Page 1

Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore

“Michelangelo Bartolo” Indirizzi di Elettronica e Telecomunicazioni, Meccanica, Liceo Tecnologico (ITIS), P.N.I., Socio-Psico-Pedagogico (Liceo) Viale A. Moro - tel. 0931020131 fax 0931020132 e-mail srtf04000g@istruzione.it

96018 - Pachino (SR)

www.primopachino.it www.iisbartolo.pachino.scuolaeservizi.it www.istitutobartolo.it

Anno scolastico 2010 - 2011


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

1° ISTITUTO D’ISTRUZIONE SUPERIORE

“M. BARTOLO” PACHINO (SR) Liceo Scientifico (P.N.I.)

I.T.I.S. (Meccanica)

Liceo Socio Psico-Pedagogico

I.T.I.S. (Elett.ca e Telecom.)

Liceo Tecnologico

I.T.I.S. (Corso Serale)

“P.O.F.” Piano dell’Offerta Formativa

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

1


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

PRESENTAZIONE Cari Signori, genitori, studenti, docenti e personale A.T.A., la nostra Scuola presenta la propria Offerta Formativa proponendola a tutte le componenti attive del sistema-scuola. Essa è la risultante di sinergie ben individuate che derivano da un atto condiviso di forte responsabilità e che scaturiscono dal desiderio di ognuno di essere protagonista del bene comune. Il POF 2010-11 del 1° Istituto Superiore “M. Bartolo”, prevede con la riforma, in vigore da quest’anno negli Istituti Superiori entrata, rilevanti cambiamenti e modifiche strutturali nei vari indirizzi operanti nell’Istituto. Il “M. Bartolo” è un’istituzione attenta alle esigenze sempre nuove del territorio e coniuga la propria vocazione istituzionale con l’interpretazione critica del mondo contemporaneo. La nostra offerta formativa, infatti, assicura un’interpretazione unitaria del presente e mira a garantire negli studenti l’acquisizione ed il consolidamento della capacità di comprendere le connessioni fra le discipline, quale strumento d’interpretazione unitaria del presente, attraverso lo studio del passato. Uno speciale impegno viene, inoltre, rivolto per lo svolgimento di una didattica attiva che si avvale del supporto di modernissimi laboratori informatico-multimediale, linguistico, di fisica robotica, di chimica e scienze, meccanica e meccatronica, elettronica e telecomunicazioni, nonché di palestre interne ed esterne. Queste caratteristiche consentono agli alunni di accedere con successo a qualsiasi facoltà universitaria o di inserirsi nel mondo del lavoro. L’auspicio per questo nuovo anno scolastico è quello di riuscire a realizzare pienamente quanto è contenuto nel P.O.F., soprattutto dal punto di vista didattico. Appunto per questo, pur consapevoli delle difficoltà, siamo persuasi che, con l’impegno ed il senso di responsabilità che caratterizza tutto il personale della scuola, riusciremo a proporci al territorio come una istituzione all’avanguardia che si prefigge scopi ed obiettivi ben chiari nell’ottica di un miglioramento della qualità della scuola Il Dirigente Scolastico Prof. Giovanni Blanco

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

2


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

1. IDENTITÀ DELL'ISTITUTO

Sede centrale Viale Aldo Moro Liceo scientifico PNI, Liceo Socio Psico-pedagogico, Liceo Tecnologico, Seconde ITIS diurno

Sezione staccata Via Fiume Prime ITIS diurno Triennio ITIS diurno e corso serale

L’Istituto, che opera su un territorio comprendente i comuni di Pachino e Portopalo di C.P., è composto da due realtà scolastiche, ITIS e Liceo Scientifico. La presenza delle due diverse tipologie di scuole consente di scegliere fra i diversi indirizzi: • Liceo Scientifico (Piano Nazionale Informatica) • Liceo Socio-Psico-Pedagogico • I.T.I.S. (Meccanica) • I.T.I.S. (Elettronica e Telecomunicazioni) • Liceo Scientifico Tecnologico • Corso serale (ITIS) per studenti lavoratori

Accoglienza degli alunni il 1° giorno di scuola

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

3


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

2. ASPETTI ORGANIZZATIVI DELL'ISTITUTO •

CALENDARIO SCOLASTICO: Le lezioni iniziano il 16 Settembre 2010 e avranno termine l’ 11 Giugno 2011.

SUDDIVISIONE ANNO SCOLASTICO: L’anno scolastico, su deliberazione del C.d.D., è suddiviso in quadrimestri con due valutazioni bimestrali intermedie (pagellino). Tale suddivisione consente un’organizzazione più razionale del tempo scuola, favorendo il processo di apprendimento degli studenti.

ORARIO SCOLASTICO: L’orario scolastico è il seguente: ORA 1a 2a 3a Intervallo 4a 5a 6a

Dalle ore alle ore 8,10 ÷ 9,00 9,00 ÷ 10,00 10,00 ÷ 10,55 10,55 ÷ 11,05 11,05 ÷ 12,00 12,00 ÷ 13,00 13,00 ÷ 13,50

RICEVIMENTO DIRIGENTE SCOLASTICO: Il Dirigente scolastico prof. Giovanni Blanco riceve tutti i giorni, previo appuntamento.

RICEVIMENTO SEGRETERIA: La segreteria è aperta al pubblico tutti i giorni dalle ore 10,30 alle ore 12,30.

