Scimparello N°0 - Estate 2018

Page 1

SCIMPARELLO N°0 — ESTATE 2018 Per chi non smette mai di crescere

1

LOREM IPSUM



SCIMPARELLO N°0 — ESTATE 2018 Per chi non smette mai di crescere

PER OGNI BAMBINO C’È UN’ISOLA CHE NON C’È Scimparello Magazine Via Privata Cascia 8 20128 Milano contact@scimparellomagazine.com +39 02 83424307

Primi passi

2

La Isla Blanca Editoriale di Petra Barkhof

5

Direttore responsabile Petra Barkhof

Ibiza è anche magia e mistero

7

Creative Director Giovanni Cavalleri Vice direttore Enrico Fragale Esposito Direttore marketing Patricia Barkhof

Bellissimo Parte 1

9

Profilo: Tocoto Vintage

14

Lost & Found

Moda

20

52

Incontri

62

Numero 74

64

Jessie May Young

72

Portfolio: Ana Strumpf

82

Bellissimo Parte 2

91

Fashion assistant Francesca Bisceglia Travel editor Mariangela Monti Hanno contribuito a questo numero Ana Strumpf, Anthony Favazza Cristina Tedde, Dasha Pears Elsa Dray-Farges, Elena Antonutti Jennifer Irizarry, Lucrezia Morleo Rossella Ferrario, Samuel Bloch Sandra De Keller In copertina: Fotografia di Anthony Favazza Illustrazione di Ana Strumpf Il rosso e il nero

22

Guida: Ibiza

94

Madame Poule sull’isola che non c’è

36

Indirizzi

96


COLLABORATORI La sua isola preferita è la Sicilia, perché? “Tanti ricordi di vacanze estive passate in famiglia, il cibo e ovviamente il mare.”

Lucrezia Morleo Giornalista e PR freelance, dopo aver studiato e lavorato a Milano, ha cambiato vita ed è andata in Medio Oriente per anni con il marito. Curiosa, viaggiatrice e aperta, ama scoprire sempre cose nuove, confrontarsi con culture diverse e ricercare le ultime tendenze. La sua isola preferita è Santorini, per i suoi spettacolari e interminabili tramonti.

Anthony Favazza Fotografo dal 1984, quando a 11 anni riceve la sua prima Kodak X-15. Lavora a Milano e all’estero, i suoi soggetti preferiti sono quelli che non stanno mai fermi, come i bambini. Ha collaborato con fashion brand internazionali come Dolce & Gabbana, Fendi, Armani e altri. 2

PRIMI PASSI

Cristina Tedde Scrive da sempre. La scrittura per lei, è quasi una cura. Nelle parole, cerca la pace e il conforto, che all’esterno non sempre trova. Le pagine bianche, sono come un rifugio. Una coperta, in cui avvolgersi la sera. La sua isola preferita è la Sardegna, dove è nata . Si porta il mare ovunque vada. Nelle sue parole vi si sente il vento ed ogni suo verso porta dentro le onde che costantemente la agitano.

Rossella Ferrario Art director, cresciuta sul Lago

Maggiore e ora di base a Milano. Sapeva sin da piccolina che il suo lavoro avrebbe avuto a che fare con il disegno. Le parole che la contraddistinguono sono grazia, armonia, equilibrio e incanto. La sua isola preferita? Angsana Ihuruun, nell’arcipelago delle Maldive. “È perfettamente tonda e circondata dalla barriera corallina, la si percorre a piedi in dieci minuti. Più pesci che persone.”

Ana Strumpf Artista, illustratrice, creative director, interior e product designer made in Brasil, ha illustrato la nostra prima copertina. Madre di due gemelli, ha prestato il suo considerevole talento a collaborazioni con marchi di abbigliamento e riviste. La sua isola preferita è Manhattan, un amore a prima vista. “Dopo averla visitata a 13 anni ho sempre cercato il modo di tornarci, per piacere o per lavoro, ci ho vissuto per 4 anni con mio marito e lì sono nati i miei gemelli, che la rende ancora più speciale.”


turchese, la vegetazione selvaggia, e priva di turisti! Un sogno che vorrei ripetere ogni anno.”

Jennifer Irizarry Scrittrice ed editor di New York con molta esperienza, immersa nella cultura di Internet senza esserne sopraffatta. Collabora con MTV, Unicef, NY Fashion Week, kid’s wear Magazine. Il suo superpotere? È analitica quanto creativa!

Elsa Dray-Farges Illustratrice della nostra fashion story Madame Poule, si divide fra Parigi ed Amsterdam. Le sue creazioni viaggiano tra il sogno e la realtà. Il suo approccio al disegno è libero ed ibrido, ma comunque profondamente legato all’arte del racconto. La sua isola preferita è l’Elba - “dove sono stata lo scorso Giugno e mi ha fatto magicamente sentire isolata dalla città. Il mare era calmo, trasparente e 3

PRIMI PASSI

Dasha Pears Fotografa di moda e fine art russa pluripremiata con base a Helsinki. Non ha visitato molte isole, ma è rimasta affascinata dalla Ilha da Culatra in Portogallo, dove ha trovato pace e forza allo stesso tempo. “Le spiagge infinite sono deserte e puoi sentire la potenza dell’oceano”.

Samuel Bloch Grafico di base a Parigi, il suo lavoro esplora i confini tra diverse pratiche, unendo illustrazione, grafica, animazione e type design. Diplomato nel 2017 presso il London College of Communication, ha proseguito la sua formazione in noti

studi come Studio Philippe Apeloig e Studio Feixen, progettando poster, libri e animazioni. La sua isola preferita è il Regno Unito.

Elena Antonutti Graphic designer e illustratrice, ha studiato Design della Comunicazione visiva all’Università IUAV di Venezia. Eterna sognatrice e appassionata del mondo dell’infanzia, ama vivere libera e senza barriere, né fisiche né mentali. Ha sempre le mani sporche di pennarelli colorati, proprio come i bambini (che adora). La sua isola preferita è la Sicilia, perché lì ha passato le migliori estati della sua vita con la sua famiglia.


