Vivere a tempo pieno 207 (Maggio-Giugno 2021)

Page 1

ivere V

maggio/giugno 2021 n. 207

MEDICINA

Spasmo e secchezza oculare

SALUTE

Mio figlio mi ha morso!

ODONTOIATRIA

Antichi dentisti

BELLEZZA

Pelle e mascherina


Care lettrici, cari lettori,

Nuovo

Per facilitare l'accesso alle prestazioni psicoterapeutiche e garantirne un appropriato approvvigionamento, il Consiglio federale (Cf) ha deciso di passare dal sistema del cosiddetto modello della delega, secondo il quale i terapeuti esercitano la loro attività sotto la sorveglianza di un medico, a quello della prescrizione. In tal senso gli psicologi psicoterapeuti potranno fornire le loro prestazioni su prescrizione di un medico a titolo indipendente nel quadro dell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS), a condizione che siano in possesso della relativa qualifica e di un'autorizzazione cantonale all'esercizio della professione. Con il modello della prescrizione si ridurranno le difficoltà per i bambini, gli adolescenti nonché gli adulti in situazioni di crisi e di emergenza: la prescrizione di un medico permette infatti un accesso più semplice e rapido alla psicoterapia rispetto alla visita presso uno specialista in psichiatria e psicoterapia e, successivamente, alla psicoterapia delegata come avveniva finora. Di conseguenza, si eviteranno terapie di lunga durata e cronicizzazioni. I disturbi psichici sono tra le malattie più frequenti e limitanti: in un anno fino ad un terzo della popolazione svizzera viene affetto da una patologia mentale, come depressione, ansia e dipendenza e generalmente deve essere trattato. Il Cf ha deciso anche alcune misure per evitare l'aumento ingiustificato del volume delle prestazioni e per promuovere il coordinamento tra medici e psicoterapeuti. Sono legittimati a prescrivere solo i medici di base e gli specialisti in psichiatria e psicoterapia e per ciascuna prescrizione un massimo di 15 sedute: dopo 30 è necessario un accordo con l'assicuratore per poter proseguire la terapia. Per interventi in caso di crisi o per terapie brevi su pazienti affetti da gravi patologie, tutti i medici possono prescrivere al massimo una serie di 10 sedute. Prestazioni attualmente coperte privatamente per circa 100 milioni saranno in futuro assunte dall'AOMS: a lungo termine, il maggior volume di prestazioni genererà un aumento dei costi annui di circa 170 milioni. Per sorvegliare le ripercussioni del nuovo disciplinamento sui costi e sull'approvvigionamento e, se necessario, per adeguare la normativa, nei prossimi Ferita pulita – anni bisognerà svolgere un Rapida guarigione monitoraggio e una valutazione. L'adeguamento dell'ordinanza entrerà in vigore il 1° luglio 2022.

Valentina Tanzi

Responsabile della redazione di Vivere. Primo soccorso per la detersione di tagli e abrasioni superficiali

Immancabile da ogni armadietto del pronto soccorso

L’ideale per la detersione accurata e indolore di tutte le ferite e abrasioni! Imballato singolarmente – perfetto da portare con sé

Il Pad per la detersione delle ferite. Per saperne di più: www.debrisoft.ch

Lohmann & Rauscher AG · Oberstrasse 222 · 9014 St.Gallen · Svizzera


n. 207 maggio/giugno 2021

SOMMARIO

MEDICINA 4 Occhi

4

Spasmo e secchezza oculare

SALUTE 6 Bambini

Mio figlio mi ha morso!

BELLEZZA 8 Pelle e mascherina

6

I segni della pandemia

ODONTOIATRIA 10 Antichi dentisti Come lavoravano?

DIETA 12 Ginkgo Biloba Non solo per la memoria

8

PASSATEMPO 13 Cruciverbone

© Roman Samborskyi / Shutterstock.com (Copertina) G-Stock Studio — vlada_maestro Roman Samborskyi / Shutterstock.com (Indice)

Gioca e vinci un pesos d’oro!

Vivere

HIGHLIGHTS 14 In farmacia

La vetrina: maggio-giugno

rivista-vivere.ch

a tempo pieno

SIGLA EDITORIALE

COMITATO DI REDAZIONE

REDAZIONE

SOCIETÀ VIVA SA INDIRIZZO Casella postale 5539, CH — 6901 Lugano

MARIO TANZI Presidente OFCT

M. SC. COM. VALENTINA TANZI Responsabile

FEDERICO TAMÒ Portavoce OFCT

CRISTINA GEROSA Segretaria

TELEFONO +41 (0)91 922 68 66 FAX +41 (0)91 923 39 09 E-MAIL vivere@bluewin.ch

Gli articoli impegnano soltanto la responsabilità degli autori.

TIPOGRAFIA FONTANA SA


4

MEDICINA — Occhi

OCCHI: SPASMO E SECCHEZZA OCULARE

Poca vita all'aperto, riduzione della visione spaziale, introduzione di nuove metodologie di lavoro come smart working e didattica a distanza, ci hanno costretto ad utilizzare molto più del solito tablet, computer e smartphone. La redazione

GLI OCCHI SECCHI

S

e la quotidianità non fosse stata già abbastanza tecnologica, il confinamento al quale il Coronavirus ci ha costretti, l'ha, per certi versi, esasperata: ed ecco che, conclusa una lunga giornata di smart working, ci spostiamo sull'ereader per una lettura, comunichiamo via smartphone, per poi concludere con la visione di un programma in tv. ll lockdown e le altre misure sono utili contro il Covid-19, ma possono avere qualche risvolto anche sulla vista: ad esempio, la prolungata permanenza in casa sembra provocare un incremento di miopia da spasmo accomodativo ed un aumento della secchezza oculare.

