Issuu on Google+

N. 2 - Ottobre 2009

Aut. Trib. Viterbo n° 6/09

Distribuzione gratuita - Stampa Tip. Spada, via Marco Polo 8 (Questo numero è entrato in tipografia il 31 ottobre - tiratura 3000 copie) E-mail: ronciglioneviva@googlegroups.com Sede Legale P.za Principe di Napoli, 17

Presentata la Bozza del nuovo Piano Sanitario Regionale

Quale futuro per l’Ospedale? Nell'ultima bozza del Piano di riorganizzazione della rete ospedaliera partorito dalla Regione Lazio, per quanto riguarda la Provincia di Viterbo non sono previsti drastici tagli come avrebbe voluto il governo Berlusconi. La bozza prevede un potenziamento dell'ospedale Belcolle, al quale saranno destinati 7,5 milioni di euro per l'acquisto di nuove tecnologie sanitarie. L’Ospedale di Ronciglione sarà adattato a Presidio Territoriale di Prossimità (Ptp). Abbiamo intervistato il vice presidente della Regione Lazio, ma non ci sono ancora risposte certe sul destino del Primo Soccorso e del Day Surgery.

Intervista al vice presidente della Regione Lazio Montino a cura di Rita Guadagnini

L’ipotesi di chiusura per l’ospedale di Ronciglione avanzata dal subcommissario di Berlusconi sembra tramontata, ma cosa ci dobbiamo aspettare per la nostra città dal piano regionale approvato in Consiglio Regionale? Il piano regionale della sanità prevede a Ronciglione la realizzazione di un PTP, un presidio territoriale di prossimità. In questo modo la struttura di Ronciglione continuerà a rappresentare un punto importante per la sanità del territorio, come lo è stata in questi anni. Ferma restando la centralità dell’ospedale di Belcolle a Viterbo che sarà potenziato come centro di riferimento provinciale per i pazienti più gravi. Può spiegarci cosa comporta la scelta dei PTP per il Sant’Anna? Rappresenta un’ulteriore opportunità per i cittadini, aggiungendosi alla Day Surgery - che pure ha ben funzionato in questi anni o si tratta piuttosto di una trasformazione del nostro ospedale, quindi un ripiegamento per evitarne la chiusura? I Ptp sono le strutture sanitarie del territorio per eccellenza. Esse sono

S. Eusebio

Atti vandalici a Sant’Eusebio di Pietro Lateano La maggior parte dei Ronciglionesi conosce la chiesa di Sant’Eusebio più per le scampagnate pasquali che per le magnifiche opere d’arte che sono conservate nel suo interno. Pochi sanno, ad esempio, che in essa si può ammirare intatto un mausoleo romano del quarto secolo con le sue sepolture ancora in situ, o che il suo ciclo di affreschi annovera la più antica rappresentazione dell’albero di Jesse che oggi si conosca o che, ancora, nella volta del presbiterio fanno mostra di se ben 53 graffiti (continua a pag. 2)

destinate a ospitare pazienti con malattie che si sono riacutizzate e non possono essere curati a casa (ma non necessitano quindi di servizi diagnostici avanzati) insieme a servizi di supporto come ambulatori

specialistici e punti di primo soccorso a seconda delle esigenze del territorio. In sostanza il Ptp, anche a Ronciglione, sarà una struttura sanitaria agile e fortemente integrata con gli altri servizi offerti dalla Asl. La sua gestione sarà affidata al distretto sanitario. Perché è stato chiuso il reparto di Ematologia? E perché escludere una possibilità di riapertura? La scelta fatta all’inizio della legislatura di chiudere il reparto di ematologia di Ronciglione rispondeva alla decisione presa dalla Asl viterbese di riunire in un polo unico

gli ospedali di Montefiascone e Ronciglione con il presidio centrale di Viterbo. Nell’ottica di quella razionalizzazione fu fatta una scelta che oggi è in linea con le esigenze di modernizzazione della sanità, che chiede più strutture territoriali e meno “reparti-doppione” sparsi qua e là. Il Piano risponde all’esigenza di garantire il diritto alla salute e alla prevenzione sanitaria dei cittadini del nostro bacino? Come? La Regione Lazio ha strutturato il piano sanitario in base alla diversa domanda di sanità proveniente da ciascun territorio e tenendo conto del grande momento di transizione che la sanità del Lazio sta vivendo

Un’interrogazione parlamentare riapre la questione Alga Rossa nel Lago di Vico. Intanto, la bolletta aumenta ancora

L

a nostra acqua torna all’attenzione dell’opinione pubblica. Nell’interno riportiamo le informazioni relative all’interrogazione parlamentare presentata dall’Italia dei Valori e il resoconto dell’incontro fra la dottoressa Litta dell’associazione Medici per l’Ambiente e il Garante del Servizio Idrico Integrato della Regione Lazio sull’esigenza di verificare a che punto siano i controlli sull’alga “rossa” e le eventuali contromisure da prendere. Sì, perché con l’avvicinarsi dell’inverno il problema dell’alga rossa – anche se sembra che non

tutti ne siano a conoscenza – entra nel vivo della sua problematicità. Dall’inizio della stagione fredda, fino alla primavera inoltrata, è difatti il momento più prolifico per la produzione della temibile microcistina che rischia di entrare direttamente nella nostra catena alimentare. Gli interrogativi sono molti e non tutti trovano risposte adeguate a rassicurare i cittadini ronciglionesi. La domanda fra le domande è

(Continua a pag. 4)

Alga Rossa ,acqua cara

(continua a pag. 2)

Rifiuti

Multietnica

Cultura

Il Comune presenta il Sulle molestie di nuovo piano per la Paolo Sasso al suo raccolta dei rifiuti. allievo Machiavelli Si parte il 15 di Massimo Chiodi Niccolò Machiavelli sarebbe stato novembre con il molestato per anni dal suo precet“Porta a porta”. tore di grammatica e latino, Ser Paolo Sasso da Ronciglione. La Le perplessità presunta scoperta di questo episodei cittadini. dio della vita del Machiavelli viene di Matric e Rig Il 15 Novembre parte la raccolta porta a porta dei rifiuti solidi urbani nel centro storico. Con questa iniziativa il Comune di Ronciglione, si adegua alla normativa europea, che prevede lo smaltimento differenziato per una (continua pag. 2)

da William J. Connell, studioso del (continua a pag. 6)

Il mio amico Nick La rockstar che passeggia tra noi di Luca Verduchi (Articolo pag. 6)

Quanti sono? Da dove provengono? Ecco gli stranieri di Ronciglione A pag 5 Interviene Luca di Sciullo della Caritas-Migrantes (Articoli a pag. 5 )

Attualità

2

RonciglioneViva N° 2

Inizia il Porta a Porta . I vantaggi e le perplessità ( continua dalla Prima) percentuale del 50% e si allinea così agli altri comuni all’avanguardia in materia di riciclaggio. I vantaggi ambientali di questo processo sono tali da far apparire solo secondari gli inconvenienti che in una fase transitoria potrebbero verificarsi. Con questa iniziativa il Comune di Ronciglione, si adegua alla normativa europea, che prevede lo smaltimento differenziato per una percentuale del 50% e si allinea così agli altri comuni all’avanguardia in materia di riciclaggio. I vantaggi ambientali di questo processo sono tali da far apparire solo secondari gli inconvenienti che in una fase transitoria potrebbero verificarsi. Il 28 ottobre presso la Sala del Collegio si è tenuta un’Assemblea pubblica informativa sul nuovo processo di raccolta. L’Assemblea, presieduta dalla società Ecoemilia (vincitrice dell’appalto) ha visto la presenza di numerosi cittadini, interessati e preoccupati per la grande novità.

