Page 1


RESORTS MAGAZINE

8

T H E

W O R L D ’ S

M O S T

E X C L U S I V E

D E S T I N A T I O N S

Sudan


consulenza e strategia per l’internazionalizzazione della tua impresa know how capacità di analisi grande esperienza approccio tailor-made

CONSULENZA FISCALE INTERNAZIONALE CONSULENZA E GESTIONE SOCIETARIA UK COSTITUZIONE E GESTIONE SOCIETÀ IN ALTRE GIURISDIZIONI OPERAZIONI STRAORDINARIE SOCIETÀ NON RESIDENTE SERVIZI PER PERSONA FISICA TRUST

www.taxandadvise.it info@taxandadvise.com T+44 2070971304 London


RESORTS MAGAZINE

T H E

W O R L D ’ S

M O S T

E X C L U S I V E

D E S T I N A T I O N S

Svalbard Islands


www.rosenthal.de


C’

EDITORIALE Ovidio Guaita, International Editor-in-Chief

è un muro invisibile che ci separa dagli altri. Un muro che a volte ci impedisce di vedere. Un muro che a volte diventa fisico. Fino a quando non riusciremo ad accettare ciò che è “altro” o “diverso” senza per forza definirlo primitivo o incivile non avremo imparato a oltrepassare quel muro e a viaggiare. Noi, Grandi Viaggiatori, abbiamo un compito, un obbligo quasi, che nasce dal privilegio di aver visto così tanto mondo: quello di favorire l’integrazione. Proprio noi che viaggiando abbiamo conosciuto popoli così diversi e lontani dobbiamo contribuire alla comprensione, anche di quelle abitudini e credi meno ortodossi e condivisibili. Perché siamo tutti stranieri e in punta di piedi e con rispetto incontriamo gli abitanti di questo grande villaggio. Tutti un po’ diversi. Vicini o lontani che siano. Ma nessun muro, tantomeno fisico, potrà fermare la curiosità o il desiderio di una vita con migliori aspettative. Del resto la storia insegna, dalla grande muraglia in poi. Se le migrazioni non sono fermate dalle grandi catene montuose come possiamo pensare che una staccionata o una pila di mattoni possano tarpare le ali ai sogni. Go beyond your expectations with Resorts Magazine!


SOMMARIO

30

TOP 10 tented camps

34

ELEVEN MIRRORS Kiev, Ukraine

39

SCANDIC ST. OLAVS PLASS Oslo, Norway

42

HOTEL CRISTIANIA TEATER Olso, Norway


45

Kiev, Ukraine

HOTEL WALDHAUS Sils-Maria, Switzerland


SOMMARIO

Vietnam

55

FUSION RESORT NHA TRANG Nha Trang

61

ALMA OASIS LONG HAI Long Hai

68

REX HOTEL Ho Chi Minh City, Vietnam

73

MOVENPICK HOTEL HANOI Hanoi, Vietnam


Venice Simplon-Orient-Express

78 88

VENICE SIMPLON-ORIENT-EXPRESS Venezia-Paris

HOTEL DANIELI Venezia


travels4 travelers

Sudan

94

MEROE le piramidi dei faraoni neri

101

CORINTHIA HOTEL KHARTOUM Khartoum

104

I VIAGGI DI MAURIZIO LEVI il viaggio


SOMMARIO

travels4 travelers

Faroe Islands

116

FAROE ISLAND North Atlantic Ocean

112

GOURMET EXPERIENCES Top Restaurants in Torshavn

119

HOTEL FOROYAR Torshavn


travels4 travelers

SOMMARIO

Svalbard

122

IL SOLE DI MEZZANOTTE le Svalbard di Hurtigruten

131

SPITSBERGEN HOTEL Longyerbyen


Mongolia

136

TERRE D’AUTORE il fascino del deserto

travels4 travelers


RM

lifeStyle

147

DON JUAN II a cena sulla Senna

151

QATAR AIRWAYS weekend nel deserto

155

VIDEO PRODUCTION corporate video, spot, events

159

LORENZO HERVATIN dallo still life al drone


SOMMARIO


www.palidano.com


E X C L U S I V E

D E S T I N A T I O N S

2014

This directory offers an annotated and up-todate instrument for the possible destinations for those who want to stay in the city or nearby. This because sometimes it is not only a question of price but rather attention to detail, passion and taste.

HOTEL COLONIALI

2014

Questa directory offre uno strumento aggiornato e ragionato sulle possibili destinazioni per chi vuole soggiornare in città o nelle vicinanze. Perché a volte non è solo questione di prezzo ma di attenzione al dettaglio, passione e gusto.

PP

Places to Stay in Florence & Nearby

HOTEL COLONIALI

L’autore, Paolo Gerbaldo, è inviato di Resorts Magazine.

Top 100

Top 100

Dal Settecento fino alla seconda guerra mondiale. Due secoli di lusso ai tropici, tra ventilatori a pale, verande, tè pomeridiani e stuoli di servitori. Molti in Asia ma anche nelle colonie africane e in Centro America. Una storia affascinante di lungimiranti investitori, pionieri e avventurieri costellata di nomi eccellenti come Raffles, Peninsula e Strand. Questa directory ci mostra i migliori esempi sopravvissuti dove sperimentare esperienze e atmosfere d’altri tempi.

aggiornare ISBN PalidanoPress Four Seasons Hotel Firenze

PP

Top 100 P l aces t o St ay i n

F l or en ce Four Seasons Hotel Firenze

M O S T

Top 100

W O R L D ’ S

Top 100

T H E

and nearb y PalidanoPress

con questo numero in omaggio agli abbonati la nuova guida di igiene orale di Lorenzo Massai e Alessandro Guasti


RESORTS MAGAZINE

T H E

W O R L D ’ S

M O S T

E X C L U S I V E

D E S T I N A T I O N S

XII, n. 77 2017 International Editor-in-Chief Ovidio Guaita Senior Editor Lawrence Taylor Collaboratori Elsa Bozzaotra, Riccardo Casano, Maria Coscarelli, Paola Di Girolamo, Marco Galli, Paolo Gerbaldo, Alessandra Jovinelli, Daniela Komisarjevsky Libero, Pamela McCourt Francescone, Hasrudin Tazep Traduzioni Lawrence Taylor Foto Ovidio Guaita, Lawrence Taylor, Paolo Gerbaldo, Roberto Sessoli, Høgni Heinesen, Daniel Mazza (mondoaeroporto.it) e hotel e resort pubblicati Video for iPad and iPhone app Roberto Sessoli Progetto Grafico Niccolò Angeli www.nican.me Impaginazione Graphic Department Palidano Press Public Relations Daniela Libero Abbonamento annuale Europa 300 € Resto del mondo 350 € Editore PalidanoPress London (UK)

© 2017 Palidano Press Tutti i diritti di proprietà artistica riservati. E’ vietato qualsiasi tipo di riproduzione, intera o parziale, in qualsiasi lingua, senza previa autorizzazione scritta dell’editore. ISSN 2043-6629 www.resorts.it

In copertina: Koks Restaurant, Faroe Islands. A destra: Vietnam.


hanno viaggiato per noi Tutti i resort pubblicati sono scelti dalla redazione e visitati dai nostri giornalisti-ispettori.

LAWRENCE TAYLOR Una esplorazione nordica la sua, tra Faroe Islands e Oslo, passando da Kiev.

OVIDIO GUAITA Anche Ovidio per questo numero ha visitato le capitali del nord Europa ma anche la Mongolia.

ELSA BOZZAOTRA In tenda per la classifica dei migliori campi tendati del mondo.

ROBERTO SESSOLI Roberto firma le foto del Vietnam e I video visibili nel nostro canale youtube.

PAOLO GERBALDO Dall’Orient-Express a Khartoum, un viaggio eclettico e un po’ retrò.

MARIA COSCARELLI Tra Hanoi Nha Trang e Saigon, il nuovo Vietnam esclusivo.


Longyearbyen Svalbard

Tรณrshavn Faroe

Paris France

Sils-Maria Switzerland

Venezia Italy

26

RESORTS MAGAZINE


dove siamo stati Oslo Norway

Kiev Ukraine

Doha Qatar

Hanoi Vietnam

Nha Trang Vietnam

Khartoum Meroe Sudan

Ho Chi Minh City Long Hai Vietnam

RESORTS MAGAZINE

27


per abbonarsi www.resorts.it

un anno Europa 300 â‚Ź - resto del mondo 350 â‚Ź (incluse 2 guide delle collane lifeStyle e Os)

condividi i tuoi gusti con noi compila il questionario anonimo seguendo il link dal sito ci aiuterai a darti solo i contenuti che vuoi


RESORTS MAGAZINE

T H E

67

W O R L D ’ S

M O S T

E X C L U S I V E

D E S T I N A T I O N S

RESORTS MAGAZINE

T H E

W O R L D ’ S

M O S T

E X C L U S I V E

D E S T I N A T I O N S 67 2016

69

RESORTS RESORTS 68

MAGAZINE

W O R L D ’ S

M O S T

E X C L U S I V E

MAGAZINE

D E S T I N A T I O N S

T H E

W O R L D ’ S

69 2016

M O S T

E X C L U S I V E

D E S T I N A T I O N S 68 2016

68

662002

ISSN 2043-6629

772043

Regent Porto Montenegro

9

662002 772043

ISSN 2043-6629

69

Saint Petersburg Hainan Zanzibar Zurich Cannes Catania Siem Reap Botswana

Manila Oman Spalato Porto Montenegro Tirana Sofia Belgrade Zagreb Skopje Cap-Ferrat Masai Mara

T H E

9

662002 772043 9

ISSN 2043-6629

67

Luzern Venezia Lisbon Masai Mara Selous Onguma Chianti Cusco

Ol Seki Hemingways Mara Camp, Kenya

www.resorts.it

InterContinental Carlton, Cannes


TOP 10 | TENTED CAMPS

30

RESORTS MAGAZINE


Elsa Bozzaotra

Top

10 tented camps è nel Golden Triangle il migliore del 2017

1. Four Seasons Tented Camp Golden Triangle 2. Aman-i-Khas 3. The Oberoi Rajvilas 4. Amanwana 5. The Oberoi Vanyavilas 6. Kwai River Lodge 7. &Beyond Bateleur 8. Al Maha Desert Resort & Spa 9. Singita Stanley’s Camp 10.Grumeti River Camp

RESORTS MAGAZINE

31


TOP 10 | TENTED CAMPS

D

i p o p o l i real mente no madi n e son o r imasti poch i m a n on d ob b iamo diment icare che c ’era un tempo quan do l o e rava m o t ut t i. I l p assag gio p er l e ten de, qualsiasi for ma ave s s e ro, è st ato p rat icamente o b b l ig ato. N aturale quin di c h e a n cora oggi si sent a il r ichiamo di questo r icovero per sua n at u ra p re c ar io. Parado ssal mente è p ropr io la sua precar ietà a d a f f a s c i n a rci. I l so t t il e sip ar io t ra inter n o ed ester n o, l ’essere m ol to p i ù a co nt at to co n l a nat ura che in un edificio costr uito i n p i e t ra o mat to ni ci rende in u n cer to modo “av venturosi ”. A p a r te l ’a sp et to evo cat ivo, i campi ten dati, per quanto l u s s u os i p os sano essere, so no u na so luz ion e molto più eco com p at i b i l e del l e st rut t u re in murat u ra. An z i, in alcun i c asi d i ve n g on o l ’ u nica so l u zio ne p rat icab il e se si vuole preser vare l ’a m b i e nte circo st ante. Q uesto no n sign ifica però ch e gli os p i t i s i d e b b ano “sacr ificare”, ve ne son o alcun i in grado d i of f r i re l u s si inimmaginab il i p er u na ten da, ecco quin di la n os t ra c l a s s i fica p er no n avere so r p rese.