T I NYCOTTONS 4

PRIMI PASSI


LA ISLA BLANCA

Scimparello, un nome inventato, che ha preso un giorno forma dalla matita di mio nipote Gabriel. Cosa fosse non è dato saperlo… ma la sua convinzione nel presentarcelo non ci ha permesso di indagare più a fondo: era lì, un animale fantastico che si chiamava Scimparello. Allo stesso modo ha preso forma nella mia testa l’idea di questa rivista dedicata a chi non smette mai di crescere. “Sarà matta?” vi domanderete voi, a fondare una rivista di questi tempi. Beh, anche io l’ho pensato di mio nipote, eppure alla fine sono finita, di fronte alla sua ingenuità da bambino, a credere all’esistenza di Scimparello. E sono sicura finirete anche voi col credere in questo progetto… e non di fronte alla mia ingenuità, ma alla mia esperienza. 5

PRIMI PASSI

EDITORIALE di Petra Barkhof

Ci stavo pensando da molto tempo. Sono da 14 anni deputy editor e digital director della prestigiosa rivista kid’s wear Magazine, e lavoro come stylist freelance per diverse testate, italiane e internazionali… Col tempo mi sono resa conto del desiderio di dare vita a un mio progetto personale, una rivista che servisse come strumento di ricerca del bello e del nuovo. Quindi eccola qui… Questo primo passo di Scimparello lo voglio dedicare a Ibiza, l’isola dove tutto per me ebbe inizio. Mi ci sono trasferita per amore negli anni 70 rimanendoci tre anni e lì ho partorito le mie prime idee e anche mia figlia Patricia. Vi racconto del mio primo incontro con la moda: un giorno, sfogliando le pagine della rivista

tedesca Brigitte, mi sono imbattuta in dei bellissimi patch e ho pensato ad applicarli su T-shirts (avanguardia all’epoca!). Mi sono procacciata tutte le copie del magazine sull’isola… e le magliette andarono a ruba, un vero business… seguito da una vera e propria produzione di vestiti hippy, che vendevo in una meravigliosa garden boutique. Ah, che bei tempi! Poi ho dovuto lasciare l’Isla Blanca, ma solo fisicamente. La mia mente è lì, a vagare con l’energia della natura e il luccichio del sole sulla sabbia. Come tutti i luoghi, Ibiza non è più quella che ho conosciuto al mio arrivo, ma comunque il suo fascino rimane in bellissimi brand che hanno scelto l’isola come casa, in luoghi magici in cui passare una bellissima vacanza in famiglia, e in persone speciali che vi presento e che hanno da condividere con voi indirizzi da insiders. E poi voglio raccontarvi di tutto quello che c’è da leggere e da sapere sulla magia di Ibiza… seguitemi in questo viaggio! Vorrei ringraziare chi ha creduto da subito alla pazzia di Scimparello: Ana, Anki, Annelinde, Anthony, Chiara, Cristina, Dasha, Elena, Elsa, Enrico, Francesca, Giovanni, Jennifer, Lucrezia, Mariangela, Patricia, Rossella, Samuel, Sandra, Victor. Dedico questo primo numero alla persona che ha sempre creduto e appoggiato i miei progetti e so che sarebbe stata fiera anche di questo: mia mamma!



Ci sono superstizioni tramandate così uniche delle quali non si conoscono le origini. La roccia maestosa di Es Vedra, a poche centinaia di metri dalla costa sud-occidentale di Ibiza è un po’ come l’Isola che non c’è di Peter Pan. Di eccezionale ha sicuramente la conformazione, infatti questo enorme scoglio ha una forma che ricorda quella di una testa di drago semisommerso. Tra favole, miti e leggende, le storie su Es Vedrà, si tramandano generazione dopo generazione da centinaia di anni. Già nel 1855, infatti, il monaco carmelitano Francisco Palau che si era ritirato in preghiera e meditazione in una grotta situata su Es Vedra, scriveva nel suo diario di avere di frequente “strani incontri” e “risvegli spirituali”, oltre che visioni mistiche vere e proprie. Es Vedrà è per molti il rifugio delle sirene e altre creature marine mitologiche dell’Odissea. Per altri, addirittura una base aliena sottomarina nel cuore del mar Mediterraneo, o sarebbe connessa all’antico mito della città sommersa di Atlantide. Il nome Atlantide infatti è stato dato alla misteriosa e fiabesca grotta, che si trova per certo nella baia antistante, ma della quale pochi trovano l’accesso. Sono stati anche segnalati UFO nelle sue vicinanze ed enormi cerchi di luce che, in più di un’occasio7

PRIMI PASSI

di Enrico Fragale Esposito

SANDRA DE KELLER

IBIZA È ANCHE MAGIA E MISTERO

ne, avrebbero terrorizzato ignari pescatori che navigavano al largo delle sue coste. Alla base della scogliera c’è una cava dove gli hippy hanno avuto, in passato, visioni di Buddha; altri ancora sostengono che si trovi, sull’isola, una grotta abitata da una strega ed è necessario lasciare un oggetto personale all’ingresso, come portafortuna. Queste favole non hanno ancora però nessun riscontro scientifico. Di sicuro in questo luogo la terra e il mare producono e conservano un’energia, fuori dal normale. È provato infatti che i minerali e i metalli contenuti in abbondanza nelle rocce di Es Vedrà mandino in crisi le bussole. Gli uccelli perdono il senso dell’orientamento e se ne tengono a debita distanza. Addi-

rittura, sembra che i satelliti non riescano a restituirne l’immagine. Questo succede per luoghi come la Casa Bianca o il Pentagono. Da qui nasce la storia, non del tutto accreditata, che Es Vedrà sia uno dei tre luoghi con il campo magnetico più potente della terra. Gli altri sono il triangolo delle Bermuda e i poli. Molti sull’isola di Ibiza credono che la sua energia sia benefica e abbia poteri curativi e tributano a questa isoletta misteriosa omaggi e preghiere. Insomma Ibiza è davvero un luogo magico e misterioso e vanta anche una nomina da Nostradamus che 500 anni fa la diede come “ultimo rifugio sulla terra” in una delle sue previsioni. Lasciamo a voi scegliere a quale favola credere.


molo.com


Bellissimo

PARTE 1

A D E ST R A : B O B O C H O S E S

LA MODA E IL DESIGN PER VIVERE CON I PIÙ PICCOLI IN SINTONIA CON LE ATMOSFERE SOLARI DELLE ISOLE BALEARI. UN VIAGGIO GIOIOSO E COLORATO PER UN’ESTATE IN STILE BOHÉMIEN

9

LOREM IPSUM


PÉRO, ESTETICA GLOBALE E ARTIGIANALITÀ PAESE: INDIA ANNO DI FONDAZIONE: 2009 TAGLIE: NEWBORN – 14 ANNI

pero.co.in

Testi di Lucrezia Morleo

Louise Misha, la moda da madre in figlia PAESE: FRANCIA ANNO DI FONDAZIONE: 2012 TAGLIE: NEWBORN – 14 ANNI

louisemisha.com

Un brand dallo spirito bohémien, pieno di poesia. Galeotto fu un viaggio nella coloratissima India. È lì che Aurélie Remetter e Marie Pidancet hanno l’idea di creare un brand di moda e accessori per bambine, chiamandolo con il nome della nonna di una e il soprannome della mamma dell’altra. Col tempo hanno cominciato a produrre anche abiti per le mamme e l’ultima novità è l’assortimento per i bebè. Vita, famiglia e amore hanno portato Aureliè ad inseguire altri sogni, ma Louise Misha continua a crescere guidato da Marie e dal suo team.

