Issuu on Google+


contenuti

marzo 2012

06 18 28 36 42 46 52

casa bella casa

topografia e storia

didattica e architetture

città e turismo

testimonianze

di Paolo Bolzani

A tu per tu, con i giovani tunisini della “rivoluzione dei gelsomini” perché Abitare è Vivere

abitare le culture

spazi della cultura

Nel palazzo di via Gradisca spazi caldi e luminosi in un guscio “brutalista”

di Marina Mannucci

Via Stradone che porta alla “Nostra Donna” dantesca in quel di Porto Fuori di Pietro Barberini

Una ricognizione sull’edilizia per la formazione. Il polo scolastico di Alfonsine di Paolo Bolzani

A Punta Marina a casa di Lorenzo Laporta, animatore e inventore di giochi di Marina Mannucci

A 100 anni dalla fondazione Milano Marittima chiama Milano e si candida a spiaggia dell’Expo di Chiara Bissi

Fra la casa bolognese e la barca “Catarro”, l’imprenditore Daniele Baldini ricorda l’amico Lucio Dalla di Andrea Alberizia

offerte immobiliari

Universo Immobiliare, Russi Casa 14 . Savorani&Co, Case d’Autore 15 . Mazzini Casa, Eurocase 16 . La Dimora di Magdala, Futura 17 . Casa Coop Tre 21 . Assocase, Romagna 22 . Gesticasa, Studio Effe 23 . Baccarini 26 . Tre srl 33 . Idea Casa, Siva 34 . Euroimmobiliare 35 . Scor, Scor Forese, Fratelli Savorani 41 . Annunci 63 .

fotografie GENNAIO-FEBBRAIO

2012


ARTEPARQUET TC:Layout 1 20/03/12 15:33 Pagina 1

TROVACASA PREMIUM


ELETTROLAMP TC 2011:Layout 1 28/03/12 23.14 Pagina 2

edizione di Ravenna

Dal 1970 illumina la vostra casa

LAMPADARI • MATERIALE ELETTRICO

Controcopertina Lo spartano vano scale e di ingresso della palazzina “brutalista” progettata da Epaminonda Ceccarelli, dove dominano la superficie grezza del cemento armato e il vetrocemento. Per contrasto, una volta varcata la porta dell’appartamento si articolano spazi luminosi ed eleganti, in un fine intreccio di arredi moderni e d’antiquariato.

Autorizzazione Tribunale di Ravenna n. 1240 del 8 novembre 2004 Direttore responsabile: Fausto Piazza Consulenza redazionale: Paolo Bolzani Collaborano alla redazione: Andrea Alberizia, Federica Angelini, Pietro Barberini, Roberta Bezzi, Chiara Bissi, Alberto Giorgio Cassani, Serena Garzanti (segreteria), Maria Cristina Giovannini (grafica), Linda Landi, Marina Mannucci, Piera Nobili, Luca Manservisi, Erika Marchi (grafica), Domenico Mollura, Serena Simoni, Marco Turchetti. Progetto grafico: Quadrastudio - www.quadrastudio.info Referenze fotografiche: Maurizio Montanari, Paolo Genovesi, Fabrizio Zani Redazione: tel. 0544.271068 redazione@trovacasa.ra.it - www.trovacasa.ra.it

Editore: Reclam Edizioni e Comunicazione srl viale della Lirica 43 - 48124 Ravenna - tel. 0544.408312 info@reclam.ra.it - www.reclam.ra.it Direttore generale: Claudia Cuppi Stampa: Tiber spa - Brescia - www.tiber.it

RAVENNA - Via Le Corbusier, 15 tel. 0544 270585 - fax 0544 276553 info@elettrolamp.it - www.elettrolamp.it www.trovacasa.ra.it

www.trovacasa.ra.it


6-12 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.17 Pagina 6

6

Caldi e luminosi interni in un guscio di cemento armato

di Paolo Bolzani Per concludere la breve illustrazione sul lavoro di Epaminonda “Nanni” Ceccarelli, oggi ci occupiamo del secondo edificio più importante del suo periodo brutalista, vale a dire un fabbricato costruito in via Gradisca nel 1963, in un lotto trapezoidale in fregio alla porzione sud-est delle antiche mura cittadine. Nell’occasione descriveremo inoltre l’appartamento di una coppia di professionisti, che ha volutamente scelto di vivere in centocinquanta metri quadri di que-

CASA BELLA CASA

sto fabbricato. Come scriveva il progettista stesso in un articolo pubblicato nell’Industria Italiana del Cemento del marzo del 1964, «scopo dell’edificio era quello di creare a piano terra», leggermente interrato per contenerne l’altezza complessiva e per non enfatizzare la presenza dei negozi, «il punto di vendita della succursale di una grossa ditta di oggetti termosanitari e nei piani superiori una serie di 19 appartamenti di tipo diverso e di diversa capacità».


6-12 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.17 Pagina 7

7

In via Gradisca a Ravenna l’edificio del periodo “brutalista” firmato da Ceccarelli. Costruito nel 1963 in fregio alle antiche mura cittadine venne citato dalla prestigiosa rivista Architectural Design nel gennaio 1965

Il fabbricato è risolto con strutture monolitiche in cemento armato, mantenuto rigorosamente a vista (soluzione «tutto cemento»), che instaurano un inedito dialogo con i mattoni delle antiche mura urbiche, e si articola su un impianto planimetrico a L, con tre corpi scala a pianta quadrata e ascensore centrale. «Poiché – prosegue l’ingegnere ravennate nell’articolo – il terreno originario sabbioso si trovava sotto circa 10 metri di riporto recente e a causa della presenza del “vallo”

antistante le antiche mura, le fondazioni sono state effettuate con pali trivellati gettati in opera, uniti con testate armate e collegamenti orizzontali». Il fronte su via Gradisca è caratterizzato da una serie di soluzioni ad effetto plastico: lo sporgere gradonato verso l’esterno di tre quarti della facciata, il balcone del piano attico in ulteriore aggetto, gli accorti inserimenti di leggere ringhiere metalliche, “firmate” da Ceccarelli con alcuni piccoli particolari, e di filari di mattonelle in

MARZO 2012


6-12 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.17 Pagina 8

8

Il fronte su via Gradisca è caratterizzato da una serie di soluzioni ad effetto plastico: lo sporgere gradonato verso l’esterno di tre quarti della facciata, il balcone del piano attico in ulteriore aggetto, gli accorti inserimenti di leggere ringhiere metalliche, “firmate” da Ceccarelli con alcuni piccoli particolari, e di filari di mattonelle in vetrocemento, collocate con attenzione in punti strategici. Come raccontava il progettista «per alleggerire le facciate di questo edificio, le ho portate a 70 centimetri dal filo dei pilastri portanti così da poter realizzare liberamente ampie superfici vetrate. In questo modo ho potuto giocare in maniera plastica con questo elemento sporgente che ho raccordato con la parete retrostante mediante una serie di riseghe progressive».

Immagini dell’esterno del fabbricato in via Gradisca di Epaminonda Ceccarelli, indicato nel PRG ‘83 come edificio di valore storico e documentario. In basso, uno veduta dell’edificio nel 1963, appena costruito.

Nella pagina a destra, alcuni scorci del soggiorno. Nella foto al centro, un mobile piemontese d’antiquariato, ornato da una statuina guerriero del maestro ceramista faentino Pietro Melandri. Alla parte un dipinto ad olio di Guerrino Bardeggia.

CASA BELLA CASA


6-12 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.17 Pagina 9

9

vetrocemento, collocate con attenzione in punti strategici. Come raccontava il progettista «per alleggerire le facciate di questo edificio le ho portate a 70 centimetri dal filo dei pilastri portanti così da poter realizzare liberamente ampie superfici vetrate. In questo modo ho potuto giocare in maniera plastica con questo elemento sporgente che ho raccordato con la parete retrostante mediante una serie di riseghe progressive». La greve presenza del cemento monolitico a vista della facciata viene infatti alleggerita dal movimento di questi effetti volumetrici. L’edificio fu oggetto dell’attenzione della critica internazionale, come si legge nella recensione di Architectural Design del gennaio 1965: «Ungers in Cologne, Gisel in Zurich, Valle in Udine and now Ceccarelli Epaminonda in Ravenna. Epaminonda is a latter day rationalist who appears to have been quietly building away in concrete during the last few years in the narrow streets of Ravenna. Until now his work has remained virtually unknown». Scopriamo così come a metà degli anni Sessanta del XX secolo Ceccarelli, «recente razionalista e sobrio costruttore con il sistema del cemento vivo durante gli ultimi anni nelle strette vie di Ravenna», fosse accomunato a progettisti noti in campo internazionale come Oswald Mathias Ungers, Ernst Gisel e Gino Valle. Il fabbricato venne successivamente segnalato anche a livello di pianificazione urbanistica comunale nel Prg 1983, che lo sottopose a categoria A2, vale a dire «edifici di valore storico-artistico, architettonico e documentario che contengono elementi architettonici o decorativi o documentari di un certo rilievo, generalmente corredati da aree cortilizie di grandi dimensioni, attrezzate a parco o giardino». In uno degli appartamenti di questo fabbricato, nel 1997 venne ad abitare una coppia di professionisti, che lo aveva scelto poiché, come spiega la padrona di casa, «era uno dei pochi palazzi di Ravenna che mostrava una spiccata personalità e aveva inoltre spazi grandi e flessibili. Perciò riusciva a dare sfogo al nostro desiderio di casa». Le variazioni dei nuovi proprietari all’assetto base dell’appartamento riguardarono una maggiore fluidità degli spazi centrali, con trasformazione dell’atrio di ingresso da piccolo ambiente autonomo a parte integrante del soggiorno, in grado di inglobare anche l’antibagno fino alla cucina, e il ridisegno del corridoio notte. Il progetto di risuddivisione interna venne redatto, su indicazioni dei proprietari, dall’ingegnere Dario Gianella, che cercò di interpretare gli spazi ma conservando l'esprit originario di Nanni. Inoltre a terra vennero montati un parquet di rovere non trattato, disposto a filari ruotati di 45° e infissi in alluminio bianco alle ampie finestrature, da cui proviene un grande flusso lumi-

MARZO 2012


6-12 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.18 Pagina 10

10

In uno degli appartamenti di questo fabbricato, nel 1997 venne ad abitare una coppia di professionisti, che lo aveva scelto poiché, come spiega la padrona di casa, «era uno dei pochi palazzi di Ravenna che mostrava una spiccata personalità e aveva inoltre spazi grandi e flessibili. Perciò riusciva a dare sfogo al nostro desiderio di casa». Il progetto di risuddivisione interna venne redatto, su indicazioni dei proprietari, dall’ingegnere Dario Gianella, che cercò di interpretare gli spazi ma conservando l'esprit originario di Nanni. noso, che ci avvolge non appena entriamo in soggiorno. Davanti a noi si dispiega una densa serie di scelte di arredo, che in parte derivano dalle “cose di famiglia” e in parte sono state selezionate dai proprietari nel mondo del design moderno ma anche da quello dell’antiquariato. Lo spazio viene suddiviso in due ambiti: quello maggiore del relax, articolato da divani e poltrone disposti attorno un tavolino centrale e quello minore della consolle, con tavolo a due sedie da caffè di produzione estone e un mobile piemontese di fine XVII secolo. Questo non significa una sequenza di spazi giustapposti, bensì la creazione di una vasta zona giorno, costituita da soggiorno a due ambiti, saletta pranzo e cucina, che in realtà identificano un'unica zona living, da cui deriva una notevole profondità complessiva, percepibile da alcune angolazioni, in cui la comunicazione osmotica tra gli spazi favorisce la convivialità. Il mobile piemontese è ornato da una statuina Guerriero del maestro ceramista faentino Pietro Melandri, e vegliato da un dipinto ad olio di Guerrino Bardeggia, pittore, scultore e poeta “marchignolo”. Attorno al mobile si trovano una cassapanca rumena, la chaise lounge di Le Corbusier e,

CASA BELLA CASA

verso l’ingresso, una cassa da viaggio in nave di fine Ottocento, appartenuta al nonno marinaio della padrona di casa. Il grande totem del living è però un alto mobile in legno del 1910 a cassetti e scaffali, proveniente da una ferramenta di Washington, che campeggia nella parete a fianco della finestra complanare alla parte a sporto della facciata su strada del fabbricato. È ripieno di libri d’arte, design, architettura, giardinaggio e viaggi, ma reca anche una Vita di Giuseppe Mazzini. Accanto al compassato mobile statunitense, dall’aspetto essenziale e severo come ogni arredo vetero-commerciale, si trova la poltrona preferita dalla padrona di casa, la Egg Chair disegnata da Arne Jacobsen nel 1958, che in questa posizione attenua la propria esuberanza fisica e cromatica, anche in virtù della vicinanza dell’algida Pirellina di Gio Ponti, che qualifica a sua volta una serie di lampade da tavolo, presenti in varie parti dell’appartamento, e culminante in un’abat-jour su tronco, di creazione del marito, appassionato di questo complemento d’arredo. Il tavolino centrale è di produzione balinese, un accenno etnico subito stemperato dalle riviste di interior design e di viaggi, dalla piccola composizione di piante


CASA DELLA TENDA TC:Layout 1 28/03/12 22.09 Pagina 1

ARREDA CON NOI IL TUO SPAZIO

Pergotende Vele ombreggianti Arredi Progettazione pavimenti Illuminazione

RAVENNA via S.Gaetanino 104 - tel. 0544.454119 info@casadellatenda.com - www.casadellatenda.com

www.trovacasa.ra.it


6-12 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.18 Pagina 12

10

Dal soggiorno si perviene alla sala da pranzo varcando due ante in legno, provenienti da un palazzo ferrarese del Settecento. Domina lo spazio un pregevole frattino marchigiano, illuminato da una coppia di lampade a sospensione in stile déco e attorniato da sei sedie imbottite con un tessuto chiaro a decori centrali, mentre una serie di bozzetti di costumi primo Novecento del Comunale di Bologna ben si staglia sulla parete calda e apotropaica, spiegando perché questa sia considerata dalla coppia «la “Stanza anni Venti” della casa».

grasse e da due sgabelli di artigianato ligure. Concludono la composizione in parete due quadri di Maceo Casadei e uno di Mario Bordi. Dal soggiorno, come si è detto, si passa direttamente in cucina, uno spazio inaspettamente grande e ancora più luminoso, in quanto si trova collocato in angolo al fabbricato. L’isola centrale per colazioni e pranzi informali ci racconta un ambiente molto conviviale e anche molto usato, che non rinuncia ad una vena di inusitata eleganza nel decorare la parete tra il lavello e i pensili con una lunga fotografia in bianco e nero di Amsterdam, mentre ribadisce il carattere di understatement nella grande lampada industriale al centro del soffitto. Prima di accomiatarci un altro ambiente, molto importante, deve essere raccontato. Lasciamo invece al rispetto della privacy la zona notte, comprendente camera da letto, cabine armadio, ripostiglio, bagni e uno studio, e che

viene introdotta da un breve corridoio, in cui si segnala la serie british di porte bianco guscio d’uovo. Lo spazio che invece non può essere sottaciuto è invece la sala da pranzo, caratterizzata da una forte tinta rosso antico alle pareti con cui, spiega la padrona di casa «abbiamo voluto creare un “effetto scatola”». Dal soggiorno vi si perviene varcando due ante in legno, provenienti da un palazzo ferrarese del Settecento. Domina lo spazio un pregevole frattino marchigiano, illuminato da una coppia di lampade a sospensione in stile déco e attorniato da sei sedie imbottite con un tessuto chiaro a decori centrali, mentre una serie di bozzetti di costumi primo Novecento del Comunale di Bologna ben si staglia sulla parete calda e apotropaica, spiegando perché questa sia considerata dalla coppia «la “Stanza anni Venti” della casa».

In alto, breve corridoio che porta alla zona notte e allo studio. A fianco, la sala da pranzo con al centro un frattino marchigiano; alle pareti una serie di bozzetti di costumi scenici del primo ‘900 provenienti dal teatro Comunale di Bologna.

CASA BELLA CASA


EDILRAVENNA TC:Layout 1 28/03/12 22.05 Pagina 2

Via Aldo Bozzi, 77/79 - Ravenna Tel. 0544.278360 - Fax 0544.278506 commerciale@edilravenna.it - www.edilravenna.it

marzo 2012


MONTAGGI TC 201203:Layout 1 27/03/12 20.35 Pagina 14

14

viaRavenna XX 155 .-Rav tel.Mama, 000 000000 Via .San 112 www.xxxxx info@xx _immobiliare@libero.it tel. 0544 271066 - fax 0544 281035 . universo ZONA ANTICA MILIZIA

Appartamento di nuova costruzione sito al terzo piano con ascensore composto da ingresso con armadio a muro, ampio soggiorno con vetrata in affaccio terrazzo e vista parco, cucina abitabile con balcone, ampio disimpegno notte, due letto, due bagni. Garage e cantina. Predisp. aria condiz. Classe energetica B. Rif. 802 € 330.000,00

CASA DI CURA S. FRANCESCO

Splendido appartamento completamente ristrutturato sito al 2°P. composta da sala, cucina abitabile, due letto matrimoniali, bagno con vasca idro., balcone, garage uso cantina. Aria condizionata, zanzariere. Rif. 780 € 225.000,00

Ottimo investimento già locato. Appartamento al p.rialzato completamente ristrutturato composto da ingresso, sala, cucina, letto matrim. con cabina armadio, letto doppia, ampio bagno, 2 ripostigli, cantina ciclabile. Risc. a consumo. Imp. a norma. Rif. 811 € 175.000,00

ZONA IPPODROMO

SAN BIAGIO

In piccolo contesto appartamento di ampia metratura completamente ristrutturato composto: ingresso, soggiorno con accesso al terrazzo mq 36, cucina a vista, disimpegno con ripostiglio/lavanderia, due ampie letto, studio/letto, due bagni, garage. Splendide finiture, impianti a norma. Rif. 698 € 296.000,00 tratt.

Bell'appartamento di nuova ristrutturazione sito al 2° e ultimo p. composto da sala, cucina abitabile, bagno e balcone. Zona notte: letto matrim., letto singolo, bagno, balcone e cantina. Risc. a pavimento. Predisp. antifurto e aria condiz. Rif. 822 € 250.000,00

VICINANZE STAZIONE

BORGO NUOVO

Splendido attico di nuova costruzione composto da sala, cucina abitabile, due letto, due bagni, terrazzo di 182 mq. Garage e cantina. Rif. 781 € 394.000,00 tratt.

ARTIFICIO E NATURA

RUSSI NUOVA LOTTIZZAZIONE In costruzione appartamenti di varie tipologie, con possibile affitto a riscatto e vendita. Rif. V 92 da € 113.000,00 GODO Si vende garage di nuova costruzione, di mq. 16 circa. Piano sottostrada. Rif. VM € 20.000,00

RUSSI In contesto di 3 unità, nuova villetta situata in angolo, di ampia metratura. Ingresso, sala, cucina abitabile, 3 camere da letto, 3 bagni, ripostiglio, garage ed ampio giardino. Cl. Energ. B - Rif. B 86 Al grezzo € 220.000,00 Finita € 330.000,00

RUSSI Interessante appartamentino situato al piano terra con ingresso indipendente, completo di arredo. Cl. Energ. E - Rif. MR € 90.000,00

RUSSI, IN CAMPAGNA Su lotto di mq. 8.000,00 circa, casa indipendente di medie dimensioni. Ingresso, soggiorno, pranzo, cucina, 3 camere da letto, 2 bagni, cantina, servizi e piccolo capannone. Da ristrutturare. Rif. B 30 € 200.000,00

RUSSI, CENTRO STORICO Appartamento in casa di due unità, composto da soggiorno, cucina, 2 camere da letto, bagno, cantina e ripostiglio/lavanderia. Buono stato abitativo. Rif. V 85 € 120.000,00

RUSSI Casa abbinata ad un lato, composta da ingresso, soggiorno, ampia cucina abitabile, 2 camere da letto, 2 bagni, garage e giardino. Tutta ristrutturata con ottimi materiali. Rif. B 10 € 230.000,00

RUSSI Appartamento di ampia metratura composto da ingresso, soggiorno, cucina, 2 camere da letto, bagno, balcone, (possibile garage). Tutto ristrutturato. Rif. B 69 € 125.000,00

RUSSI VICINO AL CENTRO Casa indipendente di ampia metratura su lotto di mq. 600 circa. Ingresso, soggiorno, cucina, pranzo, 4 camere da letto, 2 bagni, ampi servizi. Da rimodernare. Rif. B 60 € 210.000,00

SAN VITTORE

ZONA RUBICONE

uminoso attico di recente costruzione composto da sala, cucina abitabile, due letto, bagno, terrazzo. Soppalco dove ricavare la terza letto e possibilità del secondo bagno. Cantina e posto auto di proprietà. Aria cond. Rif. 713 € 290.000,00

Russi (RA), via Trieste 31 . tel. 0544 583359 . cell.340 9171743 . www.russicasa.it

Casa abbinata ad un lato completamente ristrutturata composta al pt da ampio ingresso con accesso al cortile/giardino sul retro, zona servizi adibita a taverna, sul fronte strada due negozi in corpo unico alla casa.P. 1°: ampio soggiorno, cucina abitabile, tre letto, due bagni. Rif. 791 € 650.000,00 tratt.

