Issuu on Google+

19 gennaio 2012 n. 471

w w w. r a v e n n a e d i n t o r n i . i t

Redazione tel 0544 271068 redazione@ravennaedintorni.it • Pubblicità tel. 0544 408312 info@reclam.ra.it

ECONOMIA OFFERTE IMMOBILIARI da pagina 29 PALAZZO MERLATO

Gli ultimi calcoli sul bilancio comunale A PAGINA 3 POLITICA

Verso il primo congresso del Pdl A PAGINA 6 PORTO

Accordo con Invitalia sognando la Cittadella A PAGINA 7 FORUM

A PAGINA 15 GUSTO

Storie di vini romagnoli all’estero A PAGINA 23

Nove milioni in meno alla cultura

CALCIO NEL CAOS

Il sindaco lancia La Fondazione del Monte dimezza i contributi. Rischia anche il Ravenna Festival un appello per il Ravenna LIDO ADRIANO

Di banche sui giornali non si è mai letto così tanto come nell’ultimo anno e le decisioni che più influenzano la vita dei cittadini spesso non sono prese dai politici, ma proprio dai consigli di amministrazione degli istituti di credito. I grossi problemi che sta attraversando il gruppo Unicredit, ossia la più grande banca italiana e tra le prime d’Europa, sarà pagata a caro prezzo anche dai ravennati che vedranno scomparire iniziative culturali cittadine e ridurne altre all’osso visto che arriveranno sul territorio 9 milioni di euro in meno rispetto al 2010. Nato nel 1998 (dalla fusione di diversi istituti tra cui Rolo Banca in cui erano confluiti il Credito Romagnolo, la Cassa di Risparmio di Modena e la Banca del Monte di Bologna e Ravenna) il super gruppo bancario Unicredit, con 40 milioni di clienti in 22 paesi del mondo, è stato scosso negli ultimi mesi dal più burrascoso momento della sua storia. Negli ultimi tre anni ha ricapitalizzato tre volte, ma l’ultima ricapitalizzazione, che è in corso in questo momento, è una operazione mai avvenuta in queste dimensioni: ammonta a un totale di 7,5 miliardi di euro e la rinuncia dei dividendi per il 2012. Questo significa anche “una seria riduzione delle risorse di cui la fondazione potrà disporre il prossimo anno”, come si legge nelle comunicazioni ufficiali della Fondazione del Monte che è azionista al 3,4% di Unicredit.

Dopo due settimane di lavoro intenso e una residenza “site specific” senza precedenti per Lido Adriano, le due performer internazionali ?Alos e Yuko Kasek i presentano venerdì 20 e sabato 21 al Cisim il progetto di danza e musica Terra. Con voce e capelli, i due antichi mezzi utilizzati nei riti pagani legati alla natura e alla femminilità, ?Alos – ideatrice di Terra – crea insieme alla danzatrice butoh Kaseki una dimensione onirica doom fatta di gesti, di suoni e di respiri che rievoca in chiave postmoderna gli antichi riti sabbatici. Un lavoro su corpo e voce di grande intensità che può contare sulle immagini del videomaker ravennate Emiliano Biondelli e che porta ancora una volta il Cisim sulla mappa dei grandi luoghi di cultura internazionali.

SEGUE A PAGINA 4

INTERVISTA A PAGINA 12

Danza e voce per vivere la Terra

Un appello alle istituzioni del calcio per soccorrere il Ravenna. Lo ha lanciato il sindaco Fabrizio Matteucci scrivendo una lettera ai presidenti di Federcalcio e Lega nazionale dilettanti (rispettivamente la massima istituzione del calcio italiano e l'organo di competenza del campionato in cui militano i giallorossi) per chiedere un intervento che salvi la squadra cittadina alle prese con le ben note difficoltà societarie cominciate da quando la nuova proprietà, il gruppo Aletti, ha chiuso i rubinetti smettendo di pagare fornitori, calciatori e staff. Il primo cittadino ha definito la squadra un patrimonio della città e ha chiesto ai due dirigenti quali possano essere le misure a disposizione per evitare che la squadra vada incontro al fallimento. Molti sono infatti i creditori in lista: nessuno ancora avrebbe avviato istanza di fallimento ma la situazione si fa sempre più complicata. A dare una boccata di ossigeno sono stati i tifosi con la loro colletta volontaria coordinata da alcuni giornalisti sportivi: grazie ai soldi raccolti è stato possibile coprire le spese per la trasferta in Toscana del 15 gennaio dove la squadra, dimostrando grande cuore e attaccamento ai colori, è riuscita a vincere. Capitolo a parte il settore giovanile: allenatori e responsabile vorrebbero istituire un'associazione sportiva dilettantistica che raccoglierebbe nuovi fondi utili a garantire il proseguimento dell'attività ferma da dicembre proprio per mancanza di fondi. Perché la nuova società possa giocare servirà però l'autorizzazione di Aletti, proprietario del club per cui sono tesserati i giovani.

O Editore Reclam Aut. Trib. di Ravenna n. 1172 del 17/12/2001 Direttore responsabile: Fausto Piazza Stampa: Galeati Industrie Grafiche Anno X nr. 470. Poste Italiane spa - Sped. in abb. post. D.L. 353/2003 (conv. di legge 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB C.R.P.- C.P.O. RAVENNA. Prezzo€ 0,08 COPIA OMAGGI


CRONACA& SOCIETÀ

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 19 gennaio 2012

PALAZZO MERLATO

TAGLI ALLA CULTURA

A rischio il festival del fumetto I fondi regionali per Komikazen destinati a Modena, e gli sponsor latitano L’ultima edizione è costata appena 18mila euro, ma è valsa tantissimo in termini di fama, qualità, novità. Eppure è a rischio. Komikazen, il festival internazionale del fumetto, che per sette edizioni consecutive ha portato in città i maggiori disegnatori e autori mondiali del cosiddetto “fumetto di realtà”, autori che hanno raccontato le rivoluzione politiche dei loro paesi a cominciare dall’Iran (sì perché anche l’ormai celeberrima Marjane Satrapi è passata da Ravenna proprio grazie a Komikazen), forse non si farà. L’edizione che si è conclusa a fine 2011 potrebbe essere stata l’ultima. I finanziamenti regionali relativi alle politiche giovanili con cui si realizzava Komikazen, infatti, quest’anno spetterebbero a Modena e, a meno che la città emiliana non vi rinunci, a Ravenna da Bologna non arriveranno finanziamenti. Fondi che erano, come è evidente, comunque non sufficienti. «Con quei soldi – spiega Elettra Stamboulis, dell’associazione Mirada che organizza il festival – ci pagavamo l’ospitalità degli autori, la persona che teneva aperta la mostra al Mar, la stampa dei materiali. Per il resto facevamo tutto noi, dalla grafica alla curatela. Sinceramente, in ogni caso, è impensabile poter rifare una cosa come quella dell’anno scorso con così poche risorse. Lo dico senza polemica, sia chiaro, perché è evidente che ci sono cose che possono anche finire e comunque non è più giusto chiedere alle persone un simile sforzo». In effetti con 18mila euro allestire cinque mostre e invitare sette ospiti dall’estero non è semplice. Dunque, per la verità, per riavere quel Komikazen lì servirebbe uno sforzo economico anche maggiore. Peccato che le finanze del Comune siano quanto mai in difficoltà dopo i tagli degli ultimi anni.

3

la novità VINTO UN BANDO NAZIONALE PER L’ATTIVITÀ DI SCOUTING L’associazione Mirada, di cui l’autore di fama internazionale Gianluca Costantini e l’autrice – attualmente direttrice artistica della biennale di Ancona, nonché ex assessora comunale – Elettra Stamboulis sono il cuore, ha appena vinto un bando nazionale per la promozione dei giovani illustratori che le permetterà di portare avanti almeno la parte di “scouting” rispetto ai giovani artisti come già faceva per Komikazen, con il premio al miglior illustratore della regione che si vedeva pubblicato il libro.

L’assessore alla cultura Bakkali: «Non possiamo permetterci di perdere un evento così importante, di portata internazionale, proprio nell’anno decisivo per la candidatura»

Raffaella Sutter, dirigente alle politiche giovanili, conferma l’incertezza per ora dei fondi su cui la manifestazione ha sempre potuto contare, visto che le riunioni in Regione con cui si profileranno più chiaramente gli impegni di spesa sono in programma nei prossimi giorni. Tra le ipotesi al vaglio ci potrebbe essere anche quella di una biennalizzazione del festival. Ma intanto, in questa carenza di fondi pubblici, non è forse il caso di cominiciare a cercare sponsor privati? In passato ce ne sono stati? «La Fondazione Cassa di Risparmio – risponde Stamboulis – ci diede 5mila euro, ma solo per un’edizione. In realtà va detto che a Ravenna non esistono veri grandi sponsor che decidano autonomamente cosa finanziare, sono tutti di fatto pilotati dal Comune. Noi comunque viviamo questa situazione con tranquillità: la collaborazione con l’assessorato alle politiche giovanili è stata sempre positiva e pensiamo che con il nuovo progetto (vedi box) si possano aprire anche strade nuove. Certo è che sarebbe interessante che anche qualche “privato” fosse interessato al disegno e al fumetto d'autore”». Comune o non Comune la domanda resta una: una città candidata a capitale della cultura può permettersi di perdere un’eccellenza come questa senza colpo ferire? «Assolutamente no». La risposta arriva anche dall’assessore alla Cultura Ouidad Bakkali. «Proprio nell’anno cruciale per la candidatura a capitale – continua la Bakkali –, non possiamo permetterci di perdere un evento di richiamo internazionale come questo, faremo il possibile, uniremo gli sforzi tra assessorati e cercheremo sponsor, se necessario. In ogni caso, ci siederemo presto attorno a un tavolo per discuterne». Federica Angelini

Bilancio comunale: mancano all’appello 17 milioni di euro Diciassette milioni di euro. A tanto ammonta lo sbilancio di partenza per Palazzo Merlato tenendo conto innanzitutto dei tagli della manovra del 2010 a cui si sono sommati quelli nuovi del governo Monti (pari a poco meno di 5 milioni di euro per il nostro Comune). Ma questa cifra astronomica e senza precedenti non si spiega solo con l’operato dall’alto dei governi, ma anche con una scelta politica ben precisa di carattere forse un po’ tecnico ma molto importante: l’assessore al bilancio Valentina Morigi è infatti determinata a non ricorrere a nuovi indebitamenti e a non impiegare oneri di urbanizzazioni per la spesa corrente. Questi ultimi in calo per la crisi del settore edilizio e, secondo Morigi, «per le misure adottate, che riducono il consumo di territorio, perché il territorio è un bene che va salvaguardato visto che è qualcosa che noi abbiamo in prestito dalle generazioni future e non da quelle passate». Per rendere l’idea, nel 2011 questi erano stati pari a 6milioni di euro e per i tre quarti sono andati proprio a coprire voci di spesa corrente. Da quest’anno saranno completamente spostati sulla voce investimenti per dare, spiega Morigi «un po’ di respiro al patto di stabilità e anche ai lavori pubblici». Per la prima volta, dunque, si potrebbe definitivamente scindere il “bisogno” strutturale del Comune dagli oneri di urbanizzazioni: gli stipendi e le altre spese correnti, cioé quelle che servono a erogare servizi ai cittadini, dovranno essere coperte da altre voci di entrata. Ma quali? Su questo Morigi ancora non si sbilancia, parla di ipotesi e ancora non rivela, per esempio, a quanto potrebbe ammontare lo 0,2 di addizionale sull’Imu (la nuova tassa sulla casa) che il Comune potrebbe decidere di applicare per poter incassare direttamente (il grosso degli introiti, infatti, andranno comunque allo Stato). Sul tavolo poi resta l’ipotesi “tassa di soggiorno” che potrebbe valere 2milioni di euro e l’aumento dello 0,2 dell’addizionale comunale Irpef. Leve con cui sembra comunque complicato far quadrare i conti, ma l’assessore al momento non fa trapelare nulla di più preciso, mentre è in grado di dare assicurazione certe: «Il Comune si impegna a mantenere i livelli di welfare, dal punto di vista quantitativo e qualitativo, come era scritto nel programma di maggioranza e mantenere dunque gli investimenti comunali su questi fronti. La cultura? Secondo me è welfare, e credo che la differenza tra destra e sinistra stia proprio in questo tipo di scelte. Sarà quindi fatto il possibile per salvaguardare le rassegne esistenti, che sono un patrimonio della città, la collaborazione tra assessorato alla cultura e alle politiche giovanili va infatti in questa direzione, e si cercherà anche di promuovere nuove iniziative di giovani, che per fortuna in questa città non mancano». Chissà, forse per il festival di fumetto Komikazen non è ancora detta l’ultima parola. (ffe. an.)

Gli oneri di urbanizzazione non saranno più usati per la spesa corrente

SIAT AUTOMAZIONI di Nicolucci Carlo & C. snc - Via della Merenda, 38-38A Fornace Zarattini (RA) Tel. 0544.463719 - Fax 0544.509056

VENDITA ASSISTENZA AUTOMAZIONE CANCELLI• PORTE GARAGE E SERRANDE SBARRE AUTOMATICHE • DUPLICAZIONE RADIOCOMANDI MESSA IN SICUREZZA CANCELLI AUTOMATICI SISTEMI DI SICUREZZA

25 ANNI DI ESPERIENZA


4

CRONACA& ECONOMIA

giovedì 19 gennaio 2012 | RAVENNA& DINTORNI

BANCHE/1 (segue dalla prima) Cosa significa tutto questo? I numeri non sono in questo caso solo freddi calcoli di finanza, ma si riferiscono a iniziative concrete. Il progetto della nuova piazza Kennedy, il restauro di palazzo Rasponi, il Ravenna Festival, l’associazione musicale Angelo Mariani, la Stagione di Prosa, la programmazione del teatro Rossini di Lugo e del teatro di Piangipane, la Fondazione Casa Oriani, il Mar, il Parco Archeologico di Classe, il Museo del Risorgimento, e ancora il festival Meditaeuropa, il Festival delle Culture, Ravenna bella di sera, GialloLuna NeroNotte, Il festival Corti da Sogno, i concerti di Pasqua, i concerti del Bronson, le attività del Capanno Garibaldi. Questo l’elenco di enti e iniziative culturali che ricevono finanziamenti dalla Fondazione Del Monte. Bene, nel 2012 tutti questi eventi culturali sono a rischio. Il motivo è proprio la ricapitalizzazione di Unicredit. La Fondazione Del Monte è stata chiamata dalla banca a partecipare copiosamente al rifinanziamento del gruppo bancario tramite Carimonte che partecipa al 40% alla Fondazione e che è azionista di Unicredit. La somma che la Fondazione dovrà elargire ammonta alla cifra astronomica di 120 milioni di euro. La decisione non è stata facile per la direzione ed è stata

I soldi della Fondazione del Monte tornano a Unicredit: tagliati i fondi per i progetti molto dibattuta, ma come ha spiegato anche Giuseppe Chili, il direttore Generale della Fondazione, «è stata inevitabile». Infatti la Fondazione vive dei dividendi di Unicredit e se non avesse partecipato alla sua ricapitalizzazione sarebbe passata dal 3,4% attuale fin sotto all’1%, venendo così di fatto esclusa dai dividendi degli anni futuri. Il prezzo da pagare è però molto alto e rischia di paralizzare tutte le attività finanziate per almeno i prossimi due anni. Pari a zero infatti la cifra che la Del Monte prenderà per la sua partecipazione dei dividendi nel 2012. La cifra destinata alle attività culturali, sociali e turistiche del territorio passerà dai 18 milioni del 2010 a 9 milioni. La metà. Di questa cifra solamente un terzo infine arriverà direttamente alle iniziative su Ravenna visto che la Fondazione finanzierà soprattutto enti e iniziative su Bologna, che ha un peso maggiore nel consiglio di indirizzo. L’organo che decide in che modo destinare i soldi, infatti, è formato da ventiquattro persone di cui otto rappresentano Ravenna. Sono

La sede di Unicredit in piazza del Popolo

presenti l’Amministrazione Comunale con due rappresentanti e la Provincia di Ravenna, la Camera di Commercio di Ravenna, la Fondazione “Casa di Oriani” e la Fondazione Flaminia con un rappresentante ciascuno. Due inoltre i ravennati che siedono su poltrone cruciali: uno è Graziano Parenti, eletto tra i consiglieri del CdA, l’altro è Gianni Fabbri (lo stesso del Ravenna Calcio) che è vice presidente del Consiglio di Amministrazione e che forse dopo tante polemiche e veleni non sarà più così disponibile a esporsi in difesa dei tesoretti riservati a Ravenna. Per ora si respira alla Del Monte aria pesante, tanto che il 23 gennaio da Milano scenderà a Ravenna l’Amministratore Delegato di della banca Federico Ghizzoni in persona (succeduto ad Alessandro Profumo nel 2008 dopo che questo era stato sfiduciato dal CdA) per spiegare al consiglio della Fondazione le motivazioni della decisione che ha portato già i primi frutti alla banca, che ha ripreso una boccata d’ossigeno in borsa. Ma a quale prezzo? Matteo Cavezzali


CRONACA& ECONOMIA

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 19 gennaio 2012

5

BANCHE/2

«Sarà data priorità al sociale» Intervista a Giuseppe Chili, direttore generale della Fondazione no nel tempo? A guidare la Fondazione Del Monte in mezzo alla tempesta è Giuseppe Chili, il «Per questi lavori abbiamo firmato acDirettore Generale che ha accettato di ricordi e questi sono già stati messi in prespondere ad alcune nostre curiosità riventivo da tempo. Sono impegni presi guardo al tributo che Ravenna pagherà che manterremo». per salvare Unicredit. Conferma però che il denaro investito per i progetti sarà dimezzato Come mai Unicredit ha chiesto aldai 18 milioni di due anni fa a 9 mila Fondazione una soluzione così lioni? drastica come il pagamento di 120 milioni di euro? «Le cifre sono giuste. Erogazioni minori sono inevitabili. Nel 2011 già aveva«Non potevamo non aderire alla ricamo ridotto però gli stanziamenti. Non è pitalizzazione altrimenti saremmo rimadirettamente collegato alla ricapitalizzasti fuori dalla ripartizione degli utili. Anzione di Unicredit». zi avremmo dovuto farlo anche in maniera più ampia. Dal 3,4% di Unicredit Le tende riscaldate per i senzatetto allestite in via Romea Nord La fondazione è di Bologna e Rascenderemo infatti al 3%. Abbiamo fatto sono state acquistate grazie a un finanziamento della Fondazione venna. Quanti di questi soldi arriveil passo che la gamba ci consentiva». ranno a Ravenna? Circa un terzo? Ora sono a rischio tutti i progetti «La suddivisione è relativa al peso delche la Fondazione sosteneva? Che iniziative salteranno? la città nel consiglio, a Ravenna spetterà circa un terzo… forse più «Non possiamo garantire nulla ovviamente. Abbiamo deciso un quarto della somma». che vista la situazione manterremo gli impegni per il sociale, sugli Ma la decisione di dare tutti questi soldi a Unicredit, rialtri deciderà la commissione di indirizzo. Molti saranno ovvia- nunciando a metà delle iniziative, come è stata accolta damente ridotti, mentre le erogazioni minori saranno tolte». gli organi della Fondazione? È vero che qualcuno non ha diA quali fa riferimento? Saranno salvate iniziative come il gerito la cosa? Ravenna Festival? «Le posso dire che sicuramente non è stata una scelta presa a «Come le ho detto daremo la priorità al sociale. Per sapere dei cuor leggero. La decisione però era inderogabile e non si poteva fasingoli nel dettaglio bisognerà aspettare le votazioni del consiglio re altrimenti. Alla fine il voto è stato espresso all’unanimità». di indirizzo di marzo, perché è competenza del consiglio e non mia Cosa pensa che vi dirà l’amministratore delegato di decidere. Posso aggiungere che i tagli non saranno lineari, ma si Unicredit Federico Ghizzoni quando verrà per incontrarvaluterà finanziamento per finanziamento come comportarsi». vi il 23 gennaio? Pare che non siano più disponibili nemmeno i soldi per i «Ci spiegherà la decisione nel dettaglio. Verrà per rinsaldare progetti come il restauro di palazzo Rasponi o i lavori per un rapporto di fiducia. Ma non penso ci saranno altre rivelaziorifare piazza Kennedy. Salteranno anche quelli o slitteran- ni». (ma. ca.)

PALAZZO MERLATO

Il sindaco Matteucci: «Una scelta obbligata, la riduzione è generale» A votare favorevolmente alla adesione alla ricapitalizzazione di Unicredit da parte della Fondazione Del Monte, che bloccherà il polmone economico che per anni ha finanziato la maggior parte delle attività sociali e culturali della città, è stata il consiglio della fondazione all’unanimità. Tra i consiglieri due sono nominati dall’Amministrazione comunale, direttamente dal Sindaco, e uno da quella provinciale. Abbiamo interpellato Fabrizio Matteucci su questa delicata faccenda. Sindaco, come valuta la decisione presa da parte della Fondazione Del Monte di finanziare Unicredit con 120 milioni di euro e le conseguenze che ne comportano per la città? «Non ho molto da dire a riguardo. Il salvataggio è stato un atto dovuto a cui non ci si poteva sottrarre». Lo sa che a Ravenna arriveranno la metà dei soldi per i vari eventi e attività? «Sì, ma si tratta di una riduzione generale che non riguarda solo Ravenna». L’Amministrazione nomina due consiglieri della fondazione, non si è valutato di votare contro questa decisione? Vi siete consultati prima del voto? «Ci siamo consultati più volte, ma è stata una scelta obbligata. Ci troviamo nel momento peggiore per questo sistema economico ed è normale che vengano dimezzate le risorse». (ma. ca.)

Dimagrire potendo mangiare ogni volta che si vuole senza limiti di quantità

viale Newton, 70 (RA) - tel. 0544.478994 Nel negozio Le Gamberi Foods si trovano prodotti sostitutivi di quelli farinacei preparati con miscele contenenti proteine vegetali e fibre vegetali. Quindi tutto, tipo croissant, biscotti, pasta, pane, pizza, snack, cioccolata e tanto altro. Un’alimentazione aglucidica consente un’alimentazione iperlipidica. Panino con la mortadella? Va bene. Pasta ben condita? Va bene. Cioccolata e dolci ogni volta che se ne ha voglia? Va bene. Non si tratta di miracoli, ma di un metodo semplice e sicuro: l’irrilevante contenuto di carboidrati fa in modo che il corpo, per avere l'energia che gli serve, utilizzi quale fonte alternativa il grasso di riserva. Perciò niente più fame, niente più diete, niente più arrabbiature, niente più sensi

www.mangiareedimagrire.it

di deprivazione, ma dimagrire potendo mangiare ogni volta che si vuole senza limiti di quantità.


6

CRONACA& POLITICA

giovedì 19 gennaio 2012 | RAVENNA& DINTORNI

CLASSIFICA GRADIMENTO

CONGRESSO PDL

La proposta unitaria di Bazzoni: «Votiamo insieme due trentenni»

Matteucci scende di quasi venti posizioni

Il Pdl provinciale si prepara al primo congresso e guida del partito che peraltro rappresenterebbero le le acque tra le file degli iscritti sono piuttosto agitate. due anime del Pdl, riproducendo gli attuali equlibri Non è infatti ancora chiaro quanti e quali saranno i (ora il vice di Bazzoni è Petri, ma il sistema di equa dicandidati a contendersi la poltrona di coordinatore e visione delle cariche tra ex An ed ex Fi applicato alla di vice. Per primo aveva avanzato la propria candi- fondazione del partito verrebbe meno proprio con i datura Gianguido Bazzoni, che oggi ricopre l’incari- congressi). Ed è proprio quel posto certo da vice che co per nomina diretta, per dieci anni coordinatore di potrebbe invogliare i savelliani i quali, se corrono da Forza Italia e consigliere regionale dal 2010. Come soli e perdono, rischiano di ottenere solo qualche vice aveva scelto Alberto Ancarani, berlusconiano, briciola: una minoranza di uomini nel comitato direttivo, che peraltro assume un potere reale solo nel attivo consigliere comunale, appena trentenne. A questo ticket aveva risposto l’avvocato cervese momento di disaccordo tra coordinatore e vice (diffiPaolo Savelli candidandosi a sua volta, sostenuto da cile da immaginare se i due fossero Ancarani e Bazzoni). Petri del resto ha già molti ex An e alcuni scontenti pubblicamente lodato il gesto ex Fi. E Savelli si presentava, di Bazzoni, ma da Cervia e dalovviamente, con il sostegno l’entourage di Savelli non tradell’altro grande e ingompela assolutamente nulla. Ma brante big del partito locale: perché Bazzoni rinuncia dunRoberto Petri, ex segretario di que a una poltrona (se tale si An, con Bazzoni che fin dall’ipuò chiamare un incarico per nizio l’ha accusato di voler dicui non è previsto nemmeno il videre il partito e lui, Savelli, rimborso spese) per i suoi “reche invocava un cambio e un galandola” a Savelli se è davrinnovamento. vero certo della vittoria? Pare Uno schema che in realtà che tra le prime ragioni vi sia sembrava riprodurre in qualquella di evitare spaccature che modo lo scontro Mazzolanel partito. Ancarani da parte ni-Bazzoni delle regionali sua si dice «a disposizione per 2010, con il secondo ancora una soluzione unitaria» launa volta favorito. Senonché, sciando intendere che se Saproprio Bazzoni lunedì 16 velli dicesse no all’idea di fargli gennaio ha sparigliato le carda vice, allora si tornerebbe te annunciando di essere allo schema iniziale con Bazpronto a ritirarsi in nome di zoni candidato. In ogni caso, una candidatura unitaria che c’è ancora tempo per trovare dovrebbe vedere il suo potenla quadratura del cerchio: la ziale vice, Alberto Ancarani, data del congresso è infatti slicome candidato a coordinatoSavelli, lo sfidante di Bazzoni che potrebbe tatta dal 5 al 26 febbraio. re e lo sfidante Savelli nel ruo- Paolo diventare vice di Ancarani. Tutti attendono la sua lo di vice. Due trentenni alla risposta alla proposta di candidatura unitaria. Federica Angelini

Mai così in basso il sindaco Fabrizio Matteucci nelle classifiche di gradimento. Quella pubblicata in questi giorni dal Sole24Ore, infatti, lo vede occupare il 35esimo posto, lontano da quella top ten in cui in passato si era piazzato più volte. L’anno scorso era al 16esimo posto. Un crollo soprattutto in classifica, però, perché a livello di percentuale Matteucci non affonda, potento contare comunque sul 55% dei consensi dei ravennati secondo il Sole, rispetto al 58,5 del 2011. Il sindaco ravennate non è neppure più il più amato della regione, superato dai colleghi di Ferrara e Reggio Emilia e anche da Roberto Balzani (18esimo) della vicina Forlì. Il sindaco più amato d'Italia è invece Luigi De Magistris, a Napoli. Da segnalare anche l'incredibile scivolone di Renzi, a Firenze, che passa dal primo ad addirittura il 51° posto. Il presidente della Provincia di Ravenna Claudio Casadio, invece, occupa il nono posto con il 62%, primo in regione e nella top ten nazionale.

CONGRESSO UDC

Frassineti segretario per acclamazione

La proposta allo sfidante Savelli: «Ancarani coordinatore, tu il suo vice»

Giancarlo Frassineti

Giancarlo Frassineti, 49 anni, insegnante, è stato confermato all’unanimità, e per acclamazione, segretario provinciale dell'Udc. Il congresso si è svolto sabato 14 gennaio. Collegato alla candidatura di Frassineti è stato eletto il nuovo comitato provinciale, composto da 54 membri, in rappresentanza di tutta la provincia di cui fanno parte, tra gli altri, tutti i consiglieri comunali di LpRa, il consigliere provinciale Gianfranco Spadoni, il direttore dell'Asp Federico Fronzoni, il giornalista Simone Ortolani, la presidente della consulta per il volontariato Giovanna Baroni. «Un augurio di buon lavoro – spiega Frassineti nella nota stampa – è giunto anche dal vescovo Giuseppe Verucchi e dal vicario generale Don Alberto Graziani, impossibilitati a partecipare».