LO SPASMO ACCOMODATIVO

Quando l'occhio è costretto a lungo ad una forzata visione da vicino, si verifica lo spasmo accomodativo o pseudomiopia, che causa un calo della vista da lontano che potrebbe essere temporaneo: colpisce tutti, anche i bambini, soprattutto se miopi. La sua Vivere maggio/giugno 2021

Molti hanno pure iniziato ad avvertire, anche se solo in forma lieve, bruciore o secchezza oculare. Per questo motivo, soprattutto ora, è molto importante dedicare agli occhi la massima cura: infatti, la letteratura scientifica dimostra come la costante permanenza davanti agli schermi, insieme al soggiorno prolungato in piccoli ambienti, rappresentino seri fattori di rischio per la secchezza oculare, un disturbo che può alterare la qualità della vita ed essere associata a: • un'alterata composizione lacrimale — Questo stato comporta ripercussioni negative sulle strutture che compongono la superficie oculare. • Bruciore; • fastidio e sensazione di corpo estraneo; • stanchezza visiva e conseguente limitazione nell'esecuzione di attività quotidiane (lettura, guida, uso di dispositivi digitali…). Inoltre, l'attenzione allo schermo causa uno scarso od un parziale ammiccamento dell'occhio (-40%), minimizzando il ricambio del film lacrimale, cioè quel sottile strato di acqua e lipidi sulla superficie oculare che ci fa vedere nitidamente e ci protegge da corpi estranei e sostanze irritanti. Un ulteriore fattore di rischio, da considerare in questo periodo di Covid-19, è la mascherina che, se indossata inadeguatamente, devia il respiro verso l'alto e

potrebbe asciugare la superficie oculare. Ma non solo: la Generazione Z, rimasta lontana da scuola e dalle università, ma anche gli Over50, parrebbero le fasce più coinvolte nell'incremento dell'utilizzo dei social media. Oggi si accede innumerevoli volte al giorno e anche i contenuti video televisivi ora li si vedono sui cellulari: ciò si traduce, non solo in stanchezza e disturbi oculari, ma anche in possibili ripercussioni sullo sviluppo fisico, sociale ed emotivo.

CONSIGLI UTILI

• Rilassare i muscoli — Gli occhi lavorano incessantemente per mettere a fuoco. È un meccanismo automatico, che porta tuttavia all'affaticamento, fino a bruciore, arrossamento e senso di pesantezza. Per far riposare gli occhi, conviene abituarsi a volgerli, di tanto in tanto, verso un punto lontano. • Lubrificazione — Per facilitarla, utilizzare un collirio, così da favorire una buona idratazione. Poiché anche l'umidità dell'aria influisce, si consiglia di tenere in casa un umidificatore, specie se i termosifoni sono accesi. • Luci e distanze — Predisporre un'illuminazione omogenea ed uniforme rispetto alla luce dei device. Non va bene lavorare/guardare la tv al buio e nemmeno con una luce eccessiva. Se da un lato si rischia di sforzare la vista, dall'altro si innesca una fastidiosa sensazione di abbagliamento. Infine, tra il viso e qualsiasi schermo dovrebbero esserci almeno 60 cm. • Break — Le pause aiutano gli occhi a riposare e ad allentare la tensione. Anche i più piccoli, che spesso usano molto la tv o i videogiochi, dovrebbero fare un break dopo 30 minuti, perfetto non solo per gli occhi, ma anche per restare efficienti su diverse attività.

© G-Stock Studio / Shutterstock.com

condizione temporanea non deve però farci abbassare la guardia: si consiglia infatti di monitorare la situazione e verificare mediante un controllo lo stato di salute dei propri occhi e non cercando da soli rimedi che si limitano eventualmente ad alleviarne i sintomi.


HAI Già fAtto quALcOsA dI buOnO pER i tuOI OccHI oGGi?

www.hylo.ch

HYLO® WE CARE


6

SALUTE — Bambini

BAMBINI: MIO FIGLIO MI HA MORSO!

Il morso è un atto comunicativo che il bambino mette in atto per interagire con chi lo circonda. Quando poi, durante l'anno, si manifestano questi episodi, il genitore entra solitamente in crisi, crede di non essere stato bravo e di non aver dato la giusta educazione al proprio bambino.

L

o state cambiando e improvvisamente il vostro piccolo si gira e vi dà un morso. L'istinto sarebbe quello di sgridarlo e punirlo, ma prima di fare cose affrettate cerchiamo di capire insieme cosa sta accadendo. Il bambino durante la sua crescita segue diverse fasi: ognuna ha un significato determinato dalle esperienze ed è legata ad una precisa parte del corpo. Per quanto riguarda la fase orale, che ci interessa per capire il problema dei morsi, è quella in cui impara a conoscere il mondo attraverso la bocca e tutta la zona della pelle che la circonda.

LA FASE ORALE

Dalla nascita la bocca è per il bambino la parte più importante: infatti, attraverso di essa il neonato cerca il capezzolo della mamma, fonte di nutrimento e di piacere. Introdurlo in bocca e succhiare risulta per lui molto gradevole e il desiderio di prolungare e ripetere questa sensazione permane in lui anche quando è sazio.

