotel propone raffinate cene e, durante il giorno, una varietà di gustose pietanze.

Swakopmund Hotel (Swakopmund) Hotel costruito nell’edificio della vecchia stazione, uno dei più belli della città. Ha 90 camere, giardino con piscina, un ristorante dove si può scegliere tra un menù à la carte o il buffet, un ristorante che offre specialità di pesce ed inoltre vi è un centro con cinema, palestra e un negozio di specialità locali.

222


223


Kune Serra Cafema

ne R

iver

Epupa Falls Opuwo KAOKOLAND

Katima Mulilo

on

t ele

Sk

OWAMBO REGION

Okavango River Rundu

st

a Co

Palmwag

Twyfelfontein

BUSHMANLAND

DAMARALAND Otjwarongo Terrace Bay Cape Cross

Livingstone

Victoria Falls (Zambia)

Popa Falls

Etosha National Park Hobatere

Sesfontein

CAPRIVI

WATERBERG PLATEAU

Spitzkoppe

Swakopmund

Windhoek

Walvis Bay

Sesriem Sossusvlei Namib-Rand Nature Reserve Namib-Naukluft Park

Mariental KALAHARI DESERT

Keetmanshoop

Luederitz Aus

Fish River Canyon

Grandangolo Namibiano 226 Grandangolo Namibiano - estensione nel Caprivi 227 La Namibia racconta 228 La Namibia racconta - estensione sud 229 Tra Cielo e Terra 230 Tra Cielo e Terra - estensione nel Caprivi 230 Tra Cielo e Terra - estensione Serra Cafema 230 Tra Cielo e Terra - estensione sud 231 Tra Cielo e Terra - estensione a Purros 232 Senza confini 233 Senza confini - estensione Botswana 234 I Popoli del Bush 235 I Popoli del Bush - estensione Caprivi 236 I Popoli del Bush - estensione Nabim Desert 237 Skeleton Coast - estensione 238 Deserti Namibiani - estensione 239

224

BOTSWANA


TOU RS NAMIBIA

225


Grandangolo Namibiano - Namibia Tour in libertà o con guida Questo tour vi porterà alla scoperta delle maggiori bellezze naturali della Namibia. E’ consigliato a coloro che non possono dedicare molto tempo al viaggio e che non hanno mai visitato questo paese ricco di contrasti. Il tour partirà da Windhoek, capitale curiosa e vivace, e continuerà verso la zona del Parco Etosha e del Damaraland, dove i vostri occhi incontreranno paesaggi selvaggi e contrastanti. Il viaggio continuerà verso la costa fino alla pittoresca città di Swakopmund, ed infine, ci si addentrerà nel deserto del Namib dalle alte dune color albicocca, immagine simbolo della Namibia che resterà per sempre impressa nei vostri ricordi. n 1° giorno Italia u Windhoek Partenza con volo di linea dall’aeroporto prescelto in Italia per Windhoek (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Windhoek Arrivo all’aeroporto internazionale di Windhoek ed incontro con un nostro assistente locale per la consegna delle carte stradali e l’assistenza per il ritiro del veicolo noleggiato. Partenza per Windhoek e raggiungimento dell’hotel riservato. Nel pomeriggio, suggeriamo la visita della capitale namibiana, situata in un’incantevole posizione tra le colline di Aus e Eros a 1650 mt di altitudine. Il centro è una mescolanza di palazzi coloniali tedeschi e di colorati edifici in stile postmoderno molto insoliti. Rientro in hotel per il pernottamento. n 3° giorno Windhoek u Zona Di Sesriem Dopo la prima colazione in hotel, partenza in vettura verso Sesriem. Arrivo nel pomeriggio a destinazione e sistemazione al lodge riservato. Il Namib è uno dei più antichi deserti del mondo, il suo nome significa ‘il nulla’. Si estende per 1600 Km lungo la costa e per altri 500 Km verso l’interno. In nessun altro luogo al mondo esistono paesaggi così desolati e al tempo stesso così vari. Cena e pernottamento al lodge. n 4° giorno Zona Di Sesriem (Sossusvlei) Trattamento di mezza pensione al lodge. Consigliata l’escursione di prima mattina alle dune di Sossusvlei (si raggiunge il parcheggio 2x4 situato a 5 Km da Sossusvlei con il proprio veicolo e da qui si procede per Sossusvlei con il servizio shuttle 4x4 disponibile da questo parcheggio. Se il tour è invece effettuato con un 4x4 si può arrivare sino a Sossusvlei direttamente con il proprio veicolo.) ed al Sesriem Canyon. Sossusvlei è uno dei luoghi più visitati e conosciuti di questo immenso deserto. Si tratta di una pozza circondata da dune rosse alte fino a 300 metri. Dalla cima della famosa ‘Duna 45’, la più accessibile delle grandi dune rosse, si può ammirare un panorama indimenticabile: ci si potrà veramente rendere conto della vastità di questo deserto. Dalla pianura di ghiaia del Namib centrale si innalza il massiccio del Naukluft sul quale si può fare del trekking lungo dei percorsi meravigliosi. n 5° giorno Zona Di Sesriem u Swakopmund Prima colazione al lodge e partenza per Swakopmund. Lungo il percorso consigliamo una sosta per la visita alla piana delle Welwitschia Mirabilis e la veduta panoramica sulla Valle della Luna. Arrivo nel tardo pomeriggio a Swakopmund, la principale città balneare della Namibia di impronta decisamente tedesca, con edifici coloniali, panetterie, caffè, birrerie; un invito a passeggiare nei bellissimi giardini pubblici. Pernottamento in hotel n 6° giorno Swakopmund Dopo la prima colazione, intera giornata dedicata alla visita della città, dei dintorni e di Walvis Bay, punto di partenza ideale per un’escursione a Sandwich Harbour, una laguna popolata da migliaia di uccelli marini e dove si trovano anche le saline. Un’altra escursione divertente da Walvis Bay è quella in barca per vedere i delfini oppure quella con i quadd (moto a quattro ruote) nelle dune che si innalzano alle spalle della cittadina. Pernottamento in hotel. n 7° giorno Swakopmund u Damaraland Dopo la prima colazione in hotel, partenza in auto verso il Damaraland, regione situata al centro del paese formata da selvagge montagne desertiche e altipiani con vegetazione a macchia. Consigliamo la sosta per la visita alla colonia di otarie di Cape Cross, a circa trenta minuti da Swakopmund. Proseguimento per Twyfelfontein e sistemazione al lodge riservato. Consigliata la visita ai graffiti rupestri di Twyfelfontein (è preferibile fare la visita nel pomeriggio verso il tramonto per la luce e i fantastici colori che si creano tra le rocce granitiche) e alle Canne d’Organo. Cena e pernottamento al lodge. n 8° giorno Damaraland u Etosha National Park Prima colazione in hotel e partenza verso il Parco Nazionale Etosha, uno dei luoghi più affascinanti al mondo dove poter osservare da vicino moltissime specie animali nel loro habitat naturale. Consigliata la visita alla Foresta Pietrificata. Arrivo al Parco Etosha ed inizio dei fotosafari con il proprio veicolo noleggiato. Pernottamento in resort. n 9° giorno Etosha National Park Prima colazione e giornata dedicata ai fotosafari nel Parco Etosha. In lingua Owambo il suo nome significa ‘grande luogo bianco dell’acqua asciutta’ e deriva dalla vasta depressione dalle sfumature bianche e verdastre formatasi in seguito al prosciugamento di un lago, chiamata Etosha Pan. Sono soprattutto le foreste e le praterie circostanti a costituire un habitat tanto favorevole per la fauna del parco. Nel pomeriggio, arrivo al lodge riservato e sistemazione. Cena e pernottamento. n 10° giorno Etosha National Park u Zona Di Otjiwarongo Prima colazione al lodge e partenza verso Otjiwarongo che si trova a circa 250 chilometri a nord di Windhoek, nel cuore di una regione di grandi fattorie dedite all’allevamento. All’arrivo sistemazione al lodge riservato e nel pomeriggio escursione guidata nella riserva del lodge. Cena e pernottamento. n 11° giorno Zona Di Otjiwarongo u Windhoek u Italia Dopo la prima colazione, partenza per Windhoek. Lungo il percorso consigliamo una sosta al mercato di Okahandja. Arrivo all’aeroporto di Windhoek in tempo utile per il rilascio del veicolo noleggiato ed il disbrigo delle pratiche d’imbarco. Partenza con volo di linea per il rientro in Italia (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 12° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Grandangolo Namibiano - Namibia estensione nel Caprivi

226


Grandangolo Namibiano - Namibia estensione nel Caprivi Tour in libertà o con guida Un prolungamento del tour Grandangolo Namibiano per visitare una zona a nord-est, un lungo e affusolato corridoio di terra che si estende verso lo Zimbabwe e lo Zambia. Nella regione di Caprivi si trovano il Bwabwata National Park, il Mudumu e il Mamili, dove è possibile visitare gli angoli più verdi e lussureggianti della Namibia. n Dal 1° all’8° giorno vedesi programma precedente (pag. 226) n 9° giorno Etosha National Park u Caprivi (Popa Falls/Parco Mahangu) Prima colazione al lodge e partenza verso la regione del Kavango. Arrivo nella zona di Popa Falls/Parco Mahnagu e sistemazione al lodge. Il Caprivi è quella sottile striscia di terra lunga circa 500 km nell’estremo nord-est della Namibia che si insinua nel cuore dell’Africa Australe, dividendo il paese dal Botswana, Zambia e Angola. Il Caprivi è in netto contrasto con il resto della Namibia, prevalentemente arida, in quanto è attraversato da numerosi fiumi perenni: l’Okawango, il Kwando, il Linyanti, il Chobe e lo Zambesi. Il suo paesaggio è ricco di verdi foreste e pascoli. Cena e pernottamento al lodge. n 10° giorno Caprivi (Popa Falls/Parco Mahangu) Trattamento di mezza pensione al lodge. Consigliato il fotosafari mattutino nel Parco Mahangu e l’escursione in piccola imbarcazione sul fiume Okavango (non inclusa). Il paesaggio è qui dominato dal fiume Okavango e dalle sue vaste pianure alluvionali. Lo spettacolo più eclatante sarà quello di poter ammirare milioni di farfalle coloratissime, attirate dal fiume, molte delle quali scientificamente non sono ancora classificate. Altri animali in numero consistente sono i coccodrilli. n 11° giorno Caprivi (Popa Falls/Parco Mahangu) u Mudumu National Park Prima colazione al lodge e partenza per il Caprivi. Arrivo, sistemazione al lodge in tempo per il pranzo e rilascio della vettura ad un rappresentante Budget. Nel pomeriggio, escursione al tramonto in piccola imbarcazione sul fiume Kwando. Cena e pernottamento al lodge. n 12° giorno Caprivi Trattamento di pensione completa al Lianshulu Lodge. Fotosafari mattutino nel Mudumu National Park organizzato dal Lodge. Il Mudumo era un tempo la zona della Namibia più ricca di animali quali elefanti, rinoceronti, giraffe, zebre, bufali, ippopotami, coccodrilli, leoni, ghepardi, leopardi, licaoni. Alla fine degli anni 80 l’area era diventata un territorio di caccia privo di controllo e i cacciatori di trofei ne approfittavano facendo strage di animali. Inoltre la popolazione locale, facendo riferimento ad un’antica credenza, bruciava la boscaglia per propiziare le piogge. Dopo la proclamazione a Parco Nazionale nel 1989, l’inserimento graduale della fauna sul territorio, un controllo maggiore ed un educazione ambientale, gradualmente il Mudumo National Park sta ritornando alla meraviglia di un tempo. Nel pomeriggio, nuova escursione in barca sul fiume Kwando. n 13° giorno Caprivi u Katima Mulilo u Windhoek Prima colazione al lodge. Trasferimento in tempo utile per le operazioni d’imbarco all’aeroporto di Katima Mulilo, il cui nome è un’espressione “lozi” che significa “estinguere il fuoco”. Partenza con volo diretto all’aeroporto di Eros – Windhoek. All’arrivo trasferimento all’hotel riservato. Tempo a disposizione, cena e pernottamento in hotel. n 14° giorno Windhoek u Italia Prima colazione in hotel. Tempo a disposizione fino al trasferimento all’aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di rientro in Italia (con scalo europeo). n 15° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Kune Serra Cafema

ne R

iver

Epupa Falls Opuwo KAOKOLAND

Katima Mulilo

Sk

OWAMBO REGION

ele

Okavango River Rundu

ton Co as t

Palmwag

Twyfelfontein

BUSHMANLAND

DAMARALAND Otjwarongo Terrace Bay Cape Cross

Livingstone

Victoria Falls (Zambia)

Popa Falls

Etosha National Park Hobatere

Sesfontein

CAPRIVI

WATERBERG PLATEAU

Spitzkoppe

Swakopmund

Windhoek

Walvis Bay

Sesriem Sossusvlei Namib-Rand Nature Reserve Namib-Naukluft Park

Mariental KALAHARI DESERT

BOTSWANA

Keetmanshoop

Luederitz Aus

Fish River Canyon

227


La Namibia racconta - Namibia Tour in libertà o con guida n 1° giorno Italia u Windhoek Partenza con volo di linea dall’aeroporto prescelto in Italia per Windhoek (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Windhoek Arrivo all’aeroporto internazionale di Windhoek ed incontro con un nostro assistente locale per un briefing sul viaggio. Partenza in auto per Windhoek e raggiungimento dell’hotel riservato. Nel pomeriggio suggeriamo la visita della capitale namibiana situata in un’incantevole posizione tra le colline di Aus e Eros a 1650 mt di altitudine. Il centro è una mescolanza di palazzi coloniali tedeschi e di colorati edifici in stile postmoderno molto insoliti. Rientro in hotel per il pernottamento. n 3° giorno Windhoek u Etosha National Park Prima colazione in hotel e partenza verso il Parco Nazionale Etosha, uno dei luoghi più affascinanti al mondo dove poter osservare da vicino moltissime specie animali nel loro habitat naturale. Arrivo al Parco Etosha ed inizio dei fotosafari con il proprio veicolo noleggiato. Pernottamento in resort. n 4° giorno Etosha National Park Prima colazione e giornata dedicata ai safari in auto nel Parco Etosha. In lingua Owambo il suo nome significa ‘grande luogo bianco dell’acqua asciutta’ e deriva dalla vasta depressione dalle sfumature bianche e verdastre formatasi in seguito al prosciugamento di un lago, chiamata Etosha Pan. Sono soprattutto le foreste e le praterie circostanti a costituire un habitat tanto favorevole per la fauna del parco. Nel pomeriggio arrivo al lodge riservato e sistemazione. Cena e pernottamento. n 5° giorno Etosha u Kaokoland Dopo la prima colazione al lodge, partenza per il Kaokoland, uscendo dal King Nehale Gate. Confinato nell’angolo nord-occidentale del paese, il Kaokoland chiamato anche Kaokoveld, viene spesso definito l’ultima grande regione selvaggia dell’Africa in quanto presenta il volto più primitivo della Namibia. Gli animali si trovano in quantità, presenti alcuni esemplari di rinoceronte nero, elefanti del deserto, giraffe, zebre, kugu, gemsbock, struzzi, springbok. Consigliata la visita al Nakambale Village. Arrivo a Opuwo, il capoluogo del Kaokoland, il cui nome significa “la fine” e sistemazione al lodge riservato. Cena e pernottamento al Lodge. n 6° giorno Kaokoland Prima colazione al lodge e partenza verso nord per le Epupa Falls. Arrivo e sistemazione al campo. Dopo il pranzo, inizio delle attività offerte dal campo. Il fiume Kunene segna il confine con l’Angola e le sue acque, attraverso dei crepacci, formando le spettacolari cascate Epupa. I mesi migliori per ammirare questa meraviglia della natura sono aprile e maggio quando il Kunene River raggiunge la sua portata massima. Cena e pernottamento al camp. n 7° giorno Kaokoland Trattamento di pensione completa al camp. Giornata dedicata alle attività offerte dal campo. Possibilità di visitare gli Himba, popolazione che solo da pochi anni è venuta a contatto con i turisti, motivo per cui molti di loro vivono ancora come centinaia di anni fa, al di fuori del tempo e senza conoscere minimamente il significato della parola progresso, storia, denaro. Le donne Himba hanno mantenuto nei secoli le loro usanze e il loro costumi tradizionali che consistono in una minigonna fatta di vari strati di pelle di capra e gioielli realizzati con conchiglie, pelle e ferro. La loro caratteristica principale è il colore rossastro della pelle: questo perché cospargono il loro corpo con una sostanza composta di burro, cenere e ocra che ha lo scopo di mantenere la pelle liscia e giovane. Questo metodo evidentemente funziona in quanto anche e donne più anziane hanno una pelle particolarmente bella. n 8° giorno Kaokoland u Damaraland Dopo la prima colazione, partenza verso sud per la zona di Hobatere e sistemazione al lodge riservato. Possibilità di effettuare un fotosafari serale nella riserva del lodge (non compreso). Cena e pernottamento al lodge. n 9° giorno Damaraland Dopo la prima colazione al lodge, partenza per la zona di Twyfelfontein. Consigliata la visita alla Foresta Pietrificata e proseguimento per Twyfelfontein, la zona più conosciuta del Damaraland. Questa non ha eguali per quanto riguarda il numero di graffiti e pitture rupestri che si trovano nella sua valle a forma di U e risalgono a circa 6000 anni fa. Arrivo e sistemazione al lodge. Cena e pernottamento al lodge. n 10° giorno Damaraland u Swakopomund Dopo la prima colazione, partenza verso sud per Swakopmund. Consigliata la visita ai graffiti rupestri di Twyfelfontein, alle Canne d’Organo e alla colonia di foche di Cape Cross. Arrivo a Swakopmund, la principale città balneare della Namibia di impronta decisamente tedesca con edifici coloniali, panetterie, caffè, birrerie. Vi sono splendide passeggiate e bellissimi giardini pubblici. Pernottamento in hotel. n 11° giorno Swakopomund Dopo la prima colazione, intera giornata dedicata alla visita della città, dei dintorni e di Walvis Bay, punto di partenza ideale per un’escursione a Sandwich Harbour, una laguna popolata da migliaia di uccelli marini dove si trovano anche le saline. Un’altra escursione divertente da Walvis Bay è quella in barca per vedere i delfini oppure quella con i quadd (moto a quattro ruote) nelle dune che si innalzano alle spalle della cittadina. Pernottamento in hotel. n 12° giorno Swakopomund u Sesriem Dopo la prima colazione, partenza per la zona di Sesriem, attraverso il Namib Naukluft Park. Consigliata la sosta per la veduta panoramica sulla Valle della Luna e visita alla Piana delle Welwitschia Mirabilis. Arrivo e sistemazione al lodge riservato. Cena e pernottamento al Lodge. n 13° giorno Sesriem (Sossusvlei) Trattamento di mezza pensione al lodge. Consigliata l’escursione di prima mattina alle dune di Sossusvlei (si raggiunge il parcheggio 2x4 situato a 5 Km da Sossusvlei con il proprio veicolo e da qui si procede per Sossusvlei con il servizio shuttle 4x4 disponibile da questo parcheggio — non incluso nella quota. Se il tour è invece effettuato con un 4x4 allora si può arrivare sino a Sossusvlei direttamente con il proprio veicolo) ed al Sesriem Canyon. Sossusvlei è uno dei luoghi più visitati e conosciuti di questo immenso deserto. Si tratta di una pozza circondata da dune rosse alte fino a 300 metri. Dalla cima della famosa ‘Duna 45’, la più accessibile delle grandi dune rosse, si può ammirare un panorama indimenticabile: ci si potrà veramente rendere conto della vastità di questo deserto. Dalla pianura di ghiaia del Namib centrale si innalza il massiccio del Naukluft sul quale si può fare del trekking lungo dei percorsi meravigliosi. n 14° giorno Sesriem u Zona Mariental Dopo la prima colazione, partenza per la zona di Mariental. Arrivo al lodge e, nel pomeriggio, escursione nella tenuta del lodge con aperitivo al tramonto. Rientro per la cena ed il pernottamento. n 15° giorno Zona Mariental u Windhoek u Italia Dopo la prima colazione, partenza per Windhoek. Rilascio del veicolo noleggiato all’aeroporto internazionale di Windhoek in tempo utile per il disbrigo delle pratiche di imbarco sul volo di ritorno. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 16° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione. 228


La Namibia racconta - Namibia estensione sud Tour in libertà o con guida n Dal 1° al 13° giorno medesimo programma tour base (pag. 228) n 14° giorno Sesriem u Aus Prima colazione al lodge e partenza verso Aus. Consigliata la visita del Duwisib Castle. Arrivo ad Aus e sistemazione all’hotel riservato. In loco vi è la possibilità di prenotare delle interessantissime escursioni; il Klein Aus Vista ha infatti accesso ad una concessione esclusiva nella parte meridionale del Namib Naukluft Park, dove è possibile vedere i cavalli selvaggi del Namib, il vulcano estinto “Dikke Willem” e la fascia di dune del Koichab e la foresta di acacie. Cena e pernottamento n 15° giorno Aus Trattamento di mezza pensione in hotel. Giornata da dedicare all’escursione di Luderitz con visita alla città fantasma di Kolmanskop e visita della città. Rientrando nel pomeriggio verso Aus, consigliamo una sosta a Garub, località dove i cavalli del deserto si recano per abbeverarsi. n 16° giorno Aus u Fish River Canyon Dopo la prima colazione, partenza per il Fish River Canyon, una delle meraviglie della Namibia ed il canyon più grande dell’Africa. E’ lungo 161 Km e profondo 550 metri. Da maggio a settembre è possibile esplorare il canyon a piedi lungo un percorso molto suggestivo di circa 85 chilometri. All’arrivo, sistemazione nel lodge riservato. Cena e pernottamento. n 17° giorno Fish River Canyon Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita del Fish River Canyon. Cena e pernottamento al lodge. n 18° giorno Fish River Canyon u Zona Di Mariental Dopo la prima colazione, partenza per la zona di Mariental. Consigliamo una visita alla Foresta degli Alberi ‘faretra’. Arrivo nel pomeriggio al lodge riservato ed escursione nella tenuta del lodge con rientro dopo aver consumato al tramonto l’aperitivo nella riserva. Cena e pernottamento al lodge. n 19° giorno Zona Di Mariental u Windhoek Prima colazione in hotel e partenza per Windhoek in tempo utile per il rilascio, presso gli uffici aeroportuali, dell’auto noleggiata e l’imbarco sul volo di linea per l’Italia. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 20° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Kune Serra Cafema

ne R

iver

Epupa Falls Opuwo KAOKOLAND

Katima Mulilo Okavango River Rundu

ton

ele

Sk

OWAMBO REGION

t

as

Co

Palmwag

Livingstone

Victoria Falls (Zambia)

Popa Falls

Etosha National Park Hobatere

Sesfontein

CAPRIVI

Twyfelfontein

BUSHMANLAND

DAMARALAND Otjwarongo Terrace Bay

WATERBERG PLATEAU

Spitzkoppe

Cape Cross Swakopmund

Windhoek

Walvis Bay

Sesriem Sossusvlei Namib-Rand Nature Reserve Namib-Naukluft Park

Luederitz

Mariental KALAHARI DESERT

BOTSWANA

Keetmanshoop

Aus DIAMOND AREA 1 Fish River Canyon

229


Tra Cielo e Terra - Namibia Tour Luxury con voli privati in esclusiva o condivisi Quando il tempo a disposizione è limitato, oppure quando il lusso è un’aspirazione, viaggiare con piccoli aeromobili è la scelta migliore, soprattutto in Namibia dove i collegamenti interni con i voli di linea sono quasi inesistenti e le distanze immense. Questo itinerario esclusivo permette di visitare il paese a bordo di piccoli aeromobili privati, grazie ai quali si potranno ammirare panorami di una bellezza incomparabile, come lo sconfinato deserto del Namib, il Parco Etosha, la Skeleton Coast, dove il deserto si tuffa nell’oceano. Abbiamo selezionato per questo tour lodges di ottimo livello e di spiccato stile, luoghi creati in armonia con l’ambiente circostante, dove potersi rilassare, sedersi nella veranda e farsi rapire dai tramonti e dal silenzio namibiani. n 1° giorno Italia u Windhoek Partenza con volo di linea dall’aeroporto prescelto in Italia per Windhoek (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Windhoek Arrivo all’aeroporto internazionale di Windhoek ed incontro con un nostro assistente locale e trasferimento all’hotel riservato. Nel pomeriggio, visita della capitale namibiana, situata in un’incantevole posizione tra le colline di Aus e Eros a 1650 mt di altitudine. Il centro è una mescolanza di palazzi coloniali tedeschi e di colorati edifici in stile postmoderno molto insoliti. Rientro in hotel per il pernottamento. n 3° giorno Windhoek u Sesriem Dopo la prima colazione, trasferimento all’aeroporto di Eros per la partenza con piccolo aeromobile privato per la zona di Sesriem sorvolando le montagne di Khomas. Il Namib è uno dei più antichi deserti del mondo; il suo nome significa ‘il nulla’. Si estende per 1600 Km lungo la costa e per altri 500 Km verso l’interno. In nessun altro luogo al mondo esistono comunque paesaggi così desolati e al tempo stesso così vari. Arrivo e sistemazione al lodge riservato in tempo per il pranzo. Nel pomeriggio escursione in veicolo scoperto nella tenuta del lodge. Cena e pernottamento al lodge. n 4° giorno Sesriem u Namib Rand Nature Reserve Dopo la prima colazione, possibilità di partecipare all’escursione di prima mattina alle dune di Sossusvlei organizzata dal lodge. Al termine rientro al lodge e partenza con piccolo aereomobile privato per la Namib Rand Nature Reserve, riserva privata confinante con il Namib-Naukluft Park che comprende 200.000 ettari di dune, praterie desertiche e montagne selvagge ed isolate. Arrivo al lodge riservato in tempo utile per il pranzo. Nel pomeriggio escursione in veicolo aperto nella Namib Rand Nature Reserve. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. n 5° giorno Namib Rand Nature Reserve u Swakopomund u Damaraland Dopo la prima colazione, possibilità di partecipare all’escursione mattutina nella Namib Rand Nature Reserve. Al termine partenza con piccolo aeromobile per il Damaraland con sosta a Swakopmund per il pranzo ed una breve visita della città. Si tratta della principale città balneare della Namibia di impronta decisamente tedesca, con edifici coloniali, panetterie, caffè, birrerie; un invito a passeggiare nei bellissimi giardini pubblici. Proseguimento per il Damaraland, con volo panoramico lungo la Skeleton Coast e volo a bassa quota lungo il fiume Huab alla ricerca degli elefanti del deserto e delle altre specie animali adattatesi alla vita in questa zona così aspra. Arrivo a lodge per la cena ed il pernottamento. n 6° giorno Damaraland u Etosha National Park Dopo la prima colazione, mattinata dedicata alla visita di Twyfelfontein, la zona più conosciuta del Damaraland. Questa non ha eguali per quanto riguarda il numero di graffiti e pitture rupestri, che si trovano nella sua valle a forma di U e che risalgono a circa 6000 anni fa. Al termine rientro al lodge e partenza con l’aeromobile privato per il Parco Nazionale Etosha. Dopo il pranzo, fotosafari nella riserva in jeep 4x4 scoperte nella riserva del lodge. Rientro per la cena ed il pernottamento. n 7° giorno Etosha National Park Trattamento di pensione completa al Lodge. Fotosafari mattutino nel Parco Etosha e pomeridiano nella riserva del lodge con i veicoli aperti. In lingua Owambo Etosha significa ‘grande luogo bianco dell’acqua asciutta’ e deriva dalla vasta depressione dalle sfumature bianche e verdastre formatasi in seguito al prosciugamento di un lago, chiamata Etosha Pan. Sono soprattutto le foreste e le praterie circostanti a costituire un habitat tanto favorevole per la fauna del parco. n 8° giorno Etosha National Park u Windhoek u Italia Dopo la prima colazione, partenza con piccolo aeromobile privato per Windhoek in tempo utile per il disbrigo delle pratiche di imbarco sul volo di rientro in Italia. Assistenza per il check-in e partenza con volo di linea per l’aeroporto di destinazione in Italia (con scalo europeo) n 9° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Tra Cielo e Terra - Namibia estensione nel Caprivi Tour luxury con voli privati in esclusiva o condivisi n Dal 1° al 7° giorno medesimo programma tour base n 8° giorno Parco Nazionale Etosha u Caprivi Prima colazione al lodge e partenza con piccolo aeromobile per il Caprivi. Arrivo e sistemazione al lodge riservato. Dopo il pranzo, possibilità di partecipare all’escursione proposta dal lodge. Cena e pernotattamento al lodge. n 9° giorno Caprivi Trattamento di pensione completa al lodge. Giornata dedicata alle attività offerte dal lodge. n 10° giorno Caprivi u Windhoek u Italia Dopo la prima colazione, partenza con piccolo aeromobile privato per Windhoek in tempo utile per il disbrigo delle pratiche di imbarco sul volo di rientro in Italia. Assistenza per il check-in e partenza con volo di linea per l’aeroporto di destinazione in Italia (con scalo europeo) n 11° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Tra Cielo e Terra - Namibia estensione Serra Cafema Tour luxury con voli privati in esclusiva o condivisi n Dal 1° al 5° giorno medesimo programma tour base n 6° giorno Damaraland u Kunene Dopo la prima colazione, partenza per la visita ai graffiti rupestri di Twyfelfontein. Ritorno al lodge e partenza con piccolo aeromobile per il fiume Kunene. Arrivo, sistemazione e pranzo al Serra Cafema Lodge. Nel pomeriggio possibilità di partecipare alle attività offerte dal lodge. Cena e pernottamento.

230


n 7° giorno Kunene Trattamento di pensione completa al Serra Cafema Lodge. Giornata dedicata alle attività proposte dal lodge. Pernottamento al Serra Cafema. Serra Cafema, uno dei campi più remoti dell’Africa Australe, è situato nell’estremo nord-ovest della Namibia, nella regione abitata dagli Himba, una delle ultime popolazioni nomadi in Africa. Il lodge ha una capacità massima di 16 persone che possono essere sistemate nelle 6 camere tendate con ventilatore a pala, bagno e doccia pirivati, veranda con magnifica vista sul fiume Kunene e sulle colline di Serra. A disposizione degli ospiti una piccola piscina, un bar, aree comuni dove il rumore delle rapide del fiume Kunene che scorre ai bordi del lodge sarà un rilassante sottofondo. n 8° giorno Kunene u Parco Nazionale Etosha Prima colazione al lodge e partenza con piccolo aeromobile per il Parco Nazionale Etosha e sosta a Opuwo per il rifornimento del carburante. Arrivo al lodge per il pranzo. Nel pomeriggio fotosafari in jeep 4x4 scoperta nella proprietà del lodge. Rientro per la cena ed il pernottamento. n 9° giorno Parco Nazionale Etosha Trattamento di pensione completa al lodge. Fotosafari mattutino nel Parco Etosha e pomeridiano nella riserva del lodge con i veicoli aperti. In lingua Owambo Etosha significa ‘grande luogo bianco dell’acqua asciutta’, e deriva dalla vasta depressione dalle sfumature bianche e verdastre formatasi in seguito al prosciugamento di un lago, chiamato Etosha Pan. Sono soprattutto le foreste e le praterie circostanti a costituire un habitat tanto favorevole per la fauna del parco. n 10° giorno Parco Nazionale Etosha u Windhoek u Italia Dopo la prima colazione, partenza con piccolo aeromobile privato per Windhoek in tempo utile per il disbrigo delle pratiche di imbarco sul volo di rientro in Italia. Assistenza per il check-in e partenza con volo di linea per l’aeroporto di destinazione in Italia (con scalo europeo). n 11° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Tra Cielo e Terra - Namibia estensione sud Tour luxury con voli privati in esclusiva o condivisi n 1° giorno Italia u Windhoek Partenza con volo di linea dall’aeroporto prescelto in Italia per Windhoek (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Windhoek Arrivo all’aeroporto internazionale di Windhoek ed incontro con un nostro assistente locale e trasferimento all’hotel riservato. Nel pomeriggio, visita della capitale namibiana, situata in un’incantevole posizione tra le colline di Aus e Eros a 1650 mt di altitudine. Il centro è una mescolanza di palazzi coloniali tedeschi e di colorati edifici in stile postmoderno molto insoliti. Rientro in hotel per il pernottamento. n 3° giorno Windhoek u Fisher River Canyon Dopo la prima colazione, trasferimento all’aeroporto di Eros per la partenza con piccolo aeromobile privato per il Fish River Canyon, una delle meraviglie della Namibia ed il più grande canyon dell’Africa. È lungo 161 Km e profondo 550 metri. Da maggio a settembre è possibile esplorare il canyon a piedi lungo un percorso molto suggestivo di circa 85 chilometri. Arrivo e sistemazione al lodge in tempo per il pranzo. Nel pomeriggio visita guidiata ai punti panoramici sul Fish River Canyon. Cena e pernottamento al lodge. n 4° giorno Fish River Canyon u Luderitz Dopo la prima colazione, partenza al mattino presto per Lüderitz, città dall’atmosfera surreale al confine con la Diamond Area. Come Swakopmund ha un aspetto decisamente germanico, con pasticcerie, caffè, costruzioni in Jugendstil (Art Nouveau) e una chiesetta luterana. All’arrivo, partenza per l’escursione dell’intera giornata nello Sperrgebiet, sino a raggiungere il Bogenfels, con pranzo pic-nic. Cena e pernottamento in hotel n 5° giorno Luderitz u Sesriem Dopo la prima colazione, trasferimento all’aeroporto di Lüderitz e partenza con piccolo aeromobile privato per la zona di Sesriem. Il Namib è uno dei più antichi deserti del mondo; il suo nome significa ‘il nulla’. Si estende per 1600 Km lungo la costa e per altri 500 Km verso l’interno. In nessun altro luogo al mondo esistono paesaggi così desolati e al tempo stesso così vari. Arrivo e sistemazione al lodge selezionato. Dopo il pranzo, escursione in veicolo scoperto nella tenuta del lodge. Rientro per la cena ed il pernottamento. n 6° giorno Sesriem u Namib Rand Nature Reserve Dopo la prima colazione, possibilità di partecipare all’escursione di prima mattina alle dune di Sossusvlei organizzata dal lodge. Ritorno al lodge e partenza con piccolo aeromobile privato per la Namib Rand Nature Reserve, riserva privata confinante con il Namib-Naukluft Park che comprende 200.000 ettari di dune, praterie desertiche e montagne selvagge ed isolate. Arrivo al lodge in tempo per il pranzo. Nel pomeriggio escursione in veicolo scoperto nella Namib Rand Nature Reserve. Rientro per la cena ed il pernottamento. n Dal 7° all’11° giorno medesimo programma tour base dal 5° giorno (pag. 230)

Purros

231


Tra Cielo e Terra - Namibia estensione a Purros Tour luxury con voli privati in esclusiva o condivisi n Dal 1° al 5° giorno medesimo programma tour base (pag. 230) n 6° giorno Damaraland u Purros Dopo la prima colazione, partenza per la visita di Twyfelfontein, la zona più conosciuta del Damaraland. Questa non ha eguali per quanto riguarda il numero di graffiti e pitture rupestri che si trovano nella sua valle a forma di U e che risalgono a circa 6000 anni fa. Rientro al lodge e partenza per Purros che si trova in una vasta pianura sabbiosa accanto al fiume Hoarusib. Arrivo al lodge in tempo per il pranzo. Nel pomeriggio inizio delle attività offerte dal lodge. Cena e pernottamento. n 7° giorno Purros Trattamento di pensione completa. Giornata dedicata alle attività organizzate dal lodge. n 8° giorno Purros u Etosha National Park Dopo la prima colazione, partenza con piccolo aeromobile per il Parco Nazionale Etosha e sosta a Opuwo per il rifornimento di carburante. Arrivo al lodge per il pranzo. Nel pomeriggio fotosafari in veicolo aperto nella riserva del lodge. Rientro per la cena ed il pernottamento. n 9° giorno Etosha National Park Trattamento di pensione completa al lodge. Fotosafari mattutino nel Parco Etosha e pomeridiano nella riserva del lodge con i veicoli aperti. In lingua Owambo Etosha significa ‘grande luogo bianco dell’acqua asciutta’, e deriva dalla vasta depressione dalle sfumature bianche e verdastre formatasi in seguito al prosciugamento di un lago, chiamato Etosha Pan. Sono soprattutto le foreste e le praterie circostanti a costituire un habitat tanto favorevole per la fauna del parco. n 10° giorno Etosha National Park u Windhoek u Italia Dopo la prima colazione, partenza con piccolo aeromobile privato per Windhoek in tempo utile per il disbrigo delle pratiche di imbarco sul volo di rientro in Italia. Assistenza per il check-in e partenza con volo di linea per l’aeroporto di destinazione in Italia (con scalo europeo). n 11° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Purros

232


Senza confini - Namibia, Botswana e Victoria Falls Tour in libertà o con guida Un tour senza confini per portarvi alla scoperta di tre realtà africane di incomparabile bellezza: partendo dall’infuocato deserto del Namib questo itinerario giungerà fino alle ‘tuonanti’ Cascate Victoria, passando attraverso il lussureggiante Caprivi e le foreste del Parco Chobe. Un tour proposto per scoprire i paesaggi più travolgenti e i colori più vivi dell’Africa Australe. n 1° giorno Italia u Windhoek Partenza con volo di linea dall’aeroporto prescelto in Italia per Windhoek (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Windhoek Arrivo all’aeroporto internazionale di Windhoek ed incontro con un nostro assistente locale per la consegna delle carte stradali e l’assistenza per il ritiro del veicolo noleggiato. Partenza per Windhoek e raggiungimento dell’hotel riservato. Nel pomeriggio suggeriamo la visita della capitale namibiana situata in un’incantevole posizione tra le colline di Aus e Eros a 1650 mt di altitudine. Il centro è una mescolanza di palazzi coloniali tedeschi e di colorati edifici in stile postmoderno molto insoliti. Rientro in hotel per il pernottamento. n 3° giorno Windhoek u Zona Di Sesriem Dopo la prima colazione in hotel, partenza in vettura verso Sesriem. Arrivo nel pomeriggio a destinazione e sistemazione al lodge riservato. Il Namib è uno dei più antichi deserti del mondo; il suo nome significa ‘il nulla’. Si estende per 1600 Km lungo la costa e per altri 500 Km verso l’interno. In nessun altro luogo al mondo esistono paesaggi così desolati e al tempo stesso così vari. Cena e pernottamento. n 4° giorno Sesriem (Sossusvlei) Dopo la prima colazione al lodge consigliamo l’escursione di prima mattina alle dune di Sossusvlei e, nel pomeriggio, una nuova escursione nel Deserto della Namibia e una visita al Sesriem Canyon. Cena e pernottamento al lodge. n 5° giorno Zona Di Sesriem u Swakopmund Prima colazione al lodge e partenza per Swakopmund. Lungo il percorso consigliamo una sosta per la visita alla piana delle Welwitschia Mirabilis e la veduta panoramica sulla Valle della Luna. Arrivo nel tardo pomeriggio a Swakopmund, la principale città balneare della Namibia di impronta decisamente tedesca, con edifici coloniali, panetterie, caffè, birrerie; un invito a passeggiare nei bellissimi giardini pubblici. Pernottamento in hotel. n 6° giorno Swakopmund u Twyfelfontein (Damaraland) Dopo la prima colazione partenza per il Damaraland, regione situata al centro del paese formata da selvagge montagne desertiche e altipiani con vegetazione a macchia. Consigliata la visita della cittadina di Swakopmund, Walvis Bay e della colonia di otarie di Cape Cross, una delle più grandi colonie di foche del Capo che durante la stagione riproduttiva (novembre-dicembre) raggiunge i 200.000 esemplari. Arrivo nella zona di Twyfelfontein e sistemazione presso il lodge, cena e pernottamento. n 7° giorno Twyfelfontein u Palmwag (Damaraland) Prima colazione al lodge. Suggeriamo la visita ai graffiti rupestri di Twyfelfontein, alle Canne d’Organo ed alla montagna bruciata. Partenza per Palmwag, un’oasi situata in mezzo a distese pianeggianti che vengono interrotte qua e là da brulle alture rosse. E’ una zona ricca di animali e uno degli ultimi luoghi dove si può avvistare il famoso elefante del deserto. Lungo la strada consigliamo la visita alla Foresta Pietrificata. Arrivo al lodge riservato per la cena ed il pernottamento. n 8° giorno Palmwag (Damaraland) Prima colazione al lodge ed intera giornata dedicata all’escursione organizzata dal lodge ai villaggi Himba, popolazione che solo da pochi anni è venuta a contatto con i turisti, per cui molti di loro vivono ancora come centinaia di anni fa, al di fuori del tempo e senza conoscere minimamente il significato della parola progresso, dell’evolversi della storia, dell’uso del denaro. Pranzo pic-nic. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. n 9° giorno Damaraland u Etosha National Park Prima colazione al lodge e partenza per il Parco Nazionale Etosha, uno dei luoghi più affascinanti al mondo dove poter osservare da vicino moltissime specie animali nel loro habitat naturale. All’arrivo, inizio dei fotosafari nel Parco Etosha con il proprio veicolo noleggiato. Pernottamento in rest camp. n 10° giorno Etosha National Park Prima colazione e giornata dedicata ai fotosafari nel parco Etosha. In lingua Owambo il suo nome significa ‘grande luogo bianco dell’acqua asciutta’ e deriva dalla vasta depressione dalle sfumature bianche e verdastre formatasi in seguito al prosciugamento di un lago, chiamato Etosha Pan. Sono soprattutto le foreste e le praterie circostanti a costituire un habitat tanto favorevole per la fauna del parco. Nel pomeriggio arrivo al lodge riservato e sistemazione. Cena e pernottamento. n 11° giorno Etosha National Park u Popa Falls Dopo la prima colazione, partenza per le Popa Falls, nella regione del Kavango, terra di fitte foreste ed rilievi dominata dall’Okavango e dalle sue pianure alluvionali. In quest’area non vi sono molti animali, ma le acque del fiume sono popolate da moltissimi coccodrilli e attirano milioni di farfalle. Arrivo e sistemazione presso il lodge riservato, cena e pernottamento. n 12° giorno Popa Falls u Caprivi Dopo la prima colazione, partenza per il Caprivi. Lungo il percorso consigliamo una sosta per un fotosafari nella Mahangu Nature Reserve, una piccola area protetta caratterizzata da una fitta foresta e da una pianura soggetta alle inondazioni durante il periodo delle piogge. In questo parco si trovano dei meravigliosi baobab e animali come coccodrilli, bufali, ippopotami. Arrivo al lodge riservato, rilascio dell’auto noleggiata, e pranzo. Nel pomeriggio escursione in barca sul fiume Kwando. Cena e pernottamento al lodge. n 13° giorno Caprivi Trattamento di pensione completa al lodge. Giornata dedicata alle attività offerte dal lodge. Il Caprivi è un striscia sottile di terra lunga circa 500 chilometri che si estende a nord est della Namibia e che si insinua nel cuore dell’Africa australe, tra il Botswana, lo Zambia e l’Angola. Il Caprivi contrasta molto con il resto della Namibia in quanto è una regione attraversata da molti fiumi e per questo il paesaggio è ricco di foreste, pascoli ed è abitata da contadini, che hanno acqua in abbondanza per irrigare i loro campi, e da pescatori. n 14° giorno Caprivi u Impalila Dopo la prima colazione, trasferimento a Kasane (il trasferimento non è in esclusiva). Arrivo a Kasane Immigration e trasferimento in barca sull’isola di Impalila. Incuneata tra i fiumi Chobe e Zambesi, Impalila si trova ai margini estremi della Namibia, nel punto in cui si incontrano i confini di Zimbabwe, Botswana, Namibia e Zambia. All’arrivo sistemazione al lodge riservato e pranzo. Nel pomeriggio partecipazione alle attività offerte dal lodge. Cena e pernottamento al lodge. n 15° giorno Impalila u Livingstone (Zambia) Prima colazione e possibilità di partecipare alle attività mattutine proposte dal lodge. Al termine trasferimento a Kasane Immigration da dove si raggiungerà il posto di confine di Kazungula per il trasferimento, in piccola imbarcazione e su strada, sino a Livingstone. Arrivo e sistemazione in hotel per il pernottamento. n 16° giorno Victoria Falls Trattamento di pernottamento e prima colazione in hotel. Giornata dedicata alla visita delle Cascate Vittoria (lato Zambia) e alle attività facoltative prenotabili in loco. Le Cascate Vittoria sono un fenomeno spettacolare. Da un strapiombo largo 1700 metri si gettano in media 550.000 metri cubi di acqua ogni minuto nella rapida gola dello Zambesi con un salto alto da 90 a 107 metri. Durante il periodo delle inondazioni, da marzo a maggio, la portata può aumentare di dieci volte. Per la visita alle cascate dal versante dello Zimbabwe è necessario effettuare in loco il visto di ingresso (consigliamo di effettuare il visto double entry). Il versante dello Zimbabwe offre una bellissima visione d’insieme delle cascate e per un tratto 233


consente di entrare nella stretta gola del fiume fino a Cataract View, dove si possono ammirare fantastici arcobaleni sulle cascate. Dalla parte dello Zambia invece si possono ammirare le cascate dall’alto. n 17° giorno Victoria Falls u Johannesburg u Italia Prima colazione in hotel e trasferimento all’aeroporto di Livingstone in tempo utile per il disbrigo delle pratiche di imbarco sul volo di linea per Johannesburg. All’arrivo, partenza con il volo di linea per l’Italia. Pasti e pernottamento a bordo. n 18° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Senza Confini - Namibia, Botswana e Victoria Falls con estensione Botswana Tour in libertà o con guida n Dal 1° al 14° come programma tour base (pag. 233) n 15° giorno Impalila Trattamento di pensione completa al lodge. Giornata dedicata al relax e/o alle attività proposte dal lodge. n 16° giorno Impalila u Kasane u Makgadikgadi Pans (Botswana) Dopo la prima colazione, trasferimento in barca a Kasane Immigration. Proseguimento via terra per l’aeroporto di Kasane e partenza con piccolo aeromobile per le Makgadikgadi Pans. Arrivo e sistemazione al Jack’s Camp, sicuramente il campo più romantico di tutta l’Africa. Dopo il pranzo, possibilità di partecipare alle attività organizzate dalla struttura. Cena e pernottamento al campo. n 17° giorno Makgadikgadi Pans Trattamento di pensione completa al Jack’s Camp, un must per tutti coloro che oltre all’esperienza del delta dell’Okavango desiderano vivere questo luogo incantato del Botswana, caratterizzato da un’immensa distesa salina, da praterie e dalla savana. Il lodge dispone di 8 tende, sontuose ed eleganti, arredate in stile coloniale, con tessuti preziosi sulle tonalità del rosso, letti a baldacchino e complementi d’arredo ricercati e spesso antichi. La cura e la raffinatezza nei dettagli, la bravura e professionalità dello staff e la particolarità del luogo in cui è situato rendono il soggiorno da Jack’s un’esperienza unica. Il lodge propone molte attività in base alla stagione ma non mancano mai i safari in jeep 4x4. Giornata dedicata alla ricerca dei suricati (animali simili a dei ‘furetti’) della zona che sono oggetto di studio da parte delle guide. Pranzo pic-nic e visita agli insediamenti vicino al campo per studiare la cultura batswana. Durante gli spostamenti sosta per ammirare uno dei baobab più antichi dell’Africa, il Chapman’s Baobab, in prossimità del quale si narra che Livingstone e Selous allestissero i loro accampamenti. Rientro al campo per il thè. Quindi escursione con auto 4x4 nel vecchio lago salato dove si prova una strana sensazione di infinito: trovandosi davanti a 16.000 chilometri quadrati di crosta terrestre, infatti, si perde il senso della prospettiva! n 18° giorno Makgadikgadi Pan u Okavango Delta Dopo la prima colazione, partenza con piccolo aeromobile per il Delta dell’Okavango uno dei più vasti delta terrestri del mondo. Una visione aerea permette di ammirare questo fiume che, come un’enorme dedalo, si dipana in una miriade di canali, formando una rete sempre più sottile di corsi d’acqua, lagune, piccoli laghi, in oltre 13.000 kmq di territorio. Un mosaico di acqua cristallina e di terra fertile. Arrivo e sistemazione nel lodge riservato. Pranzo e attività pomeridiane offerte dal lodge. Cena e pernottamento al lodge. n 19° giorno Okavango Delta Trattamento di pensione completa al lodge riservato. Giornata dedicata al relax ed alle attività organizzate dal lodge n 20° giorno Okavango Delta Trattamento di pensione completa al lodge. Giornata dedicata al relax ed alle attività organizzate dal lodge. n 21° giorno Okavango Delta u Maun u Johannesburg u Italia Dopo la prima colazione, trasferimento con piccolo aeromobile all’aeroporto di Maun ed imbarco sul volo di linea per Johannesburg. In coincidenza, proseguimento con volo di linea per il rientro in Italia. Pasti e pernottamento a bordo. n 22° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione. Kune Serra Cafema

ne R

iver

Epupa Falls Opuwo KAOKOLAND

Katima Mulilo Okavango River Rundu

ton

ele

Sk

OWAMBO REGION

t as

Co

Palmwag

Kasane Impalila

ip vi str

Capri

Okavango delta

Twyfelfontein

Chobe National Park

BUSHMANLAND

DAMARALAND Otjwarongo Terrace Bay Cape Cross

Livingstone

Victoria Falls (Zambia)

Popa Falls

Etosha National Park Hobatere

Sesfontein

CAPRIVI

WATERBERG PLATEAU

Maun

Francistown

Spitzkoppe

Swakopmund

Windhoek

Walvis Bay

Makgadikgadi Pans Deception Valley Mamuno

Central Kalahari Game Reserve

Jack‘s Camp Serowe Mahalapye

Sesriem Sossusvlei Namib-Rand Nature Reserve Namib-Naukluft Park

Mariental KALAHARI DESERT

Kalahari Desert

BOTSWANA Gaborone

Keetmanshoop

Luederitz Aus

Fish River Canyon

Johannesburg

234


I Popoli del Bush - Tour Etnico-Culturale alla scoperta dei Popoli San e Himba Tour in libertà o con guida Proponiamo questo tour a coloro che non solo desiderano visitare le zone più inesplorate e recondite della Namibia, ma che vogliono avere il privilegio di incontrare le più antiche etnie namibiane ancora esistenti, che vivono tutt’oggi seguendo ritmi e tradizioni culturali ancestrali, in ambienti naturali di rara bellezza, intatti e inviolati. Si potrà assistere ai loro gesti quotidiani ed imparare a comprendere come, con intelligenza ed ingegno, siano riusciti a sopravvivere nel tempo ed in ambienti naturali spesso ostili. È un tour che assicura emozioni che sazieranno gli occhi e lo spirito. n 1° giorno Italia u Windhoek Partenza con volo di linea dall’aeroporto prescelto in Italia per Windhoek (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Windhoek Arrivo all’aeroporto internazionale di Windhoek ed incontro con un nostro assistente locale per un briefing informativo sull’itinerario. Partenza in auto per Windhoek e raggiungimento dell’hotel riservato dopo circa quaranta minuti di percorso. Nel pomeriggio suggeriamo la visita della capitale namibiana, situata in un’incantevole posizione tra le colline di Aus e Eros a 1650 mt di altitudine. Il centro è una mescolanza di palazzi coloniali tedeschi e di colorati edifici in stile postmoderno molto insoliti. Rientro in hotel per il pernottamento. n 3° giorno Windhoek u Damaraland Dopo la prima colazione, partenza per il Damaraland, zona dagli spazi infiniti, colori indimenticabili e ricca di preziose testimonianze delle culture indigene. Lungo il percorso è consigliata la sosta al mercato dell’artigianato di Okahandja. Arrivo e sistemazione al lodge riservato. Si suggerisce di effettuare la passeggiata al Rock Finger attraverso la zona dei terrazzamenti del fiume Ugab, raggiungendo la cima della montagna da dove si può godere di uno spettacolo ineguagliabile sulle vallate sottostanti. Cena e pernottamento al lodge n 4° giorno Damaraland u Opuwo Dopo la prima colazione, partenza per il Kaokoland, confinato nell’angolo nord-occidentale del paese, che viene spesso definito l’ultima grande regione selvaggia dell’Africa in quanto presenta il volto più primitivo della Namibia. Gli animali si trovano in quantità, presenti alcuni esemplari di rinoceronte nero, elefanti del deserto, giraffe, zebre, kugu, gemsbock, struzzi, spirngbok. Arrivo a Opuwo, il capoluogo del Kaokoland il cui nome significa “la fine”, e sistemazione al lodge selezionato. Cena e pernottamento. n 5° giorno Opuwo Trattamento di mezza pensione al lodge. Mattinata dedicata alla visita ad un villaggio Himba con guida/interprete locale. Questa popolazione che solo da pochi anni è venuta a contatto con i turisti, vive ancora come centinaia di anni fa, al di fuori del tempo e senza conoscere minimamente il significato della parola progresso, storia, denaro. Le donne Himba hanno mantenuto nei secoli le loro usanze e il loro costumi tradizionali che consistono in una minigonna fatta di vari strati di pelle di capra e gioielli realizzati con conchiglie, pelle e ferro. La loro caratteristica principale è il colore rossastro della pelle: questo perché cospargono il loro corpo con una sostanza composta di burro, cenere e ocra che ha lo scopo di mantenere la pelle liscia e giovane. Questo metodo evidentemente funziona in quanto anche le donne più anziane hanno una pelle particolarmente bella. Nel pomeriggio, tempo a disposizione per il relax e/o per l’esplorazione della zona di Opuwo con il proprio veicolo noleggiato. n 6° giorno Opuwo u Etosha National Park Dopo la prima colazione al lodge, partenza verso il Parco Nazionale Etosha, attraversando la regione dell’Ovamboland, lungo il confine con l’Angola, la regione più popolata della Namibia. L’Ovamboland è un territorio di pianure sabbiose attraversate da piccoli corsi d’acqua chiamati oshanas che periodicamente inondano la regione. La parte settentrionale del territorio è caratterizzata da una vegetazione subtropicale. Consigliata la sosta per la visita al Nakambale Village, un interessante museo delle tradizioni e cultura della popolazione Ovambo le cui usanze sono tra le più pure e nobili di tutto il continente africano. Il tour prosegue verso l’Etosha National Park con l’ingresso attraverso il King Nehale Gate, situato nei pressi degli Andoni Plains ed inizio dei fotosafari nel parco. Raggiungimento del lodge riservato nel tardo pomeriggio e sistemazione nella camera assegnata. Cena e pernottamento. n 7° giorno Etosha National Park Trattamento di mezza pensione al lodge. Intera giornata da dedicare ai fotosafari nel Parco Etosha con il proprio veicolo noleggiato. In lingua Owambo, Etosha significa ‘grande luogo bianco dell’acqua asciutta’ e deriva dalla vasta depressione dalle sfumature bianche e verdastre formatasi in seguito al prosciugamento di un lago, chiamata Etosha Pan. Sono soprattutto le foreste e le praterie circostanti a costituire un habitat tanto favorevole per la fauna del parco. n 8° giorno Etosha National Park u Bushmanland Dopo la prima colazione, partenza in vettura per il Bushmanland, la terra dei San. La zona più interessante della regione è quella che si estende immediatamente ad est di Tsumkwe: il Panveld, una distesa salina, insieme complesso di sistemi minori disposti idealmente come parte di un cerchio, il cui centro è proprio Tsumkwe. La zona è ricca di particolari tipi di piante e di baobab. Quando le pioggie lo permettono, le pozze saline riprendono vita e si popolano di uccelli acquatici e migratori. Arrivo al campo e sistemazione. Nel pomeriggio in base alle condizioni climatiche stagionali si possono fare due tipi di escursioni: la prima, nell’area dei baobab giganti, non passeranno inosservati il baobab gigante con un diametro di 30 metri, il baobab cavo e un altro famosissimo sul quale sono incisi i nomi dei colonizzatori che nel 1935 parteciparono alla “grande emigrazione” e che si avventurarono nella regione. La seconda escursione è prevista alla Nyae Pan o Panveld. Cena e pernottamento al campo. n 9° giorno Bushmanland Prima colazione al campo. Giornata dedicata all’esperienza dell’incontro con la popolazione boscimane e alla partecipazione alla ricerca del cibo nel bush. Si assisterà da vicino ad una giornata tipo di questo popolo, andando a caccia con gli uomini, sedendosi attorno al fuoco con tutta la comunità e assistendo ai loro canti e danze, che fanno parte integrante della loro vita e delle loro abitudini. I boscimani mostreranno come ricavare dalle piante il veleno per la caccia e i liquidi per dissetarsi; come preparare le trappole per gli animali e come riconoscere le loro tracce. Questo popolo è inoltre incline alla danza, all’arte, alla mimica, sono abili nell’inventare favole e storie d’amore e non va dimenticato che tutte le pitture e le incisioni rupestri esistenti nel paese sono opera loro; le più antiche risalgono a 25.000 anni fa. Il ranger del lodge tradurrà per i partecipanti i racconti del capo villaggio. Rientro al lodge in serata per la cena ed il pernottamento. n 10° giorno Bushmanland u Zona Otjiwarongo Dopo la prima colazione, partenza verso la zona di Otjiwarongo, considerata l’incrocio di collegamenti stradali e ferroviari tra la Namibia centrale e settentrionale. La posizione di Otjiwarongo nel tempo ha dato vita al commercio sviluppandosi nella zona svariate fattorie. Raggiungimento del lodge e sistemazione nella stanza riservata. Tempo a disposizione per il relax, per una passeggiata nella tenuta del lodge oppure per una escursione guidata facoltativa. Cena e pernottamento al lodge. n 11° giorno Otjiwarongo u Windhoek u Italia Prima colazione al lodge e partenza per Windhoek. Arrivo all’aeroporto internazionale di Windhoek in tempo utile per il rilascio del veicolo noleggiato e delle pratiche di imbarco sul volo di rientro (via Johannesburg e scalo europeo). n 12° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

(piantina a pag. 236) 235


I Popoli del Bush - Namibia estensione Caprivi Tour in libertà o con guida n Dal 1° al 9° giorno medesimo programma tour base (pag. 235) n 10° giorno Bushmanland u Kavango Dopo la prima colazione, partenza per Rundu che gode di una splendida posizione in cima alle scogliere a picco sull’Okavango ed è un punto ideale per osservare lo scenario africano, gli uccelli e navigare sul fiume. Arrivo e sistemazione a lodge. Possibilità di partecipare ad una escursione in barca sul fiume Okavango (non inclusa). Nel Kavango, terra di fitte foreste e dolci rilievi, il paesaggio è dominato dal fiume Okavango e dalle sue vaste pianure alluvionali. Lo spettacolo più eclatante sarà quello di poter ammirare milioni di farfalle coloratissime, attirate dal fiume, molte delle quali scientificamente non sono ancora classificate. Altri animali in numero consistente sono i coccodrilli. Cena e pernottamento al lodge. n 11° giorno Kavango u Caprivi Dopo la prima colazione, partenza per il Caprivi, quella sottile striscia di terra lunga circa 500 km. nell’estremo nord-est della Namibia che si insinua nel cuore dell’Africa Australe, dividendo il paese dal Botswana, Zambia e Angola. Il Caprivi è in netto contrasto con il resto della Namibia prevalentemente arida, in quanto è attraversato da numerosi fiumi perenni: l’Okawango, il Kwando, il Linyanti, il Chobe e lo Zambesi. Il suo paesaggio è ricco di verdi foreste e pascoli. Arrivo, sistemazione al lodge e pranzo. Nel pomeriggio escursione in barca al tramonto sul fiume Kwando. Cena e pernottamento al lodge. n 12° giorno Caprivi Trattamento di pensione completa al lodge. Fotosafari mattutino nel Parco Mudumu che, un tempo, era la zona della Namibia più ricca di animali quali elefanti, rinoceronti, giraffe, zebre, bufali, ippopotami, coccodrilli, leoni, ghepardi, leopardi, licaoni etc. Alla fine degli anni 80 l’area era diventata un territorio di caccia privo di controllo e i cacciatori di trofei ne approfittavano facendo strage di animali. Inoltre la popolazione locale, facendo riferimento ad un’antica credenza, bruciava la boscaglia per propiziare le piogge. Dopo la proclamazione a Parco Nazionale nel 1989, l’inserimento graduale della fauna sul territorio, un controllo maggiore ed un educazione ambientale, gradualmente il Mudumo National Park sta ritornando alla meraviglia di un tempo. Nel pomeriggio nuova escursione in barca sul fiume Kwando. n 13° giorno Caprivi u Zona Di Popa Falls Dopo la prima colazione, partenza per la zona di Popa Falls, nella regione del Kavango, terra di fitte foreste ed rilievi dominata dall’Okavango e dalle sue pianure alluvionali. In quest’area non vi sono molti animali, ma le acque del fiume sono popolate da moltissimi coccodrilli e attirano milioni di farfalle. Arrivo e sistemazione presso il lodge riservato. Nel pomeriggio è consigliato il fotosafari nel Parco Mahangu con il proprio veicolo noleggiato oppure l’escursione in piccola imbarcazione (non inclusa). Cena e pernottamento al lodge. n 14° giorno Zona Di Popa Falls u Zona Di Otjiwarongo Dopo la prima colazione, partenza per la zona di Otjiwarongo, considerata l’incrocio di collegamenti stradali e ferroviari tra la Namibia centrale e settentrionale. La posizione di Otjiwarongo nel tempo ha dato vita al commercio con lo svilupparsi nella zona di svariate fattorie. Raggiungimento del lodge e sistemazione nella camera riservata. Cena e pernottamento. n 15° giorno Zona Di Otjiwarongo u Windhoek u Partenza Prima colazione al lodge e partenza per Windhoek. Trasferimento all’aeroporto internazionale di Windhoek in tempo utile per il disbrigo delle pratiche di imbarco sul volo di ritorno. n 16° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Kune Serra Cafema

ne R

iver

Epupa Falls Opuwo KAOKOLAND

Katima Mulilo Okavango River Rundu

ton

ele

Sk

OWAMBO REGION

a Co st

Palmwag

Twyfelfontein

BUSHMANLAND

DAMARALAND Otjwarongo Terrace Bay Cape Cross

Livingstone

Victoria Falls (Zambia)

Popa Falls

Etosha National Park Hobatere

Sesfontein

CAPRIVI

WATERBERG PLATEAU

Spitzkoppe

Swakopmund

Windhoek

Walvis Bay

Sesriem Sossusvlei Namib-Rand Nature Reserve Namib-Naukluft Park

Mariental KALAHARI DESERT

Keetmanshoop

Luederitz Aus

Fish River Canyon

236

BOTSWANA


I Popoli del Bush - Namibia estensione Nabim Desert Tour in libertà o con guida n 1° giorno Italia u Windhoek Partenza con volo di linea dall’aeroporto prescelto in Italia per Windhoek (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Windhoek u Zona Di Mariental Arrivo all’aeroporto internazionale di Windhoek ed incontro con un nostro assistente locale per la consegna delle mappe stradali e l’assistenza per il ritiro del veicolo noleggiato. Partenza per la zona di Mariental ed arrivo dopo circa due ore e mezza al lodge. Sistemazione nella camera riservata, cena e pernottamento. n 3° giorno Zona Di Mariental u Zona Di Sesriem Dopo la prima colazione, possibilità di partecipare ad un escursione mattutina nella tenuta del lodge (non inclusa). Partenza alla volta di Sesriem. Il Namib è uno dei più antichi deserti del mondo; il suo nome significa ‘il nulla’. Si estende per 1600 Km lungo la costa e per altri 500 Km verso l’interno. In nessun altro luogo al mondo esistono paesaggi così desolati e al tempo stesso così vari. Arrivo nel pomeriggio e sistemazione al lodge. Cena e pernottamento. n 4° giorno Zona Di Sesriem (Sossusvlei) Trattamento di mezza pensione al lodge. Consigliata l’escusione di prima mattina alle dune di Sossusvlei, organizzata dal lodge. Sossusvlei è uno dei luoghi più visitati e conosciuti di questo immenso deserto. Si tratta di una pozza circondata da dune rosse alte fino a 300 metri. Dalla cima della famosa ‘Duna 45’, la più accessibile delle grandi dune rosse, si può ammirare un panorama indimenticabile: ci si potrà veramente rendere conto della vastità di questo deserto. Nel pomeriggio suggeriamo la visita al Sesriem Canyon. n 5° giorno Zona Di Sesriem u Swakopmund Dopo la prima colazione, partenza per Swakopmund, principale città balneare della Namibia di impronta decisamente tedesca, con edifici coloniali, panetterie, caffè, birrerie. Vi sono splendide passeggiate e bellissimi giardini pubblici. Lungo il percorso, consigliamo la vista alla Piana delle Welwitschia Mirabilis e la sosta per la veduta panoramica sulla Valle della Luna. Arrivo a Swakopmund e sistemazione in hotel. Pernottamento in hotel. n 6° giorno Swakopmund Dopo la prima colazione, intera giornata dedicata alla visita della città, dei dintorni e di Walvis Bay, punto di partenza ideale per un’escursione a Sandwich Harbour, una laguna popolata da migliaia di uccelli marini e dove si trovano anche le saline. Un’altra escursione divertente da Walvis Bay è quella in barca per vedere i delfini oppure quella con i quadd (moto a quattro ruote) nelle dune che si innalzano alle spalle della cittadina. Pernottamento in hotel. n 7° giorno Swakopmund u Damaraland Dopo la prima colazione in hotel, partenza in auto verso il Damaraland, regione situata al centro del paese formata da selvagge montagne desertiche e altipiani con vegetazione a macchia. Consigliamo la sosta per la visita alla colonia di otarie di Cape Cross, a circa trenta minuti da Swakopmund. Proseguimento per Twyfelfontein e sistemazione al lodge riservato. Consigliata la visita ai graffiti rupestri di Twyfelfontein (è preferibile fare la visita nel pomeriggio verso il tramonto per la luce e i fantastici colori che si creano tra le rocce granitiche) e alle Canne d’Organo. Cena e pernottamento al lodge. n 8° giorno Damaraland u Opuwo Dopo la prima colazione, partenza per il Kaokoland, confinato nell’angolo nord-occidentale del paese, che viene spesso definito l’ultima grande regione selvaggia dell’Africa in quanto presenta il volto più primitivo della Namibia. Gli animali si trovano in quantità, presenti alcuni esemplari di rinoceronte nero, elefanti del deserto, giraffe, zebre, kugu, gemsbock, struzzi, spirngbok. Arrivo a Opuwo, il capoluogo del Kaokoland il cui nome significa “la fine”, e sistemazione al lodge selezionato. Cena e pernottamento. n Dall’8° al 16° giorno medesimo programma del tour base (vedasi descrizione dei giorni dal 4° al 12° pag. 235)

237


Estensione Skeleton Coast - Namibia estensione Fascino e mistero della Skeleton Coast Senz’altro la Skeleton Coast offre scenari tra i più intriganti ed affascinanti della Namibia. Questo tour che si svolge con aerei privati permetterà di visitare l’area inesplorata della Skeleton Cost che si estende a nord di Terrace Bay e il cui accesso è permesso solo a pochi operatori turistici locali. Vengono organizzati dei safari in piccoli aeromobili, durante i quali è previsto il soggiorno in rustici campi con servizi spartani ed escursioni in 4X4 in compagnia di guide esperte. n 1° giorno Windhoek u Skeleton Coast Prima colazione in hotel e trasferimento all’aeroporto di Eros per la partenza con piccolo aeromobile per la Skeleton Coast. Sorvolo di Conception Bay, del relitto della Eduard Bohlen e della laguna di Walvis Bay. Sosta per il rifornimento di carburante a Swakopmund. Proseguimento verso nord con volo a bassa quota lungo la costa e su Cape Cross. Sosta per il pranzo pic-nic sulla spaggia. Dopo il pranzo, proseguimento del viaggio alla scoperta delle formazioni rocciose del fiume Ugab. Arrivo e sistemazione al campo tendato. Sistemazione, cena e pernottamento al campo. n 2° giorno Skeleton Coast Prima colazione ed escursione a piedi o in land rover. Si vedranno le Welwitschia Mirabilis e si andrà alla scoperta della fauna e della flora della Skeleton Coast. Pranzo e partenza per volo a bassa quota sulla Skeleton Coast sino a Terrace Bay, nel Parco della Skeleton Coast. Escursione in land rover alle dune ruggenti ed alla spiaggia, con i suoi coloratissimi ciottoli, formati da agate, lave, graniti e varie altre pietre. Partenza con piccolo aeromobile verso nord, per la Hoarusib Valley ed il Camp Purros, sorvolando i relitti della Montrose e dell’Henrietta. Cena e pernottamento al campo. n 3° giorno Skeleton Coast Prima colazione e partenza per una escursione in land rover nella valle dell’ Hoarusib, con la possibilità di avvistare gli elefanti del deserto. Visita ad un villaggio Himba e proseguimento con piccolo aeromobile per il fiume Kunene, che segna il confine con l’Angola. Pranzo. Escursione in land rover lungo il fiume Kunene, sino a raggiungere il campo tendato. Cena e pernottamento al campo. n 4° giorno Skeleton Coast u Windhoek Escursione di prima mattina in barca sul fiume Kunene. Dopo pranzo partenza con un piccolo aeromobile per Windhoek, sorvolando l’interno del Kaokoland e del Damaraland sino a raggiungere Windhoek. Arrivo nel pomeriggio all’aeroporto di Eros. I pernottamenti sono in campi tendati molto semplici con servizi igenici in comune e docce all’aperto. Non esiste corrente elettrica ma vengono utilizzate lampade a batterie. I pasti offerti nei campi sono buoni ma semplici ed una pietanza calda è prevista solo a cena. Questo tour è organizzato da una sola agenzia locale, l’unica ad avere accesso alle zone più remote della Skeleton Coast. E’ pertanto un’esperienza e un’emozione per pochi, per la quale però sono fondamentali un grande spirito di adattamento e di avventura. Per questo tipo di viaggio è consentito solo ed esclusivamente un bagaglio morbido che non superi i 10 chilogrammi. Eventuale bagaglio in eccesso può essere lasciato in custodia al nostro corrispondente locale a Windhoek.

