Issuu on Google+

giornal LINDO

G I O R N A L I N O s e m e s t ral e p e r s c oia t t oli - n ° 1 - S E T T E M B R E 2 0 1 2

Rivista semestrale edita da Cassa Centrale Banca - Grafica: Archimede; Testi: Mauro Neri, Silvia Vernaccini e Archimede; Illustrazioni: Fulber; Stampa: Litografica Editrice Saturnia Direttore responsabile: Silvia Vernaccini - Testata in attesa di registrazione

eDITOrialE

Allora, bambine e bambini: mi hanno chiesto di scrivere l’Editoriale di questo primo numero del GIORNALLINDO DI RISPARMIOLANDIA.

Voi sapete che cos’è un... “editoriale”? Qualcosa a che fare con le “dita”? Oppure coi “tori”?

Poi mi hanno detto che significa scrivere una paginetta per presentare questo nuovo giornalino che farà compagnia due volte l’anno a tutti voi che siete amici di Gellindo Ghiandedoro e dei suoi spaventapasseri.

Scrivere? E come fa uno scoiattolo a scrivere?

Che cosa adopera? Una penna prestata dall’Oca Bernardina?

Allora sono andato da maestro Abbecedario: lui di sicuro mi può spiegare come si fa a scrivere, mi sono detto.

“Ma tu lo conosci l’alfabeto?” mi ha chiesto

penna stilografica nella zampetta e ho scritto la mia prima lettera!

“Questa è la G” mi ha detto il maestro, “G come? Quale parola comincia con la G?” Ma è semplice, no?

G

” come Gellindo! “ lo spauracchio maestro di scuola. “A... Bi... Ci, te ne “G” come Ghiandedoro!! parlo martedì... Di... E... Effe, “G” come Giornallindo!!! io di guai ne ho a bizzeffe... Gi... Acca... I, ci rivedremo tutti i dì!” Insomma: dai e dai, alla fine Abbecedario è Continua a pag. 2 riuscito a infilarmi una

GHIANDA giochi

pOOSTA Ciao Gellindo! Mi piacerebbe tanto sapere dove abiti per venire a trovarti ogni tanto…

SARA 8 anni Caro Gellindo, come fai ad avere una coda tanto bella?

CARLO 6 anni Sono Lucia e vorrei mandarti un bel disegno, come posso fare?

LUCIA 9 anni Continua a pag. 2

scopri tutte le novita' ghiandose del nuovo sito

www.risparmiolandia.it

a pag. 3

FIABE FiabiSSime a pag. 4 e 5

i CONsigli degli SPAVENTAPASSERI a pag. 6

66ma Mostra dell'Agricoltura, Trento Gellindo gioca con i suoi amici bambini!

www.risparmiolandia.it

Rispettiamo il Bosco delle Venti Querce usiamo carta Cocoon riciclata al 100%,


2

pOOSTA Ciao Gellindo! Mi piacerebbe tanto sapere dove abiti per venire a trovarti ogni tanto…

SARA 8 anni Mia cara Sara! Io, Gellindo Ghiandedoro, vivo nel Bosco delle Venti Querce, vicino al Villaggio degli Spaventapasseri! La mia tana è nel tronco dell’albero più vecchio del bosco. Ci sono così affezionato che la lascio solo ogni tanto per andare a trovare i miei amici Spaventapasseri oppure per fare un salto in città. In inverno no eh…perché d’inverno schiaccio mille pisolini e divento pigro, ma in primavera, in primavera sììììì! Se vieni a Trento per la super Mostra dell’Agricoltura, ci incontreremo di sicuro e sarò felice di abbracciarti! A presto presto!

Continua Da pag. 1

Caro Gellindo, come fai ad avere una coda tanto bella?

Sono Lucia e vorrei mandarti un bel disegno, come posso fare?

CARLO 6 anni

LUCIA 9 anni

Carlo Carlo…la mia coda è il mio vanto, la pettino, la spazzolo, la ingello, la liscio… Ahhh, sì, la mia bella codona, come potrei fare senza? Perché non te la metti anche tu? Oh, ma che dico! Tu sei un bambino, i bambini non hanno la coda…a meno che…non se la mettano a carnevale! Che dici, ti ho dato una dritta per un bel travestimento?