il manifesto prende vita

Ben presto il bambino impara a procurarsi questo piacere nuovamente, indipendentemente dalla funzione del cibo e dalla persona, mediante la suzione del dito o del ciuccio. Nei primi mesi di vita (6-8 mesi) questa gratificante attività della bocca non si limita solamente all'assunzione di cibo e alla suzione del pollice. Il bambino si comporta come se volesse conoscere attraverso di essa tutto ciò che è alla sua portata: morde, lecca ed assaggia tutto ciò che riesce a raggiungere. Questo per lui è il modo migliore per scoprire e riconoscere gli oggetti, la loro forma, il sapore e l'odore. Questo lavoro preminente della bocca, come fonte di sensazioni piacevoli, perdura all'incirca per tutto il primo anno. Verso i 9-18 mesi, allo spuntare dei dentini, incomincia la nuova fase dello sviluppo intellettuale: i movimenti per succhiare si mutano in quelli per mordere. Il fastidio alle gengive e la sensazione nuova, dovuta alla presenza di piccole puntine che sporgono, lo spingono a conoscere ancora meglio la propria bocca: infatti, ora con essa non solo mangia ma pure pensa. Il mordere adesso diventa il più grande divertimento per il bambino, il mezzo per esprimere il suo affetto e i suoi desideri, come lo era prima il succhiare: ciononostante, non è in grado di capire la differenza tra morsi affettuosi e quelli aggressivi. Ora il bambino può quindi utilizzare il morso per attirare l'attenzione degli altri su sé stesso e, se ancora non è padrone di un certo linguaggio, usa mordere perché vuole comunicare. Dai 12 ai 24 mesi il bambino utilizza il morso per testare pure un po' i limiti: giocando ed interagendo, scopre che morsicare provoca delle reazioni e cerca di sperimentarle in varie modalità. Dai 24 mesi esprime i propri sentimenti, la rabbia e il dissenso… Non essendo ancora in grado di gestire le proprie emozioni, il bambino si esprime attraverso anche questa modalità consolidata nel tempo. Più cresce, più il morso

N O V I T À SERVIZIOSTAMPAAFFISSIONI c r e a t i v i t à

-

s t a m p a

-

c o n s e g n a

Via Giovanni Maraini 23 • CH-6963 Pregassona T +41 91 941 38 21 • F +41 91 941 38 25 • info@fontana.ch • www.fontana.ch

© Halfpoint / Shutterstock.com

La redazione


7 viene utilizzato quando c'è frustrazione, cioè impedimento ad una comunicazione più naturale. Spesso i bambini che mordono i fratelli più piccoli o i genitori lo fanno per una richiesta di affetto, una dimostrazione precoce di gelosia. Intorno ai tre anni il bambino frequenta l'asilo e vive in collettività con altri coetanei. In questo contesto il morso è molto comune: alcuni infatti si servono della bocca per aggredire gli altri e le ragioni si possono probabilmente attribuire alla gelosia o al desiderio di primeggiare sul gruppo.

LE MOTIVAZIONI

L'adulto attribuisce ai morsi delle spiegazioni proprie, spesso molto differenti da quelle del bambino. Le motivazioni dedotte dall'adulto sono solo ipotesi: infatti, quello che per i grandi risulta ovvio, per il bambino non lo è! Spesso anche il bambino stesso non ha motivazione di un tale gesto. Le ragioni possono essere davvero tante e ridurle ad un'unica dedotta dal genitore è troppo riduttivo. Per esempio, all'interno di una famiglia, con almeno due figli, le liti tra fratelli potrebbero sfociare in botte e morsi: contendersi i giochi e l'affetto di mamma e papà, è al primo posto tra le cause di questi scontri.

Crescita dei denti

, per calmare il neonato quando mette i dentini ®

? Irritabilità Salivazione intensa? Bisogno incessante di mordicchiare?

CONSIGLI UTILI

Crescendo, il bambino perde naturalmente questa modalità. Un morso però, per quanto sia "naturale" e faccia parte dello sviluppo, non può mai passare sotto silenzio: il piccino non ha probabilmente capito che il suo gesto fa male. Nell'immediato, un comportamento adeguato potrebbe essere quello del dialogo. Parlargli è fondamentale, anche se lui ancora non lo fa. Spiegare che con il suo gesto ha fatto male e chiedere le motivazioni di quel gesto. I genitori non devono essere permissivi o addirittura sorridere, ma devono bloccarlo e dire con fermezza "no": deve capire che i genitori sono più forti e che con il morso non si ottiene nulla. Se il piccolo ha meno di due anni ed è nel periodo in cui mastica e mette in bocca di tutto, è consigliabile offrirgli dei giochi che possono essere morsi (anelli o forme di plastica dura), piuttosto che negargli questo suo modo di scoprire e conoscere le cose. Se invece è più grande e morde quando si arrabbia, chiedetegli di spiegarvi il motivo, mentre se lo fa per ottenere un giocattolo da un amichetto, fategli capire che le cose si chiedono con le parole e per piacere, e che si possono ottenere risultati migliori con dei modi gentili. Arrabbiarsi, urlare ed allontanarlo, magari in cameretta, non serve a nulla: il bambino ha bisogno di imparare ad esprimersi in modo diverso e solo il genitore può aiutarlo. Se morde non è cattivo: deve solo imparare come gestire sé stesso e avere accanto il genitore è l'unico modo che ha per imparare. Si tratta di una tappa del suo sviluppo ed è bene che venga accolta, compresa e gestita al meglio: è importante essere amorevoli ma decisi nel far rispettare le regole e tutti i membri della famiglia devono avere le stesse modalità di interazione con il bambino. Vivere maggio/giugno 2021

MEDICAMENTO OMEOPATICO ★ Agisce su tutti i sintomi legati alla crescita dei denti ★ Soluzione orale in unidose: pratica e igienica ★ A base di acqua purificata

È un medicamento omologato. Rivolgersi allo specialista e leggere il foglietto illustrativo. N° dell’omologazione: 59057

Boiron SA, 3007 Berna www.boiron-swiss.ch / www.camilia.ch


8

BELLEZZA — Pelle

PELLE E MASCHERINA: I SEGNI DELLA PANDEMIA

Com'è cambiato il nostro volto dopo più di un anno di Covid? Dal tech-nek alla maskne, gli inestetismi dopo così tanti mesi di pandemia hanno (per fortuna) delle soluzioni beauty su misura. La redazione ti sempre più personalizzati (35%). Di seguito tratteremo i principali inestetismi, figli di questa pandemia.