Kune Serra Cafema

ne R

iver

Epupa Falls Opuwo KAOKOLAND

Katima Mulilo Okavango River Rundu

ton

ele

Sk

OWAMBO REGION

t

as

Co

Palmwag

Twyfelfontein

BUSHMANLAND

DAMARALAND Otjwarongo Terrace Bay Cape Cross

Livingstone

Victoria Falls (Zambia)

Popa Falls

Etosha National Park Hobatere

Sesfontein

CAPRIVI

WATERBERG PLATEAU

Spitzkoppe

Swakopmund

Windhoek

Walvis Bay

Sesriem Sossusvlei Namib-Rand Nature Reserve Namib-Naukluft Park

Mariental KALAHARI DESERT

Keetmanshoop

Luederitz Aus

Fish River Canyon

238

BOTSWANA


Deserti Namibiani - Namibia estensione La Namibia offre molte opportunità al viaggiatore e spesso vederle tutte diventa difficile. Questa estensione vuole essere un approfondimento di un viaggio dove il tour scelto non preveda la visita ai deserti namibiani, simbolo di questo vasto paese. Le dune di Sossuslvei sono un’attrazione da non perdere. Molte persone si posizionano alla base delle dune la mattina presto per osservare le sfumature dei colori dell’alba e nel pomeriggio quando il tramonto del sole illumina le dune, uno spettacolo a cui pochi sanno rinunciare. Altro luogo di particolare bellezza è la riserva privata “Namib Rand Nature Reserve” che, con i suoi 200.000 ettari di dune, praterie desertiche e montagne selvagge, offre paesaggi spettacolari e magici dove si ha l’impressione di essere protagonisti di una fiaba. n 1° giorno Windhoek u Kalahari Desert Partenza in vettura da Windhoek per la zona del Kalahari. Arrivo e sistemazione al lodge prenotato. Nel pomeriggio escursione nella proprietà con aperitivo nel deserto al tramonto. Cena e pernottamento al lodge. n 2° giorno Kalahari Desert u Namib Desert Prima colazione al lodge e partenza per il Namib Desert. Arrivo a Sesriem e sistemazione al lodge riservato. Consigliata la visita al Sesriem Canyon. Cena e pernottamento al lodge. Il Namib è uno dei più antichi deserti del mondo, il suo nome significa ‘il nulla’. Si estende per 1600 Km lungo la costa e per altri 500 Km verso l’interno. In nessuno altro luogo al mondo esistono comunque paesaggi così desolati e al tempo stesso così vari. I panorami sono mozzafiato e suscitano continuo stupore per il loro incessante mutamento e varietà. Nelle pianure ghiaiose del Namib vivono addirittura struzzi, zebre, manguste, scoiattoli e delle piante particolarissime ed uniche al mondo, le Welwitschia Mirabilis, capaci di vivere in un ambiente arido. Alcuni esemplari si dice abbiano più di 1500 anni. n 3° giorno Namib Desert u Namib Rand Nature Reserve Prima colazione al lodge. Consigliata l’escursione organizzata dal lodge alle dune di Sossusvlei (incluso pranzo pic-nic). Al rientro partenza per la Namib Rand Nature Reserve. All’arrivo sistemazione al lodge riservato. Cena e pernottamento. Sossusvlei è uno dei luoghi più visitati e conosciuti di questo immenso deserto. Si tratta di una pozza circondata da dune rosse alte fino a 300 metri. Dalla cima della famosa ‘Duna 45’, la più accessibile delle grandi dune rosse, si può ammirare un panorama indimenticabile: ci si potrà veramente rendere conto della vastità di questo deserto. Dalle pianure di ghiaia del Namib centrale si innalza il massiccio del Naukluft sul quale si può fare del trekking lungo dei percorsi meravigliosi. n 4° giorno Namib Rand Nature Reserve Trattamento di pensione completa al lodge. Escursioni nella proprietà mattutina e pomeridiana organizzata dal lodge con rientro per il pranzo. In alternativa è possibile partecipare ad un’escursione prevista di intera giornata con pranzo pic-nic. n 5° giorno Namib Rand Nature Reserve u Windhoek Prima colazione al lodge e partenza verso Windhoek. Arrivo nella capitale namibiana e sistemazione nell’hotel riservato. Pernottamento. Windhoek è la capitale della Namibia e la più grande città del paese. E’ situata in un’incantevole posizione tra le colline di Auas e Eros. Il centro è una mescolanza di palazzi coloniali tedeschi e di colorati edifici in stile postmoderno molto insoliti. Si trova a 1650 metri di altitudine; il clima è quello tipico di un paese molto arido semidesertico, con giornate calde e notti fresche. Nei dintorni della città, a circa 25 Km dal centro, vale la pena visitare il Daan Viljoen Game Park, un parco naturale nel quale si può tranquillamente passeggiare (non vi sono animali pericolosi) tra le desertiche colline popolate da antilopi, zebre di montagna e altri animali e uccelli di rara bellezza. n 6° giorno Windhoek u Italia Prima colazione in hotel. Mattinata libera (consigliata la visita della città). Trasferimento all’aeroporto in tempo utile per la riconsegna dell’auto ed il disbrigo delle pratiche d’imbarco sul volo di rientro in Italia (con scalo europeo). n 7° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Kune Serra Cafema

ne R

iver

Epupa Falls Opuwo KAOKOLAND

Katima Mulilo

Sk

OWAMBO REGION

ele

Okavango River Rundu

ton Co as t

Palmwag

Kasane Impalila

ip vi str

Capri

Okavango delta

Twyfelfontein

BUSHMANLAND

DAMARALAND Otjwarongo Terrace Bay Cape Cross

Livingstone

Victoria Falls (Zambia)

Popa Falls

Etosha National Park Hobatere

Sesfontein

CAPRIVI

WATERBERG PLATEAU

Maun

Francistown

Spitzkoppe

Swakopmund

Windhoek

Walvis Bay

Chobe National Park

Makgadikgadi Pans Deception Central Kalahari Valley Game Reserve

Mamuno

Jack‘s Camp Sero we Mahalapye

Sesriem Sossusvlei Namib-Rand Nature Reserve Namib-Naukluft Park

Luederitz

Mariental KALAHARI DESERT

Kalahari Desert

BOTSWANA Gaborone

Keetmanshoop Aus Fish River Canyon

239


BOTSWANA

240


241


Perle d’Africa Botswana

Chief’s Camp (Isola di Chief ) Si trova sull’ isola di Chief’s considerata il paradiso dei predatori. Appartiene alla prestigiosa catena di ‘Sanctuary Lodges’. Dispone di 12 tende di lusso tutte con servizi privati, ventilatore a pala, terrazza panoramica. Molto belle la piscina e la zona pranzo. I safari si svolgono in jeep e in mokoro.

Stanley’s (Riserva Moremi) Si trova nella Riserva Moremi. Dispone di 8 tende di lusso di cui una ‘honey moon tent’ spaziosa e molto raffinata. Pur essendo un campo tendato l’atmosfera e’ molto esclusiva. I safari si svolgono in jeep e in mokoro e tra le attività extra ricordiamo le passeggiate con gli elefanti; il lodge ospita infatti un esperto che studia il comportamento di questi affascinanti pachidermi.

Chobe Chilwero (Parco Chobe) Si trova poco distante dal Parco Chobe in una splendida posizione panoramica. Dispone di 15 camere tutte con aria condizionata, servizi privati, piccolo giardino privato. Nelle zone comuni a disposizione dei clienti un centro benessere. I safari vengono fatti in jeep all’interno del Parco Chobe e in barca lungo il fiume. Appartiene alla catena ‘Sanctuary Lodges’ ed è sicuramente la miglior sistemazione al Chobe.

Baines’ Camp (Okavango Delta) Questo campo della prestigiosa catena “Sanctuary Lodges” sorge nel cuore del delta dell’Okavango in un’incantevole posizione, nascosto tra la vegetazione. Ha 5 chalets deluxe costruiti su palafitte in legno, ognuno con balcone panoramico con vista sulle acque permanenti della laguna circostante. Le attività proposte sono molteplici e vanno dai safari in auto fuoristrada, alle uscite in mokoro; interessante è l’esperienza con gli elefanti durante la quale si ha la possibilità di passeggiare con queste meravigliose creature e di interagire con loro, accompagnati da esperti studiosi che da anni ne studiano il comportamento. Altra attività proposta è l’escursione in mongolfiera. 242


243


Perle d’Africa Botswana

Sandibe (OkaVango Delta) È situato nel canale orientale del delta dell’Okavango tra papiri e baobab. Appartiene a ‘Conservation Corporation’ e dispone di 8 cottages eleganti e raffinati. I safari vengono effettuati in jeep e in mokoro.

Savute Elephant Camp (Chobe National Park) Situato nel canale di Savute, all’interno del Chobe National Park, in una delle aree più ricche di elefanti, ha 12 tende lussuosamente arredate in stile etnico con colori naturali. Ogni tenda ha un patio privato dove rilassarsi e godere di sorprendenti tramonti. Il lodge ha una bella piscina e un’ampia terrazza panoramica dalla quale ammirare il paesaggio circostante e gli animali.

Xakanaxa (Riserva Moremi) Si trova in una zona dove le acque del fiume sono presenti tutto l’anno. Dispone di 12 camere tutte con servizi privati all’ interno. A poca distanza si trova un piccolo campo privato che può essere adatto per una famiglia o per coppie di amici. Molto graziose le zone comuni. I safari vengono effettuati in jeep e in barca.

Deception Valley Lodge (Kalahari) Questo lodge si trova in prossimità della Central Kalahari Reserve e il suo stile si ispira ai colori di questo immenso deserto. Ha 8 chalets arredati in stile etnico tutti con una terrazza panoramica da dove ammirare i tramonti meravigliosi visibili in questa zona. Offre la possibilità di partecipare a numerose attività fra le quale safari a piedi con le popolazioni locali, i Bushman. 244


245


Perle d’Africa Botswana

Mombo Camp e Little Mombo (Okavango Delta) Situato su Mombo Island, all’estremità nord di Chief’s Island, nel cuore del Delta dell’Okavango, questo lodge è composto di due strutture: Mombo Camp e Little Mombo, tra le più lussuose e rinomate del Botswana. Il primo ha 9 tende costruite su palafitte, un’area comune con il ristorante, un bar, una zona relax con comodi divani, un’area lettura e un ‘boma’ dove vengono servite le cene al lume di candela, sotto le stelle. Little Mombo è raggiungibile a piedi dal campo principale attraverso passerelle in legno rialzate. Ha 3 tende spaziose ed un proprio ristorante. È la soluzione ideale per le coppie in viaggio di nozze o per piccoli gruppi di amici per i quali il campo diventa ad uso esclusivo. L’arredamento di entrambi i campi è in stile coloniale, ricco di oggetti, suppellettili, tessuti, sculture e monili africani.

Nxabega Okavango Safari Camp (Okavango Delta) Nxabega, che nella linga Bayei significa ‘posto delle giraffe’, è un elegante safari camp situato in una riserva privata di 7.000 ettari al confine con la Riserva Moremi. Questo lodge è strategicamente posizionato per esplorare con le jeep 4x4 o con i mokoro nei canali, il magico e miracoloso delta dell’Okavango. Il lodge ha 10 camere tendate ognuna dotata di veranda privata da dove ammirare gli spettacolari dintorni. Tutte le camere sono elegantemente arredate in stile coloniale con bagno e doccia. A disposizione degli ospiti una piscina con area solarium e relax ed un piccolo negozio con oggetti di artigianato locale.

Jao Camp (Okavango Delta) Situato all’interno di una concessione privata su un isola dell’Okavango, al confine con la Riserva Moremi, questo campo ha 9 chalets in legno costruiti tra gli alberi, con pareti tendate ed un patio con vista sulla savana. Ogni camera è arredata con gusto, con mobili africani e tessuti dai colori naturali, eleganti e preziosi. Il campo ha il ristorante, il ‘boma’, la biblioteca, salone di bellezza dedicato ai massaggi e cantina fornita di pregiati vini. L’area è ottima per gli avvistamenti di animali e le attività proposte sono molteplici.

Kings Pool Camp (Linyanti) Questo Campo si trova nella Concessione Privata di Linyanti, un’area molto interessante tra il delta dell’Okavango e il Chobe National Park, sulle sponde del fiume Linyanti. Ha 9 tende costruite su palafitte di legno teak, eleganti e raffinate, senza perdere la semplicità dell’arredo africano. Ogni camera ha una terrazza panoramica in legno con piccola piscina. Vi è poi il ristorante, il tipico ‘boma’ dove vengono servite le cene, il bar e la piscina. 246


247


Perle d’Africa

Botswana Abu Camp (Okavango Delta) Abu Camp è situato in una riserva privata di 400 000 acri nel cuore del Delta dell’Okavango. Il campo ha sei lussuose tende posizionate all’ombra di una vecchia foresta fluviale. Le tende, dal design unico e molto curato, hanno tutte un patio privato affacciato sulla laguna ed una sala da bagno con vasca e doccia. La nuova Elephan Villa è stata costruita dalla parte opposta del lago, come un’unità privata e separata dal resto del campo; consta di due camere da letto (una con letti separati ed una con letto matrimoniale) ed uno spazioso salotto. Inoltre la villa ha la propria piscina privata e un maggiordomo residente a disposizione degli ospiti; può ospitare un massimo di quattro persone o delle piccole famiglie (età minima richiesta: 8 anni). Le aree del pranzo e del bar sono in caldo legno d’ebano, e dai comodi divani e sofa si può ammirare il panorama mozzafiato o rilassarsi con un buon libro di cui il campo è ben fornito. Gli ospiti di Abu Camp avranno l’onore di condividere la riserva con una famiglia di 8 elefanti residenti nella zona, che offrono l’opportunità di un contatto ravvicinato ed estremamente emozionante. Si potranno effettuare safari sul dorso di questi simpatici pachidermi o camminando insieme a loro alla scoperta della zona. Il campo, oltre alla più esclusiva ed intima esperienza con gli elefanti che si possa provare in Africa, offre interessanti safari in land rover, in mokoro o a piedi alla scoperta delle giraffe, zebre, impala e alti animali che vivono nel delta.

Jack’s Camp Nel cuore del Makgadikgadi Pans, Jack’s Camp è un must per tutti coloro che oltre all’esperienza del delta dell’Okavango desiderano vivere questo luogo incantato del Botswana, caratterizzato da un’immensa distesa salina, da praterie e dalla savana. Il lodge dispone di 8 tende, sontuose ed eleganti, arredate in stile coloniale, con tessuti preziosi sulle tonalità del rosso, letti a baldacchino e complementi d’arredo ricercati e spesso antichi. La cura e la raffinatezza nei dettagli, la bravura e professionalità dello staff e la particolarità del luogo in cui è situato, rendono il soggiorno da Jack’s un’esperienza unica. Il lodge propone molte attività in base alla stagione ma non mancano mai i safari in jeep 4x4.

248


249


Victoria Falls (Zambia)

i strip Capriv

Kasane

Chobe national park Moremi Reserve

Okavango delta

Maun Francistown Makgadikgadi Pans

Deception Valley

Mamuno

Bobonong Serowe

Central Kalahari Game Reserve Mahalapye

Kalahari Desert

Gaborone

Lo stile nella Natura 252 Kalahari un Deserto di Emozioni

250


TOU RS BOTSWANA

251


Lo stile nella Natura - Botswana Tour in libertà Un itinerario attraverso campi tendati dislocati in tre zone paesaggisticamente diverse del Botswana. Un viaggio nella natura senza però rinunciare al lusso e alla raffinata eleganza di meravigliosi lodges armoniosamente inseriti nell’ambiente. n 1° giorno Italia u Johannesburg Partenza dall’aeroporto prescelto per Johannesburg (con scalo europeo). Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Johannesburg u Maun u Okavango Delta Arrivo a Johannesburg e proseguimento con volo di linea Air Botswana per Maun. All’arrivo incontro con un rappresentante del lodge e trasferimento in piccoli aeromobili al campo. Arrivo all’Okavango dopo circa 30 minuti di volo e trasferimento in jeep sino al campo. Sistemazione presso la camera riservata e tempo per un po’ di relax. Nel pomeriggio escursione in barca, mokoro o in jeep 4x4. Consigliamo l’uscita in barca alla sera per godere dello spettacolo del tramonto. Rientro al lodge per cena. n 3° giorno Okavango Delta Trattamento di pensione completa al campo. Intera giornata dedicata alle visite della regione, splendida per i diversi e contrastanti scenari che offre. Il fiume Okavango, con i suoi 1430 km è il terzo fiume più lungo dell’Africa meridionale ed è descritto come ‘il fiume che non incontra mai il mare’. Il fiume infatti scompare in un labirinto di lagune, canali e isole e va a formare il più ampio delta interno del mondo. Il delta contiene circa il 95% di tutta l’acqua superficiale del Botswana e tutta l’area brulica letteralmente di animali: uccelli, a migliaia, ma anche elefanti, zebre, bufali, gnu, giraffe, ippopotami e kudu. n 4° giorno Okavango Delta u Riserva Moremi Dopo la prima colazione, trasferimento alla pista di decollo del campo per la partenza con piccolo aeromobile privato fino al Moremi Game Reserve. Arrivo dopo circa 20 minuti di volo e trasferimento via terra al lodge. Trattamento di pensione completa al lodge, incluse le attività di safari in mokoro e in jeep 4x4. n 5° giorno Riserva Moremi Trattamento di pensione completa al campo comprese le attività organizzate dalla struttura. Suggeriamo un’escursione organizzata dal lodge, molto interessante, che prevede un walking safari con gli elefanti con guida specializzata (in lingua inglese) che spiegherà le abitudini di questi attraenti pachidermi. La Moremi Game Reserve, all’estremità orientale del delta, copre 3000 kmq proprio in mezzo al delta e per salvaguardarne la fauna, è stata ufficialmente isolata dal resto della regione. Le sue “isole” più importanti sono Chiefs Island, accessibile in mokoro dai lodge del delta interno e la Moremi Tongue all’estremità orientale della riserva, raggiungibile per lo più fuoristrada. n 6° giorno Riserva Moremi u Chobe National Park Sveglia all’alba e partenza per le attività mattutine. Rientro al lodge per la prima colazione. Trasferimento alla pista di decollo e partenza con aereo privato per l’aeroporto di Kasane. Arrivo dopo circa un’ora e trenta e trasferimento in jeep 4x4 al lodge. Sistemazione nelle camere riservate e, in serata, escursione in barca lungo il fiume Chobe. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. n 7° giorno Chobe National Park Trattamento di pensione completa al lodge. Intera giornata dedicata in parte al relax ed in parte all’esplorazione di questo magnifico parco che ricopre una superficie di 11.000 kmq nella parte nord-orientale del Botswana, ed ospita un maggior numero di animali rispetto alle altre riserve del paese. Gli elefanti sono la principale attrattiva del parco, ma qui avrete anche un’ottima occasione di vedere leoni, ghepardi, ippopotami, bufali, giraffe, antilopi, sciacalli, facoceri, iene, coccodrilli, lontre, zebre e ogni sorta di uccello. n 8° giorno Chobe National Park u Victoria Falls Dopo la prima colazione, trasferimento in jeep 4x4 all’aeroporto di Kasane. Proseguimento via terra per il trasferimento all’hotel riservato. La distanza da percorrere è di circa 80 km (2 ore) con sosta alla frontiera di Botswana e Zimbabwe per il disbrigo delle formalità doganali. Arrivo a Victoria Falls passando per la frontiera con lo Zambia e sistemazione presso le camere riservate. Pernottamento in hotel. n 9° giorno Victoria Falls Prima colazione in hotel e giornata a disposizione per la visita libera delle cascate. Nel pomeriggio trasferimento all’imbarcadero della nave Queen of Africa per la crociera al tramonto con cena sul fiume Zambesi. Rientro in hotel per il pernottamento. n 10° giorno Livingstone u Johannesburg u Italia Prima colazione in hotel e trasferimento in aeroporto per la partenza del volo di linea per Johannesburg. All’arrivo proseguimento con volo di linea per l’Italia (con scalo europeo). Intrattenimenti, pasti e pernottamento a bordo dell’aeromobile. n 11° giorno Italia - Arrivo nella città di destinazione. IMPORTANTE: È concesso un solo bagaglio per persona, contenuto in borse morbide o sacche, del peso massimo di 10 Kg. Inoltre è concesso un bagaglio a mano fino a 5 Kg. Eventuale deposito di bagagli in eccesso presso il nostro corrispondente locale sarà accordato al momento della prenotazione. Victoria Falls (Zambia)

ip vi str Capri

Kasane

Chobe national park Moremi Reserve

Okavango delta

Maun Francistown Makgadikgadi Pans

Deception Valley

Mamuno

Bobonong Serowe

Central Kalahari Game Reserve Mahalapye

Kalahari Desert

Gaborone

Johannesburg

252


Kalahari un Deserto di Emozioni - Botswana estensione Dedicato a coloro che oltre all’esperienza del delta dell’Okavango desiderano visitare la remota area del Makgadikgadi Pan, per scoprire il contrasto dei paesaggi del Botswana, dove l’ambiente acquatico e paludoso del delta muta e dove improvvisamente il deserto si presenta con tutto il suo fascino. Jack Bousfield il creatore di Jack’s Camp racconta: “Makgadikgadi? Chiesi cosa vi fosse laggiù e mi risposero: ‘Niente di niente, solo uno sciocco potrebbe voler andare in quel luogo deserto.’ E da quel momento pensai che quello era il posto giusto per me.” E in quel luogo dimenticato creò un paradiso; un luogo per ravvivare il corpo e l’anima. n 1° giorno Maun u Jack’s Camp A Maun, incontro con un rappresentante locale e partenza con piccoli aeromobili privati per il Makgadikgadi. Arrivo e trasferimento al campo. Attività del Campo: safari in jeep 4x4, quad bike, passeggiate, visite ai villaggi boscimani, osservazione delle stelle. n 2° giorno Jack’s Camp Pensione completa al Jack’s Camp, nel cuore del deserto dove i boscimani dicono che le stelle cantano. n 3° giorno Jack’s Camp Pensione completa con attività al Jack’s Camp. n 4° giorno Jack’s Camp u Maun Dopo colazione partenza con piccolo aeromobile privato per Maun.

253


KENYA

254


255


Perle d’Africa Kenya

Shompole Lodge, Little Shampole e Naibor Lodge Shompole è situato in un’area di 140.000 acri, nella parte sud orientale del Kenya a poca distanza dal confine con la Tanzania, in prossimità del Lago Natron che ospita l’unica popolazione di fenicotteri in Africa. Si trova nella cima del Nguruman Escarpment, in posizione panoramica rispetto al Great Rift Valley, ed è in buona posizione per visitare sia il Masai Mara che il Parco Amboseli. E’ raggiungibile con un breve volo di mezz’ora circa da Nairobi, dal Mara o da Amboseli oppure in auto attraverso un percorso dai paesaggi mozzafiato di circa tre ore e mezzo da Nairobi. Nell’arredamento del lodge l’utilizzo dei materiali naturali e dell’acqua crea un’atmosfera inconfondibile, mai viste prima in questa parte di Africa. Ogni camera tendata è un’oasi di piacere perfettamente integrata nell’idilliaco paesaggio; tutte dispongono di piccola piscina privata, area relax, e spaziosa sala da bagno. Le aree comuni, dallo splendido stile afro-contemporaneo, prevedono un’area relax e una sala da pranzo dove gustare la prelibata cucina del lodge. Per celebrare occasioni importanti o semplicemente per rendere ancora più magica una serata romantica è possibile organizzare cene a lume di candela sotto le stelle del cielo keniota, dove si potranno ascoltare i rumori delle notti africane. Il Little Shampole offre due lussuose suites che rappresentano l’ultima frontiera della privacy: dispongono di doppio letto matrimoniale, piscina, veranda privata e spaziosa sala da bagno. Altre suites dispongono altresì di una zona per i pranzi e di una piscina di 37 metri che si affaccia sul Lago Natron. Gli ospiti del Little Shompole possono godere di un team a loro dedicato, come di guide private e di un maggiordomo. Shompole offre ai propri ospiti la possibilità di effettuare svariate attività: i safari, diurni e notturni, alla scoperta della ricca flora e fauna circostante sono un’esperienza davvero unica; si possono incontrare leoni, leopardi, giraffe, elefanti, gazzelle, zebre e altri animali. Altre iniziative permetteranno agli ospiti di conoscere ed apprezzare la cultura e le tradizioni Maasai. Un’esperienza davvero unica può essere vissuta a Naibor Lodge, il campo tendato di lusso con sette spaziose ed eleganti camere avvolte dalla natura selvaggia ed incontaminata, a ridosso del fiume Talek nel sud del Kenya. Il servizio impeccabile dei masai e l’atmosfera d’altri tempi, lasceranno un ricordo indelebile.

Naibor Luxury Camp (Masai Mara) Il Naibor Luxury Camp, strategicamente posizionato in una foresta pluviale sulle rive del fiume Talek nel cuore della celeberrima Masai Mara Game Reserve, è una lussuosa base da cui esplorare questa splendida zona. Oltre agli emozionanti safari in jeep, si possono svolgere interessanti safari a piedi, giri in mountain bike nei dintorni della riserva, visite culturali e sorvoli in mongolfiera. La zona, interessata dall’incredibile spettacolo rappresentato dalla grande migrazione, ospita un’enorme varietà di animali tra cui leoni, leopardi, rinoceronti, bufali, ghepardi, iene, elefanti e molti erbivori tra cui zebre, gazzelle e giraffe; inoltre lungo le rive del fiume Talek sarà facile avvistare numerosi uccelli acquatici. Le nove tende dallo stile contemporaneo e dai tenui colori del bush, dispongono di sala da bagno con doppio lavabo, toilette, doccia e ampia veranda ombreggiata da cui godere dello splendido panorama. Il Little Naibor, nelle immediate vicinanze del Naibor Camp, consta di due spaziose suites perfettamente integrate nella natura circostante. Ogni suites dispone di due camere doppie o matrimoniali (ognuna con sala da bagno privata) collegate tra loro da uno comodo salotto e dalla sala da pranzo. Ogni tenda del Little Naibor ha inoltre il proprio bar ed il proprio caminetto, strategicamente posizionati lungo il fiume Talek dove gli animali vanno ad abbeverarsi.

256


257


Perle d’Africa Kenya

Cottar’s 1920’S Safari Camp (Masai Mara National Reserve) Premiato più volte per la sua particolarità e raffinatezza, Cottar’s 1020’s Safari Camp è localizzato a sud est della Riserva Nazionale di Masai Mara, una delle aree più protette al mondo. Questo lussuoso lodge tendato, ospita al massimo 16 persone. Otto le suites tendate di cui una family tutte elegantemente arredate, alcune con pezzi originali della famiglia Cottars. Le suites sono spaziose con bagno separato e ampia veranda per osservare la natura. Una piscina è a disposizione degli ospiti per godere del completo relax nel silenzio del paesaggio circostante. Numerose le attività possibili in questa zona, dai safari diurni e notturni, bush walking safari accompagnati da esperti rangers e battitori, pesca sul fiume, pranzi nel bush, safari al tramonto, massaggi.

Elephant Pepper Camp (Masai Mara National Reserve) Situato nei pressi della selvaggia zona di Koiyaki al centro di un’area di 3.600 km quadrati, Elephant Pepper Camp è un campo stagionale. Solitamente per 3 mesi all’anno, durante il periodo delle piogge, viene smontato e successivamente allestito. Il campo conta 8 spaziose suites tendate di cui una family tutte con bagno all’interno della tenda. Un’ampia veranda arredata permette di godere il bush africano con le sue romantiche sfumature in tutta tranquillità. Varie le attività a cui partecipare: safari in 4x4 diurni e notturni, passeggiate nel bush guidate da esperti rangers e battitori, safari al tramonto, pranzi nel bush.

Bateleur Camp At Kichwa Tembo (Masai Mara National Reserve) Situato nel Masai Mara dove è stata girata l’ultima scena del film “Out of Africa” Bateleur Camp è composto da 9 esclusive e romantiche suites con pareti tendate bianche e pavimento in legno con bagno/doccia separato da una parete in vetro. Un’area comune con zona relax in stile coloniale, elegantissima, ed un’area pranzo sempre sorvegliata da personale a disposizione dei clienti ed una piccola piscina completano questo lodge appartenente alla prestigiosa catena “Small Luxury Hotels of The World”. Consigliato alle coppie in viaggio di nozze od a coloro che vogliono mantenere la privacy.

Saruni (Masai Mara National Reserve) Saruni è un lussuoso e intimo lodge ubicato in un’area protetta ricchissima di animali all’esterno del Masai Mara National Reserve. Solamente una capienza per 12 ospiti – 6 cottages – arroccati su una collina nel cuore dell’emozionante e selvaggia natura del Masai Mara. Saruni offre un nuovo concetto di safari in Kenya: tutto il personale appartiene al vicino villaggio locale Masai, un popolo dall’intelletto straordinario, umile e cortese, adeguatamente istruito per far assaporare agli ospiti del lodge il meglio di quanto ci si possa aspettare in Kenya. I 6 spaziosi cottages di Saruni tutti con ampio bagno e terrazza sono elegantemente arredati con raffinati oggetti di artigianato locale. Una zona pranzo ed un’area salotto dedicata al relax dopo cena, od al rientro dai safari, una fornitissima biblioteca ed una SPA lasceranno un ricordo bellissimo del vostro soggiorno al Saruni. I safari accompagnati dai Masai vi faranno scoprire una parte remota del Kenya. Pranzi a sorpresa nel bush stupiranno per la straordinaria organizzazione. 258


259


Perle d’Africa Kenya

Saruni Samburu Saruni Samburu è un lodge esclusivo situato a 7 chilometri a nord del Samburu National Reserve. Circondati da 95.000 ettari di riserva privata, i quattro cottages e la spaziosa piscina si affacciano sulle varie pozze d’acqua dove elefanti, leopardi, giraffe e zebre vanno ad abbeverarsi. La vastità e la purezza di questo paesaggio africano, combinato alla cultura locale della popolazione semi-nomade di Samburu, ancora incontaminata, rendono i safari organizzati dal lodge, che spaziano dal Saruni al Buffalo Springs National Reserve, un’esperienza unica ed indimenticabile. A disposizione degli ospiti il Samburu Wellbeing Space, area per massaggi e trattamenti di bellezza dove le erbe medicinali vengono sapientemente utilizzate.

Tortilis Camp (Amboseli National Park) 17 sono le spaziose camere tendate del Tortilis Camp situate nell’Amboseli National Park, con una meravigliosa vista sul Kilimanjaro ed una grande quantità di elefanti, considerata la zona più popolata da elefanti in Africa. Il nome Tortilis deriva dalla famosa Acacia Tortilis, l’indistinguibile albero africano con la chioma ad ombrello. Il Tortilis camp è stato costruito ai bordi del Parco Amboseli in un’area ricca di questi caratteristici alberi ed una meravigliosa vista sulle montagne adiacenti. Il lodge ha 17 ampie ed eleganti camere tendate con spazioso bagno. Il main lodge è costruito con materiali locali quali il legno, la pietra ed il tetto ricoperto di paglia o cannucce. Durante il giorno si effettueranno i safari nel parco in jeep 4x4 con esperti rangers oppure dei safari a piedi all’esterno del parco con capaci guide Masai.

Joy’s Camp (Shaba National Reserve) All’arrivo in quest’elegante oasi, nelle aride terre di Samburu, sembra di essere in un film. Il Joy’s Camp è costruito nel sito della casa tendata dello scrittore Joy Adamson nella Riserva di Shaba che ha ospitato anche il leopardo Penny, l’eroina del suo ultimo libro “Queen of Shaba”. Le sontuose 10 camere tendate costruite su base rialzata con vista mozzafiato sulle colline adiacenti, sono decorate internamente con esclusivi tessuti di design Boran/Somali e numerosi complementi costruiti dalle popolazioni locali. Ogni tenda è provvista di ampia veranda per poter godere del massimo relax e il passaggio di numerosi animali che si aggirano in questa zona selvaggia.

Kitich Camp (Samburo National Park) Kitich Camp è situato nel nord del Kenya nel Samburo National Park e precisamente a Mathews Range. Immerso in una natura e in un luogo dal panorama mozzafiato, Kitich Camp è un piccolo lodge tendato che dispone di solamente sei essenziali e confortevoli tende ed una zona dedicata ai pranzi e alle cene. Un’area sotto le stelle dove gli ospiti sorseggiano l’aperitivo seduti attorno ad un largo cerchio di pietre con al centro il fuoco, conquista qualsiasi ospite. È questa l’Africa di Hemingway con le sue verdi colline, gli spazi, i colori, le rupi e le valli. I safari si svolgono a piedi con esperte guide e l’emozione è enorme, il silenzio irreale. Un’esperienza fantastica ed unica. 260


261


Perle d’Africa Kenya

Campi Ya Kanzi (Chyulu Hills) In lingua Kiswahili, Campi Ya Kanzi significa “l’accampamento dei tesori nascosti”. E’ un lodge di lusso con una capacità massima di 14 persone. Perfettamente integrato nella natura offre una meravigliosa vista sul Kilimanjaro. Sette bungalows in stile africano costruiti impiegando materiali locali e accessori di fabbricazione italiana, ogni cottage dispone di una terrazza per ammirare la vetta sempre innevata del Kilimanjaro nonché il panorama attorno. L’ambiente è sicuramente d’effetto e sembra un’immersione nel passato.

Rusinga Island Lodge (Lake Victoria) Rusinga Island Lodge esprime atmosfera e tranquillità. I colori dei prati ricoperti d’erba vellutata, gli alberi esotici ed i numerosi e coloratissimi uccelli, si specchiano nelle acque del lago Vittoria creando un tutt’uno. I bambini sono i benvenuti e potranno liberamente giocare nelle aree predisposte in tutta sicurezza. Una SPA dotata di personale specializzato potrà aumentare il grado di relax che assieme alle attività sportive sul lago, le cene sul pontile a lume di candela, il sorseggiare champagne durante il relax nella jacuzzi, ammirare gli spettacolari e dorati tramonti, faranno della vostra vacanza un’indimenticabile ricordo.

Elsa’s Kopje (Meru National Park) Il suo nome deriva dalla protagonista di un film “Born Free” di Joy & Adamson’s, una leonessa di nome Elsa, sepolta dopo la sua morte nei pressi del lodge. Il lodge inserito nel territorio roccioso del Meru National Park, è talmente mimetizzato con la natura circostante che all’arrivo non ci si accorgerà dell’esistenza. Il progetto di questo lodge ha previsto tutti cottages con magnifica vista a perdita d’occhio sul parco Meru. Gli 8 cottages tutti con bagno privato, sono spaziosi e dotati di tutti i comfort inclusa una terrazza per la contemplazione. La zona riservata alle cene ed il bar, godono di una vista mozzafiato sulle pianure di Meru. Una piscina d’acqua salata, incastonata nella roccia arricchisce di charme questo lodge di proprietà della famiglia Adamson’s. Alcuni bungalows si raggiungono attraverso una passerella di legno sospesa dove il fascino va oltre l’immaginazione. La struttura comprende anche un’esclusiva casa tendata separata dal lodge, con 2 camere, bagno, salotto, area pranzo e piscina privata adatta ad un nucleo familiare od un piccolo gruppo di amici. Varie le attività previste per gli ospiti: safari in jeep 4x4 diurni e notturni, passeggiate guidate nel bush, pranzi o cene nel bush, piscina, uscite durante il tramonto, massaggi, attrezzatura da pesca. Un’equipe di guide professioniste vi avvicineranno all’esperienza del safari in un modo nuovo e coinvolgente.

Galdessa Camp (Tsavo Est) Galdessa Camp è localizzato nello Tsavo Est National Park ai bordi del fiume Galena e si può raggiungere in volo (in un’ora) oppure in auto (in tre ore e mezza o quattro ore e mezza - dipende se si parte da Mombasa o da Nairobi). 11 confortevoli “bandas”, i tipici cottages kenioti con tetto in paglia, pavimento rialzato in legno e pareti tendate. Ognuno con bagno dotato di “buckets shower” ed ampia veranda per rilassarsi ad osservare il paesaggio. Ogni cottage è distanziato dagli altri per permettere la privacy di ognuno. Coloro che trascoreranno parte del loro viaggio di nozze a Galdessa Camp verranno sistemati nel cottage “honeymoon”. Lo staff a disposizione è preparatissimo, coccolerà gli ospiti e li farà innamorare di questo meraviglioso paese. 262


263


Lake Turkana

Sibiloi National Park

Koobi fora Central Island National Park

Ferguson’s Gulf

Nasolot NR

South Turkana NR

South Island National Park

Marsabit National Park

Losai National Reserve

Saiwa Maralal Swamp Cherangani National Reserve NP Hills Mattew’s Range Kamnarok Chanler’s Falls Mount Elgon NR Samburu NR Lake NP Shaba NR Buffalo baringo Lake Bisanadi Springs NR Kakamega Bogoria Rahloe NR Laikipia Forest NR Meru NP Nyahururu NR Ndere (Thomson falls) Island NR Menengai North Kisumu Hyrax Hill Mount Kenya Kitui NR Kariandus Rusinga Island Kora NP Impala NP Lake Aberdare Sanctuary Mwea NR Elmentaita NP Ruma NP (Lambwe Valley) Fourteen Falls Hell’s Gate & Arawale Mt. Longon NP Ol Doiny NR Masai Mara NR Sapuk NP South Kitui Nairobi NR Tana River Lake Primate NR Magadi Chyulu Hills Amboseli NP Tsavo East NP

Arabuko Sokoke

Tsavo West NP

Watamu Gedi Shimba Hills NR

Boni NR Dodori NR Kiunga Marine NR Lamu Island

Tana Delta

Malindi & Watamu Marine NP

Mombasa Marine Park & NR Diani Beach Funzi Island Keys

Earth And Sea 266 Parks And Sea 267 Wild Landscape 268 Stella Africana 269 African Style 270 L’ultima Africa 271 Romantica Africa 272 Wilds Animals 273

264


TOU RS KENYA

265


Earth And Sea - Kenya Tour con assistenza in lingua inglese Un assaggio del Kenya in versione classica abbinando safari e mare. Il safari nel parco del Masai Mara, il più noto per l’omonima etnia che ancor oggi si distingue per la sua umiltà e bellezza interiore. Si prosegue poi a Diani Beach, una località a sud di Mombasa che vanta una delle più belle e lunghe spiagge del Kenya per riposare, ritemprare la mente e lo spirito in un luogo magico. n 1° giorno Italia u Nairobi Partenza dall’Italia con volo intercontinentale diretto a Nairobi. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Nairobi Arrivo all’aeroporto internazionale Jomo Kenyatta di Nairobi e dopo l’espletamento delle formalità d’ingresso, incontro con l’assistenza e trasferimento all’hotel. Sistemazione nella camera riservata, cena e pernottamento. Nairobi, una città nata per caso, un punto di meditazione per gli ingegneri e tecnici inglesi, soffermatisi a valutare la costruzione della ferrovia che avrebbe collegato Mombasa con l’Uganda. Il Rift divenne uno scoglio da superare con difficoltà oltre ai numerosi problemi dovuti alla malaria, alle orde di topi che invadevano il cantiere e le bidonville dove alloggiavano gli operai indiani durante i lavori. A volte per la loro sicurezza, questi tecnici, bruciavano interi quartieri di baracche ma nonostante tutto la città cresceva rapidamente e bonificate le paludi, divenne il vero centro amministrativo della colonia e sostituì Mombasa come sede del parlamento. Possiamo quindi dire che Nairobi è una delle capitali più giovani del mondo. Non è una città di grande fascino ma alcuni scorci sono insoliti. n 3° giorno Nairobi u Masai Mara National Reserve Prima colazione e trasferimento al Wilson airport per l’imbarco su un piccolo aeromobile verso il Masai Mara National Reserve. Arrivo alla pista di atterraggio di Siana e trasferimento al lodge riservato tempo per la consumazione del pranzo. Dopo breve riposo, uscita per il safari pomeridiano in jeep 4x4 oppure passeggiata accompagnati da esperti guerrieri masai a Loita Hills. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. Il Masai Mara è il parco più frequentato e più conosciuto del Kenya, grazie anche ai numerosi interventi mediatici, giornalistici e documentari. È la continuazione naturale del Serengeti in Tanzania e oggigiorno essendo ancora abitato dalla popolazione Masai, ufficialmente non è “parco nazionale”. In questa riserva è possibile avvistare i famosi “big five”. Il Mara sorge ad un’altezza di 1.650 mt ed esteso per 1800 kmq, è caratterizzato da dolci colline, morbide pianure che si susseguono a perdita d’occhio, punteggiate di boschetti di acacie africane con le loro chiome ad ombrello e da alberi isolati. Mara, si suppone derivi dalla lingua masai “maa” che significa chiazzato. A nord-ovest la riserva è circondata da Esoit Oloololo, che culmina i 2.000 mt, utilizzata come ambientazione di parecchie scene del film “La mia Africa”. Al centro e verso est le vaste pianure con paesaggi pieni di sfumature e scorci sempre diversi, regalano incontri emozionanti con gli animali. Infine ad est, il territorio si fa più movimentato con le Ngama Hills. La vicinanza al lago Vittoria, influisce molto sulle condizioni metereologiche. n 4° giorno Masai Mara National Reserve Intera giornata dedicata ai safari in veicoli scoperti 4x4 per l’osservazione della flora e della fauna accompagnati da esperti masai. Pensione completa al lodge. n 5° giorno Masari Mara National Reserve u Mombasa u Diani Beach Dopo la prima colazione, partenza per l’ultimo safari nel Masai Mara che durerà l’intera mattinata. Sosta per un pranzo pic-nic ed al termine, trasferimento alla pista di decollo Keekorok. Partenza con piccolo aeromobile per l’aeroporto di Ukunda, località nei pressi di Diani Beach. Dopo l’atterraggio, trasferimento all’hotel prescelto. Sistemazione nella camera riservata e tempo a disposizione. Cena e pernottamento in hotel. n 6° e 7° giorno Diani Beach Intera giornata a disposizione per relax e/o escursioni e visite e/o attività balneari. Trattamento di mezza pensione. n 8° giorno Diani Beach u Mombasa u Nairobi u Italia Prima colazione in hotel. Trasferimento a Mombasa, volo per Mombasa/Nairobi e proseguimento con volo intercontinentale per il rientro in Italia. n 9° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Earth And Sea

Parks And Sea

Masai Mara Lake Magadi

Masai Mara

Nairobi

Nairobi Tana River Primate NR

Lake Magadi

Chyulu Hills Amboseli NP

Chyulu Hills Amboseli NP

Tsavo East NP

Tsavo West NP

Shimba Hills NR

Mombasa Marine Park & NR

Diani Beach Funzi Island Keys

266

Hell’s Gate & Mt. Longon NP NR

Tsavo East NP

Lamu Island Tana Delta


Parks And Sea - Kenya Tour con assistenza in lingua inglese Alla scoperta delle due facce del paese, all’insegna della natura: dagli emozionanti safari nei parchi più rinomati del Kenya, alle dune che accarezzano il mare nell’isola magica di Lamu. n 1° giorno Italia u Nairobi Partenza dall’Italia con volo intercontinentale diretto a Nairobi. Intrattenimenti e pasti a bordo dell’aeromobile. Arrivo all’aeroporto internazionale Jomo Kenyatta di Nairobi e dopo l’espletamento delle formalità d’ingresso, incontro con l’assistenza per il trasferimento all’hotel. Sistemazione nella camera riservata e tempo a disposizione. Pernottamento in hotel. Nairobi, una città nata per caso, un punto di meditazione per gli ingegneri e tecnici inglesi, soffermatisi a valutare la costruzione della ferrovia che avrebbe collegato Mombasa con l’Uganda. Il Rift divenne uno scoglio da superare con difficoltà oltre ai numerosi problemi dovuti alla malaria alle orde di topi che invadevano il cantiere e le bidonville dove alloggiavano gli operari indiani durante i lavori. A volte per la loro sicurezza, questi tecnici, bruciavano interi quartieri di baracche, ma nonostante tutto la città cresceva rapidamente e bonificate le paludi, divenne il vero centro amministrativo della colonia e sostituì Mombasa come sede del parlamento. Possiamo quindi dire che Nairobi è una delle capitali più giovani del mondo. Non è una città di grande fascino ma alcuni scorci sono insoliti. n 2° giorno Nairobi u Amboseli National Park Dopo la prima colazione, trasferimento al terminal dei voli domestici e partenza con piccolo aeromobile per l’Amboseli National Park. Arrivo al lodge, situato in una splendida zona rilassante e ricca di fauna e sistemazione nella camera riservata. Dopo il pranzo, uscita pomeridiana in jeep 4x4 per il fotosafari nel parco. Rientro per la cena ed il pernottamento al campo. L’Amboseli è, a parità del Masai Mara, il parco più conosciuto del Kenya ed anche il più antico. Spesso l’immagine di questo parco si trova immortalata nelle cartoline con grandi branchi di elefanti intenti ad ingerire quantità enormi d’erba. Lo spettacolo però, visto dal vivo è uno dei più emozionanti ed indimenticabili. Numerosi sono stati gli scrittori affascinati da questo luogo di smisurata bellezza; Hemingway per esempio ha preso ispirazione da questi luoghi per il suo romanzo “Le nevi del Kilimanjaro”. Il delicato equilibrio del parco è minacciato dagli elefanti che consumando 150 kg di erba al giorno e dal fenomeno fisico-chimico dell’affioramento delle acque alcaline; nel periodo della siccità, infatti, l’intensa evaporazione provoca un enorme accumulo di sale sulla superficie, dannoso per la vegetazione e le radici delle acacie. Per la salvaguardia di questo inestimabile patrimonio naturale, sono vietati i percorsi fuori pista (divieto che purtroppo non viene sempre rispettato), posto che tra il 1970 ed il 1980, l’ininterrotto passaggio di minibus turistici ha consumato il sottile strato di terra che ricopre il deposito magmatico. n 3° giorno Amboseli National Park Trattamento di pensione completa con bevande, lavanderia e safari inclusi, al lodge. Intera giornata dedicata al relax ed ai fotosafari nel parco. n 4° giorno Amboseli National Park u Masai Mara National Reserve Prima colazione e trasferimento alla pista di decollo per la partenza, con piccolo aeromobile, alla volta del celeberrimo Masai Mara National Reserve. Arrivo alla pista di atterraggio di Siana e trasferimento al lodge riservato in tempo per la consumazione del pranzo. Dopo breve riposo, uscita per il safari pomeridiano in jeep 4x4 oppure passeggiata accompagnati da esperti guerrieri masai. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. Il Masai Mara è il parco più frequentato e più conosciuto del Kenya, grazie anche ai numerosi interventi mediatici, giornalistici e documentari. È la continuazione naturale del Serengeti in Tanzania e oggigiorno essendo ancora abitato dalla popolazione Masai, ufficialmente non è “parco nazionale”. In questa riserva è possibile avvistare i famosi “big five”. Il Mara sorge ad un’altezza di 1.650 mt ed esteso per 1800 kmq, è caratterizzato da dolci colline, morbide pianure che si susseguono a perdita d’occhio, punteggiate di boschetti di acacie africane con le loro chiome ad ombrello e da alberi isolati. Il nome Mara si suppone derivi dalla lingua masai “maa” che significa chiazzato. A nord-ovest la riserva è circondata da Esoit Oloololo, che culmina i 2.000 mt, utilizzata come ambientazione di parecchie scene del film “La mia Africa”. Al centro e verso est le vaste pianure con paesaggi pieni di sfumature e scorci sempre diversi, regalano incontri emozionanti con gli animali. Infine ad est, il territorio si fa più movimentato con le Ngama Hills. La vicinanza al lago Vittoria, influisce molto sulle condizioni metereologiche. n 5° e 6° giorno Masai Mara National Reserve Intera giornata dedicata ai safari in veicoli scoperti 4x4 per l’osservazione della flora e della fauna accompagnati da esperti masai. Pensione completa con bevande, servizio di lavanderia e safari inclusi nel lodge prescelto. n 7° giorno Masai Mara National Reserve u Nairobi u Lamu Island Dopo la prima colazione, partenza per l’ultimo safari nel Masai Mara e poi trasferimento alla pista di decollo per la partenza con piccolo aeromobile per l’aeroporto di Wilson, Nairobi. Da qui proseguimento sempre con piccolo aeromobile per Lamu Island. All’arrivo, incontro con gli assistenti e trasferimento con barca a motore a Manda Bay, incontaminata isola nell’arcipelago di Lamu, che si raggiungerà dopo circa 20 minuti di navigazione attraverso dei canali contornati da rigogliosissime mangrovie. Sistemazione nel cottage riservato e tempo a disposizione per relax e/o attività balneari e/o escursioni facoltative. Trattamento di pensione completa con bevande, servizio lavanderia e sport acquatici inclusi. Un’isola magica dalle mille sfaccettature, che regala immagini di splendide dune e insoliti cieli. Tutte le attività sono concentrate nella città di Lamu. Oltre alle dune che movimentano la spiaggia sorgono tradizionali villaggi di pescatori da scoprire a piedi o in dhow. Lo stile unico di Lamu deriva da una profonda mescolanza di culture. L’architettura e l’artigianato mostrano notevoli influenze indiane. I fondamentali arredi swahili erano importati direttamente dall’India o assemblati nell’Africa orientale. E’ questa l’origine delle porte a cassoni chiodati che ancora ornano parecchie dimore. In India questi chiodi in ottone servivano per impedire agli elefanti di entrare in casa sfondando le porte dei palazzi. Le tradizioni, usi e costumi degli abitanti di Lamu sono molto particolari come ad esempio le case in pietra di corallo, le più eleganti della costa, che in origine consistono del solo pianterreno a cui viene aggiunto un piano quando un figlio si sposa. Altro particolare sono gli abiti che indossano gli uomini: una sottana chiamata “longhi” oppure il “kikoi” (pareo) con una camicia o la lunga tonaca detta “khanga”. Invece le donne quando escono in città si coprono con il “bui-bui”. n 8° e 9° giorno Lamu Island Intere giornate a disposizione per relax e/o escursioni e visite e/o attività balneari al Manda Bay. Trattamento di pensione completa con bevande, servizio lavanderia e sport acquatici inclusi. n 10° giorno Lamu Island u Nairobi u Italia Prima colazione al lodge e ultime ore a disposizione a Manda Bay prima del trasferimento alla pista di decollo di Lamu per la partenza con volo schedulato per Nairobi. Da qui proseguimento con volo di linea intercontinentale per il rientro in Italia. Intrattenimenti, pasti e pernottamento a bordo dell’aeromobile n 11° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Vedi piantina pag. 266 267