Oh Lucia! Come sono felice di sapere che hai dipinto la mia lucente coda! Mhhh, beh, forse hai dipinto Contolo o Tisana La Dolce… e io potrei essere geloso… ma no, ma no! Che dico! Sono tanto felice di poter ricevere il tuo bel disegno. È facilissimo, puoi andare sul sito www.risparmiolandia.it e mandarmi tutto da lì…cerca la voce “i tuoi disegni”, scrivi una bella dedica e schiaccia “invia”! Mi arriverà direttamente alla tana del vecchio albero e potrai vederlo pubblicato insieme a quello di tanti altri miei amici come te. Ci conto!

eDITOtorialE

...E a quel punto ho capito che è una cosa bella potersi leggere ogni sei mesi: poter avere un giornalino tutto per noi, per scrivere quel che pensiamo, per leggere quel che ci piace di più, per scrivere quel che ci passa per il cuore... Questo primo numero lo abbiamo scritto interamente io e i miei amici spauracchi: voi non ne sapevate nulla e non avete potuto aiutarci. Ma adesso che lo sapete, adesso che avete il GIORNALLINDO DI RISPARMIOLANDIA tra le mani, adesso che sapete quant’è bello sfogliarlo e leggerlo, aspetto che ci aiutiate anche voi a riempirlo di idee, disegni, storie e storielle, giochi, curiosità e letterine... A partire dal prossimo numero! Il mio primo “editoriale”, quindi, che non ha niente a che fare coi “tori” e con le “dita”, ma si conclude con un invito: fate lavorare la fantasia e scrivete subito a

Gentile Redazione del GIORNALLINDO DI RISPARMIOLANDIA Cassa Centrale Ufficio Marketing Via Segantini, 5 - 38122 TRENTO Oppure mandatemi una ghianda-email a: info@risparmiolandia.it Aspettiamo i vostri pensierini, i vostri disegni, i vostri giochi: i più simpatici e i più strani, che saranno di sicuro anche i più belli, li pubblicheremo così tutti li potranno leggere! È stata una gran fatica scrivere questo “editoriale”. Adesso mi riposo sgranocchiando la nocciola che è qui, davanti a me, e comincio a pensare a quello che vi scriverò sul prossimo numero. Un saluto “risparmioso” dal vostro

www.risparmiolandia.it


GHIANDAgiochi Un viaggio da sogno Per scoprire quale città vorrebbe tanto visitare il maestro Abbecedario dovete unire i puntini da 1 a 100, buon divertimento!

Le piccole differenze Queste fatine sembrano uguali? Aguzzate la vista, in realtà non lo sono! 8 sono le differenze da scovare…

www.risparmiolandia.it

3


FIABE FiabiSSime

4

Passion di Fiaba

ha deciso di regalarci una bella storia delle sue, ma per scoprire come va a finire dovrete andare su www.risparmiolandia.it e cercare la “baby” fiaba “Gioacchino il contadino e le mele” nella sezione Fiabe Fiabissime!

Gioacchino il contadino e le mele di Mauro Neri

color

ami

Quand’era giovane, Gioacchino era un contadino molto, molto povero. Abitava in una casupola poco distante dal Villaggio degli Spaventapasseri, viveva di piccoli lavoretti nei campi dei vicini e, quando andava bene, alla sera poteva mettere in tavola un po’ di minestra, che mangiava con un po’ di pane vecchio. L’unica sua ricchezza era un bellissimo albero di mele che teneva nel suo piccolo orto. Ma un albero di mele era veramente troppo poco, per poter vivere senza problemi. Certo, d’autunno, assieme alla minestra e al pane secco, Gioacchino poteva mangiare anche una bella mela gialla… ma le mele duravano solo un paio di mesi e poi tornava la miseria di sempre. Regina Natura, un giorno, decise di aiutarlo. E sai che cosa fece? Sta’ ad ascoltare. Un mattino di ottobre Gioacchino si alzò come sempre all’alba, andò nell’orto a controllare che le mele del suo albero fossero tutte al loro posto e… meraviglia delle meraviglie! Sbarrò gli occhi


incredulo, sentì le gambe che si piegavano per l’emozione e cadde in ginocchio senza forze. Lì, tra le foglie verdi del suo bell’albero, vide le mele più strane che mai si fossero viste! C’erano mele azzurre e mele celesti, ma anche mele rosse a strisce gialle, rosa a stelline dorate; un intero ramo portava appese mele verdi a bolli rossi, altre ancora erano a striscioline colorate come l’arcobaleno. Quelle più in alto, poi, erano di color violetto, ciclamino, rosso vivo e rosso scuro con righette azzurro chiaro… Sui rami più bassi, invece, si vedevano mele giallo limone con venature celesti, mele blu con piccole lune argentate, arancioni con cerchietti rossi… addirittura alcune erano tutte bianche, candide come grosse palle di neve! – CHE BELLE MELEEE! – mormorò sottovoce il nostro Gioacchino. Poi si rialzò, colse una mela color porpora a pallini giallo oro e l’addentò: era squisita, era la mela più buona che mai avesse mangiato! Proprio in quel momento passò di lì lo spaventapasseri Lingualunga che, nel vedere quel meraviglioso albero multicolore, si fermò e… – Ma cosa hai fatto, Gioacchino! Hai dipinto tutte le mele del tuo albero? – No, devi credermi! Le ho trovate così questa mattina: guardate, tocca questa mela… non è stata colorata, è proprio così! – Ma lo sai che hai una bella fortuna tra le mani? Ascolta: ti do qualche consiglio… – e Lingualunga... PISSI PISSI PISSI... bisbigliò chissà che cosa all’orecchio del giovane. Fatto sta che di lì a pochi giorni, se foste passati davanti alla povera casa di Gioacchino il contadino, non l’avreste riconosciuta. Un’altissima palizzata di legno, infatti, la nascondeva agli sguardi dei passanti, mentre una lunga coda di spaventapasseri attendeva paziente di poter entrare ad ammirare l’albero delle mele colorate. Naturalmente pagando un biglietto d’ingresso! E Regina Natura sorrideva soddisfatta. Dopo qualche giorno Gioacchino...

