Page 1

free.aero RIVISTA INTERNAZIONALE DI PARAPENDIO E PARAMOTORE

TENDENZE

2017 Foto: Anthony Green/Bruce Goldsmith Design


æ

free.aero MAGAZINE

Foto di copertina: Bruce Goldsmith davanti una cava vicino a Gourdon sul suo Epic: Foto Antony Green

A seguito delle fiere Termikmesse e Stubai-Cup, in questo numero diamo una sguardo ai nuovi prodotti della stagione.

Foto: Markus Gründhammer / www.skyman.aero

Traduzione coordinata da Luca Basso

2 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

16 MARZO 2017 … 205 KM CHRIGEL È IN FORMA. Chrigel Maurer ha iniziato alla grande la sua stagione: Fiesh – Grimsel – Ovronnaz – Stalden – Brig, 205 Km in 7 ore...

http://www.xcontest.org/ switzerland/de/fluge/details: chrigel/16.03.2017/10:00


Foto: Armin Kuprian / http://www.arminkuprian.com/

FIERA VOLANTE

STUBAI-CUP 2017


Foto: Markus Gründhammer / www.skyman.aero

La Stubai-Cup si è tenuta a metà marzo. Come avviene costantemente dal 1988, le tendenze per la nuova stagione sono state presentate qui ... Ovviamente la tempistica è stata scelta in modo molto accurato: in marzo tutti i produttori hanno prodotto finiti pronti per le dimostrazioni pratiche. Il cielo sopra la Valle di Stubai è ricco di colori: i produttori adesso hanno una vastissima scelta di colorazioni dei tessuti, a differenza di una volta quando le colorazioni erano limitate a poche tonalità, e, per i tessuti leggeri, praticamente solo al bianco.

Foto: Markus Gründhammer / www.skyman.aero

E' diventato un evento da non perdere da molti anni, ed ora quasi tutti i costruttori vi partecipano. Qui i visitatori, molto più che alla Coupe Icare, possono provare i materiali presentati. Tra le altre ragioni questo avviene per: - un microclima favorevole (è volabile molto spesso); - impianti di risalita, che sono molto pratici (dunque ricambio frequente e test veloci); - molti più posti e spazi dal quali volare rispetto a Saint Hilaire.


Foto: Markus Gründhammer / www.skyman.aero

Un solo vero cassone al centro è sufficiente: il Sir Edmund Per quanto riguarda il light, il trend rimane molto marcato, sia per la produzione di modelli classici che per le vele ultraleggere come le monosuperfici.

Markus Grundhammer allo stand Skyman

I l S i r Ed m u n d d i S k y m a n è u n a monosuperficie con un solo cassone al centro, con l'aggiunta di altri due piccoli cassoni all'altezza degli stabilo. L'azienda ha sperimentato anche modelli con tre e cinque cassoni ed ha scoperto che questo progetto minimalista funziona molto meglio. Per di più la vela vola a 40 km/h. Anche tra le monosuperfici ci sono ancora molte sorprese da scoprire. Vale la pena sottolineare che l'israeliana Apco sta sperimentando alcune soluzioni ibride: la parte davanti classica, la parte verso il bordo d'uscita come monosuperficie. L'attesa certificazione En B di quest'ala, in ogni caso apre la via anche al biposto (vedi il nostro test sul bipo Niviuk Skin) ed anche alle vele scuola.

7 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

Foto: Markus Gründhammer / www.skyman.aero

TRENDS 2017

L'emergenza quadrata pilotabile Diamond Cross di Charly in atterraggio alla Stubai Cup.

Per propria convenienza, Alain è ritornato ai classici modelli tondi per i suoi voli in certificazione. Un'interessante innovazione sembra , in ogni caso, quella del Diamnd Cross di Charly: un paracadute di emergenza quadrato che però vola con una componente orizzontale e, pertanto, può essere pilotato. Faremo un approfondimento di questo articolo in un prossimo numero.

8 | 2017/N°2

Foto: Armin Kuprian / http://www.arminkuprian.com/

La riduzione di peso, e i nuovi disegni, si sono diffusi anche nei paracaduti di riserva. Sono sempre di più i modelli quadrati, il cui vantaggio, tra gli altri, è quello di un'apertura veloce e di una maggiore stabilità dell'effetto pendolo. Lo svantaggio: il ripiegamento è un po' più complicato a causa del tessuto in più al centro. I professionisti come Alain Zoller riconoscono i vantaggi, ma vedono anche l'esistenza di un fattore moda.

Ospite d'onore: Antoine Girard, che ha parlato del suo sorvolo del Broad Peak

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE Foto: Markus Gründhammer / www.skyman.aero

TENDENZE NELLE TECNICHE DI VOLO E' interessante notare come l 'e q u i p a g g i a m e nt o m o d e r n o a b b i a cambiato anche il modo di volare. Con la tendenza verso il leggero, le vele diventano più facili da pilotare, un po' più mosse, ma anche più sicure, come abbiamo dimostrato molte volte. I parpendii moderni sono più leggeri, si alzano e gonfiano più velocemente. Questo permette decolli molto più facili e sicuri. In fatti, il DHV, ad esempio, ha notato che numerosi incidenti in decollo si sarebbero potuti facilmente evitare. Spesso i piloti iniziano una corsa non-stop sin dall'inizio del gonfiaggio, la vela rimane indietro ed improvvisamente supera il pilota. Dunque si mette sopra la testa con molto ritardo, il pilota deve tirare sui freni per stoppare la vela, e quindi inizia il decollo con troppo freno trazionato. Di conseguenza, essi devono rialzare le mani quando staccano e ciò conduce a: - decollare con velocità insufficiente, spesso vicina a quella di stallo; - oppure a decollare con la vela che va indietro con il rischio di una chiusura e possibile crash; la tecnica più avanzata è quella di organizzare le cose in modo che il pilota entri nella fase di stacco senza usare troppo il freno, ma con una leggerissima pressione nei comandi.

Il perfetto compromesso tra leggerezza e performance si trova in vele come il Klimber P di Niviuk, qui alla Stubai Cup.


Le tecniche di volo, specie quelle del decollo, sono cambiate grazie all'evoluzione dei mezzi: le vele salgono molto più velocemente, cosa che richiede di cambiare tecnica ai piloti che sono abituati con materiali vecchi.

Le vele moderne son un grande aiuto in questo. Salgono molto velocemente dopo un minimo di presa di pressione, che permette al pilota un gonfiaggio veloce con la possibilità di attendere la salita della vela solo facendo qualche passo lento, o quasi da fermo. Una volta eseguito il gomnfiaggio,. Accelera lentamente per arrivare al punto di “mani quasi completamente alzate” quando decolla, con beccheggio stabile e vela pronta al volo. Come conseguenza, il decollo è molto più sicuro. Sorprendente ma vero: a seconda della vela, questa tecnica “inizia a gonfiare, aspetta, accelera” è utile anche quando si vuole decollare rapidamente con vento alle spalle!

10 | 2017/N°2

Altra nuova tendenza nell'insegnamento, specie nei paesi germanici: prendi i freni con i pollici rivolti verso l'alto. Un modo facile per evitare lo stallo In questo modo il principiante è portato a tenere la mano vicino alla bretella quando frena, come avveniva molto tempo fa. Ovvio che non è elegante come avere le braccia dietro, ma almeno c'è un vantaggio innegabile: un comando più diretto del braccio verso il bordo d'uscita e un feeling più immediato del comportamento della vela.

@FreeAeroMag


Foto: Armin Kuprian / http://www.arminkuprian.com/

free.aero MAGAZINE

L'organizzatrice della Stubai Cup, Monika Eller, con sua figlia Florina Eller. Prossima Stubai Cup: 2-4 marzo 2018, www.stubaicup.at

Foto: Markus GrĂźndhammer / www.skyman.aero

Una versione tandem del Sir Edmund di Skyman. Sopra, alcune vele della Supair: quasi tutti i produttori al mondo sono presenti alla Stuabai Cup.


CAMPIONATI MONDIALI MONTE AVENA 2017 Viva l'Italia! Il 15° Campionato Mondiale si terrà ai piedi delle Dolomiti, dal decollo del Monte Avena. Free.aero ne parlerà diffusamente nel prossimo numero. http://www.monteavena2017.org/

12 | 2017/N°2


ADVANCE

SIGMA 10

Sessanta cassoni ed allungamento 6.16, il Sigma EN C è molto innovato rispetto alle versioni precedenti. Il Sigma 10, disponibile alla fine di Aprile, sarà la prima vela con il sistema “3D Diamond Panel Shaping”, la cui cucitura non avviene solo lungo l'ala, ma anche diagonalmente. Questo permette di mantenere il bordo nella sua forma, in quanto la cucitura non lavora solo lungo l'apertura alare, come un classico 3D Shaping. Advance sostiene di aver girato dei v idei in aria con i quali si dimostra che il classico 3D shaping vede ridursi gli effetti. http://www.advance.ch/en/products/ paragliders/sigma-10/sigma-10-epic-xcnews/

13 | 2017/N°2

free.aero MAGAZINE NOTA DELL'EDITORE _______________________________________________

Passando da un allungamento da 5.8 a 6.16 è una differenza enorme, e ciò ovviamente influirà sulle prestazioni. Nonostante l'allungamento, Advance ha piazzato il Sigma 10 nella fascia centrale della classe EN C, cosa che sembra essere sorprendente. Con il 3D-Diamond Panel Shaping i progettisti dimostrano ancora una volta che c'è sempre qualche possibilità in più di migliorare la capacità del profilo di mantenere la forma. Vale la pena notare che anche il sistema CCB 3D Shaping sviluppato da BGD e Supair dovrebbe anch'esso prevenire allungamenti della forma..

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

ADVANCE

BIPRO 3

Dopo molti anni di sviluppo, una nuova selletta è stata disegnata per i piloti di biposto. Più comoda, leggera e semplice. Disponibile in Aprile. h t t p : // w w w . a d v a n c e . c h / i n d e x . php?id=872

FEBBRAIO 2018:

dal 2 al 4 febbraio 2018 si terrà una fiera completamente diversa rispetto a Termikmesse, alla Stubai Cup e anche rispetto alla Coupe Icare: l'EPC (European Paragliding Convention) che si terrà in 2000 m2 nella sala conferenze Europa park Rust Conference, vicino a a Starsburgo e alla Svizzera. Un buon sistema per attrarre visitatori dalla Francia e dalla Svizzera.

Foto: 'Confertainement' Europapark Rust

EPC, ANCORA UNA NUOVA FIERA ...

E' un'iniziativa di Guido Reush, segretario generale della PMA. www.epc.aero

14 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


TRENDS 2017

LA CHASECAM DI SKYDROPS la telecamera inseguitrice è ora disponibile anche per il modello GoPro Hero 5. Il sistema è abbastanza innovativo, essendo aprova di colpi e piuttosto flessibile, a differenza di tutti glia altri modelli di camera inseguitrice. Prezzo 149 € http://www.skybean.eu/chasecam

EXPLORE BEYOND

The VITA2 is definitely the best entry B that we've seen. It offers the exact combination of safety, performance and stability to support developing pilots.

www.ad-gliders.com

Mark Rossi Flight Instructor Cloudbase Paragliding Australia


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

GUIDA AI DECOLLI EUROPEI Questo nuovo libro raccoglie più di 10.000 decolli ed atterraggi in Europa, fornendo le coordinate GPS e altre informazioni di ciascun sito. E' utilissimo, in particolare a chi piace viaggiare e ricercare luoghi di volo nei paraggi. Direttamente dall'editore: http://cloudbase-media.de/home/

Il prossimo obbiettivo: laggiù, verso l’orizzonte!