IN ASPPI AFFITTO FAI DA TE:

NOMINE

Agen.Da: la presidenza sarà retribuita? L’incarico potrebbe andare al Pd Maestri, Ancisi contesta la scelta

Andrea Maestri

A rivelarlo è Alvaro Ancisi, per lanciare i suoi strali: Andrea Maestri, avvocato, ex capogruppo Pd, sarebbe l’uomo che dovrebbe prendere il posto di Elio Gasperoni alla guida di Agen.Da, l’agenzia per il rilancio della Darsena nata qualche anno fa che effettivamente finora non ha forse dato gli esiti sperati in termini di capacità di attrarre investimenti e far cooperare pubblico e privato. Ma perché Ancisi si oppone? Perché, sostiene, Agend.Da è partecipata dal Comune e dunque Maestri, avendo ricoperto una carica di amministratore a Palazzo Merlato fino a sette mesi fa, non può dirigerla, proprio come non poté assumere l’incarico inizialmente previsto a capo dell’Asp. Se dal Pd non arrivano né conferme né smentite, erano però noti già da tempo due fatti che potrebbero in effetti portare Maestri a capo dell’agenzia: la prima è che gode appunto di stima all’interno del partito (e per la verità anche fuori) ed è ritenuto, almeno a parole,

Roberto Balzani, sindaco di Forlì, ha superato il collega Matteucci nella classifica del Sole.

una risorsa importante; la seconda che per i democratici l’incompatibilità tra due cariche sarebbe da applicare solo laddove vi siano in ballo servizi essenziali alla comunità (come nel caso dell’Asp e dei servizi sociali). Dunque, come Casadio siede sulla poltrona di Sapir ed era un ex assessore, Maestri potrebbe sedere ad Agen.Da (ma non per Ancisi, secondo il quale la nomina di Casadio è lecita solo perché all’epoca la norma non era ancora entrata in vigore). In ogni caso, a prescindere da tutto questo, il dato politico interessante riguarda anche il nuovo spessore che potrebbe assumere l’incarico di presidente di Agen.Da. Fino a oggi infatti non è mai stato retribuito ed è stato ricoperto da Elio Gasperoni, già presidente di Ravenna Holding (anch’egli in scadenza di mandato). Ma se i due incarichi si scindessero, allora, potrebbe non essere esclusa una remunerazione, anche e sopratutto in un’ottica di rilancio dell’attività di questo ente, che non potrebbe essere gestito come mero “volontariato”. E allora, non bisogna essere profeti per immaginare le proteste che questa scelta potrebbe suscitare con il vento dell’antipolitica che soffia più forte che mai e le casse comunali sempre più all’osso. E questo indipendentemente dal nome che andrebbe a ricoprire l’incarico. (fe.an.)

Attraverso il sito Asppi.ra.it è possibile per gli associati mettere un annuncio per proporre il proprio appartamento. Anche chi è alla ricerca di un alloggio può inserire un proprio annuncio. Per informazioni telefonare 0544-470102.

Promemoria IMU Cose da sapere relative alle abitazioni private L’IMU anche se di fatto sostituisce l’ICI, non è la stessa cosa. L’IMU assorbe anche l’IRPEF sui redditi fondiari degli immobili non locati. Per calcolare l’IMU occorre rivalutare la Rendita Catastale del 5% e moltiplicare il risultato per 160. Questa sarà la base imponibile su cui calcolare l’IMU. L’IMU si paga in due rate: al 16 giugno e al 16 dicembre. LE ALIQUOTE L’aliquota base dell’IMU è dello 7,6 per mille (i Co- Associazione sindacale muni possono variarla dal 4,6 al 10,6 per mille). piccoli proprietari Per l’abitazione principale l’aliquota base è del 4 immobiliari per mille (può variare, in più o in meno, del due per Ravenna Via R. Serra, 65 mille). I comuni possono ridurre l’IMU fino al 4 per tel. 0544 470102 mille per gli immobili locati. Per le abitazioni prinfax 0544 470075 cipali è prevista una detrazione di 200 euro dall’iminfo@asppi.ra.it posta dovuta. Se ci sono più comproprietari l’impowww.asppi.ra.it sta va divisa per teste e non per quote di proprietà. Faenza Via Cavour, 25 tel. 0546 25807 RESIDENZA faenza@asppi.ra.it Per le agevolazioni prima casa si fa riferimento alla Lugo Via Manfredi, 41 dimora abituale del soggetto ed in cui ha la residentel. 0545 33356 za anagrafica e le due condizioni debbono coesistelugo@asppi.ra.it re. La prima casa deve essere iscritta al catasto coSERVIZI AI SOCI me unità unica (viene superato l’orientamento della - Gestione contratti Cassazione che prevedeva, per le abitazioni contidi locazione gue, anche se autonomamente accatastate, ma uti- Assistenza legale lizzate da un’unica famiglia, le agevolazioni prima - Consulenza casa). Le unità immobiliari concesse in uso gratuito condominiale a parenti (esempio il comodato gratuito), per l’IMU - Consulenza tecnica sono considerate seconde case. Per le unità non lo- Affitti e vendite da cate e possedute da anziani disabili e ricoverati in privato a privato istituti è necessaria una delibera comunale che deDal 1980 a Ravenna termini l’aliquota.


CRONACA& ATTUALITÀ

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 19 gennaio 2012

7

LA TRAGEDIA DEL GIGLIO

IL PROGETTO

Accordo con Invitalia: a caccia di 600 milioni per il porto di Ravenna Seicento milioni di euro (fra risorse pubbliche e private) e 4.500 posti di lavoro, che con l’indotto turistico raggiungeranno le 9mila unità. Questo l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato in questi giorni a Roma tra l’Autorità portuale di Ravenna e Invitalia al fine di accelerare e sviluppare il progetto “Le sei miglia della nautica nel porto dell’Emilia Romagna a Ravenna”. Una firma importante, considerato il fatto che Invitalia è l’agenzia nazionale che agisce su mandato del Governo per l’attrazione degli investimenti (soprattutto esteri) e lo sviluppo d’impresa. Il progetto delle “sei miglia”, in particolare”, prevede un sistema coerente e integrato di interventi lungo dodici chilometri di costa che vanno dalla realizzazione della riqualificazione della Darsena di Città fino alla Cittadella della nautica nell’ex area Agip, oltre al potenziamento di infrastrutture e servizi portuali che mirano a valorizzare la vocazione turistica e nautica del territorio. Con il protocollo, l’Autorità Portuale di Ravenna e Invitalia si impegnano «a sviluppare azioni sinergiche per la realizzazione del progetto con particolare riferimento alla acquisizione di finanziamenti, nazionali o comunitari,

che consentano di dare nuovo impulso a tutte le opere e i servizi che rientrano nel sistema coerente ed integrato cui l’Autorità Portuale ha dato vita in questi ultimi anni». L’amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, ha affermato che «il progetto per il porto di Ravenna rientra pienamente nell’obiettivo di sviluppo dei territori, anche e soprattutto attraverso la creazione di nuovi posti di lavoro, che costituisce la mission della nostra agenzia. Ed è la dimostrazione che una sempre più necessaria sintonia tra i soggetti pubblici e privati può consentire la realizzazione e il rilancio di progetti industriali innovativi in grado di contribuire alla crescita economica del Paese». Di Marco nuovo presidente di Ap. Intanto è stato di fatto ufficializzata con il voto favorevole della Regione la nomina di Galliano Di Marco a nuovo presidente dell’Autorità portuale di Ravenna. Ora manca solo la nomina effettiva da parte del ministero dopo il voto favorevole delle commissioni Trasporti di Camera e Senato. Considerato che la carica dell’attuale presidente Giuseppe Parrello scade il 7 febbraio e che difficilmente i due organismi si pronunceranno entro quella data, è scontata una proroga.

L’agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti firma un protocollo d’intesa con Ap

Quattro i ravennati a bordo della Concordia, tornati a casa sani e salvi Al momento di andare in stampa sono 11 le vittime accertate e 23 i dispersi della tragedia della Concordia, la nave della Costa Crociere naufragata vicino alla costa dell’isola del Giglio lo scorso 13 gennaio. Come raccontato sul nostro sito internet e dai quotidiani locali, a bordo della nave c’erano anche quattro ravennati, fortunatamente rientrati a casa incolumi, anche se inevitabilmente scossi. Tre di loro – Domenico Manfuso, Elena Miccoli ed Enis Maksudovski – si erano imbarcati per partecipare a un reality show legato al mondo dell’acconciatura, mentre Paola Morigi, titolare del bar San Rocco, accompagnava l’amica acconciatrice in quell’avventura. Sul tema, su www.ravennaedintorni.it anche un post del blog del nostro Matteo Cavezzali, Zampanò.

N

O V I T À

A

MA

R I N A R A

L’IMPEGNO DELL’EX DEPUTATO DS: «VOGLIAMO CHE DIVENTI IL PIÙ IMPORTANTE ATTRACCO D’ITALIA»

Si concluderà alla fine del 2012 l’accordo tra Italia Navigando e Seaser, concessionaria del porto turistico Marinara, per la gestione dei servizi a mare e a terra della struttura a Marina di Ravenna. Entro quella data Italia Navigando presenterà un’offerta per l’acquisto di tutte le azioni di Seaser e in caso di mancata cessione verrà valutata la possibilità di prolungare l’appalto dei servizi. Sono i dettagli di quella che viene annunciata come la mossa definitiva per il rilancio dell’opera. «Vogliamo che Marinara diventi il porto più importante d'Italia. Ci sono le potenzialità», ha dichiarato Ernesto Abaterusso, ex deputato Ds oggi presidente di Italia Navigando. Quest’ultima detiene il 51 percento di un’associazione temporanea di imprese che seguirà tutti gli aspetti gestionali: in squadra ci saranno anche Marine Italia (progettazione porti), Itc (agenzia di spettacolo che cura vip e giornalisti tra cui la conduttrice del “Grande Fratello” Alessia Marcuzzi o le ex Iene Luca e Paolo) e Segest (agenzia di comunicazione e pubbliche relazioni). La composizione dell'Ati era già stata pubblicata in anteprima sul numero scorso di Ravenna&Dintorni. Per ora le prime mosse annunciate per il decollo di Marinara sono queste: tariffe bloccate al 2011, promozione all'estero, valorizzazione degli spazi commerciali, la promozione artistica e culturale, l'utilizzo di posti auto scoperti ai diportisti.


8

CRONACA& ATTUALITÀ

L’INCONTRO

Il magistrato Ingroia al ridotto dell’Alighieri Il magistrato della procura distrettuale antimafia di Palermo, Antonio Ingroia, sarà protagonista dell’incontro di martedì 24 gennaio alle 20.30 alla sala Corelli del teatro Alighieri di Ravenna. Sono il comitato per la Legalità e la Democrazia e il comitato in Difesa della Costituzio-

giovedì 19 gennaio 2011 | RAVENNA& DINTORNI

A Lido Adriano sta per essere riutilizzato il quinto immobile confiscato alla mafia sui nostri lidi. Si tratta di un piccolo appartamento (che potrà ospitare al massimo due persone) in via Rossini 7 che verrà utilizzato per casi di emergenza abitativa. I lavori di manutenzione e gli arredi dell’immobile che l’11 novembre dell’anno scorso è stato consegnato dal Comune di Ravenna all’Acer per la gestione tecnica e amministrativa, prevedono

Sensibilizzazione a scuola e un altro appartamento confiscato a Lido Adriano

CONTRO LE MAFIE ne di Ravenna – che da anni operano in città a sostegno della cultura della legalità costituzionale – a promuovere l’incontro a venti anni dell’assassinio di Falcone e Borsellino. L’evento, che ha il patrocinio del Comune di Ravenna, sarà una occasione per ripercorrere le storie di mafia e di antimafia di questi ultimi decenni, dalla “rivoluzione” metodologica avviata da Falcone con il difficile ma importante rapporto avviato con i pentiti, fino ai nostri giorni. L’incontro sarà aperto dal saluto del sindaco Fabrizio Matteucci.

INFANZIA VIA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE IL COMUNE PROMETTE CONTROLLI

I PROGETTI

una spesa complessiva di 50.000 euro che sarà per circa due terzi (35.000 euro) coperta dalla Regione Emilia Romagna. Si tratta – ci dice la neopresidente di Acer, Emanuela Giangrandi – del quinto appartamento confiscato alla mafia e riutilizzato da Acer per emergenze abitative negli ultimi anni (considerando anche i due di Faenza e Cervia degli anni scorso sono sette in totale in provincia); il secondo a Lido Adriano. Gli altri tre sono stati confiscati a Marina Romea. «Sarebbe meglio non ce ne fosse nemmeno uno

perché non è un bel segno – dice la Giangrandi considerando il fatto che si tratta pur sempre della conferma che anche Ravenna è o è stata meta scelta da esponenti della criminalità organizzata – ma in un certo senso spero anche che quello di Lido Adriano non sia l'ultimo...». Il riutilizzo di questo appartamento rientra nell’ambito di uno dei due accordi di pro-

gramma siglati lunedì 16 gennaio a Bologna fra il Comune di Ravenna e la Regione EmiliaRomagna per promuovere la cultura della legalità e per contrastare la criminalità organizzata. L’altro protocollo, sottoscritto per il Comune dall’assessore Ouidad Bakkali, riguarda un progetto di sensibilizzazione nelle scuole secondarie di primo grado contro tutte le mafie. È previsto un contributo della Regione Emilia Romagna di 13.980 euro su una spesa complessiva di 24.680 euro. Si tratta di un percorso formativo articolato in tre moduli didattici rivolto alle classi terze per un totale di 450 studenti; la realizzazione di incontri con testimoni diretti per le classi seconde per un numero complessivo di 1075 studenti e, infine, la realizzazione, nel giugno 2012, di un evento finale che chiuderà il percorso formativo coinvolgendo tutte le realtà protagoniste del progetto. (lu.ma.)

Nella foto a centro pagina la firma dei progetti contro le mafie in Regione

Dal 17 gennaio al 3 febbraio si potrà presentare domanda di iscrizione alle 22 scuole comunali dell’infanzia per l’anno scolastico 2012/2013. Potranno fare domanda i genitori dei bambini nati negli anni 2007, 2008 e 2009. I moduli per le domande di iscrizione sono scaricabili da internet all’indirizzo www.istruzioneinfanzia.ra.it oppure si possono trovare all’Urp (via Da Polenta 4, tel. 0544 482482) o nelle sedi degli uffici decentrati del Comune. Dal sito www.istruzioneinfanzia.ra.it è possibile anche effettuare l’iscrizione in modalità on line. In alternativa il modulo va consegnato all’Urp oppure inviato tramite fax allo 0544 546018. Da Palazzo merlato annunciano che «sulla scorta di quanto già avvenuto negli ultimi anni, continueranno i controlli a campione, o in caso di ragionevoli dubbi, sulla veridicità delle autocertificazioni rilasciate all’atto dell’iscrizione». Qualora dai controlli effettuati emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni, il dichiarante perde i benefici acquisiti con conseguente decadenza del posto assegnato e collocazione in fondo alla graduatoria e/o pagamento della tariffa massima e recupero degli eventuali arretrati. Incorre inoltre nelle sanzioni penali previste per le false dichiarazioni nell’autocertificazione».


COMMENTI& OPINIONI

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 19 gennaio 2012

9

detti e contraddetti a cura di FAUSTO

Le lettere, le opinioni e i commenti a cui si riserva di rispondere il direttore di Ravenna&Dintorni Fausto Piazza, vanno indirizzate alle mail carodirettore@ravennaedintorni.it, redazione@ravennaedintorni.it oppure al fax 0544 271651 o all’indirizzo viale della Lirica 43, 48124 Ravenna.

PIAZZA

QUASI 5 MESI PER IL DIFENSORE CIVICO? A CHI RIVOLGERSI?

FATE ATTENZIONE QUANDO COMPRATE I CANI

POSTCARDS

Nel luglio 2011, come socio ravennate dell’Uaar (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti) ho verificato una diversità interpretativa con una funzionaria del Comune di Ravenna, nell’ottenere copia di documenti di questo ente. In particolare, il Comune aveva differito i tempi dagli usuali 30 giorni a 120 giorni, ovvero a fine ottobre 2011. Nello stesso periodo, ho riscontrato ripetute difficoltà nel mettermi in contatto con la Provincia. Ho scritto un messaggio di posta elettronica al difensore civico della Regione Emilia-Romagna il 22 agosto 2011, descrivendo sommariamente i due casi e chiedendo se potevo avvalermi della sua opera di mediazione. Il 26 agosto ho ricevuto un messaggio sintetico di presa in carico della procedura da parte di un determinato funzionario regionale. Senza che mi fosse chiesto, ma ritenendo di fare cosa utile, il 28 agosto ho inoltrato al Difensore civico il carteggio intercorso con Comune e Provincia. Il 13 ottobre ho scritto al medesimo indirizzo, chiedendo informazioni circa i tempi del procedimento, ma senza riscontro. Lo scorso 28 dicembre ho telefonato chiedendo notizie di questa pratica dispersa e, comunque, una risposta scritta. Il 13 gennaio 2012, ad un recapito dell’Uaar - curiosamente diverso da quello utilizzato per contattare il Difensore – ricevo un messaggio proveniente da un indirizzo personale della Regione Emilia-Romagna. Un totale di 98 parole, compresi i convenevoli, le scuse a nome del Difensore e la firma. Quasi cinque mesi dopo la richiesta di intervento. Senza alcun riferimento di protocollo, a precedenti messaggi, agli enti locali coinvolti, alla funzione del mittente, per non parlare di accenni normativi e giurisprudenziali, leggo alcune considerazioni. Sono invitato a comunicare al medesimo funzionario regionale se, trascorso un certo termine, la documentazione non mi sarà stata consegnata. Quale termine e quale documentazio-

di

ne sta evidentemente a me capirlo. Se il riferimento è al differimento che il Comune di Ravenna mi aveva indicato (fine ottobre 2011) grazie, ma la questione è già risolta da tre mesi. La documentazione mi è stata inviata lo scorso 12 ottobre. E della problematica con l’Urp – intuisco io – della Provincia di Ravenna? Sono invitato a comunicare meglio i termini della questione. Già, peccato che li avessi già inviati il 28 agosto 2011. Ovviamente, il passare dei mesi ha risolto naturalmente le questioni che avevo sollevato lo scorso anno e il Difensore civico non avrebbe potuto compiere alcuna opera di mediazione. Avrei però gradito almeno conoscere le motivazioni del provvedimento per cui era giustificato il differimento a 120 giorni indicatomi dal Comune di Ravenna. Ho sottomano un opuscolo del Difensore civico della Regione Emilia-

EMILIANO BIONDELLI

Romagna. Si scrive che questa figura “tutela i diritti dei cittadini ricevendo i loro esposti sul buon funzionamento della pubblica amministrazione”. Ma sul buon funzionamento del Difensore civico, a chi rivolgersi? Fabio Zauli, Ravenna

CASA ORIANI: BOLOGNESI COLLABORERÀ GRATIS [...] La Fondazione Casa di Oriani, nel momento in cui ha conferito alcuni compiti di direzione a Omero Canali, ha affidato al direttore uscente, Dante Bolognesi, studioso di chiara fama, il coordinamento delle attività culturali e di ricerca. Bolognesi assolverà questo impegno senza oneri per la Fondazione (ad eccezione del rimborso delle spese effettivamente sostenute nell’esercizio delle funzioni). Il presidente e il Consiglio di amministrazione si sentono in dovere di

esprimere un pubblico ringraziamento al dottor Bolognesi per questo suo gesto di liberalità, in un momento difficile per i bilanci delle strutture pubbliche locali e nazionali e ringraziano anche tutti i cittadini e le istituzioni pubbliche e private che, in questi ultimi tempi, si sono stretti attorno alla Fondazione Oriani con atti di solidarietà e di concreta generosità. Ribadiscono la convinzione che, comunque, le istituzioni culturali pubbliche, meritevoli e ben gestite, debbano poter essere in grado di rinnovare i loro quadri e di fruire di prestazioni professionali retribuite adeguatamente, senza affidare i destini dei propri bilanci alla questua o, semplicemente, a momenti di puro volontariato. [...] Sauro Mattarelli ed Ennio Dirani, presidente e vicepresidente della Fondazione Casa di Oriani

Da alcuni paesi dell’Est europeo giungono in Italia migliaia di cuccioli di cani di razza. I cani, quasi sempre in tenerissima età, viaggiano in condizioni indecenti, all’interno di furgoni non attrezzati per i trasporti d’animali. Non poche bestiole muoiono per gli stenti, ma questo poco importa ai trafficanti, dato che un cucciolo proveniente dall’Est europeo ha un valore molto basso, valore che però si moltiplica una volta che sono venduti ai privati che si recano ad acquistarli presso un negozio o un cialtronesco detentore. [...] Una volta in Italia, i cuccioli, appartenenti alle razze più diverse tra loro, sono custoditi in strutture sovente “fuori legge”, per essere successivamente inviati a negozianti senza scrupoli e/o privati che ne fanno richiesta, dopo aver letto i tanti annunci on line oppure sulla stampa commerciale. [...] Accade sovente che l’incauto acquirente si accorga ben presto che qualcosa non va sotto il profilo patologico (malattie congenite di vario genere) e che l’agognato pedigree non arriva né arriverà mai. Scatta allora l’ira e ci si rivolge al nostro ente per sollecitare un intervento contro il commerciante truffaldino. Purtroppo in questa fase noi non possiamo fare nulla, dato che si tratta di un rapporto di compravendita tra privati. Il detentore del cucciolo, quindi, potrà solo rivolgersi ad un legale di sua fiducia. L’Enpa può intervenire ed interviene là dove si ravvisi l’ipotesi di un qualche reato penale oppure la violazione di norme amministrative o tributarie. [...] Chiediamo ai cittadini che vogliono acquistare un cane di razza di valutare con la massima attenzione l’affidabilità e la serietà del negoziante o dell’allevatore, evitando chi traffica con più razze canine o effettua vendite on line. La cosa migliore e più saggia resta comunque l’opzione di rivolgersi al canile pubblico. Gli operatori e i volontari dell’Enpa sapranno consigliarvi per il meglio.. Elena Bonini, Enpa Ravenna

Ottaviani Primo & Figli s.n.c.

IMP. AGIP 15609

PULIZIA

E GIARDINAGGIO

Condomini Uffici privati e pubblici Lucidatura pavimenti (CRISTALLIZZAZIONI)

Sgrassature e pulizie di fondo

Manutenzione giardini privati e pubblici Potature di alto fusto con macchinari specifici

334 3218031 PRONTO INTERVENTO • INTERVENTI D’EMERGENZA • PREVENTIVI GRATUITI Lido Adriano - via Tono Zancanaro, 74 - tel./fax 0544 493950

g n i p o d l no a ! t r o p s o l l si a PUNTA MARINA TERME via Canale Molinetto 116 Tel. 0544 437814


10

COMMENTI& OPINIONI

Commenti dal web

giovedì 19 gennaio 2012 | RAVENNA& DINTORNI

LA FOTO DELLA SETTIMANA

L’OSSERVATORIO

Artisti di strada, venite nella città più viva del mondo

Il dibattito tra i lettori di ravennaedintorni.it Pubblichiamo alcuni dei commenti più interessanti postati dai lettori sul nostro sito internet.

Chi è che si ricorda l’installazione di Alterazioni Video col Guidarello e le pronte rimostranze dei ravennati local-benpensanti e puntuale censura? Paese che vai, integralisti che trovi. (peterstillman commenta le contestazioni ricevute a Milano dallo spettacolo sul Cristo della Raffaello Sanzio con due attori ravennati: il paragone con il Guidarello “hot” lo abbiamo poi rilanciato anche in un nostro “bombolone” sul sito ) Gli interventi più significativi per la riqualificazione del centro storico vengono rimandati da anni. Enfaticamente promessi, e non attuati. Diversamente, un

Sembrano le torri Hamon di Ravenna e invece è il primo bungee jumping al mondo tra due enormi e decoratissime torri di raffreddamento di una centrale elettrica dismessa. Si tratta dell’Orlando Power Swing, a Johannesburg e pare che da lassù la vista su Soweto sia spettacolare. Lo dice la British Airways, che ha inviato questo promo a un nostro lettore che a sua volta ce l’ha girato. Un suggerimento?

celere puntiglio sembra guidare scelte di affossamento del centro stesso, per renderlo sempre più simile a un anonimo bazar e non fulcro vitale della città. Via l'anagrafe dal centro storico,via la banca d'Italia, e molto presto, via la sede dei vigili urbani, in anni precedenti è stata allontanata l'Ausl, insomma tutta una serie di decisioni che allontanano i ravennati dal loro centro e lasciano contenitori tristemente vuoti e inutilizzati [...] (eleonora commenta i ritardi dei progetti di riqualificazione del mercato coperto e della piazzetta delle Poste) Cos'è un gioco tra lobbies? A Ravenna si preferisce la manovalanza a costo zero dei clandestini che vendono schifezza per conto delle mafie agli extracomunitari onesti lavoratori che pagano le tasse e che si ritrovano a doversi indebitare per pagare con moneta o pubblicità l'avvocato Maestri. Ma in che mondo siamo? (restiamoumani

sul paradossale caso di Fadi Karajeh, il palestinese a cui è stata di nuovo negata la cittadinanza italiana) Voi comunisti di R&D vorreste forse insinuare che Matteucci, al contrario di Balzani, non abbia un lavoro suo, non abbia mai lavorato come accade ai comuni mortali o cattiverie del genere? Credete forse che restare aggrappati ad una sede di partito a far compagnia ai vecchietti mentre i coetanei vanno al mare, a donne o addirittura a cercare un lavoro vero, sia facile? Si fa presto a giudicare, al caldo dietro un computer dal quale si licenziano queste vostre semplicistiche bombolonate! Se volete verificare quanto sia dura la politica e l’amministrazione della cosa pubblica lasciate il Vs. comodo lavoretto e mettetevi a disposizione con spirito di servizio come ha fatto Matteucci ed allora, solo allora, sarete autorizzati a dispensare i Vs. semplicistici giudizi. Comunisti! (ebonfo risponde ironicamente al nostro

“bombolone” sulla popolarità del sindaco di Forlì Roberto Balzani) Non conoscevo annagrazia ma vedo che il pdl non sbaglia un colpo: una bella gnocca è la risposta a molti problemi, grande silvio. (eric arthur blair commenta l’articolo, e la foto, sull’incontro dei giovani del Pdl con Annagrazia Calabria, responsabile nazionale della Giovane Italia)

ROSSELLA LIBERA

MOLDENKE

Finalmente una bella notizia! Sarà la candidatura a capitale della cultura, sarà questa ventata di apertura e freschezza che sembra pervadere da alcuni mesi la nostra Amministrazione, sarà quel che sarà ma finalmente a Ravenna c’è un regolamento che invita a vivere il centro storico senza freni e l’arte e il divertimento a scendere in piazza. Già, è stato infatti votato all’unanimità il nuovo regolamento per gli artisti di strada, forse perché vogliamo rompere le scatole a Ferrara e al suo festival internazionale di buskers. Staranno già tremando, a Ferrara. A Ravenna infatti gli artisti di strada ora avranno campo libero. Potranno, per esempio, esibirsi ovunque. Anzi è stata addirittura prevista una deroga per farli esibire in numeri di giocoleria anche sulle scale del Municipio e dentro la tomba di Dante. Unica eccezione i giardini Speyer, lì no, troppo degrado. Poi, certo, concertini di buskers potranno allietare ravennati e turisti anche in piazza del Popolo, con tanto di amplificatori naturalmente, ci mancherebbe. Artisti di strada terranno le loro performance tra le vie del centro storico, ancor meglio se mascherati – si legge in una curiosa postilla al regolamento – perché pare piacciano di più ai bambini. E poi, signore e signori, ecco la grande novità: visto che negli ultimi tempi dalle nostre parti di mangiafuoco non se ne sono visti molti, per invitarli ad esibirsi anche nella nostra città il Comune ha pensato ad agevolazioni ad hoc. Se ti esibisci qui, in pratica, potrai detrarlo dalla dichiarazione dei redditi. L’importante è utilizzare il fuoco e attirare l’attenzione dei presenti. [Ok, scherzavo, la realtà è che il consiglio comunale ha appena approvato un regolamento che, per esempio, vieta le fiamme libere, ma anche i cartomanti e i ciarlatani (beato chi li riconosce: ma si potrà andare in chiesa?). Gli spettacoli si potranno tenere solo in determinate vie e non si potranno più utilizzare amplificatori, che potrebbero dare fastidio. Poi, per esempio, «la statua vivente che sosta immobile davanti ai supermercati dovrà essere identificata da ciascun agente di polizia che si troverà lì a fare la spesa», dice riportando la nuova norma Alvaro Ancisi di Lista per Ravenna. Mi tocca citare Ancisi. Che paragona il regolamento al codice fascista. E io non posso dirgli niente. Anzi, lo devo solo ringraziare perché ha annunciato che farà ricorso. Dico, ringraziare. Porca troia].

finalmente i blog spazi d’autore in totale libertà da leggere e commentare

blog

Certo che Ravenna è strana. Non capisco perchè il Sindaco Verucchi vesta sempre di nero e il vescovo Matteucci porti la cravatta. (solik ci ha fatto ridere commentando la classifica del Sole 24 Ore sul gradimento dei sindaci e in particolare la foto in cui Matteucci sta tagliando il nastro a un’inaugurazione insieme al vescovo)

Le torri Hamon? Facciamoci un bungee jumping

i nostri

Significa che è stato annullato lo stop al gemellaggio con Laguna pomposamente dichiarato a giugno 2011 contro la mancata estradizione di Cesare Battisti? Poi per due attori non troppo conosciuti anche una vacanza offerta, e pagata con soldi pubblici, è sempre un’occasione da non perdere! In fondo Ravenna ha anche dei monumenti da visitare.. (Grazia commenta l’invito del vicesindaco Mingozzi – che in effetti parla di gemellaggio tuttora in corso con Laguna – a venire a Ravenna rivolto ai due protagonisti della fiction su Anita)

di

• • • • • • •

Fulmini&Saette (Adriano Zanni) La cucina dei media (Fausto Piazza) Diritto alla curiosità (Frida Byron) La stylettata (Psycho Killer) Zampanò (Andrea Cavezzali) Eppur si muove (Serena Fagnocchi) L’intruso (Tahar Lamri)

www.ravennaedintorni.it


WEB& OPINIONI

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 19 gennaio 2012

Sono on line su www.ravennaedintorni.it i nostri nuovi blog, spazi dedicati a temi molto diversi tra loro e curati autonomamente dai rispettivi autori in totale libertà e in cui, ci auguriamo, i lettori troveraranno nuove occasioni per dialogare e confrontarsi su temi scentifici (grazie a Serena Fagnocchi), del genere (con Frida Byron dell’Arcigay), sui media (dialogando con il direttore Fausto Piazza o il giornalista Matteo Cavezzali), di immigrazione (sì, c’è anche Tahar Lamri tra i nostri blogger), di moda e stili con Psycho Killer (un anonimo non poteva mancare) o di immagini e immaginari ammirando le splendide foto di Adriano Zanni. Eccovene un assaggio, per invogliarvi ad andare sul sito a leggere tutto il resto, a commentare, criticare e magari diffondere.