OCCHIAIE SCURE

Se quando le si comprime leggermente, l'area cambia colore, si tratta di un difetto circolatorio, diversamente siete in presenza di un'ipercromia. In quest'ultimo caso, sì all'uso di ingredienti schiarenti a base di alfaidrossiacidi, proteggendo poi la zona con un solare con SPF elevato. Se invece l'occhiaia è generata da una cattiva circolazione, per ripristinarla optare per i cosmetici a base di peptidi, polifenoli, alghe ed estratti di the nero e verde: così facendo, si ottiene pure una pelle più tonica.

BORSE

Questi gonfiori sono complessi da eliminare: tra le sostanze che aiutano a ridurli, quando sono dovuti alla ritenzione di liquidi e non alla formazione di grasso – contro cui funziona solo la chirurgia plastica –, troviamo aloe ve-

ADVANCED SWISS SUNCARE

Made in Switzerland

Protezione solare SENZA compromessi. Raccomadata dai dermatologi.

© Roman Samborskyi / Shutterstock.com

L'

immagine che lo specchio ci rimanda dopo un anno abbondante di pandemia non è esattamente confortante, anzi, questi mesi hanno lasciato molti segni: stanchezza, stress ed invecchiamento precoce sono facilmente visibili durante le infinite videocall di lavoro. Non è comunque il

caso di drammatizzare, dato che siamo reduci da un anno completamente fuori da ogni previsione e carico di incessanti preoccupazioni. Chi più, chi meno, si sta confrontando con insonnia, ansia, alimentazione sregolata e sedentarietà imposta e prolungata. Invece di autocommiserarci, diamoci un attimo di tregua e rimettiamo le cose in prospettiva: questa emergenza prima o poi terminerà e nel frattempo possiamo investire più tempo per noi, gratificandoci con cure beauty e benessere, a beneficio non solo dell'aspetto fisico, ma soprattutto dell'umore. La pelle del viso è il primo cruccio estetico delle donne. Come ben sanno gli esperti di marketing, la pandemia ha modificato il modo di fare shopping per la bellezza e gli acquisti di prodotti skincare hanno battuto le vendite di quelli per il make-up. I più venduti? I prodotti ad azione lenitiva per combattere la maskne, cioè gli inestetismi e le imperfezioni causate dalla mascherina (38%), accompagnati dall'esigenza di avere prodot-


ra, estratto di cetriolo, escina e vitamina E. Si consiglia anche di ridurre sale ed alcolici che gonfiano, curando pure l'idratazione. Cercare infine di non stressare la zona, evitando il trucco.

che ci vedono troppo spesso seduti e con una postura scorretta, stanno facendo aumentare le richieste di ritocchini nella zona di collo e mento. Aree che, con questa vita iper-sedentaria, tendono ad invecchiare precocemente, riportando rughette e lassità.Iniziare coi cosmetici liftanti a base di peptidi e collagene, ma, ad un certo punto, se il problema è molto evidente, si consiglia un trattamento iniettivo come il profhilo, che ridensifica con un gradevole effetto di biorivitalizzazione cutanea. Magari in associazione al micro botox, laddove i segni sono più marcati.

MASKNE

Brufoli, comedoni e sfoghi acneici: capita che la zona coperta dalla mascherina sia tutta un'impurità. Il suo utilizzo impone una skin routine personalizzata: sulla parte superiore, sono ok i cosmetici idratanti ed antiage, mentre per la parte bassa del volto, occorre agire con prodotti antibatterici ed antisettici, che contrastino l'iper-produzione di sebo. Sono pure idonei i detergenti, i sieri e le creme specifiche a base di the bianco, liquirizia, acido salicilico ed argilla. È pure fondamentale l'utilizzo di creme idratanti leggere, dotate di uno schermo che protegga la pelle dal tessuto della mascherina, la quale, ovviamente, va cambiata ogni giorno.

PELLE OPACA

Inquinamento cutaneo causato dalla luce blu emessa da tablet, pc e smartphone, divenuti compagni delle nostre giornate (e serate). Questo tipo di luce penetra nella pelle, colpendo le cellule e causando forte stress ossidativo e produzione di radicali liberi che, a loro volta, provocano infiammazione, danni al collagene, rughe premature e iper-pigmentazione. Fondamenta-

NECK-TECH: IL COLLO SEGNATO

Le lunghe giornate in smart working,

Proble

le, come sempre, la beauty routine che deve favorire il turnover cellulare: vincono quindi i detergenti contenenti leggeri agenti esfolianti, i sieri a base di vitamine antiossidanti, associati a creme contenenti acido ialuronico con SPF.

GLICAZIONE

Chi si consola con dolci ed alcolici avrà notato un peggioramento cutaneo: quando si esagera con lo zucchero, si innesca il processo di glicazione cutanea, cioè una reazione biochimica che scatena nell'organismo un processo infiammatorio di stress ossidativo, da cui l'instaurarsi di uno stato infiammatorio. La verità è che non esistono cosmetici in grado di contrastare questi danni: bisogna infatti correggere il proprio stile di vita o ci si ritroverà con rughe, lassità cutanea e perdita di tono ed elasticità. Di conseguenza: una sana alimentazione, riducendo al minimo gli zuccheri, un sonno di qualità, una protezione solare in ogni stagione ed un'accurata beauty routine, a partire da detersione ed idratazione.

mnäg

el?