I nostri CHILI sono ormai una classe a se. Nessuna altra vela di classe B offre un handling bilanciato, alte prestazioni e cosi tanta efficienza in termica. E in questa quarta generazione abbiamo migliorato tutto in modo evidente. Semplicemente migliore. Provatela e lasciatevi stupire dalle sue qualità nel cross country. Burkhard Martens, XC-legend – 411km distanza libera con CHILI4

skywalk.paragliders skywalkparagliders

www.skywalk.info

Photo: Konrad Görg

PURE PASSION FOR FLYING


ICARO GRAVIS

UNA VELA PER TUTTI

GRAVIS - DATI TECNICI Produttore: ICARO Web: icaro@icaro-paragliders.com ANNO DID USCITA DEL MODELLO

Il Gravis si posiziona “al cuore dell'EN B” ed è senza dubbio correlata ad un altro trend del 2017: non andare ai limiti della certificazione, specie in questa categoria così importante. Il Gravis è progettatomper il volo in termica e cross, sarà accessibile anche ai principianti. Raccoglie le moderne tecnologie come lo SharkNose, i mini ribs e il Double 3D Shaping http://icaro-paragliders.com/

17 | 2017/N°2

TAGLIA [m ] 2

2016 XS

S

CASSONI

M

L

XL

40 + 38

SUPERFICIE IN PIANO [m2]

22

24

26

28

30

APERTURA ALARE IN PIANO [m ]

11

11,4

11,7

12

12,4

2

ALLUNGAMENTO IN PIANO PESO IN VOLO [kg] PESO DELLA VELA [kg]

5.2 55-75

65-90

80-105

90-115

100-130

4.1

4.3

4.5

4.7

4.9

CERTIFICAZIONE

EN-B

Prezzo [€]

3 700

@FreeAeroMag

www.free.aero


TRENDS 2017

Icaro fornisce le esatte caratteristiche di ciascun modello.

Le magliette sono disponibili nel colore navy e rosso.

18 | 2017/N°2

Nuovi accessori da Icaro: lo zaino con un sistema che dovrebbe garantire un'adesione sicura alla schiena e che è molto comodo.

@FreeAeroMag

www.free.aero


TRENDS 2017

PROFLY

OVUNQUE Micheal Nesler, progettista per alcune case produttrici tra cui Swing e la stessa Profly, inventore del sistema RAST è diventato progettista anche per il progetto della nuova missione sul pianeta Marte. Ha progettato un paracadute che si apre a diversi livelli, permettendo un atterraggio sicuro. Un interessante mix di tecnologia che speriamo diventi utile anche per sviluppare nuove tecnologie per i parapendio. www.profly.org

19 | 2017/N°2

@FreeAeroMag


Foto: swing

SWING

RAST 2.0 Alla fiera Termikmesse, il progettista Swing Michael Nesler ci ha parlato degli aspetti positivi del RAST e dello sviluppo della sua seconda versione nei prossimi progetti. Abbiamo già spiegato il principio di funzionamento nel test del Mito, in un articolo precedente. Un altro vantaggio che andrà ad aggiungersi: in decollo, la vela sale bene, ma non sorpassa mai il pilota perchè la vela si gonfia progressivamente. Il profilo assume una forma ad S, conferendo autostabilità come nel sistema del profilo reflex.

UPPER SECTION

Si tratta di un sistema sorprendente scoperto da Swing durante l'utilizzo delle vele: quando si decolla con vento alle spalle, siccome la vela rimane sopra il pilota invece che sorpassarlo, l'angolo di attacco rimane alto, permettendo un decollo molto più rapido.

21 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


Foto: swing

Chiaramente visibile: la parte posteriore si riempie con un po' di ritardo e il rinforzo del RAST svolge il suo ruolo.

La seconda versione del RAST ha valvole; la parte posteriore della vela rimane gonfiata in modo migliore dopo una chiusura.

Micheal Nesler spiega il decollo piĂš rapido, anche con vento alle spalle, grazie all'effetto di un profilo reflex.

Tra le vele equipaggiate con questo sistema troviamo l'EN B (quasi A) Arcus RS, la vela da montagna Apus RS e perfino la vela da speed flying Mirage RS. www.swing.de

22 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


Lo speedflyer Mirage RS con il RAST. Foto: Christian Arets. Vela da montagna, l'Apus RS con il RAST è chiaramente visibile grazie alla trasparenza della vela.


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

INDEPENDENCE TENSING Independence, che è una società gemella della Skyman, sta per immettere sul mercato una nuova versione del casco hitec. La vela per principianti Cruise 4 è anch'essa pronta. Il Tensing sarà disponibile presto: una versione più robusta, e dunque più per tutti, rispetto alla Sir Edmund della Skyman. www.independence.aero

Sopra: Stefan Kurrle, patron di Independence/Skyman, nel 1989 ai comandi di una monosuperficie il cui progetto venne poi abbandonato. Pesava 9.5 kg!

Il Tensing sarà identico allo Sir Edmund di Skyman, ma realizzato in Doko 20, dunque più robusto.

24 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


NIVIUK SKIN 2


Come tutte le monosuperfici, sale da sola anche con una minima bava di vento. Vale la pena notare che l'orientamento leggermente diagonale di alcuni pannelli di tutte le Skin 2, costituiscono senza dubbio una componente molto importante del progetto.

NIVIUK SKIN 2 Nella serie Skin 2 il tandem è uscito per primo, una macchina incredibilmente leggera (3.3 kg) facile da usare e con ottime prestazioni per una monosuperficie. In aprile, le altre taglie 16, 18 e 20 saranno disponibili per i piloti, certificate EB B (la 18 è già certificata) - come sempre ci sarà la versione normale che pesa attorno a 2.5 Kg. - ed una versione light, che pesa attorno a 2 Kg.

27 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


NIVIUK

Una Skin 2 P: la piccola piuma stilizzata nell'estradosso contrassegna la versione light.

Una BiSkin 2 di Niviuk sopra Monaco.

Leggi il nostro test della Niviuk Bi Skin 2 P che abbiamo pubblicato questo inverno:


NIVIUK HOOK 4 P L'Hook 4 P: impressionante riduzione del peso di oltre 1.5 Kg. Fornisce chiaramente una migliore maneggevolezza.

HOOK4 P - DATI TECNICI Produttore: NIVIUK Web : http://www.niviuk.com/ TAGLIA [M2]

21

23

25

27

CASSONI

52

52

52

52

SUPERFICIE IN PIANO [M ] 2

APERTURA ALARE IN PIANO [M2] ALLUNGAMENTO IN PIANO PESO IN VOLO [KG]

29 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

21

23

25

27

10,65

11,15

11,62

12,08

5,4

5,4

5,4

5,4

55-70

65-85

80-100

95-115

PESO DELLA VELA [KG]

3

3,25

3,6

3,85

CERTIFICAZIONE

B

B

B

B

www.free.aero


NIVIUK IKUMA P

L'Ikuma P segue le tendenze moderne: una versione leggera di un modello che è già affermato.

IKUMA P - DATI TECNICI Produttore: NIVIUK Web : http://www.niviuk.com/ ANNO DID USCITA DEL MODELLO

2016

TAGLIA [M2]

21

23

25

27

CASSONI

57

57

57

57

SUPERFICIE IN PIANO [M2] APERTURA ALARE IN PIANO [M2] ALLUNGAMENTO IN PIANO PESO IN VOLO [KG] PESO DELLA VELA [KG] CERTIFICAZIONE EN/LTF Prezzo [€]

21

23

24,5

26,5

10,94

11,45

11,82

12,29

5,7

5,7

5,7

5,7

55-75

65-85

80-100

95-115

3,3

3,5

3,7

3,9

B+

B+

B+

B+

3 950

3 950

3 950

3 950


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

SKYWALK

CHILI 4

L'attesissimo Chili 4 è disponibile. Questo EN B avanzato, progettato soprattutto per l'XC ha, tra le altre cose, una migliore pressione interna grazie allo SharkNose e a miglioramenti della struttura. Le prestazioni sono aumentate, i comandi sono molto precisi e comodi ed è molto più bilanciata e calma in turbolenza.

CHILI 4 - DATI TECNICI Produttore: Skywalk Web : https://skywalk.info/project/chili4/ Mail: info@skywalk.info ANNO DID USCITA DEL MODELLO XXS

XS

S

M

L

CASSONI

57

57

57

57

57

SUPERFICIE IN PIANO [m2]

21,39

24,59

26,40

28,28

30,23

APERTURA ALARE IN PIANO [m2]

10,99

11,79

12,21

12,64

13,07

ALLUNGAMENTO IN PIANO

5,65

5,65

5,65

5,65

5,65

PESO IN VOLO [kg]

55-77

70-95

85-105

95-115

105-135

4,9

5,2

5,5

5,8

6,1

B

B

B

B

B

PESO DELLA VELA [kg] CERTIFICAZIONE Prezzo [€]

Foto: Tristan Shu

2016

TAGLIA [m ] 2

3 750


TRENDS 2017

SKYWALK

MESCAL 5

Foto: Tristan Shu

l'EN A Mescal 5 sarĂ disponibile dagli inizia di Aprile. I miglioramenti piĂš importanti sono: - SharkNose e double 3D Shaping - precisione nei comandi - Prestazioni - cordini in Liros incalzati sino in cima.

free.aero MAGAZINE


FLYMASTER

Il produttore portoghese sta lavorando ad un nuovo variometro completamente diverso dagli altri per la grafica dello schermo: il nuovo strumento, chiamato LS, ha un display con pixel fissi, con solo una piccola parte che usa i pixel, ad esempio per disegnare una curva. Ricorda il display del Brauninger IQ-One. Avrà un prezzo moderatamente basso, che ancora non è stato reso noto. https://www.flymaster-avionics.com/

33 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

SKYTRAXX FANET

In autunno la Skytraxx offrià una nuova opzione per i suoi strumenti . Il FANET è una comunicazione radio peer to peer che permette agli strumenti dei piloti di comunicare tra di loro, sia per sicurezza che per condividere la posizione delle termiche. https://www.skytraxx.eu/News/FANET

Una spiegazione del FANET data dal produttore: le trasmissioni sono possibili, ma non obbligatorie.

34 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


GIN

PEGASUS PER TRIKES

La vela facile per paramotore basata sul http://gingliders.com/paramotoring/ Bolero 5 può essere usata come EN A per pegasus/ volo libero. Ora è disponibile in taglia 34 con peso in volo da 115 a 240 Kg.

free.aero MAGAZINE NOTA DELL'EDITORE _______________________________________________

NOTA DELL'EDITORE

PEGASUS - DATI TECNICI Produttore: GIN Web: http://gingliders.com/paramotoring/pegasus/ ANNO DID USCITA DEL MODELLO

2015

2015

2015

2015

2015

2016

TAGLIA [m ]

22

24

26

28

30

34

CASSONI

36

36

36

36

36

36

2

SUPERFICIE IN PIANO [m ]

22.22

24.12

26.26

28.50

30.83

34

SUPERFICIE PROIETTATA [m2]

19.29

20.94

22.80

24.74

26.76

29.50

APERTURA ALARE IN PIANO [m2]

10.30

10.76

11.23

11.70

12.16

12.77

4.8

4.8

4.8

4.8

4.8

4.8

PESO IN VOLO [kg]

55-75

65-85

75-95

85-105

95-115

105-130

PESO IN VOLO CON PARAMOTORE [kg]

65-110

75-120

85-130

95-140

99-160

115-240

2

ALLUNGAMENTO IN PIANO

PESO DELLA VELA [kg]

5.0

5.3

5.5

5.8

6.2

6.8

EN/LTF A

EN/LTF A

EN/LTF A

EN/LTF A

EN/LTF A

EN/LTF A

CERTIFICAZIONE (PARAMOTORE)

DGAC

DGAC

DGAC

DGAC

DGAC

DGAC

PREZZO [€]

3 000

3 000

3 000

3 000

3 000

3 000

CERTIFICAZIONE

35 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

il peso totale in volo da 115 a 240 kg rende possibile l'uso con una vasta gamma di trikes. Questo è il trend attuale: sempre più piloti, e non solo quelli più anziani, stanno sempre più scoprendo i vantaggi del volo in paramotore con il trike. Nonostante la tendenza sia quella di ridurre i pesi dei motori per decollo a piedi, al mattino, con vento nullo dopo un paio di tentativi a vuoto, il pilota si stanca presto di mettere in pericolo la sua sicurezza, in quanto anche i suoi movimenti diventano meno precisi. Un trike evita questo problema e rende molto facile il decollo, specie se è comodo, potente e, di conseguenza, pesante. Inoltre, la combinazione di molta potenza con alto carico alare in una taglia ragionevole come questo 34, riduce i problemi tipici del trike quando aumenta il vento.