Il Comune di Ronciglione, si adegua alla normativa europea. La raccolta differenziata presuppone un grande senso civico da parte dei cittadini ----------Presenti all’incontro il Sindaco e l’Assessore all’Ambiente Lazzaroni. Sangiorgi, nel foto scattata ribadire l’imil 25 Ottobre portanza scorso che ha ormai assunto il ciclo dei rifiuti per la salvaguardia dell’ambiente, ha ringraziato il Presidente della provincia Mazzoli e l’Ass. provinciale Piazzai (l’ente ha contribuito con un finanziamento di 160.000 €), per la sensibilità e l’impegno dimostrati in tutta la fase di organizzazione del progetto. La raccolta differenziata spinta presuppone un grande senso civico da parte dei cittadini che dovranno praticarla; questo è il dato principale che è emerso dall’incontro: rispetto

degli orari per il deposito dei bidoncini, cura nella chiusura dei relativi sacchetti etc; regole che, nel tempo, verranno assimilate. Tra le altre cose è stato chiesto alla Ecoemilia se non sarebbe stato più efficace iniziare questo processo educativo di “smaltimento”, prevedendo la presenza di contenitori “discreti” nel centro storico. La perplessità maggiore espressa è proprio questa: l’orario stabilito per il deposito dei sacchetti è - secondo un preciso calendario differenziato per tipologia di rifiuto- dalle 21,00 alle 5,00 della mattina del giorno successivo. Cosa accadrà di Via Garibaldi e Via Roma, nelle sere d’estate, quando si passeggerà tra questi bidoncini marroni che, se pur ermetici, non sono di certo compendi d’arrdedo? E lo smaltimento dell’umido? Avanzi di cibo, fondi di caffè, ossi, lische di pesce etc? Sono previsti 3 ritiri a settimana. Ciò significa che dovrà sostare nelle abitazioni della cosiddetta zona verde (il centro storico appunto) per più di 2 giorni, con tutto ciò che ne consegue. Il rischio che i cassonetti allocati nella zona blu (Chianello, San Paolo Strofiano etc), diventino luogo di accumulo di quei rifiuti di impaccio per gli abitanti del centro storico è concreto. Del resto i primi segnali non sono stati incoraggianti. La sostituzione dei vecchi cassonetti con i nuovi ha creato situazioni di degrado urbano. La loro minore capienza e la mancanza di uno sportello sollevabile (che permetta l’inserimento di oggetti di grandezza superiore al normale) ha causato un continuo

Atti vandalici a Sant’Eusebio ( continua dalla Prima) in dialetto onciale dell’ottavo secolo. La chiesa dopo i lavori di recupero effettuati nel periodo 1976-79, era stata lasciata nel più completo abbandono. Numerosi problemi statici minacciavano non soltanto la sopravvivenza delle

Una scritta all’interno della Chiesa di Sant’Eusebio

preziose opere di pittura, ma persino della stessa struttura architettonica. Vistose crepe si erano aperte lungo le pareti perimetrali e, da ultimo, era crollata una parte del tetto, per la precisione quella corrispondente al presbiterio, cioè proprio alla parte più antica e vulnerabile dell’intero complesso. Nel 2006 la chiesa è stata finalmente restaurata, grazie ad un finanziamento della Regione Lazio ed al sostegno, operato nella misura del 30% dell’impegno totale della spesa, da parte della parrocchia di Ronciglione. Il restauro ha riguardato il completo consolidamento della struttura perimetrale,

il restauro di tutti paramenti murari e delle superfici decorate in affresco, la revisione delle coperture ancora in situ ed il rifacimento di quelle crollate, il tutto per un importo di poco superiore ai 300.000 euro. Come tutti i nostri concittadini sanno, la chiesetta è costruita su un diverticolo della via Francigena, in una posizione quindi decentrata rispetto al percorso principale della via Cassia Cimina; per raggiungerla è necessario percorrere a piedi un tratto di strada sterrata non agevole soprattutto nel periodo invernale. Questo fa si che il monumento non sia facilmente sorvegliabile dai volontari che lo custodiscono, con grande vantaggio per i vandali che così hanno vita facile nel perpetrare i loro atti scriteriati. Già in passato i ladri avevano forzato il portone d’ingresso per tentare di ‘staccare’ i preziosi affreschi conservati nella chiesa. Fortunatamente, in quell’occasione, ad avere la meglio fu il portone, pur riportando gravi danni, ed i dipinti si salvarono. Oggi i vandali sono tornati all’opera, imbrattando con scritte spray i lacerti di intonaco cinquecentesco d i contrafforti barocchi. Gli stessi vandali hanno tentato di

Il vetro rotto della finestra sull’esterno

abbattere la vetrata blindata che protegge il mausoleo romano di Flavio Eusebio, danneggiandola irreparabilmente; non contenti essi hanno anche divelto la grata metallica che chiude la torre-romitorio, spezzando anche gli stipiti medievali in pietra. I danni sono consistenti, una prima sommaria stima dei restauratori indica una cifra compresa tra i sei ed i diecimila euro per il pronto intervento conservativo. Purtroppo i volontari che con grande dedizione mantengono in vita il monumento, non possono sostenere un impegno economico di tale rilevanza. La parrocchia ha già interpellato la Soprintendenza, ma per scongiurare altri atti vandalici si rende necessario realizzare quanto prima un impianto di videosorveglianza collegato con gli organi di Polizia.

ammassarsi di rifiuti nei pressi dei contenitori. Gli animali randagi hanno poi completato il lavoro sparpagliando l’immondizia e trasformando strade e marciapiedi in discariche a cielo aperto. Così i rifiuti diligentemente separati dai concittadini sono finiti, alla meglio, nei camion dell’indifferenziato. La situazione, è divenuta insostenibile nei passati week-end quando, non venendo effettuata la raccolta giornaliera, i cassonetti hanno potuto contenere solo una minima parte dei rifiuti prodotti. Ed i miglioramenti del servizio degli ultimi giorni (aumento della frequenza di raccolta) non sono risultati ancora sufficienti. I cittadini confidano sull’attenzione che l’Amministrazione Comunale e Ecoemilia sa pranno porre a tutte le problematiche che in

---------I primi segnali non sono stati incoraggianti. I cassonetti hanno potuto contenere solo una minima parte dei rifiuti prodotti. ----------questo primo periodo di rodaggio si presenteranno. Ecoemilia mette intanto a disposizione dei cittadini l’Ecosportello, in via Magenta, attivo il lun. ed il mer. dalle 10,00 alle 12,30 ed il ven. dalle 15,30 alle 17,30 per ricevere segnalazioni e dare informazioni. Il kit per la differenziazione verrà invece fornito il 7 e l’8 novembre presso la Chiesa del Collegio.

Intervista a Montino

Trasporti gratis per gli Under 25

( continua dalla Prima) in questi anni. In provincia di Viterbo la popolazione anziana rappresenta gran parte della domanda sanitaria. Stiamo lavorando per rispondere al meglio al bisogno di cure per le patologie tipiche dell’età avanzata e questo significa più attenzione alle cure primarie e all’assistenza domiciliare. Nella nuova sanità del Lazio rivestono inoltre un ruolo fondamentale le cure intermedie e l’integrazione dei livelli assistenziali. Tutto ciò, una volta messo a sistema, permetterà il rimodellamento del ruolo degli ospedali come Belcolle e dei piccoli presidi, che porterà benefici sia rispetto alla salute della popolazione sia per l’utilizzo efficiente delle risorse e dei posti letto esistenti.

Grazie alla

Vicosytem Con la sua donazione ha “informatizzato” l’associazione e permesso la realizzazione dello Sportello per Stranieri. Tra breve RonciglioneViva avrà il suo sito

Da lunedì 9 novembre si possono inoltrare le domande per l'esenzione dai costi del trasporto pubblico regionale o locale relativa all'anno 2010. L’opportunità è riservata agli under 25 residenti nel Lazio con reddito inferiore a 20 mila Euro. Procedura di richiesta del titolo gratuito semplificata per tutti gli utenti che nel 2009 hanno già richiesto l'esenzione. Si può accedere direttamente attraverso il sito della Regione. Chi inoltra la domanda per la prima volta deve registrarsi al SISET, compilare la domanda e consegnarne una copia, corredata da documento di identità valido, certificazione ISEE rilasciata dal CAF o dal commercialista ed autocertificazione sulla destinazione di studio o di lavoro, presso gli uffici Comune.

Chiunque volesse ricevere RonciglioneViva sulla propria casella di posta invii una richiesta a:

Ronciglioneviva@thunder.it

Attualità

IN

Breve

Anagrafe canina Anche il Comune di Ronciglione, ha aderito, come tanti altri del Lazio, alla campagna “Metti al sicuro il tuo cane” promossa dalla Regione Lazio in collaborazione con gli ordini dei medici veterinari delle cinque province. Scopo della campagna è stato quello di sensibilizzare i proprietari a sottoporre i cani all’applicazione del microchip per l’iscrizione all’anagrafe canina.