RUSSI IN CENTRO Appartamento di ampia metratura, situato in angolo al primo piano. Ingresso, soggiorno, pranzo, cucina, 2 camere da letto, bagno, balconi, cantina e garage. Cl. Energ. E - Rif. V 42 € 150.000,00 S. MICHELE Villetta abbinata, di ampia metratura. Ingresso, sala, cucina abitabile, 3 camere da letto, 3 bagni, mansarda, garage e giardino. Recente costruzione e in ottimo stato abitativo. Rif. B 31 € 250.000,00 RUSSI In contesto di poche unità, ampio appartamento situato al primo e ultimo piano. Sala, ampia cucina affacciata su terrazzo di mq. 30 circa, 2 camere da letto, 2 bagni, ripostiglio, posto auto e garage. Ottimo stato abitativo. Rif. V 30 € 200.000,00 tratt. S. PANCRAZIO Appartamento al piano terra con ingresso indipendente, soggiorno, angolo cottura, 2 camere da letto, bagno, cantina, posto auto coperto e giardino privato. Recente costruzione. Cl. Energ. D - Rif. V 79 € 145.000,00 tratt. RUSSI CENTRO In costruzione 4 villette, composte da ingresso, soggiorno, cucina abit., 2 camere da letto, 2 bagni, cantina, ampio giardino con posto auto. Rif. B 8 € 195.000,00

RUSSI Su lotto di mq. 1400 circa, casa abbinata ad un lato di ampia metratura. Ottimamente rifinita. Zona residenziale. Rif. B 36 € 400.000,00 tratt. S. PANCRAZIO Casa abbinata ad un lato, su lotto di mq. 500 circa, composta da ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto matrimoniali, bagno, vari ripostigli di ampie metrature. Da ristrutturare. Rif. B 74 € 125.000,00 GATTEO MARE Attico vista mare di nuova ristrutturazione. Ingresso, sala, angolo cottura, 2 camere da letto, bagno, terrazzo. Completamente arredato. Rif. N 3 € 200.000,00 PUNTA MARINA Vicino alla spiaggia. Appartamento al piano terra. Soggiorno, angolo cottura, 1 letto matrimoniale con posibilità di un secondo letto, bagno, posto auto in corte condominiale. Rif. N 5 € 140.000,00 PIANGIPANE Si cede attività di tabacchi, cartoleria e lotterie varie. Incassi interessanti, documentabili. Rif. R 8 € 250.000,00 MONTE ROMANO Si vende podere di Ha 11 con casa in sasso, splendidamente ristrutturata. Si consiglia la visita. Rif. B 57 € 275.000,00 tratt.


MONTAGGI TC 201203:Layout 1 27/03/12 20.36 Pagina 15

15

CASE D’AUTORE Ravenna, via Canneti 16 tel. 0544 212134 . cell. 348.2406406 www.casedautore.info info@casedautore.info

Via A. Bozzi 69 (Zona Comet) tel. 0544 400 004 - cell. 348 311 94 41/348 2259638 info@fgcasa.it RAVENNA, VIA WRIGHT (ZONA VIALE ALBERTI)

Bella villa di recente costruzione, ben rifinita, in bifamiliare: dispone di ampio garage, grande taverna con bagno e lavanderia, giardino privato . Portico sul fronte d'ingresso, sala, cucina abitabile, bagno di servizio; al p. superiore 3 camere, bagno, balcone. € 500.000,00

RAVENNA, VIA DELLA CARMEN Ottimo appartamento al 4° ed ultimo piano con ascensore in condominio di recentissima costruzione: soggiorno con ak arredato, terrazzo, 2 camere, bagno. Risc. aut. e pred. clima, ampio garage e cantina ciclabile al PT. € 210.000,00 tratt. RAVENNA, SAN BIAGIO

MARINA ROMEA

RAVENNA CENTRO STORICO A 200 MT. DA VIA CAVOUR NUOVO INTERVENTO IMMOBILIARE Ristrutturazione di casa con 2 unità abitative in Classe “B” : 1. Appartamento di 165 mq. comm.li posto al 2° ed ultimo piano composto da ingresso, soggiorno di 30 mq. Cucina abitabile di 12 mq. Con ampie vetrate affacciate sul verde di un parco; 3 comode camere da letto e 2 bagni, balcone, garage e doppio e cantina al piano terra. € 410.000,00 2. Appartamento di 180 mq. comm.li posto al 1°P. con giardino di 100 mq. e 72 mq. di servizi al PT (garage, cantina, lavanderia, studio o taverna a scelta) al piano primo ingresso, soggiorno di 30 mq. Cucina abit. di 12 mq. con ampie vetrate affacciate sul verde di un parco; 3 comode camere da letto e 2 bagni € 440.000,00 Detrazioni 36% per ristrutturazione e 55% per risparmio energetico RAVENNA

Splendida villa abbinata ad un lato di recentissima costruzione con 200 mq di giardino ottimamente piantumato: al piano terra ampio patio, soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, bagno, ripostiglio; al primo piano 2 camere (doppia e singola con guardaroba), bagno, 2 balconi. Rifiniture extracapitolato, impianto d'irrigazione, riscaldamento autonomo, clima, zanzariere, cancello automatizzato, posto auto coperto. Completamente arredata. € 450.000,00

Appartamento di ampia metratura al p2 ed ultimo, con ingresso indipendente, corte con posto auto e 60 mq di servizi al p.terra adibiti a bilocale con proprio ingresso separato: dispone di 3 camere, doppi servizi, ripostiglio, balconi, salone, cucina abitabile. Ristrutturato, possibilità di ascensore. € 420.000,00 € 450.000,00 (con ascensore installato)

TRAVERSARA DI BAGNACAVALLO

RUSSI

App.to di recente costruzione posto al 3° ed ultimo piano mansardato e luminoso,ingresso sul soggiorno con tre vetrate affacciata al terrazzo di 14 mq.,cucina abit., disimp., camera matrim., camera singola, bagno, ripost.; al PT 2 posti auto (coperto e scoperto) cantina. Posizione estremamente tranquilla con verde condominiale. Classe “E” € 270.000,00

RAVENNA SAN BIAGIO

FORNACE ZARATTINI Bellissimo casale insito su parco piantumato e recintato, con 2 garage in corpo staccato, perfettamente restaurato, con grande zona giorno al p.t., cucina, taverna con volte recuperate e caminetto, bagno e lavanderia. Al p.p. 2 grandi camere matrimoniali, camera singola, bagno. Impianto allarme. € 395.000,00

RAVENNA, PONTE NUOVO In elegante complesso residenziale in classe energetica “B” ultime 2 villette con giardino privato, ampi garage con cantine e lavanderia, 2/3 camere, doppi servizi, splendido living con cucina separata, terrazza/roof garden coperta di mq 30. € 430.000,00/460.000,00 Disponibile bilocale al piano terra con giardino, garage e cantina a € 155.000,00

RAVENNA, VIA CANALE MOLINETTO Casa abbinata da ristrutturare, su 2 piani di 90 mq ciascuno, con corte privata. € 170.000,00

Signorile villa ad angolo con giardino privato su 2 lati in tranquillo quartiere residenziale: dispone di 3 camere, doppi servizi, salone con camino, cucina, terrazze a loggia, grande garage e tavernetta con ulteriore caminetto. Allarme e clima installati. € 330.000,00

Splendido attico mansardato con tetto in legno a vista, posto al 3′ed ultimo piano mansardato, composto da ingresso, salone con cottura affacciato a terrazza (esposta ad ad ovest), disimpegno, 2 camere da letto, bagno con vasca e doccia, terrazzo, ampio garage e cantina al piano seminterrato. finiture di alto livello, Classe “C” € 270.000,00

Splendida Villa Liberty affrescata, completamente ristrutturata con 1100 mq. di parco. Risale agli anni ’20, è un edificio in stile Liberty con i caratteri distintivi del movimento artistico a cui appartiene; l’accentuato linearismo, l’eleganza decorativa, gli affreschi floreali che decorano le stanze. La pianta è rettangolare e sviluppa su 3 livelli di 130 mq. a piano, per un totale di 390 mq. con 1.100 mq. di parco. Piano seminterrato: cantine finestrate ristrutturate hanno dato vita ad una zona salotto cucina, spazio ideale da condividere con amici per cene. Piano rialzato: zona giorno. Piano primo: zona notte. Edificio di valore testimoniale come il parco sul fronte, che dovrà essere conservato; è consentito creare in corpo staccato servizi (fino ad un massimo di 100 mq.) e un piano mansardato creando lucernai che non alterino i profili di copertura. Classe “E” Info in agenzia

RAVENNA ZONA GALLERY app.to in piccola palazzina di sole 6 unità posto al 2’ ed ultimo piano di 90 mq. ingresso soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, bagno, balcone. Garage al piano terra. Classe “G” € 170.000,00 trattabili

ADIACENTE ALLA CITTÀ Splendida casa colonica di 420 mq. su 3000 mq. di giardino con depandance di 100 mq. ed un annesso agricolo restaurato uso servizi. Gli spazi interni rifinitissimi, ampi e luminosi. Info e foto in agenzia

www.trovacasa.ra.it


MONTAGGI TC 201203:Layout 1 27/03/12 20.36 Pagina 16

16

via G. Mazzini 9 . Ravenna . tel. 0544 1950354 . cell.349 6351868 www.mazzinicasa.com . info@mazzinicasa.com RAVENNA – TRAVERSA VIA CANALE MOLINETTO

In bel contesto condominiale, vendesi attico ottimamente rifinito, con terrazzo di mq 117 in parte loggiato con travi in legno. Composizione: ingresso, sala, cucinino separato, camera matrimoniale con vano guardaroba, camera singola, ripostiglio, 2 bagni. Possibilità di ricavare terza camera da letto. Parquet ovunque. Posto auto scoperto al piano terra. Da vedere!! € 350.000,00

Composizione: sala di mq 30 con cucina aperta sulla zona giorno, balconcino, disimpegno, 3 camere da letto, 2 bagni, balcone. Cantina al piano terra. Risc. aut. Immobile di pregio. € 395.000,00

RAVENNA, CENTRO STORICO Vendesi appartamento signorile di mq 200 completamente da rimodernare, composto da ampio ingresso, zona pranzo, soggiorno, cucina con lavanderia, 3 camere da letto matrimoniali, 2 bagni e cantina. Riscaldamento centralizzato. Informazioni in agenzia PUNTA MARINA TERME (RA)

MARINA ROMEA (RA) Splendida villa signorile completamente ristrutturata con rifiniture di pregio e grande parco alberato. Informazioni e materiale fotografico in agenzia. Trattative riservate RAVENNA, CENTRO STORICO In strada pedonale, vendesi attico di mq 200, posto al 2° ed ultimo piano senza ascensore, in contesto di 4 unità. L’immobile è ben tenuto e ristrutturato nel ’92. Riscaldamento autonomo. Maggiori informazioni in agenzia RAVENNA, CENTRO STORICO A pochi passi da Piazza del Popolo, delizioso appartamento, con ottime rifiniture e vista sul centro storico, posto al terzo piano con ascensore.

ZONA VIA DEI POGGI Confortevole CASA ABBINATA in posizione particolarmente silenziosa: ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto matrimoniali, guardaroba, 2 bagni, balcone, tavernetta, dispensa, cantina e garage. Da rimodernare. € 245.000,00 tratt.

ZONA BOSCO BARONIO Spazioso e accogliente APPARTAMENTO all'ultimo piano (3°): ingresso, ampio soggiorno, cucina abitabile, studio, 2 camere da letto matrimoniali, bagno, 2 balconi, ampio garage. Riscaldamento autonomo. Perfetto stato d'uso. € 220.000,00 tratt.

ZONA VIA DE GASPERI Panoramico APPARTAMENTO molto luminoso sito all'ultimo piano con ascensore e libero da tre lati: ingresso, ampio soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto matrimoniali, bagno, 2 balconi e cantina. Riscaldamento autonomo. Buono stato d'uso. € 265.000,00 tratt. Casa indipendente con giardino su 4 lati, tavernetta con camino in corpo staccato, pergolato esterno, bellissimo terrazzo vista mare. Composizione: ampia sala con cucina a vista, disimpegno, bagno di servizio, vano multiuso; primo piano: 4 camere da letto, 2 bagni, balcone. Al piano terra pavimenti in cotto antico e al piano superiore pavimenti in parquet. € 580.000,00

SANTERNO (RA) Frazione di Ravenna a 15 minuti dal mare, splendida villa indipendente, recentemente ristrutturata, con ampio giardino che gira su 4 lati e piscina. Rifiniture di pregio. Si valutano anche permute. Informazioni e materiale fotografico in agenzia

ARTIFICIO E NATURA

Via Nullo Baldini, 6 (proseguimento di via De Gasperi). Ravenna tel. 0544.33158 . eurocase@fastwebnet.it

PUNTA MARINA Spaziosa VILLA SINGOLA con ampio giardino privato in zona centrale: doppio ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 3 camere da letto, 2 bagni, 2 balconi, spaziosa Tavernetta, ambiente di servizio, camera per ospiti con bagno privato, garage. € 370.000,00 tratt.

CENTRO STORICO Spaziosa CASA SINGOLA con DUE APPARTAMENTI INDIPENDENTI ciascuno composto da: ingresso, salone, studio, cucina abitabile, 2 camere da letto matrimoniali, bagno, ripostiglio, guardaroba, cantina e garage. Ampio giardino privato sui quattro lati. Zona molto tranquilla e signorile. Informazioni in ufficio.


MONTAGGI TC 201203:Layout 1 27/03/12 20.36 Pagina 17

17

via Mura di S.Vitale, 13 . Ravenna tel. 0544.38017 tel. 340.0772622 www.ladimoradimagdala.com info@ladimoradimagdala.com CENTRO STORICO

ATTICO mansardato di circa 80 mq, completamente ristrutturato composto da: zona living con affaccio su terrazzo con pergolato, due camere da letto, cabina armadio, bagno. Oggetto unico € 395.000,00

BORGO S. ROCCO CASA SINGOLA su lotto di circa 300 mq, indice di edificabilità 0,80. Possibilità di ricavarci due unità immobiliari. € 350.000,00 S. BIAGIO VILLA SINGOLA di 400 mq edificata su lotto di 540 mq, parzialmente da ristrutturare Info in agenzia BORGO MONTONE APPARTAMENTO con ingresso indipendente composto da: soggiorno con angolo cottura, ampio balcone, due camere da letto, bagno, soppalco per zona studio, garage, impianto di riscaldamento a pavimento, Classe energetica: A € 260.000,00 VIA CURA CASA SINGOLA su lotto di circa 300 mq, completamente da ristrutturare, posizione unica. Ulteriori informazioni solo in agenzia

CENTRO STORICO

BEL APPARTAMENTO in contesto signorile e di pregio a due passi da Piazza del popolo. recente ristrutturazione e cosi composto ampia zona living molto luminosa con piccolo terrazzo, tre camere da letto, due bagni di cui uno con vasca idromassaggio, balcone, parquet ovunque, aria condizionata, molto rifinita, cantina. € 395.000,00

viale della Lirica, 53 . Ravenna . tel. 0544.404047 . fax 0544.406721 www.agenziafuturasrl.it . info@agenziafuturasrl.it SAN BIAGIO (ZONA CILLA/BOVINI)

SAN BIAGIO, ZONA CILLA/BOVINI

Porzione di bifamigliare completamente e splendidamente ristrutturata, su 2 livelli, con zona giorno affacciata sul giardino, composta da ampio living distribuito tra salotto con camino e ampia zona pranzo; cucina abitabile; 3 letto; 3 bagni; piccolo soppalco uso studio; cantina/lavanderia; veranda; 2 posti auto. Risc. a pavimento, tutto parquet. Classe energetica B-C. Foto e tratt. riserv. esclusivamente in agenzia

Bella villa monofamiliare, di oltre mq. 300, disposta su 2 livelli fuori terra, oltre ad ampia mansarda completamente abitabile. Lotto di terreno di proprietà di circa mq. 500, di cui mq. 360 mantenuti a giardino. Contesto urbano di notevole pregio, in zona molto tranquilla e riservata. Classe G - EP 352,80 Tratt. riservate. Foto e maggiori info in ufficio

ZONA CANALE MOLINETTO (traversa)

VIA DIAZ Affittasi appartamento signorile di ampia metratura non arredato composto da: ingresso, cucina, ampia sala con camino, tre camere da letto, due bagni, balcone di 10 mq., cantina. € 650,00 VIA DIAZ Affittasi UFFICIO composto da: vani due, bagno, ampio terrazzo. € 550,00 VIA MAZZIN In palazzo storico di recente ristrutturazione affittasi bilocale con soppalco e balcone, arredato con cura e stile, davvero unico, cantina al pt. € 650,00 ZONA VICOLI SPLENDIDA CASA UNIFAMILIARE rifinita in ogni minimo particolare. Ulteriori informazioni solo in agenzia

SAN BIAGIO – AD.ZE VIA CAVOUR

Bellissimo attico, con vista panoramica sulla città: ampio salone con vetrate, affacciate su terrazzo di mq.117, sapientemente attrezzato per i periodi estivi; cucina separata; 3 letto (matr., doppia,singola ); 2 bagni; cantina; 2 posti auto. Tutto parquet, aria condizionata, risc. aut., imp.a norma. € 350.000,00 Foto e maggiori info in agenzia

CENTRO STORICO Bell’appartamento al PT/Rialzato, con ingresso indip. e piccola corte in uso esclusivo, facente parte di una casa in stile Liberty, composta da sole 2 unità. Ingresso/sogg.; cucina abit.; 1 letto matr.; bagno finestrato con doccia; ripost.; ampia taverna seminterrata di mq.35 calp.; posto auto. Classe E - EP 51,74 € 218.000,00

Deliziosa casetta, tipica del centro, da ristrutturare: ingresso; soggiorno; zona pranzo;cucina; 2 letto matr. (poss. 3a letto ); 2 bagni; piccola corte interna con depandance in corpo staccato, uso garage e taverna. Classe G - EP 239,80 € 225.000,00

BORGO S.ROCCO Nel cuore del Borgo San Rocco, deliziosa casetta su 2 livelli, molto ben tenuta, composta da sala; cucinotto separato abit.; 2 letto ( matr. – studio con piccolo soppalco ); bagno finestrato con doccia; ripost.; lavanderia, utilizzabile anche come rimessaggio bici. Molto caratteristico il soffitto della zona giorno, conservato con travi lignee a vista e tavelle. Impianti a norma zona tranquilla e riservata. Classe G - EP 276,40 € 220.000,00 Foto e maggiori info in agenzia

BENESSERE, RISPARMIO E TUTELA DELL’AMBIENTE. TUTTO IN UNA SOLA LETTERA.

CERTIFICAZIONE ENERGETICA

CLASSE “A” ...venite a scoprire come potrebbe cambiare il vostro modo di vivere la casa... RAVENNA, QUARTIERE SAN BIAGIO, ZONA VICOLI BAGNACAVALLO SPLENDIDA CASA di circa 300 mq. su lotto di 1.000 mq situata in bella zona residenziale.Composta da: pt: garage doppio, servizi, cantina, taverna e camino, p1° cucina, sala da pranzo, sala, tre camere da letto tra cui due singole ed una matrimoniale, bagno, Mansarda di circa 100 mq alta con travi da recuperare con finestre. Parzialmente da ristrutturare. Classe energetica: G. € 390.000,00

Complesso trifamigliare di prossima realizzazione costituito da 3 unità cielo terra progettate e pensate tenendo conto delle esigenze di chi ama vivere spazi ampi e confortevoli, senza trascurare i dettagli e le rifiniture all’insegna della modernità. Esclusivamente presso di noi!

www.trovacasa.ra.it


18 21 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.27 Pagina 18

Abitare è Vivere Ascoltando i ragazzi tunisini ABITARE LE CULTURE


18 21 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.27 Pagina 19

«L’emigrazione nasce dal bisogno di respirare» Sebastian Matta, pittore cileno

“Foto di gruppo in un interno” a CittA@ttiva.

di Marina Mannucci Non si emigra solo per necessità prettamente materiali, ma anche per sfuggire all’oppressione politica, o per senso d’avventura. Riguardo all’espressione “flussi migratori”, il sociologo Alessandro Dal Lago la ritiene giustamente un’errata definizione, «perché l’idea di flusso fa pensare a una metafora idraulica, come ad una quantità d’acqua che va da una parte all’altra. In realtà stiamo parlando di esseri umani che decidono di emigrare per motivi individuali».