MAHONITAS, PICCOLI PASSI COLORATI PAESE: SPAGNA ANNO DI FONDAZIONE: 2018

mahonitas.com

Il sandalo modello menorquina è un grande classico. Mahonitas è un brand che ha casa a Ibiza e propone nuovi modelli ergonomici interamente in gomma e ispirati dalla natura mozzafiato del Mediterraneo. Perfetti per saltare, giocare e divertirsi in acqua senza pensieri. 10

BELLISSIMO

Péro significa ‘indossare’ in Marwari, la lingua del Rajasthan. Ed è proprio qui che, attraverso l’utilizzo di materiali e manodopera locali e ispirandosi a tutto ciò che ci circonda e allo stile del luogo, la designer Aneeth Arora crea un prodotto che connetta chiunque in qualsiasi parte del mondo. Il risultato è un gusto fresco, naturalmente cool...da trendsetter dei nostri tempi.


Nobodinoz, il decor è un gioco (di stile) da bambini

BERMBACH HANDCRAFTED, DESIGN D’ALTRI TEMPI

PAESE: GERMANIA ANNO DI FONDAZIONE: 2018 PRODOTTI: LETTI PER BAMBINI

bermbach-handcrafted.de

Riscoprire gli oggetti del passato, così da godere ancora della loro bellezza e magia o, semplicemente, della loro praticità. Questa è la passione di Bermbach Handcrafted, un brand che ha deciso di produrre letti per bambini in rattan intrecciato a mano con un design dall’allure vintage, in cui funzionalità ed estetica si accordano all’unisono. I letti sono leggeri, dall’effetto etereo eppure robusti, realizzati con materiali naturali e selezionati con cura. Sono il complemento ideale e arioso per sonni pacifici in vacanza.

PAESE: SPAGNA ANNO DI FONDAZIONE: 2012 PRODOTTI: DECOR PER LA FAMIGLIA

nobodinoz.com

Creatività spagnola e raffinatezza francese sono alla base di Nobodinoz, azienda di Barcellona dedicata al decor per bebè e bambini e ad accessori per tutta la famiglia. Tutti gli articoli sono studiati con cura e perfezione per durare nel tempo e rallegrare con colori pastello la cameretta dei vostri bambini. Per l’estate, il sito è un vero e proprio mondo di gioia 11

BELLISSIMO

e di fantasie da esplorare per arredare la casa al mare. Create un angolo chill out con i materassi, ideali per giocare, leggere o fare un riposino, divertendovi a mixare i diversi design e colori. Una grande attenzione è riservata alla scelta dei materiali e dei colori, con l’uso di vernici non tossiche e cotone organico certificato GOTS.


The nice fleet, è bello stare a galla PAESE: FRANCIA ANNO DI FONDAZIONE: 2017 PRODOTTI: GONFIABILI

thenicefleet.com

Finalmente una linea di accessori gonfiabili per la spiaggia divertenti e di gusto! Con le sue fantasie trendy ispirate ai viaggi, il brand the nice fleet vivacizza il desiderio di nuotare con stile, in famiglia e con gli amici. La gamma varia dai salvagenti e materassini per gli adulti ai braccioli e alle palle da

spiaggia per bambini, tutti realizzati in resistente PVC e con colori delicati e disegni che promettono un viaggio poetico, moderno e solare. Ogni prodotto ha il nome di una destinazione speciale, per viaggiare con la fantasia dalla tropicale Bahia alle incantevoli isole di Formentera e delle Bermuda fino al tradizionale ikat di Java. Le confezioni sono altrettanto belle, rendendolo un regalo perfetto per un’estate calda e chic.


Mr Printable, la magica isola di carta

SEVERINA KIDS, LE BAMBOLE FASHION ED ECO PAESE: ARGENTINA ANNO DI FONDAZIONE: 2010 PRODOTTI: GIOCATTOLI E OGGETTI FATTI A MANO

severinakids.com

Realizzate a mano in Argentina, ogni bambola di Severina Kids ha un segno distintivo che la rende un pezzo unico. Una delle ultime collezioni si ispira alle fashion blogger.

PAESE: REGNO UNITO ANNO DI FONDAZIONE: 2010 PRODOTTI: DIY

mrprintables.com

Un sito pieno di meraviglie, dove potete scaricare e stampare gratuitamente anche il modello per realizzare un’isola di carta.

Disegnata dall’illustratrice Michelle Romo, può essere una decorazione divertente, un centrotavola per una festa a tema marino o un bellissimo giocattolo per storie avventurose da ambientare nell’immenso mare dell’immaginazione!

OMY, NON SI HEVEA, SICUREZZA FINISCE MAI DI E SOSTENIBILITÀ GIOCARE PAESE: DANIMARCA

PAESE: FRANCIA

ANNO DI FONDAZIONE: 2009

ANNO DI FONDAZIONE: 2015

PRODOTTI: CIUCCI E GIOCHI

PRODOTTI: GIOCHI E DESIGN

IN CAUCCIÙ NATURALE

omy-maison.com

heveaplanet.com

Design danese e produzione sostenibile, il set Kawan con anatra e massaggiagengive è il perfetto regalo per i neo genitori in partenza. 13

BELLISSIMO

OMY Design & Play è un sito web che offre una gamma di prodotti gioiosi, grafici e intelligenti per la casa. Noi abbiamo scelto il poster Oceano... Immergetevi sotto le

onde per un viaggio nel mare profondo. Scoprite e colorate un mondo sottomarino mai visto! Passate in vacanza ore di divertimento a colorare.


PROFILO PAESE: SPAGNA ANNO DI FONDAZIONE: 2012 TAGLIE: NEWBORN – 10 ANNI

tocotovintage.com

Tocoto Vintage

di Enrico Fragale Esposito

“Tocoto Vintage è il frutto del mio amore per i bambini, per il mare e per la piccola isola di Formentera. Un romantico senso di nostalgia mi ha spinto a recuperare vecchie stampe e capi di abbigliamento, acquistati durante i miei viaggi in vari mercatini dell’usato. Era il 2012 e da qui è partita l’avventura di Tocoto Vintage”, così racconta Marta Navarro, designer del bellissimo brand spagnolo che seguiamo con attenzione dai suoi primi passi. Inizialmente solo dedicate ai bebè, ora le collezioni sono rivolte a

bimbi e bimbe fino ai 10 anni. Ogni stagione di Tocoto ci racconta un capitolo di una storia dal sapore bohémien e vintage. In questa collezione primavera/ estate 2018 Marta ha messo l’accento sul romanticismo: delicate fantasie floreali, righe e stampe vintage su denim e cotone. Ogni capo si combina perfettamente con qualsiasi altro per dare ai nostri piccoli il massimo della comodità… che è l’unica cosa importante per far loro vivere al meglio le magiche avventure estive.