Crimini al Petrolini Il 7 novembre prossimo, secondo appuntamento al Teatro Petrolini. Andrà in scena la commedia brillante di Sam Bobrick e Ron Clark “Camera con crimini”. Una realizzazione della Compagnia La Torretta di Nepi, per la regia di Leopoldo Alimelli (storico animatore della Compagnia nepesina, recentemente scomparso) e di Giorgio Risca. Protagonisti lo stesso Risca, Mario Bondi, Silvia Paggi. Inizio dello spettacolo alle ore 21.00

Nasce il G.A.L. per lo Sviluppo Rurale Nasce il GAL (Gruppo di Azione Locale) etrusco - cimino che comprende sei comuni (Capranica, Caprarola, Carbognano, Fabrica di Roma, Ronciglione, Sutri) ricoprendo un territorio di circa 260 Kmq di zona prettamente agricola che verrà valorizzata secondo le direttive indicate nell’Asse IV del Piano di Sviluppo Rurale. Il GAL coinvolge anche le associazioni di categoria presenti sul territorio della provincia di Viterbo, più la Camera di Commercio di Viterbo, la Comunità Montana dei Cimini e la cooperativa Euronocciola. Ha sede sociale a Ronciglione, presso i locali della Comunità Montana dei Monti Cimini.

Corsi di Teatro Teatrando, il laboratorio organizzato dall’Istituzione Progetto Teatro di Ronciglione, è giunto alla sua quinta edizione, anche quest’anno saranno predisposti due corsi, divisi per fasce d’età, per ragazzi compresi dai 7 ai 15 anni

RonciglioneViva Ronciglione N° 2Viva N° 0

33

Tutti pazzi per Marco Mengoni Concorrente della terza edizione di X-Factor nella categoria 16-24 di Morgan. La sua prima esibizione in “l’amore si odia” su Youtube, dopo solo due settimane, ha sfiorato le 43.000 visualizzazioni. D’allora un crescendo con “Notorius”, “Psycho Killer”, “My baby just cares for me”, “Ashes to Ashes”, “Helter Skelter”. La sua esibizione con “Insieme a te sto bene” di Battisti - Mogol e poi a cappella con “L’appuntamento” della Vanoni, ha mostrato il talento che solo pochi artisti hanno. Il cantante che diventa, con l’eleganza e la raffinatezza dell’interpretazione, musica; tanto che Asia Argento non ha potuto fare a meno di dichiarare che Marco ha l’X- Factor. Sul Web, il numero dei supporter di Marco, aumentano di giorno in giorno così come le canzoni scaricate dal web che lo vedono come interprete.

Incontro con Moccia Caffeina Cultura, ha fatto tappa a Ronciglione il 3 ottobre con l’autore Federico Moccia, sceneggiatore e registra ma, soprattutto scrittore ed autore di romanzi. Il suo primo libro è “Tre metri sopra il cielo” scritto nel 1992. Al Teatro Petrolini ha incontrato il pubblico e ha parlato del suo ultimo romanzo “Scusa ma ti voglio sposare”.

Comitato per il Centro Commerciale Naturale

Costituito il “Comitato dei referenti di via” che formulerà le proposte da sottoporre all’assessore alle attività produttive del Comune di Ronciglione per realizzare il programma del Centro Commerciale Naturale finanziato dalla Regione Lazio per 150 mila euro.

I cittadini domandano

Perchè l’Albo Pretorio è stato messo sotto chiave? E perché il sito internet del Comune non viene aggiornato continuamente con le Delibere di Giunta e di Consiglio? Perché la popolazione non è stata informata sull’andamento della sostituzione dei filtri dell’acquedotto comunale? I lavori sono terminati? Che benefici si avranno? Il nostro Sindaco ha il permesso per parcheggiare la propria auto nell’area riservata alla Polizia Urbana? Se la risposta è sì, i cittadini si chiedono: perchè spesso lo fa occupando due posti contemporaneamente (con l’auto dei vigili costretta a trovar posto altrove) Perché non si interviene nel ripristinare le mura, in avanzato stato di degrado, dell’ex convento delle monache di clausura?

Al Duomo di Sotto un grande albero di fico ha messo le sue radici nelle mura del Campanile. Occorre intervenire prima che sia troppo tardi

A chi compete intervenire sul crollo che ha interessato il lato esterno della Chiesa della Provvidenza? Sono state avviate procedure per impedire ulteriori danni al prezioso monumento? Perché dobbiamo rassegnarci ad avere una strada a “gobba di cammello” come Montecavallo? E’ vero che le mamme della scuola elementare devono pagare di tasca propria la vernice per tinteggiare i muri? E’ vero che ai consiglieri comunali non viene più inviata copia delle delibere, ma soltanto un elenco dei loro titoli?

foto di Sergio Ortenzi

Fioriera che vieni, fioriera che vai Eh sì, ci sono strade con un gran via vai… di fioriere! Il corso di Ronciglione non trova davvero pace: oltre al perenne rifacimento di Montecavallo (sembra sia in arrivo l’ennesimo tentativo di farlo come Dio comanda!), in via Roma c’è un traffico di fioriere degno di Sanremo. Molti cittadini - e noi con loro - si chiedono: ma sono proprio indispensabili queste fioriere? Non che siano brutte (conosciamo la provenienza e ringraziamo la signora Fendi!), ma non ci sembra siano in sintonia con l’impianto urbanistico e soprattutto sono di grande intralcio allo struscio pomeridiano, e di assoluto ostacolo al traffico pedonale del sabato pomeriggio. Ma sopra ogni altra cosa ci chiediamo: visto che sono incompatibili con le irrinunciabili corse a vuoto che si tengono due volte all’anno, è pensabile continuare con questo traffico di metti le fioriere e togli le fioriere?

di RoM Che costo ha questa operazione? Perché a fare il conto della serva sulle ore di lavoro, moltiplicato per gli addetti, più i macchinari, etc etc, c’è da giurare che un migliaio di euro a botta il Comune lo debba tirare fuori. Se si moltiplica per quattro (due messe e due levate all’anno) viene fuori una cifra che sicuramente potrebbe essere meglio spesa nell’interesse della collettività. Un esempio: la scuola elementare ha arredi assolutamente vetusti e classi con muri lerci. Non sarebbe più utile investire lì questi soldi? Gli esempi potrebbero essere molti e si potrebbe anche bandire un concorso per la proposta migliore. E dopo, magari, le fioriere potrebbero finire ad abbellire qualche nuovo quartiere come Chianello o Strofiano, dove un po’ di arredo urbano sarebbe sicuramente ben accetto dai residenti! Avete tempo di pensarci fino a Carnevale, intento per questi quattro mesi concimate con cura!

Dopo più di un mese, continuano a vedersi in giro, per esempio attaccati agli alberi di via Garibaldi, i manifesti della Sagra del Tortorello. Perché chi è tanto efficace ad attaccarli, non è così solerte a toglierli? E poi, perché usare i tronchi degli alberi come “plance”? I raccordi di asfalto che si usano per ammorbidire il gradino dei marciapiedi durante le corse a vuoto non vanno rimossi? Se la soluzione deve considerarsi definitiva non è il caso di trovare una soluzione più gradevole dal punto di vista estetico?

Comunicato dell’Associazione

Autunno Insieme a Montalcino

Gli itinerari di Autunno insieme proseguono con “Vino e dintorni - 15 novembre - Montalcino, la Tenuta Chia, e l’Abbazia di Sant’Antimo”. RonciglioneViva va in terra

toscana all’insegna dell’ arte e del buon vino. Il costo di 33 euro comprende il viaggio in pulman ed il pranzo in osteria. Per info chiamare il numero 3284225344

Acqua (continua dalla Prima) sempre la stessa: l’acqua che arriva nelle nostre case è potabile, o almeno utilizzabile per uso domestico? La domanda è di fatto retorica, perché nessuno nel nostro paese si sognerebbe di berla, e molti ormai non la usano nemmeno per cucinare (ricordiamolo ancora una volta: le tossine prodotte dall’alga rossa non sono termolabili, quindi con la bollitura non si eliminano , ma semmai si concentrano), ma sarebbe giusto avere delle certezze. Certezze che mancano a livello amministrativo: se un nuovo residente telefona al Comune per sapere se l’acqua che gli arriva in casa è o no potabile cosa gli si risponde sì o no? O gli si da un semplice consiglio: quello di farne a meno? Altra questione che aleggia da anni: quanto ha influito lo stato delle nostre acque sulla chiusura del reparto di ematologia del nostro ospedale? Il sistema di depurazione delle acque con le quali si cucina e che si da a bere ai bambini che usufruiscono della mensa scolastica è sufficientemente sicuro e in grado di abbattere microcistine e sostanze chimiche di scarto agricolo eventualmente presenti nell’acqua? Il depuratore e i nuovi filtri sono sempre efficaci? E soprattutto sono in grado di far fronte agli effetti prodotti dall’alga rossa? Perché secondo molti esperti quel tipo di microcistine possono essere abbattute solo con particolari filtri che richiedono una manutenzione costosissima. La questione non è da poco visto i 50 euro di tassa di depurazione inseriti in una bolletta che (problema che nessuna amministrazione è mai riuscita a risolvere!) fa pagare la stessa cifra a ville con piscina e mini appartamenti. E potrebbe non essere da poco nemmeno per le casse del Comune, visto che alcune sentenze della Corte Costituzionale ribadiscono la non esigibilità della suddetta tassa in caso di non potabilità delle acque. Recentemente, un’inchiesta delle maggiori testate internazionali, ha stilato una classifica sulla libertà d’informazione nei vari Stati. L’Italia si è classificata al 73° posto, dietro a moltissimi paesi del terzo mondo, ed è stata dichiarata, per quanto riguarda la carta stampata, un paese “quasi” libero. Pensavo peggio. La verità è che se per i giornali riescono a sopravvivere alcune voci autonome e la riprova è il nostro piccolo foglio, per quanto riguarda gli altri grandi mezzi di informazione la situazione è molto più grave. Soprat-

