Page 1

Località Mirabilandia

Un parco per tutta la famiglia

Tel. 0544 690020

divertiamoci “naturalmente” insieme!

www.safariravenna.it info@safariravenna.it 23 maggio 2013 n. 536

w w w. r a v e n n a e d i n t o r n i . i t

Redazione tel 0544 271068 redazione@ravennaedintorni.it • Pubblicità tel. 0544 408312 info@reclam.ra.it

URBANISTICA

Ecco come sarà la nuova Darsena ALLE PAGINE 4-5 INDAGINE

Il filo rosso tra Marinara e Monte dei Paschi ALLE PAGINE 6-7 CULTURA

Parte il Ravenna Festival Esce il (nostro) magazine A PAGINA 16 MUSICA

I Dream Syndicate al festival dell’Hana-bi A PAGINA 17 GUSTO

Madra, i sapori dei giardini di maggio

NELL’INTIMITÀ

A PAGINA 24 SPONSOR

IL FESTIVAL

Quando arte, teatro e musica entrano nelle case private Qualche esperimento in città era già stato fatto, nelle capitali culturali è prassi da tempo consolidata, ora a Ravenna diventa un vero e proprio festival, “Frattale”. Le case dei privati si aprono per accogliere performance e mostre d’arte, concerti e spettacoli in un’intimità allargata. Un modo nuovo di conoscersi, intrecciare rapporti tra il pubblico stesso e con gli artisti.

pag. 15

PROSSIMA APERTURA

SERVIZIO A PAGINA 18

la precisazione TNT POST NON È UN CORRIERE Nel numero scorso di Ravenna&Dintorni abbiamo pubblicato una foto in prima pagina che faceva riferimento all’azienda Tnt Post per introdurre un’inchiesta sui corrieri espresso. Ci corre l’obbligo di precisare che Tnt Post non ha più nulla a che fare con la da noi citata Tnt che si occupa invece di corrieri. Ci scusiamo con i lettori e i diretti interessati.

pag. 17

CUCINA CINESE GIAPPONESE ITALIANA Centro Commerciale San Biagio Via Cavina, 11 RAVENNA

PIADINE E CRESCIONI anche con impasto senza lievito e strutto con farine di grano, farro e kamut. Farciture anche a base di tofu, seitan e tempeh PIZZA FRITTA, PATATINE FRITTE e altre specialità

Aperto tutti i giorni dalle 12 alle 14.30 e dalle 18 alle 24

Tavoli in giardino con parco giochi anche per la vostra PAUSA PRANZO ORARIO CONTINUATO 11.30-21.00 CHIUSO IL MARTEDÌ

RAVENNA, VIA S. ALBERTO 105 PER PRENOTAZIONI TEL. 0544.455709 Editore Reclam Aut. Trib. di Ravenna n. 1172 del 17/12/2001 Direttore responsabile: Fausto Piazza Stampa: Galeati Industrie Grafiche Anno XI nr. 535. Poste Italiane spa - Sped. in abb. post. D.L. 353/2003 (conv. di legge 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB C.R.P.- C.P.O. RAVENNA. Prezzo€ COPIA OMAGGIO


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 23 maggio 2013

CRONACA& ATTUALITÀ

CENTRO STORICO/1

3

CENTRO STORICO/2

Mora romagnola e birreria su tre piani nel mercato coperto? Entro il mese di giugno verrà approvato dalla giunta del Comune di Ravenna il progetto definitivo e siglata la convenzione con Coop Adriatica per la riqualificazione del mercato coperto. Un progetto come noto che viene considerato strategico per lo sviluppo del centro storico, e che prevede la realizzazione all’interno della storica struttura di piazza Andrea Costa anche di una libreria Coop e di spazi ristoro. Proprio in questo senso la novità di questi giorni è rappresenta dal forte interessamento di Molino Spadoni, che vi si insedierebbe con una rivendita di prodotti alimentari di qualità e un punto in cui questi potranno anche essere consumati sul posto. Particolare attenzione sarebbe concentrata verso la Mora romagnola che l’azienda alleva sulle colline faentine. E sempre nell’ottica di mantenere vivo il nuovo mercato coperto anche di sera (con chiusura tutti i giorni a mezzanotte) la Coop sta trattando per trasformare quello che nei piani iniziali sarebbe dovuto essere un semplice negozio monomarca su tre piani (nell’ala che si affaccerà su via Cavour) in uno spazio per produzioni artigianali. Stando ad alcune indiscrezioni, l’idea, in particolare, è quella di una birreria artigianale. Di certo invece al piano terra Coop conferma l’intenzione di voler ricreare per quanto possibile (accanto a un piccolo supermercato) l’atmosfera storica del mercato, con box destinati a operatori e prodotti alimentari cosiddetti “freschi e freschissimi”, nonostante nessuno dei vecchi operatori abbia deciso di proseguire nella propria attività in piazza Costa. «Stiamo guardandoci ancora attorno per capire il reale interesse da parte di alcuni investitori – spiega Roberto Zamboni, direttore Sviluppo e Patrimonio di Coop Adriatica – e quale possa essere il mix di attività in grado di far decollare il progetto. Certo che questo per il commercio non è il periodo migliore...». Confermate, però, le intenzioni di tirare dritto, ora che sembrano risolti alcuni dei problemi burocratici, abbastanza velocemente. «Dopo la firma della convenzione – conferma Zamboni – presenteremo il progetto esecutivo per partire con i lavo-

Finalmente i lavori: a fine anno la nuova piazzetta delle Poste

ri indicativamente attorno alla prossima primavera». Lavori che si protrarranno almeno per 14 mesi («se non ci saranno intoppi con la Soprintendenza», commenta il responsabile della Coop) e taglio del nastro quindi che si potrebbe immaginare nell’autunno del 2015. Nel frattempo gli ultimi operatori rimasti all’interno della struttura stanno iniziando a fare le valigie: sono solo due (una pescheria e un alimentari-gastronomia) a quanto pare quelli che sfrutteranno la disponibilità del Comune e si trasferiranno (a loro spese) in altrettanti nuovi chioschi in piazza della Resistenza, dove ora si tiene due volte alla settimana il mercato del contadino. (lu.ma.)

Il Molino Spadoni in trattativa con la Coop Adriatica Pescheria e gastronomia si trasferiscono in due nuovi chioschi

PIAZZA DELLA RESISTENZA

Sosta a pagamento per auto e camper Dalle 8 di lunedì 27 maggio scatterà la sosta a pagamento in piazza della Resistenza, a Ravenna, per auto e caravan. Le tariffe applicate da Azimut sono le seguenti: per i 158 posti auto nei giorni feriali, dalle 8 alle 20, si pagheranno 35 centesimi l’ora; optando per la tariffa forfettaria giornaliera, la spesa sarà di un euro e 50; nei giorni festivi la sosta è gratuita. Per i dieci posti per gli autocaravan, dalle 0 alle 24 dei giorni feriali e festivi, sarà in vigore la tariffa forfettaria di due euro e 25, mentre la tariffa oraria è di 50 centesimi. La sosta massima consentita è di 24 ore. Nei pomeriggi di lunedì e giovedì, in occasione dello svolgimento del mercato contadino, sarà vietato occupare gli stalli sul versante di via Trincea delle frasche, come indicato dalla segnaletica sul posto.

È la mattina del 15 ottobre e le autorità posano di fronte al nuovo collegamento tra piazza del Popolo e la corte delle Antiche Carceri: dal Comune quel giorno comunicarono l’intenzione di aprire il cantiere nella corte entro l’anno. I lavori sono partiti invece ora, maggio 2013

Partono in questi giorni – dopo mesi e mesi di annunci e ritardi – i lavori del secondo stralcio del progetto di riqualificazione della piazzetta delle Poste, la cosiddetta corte delle Antiche Carceri. Un intervento del valore complessivo di 430mila euro, la cui durata prevista è di sette mesi. L’intervento, che sarà realizzato per conto del Comune di Ravenna dall’impresa Zambelli di Galeata, riguarda l’esecuzione di tutti i sottoservizi che insistono sull’area della corte, in prosecuzione di quelli posati lungo via della Tesoreria Vecchia con il primo stralcio, e la realizzazione della pavimentazione, con le opere di finitura e arredo. Per quanto riguarda la pavimentazione, in via della Tesoreria Vecchia saranno impiegati conci di selce alla pesarese di recupero. Per la piazzetta invece saranno utilizzati materiali lapidei di pregio come la pietra di Luserna – informano dal Comune – in pezzature e pose differenziate a seconda delle singole aree. In particolare nella parte prospiciente il nuovo fabbricato bar – che ospiterà anche un locale tecnico – la pavimentazione sarà posata in modo da evidenziare il tracciato del vecchio sedime delle mura delle ex carceri. Nel frattempo sono stati da tempo completati i lavori a cura della Cassa di Risparmio, di realizzazione del collegamento con piazza del Popolo e di ampliamento del bar Nazionale, che potrebbe inaugurare anche prima del completamento di questi lavori.


4

CRONACA& ATTUALITÀ

giovedì 23 maggio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

URBANISTICA Per dare l’idea della ponderosità e complessità del documento, basti sapere che sono previste diversi riunioni solo con la commissione consiliare per approfondirne i vari aspetti. Del resto, l’assessore Libero Asioli ha fatto risalire l’ideale data di nascita addirittura al 1989, con l’idea di Marmarica. Il documento in questione è ovviamente il Poc Darsena, il Piano operativo comunale che dovrebbe essere approvato entro l’estate e che ora è realtà. È consultabile da giovedì 23 maggio ed è stato presentato alla cittadinanza in un incontro pubblico all’Almagià martedì 21. Tra le novità che vengono forse chiarite per la prima volta in modo inequivocabile c’è l’idea di sostenibilità economica del progetto. In altre parole, tutti, o gran parte, dei fondi che serviranno a fare le grandi opere comuni (si parla di decine di milioni di euro, forse un’ottantina) dovranno venire da contributi, oneri, valorizzazioni di patrimoni pubblici del quartiere stesso (vedi box accanto). Costruire in Darsena dunque costerà di più, ma non sarà un quartieri per ricchi perché ci saranno anche progetti Erp e altre sperimentazioni come il cohousing, fortemente incentivate, e soprattutto perché il quartiere sarà “smart”, in grado di offrire l’avanguardia sotto tutti i profili dell’abitabilità. Il piano ha di fatto accolto e tramutato in norme le linee di indirizzo che erano state esposte la scorsa estate e che, a loro volta, raccoglievano alcune indicazioni frutto del lavoro del percorso di partecipazione “La Darsena che vorrei” e alcune sugge-

Un darsena che si finanzia da sé? Presentato finalmente il nuovo Poc con il piano di sostenibilità economica

Previste anche torri panoramiche e un sistema di tre parchi

i numeri

90euro 60milioni È l’onere aggiuntivo per metro quadrato che viene chiesto a chi costruisce nel quartiere per tutte le opere di interesse pubblico. Si stima di ottenere circa 9milioni di euro. A questi si dovrebbero aggiungere oltre 30 milioni di eu ro calcolati tra oneri di urbanizzazione primaria e secondaria oltre a proventi stimati per l’aalienazione della banchine (8 milioni circa ) e la valorizzazione del l’ex dogana pari a circa 4milioni e 800mila euro

È il totale stimato per opere pubbliche tra cui la bonifica del Candiano (13 miloni), oltre 5milioni per la nuova via Spina, oltre 5milioni per le banchine, 1milione e mezzo per una passerella ci clopedonale apribile , 2milioni e mezzo per la piazza in testata e, oltre 5milioni per il recupero delle archeologie industriali, un altro milione e mezzo per il parco in sinistra candiano. Ma mancano per la verità molte opere di rilievo come il sovrappasso che dovrebbe collegare il centro e il quartiere e il parco delle arti, per un totale che potrebbe aggirarsi intorno ai 20milioni.

stioni collegate alla candidatura di Ravenna 2019. Il quartiere, grande come il centro storico, si snoda da ovest a est lungo oltre tre chilometri del Candiano, dalla testata (dove ci sarà una piazza, un punto logistico, un parcheggio interrato) fino al ponte mobile. Da sud a nord è invece compreso tra via Montecatini (che cambierà corso) e via Trieste, che sarà però alleggerita dal traffico dalla nuova via di Spina che attraverserà parallelamente il quartiere (passando peraltro attraverso l’ex Sir). E a proposito di strade, tra le novità del quartiere rispetto al resto della città ci sarà il limite dei 30 km orari, non ci saranno parcheggi a raso, sarà privilegiata la mobilità pedonale e ciclabile. In generale, l’attenzione alla sostenibilità ambientale riguarderà le premialità per chi costruisce in modo poco impattante, per gli edifici che saranno autosufficienti sotto il profilo energetico, per tetti e pareti verdi, per l’idrotermia (sfruttando il canale). Tre le aree in cui sarà suddiviso il quartiere con altrettante vocazioni. La prima, quella in testa al canale, dedicata al turismo e al commercio dovrà avere al piano terra servizi pubblici o negozi. La seconda, il cuore, sarà più vocata alla cultura con spazi dedicati ad attività anche giovanili e creativi (si parla di un hub culturale). La terza, la più vicina al ponte mobile, è quella a vocazione più mista do-

ve potranno restare anche attività produttive, purché compatibili con la residenza. Residenza che dovrà essere suddivisa in percentuali di 3050-30 percento rispetto alle tre suddivisioni. Gli edifici dovranno concentrarsi sul waterfront, ma lasciare ampie vedute per non coprire il contatto tra il parco che, in destra canale, correrà parallelo al Candiano e dovrà connettersi alla banchina stessa. Il verde dovrà essere un colore dominante grazie le critiche IL NO DEI GRILLINI E LA SCOMMESSA DI ANCISI Le prime critiche sono già arrivate. La prima, dai grillini, scontata sulla presunta mancata tutela dell’ex Sigarone attraverso cui passerà la nuova via di Spina (sul tema ci sarà addirittura un’interrogazione parlamentare). Le seconde arrivano da Alvaro Ancisi di Lista per Ravenna che prevede un futuro quanto mai grigio per un progetto, secondo lui, che prevede di costruire troppo in un contesto immobiliare già saturo e avrebbe auspicato un documento «anche minimale ma serio, realistico e fattibile. Accetto, dunque, scommesse. Nel 2019, quando saremo capitale europea della Cultura, o forse no, e scadrà allora questo Poc, la darsena sarà messa peggio di oggi». Ma intanto, specifica Ancisi, saranno stati realizzati gli interventi più speculativi.


CRONACA& ATTUALITÀ

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 23 maggio 2013

5

VICEVERSA

Invece di quello mobile servirebbe un ponte levatoio di

GUIDO PASI

il collegamento ASPETTANDO IL PONTE, SI RIQUALIFICA IL SOTTOPASSO La Darsena dovrà essere collegata da un fantasmagorico ponte al centro città ma il bando che il sindaco Matteucci aveva annunciato per il 2007 ancora non è arrivato (ed è solo il bando), figuriamoci il ponte. Forse anche per questo, al momento, si prevede nel Poc che il collegamento con la città storica avvenga anche attraverso la riqualificazione del sottopassaggio della stazione.

a tre sistemi di parchi integrati e connessi tra loro. Il parco delle arti a destra, che si estenderà come una fascia lunga e stretta per tutto il quartiere. Più raccolto quello in sinistra, che sarà il parco delle archeologie industriali. E poi un sistema di verde sportivo che potrebbe nascere attorno al Tiro a segno. Anche questa struttura peraltro inserita nelle archeologie da salvare, e proprio per i progetti che vanno in questa direzione e privilegiano l’uso

pubblico degli spazi sono previste premialità in termini di edificabilità e oneri secondari. Tra le novità anche due torri panoramiche come “porte del mare”, ossia due grattacieli con uffici e residenziale, da non confondere con quelle previste da Boeri in testa canale (del tutto scomparse). Le nuovi torri dovrebbero sorgere circa a metà del quartiere e affacciarsi dalle due banchine sul canale stesso. Del resto, per lasciare spazio al ver-

de, la nuova darsena dovrà svilupparsi in generale verso l’alto con un limite massimo di 40 metri sul waterfront (e di 22 all’interno). Canale ovviamente da bonificare, così come i terreni su cui si andrà a costruire o ricostruire, anche queste voci che dovrebbero essere coperte con gli oneri pagati dai privati costruttori il cui interesse a investire nell’area è, in questo momento come mai prima, essenziale a dare il la al rilancio. (fe. an.)

C’è stato un tempo in cui i ravennati ignoravano il Candiano e tenevano a distanza la Darsena. Avevano girato le spalle all’acqua e il quartiere era un corpo separato, addirittura una minaccia sociale. Ravenna pensava se stessa in mezzo alla campagna e solo gli addetti ai lavori sapevano che c’era un braccio d’acqua che lambiva la stazione. Viceversa da settimane, e ancora martedì sera, in molti partecipano attivamente alla progettazione di un nuovo quartiere molto esteso che prenderà il posto di vecchi insediamenti ormai obsoleti. Si tratta di una grande occasione per dare una nuova identità alla città legando ad essa un luogo che assomiglierebbe un po’ al “Fisherman’s Wharf ” di S.Francisco o al “Waterfront” di Cape Town, che sono certamente luoghi piuttosto impuri, per nulla conservati in modo imbalsamato e anzi contaminati dal consumismo e dal turismo, ma sono vivi. Di più, stiamo parlando di uno strumento urbanistico che invita i privati a investire invece che a speculare, imponendo standard rispettosi del verde, dei servizi, dello spazio di vita. Qui è la vera sfida pubblico-privato e qui si vedrà negli anni se ci sarà la forza necessaria per mantenere questa qualità. Viceversa c’è qualcuno a cui questo sembra non interessare e si interessa solo del “sigarone”, un tunnel magazzino che nella città di otto siti Unesco non rappresenterà mai un’eccellenza. Di peggio c’è solo l’idea di fare un ennesimo scambio tra la sua trasformazione in un supermercato in cambio di una o più palazzine. Se davvero si tratta di un sito archeologico, penso tra me e me, tanto varrebbe recintarlo e farlo visitare come si fa con i ruderi e le antiche rovine. Probabilmente la mia idea non avrebbe successo ma non è peggiore dell’idea del supermercato. Infine c’è il ponte ingiustamente chiamato “mobile” e che, viceversa, si chiamerebbe “levatoio” se qualcuno lo tenesse in ordine. Se l’unico passaggio annuale dovesse essere quello della Madonna Greca, con tutto il rispetto, lo si potrebbe anche imbullonare. Viceversa quel quartiere ha bisogno di un uso dell’acqua, da risanare, che non sia solo contemplativo, per esempio di una linea di trasporto per Marina. Allora il ponte tornerebbe ad essere “levatoio” come ce ne sono centinaia ad Amsterdam dove che il movimento di imbarcazioni nell’acqua sia indispensabile a un paesaggio simile l’hanno capito da un pezzo.

ASPPI Notizie

In Asppi prezzi scontati per il certificato energetico

Mercoledì 29 maggio

25 maggio - 2 giugno 2013 San Pietro in Vincoli (RA) - Centro sportivo comunale Stand gastronomici e spettacoli al coperto

ore 17.00

Tornei di calcio giovanile

ore 21,00 ore 21,00

BOXE ASD Pro-Fighting Forlì Serata di musica “FINE 1° TEMPO”

Giovedì 30 maggio Tornei di calcio giovanile

ore 17.00 ore 21.00

Scuola Primaria S.P. in Campiano: saggio di recita e danza di fine anno

ore 20.45 ore 23.00

“MA ...CHE MUSICA MAESTRO!” Tombola con premi in denaro Super-Tombolone con premio da 400 euro

Venerdì 31 maggio ore 17.00 ore 21.00

Sabato 25 maggio

Lunedì 27 maggio

ore 15.00

Tornei di calcio giovanile

ore 21,00

Il Centro Sportivo Life Resort-New Life presenta lo spettacolo di Danza e Ballo “IL MAGO DI OZ” schermo gigante: Wembley: Finale Champions League

ore 17.00 ore 21.00

ore 20,45

Domenica 26 maggio ore 09.00 ore 09.00 ore 18.00 ore 19.00

2° raduno Fiat 500 e auto d’epoca

E SPORT”

ARLECCHINO E SGANAPINO IN CUCCAGNA ore 18.00

presenta la serata: SGABANAZA

Premiazione squadre U.S. S.P. in Vincoli Consegna Premio Bazzocchi XII edizione

schermo gigante: Roma Finale Copp a Italia

-

Deviazioni - Animazioni di Strada & Shine Par

“MA ...CHE MUSICA MAESTRO!” 3° TROFEO DI BECCACCINO (det marafò)

ore 09.00 Torneo di “Ultimate Frisbee” Cappellhat ore 21.00 XIII° edizione Trofeo di primavera S’ CIUCAREN AD RUMAGNA

ore 21,00

TORNEO DI CALCINO

Domenica 2 giugno

Martedì 28 maggio ore 17.00 ore 21.00 ore 20,30

Scuola Primaria S.P. in Campiano saggio di recita e danza di fine anno

Sabato 1 giugno

2° trofeo Azdora delle Ville Unite:

kour

Tornei di calcio giovanile La scuola Primaria presenta “REGOLE serie di Work - shop svolti dagli alunni Spettacolo di Burattini:

Tornei di calcio giovanile “La Piadina Romagnola”

ore 20.30 ore 20.45 ore 21.30

ore 20,30

Tornei di calcio giovanile

La “Certificazione energetica” va messa anche negli annunci di affitto. Il documento attesta il rendimento energetico di un edificio. L’acquirente o l’affittuario, ricevendola, viene messo a conoscenza dell’effettivo valore di consumo dell’immobile. L’edificio viene classificato con una scala graduata sulla base delle sue caratteristiche energetiche. La certificazione energetica, il cui obbligo deriva da una direttiva di carattere comunitario, è stata recepita attraverso il D.M.26 giugno 2009 . Le regioni hanno legiferato una propria metodologia di calcolo per la definizione dell’indicatore di prestazione energetica. Le classi energetiche, prodotte dalla certificazione energetica, vanno dalla A+ (edificio a bassissimo impatto ambientale) alla classe G (edificio ad alto consumo energetico ). Attenzione però, la classe energetica, necessaria anche per gli appartamenti che vengono locati deve essere specificata negli annunci immobiliari. Attenzione! La Certificazione va effettuata da un tecnico autorizzato.

Tornei di calcio giovanile ASD JOHNNY’S KARATE Borgo Sisa GARA di MAH-JONG

ore 09.00 Esposizione auto d’epoca (certificate ASI) ore 09.00 Torneo di “Ultimate Frisbee” Cappellhat ore 21,00 Scuola danza Jokers S.P.in Campiano presenta: spettacolo di danza/musica dal titolo SKY LIGHT

ore 20,30

GARA DI BURRACO

In Asppi sono disponibili convenzioni a costi estremamente convenienti!

