Issuu on Google+

L OO

THE WHOLE LOVE ISSUE

G IN D ED W

I -L

FE

Y ST

LE

E AD M ND A -H

-C

S

FF U T


EDITORIALE

say yep

elogio del vero amore

Dopo una lunga pausa, che ci è servita per riunire e compattare le forze e decidere in quale direzione proseguire la nostra strada, torniamo con il nostro numero 3. Dopo aver raccontato l’amore giovane, quasi adolescenziale e quello giocoso, siamo pronte a fare un nuovo passo in avanti. Whole love è tutto l’amore, quello che va oltre ogni tipo di categorizzazione o schema. È l’amore puro che ci fa stare bene solo a guardarlo, l’amore che tutti vorremmo vivere. Con whole love vogliamo ribadire la sacralità dell’Unione, intesa come momento di intimità e al tempo stesso di condivisione della bellezza. Un’unione che per noi è sacra anche senza sacramenti, per la purezza che la caratterizza. Ma che sia chiaro, non stiamo facendo un manifesto, proprio perché qui di manifesti non c’è bisogno. Vi stiamo portando davanti agli occhi solo pura e semplice bellezza. Abbiamo spesso Raccontato che Say Yep è nato soprattutto per colmare un vuoto. Di come dall’altra parte dell’oceano riviste che trattano i matrimoni in maniera non convenzionale fossero migliaia, mentre il mercato italiano stenta ancora a trovare questa direzione. Ebbene con whole love noi cerchiamo ancora una volta di riempire uno spazio. Ma non ci teniamo a restare sole qui.

3


redaz

PEOPLE

Lei ama lavorare a maglia, lui le salite in bicicletta. Lei colleziona lampade danesi e stoviglie scompagnate, lui ha la passione dell’orto e dell’arrampicata. Condividono una casa sul Lago di Garda, sei galline, le cantate a squarciagola in auto, i film sul divano, i viaggi e un’innata passione per la fotografia. Insieme hanno fondato giuli&giordi e il neonato Fox eating skyr, dove lavorano insieme, cercando la luce perfetta per i loro scatti. Fotografare matrimoni per loro non è solo un lavoro, è passione. Se passate a trovarli, state pronti a scavalcare rotoli di tessuti e lettere di polistirolo giganti.

4

Ilaria è entusiasmo e nelle mani ha il prurito di chi ha voglia di fare. Martina è concretezza e ha l’indole di chi ha gusto. Lucia è empatia e ha lo sguardo di chi coglie emozione in ogni dettaglio. Unite sono ila malù e vivono in un laboratorio di creatività. Hanno capito che il loro destino era lavorare fianco a fianco quando hanno scritto in sincrono le loro tesi, e dopo aver organizzato i matrimoni di Lucia e Martina, a un mese l’una dall’altra. Sono amiche, prima che colleghe. Se le sentite parlare «della Rita», non spaventatevi: è la macchina da cucire con cui confezionano la loro linea di bigiotteria in pizzo.

GIULI&GIORDI

ILA MALÚ

PHOTOGRAPHY

WEDDING & EVENTS DESIGN

Giulia Tibaldi e Giordano Garosio www.giuliegiordi.com

Ilaria Ponti, Martina Pirotta, Lucia Troncatti www.ilamalu.com

Toglietele tutto, m caldo. Nata in Fr bolognesi con i ometti (marito e fig è sempre pronta costringeva le com club e scrivere g un’organizzatrice. una multinaziona allestimenti ed ev sua vena romant passo verso il we breve e mai scelta Oggi passa le sue kraft, nastri e il Mac. Adora le cos vintage in una sta spose che restano

TRENDI

WEDDING & PA

Laura www.trendi


zione

ma non la colla a riuli, vive sui colli suoi amatissimi glio) e la sua valigia . Alle elementari mpagne a fondare giornalini: era già Approdata in ale dove creava venti, tira fuori la ica in un blog. Il edding planning è a fu più azzeccata. giornate tra carta suo inseparabile e semplici, i pezzi nza moderna e le o se stesse.