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Nage lspliss

Finalmente di nuovo unghie intatte? W Soffri eianche sslicdihunghie fragili o spezzate? Nessun problema, c'è un rimedio per questo! La lacca ungueale per unghie Kloril P dal triplice effetto. e Verf ärbun gen

I

L'85 % degli utenti aveva meno doppie

cambiamenti delle unghie sono un problema comune. Circa il venti per cento della popolazione soffre di rüilcdoppio unghie fragili. Le donne sono colpite B circa hige delle volte rispetto agli uomini.

A differenza degli indurenti per unghie convenzionali, la lacca non rimane sulla superficie, ma penetra in profondità nell’unghia e forma una pellicola invisibile & Regen splitKloril sull’unghia. viene applicato sulle unghie la sera eriert ternP d geschäd e e le importanti sostanze nutritive silice e zolfo vengoigte un N ä g Le nostre unghie sono particolarmente sensibili alla stad porö e l se Näg no assorbite in profondità nell’unghia durante la notte. el gione fredda. Le temperature fredde e l’aria secca del Remin HPCH, a base di chitina, protegge l’unghia e garantisce e r a riscaldamento fanno sì che le unghie perdano umidità li und glä s ie r tt t un equilibrio ottimale dell’umidità. Al mattino, i resti D et die Nag fekte e diventino fragili. Oltre a fattori esterni,e i cambiamenti elober fläche an vengono semplicemente In einer Anwendungsstudie1 wurden Wirksamkeit und Verträglichkeit von lavati via con acqua, i nutrienti Festig nelle unghie possono anche essere causati da malattie der Nag ® enell’unghia. lplatte bis t rimangono Poiché la lacca ungueale è inviKloril P Nagellack untersucht. 28 Patienten mit leichter mittlerer Nagele brüchig come carenza di ferro, diabete, infezioni fungine o psonibil sibile, è Sie adattatrugen anche perüber gli uomini. psoriasis Studie eingeschlossen. einen Zeitraum e und splissige NDispo riasi. Anche wurden cause fisicheino die chimiche possono influenägel acia m ® r a f von Wochen Kloril Pscarpe Nagellack 1× etäglich auf den Nägeln der linken Hand zare le24 unghie, queste includono troppo strette in esso Öunbehandelten auf. Die Fingernägel der l’eliminazione troppo frequente del film lipidico a pro- Hand dienten als Kontrolle. lfle o pr loril.ch cke be k . tezione delle unghie con detergenti per la casa o solventii Pso riasis www per unghie. Tüpfel / Grübchen Ihr

punte e il 70 % aveva meno unghie rotte, come hanno dimostrato gli studi. De

Wirksamkeit klinisch getestet

r wirk Weg z same u schön *gesunden en Nä geln.

72 % Reduktion der Tüpfel Stemp el 66 % Reduktion der Leukonychia (Weissverfärbung der Nägel) La lacca ungueale Kloril P nutre le unghie rotte, essa Prima del'uso: Dopo l'applicazione: %naturali Reduktion Score** contiene65 i nutrient acido silicico des e zolfo,NAPSI che Unghie fragili e screpolate Unghie visibilmente più spesso mancano nelle unghie stressate. 63 % Reduktion der Onycholyse (Nagelablösung) levigate e lucide Unghie più belle in poche settimane con Kloril P

fotografie: Almirall SA

INVENTA Best100 N = 36 donne con alterazioni della lamina ungueale dopo 28 giorni di terapia ellun * schö ne www gen unter IN TICIN TA Querrillen Nagel Nägel sind .kloril definie spliss un O rt als N d redu .ch ägel m zierte r Br it re 80

20 0

1

70 %

#

con meno rottura delle unghie2

Cantoresi F et al. Improvement of psoriatic onychodystrophy by a water-soluble nail lacquer. JEADV 2009, 23.832-834.

2 Adaptiert nach Sparavigna et transungual al, J of Plastic 2006; 31–38 J Plastic Dermatol. 2006; 2(1): 31-38. # improvement grade 1 Sparavigna A, et al. Equisetum Arvense inA a new technology Dermatol improves nail structure and2: appearance.

1) Cantoresi F et al., Improvement of psoriatic onychodystrophy by a water-soluble nail lacquer. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2009;23(7): 832–834 ** Baseline: 2,83 ± 0,99, nach 24 Wochen 1,00 ± 1,21.

duzier

tem

Alte W inte 8304 W rthurerstras se 14 al Telefon lisellen +41 44 info.sw 8 itzerlan 34 90 00 d@ www.a lmirall.c almirall.com h

Brüchige Nägel mit Abschuppung

6

eit

12.201

40

con meno doppie punte2

üchigk

0323 D

60

85 %

CHKLO

Numero di pazienti (%)

e

9

Distribuzione: Andreabal SA, Binningerstrasse 95, 4123 Allschwil, Tel. 061 271 95 87


10

ODONTOIATRIA — Storia

ANTICHI DENTISTI: COME LAVORAVANO?

Nella storia umana il mal di denti è un brutto ma fedele compagno. I dentisti del giorno d'oggi lavorano con un'attrezzatura moderna e materiali prevalentemente sintetici. Ma come facevano gli antichi dentisti?