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

GIN

YETI XTREM 2 Una nuova versione della Yeti Xtrem: Gin ha ridotto il peso di circa la metà per raggiungere 270 g. mantenendo comunque una buona longevità e grande comodità. http://gingliders.com/

Le regolazioni delle fettucce in Dyneema.


TRENDS 2017

NEO

X-FLY Dopo le vele da speedriding, Neo ha prodotto unna vela da speedflying in 5 taglie, da 9 a 18 m2 per coprire, per quanto possibile, tutte le discipline: decollo a piedi, soaring, decollo con gli sci e speedriding in contatto con il terreno. Da principianti ad esperti certificazione: test di carico 8 G taglie: 9- 11- 13 – 16 -18 tessuto principale: Skytex con spalmatura doppia 42 g

Photos: www.flyneo.com

www.flyneo.com


Foto: Grundhammer

free.aero MAGAZINE

SKYMAN

MONO PEAU La Sir Edmund di Skyman è certificata in EN B. la taglia 20 pesa solo 1.58 Kg. Anche le altre taglie sono certificate En B, così come il tandem di 35 m2. Un cassone centrale, ed altri due piccoli cassoni alle estremità alari sembrano essere sufficienti. La velocità massima è di 40 Km/h http://www.skyman.aero/fr/

SIR EDMUND - DATI TECNICI Produttore: SKYMAN Web: http://www.skyman.aero/de/gleitschirme/sir-edmund.html Mail: info@skyman.aero TAGLIA [m2]

17

20

CASSONI SUPERFICIE IN PIANO [m2]

23

26

35

39 17

20

23

26

35

SUPERFICIE PROIETTATA [m2]

14.23

16.17

19.25

21.76

29.30

APERTURA ALARE IN PIANO [m2]

9.44

10.06

10.98

11.67

13.54

ALLUNGAMENTO IN PIANO

5.24

5.24

5.24

5.24

5.24

PESO IN VOLO [kg]

60-85

70-100

85-115

100-130

140180

PESO DELLA VELA [kg]

1.45

1.58

1.78

1.99

2.62

EN/LTF B*

EN/ LTF B

EN/LTF B*

EN/LTF B*

EN/LTF B*

CERTIFICAZIONE *Pending

38 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


Foto: Markus Grundhammer

Markus Grundhammer dopo una notte in bivacco, con il Sir Edmund nella sua versione definitiva, che ha solo un cassone al centro.


TENDANCES 2017

GARMIN INREACH l'Inreach- Delorme è stata acquistata dalla Garmin. Tutto ciò che abbiano descritto sino ad oggi sul principio di funzionamento Delorme rimane valido ma i nuovi strumenti, che saranno presto disponibili, saranno integrati nell' “Explorer +” che ha tutte le funzioni di un normale GPS con mappe topografiche. Grandezza: 6.8 x 16.4 x 3.8 cm Peso: 213 gr Resistenza all'acqua: IpX7 Schermo: 200 x 265 pixels Prezzo: tra i 450 ed i 500 € a seconda della versione. www.garmin.com Ecco dove si trova il nostro test dettagliato sul sistema Delorme: h t t p : / / w w w. f r e e . a e r o / i t / c o n t e n t s H T M L / strumenti/?page=26

voler.info MAGAZINE


TRENDS 2017

AIR-SPORT TRA 160 E 320 KG Un'azienda polacca, che produce in Europa con prodotti europei (Skytex/Liros/ Peguet) vende, tra le altre cose, il nuovo biposto Halny, di 42 m2 per paramotore e parapendio, ma è certificata solo DGAC. Peso totale in volo: 160-320 Kg! Prezzo 3.500 € http://air-sport.pl/

SEA

TRA 1380 -15060 € ! Il produttore ucraino SEA vende il versatile “SR” con profilo semi reflex,p per velocità elevate come slalom ed acro. I comandi sono in 2D (uno per la linea centrale e uno er l'esterno) Il prezzo è un fattore decisivo: tra 1380 € 1560 € a seconda della taglia (19-25). https://www.facebook.com/seaukraine/

41 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

ELETTRICO

EXOMO

Il produttore dei motori elettrici Exomo, George Blottin, vuole piazzare i suoi prodotti nel mercato dei motori elettrici (batteria, motore, supporto) facilmente adattabili a qualsiasi telaio. Possono essere montati “senza alcuna cognizione tecnica”n con una connessione “plug and play”. Secondo la Exomo, le batterie di alta qualità permettono migliaia di cicli di ricarica e permettono voli di un ora con una macchina di 30 kg (20 HP e 60 chili di spinta). http://aeronature.com/

Sopra, il modello integrale. Un Exomo basico di 15 kW come sulla destra, con una batteria da 45 Ah, costa 11.430 €.


TRENDS 2017

free.aero MAGAZINE

LA MONOSUPERFICIE DI YVES PARLIER Yves Parlier è un rinomato velista francese che ha messo alla prova la sua ingegnosità più di una volta, ad esempio riparando da solo l'albero in carbonio della sua barca mentre partecipava alla Vendeé Globe, costruendosi un forno con tutto ciò che poteva avere a disposizione in barca. Per dieci anni, ha rivolto tutte le proprie energie in un sistema rivoluzionario per il trasporto marino: vele di kite per muovere navi, da quelle più piccole a grandi portacontainer. Yves che è un pilota di parapendio, ha fatto i propri esperimenti con progetti di monosuperficie. Per maggiori info sul progetto:in collaborazione con Porcher Sport: h t t p : // w w w . b e y o n d - t h e - s e a . c o m / beyond-the-sea/concept-projet/


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

777 TRIPLE SEVEN QUEEN 2, KNIGHT E DLIGHT Il Queen 2 /EN LTF C) ha prestazioni migliori, specie in termica, grazie a modifiche nel profilo L'allungamento è solo leggermente maggiore, ma ha più cassoni addirittura dell'EN D King. I dati tecnici non sono ancora pubblici, ma ci saranno quattro taglie per pesi in volo da 65 a 125 Kg. Il Knight è il nuovo EN B basico, con dettagli molto sofisticati come i mini ribs, lo SharkNose e aperture ottimizzare nei rinforzi. Ol D-Light è la prima vela leggera della 777. Pesa solo 2.7 Kg in taglia S ed è certificato EN A Il Team 777 ha un nuovo membro, già pilota competitore, Mads Syndergaard che ha lasciato UP dopo 14 anni per dar man forte al team dei fratelli Valic. http://777gliders.com/

Mads Syndergaard

44 | 2017/N°2

KNIGHT

@FreeAeroMag

www.free.aero


QUEEN 2

777 TRIPLE SEVEN D-LIGHT


TRENDS 2017

KORTEL

MOLTO FLESSIBILE Kortel ha lanciato due sellette che sono assai facili da adattare a qualsiasi forma del corpo. La “K-Flex” può essere adattata a passeggeri (o piloti) da 1,50 m a 2 m. il Kid può essere adattato a bambini da 0.80 m a 1.5 m. Entrambe le sellette permettono regolare: - la profondità della seduta; - l'altezza dei unti d'attacco; - la lunghezza dello schienale; - l'inclinazione dello schienale.

di

Entrambi i modelli sono dotati di sistema antidimenticanza. Il K-Flex possiede una protezione con airbag ed il Kid ha invece la protezione in schiuma. Prezzo: K-Flex 585 €, Kid 430 € http://www.korteldesign.com/

46 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

AIR DESIGN Anche Air Design è stato un precursore del “light” ma ciò non ferma ovviamente la produzione di vele con materiali robusti. Un esempio visibile è sui rinforzi della monosuperficie UFO. In più, il lavoro sulla monosuperficie biposto è in fase avanzata. Secondo l'Air Design nel corso di un load test (tirato da un veicolo laboratorio), la pista è stata troppo corta per distruggere la vela. La forza massima è stata di 2 tonnellate, che corrispondono ad un peso massimo in volo di 247 kg. www.ad-gliders.com

Air Design è lo sponsor principale del sito “hikeandfly.info” dove ognuno può descrivere una giornata di hike & Fly caricando un file KML della passeggiata e del volo. C'è anche un'app IOS ed Android (in tedesco) in modo da poter facilmente vedere le uscite in una data area. Al momento, il sito è in lingua tedesca, ma ha un buon potenziale. www.hikeandfly.info

47 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


DUDEK CODEN PRO Le tre taglie del Coden Pro sono state certificate secondo l'ultima versione delle norme CCC.

48 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


DUDEK COLT 2

Il Colt si è sviluppato: ha lo SharkNose e tutta le tecnologia della vela da competizione Coden, oltre che un profilo reflex. Rimane una C, ma allo stesso tempo ha performance ed agilità di una D. http://www.dudek.eu/en/

49 | 2017/N°2

COLT 2 - DATI TECNICI Produttore: DUDEK Web : http://www.dudek.fr/coltxx/ Mail : info@dudek.fr TAGLIA [M2]

23

25

SUPERFICIE IN PIANO [M2]

23.20

25

APERTURA ALARE IN PIANO [M ]

11.99

12.45

CASSONI 2

27.20

30

12.99

13.64

95-115

110-135

6.25

6.20

PESO IN VOLO [KG]

65-90

80-105

PESO DELLA VELA [KG]

5.20

5.55

@FreeAeroMag

30

61

ALLUNGAMENTO IN PIANO

CERTIFICAZIONE

27

C

www.free.aero


TRENDS 2017

SKY

PARAGLIDERS L'Exos è un En C realizzato con Skytex 32. In taglia M peas solo 4.05 kg Lo Zorro è una vela completa con profilo reflex per piloti intermedi ed esperti. http://www.sky-cz.com/

free.aero MAGAZINE


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

PIOUPIOU NUOVA VERSIONE A la nuova versione del Piou Piou sarà disponibile dalla metà del 2017. Sarà anche più internazionale grazie alla comunicazione GSM potrà infatti lavorare in tutto il mondo. L'inventore, Nicolas Baldeck, ha viaggiato in molte fiere, come il CES a Las Vegas. http://pioupiou.fr/en/specs

NOTA DALL'EDITORE

free.aero MAGAZINE

___________________________________________________________________________________________________________________________________________

Il PiouPiou è un'invenzione eccellente, al fine di rendere disponibili a chiunque le informazioni sul tempo in tempo reale, anche quelle del più piccolo sito di volo. Si può chiaramente vedere una mappa della Francia con i numerosi decolli che sono forniti di un sistema. Adottando il sistema GSM al posta del SIGFOX il prodotto diventerà molto più universale, ma anche più costoso. Nel corso del nostro primo test nel 2013 costava 199 € Adesso costa 650 € ma con possibile costo di noleggio di 25 € al mese. Per un pilota è costoso, ma per un club, anche piccolo, è un prezzo accessibile, cosa assai poco costosa per gli iscritti al club che in questo modo possono avere informazioni precise sul vento in decollo, evitando a volte di dover fare costosi viaggi a vuoto.


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

ITV BOXER 2

in ITV è stato progettato un nuovo modello del Boxer. Il boxer 2 sarà presto disponibile, ha prestazioni molto migliorate (efficienza 9.5 invece che 7) è più facile nel gonfiaggio, ha molta stabilità ed è indirizzato ad uso scolastico, sia in parapendio che paramotore. Certificato EN A/DGAC. Avrà un leggero SharkNose e tre linee (e mezza9 invece che quattro. ITV sta anche lavorando ad un atteso monosuperficie, il Siam 2 (vedi la foto) , che sarà lanciato quest'estate. L'obiettivo: a metà della classe En C con efficienza 11+ velocità massima 58 km7h ad efficienza 10.5, allungamento 6.4. C'è stato un rosso cambiamento in azienda, che è stata acquistata dal progettista ex competitore Mika Regner, che già vi lavora.. Il predecessore Heniu Dyduc non va comunque in pensione: rimarrà a capo del laboratorio test francese “aerotest” (con il DHV uno dei più vecchi in Europa). ITV esporta in 57 paesi è è molto nota nel campo del paramotore. www.itv-parapentes.com/

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

TREKKING

BIRD

Il nuovo Bird di trekking è stato certificato En B. E' più performante del Senso Sport. In raffronto al Senso Sport ha il 15% dei cordini in meno.