Associazione sindacale piccoli proprietari immobiliari Ravenna Via R. Serra, 65 tel. 0544 470102 fax 0544 470075 info@asppi.ra.it www.asppi.ra.it Faenza Via Cavour, 25 tel. 0546 25807 faenza@asppi.ra.it Lugo Via Manfredi, 41 tel. 0545 33356 lugo@asppi.ra.it SERVIZI AI SOCI - Gestione contratti di locazione - Assistenza legale - Consulenza condominiale - Consulenza tecnica - Affitti e vendite da privato a privato Dal 1980 a Ravenna


6

CRONACA& ATTUALITÀ

giovedì 23 maggio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

L’INDAGINE

Dal Monte Paschi a Marinara Due big della finanza che investirono al porto ora nell’inchiesta di Siena di Andrea Alberizia Mezza Marinara se la comprarono loro, nel 2006 quando il porto turistico era ancora solo un progetto sulla carta, dando una spinta fondamentale per l’avvio dei lavori. Alle spalle del più grande investimento nel porticciolo a Marina di Ravenna – 49 appartamenti su 111 totali, 47 cantine, 70 posti auto e 53 posti barca per una cifra complessiva di circa undici milioni di euro – hanno manovrato due big della finanza con curricula stellari, esperienza decennale e credenziali riconosciute dalle principali istituzioni economiche, entrambi originari di Lugo e legati da un'amicizia di vecchia data nata nella Milano da bere degli anni Ottanta: Gian Luca Baldassarri e Roberto Villa, ora indagati nella vasta inchiesta sulla banca Monte Paschi di Siena (Mps). Baldassarri oggi ha 51 anni e nei dieci precedenti al marzo del 2012, quando venne licenziato con una buona uscita di 800mila euro, è stato a capo dell'area finanza di Mps: da febbraio è in custodia cautelare in carcere. Villa oggi ha 61 anni e nei sei precedenti al gennaio del 2013, quando è arrivata la sentenza di fallimento con la successiva accusa di bancarotta a suo carico, è stato presidente della storica manifattura fiorentina di porcellana Richard Ginori (Rg): lo scorso 16 maggio la guardia di finanza l'ha svegliato all'alba per perquisire la sua abitazione e i suoi uffici al quar-

tiere San Giuseppe di Ravenna procedendo con l'ipotesi di un presunto riciclaggio nell'ambito dell'inchiesta Mps. Entrambi, in momenti diversi, hanno respinto le accuse rivolte a loro carico. Il disegno elaborato dai magistrati ipotizza un presunto sodalizio ombra annidato in maniera parassitaria all'interno di Mps: la «banda del 5 percento», così viene chiamata in un esposto inviato da una talpa alle autorità di vigilanza a luglio 2011 per segnalare le presunte irregolarità compiute da quel gruppo che molti avrebbero conosciuto. Quel «5 percento» starebbe a indicare lo spessore della stecca che l'organizzazione caricava sulle operazioni bancarie a danno di Mps per un tornaconto personale da spartire. Baldassarri a capo della banda, Villa coinvolto: questa l'ipotesi, fermamente respinta dai diretti interessati, degli inquirenti. Che ora sono a caccia dei soldi che sarebbero usciti dalle casse Mps. A scanso di equivoci è bene chiarirlo: al momento non è noto alcun collegamento tra le indagini di Siena e l’investimento ravennate. I nomi di Baldassarri e Villa non compaiono in nessuno dei cinque rogiti con cui tra il 2007 e il 2009, man mano che gli appartamenti venivano completati, si è concretizzato il maxi acquisto a Marinara (case a 2.300 euro al metro quadro, Iva esclusa). Per arrivare ai loro nomi occorre muoversi su un reticolo di società ramificato

LA DIFESA

Villa: «Sparano nel mucchio» «Sì, conosco Baldassarri. Ma questa potrà mica essere una colpa?». Roberto Villa si dice tranquillo. Dal 16 maggio il ravennate è coinvolto nell’indagine su Mps e, come riportato il giorno stesso sul nostro sito Ravennaedintorni.it, ha subìto la perquisizione dei suoi uffici: «È giusto che facciano gli accertamenti però non capisco perché debbano annunciarli con i comunicati stampa. Lo faranno anche se tutto si chiuderà chiarendo che non ho responsabilità?». E il manager è convinto che sarà così: «Sono già venuti tre volte a prendere documenti. Se ancora non hanno trovato niente forse può essere che non ci sia niente da trovare. Mi pare stiano sparando nel mucchio: sono amico di Baldassarri ed ecco che vengono a perquisirmi». La procura sta indagando su varie ipotesi, una di queste è riciclaggio. Per il lughese non regge: «Dicono che avrei portato soldi in Svizzera per poi farli rientrare in Italia. Se trovano i bonifici per dimostrarlo me lo dicano...». La situazione, secondo la versione dell'ex presidente di Richard Ginori, sarebbe esattamente all'opposto: «I soldi io li ho solo portati in Italia e in maniera regolare». E regolari sarebbero anche le operazioni concluse con Baldassarri: «Ho lavorato con lui per oltre dieci anni in Cofilp, certo che abbiamo fatto affari. Ma tutto alla luce del sole con le carte che documentano tutto». (aand.a.)

tra Italia e Madera. Ai due lughesi si arriva decifrando le partecipazioni azionarie, protette da fiduciarie, partendo dall'unica ragione sociale che compare sulle carte: Terza Iniziative Marinare (Tim), società per azioni con sede a Ravenna in via della Lirica. È Tim che ha acquistato case, parcheggi, posti barca al porticciolo.

La firma sui documenti per acquisire il diritto di superficie degli immobili – il porto è realizzato su terreno demaniale dato in concessione a privati – è quella di Giuseppe Bongiovanni, amministratore unico di Tim fino a poche settimane fa. Su quest'ultima poltrona si è accomodato ora Giorgio Bartolini, altro commercialista ma

anche presidente della cooperativa Ravenna Sport 2019 che ha ereditato il testimone del calcio cittadino dopo il fallimento della società passata di mano da Gianni Fabbri a Sergio Aletti. Per avvicinarsi ai nomi dei due manager lughesi bisogna chiedersi chi sono i padroni di Tim. Oggi il 34,5 percento è di Kiway, un altro 34,5 per-


CRONACA& ATTUALITÀ

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 23 maggio 2013

IL CASO

IL COMMENTO

L’ex sindaco: «Al porticciolo 60 case pagate come la mia» «Al prezzo al metro quadro compreso tra 2.200 e 2.400 euro ne sono stati venduti ben 51. E fra 2.400 e 2.600 ne sono stati venduti altri dieci». Vidmer Mercatali, sindaco di Ravenna dal 1997 al 2006 e poi senatore della Repubblica fino alla scorsa legislatura, sceglie di affidare a Il Resto del Carlino del 22 maggio la sua replica all’articolo pubblicato su queste colonne il 2 maggio: il prezzo dell’appartamento comprato a Marinara – rogito depositato a settembre 2008 ma preliminare, secondo la versione del democratico, siglato a gennaio 2006 – per i suoi tre figli risulta il 40 percento inferiore al prezzo medio dichiarato pubblicamente su Il Sole 24 Ore dal legale rappresentante della società venditrice che parlava dopo aver venduto un centinaio di case su 111. Ravenna&Dintorni chiese spiegazioni al 64enne riportando le sue parole ora ripetute anche nell’intervista rilasciata al noto quotidiano: «Non ho chiesto sconti. Ho chiesto di pagare come chiunque altro e all’inizio a Marinara gli appartamenti avevano prezzi molto bassi». Mercatali pagò 2.250 euro al metro quadro (Iva esclusa). Al telefono gli chiediamo chi comprò quei 60 appartamenti a quei prezzi ma sceglie di non rispondere: «Non ho niente da aggiungere». Emerge che la società Terza Iniziative Marinare – tra i suoi investitori due manager ora indagati nell’inchiesta Mps (vedi l’articolo principale) – siglò un contratto d’acquisto nel 2006 per un pacchetto di 49 appartamenti: il maxi acquisto valse il prezzo particolarmente agevolato di 2.300 euro al metro. (aand.a.)

Ne risultano 49 a una società vicina fino al 2011 a un manager Mps

cento è di Seconda Investimenti e il restante 31 percento è di Rmb Finance. Kiway è correlata in maniera diretta a Villa. Seconda Investimenti, realtà bolognese controllata dalla fiduciaria Karmaninvest, detiene anche l'11 percento di Starfin, la finanziaria presieduta da Villa e usata dallo stesso nel 2007 per la scalata che lo

7

portò a controllare il 70 percento di Ginori. Rmb per arrivare all’attuale 31 percento ha acquisito nel 2011 il dieci percento che apparteneva a Kurasi Investment di Madera (dove Baldassarri era presente come investitore). Quest’ultima a sua volta ha posseduto un tre percento di Starfin (il restante 97 frammentato in una sfilza di

Metodi fascisti? Abbiamo solo pubblicato dei fatti

«Qualcuno ha pubblicato che io avrei acquistato il diritto di superficie di un appartamento a Marinara con uno sconto del 40 percento». Questo dichiara l’ex sindaco Vidmer Mercatali al Resto del Carlino, scegliendo dove replicare a un nostro precedente articolo che comunque gli aveva dato spazio di parola e nonostante la nostra disponibilità a farlo parlare di nuovo. Quel «qualcuno» è stato appunto Ravenna&Dintorni. Perché abbiamo pubblicato quell’articolo? Siamo convinti fosse una notizia. Di Marinara ci occupiamo da tempo e abbiamo ritenuto che, essendo Mercatali un personaggio pubblico di rilievo per la città e proprio per Marinara, fosse di interesse generale. Abbiamo pubblicato l’articolo quando abbiamo avuto la notizia, dopo averla verificata e dopo aver sentito più volte l’interessato. Oggi pubblichiamo un altro capitolo. Si può essere d’accordo o meno con le nostre scelte editoriali e non ci aspettiamo il plauso di nessuno. Giugno 2005: Ma respingiamo al mittente l’accusa di esserci prestati a un «meccanismo utilizzato dal fascismo per distruggere posa della prima pietra a nemici, ma anche amici politici». Mercatali per noi non è Marinara. né l’uno né l’altro: è un ex sindaco e un ex senatore. Per Vidmer noi il Pd è il partito di maggioranza locale che governa la Mercatali, città e ne seguiamo, dall’esterno, le vicende, perché risindaco di Ravenna, guardano tutti, anche chi non lo vota. Può capitare che il taglia il nastro. nostro lavoro, come quello di altri giornali, faccia emerNella pagina gere spaccature. Se succede perché abbiamo pubblicato accanto vista dei fatti allora possiamo solo pensare di aver fatto il noaerea del porto durante stro mestiere così come secondo noi va fatto. i lavori Fausto Piazza

società sparse tra Lussemburgo, Cipro, Gran Bretagna). Per completare il quadro vale la pena sciogliere infine l’acronimo Rmb. Le tre lettere sono le iniziali del fondatore: Romano Marcel Binotto, italo-svizzero che si guadagnò la ribalta delle cronache nazionali all’inizio degli anni Novanta nel pieno di Mani Pulite: era lui il braccio

destro di Giuseppe Berlini, il ravennate che gestiva i presunti fondi occulti della famiglia Ferruzzi. E li gestiva dalla Svizzera, da Pully dove ha sede la Gdp (Gestione de Patrimoines): fondata nel 1997 da Binotto e Villa, oggi cancellata, fornì la consulenza a Starfin nella scalata Rg. La Repubblica parla di una email interna partita dal-

la filiale Mps di Londra nel novembre 2005 secondo cui Gdp ebbe l’incarico di occuparsi di una parte del collocamento di Alexandria, prodotto finanziario che ha attirato l’attenzione degli inquirenti in parallelo all’acquisto della banca Antonveneta concluso da Mps nel 2007 per 9 miliardi di euro versati agli spagnoli di Banco Santander. Questi i due filoni dell’inchiesta di Siena. Nell'interrogatorio in carcere del 21 febbraio scorso, Baldassarri avrebbe ammesso di conoscere Villa dal periodo degli anni Ottanta quando entrambi lavoravano in Cofilp, merchant bank della Banca Popolare di Novara nel cui capitale era presente anche Raul Gardini. Lo stesso Villa ha confermato l’amicizia con l’altro lughese ribadendo la totale trasparenza degli affari conclusi. Baldassarri spiega anche di aver investito un milione di euro in Starfin per poi rivendere la sua partecipazione a Villa nel 2009. Tim fu costituita nel 2006 per iniziativa della dirigenza di Seconda che coinvolse società e personaggi oggi nell’occhio del ciclone (tutto è ancora in fase di indagini preliminari) ma al tempo apprezzati dalla finanza mondiale e certificati dalle autorità di controllo del mercato: un biglietto da visita qualificato e difficilmente rifiutabile per chi fosse stato chiamato a collaborare. Tim nacque per investire a Marinara: comprare e rivendere. Dopo sette anni l’affare è riuscito solo con sette appartamenti. Gli altri 42? Alcuni piazzati in affitto, molti desolatamente vuoti. E in casa Tim è forte lo sconforto: tra oneri finanziari e costi di gestione fissi, l’investimento sta diventando tutt’altro che remunerativo. La crisi del mercato immobiliare, scoppiata quando Tim ha avuto le case, unita alla sfiducia su Marinara, hanno paralizzato le compravendite. AZIENDE INFORMANO

CONFCOOPERATIVE

«Insieme, per crescere e costruire un mondo migliore» Aprirsi al cambiamento e trovare nuove formule per contrastare la difficile congiuntura socio-economica: è questo lo spirito che ha guidato la Conferenza Organizzativa di Confcooperative convocata con l’intento di recepire alcune modifiche statutarie rivolte, in particolare, all’evoluzione dell’organizzazione verso una maggiore flessibilità, innovazione, territorialità, e verso un crescente coinvolgimento dei soci e delle cooperative nella struttura confederale. «All’interno della Conferenza Organizzativa che si è chiusa poche ore fa a Roma si è discusso del riposizionamento dell’attività di Confcooperative sia a li-

Dal 24 al 26 maggio torna a Faenza la Festa della Cooperazione vello nazionale che territoriale – sottolinea Raffaele Gordini, presidente di Confcooperative Ravenna –. Abbiamo deciso di rivedere il ruolo dell’organizzazione ridefinendo la gamma dei servizi alle cooperative, per renderla omogenea in tutta Italia, e dando più spazio ai soci per fare in modo che possano trovare nelle cooperative e in Confcooperative le risposte necessarie per il soddisfacimento di esigenze che vanno al di là della sola attività lavorativa. I servizi inoltre dovranno essere ridisegnati in un’ottica di efficienza, professionalità e sostenibilità». Il percorso che da il via al rinnovamento dell’organizzazione di Confcooperative si è aperto, a livello nazionale, nel maggio del 2012 e proseguirà, a partire da oggi, nelle diverse Unioni. Questi i principi base: rafforzamento del ruolo delle Unioni territoriali e settoriali; potenziamento e innovazione dei servizi forniti alle associate, anche per sostenerne lo svi-

luppo e il contrasto alla crisi; estensione di politiche di tutela diretta dei soci; promozione di nuova cooperazione; lancio di una formazione etica, valoriale e cooperativa rivolto ai dirigenti di Confcooperative e delle cooperative associate. «La cooperazione ravennate, diversamente da altri territori, è particolarmente forte e matura – commenta il presidente della Bcc ravennate e imolese Secondo Ricci –. Questo significa che a Ravenna abbiamo le condizioni adatte per attuare al meglio quanto indicato dalla Conferenza Organizzativa riorganizzando e potenziando quelle competenze fino ad oggi trascurate. Il nostro obiettivo da oggi sarà semplificare e collaborare, anche nell’ambito dell’Alleanza delle Cooperative Italiane». Un ruolo di primo piano, sia a livello nazionale che nel panorama europeo, è stato infatti attribuito all’Aci, l’organismo unitario emanato da Confcooperative, Legacoop e Agci: «Se l'Alleanza delle Cooperative è certamente il futuro – ha sottolineato il presidente nazionale Maurizio Gardini –, abbiamo bisogno di promuovere un’evoluzione perché l'organizzazione che creeremo insieme possa essere una Organizzazione che ci assomigli, autonoma dalla politica, rispettosa dell'autonomia delle cooperative, capace di concepire le persone al centro del rapporto mutualistico e non semplicemente collegate alle cooperative per beneficiare di ricadute finanziarie positive».

Incontro con Pier Luigi Celli IL 24 MAGGIO IN VIA CASTELLANI 25 A FAENZA IL DIRETTORE GENERALE DELLA LUISS DI ROMA PARLERÀ DI GIOVANI E CAMBIAMENTO «I giovani e il cambiamento» sarà il tema al centro della conversazione organizzata dai Giovani cooperatori ravennati con Pier Luigi Celli, direttore generale della Luiss di Roma, che si terrà venerdì 24 maggio alPier Luigi Celli le 20.30 in via Castellani 25 a Faenza (in caso di pioggia presso il Cinema Sarti, via Scaletta 10) durante i festeggiamenti per la Festa della Cooperazione. Pier Luigi Celli, classe 1942, è un imprenditore e scrittore italiano. E’ stato direttore generale della Rai ed è attualmente nei consigli di amministrazione di Illy, Unipol, Bat e Desmokopea. Nel 2009 una sua lettera, indirizzata al figlio, risuonò in tutto il Paese: «(…) col cuore che soffre più che mai, il mio consiglio è che tu, finiti i tuoi studi, prenda la strada dell’estero. Scegli di andare dove ha ancora un valore la lealtà, il rispetto, il riconoscimento del merito e dei risultati».


8

CRONACA& POLITICA

giovedì 23 maggio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

LA DIATRIBA

Pd: la segreteria resta in carica in attesa del congresso nazionale «Nessun problema ai vertici» «Il Pd di Ravenna è unito e compatto, eccetto qualche fisiologico dissenso interno, il segretario provinciale in ottima salute e coadiuvato da una squadra di persone elette dagli organismi preposti, dunque per il ricambio al vertici si aspetterà il congresso nazionale, per poter fare una discussione contestuale non legata ai nomi, ma ai contenuti». Questo il messaggio che il segretario provinciale e onorevole Alberto Pagani ha voluto comunicare alla stampa in un incontro convocato per fugare ogni dubbio sulla tentazione di istituire una sorta di reggenza, come chiesto da una minoranza interna e riportato, secondo il segretario con eccessiva enfasi, dai giornali. «Si tratterebbe di un direttorio delle correnti – ha aggiunto Pagani con una nota polemica – di cui nessuno sente il bisogno, tantomeno io. C’è chi ha proposto un organismo fatto dai rappresentanti di varie aree compresi coloro che hanno perso le primarie in questi anni, ma io preferisco farmi dare una mano da chi ha vinto». E comunque, spiega Pagani, nel coordinamento sono rappresentate anche le minoranza che uscirono dall’ultimo congresso. Chi guiderà il partito verso il congresso Di fatto, oltre agli eletti che per statuto siedono nel coordinamento, tra cui sindaci, segretari comunali, deputati, consiglieri regionali, la squadra

Alberto Pagani a sinistra e Michele De Pascale, coordinatore della segreteria provinciale del Pd

la curiosità PD: CHI ENTRA E CHI ESCE Se in città un intellettuale e noto scrittore come Eraldo Baldini (e non è il solo) ha annunciato sulla sua pagina di facebook di non voler più la tessera del Pd dopo l’alleanza con il Pdl, il Pd può comunque vantare nuovi acquisti. A tesserarsi nel partito di Epifani è infatti l’ex segretario provinciale del Pdci Laimer Armuzzi (che in quella carica era stato nominato anche membro del cda di Hera) che ha abbandonato il proprio partito alla vigilia delle scorse elezioni.

operativa è composta da persone scelte da Pagani stesso e guidate, de facto, dal cervese Michele de Pascale, che non è escluso si candidi poi per la segreteria stessa. «Le minoranze saranno tutelate – spiega Pagani – dalla commissione che formeremo per preparare il congresso, come sempre e come previsto dallo statuto». Il tempismo è tutto Intanto però lo statuto, quello nazionale, ha bisogno di correzioni per poter accelerare i tempi delle elezioni dei segretari locali, oltreché per scio-

lo sfogo L’EX SENATORE MERCATALI: «SONO STATO LASCIATO SOLO» «Questo non è più il mio partito». «Per ora non penso a liste civiche, ma così il Pd non va». A tuonare così è l’ex sindaco ed ex senatore Vidmer Mercatali che in un’intervista al Carlino si lamenta di non aver ricevuto solidarietà dal partito in merito alla vicenda raccontata da Ravenna&Dintorni sull’acquisto, a prezzi piuttosto convenienti, di un appartamento a Marinara (vedi pagina 7). Mercatali nei giorni successivi fu oggetto di critiche da parte dei lettori sul nostro sito. E si aspettava evidentemente una soliarietà da via della Lirica che non è arrivata. Né sono state fatte dichiarazioni all’indomani dell’intervista in cui Mercatali lasciava intendere l’ipotesi della lista civica. Nessuno, insomma, ha voluto esporsi né ha voluto vedere associato il proprio nome a quello dell’ex primo cittadino in alcun modo. È proprio vero che non esiste più il partitone di una volta, come si lamenta Mercatali. E del resto anche Pagani ha parlato della necessità di aprirsi alla società e stringere alleanze con liste civiche. O prefigurava già una lista civica di ex?

gliere l’annosa questione se e come eleggere un segretario che sia automaticamente anche candidato premier. Perché se restasse così com’è, dopo l’elezione contestuale e aperta a tutti di segretario nazionale e segretari regionali, prima che gli iscritti possano eleggere i segretari locali passerebbero mesi. Il che vorrebbe dire, nella migliore delle ipotesi, avere la nuova guida locale ai primi del 2014. E questo, per ammissione stessa di Pagani, non sarebbe affatto auspicabile visto che più o meno in quel periodo si dovrebbero tenere anche le primarie

per scegliere i candidati nei comuni dove saranno necessarie (cioé, par di capire, dove si è al termine del secondo mandato tra cui i comuni più grossi come Cervia, Lugo e Bagnacavallo). Ce la faranno? Il pallino è in mano al nazionale e a vedere dal dibattito che lacera il Pd, nessuna modifica allo statuto sembra profilarsi come una passeggiata. Ma attenzione, non è una questione per appassionati di cavilli. I tempi sono cruciali, perché se dovessere slittare, le candidature alternative potrebbero forse diradarsi, proprio per la difficoltà a subentrare in partite complesse già abbondantemente avviate da questa segreteria e dal coordinamento. E, soprattutto, con il timore di sconfitte importanti all’orizzonte. Alle amministrative, alleati civici Intanto Pagani, rispondendo ai giornalisti, ha chiarito la linea secondo lui da seguire: alleanze con liste civiche sul modello di Imola (che vota domenica 26 maggio, come Bagnara, peraltro, nella nostra provincia), senza rinunciare al simbolo e senza voler correre da soli. «Gli altri partiti della coalizione? Non sappiamo nemmeno se ci saranno o meno, dove le alleanze sono ancora in piedi, possiamo dire che sono bravi amministratori, ma ho l’impressione che non abbiano più un seguito di elettori». La base segue, ma verso dove? E il Pd? Come sta il Pd ravennate? «Le assemblee sono molto affollate, il tesseramento sta andando un po’ a rilento, ma abbiamo un elettorato molto responsabile, che si lamenta, certo, capisce che non c’era altra strada ed è soprattutto stanca di correnti». Certo è che la calma è solo di superficie. La confusione è grande anche sotto il

Viale Newton, 28 - RAVENNA - Centro Commerciale Galilei

ducia fi i d a i r e h c s e p La tua imana t t e s a ad Quest30 di spesa Con conto ni € og

ono s e un bu ender da sp eria di pesch o t r a p ana n e l re settim a m i s s ad) i i Con l a p ro tramb

€5

(valid

n o in e


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 23 maggio 2013

cielo di via della Lirica nel partito che da dalemiano era diventato in gran parte bersaniano, eccetto la frangia faentina renziana di origine e tradizione cattolica. In realtà nessuno ancora si sta posizionando in modo esplicito. Di fronte all’ipotesi di dover scegliere tra Epifani, Cuperlo, Chiamparino, Civati, Barca, Pagani dice: «Non so rispondere, non so cosa intendono fare. Prima dei nomi per me viene il progetto politico. A scatola chiusa non me ne va bene uno». La tattica dell’attesa: qualcuno farà la prima mossa La verità è che, appunto, nel Pd c’è un caos e gli scontri sottorreanei che non emergono nei documenti ufficiali (gli unici a esporsi sono sempre i “soliti” Maestri, Fagnocchi, Leggieri, Morgagni, Guerrini e pochi altri) non sempre hanno a che fare con posizioni politiche riconducibili a fazioni tradizionali. E non è nemmeno chiaro come si ricollocheranno i leader che, per esempio, hanno fatto parte del tortellino magico bersaniano e che ancora oggi hanno grande influenza in città, tra cui Miro Fiammenghi e Vasco Errani. Il tutto con l’incertezza di quanto e se durerà questo Parlamento. Intanto, pare al momento sotterrata l’ascia di guerra con i renziani, il senatore Collina fa sapere di sposare in pieno la linea di Pagani rispetto alla gestione della segreteria fino al congresso, quando peraltro saranno da rinnovare anche i coordinatori territoriali e segreterie chiave come quella di Ravenna. In generale, la sensazione, parlando nei corridoi, è quella di un’attesa per la prima mossa di altri, in uno spaesamento tra locale e nazionale senza precedenti. Federica Angelini

LA NOVITÀ

9

CRONACA& POLITICA

APERITIVO GIURIDICO

Incontro Balzani-Matteucci sull’Ausl unica con Led Dopo l’intervista al sindaco di Forlì Roberto Balzani della settimana scorsa, ci sarebbe piaciuto sottoporre gli stessi temi, in particolare Ausl unica e il rapporto delle amministrazioni con Hera anche al sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci, che negli anni ha sempre difeso scelte diverse sia in tema di sanità che di multiutility. Ma il sindaco ha scelto di non rispondere alle nostre domande, rimandandoci all’incontro pubblico proprio con Roberto Balzani in programma il 31 maggio (al cinema Corso alle 20.30, Ravenna). L’evento è organizzato dalle neonata associazione Led (Laboratorio Energie Democratiche) della Romagna. Ne fanno parte alcuni dissidenti Pd come Serena Fagnocchi, Andrea Maestri e Andrea Leggieri, oltre ad Antonio Lazzari e Massimo Manzoli. Info: tel. 393 4690651. led.romagna@gmail.com.

