Issuu on Google+

w w w. r a v e n n a e d i n t o r n i . i t

22 marzo 2012 n. 480

Redazione tel 0544 271068 redazione@ravennaedintorni.it • Pubblicità tel. 0544 408312 info@reclam.ra.it LA STORIA

Elio ha 57 anni, è nonno e vuole sposare Claudio A PAGINA 6 LE TESTIMONIANZE

Emigrare oggi e ieri: generazioni a confronto A PAGINA 10 L’INIZIATIVA

Anche un torneo di calcio contro il razzismo DA PAGINA 11 NOBODADDY

Doppio appuntamento con Cada die teatro A PAGINA 16 FORUM

A PAGINA 18 GUSTO

Tutti i segreti dello squaquerone A PAGINA 24

VERSO L’ESTATE

Marina, si ricomincia

OFFERTE IMMOBILIARI da pagina 29

LUTTO

Cordoglio in città per Tonino Guerra, Niente alcol in strada, feste domenicali, ma nessuna novità sulle capienze ravennate onorario PROSA

Un po' come tutti gli anni siamo qui, poche settimane prima di Pasqua, a parlare di Marina e di polemiche, di polemiche e di Marina. Il tema di quest’anno, guarda caso, è la nuova ordinanza del sindaco Fabrizio Matteucci che, dopo aver concesso una serata in più agli stabilimenti balneari (non una serata da niente, tra l’altro, tornando la possibilità di ballare alla domenica), stringe la cinghia sul fronte antisballo, vietando non solo il vetro, come negli anni passati, ma anche l’alcol su tutto viale delle Nazioni, al parcheggio scambiatore e nello stradello retrodunale. Non si potrà bere, a meno che non si sia comodamente seduti e serviti al tavolo, e le attività commerciali della zona “rossa” non potranno vendere birre o bibite in lattina da asporto. Anche se c’è già chi dice che non seguirà l’ordinanza e, praticamente, si farà la legge da solo. Per quanto riguarda i bagnini, resta più di un’incognita: una legata alle capienze, problema non risolto e che potrebbe portare a nuove multe con le forze dell'ordine a contare chi balla in spiaggia; un’altra relativa alla liberalizzazione degli orari. Potranno i bagni restare aperti sette giorni su sette 24 ore su 24 come gli altri pubblici esercizi? Secondo il Comune naturalmente no, ma la partita è aperta. Però l’incognita più grande è quella sulla partita europea relativa al rinnovo delle concessioni demaniali, per cui scende in campo anche Cna.

Pluripremiato agli Ubu 2010 (spettacolo dell'anno e miglior attore protagonista), Fabrizio Gifuni arriva anche a Ravenna (da mercoledì 28 a sabato 31 marzo) con L'ingegner Gadda va alla guerra – forte anche della regia di Giuseppe Bertolucci –, che per la grande intensità e l’attualità sottesa al testo continua a entusiasmare il pubblico dopo gli esauriti della scorsa stagione. Un monologo incalzante e fisico, quello di Gifuni, che alla fine chiama le luci di sala, vuole vedere in faccia i suoi spettatori, insieme ai quali le invenzioni linguistiche di Gadda diventano un esplicito strumento di fustigazione del potere attuale, quello schiavo non solo del denaro, ma soprattutto dell’eros, dell’ossessione di una demenziale virilità. Ed è a colui che “giganteggia” su “doppi tacchi” che Gifuni dedica l’ultima definizione che Gadda scrisse per il Duce.

Il presidente della Regione Emilia Romagna ha ricevuto un avviso di garanzia in merito all’indagine della procura di Bologna sul caso della cooperativa Terremerse. Il presidente, ravennate, è accusato di falso ideologico per un finanziamento da un milione di euro risalente al 2006 che andò alla cooperativa agricola, allora presieduta dal fratello Giovanni. L’intero Pd ravennate ha espresso solidarietà umana e politica al presidente. L’indagine è partita da una serie di servizi giornalistici pubblicati da Il Giornale. Abbiamo intervistato Stefano Filippi, il cronista autore dello scoop.

SERVIZI ALLE PAGINE 4-5

SERVIZIO A PAGINA 14

ALBERIZIA A PAGINA 3

Gifuni, l’indignazione sul palco

È morto mercoledì 21 marzo Tonino Guerra, il poeta e sceneggiatore romagnolo collaboratore di tanti registi, da Fellini ad Antonioni, da Rosi ai fratelli Taviani. Aveva da poco compiuto 92 anni. Dal 2003, Tonino Guerra era anche cittadino onorario di Ravenna. Cordoglio e dolore per la sua morte sono stati espressi, tra gli altri, dal sindaco Fabrizio Matteucci, dal presidente della Provincia Claudio Casadio e dal presidente della Regione Vasco Errani.

CASO TERREMERSE

Errani indagato Parla il giornalista dello scoop

Gioielli nuovi e usati a prezzi mai visti

OUTLET DELL’ORO

“Il corpo umano è un tempio e come tale va curato e rispettato” (Ippocrate)

sabato 24 marzo OUTLET DELL’ORO USATO ORO E ARGENTO

Via Sant’Alberto 31 - Ravenna Tel. 0544 687476 Orari: lunedi 15-19 da martedi a sabato 10-12,30-15,30-19

DIAMANTI

dalle ore 15.30 i farmacisti Valentina e Gianluca, esperti in preparazioni erboristiche e omeopatia vi invitano all’inaugurazione. Via Paolo Pavirani 32/34/36 Tel/Fax 0544 502216 obiettivosalute.ra@gmail.com

OROLOGI

www.oroineuro.it O Editore Reclam Aut. Trib. di Ravenna n. 1172 del 17/12/2001 Direttore responsabile: Fausto Piazza Stampa: Galeati Industrie Grafiche Anno X nr. 479. Poste Italiane spa - Sped. in abb. post. D.L. 353/2003 (conv. di legge 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB C.R.P.- C.P.O. RAVENNA. Prezzo� 0,08 COPIA OMAGGI


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 22 marzo 2012

CRONACA& ATTUALITÀ

L’INTERVISTA

3

I FATTI

Errani indagato. È la stampa, bellezza

Un milione di euro alla cooperativa Caso Terremerse: da un articolo nasce l’inchiesta giudiziaria. Parla il giornalista guidata dal fratello

Foto di gruppo il 26 febbraio 2012 durante la visita di Massimo D’Alema in città. Da destra: Alberto Pagani (segretario provinciale del Pd a Ravenna), Massimo D’Alema (deputato Pd), Carlo Boattini (direttore generale del Comune di Ravenna) e Vasco Errani (presidente della Regione Emilia Romagna e presidente della conferenza delle Regioni)

Corse in procura dopo aver letto Il Giornale e presentò una memoria scritta con l’intenzione dichiarata di chiarire tutto. Quella memoria di fine 2009 invece a Vasco Errani, presidente della Regione, è costata l’iscrizione nel registro degli indagati in procura a Bologna con l’ipotesi di falso ideologico nell’ambito di una indagine su un finanziamento regionale concesso alla coop presieduta dal fratello Giovanni (vedi articolo accanto). L’articolo del 17 ottobre 2009 che spinse il ravennate a far visita spontaneamente ai magistrati è di Stefano Filippi, inviato speciale del quotidiano milanese. Stefano, dal suo pezzo è nata un’inchiesta giudiziaria con nove indagati tra cui il governatore regionale. Giornalisticamente un bel colpo. «Di solito viene rimproverato ai giornalisti di sollevare polveroni per niente, soprattutto a Il Giornale. Fu così anche quando uscì il mio pezzo, mi trovai di fronte al fuoco di sbarramento di molti. Ora pare che i fatti dicano che non era solo polverone». Soddisfatto? «In un certo senso c’è la soddisfa-

zione per aver raccontato qualcosa che ha smosso la procura e ha smosso anche Errani che ora si trova indagato. Gli auguro possa dimostrare la sua estraneità ai fatti». Nei giorni scorsi Errani ha ricevuto un avviso di fine indagini che potrebbe portare alla richiesta di rinvio a giudizio. Due anni fa tutti a sparare contro a Il Giornale. Qualcuno avrebbe fatto meglio a stare zitto? «Forse al tempo si poteva essere più chiari in consiglio regionale. L’opposizione chiese una commissione d’inchiesta che in Italia di solito non si nega a nessuno e invece venne negata. I lati oscuri nella storia però mi pare ci siano e avrebbero meritato chiarimenti». Errani dovrebbe dimettersi? «Suo fratello Giovanni lo fece dopo gli articoli. Vasco deciderà come comportarsi ma non mi aspetto che lasci.

Non dimentichiamoci che in questo momento è solo un avviso di fine indagini. Qualora dovesse arrivare un rinvio a giudizio allora le cose sarebbero diverse». Avendoci lavorato che idea si è fatto di questa storia? Tutti colpevoli o solo disattenzioni? «Io mi sono limitato a mettere in fila una serie di fatti che presentavano oggettivamente delle anomalie e dei lati oscuri. Ci sono date che proprio non combinano. Le responsabilità e le colpe le chiarirà la magistratura». Prima di pubblicare notizie che potrebbero mettere in difficoltà persone il giornalista deve farsi delle domande? «Certo, è doveroso. In questo caso si tratta di soldi pubblici, soldi della gente che potrebbero essere stati gestiti in maniera irregolare. Credo andasse scritto». Come nasce l’inchiesta?

Il presidente della Regione accusato di falso per un memoriale che smentiva Il Giornale

Menù di Pasqua • Quenelle di ricotta mantecata al timo con crema di peperoni • Carpaccio di vitello scottato e carciofo brasato • Flan di asparagi con fonduta leggera e bacon croccante • L’Uovo in raviolo con burro spumeggiante e salvia • Filetto di maialino in crosta speziata, patate nocciola e fagottino di verza • Semifreddo al mascarpone con crema inglese all’amaretto € 38,00 bevande escl. Per informazioni e prenotazioni 0544/414312 San Michele RAVENNA - Via Faentina, 275 - Tel. 0544.414312

«Una segnalazione in redazione da un lettore. A quel punto comincia tutto il lavoro necessario di verifica e documentazione per avere le carte e scrivere. E poi serve un po’ di fortuna». E tempo... «Molto. Soprattutto perché il mio direttore ha giustamente preteso ogni tipo di verifica possibile prima di pubblicare. Il rischio delle querele o delle cause civili per richiesta danni è sempre in agguato. Finora nulla di tutto questo». Ma non si diceva che il giornalismo d’inchiesta è morto? «Per fortuna noi de Il Giornale abbiamo una tradizione di inchieste e denunce di qualità, fatte verificando i fatti e i documenti. La soddisfazione in questo caso è che si tratta proprio di una inchiesta vecchia maniera, fatta dal giornalista e non con qualche canale preferenziale in procura. Anzi è la procura che è arrivata dopo». Negli ultimi tempi le procure sono particolarmente attente all’attività politica. «C’è stato un ricambio nella magistratura con altri approcci». Andrea Alberizia

Tutto si muove tra un milione di euro di finanziamenti pubblici concessi a una cooperativa per costruire una cantina vinicola e un memoriale per spiegare quel finanziamento. Questa è l’inchiesta Terremerse, dal nome della cooperativa beneficiaria del contributo, condotta dalla procura di Bologna e che vede tra i nove indagati i fratelli Vasco e Giovanni Errani: il primo, presidente dell’Emilia Romagna dal 1999, indagato per falso ideologico in atti pubblici; il secondo, presidente di Terremerse nel 2005 quando partecipò al bando per il finanziamento, sotto inchiesta per truffa aggravata. Riassumendo i fatti, il pubblico ministero Antonella Scandellari ipotizza che quel milione di euro sia finito nelle casse di Terremerse nonostante i lavori per la realizzazione della cantina a Imola non siano stati completati entro la data (31 maggio 2006) fissata dalla Regione per l’erogazione del contributo stesso ma sia stato dichiarato il contrario (da qui la posizione di Giovanni Errani). Per spiegare la vicenda, dopo la pubblicazione di un articolo de Il Giornale nel 2009, il governatore portò in procura una memoria che secondo l’accusa conterrebbe affermazioni non vere portando all’accusa di falso. Tra gli indagati ci sono anche i dirigenti regionali che hanno elaborato il memoriale, quelli che hanno svolto i controlli sui lavori imolesi e i progettisti dell’opera.


4

CRONACA& ATTUALITÀ

giovedì 22 marzo 2012 | RAVENNA& DINTORNI

VERSO L’ESTATE

Alcol vietato fuori dalla spiaggia La nuova ordinanza del sindaco per Marina impedisce anche di vendere bottiglie o lattine da asporto Diventano più stringenti le misure antidegrado predisposte per Marina di Ravenna dal sindaco Fabrizio Matteucci in vista della stagione 2012. Il primo cittadino ha infatti firmato una nuova ordinanza che da sabato 7 aprile vieterà a chiunque di consumare non solo bevande e alimenti in l’altra novità TORNANO LE FESTE ALLA DOMENICA SERA Già lo scorso novembre il sindaco aveva firmato un’altra ordinanza su Marina (e gli altri lidi ravennati) che disciplina le iniziative musicali e le attività di intrattenimento all’interno degli stabilimenti balneari per la stagione 2012. Anche questa, come quella antialcol di cui si parla nell’articolo in questa pagina, entrerà in vigore da sabato 7 aprile e prevede, rispetto alle stagioni precedenti, una un’ importante novità: gli stabilimenti balneari potranno organizzare feste danzanti anche di domenica, dalle 18,30 alle 21. Quest’anno, quindi, ogni bagno potrà organizzarne tre alla settimana: una fra il lunedì e il giovedì dalle 20 alle 24 (o anche due se non si utilizza né il venerdì né il sabato); una il venerdì o il sabato dalle 20 alle 24; una la domenica dalle 18,30 alle 21.

“bottiglie di vetro, lattine e altri contenitori atti a offendere”, come l’anno scorso, ma anche gli alcolici in qualsiasi “forma”. Dove? Praticamente fuori dagli stabilimenti balneari e dal centro abitato di Marina di Ravenna. Quindi dal parcheggio scambiatore di via Trieste fino all’incrocio

SU FACEBOOK

LE REAZIONI

«Ma io la birra la vendo lo stesso»

I finiani gridano al proibizionismo E Matteucci diventa lo sceriffo dei Simpson Il sindaco diventa uno dei personaggi dei Simpson, la celebre serie televisiva a cartoni animati, grazie alla fantasia di Generazione Futuro Ravenna, il movimento giovanile di Fli, che ha pubblicato sulla propria bacheca di Facebook un fotomontaggio in cui Matteucci diventa l'inflessibile commissario Rex Banner, che in una puntata della serie riesce a far sparire l'alcol dalla città di Springfield, dove era tornato in vigore il proibizionismo. E in merito alla nuova ordinanza per Marina i finiani parlano infatti proprio di proibizionismo.

con via Ciro Menotti di viale delle Nazioni, dove inizia l’area degli street bar di Marina (esclusi perciò dal provvedimento), compresa la zona del Rivaverde, gli stradelli che portano agli stabilimenti e tutta l’area retrodunale. Stop, quindi, alle processioni con bicchiere (anche solo di plastica) di

birra in mano nello stradello retrodunale da un bagno all’altro in occasione degli happy hour. Altra novità è rappresentata dal fatto che le attività commerciali presenti nell’area del divieto non potranno neppure vendere alcolici (e altre bevande in bottiglie di vetro o lattine) da asporto. Sarà

Il ristorante La Caveja è nel cuore della Marina più caotica, su viale delle Nazioni, all’altezza del Rivaverde. In passato è stato al centro delle polemiche per la vendita dei famigerati secchielli di mojito, uno dei quali rovesciato dal sindaco in segno di protesta in un tombino e finito al centro dell’ormai celebre foto antisballo di Matteucci. Ora sarà tra i pubblici esercizi colpiti dalla nuova ordinanza, non potendo più vendere alcol e bibite in vetro o lattina da asporto. «Ma io le venderò comunque – ci dice infuriato il titolare Bruno Biondi –, non mi interessa, poi se mi multeranno al massimo farò ricorso. Possibile che io non possa più vendere una birra o una bibita in lattina, per esempio, ai ragazzi del campeggio che fra settimana vengono a prendere le pizze d’asporto? Possibile che invece possa venderle la Coop di Marina? E che a qualche centinaia di metri di distanza, negli street bar, si possano invece servire caraffe da litri di birra o di altri alcolici e che si possa bere in mezzo alla strada direttamente dalle bottiglie di vetro? Ecco, per tutti questi motivi, io la legge me la faccio da solo...».

lecito somministrare e consumare solo in caso di servizio al tavolo negli spazi riservati, «da individuarsi – si legge nell’ordinanza – con assoluta chiarezza». Non cambia nulla invece negli stabilimenti balneari, dove resta comunque il divieto di vendita, somministrazione e consumo di

Cerchiamo persone da formare e inserire in azienda nel ruolo di account manager nella comunicazione d’impresa. Richiediamo studi di tipo umanistico e/o economico e offriamo un periodo di formazione con avvio assistito dell’attività. I nostri prodotti editoriali free press liberi e indipendenti, sono efficaci, seguiti e apprezzati da decine di migliaia di lettori, sono prodotti leader nel mercato della comunicazione locale. Chiediamo di raccontare con entusiasmo alle aziende del nostro territorio chi siamo, cosa facciamo e come possiamo essere un partner efficace per il loro business, per la loro crescita economica.

bevande in bottiglie, bicchieri o altri contenitori di vetro e lattine al di fuori degli spazi preposti, come al tavolo o al bancone. Per tutti i casi di violazione dell’ordinanza sono previste multe dai 200 ai 250 euro. Dopo aver ribadito come questa estate tornerà, almeno in par-

Offriamo la stimolante opportunità di svolgere una professione dinamica attraverso la quale imparare e crescere, costruire qualcosa di significativo per se e di socialmente importante insieme con altri giudicati senza pregiudizio per analogia di valori e comportamenti. In definitiva offriamo un posto di lavoro sicuro e adeguatamente retribuito, con benefit e incentivi, in un ambiente dove è favorita la creatività, la competenza e la determinazione. Per far parte della nostra squadra, condividere la nostra passione, le nostre idee e la nostra mission vieni a conoscerci sul sito www.reclam.ra.it e invia il tuo CV a direzione@reclam.ra.it

spazi nuovi per il business


CRONACA& ATTUALITÀ

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 22 marzo 2012

L’INCOGNITA/1 te (fino alle 21), la festa della domenica, il sindaco giustifica questi nuovi provvedimento antisballo così: «ci sta a cuore la salute dei ragazzi e il buon nome della località: continueremo a combattere la cultura dello sballo con tutti gli strumenti che abbiamo». L’apertura del sindaco sulla domenica è piaciuta ai rappresentanti dei bagnini, tanto che la cooperativa unica Spiagge Ravenna accetta di buon grado que-

L’INCOGNITA/2

Orari liberi al mare? «Superiamo almeno la mezzanotte...»

lettori I COMMENTI SUL NOSTRO SITO INTERNET La nuovo ordinanza antialcol ha come prevedibile scatenato i lettori del nostro sito internet. Pubblichiamo alcuni commenti, polemici ma in realtà anche divertenti. «Praticamente è vietato bere in piedi!» (ocropoiD) «Ok, va bene, ma chi la farà rispettare?» (Li.Pe.) «Le dita nel naso coperte dal fazzoletto si possono ancora usare?» (cittadino) «L'enorme pericolosità di bere in piedi, rabbrividiamo». (Torodà) «Posso dunque bere seduta sul divano di uno street bar in centro a Marina o in piedi in mezzo alla strada purché non sia il viale delle Nazioni e sono sicura di non sballarmi? O a Marina Romea dentro qualche famoso stabilimento balneare? Sballa solo l'alcol dal parcheggio di Marina al Park Hotel?» (cristina) «Voglio essere il primo ad essere manganellato per un birrino mentre ballo a mezzanotte e 5» (TG)

ste nuove restrizioni. «Si tratta – dice il presidente Maurizio Rustignoli – di una censura all’alcol che non possiamo che condividere, anche al fine di combattere l’usanza di bere all’arrivo nel parcheggio scambiatore o di portarsi gli alcolici direttamente da casa». (lu.ma.)

Una discussione su Marina, in questi giorni, non può prescindere dal decreto liberalizzazioni del governo Monti che si appresta ad essere definitivamente approvato dal parlamento e che originariamente prevedeva l’equiparazione degli stabilimenti balneari agli esercizi pubblici, anche in termini di orari di apertura. Lo scenario che si prospetta è quindi quello di poter vedere bagni aperti tutte le sere anche oltre mezzanotte. L’interpretazione della norma adottata da Palazzo Merlato (in attesa che a fare chiarezza possano essere emendamenti ad hoc, uno dei quali presentati anche dal senatore ravennate Vidmer Mercatali) è però quella che a tenere fede sia ancora l’ordinanza comunale. «Ma il diritto amministrativo – ci dicono da Palazzo Merlato – è sempre pieno di insidie...». Non sono da escludere quindi possibili ricorsi futuri di stabilimenti balneari che potrebbero pensare di sfruttare la liberalizzazione, anche se Cna, per esempio, dichiara di non essere disposta ad appoggiare simili tentativi, auspicando tavoli di confronto locali e che la decisione finale spetti ai sindaci dei vari comuni. «Al momento non possiamo che fidarci dell’interpretazione del sindaco e basarci sulla sua ordinanza – è invece il commento di Maurizio Rustignoli, presidente della Cooperativa Spiagge Ravenna – ma in futuro ci riserviamo di valutare con attenzione la legge, quando sarà definitiva, per non precludere possibilità per i nostri associati. Di certo una liberalizzazione selvaggia non gioverebbe neppure a noi, ma sullo scoglio della chiusura anticipata a mezzanotte dovrà per forza essere al centro di un tavolo di confronto con l’Amministrazione».

CONCESSIONI DEMANIALI

Anche gli artigiani accanto ai bagnini La Cna a Roma per chiedere una deroga alla Bolkestein Accanto alla cooperativa di bagnini e alle altre associazioni di categoria, scende in campo anche Cna per chiedere la deroga della cosiddetta Bolkestein e salvare il settore del turismo costiero così come lo conosciamo. Al 31 dicembre 2012 salvo interventi legislativi, infatti, l’attuale normativa europea prevede che le concessioni demaniali non vengano più rinnovate automaticamente, ma vadano all’asta con il rischio che vengano acquistate da grandi gruppi o fondi speculativi che non abbiamo poi l’interesse, che è stato proprio dei bagnini nostrani, di valorizzarle in un’ottica di attrattiva turistica di cui beneficia tutto il territorio. A Ravenna, di recente, è stato ospite il responsabile nazionale del settore della Cna Cristiano Tomei, reduce da incontri con il governo. «Il ministro per le politiche comunitarie ci ha assicurato l’intenzione di sondare questa possibilità a Bruxelles – spiega – ma non basta. Noi, insieme alle Regioni e al Parlamento e a alle altre associazioni di categoria chiediamo una presa di posizione formale del governo italiano per sanare una situazione paradossale che mette a rischio uno dei settori trainanti dell’economica del paese e che è un tratto peculiare solo dell’Italia. Nel 2007

nessun europarlamentare italiano si accorse delle implicazioni per l’Italia, ora è il momento di porre rimedio». Una spada di Damocle che ha bloccato anche gli investimenti, pari a circa almeno 10/12mila euro l’anno per bagno a livello nazionale. Togliendo lavoro a chi questi lavori li eseguiva, come gli artigiani (anche da qui l’interesse della Cna, che associa comunque anche una quarantina di bagni dei 400 tra Cervia e Ravenna) e azzerando o quasi compravendite e passaggi di proprietà. Insomma, secondo Cna serve una deroga e all’asta magari potrebbe andare un venti percento di quei quattro quinti di coste che oggi non sono in convenzione (non dalle nostre parti, però, dove l’equilibrio tra spiagge libere e occupate non lo consentirebbe). Per chiedere questo Cna organizza una manifestazione a Roma verso metà aprile a cui Nevio Salimbeni, ex assessore al Turismo di Cervia e da poco responsabile settore turismo e commercio Cna, invita i sindaci Fabrizio Matteucci e Roberto Zoffoli e il presidente Claudio Casadio. (fe.an.)

I responsabili della Cna turismo.

Nessuna soluzione per le capienze: un’altra estate di multe? L’estate scorsa è stata quella dei carabinieri nei bagni a contare le persone presenti alle feste in spiaggia e a multare gli stabilimenti che non rispettavano le capienze. Una situazione paradossale, visto oltretutto che è notoriamente difficile per i gestori, se non impossibile, controllare il numero di avventori presenti in un’area aperta, ed è comunque altrettanto noto il fatto che in occasione delle feste siano da sempre presenti in spiaggia molte più persone rispetto alle trecento che possono invece ospitare al massimo la maggior parte dei bagni. A fine stagione, però, il sindaco aveva assicurato di voler porre fine a questa situazione, proponendo alcune ipotesi che andavano dalle recinzioni amovibili ai bagni chimici e impegnandosi comunque a fare in modo che i bagni potessero aumentare le loro capienze. Allo stato attuale, invece, una soluzione non si è trovata. Solo il bagno Toto è riuscito a portare la propria capienza a mille persone (così come in passato ci riuscì lo Zanzibar) mentre sono in corso domande di ampliamento da parte di altri bagni che però non potranno essere accolte in tempo per questa stagione, come ci dice il presidente della cooperativa dei bagnini ravennati Maurizio Rustignoli. «Gli stabilimenti sono pronti ad adeguarsi – assicura – ma urge un tavolo di confronto per semplificare le procedure, burocratiche ma non solo. Le norme sulla capienza sono state pensate per delle discoteche ma in uno stabilimento al mare, per esempio, c’è davvero bisogno dell’antibagno nei servizi igienici?».

5

IL PROGETTO/1

Nuovi punti luce nello stradello dietro ai bagni Mentre ancora è bloccato per mancanza di fondi pubblici il progetto di riqualificazione complessivo, gli operatori realizzeranno 12 nuovi punti luce in un tratto centrale al momento completamente buio dello stradello retrodunale dei bagni di Marina. Si tratta di un primo investimento da 25mila euro, finanziato totalmente dai bagnini. Il progetto complessivo prevede la realizzazione, nei prossimi anni, di 46 lampioni in tutto.

IL PROGETTO/2

«È la burocrazia a bloccare l’hotel all’ex Xenos» «Noi siamo pronti da molto, stiamo aspettando una risposta formale del Comune e poi presenteremo il progetto definitivo». Lo dice Paolo Conforti, presidente di Comway, che dovrà costruire l’hotel di lusso al posto della storica discoteca Xenos. «La burocrazia e la lentezza di questa Amministrazione ci sta provocando seri danni. Se si continua così l’albergo sarà pronto magari solo fra cinque anni». Il cantiere a questo punto non partirà prima del 2013 e durerà due anni.


