Issuu on Google+

ANNO XXIV - N. 70 19 OTTOBRE 2012

PREZZO PER COPIA EURO 0,10

GIORNALE DI INTERESSE PROFESSIONALE PER IL TURISMO - POSTE ITALIANE SPA - SPED.

I nuovi orizzonti del Catullo

Carmine Bassetti, direttore generale del Catullo, illustra il nuovo corso dell’aeroporto di Verona. A PAGINA 27

IN

ABB. POST. D.L. 353/2003 (CONV.

I programmi invernali di InViaggi

IN

L. 27.02.2004, N° 46), ART. 1,

InViaggi presenta la programmazione invernale su Kenya e Zanzibar. Ne parla Isabella Candelori. A PAGINA 14

Fra le iniziative una rubrica fissa sul nostro giornale per seguire le evoluzioni della fiera

Bit-Travel: ecco l’accordo Nel padiglione The World, ci sarà l’aerea Travel Open Village ROMA - Grandi numeri per Trenitalia. «Frecciarossa e Frecciargento hanno sottratto al trasporto aereo e su auto privata quote di mercato importanti, fino a superare sulla Roma-Milano un market share del 50%, con 25 milioni di passeggeri nel 2011 - in crescita del 20% sul 2010 - e quasi 19 milioni da gennaio a settembre 2012» ha affermato Gianfranco Battisti, direttore divisione passeggeri nazionale-internazionale di Trenitalia. A PAGINA 6

MILANO - Iniziano ad uscire i contenuti dell’accordo fra Bit e Travel Quotidiano per la prossima manifestazione in programma dal 14 al 17 febbraio 2013 alla Fiera di MilanoRho. Se da una parte il giornale ospiterà una rubrica fissa per seguire passo dopo passo l’evoluzione dell’evento, le proposte degli operatori, le inziative per gli agenti, dall’altra si aprirà all’interno del The World, uno spazio, il Travel Open Village, che ospiterà molti espositori. A PAGINA 2

Semestre in recupero per Finnair

La Birmania di Elefante e Qatar Airways

HELSINKI – L’aumento del traffico sulle rotte asiatiche unito al costante controllo dei costi ha sostenuto il recupero di Finnair nel primo semestre del 2012. Cresce il fatturato Italia, con un +6%. A PAGINA 24

ROMA – Viaggi dell’Elefante e Qatar Airways presentano una proposta dedicata alla Birmania. Il flyer, distribuito in allegato a Travel Quotidiano, propone servizi tutti di altissimo livello. A PAGINA 13

Non si arresta La grande corsa Governo: riformare il Titolo V di Trenitalia la crescita Usa WASHINGTON - Le previsioni sui flussi di visitatori italiani diretti negli Stati Uniti sono state riviste al ribasso, ma la crescita non si arresta. E’ Simonetta Busnelli, dell’Us Commercial Service, a indicare in un aumento del 3,3% la stima di chiusura d’anno. «Nel 2012 aggiunge il presidente dell’associazione VisitUsa in Italia, Sandro Saccoccio abbiamo sviluppato tante nuove idee». A PAGINA 37

Paolo Zampieri

ROMA - Il governo ha deciso di mettere mano al Titolo V della Costituzione che affida alle regioni molte materie di competenza fra le quali il turismo. Una mossa giusta quella di Mario Monti e del suo esecutivo.

COMMA

1, CNS/AC-ROMA

Buone mani Lo diciamo da anni: le regioni non devono occuparsi di turismo. Devono predisporre le offerte, la promozione va centralizzata. Ora che l’Enit è in buone mani la cosa è finalmente possibile.

Hotelplan, fiducia nell’Italia MILANO – Hotelplan Italia riconferma la piena operatività sul mercato italiano e presenta la programmazione invernale. «Fabio Introna - ha spiegato il presidente del consiglio di amministrazione, Anna Schuepbach – assicurerà la continuità operativa in qualità di ceo ad interim. Il mio ruolo resta istituzionale, non operativo». I risultati 2012 indicano un momento di grande difficoltà per Turisanda, causato dai riflessi della Primavera araba. Hotelplan Italia contiene il calo di fatturato nel 20%, anche se «sarà necessario procedere a un’analisi globale delle attività». A PAGINA 12

TRAVEL E TOB TI ASPETTANO A TTG PADIGLIONE

A2,

CORSIA 2 STAND 17

IN ALLEGATO A QUESTO NUMERO DI TRAVEL QUOTIDIANO IL FLYER BIRMANIA DI VIAGGI DELL’ELEFANTE-QATAR AIRWAYS

1


Quotidiano

19 ottobre 2012

www.travelquotidiano.com

In primo piano Il Travel Open Village: uno spazio operativo all’interno della Fiera a disposizione di operatori e agenti

Area esclusiva

Travel Quotidiano-Bit: l’accordo diventa operativo di GIUSEPPE ALOE

MILANO - Si riempie di contenuti l’accordo fra Bit 2013 e Travel Quotidiano. Si tratta infatti di un’intesa che si pone l’obiettivo primario di mettere in primo piano il mercato, di riavvicinare in veri protagonisti del trade, gli agenti di viaggio da una parte e gli operatori dall’altra. Il progetto è ancora più rilevante se si considera la congiuntura economica nella quale si propone di operare. L’intero mondo del turismo sta subendo dei mutamenti genetici. A livello di programmazione, di pricing, di strategie tariffarie, di rapporti con i fornitori. È fondamentale, in questo momento, operare con luci-

Una rubrica fissa per seguire le evoluzioni della fiera

dità, con una prospettiva praticabile, iniziando proprio dall’incontro fra dettaglianti e grossisti. Vediamo alcune delle

azioni incluse nell’accordo. Mediante una rubrica fissa su Travel Quotidiano, Bit, presenterà

passo dopo passo, tutte le novità della fiera - che ricordiamo si svolgerà dal 14 al 17 febbraio alla fiera di Milano-Rho - le opportunità di business, le attività previste durante la manifestazione, con un taglio specifico per gli espositori e le agenzie di viaggio che parteciperanno al grande evento. In questo ambito ci sarà spazio per parlare delle novità della fiera, del Buy Italy, delle azioni specifiche studiate per convogliare gli agenti di viaggio a Milano durante i giorni della manifestazione. Un’altra applicazione dell’intesa riguarda più da vicino Travel Quotidiano. All’interno del padiglione The World, nell’area dedicata agli operatori Busi-

ness Village, Travel Quotidiano, infatti, allestirà un vero e proprio villaggio operativo. Nel Travel Open Village saranno presenti molti operatori, specialmente di nicchia, che presenteranno le proprie offerte e le nuove programmazioni alle agenzie di viaggio. Si tratta quindi di uno spazio dedicato, anche questo all’incontro, alla movimentazione del mercato, alla fruizione di nuove idee e di nuovi progetti turistici e, chiaramente, di nuovi business. Un contatto reale, quindi, fra le componenti vitali del turismo italiano. E’ un’operazione, infine, che punta a rilanciare in senso generale il nostro settore.

I Caraibi mantengono la leadership (33% del totale nel 2011) ma perdono posizioni a vantaggio del Mediterraneo (20%)

Le crociere tengono ma vanno ripensate di ISABELLA CATTONI

Un settore solido, ma “occhio” ai prezzi bassi

GENOVA – Le crociere rallentano, ma non cedono. Il quadro del comparto emerso dalla seconda edizione di Italian Cruise Day tenutasi a Genova indica numerose criticità ma interessanti margini di sviluppo, «A patto che gli armatori e le autorità portuali siano in grado di cogliere la sfida e di reinterpretare il mercato» ha sottolineato Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo, ente organizzatore del forum svoltosi quest’anno in collaborazione con Stazioni Marittime di Genova. Di Cesare ha evidenziato i principali risultati dell’analisi del crocierismo in Italia raccolta nel rapporto Italian Cruise Watch 2012, realizzato da Risposte Turismo. «Nel 2011 si sono registrati oltre 20 milioni di crocieristi a livello mondiale, in aumento del 7,5% rispetto all’anno precedente. Di questi, il 69% proviene ancora dal Nord America, con il porto di Miami a farla da padrone (oltre 4 milioni i crocieristi nel 2011 contro i 2 milioni 420 mila di Civitavecchia, primo homeport italiano), mentre il 31% dal resto del mondo».

Quotidiano

GENOVA - Il futuro prossimo della crocieristica in Italia nella visione dei tre principali player sul nostro mercato e di due rappresentanti della portualità nostrana, l’ad di Venezia Terminal Passeggeri, Roberto Perocchio e l’ad di Stazioni Marittime Genova, Edoardo Monzani. «Il settore resta solido - ha evidenziato il direttore generale di Costa Crociere, Gianni Onorato - e questo ci ha consentito di resistere alla crisi, malgrado l’incremento dei costi, la scarsa collaborazione di molte autorità portuali e la bassa penetrazione delle crociere sul mercato. I prezzi delle crociere tuttavia sono stati abbassati in modo superiore a quanto si sarebbe dovuto; occorre correggere immediatamente la rotta per evitare che la crisi si prolunghi anche nel 2013». Sempre sul tema della redditività anche l’intervento del direttore generale Italia di Rcl Cruises, Gianni Rotondo: «Abbiamo la necessità di E a questo proposito, già emerge una domanda: il potenziale dell’Europa e del resto del mondo è ancora molto elevato, o in realtà si tratta di numeri soggetti solo a piccoli aggiustamenti, in quanto si tratta di un settore che ha già espresso buona parte del suo potenziale di attrazione? «Anche sul fronte delle destinazioni, qualcosa sta cambiando. I

Direttore responsabile GIUSEPPE ALOE Direttore editoriale DANIELA BATTAGLIONI

www.travelquotidiano.com

TRAVEL AGENT BOOK S.r.l.

4

Autorizzazione del Tribunale di Milano 793 del 30.11.1991 Spedizione in abb. postale (Pubblicità 45%)

vendere a prezzi giusti per preservare i margini. Non è sufficiente aumentare capacità delle navi e volumi di passeggeri: occorre razionalizzare l’offerta alla luce della reale domanda del mercato, al limite riposizionando qualche nave su mercati in forte crescita, come quelli dei paesi emergenti». Il futuro delle crociere in generale è differente da quello del comparto in Italia: questo il pensiero di Domenico Pellegrino, direttore generale di Msc Crociere, che rimarca «la carenza di competitività dell’Italia, Paese nel quale manca una visione strategica nazionale del comparto crocieristico. Aumenta il numero di navi - ha detto Pellegrino – ma diminuiscono gli scali». I rappresentanti delle autorità portuali hanno sottolineato i margini di guadagno molto scarsi anche per i porti e il fatto che sia spesso difficile investire e adeguare in tempo reale le strutture alle esigenze degli armatori.

Caraibi mantengono la leadership (33% del totale nel 2011), ma perdono posizioni a vantaggio del Mediterraneo (20%)». I crocieristi europei nel 2011 sono stati circa 6 milioni, con l’Italia posizionata sul podio dopo Gran Bretagna e Germania con il 38% di share e circa un terzo dei crocieristi in partenza da scali italiani.

DIREZIONE E REDAZIONE Via Merlo 1 - 20122 MILANO tel. 02/76316846 (r.a.) fax 02/76013193 AMMINISTRAZIONE ABBONAMENTI, REDAZIONE ROMANA Via La Spezia, 35 - 00182 ROMA tel. 06/70476418 fax 06/77200983

TARIFFE ABBONAMENTI ANNUALI: ITALIA 50,00 - ESTERO 90,00 EURO VERSAM. SU C/C POSTALE N. 85638005 - ROMA CAUSALE DEL VERSAMENTO: «ABBONAMENTO A TRAVEL QUOTIDIANO»

Stampa Comunicare Srl Piazza Dalmazia, 6 - 0511 Terni

«Fin qui, la cronaca. Il 2012 ha aperto scenari del tutto nuovi, causati dagli incidenti e dalla crisi economica. Le previsioni di chiusura d’anno indicano un calo del 4,2% dei passeggeri totali movimentati nei porti italiani, pari a poco più di 11 milioni di unità». E gli agenti di viaggio? Secondo Di Cesare, le crociere restano un Concessionaria di Pubblicità Network & Comunication srl via La Spezia 35 - 00182 ROMA Tel. +39 06.70476418 Fax +39 06.77200983 Area manager centro sud Italia: Olga Vaglio info@travelquotidiano.com Uffici Milano tel. +39 02.76316846 - fax +39 02.76013193 Direttore commerciale: Marco Ferri marco.ferri@travelquotidiano.com 334.6288424

La “casa dei porti” Risposte Turismo in prima linea nella realizzazione di strumenti che contribuiscano allo sviluppo del comparto: Italian Cruise Day 2012 ha infatti battezzato anche “La casa dei porti crocieristici italiani”, uno spazio informativo, di scambio e discussione dedicato alle realtà portuali aderenti - dieci quest’anno – che hanno a disposizione un proprio desk all’interno della manifestazione. Giunge poi al secondo anno di vita l’iniziativa “Carriere@ICD” , dedicata all’incontro fra domanda e offerta di lavoro. settore profittevole: il 71% degli intervistati ritiene che il giro d’affari 2012 legato alle crociere sarà stabile o in crescita. Nel 2013 la percentuale sale addirittura all’81%. Numeri interessanti, ma molte criticità ancora da risolvere: «Occorre analizzare con attenzione i trend di mercato, che indicano una maggiore richiesta di crociere a basso prezzo da una parte e la tenuta della domanda di lusso dall’altra. Fra i temi “caldi” anche l’intervento sulle politiche di prezzo troppo aggressive che danneggiano il mercato».

internet a questo indirizzo http ://www.travelquotidiano.com E-MAIL: info @travelquotidiano.com redazionemilano@travelquotidiano.com redazioneroma@travelquotidiano.com


Quotidiano

19 ottobre 2012

www.travelquotidiano.com

Notizie Tutti i cambiamenti vincenti che hanno fatto balzare in avanti i numeri dell’azienda

25 mln I passeggeri

trasportati nel 2011

di CINZIA BERARDI

ROMA - L’arrivo dell'alta velocità e del primo, vero concorrente di Trenitalia hanno rivoluzionato il panorama del trasporto ferroviario in Italia. Con quali effetti sui servizi dell'ex monopolista? Lo chiediamo a Gianfranco Battisti, direttore divisione passeggeri nazionale-internazionale di Trenitalia: «Frecciarossa e Frecciargento hanno sottratto al trasporto aereo e su auto privata quote di mercato importanti, fino a superare sulla Roma-Milano un market share del 50%, con 25 milioni di passeggeri nel 2011 - in crescita del 20% sul 2010 - e quasi 19 milioni da gennaio a settembre 2012. Di questi, circa 12 milioni si devono al solo Frecciarossa, che ha incrementato i viaggiatori del 4,3% rispetto allo scorso anno. Il Frecciargento ha registrato poi un vero boom, con 7 milioni di passeggeri da gennaio a oggi, e una crescita del 16,7%. Merito anche

6

12 mln I passeggeri

sul Frecciarossa

7 mln

I passeggeri sul Frecciabianca

“ Abbiamo sottratto ad aereo e auto quote di mercato importanti ” Gianfranco Battisti

Trenitalia proiettata verso un futuro veloce della puntualità, con arrivi entro i 15 minuti per il 98% dei Frecciarossa e per il 99% dei Frecciargento». Crede che questi risultati incoraggeranno Trenitalia ad espandersi oltre confine? «Un accenno al futuro imminente: se vuole, torneremo a parlarne. Mi riferisco al Frecciarossa 1000. Il super treno da 400 chilometri all’ora sta girando l’Italia e presto correrà sui binari europei. Aziende come Ansaldo Breda, Bombardier e Bertone hanno messo tutto il loro know-how a disposizione di questo gioiello italiano». Su cosa punta Trenitalia per farsi strada in uno

scenario sempre più competitivo? «Di sicuro su servizi e comfort migliori, per un’offerta di viaggio vincente perché anche ecosostenibile. È stata una vera rivoluzione passare da prima e seconda classe a quattro distinti livelli di servizio: per soddisfare una domanda differenziata abbiamo posizionato il prodotto Frecciarossa in maniera più trasversale». Un’altra rivoluzione è quella dei prezzi: ci spiega l’attuale sistema? «Si articola in Base, Economy e Supereconomy: si parte dalla tariffa che permette cambi illimitati e rimborso, a quella che costituisce il mix ideale tra risparmio e flessibilità.