PEOPLE

Il suo desiderio nascosto è avere sangue irlandese nelle vene, è coneglianese d’origine e vigevanese d’adozione. Dopo un’esperienza di web design in agenzia, molla la rete per dedicarsi alla carta. Si mette in proprio, si sposa e comincia ad avvicinarsi alla wedding stationery, che la rapisce una volta per tutte. Nasce CUTandPASTE e investe i suoi risparmi in un laser. Ama il cioccolato, guardare l’orizzonte, lo stile minimal nordeuropeo e in giardino vorrebbe avere un alce. E quando riesce a liberarsi scappa ad annusare l’aria fresca del bosco. Insieme a lei, a qualche passo di distanza anche Maki, il suo akita giapponese.

Ha fatto della contraddizione la sua filosofia di vita. È pacata e chiassosa, cinica e romantica. Proprio per questo ha fondato il suo blog, dove dispensa DIY di ogni tipo, che ti vien subito voglia di replicare. Si muove con i gesti sciolti e genuini di chi è figlia dell’arte dell’arrangiarsi. Giorna lis ta professionis ta, h a imparato a convivere con il precariato sorridendo. Suo nonno è un macchinista ferroviere in pensione, sua nonna una ex sarta di abiti da sposa. Cucina e scrive nel team di Under the Tree ed è food editor per Cosebelle. Adora i matrimoni. Soprattutto quelli con poco budget e alto indice di creatività.

NOZZE

CUTANDPASTE-LAB

LA CYNIQUE ROMANTIQUE

RTY PLANNING

GRAPHIC DESIGN & LASERCUT

WRITER & EDITOR

Valentina Oliana www.cutandpaste-lab.com

Miriam Lepore www.lacyniqueromantique.com

Bravi inozze.com

5


contrib

PEOPLE

Non ha scelto lei questo lavoro, è stato lui a sceglierla. E lei l’ha sentito suo fin dall’inizio. Spesso parla con loro (i fiori), a cui chiede di essere bellissimi per il Giorno Speciale. Adora la confusione che si crea nella preparazione di un evento e la sensazione di pace della sera, quando ogni cosa è tornata al suo posto. Soffre di dipendenza da colori e profumi di petali. Le sue domeniche migliori sono quelle passate a setacciare mercatini. Bottiglie, sedie, scatoline, tazze di ogni forma finiscono nel suo vortice creativo. Tutte le sposine che avevano detto «niente rose», dopo aver conosciuto le sue hanno sempre cambiato idea.

Studiava medicina, ma il suo pensiero fisso erano i fiori. L’armonia, l’equilibrio, i profumi. Così ha deciso che boccioli e corolle sarebbero diventati interpreti del suo talento. Andrea, nel suo laboratorio a due passi dalle vie ciottolate di Bergamo Alta, crea suggestioni. Per matrimoni, ricevimenti o anche per un semplice bouquet. I suoi preferiti sono i fiori morbidi, quelli «non troppo statici, che si aprono», peonie in primis. La sua passione per il design si fonde con un’innata curiosità per i dettagli singolari. Lo stesso spirito che lo spinge spesso a Parigi, città che adora.

IL PROFUMO DEI FIORI

I GIARDINI DI GIAVA

ALMALU’

FLOWER DESIGN

FLOWER DESIGN

WEDDING &

Sofia Barozzi www.ilprofumodeifiori.it

Andrea Brazzoli www.giardinidigiava.it

Alessandr www.almalusp

6

Da bambina tagliu moda della mamm di figure, precurso moodboard. Viag in movimento: na Puglia, si trasferis studiare Economia Fashion and Des e lavora nel mo la sua passione. I tutto: con questo Almalu’s Place, u nasce dall’amore p la moda. Ora chia ma «casa» per l sfaccettato: la tro mercatini, al forno con una bombolet


butors

uzzava le riviste di ma e creava collage ori delle sue future ggiatrice sempre ata e cresciuta in sce a Milano per a, si specializza in ign Management ndo della moda, l sorriso per lei è spirito ha creato un progetto che per le feste, il cibo, ma casa Bologna, ei è un concetto ovate in giro per della sua cucina o ta spray in mano.