Produttore: TREKKING Web : http://www.trekking-parapentes.fr/index.php/en/ ANNO DID USCITA DEL MODELLO

2016

TAGLIA [m2]

XS

CASSONI

45

SUPERFICIE IN PIANO [m2]

22

S

SM

M

ML

L

45

45

45

45

45

23.5

24.75

26

27.25

28.5 12.32

Trekking ha realizzato i rinforzi del bordo d'attacco in Policomposito, un materiale che memoria di forma ed è resistente allo sporco, a differenza del Polyamide.

APERTURA ALARE IN PIANO [m2]

10.83

11.20

11.48

11.75

12.05

ALLUNGAMENTO IN PIANO

5.33

5.33

5.33

5.33

5.33

5.33

I prezzi in catalogo sono di € 3800, ma il prezzo di lancio è 2950 € fino al 30 aprile.

PESO DELLA VELA [kg]

http://www.trekking-parapentes.fr/

Foto: Trekking

BIRD - DATI TECNICI

PESO IN VOLO [kg]

CERTIFICAZIONE Prezzo [€]

50-75

60-85

70 - 95

80 - 105

90 - 115

100 125

4.8

4.8

4.8

4.8

4.8

4.8

EN926-1

ENLTF B

EN926-1

ENLTF B

EN926-1

ENLTF B

3 800

3 800

3 800

3 800

3 800

3 800


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

HANNES PAPESH LANCIA IL PHI E' nata una nuova azienda. Hannes Papesh lascia Advance e fonda la Phi. Hannes Papesh, 51 anni, progettista di parapendio. Il fatto che egli stesse indossando una delle sue magliette preferite il giorno che lo abbiamo incontrato è stata solo una felice coincidenza, di cui siamo stati molto lieti.

Φ

o “Phi” è il nuovo marchio creato da Hannes Papesh, un progettista che ha giocato un ruolo rilevante nella storia del parapendio. La sua carriera inizia nel 1988 quando, giovane studente, ha assemblato il proprio parapendio. Per metterlo a punto ha scritto un programma al computer che girava nel Commodere 128. Il nucleo centrale del programma, ancora oggi, è parte importante dei moderni programmi di progettazione. Il profilo è stato una mini rivoluzione con il naso in parte chiuso e le bocche che guardavano verso il baso. Poi Hannes ha realizzato il Comet CX: facile ma con grande performance, tanto che alla Stubai Cup del 1989 questa vela ha superato il modello altamente performante Ailes de K Trilair.

Primo prototipo del 1988, fatto in casa.

54 | 2017/N°2

La prima vela di Hannes in Nova: il CXC, una versione migliorata del CX.

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

Peter Mack, uno dei soci in Phi.

QUINDI ANNI DOPO: CFD Quindici anni fa, Hannes Papesh ha introdotto nel mondo della progettazione dei parapendio la tecnica digitale CFD (Computational Fluid Dynamics) per calcolare e simulare in dettaglio il flusso dell'aria attorno al profilo. Provenendo da un'industria di automobili, Peter Mack, è stato uno specialista di questo genere di progettazione. Nelle immagini del 2007 si può vedere la visualizzazione attorno al Nova Ra, inclusa la fase paracadutale. Hannes Papesh usa sempre questa tecnologia quando progetta. Detto questo, il CFD non è indispensabile per realizzare modelli di parapendio altamente performanti: i progettisti di Ozone, ad esempio, non lo utilizzano. Ecco alcune informazioni che abbiamo già pubblicato nell'articolo “making of”.

Mike Kung, test pilot e socio nella Phi. 55 | 2017/N°2


TRENDS 2017

Papesh è stato in Nova per più di vent'anni: il Phantom uscì nel 1991 e Urs Haari ha fatto un volo di 200 km con tale vela. Poi venne il Phocus che sorprese tutti, essendo una vela facile, intermedia, ma altamente performante. Una caratteristica principale è sempre stata il marchio di fabbrica di Hannes Papesh: vele abbastanza accessibili, ma con buone prestazioni, specie nella nicchia En B. il Mentor di Nova è un buon esempio. Nel 2012 quando Thomas Ripplinger ha lasciato Advance, Hannes Papesh ha iniziato una collaborazione tra Nova ed Advance, in particolare importando il suo software di progettazione ed il suo supporto. Nel marzo 2014 ha lasciato Nova ed è entrato in Advance. Tre anni dopo, nel marzo 2017, ha lasciato Advance per fondare Phi. Phi ha le iniziali di Papesh Hannes, come nei modelli Philou, Phantom e Phocus. Phi è anche il simbolo della “sezione aurea” detta anche “proporzione divina”, presente con la sua armoniosità nell'arte e nella natura. Un prototipo di Papesh datato inverno 2015-2016: 90 cassoni per un EN A/EN B

PHI, THE "DIVINE SECTION"

Hannes ha giocato un ruolo importante anche agli inizi dell'Hike & Fly: nel 2007 quando le piccole vele erano “speedriding”, ha lanciato la Ibex, il primo piccolo parapendio in grado di termicare in modo efficace.

Hannes Papesh nel corso di un'intervista con oggetto la Phi: chiaramente c'è molto lavoro da fare per iniziare di nuovo a divertirsi.

Hannes sarà senza dubbio più felice nell'aver trovato la propria indipendenza, libero dalla scala gerarchica di una grande azienda. Questo progettista è ben noto per la sua apertura mentale e per la gentilezza ma anche per il suo amore nel perseguire un'idea senza essere frenato da nulla, a parte i limiti tecnici. Nella società Phi sono soci anche Peter Mack, proprietario dell'azienda di fabbricazione in Ungheria e del marchio Evotec (paracaduti Companion), Mike Kung e la compagna di Hannes, Franziska Bucher. Il primo prodotto, senza dubbio sarà un EN B basico ed un EN B performante sarà invece pronto per la prossima Coupe Icare. Hannes lavorerà anche ad un progetto per un EN A / EN B con più di 100 cassoni, che ha iniziato a realizzare nell'inverno 2015-2016. na progetto che dovrebbe essere stato concepito in Nova e dal progettista Phillip Medicus, un nicchia di mercato occupata dall'estate 2016 con il Phantom, di 99 cassoni. Sembra, ad oggi, che Hannes non sia ancora soddisfatto, in questo progetto, della velocità che aveva in mente di ottenere. Ora con la Phi “PH” avrà tutta la libertà di dedicarvisi.

56 | 2017/N°2

@FreeAeroMag


Foto: Aircross

TEST

AIRCROSS U-CRUISE


Aircross U-Cruise in taglia M (75-100 kg) portata 93 Kg. Foto: Aircross

L'U Cruise di Aircross è progettato per una gamma di piloti ambiziosi e per piloti competitivi che vogliono avere il massimo della comodità di una vela En B, ma che sia veloce e che abbia buone prestazioni. Invero, Conrad Gorg, il proprietario di Aircross ha volato ben 446 Km con la stessa vela che noi abbiamo provato. di Estéban Bourroufiès


COSTRUZIONE Non è esattamente una vela leggera: 5.8 Kg per l'U Cruise M che abbiamo testato caricata a 93 Kg, nella gamma di peso da 75 a 100 Kg. E' chiaramente una vela costruita per esistere nel tempo. Sotto questo profilo, ricordiamo che AirCross offre gratuitamente, per ciascuna vela comprata nuova un'assicurazione a copertura di tutti i rischi di quattro anni, che copre tutte le riparazioni, anche dopo un atterraggio in pianta, ad esempio. L'U-Cruise è stata progettata dal team di sviluppo e ricerca Aircross con a capo Paul Amiel, che non ha bisogno di presentazioni. Sono state messe assieme le esperienze decennali delle migliori tecnologie disponibili quali ad esempio uno SharNose molto pronunciato. Konrad Gorg, proprietario di AirCross ha preso attivamente parte allo sviluppo. E' stato colui che ha dimostrato il potenziale con il volo di 446 Km in Brasile. Il fascio è molto arioso, cosa necessaria per una buona performance e velocità.

Foto: Estéban Bourroufiès

Foto: Aircross


free.aero MAGAZINE

Il tessuto è in Skytex 38g/m2 combinato con Dominico D20 35/m2 e la fattura è più pesante di un Light. Foto S. Burkhardt

GONFIAGGIO, DECOLLO la vela sale in modo dolce e progressivo e si ferma con il giusto angolo d'attacco. E' veramente un piacere giocarci. In decollo è facile in modo sconcertante. Per quanto riguarda la corsa in decollo , la vela inizia a portare non appena si accelera, ed ha un'ottima portanza. GIRO IN TERMICA si gestisce bene in termica. Si possono adottare diverse tecniche di virata adattandosi alle condizioni.

Una bretella semplice e fascio minimalista: veloce e facile in decollo.

Il giro piatto, con poca inclinazione, richiede un certo raggio di virata, ma funziona molto bene. Se il pilota desidera stringere la virata, può premere in modo più deciso sul freno interno e correggere con l'esterno. La vela assume un angolo di virata che è perfettamente ragionevole quando gira stretta, ma mantiene le sue prestazioni e la sua maneggevolezza. La vela reagisce abbastanza bene quando entra in termica ed attraversa il core. Rimane efficiente anche quando si muove nel beccheggio, grazie anche alla corsa dei freni. 60 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

La vela si comporta molto bene quando si provocano piccole chiusure, tende un po' più a girare in caso di grandi chiusure. La foto è tratta da un video: Esteban Bourroufies

L'U-Cruise è piacevolissima in termica, puoi chiederle di fare qualunque cosa, ed essa lo farà COMPORTAMENTO Rimane bella solida e compatta, senza alcuna tendenza a distorcersi. In rare occasioni solo le estremità alari si muovono, ma senza alcun tipo di influenza nella gestione. ACCELERATA In volo accelerato mantiene una buona planata La vela rimane stabile sopra la testa e non ho notato alcuna tendenza alla chiusura anche quando ho attraversato termiche. Di contro, devo dire che non ho avuto l'occasione di testarla profondamente per lungo tempo in aria difficile con l'acceleratore premuto.

Video di Estéban Bourroufiès https://youtu.be/TaAD1qq5dZs

GRANDI ORECCHIE Le orecchie sono stabili. Si riaprono da sole ma potenzialmente potrebbero richiedere un colpetto di freno per finire di aprirsi nelle estremità alari. CHIUSURE nelle piccole chiusure la vela non sembra affatto avere tendenza a girare. Spesso si riapre da sola, qualche volta richiede un aiuto per la riapertura.

61 | 2017/N°2

Questo strano rinforzo nello stabili, che ne dà l'intero profilo, secondo il produttore è per dare una piacevole funzione estetica.

@FreeAeroMag

www.free.aero


Un interno abbastanza sofisticato

Di contro in chiusure grandi e violente, la vela può sprofondare in modo significativo con un grande angolo. BASSA VELOCITA' E' un punto di forza. Le basse velocità sono un pregio: ho ridotto davvero molto la velocità pur mantenendo la volabilità. La vela rimane facile da gestire anche a basse velocità. Inoltre è l'ideale per i top landing! L'unica nota negatiova: può essere difficile metterla a terra. STALLO Entrare in stallo è molto fisico e richiede molto tempo per la sua tendenza continuare a volare a basse velocità che, alla fine è una nota molto positiva. Nel corso dello stallo, si può mantenere la vela stabile andando indietro. In uscita, vuole tornare a volare normalmente . A seconda di come è gestita, beccheggia in aventi con diverse ampiezze.

62 | 2017/N°2

COMPARAZIONE DI PRESTAZIONI In aria calma (niente termiche, con venti di più o meno 5 km/h) abbiamo condotto i test due volte ottenendo gli stessi risultati. VELOCITA' DI TRIM abbiamo confrontato diverse vele e le velocità a trim erano praticamente identiche. Il test è stato condotto, tra le altre con la Niviuk Ikuma 23, che era un po' più piccola. Il pilota era al massimo carico. Con questa configurazione, la differenza nella planata è stata praticamente zero. Accelerati al 50-60% o comunque con una configurazione di accelerazione superiore al 50% le vele avevano la stessa velocità: all fine del traverso iniziato alla stessa altezza e stabili contro stabilo l'U-Cruise ha perso un pochino di più ed è arrivata un po' più bassa.