L’ultimo prezzo, sul mercato da diversi mesi, permette viaggi a partire da 9 euro. Abbiamo risposto all’esigenza di mobilità delle persone in un momento di crisi economica mettendo in vendita ogni mese un milione di biglietti, di cui 750 mila su Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca. Tutto questo equivale a 42 Frecce ogni giorno a prezzi low cost». Quali le offerte e le promozioni oggi e in futuro? «Quella più gettonata con oltre 150 mila biglietti venduti - è Bimbi Gratis, dedicata alle famiglie e prorogata fino al 31 ottobre. Sempre questo mese, con l’iniziativa

Frecciarosa, dedichiamo un’offerta alla prevenzione delle malattie oncologiche femminili. Basta che ci sia almeno una donna con più di 12 anni per viaggiare in due al prezzo di uno. «Potrei andare avanti per ore, ma consiglio ai lettori di visitare il sito trenitalia.com». Quali servizi di bordo sono previsti sul Frecciarossa? «Invito a provare in prima persona la qualità dell’accoglienza, basata su intrattenimento, aree del silenzio, carrozza ristorante. Tra le innovazioni c'è il Portale Frecciarossa, per essere sempre aggior-

nati sul proprio viaggio, navigare su Internet e accedere a servizi di intrattenimento collegandosi al WiFi di bordo con il proprio pc, tablet o smartphone. E a dicembre contiamo di far partire un servizio informazioni in tempo reale sulla mobilità dell’area milanese a disposizione dei clienti Frecciarossa diretti a Milano. Lo abbiamo ideato in vista dell'Expo 2015, ma prevediamo di estenderlo anche ad altre città».


Quotidiano

19 ottobre 2012

www.travelquotidiano.com

Notizie Da oltre un anno l’azienda ha aperto stream in 5 ambiti: online, mobile, corporativo, hotellerie e progetti Evoluzione e progetti

di MARIELLA CATTANEO

MILANO – Amadeus sempre più vicino alle agenzie di viaggio. Una vicinanza che va oltre il ruolo specifico del gds «nell’ottica di rivestire in tutto e per tutto il ruolo di provider di tecnologia» dichiara Tommaso Vincenzetti, marketing director di Amadeus Italia. Con questo obiettivo ben chiaro Amadeus «da oltre un anno e mezzo ha aperto numerosi stream in diversi ambiti e precisamente cinque: online, mobile, corporativo, hotellerie e progetti» spiega Vincenzetti ricordando come il mercato italiano sia ancora caratterizzato «dalla presenza di numerosissime agenzie contrariamente a Germania e Regno Unito, e necessiti quanto mai di aggregare esperienze e competenze, di una filiera più organizzata e maggiormente concentrata». Il primo ambito, quello dell’online, che oggi coinvolge inevitabilmente numerosi

8

e-Power

m-Power

Ascolto

un tool di prenotazione online b2c

soluzione mobile sia per android che per iOS

Sales dedicati all’it, per ascoltare i bisogni del cliente e realizzare progetti “customer made”

Amadeus oltre il gds. Strategia a tutto campo 78% Dei viaggiatori raccoglie informazioni sul web prima di effettuare un viaggio

31%

Dei possessori di smartphone ha prenotato almeno un hotel tramite mobile

«agenzie di viaggio, tour operator e network di agenzie che associano il business offline al web – prosegue Vincenzetti – ci vede lanciare “e-power”, un tool di prenotazione online b2c che all’interno del sito web dell’agenzia di viaggio offre la possibilità di associare a quella che è una semplice “vetrina” dell’adv la possibilità di reperire informazioni e prenotare contenuti gds e non, aprendo un ulteriore canale di vendita ad un maggiore numero di potenziali utenti». Il tool ha un’in-

terfaccia grafica altamente personalizzabile da parte dell’adv. Sul fronte mobile «abbiamo realizzato m-Power, soluzione mobile sia per android che per iOS: l’app consente all’utente di cercare, prenotare ed effettuare il pagamento di volo, hotel e autonoleggio – spiega il marketing manager -. L’agente di viaggio la diffonde ai propri clienti, che quindi hanno il vantaggio e la certezza di ricevere “materiale già filtrato” dalla propria adv. Prossimamente inseriremo anche proposte rela-

“Italia Dal 2013 anche in uno strumento per Facebook ” Tommaso Vincenzetti tive a servizi locali come ad esempio i transfer». Il segmento hotellerie vede protagonista Amadeus da lungo tempo: «In questo settore abbiamo grossi investimenti, in essere e futuri – sottolinea il manager –, qui esistono tuttora margini di crescita importanti». Da settore corporate, che prevede «una strategia volta ad affiancare i “migliori” clienti e spiegare direttamente alle imprese prodotti e lavoro» a quello che infine viene definito settore “progetti” e che include «dal 2011 una divisione di sales dedicati all’it, per ascoltare i bisogni del cliente e realizzare progetti “customer made”. Un ruolo anche di consulenza al cliente: il provi-

der d i tecnologia diventa un centro nevralgico della travel industry». Il passo immediatamente successivo riguarda la terra dei social network: «Sono indubbiamente piattaforme molto frequentate dagli agenti di viaggio – sostiene Vincenzetti – e possono trasformarsi in un luogo dove può prendere vita una nuova offerta. Abbiamo già creato uno strumento per Facebook, ora disponibile in Francia e Germania e che dal 2013 sarà attivo anche sul mercato italiano».


Quotidiano www.travelquotidiano.com

19 ottobre 2012

Operatori Nuovo to online molto attento al rapporto con le agenzie. Pacchetti con proposte particolari anche all’estero

+23,8%

testi e foto di MARIANNA DE PADOVA

FERMO - Easyweek.it, nuovo t.o. on line, è stato presentato ufficialmente a Fermo. Gianna Forlastro, Manila Salvatelli e Fatima Morresi sono le tre imprenditrici che hanno dato vita al nuovo operatore che ha nelle Marche il “cuore” delle proposte. Easyweek nasce da un’idea di Gianna Forlastro, che proviene dall’esperienza in Alke Viaggi, grazie ai contributi Fse Progetto Colombo di 25 mila euro per la creazione di nuove imprese. «La nostra mission è di promuovere il territorio e le sue eccellenze - spiega Gianna Forlastro, managing director - grazie a uno stretto rapporto sinergico tra le aziende e le amministrazioni locali, promuovendo la destagionalizzazione. Vogliamo fare perno su quel-

“diLapromuovere mission è il territorio ” Gianna Forlastro

Crescita visitatori al 30 settembre

+30,2%

Incremento pagine visitate in settembre

350

Passeggeri previsti nel primo anno

Easyweek.it: eccellenze italiane in primo piano

Da sinistra: Fatima Morresi, Manila Salvatelli, Gianna Forlastro

Un’offerta di charme

l’Italia minore che offre veri gioielli». Il territorio italiano è al centro delle proposte di Easyweek.it: Charming Marche, Charme in Italy, Luxury for passion, Passioni di viaggio, Ecotraveller e turismo accessibile i canali dove poter trovare pacchetti che vanno a soddisfare passioni come la cucina o la cultura, anche realizzati su misura. «Possiamo soddisfare anche richieste particolari, lavorando quindi sulla logica della sartorialità», dice Manila Salvatelli, amministratore unico. Le proposte vedono le Marche in primo piano,

seguite da pacchetti in Puglia, Umbria, Lombardia e Campania, ma la scelta può anche andare all’estero. «Con la stessa logica della promozione delle eccellenze dei territori, andiamo a proporre pacchetti esteri che mostrino delle particolarità in Danimarca, Norvegia, Finlandia, Svezia, Cuba, Messico, Nicaragua e Argentina», illustra la Forlastro. Online dal 15 giugno scorso, il to ha già registrato interesse: «Al 30 settembre abbiamo ottenuto una crescita del 23,8% dei visitatori rispetto al mese di agosto, con un incremento anche delle pagine visitate del 30,2%. Il nostro obiettivo, in linea con i parametri del Progetto Colombo, è di chiudere il 2012 con 350 passeggeri e un fatturato di 350 mila euro», illustra Fatima Morresi, responsabile amministrativa. Particolare attenzione anche alle agenzie di viaggio: «Pur essendo un tour operator e-commerce, non ci poniamo come competitor delle agenzie, ma come

FERMO – Palazzo Romani Adami e Villa Lattanzi sono alcune delle strutture partner di Easyweek che ne condividono la logica imprenditoriale. «Realtà come quella che gestisco o come quella di Villa Lattanzi possono coesistere sullo stesso territorio anche lavorando in sinergia. Per questo appoggio il progetto di Easyweek: condividiamo la stessa idea di sviluppo»: spiega Cecilia Romani Adami, di Palazzo Romani Adami, b&b di charme in un palazzo settecentesco. L’imprenditrice va oltre, proponendo una reale e duratura sinergia tra pubblico e privato che possa portare Fermo a divenire polo alberghiero marchigiano, a patto che «gli imprenditori recepiscano quelle che sono le richieste di autenticità “old Europa” ricercate dal mercato russo e del Nord Europa». Dello stesso avviso Guido Guidi, manager di Villa Lattanzi: «La nostra struttura lusso in villa d’epoca è un punto da cui poter partire per vivere le Marche a 360 gradi ».

strumento in più per soddisfare i clienti. Tra il 10 e il 15% le commissioni che riconosciamo alle adv» spiega la Salvatelli.

11


Quotidiano

19 ottobre 2012

www.travelquotidiano.com

Operatori Dopo un’analisi a 360 gradi, entro la metà di novembre sarà pronto un piano per il rilancio delle attività

Hotelplan Italia: il futuro nel segno della continuità testi di ISABELLA CATTONI

“piena La Svizzera ha fiducia nel nostro mercato ” Anna Schuepbach

MILANO - Il gruppo Hotelplan riconferma la sua fiducia nel mercato italiano e avvia una «necessaria fase di analisi e revisione di tutta l’attività del marchio in Italia, che verrà condotta sotto la supervisione di Franco Gattinoni in qualità di consulente esterno». E’ Anna Schuepbach, presidente del consiglio di amministrazione di Hotelplan Italia e volto storico dell’azienda, a delineare il nuovo corso del marchio dopo la recente uscita di scena di Marco Cisini e Valérie Bénéteau. «Il mio ruolo - precisa la Schuepbach - resta istituzionale e non operativo, anche se in

“operatività La nostra è totale e garantita ” Fabio Introna

12

questa fase sarò un po’ più presente per coadiuvare il lavoro del ceo ad interim, Fabio Introna, soprattutto per quanto riguarda il back office». Introna avrà il compito di garantire la continuità operativa, occupandosi in primo luogo della programmazione invernale, i cui cataloghi sono già in distribuzione nelle agenzie.

Il momento non è facile e la Schuepbach non nasconde come «la Primavera araba abbia profondamente influito sui conti di Turisanda, che nel 2012 ha segnato un calo dell’80% sul fatturato classico. Malgrado il positivo andamento di alcune mete, come Israele e Marocco e il rebranding del marchio, i risultati non

sono stati soddisfacenti». Meglio invece si è mosso Hotelplan Italia in termini generali. «E’ ancora prematuro commentare i risultati dell’anno finanziario 2011-2012, ma ritengo che il calo del giro d’affari sia stimabile in un 20% rispetto ai 170 milioni di euro totalizzati nel 2011» commenta la Schuepbach. Da questo quadro di-

I programmi per l’inverno MILANO - Barbara Paganoni, a la carte tour operating manager, introduce le novità di Hotelplan per il prossimo inverno. Innanzitutto sono in distribuzione cataloghi di validità annuale, in quanto le continue fluttuazioni tariffarie rendono inutile l’edizione semestrale a eccezione di “Cile e Argentina”. Fra i focus dell’offerta, le speciali proposte su Thailandia, Cuba ed Egitto classico. Bene poi il Marocco e grande impegno anche sul Sudafrica, in modo tale da farne un «prodotto davvero per tutti». Sul fronte del segmento beach holidays, Fabio Introna concentra l’attenzione sull’oceano Indiano, con Mauritius e Mal-

dive in primo piano. «Hotelplan investe sul volo settimanale Livingston su Mauritius in programma dal 23 dicembre a dopo Pasqua, proponendo speciali pacchetti di 9 giorni-7 notti in collaborazione con Beachcomber, partner di riferimento, e con altre catene alberghiere. Sempre possibili poi li voli di linea con Air Mauritius o Emirates. «Turisanda propone due cataloghi - aggiunge il responsabile programmazione beach holidays, Maurizio Vergani - uno riservato al mar Rosso e uno dedicato al lungo raggio, dall’oceano Indiano all’East Africa con nuove, interessanti opportunità».

scende l’esigenza di un’analisi approfondita, a 360 gradi, di tutte le attività aziendali, in modo da lanciare entro metà novembre la nuova strategia di sviluppo. «Analizzeremo con attenzione tutti i processi interni, i servizi e la tecnologia offerti, i trend e le richieste provenienti dal mercato, così come il progetto relativo all’apertura al mass market». Fino ad allora, l’obiettivo principale è quello di concentrarsi sulle vendite e di infondere tranquillità al mercato: «Hotelplan Italia è perfettamente operativo - conferma Fabio Introna . Gli azionisti svizzeri sono molto presenti in questa fase e hanno riconfermato totale fiducia nell’azienda - presente sul mercato italiano da 75 anni - e nel prodotto. Dal punto di vista pratico non cambia nulla; abbiamo il supporto del gruppo e fortunatamente non dipendiamo dalle banche, per cui ci sono tutti gli elementi per continuare a lavorare serenamente al fianco delle agenzie».