15

TOCOTO VINTAGE


Ogni stagione di Tocoto ci racconta un capitolo di una storia dal sapore bohÊmien e vintage, dell’amore per i bambini e della piccola isola di Formentera

16

BELLISSIMO


17

TOCOTO VINTAGE


L’ARMADIO DI GABRIEL

CAPPELLO TOCOTO VINTAGE

CAMICIA RICHMOND JUNIOR

tocotovintage.com

coccolebimbi.com

di Francesca Bisceglia

SCIARPA MOUMOUT

smallable.com

Manca poco alla partenza e Gabriel è riuscito a comperare online i pezzi giusti per la vacanza… Alcuni anche a prezzi scontati! Un Ibiza look super riuscito!

BORSA BOBO CHOSES

bobochoses.com OCCHIALI RAY-BAN

SANDALI BIRKENSTOCK

ray-ban.com

birkenstock.com

T-SHIRT THE ANIMALS OBSERVATORY

theanimalsobservatory.com PANTALONI LOUIS LOUISE

COSTUME SUNCHILD

smallable.com

ESPADRILLES SOLUDOS

alexandalexa.com

18

BELLISSIMO

I L LU ST R A Z I O N I D I E L S A D R AY-FA R G E S

smallable.com


L’ARMADIO DI EMMA

CAPPELLO BILLIEBLUSH

CHITARRA VILAC

COLLANA MONNALISA

luisaviaroma.com

smallable.com

luisaviaroma.com

I 10 must have che Emma ha scelto da portare in vacanza per creare il suo perfetto stile hippie. Immancabili per un tocco boho chic, cappello, borsa in paglia e maxi occhiali.

SALOPETTE LOUISE MISHA

louisemisha.com BORSA TOCOTO VINTAGE

tocotovintage.com

COSTUME CHLOÉ

luisaviaroma.com

PANTALONCINI FINGER IN THE NOSE

smallable.com

OCCHIALI CHLOÉ

melijoe.com

VESTITINO PÉRO

luisaviaroma.com

STIVALI MOMINO

momino.it

19

BELLISSIMO


CALLIGRAFIA DI ROSSELLA FERRARIO

MODA


A __IRIS APFEL



IL ROSSO E IL NERO

MODA L’energia del rosso sprigiona la sua forza nella terra dei vulcani di Lanzarote. È il colore che non può mancare nel guardaroba estivo. Fotografie di Anthony Favazza, styling di Petra Barkhof, modella Vlada Ishutina @btalentscout


24


Pagine precedenti: tuta e calze Yporqué, visiera N°21 Kids Sotto e a sinistra: leggings Yporqué, top Ermanno Scervino Junior

25

IL ROSSO E IL NERO


26


27


A destra: tuta e calze Yporqué, visiera N°21 Kids, ciabatte vintage

28 28

IL ROSSO E IL NERO


29


30


Abito N°21 Kids

31

IL ROSSO E IL NERO


32


33


Pagine precedenti: abito Ermanno Scervino Junior A destra: calze YporquĂŠ, ciabatte vintage

34

IL ROSSO E IL NERO


35 35

LOREM IPSUM



MADAME POULE SULL’ISOLA CHE NON C’È

MODA Ecco la nostra prima fashion story illustrata: una vacanza insieme a Madame Poule e i suoi amici all’insegna del divertimento e delle ultime tendenze. Testo Cristina Tedde, styling Petra Barkhof, illustrazioni Elsa Dray-Farges


C’era un volta un’isola lontana, circondata da un mare color blu cobalto. Nessuno ricordava il nome di questa terra. Chiunque vi approdasse, la appellava come meglio credeva. Si racconta che vi vivessero persone di vari paesi, che i bimbi non facessero mai distinzione di colore o di etnia. Che i sorrisi ed i giochi, fossero il comune denominatore. Che i capelli biondi, fossero grano. Che la pelle scura, fosse il cioccolato. Si diceva, che vagasse per la spiaggia, una certa Madame Poule. Che dispensasse fiabe e che desse consigli di stile per far ogni bambino bellissimo e sicuro di sé. Che al tramonto raccontasse storie increbili e che nessuno ne dubitasse mai. Che la notte, le stelle scendessero per realizzare insieme a lei, i desideri di ogni bimbo presente sull’isola. Che nessuno l’abbia mai reputata una papera o una strana gallina. Per tutti era semplicemente Madame Poule. Per gli adulti, era una donna dolce ed eclettica. Per ogni bambino, era semplicemente la felicità.

38

MODA


39


40


A sinistra: shorts Bellerose, top Bonton Borsa in paglia Banana Split Blune Kids Zaino gatto Meri Meri Sandali Ancient Greek Sandals A destra: costume da bagno Popupshop gonna Hundred Pieces borsa gelato Stella McCartney Kids borsa Bobo Choses sandali Stella McCartney Kids In apertura, a sinistra: costume da bagno Tocotรณ Vintage; a destra: costume da bagno e cuffia Tinycottons Pagina precendente, a sinistra: costume da bagno The Animals Observatory A destra: abito Hello Simone

41


Sotto: abito Stella McCartney Kids; A destra: abito Hundred Pieces, scarpe Repetto

42

MODA


43


44


Sotto: tuta Tinycottons, borsa Tocotò Vintage A sinistra: t-shirt Il Gufo, shorts e calze Bonton, sneakers Golden Goose Deluxe Brand, zaino Bobo Choses

45

MADAME POULE SULL’ISOLA CHE NON C’È


46


Canottiera Petit Bateau Pantaloni Caramel Scarpe Rivieras Cap Stella McCartney Kids

47


Sotto: costume intero Emile et Ida, cap Bonton A destra: abito Morley, sneaker Vans

48

MODA


49


A sinistra: T-shirt e shorts Bobo Choses Sandali Meduse A destra: Costume da bagno Bonton Sandali Marni

50


51



LOST & MODA Trovare il tuo luogo nella vita non è mai facile. Ci sono molte alternative tra cui scegliere. Dovresti essere normale e semplicemente adattarti? O dovresti andare alla ricerca della tua strada, non importa quanto difficile e accidentata possa essere? Questa è una storia sul crescere e sulla ricerca del proprio spazio. Una storia sulla scelta fra il seguire una direzione o fare a modo tuo. Una storia sulla sorellanza e sul sostegno reciproco lungo il viaggio.