L

a paleoarcheologia è una disciplina che studia come l'uomo si è adattato all'ambiente, dalla preistoria fino a 10'000 anni fa. Dato che non esisteva ancora la scrittura, gli scienziati traggono le loro conclusioni dai ritrovamenti archeologici di quel periodo, come ad esempio dagli scheletri umani e dai resti delle civiltà antiche (come armi, case, posate e contenitori). Questa scienza ha evidenziato che già i nostri antenati soffrivano di carie: degli scheletri ritrovati in Marocco e in Italia mostravano dei denti cariati, un segno che fa pensare che le persone si alimentassero pure di cibi ricchi di carboidrati, mentre la profilassi dentaria non era conosciuta come oggi. Lo scheletro italiano mostrava anche una particolarità: un dente era otturato. Si tratta dell'otturazione più antica Vivere maggio/giugno 2021

ed è stata eseguita da un "dentista" di 14'000 anni fa. E non è un caso isolato, poiché dei ritrovamenti in luoghi così distanti come il Pakistan, la Slovenia e la Danimarca dimostrano che già migliaia di anni avanti Cristo esistevano delle cure dentarie. La paleoarcheologia e l'analisi di antichi testi egizi, greci, romani e medievali raccontano i compiti dei dentisti nell'arco dei secoli: in primo luogo dovevano alleviare i dolori dovuti a infezioni orali. Estrazioni di denti con l'aiuto di leve e di pinze metalliche oppure una trapanazione (= apertura fino alla polpa dentale) del dente dolorante potevano portare al successo, eventualmente in combinazione con degli antidolorifici o narcotici naturali. Le sostanze più comunemente usate erano degli estratti dell'Hyoscyamus niger, dell'arsenico e del Papaver somnife-

rum (pianta alla base dell'oppio). Sicuramente ci saranno stati diversi pazienti che avranno vissuto sulla propria pelle che "dosis facit venenum", ossia "la dose fa il veleno". In secondo luogo, i dentisti venivano interpellati per otturare dei denti danneggiati. Usavano vari materiali anorganici ed organici per chiudere delle cavità: pezzi di conchiglie, polvere di pietra, resine, semi di piante, cere e tabacco sono stati documentati come materiali d'otturazione. Una varietà, che rispecchia una fantasia illimitata… A partire dal tardo Medioevo i dentisti iniziavano ad usare materiali metallici come il piombo, l'oro o delle amalgame a base di stagno, argento, cadmio e mercurio. Man mano che si evolvevano le conoscenze scientifiche, venivano identificate le leghe dannose alla

© Gerrit van Honthorst / Wikipedia.org

Dr. med. dent. Valentin Huwiler, SSO/SSO-Ticino Per la Commissione di Informazione della Svizzera Italiana (CISI)


11 salute e quindi venivano scartate. Ad esempio, una conseguenza della sifilide, introdotta dai conquistatori dell'America, era la formazione di cavità nel palato, che andavano coperte per evitare che il cibo passasse dalla cavità orale a quella nasale. Per questo motivo queste cavità venivano coperte con dei manufatti protesici a base di cuoio, avorio ed argento (la scelta del materiale andava in base al budget del paziente). In terzo luogo, veniva richiesta una sostituzione dei denti persi onde migliorare l'efficacia della masticazione. La provenienza dei denti protesici poteva essere di vario genere: certi odontotecnici li intagliavano a partire da materiali naturali come l'avorio o le ossa di vari animali (la porcellana usata come materiale dentale nacque solo intorno all'anno 1800) oppure utilizzavano dei denti naturali. Una tradizione macabra, in vigore fino a circa 150 anni fa, consisteva nel togliere i denti sani alla gente povera in cambio di una ricompensa in denaro. I denti estratti venivano di seguito trapiantati a pazienti benestanti, trasmettendo spesso anche delle malattie come la sifilide. E se mancavano i donatori vivi, queste persone senza scrupoli si servivano sui campi di battaglia, dove i giovani morti (o in fin di vita) con dei bei denti non mancavano. Non a caso nel 1815 circolavano in commercio tanti "denti di Waterloo". Questa disgustosa pratica venne vietata dalla convenzione di Ginevra, solo dopo la guerra civile in America. Ad esempio, il primo presidente degli Stati Uniti d'America George Washington, nel 1787, al momento della sua nomina, era in possesso di un solo dente naturale. Le sue protesi dentarie erano fatte di avorio e comprendevano anche denti umani e denti di ippopotamo. Il suo odontotecnico le aveva prodotte previa impronta intraorale in cera. Forse per questo motivo Washington non sorride nella sua raffigurazione sulla banconota da un dollaro americano… Nell'antica Roma i denti protesici venivano fissati con dei fili aurei a quelli naturali. Più tardi vennero sviluppati dei corpi protesici a base di alluminio, caucciù vulcanizzato e diverse leghe metalliche. L'ultimo campo di attività dei dentisti era l'odontoiatria estetica. Chiaramente questa disciplina veniva in primo luogo praticata in civiltà "ricche" come l'antica Roma o l'antica Cina. Le terapie di sbiancamento richiedevano l'applicazione di acido nitrico o urine umane, approcci oggi sconsigliati per ovvi motivi. In casi di una forte mancanza di spazio fra i denti, gli "odontoiatri" – nell'antica Roma prevalentemente degli schiavi greci, che potevano guadagnarsi la liberazione lavorando a piena soddisfazione dei loro padroni – limavano i denti riducendone la larghezza per correggere delle malposizioni. Si potrebbe parlare di una "protoortodonzia". In sintesi, si può constatare che già da migliaia di anni esistono delle persone che forniscono delle prestazioni odontoiatriche a terzi, perché una dentatura funzionante e indolore era da sempre fondamentale per il benessere della gente. I materiali utilizzati erano inizialmente di origine naturale (anorganici ed organici) per poi diventare metallici e sintetici. Vivere maggio/giugno 2021

aiuta rapidamente in caso di punture d’insetti

calma dolore e prurito disinfetta la zona della puntura rinfresca e calma la pelle

Prodotto . in Svizzera In farmacie e drogherie. È un medicamento omologato. Leggere il foglietto illustrativo. Biomed AG, 8600 Dübendorf. © Biomed AG, 02 / 2019. All rights reserved.