Quotidiano www.travelquotidiano.com

19 ottobre 2012

Operatori Al via la programmazione invernale, con tanti prodotti di punta e novità

di ISABELLA CATTONI

PISTOIA - Con 120 milioni di euro di fatturato previsto entro fine anno e 160 mila passeggeri trasportati, il 2012 di Phone&Go si sta muovendo positivamente, come confermato dal responsabile marketing, Irene Mungai. «Fra le mete più richieste, nell’ordine sicuramente Sharm El Sheikh, Marsa Alam, Zanzibar, Hurghada ed El Alamein. Da questo quadro emerge l’assoluta rilevanza del prodotto Egitto balneare, che ci procura una buona parte del fatturato complessivo». Stazionario invece il Kenya, che si riconferma comunque fra i prodotti di punta per il prossimo inverno. «Il Kenya, insieme a Zanzibar e al mar Rosso, è al centro delle vendite per l’inverno 2013 - commenta la Mungai -. Numerose le novità di prodotto inserite in programmazione, dallo Sheraton Sharm Dolphin resort di Sharm El Sheikh, all’Hideaway of Nungwi resort & spa di Zanzibar. Abbiamo ef-

Kenya, Zanzibar e mar Rosso con Phone&Go fettuato un grosso investimento su Kenya e Zanzibar, che si sviluppa nel restyling e nella gestione diretta di numerose strutture, fra le quali il Sheshe Beach resort vicino a

Diani in Kenya e il Kiwengwa Beach resort di Zanzibar». Fra le altre destinazioni racchiuse nel catalogo di 186 pagine anche Canarie, Emirati Arabi, Mauritius, Madagascar, Maldive, Seychelles e Messico. «Con l’arrivo dell’inverno si avrà anche la ripresa dei collegamenti con Livingston e la prosecuzione della nostra politica del “prezzo fi-

“TtgSiamo presenti a presso lo spazio Federviaggio per incontrare le adv

Irene Mungai

nito”, che comprende realmente tutto e che non è soggetto ad aumenti o variazioni. E’ questo un plus di notevole importanza per l’agente di viaggio, che può così garantire al cliente un servizio chiaro e trasparente fin dal momento della prenotazione, senza poi essere costretto a rivedere la quota». Le agenzie partner di Phone&Go sono circa 6 mila, sia indipendenti sia appartenenti ai network o alle ota. «Siamo presenti a Ttg Incontri, all’interno dello spazio Federviaggio (pad. A3), proprio per incontrare il trade e raccontare tutte le novità di prodotto» conclude la Mungai.

Un flyer per presentare la proposta

In Birmania con Elefante e Qatar Airways R O M A - V i a g g i d e l l ’ E l e f a n t e e Q a t a r A i rways presentano il flyer “Birmania, the road to Burma”, distribuito in allegato a questo numero di Travel Quotidiano. Q u e s t a a t t i v i t à è i l f r u t t o d i u n a p a r t n e rship continuativa e proficua. I s e r v i z i d i a l t o l i v e l l o d e l l a c o m p a g n i a a erea ben si sposano con l’esigente clientela d e l l ’ o p e r a t o r e , c h e d a s e m p r e s i c o n t r a ddistingue per il suo stile inconfondibile.

Un circuito esclusivo All’interno della pubblicazione, Viaggi d e l l ’ E l e f a n t e p r o p o n e u n e s c l u s i v o v i a ggio alla scoperta di questo affascinante P a e s e , s u b a s e p r i v a t a e c o n g u i d a p a rlante italiano, a cui si può aggiungere una rilassante estensione mare sulla spiaggia di Ngapali.

Servizi a 5 stelle Il volo sarà effettuato con Qatar Airways, che inaugura l’apertura della nuova rotta con destinazione Yangon. I s e r v i z i s o n o a 5 s t e l l e , p e r u n v i a g g i o a ll’insegna del comfort già a partire dal volo.

13


Quotidiano

19 ottobre 2012

www.travelquotidiano.com

Operatori Il prodotto di punta rimane il Kenya, dove l’operatore è impegnato anche in campo sociale

InViaggi si prepara al prossimo inverno e lancia Zanzibar di PAOLA CAMERA

TERNI - Dopo due mesi estivi che hanno registrato una crescita a doppia cifra, InViaggi lancia la programmazione invernale introducendo la novità Zanzibar e puntando sul prodotto consolidato Egitto, Canarie e Kenya. Ne parla Isabella Candelori, direttore vendite Inviaggi. Quali previsioni per i prossimi mesi? «Usciamo da una stagione estiva che ha confermato il trend positivo del semestre invernale, con un segno più a due cifre per l’anno 2012. Ci aspettiamo una stagione

Zanzibar Nuova struttura Apple Style

14

invernale complessa, a causa della fortissima crisi in cui si trova il nostro Paese». Quali novità per l'inverno 2012-2013? «La novità è rappresentata dalla destinazione Zanzibar, con una struttura che con molta probabilità rientrerà nel segmento Apple Style, sita nella zona nord dell’isola di Nungwi». Destinazioni di punta? «Il prodotto di punta resta il Kenya, che vede il nostro Orange Club Jumbo Watamu attestarsi fra i club migliori della destinazione nella zona di Wa-

Kenya Al centro dell’offerta

Club Med: “Pacchetto trasporto sulla neve”

“Usciamo da un’estate che ha confermato il trend positivo del semestre invernale

Isabella Candelori tamu. Il club, composto da 90 camere gestite completamente da InViaggi, è oggi la nostra punta di diamante. Nei mesi di chiusura è stato ulteriormente migliorato, con il completo rifacimento del ristorante, l’estensione della wi-fi in

Adv Distribuzione

sempre strategica

spiaggia, mini frigo in tutte le camere e tanti altri lavori di abbellimento. Il Kenya vede InViaggi impegnarsi anche nel settore dell’impegno sociale. «Infatti, oltre ad aver partecipato alla realizzazione di una Primary School in collaborazione con la proprietà di Jacaranda, stiamo realizzando una nursery capace di accogliere circa 300 bambini. Per ogni passeggero confermato con soggiorno nel nostro Orange

Nuova formula stagionale

Club, l’azienda destinerà 50 euro alla finalizzazione del progetto. Nel nostro sito esiste un link, Turismo Solidale, dove diamo tutte le indicazioni in merito». Avete in programma iniziative per le agenzie di viaggio? «La distribuzione è strategica per la nostra azienda; sono in fase di studio, una serie di iniziative per sostenere le agenzie promuovendo al contempo il nostro prodotto».

MILANO - A partire dall’inverno, in una selezione di resort & di villaggi Neve, Club Med offre per la prima volta l’opportunità di prenotare soggiorni comprensivi di volo e di transfer privato dall’aeroporto al resort per gli ospiti in partenza da Roma-Fiumicino, Bari, Napoli e Palermo. Un ulteriore plus che si aggiunge all’all inclusive Premium by Club Med che, sulla neve, si fa ancora più esclusivo comprendendo nel prezzo lo Skipass (a partire da 4 anni), i corsi per tutti i livelli di sci alpino (da 4 anni), snowboard (da 8 anni) o sci di fondo (a partire da 12 anni), oltre a numerose opportunità per tutti i non sciatori. I villaggi inclusi nella formula sono Pragelato Vialattea, Cervinia, Valmorel, Chamonix MontBlanc, Serre Chevalier.


Quotidiano

19 ottobre 2012

www.travelquotidiano.com

Operatori Le agenzie restano l’unico canale di distribuzione dei prodotti. Oriente e Brasile sempre in primo piano

Dimensione Turismo: «Bene il segmento linea» testi di CAMILLA MADERNA

TREVISO - Dimensione Turismo conferma la ricetta giusta per attraversare questo periodo di crisi di mercato. «La nostra filosofia, che contraddistingue la storia della nostra azienda, si basa su qualità e professionalità, il binomio vincente che ci permette di essere riconosciuti come un punto di riferimento dalle nostre agenzie per il Nord Italia dichiara Mario Di Nicolantonio, presidente del to -. Inoltre, la nostra programmazione è soprattutto di linea, con Oriente e Brasile, e qui la richiesta della consulenza dell’agente rappresenta oggi più che mai un valore aggiunto». Un bilancio di questa prima parte dell’anno. «Il trend della prima parte dell’anno ha restituito l’andamento altalenante del mercato, quindi non abbiamo registrato risultati eclatanti, tuttavia in linea con le aspettative di fattu-

16

«Positiva la nomina di Filippetti»

TREVISO - Mario Di Nicolantonio esprime il proprio positivo parere relativamente all’elezione di Nardo Filippetti in qualità di presidente di Astoi. «Mi auguro che in futuro l’associazione possa recuperare la centralità che le spetta nel panorama del turismo nazionale, per far sentire la propria voce nell’interesse collettivo del comparto».

“unCipro Nord si è attestato come buon prodotto, soprattutto per il rapporto qualità-prezzo rivelatosi vincente

Mario Di Nicolantonio rato dello scorso anno. I mesi invernali hanno visto protagonista l’Oriente con Birmania e Roatan (Honduras), mentre in estate il Cipro Nord si è attestato come un buon prodotto, soprattutto per il rapporto qualità-prezzo vincente». Qual è il trend delle prenotazioni?

«Le prenotazioni di linea tengono bene per via del fatto che raccolgono un target medio-alto. Si tratta peraltro di pratiche che vengono organizzate e prenotate per tempo, mentre Cipro Nord si è contraddistinto per il sotto data. Oltre agli individuali, il segmento degli incentive è molto impor-

tante: le aziende talvolta hanno ridotto la durata e il numero del partecipanti, tuttavia non rinunciano del tutto agli appuntamenti di incentivazione». Iniziative e investimenti sul canale agenziale? «Investiamo soprattutto sulle nostre risorse interne e sui promoter che incontrano le agenzie di viaggio per aggiornarle e informarle sulle novità della nostra offerta. Riteniamo sia fondamentale il ruolo svolto dalle agenzie; non abbiamo interesse a rivolgerci direttamente al cliente finale, eccezion fatta per la nostra agenzia di Treviso». Qualche plus dell’offerta? «I punti di forza della nostra offerta sono i viaggi di linea, impegnativi a livello organizzativo ed economico, per i quali gli agenti hanno necessità del nostro supporto. Da questo punto di vista regi-

Da Rio a Natal TREVISO - Il Brasile, prodotto di punta dell’operatore, viene proposto con viaggi di 9 giorni e 7 notti con volo da Milano (Bologna, Venezia e Roma) operato da Tap Air Portugal via Lisbona. L’itinerario si snoda tra Rio de Janeiro (due notti con pernottamento e prima colazione) più altre cinque notti al DBeach Resort di Natal, 4 stelle, con trattamento di mezza pensione bevande escluse. La proposta è valida fino al 15 dicembre 2012, con quote a partire da mille 150 euro a persona. striamo il positivo andamento del segmento nozze, collegato a questa tipologia di prodotto».


Quotidiano

19 ottobre 2012

www.travelquotidiano.com

Operatori Velocità, collegamenti frequenti e orari comodi i punti forti dell’offerta

di MARIANNA DE PADOVA

MESSINA - Velocità e orari comodi: questi i principali plus dell’offerta Caronte&Tourist per i collegamenti verso la Sicilia da Villa San Giovanni e Salerno. Ne parla Claudio Di Mare, sales & marketing manager passenger department di Caronte&Tourist. Un presidio forte, quello della compagnia messinese, anche su rotte potenzialmente “lunghe”: «siamo l’unico vettore marittimo che offre tutti i giorni due partenze giornaliere sulle rotte Salerno-Messina e Salerno-Palermo, con viaggi in notturna e diurna, per una durata di appena otto ore». Ottimi collegamenti anche sulla rotta “breve” Villa San Giovanni-Messina: «qui abbiamo un traffico passeggeri costante, quasi metropolitano, con 20 minuti di percorrenza in condizioni meteo ottimali, di giorno e notte». Non solo collegamenti comodi, anche un’attenta politica di pricing: «Oltre a un piano tariffario dinamico tutto l’anno, anche in altissima stagione, offriamo costantemente tariffe speciali.

18

Campania e Sicilia ancora più vicine con Caronte&Tourist

Offriamo sempre tariffe speciali prenotabili online

Claudio Di Mare

Escluse le tratte sullo stretto di Messina, tutte le altre sono prenotabili online, grazie a un programma di biglietteria a disposizione delle agenzie, oppure attraverso il numero verde. Tutte le promozioni vengono presentate al trade e sono vendibili con una settimana di anticipo rispetto al consumer». Un consumer che principalmente è leisure, con alcuni periodi in cui il business è protagonista: «in inverno sulle rotte Salerno-Messina e Salerno-Palermo, il traffico è squisitamente business. Poi, lentamente si va verso il leisure all’inizio della stagione con i viaggi di istruzione». L’offerta di Caronte&Tourist si basa su una flotta «composta da

24 navi: tre operano sulle rotte di medio raggio Salerno-Messina e Salerno-Palermo, mentre 14 sono impiegate sullo stretto di Messina. Cinque operano collegamenti per le isole Eolie (tramite una società controllata, la Ngi) e infine due sono noleggiate ad altri vettori». Molti i servizi a bordo: «abbiamo tre navi di ultimissima generazione, dotate di tutti i comfort come bar, ristorante, copertura satellitare per le comunicazioni telefoniche e reti wi-fi. Le navi che partono da Salerno per la Sicilia trasportano fino a mille passeggeri e oltre 300 auto. Sullo stretto di Messina possono trasportare fino a 500 passeggeri e oltre 150 auto».

Lancio a Ttg del programma di fidelizzazione

Msc Exclusive: le agenzie al centro

Andrea Guanci

NAPOLI - (i.c.) La fidelizzazione delle agenzie ancora una volta al centro dei piani di sviluppo di Msc Crociere. A parlarne è il nuovo direttore marketing, Andrea Guanci, che pone l’accento su Msc Exclusive, il programma lanciato ufficialmente durante Ttg Incontri che premia i singoli adv intesi come individui, favorendo la creazione di una «community attiva, che possa partecipare anche alle decisioni della compagnia». In questo senso, l’iscrizione al programma prevede l’inserimento dei propri dati personali, affinché Msc sia in grado di conoscere sempre più approfonditamente i suoi partner. «Non si tratta del classico programma punti - commenta Guanci - ma di un modo per avere un canale esclusivo di contatto con Msc. Non mancheranno ovviamente i “classici” premi offerti in collaborazione con moltissimi partner (fra gli altri, Technogym, Carpisa, Nikon,...), ma questo aspetto sarà solo una parte del programma». All’interno di Msc Exclusive una prima azione particolare riguarda Msc Social Partner, una forma di affiliazione ancora più stretta che consente agli agenti più fedeli di aprire un market place diventando una diretta espressione della compagnia sul territorio. «Le nuove tecnologie non devono infatti essere percepite come nemiche dei punti vendita, ma come opportunità da cogliere per incrementare il proprio business. Entro fine anno, con l’aiuto della nostra forza vendite, puntiamo a fidelizzare al programma Msc Exclusive dai 3 mila ai 5 mila agenti (su un totale stimato in circa 30 mila agenti di viaggio attivi sul territorio).Il programma si svilupperà anche nel 2013, con iniziative di e-learning e di fidelizzazione sempre nuove».