DONNE Una scena dal film We want sex (equality) sulla lotta delle operaie della Ford per la parità di salario rispetto ai colleghi uomini

Pari opportunità: una carta per l’uguaglianza sul lavoro Giovedì 30 maggio, alle 16.15, nella sala Cavalcoli della Camera di Commercio di Ravenna (viale Farini 14) sarà presentata la Carta per la pari opportunità e uguaglianza sul lavoro durante un convegno sul tema. Aprono i lavori Grazielli Benini, Vicepresidente Comitato Imprenditoria Femminile, Camera di Commercio, Eleonora Proni, assessora Pari Opportunità della Provincia di Ravenna e Fato Luwanga Nuru, consigliera di Parità della Provincia di Ravenna. L’esperta di politiche di genere Mirella Dalfiume interverrà su “Progetto Conciliazione: Le esperienze sul territorio”, mentre la consigliera nazionale di Parità Alessandra Servidori farà il punto sullo stato di attuazione della carta a livello nazionale. Sul tavolo regionale Carta Pari Opportunità interverranno Sandra Zinelli Albanelli (Aidda), Elisa Petrini (Impronta Etica) e Ruggero Bodo (Sodalitas). Coordina Rosa Maria Amorevole Consigliera di Parità regionale.

Dalla rinuncia di Benedetto XVI a Francesco Mercoledì 29 maggio, alle 18, alla Corte Cavour di via Cavour 51 a Ravenna, nell’ambito dell’iniziativa “Aperitivi giuridici”, Geraldina Boni terrà l’ultimo incontro del ciclo dal titolo “Annus Domini 2013: dalla rinuncia all’habemus papam”. L’inattesa rinuncia di Benedetto XVI all’ufficio di Pontefice l’11 febbraio 2013, ha sconcertato il mondo intero, non solo i cattolici. Davanti a questo gesto si sono moltiplicati gli interrogativi: è possibile ‘dimettersi’ da Vescovo di Roma, quali sono i requisiti giuridici di tale atto, nella storia ci sono stati altri casi assimilabili a quello cui abbiamo assistito? Il ciclo di incontri è organizzato da Scuola di Giurisprudenza e Fondazione Flaminia con il contributo di Banca Popolare di Ravenna.

RACCOLTA FIRME PER LEGALIZZARE EUTANASIA

U

A A R

E TESTAMENTO BIOLOGICO

La Uaar (Unione atei, agnostici, razionalisti) sta raccogliendo le firme per una proposta di legge popolare che legalizzi eutanasia e testamento biologico. Possono firmare tutti i cittadini nei rispettivi comuni di Residenza al di sopra dei 12.500 abitanti. A Ravenna, è necessario recarsi all’Urp di viale Berlinguer oppure sabato 25 maggio e 1 giugno in piazza del mercato (V.le Berlinguer) dalle 9 alle 3. È inoltre possibile firmare a Faenza nell’ufficio elettorale di piazza Rampi 2, a Lugo all’Urp di Largo Relencini 1, e negli uffici relazioni con il pubblico di Alfonsine, Bagnacavallo, Cervia e Russi.

Via Brunelli - RAVENNA

ducia fi i d a i r e h c s e p La tua 6 al 2 / 5 / 7 2 eria Dal pesch

parto nima n e l re sa mi e p s a re su un conta puoi s to di ricevu no di rima il buo ana p m i t t e nad) le s bi i Co

€ 15

(valid

€5

ntram o in e


10

CRONACA& POLITICA

giovedì 23 maggio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

CRONACHE ROMANE

RETROSCENA

Webcam in Comune: finisce quasi in rissa tra consiglieri Pd e M5S

«In Italia, una cellula di dittatura» ma che esagerati questi tedeschi

Sono entrambi ex calciatori, praticamente coetanei, trent’anni o poco più, e consiglieri comunali. Uno per il Pd, Alessandro Barattoni, uno con il Movimento 5 Stelle, Pietro Vandini. Dopo la seduta di giovedì 16 maggio a Palazzo Merlato sono tornati idealmente in campo, in quelle partite in cui è facile perdere le staffe e finire muso contro muso a pochi centimetri di distanza dall’avversario. Una lite che per poco non è finita in rissa nel salotto buono di Ravenna, in piazza del Popolo, di fronte ai passanti, quando ancora non era buio. Nessuno ha però alzato le mani e ci si è limitati agli insulti. «Ferrarese di m...», quello forse più grave pronunciato da Barattoni nei confronti di Vandini per le origini del consigliere grillino. «Ma non è certo razzismo – ci dice Barattoni qualche giorno dopo di fronte a un bicchiere di vino –, io sono di Sant’Alberto e quando ero ragazzino i miei amici ravennati mi chiamavano ferrarese. Non ho niente contro di loro, naturalmente, ho semplicemente perso la testa reagendo alle provocazioni, che hanno toccato anche la mia famiglia, e mi dispiace. Prometto che non accadrà più, farò finta di non sentire e non rischierò più di farmi vedere in piazza nel mezzo di una scena come quella accaduta giovedì». A quella scena, filmata da un militante grillino, hanno partecipato anche altri consiglieri del Pd, che hanno tentato di riportare la calma, imbastendo anche un dibattito politico, o quasi. «Noi volevamo fare il Governo con voi – dice per esempio Andrea Tarroni rispondendo alle accuse di Vandini di essere «al governo con i mafiosi» –, ma qual è stato il vostro atteggiamento?». Vandini ammette, sorridendo: «In queste occasioni sarà proprio il mio sangue quasi ferrarese a farmi infervorare ma non ci sono stati spintoni come ha scritto qualcuno sul web, nessuno ha alzato le mani. Un episodio che non dovrebbe accadere, ma per me non certo scandaloso». La lite finita in piazza era iniziata nella sala del consiglio, proseguita a Palazzo Merlato e lungo lo scalone del municipio. Il motivo? Un odg più simbolico che altro sulla trasparenza della macchina amministrativa. I grillini lamentano il fatto che il Pd abbia sfruttato un loro odg, limitandosi a modificarne alcune parti. «Cosa legittima, ma ridicola», ha ripetuto Vandini, in particolare al capogruppo del Pd Matteo Cavicchioli. I 5 Stelle, vista la situazione, hanno poi sospeso il loro odg e contribuito ad approvare all’unanimità quello del Pd, che implementa il regolamento di funzionamento del consiglio comunale per pubblicizzare – dopo l’avvio delle dirette streaming dei consigli comunali – anche le sedute di commissione. I file audio integrali saranno messi a disposizione sul sito internet del Comune il giorno dopo la commissione e vi rimarranno per un mese, per essere poi sostituiti permanentemente dai verbali scritti. «Faremo inoltre la diretta video – ha spiegato Tarroni – delle commissioni in cui si discuteranno petizioni promosse dai cittadini». I grillini, invece, spingevano per avere sempre e già da subito le dirette streaming delle commissioni. Tarroni ha risposto così: «Non siamo al momento in grado di fornire il servizio perché molte sedute si tengono al di fuori dell'aula consiliare, l'unica dotata dell'impianto webcam. Attrezzare una seconda sala costerebbe 8mila euro. E comunque non avremmo sempre disponibile un tecnico del Comune in grado di seguire la diretta streaming. Dovremmo affidarci ad esterni, con un costo fra i 25 e i 30 euro all’ora». Il Movimento 5 Stelle ribatte sostenendo che si potesse fare a costo zero, ma poi si è praticamente fidato della promessa finale di Tarroni: «In seguito riprenderemo comunque in mano questo argomento: con l'avanzamento tecnologico potremo in futuro dare sempre più opportunità , magari abbattendo anche i costi che oggi sosteniamo per le dirette del consiglio comunale e la loro archiviazione». (lu.ma.)

Ogni tanto fa bene guardare le cose da una prospettiva diversa. Per dire, ora sono a Berlino. Ed è stato interessante e fruttuoso parlare con colleghi giornalisti e politici tedeschi. Intanto, ho impiegato ore per cercare di spiegargli cosa sta accadendo in politica, in Italia. E non l’hanno capito. «Ma scusami, Berlusconi l’hanno condannato in appello in un processo, e non va in galera?», mi ha chiesto un politico locale, berlinese, di un grosso partito... diciamo vicino al governo e di centro destra. «No, vedi, adesso il partito di sinistra ha fatto un governo di larghe intese assieme al partito di Silvio Berlusconi». «Lo so, ma come è possibile? Non vi rendete conto che se prima ridevamo del bunga bunga adesso siamo preoccupati per voi? Ma è inquietante, bisognerebbe impedirgli di parlare. La sua è una cellula di dittatura!» Ha detto proprio così, una “cellula di dittatura”. Chissà cosa voleva dire. Essì che qui in Germania se ne intendono, di dittatura. Io gli ho detto che esagerava, poi appena sono tornato a casa ho letto questa agenzia: «Le polemiche per le contestazioni al comizio di Silvio Berlusconi a Brescia si trasformano in un disegno di legge. Il Pdl sta elaborando un provvedimento che prevede il carcere per chi disturba le manifestazioni dei partiti in piazza, non solo durante le campagne elettorali ma in tutte le iniziative politiche. La bozza sta circolando in queste ore alla Camera, messa a punto da Ignazio Abrignani, l’ha sottoposta al vaglio del capogruppo Renato Brunetta. La proposta di legge, che verrà depositata nei prossimi giorni dopo il via libera di Brunetta, in pratica introduce un reato per punire chi fa azioni di disturbo e organizza contestazioni durante qualsiasi manifestazione politica, non solo quelle elettorali». Bello, vietare le proteste. Bello anche solo pensarle, queste cose. Allora a cena ho fatto leggere la notizia al mio amico di destra, qui in Germania e lui ha commentato: «Siete nella messi come noi a Weimar, nel 1932. Quando il presidente von Hinderburg, un vecchio ormai poco lucido, elesse primo ministro un fantoccio, Franz Von Papen, e gli fece fare un governo assieme a Hitler, che tanto non era pericoloso, diceva lui, per salvare la Germania dalla crisi economica». Io gli ho detto che esagerava, poi ho pensato alle leggi proposte sin qui dal nuovo parlamento: legge bavaglio sulle intercettazioni, che piace molto a Berlusconi, legge per la riorganizzazione dei partiti che in pratica elimina dalla contesa elettorale i movimenti, legge sul dimezzamento delle pene per chi è condannato per concorso esterno in associazione mafiosa, che fa tanto comodo al signor Dell’Utri. Adesso il divieto di manifestare contro. Esagerava, sicuro, esagerava. Però.

Un momento della discussione in piazza del Popolo tra Vandini ei consiglieri del Pd

di

ANDREA CASADIO

Sul Molo di Marina di Ravenna un tuffo nell’ antica tradizione di pesce con 4 MENÙ DEGUSTAZIONE 1o Menù Degustazione €30

-Antipasto misto caldo e freddo -Tagliolini alle veraci -Griglia mista €35 -Assaggio di fritto a persona

3o Menù Degustazione

4o Menù Degustazione

-Insalata di mare -Risotto alla marinara -Griglia mista -Assaggio di fritto

Via Molo Dalmazia 37 Marina di Ravenna - Tel. 0544 530231 Aperti tutti i giorni a pranzo e cena chiuso il lunedì www.trattoriacubana.it info@trattoriacubana.it

2o Menù Degustazione

a persona

-Insalata di mare -Spaghettoni o risotto allo scoglio -Griglia mista e spiedini €40 (o spiedini misti) a persona -Assaggio di fritto

-Antipasto fantasia -Tagliolini al branzino o al granchio -Griglia mista e spiedini e scampi €45 -Assaggio di fritto a persona

Tutti i menù sono compresi di acqua, sorbetto e caffè (escluso il vino)


SOCIETÀ& TEMPO LIBERO

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 23 maggio 2013

11

IN PIAZZA

Opera, il lavoro in festival Terza edizione della rassegna targata Cgil tra occupazione e crisi Il festival del lavoro Opera, organizzato dalla Cgil di Ravenna, arriva alla terza edizione. Dal 23 al 25 maggio la manifetazione intitolata “Lavoro in corso: tra utopia e realtà”: dibatti, spettacoli e incontri per una riflessione sul mondo del lavoro. Si parlerà di occupazione, precarietà, disoccupazione, cassa integrazione e anche delle opportunità e delle nuove vie che possono segnare la buona occupazione. L’appuntamento come di consueto in piazza Marsala a Ravenna. Tra gli ospiti Guido Viale, Luca Bottura, Eugenio Finardi, Ivano Marescotti, Gianni Dragoni, Yvan Sagnet, Giovanni Barbieri, Serena Sorrentino, Cristiano Cavina, Filomena Trizio. Tutti gli incontri e gli spettacoli saranno a ingresso gratuito. Nel corso del Festival sarà presentato uno studio condotto dalla Cgil di Ravenna che analizzerà l’andamento economico e occupazionale nel territorio della provincia di Ravenna dal 2007 ad oggi. Sarà presentata anche una videoinchiesta, realizzata con la regia di Gerardo Lamattina: un viaggio tra i lavoratori che racconteranno esperienze professionali, aspettative, ambizioni, delusioni e soddisfazioni. In piazza Marsala sabato 25 maggio, alle 21, il cantautore milanese Eugenio Finardi presenterà a Ravenna il Nuovo Umanesimo Tour, «ideato e portato in giro per l’Italia diffon-

MOSTRA FOTOGRAFICA

Tre ravennati ricordano L’Aquila Ecco “Donne che non tremano” Un fotografo, una giornalista, un editore, tutti ravennati: Giampiero Corelli, Ilaria Iacoviello, Danilo Montanari sono gli autori della mostra fotografica, a Ravenna al mercato coperto fino al 3 giugno, dedicata al sisma che nel 2009 sconvolse L’Aquila. I volti e le storie di oltre trenta donne che, a quattro anni dal terremoto, lottano nei rispettivi campi affinché una ricostruzione sia possibile. Non solo la mostra ma un racconto incentrato su una serie di interviste, contenute in un cofanetto pubblicato. Dopo l’inaugurazione in Abruzzo e il passaggio a Ravenna la mostra si sposterà a Matera.

dendo un messaggio che rimette al centro l’uomo e non il profitto». Questo concetto è il filo che lega tutti i brani dell’album Sessanta. Lo stesso giorno alle 18.15 “No choosy no party”, rassegna stampa dove sarà protagonista il tema del lavoro curata da Luca Bottura che da alcuni anni accompagna le mattine degli italiani su Radio Capital con il programma Lateral, la rassegna stampa più irriverente del panorama radiofonico italiano. Tifoso del Bologna, cura per il Corriere della Sera la rubrica satirica settimanale a tema sportivo Makaroni. Lo scrittore Yvan Sagnet sarà a Ravenna il 24 maggio alle 10.30 per presentare “Ama il tuo sogno – Vita e rivolta nella terra dell’oro rosso”. Nel libro Sagnet racconta la sua storia, di come si innamora dell’Italia e della sua decisione di emigrare dal Camerun e di andare a Torino a studiare all’Università. In Puglia è il 2011 e Sagnet si ribella alle condizioni inumane con cui sono trattati i lavoratori stranieri impegnati nei campi: sfruttamento, caporalato, schiavitù. L’attore romagnolo Ivano Marescotti sarà protagonista anche nella terza edizione del festival dove proporrà uno dei suo monologhi. L’atteso appuntamento inaugurerà le serate del festival giovedì 23 maggio alle 21.15. Il programma dettagliato è consultabile sul sito internet www.cgilra.it.

L’INIZIATIVA

In via Carducci l’aperitivo si prende con Fido Si parlerà delle cardiopatie nel cane, con la dottoressa Nicoletta Guidani, venerdì 24 maggio alle 19.30 in via Carducci 14 a Ravenna dover ripartirà Aperivet, una serie di incontri dedicati a tutti coloro che vogliono conoscere meglio le questioni che ruotano attorno al regno animale, in particolare gli amici a 4 zampe. Durante gli incontri sarà previsto un buffet a offerta libera per sostenere il progetto che vede la realizzazione di un area sgambamento cani in via San Giovanni in Bosco. Gli incontri Aperivet nascono da un'idea di Doggy Smile.Informazioni e prenotazioni: 347-8444462, 3393147472.

SEMINARI PER UNA RIQUALIFICAZIONE URBANA SMART

O

«Strategie per una riqualificazione urbana smart e innovativa» è il seminario che si terrà il 24 maggio dalle 9 alla Camera di commercio di Ravenna, organizzato da Confcooperative. Il tema principale dell’incontro sarà «Urbanistica e housing sociale innovativi in epoca di crisi”. A seguire verranno presentati due casi pilota: via Fiume a Ravenna e via Dal Pozzo a Faenza, strutture degli anni Sessanta per cui si è elaborata una strategia di recupero.


CRONACA& ATTUALITÀ

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 23 maggio 2013

13

L’INTERVISTA

Carta contro web: «Il giornalismo? Non morirà, troverà altre forme» Il giornalismo è sull’orlo di una crisi di nervi. Persa la sua identità classica per cui il motto popolare era che «è vero» quando «c’è sul giornale», oggi i nuovi media creano altre definizioni di giornalismo. Tra gli ospiti della tre giorni de Il grido della farfalla – il meeting sull’informazione organizzato a Ravenna dal Gruppo dello Zuccherificio – c’era anche Luca De Biase, esperto di nuovi media e giornalista del Sole24Ore. Abbiamo parlato con lui di questa professione in grande mutamento e dell’informazione oggi. Capita sempre più spesso di apprendere le notizie non dalla tv o dai giornali online, ma direttamente da Facebook o Twitter. Che effetto ha questo sulla percezione delle notizie? «Ai social network si dà la colpa di tutto. Si ha una visione molto critica della loro funzione. È colpa di Twitter se volano insulti, se un personaggio si offende, se un altro viene frainteso. In realtà il fine del mezzo dipende da ogni singolo utente e dall’uso che vuole farne, cosa vuole dire e cosa sceglie di ascoltare». Sono sufficienti 140 caratteri per comunicare una notizia? Che rischi ci sono che la notizia venga talmente riassunta da essere travisata? «Un tweet di fatto è come un titolo.

Il social è molto utile anche per condividere link, e quindi aprire canali di approfondimento. Sta comunque nella persona distinguere il vero dal falso, la cosa importante dalla fuffa. Ci sono studi e teorie opposti sulla domanda “Google ci rende stupidi?”. Recentemente Howard Rheingold ha pubblicato un libro in cui offre una serie di consigli pratici per riconoscere le boiate e alimentare il crap detector (ossia come scremare le cavolate) quando si consulta quello che è pubblicato in rete. Sono azioni come: identificare l’autore del testo, il sito su cui compare e fare verifiche su altri siti. Insomma bisogna diventare più arguti». Quale è lo scopo che rimane oggi agli articoli lunghi, ai saggi e ai libri di inchiesta? «Sono un accanito sostenitore dei libri che alimentano un pensiero lineare. Potremmo dire che i social sono un fast food, mentre i libri sono un ristorante. Se hai bisogno di qualcosa di veloce ti mangi un hamburger, ma non puoi mangiare ogni giorno a McDonald’s!». I social network quindi come il “cibo spazzatura”? «L’informazione è una parte del vivere quotidiano. La peggior spazzatura in questi anni è arrivata dalla televisione commerciale, pensata per

Parla Luca De Biase del Sole24Ore, tra gli ospiti del Grido della Farfalla

clienti poco attenti e incentrata sulla pubblicità. Il pubblico di internet è più avveduto, ma dedica poco tempo all’approfondimento. Diversamente da quanto si possa pensare i mezzi per approfondire ci sono anche in rete, dove si trovano anche lunghi saggi, il più è avere tempo e voglia da dedicarci. Nel paragone tra tv e internet bisogna però ricordare che social come Twitter, anche se in grande espansione, rimangono ancora una cosa di nicchia rispetto alla televisione, basta vedere i numeri. Inoltre solo il 10 percento degli iscritti scrive contenuti con regolarità». Cosa rimarrà secondo lei dell’informazione su carta stampata? «La carta è costosa e preziosa. I giornali dovranno essere venduti a prezzi più alti di quelli di oggi, per un numero inferiore di lettori. È chiaro che per essere comprati dovranno anche offrire contenuti più appetitosi, altrimenti scompariranno. Questa tendenza è già in atto in molti paesi. In Italia i prezzi dei quotidiani non sono cresciuti perché ci sono storicamente stati pochi lettori e gli editori hanno paura che calino ancora di più. La direzione però pare questa, meno pubblicità sui giornali (che un tempo era la prima, il 70 percento degli incassi), meno lettori e prezzi più alti. Pare evidente però che non si tornerà più alle grandi redazioni che potevano permettersi un tempo i giornali». Ma a livello di contenuti i siti possono concorrere con i giorna-

li? Il giornalismo su internet, che oggi fatica ad auto sostentarsi a causa del basso costo che hanno le pubblicità online, come potrà sopravvivere senza gli introiti del cartaceo? «Secondo uno studio di Hal Varian, l’economista di Google, l’utente medio passa sui siti dei giornali mediamente 70 secondi. Questo vuol dire che legge solo i titoli. Se i siti vogliono farsi pagare di più, le pubblicità devono trovare il modo di trattenere sul sito i lettori per più tempo, arricchendo i contenuti con video, immagini e interattività. È un mondo che cambia molto velocemente e gli editori sono

invece abituati ad avere tempi molto lenti». I siti dei giornali stanno uccidendo i loro stessi giornali? «Oggi il sito di informazioni più visitato in Italia è Repubblica.it, con cifre di lettori molto più alte del giornale e incassi molto più bassi. Il rischio però è quello che il sito cannibalizzi il giornale di carta, anche se le statistiche dimostrano che hanno tipologie di lettori diversi». In Italia c’erano due miliardi di lettori di giornali. Queste persone sono forse scomparse nel nulla? Non sono disposte a pagare mai più? È la fine del giornalismo o un nuovo inizio? «Il giornalismo non morirà, troverà altre forme. La tv doveva uccidere la radio, invece la radio ha trovato nicchie di pubblico come gli automobilisti o chi sente la radio in ufficio. Per anni siamo stati abituati a guardare la televisione gratuitamente, poi è arrivata la tv satellitare e molti hanno deciso di pagare per quel tipo di offerta. Oggi Sky ha un fatturato che si aggira vicino a quello di Rai e Mediaset. Non è da escludere quindi che alcuni siti diventino a pagamento, ma devono trovare contenuti per cui la gente è disposta a pagare. Si riuscirà? Non è detto. Alcuni ci riusciranno, altri no». Matteo Cavezzali


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 23 maggio 2013

COMMENTI& OPINIONI

detti e contraddetti a cura di FAUSTO

L’OSSERVATORIO

Per fortuna che ci sono i nuovi consiglieri...