Nella primavera del 2011 partono da Fahs, città a sud della Tunisia, Souhail Dridi, Hammami Sleh, Drissi Hedi, Hammami Mohamed, Jandoubi Aymen, Nizar Riahi, Mohamed Ali Echrif, Mohamed Jaouna Elmejri Mohamed Ali, Mohamed Matallah, Ouertatteni Ali, Monaam Bakkar,Saif Eddinriahi, Hemra Mohammed, Hamdi Souli, Bilel Hammami, Majri Mohammed Ali. Il più giovane di questi ragazzi ha ventun’anni, il più grande trentacinque. Sono solo alcuni dei ragazzi tunisini che da più di un anno vivono a Ravenna ed accettano di ri-

MARZO

2012


18 21 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.27 Pagina 20

Al tavolo di lavoro a CittA@ttiva.

spondere ad alcune mie domande all’interno dei locali di CittA@ttiva. Raccolgo i loro racconti grazie all’aiuto di uno di loro, che si improvvisa mediatore linguistico traslando le parole dall’arabo al francese per giungere all’italiano. Per fortuna ci aiutano anche gesti e sguardi. Una raccolta preziosa di narrazioni, che ho radunato su appunti scritti e sul registratore portatile, per poi coniugarli in un breve racconto cercando di com-prendere il più possibile tutte le loro testimonianze. Come già accennato in un’intervista del mese scorso, le sommosse popolari tunisine del 2010-2011, note altresì come “rivoluzione del Gelsomino”, e scoppiate per protestare contro disoccupazione, rincari alimentari, corruzione e cattive condizioni di vita, costringono il presidente Ben Alì a scappare in Arabia Saudita. Oltre la caduta di un regime dittatoriale, la rivoluzione risveglia la mente delle persone: prima di questo capovolgimento politico e sociale, infatti, non si poteva parlare di politica e si viveva in un clima di sospetto di tutti verso tutti, con persone che scomparivano o che venivano arrestate arbitrariamente. Oggi in Tunisia c’è libertà di informazione e di manifestazione, ma non c’è lavoro e quello che si trova è sottopagato e non permette la sopravvivenza. Le narrazioni dei ragazzi hanno preso avvio da una prima domanda rivolta a tutti: qual è stata la spinta che ha assopito la paura per il pericolo dell’attraversare il Mediterraneo con imbarcazioni di fortuna e che gli ha fatto trovare il coraggio di partire? Le testimonianze restituitemi attraverso i loro corpi, le loro menti, l’uso di parole, gesti, sguardi e silenzi ci hanno permesso di condividere un momento intenso di ricordi riapparsi e il bisogno urgente di progettare un loro possibile futuro. «Abbiamo fatto cadere una dittatura, figurati se potevamo avere paura ad attraversare il Mediterraneo»: questa la frase simbolo dei giovani tunisini; poi, a turno, tutti pronunciano la parola Liberté. A seguire, spiegazioni più dettagliate che svelano l’aspirazione al riscatto di una generazione cresciuta con il mito dell’altrove, di quello che c’è di là dal mare. Del resto viaggiare, spostarsi fa parte dei diritti fondamentali di una persona, fa parte della normalità della vita di questa loro generazione. Una generazione cresciuta con uno sguardo aperto sul

ABITARE LE CULTURE

mondo, attraverso Internet, Skype e Facebook. Con la differenza che l’Europa investe sulla mobilità, con programmi come l’Erasmus, che permettono ai giovani di andare in giro per il mondo, mentre poi si vorrebbe che i giovani che stanno dall’altra parte del Mediterraneo restassero dove sono. I ragazzi decidono quindi di lasciare la Tunisia un po’ perché il nuovo governo non è ancora stabile, c’è il caos, mancano generi di prima necessità, ma anche per spirito di avventura. Raggiungono le città costiere e, attraverso un semplice passaparola nelle zone del porto o in qualche caffé ricevono informazioni, prendono contatti per le partenze (la spesa del viaggio è di circa mille euro). Ingeriscono enormi quantità di medicine per sopportare la traversata che può durare anche quattro o cinque giorni e, stipati su barconi o pescherecci di tre, cinque, otto metri, partono, malgrado il rischio di morire in mare sia altissimo. Giunti a Lampedusa o sulle coste siciliane, alcuni saranno dirottati nel centro di prima accoglienza di Manduria, in provincia di Taranto, altri in Campania. Nel frattempo il governo italiano dichiara lo stato di emergenza per l’«eccezionale afflusso di cittadini appartenenti ai Paesi del Nord Africa». La prima accoglienza dei profughi avviene in campi chiusi, nei quali l’ingresso è vietato agli operatori umanitari. Le immagini di ragazzi tunisini che cercano di scavalcare le recinzioni dalla tendopoli di Manduria e di fuggire attraverso la campagna pugliese resteranno fra le peggiori testimonianze di un approccio approssimativo all’emergenza. Un successivo decreto rilascia un permesso di soggiorno per motivi umanitari di sei mesi agli immigrati giunti a Lampedusa fino alla mezzanotte del 5 aprile 2011. Si sceglie, così, una disciplina legislativa che sancisce una profonda discriminazione in termini di diritti civili fra coloro che hanno avuto la fortuna di imbarcarsi (e non affogare nel Mediterraneo), e approdare in Italia prima della fatidica data, e coloro che, invece, sono arrivati a Lampedusa nei giorni e nei mesi successivi. I ragazzi giungono a Ravenna e trascorrono le loro giornate tra sportello immigrazione del Comune e ufficio immigrazione della Questura per ricevere informazioni, soprattutto, riguardo la proroga dei loro permessi di soggiorno rilasciati per motivi umanitari. I due dormitori della città non hanno posti liberi, a seguito anche dell’aumento a Ravenna delle “nuove povertà”, e la sera trovano rifugio in case abbandonate, i pasti li consumano all’associazione di volontariato San Rocco e all’asilo notturno Re di Girgenti. Giunge l’inverno ed anche la neve: l’unico ricovero dal freddo saranno le famose e, a ragion veduta, tanto discusse tende, e la sala


18 21 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.27 Pagina 21

d’aspetto della stazione: il tempo trascorre, è giunta la primavera, di nuovo case abbandonate dove andare a dormire. Io credo che «l’Italia non sia un paese aperto all’accoglienza»: questo giudizio è stato espresso anche dal settimanale di economia politica inglese “The Economist”, secondo il quale la nostra penisola, al momento, è in percentuale il Paese dell’Unione Europea che accoglie meno emigranti e meno profughi rispetto a tutti gli altri. Il problema è la cattiva accoglienza che noi riserviamo loro, escludendoli dai diritti sociali, civili e politici. Un aspetto che accomuna questi ragazzi è la perdita e la ricerca di una nuova identità. Non si tratta soltanto di una mera questione burocratica, di dati personali che mutano, ma di una ricerca di un nuovo modo di essere, che permetta loro di riconoscersi e di farsi riconoscere. È una storia che coinvolge milioni di individui in ogni parte del mondo, un fenomeno che non si vorrebbe considerare solo come dato statistico e sociologico, ma in tutte le sue valenze e implicazioni, a partire dalle voci di coloro che sono coinvolti e implicati in vicende di emigrazioni. Sette immigrati su dieci vivono in condizioni di grave disagio e più del 10% soffre di disturbi psicologici. Il dato è emerso in occasione del convegno “Salute della popolazione migrante”, promosso dalla rete Italian National Focal Point dell’Iss. Su un campione di 391 migranti visitati al poliambulatorio Caritas di Roma, riservato alle persone in condizione di fragilità sociale (immigrati non inseriti e richiedenti asilo), il 73,65% riporta gravi difficoltà di vita nel nostro Paese e più del 10% soffre di un disturbo post-traumatico da stress (Ptsd). Anche al pronto soccorso di Ravenna, ogni giorno, si riscontra un aumento della domanda di salute da parte di migranti e, se non si cambierà l’organizzazione di tutto il sistema di politiche per l’immigrazione e relativi servizisociali, la situazione diventerà sempre più drammatica. Purtroppo però la risposta più frequente, nel descrivere il fenomeno dell’immigrazione, è ancora quella dell’emergenza, ed un tale approccio cancella la quotidianità e la continuità dell’azione di centinaia di migliaia di persone e sottovaluta lo straordinario potere di integrazione della vita di tutti i giorni. Comporta inoltre una perdita di specificità del fenomeno ed un implicito di-sconoscimento che l’arrivo dei migranti in Italia è, ormai, una situazione a cui il sistema sociale si è in qualche misura adattato e che assume comunque una sua profondità storica. La complessità della questione della migrazione deve indurre ad interrogarsi su quali timori sono oggettivi e reali e quali, invece, sono creati e alimentati? Attente analisi e ricerche rilevano che la percezione del rischio non è legata semplicemente all’incidenza statistica degli eventi negativi, ma si costruisce e si determina soprattutto in relazione alle loro rappresentazioni politiche e sociali e al modo in cui queste sono rielaborate e diffuse dai media, alimentando il circuito vizioso della comunicazione. Le paure possono essere e sono spesso oggetto di strumentalizzazioni da parte della politica e della comunicazione. Il binomio sicurezza/immigrazione, per esempio, continua a dominare i contenuti del dibattito politico e del palcoscenico mediale. Le parole, dunque, contribuiscono a tematizzare la presenza degli immigrati in Italia con un riferimento forte alla minaccia costituita dagli stranieri alla sicurezza degli italiani. Se l’immigrazione è un problema reale, ancor più rilevante è la sua rappresentazione simbolica. L’atteggiamento di diffidenza che i media e la politica italiana contribuiscono a costruire non aiuta il superamento dei conflitti, né apre alla soluzione dei problemi che l’immigrazione stessa pone. Politica e mezzi d’informazione sono accomunati da una comune incapacità di capire il cambiamento; per sciogliere i nodi posti dalle migrazioni alle società moderne si dovrebbe invece partire da un’indispensabile revisione e ripensamento della nostra condizione culturale, sociale e civile. Il filosofo Epitteto affermava: «Accusare gli altri delle proprie disgrazie è conseguenza della nostra ignoranza»..

www.casacooptre.com

PROGETTATE TUTTO IL RESTO Alla casa abbiamo già pensato noi È divertente arredare un nido d’amore... se c’è il nido e non manca l’amore. Ed è ancora più divertente se alla casa ha già pensato Casacooptre. Abitare bene e vivere meglio: con Casacooptre il tuo sogno è realtà. RAVENNA via L.B. Alberti 82 - tel. 0544 407840 FAENZA via Proventa 288 - tel. 0546 29148 (sede operativa) corso Garibaldi 28/B - tel. 0546 660130 via Foro Boario 93 LUGO

Madonna dell’Albero (RA) Residenza Il Quadrifoglio A 2 passi dalla città, residenza di pregio così composta: • appartamento con cucina abitabile • 3 camere da letto • garage Ottime rifiniture. Gestione personalizzata dei pagamenti, possibilità di prenotazione con anticipo minimo.

Villette a schiera Ottime rifiniture. Riscaldamento a pavimento. Gestione personalizzata dei pagamenti, possibilità di prenotazione con anticipo minimo.

Tutte le foto sono di Alberto Giorgio Cassani

MARZO

2012


MONTAGGI TC 201203:Layout 1 27/03/12 20.36 Pagina 22

22

Ravenna, via degli Spreti, 71 tel. 0544 501515 cell. 338.3680378 agenziaromagna@alice.it

Agenzia Immobiliare via Ravegnana 155 . Ravenna . tel. 0544 271653 www.assocase.com VIC. ZONA POGGI Splendida villa abbinata, con ottime finiture, sviluppata su 2 piani oltre a mansdarda: p.t. cucina, soggiorno con camino, tavernetta con camino, bagno e garage. 1°p. 3 letto, 2 bagni di cui uno in stanza matrimoniale con antibagno, balcone, grande mansarda con solarium. Giardino sul fronte oltre ad ampio porticato sul retro con 2 posti auto. € 390.000,00

BORGO SAN ROCCO Caratteristica casa abbinata tipica del centro, con ampi spazi e servizi: pt. grande garage con affaccio su corte interna con accesso a grande dependance con tavenretta, bagno, cantina, 2 vani. 1°p. grande soggiorno con camino, cucina abit, oltre a 2 letto, bagno, studio e mansarda con solarium. € 365.000,00

ADIACENZE VIA CAVOUR Splendido appartamento in signorile contesto residenziale, piano terra con ingresso indipendente: ingresso, grande zona living con cucina e camera da letto open space, ripostiglio, disimpegno, grande bagno. Pavimenti in parquet, risc autonomo, deposito coperto per bici e moto. Poche spese condominiali. € 175.000,00 tratt.

ZONA NUOVA VIA TRIESTE Delizioso appartamento rifinitissimo, libero subito, terzo ed ultimo piano con ascensore: soggiorno ang cottura con affaccio su terrazzo abitabile, letto matrim, grande bagno oltre a doppia cantina e posto auto interno. Pavimenti in parquet, aria condizionata. € 132.000,00

CENTRO (ROCCA BRANCALEONE) Bella casa bifamiliare con cortile end ampio giardino su 3 lati. P.T. soggiorno, cucina grande con camino, bagno, studio con uscita sull’ampio portico appartato con camino. 1° P. 3 letto (2 matr. e singola), bagno con vasca. Sottotetto uso ripost. P.T. garage per 2 auto. Zone silenziosa, dimensioni generose, impianti a norma. € 495.000,00 tratt. BORGO S. ROCCO Delizioso app.to in centro con bel terrazzo panoramico, 2° ed ultimo P. con ascens, in recente e piccola palazzina, con garage ampio al PT oltre a posto auto in uso esclusivo. Ingresso, soggiorno con terrazzo, cucinotto con balcone, disimp., letto matr., letto singola, ripost. e bagno. Imp a norma, risc. aut., tutto parquet. classe F Ep tot 189,60 € 255.000,00 tratt. TRA RAVENNA E FORLÌ Bella casa ex colonica disposta su due piani, complet. restaurata con area esterna di 21.000 mq con parco alberato e 2 Ha di terreno recintato. Portico su 2 lati, ingresso, soggiorno, cucina e sala da pranzo con camino, bagno, lavanderia, stanza con forno, studio e cantina. 1° P. 3 letto e bagno. Pavimento in cotto, pannelli fotovoltaici. € 390.000,00 tratt. CENTRO Due Villette in fase di costruzione in classe “A”. Contesto riservato, zona centrale, finiture raffinate ed eleganti. Zona giorno al PT con giard. di proprietà, sogg. ampio, cucina abit., bagno. Zona Notte con 3 belle camere e bagno. Ampio garage e cant. con accesso diretto dalla villa. Pannelli fotovolt., solari e soluzioni tecniche all’avanguardia per garantire la classe di efficienza energetica A. Info in ufficio S. BIAGIO Soluzione particolare ideale per chi necessita di 2° app.to per ospiti. In piccola palazzina al 1° ed ultimo P. Sogg. ampio con cucina a vista, letto matr. e bagno, scala di accesso alla mansarda con letto matr. e bagno. Collegato all’app.to, ma anche con ingresso autonomo, bilocale mansardato con sogg./AK, letto matr. e bagno. P.T. posto auto e cantina. Risc. aut. No spese cond. € 240.000,00 complessivi.

PONTE NUOVO Villetta a schiera, molto ben tenuta, su 2 livelli: 1°p. soggiorno, cucina abit con balcone, bagno, 2°p. 3 letto (1 matrim e 2 singole), bagno, doppi balconi oltre a grande garage e tavernetta al piano terra. Giardino. € 290.000,00

PIANGIPANE Villetta angolare cielo terra, recente costruzione, p.t. soggiorno ang cottura bagno 1°p. letto matrim con cabina, bagno oltre a mansardina con balcone. Giardino. posto auto. Libera subito. € 155.000,00 tratt.

ARTIFICIO E NATURA

S. BIAGIO Ultima villetta indipendente in pronta consegna, molto particolare. Disposta quasi esclusivamente al piano terra con giardino, salone con cucina a vista di oltre 35 mq. ,disimpegno, 2 letto, 2 bagni, studio in soppalco con soffitto con tavelle, accesso a bellissimo terrazzo di 45 mq in parte a loggia. Garage e cantina. Tutto parquet con risc. a pavimento. Classe C € 400.000 tratt.


MONTAGGI TC 201203:Layout 1 27/03/12 20.36 Pagina 23

23

GESTICASA Via Ravegnana, 133 . Ravenna . tel. 0544 66796 . ciatta01@ciatta.191.it SAN ROCCO RIF. A 31 T: recentissimo appartamento parzialmente arredato e con ampio giardino. Giardino con porticato, soggiorno con ang. cottura, disimpegno, una matrimoniale, bagno. Garage. Elegante ed in posizione tranquilla, risc. aut., ACE. E, IPE 147 Kwh/mq . € 195.000,00

MADONNA DELL’ALBERO RIF. B 62 T: appartamento in recente palazzina di 6 unità. Sala con angolo cottura in arredo ed ampio balcone, disimpegno, una matrimoniale, una singola, bagno. Garage. Riscaldamento autonomo, aria condizionata, ACE D, IPE 126 Kwh/mq. € 172.000,00

FORNACE ZARATTINI RIF. A 35 T: recentissimo appartamento completo di arredamento. Soggiorno con ang. cottura separato e terrazzo, una matrim. con balcone , bagno. Risc. aut., ACE. E, IPE 132 Kwh/mq. € 125.000,00

SAN BIAGIO RIF. B 34 T: bell’appartamento in recente casa di 3 unità. Sala con balcone da cui si accede al cortile di proprietà, cucina abitabile, disimpegno, una matrimoniale con cabina armadio, una doppia, bagno. Garage. Riscaldamento autonomo, aria condizionata, ACE. D, IPE 107. € 250.000,00

SAN BIAGIO RIF. A 37 T: recentissimo appartamento in piccola palazzina. Ingresso, sala di mq.32 con angolo cottura e balcone, una matrimoniale, bagno, possibilità di zona soppalcata. Cantina. Riscaldamento autonomo a pavimento, ACE E, IPE 141 Kwh/mq. € 165.000,00 SAN ROCCO RIF. A 44/3: elegante appartamento, su 2 livelli, di nuova costruzione in piccola palazzina. Soggiorno, cucina abitabile con terrazzo, bagno, ripostiglio/ lavanderia; zona soppalcata con una matrimoniale, grande bagno, sottotetto. Possibilità di garage. Risc.autonomo, ACE E, IPE 137 Kwh/mq. € 175.000,00 SAN ROCCO RIF. A 64 T: ampio monolocale ristrutturato in palazzina di 4 unità. Soggiorno con angolo cottura/zona notte, ampio balcone verandato, antibagno, bagno. Cantina. Riscaldamento autonomo. ACE. E, IPE 145 Kwh/mq. € 96.000,00 ZONA COMET RIF. B 3 T: delizioso appartamento in recentissima palazzina di 6 unità. Soggiorno con angolo cottura e balcone che scende al piccolo giardino, bagno, ripostiglio, zona soppalcata con una matrimoniale, una singola, predisposizione per il bagno. Posto auto. Risc. autonomo, ACE D, IPE 124 Kwh/mq. € 180.000,00

VIC. VIALE ALBERTI RIF. B 70 T: bell’appartamento con ampio giardino in piccola e recente palazzina. Giardino di mq.160 con gazebo, soggiorno, cucina abitabile in arredo, disimpegno, una matrimoniale, una singola, bagno in arredo. Garage. Risc. aut., ACE E, IPE 168. € 220.000,00 SAN FRANCESCO RIF. B 134 T: ampio appartamento, integralmente e recentemente ristrutturato, in casa di 2 unità. PT: garage doppio, taverna, bagno, giardino. P1°: ingresso, ampia sala, cucina abitabile con balcone, due matrimoniali, bagno. Risc. aut., ACE E, IPE 154 Kwh/mq. € 280.000,00 ZONA STADIO RIF. C 28 T: appartamento ristrutturato in piccola palazzina in perfetto stato. Ingresso, sala con balcone, ampia cucina con balcone, disimpegno, 1 matrimoniale, 2 ampie singole, 2 bagni. Garage. Aria condiz., ACE E, IPE 147. € 190.000,00 VICINANZE CESAREA RIF. C 34 T: attico con straordinaria vista panoramica. Ingresso, cucina abitabile, sala, salone con camino e parete in vetro, due matrimoniali, una singola, bagno, possibilità del 2° bagno, ripostiglio. Terrazzo, comune a 2 attici, con cantina di proprietà. Garage. Risc. autonomo, pavimenti in marmo. ACE. F, IPE 177 Kwh/mq. € 240.000,00

NUOVA DARSENA (ALMAGIA’) RIF. C 59 T: attico di lusso, su 2 livelli, in nuova costruzione a picco sul Candiano. Loggia d’ingresso, sala e cucina aperte sul terrazzo con splendida vista panoramica, studio con loggia, bagno; 2 matrimoniali, con terrazzo, sala da bagno. Garage, posto auto. Riscaldamento autonomo a pavimento, tetto a botte in legno sbiancato, rifiniture di alto livello. Planimetrie ed ulteriori informazioni in ufficio. Pronta consegna. ACE. E, IPE 137. € 470.000,00

CENTRO STORICO RIF. C 87 T: nel cuore del centro in piccolissimo contesto: appartamento di ampie dimensioni da rimodernare, sala, cucina, 4/5 camere, 2 bagni, ampio terrazzo abitabile, possibilità di garage. Riscaldamento autonomo. Prezzo trattabile. ACE G, IPE 214 € 320.000,00

SAN BIAGIO RIF. B 12 T: ampio ed elegante appartamento integralmente ristrutturato e completo di arredamento. Ingresso, ampia sala con balcone, cucina abitabile con balcone, disimpegno armadiato, 1 matrimoniale, 1 ampia singola, bagno. Garage. Tutti i pavimenti in parquet. ACE E, IPE 138. € 187.000,00

SAN BIAGIO RIF. D 70 T: casa indipendente di mq.300 da ristrutturare. PT: grande giardino, garage, 2 cantine/taverna, lavanderia. P1°: soggiorno con balcone, cucina abitabile con balcone, 2 ampie camere, bagno. P2°: appartamento identico a quello del 1°P. ACE G, IPE 237. € 420.000,00

via Bovini, 54 . Ravenna . tel. 0544 .502072 via Mazzini, 15 . Alfonsine (RA) . tel. 0544 83511 www.agenziastudioeffe.it ZONA LOGGETTA ATTICO con stupenda vista e terrazzo di mq. 50, ampio ingresso, grande salone tutto con affacci sul terrazzo, cucina abit., 2 bagni, ripost., 3 letto molto ampie, box auto in garage, cantina. Pur ben tenuto con pavimenti in marmo ecc. e di ampia dimensione, necessita di aggiornamento. Risc. aut. Codice Immobile: 023 € 400.000,00

RAVENNA CENTRO CLASSE "B" EP=42 - In lussuosa nuova costruzione a pietra vista ad elevato contenuto TECNOLOGICO ed altissimo risparmio energetico, ULTIMO APPARTAMENTO al primo ed ultimo piano, alta qualità nelle finiture (pannelli fotovoltaici, pannelli solari, allarme, clima, aspir. centr., infissi elett. certif. 30 anni, ecc.). Codice Immobile: 030 € 275.000,00 PIANGIPANE Recente costruzione, ampio appartamento molto curato e come nuovo, composto da ampio e luminosa sala di mq. 30, cucina abit. entrambe con affaccio sul terrazzo coperto di mq. 26, 2 bagni, 2 letto (doppia e matrim. con bagno privato), balcone. Rifinito con gusto. Risc. aut. Predisp. clima. Garage e posto auto privato. Classe "E" EP=144 - Codice Immobile: 049 € 195.000,00 MEZZANO Nuova zona resid.vicino a tutti servizi, posizione molto tranquilla, con riscald. a basso consumo (pannelli solari, finiture accurate), APP.O INDIP.al 1° ed ultimo piano con bellissimo tetto a vista in legno, zona giorno con affaccio sul terrazzo ampio abit. con vista campagna, bagno (poss. di 2°bagno), 2 letto, ripost. balcone. Poss. studio in soppalco. P.auto coperto. Cant. Finiture con ottimi materiali prescelti dal cliente.Classe "B" EP=59 Codice Immobile: 122 € 195.000,00

SAVARNA A 13 KM. DA RAVENNA CASA indipendente da riadattare con ampi proservizi per oltre 200 mq. Terreno di mq. 3400. Classe "G" - Codice Immobile: 164 € 150.000,00

FOSSO GHIAIA Appartamento del 1997, con ingresso e corte indipendente, composto da ingresso e garage; soggiorno con zona cucina, balcone, bagno, letto matrim., studio. Sottotetto. Risc. aut. Classe "G" EP=225,79 - Codice Immobile: 199 € 107.000,00

www.trovacasa.ra.it


68 69 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.40 Pagina 72

24

ORDINI E CATEGORIE

Liberalizzazione delle professioni Riflessioni al “Professional Day” «Ritorniamo in possesso del nostro ruolo culturale», dice Gioia Gattamorta, presidente dell’ordine degli architetti della provincia di Ravenna

Il 1° marzo si è tenuto il Professional Day, Giornata delle Professioni. Duecentocinquanta professionisti di tutte le categorie si sono riuniti al Cube Hotel di Ravenna per discutere delle numerose novità del DL 1/2012, Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività (dal 23/03 legge dello Stato). Coordinati da Gino Mazzone, architetto e presidente del Comitato Unitario delle Professioni per la provincia di Ravenna e dall’avvocato Antonio Farini, i professionisti ravennati erano in collegamento web con il resto d’Italia, cominciando da Roma, dove una efficiente Tiziana Ferrario coordinava gli interventi dei Presidenti degli Ordini Nazionali e di colleghi come Ferruccio De Bortoli, che da Milano ha sottolineato il ruolo delle professioni in quanto «sono il tessuto connettivo del paese», mentre altri ambiti sarebbero da sottoporre a liberalizzazione: «energia, servizi finanziari, trasporti». Un pamphlet in libera distribuzione di Rosario De Luca

ARTI E MESTIERI


68 69 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.40 Pagina 73

ARREDI PER ESTERNO STRUTTURE IN LEGNO ANCHE SU MISURA

recava un titolo inequivocabile: Professionisti Privilegiati & Parassiti. La grande mistificazione. Paolo Panerai, Editore e direttore di ItaliaOggi vi scriveva sopra: «è sempre più evidente che dietro questi paradossi c’è uno scontro durissimo tra chi, come Confindustria, vede nel mercato dei servizi professionali uno dei pochi settori che ancora presentano potenzialità interessanti e quindi cerca di impossessarsene e chi, come i liberi professionisti, vogliono restare fedeli al loro ruolo e alla loro funzione: fornire servizi e consulenza al variegato mondo delle piccole e medie imprese e ai cittadini e quindi essere intermediari qualificati con la macchina della Pubblica Amministrazione». Farini sgombra il campo subito da infingimenti: «c’è una campagna denigratoria nei confronti dei liberi professionisti».