Quotidiano www.travelquotidiano.com

19 ottobre 2012

Operatori Sull’Isla Grande l’operatore lancia un progetto per ampliare la clientela

di ISABELLA CATTONI

BUSNAGO - L’Indocina entra dal prossimo inverno a far parte della programmazione di Criand tour operator. «Abbiamo consolidato il nostro rapporto di collaborazione con Etihad Airways - spiega il titolare, Andrea Vecchi -. L’inserimento dell’Indocina si inquadra nel potenziamento dell’offerta relativa all’Estremo Oriente, che ha nell’Indonesia una delle sue mete di punta». Proprio in Indonesia Criand mantiene corrispondenti locali in tutte le principali isole, in modo da fornire assistenza in italiano ai propri clienti. Il 2012 dovrebbe chiudersi sugli stessi numeri del 2011 quanto a margini, ma con un fatturato comunque in crescita del 15% e circa 9 mila passeggeri trasportati. «Fra le novità in fase di lancio, un sito che consenta agli agenti la prenotazione online sia di pacchetti di viaggio, sia del solo volo e, a breve, anche dei soli servizi a terra a Cuba, in Brasile, a Santo Domingo e in Indonesia». Il sito di Criand si rivolge a tutti quanti vogliano collaborare con il to, dalle adv, ai portali, ai network: «Of-

Indocina, Brasile e Cuba nell’inverno di Criand to

L’Avana

“personalizzeremo Nel 2013 un villaggio a Varadero

Andrea Vecchi

friamo la possibilità di appoggiarsi al nostro motore di ricerca, personalizzandolo e inserendolo sul proprio sito. Questa opzione funziona bene soprattutto per il Brasile». Novità anche sul fronte di Cuba. «Abbiamo studiato la possibilità per i nostri clienti cubani o italiani che intrattengano delle relazioni di qualsiasi tipo con Cuba di regalare una vacanza o anche una semplice escursione giornaliera sull’Isla Grande a parenti o amici residenti in loco. L’obiettivo è quello di presidiare anche il segmento dei residenti a Cuba, aiutando le agenzie ad ampliare il raggio d’azione aprendosi anche alla clientela locale. A breve nascerà anche

un portale ad hoc per sostenere l’iniziativa». A livello di programmazione globale, Criand ha aumentato gli allotment di posti su Brasile e Cuba e riproposto Roatan, quest’ultima in collaborazione con Air Italy. «Nel 2013 - aggiunge Vecchi - personalizzeremo un villaggio a Varadero dandogli un taglio prettamente “cubano”. Chi vorrà soggiornare in una struttura dove animazione, musica, gastronomia, servizi sono tarati sul gusto dei cubani, avrà la possibilità di condividere una vacanza con gli abitanti locali e di entrare nel vero spirito della destinazione. La catena alberghiera straniera scelta come partner del progetto verrà comunicata prossimamente».

Alberghi, ville, pacchetti e singoli servizi

Navitours in prima fila nell’offerta sulla Grecia

Norman Rossi

di CAMILLA MADERNA

FALCIANO - Tempo di novità per Navitours, operatore di riferimento per la Grecia, che presenta la sua offerta agli agenti di viaggio in occasione di Ttg Incontri (padiglione A3, stand 144). «Proponiamo una filosofia “depackaging”, ovvero singoli servizi di qualità adattati alle esigenze del cliente finale sempre con le risorse di un buyer locale» spiega Norman Rossi, sales director. In programma, nuove destinazioni con partenze garantite ogni domenica, con brevi soggiorni sulle Cicladi e sulle isole Ioniche, con trasferimenti in nave e in aereo. «Presentiamo poi il nuovo portale b2b con più di mille strutture alberghiere con conferma immediata, servizi "on the spot" per individuali, tanti pacchetti precostituiti per il 2013. Il nostro www.marblu.net offre ville di prestigio sempre "powered by Navitours" con un portfolio di 120 ville su tutto il territorio greco». Navitours garantisce incentivi particolari e prodotti con un ottimo rapporto qualità- prezzo, «elaborato dai nostri uffici locali in Grecia. Le nostre quote sono nette e offrono la possibilità per l’agente di viaggio di avere un pacchetto “best value for money”. «Il plus dell’offerta è rappresentato dalle partenze garantite, dalla varietà delle destinazioni e dalla costruzione di prodotti con una maggiore attenzione al pricing pur mantenendo inalterato il livello qualitativo».

19


Quotidiano

19 ottobre 2012

www.travelquotidiano.com

Operatori Il to a Ttg Incontri con il nuovo catalogo. Speciale attenzione all’approfondimento dei rapporti con le agenzie

Pareggio Fatturato 2012 di ISABELLA CATTONI

MILANO - I Viaggi di Maurizio Levi, da 25 anni impegnato nella creazione di itinerari dallo spiccato taglio culturale in destinazioni fuori dall’ordinario, si presenta all’appuntamento della nuova stagione con il catalogo “Alla scoperta dell’Insolito”. «Dopo una lunga tradizione di brochure sempre intitolate ai “Deserti” - spiega il direttore marketing, Fabio Scalzo -, abbiamo pensato fosse giunto il momento di trasmettere agli agenti di viaggio la reale valenza della nostra offerta, molto più ampia e variegata rispetto al semplice concetto di deserto». In realtà I Viaggi di Maurizio Levi, da sempre focalizzato su un segmento di clientela molto elevato sotto il profilo culturale, è in grado di organizzare sia itinerari alla scoperta di angoli ancora remoti del mondo, sia circuiti in Paesi conosciuti sempre però con un taglio originale che li renda unici. «Il 2012 dovrebbe chiudersi in sostanziale pareggio - aggiunge Scalzo -; un risultato gratificante,

22

rispetto al 2011

90% Percentuale media dei repeater

25 Anni di attività dell’operatore

Con Maurizio Levi “Alla scoperta dell’Insolito” “nelLetrasmettere adv sono fondamentali i nostri plus ” Fabio Scalzo considerando che il 2011 aveva registrato una crescita di fatturato del 15% su un 2010 a sua volta in incremento del 18% . La nostra forza risiede sicuramente nel passaparola e si appoggia a una percentuale molto alta - circa il 90% - di fedeli repeater. Di estrema importanza è però anche il rapporto con le agenzie di viaggio, mai

come in questo momento veicolo indispensabile per trasmettere al cliente finale il valore aggiunto della nostra offerta». Allo studio quindi una serie di iniziative in direzione dei punti vendita, circa un migliaio quelli fidelizzati, di cui il 65-70% concentrati nel Centro-nord Italia. «Alcune persone entrano in agenzia chiedendo dei

Un sito rinnovato MILANO - I Viaggi di Maurizio Levi è presente a Ttg Incontri (stand 007, pad. B1). In questa occasione viene presentata alle agenzie la nuova edizione 2012-13 del catalogo “Alla scoperta dell’insolito”, un volume di 100 pagine con numerose novità rispetto all’edizione precedente, con 78 itinerari in 53 diverse nazioni raggruppate per aree geografiche omogenee: Sahara, Africa Nera, Africa australe, Medio Oriente, India & dintorni, Asia e Americhe. Novità importante del nuovo catalogo, valido fino a settembre 2013, una forma di advance booking: quanti prenoteranno con almeno 90 giorni di anticipo riceveranno gratis l’assicurazione contro l’eventuale annullamento forzoso del viaggio. Assieme al catalogo viene presentata la nuova versione del sito web, con una grafica più moderna e accattivante e una navigabilità più facile e intuitiva, consentendo di sfogliare e di stampare l’intero catalogo e fornendo per ogni itinerario una sintetica descrizione, una cartina ingrandibile, foto, percorso sintetico giornaliero, dati tecnici ma anche la possibilità di stampare il programma di dettaglio nonché un rimando a specifici approfondimenti culturali. nostri prodotti. E’ importante che l’agente ci conosca e sia preparato ad accontentare un cliente che è quasi sempre esigente e molto informato». La programmazione in catalogo per il periodo ottobre 2012-settembre 2013 è stata sottoposta a un minuzioso lavoro di perfezionamento e ampliamento. Il Centro e Sud America è fra le aree di punta, anche se il focus attuale si concentra «Sui Paesi dell’Asia Centrale -

Turkmenistan, Tagikistan, Kirghizistan -, con particolare riferimento alla Via della Seta. Anche il Kazakistan rappresenta una nuova frontiera per i viaggiatori più appassionati. Grande spazio viene assegnato all’India e al Sudest asiatico, con viaggi nella sola Cambogia, nelle Filippine, in Laos,.... Fra le “chicche” in catalogo, anche una pagina dedicata alle principali festività celebrate nei diversi Paesi».


Quotidiano

19 ottobre 2012

www.travelquotidiano.com

Trasporti L’aumento del traffico verso le rotte asiatiche e il controllo dei costi spingono la compagnia nella direzione giusta Chongqing, offerta speciale per adv

testi di MASSIMO TERRACINA

HELSINKI - Parte bene il gruppo Finnair nel 2012, con un primo semestre positivo che ha avuto nei mesi aprile/giugno un incremento del 10%. E’ certamente il grande investimento sulle rotte asiatiche la chiave del successo, oltre alle operazioni di “spending review”. Al secondo anno del proprio mandato quale country manager, Paolo Zampieri è soddisfatto dell’andamento della compagnia: «Abbiamo registrato un 6% d’incremento fatturato nel primo semestre - commenta Zampieri - con un piccolo stallo nel secondo trimestre. A livello di gruppo, invece, c’è un incremento del 6% anche per quel che attiene il load factor del periodo gennaiogiugno 2012, con punte nel periodo aprile-giugno del 6,9%». La compagnia appare in netta ripresa per la grande

24

HELSINKI - Per promuovere l’ultima new entry del network cinese, Chongqing (CKG), Finnair propone una tariffa “adv” da 300 euro in economy class e mille euro in business per andare a conoscere direttamente il territorio. Chongqing rappresenta una destinazione strategica, al centro della Cina, con 30 milioni di abitanti, economicamente importante per l’industria dell’auto e dell’elettronica, ma anche ottimo hub per il turismo: la città è infatti situata sullo Yangtze Kiang da cui si può partire per la navigazione o alla volta del territorio del Tibet.

“Roma e Milano (e l’estivo su Venezia) restano i collegamenti dall’Italia, che ben accoglie la nostra vocazione asiatica

Finnair riduce le perdite del semestre attenzione ai costi, per l’ammodernamento sostenibile della flotta, con l’arrivo di cinque A321 con i motori più ecologici e la messa in campo di accorgimenti, quali la scelta di container più leggeri, per diminuire la tara delle

+6%

Incremento fatturato primo semestre 2012

merci trasportate. «E i risultati arrivano, testimone il fatto di aver ridotto le perdite del secondo trimestre 2012 a 19 milioni 800 mila euro, contro i 23 milioni dello stesso periodo di un anno fa - precisa Zampieri -. La compagnia

prevede che il trend positivo proseguirà anche nella seconda parte dell’anno. Le vendite trimestrali sono salite del 10% a 594 milioni 400 mila euro grazie all’inattesa crescita della domanda sulle rotte europee e so-

19,8 mln € Ampliato Airberlin Perdite secondo l’accordo trimestre 2012

di codeshare

Paolo Zampieri

prattutto asiatiche». Il processo di rinnovamento della brandidentity, prosegue con a n c h e l’obiettivo della sostenibilità, tanto che Finnair è finalista del premio “World Savers” sulle emissioni di co2. «Roma e Milano (con l’estivo su Venezia) restano i nostri collegamenti dall’Italia - conclude Zampieri - che ben accoglie la nostra vocazione “asiatica”. In più Finnair ha esteso l’accordo di codeshare che la lega ad Airberlin, vettore partner in oneworld anche ai voli della compagnia tedesca operati da Oslo, Gothenburg, Stoccolma e Copen-

hagen a Berlino, e da Copenhagen a Düsseldorf. Finnair aggiungerà il proprio codice anche ai voli giornalieri operati da Airberlin da Düsseldorf e da Berlino ad Abu Dhabi, che consente ai passeggeri in arrivo dalla Finlandia di prenotare voli da Helsinki ad Abu Dhabi». Infine il sito www.finnair.com dovrebbe beneficiare di ancora maggiori implementazioni da metà 2013.


Quotidiano

19 ottobre 2012

www.travelquotidiano.com

Trasporti Ottimo debutto sulla Milano Orio-Francoforte. Resta forte l’interesse su Linate, ma si tratta «di una lotta improba»

70%

Load factor OrioFrancoforte (settembre) di MARIELLA CATTANEO

MILANO – Rotta nel segno della crescita per Air Dolomiti. Dalla storica VeronaVienna alle più recenti Verona-Zurigo, ormai al terzo mese di operatività e alla Milano Orio-Francoforte, attiva da otto mesi. «L’apertura da Orio – spiega Paolo Sgaramella, vice president commercial, marketing & network della compagnia dopo un inizio d’anno a rilento con i primi tre-quattro mesi al di sotto delle previsioni, da maggio ha registrato una ripresa impor-

1,7 mln

Stima pax 2012 (+6-7% sul 2011)

65%

Quota vendite tramite adv

“ Entro fine 2012 saremo presenti anche su Sabre ” Paolo Sgaramella

Air Dolomiti tiene la rotta giusta e consolida il traffico tante. Il mese di settembre ha raggiunto tassi di riempimento del 70% e ottobre presenta un load factor so-

pra il 60%. Con tre frequenze giornaliere, contiamo di raggiungere il break even il prossimo

anno». La tratta da Verona, che prevede due voli al giorno, grazie al code share con Swiss consente

ai passeggeri di fruire poi di tutto il network del vettore svizzero disponibile da Zurigo: «Al terzo mese di operatività – sottolinea Sgaramella – registriamo un load factor del 43%. Il 35% dei passeggeri prosegue il proprio viaggio da Zurigo e stimiamo che la percentuale salirà almeno al 50% con la ripresa del traffico passeggeri business». Le agenzie di viaggio restano il partner di riferimento «con un 65% di transato e quattri key account che visitano regolarmente gli agenti» precisa Sgaramella ricordando il programma corporate dedicato e le tariffe tour operator disponibili sui voli di linea. Inoltre, «entro fine 2012 sarà operativa anche l’intesa con Sabre, consentendoci così di essere presenti su tutti i gds». Le attese per fine anno sono positive: «Stimiamo un milione 700 mila passeggeri – afferma il manager – per una crescita compresa tra il 6 e il 7% rispetto al 2011». Particolarmente buona la performance del segmento charter che «anche se marginale rispetto alla nostra programmazione – sostiene Sgaramella – ci

ha dato grandi soddisfazioni. Gli operatori sono soddisfatti del servizio fornito, e questo principalmente per la provata affidabilità del vettore proprio in termini di servizi e qualità forniti. Per il 2013 contiamo di triplicare la capacità offerta. Non ultimo, siamo stati premiati quale compagnia più puntuale del gruppo Lufthansa: un riconoscimento importante da parte della casa madre tedesca ad un “piccolo” vettore italiano…è la rottura di ogni tipo di stereotipo negativo!». Ultima battuta su Linate, che Air Dolomiti (anch’essa in gara per gli slot lasciati liberi da Alitalia) non smette di tenere in considerazione: «L’interesse resta, ma si tratta di una lotta improba…» chiosa Sgaramella.