Le lettere, le opinioni e i commenti a cui si riserva di rispondere il direttore di Ravenna&Dintorni Fausto Piazza, vanno indirizzate alla mail carodirettore@ravennaedintorni.it oppure al fax 0544 271651 o all’indirizzo viale della Lirica 43, 48124 Ravenna.

PIAZZA

TUTTO D’UN TRATTO CARO MOLDENKE, FAI ATTENZIONE A GRILLO

di

GIANLUCA COSTANTINI di

Carissimo Moldenke, ho letto due suoi “osservatori” in cui critica aspramente il Pd. Fin dalla metà degli anni Novanta non ho più votato questo partito, o come diavolo si chiamava allora, pur essendo stato, dal 1970, iscritto al Pci. Accadde dopo che alcuni “compagni” cercarono di magnificarmi il mercato e le privatizzazioni come il nuovo sol dell'avvenire. Li mandai al diavolo dicendo che si trattava del mercato delle vacche, o peggio degli schiavi, e stracciai la tessera. Non sapevo ancora quanto ero profeta, ora lo so. Da allora ho sempre votato la cosiddetta sinistra estrema. Non so cosa ci sia di estremo nell’essere un tenace sostenitore della Costituzione, ma così va l'italia da vent'anni (o da sempre). Con questa legge elettorale ho passato 5 anni senza essere rappresentato in Parlamento e anche in questa legislatura non sarò rappresentato, dunque ho deciso di non ritenermi più cittadino italiano. Non voterò mai più. Voglio illudermi di non essere più italiano. Questo non significa che le cause della Giustizia Sociale e dell’Eguaglianza, dovunque, che avevo scelto e a cui mi sono dedicato non mi interessino più, tutt'altro. Dunque, dicevo che ho letto le sue opinioni che mi trovano francamente d'accordo. C’è solo un neo: ho l'impressione che tifi troppo per i cinque stelle. Attenzione, Grillo ha detto, dice, e coerentemente mette in pratica una linea «né di destra né di sinistra», neppure con chi non è colpevole di questa situazione, anzi ha sempre combattuto per determinarne una ben diversa. Quando non si è né di destra né di sinistra e, chiaramente, neppure di centro, di questo centro, si è un'altra cosa: un furbacchione qualunquista che vuole farsi, e tener bloccata, una propria rappresentanza personale (in Italia ce ne sono state anche troppe di queste furbate e le stiamo pagando duramente), di arrabbiati per svariati motivi

sociali, “quasi” sempre giusti. Un blocco però che servirà solo alla destra fascista berlusconiana e contribuirà a non avere mai alcun cambiamento. Per il resto sono d’accordo: il Pd a casa, non lo si voti più, ma neppure Grillo. Si voti a sinistra sinistra, senza tanto centro a confondere: son già fin troppo rosa questi, figurarsi se ci si annacqua con del centro! Naturalmente il consiglio vale per chi crede ancora alla favola Italia. Augusto Giuliani

INCHIESTA SUI CORRIERI: GRAZIE A NOME DELLA CATEGORIA Ho letto l’inchiesta sul mondo del corriere espresso pubblicata sullo scorso numero del vostro giornale. Sono uno di quegli autisti dei furgoni di cui si parla nel pezzo. Volevo farvi i

Sponsor

15

complimenti. Speriamo che serva a scuotere chi di dovere. Grazie a nome della categoria. Lettera firmata

SU DARSENA E PD... [...] Era il 2008 e l'incarico per quello che era il progetto denominato Agenda fu commissionato a Carlo Borgomeo e il sindaco Matteucci aggiunse che era un passo cruciale per fare decollare la nuova darsena di città. «Il progetto prende le ali – disse –, stiamo predisponendo un concorso internazionale di idee per il recupero della stazione ferroviaria che comprenda anche il recupero dell'ex dogana». Nel 2013 del bando per lo scavalco della stazione, neanche l'ombra. Il progetto Agenda costato 40mila euro è stato chiuso poco tempo fa e il ma-

Reclam, in sintonia con la cultura. Per una nuova cultura della comunicazione

nager Carlo Borgomeo inoltre si trova ora indagato dalla procura di Napoli per disastro ambientale. A fine 2011 la società di consulenze Nomisma (fondata anche da Prodi) si aggiudica lo studio di fattibilità economico-finanziaria di questa riqualificazione (incarico affidato da Agenda) tramite un bando a 96.000 euro (base d'asta 120.000). Dal 2010 il presidente di Nomisma è Pietro Modiano, proprio il primo rappresentante di finanza milanese, ex direttore di intesa San Paolo, a scendere in campo a favore del Pd. La mia non vuole essere un'accusa ma solo una riflessione, una critica costruttiva per il bene del quartiere. Voglio che tutti siamo coinvolti allo stesso modo (anche i partiti di minoranza, ndD). Matteo Massaroli, Pdl Ravenna

MOLDENKE

Per fortuna che adesso ci sono pure i consiglieri territoriali. Avete presente? Ci sono state le elezioni, il 22 maggio, per quelle cose che hanno sostituito le già inutili circoscrizioni. Ha votato a Ravenna il 6 percento degli aventi diritto, e ora ci sono persone che nel proprio tempo libero possono dire di fare politica. Oddio, politica. Consigliano cose, appunto. Il primo nuovo contributo che arriva nelle redazioni dei giornali è quello di Angelo Di Felice, nuovo consigliere territoriale di Lista per Ravenna, che scrive, testualmente: «La nostra città è visitata da un sempre maggior numero di turisti provenienti da diverse nazionalità e parlando con i turisti, si chiedono ma come mai non avete un servizio di bagni pubblici gestiti da personale che nello stesso tempo possono essere impiegati in un attività lavorativa mantenendo i bagni puliti e sorvegliati. Credo che molti commerciati del centro si sono posti la domanda perché non realizzano un servizio di bagni pubblici visto il numero sempre maggiore di visitatori che vengono per visitare i meravigliosi monumenti di Ravenna. [...] Propongo se è d’accordo a sostenere che il Comune di Ravenna realizzi un servizio di bagni pubblici nel centro della città gestito da personale disabile». E ricordatevi che ci sono ancora i vari Bazzocchi e Benzoni, per esempio. Mica sono spariti. No, anzi, anche loro sono stati eletti e hanno ottenuto lo status di consiglieri territoriali. E per fortuna che ci scrivono per dirci che il cartello di San Pietro in Campiano è storto, oppure che ai giardini Speyer c’è degrado. Anzi, dice di più, Bazzocchi. Dice che gli operatori ecologici ai giardini Speyer sono letteralmente umiliati. Ogni mattina fanno le pulizie e ottengono –leggo nel comunicato del prode consigliere di Lista per Ravenna – sempre lo stesso raccolto: «bottiglie di birra e vino in vetro, tetrapak di vino, bicchieri e piatti di plastica, lattine, cartacce». D’altronde Bazzocchi l’elezione se l’è guadagnata sul campo: come successo elettorale, per esempio, ha ottenuto lo sfalcio dell’erba alla società Monti. «Adesso avanti», titolava quel comunicato stampa. Avanti, per fortuna che ci sono i consiglieri territoriali.

Nell’ambito del Simposio internazionale “Salute malattia paradigma della pòlis”

Ramin Bahrami

pianoforte

Concerto Italiano Viaggio in Italia con J.S.Bach musiche di Johann Sebastian Bach, Domenico Scarlatti

23 maggio, giovedì Teatro Alighieri ore 21


CULTURA& MUISCA

giovedì 23 maggio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

RAVENNA FESTIVAL/1

Le note di Bahrami, aspettando la Sleeping Beautydi Bourne Dopo l’anteprima di febbraio con i Momix, entra nel vivo la ventiquattresima edizione del Ravenna Festival, il cui corpo centrale si svilupperà da maggio a metà luglio. Partendo dalla “Trilogia popolare” verdiana che ha concluso l’edizione 2012 del festival, per il 2013 il concetto stesso di “popolare” è stato declinato dal festival, conferendogli una centralità tematica che innerverà parte della programmazione, indagandone le varie sfaccettature. Questo consentirà di approfondire quella che è stata la diffusione al di fuori dei teatri d’opera delle musiche di Giuseppe Verdi attraverso le trascrizioni per strumenti diversissimi e per le bande. Altra dimensione che verrà scandagliata attiene in modo particolare alla storia recente del nostro territorio e alla sua “identità”: la musica da ballo romagnola ovvero il cosiddetto Liscio. Ma l’apertura ufficiale della kermesse sarà all’insegna del pianoforte dell’iraniano – ma ormai italiano di adozione – Ramin Bahrami, che giovedì 23 maggio alle 21 al teatro Alighieri si fa interprete di un dialogo tra due interlocutori d’eccezione come Johann Sebastian Bach e Domenico Scarlatti. Il concerto è sponsorizzato da Reclam, editore di Ravenna&Dintorni, e si svolge nell’ambito del simposio internazionale “Salute malattia”. Una settimana dopo l’appuntamento sarà uno dei più attesi dell’intera rassegna: Sleeping Beauty, in esclusiva per l’Italia, spettacolo che conclude il trittico che il maggiore e più immaginifico dei coreografi inglesi, Matthew Bourne, ha dedicato a Tchaikovskij. La popolare vicenda della principessa addormentata nel bosco viene affrontata da Bourne in modo da ricreare – grazie a strepitosi scenografie e costumi (firmati da Lez Brotherson), luci (Paule Constable) e il suono ‘surround’ di Paul Groothuis – un magico mondo di fate leggiadre e streghe malefiche, vampiri che ironicamente rimandano a Twilight, l’eterna lotta del bene contro il male, un grande amore che resiste al passare del tempo, e molto altro ancora scandito dalle note trascinanti e appassionate del più grande compositore di musiche per balletto che sia mai esistito. Uno spettacolo che giungerà a Ravenna, come prima città nell’Europa continentale dopo aver conquistato – nel corso di oltre 100 repliche tutte sold out – lo smaliziato pubblico londinese e poi di tutta l’Inghilterra (nel corso di un trionfale tour). Appuntamento per sei recite dal 30 maggio al 2 giugno alle 21 (sabato e domenica anche alle 15.30).

l’iniziativa PER I GIOVANI 500 CARNET IN OMAGGIO Anche quest’anno la Fondazione del Monte consentirà la partecipazione gratuita al Ravenna Festival ai ragazzi fino a 26 anni, offrendo 500 carnet di biglietti omaggio composti da cinque spettacoli ciascuno. I carnet saranno messi in distribuzione venerdì 24 maggio, dalle 15, con le seguenti modalità: 250 direttamente in biglietteria (che per l’occasione osserverà un’apertura pomeridiana straordinaria; ogni ragazzo potrà ritirare fino ad un massimo di 6 carnet presentando copia del documento di identità di ogni amico), e 250 tramite la Facebook fan page del Festival. Info: 0544 249244 e www.ravennafestival.org.

CULTURA

16

LA BUSTINA DI MELPOMENE a cura di MARIA GIOVANNA MAIOLI Ancora un nostro omaggio a Gabriele D’Annunzio, nel 150° anniversario della nascita (Pescara, 13 marzo 1863).

LA SABBIA DEL TEMPO di Gabriele D’Annunzio

Come scorrea la calda sabbia lieve per entro il cavo della mano in ozio, il cor sentì che il giorno era più breve. E un’ansia repentina il cor m’assalse per l’appressar dell’umido equinozio che offusca l’oro delle piagge salse. Alla sabbia del Tempo urna la mano era, clessidra il cor mio palpitante, l’ombra crescente d’ogni stelo vano quasi ombra d’ago in tacito quadrante. (da Madrigali dell’estate, in Versi d’amore e di gloria, Mondadori, Milano 1997)

RAVENNA FESTIVAL/2

Ecco il magazine per scoprire gli eventi 2013 Venerdì 24 alla pasticceria Ferrari la presentazione della rivista edita da Reclam Nuova edizione (la decima per la precisione) per il Ravenna Festival Magazine, in uscita giovedì 23 maggio, che sarà presentata venerdì 24 maggio, alle 18, alla Pasticceria Ferrari di Ravenna (via Gordini 11), alla presenza del sovrintendente Antonio De Rosa e dei direttori artistici del festival. La rivista, edita da Reclam e realizzata in collaborazione con la direzione artistica e l’ufficio comunicazione del festival ravennate, raccoglie servizi di approfondimento, articoli, interviste e immagini sul tema e gli spettacoli in cartellone per l’edizione 2013 della grande manifestazione artistica internazionale. Nel dettaglio, la rivista di cento pagine, riccamente illustrata, affronta da diverse angolazioni il tema portante dell’edizione 2013: le tradizioni della musica popolare, del folclore romagnolo e del ballo nei suoi aspetti storici e estetici, dalle origini alle contaminazioni più attuali. Ampio spazio è riservato, in sequenze tematiche, ai molteplici concerti e spettacoli del festival: la musica classica, antica, contemporanea, la danza, il pop e l’etnica, il jazz e il rock e altri originali eventi. Un’anteprima è dedicata alla nuova trilogia verdiana che chiuderà il festival in autunno, con una intervista esclusiva all’ideatrice e regista Cristina Mazzavillani Muti e con un racconto del lavoro intrapreso dai giovani del progetto Verdi Web. Il fascicolo comprende anche un dettagliato calendario degli eventi del festival giorno per giorno. Articoli e servizi sono firmati dai giornalisti ed esperti Federica Angelini, Tarcisio Balbo, Roberta Bezzi, Chiara Bissi, Paolo Bolzani, Matteo Cavezzali, Anna De Lutiis, Matteo Fabbri, Linda Landi, Marina Mannucci, Luca Manservisi, Serena Simoni, Roberto Valentino.


CULTURA& SPETTACOLI

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 23 maggio 2013

17

CONCE DAL BLUES AL FUNKY AL PETER PAN

IL FESTIVAL

Rivive il mito dei Dream Syndicate in una tre giorni di musica... da spiaggia Saranno nientemeno che The Dream Syndicate, storica zatori del festival Strade Blu) e che in questi anni ha girato un band americana capostipite del Paisley Underground (movi- po’ tutto il mondo per una frenetica attività live e per registramento che tentava di mischiare psichedelia, folk-country e po- re la propria musica, interamente strumentale, che sa di Amest-punk), gli headliner della seconda edizione del festival Bea- rica, frontiera, vecchi cinema e deserti. La seconda band italiana in programma, i pesaresi ches Brew, che si terrà sulla spiaggia del bagno Hana-Bi di Marina di Ravenna dal 28 al 30 maggio. Così i Dream Syndica- Brothers In Law, apriranno la terza e ultima serata del festite di Steve Wynn si esibiranno tra le dune dello stabilimento val, quella di giovedì 30 maggio, che vedrà come protagonisti che è ormai divenuto punto di riferimento anche per gli stessi assoluti i newyorkesi Beach Fossils, la cui musica viene defiartisti, a ingresso gratuito (negli stessi giorni per vederli al nita in talune recensioni come uno strano ibrido “beach-surfBloom di Mezzago invece si dopop”, e quindi l’ideale per le dune vranno spendere 23 euro, per dell’Hana-Bi. Si tratta infatti di esempio) nell’ambito del reunion canzoni leggere, che si prestano davvero all’ascolto in spiaggia, e tour a tre decenni di distanza daldi un nome chiacchierato che pola pubblicazione dei loro The Days trebbe portare diversi fan a Mariof Wine and Roses e Medicine na (tra l’altro è stata attivata una Show, album che sono divenuti convenzione con il residence Vilpoi pietre miliari del rock alterl’altro concerto laMarina, per chi venisse da fuori nativo a stelle e strisce, accanto a e volesse pernottare vicino allo quelli dei Rem, tanto per dire, con INDIE-FOLK CON JULIE DOIRON stabilimento balneare in occasiocui i Dream Syndicate hanno più Prima di Beaches Brew, l’Hanane del festival). Lo stesso giorno si volte diviso il palco. Bi ospiterà venerdì 24 maggio potrà anche gustare il rock’n roll Non ci sarà comunque spazio alle 21.30 la folksinger francodi King Tuff, mentre meriterebsolo per il “sindacato del sogno” a canadese Julie Doiron per un Beaches Brew, che nello stesso concerto tra folk, indie e rock. be probabilmente molte più atgiorno (martedì 28 maggio) tenzioni dei compagni di serata porterà sotto la tettoia dell’HanaChris Cohen, batterista-canBi anche un nome caldo come tante losangelino di Deerhoof e Ariel Pink’s Haunted Graffiti, che Dirty Beaches, il progetto tra presenta il suo album d’esordio. rockabilly e Suicide del musicista Beaches Brew è realizzato in taiwanese (ma canadese d’adocollaborazione con l’agenzia di zione) Alex Zhang Hungtai, oriconcerti olandese Belmont ginale cantautore apprezzato anBookings, il cui staff si è innamoche da mostri sacri del cinema rato dell’Hana-Bi, anche perché più oscuro come Jim Jarmusch e nominato a più riprese dagli stesDavid Lynch. si artisti come luogo insolito in A chiudere il programma della cui poter suonare, tra le dune a prima giornata un altro nome di pochi passi dal mare. culto come quello di Tim Presley, Come già accaduto l’anno da Los Angeles, che si presenterà scorso, il festival potrà contacon il suo progetto psych-pop re sulla presenza del birrificio White Fence. I Dream Cajun di Marradi che si è inMercoledì 29 l’evento del Syndicate ventato una birra artigianale giorno è invece rappresentato daribattezzata appunto “Beagli islandesi Dead Skeletons e ches Brew”. dal loro rock psichedelico a tinte Le tre serate partiranno alle scure, che non è così usuale poter 20 e potranno proseguire fino ascoltare dal vivo. Gli altri due protagonisti della giornata sono il cantautore svedese (una ve- all’1 di notte (e non solo fino alla canonica – per Marina ra e propria one-man-band) Daniel Norgren e i “nostri” Sa- – mezzanotte), non svolgendosi nel weekend. Info: 333 2097141 e www.bronsonproduzioni.com cri Cuori, band creata dal chitarrista e compositore romagnolo Antonio Gramentieri (noto anche per essere tra gli organiz- (lu.ma.).

Dieci live per la seconda edizione di “Beaches Brew” all’Hana-Bi con anche gli islandesi Dead Skeletons

Venerdì 24 maggio Presentazione al pubblico

ore 18

Partecipa la direzione artistica del

/1

Continua la rassegna di concerti al Peter Pan di Marina di Ravenna. Sabato 25 maggio alle 17.30 l’appuntamento è con The Twisters with Alice Violato. Si tratta di un gruppo (di Rovigo e Padova) di impronta blues contaminato da rock, funky e soul che propone principalmente brani propri e standard reinterpretati.

CONCERTI/2 IL FRATELLO DI NEFFA AL BOCA BARRANCA Serata a suon di blues e rock al Boca Barranca di Marina Romea, che venerdì 24 maggio ospita (alle 23) un artista eclettico, il cui repertorio spazia dal classico stile texano alle sinfonie elettriche alla Jimi Hendrix. Si tratta di Gaetano Pellino - fratello di quel Giovanni Pellino meglio conosciuto dal grande pubblico come Neffa.

FOTOGRA MOSTRA DI BERNABINI AD ARGENTICA

F I A

Inaugura venerdì 24 maggio alle 19 alla galleria Argentica di via Girolamo Rossi, a Ravenna, Cahier de voyage di Paolo Bernabini. Si tratta di una selezione di opere, che ritraggono molti luoghi comuni tipici dell’immaginario collettivo, che il fotografo ha realizzato lungo un percorso iniziato oltre quindici anni fa e che continua a portare avanti. La mostra resterà aperta al pubblico fino al 9 giugno dal giovedì al sabato dalle ore 16 alle 19, sarà possibile visitarla anche in altri momenti prenotando al 3334455179 / 3394720833.

TEATRO COMICO IL “SOSIA” DI PAOLO CEVOLI A RIOLO TERME L’attore comico Paolo Cevoli torna con un nuovo spettacolo teatrale, “Il sosia di lui”, che si terrà in edizione esclusiva per l'associazione La Mongolfiera onlus sabato 25 maggio alle ore 21 al Teatro comunale di Riolo Terme (corso Matteotti 26). Per informazioni e prevendite si può telefonare al numero 338 4432709.