FOUND


Testo e fotografie Dasha Pears, styling Jane Kristoferson Makeup & hair styling Varvara Dedyukhina, Maria Samoylova Modelli Dina Biervert, Polina Bogdanova, Lera Rubtsova, Aleksandra Yarovaya, Anna Demchenko, Vasislisa Kuznetsova, Tatiana Egorova Tutti i vestiti sono di KokokoKids, borse Space of Mori Sgabelli Moonk, armadio LittleStreet, biciclette Brompton


55


56


57


58

MODA


59

LOST & FOUND


60

MODA


61


CALLIGRAFIA DI ROSSELLA FERRARIO

Incont


tri __RITA MAE BROWN


Numero 74 INCONTRI Abbiamo chiesto a Tara Sfez, che ha scelto Ibiza come casa del suo brand di home decor, alcuni tips da insider. di Alessandra Pagani, illustrazioni Rossella Ferrario



66

INCONTRI


sagomati, oltre ai classici baldacchini per i letti e le tende tipi, pezzi cult del brand. Tutti i prodotti sono fatti a mano in Tailandia, da comunità di donne che lavorano in armonia: crochet, ricami, cuciture a mano… Gesti antichi e “slow” che rendono prezioso ogni oggetto o capo Numero 74. Che rapporto ti lega a Ibiza? Ho scoperto Ibiza circa dieci anni fa dopo essere stata invitata a casa di un’ amica per qualche giorno di relax. Non è stato un colpo di fulmine immediato ma grazie all’incontro con Alberto, un osteopata ibizenco nato nel mio stesso anno di nascita, più tardi ho scoperto la vera Ibiza. In lui ho incontrato il mio fratello di cuore e sono diventata la madrina del suo piccolo Leni... Nome che successivamente ho dato al nostro modello di tutina (la Leni Jumpsuit). Io, abitante delle città da 40anni, è ad Ibiza che ho scoperto la natura ed il suo potere magico. Vengono a trovarti degli amici che non sono mai stati sull’isola: dove li porti? Certamente Ibiza attira ed incuriosisce. Io consiglierei loro di soggiornare: a “Los Jardines de Palerm” di San Josep; A “Les Terrasses” vicino a Santa Eulalia; A “Gare du Nord” e “Can Marti” a San Joan. Numero 74 è il brand di design per bambini creato da Tara Sfez, una donna francese che ha scelto Ibiza come sede per la sua impresa: l’ufficio stile del marchio è fra le colline dell’isola. Tutto è cominciato quando un amico di Tara le ha chiesto di arredare la camera dei suoi due gemelli. Lei che per anni aveva organizzato meravigliosi party per i bambini ha accettato volentieri la sfida e scoperto una nuova passione: quella che ha portato alla nascita del suo marchio nel 2009. 67

NUMERO 74

Le creazioni di Numero 74 si ispirano ai sogni dei piccoli, alle favole e agli oggetti del passato che hanno una storia da raccontare. Il design è minimal, i materiali naturali come il cotone organico, i colori delicati e mai banali. La collezione comprende capi basici per neonati e abiti per le feste che vogliono far sognare i bimbi che li indossano, trasportandoli in un mondo di fantasia. Per la cameretta Numero 74 propone stelle, ghirlande, lanterne, cuscini

Trascorri a Ibiza l’estate. Come eviti la folla di agosto? A dire il vero, non ho mai trascorso il mese di agosto a Ibiza! Fuggo... Sono ancora a Chiang Mai in quel periodo! Qual è la tua spiaggia o caletta preferita? Le più vicine a casa mia: Es Codolar e le capanne da pesca di Cala Conta; Es Xuclar, a nord dell’isola.


“Io abitante delle città da 40 anni, è a Ibiza che ho scoperto la natura e il suo potere magico”


69

NUMERO 74


70

LOREM IPSUM INCONTRI


Dove ti piace cenare? Per mangiare un buon pesce Es Boldado con una vista incredibile su Es Vedra. Per la paella: Can Pujol a Cala de Bou; Per il brunch: La Paloma a San Lorenzo. In che modo Ibiza ispira le tue collezioni? Ringrazio la libertà che si respira qui, dove da sempre nessuno ha mai giudicato nessuno. Gli hippy degli anni ‘70 si sono stabiliti qui venendo da tutto il mondo e gli Ibizenchi non li hanno mai giudicati. Credo che sia da questo che derivi la magia di sentirsi liberi di essere se stessi su quest’isola. E questa libertà rende possibile diventare più creativi e sentirsi più connessi alla propria essenza. C’è un’altra isola nel tuo cuore? L’isola di Ko Kradan in Tailandia, una piccola isola che fa parte del parco nazionale. Ci sono 3-4 hotel sull’isola, e quando a Chiang Mai in inverno mi manca il fare il bagno in mare, volo in questo paradiso dove abbiamo appuntamento con Nemo! Qui la barriera corallina è ancora intatta. Pura magia! numero74.com 71

LOREM IPSUM NUMERO 74


72

LOREM IPSUM


Jessie May Young


INCONTRI Una nuova vita a Ibiza con tutta la famiglia, dove stimolare i propri figli alla creatività e alla scoperta di sé stessi, nello stile bohemién dell’isola. Benvenuti nel mondo di Jessie. di Jennifer Irizarry Illustrazioni Samuel Bloch Fotografie Milena Güell

Super mamma di Maisie, 13, Betsy, 9, Albie, 7 e Dolly 10 mesi, moglie e stylist che ha raggiunto un equilibrio fra famiglia e lavoro, condividendo con il mondo la sua estetica bohémien e le avventure quotidiane attraverso il suo blog Bohemian Bond. Nella sua amata Ibiza, Jessie e famiglia vivono la vita dei loro sogni, assaporando ogni singolo momento che l’isola ha da offrire, e puntando verso mete che raggiungono con cuore e curiosità. Sedetevi un momento e diamo una sbirciata al suo mondo. Raccontaci un po’ degli anni trascorsi da bambina in Spagna. Hai imparato lo Spagnolo? Adesso lo parli ancora? Avevo 3 anni quando i miei genitori hanno deciso di trasferirsi in Spagna. Così, senza piani, hanno preso questa decisione, dopo averci trascorso una vacanza e li ammiro per questo, non dev’essere stato molto facile all’epoca. Parlavo bene lo Spagnolo, ma quando siamo rientrati a Londra, nonostante i miei abbiano provato a farci fare lezioni private, io e mia sorella abbiamo perso interesse nella lingua - si impara dai propri errori. Cercherò di tenere 74

INCONTRI

sempre alto il livello di Spagnolo dei miei figli se possibile. Ora il mio Spagnolo è alquanto terribile ma continuo con le lezioni e mi butto a parlare quando possibile. Come si è sviluppata la tua carriera nel makeup and hair styling? Ho sempre voluto essere una hair e makeup artist. Fin da molto giovane mi è sempre piaciuto guadagnare soldi per conto mio, quindi ho iniziato a lavorare ogni Sabato da un parrucchiere (avrò avuto 12 anni). E il Sabato sera acconciavo le capigliature delle amiche di mia madre. Ho finito per rendere il garage dei miei genitori un mini salone...ogni Sabato una follia! Wow, sono sempre un po’ gelosa di tutti quelli che trovano la propria strada fin da piccoli! Quindi, se dovessi dare un solo consiglio di make-up alle donne dai 35 in su, quale sarebbe? Direi di non comprare troppi prodotti. Andate sul semplice, guardate gli ingredienti di ciò che acquistate e lavorate anche dal punto di vista opposto. Nel senso che ciò che mangiate e bevete ha grande effetto sulle vostre