Czech Airlines potenzia i voli tra l’Italia e Praga di ROBERTO SAONCELLA

ROMA - A San Pietroburgo e in tutta la Russia con Czech Airlines. E’ questa la novità della stagione invernale per la compagnia aerea ceca. Il mercato dell’Est Europa, con particolare preminenza di quello russo, sono d’altronde sempre più un punto di riferimento per il settore turistico nazionale. Il flusso di passeggeri che dalle capitali orientali viaggia verso il nostro Paese, in estate come in inverno, è in costante crescita. Il solo collegamento tra Roma e Milano effettuato fino ad oggi da Czech Airlines, senza rapide coincidenze con San Pietroburgo o Mosca, non permetteva di intercettare questo crescente flusso turistico. E’ su questo che ha così puntato la compagnia, che dal prossimo 29 ottobre, con l’avvio degli orari invernali, aumenterà di un volo il numero giornaliero di collegamenti tra Milano e Praga: 3 aerei al giorno, per un totale di 18 voli settimanali. Se a questo aggiungiamo la modifica degli

26

18

Voli settimanali Milano-Praga

10

Voli settimanali Roma-Praga orari anche dei 10 voli da Roma Fiumicino, completiamo il quadro. «Non solo aumentiamo le frequenze dall’Italia verso Praga – comunica la direzione italiana di Czech Airlines -, ma anche le coincidenze dallo scalo Ruzine verso altre destinazioni come San Pietroburgo e altre città russe». Czech Airlines ha appena chiuso con successo una promozione per le prenotazioni di gruppo (da 10 a 20 persone) con partenza da Milano per volare dal 29 ottobre al 31 marzo 2013 (escluso il periodo che va dal 15 dicembre al 15 gennaio) su Riga, Vilnius, Tallinn, Minsk e Odessa.


Quotidiano www.travelquotidiano.com

19 ottobre 2012

Trasporti Il dg dell’aeroporto di Verona illustra le strategie a breve e lungo termine: «Crescita per lo scalo, le compagnie e il territorio» di MANUELA CUADRADO

VERONA - L’autunno 2012 segna un momento difficile per il Valerio Catullo. Dopo la recente e sofferta risoluzione del rapporto con Ryanair, l’aeroporto cerca nuovi orizzonti da cui ripartire per lasciarsi alle spalle i buchi di bilancio, le pressioni della politica e quelle dell’opinione pubblica. Al centro del nuovo corso del Catullo, il nuovo direttore generale di Catullo Spa Carmine Bassetti, che commenta: «Il presidente Arena ha segnato un chiaro spartiacque con un’operazione trasparenza che ha fatto svoltare pagina su come si operava. Ha mandato un messaggio molto forte al mercato in termini di rapporti con le compagnie aeree, che sono tutte trattate in modo equo, attraverso progetti di sviluppo solidi e progressivi. Il mio lavoro ora è di proseguire su questo indirizzo, lavorando con lui per la crescita. Nelle ultime settimane hanno iniziato ad operare sulle rotte domestiche, che per noi è fondamentale tornare a sviluppare, Air One e Volotea, che affiancheranno Alitalia e Meridiana fly Air Italy, presenze ormai consolidate. Verona continua ad offrire ai vettori un bacino di traffico di sicuro appeal. Lavoriamo per garantire al territorio il miglior servizio possibile in ter-

Il Valerio Catullo inaugura il nuovo corso mini di prezzo e orari; per portare nuove compagnie a Verona che vogliano costruire con noi progetti solidi e progressivi di sviluppo. Lavoriamo con i partner storici e già presenti a Ve-

rona perché il traffico sullo scalo continui a crescere, nell’interesse dei vettori, dell’aeroporto e soprattutto del territorio». L’attitudine positiva deve però fare i conti con la liquidazione di Avio Handling e quasi 200 lavoratori che rischiano di perdere l’impiego, nonostante l’impegno a farli riassorbire nelle società che subentreranno. «Lavoriamo per trovare la soluzione più equa per i lavoratori e per la società - dichiara Bassetti -. Abbiamo

“perLavoriamo garantire al territorio il miglior servizio possibile

dato garanzie ai soci sul risanamento del conto economico. Per raggiungere il traguardo dell’equilibrio finanziario in tre anni, dobbiamo risolvere la problematica dell’handling che ha portato una marginalità negativa pesante negli ultimi anni, ma a cui si riconosce il ruolo di motore operativo dell’aeroporto, quindi è un’area che va comunque monitorata anche se non controllata direttamente». A far parlare maggiormente, tuttavia, è l’ingerenza della politica negli affari aeroportuali. Massimo Soppani e Fabio Bortolazzi, rispettivamente ex direttore ed ex presidente del Catullo, di fronte alle telecamere di La7 hanno parlato di “influenze politi-

che” nella nomina di alcuni dirigenti. L’ennesima traccia di un malcostume italiano alquanto diffuso. Continua Bassetti: «Le dichiarazioni sono state rilasciate molti mesi fa e hanno danneggiato pesantemente l’immagine dell’aeroporto e delle persone che qui lavorano con passione e competenza. Abbiamo girato pagina. Il mercato deve essere l’unico criterio di scelta. Il mondo politico ha il compito di esprimere le necessità del territorio, farne la sintesi e dare indirizzi. La buona politica non ha influenze negative perché finalizzata a costruire al bene comune, non al rendiconto personale». Altro punto debole del sistema Verona è l’aeroporto

di Montichiari, che pesa fortemente sul bilancio societario. «Le previsioni di bilancio saranno presentate nei prossimi mesi-continua Bassetti - operazioni improntante all’efficienza hanno consentito di continuare ad operare senza interferenze e limitazioni, ma riducendo sicuramente i costi. Montichiari ha un potenziale enorme e il prossimo anno sarà fondamentale per il definitivo rilancio». In mezzo c’è però il lancio del Piano nazionale degli aeroporti: «Il piano ha riconfermato il ruolo di Brescia Montichiari come riserva di capacità del sistema lombardo e specializzazione nel cargo spiega Bassetti -. Nella proiezione di traffico da qui al 2030, dopo Venezia, Verona è lo scalo con maggiori potenzialità (da 6 a 7 milioni di passeggeri). Ora dopo il rilascio del piano , aspettiamo la concessione quarantennale di gestione dell’aeroporto di Brescia».

Carmine Bassetti

Rephouse diventa gsa per l’Italia. Arriva il flat bed sugli A320er

Gulf Air si concentra su Roma di MARIELLA CATTANEO

MILANO – Parola d’ordine consolidare il traffico: «Load factor e yield restano sotto osservazione, poi potremo parlare di incrementi di frequenze, secondo tempistiche che devono però considerare anche fattori esterni, purtroppo poco prevedibili». Marco Fontana, country manager Italia di Gulf Air sintetizza così la visione sul breve-medio termine della compagnia aerea del Regno del Bahrain. Oggi Gulf Air opera da Roma quattro collegamenti alla settimana, “orfana” di quel volo da Milano che, aperto nel marzo 2011, sarebbe poi stato chiuso a neppure un anno di distanza «in linea con una strategia di sviluppo globale del network». Concentrarsi su

Roma dunque e rilanciare sul mercato italiano: ecco allora la presentazione della nuova business class sugli A320er e un rinnovato operativo verso Medio Oriente, subcontinente indiano e Asia. Ma le novità di fine anno riguardano anche la nomina di Rephouse come gsa per l’Italia (06-59633450, gulfair@rephouse.it), dallo scorso 20 settembre. «Avevamo necessità di avere un partner molto presente, direttamente sul territorio – spiega Fontana - e ben radicato nella realtà di Roma e dell’Italia. Contiamo molto sul loro apporto per sviluppare il traffico dall’Italia». Proprio la presenza qui a Ttg a Rimini è l’occasione per presentare la nuova configurazione

E’ necessario avere un partner ben radicato sul territorio: per questo abbiamo scelto Rephouse

degli Airbus A320er: «Gli aeromobili offrono ora 14 posti in business e 96 in economy class – precisa Fontana -: cresce dunque l’attenzione al segmento corporate, Gulf Air è l’unica compagnia a proprorre il flat bed su una macchina di queste dimensioni». Il traffico dall’Italia copre un po’ tutti i segmenti di mercato (bt, leisure ed etnico) e la distribuzione trade resta in primo piano: «La partnership con le agenzie di viaggio è molto importante e deve essere implementata, ora anche attraverso il contributo di Rephouse – sottolinea il country manager -: Gulf Air riconosce agli adv la commissione dell’1% ma sono previsti programmi di incentivazione a loro dedicati».

Marco Fontana

27


Quotidiano

19 ottobre 2012

www.travelquotidiano.com

Trasporti L’operativo charter del gruppo risponde alla programmazione più prudente dei to. «Ma siamo pronti ad affrontare una domanda oggi sottostimata» di MARIELLA CATTANEO

MILANO – Destinazioni confermate, capacità ottimizzata. L’inverno charter di Meridiana fly Air Italy comincia sotto questo segno, come spiega Massimo Crippa, charter sales director del gruppo: «Vengono confermate le mete su lungo e medio raggio, nel primo caso parliamo di Brasile, Cuba, Kenya e Maldive, anche se con frequenze minori, quantificabili in un 20% rispetto all’inverno 2011. E questo in risposta ad una maggiore sensibilità dei tour operator, con volumi diversi, programmazioni più attente. L’impegno vuotopieno dei to per l’inverno e per il 2013 è cambiato: non ci troviamo più di fronte a

Meridiana fly Air Italy: capacità, sorvegliata speciale per l’inverno contratti stagionali ma a molteplici e diverse intese che vengono vagliate in momenti diversi nell’arco della stessa stagione. Teniamo aperte delle possibilità in vista di “micropicchi” stagionali, che non sono però preventivabili». L’input dell’inverno – ma in prospettiva anche per

tutto il 2013 – è quello volto alla redditività: «Occorre mantenere i margini – precisa Crippa e tenteremo di farlo attraverso la riduzione dei volumi. Chiaro che come azienda siamo preparati a rispondere ad un’eventuale domanda attualmente sottostimata». Sul medio raggio resta

protagonista l’Egitto, «con abbondante vuotopieno per la stagione in arrivo - prosegue Crippa e partenze da numerose città italiane». Anche in questo caso, pur continuando a rappresentare una parte cospicua dell’operativo invernale, circa «l’85% - sottolinea il manager -, la capacità

“ Mantenere i margini, anche riducendo i volumi

Massimo Crippa offerta risulta comunque inferiore del 10% circa rispetto alla stagione 2011». Uno sguardo all’estate 2013 vede la compagnia impegnata a lavorare «sulla destinazione Mozambico» mentre fra le mete storiche lungo raggio «Mauritius sta andando bene, ha capacità di linea e serve tutti i mercati, leisure, business ed etnico: prosegue con una frequenza settimanale per

tutto l’anno». La strategia sarà quella volta «ad un minor utilizzo degli aeromobili di proprietà e uno invece massivo di quelli in leasing sulle linee nazionali e di medio raggio, oltre ad un maggiore integrazione dell’uso dei velivoli di linea e charter».

L’Italia di Air Canada: load factor oltre il 90% ROMA - (p.c.) Air Canada conferma l’interesse per il mercato italiano e presenta ottimi risultati alla luce dell’aumento di capacità introdotto nel 2012, grazie anche ad una flessibile politica tariffaria. Lo racconta Giancarlo Landolfi, responsabile commerciale Air Canada in Italia. Qual è il trend 2012? «Nel 2012 Air Canada ha confermato il suo interesse verso il mercato italiano con l’operativo da Roma con 2 voli su Montreal e Toronto, aumentando l’offerta di migliaia di posti. Ciò è stato possibile grazie al cambio di velivolo dal B767 all’A300. La scelta si è rivelata vincente, dato che abbiamo mantenuto fino ad oggi un load factor costante sopra il 90% con punte del 95%. Il mercato italiano verso Canada e Usa è risultato leggermente inferiore alle previsioni di inizio anno, ma abbiamo cercato di rimanere competitivi attraverso una politica di tariffe sempre più flessibili e facili da gestire. A questo riguardo, è importante sottolineare che l’alleanza transatlantica con il gruppo Lufthansa e United e una numerosa serie di codeshare ci permettono di offrire un’interminabile serie di routing con tariffe perfettamente armonizzate. Durante l’inverno, soprattutto, possiamo vendere il nostro prodotto dai maggiori aeroporti italiani via Francoforte, Monaco, Zurigo e Londra». Novità nella collaborazione con agenzie di viaggio e operatori? «Air Canada è molto legata alla distribuzione trade; vorrei ricordare che mettiamo a loro disposizione un sito in italiano dedicato. Inoltre, cerchiamo di essere pre-

28

“ Proponiamo tariffe flessibili e facili da gestire ” Giancarlo Landolfi senti nelle maggiori fiere e roadshow. Lo scorso mese abbiamo effettuato un famtrip su Toronto con 8 to ed è in embrione un nuovo fam trip, questa volta in Quebec nei primi mesi del 2013». Novità relative alla flotta? «E’ previsto per il prossimo anno l’arrivo di altri due B777 sul network internazionale: il primo da giugno e il secondo da settembre. Ma il bello verrà dal 2014 quando arriveranno i Dreamliner: l’ordine confermato è per 37 esemplari». E per quanto riguarda i servizi ai passeggeri? «Tecnologicamente Air Canada è al passo con i tempi, e qualche volta più avanti. Ad esempio, su tutti i voli internazionali l’entertainment prevede uno schermo touch control su ogni sedile, anche di economy, con la programmazione che inizia al momento dell’uscita dal gate e termina al parcheggio, senza interruzioni.