PEOPLE

La piccola Fosser ha un pennello in una mano e un cucchiaio di legno nell’altra. La sua vita non poteva che dividersi fra arte e cucina. I primi dolci impara a farli con la nonna, poi all’università cucina per gli amici, felici di poter sperimentare le sue deliziose ricette. Il suo sogno è unire il cake design a una cucina che sia davvero buona e amica della terra. Perché le sue torte sono innanzitutto molto buone. E poi incredibilmente belle. Di quelle che fanno fare “oooh” ai bambini prima di soffiare sulla loro candelina. A casa di Rebecca c’è sempre qualcosa nel forno e un buon vinile da ascoltare. E presto un balcone su cui coltivare.

Un meccanico dalle mani di fata, pare che qualcuno l’abbia definita così. Solo che non sfoggia salopette e baffoni a manubrio, ma anfibi Dr. Martens e labbra rosso lacca. E al posto della bacchetta magica ha pennelli, spugnette e ombretti (il suo preferito è quello nero, che esprime la sua anima rocchettara). Make up artist che la maggior parte delle volte esce di casa non truccata, preferisce rendere speciali le fortunate di turno. Vive con un micio nero e un uccellino, sognando una casa piena di animaletti, e ama le scarpe dal tacco vertiginoso, anche se non le indossa mai.

OFFELLERIA SORELLE FOSSER

IRENE FOSCHETTI

PARTY IDEAS

ra Aghilar placeblog.com

BAKER Rebecca Fosser www.offelleria.it

S PLACE

MAKE UP ARTIST Irene Foschetti

7


SPECIAL CONTRIBUTORS

RICCARDO E STEFANO www.gnambox.com Un ringraziamento speciale ai protagonisti di questa Issue e al loro amore: Riccardo e Stefano, anime di Gnam Box

CAMILLA www.zeldawasawriter.com Grazie a Camilla - Zelda was a writer per averci regalato le sue parole per Dimmi di sĂŹ.

SILVIA BENEDET www.idiaridellalambretta.com E a Silvia Benedet presenza fondamentale per questo numero, da ora a pieno titolo nel nostro staff.

NICOLA MOR www.ficomaeco.com Un ringraziamento anche a Nicola Mor, barista super che ci ha shakerato il miglior daiquiri alla liquirizia mai assaggiato.


INDICE

THE WHOLE LOVE issue for young lovers

12

LE CINICHE ROMANTICHE

13

12. Tutto l’amore

14

DO IT YOURSELF

25

14. Daiquiri alla liquirizia 18. Una metafora, o anche no 22. Basta un poco di fil di ferro

26

INSPIRATION

83

26. Whole love

84

TUTORIAL

91

84. Da mi basia mille 88. Non sono una signora

92

TIPS 92. (Non) è per sempre 96. Ti ho fatto un mixtape

11

97


LE CINICHE ROMANTICHE

tutto l’amore niente di più, molto di più Miriam Lepore

Io e te sposate non siamo qualcosa in più di io e te non sposate. L’amore è lo stesso, l’impegno nella costruzione del nostro futuro anche. Continueremo a vivere insieme, a svegliarci tardi la domenica, a dividerci le stanze da pulire in casa. Io sempre il bagno, tu sempre la cucina. Saremo io e te che a settembre iniziamo già a immaginare il viaggio da fare l’anno successivo, e intanto riempiamo il salvadanaio che abbiamo messo all’ingresso svuotandoci le tasche ogni sera. Noi che ci ostiniamo a scattare le diapositive, perché ci piace invitare gli amici a casa, preparargli una buona cena e restare in silenzio mentre al buio il rumore meccanico del proiettore scandisce i nostri momenti di vita insieme. La notte continuerei a svegliarmi di soprassalto per la paura che tu non ci sia. Sarei sempre io che quando sei stata male ho capito che volevo prendermi cura di te. Volevo farti appoggiare a me. Io che quel giorno ho capito il senso del “per sempre”. E ho capito che il “per sempre” senza te non c’è. Lo voglio scritto ovunque, anche sulla carta d’identità. Che si sappia, che lei è mia moglie, il mio amore, tutto l’amore. Sono orgogliosa dei suoi successi e mi commuovono le sue lentiggini. Adoro i suoi disastri in cucina e il suo respiro lento. Voglio un anello, voglio mia mamma in prima fila e mio padre che mi accompagna da te. Voglio i nostri amici vicini mentre costruiamo la nostra famiglia. Io e te sposate saremo uguali a oggi. Solo che io oggi non voglio più vivere senza essere sposata con te. Perché io e te sposate non cambia nulla. Ma io e te sposate è più bello.