32

RESORTS MAGAZINE


One&Only Maldives at Reethi Rah Four Seasons Resort at Landaa Giraavaru Four Seasons Resort Langkawi The Estates at Pangkor Laut Taj Umaid Bhawan Palace Four Seasons Resort Bali at Jimbaran Bay Shangri-la's Villingili Resort & Spa, Maldives FrĂŠgate Island Private Four Seasons Resort Bali at Sayan Amanjiwo Four Seasons Resort at Kuda Huraa

12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47

Taj Exotica Resort and Spa, Maldives Grand Resort Bad Ragaz Verdura Golf & Spa Resort Ananda in the Himalayas Amanusa Four Seasons Resort Chiang Mai Il Salviatino Bulgari Resort, Bali Al Areen Palace & Spa Taj Lake Palace The Oberoi Rajvilas Four Seasons Tented Camp Golden Triangle Amanbagh Sabi Sabi Earth Lodge Parrot Cay Banyan Tree Phuket The Legian The Chedi Chiang Mai Four Seasons Resort Bora Bora Amandari The Chedi Muscat Four Seasons Resort Mauritius at Anahita Cheval Blanc The Fortress Galle Banyan Tree Seychelles Alila Villas Uluwatu Four Seasons Seychelles The Oberoi Sahl Hasheesh Beau-Rivage Palace Al Maha, a Luxury Collection Desert Resort & Spa Palazzo Sasso The Oberoi Udaivilas The Oberoi Cecil Hotel Splendido The Empire Hotel & Country Club Amanpuri

48 49 50

Le Prince Maurice Singita Sweni Lodge Cuisinart Golf Resort & Spa

e d i w d l r o W s t r o s e R 0 0 1 Top

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100

Amanwana Amansara Como Shambhala Estate, Bali Shanti Maurice One&Only Royal Mirage, The Residence Anassa Conrad Maldives Rangali Island Reid's Palace Amanpulo Grande Roche Kurland Country Hotel One&Only Ocean Club Aman-i-Khas Amankora Suvretta House Madinat Jumeirah Amanwella Grand Hotel du Cap Ferrat Four Seasons Resort Nevis Singita Lebombo Lodge The Nam Hai The Residence Zanzibar Sandy Lane Blancaneaux Shangri-la's Barr Al Jissah Resort & Spa Amankila Banyan Tree Lijiang Blue Palace Resort & Spa One&Only The Palm Amanyara The Residence Tunis Shangri-la's Rasa Sayang Resort & Spa Hotel Finca Cortesin Hotel du Cap-Eden-Roc Le Touessrok Soneva Fushi The Tides Riviera Maya Wharekauhau Country Estate Muse Banyan Tree Ringha Villa San Michele Fuchun Resort Kiaroa Bora Bora Lagoon Resort and Spa Six Senses Ninh Van Bay MesaStila Banyan Tree Sanya Palazzo Versace K Club InterContinental Carlton Cannes

RESORTS MAGAZINE

33


U DESIGN HOTEL | KIEV

Eleven Mirrors Kiev

na Car b o nara a K iev, all ’Un ico D esign H ote l u c ra i n o, cent ral issimo, el eg ante, g l amour. Un sofisticato b ou t i q u e h ote l nel l a sto r ica cap it al e, con un a cuc in a m i t te l e u rop e a co n accent i it al iani e o r ientali. L a f a cc i at a vag amente Lib er t y l as c ia presagire un a s p i cc at a at te n zio ne p er il design. L’inter n o è decisamente conte m p ora n e o, carat ter izzato da mo l t a pietra, diver si tipi di te s s u t i , m ob i li o r iginal i e . . . u ndici sp ecch i in ogn un a delle s t a n ze. Non s ono p ro p r iamente p er sp ecch iar si quanto un a de cora z i on e c he do na l umino sit à al l e p areti. All ’a r r i vo i l vet t ur iere in k il t ci l ascia un attimo per plessi, q u a s i c i p a re d i aver sb ag l iato cit t à. M a dopo poch e ore egli s i r i ve l a i l f a c to t um del l a sit uazio ne, u n a sor ta di con c ierge m olto a ll a m a n o e p rep arato. I l check-in è rapido e in un attimo s i a m o i n s t a n z a . Grande, l umino sa, co n un a ottima vista sopra i te t t i . Le p a re ti del b agno so no di vet ro fumè e per metton o di ve d e re la s t a n z a e anche l a cit t à. D et t aglio n on trasc urabile, g l i os p i t i p os s o no sceg l iere di farsi ser vire la colaz ion e al r i s tora nte o i n camera, senza sovrap p rezzo. A p rop os i to del r isto rante, è racco l to, cosy, posto su un a b a lcon at a c h e si affaccia sul l a st rada. I l m en ù è conten uto ma b e n a r t i colato e r isp et to so dei p ro do t t i o r igin ar i del ter r itor io e d i q u e l l i c h e o r mai l o so no divent at i. Abbiamo provato la Q u i n oi a s a la d e w it h b aby sp inach and l ee k con fiture, semplice m a s e m p l i ce m ente grande. La sp l endida Th ai c ream soup with cocon u t m i lk a nd seafo o d ci ha t rasp o r t ato n ei sapor i d ’Or iente p e r p oi r i at te r rare su l l e sp o nde del M edite r ran eo contin uan do con u n a d e li c at a Car b o nara, un t r ib uto ai frequenti soggior n i i ta l i a n i d e l l o c hef. La sua cremo sit à, at tentamente bilan c iata da l l a rob u s t a co nsistenza di u n Par migian o stagion ato, c i p e r m e t te d i d e finir l a o t t ima. U n a s os t a b reve quel l a al l ’ El even M ir ror s, ma da r ipetere, p e r cont i n u a re a sco p r ire l ’affascinante centro di K iev.

36

RESORTS MAGAZINE


Lawrence Taylor

RESORTS MAGAZINE

37


DESIGN HOTEL | KIEV

INFO HOTEL

ELEVEN MIRRORS Kiev, Ukraina www.11mirrors-hotel.com Rooms & Suites 49 Villas 0 - Restaurants 1 Spa no Children yes Chain none Affiliation Design Hotels Activities sightseeings Score 66 Environment 75 Design 85 Service 80 Cuisine 80 Health 60 Spa 0 Rooms 80

38

RESORTS MAGAZINE


Ovidio Guaita

Scandic St. Olav Plass

I

Oslo

l profumo del pan e tostato ci guid a a l l a sal a della colaz ion e. N on c i eravamo sbagliati, la scelt a d e i p ani ai cereali sor pren de, così come la mar mellate di f r ut t i di bosco ch e a queste latitudin i son o un must ir r in un c i a b i l e p er gli amanti delle colaz ion i buon e e salutar i. I l c i e l o eccez ion almente ter so diffon de un a luce abbagliante c he dise gn a elaborato arabesch i sui tavoli. Altro as p e t to qualificante del buffet è la scelta dei salmon i: affum i c ato crudo, affumicato cotto al for n o, affumic ato con il dill. Siamo in pien o centro di Oslo, con un a passeggiata di d i e c i minuti si raggiun ge la N ation alteater Station dove fer m a i l Fl ytoget, il tren o espresso ch e in venti min uti collega il ce nt ro cit tadin o all ’aeropor to. I l palaz zo reale è a due passi, cos ì co m e il N ation al Th eater e i pr in cipali musei.

RESORTS MAGAZINE

39


CITY HOTEL | OSLO

Lo S c a n d i c St. Ol av Pl ass è u na del l e ultime aggiunte al po r t fol i o d i quest a dinamica catena scan din ava. N iente f ron zol i , q u e l l o che ser ve è semp re a por tata di man o, ecol ogi co ( n i e nte car t a, t ut te l e info so no a video) . G l i av volg e nt i p iu mini dei co mo di l et t i proteggon o il n ostro s on n o, cos ì com e l ’o t t ima inso no r izzazio ne c h e c i per mette di g o d e re d e ll a vist a senza sent ire il t raffico c ittadin o c h e scor re s ot to d i n oi . I l p avimento r iscal dato del bagn o c i invoglia a i n d u gi a re d u ra nte l ’igiene qu o t idiana. I n s i nte s i : e ssenzial e, co ntemp o raneo, efficiente. Q uesto è l o S c a n d i c St. O l av Pl ass.

40

RESORTS MAGAZINE


INFO HOTEL

SCANDIC ST. OLAV PLASS Oslo, Norway www.scandichotels.com Rooms & Suites 241 Villas 0 - Restaurants 1 Spa no Children yes Chain Scandic Hotels Affiliation none Activities sightseeing Score 66 Environment 76 Design 80 Service 78 Cuisine 80 Health 65 Spa 0 Rooms 80

RESORTS MAGAZINE

41


A CITY HOTEL | OSLO

Hotel Christiania Teater Copenhagen

ppena rinnovato, a due passi dall’arrivo dell’express train dall’aeroporto, il Christania è hotel e teatro, entrambi ormai prossimi a celebrare il secolo. Stucchi, velluti, specchi e design contemporaneo connotano gli spazi comuni. Ancora un anno e saranno spente 100 candeline celebrando così un pezzo di storia di Oslo. Da qui sono passate celebrità del mondo della musica, politici e militari. Con la ristrutturazione appena terminata l’hotel, che è protetto come edificio storico, si presenta al visitatore raccolto ed efficiente. L’ottima insonorizzazione permette di ammirare il via vai sul viale antistante senza subire alcun disturbo dal, poco, traffico che vi scorre. La distanza di poche centinaia di metri dall’arrivo dell’express train ne rende ancora più esclusiva la posizione centralissima proprio di fronte al teatro nazionale. Abbiamo provato il ristorante Teatro. Elegante e ben arredato ha un menu contenuto fatto di sole pizze, divise tra quelle a base di pomodoro e quelle “bianche” ovvero a base di formaggio. Abbiamo gustato la Choriso, al salame piccante, e la Salmon, con salmone marinato e rucola, entrambe raccomandate. Gli ingredienti sono scelti tra i prodotti organici della zona, e molto è prodotto “in house”. Incluso l’ottimo gelato servito al termine della cena. Pochi selezionati gusti, sicuramente da provare quello all’amaretto, dal gusto deciso e ricco.Gli amanti del wine tasting potranno scegliere tra 1500 etichette da gustare al bicchiere. Una delle selezioni più ampie in Oslo. La storia rivive tra le mura del Christiania Teater, con nuovi accenti, nuove trame, nuovi piaceri. Un secolo di vita lo ha reso una istituzione nella capitale e ora più che mai ne raccoglie i frutti.