Quotidiano

19 ottobre 2012

www.travelquotidiano.com

Trasporti In arrivo tapagents.it interamente dedicato agli adv italiani per essere aggiornati su procedure e novità

77

Voli settimanali dall’Italia winter 2012/13

di PAOLA CAMERA

ROMA - Sviluppo su tutti i fronti per Tap Portugal, in continua espansione fra network, servizi al passeggero e tariffe. Molte le novità sul mercato italiano come spiega Araci Coimbra, general manager Tap Portugal in Italia e Grecia. Qual è il trend attuale del mercato? «In considerazione dell’attuale situazione economica, l’estate è andata molto bene. In generale il Portogallo si vende sempre molto bene sia per i viaggi point-to-point, sia in coincidenza verso Brasile e Africa, due mercati su cui Tap è vettore di riferimento. In generale il lungo raggio di Tap non soffre la stagionalità: Africa e Brasile sono due paesi chiave e in forte sviluppo economico, che offrono grandi opportunità non solo lato business ma anche leisure sia in outgoing che in incoming, mentre il Portogallo è molto scelto per i city break e per viaggi leisure». Novità nel network italiano? «Lo scorso 3 giugno Tap ha inaugurato il volo quadrisettimanale tra Torino Caselle e Lisbona e l’obiettivo primario è il consolidamento di questa tratta che serve l’area Nord-Ovest. L’Italia rappresenta per noi il terzo mercato più importante in Europa e il primo per il Brasile. Obiettivo di Tap è di continuare a presidiare il mercato per rafforzare la posizione di leadership verso il Brasile e l’Africa, due mercati in forte sviluppo. Con l’orario invernale in vigore dal prossimo 27 ottobre, Tap opera

30

Sei

Aeroporti italiani serviti da Tap

59

Collegamenti settimanali su Lisbona

- Vueling

Tap Portugal pronta a lanciare il sito web dedicato agli agenti “ L’Italia è per noi il terzo mercato più importante ” Araci Coimbra complessivamente 77 collegamenti settimanali da sei aeroporti italiani (Roma, Milano Malpensa e Linate, Venezia, Bologna e Torino) verso gli hub di Lisbona (59) e Porto (18). I passeggeri in transito da Lisbona possono proseguire per 75 destinazioni in 36 Paesi». Quali le destinazioni di punta?

Le vendite in Bsp dell’estate sono aumentate del 50%

Blue Panorama ottimizza le risorse sull’inverno

«Dall’hub di Lisbona si possono raggiungere Africa e Brasile, e anche New York, Miami e Caracas. Agli ultimi World Travel Awards Tap è stata premiata come “compagnia aerea leader mondiale per l’Africa”, e per il terzo anno consecutivo, anche come “compagnia aerea leader mondiale per il Sud America”». Novità nella politica tariffaria? «Da sottolineare l’aumento dell’accessibilità

per le tariffe basse, Tap Discount, sulle tratte Italia-Portogallo, che ha registrato un grande successo quest’estate. Grazie al suo sistema tariffario a routing e agli accordi con partner sia in Italia che in Brasile, Tap offre infinite possibilità per esplorare il Brasile, come la combinabilità tariffaria, anche in doppio open jaw, che consente ai passeggeri di entrare su uno scalo e ripartire da un altro, sia in Brasile che in Italia. Con Tap si può anche costruire un itinerario con inclusi nel biglietto i voli interni operati dai vettori locali». Iniziative per le agenzie di viaggio? «Tap Portugal sta per lan-

ROMA - Blue Panorama lancia l’operativo per il prossimo inverno puntando sul Centro America, con Cuba, Repubblica Dominicana, Messico, Giamaica e Nicaragua, sull’East Africa, con Kenya e Tanzania, e sull’Oriente, dove il vettore tornerà ad operare da Milano Malpensa in Thailandia con due servizi settimanali. Un programma di voli costruito secondo un piano commerciale consono ai volumi attuali del mercato italiano che, negli ultimi due anni per motivi disparati, ha subito una riduzione della domanda. Per il lungo raggio, in particolare evidenza la destinazione di Cuba, con 7 frequenze settimanali da Milano, Roma e Verona per tutti i principali aeroporti cubani: Holguin, Santiago de Cuba, Cayo Largo, l’Havana. Per il medio raggio, invece, è l’Egitto la principale destinazione, con voli per Marsa Alam nell’attesa di riprendere il collegamento per Luxor, in collaborazione con i tour operator che programmano le crociere sul Nilo. Per quanto riguarda Blu-express.com, l’obiettivo è quello di consolidare il posizionamento altamente competitivo che il vettore ha raggiunto sulle rotte da/verso il Sud Ita-

Notizie

In 10 righe

ciare in Italia tapagents.it, un sito interamente dedicato agli agenti di viaggio italiani. Sarà così possibile essere sempre aggiornati sulle procedure e informati in tempo reale su iniziative e novità». Nuovi servizi al passeggero? «Il mobile check-in e il wi-fi on air. Inaugurato da poco, il wi-fi a bordo sarà presto esteso a tutta la flotta di Airbus A330 operativa sulle tratte transatlantiche tra l’Europa e il Nord-Sud America. Con Tap, inoltre, ora si può effettuare ancora prima il check in online e il mobile check-in: a partire da 48 ore fino a 90 minuti prima della partenza».

Vueling ha trasportato nel mese di settembre 2012 un milione 552 mila 33 passeggeri, registrando un incremento del 23% rispetto allo stesso mese del 2011. Il load factor si è attestato sul 79,4%. Nel terzo trimestre dell'anno Vueling ha trasportato 5 milioni 176 mila passeggeri, il 22,7% rispetto all’analogo periodo dell’anno scorso. In ottobre la compagnia aerea spagnola inaugura il proprio operativo invernale che prevede l'introduzione di 32 nuove rotte.

- Cathay Pacific Arriva anche in Italia la Premium Economy di Cathay Pacific Airways, disponibile sul volo Milano Malpensa-Hong Kong da febbraio 2013 operato da B777-300er. Le frequenze aumenteranno fino a coinvolgere anche Roma Fiumicino entro la fine del 2013. La Premium Economy conterà tra 26 e 34 posti alloggiati in una cabina separata posta prima dell'economy class. I passeggeri riceveranno un amenity kit eco-compatibile, grandi cuscini e cuffie anti-rumore.

lia. Blu-express propone per il prossimo inverno un potenziamento della capacità offerta rispetto ai momenti in cui si concentrano i picchi di domanda del mercato e un operativo tipicamente “business” al di fuori dei fine settimana e delle festività. La speranza del vettore è inoltre quella di poter rafforzare la propria posizione sullo scalo di Milano Linate per poter dar modo ai tanti clienti del Nord Italia che già la scelgono per volare a Reggio Calabria di avere un’offerta ancor più completa e concorrenziale. Il gruppo Blue Panorama Airlines nell’estate 2012 ha registrato, a parità di prodotto, un incremento di vendite in Bsp pari al 50% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Un risultato lusinghiero raggiunto grazie all’impegno e alla grande attenzione nei confronti del mondo agenziale. Tra le attività che hanno permesso questo risultato consolidando al contempo il rapporto con gli agenti di viaggio vi è sicuramente il programma di incentivazione PuntiBlù che, nato all’inizio dell’estate 2012, è stato esteso fino al prossimo 31 ottobre.


Quotidiano

19 ottobre 2012

www.travelquotidiano.com

Trasporti Forte di risultati in crescita costante, la compagnia progetta un prossimo ampliamento del network verso il Belpaese

92

Voli settimanali operati dall’Italia

di PAOLA CAMERA

ROMA - Riconfermare i risultati soddisfacenti dell’estate e puntare alla crescita, magari con un nuovo scalo in Sud Italia. Con queste intenzioni Turkish Airlines si affaccia all’inverno, come racconta il general manager Mehmet Fatih Ozluk. Come vede l’attuale andamento della compagnia? «Siamo molto soddisfatti dei risultati che abbiamo ottenuto finora, il network in Italia è in continua espansione, tanto che abbiamo raggiunto quota 92 voli settimanali in 7 città diverse in Italia. Attualmente la città con più frequenze settimanali è Milano, con ben 28 voli, seguita da Roma con 18, Venezia e Bologna con 14, Torino con 7 e Napoli e Genova con 5. In termini di destinazioni per paese, Turkish Airlines è al primo posto a livello mondiale, in

Sette

Aeroporti serviti in Italia

28

Frequenze a settimana da Milano

“Lae oggi rete italiana è in continua espansione offriamo 92 voli alla settimana da sette città ” Mehmet Fatih Ozluk

Turkish Airlines studia ulteriori scali in Sud Italia termini di numero di città raggiunte Turkish è al quinto posto nel mondo e al secondo in Europa. In termini di destinazioni raggiunte da un solo hub – Istanbul – Turkish è la quinta compagnia più grande al mondo e la seconda d’Europa. Ovviamente per il 2013 prevediamo di mantenere e possibilmente aumentare questi successi, ampliando ancora di più la rete operativa, pensando magari anche al Sud dell’Italia».

Quali sono le vostre destinazioni di punta? «I dati rilevati a settembre 2012 vedono tra le 5 top destinazioni raggiunte dall’Italia: Delhi, Tehran, Dhaka, Seoul e Amman». Presentate novità nella politica tariffaria? «Turkish Airlines offre voli per Istanbul a partire da 239 euro a/r, tasse incluse. Recentemente sono state aperte dall’Italia le seguenti destinazioni, a tariffe speciali, proprio in vista delle vacanze invernali: dal 9 ottobre Sharm

El Sheikh a 305 euro, dal 17 ottobre Hurghada a 331 euro, dal 24 novembre Maldive a 565 euro, dal 4 dicembre Kilimanjaro a 464 euro, dal 4 dicembre a Mombasa a 458 euro – i prezzi sono tutti tasse incluse». Avete in programma iniziative per le agenzie di viaggio? «Ogni mese Turkish Airlines realizza una newsletter per informare le agenzie di viaggio sulle ultime novità in termini di tariffe promozionali, nuove de-

stinazioni e sulle ult i m e iniziative della comp a gnia. D a l 10 ottobre, Turkish Airlines Milano ha dato il via ad una serie di incontri dedicati alle agenzie, invitando i rappresentanti direttamente in Lombardia a conoscere la compagnia da più vicino». Novità nei servizi al passeggero? «Offriamo un vantaggioso servizio per tutti i viaggiatori abituali, il Frequent Flyer Program, con la possibilità di guadagnare miglia da poter convertire in viaggi gratuiti piuttosto che accessi alla vip

lounge o sconti speciali. Poi, per tutti coloro che effettuano uno scalo ad Istanbul superiore alle 6 ore, c’è la possibilità di essere accompagnati da una guida privata a visitare la città. Inoltre, la compagnia di bandiera turca mette a disposizione di tutti i viaggiatori in business class, i membri Elite e Elite Plus di Miles&Smiles e ai membri Gold Star Alliance di accedere all’esclusiva vip lounge situata all’aeroporto di Ataturk».

Luxair ottimizza l’operativo su Malpensa e rafforza il code share con Alitalia di MARIELLA CATTANEO

MILANO – Rotta decisa su Malpensa per l’inverno italiano di Luxair. La compagnia ottimizza risorse e network a chiusura di una stagione estiva «penalizzata» come per gran parte del mercato, dalla crisi. «Da settembre abbiamo portato da due a tre al giorno i voli da Milano Malpensa a Lussemburgo – spiega Benito Negrini, country manager della compagnia in Italia -, eliminando al contempo l’operativo proposto sinora su Torino. Una rotta non più redditizia e che insiste, a conti fatti, quasi sulla medesima catchment area, considerato anche le migliorie infrastrutturali, con l’autostrada TorinoMalpensa che funziona molto bene. Nel fine settimana invece, il sabato e la domenica, manterremo un volo al giorno». Le novità includono anche un potenziamento dell’accordo di code share con Alitalia «che è attivo dall’inizio di settembre su ben 13 destinazioni domestiche italiane verso lo scalo di Fiumicino – sottolinea Negrini -: in pratica avranno doppio codice i collegamenti per Roma da Bari, Bologna, Brindisi, Catania, Firenze,

32

“ Puntiamo a chiudere il 2012 con risultati pari a quelli 2011

Benito Negrini Genova, Lamezia Terme, Napoli, Palermo, Torino, Trieste, Venezia e Verona, consentendoci una buona copertura del territorio italiano per gli avvicinamenti: con un unico biglietto Luxair sarà possibile ad esempio effetture un Palermo-Roma-Lussemburgo». Un traffico, quello dall’Italia, che ha una connotazione tipicamente business da Milano e un «mix di traffico da Roma – prosegue Negrini -: su Fiumicino abbiamo mantenuto due collegamenti giorna-

lieri durante la stagione estiva mentre in inverno operiamo un solo volo al giorno. Superfluo dire che quest’anno abbiamo risentito come tutto il comparto della crisi, che c’è ed è significativa e ci ha portato al cambio di strategia, dal network ai progetti per l’estate 2013.Con un load factor medio del 75%, puntiamo comunque ad archiviare il 2012 con un risultato pari a quello dell’anno scorso: sarebbe già un successo». Condizioni di mercato che hanno portato Luxair a rivedere diversi ambiti: «Dal sistema tariffario oggi molto più flessibile – afferma il country manager – ai contratti di handling, alla razionalizzazione dei costi da sostenere, senza intaccare per questo il personale». Fondamentale il ruolo dell’intermediazione: «In Italia praticamente il 100% del nostro transato passa dagli agenti di viaggio». Progetti di crescita, infine, per la flotta che vedrà l’ingresso di nuovi Bombardier Q400 mentre il prodotto a bordo è stato ulteriormente implementato dallo scorso settembre con il nuovo catering che prevede specialità italiane e due vini sempre italiani, serviti sia in business sia in economy class.


Quotidiano

19 ottobre 2012

www.travelquotidiano.com

Alberghi Dall’apertura dell’area La Licciola al Valle dell’Erica alle novità per bimbi e teenager presso il Resort & Spa Le Dune

Delphina Hotels & Resorts si affaccia al 2013 con più servizi e rinnovi OLBIA - Delphina Hotels & Resorts, ha appena concluso una stagione estiva ricca di novità e sulla base dei risultati raggiunti rilancia rinnovi e ristrutturazioni. Prima fra tutte l’apertura della nuova area “La Licciola” che completa il Resort Valle dell’Erica Thalasso & Spa di Santa Teresa Gallura; un investimento avviato già dal 2012 e in fase di completamento per il prossimo anno. La Licciola conserva lo spirito originario del resort e si arricchisce di nuovi spazi dedicati al piacere e al relax come le nuove camere della zona “Exclusive” con piscina riservata agli ospiti con un età maggiore di sei anni o ancora l’Imperial Suite, distribuita su due piani con piscina privata e vista a 180° su La Maddalena e sulla Corsica. Compongono La Licciola anche due nuovi 2 ristoranti, uno dei quali con cucina tipica sarda, una pro-

34

Scorcio della nuova area La Licciola, all’interno del Resort Valle dell’Erica Thalasso & Spa

posta gastronomica che si aggiunge alle altrettante emozionanti serate dell’esclusivo e raffinato Ristorante “Sulla Spiaggia”. Prevista per il 2013 anche l’apertura del nuovo Conference Centre che renderà il resort una destinazione esclusiva anche per meeting ed eventi. Si rinnova per la prossima stagione anche la collaborazione di Del-

phina con Pierre Dukan: il programma “Silhouette in Sardegna” è stato sperimentato con successo dallo scorso maggio al Resort Valle dell’Erica Thalasso & Spa una collaborazione non solo legata alla location del resort, ma anche ai benefici della talassoterapia. A disposizione degli ospiti i mille 600 metri quadri del centro thalasso Le Ther-

mae (4 piscine esterne di acqua marina a diverse temperature per il circuito thalasso, cabine per trattamenti, bagno turco, sauna area relax, palestra cardio-fitness). Il programma “Silhouette in Sardegna” si propone inoltre di favorire l’apprendimento del giusto metodo di attuazione della dieta attraverso un corso di cucina Dukan e

prevede all’assistenza continua di un coach per predisporre quotidianamente un ventaglio di attività fisiche personalizzate. Novità infine anche per gli ospiti junior: durante la stagione appena conclusa sono stati realizzati al Resort & Spa Le Dune di Badesi numerosi spazi per il gioco e per il divertimento dei più piccoli come un nuovo parco giochi, una piscina con giochi d’acqua, l’orto biologico “Il Peperone” e la grande voliera in cui fare la scoperta delle piante mediterranee, osservare pavoni, anatre, la crescita dei pulcini o raccogliere uova fresche che, assieme agli ortaggi, vengono consumati nella sala ristorante “Peter Pan”. Il 2013 porterà invece sorprese per i teenager ospiti al Resort & Spa Le Dune e al Resort Valle dell’Erica: il Teen Club con nuove attività sportive e per il tempo libero, un corso per imparare a preparare cocktail (non alcolici), trendy happy hour e serate a tema per trascorrere momenti divertenti e conoscere nuovi amici.