La stylettata di Psycho Killer Sadiche incursioni sui nervi scoperti della decadenza

Kill Kill vol 1

«Scrivete qui sotto chi volete uccidere. È gratis. Questo blog non avrà pietà di nessuno. Social-deviati e face-disperate, papponi e mignottini, oroscopizzati e Paolofoxini, rifattone e trapiantati capillari, leli mora e grandi fratellini, Peterpanni e Capitanuncini, snob sinistroidi e destrorsi suvini. Se dopo questo piccolo e imparziale elenco pensate ancora che “tutti siano utili”, siete dei buonisti del menga e potete anche

Blog + blog da www.ravennaedintorni.it tornare alla vostra settimana enigmistica con gli errori nelle parole crociate facilitate. Se invece pensate che siamo in un mondo a drammatica prevalenza pirla, scaldate la penna, affilate la lingua e cominciate a sputazzare veleno come piccoli cobra felici in una riserva naturale senza idioti. Non temiate di essere puniti, vi ricordo che siamo in Italia. E siccome siete italiani, avete sicuramente bisogno di un esempio prima di fare qualsiasi cosa: vi accontento subito. Vorrei dedicare questa prima Stylettata ad una vera mostruosità localsociale, una guerra civile di cretini che ha decimato tante famiglie: l’eterna lotta tra FiloRavennicoli ed AntiRavennicoli.

qua ad insegnare (dove, per inciso, i voti alti sono un po’ più rari); vivo a Ravenna ma la nebbia mi rovina la piega; a Ravenna non c’è n i e n t e. Francamente potete crepare tutti. Ravenna può piacere e non piacere (come la grigliata di pesce ratto del Ragionier Filini), ma avete davvero sbriciolato le balle, voi putride facce dello stesso provincialismo monotema. Mentre confondete i confini del mondo con quelli di Ravenna, la placida città giallorossa, di voi se ne sbatte. E soprattutto, fuori da Ravenna, non siete nessuno. Sparatevi.

Fulmini&Saette di Adriano Zanni Cronache e visioni dal Deserto rosso

Aldo&Nilde

Status symbol: la pashmina contro il suv Una nuova conversazione di Aldo e Nilde, due personaggi che amano discutere un po’ su tutto senza essere quasi mai d’accordo su niente. Nel ‘900 sarebbero stati facilmente classificabili come: di sinistra Nilde, di destra o centrodestra Aldo. Oggi, chissà... Aldo: Ieri mi hanno urlato assassino e oggi mi hanno chiamato evasore. Solo perché scendevo dal suv… Nilde: Hanno fatto bene.E dovevano aggiungere inquinatore. Che senso ha girare in suv in città? A: Potrò comprarmi l'auto che mi pare? quelli erano invidiosi come te: siete gente da ridicole utilitarie magari a metano per fare gli ecologici? N: Sì, invidia dell’idiozia di chi spende un sacco di soldi per comprare e mantenere un’auto pericolosa, ingombrante e impossibile da parcheggiare? Ma perché non accettate che ci sia gente a cui di status symbol demenziali non importi nulla? A: Quindi il suv ora sarebbe pericoloso? Forse se al volante c'è una donna... N: Che fine umorista. Sono indistruttibili e quindi distruggono le altre, in caso di incidente...

Filosofia dei primi: Ravenna Caput Mundi et in Arcadia ego (…altrochè solo Europa! …Altrochè solo 2019! Think big); massimo confronto con l’estero: Bologna; a Ravenna siamo i migliori, c’abbiamo tanti festivàl, tanti artisti, i concerti dell’anno, tanti cinema (che un giorno forse riapriranno per i nostri pronipoti), la cultura c’è solo qua e chi non ha i mosaici non è figlio di Maria. Filosofia dei secondi: a Ravenna fa schifo tutto, per fortuna sto su Skype con lo zio ammmericano; vivo a Ravenna, ma solo perché alla maturità ho avuto un professore stronzo; vivo a Ravenna, ma stavo meglio al mio paese; vivo a Ravenna, ma solo perché a Barletta ho preso voti alti e ora mi è toccato (sospiro) venire fino

11

A: Allora sono auto sicure per chi le guida. N: Già, e non per tutti gli altri. Ecco, sono auto egoiste. Come il vecchio capitalismo che ormai non si tiene più in piedi... lo dico sempre che bisognerebbe far studiare più Marx ai giovani. A: Ma poi cos’è sta storia dell’evasore? Io lo pago il mio suv! 120mila euro, mica brustolini. Facci caso: chi conta ha un suv, partendo dai calciatori che sono pieni di fighe. N: Sì, 120 mila euro di Suv e 12mila di Isee così l’asilo a tuo figlio lo pago io. Se davvero comprasse un suv solo chi ha dichiarazioni congrue, stai tranquillo che ne girerebbero meno... A: Tutto è status symbol di qualcosa: il mio suv della mia ricchezza, la tua pashmina della tua apertura. però è più facile sparare sui ricchi. N: La mia pashmina della mia apertura? Questa mi mancava...

Balene e fantasmi, Russi maggio 2011

Free Press

A: Altro che Marx, Marx si fotta. il problema è che di questo passo chissà dove andremo a finire...

Free Web www.ravennaedintorni.it

spazi nuovi per il business il business cresce dove ci sono cultura e informazione libera, indipendente, sostenibile www.reclam.ra.it


CULTURA& SPETTACOLI

giovedì 19 gennaio 2012 | RAVENNA& DINTORNI

L’INTERVISTA

La Terra di ?Alos e Kaseki butoh e musica al Cisim di Alessandro Fogli Uno degli appuntamenti più attesi della neonata stagione del Cisim di Lido Adriano lo vedremo questo fine settimana, quando venerdì 20 (ore 22) e sabato 21 (ore 21) la ricerca musicale di ?Alos e la danza butoh della giapponese Yuko Kaseki si fondono in Terra, progetto site specific per il Cisim impreziosito anche dalle videoinstallazioni di Emiliano Biondelli. La pavese ?Alos – al secolo Stefania Pedretti – è musicista e performer, che oltre che solista fa parte dei gruppi Allun e OvO. Il suo lavoro trascende i confini fra le arti performative, integrando musica sperimentale, performance, improvvisazione e videoarte e rendendo così parte attiva il pubblico. Yuko Kaseki vive e lavora invece come danzatrice freelance, coreografa e insegnante a Berlino dal 1995. Fondatrice della compagnia di danza Cokaseki, ha ricevuto molteplici nomine e premi a livello

internazionale come miglior danzatrice contemporanea. Terra esplora il tema dell'antico rapporto che lega la terra alla donna: la magia che regna fra di esse, il sesto senso, il loro linguaggio segreto, la storia passata e il futuro, l'Inquisizione, il 2012 e la nuova era che verrà. Ne parliamo con le creatrici. Com’è nata la vostra collaborazione, da quale ispirazione? Pedretti: «È una cosa partita da me, un’idea che ha preso forma poco alla volta durante i miei concer-

ti. La mia mente era sempre più rivolta anche al corpo, oltre cha alla musica, e allora ho pensato di rivolgermi a dei danzatori, in particolare alla danza butoh, che è un modo diverso di danzare, in cui si usa il corpo in modo naturale e sono presenti parecchie figure della natura. Inizialmente credevo che l’aspetto improvvisativo fosse predominate in questa danza, ma non è stato così. Lo spettacolo è decisamente strutturato, abbiamo provato molto. E ho pensato a Yuko proprio per la sua spiccata attenzione all’avanguardia musicale; ho provato a capire se potesse dunque essere interessata a un progetto anche musicale e in effetti ha accettato subito». Kaseki: «Ci siamo incontrate a Berlino, quando ancora non avevo mai visto nemmeno una sua performance! Rimasi molto sorpresa ma anche curiosa di questa richiesta di collaborazione. Stefania mi fece vedere spezzoni di video di un suo lavoro realizzato in Sardegna che mi colpì moltissimo». Lì ha cominciato a prendere forma Terra. Pedretti: «In effetti si trattava proprio del primo passo del progetto Terra e quindi poteva rendere l’idea di fondo. In Sardegna l’elemento terra è fortissimo». Kaseki: «La cosa che mi interessava particolarmente – visto che comunque avevo già collaborato con musicisti – era lo scambio di ruoli che proponeva Stefania, dunque il confrontarsi direttamente con musica e voce. Poi siamo arrivate qui, al Cisim di Lido Adriano, mi è stata raccontata tutta la storia di questa zona, la sua complessità e la sua carica di potenziale, la trasformazione enorme che avviene tra inverno ed estate con l’arrivo dei turisti, i contrasti tra natura e cementificazione. Questa era l’idea di fondo di Terra, alla quale poi abbiamo aggiunto altri elementi». Pedretti: «Il mutamento della terra a opera dell’uomo è certamente uno dei nodi focali del progetto, il fatto che spesso la natura viene distrutta

A sinistra la danzatrice butoh Yuko Kaseki; sotto, Stefania Pedretti, in arte ?Alos

CULTURA

12

LA BUSTINA DI MELPOMENE a cura di M ARIA

GIOVANNA MAIOLI

L’altro giorno mi ferma per strada un tale, mai incrociato prima, che mi fa: voi di RavennaPoesia con chi aprite il 2012 a Casa Melandri? Con il Conte di San Lorenzo, rispondo. Con chi? Con Manzoni, continuo. Ma allora parlerete dei Promessi Sposi. No, guardi... sabato 21 il nostro ospite sarà Gian Ruggero Manzoni, tuttora vivo e vegeto, poeta, narratore, saggista, pittore, nonché discendente di Alessandro; ed è anche conte. Ma vuole che non lo conosca, mi dice quel tale, e sabato ci sarò anch’io naturalmente ad applaudirlo. Per la nostra Bustina abbiamo scelto:

GIOCAVAMO A RAMINO... di Gian Ruggero Manzoni Giocavamo a ramino e a scacchi. Mi offrivi sigarette inglesi e cacao delle Indie occidentali. La domenica pomeriggio mi accompagnavi al cinema o a ballare e, mentre guidavi, contavamo le ragazze che mi avevano baciato. Ti paragonavo a quel castagno, a cui i boscaioli chiedono il permesso, nella stagione del taglio. A quell’albero della selva di Camaldoli dove, nel grembo, i patriarchi vengono adagiati. Un sarcofago di legno centenario. Una cuccia. Una presenza che arde nella cantina e nel solaio. Una gentilezza – una carezza – prima di dormire… o di ricevere il male. (da Il dolore (oltre la casa dei morti), Scheiwiller, Milano 1991, pubblicato anche in e-book da RavennaPoesia e Area51 Publishing, 2011)

senza pensarci troppo». La figura femminile è altrettanto fondamentale nel vostro spettacolo. Avete trovato molte differenze di visione tra oriente e occidente? Pedretti: «Ne abbiamo parlato molto tra noi e non abbiamo trovato molte differenze, forse perché siamo andate in profondità abbandonando quelli che possono essere i vari cliché oriente/occidente. Credo molto nella forza e nella sensibilità della figura femminile, che si dice sempre siano più sviluppate che nell’uomo; in realtà credo questo sia identico in tutti, uomini e donne, solo che ormai è un atteggiamento radicato nell’uomo quello di confinare la sensibilità in un angolo angusto del suo essere». Come si coniuga il butoh con la musica d’avanguardia di ?Alos? Kaseki:«L’approccio del butoh è molto avanguardistico, quando è nato negli anni ’60 era decisamente anticonformista. Poi col tempo ha subito contaminazioni, ha preso qualche elemento della tradizione giapponese e magari ora si tende a vederlo come “tradizionale”, ma per me ri-

Lo spettacolo è nato pensando proprio a Lido Adriano

mane una forma nuova di danza. La cosa interessante del butoh, rispetto alle altre forme, è la fondamentale attenzione alle emozioni, ai ricordi, agli atteggiamenti umani. Alla sua trasformazione del corpo rispetto a forme più canoniche». Pedretti: «Per questo ho cercato proprio Yuko, per la sua visione molto avanguardistica del butoh». Siete entrambe non ravennati: avete percepito in campo culturale quello scarto di qualità che ha portato la città a candidarsi capitale europea? Kaseki: «Non ho avuto il tempo per rendermene conto, ma l’evidente sforzo messo in atto e l’entusiasmo sono incredibili, quasi palpabili anche restando pochi giorni in città». Pedretti: «Io la differenza la sento eccome. Oltre ad aver vissuto e lavorato per tanti anni a Berlino sono stata in tantissime città italiane ed europee e la situazione culturale è imparagonabile con quella di Ravenna. È proprio per gli stimoli culturali che mi sono trasferita da Berlino a Ravenna». La serata di venerdì sarà preceduta alle 20.30 dalla presentazione del libro di Gianni Zaffagnini I calendari Maya. L’invenzione del tempo. Info: 339 3027028.


CULTURA& MUSICA

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 19 gennaio 2012

BRONSON

CLASSICA

Al via Ravenna Musica con Axelrod e l’Orchestra della Rai

We Were Promised Jetpacks indie rock dal Regno Unito Ha tutti gli elementi per finire catalogato alla voce “Grande sorpresa dell’anno” il concerto dei We Were Promised Jetpacks, che il Bronson opsita sabato 21 gennaio alle 22. Quella che era una bella promessa con l’album di debutto These Four Walls e col successivo The Last Place You'll Look EP uscito nell'aprile del 2010 – al termine dello spettacolare tour nel Nord America – è diventata una solida realtà con il nuovo In The Pit Of The Stomach, anzi diremo di più, forse la più interessante realtà rock e alternative emersa dalla scena britannica da diverso tempo a questa parte. Gli scozzesi We Were Promised Jetpacks tornano in tour a due anni dall’esordio e dimostrano di essere cresciuti e parecchio, enfatizzando i toni cupi ed esaltandoli in esplosioni sonore repentine, chitarre taglienti che spazzano via timori e la voce del frontman Adam Thompson che trascina davvero l’ascoltatore in una arena di purissimo rock. Si sono rifugiati nello studio dei Sigur Ros immersi nella natura selvaggia e gelida dell'Islanda per registrare il nuovo al-

bum. «Siamo stati moltissimo tempo in tour con il nostro album di debutto, circa due anni – spiega Adam – quindi eravamo impazienti di tornare in studio e registrare il nuovo album, il quale speriamo dimostri quanto siamo migliorati come band». La strategia è stata ben diversa riguardo i tempi di registrazione: «Abbiamo registrato il primo album in otto giorni e subito organizzato un breve tour, questa volta abbiamo trascorso tre settimane piene nello studio di registrazione con il

live-sound engineer Andrew Bush, creando un album in cui sono catturati i suoni dei nostri live show e che risulta forte dall'inizio alla fine». La serata però offre un altro ottimo motivo d’interesse, e cioè il concerto “spalla” dei Melampus, duo emiliano (il cui atteggiamento ricorda i The Kills) composto da Francesca “Billy” Pizzo alla chitarra e Angelo “ Gelo” Casarrubia, strepitoso batterista dei Buzz Aldrin. Info: 333 2097141.

FAENZA

È arrivato finalmente il momento della stagione 2012 di “Ravenna Musica” curata dall’associazione musicale Angelo Mariani, che domenica 22 gennaio si apre – in una serata sostenuta dalla Cassa di Risparmio di Ravenna Spa – al teatro Alighieri (ore 20.30) con il concerto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai guidata dal carismatico John Axelrod. Il direttore texano in dieci anni di carriera ha diretto più di 130 compagini tra le più importanti in Europa e all’estero, dalla Dresdner Philharmonic all’Orchestre de Paris, dalla London Philharmonic alla Salzburg Mozarteum, dalla Washington National Symphony alla Philadelphia Orchestra, dalla Symphony Orchestra Tokyo alla Shanghai Symphony.

Ora lo troviamo alla guida dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai – prestigioso ensemble nato nel 1994, sul cui podio si sono succeduti direttori del calibro di Georges Pretre, Giuseppe Sinopoli, Jeffrey Tate, Rafael Frühbeck de Burgos – e insieme apriraranno il concerto con l’Ouverture Leonora di Beethoven, seguita dalla composizione per viola e orchestra Der Schwanendreher di Hindemith. Nella parte solista si esibirà la prima viola dell’orchestra torinese Luca Ranieri, già viola dal 1993 al 1999 dell’Orchestra del Teatro alla Scala, con cui tuttora collabora come prima viola ospite. Nella seconda parte della serata invece l’orchestra proporrà la Sinfonia D. 944 “La grande” di Schubert, considerata la composizione più geniale del musicista austriaco. Fino al 22 gennaio è ancora possibile abbonarsi all’intera stagione, che con il contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna si dipanerà per dodici appuntamenti fino a maggio prossimo. Info: 0544 39037.

MI MOZART E BEETHOVEN PER L’OTTETTO A FIATI DI SANTA CECILIA

Sopra, il gruppo scozzese We Were Promised Jetpacks; sopra a destra, l’Orchestra Sinfonica Nazioanle della Rai. A destra Alessandro Carbonare

Liz Green, dall’Inghilterra voce sublime al Clandestino Bella proposta del Clandestino di Faenza, che lunedì 23 gennaio (ore 22.30) ospita il concerto dell’inglese Liz Green. il suo disco d'esordio, O, devotion, ha ricevuto recensioni entusiastiche da tutta la stampa specializzata britannica.

13

K R O K O S M I

Secondo appuntamento con la musica e gli interpreti della rassegna Mikrokosmi, che domenica 22 gennaio (ore 11) ospita sul palco di Sala Corelli del teatro Alighieri otto straordinari musicisti in una originale “soluzione”: Francesco Di Rosa (oboe), Alessandro Carbonare (clarinetto), Francesco Bossone (fagotto) e Alessio Allegrini (corno) – prime parti soliste dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia – verranno infatti affiancati dai loro quattro migliori allievi, ossia Francesco Vassallo, Giovanni Mentuccia, Elia Mastrovito e Fernando Servidone. Il programma è diviso tra Mozart e Beethoven e vedrà seguirsi l’Ouverture da Le Nozze di Figaro” (nella trascrizione di J.N. Wendt) e la Serenata n. 12 in do minore KV 388 nella prima parte, poi il Rondino in mi bemolle maggiore e Ottetto in mi bemolle maggiore op.103 nella seconda. Info: 347 4310058.

Abbiamo servito artisti e sportivi di tutto il mondo Cucina della tradizione e innovativa. Pesce fresco tutti i giorni

Sempre aperto mezzogiorno e sera

L’UNICO A RAVENNA PER MANGIARE BENE A TUTTE LE ORE RAVENNA DARSENA di CITTÀ tel. 0544-422315

www.ristorantenaif.com


14

CULTURA& SPETTACOLI

COTIGNOLA

giovedì 19 gennaio 2012 | RAVENNA& DINTORNI

FILOSOFIA

IL CONCERTO

Sipario.tre torna in scena con Guerrini

Corelli e Ludus Vocalis insieme a Gladys Rossi L’Associazione Culturale “Arcangelo Corelli – Progetto Tempo Primo” inaugura la nuova stagione artistica sotto buoni auspici con un concerto – mercoledì 25 gennaio alle 21 nella basilica di San Francesco – che si annuncia davvero al-

Domenica 22 gennaio prosegue al Teatro Binario di Cotignola “sipario.tre”, la nuova rassegna teatrale

Armando Massarenti a Casa Melandri Gli incontri letterari del Centro Relazioni Culturali proseguono venerdì 20 gennaio (ore 18) con l’arrivo a Sala D’Attorre di Casa Melandri del filosofo (nonché responsabile dell’inserto culturale domenicale del Sole 24 Ore) Armando Massarenti, che presenterà il suo nuovo Piccolo dizionario delle idee non comuni, edito da Guanda nel 2011. Ingresso libero.

Sopra, un momento di “L’uomo del destino”, con Orso Maria Guerrini e Cristina Sebastanelli

promossa dai Comuni di Cotignola, Fusignano e Massa Lombarda, in collaborazione con TeatroVivo. A salire sul palco alle 21 sono un grande interprete del teatro italiano, Orso Maria Guerrini, e la brava Cristina Sebastanelli in L’uomo del destino, della drammaturga francese Yasmina Reza, una partitura (traditta da Catherine Spaak) di sentimenti che conduce con forza gli spettatori dentro la storia e le emozioni dei due protagonisti. La regia è di Maurizio Panici. Info: 0545 41426.

L I B R I

QUATTRO AUTORI E QUATTRO LETTRICI A LIBERAMENTE Sabato 21 gennaio (ore 19) si inaugura in viale Alberti 38 la nuova sede della libreria Liberamente, aperta dal 10 gennaio, e per l’occasione i protagonisti saranno i racconti. Spesso bistrattati, dimenticati e messi da parte, i racconti sono microcosmi dall'equilibrio perfetto e preziosi compagni di momenti brevi. Letture veloci e incisive. Quattro autori – Gianluca Morozzi, Massimo Padua, Luca Ducceschi e Maria Silvia Avanzato – schierano quattro racconti a testa. Passando attraverso i generi, in pochi minuti, una carrellata di storie brevi. Quattro lettrici - Teresa Fava, Greta Scaglioni, Monica Forno e Francesca De Giovanni – prestano invece le loro voci per un appuntamento da non perdere. Conduce la serata il giornalista Matteo Papi e ci sarà un buffet per tutti.

Sopra, l’Orchestra Arcangelo Corelli

lettante. A renderlo tale è la giovane e talentuosa soprano che ne sarà protagonista. La trentenne romagnola Gladys Rossi ha infatti già ammaliato tante platee anche oltre i confini nazionali, grazie alle sue grandi doti vocali e interpretative. Un’artista dunque che all’estero ci invidiano, e che è stata accolta con entusiasmo dai pubblici delle grandi occasioni in alcuni dei più prestigiosi teatri lirici. «Fin da bambina mi

piaceva cantare –racconta la Rossi –, dicevano tutti che avevo una bella voce, il mio sogno però era Sanremo, non la Scala». Ma ecco che, dopo una breve carriera come cantante leggera, avviene l’incontro folgorante con la lirica: è amore a prima vista. Oggi però l’associazione culturale “Arcangelo Corelli” porta questa grande interprete a Ravenna, «per un concerto emozionante e che avrò l’onore e il piacere di dirigere», spiega Jacopo Rivani, direttore artistico della Corelli. Con un programma equamente diviso tra vocalità vocale e pura sinfonia, tutto incentrato sulle musiche di Mozart e Haydn, l’Orchestra Corelli avrà a fianco un’altra importante realtà musicale del territorio, il Coro Ludus Vocalis, guidato da Stefano Sintoni. Due realtà ravennati unite per la prima volta e impegnate nell’esecuzione della Missa Brevis St. Joannis de Deo di Haydn, meglio conosciuta come Kleine Orgelmesse, in Sib Maggiore. E ancora, le pagine mozartiane del Laudate Dominum ed Exultate Jubilate, per concludere poi con la suggestiva Sinfonia n. 45 “Degli Addii” di Haydn. Info: 320 4159565.

INFORMAZIONE PROMOZIONALE

RISTORAZIONE E INTRATTENIMENTO

Nuova Veranda delle Rose: cucina della tradizione e serate musicali A tavola un ricco menù di carne e pesce che spazia fra la Romagna e il Salento. E il venerdì cena a tema con concerto Cucina della tradizione con ricchi menù per ogni esigenza, cordialità del servizio e musica dal vivo. Questi sono solo alcuni degli ingredienti del successo della nuova gestione della Veranda delle Rose, in via Romea Sud 1 a Ravenna. Dal 12 novembre scorso, i due soci – Manuela Zanfini e il cuoco Cosimo Librato, detto “Mino” – hanno portato una ventata di novità al ristorante che gode di un ampio spazio a disposizione della clientela, con circa trecento posti a sedere. Sul fronte gastronomico, la cucina è un felice connubio fra le migliori ricette della Romagna e del Salento, quest’ultimo terra di origine dello chef. Si spazia dunque dalle tipiche paste fatte in casa, tirate con il mattarello, a piatti di terra e mare, a base di carne e pesce fresco. Una cucina semplice ma gustosa, curata senza voler essere pretenziosa, in un ambiente accogliente, elegante ma familiare. «La tradizione salentina è evidente soprattutto nella cura del pesce – ci svela Cosimo Librato –. In particolare, il sabato sera proponiamo il carrello del pesce fresco che la clientela sta dimostrando di apprezzare. Molto richiesti sono le grigliate miste, gli spaghetti allo scoglio, il pesce al sale, i cavatelli, e molto altro ancora. Per chi predilige le paste, la scelta è ampia fra tagliatelle, cappelletti o tortelli al ragù, ma anche passatelli in brodo, mentre per secondo non mancano mai le battilarde di salumi e formaggio fresco o le grigliate di carne mista. Rivolgiamo un’attenzione particolare anche ai vegetariani con proposte adatte alle loro esigenze. Ci piace inoltre promuovere l’u-

tilizzo di prodotti del territorio, quali il sale di Cervia, proveniente direttamente dalle saline che sono a pochi chilometri da qui». Oltre ai piatti alla carta, molteplici le varianti di menù. A pranzo, tutti i giorni feriali, sono proposti i menù per lavoratori, con un costo contenuto di 11-13 euro in convenzione. Il sabato sera è consacrato al pesce, con l’aggiunta di alcuni piatti speciali che tengono conto della stagionalità dei prodotti. Da non perdere anche le serate del venerdì, in cui vengono proposte cene con menù a tema, da gustare mentre si ascolta musica dal vivo o divertenti karaoke. Il programma dei venerdì inizia il 20 gennaio con il ritmo rigorosamente anni Settanta e Ottanta proposto da Hamlet (docente di canto alla scuola di musica Mikrokosmos), Ivana (storica voce ravennate e insegnante di canto) e Maury (dj nonché leader e impresario della band). A seguire, la serata sarà allietata anche con il karaoke. La Veranda delle Rose dispone di ampie sale attrezzate che si prestano per ospitare al meglio cene di lavoro, convention, banchetti e feste private, seguendo le varie esigenze della clientela.