13


liquore alla liquirizia

limone

shaker

jigger ghiaccio

rum

zucchero

liquirizia a pezzetti

tumbler basso


BEVILO

Daiquiri alla liquirizia Nicola Mor, Oh! ficomaeco

I palloncini, la glassa sulla torta, canzoni e dispetti. Il momento migliore della festa è stato quando, mentre eri seduta sull’altalena, trecce dondolanti e sguardo sulle punte delle scarpe, quello della quinta B si è avvicinato per offrirti una rotella di liquirizia. Ricordi che sapore aveva? Qui ne proponiamo una versione più adulta, e lui stavolta arriverà con un bicchiere, ma il sorriso speriamo sia lo stesso.

INGREDIENTI

1 cl liquore alla liquirizia 3 cl limone 4,5 cl rum bianco 15 ml - un cucchiaio da the - zucchero di canna bianco ghiaccio q.b. liquirizia pura tritata - per decorazione

1

2

Metti nello shaker zucchero e limone, mescola delicatamente.

Unisci liquore alla liquirizia e rum bianco.

3

4

Shakera energicamente per una decina di secondi.

Servi subito con ghiaccio decorando con pezzetti di liquirizia.

15


BEVILO

17


MATERIALI filo di ferro spesso e sottile eucalipto fiorito spago tronchesine

fedi giulia has a beautiful shop


REGALAMI UN FIORE

Una metafora, o anche no Sofia Barozzi, Il Profumo dei Fiori

Un intreccio di natura e artificio, una fusione tra due opposti, l’incontro tra due anime. Potete leggerci quello che volete, o anche solo limitarvi a ammirarne la graziosa semplicità. In questo DIY, una cornice di metallo e eucalipto fiorito circonda le due fedi, sospese. Il profumo dell’eucalipto (abbiamo letto da qualche parte che ha proprietà calmanti, meglio così!) circonderà il momento del sì.

1

2

Ti serviranno: filo di ferro spesso, filo di ferro sottile, foglie verdi (eucalipto fiorito), spago, tronchesine

Taglia il filo di ferro spesso in 5 fili da 80 cm

19


REGALAMI UN FIORE

3

4

5

Una volta tagliati, intrecciane uno alla volta fino a creare un cordone di fili di ferro.

Dopo aver intrecciato i 5 fili, prendi il filo di ferro piĂš sottile ed intreccia ancora per due volte su tutta la lunghezza.

Piega il cordone di fili in modo da formare un quadrato con i lati da 20cm (N.B. piÚ i fili sono intrecciati meglio è!)

20


REGALAMI UN FIORE

6

7

8

Creata la forma del quadrato, lega le foglie verdi su due angoli opposti usando il fil di ferro sottile.

Lega le fedi ai due capi di un pezzo di spago.

Intreccia lo spago sul quadrato, voilĂ !

21


MATERIALI lampadina accessorio di sospensione per lampade paralume fil di ferro bomboletta spray pinza tenaglia mini pinza di precisione nastro isolante


HANDMADE LOVE

jYøĄYďÃÚÊtÊ€­›¶€­š‹òòÊ Alessandra Aghilar, Almalu’s Place

Bzz bzz.. è il ronzio che fanno quelle luci intermittenti quando, nei film, i protagonisti entrano nella fabbrica abbandonata semibuia, con l’atmosfera cupa, i soffitti altissimi e l’imponenza dell’architettura industriale. Solo che questa volta le luci si accendono, e non illuminano infiltrazioni d’acqua, ragnatele e graffiti, ma una splendida festa. E al posto del solito neon rotto del thriller ci sono le lampade di questo DIY, minimali e dark quanto basta.

1

2

Ti serviranno: pinza, tenaglia, mini pinza di precisione, una lampadina, sospensione per lampade, paralume, fil di ferro compatibile con la base del paralume, bomboletta spray nera, nastro isolante bianco.

Priva il paralume del tessuto per avere solo lo scheletro.