42

RESORTS MAGAZINE


Lawrence Taylor

RESORTS MAGAZINE

43


CITY HOTEL | OSLO

INFO HOTEL

HOTEL CHRISTIANIA TEATER Oslo, Norway http://christianiateater.com Rooms & Suites 102 Villas 0 - Restaurants 1 Spa no Children yes Chain Nordic Choice Hotels Affiliation World Hotels Activities sightseeing Score 67 Environment 78 Design 80 Service 80 Cuisine 83 Health 68 Spa 0 Rooms 80

44

RESORTS MAGAZINE


U

Paolo Gerbaldo

Hotel Waldhaus Sils-Maria

n’oasi per il relax con vista un ica s ui l ag h i di S ils e S ilvaplan a. U n momento di stor ia, fascin o e r iposo lo si vive all ’ H ote l Waldh aus di S ils-M ar ia. S imbolo della loc alità tur i s t i c a del l ’E n gadin a n on lontan a da St. M or itz , il Waldh aus r ipre nd e l ’im magin e arch itetton ic a del castello medievale. Pos to i n p o s iz ion e domin ante, l ’Hotel è un’oasi per il relax ch e of f re una vista un ic a sui lagh i di S ils e S ilvaplan a. Costr uito n el 1 9 0 8 , il Waldh aus, un en do diver si s t i l i arch itetton ic i, svela subito un’atmosfera d ’altr i tempi c he ru o ta attor n o alla gran de h all con vista sulle mont a gne circostanti. Un a collez ion e di oggetti emblematici d e l p as sato, dal pian omecc an ico alle suon er ie elettr ich e p os te ad ogn i pian o, fin o ai tre bagn i stor ici r isalenti al pe r i od o del l ’aper tura, ren don o ben tan gibile il r ich iamo della s tor i a che c aratter iz z a l ’Hotel.

RESORTS MAGAZINE

45


MOUNTAIN HOTEL | SILS-MARIA

I l Wa ld h a u s di Sil s-M ar ia, co n l a sua calorosa dimen sion e f a m i gl i a re, a cco g l ie o g gi l ’o sp ite o ffrendogli un a ser ie di spaz i el e g a nt i p e r la vit a so cial e mo nt ana: l a ha ll, il bar, il fumoir, le s a l e d i l e t t u ra e l a grande sal a da p ranzo. D a l lato c u c ina l o chef b en inter p ret a la tradiz ion e loc ale s e n z a t ra l a s c i are i cl assici del l a cu cina inter n az ion ale. Un ve nt a g l i o d i esp er ienze indiment icab ili ar r icc h ite da un q u a d ro d ’i n s i e m e idil l iaco l o o ffre l a nu ova Waldh aus S pa: un r i f u gi o d a l l a f renesia quo t idiana in ar mon iosa sinton ia con l ’a m b i e nte n at ural e circo st ante. L’ H ote l Wa ldhaus, co n l a su a intens a stor ia, mantien e b e n vi vo i l f a scino senza temp o del l a B elle époque e della v ill e ggi at u ra d ’al t r i temp i. 46

RESORTS MAGAZINE


INFO HOTEL

HOTEL WALDHAUS Sils-Maria, Switzerland www.waldhaus-sils.ch Rooms & Suites 140 Villas 0 - Restaurants 2 Spa no Children yes Chain none Affiliation none Activities ski, trekking, excursions Score 77 Environment 87 Design 82 Service 71 Cuisine 85 Health 76 Spa 65 Rooms 80

RESORTS MAGAZINE

47


DESTINATION | VIETNAM

VI E T foto e video Roberto Sessoli


Maria Coscarelli

Vallate e spiagge, templi e grattacieli, radicate tradizioni e tecnologie innovative. Un Paese che nell’ultimo decennio ha compiuto un incredibile balzo in avanti.

N A M


DESTINATION | VIETNAM

Nha Trang

N h a T r a n g è u n a città dov e f i l trano i sussurri del mare e l e ond e ap r o n o le lor o fa u ci p er r a ccontare l a st ori a. “ T h e c it y of su n , sea, sa n d and surf ”. Tante l e att i vi tà che si po sso n o p r a tica r e in sp iag g ia o nel l a ci tt ad i na per poi scopri re qu a n t o la v ita delle per son e si a f ortem ent e l egat a a quest e acque az z u r r e r iscalda te sa u n sole che spl end e 300 gi orni l ’anno.

52

RESORTS MAGAZINE


RESORTS MAGAZINE

53


DESTINATION | VIETNAM

54

RESORTS MAGAZINE


Maria Coscarelli

Fusion Resort Nha Trang una scoperta sensoriale Un’oasi di frangipani. Un soggiorno al Fusion è una scoperta sensoriale che si inizia arrivando, tra le dune di sabbia, quando si scorge il verde di questo angolo di paradiso.

RESORTS MAGAZINE

55


U’ DESTINATION | VIETNAM

n’o asi di p ace in un resor t aper to solo d a u n a n n o. Le vil l e, co st ru ite co n mate r iali tipici del luogo, s i a r m on i z z a n o p er fet t amente co n l a natura circostante. È un b e l b ou q u e t di frangip ani a dirci il b enven uto. L a reception n e è p i e n a , co n so l o al cu ni l eg giadr i tocch i di lemon grass. D ovu n q u e s i a m o ineb r iat i da quest i p ro f umi. I l re s or t of f re t ut to quel l o che p u ò r ich iedere un ospite. M a i l s u o ve ro f i ore al l ’o cchiel l o è l a M aia Spa. Un a spa ch e fon da l a s u a e s p e r i enza su l l a medicina Ayur veda. E r be, oli, essen ze va r i e, s on o m esco l ate sap ientemente p er il cor po e la mente. A d i m os t ra z i one che u na sp a è un tempio dedic ato al cor po

56

RESORTS MAGAZINE


RESORTS MAGAZINE

57


DESTINATION | VIETNAM

c h e, con i l s u o b enessere, infl uenza l a mente. O gn i ospite può b e n e f i c i a re d i du e t rat t ament i al gio r no. Al mattin o scelgo l ’Arom at h e ra py p er un do l ce r isveg l io e poi disten der mi su un a s of f i ce s a b b i a b ianca l amb it a da acqu e cr istallin e: un sogn o a 3 6 0 ° . Ne l p om er ig gio invece, l e diafane man i della terapista m i a cc a re z z a n o il co r p o co n u n massag gio M aiaDh ara. M a i ve r i a m ant i del l a S al us p er Aqu am posson o scegliere u n a s u i te u n i ca: l a Sp a Su ite. D ove t u t to è pronto per il cliente a m a nte d e l we l l ness. Di gran effet to, ap pen a varcata la soglia, s on o i l e t t i n i s ul l a ter razza. U n s oggi or n o al Fu sio n R eso r t no n è so l o un viaggio c ulturale m a a n c h e ( o s o p rat t u t to) una sco p er t a se n sor iale.

58

RESORTS MAGAZINE


INFO HOTEL

FUSION RESORT NHA TRANG Nha Trang, Vietnam www.fusionresortnhatrang.com Rooms & Suites 0 Villas 24 - Restaurants 1 Spa Maia Spa Children yes Chain Fusion Group Affiliation none Activities beach and sea activities Score 80 Environment 82 Design 82 Service 80 Cuisine 84 Health 69 Spa 87 Rooms 78

RESORTS MAGAZINE

59


DESTINATION | VIETNAM

60

RESORTS MAGAZINE


Maria Coscarelli

Alma Oasis Long Hai un luogo “imperiale” Un rifugio di pace per il corpo e per l’anima. Se avessi potuto sognare una residenza di svago si sarebbe chiamata Alma Oasis Long Hai Resort.

RESORTS MAGAZINE

61


I DESTINATION | VIETNAM

l mio imp ero è u n a stretta fran gia di m on d o c i rcon d ato da t ant i p aesi; a vo l te amic i, a volte men o. H o u n s ogn o: p erco r rer l o, visit ar l o, sco pr ir lo e h o in contrato i l p os to gi u s to p er co st ru ire u na residenz a pr ivata per me, per l a m i a re gi n a e p er l a mia famig l ia. Lo ng Hai: è il posto ideale. C ’è u n a l u n ga sp iag gia. Al temp o stesso esotica e selvaggia. È la s ce lt a gi ust a p er il mio rel ax. Vo g lio ch e c i sian o tante vi ll e p e r os p i t are degnamente i miei o s piti di ran go. I l sole q u i è c a ld o p e r questo vo g l io una p iscin a immer sa n el verde. E n or m e. Acc a nto un b ar p er un tè p o mer idian o o un aper itivo s e ra l e. L a c u cina deve essere viet namita, sic uramente, ma vog l i o s cop r i re anche quel l a cu cina ch e vien e da lontan o. L a c h i a m a n o mediter ranea. Co sì il mio ch ef potrà miscelare s a p or i , p rof u m i, sp ezie p er del iziarci il p alato. I n f i n e, n on dovrà mancare u n l u o g o di tan gibile e puro re l a x . L a m i a S p a. I gio r ni a Lo ng H ai dovran n o essere scan diti d a l b e n e s s e re quo t idiano. Le mani dovran n o essere esper te.

62

RESORTS MAGAZINE


RESORTS MAGAZINE

63


DESTINATION | VIETNAM

M a s s a gg e ra n no il l o ro sovrano. D ovranno r invigor ire il cor po e la m e nte. D ap p er t u t to i miei o cchi dovran n o essere deliz iati d a l l a p u ra p e r fezio ne. D ovrà essere un r ifugio di pace, per il cor p o e p e r l ’a nima. S on o l ’i m p e rato re Bao Dai. La sto r ia na r rerà c h e son o stato l ’ u l t i m o i m p e rato re di qu esto affascinante paese. S e avessi p ot u to s ogn a re u na residenza di svag o si sarebbe ch iamata Alm a O a s i s Long H ai R eso r t.