RonciglioneViva N° 2

4

L ag o d i V i c o L’alga rossa finisce in Parlamento Interpellanza dell’Italia dei Valori sulla salubrità delle nostre acque Lo stato di salute delle acque del nostro lago è al centro di una interrogazione rivolta dall’onorevole Domenico Scilipoti ai ministri dell’Ambiente e della Salute. Partendo dai dati emersi dall’ incontro scientifico promosso il 20 gennaio 2009 dall’”Associazione medici per l’ambiente” sul tema “L’ecosistema del lago di Vico: problematiche generali in relazione alla potabilità e salubrità delle sue acque”, l’esponente dell’Idv fa proprie le precise indicazioni circa gli interventi urgenti da avviare per il risanamento del lago e a garanzia della salubrità delle sue acque destinate a consumo umano avanzate dagli esperti. Nella premessa all’interrogazione Scilipoti mette in evidenza alcuni dati scientificamente accertati:gli effetti delle microcistine sulle persone e gli animali possono così essere riassunti: a) epatotossicosi acuta, per ingestione diretta, b) polmoniti allergiche ed epatotossicosi, se respirate, ad esempio, nel corso di attività ricreative e sportive in sistemi, idrici e non, contaminati da alghe in fase di fioritura. c) promozione di tumori, se ingerite in dosi sub-acute per diverso tempo. L’esposizione alle microcistine possono verificarsi anche: a) attraverso l’ingestione di acqua potabile contaminata da alghe in fase di fioritura; b) tramite la balneazione; c) tramite l’inalazione di aerosol durante attività ricreative in prossimità delle aree di fioritura dell’alga; d) con l’assunzione di alimenti trattati e realizzati con acque contaminate (la microcistina non è termolabile), e) durante i trattamenti di emodialisi,

Alla luce di tutto ciò il parlamentare chiede ai ministri interessati “Quali iniziative intendano prendere i Ministri interrogati, per acquisire tutte le informazioni relative agli interventi finora intrapresi dalle amministrazioni comunali di Caprarola e Ronciglione, dalla ASL Viterbo, dalla Provincia di Viterbo e dalla Regione Lazio, al fine di contrastare questa situazione di gravissimo danno dell’ecosistema lacustre ed a tutela della salute dei cittadini; se e quali disposizioni siano state emanate per impedire l’ulteriore peggioramento delle condizioni

delle acque del lago e quindi della qualità delle acque che vengono consumate dai residenti nei comuni di Ronciglione e Caprarola; se dalla prima segnalazione della presenza dell’alga Plankthotrix rubescens nel lago, siano state poste in essere tutte le misure necessarie a tutelare la salute delle persone; se di questa situazione è stata informata adeguatamente la popolazione, come previsto dalla vigente normativa e, quindi, se se siano stati rispettati ed attuati in modo corretto il comma 3 dell’ art.5 e il comma 4 dell’art.10 del DL n.31 del 2 febbraio 2001“Attuazione della direttiva 98/83 CE relativa alla qualità

Un paese “quasi” libero tutto la TV. La televisione di Stato, nei suoi canali generalisti, sta per essere progressivamente spogliata da parte dei suoi amministratori. La mannaia su Annozero, il bavaglio a Santoro, Travaglio, Vauro, elimina una delle ultime sacche di resistenza che, insieme a Report della Gabbanelli e alle inchieste di Iacona, danno una informazione non controllata dai partiti. E questo è un fatto, ma non finisce qui: il tentativo da parte del premier-pa-

delle acque destinate a consumo umano”; quali misure e dispositivi sono stati utilizzati per eliminare la microcistina dalle acque utilizzate dalle industrie alimentari locali, in particolare nei comuni di Ronciglione e Caprarola; quali misure e dispositivi sono stati utilizzati per eliminare la microcistina dalle acque utilizzate nei pubblici esercizi comunali, in particolare nei comuni di Ronciglione e Caprarola; quali misure e dispositivi sono stati utilizzati per eliminare la microcistina dalle acque utilizzate dalle scuole , in particolare nei comuni di Ronciglione e Caprarola; quali misure e dispositivi sono stati utilizzati per eliminare la microcistina dalle acque utilizzate dall’ospedale di Ronciglione; quali siano i risultati del monitoraggio, sulla concentrazione di microcistina, nelle acque destinate a consumo umano, dalla prima segnalazione della presenza dell’alga Plankthotrix rubescens ad oggi; quali siano i risultati del monitoraggio, sulla concentrazione di microcistina, nelle carni dei pesci di più largo consumo alimentare e soggetti a vendita, dalla prima segnalazione della presenza dell’alga Plankthotrix rubescens ad oggi.”

Incontro fra la dottoressa Litta e il garante del servizio idrico regionale

La Regione chiede chiarimenti

Il 9 ottobre la Dottoressa Litta rappresentante per la provincia di Viterbo dell’ International Society of Doctors for the Environment Italia (Isde) ha incontrato la Dottoressa Pitzurra, Garante del Servizio Idrico Integrato per la Regione Lazio. Alla Garante è stato fatto presente lo stato di inquinamento in cui si trova il lago di Vico, alla luce dei dati riscontrati negli ultimi anni e che le recenti analisi svolte dall’Arpa-Lazio sezione di Viterbo e dal dipartimento di Ecologia dell’Università della Tuscia, documentano il gravissimo peggioramento delle condizioni delle acque di questo lago e il persistere delle periodiche fioriture dell’alga rossa Plankthotrix rubescens. L’Isde ha più volte richiesto agli Enti preposti e in particolare al Dipartimento di prevenzione - Servizio igiene e sanità pubblica della Asl di Viterbo e al Dipartimento di prevenzione - Servizio igiene e sanità pubblica-sezione 4 Vetralla Asl di Viterbo, come e in quali modi saranno garantite ed intensificate tutte le fasi di monitoraggio della microcistina e di altri elementi potenzialmente nocivi presenti nelle acque destinate a consumo umano e con quale cadenza sono stati verificati e saranno verificati i necessari ed ulteriori processi di potabilizzazione presso gli acquedotti comunali in ragione anche della preannunciata declassificazione delle acque del lago e dell’arrivo del periodo più freddo dell’anno che, come noto, favorisce la fioritura dell’alga rossa. La Garante, preso atto di quanto esposto, ha richiesto a tutti gli Enti coinvolti nella vicenda di avere. “informazioni e chiarimenti, ai sensi dell’art. 8 L.R. 26/98, sui fatti descritti e sulle modalità con cui la popolazione è stata messa al corrente a tutela della salute dei cittadini le cui utenze domestiche derivano dall’acqua del Lago di Vico “.

di Giuliano Verdinelli drone è quello di travasare sempre di più gli ascolti dalla Rai alle reti di sua proprietà. Le scelte aziendali della Rai stanno regalando spot e ascolti a Mediaset, mentre i programmi più ricchi di pubblicità restano bloccati. Non è un mistero che Annozero è uno dei pochissimi programmi che si autofinanzia, come pure Che tempo che fa di Fabio Fazio. In questo momento, in entrambi, ci sono contratti non rinnovati a protagonisti come Tra-

vaglio, Litizzetto, il trio Aldo, Giovanni e Giacomo, e altri. Tutto questo mentre il valore culturale, ma anche quello ricreativo, l’intrattenimento, scadono a livelli sempre più bassi. Personalmente sono stato sempre un fautore del pagamento del canone Rai, pensando che la tv pubblica potesse costituire un baluardo contro lo strapotere mediatico di pochi e garantire un minimo di spazio anche alle voci fuori dal coro. Sto cambiando idea.