Wild Landscape - Kenya Tour con assistenza in lingua inglese Un breve tour per chi desidera provare l’emozione di un safari e rilassarsi qualche giorno ai bordi del lago più grande d’Africa. Il paesaggio del Masai Mara e del Lago Victoria, queste le tappe principali, sono ineguagliabili per la bellezza, tranquillità e quantità di animali. La vista dall’alto, arrivando con il piccolo aeromobile, impressionerà per le sconfinate estensioni del territorio alternato da fiumi, laghi, pianure, colline, montagne. n 1° giorno Italia u Nairobi Partenza dall’Italia con volo intercontinentale diretto a Nairobi. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Nairobi Arrivo all’aeroporto internazionale Jomo Kenyatta di Nairobi e dopo l’espletamento delle formalità d’ingresso, incontro con l’assistenza e trasferimento all’hotel. Sistemazione nella camera riservata, cena e pernottamento. Nairobi, una città nata per caso, un punto di meditazione per gli ingegneri e tecnici inglesi, soffermatisi a valutare la costruzione della ferrovia che avrebbe collegato Mombasa con l’Uganda. Il Rift divenne uno scoglio da superare con difficoltà oltre ai numerosi problemi dovuti alla malaria alle orde di topi che invadevano il cantiere e le bidonville dove alloggiavano gli operai indiani durante i lavori. A volte per la loro sicurezza, questi tecnici, bruciavano interi quartieri di baracche ma nonostante tutto la città cresceva rapidamente e bonificate le paludi, divenne il vero centro amministrativo della colonia e sostituì Mombasa come sede del parlamento. Possiamo quindi dire che Nairobi è una delle capitali più giovani del mondo. Non è una città di grande fascino ma alcuni scorci sono insoliti. n 3° giorno Nairobi u Masai Mara National Reserve Prima colazione e trasferimento al Wilson airport per l’imbarco sul piccolo aeromobile per il Masai Mara National Reserve. Arrivo alla pista di atterraggio di Siana e trasferimento al lodge in tempo per la consumazione del pranzo. Dopo breve riposo, uscita per il safari pomeridiano in jeep 4x4 oppure passeggiata accompagnati da esperti guerrieri masai a Loita Hills. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. Il Masai Mara è il parco più frequentato e più conosciuto del Kenya, grazie anche ai numerosi interventi mediatici, giornalistici e documentari. È la continuazione naturale del Serengeti in Tanzania e oggigiorno essendo ancora abitato dalla popolazione Masai, ufficialmente non è “parco nazionale”. In questa riserva è possibile avvistare i famosi “big five”. Il Mara sorge ad un’altezza di 1.650 mt ed esteso per 1800 kmq, è caratterizzato da dolci colline, morbide pianure che si susseguono a perdita d’occhio, punteggiate di boschetti di acacie africane con le loro chiome ad ombrello e da alberi isolati. Mara, si suppone derivi dalla lingua masai “maa” che significa chiazzato. A nord-ovest la riserva è circondata da Esoit Oloololo, che culmina i 2.000 mt., utilizzata come ambientazione di parecchie scene del film “La mia Africa”. Al centro e verso est le vaste pianure con paesaggi pieni di sfumature e scorci sempre diversi, regalano incontri emozionanti con gli animali. Infine ad est, il territorio si fa più movimentato con le Ngama Hills. La vicinanza al lago Vittoria, influisce molto sulle condizioni metereologiche. n 4° e 5° giorno Masai Mara National Reserve Intera giornata dedicata ai safari in veicoli scoperti 4x4 per l’osservazione della flora e della fauna accompagnati da esperti masai. Pensione completa al lodge. n 6° giorno Masari Mara National Reserve u Lake Victoria Dopo la prima colazione, trasferimento alla pista di decollo e partenza per Rusinga Island Club, fantastica struttura ai bordi del Lago Vittoria. All’arrivo, trasferimento al lodge e sistemazione nella camera riservata. Tempo a disposizione per relax al sole o nella SPA del lodge, oppure uscite in barca sul lago. Cena e pernottamento. Lago Vittoria: il più grande lago dell’Africa, il più grande lago tropicale del mondo ed il secondo come lago d’acqua dolce. E’ relativamente poco profondo ed è alimentato da uno dei più lunghi affluenti del Nilo. Si trova su di un altopiano nella parte occidentale della Rift Valley e le sue acque sono per la maggioranza della Tanzania e dell’Uganda, solamente una minima parte, 6% appartiene al Kenya. Questo enorme lago ha un ruolo fondamentale per la sopravvivenza degli abitanti, dediti ad una delle maggiori attività: la pesca con i caratteristici “dhow”, le barche a vela triangolare, utilizzate per questo mestiere. I pochissimi lodges costruiti in questo magnifico paesaggio, sono a dir poco affascinanti e rilassanti e le attività sono molteplici. n 7° giorno Lake Victoria Intera giornata a disposizione per le attività proposte dal lodge e/o relax. Trattamento di pensione completa. n 8° giorno Lake Victoria u Nairobi u Italia Prima colazione al lodge. Partenza con volo schedulato per Nairobi. All’arrivo, proseguimento del volo intercontinentale per il rientro in Italia, oppure, soggiorno mare sulla costa. n 9° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione. Lake Turkana

Sibiloi National Park

Koobi fora Central Island National Park

Ferguson’s Gulf

Nasolot NR

South Turkana NR

South Island National Park

Marsabit National Park

Losai National Reserve

Saiwa Maralal Swamp Cherangani National Reserve NP Hills Mattew’s Range Kamnarok Chanler’s Falls Mount Elgon NR Samburu NR Lake NP Shaba NR Buffalo Lake baringo Bisanadi Springs NR Kakamega Bogoria Rahloe NR Laikipia Forest NR Meru NP Nyahururu NR Ndere (Thomson falls) Island NR Menengai North Kisumu Hyrax Hill Mount Kenya Kitui NR Kariandus Rusinga Island Kora NP Impala NP Lake Aberdare Sanctuary Mwea NR Elmentaita NP Ruma NP (Lambwe Valley) Fourteen Falls Hell’s Gate & Arawale Mt. Longon NP Ol Doiny NR Masai Mara NR Sapuk NP South Kitui Nairobi NR Tana River Lake Primate NR Magadi Chyulu Hills Amboseli NP Tsavo East NP

Arabuko Sokoke

Tsavo West NP

Watamu Gedi Shimba Hills NR

Boni NR Dodori NR Kiunga Marine NR Lamu Island

Tana Delta

Malindi & Watamu Marine NP

Mombasa Marine Park & NR Diani Beach Funzi Island Keys

268


Stella Africana - Kenya Tour con assistenza in lingua inglese Suggeriamo questo tour a coloro che desiderano visitare più zone del Kenya e conoscere da vicino alcune realtà di un paese rimaste ancor oggi intatte dove non esistono non solo strade ma neanche piste di terra. L’unico modo per avvicinarsi a queste zone è il safari a piedi, un’emozione impareggiabile. Il tour termina con un breve visita al lago Victoria, per assaporare il relax di questo luogo dalle inaspettate sfaccettature. n 1° giorno Italia u Nairobi - Partenza dall’Italia con volo intercontinentale diretto a Nairobi. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Nairobi - Arrivo all’aeroporto internazionale Jomo Kenyatta di Nairobi e dopo l’espletamento delle formalità d’ingresso, incontro con l’assistenza e trasferimento all’hotel. Sistemazione nella camera riservata, cena e pernottamento. Nairobi, una città nata per caso, un punto di meditazione per gli ingegneri e tecnici inglesi, soffermatisi a valutare la costruzione della ferrovia che avrebbe collegato Mombasa con l’Uganda. Il Rift divenne uno scoglio da superare con difficoltà oltre ai numerosi problemi dovuti alla malaria, alle orde di topi che invadevano il cantiere e le bidonville dove alloggiavano gli operari indiani durante i lavori. A volte per la loro sicurezza, questi tecnici, bruciavano interi quartieri di baracche ma nonostante tutto la città cresceva rapidamente e bonificate le paludi, divenne il vero centro amministrativo della colonia e sostituì Mombasa come sede del parlamento. Possiamo quindi dire che Nairobi è una delle capitali più giovani del mondo. Non è una città di grande fascino ma alcuni scorci sono insoliti. n 3° giorno Nairobi u Samburu National Reserve - Dopo la prima colazione, trasferimento al Wilson Airport e partenza con piccolo aeromobile per Nanyuki località a breve distanza dal Monte Kenya. All’arrivo, trasferimento al camp e sistemazione nella camera riservata. Trattamento di pensione completa al lodge. Samburo National Park è situato a circa novanta chilometri a nord del Monte Kenya e non è molto frequentato dai turisti nonostante abbia molto da offrire. Gli scenari sulla savana, sui palmeti, sulle foreste di acacie lungo il fiume Ewaso Ngiro, sulle colline aride, sono mozzafiato. Contrasti incredibili e la fortuna di non avere l’inflazione del turismo fanno di questo parco un’esclusività. Poche le strutture presenti ma di grande carattere. n 4° giorno Samburu National Reserve - Intera giornata dedicata alle attività possibili in questa zona, dalle passeggiate a cavallo nel bush, ai safari in jeep 4x4, alla pesca nel fiume, al gioco del tennis, al relax in piscina, alla visita di un villaggio Samburu, bird watching, pranzi nel bush. E’ inoltre possibile per chi lo desidera, dormire all’aperto “sotto le stelle”. n 5° giorno Samburu National Reserve u Masai Mara National Reserve - Prima colazione al lodge e trasferimento alla pista di decollo e partenza con piccolo aeromobile per il Masai Mara National Reserve. Arrivo alla pista di atterraggio di Siana e trasferimento al camp in tempo per la consumazione del pranzo. Dopo breve riposo, uscita per il safari pomeridiano in jeep 4x4 oppure passeggiata accompagnati da esperti guerrieri masai a Loita Hills. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. Il Masai Mara è il parco più frequentato e più conosciuto del Kenya, grazie anche ai numerosi interventi mediatici, giornalistici e documentari. È la continuazione naturale del Serengeti in Tanzania e oggigiorno essendo ancora abitato dalla popolazione Masai, ufficialmente non è “parco nazionale”. In questa riserva è possibile avvistare i famosi “big five”. Il Mara sorge ad un’altezza di 1.650 mt ed esteso per 1800 kmq, è caratterizzato da dolci colline, morbide pianure che si susseguono a perdita d’occhio, punteggiate di boschetti di acacie africane con le loro chiome ad ombrello e da alberi isolati. Mara, si suppone derivi dalla lingua masai “maa” che significa chiazzato. A nord-ovest la riserva è circondata da Esoit Oloololo, che culmina i 2.000 mt., utilizzata come ambientazione di parecchie scene del film “La mia Africa”. Al centro e verso est le vaste pianure con paesaggi pieni di sfumature e scorci sempre diversi, regalano incontri emozionanti con gli animali. Infine ad est, il territorio si fa più movimentato con le Ngama Hills. La vicinanza al lago Vittoria, influisce molto sulle condizioni metereologiche. n 6° giorno Masai Mara National Reserve - Intera giornata dedicata ai safari in veicoli scoperti 4x4 per l’osservazione della flora e della fauna accompagnati da esperti masai. Pensione completa al lodge. n 7° giorno Masari Mara National Reserve u Lake Victoria - Dopo la prima colazione, trasferimento alla pista di decollo e partenza per il Lago Victoria. All’arrivo, trasferimento al lodge, sistemazione nella camera riservata e pranzo. Nel pomeriggio, giro in barca sul lago ed al rientro osservazione del tramonto con aperitivo immersi nella Jacuzzi. Cena e pernottamento. n 8° giorno Lake Victoria - Giornata dedicata alle attività previste dal lodge oppure relax nella SPA. Pensione completa al Rusinga Island Club. Lago Vittoria: il più grande lago dell’Africa, il più grande lago tropicale del mondo ed il secondo come lago d’acqua dolce. E’ relativamente poco profondo ed è alimentato da uno dei più lunghi affluenti del Nilo. Si trova su di un altopiano nella parte occidentale della Rift Valley e le sue acque sono per la maggioranza della Tanzania e dell’Uganda; solamente una minima parte, appartiene al Kenya (6%) . Questo enorme lago ha un ruolo fondamentale per la sopravvivenza degli abitanti, dediti ad una delle maggiori attività: la pesca con i caratteristici “dhow”, le barche a vela triangolare, utilizzate per questo mestiere. I pochissimi lodges costruiti in questo magnifico paesaggio, sono a dir poco affascinanti e rilassanti e le attività sono molteplici. n 9° giorno Lake Victoria u Nairobi u Italia - Dopo la prima colazione, partenza con volo speciale diretto a Nairobi a cui seguirà il volo intercontinentale di rientro in Italia, oppure, proseguimento verso la costa per un soggiorno mare. n 10° giorno Italia - Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Samburu NP

Mount Kenya NP Aberdare NP

Fourteen Falls

Masai Mara

Ol Doiny Sapuk NP

Nairobi

Lamu Island Tsavo East NP

Tana Delta Arabuko Sokoke

Tsavo West NP

Watamu Gedi Shimb Hills NR

Malindi & Watamu Marine NP

Mombasa Marine Park & N

Diani Beach

269


African Style - Kenya Tour con assistenza in lingua inglese Meru e Masai Mara, due parchi e due lodges di grande carattere. In breve tempo ci si può rendere conto dei valori che esprimono determinati luoghi e popolazioni, che hanno ispirato artisti cinematografici per la realizzazione di celebri films. Un’esperienza emozionante che lascia un segno per sempre. È possibile, come in tutti i tours, abbinare una rilassante estensione mare. n 1° giorno Italia u Nairobi Partenza dall’Italia con volo intercontinentale per Nairobi. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Nairobi u Meru National Park Arrivo all’aeroporto internazionale Jomo Kenyatta di Nairobi e trasferimento al terminal dei voli schedulati, Wilson. Partenza con piccolo aeromobile per Meru National Park. Arrivo e sistemazione al lodge. Trattamento di pensione completa con bevande, servizio di lavanderia e safari inclusi. Il Parco Nazionale di Meru è situato a 370 km a nord est di Nairobi e ad 85 km a est dalla città di Meru, è uno dei più grandi parchi del Kenya. È in questa zona che tra il 1970 e il 1980 ci sono stati i più grandi massacri di elefanti e rinoceronti. Chiuso per un periodo in seguito al triste episodio di un bracconiere che per errore sparò ad un turista il quale morì, oggi il parco è riaperto grazie all’aiuto di organismi internazionali che hanno stanziato importanti risorse per introdurvi diverse specie animali nonché una riserva per rinoceronti. La riserva è caratterizzata da una zona umida, ricoperta di fitta vegetazione e una zona secca con piante spinose e savane immense dove visse la famosa leonessa Elsa. Oggigiorno è considerata una tra le più belle riserve del paese, non ancora inflazionata dal turismo. n 3° giorno Meru National Park Trattamento di pensione completa al lodge. Intera giornata dedicata ai fotosafari e all’esplorazione del parco. n 4° giorno Meru National Park u Masai Mara National Reserve Prima colazione al lodge. In mattinata, trasferimento in volo al Masai Mara National Reserve, il parco più conosciuto del Kenya. Arrivo al camp, accoglienza e sistemazione nella camera riservata. Dopo il pranzo e breve riposo, inizio dei safari in jeep 4x4 accompagnati da esperti guerrieri masai, in questo immenso parco popolato da infiniti animali. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. Il Masai Mara è il parco più frequentato e più conosciuto del Kenya, grazie anche ai numerosi interventi mediatici, giornalistici e documentari. È la continuazione naturale del Serengeti in Tanzania e oggigiorno essendo ancora abitato dalla popolazione Masai, ufficialmente non è “parco nazionale”. In questa riserva è possibile avvistare i famosi “big five”. Il Mara sorge ad un’altezza di 1.650 mt ed esteso per 1800 kmq, è caratterizzato da dolci colline, morbide pianure che si susseguono a perdita d’occhio, punteggiate di boschetti di acacie africane con le loro chiome ad ombrello e da alberi isolati. Il nome Mara si suppone derivi dalla lingua masai “maa” che significa chiazzato. A nord-ovest la riserva è circondata da Esoit Oloololo, che culmina i 2.000 mt, utilizzata come ambientazione di parecchie scene del film “La mia Africa”. Al centro e verso est le vaste pianure con paesaggi pieni di sfumature e scorci sempre diversi, regalano incontri emozionanti con gli animali. Infine ad est, il territorio si fa più movimentato con le Ngama Hills. La vicinanza al lago Vittoria, influisce molto sulle condizioni metereologiche. n 5° giorno Masai Mara National Reserve Trattamento di pensione completa con bevande, servizio di lavanderia e safari inclusi al camp. Intera giornata dedicata al relax al lodge ed alle attività di fotosafari nel parco. n 6° giorno Mara National Reserve u Nairobi u Italia/Costa Prima colazione ed ultimo fotosafari mattutino prima della partenza con piccolo aeromobile diretto a Nairobi e proseguimento con volo intercontinentale per il rientro in Italia. In alternativa è possibile effettuare il trasferimento dal Masai Mara sulla costa del Kenya per un distensivo soggiorno mare. n 7° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

L’ultima Africa

African Style

Samburu NP Buffalo Springs NR Laikipia Nyahururu (Thomson falls

Meru NP

Menengai Hyrax Hill Kariandus

Mount Kenya NP Aberdare NP

Fourteen Falls

Masai Mara

Masai Mara

Ol Doiny Sapuk NP

Nairobi

Lamu Island Tsavo East NP

Tana Delta Arabuko Sokoke

Tsavo West NP

Watamu Gedi Shimb Hills NR

270

Malindi & Watamu Marine NP

Mombasa Marine Park & N

Diani Beach

Mount Kenya NP

Fourteen Falls

Nairobi

Ol Doiny Sapuk NP Tana River Primate NR

Lake Magadi

Chyulu Hills

Lamu Island

Tsavo East NP

Tana Delta Arabuko Sokoke

Tsavo West NP

Watamu Gedi Shimb Hills NR

Malindi & Watamu Marine NP

Mombasa Marine Park & NR

Diani Beach


L’ultima Africa - Kenya Tour con assistenza in lingua inglese Proponiamo un tour del Kenya volto a far conoscere alcune zone incredibili e affascinanti dove il rischio di ammalarsi d’Africa è garantito. Un sorvolo sulla savana, sulle colline, sulle montagne dove i contrasti non hanno fine. Parchi sconosciuti anche alle popolazioni keniote come il Samburu o Chyulu Hills che offrono paesaggi ed emozioni straordinarie e indimenticabili. Un’esperienza unica per chi vuole vivere il vero Kenya. n 1° giorno Italia u Nairobi Partenza dall’Italia con volo intercontinentale diretto a Nairobi. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Nairobi Arrivo all’aeroporto internazionale Jomo Kenyatta di Nairobi e dopo l’espletamento delle formalità d’ingresso, incontro con l’assistenza e trasferimento all’hotel. Sistemazione nella camera riservata, cena e pernottamento. Nairobi, una città nata per caso, un punto di meditazione per gli ingegneri e tecnici inglesi, soffermatisi a valutare la costruzione della ferrovia che avrebbe collegato Mombasa con l’Uganda. Il Rift divenne uno scoglio da superare con difficoltà oltre ai numerosi problemi dovuti alla malaria e alle orde di topi che invadevano il cantiere e le bidonville dove alloggiavano gli operari indiani durante i lavori. A volte per la loro sicurezza, questi tecnici, bruciavano interi quartieri di baracche ma nonostante tutto la città cresceva rapidamente e bonificate le paludi, divenne il vero centro amministrativo della colonia e sostituì Mombasa come sede del parlamento. Possiamo quindi dire che Nairobi è una delle capitali più giovani del mondo. Non è una città di grande fascino ma alcuni scorci sono insoliti. n 3° giorno Nairobi u Samburu National Reserve Dopo la prima colazione, trasferimento al Wilson Airport e partenza con piccolo aeromobile per Nanyuki localizzata a breve distanza dal Monte Kenya. All’arrivo, cambio di aeromobile e raggiungimento del camp. Dopo l’atterraggio, trasferimento in jeep al lodge e sistemazione nella camera riservata. Trattamento di pensione completa al lodge. Samburo National Park è situato a circa novanta chilometri a nord del Monte Kenya e non è molto frequentato dai turisti nonostante abbia molto da offrire. Gli scenari sulla savana, sui palmeti, sulle foreste di acacie lungo il fiume Ewaso Ngiro, sulle colline aride, sono mozzafiato. Contrasti incredibili e la fortuna di non avere l’inflazione del turismo fanno di questo parco un’esclusività. Poche le strutture presenti ma di grande carattere. n 4° giorno Samburu National Reserve Pensione completa al camp. Intera giornata dedicata alle attività possibili in questa zona, dalle passeggiate a cavallo nel bush, ai safari in jeep 4x4, alla pesca nel fiume, al gioco del tennis, al relax in piscina, alla visita di un villaggio Samburu, bird watching, pranzi nel bush. E’ inoltre possibile per chi lo desidera, dormire all’aperto “sotto le stelle”. n 5° giorno Samburu National Reserve u Masai Mara National Reserve Prima colazione al lodge e trasferimento alla pista di decollo e partenza con piccolo aeromobile per il Masai Mara National Reserve. Arrivo alla pista di atterraggio di Siana e trasferimento all’Olarro Camp in tempo per la consumazione del pranzo. Dopo breve riposo, uscita per il safari pomeridiano in jeep 4x4 oppure passeggiata accompagnati da esperti guerrieri masai a Loita Hills. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. Il Masai Mara è il parco più frequentato e più conosciuto del Kenya, grazie anche ai numerosi interventi mediatici, giornalistici e documentari. È la continuazione naturale del Serengeti in Tanzania e oggigiorno essendo ancora abitato dalla popolazione Masai, ufficialmente non è “parco nazionale”. In questa riserva è possibile avvistare i famosi “big five”. Il Mara sorge ad un’altezza di 1.650 mt ed esteso per 1800 kmq, è caratterizzato da dolci colline, morbide pianure che si susseguono a perdita d’occhio, punteggiate di boschetti di acacie africane con le loro chiome ad ombrello e da alberi isolati. Mara, si suppone derivi dalla lingua masai “maa” che significa chiazzato. A nord-ovest la riserva è circondata da Esoit Oloololo, che culmina i 2.000 mt, utilizzata come ambientazione di parecchie scene del film “La mia Africa”. Al centro e verso est le vaste pianure con paesaggi pieni di sfumature e scorci sempre diversi, regalano incontri emozionanti con gli animali. Infine ad est, il territorio si fa più movimentato con le Ngama Hills. La vicinanza al lago Vittoria, influisce molto sulle condizioni metereologiche. n 6° giorno Masai Mara National Reserve Intera giornata dedicata ai safari in veicoli scoperti 4x4 per l’osservazione della flora e della fauna accompagnati da esperti masai. Pensione completa al lodge. n 7° giorno Masari Mara National Reserve u Chyulu Hills Dopo la prima colazione, trasferimento alla pista di decollo e partenza per Chyulu Hills, una zona verdissima grazie all’infiltrazione dell’acqua piovana attraverso i due strati di porosa lava vulcanica che crea in questa regione delle vere oasi con laghi e sorgenti. Atterraggio sulla pista situata nei pressi del lodge e trasferimento. Sistemazione nella camera riservata. Dopo il pranzo, uscita per il safari e rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. Chyulu Hills è una catena vulcanica situata a nord-ovest di Tsavo Ovest. Questa formazione risale a circa cinquecento anni fa e offre uno scenario spettacolare con enormi coni vulcanici ed un imponente letto di lava, un tale sconvolgimento naturale che la popolazione locale ancor oggi insinua che sia il diavolo il fautore di questi eventi. Difatti in lingua Ki-swahili “sheitani”, da cui prende il nome la colata lavica, significa proprio “diavolo”. Sulla colata è possibile camminare ma bisogna fare molta attenzione perché i massi sono instabili. Chi desidera effettuare trekking nella zona più a sud sul cono vulcanico Chaimu Crater, verrà ripagato della fatica dalla vista mozzafiato di cui potrà godere. Un altro spettacolo della natura sono le sorgenti di Mzima grazie ai fiumi sotterranei che trasportano una media di 250 milioni di litri d’acqua al giorno. Due enormi pozze, con un osservatorio in vetro posto sotto la superficie dell’acqua, permettono ai visitatori di osservare la vita e le abitudini comportamentali degli animali che vi abitano: ippopotami, coccodrilli, pesci. Dei sentieri naturalistici interessanti dal punto di vista botanico conducono all’osservatorio. Oltre a questo, numerose specie di uccelli popolano la zona tra i quali segnaliamo alcune specie di falchi migratori quali il Falco della Regina e il Falco Fuligginoso. n 8° giorno Chyulu Hills Intera giornata a disposizione per le attività proposte dal lodge e/o relax. Trattamento di pensione completa. n 9° giorno Chyulu Hills u Nairobi u Italia Prima colazione al lodge. Partenza con piccolo aeromobile per Nairobi. All’arrivo, proseguimento del volo intercontinentale per il rientro in Italia (oppure estensione sul Lago Victoria od al mare sulla costa). n 10° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Vedi piantina pag. 270

271


Romantica Africa - Kenya Tour con assistenza in lingua inglese Un tour che approfondisce la visita in tre differenti zone del Kenya: Amboseli National Park, Laikipia Plateau e Masai Mara National Reserve. Le sistemazioni sono previste in lodges di spiccato carattere e le visite nei parchi stupiranno per gli stupefacenti scenari che si presenteranno agli occhi dei viaggiatori. n 1° giorno Italia u Nairobi - Partenza dall’Italia con volo intercontinentale per Nairobi. Intrattenimenti e pasti a bordo dell’aeromobile. Arrivo all’aeroporto internazionale Jomo Kenyatta di Nairobi e dopo l’espletamento delle formalità di ingresso, incontro con l’assistenza e trasferimento all’hotel. Tempo a disposizione per relax e/o visite facoltative. Pernottamento in hotel. n 2° giorno Nairobi u Amboseli National Park - Dopo la prima colazione, trasferimento al terminal dei voli domestici, e partenza con piccolo aeromobile per l’Amboseli National Park. Arrivo al lodge, situato in una splendida zona rilassante e ricca di fauna, e sistemazione nella camera riservata. Dopo il pranzo, uscita pomeridiana in jeep 4x4 per il fotosafari nel parco. Rientro per la cena ed il pernottamento al campo. L’Amboseli è, a parità del Masai Mara, il parco più conosciuto del Kenya ed anche il più antico. Spesso l’immagine di questo parco si trova immortalata nelle cartoline con grandi branchi di elefanti intenti ad ingerire quantità enormi d’erba. Lo spettacolo però, visto dal vivo è uno dei più emozionanti ed indimenticabili. Numerosi sono stati gli scrittori affascinati da questo luogo di smisurata bellezza; Hemingway per esempio ha preso ispirazione da questi luoghi per il suo romanzo “Le nevi del Kilimanjaro”. Il delicato equilibrio del parco è minacciato dagli elefanti che consumando 150 kg di erba al giorno e dal fenomeno fisico-chimico dell’affioramento delle acque alcaline; nel periodo della siccità, infatti, l’intensa evaporazione provoca un enorme accumulo di sale sulla superficie, dannoso per la vegetazione e le radici delle acacie. Per la salvaguardia di questo inestimabile patrimonio naturale, sono vietati i percorsi fuori pista (divieto che purtroppo non viene sempre rispettato), posto che tra il 1970 ed il 1980, l’ininterrotto passaggio di minibus turistici ha consumato il sottile strato di terra che ricopre il deposito magmatico. n 3° giorno Amboseli National Park - Trattamento di pensione completa con bevande, lavanderia e safari inclusi, al Tortilis Camp. Intera giornata dedicata al relax ed ai fotosafari nel parco. n 4° giorno Amboseli National Park u Laikipia Plateau - Prima colazione al lodge e partenza con piccolo aeromobile verso Nairobi e proseguimento con volo privato per Nanyuki-Loisaba. Raggiungimento del lodge inserito in una zona ricca di animali quali leopardi, leoni e licaoni. Dopo l’accoglienza, sistemazione nella camera riservata. Seguirà il pranzo e la prima visita nella zona in jeep 4x4 oppure trekking scortati da esperti guerrieri masai. L’altopiano di Laikipia si trova nella parte settentrionale del paese ed è considerato la gemma della regione montuosa del nord. Popolato da diverse comunità ed etnie, Laikipia è paesaggisticamente una zona molto romantica. E’ un’area che ha interessato scientificamente esploratori, ricercatori e scienziati perché ricca di animali come i Big five e dotata di un particolare ecosistema denominato “Ewaso ecosystem” con degli scenari stupefacenti sulla Rift Valley. Circa 5.400 elefanti popolano questa regione assieme a zebre, giraffe, leoni, bufali, rinoceronti etc. n 5° giorno Laikipia Plateau - Intera giornata di relax al lodge e visite nella zona, ricca di uccelli, circa 250 specie ed una cinquantina di specie di animali come elefanti, bufali, zebre etc. Pensione completa con bevande, servizio di lavanderia e safari inclusi al lodge. n 6° giorno Laikipia - Trattamento di pensione completa al lodge. Intera giornata dedicata al relax ed ai fotosafari. n 7° giorno Laikipia Plateau u Masai Mara National Park - Dopo la prima colazione, trasferimento alla pista di decollo e partenza con piccolo aeromobile verso il Masai Mara National Park. Arrivo dopo circa un’ora e mezza nella Riserva Nazionale Masai Mara e sistemazione al campo da dove è possibile ammirare un panorama mozzafiato sulle sconfinate pianure contornate da dolci colline ricoperte qua e là da bellissime acacie dalla chioma ad ombrello, il famoso albero africano riportato spessissimo nelle romantiche foto fatte al tramonto. Pensione completa al lodge. Il Masai Mara è il parco più frequentato e più conosciuto del Kenya, grazie anche ai numerosi interventi mediatici, giornalistici e documentari. È la continuazione naturale del Serengeti in Tanzania e oggigiorno essendo ancora abitato dalla popolazione Masai, ufficialmente non è “parco nazionale”. In questa riserva è possibile avvistare i famosi “big five”. Il Mara sorge ad un’altezza di 1.650 mt ed esteso per 1800 kmq, è caratterizzato da dolci colline, morbide pianure che si susseguono a perdita d’occhio, punteggiate di boschetti di acacie africane con le loro chiome ad ombrello e da alberi isolati. Il nome Mara si suppone derivi dalla lingua masai “maa” che significa chiazzato. A nord-ovest la riserva è circondata da Esoit Oloololo, che culmina i 2.000 mt, utilizzata come ambientazione di parecchie scene del film “La mia Africa”. Al centro e verso est le vaste pianure con paesaggi pieni di sfumature e scorci sempre diversi, regalano incontri emozionanti con gli animali. Infine ad est, il territorio si fa più movimentato con le Ngama Hills. La vicinanza al lago Vittoria, influisce molto sulle condizioni metereologiche. n 8° e 9° giorno Masai Mara National Park - Trattamento di pensione completa al lodge. Intere giornate dedicate ai safari nel Masai Mara che si svolgeranno di prima mattina e nel pomeriggio. n 10° giorno Masai Mara National Park u Nairobi u Italia - Ultima attività nel Masai Mara, prima colazione e trasferimento alla pista di decollo del volo diretto a Nairobi a cui ci sarà il proseguimento con volo intercontinentale per il rientro in Italia. È possibile, anziché rientrare in Italia, proseguire sulla costa per effettuare un rilassante soggiorno mare in una delle strutture proposte nelle estensioni mare. n 11° giorno Italia - Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Wilds Animals

Romantica Africa

Samburu N Laikipia

Rusinga Island

Kisumu Impala Sanctuary

Ruma NP (Lambwe Valley)

Masai Mara

Menengai Hyrax Hill Kariandus Lake Elmentaita

Aberdare NP

Hell’s Gate & Mt. Longon NP NR

Mwea NR

Fourteen Falls

Masai Mara

Ol Doiny Sapuk NP

Nairobi

Amboseli

Chyulu Hills NP

Nairobi

Lamu Island Tsavo East NP

Watamu Gedi Shimba Hills NR

Lamu Island

Tana Delta Arabuko Sokoke

Tsavo West NP

272

Shaba NR

Meru NP

Nyahururu (Thomson falls)

Malindi & Watamu Marine NP

Mombasa Marine Park & NR

Diani Beach

Diani Beach Funzi Island Keys


Wilds Animals - Kenya Tour con assistenza in lingua inglese Una proposta che tocca zone remote e poco frequentate dal turismo. Wild Animals è un tour adatto a chi desidera veramente conoscere un Kenya senza confronti. Lodges esclusivi posizionati in luoghi dal fascino incredibile che conquisteranno i cuori di chiunque; paesaggi a perdita d’occhio, orizzonti interminabili, profumi, odori, sapori inconfondibili di cui non ci si dimenticherà più. n 1° giorno Italia u Nairobi Partenza dall’Italia con volo intercontinentale diretto a Nairobi. Intrattenimenti e pasti a bordo dell’aeromobile. Arrivo all’aeroporto internazionale Jomo Kenyatta di Nairobi e dopo l’espletamento delle formalità d’ingresso, incontro con l’assistenza per il trasferimento all’hotel. Sistemazione nella camera riservata e tempo a disposizione. Pernottamento in hotel. Nairobi, una città nata per caso, un punto di meditazione per gli ingegneri e tecnici inglesi, soffermatisi a valutare la costruzione della ferrovia che avrebbe collegato Mombasa con l’Uganda. Il Rift divenne uno scoglio da superare con difficoltà oltre ai numerosi problemi dovuti alla malaria e alle orde di topi che invadevano il cantiere e le bidonville dove alloggiavano gli operari indiani durante i lavori. A volte per la loro sicurezza, questi tecnici, bruciavano interi quartieri di baracche ma nonostante tutto la città cresceva rapidamente e bonificate le paludi, divenne il vero centro amministrativo della colonia e sostituì Mombasa come sede del parlamento. Possiamo quindi dire che Nairobi è una delle capitali più giovani del mondo. Non è una città di grande fascino ma alcuni scorci sono insoliti. n 2° giorno Nairobi u Meru National Park Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto, al terminal dei voli domestici, ed imbarco su piccolo aeromobile alla volta del Meru National Park. Dopo l’atterraggio, trasferimento al lodge, dove ci si immergerà in un’atmosfera d’altri tempi. La zona è stata resa famosa dal libro biografico di George e Joy Adamson e dal film “Born free” che narra le vicende di Elsa, un cucciolo di leonessa orfano che verrà raccolto dalla coppia. Sistemazione in uno dei nove lussuosi cottage e tempo a disposizione per relax. Dopo il pranzo, prima uscita in jeep per l’esplorazione della zona e l’emozionante avvistamento degli animali. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. Il Parco Nazionale di Meru è situato a 370 km a nord est di Nairobi e ad 85 km a est dalla città di Meru, è uno dei più grandi parchi del Kenya. È in questa zona che tra il 1970 e il 1980 ci sono stati i più grandi massacri di elefanti e rinoceronti. Chiuso per un periodo in seguito al triste episodio di un bracconiere che per errore sparò ad un turista il quale morì, oggi il parco è riaperto grazie all’aiuto di organismi internazionali che hanno stanziato importanti risorse per introdurvi diverse specie animali nonché una riserva per rinoceronti. La riserva è caratterizzata da una zona umida, ricoperta di fitta vegetazione e una zona secca con piante spinose e savane immense dove visse la famosa leonessa Elsa. Oggigiorno è considerata una tra le più belle riserve del paese, non ancora inflazionata dal turismo. n 3°e 4° giorno Meru National Park Intere giornate di relax al lodge e safari fotografici. Pensione completa con bevande, servizio di lavanderia e safari inclusi al lodge. n 5° giorno Meru National Park u Shaba National Reserve Prima colazione al lodge e trasferimento in volo a Samburu National Park. All’arrivo, sistemazione al campo localizzato in una zona remota dove gli animali bazzicano tranquillamente senza curarsi della presenza umana. Esperti rangers si posizioneranno alle vostre spalle e vi accompagneranno di passo in passo facendovi conoscere molti particolari interessanti che riguardano la flora e la fauna africana. Pensione completa al lodge. Questa riserva a nord del Monte Shaba (1623 mt) è poco conosciuta dal turismo; raramente si incrociano altri veicoli lungo le piste e il silenzio è sovrano. Nelle vicinanze si trovano altre due riserve più note: Samburo e Buffalo Springs ma Shaba è la più estesa. Lo scrittore Joy Adamson amava molto questi luoghi e si è prodigato per la reintroduzione del leopardo nella riserva. La zona non è comunque ricchissima di animali ma è affascinante per l’insolito contrasto tra l’area cespugliosa semidesertica e le oasi verdeggianti lungo il fiume Uaso Nyiro. Non è consentito circolare nella riserva dal tramonto all’alba. n 6° giorno Shaba National Reserve In questa giornata, continuerà la visita nella Shaba National Reserve all’interno di Samburo National Park per la scoperta di infinite usanze delle popolazioni locali e le abitudini degli animali. Pensione completa al Joy’s Camp. n 7° giorno Shaba National u Masai Mara National Reserve Dopo la prima colazione, trasferimento alla pista di decollo per la partenza con piccolo aeromobile alla volta del celeberrimo Masai Mara. All’arrivo, accoglienza del personale del lodge e trasferimento in jeep 4x4 attraverso le pianure e colline del Masai Mara National Park. Sistemazione nella camera riservata e tempo a disposizione. Dopo il pranzo, uscita in jeep 4x4 scoperta, accompagnati da esperti guerrieri masai per i safari. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. Il Masai Mara è il parco più frequentato e più conosciuto del Kenya, grazie anche ai numerosi interventi mediatici, giornalistici e documentari. È la continuazione naturale del Serengeti in Tanzania e oggigiorno essendo ancora abitato dalla popolazione Masai, ufficialmente non è “parco nazionale”. In questa riserva è possibile avvistare i famosi “big five”. Il Mara sorge ad un’altezza di 1.650 mt ed esteso per 1800 kmq, è caratterizzato da dolci colline, morbide pianure che si susseguono a perdita d’occhio, punteggiate di boschetti di acacie africane con le loro chiome ad ombrello e da alberi isolati. Il nome Mara si suppone derivi dalla lingua masai “maa” che significa chiazzato. A nord-ovest la riserva è circondata da Esoit Oloololo, che culmina i 2.000 mt, utilizzata come ambientazione di parecchie scene del film “La mia Africa”. Al centro e verso est le vaste pianure con paesaggi pieni di sfumature e scorci sempre diversi, regalano incontri emozionanti con gli animali. Infine ad est, il territorio si fa più movimentato con le Ngama Hills. La vicinanza al lago Vittoria, influisce molto sulle condizioni metereologiche. n 8° e 9° giorno Masai Mara National Reserve Trattamento di pensione completa al lodge. Intere giornate dedicate al relax ed ai fotosafari alla scoperta della zona. n 10° giorno Masai Mara National Park u Nairobi u Italia/Costa Prima colazione al lodge e trasferimento alla pista di decollo dell’aeromobile che vi porterà a Nairobi e a cui seguirà l’imbarco sul volo intercontinentale per il rientro in Italia, oppure proseguimento verso la costa per un soggiorno balneare. n 11° giorno Italia Arrivo nell’aeroporto europeo nelle prime ore del mattino e proseguimento con volo di linea per la città di destinazione.

Vedi piantina pag. 272

273


TANZANIA

274


275


Perle d’Africa

Tanzania Singita Grumeti Reserves (Serengeti National Park) Il Singita Grumeti Reserve rappresenta una destinazione unica ed esclusiva ai bordi del Serengeti National Park dove poter effettuare indimenticabili safari. Il suo territorio privato di ben 340.000 acri ospita tre lussuosi lodges: il Sasakwa Hill Lodge, il Sabora Plains Tended Camp e il Faru Faru River Lodge, ognuno dei quali è strategicamente posizionato nella celeberrima strada delle migrazioni attraversata ogni anno da oltre un milione di animali. Oltre agli immancabili safari in 4x4 e a piedi, altre attività sono offerte dai lodges tra cui tiro con l’arco, tennis, safari a cavallo, biliardo, SPA e palestra.

Sasakwa Hill Lodge È situato in cima alla collina di Sasakwa da cui prende il nome, con splendida vista panoramica sulla piana di Serengeti. Il lodge, concepito nello stile di una casa padronale inglese, ha 6 lussuosi cotteges ognuno con aria condizionata e ventilatore a pale, sala da bagno con vasca e doccia, asciugacapelli, accesso internet, caminetto, bar, cassaforte, veranda e piccola piscina privata. A disposizione degli ospiti, sala da pranzo, veranda, libreria, louge bar, tennis e centro equestre.

Sabora Plains Tended Camp Sabora Plains Tended Camp è situato nella piana del Serengeti ed offre sei lussuose tende, tutte con aria condizionata, zona lettura, sala da bagno, veranda, cassaforte, ventilatore a pale, asciugacapelli, accesso internet. A disposizione degli ospiti: sala da pranzo, lounge bar, campo da tennis, piscina e jacuzzi. Inoltre gli ospiti del Sabora Plains Tended Camp possono utilizzare il centro equestre del vicino Sasakwa Hill Lodge.

Faru Faru River Lodge Faru Faru River Lodge, situato in posizione panoramica dominante il fiume Grumeti, è stato costruito in stile classico coloniale. Le sei suites dispongono di aria condizionata, ventilatore a pale, sala da bagno con vasca, doccia all’aperto, asciugacapelli, cassaforte, accesso a internet, frigo bar, zona lettura e veranda privata. A disposizione degli ospiti: sala da pranzo, lounge bar, piscina e SPA. Inoltre gli ospiti del Faru Faru River Lodge possono utilizzare il centro equestre del vicino Sasakwa Hill Lodge.

Klein’s Camp (Serengeti National Park) Il Klein’s Camp è situato in un’area di 10.000 ettari di concessione privata ad uso esclusivo dei clienti del campo, il quale può ospitare sino ad un massimo di 20 persone. Il Klein’s Camp è dunque in grado di offrire un raffinato ed esclusivo safari tanzaniano. Il campo è strategicamente posizionato sul bordo delle Kuka Hills, nell’aera settentrionale del Serengeti National Park, assicurando una vista mozzafiato sulla vallata antistante e sui suoi numerosi “abitanti”. E’ composto di 10 cotteges di roccia e legno, dagli interni classici e accoglienti, con sala da bagno e veranda privata da cui si può godere una magnifica vista sulla natura circostante. Sono inoltre a disposizione degli ospiti una spaziosa sala comune, un bar, una sfavillante piscina e una boutique con artigianato africano. Il campo organizza svariate attività come safari in 4x4 o safari a piedi alla scoperta degli splendidi dintorni che faranno vivere avventure indimenticabili. 276


277


Perle d’Africa Tanzania

Grumeti River Camp (Serengeti National Park) Il Grumeti River Camp è situato in una remota valle nella parte occidentale del Serengeti National Park, 50 chilometri ad est dal lago più grande dell’Africa, il Lago Victoria. Questo splendido safari camp offre 10 spaziose suites tendate in squisito stile africano, posizionate sulle sponde del fiume Grumeti, da cui si possono avvistare senza difficoltà i numerosi ippopotami e coccodrilli. Tutte le suites hanno ventilatore a pale, bagno con wc e doccia esterna e terrazzo panoramico. A disposizione degli ospiti: piscina, bar, zona relax, boutique con artigianato locale e tradizionale boma. Il campo organizza emozionanti safari, eccezionale bird-watching ed escursioni al Lago Vittoria.

Jongomero Camp (Ruaha National Park) Situato in una magnifica posizione, il lussuoso Jongomero Camp si trova nella parte sud-occidentale del Ruaha National Park, sulle rive del fiume Jongomero. Essendo l’unico campo della zona, assicura ai propri ospiti privacy ed esclusività. Le 8 spaziose suites tendate hanno tutte spaziosa veranda privata, sala da bagno con doppio lavabo con acqua corrente calda e fredda, spaziosa cabina armadio. Le aree comuni, che si sviluppano all’ombra di alberi di ebano africani, sono originali e molto confortevoli. La piscina affacciata sul fiume è un piacevole rifugio nelle giornate più calde. Il campo organizza interessanti safari in auto 4x4 scoperte; safari a piedi accompagnati dai rangers del parco, bird-watching grazie alla presenza nella zona di oltre 450 specie di uccelli.

Swala Camp (Tarangire National Park) Lo Swala Camp è situato all’ombra di magnifici alberi di acacia nella parte sud ovest del Parco Nazionale di Tarangire. Offre ai propri ospiti un perfetto angolo di pace dopo una intensa giornata di fotosafari. Il campo comprende 9 tende doppie, arredate in elegante stile safari, sono tutte rivolte verso la palude e la pozza d’acqua dove leoni, bufali ed elefanti vengono ad abbeverarsi . A disposizione degli ospiti un’area relax, una libreria e una zona per i pasti.

Ngorongoro Crater Lodge (Ngorongoro) Al Ngorongoro Crater Lodge, situato al margine del celeberrimo cratere, si respira la nobile eleganza dello stile coloniale. Ispirati ad un Manyatta Masai (cerchio chiuso costituito da una serie di singole capanne), i tre campi separati sono formati, due da 12 suites e uno da 6 suites e sono caratterizzati da uno stile raffinato e da un servizio impeccabile. Ogni suite, arredata con oggetti antichi, grandi candelieri e tesori raccolti dai viaggi attraverso l’Africa, è personalmente curata da un discreto maggiordomo per coccolare gli ospiti e soddisfare le loro richieste. Ogni campo ha la propria zona per il pranzo e ogni suite ha il proprio patio privato con caminetto esterno da cui godere del panorama mozzafiato. 278


279


Serengeti NP

Lake Victoria Grumeti controlled area

Ngorongoro conservation area

Kilimangiaro NP

Arusha NP Gombe stream NP

Arusha Lake Manyara NP Tarangire NP

Muhale mountains NP

Pemba

Zanzibar Bagamojo

Katatavi NP Ruaha NP

Dar Es Salaam

Iringa

Mafia

Lake Tanganyika

Flying Away 282 Tra Lusso e Natura 283 Tanzania on the Road 284 Selvaggio Sud 285 Emozioni d’africa 286 Kenya e Tanzania 287 La Grande Migrazione 288 Nel regno dei Gorilla 289 Estensione nel Regno dei Gorilla 289

280

Selous game reserve


TOU RS TANZANIA

281


Flying Away - Tanzania Tour con guida di lingua inglese Un itinerario esclusivo per chi vuole ottimizzare i tempi a propria disposizione; gli spostamenti, proposti con piccoli aeromobili che planano tra gli incantevoli paesaggi tanzaniani, offrono al passeggero incomparabili ed inusuali punti di vista. n 1° giorno Italia u Arusha Partenza dall’aeroporto prescelto verso Arusha. Intrattenimenti e pasti a bordo dell’aeromobile. All’arrivo, disbrigo delle formalità doganali ed incontro con un nostro rappresentante. Trasferimento all’hotel riservato per la cena e pernottamento. n 2° giorno Arusha u Parco Nazionale di Tarangire Dopo la prima colazione, trasferimento alla pista di decollo e partenza con volo schedulato per il Parco Nazionale di Tarangire. All’arrivo, trasferimento con auto sino al camp riservato in tempo per il pranzo. Nel pomeriggio foto safari nel parco che racchiude luoghi di selvaggia bellezza. Il Parco Nazionale di Tarangire è un parco incontaminato e poco affollato, caratterizzato da una bellezza selvaggia e disordinata. Insieme alla vicina aerea protetta della Tarangire Conservation Area, il parco fa parte degli itinerari della grande transumanza annuale, che lo rendono eccezionale per l’avvistamento di animali durante la stagione secca, in particolare tra luglio e ottobre. L’attrazione principale del parco, oltre agli animali, è rappresentata dai numerosi baobab. n 3° giorno Parco Nazionale di Tarangire Intera giornata a disposizione per la scoperta del parco dal fascino incontaminato e generalmente poco affollato. Le attrazioni principali sono gli elefanti, molto numerosi nel parco, ed i baobab, alberi maestosi dai profili affascinanti che possono vivere anche diverse migliaia di anni. Trattamento di pensione completa al camp compresi un safari all’alba ed uno al tramonto. n 4° giorno Parco Nazionale di Tarangire u Cratere del Ngorongoro Ultimo safari all’alba, prima colazione e trasferimento alla pista di decollo. Partenza con volo schedulato alla volta del celeberrimo Cratere di Ngorongoro che si raggiunge in tempo per il pranzo. Pomeriggio per relax e/o attività facoltative. Cena e pernottamento al lodge. Il celeberrimo Cratere di Ngorongoro è soltanto una parte del Ngorongoro Conservation Area che occupa una superficie di circa 8.300 kmq ed è stata dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità e classificata Riserva Internazionale della biosfera. All’interno di questo vero giardino dell’Eden, il famoso cratere, a 2.300 mt di altitudine, è un gioiello di incomparabile bellezza. Si tratta di una vera caldera, un vasto cratere formatosi a seguito dell’esplosione del camino di un vulcano, ostruito dalla lava. Al suo interno accoglie diversi tipi di paesaggi (steppe erbose, ruscelli, laghi, piccole foreste e alture) ed è l’habitat ideale per migliaia di animali tra cui leoni, elefanti, bufali, gnu, gazzelle di Thompson, zebre e antilopi. La zona offre buone possibilità di avvistare i “big five” (i cinque grandi mammiferi, ovvero: leone, elefante, leopardo, rinoceronte e bufalo) nonchè il raro rinoceronte nero e numerosi uccelli. n 5° giorno Ngorongoro Conservation Area Dopo la prima colazione, partenza per il tour del cratere, dove non mancherà la possibilità di avvistare i molti animali che hanno trovato nel cratere il loro habitat ideale. Pic-nic in una zona riservata e rientro al lodge nel pomeriggio. Cena e pernottamento al lodge. n 6° giorno Ngorongoro Conservation Area - Parco Nazionale Di Serengeti Dopo la prima colazione al lodge trasferimento alla pista di decollo di Lake Manyara e partenza con volo schedulato per il Parco Nazionale di Serengeti che si raggiungerà in tempo per il pranzo. Sistemazione al lodge selezionato e nel pomeriggio safari nella zona. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. n 7° giorno Parco Nazionale del Serengeti Intera giornata a disposizione per la scoperta del parco che con i suoi 14.766 km quadrati è uno dei parchi più grandiosi e straordinari d’Africa. Trattamento di pensione completa al lodge compresi un safari all’alba ed uno al tramonto. Serengeti fu dichiarato parco nazionale nel 1951 ed insieme al Ngorongoro, è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e riserva internazionale della biosfera. Sulle sue sconfinate pianure si rinnova continuamente uno dei cicli naturali più imponenti della terra: la transumanza degli animali. Decine di migliaia di animali ungulati, guidati dai primordiali ritmi della sopravvivenza, si spostano continuamente alla ricerca di pascoli freschi. I più numerosi sono gli gnu, con oltre un milione di esemplari, che offrono uno degli spettacoli più sbalorditivi della natura. Il Serengeti è anche famoso per i suoi numerosi predatori, che prosperano grazie alla presenza massiccia di animali durante la transumanza, in particolare leoni, ghepardi, leopardi, iene maculate e sciacalli. Ci sono anche zebre, giraffe, gazzelle Thompson e Grant, antilopi, impala, facoceri ed una grande varietà di uccelli tra cui gli avvoltoi di cui si trovano ben sei specie. n 8° giorno Parco Nazionale del Serengeti u Arusha u Italia Dopo la prima colazione, trasferimento alla pista di decollo e partenza con volo schedulato per Arusha. All’arrivo incontro con l’autista che vi accompagnerà in centro per il pranzo e un pomeriggio di relax prima del trasferimento all’aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea riservato.

Serengeti NP

Lake Victoria Grumeti controlled area

Gombe stream NP

Ngorongoro conservation area

Kilimangiaro NP

Arusha NP Arusha Lake Manyara NP Tarangire NP

Muhale mountains NP

Pemba

Zanzibar Bagamojo

Katatavi NP Ruaha NP

Dar Es Salaam

Iringa

Mafia

Lake Tanganyika

282

Selous game reserve


Tra Lusso e Natura - Tanzania Tour con guida di lingua inglese Un tour estremamente emozionante che alterna sistemazioni in hotel a sistemazioni in campi tendati mobili di lusso; un modo unico per assaporare il contatto con la natura selvaggia senza rinunciare al comfort e alla privacy. n 1° giorno Italia u Arusha Partenza dall’aeroporto prescelto verso Arusha. Intrattenimenti e pasti a bordo dell’aeromobile. All’arrivo, disbrigo delle formalità doganali ed incontro con un nostro rappresentante. Trasferimento all’hotel riservato e assegnazione della camera riservata. Cena e pernottamento. n 2° giorno Arusha u Parco Nazionale del Lago Manyara Dopo la prima colazione, incontro con il proprio autista e partenza in vettura privata alla volta del Parco Nazionale del Lago Manyara. Raggiungimento del lodge riservato in tempo per il pranzo. Nel pomeriggio fotosafari nel parco che è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. Lake Manyara National Park occupa la parte nord-occidentale di un lago salato dalle acque basse situato ai piedi della scarpata occidentale della Great Rift Valley. Il Parco ospita una gran varietà di specie animali, tra cui una delle maggiori concentrazioni d’elefanti in Africa, gli ippopotami che si possono osservare ad una distanza ravvicinata, i leoni che si arrampicano sugli alberi e gli splendidi uccelli. Nonostante sia uno dei parchi più piccoli del paese, il Parco del Lago Manyara possiede la biomassa (peso medio di flora e fauna per metro quadrato) più fitta del continente ed è in grado di offrire ai visitatori una posizione straordinaria ed un ambiente tranquillo. n 3° giorno Parco Nazionale del Lago Manyara u Cratere del Ngogongoro Dopo la prima colazione, safari nel Lake Manyara National Park e poi partenza in auto alla volta del cratere del Ngorongoro. Pranzo e piccolo tour alla scoperta della piantagione di caffè. Cena e pernottamento al lodge. Il celeberrimo Cratere di Ngorongoro è soltanto una parte del Ngorongoro Conservation Area che occupa una superficie di circa 8.300 kmq ed è stata dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità e classificata Riserva Internazionale della biosfera. All’interno di questo vero giardino dell’Eden, il famoso cratere, a 2.300 mt di altitudine, è un gioiello di incomparabile bellezza. Si tratta di una vera caldera, un vasto cratere formatosi a seguito dell’esplosione del camino di un vulcano, ostruito dalla lava. Al suo interno accoglie diversi tipi di paesaggi (steppe erbose, ruscelli, laghi, piccole foreste e alture) ed è l’habitat ideale per migliaia di animali tra cui leoni, elefanti, bufali, gnu, gazzelle Thompson, zebre e antilopi. La zona offre buone possibilità di avvistare i “big five” (i cinque grandi mammiferi, ovvero: leone, elefante, leopardo, rinoceronte e bufalo) nonchè il raro rinoceronte nero e numerosi uccelli. n 4° giorno Cratere del Ngorongoro Intera giornata per la scoperta del cratere più famoso del mondo. Pranzo pic- nic. Cena e pernottamento al lodge. n 5° giorno Cratere del Ngorongoro u Parco Nazionale di Serengeti Prima colazione in hotel e partenza alla volta del Parco Nazionale di Serengeti. Lungo la strada, possibilità di visitare la Gola Olduvai, gola dalle pareti ripidissime, lunga 48 km e profonda sino a 150 mt. Pranzo in corso di viaggio e se il tempo lo permette, safari pomeridiano nel Serengeti, uno dei parchi più grandiosi e straordinari di tutta l’Africa. Sistemazione al lodge selezionato, cena e pernottamento. Serengeti fu dichiarato parco nazionale nel 1951 ed insieme al Ngorongoro è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e riserva internazionale della biosfera. Sulle sue sconfinate pianure si rinnova continuamente uno dei cicli naturali più imponenti della terra: la transumanza degli animali. Decine di migliaia di animali ungulati, guidati dai primordiali ritmi della sopravvivenza, si spostano continuamente alla ricerca di pascoli freschi. I più numerosi sono gli gnu, con oltre un milione di esemplari, che offrono uno degli spettacoli più sbalorditivi della natura. Il Serengeti è anche famoso per i suoi numerosi predatori, che prosperano grazie alla presenza massiccia di animali durante la transumanza, in particolare leoni, ghepardi, leopardi, iene maculate e sciacalli. Ci sono anche zebre, giraffe, gazzelle Thompson e Grant, antilopi, impala, facoceri ed una grande varietà di uccelli tra cui gli avvoltoi di cui si trovano ben sei specie. n 6° giorno Parco Nazionale di Serengeti Dopo la prima colazione, partenza in auto per il Serengeti e sistemazione al campo mobile. Il campo viene sempre allestito in zone riservate dove il numero di animali è infinito e dove si gode di un panorama unico. Sistemazione e pensione completa. Le spaziose tende hanno tutte letto matrimoniale o twin, zanzariere, bagno privato, spaziosa veranda con tavolo e sedie. L’eccellente cucina del campo utilizza solo ingredienti freschi e può soddisfare richieste alimentari o diete particolari, se preventivamente segnalate. n 7° giorno Parco Nazionale di Serengeti Intera giornata per la scoperta del Serengeti. Trattamento di pensione completa al campo. 8° giorno Serengeti National Park u Arusha u Italia Dopo la prima colazione, trasferimento alla pista di decollo e partenza con volo schedulato per Arusha. All’arrivo incontro con l’autista che vi accompagnerà in centro per il pranzo e pomeriggio di relax prima del trasferimento all’aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea riservato.

Serengeti NP

Lake Victoria Grumeti controlled area

Gombe stream NP

Ngorongoro conservation area

Kilimangiaro NP

Arusha NP Arusha Lake Manyara NP Tarangire NP

Muhale mountains NP

Pemba

Zanzibar Bagamojo

Katatavi NP Ruaha NP

Dar Es Salaam

Iringa

Mafia

Lake Tanganyika

Selous game reserve

283


Tanzania on the Road - Tanzania Tour con guida di lingua inglese Un itinerario “on the road” che consente di assaporare la straordinaria bellezza di questa terra affascinante e multiforme che non smette mai di stupire. n 1° giorno Italia u Arusha Partenza dall’aeroporto prescelto verso Arusha. Intrattenimenti e pasti a bordo dell’aeromobile. All’arrivo, disbrigo delle formalità doganali ed incontro con un nostro rappresentante. Trasferimento all’hotel riservato e assegnazione della camera riservata. Cena e pernottamento. n 2° giorno Arusha u Tarangire National Park Dopo la prima colazione, incontro con il proprio autista e partenza in vettura privata alla volta del Parco Nazionale di Tarangire. Raggiungimento del campo selezionato in tempo per il pranzo. Nel pomeriggio fotosafari nel parco che racchiude luoghi di selvaggia bellezza. Il Parco nazionale di Tarangire è un parco incontaminato e poco affollato, caratterizzato da una bellezza selvaggia e disordinata. Insieme alla vicina aerea protetta della Tarangire Conservation Area, il parco fa parte degli itinerari della grande transumanza annuale, che lo rendono eccezionale per l’avvistamento di animali durante la stagione secca, in particolare tra luglio e ottobre. L’attrazione principali del parco, oltre agli animali, è rappresentata dai numerosi baobab, alberi maestosi dai profili affascinanti che possono vivere anche diverse migliaia di anni. n 3° giorno Tarangire National Park Intera giornata a disposizione per la scoperta del parco dal fascino incontaminato e generalmente poco affollato. Trattamento di pensione completa al campo compresi un safari all’alba ed uno al tramonto. n 4° giorno Tarangire National Park u Ngorongoro Conservation Area Ultimo safari all’alba, prima colazione e pranzo al campo di Tarangire. Nel primo pomeriggio partenza alla volta del celeberrimo Cratere di Ngorongoro che si raggiunge in prima serata. Sistemazione nella camera riservata del lodge prescelto. Cena e pernottamento. Il celeberrimo Cratere di Ngorongoro è soltanto una parte del Ngorongoro Conservation Area che occupa una superficie di circa 8.300 kmq ed è stata dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità e classificata Riserva Internazionale della biosfera. All’interno di questo vero giardino dell’Eden, il famoso cratere, a 2.300 mt di altitudine, è un gioiello di incomparabile bellezza. Si tratta di una vera caldera, un vasto cratere formatosi a seguito dell’esplosione del camino di un vulcano, ostruito dalla lava. Al suo interno accoglie diversi tipi di paesaggi (steppe erbose, ruscelli, laghi, piccole foreste e alture) ed è l’habitat ideale per migliaia di animali tra cui leoni, elefanti, bufali, gnu, gazzelle Thompson, zebre e antilopi. La zona offre buone possibilità di avvistare i “big five” (i cinque grandi mammiferi, ovvero: leone, elefante, leopardo, rinoceronte e bufalo) nonchè il raro rinoceronte nero e numerosi uccelli. n 5° giorno Ngorongoro Conservation Area u Serengeti National Park Prima colazione in hotel e intera mattinata a disposizione per la visita del Ngorongoro Conservation Area, definita “l’ottava meraviglia del mondo”. Tour del cratere dove non mancherà la possibilità di avvistare i molti animali che hanno trovato nel cratere il loro habitat ideale e pic-nic in una zona riservata. Nel pomeriggio partenza per il Parco Nazionale di Serengeti che si raggiungerà in tempo per la cena ed il pernottamento al lodge selezionato. n 6° giorno Serengeti National Park Intera giornata a disposizione per la scoperta del parco che con i suoi 14.766 km quadrati è uno dei parchi più grandiosi e straordinari d’Africa. Trattamento di pensione completa al lodge compresi un safari all’alba ed uno al tramonto. Serengeti fu dichiarato parco nazionale nel 1951 ed insieme al Ngorongoro, è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e riserva internazionale della biosfera. Sulle sue sconfinate pianure si rinnova continuamente uno dei cicli naturali più imponenti della terra: la transumanza degli animali. Decine di migliaia di animali ungulati, guidati dai primordiali ritmi della sopravvivenza, si spostano continuamente alla ricerca di pascoli freschi. I più numerosi sono gli gnu, con oltre un milione di esemplari, che offrono uno degli spettacoli più sbalorditivi della natura. Il Serengeti è anche famoso per i suoi numerosi predatori, che prosperano grazie alla presenza massiccia di animali durante la transumanza, in particolare leoni, ghepardi, leopardi, iene maculate e sciacalli. Ci sono anche zebre, giraffe, gazzelle Thompson e Grant, antilopi, impala, facoceri ed una grande varietà di uccelli tra cui gli avvoltoi di cui si trovano ben sei specie. n 7° giorno Serengeti National Park u Arusha u Italia Dopo la prima colazione, trasferimento alla pista di decollo e partenza con volo schedulato per Arusha. All’arrivo incontro con l’autista che vi accompagnerà in centro per il pranzo e un pomeriggio di relax prima del trasferimento all’aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea riservato.