Ferruccio De Bortoli sottolinea il ruolo delle professioni in quanto «sono il tessuto connettivo del paese», mentre altri ambiti sarebbero da sottoporre a liberalizzazione: «energia, servizi finanziari, trasporti». Rincara la dose Romea Minguzzi, dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro: «sembra che essere professionisti sia una vergogna». Gioia Gattamorta, presidente dell’ordine degli architetti della provincia di Ravenna, ammonisce la platea: «se in agosto saranno abrogate le leggi di riferimento e non verranno promulgati altri parametri di riferimento sarà il caos. Sottrarre agli Ordini il potere deontologico è inoltre il più grosso errore del Governo: nel libero mercato le merci si basano sulla qualità. La grande sfida delle professioni e di noi architetti in particolare è ritornare in possesso del nostro ruolo culturale all’interno della Società». Paolo Bolzani

TORRI DI MEZZANO (RA) - Via Torri 367 - Tel 0544 487000 - www.ravimm.it/concrete Orari: lun-ven 8.30-12.00 14.00-18.00

Aperti anche il sabato mattina 9.00-13.00 MARZO 2012


BACCARINI TC:Layout 1 28/03/12 22.11 Pagina 1

1

FAENZA - VIA ORTO BERTONI 66 Negozio di oltre mq. 80 posto al piano terra e costituito da locale vendita con annessi disimpegno, bagno e retro negozio. Attualmente locato con prima scadenza a fine 2017. € 150.000,00

MARZENO DI BRISIGHELLA VIA MORONICO, 26 In palazzina di nuova costruzione si vendono 5 appartamenti posti ai piani terra e primo al momento allo stato grezzo ma ultimabili in c.a 8 mesi. Buon capitolato. Soluzioni con due o tre letto, giardino o terrazze e ampie tavernette al piano interrato. Posto auto scoperto. Prezzi a partire da € 175.000,00

BRISIGHELLA (RA), CENTRO VICOLO MONASTERO, 27 Villettina abbinata ristrutturata con rifiniture di notevole pregio. Ampia zona giorno con bagno al piano terra, soppalco al piano ammezzato uso studio/saletta tv e 2 letto con bagno al piano primo. Consegna immediata. € 265.000,00 oltre arredo di pregio a parte

FAENZA, ZONA AUTOSTRADA VIA SAN SILVESTRO 168 CONDOMINIO “LE VELE” In complesso di recente edificazione si vendono 2 uffici abbinabili, al piano primo, oltre posto auto doppio al piano terra. C.E. C - Ipe: 29 € 120.000,00 Ufficio di mq. 64 € 200.000,00 Ufficio di mq. 116

FUSIGNANO, CENTRALE VIA EMALDI, 2 IN ANGOLO CON VIA CANTAGALLO E VENETO Porzione di fabbricato da ristrutturare, della superficie commerciale di circa mq. 480 con circa mq. 1300 di corte esclusiva. Consegna Immediata. € 325.000,00

FAENZA, CENTRALISSIMO VIA CASTELLANI 29 In stabile totalmente ristrutturato e dotato di ascensore, si vende appartamento mai abitato posto al piano primo e composto da: ampio soggiorno con balconcino, cucina abitabile, 2 letto, due bagni oltre posto auto al piano interrato raggiungibile tramite montauto. C.E. B - Ipe: 42. € 330.000,00

FAENZA, ZONA LOCALITÀ PIEVE CESATO, VIA BIANCANO 44 Si vendono tre fabbricati rurali di varie tipologie e dimensioni (ampia casa, fienile trasformabile in abitativo e pro servizio), su lotto di circa mq. 6800. C.E.: G - Ipe: 340. € 352.000,00

TROVACASA PREMIUM

Via A.Laghi, 75 - Faenza (RA) tel. 0546.662040 . fax. 0546-663647 e-mail: info@baccarini.com http: www.baccarini.com

FAENZA, ZONA BORGOTTO VIA CHIARINI ANGOLO VIA DELLA VALLE Locale al piano terra di c.a mq. 295 allo stato grezzo con destinazione d’uso a definirsi, oltre garage e 4 cantine. Pronta consegna. € 354.000,00

FAENZA, CAMPAGNA VALLE VIA CELLETTA 44 Casa abbinata da una lato e con sviluppo su 2 piani. Ampio salone, cucina abitabile, 4 letto e 2 bagni. Due garages in corpo separato. Ampia corte esclusiva. Recente ristrutturazione di buona fattura. Consegna da concordare. C.E.: E/74. € 380.000,00 FAENZA, CORSO BACCARINI 15 In palazzo storico si vende ufficio di oltre mq. 250 posto al piano 1° con ingresso da ampio scalone indipendente oltre vano in soppalco. Presenza di affreschi nei soffitti di 2 sale; possibilità di frazionamento in 2 unità; piccola cantina al piano terra in cortile interno condominiale. Discreto stato d’uso. Consegna immediata. € 390.000,00 FAENZA, CENTRALISSIMO P.ZZA MARTIRI DELLA LIBERTÀ Bellissimo app.to parzialm.arredato, piani 2° e 3° (ultimo mansardato abit.) oltre incantevole, unico e riservato terrazzo di circa mq. 65 sui tetti di Faenza. Impianti già predisposti per suddivisione in 2 unità indip.; 2 cantine al p. interrato e poss. di prendere in affitto posto auto coperto nelle vicinanze. Consegna da concordare. C.E. G - 252 € 536.000,00

FAENZA, ZONA ERRANO VIA FIRENZE, 440 Villa bifamiliare di recente ristrutturazione con ampio parco. Consegna da concordare. € 830.000,00

RIOLO TERME, VIA TURATI 12-14 Villa bifamiliare di nuova edificazione e grande qualità costruttiva costituita da due ampi appartamenti con tre camere da letto, tre bagni e ampi servizi al piano interrato. C.E. F – 189. € 860.000,00

FAENZA, ZONA AUTOSTRADA VIA PANA 55 Vendesi complesso immobiliare composto da 2 case abbinate di cui una da ristrutturare, oltre fienile, pro servizi e 3 capannoni, questi ultimi della sup. complessiva di c.a. mq. 1200. Il tutto su area di c.a. mq. 11.000,00 oltre terreno agricolo di c.a. ha. 1.5. Casa abitabile C.E.: F/178. Fabbricati residui: C.E.: G/ 332. € 885.000,00


MONDO IMMOBILIARE TC:Layout 1 28/03/12 23.08 Pagina 1

“MONDO IMMOBILIARE” - TANTA TECNOLOGIA PER SERVIZI SEMPRE PIÙ PROFESSIONALI Il gruppo Mondo Immobiliare, presente sul nostro territorio fin dal 1998, ha avuto ed ha come mission, aiutare il cliente ad acquistare la casa o l’immobile commerciale che soddisfi le proprie esigenze, nel modo più rapido e sicuro con la forza e l’esperienza di un gruppo professionale, che lo accompagna e lo consiglia in ogni fase contrattuale. Nell’era di Internet, le distanze si annullano, il dialogo si amplifica, i tempi si comprimono, il cliente è sempre più esigente ed incline, almeno nelle prime fasi della ricerca immobiliare, ad utilizzare la rete web.. Ecco perché Mondo immobiliare, già da tempo, ha creato l’omonimo portale web che raccoglie tutte le proposte immobiliari degli associati la cui particolarità è la completezza delle informazioni e il numero elevato di fotografie e filmati.. Una finestra telematica in grado di offrire alla clientela, la possibilità di ricercare l’immobile desiderato comodamente da casa. Per gli associati a Mondo Immobiliare, questo portale rappresenta una vetrina privilegiata per porsi sul mercato con efficace evidenza, agevolando il contatto diretto con il pubblico. Particolare attenzione è posta alla manutenzione di questo sito web ( posizionamento nei motori di ricerca, scambio link, pubblicità, ecc.) con lo scopo di incrementare le visite affinchè diventi, come di fatto sta accadendo, il vero riferimento per chi cerca casa nel territorio. Questa ricerca del miglioramento della qualità del servizio non si è mai fermata, e proprio in questi primi mesi del 2012 il nostro network ha fatto un grande salto di qualità nell’interscambio

e collaborazione in tempo reale con i colleghi. Tutte le agenzie associate si sono dotate di un software dedicato per l’interscambio degli immobili in via telematica. E’ un sistema di semplice e agevole utilizzo che consente all’associato, con un’unica procedura di caricamento, di riversare in automatico le offerte immobiliari sul proprio sito personale, sul sito www.mondoimmobiliare.net sul portale Fiaip – Cercacasa e su altri portali a pagamento ed inoltre, ecco la grande novità, di inviarli direttamente nel computer dei colleghi associati, che saranno in questo modo sempre aggiornati in tempo reale. Questo sistema di lavoro innovativo è un grande servizio per la nostra clientela, perchè ci permette di avere un’ampia varietà di offerte sempre aggiornate, vendere più velocemente gli immobili che ci vengono affidati, rendere più efficiente ed agevole la gestione dell’ufficio e dare completezza di informazioni al cliente acquirente. Ma le novità del 2012 non si fermano qui: dal mese di Marzo 2012 la nostra rivista “Mondo Immobiliare” è aumentata di ben otto pagine arrivando così ad un totale di 32. Questo ulteriore "sforzo giornalistico" avviene sempre nell'ottica di migliorare i servizi e dare spazio pubblicitario a tutti gli immobili dei nostri clienti; infatti in questo numero di Aprile 2012 sono oltre 600 gli annunci pubblicati. Un grande servizio per l'utenza, che grazie agli annunci in ordine di prezzo, può trovare in pochi minuti l'immobile che ricerca, ma soprattutto ha in mano un giornale che rappresenta la maggior parte del mercato immobiliare faentino e comuni limitrofi.

NOVEMBRE-DICEMBRE

2011


28 34 TC1203:Layout 1 28/03/12 22.45 Pagina 28

28

Mappa del XVII sec. della tenuta di Porto compresa allora fra i tracciati del fiume Ronco e il canale Panfilio. Al centro di quella che viene raffigurata come una selva la chiesa e il convento di “Porto di fuori”

«In quel loco fu’ io Pietro Damiano, e Pietro Peccator fu’ ne la casa di Nostra Donna in sul lito Adriano» Dante Alighieri, Paradiso XXI

TOPOGRAFIA E STORIA


28 34 TC1203:Layout 1 28/03/12 22.45 Pagina 29

29

A destra, il bassorilievo marmoreo della Madonna Greca che la leggenda vuole sia apparso nel 1100 sul “lito adriano”. A sinistra, incisione seicentesca di Vincenzo Coronelli della chiesa di Santa Maria in Porto Fuori. Nel cartiglio si legge “avanzo dell’antico faro de Romani”. Una credenza poi sfatata dalle indagini archeologiche moderne. In basso, una foto della chiesa a cavallo fa ‘800 e ‘900.

qua i t ur Via Stradone ad portum

Santa Maria in Porto Fuori, legata a segni d’acqua, è citata da Dante nel XXI canto del Paradiso di Pietro Barberini

Così (si vedano i versi nella pagina a fianco) Dante Alighieri, nel XXI Canto del Paradiso, parla della chiesa di Santa Maria, fatta costruire da Pietro degli Onesti, detto il Peccatore. La chiesa, che sorgeva a fianco del canale Badareno, dove le palate ne proteggevano la bocca a mare, fu presto affiancata da un'Abbazia: quella dei monaci “di Porto”. La terzina è un mirabile riferimento geografico, fornendo una precisa localizzazione del Porto “Adriano”, già “Blacherno” e della linea di costa: “il lito”.

MARZO

2012


28 34 TC1203:Layout 1 28/03/12 22.45 Pagina 30

30

L’identificazione di Corrado Ricci Lo studioso, nella sua Guida di Ravenna, sancisce che la «Nostra Donna» di Dante è Santa Maria in Porto Fuori Nella sua Guida di Ravenna, Corrado Ricci, alla voce “Santa Maria in Porto Fuori”, così scrive: «Intorno alla metà del Sec. XI alcuni religiosi si ritirarono in questa solitudine, sul lido del mare Adriatico, dove edificarono una chiesuola od oratorio che si chiamò S. Maria “in Fossula”. Poco più tardi (pare nel 1096) si unì loro Pier degli Onesti detto il Peccatore e costruì una chiesa nuova e maggiore, per voto, si crede, fatto in una furiosa tempesta di mare». Corrado Ricci commenta poi la descrizione di Dante, riportata nel testo. «Il passo è chiaro. Coloro che vogliono vedere in quella “casa di Nostra Donna in sul lito Adriano” la chiesa di Pomposa, internata nelle valli di Comacchio, o quella di S. Maria in Portonovo presso Ancona, o la Casa di Loreto, che sorge sulla collina e di tanto posteriore, urtano contro la costante testimonianza degli antichi commentatori, non escluso Pietro, figliuolo di Dante, il quale distingue anche, chiaramente, Pier Damiano da Pietro Peccatore. Ai tempi del Poeta i due santi, dello stesso nome, ravennati ambedue e vissuti quasi contemporaneamente, si confondevano. Dante chiarì l'equivoco».

Gli interni, in cui si intravendono gli affreschi trecenteschi di Pietro da Rimini e la facciata esterna di Santa Maria in Porto Fuori, nei primi decenni del ‘900. Nel novembre 1944 un bombardamento alleato la ridusse a un cumulo di macerie. Oltre alla perdita dell’antico edificio e dei suoi tesori d’arte l’attacco provocò nove morti civili che si erano rifugiati nel campanile.

TOPOGRAFIA E STORIA


28 34 TC1203:Layout 1 28/03/12 22.45 Pagina 31

31

Di Santa Maria in Porto Fuori, viene restituita un'immagine sospesa fra acqua e terra: Nostra Donna appare seduta sulla sponda di quel mare che la separa dall'Oriente. Nell'arco di due secoli, dalla fine del XII sec. al XIV sec., la morfologia dei luoghi non muta: il canale Badareno è costeggiato dallo “stradone dei monaci”, nei documenti dell'epoca menzionato come via qua itur ad portum. Non è difficile identificare questo percorso con l'attuale via Stradone che, ancor oggi, giunge a poca distanza dall'abside della chiesa della frazione ravennate. Un'altra strada, via Staggi, dall'abitato di

Porto Fuori va verso nord fino al Canale Molinetto, antico corso dei fiumi “Riuniti”, Ronco e Montone, fino a quando le diversioni del cardinale Alberoni non li portano dove scorrono tuttora. Nel significato di dune, via Staggi segna la linea di costa del periodo Polentano descritto da Dante (primo ventennio del XIV sec.) . Nel tempo questi forti segni sono rimasti inalterati, tanto da costituire l'ossatura della borgata di Porto Fuori, formata da tre assi viari: via Stradone, via Staggi e via Bonifica che portava alle larghe della tenuta Raspona.

A fianco, in una rara immagine a colori della fine degli anni ‘30 del secolo scorso, lo Stradone in terra battuta si approssima alla chiesa. Nelle immagini in alto: un frammento degli affreschi della scuola riminese del 1300, sopravvissuti alla distruzione della Seconda Guerra Mondiale. I lacerti recuperati al disatro furono restaurati e ricollocati nella chiesa ricostruita nel dopoguerra e infine trafugati nei primi anni’90. A destra, l’edifico religioso come si presenta attualmente.

MARZO

2012


28 34 TC1203:Layout 1 28/03/12 22.45 Pagina 32

32

In senso antiorario, alcune immagini del paesaggio attuale colte percorrendo lo Stradone di Porto Fuori. Dove non è raro incontrare vedute di case coloniche ancora funzionati e vasti campi coltivati. Ma i vecchi fabbricati agricoli sono via via rimpiazzati da nuove villette o, come nel caso del tratto terminale della strada prima dell’incrocio con via Canale Molinetto, da un nuovo, imponente, quartiere residenziale (qui sopra i condomini e una nuova traversa destinata ad innestarsi nell’antico Stradone). Gran parte delle illustrazioni storiche del servizio sono tratte dal notevole saggio di Patrizia Bianchetti, Fra Ravenna e il mare. Viaggio nella memoria di Porto Fuori, 1997, Edizioni Moderna.

TOPOGRAFIA E STORIA

Soltanto nel secondo dopoguerra, la tranquilla borgata rurale, è interessata ad una forte espansione edilizia: famiglie di muratori ed operai, provenienti dalle colline romagnole ma anche dalle Marche, abitano le case costruite nelle “traverse”. Nella chiesa, ricostruita dopo il rovinoso bombardamento notturno avvenuto nell'autunno del 44, dice Messa Don Fuschini (come si fa chiamare Francesco Fuschini, giornalista e scrittore. Il sacerdote amava passeggiare con il suo cane, un segugio di nome “Pirro”, sugli argini dei fiumi Uniti, che raggiungeva percorrendo l'ultimo tratto di via Stradone, proprio dietro la canonica. Dalle straordinarie pagine della storia all'edilizia, uni e bifamiliare, degli anni Sessanta, il profilo di Porto Fuori è cambiato, come i suoi abitanti, giunti alla terza generazione: i “chierichetti” di Don Fuschini hanno ora figli e nipoti. Qualcuno ha ristrutturato ed ampliato una di quelle case, costruita “in economia”, prendendo il sole fra i mattoni nelle domeniche del “boom”, quando tutti andavano al mare! Chissà quanti traslochi, via vai di arredi nella zona Peep, permessi e allacciamenti, unioni e separazioni in quel posto “Fuori Ravenna”, ricordato non per la sua storia passata, quanto per la grande porcilaia dei Ferruzzi! Lo “stradone dei frati” è un rettifilo che corre verso la città, fra rotonde e presidi della modernità, ma il tratto è antico, in una stratificazione di limi, sabbie, asfalti, cemento armato. Il taglio della Classicana, con i TIR che In alto, una mappa del borgo San Rocco fra ‘700 e ‘800 corrono verso (tratta il Porto XX secolo, non sfregia l'audaldel volume di Gian Franco Andraghetti Aquae condunt urbis Atlante storico-topografico di Ravenna, stero profilo di “Nostra Donna”. edizioni Media News, 2007). Poco lontano, una dell’Arco di quelledel traverse, tempo “numeA sinistra, un’incisione Morigiaun , meglio conosciuto visto dall’ingresso da via Ravegnana rate”,come portaPortonaccio, il nome di Pietro degli Onesti...Anche questi sono segni del tempo e della storia!


TRE SRL TC:Layout 1 28/03/12 22.14 Pagina 1

I PRIMI DELLA CLASSE A+ risparmio e rivalutazione dell’immobile

Particolare dell’attico

Attici - trilocali - bilocali uffici - box auto Nuova costruzione Antica Milizia via Levi 62 - Ravenna

Antonio Selvatici al Convegno Internazionale Casa Clima

Perché acquistare una casa in Classe A+? Alta efficienza energetica: l'edificio consuma pochissima energia. Qualità: l'abitazione è stata progettata e realizzata con alti standard qualitativi. Benessere ambientale: protezione termica e acustica degli appartamenti. Garanzie: tutti i materiali utilizzati sono certificati. Valore nel tempo: incremento del proprio patrimonio.

Quanto si risparmia? Un appartamento di 100 mq consuma l'equivalente di 12 euro al mese Essere oggi proprietario di un'abitazione in Classe A+ significa vedere incrementato il valore dell'immobile. Tra cinque anni chi vorrà acquistare una casa che consuma e inquina dieci volte di più di una energeticamente performante?

Siamo intervenuti nella trasmissione Presa Diretta di Rai Tre come eccellente esempio di sosteniblità, qualità e risparmio energetico

Siamo il futuro TRE srl Per info: Cell. 347 2569032 mail: sx4020@gmail.com

vieni a trovarci on-line

www.casainclassea.eu www.trovacasa.ra.it


MONTAGGI TC 201203:Layout 1 27/03/12 20.36 Pagina 34

34

piazza Kennedy, 18 . tel. 0544 .218550 . fax 0544.216258 www.sivanet.it . info@sivanet.it

RAVENNA, SAN BIAGIO Appartamento al 1°P di complesso di pregio con piscina (Il Portico) e ampio parco, composto da: ingresso, luminoso soggiorno con terrazzo, cucina abitabile con balcone, 2 camere matrimoniali, 2 bagni, posto auto. Da rimodernare. Rif.5 € 225.000,00 tratt.