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

ACCELERATA AL 100% il meglio è venuto alla fine. Mentre le altre vele erano al massimo, l'U-Cruise era ancora al 50-60%. La velocità massima dell'U-Cruise, carrucola contro carrucola, è stata maggiore dell'Ikuma, nessun dubbio. Abbiamo scambiato i piloti dell'ikuma e dell'U-Cruise per ottenere la controprova: L'U-Cruise caricata a metà del range e l'Ikuma caricata al massimo peso. Qui, ancora una volta, l'U-Cruise ha dimostrato di avere una maggiore velocità ma l'Ikuma si è tuttavia dimostrata una vela più facile da gestire. CONCLUSIONI L'U-Cruise di AirCross è una vela omogenea, solida ed efficace in termica. Allo stesso tempo permette di volare alle minime velocità anche se mantiene una grande velocità massima: una caratteristica interessante per una vela con la quale si può aspirare a fare grandi distanze! Per quel che riguarda il tipo di pilota cui è diretta questa vela Aircross suggerisce: un pilota ambizioso, ma che disidera rimanere nella classe En B.

Buon comportamento a basse velocità è utile in termica ed anche nel fare il top landing.

63 | 2017/N°2


RECORD 446 KM SU UN EN B

Il proprietario di AirCross, Konrad Gorg, ha dimostrato l'efficacia di questo EN B U-CRUISE completando un volo di 446 Km in Brasile. Qui ci racconta la sua avventura ...


TRENDS 2017

A

utunno 2016 a Quixada è il posto ed il momento perfetto per i record. Le pianure e le colline ti permettono di decollare con buone termiche alle sette del mattino, il giorno è lungo ed il vento è forte .. con queste condizioni di pianura le difficoltà esistono solo in decollo ed atterraggio. In aria, la situazione è più calma di molte condizioni alpine, dove ho sperimentato condizioni molto più impegnative e turbolente. Nel corso del mio terzo viaggio in Brasile, ho voluto cimentarmi nel battere un record ufficiale con il mio U-Cruise. Ho dichiarato un goal a 425 km dal decollo. Gli amici che sono venuti a volare con me usavano, invece, dei due linee altamente performanti. Ho quindi dovuto volare in modo più aggressivo per conservare la stessa velocità.

Il volo di 446 Km nel sito web dell'XContest: https://www.xcontest.org/world/en/flights/ detail:konroo/1.11.2016/09:48 Volando in soaring sopra una collina nella pianura.

free.aero MAGAZINE


TRENDS 2017

In pianura, più che in montagna, volare in gruppo è utile per capire più velocemente le aree dove c'è termica. Anche alla Superfinale di coppa del mondo, per il medesimo motivo in condizioni simili i piloti stavano in gruppo.

Volare bin gruppo è utile in pianura, specie all'inizio del volo, quando le termiche sono deboli e la base è bassa. In decollo a Quixada c'era un vento di 40 km/h. La mia vela mi ha permesso di cavarmela in queste condizioni di difficoltà del decollo e la vela non si è scomposta così tanto come quelle i competition dei miei compagni di volo. Un ora di veleggiamento in attesa di agganciare la prima vera termica che mi ha portato a 1350 m. In base era chiaro che non sarei andato da nessuna parte rimanendo contro vento, così ho deciso di partire. Il mio motto: usa anche la più piccola bolla. Oltre a ciò, una linea dritta al goal con il vento da dietro. Dopo due ore ho fatto i primi 100 km ad una media di 50 km/h: sarebbe stata la giornata da record. Dopo aver passato il primo punto difficile a 120 km, c'è un cambiamento nella base, che si alza di 500-600 metri. Salendo a 2700 metri, si è aperta davanti a me una bella strada di cumuli. Grazie a dio! Sotto c'era il Roubada, una landa deserta dove non è una bella idea atterrare. Per i successivi 40 km non ho quasi mai girato. Dopo c'è stata una parte demoralizzante, il mio variometro ha iniziato a piangere e la terra si è sempre più avvicinata. Pietà! Per favore, non farmi atterrare a 300 km dal decollo con una velocità al suolo di 80 km/h. Poi è arrivata: il famoso salvataggio basso! A 280 m sopra il terreno, a – 6 o 7 m/s, una termica mi ha riportato a 3000. alle 16,30 circa, dopo 400 km di volo mi sono di nuovo incontrato con i miei amici che pilotavano vele da competizione. Abbiamo volato fianco a fianco mentre il sole ha iniziato a tramontare, sopra le palme. Avevo bisogno di ancora una termica e il record sarebbe stato in tasca e proprio allora il variometro ha iniziato a suyonare e mi ha portato in un'area di zeri. Dopo dozzine di giri a +0.2, ha iniziato a lavorare di nuovo.

67 | 2017/N°2


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

Così, poco a poco la termica è diventata più forte e mi ha riportato a 2500 m. La strada era chiara … sono atterrato dopo undici ore e 446 km di volo e lungo la strada ho chiesto ad alcuni abitanti del luogo di essere testimoni del mio atterraggio, così come richiesto in un record ufficiale. Fantastico! Sfortunatamente, alla fine , il record non verrà ufficialmente riconosciuto. A causa di un errore nell'inserimento delle mie coordinate in decollo mi sono scordato il goal dichiarato, che ho sorvolato a 200 m.. Ma 446 km rimane il volo più lungo mai fatto con una EN B. Così è un record del mondo non ufficiale e, ovviamente questo giorno fantastico passato a volare con il mio U-Cruise rimarrà per sempre nella mia memoria.

Konrad Gorg, padrone di AirCross è stato accolto con calore (e dunque testimoniato) dagli abitanti della zona.

68 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


TEST: ISOAR VISUALIZZAZIONE IGC PER IL MAC

P

er gli utenti Mac non ci sono molte applicazioni con le quali si possono leggere le memorie di volo registrate in IGC ed analizzate su una mappa. L' iSoar costa circa 20 € all'Appstore ma lavora in modo eccellente non appena installata. Carica automaticamente le mappe Google, così come il profilo dei rilievi della zona per permetter all'utente di vedere l'altezza dal suolo in un grafico. Questo permette di scegliere anche qualsiasi punto del volo per vedere i dati contenuti nel file IGC ed il tasso di salita.

L'upload automatico della mappa Google e del profilo topografico è facile.

69 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

Tecnologia e divertimento

Il calcolo dei punti è integrato ma ancora non è compatibile con le regole XContest.

www.trekking-parapentes.fr

Possono essere visualizzati gli spazi aerei per verificare che non ci siano state violazioni.

Tutto gira in modo fluido, veloce ed intuitivo. E' anche possibile visualizzare gli spazi aerei della regione interessata, dopo aver caricato un file in formato OpenAir, ed è possibile regolare il colore della trasparenza. Una stima del calcolo dei chilometri è disponibile al fine di particolare i punti che si otterranno nei server on-line. Alternative per Mac: Skywind http://skywind.eu/SkyKick/EN/index.html Ricordiamo le alternative per Windows: Navietr See You http://www.naviter.com/ products/seeyou/, CompeGPS Air, http:// www.twonav.com/fr/logiciels/air www.isoar.info

70 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

STRUMENTI

FLYTEC SECONDO VOLIRIUM Jorg Ewald, proprietario della Flytec prima della vendita a Naviter, continua a sviluppare e commercializzare il Flytec 6030 ed il Connect 1 con la sua nuova azienda Volirium pur essendo comunque socio di Naviter.

Foto: Sascha Burkhardt

www.volirium.com

MENTOR 5 – Volare oltre ogni confine Più prestazione, handling preciso e feeling di volo rilassante: con il MENTOR 5 continua la classe per eccellenza di questa categoria. La prestazione ad alto livello diventa accessibile e volabile per chi vuole raggiungere di più. Il MENTOR 5 è pronto per qualsiasi distanza e convince con il suo design equilibrato e di forte prestazione.

La vela di riferimento per chi vola cross (EN/LTF B)

www.nova.eu/mentor-5


SKYVECTOR SPAZI AEREI Uno strumento per visualizzare gli spazi aerei, i METAR e i TAF provenienti dagli aeroporti. https://skyvector.com/

www.free.aero


TRENDS 2017

SUPAIR WILD - LEAF Supair parteciperà all'X-Alps nel 2017 con il 26enne Benoit Outters che volerà un Wild, che è una vela leggera ad alte prestazioni, attualmente in fase di sviluppo. Ancora,una novità nella fasci Light, uscirà anche la versione leggera del Leaf (foto nella prossima pagina) guadagno di peso di 1.5 kg! (3.2 invece che 4.7 per la taglia S). www.supair.com/en/produit/leaf-light/

Benoit Outters parteciperà all'X-Alps nel 2017

Il leaf Light: molto leggera (3.2 kg in taglia S). vale la pena notare il 3D Shaping anche nel bordo d'uscita.

Wild. Foto: Supair


TRENDS 2017

SYRIDE

SYS EVOLUZIONE Abbiamo già menzionato il produttore francese Syride che, sino ad ora, era attivo solo nel campo dei variometri molto piccoli, nonostante molto performanti, ( test del Syride SyS Nav …) http://www.free.aero/ it/contentsHTML/strumenti/?page=81. Poco a poco è stato sviluppato anche un computer di volo con una risoluzione 800 x 600 pixels ed un display da 16 livelli di grigio. Sembra che siano riusciti a fare uno strumento affidabile. Il prezzo sarà a partire dai 649 € www.syride.com

free.aero MAGAZINE


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

APCO

KARISMA

KARISMA DATI TECNICI Produttore: APCO Web : http://www.apcoaviation.com/ ANNO DID USCITA DEL MODELLO TAGLIA [m2]

Il Karisma è un EN A disegnato per principianti ma equipaggiato con le tecnologie più moderne come lo SharkNose e basato su tre linee. C'è anche una versione per paramotore. www.apcoaviation.com

2016 S

CASSONI SUPERFICIE IN PIANO [m2] APERTURA ALARE IN PIANO [m2]

PESO DELLA VELA [kg]

L

39 25

27

29

10.97

11.4

11.81

70-90

80-100

95-120

5.5

5.8

ALLUNGAMENTO IN PIANO PESO IN VOLO [kg]

M

4.8 5.2

CERTIFICAZIONE

EN-A

Prezzo [€]

3 000


TRENDS 2017

free.aero MAGAZINE

APCO

SWIFT La selletta da competizione Swift di Apco è disponibile in una versione leggera con una seduta che migliora di 500 gr. Il tutto dunque pesa 5.5 kg. Una nuova versione di questa selletta sta per essere terminata: piÚ piccola, meno costosa ed indirizzata ai piloti che volano Xc nei week-end www.apcoaviation.com

Photos : Apco


Foto: Mario Eder

NOVA MENTOR 5 Finalmente è arrivata la nova versione dell'EN B Mentor: il Mentor 5 è un tre linee con 59 cassoni ed un allungamento di 5.4. Il peso è stato sensibilmente ridotto: in taglia S è di 5.05 kg invece che 5.3 del Mentor 4 (raffrontato ai 3.75 del Mentor 4 Light). Il Mentor 5 ha prestazioni migliori sia in planata che in termica, pur essendo ancor più accessibile.