64

RESORTS MAGAZINE


INFO HOTEL

ALMA OASIS LONG HAI Long Hai, Vietnam www.almaoasislonghai.com Rooms & Suites 69 Villas 5 - Restaurants 1 Spa My Soul Spa Children yes Chain Fusion Group Affiliation none Activities beach and sea activities Score 73 Environment 74 Design 90 Service 73 Cuisine 72 Health 71 Spa 80 Rooms 63

RESORTS MAGAZINE

65


DESTINATION | VIETNAM

66

RESORTS MAGAZINE


La più grande città del Vietnam oggi è una signora dinamica e piena di vita. La gioventù brulica nelle piazze, nelle enormi vie e, soprattutto, sui motorini. Ma nel passato deve essere stata una signora sonnolente, perché la sua non è una storia felice. A ricordarcelo ci sono monumenti e musei come il “Museo dei Residuati Bellici”. La storia del Vietnam vista attraverso le foto dei vietnamiti e di celebri fotoreporter internazionali: imperdibile. Ma la vera bellezza di questo collage urbano è che oggi le due signore sono fuse in un’unica effervescente entità: Saigon o Ho Chi Minh, come dir si voglia.

Ho Chi Minh Cit y

RESORTS MAGAZINE

67


T DESTINATION | VIETNAM

Rex Hotel

Ho Chi Minh City

he Rex Hotel passeggiando nella storia. Un hotel che unisce l’architettura e lo spirito vietnamita per una full immersion nell’anima di questo paese. Lo sguardo flemmatico di Ho Chi Minh ci dà il benvenuto al Rex. Il centro pulsante di Saigon circonda questo storico hotel. Qui tutto è storia. Attraversare i suoi corridori è una continua scoperta della Saigon coloniale. Attraverso i suoi corridoi con passi felpati affondando nella soffice moquette. Mi accompagnano il silenzio e la storia. Perché questo tempio del lusso, nato come un garage francese all’inizio del secolo scorso, trasuda storia in ogni suo angolo, anche il più nascosto. Il pomeriggio dopo una partita di tennis ad “alta quota” e un drink in una delle due piscine: relax. La Cochinchine Luxury Spa offre tutto il tradizionale asiatico. L’ambiente è un’oasi per l’ospite. Il Rooftop Garden è il ritrovo chic per iniziare la serata sorseggiando un aperitivo guardando l’orizzonte al tramonto o per proseguire con un piacevole e rilassante dopo cena. Anche durante la guerra i giornalisti si davano appuntamento al Rooftop. Oggi, come allora, è il posto giusto per continuare un mito “Five O’Clock Follies”. Ma al Rex oggi l’ospite può vivere una serata diversa al Vertical Garden assistendo al Water Puppet Show all’insegna della tradizione. Che si scelga il Rooftop o lo spettacolo di pupazzi qui si vive il vero spirito e l’anima del Paese.

68

RESORTS MAGAZINE


Maria Coscarelli

RESORTS MAGAZINE

69


DESTINATION | VIETNAM

INFO HOTEL

REX HOTEL Ho Chi Minh City, Vietnam www.rexhotelvietnam.com Rooms & Suites 186 Villas 0 - Restaurants 5 Spa La Cochinchine Luxury Spa Children yes Chain none Affiliation none Activities sightseeing Score 76 Environment 62 Design 88 Service 82 Cuisine 75 Health 73 Spa 76 Rooms 78

70

RESORTS MAGAZINE


Esplorare la capitale del Vietnam è sicuramente una delizia per gli occhi e per l’obiettivo. Con i suoi monumenti storici, con i suoi laghi, le sue colorate pagode e i suoi impressionanti templi. Il colonialismo francese trasuda in ogni suo angolo e le sue case restaurate sono piccoli gioielli di architettura. Ma tutti dovremmo perderci nella città vecchia, nelle sue “Hang”, per respirare e assaporare la sua vera anima.

Hanoi

RESORTS MAGAZINE

71


DESTINATION | VIETNAM

72

RESORTS MAGAZINE


Maria Coscarelli

Mövenpick Hotel

U

Hanoi

n a fin estra su ... Han oi. S ilen zi os o. Sp l en dente. Un’oasi di pace sviz zera n el c aotico ce nt ro cit tadin o. All ’usc ita del n uovo aeropor to di Han oi ci accoglie il sor r i s o del n ostro autista con un a sc intillante BM W r icc a di am e ni t y che ren don o il tragitto oltremodo con for tevole. Ed eccoc i gi à nel cuore di Han oi, n el Hoan K iem Distr ic t. Q ui, a poc h i p a s s i dal la vita n ottur n a e dai più famosi mon umenti della capi t a l e vietn amita, sorge il M öven pick Han oi Hotel. Nella Lobby ci accoglie con la sua classe sviz zera il G e ne ra l M anager N icolas Josi ch e ci dà il benven uto. D opo un ra p i d o che ck-in entr iamo n ella n ostra suite. Colpisce l ’attenzi one al dettaglio e la dotaz ion e tec n ologica par ticolar m e nte so fistic ata. S profon diamo in due fantastic h e ch aises lon gue s nere, puntellate di piccoli fior i gr igio per la, il colore domina nte del la n ostra suite ch e dà un tocco di classe un ico.

RESORTS MAGAZINE

73


DESTINATION | VIETNAM

Ne l p om e r i g gio facciamo u na l u ng a p ausa tra le man i esper te d i u n a te r p i s t a d el l a sp a. Pu ro rel ax co n un vietn amese massage. Al t ra m onto, do p o l ’ap er it ivo nel l a Lo u n ge, l ’appuntamento è a l M a n go Steen R est au rant dove l o ch ef c i deliz ia con la Vi e t n a m e s e Po mel o S al ad seg u it a da un or igin ale Ph o Cuon Tom e u n a i n diment icab il e To m Yam Ku n g. D ulcis in fun do, u n a m ou s s e a u cho co l at … t rès dél icieuse. I l gi or n o d o p o l a no st ra BMW, se possibile an cora più s c i nt i l l a nte, c i p o r t a al l ’aero p o r to. Ne approfittiamo per dare u n u l t i m o s g u a rdo al l a cao t ica cap it al e vietn amita. È propr io ve ro, i M öve n p ick so no o asi di p ace sv iz zera, c h e ren don o es t re m a m e nte gradevo l e u n so g gio r no.

74

RESORTS MAGAZINE


INFO HOTEL

MOVENPICK HOTEL Hanoi, Vietnam www.movenpick.com/hanoi Rooms & Suites 151 Villas 0 - Restaurants 1 Spa Kinetic Children yes Chain Mรถvenpick Affiliation none Activities sightseeing Score 74 Environment 57 Design 85 Service 82 Cuisine 85 Health 62 Spa 71 Rooms 79

RESORTS MAGAZINE

75


VENEZIA | PARIGI

ORIENT-


Paolo Gerbaldo

Un viaggio in treno tra storia ed emozioni. La vita a bordo è un duplice concentrato di sensazioni: d’intimità vissute nella lussuosa cabina; d’intensa vita sociale nelle vetture comuni.

VENICE SIMPLON

EXPRESS


VENEZIA | PARIGI

80

RESORTS MAGAZINE


da Venezia a Parigi

RESORTS MAGAZINE

81


VENEZIA | PARIGI

82

RESORTS MAGAZINE


Paolo Gerbaldo

Venice Simplon

Orient-Express Il viaggio sul Venice Simplon-OrientExpress è un viaggio in treno tra storia ed emozioni. Un capitolo indimenticabile, iniziato nel 1883, dell’età d’oro del viaggio rivive infatti in un contesto eccezionale.

RESORTS MAGAZINE

83


L VENEZIA | PARIGI

ungo la mitica Venezia-Parigi i paesaggi si susseguono: dalla laguna agli scenari alpini del Trentino e del Tirolo per bordeggiare poi oltre il tunnel dell’Alberg i laghi svizzeri prima di raggiungere, scorte le luci di Zurigo e Basilea, Parigi. La vita a bordo delle carrozze d’epoca finemente restaurate è un duplice concentrato di sensazioni: d’intimità vissute nella lussuosa cabina; d’intensa vita sociale nelle vetture comuni. I viaggiatori del Venice Simplon-Orient-Express sono infatti coinvolti in un rituale sociale: senza tempo e di altissima classe. Nelle evocative carrozze ristorante lo chef Christian Bodiguel serve una cucina raffinatissima. Il menù proposto unisce accuratamente la grande elaborazione dei piatti alla consistenza ed alla chiarezza dei sapori. Il servizio è puntuale e perfetto. La cena, il momento più formale della life on board caratterizzato da un sofisticato tocco romantico, è indimenticabile.

84

RESORTS MAGAZINE


RESORTS MAGAZINE

85


VENEZIA | PARIGI

La precisione e la competenza professionale del cabin assistant sono completate dalla sua affabilità: una presenza preziosa tanto discreta quanto efficiente. Il tempo in cabina è punteggiato dall’afternoon tea servito magistralmente, al pari della colazione, dal cabin assistant. Il quadro di grande comodità con cui si viaggia permette di godere al meglio degli incantevoli paesaggi alpini. Le ore passano dolcemente. Intanto, il treno nato per unire l’Oriente all’Occidente scivola alla volta di Parigi. Il Venice Simplon-Orient-Express è una magia iconica che rivive oggi con l’esperienza privilegiata firmata Belmond. Una leggenda unica. La leggenda universale ed intramontabile dell’Orient-Express.

86

RESORTS MAGAZINE


INFO HOTEL

VENICE SIMPLON-ORIENT-EXPRESS Venice-Paris www.belmond.com

RESORTS MAGAZINE

87


VENEZIA | PARIGI

88

RESORTS MAGAZINE


Paolo Gerbaldo

Hotel Danieli a Luxury Collection Hotel

Simbolo di Venezia e della sua grande tradizione di ospitalità. Raffinatezza nella scelta dei materiali ed accostamento di stili e décor diversi per soddisfare i viaggiatori più esigenti.

RESORTS MAGAZINE

89


U

VENEZIA | PARIGI

n profondo legame unisce, fin dal 1822, Venezia all’Hotel Danieli che, innovandosi continuamente, riesce a proporre sempre il meglio svelando all’ospite lusso e grande eleganza storica: un simbolo di Venezia e della sua grande tradizione di ospitalità. Di particolare fascino sono le Dandolo Palace Suites frutto di una meticolosa ristrutturazione affidata a Pierre-Yves Rochon. Esse comprendono la prestigiosa Royal Suite del Doge, dal nome del doge Enrico Dandolo che fece costruire il Palazzo, e le tre Signature Suites dedicate a Maria Callas, Grace Kelly e Greta Garbo. L’emblema del fasto senza tempo di Venezia che è il Danieli non dimentica di proporre un concetto gastronomico originale, ispirato dall’uovo e basato su una cucina creativa ed essenziale, qual è quello del bistrot The Egg Nicola Batavia @ Hotel Danieli. La carta concepita dallo chef Nicola Batavia, creatore del concept di bistrot italiano, con l’Executive Chef Dario Parascandolo è varia, creativa, capace di stupire. Il signature dish “uovo di quaglia al palet con spinaci e liquirizia” e l’evoluzione dei cicchetti veneziani, squisiti bocconcini, testimoniano la capacità di innovare, ma senza tradire l’equilibrio tra i prodotti e i sapori. Alla Terrazza Danieli, con la sua vista unica, lo chef Dario Parascandolo serve invece una cucina elegante, solida nei classici veneziani e italiani capace di non deludere anche i palati più esigenti. Il Danieli, a Luxury Collection Hotel, è, per dirla semplicemente, una leggenda mondiale dell’hôtellerie.