Multietnica

5

RonciglioneViva N° 2

Gli stranieri di Ronciglione di Catalina Sava, autrice de La Comunità romena di Viterbo - indirizzo internet www.romeniaviterbo.com L’idea di un giornale per e su Ronciglione mi è sembrata utile ed interessante e faccio i miei complimenti all’Associazione Ronciglione Viva e i migliori auguri di una buona riuscita per i progetti futuri. Tornando all’articolo di apertura e alla comunità ronciglionese, vi chiedo: sapete quanti stranieri fanno parte della comunità ronciglionese? Basta una breve ricerca nei dati demografici dell’Istat ed ecco la risposta. Su 8798 residenti al 1° gennaio 2008, 683 sono stranieri. Primeggiano i romeni, con 234 re-

Popolazione straniera residente a Ronciglione al 01.01.08 e al 01.01.09 Popolazione di Ronciglione al 01.01.09

Maschi

Immigrazione

Correggere lo sguardo con i numeri

di Luca Di Sciullo redattore Dossier Statistico Immigrazione Caritas/Migrantes

italiani, i cittadini stranieri sono molto più giovani e il rapporto tra nascite e morti è rovesciato. Pensate che in totale sono 360 le

Femmine

Totale

“I numeri non fanno la storia ma aiutano a leggerla”. Questa acuta raccomandazione sembra tanto più vera nel campo dell’immigrazione, di cui molti mass media ed esponenti politici continuano a fornire un’immagine distorta che alimenta da anni allarmismi, paure, insicurezze che non trovano riscontro nei numeri. E spesso questi ultimi vengono strumentalmente deformati per confor-

----------

Molti mass media ed esponenti politici continuano a fornire un’immagine distorta che alimenta allarmismi -----------

305 (2007)

378 (2007)

683 (2007)

320 (2008)

347 (2008)

667(2008) (7%)

4326

4594

8920

sidenti, seguiti da 57 peruviani, 43 ecuadoriani, 42 albanesi, 33 polacchi, 28 moldavi, 26 dalle Filippine, ed a seguire le altre nazionalità. E questo bilancio è in continuo mutamento. Nel 2007 4 stranieri hanno acquisito la cittadinanza italiana. A differenza degli

famiglie di Ronciglione con almeno un componente straniero su un totale 4147 famiglie. Dati più recenti riguardano soltanto la popolazione residente: a fine febbraio di quest’anno i residenti complessivi contano 8947 unità.

Immigrati al voto In attuazione dell’art. 25 della L/R 10/2008, il 20 luglio 2009 la

giunta regionale ha deliberato l’Istituzione delle Assemblee provinciali dei cittadini stranieri immigrati. Dall’Assessorato provinciale riceviamo e pubblichiamo Giuseppe Picchiarelli, Ass. Prov. alle Politiche Sociali Dopo essere stati additati come i fautori di tutti i mali del nostro Paese, questa importante iniziativa darà la possibilità agli immigrati presenti sul nostro territorio e su tutto il territorio della Regione Lazio di far sentire la propria voce. E' una iniziativa importante già messa in cantiere dal mio assessorato (assessorato alle Politiche Sociali), che si inserisce nel solco di una integrazione reale e partecipata. Siamo nei fatti una società multiculturale, non possiamo chiuderci a riccio, anche perchè statistiche alla mano e nei fatti, i migranti oltre ad essere portatori di diritti sono indiscutibilmente produttori di una sostanziosa parte del nostro PIL (prodotto interno lordo). Ogni Distretto Socio Sanitario della Provincia di Viterbo, creerà una sua assemblea distrettuale i cui rappresentati andranno a formare l'assemblea provinciale degli immigrati, una delegazione di quest'ultima assemblea rappresenterà gli immigrati del nostro territorio al forum Regionale degli immigrati. Colgo l'occasione per ringraziare il lavoro di tutti i Distretti Socio Sanitari e della Dottoressa Pierangela Turchetti e Fortuna Bove della Provincia di Viterbo.

tare una visione ideologicamente pregiudiziale verso gli immigrati. Fa pensare, ad esempio, che nonostante solo un decimo degli ingressi in Italia avvenga via mare e le persone sbarcate sulle coste italiane non siano state neanche 37.000 nel 2008, pari a meno di un centesimo su tutta la popolazione immigrata regolare del paese (4 milioni circa), il contrasto degli arrivi via mare ha monopolizzato l’attenzione dell’opinione pubblica e, su questo allarmismo indotto, sono state costruite le relative politiche (come l’accordo con la Libia di Gheddafi per frenare i flussi di migranti africani verso l’Italia, che impegna il nostro paese per ben

5 milioni di dollari USA verso il paese nordafricano). Anche lo slogan “aiutiamo gli immigrati a casa loro”, che spesso viene invocato come ricetta alternativa da chi sostiene politiche di chiusura verso l’immigrazione, si dimostra essere, alla verifica dei numeri, una chimera: basti pensare che dall’Italia partono annualmente ben 6,4 miliardi di euro in rimesse degli immigrati verso i propri paesi di origine e che un piccolo Stato come la Moldavia riceve, in rimesse dei propri emigrati, un quarto del proprio PIL: si tratta di cifre inimmaginabili da sostituire con aiuti diretti verso tali paesi, tanto più che l’Italia, disattendendo gli accordi internazionali che fissano nello 0,7% la quota minima del PIL da destinare alla cooperazione internazionale, arriva appena allo 0,16%. E la cosa appare ancor più paradossale se si considera che quasi un decimo (9,5%) del PIL italiano, cioè dell’intera ricchezza prodotta nel Paese, è da riferire proprio ai lavoratori immigrati, come ha ricordato la Banca d’Italia. E che dire dei matrimoni misti, che un noto quotidiano nazionale diceva andare a rotoli in breve tempo nell’80% dei casi? In realtà i numeri non solo mostrano una spiccata propensione di italiani e stranieri a sposarsi tra loro (i matrimoni misti

Adunări provinciale şi Adunarea regională ale cetăţenilor străini imigranţi. Peste puţin timp vor fi instituite Adunările provinciale ale cetăţenilor străini imigranţi. Consilierul provincial pentru politica socială Giuseppe Picchiarelli a declarat că această importantă iniţiativă va oferi imigranţilor pe teritoriul nostru şi în toată regiunea Lazio oportunitatea de a face auzită propria voce. Este o iniţiativă importantă pentru o participare şi o integrare reală. Fiecare District socio-sanitar din provincia Viterbo va crea propria Adunare districtuală, a căror reprezentanţi vor forma Adunarea provincială a imigranţilor, iar o delegaţie din această adunare va reprezenta imigranţii de pe teritoriul nostru în Forumul regional al imigranţilor.

celebrati in Italia nel 2007 – quasi 24.000 – rappresentano un decimo di tutti i matrimoni celebrati nell’anno nel Paese), ma separazioni e divorzi riguardano queste unioni in percentuale identica (7%) a quella degli immigrati sull’intera popola-

----------

Solo un decimo degli ingressi in Italia avviene via mare. L’accordo con Gheddafi ci costa ben 5 milioni di dollari -----------

zione nazionale, per cui statisticamente il fenomeno non presenta particolari anomalie. Piuttosto occorrerà chiedersi se l’annosa questione (mai risolta) di fare della didattica interculturale una caratteristica strutturale della scuola italiana (e non appannaggio di pur lodevoli progetti occasionali) sia ancora attuale, visto che ormai ben 4 alunni stranieri su 10 sono nati in Italia, quota che sale a ben 7 su 10 nelle sole scuole dell’infanzia: questi alunni, infatti, sono “stranieri” per modo di dire, visto che conoscono perfettamente l’italiano come prima lingua, condividono in tutto e per tutto, sin dalla nascita, “l’italianità” dei loro coetanei figli di italiani e spesso non hanno mai messo piede nel paese d’origine dei genitori, di cui hanno estrinsecamente e paradossalmente la cittadinanza. Così, la necessità di correggere lo sguardo su un fenomeno così delicato, mediante la lezione dei numeri che ad esso si riferiscono, appare tanto più urgente quanto più sull’immigrazione continua a combattersi una battaglia politica ed elettorale che fa della demagogia e del sensazionalismo “sopra le righe” il proprio ordinario, e cieco, terreno di scontro.