IL CONCORSO LETTURE DI POESIA ALLA PASTICCERIA FERRARI L’associazione didattico culturale Albert Einstein organizza per venerdì 24 maggio alle 18 la presentazione del quaderno “Concorso Nazionale”, con i vincitori della seconda edizione di “Poesia al Bar”. L’appuntamento è alla pasticceria Ferrari di via Gordini, in centro a Ravenna. Interverrà il vicesindaco Giannantonio Mingozzi. Letture a cura di Eliseo Dalla Vecchia.

l è realizzata da La rivista del festiva ne con la direzio ora llab co in m Recla comunicazioio fic l'uf e ca isti zione art internazionane zio sta ne della manife izione, raced a cim le. Giunta alla de ento, artidim fon coglie servizi di appro tema e gli sul ini ag imm , iste coli, interv mma. spettacoli in progra

c/o Pasticceria Ferrari via Gordini 11 - Ravenna Tel. 0544 213038

EDIZIONE 2013

RT I


18

CULTURA& SPETTACOLI

Per la prima volta si svolge a Ravenna un vero e proprio festival di arte e cultura in abitazioni private: si chiama Frattale ed è organizzato dalla neonata associazione La Crisalide d’Aria. Questa prima edizione porterà installazioni, performance e spettacoli ogni giorno in una diversa location della città, dal 27 maggio al 2 giugno. In tutto sono state coinvolte dieci tra abitazioni e Bed&Breakfast di Ravenna (vedi box a fianco con il programma), che nei giorni del festival ospiteranno anche delle mostre. Ne abbiamo parlato con gli organizzatori, Valentina Benelli e Alessandro Fogli, che ospiteranno alcuni eventi anche nel proprio appartamento di via Mordani. Com’è nata l’idea di un festival del genere? Valentina Benelli: «Tutto è nato nel momento in cui io e Alessandro ci siamo trasferiti in questa vecchia casa in centro. Ci siamo subito resi conto di essere capitati in un luogo molto particolare, con spazi anomali che sembravano fatti apposta per ospitare performance artistiche in senso lato. Infatti è stato proprio in casa nostra che abbiamo provato i primi esperimenti, ospitando mostre e performance. La curiosità suscitata e l’entusiasmo di chi le ha viste ci ha spinti nella direzione di un progetto più strutturato, stimolati anche dall’Open Call che lo staff di Ravenna2019 ha rivolto ai cittadini». Alessandro Fogli: «L’idea comunque non è inedita. In Italia ci sono altre città che da qualche anno dispongono di circuiti di arte performativa in spazi privati, come Bologna, Milano, Firenze, e anche a Ravenna esistono realtà da cui abbiamo preso spunto e con cui abbiamo collaborato, come “Il palco in una stanza”, Apai-Casa dell’Arte o “Day Off ”. Alla base di un progetto come “Frattale” ci sono due speranze: quella di innescare l’apertura di una nuova serie di spazi, sebbene inusuali, per gli artisti, in un periodo sempre più complicato in cui trovare sedi di lavoro, e quella di fare in modo che l’arte funga anche da veicolo di approfondimento per le relazioni umane, visto che in uno spazio intimo e ridotto come quello di una casa si creerebbe un’interazione forte tra performer, pubblico e ospiti». Perché il festival è stato chiamato Frattale?

giovedì 23 maggio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

LA NOVITÀ

E l’arte entra nelle case con il festival “Frattale” il programma TRA I PROTAGONISTI ANCHE IN_OCULA E MENOVENTI Lunedì 27 maggio: performance di Silvia Mazzavillani, ore 19 (replica alle 20) in via Mariani 22; performance di Giulia Cesari, ore 21 (replica alle 22) al B&B di via Don Minzoni 115 (campanello Elena Casadei). Martedì 28: Silvia Mazzavillani ore 18.30 (replica 19.30) in via Mariani 22; Mirko Dadich e Luca Baldini performance arte-musica, ore 19 (replica alle 20) in via Zirardini 5 (campanello Baldini-Bigi); Attila Faravelli (sound artist) e Matija Schellander (contrabassista) ore 20.30 in via Mazzini 66 (campanello Carella-Burnazzi). Mercoledì 29: suoni e visioni di Juliano Dhembi ore 18.30 (replica alle 19.30) in via Mordani 6 (campanello Benelli-Fogli); performance di Signorina ?Alos ore 18.30 in via Monte Grappa 75 (campanello Molduzzi); performance di Ana Vilela da Costa e live set di Federico Visi dalle 20.30 in vicolo Violino 20 (campanello Frattale). Giovedì 30: Juliano Dhembi ore 18.30 (replica 19.30) in via Mordani 6; signorina ?Alos ore 19 in via Monte Grappa 75. Venerdì 31: performance di Camilla Maldini, Ilaria Marchetto, Francesca Antonino ore 18 (replica alle 19) in via Alberoni 7 (campanello D.L. e C.D.); performance interattiva di In_Ocula alle 18 (replica alle 20) in via Mordani 6 (campanello Benelli-Fogli); spettacolod i Menoventi per uno spettatore alla volta, dalle 18 alle 21.30 in via Monghini 8. Sabato 1 giugno: performance di Camilla Maldini alle 17 (replica ore 18) in via Alberoni 7 (campanello D.L. e C.D.), In_Ocula ore 17 (replica 19) in via Mordani 6 (campanello Benelli-Fogli); live electronics di Davide Sacco/ErosAntEros alle 19, Giulia Cesari e Juliano Dhembi alle 21, concerto dei Rigolò alle 22, tutto al B&B di via Don Minzoni 115 (campanello Elena Casadei). Domenica 2: In_Ocula ore 19 in via Mordani 6; Atletica Smalti (progetto coreografico) e concerto di Restless Yellow Flowers, dalle 20.30 in via Renato Serra 90. Prenotazioni: 331 8183636. Info: 348 4730900. Prima e dopo ogni performance ci sarà una sorta di “terzo tempo” conviviale, con buffet.

VB: «Come i frattali rappresentano il mondo uscendo dagli schemi rigidi della geometria euclidea, quella classica, e cercando invece di raffigurare le forme più complesse, frastagliate, ma comunque armoniche della natura, così anche questo festival vuole rompere un po' gli schemi classici, cercando in questo di creare una rete in mezzo ad altre reti». C’è qualche criterio alla base della scelta degli artisti coinvolti? AF: «Ravenna è la città in Italia, e forse in Europa, in cui lavorano più realtà tra teatro, danza, arti perfor-

LA RASSEGNA

Torna Nutrimenti Per la crescita di bambini e ragazzi Si apre il sipario su “Nutrimenti per la Crescita”, l’edizione speciale del quarto festival dei bambini e ragazzi della città dedicato quest’anno alla “Carta dei diritti all’arte e alla cultura”, a cura dell’Associazione Cantieri. Il festival intende presentare la ricchezza delle esperienze formative ed espressive legate alle arti performative create nelle scuole del territorio. Giovedì 23 e venerdì 24 maggio alle Artificerie Almagià di Ravenna dalle 17 si potrà assistere al primo “Compito all’Almagià”, un lavoro costituito da diversi momenti (realizzati con le insegnanti e gli alunni delle scuole cittadine) che analizzano il quarto punto della carta dei diritti: “I bambini hanno diritto a sviluppare, attraverso il

Uno scorcio di uno dei palazzi storici che ospiterà il festival

mative e musica, dunque ci sarebbe stato solo l’imbarazzo della scelta, anche se ovviamente non siamo certi che chiunque sarebbe stato disposto a partecipare a un progetto dal budget praticamente inesistente. Comunque noi siamo partiti rivolgendoci a chi conoscevamo già bene per poi vedere cosa succedeva, con il risultato che in brevissimo il festival è diventato corposissimo e abbiamo dovuto interrompere le ricerche, visto che, incredibilmente, nessuno ci ha detto di no. L’idea, in ogni caso, era di proporre un equilibrio tra no-

mi già affermati, emergenti ed esordienti, ma tutti professionisti». È stato difficile trovare i privati che mettessero a disposizione le loro case? E c’erano caratteristiche che queste dovevano avere? VB: «Oltre a un primo nucleo di case su cui sapevamo di poter contare, le altre sono arrivate molto naturalmente tramite conoscenze. I proprietari si sono dimostrati molto curiosi di questo progetto e ci hanno quasi dato carta bianca sull’utilizzo delle loro abitazioni, cosa che non è affatto scontata, trattandosi comunque di una piccola “invasione” dello spazio più personale. E in alcuni casi all’artista è stata addirittura data la possibilità di fare una sorta di residenza nell’abitazione, dove potrà stare a provare per tutta la settimana del festival. Caratteristiche particolari non ne abbiamo chieste, e in questo sono stati eccezionali tutti gli artisti, che si sono adattati immediatamente ai luoghi. E questo fa sì che tutte le performance siano site specific e praticamente irripetibili. Va da sé che per ogni evento il numero di spettatori è limitato». Guido Sani

rapporto con le arti, l’intelligenza corporea, semantica e iconica”. Sabato 25 Nutrimenti esce all’aperto e porta i propri lavori al molo piccolo di Marina di Ravenna alle 14. Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito. “Nutrimenti per la crescita” prosegue il 30 maggio al Mar, il 31 al Museo Nazionale, il 3 giugno alla Biblioteca Classense, per concludersi il 4 giugno a Savarna, Mezzano, Piangipane, Sant’Alberto. Info: www.cantieridanza.org.

www.ravennaedintorni.it


CULTURA& ARTE

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 23 maggio 2013

LIBRI/1

MAMMA VOGLIO FARE L’ARTISTA

Koko mosaico alla biennale di Venezia con la “traduzione” dei quadri di Zapata di Elettra Stamboulis

zio, un luogo aperto a chi vuole cimentarsi, uno spazio di incontro, in cui si può anche dormire e mangiare, dove fare comunità artistica. In questo modo abbiamo avuto molti ospiti in residenza, soprattutto dal Giappone, ma non solo, curiosi di sperimentare questa tecnica. Ma

Hollywood si interessa al mosaico? Sembrerebbe di sì, e il caso, ma anche la tenacia, hanno premiato i Koko mosaico, l’atelier aperto a Ravenna da Luca Barberini, Arianna Gallo e Takako Hirai nel 2005. Arianna, raccontaci come è successo che Domingo Zapata, artista amato dalle star e dal jet set americano, ha deciso di produrre ben quattro opere nel vostro studio. «È stato veramente un puro caso. O meglio, la sua curiosità lo ha spinto a entrare come molti nel nostro spazio di fronte alla basilica di Sant’Apollinare Nuovo. Tutti rimangono stupiti, quasi meravigliati dopo aver visto i mosaici della chiesa nel vedere che ancora sopravvivono luoghi e mani che coltivano quest’arte. Ha fatto mille domande, su materiali, modalità di lavorazione, il nostro percorso... Poi ha detto “tra un mese inauguro una mostra alla Domingo Zapata insieme Biennale di Venezia: potete a Arianna Gallo, di Koko Mosaico. fare una traduzione a moFoto di Marco Miccoli saico dei miei quadri?”. Ho risposto educatamente di sì, ma non ci contavo molto». E invece poi ha confermato il lavoro... «Non solo. Ma è partito commissionandoci due opere di grande formato. Visto che una l’ha già venduta prima di esporla, ne ha riKoko è un risultato collettivo. Quechieste altre due. Speriamo l'abbia sto periodo per esempio collaboriapresa Johnny Depp...» mo con i CaCO3 su vari fronti, anOltre a voi, altri artisti del che nella realizzazione di tre mosaimosaico sono stati coinvolti nel ci per la prossima mostra di Adami progetto... al Mar». «Questa non è una novità. È il noÈ molto interessante questa stro modo di intendere questo spa-

19

scelta di aprire un luogo in cui non c’è più quell’idea di segretezza che un po’ aleggiava nelle pratiche musive della nostra città. Anche se tu e Luca siete veramente figli della scuola ravennate. «Difatti entrambi ci siamo diplo-

Quel contesto fu per noi non solo formativo, ma “galeotto”. Io sono quella che deve progettare, studiare, mentre Luca è l’anima creativa. Ci completiamo». Questa occasione è sicuramente positiva non solo per voi, ma per il mosaico in generale. che cosa consiglieresti ad un giovane che vuole intraprendere questa strada? «Certo è dura. Ci vuole passione e tenacia. Ogni tanto qualcuno appare con la tempra, come un ragazzo che ha fatto lo stage da noi con la scuola e che è venuto per tutto l’inverno proprio per passione. Vorremmo regalargli un corso di inglese: perché oltre al talento e al sacrificio, ci vuole anche la capacità di relazionarsi con il mondo, che è il luogo nel quale bisogna operare. Per cui direi: lavora, crea! Ma anche: impara almeno l'inglese!» Chiudere la porta di Koko è sempre un po' triste perchè si respira un’aria di vero laboratorio e stordisce positivamente stare in un luogo in cui tutti fanno con la testa e con le mani. E le opere che campeggiano in attesa di essere trasferite sul Canal Grande per la mostra di Zapata non fanno ombra alle creazioni originali degli artisti che in questo caso non sono stati semplici traduttori. Se poi è possibile mai fare una buona traduzione, senza ricreare un mondo. I mosaici realizzati da Koko Mosaico per Domingo Zapata saranno esposti a Palazzo Morosini da Mula, sul canal Grande, dorso duro 725. L’inaugurazione su invito è prevista per il 28 maggio.

L’artista amato dal jet set americano è entrato per caso nella bottega di via di Roma, dopo una visita a S.Apollinare Nuovo, e ha chiesto di collaborare ai mosaicisti. mati all’Istituto d’arte per il mosaico Severini. Io poi ho anche frequentato la scuola di restauro della Sovrintendenza e l’Albe Steiner. Anche se l’esperienza che ci ha fatto incontrare è stata la realizzazione della copia della Battaglia di Isso.

Bancarella: tra incontri e recensioni Sono quasi 500 le recensioni degli studenti delle scuole superiori di Ravenna che partecipano alla 15esima edizione del concorso “Un libro premia per sempre”, organizzato dal sindacato librai della Confesercenti. Studenti che sono stati impegnati nelle lettura di uno tra i sei libri finalisti del Premio Bancarella. Tra i più recensiti il fantasy “Implosion” di M.J. Heron, che sarà ospite della cerimonia di premiazione del concorso in programma giovedì 30 maggio dalle 9.30 alla Camera di Commercio di Ravenna, insieme ad un altro finalista del premio Bancarella, Bruno Morchio. Gli stessi autori saranno protagonisti il giorno prima, mercoledì 29 dalle 18.30, di un incontro aperitivo al bagno Molo TreZero di Marina di Ravenna.

LIBRI/2

L’esordio della ravennate Timoncini La protagonista di questa opera prima ha un nome decisamente importante: Ofelia. E si muove tra due epoche storiche, in una vicenda che ha molto di simbolico. Il romanzo (una sessantina pagina, edizione Caosfera) si intitola Il golfo mistico ed è la ravennate Nicoletta Timoncini, ravennate che vive a Porto Corsini, laureata in Piscologia clinica e di comunità, lavora come tutor in un istituto professionale. Per conoscerla e scoprirne di più l’appuntamento è venerdi 24 maggio al Baretto Bar Lamone di Marina Romea alle 19.30. Intervista l’autrice Matteo Papi.

Piazza Caduti per la Libertà 33 - Ravenna - Cell. 338 9543731 - aperto tutti i giorni dalle 6 alle 20


20

CULTURA& RUBRICHE

giovedì 23 maggio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

Fulmini&Saette di Adriano Zanni

NdL - Nota del Lettore

Cronache e visioni dal Deserto rosso - tutti i giorni su www.ravennaedintorni.it

Miele, romanzo con sorpresa e anche racconti di

Un’altra volta VISIBILI & INVISIBILI di

FRANCESCO DELLA TORRE

visitato della saga stessa (che continuò con il sequel e con L’armata delle tenebre), e che si presenta molto diverso dal “padre”. Il film di Raimi faceva ridere, era davvero autoironico e divertente e fu tra i primi a introdurre il sorriso nel genere (primato che spetta a Pupi Avati, con Tutti defunti tranne i morti, da recuperare), mentre il film di Fede Alvarez, prodotto da Raimi e dal protagonista di allora Bruce Campbell, mette in scena un registro diverso. Cambia il protagonista (Ash mito irripetibile), e mette da parte il divertimento per presentarsi come vero e proprio horror, cupo e spietato, risultando un buon prodotto di genere, senza avere assolutamente ambizioni di culto se non nel momento dell’omaggio finale. In questi anni i rifacimenti sono stati tanti, troppi e sono diventati quasi una consuetudine per il genere: La cosa di Matthijs van Heijningen aveva il pregio di porsi come prequel, ricalcando la meravigliosa ambientazione antartica e, pur senza toccare le vette del film di Carpenter (a sua volta un remake), riusciva a trovare il suo posto nella saga. Bravo anche Rob Zombie: il suo recente Le streghe di Salem non è un remake, ma è comunque ispirato ad altri horror, mentre i suoi due “nuovi” Halloween sono due ottimi film. Stessa sorte è toccata a Nightmare (male), Non aprite quella porta (uno inutile nel 2003, uno inutile in 3D a inizio anno!), Venerdì 13 (male come l'originale) e non tutti sanno che anche il sommo Shining vide una terribile rivisitazione televisiva (1997) da parte dello scrittore Stephen King, offeso dal trattamento di Kubrick... un po’ come se uno sgorbio trasformato in Brad Pitt si lamentasse della nuova estetica. E il telefonino? Ecco, quello tenetelo spento, in sala. Buona visione.

L’insostenibile leggerezza del remake horror

Nell’attesa che il vostro recensore venga costretto dalla redazione a sorbirsi oltre due ore di Grande Gatsby con Di Caprio, e il consiglio è di non svegliare il critico che dorme, preme ricordare su queste pagine il perchè di una vendetta cinematografica in atto. Dall’inizio di questo secolo, e col passare di pochi anni sempre più velocemente, si è assistito al retroattivo omicidio di un genere cinematografico a opera di un singolo oggettino. Il genere è l’horror e l’oggetto è il telefono cellulare, che ne ha vanificato anni e anni di splendore. Immaginate la moglie di Jack Nicholson in Shining con un telefono, tenendo conto che senza campo quell’incarico non l’avrebbero accettato. Oppure tutte le volte che si è aperta quella porta, si sarebbe salvata qualche vita; inoltre con tutte le invasioni di zombi, avremmo almeno modo di organizzarci e al massimo di farci mangiare tutti uniti. Il cinema horror, gonfio e orgoglioso, ha già da qualche anno intrapreso un’azione offensiva di tutto rispetto, rispondendo a colpi di... remake! Iniziamo dalla fine, dalla fine dell'anno, quando vedrà la luce l'atteso (?) remake di Carrie di Brian De Palma, per la regia di Kimberly Peirce (Boys Don't Cry) e con Julianne Moore, passando per il prossimo remake di un oggetto ben più sconosciuto dello stesso periodo (Maniac), in uscita non si sa quando. Torniamo però ai giorni d'oggi, quando un cult di inizio anni novanta che spiccava per l'apparente amatorialità della produzione e il bassissimo budget utilizzato, dava una bella sferzata al genere e lanciò un regista. La casa di Sam Raimi è uscito nel 1981 e più di trent’anni dopo ci troviamo di fronte a un rifacimento che somiglia più a un nuovo capitolo ri-

FEDERICA ANGELINI

Per chi ama McEwan Miele è un godimento intellettuale da non perdere. Forse non c’è nemmeno bisogno di amare McEwan in particolare, ma diciamo che può aiutare. Soprattutto all’inizio, quando la preparazione a entrare nella vera e propria trama si dilunga per molte pagine. Ma chiunque si ricordi quel capolavoro di Lettera a Berlino sa che con il genio inglese in certi casi vale la pena aver pazienza per essere ripagati. Qui non c’è precisamente un punto di rottura, ma una trama comunque fitta, almeno da metà romanzo in poi, dove la vicenda personale della protagonista, Serena, che narra in prima persona, incrocia un periodo storico quanto mai intrigante di questi tempi. Sono i primi anni Settanta e l’Inghilterra è in preda a una crisi economica senza precedenti, mentre tra i giovani dilaga la contestazione. Serena finisce il college e viene arruolata nelle file dell’M5. Non è una contestatrice, ma intanto mostra una disinvolutara e libertà sessuale che fa ben capire perché la condizione delle donne in Inghilterra è decisamente migliore di quella delle donne italiane, oggi. Il suo passatempo è leggere: è una lettrice onnivora e poco selettiva e questa sua passione la porterà a occuparsi di Miele, un’operazione dei servizi segreti che vuole incoraggiare o comunque semplificare la vita a intellettuali che mostrino simpatie conservatrici per contrastare il dilagare di idee filosocialiste. E questo è un altro dei punti di forza del romanzo, perché ci costringe a riflettere sul ruolo della politica e del pensiero, della libertà e dell’arte. La vicenda si intreccia con le storie d’amore di Serena, appassionate sì, ma raccontate sempre con un distacco quasi algido. Serena stessa risulta un personaggio fondamentalmente freddo. Forse, si può pensare, perché racconta la vicenda a molti anni di distanza, rispetto agli anni narrati, non ben precisato. O forse, viene il sospetto, perché un uomo che si cala nei panni di una donna non può che farlo mantenendo una certa distanza. Alla fine se ne scoprirà la ragione. E ci si ritroverà a chiedersi se McEwan non si sia soprratutto divertito a parlare di letteratura e di poetica, a mettere in scena un personaggio che non ama un certo tipo di libro e si trova a esserne invece la protagonista. Un gioco metaletterario che però nulla toglie alla profondità dei personaggi, al quadro di un’Inghilterra classista e in crisi di identità, al retroscena di quei servizi segreti che non contavano certo solo agenti alla James Bond. E se questo non bastasse, dentro il romanzo, che vede tra i personaggi principali uno scrittore, ci sono anche un paio di racconti davvero notevoli. Del resto, chi non si ricorda il McEwan di Cortesie per gli ospiti? Ian McEwan, Miele, Einaudi, pag. 351 Traduzione di Maurizia Balmelli


CULTURA& TEMPO LIBERO

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 23 maggio 2013

CinemaCity - Ravenna

• CINEMA •

Epic (Regia di Chris Wedge)

Programmazione da giovedì 23 a mercoledì 29 maggio

21

(Regia di Shane Black)

gio., ven., lun. e mar.: 20.20-22.45; sab.: 17.50-20.20-22.45; dom.: 15.30-20.20-22.45; mer.: p.u. 20.20

Akira (Regia di Katsuhiro Otomo)

Hansel & Gretel - Cacciatori di streghe

sab.: 17.40-20.10-22.45; dom.: 15-17.40-20.10-22.45

(Regia di Tommy Wirkola)

Proiezione DGT: fer.: p.u. 17; sab.: p.u. 16.45; dom.: p.u. 15.30

Snitch - L’infiltrato (Regia di Ric Roman Waugh)

fer., sab. e dom.: p.u. 22.40

Effetti collaterali (Regia di Steven Soderbergh)

fer.: 17-20.30-22.40; sab.: 16.45-20.30-22.40; dom.: 15.40-17.45-20.30-22.40 Proiezione in 3D: fer. e sab.: 17-20.30-22.40; dom.: 15.50-18.10-20.30-22.40 Proiezione in 2D: fer.: 17.45-20.10-22.55; sab.: 16.30-20.10-22.55; dom.: 15.35-17.50-20.10-22.55

Miele (Regia di Valeria Golino)

fer.: 17.15-20.40-22.50; sab.: 16.30-18.35-20.40-22.50; dom.: 15.30-17.45-20.40-22.50

Iron Man 3 (Regia di Shane Black)

fer.: 17.45-20.30-22.55; sab.: 16.35-20.30-22.55; dom.: 15.30-18-20.30-22.55

Proiezione in digitale 2K: mer.: 20.20-22.40

The Place beyond the Pines (Come un tuono)

Jolly - Ravenna

(Regia di Derek Cianfrance)

mar.: p.u. 21 (film in lingua originale)

Come pietra paziente (Regia di Atiq Rahimi)

Italia - Faenza Il grande Gatsby

Il grande Gatsby

(Regia di Baz Luhrmann)

(Regia di Baz Luhrmann)

gio., ven., sab., mar. e mer.: p.u. 21.15; dom.: 16-18.45-21.15

Proiezione in 3D: fer. e sab.: 20-22.40; dom.: 17.20-20-22.40 Proiezione in 2D: fer.: 17.30-20.15-22.55; sab.: 16.50-20.15-22.55; dom.: 15.40-20.15-22.55