Ristorante Veranda delle Rose via Romea Sud 1 - Ravenna Per info e prenotazioni: tel. 0544 1884296


CULTURA& PROGETTI

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 19 gennaio 2012

x

FORUM

Perché non diventeremo capitale Stefano Bon: «Esiste qualcosa che appassiona i ravennati?» Continuiamo la pubblicazione di interventi per il nostro forum e dibattito sulla candidatura di Ravenna a capitale della cultura anche per il 2012 anno decisivo per costruire il dossier che dovrà portarci davanti alla commissione europea. Questa settimana pubblichiamo l’intervento di Stefano Bon, artista e organizzatore di eventi culturali in città.

biografia Stefano Bon, è stato per anni la voce degli Streamers, un gruppo della scena indie ravennate, in seguito è stato collaboratore di vari giornali e riviste. Ha diretto due cortometraggi, ha scritto per cinema e teatro, ha organizzato incontri letterari. Nel 2007 è uscito il suo primo romanzo. È nato a Ravenna, dove vive oggi, dopo aver abitato per lunghi periodi fuori città.

di Stefano Bon Ravenna non diventerà Capitale Europea della cultura. Non lo diventerà perché i ravennati non lo vogliono, perché i ravennati non vogliono i cambiamenti. Lo si nota senza troppo sforzo: non c’è alcun segno tangibile di passione per questo argomento e qui la domanda sarebbe un’altra: esiste qualcosa che appassiona i ravennati? A ripetere poi più volte ad alta voce le parole “Capitale Europea della Cultura” se ne percepisce un fastidioso tono tronfio, un qualcosa di accademico che vola sopra le nostre teste e non arriva al cuore. In tutti questi mesi nonostante le riunioni, gli incontri e le ospitate illustri, non sono riuscito a captare in nessun cittadino quel fervore che sarebbe dovuto a chi si potrebbe trovare di fronte un evento epocale, escludendo sia chiaro gli addetti ai lavori e le maestranze che hanno una parte ben precisa in questa storia …e pensare che questa città Capitale lo è stata veramente, non solo ai tempi remoti dell’I.R.O., ma anche dei tempi dell’Iri, in anni cioè, ottanta/inizi novanta, prima dei vari scandali, quando gli occhi se non del mondo, quanto meno di tutta la nazione erano puntati su questa città. Ecco oggi manca tutto questo, manca il glamour derivato dalla forza economica, quindi per diventare capitale ci vuole altro, un altro che non c’è. Quando ho chiesto ad Hanif Kureishi cosa pensasse di questa città, mi ha risposto: “Ravenna ravishing” che possiamo tradurre in affascinante, incantevole, o forse è parola intraducibile, ma dà l’idea di come uno straniero possa considerarla e noi cosa offriamo agli occhi stranieri? Basta solo entrarci in città e capire da questo “biglietto da visita” a che cosa si possa andare incontro. Cavalcavia, capannoni artigianali, centri commerciali, multisale… l’orrido contemporaneo in pratica; va un po’ meglio chi arriva da sud solo se passa da Classe, ma anche arrivando dal mare (ah i mitici croceristi…) non si può sfuggire alla schizofrenia del paesaggio; da una parte un’oasi naturale paragonata alla Camargue, dall’altra un bruttura industriale unica nel suo genere. Bisogna cambiare dunque, ma cosa? Chi? Innanzitutto si devono eliminare dalla città i tre “ecomostri” che la renderebbero più vivibile oltre che più bella. Via dunque la stazione ferroviaria, via lo stadio e via l’ex caserma. Ora prima che si alzino i cori dell’impossibile, del fuori dalla realtà, del costosissimo, ricordo che nel campo dell’onirico ci siamo già e di questo stiamo dibattendo, perché se veramente si vuole ottenere un qualcosa di prestigioso, presentandosi con il conto di qualche imbianchino e un paio di buoni propositi possiamo anche restare a casa nostra a dirci fra noi quanto siamo belli. Di soluzioni ce ne sono a cifre di tre zeri, ma certo che se pubblico e privato fingono di non conoscersi quando si tratta di investire (mentre sono in simbiosi quando c’è da raccogliere) e se il peso politico di Ravenna nelle stanze dei bottoni continua a essere pari al peso specifico dell’elio, tutto diventa irrealizzabi-

«Vogliamo veramente essere qualcosa di diverso? Avere un nuovo volto o una nuova anima». R

i

s

t

o

r

a

n

t

e

Venerdì 20 gennaio

SCOPRI IL TUO FUTURO! Cena & Serata con Cartomante! Buon cibo, serata divertente, PREZZO MOLTO CONVENIENTE è gradita la prenotazione

Via Faentina 121 - Ravenna (sotto il cavalcavia di via Faentina) Tel. 0544 461533 - Aperto dal lunedì al sabato Dall’11 dicembre aperto anche la domanica

le. Trasformazione dunque: ecco dove peccano i ravennati. Quante volte ad esempio mi-vi-ci è stato detto che il centro storico è bello così, senza alcuna animazione e che non si tratta di mortorio, ma di vero e proprio fascino? Quanti peana si sono alzati in favore del bel litorale di una volta (quando comunque c’erano 5 disco in 4 chilometri) ad uso esclusivo dei pochi bagnanti autoctoni, al grido di “mica vorremo diventare Ibiza” (come se al mondo ci fosse solo Ibiza…)? L’essere provinciali non è di per sé un difetto, ma se assume le sembianze di una barricata contro il normale evolversi dei tempi diventa pura idiozia. Vero è che siamo circondati da esempi virtuosi di come la tradizione possa essere riproposta, se non addirittura stravolta, in chiave moderna e che tutto ciò oltre a un impatto culturale ha dato spesso anche un ritorno economico. A Ravenna la tradizione però ha perso il suo senso e io almeno non so quale sia l’anima di questa città, oppure non so riconoscerla. Un tempo queste terre erano abitate da persone concrete, ma legate a un forte concetto di cultura che riempiva teatri e musei, in più qui da noi, come in nessun altra parte del paese, la solidarietà si esprimeva tramite tutte le fasce di popolazione senza che si levasse alcuna lamentela per i suoi “costi sociali”. Oggi vedo gente chiusa in sé stessa, preoccupata per l’avvenire (e in ciò non c’è colpa) ma ossessionata dall’oggi e ripiegata su polemiche da bassa bottega, spesso in contrasto con norme civili elementari o addirittura paura verso “l’altro”, qualsiasi cosa significhi; nulla cioè che possa portarci alla dimensione dell’avventura da affrontare, un clima che proprio in questi giorni di triste realtà sarebbe giusto ritrovare. In fondo io stesso, in assenza di quel fervore creativo, tendo a dimenticarmi di una scadenza così remota ed assecondo lo scetticismo generale che si colloca in una diffidenza più grande verso il sistema “Stato” dato che, salvo profezie Maya nel 2019 avrò 56 anni e credo quindi che il titolo di Capitale soddisferà ben poco il mio ego, mentre per quanto riguarda i miei figli spero siano lontani da questa nazione in cui il futuro è finito da un pezzo. Nonostante tutto, come diceva una canzone: “oggi è già domani” e qualcuno qualche idea concreta dovrebbe metterla sul piatto, ma da questo punto di vista credo non ci siano problemi, dato che di progetti ce ne sarebbero a centinaia, ogni abitante ne avrà, penso, più di uno. Mettendo nero su bianco qualche pensiero al volo e sfuggendo alla logica che vorrebbe più mostre per l’esperto d’arte e più concerti per il musicofilo, oltre alla rimozione dei tre “ecomostri” di cui parlavo prima, si potrebbe pensare di spalmare il Ravenna Festival lungo tutto l’anno, portare il Mei a Ravenna, far realizzare a giovani artisti opere d’arte da collocare agli ingressi della città, organizzare rassegne letterarie degne di questo nome, favorire in pratica tutto ciò che è movimento, fermo restando che dovremmo diventare una nuova città, una Ravenna diversa. E qui ritorniamo alla domanda iniziale: vogliamo veramente essere qualcosa di diverso? Avere un nuovo volto, ma soprattutto una nuova anima. Perché nessuno ancora ci ha spiegato che cosa è questa Capitale della Cultura e se deve essere una grossa torta spartita per i soliti appetiti e per noi nient’altro che una serie di tagli di nastro con tanto di celebrità a favor di fotografi, che scelgano pure un’altra città. In fondo per i ravennati cambierà poco, incapaci come sempre di stringersi amorevolmente attorno a una bandiera sia che rappresenti un ideale o anche solo una compagine sportiva, specialisti dei distinguo e abilissimi a frazionarsi in contrade sempre più piccole, frutto di una provincialità che anziché identificarci ci mortifica grazie ai gattopardi per cui però nulla cambia e basta, ma soprattutto: sordi al monito che uno dei protagonisti di Lost sintetizzò in “Live together, die alone”.


16

EVENTI& TEMPO LIBERO

GIOVEDÌ 19 GENNAIO

L’UOMO, LA BESTIA E LA VIRTÙ

di Luigi Pirandello, con Enzo Vetrano e Stefano Randisi. Inizio ore 20.30. Repliche ven., sab.

INFOLINE 0544 249244 TEATRO ALIGHIERI, RAVENNA

KINESIOLOGIA: COME

RAGGIUNGERE I PROPRI OBIETTIVI

incontro con Luana Porfidia, esperta di tecniche psicoenergetiche ed in particolare di kinesiologia, tecnica che ci permette di interrogare il nostro corpo tramite test muscolari per ottenere risposte rapide ed affidabili. Inizio ore 21.

INFOLINE 0544 401645 ALEF - LIBRERIA ESOTERICA & GALLERIA D'ARTE, RAVENNA

CUL DE SAC

recital di Gianfranco Tondini. Inizio ore 22.

INFOLINE 347 9156080 CIRCOLO AURORA, RAVENNA

VENERDÌ 20 GENNAIO

APERITIVO E MUSICA

Inizio ore 17.30, fino alle 20.

INFOLINE 0544 498028 MARGARITA, S. BARTOLO

PICCOLO DIZIONARIO DELLE IDEE

colpi di teatro per raggiungere la finale, il 17 febbraio, e conquistare quello che l’associazione 05Quartoatto chiama il quinto elemento: il pubblico. Ingresso 10 euro. Inizio ore 21. INFOLINE 366 1429656 TEATRO GOLDONI, BAGNACAVALLO

JOHN DE LEO

il cantante e compositore lughese sarà in concerto per presentare i brani del suo ultimo pluripremiato lavoro discografico “Vago Svanendo” (Carosello Records). Ingresso 10 euro. Inizio ore 21. INFOLINE 0545 954194 TEATRO MODERNO, FUSIGNANO

LA VEDOVA ALLEGRA

con la Compagnia Stabile di Operette Alfa Folies. Inizio ore 21. INFOLINE 0532 805344 TEATRO DEI FLUTTUANTI, ARGENTA

RECITAL DEDICATO A ALDA MERINI

Manuela Tadini, voce recitanteEnrico Intra, pianoforte. Inizio ore 21. INFOLINE 0547 665113 TEATRO PETRELLA, LONGIANO

il filosofo Armando Massarenti presenta il suo libro: un nuovo vademecum filosofico in aiuto all’uomo d’oggi. Inizio ore 18.

UNA FIOLA DA MARIDÈ

I CALENDARI MAYA L’INVENZIONE DEL TEMPO

FATTA L’ITALIA FACCIAMO GLI ITALIANI - FRIULI VENEZIA GIULIA

presentazione del libro di Gianni Zaffagnini. Inizio ore 20.30.

INFO WWW.CCISIM.COM CISIM, LIDO ADRIANO

MUSICA DA BALLO IN ROMAGNA: LA “TRADIZIONE” DEL LISCIO trebbo e musica dal vivo. Inizio ore 20.45. SALA PARROCCHIALE, SAN PANCRAZIO

E ZIRCUL DAL VEDVI

con la compagnia Tpr Doppio Gioco di Faenza. Inizio ore 21.

INFOLINE 0544 975166 TEATRO COMUNALE, CERVIA

ESSERE SE STESSI

incontro con Toni Putortì, counselor-operatore olistico (reiki-yogameditazione-tantra-sciamanesimoipnosi-digiuno). Inizio ore 21.

INFOLINE 0544 401645 ALEF - LIBRERIA ESOTERICA & GALLERIA D'ARTE, RAVENNA

I CINQUE ELEMENTI

rassegna di improvvisazione teatrale con l’associazione culturale 05Quartoatto: le squadre ispirate ai quattro elementi (Acqua, Aria, Fuoco e Terra) si sfideranno a

GIANNA CERCHIER & THE POWER PLAY da Otis Redding a Aretha Franklin con un fenomeno della canzone blues, soul e r&b. Inizio ore 22. INFO WWW.TEATROSOCJALE.IT TEATRO SOCJALE, PIANGIPANE

IL RYTHM AND BLUES coi Pharaons. Il grande ritorno, dopo 20 anni. La reunion che tutti aspettavano! Inizio ore 22. INFOLINE 335 314568 NAIMA CLUB, FORLÌ

TERRA - LA DEA MADRE con ?Alos (performer), Yuko Kaseki (butoh dancer) e una video installazione di Emiliano Biondelli . Inizio ore 22. Replica sab. ore 21.30. INFO WWW.CCISIM.COM CISIM, LIDO ADRIANO SABATO 21 GENNAIO

NON COMUNI

INFOLINE 0544 39972 SALA D'ATTORRE, RAVENNA

giovedì 19 gennaio 2012 | RAVENNA& DINTORNI

ALBERO MIO letture e laboratorio per i più piccoli con Alice Iaquinta. Inizio ore 9.30. INFOLINE 0545 280912 BIBLIOTECA TARONI, BAGNACAVALLO

LETTURE NELLA CASA DEI LIBRI

a cura dei lettori volontari, ingresso gratuito da 0 a 6 anni. Inizio ore 10. BIBLIOTECA LUIGI VAROLI, COTIGNOLA

CONTROVENTO

presentazione del volume (Montanari Editore 2011): un viaggio attraverso le immagini di Maurizio Masotti. Inizio ore 11. Alle 17.30, il libro sarà presentato da Fricandò, in via Maggiore (tel. 0544 212176).

INFOLINE 0544 482112 BIBLIOTECA CLASSENSE, RAVENNA

FAVOLE PER LA SOLIDARIETÀ

animazione insieme ai bambini, con Eliseo Dalla Vecchia. Inizio ore 16.

INFOLINE 0544 520921 SALA POLIVALENTE PERCORSI, MEZZANO

CHI È IL CONTE DI SAN LORENZO?

Gian Ruggero Manzoni è nato nel 1957 a San Lorenzo di Lugo, dove vive. Poeta, narratore, saggista, pittore, ha dato vita negli anni a una produzione artistica

IL PREMIO

con la Compagnia Cdt La Rumagnola di Bagnacavallo. Inizio ore 21. INFOLINE 338 3791838 CASA DELLE AIE, CERVIA

INFOLINE 0544 31336 SALA D'ATTORRE, RAVENNA

QUATTRO AUTORI PER QUATTRO RACCONTI

inaugurazione della nuova sede della Libreria Liberamente con letture di racconti di Gianluca Morozzi, Massimo Padua, Luca Ducceschi e Maria Silvia Avanzato. Vino e buffet. Inizio ore 19.

terra di confine o regione in quattro lingue? Paolo Cavassini ci condurrà fra mare, terra, venti e uomini di una delle più complesse e affascinanti del nostro paese. Inizio ore 21.30.

INFOLINE 347 4706210 LIBRERIA LIBERAMENTE, RAVENNA

INFOLINE 0544 405730 MAMA'S CLUB, RAVENNA

SERATA DI MULTICULTURALITÀ E SOLIDARIETÀ

I LOVE LUGO - THE PARTY

party per Andrea Poli, il pattinatore che è stato incoronato lo scorso 23 novembre, a Brasilia, campione del mondo di pattinaggio artistico. Ad arricchire la serata saranno molteplici attività del territorio lughese che hanno aderito all'iniziativa, inoltre i MrQuick Duo, cioè Devis Tagliaferri e Fabrizio Tarroni, e Radio Sonora, radio ufficiale della serata, che porta i suoi dj nel nostro priveè. Inizio ore 21.30. INFOLINE 333 8115954 BACCARA, LUGO

AGATA LEANZA & CICO CICOGNANI

in un concerto jazz. Inizio ore 22. INFOLINE 347 9156080 CIRCOLO AURORA, RAVENNA

multiforme e geniale. Lo ascolteremo nell'incontro a cura di RavennaPoesia, con Franco Costantini e Maurizio Asero alle percussioni. Inizio ore 18.

Davide Reviati miglior autore straniero di fumetti in Francia Si aggiudica il premio come miglior autore straniero di fumetti, pubblicato in Francia nel 2011, il ravennate Davide Reviati per l’opera: État de veille (Morti di sonno), Casterman, Paris. Era stato il prestigioso Le Monde, il 4 febbraio 2011, a dedicare mezza pagina al libro di Reviati, seguito poi dai maggiori quotidiani francesi e da Canal+ con un'ampia intervista. Dopo l’assegnazione del Prix Diagonale 2011, da parte della giuria belga che seguiva i riconoscimenti avuti a Bologna, a Roma ed a Napoli col premio Micheluzzi, il premio da parte della giuria francese dei dBD Awards, è il miglior viatico alla traduzione coreana di Morti di sonno che va in libreria a Seul in questi giorni.

l’associazione di promozione sociale tunisina della Solidarietà e della Fratellanza invita ad assaggiare i sapori dell’altra sponda del Mediterraneo con una cena di beneficenza tunisina. Non solo si assaporeranno delizie nordafricane, ma si potrà conoscere in maniera più approfondita, attraverso i racconti dei protagonisti, la storia della Tunisia, che ha vissuto proprio in questo ultimo anno pagine inedite della sua storia. Prezzo 15 euro. Il ricavato sarà devoluto per sostenere famiglie in difficoltà economica. Inizio ore 19.30.

INFOLINE 347 3464520 CENTRO QUAKE, RAVENNA

RARE FUNKY ALL STAR

serata di puro funky suonato da


EVENTI& TEMPO LIBERO

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 19 gennaio 2012

INFOLINE 0544 249244 SALA CORELLI DEL TEATRO ALIGHIERI, RAVENNA

FESTA MESTA di

A L E S S A N D R O F OGLI

Philharmonics, piccole meraviglie intimiste per una voce elegante e purissima

Altra voce femminile sugli scudi questa settimana, ma decisamente di tenore diverso rispetto alla rockettara EMA dello scorso numero. No, la giovane cantautrice danese Agnes Obel di rock ha ben poco: basta ascoltare anche solo un paio di pezzi del suo album di debutto Philharmonics per rendersi conto di essere al cospetto di una voce purissima dalla innata eleganza e di brani che sono piccole meraviglie intimiste, serene e sensuali, debitori tanto del folk quanto della musica classica. Natali copenhagensi ma residenza berlinese (e dove sennò?), questa trentenne cantante e pianista di formazione classica ha di sicuro un futuro aureo che la attende, un futuro che sostituirà le cantine e i piccoli club in cui è stata solita esibirsi con concert hall e teatri tutti esauriti. Non c’è dubbio alcuno. Poco dopo la pubblicazione nel 2010 di Philharmonics la brava Agnes ha avuto la svolta che la maggior parte degli sconosciuti di talento si sogna ogni notte, quando un noto pubblicitario si è imbattuto in uno dei suoi demo di MySpace (ma allora c’è davvero qualcuno che quel sito lo usa

quello della musica stessa. Philarmonics si apre con il piano-solo Falling Catching, esercizio minimalista in cui gli arpeggi evocano il graduale sciogliersi del ghiaccio in un rivolo che diventa poi protagonista del pezzo seguente, Riverside. È qui che scopriamo la voce di Agnes e le sue armonie non convenzionali ma grandemente efficaci. Una voce che, volendo, può riportare alla mente quella di altre artiste: a volte Laura Veirs, altre Nina Nastasia, sebbene occorrerebbe lasciare questi dischi per un certo tempo nel freezer al fine di raggiungere il grado di fragilità vocale della nostra danese, così rilassato che sembra a volte scomparire nel nulla. Anche Joanna Newsom è una chiara influenza, dall’onnipresenza della natura ai cameo di arpa, fino allo spiccato lirismo, tutti elementi chiaramente riscontrabili nell’ammaliante Beast. Tra gli altri picchi dell’album, l’incantevole Just so – il cui backing vocals di Alex Flagstad ricorda Only Skin, ossia il duetto Bill Callahan/Newsom su “Ys” –, la cover di John Cale e la finale On Powdered Ground, in cui «tutto si scioglie come la neve» per ricollegarci tematicamente con grazia all’incipit del disco. Da avere.

ancora…) e lo ha utilizzato per lo spot di un telefono cellulare. D’accordo, non certo la via più glamour verso la fama, ma abbastanza per far apparire la Obel nel radar di Thomas Vinterberg, co-fondatore del movimento Dogma-95 (quello di Von Trier e compagnia). Ecco così la presenza di suoi pezzi nel film di Vinterberg Submarino e l’arrivo del Robert Award (in pratica l’Oscar danese) per la canzone dell’anno. E così, spinto da un inarrestabile passaparola, l’album di Agnes da quel momento si apre la via nelle orecchie e nei cuori di tanti critici di mezz’Europa. Interamente scritto e arrangiato dalla stessa Agnes (a parte una cover, (I keep a) Close Watch, di John Cale), l’album è percorso da un’estetica minimalista, che soffonde non solo l’orchestrazione e la voce della Obel, ma anche tutto l’artwork del disco (vale la pena dare un’occhiata alla versione integrale delle copertine sulla sua pagina Facebook). Insomma, tutto si combina in un bellissimo effetto, creando un paesaggio sonoro in cui silenzio e spazio giocano un ruolo importante tanto quanto

GIUNTINI - SIMEONI

il duo presenta il cd Terre in vista, un viaggio immaginario capace di portare l’ascoltatore in mondi lontani nello spazio e nel tempo. Inizio ore 21.30.

INFOLINE 0544 405730 MAMA'S CLUB, RAVENNA

SERATA TANNICA

performance enomusicali con Alessandro Masnaghetti, Gianpaolo Antongirolami e Gianluca Gentili: il connubio “anarcoide” tra la penna del mondo del vino e dintorni e due giganti della contemporanea italiana. Inizio ore 21.30.

Agnes Obel alcuni dei migliori dj della funky family, 100% vinile! Buffet, musica e tanta energia positiva. Inizio ore 20.30.

INFOLINE 0544 456190 ITALIAN ROADHOUSE CAFÈ, RAVENNA

SETTE STREGHE PER BIANCANEVE

fiaba drammatizzata, con Acropolis Cotignola. Inizio ore 20.30.

INFOLINE 0545 905501 SALA POLIVALENTE, BAGNARA DI ROMAGNA

E SGNOR GIULIO UN FA’ FAMÌ

tre atti di Augusto Chiarini, con la compagnia Caveja e Ravgnana di Ravenna. Inizio ore 21.

INFOLINE 0544 591715

TEATRO MONTI, ALFONSINE

IL LAGO DEI CIGNI

di Piotr Ilic Tchaikovskji, con il Russian Classical Theatre. Inizio ore 21.

INFOLINE 0546 21306 TEATRO MASINI, FAENZA

LA VEDOVA ALLEGRA

con la Compagnia Stabile di Operette Alfa Folies. Inizio ore 21.

INFOLINE 0547 665113 TEATRO PETRELLA, LONGIANO

VERNICE FRESCA

di Maurizio Pagliari, con Duilio Pizzocchi. Inizio ore 21.

INFOLINE 0544 975166 TEATRO COMUNALE, CERVIA

17

INFOLINE 346 4104884 AREA SISMICA, RAVALDINO IN MONTE - FORLÌ

WE WERE PROMISED JETPACKS

il gruppo scozzese è la più interessante realtà rock e alternative emersa dalla scena britannica da parecchio tempo. Tornano a due anni dal primo disco e dimostrano di essere cresciuti, tra toni cupi ed esplosioni sonore repentine. Inizio ore 21.30.

INFOLINE 333 2097141 BRONSON, MADONNA DELL'ALBERO

CRISTINA D’AVENA E I GEM BOY in concerto. Inizio ore 23.

INFOLINE 336 694414 ROCK PLANET, PINARELLA DI CERVIA

DON JOE & SHABLO

Don Joe (Club Dogo) e Dj Shablo, tra i più apprezzati beatmaker della scena hip hop nazionale, porteranno sul palco del Baccara una carica esplosiva di suoni e beat tra i ritmi e gli accenti della musica rap. Inizio ore 23.

INFOLINE 333 8115954 BACCARA, LUGO

OH! PEARS

in concerto la band americana con il suo folk-rock. Inizio ore 23.

INFOLINE 0546 681327 IL CLANDESTINO, FAENZA

NIL DO BRASIL E MOKA CLUB

dopo la cena animata, spettacolo e concerto. Infine, dj set. Inizio ore 23.15.

INFOLINE 0546 46877 TEK CLUB, FAENZA

DOMENICA 22 GENNAIO

2° TROFEO HAPPY FEET

gara di ballo, danze folk, coreografic team e fruste. Inizio ore 10.30.

INFOLINE 338 1546759 PALAZZETTO DELLO SPORT, CERVIA

TONY ESPOSITO

in concerto per un nuovo appuntamento Discoring, l'interprete di successi come Kalimba de Luna, Sinuè e Pagaia. A seguire dj set con Genesi & Manoli. Inizio ore 22.

INFOLINE 0544 438494 BBK BEACH, PUNTA MARINA TERME

OTTETTO A FIATI DELL’ACCADEMIA DI SANTA CECILIA

BUDDY LOVE L I V E G R O U P

dalle ore 21.00 Ingresso Libero

incontro con Andrea Angelo Martoni del Policlinico S. Orsola. Intermezzo musicale con Santandrea e la Camerata Veneziana, a seguire, degustazione di prodotti enogastronomici. Inizio ore 15. CONVENTO DI S. FRANCESCO, BAGNACAVALLO

E SGNOR GIULIO UN FA’ FAMÌ tre atti di Augusto Chiarini, con la compagnia Caveja e Ravgnana di Ravenna. Inizio ore 15.30. INFOLINE 0544 36239 TEATRO RASI, RAVENNA

IL BAU BAULE con Stefania Mariani. Inizio ore 15.30. INFOLINE 0544 497501 VULKANO, SAN BARTOLO

PIGIAMI di Nino D’Introna, Graziano Melano, Giacomo Ravicchio. Teatro dell’Angolo - Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus. Inizio ore 16. INFOLINE 0546 21306 TEATRO MASINI, FAENZA

APERITIVO E MUSICA Inizio ore 18. INFOLINE 0544 471354 BAR ROMEA, RAVENNA

UN-LUCKY THOMPSON TRIBUTE con Fabrizio Chiarini (sax tenore), Bruno Briscik (contrabbasso) e Federico Codicè (chitarra). Inizio ore 20. INFOLINE 0545 60631 LA CANTINA DI PIAZZA NUOVA, BAGNACAVALLO

ORCHESTRA SINFONICA NAZIONALE DELLA RAI diretta da John Axelrod. Inizio ore 20.30. INFOLINE 0544 249244 TEATRO ALIGHIERI, RAVENNA

L’UOMO DEL DESTINO di Yasmina Reza, con orso Maria Guerrini e Cristina Sebastianelli. Inizio ore 21. INFOLINE 0545 41426 TEATRO BINARIO, COTIGNOLA

HONEY DRIPPER BLUES BAND

in concerto per Mikrokosmi. In programma, musiche di Mozart e Beethoven. Inizio ore 11.

Giovedì 26 gennaio

LE CURE DEL CANCRO OGGI

in concerto, la band formata da Elena Brighi (voce), Gianni Liverani e Guerrini (chitarre), Massimo Bastoni (sax), Giorgio Franchini (basso) e Fabio Chiarini (batteria)

Giovedì 02 febbraio

CARTOMANZIA& TAROCCHI dalle ore 18.00 in poi Ingresso Libero

Via Quattro Novembre, 51 Ravenna, RA - tel: 0544 217023 chiuso la domenica - PER INFO: cell. 327 6778149


18

EVENTI& TEMPO LIBERO

giovedì 19 gennaio 2012 | RAVENNA& DINTORNI

. Musica blues. Inizio ore 22.