Serengeti NP

Lake Victoria Grumeti controlled area

Gombe stream NP

Ngorongoro conservation area

Kilimangiaro NP

Arusha NP Arusha Lake Manyara NP Tarangire NP

Muhale mountains NP

Pemba

Zanzibar Bagamojo

Katatavi NP Ruaha NP

Dar Es Salaam

Iringa

Mafia

Lake Tanganyika

284

Selous game reserve


Selvaggio Sud - Tanzania Tour con guida di lingua inglese Questo itinerario si spinge in una delle zone meno frequentate e più selvagge della Tanzania, la zona degli altipiani meridionali e del sud del paese, che ospitano, oltre alla capitale, l’incontaminato ed incantevole Parco Nazionale di Ruaha e la vicina Selous Game Reserve, la più grande area naturalistica protetta del continente africano e la seconda al mondo; n 1° giorno Italia u Dar es Salaam u Selous Game Reserve Partenza dall’aeroporto prescelto verso Dar Es Salaam. Intrattenimenti e pasti a bordo dell’aeromobile. All’arrivo, disbrigo delle formalità doganali e trasferimento alla pista di decollo per la partenza con volo schedulato verso Selous Game Riserve. Trasferimento al lodge riservato per la cena ed il pernottamento. n 2° e 3° giorno Selous Game Reserve Intere giornate a disposizione per la scoperta della riserva. Trattamento di pensione completa al lodge comprese due attività a scelta. Selous Game Reserve, con la sua superficie di 48.000 kmq, è la più grande area naturalistica protetta del continente africano e la seconda al mondo; copre più del 5% dell’intero territorio nazionale ed è uno dei luoghi designati dall’UNESCO quali patrimonio dell’umanità. Il paesaggio è attraversato dal fiume Rufiji, il re dei fiumi della Tanzania, che proprio a Selous raggiunge il massimo splendore: un reticolo di lagune, canali, isolette e paludi immerse in un’ampia foresta fluviale che attira innumerevoli specie ornitologiche. Un grande vantaggio di questa riserva è quindi la possibilità di esplorarla in barca oppure a piedi, ammirando gli animali che la popolano. Vi abbondano i mammiferi delle pianure, soprattutto elefanti, gnu, zebre e giraffe. Abbondano anche antilopi, impala, cervicapre di Liechtenstein e grandi kudu. Tra i predatori, troviamo i leoni, i leopardi, i ghepardi, le iene maculate e il licaone africano, uno dei più rari predatori d’Africa. n 4° giorno Selous Game Reserve u Parco Nazionale di Ruaha Dopo la prima colazione, trasferimento alla pista di decollo per la partenza con volo schedulato alla volta di Ruaha. Raggiungimento del campo riservato in tempo per il pranzo. Nel pomeriggio possibilità di partecipare ad un’attività pomeridiana a scelta. Rientro per il campo per la cena ed il pernottamento. Situato nel centro della Tanzania e secondo parco nazionale per grandezza, il Ruaha National Park è una delle aree faunistiche più remote del paese. Il fiume Great Ruaha, che scorre lungo buona parte del confine sud-est, è la linfa vitale del parco e attrae numerosi animali durante la stagione secca, quando altrove il territorio è inaridito e bruciato dal sole. Il parco ospita una delle popolazioni della Tanzania più numerose, nonché grandi mandrie di bufali, kudu, gazzelle di Grant, dingo, struzzi, antilopi e oltre 400 specie di uccelli. Vista l’abbondanza di prede, sono presenti anche numerosi predatori tra cui: leoni, leopardi, ghepardi, sciacalli, coccodrilli, iene e licaoni. n 5° e 6° giorno Parco Nazionale di Ruaha Intere giornate a disposizione per la scoperta dell Ruaha National Park, secondo parco nazionale per grandezza, una delle aree faunistiche più remote del paese che ben merita il soprannome di “il segreto meglio preservato della Tanzania”. Trattamento di pensione completa al campo comprese due attività a scelta. n 7° giorno Parco Nazionale di Ruaha u Dar es Salaam u Italia Dopo la prima colazione, trasferimento alla pista di decollo e partenza con volo schedulato per Dar Es Salaam. All’arrivo incontro con l’autista che vi accompagnerà all’Holiday Inn per il pranzo e un pomeriggio di relax prima del trasferimento all’aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea riservato.

Serengeti NP

Lake Victoria Grumeti controlled area

Gombe stream NP

Ngorongoro conservation area

Kilimangiaro NP

Arusha NP Arusha Lake Manyara NP Tarangire NP

Muhale mountains NP

Pemba

Zanzibar Bagamojo

Katatavi NP Ruaha NP

Dar Es Salaam

Iringa

Mafia

Lake Tanganyika

Selous game reserve

285


Emozioni d’africa - Tanzania Tour con guida di lingua inglese Un tour che richiede una certa dose di spirito di adattamento ma che offre incomparabili emozioni grazie alla sistemazione in campi tendati che forniscono un contatto diretto con la grandiosa natura delle zone che saranno visitate. n 1° giorno Italia u Arusha Partenza dall’aeroporto prescelto verso Arusha. Intrattenimenti e pasti a bordo dell’aeromobile. All’arrivo, disbrigo delle formalità doganali ed incontro con un nostro rappresentante. Trasferimento all’hotel riservato e assegnazione della camera riservata. Cena e pernottamento. n 2° giorno Arusha u Parco Nazionale Del Lago Manyara Dopo la prima colazione, incontro con il proprio autista e partenza in vettura privata alla volta del Parco Nazionale del Lago Manyara. Sistemazione al lodge selezionato e pranzo. Nel pomeriggio fotosafari nel parco che è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. Lake Manyara National Park occupa la parte nord-occidentale di un lago salato dalle acque basse situato ai piedi della scarpata occidentale della Great Rift Valley. Il Parco ospita una gran varietà di specie animali, tra cui una delle maggiori concentrazioni d’elefanti in Africa, gli ippopotami che si possono osservare ad una distanza ravvicinata, i leoni che si arrampicano sugli alberi e gli splendidi uccelli. Nonostante sia uno dei parchi più piccoli del paese, il Parco del Lago Manyara possiede la biomassa (peso medio di flora e fauna per metro quadrato) più fitta del continente ed è in grado di offrire ai visitatori una posizione straordinaria ed un ambiente tranquillo. n 3° giorno Parco Nazionale del Lago Manyara u Parco Nazionale di Serengeti Prima colazione in hotel e partenza alla volta del Parco Nazionale di Serengeti. Raggiungimento del campo tendato allestito al Serengeti National Park in tempo utile per il pranzo. Safari pomeridiano nel Serengeti, uno dei parchi più grandiosi e straordinari di tutta l’Africa. Cena e pernottamento al campo. Serengeti fu dichiarato parco nazionale nel 1951 ed insieme al Ngorongoro, è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e riserva internazionale della biosfera. Sulle sue sconfinate pianure si rinnova continuamente uno dei cicli naturali più imponenti della terra: la transumanza degli animali. Decine di migliaia di animali ungulati, guidati dai primordiali ritmi della sopravvivenza, si spostano continuamente alla ricerca di pascoli freschi. I più numerosi sono gli gnu, con oltre un milione di esemplari, che offrono uno degli spettacoli più sbalorditivi della natura. Il Serengeti è anche famoso per i suoi numerosi predatori, che prosperano grazie alla presenza massiccia di animali durante la transumanza, in particolare leoni, ghepardi, leopardi, iene maculate e sciacalli. Ci sono anche zebre, giraffe, gazzelle Thompson e Grant, antilopi, impala, facoceri ed una grande varietà di uccelli tra cui gli avvoltoi di cui si trovano ben sei specie. n 4° giorno Parco Nazionale di Serengeti Intera giornata per la scoperta del Serengeti. Trattamento di pensione completa al campo tendato. n 5° giorno Parco Naziolane di Serengeti u Cratere del Ngogongoro Dopo la prima colazione, partenza in auto alla volta del celeberrimo Cratere di Ngorongoro. Lungo la strada, possibilità di visitare la Gola Olduvai gola dalle pareti ripidissime, lunga 48 km e profonda sino a 150 mt Pranzo pic-nic. Raggiungimento del campo che nel frattempo sarà stato allestito nella zona più interessante per il passaggio degli animali. Sistemazione in tenda, cena e pernottamento. Il celeberrimo Cratere di Ngorongoro è soltanto una parte del Ngorongoro Conservation Area che occupa una superficie di circa 8.300 kmq ed è stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità e classificata Riserva Internazionale della biosfera. All’interno di questo vero giardino dell’Eden, il famoso cratere, a 2.300 mt di altitudine, è un gioiello di incomparabile bellezza. Si tratta di una vera caldera, un vasto cratere formatosi a seguito dell’esplosione del camino di un vulcano, ostruito dalla lava. Al suo interno accoglie diversi tipi di paesaggi (steppe erbose, ruscelli, laghi, piccole foreste e alture) ed è l’habitat ideale per migliaia di animali tra cui leoni, elefanti, bufali, gnu, gazzelle Thompson, zebre e antilopi. La zona offre buone possibilità di avvistare i “big five” (i cinque grandi mammiferi, ovvero: leone, elefante, leopardo, rinoceronte e bufalo) nonchè il raro rinoceronte nero e numerosi uccelli. n 6° giorno Cratere del Ngorongoro Intera giornata per la scoperta del cratere più famoso del mondo. Trattamento di pensione completa al campo tendato. n 7° giorno Cratere del Ngorongoro u Arusha u Italia Dopo la prima colazione, trasferimento alla pista di decollo e partenza con volo schedulato per Arusha. All’arrivo incontro con l’autista che vi accompagnerà in centro per il pranzo e un pomeriggio di relax prima del trasferimento all’aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea riservato. Kenya e Tanzania Lake Turkana

Emozioni d’Africa

Sibiloi National Park

Koobi fora Central Island National Park

Ferguson’s Gulf

Serengeti NP

Lake Victoria Grumeti controlled area

Gombe stream NP

Ngorongoro conservation area

Nasolot NR

Kilimangiaro NP

Arusha NP Arusha Lake Manyara NP Tarangire NP

Muhale mountains NP

Pemba

Zanzibar Ruaha NP

Lake Tanganyika

Ngorongoro conservation area

Kilimangiaro NP

Arusha Lake Manyara NP Tarangire NP

Arabuko Sokoke Watamu Gedi

Mombasa Marine Park & NR Diani Beach Funzi Island Keys

Zanzibar Bagamojo

Katatavi NP Ruaha NP

Dar Es Salaam

Iringa

Mafia

Lake Tanganyika

286

Malindi & Watamu Marine NP

Pemba

TANZANIA

Muhale mountains NP

Tana Delta

Shimba Hills NR

Arusha NP Gombe stream NP

Kiunga Marine NR Lamu Island

Tsavo East NP

Tsavo West NP

Serengeti NP Grumeti controlled area

Boni NR Dodori NR

Tana River Primate NR Chyulu Hills Amboseli NP

Lake Victoria

Arawale NR

NR

Lake Magadi

Mafia Selous game reserve

KENYA

Losai National Reserve

Saiwa Maralal Swamp Cherangani National Reserve NP Hills Mattew’s Range Kamnarok Chanler’s Falls Mount Elgon NR Samburu NR Lake NP Shaba NR Buffalo baringo Lake Bisanadi Springs NR Kakamega Bogoria Rahloe NR Laikipia Forest NR Meru NP Nyahururu NR Ndere (Thomson falls) Island NR Menengai North Kisumu Hyrax Hill Mount Kenya Kitui NR Kariandus Rusinga Island Kora NP Impala NP Lake Aberdare NP Sanctuary Mwea NR Elmentaita Naivasha Ruma NP Lake Naivasha (Lambwe Valley) Fourteen Falls Hell’s Gate & Mt. Longon NP Ol Doiny Sapuk NP Masai Mara NR South Kitui

Dar Es Salaam

Iringa

Marsabit National Park

Nairobi

Bagamojo

Katatavi NP

South Island National Park

South Turkana NR

Selous game reserve


Kenya e Tanzania - Tanzania Tour con guida di lingua inglese Un itinerario di largo respiro, che si sviluppa attraverso due paesi straordinari dalla natura selvaggia e spettacolare, che condividono un grande parco il Masai Mara è la naturale continuazione del Serengeti e un’anima africana che conquisterà i visitatori. n 1° giorno Italia u Nairobi Partenza dall’Italia con volo intercontinentale diretto a Nairobi. Pasti e pernottamento a bordo dell’aeromobile. n 2° giorno Nairobi u Lago Naivasha Arrivo all’aeroporto internazionale Jomo Kenyatta di Nairobi e dopo l’espletamento delle formalità d’ingresso, incontro con l’assistenza e partenza per il Lago Naivasha. Raggiungimento dell’hotel riservato, assegnazione della camera e pranzo. Tempo a disposizione per relax, cena e pernottamento in hotel. Il Lago Naivasha si trova a quota di 1880 metri ed è il più alto dei laghi della Rift Valley. È uno dei pochi laghi di acqua dolce (tutti gli altri hanno acque fortemente alcaline) ragion per cui l’avifauna del Naivasha è una tra le più abbondanti e varie. n 3° giorno Lago Naivasha Intera giornata a disposizione; possibilità di effettuare varie attività ed escursioni. Trattamento di pensione completa in hotel. n 4° giorno Lago Naivasha u Masai Mara National Reserve Prima colazione e pranzo a Naivasha. Nel pomeriggio, trasferimento alla pista di decollo per l’imbarco sul piccolo aeromobile per il Masai Mara National Reserve. Arrivo alla pista di atterraggio di Siana e trasferimento al lodge prescelto per l’assegnazione della camera riservata. Dopo breve riposo, uscita per il safari pomeridiano in jeep 4x4. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. Il Masai Mara è il parco più frequentato e più conosciuto del Kenya, grazie anche ai numerosi interventi mediatici, giornalistici e documentari. È la continuazione naturale del Serengeti in Tanzania e oggigiorno essendo ancora abitato dalla popolazione Masai, ufficialmente non è “parco nazionale”. In questa riserva è possibile avvistare i famosi “big five”. Il Mara sorge ad un’altezza di 1.650 mt ed esteso per 1800 kmq, è caratterizzato da dolci colline, morbide pianure che si susseguono a perdita d’occhio, punteggiate di boschetti di acacie africane con le loro chiome ad ombrello e da alberi isolati. Mara, si suppone derivi dalla lingua masai “maa” che significa chiazzato. A nord-ovest la riserva è circondata da Esoit Oloololo, che culmina i 2.000 mt, utilizzata come ambientazione di parecchie scene del film “La mia Africa”. Al centro e verso est le vaste pianure con paesaggi pieni di sfumature e scorci sempre diversi, regalano incontri emozionanti con gli animali. Infine ad est, il territorio si fa più movimentato con le Ngama Hills. La vicinanza al lago Vittoria, influisce molto sulle condizioni metereologiche. n 5° giorno Masai Mara National Reserve Intera giornata dedicata ai safari in veicoli scoperti 4x4 per l’osservazione della flora e della fauna accompagnati da esperti masai. Pensione completa al lodge. n 6° giorno Masai Mara National Reserve u Nairobi u Kilimanjaro u Arusha Dopo la prima colazione al campo, trasferimento alla pista di decollo e partenza con volo schedulato per Nairobi. Da qui proseguimento per il Kilimanjaro (Tanzania). All’arrivo, disbrigo delle formalità doganali ed incontro con un nostro rappresentante. Partenza per Arusha, trasferimento all’hotel prescelto e assegnazione della camera riservata. Cena e pernottamento. n 7° giorno Arusha u Ngorongoro Conservation Area Dopo la prima colazione, trasferimento alla pista di decollo e partenza con piccolo aeromobile alla volta del Lake Manyara, Pranzo pic-nic. All’arrivo, trasferimenti al lodge e sistemazione nella camera riservata. Cena e pernottamento al lodge. Il celeberrimo Cratere di Ngorongoro è soltanto una parte del Ngorongoro Conservation Area che occupa una superficie di circa 8.300 kmq ed è stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità e classificata Riserva Internazionale della biosfera. All’interno di questo vero giardino dell’Eden, il famoso cratere, a 2.300 mt di altitudine, è un gioiello di incomparabile bellezza. Si tratta di una vera caldera, un vasto cratere formatosi a seguito dell’esplosione del camino di un vulcano, ostruito dalla lava. Al suo interno accoglie diversi tipi di paesaggi (steppe erbose, ruscelli, laghi, piccole foreste e alture) ed è l’habitat ideale per migliaia di animali tra cui leoni, elefanti, bufali, gnu, gazzelle Thompson, zebre e antilopi. La zona offre buone possibilità di avvistare i “big five” (i cinque grandi mammiferi, ovvero: leone, elefante, leopardo, rinoceronte e bufalo) nonchè il raro rinoceronte nero e numerosi uccelli. n 8° giorno Ngorongoro Conservation Area Dopo la prima colazione, partenza per il tour del cratere, dove non mancherà la possibilità di avvistare i molti animali che hanno trovato nel cratere il loro habitat ideale. Pic-nic in una zona riservata e rientro al lodge nel pomeriggio. Cena e pernottamento al lodge. n 9° giorno Ngorongoro Conservation Area u Serengeti National Park Prima colazione in hotel e partenza per la pista di decollo del Lake Manyara per l’imbarco su piccolo aeromobile alla volta del Parco Nazionale di Serengeti. Trasferimenti al lodge riservato in tempo per il pranzo. Dopo breve riposo, uscita per il safari pomeridiano in jeep 4x4. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. n 10° giorno Serengeti National Park Intera giornata a disposizione per la scoperta del parco che con i suoi 14.766 km quadrati è uno dei parchi più grandiosi e straordinari d’Africa. Trattamento di pensione completa al lodge compresi un safari all’alba ed uno al tramonto. Serengeti fu dichiarato parco nazionale nel 1951 ed insieme al Ngorongoro, è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e riserva internazionale della biosfera. Sulle sue sconfinate pianure si rinnova continuamente uno dei cicli naturali più imponenti della terra: la transumanza degli animali. Decine di migliaia di animali ungulati, guidati dai primordiali ritmi della sopravvivenza, si spostano continuamente alla ricerca di pascoli freschi. I più numerosi sono gli gnu, con oltre un milione di esemplari, che offrono uno degli spettacoli più sbalorditivi della natura. Il Serengeti è anche famoso per i suoi numerosi predatori, che prosperano grazie alla presenza massiccia di animali durante la transumanza, in particolare leoni, ghepardi, leopardi, iene maculate e sciacalli. Ci sono anche zebre, giraffe, gazzelle Thompson e Grant, antilopi, impala, facoceri ed una grande varietà di uccelli tra cui gli avvoltoi di cui si trovano ben sei specie. n 11° giorno Serengeti National Park u Arusha u Italia Dopo la prima colazione, trasferimento alla pista di decollo e partenza con volo schedulato per Arusha. All’arrivo incontro con l’autista che vi accompagnerà in centro per il pranzo e un pomeriggio di relax prima del trasferimento all’aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea riservato.

Vedi piantina pag. 286 287


288


Nel regno dei gorilla Dalla Tanzania è possibile estendere un breve periodo in Uganda per un’esperienza unica: l’incontro con i gorilla. Si tratta del trekking all’interno del Parco Nazionale di Bwindi dove vivono 4 famiglie di Gorilla che si spostano, spesso con la loro stessa “casa”, all’interno della foresta pluviale. Il trekking, piuttosto impegnativo, inizia ogni mattina dalla base del campo alle 8.30 e prevede un massimo di sei visitatori al giorno per ogni singolo gruppo di gorilla. La durata del trekking è estremamente variabile, dalla mezz’ora fino alle 9 ore prima di rientrare al campo e, una volta che i gorilla vengono individuati, si potrà passare con loro al massimo un’ora. Per questa esperienza è necessario essere in buone condizioni fisiche ed è sconsigliato ai malati di cuore. Le guide terranno una riunione dettagliata per spiegare i vari aspetti dell’incontro con questi splendidi primati che si sono lentamente abituati alla presenza dell’uomo ma che sono ancora completamente selvaggi. Parco Nazionale di Bwindi Il Parco Nazionale di Bwindi è situato nella parte sud-occidentale dell’Uganda, molto vicino al cuore geografico dell’Africa dove l’incontro tra la Rift Valley e il Great Lake hanno creato un ecosistema unico che racchiude l’essenza dell’intero continente nero. Il parco, dichiarato patrimonio dell’umanità da parte dell’UNESCO, è una delle aree biologicamente più diversificate della terra. I fertili 331 chilometri quadrati di parco ospitano 113 specie di mammiferi, 200 specie di farfalle, oltre 360 specie di uccelli e 324 varietà di albero (di cui 10 endemiche del parco); oltre a questa incredibile varietà, la foresta tropicale del Bwindi è l’habitat naturale di ben sette specie di primati, tra cui l’elusivo gigante d’Africa, il gorilla della montagna. Al mondo esistono solo 600 esemplari di questo magnifico animale, la metà dei quali vive al Bwindi. L’esperienza di osservare gli espressivi occhi di questi giganti è certamente un’emozione unica che l’Uganda è in grado di offrire ai propri visitatori.

Estensione nel Regno dei Gorilla n 1° giorno Tanzania u Entebbe u Parco Nazionale di Bwindi Arrivo all’aeroporto di Entebbe e trasferimento in hotel per il cocktail di benvenuto e per il briefing introduttivo al trekking. Al termine trasferimento alla vicina pista di decollo e partenza con piccolo aeromobile per il Parco Nazionale di Bwindi. All’arrivo sistemazione al campo e tempo ad disposizione per relax e/o attività facoltative. Cena e pernottamento al campo. n 2° e 3° giorno Parco Nazionale di Bwindi Intera giornata dedicata all’incontro con i veri abitanti del parco, i gorilla di montagna. Il trekking inizia ogni mattina dalla base del campo alle 8.30 e prevede un massimo di sei visitatori al giorno per ogni singolo gruppo di gorilla. La durata del percorso è estremamente variabile, dalla mezz’ora fino alle 9 ore prima di rientrare al campo e, una volta che i gorilla vengono individuati, si potrà passare con loro al massimo un’ora. In base alla giornata, pranzo al campo oppure pic-nic. Cene e pernottamenti al campo. n 4° giorno Parco Nazionale di Bwindi u Entebbe u Tanzania Dopo la prima colazione, trasferimento alla pista di decollo e partenza con piccolo aeromobile alla volta di Entebbe; durante il sorvolo sopra il parco si potrà godere di una visuale privilegiata di questo splendido e ancora selvaggio angolo di mondo. All’arrivo trasferimento al Ngamba Island Chimpanzee Sancturary, a 23 km da Entebbe, sul Lago Vittoria. Il Santuario è un programma istituito dal Jan Goodall Institute per gli scimpanzé orfani rinvenuti tra l’Uganda e la Repubblica Democratica del Congo. Pranzo al santuario. Nel pomeriggio trasferimento all’aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea riservato.

289


Diego Suarez Nosy Mitsio

Nosy Be Nosy Iranja

Montagne d’Ambre Riserva Speciale dell’Anakarana

Ankarana

Vohemar Anfiki

Sambava Andapa Anjajavy

Antalaha Parco Nazionale Masoala

Maroantsetra

Mahajanga

Parco Nazionale dell’Ankarafantsika

Riserva Naturale di Tsingy di Namoroka

Sainte Marie Mahambo Foulpointe

Tamatave Andasibe Perinet

Parco Nazionale di Tsingy di Bemaraha

Akanin’ny Nofy Manambato Ambila-Lemantso

Antananarivo Mandrivazo

Antsirabe

Belo-Tsiribihina Riserva di Kirindy

Morondava

Ambositra Ivato Riserva Ranomafana

Fianarantsoa

Morombe Parco L. Namonta

Parco Isalo Ranohira Parco Andingitra Ihosy Ranohira

Ifaty

Tulear Anakao

Tsimanampestosta Riserva Berenty Itampolo Lavanono

Vie Sconfinate 292 New Nepenthes 294 La nuova rotta dei Sogni 296 Sauvage Masoala 298 Meraviglie del Nord 300 Unlimited Madagascar 302 Insolito Madagascar 304 La Grande Avventura 306 Passaggio a Nord Ovest 308 Indri Indri 310 Kirindy 311

290

Baia di Lokaro

Fort Dauphin


TOU RS MADAGASCAR

291


Vie Sconfinate - Madagascar Tour con guida Questo tour si snoda lungo la spina dorsale dell’Isola Rossa, regalando una visione varia e contraddittoria del Madagascar. Accompagnati da una guida e da un autista locali, si percorrono circa 1.200 km fra strada asfaltata e pista di terra rossa, attraversando paesi ed etnie differenti di cui si potranno apprezzare le diverse abitazioni, culture, abitudini e “fadi” (tabù). Anche gli stessi paesaggi cambiano repentinamente, le verdi risaie a terrazze lasciano via via il posto alla foresta pluviale e alle coltivazioni di viti e caffè; le suggestive rocce incise dal vento e dagli agenti atmosferici del massiccio dell’Isalo contrastano con il paesaggio pre desertico del sud fino a giungere alle bianche spiagge di Tulear, protette da una fra le più belle barriere coralline dell’Oceano Indiano. n 1° giorno Italia u Parigi u Antananarivo Partenza con volo di linea dall’Italia per Antananarivo via Parigi. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Antananarivo u Antsirabe (170 Km – ca 3 ore) All’arrivo, disbrigo delle formalità d’ingresso ed incontro con i nostri assistenti, la guida e l’autista e partenza in vettura verso Antsirabe, considerata la città del sale, grazie alle diverse sorgenti di acqua minerale e termale. E’ un viaggio tra gli altipiani malgasci caratterizzati da risaie e tipici villaggi con le case fatte di mattoni rossi come il colore della terra. Pranzo lungo il percorso. Arrivo a destinazione nel tardo pomeriggio, sistemazione nella camera riservata, cena e pernottamento. Antsirabe fu fondata come centro sanatoriale dai missionari norvegesi, attratti in queste zone dal clima fresco tipico degli altipiani e delle sorgenti terapeutiche. Oggi Antsirabe è una città raffinata e tranquilla, che conserva un distinto aspetto ottocentesco. La città è attraversata da ampi viali fiancheggiati da palme e da eleganti edifici e pullula di pousse-pousse (rickshaw) sempre pronti ad accompagnare i turisti alla scoperta dei tesori della città. I missionari norvegesi sono ancora residenti e gestiscono l’ospedale cittadino. n 3° giorno Antsirabe u Ranomafana (260 Km – ca 5 ore) Dopo la prima colazione, proseguimento del tour verso sud. Sosta ad Ambositra, la capitale dell’artigianato malgascio, dove potrete trovare sculture di legno, ceste in rafia, pietre lavorate, collane di legno colorato ed altri begli oggetti; possibilità di visitare la stazione e la posta, costruzioni tipiche dell’epoca coloniale. Dopo il pranzo, continuazione del viaggio verso Ranomafana ed arrivo quindi nella regione del parco nazionale. Sistemazione in hotel riservato. In serata, possibilità di effettuare la visita notturna della foresta durante la quale non mancheranno gli incontri con i lemuri e gli altri animali notturni (da prenotare e pagare in loco). Cena e pernottamento in hotel. Con le sue colline coperte dalla foresta pluviale e la ricchezza di flora e fauna selvatiche, il Parco Nazionale di Ranomafana è considerato una della meraviglie del Madagascar ed è uno dei parchi più visitati del paese. E’ costituito per la maggior parte da colline oscillanti tra gli 800 e i 1200 mt di altitudine, solcate da numerosi corsi d’acqua che si gettano nel fiume Namorona. Il gruppo tribale principale della zona è quello dei Tanala, famoso per la produzione di ottimo miele. n 4° giorno Ranomafana u Fianarantsoa (60 Km – ca 1 ora e 30 minuti) Dopo la prima colazione in hotel, partenza per la visita del parco nazionale di Ranomafana, che durerà circa tre ore; una guida eco turistica del parco vi aiuterà a conoscere la flora e la fauna tipiche di questa bellissima regione, in cui vivono 29 specie di mammiferi tra cui dodici di lemuri. Rientro in hotel per il pranzo e proseguimento del viaggio per Fianarantsoa. Arrivo in serata, sistemazione nelle camere dell’hotel riservato, cena e pernottamento. Fianarantsoa, seconda città del Madagascar per estensione, fu fondata nel 1830 per volere della Regina Ranavalona I, decisa a costruire un grande centro a metà strada tra Tana e le remote province della parte meridionale del suo regno. Oggi Fianar, come viene confidenzialmente chiamata, è la capitale culturale del paese e ottimo punto di partenza per la scoperta delle regione agricola circostante, rinomata per la produzione di vino e di tè. n 5° giorno Fianarantsoa u Ranohira (310 Km – ca 7 ore) Dopo la prima colazione, partenza di buon’ora per Ranohira lungo gli altipiani centrali del Paese, attraverso risaie coltivate a terrazza, zone montuose e savana sino ad arrivare nella regione del massiccio dell’Isalo. Dopo circa un’ora e mezza di viaggio sosta ad Ambalavao, una delle più belle cittadine degli Hauts Plateaux, situata nella regione viticola del Madagascar, ancora più conosciuta per il mercato degli zebù, la fabbricazione della seta naturale e della famosa carta di Antaimoro. Breve percorso attraverso le tipiche abitazioni e visita del Parco di Anja. Pranzo ad Anja o ad Ihosy, capitale della tribù dei bara, una delle poche tribù che in Madagascar praticano ancor oggi la poligamia. All’arrivo, raggiungimento dell’hotel per la cena ed il pernottamento. Il parco copre circa 81.500 ettari dell’omonimo massiccio di arenaria, rilievo di formazione giurassica, che presenta paesaggi di straordinaria suggestione e merita davvero alcuni giorni di esplorazione a piedi: l’alternarsi di pianure erbose e creste di arenaria segnata dal vento e dall’acqua, massi di roccia che nascondono antiche tombe di Sakalava spingono il turismo internazionale a seguire i sentieri già tracciati per scoprirne la rara bellezza. Tra i luoghi di maggiore interesse si segnalano il Canyon des Singes ed il Canyon des Rats, la Piscine Naturelle e la Fenetre de l’Isalo. n 6° giorno Ranohira Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita del Parco Nazionale dell’Isalo con possibilità di effettuare un trekking. L’Isalo racchiude un’infinità di canyon, di grotte e di picchi di roccia rossa dalle forme diverse le une dalle altre ed ognuna scolpita e modellata dall’acqua e dal vento da milioni di anni. Rientro in hotel per il pranzo e pomeriggio libero per relax oppure per altre visite ed escursioni nel parco. Nel tardo pomeriggio accompagnati dai caldi colori del sole che accarezzano dolcemente il paesaggio, partenza per la famosa “finestra sull’Isalo” da dove si potrà ammirare un paesaggio mozzafiato. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento. n 7° giorno Ranohira u Tulear (245 Km – ca 3 ore e trenta minuti) u Antananarivo u Parigi Dopo la prima colazione, partenza per Tulear attraverso una immensa zona di savana, alternata da diverse zone verdi caratterizzate da palme argentate e da tapia. Scendendo verso sud, il clima diventa più arido e secco e a qualche chilometro da Tulear, si cominciano a vedere le prime piante grasse. Arrivo all’aeroporto di Tulear e partenza con volo di linea diretto ad Antananarivo e conseguente imbarco sul volo di linea per Parigi. Intrattenimenti, pasti e pernottamento a bordo dell’aeromobile. n 8° giorno Parigi u Italia Arrivo a Parigi, proseguimento con volo di linea per Italia. AVVERTENZA questo itinerario è costruito in base all’operativo dei voli Air Madagascar via Parigi. Nel caso in cui si opti per altre compagnie aeree o altri instradamenti l’itinerario potrebbe subire delle modifiche in base all’operativo dei voli prescelti.

292


Diego Suarez Nosy Mitsio

Nosy Be

Montagne d’Ambre Riserva Speciale dell’Anakarana

Ankarana

Vohemar Anfiki

Sambava Andapa

Antalaha Parco Nazionale Masoala

Anjajavy

Mahajanga Parco Nazionale dell’Ankarafantsika

Riserva Naturale di Tsingy di Namoroka

Sainte Marie Mahambo Foulpointe

Tamatave Andasibe Riserva di Perinet

Antananarivo

Akanin’ny Nofy Manambato Ambila-Lemantso

Mandrivazo

Antsirabe

Belo-Tsiribihina Riserva di Kirindy

Morondava

Ambositra Ivato Riserva Ranomafana

Fianarantsoa

Morombe Parco L. Namonta

Parco Isalo Ranohira Parco Andingitra Ihosy Ranohira

Ifaty

Tulear Anakao

Tsimanampestosta Riserva Berenty Itampolo

Baia di Lokaro

Fort Dauphin

Lavanono

293


New Nepenthes - Madagascar Tour con guida In questo tour percorrendo le lunghe distanze in volo, si ha la possibilità di visitare, oltre alla capitale, due zone del paese distanti tra loro: la Riserva di Berenty, una delle piu’ importanti del sud del Madagascar e Fort Dauphin da una parte e Andasibe e la Riserva del Perinet dall’altra. Un’itinerario ideale per chi vuole toccare punti diversi dell’Isola Rossa sempre all’insegna del contatto con la natura e la ricca cultura che questo paese conserva. n 1° giorno Italia u Parigi u Antananarivo Partenza con volo di linea dall’Italia per Antananarivo via Parigi. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Antananarivo u Fort Dauphin u Riserva Privata Berenty (90 km – ca 3 ore e 30 minuti) All’arrivo, disbrigo delle formalità doganali, incontro con i nostri assistenti e proseguimento del viaggio con volo di linea Air Madagascar alla volta di Fort Dauphin. All’arrivo, partenza in auto verso la Riserva Privata di Berenty, localizzata a circa 90 km dalla città, che si raggiungerà dopo circa tre ore di strada. Il paesaggio attraversato, cambia più volte fisionomia: zone umide caratterizzate da risaie, piantagioni di banane ed altri frutti tropicali si alternano a zone aride caratterizzate da piante grasse e da estesi tratti di foresta spinosa; prima di arrivare al parco inoltre si attraversano ettari di piantagioni di sisal. Pranzo in corso di escursione. All’arrivo, sistemazione nel lodge all’interno della riserva. Al tramonto visita del parco per conoscere da vicino lemuri ed altri animali notturni tipici di questa zona. Cena e pernottamento al lodge. La Riserva Privata di Berenty sorge a meno di 100 km dalla città e vi si giunge percorrendo una pista di terra rossa, in mezzo a chilometri e chilometri di terreno coltivato a sisal. La flora e la fauna della riserva sono severamente protette affinché questo stupendo museo vivente conservi intatte le sue più interessanti caratteristiche. In un’affascinante passeggiata nella foresta fittissima e lussureggiante, si possono avvicinare senza difficoltà diverse famiglie di lemuri - come il Sifaka, il Lemur Catta, il Lepilemur Leucopus - volpi volanti, serpenti, pappagalli, aquile, scoiattoli disseminati in una foresta ricchissima di vegetazione mai toccata da mano umana. Una parte della riserva è dedicata alle piante della regione del sud e la visita è facilitata da cartelli estremamente utili per le indicazioni scientifiche particolareggiate che contengono. n 3° giorno Riserva Privata Berenty u Fort Dauphin (90 km – ca 3 ore e 30 minuti) Dopo la prima colazione, partenza per la visita della riserva; durante l’affascinante passeggiata nella foresta mai toccata da mano umana, si possono avvicinare senza difficoltà diverse famiglie di lemuri - come il Sifaka, il Lemur Catta, il Lepilemur Leucopus - volpi volanti, serpenti, pappagalli, aquile, scoiattoli. All’ingresso del parco si trovano alcuni recinti di tartarughe, un piccolo orto botanico e la ricostruzione di una tipica casa antandroy. Rientro al lodge per il pranzo e nel pomeriggio partenza verso Fort Dauphin. Raggiungimento dell’hotel, sistemazione nella camera riservata, cena e pernottamento. Fort Dauphin, la città più meridionale del Madagascar, è una piccola e graziosa cittadina rimasta ancora piuttosto isolata dal resto del paese che gode di una magnifica posizione. Domina infatti una baia concava e sabbiosa bagnata dal mare cristallino e disseminata di relitti semiaffondati. Il mare è ricco di crostacei e pesce, mentre la costa si rivela rigogliosissima per la presenza d’orchidee, euforbie, piante spinose e alberi del viaggiatore. I dintorni offrono una varietà di paesaggi unica e dei contesti spettacolari rimarcabili; si possono raggiungere zone bellissime come la penisola di Lokaro, il Lago Vinanibe, il Pic St. Louis, la Riserva forestale di Nahampoana, la Baia de Sainte Lucie, il Parco Nazionale d’Andohahela e la Riserva privata di Berenty, che da sola vale un viaggio a Fort Dauphin. n 4° giorno Fort Dauphin (Baia di Lokaro) Dopo la prima colazione, giornata dedicata all’escursione alla Baia di Lokaro. Dopo un percorso in auto, partenza in barca a motore lungo un canale che costeggia la rigogliosa vegetazione caratterizzata da mangrovie ed arrivo al villaggio di Evatra da dove comincia la passeggiata sino alla Baia del Lokaro.Tempo a disposizione e pranzo pic-nic. Nel pomeriggio rientro a Fort Dauphin, cena a pernottamento in hotel. n 5° giorno Fort Dauphin u Antananarivo u Andasibe ( 142 km – ca 3 ore e 30 minuti) Dopo la prima colazione, trasferimento all’aeroporto e partenza con volo di linea verso Antananarivo. All’arrivo in capitale, partenza in vettura privata verso Andasibe, attraverso rilassanti risaie e animati villaggi. Il viaggio dura circa quattro ore comprese le soste per le foto. Pranzo lungo il percorso. Raggiungimento del lodge, assegnazione della camera riservata e tempo a disposizione per relax e/o escursioni facoltative. Cena e pernottamento al lodge. Andasibe è un grazioso villaggio che un tempo era centro di raccolta del legname. È oggi un’ottima base per visitare la Riserva Speciale d’Analamazaotra ed il Parco Nazionale di Mantadia. La Riserva Speciale d’Analamazaotra è a due km da Andasibe lungo una strada asfaltata. Il momento migliore per cogliere il risveglio della natura è al mattino dalle ore 7,00 alle 11,00. Consigliamo la visita al museo allestito con dei pannelli descrittivi della specie di lemure “Indri Indri”, la specie più numerosa presente nel parco. All’interno della riserva vi sono due laghi: Lac Vert e Lac Rouge. n 6° giorno Andasibe Dopo la prima colazione in hotel, mattinata dedicata alla visita della Riserva di Perinet, famosa soprattutto per la presenza dell’Indri-Indri, la specie di lemure più grande del Madagascar, il cui grido nella foresta è udibile sino a tre km di distanza. Rientro in hotel per il pranzo e nel pomeriggio visita guidata dell’interessante Riserva di Vakona. Cena e pernottamento in hotel. n 7° giorno Andasibe u Antananarivo u Parigi ( 142 km – ca 3 ore e 30 minuti) Dopo la prima colazione, partenza in vettura verso Antananarivo e sosta per la visita del Parco Privato di Pereyras (conosciuto anche con il nome di Marozevo), situato a 72 km dalla capitale, famoso per l’allevamento di serpenti, boa, farfalle, coccodrilli e camaleonti. Raggiungimento dell’hotel e assegnazione della camera riservata. Tempo a disposizione per la visita della capitale. Dopo la cena, trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea per Parigi. Intrattenimenti, pasti e pernottamento a bordo dell’aeromobile. Con le case colorate aggrappate ai lati delle colline, i panni ad asciugare sulle banchine dei fiumi, le risaie sconfinate ai limiti della città, Antananarivo affascina il turista che vi soggiorna per i contrasti, i colori, il caotico andirivieni di auto e carri che la differenzia dal resto del Madagascar. Il nome originario della città era Analamanga (letteralmente “foresta blu”) ma nel 1610 il re merina Andrianjaka conquistò i villaggi Vazimba. Vazimba è un nome generico attribuito al gruppo che sembra aver dato luogo ai primi insediamenti in Madagascar e vi collocò una guarnigione di 1000 uomini per difendere la zona. Costruì il suo palazzo (Rova) sulla collina più alta e ribattezzò il luogo chiamandolo Antananarivo, che significa “città dei mille” (suona meglio in francese “la ville des mille”) in base al numero degli uomini che costituivano il suo esercito. I Francesi, in epoca coloniale, cambiarono di nuovo il nome in Tananarive, ma dopo l’indipendenza il vecchio nome ritorno nell’uso comune. Oggi la città è chiamata più frequentemente “Tanà”. n 8° giorno Parigi u Italia Arrivo a Parigi, proseguimento con volo di linea per Italia. AVVERTENZA questo itinerario è costruito in base all’operativo dei voli Air Madagascar via Parigi. Nel caso in cui si opti per altre compagnie aeree o altri instradamenti l’itinerario potrebbe subire delle modifiche in base all’operativo dei voli prescelti.

294


Diego Suarez Nosy Mitsio

Nosy Be

Montagne d’Ambre Riserva Speciale dell’Anakarana

Ankarana

Vohemar Anfiki

Sambava Andapa

Antalaha Parco Nazionale Masoala

Anjajavy

Mahajanga Parco Nazionale dell’Ankarafantsika

Riserva Naturale di Tsiny di Namoroka

Sainte Marie Mahambo Foulpointe

Tamatave Andasibe Perinet

Parco Nazionale di Tsingy di Bemaraha

Antananarivo

Akanin’ny Nofy Manambato Ambila-Lemantso

Mandrivazo

Antsirabe

Belo-Tsiribihina Riserva di Kirindy

Morondava

Ambositra Ivato Riserva Ranomafana

Fianarantsoa

Morombe Parco L. Namonta

Parco Isalo Ranohira Parco Andingitra

Ifaty

Tulear

Ihosy Ranohira

Anakao Tsimanampestosta Riserva Berenty Parco Itampolo Berenty Lavanono

Baia di Lokaro

Fort Dauphin

295


La nuova rotta dei Sogni - Madagascar Tour con guida Nella costa est dell’Isola Continente, la pioggia è di casa, ma gli acquazzoni, solitamente circoscritti, non durano a lungo ed il sole torna presto a giocare con le gocce sospese in un turbine di scintillii e colori. La foresta pluviale si estende lungo la costa fino a lambirne il mare, verdeggiante e rigoglioso habitat di numerose specie animali e piante endemiche dai fiori coloratissimi. La visita della Riserva Speciale di Perinet (o Analamazaotra), una fra le più conosciute e la navigazione su lente chiatte a motore o in motoscafo, permettono di scoprire un inedito ed inaspettato volto del Madagascar. Raggiungere poi l’isola dei pirati via mare è un’esperienza rilassante che consente di godere tutto il fascino della zona. n 1° giorno Italia u Parigi u Antananarivo Partenza con volo di linea dall’Italia per Antananarivo via Parigi. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Antananarivo u Andasibe (142 km – 4/5 ore) All’arrivo, disbrigo delle formalità d’ingresso ed incontro con i nostri assistenti, la guida e l’autista e partenza in vettura verso Andasibe, attraverso rilassanti risaie e animati villaggi. Il viaggio dura circa cinque ore comprese le soste per le foto e la visita del Parco Privato di Pereyras (conosciuto anche con il nome di Marozevo), situato a 72 km di Antananarivo, famoso per l’allevamento di serpenti, boa, farfalle, coccodrilli e camaleonti. Pranzo lungo il percorso. Raggiungimento del lodge, assegnazione della camera riservata e tempo a disposizione per relax e/o escursioni facoltative. Al tramonto, visita notturna guidata della Riserva Privata di Vakona. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. n 3° giorno Andasibe Dopo la prima colazione in hotel, mattinata dedicata alla visita della Riserva di Perinet, famosa soprattutto per la presenza dell’Indri-Indri, la specie di lemure più grande del Madagascar, il cui grido nella foresta è udibile sino a tre chilometri di distanza. Rientro in hotel per il pranzo e nel pomeriggio, visita guidata della Riserva di Vakona. Cena e pernottamento in hotel. n 4° giorno Andasibe u Akanin’ny Nofy (175 km – 4 ore di strada fino a Manambato + 1 ora di barca a motore) Dopo la prima colazione, partenza per il villaggio di Manambato, costruito lungo il lago Rasoabe. A sette chilometri da Manambato trasferimento in motoscafo attraverso la vegetazione lussureggiante del Canale di Pangalanes, rete di corsi d���acqua naturali e laghi artificiali che si estende per circa 600 km, (di cui circa 400 navigabili) lungo la costa orientale del paese, da Tamatave (Toamasina in malgascio) a Farafangana. Arrivo ad Akanin’ny Nofy e sistemazione nell’hotel riservato. Trattamento di pensione completa in hotel. Il Canale di Pangalanes è una rete di corsi d’acqua naturali e di laghi artificiali che si estende per circa 600 km lungo la costa orientale da Toamasina e Farafangana. Il canale è navigabile per circa 400 Km, nel tratto tra Toamasina e un punto a nord di Mananjary. Il fascino del canale è dato dal transito di imbarcazioni di ogni forma e dimensione, dai pescatori che sistemano le loro piroghe sotto gli alberi, dai villaggi che sorgono sulle rive dove è possibile fare una sosta per vedere le anguille essiccate al sole, visitare le fabbriche di caffè oppure chiacchierare con gli amabili abitanti. Tra le mete più conosciute lungo il canale o nelle immediate vicinanze ricordiamo: Lac Ampitabe; la cittadine di Akanin’ny Nofy (il cui nome significa “il posto dei sogni”); l’adiacente Le Palmarium, una piccola riserva privata; due bei laghi, Lac Rasoamasay e Lac Rasobe; il villaggio sul mare di Ambila-Lemaitso. n 5° Giorno Akanin’ny Nofy Prima colazione in hotel. Intera giornata a disposizione per la scoperta di quest’affascinante angolo di Madagascar. “Akanin’ny Nofy che in malgascio significa “il posto dei sogni”, sorge sulle sponde del Lac Ampitabe ed effettivamente si tratta di un posto da sogno per chi ama la natura ed il silenzio. Visita guidata della piccola riserva privata Le Palmarium. Pranzo e tempo a disposizione per attività balneari lungo il lago di fronte all’hotel oppure per escursioni e visite facoltative organizzate in loco. Cena e pernottamento in hotel. n 6° giorno Akanin’ny Nofy u Tamatave (60 km – ca 2 ore e 30 minuti di barca a motore) Dopo la prima colazione, partenza in motoscafo alla volta di Tamatave (Toamasina in malgascio). Il trasferimento dura poco meno di tre ore lungo l’affascinante Canale di Pangalanes, percorso principalmente da pescatori e commercianti per il trasporto di merci. All’arrivo, raggiungimento dell’hotel in tempo utile per il pranzo. Nel pomeriggio tempo a disposizione. Cena e pernottamento. Tamatave è il più grande porto del Madagascar. Da qui partono navi cariche di vaniglia, zucchero, caffè, riso, cacao, legnami e pietre semipreziose. Seconda solo alla capitale come centro economico, la città è ben servita da collegamenti aerei, ferroviari e stradali e si presenta agli occhi del turista con grandi, larghe strade fiancheggiate da flamboyants coloratissimi e palme da cocco. Percorrendo il boulevard Ratsimilaho dal porto all’aeroporto, si costeggiano lunghe e belle spiagge bianche lambite dal mare reso impraticabile per la presenza di squali. Il centro città è vivacizzato da due importanti e folcloristici mercati locali, il Bazary Be, ricco di frutta, legumi e fiori colorati provenienti da tutta la costa nord est dell’isola, e il Bazary Kely, che vende pesce e una gran varietà di prodotti locali. n 7° giorno Tamatave u Soanierana Ivongo u Sainte Marie Island (ca 3 ore via terra + 1 ora via mare) Prima colazione di buon’ora e partenza in auto verso il porto di Soanieana-Ivongo, che si raggiungerà dopo circa tre ore, in tempo per imbarcarsi sul traghetto per Sainte Marie. Arrivo dopo un’ora di navigazione e trasferimento all’hotel prescelto. Sistemazione nella camera riservata e tempo per relax e/o una prima scoperta dell’isola. Cena e pernottamento in hotel. Dal punto di vista geografico, Sainte Marie è situata 8 km al largo della costa orientale del Madagascar; è un’isola granitica di forma stretta ed allungata (da una estremità all’altra misura 57 km e nel suo punto più largo misura appena 5 chilometri) ed oltre ad essere ancora un vero paradiso terrestre, rappresenta uno dei luoghi più interessanti al mondo per osservare il passaggio delle balene: ogni anno infatti tra giugno e settembre molti cetacei si fermano soprattutto nella Baia d’Antongil (a nord) e lungo lo stretto che separa l’isola dalla costa orientale del Madagascar, per partorire o per cercare un partner. L’isola è circondata da isolotti più piccoli come l’Ile Aux Nattes (nota anche come Nosy Nato), l’Ilot Madame, l’Ilot aux Forbans, mete ideali per escursioni alla ricerca della tranquillità, del mare cristallino e dell’atmosfera serena che la popolazione locale esprime. Nota bene: Durante il periodo tra luglio e settembre, la stagione degli alisei e più raramente ad ottobre, il mare nel canale di Sainte Marie può essere mosso a tal punto da rendere impraticabile la traversata; in questi periodi è quindi preferibile optare per il trasferimento aereo da Tamatave a Sainte Marie. n 8° e 9° giorno Sainte Marie Island Intere giornate a disposizione per il relax e/o le attività balneari e/o le escursioni facoltative. Trattamento di mezza pensione in hotel. n 10° giorno Sainte Marie Island u Antananarivo u Parigi Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea per Antananarivo. All’arrivo, trasferimento in hotel e assegnazione della camera riservata. Tempo a disposizione per la scoperta dei numerosi scorci malgasci che la capitale sa offrire. Consigliamo una visita al mercato artigianale di La Digue. Dopo la cena in un ristorante tipico, trasferimento in aeroporto e disbrigo delle operazioni d’imbarco sul volo di linea per Parigi. Intrattenimenti, pasti e pernottamento a bordo dell’aeromobile. Con le case colorate aggrappate ai lati delle colline, i panni ad asciugare sulle banchine dei fiumi, le risaie sconfinate ai limiti della città, Antananarivo affascina il turista per i contrasti, i colori, il caotico andirivieni di auto e carri che la differenzia dal resto del Madagascar. Il nome originario della città era Analamanga (letteralmente “foresta blu”) ma nel 1610 il re merina Andrianjaka conquistò i villaggi Vazimba (Vazimba è un nome generico attribuito al gruppo che sembra aver dato luogo ai primi insediamenti in Madagascar) e vi collocò una guarnigione di 1000 uomini per difendere la zona. Costruì il suo palazzo (Rova) sulla collina più alta e ribattezzò il luogo chiamandolo Antananarivo, che significa “città dei mille” (suona meglio in francese “la ville des mille”) in base al numero degli uomini che costituivano il suo esercito. I Francesi, in epoca 296


coloniale, cambiarono di nuovo il nome in Tananarive, ma dopo l’indipendenza il vecchio nome ritorno nell’uso comune. Oggi la città è chiamata più frequentemente “Tanà”. n 11° giorno Parigi u Italia Arrivo a Parigi, proseguimento con volo di linea per Italia. AVVERTENZA questo itinerario è costruito in base all’operativo dei voli Air Madagascar via Parigi. Nel caso in cui si opti per altre compagnie aeree o altri instradamenti, l’itinerario potrebbe subire delle modifiche in base all’operativo dei voli prescelti.

Diego Suarez Nosy Mitsio

Nosy Be

Montagne d’Ambre Riserva Speciale dell’Anakarana

Ankarana

Vohemar Anfiki

Sambava Andapa

Antalaha Parco Nazionale Masoala

Anjajavy

Mahajanga Parco Nazionale dell’Ankarafantsika

Riserva Naturale di Tsiny di Namoroka

Sainte Marie Mahambo Foulpointe

Tamatave Andasibe Perinet

Antananarivo

Akanin’ny Nofy Manambato Ambila-Lemantso

Mandrivazo

Antsirabe

Belo-Tsiribihina Riserva di Kirindy

Morondava

Ambositra Ivato Riserva Ranomafana

Fianarantsoa

Morombe Parco L. Namonta

Parco Isalo Ranohira Parco Andingitra

Ifaty

Tulear

Ihosy Ranohira

Anakao Tsimanampestosta Riserva Berenty Parco Itampolo Berenty Lavanono

Baia di Lokaro

Fort Dauphin

297


Sauvage Masoala - Madagascar Tour con guida La penisola di Masoala, affacciata sull’Oceano Indiano è caratterizzata da aree incontaminate e protette da una fitta foresta tropicale con bellissimi percorsi per gli amanti del trekking. Maroantsetra, piccola cittadina affacciata sulla Baia d’Antolgil ed il Parco Marino di Tampolo, sono luoghi ideali per assaporare un contatto diretto ed autentico con una natura che qui regna ancora sovrana. Inoltre tra luglio e settembre nella Baia di Antongil avviene una delle migrazioni più affascinanti del mondo animale: centinaia di balene megattere si spostano dalle acque dell’Antartide verso nord dove trascorrono i mesi invernali accoppiandosi e partorendo prima di fare ritorno in Antartide. Nel periodo di luglio e agosto, durante tutto il soggiorno a Tampolo, è possibile prenotare ed organizzare in loco un safari per l’avvistamento delle balene, esperienza davvero emozionante. n 1° giorno Italia u Parigi u Antananarivo Partenza con volo di linea dall’Italia per Antananarivo via Parigi. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Antananarivo Arrivo, disbrigo delle formalità d’ingresso ed incontro con i nostri assistenti. Trasferimento in hotel e assegnazione della camera riservata. Nel pomeriggio incontro con la guida in lingua italiana e partenza per la visita introduttiva della capitale, durante la quale non mancheranno una visita al palazzo del re e ad Ambohimanga, la collina azzurra. Sosta al vivace mercato artigianale di La Digue, dove potrete trovare numerosi manufatti locali. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento. Con le case colorate aggrappate ai lati delle colline, i panni ad asciugare sulle banchine dei fiumi, le risaie sconfinate ai limiti della città, Antananarivo affascina il turista per i contrasti, i colori, il caotico andirivieni di auto e carri che la differenzia dal resto del Madagascar. Il nome originario della città era Analamanga (letteralmente “foresta blu”) ma nel 1610 il re merina Andrianjaka conquistò i villaggi Vazimba (Vazimba è un nome generico attribuito al gruppo che sembra aver dato luogo ai primi insediamenti in Madagascar) e vi collocò una guarnigione di 1000 uomini per difendere la zona. Costruì il suo palazzo (Rova) sulla collina più alta e ribattezzò il luogo chiamandolo Antananarivo, che significa “città dei mille” (suona meglio in francese “la ville des mille”) in base al numero degli uomini che costituivano il suo esercito. I Francesi, in epoca coloniale, cambiarono di nuovo il nome in Tananarive, ma dopo l’indipendenza il vecchio nome ritornò nell’uso comune. Oggi la città è chiamata più frequentemente “Tanà”. n 3° giorno Antananarivo u Maroantsetra u Masoala Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto ed imbarco sul volo di linea alla volta di Maroantsetra, bella cittadina affacciata sulla Baia d’Antongil. Raggiungimento della città e trasferimento in barca a motore sino a Masoala che ospita un parco nazionale di 230.000 ettari che protegge una delle foreste pluviali più belle del paese. Si tratta di un vero e proprio paradiso naturale, uno dei pochi posti al mondo dove il mare incontra la foresta tropicale. Al territorio del parco appartengono anche tre aree marine protette: il parco marino di Tampolo, sulla costa sud-occidentale, il parco marino di Cap Masoala, sulla punta della penisola e il parco marino di Tanjona, sulla costa sud-orientale. La Penisola di Masoala è una delle migliori aree del Madagascar per il trekking, ma offre anche ottime opportunità per kayak in mare, snorkelling e nuoto. All’estremità meridionale della penisola si trova il bellissimo Cap Masoala, raggiungibile a piedi o in bicicletta da Cap Est. La penisola è straordinariamente umida; i mesi più secchi sono quelli da ottobre a dicembre, più indicati per i trekking; giugno e luglio sono i mesi più piovosi, ma luglio è altresì il mese migliore per osservare le balene che si spostano verso le più calde acque del nord, accoppiandosi e partorendo prima di fare ritorno, in settembre, in Antartide. Raggiungimento del lodge e tempo a disposizione per relax e/o attività balneari. Possibilità di praticare il sea kayaking o di effettuare una camminata di circa due ore lungo la foresta e la spiaggia di Tampolo sino a Nosy Ndrendra a sud del lodge. Cena e pernottamento al lodge. n 4° giorno Masoala Dopo la prima colazione, visita della foresta primaria a Lohatrozona, montagna nel Parco Nazionale di Masoala, dove la maggior parte della fauna e della flora sono endemiche. Qui sarà facile incontrare lemuri, uccelli, camaleonti e altri animali. Dopo il pranzo tempo a disposizione per relax o sea kayaking. Possibilità di camminata lungo la spiaggia di Tampolo o di praticare snorkeling. In serata, visita notturna della foresta nei pressi del lodge alla scoperta di lemuri (microcebus, wholly lemur o sportive lemur), di camaleonti e rettili. Rientro al lodge dopo circa due ore. Cena e pernottamento. n 5° giorno Masoala Dopo la prima colazione, visita della foresta secondaria a sud di Tampolo dove abbondano gli uccelli e camminata sino alla cascata. Possibilità di incontrare dei lemuri. Rientro al lodge in piroga, localmente chiamata “lakan-jily”, navigando il fiume Tampolo. Dopo il pranzo, visita del villaggio di Ambodiforaha per fare la conoscenza del popolo Betsimisaraka e per assistere al procedimento per la preparazione della vaniglia (dipende dalla stagione). Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. Possibilità di visita notturna nella foresta accanto al Lodge.. n 6° giorno Masoala u Maroantsetra Dopo la prima colazione, partenza in barca a motore per Maroantsetra. Raggiungimento dell’hotel e assegnazione della camere riservate. Pomeriggio a disposizione per la visita della città e/o di una piantagione di vaniglia e cannella e/o relax e/o visita alla Riserva di Nosy Mangabe. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento. Maroantsetra, bella località remota ed isolata, si affaccia sulla Baia d’Antongil, vicino alla foce del fiume Antainambalana ed è immersa in un suggestivo e dolce paesaggio fluviale. La zona è caratterizzata da uno dei climi più umidi del Madagascar, con quasi 3500 mm di pioggia all’anno. I mesi più umidi sono quelli da maggio a settembre, ma può piovere in qualsiasi periodo dell’anno. Grazie all’umidità, la zona che circonda la città è ricoperta di una vegetazione lussureggiante ed è costellata di risaie e di palme da cocco. Maroantsetra è un ‘ottima base per la scoperta della Riserva di Nosy Mangabe e per il Parco Nazionale di Masoala. n 7° giorno Maroantsetra u Antananarivo u Parigi Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto per l’imbarco sul volo di linea per la capitale. All’arrivo, tempo a disposizione per gli ultimi acquisti. Dopo la cena in un ristorante tipico, trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea per Parigi. Intrattenimenti, pasti e pernottamento a bordo dell’aeromobile. n 8° giorno Parigi u Italia Arrivo a Parigi, proseguimento con volo di linea per Italia. AVVERTENZA questo itinerario è costruito in base all’operativo dei voli Air Madagascar via Parigi. Nel caso in cui si opti per altre compagnie aeree o altri instradamenti, l’itinerario potrebbe subire delle modifiche in base all’operativo dei voli prescelti.