Holy Motors (Regia di Leos Carax)

Fast & Furious 6

lun.: p.u. 21.30

(Regia di Justin Lin)

Fast & Furious 6

fer.: 20.20-21-22.45; sab.: 17.50-18.15-20.20-21-22.45-23.20-00.40; dom.: 15.25-15.50-17.50-18.15-20.20-21-22.45

(Regia di Justin Lin)

fer.: 17-18.05-20.10-20.40-22.55; sab.: 16.45-17.50-20.10-20.40-22.55-23.15; dom.: 15.30-16.45-18.05-20.10-20.40-22.55

Sarti - Faenza Miele (Regia di Valeria Golino)

Il grande Gatsby

ven., sab., lun., mar. e mer.: p.u. 21.15; dom.: 18-21.15

(Regia di Baz Luhrmann)

La grande bellezza

fer.: 20.30-22.40; sab.: 17.45-20.30-22.40-00.30; dom.: 15-17.45-20.30-22.40

(Regia di Paolo Sorrentino)

fer.: 17-20.05-22.55; sab.: 16.40-20.05-22.55; dom.: 15.40-20.05-22.55

L’uomo con i pugni di ferro (Regia di RZA)

fer.: 17.15-20.35; sab.: 16.30-18.30-20.35; dom.: 15.45-17.50-20.35

lun. e mar: p.u. 21

gio., ven. e lun.: 20.45-22.45; sab.: 20.45-22.45-00.50; dom.: 18-20.45-22.45; mar.: p.u. 20.45; mer.: p.u. 22.45

Cinedream - Faenza (Regia di Chris Wedge)

(Regia di Fede Alvarez)

fer.: p.u. 22.40; sab.: 18.40-22.40; dom.: 17.55-22.40

Mi rifaccio vivo (Regia di Sergio Rubino)

fer.: 17-20.30; sab.: 16.30-20.30; dom.: 15.45-20.30

Cinemacity Ravenna, via Secondo Bini 7, tel. 0544 500410 Jolly Ravenna, via Renato Serra 33, tel. 0544 478052 Cinedream Multiplex Faenza, via Granarolo 155, tel. 0546 646033

Proiezione in 3D: sab.: p.u. 18; dom.: p.u. 16 Proiezione in 2D: fer.: 20.40-22.40; sab.: 17.30-20.40-22.40; dom.: 15.30-17.30-18-20.40-22.40

gio.: p.u. 21.15

(Regia di Fede Alvarez)

Epic La casa (v.m. 14)

Come prima più di prima mi amerò (Regia di Alessandro Capitani)

La casa (v.m. 14)

Hansel & Gretel - Cacciatori di streghe (Regia di Tommy Wirkola)

gio., ven., lun. e mer.: p.u. 20.45; sab.: 17.40-20.45; dom.: 15.40-17.40-20.45

La grande bellezza

Europa - Faenza chiusura estiva S. Rocco - Lugo chiusura estiva Teatro Moderno - Fusignano Viaggio sola (Regia di Maria Sole Tognazzi)

sab. e dom.: p.u. 21

(Regia di Paolo Sorrentino)

fer.: 20.10-22.45;

Cinema Italia Faenza, via Cavina 9, tel. 0546 21204 Cinema Sarti Faenza, via Scaletta 10, tel. 0546 21358 Cinema Europa Faenza, via S. Antonio 4, tel. 0546 32335

Iron Man 3

INFOCINEMA Cinema San Rocco Lugo, corso Garibaldi 118, tel. 0545 23220 Teatro Moderno Fusignano, corso Emaldi 32 Sala del Carmine Massa Lombarda, via Rustici, tel. 0545 985890

Circolo Jolly Russi, via Cavour 5, tel. 0544 587651 Cinema Gulliver Alfonsine, piazza della Resistenza 2, tel. 377 7081999 Sala Sarti Cervia, via XX Settembre 98, tel. 338 4384349

lo! l e b è il cielo con noi! o scopril Domenica 26 maggio, ore 15.00

Martedì 4 Giugno, ore 21

OSSERVAZIONE DEL SOLE

Massimo Berretti Le stelle più grandi della via Lattea

Am Dienstag 28. Mai Martedì 28 maggio, ore 21.00

Domenica 9 giugno, dalle ore 15

(Ingresso Libero)

Sara Ciet Der Sternenhimmel im Frühling Il cielo di primavera (Vortrag in deutscher Sprache conferenza in lingua tedesca)

Round Table 11, Club 41 I BAMBINI IN FESTA manifestazione di beneficenza a favore di A.G.E.O.P. OSSERVAZIONE DEL SOLE (cielo permettendo)

Per informazioni e prenotazioni: Planetario di Ravenna, Viale S. Baldini, 4/a - 48121 Ravenna sito: www.racine.ra.it/planet - email: info@arar.it


GENITORI& FIGLI

giovedì 23 maggio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

IL FESTIVAL

BASSA ROMAGNA

Ultimi appuntamenti Lugo e Bagnacavallo prima dell’estate per Artebebè città dei bambini

L O

S P E T TA C O L O

300 BAMBINI PER “IL MIO AMICO DANTE” Martedì 28 maggio in piazza San Francesco, a Ravenna, andrà in scena, alle 20.30, lo spettacolo “Il mio amico Dante”, i cui protagonisti saranno circa trecento bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie che hanno realizzato l’iniziativa promossa dal Centro Dantesco dei Frati Minori Conventuali per il cinquantesimo anniversario della sua fondazione. Lo spettacolo nasce come il frutto di un lavoro in rete fra le scuole e quindi da una collaborazione creativa dei docenti e delle classi coinvolte, con la regia e il coordinamento di “Dante in rete”, a cura della professoressa Manuela Mambelli.

Ultimi appuntamenti prima della pausa estiva per Artebebè, il festival provinciale di arte e teatro per la prima infanzia. Venerdì 24 maggio dalle 9.30 alle 11.30 al Pavaglione di Lugo, in occasione de “La città dei Bambini di Lugo”, Drammatico Vegetale curerà la direzione artistica di alcuni laboratori dal titolo Eco-logici. I laboratori verrano svolti dagli artisti: Koro Izutegui, Roberto David, Alice Iaquinta, Riccardo Galeati e Sara Maioli. Le domeniche 26 maggio e 9 giugno alle 11 a La Casa dei Piccoli di Ravenna (via Corrado Ricci 29) la Drammatico Vegetale terrà il laboratorio creativo per famiglie dal titolo Piccoli giochi. Venerdì 7 giugno, infine, alle ore 10, all’interno del Nido Pappappero di Alfonsine, rappresenterà lo spettacolo Brum. Il festival riprenderà la sua programmazione tra ottobre e novembre 2013 con “Briciole di Artebebè”, un settore speciale in via di definizione che prevede spettacoli per i bambini delle scuole, laboratori e incontri formativi per genitori e insegnanti ed operatori del settore infanzia. Info: tel. 0544 36239 - www.drammaticovegetale.com

B U R AT T I N I

IN BIBLIOTECA ARRIVA POLPUSZKA! Per la rassegna “Libri, storie e burattini”, domenica 26 maggio alle 16 il Teatro dell’Aglio porterà in scena, alla Biblioteca Ottolenghi di Marina di Ravenna Arriva Polpuszka!. Lo spettacolo si terrà all’aperto, in prossimità della biblioteca, info: cell. 349 0807587.

Questa settimana, a Bagnacavallo e a Lugo, entra nel vivo la manifestazione “Città dei Bambini”, pensata e promossa dai rispettivi Comuniper i più piccoli. Giovedì 23 maggio tutti i bambini delle scuole dell’infanzia e primarie di Bagnacavallo si ritroveranno in piazza della Libertà, a partire dalle 9, per realizzare “Una tovaglia di pace”. Sempre in piazza, dalle 20, i piccoli e i loro familiari si ritroveranno per un pic-nic urbano. Inoltre, dal 23 maggio al 2 giugno l’atrio del Palazzo comunale ospiterà Piccoli talenti crescono, mostra d’arte con i lavori realizzati dai bambini della scuola dell’infanzia e primaria. A Lugo, invece, venerdì 24 maggio il centro storico accoglierà i bambini di tutte le scuole d’infanzia che lo animeranno con laboratori, momenti di gioco e spettacolo, letture e musica. Alle Pescherie della Rocca alle 9.30 verrà inaugurata la mostra “L’arte dei bambini per la città”. Sabato 25 maggio la festa si sposterà al parco del Loto, dove i piccoli dei nidi comunali e delle sezioni Primavera potranno vivere un pomeriggio di gioco e merenda. Nella mattinata, in biblioteca, alle 10.30, Arturo e altri volatili crescono, letture di libri modificati per bambini dai 2 ai 6 anni; seguirà un laboratorio. Domenica 26 maggio, infine, alle 16.30 nelle Pescherie della Rocca si potrà assistere alla lettura animata “C’era una volta Cloppete Cloppete” a cura di Alfonso Cuccurullo.

JUNIOR

22

LA RASSEGNA

Luoghi da favola a S. Pietro in Vincoli e Sant’Alberto Prosegue con nuovi incontri la rassegna “Luoghi da favola”, pensata per i bimbi e le loro famiglie, che quest’anno potranno ascoltare storie e favole dedicate agli alberi. Giovedì 23 maggio alle 17, alla “Casa di Spiritualità - MissionariSaveriani”, in via Angaia 7 a S. Pietro in Vincoli, la lettura “L’albero del mondo”, cui seguirà una descrizione della Farnia di 170 anni, a cura degli stessi Padri Saveriani. Lunedì 27 maggio, sempre alle 17, ci trasferiamo a Casa Pascoli, in via Olindo Guerrini, 24 a Sant’Alberto, per “Il viaggio delle farfalle”: lecci, querce, pini marittimi e visita al giardino a cura di Piero Carloni. Ingresso gratuito, info www.comune.ravenna.it

MARAMEO

DUE GIORNI DI GIOCHI AL PARCO BERLINGUER Al Parco Berlinguer di Russi va in scena per il quarto anno consecutivo il festival per bambini “Marameo”: sabato 25 e domenica 26 maggio due giornate di spettacoli, giochi e laboratori con, novità di quest’anno, la possibilità di dormire in tenda al parco la notte fra sabato e domenica (prenotazione obbligatoria dal 20 maggio al cell. 342 6613841) e di cenare sul posto. Per il pic-nic a pranzo si può portare il cibo da casa o prenotare il “sacco” direttamente al parco. L’evento offre un’occasione perfetta per dedicare due giorni ad attività ludiche, artistiche ed educative lontano da tv e videogiochi. Ingresso gratuito. F E S TA D I F I N E A N N O

LUNEDÌ CON CITTÀ METICCIA “Tra due mondi”, il doposcuola di Città Meticcia, organizza, lunedì 27 maggio, dalle ore 15, la Festa di fine anno scolastico, presso la sala A della Prima Circoscrizione (via Sant’Alberto, 73). Risate e divertimento con i “Magicamente Clown”, giochi, musica e sorprese. Inoltre, merenda multietnica per tutte le famiglie (le mamme possono portare un piatto tipico del loro paese). L A B O R AT O R I

LA SCATOLA MAGICA A TAMO Sabato 25 maggio, alle 16, RavennAntica propone il laboratorio per bambini (5/10 anni) “Luce, vetro e colori: scatola magica” a Tamo, in via Rondinelli 2 a Ravenna. Il laboratorio è condotto da Sarah Casadio e Serena Farolfi, in collaborazione con l’atelier di vetrate Il mondo dipinto. Info e prenotazioni tel. 0544 213371.


DIARIO DI VIAGGIO

Come salvarsi da Teheran Il giro del mondo dei due ciclisti ravennati fa tappa in Iran Pubblichiamo una nuova puntata del diario di viaggio dei due ciclisti ravennati partiti per un incredibile giro del mondo in sella alla propria bici. Marco Meini e Giovanni Gondolini sono arrivati in Iran, a cinquemila chilometri dalla partenza. Pubblichiamo qui solo una parte (scritta in prima persona) del loro ultimo reportage, incentrata sulla capitale del paese, Teheran, raccontata come una sorta di mostro. Sul nostro sito www.ravennaedintorni.it le altre due parti e una ricca gallery di belle fotografie scattate in Iran dai due nostri “inviati speciali”. Mi sveglio sudato, sono le sei di mattina, il caldo è sabbioso, mi trovo in una camera di una vecchia guesthouse iraniana. Apro la finestra alla ricerca di aria fresca, ma uno schiaffo d'inquinamento mi dà a suo modo il buongiorno. Esco dalla stanza, una zaffata di odori bruciati di cucina mi penetra dalle narici. Scendo quattro rampe di scale, versi di uomini virili dai bagni, vernice chimica che asciuga alle pareti, moquette umida e logora all'ingresso. Mi ritrovo in strada, dopo pochi passi il mostro, Teheran, mi circonda. Sei milioni di persone si riversano in strada, il rumore è costante, è frastuono di clacson e frenate, voci disordinate di venditori d'anticaglie. Attraversare il primo incrocio è la ginnastica del risveglio, la precedenza ce l'ha il più convinto, nè il più grosso ovvero il camion, nè il più debole ovvero il pedone, passa chi si butta con più forza. I trecento passi per arrivare alla metro sono una danza obbligata, uno slalom speciale tra taxisti fast & furious e motociclisi vestiti da piloti. Trovo la metro, tre linee appena con frequenze ridicole per smaltire l'afflusso costante di automi. Entro in una carrozza, trovo il posto solo per un piede, l'equilibrio non serve, la folla mi tiene su. Sei fermate, strizzato e sgualcito esco dal sottosuolo, sono in centro. Chiedo a un passante cosa possa visitare, mi ri-

sponde nulla, Teheran è una città per il business e la politica, non per turisti. Cammino come faccio sempre cercando di perdermi, cerco una piazza, una strada pedonale, mi ritrovo a marciare nella corsia di sicurezza di una delle tante tangenziali interne. Salgo su un taxi, diretto alla Milad Tower, fra le dieci più alte del mondo. La corsa è disperata, folle, mi allaccio la cintura, mi tengo saldo alla maniglia, l'ultima volta alle montagne russe ero più rilassato. Le regole della strada non esistono, neanche l'ambulanza a sirene spiegate ha la precedenza. Penso al film Un giorno di ordinaria follia in cui Michael Douglas in un traffico del genere impazzisce e incomincia a sparare. Pago il taxi, ovviamente con il rincaro del tourist,

«Attraversare il primo incrocio è la ginnastica del risveglio, passa il più convinto» «Teheran dall’alto è un polmone troppo

ammalato per salvarsi, le sue strade

vene in cancrena»

SPORT

SOCIETÀ& TEMPO LIBERO

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 23 maggio 2013

salgo sulla torre moderna, cerco serenità a 400 metri d'altezza. Le montagne del Domovand incorniciano Teheran ma sono impotenti di depurare l'aria, di regalare alla città acqua pura. Una nuvola grigia opprime i palazzi. Guardo in basso, il Mostro è sotto i miei piedi, solo qualche parco a spezzare l’inferno. Teheran dall'alto sembra un polmone troppo ammalato per salvarsi, le sue strade sono vene in cancrena, la metastasi è ovunque. Uomo cosa ci fai qui? Uomo perchè distruggi il mio mondo e lo rendi invivibile? Uomo te ne rendi conto o sei già morto? Io salgo in bici, mi salvo perchè non sono ancora cieco, non sono ancora sordo, non sono ancora insensibile ai Mostri.

23

L’EVENTO

Quest’anno la festa è doppia a S. P. in Vincoli

Due delle foto inviateci dall’Iran dai due ciclisti. La gallery completa sul nostro sito internet.

Per la prima volta nella sua storia, il San Pietro in Vincoli il prossimo anno disputerà il campionato di Promozione di calcio, settima serie nazionale, quella appena disputata dal Ravenna per intenderci. Un risultato ottenuto dopo una grande cavalcata della squadra in Prima Categoria, campionato vinto e festeggiato già domenica 19 maggio con anche un toccante omaggio allo storico presidente Lino Strocchi. «Siamo naturalmente contenti della stagione sportiva – commenta il presidente Daniele Bandini – anche perché siamo arrivati alle fasi finali di Coppa Italia e siamo riusciti a inserire in prima squadra tanti giovani del luogo provenienti dal vivaio, e anche i nostri Juniores hanno fatto bene arrivando allo spareggio con il Ravenna in testa al campionato provinciale. Il prossimo anno in Promozione sarà più complicato, ma siamo fiduciosi, grazie anche al sostegno dell’intero paese, dai semplici tifosi ai commercianti e agli artigiani». E ora è tempo della tradizionale Festa dello Sport, la cui diciassettesima edizione si svolgerà dal 25 maggio al 2 giugno al centro sportivo comunale di San Pietro in Vincoli, con stand gastronomici e spettacoli anche al coperto. «Ci saranno tornei di calcio e spazio per anche molti altri sport, grazie anche al coinvolgimento delle scuole – continua Bandini –, dalla boxe alla danza, dal podismo fino al karate». Negli ultimi anni la società ha stimato il passaggio ad ogni edizione di circa diecimila persone. Un successo ottenuto grazie a 130 volontari che lavorano attivamente, tra cui le “azdore” che quest’anno hanno prodotto la cifra record di 12 quintali di pasta, che va a inserirsi in un menù composto principalmente da specialità romagnole. E lunedì 27 maggio la gastronomia diventa anche competizione, con in palio un trofeo per la migliore piadina.


MANGIARE& BERE

ENOGASTRONOMIA ROMAGNOLA

Madra e giardini di maggio: tutte le bontà del territorio

Sabato 25 maggio si tiene in piazza Nuova a Bagnacavallo lo Slow Food Day della condotta di Godo. Quest’anno la manifestazione tratterà il tema degli sprechi. Spreco di cibo, ma non solo: si parlerà di acqua, salute, risorse e beni comuni. Nella piazza di bagnacavallo sarà allestito uno stand Densa di appuntamenti golosi, informativo Slow Food, con libri e anche quest’anno, l’appuntamengadget. E poi un tavolo di degustazioto con Madra di fine primavera, in ne dei prodotti dei Presidi Slow Food calendario domenica 26 maggio. Insieme alla mostramercato con dove potrete assaggiare alcune delle eccellenze produttive italiane. In partii banchi degli agricoltori tornacolare è prevista la presenza delle birno anche "I Giardini di Maggio" e la re artigianali del Birrificio Renazzese, merenda ai Giardini Pensili della dei vini Biologici di Paolo Francesconi, Provincia, mentre in mattinata si dei gelati di Menodiciotto, con i gusti tiene un laboratorio organizzato dei Presidi, dei salumi di mora romadalla condotta ravennate di Slow gnola di Leonardo Bandini, dei cereaFood. "I Giardini di Maggio" sono un piacevole itinerario del gusto li, legumi e farine biologiche dell'anel cuore di Ravenna, in alcuni zienda agricola Antigola, delle paste suggestivi giardini monumentali e biologiche della Romagnola Bio, dei giardini privati del centro storico. caffè pregiati della Torrefazione PeCon "I Giardini di Maggio" i sapori nazzi, della ricotta e formaggi di mucdel mercato contadino di Madra si ca e di bufala de La Casera a altri proabbinano cosi ai vini di “Giovinduttori di qualità. In programma anBacco”, con degustazioni di prodotche un incontro per bambini con il Lati del territorio e boratorio di mavini romagnoli. nualità creativa Ecco il proorganizzato da gramma dettaBeatrice e Alesgliato delle degusandra dell'Assostazioni che si ciazione Fatabuterranno dalle tega dedicato alore 16 alle 21. la costruzione di CONDOTTE DI RAVENNA e GODO simpatiche trotAnfiteatro tole a tema. A seBPR e Giardino guire una dimostrazione pratica della delle erbe dimenticate di Piazcostruzione di una compostiera per zetta Serra (via Guerrini angolo combattere lo spreco alimentare utivia Rasponi - in collaborazione con lizzando gli scarti di cucina, orto e la Banca Popolare di Ravenna e giardino e osservazione del lavoro dei Slow Food Ravenna): degustazione lombrichi all'interno di un lombricaio dei vini Romagna Sangiovese (partecipazione gratuita, dalle ore “Sbargoleto” di Rocca Le Caminate, 17,30). Inoltre è prevista una dimoRomagna Sangiovese “Teatro 40” strazione e preparazione “live” della di Collina dei Poeti, il vino rosso ricotta di bufala con La Casera. (gra"Uva del Tundè" dell’Azienda L’Aztuito, su prenotazione alle ore 18,30) dora, il vino bianco bollicine “GioE ancora, una dimostrazione e prepave” del Consorzio Appennino Rorazione di ricette con “gli avanzi” con magnolo e il formaggio pecorino Maurizio Bragonzoni dell'Osteria di dell'azienda agricola Mazzone. Piazza Nuova (gratuito, su prenotazioGiardino di Casa di Bonton ne alle ore 19,30). E infine, due mini (via Cavour, 103): assaggio dei vini laboratori: degustazione vIno con Romagna Sangiovese “Rubio” di Paolo Francesconi (gratuito, su prenoGuido Guarini, Romagna Sangiotazione alle 21) e degustazione caffé vese “Taibo” della Tenuta Santa con AlbertoTrabatti (gratuito, su preLucia, il vino bianco bollicine “Gionotazione). ve” del Consorzio Appennino Ro-

magnolo e il salame romagnolo stagionato de “Le Delizie del BuonGustaio”. Chiostro Minore della Biblioteca Classense (via Baccarini 3 in collaborazione con l’Istituzione Biblioteca Classense e Slow Food Ravenna): degustazione dei vini Romagna Sangiovese “Selezione Oro” della Cantina Bartolini, Romagna Sangiovese “Fedro” di Tenuta Volpe, il vino rosso "Uva del Tundè" dell’Azienda L’Azdora, il vino bianco bollicine “Giove” del Consorzio Appennino Romagnolo e salsiccia di Mora Romagnola della Mora del Munio. Giardino dei Legabitiis di Casa Arevalos nota anche come Casa della Musica (via Salara 11): degustazione dei vini Romagna Sangiovese “Rosso della Torre” La Sabbiona, Romagna Sangiovese “Petali di Viola” di Merlotta, il vino bianco bollicine “Giove” del Consorzio Appennino Romagnolo e il formaggio misto dell'azienda agricola Sopramonte. In concomitanza con l'evento, in programma la mostra di pittura “Direzione al-Iskandariyya” di Roberto Pagnani. Cripta Rasponi e Giardini Pensili del Palazzo della Provincia (piazza San Francesco - in

GUSTO

BUONE NOTIZIE SLLOW FOOD DAY TANTI EVENTI IN PIAZZA NUOVA A BAGNACAVALLO

giovedì 23 maggio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

appuntamenti maggio 2013

24

collaborazione con la Fondazione RavennAntica e Slow Food Ravenna): assaggio dei vini Romagna Sangiovese “Il Prugnolo” di Tenuta Villa Trentola, Romagna Sangiovese “Le Trò” dell'Azienda Agricola Colombina, il vino rosso "Uva del Tundè" dell’Azienda L’Azdora, il vino bianco bollicine “Giove” del Consorzio Appennino Romagnolo e formaggio misto dell'azienda agricola Sopramonte. Giardino di Casa di Angela Schiavina (via Mazzini 35): degustazione dei vini Romagna Sangiovese “Fiorone” di Fiorentini Vini, Romagna Sangiovese “Baruccia” di Tenuta Casali, il vino bianco bollicine “Giove” del Consorzio Appennino Romagnolo e coppa stagionata dei salumi di Alberico. In concomitanza con l'evento esposizione di opere del pittore Mario Arnaldi. Il costo delle degustazioni è di 3 euro (per una), 8 euro (per tre) e 12 euro per per sei a scelta). I biglietti sono in vendita nei vari giardini e presso il banco Slow Food di Madra. Il biglietto comprende calice GiovinBacco, tasca portacalice, mappa dei giardini, coupon degustazioni e buono sconto del 10% utilizzabile nei ristoranti convenzionati.