La Associacion RonciglioneViva mete a tu disposiciòn un servizio de Mediacion Intercultural

Si tienes problemas con : renuevo del permiso de estadìa,cohesiòn familiar,derechos del trabajador, solicitud para la ciudadania italiana etc puedes venir a nuestras oficinas en Via del Verziere n° 3. Los Jueves a partir de las 17pm encontraràs la asistenzia necesaria a titulo gratuito. Para las citas llamar al : 0761 1659382

RonciglioneViva este si un serviciu de mediazione interculturala

Daca intampini dificultati in ceea ce priveste: Renovarea permisului de soggiorno,ricongingiumentul familiar,recunoasterea drepturilor tale in campul muncii,probleme legate de cetatenie,poti obtine ajutorul nostru gratuit. Ne gasesti in fiecare joi,in str.Verzieri nr 3,intre orele 17-19 , sau sunand la nr de telefon 0761/1659382

Cultura

Il mio amico Nick C'è un luogo, io credo dove gli artisti più grandi vanno a morire. C'è un tempo e un modo per farlo, e nel rock questo fa tutta la differenza del mondo. Segna il confine tra mito e banalità, tra leggenda e dimenticatoio. Ci sono poi personaggi che nonostante ancora in vita, si trascinano già dietro appiccicato un alone di santità rock che sembra quasi di vederlo. Ecco, Nicholas Edward Cave, conosciuto ai più come Nick Cave è proprio così. Ha il fisico da leggenda, infatti è alto quasi due metri, ha lo sguardo cupo e inquisitorio di chi sembra sappia tutto del mondo e ne sia sconcertato e soprattutto ha il

dono di raccontare, a volte sottovoce, altre urlando, delle storie che parlano semplicemente di vita. La sua di vita parla di eccessi, di droga, di molti cliché che ti aspetti da una rockstar; eppure Nick non lo è. Il suo intimismo è la sua forza. Lo chiamano depresso e vampiro, non incita le folle che lo acclamano a gran voce. Cave è la star della cover di “From here to eternity”, dove quasi trentenne ha lo sguardo spaurito di un bambino appena nato. Ho quindici anni circa quando ascolto per la prima volta un suo cd e ricordo con piacere la strana sensazione della sua voce. Ne rimango estasiato pur senza comprenderne

A* Arte

C* Cibo

S* Storia

RonciglioneViva N° 2

6 di Luca Verduchi affatto i significati. E' passato poco più di un anno invece quando traducendo nella mia camera i suoi testi capisco che il rock può essere soprattutto poesia oltre che rumore. Ne ho diciotto appena compiuti quando lo incontro nel mio paese con prole al seguito mentre compra della pizza. Non so cosa ci facesse Nick Cave a Ronciglione l'estate dieci anni fa, né so ben spiegare la sensazione che provai vedendo il mio eroe di cartone che usciva dal cd acquistando la sua tridimensionalità in una pizzeria. Ma so che al contrario di molte leggende metropolitane scoprii che il rock non era Babbo Natale, il rock esisteva davvero. Il rock andava in banca, a far la spesa, il rock passeggiava col giornale; quell'incredibile gigante, in riva al nostro lago giocava addirittura coi suoi bambini invece di mangiarli. Alla fine dopo un'estate di pedinamenti con i miei amici riuscii a parlagli scoprendo come non ci fosse nulla di sacro nella sua visita, si era semplicemente innamorato del nostro piccolo paese, come capita a tanti. Da dieci anni il Signor Cave torna quasi tutte le estati a Ronciglione, e oramai ci conosciamo, lui ci saluta e noi salutiamo lui, a volte scambiamo qualche parola, ad agosto ci ha confessato di voler comprare una casa qua. C'è una frase in una sua meravigliosa canzone:”Il traghettatore lancia il suo grido dal lago/Una strolaga solitaria si lancia a fior d’acqua/Metto la mia mano sulla sua/Sotto l’ombra dei tigli”. Mi piace pensare che in qualche modo parli del mio paese e certo non gli chiederò di smentirmelo.

Ombre su Ser Paolo da Ronciglione, maestro di Niccolò Machiavelli di Massimo Chiodi

(continua dalla Prima) Rinascimento italiano e docente di storia alla Seton Hall University. Le prove di ciò si ricaverebbero dall’attenta lettura della corrispondenza tra Machiavelli e Francesco Vettori, suo amico d’infanzia, forse anch’esso allievo di Ser Paolo. In particolare, lo studioso americano prende in esame una lettera del 16 gennaio 1515 in cui, tra l’altro, Vettori parla di genitori che sono ben intenzionati a dare una buona educazione ai figli, ma che poi affidano a maestri depravati Connell ne conclude che dietro all’amore di Machiavelli per gli uomini c’è una gioventù trascorsa con un maestro che ha avuto la “commodità farne a suo modo” Non ci sono altri passi che possono lasciare presumere una molestia durante il periodo in cui seguiva le lezioni di Ser Paolo Sasso, cioè dai 12 ai 14 anni, ma nella sua lettera, Vettori scrive all’amico che di queste cose preferisce parlarne di persona e non per iscritto. Secondo Connell, inoltre, non è da trascurare il riferimento a un personaggio della poesia classica, Coridon, un giovane pastore oggetto dell’amore di un uomo. Nella poesia greca classica il tema dell’omo-

Il dipinto del SS Salvatore, una delle maggiori opere d'arte del Duomo, è attualmente in prestito per una Mostra dal titolo "I tesori ritrovati". La mostra vuol celebrare i 40 anni del Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale, al servizio dell'Arte e a difesa della legalità. La mostra, ospitata nelle Sale di Castel S. Angelo a Roma, è stata inaugurata lo scorso 22 settembre e resterà aperta sino al 30 gennaio prossimo. Come si ricorderà il pregiato trittico del XV sec., opera di Gabriele Di Francesco, era stato rubato anni fa dal Duomo per poi essere recuperato. Nei giorni 6, 7 ed 8 novembre si svolgeranno una serie di iniziative volte alla valorizzazione della Nocciola Gentile Romana. Il giorno 7 si terrà un Convegno presso la Comunità Montana, a seguire la premiazione dei dolci tipici: con premi al gusto, alla scenografia ed all'abbinamento con i vini. I partecipanti provengono da diverse parti d'Italia, tanti anche i patrocini e gli ospiti illustri. Domenica 8, il pubblico potrà ammirare i dolci, vere e proprie opere d'arte. Da sabato 30 (Sala della BCC) una mostra ha come protagonista la gentile romana, la sua storia ed i suoi sapori. Organizza L’Associazione 1728 Nel 275° anniversario della morte di Suor Mariangela Virgili, l’Associazione che porta il suo nome ha organizzato due giornate per ricordare la sua opera e per valorizzarne la figura. Sabato 7 novembre dalle ore 9.30, presso la Sala dei Gracchi, è previsto un Incontro di Studio. Interverranno il Prof. Mosca, postulatore e Docente di Diritto Canonico, il Prof. Canonici docente di Storia moderna e Storia della Chiesa, il Rev. P. Bove, Relatore della Congregazione delle Cause dei Santi e il Reggente della Penitenzieria Apostolica, Mons. Gianfranco Girotti. Alle 21, Duomo di Ronciglione, chiuderà la giornata un Concerto del Coro Polifonico “Cima e Massenzio” eseguendo un programma di Melodie per Mariangela Virgili.

sessualità è sempre stato esplicito, e si tratta certamente dello stesso tipo di poesia che Paolo Sasso faceva leggere al giovane Machiavelli. Dopo le dichiarazioni di Connell, intervistato su ciò anche dal “Corriere della Sera”, è intervenuto Francesco Bausi che ha demolito questa ipotesi (“Machiavelli molestato? In difesa di ser Paolo Sassi”, in «Interpres» n° XXIV, pp. 26671). Secondo lo studioso italiano, la tesi sulle molestie sessuali subite dall’autore de “Il Principe” da parte di Ser Paolo è assolutamente infondata e l‘accusa di Connell non trova -----------

In una lettera le prove delle molestie di Ser Paolo sul giovane Niccolò Macchiavelli? I dubbi degli esperti ------------

alcun riscontro nell’epistola citata. Il Vettori si riferisce genericamente al vizio della pederastia diffuso tra i precettori e gli umanisti e non alla personale esperienza del giovane Niccolò. Inoltre, scrive Bausi, non si tiene neppure conto della stima di cui Paolo Sasso godeva, in particolare presso Michele e Pietro Verino che usano per lui i termini lusinghieri di “prudens et honestus religiosus”. Così pure i membri dello Studio Fiorentino, che lo definiscono “doctus ac religiosus”. Infine, riportiamo la dedica che Michele Verino appose ai suoi “Disticha Moralia”: “Ronciglionis honor sanctorum regula morum, Quae didici reddo carmina, Paule, tibi”.