Risultati positivi nel primo semestre

Choice Hotels: fatturato in crescita del 22% in Italia ROMA – Numeri positivi per il primo semestre 2012 di Choice Hotels in Italia. Con un fatturato totale al netto pari a 741 mila euro, risultante dalle camere vendute con il sistema di prenotazioni Choice dalle strutture italiane, si sono superate le cifre del 2011 (605 mila euro), con un aumento del 22%. Anche il numero dei pernottamenti è aumentato: dopo i quasi 8 mila 500 pernottamenti del primo semestre 2011 negli alberghi italiani, Choice quest'anno ne ha venduti ben 11 mila 100, il 30% in più. Le cifre di Choice Hotels Europe sono positive anche per l’Europa Centrale, con un fatturato totale al netto di 24,1 milioni di euro. L’incasso è aumentato da 1,9 a 2 milioni 200 mila euro (+16% sul 2011).


Quotidiano www.travelquotidiano.com

19 ottobre 2012

Alberghi Countdown per l’apertura della terza struttura in Cina, nella città di Changzhou Qualità dei servizi e attenzione all’ambiente

di MARIELLA CATTANEO

MILANO – Occhi puntati allo sviluppo in Cina per Maritim Hotels, mentre nel Vecchio Continente prosegue l’iter di rinnovo delle strutture. Intanto «il mese di settembre ha finalmente mostrato un segno positivo dichiara Emanuele Crosa, sales manager Italy del gruppo (nella foto) - con una crescita del 5% che ci fa ben sperare per l’ultimo trimestre. A livello di paese la Germania continua a crescere più della media europea confermando un mercato interno particolarmente attivo e trainante. Anche l'Inghilterra mantiene una crescita sopra la media. L’Italia tiene, con un finale d’anno che sarà migliore dell’inizio, un po’ complesso, complice anche lo stallo dei viaggi da parte delle aziende». Sono le città tedesche di Stoccarda, Norimberga, Colonia e Dresda a trascinare i risultati positivi, insieme «a Berlino dove addirittura non riu-

MILANO - Mecs, la divisione Maritim Event & Catering Service prosegue a passo spedito: «Lanciata ormai due anni fa registra un ottimo gradimento nel segmento Mice, nostro target di riferimento. Punto di forza un livello di servizi

davvero elevato». E’ stato inoltre lanciato il programma Maritim Green Meeting conference package che prevede particolare attenzione ambientale nell’organizzazione eventi e congressi per i nostri clienti.

Maritim Hotels, lo sviluppo prosegue in Asia sciamo a coprire tutte le richieste provenienti dall’Italia» sottolinea Crosa. Spetta però al mercato asiatico il ruolo da protagonista «che continua a crescere e assume sempre più importanza all'interno della clientela Maritim, portandosi quasi a un 10% di peso percentuale sul totale». E proprio in Cina si focalizza l’interesse di Maritim: «Oltre alle due strutture già operative (il Maritim Hotel Wuhu aperto nel 2010 e il Maritin Hotel Shenyang dal luglio 2011, ndr) è in fase di apertura un terzo albergo, il nuovo Maritim

Hotel Changzhou, la cui inaugurazione è prevista proprio per l’inverno 2012/2013. La principale caratteristica che accomuna gli hotel è la location fuori dai Shanghai e Pechino». Tra le altre novità «il Maritim Hotel Grand Azur in Marmaris (Turchia) non farà più parte del nostro portafoglio - conclude Crosa mentre sempre in Turchia sono confermati il Maritim Hotel Club Alantur e il Maritim Pine Beach Resort di Belek». Spazio infine anche all’it, con una nuova Maritim App per Apple o per Android.

Cresce l’attenzione verso target famiglie e advance booking

Meditur amplia i rapporti col trade ROMA - (p.c.) Meditur, villaggio vacanze pugliese situato accanto alla riserva naturale di Torre Guaceto, si presenta al trade per ampliare offerta e collaborazione con gli operatori. Dopo un’estate soddisfacente, la struttura lavora a proposte commerciali e di servizi per il 2013, come spiega Massimiliano Zancan, responsabile commerciale Meditur. Una breve descrizione della struttura? «Il Meditur village e camping è composto da 108 unità abitative fra camere standard e superior. Il punto di forza è sicuramente la location, vicino all’oasi di Torre Guaceto, riserva naturale e oasi marina protetta. Il villaggio si propone a giovani coppie e famiglie, con le camere tutte dislocate al piano terra e circondate del verde. A disposizione degli ospiti impianti sportivi, Medilandia per i più piccini, ristorante, bar, pizzeria, sala congressi». Quali novità sono previste per l’estate 2013? «Lavoriamo al rafforzamento dell’offerta con nuove iniziative commerciali, grazie anche alla presenza di un responsabile che si occuperà del prodotto. L’obiettivo è di far crescere l’offerta rivolta alle famiglie, curando di più i bimbi con iniziative culturali, sportive e ricreative». Collaborate con to e agenzie di viaggio? «Il 2011 e 2012 hanno visto la collaborazione con Nicolaus tour, unico partner che si è occupato del mercato estero e Mare Italia: va dato merito al to di aver fatto conoscere la struttura tramite la propria rete di vendita. Nel 2013 vogliamo rivolgere maggior attenzione alle famiglie, con offerte mirate e advanced booking. La fidelizzazione con la clientela, discorso già iniziato nel 2011, va certamente ampliata. Con le agenzie abbiamo iniziato un discorso a piccoli passi, per farci conoscere, attraverso educational presso la struttura. Siamo inoltre presenti sui principali social network.

35


Quotidiano

19 ottobre 2012

www.travelquotidiano.com

Mondo L’Egitto a Ttg Incontri per dare un messaggio di fiducia

Gli italiani tornano sul mar Rosso IL CAIRO - L’ente del turismo egiziano partecipa anche quest’anno a Ttg Incontri per testimoniare la ripresa e il ritorno dell’Egitto tra le mete preferite dagli italiani. La fiera è un importante momento d’incontro e di confronto tra gli operatori italiani e l’Egitto, che costantemente li supporta in questa delicata fase di cambiamento. Passata la paura per i disordini politici, la destinazione Egitto richiama nuovamente i turisti italiani e riparte grazie soprattutto al mar Rosso. Per l’Egitto infatti, questa è stata l’estate del grande ritorno degli italiani, che hanno ripreso a prenotare i

L’estate ha evidenziato il ritorno degli italiani, che si sono concentrati sul mar Rosso

villaggi lungo le coste del mar Rosso. Una stagione di scoperta anche per altre località come Marsa Matrouh (nella foto), meta meno conosciuta ma che ha preso piede negli ultimi tempi. D’altra parte, a sostegno di questa sensibile ripresa, ci sono gli ultimi dati confortanti che danno il turismo italiano verso l’Egitto decisamente in crescita rispetto all’anno scorso. Questo trend contribuisce a ri-

pristinare la fiducia nel Paese dopo un lungo periodo di incertezze. La recente nomina del nuovo ministro del turismo, Mohamed Hisham Abbas Zaazou, sta sicuramente aiutando il settore a ritrovare una stabilità che, insieme all’impegno del governo e alle nuove strategie per incoraggiare il turismo, permetteranno all’Egitto di raggiungere nuovamente una posizione di primo piano nell’ambito delle

Sharm Meta trainante dell’inverno

Novità Tante destinazioni

ancora da sfruttare destinazioni più richieste dai turisti italiani. L’Egitto, d’altra parte, sta dimostrando la sua capacità di recupero e di come il turismo rimarrà parte integrale dell’evoluzione del “nuovo Egitto”, grazie non solo alla sua infinita varietà di attrazioni, dalle piramidi di Giza ai templi di Luxor e alle spiagge del mar Rosso, ma anche alle sue potenzialità ancora inespresse, come il deserto, le oasi e la costa mediterranea.

Nuovi sviluppi per la promozione del Paese

L’Austria fra cultura, architettura e design

Michael Strasser

testo e foto di GABRIELE DI TERLIZZI

VIENNA - L’Austria accusa il colpo inferto dal periodo negativo vissuto dal turismo italiano. A confermarlo è Michael Strasser, nuovo direttore per l’Italia di Austria Turismo. «Abbiamo registrato una flessione contenuta, del 2% rispetto al 2011 – commenta Strasser –, ma abbiamo annullato il segno negativo in agosto». Il mercato italiano, nonostante il periodo difficile, si è mosso bene. L’Italia è il bacino di riferimento più importante per l’Austria in Europa. E’ al quarto posto nella classifica dei paesi europei per arrivi e pernottamenti in territorio austriaco. Da gennaio ad agosto 2012 sono stati 740 mila gli arrivi dall’Italia. Rispetto al 2011 c'è stato un calo dell’1,9%. Invece i pernottamenti sono stati due milioni 192 mila, con un leggero calo (-2,9%). Strasser però non si demoralizza: «La stagione invernale ci permetterà di recuperare quello che abbiamo perso nella prima parte del 2012». Il direttore indica una strada da seguire: «Sicuramente una forte promozione per la città di Vienna, ma vorremmo cambiare la strada “classica”». Strasser vuole inseguire la via di uno «sviluppo della cultura e del design». Non a caso, è stato presentato il concorso promosso dall'ente del turismo austriaco per trovare un souvenir contemporaneo e particolare per Vienna. Durante la serata sono stati presentati i progetti dei designer provenienti da tutta Europa, tra cui gli italiani dello studio Formafantasma. Il tema della prossima stagione sarà l’architettura. Per il pubblico, più che a un pacchetto, Strasser pensa a «proposte di viaggio che mettano al centro dell’attenzione il Barocco».

Ampiezza delle proposte e costi contenuti ne fanno una meta appetibile

Trend positivo per il Nepal di CAMILLA MADERNA

KATHMANDU - Il Nepal non solo tiene, ma cresce. «Nel 2012 gli arrivi internazionali hanno segnato un +16% e nel dettaglio sono stati 42,5% in più gli italiani a recarsi nel Paese rispetto al 2011 - dichiara Paolo Nugari, responsabile Nepal Tourism Board in Italia -. Il trend positivo si spiega nel fatto che il Nepal è stato una destinazione per lungo tempo non pienamente apprezzata nelle sue potenzialità. Si tratta di un Paese che ben concilia differenti tipologie di turismo, anche se il 40% dei visitatori nostrani pratica escursionismo. A ciò si aggiunge il fatto che il Nepal si conferma una destinazione economica, quindi in un periodo di crisi questo è un plus non trascurabile, cui va aggiunta la ritrovata stabilità sociale e politica che ne fanno una destinazione scura». I to che hanno scommesso sul Nepal mantengono e incrementano le aspettative «e molti tornano a programmare il Paese spingendo anche sul fattore “monodestinazione” e non solo come appendice di altri viaggi. I mercati di riferimento sono Cina e India, che si

36

“stanno Molti to tornando a programmare il Paese

Paolo Nugari

+16%

Arrivi totali 2012

+42,5%

Crescita italiani nel 2012 sul 2011

aggiudicano il 35% dello share. L’Europa nel primo semestre 2012 ha raggiunto quota 30%, spartita tra Inghilterra, Germania, Francia e Italia». Organizzare un viaggio in Nepal è inoltre piuttosto semplice, «infatti, la tradizione del turismo fai da te, cui hanno dato il via gli hippy negli anni ‘70, ha confermato una tendenza attuale. Ciò che manca è il collegamento diretto dall’Europa, tuttavia è possibile che in futuro la compagnia di bandiera ripristini il volo. Per quanto riguarda il canale agenziale, il 30,35% dei turisti passa dalle adv». Tra le novità del 2012, «Visit Lumbini, per un itinerario riguardante la componente buddista dell’offerta turistica e il “turismo remoto”, con una proposta del Nepal più autentico, che prevede sistemazione presso le famiglie nei villaggi locali. Infine, una nuova iniziativa riguarda la presentazione del “guerrilla trek”, un itinerario di trekking che ripercorre le tappe e i luoghi della rivoluzione maoista. Come già promosso in paesi come il Vietnam o Cuba, i visitatori-trekker si possono confrontare con la recente storia del Paese».