12

DIETA — Integratori

GINKGO BILOBA: NON SOLO PER LA MEMORIA

Il Ginkgo Biloba è una delle piante più antiche della Terra. Oggi viene utilizzato principalmente come rimedio naturale per migliorare la concentrazione, la memoria e nei periodi di stress come ricostituente. La redazione

L

e prime tracce di questa pianta risalgano a circa 3'000 anni fa in Cina, dove questo albero ha ancora un ruolo fondamentale nella medicina. Negli ultimi anni questo integratore è sempre più richiesto, un po' per far fronte a vite sempre più frenetiche e perché è un prodotto disponibile in diversi formati, adattandosi così alle diverse esigenze. Non è solo un valido aiuto per la memoria e la concentrazione, ma ha anche altre proprietà notevoli: • migliora l'umore,

• aiuta a combattere la cefalea. Il Ginkgo Biloba è ricco di proprietà "neuromodulatorie", cioè che hanno un'azione benefica sulle cellule nervose, agendo come dei neurotrasmettitori. Inoltre, la presenza dei flavonoidi, noti per la loro azione antiossidante, aiuta a prevenire alcune malattie infiammatorie. Proprio i flavonoidi, insieme ai ginkgolidi, vanno a migliorare la microcircolazione sanguigna anche a livello cerebrale, rendendolo così più reattivo. Allo stesso tempo le proprietà antiossidanti rallentano l'invecchiamento cellu-

lare, eliminando i radicali liberi. Se si sta affrontando un periodo ricco di impegni o una sessione di studi e vi serve maggiore concentrazione, prendere un integratore a base di Ginkgo Biloba può aiutare ad affrontare stanchezza e beneficiare di una migliore concentrazione. Pur essendo un integratore naturale, può avere delle controindicazioni: ad esempio, evitate di assumerlo insieme a diuretici, trombolitici o farmaci anticoagulanti. Inoltre è assolutamente sconsigliato in caso di gravidanza o allattamento.

Più smemorati di prima?

Tebofortin In caso di deficit di concentrazione e smemoratezza. Disponibile in farmacie e drogherie.

È un medicamento omologato. Leggere il foglietto illustrativo.


Sponsored by Banca Raiffeisen Lugano società cooperativa Cruciverbone

— PASSATEMPO 13

8

Parte della scarpa

§

8

§

§

Vergogna

§

§

Frammento di terracotta

1

§

Somaro

§

§

6

8

Via luganese

Lo storico di Alicarnasso

§

Incantesimo

Incontro di vocali

§

Il nome di Jones

9

§

Mangime per equini

Impegni gravosi

Capo etiope

8

§

8

Calotta centrale

§

§

Palpita

Simile alla lira

§

La cintura del chimono

8

Risultati

Ventre, pancia

§ Un tipo d'esame

Un graduato

Pionieri

Frulla in testa

8

§

5

8

Sfortuna

La somma degli anni

Altrimenti detto

È alta o bassa

§

8

Si tira al Novella pallone

8

Prona

8

Ricolmi

8

Luogo di culto

8

CRUCIVERBONE: VINCI UN PESOS D'ORO!

2

Se abbaia non morde

3

8

Un trampoliere

8

Il nome della Negri

8

8

§

Il nome di Arigliano

8 Beni preziosi

§

Delfino di fiume

8

FRASE CHIAVE

Vetta centrale

Crollo finanziario Altare pagano

§

Si placa mangiando

§

1

2

3

§ Ricordati, celebrati

4 § Patimento, fatica

4

5

6

7

8

9

È vicino a Someo

§

§

§

§

Pasto serale

§

Bimba fiabesca 14.04.21 11:29

§

La memoria del PC

§

Prep. semplice

Il fiume di Berna

§

Corre sui binari

8

La mitica Raffaella

§

Giallo pallido

§

Un dente

Il fiabesco Peter

Pimpi- Pittore nella francese

§

§

La casa dell'ape 118 x 71mm.indd 1

8

Cadente Priva di al centro malattie

8

§

Superficie

8

8

L'affila Figaro

www.parapic.ch

© Biomed AG. 04/2021. All rights reserved.

§

Fieri

Ritrovo pubblico

§

Andata in poesia

Roulotte

§

vi augura una bella estate!

§

7 § SOLUZIONE N. 206 Dal detto al fatto c'è un gran tratto

CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE

a) Cartolina postale da spedire a: 'VIVERE a tempo pieno', C.P. 5539, 6901 Lugano. b) E-mail da inviare a: vivere@bluewin.ch. Se non specificato, si autorizza VIVA SA ad utilizzare l’indirizzo e-mail per le proprie attività di marketing. Fra tutti coloro che avranno indovinato la soluzione verrà sorteggiato il fortunato lettore. Sono esclusi dalla partecipazione tutti i collaboratori di VIVA SA. Non verrà tenuta alcuna corrispondenza. Nessun pagamento in contanti. Si escludono le vie legali. Il vincitore sarà avvisato personalmente. Il termine di spedizione è il 7 LUGLIO 2021.

Vivere maggio/giugno 2021


14

HIGHLIGHTS — In farmacia

LA VETRINA: MAGGIO E GIUGNO

EMOFORM® KIDS Dal primo dente dà latte fino ai 5 anni.