6

CRONACA& SOCIETÀ

giovedì 22 marzo 2012 | RAVENNA& DINTORNI

LA STORIA

Si scopre gay con già una moglie e figli Ora convive: «E sposerei il mio uomo» di Luca Manservisi «Speriamo non ti abbia parlato troppo male di me…», ci dice scherzando Claudio arrivato a casa ormai al termine della chiacchierata. No, Elio non ha parlato male di lui, ci mancherebbe. Anzi, ci ha detto che lo sposerebbe. Peccato che al momento, nonostante la recente sentenza della Cassazione – spunto di questa intervista, che poi ha preso direzioni anche diverse – in Italia non si possa. Già, perché Elio e Claudio sono una coppia omosessuale, che sta insieme da sei anni e da poco più di un anno convive nella villetta di Elio a Classe, vicino alla basilica, dove lo abbiamo incontrato. Elio Venturi – nome, cognome e foto li pubblichiamo volentieri, perché è lui il primo a invitare gli omosessuali a non nascondersi più – ha 57 anni, lavora in banca e ha una vita che sembra un film. Quei film di Ozpetek di cui è fan (stando almeno al suo profilo Facebook), naturalmente. Elio è gay, ma è stato sposato, ha due figli ormai più che trentenni e un nipotino di due anni. A Pasqua sarà a mangiare con la madre, sorelle, figli, nipotino, consuoceri, parenti vari. E naturalmente al suo fianco ci sarà Claudio, il proprio compagno. «Sono il più trasparente possibile, su Facebook ho scritto che mi piacciono gli uomini, l’ho detto in ufficio, la mia famiglia l’ha saputo subito dopo che ne ho avuto la consapevolezza». Ossia attorno ai 40 anni. Ecco, com’è che si diventa gay? «La mia ex moglie dice che lo sono sempre stato, ma non è vero. Io da ragazzo provavo attrazione verso le donne, mi sono sposato e abbiamo fatto due figli. L’unica cosa che posso dire è che magari certi miei immaginari erotici avevano come protagonisti anche gli uomini, ma io non mi vedevo gay. Sarà che la società, la televisione in particolare, mostrava gli omosessuali come uno stereotipo, come se fossero solo tipi alla Renato Zero o alla Cristiano Malgioglio, e io mi dicevo, “non sono come loro”. Poi il matrimonio è arrivato a un momento di crisi, i rapporti sessuali si sono di gran lunga diradati e io ho iniziato a guardarmi in giro. Diciamo così, attorno ai 40 anni mi sono sentito pronto per una storia con un uomo. Ed è successo». Ora, quasi vent’anni dopo, i rapporti di Elio con la moglie sono buoni – «ci si vede in piazza, ci si fa gli auguri, cose del genere» – ma ci sono stati naturalmente momenti difficili, in particolare per i figli. «Erano ragazzini e non avevano strumenti per comprendere. Il maschio devo dire che ha reagito inizialmente in maniera molto matura, dicendo che in fondo la vita era la mia, mentre ora noto che nei miei

Elio Venturi (a sinistra) con il compagno Claudio

confronti su questo aspetto è spesso sarcastico. La femmina invece all’inizio mi diede del pazzo, poi ora invece con lei addirittura mi confido». La reazione più strana è però forse quella della mamma di Elio. «Lei ha avuto più che altro paura che potessi restare solo, anche a causa della mia invalidità (Elio ha avuto un incidente a 15 anni e cammina con le stampelle, ndr), e inizialmente voleva solo che tornassi a casa dalla mia famiglia. Il problema non era più di tanto il fatto che andassi con degli uomini. Poi addirittura le ho fatto conoscere il mio primo ragazzo (col quale ha convissuto per anni a Lugo, ndr) e, dopo che finì, un altro mio compagno di Milano e infine ora Claudio, che non mi vergogno a definire l’uomo della mia vita. Diciamo che consideriamo questa la nostra storia definitiva». E qui torniamo alla questione iniziale, alla recente sentenza della Cassazione che sancisce che alle coppie omosessuali devono essere riconosciuti il “diritto alla vita familiare” e a “vivere liberamente una condizione di coppia” con la possibilità di un “trattamento omogeneo a quello assicurato dalla legge alla coppia coniugata”. Ma ci si potrà mai sposare davvero, tra gay, in Italia? «Dipenderà dalla politica, le sentenze dei tribunali da sole non conteranno molto. Certo è un segnale, ma che deve essere colto dai partiti». Elio è ateo (fa parte del circolo Uaar di Ravenna) e di sinistra, è stato segretario dei bancari della Cgil e in passato ha fatto politica attiva con il Pci. Ora, con nostra piccola sorpresa, è iscritto al Partito democratico. «Parlare di alleanze con Casini mi intristisce, Casini non mi rappresenta per

La nuova vita di Elio Venturi, bancario di 57 anni

La Cassazione “apre” ai matrimoni omosessuali «Ora ci pensino i partiti...» nulla e se succedesse questo, addio diritti agli omosessuali. Se invece si costruisse un’alleanza con Vendola, Di Pietro e comunisti e si riuscisse a vincere le elezioni allora chissà, magari qualcosa potrà cambiare. Magari si

coppie di fatto FLOP DEL REGISTRO DELLE UNIONI CIVILI: SONO 53 IN TUTTO, DI CUI SOLO DUE GAY È DAL 2010 CHE NON SI ISCRIVE PIÙ NESSUNO Invocato da molti e ottenuto anche grazie a una petizione, è stato aperto ufficialmente nel giugno del 2008 il registro delle coppie di fatto del Comune di Ravenna. È quindi possibile registrare i vincoli affettivi agli sportelli dell’anagrafe (presentandosi in via Berlinguer) autodichiarando la costituzione di famiglia anagrafica. L’ordinanza del sindaco prevede che, su richiesta dei cittadini interessati, gli ufficiali dell’anagrafe incaricati raccolgano formalmente il dato relativo al legame affettivo che caratterizza la famiglia anagrafica, rilasciando poi la conseguente attestazione. Per quanto riguarda i dati, dopo un buon inizio – sono stati rilasciati 41 certificati solo nella seconda parte del 2008 – i ravennati stanno ora snobbando il registro, che come noto in assenza di una normativa nazionale sulle coppie di fatto ha un valore prevalentemente simbolico. Dall’anagrafe infatti ci informano che negli anni seguenti alla sua introduzione sono stati rilasciati solamente altre 12 attestazioni (nove nel 2009, tre nel 2010 e poi più nessuna, nonostante pare ci siano alcune domande in corso di valutazione), per un totale di 53 coppie di fatto iscritte al registro. Tra queste, solo due sono composte da persone omosessuali. Una percentuale molto bassa che giustifica la sorta di appello a smetterla di nascondersi, rivolto ai gay, che parte nell’intervista pubblicata in questa pagina.

parlerà anche di matrimoni gay. Mi fa arrabbiare chi dice che tra destra e sinistra non c’è differenza, quando a destra si parla di omosessuali solo nelle barzellette. Certo è che a cambiare dovrà essere anche la mentalità di tutti, che spesso porta a considerare gay solo i travestiti o comunque chi lo appare nitidamente. Quando capiremo che gay invece possono esserlo tutti, dal vicino di casa al collega, allora forse qualcosa cambierà anche in fatto di

IN ASPPI AFFITTO FAI DA TE: Attraverso il sito Asppi.ra.it è possibile per gli associati mettere un annuncio per proporre il proprio appartamento. Anche chi è alla ricerca di un alloggio può inserire un proprio annuncio. Per informazioni telefonare 0544-470102.

Il Mod. 770 del Condominio Il condominio non è un soggetto giuridico ma un semplice ente di gestione che opera in rappresentanza e nell'interesse comune dei partecipanti, limitatamente all'amministrazione ed al buon uso della cosa comune. Con decorrenza 1° gennaio 1998 il condominio è considerato sostituto d'imposta. Ciò a seguito della modifica degli artt. 23 e 25 del D.P.R. n. 600/1973, operata con l'art. 21, n.11), della L. n. 449/1997. Quindi quale sostituto d'imposta deve provvedere ad effettuare la ritenuta d'acconto sui redditi da lavoro dipendente (art.48 del Tuir) o di lavoro autonomo (art.49 del Tuir). Le ritenute vanno versate con modello F24. Il D.P.R. 22 luglio 1998, n. 322, con decorrenza 01/01/1999 per il periodo d'imposta 1998 ha previsto Associazione sindacale l'obbligo di presentare il modello 770 annuale, tale piccoli proprietari immobiliari adempimento e' posto a carico dell'amministratore. L'art.1, comma 43, della L. 27 dicembre 2006, n. 296 Ravenna Via R. Serra, 65 (legge Finanziaria 2007) ha introdotto l'art. 25-ter nel tel. 0544 470102 D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 ha introdotto l'obbligo fax 0544 470075 per i condomini di operare una ritenuta del 4% a titolo di info@asppi.ra.it acconto dell'imposta sul reddito dovuta dal percipiente, www.asppi.ra.it con obbligo di rivalsa, sui corrispettivi dovuti per prestaFaenza Via Cavour, 25 zioni relative a contratti di appalto di opere o servizi, antel. 0546 25807 che se rese a terzi o nell'interesse di terzi, effettuate nelfaenza@asppi.ra.it l'esercizio di impresa". Sono escluse le forniture di acLugo Via Manfredi, 41 qua, energia elettrica e gas. Devono ritenersi assoggettel. 0545 33356 tate a ritenuta, a titolo esemplificativo, le prestazioni lugo@asppi.ra.it eseguite per interventi di manutenzione o ristrutturazioSERVIZI AI SOCI ne dell'edificio condominiale e degli impianti elettrici o idraulici, ovvero per l'esecuzione di attività di pulizia, - Gestione contratti di locazione manutenzione di caldaie, ascensori, giardini, piscine e altre parti comuni dell'edificio. Quindi un Condominio - Assistenza legale legalmente costituito deve annualmente trasmettere il - Consulenza Mod. 770 all'Agenzia delle Entrate tramite persone quacondominiale lificate in grado di seguire le notevoli e repentine varia- Consulenza tecnica zioni in materia fiscale. L'ASPPI è in grado di fornire ta- Affitti e vendite da le servizio con personale qualificato che da anni svolge privato a privato costantemente tale attività. Dal 1980 a Ravenna

diritti». Qualche colpa, però, secondo Elio ce l’hanno anche gli stessi omosessuali. «Sono ancora in troppi a nascondersi. Possibile che su cinquanta coppie di fatto iscritte al registro del Comune di Ravenna ce ne siano solo due omosessuali? Certo, non è molto stimolante iscriversi se in realtà non conta nulla, ma se non siamo noi a fare il primo passo credo che non si possa poi neppure pretendere più di tanto». Ma perché – è la solita domanda di chi è contro i matrimoni gay – non vi basta essere una coppia di fatto come tutte le altre? «Per gli etero questa è una scelta, che tra l’altro io non comprendo, visto che il matrimonio certifica semplicemente uno stato e comporta molti vantaggi. Ma per i gay non ci sono alternative e non è sempre semplice riuscire a gestire, per esempio, quello che potrà succedere dopo che si è morti. Io, per esempio, ho chiesto il divorzio da mia moglie anche per avere più autonomia nella decisione, che ritengo giusta, di lasciare parte dei miei averi alla persona che negli anni mi è stata vicina nella quotidianità. Ma senza un matrimonio che lo certifica, tutto si fa più difficile e ci sono tanti casi di persone sbattute fuori dalla propria casa, quella con cui vivevano insieme al proprio compagno, o alla propria compagna, in caso di disgrazia. Ecco perché se potessi, io mi sposerei, di nuovo». E i figli? «Io ho già dato, diciamo così (e anche il suo compagno, Claudio, non pare essere dell’idea, ndr) ma non è giusto ci sia un pregiudizio verso i genitori omosessuali, così come per la monogenitorialità. Credo sia necessario valutare caso per caso, non li si può escludere a priori. Sono convinto che un figlio riceverebbe più amore da genitori omosessuali rispetto a quanto può succedere in molte famiglie tradizionali».


8

CRONACA& ATTUALITÀ

VIA FAENTINA

“SALVIAMO IL PAESAGGIO”

Chiude Blockbuster e arriva una nuova parafarmacia

Un censimento degli immobili inutilizzati

Il negozio Blockbuster di via Faentina a Ravenna farà parte degli 82 punti vendita della catena americana di videonoleggio che verranno assorbiti dal marchio Essere Benessere per la trasformazione in farmacie e parafarmacie. Il colosso made in Usa ha infatto deciso di tagliare il ramo Italia: per far fronte al pesante indebitamento è stata richiesto il concordato preventivo accolto lo scorso dicembre dal tribunale di Milano. Il 12 marzo scorso è arrivata la firma sull’accordo tra gli yankee e la catena di franchising: Essere Benessere subentrerà in comodato d’uso o affitto di ramo d’azienda in 82 degli oltre cento punti vendita e, in sintesi, per ogni punto vendita verrà riassorbito un dipendente a tempo indeterminato. Nel negozio ravennate, chiuso definitivamente da alcuni giorni, erano sei i dipendenti all’opera. In città Blockbuster arrivò alla fine degli anni novanta e per molti appassionati ha rappresentato un punto di riferimento.

A breve distanza dalla costituzione del forum nazionale, nasce anche il comitato locale “Salviamo il Paesaggio, Difendiamo i Territori” per la provincia di Ravenna. Obiettivo principale, si legge in una nota, «avviare e sostenere azioni concrete per arrestare il processo di alterazione del paesaggio e di consumo del territorio causato dalla cementificazione selvaggia». In Emilia Romagna – sottolineano i responsabili del comitato – su un arco temporale che va dal 1976 al 2003, il territorio urbanizzato è quasi raddoppiato, raggiungendo l'8,5% della superficie regionale, a fronte di una sostanziale stabilità demografica di gran parte delle zone coinvolte. Da qui, «la necessità urgente di un comitato locale come luogo aperto ad una partecipazione diffusa, nel quale i cittadini diventano custodi attivi del proprio territorio e intraprendono le azioni popolari necessarie per preservarne il pubblico interesse, ovvero i diritti delle future generazioni». Le prime azioni concrete del comitato “Salviamo il paesaggio” seguono la traccia indicata dal forum nazionale e sono: «sollecitare e coadiuvare i Comuni della provincia nella compilazione del censimento degli immobili vuoti e non utilizzati; collaborare nell'elaborazione di una proposta di legge di iniziativa popolare; promuovere una campagna di comunicazione e sensibilizzazione». Così si esprime il referente locale, Maurizio La Rosa: «A fronte di una carenza istituzionale nei confronti della tutela del paesaggio come bene comune in grave pericolo, i comitati locali, nell'ambito di una più ampia strategia del forum nazionale, si propongono di creare una rete di persone con una visione progettuale condivisa e una varietà di attitudini e competenze, in grado di lavorare assieme per concretizzarla».

giovedì 22 marzo 2012 | RAVENNA& DINTORNI

TURISMO VERDE

Un nuovo centro visite nel parco del Delta del Po Un intervento da 600 mila euro di fondi prevalentemente europei ha reso possibile la creazione di un nuovo percorso nell’area della Bevanella, nel parco del Delta del Po che comprende un edificio restaurato, aree museali, un punto ristoro, un’area campeggio e approdi per noleggiare barchette e canoe. Un percorso è anche stato preparato per addentrarsi a piedi o in bici in una delle uniche aree sull’Adriatico ancora completamente incontaminata. L’occasione per inaugurare il nuovo centro visite sarà alle 11 di sabato 24 marzo prima giornata della Primavera Slow, iniziativa che si prolughera per undici settimane coinvolgendo il parco del Delta nel suo complesso. Contemporaneamente si svolgerà il primo dei Green Days che si svolgerà nella pineta di Classe-Parco Primo Maggio, iniziativa che prevede per due week end escursioni, attività e visite guidate alla scoperta delle aree verdi del territorio ravennate. Info: www.ravennaintorno.it.

L’INIZIATIVA

Patrimonio architettonico: visite guidate con il Fai Tornano sabato 24 e domenica 25 marzo (dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18) le giornate del Fai, giunte alla XX edizione, in cui in genere beni architettonici normalmente chiusi al grande pubblico vengono aperti e (talvolta) illustrati da guide d’eccezione, tra cui studenti delle scuole superiori. A Ravenna le visite previste sono per i luoghi danteschi, a Faenza invece si potrà visitare la villa La Rotonda e Villa Emaldi, a Lugo si potrà accedere al Palazzo del Monte di Pietà (oggi sede della Banca del Monte di Lugo) e visitare la collezione del pittore Giulio Avveduti (di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio e Banca del Monte di Lugo), a Cervia invece sarà aperto iil Palazzo vescovile, l’edificio, adiacente alla cattedrale, costruito ai primi del Settecento, a Bagnacavallo, infine, si potrò visitare la chiesa di San Girolamo, ricostruita dopo il terremoto del 1688.


INFORMAZIONE PROMOZIONALE

L’arte di creare un sorriso

GLI IMPIANTI MIGLIORANO LA QUALITÀ DELLA VITA: “all on 4” e “all on 6”

L'implantologia dentale consente oggi di far fronte alla perdita dei denti naturali ripristinando il sorriso del paziente in modo perfettamente funzionale ed esteticamente valido. La tecnica implantologica è oggi diventata ottimale e sicura . Esiste come ormai in molti sanno la possibilita' di posizionare impianti e denti nello stesso appuntamento permettendo così la riabilitazione immediata, funzionale ed estetica, della masticazione del paziente. Fra le metodiche di implantologia a carico immediato, notevole é l'esperienza nelle tecniche all on 4- all on 6 (letteralmente: tutto su quattro, tutto su sei) che permettono di ripristinare l'arcata dentale posizionando soltanto quattro o sei impianti in siti ossei strategici, atti a garantire un'ottima risposta alle sollecitazioni masticatorie. Il paziente potrà ottenere una protesi fissa provvisoria entro le 4 - 36 ore dall'intervento. La scelta della strategia più corretta avviene in funzione delle esigenze del singolo paziente e delle sue caratteristiche cliniche, sia locali che generali. L'enorme diffusione di questa tecnica ha permesso un abbattimento dei costi tanto da rendere la riabilitazione implantare una terapia alla portata di tutti.

Odontoiatria Low-Cost all’estero: i rischi

Attualità, novità e prospettive nel campo della protesi dentale, dalla sostituzione degli elementi mancanti, all’applicazione immediata dei denti. Utilizzando programmi computerizzati per valutazioni estetiche e tecniche avanzate di implantologia, è oggi possibile garantire al paziente un aspetto giovanile ed esteticamente piacevole. Uno dei più antichi sogni dell'uomo è una scienza medica che curi senza violare i tessuti del corpo con fori e tagli: e la branca superspecialistica che è la chirurgia implantare post-estrattiva ne è l'espressione. Vi ricordate la frase accademica “gran taglio, grande chirurgo“? Al contrario è una esigenza della chirurgia moderna la costante ricerca volta a minimizzare l’invasività dell’intervento con tecniche sempre più avanzate. I tempi quindi cambiano e la tecnologia spinge le nostre capacità a traguardi sempre più elevati condizionando gli studi odontoiatrici più all’avanguardia ad offrire una odontoiatria sempre più completa e indispensabilmente plurispecialistica. Alla portata di molti e non più privilegio di pochi è oggi possibile in poche ore garantirsi un sorriso perfetto nel rispetto della massima funzionalità masticatoria.

Da alcuni anni ormai, esiste la tendenza, a recarsi all’estero, generalmente in Paesi dell’Est Europeo, per sottoporsi a cure Odontoiatriche. L’attrazione è costituita dal costo di queste terapie e dall’esistenza o dall’offerta di pacchetti in cui ad un costo prefissato è compreso il soggiorno, il viaggio e il trattamento odontoiatrico. Questi Paesi non sono soggetti alle leggi e alle normative Europee in fatto di sicurezza e di garanzia dei materiali impiegati e non sono soggetti a quel gran numero di adempimenti cui sono soggetti gli Studi Professionali Italiani. In Italia i materiali impiegati per costruire una protesi devono essere certificati, l’aggiornamento professionale è obbligatorio, difficile dire se in questi Paesi sia quantomeno presente inoltre, ogni professionista possiede un’assicurazione che copre i rischi di responsabilità civile in caso di contenzioso. L’Odontoiatria Italiana è un’Odontoiatria d’eccellenza e questo è riconosciuto anche all’estero, con dei costi non sicuramente economici ma che garantiscono il paziente sulla qualità delle prestazioni. Recarsi in questi Paesi rappresenta quindi a nostro avviso un salto nel buio, una specie, di roulette russa, in cui tutto può andar bene, ma che in caso contrario espone a grossi rischi e disagi.


10

CRONACA& SOCIETÀ

l ’ i n te r v i s t a d o p p i a STORIE DI DUE EMIGRANTI RAVENNATI A CONFRONTO Partiti per non ritornare più. Andati lontano dal proprio paese, dalla propria lingua, dalla famiglia e dagli amici per arrivare in un paese dove non conoscevano nessuno. Le migrazioni di massa hanno segnato la storia dell’Italia del dopoguerra. Oggi, come allora, molti giovani lasciano l’Italia bloccata dalla crisi e dai privilegi di pochi, per cercare “fortuna” all’estero. Ecco la storia di due ravennati a confronto. Franco, di ottantasette anni, che da ragazzo lasciò Ravenna dopo la guerra per emigrare nel Canada francese, in un piccolo paese vicino a Montereal, dove con le sue mani si costruì una casa e poi un piccolo albergo; ed Elena, ventottenne, che ha lasciato due anni fa Ammonite per trasferirsi a Berlino e cercare lavoro in campo artistico.

giovedì 22 marzo 2012 | RAVENNA& DINTORNI

LA TESTIMONIANZA/1

LA TESTIMONIANZA/2

L’87enne che vive in Canada «Qui era facile fare progetti...» Dopo la guerra Franco Cavezzali decise di andare negli Stati Uniti e in Canada, paesi lontani di cui conosceva solo il fascino dei racconti e delle parole dei soldati che aveva incontrato durante la Liberazione. Per lui gli americani e i canadesi erano i militari che lo avevano salvato dai lager nazisti. Erano le nazioni in cui i sogni si realizzavano. Allora parlava un poco l’inglese e meno il francese. Oggi invece, a 87 anni, il suo italiano ha l’accento del Canadà e ogni tanto inserisce parole francesi italianizzate, convinto che sia normale: «come, non esiste “aggreabile”? Forse sei tu a non conoscere questa parola, ma sono sicuro che si dice in italiano». Come mai ha deciso di andare via dall’Italia? «Dopo la guerra avevo conosciuto un gruppo di americani. L’America per noi era un sogno, era la libertà. Questi ragazzi erano ciclisti, anche io Franco Cavezzali ero appassionato, e mi

invitarono a fare un tour in bici degli Stati Uniti. Dopo quella esperienza non sono stato più capace di tornare in Italia, a fare un lavoro monotono che non mi piaceva, e accettai un invito di amici canadesi. Grazie a loro ottenni un visto di lavoro e di residenza. Era un periodo di grandi cambiamenti per il Québec, la parte francese del Canada, che stava diventando una provincia moderna. Con la mia fidanzata Carmelle decidemmo di aprire un albergo, non avevamo soldi, solo voglia di darci fare. Nacque così “La strada”, in omaggio al film di Fellini, con un forno per il pane alla italiana. Costruimmo anche da soli un piccolo laghetto artificiale e piantammo degli alberi. Era tutto molto libero. All’epoca non c’era nemmeno bisogno di chiedere permessi». Cosa ha trovato all'estero che il suo paese non poteva offrirle? «In Canada era facile avviare progetti nuovi e realizzarli. C’era un gran movimento di idee e di persone». Cosa l’ha stupita di più della nazione che l’ha accolta? «La velocità con cui cambiava-

inaugurazione VENERDÌ 23 MARZO 2012 con un nuovo look e tanti nuovi piatti! RESTAURANT & STREET BAR

Venite a trovarci, vi aspettiamo... Cino, Valerio e Jimmy

Info e prenotazioni: 0544 530234 - 338 9927570

Viale delle Nazioni, 177 - Marina di Ravenna - Tel 0544 530234 aperto tutti i giorni dalle 18 - www.mowa.it

no le cose e il desiderio di divenire un paese indipendente dall’Inghilterra, a cui era ancora molto legata, e dai grandi Usa, ma anche dalla Chiesa, che anche qui in Canada aveva una grande influenza prima delle riforme laiche». Qual è stato l’ostacolo più grande? «Abituarmi ai lunghi inverni, aiutato un po’ dalla passione per lo sci di fondo». E la più grande soddisfazione? «Essere riuscito a fare quello che desideravo e a conoscere amici in gamba». Come erano visti gli italiani in Canada quando arrivò? «Non molto bene. Erano considerati come immigrati che toglievano posti di lavoro ai canadesi o come mafiosi, che in effetti in Canada erano venuti, dando un cattivo nome all’intera comunità». Con i permessi di soggiorno come faceva? Come ha ottenuto la cittadinanza canadese? «Il permesso di soggiorno lo ottenni subito, ancora prima di arrivare. La cittadinanza cinque anni dopo. Mi fecero giurare fedeltà alla regina d’Inghilterra in presenza di un giudice. Ora le cose sono molto cambiate». Cosa, negli anni, le è mancato di più dell'Italia? «Il mare, le Alpi e tutte le bellezze naturali dell’Italia, ma soprattutto la mia famiglia. Allora le distanze erano molto più marcate di oggi. Ci si mandavano le lettere e ci si telefonava, mia mamma una volta venne a trovarmi in nave, impiegò un mese per arrivare. Oggi è facile viaggiare e con internet e Skype le distanze si sono accorciate». Cosa consiglierebbe a un giovane che oggi decide di emigrare? «Di imparare bene la lingua e le abitudini del paese dove vuole andare». Se si guarda indietro cosa vede? «Sono passati molti anni e tre figli, due vivono in Canada, uno è nuovamente migrato, in Usa, nel New Hampshire, non molto lontano. Oggi i miei nipoti sognano di studiare in Italia, per la sua storia. Stefan ha 23 anni ed è partito per l’Università di architettura di Firenze. Sono riuscito a trasmettergli amore per il mio paese. Questo mi ha reso molto felice». (ma.ca.)

La 28enne a Berlino «All’estero l’impegno viene premiato» La 28enne Elena Ferri è partita da due anni, stanca di lavorare con contratti di sei mesi in sei mesi e ha trovato il suo posto a Berlino, dove ha creato un gruppo di animazione interculturale assieme ad altri ragazzi immigrati come lei. Come mai hai deciso di andare via dall’Italia? «Era il momento giusto per partire. La causa principale è stata la questione lavoro. Ero costretta a vivere a Milano, una città che non mi piace, per fare un lavoro precario che non aveva alcuna prospettiva futura, indipendentemente dalla mia professionalità. Era molto frustrante. Non importa quanto sei bravo o preparato, non sarai mai abbastanza qualificato… e devi solo ringraziare se ti fanno lavorare, e spesso gratis». Cosa hai trovato all’estero che il tuo paese non poteva più offrirti? «La concezione che il lavoro si paga, e un costo della vita proporzionale agli stipendi. A Berlino è un po' più facile vivere serenamente, nonostante la disoccupazione sia altissima». Cosa ti ha stupito di più della nazione che hai trovato ad accoglierti? «Il fatto che secondo lo stato tedesco tutti hanno diritto a un tetto e a una vita dignitosa. Il welfare di aiuto alle famiglie, agli studenti, ai disoccupati, agli immigrati, e ai nullatenenti è molto elevato, soprattutto paragonato al nostro». Qual è stato l'ostacolo più grande? «Nel mio caso la lingua… e la burocrazia, campo nel quale Germania e Italia sono sorelle». E la più grande soddisfazione? «Quando ho ordinato il mio primo caffé con zucchero e senza latte, e per la prima volta mi hanno capito». Come sono visti gli italiani in Germania? «A Berlino sono piuttosto Elena Ferri amati, nonostante siano così tanti. Lo stereotipo dell'Italia come paese d'arte e cultura affascina ancora molto i tedeschi. In più li ammaliamo con la lingua che, insieme allo spagnolo, piace moltissimo. Tuttavia siamo sempre “Ausländer” (stranieri) e negli uffici pubblici non sono per niente gentili con noi, ma su queste cose tutto il mondo è paese». Cosa ti manca di più dell'Italia? «Il senso dell'umorismo. Quello tedesco è molto… particolare». Cosa consigli a chi decide di andare a vivere all'estero? «Di darsi da fare. Terre dell'abbondanza non ce ne sono, ma ci sono posti dove se ti impegni vieni premiato». Torneresti mai a vivere in Italia? «Mi piacerebbe, ma non alle stesse condizioni di quando sono partita. Dovrebbe cambiare qualcosa». Matteo Cavezzali


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 22 marzo 2012

STORIA

500° della battaglia la colonna dei francesi in piazza del Popolo È pronto ed è stato presentato il calendario delle manifestazioni organizzate in occasione del 500° anniversario della battaglia di Ravenna, l’11 aprile. Il cartellone delle iniziative si svilupperà per diversi mesi con una serie di appuntamenti che, secondo Maria Grazia Marini, direttore della biblioteca Classense, tutti legati da due aspetti che sottendono alle manifestazioni: la consacrazione della memoria e della forza evocativa di quella pagina di storia e l’interpretazione attraverso le tecnologie multimediali che ne hanno tratto le arti visive contemporanee. Tra gli eventi clou la riproposizione della Colonna dei francesi in piazza del Popolo (11 maggio), oggetto di restauro e ripulitura realizzato dal laboratorio di Ravennantica, grazie a un progetto cui hanno partecipato Comune, Associazione la Colonna, la Soprintendenza e il Liceo artistico Nervi-Severini. Il cantiere è coordinato da Paola Perpignani, durerà tre settimane e ricostruirà nel dettaglio i segni e le cicatrici che le vicende storiche, nel corso degli anni, hanno lasciato sulla Colonna. La giornata dell’11 aprile sarà dedicata a momenti di studio e riflessione, ma nella giornate successive non mancheranno anche momenti dedicati ai bambini (museo nazionale), teatrali (con gli Orthographe), cinematografiche (con Rocca cinema), letterari con Antonio restauro della Colonna. Gli eventi per il 500° Scurati, fino alla mostra (in ot- Ilanniversario della Battaglia di Ravenna sono possibili tobre all’urban center) e a un grazie a collaborazioni tra Comune di Ravenna, convegno, previsto sempre per Fondazione Carira, Fondazione del Monte, Comune di Russi, Associazione la Colonna. il mese d’ottobre.