VISIBILI & INVISIBILI

INFOLINE 347 9156080 CIRCOLO AURORA, RAVENNA

MATT ELLIOTT

INFOLINE 338 3269866 DIAGONAL LOFT CLUB, FORLÌ LUNEDÌ 23 GENNAIO

I DUE BATTISTERI

RAVENNATI A

CONFRONTO

conferenza di Giovanni Gardini che intende puntare l’attenzione sugli aspetti iconografici e iconologici delle immagini, oltre che sulle caratteristiche architettoniche e archeologiche dei siti ravennati. Inizio ore 14.30. LICEO ARTISTICO, RAVENNA

IRAN

per la rassegna "Un mondo di immagini" proiezione del video di Primo Zambrini. Inizio ore 21. CENTRO CULTURALE POLIVALENTE, RUSSI

LIZ GREEN

in concerto la cantante inglese musica gospel, pop francese, screamo. Inizio ore 22.30. INFOLINE 0546 681327 IL CLANDESTINO, FAENZA MARTEDÌ 24 GENNAIO

DIALOGO INGROIA

CON

Shame, l’ottima conferma di una regia che fa respirare aria di modernità

di

in concerto - dark-howlingfolk/songwriting. Inizio ore 22.

ANTONIO

incontro pubblico con il procuratore aggiunto della Procura distrettuale antimafia di Palermo.

FRANCESCO DELLA TORRE

Shame, di Steve McQueen (2011) La coppia suona molto cinefila: il regista Steve McQueen (che si chiama come il mitico attore) e l’attore Michael Fassbender (che si chiama, quasi, come il mitico regista) finalmente vengono scoperti dal pubblico italiano, grazie all’ultimo Festival di Venezia, dove Shame ha raccolto grandi consensi e ha “consegnato” al suo protagonista la Coppa Volpi come miglior attore maschile. Per completare il parco tecnico, non dimentichiamo neanche una straordinaria Carey Mulligan, co-protagonista e grande promessa dopo l’ottima prova in Non lasciarmi, film da recuperare. Cresciuto e maturato come video artista, McQueen dopo aver stupito tutti per la sua opera prima (vedi sotto), ha consolidato la sua ottima fama con questo Shame, storia di Brandon, un trentenne di successo, sia nel lavoro che con le donne, apprezzato dai colleghi e assoluto oggetto di desiderio del gentil sesso. Ma il protagonista ha non pochi lati oscuri, dalla dipendenza del sesso, fino al rapporto mai troppo chiaro con la sorella, cantante emotivamente instabile e caratterialmente fragile, che un giorno viene a stabilirsi da lui. Guardando questo film si respira, come con Drive (ma questo è scritto notevolmente meglio), aria di modernità, L’incontro sarà una occasione per ripercorrere le storie di mafia e di antimafia di questi ultimi decenni, dalla “rivoluzione“ metodologica avviata da Falcone fino ai nostri giorni. Inizio ore 20.30. INFOLINE 340 5951366 SALA CORELLI DEL TEATRO ALIGHIERI, RAVENNA

CANZONI

A

“BASSA

VOCE”

con Vincenzo Taroni (contrabbasso) e Eleonora Poletti (voce). Inizio ore 21. INFOLINE 0545 60631 LA CANTINA DI PIAZZA NUOVA, BAGNACAVALLO

C'È UNA

CERTA

non tanto nella storia, ma nel modo di raccontarla, nella regia, nella visione pure. E McQueen gira in maniera devastante, inserendo il corpo del suo attore protagonista (anche senza veli, per la gioia delle fans), in un gioco di inquadrature originali e visioni innovative, al limite dell’onirico, dando un totale senso del trasporto. Un piacere per gli occhi, ma anche un film difficile, poco dialogato, retto dalla straordinaria recitazione dei due attori, che riempiono la bellezza naturale delle immagini con emozioni di grande impatto. Da non perdere. Hunger, di Steve McQueen (2008) Opera prima di McQueen, è un film ben più duro, rigoroso e disturbante del successivo Shame, che già una passeggiata non è. Intendiamoci, sono due film appassionanti e che si seguono senza problemi, grazie anche alla loro durata perfetta (un’ora e mezza), però Hunger è una storia vera, parla di carcere, parla di IRA, parla di Irlanda del Nord, parla di 1981, e parla di lotta. Parte con tre protagonisti, un poliziotto e due detenuti, fino a dimenticarli (in un modo o nell’altro) per concentrarsi sull’attivista Bobby Sands, che diventerà leader del

ANNALISA

PER

TE

commedia diretta e interpretata da Ennio Coltorti e Francesca Draghetti. Inizio ore 21. Replica mer. INFOLINE 0544 975166 TEATRO COMUNALE, CERVIA

I VIAGGI

INTERSTELLARI

conferenza di Claudio Balella. Inizio ore 21. INFOLINE 0544 62534 PLANETARIO, RAVENNA

VIENI

premi a sorpresa. Inizio ore 21. INFOLINE 0544 422228 CENTRO SOCIALE LA QUERCIA, RAVENNA

MUSICA

DA CUCINA

canzoni con chitarra, voce e un tavolo apparecchiato, vere miniature tra pop e ambient. Musica da cucina dal 2007 porta in giro per il mondo i suoni della cucina, accompagnati da chitarra, clarinetto e fisarmonica. Ingresso libero. Inizio ore 21.30.

ALEF, la libreria più esoterica di Ravenna propone dieci incontri per vivere meglio Andrea Buldrini e la “sua creatura”, la Libreria esoterica Alef di via Ravegnana 146/a, il luogo dove si può trovare tutto quello che si vuol sapere sulla medicina olistica, sulla meditazione, sulle filosofie orientali, sulla scienza quantistica, sulle religioni. Non solo una libreria ma anche un luogo di incontro, di studio, di approfondimento. Un punto di ritrovo per tutti coloro che amano conoscere, capire, dibattere al di fuori di regole e schemi rigidamente prestabiliti. Dal 21 gennaio la Libre- Andrea Buldrini ria Alef inaugura i nuovi seminari Si parte il 21-22 gennaio con la dottoressa Mirella Santamato che parlerà di come Vivere felici e contenti. La dottoressa Santamato è l’autrice de La trappola invisibile e Le principesse ignoranti. Si continua il 24 gennaio con il laboratorio di Miranda Virzì suddiviso in tre tappe. Prima tappa Risveglio il mio bambino. Il 26 gennaio è la volta di Renata Venturini che tratterà L'astrologia di base-primo livello. Renata Venturini è l'autrice del ponderoso Manuale dell'astrologia occidentale. Il 28-29 gennaio sarà Maria Cristina Bellini - coach trainer di pnl - a relazionare sul tema Impara a dire di no risolvendo la vita con la pnl. Il 31 gennaio seconda rappa del laboratorio di Miranda Virzì su Gioco con gli altri, non sono solo. Il 4-5 febbraio Toni Putorti e Luce Caponegro condurranno il seminario Essere se stessi. Conoscere te stesso, il coraggio di essere se stessi (week end intensivo di consapevolezza e guarigione). Il 7 febbraio terza ed ultima tappa del laboratorio di Miranda Virzì dedicato a Vivo la gioia e realizzo ciò che voglio. Corsi e seminari per poter vivere meglio, in pace con se stessi ed in pace con gli altri. Per partecipare ai corsi ed ai seminari che si terranno nell'ampia sala incontri della libreria Alef, è necessaria la prenotazione. Per iscrizioni ed informazioni ci si può rivolgere direttamente ad Andrea Buldrini telefonando al 0544 401645 oppure recandosi presso la Libreria Esoterica Alef.

CAMMINANDO 6 PERSONALE DI DERNO VALERIANI

GALLERIA AMARTE - RAVENNA via Baccarini, 20 - tel. 0544 1881437

UN

POLIZIOTTO DA HAPPY HOUR

proiezione del film di J.M. McDonagh e intervallo con cappelletti. Inizio ore 21.30. INFORMAZIONE PROMOZIONALE

MOSTRE D’ARTE

INFOLINE 348 0107848 CIRCO SFORZA, IMOLA

A BALLARE ... MARTEDÌ?

la serata sarà animata dalla musica di Otto e Strambal. Ricchi

drammatico sciopero della fame che gli attivisti per l’indipendenza dell’Irlanda del Nord hanno messo in atto per vedersi riconosciuto lo status di prigioniero politico. Hunger è un film potente e spiazzante, e sorprendente contando che si tratta di un’opera prima. Un film duro che mette le immagini del bravo video artista McQueen in faccia allo spettatore senza preoccuparsi della sua reazione: dall’iniziale sciopero dell’igiene alle mani insanguinate dei picchiatori, dalle violenze dei poliziotti al corpo sofferente e martoriato di Sands/Fassbender (sì, ancora lui). In mezzo al film, quindici minuti di camera fissa per il dialogo tra il protagonista e il prete del carcere, che mostra l’incontro tra due mondi e contemporaneamente un deciso intervallo tra le visioni del talentuoso regista. Una scelta netta e spiazzante, per un film molto bello che in Irlanda è già oggetto di culto, mentre da noi è oggetto di disperata ricerca da parte di quei pochi appassionati e fortunati a cui è giunta voce dell’esistenza, visto che non è mai uscito. Chissà che il successo di Shame, non porti Hunger nelle sale, visto che per ora di italiano ci sono solo i sottotitoli in rete. PS: nelle sale c’è un altro bel film, La talpa. Andatelo a vedere prima che vada via, poi la prossima settimana ne parliamo.

INFO WWW.TEATROSOCJALE.IT TEATRO SOCJALE, PIANGIPANE MERCOLEDÌ 25 GENNAIO

LA CAREZZA

DELLA LUCE

protagonista la soprano Gladys Rossi. Con un programma per metà vocale e per metà puramente sinfonico, tutto incentrato sulle musiche di Mozart e Haydn, l’Orchestra Corelli avrà al suo fianco il Coro Ludus Vocalis. Inizio ore 21. BASILICA DI SAN FRANCESCO, RAVENNA

SUICIDI? STRANE MORTI ALL’EPOCA DI TANGENTOPOLI con Bebo Storti e Fabrizio Coniglio. Inizio ore 21. INFOLINE 0532 805344 TEATRO DEI FLUTTUANTI, ARGENTA

DIRTY MIND in concerto. Inizio ore 22. INFOLINE 0546 900142 LISMORE IRISH PUB, FAENZA

IMPROPLAYERS in concerto - musica jazz. Inizio ore 22. INFOLINE 0546 21560 ZINGARÒ JAZZ CLUB, FAENZA

SYBIANN in concerto. Inizio ore 22. INFOLINE 338 3269866 DIAGONAL LOFT CLUB, FORLÌ

SAPHI VONG in concerto l’artista multimediale parigino. Inizio ore 22.30. INFOLINE 0546 681327 IL CLANDESTINO, FAENZA

Essenzialmente vedutista, affascinato dagli impressionisti, Derno Valeriani (Cesenatico 1945) sembra essere quasi soggiogato da un certo “crepuscolismo sentimentale”, ma la sua non è certo una pittura di maniera. Con colpi di spatola e pennello la sua pittura diventa atmosfera in un panorama dilatato dalla nebbia. Ma dove Valeriani risulta essere particolarmente sognante è nelle nature morte, fatte di composizioni semplici, che mostrano veramente tutta la sua capacità. Valeriani espone per la prima volta a Ravenna, con questa mostra a cura di Fiorangela Arfelli. Orari: da lun a ven 16-19.30, sab 10-12.30 / 16-19.30, dom 16-19.30. Fino al 28 gennaio

fiera di forlì SAPEUR, NONA EDIZIONE PER LA FIERA DEL PRODOTTO TIPICO DI QUALITÀ Sapeur festeggia i suoi 9 anni di attività grazie alla fiducia che da anni ripongono in essa gli espositori provenienti da tutta Italia, e al suo nutrito pubblico di buongustai e appassionati del settore, che nelle giornate del 27-28-2930 gennaio 2012, presso i padiglioni della Fiera di Forlì, avranno la possibilità di deliziare il proprio palato e i propri sensi in un “viaggio gustoso” tra i sapori, i profumi e le eccellenze di produzione delle varie regioni della nostra penisola. L’appuntamento inoltre è l’occasione per chef, ristoratori, baristi di aggiornarsi e conoscere le anticipazioni e le innovazioni del mondo culinario. Sapeur si caratterizza quindi sempre più come un momento di incontro diretto tra la produzione made in Italy, i consumatori e gli operatori del settore: un grande mercato dove è presente una ricca esposizione di biodiversità agroalimentari, che il pubblico potrà acquistare, conoscere, degustare attraverso il contatto diretto ma anche laboratori del gusto, momenti di educazione alimentare per grandi e piccini, esibizioni di grandi chef, spazi dedicati alle cucine tradizionali e convegni. La fiera sarà aperta dalle 10 alle 22 il 27 e 28 gennaio, dalle 10 alle 20 il 29 e 30 gennaio. Info: www.sapeur.it


Astoria - Ravenna

mar., mer. e gio.: p.u. 21.15

• CINEMA •

E ora dove andiamo?

(Regia di Nadine Labaki)

ven., mar., mer. e gio.: p.u. 20.40; sab.: 20.30-22.40; dom.: 16-18.10-20.40

Il figlio di Babbo Natale (Regia di Sarah Smith e Barry Cook)

sab.: p.u. 17; dom.: p.u. 15

Programmazione da venerdì 20 a giovedì 26 gennaio

J. Edgar

19

EVENTI& TEMPO LIBERO

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 19 gennaio 2012

Le Idi di Marzo

(Regia di Clint Eastwood)

ven., sab., mar., mer. e gio.: p.u. 20.30; dom.: 17-20.30

(Regia di George Clooney)

fer.: 16-17.50-20.35-22.35; sab.: 16-17.50-20.35-22.35-00.40; dom.: 15.30-17.20-20.35-22.35

20.50-22.35-22.45-23.05-00.50; dom.: 15.30-16.10-17.20-17.50-18.2520.20-20.30-20.50-22.35-22.45; lun., mar., mer. e gio.: 16-17.10-17.5018.25-20.20-20.30-20.50-22.35-22.45

Sette opere di misericordia (Regia di Gianluca e Massimiliano De Serio)

(Regia di Chris Miller)

sab.: p.u. 17.50; dom.: p.u. 15; mar.: p.u. 21 (film in lingua originale)

The help Alvin Superstar 3 - Si salvi chi può

(Regia di Tate Taylor)

Sherlock Holmes - Gioco di ombre

fer. e sab.: 17.10-20-22.45; dom.: 15.20-20-22.45

(Regia di Guy Ritchie)

lun.: p.u. 20.30 (film in lingua originale)

Jolly - Ravenna

(Regia di Clint Eastwood)

(Regia di Gilles Paquet-Brenner)

ven., dom., mer. e gio.: p.u. 22.50; sab.: 22.50-00.55

Benvenuti al nord

(Regia di Luca Miniero)

Succhiami (Regia di Craig Moss)

sab. e dom.: p.u. 19.30

Immaturi - Il viaggio (Regia di Paolo Genovese)

(Regia di Måns Mårlind e Björn Stein)

fer.: 20.40-22.45; sab.: 18-20.40-22.45-00.50; dom.: 15.50-18-20.40-22.45

Alvin Superstar 3 - Si salvi chi può (Regia di Mike Mitchell)

fer. e sab.: 16-18; dom.: 15.20-17.10-19

L'industriale (Regia di Giuliano Montaldo)

(Regia di Tate Taylor)

fer.: p.u. 21.20; sab.: 17.10-21.40; dom.: 18.30-21.20

(Regia di Charles Martin Smith)

fer. e sab.: p.u. 17; dom.: 15.20-17.35

Almanya - La mia famiglia va in Germania

Succhiami

(Regia di Yasemin Samdereli)

(Regia di Craig Moss)

fer.: 20.20-20.50-22.40; sab.: 17.50-18.20-20.20-20.50-22.4023.10-00.55; dom.: 15.30-16-17.50-18.20-20.2020.50-22.40

ven., sab., dom., mar., mer. e gio.: 20.50-22.35

sab.: p.u. 22.35; dom.: p.u. 18.05

Fortapasc Non avere paura del buio

(Regia di Marco Risi)

fer.: 16-18-20.40-22.45; sab.: 16-18-20.40-22.45-00.45; dom.: 15.30-17.30-20.40-22.45

CinemaCity - Ravenna

Shame (v.m. 14)

(Regia di Tomas Alfredson)

(Regia di Chris Gorak)

fer. e sab.: 20.10-22.40; dom.: 15.10-17.40-20.10-22.40

Proiezione in 3D: fer.: 16-18-20.40-22.40; sab.: 16-18-20.40-22.40-00.40; dom.: 15.30-17.20-20.40-22.40

Benvenuti al nord (Regia di Luca Miniero)

(Regia di Jorge Blanco, Javier Abad, Marcos Martínez )

dom.: p.u. 14.45

Gianna Cerchier & The Power Play

BANDEANDRE': “Caro Fabrizio”

Sherman Irby quartet

VENERDÌ 2 MARZO “A nigth at the Opera”

Sherman Irby: sax alto Darrel Green: batteria James Hurt: pianoforte Marco Marzola: contrabbasso

KILLER QUEEN Official Italian Queen Tribute Band

VENERDÌ 3 FEBBRAIO A tutto BEAT! Le Poiane per rivivere gli anni '60

VENERDÌ 9 MARZO La canzone al femminile

Eleonora Mazzotti I feel like a woman

Mattew Lee special septet

Eleonora Mazzotti: voce Davide Lavia: pianoforte Alessandro Carrozzo: contrabbasso

VENERDÌ 17 FEBBRAIO Etno music e sperimentazione

VENERDÌ 16 MARZO Indie Rock & Folk Rock

NABLA - Ricordando Alberto Solfrini Ciro Ettore: chitarre Vince Vallicelli: batteria, percussioni e voce Pino Ettore: contrabbasso e basso elettrico. Special guest: Danilo Rossi, prima viola del Teatro La Scala

Circolo Jolly - Russi Happy Feet 2 (Regia di George Miller (II))

ven. e sab.: 20.40-22.30; dom.: 17-18.45-21.15;

Il cuore grande delle ragazze (Regia di Pupi Avati)

dom.: p.u. 21

INFOCINEMA Cinema Italia Faenza, via Cavina 9, tel. 0546 21204 Cinema Sarti Faenza, via Scaletta 10, tel. 0546 21358 Cinema Europa Faenza, via S. Antonio 4, tel. 0546 32335

Cinema Gulliver Alfonsine, piazza della Resistenza 2, tel. 0544 83165 S. Francesco Bagnacavallo, via Cadorna 14, tel. 348 9001663 Circolo Jolly Russi, via Cavour,

CINEMA VENERDÌ 24 FEBBRAIO Un tributo al grande Faber

VENERDÌ 10 FEBBRAIO The genius of rock & roll !!!

(Regia di Francesco Bruni)

dom.: p.u. 15

(Regia di Gilles Paquet-Brenner)

fer.: 20.20-22.40; sab.: 17.35-20.20-22.40-00.55; dom.: 15.15-17.35-20.20-22.40

Cinema San Rocco Lugo, corso Garibaldi 118, tel. 0545 23220 Teatro Moderno Fusignano, corso Emaldi 32 Cinedream Multiplex Faenza, via Granarolo 155, tel. 0546 646033

VENERDÌ 20 GENNAIO blues, soul e r&b

VENERDÌ 27 GENNAIO Il grande Jazz

mar.: p.u. 21

Italia - Faenza

CONCERTI da Otis Redding ad Aretha Franklin!

(Regia di Rose Bosch)

gio.: p.u. 21

(Regia di Paolo Genovese)

Proiezione in 3D:

(Regia di Neri Parenti)

Scialla! (Stai sereno) sab.: p.u. 17

La chiave di Sara

(Regia di Måns Mårlind e Björn Stein)

Astoria Multisala Ravenna, via Trieste 233, tel. 0544 421026 Cinemacity Ravenna, via Secondo Bini 7, tel. 0544 500410 Jolly Ravenna, via Renato Serra 33, tel. 0544 478052

ven., sab., mer. e gio.: p.u. 21; dom.: 17-19-21

Immaturi - Il viaggio

Underworld: il risveglio

ven.: 16-17.10-17.50-18.25-20.20-20.3020.50-22.35-22.45-23.05; sab.: 16-17.10-17.50-18.25-20.20-20.30-

Vacanze di Natale a Cortina

Planet 51

La talpa L'ora nera

da ven a lun.: p.u. 21

Vento di primavera

(Regia di Nadine Labaki)

ven., sab., dom., mer. e gio.: p.u.20.10

(Regia di Steve McQueen)

fer.: 16-18-20.40-22.40; sab.: 16-18-20.40-22.40-00.40; dom.: 15.30-17.30-20.40-22.40

E ora dove andiamo?

(Regia di Daniele Luchetti)

(Regia di Clint Eastwood)

(Regia di Clint Eastwood)

sab.: p.u. 21; dom.: 17.30-21

Europa - Faenza

La nostra vita

J. Edgar

(Regia di Troy Nixey)

gio.: p.u. 21

J. Edgar

Cinema Moderno Castel Bolognese

The help

L'incredibile storia di Winter il delfino

ven., mar. e mer.: p.u. 20.40; sab.: p.u. 20.30; dom.: 16-20.40

Gulliver - Alfonsine

Underworld: il risveglio

Proiezione in 2D: fer. e sab.: p.u. 15.50; dom.: 15.20-18.05

ven., mar., mer. e gio.: p.u. 20.30; sab.: 20-22.30; dom.: 17.15-20.30

ven., sab. e dom.: p.u. 21.15

fer.: 21-22.50; sab.: 21-22.50-00.55; dom.: 16.45-21-22.50

(Regia di Chris Miller) (Regia di Tomas Alfredson)

Convento di S. Francesco Bagnacavallo (Regia di Guy Ritchie)

(Regia di Chris Gorak)

Il gatto con gli stivali

La talpa

ven. e mar.: p.u. 21; sab.: 20.30-22.30; dom.: 15-17-19-21

Sherlock Holmes - Gioco di ombre

L'ora nera

fer. e sab.: 15.50-18.10-20.30-22.50; dom.: 15.30-17.45-20.30-22.50

San Rocco - Lugo Benvenuti al nord (Regia di Luca Miniero)

Non avere paura del buio (Regia di Troy Nixey)

Cinedream - Faenza

fer.: 17-20.25-22.50; sab.: 17-20.25-22.50-00.35; dom.: 15.20-17.50-20.25-22.50

ven. e sab.: 20.35-22.30; dom.: 16-18-21.15; lun., mar. e mer.: p.u. 21.15

sab.: 18-20; dom.: 15-16.40-18.20

sab.: p.u. 17.20; dom.: 15.10-17.20

ven., lun., mar. e gio.: p.u. 21; sab.: 20.30-22.30; dom.: 16-18.30-21

(Regia di Tomas Alfredson)

(Regia di Steve McQueen)

(Regia di Mike Mitchell)

(Regia di Charles Martin Smith)

La chiave di Sara

La talpa

Sarti - Faenza Shame (v.m. 14)

L'incredibile storia di Winter il delfino

J. Edgar fer., sab. e fest.: 20.10-22.50

ven., mar., mer. e gio.: p.u. 20.40; sab.: 20.30-22.45; dom.: 16-18.05-20.40

lun.: p.u. 21.30

Il gatto con gli stivali

Le CHARLESTON & LA TRESCA Due giovani band sorprendenti (la prima tutta al femminile) per una serata “piena” di musica scatenata e coinvolgente

P

I

A

N

G

I

P

A

N

E

via Piangipane, 153 info@teatrosocjale.it www.teatrosocjale.it

"Guardie e ladri": 24 GENNAIO

"Il cuore oltre l'ostacolo": 6 MARZO

Un poliziotto da happy hour

Una notte da leoni 2

di Johm Mihael McDonagh (Irl 2011) 31 GENNAIO

di Todd Phillips (Usa 2011)

Le regole della truffa

Le nevi del Kilimangiaro

di Rob Minkoff (Usa 2011) VENERDÌ 23 MARZO La magia della dimensione acustica

Bermuda Acoustic Trio Da “Wish you were here” dei Pink Floyd alla “Marcia alla Turca” di Mozart. Giogio Buttazzo: chitarra e voce Gabriele Monti: chitarra e voce Andrea Atto Alesssi: basso, Cbasso e voce VENERDÌ 30 MARZO Grande festa di fine stagione: il gruppo

“ve la cantiamo ancora” in uno spettacolo di varietà come non se ne fanno più! Canzoni, intrattenimento, comicità...... Il ricavato della serata sarà devoluto ad “Emergency”

PORTE APERTE ALLE 21,00 INIZIO CONCERTI ORE 22,00

Continua la promozione

Cinema + CAPPELLETTI + bicchiere di vino

10 euro

!

È una proposta del Socjale per contrastare la crisi! Un modo per rendere possibile una serata “completa” ad un costo accessibile, con un bel film ed un piatto dei mitici cappelletti del Socjale!

"Un'altra stupida commedia americana?": 7 FEBBRAIO

Come ammazzare il capo e vivere felici di Seth Gordon (Usa 2011)

13 MARZO

di Robert Guediguian (Fra 2011) 20 MARZO

Miracolo a Le Havre di Aki Kaurismaki (Fin 2011) 27 MARZO

Notizie degli scavi di Emidio Greco (Ita 2011)

14 FEBBRAIO

Zack & Miri. Amore a... primo sesso di Adam Smith (Usa 2011) 21 FEBBRAIO

Lo stravagante mondo di Greenberg di Noah Baumbach (Usa 2011) 28 FEBBRAIO

In viaggio con una rockstar di Nicholas Stoller (Usa 2010)

www.teatrosocjale.it

TUTTI GLI SPETTACOLI AL SOCJALE HANNO BIGLIETTI D'INGRESSO CALMIERATI: UN MODO PER CONSENTIRE A TUTTI IL “LUSSO” DI UNA SERATA DIVERTENTE CON EVENTI DI QUALITÀ


20

DIVERTIMENTO& TEMPO LIBERO

MERLINO E IL DESTINO ARIETE Mercurio è ancora dissonante, ma il Sole si riscalda: riuscirete a bilanciare gli zebedei appesantiti dai troppi impegni, riorganizzando l’agenda. Giovedì e venerdì le giornate migliori: sarete produttivi ed efficienti. Ma nel fine settimana non si fornica, o lo farete poco e male.

giovedì 19 gennaio 2012 | RAVENNA& DINTORNI

CINEMA

MAMA’S CLUB

Il circolo Sogni riparte dall’horror di Tagliavini

TORO Con Mercurio e Marte in trigono, giovedì e venerdì riuscirete a svolgere tutto con efficienza. Non mancheranno le soddisfazioni, compresa quella di vedere certi colleghi schifiltosi affetti da diarrea compulsiva. Fine settimana ideale per i piaceri della carne. Ma cercate pure di riposare. GEMELLI Giovedì e venerdì le giornate più pesanti: troppe cose da fare, troppi rompiglioni alla round the word. Niente di strano se alla sera vi rifugerete a letto mesti come tapini. Che poi ci sia qualcuno a fare da scaldino, poco importa. Amor-sex con poca voglia, e al sapor di fegatino di pollo. CANCRO Con Mercurio opposto, gli zebedei sono come palle globose che si illuminano non appena si avvicinano collaboratori utili come il phon per i calvi. Non azzannate e state calmi sabato, giornata delicata per discutere di soldi con un socio e con il partner. Non rovinate il fine settimana. LEONE Malgrado le preoccupazioni per gli effetti del decreto Salva Italia sulla vostra economia, arrivate al fine settimane sufficientemente sereni e rassegnati all’inevitabile necessità di dover spendere meno e fornicare di più. Se vi guardate intorno, sicuramente troverete qualcuno pronto ad accontentarvi. VERGINE Con la Luna in rotta di collisione con Marte e Venere, giovedì e venerdì potreste trovarvi a dover arginare le ansie di un familiare o l’invidia dei colleghi. Per fortuna Mercurio proteggerà i vostri glutei santi, così arrivate al fine settimana senza aver disossato nessuno. Approfittatene per riposare. BILANCIA Con il Sole che sta per entrare nel segno amico dell’Acquario, ritrovate un po’ di ottimismo e tutto sembra riprendere per il giusto verso, tanto da riuscire a trovare un pollo da spennare in una trattativa o in una faccenda patrimoniale. Pure l’amore torna ad usufruire di ormoni proteiformi. SCORPIONE Mercurio in buon aspetto vi aiuta a non decorticare nessuno, ma Giove opposto vanifica ogni vostro tentativo di essere buoni e concilianti. Insomma, anche se i pianeti non sono proprio tutti in orbita sfigata, di certo non sono neppure baldanzosi. Siate prudenti e talvolta mettevi nei panni degli altri. SAGITTARIO Marte scassa e voi ogni giorno siete già stanchi prima di iniziare. Forse perché avrete a che fare con persone di cui fareste volentieri a meno, come un pizzico di sale nel caffè mattutino. Partner, figli e suocera poi, ve le trivellano neanche volessero vedere di che sostanza sono fatte. State calmi. CAPRICORNO Mercurio nel segno e Venere amica promettono 7 giorni sereni, sempre che non li dedichiate tutti al lavoro. Tanto più che i successi vi arrideranno, anche senza eccessivi stacanovismi, che tanto la medaglia al valore non ve la danno e lo stipendio, con i tempi che corrono, più su di così non sale. ACQUARIO Con il Sole che giovedì entra nel segno, spruzzerete ottimismo da ogni poro. Lavoro e finanze riceveranno buone notizie e conferme, e voi sarete persino disposti a mettervi a dieta e ad andare in palestra, per mitigare gli sfracelli alimentari delle feste. Persino l’amore, ve lo suggerisce… PESCI Venere nel segno e Mercurio positivo, vi aiuteranno a fronteggiare lo stress di giovedì e venerdì. Anche se non saranno le giornate migliori per soddisfare le ambizioni lavorative ed economiche, oltre che suine, cooperate che tanto avrete tempo per rifarvi. Non fatevi condizionare e procedete.