Giovedì 23 maggio - ore 20.30

Il pesce in tavola

Chef Daniela Drei Euro 35,00 p.p. Necessaria la prenotazione

via Marabina 133, Lido di Dante - tel. 0544.473566 cell 377.5313333 - www.latrattoriaravenna.it

fatto in casa COTTA DI BIRRA IN DIRETTA A VOLTANA CON SLOW FOOD Visto il grandissimo interesse che sta suscitando in questo momento la birra, la condotta Slow Food di Godo in collaborazione con la condotta di Forlì ha organizzato una imperdibile giornata per gli appassionati e, in particolare, per gli homebrewers. Sabato 8 giugno a Voltana, al Centro Sociale Cà Vecchia, si potrà assistere ad una “cotta di birra” in diretta. L'inizio è previsto per le 10 e si proseguirà per qualche ora (più o meno fino alle 16). La giornata sarà “gestita” da Francesco Monari (relatore Master of Food) e Guido Zanoni (homebrewer). L'ingresso sarà libero e la partecipazione gratuita solo per i soci Slow Food . Durante la giornata è previsto anche un gustoso spuntino con salsicce di carne di bufalo, patatine di Tolè ed altre sfiziosità, naturalmente accompagnato da birra artigianale. Info tel. 447 4524084 - slowfoodgodo@gmail.com

In programma c’è anche (dalle 15 alle 18) l’ora della Merenda alla Cripta rasponi dei Giardini Pensili della Provincia: chi acquista la merenda di Madra visita gratuitamente i luoghi. L'iniziativa è in collaborazione con RavennAntica e la Bottega Conti-De Francesco. Infine è da segnalare il Laboratorio del Gusto di Slow Food, all'Osteria Sapori DiVini (via Mentana, ore 11): il laboratorio è dedicato all'utilizzo dei prodotti di recupero in cucina. Saranno proposte alcune ricette di Olindo Guerrini tratte dal libro L'arte di utilizzare gli avanzi della mensa. L'iniziativa si svolge nell'ambito di Slow Food Day, festa nazionale dedicata alla lotta contro lo spreco alimentare.


MANGIARE& BERE

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 23 maggio 2013

COSE BUONE DI CASA

Deliziosa ricciola al forno con pistacchi e pepe misto a cura di ANGELA SCHIAVINA - WWW.ANGELASCHIAVINA.IT

Questa settimana vi propongo una ricetta scelta per un un pranzo importante che sto organizzando a Venezia il 31 maggio, in occasione di un ricevimento della Mostra Biennale d'Arte a Palazzo Persico. Si tratta di tranci di ricciola al pistacchio e spezie. Ingredienti: 4 tranci di ricciola privati della pelle, un cucchiaio pistacchi tritati, 1 rametto di foglie di finocchio, grani di pepe misti (pepe nero, verde, rosa e bianco, 1/2 limone, 2 cucchiai di vino bianco, olio extravergine d'oliva, sale grosso. Preparazione: sciacquate e asciugate con carta assorbente i tranci. Mescolate il succo di limone al vino, quindi spennellatelo sul pesce e lasciate riposare in frigorifero per 10 minuti. Nel frattempo lavate le foglie di finocchio (solo le estremità filamentose) e tagliuzzatele. Dopo 10 minuti, massaggiate i tranci di ricciola con un poco di pepe misto macinato ed una piccola presa di sale grosso. Ungete leggermente con l’olio una teglia da forno, quindi stendete sulla teglia i tranci, dopo averli passati nel pistacchio tritato facendolo aderire bene al pesce. Infornate il tutto e lasciate cuocere a 120º per circa 15 minuti. A cottura ultimata, disponete i tranci nei singoli piatti e conditeli con un filo d’olio a crudo, le foglie di finocchio e ancora un pizzico di pepe misto. CONCORSO ENOLOGICO

CUCINA IN ERBA

Alla Casa delle Meridiane un corso per i più piccoli La Casa delle Meridiane di San Bartolo (via Argine destro Ronco 66) promuove quest’estate un originale corso di cucina per giovani chef della durata di una settimana dal 17 al 21, dalle ore 8.30 alle 14. Le lezioni, riservate a ragazzi e ragazze dagli 8 ai 14 anni, sono tenute da Giorgia Lagosti (nella foto), maestra di cucina Aici e docente CiBo. Ecco il programma dettagliato del corso giorno per giorno. Lunedì 17: “Pizza e la Crostata con la Marmellata” (l’’impasto della pizza e i segreti della lievitazione; la pasta frolla classica e quella al cioccolato; la marmellata di pesche e i trucchi per la sua preparazione). Martedì 18: “Gli Strozzapreti e la Torta al Cioccolato” (l’impasto degli strozzapreti e la loro realizzazione; il sugo di pomodoro fresco e basilico per condirli; la preparazione della torta al cioccolato). Mercoledì 19: “La Piadina e gli Zuccherini Romagnoli” (l’impasto della piadina e la cottura; l’impasto degli zuccherini e le sue varianti al cioccolato, con l’uvetta, etc.). Giovedì 20: “Le Polpette e la Torta con le Pesche” (le polpette di carne, di pane e di verdure; la frolla per la torta e la crema inglese per accogliere le pesche). Venerdì 21: “Gli Gnocchi di Patata e la Costata con le Fragole” (l’impasto degli gnocchi e i suoi segreti; il sugo di pomodoro fresco e basilico per condirli; la crema di mascarpone da accompagnare alle fragole per la crostata). Il costo dell’intera settimana è di 290 euro e comprende il corso di cucina, una merenda a metà mattina (frutta o comunque cose genuine preparate dalla docente), il pranzo (tutto rigorosamente fatto in casa) e altre attività complementari come una visita guidata del museo contadino della Casa delle Meridiane, il bagno in piscina, il “racconto” dell’orto... Ad ogni “lezione” verrà consegnato ad ogni partecipante una dispensa con la descrizione di quanto fatto e preparato assieme (scritta a “misura di bambino”) e la preparazione stessa da portare a casa. Info tel. 347 4652060 - giorgia.lagosti@gmail.com

GLI STAPPATI

Disfida del Bursôn: vince Tenuta dell’Uccellina Il Bursôn 2008 della Tenuta Uccellina di Russi è il vincitore della “Disfida dei Bursôn 2013” organizzata dal Consorzio “Il Bagnacavallo” in collaborazione con il Comune per premiare ogni anno il miglior Bursôn etichetta nera in commercio. La Tenuta Uccellina ha avuto la meglio sugli altri quattro finalisti, usciti vincitori nelle rispettive cene della fase eliminatoria: il Bursôn 2005 dell'azienda Celti Centurioni di Bagnacavallo e i Bursôn 2008 delle aziende Daniele Longanesi di Boncellino, Randi di Fusignano e Poderi Morini di Faenza. Il titolare della Tenuta Uccellina, Alberto Rusticali parteciperà al riconoscimento della disfida sabato 25 maggio – in occasione de “La piazza in tavola”, allestimento di osterie in piazza della Libertà – per ritirare il premio il “Cavallo Nero”, un esclusivo gioiello realizzato dall’orafo Paolo Ponzi di Bagnacavallo.

25

Tintilia del Molise Opalia “Campi Valerio”, tannino piacevole, finale vanigliato di FABIO

Da oltre sessant’anni viviamo con te Dal 1951 i prodotti Deco ccompagnano la vita delle famiglie italiane. Prodotti alimentari e per la cura della casa, ricchi di qualità e valore, concepiti con tecnologia all’avanguardia, capaci di superare rigidi controlli qualitativi e soddisfare i più severi standard internazionali. Crediamo nella sostenibilità dei nostri processi produttivi e dei nostri prodotti, e consideriamo il Lavoro come un capitale da trasmettere alle generazioni future. Per questo i prodotti Deco sono una garanzia per i clienti, per i consumatori e per l’ambiente.

MAGNANI GLISTAPPATI@GMAIL.COM

Siamo in Molise per assaggiare la Tintilia del Molise Opalia 2009 prodotta dall’azienda “Campi Valerio”. Naso di stile internazionale che tende a prevalere. Mescola noti dolci di vaniglia, caffè, liquerizia e cacao con ricordi di macerati di frutta rossa e nera e con leggere tracce di confettura. La bocca è più vivida e più capace di ricordarti il vitigno. Intensità, espressiva e succosità ancora conservata tra le righe di un frutto un po’ costretto dal legno. Tannino rugoso piacevole. Finale vanigliato.

DECO INDUSTRIE s.c.p.a. Via Caduti del Lavoro, 2 48012 Bagnacavallo (RA) Tel. 0545 935511 clienti@decoindustrie.it www.decoindustrie.it

Ristorante Pizzeria di Irco Guerra

Forno a legna Cucina casalinga Pasta al mattarello Dessert fatti in casa

Tutti i mercoledì al tavolo la terza pizza a solo

Spazio giochi bimbi Giardino estivo

€1 !

Punta Marina Terme via delle Ondine 19 - tel. 366.3786596 (500 mt da viale dei Navigatori, prendendo via del Timone)

Seguici su

dal martedì al sabato dalle 5,00 alle 13,30 dalle 16,30 alle 19,00 alla domenica dalle 5,00 alle 13,00

RAVENNA Via Garigliano, 19 - Tel. 0544 67503


SALUTE& BELLEZZA

giovedì 23 maggio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

I CONSIGLI DEL FARMACISTA Il sole produce benefici sul nostro organismo, ma può essere anche un fattore di rischio per la nostra pelle. Agisce positivamente sull’umore perché ci fa produrre endorfine e sintetizza le vitamine E e D che hanno effetti positivi sulle nostre ossa, ma sono da valutare attentamente le conseguenze di una esposizione non corretta ai raggi UVA e UVB. I primi possono essere responsabili di allergie, invecchiamento precoce, immunosoppressione e melanoma; i secondi, meno pericolosi, sono spesso responsabili di scottature, colpi di sole, mutazioni genetiche, tumori. Quindi occorre proteggere la nostra pelle con attenzione e, prima di acquistare un solare, conoscere a quale fototipo apparteniamo e altri fattori come l’ora e il giorno di esposizione, la stagione, se si va al mare o in montagna, l’altitudine, la zona geografica. Meglio non sbilanciarsi sul fai da te, ma rivolgersi a consulenti che possano orientare la scelta del solare. La farmacia è un valido luogo dove trovare due cose molto importanti per chi vuole proteggere al meglio la pelle: il consiglio di un professionista con valide conoscenze scientifiche e un’ampia varietà di prodotti per rispondere a esigenze differenziate. In alcuni casi a tutto ciò può associarsi l’utilizzo di apparecchiature speciali in grado di supportare l’analisi della pelle e la conseguente scelta del prodotto più adatto. «Un’opportunità – ci spiega Lucia Cicognani, responsabile del reparto cosmesi della Farmacia Comunale n. 8 di via Fiume Abbandonato – può essere affidarsi all’analisi di una nostra apparecchiatura che grazie a sensori posti sulla pelle ne

Prepararsi al sole: la scelta del protettivo per la pelle analizza la tipologia e ci permette, inserendo diversi parametri, come appunto il luogo dove ci si esporrà al sole, di avere l’indicazione del solare più corretto. L’analisi, eventualmente si procedesse all’acquisto del prodotto è gratuita. In ogni caso possiamo individuare il fototipo e consigliare l’utilizzo della schermatura migliore. Intanto c’è da dire che i fototipi sono quattro. Il fototipo 1 presenta carnagione lattea, occhi chiari, capelli biondi o rossi, lentiggini. Questa persona non si abbronza e rischia facilmente di scottarsi e quindi il filtro sarà 50. Il fototipo 2 ha pelle chiara, capelli biondi o castano chiaro, si colora di più perché ha più melanina, ma la pelle resta delicata per l’alto rischio di ustioni ed eritemi. La protezione nei primi giorni di esposizione sarà 50 per passare successivamente a 30. Il fototipo 3 è quello più diffuso nella nostra zona. Ha capelli castani, pelle leggermente abbronzata, occhi nocciola e si abbronza facilmente. Inizialmente potrà utilizzare la protezione 30 per passare alla 15. Il fototipo 4 ha la carnagione olivastra, gli occhi e i capelli scuri, si scotta raramente. Il fattore di protezione sarà 20 e poi 15-10». Nella scelta degli schermi solari occorre sapere che ce ne sono di due tipi: chimici e fisici. I primi sono generalmente preferiti perché si spalmano meglio per la texture leggera e non formano la patina bianca che a

In farmacia un test gratuito per capire qual è il vostro fototipo e i prodotti utili per schermare i raggi Uvb e Uva. E occhio a scadenza e modi di uso...

SALUTE

26

molti infastidisce. Però vengono assorbiti dalla pelle e a volte possono provocare irritazioni. Gli schermi fisici, generalmente a base di ossido di zinco e biossido di titanio, sono più naturali, riflettono i raggi solari come uno specchio e sono molto efficaci. «Sono i più indicati per chi ha pelli atopiche e per i bambini – consiglia Lucia Cicognani – perché non vengono assorbiti. Recentemente sono stati molto migliorati e grazie all’abbinamento con oli si spalmano meglio». L’importanza di proteggere la pelle è sancita anche da una raccomandazione europea e dalla “Colipa”, associazione che raggruppa le aziende cosmetiche a livello europeo. «Sul prodotto è indicato il SPF (Sun Protection Factor - Fattore di Protezione Solare). È la misura di protezione dai raggi UVB. Alcuni prodotti specificano anche la protezione ai raggi UVA che deve corrispondere ad almeno 1/3

Nella foto, Lucia Cicognani, responsabile del reparto cosmesi della Farmacia Comunale n. 8 di via Fiume Abbandonato a Ravenna.

i fototipi ❚ 1 Carnagione molto chiara e lentigginosa - capelli rossi o biondi - abbronzatura nulla o molto leggera con alto rischio di scottature. FPS 50 ❚ 2 Carnagione chiara con lentiggini - capelli biondi - abbronzatura leggera con rischio di scottature. FPS 50 > 30 ❚ 3 Carnagione leggermente scura - capelli castani - abbronzatura facile e dorata. FPS 30 > 15 ❚ 4 Carnagione scura, olivastra - capelli castani scuri o neri - abbronzatura abbondante, scura. FPS 20 > 10 Nota: FPS sta per fattore di protezione solare (nelle confezioni di prodotti solari indicato equivalente in lingua inglese co me SPF ovvero sun protection factor ).

del valore di SPF da raggi UVB. Importante è anche la quantità di prodotto che si spalma sulla pelle. Deve essere almeno 2 milligrammi per cm quadrato per un totale di 36 grammi per l’intero corpo di un adulto. Questo significa che una confezione da 150 grammi dovrebbe durare una settimana. Anche perché va spalmato anche dopo ogni bagno, anche se c’è scritto waterproof. Importante è darselo una mezz’ora prima dell’esposizione. Per quanto riguarda la scadenza, viene indicata solo se inferiore ai 30 mesi. In questo caso ci sarà il simbolo di un barattolo aperto con sopra un numero e la lettera M. Ad esempio 6M, vuol dire che il prodotto va consumato entro 6 mesi dall’apertura». Ottimi per preparare l’abbronzatura sono gli integratori a base di betacarotene, luteina, vitamine C ed E, Omega3. Si possono assumere 15 giorni prima di esporsi e proseguire anche durante e dopo per prevenire eritemi e per mantenere l’abbronzatura più a lungo. Claudia Graziani


SALUTE& BENESSERE

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 23 maggio 2013

MERLINO E IL DESTINO

Un prezioso regalo della Natura:

ARIETE Dopo giornate in cui vi siete fatti un sedere a forma di sofà dismesso, godetevi il relax del fine settimana, ma non esagerate perché è il momento di concretizzare, non solo nel lavoro. Per i singles in cerca di nuove storie, gli ormoni si gonfiano come le fragole coltivate nell’orto sotto il sole.

Le Bacche di Goji Le Bacche di Goji sono un frutto che cresce nell'Himalaya, dal colore rosso intenso e dal sapore simile a quello dei mirtilli e delle ciliegie. L'eccezionale longevità degli abitanti della catena dell'Himalaya

ha portato allo studio della loro alimentazione e delle loro condizioni di vita. Una delle ragioni del buono stato di salute di questa popolazione è sembrato essere il consumo quotidiano delle Bacche tibetane di Goji.

BACCHE DI GOJI PER DIMAGRIRE Le Bacche di Goji possono rappresentare un grande alleato durante una dieta dimagrante, perché il loro elevato contenuto di fibre aumenta la sensazione di sazietà. D'altro canto, le Bacche di Goji contengono tiamina, una vitamina che aiuta a trasformare i grassi in energia. Le Bacche tibetane di Goji possiedono inoltre proprietà positive per la salute: Le Bacche di Goji contengono numerosi nutrienti: oligoelementi come lo zinco, il ferro, il potassio ed il fosforo; aminoacidi essenziali, proteine, vitamine, fibre e acidi grassi Omega 3 e Omega 5, tra gli altri nutrienti. Sono antiossidanti naturali che aumentano il livello di energia, riducono il colesterolo e ritardano l'invecchiamento. Aiutano a conciliare il sonno, diminuendo l'ansia e lo stress.

• •

Via Paolo Pavirani 32 - Ravenna Tel. 0544 502216 - obiettivosalute.ra@gmail.com

www.adiura.com

info@adiura.com

La cosa migliore per rendervi conto che le bacche di Goji del NingXia hanno il 4000 percento di antiossidanti delle arance e più vitamina B di qualsiasi altro alimento, è di acquistare una confezione di bacche Goji per sperimentare in prima persona la sensazione di profondo benessere che esse donano! Una confezione per una persona adulta è sufficiente per almeno due settimane, dal momento sono raccomandati 15 grammi al giorno corrispondenti a circa 100 piccole bacche secche. 15 grammi di bacche di goji al giorno coprono il fabbisogno giornaliero di vitamine A, B, C, amminoacidi e sali minerali. Nella tabella a sinistra, un eloquente confronto tra contenuti di antiossidanti in alcuni alimenti.

Via dell’Aida 15 - Ravenna Tel. 0544 270872

Riabilitazione equestre per disabilità fisico – mentali Avvicinamento all’equitazione per grandi e piccini

BADANTI - ASSISTENZA INFERMIERISTICA FISIOTERAPIA e VISITE SPECIALISTICHE a DOMICILIO

Associazione sportiva dilettantistica Scuderia del Borgo RAVENNA - via Benaco 59 - Tel/Fax. 0544 271763

Centri ricreativi estivi per bambini dai 3 anni in su Tel. 327.5308774 - 327.5308775

TORO Stanchezza e nervosismo, tra giovedì e venerdì, potrebbero far venire voglia a chi vi sta intorno di setacciare ogni vostra parte molle in cerca di qualcosa di appetitoso. Pazientate e non fatevi salire il colesterolo cattivo perché se lavoro e famiglia odora di discarica, l’ormone sa di olio di Argan! GEMELLI Con Mercurio e Venere nel segno, fortuna e ottimismo non mancano, ma non sottovalutate certi impegni che potrebbero procedere a singhiozzo. Andrà meglio nel fine settimana, caratterizzato da giornate vivaci, umore baldanzoso e con la possibilità di esercitarsi in una fornicazione aerobica. CANCRO Lavare le tende e spostare i mobili di casa, non basteranno a scansare le rogne di lavoro tra venerdì e sabato. Anche se cadrete in uno stato di sfigo-acutezza, alla fine e con un po’ di pazienza tutto potrebbe risolversi proficuo, a patto però di non scambiare la carta-moneta con la carta-igienica. LEONE Dopo alcune giornate caratterizzate dall’umore in rigor mortis, giovedì e venerdì ritrovate energia e forma fisica. Bene il lavoro, anche se certi colleghi potrebbero farvi incarnire le unghie dei piedi a furia di tirare calci contro i loro glutei! Bene anche l’amore, con nuovi incontri ovunque voi siate! VERGINE Anche se Venere e Mercurio vi prendono a sassate, è facile che alcuni problemi siano ingigantiti dalla vostra emotività zitello-idrofoba. Ragionate di più e sputate meno sentenze. Nel fine settimana riequilibrate la bile con una dose di fornicazione oppure andando al mare con gli amici! BILANCIA Il morale cresce, ma ricordatevi che non basta la forza dell’intenzione perché tutto vada come volete voi. Giovedì e venerdì rimboccatevi le maniche e guardatevi le terga da personaggi simili a Brunetta. E non date retta all’ormone, specie se già impegnato, che saluta tutti quelli che incontra! SCORPIONE Questa settimana l’atmosfera in famiglia potrebbe essere il gioco dei Pacchi su RaiUno. State calmi e non sopprimete con il polonio lo sventurato che proprio in quei giorni dovrà compilarvi la dichiarazione del reddito. Fine settimana arrapante come acquistare un divano da Tutto Divani. SAGITTARIO Non sprecate energie con decerebrati e teste di bolas. Concentratevi sui progetti di lavoro e sui nuovi incontri, che promettono successi. Ma non dimenticate gli ormoni nella seconda parte della settimana, quando magari vi verrà voglia di concimare come pomodori gli zebedei del partner.

ASSISTENZA DOMICILIARE E OSPEDALIERA

RAVENNA, via Ravegnana 79

27

INFO Cristiana 333.3427633 Katiuscia 347.9162823

CAPRICORNO Si profila una settimana tranquilla, ma talvolta l’umore potrà rivelarsi allegro come Bersani scalzato da Letta alla guida del Governo. Almeno con il partner sforzatevi di non irrigidirvi come un manico di scopa su per il retto, sennò non vi passa più! Dialogate e state tranquilli che Marte vi vuole bene. ACQUARIO Il gioco di squadra non fa parte del vostro codice genetico, ma giovedì e venerdì non reagite come pit-bull con i collaboratori. Ricordate che ascoltare e non salire sempre in cattedra può rivelarsi cosa buona e utile. Amore sfigo-grigio di giorno, fornicazione rosso passione di notte. PESCI Nel lavoro dovrete fare da soli, ma attenti ai soliti figli di meretrice che potrebbero puntare alle vostre natiche con inserimenti dolorosi. Anche l’amore si consolida, offrendo aromatizzati sollievi pubici, purché evitiate, almeno nel fine settimana, di pensare alla dichiarazione del reddito.


INFORMAZIONI&SERVIZI

FIDO IN AFFIDO

Susi

Susi ha circa dieci anni, è molto dolce e desiderosa di una casa.

INFOCITTÀ

28

Per conoscerla e adottarla rivolgersi al canile di Ravenna: tel. 0544 453095.

ADOTTAMICI

Atalarico

giovedì 23 maggio 2013 | RAVENNA&DINTORNI

QUALITÀ DELL’ARIA IQA dal 13 al 19 maggio 2013 Stazione Rocca Brancaleone Via Caorle Zalamella Agglomerato di Ra.