CRONACA& ATTUALITÀ

SETTIMANA ANTIRAZZISTA

Torneo di calcio e libri “umani” contro le discriminazioni Fino al 25 marzo sono in corso le iniziative organizzate per la Settimana contro il razzismo, promossa da Unar e Regione Emilia Romagna. In particolare dal 22 marzo, in piazza del Popolo sarà allestito un gazebo con esposizioni, distribuzione di materiali informativi tra cui il manuale Io non sono razzista, ma… e il nastro giallo simbolo della lotta ai razzismi, té alla menta. Sempre nel gazebo venerdì 23 dalle 16 spazio al pubblico per “discriminazioni subite”: microfono aperto a testimonianze e racconti di uomini e donne per denunciare esperienze di malaintergrazione. Sabato dalle 16 alle 18 e domenica 25 marzo dalle 16.30 alle 18.30 la piazza diventerà la immigrazione “biblioteca vivente” con un ricco catalogo di “libri” unici a disposizione del IL RAPPORTO CARITAS pubblico grazie ai quali sarà possibile E UN CONVEGNO soddisfare curiosità: si tratta in realtà di Martedì 27 marzo alle 17 alla Sapersone in carne e ossa, pronte a racla Buzzi (via Berlinguer, 11, Racontare la loro storia e a rispondere a venna) si tiene il convegno “Imdomande quali «le donne musulmane migrazione: fare memoria”. In sono obbligate a portare il velo?», «è veoccasione della presentazione ro che i rifugiati ne approfittano per vedel XXI Dossier statistico imminire qua a rubare il nostro lavoro o che i grazione Caritas/ Migrantes clandestini vengono in Italia apposta 2011. L’evento è organizzato dalper fare i delinquenti?», «il buddista sel’associazione Ipazia. Dopo i sague solo una moda, e il musulmano è luti istituzionali prenderanno la un potenziale terrorista?" e via discorparola tra gli altri, Giovanna rendo. Vaccaro di Ipazia, Franco Pittau Infine per gli amanti del calcio, dal in qualità di coordinatore del 23 al 25 marzo, al campo sportivo EnDossier statistico immigrazione das-Monti di via Gulli si terrà un torneo 2011, Pietro Pinto del comitato multietnico di calcio a 11 dove si sfidescientifico del Dossier, Andrea ranno ex calciatori del Ravenna Calcio, Stuppini della Regione Emilia rappresentative del Comune di Ravenna Romagna, Giuseppe Bea della e rappresentative di Nigeria, Senegal, Cna, Doriana Togni e Laura Albania, Romania, Tunisia, e richieGambi per il Circolo Cooperatodenti asilo (progetto Sprar). ri Ravennati e Andrea Maestri Le iniziative sono organizzate da Coavvocato amministrativista mune, Casa delle culture e Rete antirazesperto immigrazione. zista.

11

COSTITUZION UN LIBRO E UNO SPETTACOLO

E

Venerdì 23 marzo alle 17.30, alla galleria Ninapì di via Pascoli, a Ravenna, si terrà la presentazione del libro La costituente: storia di Teresa Mattei, Le battaglie della partigiana Chicchi, la più giovane madre della Costituzione alla presenza dell’autrice Patrizia Pacini. Alle 21, invece, al teatro Zodiaco (via Mattei 28) andrà in scena lo spettacolo Difattoteresa, storia di una donna della costituente di e con Silvia Bagnoli, per la regia di Mauro Monni.

IN UN FATTO UMANO,

C O N T R O

IL POOL ANTIMAFIA A FUMETTI

Venerdì 23 marzo alle 18 al teatro Rasi gli autori Manfredi Giffone, Fabrizio Longo, Alessandro Parodi presentano il libro Un fatto umano. Storia del pool antimafia (Einaudi, 2011). L'incontro sarà coordinato da Elettra Stamboulis. La presentazione sarà preceduta dall’inaugurazione della mostra, alle ore 17 presso Galleria Mirada (via Mazzini, 83 – Ravenna) dove saranno esposte 20 tavole originali tratte dal libro. Un fatto umano è la ricostruzione a fumetti di trent’anni di lotta alla mafia, dalla fine degli anni '70 alle stragi del 1992.


12

COMMENTI& OPINIONI

giovedì 22 marzo 2012 | RAVENNA& DINTORNI

detti e contraddetti a cura di FAUSTO

PIAZZA

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di Serena Simoni, chiamata in causa dall'associazione di donne islamiche Life nella polemica sulla mostra a San Domenico di Rosetta Berardi sulle donne velate, in quanto curatrice della mostra stessa e autrice di alcuni testi di presentazione. Ecco la sua articolata replica, tagliata in alcune parti. La versione integrale sul nostro sito.

Le lettere, le opinioni e i commenti a cui si riserva di rispondere il direttore di Ravenna&Dintorni Fausto Piazza, vanno indirizzate alla mail carodirettore@ravennaedintorni.it oppure al fax 0544 271651 o all’indirizzo viale della Lirica 43, 48124 Ravenna.

TUTTO D’UN TRATTO di

GIANLUCA COSTANTINI

MOLTEPLICI LETTURE POSSIBILI SOVRAESPOSTO IL VELO ISLAMICO [...]Il tema della mostra, da cui il titolo “Dietro il volto. L’universale mistero del velo”, è appunto il velo o meglio i veli, di vari colori e decorazioni, drappeggiati in modo diverso a seconda di culture, religioni, usi e costumi. Entro nel merito delle critiche di Life, che manifestano il proprio dissenso, facendo riferimento a due piani, uno linguistico e uno simbolico, rilevando incoerenze fra testi e testi, fra testi e immagini, infine fra chiave di lettura della mostra e dimensione politica dell'evento, che evidenzia stereotipi e rinforza pregiudizi. Sul piano linguistico, vorrei correggere intanto alcune informazioni: il comunicato di Life riporta, criticandolo, il volantino di presentazione della mostra (riportato anche all'esterno) che non è a mia firma, ma estrapola tre capoversi del mio intervento, presentato integralmente nel pieghevole. Non è un cavillo, in quanto penso di potere e dover rispondere solo di ciò che scrivo. [...] Riguardo al piano del simbolico la questione è più complessa. La critica di Life conduce a due tipi di considerazione: la mostra era (è) sui veli - di varie culture, di cui prevalente è quella induista -, ma si è spostata percettivamente solo su quello portato dalle donne islamiche (quel singolo velo, oggetto delle più fiere ossessioni razziste). Anzi, le parole pubbliche - giuste e legittime, sia ben chiaro - hanno sovraesposto solo il velo islamico, spazzando via interpretazioni multiple, aperte, e costringendo ad una lettura che ripropone una logica binaria e oppositiva. Quella che per me fa il gioco di tutti i tipi di razzismo. [...] La stessa che

L’OSSERVATORIO

prese paure e desideri. All'inizio, ero rimasta incantata dalla bellezza dei veli, ma ero anche consapevole del nostro contesto, oppresso da un riduzionismo che oppone velo/non velo, costrizione/libertà. Ho pensato che scrivere di queste opere mi poteva permettere di mettere in gioco un'altra possibilità di interpretazione e di stare nel mondo, soprattutto per l'otto di marzo. In fondo, il mio scritto e le opere in mostra erano per me dedicate a tutte le donne straniere che vivono qui, alle mie studentesse, alle nostre vite reali. L'arte contemporanea è vitale dicevo nel discorso di apertura - quando pone delle questioni, solleva delle domande, dice dove siamo. Se ha posto così tante parole pubbliche, comprese le mie, mi sembra - comunque, almeno - un buon segno. Serena Simoni, Ravenna

SU DANTE E IL VELO, L’UNICA COSA DA CENSURARE È LA CENSURA

le donne islamiche velate sono costrette a subire tutti i giorni. Credo che in questo caso il loro vissuto - che mi trova pienamente solidale sul piano della vita e dell'attività politica - abbia spinto a scavalcare il piano artistico e la molteplicità di sguardi offerta dalle opere e dalle interpretazioni. Seconda questione, strettamente congiunta alla prima, è di nuovo strettamente espressiva. Pur riconoscendo la libertà all'artista, le immagini sono state messe in discussione, perchè - si dice - le donne velate vengono decontestualizzate, isolate, reificate (nel senso di “prive di vita”). Viene quindi criticato lo sfondo neutro delle immagini, che ritagliandole dal contesto-vita eliminerebbe le donne stesse, la loro realtà, qui e ora, trasformandole in statue, oggetti passivi. Già ho detto come io sia resistente a identificare semanticamente il velo con la donna che lo indossa (e soprattutto con la sua vita!): esso è un segno della persona, non è la persona. Occorre inoltre tenere in conto che il linguaggio artistico ha regole proprie, storicamente, culturalmente, visivamente determinate. In questa dimensione linguistica, scontornare una figura e

metterla su uno sfondo bidimensionale di contrasto non significa per forza ritagliare dalla realtà (escludere, negare), ma può voler dire anche l'esatto opposto (esaltare). È un’operazione tecnico espressiva che potrei dimostrare per centinaia di opere contemporanee, realizzate da artisti e artiste di tutte le culture e provenienze, compresa quella islamica. Credo che Rosetta Berardi volesse esaltare i veli - argomento della sua opera - nella loro dimensione sacrale, liminare (così ho inteso le sue parole), sospensiva. Personalmente, ho visto dell'altro ancora: ho visto un oggetto in mostra replicato, esaltato nella sua bellezza di colori, forme, texture, che dava respiro a possibilità diverse di lettura. Ho apprezzato la sua iconicità che lo rende oggetto scultoreo, ma non ho pensato mai, neppure per un istante, che le opere in mostra riducessero le donne che lo portano a sculture. [...] Concludo considerando quanto la concentrazione sul velo, su questo elemento fisico isolato (ripeto, non sulle vite) ha permesso, come sempre avviene grazie all'arte contemporanea, di proiettare interpretazioni, mettendo in gioco ciò che siamo, com-

Gentile Direttore, le scrivo in merito alle due polemiche inerenti la mostra fotografica in corso sul tema del velo femminile e sulle posizioni “antidantesche” del comitato Gherush92. Riguardo la mostra “Dietro il volto. L’universale mistero del velo”, credo si sia trattato di un fraintendimento: le immagini sono prive di alcun giudizio e anzi cariche di bellezza, attenzione e rispetto verso il tema trattato, che solo una donna poteva svolgere con tanta forza e delicatezza. Dunque complimenti sinceri all’artista Rosetta Berardi: è un’esposizione che consiglio a tutti. Su Dante da censurare in quanto omofobo e razzista, giusto un paio di considerazioni: in generale, credo che l’unica cosa da censurare sia la censura. Piuttosto, che tutti siano liberi di leggere ciò che vogliono, tanto più Dante! Inoltre, contestualizzare sempre e mai giudicare il passato col nostro occhio o l’antichità non andrebbe più studiata, dato che una delle colonne portanti era la schiavitù. Infine, un po’ di fiducia verso docenti e studenti. Gherush92 stavolta ha sbagliato bersaglio. Cordialmente, Luca Maggio

A Marina diventano un problema anche i «picchi di presenze» di

MOLDENKE

Su viale delle Nazioni, al parcheggio scambiatore, negli stradelli, insomma, fuori dai bagni di Marina non si potrà più bere alcol, e neppure bevande in bottiglie di vetro, lattine e contenitori vari. E le attività commerciali non potranno neppure vendere birre, bottiglie o lattine d’asporto. O al tavolo o niente. Non si potrà bere in piedi, praticamente, a Marina. Street bar esclusi, certo. E allora ecco sul Carlino il plauso di Massimo Gorini, che è il vicepresidente del Comitato per Marina (comitato cosa?) ma anche uno dei titolari di uno degli street bar esclusi dal divieto. Incredibile, no? Ma va bene, non staremo certo qui a disquisire sull’ordinanza, non tireremo fuori la parola proibizionismo. Parleremo solo delle motivazioni che hanno spinto il sindaco ad adottare questo nuovo provvedimento. È sempre divertente leggere le ordinanze integralmente, tra l’altro. E allora scopriamo che Matteucci nel prendere questa decisione ha considerato il fatto che, citiamo testualmente, «l’affluenza di pubblico nella località di Marina di Ravenna si è manifestata in costante crescita anche nelle stagioni successive a quella del 2009, e soprattutto nel 2011, nei week end dei mesi pre-estivi, nelle giornate festive infrasettimanali e nei mesi di luglio e agosto, quando l’affluenza turistica e la popolazione giovanile fa registrare significativi picchi di presenze nella località, con conseguente aumento delle possibilità di rischio di compromissione della sicurezza urbana e della pubblica incolumità»; e l’ordinanza è stata firmata anche «data la particolare connotazione attribuibile da un lato ai week end, momento di forte aggregazione in loco, stante la consolidata consuetudine di utilizzare tali periodi per un break breve, ma intenso, e dall’altro la tradizionale usanza di fruire delle ferie nel periodo luglio/agosto da una parte consistente della popolazione». Chiaro, no? Se la gente viene in massa a Marina, non stare a fare più parcheggi o ad organizzare navetti elettrici per il mare, non pensare a stradelli pedonali, non favorire l’apertura di nuovi locali, non organizzare più eventi di quelli che ci sono già, no, niente di tutto questo. Piuttosto vieta alla gente di bere birra in piedi o ai locali di vendere Coca Cola e Fanta in lattina. Non fa una piega, no?


COMMENTI& OPINIONI

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 22 marzo 2012

Blog + blog

Fulmini&Saette di Adriano Zanni Cronache e visioni dal Deserto rosso - tutti i giorni su www.ravennaedintorni.it

post da:

Eppur si muove

Una nuova conversazione di Aldo e Nilde, due personaggi che amano discutere un po’ su tutto senza essere d’accordo su niente. Nel ‘900 sarebbero stati facilmente classificabili come di sinistra Nilde, di destra Aldo. Oggi, chissà...

di Serena Fagnocchi Scienza, l’altra faccia della cultura

Renato Dulbecco, una vita spesa per la ricerca e l'impegno civile

Nilde: Si deve dimettere e basta. Anche se è innocente, anche se è roba da poco. Aldo: Ma ancora per la storia di Ruby? Guarda che lui credeva che fosse la nipote di Mubarak. N: No, non parlo di quello lì. Parlo del nostro governatore, quello che dovrebbe, appunto, essere ontologicamente diverso da quell'altro...

Un mese fa, il 20 febbraio 2012, è morto Renato Dulbecco, scienziato italiano di fama mondiale.

Quasi tutta la sua ricerca è

Aldo&Nilde

Il governatore e la differenza che forse non c’è

da ravennaedintorni.it

Nato a Catanzaro (ah, il Sud di fannulloni!!) nel 1914, si laurea a Torino a 22 anni e lascia l'Italia per gli USA a 33. Ed era stato pure mandato come soldato in Russia nel '45. Ha ottenuto nel 1975 il massimo riconoscimento per uno scienziato, il premio Nobel, per gli studi condotti negli anni '60 sui virus oncogeni, cioè responsabili di tumori, stabilendo il meccanismo di alterazione cellulare permanente. Suo anche il primo mutante del virus della poliomelite che ha permesso a Sabin di sviluppare il suo famoso vaccino. A partire dall'85 promuove (nello scetticismo generale) il progetto GENOMA che in soli 15 anni (nell'incredulità generale) arriva a mappare completamente il patrimonio genetico umano. Per intenderci, prima si era arrivati a mappare integralmente solo il genoma di alcuni moscerini.

13

Basta poco per essere felici è primavera, Piallassa Baiona, 2011 stata condotta negli Stati Uniti. A differenza di altri scienziati con i quali ha condiviso la scelta di lasciare l'Italia, ma che hanno tagliato i ponti con la madrepatria, taluni sviluppando un rancore profondo verso il Paese dal quale si sono sentiti rifiutati (alcuni anche tra i Nobel si rifiutano di parlare italiano!), Dulbecco ha mantenuto sempre forti legami con il nostro Paese. Uomo gentile e sorridente, ma non silenzioso. Ha messo a disposizione la sua fama mondiale e la sua autorevolezza di illustre scienziato in iniziative a sostegno alla ricerca e al ritorno dei cosiddetti “cervelli in fuga”; nel 2005 ha sostenuto con forza assieme all'amica di sempre Rita Levi Montalcini il referendum per abrogare la Legge 40 sulla procreazione assistita (perdendo).

Nel 1999 ha condotto assieme a Fabio Fazio il Festival di Sanremo (se non erro l'ultimo che ho seguito) per sostenere la raccolta fondi per la ricerca usando il palco dell'Ariston per parlare di ricerca, ricercatori, medicina, tumori e genetica, e devolvendo il suo compenso al rientro di giovani ricercatori dall'estero. Profondamente cattolico, ha saputo come tutti i grandi, mantenere questo aspetto nella sfera personale evitando ogni interferenza con la sua ricerca. Nominato presidente nel 2000 di una commissione ministeriale italiana di bioetica -formata da scienziati, giuristi, filosofi, bioeticisti- ha sviluppato una procedura che permetteva di proseguire la ricerca e le terapie con cellule staminali superando i dubbi etici che le accompagnano. Il protocolloDulbecco (o Soluzione Tnsa)

non è mai stato attuato nel nostro Paese. Ha detto di lui il premio Nobel Salvador Luria che lo chiamò negli USA: “La cosa migliore che ho fatto per la genetica è stato portarvi Dulbecco”. Se ne è andato un grande scienziato, un grande uomo, un grande italiano. Ma la vera notizia è che un uomo simile sia vissuto.

ROSSELLA LIBERA

A: Sì che poi quello lì lo avete già fatto dimettere. Sei una forcaiola, Nilde. Da te non me l'aspettavo. Perché vuoi le dimissioni del governatore? N: Perché ha ricevuto un avviso di garanzia. Ora, magari è innocente, ma se ancora le istituzioni in questo paese hanno un senso, e se davvero il Pd vuole dimostrare di essere diverso, e meglio, allora Errani deve dimettersi. A: Ma te lo sai cos’è un avviso di garanzia? N: Sì lo so. e so che per cose simili, in passato, si sono chieste le dimissioni di Berlusconi, o ricordo male? So che all'estero per cose simili la gente si dimette. Poi se è innocente, dopo, gli facciamo la statua. Ma intanto, ti togli dal mezzo. Soprattutto in un momento come questo. A: Essere indagati non significa colpevoli. E tu potresti essere stata indagata per qualunque cosa e non saperlo perché non sei tenuta a saperlo. Ora Errani si dimette e se poi è innocente cosa se ne fa della tua statua? N: Errani è al terzo mandato. Non ti preoccupare, se è innocente e il Pd vince le elezioni, lo fanno ministro. il punto è che se va avanti così il Pd non potrà vincerle, ‘ste elezioni. tra indagati e riforma del lavoro, non si capisce più la differenza. Io faccio un discorso di opportunità politica, capisci? A: Ma tu ancora cerchi la differenza? Sei commovente. N: Ma se non c'è differenza, come si fa a votare? A: Scheda bianca. O nulla. N: Dio mio, comincio a pensare che tu abbia ragione. E questo mi fa molta paura.


CULTURA& SPETTACOLI

PROSA

Gifuni tra Gadda e Amleto racconta la guerra italiana Ultimo atto per la stagione di prosa 2011/2012, che da mercoledì 28 a sabato 31 marzo (ore 20.30) si chiude al teatro Alighieri con L’ingegner Gadda va alla guerra (o della tragica istoria di Amleto Pirobutirro), pluripremiato spettacolo nato da un’idea di Fabrizio Gifuni e realizzato con la regia di Giuseppe Bertolucci. Dopo aver ripercorso la modernità degli Scritti corsari di Pier Paolo Pasolini attraverso la poesia di Giorgio Somalvi-

co in ’Na specie de cadavere lunghissimo, Gifuni, spesso impegnato nel cinema e nella fiction televisiva, e il regista e sceneggiatore Giuseppe Bertolucci tornano a lavorare insieme. La coppia artistica guarda ora a un altro autore fondamentale della cultura italiana novecentesca, il genio amaro e tragicomico di Carlo Emilio Gadda, cercando nella vita di questo ingegnere, suo malgrado appartenente alla buona borghesia milanese, un’ipotetica figura tragica shakespeariana, un Amleto costretto a fingersi folle per salvarsi da un mondo che gli è irrimediabilmente estraneo. L’ossatura amletica che avvicina il principe di Danimarca al protagonista de La cognizione del dolore, Gonzalo Pirobutirro, alter-ego dello scrittore, sostiene un monologo che incrocia i testi di Carlo Emilio Gadda con la più famosa opera di Shakespeare. Lo spettacolo – prodotto da Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti – è suddiviso in due parti, dove la prima, dal titolo il Giornale di guerra e di prigionia, è costruita sui diari dell'autore, sottotenente della milizia territoriale – arma di fanteria, V reggimento Alpini – durante la prima Guerra mondiale; e la seconda si basa su Eros e Priapo, una sorta di saggio tragicomico sulle motivazioni psicologiche profonde che permisero al fascismo di durare vent’anni. Scritto come un diario e senza un preciso impianto lette-

rario, il Giornale di guerra e di prigionia è una denuncia forte e amara dell'incompetenza con cui era stato condotto il conflitto e del conseguente degrado della vita. «È come se in quelle pagine – dice il protagonista e autore del monologo – fosse racchiusa la ferita originaria alla base della scrittura di Gadda; in fondo al pozzo nero della tragedia più cupa lo scrittore milanese, quasi un automa sopravvissuto a se stesso, trova la miniera della sua arte futura, capendo che l’unico modo per sopravvivere alla “morte in vita” è scatenare la lingua e inventare altri mondi, altre vite». La cadenza lombarda del soldato al fronte si trasforma poi nella grottesca invenzione di un fiorentino cinquecentesco: questa è la lingua con cui Gadda scrisse il pamphlet Eros e Priapo, una dissacrante analisi delle doti amatorie del Cuce, cioè il duce Mussolini, un poemetto nella forma di referto medico sulla psicopatologia erotica di Mussolini e sull’attrazione periodica che il popolo italiano prova verso figure affette da delirio narcisistico. Gifuni – attorno al quale Bertolucci costruisce una ragnatela fitta di rimandi e di azioni – si muove in un ingranaggio drammaturgico dal ritmo incalzante, indomabile e irrequieto come un moderno mattatore, capace di padroneggiare le proprie corde interpretative sia sul piano fisico che vocale. L’ingegner Gadda va alla guerra – vincitore di due Premi Ubu 2010 (come miglior spettacolo dell’anno e come miglior attore) – fa parte anche del programma del Nobodaddy e di quello dell’iniziativa dal titolo Compagnia di giro (all’interno di Anno Solare), a cura della direzione artistica del Festival di Santarcangelo, che lo ha scelto tra i cinque spettacoli da vedere per il proprio pubblico organizzato col pullman (www.santarcangelofestival.com). Il consueto incontro con la compagnia avrà luogo sabato 31 marzo alle 17 alla sala Corelli dell’Alighieri e vedrà la partecipazione di Fabrizio Gifuni, Marco Belpoliti (scrittore, saggista e direttore della rivista doppiozero.com) e del direttore artistico di Ravenna Teatro, Marco Martinelli. Giovedì 29 marzo invece, alle 17 la Libreria Dante di Longo – in via Diaz 39 – ospiterà la presentazione del libro Gadda e Pasolini: antibiografia di una nazione di Fabrizio Gifuni e Giuseppe Bertolucci (ed. minimum fax Roma), con la presenza dello stesso Gifuni e a cura di Claudia Sebastiana Nobili. Info: 0544 36239.

giovedì 22 marzo 2012 | RAVENNA& DINTORNI

CULTURA

14

LA BUSTINA DI MELPOMENE a cura di M ARIA

GIOVANNA MAIOLI LOPERFIDO

A proposito del diletto della conversazione e del perché ho aggiunto il mio cognome natale. Dunque forse aveva ragione lui, il nonno Antonio, il padre di mio padre, lo scienziato lucano, geodeta e astronomo, bello e severo, che assomigliava a Ezra il poeta. Sì, perché lui sosteneva che l’origine del nostro “perfido” cognome non era italiana, ma francese. Infatti anche alla sottoscritta garba, e molto, la conversation, non in un salotto, bensì in un piccolo bar, fatto a sua misura, tra quei due-tre amici, purché la loro a volte eccedente vocalità non si sovrapponga alla sua, fisiologicamente non certo vigorosa. Tutto questo preambolo perché mi è capitato tra le mani un gradevolissimo libro donatomi per la Befana da mio nipote Max.

IL PIACERE DELLA PAROLA di Benedetta Craveri Mi sembra che tutti convengano sul fatto che Parigi è la città al mondo dove il gusto e lo spirito della conversazione sono più generalmente diffusi: e quel che si chiama mal du pays, quel rimpianto indefinibile della patria, che è indipendente dagli amici stessi che vi si sono lasciati, concerne in particolar modo quel piacere di conversare che i francesi non ritrovano in nessun altro luogo come da loro. Volney racconta di certi francesi emigrati che, durante la Rivoluzione, volevano fondare una colonia e dissodare delle terre in America, ma di tanto in tanto tralasciavano tutte le loro occupazioni per andare, dicevano, “a conversare in città”. E questa città, la Nouvelle Orléans, si trovava a seicento leghe dalle loro case. In Francia il bisogno di conversare è comune a tutte le classi sociali: qui la parola non è, come altrove, soltanto un mezzo per comunicarsi idee, sentimenti, questioni d’affari, bensì uno strumento che la gente ama suonare e che rianima gli spiriti, come fa la musica presso taluni popoli e i liquori forti presso altri. (da La civiltà della conversazione, Adelphi, Milano 2008) Benedetta Craveri è docente di Letteratura francese all’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli. Per Adelphi ha anche pubblicato Madame du Deffand e il suo mondo, Amanti e regine, Maria Antonietta e lo scandalo della collana.

MASSIMO DAPPORTO È OTELLO AL MASINI

Sopra e a sinistra (foto Di Stefano) due momenti de “L’ingegner Gadda va alla guerra”. A destra, Carlo Dapporto in Otello

FA

E N Z A

Con il grande classico shakespeariano Otello proseguono gli appuntamenti con la prosa al teatro Masini di Faenza. Da lunedì 26 a mercoledì 28 marzo (ore 21) Massimo Dapporto, Maurizio Donadoni e Lucia Lavia saranno protagonisti di questo adattamento tradotto e diretto da Nanni Garella. Nell’Otello, alla fine, perdono tutti, i nobili e i malvagi: Desdemona, Emilia, Roderigo assassinati, Otello suicida, Iago travolto dai suoi stessi inganni. Tutti fanno scelte sbagliate. Il mondo non ritrova il suo equilibrio, dopo l’atto estremo di Otello e il sacrificio di sua moglie. Info: 0546 21306.


CULTURA& TEATRO

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 22 marzo 2012

NOBODADDY

MOSAICO

DANZA

Cada die teatro la Sardegna in scena

Dall’alto, “Milano da Bruciare” e Pierpaolo Piludu

La stagione del Nobodaddy dedica una due giorni a Cada die teatro, compagnia di Cagliari che da anni ha sviluppato un interesse particolare per la narrazione orale e i temi civili, in scena a Ravenna con due assoli giovedì 22 e venerdì 23 marzo, rispettivamente al Mama’s Club e al Cisim di Lido Adriano. Milano da bruciare! – giovedì 22 (ore 21) al Mama’s – è un monologo che intreccia la biografia dell’attore e autore Giancarlo Biffi con i fatti politici, esaltanti e al tempo stesso tragici, accaduti negli anni ‘70 a Milano. Anni di movimento, di piazze da conquistare nella grande città del Nord in cui un ragazzo di provincia incontra la ribellione. Ripercorrendo la propria militanza politica tra il 1969 e il 1975, il narratore diventa anche emblema di un’intera generazione, quella dei cosiddetti sessantottini alla ricerca di una rivoluzione, in lotta per un’utopia. Sarà invece il Cisim a ospitare venerdì 23 marzo (ore 21) il secondo appuntamento con la compagnia sarda, Laribiancos - Quelli dalle labbra bianche. Nel titolo riecheggia il soprannome dispregiativo con cui venivano indicati i poveri del paesino di Arasolè – situato nella Sardegna centro settentrionale – i “sos laribiancos”, quelli dalle labbra bianche, segno inconfondibile di malnutrizione. Sono proprio i sos laribiancos a essere protagonisti delle opere dello scrittore sardo Francesco Masala confluite, grazie all’adattamento di Pierpaolo Piludu, nella drammaturgia dello spettacolo. Nella stessa serata, Rimas e Nodas-suonando poesia, un racconto con video e musiche registrate. Walter Porcedda, giornalista della Nuova Sardegna, ha seguito le esperienze di punta della scena sarda. In questo intervento appositamente creato per il Nobodaddy, ci accompagnerà in un viaggio attraverso la poesia e i suoni della Sardegna. Dalle launeddas al rap.

15

Chiude la stagione con l’Aterballetto

A Tamo apre la nuova sezione dantesca “Tamo. Mosaici tra Inferno e Paradiso” è la nuova sezione del Complesso di San Nicolò (vernissage venerdì 23 marzo, apertura al pubblico sabato 24 marzo) che propone ai visitatori un’avvincente esposizione permanente dedicata a opere a soggetto dantesco commissionate dal Comune di Ravenna a grandi artisti italiani del ‘900 per celebrare il VII centenario della nascita di Dante. Si tratta di 21 pannelli di grande pregio – e alcuni anche di grande formato – realizzati su cartone da artisti italiani come Purificato, Cantatore, Gentilini, Mattioli, Ruffini, Morigi, Berti, Sassu e Saetti ed eseguiti a mosaico da artisti e artigiani ravennati, quali Libera Musiani, Giuseppe Salietti, Santo Spartà, Sergio Cicognani e Renato Signorini.

L I B R I

MARIO LENTANO RACCONTA PLUTARCO

Sarà lo storico dell’Antichità Mario Lentano l’ospite del Centro Relazioni Culturali di venerdì 23 marzo (ore 18) in Sala D’Attorre di Casa Melandri. Lentano presenterà al pubblico i “Consigli agli sposi” di Plutarco, volume che ha curato per l’editore Palomar nel 1998. “Consigli agli sposi” di Plutarco non sono un arido e astratto trattato filosofico, ma un'operetta vivace, agile e volutamente ancorata alla vita reale. Ingresso libero, info: 0544 39972.