75

JESSIE MAY YOUNG


chiome e sulla pelle. Sono sempre stupefatta quando faccio una prova trucco alle spose 6 mesi prima della data del matrimonio e raccolgo una lista di tutto ciò che vogliono nascondere: occhiaie, macchie, irregolarità del tono di pelle. E poi il giorno del matrimonio ogni problema scompare e il motivo è sempre lo stesso: hanno tutte mangiato e bevuto meglio prendendosi cura di loro stesse. Hai detto che vorresti prendere 6 mesi di pausa per viaggiare con i tuoi bambini… i piani sono confermati? È tutta la famiglia che pianifica insieme, o sono mamma e papà che prendono le decisioni? Si tratta sempre di decisioni di famiglia. Ho sempre voluto girare il mondo coi bambini per un anno ma mio marito ragiona un po’ più coi piedi per terra e Ibiza è stato un ragionevole compromesso. Non mi posso certo lamentare anche se speravo di poter prendere un lungo periodo di pausa prima che le cose diventassero troppo serie per mia figlia che ora ha 13 anni. Mio marito è tornato a dividersi fra Londra e Ibiza per lavoro, quindi non credo che il mio sogno si realizzerà… anche se sono ancora dell’idea che i bambini trarrebbero più vantaggio da un tour del mondo piuttosto che dall’essere incollati ai banchi di scuola. C’è qualcosa di speciale che condividi con tua figlia teenager? Qual è la differenza fra l’essere un teenager a Ibiza rispetto al Regno Unito? Adoro viaggiare con lei in Europa, perché ci divertiamo un sacco. Per il suo tredicesimo compleanno eravamo a corto di idee. Una volta aveva fatto cenno che le sarebbe piaciuto disegnare delle giacche, così le abbiamo creato un logo e le abbiamo dato alcune giacche e sono rimasta stupefatta dalla sua creatività. Aiutarla nel business è stato grandioso. Vivendo a Ibiza, credo che ai ragazzi importi meno di quello che gli altri 76

INCONTRI


77

JESSIE MAY YOUNG


“Ho sempre voluto girare il mondo coi bambini per un anno ma mio marito ragiona un po’ più coi piedi per terra e Ibiza è stato un ragionevole compromesso”

78

INCONTRI


79

JESSIE MAY YOUNG


80

INCONTRI


pensano di loro. Non c’è competizione qui, ciascuno è felice a modo suo. Maisie: Sto all’aperto molto di più, ad Ibiza passo i weekend sulla spiaggia con gli amici piuttosto che al cinema o nei parchi tematici. Quante ore a notte dormi? Scusami, non resistevo, essendo una mamma anche io mi sento come se fossi stata privata di venti anni di sonno. Oh Santo Sonno! Dunque, tempo di aver messo tutti a letto e inviato qualche mail, come adesso sono le 22.36… Vado a letto circa a mezzanotte e se sono fortunata la bambina si sveglia solo una o due volte. Quindi di nuovo in piedi alle 7. Non male. Come hai conosciuto tuo marito? È stato colpo di fulmine? Ci siamo conosciuti tramite mio cognato, ne avevo sentito parlare già prima di conoscerlo e non ero sicura di cosa aspettarmi. Avevo solo 17 anni e non stavo certo cercando quello giusto… ma quando capita, capita! Descrivi il tuo stile personale. La tua figlia più grande ti permette ancora di scegliere per lei? Ho sempre amato indossare maxi gonne e abiti ma vivendo in Inghilterra non è il look più confortevole, per questo li indosso sempre qui a Ibiza. I bambini mi chiedono perché sono sempre così vestita ma è il mio mood. Mi piace scegliere capi per i ragazzi quando viaggiamo, è come un ricordo della vacanza. Coi bambini abbiamo creato anche la nostra piccola collezione in pizzo sull’isola. Spero che mamme e bimbe li comprino per portare un po’ di Ibiza con loro. Cosa ti manca di più dell’Inghilterra? La famiglia. L’unica cosa che importa. bohemianbond.com 81

JESSIE MAY YOUNG


82

LOREM IPSUM


di Jennifer Irizarry, fotografie di Mari Brunini

PORTFOLIO Uno stile che ci ha contagiati a prima vista. Colori e forme che amplificano all’infinito l’happiness factor. Parlando con lei ci è proprio venuta voglia di scoprire il lato creativo del Brasile.

Ana Strumpf


Non potete capire la gioia e l’entusiasmo del nostro direttore quando l’artista brasiliana, illustratrice, creative director, interior e product designer, Ana Strumpf ha accettato di illustrare la nostra prima copertina. Ana uno stile che può davvero essere definito contagioso. Il suo uso inventivo del colore e del tratto accentua la giustapposizione tra geometrie giocose e forme organiche, abilmente disposte in collage magistrali e opere miste che amplificano all’infinito l’happiness factor. Madre di due gemelli, ha collaborato con marchi globali, dalla Disney a Diane von Fürstenberg, e ha anche prestato il suo considerevole talento a collaborazioni con marchi di abbigliamento e riviste per bambini sia in Brasile che altrove. Diamo una sbirciatina al suo mondo. La tua serie re.Cover ha attirato molta attenzione. Il successo del progetto ha cambiato la tua vita o il tuo lavoro? Tutto è iniziato in maniera molto semplice: mi è sempre piaciuto disegnare. Stavo vivendo a New York quando è successo. Ho vissuto lì dal 2010 al 2014. Ero abituata a lunghe riunioni tramite Skype durante le quali scarabocchiavo su delle riviste. Mi è piaciuto il risultato e ho postato le prime foto su Instagram che sono diventate molto popolari. L’ho visto come un modo per dare un nuovo significato alle riviste che altrimenti sarebbero state buttate via. Poi alcuni amici che possiedono una galleria a San Paolo mi hanno invitato a esporre le copertine che hanno iniziato a ricevere grandissima attenzione. L’idea è nata da un principio che ha permeato tutto il mio lavoro per lungo tempo: ricreare, rivisitare, ricomporre, sotto forma di interventi manuali le copertine delle riviste di moda. In un momento in cui la stampa sta affrontando una crisi, lo trovo un modo giocoso di “ri-significare” queste pubblicazioni che, di solito, finirebbero scartate. Cosa dovrebbe sapere il resto del 84

PORTFOLIO


In questa pagina e nelle due seguenti: copertine dalla serie re.Cover Nell’ultima pagina: Stelle serpenti e pois, una visione pop per la linea di pigiami disegnata da Ana per il brand PUC 85