23


HANDMADE LOVE

3

4

5

Taglia con la tenaglia 12 pezzi di fil di ferro, 6 lunghi e 6 corti in proporzione alle dimensioni del paralume scelto, tenendo conto dell’abbondanza per il fissaggio.

Con l’aiuto della mini pinza di precisione, fissa due pezzetti di fil di ferro lunghi tra ogni filo della gabbia del paralume.

Fai un piccolo archetto con i pezzetti di fil di ferro piĂš piccoli e fissane due, sempre con la mini pinza di precisione, tra ogni filo della gabbia del paralume.

24


HANDMADE LOVE

6

7

8

Taglia con la tenaglia il buco dell’accessorio da sospensione attraverso cui farai passare la lampadina per consentire alla stessa il passaggio una volta aggiunti i pezzetti di fil di ferro.

Con la bomboletta spray nera vernicia la gabbia completa e lascia asciugare.

Per finire, con pezzetti di nastro isolante bianco, decora il filo dell’accessorio di sospensione e assembla il tutto fissando la lampadina.

25


DIMMI DI SÌ

whole love Camilla - Zelda was a writer

supermercato

Non pensavano affatto all’amore: avevano fame. Fame di vita, sogni e pure di pasta. Stefano cercava la pancetta per una amatriciana, Riccardo era della fazione opposta, quella del guanciale, e non sarebbe mai sceso a compromessi su una cosa simile ma, passandogli accanto, si sentì di appoggiare la causa. Da quel giorno, la spesa l’hanno sempre fatta insieme. Questi quattro anni sono stati una ricetta continua, miscelata con amore, esplosa come un soufflé dimenticato in forno. Una ricetta al profumo dei biscotti fatti in casa, meravigliosamente comune come la pastina fumante nelle notti invernali, eppure fantasiosa, tenace e destinata a essere raccontata, come certi infallibili consigli su come mantecare il risotto. Il loro matrimonio è una nuova ricetta, ci litigheranno per ore - questo è fatto certo - ma sugli ingredienti più importanti sono d’accordo: si tratta dei loro cuori.


14.11.13


cardigan bordeaux

+

pantaloni Mauro Grifoni velluto nero

giacca + camicia e scarpe Dolce e Gabbana

giacca

velluto verde

Tonello


1


2

#

SMILE


abito lungo Balenciaga

abito nero Maison Martin Margiela

scarpe + clutch Fendi


anemone + mirto


BRUNCH dolce /salato Il giusto equilibrio tra dolce e salato del brunch è il benvenuto piÚ gradito per gli invitati.

#dolc

cookies e mini

plumca


#salato

ce

s

ake

brownies +

pancakes con sciroppo

d ’agave

apple pie cheeseca

ke

bagel & quiche

pane

nero in cassetta


bargceitl fa

i n i m iche qu


l

ti

yummy! close-up


52


53


e

accomodati a tavola


le

decorazioni

Materiali di scarto presi in prestito dall’industria siderurgica arrichiscono la decorazione del tavolo.


le

TOVAGLIETTE industriali + il menu

I nomi degli invitati sono tracciati col gessetto, su tovagliette di lamiera. Giochi tipografici ornano tovaglioli, raccontando il men첫.


63


ranuncoli + bottiglie coca-cola di


favor corner I favors arrivano in sacchetti di lino, portandosi dietro un aroma di risveglio, di lenzuola, di famiglia. Iniziali e timbro personalizzati.


COCKTAIl

bar


cheers f

#

or joy


guestbook choose your

weapon

Analogici o digitali? Smart o nostalgici? Impazienti o misteriosi? Social o hipster? Per non trascurare il mood di nessuno, diverse possibilitĂ  di personalizzare il proprio messaggio durante la festa.


73


warm-up Come nella tradizione dei caffè del nord europa, copertine per riscaldare le ginocchia a disposizione dei piÚ freddolosi!


i m a s u r r br


buffet

di dolci Naked cake al cioccolato e panna, carrot cake e muffins, tra gradini e sgabelli della bocciofila. Aspettiamo l’arrivo dei nonni.