298


Diego Suarez Nosy Mitsio

Nosy Be Nosy Iranja

Montagne d’Ambre Riserva Speciale dell’Anakarana

Ankarana

Vohemar Anfiki

Sambava Andapa Anjajavy

Antalaha

Maroantsetra

Mahajanga

Parco Nazionale Masoala

Cap Masoala Baie d’Antongil Parco Nazionale dell’Ankarafantsika

Riserva Naturale di Tsingy di Namoroka

Sainte Marie Mahambo Foulpointe

Tamatave Andasibe Perinet

Parco Nazionale di Tsingy di Bemaraha

Akanin’ny Nofy Manambato Ambila-Lemantso

Antananarivo Mandrivazo

Antsirabe

Belo-Tsiribihina Riserva di Kirindy

Morondava

Ambositra Ivato Riserva Ranomafana

Fianarantsoa

Morombe Parco L. Namonta

Parco Isalo Ranohira Parco Andingitra Ihosy Ranohira

Ifaty

Tulear Anakao

Tsimanampestosta Riserva Berenty Itampolo

Baia di Lokaro

Fort Dauphin

Lavanono

299


Meraviglie del Nord - Madagascar Tour con guida Un itinerario affascinante e suggestivo che si spinge sino all’estremo nord dell’Isola Continente, alternando tragitti in volo a percorsi in vettura. Le “fatiche” imposte durante la prima parte del tour verranno ben ripagate dalla bellezza del paesaggio e dal meritato riposo sulle spiagge dell’affascinante ”Isola dei profumi”. Il viaggiatore difficilmente potrà scordare il persistente profumo di spezie, la cordialità della gente, i giochi d’acqua nel Parco della Montagne d’Ambre ed i colori accecanti delle guglie di calcare degli Tsingy. n 1° giorno Italia u Parigi u Antananarivo Partenza con volo di linea dall’Italia per Antananarivo via Parigi. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Antananarivo u Diego Suarez Arrivo ad Antananarivo ed incontro con i nostri assistenti. Proseguimento con volo di linea alla volta di Diego Suarez, (nome malgascio: Antsiranana) cittadina ed importante porta di comunicazione con il resto del mondo, all’estremo nord del Madagascar, adagiata in una delle più belle baie del mondo. All’arrivo, incontro con la guida e trasferimento in hotel per l’assegnazione della camera riservata e per il pranzo. Pomeriggio dedicato al trekking alle “Montagne des Français”, piccolo angolo di natura selvaggia, a circa 8 km dalla città. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento. Situata all’estremo nord del Madagascar su una delle più belle baie del mondo, Diego Suarez è capoluogo di provincia e terzo porto per importanza dell’isola continente. Nelle vicinanze della città, percorrendo la strada che costeggia la bellissima baia di Diego, si raggiungono le spiagge bianche di Ramena, delle Dunes e di Sakalava. A pochi chilometri dal centro si trova il Parco Nazionale della Montagna d’Ambra ed allontanandosi un po’ di più verso la costa sud occidentale, si raggiunge lo spettacolare e selvaggio massiccio d’Ankarana. n 3° giorno Diego Suarez Dopo la prima colazione, partenza in vettura per la costa est. Dopo circa 45 minuti di strada alternata a pista di sabbia, si giunge alla baia dei Sakalava, una fra le più belle spiagge del Madagascar, dal mare turchese e dalla sabbia immacolata, dove affiorano numerosi isolotti che, nei periodi di bassa marea diventano raggiungibili anche a piedi. Camminando lungo la costa si potrà attraversare la baia dei Piccioni fino a giungere alla Baia delle Dune, un indimenticabile paesaggio di sabbia bianca costeggiato da palme verdeggianti. Pranzo pic-nic. Nel pomeriggio rientro a Diego Suarez con sosta alla spiaggia di Ramena: palme, tradizionali case di pescatori, piroghe, reti appese e sabbia bianca ne fanno un vero scenario da cartolina. Cena e pernottamento in hotel. n 4° giorno Diego Suarez Prima colazione in hotel e giornata dedicata all’escursione al Parco Nazionale della Montagne d’Ambre a un’ora e mezza di strada da Diego Suarez. Il parco si trova a sette km dal villaggio di Joffreville a 1000 m d’altezza. La foresta del parco nazionale della Montagne d’Ambre è un tipico esempio di foresta umida di media altitudine tra 850-1475 mt, localizzata in una zona vulcanica dove nascono diversi fumi. La zona gode di un micro-clima di tipo tropicale umido che dà origine alla ricchezza della flora e di conseguenza della fauna: durante la visita, il viaggiatore potrà incontrare il Lemur coronatus ed il Lemur fulvus sanfordi, il boa e diverse specie di camaleonti ed uccelli. Possibilità di visitare la “Grande Cascade” e/o “Le sentier Botanique”. Picnic in una zona prevista per il campeggio. Rientro all’hotel nel pomeriggio. Cena e pernottamento. “Il Parco Nazionale della Montagna d’Ambra, a 40 km a sud da Diego Suarez, copre 18.200 ettari di un grande massiccio vulcanico ed è la maggiore attrattiva naturalistica del Madagascar settentrionale. Il parco fu fondato nel 1958 per proteggere il massiccio ed i suoi ecosistemi, fra cui la flora e la fauna che sono uniche al mondo. All’interno del parco l’altitudine oscilla tra 850 mt circa e i 1.475 mt del picco di Montagna d’Ambra. Tra le sette specie di lemuri presenti nel parco potrete ammirare tra gli altri il lemure coronato, il lemure donnola, l’aye aye e l’endemico valuvi della Montagna d’Ambra. Ci sono poi varie specie di rane, gechi, camaleonti (tra cui quello dal naso blu), serpenti e oltre 70 specie di uccelli.” n 5° giorno Diego Suarez u Riserva Speciale di Ankarana (108 km – ca 4 ore) Dopo la prima colazione, partenza per la Riserva Speciale dell’Ankarana, che si raggiungerà dopo circa quattro ore di viaggio su strada asfaltata, pista di sabbia e roccia (40 km). Arrivo all’accampamento e sistemazione. Dopo il pranzo pic-nic, visita delle grotte e dei “Petit Tsingy”. Cena campestre e pernottamento in tenda. La riserva comprende lo spettacolare Massiccio di Ankarana che si erge circa 100 km a sud di Diego Suarez, in una regione selvaggia caratterizzata da bizzarre formazioni rocciose dette “tsingy”, da una flora e fauna molto ricche, da numerosi laghi ed un’estesa rete di grotte, molte delle quali popolate da pipistrelli. In mezzo agli tsingy e al di sotto di essi si aprono profondi canyon coperti di foresta; nel sottosuolo scorrono numerosi fiumi popolati da coccodrilli e gamberetti di acqua dolce. Il massiccio è considerato sacro dagli Antakarana (“gli abitanti delle rocce”) che in queste grotte ed in mezzo ai tsingy trovarono rifugio dai Merina (gli abitanti degli altipiani); qui hanno sepolto molti dei loro re, vi celebrano ancora oggi molti riti tradizionali ed i fady locali (tabù) sono molto rigorosi. La vegetazione è molto varia e la fauna selvatica è molto ricca: baobab, alberi di cassia, fichi ed alberi tipici della foresta secca, si alternano a piante succulente endemiche. Di particolare interesse la Grotte des Chauves-Souris, la Grotte d’Andrafiabe e la Grotte des Crocodiles. n 6° giorno Riserva Speciale di Ankarana u Ankify (150 km – ca 3 ore e 30 minuti) Prima colazione e mattinata dedicata alla visita degli Tsingy Benavony, escursione abbastanza lunga durante la quale si incontreranno lemuri, uccelli e camaleonti. Ritorno al campo per il pranzo. Nel pomeriggio proseguimento per Ankify dove durante il percorso si vedranno piantagioni di caffè e di cacao. Raggiungimento dell’hotel in serata. Cena e pernottamento. La piccola città di Ankify è il porto principale per le imbarcazioni e i traghetti che collegano la costa del Madagascar a Nosy Be, l’isola dei profumi. n 7° giorno Ankify u Nosy Be u Antananarivou Parigi Dopo la prima colazione, trasferimento al porto e partenza in motoscafo per l’isola di Nosy Be, che si raggiungerà dopo circa 45 minuti di barca a motore. Qui troverete una splendida atmosfera da isola dell’Oceano Indiano, belle spiagge, vegetazione lussureggiante, gente cordiale ed un ambiente assolutamente rilassante e tranquillo. Possibilità di allungare il viaggio con un distensivo soggiorno mare oppure, trasferimento in aeroporto per l’imbarco sul volo di linea per Antananarivo. All’arrivo, tempo a disposizione per gli ultimi acquisti. Dopo la cena in un ristorante tipico, trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea per Parigi. Intrattenimenti, pasti e pernottamento a bordo dell’aeromobile. Nosy Be, situata al largo della costa nord-occidentale del Madagascar, con la sua splendida atmosfera da isola dell’Oceano Indiano, le sue bellissime spiagge, la vegetazione lussureggiante, la gente cordiale e l’atmosfera assolutamente rilassante e tranquilla, fanno di quest’isola la tappa conclusiva ideale dopo un tour oppure la destinazione per un soggiorno balneare. Nosy Be è favorita da un clima pressoché perfetto: fertile e prospera, ospita piantagioni di vaniglia, zucchero e caffè, pepe e zafferano; la grande presenza inoltre di alberi di Ylang Ylang, dai quali si ricava l’omonima essenza, conferiscono all’isola il nome di “Isola dei Profumi”. Il capoluogo è Hell Ville, nella parte sud orientale dell’isola, è una cittadina in perfetto stile coloniale molto piacevole, dove vivono circa i due terzi della popolazione. Lungo la via principale si trovano moltissimi negozietti e ristoranti con cucina tipica e internazionale, ma la parte più bella è senza dubbio la città vecchia dove esistono ancora bellissimi edifici in stile coloniale ed il vecchio carcere; da non perdere il mercato giornaliero molto animato e luogo ideale per l’acquisto delle numerose spezie locali. Le spiagge di Nosy Be e le numerose isole che la circondano offrono stupendi fondali corallini che emozionano gli appassionati del mare di tutto il

300


mondo; si possono incontrare pesci pagliaccio, pesci balestra, barracuda, aquile di mare, mante e persino qualche balena oltre a ricci e stelle marine, murene e anemoni di mare. Il periodo migliore per l’attività subacquea va da aprile a giugno e da ottobre a novembre, mentre nelle isolette più a sud di Nosy Be, quali Radama e Iranja è possibile fare escursioni da aprile fino a dicembre. I punti migliori per fare snorkelling si trovano tra le coste di Nosy Komba e Nosy Tanikely. n 8° giorno Parigi u Italia Arrivo a Parigi, proseguimento con volo di linea per Italia. AVVERTENZA questo itinerario è costruito in base all’operativo dei voli Air Madagascar via Parigi. Nel caso in cui si opti per altre compagnie aeree o altri instradamenti l’itinerario potrebbe subire delle modifiche in base all’operativo dei voli prescelti.

Diego Suarez Nosy Mitsio

Nosy Be

Montagne d’Ambre Riserva Speciale dell’Anakarana

Ankarana

Vohemar Anfiki

Sambava Andapa

Antalaha Parco Nazionale Masadla

Anjajavy

Mahajanga Parco Nazionale dell’Ankarafantsika

Riserva Naturale di Tsingy di Namoroka

Sainte Marie Mahambo Foulpointe

Tamatave Andasibe Perinet

Antananarivo

Akanin’ny Nofy Manambato Ambila-Lemantso

Mandrivazo

Antsirabe

Belo-Tsiribihina Riserva di Kirindy

Morondava

Ambositra Ivato Riserva Ranomafana

Fianarantsoa

Morombe Parco L. Namonta

Parco Isalo Ranohira Parco Andingitra

Ifaty

Tulear

Ihosy Ranohira

Anakao Tsimanampestosta Riserva Berenty Parco Itampolo Berenty Lavanono

Baia di Lokaro

Fort Dauphin

301


Unlimited Madagascar - Madagascar Tour con guida Un tour affascinante e corposo, che parte dal cuore del Paese per svilupparsi verso sud ovest, sino ad arrivare ad incontrare il mare di Ifaty. Si proseguirà poi volando sino a Fort Dauphin per scoprire la ricchezza ed i segreti della zona più meridionale dell’Isola Rossa. n 1° giorno Italia u Parigi u Antananarivo Partenza con volo di linea dall’Italia per Antananarivo via Parigi. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Antananarivo u Antsirabe (170 km – ca 3 ore) All’arrivo, disbrigo delle formalità d’ingresso ed incontro con i nostri assistenti per il trasferimento in hotel per un po’ di riposo. Dopo la prima colazione, incontro con la guida e l’autista e partenza in vettura verso Antsirabe, considerata la città del sale, grazie alle diverse sorgenti di acqua minerale e termale. È un viaggio tra gli altipiani malgasci caratterizzati da risaie e tipici villaggi con le case fatte di mattoni rossi come il colore della terra. Pranzo lungo il percorso. Arrivo a destinazione nel tardo pomeriggio, sistemazione nella camera riservata, cena e pernottamento. Antsirabe fu fondata come centro sanatoriale dai missionari norvegesi, attratti in queste zone dal clima fresco tipico degli altipiani e delle sorgenti terapeutiche. Oggi Antsirabe è una città raffinata e tranquilla, che conserva un distinto aspetto ottocentesco. La città è attraversata da ampi viali fiancheggiati da palme e da eleganti edifici e pullula di pousse-pousse (rickshaw) sempre pronti ad accompagnare i turisti alla scoperta dei tesori della città. I missionari norvegesi sono ancora residenti e gestiscono l’ospedale cittadino. n 3° giorno Antsirabe u Ranomafana (260 km – ca 5 ore) Dopo la prima colazione, proseguimento del tour verso sud. Sosta ad Ambositra, la capitale dell’artigianato malgascio, dove potrete trovare sculture di legno, ceste in rafia, pietre lavorate, collane di legno colorato ed altri begli oggetti; possibilità di visitare la stazione e la posta, costruzioni tipiche dell’epoca coloniale. Dopo il pranzo, continuazione del viaggio verso Ranomafana ed arrivo quindi nella regione del parco nazionale. Sistemazione in hotel riservato. In serata, visita notturna della foresta durante la quale non mancheranno gli incontri con i lemuri e gli altri animali notturni. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento. “Con le sue colline coperte dalla foresta pluviale e la ricchezza di flora e fauna selvatiche, il Parco Nazionale di Ranomafana è considerato una della meraviglie del Madagascar ed è uno dei parchi più visitati del paese. E’ costituito per la maggior parte da colline oscillanti tra gli 800 e i 1200 mt. di altitudine, solcate da numerosi corsi d’acqua che si gettano nel fiume Namorona. Il gruppo tribale principale della zona è quello dei Tanala, famoso per la produzione di ottimo miele. “ n 4° giorno Ranomafana u Fianarantsoa (60 km – ca 1ora e 30 minuti) Dopo la prima colazione in hotel, partenza per la visita del parco nazionale di Ranomafana, che durerà circa 3 ore; una guida eco turistica del parco vi aiuterà a conoscere la flora e la fauna tipiche di questa bellissima regione, in cui vivono 29 specie di mammiferi tra cui 12 di lemuri. Rientro in hotel per il pranzo e proseguimento del viaggio per Fianarantsoa. Arrivo in serata, sistemazione nelle camere dell’hotel riservato, cena e pernottamento. “Fianarantsoa, seconda città del Madagascar per estensione, fu fondata nel 1830 per volere della Regina Ranavalona I, decisa a costruire un grande centro a metà strada tra Tana e le remote province della parte meridionale del suo regno. Oggi Fianar, come viene confidenzialmente chiamata, è la capitale culturale del paese e ottimo punto di partenza per la scoperta delle regione agricola circostante, rinomata per la produzione di vino e di tè.” n 5° giorno Fianarantsoa u Ranohira (310 km – ca 7 ore) Dopo la prima colazione, partenza di buon’ora per Ranohira lungo gli altipiani centrali del Paese, attraverso risaie coltivate a terrazza, zone montuose e savana sino ad arrivare nella regione del massiccio dell’Isalo. Dopo circa un’ora e mezza di viaggio sosta ad Ambalavao, una delle più belle cittadine degli Hauts Plateaux, situata nella regione viticola del Madagascar, ancora più conosciuta per il mercato degli zebù, la fabbricazione della seta naturale e della famosa carta di Antaimoro. Breve percorso attraverso le tipiche abitazioni e visita del Parco di Anja. Pranzo ad Anja o a Ihosy, capitale della tribù dei bara, una delle poche tribù che in Madagascar praticano ancor oggi la poligamia. All’arrivo, raggiungimento dell’hotel per cena e pernottamento Il parco copre circa 81.500 ettari dell’omonimo massiccio di arenaria, rilievo di formazione giurassica, che presenta paesaggi di straordinaria suggestione e merita davvero alcuni giorni di esplorazione a piedi. L’alternarsi di pianure erbose e creste di arenaria segnata dal vento e dall’acqua, massi di roccia che nascondono antiche tombe di Sakalava spingono il turismo internazionale a seguire i sentieri già tracciati per scoprirne la rara bellezza. Tra i luoghi di maggiore interesse si segnalano il Canyon des Singes ed il Canyon des Rats, la Piscine Naturelle e la Fenetre de l’Isalo. n 6° giorno Ranohira Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita del Parco Nazionale dell’Isalo con possibilità di effettuare un trekking. L’Isalo racchiude un’infinità di canyon, di grotte e di picchi di roccia rossa dalle forme diverse le une dalle altre ed ognuna scolpita e modellata dall’acqua e dal vento da milioni di anni. Rientro in hotel per il pranzo e pomeriggio libero per relax oppure per altre visite ed escursioni nel parco. Nel tardo pomeriggio accompagnati dai caldi colori del sole che accarezzano dolcemente il paesaggio, partenza per la famosa “finestra sull’Isalo” da dove si potrà ammirare un paesaggio mozzafiato. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento. n 7° giorno Ranohira u Tulear u Ifaty (275 Km – ca 4 ore) Dopo la prima colazione, partenza per Tulear dove arriverete dopo circa cinque ore attraverso una immensa zona di savana, alternata da diverse zone verdi caratterizzate da palme argentate e da tapia. Scendendo verso sud, il clima diventa più arido e secco e a qualche chilometro da Tulear si cominciano a vedere le prime piante grasse. Raggiungimento del porto per la partenza con barca a motore verso il villaggio di Anakao oppure proseguimento sino ad Ifaty. Sistemazione nella camera riservata. Trattamento di pensione completa in hotel. Con il nome di Ifaty si indicano tre piccoli villaggi di pescatori, Ifaty, Mangili e Madio Rano, 22 chilometri a nord di Tulear, collegati tra loro da una lunga spiaggia stretta e rocciosa. E’ un luogo piacevole per riposare dopo le fatiche di un tour, nuotare tra le acque limpide del Canale di Mozambico e fare delle immersioni durante le quali, con un po’ di fortuna, si potranno avvistare anche gli squali. L’entroterra è arido e disseminato di saline. Ad est della spiaggia c’è una foresta spinosa, ottimo luogo per il birdwatching, caratterizzata da un vasto assortimento di piante che, pur essendo simili a cactus, costituiscono in realtà una famiglia a sé (quella delle Dideriacee). n 8° e 9° giorno Ifaty Intere giornate a disposizione per relax e/o attività balneari e/o escursioni facoltative. Trattamento di pensione completata in hotel. n 10° giorno Ifaty u Tulear u Fort Dauphin Prima colazione in hotel e partenza per Fort Dauphin per raggiungere l’aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea alla volta di Fort Dauphin. All’arrivo, trasferimento in hotel e tempo a disposizione. Cena e pernottamento. Fort Dauphin, la città più meridionale del Madagascar, è una piccola e graziosa cittadina rimasta ancora piuttosto isolata dal resto del paese che gode di una magnifica posizione. Domina infatti una baia concava e sabbiosa bagnata dal mare cristallino e disseminata di relitti semiaffondati. Il mare è ricco di crostacei e pesce, mentre la costa si rivela rigogliosissima per la presenza d’orchidee, euforbie, piante spinose e alberi del viaggiatore. I dintorni offrono una varietà di paesaggi unica e dei contesti spettacolari rimarcabili; si possono raggiungere zone bellissime come la penisola di Lokaro, il Lago Vinanibe, il Pic St. Louis, la Riserva forestale di Nahampoana, la Baia de Sainte Lucie, il Parco Nazionale d’Andohahela e la Riserva privata di Berenty, che da sola vale un viaggio a Fort Dauphin. n 11° giorno Fort Dauphin u Riserva Privata Berenty (90 km – ca 3 ore e 30 minuti) Dopo la prima colazione, partenza per la Riserva Privata di Berenty. Sosta lungo il percorso per ammirare la tipica vegetazione del sud caratterizzata da piante carnivore comunemente chiamate Nephentes che si nutre prevalentemente di insetti. Spesso il paesaggio cambia attraversando zone umide con risaie, piantagioni di banane ed altri frutti tropicali si alternano a zone aride caratterizzate da piante grasse e spinose; prima di arrivare al parco inoltre si attraversano ettari di piantagioni di sisal. Arrivo alla riserva previsto dopo tre ore di tragitto e pranzo. Sistemazione nel lodge all’interno del parco. Al tramonto visita del parco per osservare da vicino lemuri e altri animali notturni. Rientro al lodge per la cena ed il pernottamento. La Riserva Privata di Berenty sorge a meno di 100 km dalla città e vi si giunge percorrendo una pista di terra rossa, in mezzo a chilometri e chilometri di terreno coltivato a sisal. La flora e la fauna della riserva sono severamente protette affinché questo stupendo museo vivente conservi intatte le sue più interessanti caratteristiche. A Berenty, in un’affascinante passeggiata nella foresta fittissima e lussureggiante, si possono avvicinare senza difficoltà diverse famiglie di lemuri - come il Sifaka, il Lemur Catta, il Lepilemur Leucopus - volpi volanti, serpenti, pappagalli, aquile, scoiattoli disseminati in 302


una foresta ricchissima di vegetazione mai toccata da mano umana. Una parte della riserva è dedicata alle piante della regione del sud e la visita è facilitata da cartelli estremamente utili per le indicazioni scientifiche particolareggiate che contengono. n 12° giorno Riserva Privata Berenty u Fort Dauphin (90 km – ca 3 ore e 30 minuti) Dopo la prima colazione, partenza per la visita della riserva; durante l’affascinante passeggiata nella foresta fittissima e lussureggiante, mai toccata da mano umana, si possono avvicinare senza difficoltà diverse famiglie di lemuri - come il Sifaka, il Lemur Catta, il Lepilemur Leucopus - volpi volanti, serpenti, pappagalli, aquile, scoiattoli. All’ingresso del parco si trovano alcuni recinti di tartarughe, un piccolo orto botanico e la ricostruzione di una tipica casa antandroy. Rientro al lodge per il pranzo e nel pomeriggio partenza verso Fort Dauphin. Raggiungimento dell’hotel, sistemazione nella camera riservata, cena e pernottamento. n 13° giorno Fort Dauphin (Baia di Lokaro) Dopo la prima colazione, giornata dedicata all’escursione alla Baia di Lokaro. Dopo un percorso in auto, partenza in barca a motore lungo un canale che costeggia la rigogliosa vegetazione caratterizzata da mangrovie ed arrivo al villaggio di Evatra da dove comincia la passeggiata sino alla Baia del Lokaro. Tempo a disposizione e pranzo pic-nic. Nel pomeriggio rientro a Fort Dauphin: cena a pernottamento in hotel. n 14° giorno Fort Dauphin u Antananarivo Prima colazione in hotel e ultime ore a disposizione a Fort Dauphin prima del trasferimento in aeroporto per l’imbarco sul volo di linea per Antananarivo. All’arrivo, tempo a disposizione per gli ultimi acquisti. Cena e pernottamento in hotel. Con le case colorate aggrappate ai lati delle colline, i panni ad asciugare sulle banchine dei fiumi, le risaie sconfinate ai limiti della città, Antananarivo affascina il turista per i contrasti, i colori, il caotico andirivieni di auto e carri che la differenzia dal resto del Madagascar. Il nome originario della città era Analamanga (letteralmente “foresta blu”) ma nel 1610 il re merina Andrianjaka conquistò i villaggi Vazimba (Vazimba è un nome generico attribuito al gruppo che sembra aver dato luogo ai primi insediamenti in Madagascar) e vi collocò una guarnigione di 1000 uomini per difendere la zona. Costruì il suo palazzo (Rova) sulla collina più alta e ribattezzò il luogo chiamandolo Antananarivo, che significa “città dei mille” (suona meglio in francese “la ville des mille”) in base al numero degli uomini che costituivano il suo esercito. I Francesi, in epoca coloniale, cambiarono di nuovo il nome in Tananarive, ma dopo l’indipendenza il vecchio nome ritorno nell’uso comune. Oggi la città è chiamata più frequentemente “Tanà”. “ n 15° giorno Antananarivo u Milano Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto ed imbarco sul volo di linea Air Madagascar per Milano. Intrattenimenti e pasti a bordo dell’aeromobile. Arrivo previsto nel pomeriggio.Termine dei servizi. n Note L’8° e 9° giorno è possibile effettuare il soggiorno mare ad Anakao anziche’ Ifaty. Anakao, situato a 30 chilometri a sud di Tulear, oltre il fiume Onilahy, è un piccolo villaggio costiero di pescatori, punto di partenza favorevole per raggiungere l’isoletta di Nosy Ve (scoperta nel 1595 da un pirata olandese), frequentata soprattutto dai pescatori locali e da chi desidera immergersi per godere del meraviglioso mondo sottomarino. Intorno ad Anakao e verso sud si ergono alte dune di sabbia bianchissima sulle quali si possono effettuare affascinanti raid con le moto. n dal 10° al 14° giorno guida locale ecoturistica in lingua francese. AVVERTENZE n questo itinerario è costruito in base all’operativo dei voli Air Madagascar via Parigi. Nel caso in cui si opti per altre compagnie aeree o altri instradamenti l’itinerario potrebbe subire delle modifiche in base all’operativo dei voli prescelti.ideale per l’acquisto delle numerose spezie locali.

Diego Suarez Nosy Mitsio

Nosy Be

Montagne d’Ambre Riserva Speciale dell’Anakarana

Ankarana

Vohemar Anfiki

Sambava Andapa Anjajavy

Antalaha

Maroantsetra

Parco Nazionale Masoala

Mahajanga Parco Nazionale dell’Ankarafantsika

Riserva Naturale di Tsingy di Namoroka

Sainte Marie Mahambo Foulpointe

Tamatave Andasibe Riserva di Perinet

Antananarivo

Akanin’ny Nofy Manambato Ambila-Lemantso

Tsingy de bemaraha Mandrivazo

Antsirabe

Belo-Tsiribihina Riserva di Kirindy

Morondava

Ambositra Ivato Riserva Ranomafana

Fianarantsoa

Morombe Parco L. Namonta

Parco Isalo Ranohira Parco Andingitra Ihosy Ranohira

Ifaty

Tulear Anakao

Tsimanampestosta Riserva Berenty Itampolo

Baia di Lokaro

Fort Dauphin

Lavanono

303


Insolito Madagascar - Madagascar Tour con guida Questo tour si snoda lungo la spina dorsale dell’Isola Rossa dalla capitale sino alle incontaminate spiagge del sud ovest del paese, protette da una fra le più belle barriere coralline dell’Oceano Indiano. Prosegue poi verso nord, in direzione Morondava, attraverso strade sabbiose e dissestate che si addentrano nelle zone selvagge e ancora poco battute dell’ovest del paese, regno della tribù dei Sakalava. n 1° giorno Italia u Parigi u Antananarivo Partenza con volo di linea dall’Italia per Antananarivo via Parigi. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Antananarivo u Antsirabe (170 km – ca 3 ore) All’arrivo, disbrigo delle formalità d’ingresso ed incontro con i nostri assistenti per il trasferimento in hotel per un po’ di riposo. Dopo la prima colazione, incontro con la guida e l’autista e partenza in vettura verso Antsirabe, considerata la città del sale, grazie alle diverse sorgenti di acqua minerale e termale. È un viaggio tra gli altipiani malgasci caratterizzati da risaie e tipici villaggi con le case fatte di mattoni rossi come il colore della terra. Pranzo lungo il percorso. Arrivo a destinazione nel tardo pomeriggio, sistemazione nella camera riservata, cena e pernottamento. Antsirabe fu fondata come centro sanatoriale dai missionari norvegesi, attratti in queste zone dal clima fresco tipico degli altipiani e delle sorgenti terapeutiche. Oggi Antsirabe è una città raffinata e tranquilla, che conserva un distinto aspetto ottocentesco. La città è attraversata da ampi viali fiancheggiati da palme e da eleganti edifici e pullula di pousse-pousse (rickshaw) sempre pronti ad accompagnare i turisti alla scoperta dei tesori della città. I missionari norvegesi sono ancora residenti e gestiscono l’ospedale cittadino. n 3° giorno Antsirabe u Ranomafana (260 km – ca 5 ore) Dopo la prima colazione, proseguimento del tour verso sud. Sosta ad Ambositra, la capitale dell’artigianato malgascio, dove potrete trovare sculture di legno, ceste in rafia, pietre lavorate, collane di legno colorato ed altri begli oggetti; possibilità di visitare la stazione e la posta, costruzioni tipiche dell’epoca coloniale. Dopo il pranzo, continuazione del viaggio verso Ranomafana ed arrivo quindi nella regione del parco nazionale. Sistemazione in hotel riservato. In serata, visita notturna della foresta durante la quale non mancheranno gli incontri con i lemuri e gli altri animali notturni. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento. Con le sue colline coperte dalla foresta pluviale e la ricchezza di flora e fauna selvatiche, il Parco Nazionale di Ranomafana è considerato una della meraviglie del Madagascar ed è uno dei parchi più visitati del paese. E’ costituito per la maggior parte da colline oscillanti tra gli 800 e i 1200 mt di altitudine, solcate da numerosi corsi d’acqua che si gettano nel fiume Namorona. Il gruppo tribale principale della zona è quello dei Tanala, famoso per la produzione di ottimo miele. n 4° giorno Ranomafana u Fianarantsoa (60 km – ca 1 ora e 30 minuti) Dopo la prima colazione in hotel, partenza per la visita del parco nazionale di Ranomafana, che durerà circa tre ore; una guida eco turistica del parco vi aiuterà a conoscere la flora e la fauna tipiche di questa bellissima regione, in cui vivono 29 specie di mammiferi tra cui 12 di lemuri. Rientro in hotel per il pranzo e proseguimento del viaggio per Fianarantsoa. Arrivo in serata, sistemazione nelle camere dell’hotel riservato, cena e pernottamento. Fianarantsoa, seconda città del Madagascar per estensione, fu fondata nel 1830 per volere della Regina Ranavalona I, decisa a costruire un grande centro a metà strada tra Tana e le remote province della parte meridionale del suo regno. Oggi Fianar, come viene confidenzialmente chiamata, è la capitale culturale del paese e ottimo punto di partenza per la scoperta delle regione agricola circostante, rinomata per la produzione di vino e di thè. n 5° giorno Fianarantsoa u Ranohira (310 km – ca 7 ore) Dopo la prima colazione, partenza di buon’ora per Ranohira lungo gli altipiani centrali del Paese, attraverso risaie coltivate a terrazza, zone montuose e savana sino ad arrivare nella regione del massiccio dell’Isalo. Dopo circa un’ora e mezza di viaggio sosta ad Ambalavao, una delle più belle cittadine degli Hauts Plateaux, situata nella regione viticola del Madagascar, ancora più conosciuta per il mercato degli zebù, la fabbricazione della seta naturale e della famosa carta di Antaimoro. Breve percorso attraverso le tipiche abitazioni e visita del Parco di Anja. Pranzo ad Anja o ad Ihosy, capitale della tribù dei bara, una delle poche tribù che in Madagascar praticano ancor oggi la poligamia. All’arrivo, raggiungimento dell’hotel per cena e pernottamento Il parco copre circa 81.500 ettari dell’omonimo massiccio di arenaria, rilievo di formazione giurassica, che presenta paesaggi di straordinaria suggestione e merita davvero alcuni giorni di esplorazione a piedi: l’alternarsi di pianure erbose e creste di arenaria segnata dal vento e dall’acqua, massi di roccia che nascondono antiche tombe di Sakalava spingono il turismo internazionale a seguire i sentieri già tracciati per scoprirne la rara bellezza. Tra i luoghi di maggiore interesse si segnalano il Canyon des Singes ed il Canyon des Rats, la Piscine Naturelle e la Fenetre de l’Isalo. n 6° giorno Ranohira Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita del Parco Nazionale dell’Isalo con possibilità di effettuare un trekking. L’Isalo racchiude un’infinità di canyon, di grotte e di picchi di roccia rossa dalle forme diverse le une dalle altre ed ognuna scolpita e modellata dall’acqua e dal vento da milioni di anni. Rientro in hotel per il pranzo e pomeriggio libero per relax oppure per altre visite ed escursioni nel parco. Nel tardo pomeriggio accompagnati dai caldi colori del sole che accarezzano dolcemente il paesaggio, partenza per la famosa “finestra sull’Isalo” da dove si potrà ammirare un paesaggio mozzafiato. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento. n 7° giorno Ranohira u Tulear u Ifaty (272 km – ca 4 ore e 30 minuti) Dopo la prima colazione, partenza per Tulear attraverso una immensa zona di savana, alternata da diverse zone verdi caratterizzate da palme argentate e da tapia. A circa 100 km da Ranohira, incontrerete i primi Baobab e le prime tombe delle tribù dei vezo e dei mahafaly, noti per la loro abilità nel costruire tombe dalle dimensioni enormi. Scendendo verso sud, il clima diventa più arido e secco e, a qualche chilometro da Tulear, si cominciano a vedere le prime piante grasse. Proseguimento per Ifaty, piccolo villaggio di pescatori a 22 km a nord di Tulear e raggiungimento dell’hotel riservato.Tempo a disposizione per relax e/o attività balneari. Cena e pernottamento in hotel. Con il nome di Ifaty si indicano tre piccoli villaggi di pescatori, Ifaty, Mangili e Madio Rano, 22 chilometri a nord di Tulear, collegati tra loro da una lunga spiaggia stretta e rocciosa. E’ un luogo piacevole per riposare dopo le fatiche di un tour, nuotare tra le acque limpide del Canale di Mozambico e fare delle immersioni durante le quali, con un po’ di fortuna, di potranno avvistare anche gli squali. L’entroterra è arido e disseminato di saline. Ad est della spiaggia c’è una foresta spinosa, ottimo luogo per il birdwatching, caratterizzata da un vasto assortimento di piante che, pur essendo simili a cactus, costituiscono in realtà una famiglia a sé (quella delle Dideriacee). n 8° giorno Ifaty Intera giornata a disposizione per relax e/o attività balneari e/o escursioni facoltative. Trattamento di pensione completa in hotel. n 9° giorno Ifaty u Andavadoaka Dopo la prima colazione partenza per Andavadoaka, piccolo villaggio di pescatori Vezo. Pranzo pic-nic durante il tragitto. Arrivo e sistemazione nell’hotel riservato. Tempo a disposizione per relax e/o attività balneari. Cena e pernottamento in hotel. Andavadoaka è un piccolo villaggio costiero tra Ifaty e Morombe. Al largo della sua costa è possibile ammirare la bella barriera corallina.

304


n 10° giorno Andavadoaka Intera giornata a disposizione per relax e/o attività balneari e/o escursioni facoltative. Trattamento di pensione completa in hotel. n 11° giorno Andavadoaka u Manja Dopo la prima colazione, partenza alla volta di Manja che si raggiungerà dopo circa sette ore, attraverso un’affascinante e accidentata pista. Si attraverserà la cittadina costiera di Morombe (il cui nome significa “grande spiaggia”) sino ad arrivare nella fertile regione del Mangoky. Pranzo pic-nic lungo il percorso. Sistemazione in un albergo molto semplice con bagni in comune, cena e pernottamento. n 12° giorno Manja u Belo sur Mer Dopo la prima colazione, si riparte alla volta di Belo sur Mer attraverso delle avventurose piste di savana dove si potranno ammirare numerosi baobab. Sono circa 200 km di pista che si percorreranno in circa sei ore. Siamo nel cuore del territorio dei Sakalava (il cui nome significa “quelli delle lunghe vallate”) la quinta tribù più numerosa del paese dalle interessanti tradizioni. Raggiungimento dell’hotel e assegnazione delle camere riservate. Cena e pernottamento in hotel. Oltre ad essere un bel villaggio sul mare, Belo sur Mer è un importante centro regionale della cantieristica navale. Ottima meta per rilassarsi e godere dei lenti ritmi della costa occidentale malgascia. n 13° giorno Belo Sur Mer u Morondava Dopo la prima colazione, partenza per Morondava, capitale del regno dei Sakalava del Menabe, che si raggiungerà dopo circa 4 ore di strada, attraverso 80 km di pista sabbiosa. Pranzo in città e raggiungimento dell’hotel per l’assegnazione delle camere riservate. Tempo a disposizione. Cena e pernottamento in hotel. Morondava è una tranquilla cittadina sul mare, situata nel cuore del territorio Sakalava, una delle più importanti tribù del Madagascar che, proveniente dalla costa sud est dell’ isola creò in breve tempo un potente regno, il Menabe. I Sakalava, avevano una grandissima tradizione funeraria che si esprimeva nella cura delle tombe, alcune delle quali sono ancora oggi visibili e caratterizzate da sculture erotiche. Oltre che per le belle spiagge rosate, la città è famosa per le piccole comunità di pescatori che vi risiedono, le bellissime strade di baobab, tra cui l’Avenue du Baobab, splendido viale 15 km a nord di Morondava, fiancheggiato da imponenti esemplari di Adansonia grandidieri ed i suggestivi dintorni, come il Parco Nazionale di Tsingy De Bemaraha e la Riserva forestale di Kirindy. n 14° giorno Morondava u Antananarivo u Parigi Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea Air Madagascar alla volta di Antananarivo. All’arrivo, tempo a disposizione per gli ultimi acquisti. Dopo la cena in un ristorante tipico, raggiungimento dell’aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea per Parigi. Intrattenimenti, pasti e pernottamento a bordo dell’aeromobile. n 15° giorno Parigi u Italia Arrivo a Parigi, proseguimento con volo di linea per Italia. AVVERTENZA questo itinerario è costruito in base all’operativo dei voli Air Madagascar via Parigi. Nel caso in cui si opti per altre compagnie aeree o altri instradamenti l’itinerario potrebbe subire delle modifiche in base all’operativo dei voli prescelti.ideale per l’acquisto delle numerose spezie locali.

Diego Suarez Nosy Mitsio

Nosy Be

Montagne d’Ambre Riserva Speciale dell’Anakarana

Ankarana

Vohemar Anfiki

Sambava Andapa

Antalaha Parco Nazionale Masoala

Anjajavy

Mahajanga Parco Nazionale dell’Ankarafantsika

Riserva Naturale di Tsiny di Namoroka

Sainte Marie Mahambo Foulpointe

Tamatave Andasibe Perinet

Antananarivo

Akanin’ny Nofy Manambato Ambila-Lemantso

Mandrivazo

Antsirabe

Belo-Tsiribihina Riserva di Kirindy

Morondava

Ambositra Ivato

Belo Sur Mer Bevoay

Riserva Ranomafana

Fianarantsoa

Morombe Andavadoaka Parco L. Namonta

Parco Isalo Ranohira Parco Andingitra

Ifaty

Tulear

Ihosy Ranohira

Anakao Tsimanampestosta Riserva Berenty Parco Itampolo Berenty Lavanono

Baia di Lokaro

Fort Dauphin

305


La Grande Avventura - Madagascar Tour con guida Un tour completo ed impegnativo, reso ancor più affascinante dallo sospingersi fino all’estremo sud del Madagascar, questo è in sintesi “La Grande Avventura”. Si inizia con il tour classico che attraversa gli altopiani centrali fino alla vivace cittadina del sud-ovest, Tulear; si raggiungerà poi Anakao per un breve relax sulla splendida spiaggia di sabbia bianca e si prosegue in fuoristrada per Ambola, Itampolo e Faux Cap, lungo un percorso particolarmente accidentato e avventuroso, dove la presenza dell’uomo è quasi nulla e la natura regna sovrana. Durante il tragitto si potranno ammirare le numerose specie di piante endemiche fino ad arrivare alla Riserva Privata del Berenty ed infine a Fort Dauphin, da dove un breve volo ci riporterà ad Antananarivo. È un tour completamente assistito che richiede, tuttavia, un buono spirito d’avventura e d’adattamento. n 1° giorno Italia u Parigi u Antananarivo Partenza con volo di linea dall’Italia per Antananarivo via Parigi. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno u Antananarivo u Antsirabe (170 km – ca 3 ore) All’arrivo, disbrigo delle formalità d’ingresso ed incontro con i nostri assistenti per il trasferimento in hotel per un po’ di riposo. Dopo la prima colazione, incontro con la guida e l’autista e partenza in vettura verso Antsirabe, considerata la città del sale, grazie alle diverse sorgenti di acqua minerale e termale. È un viaggio tra gli altipiani malgasci caratterizzati da risaie e tipici villaggi con le case fatte di mattoni rossi come il colore della terra. Pranzo lungo il percorso. Arrivo a destinazione nel tardo pomeriggio, sistemazione nella camera riservata, cena e pernottamento. Antsirabe fu fondata come centro sanatoriale dai missionari norvegesi, attratti in queste zone dal clima fresco tipico degli altipiani e delle sorgenti terapeutiche. Oggi Antsirabe è una città raffinata e tranquilla, che conserva un distinto aspetto ottocentesco. La città è attraversata da ampi viali fiancheggiati da palme e da eleganti edifici e pullula di pousse-pousse (rickshaw) sempre pronti ad accompagnare i turisti alla scoperta dei tesori della città. I missionari norvegesi sono ancora residenti e gestiscono l’ospedale cittadino. n 3° giorno Antsirabe u Ranomafana (260 km – ca 5 ore) Dopo la prima colazione, proseguimento del tour verso sud. Sosta ad Ambositra, la capitale dell’artigianato malgascio, dove potrete trovare sculture di legno, ceste in rafia, pietre lavorate, collane di legno colorato ed altri begli oggetti; possibilità di visitare la stazione e la vecchia posta, costruzioni tipiche dell’epoca coloniale. Dopo il pranzo, continuazione del viaggio verso Ranomafana ed arrivo quindi nella regione del parco nazionale. Sistemazione in hotel riservato. In serata, possibilità di effettuare la visita notturna della foresta durante la quale non mancheranno gli incontri con i lemuri e gli altri animali notturni (da prenotare e pagare in loco). Cena e pernottamento in hotel. Con le sue colline coperte dalla foresta pluviale e la ricchezza di flora e fauna selvatiche, il Parco Nazionale di Ranomafana è considerato una della meraviglie del Madagascar ed è uno dei parchi più visitati del paese. È costituito per la maggior parte da colline oscillanti tra gli 800 e i 1200 mt di altitudine, solcate da numerosi corsi d’acqua che si gettano nel fiume Namorona. Il gruppo tribale principale della zona è quello dei Tanala, famoso per la produzione di ottimo miele. n 4° giorno Ranomafana u Fianarantsoa (60 km – ca 1 ora e 30 minuti) Dopo la prima colazione in hotel, partenza per la visita del parco nazionale di Ranomafana, che durerà circa 3 ore; una guida eco turistica del parco vi aiuterà a conoscere la flora e la fauna tipiche di questa bellissima regione, nonché diverse specie di animali tra cui lemuri, uccelli e rettili. Rientro in hotel per il pranzo e proseguimento del viaggio per Fianarantsoa. Arrivo in serata, sistemazione nelle camere dell’hotel riservato, cena e pernottamento. “Fianarantsoa, seconda città del Madagascar per estensione, fu fondata nel 1830 per volere della Regina Ranavalona I, decisa a costruire un grande centro a metà strada tra Tana e le remote province della parte meridionale del suo regno. Oggi Fianar, come viene confidenzialmente chiamata, è la capitale culturale del paese e ottimo punto di partenza per la scoperta delle regione agricola circostante, rinomata per la produzione di vino e di tè. n 5° giorno Fianarantsoa u Ranohira (310 km – ca 7 ore) Dopo la prima colazione, partenza di buon mattino per Ranohira lungo gli altipiani centrali del Paese, attraverso risaie coltivate a terrazza, zone montuose e savana sino ad arrivare nella regione del massiccio dell’Isalo. Dopo circa un’ora e mezza di viaggio sosta ad Ambalavao, una delle più belle cittadine degli Hauts Plateaux, situata nella regione viticola del Madagascar, ancora più conosciuta per il mercato degli zebù, la fabbricazione della seta naturale e della famosa carta di Antaimoro. Breve percorso attraverso le tipiche abitazioni e visita del Parco di Anja ed al termine, pranzo nella località di Anja. Proseguimento verso Ihosy, capitale della tribù dei bara, una delle poche tribù che in Madagascar praticano ancor oggi la poligamia. All’arrivo, raggiungimento dell’hotel per cena e pernottamento. Il parco copre circa 81.500 ettari dell’omonimo massiccio di arenaria, rilievo di formazione giurassica, che presenta paesaggi di straordinaria suggestione e merita davvero alcuni giorni di esplorazione a piedi l’alternarsi di pianure erbose e creste di arenaria segnata dal vento e dall’acqua, massi di roccia che nascondono antiche tombe di Sakalava spingono il turismo internazionale a seguire i sentieri già tracciati per scoprirne la rara bellezza. Tra i luoghi di maggior interesse si segnalano il Canyon des Singes ed il Canyon des Rats, la Piscine Naturelle e la Fenetre de l’Isalo. n 6° giorno Ranohira Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita del Parco Nazionale dell’Isalo con possibilità di effettuare un trekking. L’Isalo racchiude un’infinità di canyon, di grotte e di picchi di roccia rossa dalle forme diverse le une dalle altre ed ognuna scolpita e modellata dall’acqua e dal vento da milioni di anni. Rientro in hotel per il pranzo e pomeriggio libero per relax oppure per altre visite ed escursioni nel parco. Nel tardo pomeriggio accompagnati dai caldi colori del sole che accarezzano dolcemente il paesaggio, partenza per la famosa “finestra sull’Isalo” da dove è possibile ammirare un paesaggio mozzafiato. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento. n 7° giorno Ranohira u Tulear u Ifaty (272 km – ca 4 ore e 30 minuti) Dopo la prima colazione, partenza per Tulear attraverso una immensa zona di savana, alternata da diverse zone verdi caratterizzate da palme argentate e da tapia. A circa 100 km da Ranohira, incontrerete i primi Baobab e le prime tombe delle tribù dei vezo e dei mahafaly, noti per la loro abilità nel costruire tombe dalle dimensioni enormi. Scendendo verso sud, il clima diventa più arido e secco e a qualche chilometro da Tulear, si cominciano a vedere le prime piante grasse. Proseguimento per Ifaty, piccolo villaggio di pescatori a 22 km a nord di Tulear e raggiungimento dell’hotel riservato. Tempo a disposizione per relax e/o attività balneari. Cena e pernottamento in hotel. Con il nome di Ifaty si indicano tre piccoli villaggi di pescatori, Ifaty, Mangili e Madio Rano, 22 chilometri a nord di Tulear, collegati tra loro da una lunga spiaggia stretta e rocciosa. È un luogo piacevole per riposare dopo le fatiche di un tour, nuotare tra le acque limpide del Canale di Mozambico e fare delle immersioni durante le quali, con un po’ di fortuna, si potranno avvistare anche gli squali. L’entroterra è arido e disseminato di saline. Ad est della spiaggia c’è una foresta spinosa, ottimo luogo per il birdwatching, caratterizzata da un vasto assortimento di piante che, pur essendo simili a cactus, costituiscono in realtà una famiglia a sé (quella delle Dideriacee). n 8° giorno Ifaty Intere giornate a disposizione per relax e/o attività balneari e/o escursioni facoltative. Trattamento di pensione completata in hotel. n 9° giorno Ifaty u Anakao u Itampolo (ca 6 ore) Prima colazione in hotel ed inizio dell’avventura lungo la costa. Raggiungimento del porto di Tulear da cui si partirà con barca a motore per Anakao, che si raggiungerà dopo circa un’ora e trenta minuti di navigazione. Il tragitto da Anakao ad Itampolo dura circa quattro ore lungo una pista di sabbia nell’estremo sud del paese caratterizzato da piante grasse e spinose appartenenti alla famiglia delle Didiereaceae, piante endemiche della zona arida del Sud del Madagascar. Pranzo pic-nic durante il percorso. Arrivo a Itampolo e sistemazione nei bungalow riservati. Cena e pernottamento. Itampolo è un villaggio costiero i cui abitanti sono dediti alla pesca dell’aragosta. È una rilassante tappa in questa parte remota del Madagascar e sotto il punto di vista balneare, la più affascinante per le selvagge dune di sabbia bianchissima. Le strade sono inesistenti, come inesistente è qualsiasi forma di progresso. È un luogo dove il tempo sembra essersi fermato. n 10° giorno Itampolo Giornata a disposizione per possibili escursioni nei dintorni del villaggio, oppure lungo la spiaggia di Itampolo, considerata una delle più belle dal punto di vista naturalistico. Molto suggestive le imbarcazioni degli abitanti locali utilizzate per la pesca. Trattamento di pensione completa. n 11° giorno Itampolo u Faux Cap (312 km di pista di sabbia – 8 ore) Dopo la prima colazione, prosecuzione del viaggio verso Faux Cap, da dove si possono ammirare splendide vedute panoramiche. Si tratta di un itinerario particolarmente suggestivo all’estremo sud del Madagascar dove è molto facile incontrare tartarughe ed altre specie animali tipiche di questa regione. Panzo pic-nic. Arrivo a Faux Cap in serata, raggiungimento dell’hotel e sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento in hotel. Faux Cap, nota anche con il nome di Betanty, si trova nell’estrema punta meridionale del paese, spoglia e battuta dai venti. Si trova ad est del Cap Sainte Marie che è stato dichiarato riserva naturale per proteggere 14 specie di uccelli e due rare specie di testuggini. Tra luglio e novembre è qui 306


possibile osservare lo spettacolo della migrazione delle balene. n 12° giorno Faux Cap u Riserva Privata di Berenty ( ca 6 ore) Dopo la prima colazione, partenza per la Riserva Privata di Berenty: la pista porta in una regione molto più popolata fino a giungere nella regione dell’Androy e vedere così le prime piantagioni di sisal. Sosta per il pranzo lungo il percorso. Nel primo pomeriggio arrivo nella riserva e sistemazione nel lodge all’interno della medesima: tempo a disposizione per un po’ di relax prima di cominciare la visita notturna del parco che permetterà di ammirare alcune tra le specie endemiche di questa regione. Cena e pernottamento al lodge. La riserva privata di Berenty sorge a meno di 100 km dalla città e vi si giunge percorrendo una pista di terra rossa, in mezzo a chilometri e chilometri di terreno coltivato a sisal. La flora e la fauna della riserva sono severamente protette affinché questo stupendo museo vivente conservi intatte le sue più interessanti caratteristiche. A Berenty, in un’affascinante passeggiata nella foresta fittissima e lussureggiante, si possono avvicinare senza difficoltà diverse famiglie di lemuri - come il Sifaka, il Lemur Catta, il Lepilemur Leucopus - volpi volanti, serpenti, pappagalli, aquile, scoiattoli disseminati in una foresta ricchissima di vegetazione mai toccata da mano umana. Una parte della riserva è dedicata alle piante della regione del sud e la visita è facilitata da cartelli estremamente utili per le indicazioni scientifiche particolareggiate che contengono. n 13° giorno Riserva Privata Berenty u Fort Dauphin (90 km – ca 3 ore e 30 minuti) Dopo la prima colazione, continuazione della visita della riserva; durante un’affascinante passeggiata nella foresta fittissima e lussureggiante, mai toccata da mano umana, si possono avvicinare senza difficoltà diverse famiglie di lemuri - come il Sifaka, il Lemur Catta, il Lepilemur Leucopus - volpi volanti - serpenti, pappagalli, aquile, scoiattoli. All’ingresso del parco si trovano alcuni recinti di tartarughe, un piccolo orto botanico e la ricostruzione di una tipica casa antandroy. Dopo il pranzo, proseguimento verso Fort Dauphin. Raggiungimento dell’hotel prescelto, cena e pernottamento. Fort Dauphin, la città più meridionale del Madagascar, è una piccola e graziosa cittadina rimasta ancora piuttosto isolata dal resto del paese che gode di una magnifica posizione. Domina infatti una baia concava e sabbiosa bagnata dal mare cristallino e disseminata di relitti semiaffondati. Il mare è ricco di crostacei e pesce, mentre la costa si rivela rigogliosissima per la presenza d’orchidee, euforbie, piante spinose e alberi del viaggiatore. I dintorni offrono una varietà di paesaggi unica e dei contesti spettacolari rimarcabili. Si possono raggiungere zone bellissime come la penisola di Lokaro, il Lago Vinanibe, il Pic St. Louis, la Riserva forestale di Nahampoana, la Baia de Sainte Lucie, il Parco Nazionale d’Andohahela e la Riserva privata di Berenty, che da sola vale un viaggio a Fort Dauphin. n 14° giorno Fort Dauphin (Baia di Lokaro) Dopo la prima colazione, giornata dedicata all’escursione alla Baia di Lokaro. Dopo un percorso in auto, partenza in barca a motore lungo un canale che costeggia la rigogliosa vegetazione rappresentata da mangrovie ed arrivo al villaggio di Evatra da dove comincia la passeggiata sino alla Baia del Lokaro. Tempo a disposizione e pranzo pic-nic. Nel pomeriggio rientro a Fort Dauphin: cena a pernottamento in hotel. n 15° giorno Fort Dauphin u Antananarivo u Parigi Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea Air Madagascar alla volta di Antananarivo. All’arrivo, tempo a disposizione per gli ultimi acquisti. Dopo la cena in un ristorante tipico, trasferimento in aeroporto in tempo utile per le operazioni d’imbarco sul volo di linea per Parigi. Intrattenimenti, pasti e pernottamento a bordo dell’aeromobile. Con le case colorate aggrappate ai lati delle colline, i panni ad asciugare sulle banchine dei fiumi, le risaie sconfinate ai limiti della città, Antananarivo affascina il turista che vi soggiorna per la prima volta per i contrasti, i colori, il caotico andirivieni di auto e carri che la differenzia dal resto del Madagascar. Il nome originario della città era Analamanga (letteralmente “foresta blu”) ma nel 1610 il re merina Andrianjaka conquistò i villaggi Vazimba (Vazimba è un nome generico attribuito al gruppo che sembra aver dato luogo ai primi insediamenti in Madagascar) e vi collocò una guarnigione di 1000 uomini per difendere la zona. Costruì il suo palazzo (Rova) sulla collina più alta e ribattezzò il luogo chiamandolo Antananarivo, che significa “città dei mille” (suona meglio in francese “la ville des mille”) in base al numero degli uomini che costituivano il suo esercito. I Francesi, in epoca coloniale, cambiarono di nuovo il nome in Tananarive, ma dopo l’indipendenza il vecchio nome ritorno nell’uso comune. Oggi la città è chiamata più frequentemente “Tana”. n 16° giorno Parigi u Italia Arrivo a Parigi, proseguimento con volo di linea per Italia. AVVERTENZA questo itinerario è costruito in base all’operativo dei voli Air Madagascar via Parigi. Nel caso in cui si opti per altre compagnie aeree o altri instradamenti, l’itinerario potrebbe subire delle modifiche in base all’operativo dei voli prescelti.ideale per l’acquisto delle numerose spezie locali. Diego Suarez Nosy Mitsio

Nosy Be

Montagne d’Ambre Riserva Speciale dell’Anakarana

Ankarana

Vohemar Anfiki

Sambava Andapa Anjajavy

Antalaha

Maroantsetra

Parco Nazionale Masoala

Mahajanga Parco Nazionale dell’Ankarafantsika

Riserva Naturale di Tsingy di Namoroka

Sainte Marie Mahambo Foulpointe

Tamatave Andasibe Riserva di Perinet

Antananarivo

Akanin’ny Nofy Manambato Ambila-Lemantso

Tsingy de bemaraha Mandrivazo

Antsirabe

Belo-Tsiribihina Riserva di Kirindy

Morondava

Ambositra Ivato Riserva Ranomafana

Fianarantsoa

Morombe Parco L. Namonta

Parco Isalo Ranohira Parco Andingitra Ihosy Ranohira

Ifaty

Tulear Anakao

Tsimanampestosta

Itampolo

Riserva Berenty

Baia di Lokaro

Fort Dauphin

Faux Cap

307


Passaggio a Nord Ovest - Madagascar Tour con guida Questo itinerario vi farà scoprire una parte inedita di questo paese dalle innumerevoli sfaccettature e contrasti. Una zona vergine sino ad ora irragiungibile e impraticabile per la mancanza di collegamenti stradali e strutture ricettive. Oggi raggiungibile attraverso un percorso molto suggestivo vi farà vivere un’esperienza unica. Necessita un buon spirito di adattamento sia per il percorso che per le sistemazioni. n 1° giorno Italia u Parigi u Antananarivo Partenza con volo di linea dall’Italia per Antananarivo via Parigi. Pasti, intrattenimenti e pernottamento a bordo. n 2° giorno Antananarivo Arrivo, disbrigo delle formalità d’ingresso ed incontro con i nostri assistenti. Trasferimento in hotel e assegnazione della camera riservata. Nel pomeriggio, incontro con la guida in lingua italiana e partenza per la visita introduttiva della capitale, durante la quale non mancheranno una visita al Palazzo dei Re e ad Ambohimanga, la collina azzurra. Sosta al vivace mercato artigianale di La Digue, dove potrete trovare numerosi manufatti locali. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento. Con le case colorate aggrappate ai lati delle colline, i panni ad asciugare sulle banchine dei fiumi, le risaie sconfinate ai limiti della città, Antananarivo affascina il turista per i contrasti, i colori, il caotico andirivieni di auto e carri che la differenzia dal resto del Madagascar. Il nome originario della città era Analamanga (letteralmente “foresta blu”) ma nel 1610 il re merina Andrianjaka conquistò i villaggi Vazimba (Vazimba è un nome generico attribuito al gruppo che sembra aver dato luogo ai primi insediamenti in Madagascar) e vi collocò una guarnigione di 1000 uomini per difendere la zona. Costruì il suo palazzo (Rova) sulla collina più alta e ribattezzò il luogo chiamandolo Antananarivo, che significa “città dei mille” (suona meglio in francese “la ville des mille”) in base al numero degli uomini che costituivano il suo esercito. I francesi, in epoca coloniale, cambiarono di nuovo il nome in Tananarive, ma dopo l’indipendenza il vecchio nome ritorno nell’uso comune. Oggi la città è chiamata più frequentemente “Tanà”. n 3° giorno Antananarivo u Ankarafantsika (450 km. / 8 ore) Dopo la prima colazione, partenza percorrendo la strada nazionale nr. 4 per Ankarafantsika, nella zona a nord ovest del paese. Durante il viaggio si attraverserà l’altipiano di Tampoketsa, un’immensa distesa erbosa con piantagioni di eucalipto e vari borghi della tribù dei Merina, come Ankazobe e Maevatanana, con le tipiche case di mattoni cotti e quelle della costa con il tetto in paglia. Pranzo ad Maevatanana, a 329 km da Antananarivo, zona molto conosciuta per lo sfruttamento aurifero e per la caccia ai coccodrilli, che oggi è proibita. Arrivo ad Ankarafantsika e sistemazione in bungalow/camera/tenda (a seconda della disponibilità), cena e pernottamento. n 4° giorno Ankarafantsika (Station Forestière d’Ampijoroa) Dopo la prima colazione, partenza per la visita del Parco Nazionale d’Ankarafantsika che sarà divisa in due parti: la prima parte nel corso della mattinata e la seconda parte a metà pomeriggio, durante la quale si navigherà in barca sul Lago di Ravelobe per ammirare gli uccelli e i rapaci acquatici e, forse, con un po’ di fortuna, anche i coccodrilli. Possibilità di effettuare anche la visita notturna del parco. Pranzo, cena e pernottamento al lodge. Il Parco Nazionale d’Ankarafantsika (precedentemente Stazione di selvicoltura di Ampijoroa) è costituito da più di 130.00 ettari di area protetta che racchiude una vasta zona di foresta decidua secca ed una savana erbosa e arborea. Il parco ospita otto specie di lemuri, tra cui il Sifaka di Coquerel, il Microcebus e il raro Maki Mongoz che è stato osservato quasi esclusivamente qui. Tra gli altri mammiferi presenti segnaliamo due specie di tenrec e il ratto del Madagascar che vive solo nelle zone d’alta quota di questa area protetta. I laghi all’interno del parco, come il Lago Ravelobe, sono il rifugio di pesce endemici, di uccelli acquatici e di coccodrilli. I molti uccelli avvistati entro i limiti del parco, tra cui la rara aquila pescatrice del Madagascar e la chiassosa vanga dal becco a falce, fanno si che questo parco sia una meta ambita per gli amanti del birdwatching. Si contano poi 70 specie di rettili, tra cui varie piccole iguane, il raro geco dalla coda a foglia ed il buffo camaleonte rinoceronte. Presso la sede centrale del parco si trova l’affascinante vivaio di testuggini, fondato per la conservazione di due specie n 5° giorno Ankarafantsika u Mahajanga (115 km / 2-3 ore) Dopo la prima colazione, si parte per la capitale della regione dei Boina, Mahajanga, attraverso risaie e distese di savana punteggiata da palme. Raggiungimento dell’hotel in tempo utile per il pranzo. Nel pomeriggio, visita della città, del suo porto, dei suoi mercati e della strada panoramica, luogo di incontro di tutta la città al tramonto oppure visita al Cirque Rouge, anfiteatro naturale che si trova a nord della spiaggia d’Amborovy. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento. Mahajanga è una tranquilla città portuale, con una graziosa passeggiata lungo il mare fiancheggiata da palmeti, viali lunghi e ampi, portici ombreggiati ed edifici coperti da buganville. La sua nutrita comunità musulmana ed indiana e i legami storici con l’Africa fanno di Mahajanga uno dei centri più cosmopoliti del Madagascar, simile per atmosfere a molte città costiere dell’Africa orientale. Le donne qui indossano gli stessi scialli di cotone colorati diffusi sulle Isole Comore, a Zanzibar e a Mombasa, e tra gli edifici della città vecchia è possibile trovare qualche porta scolpita in stile swahili. Lo stesso nome della città pare che derivi dall’espressione swahili Mji Angaia, ovvero “città dei fiori”. A nord e a sud della città ci sono alcune spiagge, ma solo la minima parte è adatta per nuotare a causa della presenza degli squali e della forte corrente. Anche i dintorni offrono la possibilità di effettuare interessanti escursioni; ricordiamo il Cirque Rouge, anfiteatro naturale dove la roccia segnata dall’erosione ha assunto i colori dell’arcobaleno, con molte sfumature di rosso. n 6° giorno Mahajanga u Anjohibe u Mahajanga (176 km andata e ritorno) Prima colazione in hotel e giornata dedicata alla visita delle Grotte d’Anjohibe. In questa zona, due sistemi di grotte, chiamate le Grotte d’Andranoboka, occupano due colline localizzate a due chilometri circa. Il sistema più importante e anche il più interessante, è conosciuto con il nome di Grotte d’Anjohibe, una serie di cavità e gallerie che serpeggiano tra stalattiti e stalagmiti. Pranzo pic-nic e rientro a Mahajanga nel pomeriggio. Cena e pernottamento in hotel. Le grotte sono visitabili solo da maggio a ottobre; altre escursioni, come quella alle mangrovie, al Lago sacro Mangatsa o alla Baia di Bombetoka saranno proposte da novembre ad aprile. n 7° giorno Mahajanga u Antananarivo u Parigi Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto per l’imbarco sul volo di linea per la capitale. All’arrivo, tempo a disposizione per gli ultimi acquisti. Dopo la cena in un ristorante tipico, trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di linea per Parigi. Intrattenimenti, pasti e pernottamento a bordo dell’aeromobile. n 8° giorno Parigi u Italia Arrivo a Parigi, proseguimento con volo di linea per Italia. AVVERTENZA questo itinerario è costruito in base all’operativo dei voli Air Madagascar via Parigi. Nel caso in cui si opti per altre compagnie aeree o altri instradamenti l’itinerario potrebbe subire delle modifiche in base all’operativo dei voli prescelti.