Sabato 24 (20.30) e domenica 25 marzo (15.30) va in scena al teatro Alighieri l’ultimo appuntamento della stagione danza, con Aterballetto che proporrà due coreografie di Mauro Bigonzetti: Come un respiro e Le Sacre. Aterballetto torna dunque a Ravenna con due creazioni del coreografo che ha saputo rinnovare l’identità artistica della compagnia dandole un profilo internazionale dopo il glorioso avvio di Amedeo Amodio, che l’ha diretta per quasi 18 anni. In apertura di serata vedremo Come un respiro, coreografia per 14 danzatori del 2009 realizzata sulle musiche di Händel. Una collana di sonate eseguite al pianoforte che la fantasia e la creatività di Bigonzetti cesellano sui corpi degli interpreti con una sequenza di soli, duetti, trii da togliere letteralmente il fiato al pubblico. Partendo dalla danza classica d'origine – con le ragazze in punta – l'autore intarsia i corpi, ne indaga le pieghe, gioca sulle velocità di esecuzione, distorce e scompone le dinamiche tradizionali dei legati procedendo per variazioni. Con Le Sacre Bigonzetti affronta invece, dopo un lungo percorso interiore, uno di quei titoli che rappresentano insieme una sfida e una prova d'autore. Nel repertorio coreografico del ‘900 Le Sacre du Printemps è sicuramente l’impegno più arduo e insieme intrigante, sia per il fascino assoluto dell'atto della sua creazione, sia per l'insormontabile forza della magnifica partitura musicale, con la quale si sono cimentati nel corso di quasi cento anni coreografi di ogni formazione e cultura.

Sopra, un momento di “Le sacre”


16

CULTURA& ARTE

giovedì 22 marzo 2012 | RAVENNA& DINTORNI

L’INTERVISTA

«La mia è una pittura silenziosa» Parla il “minimalista lirico” Alfredo Rapetti Mogol, in mostra a Ninapì di Linda Landi L’eleganza e la quiete, grafie eleganti ed essenziali incise in un bianco e nero dal sapore contemporaneo e insieme antico. Elementi di scrittura elementare a cura di Chiara Fuschini (alla Galleria Ninapì, fino al 7 aprile, con apertura sabato e domenica ore 16-19, o su appuntamento chiamando il 348 4928190) presenta per la prima volta a Ravenna le opere di Alfredo Rapetti Mogol, artista, poeta, compositore, e figlio d’arte del celebre paroliere di Lucio Battisti. Presente alla Biennale di Venezia del 2007 e 2011, collaboratore a New York del fotografo Fabrizio Ferri, Rapetti Mogol si fa portavoce di un “minimalismo lirico” concettuale e filosofico in cui la parola ha un valore subliminale e, di conseguenza, anche universale. Umile e gentile, ci ha spiegato le radici del suo fare arte. Signor Mogol, qual è il significato della scrittura, un elemento costante della sua vita e delle sue opere? «È l’impronta dell’anima, la forma della personalità e della sensibilità. Siccome oggi ne stiamo perdendo il significato più profondo, attraverso il segno cerco di rappresentare gli stati emotivi delle persone. Le loro gioie, i loro smarrimenti. I mes-

Alfredo Rapetti Mogol

Artista, poeta, compositore, figlio del celebre paroliere di Battisti saggi che lascio sono volutamente non chiari, perché non voglio emettere sentenze, né gridare, ma ricercare un sentire comune. Per lo stesso motivo non uso la lingua italiana, perché

scegliere un idioma sarebbe discriminante, una barriera culturale. Mi affascina invece l’evocazione, il ricordo sospeso nel tempo. Dipingo di tutto fin da bambino, ma quando sono approdato alle “scritture”, quindici anni fa, mi sono sentito veramente a casa». Nelle sue opere ricorrono contrasti tra bianchi lucidi e opachi, neri bituminosi, ocra e beige molto delicati… Da dove deriva la scelta di questi toni? «La mia è una pittura silenziosa e questi colori non “disturbano” mai. Sono toni a cui bisogna dare attenzione, quasi neutri. Richiedono raccoglimento e riflessione e non aggrediscono mai gli occhi. Mi piacciono proprio per affinità estetica». Quali obiettivi, se ne ha, per la sua arte? «Muovere commozione, emozioni, in risposta alla violenza e alla volgarità. Ultimamente un collezionista mi ha fatto uno dei complimenti che più ho apprezzato, dicendomi che la mia pittura gli trasmetteva calma, pace e silenzio. Cerco di dare un piccolo contributo per creare una comunanza emotiva e umana tra gli esseri umani che usano la scrittura. Anche le persone però devono prestare attenzione per incontrare le mie opere: richiedono concentrazione. Come nel-

le “Sovrapposizioni liriche elementari”: sono una specie di libro, una poesia involontaria che si può cogliere solo con il silenzio. Anche nelle “Mappe del mio cielo” sono concentrato nel catturare l’esatto stato d’animo del momento in cui ho dipinto, per cui è necessario un attento “ascolto” emotivo. Va detto che a Ninapì ho volutamente tralasciato di inserire didascalie e titoli, per non turbare l’atmosfera del luogo e lasciare ulteriore spazio al raccoglimento». A proposito di raccoglimento, un trittico molto ispirato, allestito in una piccola stanza della galleria “stacca” dal resto delle opere… «In effetti la “Crocifissione con due ladroni” è un pezzo atipico, anche fisicamente. È formato da due pannelli laterali con croci delineate da scritte, e da uno centrale in cui campeggia una croce greca… L’ho portato

dietro quasi per caso, senza una vera intenzione di esporlo. Poi, quando ho visto quella piccola sala, riservata e raccolta come una cripta, mi è sembrato il suo contesto naturale. Devo dire che sono particolarmente felice di questa esposizione a Ravenna, perché ho incontrato persone con cui ho condiviso lo stesso sentire: l’amore per l’arte e per il bello, in senso puro e senza fini altri».


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 22 marzo 2012

BRONSON

Dopo il rinvio di qualche mese fa, arrivano finalmente al Bronson di Madonna dell’Albero, sabato 24 marzo (ore 22), i The Field, band creata da Axel Willner. La storia discografica di Axel Willner, svedese di Stoccolma, inizia dopo aver spedito una de-

mo-tape alla storica etichetta tedesca Kompakt, che dopo averla ascoltata decide immediatamente di arruolarlo. La sua storia musicale però inizia nei lontani anni dell’adolescenza, dove appaiono il pop degli Abba (coverizzati nel primo e nel secondo album), il punk dei Misfits, momenti difficili al Liceo Musicale, e poi finalmente la scena F O T O G R A F I A

Con la conferenza “Prof. Lee Fontanella. Nuove scoperte per la storia della fotografia iberica: viaggiatori britannici nella Spagna romantica” prosegue martedì 27 marzo (alle 16) all’Aula V di Palazzo Corradini, il progetto “Sulla fotografia”, a cura di Osservatorio Fotografico e realizzato in collaborazione con Fondazione Flaminia. Nato nel 1941, Lee Fontanella è stato Woodrow Wilson Fellow ad Harvard e Teaching Fellow a Princeton fra il 1964 e il 1969, Assistant e poi Associate Professor all’Università di Austin, dal 1970 al 1984. Alla fine della sua carriera accademica è stato nominato professore emerito e ha continuato l’attività scientifica e di ricerca come “invited Professor” all’Università di Valencia (fra il 2004 e il 2010). Nel corso della sua carriera ha diretto alcuni importanti e prestigiosi progetti di ricerca internazionali; diverse sue opere hanno ottenuto riconoscimenti e premi in Europa e negli Stati Uniti. Come studioso di fotografia ha privilegiato il periodo delle origini e nella seconda metà del XIX secolo, ma i suoi interessi hanno spaziato in molti altri settori. La conferenza di Fontanella, introdotta da Luigi Tomassini, presenterà alcune sue recenti ricerche sulla fotografia spagnola delle origini, e sarà tenuta in italiano, con possibilità di domande e discussione in spagnolo e inglese.

17

RAVENNA MUSICA

Con The Field l’elettronica diventa psichedelica

LEE FONTANELLA A PALAZZO CORRADINI

CULTURA& SPETTACOLI

elettronica, che a Stoccolma negli anni ’90 ruota intorno a un club in cui Willner suona con la prima band, gli Speed Wax. Ancora un paio di dati biografici da citare: l’influenza del produttore tedesco Wolfgang Voigt aka Gas e la scoperta di un software musicale, Jescola Buzz, che in seguito non abbandonerà mai. Dopo due album di grande successo nel 2007 e 2009, esce invece qualche mese fa sempre su Kompakt Looping State of Mind, innovativo terzo disco che fin dal titolo riconferma la predilezione al metodo del campionamento e dell’utilizzo dei loop, dove nello stesso tempo spuntano vari elementi spiazzanti. Il loop, pur restando nucleo della composizione elettronica, questa volta viene sottoposto ad un’orchestrazione maggiore, che restituisce una stratificazione di suoni densa e diramata. L’elettronica si allontana dalla sua radice techno e IDM per planare sullo shoegaze e sul krautrock, restituendo atmosfere, liquide, rarefatte e psichedeliche in cui l’ostinazione canalizza l’estasi. È una dance music meno pestata, più raffinata e languida. Solo nella lunghezza ipnotica e gioiosa (otto minuti è la durata minima di una singola traccia) realizzata attraverso l’iterazione coraggiosa del loop si realizza l’abbandono ad uno stato mentale: qualunque esso sia per Willner. Aprono la serata gli Esperanza. Info: 333 2097141.

Ravel e Beethoven per il duo Sergej Krylov e Igor Levit È ancora vivo il ricordo del bel concerto che il violinista russo Sergej Krylov – in scena lunedì 26 marzo al teatro Alighieri (ore 20.30) nell’ambito della stagione “Ravenna Musica” – tenne in città nel 2007. Nato a Mosca in una famiglia di musicisti, Krylov ha iniziato lo studio del violino a cinque anni e all’età di dieci ha debuttato con l’orchestra affrontando i primi impegni concertistici in Russia, Cina, Finlandia e Germania. Dopo la vittoria dei concorsi “Stradivari” di Cremona e “F. Kreisler” di Vienna, il brillante violinista ha intrapreso una sfavillante carriera concertistica che lo porta a esibirsi nelle più grandi sale internazionali quali Philharmonie di Berlino, Musikverein e Konzerthaus di Vienna, Théatre des Champs-Elysées e Auditorium de Radio France a Parigi, Megaron di Atene, Suntory Hall di Tokyo, Teatro

Colon di Buenos Aires, Teatro alla Scala di Milano. A Ravenna si esibirà in duo con il pianista Igor Levit, giovane talento russo, salito alla ribalta dopo l’exploit ottenuto nel 2005 al prestigioso concorso internazionale Arthur Rubinstein, dove, pur essendo il più giovane partecipante, ottenne ben quattro premi. Giusto coronamento di una rapida carriera già punteggiata di successi del brillante pianista, oggi ventiquattrenne, che a otto anni ha debuttato con orchestra e a sedici anni si è esibito al Festival di Salisburgo. Travolgente il programma: il duo eseguirà la celebre Sonata “A Kreutzer” di Beethoven e la brillante Sonata per violino e pianoforte in sol maggiore di Ravel, seguita dalla composizione Tzigane dello stesso autore. Info: 0544 39837.

Sopra, Igor Levit, a sinistra Sergej Krylov

M I K R O K O S M I

ALLA CORELLI L’ORCHESTRA DELL’OLIMPICO DI VICENZA

Domenica 25 marzo (ore 11) la rassegna Mikrokosmi ospita alla Sala Corelli del teatro Alighieri l'Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza diretta da Roberto De Maio. Già lo scorso anno questo talentuoso direttore ha aperto e chiuso la rassegna Mikrokosmi con grande successo di pubblico e di critica, che ne ha colto l'eleganza e la grande capacità di trasmettere emozioni. Il programma del matinée prevede quattro pezzi di Philip Glass e la Serenata op. 48 di Cajkovskij, e il solista del concerto sarà il pianista ravennate (di adozione) Nazzareno Carusi, con il Concerto in fa minore BWV 1056 di J.S.Bach. Definito dal critico di Repubblica Guido Barbieri «tra i migliori, maggiori musicisti italiani del momento», Carusi è stato allievo di Alexis Weissenberg e Viktor Merzhanov, due leggende del pianoforte del XX secolo, e oggi è uno dei pianisti italiani più famosi della scena. Info: 347 4310058.

merceria - intimo uomo - donna - bambino

NUOVI ARRIVI Viale Leon Battista Alberti 86 - Ravenna


18

CULTURA& PROGETTI

giovedì 22 marzo 2012 | RAVENNA& DINTORNI

FORUM RAVENNA 2019

Capitale europea dell’accoglienza? Mannucci: «la candidatura sia occasione per ripensare le politiche sociali» Riceviamo e pubblichiamo un nuovo contributo al nostro forum dedicato alla candidatura di Ravenna a capitale europea della cultura nel 2019. Interviene Marina Mannucci su un tema che ha a che fare con la cultura nel senso più ampio del termine e che intreccia il tema del sociale.

clusione sociale e al dialogo interculturale; alcune delle Capitali passate hanno inserito nei loro programmi attività di “riorganizzazione sociale” e di intervento diretto di assistenza per affrontare problematiche che richiedevano soluzioni urgenti. Mettere al centro la cultura, in una società contemporanea, favorisce la crescita della conoscenza, tenendo conto che le di Marina Mannucci differenze sono culturali ancor prima che economiche e sociali. «Non siamo funzionari dello Stato. Non esiste, infatti, una cultura, esiNon siamo Cesari. Aveva ragione quella stono tante culture ed è importante postulante, che m’ero rifiutato un giorno incentivare lo scambio interculturale, di ascoltare fino alla fine, quando esclamò rivolgendo un’attenzione non solo alche se mi mancava il tempo di darle retta, l’Europa, ai paesi del Bacino meditermi mancava il tempo per regnare». raneo, ma a tutte le culture con le Marguerite Yourcenar, quali entriamo in relazione. Per far Memorie di Adriano questo, è necessario preparare il territorio, i luoghi del vivere e la sua popoIl titolo di “Capitale europea della lazione, all’ospitalità, all’accoglienza, cultura” è stato ideato per contribuire allo scambio ed all’integrazione, proal riavvicinamento dei popoli europei. muovendo, nel contempo, azioni locaDal 1985, 32 città sono state designali che incidano sugli aspetti che oggi te Capitali europee della cultura, da hanno gli uni degli altri. La portata e dalla partecipazione degli interlocuportano Ravenna a doversi confronStoccolma a Genova, da Atene a Glal’ampiezza dell’evento sono considetori sociali ed economici della città. tare con l’aumento, in Occidente, delsgow, da Cracovia a Porto. Nel corso revoli, di conseguenza i requisiti neAlla presentazione della candidatura, le nuove povertà. E se la città di Radegli anni, la manifestazione è crecessari per ottenere il titolo sono rigoil programma non deve già sembrare venna è invitata a sfruttare le sue parsciuta d’importanza, ma senza perderosi. Il successo della manifestazione definitivo, ma deve dare una buona ticolarità e a dar dimostrazione di una re di vista l’obiettivo primario: valorizdipende dalla qualità del programma indicazione delle intenzioni. È previgrande creatività, è auspicabile che zare la ricchezza, la diversità delle cul(sulla base di criteri fissati), dall’impesto che l’ottenimento del titolo di Casfrutti questa opportunità per orgature e i loro tratti comuni, migliorare gno delle autorità pubbliche, in partipitale europea della cultura possa danizzare questo importante lavoro atla conoscenza che i cittadini europei colare in termini di finanziamento, e re anche un valido contributo all’intraverso una progettazione e una programmazione di azioni che sappiano affrontare il problema contingente delle nuove povertà in costante e continuo aumento e per le quali al momento non è stato ancora avviato nessun progetto, né pensata alcuna soluzione a breve termine. Ribiografia guardo al problema dei senzaNegli anni Settanta ha svolto volontariato tetto, di cui abpresso l’Istituto Cavazza per non vedenti e atbiamo potuto tività didattica per le comunità nomadi di Boleggere nella crologna. Giunta a Ravenna, dopo aver vinto, alnaca locale a sel’interno del Piano Giovani, un progetto scoguito dell’emerlastico, ha co-diretto per diversi anni la Scuogenza freddo, la Materna e Doposcuola “il Girotondo”, reanon sono state lizzando laboratori in campo artistico e muraccolte inforseale. In quest’ambito, ha organizzato l’inimazioni e al moziativa “Giocare con l’arte” per ragazzi tossimento non semcodipendenti, in collaborazione con il Sert. brano essere preNel settore dei beni culturali – di cui è Tecniviste misure per co della Conservazione – ha svolto attività di combattere quericerca in Messenia e conferenze in collabosta realtà in corazione col prof. Andrea Emiliani presso la stante aumento, Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali. malgrado venga Ha coordinato il progetto dell’Asilo aziendale violato uno dei della Struttura Ospedaliera privata “Domus più importanti Nova” ed ha operato all’interno del Centro di diritti fondamenDocumentazione di Tuzla (Bosnia). Collabora tali riconosciuti da anni alla rivista Trova Casa con articoli denell’Ue: il diritto dicati all’abitare dei migranti e agli “spazi” all’alloggio. Il della cultura. È docente a progetto di alcune problema dei Scuole superiori di Ravenna. Fa parte del Cosenzatetto è parmitato “Rompere il silenzio”. te integrante del Taglie comode dalla 46 alla 58 metodo aperto di coordinamento sociale e, data la complessità del processo di inclusione dei senzatetto nella società, è indispensavia Boccaccio 10 Ravenna bile che anche Ravenna, se vorrà conTel. 0544 216038 correre a diventare Capitale europea, (di fronte al Teatro Alighieri) istituisca al più presto una strategia

Collezione

Primavera - Estate 2012

per affrontare questa emergenza. Il “Laboratorio di Ravenna Capitale europea della cultura 2019” potrebbe avviare quindi dinamiche culturali indirizzate a costituire un potente vettore di inclusione e di coesione tra i diversi strati della cittadinanza e di dialogo tra le culture. Ponendo al centro delle riflessioni i temi che legano cultura, sviluppo e inclusione sociale e lavorando sugli aspetti specifici della gestione che riguardano: • Politiche urbane tra sviluppo economico e inclusione sociale delle nuove povertà; • Poli culturali e sviluppo territoriale; • Modelli e competenze per un nuovo approccio a cultura, intercultura e sviluppo. Una modalità di pianificazione strategica che unisca alla voce “beni culturali” la voce “servizi sociali” (indispensabile per far fronte al welfare delle nuove immigrazioni e delle nuove povertà più in generale) integrando nuove dimensioni d’intervento, dall’urbanistica alla mobilità, dalla riconversione di spazi dismessi, all’intervento sulle periferie, stimolando attività culturali, ma anche di carattere sociale, incoraggiando un nuovo tipo di comunicazione, coinvolgendo l’intera amministrazione della città e anche la società civile. A tal proposito può essere utile l’esperienza di Istituti di ricerca e di analisi sul modello del centro Nesta (National Enowment for Science Tecnology and the Arts) nel Regno Unito, che hanno sviluppato importanti studi sui temi della cultura e delle “industri creative” come fattore di sviluppo sociale, economico e territoriale, della trasformazione urbana sostenibile, degli interventi indispensabili a favorire l’inclusione sociale, trasferendo tali indicazioni nei processi decisionali pubblici. È auspicabile, quindi, che il tema principale di riflessione di Ravenna Capitale europea della cultura sia lo sviluppo delle politiche sociali per far fronte alle nuove povertà guidato dalla cultura. Istanbul, città che presenta numerosi aspetti in comune con Ravenna e Capitale della cultura nel 2010, ha presentato il progetto The Immigrants: Towards a Common Future con lo scopo di realizzare uno spazio comune di comunicazione attraverso il linguaggio universale rappresentato dal cinema (altro punto dolente della nostra città) e di sottolineare i diversi aspetti dell’immigrazione, così come questa viene vissuta in paesi e in culture diverse. La candidatura di Ravenna, oltre ad essere un’occasione per migliorare la cooperazione nel settore culturale, potrà, attraverso le diverse angolazioni di osservazione di artisti e menti creative, suscitare nuove visioni degne di moderni programmi per affrontare la nuova emergenza “povertà”, fino ad ora rimasta troppo sottaciuta nella nostra città. Alcune delle informazioni riportate sono tratte dalla Guida per le città candidate al titolo di “Capitale europea della cultura”, pdf scaricabile dal sito: ec.europa.eu/culture/.


EVENTI& TEMPO LIBERO

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 22 marzo 2012

la più energica rock band di provincia del centro Italia! Inizio ore 22.

INFOLINE 0544 530215 GHINEA PUB, MARINA DI RAVENNA

VENERDÌ 23 MARZO

APERITIVO

e musica. Inizio ore 17.30.

INFOLINE 0544 498028 BAR-PUB MARGARITA, SAN BARTOLO

LA COSTITUENTE STORIA DI TERESA MATTEI

presentazione del libro sulle battaglie della partigiana Chicchi, la più giovane madre della Costituzione, con la presenza dell’autrice Patrizia Pacini. Inizio ore 17.30. GALLERIA NINAPÌ, RAVENNA

INFOLINE 0544 217359 TEATRO RASI, RAVENNA

FESTA DI PRIMAVERA

dopo la cena, alle 21 musiche e armonie di primavera con Edo Gulminelli e Stefano Staffa. Ingresso 12 euro. Inizio ore 19.30.

INFOLINE 340 0913269 CIRCOLO ARCI CASABLANCA, VILLANOVA DI BAGNACAVALLO

IL VENTO NEGLI OCCHI

presentazione del libro di Giampiero Corelli e Adriana Pannitteri. Inizio ore 19.45. RISTORANTE CAPPELLO, RAVENNA

QUE RESTE T IL DE NOS AMOURS? Compagnia Naturalis Labor. Ini-

APERITIVO

ricco aperitivo con buffet e musica. Inizio ore 18.

INFOLINE 0544 403584 INCONTRO CAFÈ, RAVENNA

R

i

s

t

o

zio ore 20.45.

INFOLINE 0544 587641 TEATRO COMUNALE, RUSSI

ANTONELLA AGNOLI

serata dedicata a chi coltiva la passione per i libri. L’incontro sarà con la bibliotecaria, che darà vita a un dialogo con Mauro Sandrini, autore del manifesto dell’autopubblicazione “Elogio degli E-book” (Homeless Books, 2011). Inizio ore 21.

INFOLINE 0545 41426 TEATRO BINARIO, COTIGNOLA

BERMUDA ACOUSTIC TRIO

un trio ampiamente affermato anche in Europa, che, nato da alcuni componenti del gruppo di

r

a

n

t

e

PLUTARCO - CONSIGLI AGLI SPOSI lo storico dell’antichità Mario Lentano presenta il libro. Inizio ore 18.

GIOVEDÌ 22 MARZO

SIAMO TUTTE D’UN SENTIMENTO

Franco Masotti e Giuseppe Bellosi presentano il libro di Cristina Ghirardini e Susanna Venturi dedicato al Coro delle Mondine di Medicina. Inizio ore 17.

INFOLINE 339 8082143 SALA CORELLI DEL TEATRO ALIGHIERI, RAVENNA

CLAUDIO COZZANI E GIANLUCA CAMPI

in concerto per la rassegna musicale barocca "Il Suono Antico". Musiche di Corelli, Bach, Haendel, Rameau. Inizio ore 21.

INFOLINE 0545 955672 AUDITORIUM CORELLI, FUSIGNANO

ERALDO BALDINI E I SUOI ROMANZI

incontro con l’autore. Inizio ore 21. BIBLIOTECA OTTOLENGHI, MARINA DI RAVENNA

MILANO DA BRUCIARE!

Cada Die Teatro. Posti limitati, prenotazione obbligatoria. Inizio ore 21.

INFOLINE 0544 36239 MAMA'S CLUB, RAVENNA

UN AMERICANO A PARIGI

di George Gershwin, con Raffaele Paganini. Inizio ore 21.

INFOLINE 0546 21306 TEATRO MASINI, FAENZA

THE FOTTUTISSIMI

TUTTI I VENERDÌ

Menù di pesce €15,00

sorbetto, vino, acqua e caffè compreso

Scopri il tuo futuro! Cena&Serata con cartomante è gradita la prenotazione

8 APRILE PASQUA APERTO con MENÙ ALLA CARTA Via Faentina 121 - Ravenna (sotto il cavalcavia di via Faentina) Tel. 0544 461533 - Aperto dal lunedì alla domenica

FESTA MESTA

The Men, i nuovi salvatori del rock, o forse no...

di

ALESSANDRO FOGLI

INFO WWW.TEATROSOCJALE.IT TEATRO SOCJALE, PIANGIPANE

DIFATTOTERESA

spettacolo sulla storia di Teresa Mattei, di e con Silvia Bagnoli, per la regia di Mauro Monni. Ingresso a offerta libera. Inizio ore 21.

INFOLINE 347 8136937 TEATRO ZODIACO, RAVENNA

ELOISA ATTI JAZZ QUINTET

la vocalist proporrà "Fine and Mellow Tunes", ovvero un sentito e ammaliante omaggio a Billie Holiday. Inizio ore 21.

INFOLINE 0545 985831 SALA DEL CARMINE, MASSA LOMBARDA

in concerto per la rassegna teatrale Il Giardino di Lorenzo. Inizio ore 21.

TUTTI I GIORNI A PRANZO

gli autori Manfredi Giffone, Fabrizio Longo e Alessandro Parodi presentano il libro Un fatto umano. Storia del pool antimafia (Einaudi, 2011). L’incontro sarà coordinato da Elettra Stamboulis. La presentazione sarà preceduta dall’inaugurazione della mostra, alle 17, presso la Galleria Mirada, dove saranno esposte 20 tavole originali tratte dal libro. Inizio ore 18.

Pierangelo Bertoli, stupirà il pubblico proponendo un repertorio senza confini, da "Wish you were here" dei Pink Floyd alla "Marcia alla turca" di Mozart. Ingresso 10 euro. Inizio ore 21.

FABRIZIO TASSINARI, MAURIZIO ORIOLI E MARINELLA

INFOLINE 0544 39972 SALA D'ATTORRE, RAVENNA

UN FATTO UMANO

19

Ogni tot di anni una band assurge a salvatrice della scena indie rock, che i puristi giudicano troppo piena di computer, campionatori e tagli di capelli alla moda. È successo con i The Hold Steady attorno al 2006 e prima ancora con i White Stripes e gli Strokes. Dev’essere un giochino messo in atto da giornalisti musicali annoiati, perché il rock, in realtà, non è affatto morto, né mai lo sarà. Saranno i brooklynesi The Men i prossimi a ereditare l’insensato titolo di salvatori del rock? Forse, ma forse no. Perché sebbene il nuovo album Open Your Heart è il tipico disco da far sbroccare di gioia camionate di blogger dell’ultim’ora – e giustamente –, è anche talmente particolare che alla fine la gente non saprà cosa farne. Tanto per cominciare, praticamente la metà delle sue tracce sono quasi completamente strumentali o giù di lì. E questo fa sì che gli strumenti e la tecnica emergano in un modo che raramente la maggior parte dei gruppi si permettono. Aspetta aspetta però, facciamo un minimo di presentazioni: i The Men sono in quattro, nascono nel 2008 e dopo due album autoprodotti e auto distribuiti – We are the Men e Immaculada – debuttano su Sacred Bones nel 2011 con l’apprezzato Leave Home. E stiamo parlando di una band fondamentalmente punk rock – mi vengono in mente i Fucked Up –

che suona a mille, anche se, appunto, su questo nuovo Open Your Heart le cose un po’ si complicano. Country Song, per dire, è un groove spaziale e vibrante che si muove lungo le chitarre slide, creando un’atmosfera che unisce le note tristi del country a una sorta di non ben definita acidità. Un pezzo molto strutturato che potrebbe tranquillamente avere anche un testo, ma la cui assenza non dà alcun fastidio. Simili a questo, ecco Oscillation, una jam di chitarra di oltre sette minuti che ricorda i Dinosaur Jr. e il lato più pop dei Sonic Youth, e Presence, tributo drone al glam punk dei ’70 con una minima presenza di cantato. E comunque, anche quando cantano, i chitarristi e vocalist Mark Perro e Nick Chiericozzi lo fanno con approccio minimalista. Prendiamo l’apertura del disco, la devastante Turn it Around: il testo è semplice e scarno, utilizzato quasi per accompagnare l’emozione che esplode dagli amplificatori. Subito dopo, su Animal, gridare «I am the animal» e inneggiare al sangue è esattamente la frase viscerale che ha più senso inserire sulle progressioni soniche e parossistiche che esplodono in sottofondo. Poco più avanti, ecco Candy, il momento più lirico del disco, con le sue chitarre acustiche, ma anche quello apparentemente più fuori luogo. Invece no, perché in un album che è con tutta evidenza una celebrazione del rock ‘n’ roll, un pezzo così ha senso eccome. Tutto chiaro? Buon ascolto.