RICEVIMENTO DOCENTI: I Docenti ricevono un’ ora alla settimana durante la prima metà di ogni mese e l’ultimo venerdì del mese dalle ore 16,00 alle ore 18,00, come da circolare trasmessa agli studenti.

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

4


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

3. INFORMAZIONI GENERALI 3.1. PERSONALE ATTUALMENTE OPERANTE NELL’ISTITUTO -

N. N. N. N. N. N. N.

1 1 112 5 8 12 13

Dirigente Scolastico prof. Giovanni Blanco Direttore Amministrativo Carmelo Giannone Docenti Assistenti Amministrativi Personale a Progetto (ex Co.Co.Co.) Assistenti Tecnici Collaboratori Scolastici

3.2. COLLABORATORI DEL DIRIGENTE SCOLASTICO Il D.S. dirige l’intera attività dell’Istituto, presiede la Giunta Esecutiva, il Collegio Docenti ed i Consigli di Classe. È coadiuvato nella sua azione da uno staff di docenti che realizzano un decentramento di funzioni e di responsabilità a livello didattico e gestionale. I collaboratori possono assumere funzioni di coordinamento generale e svolgere specifichefunzioni organizzative su affidamento da parte del Capo d’Istituto.Il vicario sostituisce il D.S. in caso di assenza e svolge compiti di coordinamento deirapporti fra la scuola e le famiglie. I responsabili di sede collaborano con il DS con compiti di supporto nelle attività didattiche e organizzative delle diverse sedi dell’Istituto nella sostituzione dei docenti assenti, nei permessi agli alunni. Il D.S. dirige l’intera attività dell’Istituto, presiede la Giunta Esecutiva, il Collegio Docenti ed i Consigli di Classe. È coadiuvato nella sua azione da uno staff di docenti che realizzano un decentramento di funzioni e di responsabilità a livello didattico e gestionale. - Prof. Giuseppe Bongiovanni (collaboratore vicario) - Prof. Andrea Rabito (collaboratore responsabile plesso di via Fiume)

Dirigente scolastico con i due collaboratori

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

5


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

3.3. INCARICHI PARTICOLARI -

prof. Giuseppe Vassalli, coordinatore per l’indirizzo Socio-Psico-Pedagogico prof.ssa Giuseppina Roccaro, coordinatrice per l’indirizzo P.N.I. prof. Corrado Cannarella, coordinatore per l’indirizzo P.N.I. prof. Corrado Scala, coord. per il biennio ITIS e per l’indirizzo Tecnologico prof.ssa Sebastiana Petralito, coordinatrice per il triennio ITIS prof. Angelo Zacco, responsabile del corso serale prof. Giuseppe Messina, responsabile Ufficio Tecnico.

3.4. DOCENTI CON INCARICO DI “FUNZIONI STRUMENTALI”

AREA 1

Il Collegio Docenti, nella seduta del 23/10/2010, determinate le aree ed il numero delle funzioni strumentali da assegnare, ha designato, quali titolari delle Funzioni Strumentali, i seguenti docenti: prof. Minardi Sebastiano, prof. Giannitto Sebastiano, prof.ssa Barone Antonina, prof. Di Maria Aldo, prof.ssa Pindo Marisa, prof. Messina Giuseppe. Le aree individuate sono state così attribuite: Prof. Minardi Sebastiano

Gestione del Piano dell’Offerta Formativa Coordinamento attività del POF, Coordinamento progettazione curricolare, Bilancio delle attività del Piano, Coordinamento rapporti scuola-famiglia.

AREA 4

AREA 3

AREA 2

Sostegno al lavoro dei docenti Prof. Di Maria Aldo

Prof. Giannitto Sebastiano Prof.ssa Pindo Marisa Prof.ssa Barone Antonina Prof. Messina Giuseppe

Analisi dei bisogni formativi e gestione del piano di formazione e aggiornamento, produzione materiali didattici, cura documentazione educativa, coordinamento delle nuove tecnologie, attività di accoglienza ai nuovi docenti.

Innovazione Tecnologica Perfezionamento, potenziamento e gestione sito Web dell’Istituto; formazione dei docenti all’utilizzazione del sito come strumento a sostegno della didattica.

Interventi e servizi per studenti Coordinamento attività extracurricolari, coordinamento e gestione delle attività di continuità, orientamento, tutoraggio, coordinamento attività di compensazione, integrazione, recupero, educazione alla salute.

Rapporti con Enti ed Istituzioni esterne alla scuola Coordinamento rapporti con Enti pubblici, Associazioni, Scuole, Agenzie Educative e Culturali, coordinamento dei rapporti scuola-mondo dell’informazione.

Coordinamento indirizzi e rapporto esterno Coordinamento tra i diversi indirizzi dell’Istituto, sostegno alle problematiche comuni e relazione con le istituzioni scolastiche ed il mondo del lavoro.

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

6


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

Per una visione completa delle commissioni di lavoro, dei responsabili di laboratorio e degli organi collegiali, si rimanda alla versione integrale, disponibile in copia cartacea o nella versione multimediale, pubblicata nel sito dell’istituto .