Circolo Sogni e Cinema Teatro Astoria presentano giovedì 19 gennaio (ore 21) il primo appuntamento del 2012 con i “Giovedì d'autore del circolo Sogni”. All’Astoria sarà proiettato Bloodline, del regista ravennate Edo Tagliavini, che sarà in sala e incontrerà il pubblico. Dopo i tantissimi premi ricevuti per i suoi cortometraggi, Tagliavini firma con Bloodline il suo primo lungometraggio. Si tratta di un horror a tinte forti con una buo-

C I R C O L O

na dose di ironia. Il film ha debuttato nelle sale a dicembre attraverso la casa Distribuzione Indipendente; proiettato in diverse sale italiane, il film non è ancora arrivato a Ravenna, dove Tagliavini è cresciuto e ha mosso i primi passi da regista. Ingresso a 4,5 euro. La rassegna prosegue il 26 gennaio (sempre Astoria alle 21) con Fortapasc, di Marco Risi, e il 2 febbraio con Il terrestre, di Gipi, che vede nel cast l’attrice Ermanna Montanari.

A U R O R A

SERATE PIENE TRA TEATRO E LIVE Giovedì 19 gennaio l'attore e regista ravennate Gianfranco Tondini si esibirà alle 22 al Circolo Aurora di via Ghibuzza con il suo spettacolo-monologo "Cul de sac". saranno invece Agata Leanza (voce) Cico Cicognani (basso) Teo Ciavarella (piano) Lele Barbieri (batteria) a dar vita al live di venerdì 20 (orre 22), mentre domenica 22 (ore 22) tocca alla Honey Drippers Blues Band. Info: 347 9156080.

Storia d’Italia e musica live accendono il weekend Weekend variegato al Mama’s Club di via San Mama. Venerdì 20 gennaio (ore 21.30) si parla di “Friuli Venezia Giulia: terra di confine o regione in quattro lingue?”, serata illustrata da Paolo Cavassini, studioso della storia delconfine nord-orientale d’Italia, e da Chiara Schiffrer, testimone diretta dei complessi e affascinanti intrecci della “triestinità”. Sabato 21 invece (ore 22) spazio alla musica live, con l’arrivo sul palco del Mama’s di Terre in vista, ossia il concerto di Raffaello Simeoni (voce, organetto, pive), Massimo Giuntini (uilleann pipes, bouzouki), Adriano Checcacci (batteria), Leonardo Bondi (basso), Mirco Speranzi (tastiere) e Fabio Roveri (chitarra). Per loro un fok etnico e trasversale di varie culture. Info: www.mamasclub.it.

Sopra, Massimo Giuntini

PIANGIPANE

L U G O

AL BACCARA SERATA DEDICATA AL CAMPIONE ANDREA POLI Venerdì 20 gennaio il Baccara di Lugo ospita dalle 21.30 la serata I love Lugo!, dedicata al neo-campione del mondo di pattinaggio artistico, il lughese Andrea Poli, e a tante altre attività lughesi. Per arricchire la serata si ascolteranno durante la cena i MrQuick, capitanati dalla voce di Devis Tagliaferri. Dulcis in fundo, la presenza di Radio Sonora, che porta i suoi dj nel privée del Baccara dalle 24. Info: www.baccaradisco.net.

Gianna Cerchier al Teatro Socjale Venerdì sera significa musica live al Teatro Socjale di Piangipane, che il 20 gennaio ospita alle 22 la cantante veneziana Gianna Cerchier e il suo gruppo The Power Play. My soul is a live è il nuovo progetto della Cerchier, uno show che esplode letteralmente, carico di forza e passione nella reinterpretazione delle più grandi artiste del classic soul. Info: www.teatrosocjale.it.

CENTRO SERVIZI ITALIA CINA CORSI SERALI DI LINGUA CINESE - Anno 2012 ELEMENTARE 20 ore: nozioni basilari della lingua cinese orale e scritta: i saluti, le presentazioni, chiedere informazioni, la costruzione di semplici dialoghi. INTERMEDIO 25 ore: consolidare le competenze: ampliare i vocaboli, nuove formule grammaticali, potenziare la capacità di espressione, scrittura e comprensione. AVANZATO 30 ore: Capacità di leggere brani in lingua cinese e di intrattenere una conversazione con un madrelingua.

BUSINESS CHINESE 20 ore: per chi ha già una conoscenza di base della lingua cinese (colloquio di lavoro, viaggio d'affari, programmare l'orario giornaliero, ordinare la merce, pubbliche relazioni e cultura aziendale in Cina). CHINESE CONVERSATION 20 ore: conversazione in cinese con i nostri docenti madrelingua, per correggere e ottimizzare la pronuncia, e migliorare la comprensione orale.

COSTO di ogni modulo: 160 euro

PREPARAZIONE HSK 20 ore: preparazione per sostenere le due prove (scritte e orali) dell’esame statale ai vari livelli (da 1 a 6) secondo la nuova riforma. CALLIGRAFIA CINESE: Introduzione alla calligrafia cinese a partire dagli elementi compositivi, la nascita dei caratteri e l'evoluzione degli stili. Durante il corso si svolgeranno esercitazioni con inchiostro e pennello con la guida dell'insegnante.

INFO: Centro Servizi Italia Cina - Via Mariani 22, Ravenna - Tel: 0544-38151 - Cell: 333-3296125 Ed inoltre: servizi di traduzione, interpretariato, mediazioni culturali e commerciali, accoglienza delegazioni cinesi, organizzazione viaggi, assistenza legale in Cina e molto altro ancora...


SUONI& PASSIONI

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 19 gennaio 2012

L’INTERVISTA

21

IL LOCALE

Actionmen, punta all’Europa il giovane punk-rock ravennate

Ghinea, la casa della live music è sempre aperta

Per tastare il polso alla giovane scena rock ravennate abbiamo fatto una chiacchierata con due componenti del quartetto ravennate Actionmen, Matteo Pozzi e Diego Pasini, rispettivamente chitarra/voce e basso di una band completata da Ram Das Libero Foschi (chitarra e voce) e Mattia “Pinna” De Paoli (batteria). Per chi non li conoscesse, gli Actionmen sono un gruppo che suona principalmente pezzi punk-rock e sono conosciuti anche all'estero. Il loro debutto – l'album The Game (2005) pubblicato da Unicorn Records – gli ha dato l'opportunità di emergere e farsi conoscere da un pubblico eterogeneo. Da quanto tempo suonate insieme e come vi siete conosciuti? «Ci siamo conosciuti alle scuole medie e abbiamo iniziato a suonare insieme per divertirci nella “famosa” sala prove di via di Roma. Poi abbiamo conosciuto il nostro primo batterista, che purtroppo ci ha lasciato; successivamente abbiamo fondato la prima band con un ragazzo di Ravenna, Jacopo Biserni, che attualmente suona in altri gruppi, tra cui i Kisses from Mars. Alla fine ci siamo divisi e abbiamo formato un trio. Per anni non abbiamo scritto nessuna canzone, fino a quando nel '99 è arrivato Libero, conosciuto grazie al nostro batterista a una festa della scuola. Così sono nati gli Actionmen. E dopo vari cambi di batterista è entrato a far parte del gruppo Pinna». Vi siete ispirati a qualche gruppo in particolare? «Certo, inizialmente ci siamo ispirati a gruppi come i NoFX, in generale al punk californiano degli anni Novanta, al rock classico come i Queen e al funky, poi con il passare del tempo ognuno di noi ha evoluto i suoi gusti e i suoi modelli per il proprio strumento». Secondo voi Ravenna è una città fertile dal punto di vista musicale e dà spazio a nuove

Il Ghinea di Marina di Ravenna non è solo un ottimo ristorante /pub ma anche uno dei locali storici della scena live romagnola, un locale in cui la musica è praticamente parte del menù. Merito dei suoi gestori, Roberto Perini, che sui concerti ha sempre puntato, e sua moglie Alessandra Elia, responsabile del ristorante. Roberto, Ghinea e live music sono un binomio inscindibile. «Eh, in effetti sono ormai dodici anni che nelle serate del giovedì, venerdì e sabato proponiamo concerti. Il pubblico ha sempre risposto ottimamente e faccio davvero fatica a ricordare i tantissimi artisti passati dal locale». Su cosa punta la vostra offerta? «In prevalenza cover band, soprattutto del nostro territorio, e grandi tribute band italiane. Pochi invece i cantautori. Le cover e tribute band sono sempre di altissima qualità, con musicisti che spesso e volentieri hanno intrapreso ottime carriere e che adesso non potremmo nemmeno più permetterci, per quanto sono cresciuti. Tra i tanti, ad esempio, i fratelli Claudio e Marco Dirani, che hanno suonato qua parecchie volte: il primo ora è diventato il batterista dei Modà, l’altro suona la chitarra per Umberto Tozzi». Cosa c’è nel futuro del Ghinea? «Il nostro obiettivo è di offrire sempre novità e di puntare sui giovani. In generale ci piace spaziare tra i vari generi, anche se personalmente mi piace molto il rock. Anzi, a tal proposito mi sento assolutamente di consigliare, il 22 marzo, i Back to the System, tribute band italiana dei System of a Down. Sono eccezionali, li farei anche a locale vuoto!».

proposte? «Bella domanda (ridono, ndr), secondo noi no. C'è stato un momento circa sette anni fa quando è stato aperto lo Studio 73 in cui si dava spazio ai gruppi emergenti. Ora le nuove band fanno fatica a trovare un luogo dove confrontarsi con altri. Prima si facevano molti contest o serate con diversi gruppi, come ad esempio “Around the Rock”, che erano opportunità per farsi conoscere e per capire come muoversi agli inizi. Lo scorso dicembre Ballotta Records e CSA Spartaco hanno organizzato il “Ravenna Underground Festival” ed è stato un evento molto positivo, che non si vedeva da anni, in cui tanti gruppi, con più o meno esperienza, si sono confrontati ed hanno avuto tutti un gran pubblico. È stato fantastico vedere partecipare al festival così tante persone!» Avete progetti per il futuro? A cosa state lavorando attualmente? «Ora stiamo terminando il nostro secondo disco, in cui ci saranno molti pezzi visto che è da tanto che non “usciamo”. Tempo fa avevamo fatto uno split con quattro gruppi provenienti dalla Francia, dal Perù, dagli Stati Uniti... Questo disco sarà com-

pletamente diverso, si vedrà il nostro percorso di maturazione, è molto più vario, meno hardcore e più personale, i brani vengono scritti da ogni membro del gruppo. È più tendente al rock, con molte influenze, come quella africana. Dovrebbe essere pronto per settembre». Com'è andata la pubblicazione del vostro primo disco, The Game, nel 2005? «Ha avuto successo! Anche se all'epoca non avevamo molte conoscenze perché ci limitavamo a suonare in zona – racconta Diego –, in verità avevamo inciso un disco quando avevamo sedici anni e siamo rimasti sorpresi dal fatto che eravamo già conosciuti nell'underground punk rock grazie ad esso. Nel 2007 abbiamo trovato la nostra prima etichetta grazie a una casa discografica canadese e successivamente in Giappone ci hanno chiesto una ristampa. Abbiamo fatto una tournée europea di diciotto date con un gruppo canadese, i This is a standoff ”, siamo stati in Olanda, in Belgio, in Francia e in Spagna e abbiamo ottenuto un'ottima risposta». Si può leggere la versione integrale dell’intervista sul nostro sito www.ravennaedintorni.it. Allegra Masciarelli

Bar Caffetteria colazione - aperitivi via Ravegnana 143 (angolo via Plazzi) - ph.0544.403584

Miky Blues Pub Via Aldo Buozzi 41 a 50 mt dalla Comet -Ravenna City-

DONER KEBAB - PIZZERIA

Menù fisso a pranzo €12,00

Tutto lo sport su SKY calcio PREMIUM club con MAXISCHERMO • Hamburger artigianale 180 gr. • Hot-Dog APERTO TUTTI I GIORNI Ravenna, via Romea Sud 97 tel. 0544.471354

rdì d e n e v i i t t Tu

Consegne anche a domicilio solo a ravenna €1,50 RAVENNA - viale Pallavicini 22 cell. 388.9324700 LUGO - via Foro Boario 13 tel. 0545.288786

alle 18

O V I T R E P FREE A San Bartolo (RA), via Cella 242 tel. 0544 498028 dalle 5 all’una del mattino


BAMBINI& RAGAZZI

FAENZA

Pigiami, energia e fresca allegria al teatro Masini Con 27 anni di repliche in giro per il mondo, lo spettacolo Pigiami della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani continua la sua storia grazie all’interpretazione di due giovani attori, Pasquale Buonarota e

Alessandro Pisci, che, con la loro energia fresca e vivace, fanno conoscere alle nuove generazioni la gioia, l’allegria, la tenerezza, la voglia di vivere e di giocare che questa pièce invita a non perdere mai. Lo spettacolo approda all’interno della rassegna “Favole del Teatro Masini di Faenza” e andrà in scena domenica 22 gennaio alle 16. La scena si svolge nella stanza da letto di un adulto che, nella solitudine della sera, scopre il piacere di ridiventare bambino; un posto dove può trovarsi solo a giocare con se stesso. Un letto, una sedia, un pigiama, i suoi vestiti, le sue scarpe, un attaccapanni: poche cose per inventare e fingere situazioni. Quando cala la sera ed è ora di dormire il bambino comincia a giocare con le scarpe, i pantaloni, le calze. Viaggia con la fantasia. Gli oggetti diventano un vecchio signore, una sorella, un fratello, una montagna, due bambini, due animali. Curiosità reciproche, crudeltà, tenerezza si alternano in una girandola che ha il colore dominante di una nuova amicizia. Info: 0546 21306.

T E AT R O

giovedì 19 gennaio 2012 | RAVENNA& DINTORNI

D E L

JUNIOR

22

D R A G O

RIUSO DI COSTUMI DI CARNEVALE ALLA CASA DELLE MARIONETTE La Casa delle Marionette di Ravenna si è impegnata in questi anni a organizzare laboratori per bambini di costruzione di burattini, marionette e pupazzi privilegiando in modo particolare l'uso di materiali riciclati. Si sono così attivati, creando, preziosi momenti per mostrare ai più piccoli il valore del recupero e del riuso dei materiali e, attraverso il gioco e l'arte del teatro, ad assimilare valori come il rispetto per l’ambiente. È da queste basi che ora nasce l'idea di un progetto di “Riuso e di Riciclo urbano dei costumi di Carnevale”, in modo da ridare valore ad oggetti inutilizzati che possono però essere preziosi ed utili per altri. Da fine gennaio sarà così possibile, direttamente al museo La Casa delle Marionette di vicolo Padenna, decidere di "donare" un abito di carnevale che non si usa più perché diventato ormai troppo piccolo o perché non piace e, nel caso, noleggiarne un altro. Info: 392 6664211.

A sinistra i protagonisti di “Pigiami”, Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci

VULKANO

Tè a Teatro con Bau Baule lana e pasticcini a S.Bartolo

A destra un momento di “Il Bau Baule”

il piccolo giornalista RODARI VISTO DAI BIMBI

L E T T U R E

L’ALBERO DEI LIBRI DEDICA GENNAIO AL TEMA DEL TEMPO

M E Z Z A N O

FAVOLE PER LA ZAMBIA Sabato 21 gennaio alle 16 si tiene nella Sala Percorsi di piazza della Repubblica a Mezzano “Favole per la solidarietà”, animazione insieme ai bambini di Eliseo Dalla Vecchia. L’iniziativa è legata al progetto di solidarietà con Sichili-Zambia. Al termine merenda per tutti i bambini. Info: 0544 520921.

Nuovo appuntamento teatrale della stagione “Tè a Teatro” di Vulkano 2012, che domenica 22 gennaio (ore 15.30 a S.Bartolo) ospita Stefania Mariani di StagePhotography, compagnia teatrale di Ascona della Svizzera italiana, con lo spettacolo Il Bau Baule. Protagonisti del gioco teatrale sono una signora, il suo amico baule e la lana. Di lana sono fatti gli oggetti che abitano il baule. Appaiono filo, gomitolo, calza ed altro ancora fino a “mamma pecora”, in un gioco di colori e di morbide magie. Al termine della rappresentazione, Stefania Mariani terrà un laboratorio a tema con lo spettacolo, e a seguire tè con pasticcini per tutti. Posti limitati, prenotazione obbligatoria iI giorno stesso dalle 13.30. Info: 339 5400579.

Il disegno scelto della lettura di David Riondino della fiaba di Gianni Rodari “Il giovane gambero” (tenutosi all’Almagià domenica 15 gennaio) è quello di Francesca Dadina.

Il centro di lettura per l’infanzia “L’albero dei libri” – via Pavirani 15, entrata dalla scuola Rodari – incentra il programma di gennaio sul tema del “tempo” con una serie di appunatmenti interessanti. Giovedì 19 (ore 16.30) ecco “Letture piccine”, a cura di Mariela, lettrice volontaria di “Nati per leggere” e mamma, dedicato ai bambini da 0 a 3 anni, e per un massimo di 12 bimbi e 12 genitori. Martedì 24 gennaio (ore 16.30) invece troviamo Saula Cicarilli con “Il mago di Oz”, narrazione musicale che fa parte del progetto “Chesuono sei?”, alla quale seguirà il laboratorio di costruzione dell’Ocean Dream (strumento che riproduce il suono dell’oceano). Ai partecipanti è chiesto di portare una scatola per pizza take away. E giovedì 26, stessa ora, c’è di nuovo Mariela con le sue “Letture piccine”. Info: 0544 482571.


MANGIARE& BERE

ENOLOGIA

Quei romagnoli all’estero Intervista a Jacopo Pezzi sul mercato internazionale dei nostri vini di Fabio Magnani

i n s i n te s i IL NUOVO DISCIPLINARE

I nostri vini, come molti di Ricordiamo, per chi l’avesse perso, le novità rispetto i discivoi sapranno, già da questa plinari precedenti: - Il “Romagna Sangiovese” e il “Romagna Sangiovese Suvendemmia hanno beneficiato periore” hanno un'unica zona di produzione che corridelle novità del nuovo disciplisponde a quella attuale per il Sangiovese di Romagna doc. nare. Lo scopo di queste righe - Per “Romagna Sangiovese” sono previste dodici sottozonon è quello di spiegare le none anche per la tipologia “Riserva”: Bertinoro, Brisighella, vità, su cui già abbiamo scritto Castrocaro, Terra del Sole, Cesena, Longiano, Meldola, Moin queste pagine, ma capire digliana, Marzeno, Oriolo, Predappio, San Vicinio, Serra; l’impatto che questa nuova ini- La sottozona “Bertinoro” è utilizzabile solo ed esclusivaziativa avrà nei confronti del mente per il “Romagna Sangiovese riserva”; mercato e più in generale il - La produzione massima di uva/ha del “Romagna Sangiovese” e “Romagna Sangiovese novello” è stata elevata a 12 “polso della situazione” sempre tonnellate mentre, quella del “Romagna Sangiovese Superiferita alla nostra produzione. riore”, è stata invece ridotta a 10,5 tonnellate; Ci confrontiamo, per lo sco- La produzione massima di uva/ha del “Romagna Sangiopo, con l’esperienza intenzionavese” delle sottozone è di 9 tonnellate; 8 tonnellate invece Jacopo Pezzi le di Jacopo Pezzi titolare della per le tipologie “Riserva”; “Quality Wine” di Forlì, azien- L’immissione al consumo dei “Romagna Sangiovese” delle sottozone è da che si occupa d’importazione di vini internazionali ammessa dal 1° settembre dell’anno successivo a quello di raccolta delle d’eccellenza. Jacopo Pezzi, quando dedicava tutto il suo uve; dal 1° Settembre del terzo anno successivo all’anno di raccolta delle tempo alla “fattoria” di famiglia, ha cominciato, appeuve invece per le tipologie “Riserva” con obbligo di affinamento in bottiglia di almeno 6 mesi; na maggiorenne, a viaggiare in lungo e in largo il pia- Per il “Romagna Sangiovese riserva” delle sottozone è ammesso solo neta per far conoscere i vini romagnoli. Esperienza, l’utilizzo dei tappi di sughero naturale monoblocco; questa, che porteremo alla luce attraverso l’intervista - Nella composizione ampelografica dei vigneti della Docg “Romagna Alche segue. Suddivisa in due parti, nella prima ci occubana” è ammesso un massimo del 5% di altri vitigni a bacca bianca; peremo di Romagna mentre, la successiva, sarà centra- sulle bottiglie del “Romagna Cagnina” deve figurare la specifica “dolce” ta sull’esperienza vera e propria di Jacopo Pezzi in giro e la sua immissione al consumo è ammessa dal 10 Ottobre dell’anno stesper il mondo a “trattar di vino”. so di vendemmia. Qual è l’immagine dei vini romagnoli all’estero? «La prima cosa che notai quando guardavo le carte Oggi vendi perché sei un marchio conosciuto e non dei vini dei ristoranti era la mancanza delle etichette romagnole. Nella suddivisione regionale mancava sempre perché proponi un Sangiovese di Romagna; ma cosa la nostra zona espressa, nelle carte vini, con la sola prespinge l’attenzione verso i nostri vini? senza di alcune aziende scelte più che altro per il mar«Secondo la mia esperienza il vino romagnolo all’estero pur chio. Trovavi Toscana, Sicilia ma mai Romagna». essendo un “vino di servizio” ha un senso commerciale che Tra i paesi considerati “storici partner” commerfunziona anche se in minore proporzione rispetto a regioni più ciali per le vicende vinose troviamo la Germania. blasonate. Ciò che attira, oggi, è che da noi si fa sangiovese a Sappiamo che i tedeschi con la Romagna hanno costi inferiori rispetto al sangiovese toscano. Anche se le degusempre avuto un “bel rapporto”, la nostra riviera ne stazioni alla cieca confermano che il vino romagnolo regge è testimone, e che da sempre hanno amato la fremolto bene il confronto con produzioni di altre regioni». schezza dei nostri bianchi e la leggera irruenza dei La nuova menzione, Romagna, in etichetta quanto nostri rossi. Il rapporto, invece, con gli Stati Uniti, potrà essere utile? forse meno gestibile commercialmente rispetto la «Legare un vino al territorio è sicuramente utile, la defiGermania, com’è stato vissuto nel passato? nizione Romagna in etichetta è da considerarsi un primo «Storicamente per il mercato degli Stati Uniti nasce passo verso un progetto che si spera possa abbracciare il prima la Romagna che l’Emilia. Quest’ultima era conomodello toscano, d’ispirazione francese, che contempla la sciuta per le vicende del lambrusco che poi persero d’atsimbiosi tra territorio, cultura, paesaggio, gastronomia ed tenzione mentre, in Romagna, nello stesso periodo, c’eenologia. Ovvero la possibilità di un percorso strutturato rano le vicende dell’albana in quanto prima Docg che deche veda un coinvolgimento culturale tra produzione enostavano, in loro, i primi interessi verso la nostra zona. E logica, proposta gastronomica e attività legate alle bellezze anche se la Romagna è sangiovese in realtà nel mercato artistiche e paesaggistiche della Romagna». americano è nata come albana». Siamo ancora lontani da un coinvolgimento simile

Il Ristorante Al Boschetto è un locale piacevole e accogliente, il luogo ideale per cene d'atmosfera, per pranzi e cene d'affari o per una serata in compagnia del buon gusto. Una casetta nel verde, dove assaporare la cucina del territorio, presentata in modo originale e innovativo. Curato e sempre originale il menù a base di carne e di pesce accompagnato dall'ottimo pane fatto in casa. In stagione si possono trovare preparazioni a base di tartufi e foie gras. Golose le proposte di formaggi d'alpeggio, con mostarde e confetture, e molto ricca la selezione di vini nazionali. Il ristorante Al Boschetto è aperto tutti i giorni, domenica e lunedì compresi, a pranzo e cena. Chiuso il giovedì. San Michele RAVENNA - Via Faentina, 275 - Tel. 0544.414312

non credi? «Manca un progetto vinicolo alla base che possa intendersi come stile. A volte si ha la sensazione che ogni azienda corra per se e in maniera disorientata. Manca il lavoro di squadra ma uno dei problemi dei romagnoli è che bevono poco (sorride). Per avere un’idea del percorso che potresti fare devi assaggiare le bottiglie della concorrenza e non solo in Romagna ma anche fuori regione. Soprattutto se sei un’azienda interessata ai mercati esteri». [1 - segue]

23

GUSTO

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 19 gennaio 2012

INFORMAZIONE PROMOZIONALE

Basilico: pizza gustosa e salutare anche a mezzogiorno Aperta sei anni fa, la pizzeria Basilico di viale Alberti 73, si è fatta conoscere per la grande esperienza nel settore, l’alta qualità dei prodotti e l’attenzione al biologico. Il titolare nonché pizzaiolo, Sergio, esercita la professione da ben 24 anni, prima al servizio dei più noti ristoranti di Ravenna e poi della sua attività. Gli ingredienti sono tutti selezionati, mentre il forno è di tipo tradizionale a legna. Grazie al bel piano di lavorazione in vista, il cliente può assistere alla preparazione e alla farcitura delle sue pizze. A richiesta sono preparate pizze anche con farina di farro o di kamut. Nei giorni feriali (tranne il lunedì, giornata di chiusura), a differenza di molti altri, Basilico è sempre aperto anche a mezzogiorno per andare incontro a chi vuole una pausa pranzo gustosa, economica e salutare, con consegna a domicilio o in ufficio. Chi lo desidera, poi, può anche consumare la pizza ancora fumante e fragrante nei comodi ed eleganti tavolini della pizzeria che, pur essendo da asporto, ha spazi accoglienti. Si accettano buoni pasto.

Viale Leon Battista Alberti 73 Ravenna - Info. 0544 271665


24

MANGIARE& BERE

giovedì 19 gennaio 2012 | RAVENNA& DINTORNI

SOLIDARIETÀ

S L O W

Cena e racconti tunisini al centro Quake L'associazione di promozione sociale Tunisina della Solidarietà e della Fratellanza invita la cittadinanza ad assaggiare i sapori dell'altra sponda del Mediterraneo con una cena di beneficenza tunisina che si terrà sabato 21 gennaio al centro Quake (via Eraclea 25, a partire dalle 1930). Non solo si assaporeranno delizie nordafricane, ma si potrà conoscere in maniera più approfondita, attraverso i racconti dei protagonisti, la storia della Tunisia, che ha vissuto proprio in questo ultimo anno pagine inedite della sua storia. Il prezzo del menù è di 15 euro e comprende cous cous, brick, insalata Mechouya, dolci e tè alla menta. Il ricavato sarà devoluto per sostenere famiglie in difficoltà economica. Info e prenotazioni:347 3464520.