INFOLINE 339 2398681 TEATRO MODERNO, FUSIGNANO

LARIBIANCOS

con Cada Die Teatro. Inizio ore 21.

INFOLINE 0544 36239 CISIM, LIDO ADRIANO

STAR BENE CON I FIORI DI BACH

incontro su Edward Bach, l’energia e l’uomo: 38 rimedi floreali per 7 tipologie. Inizio ore 21.

INFOLINE 0544 401645 ALEF - LIBRERIA ESOTERICA & GALLERIA D'ARTE, RAVENNA

LA SCELTA. E TU COSA AVRESTI FATTO?

due narratori, cinque storie vere di coraggio provenienti da uno dei conflitti più atroci e disumani dei nostri tempi: la guerra civile che ha insanguinato l’ex-Jugoslavia tra il 1991 e il 1995. Con Marco Cortesi e Mara Moscini. Inizio ore 21.15.

INFOLINE 0546 55075 TEATRO MODERNO, CASTEL BOLOGNESE

ROCK YOUR BRAIN

Girless & The Orphan, Lovespoon e She said destroy in concerto. After show, wig party e dj set. Ingresso gratuito con tessera Arci. Inizio ore 21.30.

INFOLINE 0545955653 CIRCOLO BRAINSTORM, FUSIGNANO

STRAMBARÌ E OCC PIN AD SON

recital in dialetto forlivese con l’autrice Danila Rosetti. Interventi del gruppo del Corso di Canto della Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli, diretto da Paola Sabbatani. Inizio ore 21.30.

INFOLINE 0544 405730

RISTORANTE - PISCINA

Ristorante sempre aperto sabato e domenica a pranzo e sabato sera a cena su prenotazione Specialità di pesce Piatti della tradizione romagnola

MARINA DI RAVENNA VIALE DELLE NAZIONI 40 tel. 0544 530186 cell. 347 5313967

• LACCATURA MOBILI • RIVERNICIATURA INFISSI INTERNI ED ESTERNI

www.bagnolucciola.it

Via Gobetti 8/B - Bagnacavallo (Ra) - Tel. 0545 60748 - Cell. 339 62329


20

EVENTI& TEMPO LIBERO

giovedì 22 marzo 2012 | RAVENNA& DINTORNI

BAMBINITUDINE

VISIBILI & INVISIBILI

Là-Bas e L’arrivo di Wang, due invisibili che speriamo di vedere presto in sala

di

FRANCESCO DELLA TORRE

Nulla di personale contro Ozpetek, regista di film spesso molto validi. Ma che, in assenza di un cinepanettone a imperversare nelle sale, ci dev’essere il film d’autore a monopolizzare cinema e attenzione dello spettatore, un po’ dà fastidio. Soprattutto quando sono previste nelle sale altre pellicole italiane che meriterebbero ben altra visibilità. I due film della settimana, in qualche modo sia visibili (in quanto usciti in sala a marzo) che invisibili (in quanto mai visti da queste parti), sono molto diversi, sia in genere che in qualità, ma entrambi uccisi da una distribuzione disinteressata e dalla cultura nostrana che pare poter mostrare attenzione solo per un film alla settimana. Speriamo, in ogni caso, di vederli presto in sala. Là-Bas, di Guido Lombardi (2011) Miglior Opera Prima all’ultima Mostra di Venezia, Là-bas parte dal punto di vista di un giovane artista immigrato nigeriano che cerca lavoro a Napoli per acquistare un costoso macchinario per produrre le sue opere. Il giovane trova spazio in una comunità di Castelvolturno e la protezione di un malavitoso boss, suo zio, che lo coinvolge in traffici di stupefacenti. Parlato quasi interamente in francese e in napoletano e assolutamente MAMA'S CLUB, RAVENNA

FACEROCK

cover rock dal porto di Marina di Ravenna. Inizio ore 22.

INFOLINE 0544 530215 GHINEA PUB, MARINA DI RAVENNA

IVETE DE SOUZA

una delle più belle e particolari voci brasiliane degli ultimi anni. Una panoramica di alcuni classici della bossanova e del samba. Inizio ore 22.

non doppiabile (quindi addio sogni di successo in Italia), l’opera prima di Lombardi è un interessantissimo intreccio tra una storia in perfetto stile Padrino, ambientata nei luoghi già tristemente noti nel film Gomorra, film a cui deve molto in scelte stilistiche. Partendo dalla strage di Castelvolturno del 2008 a opera dei Casalesi nei confronti degli immigrati, Là-bas (dal francese, “laggiù”) ribalta completamente i clichè legati al luogo e alla struttura narrativa: la periferia napoletana simbolo della camorra qui è un (quasi) anonimo spazio per la storia di una mala vita, e di una malavita diverse dai modelli nostrani. Inoltre il punto di vista è quello della famiglia nigeriana, immigrata, che ha posto a Napoli radici simili a quelle dei Corleone a Miami: Napoli, una volta tanto, è una città qualunque. Di ispirazione pasoliniana (come un altro grande debutto di quest’anno: Et In Terra Pax), la storia ha il grande pregio di non virare mai nel melodramma, gli attori non professionisti sono estremamente convincenti e la regia di Lombardi ha ritmo e non perde tempo. Là-bas non è ciò che si possa definire una vera e propria novità, ma mescola le carte bene e ne fa venire fuori un ottimo prodotto.

cato per le vie del centro storico ed esibizione musicale itinerante in tema medievale. Rievocazione medievale in costume, mostra di armi dell’epoca medievale, esibizione equestre in costume medievale, passeggiate sul pony per i bambini presso il Giardino della Rocca. Alle 18 verrà acceso un fuoco magico in Piazza Farini e dalle 18 alle 22 sarà allestita

l’Osteria Medievale. Inizio ore 10. CENTRO STORICO, RUSSI

SI STA FACENDO BUIO

presentazione del libro di Massimo Padua (ed. Voras). Ingresso libero. Inizio ore 17.30.

INFOLINE 0545 60784 BOTTEGA MATTEOTTI, BAGNACAVALLO

INFOLINE 347 9156080 CIRCOLO AURORA, RAVENNA

BACCARA EST LA FEMME

i quattro modelli più belli d’Italia sfileranno e animeranno tutta la serata. E inoltre ritorna, "Brasil Noite" la calda e sensuale musica afro-brasil selezionata da uno dei più richiesti dj del genere, dj Wally. Inizio ore 23.30.

INFOLINE 333 8115954 BACCARA, LUGO

SABATO 24 MARZO

ALLA SCOPERTA DEL RICICLO

lettura interattiva per i bambini sulle tematiche del riciclo e del rispetto ambientale e laboratorio creativo con l’utilizzo di soli oggetti riciclati. Inizio ore 10.

INFOLINE 0545 81388 CENTRO CULTURALE VENTURINI, MASSA LOMBARDA

I SETTE DOLORI D’INVERNO

mostra scambio e mostra mer-

PULIZIA

Sgrassature e pulizie di fondo

APERITIVO

ricco aperitivo con buffet e musica. Inizio ore 18.

INFOLINE 0544 403584 INCONTRO CAFÈ, RAVENNA

LE SACRE - COME UN RESPIRO

coreografie di Mauro Bigonzetti. Inizio ore 20.30. Replica dom. ore 15.30.

INFOLINE 0544 249244 TEATRO ALIGHIERI, RAVENNA

INFOLINE 0544 39972 SALA D’ATTORRE, RAVENNA

INFINITE O SFINITE? MIRACOLI DELLE DONNE D’OGGI

di e con Emanuela Grimalda e Paola Minaccioni. Inizio ore 21. Replica dom.

INFOLINE 0544 975166 TEATRO COMUNALE, CERVIA

NESSUN ATTORE PUÒ VENIRE DA BAGNACAVALLO

con Ivano Marescotti. Inizio ore 21.

INFOLINE 0546 21306 TEATRO MASINI, FAENZA

ANGELO ADAMO JAZZ HARMONICA QUARTET

standard & original Jazz. Angelo Adamo proporrà sue composizioni e diversi standard della tradizione jazzistica che ben si prestano ad essere re-interpretati dall’armonica cromatica, ormai suo strumento elettivo. Inizio ore 21.30.

INFOLINE 0544 405730 MAMA'S CLUB, RAVENNA

THE FIELD

la storia musicale di Axel Willner, The Field, svedese di Stoccolma, inizia nei lontani anni dell’adolescenza, dove appaiono il pop degli Abba (coverizzati nel primo e nel secondo album), il punk dei Misfits, momenti difficili al Liceo Musicale, e poi finalmente la scena elettronica. Inizio ore 21.30.

INFOLINE 333 2097141 BRONSON, MADONNA DELL’ALBERO

MAJESTIC BLAST

FUORI STAGIONE di

LORENZO DONATI

Il Pitone: l’inerzia sopra i corpi di un reato collettivo

In principio è una leggenda metropolitana. Una signora alleva in casa un piccolo pitone e lo abitua a vivere con lei nel letto, finché un giorno il rettile inizia a dormirle affianco steso per il lungo. Sta prendendo le misure per mangiarla. Di fronte a noi un uomo racconta di aver perso tutto, il lavoro, moglie e figlio che l’hanno abbandonato. Giuseppe Battiston abita uno spazio colmo di vestiti accastatati al centro e piegati sui lati in ordinati mucchietti. Al suo fianco, in un Teatro Alighieri con pochi posti liberi, ascoltiamo la voce profonda e le dolci corde della chitarra di Gianmaria Testa, che canta di amori in bilico e di precari equilibri emozionali. 18 mila giorni – Il pitone è frutto di una collaborazione rara nel nostro teatro di prosa: un attore cinematografico noto al grande pubblico ma in ascolto della temperatura del palcoscenico; un artista musicale rimasto fedele a una linea cantautorale-intimista; una drammaturgia firmata dallo scrittore Andrea Bajani e infine la regia ad opera del maestro

Condomini Uffici privati e pubblici Lucidatura pavimenti (CRISTALLIZZAZIONI)

L’arrivo di Wang, dei Manetti Bros (2011) Una giovane interprete di lingua cinese viene ingaggiata dai servizi segreti italiani per interrogare un alieno, che ha imparato il cinese, perché studiando il nostro pianeta ha notato che era la lingua più diffusa. L’idea è divertente e anche la messa in scena non è affatto male, con un Ennio Fantastichini ottimo agente segreto, e mettiamoci dentro anche il finale a sorpresa assolutamente divertente. Il film conferma la passione dei Manetti per il cinema di genere, affrontato con successo soprattutto nel gustosissimo Piano 17. Con Wang avevano voglia di stupire ulteriormente, di tirarci un brutto scherzo su temi cari, ma falliscono in quella che probabilmente è una delle loro migliori caratteristiche: il ritmo e l’originalità narrativa. Tolta la prima mezz’ora, il film è purtroppo molto ripetitivo e vive stancamente nell’attesa di un finale che a quel punto arriva un po’ troppo tardi, nonostante la durata non certo eccessiva del film (80 minuti). Resta lo humor nero dei registi e uno sberleffo nei confronti di temi delicati e quanto mai attuali, quali diversità, pregiudizio e comunicazione tra popoli. Una sorta di parodia di film come District 9. Occasione mancata, nel complesso, ma L'arrivo di Wang resta e resterà un tentativo coraggioso e originale di fare cinema di genere in Italia.

presentazione del libro di Livia Santini, con foto di Alberto Cassani. Inizio ore 20.45.

di teatro di ricerca Alfonso Santagata. Eppure quello che vediamo è teatro senza nessun aggettivo o specifica, a misurare una collaborazione dove al centro sono state messe le ragioni dell’arte e non richiami commerciali. Il pitone dell’inizio diventa presto uno dei personaggi del racconto, un infido e rampante collega del protagonista che occuperà il suo stesso ufficio, prendendo le misure per sostituirlo al momento debito. Ma lo spettacolo non è solo la vicenda di un licenziamento. L’uomo rievoca le azioni di suo padre, scampato a un rallestramento nascondendosi immobile in una fossa comune, e così propone una via per attraversare indenni il presente: abituarsi, rassegnarsi, farsi scivolare addosso le ingiustizie. Per sopravvivere si possono ricordare i tempi andati, dialogando con i mucchietti di vestiti lasciati dalla moglie, rimembrando le storie che i capi d’abbigliamento portano

E GIARDINAGGIO Manutenzione giardini privati e pubblici Potature di alto fusto con macchinari specifici

334 3218031

PRONTO INTERVENTO • INTERVENTI D’EMERGENZA • PREVENTIVI GRATUITI Lido Adriano - via Tono Zancanaro, 74 - tel./fax 0544 493950

addosso. Siamo a teatro e questo è un monologo che echeggia l’attualità senza diventare teatro di narrazione: ma allora chi esegue le musiche non è silente accompagnatore, ma un compagno di racconto che spalleggia il personaggio principale, commenta le sue affermazioni e indossa i frammenti di passato prelevati dal mucchio dei vestiti. Bajani scrive un testo che potrebbe fungere da biografia di noi italiani, in cui l’inerzia descritta è a un tempo inventata e tristemente credibile. Santagata disegna una scena scarna, con le sole silhouette di attore e musicista a stagliarsi su un fondale nero o irrorato di luci rosse, interpreti di una storia privata e collettiva in cui le musiche dal vivo sono eseguite “dal vero”: mosso a compassione, il musicista non può limitarsi a cantare, deve portare la vibrazione delle corde più vicino possibile non all’attore che recita, ma al mistero del personaggio, forzando il codice della voce monologante. Il pitone si chiude con lenzuoli banchi a coprire le scene, distesi sui corpi di un reato collettivo. Ci si chiede cosa si possa fare per non rinunciare a reagire, e quanto quest’opera c’inviti a porci tale domanda.


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 22 marzo 2012

in concerto - musica powergroove. Inizio ore 22.

INFOLINE 0544 530215 GHINEA PUB, MARINA DI RAVENNA

IMMANUEL CASTO

in concerto il principe del porn groove. Inizio ore 23.

INFOLINE 336 694414 ROCK PLANET, PINARELLA DI CERVIA

RUDY SMAILA E I QUINTO ELEMENTO

in concerto. Inizio ore 23.30.

INFOLINE 0546 46877 TEK CLUB, FAENZA

DOMENICA 25 MARZO

SOPRATTUTTO VINO IN TOUR

una domenica per apprezzare i prodotti tipici delle nostre terre. Alle ore 16.30, proiezione fotografica nella Sala Baracca della Rocca Estense a cura del fotografo naturalista Sergio Stignani, “Alla scoperta del Parco del Delta del Po”. Inizio ore 10. PIAZZA MARTIRI, LUGO

NAZZARENO CARUSI

il pianista in concerto. Inizio ore 11.

INFOLINE 0544 502221 SALA CORELLI DEL TEATRO ALIGHIERI, RAVENNA

UNAVANTALUNA

in concerto - musica popolare siciliana. Il concerto è preceduto da una breve visita guidata dedicata alle ceramiche siciliane. Ingresso 3 euro. Inizio ore 11.

INFOLINE 0546 697311 MIC - MUSEO DELLE CERAMICHE, FAENZA

CARNEVALE DI SAN LAZZARO

i carri allegorici e le maschere percorreranno il tragitto compreso fra via De Gasperi, via Cicognani, via Case Nuove, piazza Lanzoni e corso Europa, accompagnati dalle majorette e dal corpo bandistico S. Cecilia di Povegliano Veronese. Inizio ore 14. CORSO EUROPA, FAENZA

L’UOMO CHE RACCONTA

BAR ROMEA, RAVENNA

SMS - SULFUR MAGNETIC SOUND

talk radio condotto da Lorenzo Donati con Goffredo Fofi e Rodolfo Sacchettini, interventi musicali dal vivo di Pit. Inizio ore 20.

INFOLINE 0544 36239 ALMAGIÀ, RAVENNA

FAENZA ROCK

prima serata di selezioni del concorso, organizzato dalla Casa della Musica del Comune di Faenza e Music Academy Awards. Si esibiranno Vaudeville & Bad Omens, The Last Fairy

fiera di forlì DAL 23 AL 25 MARZO, VERNICE ART FAIR Dal 23 al 25 marzo presso i padiglioni della Fiera di Forlì “si festeggia” la decima edizione di Vernice Art Fair. La manifestazione dedicata all’arte contemporanea e ai suoi artefici torna a far confrontare artisti da tutta Italia, giovani emergenti ma anche artisti già pienamente affermati, che trovano in Vernice un’ottima vetrina espositiva. 11mila i visitatori per ogni edizione, che conta circa 300 artisti partecipanti. A rendere ancora più interessante il tutto, oltre alla sfida rappresentata dal concorso, i numerosi eventi che ogni anno animano la manifestazione. La fiera sarà aperta venerdì 23 marzo dalle 16.30 alle 20, sabato e domenica dalle 10 alle 20. Info: www.verniceartfair.it

EVENTI& TEMPO LIBERO Tale, Silver Mood, Poison Ivy E Moma. Inizio ore 21.

INFOLINE 0546 646012 GIRADISCHI, FAENZA

NIENTE PROGETTI PER IL FUTURO scritto e diretto da Francesco Brandi, con Giobbe Covatta e Enzo Iacchetti. Inizio ore 21.

INFOLINE 0545 64330 TEATRO GOLDONI, BAGNACAVALLO

DEL BARRIO TRIO

in concerto - musica etno sud americana. Inizio ore 22.

INFOLINE 347 9156080 CIRCOLO AURORA, RAVENNA

LUNEDÌ 26 MARZO

21

L’UOMO NERO E LA BICICLETTA BLU - DIETRO LE APPARENZE

presentazione dei libri di Eraldo Baldini e Alice Belletti. Inizio ore 19.30.

INFOLINE 338 3791838 CASA DELLE AIE, CERVIA

SERGEJ KRYLOV

in concerto il violinista russo in duo con il pianista Igor Levit. Inizio ore 20.30.

INFOLINE 0544 39837 TEATRO ALIGHIERI, RAVENNA

OTELLO

con Massimo Dapporto, Maurizio Donadoni e Lucia Lavia. Regia di Nanni Garella. Inizio ore 21. Repliche mar. e mer.

INFOLINE 0546 21306 TEATRO MASINI, FAENZA

PIPPO POLLINA ABITARE IL SOGNO

un viaggio di musica e parole lungo 30 anni. Ingresso 15 euro. Inizio ore 21.

INFOLINE 339 850468 SARTI, FAENZA

MARTEDÌ 27 MARZO

NUOVE SCOPERTE PER LA STORIA DELLA FOTOGRAFIA IBERICA

conferenza di Lee Fontanella che presenterà alcune sue recenti ricerche sulla fotografia spagnola delle origini. Inizio ore 16. PALAZZO CORRADINI , RAVENNA

CONCHIGLIE VECCHIE E NUOVE

laboratorio gratuito dedicato alla natura, rivolto ai bambini della scuola primaria. Inizio ore 17.

INFOLINE 0544 465078 CENTRO LA LUCERTOLA, RAVENNA

KISS FACE

incontro con Giorgio Ghibaudo, che presenta il suo libro: un racconto sull’omosessualità di Paolo, studente di Torino. Ingresso libero. Inizio ore 18.30.

INFOLINE 333 6117894 CLOU CAFÈ, RAVENNA

I DEVILS PER IVAN GRAZIANI

con Sergio Diotti. Inizio ore 15.30.

un nuovo omaggio al grande cantautore italiano del gruppo faentino. Inizio ore 21.

SFILATA DI PRIMAVERA

VIENI A BALLARE... MARTEDÌ?

LE FAVOLE

INFOLINE 0544 36239 CISIM, LIDO ADRIANO

curata da Sandra Minimoda di Alfonsine, i bambini indosseranno le proposte di moda bimbo e teenager per la primavera e l’estate 2012. La festa proporrà anche le esibizioni dei ballerini più piccoli del Gruppo Danze e Spettacolo Milleluci di Alfonsine. Inizio ore 15.30.

INFOLINE 333 4956397 ARENA PARCOBALENO, ALFONSINE

È SUCCESSA UNA COSA INCREDIBILE

narrazione con giocolerie, musica, trampoli e fuoco, di e con Andro. Inizio ore 16.

INFOLINE 0546 646033 CINEDREAM, FAENZA

IL SOFFIO DEL VENTO

Il Lions Club e l’associazione Idea Danza presentano lo spettacolo di danza e prosa per la regia di Patrizia Abbate. Il ricavato sarà destinato a beneficio di persone indigenti, bisognose o in condizioni di disagio sociale nel quadro del progetto Una mano sulla spalla. Inizio ore 16.

INFOLINE 0544 587641 TEATRO COMUNALE, RUSSI

NANIROSSI SHOW

teatro per ragazzi. Inizio ore 16.

INFOLINE 0545 954194 TEATRO MODERNO, FUSIGNANO

APERITIVO

ricco aperitivo con buffet e musica. Inizio ore 18.

INFOLINE 0544 403584 INCONTRO CAFÈ, RAVENNA

APERITIVO

e musica. Inizio ore 18.

INFOLINE 0544 471354

INFOLINE 0546 32335 EUROPA, FAENZA

la serata sarà animata dalla musica di Otto e Strambal. Ricchi premi a sorpresa. Inizio ore 21.

INFOLINE 0544 422228 CENTRO SOCIALE LA QUERCIA, RAVENNA

NOTIZIE DEGLI SCAVI

proiezione del film di Emidio Greco e intervallo con cappelletti. Inizio ore 21.30.

INFO WWW.TEATROSOCJALE.IT TEATRO SOCJALE, PIANGIPANE

MERCOLEDÌ 28 MARZO

CARAVAGGIO, IL CAIRO, GIACOMETTI, BACON

conferenza di Alberta Fabbri, che parlerà della storia dell’arte secondo Testori, dalla pittura di realtà al groppo esistenziale. Inizio ore 17.

INFOLINE 0544 482487 MUSEO D'ARTE DELLA CITTÀ, RAVENNA

L’INGEGNER GADDA VA ALLA GUERRA

con Fabrizio Gifuni. Inizio ore 20.30.

INFOLINE 0544 249244 TEATRO ALIGHIERI, RAVENNA

LA RIFLESSOLOGIA E LA TRAMA DELLA VITA

Matteo Missiroli ci parlerà di aspetti posturali, fisiologici e psicologici, i punti riflessi, Paracelso, Galeno e la fisica quantistica, fino alla M.C.T. e Ippocrate. Inizio ore 20.45. CASA DEL VOLONTARIATO, RAVENNA

SIGNORI IL DELITTO È SERVITO

proiezione del film di Jonathan Lynn, con Tim Curry. Inizio ore 21.30.

INFOLINE 347 9156080 CIRCOLO AURORA, RAVENNA


22

EVENTI& TEMPO LIBERO

Astoria - Ravenna

giovedì 22 marzo 2012 | RAVENNA& DINTORNI

Proiezione in 3D: fer.: 20.30-22.45; sab.: 17.50-20.30-22.45-00.55; dom.: 15.30-17.50-20.30-22.45

• CINEMA •

The Lady - L'amore per la libertà (Regia di Luc Besson)

Europa - Faenza

Programmazione da venerdì 23 a giovedì 29 marzo

War Horse

(Regia di Steven Spielberg)

ven., sab., dom., mer. e gio.: p.u. 21

John Carter (Regia di Andrew Stanton)

Proiezione in 3D: ven., sab., mar., mer. e gio.: 17.30-20.20-22.45; dom.: 15.30-18-20.50; lun.: 17.30-22.45; proiezione in 2D: fer.: p.u. 17; sab.: 16.30-00.45; dom.: p.u. 16.30

dom.: 15.30-17.40-18.20-20.3022.30-22.40

Jolly - Ravenna

17 ragazze

ven., sab., lun., mer. e gio.: p.u. 20.20; dom.: 17.50-20.20

fer., sab. e fest.: p.u. 22.40

Ti stimo fratello

(Regia di William Brent Bell)

fer., sab. e fest.: 20.25-22.45

fer.: 20.45-22.45; sab.: 18.50-20.45-22.45-00.45; dom.: 15.10-17-20.45-22.45

Ti stimo fratello (Regia di Paolo Uzzi e Giovanni Vernia)

(Regia di Ann Hui)

fer. e dom.: 20.35-22.40; sab.: 20.35-22.40-00.45

(Regia di Marco Righi)

L'altra faccia del diavolo (v.m. 14)

ven., mar. e mer.: p.u. 20.40; sab.: 20.40-22.40; dom.: 16-18-20.40

(Regia di William Brent Bell)

fer.: 17-18.45-20.45-22.40; sab.: 16-18-20.45-22.40-00.35; dom.: 16-18-20.45-22.40

Hysteria (Regia di Tanya Wexler)

ven., mar., mer. e gio.: p.u. 20.40; sab.: 20.40-22.40; dom.: 16-18-20.40

Take me home tonight (Regia di Michael Dowse)

CinemaCity - Ravenna

fer., sab. e fest.: p.u. 17

Magnifica presenza

È nata una star?

(Regia di Ferzan Ozpetek)

(Regia di Lucio Pellegrini)

fer.: 17-20.35-22.40; sab.: 16-18.10-20.35-22.40; dom.: 15.30-17.45-20.35-22.40

fer.: 17-20.30-20.40-22.40; sab.: 16-16.45-18.3520.30-20.40-22.40-00.35; dom.: 15.40-16.30-17.4020.30-20.40-22.40

Quasi amici - Intouchables (Regia di Olivier Nakache, Eric Toledano)

Ghost Rider - Spirito di vendetta

fer.: 17-20.20-22.35; sab.: 16-18.10-20.20-22.35; dom.: 15.30-17.45-20.20-22.35

(Regia di Mark Neveldine e Brian Taylor)

Proiezione in 3D: fer.: 17-20.35-22.35; sab.: 16-18-20.35-22.35-00.40; dom.: 15.40-17.40-20.35-22.35

Hugo Cabret (Regia di Martin Scorsese)

lun.: p.u. 20.30 (film in lingua originale)

The Raven

Viaggio nell'isola misteriosa

(Regia di James McTeigue)

fer.: 17-18-20.30-22.30-22.40; sab.: 16-17.50-18.20-20.3022.30-22.40-00.30;

(Regia di Brad Peyton)

Proiezione in 2D: fer.: p.u. 17.15; sab.: 16-18; dom.: 15.30-17.30

Astoria Multisala Ravenna, via Trieste 233, tel. 0544 421026 Cinemacity Ravenna, via Secondo Bini 7, tel. 0544 500410 Jolly Ravenna, via Renato Serra 33, tel. 0544 478052

(Regia di Ferzan Ozpetek)

ven.: 20.35-22.30; sab.: 18.30-20.35-22.30; dom.: 16.30-18.30-21.15; mar., mer. e gio.: p.u. 21.15

dom.: p.u. 18.50

San Rocco - Lugo

The Raven

(Regia di Cristiano Bortone)

I giorni della vendemmia

Sarti - Faenza

Magnifica presenza

(Regia di Michael Dowse)

10 regole per fare innamorare

ven., mar., e mer.: p.u. 20.40; sab.: 20.20-22.40; dom.: 16-18.20-20.40

(Regia di Alexander Payne)

Take me home tonight

fer. e dom.: 20.40-22.45; sab.: 20.40-22.45-00.45

A simple life

Paradiso amaro lun.: p.u. 21.30

L'altra faccia del diavolo (v.m. 14)

(Regia di Daniel Espinosa)

ven., mar., mer. e gio.: p.u. 20.45; sab.: 20.30-22.45; dom.: 16-18.15-20.45

sab.: p.u. 17; dom.: p.u. 15

fer. e dom.: 20.45-22.40; sab.: 20.45-22.40-00.40

Safe House - Nessuno è al sicuro

I Muppet (Regia di James Bobin)

(Regia di Paolo Uzzi e Giovanni Vernia)

fer. e sab.: 17.15-20.20-22.40; dom.: 15.30-17.50-20.20-22.40

(Regia di Ferzan Ozpetek)

ven., sab., mer. e gio.: p.u. 21.15; dom.: 17-21.15

Safe House - Nessuno è al sicuro

(Regia di Delphine e Muriel Coulin)

(Regia di Carlo Verdone)

Magnifica presenza

(Regia di Luc Besson)

(Regia di Daniel Espinosa)

Posti in piedi in Paradiso

ven., mar., mer. e gio.: p.u. 20.20; sab.: 20.10-22.40; dom.: 17-20.20

Italia - Faenza

The Lady - L'amore per la libertà

Quasi amici - Intouchables

(Regia di James McTeigue)

(Regia di Olivier Nakache, Eric Toledano)

ven., lun., mar. e gio.: p.u. 21; sab.: 20.30-22.30; dom.: 16-18.30-21

ven. e mar.: p.u. 21; sab.: 20.30-22.30; dom.: 17-19-21

Cinedream - Faenza

Gulliver - Alfonsine

Magnifica presenza

Posti in piedi in Paradiso

(Regia di Ferzan Ozpetek)

(Regia di Carlo Verdone)

sab.: p.u. 17.50; dom.: p.u. 15.30

da ven. a lun.: p.u. 21

Quasi amici - Intouchables

Sala del Carmine Massa Lombarda

(Regia di Olivier Nakache, Eric Toledano)

J. Edgar

fer.: 20.20-22.40; sab.: 17.50-20.20-22.40; dom.: 15.30-17.50-20.20-22.40

(Regia di Clint Eastwood)

mer.: p.u. 21

Viaggio nell'isola misteriosa

Sala Sarti - Cervia

Hysteria

(Regia di Brad Peyton)

Proiezione in 3D: sab. e dom.: p.u. 17.45

Paradiso amaro (Regia di Alexander Payne)

mar.: p.u. 21 (film in lingua originale)

(Regia di Tanya Wexler)

fer.: 20.20-22.40; sab.: 18-20.20-22.40-00.55; dom.: 15.40-18-20.20-22.40

John Carter

È nata una star?