4. - LE RISORSE INTERNE E CRITERI DI UTILIZZAZIONE 4.1. Gli spazi e le attività L’Istituto dispone attualmente delle seguenti strutture: Viale Aldo Moro: 26 aule per l’attività didattica curricolare Biblioteca ad uso degli insegnanti e degli studenti, in orario scolastico, con archivio informatico 3 Laboratori di Informatica Laboratorio di Scienze Aula di Tecnologia e Disegno Laboratorio di Pittura e Materie Plastiche Laboratorio di Fisica Laboratorio di Chimica 2 Palestre Laboratorio Linguistico Laboratorio di Robotica . Aula Polifunzionale Aula Magna

aula informatica

biblioteca

aula di fisica

palestra

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

7


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

AULE SPECIALI di via Fiume 6 aule per l’attività didattica curricolare Laboratorio di Elettronica (l.m.e.): utilizzata dagli insegnanti per le attività curriculari. Laboratorio di Sistemi e Telecomunicazioni: utilizzata per le attività curriculari e dotata di materiale didattico specifico e di apparecchiature multimediali. Laboratorio Multimediale: aula dotata di materiali didattici e apparecchiature multimediali utilizzata dai docenti delle diverse discipline. Laboratorio di Tecnologia e Disegno Laboratorio di T.D.P.: dotato di attrezzature per l’analisi e la realizzazione di circuiti elettronici Laboratorio CAD/CAM Laboratorio di Automazione Lab. Tecnologia Meccanica Lab. Macchine a fluido Laboratorio di Meccatronica Lab. di Saldatura Aula Polifunzionale Palestra Biblioteca: ad uso degli insegnanti e degli studenti, in orario scolastico, con archivio informatico.

Laboratorio di Sistemi e Telecomunicazioni

Laboratorio Macchine Utensili

Laboratorio di T.D.P.

Laboratorio Saldatura

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

8


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

5. - SCELTE EDUCATIVE DI ISTITUTO

Tenuto conto del contesto socio-economico e delle attese formative degli studenti, il nostro Istituto ha come finalità primaria quella di far acquisire agli studenti: ¾ una solida preparazione culturale che offra l’opportunità di affrontare con successo gli studi nei più vari indirizzi universitari; ¾ una sicura padronanza di metodi e di strategie di studio che garantiscano flessibilità e capacità di adattamento, oltre che capacità progettuali e propositive; ¾ la capacità di capire come utilizzare le proprie conoscenze e connettersi col mondo esterno.

5.1 – FINALITA’ L’Istituto, con il concorso sinergico di tutte le forze operative, si propone di raggiungere le finalità e gli obiettivi cognitivi e comportamentali, legati ai più alti valori culturali, civili e professionali. La finalità generale è certamente la formazione dell’uomo e del cittadino.

5.2 - OBIETTIVI PRIMARI COGNITIVI

Gli obiettivi primari da far raggiungere agli studenti del nostro Istituto sono: acquisizione di competenze culturali nei campi letterario, scientifico ed informatico; ¾ acquisizione di una concreta padronanza dei vari linguaggi, compresi i multimediali; ¾ acquisizione della conoscenza e della pratica della lingua inglese; ¾ sviluppo e potenziamento delle capacità di progettazione, realizzazione e collaudo di sistemi elettronici; ¾ comprensione del processo educativo quale strumento idoneo a costruire il proprio futuro, ad assumere delle responsabilità ed a rappresentare una fonte ed un mezzo per acquisire diritto di cittadinanza e pari dignità.

5.3 - OBIETTIVI FORMATIVI ¾ garantire l’equilibrio psicofisico e rafforzare la motivazione alla crescita; ¾ educare alla salute, al rispetto della persona, all’onestà intellettuale; ¾ contribuire a formare la cultura della legalità, della tolleranza, del rispetto, della solidarietà, del senso dello Stato, della pace; ¾ favorire la conoscenza del territorio, la vita associativa, il mondo del volontariato e l’inserimento nella vita operativa organizzata.

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

9


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

Per il raggiungimento di detti obiettivi, accanto alle normali attività curricolari, il nostro Istituto, come avvenuto negli anni precedenti, ritiene di fondamentale importanza promuovere attività integrative extra curricolari, aprendosi ad enti ed istituzioni culturali operanti nel territorio e collaborando con le famiglie. Nel confermare il principio secondo cui la Scuola, in quanto istituzione, è e deve essere il luogo di elezione per l’elaborazione della cultura e la formazione globale della persona, l’Istituto propone progetti culturali elaborati al suo interno e che interessano specificatamente le realtà territoriali e partecipa ad iniziative e concorsi esterni, accoglie le offerte culturali che gli Enti Locali e le varie Agenzie educative e di formazione possono proporre purché rispondenti alle finalità dell’Istituto; elabora, organizza e realizza progetti in collaborazione con Protezione Civile, Consultorio, Comune, Provincia Regionale, Asl, Associazioni di volontariato (Apac, Aido, Avis Agape, Cof dell’Università di Catania). L’istituto, per venire incontro alle esigenze degli studenti che al termine degli studi hanno bisogno di orientarsi nella scelta universitaria o nell’inserimento nel mondo del lavoro, ha aderito al consorzio Alma Diploma

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

10


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

I.T.I.S. 6. - OBIETTIVI CURRICULARI E PROFILI PROFESSIONALI - OBIETTIVI CURRICULARI E PROFILO PROFESSIONALE DEL PERITO INDUSTRIALE Il corso di Maturità Tecnica Industriale si articola in un biennio comune al termine del quale viene scelto il triennio di specializzazione: Elettronica e Telecomunicazioni o Meccanica. Il diploma di Maturità Tecnica Industriale conferisce il titolo di Perito Tecnico Industriale. La figura professionale del moderno Perito Industriale è quella di un tecnico polivalente, capace di inserirsi in realtà produttive molto differenziate e caratterizzate da rapida evoluzione, sia dal punto di vista tecnologico sia da quello dell'organizzazione del lavoro. Le caratteristiche generali di tale figura sono le seguenti: • versatilità e propensione culturale al continuo aggiornamento; • ampio ventaglio di competenze nonché capacità di orientamento di fronte a problemi nuovi e di adattamento alla evoluzione della professione; • capacità di cogliere la dimensione economica dei problemi.