90

RESORTS MAGAZINE


INFO HOTEL HOTEL DANIELI Venezia, Italia www.danielihotelvenice.com Rooms & Suites 210 Villas 0 - Restaurants 2 Spa no Children yes Chain The Luxury Collection Affiliation none Activities sightseeing Score 72 Environment 80 Design 92 Service 80 Cuisine 93 Health 63 Spa 0 Rooms 95

RESORTS MAGAZINE

91


4

RM travels travelers

SUDAN

S UDA N


Paolo Gerbaldo

Da Khartoum a Karima a Meroe il percorso che si snoda nel cuore del Sudan, allontanandosi e avvicinandosi all’andamento sinuoso del Nilo, è infatti un caleidoscopio per i sensi preda di continue sorprese.


4

RM travels travelers

SUDAN

L’avventura inizia da Khartoum. Il deserto in direzione nord cambia le sue tonalità che si fanno via via più intense. Il viaggio è interrotto da cammelli, autobus, solitari venditori lungo la strada. Sporadici edifici punteggiano lo spazio infinito di sabbia e arbusti rivelandosi, a volte, improvvisate stazioni di sosta perse nel nulla. Il nastro di asfalto sembra non avere fine quando, ad un tratto, spunta una moschea con annesso villaggio ed un provvidenziale distributore. A Karima l’imponente rupe del Gebel Barkal, sacra per i faraoni egizi e nubiani,

96

RESORTS MAGAZINE


The Nubian Guest House

sembra quasi proteggere Napata: l’antica capitale nubiana della XXV dinastia conserva le sue solitarie piramidi dalle ripide falde ed i resti del tempio di Amon con le stanze decorate scavate nella rupe. A pochi metri dal Gebel Barkal una dolce fusione tra modernità e stile architettonico nubiano vivacizzata da colori intensi e motivi decorativi caratterizza The Nubian Rest House. Una tappa fondamentale per ristorare il viaggiatore. Un’oasi per cullarne il desiderio di evasione facendolo sentire lontano dal mondo. Un complesso dall’identità forte con camere fornite di una piacevole veranda. Il servizio e la cucina sono curati nella loro essenzialità.

RESORTS MAGAZINE

97


4

RM travels travelers

98

SUDAN

RESORTS MAGAZINE


Prossima tappa Meroe. Alcune ore di marcia per arrivare al complesso archeologico noto per le sue piramidi alte e affusolate che scaturiscono improvvisamente dalla sabbia. Un mondo senza tempo. La dimensione infinita del paesaggio desertico avvolge infatti le due necropoli nubiane dei sovrani di Kush. Il momento è magico. I passi lenti scandiscono il ritmo di una visita quieta. Il viaggio sulle tracce dei “faraoni neri” con le solenni testimonianze culturali del passato e i colori e la vitalità del presente, ben visibile nel souk di Omdurman e nei centri abitati, volge al tramonto. L’immagine delle piramidi di Meroe che si stagliano all’orizzonte mentre rientriamo a Khartoum suggella un’esperienza unica: lo splendore di un’antica civiltà sommata all’autenticità del Sudan.

RESORTS MAGAZINE

99


4

RM travels travelers

100

SUDAN

RESORTS MAGAZINE


Paolo Gerbaldo

Corinthia Hotel Khartoum

Il Corinthia mescola sottilmente le esigenze di un albergo per il business con l’eleganza richiesta dall’ospitalità di lusso. Tra cielo e Nilo il Corinthia hotel di Khartoum è un indirizzo fuori del comune per viaggiatori in cerca di suggestioni inedite.

RESORTS MAGAZINE

101


L’ 4

RM travels travelers

SUDAN

ospite di quest’oasi urbana è subito accolto da un dedalo di forme architettoniche che giocano con la luce. L’accoglienza ed il servizio sono molto attenti. Gli interni del Corinthia catturano immediatamente lo sguardo e lo guidano a seguire il grande slancio architettonico della lobby. Le sinuose forme del Corinthia disegnano infatti un insieme armonico e funzionale capace di amalgamare, dandogli così una loro intimità, gli ampi spazi. L’architettura d’interni ruota attorno alla luce posta al servizio del design contemporaneo. Il Nilo Azzurro e l’isola fluviale Tutti come tela di fondo. La vista che si perde su Khartoum e il Nilo. La luce che penetra dalle ampie vetrate. Tratti che valorizzano al massimo le moderne camere. Sotto il profilo dei ristoranti, l’offerta è ampia e qualitativamente elevata. Gli spazi di design, il panorama e la spettacolare architettura fanno da suggestivo contorno alla cucina contemporanea del Mugran Restaurant: un ventaglio di sapori dispiegati dal Mediterraneo all’Africa e all’Oriente. Tradizione e innovazione caratterizzano invece la carta, ispirata alla Cina ed al Giappone, del Rickshaw. Più internazionale e dinamica è la proposta del Grill: un ambiente conviviale, moderno e cosy. A Khartoum, dominante il Nilo Azzurro, il Corinthia hotel mescola sottilmente le esigenze di un albergo per il business con l’eleganza richiesta dall’ospitalità di lusso.

102

RESORTS MAGAZINE


INFO HOTEL

CORINTHIA HOTEL Khartoum, Sudan www.corinthia.com Rooms & Suites 230 Villas 0 - Restaurants 3 Spa Sabratha Children yes Chain Corinthia Affiliation none Activities siteseeing Score 81 Environment 82 Design 85 Service 78 Cuisine 80 Health 77 Spa 76 Rooms 86

RESORTS MAGAZINE

103


4

RM travels travelers

SUDAN

Sudan

Il Regno dei Faraoni Neri 1° giorno / Italia – Khartoum Partenza dall’Italia in mattinata con volo di linea. Arrivo a Khartoum in tarda serata. Accoglienza all’aeroporto, trasferimento in hotel e pernottamento.2° giorno / Khartoum e Omdurman Prima colazione in hotel. Una breve visita di Khartoum percorrendo il verdissimo viale lungo il Nilo Azzurro, costeggiando il Palazzo Presidenziale ex-Palazzo del Governatore Anglo-Egiziano dove, dopo un lungo assedio da parte delle forze mahadiste, nel 1885 venne decapitato il Generale Gordon. Visita dell’interessante Museo Archeologico che contiene numerosi oggetti a partire dal periodo preistorico fino al periodo egizio e meroitico. Al primo piano una splendida collezione di affreschi di tema cristiano recuperati dalla cattedrale di Faras, localizzata nel nord. Nella parte esterna del Museo si trovano tre interi templi (Semna Est, Semna Ovest, Buhen) salvati dalle sponde del Nilo, quando si creò il lago Nasser, e trasporti qui dall’Unesco negli anni ’60 del secolo scorso. Poi si attraversa il Nilo nel punto di confluenza tra Nilo Bianco e Nilo Azzurro per raggiungere Omdurman l’antica capitale del Sudan situata di fronte a Khartoum sulla sinistra (ovest) del Grande Fiume. Qui visitiamo la tomba del Mahdi (solo dall’esterno) e l’interessante museo a lui dedicato che si sviluppa all’interno di una casa tradizionale sudanese dei primi del secolo scorso, la casa del Khalifa. Questo personaggio, mitico ancora oggi, fu un condottiero che alla fine del secolo scorso riuscì ad unire attorno a se, sulla base di un fanatismo religioso molto spinto, tutte le tribù della parte nord del Sudan per combattere il potere anglo-egiziano. Al tramonto ci si sposta nei pressi della moschea Ahmed El Nil dove il venerdì sera si svolgono le interessanti danze dei Dervisci. Questa “setta” di puri dell’Islam, generalmente vestiti in verde, il colore dell’Islam, si lanciano in danze ruotando su se stessi al ritmo dei tamburi circondati da un cerchio di folla che si muove

104

RESORTS MAGAZINE

al ritmo ossessivo della musica. Una situazione veramente unica e molto coinvolgente. Pranzo in ristorante sul Nilo, cena libera e pernottamento in hotel. 3° giorno / Khartoum – Templi di Naga e Mussawarat - Meroe (circa 270 km) Dopo la prima colazione partenza con gli automezzi 4x4 del viaggio in direzione nord. Si lascia la strada asfaltata e seguendo una bella pista si raggiunge la località di Naga a circa 30 km ad Est del Nilo. Questo è uno dei centri che si svilupparono durante il periodo meroitico. A Naga, in un ambiente tipicamente sahariano di rocce e sabbia, si trova il tempio di Apedemak (I° sec. d.C.): una magnifica costruzione decorata a bassorilievi con l’immagine del dio con la testa di leone, del faraone e della nobiltà e varie rappresentazioni rituali del dio Apedemak. Apoche decine di metri una piccola e strana costruzione ad archi e colonne, soprannominata il “chiosco”, in cui appaiono contemporaneamente gli stili egizio, romano e greco. Poi il tempio di Amon, con un viale di arieti e numerosi portali decorati. A Mussawarat, non lontano da Naga, l’insediamento era posto in una bella vallata circondata da colline. Oggi sono visibili i resti di un vastissimo tempio che ebbe una importanza eccezionale. La sua caratteristica principale, la “Grande Cinta” è formata da numerose costruzioni e muri perimetrali che circondano un tempio costruito nel I° sec. d.C. o poco prima. La quantità di elefanti rappresentati su queste mura fa pensare che questo animale avesse un ruolo di primo piano. Al di là del grande wadi si trova poi un altro tempio dedicato al dio Apedemak che è stato ristrutturato da non molti anni da una missione archeologica tedesca. Pic-nic sotto le acacie. Si prosegue poi verso Nord fino a quando svettano su di una collina le moltissime piramidi della Necropoli reale di Meroe. Arrivo al Campo Tendato di Meroe. Cena e pernottamento. 4° giorno / visita alla Necropoli e alla Città Reale di Meroe La Necropoli Reale di Meroe si trova a circa 3 chilometri dal Nilo su lievi rilievi ricoperti di piccole dune di sabbia gialla. Oltre 40 piramidi, alcune perfettamente conservate, svettano con la loro forma aguzza verso il cielo terso in un ambiente particolarmente suggestivo. Le piccole cappelle votive poste di fronte alle piramidi presentano le pareti decorate con bassorilievi che mostrano episodi della vita del Faraone ed immagini delle divinità. La necropoli fu utilizzata fra il 400 a.C. ed il 400 d.C. nel periodo di maggior splendore della civiltà meroitica. A differenza delle piramidi egizie le camere mortuarie non si trovano all’interno della piramide, ma sottoterra, la piramide era semplicemente un monumento funerario. Rientro al campo tendato per il pranzo. Nel pomeriggio ci si sposta verso il Nilo per visitare i resti della Città Reale: gli scavi hanno confermato che occupava