(Regia di Andrew Stanton)

(Regia di Lucio Pellegrini)

Proiezione in 3D: fer. e dom.: p.u. 21; sab.: 20.10-22.45; proiezione in 2D: sab.: p.u. 17.35; dom.: 15-17.35

(Regia di Alexander Payne)

fer.: 20.30-22.45; sab.: 17.45-20.30-22.45-00.55; dom.: 15.25-17.45-20.30-22.45

Ghost Rider - Spirito di vendetta

(Regia di Carlo Verdone)

(Regia di Mark Neveldine e Brian Taylor)

INFOCINEMA Cinema Italia Faenza, via Cavina 9, tel. 0546 21204 Cinema Sarti Faenza, via Scaletta 10, tel. 0546 21358 Cinema Europa Faenza, via S. Antonio 4, tel. 0546 32335

Teatro Moderno Fusignano

Paradiso amaro

Posti in piedi in Paradiso

Cinema San Rocco Lugo, corso Garibaldi 118, tel. 0545 23220 Teatro Moderno Fusignano, corso Emaldi 32 Cinedream Multiplex Faenza, via Granarolo 155, tel. 0546 646033

sab. e lun.: p.u. 21; dom.: 16.30-21

sab. e dom.: p.u. 21

Circolo Jolly - Russi

La talpa

(Regia di Tomas Alfredson)

dom.: p.u. 21

Cinema Gulliver Alfonsine, piazza della Resistenza 2, tel. 0544 83165 S. Francesco Bagnacavallo, via Cadorna 14, tel. 348 9001663 Circolo Jolly Russi, via Cavour,

GIOIELLI ED ACCESSORI

SPRING& SUMMER

2012

Ravenna via Corrado Ricci 20 Tel. 0544 39624

5x1000

ALFONSINE (RAVENNA) PIAZZA AMOS CALDERONI 5 - CELL 333 3315320

Il tuo per costruire il Centro Culturale a Yaoundè in Camerun Sostegno alle donne nell’impresa sociale Diritto allo studio Educazione e riabilitazione Piazza Medaglie d’Oro 3 Charles Tchameni 328.1455130


RAGAZZI& BAMBINI

TEATRO DI FIGURA

Arrivano dal mare e vanno al Cisim

Sopra, il fulestar Sergio Diotti della compagnia “Arrivano dal mare!”

La stagione del “Tè a Teatro” di Vulkano si è trasferita nei mesi di marzo e aprile al Cisim di Lido Adriano, proponendo appuntamenti teatrali per bambini e famiglie. Ecco allora che domenica 25 marzo (ore 15.30) la compagnia “Arrivano dal mare!” rappresenterà L’uomo che racconta le favole, teatro di narrazione e musica dal vivo per bambini a partire dai 5 anni. Si tratta di un lavoro teatrale sul recupero del patrimonio di storie popolari dell'Emilia-Romagna, ma anche dell'incontro con culture, narrazioni, repertori "altri". In scena, il Fulesta Sergio Diotti e il musicista Pepe Medri, che eseguirà musiche originali dal vivo. Prima della rappresentazione, verrà eseguita musica dal vivo a cura dell’Istituto Superiore Studi Musicali Giuseppe Verdi di Ravenna, mentre dopo lo spetatcolo, come da consuetudine per il tè a teatro, verrà servito il tè con contorno di pasticcini. Il Cisim, l’ex “centro internazionale studi e insegnamenti mosaico” – gestito da Il Lato Oscuro della Costa – è ora un centro di attività multidisciplinari, in cui si svolgono eventi, incontri, si rappresentano spettacoli per favorire un crocevia di spettatori di diverse culture. Il tè a teatro di Vulkano va in questa direzione e offre un’occasione unica per le famiglie della provincia. Info: 0544 36239.

M A R I N A D I R AV E N N A LA BIBLIOTECA OTTOLENGHI APRE TRA MUSICA E PITTURA

Da pochi giorni è attiva a Marina di Ravenna la nuova biblioteca “Ada Ottolenghi”, all’interno del nuovo edificio in piazzale marinai d’Italia. Tra gli appuntamenti del nuovo spazio, nel pomeriggio di venerdì 23 appuntamento nel segno della musica con l’occasione di conversare di protagonisti della scena internazionale con Christopher Angiolini, direttore artistico di Bronson Produzioni, e l’opportunità di vedere e provare i nuovi servizi digitali messi a disposizione dalla Rete Bibliotecaria di Romagna imparando a scaricare musica legalmente e gratuitamente. Sabato 24 mattina, invece, spazio ai bambini e alla narrazione di brani di favole da Il gatto con gli stivali di Perrault e da Il soldatino di piombo di Andersen, grazie ai volontari di “Nati per Leggere”, e per ammirare dal vivo il lavoro del pittore Mattia Battistini.

JUNIOR

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 22 marzo 2012

L I B R I

LA “BAMBINITUDINE” DI LIVIA SANTINI A CASA MELANDRI

Dopo Lo chef e la bambina di zucchero, Arrembaggi e Comequando, la poetessa ravennate Livia Santini torna a pubblicare versi con la raccolta Bambinitudine. Il titolo dà nome anche alla serata in programma sabato 24 marzo (ore 20.45) nella Sala D’Attorre di Casa Melandri: l’autrice, insieme al fotografo Alberto Cassani, autore delle immagini che corredano il libro, presenterà la sua ultima uscita con la giornalista Silvia Manzani, il “lettore” Eliseo Dalla Vecchia e il violinista Gen Llukaci. Parteciperà anche l’assessore comunale alle Pari Opportunità Rosa Giovanna Piaia. L’ingresso è libero e il ricavato della vendita dei libri andrà all’associazione “Piccoli Grandi Cuori” che si occupa di bambini con cardiopatie congenite. Ancora una volta Livia Santini, che l’anno scorso ha ricevuto il premio Teodorico per la cultura istituito dalla Camera di Commercio di Ravenna, regala versi che attingono ai grandi temi dell’amicizia, della famiglia, dell’amore ma anche del viaggio, della spiritualità e ai grandi personaggi della storia e della letteratura, femminili soprattutto. Il libro è stato anticipato la scorsa estate da una serata omonima, Bambinitudine appunto, che durante la rassegna “Ravenna Bella di Sera” ha omaggiato diversi autori di poesie che hanno scritto sui bambini.

23

ALFONSINE

La Festa di Primavera al Parcobaleno si muove tra danza e moda Domenica 25 marzo al Parcobaleno di Alfonsine va in scena una “Festa di Primavera” particolarmente dinamica e fresca, piena di colori e musica, in cui i bambini saranno protagonisti, nella doppia veste di modelli e ballerini. Il parco cittadino sarà lo scenario di una simpatica e frizzante sfilata, curata da Sandra Minimoda di Alfonsine, dove i bambini, dai più piccoli a quelli più grandi, si divertiranno a interpretare il ruolo di modelli, indossando in passerella le proposte di moda bimbo e teenager per la primavera e l’estate 2012 selezionate per l’occasione da Afra Calderoni. Dalla passerella alla pista da ballo il passo sarà breve perchè la festa proporrà anche le coinvolgenti esibizioni dei ballerini più piccoli dello storico Gruppo Danze e Spettacolo Milleluci di Alfonsine. I piccoli danzatori del Milleluci dimostreranno la loro “grandezza artistica” lanciandosi in una serie di balli travolgenti, dal classico folk romagnolo alla disco dance. Lo spettacolo tra moda e balli sarà condotto e presentato da Luca Capacci, Presidente del Gruppo Milleluci. E durante la festa sarà attivo un punto ristoroa l chiosco del parco per merende e cene. L’evento, organizzato dalla cooperativa sociale Il Pino e patrocinato dal Comune di Alfonsine, è a ingresso gratuito.


MANGIARE& BERE

giovedì 22 marzo 2012 | RAVENNA& DINTORNI

GUSTO

24

FORMAGGI

Antiche tradizioni, nuove emozioni...

Antica Zecca Pasta fresca, primi piatti, piadina, gastronomia, pane, e un ottimo squacquerone R a v e n n a , V ia An t i ca Z ec c a n . 3 0 ce l l. 33 9 2 3 9 7 7 48 aperto dal lunedì alla domenica 8.30-14,30 e 171 d i l u n e d ì , g i o ve d ì e d o m e n i c 9 a c h i u s o i l p o m e r i g g io

Quell’antico squacquerone da gustare con la piadina Nel febbraio del 1800, il cardinale Bellisomi, all'epoca Vescovo di Cesena, costretto a Venezia in occasione di un conclave, in una missiva inviata al vicario generale della diocesi di Cesena, domanda notizie sugli «Squaqueroni» che ancora non erano giunti alla sua mensa. La lunga permanenza a Venezia aveva evidentemente acuito nel Cardinale il desiderio di fare ritorno alla sua Romagna, quantomeno per riassaporarne le prelibatezze. Lo squacquerone di Romagna, in dialetto squaquaròn, ha origini antiche e legate all’ambiente rurale: in passato era consuetudine produrlo e consumarlo solo durante i mesi freddi perchè solo così poteva essere conservato per almeno una decina di giorni. Tipico del territorio di Forlì-Cesena, del riminese, del ravennate e della zona di Imola, oggi, per lui, è in via di approvazione il riconoscimento del marchio di Denominazione di Origine Protetta (Dop). L’origine del suo nome? Scartata l’ipotesi che possa derivare dal “gagliardo e sgangherato” modo di ridere in uso nelle vecchie famiglie contadine delle nostre campagne, l’etimologia del vocabolo va ricercata nella sua caratteristica principale, la “squagliabilità”: lo Squaquerone è infatti un formaggio talmente molle che non riesce a mantenere nessuna forma. Si ottiene aggiungendo il caglio al latte vaccino, intero e a crudo; dopo la coagulazione, la

cagliata viene rotta e separata dal siero in eccesso. A questo punto si distribuisce la massa in appositi stampi e si procede alla “stufatura”, passaggio questo che avviene in ambienti molto

È in corso di riconoscimento il marchio Dop

Sulle nostre tavole si presenta privo di crosta e dal tipico colore bianco madreperlaceo; il leggero retrogusto acidulo si presta ad abbinamenti gastronomici anche “audaci”, come con fichi caramellati o miele d’acacia. Ma, in generale, che si scriva con una sola “q”, o con “cq”, a seconda della zona, il modo migliore per far emergere la sua delicata e cremosa consistenza, è quello di accostarlo alla piadina romagnola e non manca chi suggerisce di completare il tutto con l’aggiunta di rucola e prosciutto, a dispetto di chi resta fedele alla purezza. Giorgia Lagosti

Si presta ad abbinamenti anche audaci

caldi e umidi, e che serve a far raggiungere al formaggio la sua giusta consistenza. Si conclude con la salatura che, secondo la tradizione, si attua utilizzando il sale dolce di Cervia. Le forme, infine, vengono fatte maturare avvolte in carta e a una temperatura di 3-4 °C per circa 5 giorni.

il consiglio «QUANDO CI SONO FILI, IMPUGNA IL CASSONE, CHIUDI GLI OCCHI E MORDI...» Nel Grande dizionario (e ricettario) gastronomico romagnolo Gianni Quondamatteo, nel 1978, poeticamente ci insegna come gustare al meglio lo squacquerone: «Fa in modo che la piada sia stata tolta da poco dal testo, e che sia piada morbida, pastosa e non friabile e dura come l’ostia. Tagliata a metà, e non a quadri, piegala al modo d’un libro. Riaprila, stendendovi sopra da una sola parte e usando il coltello a mò di spatola, il formaggio Squacquarone. Richiudi, e lievemente premi il cassone con il palmo della mano. Riaprilo ancora, ma appena, per assicurarti che lo Squacquarone ha fatto presa contro le superfici interne della piada e che comincia a fare i “fili”. Resoti conto che i fili ci sono e che essi, elastici, sottili, si allungano e si accorciano, secondo la molta o poca apertura che dai al cassone, fa mente locale e concentrati. Richiudi definitivamente il cassone e, impugnandolo con ambo le mani, mordi. Chiudi gli occhi. Questo è il momento. Addenta una, due volte. Non mandare giù subito il boccone. Al tepore della piada che ti scalda la bocca, si accompagna la fresca liquidità dello Squacquarone che ti viene incontro …»

Cioccolateria Pasticceria Caffetteria Aperitivi Tutte le torte dei tuoi sogni

Via Romea Sud 51 Ravenna Tel. 0544 61504 - Cell. 338 2391685 www.anticoporto.it - antico.porto@alice.it


MANGIARE& BERE

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 22 marzo 2012

MILANO MARITTIMA

25

COSE BUONE DI CASA

Weekend dolcissimo Primavera, è tempo con Chocolat 2012 di minestrone al pesto a cura di ANGELA SCHIAVINA - WWW.ANGELASCHIAVINA.IT

“Chocolat 2012 – Mostra mercato del Cioccolato”, è il nuovo appuntamento dedicato alla cultura del cioccolato e organizzato dall'Associazione turistica Pro Loco Project Milano Marittima, che da venerdì 23 a domenica 25 marzo “addolcirà” il cuore del centro della cittadina. Per tre giorni durante Chocolat Milano Marittima si trasformerà in una gigantesca pasticceria all'aperto per il piacere di tutti i golosi e gli “schiavi del cacao”; viale Gramsci diventerà una Chocolate Road, dove poter ammirare la bravura dei maestri del cioccolato di tutta Italia e dove poter gustare prelibatezze e leccornie. Oltre all’offerta dei consueti prodotti, a rendere ancora più invitante la proposta di Chocolat ci penseranno i mastri artigiani presenti, con le loro creazioni, vere e proprie opere d’arte, ovviamente di cioccolato, e con le Uova di Pasqua artigianali. Da non perdere poi il concorso dedicato alla “Pralina del Centenario”. Sarà una vera e propria sfida a colpi di spatole, fruste e sac a poche, dove i maestri del cioccolato proporranno le loro migliori praline dedicandole appunto al Centenario della città: nella giornata di domenica 25 sarà proclamata da una giuria di esperti e illustri personaggi locali "la Pralina del centenario". Info: 345 4636338.

È iniziata la primavera! Allora vi propongo un gustoso minestrone alla ligure con pesto. Ingredienti: zucchine, sedano, patate, fave fresche, fagiolini, piselli, bietole, fagioli freschi, cavolo verza, in tutto 1 kg. circa, olio extra vergine d'oliva, due cucchiai di salsa di pomodoro, 1 litro e 1/2 di brodo vegetale (se volete usare il brodo di carne potete anche fare un battuto con una fetta di pancetta), riso o pasta di piccolo formato (per 6 persone 300 gr.), sale e pepe. Per il pesto: con questa quantità di ingrediente si ottiene circa 1 kg. di prodotto, si può conservare in barattoli di vetro chiusi per circa una settimana in frigorifero. Pestare finemente nel mortaio (non usate il frullatore!): 200 gr. di foglie di basilico, 50 gr. foglie di prezzemolo, 10 gr. di foglie di maggiorana, 50 gr. di pinoli, 2 grossi spicchi di aglio. Unire sempre pestando 500 gr. di pecorino grattugiato, e poco alla volta l'olio extra vergine d'oliva, circa 4 dl. in modo da ottenere una salsa omogenea e fine. Per preparare il minestrone: lavare e tagliare a tocchetti tutte le verdure; se si usa la pancetta fare un battuto e rosolarla con olio poi aggiungere le verdure, la salsa di pomodoro e rosolare ancora per circa 10 minuti. Versare il brodo bollente e portare a cottura le verdure, cuocendovi il riso o la pasta. Quando è tutto pronto aggiungere due cucchiai abbondanti di pesto, mescolare bene e servire.

N O T I Z I E G O L O S E FORMAGGI E BIRRE INGLESI CON SLOW FOOD

La condotta Slow Food di Ravenna propone per martedì 27 marzo (ore 20.30) all’osteria Sapori Divini – via Mentana 23 a Ravenna – un’incursione enogastronomica in Inghilterra. S Durante la serata saranno infatti serviti tre formaggi inglesi: Cheddar Keen, presidio Slow Food prodotto da latte crudo, proveniente dalle vacche allevate dalla famiglia Keen, nella fattoria a Moorhyes fin dal 1889; Lancashire (Kirkham), formaggio a latte crudo proveniente da allevamenti di mucche HolsteinFriesian e prodotto alla Lowerfarm dalla famiglia Beesley Kirkham nella contea di Lancashire da tre generazioni; Stilton Colstonbasset, prodotto nella regione del Nottinghamshire a Colston Bassett village. In abbinamento quattro birre tipicamente inglesi: Premium Ale di Fuller’s London Pride, Ale di The Black Sheep, Ale di Hop Back Summer Lightning, Indian Pale Ale di Trornbridge. Sarà presente per parlare dei formaggi Michele, titolare della enogastronomia I Grisi. Daniele Fajner e Tonino Paoletti illustreranno le birre. Costo 33 euro per soci e accompagnatore. Prenotazione obbligatoria: ceccarelliangela@gmail.com.

GLI STAPPATI

Rimaniamo in Spagna con lo strepitoso cava Gran Reserva III Lustros di Gramona di FABIO

A proposito di Cava, la settimana scorsa abbiamo assaggiato la “Bodega Raventòs”. Oggi assaggiamo un’azienda di produzione artigianale: Gramona. Il “Gran Reserva Brut Nature III Lustros” del 2004 invecchiato sette anni è una vera chicca per gli appassionati. Prodotto con uve Xarel-lo al (70%) e Macabeo al (30%), si presenta al naso con estrema eleganza e originalità. Profumi di fumo di legna, frutta secca, erbe aromatiche e fiori si mescolano a sensazioni di fichi caramellati, humus, caffè, rosmarino, bacche di ginepro, resine e spezie. Al palato la carbonica è finissima e regala una sensazione cremosa di grande classe. Lunghezza giocata sulla sapidità che non fa altro che prolungare il piacere di ogni sorso. Finale di caffè ed erbe aromatiche. Anche la “fragilità” – da intendere come delicatezza – della sua espressione in bocca, che ti porta a cercarlo continuamente, altro non è che un suo punto di forza. Un cava strepitoso!!

LE VOLTE

CENTRO TURISTICO SPORTIVO

TREDOZIO R I S T O R A N T E P I Z Z E R I A S E M P R E A P E RT O

dal lunedì al venerdì solo su prenotazione

Cucina tradizionale, piadina e un ottimo squacquerone Via Bachelet 1 - Tredozio - Tel. 0546 943161 - Fax. 0546 943414

www.le-volte.it

MAGNANI GLISTAPPATI @GMAIL.COM

SAPORI di MARE

RAVENNA Via L. Rava, 6/8 (angolo P.Mameli) Tel. 0544 219901

ENOGASTRONOMIA di

Alta Qualità Enoteca Formaggi Colombe pasquali artigianali Conserve di pesce Gastronomia

le li e h c i M Micco

GASTRONOMIA di PESCE

da asporto

antipasti caldi • primi piatti secondi di pesce fritto, alla griglia, al forno

SU ANCHE IONE Z A PRENOT

da martedì a venerdì OFFERTA MENÙ PRANZO:

maccheroncini alle canocchie + sarda (o saraghina) ai ferri � 10,00 Via dell’Aida, 19 Ravenna - tel. 0544 405383

Orari: 10.00 - 14.00 / 17.30 - 20.30 chiuso il lunedì


SALUTE& BENESSERE

giovedì 22 marzo 2012 | RAVENNA& DINTORNI

LA STATISTICA

B E N E F I C E N Z A

Regione sopra la media nei trapianti Con 21,8 donatori utilizzati per milione di abitanti, l’Emilia-Romagna nel 2011 si conferma al di sopra della media nazionale (18,4) per quanto riguarda le donazioni per trapianti. A livelli di eccellenza il trapianto di cuore (32 interventi in Emilia-Romagna, prima in Italia) e sopra la media nazionale il trapianto di rene e di fegato. Nel 2011 si è registrato tuttavia un calo delle donazioni (nel 2010 il dato era pari a 26,7 per milione di abitanti) che ha avuto riflessi anche nell’attività di trapianto (297 gli organi trapiantati, rispetto ai 325 dell’anno precedente). L’Emilia-Romagna resta comunque sempre ad alti livelli per donatori segnalati (47,3 per milione di abitanti rispetto al 37,4 a livello nazionale).«La diminuzione dei donatori potenziali – commenta Lorenza Ridolfi, direttrice del Centro regionale di riferimento per i trapianti dell’Emilia-Romagna (Crt-ER) – è dovuta in parte al fatto che, fortunatamente, diminuiscono le persone che muoiono a seguito di traumi da incidente, e questo vuol dire che c’è più attenzione a indossare il casco, a usare le cinture di sicurezza e rispettare i limiti di velocità. In questo contesto positivo, la nostra attenzione deve essere comunque puntata al massimo utilizzo delle opportunità di donazio-

ne, anche di persone anziane colpite da emorragia cerebrale o ictus, e su questo le Aziende sanitarie sono impegnate a migliorare ulteriormente la propria efficienza. Il nostro impegno continua anche nella promozione della donazione, con la campagna informativa “Una scelta consapevole” realizzata con la collaborazione delle associazioni di volontariato e dei pazienti e degli Enti locali». I dati citati emergono dal rapporto annuale curato dal Centro regionale di riferimento per i trapianti dell’Emilia-Romagna, che verrà presentato al XXIII convegno dell’Associazione interregionale trapianti (Airt) che si tiene a Montecatini (Pistoia) da giovedì 22 a sabato 24 marzo. L'Emilia-Romagna, assieme a Piemonte, Val d’Aosta, Toscana, Puglia, Provincia autonoma di Bolzano è parte di Airt e ne ha la presidenza per il triennio 2010-2012.

BCC DONA MONTASCALE ALL’AUSER

Nell’ambito della campagna “Adotta un progetto sociale: diventa un azienda solidale” – lanciata l’anno scorso dal Comune di Ravenna con l’obiettivo di coinvolgere il mondo dell’imprenditoria a sostegno di quello del welfare e del volontariato – la Banca Credito Cooperativo ravennate e imolese ha donato un montascale mobile per anziani e disabili all'Associazione Auser di Ravenna. L’assessore ai Servizi Sociali e Volontariato, Giovanna Piaia, e l'assessore alle attività produttive Massimo Cameliani hanno ringraziato Bcc «per la sensibilità e collaborazione dimostrata nel farsi carico di esigenze sociali del territorio e quindi nel favorire le attività del terzo settore». Bcc infatti, oltre a quello di Auser, sostiene altri due progetti della stessa campagna.

SALUTE

26

L U G O

I VOLONTARI AVIS NELLE SCUOLE

Proseguono nei mesi di marzo e aprile nelle scuole superiori di Lugo gli incontri dei Donatori Avis Volontari con gli studenti. Fra gli obiettivi del progetto rientrano quelli relativi a informare i giovani su come adottare uno stile di vita sano, che salvaguardi la loro salute, e a sensibilizzarli alla donazione gratuita del proprio sangue per principio di solidarietà verso il prossimo. Gli incontri con gli studenti che i volontari Avis svolgono da diversi anni fanno ben sperare. Infatti, ad esempio, negli ultimi due anni fra i numerosi cittadini che si sono avvicinati al dono per la prima volta ben il 28% è rappresentato dai giovanissimi di età compresa fra i 18 e i 21 anni.

Sopra, Serena Casadio e Domenico Poddie con lo staff di Neonatologia dell’ospedale

INFORMAZIONE PROMOZIONALE..

STOMATOLOGICA

Odontoiatria in pillole La diga: cosa è, a cosa serve ? Molti ormai la conoscono, ma quanto è stato difficile - ed in qualche caso lo è ancora - farla accettare alle persone, in particolare a quelle un pochino avanti con gli anni! Dunque di cosa si tratta? La “diga” è un sottile foglio di gomma colorata e aromatizzata che serve ad isolare il campo operatorio del dentista dal resto della bocca. Perchè isolare un dente per curare solo una carie?

Perché devo sopportare questa specie di bavaglio solo per curare una carie? Almeno tre sono i motivi per non rifiutare il posizionamento della diga, e addirittura pretenderla: 1) il campo operatorio viene isolato dal resto della bocca e solo così è possibile detergerlo, disinfettarlo ed asciugarlo perfettamente prima di applicare il materiale da otturazione. Da notare che tutti i materiali per le otturazioni temono l’umidita nella fase di solidificazione. 2) il cliente non corre rischi dovuti a traumi accidentali (si usano strumenti rotanti e/o taglienti) 3) il cliente non corre rischi di ingestione di piccoli frammenti o di sostanze sgradevoli durante il molaggio, come ad esempio disinfettanti ecc. In conclusione, la diga è un importante strumento di salvaguardia del paziente e un ausilio fondamentale per il dentista per ottenere un buon lavoro.

Stomatologica Poliambulatorio Privato Via Duino 14 – Ravenna Tel. 0544 33037 Numero Verde: 800 504288 info@stomatologica.it www.stomatologica.it

SOLIDARIETÀ

I Rotary Ravenna e Galla Placidia con neonatologia Il Rotary Club Ravenna Galla Placidia e il Rotary Club Ravenna stanno realizzando per l’anno rotariano 2012 il progetto “Pediatria”. In quest’ottica, nei giorni scorsi i presidenti dei due Rotary ravennati, Serena Casadio e Domenico Poddie, hanno donato al reparto di neonatologia dell’Ospedale civile di Ravenna un elettroencefalografo portatile, comprensivo di accessori e software che consente di monitorare e registrare la situazione dei neonati affetti da asfissia neonatale (circa il 4% della popolazione di neonati). Per questo progetto è stato chiesto e ottenuto un contributo dalla Rotary Foundation di un terzo circa dell’importo totale, pari a oltre 15 mila euro. La realizzazione del progetto Pediatria è il motivo per cui il Rotary Club Ravenna Galla Placidia ha organizzato la serata dello scorso 10 marzo nella cornice del teatro Socjale di Piangipane. L’incasso della serata è stato devoluto a questo fine. Lo spettacolo ha visto protagonisti i due cori Ludus Vocalis e coro di voci bianche Ludus Vocalis. Il coro Ludus Vocalis é composto da elementi con esperienze polifoniche maturate nelle realtà corali ravennati e si è costituito in Associazione Corale nell’ottobre 2006. Attorno ad un nucleo originario di una decina di coristi, si é creato rapidamente un gruppo di circa trenta elementi, desideroso di impegnarsi prevalentemente nel repertorio sacro e profano dal ‘500 al ‘700. Dal 2007 partecipa regolarmente al Ravenna Festival nelle liturgie domenicali o nei “Concerti delle Sette”.

MAGNETI PER PERDERE FINO A 10 KG. COS’E’ ZERODIET? E’ un’innovativa terapia brevettata che unisce i vantaggi di validi sistemi già utilizzati in auricoloterapia e agopuntura, aggiungendo una tecnologia che sta dando risultati eccellenti NEI TRATTAMENTI PER PERDERE PESO. E’ noto alla scienza medica che nella terapia con agopuntura e con auricoloterapia, la stimolazione di determinati punti dell’orecchio induce la liberazione di neurotrasmettitori capaci di determinare IMPORTANTI EFFETTI TERAPEUTICI. Il sistema ZeroDIET si avvale di due biomagneti in materiale naturale i quali, con la loro pressione programmata determinano una efficace stimolazione dei punti auricolari riducendo sensibilmente la fame e l’appetito. La stimolazione continua nel tempo della terapia ZeroDietha due importanti azioni sul comportamento alimentare: A) miglioramento dello stato psicoemotivo legato al cibo e riduzione della fame e dell’appetito. B) azione a livelli dell’apparato digerente sui meccanismi di controllo del comportamento alimentare favorendo in tal modo una più precoce insorgenza della sensazione di sazietà Il tutto senza difficoltà eo impegno da parte del soggetto. Il risultato sarà quello di perdere peso già dai primi giorni. Testato e consigliato dall’Istituto Superiore di Igiene Alimentare.