Il diploma di Perito Tecnico Industriale consente: • il proseguimento degli studi con l'accesso a tutti i corsi di Laurea o a corsi di perfezionamento o di specializzazione post-diploma; • l'iscrizione al Collegio dei Periti Industriali e l'esercizio della libera professione, dopo un esame di abilitazione; • la partecipazione a concorsi pubblici; • l'impiego in aziende pubbliche e private.

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

11


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

PERITO INDUSTRIALE PER L'ELETTRONICA E LE TELECOMUNICAZIONI PERITO INDUSTRIALE L’ELETTROTECNICA Curricolo:

PER

L'ELETTRONICA

E

QUADRO ORARIO BIENNIO

Discipline del piano di studio

TRIENNIO Ore settimanali per anno di corso

Ore settimanali per anno di corso

Discipline del piano di studio

Prova di esame (d)

2 1

Lingua e Lettere italiane

Religione/ attività alternative

2 1

Storia

2

2

2

O.

Lingua e letteratura Italiana

4

4

Lingua straniera

3

3

2

S.O.(b)

Lingua inglese

3

3

Ec. Ind. ed Elementi di Diritto

-

2

2

O.

Storia

2

2

Matematica

4

3

3

S.O.

Diritto ed Economia

2

2

Meccanica e Macchine

Geografia

2

2

Elettrotecnica

Matematica (°)

4

5 (2)

Educazione fisica

Scienze della Terra Biologia

2

3

3

3

3 6 (3)

S.O.

O. 3

S.O. (c)

Elettronica

4 (2)

5 (3)

4 (2)

S.O.P.

-

Sistemi ed Automazione

4 (2)

4 (2)

6 (3)

S.O.

3

Telecomunicazioni

3

6 (2)

S.O.

4 (3)

5 (4)

5 (4)

G.O.P.

Fisica e laboratorio

3 (1)

4 (2)

Tecnologia, Disegno e Prog.

Chimica e laboratorio

3 (1)

3 (2)

Educazione fisica

2

2

2

P.O.

Tecnologia e Disegno

3 (1)

5 (3)

Religione/Attività alternative

1

1

1

-

Tecnologie informatiche

3 (2 )

Are di progetto

*

*

*

Totale ore settimanali

32 (5)

36 (10)

36 (9)

36 (11)

36 (9)

Totale ore settimanali

(°) Comprensiva di informatica (a) S. = scritta; O. = orale; G. = grafica; P. = pratica. (b) Nel quarto e quinto anno la prova è solo orale. (c) Nel quarto anno la prova è solo orale.

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

12


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

PERITO INDUSTRIALE IN MECCANICA

PERITO INDUSTRIALE IN MECCATRONICA ED ENERGIA Curricolo:

MECCANICA,

QUADRO ORARIO BIENNIO

Discipline del piano di studio

TRIENNIO Ore settimanali per anno di corso

Educazione fisica

2

2

Religione/ attività alternative

1

1

Lingua e letteratura Italiana

4

4

Lingua inglese

3

3

Storia

2

2

Diritto ed Economia

2

2

Geografia

2

2

Matematica (°)

4

5 (2)

Scienze della Terra

2

-

Lingua e Lettere italiane

3

3

3

S.O.

Storia

2

2

2

O.

Lingua straniera

3

3

2

S.O. (e)

Economia industriale ed Elementi di Diritto

-

2

2

O.

4 (1) 4 (3) 3 (3)

3 (1) 3 (3) 4 (3)

3 (1) 3 (3) 4 (3)

4

4

4

S.O. S/G. O

Matematica

3

Biologia

Ore settimanali per anno di corso

Prova di esame (d)

Discipline del piano di studio

Meccanica applicata e Macchine a fluido Tecnologia meccanica ed Esercitazione Termotecnica Disegno, Progettazione ed Organizzazione industriale Sistemi ed Automazione Industriale

4

5

6 (4)

4 (4)

6 (3) 4 (4)

S.O. S.O. (f) O.P.

Fisica e laboratorio

3 (1)

4 (2)

Chimica e laboratorio

3 (1)

3 (2)

Educazione fisica

2

2

2

P.O.

Tecnologia e Disegno

3 (1)

5 (3)

Religione/Attività alternative

1

1

1

-

Tecnologie informatiche

3 (2 )

Totale ore settimanali

32 (5)

Totale ore settimanali

36 (9)

O.P.

36 36 36 (11) (11) (14)

(d) S. = scritta; O. = orale; S/G.= scritto-grafica; P.= pratica. (e) Nel quarto e quinto anno la prova è solo orale. (f) Le ore di copresenza con il docente tecnico pratico (indicate tra parentesi) saranno ripartite rispettivamente tra 3° e 4° anno per “Meccanica e Macchine a fluido” e tra 4° e 5° anno per “ Disegno, Progettazione ed Organizzazione industriale” nell’ambito della programmazione annuale, in base alle specifiche esigenze didattiche, con delibera del Consiglio di classe ratificata dal Collegio dei docenti.