RAVENNA, CENTRO STORICO Casa abbinata ai lati tipica del centro composta da soggiorno, cucina abitabile con affaccio su delizioso giardino interno, ripostiglio; al 1° piano 2 camere matrimoniali (di cui una con balcone) e bagno. Affacciato sul giardino in corpo staccato ampio servizio. Da rimodernare. Rif.114 € 245.000,00 RAVENNA, SAN BIAGIO In zona verde e silenziosa app.to in piccola e graziosa palazzina del 2003 composto da soggiorno con vetrata che dà accesso ad un terrazzo abitabile, cucina, ampio ripostiglio, 1 matrimoniale, 1 singola con balcone e bagno. Garage, cantina, risc. autonomo. Ottime finiture e completo di arredamento. Rif.9 € 260.000,00 tratt. RAVENNA, SAN BIAGIO appartamento al 1° e ultimo piano di piccolo contesto di 3 unità senza spese; composto da ampio ingresso, soggiorno balcone, cucina abitabile (14,5mq), bagno finestrato e 2 ampie camere matrimoniali. Al p.t. garage e cantina. Rif.112 € 180.000,00 RAVENNA, CENTRO STORICO Caratteristica casa del centro abbinata ai lati ristrutturata radicalmente, composta da garage al piano strada, ingresso, ampio soggiorno con vetrata di 3m che si affaccia sul giardino interno di proprietà, cucina separata, ripost./lavand. e bagno; al 1°P 1 camera matrim., 2 doppie e 1 bagno. Finiture a scelta. DA VEDERE! Rif.40 € 490.000,00 RAVENNA, ZONA VICOLI Immersa nel verde, splendida villa singola di recente costruzione con giardino di 260 mq così composta: portico, ampia sala, cucina abit., sala da pranzo con vetrata sul verde, bagno; al 1°P 3 camere da letto, 2 ampi balconi, 2 bagni; al p. interrato grande taverna con camino, servizio e garage. Immobile unico. Rif.6 € 650.000,00 RAVENNA, BORGO NUOVO Appartamento al 2° e ultimo P. di piccola palazzina di recente costruzione composta da soggiorno con affaccio su terrazzino abit., cucina abit., 2 bagni 1 ampia matrimoniale (16,4mq), 1 singola (10mq) e ampia zona sottotetto uso studio. Garage di 30mq Rif.44 € 190.000,00

ARTIFICIO E NATURA


EUROIMMOBILIARE TC:Layout 1 28/03/12 22.16 Pagina 1

VIA VICOLI – PROSSIMA REALIZZAZIONE DI APPARTAMENTI Immersa nel verde della via Vicoli, a Ravenna, prossima realizzazione di sette unità immobiliari in piccolo ed elegante contesto. Gli appartamenti sono stati pensati e progettati nel rispetto dell’ambiente ed in considerazione delle più moderne e garantite tecnologie costruttive. Sono dotati di ogni confort, di spazi ampi di alta qualità abitativa con grandi vetrate che si affacciano sull’area verde.

certificazione energetica in CLASSE A

www.matteoraggi.it TROVACASA PREMIUM

Particolare attenzione viene dedicata alle finiture di pregio, agli impianti e ai dettagli architettonici. Tutte le unità sono dotate di garage doppio

Via G.Brunelli 62, Ravenna • Tel +39 0544 454645 Fax +39 0544 456207 • info@matteoraggi.it


36 40 VERSIONE 2:Layout 1 05/04/12 17.52 Pagina 36

I luoghi della scuola Al via un nuovo filone di indagine. Come primo esempio scegliamo il nuovo Polo scolastico di Alfonsine, realizzato nel 2004 su progetto dell’architetto Antonio Olivucci

In primo piano, nella scuola elementare del Polo scolastico di Alfonsine, una grande aiuola interna che si configura come «spazio di vita».

SPAZI DIDATTICI


36 40 VERSIONE 2:Layout 1 05/04/12 17.53 Pagina 37

37

di Paolo Bolzani

Con questo articolo operiamo una variazione sul piano editoriale, che prevedeva il solo proseguimento dell’indagine sulla presenza e ruolo dei mosaici in ambiente urbano. Sarà presto ripresa, ma non prima di avviare un nuovo filone di indagine: i luoghi della formazione scolastica, che potrebbe, e si vedrà il motivo, anche indurci ad aprire un ulteriore fronte, segnalando in futuro qualche meritevole tesi di laurea. Oggi illustriamo il nuovo Polo Scolastico di Alfonsine, in particolare la scuola elementare. Il nuovo complesso si accosta alla scuola media preesistente, sviluppandosi lungo via Murri, ma frapponendo un profondo appezzamento verde. Si caratterizza verso la strada per i volumi bassi e squadrati, ornati da grandi finestrature e dalla presenza di alcuni oggetti architettonici eloquenti e formalmente compiuti. L’elemento formale più significativo della composizione è una pensilina di ingresso, una tettoia dalla forma ondulata che si antepone alla scuola. Spiega Antonio Olivucci, progettista dell’opera: «all’ingresso ho pensato di mettere un elemento non respingente, perciò la pensilina è sorta come un segno morbido e accogliente, affinché il bambino abbia la sensazione di stare come sotto una grande coperta, pronta a volar via». Oltre al “tappeto volante”, l’altro elemento caratterizzante del fronte su via Murri è la ben ordinata serie di filtri frangisole, il principale accorgimento realizzato per proteggere le grandi vetrate dai raggi del sole da sud: «le vetrate sono schermate da una serie di frangisole, a lamelle orientabili, poggianti su pilastri in muratura a vista, e inoltre i vetri utilizzati sono del tipo basso emissivo e antiriflesso. In questo modo i bambini, mentre fanno lezione accanto a una parete interamente trasparente, hanno la sensazione di essere come in un giardino». Il pilastro in muratura si interrompe a ¾ del suo sviluppo in altezza, per proseguire con un esile struttura in metallo, che giunge a sorreggere il frangisole del primo piano, dando la sensazione di un susseguirsi in alzato di due ordini architettonici. All’interno i corridoi sono illuminati zenitalmente con un lucernario continuo, risolto con copertura a volta a botte. La luce, catturata dal lucernario, scende per mezzo di una serie di asole, praticate al solaio del primo piano,

L’elemento formale più significativo della composizione è la pensilina di ingresso, la tettoia dalla forma ondulata che si antepone alla scuola. Spiega Antonio Olivucci, progettista dell’opera: «all’ingresso ho pensato di mettere un elemento non respingente, perciò la pensilina è sorta come un segno morbido e accogliente, affinché il bambino abbia la sensazione di stare come sotto una grande coperta, pronta a volar via».

MARZO

2012


36 40 VERSIONE 2:Layout 1 05/04/12 17.53 Pagina 38

38

Le lunghe pareti, che si arrotondano morbidamente in prossimità delle porte di accesso alle aule per eliminare un pericoloso spigolo, divengono gli spazi preferenziali dell’affissione permanente dei materiali prodotti dalle attività didattiche della scuole che vertono sul disegno, colorato con grande cognizione. Ecco infatti illustrata la teoria dei colori con il disco cromatico a dodici colori di Johannes Itten; la sequenza dei colori primari, secondari e terziari, l’introduzione alla conoscenza di una tinta calda, fredda o neutra. Grandi fogli colorati a gessetto mettono in scena un divertente mondo zoomorfo di «animali fantastici» e consentono di mantenere permanente nella memoria visuale la validità del messaggio educativo.

SPAZI DIDATTICI


36 40 VERSIONE 2:Layout 1 05/04/12 17.53 Pagina 39

39

fino al piano terra, in cui il progettista ha deciso di qualificare lo spazio illuminato realizzando delle grandi «aiuole interne, che si configurano come degli spazi di vita». Le grandi aiuole hanno generosi spazi in cui crescono in preferenza piante grasse, che consentono il sopraggiungere discreto di un elemento organico all’interno degli spazi stereometrici dei corridoi interni, in orario scolastico già ricchi del gaio irrompere di cartelle, zaini, sacche e piccoli cappotti dalle tinte variegate. Le lunghe pareti, che si arrotondano morbidamente in prossimità delle porte di accesso alle aule per eliminare un pericoloso spigolo, divengono gli spazi preferenziali dell’affissione permanente dei materiali prodotti dalle attività didattiche della scuole che vertono sul disegno, colorato con grande cognizione. Ecco infatti illustrata la teoria dei colori con il disco cromatico a dodici colori di Johannes Itten; la sequenza dei colori primari, secondari e terziari, l’introduzione alla conoscenza di una tinta calda, fredda o neutra. Grandi fogli colorati a gessetto mettono in scena un divertente mondo zoomorfo di «animali fantastici» e consentono di mantenere permanente nella memoria visuale la validità del messaggio educativo. Perché, «se incrociamo forme figurative con forme geometriche, otteniamo…» una serie di ragazzini ben formati ed educati, che forse un giorno, chissà... Il progetto della

scuola risale al 2004 e si deve, come anzidetto, ad Antonio Olivucci, laureatosi in architettura alla Facoltà di Firenze nell’anno accademico 1982-1983. La sua tesi venne scelta dal suo relatore, Adolfo Natalini, nell’ambito della presentazione dei progetti di laurea selezionati nelle facoltà di Palermo, Reggio Calabria, Napoli, Milano e Firenze. La tesi di Olivucci, che vantava come correlatore Bruno Minardi, aveva come argomento un Intervento progettuale nel quartiere S. Vittore a Ravenna. «Il progetto – come recita l’abstract riportato in rivista - si propone la riqualificazione dell’area, ora fortemente degradata, compresa tra S. Vitale e il Mausoleo di Teodorico, mediante un percorso pedonale attrezzato tra aree verdi su cui si attesta una rete di servizi come laboratori artigiani, spazi espositivi, ristoranti e circolo ricreativo». Al di là dell’intrinseco valore della tesi, quello che maggiormente qui interessa è quanto argomentato in quella sede dal curatore della scelta, in quanto Natalini è personaggio che emerge nel panorama nazionale, segnalandosi per numerosi interventi all’estero, in particolare in Olanda. Nelle vicinanze di Ravenna si devono citare il suo piano di recupero per l'area ex Orsi-Mangelli a Forli' (1996), la ricostruzione dell'angolo di un isolato nel centro storico di Ferrara (1989–1999) e sempre per il capoluogo estense, la redazione del piano particolareggiato per via

MARZO

2012


36 40 VERSIONE 2:Layout 1 05/04/12 17.53 Pagina 40

40

Il pensiero di Adolfo Natalini, relatore della tesi di laurea di Olivucci nel 1982: «I luoghi della città storica hanno uno spessore fortissimo. Sono stratificazioni di memorie orientate, sono nodi di relazioni, sono (o dovrebbero essere) scenari di vita civile […] sono luoghi complessi: a volte ce ne sfugge il senso per la nostra scarsa adesione alle città o per gli innumerevoli disturbi che ne rendono difficile la lettura. I luoghi contengono già tanta architettura da render spesso difficile aggiungerne altra. Il genius loci richiede la sensibilità del rabdomante. Non basta leggere la città, bisogna sentire la città con l’intenzione di recuperarne il senso. La ricostruzione del senso della città è l’obbiettivo di ogni “architettura del ritrovamento”»

Darsena (1999-2009). Nel proseguo dello scritto su Casabella Natalini spiegava la filosofia progettuale del suo laboratorio di tesi, che merita di essere citata, nonostante i quasi trent’anni di distanza: «il progetto […] rientra in una lunga serie di tesi di laurea sull’architettura della città. Le città (Firenze in primo luogo e poi le altre città di provenienza degli studenti) vengono studiate come luoghi della memoria collettiva e vengono usate didatticamente come enciclopedie di pietra. Agli studenti viene chiesto di leggere il contesto nella sua estensione di spazio e nella sua profondità di tempo: i luoghi del progetto divengono così “luoghi d’affezione”. I luoghi della città storica hanno uno spessore fortissimo. Sono stratificazioni di memorie orientate, sono nodi di relazioni, sono (o dovrebbero essere) scenari di vita civile […] sono luoghi complessi: a volte ce ne sfugge il senso per la nostra scarsa adesione alle città o per gli innumerevoli disturbi che ne rendono difficile la lettura. I luoghi contengono già tanta architettura da render spesso difficile aggiungerne altra. Il genius loci richiede la sensibilità del rabdomante. Non basta leggere la città, bisogna sentire la città con l’intenzione di recuperarne il senso. La ricostruzione del senso della città è l’obbiettivo di ogni “architettura del ritrovamento”» (Casabella, n. 495, ottobre 1983, pp. 24-25). Forte di questo insegnamento, Olivucci intraprende il mestiere di progettista e redigerà molte opere per Acer (Azienda Casa Emilia Romagna, già Istituto Autonomo Case Popolari), tra cui ad Alfonsine il Nuovo Polo Scolastico, firmato nel 2004, anno in cui nella stessa città porta a termine anche il restauro di Palazzo Marini. Quindi passerà al Servizio Sportello Unico per l’Edilizia del Comune di Ravenna.

Tutte le foto sono di Paolo Bolzani

SPAZI DIDATTICI


SAV FLL SCOR TC:Layout 1 28/03/12 22.26 Pagina 2

2

Via Garatoni 12 Ravenna tel. 0544.35411 www.grupposavorani.it CASALBORSETTI (RA) Appartamenti di varie tipologie, pronta consegna. Possibilità di giardino con ingresso indipendente, 1-2 camere da letto oppure al P.P. con terrazzo. Risc. Autonomo, pred. clima, posto auto. Rif. 726. Prezzi a partire da € 157.000,00 + Iva

PORTO CORSINI (RA) Appartamento arredato ed accessoriato, composto da: soggiorno con angolo cottura, bagno, camera, mansarda con 2 vani e bagno. Giardino con gazebo. Rif. 19bisSC € 220.000,00 tratt.

RAVENNA Appartamento al 2° piano in palazzina di sei unità, composto da: ingresso, soggiorno, cucina, balcone, 2 camere, bagno, ampio garage. Risc. autonomo, climatizzazione. Rif. 14SC € 190.000,00

RAVENNA Ampia casa indipendente composta da n. 2 appartamenti: P.T. (h. 2,90) giardino, garage. APPARTAMENTO PIANO TERRA: ingresso, soggiorno con AK, 1 camera matrimoniale, 1 camera singola, 1 bagno. Cantine. APPARTAMENTO PIANO PRIMO: soggiorno, tinello, cucina, 2 bagni, 4 camere da letto, 3 balconi. MANSARDA: ampio vano con bagno, ripostiglio nel sottotetto. Rif. 858 € 525.000,00

RAVENNA, AD.ZE CENTRO STORICO Casa abbinata in buono stato d’uso, composta da: ampio giardino, ingresso, cucina abitabile, soggiorno, 3 letto, 2 bagni, ampia cantina e taverna con camino. Rif. 855 € 460.000,00

F O R E S E GODO, CENTRO PAESE Casetta abbinata ai lati, su 2 livelli, completamente ristrutturata con rifiniture di pregio. P.t.: soggiorno con angolo cottura e bagno, al piano superiore ampissima letto matrimoniale. In corpo staccato servizi al grezzo da rifinire ottimi per uso tavernetta, lavanderia o studio con possibilità di bagno. Da vedere. € 128.000,00 VILLANOVA DI BAGNACAVALLO Deliziosa villetta indipendente di recente costruzione con giardino, cosi composta pt: ampio ingresso, grande soggiorno, cucina pranzo, ampio bagno/lavanderia, dall’ampio ingresso si accede con splendida scala al reparto notte composto da 2 matrimoniali, bagno e camera mansardata. 2 garage in corpo staccato. Consegna immediata. € 210.000,00

RAVENNA, BOSCO BARONIO Vendesi ampio appartamento in buono stato d’uso, situato all’ultimo piano di una piccola palazzina, composto da: ingresso, soggiorno, cucina, 2 camere matrimoniali, studio, 2 balconi, garage di mq. 30. Riscaldamento autonomo. Rif. 854 € 220.000,00

Via Garatoni 12 . Ravenna tel. 0544.35411 - 0544.528155 cell. 338.2852522 www.grupposavorani.it

S. ALBERTO – SAVARNA Tipica casa ex delta padana, completamente indipendente da ristrutturare, con ampia area cortilizia di mq. 1500 circa, oltre a servizi in corpo staccato. Ideale per che ama la tranquillità della campagna. € 160.000,00 VICINANZE RAVENNA Al 1° ed ultimo piano di piccola palazzina grande appartamento di mq. 190 circa (possibile ricavare 2 unità abitative) con grande terrazzo e 2 garage. € 115.000,00 SANT’ALBERTO Causa trasferimento, grande casa di civile abitazione di vani 8 + tanti servizi in corpo staccato tutto su un lotto di mq. 750. € 170.000,00 tratt.

NEL PARCO DEL DELTA PADANO Causa trasferimento si vende bella casa indipendente di recentissima costruzione composta da ampia sala, cucina abitabile, 3 camere da letto grandi, 2 bagni, grande autorimessa, giardino e orto. € 250.000,00

Via Piave, 15 . Ravenna tel. 0544.406333 www.grupposavorani.it RAVENNA, ZONA QUESTURA Villetta abbinata ad un lato: P.R: ingresso indip. con scala esterna e balcone d’arrivo, soggiorno, sala da pranzo con balcone e cucinino; P.P: matrim., bagno, 2 letto e 2 balconi. Garage, lavanderia e vespaio al p. terra. Necessita di migliorie. Libero a breve. € 250.000,00 MARINA DI RAVENNA In complesso residenziale con ampio giardino condominiale vendiamo appartamento di mq. 107 da rimodernare, posto al terzo ed ultimo piano con ascensore: ingresso, cucina abitabile, soggiorno con ampio balcone, disimpegno notte, 2 letto, ripostiglio. Posto auto coperto di 30 mq nel cortile condominiale. Riscaldamento autonomo. Libero subito. € 230.000,00

ALFONSINE Casa indipendente composta da: Piano terra: salone (mq. 40), tinello (mq. 22), cucina abitabile (mq. 13), lavanderia e bagno il tutto completamente ristrutturato oltre a negozio a reddito di mq. 20 e cortile su 2 lati di mq.150; Primo piano: 4 camere da letto, bagno, terrazzo di mq. 20. Adatto anche a due nuclei familiari. € 345.000,00 tratt. RAVENNA, ZONA VIALE ALBERTI In condominio di recente costruzione si vende appartamento tutto al piano terra con ampio giardino privato, composto da soggiorno, cucina in veranda, 2 camere da letto, bagno, garage. Riscaldamento autonomo. Impianti certificati. Spese condominiali minime. € 220.000,00

RAVENNA, VIA PIRANO Si vende appartamento posto al II ed ultimo con ascensore in palazzina di recente costruzione: soggiorno/cucina con soppalco e ampio balcone, 2 bagni, 2 letto, ripostiglio e garage al piano interrato. Rifiniture extracapitolato. Possibilità di ampliare il soppalco. Libero a breve. € 245.000,00

MARZO

2012


42 45 TC1203:Layout 1 28/03/12 22.38 Pagina 42

La camera da letto nel soppalco

SPAZI DELLA CULTURA


42 45 TC1203:Layout 1 28/03/12 22.38 Pagina 43

43

Le avventure di un animatore Renzo Laporta si racconta di Marina Mannucci È sabato pomeriggio. Aria, luce e odore di terra umida preannunciano l’arrivo della nebbia. In automobile percorro la strada per raggiungere la dimora di Renzo Laporta a Punta Marina. Puntuale, alle 14 e trenta, suono il campanello, attraverso il giardino interno di un complesso edilizio ben progettato e curato nei dettagli e giungo a destinazione. Renzo abita al primo piano. Si affaccia, mi sorride salutandomi e non posso fare a meno di notare l’originalità della sua bella giacca rossa con bottoni dorati e bavero di velluto nero. Più tardi, con orgoglio, mi racconterà di averla acquistata al mercato di Portobello durante uno dei suoi soggiorni a Londra e che è una parte della tenuta di un cavaliere che praticava la caccia alla volpe. Entriamo in casa e, lasciate alle spalle le rigidità invernali che attutiscono le variegate sfumature dei colori, come per incanto mi trovo avvolta da uno spazio che risveglia lo sguardo. Mi giro su me stessa per guardare oggetti, materiali, colori, libri, utensili e giocattoli che sembrano appoggiati su uno spartito ideale: l’armonia di questa combinazione è musica muta. Ci sediamo e chiedo a Renzo il racconto del suo percorso professionale che è poi anche il racconto del suo vivere.

una costante che gradualmente e con forza avanza: è il tema della partecipazione dell’infanzia ai propri processi di crescita e maturazione. Tutto è cominciato quando scelsi di prendere il diploma di laurea all’Isef di Verona, nel lontano 1986. A quel tempo non sapevo ancora che cos’era la partecipazione, ma intuivo che per me era essenziale che i modi con cui gli adulti si relazionavano ed insegnavano ai bambini fossero arricchiti da un surplus di umanità e di brio, ma soprattutto, che considerassero i minori (che brutta parola per indicare coloro che sono così ricchi di potenziale in divenire!) come dei ricercatori curiosi che corrono al loro fianco. Mi andava stretto il metodo tradizionale d’insegnamento, quello in cui la figura dell’adulto si pone prevalentemente come modello di riferimento da imitare e da cui assimilare. In quegli anni e nel decennio successivo, come educatore ed animatore, avviai la sperimentazione di piccoli progetti in cui si mostrasse l’alternativo, l’interattivo, il ludico e collaborativo, l’interdisciplinare, dentro e fuori la scuola pubblica, soffermandomi a tratti e sempre piacevolmente in uno degli ambienti più amati dalle famiglie di Vista del soggiorno dalla scala Ravenna, al centro “La Lucertola”: luogo che a me richiama l’utopia concreta con l’immaginazione al potere. Il mio primo vero progetto fu “La giornata di Iqbal: la promozione dei diritti dell’infanzia e della cittadinanza attiva «Se provo a rileggere la storia della mia avventura profesplanetaria”. Tutto fu avviato con la classe IV C della Scuola sionale nel campo dell’animazione educativa, quella che conprimaria Vincenzo Randi, che prese a cuore la storia di Iqbal sidera il gioco come strumento e fine principe del fare e Masih: il piccolo sindacalista e martire pakistano, simbolo relazionare del sé con sé stesso, gli altri ed il mondo, ritrovo della libertà dallo sfruttamento lavorativo e schiavitù della