ERBORISTERIA ARTEBIO RAVENNA via Berlinguer, 44 (Palazzo degli Affari) • tel.0544/270741


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 22 marzo 2012

SALUTE& BENESSERE

INFORMAZIONE PROMOZIONALE

CENTRO ESTETICO MACCHIAVELLI

Più belle e in forma a partire dalla salute Il centro benessere di via Meucci sta sviluppando anche un poliambulatorio medicale con la consulenza di dietologi, fisioterapisti, chirurghi estetici per cure personalizzate

27

MERLINO E IL DESTINO ARIETE La primavera inaugura una fase di rigenerazione, con una buona dose di successi correlati a viaggi e affari, ma fate attenzione che Mercurio e Urano potrebbero rendervi più elettrici di una torpediniera. Soprattutto nei rapporti di coppia dove un eccesso di gelosia potrebbe provocare danni irreparabili. TORO Venerdì sarà la giornata più difficile: con la forma fisica sotto tono che vi ritrovate, evitate di prendere troppi impegni per non risultare simpatici come una ragade. Approfittate del fine settimana per riposarvi in compagnia di voi stessi, senza alcun tipo di sforzo fisico, fornicatorio compreso. GEMELLI Con marte e Nettuno dissonanti, l’more scricchiola sotto il peso della routine. Ma se decidete di donare al partner un paio di corna non date colpa al cielo, che a certe vogline si può anche dire di no. Venerdì serata ideale per aprire le porte di casa agli amici per un elegante aperitivo in casa. CANCRO Con Saturno, Urano, e Mercurio attaccati come tre piombi ai vostri zebedei, il lavoro stressa, ma ripaga, sempre che evitiate di polpetizzare chi vi sta intorno. Senza aiuto ogni iniziativa è destinata a sgretolarsi. In compenso la creatività conferirà un andamento maestoso agli ormoni. LEONE Con Venere e Giove in quadratura, il vostro motto è cercasi amore ma con prudenza: la vostra foto segnaletica potrebbe essere appiccicata sul palo della corrente elettrica e non trovare nessuno che si avvicini per la curiosità. Chi è in coppia non tiri troppo la corda col partner, che poi si spezza.

Il 10 gennaio 2012 si è inaugurato a Ravenna, il Centro Estetico-Benessere e Medicale “Macchiavelli”. Posizionato nel Centro direzionale Meucci, ben visibile da viale Randi, tra il centro commerciale ESP e l’ospedale, è facile da raggiungere e grazie all’ampio parcheggio interno non avrai la preoccupazione della macchina. Il nuovo centro è stato curato nei minimi particolari, utilizzando tutti gli accorgimenti estetici ma soprattutto tecnici che le ultime normative richiedono per essere un vero ambulatorio medico. Il Centro “Macchiavelli” è nato con una idea precisa: accogliere i clienti che vogliono provare le sensazione di una Beauty SPA senza le formalità ed i costi di quest’ultima. Infatti al centro puoi venire per farti un massaggio per puro piacere o per rilassarti o per avere veri trattamenti manuali e meccanici per risolvere problemi specifici. Puoi curarti mani e piedi scambiando due parole con le amiche, farti la ceretta o provare la nuovissima doccia abbronzante spray di ultima generazione. Ma non solo. Il centro è anche una struttura Medicale, coadiuvata dal dottor Pietro Ingrosso. Ti offriamo la consulenza di un medico specializzato nel dimagrimento e nell’estetica, potrai usufruire dei macchinari estetici-medicali più nuovi e all’avanguardia in commercio come la Cavitazione, la Luce Pulsata, l’Ossigeno terapia, la Radio Frequenza, il Laser, il nuovissimo Lettino Termale. Tutte attrezzature all’avanguardia utili per curare gli inestetismi della pelle o del corpo o del viso in maniera professionale. Il centro estetico “Macchiavelli” diventerà un vero poliambulatorio dove si alterneranno diversi medici (Dietologi, Fisioterapisti, Chirurghi estetici) con diverse specializzazioni per poter creare un pacchetto Benessere alla persona specifico, mirato e realmente personalizzato. Il centro si proporrà così come un punto di raccolta e di prenotazione per chi vuole un servizio completo con un unico referente a cui rivolgersi. Ovviamente tutti i prodotti utilizzati come le creme i gel e gli olii sono delle marche più professionali presenti sul mercato. Possiamo offrire dei set preparati appositamente per te che permette di portarti a casa la terapia iniziata nel centro. Il personale è esclusivamente qualificato e professionale, con almeno cinque anni di esperienza. Lo staff è diretto dalla signora Anna Candilio con vanta oltre 20 anni di esperienza nel settore. Il Centro Estetico Macchiavelli offre molteplici servizi ad una vasta clientela ed ogni mese crea eventi particolar: Open Day per far provare le macchine a disposizione e pacchetti di servizi e prodotti su-

VERGINE Con Giove e Plutone in trigono nel lavoro potreste ottenere affermazioni adeguate e ben pagate; in amore gli ostacoli cedono il passo al buonumore e certi personaggi più tard che hard si dileguano. Voi diventate persino più dolci del mascarpone ai frutti boschi, che sarà un piacere leccarvi. BILANCIA Senza l’opposizione di Venere, tutto lentamente migliora: la fortuna, strattamente congiunta alle vostre natiche vi fa spaccare sul lavoro, anche con lauti guadagni. In amore, l’ormone si scongela più velocemente che nel forno elettrico, alimentando charme, bellezza e fornicazione. SCORPIONE Con Giove e Venere che vi remano contro approfittate della domenica per ritrovare se non la sintonia mentale, almeno quella fornicatoria con il partner di sempre. L’importante è che non diciate più di quanto è necessario per una comunicazione basica, perché il fascino non sempre è sufficiente.

per scontati, promuovendo la bellezza a partire dalla salute della persona. Ricordiamoci che una persona sana è una persona bella. Anche esteriormente!. Il successo che ha incontrato il negozio in questo prima fase di apertura ci rende felici delle scelte fatte e ci stimola per accresce maggiormente il servizio e la qualità, sempre e comunque al giusto prezzo.

SAGITTARIO Se il lavoro stressa e la famiglia scassa, concedetevi un po’ di relax, staccate telefoni e campanelli e non fatevi trovare neppure dal postino. Tanto, con Marte in quadratura non avreste la forza neppure di toccare il letto per raggiungere eventuali partner che inevitabilmente si orienteranno altrove. CAPRICORNO Se Saturno è un masso appeso alle parti anatomiche più sensibili, Marte in trigono e una dolcissima Venere vi garantiscono successoni lavorativi ed exploit fornicatori, dolcezze e coccole neanche foste dei cuccioli di labrador. Giornata no domenica, soprattutto se a tavola vi scofanerete di tutto. ACQUARIO Questo cielo positivo porta notizie più che positive, dopo un periodo pesante quanto quattrocento volumi della Treccani sulla prostata. E’ il caso di dire che la primavera vi dona, anche se nel fine settimana potreste trovarvi nell’imbarazzante necessità di accudire ai figli di vostra sorella.

Vieni a Trovarci in via Meucci 9 a Ravenna, telefonaci allo 0544 403003, seguici su Facebook o visita il sito www.esteticamacchiavelli.com

PESCI Venerdì una Luna affaristica vi suggerisce di dedicarvi ai vostri affari perché non mancheranno le giuste intuizioni, anche in fatto di shopping, che non sarà certamente compulsivo. Bene anche l’amore, che vi stupirà con effetti suini speciali come non provavate da tempo. Approfittatene.


INFORMAZIONI& SERVIZI

FIDO IN AFFIDO/1

Pirì

Pirì ha 8 mesi, è di taglia piccola. È molto vivace e socievole, e soprattutto ha bisogno del contatto umano! Cerca urgentemente una famiglia che si prenda cura di lui, con tanto amore!

Per informazioni e per conoscerlo, contattate: cell. 349 6123736

FIDO IN AFFIDO/2

Pongo

Pongo è un meticcio di pastore tedesco di due anni, molto bello e giocherellone. Cerca una famiglia in cui non ci siano altri cani. Per le adozioni: Ufficio per i diritti degli animali, tel. 800 099577; canile, tel. 0544 453095.

INFOCITTÀ

28

giovedì 22 marzo 2012 | RAVENNA& DINTORNI

QUALITÀ DELL’ARIA IQA dal 12 al 18 marzo 2012 Stazione Rocca Brancaleone Via Caorle Zalamella Agglomerato di Ra.

Lun

Legenda IQA Buona Accettabile

Mar

Mer

Gio

Ven

Sab

Autorizzazione Tribunale di Ravenna n. 1172 del 17 dicembre 2001

Dom

Editore: Edizioni & Comunicazione srl Via della Lirica 43 - 48100 Ravenna - Tel. 0544 408312 - info@reclam.ra.it Direttore responsabile: Fausto Piazza Collaborano alla redazione: Federica Angelini, Alessandro Fogli, Luca Manservisi, Guido Sani, Serena Garzanti (segreteria), Maria Cristina Giovannini e Erika Marchi (grafica).

Mediocre

Scadente

Pessima

L’IQA (Indice di qualità dell’aria) rappresenta sinteticamente lo stato complessivo dell’inquinamento atmosferico. Viene calcolato sulla base dei livelli di concentrazione degli inquinanti più critici del nostro territorio: particolato fine (PM10), biossido di azoto ed ozono. In funzione del suo valore si individuano cinque classi di qualità dell’aria. I dati giornalieri di Qualità dell’Aria relativi alla Provincia di Ravenna sono consultabili al sito: http://www.arpa.emr.it/ravenna/. L’andamento giornaliero delle concentrazioni di polveri PM10 in Emilia-Romagna è consultabile al sito: http://www.liberiamolaria.it

Collaboratori: Andrea Alberizia, Roberta Bezzi, Matteo Cavezzali, Francesco Della Torre, Lorenzo Donati, Nevio Galeati, Claudia Graziani, Giorgia Lagosti, Linda Landi, Sabrina Lupinelli, Maria Giovanna Maioli, Fabio Magnani, Giulia Montanari, Angela Schiavina, Serena Simoni Fotografie: Paolo Genovesi, Fabrizio Zani Illustrazioni: Gianluca Costantini Redazione: tel. 0544 271068 - Fax 0544 271651 - redazione@ravennaedintorni.it Direttore Generale: Claudia Cuppi Segreteria Commerciale: Veronica Rinasti, tel. 392 9784242 Pubblicità: Reclam Edizioni & Comunicazione srl Tel. 0544 408312 - info@reclam.ra.it Stampa: Galeati Industrie Grafiche, www.galeati.it

NUMERI UTILI

FARMACIE APERTURA DIURNA 8.30-19.30 Dal 18 al 24 marzo Cicognani, Moderna, Dal 19 al 24 marzo Comunale 3, Comunale 5, Dal 25 al 31 marzo Santa Teresa, Montanari, Dal 26 al 31 marzo Comunale 7, Al Mare, Piferi,

via Castel San Pietro 21 - tel. 0544 212826; via Bovini 11 - tel. 0544 218994. via Po 18 (Porto Corsini) - tel. 0544 446301; via delle Nazioni 77 (Marina di Ravenna) - tel. 0544 530507. via De Gasperi 71 - tel. 0544 33054; via Mattei 30 - tel. 0544 451401. via Bonifica 6 (Porto Fuori) - tel. 0544 433021; viale Mare 80 (Casalborsetti) - tel. 0544 445019; viale dei Navigatori 35 (Punta Marina) - tel. 0544 437448.

APERTURA NOTTURNA 19.30-8.30 Comunale 8,

via Fiume Abbandonato 124 - tel. 0544 402514.

APERTURA DOMENICALE 8.30-12.30/15.30-19.30 Comunale 5,

via delle Nazioni 77 (Marina di Ravenna) - tel. 0544 530507.

PODISMO

A cura del Comitato UISP di Ravenna via G. Rasponi, 5 - RA tel. 0544.219724 - fax 0544.219725 E-mail: ravenna@uisp.it - www.uisp-ra.it

CICLISMO

Sono iniziate le pedalate con Amicinbici Da diversi anni il Comune di Ravenna, in collaborazione con il gruppo Amicinbici per Ravenna, che raccoglie le associazioni interessate alla promozione della mobilità ciclabile, organizza alcune pedalate cittadine. Si tratta di giri in bicicletta con percorsi di 1015 km adatti a tutti, che quasi sempre si concludono con un ristoro offerto ai partecipanti e con qualche gadget in omaggio. Le quote di partecipazione sono simboliche e vengono destinate in beneficenza. Le pedalate sono un modo per promuovere una mobilità più responsabile e non sempre legata all’uso dell’automobile, sono inoltre un ottimo spunto per uno stile di vita sano legato al movimento e al piacere di muoversi. Quest’anno il primo evento si è svolto l’11 marzo e ha avuto per tema la targatura delle biciclette, riscuotendo un ottimo successo con la partecipazione di quasi 500 persone. Il prossimo appuntamento è previsto l’1 aprile quando si svolgerà la pedalata Liberiamo l’aria legata ai provvedimenti antismog della Regione. A questi eventi seguiranno la pedalata storica del 25 aprile legata all’anniversario della liberazione, e proseguiranno 13 maggio con la pedalata organizzata da Uisp e Fiab che riunisce due cavalli di battaglia di queste associazioni, le pedalate Bicincittà e Bimbinbici. A questi appuntamenti si aggiungerà un evento organizzato dal collegio Ipasvi di Ravenna in occasione della giornata internazionale degli infermieri di sabato 12 maggio. Maggiori informazioni su www.uisp.it o www.agenda21.ra.it. Cogliamo inoltre l’occasione per ringraziare i volontari che partecipano gratuitamente a queste manifestazioni aiutando a mantenere alta la sicurezza , e raccomandiamo a tutti la prudenza e a controllare che le bici che utilizziamo siano in buono stato.

Pronto Soccorso 118 Guardia Medica 800 244244 Ospedale 0544 285111 Cmp 0544 286350 Pubblica Assistenza 0544 400888 Guardia Veterinaria 0544 693099 Enpa - Protezione animali 0544 36944 Carabinieri 112 Polizia 113 Vigili del Fuoco 115 Guardia di Finanza 117 Vigili Urbani 0544 482999

Soccorso Stradale 803 116 Guardia Costiera 1530 - 0544 443011 Corpo Forestale Stato 1515 Hera Ravenna 800 939393 Telefono Azzurro 19696 Linea Rosa 0544 216316 Anagrafe 0544 482264 - 482482 Iat 0544 35755 Informagiovani 0544 36494 Centro per l’impiego 0544 608001 Sportello immigrati 0544 485301 - 0544 485302 Taxi 0544 33888

calcio uisp

Stilato il calendario delle camminate A P P U N TA M E N T I

ATLETICA

La Lega Atletica Leggera Uisp Ravenna organizza la decima della camminata per la Pace e i Diritti che si terrà domenica 25 marzo al parco Primo Maggio – Pineta di Classe Fosso Ghiaia Ravenna. Il ritrovo è fissato per le 14 e la partenza per le 16. I percorsi saranno di 8 km per gli adulti e 3 km per i pulcini. La camminata si svolgerà nell’ambito della sagra del tartufo di pineta 2011 e sarà la 1ª prova calendario camminate estive Uisp 2012.

La Lega Atletica Leggera di Ravenna Lugo e Imola Faenza ha stilato il calendario delle camminate estive. Il calendario raggruppa quasi 60 eventi legati prevalentemente a feste e sagre paesane che coprono buona parte del territorio romagnolo. Si tratta di even-

Classifica Amatori Fosso Ghiaia 33; Amatori Villanova 29; Az Football 2003 21; G.S. Bruno Rossi 19; Trattoria Ca’ Rossi 18; Viola 1998 15; San Zaccaria “B” 14; Caffe’ Degli Archi 13; Asd Godese 12; Asd Bizantina 8; Us Savarna Asd 6;

T ENNIS

Sabato 31 marzo alla Polisportiva di zola di Ponteronca (Bo) si svolgerà l’annuale corso di aggiornamento obbligatorio per tutti gli istruttori di tennis e di Sand and Green Tennis della Uisp. Tutti gli istruttori tesserati presso la Uisp Ravenna che vogliono mantenere il brevetto devono partecipare all’evento. Maggiori dettagli sul sito della Uisp Ravenna.

Risultati settima giornata ritorno girone A Caffe’ Degli Archi-Amatori Fosso Ghiaia 0 – 3 Az Football 2003-Us Savarna Asd 7 – 3 Asd Godese-Asd Bizantina 2 – 2 San Zaccaria “B”-Amatori Villanova 3 – 4 Riposa: Trattoria Ca’ Rossi

ti ludico-motori, camminate appunto, adatti a tutti, spesso sono previsti due percorsi uno più lungo di circa 8-10 km e uno breve di 23 km. La quota di iscrizione per ogni camminata è di 2 euro, che spesso comporta anche un gadget in regalo. Le camminate si svolgono prevalentemente nelle serate infrasettimanali. Il calendario è disponibile presso le sedi Uisp sopra citate e consultabile nel sito della Uisp Ravenna.

Risultati settima giornata ritorno girone B Pol Rapid Tmt-San Zaccaria “A” 3 – 1 Pol. Camerlona-Ac. Lamone 7 – 0 Pol Savio Punto Pelle-Asd Mezzano 3 – 2 San Zaccaria “A”-Audace Balsera Costruzioni 3 – 1 Rajax-Pol Rapid Tmt 1 – 1 Bar Pontino Asd-Cral E. Mattei 2 – 2 Real Piangipane-Asd Punta Marina Terme 0 - 2 Classifica Cral E. Mattei 31; Pol Savio Punto Pelle 31; Asd Mezzano 31; San Zaccaria “A” 26; Pol Rapid Tmt 25; Pol. Camerlona 25; Bar Pontino Asd 23; Asd Punta Marina Terme 20; Asd Audace Balsera Costruzioni 13; Real Piangipane 7; Rajax 5; A.C. Lamone 3


inserto di Ravenna&Dintorni giovedì 22 marzo 2012

SETTIMANALE

Ravenna, Viale della Lirica 53 - Tel. 0544 404047 - Fax 0544 406721 www.agenziafuturasrl.it • e-mail: info@agenziafuturasrl.it

OCCASIONE, VIA SAN VITALE piano terra, in palazzo signorile, UFFICIO mq.40 completamente arredato. Codice: 0001 € 120.000,00 tel. 392 8000800

www.fincase.it info@fincase.it

Sede Commerciale: via di Roma, 127 Sede Amministrativa: via San Vitale, 11 gresso indipendente, scala stiglio, area cortiliva. iminterna, soggiorno con zo- pianti a norma tel. 0544 na cucina, bagno, 2 letto. 271653 € 120.000,00 Posto auto scoperto, risc. aut. nuovo. In buono stato Assocase - Zona Zalamella Case e appartamenti d'uso: finestre e tapparelle Appartamento in palazzina, in vendita nuove, bagno recente, tetto 3 ed ultimo piano s.a.: inrifatto 4 anni fa. Consegna gresso, soggiorno ang cotOfferte/Domande in 3 mesi. Codice Immobile: tura, balcone, 2 letto, baFincase - Ravenna semi- 048 tel. 0544 83511 € gno, garage. tel. 0544 centrale Darsena Apparta- 110.000,00 271653 € 135.000,00 menti, composti da ing, sogg, cucina abitabile, dis- Assocase - San Rocco Ap- Fincase - San Pancrazio imp. 2 ampie camere da letto, bagno, balcone, cantina. Posto auto. Codice: Si eseguono lavori di 1250 -Classe G tel. 0544 LUCIDATURA PAVIMENTI .215645 da € 99.000,00

IMMOBILI

Assocase - Godo Ideale per investimento, appartamento di recente costruzione in palazzina, secondo ed ultimo piano: soggiorno ang cottura, letto, bagno, ampio balcone loggiato, posto auto interno. Già a reddito. tel. 0544 271653 € 105.000,00 Fincase - Ravenna zona esterna Villa padronale di inizio '800 unica nel suo genere. disponiamo di una porzione abitativa terra cielo, per complessivi 250 mq circa con una porzione di corte privata di circa 500 mq il tutto da ristrutturare. Codice: 1285 Classe F tel. 0544 .215645 € 100.000,00 Studio Effe - Piangipane A 10 min. da Ravenna, Appartamento al 1°P. in casa da due, composto da in-

IN MARMO, COTTO, E PARQUET Un solo interlocutore - No stress Eseguiamo tutti i lavori dal trasloco alla ristrutturazione! Chiama il numero 348 1645464 Artigiani riuniti in cooperativa

partamento ideale per investimento, al primo piano di piccolo stabile, composto da 3 vani, possibile sviluppo di soggiorno ang cottura, 2 letto, bagno, balcone. cantina al piano terra. tel. 0544 271653 € 110.000,00 tratt Assocase - Marina Romea Appartamento in ottimo stato, piano terra, completam arredato: soggiorno ang cott, letto, bagno, ripo-

VIA ROCCA BRANCALEONE, 20 RA CENTRO STORICO appartamento libero: ingresso, soggiorno, cucinotto, camera matrimoniale, bagno, balcone, posto auto, risc. aut. Rif. 43A € 145.000,00 RAVENNA Attico da sistemare composto da: ingresso, ampio soggiorno, cucina abit., 2 camere da letto, bagno, terrazzo verandato, garage. Rif. 56A € 250.000,00 SAN BARTOLO Appartamento nuovo con ingresso indipendente: soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, bagno, ripostiglio, giardino; posto auto. Rif 224A € 110.000,00

ampio soggiorno, cucinotto, 2/3 letto, 2 bagni, balcone verandato, cantina e posto auto coperto. tel. 0544 271653 € 145.000,00

SAN ROCCO Casa abbinata ad un lato anni ‘50 di circa 190 mq, disposta su due piani e un seminterrato. Rif. 115/B € 265.000,00 CENTRO STORICO Attico di grandi dimensioni disposto su due livelli, da ristrutturare. Rif. 122A Info in agenzia

PONTE NUOVO Attico di ampia metratura composto da: soggiorno, cucina abitabile, 3 camere da letto, 2 bagni, terrazzi, ampia zona servizi, garage. Rif. 131A € 250.000,00

MARINA DI RAVENNA Appartamento ottime finiture con ingresso indipendente, disposto su due livelli, ampio soggiorno, cucina, terrazzo, 2 camere da letto, 2 bagni, solarium, posto auto. Rif. 72/A € 350.000,00

SAN MICHELE Appartamento disposto su due livelli, ottime finiture, come nuovo, composto da: soggiorno grande con balcone, cucina, camera da letto matrimoniale, 2 bagni, cantina, garage. Rif. 37/A € 120.000,00

CENTRO STORICO Appartamento ultimo piano, due livelli: ingresso, soggiorno con cucina a vista, 3 letto, 2 bagni, terrazzino, garage, cantina. Rif. 55A € 285.000,00

CENTRO STORICO, ZONA PEDONALE Ufficio prestigioso di oltre 120 mq, ottime rifiniture. Rif. 100/U Info in agenzia

ZONA CILLA/BOVINI Bella villa monofamiliare di ampia metratura, insistente su lotto di terreno adibito a giardino, di oltre mq. 500, , così composta: P.T.) ingresso; garage doppio; tavernetta con camino; bagno finestrato; 3 ampi vani adibiti a servizi (H. mt. 2,60) 1° P.) ingresso; ampia sala; zona pranzo; cucinotto separato con barbecue; terrazzo a loggia accessibile dalla zona giorno; 3 letto matrim.; 2 bagni finestrati (H. mt. 3,00) – AMPIA MANSARDA di oltre mq. 45 calp., con finestre (H. mt. 2,60); sottotetto uso ripostiglio. Tipologia e struttura del fabbricato eccellenti, così come il contesto urbano. CLASSE “G” EP 352,80

Gesticasa - Semicentro RIF. A 34 T: appartamento indipendente, integralmente ristrutturato, in casa di 3 unità. Cortile d’ingresso, soggiorno con angolo cottura, una matrimoniale, bagno, cortile interno. Risc. aut. Possibilità di personalizzazione. tel. 0544 66796 € 155.000,00 Assocase - Piangipane In ottima zona residenziale, villetta d angolo sviluppata su 2 livelli, con ampio giardino: p.t. soggiorno ang cottura, bagno. 1°p. letto matrimoniale, bagno, grande balcone e ampio sottotetto per seconda letto. posto auto. tel. 0544 271653 € 160.000,00 tratt.

Gesticasa - Centro Storico RIF. B 137 T: in contesto di recente ristrutturazione di sole 4 unità, delizioso appartamento su 2 livelli. Ingresso, soggiorno con angolo cottura, una singola, bagno; una matrimoniale, bagno. Riscaldamento autonomo. tel. 0544 66796 € 168.000,00 tratt. Assocase - Zona Stadio Appartamento in ottimo stato, al primo piano: soggiorno con cucinotto, balcone, 3 camere da letto, 2 bagni, garage e posto auto. Riscaldamento contacalorie. tel. 0544 271653 € 175.000,00 tratt

CENTRO STORICO € 365.000 Bellissimo appartamento al secondo piano su 3, facente parte di un fabbricato storico, completamente ristrutturato. L’immobile è composto da open space con zona cucina frazionata da parete di cartongesso, per totali mq. 45,54 calpestabili; disimp.notte; 2 letto matrimoniali; 2 bagni (uno finestrato con vasca/doccia idro e uno cieco con doccia idro; ampio balcone coperto abitabile (profondità mt. 2,00); CANTINA; posto auto di grandi dimensioni, coperto. Risc. Aut. – impianti a norma. CLASSE “C” EP 61,37 CENTRO STORICO € 218.000 Bellissimo appartamento con ingresso indipendente, al piano terra/rialzato, facente parte di una casa singola in stile liberty, suddivisa in 2 unità immobiliari. L immobile è composto da ingresso/soggiorno, cucina abitabile, 1 letto matrim. con possibilità cabina armadio, ripost., bagno finestrato con doccia; al piano seminterrato, ampia taverna finestrata, con soffitto a volte, di circa 35 mq. Posto auto. Rifiniture: videocitofono in entrambi i piani, aria condiz. nei 3 vani. CLASSE “E” EP 51,74

Gesticasa - San Rocco RIF. A 44/3 T: elegante appartamento, su 2 livelli, di nuova costruzione in piccola palazzina. Soggiorno, cucina abitabile con terrazzo, bagno, ripostiglio/lavanderia; zona soppalcata con una matrimoniale, grande bagno, sottotetto. Garage. Risc. autonomo. tel. 0544 66796 € 175.000,00 Assocase - San Michele In ottimo contesto residenziale di recente costruzione, villetta centrale su 2 livelli libera a breve: p.t. soggiorno, cucina, bagno e giardino. 1°p. 2 letto, ampio ripostiglio, balcone, bagno. posto auto. tel. 0544 271653 € 175.000,00

ZONA CHIAVICA ROMEA € 185.000 Bell’appartamento di recente costruzione, posto al 2° piano di 3, con ascensore, in piccola palazzina, composto da: sala con angolo cottura e balcone abit., 2 letto, bagno finestrato con doccia; garage e cantina. Parzialm. arredato. Risc.aut. Classe N.D.

FORNACE ZARATTINI € 118.000 Appartamento al secondo piano con ascensore, in parte rimodernato, composto da ingresso, soggiorno, cucina abitabile, camera da letto matrimoniale, bagno, ripostiglio, 2 balconi a loggia di cui uno verandato, cantina, posto auto nella parte condominiale. Riscaldamento autonomo. CLASSE “E” EP 155,80 CONSEGNA VELOCE!

ZONA CASA DI CURA SAN FRANCESCO € 220.000 Appartamento parzialmente ristrutturato, di ampia metratura, posto al 1 piano su 3, senza ascensore, composto da: ingresso, ampio salone con angolo cottura separabile (45 mq), 3 letto, bagno, balcone; garage. Risc. aut.

Studio Effe - Savarna A 13 km. da Ravenna, CASA indipendente da riadattare con ampi proservizi per oltre 200 mq. Terreno di mq. 3400. Codice Immobile: 164 tel. 0544 83511 ? 150.000,00

Villetta a schiera disposta su due livelli con ingresso indipendente, soggiorno, cucinotto, camera matr, camera studio in mansarda, 2 bagni, posto auto, possibilità di cantina, giardino privato. Codice: 1249 -Classe G tel. 0544 .215645 € Assocase - San Biagio Ap140.000,00 partamento ristrutturato, in palazzina con ascensore, Assocase - Zona Mercato libero a breve: ampio sogAmpio e luminoso app.to giorno con zona pranzo, 2 ultimo piano, libero subito: letto, studio, bagno , balcone panoramico e cantina. Risc. autonomo. tel. 0544 271653 € 168.000,00

☎ 0544. 216156 - 348.0308088

S.BIAGIO - ATTIGUO CENTRO STORICO € 225.000 Deliziosa casetta su 2 livelli, abbinata ai lati, da ristrutturare, composta da soggiorno; pranzo; cucina abitabile; 2 letto matr.(possibilità 3 letto); 2 bagni, balcone; piccola corte interna con dependance in corpo staccato uso ampio garage e/o taverna (tetto con travi a vista). CLASSE “G” EP 239,80

CENTRO STORICO € 155.000 Appartamento al primo piano di circa 90 mq calpestabili, in parte da rimodernare, in complesso condominiale degli anni ‘60, composto da: ingresso, sala, cucinotto separato e finestrato, ampio bagno finestrato, con vasca, 2 camere da letto matrimoniali, 2 balconi; cantina. CLASSE “F” EP 199,40

ZONA COMET € 143.000 Appartamento di recente costruzione, in piccola palazzina, al 1°P., composto da: sala con angolo cottura (25 mq), 1 letto matrim., bagno finestrato con doccia, balcone verandato e riscaldato; ampio garage. Risc. aut. PRONTA CONSEGNA! CLASSE “D” EP 98,80

PONTE NUOVO € 340.000 Bella villetta a schiera centrale, con giardino fronte/retro, composta da: P.T) ingresso, ampio garage, tavernetta, bagno finestrato; 1 P) ampio disimpegno, cucina abitabile con balcone, ampio soggiorno con balcone, bagno finestrato; P) 3 letto ampie, bagno finestrato, balcone. Zona molto tranquilla di esclusivo traffico locale. SAN BIAGIO € 185.000 Appartamento da rimodernare, al secondo piano con ascensore, composto da: ingresso, salotto con balcone verandato, cucina abitabile, 3 camere da letto, bagno finestrato; garage. Riscaldamento autonomo. Zona tranquillla. PRONTA CONSEGNA!