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

13


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

LICEO SCIENTIFICO TECNOLOGICO LICEO DELLE SCIENZE APPLICATE Il Liceo Tecnologico, riferito alla sperimentazione Brocca, fra tutti gli indirizzi previsti dalla Commissione, è realmente innovativo.

QUADRO ORARIO LICEO TECNOLOGICO MATERIE

Educazione fisica

2

2

2

2

2

Religione/Attività Alternative

1

1

1

1

1

Lingua e letteratura italiana

4

5

4

4

4

Lingua e letteratura straniera *

3

3

3

3

3

Esso è caratterizzato, in 3 Geografia 2 modo specifico, dall’integrazione Filosofia 2 3 3 di scienza e tecnologia. Lo Diritto ed Economia 2 2 studio è rivolto alle strutture Tecnologia e disegno 2 6 (3) 2 logico-formali, all’attività di Matematica 5 5 (2) 4 (1) 4 (1) 4 (1) matematizzazione, all’analisi di Scienze della Terra 2 2 3 Bíologia e laboratorio 3 4 (2) 2 (1) 2 (1) sistemi modello, Chimica 3 (2) 3 (2) 3 (2) all’approfondimento di concetti, Laboratorio di Fisica e Chimica 5 (5) principi e teorie scientifiche. La Fisica 2 4 (2) 3 (2) 4 (2) sua finalità, dunque, è Informatica sistemi automatici 2 3 (2) 3 (2) 3 (2) eminentemente formativa. Lo 34 34 34 35 Totale ore settimanali 27 (10) (9) (8) (8) stesso rilevante spazio che in esso trova l’attività di laboratorio nelle varie discipline scientifiche tende a tale scopo, proponendosi appunto di garantire l’approccio alla scienza secondo il metodo sperimentale e superando in tal senso una lacuna strutturale dell’insegnamento scientifico nella secondaria superiore. Storia

2

2

2

2

Inoltre, attraverso l’aumento delle ore di insegnamento dell’italiano e la presenza di tutte le discipline proprie dell’area liceale, viene opportunamente garantita la formazione umanistica, nonostante la mancanza dell’insegnamento del latino.

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

14


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

CORSO SERALE (ITIS) L’Istituto, nell’ottica dell’educazione degli adulti, già da diversi anni ha attivato corsi serali per periti in “Elettronica e Telecomunicazioni” ed in “Meccanica”. L'obiettivo primario del corso è il "recupero educativo" di adulti che, per le più svariate ragioni, hanno abbandonato la scuola durante gli anni dell'adolescenza, sicché si cerca di agevolare il passaggio dal lavoro alla scuola e viceversa, in qualsiasi momento, senza dover ogni volta ricominciare da zero, ma recuperando tutte le esperienze formative fatte anche fuori della scuola. Questi corsi, che si tengono prevalentemente presso la sede di via Fiume, sono stati organizzati, infatti, per quei lavoratori che desiderano conseguire un diploma, ma che non hanno ormai l'opportunità di frequentare i corsi diurni. Gli utenti del corso serale sono spesso adulti, magari gravati anche da impegni di natura familiare, che hanno avuto o un curriculum di studi non regolare o una esperienza non positiva con la scuola; ma si iscrivono anche studenti che sono già in possesso di un diploma di scuola media secondaria (talvolta iscritti all'Università) e che vogliono conseguire un nuovo diploma ad indirizzo tecnico da poter spendere nel mercato del lavoro. Proprio le caratteristiche di età e maturità, unite spesso ad una forte motivazione, permettono allo studente dei corsi serali di affrontare alcuni problemi e argomenti in modo assai efficace. Per venire incontro alle esigenze di questi studenti, l 'orario delle lezioni inizia nella prima serata ed è articolato su cinque giorni (escluso il sabato). Le lezioni del corso serale si articolano in complessive 29 ore settimanali ( in luogo delle 36 dei corrispondenti corsi diurni), secondo il quadro orario proposto dal Collegio dei Docenti, ai sensi delle norme vigenti in materia. Le discipline ed i quadri curricolari sono analoghi a quelli svolti nei corsi diurni. Le finalità primarie del corso serale sono: • qualificare giovani e adulti, privi di professionalità aggiornata, per i quali la licenza media non è più una garanzia dall'emarginazione culturale e/o lavorativa; • consentire la riconversione professionale di adulti già inseriti in ambito lavorativo che vogliono ricomporre la propria identità professionale e lavorativa; • elevare il livello culturale degli adulti, attraverso un’ amalgama di esperienze di diversa provenienza, consentendo anche ai lavoratori extracomunitari, presenti in gran numero nel nostro bacino di utenza, di arrivare a livelli dignitosi di inserimento nella complessa società del nostro tempo. Relativamente all’organizzazione didattica, si è ritenuto opportuno individuare per ogni materia una scansione modulare.