Chi era Ser Paolo Non si sa molto sulla vita di Ser Paolo Sasso. Il grammatico ronciglionese, parroco della Chiesa di San Piero a Montebuoni, era attivo negli ambienti umanisti della Firenze di fine ‘400. E’ stato precettore dei poeti Pietro Crinito e Michele Verino. Quest’ultimo (figlio di Ugolino Verino, altro celebre umanista) era membro dell’Accademia e amico della famiglia dei Medici, considerato come uno dei maggiori poeti dell’epoca. Morì a soli18 anni nel 1487, dopo aver dedicato la sua opera al maestro “Ronciglionis honor”. Bernardo Macchiavelli, padre di Niccolò, nel suo “Libro di ricordi” annota: “Adì 5 di novembre 1481 Nicolò e Totto miei figliuoli cominciarono andare a imparare da ser Pagolo da Ronciglione maestro di grammatica”. Bernardo ricorda pure che, grazie a Paolo Sasso, “Nicolò fa de’ latini e Totto impara il donato; per lo insenno non ò con lui alcuno patto. Dièmogli pel fuoco soldi 9 danari 8, e per le panche gli diede Nicolò soldi 6”. Paolo Sasso fu maestro dei chierici di Santa Reparata, docente di grammatica allo Studio Fiorentino dal 1480 al 1483 e maestro dei chierici di San Lorenzo; ottenne quest’ incarico grazie all’intervento di Lorenzo il Magnifico. E’ certamente grazie anche al suo precettore) che Machiavelli acquisisce quella cultura classica che sarà la sua cara compagna negli anni dell’esilio da Firenze.

Prima di “Adele” al Collegio Il giorno 22 di Novembre presso la Sala del Collegio verrà presentato il cortometraggio "Adele" del regista spagnolo Xavier Plagaro Mussard. Il corto è stato girato fra Civita Castellana, Capranica e Ronciglione, che inoltre dà i natali sia alla sceneggiatrice Francesca Marchi che agli attori Roberta Galilei e Gabriele Morandi. Nell'ambito della manifestazione Roberta Galilei presenterà una raccolta di suoi scritti e poesie, mentre Francesca Marchi esporrà una collezioni di suoi collages "giovanili".

Sport

7

Nasce il CICRAM calcio a 5 di Renato Baldini

Dopo la conquista del campionato CSI 2008/2009, l’Asd CICRAM Ronciglione ha voluto intraprendere una nuova avventura affiancando alla ormai consolidata ed esperta squadra di calcio, una nuova compagine di Calcio a 5. Con questa prospettiva, il Presidente Diego Piermattei ha accettato la scommessa lanciata da Alessio Di Stefano e Remo Bianchini creando dal nulla una squadra composta oggi da 12 ragazzi di Ronciglione che, a partire da venerdì 16 ottobre, disputerà il campionato FIGC di serie D. Con molto sacrificio e impegno, aiutati da molti sponsor locali, Alessio Di Stefano, responsabile dell’Area Tecnica, e Remo Bianchini, allenatore giocatore, si possono sentire realizzati e soddisfatti per quello che hanno creato in soli due mesi. L’Asd CICRAM Calcio a 5 sarà protagonista di un girone che vede la partecipazione di squadre viter-

Mascagna d’oro negli Europei Masters di volley Gianni Mascagna insieme ai suoi compagni di squadra ed all’allenatore Pittera ha sbancato l’Europeo Masters nella categoria Over 40 di Volley. In finale hanno avuto la meglio sulla Grecia 2-0 (25-15 25-18). Da sottolineare che la formazione italiana non ha perduto neppure una gara nell’arco dell’intera manifestazione.

Gianni: una vita di trionfi

A 16 anni decide di dedicarsi ad un unico sport, la pallavolo che lo porterà dal 1985 al 1987 a giocare in serie B. Nel 1989, da militare, viene convocato nella Nazionale Pallavolo dell’Esercito, con la quale vince il mondiale contro la squadra militare francese. L’esordio nella Nazionale italiana Pallavolo è del 1992 (con sette presenze). Dal 1990 al 2003, mentre gioca nella massima serie del campiobesi e romane, disputando le gare casalinghe presso il centro sportivo di Chianello il venerdì alle ore 20. Per questa nuova avventura, l’ Asd CICRAM ringrazia la partecipazione al progetto di tutti gli organi societari, auspicando in una presenza calorosa della gente ronciglionese.

Ancora medaglie per Samantha Samantha Ferrari torna a far parlare di sé. Nelle gare che si sono svolte dal 4 al 7 settembre in Olanda, in piscina e mare aperto, la diciassettenne ha conquistato l’oro nella staffetta 4 x 50 metri percorso misto e la medaglia d’argento nel percorso misto e staffetta 4 x 50 metri manichino. La nuotatrice ronciglionese si è classificata inoltre decima assoluta a livello mondiale nella specialità disputata in mare aperto confermando il grande talento per il “salvamento”

nato italiano, si avvicina al beach volley, partecipando a 4 circuiti mondiali in Giappone, circuiti mondiali in Italia. Vince 3 titoli italiani 1999-20002003. Nel 2008 gli viene affidato l’incarico di allenatore della Nazionale Russa femminile di beach volley che porterà alle Olimpiadi. Nel 2009 è richiesto dal Prof. Pittera nella Nazionale Italiana over 40 che ha vinto ad ottobre gli europei.

Mascagna felice dopo la vittoria

Il nostro Alfredo Stella brilla in Finlandia Alfredo Stella, nostro ben noto concittadino ha ben rappresentato Ronciglione ed il territorio viterbese nel campionato mondiale master, disputatosi a Lathi in Finlandia dal 27 luglio all’8 agosto. Si è distinto in entrambe le gare cui ha partecipato. Si è infatti aggiudicato la 5^ posizione della sua serie nei 5.000 metri, ed ha otte-

Alfredo Stella

nuto un buon risultato anche nella maratona dei 42 chilometri. Del coriaceo podista nostrano non possiamo dimenticare le numerose partecipazioni alla maratona di New York ed a importanti competizioni internazionali che, ormai da decenni, lo vedono protagonista.

Dall’8 Dicembre 2009 presso la sede dell’associazione in via del Verziere, 3 primo torneo cittadino di Burraco. Per informazioni ed iscrizioni rivolgersi presso la sede (Numero di telefono: 07611659382) Uomini e Cani: doverosi chiarimenti su un articolo apparso sul numero scorso

Precisazione: nessun cane è stato abbattuto su ordine del Comune

Addio ad Alvaro, un grande sportivo E’ morto il 9 settembre 2009, affetto dal morbo di parkinson Alvaro Santaroni, giocatore del calcio d’oro ronciglionese. Protagonista indiscusso della compagine ronciglionese che con presidente Valerio Ginnasi vinse il primo campionato della storia cittadina. Nella stessa squadra militavano i 2 fratelli, Armando ed Alberto. Alvaro giocò anche nelle fila del Fabrica di Roma, Bassano Romano, Valleranno, Vignanello e San Lorenzo. Tutti gli riconoscevano un grosso spessore tecnico e tattico. Quando abbandonò la carrierà di giocatore, intraprese quella di allenatore con grandi risultati,

RonciglioneViva N° 2

vincendo un campionato e perdendone uno ai calci di rigore.

Armando Santaroni (sulla sinistra), Alvaro Santaroni ( al centro) e Alberto Santaroni (a destra) in una foto dei tempi d’oro del calcio ronciglionese

Ha suscitato clamore, e qualche errata interpretazione, l'articolo "Uomini e cani" inserito nel numero di settembre del nostro giornale. L'assessore Lazzaroni, subito dopo l'uscita ci ha fatto pervenire una nota in cui smentiva la notizia che il Comune avesse fatto abbattere dei cani. A parte l’errore di definire ordinanza una semplice comunicazione, mai ci saremmo sognati di riferire una simile notizia. Nell'articolo in questione si faceva riferimento ad una comunicazione affissa in prossimità dei secchioni della spazzatura antistanti il prato di via Caduti di Nassiriya che per diversi mesi ha ospitato un branco di cani randagi. Nella comunicazione si invitava la popolazione a non entrare nell'area in questione a seguito della morte sospetta di alcuni cani. Presumibilmente qualche persona poco sensibile aveva pensato di eliminare il problema con metodi poco civili ed il Comune (giustamente!) avvisava del pericolo che quella zona fosse poco sicura, soprattutto per le tante persone che in quel tratto di strada portano a passeggio animali e bambini. Ripetiamo che nessuno si è sognato di dire che il comune fosse responsabile di quel gesto, ma solo che tutti avrebbero auspicato un lieto fine anche per le

povere bestie. E, a questo proposito, dalla nota di Lazzaroni apprendiamo delle buone notizie per tutti gli amanti degli animali, e anche per le casse del nostro Comune. "...con la sensibilità che ho nei riguardi del randagismo,- scrive appunto l'assessore- ho avviato da tempo un rapporto con l'Ass.ne Garibaldi di Vetralla che si occupa delle adozioni e con la Asl, settore di veterinaria, che si occupa della cattura degli animali e del ricovero presso i canili provinciali. Attualmente abbiamo 38 cani presso queste strutture. Da qualche giorno ho ricevuto dalla Regione Lazio la lettera di accoglimento nei termini, della domanda di finanziamento che abbiamo richiesto per la realizzazione di un canile di zona. Un progetto che permetterebbe al comune di abbattere i costi di mantenimento degli stessi (attualmente 40 mila € annui) ed allo stesso tempo di dare un servizio ai cittadini. Il tutto potrebbe essere realizzato con la collaborazione delle associazioni animaliste." Per quanto ci riguarda, il nostro giornale appoggerà e sarà a disposizione di questa campagna di sensibilizzazione nei confronti degli animali!