308


Diego Suarez Nosy Mitsio

Nosy Be

Montagne d’Ambre Riserva Speciale dell’Anakarana

Ankarana

Vohemar Anfiki

Sambava Andapa

Antalaha Parco Nazionale Masoala

Anjajavy

Mahajanga Parco Nazionale dell’Ankarafantsika

Riserva Naturale di Tsiny di Namoroka

Sainte Marie Mahambo Foulpointe

Tamatave Andasibe Riserva di Perinet

Antananarivo

Akanin’ny Nofy Manambato Ambila-Lemantso

Mandrivazo

Antsirabe

Belo-Tsiribihina Riserva di Kirindy

Morondava

Ambositra Ivato Riserva Ranomafana

Fianarantsoa

Morombe Parco L. Namonta

Parco Isalo Ranohira Parco Andingitra Ihosy Ranohira

Ifaty

Tulear Anakao

Tsimanampestosta Riserva Berenty Itampolo

Baia di Lokaro

Fort Dauphin

Lavanono

309


Indri Indri - Madagascar Mini tour con guida Il tour permetterà di osservare da vicino l’Indri Indri, la specie di lemure più famosa del Madagascar, per la salvaguardia del quale è stato creato il Parco Nazionale di Analamazaotra. Durante il percorso si attraversano altre zone di particolare interesse dal punto di vista naturalistico dove camaleonti e coccodrilli sono i veri abitanti. n 1° giorno Antananarivo u Andasibe (142 km – ca 3/ 4 ore) Incontro con i nostri assistenti. Partenza per il Parco Nazionale di Analamazaotra situato a circa 140 km ad est della capitale. Il viaggio dura circa cinque ore e comprende la visita della riserva privata di Pereyras, famosa soprattutto per l’allevamento di serpenti e boa, di numerose specie di farfalle, coccodrilli e camaleonti (in questo parco è presente la specie più grande di camaleonti “Parsonii”). Pranzo in corso di escursione. Arrivo in hotel nel pomeriggio e assegnazione della camera riservata. Possibilità di visitare l’interessante riserva privata di Vakona. Cena e pernottamento in hotel. Andasibe è un grazioso villaggio che un tempo era centro di raccolta del legname. E’ oggi un’ottima base per visitare la Riserva Speciale d’Analamazaotra ed il Parco Nazionale di Mantadia. La riserva speciale d’Analamazaotra è a 2 km da Andasibe lungo una strada asfaltata. Il momento migliore per cogliere il risveglio della natura è al mattino dalle ore 7,00 alle 11,00. Consigliamo la visita al museo allestito con dei pannelli descrittivi della specie di lemure “Indri Indri”, la specie più numerosa presente nel parco. All’interno della riserva vi sono due laghi: Lac Vert e Lac Rouge. n 2° giorno Andasibe Prima colazione in hotel e giornata dedicata alla visita del parco di Analamazaotra, molto famosa per la concentrazione di Indri Indri (specie di lemure più grande, circa un metro di altezza): un’esperta guida eco-turistica della riserva vi farà conoscere la flora e la fauna della zona. Pranzo in corso di escursione. Rientro in hotel nel pomeriggio. Cena e pernottamento. n 3° giorno Andasibe u Antananarivo Dopo la prima colazione, partenza per la capitale. Trasferimento in hotel e assegnazione della camera riservata. Nel pomeriggio visita introduttiva della capitale, in cui non mancheranno una visita al Palazzo dei Re e di Ambohimanga, soprannominata la collina azzurra. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento. Con le case colorate aggrappate ai lati delle colline, i panni ad asciugare sulle banchine dei fiumi, le risaie sconfinate ai limiti della città, Antananarivo affascina il turista che vi soggiorna per la prima volta per i contrasti, i colori, il caotico andirivieni di auto e carri che la differenzia dal resto del Madagascar. Il nome originario della città era Analamanga (letteralmente “foresta blu”) ma nel 1610 il re merina Andrianjaka conquistò i villaggi Vazimba (Vazimba è un nome generico attribuito al gruppo che sembra aver dato luogo ai primi insediamenti in Madagascar) e vi collocò una guarnigione di 1000 uomini per difendere la zona. Costruì il suo palazzo (Rova) sulla collina più alta e ribattezzò il luogo chiamandolo Antananarivo, che significa “città dei mille” (suona meglio in francese “la ville des mille”) in base al numero degli uomini che costituivano il suo esercito. I francesi, in epoca coloniale, cambiarono di nuovo il nome in Tananarive, ma dopo l’indipendenza il vecchio nome ritorno nell’uso comune. Oggi la città è chiamata più frequentemente “Tanà”.“

Diego Suarez Nosy Mitsio

Montagne d’Ambre Riserva Speciale dell’Anakarana

Ankarana

Nosy Be

Vohemar Anfiki

Sambava Andapa

Antalaha Parco Nazionale Masoala

Anjajavy

Mahajanga Parco Nazionale dell’Ankarafantsika

Riserva Naturale di Tsiny di Namoroka

Sainte Marie Mahambo Foulpointe

Tamatave Andasibe Perinet

Antananarivo

Akanin’ny Nofy Manambato Ambila-Lemantso

Mandrivazo

Antsirabe

Belo-Tsiribihina Riserva di Kirindy

Morondava

Ambositra Ivato Riserva Ranomafana

Fianarantsoa

Morombe Parco L. Namonta

Parco Isalo Ranohira Parco Andingitra

Ifaty

Tulear

Ihosy Ranohira

Anakao Tsimanampestosta Riserva Berenty Parco Itampolo Berenty Lavanono

310

Baia di Lokaro

Fort Dauphin


Kirindy - Madagascar Mini tour con guida Il tour permetterà di immergersi completamente nel territorio della tribù dei Sakalava e di ammirare uno dei luoghi più fotografati del Madagascar: l’avenue du Baobab, splendido viale fiancheggiato da imponenti esemplari di Adansonia grandidieri. Di particolare interesse inoltre il mercato di Morondava, lungo la via principale della città che corre verso il mare. n 1° giorno Antananarivo u Morondava Partenza con volo di linea per Morondava, capitale del Menabe. All’arrivo trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere riservate e pranzo. Nel pomeriggio tempo a disposizione per relax e/o attività balneari. Cena e pernottamento in hotel. Morondava è una tranquilla cittadina sul mare, situata nel cuore del territorio Sakalava, una delle più importanti tribù del Madagascar che, proveniente dalla costa sud est dell’ isola creò in breve tempo un potente regno, il Menabe. I Sakalava, avevano una grandissima tradizione funeraria che si esprimeva nella cura delle tombe, alcune delle quali sono ancora oggi visibili e caratterizzate da sculture erotiche. Oltre che per le belle spiagge rosate, la città è famosa per le piccole comunità di pescatori che vi risiedono, le bellissime strade di baobab, tra cui l’Avenue du Baobab, splendido viale 15 km a nord di Morondava, fiancheggiato da imponenti esemplari di Adansonia grandidieri ed i suggestivi dintorni, come il Parco Nazionale di Tsingy De Bemaraha e la Riserva forestale di Kirindy. Morondava gode di uno dei climi più miti di tutto il Madagascar, con dieci mesi di calde giornate di sole temperate da piacevoli brezze marine. Il periodo meno indicato per visitre la zona è quello da metà gennaio a metà marzo, posto che molti luoghi circostanti sono inaccessibili a causa delle piogge. n 2° giorno Morondava (Riserva Forestale di Kirindy) Dopo la prima colazione, partenza con auto fuoristrada per la Riserva Forestale di Kirindy, situata a circa 60 km a nord di Morondava, famosa soprattutto per le sue 6 specie di lemuri, 45 specie di uccelli e 32 specie di rettili. Pranzo pic-nic. Lungo il tragitto del ritorno, non si potrà mancare una tappa all’Avenue du Baobab, splendido viale, a circa 15 km a nord di Morondava, fiancheggiato da imponenti esemplari di baobab dove si potrà godere della vista di un suggestivo tramonto. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento. La Riserva forestale di Kirindy si trova a 50 km a nord di Morondava e fa parte di un esperimento effettuato dal Centre de Formation Professionelle Forestière che ha come obiettivo il controllo del disboscamento e il trattamento della foresta. La riserva è nota comunemente come “la foresta svizzera” poiché si trova sotto una gestione svizzera. Nella Riserva vivono 6 specie di lemuri, 45 specie di uccelli, 32 specie di rettili, compresa la rara tartaruga dalla coda piatta che si trova solo nelle foreste nei dintorni di Morondava, e la Erymnochelys madagascariensis, l’unica tartaruga di acqua dolce del Madagascar. n 3° giorno Morondava u Antananarivo Dopo la prima colazione in hotel, trasferimento all’aeroporto di Morondava in tempo utile per l’imbarco sul volo per la capitale. All’arrivo, trasferimento all’hotel e tempo a disposizione per la visita della città e la scoperta dei numerosi scorci malgasci. Cena e pernottamento in hotel.

Diego Suarez Nosy Mitsio

Nosy Be

Montagne d’Ambre Riserva Speciale dell’Anakarana

Ankarana

Vohemar Anfiki

Sambava Andapa

Antalaha Parco Nazionale Masoala

Anjajavy

Mahajanga Parco Nazionale dell’Ankarafantsika

Riserva Naturale di Tsiny di Namoroka

Sainte Marie Mahambo Foulpointe

Tamatave Andasibe Perinet

Antananarivo

Akanin’ny Nofy Manambato Ambila-Lemantso

Mandrivazo

Antsirabe

Belo-Tsiribihina Riserva di Kirindy

Morondava

Ambositra Ivato Riserva Ranomafana

Fianarantsoa

Morombe Parco L. Namonta

Parco Isalo Ranohira Parco Andingitra

Ifaty

Tulear

Ihosy Ranohira

Anakao Tsimanampestosta Riserva Berenty Parco Itampolo Berenty Lavanono

Baia di Lokaro

Fort Dauphin

311


MALDIVE SEYCHELLES MAURITIUS MOZAMBICO ZANZIBAR SUDAFRICA NAMIBIA BOTSWANA KENYA TANZANIA MADAGASCAR

312


INFO RMAZ IONI 313


Maldive Cenni generali Le Maldive, per la loro posizione al centro dell’Oceano Indiano e la caratteristica dei suoi innumerevoli e perfetti atolli sono divenute in pochi decenni il simbolo incontrastato dell’Eden tropicale. La loro straordinarietà e unicità è data dal fatto che il loro territorio complessivo, pari a 90.000 kmq, è occupato per il 99,9% dall’Oceano Indiano. I 300 kmq di terraferma sono suddivisi invece in un numero praticamente incalcolabile di isole, disposte come un filo di perle a sud dell’India e ad ovest dello Sri Lanka. Viste dall’aereo, le Maldive offrono uno dei paesaggi più spettacolari che il mare possa regalare: il blu intenso dell’oceano lascia improvvisamente spazio alle trasparenze verdi-azzurre di centinaia di lagune, che fanno da corolla al bianco assoluto della sabbia corallina di cui le isole sono costituite. Il numero di isole è quasi impossibile da quantificare poiché le medesime sono estremamente mutevoli: alcune emergono solo quando la marea è bassa, altre sono solo dei banchi di sabbia privi di vegetazione che rischiano di essere spazzate vie dalle tempeste. Oggi il territorio nazionale è ufficialmente costituito da 1190 isole e innumerevoli banchi corallini che formano 26 atolli. Le Maldive vantano una formazione geologica davvero unica ed affascinante; il paese occupa infatti la cresta di un’enorme catena montuosa che si estende dalle isole Laccadive alle isole Chagos attraversando l’Oceano Indiano, dall’India al Madagascar, sul 15° parallelo dell’Oceano e lungo il 73° meridiano est fino all’Equatore. Quella delle isole maldiviane è la terra emersa più bassa del pianeta; solo Fuamulaku sfiora i tre metri di altezza, mentre gran parte delle isole non supera i due metri. L’effetto serra e il conseguente innalzamento del livello del mare è un rischio per l’esistenza stessa dell’arcipelago. Anche gli splendidi fondali, caratterizzati interamente da formazioni coralline in perenne mutamento, hanno un equilibrio delicatissimo. Vi preghiamo di visitare quest’angolo di paradiso “in punta di piedi”, per non compromettere il piacere di una vostra futura visita e l’esperienza delle persone che verranno dopo di voi.

Gli atolli più belli Malè nord Kaafu è l’atollo amministrativo che comprende 4 atolli naturali, tra cui l’atollo di Malè Nord e Malè Sud, dove si trova la capitale Malè. Malè Nord è situato nella parte centrale dell’arcipelago, è lungo circa 67 km e largo circa 41 e tra le 29 isole che lo compongono, alcune abitate, c’è Hulhulè Island, vicinissima a Malè dove atterrano e decollano tutti i voli internazionali e intercontinentali. Dal moderno e funzionale aeroporto maldiviano, i restanti atolli sono tutti facilmente raggiungibili in barca a motore o in idrovolante, e giungere cosi ai resorts o approdare ad una delle impareggiabili esperienze proposte: le boat-trip, ovvero crociere safari. Già a poche miglia dalla capitale, ci si immerge nel profumo di un mare incontaminato e panorami unici che portano a dimenticare la frenesia del mondo occidentale. I villaggi resorts dell’atollo sono 27, da quelli storici, come Kurumba, a quelli appartenenti alle catene lussuose come Four Seasons, Six Senses etc. Vi sono inoltre 8 riserve marine protette, alcuni relitti e molti siti di immersione; non mancano poi le testimonianze storiche: a Kaashidhoo si trovano dei resti di templi buddisti. I surfisti sfidano le onde nella parte orientale, soprattutto nella stagione del monsone sud-ovest (aprile-ottobre). Malè sud Il canale di Vaadhoo Kandu, largo 3 miglia e attraversato da una grotta rivestita di corallo, separa questo atollo da quello di Malé Nord. Qui si respira un’aria diversa, più tranquilla, per la scarsa densità di abitanti (vi sono solo tre isole scarsamente abitate, situate sul margine orientale dell’atollo) e per la distanza tra le isole. Molte le aree marine protette ed i siti di immersione che si trovano soprattutto nei dintorni di Embudhoo Kandu. Diversi kandu (canale in Dhivehi) più piccoli mettono in comunicazione l’atollo con il mare e posseggono eccellenti siti per le immersioni per esperti e neofiti. Ari Secondo solo all’atollo di Malè Nord come centro dell’industria turistica maldiviana, l’atollo di Ari (nome ufficiale Alif) lungo 90 km e largo 30, è morfologicamente un unico sistema corallino, diviso in due parti per ragioni amministrative. È situato ad ovest della capitale, in una vasta laguna ovale costellata dal reef e rientra tra le aree più incantevoli delle Maldive. Ad est, l’atollo di Ari è separato da quello di Malé Sud da un canale largo circa 40 chilometri e profondo circa 500 metri, mentre ad ovest il fondo marino s’inabissa oltre i 2000 metri. I fondali, prossimi alle pass oceaniche, ricchi di fauna marina e thile, secche coralline di bassa profondità, rappresentano l’attrazione principale della zona. Nel 2000 è stato scoperto un “buco blu”, una specie di cratere sommerso di forma cilindrica. Tra le altre attrazioni ricordiamo il centro culturale di Dhangethi e la bella moschea di Fenfushi. I 28 resort presenti nell’atollo sono tra i più rinomati delle Maldive. Baa Il distretto amministrativo di Baa comprende l’atollo di Maalhosmadulu Sud e quello, più piccolo, di Goidhoo, situato a 10 chilometri più a sud. L’attività principale della zona è la pesca, ma Baa è famoso anche per la lavorazione della lacca e per i pregevoli sarong in cotone chiamati “feyli”, prodotti a Eydhafushi, capoluogo e isola principale. A Thulhaadhoo, seconda isola in ordine di grandezza, si producono tipiche scatole e barattoli laccati. Entrambe le isole possono essere raggiunte per la visita delle stesse. Molto isolato, Goidhoo, ha accolto nel corso dei secoli un gran numero di naufraghi ed esuli.

Informazioni e consigli per il viaggio Documenti Si raccomanda di verificare sempre la validità dei documenti richiesti per l’espatrio. Per i cittadini non in possesso di passaporto italiano si consiglia di verificare i documenti richiesti attraverso le autorità competenti. I turisti italiani che entrano alle Maldive devono essere in possesso di un passaporto valido con scadenza di almeno sei mesi dalla data di effettuazione del viaggio, il voucher di prenotazione dei servizi alberghieri e il biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio. Occorre inoltre il visto turistico che verrà rilasciato all’aeroporto in arrivo, gratuitamente, della durata di 30 giorni; l’estensione di tale periodo è possibile dietro richiesta all’Ufficio Immigrazione di Malé, accompagnata dalla dichiarazione rilasciata da un tour operator, un hotel o un datore di lavoro. Norme Sanitarie È sempre consigliabile consultare il proprio medico di fiducia o il Servizio d’igiene e sanità pubblica dell’ASL prima di intraprendere il viaggio. Non ci sono vaccinazioni obbligatorie ad eccezione della febbre gialla se si proviene da zone infette. Sono consigliati, soprattutto per chi soggiorna in strutture non turistiche, il vaccino antitetanica, l’epatite A e B. Si consiglia di portare con sè una scorta di medicinali di prima necessità come quelli per stati febbrili, mal di testa, problemi intestinali, etc., consumare acqua e bevande solo in bottiglia o lattina, senza aggiunta di ghiaccio; munirsi di crema solare ad alto schermo protettivo e di prodotti per proteggersi dalle punture di zanzare ed insetti. Le ferite o abrasioni causate dal contatto con i coralli vanno accuratamente disinfettate perchè spesso i coralli sono urticanti. Si sono verificati casi di otite dovuti a batteri che si trovano nel plancton dell’acqua del mare. Onde evitare tali infezioni, si consiglia un’accurata pulizia delle orecchie con acqua dolce dopo ogni bagno e l’uso preventivo di gocce disinfettanti su indicazione del proprio medico. Assistenza Medica Hirondelle fornisce ai propri clienti una copertura assicurativa di base per le spese mediche tramite una polizza “Navale SOS” stipulata con la compagnia “Navale Assicurazioni S.P.A.”, le cui condizioni sono riportate nel catalogo. In caso di necessità, consigliamo di seguire le istruzioni riportate nella cedola assicurativa.

314


Riconferma dei voli Gli orari dei voli possono essere soggetti a variazioni impreviste. È pertanto indispensabile riconfermare eventuali voli interni ed il volo di rientro presso gli uffici locali della compagnia aerea utilizzata con almeno 72 ore di preavviso. Consigliamo all’arrivo a destinazione di chiedere aiuto all’assistente. Assistenza aeroportuale in loco L’assistenza aeroportuale in arrivo e partenza – se prevista nel programma di viaggio – è fornita dal personale del nostro ufficio corrispondente, che vi accoglierà all’esterno della zona doganale. Biglietti aerei e vouchers Si raccomanda di conservare tutti i documenti di viaggio con la massima cura, alla stregua del passaporto, della patente e delle carte di credito, in quanto la loro perdita potrebbe comportare l’obbligo da parte del viaggiatore di riacquistarli e quindi di pagare nuovamente per i servizi già prenotati. Consigliamo inoltre di conservare i coupons d’imbarco fino al rientro in Italia. Valuta e Pagamenti La moneta locale è la rufiyaa (Rf), suddivisa in 100 laree. Le banconote sono in tagli da 500, 100, 50, 20, 10, 5, 2 rufiye. Ci sono poi monete da due e una rufiya e da 50, 25 e 10 laree. Il valore della rufiya è ancorato a quello del dollaro americano, quindi il tasso di cambio tra queste due valute resta sempre invariato. Le banche presenti alle Maldive hanno sede unicamente a Malé; la più importante è la Bank of Maldives e tutte le altre, la State Bank of India, la HSBC Bank si trovano sulla litoranea. Non è necessario cambiare valuta poiché a Malé e nelle isole turistiche si possono effettuare acquisti in dollari ed in euro; se si cambiano queste valute in valuta locale, occorre conservare la ricevuta da esibire nel caso si vogliano riconvertire le rufiye prima del rientro. Al momento della stesura di questo testo il controvalore di 1 Euro corrisponde a 16,57 rufiye. Mance Non esistono regole precise in materia di mance alle Maldive, dove peraltro un supplemento del 10% per il servizio è contemplato d’ufficio su quasi tutti gli articoli, dalle bibite dei minibar ai prezzi delle camere. Nonostante ciò, è consuetudine dare qualcosa a chi renderà un buon servizio, tipo il personale della camera (calcolate qualche dollaro al giorno) ed i facchini ($ 1 per bagaglio). I ristoranti più eleganti di Malé generalmente aggiungono al conto un supplemento del 10%, quindi non è necessario lasciare alcuna mancia, così come non è necessario lasciare alcunché nelle sale da tè o ai conducenti di taxi. Lingua La lingua parlata alle Maldive è il dhivehi, affine all’antica forma del sinhala, un idioma dello Sri Lanka e integrato da parole arabe, hindi e inglesi che si scrive da destra a sinistra. In tutto l’arcipelago, inoltre, si parlano diversi dialetti. L’inglese è molto diffuso a Malé e nelle zone turistiche e in queste zone è facile anche trovare qualcuno con un’infarinatura di italiano. Fuso orario Le Maldive sono cinque ore avanti rispetto al GMT (Greenwich Mean Time) e quattro ore avanti rispetto all’Italia, tre ore quando in Italia vige l’ora legale. La maggior parte dei resort mette l’orologio avanti di un’ora rispetto a Malè, per offrire agli ospiti un’ora in più di luce. Corrente elettrica Per la particolare morfologia dei luoghi, non esiste una rete elettrica di distribuzione generale ed in tutte le isole, sia quelle di abitanti locali che quelle turistiche, ci si affida al generatore. I resorts garantiscono sempre disponibilità di energia elettrica, mentre nelle isole non turistiche spesso l’uso del generatore è limitato alle ore serali. La corrente ha un voltaggio da 220 V a 240 V e gli hotels sono quasi ovunque dotati di presa adattabili a spine diverse. È bene comunque munirsi di spina universale prima di partire per un viaggio. Clima Il clima delle Maldive è tropicale, caratterizzato da due stagioni distinte coincidenti con l’arrivo dei monsoni: quella secca del monsone di nord-est, tra dicembre e marzo e la stagione delle piogge, determinata dal monsone di sud-ovest, tra maggio e novembre, che porta con sé vento forte e piogge intense. Aprile è un periodo di transizione, durante il quale l’acqua è solitamente calda e trasparente. La temperatura a terra si mantiene su valori piuttosto elevati, tra i 27 ed i 35 gradi centigradi; la temperatura dell’acqua è costantemente attorno ai 28 gradi centigradi. Abbigliamento In virtù delle regole riconducibili all’islamismo, vengono imposte delle norme comportamentali che riguardano anche l’abbigliamento. Ovunque sono vietati il nudismo ed il topless; bikini e costumi da bagno succinti sono tollerati solo nei resorts, anche se al bar, alla reception e nelle sale da pranzo è preferibile vestirsi. A Malé e nelle isole abitate, è importante non offendere i costumi locali, che impongono alle donne di avere le spalle coperte e i pantaloni o parei mai sopra il ginocchio; gli uomini è bene che indossino sempre un paio di pantaloncini ed una maglietta. I maldiviani si tolgono le scarpe prima di entrare in una casa o in una moschea (riescono a farlo continuando a camminare). Sono utili le scarpette di gomma per i banchi corallini ed eventualmente guanti di pelle. Trasporti pubblici Gli idrovolanti costituiscono il mezzo di trasporto più veloce ed efficiente per raggiungere rapidamente i resorts più lontani dall’aeroporto di Malé. I voli sono effettuati solo nelle ore diurne, per ovvi motivi di visibilità, ed offrono l’opportunità di godere dall’alto di un magnifico paesaggio punteggiato di atolli, isole, barriere coralline e lagune. Ricordate che la capacità di carico degli idrovolanti è limitata: passeggeri e bagagli vengono pesati prima dell’imbarco e può darsi che i bagagli particolarmente pesanti vengano lasciati a terra in attesa di un volo successivo o siano trasferiti via mare. Il dhoni, imbarcazione tipica delle Maldive, caratterizzata dallo scafo stabile e di basso pescaggio, è il mezzo più usato per gli spostamenti tra le isole di un atollo. Per coprire distanze maggiori ci sono diversi mezzi veloci che vanno da piccoli motoscafi con motore fuoribordo fino alle grosse lance. Su alcune rotte sono in servizio traghetti che gli stranieri possono utilizzare senza particolari problemi, tutti in partenza da Malé e diretti alle isole vicine. Solo a Malé e nell’atollo meridionale di Addu vi sono delle strade ed in entrambi i casi ci sono taxi a disposizione (la guida è a sinistra). Nei resorts più grandi ogni camera ha a disposizione le biciclette, mentre con le golf-car, usate dallo staff, si possono raggiungere i punti più lontani. Partecipare ad una crociera più essere un ottimo modo per scoprire l’arcipelago ed i numerosi villaggi di pescatori od un modo alternativo di fare una vacanza. Cibi & bevande La cucina maldiviana è semplice e genuina, come il contesto naturale che l’ha generata. Essenzialmente è a base di pesce, cocco e spezie. La qualità e quantità del pescato qui sono sempre garantiti; la polpa di tonni, cernie e marlin si presta a molteplici piatti e viene utilizzata sia fresca che essiccata. Pietanze leggere e gustose, sfruttando gli ingredienti locali e trasformandole in piatti eterogenei ai quali fa da accompagnamento il riso basmati che, per tradizione, come le spezie, giunge alle Maldive dallo Sri Lanka. L’assortimento di frutta e verdura è limitato fuorchè nell’isola di Fuamulaku, l’unica intensamente coltivata; diffusi in tutte le isole sono i tuberi di taro e i frutti dell’albero del pane. Quasi tutti i ristoranti dei resorts hanno un servizio a buffet con un’ampia scelta di primi, secondi, contorni e dolci della cucina italiana o internazionale o asiatica. Posto che nella dieta isolana l’Islam bandisce gli alcolici, solo all’interno dei villaggi è consentito il consumo di bevande alcoliche, che in genere, hanno prezzi elevati.

315


Telefono Il prefisso da comporre per le chiamate dall’Italia verso le Maldive è 00960, non esistono altri prefissi per i differenti atolli, tutti i numeri maldiviani sono composti da 7 cifre. Viceversa, per le chiamate dalle Maldive verso l’Italia, il prefisso da comporre è lo 0039 seguito dal prefisso della città con lo zero iniziale e numero dell’abbonato. Per mettersi in contatto o avere informazioni sui numeri telefonici occorre chiamare l’operatore al numero 110 per le informazioni sulle Maldive e 190 per l’estero. La copertura di telefonia mobile è gestita da due operatori: Dhiraagu e la nuova nata Wataniya che garantiscono una copertura “a macchia di leopardo”; Malé e le zone limitrofe godono di una buona copertura, mentre nel resto delle isole il segnale è alternato da momenti di ricezione ad altri di non ricezione. Servizi postali La posta spedita da Malé verso l’estero ha tempi di consegna abbastanza veloci; un po’ meno dai resorts dove viene prelevata una o due volte alla settimana. Per i pacchi in arrivo i tempi possono essere molto variabili perché sottoposti a controlli doganali. A Malè l’ufficio postale principale offre un servizio di fermo-posta e di posta celere verso l’estero. Stampa e televisione Quasi tutti i giornali e le emittenti televisive delle Maldive sono rigidamente controllati dal governo a parte alcune eccezioni. Il giornale più autorevole è il Minivan Daily, quotidiano di Dhivehi il cui nome Minivan significa “indipendente”, che analizza con obiettività la situazione economica del paese. Internet rappresenta il mezzo di comunicazione preferito da coloro che desiderano esprimersi liberamente; il Dhivehi Observer, per esempio, è un tabloid diretto da Ahemd Moosa (meglio conosciuto come Sappé) in esilio nel Regno Unito che non rinuncia a far sentire la propria voce. Giorni festivi alle Maldive La maggior parte delle festività maldiviane si basa sul calendario lunare islamico per cui le date variano di anno in anno. Ramadan, noto alle Maldive come Ramazan, mese islamico dedicato al digiuno, è un’importante ricorrenza religiosa che inizia con la luna nuova e prosegue per 28 giorni. Kuda Eid, grande festa che si celebra al termine del Ramazan, quando spunta la luna nuova. Bodu Eid, la festa del sacrificio che si celebra 66 giorni dopo la fine del Ramazan ed è il periodo in cui molti musulmani intraprendono il pellegrinaggio alla Mecca. Festa Nazionale, si commemora il giorno in cui Mohammed Thakurufaanu ed i suoi uomini scacciarono i portoghesi da Malé nel 1578. Cade il primo giorno del terzo mese del calendario lunare. Anniversario della nascita del Profeta, febbraio/marzo Festa di Huravee, commemora il giorno in cui i malabar dell’India furono sconfitti dal sultano Hassan Izzuddeen nel 1752. Festa dei martiri, ricorda la morte del sultano Ali VI avvenuta per mano dei portoghesi nel 1558. Le ricorrenze a date fisse sono invece le seguenti: capodanno, 01 gennaio - festa dell’indipendenza 26 e 27 luglio - festa della Vittoria, 03 novembre - festa della Repubblica, 11 novembre Alloggi La morfologia e la natura delle isole maldiviane si ripete con straordinaria monotonia: l’ovali sabbioso, la vegetazione e la laguna circostante hanno ovunque un altro grado di spettacolarità. La differenza è data soprattutto dal tipo e dal livello di resort. Le categorie si possono suddividere in tre fasce: il livello base che comprende le isole villaggio relativamente economiche, ma in genere ad alta densità abitativa; il livello medio-alto, isole normalmente piccole, la cui ricettività è ben proporzionata agli spazi comuni; il livello alto in cui le camere sono vere e proprie suites-appartamenti dai 60 ai 200 mq, con ampi spazi privati all’esterno e grande cura ai dettagli e servizio. Ogni resort ha poi una propria “atmosfera” legata a diversi fattori, difficilmente rilevabile dalla consultazione delle pagine di un catalogo, che però si rivelerà importante per la buona riuscita del viaggio; prima di scegliere la struttura, è quindi consigliabile valutare il genere di vacanza che si intende trascorrere e l’ambiente che meglio si adatta alle proprie esigenze che si può distinguere tra classico e contemporaneo. La gamma di scelta qui è molto vasta: ci sono resorts del tipo “ritorno alla natura”, oppure “lusso”, “lusso sfrenato”, lo stile “romantico”, il genere “turismo ecologico” ed altri ancora. Sicurezza Gli episodi di violenza o i furti anche di piccola entità sono eventi rari alle Maldive. Tuttavia, l’improvviso sviluppo demografico di Malé fa registrare negli ultimi anni qualche caso di scippo o di piccole aggressioni a carico dei turisti. Fenomeni comunque occasionali, ancor di più nelle isole resorts, dove solo il personale e gli ospiti hanno accesso. È comunque buona norma utilizzare sempre la cassetta di sicurezza presente nelle camere o alla reception. Per gli appassionati di sub e snorkelling Visitare le Maldive senza esplorare il magico mondo sottomarino che le circonda significa trascurare un aspetto fondamentale del viaggio; rivolgendo lo sguardo appena pochi centimetri al di sotto dello specchio turchino dell’acqua, scoprirete uno scenario di straordinaria suggestione e sarà facile capire perché le Maldive siano una delle mete più ambite dai sub di tutto il mondo e dagli amanti del sole e ambiente marino. La varietà di vita che si cela in questi fondali, la facile avvicinabilità e la mancanza di specie aggressive che possano essere un pericolo per l’incolumità degli uomini, sono tutti fattori che rendono il mondo sottomarino maldiviano fortemente appetibile. Di solito le isole dell’arcipelago sono circondate da una laguna sabbiosa e quindi da un fondale corallino (faru), una cintura di corallo in acque poco profonde. Ai margini del faru inizia una ripida parete di coralli che digrada verso acque più profonde: questa è la zona più indicata per praticare lo snorkelling. La fascia che si sviluppa tutt’intorno all’isolaresort è chiamata “house reef”. I numerosissimi punti di immersione, la calda temperatura dell’acqua, una visibilità di oltre 25 metri e la presenza di molti centri di immersione gestiti con professionalità e competenza, fanno si che questa destinazione sia il regno dei subacquei. I margini di una barriera corallina, laddove i suoi versanti digradano verso le profondità marine, sono i punti più interessanti per le immersioni. Bellissimi da esplorare sono anche i giri, pinnacoli di corallo che si innalzano fino a 5 metri dalla superficie del mare e i kandu (canali marini) dove si trovano magnifici coralli teneri, banchi di pesci tipici della barriera corallina e grandi specie d’alto mare. Il periodo da gennaio ad aprile è generalmente considerato il migliore per le immersioni subacquee, grazie alle condizioni metereologiche favorevoli e ad una buona visibilità. A ottobre e novembre il mare si fa più calmo e più limpido, ma la visibilità può ridursi sensibilmente per la presenza di elevate concentrazioni di plancton nell’acqua. Alcuni sub, tuttavia, preferiscono proprio questo periodo perché molti pesci di grandi dimensioni, come gli squali balena e le mante, entrano nei canali per cibarsi di plancton. Lo sviluppo e le attività commerciali sviluppate alle Maldive possono sortire effetti negativi sull’ambiente marino. Il governo maldiviano, consapevole che il mondo subacqueo costituisce uno dei principali motivi di richiamo nel paese, ha imposto numerose restrizioni e controlli sulla pesca, sull’estrazione dei coralli e sulle attività turistiche. Sono inoltre state istituite venticinque aree marine protette (Protected Marine Areas), costantemente sottoposte a rigorosi controlli. In queste aree è proibita la pesca e il prelievo di qualsiasi forma di vita, è vietato dare da mangiare ai pesci ed entrare in contatto con alcune specie come mante e tartarughe. È importante che i visitatori facciano del loro meglio per rispettare i luoghi che li ospitano e per non rovinare, con la loro attività, l’esperienza di quelli che verranno dopo di loro. Flora e fauna Le Maldive vantano una grande varietà di specie animali terrestri, anche se, a contraddistinguere l’arcipelago dai paesi vicini, è sicuramente la sorprendente natura sottomarina. Le volpi volanti o rossette, che si potranno vedere appollaiate sugli alberi all’ora del crepuscoli, per dimensioni e numero offrono un vero e proprio spettacolo. Molto comuni anche le lucertole e i gechi colorati. La quantità di zanzare varia da isola a isola, ma in genere questi insetti non danno alcun fastidio. Tra le specie di avifauna ricordiamo il corvo, la gracula indiana, il parrocchetto dal collare, vari uccelli 316


migratori come albanelle, trampolieri, pivieri, beccaccini. Nelle acque poco profonde si possono avvistare aironi, sterne, gabbiani e due specie di noddy. Alle Maldive si riproducono quattro specie di tartarughe: la tartaruga verde, quella ulivacea (o bastarda), quella embricata e la caretta. Anche la tartaruga luito visita a volte le acque dell’arcipelago, ma pare si riproduca altrove. Anche qui, comunque, come in quasi tutto il mondo, le tartarughe rientrano tra le specie a rischio di estinzione ed è necessario quindi prestare attenzione e per esempio, boicottare il velaa folhi, specialità della cucina maldiviana che utilizza le uova di tartaruga. La maggior parte delle isole presenta un suolo sterile e sabbioso sul quale la vegetazione può essere fitta, a macchia o del tutto assente. Le isole più ricche di flora sono caratterizzate dalla presenza di mangrovie, alberi del pane, ficus, bamboo, banani, ibischi, palme da cocco e in quelle più grandi anche circoscritte aree di foresta pluviale. Nell’arcipelago si coltivano patate dolci, yam, taro, miglio e angurie. La vita marina, come dicevamo, è molto ricca; nell’Oceano Indiano vi sono più di 700 specie di pesci che possono essere suddivise in due grandi gruppi: pesci della barriera corallina, che vivono nella laguna all’interno degli atolli nei pressi delle formazioni coralline e specie pelagiche, che hanno come habitat il mare aperto che a volte si avvicinano agli atolli in cerca di cibo. Nella prima categoria rientrano: il pesce farfalla, il pesce angelo, il pesce pappagallo, la scorpena, i pesci unicorno e molti altri ancora. Alle Maldive è facile avvistare gli squali anche senza avventurasi in acque profonde, posto che i più piccoli amano nuotare nella laguna a poca distanza dalla spiaggia; non sono pericolosi, ma è meglio non provocarli. Nelle acque più profonde si possono incontrare lo squalo pinna bianca, lo squalo grigio e lo squalo balena, il pesce più grande del mondo che è innocuo e si ciba di plancton. In questa parte di mondo è possibile inoltre fare l’incontro con le balene, che vivono in mare aperto, i delfini, le razze, pesce cartilagineo con un aculeo velenifero sulla coda, le mante e le aquile di mare.

Come raggiungere le Maldive Con voli di linea Emirates e/o migliori compagnie aeree. I dettagli verranno forniti al momento della richiesta di preventivo.

Che tempo fa

317


Seychelles Cenni Generali Stato insulare dell’Africa, la Repubblica di Seychelles è un arcipelago formato da 115 isole ed isolotti verdeggianti sospesi sulle trasparenze del mare turchese. La sensazione è di aver scoperto un angolo di Paradiso: spiagge color ambra dalla sabbia finissima che si insinuano nelle acque calde, brezza e onde che modellano a loro piacere speroni di granito rosa e grigio, atolli corallini e una stupenda vegetazione color smeraldo che borda rigogliosa le coste. Chiamate le “isole dell’abbondanza” dai colonizzatori francesi per la ricchezza di pesci, frutta ed acqua, le Seychelles godono grazie alla vicinanza all’Equatore, di un clima piacevole tutto l’anno, mai sconvolto da forti venti o cicloni e offrono una riuscita mescolanza di musiche e profumi orientali, africani ed europei che hanno il gusto intrigante della vita creola. Le Seychelles rappresentano un vero paradiso per la natura e per gli animali che vi abitano soprattutto uccelli e pesci tropicali. Data la loro collocazione geografica ed il tardo arrivo dell’uomo, l’arcipelago ospita molte specie vegetali ed animali che non si trovano in altre parti al mondo. Fino al XVII secolo le Seychelles rimasero disabitate ed i primi avvistamenti vengono attribuiti agli esploratori portoghesi, anche se il primo sbarco noto fu quello di una nave della compagnia britannica delle indie orientali. I primi veri insediamenti sono conferiti ai corsari ed ai pirati che ne fecero uno dei loro luoghi ideali per basi temporanee e punti di riferimento dell’Oceano Indiano. Nel 1770 arrivarono a Sainte Anne Island i primi francesi, che incentivarono la coltivazione di spezie, caffè, canna da zucchero e mais, seguiti qualche anno più tardi dagli inglesi che al contrario dei primi fecero ben poco per lo sviluppo dell’isola. Nel 1903 le isole Seychelles divennero ufficialmente una colonia della Corona Amministrativa Britannica fino al 1976 quando, dopo le elezioni, venne finalmente dichiarata l’indipendenza dal Regno Britannico. Negli anni successivi si alternarono partiti di diverse teorie e tendenze ed attualmente, fino a quando non vi saranno le nuove elezioni, la Repubblica di Seychelles è guidata dal presidente democratico René. Mahè L’isola si estende per circa 27 Km in lunghezza e fra i 3 km e gli 8 km in larghezza. È attraversata da nord a sud da montagne di granito tra le quali figura la più alta vetta dell’isola: Morne Seychelles, che domina la capitale Victoria. Volutamente preservata dal turismo di massa, Mahé conserva la semplicità di rituali immutati nel tempo. La maggior parte della popolazione abita su quest’isola, ricca, verdeggiante, dal cuore montuoso profumato di spezie e dalle innumerevoli spiagge bianche. Mahé, vanta di una buona rete stradale che permette di percorrerla in grande tranquillità. Victoria, la capitale, è l’ unica vera città delle Seychelles. La capitale Victoria con una popolazione di circa 27.000 abitanti, considerata una della capitali più piccole al mondo, ma in realtà sembra anch’essa poco più di un villaggio; il centro infatti consiste in un paio di isolati nei quali è praticamente impossibile perdersi. Sempre in centro sorge la Torre dell’orologio, copia di quella situata nel Vauxhall Bridge di Londra, portata a Mahè quando Seychelles divenne colonia inglese. Il Museo di Storia Naturale situato accanto alla posta centrale nel cuore della città è dedicato alla storia naturale dell’arcipelago delle Seychelles e in modo particolare a due dei suoi abitanti più rappresentativi: il coccodrillo e la tartaruga gigante. Il Museo Nazionale di Storia possiede una bella esposizione di manufatti antichi. Il pezzo più importante è la pietra del possesso, che fu posta nel lontano 1756 dai francesi per commemorarne la conquista. Il Mercato Sir Selwin recentemente coperto e rinnovato ed aperto soprattutto per attirare i turisti, è un luogo spesso vivace ed animato ed il momento più bello per visitarlo sono le prime ore del mattino quando i pescivendoli espongono la loro merce. Le spiagge più belle di Mahè Beau Vallon è considerata una delle spiagge più grandi e tranquille di tutto l’arcipelago con sabbia bianca e finissima e numerose palme. Spesso in questa baia le onde sono alte in quanto vi è un’apertura nella barriera corallina. Nei dintorni di Beau Vallon vi è una passeggiata molto bella di circa tre ore, tra Danzilles e Anse Major: un percorso tra la vegetazione tipica di quest’isola, che si effettua in gran parte all’interno del Morne Seychelloise National Park. Trois Freres è una vetta che si trova nel parco di Morne ed è alta circa 699 mt. Vi è una bella camminata che inizia dalla stazione forestale di Sans Souci e che giunge in cima alla vetta, dove si apre un panorama davvero mozzafiato. Sunset Beach è una delle baie più belle di Mahé. Adagiata a ridosso di una rigogliosa vegetazione tropicale, ha una bellissima spiaggia di sabbia finissima ed un’acqua cristallina su cui si specchia l’Hotel Sunset Beach, costruito su un promontorio roccioso a picco sul mare, raggiungibile dalla spiaggia attraverso una scala in pietra. È sicuramente la spiaggia più romantica di Mahé. Port Launay, sulla costa ovest di Mahé, è un parco marino. Ha delle piccole spiagge isolate e zone adatte per fare snorkelling. Un’altra attrattiva naturale di Mahé è il Parco Nazionale Marino di Ste Anne situato poco lontano dalla costa di Victoria e comprensivo di sei isolette. Lo snorkelling all’interno del parco è fantastico e le escursioni vengono organizzate in barche con fondo trasparente. Praslin Seconda isola per grandezza, dista solo 15 minuti d’aereo da Mahé; si estende per circa 12 Km in lunghezza e per 5 km in larghezza. La spina dorsale granitica che l’attraversa culmina in Praslin Island Peack (370 m). In quest’isola il ritmo di vita è lento e pigro, non ci sono grossi centri e le attrattive turistiche hanno il sapore dolce delle camminate lungo i sentieri di Salazie e Pasquière o delle escursioni in barca alle isole vicine. Le maggiori attrattive dell’isola sono: Vallee de Mai, foresta dichiarata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità ed ha la più alta concentrazione di palme di “coco de mer“ delle Seychelles. Vale sicuramente la pena di visitare anche il pappagallo nero esistente soltanto in quest’isola. L’acquario di Praslin che ospita una coltivazione di perle con oltre 40.000 tridacne, oltre a squali e pesci tipici dell’arcipelago indiano. Le baie più belle e famose di Praslin sono: Anse Lazio è sicuramente la più bella sul lato nord occidentale dell’isola. La sabbia qui è spettacolare, la laguna è incredibilmente blu ed il mare è perfetto per nuotare e per fare snorkelling. Anse Consolation e Anse Marie Luise sulla punta meridionale. Anse Georgette, considerata dagli abitanti di Praslin la più esclusiva: è raggiungibile solo dal mare o dall’Hotel Lémuria. Una mezzaluna di sabbia bianchissima e un mare mozzafiato, incorniciati dalla lussureggiante vegetazione circostante, fanno di Anse Georgette un luogo incantato. Grand Anse è la spiaggia più grande e frequentata dell’isola, dove ci sono la maggior parte degli alberghi. Pur essendo piuttosto frequentata offre una spiaggia abbastanza ampia da consentire la sosta in tutta tranquillità e relax. Di fronte alla baia vi sono alcune isolette raggiungibili a nuoto. La Digue A soli 30 minuti di barca dalla vicinissima Praslin, La Digue è ancora più tranquilla e rilassante di Praslin, un paradiso naturale ideale per rinvigorire il corpo e lo spirito. Il paesaggio è caratterizzato da giganteschi massi di granito scolpiti dal vento e dal mare, spiagge bianche e splendenti, mare turchese, vegetazione traboccante e pochissime strutture alberghiere. Nell’isola non ci sono auto e ci si può muovere solo in bicicletta. Le baie più significative sono: Anse Source d’Argent classica spiaggia di sabbia bianca con alle spalle una galleria di sculture in granito. Il sentiero che conduce alla spiaggia attraversa la vecchia piantagione di noci di cocco; è la spiaggia che spesso appare nelle pubblicità o nei servizi fotografici di moda o turismo. È la più spettacolare delle Seychelles. Grand Anse è un’altra spiaggia meravigliosa situata nell’estremità più lontana dell’isola. Da non perdere la Petite Anse e la Anse Cocos. Fregate island Isola granitica privata situata a circa 20 km a sud di La Digue ed a 57 km da Mahé, un tempo rifugio di pirati, ora roccaforte delle tartarughe giganti. Anse Victorin è la spiaggia di sabbia dorata e palme da cocco considerata la più bella dell’isola. North island L’isola più settentrionale dell’arcipelago delle Seychelles, situata a circa 30 km a nord ovest da Mahé, copre un’area di circa 210 ettari. Tra le dominanti colline granitiche si trovano quattro spiagge di sabbia bianchissima lunghe non più di 1 km. Il mare dalle acque turchesi ospita una ricca vita sottomarina. Denis island Isola corallina privata che dista circa 80 km da Mahé, all’estremità nord del banco delle Seychelles che discende a picco verso le profondità dell’Oceano Indiano. Questo spiega la ricchezza della fauna marina e dei numerosi record di pesca del tonno dente di cane e del galatèe. L’isola è stata scoperta nel 1773 dal navigatore francese Denis de Trobriand; ospita numerose specie di uccelli e costituisce la meta ideale per gli ornitologi di tutto il mondo. Denis è coperta da una densa foresta e circondata da superbe spiagge di sabbia bianca. Silhouette Quest’isola prese il nome nel 1967 da Eitienne de Silhouette Controllore Generale delle Finanze, e nel 1871 fu conquistata da un certo Oger, imbarcato sulla nave l’Heure du Berger al comando di du Roslan. Da allora cambio’ parecchi proprietari prima di ritornare proprietà dello Stato. 318


Di forma quasi circolare è un’isola granitica ricoperta da una fitta foresta tropicale. Situata a nord ovest e a 19 Km dall’ isola principale di Mahè, ha un diametro di 5,5 chilometri, con una superficie di 2.500 ettari. È raggiungibile in 20 minuti di elicottero o in 45 minuti di barca. È la terza isola più grande per estensione dell’arcipelago delle Seychelles e dopo Mahè è la seconda più montagnosa (Monte Dauban mt 780) ideale per chi ama il trekking. Circondata da acque cristalline è luogo ideale per scoprire gli splendidi fondali marini con immersioni o snorkelling, la pesca d’altura è un’escursione consigliata. L’isola è abitata da circa 130 persone e non vi sono auto che circolano, le tipiche case coloniali che la rappresentano sono di particolare interesse. Desroches L’isola corallina dell’arcipelago delle Amirantes è lunga cinque chilometri e larga circa due, con una circonferenza di 15 chilometri. La sua posizione nell’arcipelago delle Seychelles è a circa 250 Km a sud-ovest di Mahè raggiungibile in un’ora di volo. È circondata da una stupenda barriera corallina ed una laguna con l’acqua bassissima. È il paradiso della pesca e delle immersioni per i suoi ricchi fondali marini. Il periodo migliore per visitarla va da settembre a maggio, dove i venti sono leggeri e il mare calmo. Le spiagge hanno la sabbia bianchissima e la vegetazione rigogliosa che si estende nei sui 402 ettari, la quale è caratterizzata da palme da cocco e alberi di casuarina. Si possono scoprire angoli mozzafiato girando l’isola in bicicletta. Questa meraviglia tra mare e vegetazione è Desroches. Round Island La piccola isola privata di proprietà dei francesi è situata a sud-est di Praslin, raggiungibile in 10 minuti di barca da la Digue e Praslin oppure da Mahè in 20 minuti con l’elicottero che atterra direttamente sull’isola. Il suo nome deriva dalla sua caratteristica di essere rotonda. È adagiata in una laguna dove è protetta dagli alisei e permette una vacanza in totale relax, immersi nella affascinante natura e circondati da un mare cristallino. Cousine Island Situata a 30 Km da Mahè e 6 da Praslin, è una delle piccole isole granitiche dell’arcipelago, grande circa 25 ettari. Si raggiunge in barca da Praslin in circa mezz’ora, quaranta minuti di navigazione (dipende dalle condizioni del mare). L’isola, gestita da privati, è rinomata per l’attenta e scrupolosa conservazione ambientale, ci sono varie specie di uccelli endemici, inclusi i pettirossi, oramai in via d’estinzione. È inoltre meta preferita delle tartarughe che da settembre a gennaio si concentrano a deporre le uova. Cousine Island puo’ ospitare al massimo 10 clienti in tutto, questo è anche motivo di tanto fascino ed esclusività. Cerf Island Cerf Island, isola granitica a 4 km a nord di Mahè, fa parte dello straordinario Parco Nazionale Marino di Sainte Anne; l’isola, lunga circa 1 chilometro e mezzo e larga 1, con un’altezza massima di 108 mt dal mare, è circondata da una barriera corallina incontaminata che ospita una varietà di pesci e di tartarughe. Cerf è una delle isole del parco che vantano una piccola popolazione locale, tra cui si annovera il famoso scrittore sudafricano Wilbur Smith che spesso trascorre le vacanze nella sua casa.

Informazioni e consigli per il viaggio Documenti Si raccomanda di verificare sempre la validità dei documenti richiesti per l’espatrio. Per i cittadini non in possesso di passaporto italiano si consiglia di verificare i documenti richiesti attraverso le autorità competenti. Passaporto bollato con validità minima di 6 mesi. Per i cittadini italiani non è richiesto nessun visto d’ingresso. Norme Sanitarie È sempre consigliabile consultare il proprio medico di fiducia o il Servizio d’Igiene e sanità pubblica dell’ASL prima di intraprendere il viaggio. Non è obbligatoria nessuna vaccinazione, ma suggeriamo comunque di premunirsi dall’Italia di disinfettanti intestinali e compresse influenzali per eventuali disturbi dovuti a cambiamenti climatici. Assistenza Medica Hirondelle fornisce ai propri clienti una copertura assicurativa di base per le spese mediche tramite una polizza “Navale SOS” stipulata con la compagnia “Navale Assicurazioni s.p.a.”, le cui condizioni sono riportate nel contratto di viaggio. In caso di necessità consigliamo seguire le istruzioni riportate nella cedola assicurativa. In caso di necessità la principale clinica a Seychelles si trova a Victoria ed esistono altri ospedali più piccoli a Sainte Anne e a Praslin. Il pronto soccorso è aperto 24 ore su 24. Riconferma dei voli Gli orari dei voli possono essere soggetti a variazioni impreviste. È pertanto consigliato riconfermare eventuali voli interni ed il volo di rientro presso gli uffici locali della compagnia aerea utilizzata, con almeno 72 ore di preavviso. Assistenza aeroportuale in loco L’assistenza aeroportuale in arrivo e partenza – se prevista nel Vostro programma – è fornita dal personale del nostro ufficio corrispondente che Vi accoglierà all’ esterno della zona doganale. Biglietti aerei e vouchers Si raccomanda di conservare i documenti di viaggio con la massima cura, alla stregua del passaporto, della patente o delle carte di credito, in quanto la loro perdita potrebbe comportare l’obbligo da parte del viaggiatore di riacquistarli e quindi di pagare nuovamente per i servizi già prenotati. Valuta e Pagamenti La moneta locale è la rupia di Seychelles suddivisa in centesimi. Sono accettate le principali carte di credito (Visa e Mastercard). Mance Le mance sono ben accettate, ma non obbligatorie. Ai mercatini oppure al noleggio la gente è disponibile ad una contrattazione amichevole. Negli alberghi e nei ristoranti più eleganti viene aggiunto un 10% per il servizio. Lingua La maggior parte della popolazione parla sia inglese che francese, anche se il creolo francese predomina nell’uso quotidiano. Normalmente l’inglese viene utilizzato con i turisti, il francese nei luoghi di lavoro ed il creolo nell’ambiente di famiglia. Fuso orario Rispetto all’Italia il fuso orario è di +3 ore durante l’ora solare e di +2 ore durante il periodo di ora legale. Corrente elettrica Il voltaggio è a 240 volt. Le spine sono generalmente quadrate ed hanno tre poli piatti. Clima Le Seychelles si trovano fuori dalla zona dei cicloni e nel periodo da novembre ad aprile ne fanno una meta più sicura rispetto ad altre isole dell’Oceano Indiano. Tuttavia le isole risentono degli alisei che provengono da sud ovest da giugno a ottobre/novembre e che rendono alcune spiagge non adatte alla balneazione. Le stagioni sono delimitate dall’inizio e dalla fine di questi venti che solitamente soffiano da maggio ad ottobre, durante tutto il resto dell’anno le isole sono interessate dai monsoni di nord ovest che portano la pioggia specialmente a gennaio. I mesi di passaggio tra i due sistemi sono da considerarsi pertanto i più calmi ed ideali per i soggiorni. La temperatura si mantiene costante durante tutto l’anno tra i 24° ed i 30°, mentre il tasso di umidità si aggira costantemente intorno all’80%. Abbigliamento Consigliamo un abbigliamento pratico, leggero e sportivo, mentre durante la loro stagione invernale (da giugno a settembre) si consiglia qualche indumento più pesante per le giornate più fresche. In alcune strutture alberghiere si consiglia un abbigliamento casual/elegante soprattutto nelle sale comuni.

319


Bagaglio Non vi sono regole particolari sulla scelta del proprio bagaglio. (Suggeriamo di rispettare la franchigia permessa dalla compagnia aerea al fine di non pagare un’eccedenza). Noleggio auto La maggior parte della rete stradale di Mahé è in buono stato, come a Praslin, mentre a La Digue ed in altre isole minori le strade sono quasi tutte sterrate. La guida è a sinistra ed il limite massimo di velocità è di 45 km/h a Victoria e nei villaggi è di 65 km/h fuori dai centri abitati. Le automobili che si noleggiano sono le mini moke e le jeep suzuki scoperte. Trasporti pubblici Un’ efficiente rete di autobus permette di spostarsi tranquillamente da una spiaggia all’altra, lo stesso dicasi per i taxi, mentre il mezzo più utilizzato per gli spostamenti da isola a isola rimane l’elicottero che effettua voli panoramici e trasferimenti. Cibo e bevande La cucina creola delle Seychelles è basata sul pesce, che di solito viene cucinato con della salsa di pomodoro e servito con del riso. Si possono assaggiare tonni, squali, barracuda calamari e pesci pappagallo cucinati nei modi più strani. Gli altri piatti tipici sono il carry coco (carne e pesce aromatizzati con salsa al curry e di cocco) e l’insalata del milionario fatta con la gemma apicale della palma. Per quanto riguarda i piatti di carne, è molto diffusa quella di maiale. Alla fine di ogni pasto non mancano mai la frutta tropicale ed i dessert. Oltre ad acqua e qualsiasi tipo di bevanda alcolica e analcolica, la birra di produzione locale è ottima mentre il rhum è accettabile. Orari negozi Gli uffici ed i negozi seguono gli orari britannici dalle 08.30 alle 16.00/17.00 con una pausa per il pranzo generalmente dalle 12.00 alle 13.00. A Victoria generalmente le banche sono aperte dal lunedì al venerdì dalle 08.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 15.30. Telefono Il prefisso da comporre per le chiamate dall’Italia verso Seychelles è 00248 seguito dal prefisso della città e dal numero dell’abbonato. Viceversa, per le chiamate dalle Seychelles verso l’Italia, il prefisso da comporre è lo 0039 seguito dal prefisso della città e numero dell’abbonato. Servizi postali Mahé dal lunedì al venerdì dalle ore 08.00 alle 16.00; Praslin dal lunedì al venerdì dalle 08.00 alle 12.00 e dalle 13.00 alle 16.00; La Digue dal lunedì al venerdì dalle 08.00 alle 12.00 e dalle 13.00 alle 16.00. Stampa e televisione L’unico quotidiano delle Seychelles è il Nation, controllato dal governo e contiene articoli sia in lingua inglese che francese e creolo. La maggior parte dei programmi televisivi è importata da Francia e Regno Unito. Giorni festivi Capodanno, 1 e 2 gennaio - Venerdì santo, marzo o aprile - Festa del lavoro, 1 maggio - Festa della liberazione, 5 giugno - Corpus domini, 10 giugno - Festa Nazionale, 18 giugno - Festa dell’indipendenza, 29 giugno - Assunzione, 15 agosto - Festival di La Digue, 15 agosto - Festival Creol, fine ottobre - Ognissanti, 1 novembre - Immacolata concezione, 8 dicembre - Natale, 25 dicembre Alloggi La gran parte degli alloggi si trova a Mahé ed è regolata dal Ministero del turismo. Esistono sistemazioni in alberghi, appartamenti e pensioni mentre il campeggio è proibito in tutte le isole. Sicurezza Evitare di lasciare denaro contante, documenti importanti, oggetti di valore alla facile portata di qualsiasi persona. Non portare oggetti di valore sulla spiaggia. Le cose da non fare È assolutamente vietato esportare conchiglie, specie animali vivi e imbalsamati, coralli, piante endemiche. Flora Le palme da cocco e le casuarine sono gli alberi più comuni e le foreste ancora vergini si trovano nelle parti più elevate di Silhouette Island e Mahé e nella Vallée de Mai a Praslin dove cresce la palma gigante da cocco detta coco de mer. Circa 80 specie di piante su 200 sono endemiche inoltre nelle zone più isolate di Silhouette e Mahé si può trovare la nepente, pianta carnivora che si arrampica sugli alberi e cespugli vicini oppure si allunga sul terreno circostante. Moltissime sono le orchidee, bouganville, ibischi, gardenie e frangipani che si possono vedere in tutto l’arcipelago, ma soprattutto nei giardini botanici di Victoria. Fauna Fra gli animali più comuni dell’arcipelago bisogna ricordare la volpe volante, il geco, lo scinco ed il tenrec, oltre a 3000 specie di insetti, scarabei, millepiedi… Ma non ci si può di certo dimenticare delle tartarughe e di alcune specie rarissime di uccelli; Tartarughe: furono sterminate dai coloni prima francesi e poi britannici ed attualmente si trovano nell’atollo di Aldabra dove vivono tranquillamente; Uccelli: quasi tutte le isole sembrano avere alcune specie particolari di uccelli come sterne, pappagalli neri, aironi, rondini e gabbiani. Bird Island, Aride e Fregate sono riserve ornitologiche.

Come raggiungere le Seychelles Con voli di linea Air Seychelles, Air France e/o migliori compagnie aeree. I dettagli verranno forniti al momento della richiesta di preventivo.