ANA STRUMPF


86

PORTFOLIO


87

ANA STRUMPF


“Cerco sempre di spingermi a fare cose nuove, ma allo stesso tempo rimanere fedele a me stessa, ed è una grande sfida.” 88

PORTFOLIO


mondo sul Brasile per sorprenderci o meravigliarci? Penso che il mondo veda il Brasile come un mix di samba / caipirinha / carnevale / calcio. Ma siamo molto più creativi di questo. Vivo a San Paolo, e adoro l’atmosfera giovane e vitale nel mondo dell’arte, della musica, della moda, del design che sta attraversando la città, crescendo sempre di più. Se vi trovate in città, dovete dare un’occhiata alla Galeria Zipper, alla Galeria Vermelho, alla Galeria Luciana Britto, alla Galeria Fortes Vilaça e alla Galeria Pivo. La Pinacoteca Fundacao offre grandi mostre come il Museo Masp e il CCBB (il Centro Cutural Banco do Brasil). Parlaci del tuo lavoro nel mondo della moda per bambini. Il mio lavoro è sempre stato giocoso e divertente, e dopo che sono diventata mamma (di Max e Noah, gemelli di 5 anni), ero e continuo ad essere molto ispirata dai miei figli. Grazie a loro sento che quando creo per i bambini non ci sono regole, mi sento più libera. E non c’è niente di meglio che vedere un bambino felice di indossare un capo di abbigliamento che ho contribuito a creare, è la parte più bella del mio lavoro. Hai mai sperimentato blocchi creativi? Come li hai gestiti e superati? Penso di averne uno in questo momento! Cerco sempre di spingermi a fare cose nuove, ma allo stesso tempo rimanere fedele a me stessa, ed è una grande sfida. In questo semestre ho deciso di prendere pochissimi impegni lavorativi (o anche nessuno), e viaggiare, stare con i miei figli, cercare ispirazione, disegnare per divertimento ... Ho lavorato molto negli ultimi anni, occupandomi di progetti per grandi marchi - Max Mara, Tod’s, Samsung, La Mer, Nina Ricci tra gli altri, così ho sentito che avevo bisogno di ricaricarmi. Ma i blocchi sono molto comuni anche per me. Penso che la creatività sia fatta al 10% da una buona idea, al 90% da 89

ANA STRUMPF

duro lavoro. Quindi quando sento di essere in blocco, semplicemente ci provo e ci riprovo e ci riprovo ... fino a quando non compare una buona idea! Quale ricordo ami della tua infanzia? Disegnare e viaggiare con i miei genitori… ho sempre condiviso il loro amore per l’arte: Keith Haring, Warhol, Matisse (Matisse è ancora il mio preferito). Mi hanno fatto conoscere molti posti nuovi, specialmente New York, la mia città preferita. Dal momento in cui l’ho visitata per la prima volta a 13 anni, sapevo che volevo vivere lì. Ricordo di aver speso tutti i miei soldi per un giacca da baseball Yan-

kee, dopo appena un’ora di vacanza lol! Ora la città è ancora più speciale perché i miei figli sono nati lì e io ci capito spesso per lavoro o per visitare degli amici. Che cosa comporta di solito la vita al di fuori del lavoro? Dato che sono una libera professionista e ho due gemelli, ho bisogno di essere organizzata, di avere un programma! Quindi cerco di dividere bene il mio tempo tra lavoro / famiglia / me stessa. Adoro uscire con i miei amici tanto quanto mi piace stare a casa, guardare un film e mangiare popcorn con i bambini! anastrumpf.com.br



Bellissimo

PARTE 2

FOX S E A R C H L I G H T P I C T U R E S

LE ISOLE E IL MARE ISPIRANO LA CREATIVITÀ SOTTO DIVERSE FORME: I FILM, LE RIVISTE E I LIBRI DA VEDERE E SFOGLIARE TUTTI INSIEME. PER FAR DURARE LA VACANZA IL PIÙ A LUNGO POSSIBILE

91

LOREM IPSUM


FOX S E A R C H L I G H T P I C T U R E S

Testi di Lucrezia Morleo

Avventura a quattro zampe sull’isola dei cani TITOLO: L’ISOLA DEI CANI REGIA: WES ANDERSON USCITA: 2018 CONSIGLIATO DA: 8 ANNI

92

BELLISSIMO

L’Isola dei cani è una storia fantastica ambientata in Giappone, nell’anno 2037, dove tutti i cani del Paese vengono messi in quarantena su un’isola a causa di un’influenza canina. Ed è qui che, cinque anni dopo, l’intrepido dodicenne Atari atterra con il suo aereo per ritrovare il suo amatissimo cane Spots. Commossi dalla devozione del ragazzino nei

confronti del suo amico a quattro zampe, gli altri cani lo aiuteranno nella sua ricerca, proteggendolo dalle autorità giapponesi che vogliono arrestarlo. Wes Anderson questa volta ci sorprende con un cartone animato, una favola semplice ma anche con sfumature profonde e ironiche, adatta a una serata in famiglia dopo una lunga giornata in spiaggia.


La quintessenza di Ibiza in un libro

SUPER PAPÀ CON L’IMMAGINAZIONE TITOLO: PAPÀ-ISOLA AUTORE: ÉMILE JADOUL ILLUSTRAZIONI: ÉMILE JADOUL EDITORE: BABALIBRI CONSIGLIATO DA: 3 ANNI

Un libro dedicato ai papà e non a quello che possono fare, ma a quello che possono essere come un papà-isola, per esempio, sul quale il piccolo potrà cullarsi e appoggiarsi tra le onde del mare.

L’INCANTO DEL MARE

TITOLO: IBIZA BOHEMIA CURATO DA: RENU KASHYAP AUTORE: MAYA BOYD EDITORE: ASSOULINE USCITA: 2017

TITOLO: SIRENE JOURNAL PAESE: ITALIA

sirenejournal.com

Sirene è una rivista trimestrale che parla di mare in tutte le sue sfaccettature e immergersi nella lettura è come fare un bagno rinfrescante nelle acque più cristalline. 93

BELLISSIMO

Ibiza Bohemia offre un meraviglioso ritratto dell’Isola delle Baleari con immagini dei luoghi, delle case e delle persone che hanno fatto di Ibiza la propria casa, cogliendo l’atmosfera hippie-chic e il glamour internazionale di uno dei posti più magnetici al mondo.