una grande area con una zona centrale circondata da sobborghi e da una cinta di mura. La maggior parte del terreno occupato dalla città, che è formato da molte collinette ricoperte di frammenti di ceramica rossa, attende ancora di essere scavata. Le poche vestigia sottratte fino ad oggi alla morsa della sabbia ci mostrano però la vastità degli edifici di cui la città era costituita. Interessante anche il “bagno”, una piscina che veniva riempita con l’acqua del Nilo, riservata ai nobili e con numerose decorazioni in stucco. Cena e notte al Campo Tendato. 5° giorno / Meroe – Deserto del Bayuda - Karima (circa 380 km) Dopo la prima colazione al campo si parte verso Nord per una tappa di viaggio piuttosto lunga. Si attraversa il Nilo su un vecchio ponton, traghetto locale. L’attesa del traghetto e l’attraversamento del fiume sono momenti molto interessanti che permettono di venire a contatto con la gente del luogo e di sperimentare la loro gentilezza ed ospitalità. Sull’altra sponda del fiume ci troviamo nel Deserto del Bayuda, area delimitata dall’ansa descritta dal Nilo fra la Sesta e la Quarta Cateratta, nuovamente un ambiente diverso, per le forme e per i colori. E’ caratterizzato da aspre montagne basaltiche nere, molte delle quali di origine vulcanica e dalla tipica forma tronco-conica, alternate a vaste distese pianeggianti di ciottoli e ad ampie vallate percorse da wadi asciutti dove cresce un po’ di vegetazione. Probabile è l’incontro di popolazioni nomadi di Bisharin con le loro carovane di cammelli e bestiame. Lasciamo la strada asfaltata per avventurarci sulla pista che percorre Wadi Abu Dom. Arrivo a Merowe sul Nilo. Attraverseremo nuovamente il grande fiume, in questo caso con un ponte, raggiungendo la piccola cittadina di Karima. Sistemazione nella Nubian Rest-House di Karima, cena e pernottamento. 6° giorno / Karima: Jebel Barkal e la tomba di El Kurru Prima colazione in hotel. Punto di riferimento nel deserto nubiano, il Jebel Barkal (“Jebel” in arabo significa montagna), può essere visto da qualche decina di chilometri di distanza quando si è ancora in pieno deserto. Ai piedi di questa splendida montagna isolata di arenaria rossa dalle pareti strapiombanti e che fin dall’antichità era considerata sacra, si trova il grande tempio, dedicato dai faraoni del Nuovo Regno al loro protettore Amon. L’antica “Montagna Pura” di Amon, l’Olimpo dei nubiani rimase per oltre 1000 anni il cuore religioso della Nubia. Oltre ai resti del grande tempio si trovano ancora numerosi arieti scolpiti in granito. Scavata nella parete alla base della montagna si trova una grande stanza decorata con bassorilievi. A Nord del Jebel si ergono in pieno deserto alcune piramidi dal profili molto slanciati, tombe di una dinastia kushitica probabilmente parallela a quella ufficiale. Le necropoli reali dell’antica città di Napata, capitale della Nubia (dal 740 al 350 a.C.) prima del periodo meroitico, contavano numerosissime piramidi in tre differenti località: poche centinaia di metri a Nord del Jebel Barkal, a El Kurru, una decina di chilometri a Sud della montagna ed a Nuri, che si trova sull’altra sponda del Nilo. Ci si sposta poi a sud fino al villaggio di El Kurru dove si trova una delle antiche necropoli. Qui si può visitare una delle due tombe scavate nella roccia, sottostanti a piramidi in parte crollate e completamente decorate con rappresentazioni del faraone, delle divinità e con iscrizioni geroglifiche policrome. Si prosegue poi con una breve puntata nel deserto nubiano per visitare una foresta pietrificata: resti di tronchi fossili, alcuni lunghi svariati metri, giacciono sul terreno da milioni di anni. Ritorno a Karima. Cena e pernottamento nella Rest-House.

7° giorno / Karima – Old Dongola – Villaggi Nubiani –Karima (circa 290 km) Dopo la prima colazione attraversiamo il Deserto Nubiano per giungere nuovamente lungo il Nilo, e visitare il sito Cristiano Copto di Old Dongola dove si trovano due templi cristiani costituiti da numerose colonne, archi e capitelli decorati con croci copte che risalgono al XI°-XII° secolo d.C. Il sito è dominato dalla massiccia costruzione in mattoni che era il palazzo dei Re cristiani, trasformato dai Mamelucchi in Moschea. Proseguiamo verso nord dove si trovano i villaggi Nubiani più belli della valle del Nilo. Consumeremo il nostro picnic in una casa piacevolmente decorata. Al termine ritorniamo alla Rest-House di Karima, cena e pernottamento. 8° giorno / Karima: escursione in barca sul Nilo e la necropoli di Nuri Dopo la prima colazione breve visita al mercato di Karima con l’opportunità di sorseggiare un “chai” (thè), un “gawa” (caffè) o un karkadè in una tipica chaihouse. Si parte poi verso nord con le auto per raggiungere un punto lungo il fiume dove si sale a bordo di un’imbarcazione locale per iniziare una piacevole navigazione sul Nilo a valle della diga di Merowe che nel 2008 ha dato origine alla formazione di un vasto lago artificiale che purtroppo ha sommerso le formazioni granitiche della Quarta Cateratta. Pic-nic all’ombra di alberi di mango sulla riva est del Nilo. Nel pomeriggio si prosegue con la visita delle piramidi di Nuri, la più importante delle necropoli di Napata, l’antica capitale dei Faraoni Neri, ove furono sepolti tutti i faraoni sino al IV secolo a.C. a partire dal grande re Taharqa. Ritorno alla Rest-House di Karima, cena e pernottamento. 9° / Karima – Khartoum (circa 430 km) Iniziamo il nostro viaggio di rientro a Khartoum procedendo in direzione sud attraverso la vallata di Wadi Muqaddam, lungo una strada asfaltata nel deserto, in un paesaggio arido e piatto dove lo sguardo spazia a 360°. Picnic “on the road” in una delle numerose “chai-house”, Arrivo nel pomeriggio a Omdurman. Sosta e passeggiata nel grande souk di Omdurman, dove si potrà effettuare anche qualche acquisto di artigianato locale. Si prosegue per Khartoum, attraversando il Nilo Bianco sul vecchio ponte inglese di ferro. Arrivo in hotel dove le camere sono disponibili fino all’ora di cena. Cena libera e trasferimento in aeroporto. INFO

Via Londonio, 4 – 20154 Milano Tel +39 02 34934528 info@viaggilevi.com www.viaggilevi.com

RESORTS MAGAZINE

105


4

RM travels travelers

FAROE ISLANDS

FAROE


Ovidio Guaita

18 isole, territorio autonomo danese, 50.000 abitanti. In sintesi un paradiso naturale in grado di stupire con panorami, silenzio, fauna e suggestivi trekking di varia difficoltà . A ognuno il suo, una destinazione per tutti. Dove la cucina è una sorpresa.

ISLANDS


4

RM travels travelers

FAROE ISLANDS

L ’ A t la n t ic A ir wa y s colleg a V agar da vari centri t ra i qual i Osl o, B e r ge n , E dimb u r g o, Cop en h agen, B arcel l ona e L i sbona. Poi con alc u n i e lic otter i v ola n elle isol e d el l ’arci pel ago. Recent em ent e i l e t t o r i d e l N ation al Geog r ap hi c Travel l er hanno votato l e Faroe c o m e lu o g o più a ttr a en te de l m ond o. L e c it t a d i n e di T or sh av n e Vagar sono t ranqui l l i cent ri . L a po p o la z io ne è r ila ssa ta e l’ a t m osf era accatt i vant e, m a è l a natura c h e c a t t u r a il v isitator e. Sen t i eri , i t i nerari tem ati ci , arrampi cate: t u t t o q u e llo ch e si pu ò fa r e in esterno e a pi edi è previ st o.

108

RESORTS MAGAZINE


RESORTS MAGAZINE

109


4

RM travels travelers

110

FAROE ISLANDS

RESORTS MAGAZINE


Mikines

All’isola di Mikines si arriva con il traghetto (di solito su un mare mosso) o in elicottero. Il tragitto in elicottero dura pochi minuti … ma non è meno turbolento del traghetto. In compenso si può godere di una vista sulla scogliera decisamente interessante. Tra le escursioni di media difficoltà c’è il sentiero per il faro. Assolutamente imperdibile, diverso ad ogni pendio e ricco di sorprese. Dopo tanto camminare l’appetito va appagato e da questo punto di vista le scelte sono varie. Di seguito i ristoranti che abbiamo provato: dall’unico stellato a quelli … nelle case. www.faroer.it

RESORTS MAGAZINE

111


A 4

RM travels travelers

FAROE ISLANDS

t n a r u a t s e R s Kok Kirkjubøur

l centro di KOKS è la civetteria culinaria di Poul Andrias Ziska. Come chef distilla il gusto e l’odore del paesaggio faroese, combinandoli in piatti squisiti. Il gusto è locale, faroese senza compromessi. I giovani allievi a KOKS utilizzano prodotti locali, abbinando lavorazioni antiche e moderne, mantenendo sempre un occhio alla sostenibilità, al paesaggio e al mare. I cibi a KOKS inseguono antiche tecniche di essiccazione, fermentazione, salatura e affumicazione. KOKS segue le stagioni e ciò che esse offrono, creando attraverso la tradizione culinaria prelibatezze moderne. Ciò che è semplice e puro, quello che è fresco e tradizionale caratterizza KOKS, ora premiato da una stella Michelin.

112

RESORTS MAGAZINE


Lawrence Taylor

RESORTS MAGAZINE

113


4

RM travels travelers

FAROE ISLANDS

Heimablidni

I

Tórshavn

ndovina chi viene a cena”, ospitalità famigliare alla fattoria di Anna e Oli. Se la vostra prossima domanda è perché mai dovremmo andare a mangiare a casa di sconosciuti la risposta è semplice: perché sono contadini. E come tali hanno i loro vegetali e la loro carne prodotti a chilometro zero. Il menu di cinque portate contempla anche uno street food denominato sheep dog, versione locale dell’hot dog ma con carne di pecora servito come antipasto con gli aperitivi mentre gli ospiti socializzano tra loro. Non staremo a illustrare ogni portata, ciò che importa è che Anna e Oli abbiano riscoperto le ricette della tradizione riproponendole nella loro originalità. Gli ingredienti prodotti da loro o dai loro vicini fanno il resto. Un’esperienza originale per entrare a contatto con tradizioni e cultura locali grazie a un invito a cena di appassionati farmer del luogo.