MARZO

2012


42 45 TC1203:Layout 1 28/03/12 22.38 Pagina 44

44

L’ingresso della casa di Punta Marina

mafia dei tappeti. In assoluta autonomia decisionale ed operativa, bambine e bambini raccolsero migliaia di firme di persone che aderirono all’iniziativa e le consegnarono al Sindaco, affinché anche la Pubblica Amministrazione contribuisse a realizzare la lista delle idee per non dimenticare Iqbal. Da lì a pochi anni mi spostai a Londra, in avventura con Stefania, scegliendo di lavorare esclusivamente sul tema della cultura ludica al di là dei confini, maturando un personale e diverso approccio all’insegnamento e creazione del “giocattolo fai da te”, coniando la formula the accessible toymaking (costruire il giocattolo accessibile). Non si poteva fare diversamente in una città così cosmopolita, dove la diversità non è più un fatto politico, ma realtà percettiva di un ambiente che sempre ti sovrasta e ti impone, umilmente, di essere un colore tra i tanti. Il tema della cultura ludica resta di nicchia, e riflette quanto resta negletto a tal punto da risultare una cultura silenziosa, anche perché i suoi protagonisti non hanno la voce per raccontare di sé; e la mia opera è una rivoluzione silenziosa che lavora negli interstizi. Tra la rete delle organizzazioni locali di promozione del gioco colpì molto la mia versione e proposta di street reclaming, ovvero il laboratorio di costruzione del carrettino tradizionale, quello fatto con legni e cuscinetti a sfere. Un’idea che in sé non ha niente di nuovo, ma che da me veniva declinata come un’opportunità in più per liberare l’infanzia dal senso “battufolo di cotone” che l’avvolge, fatto di ansie e iperprotezione del genitore che – volendo limitare i pericoli – non concede ed impedisce lo sviluppo delle autonomie e della resilienza. E così, attrezzati di guanti, martello, cacciavite e saracco si va a costruire il giocattolo da strada per eccellenza, riconquistandosi “il diritto alla strada” –

SPAZI DELLA CULTURA

così come lo legittima Gianfranco Zavalloni nel suo Manifesto dei diritti naturali di bimbi e bimbe, e con esso della buona gestione del rischio ragionevole. A Londra ci fu modo di progettare nel migliore dei modi. Realizzai le mie idee nei diversi servizi educativi pubblici a partire dal semplice, domestico e quotidiano, dalla diffusa condizione di povertà (sia essa materiale, che culturale, e relazionale che può toccare con mano chi assorbe la città, non certo il turista della city); e dal punto di vista dell’infanzia urbanizzata, ricorrendo a ciò che è a disposizione dei bambini in termini di strumenti, tecniche, materiali, spazi, competenze e conoscenze di base... appunto a partire da ciò che è loro accessibile. Ne è nato un diverso approccio al giocattolo tradizionale auto-costruito, e questo è piaciuto anche al Victorian Albert Museum, dove fui chiamato diverse volte a condurre laboratori e percorsi sul tema The fun and creative side of desing. Nella metropoli che mai si ferma, ebbi la fortuna d’incontrare e lavorare con Michael, insegnante della Summerhill School (che probabilmente in primavera sarà da noi in conferenza pubblica): la scuola più alternativa e radicale al mondo, dove l’infanzia dai 6 ai 15 anni, proveniente da tutto il mondo (anche se ancora delle mosche bianche sono coloro che provengono dall’Italia), vive e responsabilmente si auto-regola in e rispetto alla comunità, libera di scegliere se giocare o andare a lezione. Un incontro che radicalizzò la mia convinzione che non s’impara di più perché c’è l’animatore in classe, ma perché si vuole imparare se c’è la libera scelta di farlo. Nella “città delle differenze” ci tornerò per due nuove sfide, entrambe improntate a costruire patti intergenerazionali: avvicinando nonni e bambini, due categorie oramai marginalizzate in un ambiente


42 45 TC1203:Layout 1 28/03/12 22.38 Pagina 45

45

Particolare della cucina

che predilige quasi esclusivamente la misura dell’adulto produttivo ed efficente. E poi puntando sulla collaborazione e ricerca con la Brunel University per dare nuovo impulso allo sviluppo del progetto Partner in play and make: genitori e bambini di tre anni che giocano e costruiscono assieme. Da poco tornato a Ravenna, mi sono reimmerso nell’intreccio dell’associazionismo e delle reti di collaborazioni locali, poi con Primo Fornaciari e Simona si è dato vita al Team Geniali da piccoli, che ci ha visti protagonisti durante le estati al Bagno Ruvido, nonché irriducibili sostenitori del centro “La Lucertola” e della medesima associazione. In quelle esperienze estive mi è venuto palese pensare a come il nostro litorale stia cercando d’integrare la cultura dell’infanzia nelle multiformi proposte di animazione da spiaggia. A tal proposito sarebbe opportuno che l’Istituzione preposta avviasse una sorta di monitoraggio: una raccolta di informazioni “a volo radente”, non tanto per controllare, ma per comprendere un fenomeno tutto nostro e per poter offrire un valido punto di ascolto e suggerimento a tutti coloro che, anche da privati, desiderano offrire un servizio gratuito all’infanzia e alle loro famiglie. Soprattutto per accrescere la sensibilità verso i diritti e le esigenze dei più piccoli al mare ed in vacanza. Oggi come oggi in me si affaccia sempre più forte il desiderio di fare ricerca e scrivere, promuovendo in un modo diverso la cultura ludica spontanea, per eccellenza partecipata. L’infanzia da noi è più fortunata, almeno per due mesi all’anno può godere della spiaggia e del mare, spazi naturali che permettono di sperimentare maggiore intraprendenza e spontaneità, tempi e spazi dilatati nel giocare, nello scegliersi i compagni di gioco. Trovo interessanti anche i campeggi, dove gli ingressi di tende e roulotte si affacciano direttamente sulla

strada pedonalizzata, che non è aggredita dalle automobili. Osservando quei luoghi vi ho riconosciuto la mia memoria d’infanzia, quando con gli amici si giocava a tennis in strada, e l’auto che arrivava rallentava e ci lasciava il tempo di slacciare la corda che ci faceva da rete. A quel tempo sentivo viva e vera la sensazione che, anche noi bambini, si era legittimamente cittadini della strada che si abitava. Con chi ci voleva mandare via, si ribatteva che noi abitavamo lì e la strada era anche nostra! In un prossimo futuro mi piacerebbe lavorare su di un qualcosa che ho visto e sperimentato oltre Manica, che chiamerei Pop-up play, o gruppi gioco a sorpresa. Immaginate un insieme di genitori con bambini che si dà convegno in un luogo pubblico della città, e lì trova disponibilità di materiali non strutturati (come il cartone, le corde, le lenzuola, la lana e i veli colorati...) per dare libero sfogo al gioco creativo ed autodiretto, riappropriandosi di ciò di cui sono stati impropriamente privati, privatizzandolo. Egle Becchi, massima studiosa contemporanea, nel libro Una cultura dell’infanzia alla fine degli anni Novanta del secolo scorso lanciava un grido di allarme: “Ma dove sono finite le tracce dell’infanzia in città?”, quelle presenze che rendono un luogo più umano e vivibile per tutti? Una domanda rivolta a noi tutti, perché è solo là dove sono ancora presenti le tracce dell’infanzia che il luogo è sostenibilmente sano».

Tutte le foto sono di Alberto Giorgio Cassani

MARZO

2012


46 49 TC1203:Layout 1 28/03/12 22.34 Pagina 52

Milano Marittima

da città giardino a Expo beach

Con le celebrazioni del centenario della nascita della località si rinsalda il legame fondativo con la città di Milano

CITTÀ E TURISMO


46 49 TC1203:Layout 1 28/03/12 22.34 Pagina 53

di Chiara Bissi

Non poteva non iniziare a Milano con un lungo programma di incontri, conferenze e degustazioni, all’urban center della galleria Vittorio Emanuele II, il calendario dei festeggiamenti dei 100 anni di Milano Marittima (9.404 visitatori, 18 appuntamenti, 7 aperitivi a base di prodotti tipici romagnoli, oltre duemila piadine offerte, mille i sacchetti del celebre sale di Cervia distribuiti). Nella centralissima via Dante inoltre una mostra fotografica nel mese di marzo ha raccontato per immagini la storia e il fascino di Milano Marittima, dalla nascita ad oggi. Un legame che oggi si rinnova in prospettiva del grande evento dell’Expo 2015, l’Esposizione universale di natura non commerciale, che si ripete dal 1851 con la prima edizione di Londra. Ogni Expo è dedicata a un tema e diviene occasione di incontro e condivisione di saperi legati all’innovazione tecnologica, in un sito attrezzato ad ospitare i padiglioni degli stati aderenti, oggi 157. Il tema proposto da Milano è “Nutrire il pianeta, Energia per la vita”, e vuole includere tutto ciò che riguarda l'alimentazione, dal problema della mancanza di cibo per alcune zone del mondo, a quello dell'educazione alimentare, fino alle tematiche legate agli ogm. Nei 6 mesi dell'Expo, si stima che arriveranno 29 milioni di turisti, per una media giornaliera di 160 mila visitatori. Come i soci milanesi della "Società Milano Marittima per lo sviluppo della spiaggia di Cervia", seppero cogliere già nel 1912 le potenzialità inespresse del territorio a nord di Cervia con la piena adesione al modello ottocentesco della città giardino di Ebenezer Howard, chiaro esempio di integrazione tra ambiente naturale, spazio urbano, spiagge e divertimento, così l’attuale sindaco di Milano Giuliano Pisapia affiancato dal primo cittadino cervese Roberto Zoffoli hanno candidato Milano Marittima a diventare la spiaggia ufficiale dell'Expo 2015. Un’opportunità che Cervia vorrebbe coltivare coinvolgendo tutta la Riviera romagnola, unica vetrina per il turismo balneare vocato al divertimento e al benessere. «Milano ritrova il suo mare e la sua spiaggia condivisa con Cervia e con l'Emilia Romagna - ha commentato il sindaco Giuliano Pisapia, nel corso della presentazione nella città lombarda del programma del centenario. Milano Marittima è una città giardino rimasta tale, oggi come allora, un vero punto

MARZO

2012


46 49 TC1203:Layout 1 28/03/12 22.34 Pagina 54

48

In alto, un dipinto del canale con le tipiche vele cervesi firmato dall’artista Giuseppe Palanti, che fu fra i promotori della realizzazione della località di Milano Marittima nel primo decennio del ‘900. In basso, il canale di Cervia fra i Magazzeni del Sale, con l’approdo delle barche storiche.

CITTÀ E TURISMO

di riferimento per le vacanza di molti milanesi. Mi piace ricordare – ha proseguito il Sindaco - come Milano Marittima sia una delle poche città sul mare riuscita, negli anni, a tutelare le proprie bellezze paesaggistiche e naturali nel segno di quella cittàgiardino pensata proprio dai nostri concittadini un secolo fa. Come sindaco e come milanese sono orgoglioso di contribuire a consolidare un gemellaggio non solo toponomastico ma anche culturale ed enogastronomico che si rinnova anno dopo anno». «Celebrare il secolo di vita di Milano Marittima – ha concluso il sindaco di Cervia Zoffoli - significa non solo rinsaldare il rapporto con la città di Milano, da cui sono partiti i fondatori, ma soprattutto valorizzare quegli ideali di sostenibilità e di bellezza che ancora oggi accomunano la Milano di Pisapia alla nostra Milano Marittima». In questo quadro le celebrazioni in onore della nascita della località diventano occasione per una riflessione sul passato, a partire dalla lungimirante creatività del pit-


46 49 TC1203:Layout 1 28/03/12 22.34 Pagina 56

49

tore e grafico pubblicitario Giuseppe Palanti, ispiratore del primo nucleo urbano. Nato a Milano nel 1881, cartellonista e figurinista per il teatro alla Scala, fu allievo e poi docente dell’accademia di Brera. Agli anni della formazione si devono l’interesse per l’applicazione dell’arte alla pubblicità. E proprio la partecipazione come decoratore all’allestimento dei padiglioni italiani delle esposizioni universali di Bruxelles (1910) e Buenos Aires, appaiono oggi una nuova e significativa coincidenza con il presente e il futuro di Milano Marittima. Designer, artista della ceramica e dei tessuti, Palanti, pittore sensibile al paesaggio incontaminato della spiaggia di Cervia si fece protagonista di una stagione fondativa, di un’avventura urbanistica che portò al disegno di una piccola città delle vacanze per la borghesia milanese. Un sogno divenuto realtà con i primi villini a pochi passi dalla spiaggia, inseriti in una sorta di piano che prevedeva un asse principale, una serie di piazze circolari con al centro aree verdi, dalle quale si dipartivano a raggiera i boulevards, come raccontato da Gabriele Gardini nel volume “Cervia. Immagine e progetto”. Un’ispirazione purtroppo incompiuta, ma capace di segnare il profilo della località, anche di fronte all’aggressione speculativa dell’Italia del dopoguerra. Per ritrovare legami perduti nel tempo per riannodare i fili della memoria di tante generazioni di milanesi e romagnoli abituati a scegliere Milano Marittima come destinazione delle vacanze estive e per attrarre nuove flussi turistici il programma del centenario non poteva non puntare fra le tante le proposte a rinsaldare il concetto della località come luogo di sperimentazione urbanistica, attento alle migliori espressioni dell'architettura e del design contemporaneo. Nel lungo programma spiccano dal 12 maggio al 30 agosto la mostra monografica “Giuseppe Palanti: la pittura, l’urbanistica, la pubblicità da Milano a Milano Marittima” ai Magazzini del Sale; lo spettacolo acquatico e pirotecnico della compagnia francese Fous de Bassin in luglio, il concerto di Roberto Vecchioni, Concerto del Compleanno il 14 agosto, con l’orchestra Arturo Toscanini e la cantante Noa diretta da Luis Bakalov. Un convegno internazionale dedicato ai territori e alle architetture per il turismo balneare fra passato e futuro, dalle prime città giardino, come Milano Marittima, ai progetti contemporanei di nuovi insediamenti turistici o di rigenerazione delle aree costiere in Italia e in Europa e la mostra del centenario dedicata al turismo e all’architettura di Milano Marittima in ottobre completeranno la lunga stagione dei festeggiamenti.

L’Expo di Milano, in programma nel 2015 avrà per tema “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. È previsto un afflusso turistico di oltre nove milioni di persone. In questo contesto Cervia-Milano Marittima punta a diventare la spiaggia dell’esposizione universale.

Nei rendering sopra, i progetti dei quartieri dell’Expo 2015, dove predomina lelemento acquatico.

MARZO

2012


CIICAI TC:Layout 1 27/03/12 19.26 Pagina 1

TROVACASA PREMIUM


CIICAI TC:Layout 1 27/03/12 19.26 Pagina 2

www.trovacasa.ra.it


52

TESTIMONIANZE


53

Io e fratel Lucio Dalla casa di Bologna alla barca Catarro al “buen retiro” delle Tremiti, il compianto amico Dalla nel ricordo del ravennate Daniele Baldini di Andrea Alberizia

«Avrei riconosciuto di essere in casa sua anche se avessi avuto gli occhi bendati. Aveva questa abitudine di bruciare incensi che riempivano l'aria in modo inconfondibile. O forse era anche il suo carisma a creare quell'atmosfera». Nelle stanze in via D'Azeglio a Bologna che furono rifugio per Lucio Dalla – e ora potrebbero diventare una sorta di tempio-museo del cantautore morto l'1 marzo all'età di 69 anni – Daniele Baldini è andato spesso. È stato proprio il ravennate, imprenditore affermato nel mondo del legno con la ditta Tavar di cui è presidente, a posare il parquet in quella casa: «Un luogo splendido. Arredato con lo stile che solo Lucio aveva. Un suo gusto particolare e tanti anni di collaborazione con un noto architetto di Bologna avevano creato una bella sintonia: l'architetto ormai riusciva a concretizzare quello che Lucio aveva in mente». Ma non fu il lavoro in via D'Azeglio a far incontrare

Dalla e Baldini. No, quello fu solo uno dei tanti momenti di un'amicizia nata più di vent'anni fa grazie alla comune passione per il mare e per le barche. «Nel 1990 comprai la sua barca, il Catarro. Me ne innamorai appena la vidi nel porto di Senigallia dove la teneva da un paio di anni ormai senza più curarla». Così dal 1991 fino al 2001 fece bella mostra di sé ormeggiata a Ravenna. Catarro. Nome insolito per un'imbarcazione. Di solito le trovi battezzate con nomi fascinosi ed esotici. Ma Dalla non era tipo da cose del genere: «Non faceva il divo. Mai un gesto da presuntuoso. Era alla mano con tutti». Del resto, ci si perdoni il collegamento non proprio raffinatissimo, chiamare una barca Catarro era conseguenza quasi inevitabile per uno che sul campanello di quella stessa abitazione bolognese aveva fatto mettere commendatore Domenico Sputo. L'aneddoto vuole che il nome del motor sailer a due alberi, sedici

MARZO 2012


54

Fra il cantautore Lucio Dalla e l’imprenditore Daniele Baldini un’amicizia nata più diu vent’anni fa grazie alla comune passione per il mare. metri fuori tutto, sia nato di getto quando Dalla andò a registrarlo alla capitaneria di porto: «Mi raccontò che la sua intenzione era di chiamarla Sperma. Ma l'ufficiale della guardia costiera gli suggerì un nome un po' più ortodosso e allora siccome quel giorno Lucio era un po' costipato scelse Catarro. A me la raccontò così ma magari si è solo divertito a prendermi in giro, non mi stupirei». Presa in giro o verità poco importa. A importare è invece il legame che si creò tra Baldini e il Catarro. Una sorta di resurrezione per entrambi. L'imbarcazione da circa due anni era abbandonata a se stessa, l'imprenditore invece aveva da poco superato un delicato intervento chirurgico: «È stato un periodo molto difficile della mia vita e avevo bisogno di qualcosa che mi aiutasse ad allontanare i pensieri. Il Catarro mi ha accompagnato in una specie di ricondizionamento della mia esistenza». Baldini passò un anno a rimetterlo a nuovo. «Feci vedere il Catarro a Lucio alle Tremiti quando fu completato il restauro. Rimase stupito». E se Dalla era abituato a scherzare con tutti, non da meno lo era Baldini: «Gli proposi di ricomprarla ma gli dissi che gli avrei chiesto almeno il triplo». E il ravennate si divertì a scherzare anche per i primi tempi in cui uscì in mare a bordo del Catarro: «Mi ricordo che mi fermai ad Ancona a fare carburante e spesso lì si fermava anche Lucio quando la barca era sua. Così molti arrivarono convinti di vedere lui. Io non volevo stare a spiegare troppe cose e chiesi a tutti di fare silenzio dicendo che Lucio stava dormendo sotto coperta». Da quella barca l'inizio dell'amicizia. Cementata da molte estati trascorse alle isole Tremiti dove il cantante aveva una

splendida villa: «Era una casa aperta a tutti gli amici. E anche lì in quegli ambienti si percepiva così nitido il suo carisma. Quante cene in quella casa. Amava accogliere la gente però amava anche i momenti di solitudine». In quell'arcipelago al largo del Gargano anche Baldini ha una sua casa: «La comprai poco distate dalla sua, consigliatami proprio da lui. Diciamo che se apriamo le finestre di casa e urliamo ci sentiamo». Spesso è al presente che Baldini ancora declina ogni verbo quando parla dell'amico. Pochi giorni prima della morte i due si erano sentiti. «Nel suo tour c'era una data a Parigi e stavo pensando di andare con mia moglie al concerto. Lo chiamai come capitava spesso di sentirci». Del resto Lucio è ancora una presenza che si avverte forte entrando nell'ufficio della Tavar in via Medulino. Le foto alle pareti, lo sfondo dello schermo del computer con un'altra immagine del bolognese e poi quella cartolina sulla scrivania: «Ho sempre avuto una grande passione anche per Fabrizio De Andrè e tengo da sempre una sua foto sulla scrivania. Un giorno Lucio venne in ufficio e mi disse che Fabrizio era solo un brontolone. E la volta dopo mi portò una sua cartolina e l'autografò mettendola accanto a quella di Fabrizio». La cartolina è ancora lì. Appoggiata al modellino di una nave. «A fratel Daniele», c'è scritto sopra. E il Catarro? «L'ho venduto nel 2001 a un signore di Venezia perché cercavo un'imbarcazione più tecnica. Il Catarro è una barca sostanzialmente con propulsione a motore ed io volevo navigare a vela. Però quell’imbarcazione mi ha reso molto felice, così come felici sono stati tutti i momenti insieme a Lucio. Ciao fratel Lucio».

A sinistra, un’immagine del due alberi “Catarro” , venduta da Dalla a Baldini nel 1990. A destra, e in apertura, del servizio, una panoramica del grande soggiorno della casa bolognese del cantante.