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

15


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

Un modulo è un'unità di un lavoro programmato in funzione del raggiungimento di obiettivi ben definiti, il cui superamento è verificato, certificato e capitalizzato; esistono pertanto numerosi tipi di moduli, in relazione a diversi obiettivi formativi. Ciascun modulo, o gruppo organico di moduli, prevede una fase progressiva, una fase di verifica in itinere, azioni di rinforzo e di recupero, verifica e certificazione. Infine i docenti sperimenteranno forme di insegnamento a distanza stabilendo contatti tra gli studenti ed i docenti via e-mail e preparando lezioni ed esercizi in formato HTML da mettere in rete. Queste possibili sperimentazioni, che sono attualmente allo studio, non possono comunque sostituire totalmente le attività svolte in classe né le verifiche sommative.

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

16


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

STRUTTURA GENERALE DEL PIANO DI STUDI (corso serale): Orario settimanale 1º 2º 1 1

BIENNIO

Materie Educazione Fisica Italiano 4+2 Storia Lingua inglese 3 Economia industriale ed elementi di diritto 2 Matematica 5 (2) Geografia 2 Scienze della Terra 2 Biologia Fisica e Laboratorio 3 (2) Chimica e Laboratorio 2 (1) Tecnologia e Disegno 3 (2) Totale ore settimanali 29 (7)

4+2 3 2 4 (2) 2 4 (2) 3 (2) 4 (2) 29 (8)

TRIENNIO DI ELETTRONICA E Ore settimanali per anno di corso TELECOMUNICAZIONI Materie 3º 4º 5º Educazione Fisica 1 1 1 Italiano 3+1 3+1 3+1 Storia Lingua inglese 2 2 2 Economia industriale ed elementi di 2 2 diritto Matematica 4 3 2 Meccanica e macchine 2 Elettrotecnica 4 (2) 3 Elettronica 4 (2) 4 (2) 4 (2) Sistemi elettronici automatici 3 (2) 3 (2) 4 (2) Telecomunicazioni 3 5 (2) Tecnologie elettroniche, disegno e 4 (3) 4 (4) 5 (4) progettazione Totale ore settimanali 28 (9) 29 (8) 30 (10)

TRIENNIO DI MECCANICA Materie Educazione Fisica Italiano Storia

Ore settimanali per anno di corso 3º 4º 5º 1

1

1

3+1

3+1

3+1

Lingua inglese

2

2

2

Economia ind.le ed elementi di diritto

-

2

2

Matematica

4

3

3

Meccanica applicata e macchine a fluido

6 (2)

4 (2)

4

Tecnologie meccaniche ed esercitazioni Disegno, progettazione ed organizzazione industriale Sistemi ed automazione industriale

4 (4)

4 (4)

5 (5)

4

5

5 (3)

4 (2)

4 (3)

Totale ore settimanali 29 (8)

29 (9)

4 (3) 29 (11)

N.B. Tra parentesi sono indicate le ore di lezione da effettuarsi con il supporto del laboratorio.

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

17


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

LICEO LICEO SCIENTIFICO P.N.I. (Piano Nazionale Informatica) LICEO SCIENTIFICO Il Liceo risponde in maniera QUADRO ORARIO P.N.I. 1° 2° 3° 4° 5° MATERIE significativa alle esigenze Religione/alternativa 1 1 1 1 1 formative che la società attuale Educazione fisica 2 2 2 2 2 richiede per poter affrontare Italiano 4 4 4 4 4 qualsiasi facoltà universitaria. Latino 3 4 4 3 3 L’indirizzo si caratterizza per il Lingua straniera 3 4 3 3 3 ruolo fondante che in esso assumono Storia 2 2 2 3 3 le discipline scientifiche che si Geografia 2 Filosofia 2 3 3 integrano con il sapere umanistico. Matematica 5 5 4 4 4 Infatti la matematica e le scienze Lab. Informatica per Mat. e Fis. 2 2 2 sperimentali, essendo degli Fisica 2 3 2 2 2 strumenti di alto valore formativo, Scienze Nat. Chimica e Geografia 2 2 3 3 2 svolgono una funzione basilare sul Disegno 2 2 2 2 2 piano culturale ed educativo e nella Totale ore settimanali 27 31 31 31 31 interazione conoscitiva col mondo reale. In particolare, la sperimentazione P.N.I. attua lo studio della matematica e della fisica mediante il laboratorio di informatica. Le discipline umanistiche invece hanno lo scopo di far acquisire il raggiungimento di una visione complessiva delle realtà storiche e delle espressioni culturali delle società umane. Lo studio della lingua latina favorisce, altresì, la conoscenza delle tradizioni di pensiero ed è necessario non solo per l’approfondimento della prospettiva storica della cultura, ma anche per l’acquisizione di un linguaggio specifico su cui poggia lo stesso sapere.