RonciglioneViva N° 2

8

Sconti per i soci di RonciglioneViva presso i Punti Vendita Associati

Cruciverba Roncionese a cura di Alessandra Conti

Per usufruirne è sufficiente avere la Tessera annuale della nostra Associazione e presentarla agli esercizi commerciali sotto riportati. La Boutique dei Formaggi – 10% di sconto su tutti i prodotti La Bottega della Pasta – ogni 10,00 euro di spesa ½ chilogrammo di tortorelli gratis Profumeria “Angelino” – 5% di sconto extra su tutti i prodotti Pianeta 2000 – sconto extra del 5% anche sui prodotti già in offerta Pizzeria/Trattoria “Il Gusto” – pranzi e cene con il 20% di sconto ai pensionati Ristorante ”Il Buccaro” - lunedì, mercoledi', giovedì e venerdì sconto del 5% Computer Service - Installazioni gratis su vendita PC - 5% sconto extra su stampe digitali 10x13 Erboristeria “Il Passepartout” – 5% di sconto su tutti i prodotti (escluso alimentari) Centro Estetico “Venustas” - sconto 10% il mercoledì su trattamento viso e corpo e sul Solarium Frutta Allegra – 10% di sconto su tutti i prodotti “Theorema” – Parrucchiera Loredana – dal martedì al giovedì sconto del 10% su servizi tecnici (esclusi piega e taglio) Giolielleria Petrucci – buono spesa pari al 10% dell’acquisto, cumulabile, da spendersi entro il 31.12.2009 Macelleria “da Lele” - per tutti gli associati fettine di vitello di 1° scelta ad euro 13,90 anziché 18,90 e girello di vitellone ad euro 11,50 anziché 15,00. Ottica Lino Zega – sconto extra del 12% in aggiunta al normale sconti Intimo di Luna – buono spesa pari al 10% dell’acquisto, cumulabile, entro il 31.12.2009 Antica norcineria Bomarsi (Sutri) – 10% di sconto su tutti i prodotti Colorificio Vettori – 10% di sconto su tutti i prodotti Autoricambi Carboni – 10% di sconto su tutti i prodotti Il Girasole – 10% sulle piante d’appartamento Pizzeria La Castellana (Vetralla) –sconto 10% - lun. mer. antipasto+pizza no stop 11 € 1.Gli anni della legislatura di Giancarlo Bianchini 2. Il posto in classifica del CICRAM nel campionato 2008/20009 5. Il numero dei componenti l’attuale giunta comunale 6. Il numero degli unicorni della fontana del Vignola 7. Una cianca nella tombola 8. Il numero di maglia di Marcello Modanesi 9. Il porco nella tombola 10. Il posto ottenuto dall’F.C. Ronciglione nel campionato di calcio a 5 11. Segue E quanto si starnutisce 12. I bacetti nella tombola 13. I cavalli della finale 15. Tante sono le vite dei gatti 16. Tanti erano i cantoni del famoso gioco 17. Di solito i carabinieri lavorano in questo numero 18. Gli attuali assessori del Comune 19. Il posto in classifica del cavallo che viene risorteggiato per la finale 21. Tanti sono i gatti quando si è in pochi 22. Così si sono classificati i Piccoli Amici dell’Associazione Cimino 24. Gli anni di chi fa l’ultimo anno di asilo 25. I leoni dello stemma della nostra “Città 26. Il numero dei giocatori in una squadra di calcetto 29 Tanti sono i giocatori nella squadra di pallanuoto. ORIZZONTALI (di 2 caselle) 3. Il numero della moto di Valentino Rossi 14. In questo anno sono nati coloro che compiono 11 anni 20. L’età di chi è nato nel 1990 28. La classe di chi compie 40 anni VERTICALI (di 2 caselle) 4. L’anno della rivolta studentesca 23. Chi è nato in questo anno compie 35 anni 27 La maggiore età.

Sudoku Roncionese

a cura di Alessandra Conti

A ‘NNA LA’ 2. L’ortopedico nipote di Don Antonio – 8. Neo – 11. A lui ha dedicato una canzone Dalla (Iniziali) – 13. Il giardino della Gita organizzata dall’Associazione RonciglioneViva – 14. Mezzo di trasporto della Cooperativa Biancaneve - 15. Non ancora usata – 16. Principio di otto – 17. La scritta sul crocifisso nella Chiesa della Provvidenza – 19. Ha partecipato ad Amici (Iniziali)- 20. Non nuova all’ascolto – 24. Il prefisso adatto a Babbalotto – 25. Al centro di Roma – 26. Mauro noto parrucchiere – 29. Su quella ROMA morirono alcuni Ronciglionesi – 30. Lo è stata Angela Giovagnoli negli anni ’80 - 31. Inizia lo pseudonimo con cui i Ronciglionesi chiamano Piazza Vittorio Emanuele – 32. Principio d’ira - 33. Lo possiamo chiedere a Simone Balletti – 35. Avverbio di luogo indicante la posizione di qualcosa o qualcuno – 39. Si usa per scrivere – 41. Se usi nome e soprannome hai le iniziali di un noto barista – 42. Il nostro Lago – 43. Ognuno ha il proprio – 44. Un vecchio negozio in Via del Plebiscito - 45. Negazione – 47. Abbiamo potuto ammirare una sua mostra di sculture al Lido dei Pioppi (Iniz.) – 48. Le consonanti dell’eroe da cui i bambini si mascherano a Carnevale – 49. Si tirano fuori spesso di questi tempi…e non solo per stare al caldo a letto – 52. E’ il futuro della TV – 54. Ci si conservava il pane – 56. Sporcizia – 57. Ha iniziato ieri 58. Inizia l’ottavo –59. Ci si ripongono i vestiti – 62. Principio di Tonto – 64. Sporco di olio – 66. Il nostro è intitolato a Mariangela Virgili – 67. Lo metti insieme all’oio e al peperoncino per degli ottimi spaghetti – 68. La risposta a “E Mò?” – 69. Pare che se ne siano avvistati molti nella zona del viterbese A VVENI’ GIU’ 1. Marco di X FACTOR – 2. Quanno a ........ e quanno a grilli – 3. Unità astronomica – 4. Lo abbiamo indossato in questi giorni freddi – 5. Si dice di persona che ama i dolci – 6. Non Classificato – 7. Principio di Occe – 8. Pronome possessivo – 9. La potevi comprare da Perrazzò - 10. Traduzione di “La prendo” 12. E’ quasi parentela – 18. Preposizione articolata – 21. La puoi sentire urlando dal Monte Venere – 22. L’Amanda che ha recitato nel nostro Teatro – 23. Famosa ballerina di Fantastico ora attrice (Iniz.) – 26. Inizia Evviva – 27. Quartiere romano – 28. Così urlano i bambini sotto le finestre – 31. Di questi si va in cerca nelle macchie in autunno – 33. La puoi bere al Castello – 34. Inizia l’ipotesi – 36. Articolo romanesco 37. Principio di Evo – 38. Mezzi di trasporto pesanti – 40. I fratelli che hanno contribuito a tenere pulite le nostre strade – 45. Negazione – 46. Nervosismo – 50. Diminutivo di Antonio – 51. La Villa all’incrocio di Sant’Anna – 53. Si può dire anche di bambino bello e paffutello 54. Fango – 55. Andato - 59. Pronome dimostrativo – 60. Così è l’arte che abbiamo potuto ammirare in una recente mostra di Marco Petruccelli – 61. Prima dell’Euro – 63. Così ci si rivolgeva agli adulti in passato – 65 Ha scritto Il Principe (Iniz.)


N° 2 di ottobre 2009