Quotidiano www.travelquotidiano.com

19 ottobre 2012

Mondo Malgrado la difficile congiuntura economica, gli italiani continuano a scegliere una destinazione molto varia

892.000 Arrivi italiani testi di MASSIMO TERRACINA

WASHINGTON - La previsione era di raggiungere il milione di turisti nel 2014; questo non sarà possibile, vista la congiuntura che ha colpito il turismo outgoing. Il 2011 si era chiuso con 892 mila arrivi italiani (+6% sul 2010), un bella cifra, che ci ha visto quarto mercato europeo, undicesimo mondiale e, secondo i dati forniti dall’Us Commercial Service, detentori del record come migliori “spender” d’Europa con 4 miliardi 139 milioni di dollari di contributo al Pil americano (pur se penalizzati dalla tariffa aerea media più alta d’Europa). «Spendiamo una media di mille 229 dollari contro gli 886 del resto d’Europa solo per il passaggio aereo; è chiaro che con un costo aereo del 38% più alto le spese calano - spiega il chairman dell’International Advisory

+3,3%

Previsioni Otti arrivi italiani 2012

nel 2011

1 mln

Obiettivo arrivi italiani nel 2016

Gli Stati Uniti rallentano la corsa ma non si fermano Commitee per l’international Pow Wow, Massimo Loquenzi -. Potremmo essere anche più performanti di India e Cina, che dalla loro hanno l’alta percentuale di viaggi per affari che incidono maggiormente sulle spese. Il “leisure” italiano copre per il 77,7% del totale. Le stime al momento vanno riviste al ribasso;

purtroppo i dati resi disponibili dall’U.S. Department of Commerce, Office of Travel and Tourism Industries per il periodo gennaio maggio 2012 indicano una diminuzione di italiani pari all’1,1%, anno su anno, ma siamo in ripresa

“fraLalenostra spesa media in Usa resta più elevate a livello europeo ” Massimo Loquenzi

con l’estate». Simonetta Busnelli, dell’Us Commercial Service, ridà un po’ di speranza al mercato: «Nonostante la crisi italiana, gli Usa restano u n a desti-

I nuovi operatori nazione ambita, ottima per repeater e le più recenti previsioni dell’Otti indicano che dovremmo chiudere l’anno con un incremento del 3,3%, puntando al raggiungimento del milione di arrivi nel 2016. I nostri connazionali registrano una permanenza media di 7 notti e visitano 1,6 stati». E le nuove proposte? «Nel 2012 ci sono state diverse idee nuove spiega Sandro Saccoccio, presidente dell’asso-

Massimo Loquenzi, Simonetta Busnelli e Sandro Saccoccio

WASHINGTON - «La testimonianza della vitalità della meta – aggiunge Loquenzi - è che nuovi operatori hanno iniziato con ottimi risultati a proporre gli Usa: ad esempio Auratours e il marchio (nato dalla sinergia fra Idee per Viaggiare e Cts)Two for you». ciazione VisitUsa in Italia -: pacchetti che includono music tour a Nashville, Memphis e Chicago; l’Oregon e Seattle combinati con le Rocky Mountains; la Route 66 in auto ma soprattutto in moto; tour con jet privato al posto del tradizionale bus e la nuova tendenza del “glamping”, un modo glamour di fare campeggio. C’è stato un calo dei pacchetti che dominavano negli anni passati, per l’accresciuto spirito di indipendenza del viaggiatore italiano: nel 2011, i pacchetti hanno perso il 12,1% sul 2010 (22% del totale venduto). Per quel che attiene i nostri associati, si stanno adattando in maniera eccellente a questa crescente tendenza del “su misura”, dando prova di attenzione e duttilità, doti imprescindibili per essere competitivi».

In Slovenia una medical spa che combina wellness e salute

Il benessere a Terme Rogaska di CAMILLA MADERNA

LUBIANA - Appuntamento con il benessere a Ttg Incontri, con Rogaska Thermal spa & wellness, presso lo stand dell’ente del turismo sloveno. «E’ l’occasione per presentare al trade lo sviluppo del p o r t a l e www.rogaska.com, le proposte per i ponti autunnali e per le feste di fine anno afferma Antonio Capolongo, responsabile marketing per l’Italia -. Inoltre, ci saranno anche i programmi “dimagrimento” e “la cura di magnesio con acqua DonatMg” che possono essere seguiti presso il medical center di Rogaska e i centri wellness all’interno degli hotel. Tra le news, i corsi di cu-

“ A Ttg presentiamo le proposte per i ponti

Antonio Capolongo cina organizzati negli hotel, percorsi di nordic walking e trekking, sedute di yoga e acquagym. Infine presenteremo il nuovo centro olistico per la menopausa aperto di recente nel medical center». Qual è l’andamento del mercato italiano? «E’ un anno difficile, tuttavia gli arrivi hanno tenuto, anche se si contrae la permanenza. Insomma, un contenimento in linea con l’attuale andamento del mercato. Obiettivi? «Coincidono con il punto di forza dell’offerta, ovvero commercializziamo un prodotto destagionalizzato. Infatti abbiamo avvertito un calo del 5% da giugno a settembre rispetto allo steso periodo del 2011, comunque ci attende un autunno-inverno ricco di novità». Iniziative promozionali? «Concentriamo gli sforzi nella fidelizzazione della clientela anche attraverso la campagna di marketing ed eventi mirati,

come il convegno incentrato sugli effetti benefici del magnesio e dell’acqua minerale DonatMg di Rogaska che si è tenuto in giugno. Oltre al Ttg Incontri, abbiamo partecipato alla Bts di Montecatini (Borsa turismo sportivo) dal 12 al 13 ottobre». Quali i canali di prenotazione privilegiati? «Il flusso di prenotazioni convogliato dalle agenzie di viaggio è pari al 35%: verso il trade ci promuoviamo ad esempio con newsletter o contatti diretti volti a incentivare la conoscenza e quindi la vendita del nostro prodotto. Il resto sono soprattutto pratiche individuali cui arriviamo attraverso il passaparola e i social network». Quali i plus dell’offerta? «Rogaska rappresenta una vera e propria medical spa in Europa, dove benessere & salute si combinano con hotel dotati di piscine termali e centri wellness seguendo le tradizioni delle famose Terme Romane secondo il concetto salus per acquam». Quali i bacini di riferimento? «Il mercato italiano si conferma il primo, per quanto negli ultimi anni siano cresciuti i flussi provenienti dalla Russia (+10% nel 2012 sul 2011) e in generale dai paesi dell’ex Urss. In calo la Germania».

37


Quotidiano

19 ottobre 2012

www.travelquotidiano.com

Mondo Fra i punti di forza, il segmento balneare, il deserto e la valorizzazione del patrimonio artistico e storico del Paese

RABAT - Mercato italiano sempre al centro dei piani di sviluppo del Marocco, come ricordato dal direttore dell’ente nazionale per il turismo in Italia, Jazia Santissi. «L’Italia - ha commentato la Santissi - rappresenta per noi un mercato strategico, attestandosi al quinto posto dopo Francia, Gran Bretagna, Spagna e Germania. Il 2011 si è chiuso con 220 mila italiani e una crescita del 5% e ci aspettiamo un 2012 intorno ai 230 mila italiani con una crescita a livello generale del 3-4%. La strategia promozionale dei prossimi mesi sarà legata alle città imperiali, in particolare a quelle comodamente raggiungibili con i voli diretti dall’Italia favorendo gli short break degli italiani, quindi Marrakech, Casablanca e Rabat di recente nominata Patrimonio dell’umanità dall’Unesco, Fès e Meknès». Molto importante è anche l’offerta balneare, in particolare con Agadir, che viene proposta come estensione mare per chi visita Marrakech e desidera prolungare il soggiorno per esempio in occasione del capodanno. «Ad Agadir, il clima anche in inverno è mite e offre agli appassionati del green 4 campi da golf immersi nella natura, centri di talassoterapia e spa e, per gli amanti della vita notturna, numerosi locali alla moda che si affacciano sulle Corniche e sulla nuova marina. Nei prossimi mesi concen-

230.000 Visitatori italiani stimati nel 2012

+3-4%

Crescita italiani nel 2012

Hotellerie in fermento

Mercato italiano in ambito europeo

Città imperiali, il Marocco vola verso il 2013 “il consueto Sul fronte trade organizzeremo mega eductour ” Jazia Santissi treremo l’attenzione anche sulle destinazioni che si trovano al Nord del Mediterraneo, in particolare su Tangeri e sul suo entroterra con Chefchaouen e Tetouan. Inoltre, puntiamo su valli, oasi e deserto del Sud, dove è in atto un programma di arricchimento del patrimonio culturale per far emergere l’identità e la tradizione del Marocco tramite la rivalorizzazione turistica e architettonica di ksour e kasbah. Tra ottobre e novembre, inoltre, saremo impegnati in un’attività di presidio

delle principali città italiane - tra cui le piazze di Milano, Bologna e Roma - con uno stand itinerante dove metteremo in scena il Marocco, distribuendo materiale informativo sulla destinazione. Stiamo anche lanciando un’operazione di marketing virale con l’obiettivo di indirizzare il cliente finale a comprare viaggi tramite un nostro sito internet dedicato. La campagna sarà promossa su internet tramite social network, su facebook, twitter, tumbrl e dirigerà l’utente verso un nostro filmato. Dopo

RABAT - Per quanto riguarda le nuove aperture alberghiere, dopo l’inaugurazione del Sofitel Thalassa Sea & Spa di Agadir prima dell’estate, a Marrakech hanno aperto nuove strutture tra cui l’hotel Selman, ideato da una famiglia marocchina come tributo alla cultura locale. Il Palais Namaskar luxury Hotel e Spa di Marrakech offre, invece, un scenario pittoresco caratterizzato da 40 mila metri quadrati di giardini, ispirati allo stile di Bali. Infine, l’hotel Delano, lussuosa struttura della catena Morgans Hotel Group posizionata nel cuore del quartiere dell’Hivernage di Marrakech. E’ un boutique hotel di 72 camere ideato da Jacques Garcia, il rinomato architetto che l’ha reso un rifugio in stile barocco rivisitato. In occasione dell’apertura (soft opening il 21 settembre, in attesa dell’inaugurazione ufficiale che sarà in dicembre), per il ristorante che offre la tradizione italiana è stato chiamato lo chef Giancarlo Morelli del ristorante Pomiroeu di Seregno. Aprirà invece entro la fine dell’anno il Taj Palace Marrakech. Per quanto riguarda le altre città, a Fès nel 2012 è stato inaugurato il Palais Faraj Suites & Spa, un hotel nato dalla ristrutturazione di diversi riad antichi. Mentre a Rabat, oltre al nuovo Sofitel Jardin des Roses, è prevista per il 2013 l’apertura del Baccarat Hotel. aver visionato il filmato, l’utente cliccando su un link sarà indirizzato verso il sito internet con le offerte package del Marocco». Questa operazione si aggiunge agli strumenti digitali già disponibili: il sito www.visitmorocco. com e i siti dedicati alle varie destinazioni come www.marrakech.travel, che sono strumenti molto completi e aggiornati. «Sul fronte trade, in novembre organizzeremo per il quarto anno consecutivo il consueto mega eductour che quest’anno

Ricettività di alto livello, gastronomia, shopping e cultura ne fanno una destinazione da non perdere

Toronto si candida come meta ideale per short break di PAOLA CAMERA

TORONTO - Una città che con gli anni è diventata una destinazione a sè, ricca di proposte turistiche e adatta per short break come quelli ideati in collaborazione con Hotelplan e Viaggidea. Toronto continua a crescere turisticamente in Italia e l’ente del turismo non rallenta i ritmi, come spiega Marco Biazzetti, marketing manager Tourism Toronto in Italia. Un commento sull’andamento del mercato italiano. «Toronto si sta affermando sempre più quale meta stand alone e non solo quale hub di entrata o tappa di un tour in territorio canadese. Gli operatori italiani hanno, nel corso degli ultimi due anni, accolto questo nostro invito ampliando la programmazione dedicata alla sola città di Toronto, offrendo soluzioni ricettive alternative e diversificate, unitamente a servizi sempre più completi. Uno sforzo che ha fatto registrare nel periodo gennaio-giugno 2012 una crescita del 9,2% rispetto allo stesso periodo del 2011 per un totale di 7 mila 273 visitatori». Quali i prodotti di punta dell’offerta turistica di Toronto?

38

«Il nostro motto è “Live the vibe, live the magic...”. Toronto è musical ed eventi ogni mese, un’offerta gastronomica varia, raffinata, di ottimo livello e ad ogni prezzo, specchio fedele della multietnicità che la contraddistingue. E’ un luogo sicuro, la cui popolazione è un mix felice di nordamericani, europei, asiatici e sudamericani, che hanno saputo esprimere al meglio le loro caratteristiche etnografiche in vari aspetti della vita sociale e quotidiana della metropoli. Toronto è shopping: dai piccoli negozi, alle boutique alla moda, ai grandi mall. Toronto è cultura: con i suoi musei moderni, interattivi, piacevoli. Toronto è relax lungo le sponde del lago Ontario. Toronto è la città sotterranea più grande del mondo, con 36 chilometri di path pieni di negozi, boutique,

uffici, spa, ristoranti, locali. Senza dimenticare un’offerta ricettiva impressionante: dai design hotel, agli eco hotel, alle grandi catene. Infine Toronto è cascate del Niagara, un'escursione irrinunciabile sia d’estate che d’inverno». Quindi i punti di forza della destinazione sono molteplici... «Ricollegandoci a quanto sopra: sicuramente la ricettività, la gastronomia, lo shopping, la cultura e l’eleganza di una città nordamericana non caotica ma ordinata e sicura». Quali iniziative per la promozione, riservate al consumer e al

“Viaggidea e Hotelplan hanno messo a punto speciali pacchetti per trascorrere short break in città

Marco Biazzetti

trade? «Toronto è accessibile comodamente dall’Italia con i collegamenti di Air Canada e Air Transat e sempre più siamo motivati a proporla ad operatori e agenti prima e, in seconda battuta, al consumatore finale quale destinazione ideale per un long-week end o uno short-break. Da qui la campagna attualmente in atto per il lancio di un pacchetto di 4 giorni e 3 notti realizzato in collaborazione con Hotelplan e Viaggidea, voluto proprio con l’intento di far scoprire la capitale dell’Ontario nel corso di una fuga, di un break, di un momento di stacco dal turbinio lavorativo. Daremo quindi seguito al lavoro capillare di formazione e informazione attivati da tempo a favore del trade; organizzeremo famtrip per agenti e to, rafforzando, dal lato consumer, le attività di comunicazione e digital communication (social media e blog) che ci stanno aiutando a costruire una solida awareness del brand Toronto presso il consumatore finale».

si svolgerà tra Rabat, Fès, Meknès e Marrakech e che condurrà oltre 50 agenti di viaggio nelle città imperiali. Molte agenzie di viaggio che non pianificavano la destinazione prima di questa esperienza, dopo l’eductour hanno deciso di inserire il Marocco in programmazione. «Dal punto di vista dei voli, dal 28 ottobre Air Arabia Maroc inaugurerà nuovi collegamenti bisettimanali da Orio al Serio a Marrakech e un volo settimanale da Orio al Serio a Rabat».

Formazione

Tiare Tahiti: agenti in prima fila PAPEETE - Il Tiare Tahiti Program è giunto al 9° anno di attività e oggi conta più di 5 mila agenti iscritti, 2 mila 593 promossi e 129 Tiare Agent certificati. Il programma deve il suo successo all’alto tasso di integrazione tra formazione, motivazione, fidelizzazione, supporto alla vendita e alla relazione con il cliente. Tahiti Tourisme, infatti, mette a disposizione degli agenti strumenti di customer relationship management, come la survey online e di comunicazione e marketing, come i Tiare Happyhour, aperitivi in stile tahitiano organizzati all’interno delle agenzie per presentare la Polinesia francese ai top client. Una community altamente qualificata, il cui impegno nella vendita viene valorizzato dall’ente verso la clientela finale sia online sul sito www.tahiti-tourisme.it, sulla fan page di Tahiti Tourisme su Facebook, sia offline ospitando gli agenti alle fiere all’interno dello stand.



Travel Quotidiano 19/10/2012