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

18


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

LICEO SOCIO – PSICO – PEDAGOGICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE L’indirizzo socio-psico-pedagogico QUADRO ORARIO SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO MATERIE 1° 2° 3° 4° 5° nasce come una proposta di Educazione fisica 2 2 2 2 2 riforma dei programmi della scuola Religione/Attività Alternative 1 1 1 1 1 Italiano 4 5 4 4 4 secondaria, elaborata dalla Lingua straniera 3 3 3 3 3 Latino 3 4 3 3 2 Commissione Brocca nel lontano Arte e/o Musica 2 Storia dell'Arte o Musica 2 2 2 1988. Storia 2 2 2 3 3 2 Geografia Come ogni Liceo, esso offre una Filosofia 3 3 3 cultura sia generale che specifica: Diritto ed Economia 2 2 2 Scienze umane * 4 “generale” in quanto indirizza gli Diritto e Legislazione Sociale 3 Psicologia 2 studenti verso una dimensione Pedagogia 3 3 3 Sociologia 2 2 critica; ”specifica” poiché El. di Psico. Soc. e Statistica 4 Matematica e Informatica 3 4 3 3 3 l’indirizzo non solo si caratterizza Scienze della Terra 2 Bíologia 3 3 per la presenza singolare di alcune Chimica 2 2 Fisica 2 2 discipline sociali (quali la Met. della ricerca socio psíco 2 psicologia, la sociologia, la Totale ore settimanali 27 34 34 34 34 pedagogia, la metodologia della ricerca), ma anche, attraverso le altre materie curricolari (quali la letteratura italiana ed inglese, la storia , la filosofia, la matematica, le scienze e il diritto), guida all’analisi ed alla comprensione del mondo esterno. Pertanto tale indirizzo si prefigura come una risposta innovativa ad esigenze diffuse e garantisce, all’interno della scuola secondaria superiore, la presenza di saperi rilevanti nell’attuale contesto socioculturale. Nello specifico, le finalità generali dell’indirizzo socio-psico-pedagogico sono: • fornire solide basi culturali e concreti strumenti di orientamento per la prosecuzione degli studi a livello universitario; • fare acquisire una professionalità di base per le attività rivolte al “sociale” con predominanti valenze formative e riferite ad aspetti relazionali, di comunicazione, di organizzazione con puntuale attenzione a competenze di tipo progettuale nei confronti dei fenomeni educativi e sociali.

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

19


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

7. - QUALITA’ DEL SERVIZIO OFFERTO DALL’ISTITUTO I programmi Brocca hanno introdotto la pratica del metodo della programmazione per obiettivi di apprendimento. I programmi stilati dai singoli docenti si articolano in finalità specifiche delle discipline, obiettivi di apprendimento, contenuti, metodologia, verifica e valutazione. I collegamenti interdisciplinari sono imprescindibili: ciascuna disciplina non può rimanere a sé stante, ma deve organicamente completarsi con le altre. Inoltre, se da un lato non è possibile disattendere i programmi ministeriali, dall'altro è necessario - fermo restando un programma minimo comune a tutte le classi parallele - adottare ogni opportuna modifica per venire incontro alle peculiari esigenze delle singole classi. In questa ottica, assume rilevanza la figura del Coordinatore di Classe che deve costituire il punto di riferimento costante per studenti, genitori e per lo stesso Consiglio di Classe.

Per una visione completa delle funzioni dei coordinatori dei consigli di classe si rimanda alla versione integrale, disponibile in copia cartacea o nella versione multimediale, pubblicata nei siti dell’istituto .

www.primopachino.it www.sris01400g.scuolanet.info www.istitutobartolo.it

7.1 -FORMAZIONE CLASSI PRIME Le classi prime sono formate tenendo conto dei seguenti criteri stabiliti dal Consiglio d'Istituto sulla base delle proposte del Collegio dei Docenti: • mantenere, ove è possibile, i gruppi classe di provenienza; • i gruppi classe devono risultare omogenei tra di loro ed eterogenei all'interno; • i livelli vengono desunti dalle schede informative delle scuole medie; • gli alunni portatori di handicap sono inseriti in classi contenenti di norma non più di venti unità ; • i "casi particolari", studenti con difficoltà di apprendimento e/o di relazione, vengono individuati attraverso incontri-colloqui con gli insegnanti delle scuole medie, con l'équipe della ASL e con l'operatore psico-pedagogico.

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

20


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

• Gli studenti ripetenti sono inseriti nella stessa sezione, salvo gravi motivazioni verificate dal Dirigente nel corso dell'anno precedente o motivate per iscritto dal Consiglio di Classe o dalla famiglia. Gli studenti, i cui genitori sono docenti di questo Istituto, vengono iscritti in classi diverse da quelle in cui operano i genitori.

7.2 -

METODI E STRATEGIE EDUCATIVE

I metodi e gli strumenti che si intendono utilizzare per il raggiungimento degli obiettivi sopra elencati sono:

7.2.1 – METODOLOGIE • • • • • • •

Lezione frontale e partecipata, Organizzazione delle discipline in unità didattiche e modulari, Lavori individuali e di gruppo, Utilizzo di tecniche multimediali, Lavori pluridisciplinari, Insegnamento individualizzato, Percorsi formativi su più discipline.

7.2.2 - STRUMENTI DIDATTICI • • • • • • • • • • • • • • • •

Libri di testo Materiale didattico disciplinare Biblioteca Lavagne Sussidi audiovisivi e fotocopiatrice Strumentazione informatica Attrezzatura scientifica Strumenti di riproduzione sonora Attrezzatura video fotografica Videoconferenza Stazione meteorologica Stazione radio (Sede viale A. Moro e via Fiume) Ricevitori satellitari tv Internet Archivi e documenti Palestra.

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

21


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

7.3 - VERIFICA E VALUTAZIONE 7.3.1 - STRUMENTI DI VALUTAZIONE • • • •

Prove scritte e orali di comprensione, di produzione individuale e di gruppo, prove integrate Partecipazione al dialogo culturale ed educativo Test e questionari Varie tipologie di scrittura: saggio breve, articolo giornalistico, analisi del testo, tema.

