Page 1

COMUNE DI LENO (Provincia di Brescia)

ARCHIVIO DELLA SCUOLA MATERNA COMUNALE DELLA CASCINA SCOVOLA Inventario


ARCHIVIO DELLA SCUOLA MATERNA COMUNALE DELLA CASCINA SCOVOLA

Inventario

Leno, 2010


IL SINDACO Pietro Bisinella IL SEGRETARIO COMUNALE Adriana Mancini LA RESPONSABILE DEL SERVIZIO ARCHIVISTICO COMUNALE Giuseppina Pelucchi L’ARCHIVISTA INCARICATA Giuseppina Caldera

Piano di riordino e inventariazione dell’Archivio del Comune di Leno e archivi aggregati Inventario Giuseppina Caldera © Comune di Leno, 2009 La riproduzione totale o parziale è subordinata ad autorizzazione.


Sommario Introduzione ……………………………………………….……….…pag. III-VI Notizie storico giuridiche della Scuola materna comunale della cascina Scovola L’archivio e l’intervento

Inventario ……………………….……….…………….……….………pag. 1-3


Notizie storico giuridiche Scuola materna comunale della cascina Scovola L’asilo della cascina Scovola 1 viene istituito con l'intento di favorire le famiglie di contadini distanti dal centro abitato e prive di mezzi per portare i bambini più piccoli alla scuola materna 2 . Nel cascinale della Scovola nel 1959 abitano circa 350 persone e viene molto sentita l'esigenza di un asilo. Nel 1959 l'asilo della Scovola comincerà a funzionare in un edificio appositamente costruito. L’asilo "minimo", così erano chiamati i fabbricati che ospitavano le scuole o gli asili rurali, è costruito su progetto dell'architetto Carlo Panigada e realizzato con un mutuo aperto con la Cassa di risparmio delle Provincie lombarde 3 . Alla sua realizzazione contribuiscono anche i priva ti e i contadini della cascina Scovola con offerte. L'asilo, che viene inaugurato l’otto novembre 1959, è costituito da 5 locali: un'aula e un soggiorno per i bambini, la cucina, il refettorio, i servizi. Il nuovo asilo comincia a funzionare il 1° ottobre del 1959. Viene assunta una maestra. Gli alunni frequentanti sono 27 che, per la maggior parte, appartengono a famiglie di contadini. L’asilo, alla pari dell’asilo della cascina Pluda, è retto da un consiglio d’amministrazione di nomina comunale di 5 membri compreso il presidente più un segretario. Il consiglio dura in carica un quadriennio. Le spese di gestione sono rappresentate dal compenso dato al segretario, dalle spese per forniture di generi alimentari, riscaldamento e illuminazione dell'edificio. L'asilo si sostiene con sussidi statali, delle banche e privati. Allo scopo di assicurare un funzionamento uniforme in tutti gli asili del comune, il sindaco Angelo Regosa, nel 1960, dà disposizioni per la tenuta della contabilità, per il servizio di tesoreria e cassa, per il personale - insegnanti e inservienti -, che dal 1961 sarà retribuito direttamente dal comune. Vengono, inoltre, stabiliti, uguali per tutti gli asili, una tabella dietetica 4 e il calendario scolastico. Nel 1962, a causa di una costante diminuzione nel numero dei bambini che frequentano l'asilo, la scuola materna viene chiusa. La chiusura dell'asilo è determinata in parte da ragioni economiche e in parte dallo spopolamento delle campagne e dal trasferimento degli abitanti verso il capoluogo o dall'emigrazione delle famiglie di contadini in cerca di lavoro in altre regioni e in particolare verso il Piemonte. Con il 30 giugno 1962, l'asilo cessa di funzionare; il sindaco, presidente dell'asilo, stabilisce che i bambini abitanti alla Scovola, debbano essere portati agli asili immediatamente vicini - del capoluogo e di Porzano - mediante il servizio di trasporto alunni.