EMOFORM® KIDS assicura una protezione completa per dei sani denti da latte. Per i lattanti ed i bambini piccoli il meglio è il minimo necessario: ecco perché le sostanze attive di EMOFORM® KIDS sono state accuratamente selezionate. EMOFORM® KIDS è esente da: coloranti, dolcificanti artificiali, laurilsolfato di sodio, nanoparticelle e microplastiche. Dr. Wild & Co. AG, 4132 Muttenz

CONFETTO PICCOLO Grande contro il dolore

www.wild-pharma.com

Di

Dolocyl® forte è inconfondibile grazie alla forma del confetto: piccolo, rotondo, facile da inghiottire. Grazie al principio attivo ibuprofene, Dolocyl® forte svolge un'azione analgesica e antinfiammatoria. Novità: Dolocyl® Confetti sono bianchi, non contengono coloranti aggiuntivi. Questo è un medicamento omologato. Vedi il foglietto illustrativo. Melisana AG, 8004 Zurigo www.dolocyl.ch

NUOVO

disponibile

POMATA AL SINFITO DR. ANDRES In caso di dolori muscolari e articolari

La pomata al sinfito originale del Dr. Andres ha una rapida azione analgesica, antiinfiammatoria e detumefacente in caso di dolori muscolari e articolari, reumatismi e artrosi, nei traumi da sport quali contusioni, distorsioni e infiammazioni delle guaine dei tendini. Il gel concentrato, che non contiene grassi, è inodore, penetra rapidamente, non appiccica e mantiene idratata la pelle. È fabbricato da radici fresche di sinfito (consolida) coltivate biologicamente in Svizzera. Dr. Andres Pharma AG, 8008 Zurigo

www.drandres.ch

BURGERSTEIN SUN & EUCERIN SUN Protezione solare interna & esterna

Burgerstein sun, con carotenoidi e antiossidanti naturali, protegge la pelle dall'interno e favorisce un'abbronzatura uniforme. Si consiglia di iniziare ad assumere le capsule minimo tre settimane prima della stagione estiva. È indispensabile usare anche una protezione solare esterna come Eucerin® SUN che, con una triplice protezione, preserva la pelle dalle scottature e dai danni causati dal sole. Antistress AG, 8645 Rapperswil-Jona

www.burgerstein.ch

FACE ANTI-PIGMENTATION SPF50+ Riduce efficacemente le macchie solari e le lentigo senili

Ultrasun fa ulteriori passi avanti con la formula rielaborata del prodotto combinato Face Anti-Pigmentation SPF50+ privo di ingredienti critici. E c'è di più: questo gel rivoluzionario convince grazie alla sostanza naturale Ectoin®, che conferisce alla pelle l'umidità ottimale. Face Anti-Pigmentation è adatto a qualsiasi tipo di pelle e anche all’applicazione giornaliera. Siamo così pronti per l’estate! Ultrasun AG, 8045 Zurigo Vivere maggio/giugno 2021

www.ultrasun.ch


15

HYLO CARE®: la cura intensiva per ogni giorno

HYLO CARE® – il collirio idratante rappresenta la cura ideale per le esigenze degli occhi secchi e stressati grazie alla combinazione di acido ialuronico di qualità pregiata e del dexpantenolo. Le gocce curano la superficie oculare e sostengono, grazie a un maggiore apporto di idratazione, la guarigione in caso di lesioni alla cornea e alla congiuntiva e dopo interventi oftalmologici.

Pharma Medica AG, 9325 Roggwil

www.pharmamedica.ch

TEBOFORTIN®: una mente vivace!

Tebofortin® per disturbi come la mancanza di concentrazione e la dimenticanza. L'estratto speciale di Ginkgo migliora la circolazione sanguigna fino alle più piccole cellule tissutali. 1x al giorno Tebofortin® uno 240, il dosaggio pratico. È un medicamento omologato. Leggere il foglietto illustrativo. Schwabe Pharma AG, 6403 Küssnacht am Rigi

www.schwabepharma.ch

SIDERAL® FERRUM La formulazione unica con ferro Sucrosomiale®

SiderAL® Ferrum Active con 14 mg di ferro, vitamina B complex e altre vitamine è destinato per adolescenti e adulti attivi. Convince con un buon assorbimento e una tolleranza ottimale. Facile da assumere, indipendentemente dall'ora del giorno e dai pasti. Disponibile in scatole da 30 sticks. Assunzione: una volta al giorno. Fresenius Kabi (Schweiz) AG, 6010 Kriens www.carenzadiferroinfo.ch

KLORIL P LACCA UNGUEALE Unghie più belle in poche settimane!

La lacca ungueale Kloril P nutre le unghie rotte, essa contiene i nutrienti naturali acido silicico e zolfo, che spesso mancano nelle unghie stressate. Disponibile in farmacia. Andreabal AG, 4123 Allschwil

www.kloril.ch

PARAPIC: pronto per la stagione degli insetti?

In estate gli insetti possono facilmente diventare un fastidio. Parapic aiuta rapidamente in caso di punture d’insetti! Disinfetta la zona della puntura, calma dolore e prurito e rinfresca la pelle. È un medicamento omologato. Leggere il foglietto illustrativo.

Biomed AG, 8600 Dübendorf

www.biomed.ch Vivere maggio/giugno 2021


OXYPLASTIN® pasta cicatrizzante • Preserva dalla dermatite da pannolino • Attiva la rigenerazione della pelle

Per decenni, genitori soddisfatti e neonati felici!

La pasta cicatrizzante OXYPLASTIN® è un medicamento omologato. Leggete il foglietto illustrativo.

Dr. Wild & Co. AG, 4132 Muttenz | www.wild-pharma.com

EMOFORM

®

Kids & Youngstars

Dentifricio Kids Dal primo dente di latte fino ai 5 anni Dentifricio Youngstars Protezione ottimale dei denti da 6 anni

Dr. Wild & Co. AG, 4132 Muttenz | www.wild-pharma.com

Senza: • coloranti • dolcificanti artificiali • laurilsolfato di sodio • nanoparticelle • microplastiche


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.