7.3.2 CRITERI DI VERIFICA • • • • • • •

Conoscenza dei contenuti Comprensione dei testi Capacità di analisi e di sintesi Acquisizione dei linguaggi specifici Capacità di argomentazione Capacità di collegamento Capacità di recupero.

Gli elaborati svolti in classe saranno corretti entro un periodo massimo di quindici giorni e su ciascun elaborato sarà trascritto un breve e motivato giudizio, nonché il voto. Si sottolinea l'esigenza di dichiarare sempre i voti di profitto attribuiti al termine di ogni verifica, curando, ove necessario, di spiegare allo studente le ragioni dei risultati e ciò al fine di educarlo all'autovalutazione. Il processo di apprendimento dei singoli studenti è seguito in tutte le sue fasi, poiché la valutazione globale viene fatta tenendo conto sia degli obiettivi cognitivi sia di tutti gli aspetti della personalità dello studente, dell’impegno, dell’interesse e dei progressi compiuti.

8. - AMPLIAMENTO OFFERTA FORMATIVA: AREE PROGETTUALI E LABORATORI Ad integrazione e in aggiunta all’attività curricolare, allo scopo di offrire agli alunni una ulteriore occasione per completare e arricchire la propria formazione vengono organizzate attività integrative e laboratoriali da svolgersi in orario pomeridiano. Scopo precipuo di questi ultimi è quello di far acquisire ai frequentanti competenze e abilità da poter spendere sul mercato del lavoro. Sono previsti per il corrente anno scolastico i seguenti progetti, laboratori e attività integrative:

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

22


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

PROGETTI P.O.F. A.S. 2010/2011 ( finanziati con fondi d’istituto) n. 1 2 3 4 5 6

Titolo La Rete in pratica Introduzione alla Robotica Corso di Lingua Inglese Scrittura Giornalistica Laboratorio Teatrale Noi Domani (orientamento in uscita)

7

Orientamento in itinere e in uscita

8 9

I corsari del cuore Ciak si gira Le scienze del futuro e il futuro delle scienze

10

destinatari 5G Tecnologico – 5C ITIS Classi 3-4-5 Classi 4-5 Liceo e Socio Tutti gli allievi dell’istituto Tutti gli allievi dell’istituto Alunni classi IV e V Alunni III classi- scuole medie I grado – biennio ITIS Tutti gli allievi dell’istituto Studenti – Attori corto

Docente responsabile Minardi Sebastiano Giannitto Sebastiano Roccaro Giuseppa Giannitto Sebastiano Coppa Concetta Vassalli Giuseppe Pindo Marisa, Lucenti Carmelo Coop. Vita et Labor Barone Antonina

Classi 3-4-5

Barone Antonina

Progetti PON 2011 n. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18

Titolo

destinatari

PON AZIONE C1: - “ Scienze di base biennio ”. PON AZIONE C1: - “ Italiano biennio ”. PON AZIONE C1: - “ Italiano triennio ”. PON AZIONE C1: - “ Matematica biennio ITIS ”. PON AZIONE C1: - “ Matematica biennio PNI ”. PON AZIONE C1: - “ Matematica triennio PNI ”. PON AZIONE C1: - “ Matematica triennio ITIS e Tecnologico ”. PON AZIONE C1: - “ Musica oggi ”. PON AZIONE C1: - “ Inglese biennio ”. PON AZIONE C1: - “ Inglese triennio ”. PON AZIONE C1: - “ Nuove tecnologie (Chimica e Biologie) ”. PON AZIONE C4: - “ Certamen”. PON AZIONE C4 : - “ Corso italiano “. PON AZIONE C4 : - “ Olimpiadi mat. e fisica biennio”. PON AZIONE G1 : - “ ECDL ”. PON AZIONE C6: - “ Inserimento lavorativo ”. PON AZIONE C3: - “ Ambiente e territorio ”. PON AZIONE C3: - “ Scuola e legalità ”.

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

23


Istituto Istruzione Secondaria Superiore “M. BARTOLO” Pachino (SR)

9. - MONITORAGGIO FORMATIVO

VALUTAZIONE DEL PROCESSO

La valutazione non è da intendersi solo come momento conclusivo di un percorso, ma è finalizzata a verificare tutta l'attività svolta che riguarda anche la metodologia seguita per raggiungere gli obiettivi prefissati, gli interventi attuati e i progetti attivati. Essa tiene conto della situazione di partenza dei singoli alunni e del processo di apprendimento, accertati mediante prove di ingresso per verificare i pre-requisiti e una rilevazione sistematica del comportamento e del processo di apprendimento degli alunni mediante griglie di osservazione e verifiche sistematiche di vario tipo, legate alle singole discipline. In base alle informazioni così ricavate, è compilato il quadro del singolo alunno.

10. -VALUTAZIONE FINALE DEL PIANO OFFERTA FORMATIVA Individuazione contestualizzata di standard di produttività (organizzativa, didattica, relazionale) - sett/ott - a cura del gruppo di progetto; • Rilevazione (iniziale, intermedia e finale), tabulazione e comparazione dei dati di ingresso e degli esiti prodotti (docenti, alunni). • Valutazione finale di progetto in ordine ai risultati conseguiti (giugno) a cura del gruppo di progetto e del Collegio dei docenti. •

P.O.F. Anno Scolastico 2010-11

24

POF 2010-2011  

Piano di Offerta Formativa dell'Istituto Istruzione Superiore "M.Bartolo" di Pachino

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you