TESTIMONIANZE


SCHIAVINA TC BLACK 2011:Layout 1 28/03/12 22.02 Pagina 1

Giovedì 5 aprile alle ore 20.45 Presso la Galleria d’Arte NINAPÌ - Nesting Art Gallery via Pascoli 31 - Ravenna

presentazione del volume di ricette primavera - estate di angela schiavina pubblicate su

In occasione della serata Fabio Magnani condurrà la degustazione del vino bianco Cleonice dell’azienda agricola Fiorentini di Castrocaro (Forlì) All’interno della Galleria sarà presente la mostra ELEMENTI DI SCRITTURA ELEMENTARE di Alfredo Rapetti Mogol a cura di Chiara Foschini

Saranno presenti: Angela Schiavina (autrice) Fabio Magnani (enologo) Alfredo Rapetti Mogol (artista)

Giulia Mallardo (illustrazioni) Alessandra Carini (fotografa) Claudia Cuppi (Editore - Reclam)

EDIZIONI

www.reclam.ra.it

www.trovacasa.ra.it


64 66 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.52 Pagina 64

Rocca Brancaleone storie d’armi, di cinema e di jazz di Chiara Bissi

Nei giorni della celebrazione del cinquecentesimo anniversario della Battaglia di Ravenna il fortilizio danneggiato nel 1512 dalle artiglierie francesi rimane marginale nel gran tour della città ma non nel cuore dei cittadini

MEMORIE URBANE

L’arrivo della primavera ha archiviato il lungo inverno dei parchi cittadini. È costato fra i 200 e 300 mila euro l’intervento su alberi e verde pubblico post grandi nevicate di febbraio, su un totale di 12 milioni e mezzo di euro, dovuti all’impiego di mezzi e materiali, e riferibili a danni alle strade e alle scuole. Cifra che, ricorda Enrico Cavezzali, responsabile dell’ufficio verde urbano del Comune, ha spolpato le risorse accantonate per l’ordinaria manutenzione di parchi e aree verdi. Pini e lecci gli alberi più colpiti, anche nel parco più amato della città, quello all’interno della Rocca Brancaleone. Oggi griglie metalliche non permettono l’accesso alle mura in attesa della messa in sicurezza e si aspetta l’intervento di manutenzione sull’impalcato del ponte d’accesso. Nonostante un’ordinanza del sindaco Matteucci ne avesse de-


64 66 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.52 Pagina 65

57

cretato la chiusura da dicembre a febbraio, per problemi di decoro e ordine pubblico, è bastato uno spesso manto bianco per vedere tanti giovani ravennati affollare l’area attorno al monumento veneziano, protagonisti di ore di puro divertimento, fra slittini, bob e snow board. Un amore mai sopito per la verità, grazie alla presenza all’interno di un’area attrezzata per bambini, di una zona ristoro con un bar, in quella che viene definita “la cittadella” dove in origine venivano ospitate truppe di stanza, e all’esistenza nella “rocca” propriamente detta, dove risiedeva il castellano, di un’area riservata alle proiezioni cinematografiche e ai concerti estivi. Un idillio spezzato da qualche mese, dalle segnalazioni dei residenti e dei visitatori abituali che parlano, dopo decenni, della presenza al’esterno in ore notturne di prostitute, e del fenomeno dello spaccio. Situazione che vede consiglieri dell’opposizione pronti a gridare allo scandalo, residenti inquieti convinti di registrare i segnali di un mutamento, foriero di incognite, per chiudere con sindaco e assessori impegnati a ribadire che ogni sforzo viene profuso in termini di repressione e di prevenzione. Lasciata la cronaca degli ultimi mesi rimane ancora una volta anche per la Rocca come per altri luoghi urbani, più e più volte raccontati sulle pagine di Trovacasa, il tema del riuso di un monumento considerato marginale. Aperta al pubblico come parco urbano negli anni Settanta, teatro di gloriose stagioni fino agli anni Ottanta grazie a qualificate rassegne di musica jazz, la Rocca ha saputo accogliere i protagonisti della scena mondiale. Fra le proposte nelle calde serate d’estate, anche affollate stagioni d’opera: in scena il repertorio popolare del bel canto, apprezzato dal pubblico, abituato a non meravigliarsi se ad accompagnare il triste destino di Radames o di Mimì ci fossero anche le sirene del porto, lo sferragliare dei treni e il rombo di autotreni proveniente dalla vicina Darsena, il tutto a coprire gli applausi rivolti ai cantanti, alle orchestre e alle giovani comparse ravennati. Unico superstite di quegli anni il cinema sotto le stelle, appuntamento abituale con le seconde visioni. A credere nelle potenzialità della Rocca, Ravenna festival che

ha sempre presidiato il monumento con concerti ed eventi. Quest’anno sarà la volta di un omaggio alle canzoni del clan di Celentano con Peppe Servillo e due serate dedicate al Brasil jazz con Egberto Gismondi. Festival che dieci anni fa provò anche a immaginare per la Rocca una veste nuova grazie a un intervento di copertura, a tiranti e tessuto, smontabile per prolungare il periodo di attività e di apertura. Progetto già immaginato in una tesi di laurea. Progetto naufragato più per mancanza di convinzione da parte dell’amministrazione che di risorse, quelle che oggi sarebbe inimmaginabile reperire. Allora l’imponente manufatto rimane defilato, mai veramente inserito nel gran tour cittadino, curiosa reliqua sulla via del mausoleo di Teodorico. Della Rocca si sa che fu costruita a partire dal 1457 dai Veneziani, impegnati in un ampio programma di riqualificazione urbana. Completamente agibile negli anni Sessanta del 1400, già nel 1509 viene espugnata con l’uso di artiglieria dalle forze della coalizione anti veneziana, guidata da papa Giulio II. Di lì a tre anni a seguito della battaglia di Ravenna, l’assedio della città fu completo con la presa del fortilizio pesantemente colpito dall’artiglieria francese. Un marchio per questa fabbrica devastata nonostante la propria imponenza dalle potenti armi da fuoco. Una devastazione che sigla la sventura della città, costretta non solo ad assistere a uno dei grandi massacri del XVI, ma vittima nei giorni successivi di uno dei più violenti saccheggi mai registrati all’interno delle proprie mura, cittadini trucidati, incendi, violenze di ogni sorta, profanazioni, spoliazioni di beni, un aspetto che nei giorni del cinquecentesimo anniversario, celebrato il 12 aprile, davvero si vorrebbe non venisse sottaciuto, lontani, per fortuna, da ricostruzioni vagamente gioiose, definite nel dibattito pubblico, “in calzamaglia”. La storia interroga ancora sui conflitti che prediligono teatri urbani e cercano proprio nei civili inermi le vittime ideali. A rappresentare la scioccante violenza patita, la nascita del mito del mostro di Ravenna, creatura antropomorfa con un corno sulla testa, brevi ali e un unico arto simile a quello di un uccello e un occhio che si apre nel ginocchio.

MARZO

2012


64 66 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.52 Pagina 66

58

Caduta nella sfera pontificia, Ravenna perde ogni rilevanza strategica, la Rocca non viene più restaurata, tanto da essere oggetto delle prime spoliazioni già nel 1600, fino al Settecento quando le ultime demolizione la riducono ad orto. Passata dai Lovatelli ai Rava viene acquisita dal Comune nel 1965 che provvederà a un pesante restauro poi terminato dalla soprintendenza ai beni architettonici. Nel 1988 si tentò un nuovo arredo con la riproposizione all’ingresso del fossato con acqua, ignorando la dimensioni del manufatto originario. Esperimento in breve tempo abbandonato, vista la mancata

presenza di azioni di ricircolo dell’acqua causa anche il pesante ponte in legno che favorisce la conseguente crescita di un folto canneto, elemento tipico del paesaggio ravennate, ma in quel sito poco salubre e in nulla gradevole alla vista. La storia ha sempre congiurato contro la sopravvivenza della Rocca Brancaleone, imponente e maestosa alla nascita. il presente la vede, dimessa, ma capace di conservare le potenzialità di spazio urbano a misura dei cittadini, per il futuro aspettando la riqualificazione della vicina Darsena, non dovrebbe essere difficile considerarla uno dei luoghi privilegiati della cultura, dell’intrattenimento e del tempo libero.

Sopra, l’attuale stato di conservazione dei bastioni del fortilizio veneziano. Sotto, tre raffigurazioni del “Mostro di Ravenna”, secondo la leggenda apparso pochi giorni prima della battaglia sul fiume Ronco del 1512.

MEMORIE URBANE


MAZZOTTI GIANNI TC:Layout 1 28/03/12 22.28 Pagina 1

PIANGIPANE 2000 mq - bella casa – due unità indipendenti – amplissimo giardino- area edificabile PRIVATO VENDE – TRATTATIVE RISERVATE - per info: 338 855 6129 - 333 719 3187

www.trovacasa.ra.it


72 73 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.47 Pagina 72

60

CITTÀ SOSTENIBILE

Partecipazione? Si può! Iniziamo dal cohousing La partecipazione è questione complessa. Ma c’è da credere che per l’architettura sia una delle vie d’uscita verso il futuro

Nella civiltà contadina si sapeva bene quali erano i bisogni e si aveva idee precise su come lo spazio doveva essere organizzato, e di come doveva essere configurato per diventare la propria rappresentazione. Poi la conoscenza è scomparsa e l’architettura è diventata dominio esclusivo dell’architetto. Questo processo è ancora in corso e la figura dell’architetto, nell’epoca postindustriale tende a essere ancora più esclusiva; questo produce inevitabilmente disastro sociale e politico, perché divide gli esperti, quelli che “sanno” e “sanno fare” da quelli che non sanno neppure “perché” si fa, e che in questo stato di estraniamento arrivano ad avere perfino difficoltà a interpretare ed esprimere i loro bisogni. Il grande architetto Aldo van Eyck diceva di essere alla ricerca di una tecnologia “bassa” (low tech) e cioè di una tecnologia capace di risolvere le più sofisticate esigenze dell’architettura contemporanea, ma anche capace di sorpassare la concezione lineare di “progresso” alla quale ancora ci si riferisce e che porta a considerare che una struttura metallica complessa sia di per sé più significativa di una struttura in mattoni o in legno. Diventa così difficile ogni forma di socializzazione dell’architettura, si impedisce la partecipazione e si riduce l’architettura a autocontemplazione, isolamento nella autonomia; e si produce un linguaggio di casta che esclude chi non è nel gioco.

ABITARE L’HABITAT

Per uscire dalla sterile situazione di isolamento in cui si trova l’architettura, è importante che la gente partecipi ai processi di trasformazione delle città e dei territori ma è anche importante che la cultura architettonica si interroghi su come rendere l’architettura intrinsecamente partecipabile; o come cambiare le concezioni, i metodi e gli strumenti dell’architettura perché diventi limpida, comprensibile, assimilabile: e cioè flessibile, adattabile, significante in ogni sfaccettatura. Non serve una teoria della partecipazione mentre invece occorre l’energia creativa necessaria a uscire dalla melma dell’autonomia e a confrontarsi con gli interlocutori reali. In Italia l’opposizione alla partecipazione è stata dura, ma questo è stato anche facilitato dalle posizioni deboli e dogmatiche di chi proponevano la partecipazione come processo meccanico e automatico secondo il quale basta andare dalla gente, chiederle quali sono i suoi bisogni e poi trascrivere le risposte. La partecipazione è molto più di così. Ogni vera storia di partecipazione è storia di un processo di grande impegno e fatica, sempre diverso e il più delle volte lungo e eventualmente senza fine. La partecipazione impone di superare diffidenze reciproche, riconoscere conflitti e posizioni antagoniste. Ma quando si raggiungono fiducia e confidenza, allora il processo diventa vigoroso, spinge all’invenzione, innesca scambio di idee che viene continuamente alimentato dall’interazione dei vari modi diversi di percepire le questioni portate dai vari interlocutori. A questo punto l’ambiente si scalda e “accade” la partecipazione, che è un evento non solo intellettuale o mentale, ma anche fisico, alimentato da calore umano. Se cambiano i

partecipanti e le ragioni per cui si sono incontrati, cambia la partecipazione. Le proposte architettoniche che un bravo architetto riesce a dare nel processo partecipativo sono personali, e questo non è di per sé un limite; al contrario è una risorsa. La verifica della qualità dei risultati avviene quando gli altri, i partecipanti, si riconoscono in quello che l’architetto propone. Accade come accadeva per tutti con la musica. Tutti suonavano, ma qualcuno era capace di produrre sonorità particolari; e quelle sonorità a un certo punto venivano riconosciute e diventavano patrimonio diffuso. Lo sforzo di organizzare e dare forma allo spazio fisico continuerà a essere esigenza impellente e passione umana. Ma per non morire l’architettura dovrà coinvolgere chi direttamente o indirettamente la utilizza. L’esperienza di partecipazione sperimentata nella nostra città con “La Darsena che vorrei” è stata per alcuni esaltante, per altri, molti, forse frustrante, per me personalmente estremamente utile, istruttiva anzi formativa; ma le vie della partecipazione sono tante e forse in modo più concreto si potrebbe partire dalla sperimentazione anche in ambiti più ristretti e controllabili. Le città sono i luoghi dove il cohousing è nato come risposta ad un’esigenza di socialità perduta, permettendo la condivisione di spazi ed emozioni con altri insieme ai quali si sceglie di vivere. Il cohousing non è un utopia ma l’esperienza quotidiana di migliaia di persone in tutto il mondo che hanno scelto di vivere in una comunità residenziale a servizi condivisi. Le comunità di cohousing combinano l’autonomia dell’abitazione privata con i vantaggi di servizi, risorse e spazi condivisi (micronidi, laboratori per il fai


72 73 TC1203:Layout 1 27/03/12 21.47 Pagina 73

C O O P E R AT I V A F A C C H I N I R I U N I T I

da te, auto in comune, palestre, stanze per gli ospiti, orti e giardini...) con benefici dal punto di vista sia sociale che ambientale. Consistono in un insediamento di 2040 unità abitative, per famiglie e single, che si sono scelti tra loro e hanno deciso di vivere come una “comunità di vicinato” per poi dar vita (attraverso un processo di progettazione partecipata) alla realizzazione di un ‘villaggio’ dove coesistono spazi privati (la propria abitazione) e spazi comuni (i servizi condivisi). La progettazione partecipata riguarda sia il progetto edilizio vero e proprio (dove il design stesso facilita i contatti e le relazioni sociali) sia il progetto di comunità: cosa e come condividere, come gestire i servizi e gli spazi comuni. Le motivazioni che portano alla coresidenza sono l’aspirazione a ritrovare dimensioni perdute di socialità, di aiuto reciproco e di buon vicinato e contemporaneamente il desiderio di ridurre la complessità della vita, dello stress e dei costi di gestione delle attività quotidiane.

Le 10 caratteristiche più comuni del cohousing 1. Progettazione partecipata: i futuri abitanti partecipano direttamente alla progettazione del “villaggio” in cui andranno ad abitare scegliendo i servizi da condividere e come gestirli 2. Vicinato elettivo: la comunità di cohousing aggregano persone dalle esperienze differenti, che scelgono di formare un gruppo promotore e da vita ad una visione comune condivisa. 3. Comunità non ideologiche: non ci sono principi ideologici, religiosi o sociali alla base del formarsi di comunità di coresidenza, così come non ci sono vincoli specifici all’uscita dalla stessa. 4. Gestione locale: le comunità sono amministrate direttamente dagli abitanti, che si occupano anche di organizzare i lavori di manutenzione e della gestione degli spazi comuni. 5. Struttura non gerarchica: nelle comunità di cohousing si definiscono responsabilità e ruoli di gestione degli spazi e delle risorse condivise; le decisioni sono prese sulle base del consenso 6. Sicurezza: il cohousing offre la garanzia di un ambiente sicuro, con forme alte di socialità e collaborazione, idoneo per la crescita dei bambini e per la sicurezza dei più anziani. 7. Design e spazi per la socialità: il design degli spazi facilita lo sviluppo dei rapporti di vicinato e incrementa il senso di appartenenza ad una comunità. 8. Servizi a valore aggiunto: la formula del cohousing, consente di accedere, attraverso la condivisione, a beni e servizi che per il singolo individuo hanno costi economici alti. 9. Privacy: l’idea del cohousing permette di coniugare i benefici della condivisione, mantenendo l’individualità della propria abitazione e dei propri tempi di vita. 10. Benefici economici: la condivisione di beni e servizi consente di risparmiare perché si riducono gli sprechi, il ricorso a servizi esterni, il costo dei beni acquistati collettivamente.

Traslochi nazionali e internazionali con autocarri furgonati e attrezzature di sollevamento speciali (elevatori telescopici) Montaggio e smontaggio di pareti attrezzate, uffici ed allestimento fiere Piazzale e magazzino per deposito e stoccaggio merci Personale specializzato per movimentazione merci in area portuale con pale gommate e carrelli elevatori Magazzino per archiviazione e custodia documenti Nuovo magazzino per deposito mobili e arredi Gestione magazzini e piazzali

www.cofari.it Marco Turchetti, Ugo Guidi [Progettare Sostenibile - Ravenna] info@progettaresostenibile.com

RAVENNA via G. Bacci 44 tel. 0544 452861 - fax 0544 453624 cofari@cofari.it

MARZO 2012


Mercato immob TC1203:Layout 1 27/03/12 21.55 Pagina 1

62

CONSULENZA E INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE

Mercato delle locazioni: nel 2011 crescita dei contratti e rallentamento dei prezzi. «La “cedolare secca” è stata un buon incentivo – commenta Gian Battista Baccarini, presidente Fiaip Ravenna – ma nel 2012 incombe l’incongnita dell’applicazione dell’Imu Il mercato delle locazioni ha registrato nel 2011, secondo il report del Centro Studi Fiaip, una sostanziale stabilità e un’offerta in leggera diminuzione rispetto al 2010, sebbene vi sia una domanda di abitazioni da locare in costante aumento. Il mercato delle locazioni vede un rallentamento dei prezzi che rispetto al 2010 subiscono una flessione contenuta - 3,65% per il comparto abitativo mentre per il commerciale la diminuzione è valutata attorno al -7/7,5% circa. In calo anche i prezzi delle locazioni dei negozi che nel 2011 fanno registrare un -3,35%. Rispetto al 2009, il mercato delle locazioni indica per il comparto residenziale un aumento della domanda di abitazioni, l’offerta di immobili rimane stazionaria con un incremento del numero dei contratti. I contratti di locazione risultano infatti in costante aumento del +3,97% per gli affitti delle abitazioni, mentre per negozi si riscontra una flessione dei contratti -3,35 che diventa più sensibile per le unità immobiliari ad uso direzionale uffici e capannoni. I tempi medi per affittare un immobile ad uso abitativo diminuiscono per il periodo inferiore al mese e per il periodo da 1 a 3 mesi (38%), mentre sono in aumento coloro che riescono ad affittare entro un mese dall’incarico all’agenzia (18%). Una tipologia di immobile sempre più richiesto dalle giovani coppie o dai single è il miniappartamento bilocale (38%), così come il trilocale (34%), ubicato in zone centrali (32%) o semicentrali (33%). In aumento del 10%, chi preferisce l’estrema periferia. Lo stato di conservazione degli alloggi più frequentemente affittati è quasi esclusivamente di buono stato (53%) o ristrutturato (23%). «Tale andamento rispecchia la situazione del mercato immobiliare nella provincia di Ravenna – afferma Gian Battista Baccarini, presidente provinciale Fiaip -. Nel 2011 un incentivo al mercato delle locazioni è sicuramente stata l’introduzione della cosiddetta “cedolare secca” tramite D.L. n. 23 del 14/03/2011 con il quale il governo ha emanato delle disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale Tra queste disposizioni l’art. 3 ha previsto la possibilità per il proprietario di adottare un nuovo regime fiscale relativo alle locazioni abitative». Il nuovo regime prevede agevolazioni fiscali sia per l’inquilino che per il proprietario:

MERCATO IMMOBILIARE

Vantaggi per il proprietario: - esenzione dal versamento dell’imposta di registro per tutta la durata della locazione e oneri per la prima registrazione (i bolli); - imposizione ai fini Irpef al 21% per i contratti a canone libero (4+4) oppure al 19% per i concordati abitativi (3+2); - il reddito derivato da locazioni sottoposte alla cedolare secca è escluso dal reddito complessivo.

Vantaggi per l’inquilino: - esenzione dal versamento dell’imposta di registro per tutta la durata della locazione e oneri per la prima registrazione (i bolli); - canone fisso per tutta la durata della locazione senza obbligo di aggiornamento Istat. Questo regime può essere adottato solo per i contratti di locazione ad uso abitativo e pertinenze (garage, cantine, posti auto ecc.) e solamente tra persone fisiche, quindi non è possibile adottare la cedolare secca per contratti stipulati tra società o enti (anche se solo una delle due parti è una società o ente). «Per quanto riguarda le previsioni per il 2012 - conclude Gian Battista Baccarini -, si prevede una tendenza positiva circa l’aumento dei contratti di locazione ad uso abitativo nel primo semestre con una possibile contrazione nel secondo semestre dovuta ad una duplice ragione: l’introduzione dell’Imu, con un conseguente probabile sensibile aumento dei canoni di locazione qualora le amministrazioni locali applicassero sulle seconde case il massimo delle aliquote, e la tanto auspicata ripresa del mercato immobiliare attesa per fine anno».

www.ravenna.fiaip.it


ANNUNCI 5 PAGINE:Layout 1 27/03/12 19.13 Pagina 63

63

ANNUNCI IMMOBILIARI RAVENNA CITTÀ E FORESE CASE E APPARTAMENTI

EUROCASE

EUROCASE

EUROCASE

ZONA BOSCO BARONIO Spazioso e accogliente APPARTAMENTO all'ultimo piano (3°): ingresso, ampio soggiorno, cucina abitabile, studio, 2 camere da letto matrimoniali, bagno, 2 balcoSAVORANI & CO MADONNA DELL’ALBERO ni, ampio garage. Riscaldamento Interessante appartamento in vil- autonomo. Perfetto stato d'uso. letta con ingresso indipendente, tel. 0544.33158 € 220.000,00 tratt. piccola corte, grande garage riscaldato, posto auto coperto. Al ASSOCASE p.p. balcone d'arrivo, soggiorno ZONA BAIONA aperto su cucina abitabile, 2 caVilletta abbinata, in buono stato, mere, ripostiglio, doppi servizi. libera a breve: p.t. ingresso, amClima ed infissi nuovi. pia zona giorno con cucina, ba-

ZONA VIA DEI POGGI Confortevole CASA ABBINATA in posizione particolarmente silenziosa: ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto matr., guardaroba, 2 bagni, balcone, tavernetta, dispensa, cantina e garage. Da rimodernare. tel. 0544.33158

€ 245.000,00 tratt. tel. 0544.33158 € 265.000,00 tratt. ASSOCASE

VICINANZE QUESTURA Bifamiliare in ottimo contesto residenziale sviluppata su due piani: p.t. ingresso, soggoiorno, cucina e tinello, bagno. lavanderia: 1°p. due letto, bagno oltre a cortile e garage da peronalizzare.

tel. 0544 400 004

gno, lavanderia, garage e giardi€ 195.000,00 netto. 1°p. 3 letto, bagno oltre a mansarda. posto auto. SERVIZI IMMOBILIARI tel. 0544 271653 RAVENNA, € 230.000,00 ADIACENZE PALAZZO DEGLI AFFARI Appartamento di recente costru- ASSOCASE zione, piano terra, ben rifinito PORTO FUORI ampio soggiorno con angolo cot- Porzione di bifamiliare in ottimo tura, 2 camere, bagno, portico stato, al piano primo con ingresgiardino privato, cantina e posto so indipendente: ingresso, granauto scoperto, riscaldamento au- de cucina, salone con balcone, 3 tonomo, Classe Energetica E, in- letto di cui 2 matrimoniali e una dice P. E. 151,46 Kwh/m2/anno. doppia, 2 bagni finestrati, ampio giardino e garage. Rif. 062 tel. 0544 271653

tel. 0544 455086

€ 198.000,00

tel. 0544 271653

€ 265.000,00 trattabili

AG. ROMAGNA

BORGO S. ROCCO Delizioso app.to in centro con bel terrazzo panoramico, 2° ed ultimo P. con ascens, in recente e piccola palazzina, con garage ampio al PT oltre a posto auto in uso esclusivo. Ingresso, soggiorno con terrazzo, cucinotto con balcone, disimp., letto matr., letto singola, ripost. e bagno. Imp a norma, risc. aut., tutto parquet. € 240.000,00 classe F Ep tot 189,60 tel. 0544 501515

€ 255.000,00 tratt.