114

RESORTS MAGAZINE


Lawrence Taylor

RESORTS MAGAZINE

115


4

RM travels travelers

FAROE ISLANDS

t n a r u a t s e R a Etik

U Tórshavn

na storia di freschezza. Situato nel centro cittadino non passa certo inosservato, se non altro per le ampie vetrate e lo stile elegantemente moderno dell’interno. Etika è l’unico sushi bar della capitale. Il ricco menu presenta il migliore pescato della regione che non potrebbe essere più fresco. L’ampio menu illustrato aiuta i neofiti a scegliere secondo le proprie preferenze. Qualsiasi sia la scelta, sopratutto si apprezza la freschezza, ma anche la composizione è curata nei dettagli e il servizio efficiente. Etika è anche un organizzato take away. Sono infatti numerose le confezioni, rigorosamente confezionate in giornata, dei piatti e delle composizioni presenti in menu. In definitiva una sosta a Etika può essere uno spuntino veloce come un pasto elaborato e salutare. Al visitatore la scelta.

116

RESORTS MAGAZINE


Lawrence Taylor

RESORTS MAGAZINE

117


4

RM travels travelers

118

FAROE ISLANDS

RESORTS MAGAZINE


Ovidio Guaita

Hotel Foroyar sotto un tetto d’erba

C ontempo ran eo ma t r a d i zi on a l e , bello ma i n vi si bi l e, f uor i c i t t à m a vicinis si mo .

RESORTS MAGAZINE

119


4

RM travels travelers

FAROE ISLANDS

È

inut il e cerc are di veder lo. S i sa c h e è l à , i n c ima al l a co l l ina ma no n si vede sepolto com’è s ot to l ’e r b a c h e r ico p re i tet t i. Lo s tor i co h otel del l e Faro e co nt inua ad essere la destin az ion e ob b l i g at a p e r una o sp it al it à di qu al it à. N ato n e l ce nt ro del l a cap it al e To rshavn n el 1 9 3 3 l ’Hotel Føroya r è d a or mai qu asi un seco l o il punto di r ifer imento p e r l ’os p i t a l i t à al l e Faro e. Verso l a fine d egli an n i S ettanta si d e c i s e l a cos t r uzio ne del l ’edificio at t ual e posto su un a collin a all e s p a l l e d e l cent ro da dove l o si rag giun ge in poc h i min uti. I n a u gu rato nel 1983 il nu ovo H o tel Føroyar h a creato un nu ovo s t a n d a rd di qu al it à al l e Faro e.

120

RESORTS MAGAZINE


INFO HOTEL

HOTEL FOROYAR Tรณrshavn, Faroe Island http://hotelforoyar.fo Rooms & Suites 106 Villas 0 - Restaurants 1 Spa no Children yes Chain none Affiliation none Activities excursions Score 66 Environment 80 Design 90 Service 70 Cuisine 77 Health 69 Spa 0 Rooms 75

RESORTS MAGAZINE

121


4

RM travels travelers

SVALBARD ISLANDS

SVALBARD


Lawrence Taylor

Non ci sono terre abitate più a nord di questo arcipelago norvegese il cui nome, non a caso, significa “costa fredda”. Molto ghiaccio, niente alberi, solo qualche basso cespuglio e un leggero manto erboso in piena estate. Con poco più di 2600 abitanti, le Svalbard sono soggette al Trattato omonimo che dà diritto ai firmatari di colonizzarle.

D ISLANDS


4

RM travels travelers

SVALBARD ISLANDS

Del diritto alla colonizzazione dei firmatari del Trattato delle Svalbard solo i russi ne approfittarono per aprire miniere di carbone e oggi, oltre che da norvegesi, sono popolate dai discendenti di questi colonizzatori rimasti dopo la dissoluzione dell’URSS. Durante i mesi di luce estiva le attività offerte ai visitatori sono varie e sempre imperniate attorno alla natura del luogo. Innanzi tutto le crociere per visitare i ghiacciai, dove non di rado si possono avvistare gli orsi. Escursioni in canoa, su slitte su ruote trainate dai cani, trekking sui ghiacciai, itinerari in gommoni veloci, visita alla banca mondiale dei semi.

124

RESORTS MAGAZINE


Abbiamo provato la crociera al NordenskiÜld Glacier. Un giorno di navigazione tra i ghiacci, accompagnati da un sole abbagliante come solo a queste latitudini si può sperimentare. Durante la quale la guida ci ha raccontato affascinati storie di cacciatori ed esploratori. E dopo il barbecue del pranzo sul ponte della nave abbiamo raggiunto l’insediamento minerario russo di Pyramiden.

RESORTS MAGAZINE

125


4

RM travels travelers

126

FAROE ISLANDS SVALBARD ISLANDS

RESORTS MAGAZINE


Pyramiden

Le ghost city hanno sempre il loro fascino. Pyramiden è una di queste. Sovietica dal 1927, l’insediamento minerario venne progressivamente attrezzato per ospitare i minatori e le loro famiglie secondo una organizzazione comunitaria con una mensa comune da 200 posti. Vi era un cinema da 300 posti, una grande piscina, palestra, scuola, biblioteca e anche una sede del KGB. Oltre mille persone abitavano qui. Finita l’URSS è iniziata la decadenza fino all’improvvisa chiusura del 1998 che ha congelato il luogo lasciando ricordi e tracce ovunque. Oggi una decina di russi risiede qui gestendo un hotel per solitari in cerca di emozioni artiche. Forse non cinque stelle ma sicuramente di grande fascino.

RESORTS MAGAZINE

127


4

RM travels travelers

128

SVALBARD ISLANDS

RESORTS MAGAZINE


le miniere

Tra le escursioni della Hurtigrutel Svalbard che abbiamo provato c’è stata anche la visita a una miniera di carbone poco fuori la capitale Longyearbyen. Una miniera storica chiusa negli anni Sessanta. All’arrivo indossiamo la tuta e i caschi con la lampada dei minatori e iniziamo la visita. Scendiamo con l’ascensore per trovare nelle viscere della terra tunnel, rotaie, vagoni, tutto un mondo … privo di luce. Abbiamo visitato le Svalbard utilizzando i servizi di Hurtigrutel Svalbard, il maggiore tour operator locale. Hurtigrutel Svalbard www.hurtigruten.com

T +442038 117 645

RESORTS MAGAZINE

129


4

RM travels travelers

130

SVALBARD ISLANDS

RESORTS MAGAZINE


Ovidio Guaita

Spitsbergen

Hotel dalla miniera al gourmet

Un edificio che nasce come base di appoggio per le vicine miniere e che diventa sempre più “comodo” fino alla trasformazione in hotel. Una storia che riflette quella delle Svalbard.

RESORTS MAGAZINE

131


C 4

RM travels travelers

SVALBARD ISLANDS

ome spesso succede è la posizione a fare la differenza, dopo i servizi, la cucina e il décor. Questo storico edificio (per gli standard locali) sorge in cima a una collina offrendo una splendida vista sulla baia e il villaggio-capitale di Longyearbyen. Qui tutto ha ruotato attorno alle miniere di carbone. Così anche il nucleo del villaggio nacque con le residenze dei minatori e gli uffici delle miniere che sorgevano appena più su della baia. Gradualmente ampliate le originarie baracche vennero gradualmente arricchite di servizi, quali ampi bagni e una cucina comune, divenendo sempre più comode. Dal 1985 l’edificio iniziò a ospitare i visitatori ed è allora che inizia la storia dell’hotel vero e proprio. Ristrutturato a varie riprese l’hotel si presenta oggi come la scelta migliore per chi si reca alle Svalbard. Anche perché il Funktionærmessen Restaurant è una piacevolissima sorpresa, per vista, servizio e offerta gourmet, non ha caso si è guadagnato una buona posizione nella White Guide Nordic.

132

RESORTS MAGAZINE


RESORTS MAGAZINE

133


4

RM travels travelers

SVALBARD ISLANDS

L’abbiamo visitato in estate e la prima sorpresa è stata cenare con il sole alto nonostante fossero le 9 di sera. Apparecchiatura da fine dining e servizio non da meno. Il menu non sterminato ci ha rassicurato. La potremmo definire una cucina internazionale con accenti nordici, del resto qui naturalmente non cresce frutta e nemmeno verdura. Si possono solo ottenere in serre (alcuni prodotti) o importare. La seconda sorpresa è stata la qualità, chiara subito fin dalla “Vasterbotten Soup” servita con mandorle tostate, finocchio marinato e salamino piccante. Abbiamo continuato con il “Petit Pois Risotto” servito con rucola e noci, “Halibut and Iberico Ham” su una crema profumata all’aglio con fave saltate in burro e patate novelle cosparse con burro Sandefjord. Un crescendo di sapori concluso dalla “White Chocolate Panna Cotta” arricchita da schiuma di cocco, cagliata di lime e ribes nero con altri frutti di bosco. Ci alziamo da tavola alle 11, il sole è ancora alto, scenderà ancora un po’ senza mai sparire. Una cena gourmet al sole di mezzanotte.

134

RESORTS MAGAZINE


INFO HOTEL

SPITSBERGEN HOTEL Longyearbyen, Svalbard Islands www.hurtigruten.com Rooms & Suites 88 Villas 0 - Restaurants 1 Spa no Children yes Chain Scandic Hotels Affiliation none Activities excursions Score 70 Environment 80 Design 78 Service 80 Cuisine 85 Health 75 Spa 0 Rooms 79

RESORTS MAGAZINE

135


4

RM travels travelers

MONGOLIA

MONG


Ovidio Guaita

Una terra poco popolata ma antica ed estesa. Varia e dominata da ampie pianure e dall’immenso deserto dei Gobi. Un tempo impero vastissimo, conserva antiche tradizioni che risalgono ai tempi di Gengis Khan. Una nazione da visitare in estate con Nomadic Expeditions, il primo e principale tour operator.

OLIA


4

RM travels travelers

MONGOLIA

Nomadic Expeditions è stato il primo tour operator attivo in Mongolia e rimane il migliore. I suoi viaggi culturali e le sue spedizioni coprono tutta la Mongolia. Gli itinerari sono per singoli o gruppi, ma sempre personalizzabili per venire incontro alle esigenze di tutti. Il tour operator si distingue per la sua intimità con il paesaggio vasto e diversificato della Mongolia e per la sincera ammirazione per lo spirito della sua gente. Fondato nel 1992 da Jalsa Urubshurow, un mongolo-americano con forti legami con la terra d’origine dei suoi antenati, l’azienda è impegnata a esplorare e proporre la regione valorizzando le diverse culture e tradizioni che la caratterizzano.