78 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

www.xcontest.org/world/de/fluge/ details/:luki_ls/19.1.2017/04:05 www.xcontest.org/world/de/fluge/ details/:v.rinaldo/24.1.2017/04:27

MENTOR 5 - DATI TECNICI Produttore : NOVA Web : https://www.nova.eu/it/vele/mentor-5/ Mail : info@nova.eu ANNO DID USCITA DEL MODELLO TAGLIA [m2]

2017 XXS

XS

CASSONI

S

M

L

59

SUPERFICIE IN PIANO [m2]

21,84

24,16

26,49

28,88

31,24

APERTURA ALARE IN PIANO [m2]

10,86

11,42

11,96

12,48

12,99

PESO IN VOLO [kg]

55-80

70-90

80-100

90-110

100-130

PESO DELLA VELA [kg]

3,35

4,8

5,05

5,3

5,55

ALLUNGAMENTO IN PIANO

CERTIFICAZIONE Prezzo [€]

5,4

B 3 950

Foto: Mario Eder

Ciò è stato dimostrato da alcuni fantastici voli di 250 km. :


TEST VELOCEMENTE

NOVA PHANTOM M

Ecco alcuni dettagli del Nova Phantom M

A

bbiamo già discusso del Phantom: una fantastica vela che è stata lanciata con tanto di fanfara, ma è stato difficile,all'inizio, averne una per il test. Finalmente abbiamo volato un Phantom M, che per noi era un po' troppo grande: una S sarebbe stata preferibile. Certamente è un modello complicato che comporta una lunga manodopera: 99 cassoni e più di 3000 pezzi da assemblare, solo per fare un EN B

80 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


TRENDS 2017

Le fettucce interne

COMPARAZIONI un Enzo 2 M è 23.7 m2, ha 101 cassoni e pesa 6.1 kg. Uno Zeno ML è 24 m2, ha 78 cassoni e pesa 5.3 kg Un Boomerang 10 di Gin è 23.59 m2, con 96 cassoni e pesa 6.6 kg. Con il suo peso di 5.25 kg il Phantom se la cava benissimo. La ragione è che l'intradosso e l'estradosso sono in Skytex 27 ed il bordo d'attacco è in Skytex 32: tessuti molto leggeri.

Foto: Sascha Burkhardt

Parte del motivo della non eccessiva riduzione del peso, anche se alla fine essa non è particolarmente leggera (5.25 kg nella taglia M) è che una vela di 99 cassoni richiede molto materiale.

L'atra ragione è il lavoro extra che Nova svolge dentro la vela: i rinforzi sono stati radicalmente aperti e sono stati realizzati diversi rinforzi diagonali (needle Eye Ribs). Sul lato opposto, la similitudine con le vele da Top Gun come l'Enzo2 ed il Boomerang 10 termina radicalmente quando si analizza l'allungamento. 5.19 per il Phantom, mentre 7.7 per il Boom 10, 7.55 per l'Enzo 2 e 6.9 per lo Zeno. E lo Zeno rimane una vela che ha ancora un allunga,mento ragionevole per calmare il suo comportamento. E' il nuovo trend. Vedremo meglio questo argomento nel test dello Zeno nel prossimo articolo di questo numero.

Per quanto riguarda le prestazioni Nova mette questa Phantom al top della sua gamma, comparabili a quelle del Triton.

81 | 2017/N°2

Foto: Sascha Burkhardt

Numerose diagonali attraversano i rinforzi.


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

5.19 è chiaramente un allungamento da B. Ed infatti il Phantom è stata classificata in questa classe (21 A e 6 B a peso massimo in volo) e così è accessibile ad una larghissima fascia di piloti. Il prezzo, diversamente, è ovviamente molto elevato: l'Enzo 2 costa 6200 € e lo Zeno 5760, ma il Pahntom costa 6500 €. Per un EN B è davvero moltissimo ma, se comparato alle vele da gara, non è così scandaloso. L'idea è quella di una vela dalle alte prestazioni ma con la sicurezza e la comodità di un EN B. per essere precisi: ovviamente Enzo e Zeno hanno maggior performance perchè l'allungamento è un fattore essenziale. Ma sul Phantom, il nostro test pilot, abituato a volare un Enzo 2, ha riscontrato prestazioni di planata di un'ottima vela, ma con tanta stabilità e sicurezza. Sembra penetrare molto bene nell'aria. Non abbiamo potuto fare misure in aria calma ma, senza dubbio, supera i 50 km/h. Nel gonfiaggio, nonostante il gran numero di piccole aperture, la vela sale in modo regolare e simmetrico. Dopo essere salita abbastanza velocemente, il Phantom decolla come un EN B, e dunque è molto più facile di vele come l'Enzo.

Il bordo d'uscita è stato cucito senza fettuccia. Il Phantom è realizzato principalmente in Skytex 27.

I nostri riscontri dopo un breve test di volo sono senz'altro positivi: il produttore ha creato una bella macchina, potente, facile e rassicurante. In più ha un aspetto molto bello. Per determinare il suo potenziale in modo accurato vederemo la prossima stagione. Nel frattempo alcuni piloti possono riscontrare. https://www.nova.eu/fr/xc/?singleRankin g=9973&date=curSeason https://www.nova.eu/en/home/

82 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

Foto: Sascha Burkhardt

È stata usata molta cura in ogni dettaglio e nei materiali prescelti, ma non c'è nulla di straordinario e nemmeno il prezzo lo è. Ciò che è straordinario è il sofisticato lavoro dell'interno della vela.

Foto: Sascha Burkhardt

Foto: Sascha Burkhardt

Una bretella basica A A' B e C

Foto: Sascha Burkhardt

Una bella vela con un allungamento ridotto.


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

Foto: Sascha Burkhardt

Per mettere 99 cassoni su una vela con poco allungamento, i cassoni devono essere piuttosto piccoli.

Foto: Sascha Burkhardt

Anche se è realizzata principalmente con materiali leggeri ha, comunque, un film in Mylar.

Foto: Sascha Burkhardt

I rinforzi del bordo d'attacco sono molto lunghi sull'estradosso.


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

UNA NOTA DALL'EDITORE Test veloce di Estéban Bourroufiès _______________________________________________

Nova Phantom M (90-110). Test pilot: 94 kg GONFIAGGI/ DECOLLO La vela sale come un blocco unico in modo dolce e progressivo. A fronte vela può risultare difficile rigonfiare la vela quando essa sta ricadendo. TERMICA: è un vero giocattolo nelle termiche. In taglia M caricata a 94 kg, dove una S sarebbe stata preferibile, è ovviamente più lenta da far entrare in virata. Sembra lenta nel reagire. Una volta che la virata è iniziata ha un buon tasso di salita che permette anche di fare giri piatti e di manterene la velocità. Il Phantom fornisce una grandissimo feedback dell'aria in modo molto sincero, che si sente particolarmente bene con i freni e, di conseguenza, permette di centrare bene la termica. Il tasso di salita ed il potenziale sono davvero enormi per un En B Comportamento: la vela sembra essere molto solida e non soffre di distorsioni. Anche le estremità alari sono solide. Anche se volata totalmente scarica, la vela rimane sempre bene in pressione. Le chiusure che abbiamo provocato non sembrano produrre alcun comportamento violento. Tutto resta ben composto e si riapre da sola. GRANDI ORECCHIE. L'ultimo cassone rimane impigliato. Per riaprirlo il pilota deve lavorare un pochino.

PHANTOM - DATI TECNICI Produttore: NOVA Web : https://www.nova.eu/fr/parapente/phantom/ Mail : info@nova.eu ANNO DID USCITA DEL MODELLO

2017

2016

2016

2016

XS

S

M

L

SUPERFICIE IN PIANO [m2]

11,05

11,58

12,09

12,58

APERTURA ALARE IN PIANO [m2]

23,52

25,84

28,16

30,46

70-90

80-100

90-110

100-130

4,8

5

5,25

5,5

TAGLIA [m2] CASSONI

99

ALLUNGAMENTO IN PIANO PESO IN VOLO [kg] PESO DELLA VELA [kg] CERTIFICAZIONE Prezzo [€]

85 | 2017/N°2

5.19

B 6 400

@FreeAeroMag

www.free.aero


TRENDS 2017

SOL Sol continua nella tendenza all'ecologia: in alcuni tessuti non usa sbiancanti o tinture. http://www.solparagliders.com.br

free.aero MAGAZINE


U-TURN

BLACKLIGHT 2 Un En B progettato per il volo di distanza. E' disponibile in quattro taglie dalla XS alla L, da 55 kg a 120 kg. Pesa da 4.4 kg a 5.7 kg e il suo allungamento è di 5.61. lo SharkNose ed il 3D Shaping dovrebbero rendere il profilo stabile anche alla velocità massima di 54 km/h. http://www.u-turn.de/web/english/home

87 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


UP

TRANGO X-RACE l'UP Trango X Race è un En C progettato anche, tra le altre cose, per l'Hike & Fly, basato sul Trango XC3, con riduzione di peso di 450 g nella taglia M.

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

ZAINO

BASISRAUSCH

Ecco un nuovo zaino per l'Hike & Fly dalla ditta svizzera Basisrausch solo 900 g per un volume di 85 litri, realizzato in Poliamide 500D Rip-Stop con grande ricerca nel sistema di carico . Al momento è realizzato in Svizzera e richiede 7 ore di cucitura con il prezzo altissimo di ₏ 390. http://basisrausch.ch/

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

MAC PARA

ELAN 2 E PASHA 6 L'Elan 2 esce in aprile ed è in fase di certificazione. E' ancora un En C di alta gamma, ma è più leggero del precedente modello, in quanto pesa 850 gr. In meno. L'allungamento è passato da 6.18 a 6.27 e, tra le altre cose, è stato riprogettato il naso, con il risultato di un aumento della stabilità alle alte velocità (53-55 km/h). E' uscito anche il nuovo tandem Pasha 2 Le priorità del costruttore: una vela più leggera per migliorare il comportamento in decollo. Con lo Skytex 32 e 38 (prima 40-5) sale più velocemente tende molto meno a sorpassare il pilota sui decolli inclinati. Due taglie 39/42 http://www.macpara.com/en/elan-2.html

Mac Para Elan 2

Mac Para Pasha 6

ELAN 2 DATI TECNICI Produttore: MacPara Web : http://www.macpara.com/it Mail : mailbox@macpara.cz ANNO DID USCITA DEL MODELLO TAGLIA [m ] 2

2017 XS

S

M

CASSONI

XL

XXL

XXXL

63

SUPERFICIE IN PIANO [m2]

22.18

23.7

25.8

28

30.28

33.27

38.66

SUPERFICIE PROIETTATA [m2]

18.82

20.11

21.9

23.76

25.7

28.23

32.8

APERTURA ALARE IN PIANO [m ]

11.79

12.19

12.72

13.25

13.78

14.44

15.57

ALLUNGAMENTO IN PIANO

6.27

6.27

6.27

6.27

6.27

6.27

6.27

PESO IN VOLO [kg]

55-75

70-90

82-102

92-112

105-130

115-145

145-180

PESO DELLA VELA [kg]

4.45

4.6

4.8

5.2

5.5

5.9

6.15

2

90 | 2017/N°2

L

CERTIFICAZIONE

EN C

Prezzo [€]

3 600

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

PARATROC

COLLECTION FLY WITH ME

COLOUR BOY Size S to XXL Short sleeves: 25€ Unisex long sleeves: 35€ COLOUR GIRL Size S to XL Short sleeves: 25€ Unisex long sleeves: 35€ SMILEY Size S to XL Short sleeves: 18 € Long sleeves: 25€ http://www.paratroc.com/en/88-clothing

91 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

VITTORAZI Il Monster 185 è finalmente disponibile dal mese di aprile 2017 con un originale avviamento elettrico leggero. Nuovo sistema di accelerazione: da ora sarà in Policarbonato e quindi più resistente. Può anche essere venduto in colore trasparente. http://www.vittorazi.com/

92 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


Foto:

il nuovo En B Epic di BGD: una vela rassicurante che è abbastanza leggera. E' ottimale per i piloti che iniziano a fare i primi voli di distanza e per i piloti d'esperienza che vogliono una vela tranquilla e comoda. Malgrado abbia solo quaranta cassoni e un allungamento di 5, Bruce ha inserito tutte le nuove tecnologie come i mini ribs, diagonali piene, SharkNose e ovviamente il suo sistema CCB 3D Shaping.