1

La cascina Scovola dista dal capoluogo di Leno Km. 5. B. FAVAGROSSA I sette asili lenesi. Cenni storici, Comune di Leno 2002. 3 Il fascicolo “Costruzione di un asilo minimo alla cascina Scovola (1954-1960), che documenta la costruzione della scuola rurale, si trova nell’Archivio storico comunale, sezione 1948-1970, cat. 10 cl. 10. 4 La tabella dietetica adottata è quella in vigore nell'asilo del capoluogo. 2

V


L’archivio e l’intervento L’archivio dell’asilo della cascina Scovola documenta la gestione autonoma dell’ente dal 1959 al 1962. Esso è costituito da tre unità condizionate in una sola busta. I tre fascicoli contengono il primo il quaderno dei verbali del consiglio di amministrazione 19591962 con unite le deliberazioni del consiglio comunale riguardanti l’asilo, il secondo la corrispondenza e il terzo atti di contabilità compreso il conto consuntivo 1961-1962. Le tre unità sono state disposte cronologicamente in una serie unica denominata Corrispondenza, deliberazioni e contabilità. La descrizione inventariale delle singole unità comprese nell’inventario è stata realizzata utilizzando lo standard descrittivo della scheda completa del software Sesamo. La serie è preceduta da una breve nota introduttiva.

***

VI


INVENTARIO


Serie 1

Corrispondenza, deliberazioni e contabilità Questa serie comprende i 3 fascicoli che rappresentano l'intero archivio dell'asilo della Scovola funzionante dal 1959 al 1962. Il primo fascicolo contiene le deliberazioni del consiglio comunale e della giunta municipale riguardanti l'asilo e il quaderno delle deliberazioni che documenta la gestione del consiglio di amministrazione nominato con deliberazione n. 99 del consiglio comunale del 23 novembre 1960. Il fascicolo della corrispondenza è costituito da rilevazioni statistiche, richieste e comunicazioni di concessione di sussidi e di elargizione di offerte, dall'elenco degli insegnanti, da verbali di visite ispettive. La terza unità contiene il registro mastro e il conto consuntivo dell'anno 1961-1962 con pezze d'appoggio, i prospetti dei rendiconti 1960-1961 e 1961-1962.

1 Deliberazioni comunali e verbali del consiglio di amministrazione 1959 - 1961, all. 1956 Deliberazioni del consiglio comunale e della giunta municipale di acquisto dell'area per il nuovo asilo, sull'inaugurazione dell'asilo, di nomina del consiglio di amministrazione, di incarico del servizio di bidella; atto di compravendita dell'area di proprietà dei fratelli De Giuli; quaderno dei verbali del consiglio di amministrazione dell'asilo. Classificazione: 1 Segnatura: b. 1/1 2 Corrispondenza 1959 - 1962 Partecipazioni di nomina al presidente del comitato per l'asilo e alla maestra; richiesta di contributo statale per l'arredamento dell'asilo; richieste di contributi a privati; offerte di privati e della Banca S. Paolo di Brescia; comunicazioni di contributo della Amministrazione provinciale, del Credito agrario bresciano (CAB), della Cassa di risparmio; dati statistici relativi all'asilo; invito all'inaugurazione dell'asilo e elenco invitati; autorizzazione all'apertura e al funzionamento della scuola; elenco delle insegnanti d'asilo in servizio; rilevazione statistica 1959-1961; verbali di visita ispettiva agli asili della frazione Scovola e della frazione Pluda; note di qualifica delle insegnanti. Classificazione: 1 Segnatura: b. 1/2 3 Conto consuntivo 1959 - 1962 Registro del conto consuntivo e giornale e mastro della contabilità 1961-1962; ordinativi d'entrata e mandati di pagamento con pezze d'appoggio; prospetti contabili. Classificazione: 1 Segnatura: b. 1/3

3


Inventario Archivio scuola materna comunale della cascina Scovola  

ASCLeno, Inventario Archivi Aggregati

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you