Ibiza

GUIDE Per chi cerca “l’altra” Ibiza, quella più autentica, incontaminata, quella delle strade sconnesse e degli scorci mozzafiato, dove le folle di turisti non arrivano. LA GRANJA IBIZA CARRETERA FORADA A SANT MATEU KM 1

www.lagranjaibiza.com di Mariangela Monti

Nata dalla collaborazione tra Design Hotels e Friends of a Farmer, un gruppo che si autodefinisce “una comunità creativa dedicata alla coltivazione dell’arte, dei campi e dei giardini interiori”, La Granja è un nuovo concetto di agriturismo, che promuove il ritorno alla terra e a uno stile di vita sostenibile e slow. Immersa tra le pinete dell’entroterra rurale dell’isola, mimetizzata con la vegetazione circostante La Granja, che in spagnolo significa fattoria, è un’oasi di quiete e di benessere informale eppure raffinato. Un luogo dove il tempo rallenta e la mente si riposa. La vera Ibiza è qui, tra i profumi intensi di ficus, fichi e limoni. La proprietà, un’antica finca ristrutturata, sorge a pochi chilometri dal suggestivo borgo di Buscastell ed è composta dalla casa colonica con 9 camere, una dependance con due camere da letto e una cucina, una grande piscina in pietra e un bar all’aperto. Le camere riflettono la semplicità rurale della fattoria. Linee essenziali e pulite, una palette di colori tenui che vanno dai grigi al carboncino, al marrone, quasi a creare continuità con l’ambiente esterno. Le lenzuola di lino, così come i complementi d’arredo in frassino spazzolato, pietra e ardesia, oltre alle amenities firmate Le Labo nelle stanze da bagno, completano 94

BELLISSIMO

l’esperienza di vita semplice ma allo stesso tempo sofisticata. La Granja è circondata da 10 ettari di terreni agricoli e frutteti coltivati da Andy Szymanowicz, agricoltore esperto in biodinamica, che si occupa del raccolto e degli animali della fattoria, capeggiati dal maiale Coco, mascotte della finca. Gli spazi comuni sono un invito alla convivialità e alla condivisione: gli ospiti mangiano insieme, attorno allo stesso tavolo, gustando

i piatti mediterranei dello chef José Catrimán, preparati con i prodotti freschi che ogni giorno arrivano dall’orto e con materie prime provenienti da piccoli produttori locali. I bambini sono i benvenuti dai 5 anni in su. E un servizio di babysitting è disponibile su richiesta, per quando i genitori hanno voglia di partecipare ai workshop di cucina o di meditazione organizzati regolarmente da Friends of a Farmer.


DOVE DIVERTIRSI

DOVE ANDARE IN SPIAGGIA

DOVE MANGIARE

LAS DALIAS HIPPY MARKET

CALA LLENYA

LA PALOMA

CARRETERA EIVISSA SANT CARLES KM 12 SANTA EULARIA DES RIU

IG @lasdaliasibiza

È bellissimo girovagare e magari anche perdersi in questo mercato hippie appena fuori la piccola cittadina di San Carlos. Abiti fatti a mano, gioielli e oggetti per la casa. Si beve, si mangia e si balla. Un must, se non siete stanchi dopo la spiaggia. Tutti i sabati da Maggio a Ottobre dalle 10 alle 20. Lunedì e Martedi e tutte le Domeniche d’Agosto imperdibile il Las Dalias Night Market dalle 19 all’una di notte.

Si trova lungo la costa settentrionale di Ibiza, a 12 chilometri a nord di Santa Eularia ed è una delle mie spiagge preferite, frequentata sia da turisti che da locali. È una mezzaluna di sabbia bianca incorniciata da pini, che forniscono l’ombra ideale per pic-nic, alternativa al chiringuito.

Un ristorante a conduzione familiare, dove ci si sente parte della grande famiglia che lo conduce: piatti preparati con ingredienti autentici, fatti con amore e cura.

SHOPPING

DOVE DORMIRE

LA GALERIA ELEFANTE

THE FARM IBIZA

CALLE CAN POU, 4 SANT LLORENÇ DE BALÀFIA

IG @lapaolmaibiza

DOVE DIVERTIRSI ACROBOSC AVINGUDA DE S’ARGAMASSA, 77 SANTA EULARIA DES RIU

acroboscibiza.com

Un parco avventura suddiviso in tre percorsi per bambini da tre anni in su e ragazzi per trascorrere un pomeriggio diverso.

CARRETERA SAN MIGUEL, KM 3.2

SANT MIQUEL DE BALANSAT

SANTA GERTRUDIS DE FRUITERA

IG @thefarmibiza

IG @lagaleriaelefante

Il concept store di Victoria Elefante è una vera e propria stanza delle meraviglie. Qui potete curiosare fra milioni di abiti, oggetti per la casa e per la cura della persona. Un negozio così non l’ho trovato da nessuna parte al mondo.

Una finca di 4 stanze nascosta nella campagna al nord di Ibiza. Perfetta per una vacanza all’insegna dell’organico e dell’ecosostenibile: qui sentirete il richiamo della natura, fra l’orto e gli alberi da frutto.


INDIRIZZI Ancient Greek Sandals ancient-greek-sandals.com

Louis Louise louislouise.com

Severina Kids severinakids.com

Bellerose bellerose.be

Louise Misha louisemisha.com

Soludos intl.soludos.com

Bermbach Handcrafted bermbach-handcrafted.de

Mahonitas mahonitas.com

Space of Mori spaceofmori.com

Billieblush kidsaround.com

Marni marni.com

Stella McCartney Kids stellamccartney.com

Birkenstock birkenstock.com

Meduse meduse.co

Sunchild www.sunchild.fr

Blune Kids blune.fr

Meri Meri merimeri.co.uk

Tinycottons www.tinycottons.com

Bobo Choses bobochoses.com

Monnalisa monnalisa.eu

Tocoto Vintage www.tocotovintage.com

Bonton bonton.com

Moonk moonk-design.com

The Animals Observatory theanimalsobservatory.com

Brompton brompton.com

Morley morleyforkids.be

The Nice Fleet thenicefleet.com

Caramel caramel-shop.co.uk

Moumout mymoumout.com

Vans vans.it

Chloé chloe.com

Mr. Printables mrprintables.com

Vilac www.vilac.com

Emile et Ida emile-et-ida.fr

N°21 Kids numeroventuno.com

Yporqué yporque.com

Ermanno Scervino Junior ermannoscervino.it

Nobodinoz nobodinoz.com

Finger in the Nose fingerinthenose.com

Numero 74 numero74.com

Golden Goose Deluxe Brand goldengoosedeluxebrand.com

Omy omy-maison.com

Hello Simone hellosimone.fr

Petit Bateau petit-bateau.it

Hevea heveaplanet.com

Péro pero.co.in

Hundred Pieces hundredpieces.com

Popupshop popupshop.com

Il Gufo ilgufo.com

Ray-Ban ray-ban.com

KokokoKids kokokokids.ru

Repetto repetto.fr

LittleStreet little-street.co.uk

Rivieras rivieras.com

96


WOLF&RITA SS18


Ph: Mauro Balletti

ABU DHABI, BAKU, DOHA, DUBAI, MILAN, MOSCOW, JEDDAH, RIYADH mimisol.com