BGD EPIC

EPIC - DATI TECNICI Produttore: BGD Web : http://www.flybgd.com/en/paragliders/paraglider-epic-enltf-b-210-0-0.html Mail : bruce@flybgd.com Tel : +33 (0)493 36 56 57 ANNO DID USCITA DEL MODELLO TAGLIA [m ] 2

XS

S

CASSONI SUPERFICIE IN PIANO [m2]

M

ML

L

42/80 21

23

24.97

26.83

28.85

SUPERFICIE PROIETTATA [m ]

17.86

19.56

21.24

22.81

24.54

APERTURA ALARE IN PIANO [m2]

10.26

10.73

11.18

11.59

12.02

APERTURA ALARE PROIETTATA [m ]

8.02

8.39

8.75

9.07

9.40

2

www.flybgd.com

2017

2

ALLUNGAMENTO IN PIANO

5.01

ALLUNGAMENTO PROIETTATO PESO IN VOLO [kg] PESO DELLA VELA [kg] CERTIFICAZIONE

3.6 50-65

60-80

75-95

90-110

105-125

4.2

4.6

4.9

5.1

5.4

EN/LTF -B

www.free.aero


Foto: Rebecca Bredehoft/Ozone

OZONE

ULTRALITE 4 l'Ultralite 4 esce dopo ben cinque anni della versione 3. Sarà certificato in A invece che in B (come era il 39 tranne la taglia 19 che invece sarà EN B. La forma e l'allungamento saranno assai simili. Il peso è stato ridotto di 100 gr. Grazie all'uso di diagonali più fini chiamate “finger ribs” che hanno permesso una riduzione del fascio del 13.4%. Ha 34 cassoni invece di 35. le aperture nel bordo d'attacco sono state ottimizzate e l'estradosso è ora dotato di £d Shaping.

http://www.flyozone.com/paragliders/en/ products/gliders/ultralite-4/info/

94 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


TRENDS 2017

free.aero MAGAZINE _______________________________________________

NOTA DALL'EDITORE Ozone sembra voler provare che le dvele con doppia superficie sono leggere quanto le monosuperfici: 2 Kg per la 19 m2 – Incredibile. Ciò comunque non ci convince affatto sul fatto che Ozone non produrrà una propria monosuperficie (En B) in continuazione al pioniere XXLite (taglia 16 1.4 Kg, taglia 19 1.4 kg) che si è rivelata la monosuperficie più impegnativa nei nostri test.

ULTRALITE 4 - DATI TECNICI Produttore OZONE Web: http://flyozone.com/paragliders/de/products/gliders/ ultralite-4/info/ Mail: team@flyozone.com ANNO DID USCITA DEL MODELLO TAGLIA [m ] 2

2017 19

21

CASSONI SUPERFICIE IN PIANO [m2] SUPERFICIE PROIETTATA [m2]

23

25

34 19

20.9

23

25.2

16.7

18.3

20.2

22.1 10.7

APERTURA ALARE IN PIANO [m2]

9.3

9.8

10.2

ALLUNGAMENTO IN PIANO

4.5

4.5

4.5

4.5

55-90

55-95

65-105

75-120

PESO IN VOLO [kg] PESO DELLA VELA [kg] CERTIFICAZIONE Prezzo [€]

95 | 2017/N°2

2.03

2.19

2.36

2.56

EN/LTF B

EN/LTF A

EN/LTF A

EN/LTF A

2 600

2 600

2 600

2 600

@FreeAeroMag

www.free.aero


DELTA, ENZO 3 Il Delta 3 racchiude l'intera gamma di tecnologie che sono state adottate nell 'Enzo e nello Zeno. Ozone ha misurato un incremento di efficienza di 0.3 punti a velocità di trim e di 0.5 punti a massima velocità, rispetto al D2. Il D3 dovrebbe essere più veloce. E' stato certificato in EN C. L'Enzo 3 è stato certificato con il protocollo CCC 2016. Nella foto a destra David Dagault, Fred Pieri, Russel Ogden e Honorin Hamard sullo, e intorno, all'ENzo 3 che è stato inviato al laboratorio per la certificazione.

96 | 2017/N°2

Foto: Ruth Jessop

Foto: Jorge Atramiz, Pilot Cade Palmer

OZONE


Foto: Goran dimiskovski

OZONE

ZENO & ZENO LIGHT (Z-ALPS) Lo Zeno ha già una storia incredibile. E' stato usato da un garn numero di piloti nella World Cup ed è stato scelto da molti amatori scaltri. E' stato anche nella lista delle vele candidate dio Chrigel Maurer per l'X-Alps. Una versione Light, la “Z-Alps” è iun fase di lavorazione e dovrebbe essere pronta per l'evento. Si deve ancora vedere quanti dei piloti che ora volano lo Zeno (EN D)/Enzo 2 (precedente CCC) correranno a comprare l'Enzo 3 (nuovo CCC) quando uscirà. http://flyozone.com/paragliders/en/ products/gliders/zeno/info/

ZENO - DATI TECNICI Produttore: OZONE Web : http://flyozone.com/paragliders/fr/products/ gliders/zeno/specifications/ Mail : russ@flyozone.com ANNO DID USCITA DEL MODELLO TAGLIA [m2]

MS

ML

L

21

22.5

24.1

26.5

CASSONI SUPERFICIE IN PIANO [m2] SUPERFICIE PROIETTATA [m ]

78 17.8

19

20.4

22.4

APERTURA ALARE IN PIANO [m2]

12

12.5

12.9

13.5

ALLUNGAMENTO IN PIANO

6.9

6.9

6.9

6.9

75-90

85-100

95-110

105-125

4.8

5

5.3

5.8

5 700

5 700

5 700

5 700

2

PESO IN VOLO [kg] PESO DELLA VELA [kg] CERTIFICAZIONE PREZZO [€]

97 | 2017/N°2

2016 S

@FreeAeroMag

EN D

www.free.aero


TRENDS 2017

Due Zeno a Cerdagne (Pirei orientali): il blu è volato da Esteban Bauroffies

TEST VELOCE

OZONE ZENO VS. ENZO 2 free.aero MAGAZINE NOTA DELL'EDITORE

A quick test by Estéban Bourroufiès _______________________________________________

Il raffronto è stato fatto con due Zeno nuovi, mentre gli Enzo erano un po' più vecchi. A velocità di trim non abbiamo notato differenze ed anche in lunghe planate sono identici. Accelerati: lo Zeno sembra un po' meglio, ma potrebbe essere un fenomeno dovuto al fatto che che gli Enzo erano più vecchi. Però in traversi con aria che richiede impegno nel pilotaggio, con due piloti che hanno identica esperienza, lo Zeno si comporta meglio! Abbiamo anche colto l'occasione di mettere a confronto lo Zeno con un Peak 4 di Niviuk, che è una vela meno recente. Il risultato è ovvio: a trim la differenza è poca, ma non appena si tocca l'acceleratore, specie contro vento, il Peak non può competere in termini di velocità ed efficienza. Ecco alcuni commenti sullo Zeno MS (peso tra 85 e 100 kg) caricato a 96 kg. BASSE VELOCITA' ottimo il comportamento a bassa velocità. Abbiamo notato che la vela, deformata alle estremità alari, tende a cadere indietro con un certo ritardo ed a rimanere in paracadutale. Per farla stallare del tutto, bisogna mettere una certa forza nei freni.

98 | 2017/N°2

ACCELERATA; Questo è il punto di forza! La vela, quando si accelera, diventa rigida. E' molto facile accelerare sino al 70%. Fino a quel punto, la vela non mostra tendenza a collassare. Voleva esclusivamente planare. Ad accelerazione massima, sembra perdere un po' di solidità ma, nonostante tutto, non sembra così sensibile alla chiusura. FEEDBACK IN TERMICA: E' il solo punto negativo: fornisce meno feedback in termica dell'Enzo 2. Sembra logico dato il suo minore allungamento. Anche se dà meno feedback, si comporta in modo comparabile a tutte le vele nella classe D. VOLO IN TERMICA: Volando regolarmente un Enzo 2, mi è stato difficile essere imparziale nel commentare lo Zeno in termica. Mi sono immediatamente adattato ai suoi movimenti in termica. E' particolarmente facile da volare, oppure è così simile all'Enzo 2 e dunque è solo una mia abitudine a questa vela? Difficile da dire. In ogni caso lo Zeno ha velocità, che permette di fare bei giri stretti, anche in termiche disordinate. In più, comparata all' Enzo 2, non c'è bisogno di preoccuparsi dell'orecchio esterno. PILOTAGGIO CON LE BRETELLE: Questo aspetto la rende una delle migliori vele che ho mai testato. Il comportamento in volo accelerato non richiede molto intervento del pilota. Quando si interviene, la risposta è comoda e rassicurante.

@FreeAeroMag

Foto: Téo Bouvard https://www.facebook.com/teobouvard/

Lo Zeno di Ozone si è comportato con successo in competizione e nei voli XC. Lo abbiamo messo in comparazione con l'Enzo 2. Abbiano notato che, come affermano le voci, per quanto riguarda la performance, lo Zone è molto simile all'Enzo 2. Però lo Zeno è meno allungato ed ha un comportamento più tranquillo.

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

PARAJET

LEGGERO: MAVERICK PRO Il nuovo Maverick è realizato in titanio, equipaggiato con un Vittorazi Monster e pesa solo 21.5 kg con la versione Pro della selletta. Viene consegnato con una borsa da viaggio speciale. https://www.parajet.com/maverick

99 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


L'X-Alps, una sfida fatta di volo e corsa. Qui vediamo Sebastian Gruber e Stanislav Mayer alla quinta boa nelle Dolomiti. Foto: Sebastian Marko

X-ALPS 2017 Il 2 Luglio 2017 inizierà la sfida più tosta nel mondo del parapendio: la red Bull X-Alps. La lista dei partecipanti è ormai decisa, è tempo di prepararsi ...

100 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


Il vincitore di quattro edizioni Christian Maurer. Ui è fotografato mentre si allena per la prossima X-Alps: Foto Felix Woelk

I

piloti devono coprire più di 100 km lungo l'arco alpino, da Salisburgo in Austria a Monaco, che è sita nel Mediterraneo alla fine delle Alpi. Lo possono fare solo a piedi o volando. Nel 2011 Michel Gebert ha camminato per 911 km!. 19 dei 32 partecipanti sono riusciti a raggiungere Monaco nel 2015. Chrigel Maurer ci ha messo solo 8 giorni, quattro ore e trentasette minuti.

La lista dei partecipanti, inclusi i due Jolly aggiunti a gennaio 2017. http://www.redbullxalps.com/athletes.html

Per info: http://it.free.aero/contents/Portfolio-XAlps-2015.pdf Tra i partecipanti del 2017 ci saranno i primi tre del 2015: Chrigel Maurer, Sebastain Huber e Paul Gushlbauer

101 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


Due vele Ozone sopra il Dachstein in Austria. Foto: Felix Woelk Chrigel Maurer davanti al favoloso Cervino con la sua Advance Omega X-Alps e la selletta CM Magic Eagle il 10 luglio 2015. Foto Sebastian Marko. Vincitore per quattro edizioni, Chrigel Maurer parteciperà per la prima volta senza il suo supporter Thomas Theurillat. Si ricorda che l'X-Alps è vinta da una squadra di due soggetti, u competitore ed uno che fornisce tutta la logistica e che è la mente a terra. Il pilota più giovane sarà il 23enne Tobias Grossrubatcher. Purtroppo quest'anno non sono iscritte donne.