ZONA SAN BIAGIO Bellissima bifamiliare, su 2 livelli, sapientemente ristrutturata attraverso l’utilizzo di materiali tecnologici di ultima generazione, abbinati a rifiniture di ottima qualità, sobrie, eleganti, con particolare attenzione per i dettagli che rendono gli ambienti esclusivi e molto raffinati. Composizione: soggiorno con camino collegato ad ampia zona pranzo affacciata sul giardino, cucina abit., 3 letto, 3 bagni finestrati, zona soppalco uso studio, vano lavanderia; posto auto, giardino. CLASSE “C” EP 68,90

ZONA DARSENA € 125.000 Appartamento molto ben tenuto, composto da ampio ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 letto matrim., ampio bagno finestrato, balcone coperto, garage con posto auto antistante. Risc. aut. Aria condizionata. Arredato. PRONTA CONSEGNA! CLASSE “G” EP 217,10

SAN ROCCO € 220.000 Nel cuore del Borgo San Rocco, deliziosa casetta d’angolo, con particolari architettonici che la caratterizzano, quali i soffitti con travi in legno e tavelle. Composta da: ingresso, sala, cucinotto separato e finestrato semiabitabile, 1 camera da letto matrimoniale, 1 studio/letto, bagno finestrato, 2 ripostigli, cantina/lavanderia con possibilità rimessaggio bici. Impianti a norma. Aria condiz. zona giorno/notte. CLASSE “G” EP 276,40

SAN MICHELE € 165.000 Bellissimo appartamento, splendidamente rifinito, posto al piano terra di una piccola palazzina di recentissima costruzione, con ingresso e giardino indipendenti, composto da: ampia sala, cucinotto separato, disimpegno notte con armadio uso ripostiglio, 1 camera da letto matrimoniale, ampio bagno finestrato con doccia; giardino con loggia, sul fronte e giardino con ampio gazebo e camino, sul retro; ripostiglio; ampio garage. Riscaldamento autonomo. Caldaia a condensazione. Impianti a norma. Aria condizionata funzionante. Infissi con vetrocamera. Zanzariere. CLASSE “D” EP 127,90 ZONA DARSENA € 163.000 Appartamento al 1° piano, composto da: ingresso, sala, cucina abitabile, 3 camere da letto (2 matrim. e 1 doppia), bagno finestrato, 2 balconi verandati; ampio garage e cantina al piano terra (circa mq.45). Complesso condominiale molto ben tenuto. CLASSE “ G” EP 251,90


30

ANNUNCI& OFFERTE

giovedì 22 marzo 2012 | RAVENNA& DINTORNI

Agenzia Immobiliare

AGENZIA IMMOBILIARE

PONTE NUOVO

ZONA VIA ZALAMELLA

ROMAGNA ZONA ROCCA BRANCALEONE

PONTE NUOVO: appartamento in piccola palazzina con ridotte spese condominiali. 1° Piano: ingresso, soggiorno con balcone, cucina abitabile con balcone, disimpegno, 2 letto, bagno. P.T: garage e posto auto. Riscaldamento autonomo. € 500,00

AFFITTASI

CENTRO STORICO (zona via P.Traversari): interessante bilocale arredato su 2 livelli in casa tipica del centro, senza spese condom. 1° P. soggiorno con cottura, letto matrim. e 2 bagni. € 470/mese

ZONA IPPODROMO/ CENTRO:

Grazioso APPARTAMENTO di recente costruzione in perfetto stato d'uso: soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, bagno, 2 verande, balcone e garage. Riscaldamento autonomo. Aria condizionata. Impianti a norma di legge. € 145.000,00 tratt.

Spaziosa CASA ABBINATA con DUE APPARTAMENTI INDIPENDENTI ciascuno con: ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, bagno, ripostiglio e posto auto. Da rimodernare. Giardino privato su tre lati. € 320.000,00 tratt.

MADONNA DELL'ALBERO Confortevole VILLETTA di recente costruzione in perfetto stato d'uso: P.T. portico, ingresso, ampio soggiorno, cucina abitabile, bagno, ripostiglio, garage e posto auto; P.P. 3 camere da letto, bagno, 2 balconi; Mansarda rifinita e abitabile. Giardino privato. Zona tranquilla. € 290.000,00 tratt.

RUSSI (ZONA CENTRALE) Spaziosa VILLETTA D'ANGOLO con giardino su tre lati: portico, ingresso, soggiorno, pranzo, cucina abitabile, 3 camere da letto matrimoniali, 2 bagni, 2 balconi, ampio garage. Ottimo stato d'uso. Disponibilità immediata. € 310.000,00 tratt.

Panoramico APPARTAMENTO all'ultimo piano con ascensore: soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, bagno, balcone, cantina. Riscaldamento autonomo. € 165.000,00 tratt.

ZONA VIA SAN GAETANINO Accogliente APPARTAMENTO di recente ristrutturazione in ottimo stato d'uso: ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, bagno, balcone, cantina e posto auto. € 190.000,00 tratt.

Via Nullo Baldini 6 (proseguimento via de Gasperi) RA - tel. e fax email: eurocase@fastwebnet.it

0544 33158

Via degli Spreti, 71 I Ravenna Tel.0544.501515 - Fax 0544.504972 agenziaromagna@libero.it

appartamento da ristrutturare posto al secondo ed ultimo piano rialzato in piccola palazzina. Ingresso, soggiorno, cucina abitabile, bel balcone coperto e godibile, disimpegno, 2 letto matrimoniali e bagno. Piano seminterrato. Cantina. € 120.000 tratt.

S. BIAGIO/CENTRO: appartamento al 1° piano, arredato: ingresso, soggiorno con terrazzo abit. che affaccia su piscina condominiale, cucina, disimp., letto matrim. e bagno. P.T posto auto. Riscaldamento centr. Solo referenziati. € 550,00

VENDESI ZONA RUBICONE: in bifamiliare abbinata ad un lato, casa suddivisa in due appartamenti. P.T. bilocale con ingresso autonomo con soggiorno, cucinotto, bagno e letto matrim.. 1° P. appartamento su 2 livelli con ingresso autonomo composto da: soggiorno con cucina separabile, 3 letto matrim. e due bagni. P.T. ampio giardino con 3 garage ed altri fabbricati ad uso servizio. € 450.000 tratt PORTO FUORI: casa singola con giardino su quattro lati.Al piano terra ingresso, soggiorno, sala da pranzo, cucina, bagno e garage. Al primo piano disimpegno, 3 camere da letto matrimoniali, bagno e balcone. Possibilità di ampliare la casa. Da riattare. € 280.000. tratt

ZONA VIA TRIESTE: appartamento restaurato completamente posto al 1° piano di piccola palazzina. Ingresso, soggiorno con bel balcone, cucina abitabile, disimpegno, 2 letto matrimoniali, bagno grande con vasca e doccia, ripostiglio con finestra. P.T. cantina e posti auto nel cortile. Zona tranquilla. Impianti idraulico, riscaldamento ed elettrico recentemente realizzati e certificati. € 145.000

RAVENNA, Zona Dribbling

RAVENNA, via Suzzi

in contesto condominiale ben tenuto, appartamento di ampia metratura posto al primo piano senza ascensore: ingresso, soggiorno, cucinino, 3 letto, 2 bagni, balcone e garage al piano terra. Riscaldamento centralizzato. €. 165.000,00 MARINA DI RAVENNA in complesso residenziale con ampio giardino condominiale vendiamo appartamento di mq. 107 da rimodernare, posto al terzo ed ultimo piano con ascensore: ingresso, cucina abitabile, soggiorno con ampio balcone, disimpegno notte, 2 letto, ripostiglio. Posto auto coperto di 30 mq nel cortile condominiale. Riscaldamento autonomo. Libero subito. €. 230.000,00

SAN BARTOLO villetta di 180 mq con ingresso indipendente: P.T.: corte di 40 mq, garage, cantina (lavanderia), giardino sul retro di 120 mq; P.P.: tinello con balcone e camino, cucinino, soggiorno, salotto con balcone, bagno; P.S.: 3 camere da letto, 2 balconi, ripost. e bagno. Da rimodernare. €. 260.000,00 RAVENNA, Via Pirano

si vende appartamento posto al II ed ultimo con ascensore in palazzina di recente costruzione: soggiorno/cucina con soppalco e ampio balcone, 2 bagni, 2 letto, ripostiglio e garage al piano interrato. Rifiniture extracapitolato. Possibilità di ampliare il soppalco. Libero a breve. €. 245.000,00

RUSSI (RA) in zona centro, caratteristica casa indipendente con area cortilizia, da ristrutturare. Rif. 45SC €. 110.000,00

si vende splendido attico posto al III ed ultimo piano: ingresso, soggiorno, cucinino, 3 letto, 2 bagni e terrazzo di 117 mq con camino e tenda da sole. Posto auto scoperto. Climatizzazione, allarme e aspirazione centralizzata. €. 350.000,00 + Foto RA, Zona Via Antica Milizia si vende appartamento ben rifinito posto al piano terra: porticato vivibile, soggiorno, cucina abitabile, 2 letto, 2 bagni, giardino in uso esclusivo sul retro, garage e posto auto scoperto. Ottime rifiniture. €. 250.000,00 RAVENNA, Zona viale Alberti in condominio di recente costruzione si vende appartamento tutto al piano terra con ampio giardino privato, composto da soggiorno, cucina in veranda, 2 letto, bagno, garage.Risc. autonomo. Impianti certificati. Spese condominiali minime. €. 220.000,00 RAVENNA, vicinanze si vende appartamento posto al I ed ultimo piano: ingresso, soggiorno con balcone, cucina abit. con balcone, 2 letto, bagno, ampio sottotetto uso ripostiglio, garage doppio. €.160.000,00

Ravenna • Via Piave 15 • Tel. 0544/406333 (2 linee)

CASTIGLIONE DI RAVENNA tipica casa di borgata da ristrutturare, con ampia corte e vari servizi oltre ad un caratteristico edificio in pietra con soffitto realizzato con travi e tavelle, ideale per una deliziosa depandance. Interessante per le dimensioni e per l’ubicazione. (I.R.) Rif. 23SC €. 150.000,00 RAVENNA

di tipica casa colonica con ampio portico pavimentato con sasso di fiume. La zona giorno si apre con ampio ingresso, soggiorno (mq. 33), cucina (mq. 40), lavanderia, bagno. Al livello superiore 4 camere da letto, 2 bagni di cui uno riservato ad una camera. Rif. 81SC €. 850.000,00 PORTO CORSINI (RA) vendesi appartamento arredato ed accessoriato, composto da: soggiorno con AK, bagno, camera, mansarda con 2 vani e bagno. Giardino con gazebo. Rif. 19bisSC € 220.000 tratt. BAGNACAVALLO (RA

vendesi appartamento al 2° piano in palazzina di sei unità, composto da: ingresso, soggiorno, cucina, balcone, 2 camere, bagno, ampio garage. Risc.Autonomo, climatizzazione. Rif. 14SC €. 190.000,00 CLASSE (RA) villa con parco piantumato e piscina !! Recupero conservativo

vendesi villa abbinata ad un lato, così composta: P.T.: giardino su tre lati di circa 290 mq., portico, ingresso, soggiorno, tinello, cucina, bagno, loggia, garage e lavanderia; P.P.: tre letto matrimoniali, disimpegno notte, due bagni, due ampie mansarde. Rif. 820 €. 440.000,00

RAVENNA, AD.ZE CENTRO STORICO vendesi casa abbinata in buono stato d’uso, composta da: ampio giardino, ingresso, cucina abit, soggiorno, 3 letto, 2 bagni, ampia cantina e taverna con camino. Rif. 855 €. 460.000,00 RAVENNA vendesi ampia casa indipen. composta da n. 2 appartamenti: P.T. (h. 2,90): giardino, garage; APP.TO P.TERRA: ingresso, soggiorno con AK, 1 camera matr., 1 camera singola, 1 bagno. Cantine. APP.TO P.PRIMO: soggiorno, tinello, cucina, 2 bagni, 4 camere da letto, 3 balconi. MANSARDA: ampio vano con bagno, ripostiglio nel sottotetto. Rif. 858 €. 525.000,00 CASALBORSETTI (RA) appartamenti di varie tipologie, pronta consegna. Possibilità di giardino con ingresso indipendente, 1-2 camere da letto oppure al P.P. con terrazzo. Risc. Autonomo, pred. clima, posto auto. Rif. 726 Prezzi a partire da €. 157.000,00 + Iva

SI CEDONO ATTIVITÀ VARIE IN RAVENNA E DINTORNI per informazioni rivolgersi in agenzia • Rif. 626: Ravenna, in zona di forte passaggio, cedesi attività di Tabaccheria. • Rif. 749: Ravenna zona prima periferia, AFFITTO D’AZIENDA, RISTORANTE-PIZZERIA, ampia struttura, completa di arredi e complementi per l’esercizio dell’attività.

• Rif. 762: Ravenna, a pochi Km. dalla città, cedesi attività di EDICOLA-TABACCHERIA-GIOCATTOLI-PROFUMERIA. • Rif. 789: Ravenna, centro storico, si cede attività di EDICOLA, in ottima posizione, ideale per 2 persone.

Ravenna - Via G. Garatoni, 12 - tel. 0544.35411 - scor@scor.it


| giovedì 22 marzo 2012

Assocase - Zona semicentrale In palazzina a sole 6 unità, delizioso appartamento ristrutturato di ampie dimensioni: soggiorno, cucina, tinello, 3 letto, 2 bagni, balconi, garage, 2 posti auto. Risc. autonomo. Aria condizionata. tel. 0544 271653 € 180.000,00

Fincase - adiacenze Pala De Andrè Casa abbinata ad un lato disposta su due piani fuori terra suddivisa in ingresso cucina abitabile salone con canimo tinello tre camere da letto matrimoniali due bagni cantina box auto ripostiglio giardino privato.Codice: 1178 -Classe G tel. 0544 .215645 € Studio Effe - Mezzano Vici- 430.000,00 no alle scuole, appartamento di recente costruzione, come nuovo, composto da terrazzo coperto, soggiorno, cucina abit., bagno e letto matrim. Mansarda ampia con bagno. Come nuovo e ben rifinito. Gara- Impiegati ge. Codice Imm.: 128 tel. Impiegato ragioniere e 0544 83511 € 185.000,00 programmatore computer iscritto nelle liste di mobilità Gesticasa - San Biagio con esperienza ventennale RIF. B 12 T: ampio ed ele- in amministrazione, contagante appartamento intebilità generale ed analitica, gralmente ristrutturato e bilanci, finanziario, cerco completo di arredamento. impiego. No rappresentanIngresso, ampia sala con za. Tel. 392 1160368 balcone, cucina abit. con balcone, disimp. armadiato, 1 matrim., 1 ampia sin- Personale commerciale gola, bagno. Garage. Tutti i Ragazza di 34 anni, onesta pavimenti in parquet. tel. lavoratrice con lunga espe0544 66796 € 187.000,00 rienza nella metalmeccaniSavorani&Co - Ravenna, ca e come barista camerietraversa via di Roma Cen- ra cerca urgentemente latralissimo bilocale comple- voro, disponibile anche in tamente ristrutturato con azienda agricola o come Tel. tecnologie d'avanguardia domestica/custode. ed ottime rifiniture. Valido 340 5901317 349 4230479 investimento. tel. 0544 400 004 ? 190.000,00 Addetti pubblici esercizi

LAVORO DOMANDE

Assocase - Zona Stadio Appartamento al 2°piano, molto ben tenuto, di buona metratura: ingresso, soggiorno, cucina abit con affaccio su balcone, 2 letto, 2 bagni, ripost., garage e cantina. tel. 0544 271653 € 200.000,00 Assocase - Marina di Ravenna Grande appartamento completam ristrutturato, 3 ed ultimo piano s.a. soggiorno, ampia cucina, 3 letto, bagno, cantina tel. 0544 271653 € 205.000,00

Cameriere di sala, bella presenza, referenziato, qualificato settore turistico alberghiero cerca lavoro con possibilità di vitto e alloggio. Tel. 349 6717758

Collaboratrici domestiche baby sitter

Badante straniera, da tanti anni in Italia, con esperienza anche ospedaliera, anche a ore o 24 ore. Esperienza per ristorazione, lavapiatti e tuttofare. Solo lavoro serio. Tel. 320 Attico vicinanze Cinema- 1620573 city: cucina abitabile, sala, tre camere, due bagni, ter- Sig.ra Italiana cerca lavoro razzo con camino, clima, come badante tuttofare discantina garage ascensore. ponibile 24 ore su 24, masTel. 347 330000 Euro Tel. 0544 sima serietà. 3163485 502616 * Gesticasa - San Biagio RIF. D 84 T: casa indipendente da rimodernare. PT: giardino, ampio garage, cantina, bagno, lavanderia. P1°: sala, tinello, cucina abitabile, possibilità di bagno. P2°: due ampie matrimoniali, una singola, bagno. tel. 0544 66796 € 350.000,00

Signora italiana referenziata offresi per commessa (decennale esperienza), pulizie, stiro, baby sitter, assistenza anziani e come aiuto in cucina. Tel. 339 8739984

Altri

Cerco lavoro come giardiGesticasa - Centro Storico niere, imbiancature, pulizia RIF. D 14 T: casa semindi- uffici e case private. Tel. pendente come nuova. PT: 347 1016366 piccola corte, ingresso. P1°:sala, grande cucina, bagno, ripostiglio. P1°: mansardato con lucernai, due matrimoniali, una singola, bagno. Garage doppio. tel. 0544 66796 € 360.000,00

ATTIVITÀ PROFESSIONALI

Gesticasa - Borgo Montone RIF. D 63 T: bella casa indipendente completamente ristrutturata. PT: giardino, garage, posto auto, ingresso, sala con camino, ampia cucina abitabile aperta su di un grande pergolato, bagno. P1°: due matrimoniali, una doppia, bagno con idromassaggio, balcone. tel. 0544 66796 € 420.000,00 Romagna - A pochi km da Ravenna direzione Nord Villa singola, bella, recente e molto curata, costruita con tecniche di bioedilizia, classe energetica “B”. Bel giardino su 4 lati, soggiorno, cucina abitabile, bagno, cantina e garage doppio con possibilità di taverna. Al 1° P. 4 camere da letto (di cui 2 matrimoniali) e 2 bagni. Da vedere. tel. 0544 501515 € 430.000,00 tratt.

Artigiani Idraulico esegue lavori di impianto e riparazioni termo-idrauliche. Preventivi gratuiti e max professionalitÀÜ. 0544 576944 Tel. 349 7345671 Lucidatura pavimenti in marmo graniglia e scale, preventivi gratuiti e prezzi vantaggiosi.* Tel. 333 3077535 Libero le vostre cantine da libri,fumetti, dischi e cose vecchie, acquisto pagando bene. Tel. 349 2247702

Artisti musicisti spettacolo D.j. vocalist, ESPERTO ANCHE DOPPIAGGI VOCALI PER I TUOI PARTY CON MUSICA DI GRANDE EFFETTO. POSSIBILITA’ STRUMENTAZIONE PROPRIA OFFRESI Tel. 340 7171418 *

Ag. 1 Sede Amministrativa . via San Vitale, 11 . Ravenna

tel. 0544.215645 - 0544.211854 CLASSE Villa indip. mq 200 circa con ampia corte privata su 2 piani rifinita lussuosamente con giardino priv. Codice: 1394

€ 500.000,00

LONGANA Appartamento al pt composto ing indipend, soggiorno, ang cottura, disimpegno, 2 camere, bagno, 2 posti auto, giardino privato. Codice: 1368

€ 135.000,00

PONTE NUOVO Appartamento al 2° P con ingresso in soggiorno, ang cottura, disimp., 2 letto, bagno con vasca e doccia, balcone verandato, garage, risc. auto. Codice: 1391

€ 145.000,00

RAVENNA SEMICENTRALE Bellissima casa abbinata su 2 livelli con ingresso, soggiorno, cucina abit, 3 letto, 2 bagni, terrazzo abit, balcone, ripost., garage, cortile priv. Codice: 1358

€ 340.000,00

RAVENNA SEMICENTRALE Appartamento in piccolo contesto con ingresso, soggiorno, cuc abit, 3 letto, bagno, balconi, garage doppio, riscaldamento auto. Codice: 1376

€ 185.000,00

SAN BIAGIO Elegante app.to al 1° P. con ingresso, soggiorno-cucina, disimp., camera matrimoniale, camera doppia, 2 bagni, balcone, garage, cantina. Codice: 1340

€ 210.000,00

CAMPIANO Villetta disposta su 3 livelli con ingresso indipend, soggiorno, angolo cottura, camera matrimon, camerina nel sottotetto, 2 bagni, balcone,giardino privato, posto auto coperto. Codice: 1342

€ 155.000,00

SANT’ALBERTO Delizioso appartamento con ingresso, soggiorno, cucina abit, 3 letto, bagno, garage, cantina, risc. aut. Codice: 1375

€ 165.000,00

ZONA MARE, BELLISSIMO App.to al pt con ingresso indip.: soggiorno-cucina, disimpegno, 2 camere, bagno, terrazzo, garage doppio, cantina, giardino privato. Codice: 1313

€ 180.000,00

PONTE NUOVO Elegante villetta ad angolo con ingresso indipend, soggiorno, cucina abit, 2 bagni, 3 letto, balcone, sottotetto, garage, riscaldamento aut, giardino privato. Codice: 1128

€ 275.000,00

CLASSE, OCCASIONE Appartamento al primo piano + mansarda con ingresso, soggiorno, angolo cottura, disimpegno, 3 camere, 2 bagni, ripostiglio, terrazzo abit da 34 mq, garage, cantina. Codice: 1197

€ 220.000,00

SAN ROCCO Deliziosa casetta con giardino privato, pt con ingresso, soggiorno, cucina separata, ampia matrim.e garage. Ristrutturata, comodissima! Codice: 909

€ 190.000,00

SAN ROCCO Bella casa abbinata sul retro, disposta su 2 livelli, con ingresso, soggiorno, cucina ab, 2 camere da letto, studio, doppi servizi, balcone e giardino privato. Ottime condizioni. Codice: 1411

€ 270.000,00

5 MINUTI DA RAVENNA, OTTIMA OCCASIONE! Casa indipendente ampia con bel giardino di 1200 mq. Pt: ingresso, soggiorno, tinello, cucina ab con camino, comoda lavanderia, bagnetto, ampia cantina e garage. Pp: tre camere matrimoniali e bagno. Codice: 1373

€ 198.000,00

5 KM DA RAVENNA Grazioso appartamento con ingresso indip., soggiorno, angolo cottura, disimp. notte, camera matrim., bagno e piccolo giardino privato. Ristrutturato e arredato, libero subito. Codice: 1364

Ag.3 Sede Commerciale . via di Roma, 127 . Ravenna

www.fincase.it . info@fincase.it ADIACENZE CENTRO Casa singola in ottime condizioni, composta da 2 appartamenti indipendenti e collegabili. Pt con ingr., sogg. ak, camera matr, tavernettalavanderia ripostiglio, bagno e ampio garage. P1° ingr., sogg., cucina abitabile, due camere matrimoniali ampie, oltre a bella mansarda con bagno, ripostiglio e loggia. Giardino sui 4 lati. Codice: 765

€ 460.000,00

2 KM DA RAVENNA Appartamento in villetta con ingresso da cortile privato, 1° p, con soggiorno e cucina open space, 3 camere da letto (2 in mansarda) doppi servizi, balcone e garage-lavanderia. Parzialmente arredato, ottime condizioni. Codice: 836

€ 195.000,00

€ 85.000,00

ZONA STADIO Condominio molto curato, ampio e comodo appartamento composto da ingresso, soggiorno con terrazzo, cucina abit con balcone, 3 camere da letto, doppi servizi (finestrati) ripostiglio e garage. Ottime condizioni. Codice: 1330

€ 190.000,00

SAN BIAGIO Vicino a tutti i servizi, app.to ben tenuto, ultimo piano in palazzina, ingresso, soggiorno con ang cottura e con balcone, camera matrimon, camera doppia, bagno e garage. Codice: 1365

€ 135.000,00

SAN ROCCO Bifamiliare bella, perfettamente ristrutturata, 2 livelli con ingresso, soggiorno, cucina, due camere da letto, (possibilità terza letto) tavernetta rifinitissima, doppi servizi, ampio garage e giardino privato. Codice: 883

€ 420.000,00

SAN ROCCO Casetta indip. composta da ingresso, soggiorno, cucina abitabile, due camere da letto, bagno, garage, cantina e giardino privato. Da rivedere. Codice: 1405

€ 195.000,00

SAN BARTOLO Bellissima e rifinitissima villetta, soggiorno con travi in legno e cucina a vista, 2 camere da letto e bagno. Nello spazioso soppalco, matrimoniale con cabina armadio, area relax e ampio bagno con vasca. In uso esclusivo, splendido giardino piantumato con casetta. Codice: 921

€ 220.000,00

SAN BIAGIO In palazzina di sole 4 unità libero entro 6 mesi appartamento con ingresso indipendente soggiorno con angolo cottura una camera letto matrimoniale bagno riscaldamento aut cortile. Codice: 950

€ 119.000,00

5 MINUTI DA RAVENNA “bellissima” ottime finiture, casa abbinata con salone, cucina abit, taverna, lavand, 3 bagni 4 camere, 2 studi, ripostigli, balconi, giardino privato di 300 mq. Codice: 1199

€ 320.000,00

CASETTA ABBINATA AI LATI Mq 70, con ampio cortile dove è stato costruito un monolocale mq 25 con bagno. La casetta invece è stata riattata ed è suddivisa in sala, cucina, camera da letto, bagno, posto auto e cantina. Codice: 880. Il tutto

€ 100.000,00

RAVENNA PT, perfetto, garage in comunicazione con l’appartamento, ingresso, sogg. con cucina a vista, due camere da letto, bagno, loggia, garage. Tutto perfettamente arredato a nuovo. Codice: 1413

€ 184.000,00

SAN ROCCO Bella casa abbinata sul retro, disposta su 2 livelli, con ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, studio, doppi servizi, balcone e giardino privato. Ottime condizioni. Codice: 1411

€ 270.000,00

20 KM DA RAVENNA Casa indipendente su lotto di terreno di mq 1000 circa, composta da ingresso, cucina abitabile, soggiorno, due camere da letto, bagno, cantina e garage; ulteriore costruzione di mq 100. Codice: 1220

€ 119.000,00

ZONA BELLISSIMA A UN PASSO DA RAVENNA La casa dei sogni tutta su un piano, ingresso, soggiorno, cucina abit, 2 letto, 2 bagni, tavernetta con cucinotto, lavanderia, rip, garage, posto auto, porticato, giardino privato. Codice: 1367

€ 180.000,00


Agriturismo

www.tenutaugusta.it s.s. Romea Nord al Km 11 Mandriole (RA) tel. 0544 449015 info@tenutaugusta.it Chiuso lunedì sera e martedì sera

Matrimoni - Convegni Feste private - Cresime - Comunioni CON MENÙ PERSONALIZZATI

NOVITÀ PESCE! In cucina il nuovo chef Mario! Adesso anche PESCE sempre a pranzo e cena

Serate a tema:

• SCOGLIO:

• Giovedì sera: A TUTTA PIZZA Tutta la pizza che vuoi - ne mangi finchè puoi (fantasia pizzaiolo) € 10,00 (bevande escluse)

Spaghetti scoglio - Piatto unico € 15,00 (bevande escluse)

• Venerdì sera: LA PAELLA (solo su prenotazione) € 15,00 (bevande escluse)

• FRITTURA IMPERIALE:

• PIZZA A KM 0: Tutte le sere dal mercoledì alla domenica e a pranzo il mercoledì e il venerdì prova la grande pizza "BLOB" oppure la "PUCCIA" novità assoluta, oppure la "DOLCE VITA" pizza dolce della Tenuta Augusta.

PIATTI FORTI:

Fritto misto pesce e verdure (abbondante) € 18,00 (bevande escluse)

E…ANCORA! Tutti i giorni troverai il: Menù del giorno a €13,00 (1 primo + 1 secondo + 1 contorno + 1/2 d'acqua + 1/4 di vino + caffè) Menù "A" €10,00 (1 primo + 1 contorno + 1/2 d'acqua + 1/4 di vino + caffè) Menù "B" €11,00 (1 secondo + 1 contorno + 1/2 d'acqua + 1/4 di vino + caffè)

E tutta la favolosa qualità, esperienza sulla cucina tipica romagnola con paste al matterello… arrosti, fiorentina, filetto di manzo, maiale e tutto a KM 0.

PESCA SPORTIVA

(aperto dal mercoledì alla domenica)

PASSEGGIATE A CAVALLO! (tutti i giorni)


RD 480 22 marzo 2012