Che tempo fa

320


Mauritius

Cenni Generali Mauritius è un’isola vulcanica situata a circa 2.000 km al largo della costa sud orientale dell’Africa ad 200 km ad est del Madagascar, ed ha una superficie di 1.865 km quadrati. Nel 1896 Mark Twain scrisse: ”Si ha quasi l’idea che Mauritius sia stata creata prima del paradiso e che quest’ultimo sia stato copiato da Mauritius”. Ancor oggi Mauritius è una dolce oasi tropicale persa tra le onde più calde del mondo con i suoi centosessanta chilometri di costa circondati da una splendida barriera corallina, lagune trasparenti, bianche spiagge ed un entroterra di alte montagne, foreste subtropicali, fiumi e cascate. Scoperta dal navigatore portoghese Pedro de Mascarenhas nel 1505, l’isola cela un cuore ricoperto per la maggior parte dal verde delle canne da zucchero, le cui foglie danzano sinuose, solleticate dagli alisei, e numerosi tesori naturali ed architettonici che testimoniano il passaggio di olandesi, francesi e inglesi. Sorprendente è anche il mosaico di razze giunte, nel corso dei secoli, dall’Europa, dall’Africa e dall’Asia, custodi gelose dei propri usi e costumi, della propria lingua, della propria religione, fusi armoniosamente, in una comune identità mauriziana. Metà della popolazione è di discendenza hindu, posto che molti indiani raggiunsero il paese per lavorare nelle piantagioni di canna da zucchero e quindi l’isola ha uno spiccato sapore indiano. Il resto della popolazione è costituita prevalentemente da Africani, Cinesi, Francesi e Britannici. Ciascun gruppo ha un proprio ruolo nell’economia, nella società e nell’amministrazione del paese, che è strutturato prevalentemente sul modello britannico. I mercanti arabi conobbero l’isola all’inizio del X secolo, quando era ancora disabitata. La chiamarono Dinarobin, ma non vi si insediarono. L’isola ha una storia coloniale fatta di quattro cambi di “proprietà” e di nome tra l’arrivo del primi abitanti, nel 1598 e l’indipendenza nel 1968. I primi furono i portoghesi, prima con Vasco de Gama che la scoprì in seguito al famoso viaggio intorno al Capo di Buona Speranza, poi con Domingo Fernandez che arrivò a Mauritius nel 1511 e la chiamò Ilha do Cerne (Isola del Cigno), forse il nome della sua nave o il nome del nativo dodo, che Fernandez scambiò per un cigno. Nel 1598 il vice ammiraglio Wybrandt van Warwyck sbarcò sulla costa occidentale dell’isola, ne prese possesso in nome dell’Olanda e la chiamò Mauritius, in onore del suo governatore Maurice. La colonia non prosperò mai realmente e gli olandesi se ne andarono nel 1710, lasciando alle spalle la loro impronta: sono ritenuti responsabili dell’estinzione del dodo, dell’introduzione degli schiavi africani, del tabacco e della canna da zucchero. Nel 1715 il capitano Guillaume Dufresne D’Arsal ribattezzò l’isola con il nome di Ile de France e l’affidò alla Compagnia des Indes Orientales per farne una base mercantile. Durante il controllo francese furono ampliate le strutture portuali, furono costruite le prime reti stradali, infrastrutture importanti come ospedali e si insediarono le prime attività commerciali ed artigianali sfruttando le risorse dell’isola. Durante la seconda metà del XVIII secolo gli inglesi conquistarono i paesi affacciati sulla parte settentrionale dell’oceano indiano e nel 1810 accerchiarono i corsari che nel frattempo si erano stabiliti a Port Luis divenuta libera città mercantile dopo il fallimento della Compagnie des Indes. Nel 1814 il trattato di Parigi riconobbe l’isola agli inglesi che la rinominarono con il nome di Mauritius: concessero ai residenti francesi di conservare la lingua, la religione, l’ordinamento giudiziario basato sul Codice Napoleonico e le piantagioni da zucchero. Nel 1835 gli schiavi furono affrancati e sostituiti da braccianti provenienti dall’India e dalla Cina. Gli inglesi aprirono un mercato internazionale per lo zucchero di Mauritius, che garantì lo sviluppo dell’isola per i successivi 150 anni. L’isola rimase relativamente incolume durante i due conflitti mondiali. Il 12 marzo del 1968 fu concessa l’indipendenza dalla Gran Bretagna e nel 1922 diventò ufficialmente una Repubblica. Port Louis – Pamplemousses Capitale dell’isola, Port Louis, così denominata in onore di Luigi XV, è una città animata, il cui porto è uno dei più attivi dell’Oceano Indiano. Passeggiare attraverso le stradine affollate, visitarne i silenziosi templi indiani e pagode cinesi ed immergersi nel suo rumoroso mercato: ecco l’essenza di Port Louis. La capitale è inoltre la città multiculturale più significativa di Mauritius, con i quartieri distinti islamici, hindu, cristiani, cinesi e creoli. All’interno del centro cittadino si trovano moschee, templi hindu, pagode cinesi, chiese e santuari cristiani. Vale la pena visitare il Museo di Storia Naturale e Istituto Mauritius, per vedere la famosa riproduzione del dodo, nonché i Giardini Botanici Sir Seewoosagur Ramgoolam di Pamplemousses, piccolo villaggio a 11 Km a nord-est dalla capitale. Isola dei Cervi Una piccola traversata di 20 minuti in piroga vi porta attraverso la laguna fino a questa magnifica isola tropicale, dove tutto è predisposto per gli svaghi e gli sport nautici. Vi lascerete ammaliare dal fascino delle sue infinite spiagge ombreggiate dai filalos e delle lagune limpide e calme bordate dalla linea del Reef che si staglia netto all’orizzonte. L’isola dei Cervi è unita alla più piccola Isola de l’Est attraverso una pittoresca striscia di sabbia. Quando la marea è bassa è possibile passare a guado tra le due isole. Curepipe È in questa piacevole e fiorente città che risiede la buona società mauriziana. Potrete ammirare alcuni incantevoli edifici quali il palazzo comunale in stile coloniale e il collegio reale, uno dei più antichi licei del Commonwealth, fondato nel XVIII secolo. A richiamare tuttavia il turismo in questa città è soprattutto lo shopping: modellini di navi del sec XV-XVIII, negozi cinesi, indiani, europei, oggetti in avorio, in legno o in giada, porcellana, tovaglie ricamate, sari…approfittate per acquistare vestiti invernali perché la produzione dell’industria tessile è sempre all’ ultima moda. È possibile visitare il cratere di Trou aux Cerfs, cratere di un vulcano spento da molto tempo, il cui fondo è oggi riccamente coperto di alberi, che consente di godere di un bel panorama di tutta l’isola. Mahebourg Mahébourg è una piccola cittadina coloniale ricca di storia, dove gli Olandesi sbarcarono nel XVII secolo per tentare di stabilirsi sull’isola. La città deve il suo nome al famoso governatore francese François Mahé de La Bourdonnais. Qui si potrà visitare il Museo Navale, ospitato in una dimora creola storicamente importante e la chiesa Notre Dame des Anges, risalente all’epoca coloniale, che domina la città con la sua guglia gialla. A circa 7 km a nord di Mahebourg, a Vieux Grand Port, un monumento ricorda lo sbarco degli Olandesi nel 1598. Vicinissimo, si trova il Domaine des Chausseurs, magnifica riserva naturale, nonché riserva di caccia, popolata da cervi, scimmie e cinghiali. Intorno all’opulenta foresta tropicale, per la gioia degli amanti della natura,vi sono numerose essenze tropicali: eucalipti, ebani, orchidee selvatiche, bergamotti, alberi della cannella e palme.

Le spiagge più belle dell’isola Pereybere È una baia sulla costa settentrionale dell’isola, a mezz’ora di strada tra Grand Baie e Cap Malheureux. È famosa per le sue acque cristalline ed è sicuramente uno dei luoghi più incantevoli dell’isola. Spingendosi al largo c’è la possibilità di praticare snorkelling e windsurf. Grand Baie Proseguendo verso nord dopo la baia di Tombeau, la costa presenta numerose spiagge dove poter immergersi in tutta tranquillità e praticare tantissimi sport acquatici. La costa piega poi verso Grand Baie che rappresenta il luogo ideale per la vela, il windsurf e lo sci nautico. Merville Aquarium, il sito d’immersione ad 1,5 km circa dalla costa, offre il meglio in termini di prevedibilità della vita dei pesci. Un tempo Gran Baie era un minuscolo villaggio di pescatori, mentre oggi assomiglia ad una Saint Tropez in scala ridotta, che attira sentimenti decisamente contrastanti: o la si ama alla follia o la si odia. Flic En Flac Situata nella costa ovest, la sua spiaggia di sabbia bianca è fiancheggiata da magnifiche palme. Il suo nome ha delle origini incerte: qualcuno sostiene che derivi dal vecchio nome olandese Fried Landt Flaak, ovvero “terra libera e piatta”; altri invece ritengono sia di derivazione onomatopeica e che descriva il rumore prodotto camminando sull’acqua del bagnasciuga. A 10 minuti di barca a largo di Flic en Flac si trova uno dei siti d’immersione più interessante di tutto il paese: Rembrant l’Herbe. Si tratta di un pinnacolo roccioso che può essere facilmente circumnavigato e che brulica di pesci del reef di ogni genere. Si possono ammirare squali grigi del reef, tonni, barracuda, aquile di mare, razze nere. Tamarin A sud di Flic en Flac, Tamarin è stata una località di gran moda soprattutto negli anni 60, quando è stata letteralmente invasa da orde di surfisti. Ancor oggi è possibile incrociare qualche surfista in alcuni angoli della baia. Blue Bay Situata a 6 km a sud da Mahébourg, Blue Bay ha una spiaggia semicircolare, dalla sabbia bianchissima e dalle acque cristalline, circondata da palme. È una delle spiagge più amate di Mauritius tant’è che nei fine settimana si affolla di famiglie mauriziane, ma durante la settimana può essere deliziosamente tranquilla. A largo di Blue Bay si trova un sito d’immersione che prende il nome dal Fiume Colorado negli Stati Uniti. Si tratta infatti del Gran Canyon sotto il mare. 321


Belle Mare Splendida spiaggia di sabbia bianca situata sulla costa centro orientale a nord di Trou D’Eau Douce, punto di partenza per raggiungere l’Isola dei Cervi, è delimitata da rinfrescanti piante di causirina. Roches Noires Anche durante i mesi più afosi dell’anno, la costa orientale è battuta da dolci venti provenienti da est che ne rinfrescano l’aria. In questi luoghi la pesca è ricchissima e le spiagge si prolungano fino a Poste Lafayette.

Escursioni Da nord a sud e da est a ovest tutto quello che l’isola ci regala Le ricchezze all’interno dell’isola Parco Nazionale Black River Gorges Il Parco Nazionale di circa 6.500 ettari, creato nel 1994, protegge ciò che rimane delle foreste originarie di Mauritius. È un vero paradiso che offre ai visitatori paesaggi magnifici con una vegetazione ricca di alberi tropicali, felci e liane, eucalipti, ebani ed alberi della canfora. Ci si potrà imbattere casualmente in un branco di cervi, scimmie o maiali selvatici. Eureka – Casa Creola È un’antica dimora costruita in stile coloniale nel 1803 situata nel mezzo di una bellissima tenuta delimitata da un lato dalla cascata del fiume Moka, e dall’altro, dal Monte Ory a circa 4 km di distanza da Le Réduit. La dimora ha ospitato molti membri della famiglia reale inglese ed evoca perfettamente il periodo coloniale dell’isola ai tempi di Paul e Virginie. Trou aux Cerfs È il cratere di un vulcano spento situato sulle alture di Curapipe. Rappresenta uno dei panorami più belli sulla parte occidentale dell’isola.

Il nord – centro turistico dell’isola Grand Baie Rappresenta una tappa fondamentale per chi visita Mauritius: paradiso dello shopping e del divertimento, luogo ideale per la vita notturna animata grazie agli innumerevoli ristoranti e piano-bar. Cap Malheureux È uno dei villaggi più pittoreschi dell’isola con la sua meravigliosa vista sulle isole del nord, la grande comunità di pescatori e la sua chiesetta dal tetto rosso, Notre Dame Auxiliatrice. Giardini di Pamplemousse È il giardino pubblico dei pompelmi, il più importante di tutta l’isola e conosciuto dai botanici di tutto il mondo per le specie di piante che vi crescono: le ninfee giganti e le numerose specie di palme oltre al talipot che la leggenda vuole fiorisca una volta ogni sessant’anni prima di morire. Triolet È il villaggio che ospita il più grande tempio indù di Mauritius, la cui prima costruzione risale al 1819. Il Mercato di Flacq È uno dei villaggi più importanti dell’isola e rappresenta il vero punto d’incontro della vita dell’est dell’isola. Vi si trova il più grande mercato pieno di colori, frequentato dagli abitanti locali e dai turisti. L’isola dei Cervi Delicatamente adagiata sull’oceano, rappresenta una tappa irrinunciabile del viaggio ed un paradiso per la pratica degli sport acquatici e per chi ama rilassarsi al sole grazie ai chilometri e chilometri di magnifiche spiagge di sabbia bianca candida. Isola delle Egrette Utilizzata dagli inglesi come base militare durante la seconda guerra mondiale, l’isola ha acquisito, a partire dagli anni ’60, una dimensione molto più pacifica ed ecologica. Questa bella riserva naturalistica, che si trova a pochi chilometri a largo della costa, è visitabile solo a piccoli gruppetti organizzati ed è divenuta un esempio mondiale per la conservazione e la tutela della natura e delle specie in via d’estinzione: si possono ammirare alcune tra le specie più rare al mondo e fare conoscenza con il rarissimo piccione di mare, con il geco verde e la tartaruga d’Aldabra. Souillac Questa cittadina è intitolata al visconte di Souillac, governatore francese dell’isola dal 1779 al 1787. La frastagliata costa offre, in questo punto, un paesaggio selvaggio, battuto costantemente dai venti e la città è punteggiata di alcuni luoghi d’interesse, tra cui la Roche qui Pleure (la roccia che piange) e il parco dei coccodrilli La Vanille. Chamarel Si tratta di una zona dal terreno ondulato a colori contrastanti. Questo interessante fenomeno naturale è di origine vulcanica: si tratta di ceneri, messe a nudo da un lungo processo di erosione che presentano, suddivise in settori diversi, zone blu, verdi, rosse, gialle e viola. Una caratteristica curiosa di questa terra colorata è che se viene mescolata insieme in una provetta, dopo alcuni giorni i diversi colori appaiono nuovamente separati. Si consiglia di recarvisi al mattino presto per godere di un eccezionale spettacolo. Da non perdere le vicine cascate immerse in una vegetazione selvaggia di rara bellezza. Riserva dello Yemen Imperdibile luogo di osservazione di cervi che si muovono a branchi. Tamarin Luogo ideale per assistere allo spettacolo dei delfini che si immergono, giocano tra di loro e nuotano davanti ai vostri occhi.

Informazioni e consigli per il viaggio Documenti Si raccomanda di verificare sempre la validità dei documenti richiesti per l’espatrio. Per i cittadini non in possesso di passaporto italiano si consiglia di verificare i documenti richiesti attraverso le autorità competenti. Passaporto con validità minima di 6 mesi. Per i cittadini italiani non è richiesto nessun visto d’ingresso. Norme Sanitarie È sempre consigliabile consultare il proprio medico di fiducia o il Servizio d’Igiene e sanità pubblica dell’ASL prima di intraprendere il viaggio. Non sono richieste vaccinazioni particolari. Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è necessario soltanto per quei visitatori provenienti da aree infette (Africa centrale e America Latina). Non è obbligatoria nessuna vaccinazione, ma suggeriamo comunque di premunirsi dall’Italia di disinfettanti intestinali e compresse influenzali per eventuali disturbi dovuti a cambiamenti climatici. Assistenza Medica Hirondelle fornisce ai propri clienti una copertura assicurativa di base per le spese mediche tramite una polizza “Navale SOS” stipulata con la compagnia “Navale Assicurazioni s.p.a.”, le cui condizioni sono riportate nel contratto di viaggio. In caso di necessità consigliamo seguire le istruzioni riportate nella cedola assicurativa. Se vi ammalate il servizio sanitario pubblico è gratuito sia per i residenti che per i visitatori anche se i tempi di attesa possono essere lunghi. Gli ospedali non mancano ed in alternativa vi sono diverse cliniche private. 322


Riconferma dei voli Gli orari dei voli possono essere soggetti a variazioni impreviste. È pertanto consigliato riconfermare il volo di rientro presso gli uffici locali della compagnia aerea utilizzata o l’assistente in loco con almeno 72 ore di preavviso. Assistenza aeroportuale in loco L’assistenza aeroportuale in arrivo e partenza – se prevista nel programma di viaggio – è fornita da personale parlante italiano del nostro ufficio corrispondente, che vi accoglierà all’ esterno della zona doganale. Biglietti aerei e vouchers Si raccomanda di conservare questi documenti di viaggio con la massima cura, alla stregua del passaporto, della patente o delle carte di credito, in quanto la loro perdita potrebbe comportare l’obbligo da parte del viaggiatore del riacquisto e quindi di pagare nuovamente per i servizi già prenotati. Valuta e Pagamenti L’unità monetaria è la rupia che si suddivide in centesimi. Le banconote sono da 10, 50, 100, 200, 500 e 1000 rupie. Esistono diversi uffici di cambio valuta e le banche sono aperte dal lunedì a venerdì dalle 09.15 alle 15.15. Si accettano le carte di credito più importanti (Visa, Master Card o American Express). Mance Non è obbligatoria, ma la maggior parte degli alberghi di lusso applica una maggiorazione sul conto per tasse e servizio. Lingua La maggior parte della popolazione parla sia inglese che francese, anche se il creolo predomina nell’uso quotidiano. Fuso orario Dal 26 ottobre 2008 al 28 marzo 2009 Mauritius avrà l’ora legale: +4 rispetto all’Italia. Il governo mauriziano ha promosso il passaggio all’ora legale in via sperimentale come misura di risparmio energetico. Questo garantirà infatti un’ora supplementare di sole per turisti e abitanti dell’isola. Tornerà l’ora solare nella notte tra il 27 e 28 marzo 2009, (portando indietro di un’ora le lancette) e a Mauritius ci saranno solo +2h di fuso rispetto all’ Italia. Corrente elettrica Il voltaggio è di 220 volt. Le prese più comuni sono quelle britanniche a tre poli. Prima di partire è bene acquistare comunque un adattatore che possa permettere l’utilizzo di diversi tipi di presa. Clima Nell’isola il clima cambia a seconda delle zone: sull’altopiano intorno a Curepipe le temperature sono sempre mediamente 5° C più basse rispetto alla costa. Anche tra la costa orientale e quella occidentale ci sono delle differenze climatiche: a est nei mesi di gennaio e febbraio è più secco, mentre a ovest e nel centro è più piovoso ed umido. Senza dubbio i mesi più caldi sono quelli tra gennaio e aprile con temperature oscillanti tra i 25° C ed i 35° C , mentre l’inverno è tra luglio e settembre quando la temperatura media si stabilizza tra i 24° C durante il giorno ed i 16° C le sera: vi è meno pioggia e meno umidità. Abbigliamento Consigliamo un abbigliamento pratico, leggero e sportivo, mentre durante la loro stagione invernale (da luglio a settembre) si consiglia qualche indumento più pesante per le giornate più fresche. In alcune strutture alberghiere si consiglia un abbigliamento casual/elegante soprattutto nelle sale comuni. Inoltre si raccomanda un abbigliamento adeguato durante le visite ai templi e luoghi sacri. Bagaglio Non vi sono regole particolari sulla scelta del proprio bagaglio. Noleggio auto Per il noleggio auto è necessario essere in possesso di patente in inglese o patente internazionale. È possibile noleggiare l’auto ma va comunque detto che a Mauritius le strade vanno da eccellenti arterie statali asfaltate a strade più piccole e meno importanti a volte dissestate e piene di buche. Anche se non sono molte le persone che si attengono ai limiti di velocità stabiliti, il limite dovrebbe essere di 50 Km/orari nei centri urbani e di 80 km/orari sulle altre strade. Trasporti pubblici Il mezzo più veloce e comodo per spostarsi rimane il taxi e si raccomanda di concordare la tariffa prima di partire. Cibi e bevande La cucina mauriziana o creola fonde i sapori della cucina indiana, cinese e europea con una prevalenza di piatti a base di pesce. In quest’isola l’influenza orientale si traduce in una vasta gamma di sapori e spezie dove l’ingrediente principale è il curry. Tra i numerosi piatti da non perdere si ricordano le varie specie di pesce bianco servite con una buonissima salsa, il vindaye, aromatizzata con zafferano, aceto e cipolle, oltre ad aragoste, orate, cernie ed il marlin affumicato. Vale sicuramente la pena assaggiare anche la buonissima carne di cinghiale e daino (importati dai primi coloni dall’isola di Giava - Indonesia) che attualmente si trovano soltanto in riserve private. Da ricordare gli stuzzichini e tutti i dessert fatti di dolci creme con canna da zucchero e amido di riso. Per finire frutta tropicale in abbondanza per rinfrescare il palato. Le bevande analcoliche più diffuse sono il tè, il caffè oltre a tutte le bibite. I mauriziani amano molto alcune bevande locali allo yogurt. Non mancano bevande alcoliche di vario genere: birra, rhum, vino molto diffuso, ma costoso quello francese, più comune ed economico quello sudafricano. Orari negozi La maggior parte dei negozi e dei caffè sono aperti dalle 09.00 alle 18.00 e al sabato molti chiudono a mezzogiorno. Telefono Il prefisso da comporre per le chiamate dall’Italia verso Mauritius è 00230 seguito dal prefisso della città e dal numero dell’abbonato. Viceversa, per le chiamate da Mauritius verso l’Italia, il prefisso da comporre è lo 0039 seguito dal prefisso della città e numero dell’abbonato. I telefoni cellulari funzionano in tutta l’isola. Servizi postali Come tutti gli uffici pubblici sono aperti dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 16.00. Stampa e televisione L’unico quotidiano delle Seychelles è il Nation, controllato dal governo e contiene articoli sia in lingua inglese che francese e creolo. La maggior parte dei programmi televisivi è importata da Francia e Regno Unito. Giorni festivi Capodanno, 1 e 2 gennaio - Thaipoosam Cavadee e Festa cinese della primavera, gennaio/febbraio - Maha Shivaratree, febbraio/marzo - Giorno dell’indipendenza, 12 marzo - Festa del lavoro, 1 maggio - Ognissanti, 1 novembre Natale, 25 dicembre - Eid al-Fitr, novembre/dicembre. Alloggi L’isola offre l’intera gamma di sistemazioni, dalla più economica alla più lussuosa. Gli alberghi sulla spiaggia sono di ottimo livello ed offrono ogni lusso, sport e ristoranti per qualsiasi palato. Le catene alberghiere più grandi ed importanti si sono ovviamente accaparrate le spiagge e gli angoli dell’isola più belli. Sicurezza Evitare di lasciare denaro contante, documenti importanti, oggetti di valore alla facile portata di qualsiasi persona. Non portare oggetti di valore sulla spiaggia. 323


Le cose da non fare È assolutamente vietato esportare conchiglie, specie animali vivi e imbalsamati, coralli, piante endemiche. Flora Insieme alle Seychelles, Mauritius rappresenta un vero e proprio paradiso per botanici e biologi di tutto il mondo. Di particolare interesse sono i giardini botanici Sir Seewoosugar Ramgoolam a Pamplemousses e quelli a CurepiPe. Quasi un terzo delle 900 specie di piante a Mauritius si trova solo in quest’isola. Molte hanno duramente sofferto a contatto con quelle importate e sono state portate quasi sull’orlo dell’estinzione da animali introdotti come cervi maiali e scimmie. Il disboscamento indiscriminato e l’introduzione di monocolture hanno aumentato il problema ed allo stato attuale si conserva meno dell’1% della foresta originaria di Mauritius. A questo proposito e per cercare di salvaguardare le specie autoctone, il servizio forestale governativo insieme al WWF ha istituito speciali aree verdi protette dagli animali e dall’uomo ed accuratamente ripulite dalle specie introdotte, che crescono molto più rapidamente. Le piante più rare sono riprodotte in vivai del governo e quindi piantate in aree protette dove hanno maggiori probabilità di sopravvivere e rigenerarsi. Curiosità: pur essendo un’isola tropicale, Mauritius non ha moltissime palme da cocco, mentre le casuarina ne orla quasi tutte le spiagge. Questi alberi alti e sottili, assomigliano molto ai pini ma non appartengono alla famiglia delle conifere sebbene abbiano molti aghi. Questa pianta agisce da frangivento e cresce bene in terreni sabbiosi. Insieme alla casuarina sono stati piantati molti eucalipti. In origine le foreste che comprendevano la tambalacoque, nota anche come albero del dodo ed anch’essa sull’orlo dell’estinzione. Con l’aiuto di una guida, si potrà trovare soltanto nei boschi di Curepipe e Mare au Vacoas: si tratta di un albero molto alto con un tronco grande ed argenteo ed un seme marrone per metà liscio e per metà ruvido. Altre piante maestose sono il baniano gigante indiano ed il flamboyant dai fiori color rosso brillante. Anturium: un fiore ornamentale molto diffuso, originario del sud america ed introdotto nell’isola di Mauritius verso la fine del XIX secolo. Oggi viene coltivata su larga scala ed utilizzata per adornare alberghi, uffici e luoghi pubblici. Fauna È molto facile vedere la mangusta mentre attraversa i campi di canna da zucchero oppure il cervo di Giava, importato dagli olandesi per la sua carne. Per incontrare i maiali selvatici e gruppi di macachi bisogna invece inoltrarsi nei boschi interni in particolare intorno alle gole del Fiume Nero. Fra i volatili il più famoso era sicuramente il dodo, oltre al gheppio ed al parrocchetto di Mauritius che è il più raro al mondo. Tra i piccioni più grandi si ricorda il Piccione Rosa. Il Dodo I giornali di bordo delle prime navi che arrivarono nell’isola mostrano e descrivono questi uccelli grassocci, non molto capaci nel volo, mentre molto abili nel correre sulle spiagge, che diventarono ben presto facile preda dei marinai affamati e dei loro animali domestici. Furono chiamati dodo che significa stupido e l’ultimo esemplare si dice sia stato visto nel 1680. La loro vita nell’isola fu molto breve – circa 30 anni – ed alcuni dei resti sono attualmente conservati in alcuni musei europei. Vita marina a Mauritius Splendida isola non solo in superficie ma anche nelle sue acque cristalline. I suoi fondali, incredibilmente ricchi offrono incontri sorprendenti: pesci multicolori, murene e magnifiche formazioni di corallo. Escursioni in barca e snorkelling, oltre ad immersioni subacquee aprono le porte al magnifico mondo sommerso. Coralli Durante le immersioni o lo snorkelling si possono vedere soltanto gli strati superficiali ed esterni dei coralli costituiti da una crosta di organismi viventi che crescono lentamente e che si accumulano nelle superfici dei coralli morti. Quasi tutti gli scheletri sono di colore bianco e sono dei polipi vivi che conferiscono al corallo quei bellissimi colori: durante il giorno cercano rifugio all’interno degli scheletri ed è quindi soltanto di notte che i coralli si rivelano in tutta la loro bellezza. Mante La manta più comune nei fondali dell’isola è la Manta birostris. Le altre specie sono: l’aquila di mare dal mantello marezzato, grossa con muso simile a quello dei maiali, che usa per scavare sotto la sabbia in cerca di crostacei e molluschi; la torpedine molto più piccola (circa 50 cm). Ha due organi che producono una scarica elettrica tra i 14.00 ed i 37.000 volts. Il tritone maculato è abbastanza comune nelle zone sabbiose Squali Sono poco comuni nell’isola, ma uno dei più facili da incontrare è lo squalo nutrice, molto docile se non viene disturbato. A volte si avvista anche lo squalo pinnabianca oppure, con molta fortuna, lo squalo balena, il più grande abitante del mare. Murene Distinte in diverse tipologie: murena grigia lunga appena 38 cm e durante il giorno si nasconde dietro ai reef, mentre di notte diventa un predatore molto attivo; murena ondulata è molto diffusa ed aggressiva. Vi sono inoltre murene serpente. Tartarughe Nell’Oceano Indiano si vedono ancora anche se in numero sempre minore. La diminuzione è dovuta dal fatto che la loro carne e le loro uova sono commestibili e molto apprezzate dai locali e che il guscio viene trasformato in ornamenti di moda e souvenirs. Tra le specie più famose la tartaruga Caretta Caretta, la tartaruga verde, la tartaruga liuto, la tartaruga embricata.

Che tempo fa temperatura in discesa caldo umido con sporadici acquazzoni bel tempo e secco

GEN entroterra e altopiano costa est costa ovest

324

FEB

MAR

APR

MAG

GIU

LUG

AGO

SET

OTT

NOV

DIC


Mozambico

Cenni Generali Il Mozambico è un paese ricco di una straordinaria varietà di ecosistemi, ampie zone paludose, foreste di mangrovie, zone montagnose e soprattutto coste straordinarie. Questo tormentato angolo d’Africa sud-orientale è oggi un portento naturale ancora tutto da scoprire. Devastato da 30 anni di guerra civile, il paese ha finalmente ritrovato una condizione sociale e politica stabile e sicura, che consente finalmente al visitatore di godere di questo paese dalla cultura antica e vivace che si esprime nella musica, nella danza e nella deliziosa cucina tradizionale. Il Mozambico rappresenta un luogo di pace, tranquillità, sport e natura. Arcipelago di Bazaruto Lungo la costa settentrionale della regione meridionale del Mozambico, si sviluppa parallelamente alla costa un arcipelago che non ha nulla da invidiare ai più rinomati arcipelaghi dell’Oceano Indiano: l’arcipelago di Bazaruto. Situato da 10 a 25 Km al largo della costa di Vilankulo e Inhassoro, è composto da cinque isole principali: Bazaruto, Benguerra (scritto a volte Benguera e chiamata un tempo Santo Antonio), Magaruque (Santa Isabel), Santa Carolina (Isola del Paradiso) e la piccola Bangué. Le prime tre isole sono parte di una estesa penisola sabbiosa sottomarina che circa 10.000 anni fa era collegata alla terraferma dalla punta di Sao Sebastiao, a sud-est di Vilankulo. Nel 1971, poco prima dell’indipendenza, l’arcipelago è stato dichiarato Parco Nazionale dall’amministrazione portoghese ed i successivi progetti di conservazione del suo inestimabile patrimonio ambientale sono finanziati da prestigiose organizzazioni tra cui il World Wildlife Fund, il South African Nature Foundation e l’Endangered Wildlife Trust. Le isole presentano caratteristiche simili tra loro con spiagge bianchissime punteggiate di palme e bagnate da un mare limpido riscaldato dalla corrente del Mozambico. Il ricco ecosistema delle isole fornisce l’habitat ideale a numerose specie di uccelli tra cui il falco pescatore, l’egretta ed i fenicotteri. Vi si trovano vari rettili e anfibi, tra cui il coccodrillo del Nilo, la tartaruga caretta e la tartaruga marina, oltre all’antilope rossa e al tragelafo striato. Le acque al largo di Bazaruto sono ancora più ricche; con una barriera corallina lunga 37 Km che ripara l’arcipelago dall’irruenza dell’oceano, ospitano più di 200 specie di pesci, inclusi i grandi marlins e una delle più numerose popolazioni di dugonghi della costa dell’Africa orientale. Questi ultimi mammiferi marini, molto apprezzati per la loro carne e il grasso, rientrano tra le specie in via di estinzione. Anche il territorio interno delle isole offre eccezionali spettacoli ambientali, come le vaste comunità di mangrovie, i piccoli laghi di acqua dolce e le dune di sabbia così alte da ricordare quelle della costa atlantica della Namibia. Isola di Bazaruto Lunga 37 chilometri e larga 7, dotata di un faro e di una pista di atterraggio, è la più grande delle isole dell’arcipelago e presenta tutti i caratteri ambientali dell’arcipelago. Da tempi remoti l’isola è abitata da una popolazione di lingua chitswa, parlata solo sull’isola, che provvede a rifornire le strutture dell’isola di ogni tipo di pesce, gamberi e ostriche. Isola di Benguerra L’isola di Benguerra, nota anche con il nome di Ilha de S. Antonio, è lunga 10 chilometri e larga 5. Le spiagge senza fine sono fiancheggiate da dune di sabbia e l’interno offre foreste pluviali e laghi di acqua dolce. Arcipelago di Quirimba L’arcipelago di Quirimba, una manciata di isole selvagge e solitarie, è una delle ultime scoperte della magnifica regione costiera che si sviluppa a cavallo del tropico del Capricorno, di fronte alle coste del Mozambico settentrionale, lungo il tratto di costa che va da Pemba al Fiume Rovuma. Le ventisei isole coralline, sono terre affascinanti e magnifiche, bagnate dal pescosissimo canale di Pemba. Sencar, Quirimba, Ibo, Mefunvo, Quisiva, Quirambo, solo per citare le isole maggiori, vivono in un’altra dimensione, senza energia elettrica nè acqua corrente, secondo ritmi e atmosfere essenziali. Da queste parti infatti la vita si misura con le onde e la luna. La gente va e viene solo con l’alta marea. I dhow carichi di cibo e masserizie fanno da spola tra gli insediamenti costieri e le insenature su cui sorgono villaggi e comunità di pescatori. Nel 2001 undici isole dell’arcipelago sono state dichiarate Parco Marino protetto dal governo di Maputo (in collaborazione con il WWF), nell’intento di preservare questo unico patrimonio. Quilalea Quilalea è una magnifica isola-resort privata, un fazzoletto di sabbia, conchiglie, alberi di casuarina e corallo, (38 acri in tutto), che ospita 9 bungalow costruiti sulla linea costiera e affacciati sul Canale del Mozambico. Legni pregiati, cordami, rocce coralline, luci soft e arredi tradizionali creano un’oasi di relax e piacere estetico immersa nel vento. Dalla spiaggia di Lagosta, alla baia delle tartarughe sino a Heron’s Point, Quilalea, il cui nome deriva da una storpiatura della parola swahili lelea che significa appunto riposo, offre un’esperienza di pace e isolamento circondati dal mare e dalla privacy assoluta. Le due barche del resort permettono escursioni alle isole vicine, come Sencar (anch’essa privata, santuario di uccelli e tartarughe) o Quirimba, la prima ad essere abitata stabilmente dagli arabi giunti dall’Oman tra il X e il XII secolo.

Informazioni e consigli per il viaggio Documenti Si raccomanda di verificare sempre la validità dei documenti richiesti per l’espatrio. Per i cittadini non in possesso di passaporto italiano si consiglia di verificare i documenti richiesti attraverso le autorità competenti. I turisti che entrano in Mozambico devono essere in possesso di passaporto valido con scadenza di almeno 6 mesi dalla data di effettuazione del viaggio. Occorre inoltre il visto turistico che viene concesso in loco, all’arrivo in aeroporto di Vilanculos o Pemba (soggiorno massimo consentito tre mesi). Le tasse in uscita dal Mozambico (circa USD 10.00) e le tasse governative per lla conservazione del parco naturale (USD 10,00 ) sono da pagarsi in loco. Ambasciata d’Italia a Maputo Centralino 00258 21492227 – 21492229 – 21491605 - Telefax 00258 21492046 0025821490503 - Cellulare di reperibilità 00258 823039940 Norme Sanitarie È sempre consigliabile consultare il proprio medico di fiducia o il Servizio d’igiene e sanità pubblica dell’ASL prima di intraprendere il viaggio. Non è richiesta alcuna vaccinazione obbligatoria, tranne quella contro la febbre gialla se si proviene da una zona considerata infetta (paesi del Centro Africa e dell’America del Sud). È consigliata la profilassi antimalarica, soprattutto neli periodi estivi (dicembre/marzo). Si ricorda comunque che la profilassi antimalarica non impedisce di contrarre la malattia, ma ne uccide i parassiti durante il loro stadio di sviluppo riducendo considerevolmente il rischio di ammalarsi. È fortemente consigliata la dotazione di repellenti antizanzare; il tramonto e l’alba sono i due momenti cruciali dove il rischio di essere punti dalle zanzare è maggiore. Di sera è consigliabile indossare abiti o camice a maniche lunghe, pantaloni lunghi, possibilmente spruzzati di repellenti; i profumi e prodotti profumati attirano le zanzare. È importante fare attenzione al cibo e alle bevande, evitando di mangiare verdura cruda, frutta non sbucciata, carne e pesce crudi, latte non pastorizzato e derivati non cotti. L’acqua potabile di buona qualità è disponibile quasi ovunque; è meglio, tuttavia, astenersi dal berla direttamente da rubinetti e fontanelle. Fate attenzione altresì al ghiaccio. Suggeriamo di premunirsi dall’Italia di una piccola farmacia da viaggio che comprenda, tra l’altro, dei disinfettanti intestinali e delle compresse influenzali per eventuali disturbi dovuti a cambiamenti climatici. Assistenza Medica Hirondelle fornisce ai propri clienti una copertura assicurativa di base per le spese mediche tramite una polizza “Navale SOS” stipulata con la compagnia “Navale Assicurazioni S.P.A.”, le cui condizioni sono riportate nel catalogo. In caso di necessità, consigliamo di seguire le istruzioni riportate nella cedola assicurativa. 325


Riconferma dei voli Gli orari dei voli possono essere soggetti a variazioni impreviste. È pertanto consigliato riconfermare eventuali voli interni ed il volo di rientro presso gli uffici locali della compagnia aerea utilizzata con almeno 72 ore di preavviso. Consigliamo all’arrivo a destinazione di chiedere aiuto all’assistente. Biglietti aerei e vouchers Si raccomanda di conservare tutti i documenti di viaggio con la massima cura, alla stregua del passaporto, della patente e delle carte di credito, in quanto la loro perdita potrebbe comportare l’obbligo da parte del viaggiatore di riacquistarli e quindi di pagare nuovamente per i servizi già prenotati. Consigliamo inoltre di conservare i coupons d’imbarco fino al rientro in Italia. Valuta e Pagamenti La moneta locale è il Metical, abbreviato in MZM, che viene suddivisa in 100 centavos. Il dollaro americano è comunque ben accettato nei maggiori hotels (solo banconote di tipo nuovo). Mance In Mozambico non esiste la tradizione della mancia, anche se nei locali a prezzi elevati è diventata consuetudine lasciare dal 5% al 10% se ritenete di essere stati serviti bene. Lingua La lingua ufficiale è il portoghese, parlato diffusamente nelle grandi città. Nei centri più piccoli pullulano numerose lingue africane, mentre nelle zone turistiche è normalmente parlato l’inglese. Fuso orario Il Mozambico è due ore avanti rispetto all’ora di Greenwich (GMT) e un’ ora avanti rispetto all’Italia. Quando in Italia vige l’ora legale, che il Mozambico non adotta, vi è lo stesso orario tra i due paesi. Corrente elettrica Il voltaggio è di 220/240 volt. Gli sbalzi di corrente sono comuni quindi si consiglia l’uso degli stabilizzatori di energia elettrica. Anche le interruzioni di corrente sono frequenti sebbene in genere non durino al lungo. Conviene munirsi di un adattatore universale e di un trasformatore. Clima Il clima del paese è tropicale con periodiche precipitazioni e risente dell’influenza della corrente calda del Mozambico. Si registrano variazioni da zona a zona: in quella costiera, nella pianura meridionale e nelle alture del nord il clima è molto umido. All’interno, nella regione pianeggiante, la temperatura è molto elevata di giorno, sulle montagne, invece, le notti sono parecchio fredde. Il periodo migliore per visitare il paese è la stagione secca, che va da aprile a novembre, quando vi sono giornate soleggiate, le piogge e le temperature diminuiscono e le notti sono fresche. La stagione delle piogge va da fine novembre a metà marzo. Alcuni lodges a febbraio, nel periodo di massima piovosità, chiudono. Temperature in C° min/max: gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic Lichinga 16/28 16/26 16/25 14/25 12/24 10/22 10/22 11/23 12/26 15/28 16/8 16/26 Tete 22/34 23/33 22/33 21/33 18/31 15/29 15/28 17/31 20/34 22/37 23/36 23/34 Beira 26/31 24/32 25/31 22/30 19/28 17/26 16/25 17/26 19/28 21/29 22/30 23/31 Maputo 22/30 22/30 21/30 19/29 16/27 14/25 14/25 15/26 16/27 18/28 20/28 21/30 Giorni di pioggia (1 mm d’acqua): gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic Lichinga 21 19 14 10 2 2 0 0 1 2 5 19 Tete 9 10 5 1 1 1 1 0 0 1 4 9 Beira 12 12 12 7 6 5 5 3 3 3 7 10 Maputo 9 8 9 6 3 2 2 2 4 6 8 8 Bagaglio Per motivi logistici, è consigliato organizzare i propri bagagli in sacche morbide e non in valige rigide. Cibi e bevande La cucina del Mozambico, con le sue influenze africane, indiane e portoghesi, è molto buona e in genere piccante, per l’abbondante uso del piri piri (peperoncino). I piatti locali sono generalmente composti da un ingrediente di base che può essere il mais o la manioca, servito con una salsa di fagioli, verdure o pesce. Quest’ultimo in genere è ottimo; si possono gustare gamberetti, aragoste, calamari. I vegetariani che non mangiano pesce avranno qualche difficoltà perché quasi tutte le salse contengono carne o pesce. L’acqua minerale e le bibite in generale sono facilmente reperibili. Anche la birra è molto diffusa; tra le marche locali potrete trovare la Manica e la Laurentina, ma sono facilmente reperibili anche marche sudafricane e namibiane. Il vino portoghese si trova nelle principali città insieme al vino sudafricano. Le bevande fermentate più comuni sono fatte con il frutto dell’acagiù oltre che con la manioca, il mango e lo zucchero di canna. Il vino di palma è diffuso soprattutto nel Mozambico meridionale, dove viene prodotto e poi venduto anche oltre confine. Orari negozi La maggior parte dei negozi e degli uffici sono aperti dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00 o 18.30 dal lunedì al venerdì e il sabato mattina. Le banche in genere sono aperte dalle 8.00 alle 15.00 dal lunedì al venerdì. Telefono Il sistema telefonico del Mozambico è discretamente efficiente. Per le chiamate internazionali quasi tutte le città hanno uffici telecom aperti tutto il giorno; per quelle nazionali si trovano delle cabine telefoniche pubbliche, in genere situate vicino a negozi o ad alberghi. Il prefisso da comporre per le chiamate dall’Italia verso il Mozambico è 00258 seguito dall’indicativo urbano e dal numero dell’abbonato. I prefissi urbani sono i seguenti: Beira 3, Chimolo 51, Chokwe 21, Maputo 1, Matola 4, Manpula 6, Quelimane 4, Tete 52, Xai-Xai 22. Viceversa, per le chiamate dal Mozambico verso l’Italia occorre comporre il prefisso internazionale 0039, l’indicativo urbano con lo zero, quindi il numero desiderato. Stampa e televisione Il Mozambico ha una stampa vivace e senza troppe restrizioni. I principali giornali nazionali, entrambi in portoghese, sono Noticias a Maputo e Diario de Moçambique a Beira. Time Out, pubblicato da Austral, è una rivista bilingue con utili informazioni generali sul Mozambico, sulle sue attrazioni, alberghi, ristoranti, reperibile presso gli alberghi e le librerie. L’edizione inglese di MozambiqueFile contiene in genere ottimi articoli di politica e di attualità. Infine Indico, la rivista bilingue della compagnia aerea LAM, che esce ogni due mesi e si trova sugli aerei, spesso contiene articoli interessanti sugli aspetti culturali e naturalistici del paese. Giorni festivi Capodanno, 1 gennaio - Giornata degli eroi del Mozambico (commemorazione degli eroi della rivoluzione), 3 febbraio Giornata delle donne, 7 aprile - Festa del lavoro, 1 maggio - Festa dell’indipendenza (commemorazione dell’indipendenza del paese dal dominio portoghese nel 1975), 25 giugno - Accordo di Lusaka/festa della Vittoria (commemorazione della 326


firma del trattato che garantiva l’indipendenza al paese), 7 settembre - Festa della rivoluzione/Giornata delle forze armate (commemorazione dell’inizio della lotta per l’indipendenza), 25 settembre - Giornata della pace (commemorazione della firma del trattato di pace del 1992), 4 ottobre - Natale/Festa della famiglia, 25 dicembre - Ogni città ha poi un giorno di festa in cui si commemora la sua fondazione. La festa di Maputo cade il 10 novembre. Sicurezza Da quando la guerra è cessata, il Mozambico è decisamente più tranquillo e generalmente sicuro quasi ovunque. Ciò detto, vi sono alcune zone dove è necessario usare qualche precauzione onde evitare di trovarsi nei pasticci. In generale, è consigliabile lasciare a casa i gioielli e gli orologi di valore. Per evitare problemi con la polizia, portate sempre con voi il passaporto. Per gli appassionati di sub e snorkelling Per gli appassionati delle attività subacquee, il Mozambico è senza dubbio una meta molto interessante. È possibile fare bellissime escursioni soprattutto a Ponta D’Ouro, Inhaca, Barra, Vilankulo, l’arcipelago di Bazaruto, Pemba e l’aricpelago di Quirimba. In tutte queste zone e lungo le spiagge a sud di Inhambane è possibile praticare anche lo snorkelling. Flora Il Mozambico ospita una flora abbondante che comprende molte specie endemiche, benché gran parte di questa ricchezza sia scarsamente documentata. Le zone particolarmente interessanti sono i monti di Chimanimani e il Maputaland Centre of Plant Diversity a sud di Maputo, sulla linea di confine con il Sudafrica. La foresta di miombo è il tipo di vegetazione più diffusa del Mozambico e copre gran parte del nord e del centro del paese, mentre la foresta di mopane, che prende il nome dal mopane, albero alto e ramoso che cresce soprattutto nei terreni argillosi, è più frequente nelle zone a sud. Il Mozambico ha più di 200 specie di mammiferi, sebbene la maggior parte di animali sia stata decimata durante la guerra, tra cui lo gnu azzurro del Nassa e la zebra di Burchell. Si contano circa 170 specie di rettili e 40 di anfibi, tra cui gli endemici rospo di Grindley e il “cave squeaker”. Tra le specie in via di estinzione ricordiamo il rinoceronte bianco e nero, il licaone e il dugong. Attenzione Resistete alla tentazione di porgere del denaro o fare dei regali ai graziosi bambini che vedrete durante il viaggio. In questo modo non li aiuterete ma insegnerete loro a chiedere l’elemosina ad ogni viaggiatore che incontreranno. Se volete fare qualcosa per aiutare queste persone, fate piuttosto una donazione in denaro alla scuola o alla clinica locale.

Come raggiungere il Mozambico Con voli di linea Emirates, South African Airways, Lufthansa e/o migliori compagnie aeree, via Johannesburg (Sudafrica). I dettagli verranno forniti al momento della richiesta di preventivo.

Che tempo fa caldo umido con sporadici acquazzoni bel tempo e secco bel tempo e secco con escursione termica

GEN

FEB

MAR

APR

MAG

GIU

LUG

AGO

SET

OTT

NOV

DIC

arcipelago isole Bazaruto

327


Zanzibar

Cenni Generali Per secoli Zanzibar è stato un’importante scalo commerciale dell’Oceano Indiano, capitale di dinastie persiane, arabe e africane. La supremazia che si sviluppò su tutta la “terra dei neri, portò il solo arcipelago di Zanzibar ad ereditare questo nome, Zangh (nero) e Bar (terra). Nell’ottocento il governatore dell’Oman, Seyyid Said, trasformò Zanzibar da sultanato dell’Oman a capitale dello stesso, così l’arcipelago diventò fulcro di un vasto impero economico basato sul commercio d’avorio, schiavi di piantagioni di chiodi di garofano. Zanzibar divenne così per le sue potenziali ricchezze, centro di diplomazie internazionali. La crescita economica e politica dell’ottocento sviluppò la città di Zanzibar Town, che diventò in breve la più grande città dell’Africa Orientale, primato che mantenne fino ai primi del novecento. Il 24 aprile del 1964 il governo di Karume accettò la proposta avanzata dal leader politico del Tanganyika, Julius Nyrere di unire le due Repubbliche indipendenti in un’unica nazione, l’unione della Repubblica di Tanzania. Il nome deriva dall’unione delle parole Ta-ganyika e Zan-zibar e dall’aggiunta del suffisso “ia”, che significa comunità. La religione dominante a Zanzibar è l’islam e in tutte le città e/o villaggi hanno una moschea. La maggior parte dei credenti sono mussulmani sanniti (85%). A Stone Town ci sono alcune chiese e templi cristiani ed induisti per le piccole minoranze. Oggi Zanzibar è diventata un centro turistico ricercato per la bellezza naturale delle sue spiaggie con sabbia bianca e fine come borotalco, un mare ricco e cristallino, dove spendere una vacanza in totale relax avvolti dalla magia tropicale. L’arcipelago di Zanzibar è nell’Oceano Indiano ed è costituito dalle isole maggiori Unguja (comunemente detta Zanzibar Island), Pemba e Latham (piccolo isolotto a 65 km da Ungula) e dalle isole minori Mnemba, Tumbatu, Uzi Unguja o Zanzibar è la più estesa della costa est africana, ha una superficie di 1.464 Kmq e Il canale di Zanzibar la separa dal continente africano, dal quale dista circa 40 Km. L’isola è complessivamente piatta al livello del mare, nella parte centro occidentale invece sono presenti alcune piccole colline che raggiungono un’altitudine massima di mt 123. Pemba è la seconda isola dell’arcipelago per dimensioni (superficifie di 868 kmq), a 80 Km a nord di Zanzibar, lunga circa 58 km e larga mediamente 22 km L’isola ha un’aspettto collinoso e frastagliato anche se le atltitudini sono minori rispetto a Zanzibar, il punto piu’ elevato infatti è 95 mt s.l.m. Pemba presenta una vegetazione rigogliosa, anche motivo di precipitazioni maggiori ed è stroricamente la maggior produttrice di chiodi di garofano. Zanzibar richiama alla memoria le avventure del marinaio Sindbad, nelle “Mille e una Notte”, oppure le vicende dei feroci pirati. Stone Town La capitale, la città vecchia comunemente cosi chiamata dai locali, merita sicuramente una visita per scoprire le sue principali affascinanti strutture architettoniche tra i suoi vicoli stretti, ci si immerge in un’atmosfera del Africa del nord, visitando musei di storia e cultura locale. Una giornata è sufficiente per approfondire la conoscenza di Stone Town, ma se si vuole anche dedicare del tempo allo shopping acquistando artigianato locale, spezie di ogni tipo, due giorni sono ideali per immergersi nei colorati mercati locali, Estella Market e Darajna Market o nei bazar. Ricca di contrasti, evidenzia una fusione di culture, il suo modo di essere cosi cosmopolita, la rende ancora piu’ sorprendente e secondo la definizione dell’UNESCO (che l’ha inserita nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità dal dicembre 2000) la città è “una eccezionale espressione materiale di fusione a armonizzazione culturale”. Il Mare a Zanzibar Il mare di Zanzibar offre una notevole barriera corallina e con una visibilità media e in condizioni di mare tranquille, è ideale anche per i neofiti delle immersioni, spiaggie infinite, dove poter fare lunghe passeggiare o correre in bicicletta. Famoso è il litorale est per le tartarughe, i delfini, gli squali balena e le balene in migrazione, tra i reef della zona è il migliore dell’isola ma esclusivamente per esperti sub. Sul lato ovest troviamo il l’incantevole Giardino di Corallo (Coral Garden) ideale per pesca d’altura (barracuda, trigoni maculati, squalo pinna nera). Al sud i dislivelli sono poco profondi, adatto a snorkelling e sub di tutti i livelli. Le Spiaggie e le Coste La costa est di Zanzibar è decisamente la piu’ bella in assoluto, lambita da spiagge coralline bianchissime, lunghe anche svariati chilometri, da Dongwe a Jambiani lo spettacolo ci lascia piacevolmente stupiti. Nungwi è diventata la piu’ conosciuta e rinomata. Lo sviluppo delle rete stradale negli ultimi decenni consente un’abile accesso a questa parte dell’isola incontaminata e vergine. Le strutture sorte sono ben inserite nel contesto e nel pieno rispetto ambientale circostante. Kiwenga è sicuramente la piu’sfruttata, i principali villaggi turistici insediati nella zona, la rendono affollata e adatta a chi cerca la vivacità. La lunga spiaggia bianca permette lunghe passeggiate lungo la battigia e il notevole andamento delle alte e basse maree regala un paesaggio in costante mutamento. Il mare offre fondali di grande bellezza agli appassionati di sub e snorkelling.

Le altre Isole Mnemba Arrivare a Mnemba da Stone Town richiede un trasferimento in auto di circa due ore e poi in venti minuti di barca a motore si raggiunge l’isola e l’unico lodge esistente, di categoria lusso. Ci si immerge da subito in questo paradiso incontaminato, meta ambita da svariate persone, anche dalle stars e personaggi famosi. La sua splendida posizione, immersa in un mare trasparente, sabbia cristallina, la rende una delle perle dell’Oceano Indiano piu’ richieste in questi anni. Pemba L’isola si trova a circa 48 km a nord est di Stone town e 56 Km al largo dalla Tanzania continentale. Non è meta turistica ed è anche questo il motivo che la rende cosi speciale. Lunga 67 km da nord a sud e larga 22 da est a ovest, abbonda di foreste primarie, spiaggie deserte e barriere coralline tra le più spettacolari, dove i coralli sono ancora in condizioni perfette, in pareti verticali. In questo paradiso i sub esperti potranno avvistare grossi pesci pelagici ma anche squali martello, tigre, razze, cernie e famiglie di Napoleone molto grossi, barracuda, tartarughe. Inoltre è ricca di rovine Swahili. Non è meta commerciale, le strade, le poche asfaltate, non permettono ai limitati mezzi pubblici di raggiungere tutte le località, rimane l’alternativa di arrivarci a piedi o di farsi consigliare dal lodge/hotel dove si alloggia. Le strutture alberghiere sono scarse e le poche esistenti sono costose. Bawe Tropical Island L’isola si trova a sole 6 miglia dalla città di Stone Town, sulla costa ovest di Zanzibar e puo’ essere raggiunta in 30 minuti di battello. Prison Island È stata definita come un piccolo paradiso terrestre, grazie alla sua bianca spiaggia e le acque cristalline dell’Oceano Indiano. L’isola si trova a 3 miglia circa a nord ovest di Stone Town, si raggiunge in 20 minuti di barca. Clima Zanzibar si trova al 6° sotto l’equatore, nell’emisfero australe e quindi le stagioni sono invertite rispetto all’Italia. Vi sono due stagioni secche e due piovose durante l’anno, le secche (da dicembre a febbraio e da giugno a ottobre) sono ideali per gli amanti del caldo ma anche le maggior in affluenza turistica, le stagioni umide (da marzo a maggio e a novembre) sono piu’ adatte per gli amanti del verde in quanto le pioggie mitigano l’arsura della stagione secca e la presenza turistica è minore, tanto che alcuni hotels/villaggi chiudono e molti voli sono soppressi. La parte occidentale rivolta verso il continente africano, è generalmente più umida e piovosa, mentre la costa est è generalmente piu’ ventilata perché subisce l’effetto costante dei venti monsonici che lambiscono le sue coste durante tutto l’anno. Va sottolineato che a Zanzibar il clima è prevalentemente equatoriale-monsonico, pertanto qualche rovescio temporalesco puo’ capitare anche nella stagione secca e la temperature mediamente raggiungono i 30° nelle stagioni secche e 23-24 nelle stagioni umide. Il fenomeno delle maree è molto presente, ogni sei ore circa il mare si ritira anche di 200 mt e durante l’alta marea il movimento dell’acqua rimescola la sabbia del fondo che a volte si presenta torbida e porta le alghe alla deriva, da evitare di toccare con mani nude. Consigliate le scarpette di gomma, per evitare i coralli esposti durante questo fenomeno. Possiamo cosi concludere che in definitiva Zanzibar gode di un clima molto confortevole anche nelle stagioni meno indicate.