LE VELE DEI CAMPIONI il vincitore delle passate 4 X-Alps, Christian Maurer non ha ancora scelto la sua vela per questa edizione. Al contrario delle gare precedenti che sono state vinte dall'Advance omega X-Alpls, la scelta potrebbe cadere sul Klimber di Niviuk, sul GTO2 di GIN, sullo Zeno di Ozone o sullo Zeno light, oppure su altro modello top. Se uscirà in tempo lo Zeno Light, sarà usato molti piloti

102 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


La rotta dell'X-Alps è stata rivelata alla fine di Marzo. Il 2 luglio 2017, 32 piloti di 21 nazionalità compiranno una distanza in linea di 1138 km attraverso 7 diverse nazioni eseguendo l a nuova rotta che sarà la più dura e lunga mai fatta sino ad oggi. Il mediterraneo si trova in quella direzione! Dave Turner (USA4) al Col du Galibier. Foto: Viteck Ludvik


Nel 2015 Antoiune Girard con il suo LM5 e con una selletta Kortel davanti a Monaco, prima di atterrare sulla zattera. Nel 2017 volerĂ un Boomerang X-Alps 2017. Foto Sebastian Marko

Sebastian Huber (Ger 3, Advanmce Omega X-Alps) alla partenza di Salisburgo nel 2015. Ha terminato secondo. Foto: Harald Tauderer

104 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


Foto: Harald Tauderer

A differenza delle classiche competizioni di parapendio come la coppa del mondo, dove solo due case costruttrici – Ozone Gin – hanno fornito il 99% delle vele, nell'X-Alps partecipano anche produttori più piccoli come UP (qui con il Trango Xrace). Foto: Harald Tunderer

Dalle montagne al mare, Hike & Fly per oltre 100 km: un mix affascinante che è divenuto molto popolare. Raffigurato qui, l'arrivo della superstar Chrigel Maurer. Foto Sebastian Marko

NOTA DELL'EDITORE

_____________________________________

free.aero MAGAZINE

la red Bull X-Alps è la gara che coinvolge il m aggior numero di spettatori che seguono la gara con il live tracking. Tutti possono immedesimarsi nell0'immenso impoegno fisico e mentale dei partecipanti. Ci sono almeno due conseguenze positive per tutti i piloti di parapendio: 1) la red Bull X-Alps ha aperto la strada a molti piloti che nella disciplina dell'hike & fly; 2) gran parte della tecnologia per ridurre i pesi dell'equipaggiamento viene testata durante questa competizione e poi viene integrata nella produzione di massa. Compresa la produzione di parapendio, come ad esempio avviene con le sliced diagonals dell'Advance omega X-Alps, che ora sono usate nella Pi2 ed anche nell'Epsilon 8 e sono sempre più utilizzate da molti produttori di tutti i tipi di vele (esempio BGD Epic)

105 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


Un esempio dei benefici apportati a tutti i produttori di parapendio: Skywalk ha creato il Poison in una versione X-Alps. Ora questa versione è disponibile anche al pubblico. Eccolo raffigurato sopra mentre vola in Svizzera. Foto: Felix Woelk Paul Guschbauer, che è arrivato 3°, decolla a piedi nudi davanti lo sguardo ammirato del pubblico e dell'elicottero che lo riprende, per effettuare l'ultimo volo verso la zattera. Grazie alla luce che illumina da dietro, si vede che questa Skywalk include tutte le migliori tecnologie disponibili anche per alleggerire al massimo i pesi: SharkNose, mini ribs leggeri, diagonali che sono state ottimizzate in tutti i punti di ancoraggio. Foto: Harald Tauderer.


TRENDS 2017

ADVENTURE ANDALUSIA Pascal Vallée, comproprietario di Adventure e già campione del mondo ha girato un bel film sull'Andalusia. https://youtu.be/aIASxQ3Y9J8


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

TRACKPAINTING Una figura disegnata in 2 ore e 10 minuti volando con un Polini 100 e Nucleon 29 con trimmers aperti per tutto il volo. Link Xcontest. https://goo.gl/PQ0i4c

Michael Merz decolla su un Flyke. Il Trackpainting è l'arte di disegnare figure predefinite con la traccia di volo che è stata attentamente preprogrammata. Funziona molto bene in paramotore volato in pianura. Michael Merz è un artista molto premiato per la sua capacità di disegnare nei suoi voli in Germania. Il suo pseudoniomo è “Lee Soarer”. Prima di tutto egli traccia un disegno con Google Earth, evitando di volare sopra villaggi, e mette le boe su punti ben riconoscibili. Poi trasferisce la traccia, a mano, su una carta topografica! Mentre vola, cerca di seguire nel miglior modo possibile la linea tracciata sulla mappa. Solo quando ha tracciato la bicicletta ha dovuto usare un GPS per seguire punto per punto la traccia. Le altre tracce sono state navigate a vista, trovando i punti nella campagna con il solo aiuto di una mappa cartacea. Un meraviglioso esercizio per i piloti che amano la precisione. Quattro splendidi esempi su Xcontest (un server che è interessante non sol per il volo libero,ma anche per i paramotoristi) ECCO LE PAGINE: Charlie Brown http://paramotors.xcontest.org/2016/world/en/ flights/detail:Lee-Soarer/10.3.2016/14:58 Snoopy http://paramotors.xcontest.org/2015/world/en/ flights/detail:Lee-Soarer/26.08.2015/15:57 Woodstock http://paramotors.xcontest.org/2016/world/en/ flights/detail:Lee-Soarer/20.03.2016/15:57

108 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

MONDIAL AIR PARAMOTORE Questo raduno di paramotoristi, con una grande fiera, si terrà nell'aeroporto di Breuil, nel dipartimento francese Loir et Cher, dal 23 al 25 giugno 2017. Si tratta di uno dei più grandi eventi di questo genere in assoluto e gli organizzatori sperano in 60 stand e 5000 visitatori. Più info al sito: http://www.mondialairparamoteur.com/

DULV FESTIVAL 2017 Il Motorshirm-pokal si terrà in Germania dell'est, a Ballenstendt, dal 23 al 25 giugno, nello stesso week end del Mondial de l'Air. E' in un aeroporto protetto dal vento. La manifestazione è incentrata su una grande fiera di paramotore e ULM, molti dei quali saranno costretti ad essere in due posti allo stesso giorno, ma a 600 km di distanza. Ci sarà un film festival, competizioni e, certamente, una bella festa. http://www.dulv.de/UL-Festival-DMP/ E1242.htm

110 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

FRESH BREEZE

TITANIO E RIPIEGAMENTO I nuovi braccetti “Sportix Pro” sono realizzati in titanio e rendono più leggero il telaio. Novità assoluta: una richiesta da parte dell'esercito per ripiegare il trike, ha dato il via ad una ricerca e sviluppo di una macchina entusiasmante, che sarà presto disponibile anche al pubblico. http://www.fresh-breeze.de/en/home. html

A film folding, and especially unfolding, the new trike: https://goo.gl/TaIdPw

111 | 2017/N°2

@FreeAeroMag

www.free.aero


free.aero MAGAZINE

E-PROPS

QUADRI BLADE E-Props ha lanciato una nuova elica per i trike: il Quadri Plug'n Fly è un'elica quadrupla che è assai facile da assemblare. 100% in carbonio, molto leggera, disponibile per moltissimi modelli come il Thor 250, il Thor 200, il Rotax 447 e 503. Il bordo è stato rinforzato. Grazie alla sua forma, dovrebbe essere ultrasilenziosa. Taglie: 125 o 130, 650 €. 150/155/160, 744 € www.e-props.fr

KANGOOK SKI

Abbiamo testato, lo scorso inverno, i nuovi pattini adattabili ai trikes di Kangook. Sono pratici ed efficaci. Lo sci frontale ha una rotaia metallica che impedisce la derapata. Daremo maggiori dettagli il prossimo autunno. Foto: Christian Reuter


TRENDS 2017

free.aero MAGAZINE

Kangook ha lanciato anche la barra per il decollo a piedi; per montarla si dovevano rimuovere i braccetti a becco di cigno. Ora invece con questo nuovo sistema, la barra si monta direttamente sui braccetti. Modificare da solista a tandem, dunque, risulta cosa assai facile: ad esempio si può volare da soli e terminare la giornata accompagnando un bambino in aria tranquilla. Prezzo 590 ₏ www.kangook.ca

Photos : Kangook

NUOVA GENERAZIONE DELL BARRA PER BIPOSTO KANGOOK


TRENDS 2017

KANGOOK

ASETTO LEGGERO Il modello Lite di Kangook è adesso ancor più leggero grazie al fatto che si adetta alla selletta Apco Split Legs, su un telaio leggero con un Thor 80 ed eliche leggere. Il peso totale è sceso a 20.8 kg tutto compreso. www.kangook.ca

free.aero MAGAZINE


TRENDS 2017

MINARI Motore Stratos: il progetto è in stato di avanzamento. Motore boxer con 360 cc, Hp 45 e 125/130 kg di spinta. Peso totale del motore, circa 30 kg. Sarà in vendita dalla seconda metà del 2017 il motore Minari Clutch è in vendita. Disponibile nelle versioni 180 e 200 cc, con potenza di 27 e 29 HP, con 72 e 80 Kg. Di spinta. Il motore pesa 14,90 kg. http://www.minari-engine.com/

free.aero MAGAZINE


C A S C O I N T E G R AT O NAC INTERCOM

I

l produttore spagnolo che ancora vende Anubis, un casco integrato con buon isolamento progettato per paramotore. Certificato EN 966. le cuffie sono completamente riparate dal casco. Il microfono taglia i rumori.. Prezzo 346 € Visiera 39 € Look carbonio: + 23 € solo casco: 243 € www.nac-inter.com

www.free.aero


Foto: Mario Eder www.photography.aero

NOVA SPEEDMAX 2


free.aero MAGAZINE

TRENDS 2017

Diciassette anni anni dopo lo Speedmax 1, Nova ha realizzato una vela per paramotore. Lo Speedmax 2 utilizza la tecnologia del Mentor. Nova ha aggiunto un profilo reflex quando i trim vengono aperti. E' un interessante mix di generi. Ne stiamo per testate uno.

SPEEDMAX 2 - DATI TECNICI Produttore : NOVA Web : https://www.nova.eu Mail : info@nova.eu TAGLIA [m2] CASSONI

S

M

L

XL

55

55

55

55

SUPERFICIE IN PIANO [m2]

23,78

26,09

28,39

30,68

SUPERFICIE PROIETTATA [m2]

20.53

22.54

24.48

26.51

APERTURA ALARE IN PIANO [m2]

11.36

11.89

12.41

12.90

APERTURA ALARE PROIETTATA [m2]

9.08

9.51

9.91

10.32

ALLUNGAMENTO IN PIANO

5.43

5.43

5.43

5.43

ALLUNGAMENTO PROIETTATO

4.01

4.01

4.01

4.01

70-120

80-135

90-150

100-170

PESO IN VOLO [kg] PESO IN VOLO CON PARAMOTORE [kg] PESO DELLA VELA [kg] CERTIFICAZIONE

5.4

5.7

6.1

6.4

EN/LTF DGAC

EN/LTF DGAC

EN/LTF DGAC

EN/LTF DGAC

Foto: Veronique Burkhardt

Lo Spedmax 1 rivisto da Sasha Burkhardt dopo 11 anni.

118 | 2017/N°2

https://www.youtube.com/watch?v=a70-ojNHyv0 Dai dettagli tecnici, sembra proprio che questa vela abbia tratto gran parte delle sue caratteristiche dal Mentor 4.

Lo Speedmax 2 nel 2016

@FreeAeroMag

Foto: Mario Eder www.photography.aero

www.free.aero


free.aero INTERNATIONALES MAGAZIN FÜR GLEITSCHIRM-UND MOTORSCHIRMPILOTEN. FOR FREE.

Concept, editore capo, webmaster: Sascha Burkhardt Test pilots: Sylvain Dupuis, Pascal Kreyder, Cédric Nieddu Layout: Véronique Burkhardt Traduzioni: Ruth Jessop Programmatore iOS: Hartwig Wiesmann, Skywind Programmatore Android: Stéphane Nicole www.ppgps.info Versione personalizzata del logo di Indalo: diritti riservati Michael Sucker indalo@web.de Magazine free.aero SIRET (Fr): 807821319 00017 Editore e Direttore della pubblicazione: Sascha Burkhardt, contact@free.aero F-66210 Saint Pierre dels Forcats Tel. +33 6 70 15 11 16

I contenuti (fotografie, testi, video ...) sono protetti. E’ legittimo duplicare, ridistribuire, pubblicare solo integralmente la nostra rivista a condizione che ciò sia fatto integralmente, e cioè che non ne venga alterato il contenuto in nessun modo o che il contenuto stesso non venga modificato, anche solo a mezzo di soppressione di parte di esso o riduzione dello stesso. E’ severamente vietato copiare i testi o le fotografie al fine della loro pubblicazione o della loro utilizzazione parziale, cioè separata dalla rivista, in un contesto diverso dalla rivista stessa, così come è severamente vietato pubblicare i contenuti della rivista, anche in modo parziale, all’interno di altra pubblicazione od opera.


Tendenze2017 150  

A seguito delle fiere Termikmesse e Stubai-Cup, in questo numero diamo una sguardo ai nuovi prodotti della stagione.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you