SAVORANI & CO LIDO DI SPINA Proponiamo 2 appartamenti in villa, vicinissimi al mare, entrambi con ingresso indipendente, giardino privato con p. auto e caminetto: A) p.t. con 2 camere, ampio soggiorno, cucinino, bagno, risc. autonomo € 200.000,00. B) p.p. con 3 camere, sala, cucinino, bagno, terrazza, pred. risc. € 250.000,00 tel. 0544 400 004

AG. ROMAGNA

SAN BIAGIO Soluzione particolare ideale per chi necessita di 2° app.to per ospiti. In piccola palazzina al 1° ed ultimo P. Sogg. ampio con cucina a vista, letto matr. e bagno, scala di accesso alla mansarda con letto matr. e bagno. Collegato all’app.to, ma anche con ingresso autonomo, bilocale mansardato con sogg./AK, letto matr. e bagno. P.T. posto auto e cantina. Risc. aut. No spese cond. tel. 0544 501515

€ 240.000,00 complessivi

ZONA VIA DE GASPERI Panoramico APPARTAMENTO molto luminoso sito all'ultimo piano con ascensore e libero da tre lati: ingresso, ampio soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto matrimoniali, bagno, 2 balconi e cantina. Riscaldamento autonomo. Buono stato d'uso.

GESTICASA

SAN BIAGIO RIF. D 82 T: casa indipendente da rimodernare. PT: Giardino, garage, lavanderia, una camera. P!°: sala, cucina, una matrimoniale, una doppia, bagno. ACE F, IPE 207. tel. 0544 66796

€ 280.000,00

SERVIZI IMMOBILIARI

RAVENNA, ZONA SAN BIAGIO Casa singola da sistemare su due livelli con ingresso soggiorno, cucina abitabile, 3 camere doppie (di cui una grezza), bagno, ripostiglio, balcone, terrazzo, cantina, garage, area cortilizia privata di 109 mq. Classe Energetica G. Rif. 052

CASE D’AUTORE RAVENNA, CENTRO STORICO A pochi passi da via cavour, posizione tranquilla e di pregio, appartamento posto su due livelli composta da ingresso, soggiorno con zona cottura, bagno, camera tel. 0544 455086 € 290.000,00 matrimoniale al piano primo, mansarda con due camere, bagno e terrazzo. garage al piano STUDIO EFFE MEZZANO sottostrada. Classe “D” Nuova zona residenziale vicino a tel. 0544 212134 € 260.000,00 tutti servizi, zona molto tranquilla, nuova costruzione con riscaldamento a basso consumo, VILLA SERVIZI IMMOBILIARI ABBINATA D'ANGOLO con bellisRAVENNA, QUARTIERE SAN ROCCO simo tetto in legno a vista, ampia Casa indipendente ben tenuta, su zona giorno con cucina abit., 2 due livelli, ingresso soggiorno, bagni, 3 letto balcone, ripost., cucina abitabile, due camere stu- possib. di studio in soppalco. Podio, due bagni balcone, giardi- sto auto coperto. Cantina. Finitunetto. Riscaldamento autonomo re con ottimi materiali prescelti Classe Energetica G. OCCASIONE. dal cliente. Classe "B" EP=59. Rif. 051 Codice Immobile: 123 tel. 0544 455086

€ 260.000,00

tel. 0544 .502072

€ 295.000,00

ANNUNCI IMMOBILIARI


ANNUNCI 5 PAGINE:Layout 1 27/03/12 19.13 Pagina 64

64

ASSOCASE VICINANZE ZONA GALLERY Villetta a schiera tipica degli anni 80/90, libera subito: al primo piano ampio salone con grande cucina, bagno e balcone. 2°p. 3 letto, grande bagno, balcone oltre a garage e grande porticato e giardino. Posizione molto tranquilla. tel. 0544 271653

€ 330.000,00 tratt.

GESTICASA

SAN BIAGIO RIF. D 84 T: casa indipendente da rimodernare. PT: giardino, ampio garage, cantina, bagno, lavanderia. P1°: sala, tinello, cucina abitabile, possibilità di bagno. P2°: due ampie matrimoniali, una singola, bagno. ACE F, IPE 204.. tel. 0544 66796

€ 350.000,00

fotografico in agenzia. tel. 0544 1950354

AG. ROMAGNA TRA RAVENNA E FORLÌ Bella casa ex colonica disposta su due piani, complet. restaurata con area esterna di 21.000 mq con parco alberato e 2 Ha di terreno recintato. Portico su 2 lati, ingresso, soggiorno, cucina e sala da pranzo con camino, bagno, lavanderia, stanza con forno, studio e cantina. 1° P. 3 letto e bagno. Pavimento in cotto, pannelli fotovoltaici. tel. 0544 501515

€ 390.000,00 tratt.

AG. MAZZINI Ravenna,traversa Canale Molinetto In bel contesto condominiale, vendesi attico ottimamente rifinito, con terrazzo di mq 117 in parte loggiato con travi in legno. Composizione: ingresso, sala, cucinino separato, camera matrimoniale con vano guardaroba, camera singola, ripostiglio, 2 bagni. Possibilità di ricavare terza camera da letto. Parquet ovunque. Posto auto scoperto al piano terra. Da vedere!! tel. 0544 1950354

AG. MAZZINI RAVENNA, CENTRO STORICO A pochi passi da Piazza del Popolo, delizioso appartamento, con ottime rifiniture e vista sul centro storico, posto al terzo piano con ascensore. Composizione: sala di mq 30 con cucina aperta sulla zona giorno, balconcino, disimpegno, 3 camere da letto, 2 bagni, balcone. Cantina al piano terra. Risc. aut. Immobile di pregio.

AG. ROMAGNA

RAVENNA CENTRO ROCCA BRANCALEONE Bella casa bifamiliare con cortile end ampio giardino su 3 lati. P.T. sogg., cucina grande con camino, bagno, studio con uscita sull’ampio portico appartato con camino. 1° P. 3 letto (2 matr. e singola), bagno con vasca. Sottotetto uso ripost. P.T. garage per 2 auto. Zone silenziosa, dimensioni generose, imp a norma. tel. 0544 501515

€ 495.000,00 tratt.

tratt. riservate

AG. MAZZINI RAVENNA, CENTRO STORICO In strada pedonale, vendesi attico di mq 200, posto al 2° ed ultimo piano senza ascensore, in contesto di 4 unità. L’immobile è ben tenuto e ristrutturato nel ’92. Riscaldamento autonomo. tel. 0544 1950354

Maggiori info in agenzia

AG. MAZZINI RAVENNA, CENTRO STORICO Vendesi appartamento signorile di mq 200 completamente da rimodernare, composto da ampio ingresso, zona pranzo, soggiorno, cucina con lavanderia, 3 camere da letto matrimoniali, 2 bagni e cantina. Riscaldamento centralizzato. tel. 0544 1950354

SCOR

Info in agenzia

RAVENNA, BORGO MONTONE Vendesi villa bifamiliare di nuova costruzione composta da: giardino su tre lati, taverna, soggiorno, cucina, tre letto, tre bagni, balcone a loggia, riscaldamento a pavimento, aspirazione centralizzata, ottime rifiniture. Rif. 840 tel. 0544.35411

€ 550.000,00 AG. MAZZINI

SANTERNO (RA) Frazione di Ravenna a 15 minuti dal mare, splendida villa indipendente, recentemente ristrutturata, con ampio giardino che gira su 4 lati e piscina. Rifiniture di pregio. Si valutano anche permute.

tel. 0544 1950354

€ 395.000,00

tel. 0544 1950354

Informazioni e materiale fotografico in agenzia

€ 350.000,00

AG. ROMAGNA

EUROCASE

PUNTA MARINA Spaziosa VILLA SINGOLA con ampio giardino privato in zona centrale: doppio ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 3 camere da letto, 2 bagni, 2 balconi, spaziosa Tavernetta, ambiente di servizio, camera per ospiti con bagno privato, garage. tel. 0544.33158

€ 370.000,00 tratt.

MARZO 2012

SAN BIAGIO Ultima villetta indipendente in pronta consegna, molto particolare. Disposta quasi esclusivamente al piano terra con giardino, salone con cucina a vista di oltre 35 mq. ,disimpegno, 2 letto, 2 bagni, studio in soppalco con soffitto con tavelle, accesso a bellissimo terrazzo di 45 mq in parte a loggia. Garage e cantina. Tutto parquet con risc. a pavimento. Classe C tel. 0544 501515

€ 400.000,00 tratt.

AG. MAZZINI PUNTA MARINA TERME Casa indip.con giardino su 4 lati, tavernetta con camino in corpo staccato, pergolato esterno, bellissimo terrazzo vista mare. Composizione: ampia sala con cucina a vista, disimpegno, bagno di servizio, vano multiuso; primo piano: 4 camere da letto, 2 bagni, balcone. Al piano terra pavimenti in cotto antico e al piano superiore pavimenti in parquet. tel. 0544 1950354

AG. MAZZINI

€ 580.000,00

MARINA ROMEA (RA) Splendida villa signorile completamente ristrutturata con rifiniture di pregio e grande parco alberato. Informazioni e materiale

EUROCASE

CENTRO STORICO Spaziosa CASA SINGOLA con DUE APPARTAMENTI INDIPENDENTI ciascuno composto da: ingresso, salone, studio, cucina abitabile, 2 camere da letto matrimoniali, bagno, ripostiglio, guardaroba, cantina e garage. Ampio giardino privato sui quattro lati. Zona molto tranquilla e signorile. tel. 0544.33158

Info in ufficio.


ANNUNCI 5 PAGINE:Layout 1 27/03/12 19.13 Pagina 65

65

Info in ufficio

€ 12.500,00

RAVENNA PROVINCIA CASE E APPARTAMENTI

EUROIMMOBILIARE RAVENNA VIA ACHILLE BORGHI 10 In graziosa palazzina di 5 unità di FUTURA diversa tipologia e metratura, SANT’ANTONIO (RA) sono ancora disponibili 2 appar- Bellissima villa monofamiliare, su tamenti. 2 livelli , insistente su lotto di tot. tel.0544 454645 Mq. 1.450, rifinita fin nei minimi Info in ufficio dettagli con materiali di ottima qualità. Ideale per chi ama spazi in open space, con rifiniture moderne ma allo stesso tempo sobrie ed eleganti. La zona giorno si sviluppa interamente a livello del giardino, sapientemente piantumato ed è suddivisa tra un ampio salone con camino ( mq. 52,50), una cucina in muratura con annessi camino e forno a legna( tot. Mq. 29 ), un ampio soppalco con affaccio sul salone. Zona notte al EUROIMMOBILIARE primo piano con camere da letto RAVENNA VIA AUGUSTA RASPONI 39 complete di vano guardaroba/caIn elegante contesto, vicine al bina armadio. E’ la casa ideale centro della nostra città in zona per chi apprezza il connubio tra la ottimamente servita, sono anco- tranquillità della campagna unita ra disponibili 2 ville abbinate al massimo del comfort, il tutto a tel.0544 454645 pochi Km. dalla città. Classe enerInfo in ufficio getica “C” EP 80,34.

BACCARINI BRISIGHELLA (RA), CENTRO VICOLO MONASTERO, 27 Villettina abbinata ristrutturata con rifiniture di notevole pregio. Ampia zona giorno con bagno al BACCARINI FAENZA, ZONA AUTOSTRADA piano terra, soppalco al piano VIA SAN SILVESTRO 168 ammezzato uso studio/saletta tv CONDOMINIO “LE VELE” e 2 letto con bagno al piano priIn complesso di recente edifica- mo. Consegna immediata. zione si vendono 2 uffici abbina- tel. 0546.662040 bili, al piano primo, oltre posto € 265.000,00 auto doppio al piano terra. C.E. C oltre arredo di pregio a parte - Ipe: 29

Foto e ulteriori info in agenzia su appuntamento

FUSIGNANO, CENTRALE VIA EMALDI, 2 IN ANGOLO CON VIA CANTAGALLO E VENETO Porzione di fabbricato da ristrutturare, della superficie commerciale di circa mq. 480 con circa mq. 1300 di corte esclusiva. Consegna Immediata.

tel. 0546.662040

€ 120.000,00 Ufficio di mq. 64 € 200.000,00 Ufficio di mq. 116

BACCARINI

tel. 0544.404047

BACCARINI Negozio di oltre mq. 80 posto al piano terra e costituito da locale vendita con annessi disimpegno, bagno e retro negozio. Attualmente locato con prima scadenza tel. 0546.662040 a fine 2017.

EUROIMMOBILIARE tel. 0546.662040 MARINA ROMEA € 150.000,00 VIALE DELLE PALME 64 Ancora disponibile un prestigio- AG. ROMAGNA so attico ampia metratura con RAVENNA CENTRO solarium e due posti auto coperti Due Villette in fase di costruzione in proprietà in elegante contesto in classe “A”. Contesto riservato, zona centrale, finiture raffinate tel.0544 454645 Info in ufficio ed eleganti. Zona giorno al PT con giard. di proprietà, sogg. ampio, cucina abit., bagno. Zona Notte con 3 belle camere e bagno. Ampio garage e cant. con accesso diretto dalla villa. Pannelli fotovolt., solari e soluzioni tecniche all’avanguardia per garantire la BACCARINI MARZENO DI BRISIGHELLA classe di efficienza energetica A. tel. 0544 501515 VIA MORONICO, 26 Info in ufficio In palazzina di nuova costruzione si vendono 5 appartamenti posti ai piani terra e primo al momento GARAGES E POSTI AUTO EUROIMMOBILIARE allo stato grezzo ma ultimabili in MARINA DI RAVENNA CASE D’AUTORE c.a 8 mesi. Buon capitolato. SoluVIALE LUNGOMARE 53 E 83 RAVENNA IN VIA DI ROMA zioni con due o tre letto, giardino FRONTE MARE Vendesi 4 posti auto coperti in Disponibili appartamenti al pia- garage comune. Accesso con por- o terrazze e ampie tavernette al no terra con giardino, attico con tone automatico,accensione luci piano interrato. Posto auto scoperto. Prezzi a partire da solarium, appartamenti con sop- automatiche con timer. € 175.000,00 palco, tutti vista mare tel. 0544 212134 tel. 0546.662040 tel.0544 454645 a posto auto

€ 325.000,00

BACCARINI FAENZA, CENTRALISSIMO VIA CASTELLANI 29 In stabile totalmente ristrutturato e dotato di ascensore, si vende appartamento mai abitato posto al piano primo e composto da: ampio soggiorno con balconcino, cucina abitabile, 2 letto, due bagni oltre posto auto al piano interrato raggiungibile tramite montauto. C.E. B - Ipe: 42.

tel. 0546.662040

€ 330.000,00

ANNUNCI IMMOBILIARI


ANNUNCI 5 PAGINE:Layout 1 27/03/12 19.13 Pagina 66

66

RUSSI CASA

GATTEO MARE Attico vista mare di nuova ristrutturazione. Ingresso, sala, angolo cottura, 2 camere da letto, bagno, terrazzo. Completamente arredato. Rif. N 3 tel. 0544 583359

BACCARINI FAENZA, ZONA LOCALITÀ PIEVE CESATO, VIA BIANCANO 44 Si vendono tre fabbricati rurali di varie tipologie e dimensioni (ampia casa, fienile trasformabile in abitativo e pro servizio), su lotto di circa mq. 6800. C.E.: G - Ipe: 340. tel. 0546.662040

€ 352.000,00

BACCARINI FAENZA , CORSO BACCARINI 15 In palazzo storico si vende ufficio di oltre mq. 250 posto al piano 1° con ingresso da ampio scalone indipendente oltre vano in soppalco. Presenza di affreschi nei soffitti di 2 sale; possibilità di frazionamento in 2 unità; piccola cantina al piano terra in cortile interno condominiale. Discreto stato d’uso. Consegna immediata.

RUSSI CASA

BACCARINI

RIOLO TERME, VIA TURATI 12-14 Villa bifamiliare di nuova edificazione e grande qualità costruttiva costituita da due ampi appartamenti con tre camere da letto, tre bagni e ampi servizi al piano interrato. C.E. F – 189. tel. 0546.662040

€ 200.000,00

PUNTA MARINA Vicino alla spiaggia. Appartamento al piano terra. Soggiorno, angolo cottura, 1 letto matrimoniale con posibilità di un secondo letto, bagno, posto auto in corte condominiale. Rif. N 5 tel. 0544 583359

€ 140.000,00

€ 860.000,00 RUSSI CASA

PIANGIPANE Si cede attività di tabacchi, cartoleria e lotterie varie. Incassi interessanti, documentabili. Rif. R 8

tel. 0546.662040

tel. 0544 583359

€ 390.000,00

€ 250.000,00

Affitto RAVENNA CITTÀ BACCARINI

APPARTAMENTI

FAENZA , ZONA AUTOSTRADA VIA PANA 55

BACCARINI FAENZA, ZONA BORGOTTO VIA CHIARINI angolo via della Valle Locale al piano terra di c.a mq. 295 allo stato grezzo con destinazione d’uso a definirsi, oltre garage e 4 cantine. Pronta consegna. tel. 0546.662040

BACCARINI

FAENZA , CENTRALISSIMO P.ZZA MARTIRI DELLA LIBERTÀ Bellissimo app.to parzialm.arredato, piani 2° e 3° (ultimo mansardato abit.) oltre incantevole, unico e riservato terrazzo di circa mq. 65 sui tetti di Faenza. Impian€ 354.000,00 ti già predisposti per suddivisione in 2 unità indip.; 2 cantine al p. interrato e poss. di prendere in affitto posto auto coperto nelle vicinanze. Consegna da concordare. C.E. G - 252 tel. 0546.662040

Vendesi complesso immobiliare composto da 2 case abbinate di cui una da ristrutturare, oltre fienile, pro servizi e 3 capannoni, questi ultimi della sup. complessiva di c.a. mq. 1200. Il tutto su area di c.a. mq. 11.000,00 oltre terreno agricolo di c.a. ha. 1.5. Casa abitabile C.E.: F/178. Fabbricati residui: C.E.: G/ 332. tel. 0546.662040

UNIVERSO IMMOBILIARE FORNACE ZARATTINI Bilocale con ingresso indipendente di nuova costruzione composto da soggiorno con angolo cottura, letto, bagno, ripostiglio, giardino e posto auto. Arredato. Rif. 100a tel. 0544 271066

€ 500,00

RAVENNA E PROVINCIA

RUSSI CASA

RUSSI In contesto di 3 unità, nuova vil- IMMOBILI COMMERCIALI letta situata in angolo, di ampia metratura. Ingresso, sala, cucina abitabile, 3 camere da letto, 3 bagni, ripostiglio, garage ed ampio giardino. Cl. Energ. B - Rif. B 86 tel. 0544 583359

€ 536.000,00

Al grezzo € 220.000,00 Finita € 330.000,00

RUSSI CASA BACCARINI FAENZA , CAMPAGNA VALLE VIA CELLETTA 44 Casa abbinata da una lato e con sviluppo su 2 piani. Ampio salone, cucina abitabile, 4 letto e 2 bagni. Due garages in corpo separato. Ampia corte esclusiva. Recente ristrutturazione di buona fattura. Consegna da concordare. C.E.: E/74. tel. 0546.662040

RUSSI, IN CAMPAGNA Su lotto di mq. 8.000,00 circa, casa indipendente di medie dimensioni. Ingresso, sogg., pranzo, cucina, 3 camere da letto, 2 bagni, cantina, servizi e piccolo capannone. Da ristrutt. Rif. B 30 tel. 0544 583359

BACCARINI FAENZA , ZONA ERRANO VIA FIRENZE, 440 Villa bifamiliare di recente ristrutturazione con ampio parco. Consegna da concordare. tel. 0546.662040

€ 380.000,00 MARZO 2012

€ 830.000,00

€ 200.000,00

RAVENNA In zona di passaggio vendesi MURI DI AMPIO locale USO pubblico esercizio per attività di bar /ristorante/ pizzeria. Info in agenzia tel. 0544.36337

€ 260.000,00

ATTIVITÀ COMMERCIALI

RUSSI CASA

RUSSI Casa abbinata ad un lato, composta da ingresso, soggiorno, ampia cucina abitabile, 2 camere da letto, 2 bagni, garage e giardino. Tutta ristrutturata con ottimi materiali. Rif. B 10 tel. 0544 583359

IDEA CASA

€ 230.000,00

IDEA CASA RAVENNA, CENTRO STORICO CEDESI attivata attività di ristorazione, in locale completo di tutte le attrezzature. tel. 0544.36337

Informazioni riservate previo appuntamento



TrovaCasa Premium Marzo 2012