Che tempo fa

328


Sudafrica

Cenni Generali Il Sud Africa è il paese più a sud del continente africano e confina a nord-est con il Mozambico, a nord con lo Zimbawe e il Botswana e a nord-ovest con la Namibia. All’interno dei suoi territori si trovano le due nazioni del Lesotho e dello Swaziland. Grande cinque volte l’Italia, il Sud Africa è un paese meraviglioso dal punto di vista paesaggistico, composto da una gran varietà di popoli e da una superficie di 1.233.404 chilometri quadrati con 2500 km di distanza tra la punta più a Sud, Cape Town e quella più al nord al confine con lo Zimbabwe. Il Sud Africa è un museo a cielo aperto sia per la natura ed i suoi territori incredibilmente vari, che per l’interazione tra culture diverse costrette a trovare equilibri sempre nuovi per poter convivere tra loro. E’ anche un laboratorio a cielo aperto per entrambe le cose, un processo in divenire e chi ha la fortuna di visitarlo periodicamente, vedrà notevoli differenze dopo ogni assenza. Questa incredibile varietà si ripercuote anche dal punto di vista climatico, che varia dal temperato mediterraneo della regione del Capo al continentale dell’altopiano al nord, passando per l’area sub tropicale di Durban. Il clima è comunque sempre dolce e presenta il vantaggio non indifferente che nell’Africa meridionale è estate quando nell’emisfero boreale è pieno inverno. La topografia del Sudafrica è estremamente varia ed interessante: sui tre lati è delimitato da una costa battuta dai venti ma estremamente affascinante, bagnata dall’Oceano Atlantico ad ovest e dal più caldo Oceano Indiano ad est. Buona parte del paese è occupata da un vasto altopiano, che si trova ad un’altitudine media di 1500 mt (highveld). Ad est c’è una stretta pianura costiera (lowveld), mentre a nord-ovest si estende il bacino del Kalahari. Nella parte orientale, la linea di separazione tra l’alto ed il basso veld è costituita dalle impressionanti scarpate che scendono a terrazze dalla catena montuosa del Drakenberg. All’interno di queste zone contrastanti, il Sudafrica ospita una varietà di fauna e flora che non ha confronti al mondo; in questo paese vive non solo il più grande mammifero terrestre del mondo (l’elefante africano), ma anche il secondo (il rinoceronte bianco) e il terzo (l’ippopotamo). Vanta inoltre il mammifero più alto (la giraffa), il più veloce (il ghepardo) ed uno dei più piccoli (il toporagno pigmeo). Rispetto agli altri paesi africani, il Sudafrica offre la maggior probabilità di avvistare i “Big Five” ovvero: il rinoceronte, il bufalo, l’elefante, il leopardo e il leone. Non mancano però le possibilità di vedere anche i meno noti “Little Five” ossia lo scarabeo-rinoceronte, il tessitore dei bufali, il toporagno elefante, la testuggine leopardina e il formicaleone. Dal suolo sudafricano germogliano oltre 20.000 specie di piante, il 10% del totale mondiale, nonostante il paese costituisca solo l’1% della superficie terrestre. Il Sud Africa poi è l’unico paese del mondo che ha dentro i suoi confini un intero regno floristico: il Fynbos del Capo. Dei sei regni flogistici del mondo, quello del Capo è il più piccolo, ma anche uno dei più ricchi. Il Sudafrica possiede quasi 600 parchi nazionali e riserve che sono sicuramente l’attrattiva principale per i numerosi visitatori; anche una breve visita in uno dei parchi del paese offrirà la possibilità di avvistare decine di specie di mammiferi, centinaia di uccelli, emozionanti felini e mandrie di erbivori al pascolo. Il Kruger National Park è una delle più grandi riserve di fauna selvatica del mondo e copre una zona più grande dello stato d’Israele. Il territorio che ora corrisponde al Kruger diventò area protetta nel 1898 quando Paul Kruger (Presidente della Repubblica boera di Transvaal e appassionato di caccia) istituì la Sabie Game Reserve, situata tra i fiumi Sabi e Crocodile, come zona di caccia controllata. Nel 1902 in seguito alla seconda guerra anglo-boera, James Stevenson Hamilton divenne il primo guardiano della riserva e intuendone il potenziale turistico, la fece dichiarare area di conservazione. Nel 1926 alla Sabie Game Reserve vennero annesse la confinante Shingwedzi Game Riserve e numerose tenute, costituendo in tal modo il Kruger National Park che venne aperto al pubblico nel 1927. In Sud Africa vivono circa 44 milioni di persone, di cui circa il 77% sono neri, l’11% è costituito da Afrikaners, inglesi, ebrei e immigrati europei, il 9% da coloured o meticci e il 3% circa di indiani ed asiatici. Non a caso viene soprannominata “la nazione arcobaleno”. La maggior parte della popolazione di colore vive nelle Provincia del Capo settentrionale e occidentale, mentre la popolazione di origine indiana si concentra prevalentemente nel KwaZulu Natal. La turbolenta storia del Sudafrica è stata scritta e riscritta varie volte, proponendo versioni sempre diverse a seconda di chi teneva in mano la penna. Tuttavia, negli ultimi anni, è stata ristabilita la verità sulle vicende che hanno caratterizzato la storia di questo paese, la collaborazione e la riconciliazione stanno gradualmente prendendo il posto della diffidenza e del sospetto nei confronti di un passato ancora recente. E’ impossibile, quando si parla della storia del Sudafrica, non pensare all’apartheid ed alle sue tragiche conseguenze. Il concetto di apartheid, che letteralmente significa “la condizione di essere separati”, è stato introdotto dal National Party, durante la campagna elettorale per le elezioni del 1948, che coalizzatosi con l’Afrikaner Party assunse il controllo del paese sotto la guida di D.F. Malan. Grazie a sempre nuove limitazioni al diritto di voto questa coalizione è riuscita a mantenere il potere fino alle prime elezioni democratiche, avvenute nel 1994. Malan non perse tempo ed istituì l’apparato legale necessario per garantire l’apartheid; furono proibiti matrimoni misti e persino rapporti sessuali tra persone di razze diverse. Ogni persona venne classificata in base alla razza e per dirimere i casi dubbi venne compilato un elenco ufficiale. Nel 1950 venne promulgato il Group Areas Act (legge sulle aree per gruppi) che stabiliva la separazione delle aree residenziali destinate a bianche e neri. Il Separate Amenities Act (legge sulle strutture istituì strutture sociali separate, spiagge separate, autobus separati, toilette separate, scuole separate e nei parchi, persino panchine separate. Le leggi sulla libertà di movimento furono inasprite: i neri e i coloured erano obbligati a portare con sé i documenti di identità e non potevano restare in una città senza uno specifico permesso. Nel 1949 l’African National Congres promosse un programma di azione politica che per la prima volta rivendicava forme esplicite di resistenza, sotto forma di scioperi, atti di disobbedienza civile e marce di protesta, che continuarono ad intermittenza per tutti gli anni ’50, sfociando a volte in violenti scontri. Nonostante gli sforzi dell’African National Congress e dell’Indian Congress che nel 1955 nel corso di un congresso tenutosi a Kliptown, vicino a Johannesburg, adottarono la Freedom Charter (Carta delle libertà), un documento in cui veniva delineata la concezione di uno stato democratico non razziale, seguirono decenni di oscurità durante i quali si verificarono scontri violenti, tra cui il massacro di Sharpeville, in cui persero la vita 67 persone e ne furono ferite 186. Un crescente numero di attivisti neri fu arrestato e nel luglio del 1963 17 membri del Anc, tra cui il leader Nelson Mandela, furono accusati di tradimento nel famoso processo di Rivonia e furono incarcerati. Il 16 giugno 1976 il Soweto Students’ Representative Council (Consiglio di rappresentanza degli studenti di Soweto) organizzò una serie di manifestazioni di proteste contro l’uso dell’afrikaans (considerata la lingua dell’oppressore) nelle scuole nere. La polizia aprì il fuoco sugli studenti in marcia, provocando una serie di dimostrazioni nazionali, scioperi, disordini che nei 12 mesi successivi costarono la vita a circa 1000 persone. I primi spiragli di luce si videro solamente verso la fine del 1989 quando al presidente Botha successe F.W. De Klerk, il quale diede l’avvio al processo finalizzato allo smantellamento dell’apparato legale che sosteneva l’apartheid. De Klerk fece liberare tutti i prigionieri politici non imputati di altri reati; l’11 febbraio del 1990 Nelson Maldela veniva liberato dopo 27 anni dalla sua incarcerazione. Nel dicembre del 1991 la Convention for a Democratic South Africa avviò i negoziati per la formazione di un governo di transizione multirazziale, nel 1993 fu pubblicata una bozza della costituzione che garantiva libertà di espressione e di religione, il diritto a un alloggio adeguato e numerosi altri benefici, vietando esplicitamente discriminazioni di qualsiasi tipo. Nell’aprile del 1994 il vecchio inno e la vecchia bandiera lasciarono il posto al nuovo inno nazionale e alla bandiera con i colori dell’arcobaleno. Le elezioni furono pacifiche in tutto il paese e si iniziò a respirare un’aria di tolleranza. Nel 1997 entrò in vigore quella che viene definita una delle più illuminate Costituzioni al mondo. La Truth E Reconciliation Commission (Commissione per la verità e riconciliazione) ebbe un ruolo importante tra il 1994 e il 1999: avendo il compito di denunciare ed esaminare i crimini commessi durante il periodo dell’apartheid, raccolse numerose testimonianze di terribile brutalità e ingiustizia sia da parte delle vittime che da parte dei colpevoli, permettendo così una sorta di catarsi alle persone e alle comunità ancora tormentate dalle ombre del passato. Malgrado le ferite del passato e i problemi che si preannunciano nel futuro, oggi in Sudafrica si respira un’atmosfera più ottimistica e rilassata; pare che le parole dell’amato “Madiba” fungano da faro per questa nazione in cammino: “Il compito non sarà facile. Ma i sudafricani sono più che capaci di realizzare le grandi cose che il nostro meraviglioso paese può offrire”, Nelson Mandela 1995. Western Cape Il Western Cape non a caso è la destinazione turistica più frequentata del paese; è un posto davvero magico e il suo paesaggio è così simile ad una cartolina illustrata che è difficile descriverlo senza usare luoghi comuni. Il Western Cape si snoda dalla spettacolare Garden Route verso il selvaggio Cape Agulhas, fino alla regione dei vigneti e alle montagne Cederberg, che ospitano bizzarre formazioni rocciose e i dipinti rupestri dei San. Le lunghe spiagge, bagnate dall’Oceano Atlantico e dall’Oceano Indiano, danno l’opportunità agli amanti del mare di trovare angoli solitari per rilassarsi. Tra giugno e settembre le balene australi vengono a riprodursi nella Walzer Bay. I laghi e le foreste della Garden Route, sono contornati 329


da montagne e da passi spettacolari che offrono il passaggio per il Klein Karoo: quest’area è caratterizzata da vasti spazi aperti, da colline ondulate e da immensi allevamenti di struzzi. Le Cango Caves (grotte), sono tra le più grandi e stupefacenti grotte del mondo. Nella Wineland hanno sede le più importanti case vitivinicole e si possono gustare gli eccellenti vini esportati in tutto il mondo oltre alla miglior cucina del paese. Qui si trova il Parco Nazionale West Coast che rappresenta una delle maggiori riserve umide del mondo: comprende lagune, distese fangose, i più grandi acquitrini salati del Sud Africa. Città del Capo, con lo sfondo maestoso della Table Mountain, è una delle città più belle al mondo. Ricordiamo il Water Front, diventato meta per i turisti, dove si trovano i principali negozi e locali; il Parlamento; il quartiere malese e il giardino botanico oltre alle stupende baie limitrofe. La città unisce edifici moderni a edifici di epoca vittoriana in una perfetta cornice naturale grazie a coste frastagliate e montagne circostanti. Eastern Cape La diversità dei paesaggi è una delle caratteristiche principali di questa regione che si estende dalle foreste di Tsitsikamma, che significa “luogo di acque abbondanti, in direzione est, fino a Cape St. Francis e Jeffrey’s Bay, comprendendo Port Elizabeth, la Sunshine Coast la Shipwreck Coast e la Wild Coast. Nell’entroterra, il nobile “settler country” dei dintorni di Grahamstown lascia spazio alle fertili pianure del Karoo, dall’abbondante fauna selvatica, disseminate di cittadine affascinanti come Graaff-Reinet e di insediamenti artistici come Nieu Bethesda. La costa è un paradiso per gli sports d’acqua, soprattutto per il surf, con il sole tutto l’anno. Il Parco Nazionale Mountain Zebra ospita una specie quasi estinta: la rara zebra di montagna del Capo, insieme a numerose altre rare specie; il Parco Nazionale Addo Elephant è una riserva dal ricco manto vegetale che ospita tra gli altri 300 esemplari di enormi elefanti, mentre il Parco Nazionale di Tsitsikamma è un santuario degli uccelli e della vita marina. L’Estern Cape è la patria tradizionale degli Xhosa, le cui donne si spalmano il viso con una crema color ocra, sono solite fumare lunghe pipe e portare sul capo pesanti sciarpe di lana in forma di turbante. E’ anche la regione che ha dato i natali a Nelson Mandela e dove si può visitare oggi il Nelson Mandela Museum di Umtata. Kwazulu- Natal La provincia di Kwazulu Natal è caratterizzata da una pronunciata eterogeneità culturale e paesaggistica. Si estende da Port Edward sino a Kosi Bay, al confine con il Mozambico e deve la sua natura ad un intreccio di corsi d’acqua e fiumi che nascono dalle vette della catena montuosa Drakensberg che attraversa il cuore dello Zululand per arrivare sino all’Oceano Indiano. Durban, la capitale di questa provincia, è la terza più importante città del paese ed uno dei principali luoghi di villeggiatura grazie anche all’ottimo clima di cui gode tutto l’anno. Qui si trovano gomito a gomito le influenze dell’India e la ricchezza delle tradizioni culturali Zulu, insieme a tutte le attrazioni di un moderno centro metropolitano. Le riserve faunistiche dello Kwazulu Natal sono note in tutto il mondo per la varietà e la ricchezza delle specie marine, dei mammiferi, dei rettili ed uccelli che vi sono ospitate e protette; è possibile visitare la Riserva Hluhluwe-Umfolozi, la cui istituzione ha permesso di salvare dall’estinzione in rinoceronte bianco, la Riserva Faunistica Itala, un tempo famosa come patria del grande leader zulu Shaka, che offre oggi protezione a rinoceronti bianchi e neri, elefanti, coccodrilli, ghepardi ed altri animili, il Parco Greater St Lucia Wetland (il terzo parco del Paese in ordine di grandezza) ed il Parco Nazionale Royal Natal. Oltre alle spiagge incontaminate di Kosy Bay, Kwazulu Natal ospita Sodwana Bay, un vero e proprio angolo di paradiso isolato e tranquillo nonché i suggestivi campi di battaglia delle guerre anglo-zulu presso Isandlwana e Rorke’s Drift. Free State Il Free State, ben noto per la maestosità dell’ambiente e per l’ospitalità dei suoi abitanti, si trova nel cuore del Sudafrica. Il territorio è occupato in gran parte dalle praterie dell’altopiano dell’Africa australe, mentre ad est si estende una regione montuosa caratterizzata da colline di arenaria che l’erosione ha scolpito in forme bizzarre e che al tramonto risplendono di luce dorata. Il Free State è ideale per chi ama la vita all’aria aperta: numerosi sono i percorsi per escursionisti, le possibilità di praticare equitazione, bird-watching e l’osservazione della fauna selvatica. Il Parco nazionale Golden Gate Highlands, che è in via di ampliamento e che incorporerà il Parco nazionale Qwa Qwa, protegge un territorio unico e spettacolare ed offre rifugio a diversi animali. Inoltre nel Parco è situato uno dei più interessanti villaggi culturali del Sudafrica, il Basotho Cultural Village, nato per far comprendere i modi di vita, i costumi, la musica, le danze e l’architettura dei Sotho meridionali. Bloemfontain, il capoluogo della provincia, è una delle città più piacevoli del Sudafrica e offre una delle più prestigiose gallerie d’arte del paese (l’Oliewenhuis Art Museum) e una vita notturna alternativa ed originale. Altrettanto originale è la Rustler’s Valley che con i suoi cottage colorati, le terapie new age e gli splendidi panorami, è considerata la mecca degli hippy. Gauteng Gauteng, nome che in sotho significa il “luogo dell’oro”, vide nascere la propria prosperità all’epoca della corsa dell’oro; ancora oggi, nonostante sia la provincia più piccola del Sudafrica, è ancora considerata il motore economico ed amministrativo del paese, grazie alle metropoli di Johannesburg e di Pretoria. La città di Johannesburg, con il suo dinamismo e le sue problematiche, è oggi una metropoli ricca di fascino che concentra gli aspetti migliori e peggiori del nuovo Sudafrica. Potrebbe essere interessante partecipare ad una visita guidata di Soweto (South West Township) per addentrarsi nella travagliata e recente storia del paese e vedere il quartiere culturale di Newton. A 50 km a nord di distanza da Jo’burg, si incontra Pretoria, famosa per il suo color lillà durante la primavera quando gli alberi di Jacaranda sono in fiore, che offre un clima più rilassato e tranquillo, nonché delle notti gaudenti tra bar e ristoranti in Burnett Street. Mpumalanga Il Mpumalanga, termine che significa “luogo del sole nascente”, è una delle più importanti aree del Sudafrica dal punto di vista turistico. Il suo territorio comprende due ben distinti tipi di paesaggio: la spettacolare topografia dello Drakensberg Escarpment (scarpata del Klein Drakensberg) e le pianure del basso veld, occupate per la maggior parte del loro territorio, dal famosissimo Kruger National Park. La provincia ospita altresì il Blyde River Canyon, uno dei più maestosi monumenti naturali dell’Africa meridionale, la cui area fu percorsa palmo a palmo dai cercatori dell’oro alla fine dell’Ottocento. Di quel periodo oggi resta il villaggio di Pilgrim’s Rest, località in cui nel 1873 venne scoperto l’oro e che oggi è monumento nazionale. Meritano una visita anche le città storiche di Sabie, Graskop e Barberton nonché lo Shangana Cultural Village, nei pressi di Hazyview, concepito per dare ai visitatori un’idea della cultura degli Shangaan, abitanti assieme agli Ndebele della zona del Mpumalanga. Nelspruit, capitale della provincia, posta nella valle del Crocodile River, è circondata da una natura lussureggiante. North West Province Lontana dai clamori metropolitani, la North West Province si presenta come un angolo intatto di Africa e si contraddistingue per la tranquillità delle sue fertili pianure ed i piccoli villaggi di pastori. Nella provincia si trovano due importanti riserve faunistiche: la Madikwe Game Reserve, una delle più vaste riserve del Sudafrica malaria free e il Pilanesberg National Park, quinto parco del Paese in ordine di grandezza, situato all’interno del cratere di un vecchio vulcano. Vicino al Pilanesberg Park si trova Sun City, località esclusiva per bianchi ai tempi dell’apartheid, che è diventata oggi un leggendario complesso ricreativo ed alberghiero frequentato da una mescolanza di neri, bianchi e soprattutto asiatici che si riversano in questo luogo nel fine settimana. Limpopo La provincia di Limpopo (chiamata in passato Northern Province) si estende lungo il confine orientale del Kruger National Park ed è il regno incontrastato del baobab. Dominata dalle montagne e dalla vegetazione del bush, questa provincia offre emozioni per gli amanti del safari, vista l’alta concentrazione di riserve private che si susseguono nella zona. Spostandosi a sud-ovest la catena delle Waterberg Mountains, con le sue vette che si stagliano poderose verso l’alto e le cascate che s’infrangono fragorosamente, offre ai visitatori uno spettacolo incredibile e numerosi percorsi per il trekking. A nord della provincia, a ridosso dello Zimbabwe, si trova la regione di Soutpansberg che racchiude sorprendenti paesaggi tra cui il Vhembe Dongola National Park, dichiarato sito Patrimonio dell’Umanità, che ospita molti dei siti più importanti del paese che risalgono all’età del 330


ferro e della pietra. La zona dei Venda è la parte più misteriosa del Soutpansberg: qui vive una popolazione indigena in cui il culto dei miti e delle leggende continua ad avere un ruolo importante nella vita quotidiana. Limpopo ospita anche Modjadji, la regina della pioggia, che risiede nella cittadina di Ga Modjadji e che ogni anno verso novembre presiede ad una festa che celebra l’arrivo delle piogge. Infine merita una visita la città di Tzaneen, nella Letama Valley, per assaggiare i frutti tropicali (mango e avocado) che crescono nelle sue estese piantagioni. Northern Cape Il Northen Cape, la più vasta e meno densamente popolata provincia del Sudafrica, è caratterizzata da paesaggi aridi, meravigliosi tramonti, spazi sconfinati. L’impetuoso Fiume Orange, che attraversa la provincia, è un’importante linfa vitale per questo territorio che diventa estremamente brullo e desertico ai margini del Kalahari e del Karoo. A nord dell’Orange, si estende fino al confine con il Botswana, una zona di praterie e savane punteggiata di alberi di acacia; qui si trova il Kgalagadi Transfrontier Park, nato dalla fusione tra il vecchio Kalahari-Gemsbok National Prk in Sudafrica e il Mabuasehube-Gemsbok National Park in Botswana. La regione del Kalahari, con i suoi straordinari tramonti, le sabbie bianche e rosse, i campi verdi e fertili, è senza dubbio una delle zone più incantevoli e suggestive del Sudafrica. A sud si trova il Karoo, una zona particolarmente adatta all’allevamento degli ovini, per la presenza di cespugli e piante che favoriscono un sano sviluppo per gli animali. La parte più occidentale della provincia è impervia e comprende il magnifico ed isolato Richtersveld National Park, dallo splendido deserto montagnoso. A sud del parco si estende il Namaqualand, che durante i mesi di agosto e settembre si trasforma in un incredibile tappeto di fiori selvatici. Kimberley, la capitale del Northern Cape, è ancor oggi sinonimo di diamanti che vennero scoperti per la prima volta in un terreno che apparteneva alla famiglia De Beer.

Informazioni e consigli per il viaggio Documenti Si raccomanda di verificare sempre la validità dei documenti richiesti per l’espatrio. Per i cittadini non in possesso di passaporto italiano si consiglia di verificare i documenti richiesti attraverso le autorità competenti. I turisti che entrano in Sud Africa devono essere in possesso di un passaporto valido almeno 30 giorni oltre la data di rientro del viaggio. Se in possesso di un passaporto Italiano, il visto non è richiesto. Il passaporto deve avere almeno due pagine bianche per l’apposizione del timbro d’ingresso. Indirizzi utili Ambasciata del Sud Africa in Italia: Via Tanaro 14, 00198 Roma. Tel.06852541. Norme Sanitarie E’ sempre consigliabile consultare il proprio medico di fiducia o il Servizio d’igiene e sanità pubblica dell’ASL prima di intraprendere un viaggio. A parte la malaria e la bilharzirosi in alcune zone e la possibilità per chi effettua escursioni a piedi di bere acque contaminate, non vi sono problemi per la salute in Sud Africa. E’ bene tenere presente che la salute durante il viaggio dipende anche dalla profilassi prima della partenza, dalla cura che si ha del proprio corpo giorno per giorno mentre si viaggia e dal modo di affrontare i problemi o le emergenze che si verificano. È comunque fortemente consigliato seguire una profilassi antimalarica a tutti i viaggiatori che si recano al Kruger National Park e la zona del Mpumalanga, la provincia del nord, lo Swaziland e il Natal del nord durante la stagione umida. La malaria è causata da un parassita del sangue che viene diffuso da certe specie di zanzare (anofeli); solo gli insetti di sesso femminile portano la malaria, ma per contrarla è sufficiente la puntura di un singolo insetto. Si possono trovare anche in loco ottimi repellenti antizanzara, in vendita nelle farmacie o supermercati, da spalmare o spruzzare direttamente sulla pelle oppure sui vestiti. Si possono anche comperare saponi speciali fatti con l’olio di citronella per prevenire le punture di zanzara. Molti alberghi e quasi tutti i lodges dispongono di fornellini anti-zanzara e spray repellenti nelle camere. Inoltre è bene ricordare che il rischio varia a seconda delle stagioni: in luglio ed agosto, periodo secco, il rischio è quasi nullo, mentre nella stagione umida, dicembre gennaio febbraio, il rischio aumenta. Assistenza Medica Hirondelle fornisce ai propri clienti una copertura assicurativa di base per le spese mediche tramite una polizza “NAVALE SOS” stipulata con la compagnia “Navale Assicurazioni SPA”, le cui condizioni sono riportate nel contratto di viaggio. In caso di necessità consigliamo di seguire le istruzioni riportate nella cedola assicurativa. Vi sono ospedali e cliniche private in quasi tutte le città e località grandi e l’assistenza medica è di alta qualità. Le cliniche private offrono servizi e trattamenti più confortevoli. Negli elenchi telefonici gli ospedali figurano sotto la lettera H (Hospitals) mentre medici e dentisti sotto M (Medical Practitioners). Il numero di telefono del Centro Nazionale Veleni è (011) 495 5112. Questo numero è operativo 24 ore su 24. Farmacie (Chemists/ Pharmacies/ Apotekes) sono normalmente in tutti i grandi centri commerciali. Ogni città solitamente dispone di una farmacia locale ed una di turno. Riconferma dei voli Gli orari dei voli possono essere soggetti a variazioni impreviste. E’ pertanto consigliato riconfermare eventuali voli interni ed il volo di rientro presso gli uffici locali della compagnia aerea utilizzata con almeno 72 ore di preavviso, anche con l’aiuto dei nostri assistenti in loco. Assistenza aeroportuale in loco L’assistenza aeroportuale in arrivo e partenza – se prevista nel programma di viaggio – è fornita da personale parlante italiano del nostro ufficio corrispondente, che vi accoglierà all’ esterno della zona doganale. Biglietti aerei e vouchers Si raccomanda di conservare i documenti di viaggio con la massima cura, alla stregua del passaporto, della patente o delle carte di credito, in quanto la loro perdita potrebbe comportare l’obbligo da parte del viaggiatore di riacquistarli e quindi di pagare nuovamente per i servizi già prenotati. Valuta Locale, Cambio, Pagamenti L’unità monetaria locale in vigore è il South African Rand (ZAR), suddivisa in 100 cent. Non esiste il mercato nero nella valuta straniera. L’orario delle banche è dalle 09.00 alle 15.30, dal lunedì al venerdì e dalle 09.00 alle 11.00 di sabato. Tra le maggiori segnaliamo la Standard Bank, la First National Bank e la Nedbank. Le banconote di valuta estera, incluso Euro, Dollari Americani e Traveller’s Chèques, possono essere cambiati (su presentazione del Passaporto) in valuta locale da quasi tutte le banche negli uffici di cambio di valuta estera. Se cambiate valuta in un albergo o in un lodge Vi verrà addebitata una commissione più alta che in banca. Si raccomanda di conservare tutte le ricevute di cambio valuta per poter riconvertire eventualmente i Rand avanzati prima della partenza dal Sud Africa. La valuta sudafricana non è cambiabile in Italia. La maggior parte degli alberghi, negozi e ristoranti accettano carte di credito internazionali riconosciute - Mastercard, Visa, American Express e Diners Club. Le carte di credito però non possono essere usate per pagare la benzina. In alcuni casi le carte di credito tipo “electron” possono non essere accettate. In tutte le città del Sudafrica i bancomat sono diffusi e nella maggior parte dei casi offrono anticipi di denaro prelevabili con le carte collegate alla rete mondiale Cirrus. Fate particolare attenzione nell’utilizzo del bancomat, posto che, la maggior parte dei furti ai danni dei turisti, si verifica presso gli sportelli stessi. Attenzione Dollari Americani: vengono accettate solamente le banconote di tipo nuovo (con immagine più grande rispetto le vecchie banconote). Value Added Tax (VAT) - (Tassa aggiunta al valore - IVA). Al momento una tassa del 14% viene inclusa nel prezzo della maggior parte delle merci in commercio. Come turisti, avete il diritto ad un rimborso di questa tassa per quegli articoli comperati in Sud Africa e portati all’estero. Il valore totale deve eccedere i 250 Rand per ogni richiesta di rimborso. Merci consumate o servizi prestati in Sud Africa non sono considerate valide per un rimborso. Tutte le ricevute dovranno essere ufficialmente numerate, datate e intestate con la ragione sociale del negozio e debbono essere conservate per il rimborso. Esse dovranno essere mostrate al personale dell’ufficio TAX REDUND presente all’aeroporto di Johannesburg assieme alla merce acquistata. È consigliabile tenere a portata di mano tutti gli oggetti corrispondenti ad ogni ricevuta. Poiché quasi tutti i turisti approfittano, se tale 331


operazione viene effettuata all’aeroporto di Johannesburg al rientro in Italia, conviene presentarsi all’ufficio Tax Refund con largo anticipo rispetto all’imbarco del volo. Mance In Sud Africa è usanza dare una mancia a chi presta un servizio. Nei ristoranti, poiché non viene addebitato il coperto, la mancia diventa quasi obbligatoria ed ammonta normalmente al 10% del servizio. Per il portiere o il facchino negli alberghi si consiglia lasciare un piccolo importo per ciascun collo (circa 5 Rand). Guide, ranger e tracker contano sulle mance come parte del loro salario (in linea di massima si usa dare circa 50 Rand per persona al giorno). L’importo di ciascuna mancia rimane a vostra completa discrezione in base al servizio ricevuto. Lingua Vi sono 11 lingue ufficiali in Sud Africa - Inglese, Afrikaans, Xhosa, Zulù, Sotho, Ndebele, Swazi, Pedi, Tswana, Tsonga e Venda. L’Inglese tuttavia è la lingua più diffusa e compresa. Fuso Orario Nel paese vige il South African Standard Time (Ora Unificata Sudafricana) che è due ore avanti rispetto all’ora di Greenwich e quindi un’ora avanti rispetto all’Italia quando in Italia vige l’ora solare. Quando invece in Italia vige l’ora legale non vi è differenza di orario, posto che in Sud Africa non viene adottata l’ora legale. Elettricità Nelle città e metropoli, la corrente elettrica viene erogata a 220/250 V. AC e 50 Hertz, questo significa che gli apparecchi elettrici con un voltaggio compreso tra 220 e 250 V. funzionano dovunque. La maggior parte delle prese di corrente (3 poli rotondi) sono calibrate per portare un massimo di 15 ampere. In quasi tutti gli alloggi è possibile usare rasoi elettrici ma è consigliabile portare con sé una presa multipla internazionale (in vendita in qualsiasi centro commerciale o negozio di macchine fotografiche) oppure richiederla alla reception dell’hotel/lodge in cui alloggiate. Clima e Temperature Il Sud Africa gode di un clima secco e soleggiato, tra i più temperati del continente africano. I modelli meteorologici e le statistiche delle precipitazioni variano molto da regione a regione. Mentre il Western Cape gode di piogge invernali di tipo mediterraneo, le altre zone costiere godono di precipitazioni sparse durante tutto l’anno. Le estati sono generalmente calde o caldissime, gli inverni sono soleggiati e secchi con cieli blu limpidissimi, con periodi sporadici di freddo intenso e forte gelo all’interno del paese e nevicate sulle montagne più alte del Drakensberg. Nel complesso è un paese abbastanza secco con una media di precipitazioni di 500 millimetri. Il sole può essere intenso e la penetrazione dei raggi ultravioletti può risultare estremamente pericolosa. È consigliabile usare un cappello, occhiali da sole e una crema protettiva all’aperto. Le temperature possono variare dal freddo in inverno 0° / 15° al caldo dell’estate 20° / 40° . Le medie temperature minime e massime sono come segue: Estate Autunno Inverno Primavera Novembre/Marzo Aprile/Giugno Luglio/Agosto Settembre/Ottobre Bloemfontein 13-29 07-22 02-17 07-25 Cape Town 14-25 11-22 06-17 13-20 Durban 19-27 17-25 11-22 15-23 Johannesburg 10-23 14-25 07-21 05-17 Nelspruit 17-28 14-27 07-23 12-26 Pietesburg 16-27 11-24 05-20 11-26 Port Elizabeth 15-24 13-22 08-19 11-20 Abbigliamento Consigliamo un abbigliamento pratico e informale per chi effettua tour con safari. In alcuni alberghi di categoria superiore può essere indicato un abito formale per la sera. Oltre ad un copricapo, occhiali da sole, abiti in tessuti naturali e traspiranti, scarpe comode, un binocolo può rivelarsi utile. Per i safari è sempre bene portare una pila, indossare scarpe e abiti comodi possibilmente di color kaki. Durante la stagione più fredda è utile premunirsi anche di abiti pesanti. Bagaglio Per motivi logistici, in particolare per i safari, è consigliato organizzare i propri bagagli in sacche morbide e non in valige rigide. È utile ricordare che si può comprare praticamente tutto ciò di cui si può aver bisogno nelle grandi città sudafricane. IMPORTANTE: L’aeroporto di Johannesburg ha introdotto un nuovo regolamento in merito alla dimensione e peso di ogni singolo bagaglio che non potrà eccedere le seguenti misure: lunghezza 900 mm/ altezza 720 mm/ profondità 450 mm/ peso 32 Kg. Nel caso di mancata osservanza di tali limiti il bagaglio dovrà essere spedito separatamente mezzo corriere, a proprio carico. Queste restrizioni riguardano l’ente aeroportuale e non hanno niente a che vedere con le limitazioni dettate da ogni singola compagnia aerea. Noleggio Auto Il Sud Africa è un paese facile da girare in auto. Le strade di grande comunicazione sono eccellenti e relativamente poco trafficate e lontano dalle strade principali si trovano delle interessanti strade secondarie da percorrere. Le strade a pagamento sono ben segnalate con una “T” nera su sfondo giallo ma non mancano itinerari alternativi indicati da una “A” su sfondo giallo. Le stazioni di servizio sono spesso aperte 24 ore su 24 anche se non esistono distributori self-service. Ci sarà sempre un benzinaio al quale è buona abitudine, se vi ha offerto un buon servizio, lasciare una mancia. La maggior parte delle agenzie impone un’età minima di 21 anni per il noleggio auto. Trasporti Pubblici Sebbene il Sud Africa abbia una buona rete ferroviaria e stradale, il trasporto pubblico può a volte presentare dei problemi, specialmente quando si è lontani dai maggiori centri. Un buon consiglio è di noleggiare un veicolo o usare un taxi. I tassisti sono sempre presenti alle uscite degli aeroporti o rispondono a chiamate telefoniche nei maggiori centri. Vi sono regolari servizi ferroviari e di pullman fra città è centri più grandi. I maggiori centri hanno servizi d’autobus regolari, che in genere terminano presto la sera. A Durban e in alcuni altri centri si possono trovare i mezzi di trasporto pubblico tipici dell’Asia, i tuk tuk, diffusi soprattutto nelle zone turistiche e in centro città. Cibi e bevande Il cibo sudafricano trae le sue origini dai molti paesi che compongono questa società cosmopolita: potete trovare sostanziosi stufati di carne, eredità dei coloni olandesi, numerosi piatti a base di mais, che sono alla base dell’alimentazione della comunità africana, pizzichi di piri piri (peperoncino piccante) importato dal Mozambico e aromi al curry e coriandolo che arrivano direttamente dall’Asia. Della cucina afrikaaner assaggerete probabilmente il biltong (carne secca), i rusk (biscotti a doppia cottura), i boerewors (salsiccia piccante), elemento essenziale assieme alla birra per il braai (barbecue) e il potjiekos che è uno stufato di carne e di verdure, da cucinare per ore sui carboni ardenti in una pentola a tre piedi. La cucina malese del Capo, nata dall’incontro tra la cucina malese e quella olandese, abbina spezie esotiche e prodotti locali. Potrete assaggiare Waterblommetjie Bredie, fatto con gigli d’acqua, stufati con montone e spezie, Bobotie, una ricetta malese del Capo, fatto con carne macinata e uova che ha acquisito il suo sapore unico da una miscela di curcuma, curry e erbe varie. Entrambi piatti unici, che valgono la pena di essere assaggiati. Pesce e frutti di mare, carne, pollame e pesce d’acqua dolce sono di prima qualità. Birre e vini prodotti in Sud Africa sono tra i migliori del mondo. Jan van Riebeeck piantò la prima vite al Capo, subito dopo il suo arrivo nel 1652. Oggi il Sud Africa é all’undicesimo posto tra i più grandi produttori di vini del mondo 332


(circa 750 milioni di litri all’anno). Ci sono più di cento varietà di uva riconosciuta in Sud Africa. Le principali varietà di vino bianco sono Chenin Blanc, Riesling, Chardonnay e Sauvignon Blanc. I vini rossi sono prodotti dal Cabarnet Sauvignon, Shiraz, Pinotage, Merlot e Pinot Noir. L’acqua di rubinetto in molte località è chimicamente purificata e può essere bevuta senza pericolo. Acqua minerale in bottiglia viene venduta in quasi tutti i supermercati e bottiglierie. Orari negozi La maggior parte degli uffici e dei negozi sono aperti dalle 08.30 alle 17.00 dal lunedì al venerdì e dalle 08.30 alle 13.00 di sabato. Quasi tutti gli shopping centers e i centri commerciali nelle grandi città sono aperti fino alle 17.00 di sabato e dalle 10.00 alle 13.00 di domenica. Telefoni Prefisso dall’Italia per il Sud Africa 0027 - Prefisso dal Sud Africa per l’Italia 0939 (seguito dal prefisso della città desiderata con lo zero iniziale). Telkom gestisce la rete dei telefoni in Sud Africa. Nella maggior parte dei casi il telefono funziona automaticamente cioè chiamate locali o internazionali si ottengono direttamente in teleselezione. Vari telefoni pubblici (funzionanti con monete e/o schede telefoniche acquistabili in molti esercizi commerciali) si trovano quasi dovunque. Ci sono anche centri telefonici privati dove si paga in contanti, ma generalmente le tariffe sono doppie rispetto a quelle dei telefoni pubblici. Le chiamate telefoniche dalla stanza d’albergo vengono spesso addebitate con un supplemento. Vi sono tre compagnie che possono fornire al momento un servizio telefonico cellulare: Vodacom, Cell C e MTN. Apparecchi telefonici cellulari GSM possono essere noleggiati negli aeroporti o nei vari punti di vendita; in alternativa potete usare il Vostro cellulare (se compatibile), inserendovi una carta Sim prepagata. La maggior parte degli alberghi offrono anche un servizio fax ai loro clienti. Numeri Utili di Telkom: Informazioni e ricerche (Nazionali e Internazionali) 1025 - Informazioni e ricerche (Locali) 1023 - Chiamate con addebito al destinatario (Nazionali) 0020 - Chiamate con addebito al destinatario (Internazionali) 0090. Un ottimo sistema per ridurre i costi quando chiamate a casa è comporre il numero “Country Direct” del Vostro paese che Vi permetterà di chiamare tramite operatore. Verso l’Italia questo servizio prende il nome di Italy Direct che, al momento, ha questo numero: 0800990039. Servizi Postali Gli uffici postali sono aperti dalle 08.00 alle 16.00 durante i giorni feriali e al sabato dalle 08.00 alle 12.00; sono generalmente affidabili anche se piuttosto lenti. Cartoline postali e francobolli si possono acquistare nella maggior parte dei negozi per turisti, alberghi e negozi di cartoleria. Una lettera dal Sud Africa all’Europa o America impiega circa 10/14 giorni per giungere a destinazione. Stampa & Televisione Dopo decenni di repressione, i mezzi di informazione del Sudafrica stanno attraversando una fase di transizione. La SABC (South African Broadcasting Corporation), l’emittente radiotelevisiva statale che possiede 20 stazioni radiofoniche e 4 canali televisivi, sta cercando di proporsi come voce indipendente. La televisione privata, lanciata nel 1998 con uno stile più giovane e anticonformista, offre una programmazione di film e approfondimenti di fatti di cronaca. Sintonizzarsi sulle onde delle diverse stazioni radiofoniche può essere un’ottima esperienza per rendersi conto della profonda diversità che caratterizza il Sudafrica. Le stazioni specialistiche trasmettono in tutte le 11 lingue ufficiali. I principali quotidiani in lingua inglese sono pubblicati nelle città e diffusi in tutti il paese, anche se non sempre facilmente reperibili. Lo Star di Johannesburg è il miglior quotidiano neutrale; The Sowetan il giornale a maggior tiratura offre interessanti analisi poitiche e sociali. Nei migliori hotels in particolare nelle grandi città a volte viene redatto per i clienti un sunto delle notizie del giorno precedente in varie lingue, compreso l’italiano. Giorni Festivi in Sud Africa Capodanno, 1 gennaio - Giornata per i Diritti Umani, 21 marzo - Venerdì Santo, varia - Giornata della Famiglia, 17 aprile - Festa della Costituzione, 27 aprile - Festa dei lavoratori, 1 maggio - Giornata della Gioventù, 16 giugno Festa delle Donne, 9 agosto - Giorno dell’Eredità, 24 settembre - Festa della Riconciliazione, 16 dicembre - Natale, 25 dicembre - Giornata della Buona Volontà, 26 dicembre. Alloggi e Safari La varietà di sistemazioni in Sudafrica è diversificata quasi quanto la sua gente e i suoi paesaggi; si possono trovare alberghi di lusso, Bed & Breakfast, pensioni, splendidi lodges nelle riserve private. Per quanto riguarda i safari, le sistemazioni possibili sono sostanzialmente tre: la più economica prevede di alloggiare in uno dei Rest Camp statali ai bordi dei parchi; si tratta di sistemazioni molto semplici, a volte dotate di un angolo cottura. La soluzione intermedia prevede di alloggiare all’esterno del parco in hotels molto confortevoli e recarsi al mattino all’interno del parco per il safari, acquistando l’escursione. La soluzione più costosa, ma sicuramente più emozionante ed entusiasmante, è quella di soggiornare in un lodge, sistemazione di lusso con trattamento di all inclusive , in una delle riserve private che si trovano all’interno dei parchi e che sono direttamente confinanti con essi senza barriere, per permettere agli animali di girare liberamente. Qui i safari si svolgono all’alba e al tramonto a bordo di Land Rover completamente aperte (massimo 6 persone a bordo) che permettono di attraversare sia percorsi tracciati che fuori pista alla ricerca dell’incontro con i “signori” del parco, ovvero gli animali. Oltre ai safari, per i più appassionati di natura è possibile partecipare a passeggiate in mezzo al bush, scortati da esperti rangers. Facciamo presente che alcuni lodges non accettano bambini al di sotto dei 12 anni, per cui è necessario che le famiglie si informino in merito al momento della prenotazione. Kruger National Park L’ingresso al Kruger National Park costa indicativamente R140/70 per adulti/bambini se ci si ferma un solo giorno o se si pernotta nel parco per una notte. Nel parco vigono i seguenti limiti di velocità: 50 Km/h sulle strade asfaltate e 40 Km/h sullo sterrato (sono controllati con i radar dai ranger) e non sono ammessi biciclette, motociclette e veicoli aperti. Gli orari di apertura dei cancelli di ingresso al parco subiscono leggere variazioni a seconda delle stagioni, e attualmente sono i seguenti: Mese Apertura Cancelli Chiusura Cancelli gennaio 5.30 18.30 febbraio 5.30 18.30 marzo 5.30 18.00 aprile 6.00 18.00 maggio-agosto 6.00 17.30 settembre 6.00 18.00 ottobre 5.30 18.00 novembre 5.30 18.30 dicembre 5.30 18.30 Balneazione Nuotare nel mare dovrebbe essere limitato alle zone marcate dai segnali o alle zone controllate dai bagnini. Non è pericoloso nuotare vicino alla costa nella maggior parte delle spiagge all’infuori della zona di Durban dove gli squali raggiungono la riva. E’ bene comunque raccogliere informazioni dal personale dell’alloggio. Non è prudente nuotare in nessuno dei fiumi in Sudafrica a causa della bilharziosi, nonché della presenza di coccodrilli e ippopotami.

333


Sicurezza Come nella maggior parte dei paesi del mondo, anche in Sudafrica esiste il problema della criminalità ed è consigliabile quindi premunirsi. Evitate di portare con Voi qualcosa che non potete permetterVi di perdere; passaporti, soldi, documenti di viaggio, oggetti di valore dovrebbero essere chiusi nella cassaforte della camera se esistente; evitate di ostentare oggetti di valore e cinture portasoldi esterne, soprattutto se si passeggia nelle grandi città. E’ consigliabile dividere il denaro contante e custodirlo in posti diversi, utilizzando dei marsupi da indossare sotto i vestiti. Evitate le zone spopolate sia di giorno che di notte; dopo il tramonto evitate di frequentare quartieri pericolosi e le zone commerciali delle grandi città. Cercate di raccogliere informazioni dalla gente del posto sulle zone considerate pericolose e chiedete consigli in merito al personale dell’hotel. La polizia sudafricana è a disposizione a qualsiasi ora del giorno e della notte; le città più grandi hanno speciali reparti d’assistenza a disposizione dei turisti. Numeri utili per chiamare la polizia e il reparto “Crime Top” 0800111213 – Squadra Volante 10111 – Ambulanza 10177. Flora e fauna Il Sudafrica si estende all’estremità del continente africano, dove l’Oceano Atlantico si incontra con il più caldo Oceano Indiano. Dal suo suolo germogliano più di 20.000 specie di piante e qui crescono spontaneamente una quantità di fiori tra cui gladioli, protee, il “fiore uccello del paradiso”, gli agapanti. È anche l’unico paese a ospitare uno dei sei regni floristici del mondo (il Regno Floristico del Capo) interamente nei propri confini. È uno dei paesi dove è più facile incontrare un gran numero di animali selvatici, tra cui i “Big Five”, ovvero: leopardo, leone, elefante, bufalo e rinoceronte. È possibile avvistare, con pazienza e fortuna, anche i meno conosciuti “Little Five”: lo scarabeo-rinoceronte, il tessitore dei bufali, il toporagno elefante, la testuggine leopardiana e il formicaleone. In questo paese vive il più grande mammifero terrestre del mondo (l’elefante africano), il secondo più grande (il rinoceronte bianco) e il terzo (l’ippopotamo); vanta inoltre il mammifero più alto (la giraffa), quello più veloce (il ghepardo) e uno dei più piccoli (Il toporagno pigmeo). Il Sudafrica ospita poi più di 800 specie di avifauna, l’uccello più grande del mondo (lo struzzo), il più grande in grado di volare (l’otarda di Kori), le colorate nettarine, i fenicotteri e gli uccelli tessitori che vivono in grandi città-nido con i falchi pigmei, i rapaci più piccoli del mondo. Minerali Il Sudafrica è il più grande produttore di oro, platino, cromo, vanadio, manganese e silicato di alluminio. La grande buca di Kimberley (Northern Cape), dalla quale sono stati estratti diamanti, è lo scavo più grande del mondo fatto dall’uomo – misura 800 metri di profondità. La miniera d’oro di Western Deep Levels è la più profonda del mondo, oltre 5000 metri. Sport I Sudafricani sono molto sportivi anche grazie agli immensi spazi aperti ed al clima temperato del paese che consentono di praticare gli sport più diversi nel corso di tutto l’anno. Avrete la possibilità di praticare o vedere una quantità di sports tra cui il cricket, il golf, il rugby, il calcio, il tennis. Il più famoso trai giochi afrikaner è il jukskei, simile al tiro del ferro di cavallo, che viene però praticato con i tipici oggetti dei carri boeri. Il Sudafrica è poi considerato il paradiso dei surfisti che si trovano a Jeffreys Bay o nella costa del KwaZulu-Natal per cavalcare le splendide onde della costa. Attenzione Il turismo ha un peso importante per questo straordinario Paese; è importante però che l’ospite sia consapevole del proprio ruolo e che cerchi di adottare dei comportamenti tali da minimizzare il proprio impatto sull’equilibrio dell’ambiente sociale. Vi preghiamo quindi di porre la massima attenzione e di evitare determinati comportamenti, in particolare: evitate di fotografare le persone senza aver prima chiesto il permesso; resistete alla tentazione di porgere del denaro o fare dei regali ai graziosi bambini che vedrete durante il viaggio. In questo modo non li aiuterete, ma insegnerete loro a chiedere l’elemosina ad ogni viaggiatore che incontreranno. Se volete fare qualcosa per aiutare queste persone, fate piuttosto una donazione in denaro alla scuola, alla clinica locale o qualche ente preposto; cercate di finanziare le attività imprenditoriali locali; evitate di acquistare articoli in avorio, pelle, conchiglia, tartaruga; cercate di risparmiare le risorse naturali; informatevi sulla storia del Sudafrica e ricordatevene nel momento in cui lo visiterete.

Come raggiungere il Sudafrica Con voli di linea South African Airways, Emirates, Lufthansa e/o migliori compagnie aeree. I dettagli verranno forniti al momento della richiesta di preventivo.

Che tempo fa abbassamento della temperatura piogge sporadiche caldo umido con acquazzoni bel tempo e secco bel tempo e secco con escursione termica

GEN nord: Mpumalanga centro Kwazulu - Natal Western Cape Eastern Cape e regioni interne

334

FEB

MAR

APR

MAG

GIU

LUG

AGO

SET

OTT

NOV

DIC


Namibia

Cenni Generali per regioni e zone Windhoek Capitale della Namibia e più grande città del paese, è situata in un’incantevole posizione tra le colline di Auas e Eros. Il centro è una mescolanza di palazzi coloniali tedeschi e di colorati edifici in stile postmoderno molto insoliti. Si trova a 1650 metri di altitudine; il clima è quello tipico di un paese molto arido semidesertico, con giornate calde e notti fresche. Nei dintorni della città, a circa 25 Km ad ovest dal centro, vale la pena visitare il Daan Viljoen Game Park, un parco naturale nel quale si può tranquillamente passeggiare (non vi sono animali pericolosi) tra le desertiche colline popolate da antilopi, zebre di montagna e altri animali e uccelli di rara bellezza. Swakopmund È la principale città di villeggiatura della Namibia; il suo piacevole clima estivo e le spiagge abbastanza belle la rendono infatti meta di surfisti, pescatori e bagnanti provenienti da tutta l’Africa meridionale. L’impronta della città è decisamente tedesca, per alcuni molto più teutonica di molte località della Germania stessa e questa impostazione contribuisce a creare una sensazione generale di Gemutlichkeit, temine che indica un gusto tutto tedesco per le comodità e l’ospitalità. La città offre giardini fioriti, splendide passeggiate, edifici coloniali, panetterie, cafè e un’atmosfera rilassata ideale per una sosta rigenerante. Luederitz È una città dall’atmosfera surreale nel sud della Namibia al confine con la Diamond Area e come Swakopmund ha un aspetto decisamente germanico, con pasticcerie, caffè, costruzioni in Jugendstil (Art Nouveau) e una chiesetta luterana. Fu scoperta nel 1884 da Adolf Luederitz, mercante di tabacco di Bremen e fu la prima terra occupata dai tedeschi nel Sud Ovest dell’Africa. Alcune delle spiagge vicine sono popolate da pinguini, foche e in quelle più desolate si possono ammirare fenicotteri e struzzi. Il pittoresco porto cittadino ospita una flotta di pescherecci per la pesca degli astici, che viene praticata da novembre ad aprile. Altre attività sono la raccolta delle alghe e della ruppia, che vanno a rifornire soprattutto il mercato giapponese e l’allevamento sperimentale di ostriche, cozze e gamberi che vengono serviti poi negli alberghi e nei ristoranti.

Le Meraviglie della Namibia Etosha National Park Questo parco, che occupa una superficie di oltre 20.000 kmq, è senz’altro uno dei luoghi più affascinanti al mondo dove poter osservare da vicino moltissime specie animali nel loro habitat naturale. In lingua Owambo il suo nome significa ‘grande luogo bianco dell’acqua asciutta’, e deriva dalla vasta depressione dalle sfumature bianche e verdastre formatasi in seguito al prosciugamento di un lago, chiamato Etosha Pan. Sono soprattutto le foreste e le praterie circostanti a costituire un habitat tanto favorevole per la fauna del parco. Un ambiente unico nel suo genere che offre senz’altro degli scenari sorprendenti e irreali. Waterberg Plateau Park Questo parco non è molto grande ma è un ambiente incantevole nonché l’unico parco montano della Namibia. E’ formato da un altopiano di arenaria, lungo 50 km e largo 16, che si erge 150 metri al di sopra della pianura. L’acqua piovana viene assorbita dall’arenaria fino a scendere lungo le pareti verticali dell’altopiano dove si creano delle verdi oasi lussureggianti. Il parco protegge molte specie in via di estinzione tra cui l’antilope nera, l’antilope roana, il rinoceronte bianco e nero. Nel parco ci sono anche licaoni, damalischi, bufali, leopardi, ghepardi, galagoni e oltre 200 specie di uccelli. Può essere visitato solo prenotando anticipatamente la visita. Caprivi Il Caprivi Strip costituisce un’affusolata appendice nord-orientale della Namibia, 500 km circa di paesaggio caratterizzato da distese di foreste di mopane e terminalia. Per molti viaggiatori questa zona rappresenta solo il modo più veloce per spostarsi tra le Victoria Falls, il Chobe National Park in Botswana e la parte centrale della Namibia. Ma chi sceglie di dedicare un po’ di tempo a questa regione, scoprirà tesori nascosti ma preziosi, quali i parchi nazionali di Mudumu e Mamili, il Bwabwata National Park, il villaggio tradizionale di Lizauli, la città di Katima Mulilo e molti suggestivi safari lodge. Damaraland Regione situata al centro del paese formata da selvagge montagne desertiche e altipiani con vegetazione a macchia. Il nome di questa terra deriva da Damara, antichissima etnia del luogo. E’ una delle ultime aree faunistiche “non ufficiali” della Namibia dove si trovano giraffe, zebre, antilopi, elefanti e rinoceronti neri. La regione offre moltissime attrazioni tra cui il Brandberg, “la montagna di fuoco”, un imponente massiccio di granito che culmina nella vetta più alta del paese, il Konigstein alto 2573 mt, che al tramonto si accende di tonalità rosso fuoco. Inoltre, insieme a Twyfelfontein e alla Spitzkoppe, il Brandberg custodisce siti preistorici con alcune delle pitture ed incisioni rupestri più belle del paese. Il sito più famoso è il Tsisab Ravine, dove si trova il famoso dipinto della Signora Bianca del Brandberg, figura di donna dai capelli lisci e chiari e dal corpo dipinto di bianco dal petto in giù. Il Numas Ravine è un altro prezioso scrigno di pitture antiche localizzato sul versante occidentale del Brandberg. Il Damaraland racchiude anche il misterioso Messum Crater, formato da due cerchi concentrici di colline creatisi in seguito alla frana di un vulcano e la Foresta Pietrificata, circa 40 km da Khorixas, il capoluogo del Damaraland. È una interessante zona di veld (campo) aperto cosparsa di tronchi pietrificati di grandi dimensioni che si calcola abbiano all’incirca 260 milioni di anni. Deserto del Namib È uno dei più antichi deserti del mondo, il suo nome significa “il nulla”. Si estende dal fiume Orange a sud e quello di Swakop a nord per 1600 Km lungo la costa. In nessun altro luogo al mondo esistono comunque paesaggi così desolati e al tempo stesso così vari. I panorami sono mozzafiato e suscitano stupore per il loro continuo mutamento e varietà. I pochi corsi d’acqua della regione si fanno strada fra ghiaia e sabbia e anche nei periodi in cui sono più secchi, portano umidità sotterranea sufficiente a consentire la crescita di vegetazione lungo le sponde. Le famose ‘Dune del Namib’ si estendono dall’Orange al Kuiseb River nel sud e da Torra Bay al fiume angolano Cuoca nel nord. Sono dune dinamiche in quanto assumono forme particolari per effetto del vento e nonostante il loro aspetto spoglio ospitano un ecosistema complesso capace di vivere grazie all’umidità portata dalle frequenti nebbie. Nelle pianure ghiaiose del Namib vivono addirittura struzzi, zebre, manguste, scoiattoli. La porta di Sossusvlei è Sesriem, il cui nome significa “sei cinghie”, dal numero di corregge di cuoio che in passato venivano usate per attingere l’acqua dal fondo della gola. Sossusvlei è un’enorme piana argillosa circondata da dune rosse che si ergono di 200 mt sul fondo della valle ed oltre 300 mt sugli strati sottostanti. Quando il fiume Tsauchab diventa sufficientemente abbondante da attraversare le pianure e spingersi sino al mare di sabbia (come è avvenuto nel 1997 e nel 2001) la zona si trasforma e il fango, normalmente secco, lascia il posto a un lago verde-azzurro popolato di uccelli acquatici e di animali. Questo immenso deserto si divide in quattro aree: Skeleton Coast Il nome di questa costa deriva dalla sua natura insidiosa, sempre avvolta nella nebbia e per molto tempo cimitero di navi e marinai naufragati. Il tratto costiero a nord è il più desolato e consigliato solo a coloro che si muovono con un tour organizzato. Nel tratto costiero più a sud i luoghi di maggior interesse sono Torra Bay e Terrace Bay. National West Coast Recreation Area Tratto costiero di circa 200 Km caratterizzato da spiagge sabbiose. L’attrattiva da non perdere è Cape Cross, promontorio roccioso dove si trova la più famosa colonia di otarie del Capo della Namibia, ve ne sono migliaia. A sud si incontra Henties Bay, un villaggio di pescatori molto carino. Namib Naukluft Park È il più grande Parco Nazionale della Namibia ed uno dei deserti più antichi e aridi della terra. Offre paesaggi e colori contrastanti: all’oro della sabbia si affiancano il nero delle pianure di ciottoli e il bianco delle depressioni saline. Le altissime dune color albicocca contrastano con il colore verde-azzurro delle lagune, i profondi canyon con le vette frastagliate delle montagne. Sossusvlei è uno dei luoghi più visitati e conosciuti di questo immenso deserto. Si tratta di una piana argillosa circondata da dune rosse alte fino a 300 metri. Dalla cima della famosa ‘Duna 45’, la più accessibile delle grandi dune rosse, si può ammirare un panorama indimenticabile: ci si potrà veramente rendere conto della vastità di questo deserto. Dalle pianura di ghiaia del Namib centrale si innalza il massiccio del Naukluft sul quale si può fare del trekking lungo dei percorsi meravigliosi. 335


Diamond Area 1 In quest’area vi è la riserva di diamanti della Namibia. Non ci si può assolutamente avvicinare, sia per tutelare questi minerali, sia perché si tratta di un’area alluvionale. Fish River Canyon National Park È un canyon profondo 550 m e lungo 160 Km, scavato dal fiume Fish. E’ senz’altro una meta d’obbligo per coloro che visitano il sud della Namibia in quanto offre degli scorci e dei panorami unici. Nei periodi di secca il letto del fiume si popola di numerosi animali. Documenti per l’espatrio Si raccomanda di verificare sempre la validità dei documenti richiesti per l’espatrio. Per i cittadini non in possesso di passaporto italiano si consiglia di verificare i documenti richiesti attraverso le autorità competenti. Ai cittadini italiani non è richiesto il visto d’ingresso. Tutti gli stranieri devono però essere in possesso di un passaporto valido per i sei mesi successivi alla data di partenza. Il passaporto deve avere almeno due pagine bianche per l’apposizione del timbro d’ingresso. Norme Sanitarie È sempre consigliabile consultare il proprio medico di fiducia o il Servizio d’igiene e sanità pubblica dell’ASL prima di intraprendere un viaggio. Non è necessaria alcuna vaccinazione. Eccezione: nel caso in cui si provenga da un paese a rischio febbre gialla è obbligatorio il vaccino. Per il resto è semplicemente raccomandata la profilassi antimalarica nel caso in cui si visitino le regioni a nord del paese, soprattutto nel periodo delle piogge. Per ulteriori informazioni è consigliabile rivolgersi prima della partenza al proprio medico o all’ufficio igiene e sanità pubblica delle ASL locali. Un consiglio per evitare di essere punti dalle zanzare è quello di usare abbigliamento di colore chiaro, zanzariere in camera e repellenti specifici. Assistenza Medica Hirondelle fornisce ai propri clienti una copertura assicurativa di base per le spese mediche tramite una polizza “NAVALE SOS” stipulata con la compagnia “Navale Assicurazioni SPA”, le cui condizioni sono riportate nel contratto di viaggio. In caso di necessità consigliamo seguire le istruzioni riportate nella cedola assicurativa. Data la carenza di fondi e personale in molti ospedali pubblici, in caso di necessità consigliamo di rivolgersi a ospedali privati. Gli ospedali migliori del paese si trovano a Windhoek. Le farmacie in genere sono ben fornite di medicinali, quindi non si hanno problemi a trovare i farmaci più diffusi e usati. Riconferma dei Voli Gli orari dei voli possono essere soggetti a variazioni impreviste. È pertanto consigliato riconfermare eventuali voli interni ed il volo di rientro presso gli uffici locali della compagnia aerea utilizzata, con almeno 72 ore di preavviso. Assistenza Aeroportuale in loco L’assistenza aeroportuale in arrivo e partenza – se prevista nel programma di viaggio – è fornita da personale parlante italiano del nostro ufficio corrispondente, che accoglierà i clienti all’ esterno della zona doganale. Biglietti Aerei e Vouchers Si raccomanda di conservare questi documenti di viaggio con la massima cura, alla stregua del passaporto, della patente o delle carte di credito, in quanto la loro perdita potrebbe comportare l’obbligo da parte del viaggiatore di riacquistarli e quindi di pagare nuovamente per i servizi già prenotati. Valuta Locale, Cambio, Pagamenti La valuta del paese si chiama Namibia-Dollar (N$). Poiché questa valuta è disponibile in poche banche europee possono essere acquistati anche Rand Sudafricani (ZAR), accettati anche in Namibia e pari al valore del Namibia-Dollar. Il fatto che nel paese vi siano tre tipi di banconote in circolazione (sudafricane nuove, sudafricane vecchie e quelle namibiane) può creare una certa confusione; ci vuole perciò un po’ di tempo e pazienza per capire come funziona. Al momento il cambio è indicativamente: € 1 = N$ 13 - N$ 10 = € 0,80 circa. Le banche cambiano le principali valute straniere, ma sui travellers cheque vengono applicati normalmente tassi più favorevoli che sui contanti. La maggior parte degli alloggi, ristoranti e negozi accettano le principali carte di credito. Mance Le mance sono apprezzate ovunque ma in realtà sono una consuetudine prevalentemente nei ristoranti e hotel di alto livello e comunque non devono essere mai più del 5-10% del conto. Nel caso in cui nel conto sia inclusa la tassa per il servizio, non si è tenuti a lasciare alcuna mancia. È importante ricordare che è ufficialmente proibito lasciare mance nei parchi e nelle riserve nazionali. Nei safari lodge è buona norma lasciarla alle guide e al padrone, che la distribuirà tra il personale. Value Added Tax (Vat) - (Tassa Aggiunta Al Valore - Iva) Quasi tutti i prezzi, anche quelli di ristoranti e hotel, sono gravati di una tassa sul valore aggiunto pari al 15%. Coloro che acquistano oggetti di valore, gioielli, articoli in pelle, dovrebbero essere esentati dal pagamento di questa tassa: devono però esibire un passaporto e un biglietto aereo. Lingua La lingua ufficiale è l’inglese dal 1990 ma è molto diffuso anche il tedesco. Fuso Orario Un’ ora in meno rispetto all’Italia quando vige l’ora solare nel periodo estivo, un’ora in più rispetto all’Italia durante l’ora legale, ossia nel periodo invernale. Il cambiamento dell’orario in Namibia avviene il primo sabato notte di Aprile e il primo sabato notte di settembre. Clima e Temperature Pur essendo il territorio della Namibia prevalentemente desertico, il clima varia molto da una regione all’altra. Il periodo estivo (da ottobre ad aprile) è senz’altro il più caldo. Nelle zone desertiche la temperatura può facilmente superare i 40°. In questo periodo inoltre, soprattutto nelle regioni più settentrionali, il livello di umidità raggiunge livelli molto elevati. L’inverno (da maggio a settembre) presenta temperature primaverili molto piacevoli che possono però precipitare fino a 0° in serata e durante la notte, soprattutto nelle zone costiere influenzate dalla fredda corrente del Benguela. Le regioni settentrionali e interne hanno due stagioni delle piogge: da ottobre a dicembre le piccole piogge e da gennaio ad aprile precipitazioni più intense. Febbario Aprile Giugno Agosto Ottobre Dicembre Windhoek 29-16 26-10 21-03 24-05 29-12 31-16 Swakopmund 21-16 18-13 20-11 16-09 16-11 19-14 Tsumeb 30-18 29-15 26-08 30-10 35-18 32-18 Rundu 34-19 29-14 22-07 24-07 30-13 34-17 Keetmanshoop 22-19 20-14 19-07 17-07 18-13 21-17 Luederitz 22-14 20-13 19-11 17-10 18-12 21-13 Abbigliamento Si consigliano abiti comodi e pratici innanzitutto. Conviene portare indumenti freschi in cotone o lino per affrontare le giornate calde. Da non dimenticare assolutamente nel periodo invernale un maglione pesante o una felpa ed un giubbotto, in quanto verso sera e durante la notte la temperatura può arrivare a 0°. Anche in estate comunque è previdente portare con sé un capo più pesante perché, soprattutto nelle zone desertiche, vi sono notevoli escursioni termiche tra il giorno e la notte. Nelle regioni con maggiore presenza di zanzare, è consigliabile indossare anche durante il giorno pantaloni e maglie a manica lunga, in fibre leggere, per prevenirne le punture. Suggeriamo scarpe da trekking o scarponcini per gli itinerari nel deserto e per i tragitti più impegnativi. Corrente Elettrica La corrente elettrica è erogata a 220/240 volt. Si usano prese a tre poli e gli adattatori possono essere facilmente acquistabili in loco. 336


Telefono Per telefonare in Namibia dall’Italia digitare il prefisso internazionale 00264 seguito dal prefisso della città senza lo zero e dal numero telefonico dell’abbonato. Viceversa, per telefonare in Italia dalla Namibia, digitare il prefisso internazionale 0039 seguito dal prefisso telefonico della città con lo zero e dal numero dell’abbonato. Sono disponibili schede telefoniche della Telecom namibiana presso gli uffici postali, in alcuni negozi. Gli italiani con telefono cellulare GSM dual band possono utilizzarlo in Namibia, anche se gli accordi di roaming con l’Italia non sono presenti in tutte le regioni. Consigliamo l’acquisto di una SIM CARD namibiana presso uno degli uffici di telefonia mobile MTC nelle stazioni di servizio od in aeroporto; si potranno così ricevere chiamate dall’Italia al numero di telefono namibiano gratuitamente e chiamare l’Italia risparmiando notevolmente. Noleggio Auto Per guidare in Namibia è richiesta la patente di guida internazionale ed un’età minima di 23 anni. Riteniamo utile segnalare i seguenti punti: la guida è a sinistra; la maggioranza delle strade sono in terra battuta; non è raro incontrare buche o smottamenti; bisogna rispettare i limiti di velocità e le cinture di sicurezza devono essere sempre allacciate quando il veicolo è in moto; evitare di guidare di notte e prestare attenzione agli improvvisi attraversamenti degli animali che possono provocare incidenti; i tempi di percorrenza possono essere lunghi e le stazioni di servizio non molto frequenti; accendete i fari del veicolo quando c’è polvere sulla strada; chiudere sempre a chiave l’auto, e tenere i finestrini chiusi; in generale mai lasciare qualcosa in vista all’interno del veicolo. Bagaglio Il tipo di bagaglio dipende anche dalla formula di viaggio scelta. Si consigliano comunque sacche morbide, più facili da trasportare, soprattutto se l’itinerario include