Fotografia Giuli&Giordi Planning, Styling & DIY ila mal첫 + Trendinozze Grafica & Lasercut CUTandPASTE - lab Brunch e dolci Offelleria Sorelle Fosser Fiori I Giardini di Giava + Il Profumo dei Fiori Abiti e scarpe G&B Gioielli Giulia has a beautiful shop Make up Irene Foschetti Location Ubarba SPECIAL GUEST Gnam Box


MAKE UP

Da mi basia mille Irene Foschetti

Deinde centum. Ăˆ la reazione che susciterete nel vostro Catullo quando vi vedrĂ  sfoggiare questo make up che calamita lo sguardo sulle labbra. Dein mille altera, dein secunda centum. (Forse è meglio se il rossetto ve lo mettete anche in tasca per eventuali ritocchi!)


MAKE UP

1

2

Fai la base con fondotinta e correttore. Occhio leggero con un po’ di ombra per dare profondità, e mascara. Stendi un idratante sulle labbra.

Applica la matita trasparente fuori dal contorno labbra. Poi, segui grossolanamente il contorno delle labbra con la matita piĂš scura.

86


MAKE UP

3

4

Riempi le labbra con la matita più scura all’esterno e quella più chiara internamente.

Applica il rossetto con lo stesso principio con cui hai applicato la matita.

87


HAIR

Non sono una signora ila mal첫

Il ruolo della lady proprio non fa per te, ma in certe occasioni, si sa, i ghingheri sono caldamente richiesti. Abbiamo provato a venirti incontro, cercando il giusto equilibrio tra eleganza e spirito funky: lo chignon incontra tante forcine colorate!


HAIR

1

2

Parti con i capelli non appena lavati e un po’ “stropicciati”.

Con l’aiuto di un elastico fai una coda bassa laterale.

90


HAIR

3

4

Crea uno chignon spettinato fissandolo con delle forcine.

Decora l’acconciatura con mollette colorate creando una forma a freccia.

91


TATTOOBOOTH

(NON) è PER SEMPRE CUTandPASTE-lab

Se agli amici è rimasto un pezzettino di pelle libera dai racconti di viaggi, amori, dai totem tribali (tribali?) gli chiediamo di concedere qualche giorno anche a noi. Niente di definitivo, ma un ricordo d’inchiostro che resterà sulla pelle per tutta la durata della cerimonia e anche per parte del viaggio di nozze. Un ricordo che però -ne siamo certe- durerà sicuramente di più delle bomboniere di Capodimonte della Prozia Gesualda.

SCARICA IL KIT QUI


MUSICA D’AMARE

TI HO FATTO UN MIXTAPE Eccole qui le canzoni della mia dichiarazione d’amore. È una dichiarazione un po’ sghemba, che si ritrae, niente di plateale o immediato. È una cassetta che senti in macchina, e poi magari esci, balli, sbatti il pugno sul cofano ed è subito Footlose. Di vecchie fabbriche abbandonate e nastri riavvolti con una matita. Ecco di cosa è fatto il mio mixtape.

ASCOLTA LA PLAYLIST QUI

1. Hot Chip

Look At Where We Are 2. Erlend Øye

Sudden Rush 3. Ariel Pink’s Haunted Graffiti

Baby 4. Chromatics

At Your Door 5. Ducktails

Letter Of Intent 6. Autolux

Transit Transit 7. Nite Jewel

Am I real? 8. CHVRCHES

Gun 9. Jessy Lanza

Strange Emotion 10. Just Friends

Avalanche

97


milleGRAZIE Il progetto Say Yep è nato dalla passione e dalla voglia di fare. Ma non saremmo riusciti a realizzare tutto questo senza la fiducia e il sostegno di chi ha creduto da subito al fatto che stavamo per far nascere qualcosa di nuovo, qualcosa di bello.

ABITI G&B - www.gebnegozionline.com abiti sposi e testimoni GIOIELLI Giulia has a beautiful shop www.giuliahasabeautifulshop.com LOCATION Ubarba - shooting www.ubarba.it Oh! ficomaeco - tutorial drink www.ficomaeco.com MODELLI Gnam Box - sposi Francesca Scaroni - tutorial hair&makeup e testimone Lisa Corradini - testimone

99


WWW.SAY-YEP.COM


SAY YEP - ISSUE 3