F O O D

VIAGGIO IN PORTOGALLO La condotta Slow Food di Ravenna organizza per aprile (dal 22 al 28) un viaggio alla scoperta del Portogallo e delle sue tradizioni enogastronomiche, con un programma in fase di allestimento. La partenza è prevista in pullman da Ravenna per l’aeroporto di Bologna. Poi volo diretto Bologna/Porto. Trasferimenti in zona con pullman. Si Rimarrà a Porto per tutto il periodo del viaggio, con pernottamento in un unico hotel per 5/6 notti. Infine rientro Porto/Bologna. Sono disponibili al masimo trenta posti, per i quali occorre prenotare con Mauro Zanarini al 335 375212. Entro il 15 febbraio verrà comunicato il programma definitivo INFORMAZIONE PROMOZIONALE

Pasticceria Mosaico, fragranti dolcezze per il Carnevale e il giorno di San Valentino Con oltre quarant’anni di storia e tradizione alle spalle, il bar-pasticceria Mosaico di Ravenna di via Sergio Cavina 11, è noto per il lavoro di qualità, con prodotti naturali selezionati, metodi sempre innovativi e attrezzature all’avanguardia. In laboratorio, le creazioni di fine pasticceria sono a cura di Roberto Zanfini, mentre della vendita si occupa la moglie Meris Damassa, nota per la sua cortesia verso i clienti. Oltre alle consuete prelibatezze, in questo periodo il negozio propone già diverse specialità tipiche del Carnevale che raggiungerà il clou nel mese di febbraio. Nel ricco bancone, hanno fatto capolino le golose frappole, i tortelli e le castagnole fritte, ma anche le golose castagnole ripiene di zabaione. Per chi desidera fare un regalo, sono a disposizione anche confezioni a tema, eleganti ma decorate con simboli tipici dell’atmosfera burlesca, quali trombette e stelle filanti. La pasticceria Mosaico si sta preparando anche in vista della celebre festa degli innamora-

Ancora frittelle ma stavolta di mele e poco caloriche a cura di ANGELA SCHIAVINA - WWW.ANGELASCHIAVINA.IT

Dopo le fantastiche frittelle di riso della scorsa settimana, questa volta vi propongo le frittelle di mele. Frittelle di mele. Ingredienti 1/2 kg di farina 00, 3 tuorli, 2 grosse mele non troppo mature. Una manciata di uvetta sultanina. Un bicchierino di rhum (buono). La scorza grattugiata di un limone biologico, un pizzico di sale, una e mezza bustina di lievito. Quasi 1/2 litro di latte. Zucchero a velo per spolverarle. Carta per fritto, Strutto,olio di semi. Padella di ferro. Procedimento: mettere in ammollo l'uvetta, dopo averla lavata. Lavate e sbucciate le mele e tagliatele a fettine sottili. In una terrina setacciate la farina con il lievito, poi aggiungete i tre tuorli, le mele sbucciate, la scorza del limone, il pizzico di sale, il rhum, l'uvetta strizzata, mescolare il tutto aggiungendo il latte, che non deve essere freddo. Si deve ottenere una pastella morbida. Mettete sul fornello una padella (di ferro) per friggere, con metà strutto e metà olio di semi (di arachidi) e a poco a poco immergere il composto a cucchiaiate. Si formeranno delle sfere irregolari, quando saranno cotte sgocciolarle su carta per fritti e spolverare di zucchero a velo. Servirle calde. In queste frittelle non c'è zucchero nell'impasto, se volete potete aggiungerne un cucchiaio colmo.

GLI STAPPATI

Ciliegiolo Rosso Ravagli 2011 prezzo ottimo e grande genuinità di FABIO

ti: San Valentino. Per l’occasione, saranno preparate torte e cioccolatini a forma di cuore, realizzati in diversi formati e con vari gusti. Per chi desidera organizzarsi per tempo e fare una lieta sorpresa alla propria dolce metà, è possibile sin da ora prenotare dolci personalizzati nelle dimensioni e nei particolari. Il bar-pasticceria è aperto tutti i giorni dalle 6.30 di mattina alle 21, tranne il giovedì (giornata di chiusura).

Bar Pasticceria Mosaico via Cavina 11 - Ravenna Info tel. 0544 464342.

di ANNAMARIA e FRANCO

• • • • • •

COSE BUONE DI CASA

Piccola gastronomia Torte dolci e salate Buffet per eventi Pizza da asporto Pane a lievitazione naturale Panini farciti Ravenna, via G.Galilei 29 tel. 0544 405174

MAGNANI GLISTAPPATI@GMAIL.COM

Ho comprato questo vino per curiosità al “mercato del lunedì” dedicato ai prodotti di stagione nell’ex piazza del mercato. L’ho pagato circa tre euro. L’azienda che lo produce è Ravagli, che dà il nome all’omonimo “Rosso Ravagli” 2011 ottenuto da uve ciliegiolo. Il colore è bellissimo e dà sensazione di grande genuinità e freschezza. Un rosso rubino fitto, dai riflessi violacei che intensificano la bellezza stessa del colore. L’impatto al naso è immediato. Frutta rossa e nera cui unisce sensazioni speziate e un finale erbaceo appena piccante. Non regge molto la persistenza che non ti segue come vorresti. All’espressione rustica e schietta al palato si uniscono sensazioni fruttate succose, fresche e mature. Manca sempre la continuità della parte aromatica e la precisione ma è pulito e d’impatto immediato. Piacevole l’equilibrio che mantiene sempre carattere di sobria rusticità. Un vino molto semplice di facile consumo e che non chiede riflessioni. Una buona alternativa per la tavola a un ottimo prezzo.

O, N G U R T O ALTER B DO

DI W DEL MON E N O I P CAM MES PIZZA GA S VEGAS! O E LA D N A L R AO

Ravenna - Via Industrie 9A (davanti al Mausoleo di Teodorico) tel. 0544 451278 • www.carossadawalter.com Aperto mezzogiorno e sera • Chiuso martedì sera e domenica a mezzogiorno GRADITA LA PRENOTAZIONE


MANGIARE& BERE

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 19 gennaio 2012

25

INFORMAZIONE PROMOZIONALE

PIATTI E PRODOTTI TIPICI

Dalla Trattoria del Teatro all’Osteria del Giove tutto il buono della Romagna è in tavola Uno dei templi della cucina d’eccellenza in Romagna è sicuramente la Trattoria del Teatro di Lugo in vicolo del Teatro 6. Ci accoglie il titolare, Daniele Francesconi, che gestisce questo caratteristico locale da più di un quarto di secolo. «La guide gastronomiche non sono sono Vangeli ma hanno il compito di dare comunque notizie ed informazioni veritiere. Premesso questo, sono orgoglioso che la mia trattoria sia da anni segnalata sulla Guida delle Osterie Slow Food. Lo ritengo come un premio alla passione che io e mia moglie mettiamo nel nostro lavoro». Gentile, ironico, pungente, molto competente, un fisico asciutto da lord inglese e non certo da oste della bassa Romagna, Daniele Francesconi ci illustra le buone pratiche della sua trattoria. «Acquisto i prodotti freschi esclusivamente su base stagionale e territoriale mentre per i prodotti di nicchia estendo la ricerca alla regione Emilia Romagna e alle eccellenze di altre località italiane. Il mercoledì mi reco personalmente al grande mercato di Lugo per acquistare i prodotti biologici della nostra terra, utilizzo molti dei presidi Slow Food, salumi emiliani fra cui il culatello di Zibello, formaggi piemontesi, valdostani, trentini, il formaggio di fossa, il puzzone... Propongo un menù alla carta ma, ovviamente, suggerisco ai miei commensali i prodotti tipici o i piatti del giorno. Ho clienti che vengono da tutta l' Emilia perchè sanno di trovare nella mia trattoria alcuni piatti della vecchia tradizione come i tarabaldini (crocchette di parmigiano e mortadella) i curzùl ( tagliatelle tagliate a stringa

A fianco, una saletta dell’Osteria del Teatro di Lugo, a pochi passi dal Teatro “Rossini”. Sotto, la hall del complesso del Molino Rosso, albergo, ristorante e ora anche osteria ed enoteca del Giove.

condite con pangrattato ed olio crudo ) il risotto con le verze. Anche la mia cantina offre principalmente vini del territorio, Sangiovese di Brisighella, biologico e biodinamico, Albana e Merlot prodotti sulle nostre colline e tante altre bottiglie di qualità. Nel menù fisso ho deciso di proporre, invece, i piatti tipici del comprensorio lughese, gustosissimi ma non molto conosciuti. I nostri clienti chiedono qualità e tradizione e noi siamo orgogliosi di essere ambasciatori dell'enogastronomia della nostra regione e della nostra terra». La nostra ricerca dei luoghi dove in Romagna si mangia bene e si beve meglio, ci conduce fuori provincia, ad Imola, in via Selice 49, dove ha sede il notissimo Albergo Ristorante Molino Rosso. «La mia famiglia – precisa subito uno dei titolari, Mirco Galassi – gestisce questi locali dal lontano 1970. Il nostro albergo ed il nostro ristorante sono ben noti perchè offrono servizio e qualità a prezzi contenuti». Di recente nei locali storici del Molino Rosso è stata inaugurata anche l’Enoteca-Oste-

mangiare e gustare, fino a tarda ora, questi meravigliosi prodotti comodamente seduti ed in una bella ed amplissima sala. Ovviamente è possibile fare acquisti a prezzi molto convenienti. Questa osteria-enoteca nasce grazie dalla collaborazione fra il Molino Rosso ed il Consorzio Appennino Romagnolo di Castrocaro. Sono proprio le ditte consorziate, infatti, che riempiono le cantine con così tante delizie, comprese le birre artigianali e biologiche di Solarolo. Abbiamo deciso di chiamare Giove la nostra osteria perchè il Consorzio Appennino Romagnolo ha deciso di unificare i produttori enologici creando un nuovo marchio, il Giove, per l'appunto. Un marchio che si affianca agli altri prestigiosi marchi

CERVIA Via Circonvallazione Sacchetti 152 Via XX Settembre 67 Tel e Fax. 0544 971133

ANTICA TRATTORIA DEL TEATRO di Daniele Francesconi ria del Giove «Proprio così – conferma Mirco – ed è un’importante novità che arricchisce la nostra offerta enogastronomica. Utilizzando una delle sale ristorante, abbiamo creato tante cantine ricche di prodotti di qualità del nostro territorio che espone vini, liquori, spumanti ma anche salumi, formaggi, birre artigianali, sottaceti e tante altre prelibatezze. All'osteria del Giove è possibile

commercializzati dalle ditte consorziate e che ora spicca su bottiglie contenenti un generoso vino rosso, un fresco vino bianco ed un ottimo spumante tutto made in Romagna. L'Osteria-Enoteca del Giove è il luogo ideale per passare serate in allegria assieme ai propri amici ed ai propri cari sorseggiando dell'ottimo vino e degustando prelibatezze di altri tempi».

LUGO Vicolo del Teatro 6 Tel.0545 35164 Cell. 348 6110114 chiuso il lunedì www.anticatrattoriadelteatro.it anticatrattoriadelteatro@gmail.com

enaa i h c a Pa nnzon peunaz ie ag Hotel • Ristorante • Meeting Sport • Matrimoni • Catering Punta Marina Terme Centro Comm. Bisanzio via delle Nasse 21 tel. 0544.437321 www.centopizze.it

Via S.S. Selice n. 49 - Imola (BO) Tel. 0542 63111 - Fax 0542 631163 www.molinorosso.it


26

SALUTE& BENESSERE

giovedì 19 gennaio 2012 | RAVENNA& DINTORNI

LEGAMBIENTE

NO AL DOPING

Se lo sport ha anche una coscienza Parte da Ravenna il primo progetto di certificazione etica Parte da Ravenna il primo progetto in Italia di certificazione etica per lo sport amatoriale. Progetto che nasce dal mondo del ciclismo, quello amatoriale, ma dove di amatoriale c’è davvero poco, essendo l’agonismo spesso a prendere il sopravvento. Un movimento che è diventato una macchina economica e sociale di sempre maggior dimensione e rilievo, sia in termini diretti (i ciclisti “top” arrivano a portarsi a casa qualcosa come 30-40mila euro all’anno) che di grande indotto, e all’interno del quale sono in molti a lamentare il dubbio, a volte la certezza, di pratiche scorrette. Stiamo parlando naturalmente di doping. Che in quest’ambito non è certo tenuto sotto controllo come tra i professionisti, tutt’altro, ma è pur sempre diffuso, soprattutto in occasione delle gare più importanti. Il progetto in questione punta quindi a preservare la pulizia di questo sport e allo stesso tempo l’etica che vi sta alla base, in gara ma anche fuori dalla gara, rispettando il codice della strada, gli altri ciclisti e gli automobilisti per esempio. «Niente gestacci anche se qualcuno dovesse suonarci dietro», commenta sorridendo Giuseppe Poggi del Team Rossetti (nella foto), la squadra ravennate, legata a

Sabato 21 gennaio in occasione della ventesima campagna nazionale “Mal’aria”, Legambiente invita i ravennati a lasciare l’auto in garage a ad andare alla scoperta della città in bicicletta. L’appuntamento è alle 14 in piazza della Resistenza. Legambiente promuoverà nell’occasione l’utilizzo del “carrellino” per bici che in Europa viene utilizzato da tantissimi genitori. Il programma della pedalata prevede varie tappe nei parcheggi e nelle piazze della città dove verranno contate le auto parcheggiate. L’arrivo è fissato alle 16.45 al cosiddetto “parco delle lucciole”, l’ex vivaio tra via Battisti e via Port’Aurea, dove verranno consegnati gli attestati di partecipazione.

Il team Rossetti

doppio filo all’azienda Freewheeling di Fornace Zarattini, che sta portando avanti il progetto, cavalcando l’idea di uno dei suoi atleti, Francesco Adela. Un’idea, secondo Poggi, che potrebbe «coinvolgere la parte buona del nostro sport». Il progetto, denominato “CoScienza Sportiva” e presentato ufficialmente in Municipio, si articola in due parti: la prima riguarda un codice etico di comportamento che l’atleta si impegna a rispettare (in gara, per esempio, niente furbate, fuori dalla gara massimo rispetto verso gli altri); la seconda, tecnico-scientifica, prevede test fisici ed esami clinici da svolgere cinque volte all’anno che, attra-

«Lasciate l’auto dentro al garage e salite in sella»

verso uno storico e incroci di dati, fotograferanno l’atleta e le sue potenzialità e prestazioni. Tutto sarà pubblicato integralmente nel sito della squadra, www.teamrossetti.it. Al momento, quindi, si tratta di una sorta di autocertificazione etica nata dal basso, che si spera in futuro possa diventare una vera e propria certificazione calata dall’alto. Al momento sono infatti già una mezza dozzina le squadre (da Cesena a Belluno fino ad arrivare a Bergamo) interessate ad aderire al progetto che se dovesse prendere piede in tutta Italia imporrebbe le federazioni e gli enti a prenderne atto e, magari, a modificare i regolamenti. Il sogno,

MARIA LUISA MONTI

Erborista - Naturopata - Neuro-Trainer

IN G ! P O L D URA A O N AT N A SI ALL RAVENNA • via Guaccimanni, 66 tel. 0544.39381 • info@fioridibachonline.com www.fioridibachonline.com

per forzare le ultime resistenze, sarebbe quello di organizzare gare o predisporre classifiche solo per le squadre certificate. Per il momento, però, è fondamentale aver lanciato il sasso. «Non ce lo ha fatto fare nessuno – commenta Poggi – non siamo vincenti che devono pulirsi la coscienza, siamo solo una squadra di buon livello (12 gli atleti, dai 36 ai 55 anni, ndr) che ha deciso di fare qualcosa per il bene del movimento». Il progetto sarà ulteriormente promosso anche tramite un convegno e la prima gran fondo di Ravenna, ribattezzata Frw e già fissata per il prossimo 14 di ottobre. Luca Manservisi

BICICLETTA&SALUTE

Nasce il team al femminile Oronero La bicicletta un’alleata della donna per il mantenimento di un fisico sano e tonico: questo l’obiettivo del progetto presentato da Claudio Brusi e Liliana Raimondi dell’azienda di biciclette Freewheeling di Ravenna. Dal progetto è nato il team femminile OroNero Rvb Frw.

NO

SI

AL DOPING

AL CICLISMO

RIVENDITORE AUTORIZZATO

Ravenna - Via Nigrisoli 18/A Tel/Fax 0544 30366 • Cell. 328 1038773

www.ciclidacorsa.it


SALUTE& BENESSERE

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 19 gennaio 2012

27

MAGNETI PER PERDERE FINO A 10 KG.

SOLIDARIETÀ

Aiutiamo l’Africa a vedere L’ottico ravennate Simona Guarini in Senegal Aiutiamo l’Africa a vedere. L’appello arriva da Simona Guarini, ottico ravennate che da anni partecipa con l’Amoa (Associazione medici oculisti per l’Africa) a missioni nei Paesi africani per curare le malattie oculari di bambini e adulti. A novembre è terminata l’ultima missione a M’bour, in Senegal, dove l’Amoa ha allestito un laboratorio ottico, visitato centinaia di persone e iniziato un progetto di formazione del personale del Centro di oftalmologia locale dove si appoggiano ottici e oculisti dell’associazione durante le loro missioni. Ma l’Amoa si sta già preparando alla prossima missione: prima della fine del 2012 la delegazione di ottici e oculisti tra cui anche Simona Guarini tornerà a M’bour per terminare l’allestimento del laboratorio, formare ulteriormente il personale, continuare gli screening visivi. «Il nostro progetto – spiega Simona Guarini – è l’inserimento di alcune strumentazioni per migliorare le condizioni di vita delle persone ipovedenti che frequentano la scuola per ciechi di Thies, una città non molto lontana

da M’bour. Dalle sue missioni in Africa l’Amoa ha potuto constatare che la cecità è una vera e propria emergenza sanitaria e sociale dei Paesi in via di sviluppo. Per esempio, un problema per noi facilmente curabile come la cataratta, in Africa è responsabile del 50 percento dei casi di cecità. Più del sei percento della popolazione è ipovedente solo perché non porta occhiali da vista che potrebbero essere distribuiti ad un costo complessivo di 5 euro a paio. Ecco perché ridare la vista significa ridare la vita. Ma non bisogna limitarsi ad andare in Africa a curare i malati e tornare a casa. È importantissimo formare del personale locale, allestire ambulatori ottici, sale operatorie oculistiche, integrando i vari progetti con il sistema sanitario locale. Per fare tutto questo abbiamo bisogno di raccogliere nuovi fondi». Chiunque volesse dare il suo contributo allo sviluppo del centro di Oftalmologia di M’bour può farlo contattando l’associazione all’indirizzo amoa@oculistiperafrica.it o sul sito www.oculistiperafrica.it), o Simona Guarini, coordinatrice del progetto, al numero 338 3167831.

SALUTE

COS’E’ ZERODIET? A U S L

ORA LE RISONANZE MAGNETICHE SI FANNO ANCHE DI DOMENICA

Come già annunciato, dal 15 gennaio le indagini di risonanza magnetica dell’apparato muscolo-scheletrico, della colonna e dell’encefalo, verranno effettuate anche la domenica mattina nei tre presidi ospedalieri di Ravenna, Lugo e Faenza. Questa iniziativa finalizzata a ridurre i tempi di attesa per l’accesso alle prestazioni di risonanza magnetica permetterà a oltre 2.500 cittadini della provincia di Ravenna di sottoporsi a questo esame diagnostico entro i tempi standard regionali.

TERZA ETÀ

Con “Ginnastica a domicilio” in casa di chi non frequenta i corsi collettivi Nel mese di novembre 2011 è partito, per il quinto anno consecutivo, il progetto UISP "Ginnastica a Domicilio". Con questo progetto il Comitato di Ravenna vuole portare la ginnastica dolce a casa di persone in età avanzata che non riescono a frequentare i nostri corsi di ginnastica collettiva. Si tratta di anziani che si sentono in crisi per ragioni legate a depressione, perdite di riserva funzionale e persone con qualche deficit motorio. Con la ginnastica a domicilio si cerca di riportare l'anziano alla vita attiva introducendolo poco per volta, attraverso il movimento, a riconquistare le normali attività della vita quotidiana. Il progetto terminerà nel mese di maggio 2012, totalmente gratuito per gli utenti, e sarà garantito dal supporto economico del Comune di Ravenna e dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna che per il quinto anno continuano a credere nell'aspetto preventivo, riabilitativo e socializzante. Il servizio di ginnastica a domicilio si colloca nell'area della prevenzione sociale e si sviluppa in collaborazione con l'Azienda USL di Ravenna attraverso le segnalazioni degli Assistenti Sociali del territorio. Il servi-

zio sanitario ha il compito di analizzare le situazioni di vita degli utenti di determinarne il profilo sociale ed eventualmente inserire l'anziano nel progetto. UISP Ravenna ha il compito di sviluppare il programma di recupero dell'utente. Un piccolo gruppo di operatori sportivi, laureati in Scienze Motorie, segue settimanalmente ogni anziano a domicilio favorendo la riattivazione e il reinserimento sociale attraverso esercizi ginnici mirati e personalizzati. Il lavoro "tecnico" terminerà nel momento in cui la persona recupera confidenza con l'ambiente, con il proprio corpo, sensibilizzato a mantenere nel tempo questa importante condizione attraverso l'esercizio quotidiano, saranno poi il territorio e gli Enti di assistenza a sostenere nel tempo questo recupero psicofisico. UISP tiene a precisare che il lavoro svolto dagli operatori sportivi non è di tipo fisioterapico, quindi, non è adatto a persone completamente dipendenti dai servizi sociali o affette da patologie gravi. Per rientrare nel progetto contattare il Comitato UISP di via G. Rasponi 5 oppure l'Assistente Sociale di riferimento.

ERBORISTERIA ARTEBIO RAVENNA via Berlinguer, 44 (Palazzo degli Affari) tel.0544/270741

S C U O L A

CONCORSO SUL TEMA DONAZIONI DI SANGUE

Sopra e a sinistra due immagini di Simona Guarini in Senegal

Dal 1° febbraio sono aperte le iscrizioni al concorso rivolto alle classi IV e V degli istituti scolastici di secondo grado dell’EmiliaRomagna, sul tema delle donazioni di sangue. Ragazze e ragazzi sono invitati a organizzare redazioni giornalistiche per realizzare servizi video. Vari e interessanti premi per i migliori lavori, scelti da una giuria poplare sul web. L’iniziativa è promossa da Regione, Ufficio scolastico, Avis e Fidas. Tutte le informazioni su Saluter e nel sito www.donaresangue.it.

T E N N I S

A cura del Comitato UISP di Ravenna via G. Rasponi, 5 - RA tel. 0544.219724 - fax 0544.219725 E-mail: ravenna@uisp.it - www.uisp-ra.it

E’ un’innovativa terapia brevettata che unisce i vantaggi di validi sistemi già utilizzati in auricoloterapia e agopuntura, aggiungendo una tecnologia che sta dando risultati eccellenti NEI TRATTAMENTI PER PERDERE PESO. E’ noto alla scienza medica che nella terapia con agopuntura e con auricoloterapia, la stimolazione di determinati punti dell’orecchio induce la liberazione di neurotrasmettitori capaci di determinare IMPORTANTI EFFETTI TERAPEUTICI. Il sistema ZeroDIET si avvale di due biomagneti in materiale naturale i quali, con la loro pressione programmata determinano una efficace stimolazione dei punti auricolari riducendo sensibilmente la fame e l’appetito. La stimolazione continua nel tempo della terapia ZeroDiet ha due importanti azioni sul comportamento alimentare: A) miglioramento dello stato psicoemotivo legato al cibo e riduzione della fame e dell’appetito. B)azione a livelli dell’apparato digerente sui meccanismi di controllo del comportamento alimentare favorendo in tal modo una più precoce insorgenza della sensazione di sazietà Il tutto senza difficoltà eo impegno da parte del soggetto. Il risultato sarà quello di perdere peso già dai primi giorni. Testato e consigliato dall’Istituto Superiore di Igiene Alimentare.

RIPRENDE IL TORNEO AMATORI Terminata la sosta natalizia riprende il Torneo UISP di tennis per amatori organizzato dal Comitato di Ravenna. Il torneo si svolge presso tutti i circoli affiliati UISP. Sabato 14 gennaio si è conclusa la seconda giornata di ritorno, questi i risultati: Match Point – Pol. 2000 (1-2), Smile Caffè – CMC (2-1), Borgorosso – E. Mattei (rinviata).

Classifica dopo sette giornate: E. Mattei p.ti 20, Pol. 2000 p.ti 20, Smile Caffè p.ti 19, CMC p.ti 13, Match Point p.ti 7, Borgorosso p.ti 1. Prossimo turno: martedì 17 gennaio E. Mattei vs CMC, venerdì 20 gennaio Pol. 2000 vs Smile Caffè, sabato 21 gennaio Borgorosso vs Match Point.

SABATO 21 GENNAIO POMERIGGIO visita gratuita con dottoressa dietista. Telefonare per appuntamento SCONTO 15% su un’ampia gamma di prodotti Ravenna, via Cesarea 205 tel. 0544 470149 pfarmaciacesarea@gmail.com

DAL COMUNE

Si apre il bando a sostegno dell’attività sportiva dei ragazzi Con grande soddisfazione la Uisp Ravenna ha accolto la notizia dell’ apertura del bando a sostegno dell’ attività sportiva dei ragazzi proposto da Comune di Ravenna. Riporta il sito del Comune di Ravenna che «possono accedere al contributo di sostegno alla pratica sportiva giovanile (per ragazzi dai 6 anni compiuti ai 18 non compiuti) le famiglie il cui reddito ISEE 2010 non sia superiore a 21mila euro o che, pur avendo un reddito superiore, al momento della presentazione della domanda vedano uno o entrambi i genitori disoccupati o in cassa integrazione. Il contributo sarà di cento euro». Il bando è disponibile sul sito del comune di Ravenna www.comune.ra.it. La prima volta che abbiamo parlato della necessita di attivare un sostegno alle famiglie per lo sport dei ragazzi, è stato durante l’incontro pubblico con il sindaco Matteucci “Un patto per lo sport di tutti”, avvenuto nell’ aprile del 2011. In quell’ occasione la Uisp, CSI e agli altri enti di promozione, che hanno aderito al progetto, hanno proposto questioni e soluzioni per costruire il futuro dello sport

di cittadinanza. Uno dei sei punti cardine era proprio la richiesta di un sostegno, che in questi tempi di crisi, garantisse a tutti i giovani indistintamente, l’accesso allo sport come diritto fondamentale per una crescita sana. Siamo quindi soddisfatti che l’Am-

ministrazione Comunale recepisca le proposte degli Enti di Promozione Sportiva, e auspichiamo una crescente collaborazione perché come dicevamo un anno fa occorre stringere un “patto con la politica locale” e puntare nei prossimi anni sulla attività sportiva, sulle future generazioni di giovani, su una migliore società civile, su una Ravenna che sia anche “Capitale di Umanità”, per generare benessere e cultura.


INFORMAZIONI& SERVIZI

FIDO IN AFFIDO

Tequila

Tequila è un bel cagnolone esuberante, di taglia grande, adulto. Sa anche obbedire, una volta sfogata la sua vivacità con una bella corsa! Adulto, aspetta padrone affettuoso con giardino. Per le adozioni: Ufficio per i diritti degli animali, tel. 800 099577; canile, tel. 0544 453095.

ADOTTAMICI

Orazio

Orazio è un bellissimo micino bianco e arancione. Ha circa due mesi ed è molto allegro e coccolone. Farebbe la felicità di una famiglia che gli dia amore e una casa in cui giocare! Per le adozioni: Contattare il 333 7197573

INFOCITTÀ

28

giovedì 19 gennaio 2012 | RAVENNA& DINTORNI

QUALITÀ DELL’ARIA IQA dal 9 al 15 gennaio 2012 Stazione Rocca Brancaleone Via Caorle Zalamella Agglomerato di Ra.

Lun

Legenda IQA Buona Accettabile

Mar

Mer

Gio

Ven

Sab

Dom

Edizioni & Comunicazione srl Editore: Via della Lirica 43 - 48100 Ravenna - Tel. 0544 408312 - info@reclam.ra.it Direttore responsabile: Fausto Piazza Collaborano alla redazione: Federica Angelini, Alessandro Fogli, Luca Manservisi, Guido Sani, Serena Garzanti (segreteria), Maria Cristina Giovannini e Erika Marchi (grafica).