scopri il finale su www.risparmiolandia.it

www.risparmiolandia.it

5


6

i CONsigli degli SPAVENTAPASSERI Curiosando nell’orto di Tisana la Dolce

LA ROSA Gellindo Ghiandedoro sa bene quanto a me piacciano i fiori, le piante ornamentali ma anche quelle medicinali e profumate: il mio orto ne è pieno zeppo! “E allora perché non scrivi qualcosa per i nostri tantissimi piccoli amici del Giornallindo di Risparmiolandia? Perché non ci regali un po’ della tua saggezza?” mi ha detto il piccolo scoiattolino risparmioso. E io che potevo rispondere? Eccomi qua... e cominciamo con il fiore più semplice. La ROSA! Chi non conosce la rosa? Chi non sa che di rose ne esistono di tutti i tipi, di tutti i colori, di tutte le grandezze? Chi non sa che ogni rosa ha le sue spine (sul gambo)? Chi non ha mai visto una rosa in vita sua, alzi la mano... Visto? Nessuna mano alzata! Esistono rose rosse (le più belle, non c’è che dire) ma anche rose rosa, bianche, gialle, lillà; rose col gambo

lungo, rose a cespugli, a pergolati, rose in terra e rose in vaso, rose spontaneee e rose coltivate in serra in ogni stagione dell’anno... Non tutti però sanno che le rose fanno anche bene e sono perfino “buone”! Dai petali, ad esempio, si estrae l’essenza della rosa, che viene poi utilizzata in profumeria per realizzare i profumi più svariati o le pomate più delicate, ma molti cuochi usano l’essenza di rosa anche in cucina per dare un profumo particolare a tanti dolcetti. Se i petali di rosa, poi, hanno proprietà astringenti, le foglie vengono utilizzate nei casi di forte mal di pancia per evitare di dover correre in continuazione al gabinetto; i frutti di rosa sono ricchi di vitamina C e hanno proprietà diuretici (fanno fare tanta pipì), calmano le persone troppo nervose e fanno passare i disturbi intestinali. Il solo profumo di rosa è indicato per calmare le persone agitate, per dare sollievo a chi è triste, per diminuire il dolore, per combattere le infezioni. L’aroma di rosa fa bene al cuore, allo stomaco, al fegato e con le foglie appena spuntate si può preparare un ottimo tè... naturalmente alla rosa! E poi, quando si vuol bene a una persona, la mamma o la nonna ad esempio, cosa c’è di meglio del regalo di una rosa per far capire tutto il nostro affetto? E tutto perché la rosa è un fiore prezioso e ricco di profumo.

Tisana la Dolce


Ritaglia e invia il tuo disegno

7

Prova a disegnarti abbracciato a Gellindo Ghiandedoro e invia il tuo disegno a Redazione del GIORNALLINDO DI RISPARMIOLANDIA, Cassa Centrale Ufficio Marketing - Via Segantini, 5 38122 Trento per scoprire se sarĂ  pubblicato sul prossimo numero!

www.risparmiolandia.it


8

Bambini! Ecco a voi il nuovo nuovissimo sito! Fateci un salto, io e i miei amici del Bosco delle Venti Querce siamo tutti qui!

Con lui scoprirete tutte le curiosità su Gellindo e gli amici Spaventapasseri

Vi farà volare da Passion di Fiaba dove potrete leggere e ascoltare tutti i nostri racconti…

Vi svelerà i segreti delle ghiande d’oro e del mondo dei piccoli risparmi

Con lei conoscerete le leggende e le passeggiate più belle del Trentino!

Il vostro amico di giochi! Scegliete lui se volete disegnare e colorare!!!

www.risparmiolandia.it Mi raccomando, vi aspetto con impazienza. Dimenticavo, un grande grazie alle Casse Rurali per questo nuovo sito, dove potremo incontrarci e scoiattolare insieme!


Giornallindo #1