138

RESORTS MAGAZINE


RESORTS MAGAZINE

139


4

RM travels travelers

140

MONGOLIA

RESORTS MAGAZINE


Three Camel Lodge

Il Three Camel Lodge è l’unico campo tendato di lusso in Mongolia, appartiene a Nomadic Expeditions, il tour operator leader con più di venti anni di esperienza nella creazione di viaggi di esplorazione e di conservazione in Mongolia. Il Lodge si fonde con il paesaggio mozzafiato del circostante deserto del Gobi, riparato dall’antico affioramento vulcanico del Monte Bulagtai. Ospita i viaggiatori in 40 Gers - le tradizionali tende nomadi. Un’oasi di lusso nel deserto, il Three Camel Lodge offre comfort e un servizio eccellente, pur mantenendo un impegno concreto per l’ecologia del Gobi. www.nomadicexpeditions.com

RESORTS MAGAZINE

141


RM

S

RESORTS MAGAZINE

life

tyle


RM

146

RESORTS MAGAZINE

lifeStyle


Paolo Gerbaldo

Paris

Don Juan II Lungo la Senna per scoprire tutta la magia di Parigi. Intimo ed estremamente elegante con i suoi nuovi interni Art DĂŠco, il Don Juan II, battello risalente agli anni Trenta, solca la Senna per offrire ad un ristretto numero di ospiti tutta la magia di Parigi.

RESORTS MAGAZINE

147


S RM

lifeStyle

correndo lentamente sul fiume, il Don Juan II della compagnia Yachts de Paris fa vivere tre ore di serenità. Un crescendo di emozioni sublimato dalla Tour Eiffel illuminata che ammiriamo, prima di concludere la cena, dal ponte superiore. Accolti da una coppa di champagne sul ponte superiore seguita dalla presentazione accurata del menù della cena, i privilegiati crocieristi possono poi, prima della cena, vedere il battello staccarsi dolcemente dal molo per iniziare la sua quieta navigazione. La sala ristorante, intrisa di calma, fa invece sfilare il menù gastronomique messo in scena dal talentuoso chef, per due volte Meilleur Ouvrier de France, Guy Krenzer. La raffinatezza ricca di sostanza emerge dai piatti che disegnano un percorso studiato sotto il segno della delicatezza e delle riuscite combinazioni dei sapori. Precisissimo, discreto ed attento ai dettagli è il servizio a bordo. La crociera sul Don Juan II è un modo unico, ed indimenticabile, di percorrere un lungo tratto della Senna che disvela l’incanto della Ville Lumière.

148

RESORTS MAGAZINE


INFO

DON JUAN II Paris, France www.yachtsdeparis.fr

RESORTS MAGAZINE

149


RM

150

RESORTS MAGAZINE

lifeStyle


Ovidio Guaita

QATAR AIRWAYS

weekend nel deserto

Deserto andata e ritorno. Da Milano, Roma, Venezia e Pisa. Un deserto raffinato ed esclusivo quello del Qatar, facilmente raggiungibile da Doha, con suggestive soste e numerose sorprese.

RESORTS MAGAZINE

151


D RM

lifeStyle

ecolliamo venerdì pomeriggio in orario da Pisa, una delle nuove destinazioni di questa compagnia sempre in espansione e con una delle flotte più giovani. L’Airbus A320 sul quale viaggiamo non è grande ma i nostri posti in Business si allungano a 180° divenendo veri e propri letti, inoltre da un ampio schermo possiamo scegliere tra una ricca offerta video. Il volo è pieno ma il servizio è ineccepibile. Dopo gli aperitivi ci viene servita la cena. Il menu è essenziale ma i piatti sono presentati con cura. All’arrivo rapido tour dell’Hamad International Airport di Doha eletto tra i migliori 10 aeroporti del mondo da Skytrax. Alloggiamo allo Shangri-la (www.shangri-la.com/doha), elegante e centrale (in alto nella pagina di destra). La sua grande piscina è contornata da un giardino, l’ampia spa accoglie i viaggiatori con trattamenti che contrastano il jetlag. Dopo la visita al MIA Museum of Islamic Art, monumentale opera di Ieoh Ming Pei, proseguiamo con Travel Designer (www.traveldesigner.qa) per il deserto dove, dopo l’ormai consueta salita sulle dune con i fuoristrada, ci fermiamo a pranzo al Sealine Beach Resort (sealinebeachqatar.com). Qui ci attende la gradita sorpresa di un ottimo ristorante italiano. Mozzarelline di bufala; una pizza, inusuale per forma e dimensioni (a destra in alto), ma molto ben riuscita; a conclusione un perfetto virgin Tiramisu. Il tutto suggellato da un espresso Illy. Rientrando visitiamo The Pearl, un colossale complesso residenziale di alto livello dove troviamo anche una riproduzione di Venezia. Ma il fine settimana è al termine, saliamo all’Arabic Lounge Al Shurfa, sulla terrazza del Waqif Boutique Hotel (www.souqwaqifresort.com), da dove mentre ceniamo possiamo osservare tutto il Souq. Breve sosta in hotel e quindi transfer all’aeroporto. Il check-in rapido ci lascia tempo per la grande lounge riservata alle classi premium. L’arrivo a Pisa è il lunedì in mattinata dopo una bella dormita. Sono state solo tre notti ma ne è valsa la pena.

152

RESORTS MAGAZINE


INFO

QATAR AIRWAYS Doha, Qatar www.qatarairways.com

RESORTS MAGAZINE

153


RM

154

RESORTS MAGAZINE

lifeStyle


Ovidio Guaita

Video Production intervista ad Alberto Pini

Un video racconta, emoziona, comunica. Per questo dagli anni Novanta Alberto Pini con la sua societĂ Video Production domina il mercato toscano della comunicazione in movimento con produzioni di grande qualitĂ  formale e creativa.

RESORTS MAGAZINE

155


I RM

lifeStyle

ncontriamo Alberto al Caffè Gilli di Firenze, ambiente storico, buon servizio, atmosfera rilassante. Mentre i turisti si avvicendano nella piazza al di là della vetrata del dehor scruto questo elegante signore. Operatore, produttore, regista? Chi è Alberto Pini? “Sono nato 44 anni fa nel Mugello, alle porte di Firenze. Fin da piccolo ho sviluppato una forte passione nell’osservare e raccontare con foto e video il mondo che mi circonda. A 24 anni sono riuscito a realizzare il mio sogno fondando Video Production”. Mi hanno sempre incuriosito i perché, come mai qualcuno decide di comunicare per immagini, perché non scrivendo o cantando per esempio. “Rimasi colpito da una serie di time-lapse che mostravano in pochi secondi la nascita e lo sbocciare di un fiore. Queste immagini fecero sì che si accendesse una lampadina in me, una voglia di approfondire e conoscere sempre di più questo mondo che permetteva di fermare un istante”. Alberto è sicuro, è chiaro che il video è soprattutto una passione che va oltre il mestiere arrivando a proporre ai clienti un progetto di comunicazione articolato in video, foto, grafica, web e app: il marchio “4ideas” appunto. Ma le proposte di Video Production non si fermano qui. Google Street View insegna quanto la realtà virtuale immersiva sia efficace oggi, così come le riprese aeree con il drone. L’abbattimento dei costi rispetto all’elicottero ha creato un mercato diffuso dove spesso però la qualità è mediocre. Ecco, la qualità, un aspetto sul quale Alberto ha sempre puntato “è necessario un professionista per questo tipo di servizio. Non solo per le capacità di volo aereo, ma per la visione delle inquadrature, dei movimenti e per la lettura della luce che può far cambiare in modo diverso ogni immagine o ripresa”. Ci piace raccontare questa storia imprenditoriale di successo per la sintonia del suo fondatore con lo spirito della rivista. Ormai le luci si sono accese nella piazza e i turisti si affrettano a ritornare agli hotel. Il nostro Martini Dry è finito e stiamo per salutarci. Un’ultima domanda, l’ultimo viaggio? “E’ stato alla scoperta di Cuba, prima che quest’ isola cambi per sempre. 1200 km in 10 giorni, da l’Avana a Santiago de Cuba a contatto con la gente. Mangiare e dormire nelle loro case, trovare in ogni posto un pezzettino di quel puzzle che si è composto solamente alla fine del viaggio”. Ecco, il puzzle, Video Production ricompone le sfaccettature di una realtà, le sceglie, le rielabora. Crea una emozione, che come in un viaggio si ricompone solo alla fine.

156

RESORTS MAGAZINE


INFO

Borgo San Lorenzo (FI), Italia www.videoproduction.it

RESORTS MAGAZINE

157


RM

158

RESORTS MAGAZINE

lifeStyle


Ovidio Guaita

l’evoluzione della fotografia

Quando la fotografia racconta un evento, le emozioni, l’atmosfera, allora la comunicazione è efficace e il ricordo d’impatto.

RESORTS MAGAZINE

159


RM

lifeStyle

L

a fo r ma z ion e scolastica non s e m p re r ifl et te g l i interessi deg l i studenti. È il c aso di Lo re n zo c h e d ip l o mato g eo met ra ha p o i scelto la strada della fo togra f i a . Creat iva nat u ral mente. I l p iacere di raccontare per i m m a gi n i c re a ndo emozio nat i sequenze in grado di presentare u n e ve nto. G ra z i e a d a n ni di esp er ienza mat u rat a sui set più var iegati, Lo re n zo H e r vat in real izza ser vizi fotografic i az ien dali, p u b b l i c i t a r i e di event i a 360 gradi: dal r itratto allo still l ife, d a l l ’a rc h i tet t u ra al b ackst ag e, dal repor tage spor tivo al m at r i m on i o. Q u e s to p e c u liare b ackgro und fo r mat ivo, sia n el c ampo della fo togra f i a c h e in qu el l o cinemato grafico, assic ura un prodotto s e m p re m i rato e innovat ivo, carat ter izz ato da un a luc ida vi s i on e d e l d esign d ’insieme, dal l ’at tenz ion e per i dettagli e d a l l a c u ra p e r il disegno l u ci. Un p ro do t to fun z ion ale al target d i m e rc ato, e mozio nal e e di val o re ar t ist ico. Lore n zo è att ivo anche nel set to re video, soprattutto con r i p re s e con i l dro ne.

160

RESORTS MAGAZINE


INFO

LORENZO HERVATIN Firenze, Italia www.lorenzohervatin.com

RESORTS MAGAZINE

161


nel prossimo numero


Bangkok Nice Zurich Yangon Bali e altre esclusive destinazioni scelte per voi


Resorts Magazine 77 (edizione italiana)  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you