Mediocre

Scadente

Collaboratori: Ivan Adonis, Andrea Alberizia, Roberta Bezzi, Matteo Cavezzali, Francesco Della Torre, Lorenzo Donati, Claudia Graziani, Linda Landi, Sabrina Lupinelli, Maria Giovanna Maioli, Fabio Magnani, Giulia Montanari, Angela Schiavina, Serena Simoni

Pessima

L’IQA (Indice di qualità dell’aria) rappresenta sinteticamente lo stato complessivo dell’inquinamento atmosferico. Viene calcolato sulla base dei livelli di concentrazione degli inquinanti più critici del nostro territorio: particolato fine (PM10), biossido di azoto ed ozono. In funzione del suo valore si individuano cinque classi di qualità dell’aria. I dati giornalieri di Qualità dell’Aria relativi alla Provincia di Ravenna sono consultabili al sito: http://www.arpa.emr.it/ravenna/. L’andamento giornaliero delle concentrazioni di polveri PM10 in Emilia-Romagna è consultabile al sito: http://www.liberiamolaria.it

APERTURA DIURNA 8.30-19.30

Dal 22 al 28 gennaio Santa Teresa, Montanari, Dal 23 al 28 gennaio Comunale 7, Comunale 3, Piferi,

via Castel S. Pietro 21 - tel. 0544 212826; via Bovini 11 - tel. 0544 218994. viale Mare 80 (Casalborsetti) - tel. 0544 445019; via delle Nazioni 77 (Marina di Ravenna) - tel. 0544 530507. via De Gasperi 71 - tel. 0544 33054; via Mattei 30 - tel. 0544 451401. via Bonifica 6 (Porto Fuori) - tel. 0544 433021; via Po 18 (Porto Corsini) - tel. 0544 446301; viale dei Navigatori 35 (Punta Marina Terme) - tel. 0544 437448.

APERTURA NOTTURNA 19.30-8.30 Comunale 8 ,

via Fiume Abbandonato 124 - tel. 0544 402514.

APERTURA DOMENICALE 8.30-12.30/15.30-19.30 Comunale 5,

Fotografie: Paolo Genovesi, Fabrizio Zani Illustrazioni: Gianluca Costantini, Geralama Redazione: tel. 0544 271068 - Fax 0544 271651 - redazione@ravennaedintorni.it Direttore Generale: Claudia Cuppi Segreteria Commerciale: Veronica Rinasti, tel. 392 9784242 Pubblicità: Reclam Edizioni & Comunicazione srl Tel. 0544 408312 - info@reclam.ra.it Stampa: Galeati Industrie Grafiche, www.galeati.it

NUMERI UTILI

FARMACIE Dal 15 al 21 gennaio Cicognani, Moderna, Dal 16 al 21 gennaio Al mare, Comunale 5,

Autorizzazione Tribunale di Ravenna n. 1172 del 17 dicembre 2001

via delle Nazioni 77 (Marina di Ravenna) - tel. 0544 530507.

Pronto Soccorso 118 Guardia Medica 800 244244 Ospedale 0544 285111 Cmp 0544 286350 Pubblica Assistenza 0544 400888 Guardia Veterinaria 0544 693099 Enpa - Protezione animali 0544 36944 Carabinieri 112 Polizia 113 Vigili del Fuoco 115 Guardia di Finanza 117 Vigili Urbani 0544 482999

Soccorso Stradale 803 116 Guardia Costiera 1530 - 0544 443011 Corpo Forestale Stato 1515 Hera Ravenna 800 939393 Telefono Azzurro 19696 Linea Rosa 0544 216316 Anagrafe 0544 482264 - 482482 Iat 0544 35755 Informagiovani 0544 36494 Centro per l’impiego 0544 608001 Sportello immigrati 0544 485301 - 0544 485302 Taxi 0544 33888

merceria - intimo uomo - donna - bambino

SCONTI fino al

50%

Viale Leon Battista Alberti 86 - Ravenna


inserto di Ravenna&Dintorni giovedì 19 gennaio 2012

SETTIMANALE

rinali, uffici amministrazione, studi professionali, agenzie viaggio e altre esperienze di impiegata). No multilevel, no rappreTel. 338 sentanza. 8413731

3163485 Signora ucraina con esperienza, per lavoro come badante, baby sitter, domestica. Orario giornaliero, notte, o 24/24. Tel. 329 6181881

Libero le vostre cantine da libri,fumetti, dischi e cose Signora con documenti in vecchie, acquisto pagando regola cerca lavoro come badante, domestica, pulibene. Tel. 349 2247702 zie, stiro, assistenza malati in ospedale o a casa per Collaboratrici domestiche ore, anche di notte o 24 ore su 24. Tel. 348 2999235 baby sitter Badante straniera, da tanti anni in Italia, con esperienza anche ospedaliera, anche a ore o 24 ore. Esperienza per ristorazione. SoCase e appartamenti in Impiegati lo lavoro serio. Tel. 320 vendita Offerte/Domande Cantine, garage, soffitte e 1620573 Moderna - Zona Canale anche appartamenti sgom- Cerco lavoro come colf o Molinetto In piccola palaz- bero + piccoli trasporti. baby sitter. Tel. 389 zina di recente costruzione, Massima serietà Tel. 347 7805904 appartamento in ottimo sta- 8336960 * to composto da: soggiorno, In mobilità impiegata cerca Sig.ra Italiana cerca lavoro cucina abitabile, ampio bal- impiego (ottimo uso pc, come badante tuttofare discone, 2 bagni finestrati, let- contatto con il pubblico, ponibile 24 ore su 24, masto matrimoniale e letto sin- esperienza in agenzie inte- sima serietà. Tel. 347 gola. Garage e posto auto a P.T. Risc Autonomo. Rif A395 tel. 0544-37162 ? 238.000 tratt.

IMMOBILI

VIA ROCCA BRANCALEONE, 20 RA

☎ 0544. 216156 - 348.0308088

CENTRO STORICO appartamento libero: ingresso, soggiorno, cucinotto, camera matrimoniale, bagno, balcone, posto auto, riscaldamento autonomo. Rif. 43A € 145.000,00

ADIAC. TRIBUNALE Appartamento libero con soggiorno, cucinotto, 2 camre da letto, 2 bagni, balcone, cantina; posto auto coperto, possibilità di terza camera. € 150.000,00 Rif. 7/A

SAN MICHELE Casa di campagna di ampia metratura da ristrutturare. Rif. 57B Info in agenzia

CENTRO STORICO Attico di grandi dimensioni disposto su due livelli, da ristrutturare. Rif. 122A Info in agenzia

SAN BIAGIO Casa singola ottimamente tenuta, anni ‘70, di grandi dimensioni, zona tranquilla. Rif 52B Info in agenzia

RAVENNA, CENTRO STORICO Appartamento libero, ultimo piano, ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, 1 bagno, balcone, cantina. Rif. 8/A € 155.000,00

MARINA DI RAVENNA Appartamento ottime finiture con ingresso indipendente, disposto su due livelli, ampio soggiorno, cucina, terrazzo, 2 camere da letto, 2 bagni, solarium, posto auto. Rif. 72/A € 350.000,00

SAN MICHELE App.to su due livelli, ottime finiture, come nuovo, soggiorno grande con balcone, cucina, camera matrimoniale, 2 bagni, cantina, garage. Rif. 37/A € 120.000,00

CENTRO STORICO App.to anni ‘60 ampia metratura, zona tranquilla, ingresso, soggiorno, cucina, 3 letto, bagno, balcone, cantina. Rif. 38A € 190.000,00

AD.ZE VIA DEGLI SPRETI Appartamento anni ‘60 buona metratura, ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 3 camere da letto, 2 bagni, ripostiglio, balconi, garage, cantina. Rif. 73/A € 190.000,00

Romagna - San Biagio Soluzione particolare ideale per chi necessita di un 2° app.to per ospiti. In piccola palazzina al 1° ed ultimo piano. Sogg. ampio con cucina a vista, letto matr. e bagno, scala per accesso a mansarda con letto matr.le e bagno. Collegato direttamente all’appartamento, ma anche con ingresso autonomo, bilocale mansardato: sogg. con cottura, letto matr. e bagno. P.T. posto auto e cantina. Risc. aut. No spese cond. tel. 0544 501515 € 240.000,00 complessivi

Case e appartamenti in affitto Offerte/Domande Castiglione di Ravenna privato affitta casa indipendente con grande parco recintato, solo referenziati. Tel. 0544 950352 ore 2122

LAVORO DOMANDE

RAVENNA - DARSENA DI CITTA’ Ampio e luminoso bilocale al 3° ed ultimo piano, composto da: ingresso, soggiorno con Ak, dis. notte, bagno, matrimoniale. Terrazzo con pergolato. Cantina e posto auto coperto. Risc. aut. Basse spese condominiali. Ottimamente rifinito. € 147.000 tratt.

A SOLI 15 KM DA RAVENNA Casa indipendente, su lotto di 400 mq., costruita nel 2002 in bioedilizia (classificazione energetica B), su due livelli : P. T. ampio soggiorno con camino, cucina abitabile, bagno/lavanderia, garage di 33 mq. riscaldato con possibilità di ricavare taverna. P. P. Studio o matrimoniale di 17 mq., matrimoniale di 20 mq., 2 DARSENA DI CITTÀ ulteriori letto di In palazzina di nuova co12 e 9 mq., palestruzione appartamento di stra e 2 bagni (1 con bagno turco e 1 con idromasampia metratura composaggio). Cantina nel Seminterrato. Ottimamente risto da soggiorno di mq. 30 finito : tetto ventilato in legno sughero, zona notte con grande vetrata in afcon listoni in legno, allarme, climatizzazione, calfaccio su terrazzo a logdaia a condensazione, cancelli automatici, porte gia, cucina abitabile di mq. 20 circa con balcone, basculanti automatizzate. Giardino esterno piantudisimpegno notte, 3 camere da letto, 2 bagni, gara- mato con irrigazione automatizzata. Pav. con matge doppio e n. 2 cantine adiacenti. Rifiniture di al- toni fatti a mano. € 450.000 tratt. tissimo livello, personalizzabili. € 360.000,00 RAVENNA – ZONA VIA CILLA FORNACE ZARATTINI In signorile palazzina di nuova costruzione, lumiAttici composti da : soggiorno con AK o cucina in nosissimo appartamento al 3° piano composto da: nicchia, 2 bagni, 3 letto, ampi terrazzi. Impianto soggiorno con angolo cottura, disimpegno notte, 2 con pannelli fotovoltaici. camere da letto, bagno, ripostiglio/lavanderia, ampio terrazzo sui 3 lati e garage. € 223.000 Prezzi a partire da € 230.000

Agenzia Immobiliare

ROMAGNA

IN LOCAZIONE PER NOSTRA CLIENTELA REFERENZIATA

PUNTA MARINA:

VENDITE

Artigiani Idraulico esegue lavori di impianto e riparazioni termo-idrauliche. Preventivi gratuiti e max professionalitÀÜ. 0544 576944 Tel. 349 7345671

Lucidatura pavimenti in marmo graniglia e scale, preventivi gratuiti e prezzi Altri Tel. 333 vantaggiosi.* Lavorante parrucchiere 3077535 unisex con molta esperienza, cerca lavoro anche come responsabile o da gesti- Artisti musicisti spettacolo re negozio. Disponibile su- D.j. vocalist, ESPERTO bito e ovunque. Tel. 328 ANCHE DOPPIAGGI VO4152536 CALI PER I TUOI PARTY Pensionato cerca qualsiasi CON MUSICA DI GRANDE lavoro anche assistenza e EFFETTO. POSSIBILITA’ compagnia anziani, come STRUMENTAZIONE PROcustode o altro. Tel. 331 PRIA OFFRESI Tel. 340 7171418 * 1266648

Piazza Duomo 6 - Ravenna tel. 0544.217369 - cell. 333.5284797 www.grupposavorani.it

CERCHIAMO IMMOBILI

ATTIVITÀ PROFESSIONALI

RAVENNA – ZONA POGGI In zona tranquilla e silenziosa, ampio bilocale al secondo piano composto da: soggiorno con cucinotto separabile, disimpegno notte, bagno finestrato, camera da letto matrimoniale. Balcone. Riscaldamento autonomo. Parzialmente ristrutturato. Nuovi gli infissi sia interni che esterni con vetrocamera. Basse spese condominiali. € 120.000 FORNACE ZARATTINI Villette composte da: Piano terra: soggiorno, cucina, bagno, garage, giardino su 2 lati; Piano primo: 3 camere da letto, bagno, 2 balconi + ampio vano mansardato. Al grezzo € 250.000 Finite € 325.000 GAMBELLARA (RA) In complesso immobiliare di interesse storico ed artistico denominato «Villa Maria», recentemente ristrutturato, appartamento con ingresso indipendente e giardino composto da soggiorno di 34 mq., cucinotto, ripostiglio, disimpegno, bagno e 2 camere da letto. Riscaldamento autonomo. Posto auto di proprietà. Vendita € 148.000 tratt. Affitto 3 + 2 a 400/mese

Via degli Spreti, 71 ■ Ravenna Tel.0544.501515 - Fax 0544.504972 agenziaromagna@libero.it

CENTRO STORICO (zona via Oriani)

S. BIAGIO/CENTRO:

S. MARCO: VENDESI LOTTI DI TERRENO USO ORTO, ottima posizione

AFFITTI CENTRO STORICO: affittasi SPLENDIDO ATTICO composto da: ingresso, soggiorno, cucina abitabile, due bagni, camera matrimoniale con cabina armadio, ampio terrazzo. € 900 (no spese condominiali)

S. MARCO: VENDESI LOTTO DI TERRENO EDIFICABILE RAVENNA (RA) - BORGO SAN ROCCO APPARTAMENTO completamente ristrutturato e curato in ogni minimo particolare composto da: soggiorno con balcone, cucinotto con balcone, due bagni, due am-

CENTRO STORICO: affittasi GRAZIOSO MONOLOCALE con ampio terrazzo, ben arredato, tetto in legno, aria condizionata con pompa di calore, possibilità di posto auto. € 550 CENTRO STORICO: Splendida CASETTA abbinata ai lati recentemente ristrutturata composta da: soggiorno, cuina, bagno, 1°p: camera matrimoniale, piccolo ripostiglio, balcone, aria condizionata, impianto di allarme, arredata benissimo. € 600 ZONA VICOLI: APPARTAMENTO in villetta composto da: soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, bagno, studio, corte fronte e retro, garage, libero da fine febbraio. € 680

ATTIVITÀ COMMERCIALI CENTRO STORICO: CEDESI AVVIATISSIMO RISTORANTE. Ulteriori informazioni in agenzia CENTRO STORICO: CEDESI ATTIVITA' DI BAR E PICCOLA RISTORAZIONE; per motivi familiari incassi dimostrabili, ideale per due persone. Prezzo molto interessante

pie camere da letto, ripostiglio, cantina e garage. terzo ed ultimo piano senza ascensore. Parquet in bambù ovunque tranne bagni e cucinotto, Molto luminoso e con bella vista sulla città. all'interno di piccola palazzina completamente ristrutturata anch'essa. agevolazione fiscale in corso. Box doccia in cristallo, porta blindata, impianti certificati. Rif: 1051. € 195.000,00 RAVENNA (RA) CENTRO STORICO Vendesi UFFICIO di circa 40 mq composto da due vani e bagno, posizione interessante. Rif: 802. € 112000,00

Ravenna - Via Mura di S.Vitale, 13 - Tel. 0544.31225 - Fax 0544.211041 www.ladimoradimagdala.com e-mail: info@ladimoradimagdala.com

appartamento in centro, ben tenuto, con affaccio vista mare, al 3° piano con ascensore, composto da soggiorno con cucinino, balcone, camera da letto matr., bagno con doccia. Cantina. Riscaldamento aut. e a norma. Arredato. € 120.000. S. BIAGIO:

appartamento recente e ben tenuto, completamente al piano terra in bel contesto, composto da soggiorno, cucinotto, 2 camere da letto, 2 bagni, studio (15 mq). Posto auto interno di proprietà. Tutto parquet, impianti a norma e riscaldamento autonomo. € 235.000 tratt. PIANGIPANE:

particolare appartamento autonomo, posto all’interno di una corte silenziosa e curata. Al piano terra posto auto coperto e scala privata d’accesso al terrazzo. Al primo piano soggiorno ampio composto da cucina in nicchia e zona pranzo con salotto, bagno con doccia. Mansarda con letto. Libero su 4 lati. ARREDATA € 185.000. S. BIAGIO:

soluzione particolare ideale per chi necessita anche di un secondo appartamento abbinato per ospiti o ad uso ufficio privato. Appartamento recente al 1° ed ultimo piano. Soggiorno ampio con cucina a vista, letto matr. e bagno, accesso a mansarda con letto matr. e bagno. Abbinato all’appartamento (con ingresso anche autonomo), bilocale mansardato composto da soggiorno con cottura, letto matr.le e bagno. P.T. posto auto e cantina. Risc. aut. No spese cond. € 240.000 tratt.

casa ex colonica di buona metratura (circa 250 mq), suddivisa su due piani, completamente da ristrutturare con annesso un fabbricato in corpo staccato a doppio volume. Ampia area cortilizia di circa 2.000 mq. Ottima posizione, limitrofa al paese, con possibilità documentatat di demolizione e ricostruzione. € 180.000 tratt.

appartamento al piano terra ristrutturato. Zona molto servita e tranquilla, Altezza pavimento/solaio 2,4 mt., composto da ingresso, soggiorno con cucinotto, disimpegno, camera da letto e bagno. Riscaldamento con conta calorie, posto auto, impianti a norma. € 98.000


30

ANNUNCI& OFFERTE

ZONA PALA DE ANDRÉ: Bilocale ampio di recente ristrutturazione composto da: soggiorno, cucina, ampio balcone verandato, disimpegno con armadio, bagno, camera da letto matrimoniale. Ampia cantina finestrata nel piano sottotetto. Posto auto. Arredato. Classe energetica in corso di assegnazione € 110.000,00 tratt. Rif A420

SAN BARTOLO: Casa singola sita su ampio lotto composta da due appartamenti. Piano terra: ingresso,soggiorno cucina abitabile, 3 camere da letto e bagno. Piano primo: ingresso, soggiorno cucina abitabile, 3 camere da letto e bagno. Ampio giardino con garage di notevole metratura e proservizi. Classe energetica in corso di assegnazione €270.000,00 Rif V256

VIA CANALAZZO: nuova costruzione in corpo di quattro unità, si vende ultima villetta disponibile disposta su due livelli, 150 mq, ampio giardino, due posti auto e cantina. Priva di pavimenti, rivestimenti e porte interne. € 280.000,00 Tratt

giovedì 19 gennaio 2012 | RAVENNA& DINTORNI

VICINANZE OSPEDALE: A 2 passi dal centro storico grazioso, si vende appartamento al primo piano di piccola palazzina in recente costruzione, composto da: soggiorno con angolo cottura, ampio balcone, disimpegno, bagno, ripostiglio, camera da letto matrim. Posto auto nella corte interna. Risc.aut. Classe energetica D. €155.000,00 Rif A397

SAN PANCRAZIO:

villetta di nuova costruzione in pronta consegna composta da soggiorno, cucina, tre camere da letto, due bagni, giardino e posto auto coperto. Si accettano permute. € 195.000,00 Rif V67

Rif V45

ZONA DARSENA Appartamento al 1° piano composto da ingresso; cucina abit.; sala; 3 letto ( 2 matr. – 1 doppia); bagno finestrato; 2 balconi verandata; ampio garage e cantina al piano terra ( ca mq. 30 ) Classe Energetica “G” EP 251,90 - PRONTA CONSEGNA!!! € 163.000 - Foto in agenzia ZONA CANALE MOLINETTO (traversa) Bella villa d’angolo con giardino, di totali mq. 200 calpestabili, ubicata in zona molto tranquilla e riservata di esclusivo traffico locale: ingresso; salone; cucina; ampio studio; 4 letto molto confortevoli; mansarda abit.; 3 bagni; zone guardaroba; terrazzo; garage. Rifiniture pregiate, con particolare cura per dettagli e decori interni. Zona giorno a livello del giardino. Classe energetica “E” EP 152,50 Foto e maggiori info in agenzia BOSCO BARONIO Bella villa bifamigliare di recente costruzione, con ampio giardino sapientemente piantumato, attrezzato per i periodi estivi (pergolato-barbecue): sala; cucina abit.; 3 letto; 2 bagni finestrati; studio/4a letto ospiti in mansarda; splendida taverna seminterrata, con cucina in muratura e camino; lavanderia; cantina; garage e posto auto. Spazi ampi e confortevoli Ottime le rifiniture e il contesto urbano. Classe energetica “E” EP 142,90 Tratt. riservate - Foto e info in agenzia

ZONA VICOLI Villa d’angolo di prossima realizzazione, composta da salone con accesso a terrazzo abitabile; ampia cucina; 3 letto confortevoli; 3 bagni; lavanderia; garage doppio; giardino. Particolare attenzione nella scelta dei materiali di finitura senza trascurare il comfort abitativo. Tecniche costruttive di ultima generazione. Classe energetica A. Foto e maggiori info in agenzia

PONTE NUOVO: appartamento al piano terra di nuova costruzione con ingresso indipendente composto da soggiorno con angolo cottura, due letto, bagno, loggia, giardino, taverna e garage. Classe energetica in corso di assegnazione € 230.000,00

Via Mazzini 68 Ravenna tel. 0544 37162 www.caseravenna.com

Ravenna - Via San Mama, 112 tel. 0544 271066 fax 0544 281035 universo_immobiliare@libero.it

Ravenna, Viale della Lirica 53 - Tel. 0544 404047 - Fax 0544 406721 www.agenziafuturasrl.it • e-mail: info@agenziafuturasrl.it SAN BIAGIO – ZONA CILLA/BOVINI Bella villa monofamiliare di oltre mq. 300, disposta su 2 livelli fuori terra, oltre ad ampia mansarda completamente abitabile. L’immobile insiste su lotto di terreno di proprietà di circa mq. 500, di cui mq. 360 mantenuti a giardino. Contesto urbano di notevole pregio, in zona molto tranquilla e riservata. Classe energetica “G” EP 352,80 Tratt. riservate. Foto e maggiori info in ufficio

ZONA AGRARIA: villetta di nuova costruzione in pronta consegna su due livelli oltre a garage nel piano seminterrato. Giardino, soggiorno con angolo cottura, due camere da letto, bagno. Classe energetica in corso di assegnazione. € 160.000,00 Rif V234

ZONA GALLERY: Casa singola da ristrutturare composta da: P.T. ingresso , soggiorno, cucina; P.1 due camere da letto, studio e due balconi. Proservizi di mq 30 in corpo staccato. Lotto di circa mq 370. Possibilità di ampliamento. € 350.000,00 Tratt. Rif V211

ZONA ALBERTI: VERO AFFARE!!! ottimo per investimento. Disponibilità di appartamenti di recente costruzione con due letto, soggiorno con angolo cottura, bagno, loggia balcone e garage. Piccola palazzina impianti autonomi. Classe energetica B Da € 150.000,00 a 170.000,00 Rif. A366

CENTRO STORICO Casa da ristrutturare, abbinata ai lati, attualmente così composta: P.T. mq 100 calpestabili in open space, altezza mt 4; 1°P. mq 90 colpestabili di appartamento con terrazzino, possibilità di soppalco e ampio garage. Classe energetica N.D. Foto e maggiori info in agenzia

SAN GIUSEPPE: Appartamento di ampia metratura composta da ingresso,soggiorno con terrazzo,cucina abitabile con terrazzo,camera matrimoniale,camera doppia, camera singola,cantina e posto auto. risc. aut. Classe energetica in corso di assegnazione € 155.000,00 Rif. A 620

FORNACE ZARATTINI APPARTAMENTO ALL’ULTIMO PIANO, OTTIMAMENTE RIFINITO, COMPOSTO DA: OPEN SPACE CON CUCINA DISIMPEGNATA (tot. Mq. 40); 2 LETTO MANSARDATE; 1 VANO USO STUDIO( attualmente allestito come cabina armadio);2 BAGNI FINESTRATI;LAVANDERIA (con predisp. 3° bagno); TERRAZZO ABIT. COPERTO; BALCONE DI SERVIZIO; GARAGE. ARIA CONDIZ. ZONA GIORNO/NOTTE – TUTTO PARQUET SBIANCATO – TETTO IN LEGNO – RISC. AUT –IMPIANTI A NORMA - BELLISSIMO !!! Classe energetica “D”EP 98,70. € 223.000 - Foto in agenzia A 10 KM. DA RAVENNA Villetta centrale su 2 livelli , molto luminosa e ben tenuta, composta da sala; cucina abit.; 3 letto ampie; 2 bagni finestrati; balcone; sottotetto uso ripostiglio; giardino sul retro con pergolato; garage e posto auto di proprietà. Classe energetica “E” EP 135,35. € 210.000 - Foto in agenzia

ZONA BORGO NUOVO Appartamento al 2° piano ed ultimo con ascensore, composto da soggiorno; cucina abitab.; 2 letto; 2 bagni; balcone; sottotetto uso studio/3^ letto; ampio garage. Risc. Aut. – impianti a norma – Classe energetica “D” EP 128,90. CONSEGNA VELOCE!!! € 200.000 - Foto in agenzia

FORNACE ZARATTINI a Appartamento ben tenuto, composto da ingresso; cucina abit.; salotto; letto matr.; bagno; ripostiglio; 2 balconi a loggia di cui uno verandato; cantina; posto auto. Risc. Aut. Classe Energetica “E” EP 155,80. € 118.000 - Foto in agenzia

BORGO MONTONE Appartamento nuovo al 1° piano ed ultimo, composto da ampia sala con cucina a vista, frazionabile; 3 letto; 2 bagni finestrati; 2 balconi; garage e cantina. Classe energetica “C” EP 84,20. Riscaldamento a pavimento – Impianto fotovoltaico. PRONTA CONSEGNA!!! € 305.000 - Foto in agenzia

SAN ZACCARIA Villetta d’angolo nuova, su 2 livelli, con ampio giardino, composta a Piano Terra da sala con cucinotto disimpegnato; bagno finestrato e garage – P.1°: 3 letto; bagno finestrato; balcone. Possibilità di soppalcare per realizzo 2 vani abitabili. Tetto in legno ventilato. Classe Energetica “D” EP 124,18 – PRONTA CONSEGNA!!! € 230.000

NUOVA DARSENA: bilocale di recente costruzione sito al primo piano con ascensore composto da ingresso, soggiorno, cucina separabile, camera matrimoniale dove possibile ricavare la cabina armadio, bagno, ampio balcone loggiato. Cantina e posto auto. € 119.000,00 Rif. 813

ZONA RUBICONE: luminoso attico di recente costruzione composto da sala, cucina abitabile, due camere da letto, bagno, terrazzo. Soppalco dove ricavare la terza letto e possibilità del secondo bagno. Cantina e posto auto di proprietà. Aria cond. € 290.000,00 Rif. 713

ZONA ANTICA MILIZIA: appartamento di nuova costruzione sito al terzo piano con ascensore composto da ingresso con armadio a muro, ampio soggiorno con vetrata in affaccio terrazzo e vista parco, cucina abitabile con balcone, ampio disimpegno notte, due letto, due bagni. Garage e cantina. Predisp. aria condiz. Classe energetica B. € 330.000,00 Rif. 802

ZONA ANTICA MILIZIA: in palazzina di nuova costruzione appartamento al piano primo così composto: sala, cucinotto separato, due letto, studio, due bagni, balcone. Garage e cantina. € 235.000,00 Rif. 709

SAN BIAGIO: appartamento recentemente ristrutturato sito al secondo piano con ascensore composto da ingresso, soggiorno con balcone, cucina abitabile, camera matrimoniale, camera singola, bagno. Cantina. € 190.000,00 Rif. 743

PONTE NUOVO: appartamento di recente costruzione in ottimo stato d'uso composto da soggiorno con angolo cottura, disimpegno con armadio, due camere da letto, bagno, ripostiglio, ampio balcone con veranda, garage. Risc. aut. € 145.000,00 tratt. Rif. 716


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 19 gennaio 2012

ANNUNCI& OFFERTE 31

VIA VICOLI – PROSSIMA REALIZZAZIONE DI APPARTAMENTI

Immersa nel verde della via Vicoli, a Ravenna, prossima realizzazione di sette unità immobiliari in piccolo ed elegante contesto. Gli appartamenti sono stati pensati e progettati nel rispetto dell’ambiente ed in considerazione delle più moderne e garantite tecnologie costruttive. Sono dotati di ogni confort, di spazi ampi di alta qualità abitativa con grandi vetrate che si affacciano sull’area verde. Particolare attenzione viene dedicata alle finiture di pregio, agli impianti e ai dettagli architettonici. Tutte le unità sono dotate di garage doppio Via G.Brunelli 62, Ravenna • Tel +39 0544 454645 • Fax +39 0544 456207 • www.matteoraggi.it • info@matteoraggi.it



Ravenna&Dintorni 471 19 gennaio 2012