Lun

Legenda IQA Buona Accettabile

Mar

Autorizzazione Tribunale di Ravenna n. 1172 del 17 dicembre 2001

Mer

Gio

Ven

Sab

Dom

Direttore responsabile: Fausto Piazza Collaborano alla redazione: Andrea Alberizia, Federica Angelini, Luca Manservisi, Guido Sani, Serena Garzanti (segreteria), Maria Cristina Giovannini (grafica) Collaboratori: Roberta Bezzi, Matteo Cavezzali, Francesco Della Torre, Lorenzo Donati, Nevio Galeati, Claudia Graziani, Giorgia Lagosti, Linda Landi, Sabrina Lupinelli, Maria Giovanna Maioli, Fabio Magnani, Giulia Montanari, Flavio Montelli, Angela Schiavina, Serena Simoni Fotografie: Paolo Genovesi, Fabrizio Zani - Illustrazioni: Gianluca Costantini

Mediocre

Scadente

Pessima

L’IQA (Indice di qualità dell’aria) rappresenta sinteticamente lo stato complessivo dell’inquinamento atmosferico. Viene calcolato sulla base dei livelli di concentrazione degli inquinantipiùcriticidelnostroterritorio:particolatofine(PM10),biossidodiazotoedozono. Infunzionedelsuovaloresiindividuanocinqueclassidiqualitàdell’aria. I dati giornalieri di Qualità dell’Aria relativi alla Provincia di Ravenna sono consultabili al sito: http://www.arpa.emr.it/ravenna/. L’andamento giornaliero delle concentrazioni di polveri PM10 in Emilia-Romagna è consultabile al sito: http://www.liberiamolaria.it

Per conoscerlo e adottarlo rivolgersi a: Rosa cell. 347 4679365 (mattina e sera)

Direttore Generale: Claudia Cuppi Segreteria Commerciale: Veronica Rinasti, tel. 392 9784242 Pubblicità: Reclam Edizioni & Comunicazione srl - Tel. 0544 408312 - info@reclam.ra.it Stampa: Galeati Industrie Grafiche, www.galeati.it

APERTURA DIURNA 8.30-19.30 Dal 23 al 25 maggio Ghigi, Porta Nuova, Al Mare, Piferi,

via Cavour 78 - tel. 0544 38575; via Cesarea 25 - tel. 0544 63017; viale Mare 80 (Casalborsetti) - tel. 0544 445019; viale dei Navigatori 35 (Punta Marina) - tel. 0544 437448.

Dal 27 al 29 maggio San Biagio, Ponte Nuovo, Comunale 3, Comunale 9,

via Maggiore 6 - tel. 0544 212684; via Romea sud 121 - tel. 0544 61068; via Po 18 (Porto Corsini) - tel. 0544 446301; viale Petrarca 381 (Lido Adriano) - tel. 0544 495434.

Comunale 8,

via Fiume Abbandonato 124 - tel. 0544 402514.

APERTURA NOTTURNA DAL 15/5 AL 15/9 E TUTTE LE DOMENICHE 8.30-19.30 Comunale 5,

via delle Nazioni 77 (Marina di Ravenna) - tel. 0544 530507.

I N

A G E N D A

DOMENICA LA GIORNATA

65 ragazzi si sono sfidati nella finale del torneo scolastico portato il saluto dell’Amministrazione Comunale e ha presenziato alla premiazione finale. La giornata di sabato, che ha raccolto grandi consensi dai genitori e dai ragazzi che hanno partecipato, è il degno coronamento di un anno di attività svolta nelle scuole. Gli istruttori della Uisp Ravenna hanno seguito durante l’anno 36 classi, coinvolgendo circa 900 ragazzi nelle scuole del Terzo e Nono Circolo e del Comprensivo San Biagio, oltre ad alcune scuole del forese quali Savio e Piangipane.

MONDIALE DEL DIRITTO AL GIOCO

Domenica 26 maggio a partire dalle ore 15 presso il parco Mani Fiorite di Ravenna diverse associazioni cittadine, fra cui Uisp Ravenna, festeggeranno la giornata mondiale del diritto al gioco proponendo attività e animazioni per bambini e ragazzi: laboratori di costruzione giocattoli, giochi nel parco e animazione sportiva. La giornata sarà anche il momento conclusivo del progetto “io Fuori Gioco“ proposto in collaborazione con il Comune di Ravenna, che ha visto animare da operatori delle associazioni i pomeriggi in alcuni parchi cittadini. C O R S I

PATTINAGGIO AL PARCO DEL FAGIOLO La nuova rinascita pattinaggio, organizza presso il Parco del Fagiolo di via Zalamella dei corsi di pattinaggio inline aperti a tutti i bimbi a partire dai 4 anni. I corsi si terranno nelle giornate di lunedì e mercoledì dalle ore 18, per partecipare occorrono i pattini e le protezioni, per le prime prove l’associazione è in grado di fornire il materiale gratutitamente. Per informazioni 335 7287768 Davide o alla mail: nuovarinascita@virgilio.it

PULIZIA

Condomini Uffici privati e pubblici Lucidatura pavimenti

E GIARDINAGGIO

(CRISTALLIZZAZIONI)

Sgrassature e pulizie di fondo

Manutenzione giardini privati e pubblici Potature di alto fusto con macchinari specifici

334 3218031

APERTURA NOTTURNA 19.30-8 E TUTTI I SABATO 8-12.30

SCACCHI

Grande successo quest’anno per il torneo di scacchi per ragazzi organizzato dalla Uisp Ravenna. Sabato 18 maggio presso le strutture della Polisportiva Ponte Nuovo si è tenuto il torneo finale di scacchi che chiude il progetto “Scacchi un gioco per crescere” rivolto alle scuole elementari di Ravenna. Hanno partecipato all’evento 65 ragazzi delle terze, quarte e quinte suddivisi in quattro categorie. Per le classi terze e quarte maschili ha vinto Seletti Devis, seguito da Mascanzoni Mattia e Ravaioli Riccardo. Nelle terze e quarte femminili la vincitrice è stata Pallara Helena, al secondo posto Santangelo Sofia e terza Pasini Chiara. Nella categoria quinte maschile primo Sturniolo Stefano, poi Ravaioli Alberto e De Renzi Nicola. Nella categoria quinte femminili ha vinto Marisi Valentina su Salatelli Alessia e Muia Martina. La manifestazione ha visto la presenza dell’assessore allo Sport del Comune di Ravenna Guido Guerrieri, che ha

Redazione: tel. 0544 271068 - Fax 0544 271651 - redazione@ravennaedintorni.it

FARMACIE

Domenica 26 maggio San Biagio, via Maggiore 6 - tel. 0544 212684; Ponte Nuovo, via Romea sud 121 - tel. 0544 61068; Al Mare, viale Mare 80 (Casalborsetti) - tel. 0544 445019; Piferi, viale dei Navigatori 35 (Punta Marina) - tel. 0544 437448.

Questo bel micio, socievole e affettuoso, di circa un anno, si è accasato circa un mese fa, magro e affamato, nel giardino di una coppia, che lo ha nutrito finora, ma adesso si deve trasferire per l’estate. Chi può adottarlo?

Edizioni & Comunicazione srl Editore: Via della Lirica 43 - 48100 Ravenna - Tel. 0544 408312 - info@reclam.ra.it

•PRONTO INTERVENTO •INTERVENTI D’EMERGENZA •PREVENTIVI GRATUITI Lido Adriano - via T. Zancanaro, 74 - tel./fax 0544 493950

A cura del Comitato UISP di Ravenna via G. Rasponi, 5 - RA tel. 0544.219724 - fax 0544.219725 E-mail: ravenna@uisp.it - www.uisp-ra.it

CENTRI RICREATIVI ESTIVI

Animazioni per i ragazzi a Ponte Nuovo e in piscina L’anno scolastico sta per terminare e come ogni anno Uisp Ravenna, per venire incontro alle esigenze delle famiglie, propone l’attività estiva per i ragazzi. Due diverse proposte per l’estate, dal classico Camp di Ponte Nuovo in via della Vigna all’attività presso il campo di atletica e la piscina comunale di “Una Mattina di Giochi”. “Una Mattina di Giochi” è il centro estivo che si svolgerà a Ravenna presso il Campo Scuola in via Falconieri e alla Piscina Comunale “G. Gambi”. Attività estiva che impegnerà i ragazzi dai 6 ai 13 anni tutte le mattine dalle 7.45 alle 13 da lunedì al venerdì. L’attività partirà lunedì 10 giugno e terminerà venerdì 9 agosto. 9 settimane di giochi, sport e laboratori creativi. Personale qualificato seguirà i ragazzi nelle varie attività. Sport, mare, giochi e tanto divertimento. Presso il Parco di via della Vigna a Ponte Nuovo Uisp organizza il Camp per ragazzi e ragazze dai 6 anni (occorre aver frequentato la prima elementare) ai 13 anni. Avviamento allo sport, attività ricreative, uscite al parco acquatico rappresentano le attività che ogni anno Uisp propone in tutta sicurezza, seguiti da istruttori qualificati, da quest’ anno due tipologie: una per chi vuole impegnare i ragazzi solo mezza giornata e l’altra classica che li impegna tutto il giorno. Per informazioni www.uisp.it/ravenna oppure contattando gli uffici telefonicamente allo 0544 219724.


INFORMAZIONE PROMOZIONALE

L’arte di creare un sorriso Medicina Estetica Negli ultimi 10 anni la medicina estetica ha visto un incremento del 76% del numero di interventi, superando ogni previsione. Il motivo è presto detto; “Ieri si utilizzava un unico tipo di filler per tutto il viso, oggi se ne usa uno “mirato”, secondo l’entità della ruga; così nei richiami di terapia - dopo 6-8 mesi - occorre utilizzare sempre meno prodotto per ottenere un ottimo risultato. Ma oggi, cosa si può “pretendere” dalla medicina estetica? “Intanto, grandi risultati di prevenzione, che, se anticipano il ricorso a questa branca, ritardano però ‘invecchiamento. L’interazione di terapie diverse (peeling per luminosità e colorito, biostimolazioni per idratare, foto-ringiovanimento per rassodare, ecc.) permette di sopperire alle carenze cutanee dell’età accompagnado così il viso in una prolungata beauty maintenance”. La radiofrequenza, per esempio, induce un’ipertermia endogena che stimola il derma a sostituire le fibre strutturali allentate con altre nuove; l’effetto è paragonabile a un face-lift”. E quando la medicina non basta più? Ci viene incontro la chirurgia plastica!!!

Conviene farsi curare i denti nei LOW COST? Capita di vedere pubblicità che ci invitano ad effettuare cure odontoiatriche LOW COST, promettendo terapie di alto livello a prezzi straordinari. Può essere vero ? Proviamo a ragionarci su: Cosa costituisce il costo delle cure? La struttura, l’attrezzatura, la burocrazia, i materiali, l’aggiornamento, il personale qualificato. Tutte queste voci danno origine al “quanto costa tenere in funzione un ambulatorio”. Facile capire che essendo i costi proporzionali al tempo, questo sia il vero elemento determinante le tariffe. Il segreto del basso costo è legato al poco tempo impiegato per la prestazione, ma presto e bene non stanno insieme e, trattandosi di salute, questo non è opportuno. Riducendo il tempo dedicato alle cure queste non potranno essere di qualità. Cosa succede nei centri low cost italiani? I pazienti danno per scontato che i professionisti siano esperti qualificati, in realtà nei centri low cost non troveremo mai un curriculum professionale di rispetto; il più delle volte si tratta di giovani professionisti che si accontentano non avendo prospettive economiche migliori. Cosa succede allora? In breve tempo compaiono sempre dei problemi che costringono il paziente al rifacimento delle cure… e così addio risparmio! L’unico vero risparmio in odontoiatria sta nel fare controlli regolari consentendoci così di ridurre gli interventi necessari (quindi poche cure = poco tempo = poco disagio = poca spesa). Questo è IL VERO LOW COST!


AFFITTI RAVENNA, CENTRO STORICO

in complesso di nuova ristrutturazione appartamento ottimamente rifinito e ben arredato posto al piano primo: soggiorno con angolo cottura, due camere, bagno. Garage e cantina al piano interrato. Impianto di climatizzazione e antifurto. €. 800,00 Mensili RAVENNA, ZONA FORNACE ZARATTINI bilocale arredato: soggiorno con angolo cottura, camera matr., bagno e garage.Risc. aut. €. 550,00 Mensili

RAVENNA, CENTRO STORICO

SETTIMANALE

RAVENNA, SAN BIAGIO In piccola palazzina appartamento arredato posto al primo ed ultimo piano: ingresso, soggiorno, cucina abitabile, due camere, bagno. Ampia cantina. Risc. aut., no spese condominiali. €. 600,00 Mensili

RAVENNA, Zona Tribunale con ampi parcheggi a disposizione, ufficio frazionabile in unità singole, ottima visibilità e vicinanza ai servizi. Risc. aut. INFORMAZIONI In complesso condominiale IN AGENZIA di recente costruzione, villetta ottimamente rifinita e ben RAVENNA, arredata: Piano terra: in- ZONA COMET gresso, soggiorno, cucina appartamento arredato poabitabile, piccola corte in sto al quarto piano di una uso esclusivo. Piano primo: palazzina di recente costrudue camere, balcone, 2 ba- zione: soggiorno con angolo gni ( 1 con vasca idro). Man- cottura, due camere, bagno, sarda. Garage al piano in- balcone, cantina. Posto auto terrato. Climatizzazione. Li- coperto. bera a metà maggio 2013. €. 600,00 Mensili INFORMAZIONI IN AGENZIA RAVENNA, CENTRO STORICO RAVENNA, trilocale arredato posto al CENTRO STORICO bilocale arredato posto al piano primo: soggiorno, cupiano primo: soggiorno con cina abit., disimpegno, baangolo cottura, camera, ba- gno, 2 camere, ripostiglio, terrazzo. gno, balcone. €. 550,00 Mensili €. 450,00 Mensili

Ravenna • Via Piave 15 • Tel. 0544/406333 (2 linee) RAVENNA - via IV Novembre 4B tel. 0544 36337/36372

inserto di Ravenna&Dintorni giovedì 23 maggio 2013

GAMBELLARA (RA) affittasi appartamento non arredato composto da soggiorno con ang.cottura, 2 camere da letto, bagno, cantina, p.auto. Rif. 894 €. 400,00 mensili

AFFITTI bici. E' arredato e tutte le utenze sono autonome, non ci sono spese condominiali. Rif. NSC77€. 600,00 mensili

RAVENNA, CENTRO STORICO , appartamento in centro storico, al primo piano composto da: soggiorno-pranzo con angolo, disimpegno, 2 camere da letto, bagno e balcone. Rif. NSC09 Completamente arredato €. 600,00 mensili Parzialmente arredato solo con cucina e divano) €. 500,00 mensili

RAVENNA, CENTRO STORICO

RAVENNA, VIC. A P.ZZA DUOMO appartamento al secondo piano con ascensore, composto da cucina abitabile , soggiorno, due camere e bagno. Completamente arredato, cantina, risc. centr. con contacalorie. Rif. 01SC €. 600,00 mensili

in immobile di prestigio, affittasi appartamento arredato, composto da soggiorno con cucina in nicchia, ripostiglio, camera da letto matrimoniale, bagno, cantina, garage. Riscaldamento autonomo, aspirazione forzata. Rif. 842 €. 650,00 mensili

RAVENNA, CENTRO STORICO appartamento molto bello, ubicato edificio prestigioso al piano terra. E' composto da: soggiorno-pranzo, cucina abitabile, disimpegno notte, camera matrimoniale, bagno e spazio comune coperto per

RAVENNA In prestigioso palazzo d'epoca, si affitta un ampio monolocale mansardato con cucina in nicchia, bagno e zona notte nel soppalco con bagno. E' ben arredato e rimesso a nuovo. Utenze autonome e ascensore. Rif.74SC €. 700,00 mensili

RAVENNA, CENTRO STORICO Appartamento al primo piano composto da soggiorno, cucina in nicchia, 1 camera da letto matrimoniale e 1 studio, 1 bagno, 1 ampio balcone, garage . Risc.Aut. e climatizzazione. Rif. 167 €. 750,00 mensili RAVENNA, CENTRO STORICO

in palazzina ristrutturata recentemente, affittasi delizioso appartamento arredato, composto da soggiorno, cucina separata, lavand., bagno, camera matrim. con cabina armadio, cameretta con 2 letti a castello. Corte in uso esclusiva. Rif. 890 € 900,00 mensili

RAVENNA, AFFITTANSI APPARTAMENTI DI DIVERSE TIPOLOGIE A PERSONE REFERENZIATE.PREZZI A PARTIRE DA € 500,00 MENSILI

Ravenna - Via G. Garatoni, 12 - tel. 0544.35411 - www.grupposavorani.it

www.ideacasaravenna.com • casa_idea@libero.it MARINA DI RAVENNA

gresso, ampia sala con RAVENNA SAN BIAGIO balcone, cucina, due camere da letto matrimoniali, studio e doppi sevizi. Cantina e posto auto in corte condominiale. VENDESI APPARTA- € 260.000,00 In piccola palazzina di MENTO ristrutturato sole 4 unità abitative composto da ingresso, RAVENNA vendesi appartamento sala con ampio terrazzo VIA CIRC.NE ALLA al primo piano compodi 40 mq circa, cucina ROTONDA DEI GOTI sto da: ingresso, cucina abitabile con balcone di abitabile con balcone, servizio, due letto e baampia sala con balcone, gno. Cantina e posto tre letto, due bagni e riauto. Info in agenzia postiglio. Garage, posto € 225.000,00 auto e cantina. Risc. aut. € 215.000,00 RAVENNA Affittasi ufficio di 300 ZONA VIA UGO BASSI mq ca. oltre a due ne- RAVENNA VIA CARSO VENDESI APPARTA- gozi rispettivamente di Appartamento in casa MENTO 100 mq ca e 150 mq ca bifamilare con ingresso di 160 l’uno con ampie ve- indip. e ampio giardino mq circa, trine, oltre a sottonegozi esclusivo di 250 mq ca. compoe posti auto esclusivi. PT: ampia zona servizi e sto da ingarage; P.rialzato: inInfo in agenzia

gresso, ampia sala/ pranzo, cucina abitabile con camino, 3 vani letto, doppi servizi, balconi. Info in agenzia

pia taverna con zona servizi. Piccola depandance alla quale si accede dalla corte interna. Info in agenzia

RAVENNA CENTRO STORICO

RAVENNA VIC.ZE VIA DIAZ

Casa di pregio ben tenuta in zona tranquilla composta da ingresso, ampia sala, cucina abitabile, guardaroba, studio e bagno. Al primo piano tre ampie camere da letto servite da altrettanti bagni, cabina armadio e ampia terrazza abitabile che affaccia sulla corte interna di proprietà. Am-

Affittasi negozio di 60 mq ca con ampie vetrine. € 850/mese RAVENNA ZONA GALILEI VENDESI APPARTAMENTO in complesso condominiale con ampio parco al primo piano con ascensore: in-

ZONA VIA DELLA LIRICA

VIA ZALAMELLA

Francesca Leonzi

Consulenza Immobiliare c/o v. Carlo Levi n.62 48121 Ravenna (RA) cell. 327 1248 718 francesca.leonzi@libero.it ZONA VIA SANT’ALBERTO: Locale a destinazione commerciale, con due vetrine e doppio ingresso, composto da unico vano attualmente diviso con pareti attrezzate, oltre a retro, bagno e ampio soppalco. Risc. aut., clima. Impianti certificati. Classe Energetica “D” EP 42,52 € 110.000,00

VIA CARLO LEVI 62: Nel primo edificio a Ravenna certificato Classe “A+” (Regione Emilia-Romagna) e Classe “A” Casa Clima, si vendono appartamenti bilocali, trilocali, attici, uffici e box auto. Finiture interne a scelta dell’acquirente a partire da € 169.000,00

CENTRO STORICO (VIA DI ROMA)

BORGO SAN ROCCO (ADIC. VIA MANGAGNINA)

Vendesi muri negozio 70 mq circa, bagni per disabili, 3 vetrine riscaldamento autonomo, aria condizionata adatto a studio medico/ centro estetico/parrucchieri. € 165.000,00.

VICINANZE TRIBUNALE: Affittasi appartamento arredato con: ingresso, soggiorno con angolo cottura e balcone abitabile, 2 letto, bagno. Posto auto e cantina. Risc. aut. Clima Canone mensile € 580,00 IMMEDIATA PERIFERIA: Casa indipendente da ristrutturare, disposta su un unico piano, con: ingresso, cucina, soggiorno/ pranzo con camino, 2 letto, bagno, proservizi, garage e ampio giardino. Possibilità di ampliamento. Classe Energetica “G” EP 527,50 € 150.000,00 Tratt.

AGENZIA IMMOBILIARE

gresso, ampia sala/ pranzo, cucina abitabile, 3 vani letto, doppi servizi, balconi, garage, cantina e posto auto. € 195.000,00

SAN BARTOLO: Delizioso appartamento in stabile ristrutturato, composto da: ingresso, ampio soggiorno con zona cucina in muratura, letto matrim., letto singola, bagno, ampia zona mansardata con letto matrim., cabina armadio, ampio bagno. Giardino piantumato di mq. 180 con posto auto. Risc.aut. € 190.000,00 RUSSI: Casa indipendente con due unità abitative, al P.T. ingresso, cucina, soggiorno, 1 letto matrimoniale, bagno, ripost., cantina, garage, corte comune; al P.P. ingresso, cucina, soggiorno/ pranzo, 2 ampie letto, bagno, balconi e terrazzo di mq.35. Classe Energetica “G” € 280.000,00 SAN ROCCO: Luminoso appartamento al 1° pano con: ing., ampia cucina, sala, 3 letto, bagno + servizio, balconi, cantina, garage. Risc. aut. Classe Energ. "G" € 180.000,00

VENITE A TROVARCI IN UFFICIO TUTTI I GIORNI DALLE 10 ALLE 18 E IL SABATO MATTINA SU APPUNTAMENTO

VERA OCCASIONE! - Spaziosa CASA ABBINATA: ingresso, soggiorno, studio, cucina abitabile, 3 camere da letto matrimoniali, 2 bagni, tavernetta, camera per ospiti, locale di servizio, ripostiglio, cantina, posto auto. Giardino privato su tre lati. Possibilità di ricavare 2 APPARTAMENTI INDIPENDENTI. Da rimodernare. Rif. 468/d € 235.000,00 tratt.li

Confortevole APPARTAMENTO all'ultimo piano (3°) in una piccola palazzina di sole sei unità con ottime finiture in perfetto stato: ampio soggiorno, cucina, 2 camere da letto, bagno, balcone, garage. Riscaldamento autonomo. Aria condizionata. Posizione tranquilla. Rif. 575/a € 190.000,00 tratt.li

BORGO SAN BIAGIO (ZONA VIA ZALAMELLA) Accogliente APPARTAMENTO all'ultimo piano ristrutturato a nuovo: ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto matrimoniali, bagno, ripostiglio, veranda, balcone, garage. Rif. 558/a € 140.000,00 tratt.li

ZONA VIA NEWTON Spaziosa VILLA ABBINATA ad un solo lato con finiture di pregio in ottimo stato di conservazione: portico, doppio ingresso, ampio soggiorno, cucina abitabile, 3 camere da letto (2 matrimoniali), 3 bagni, 2 balconi, solarium, Tavernetta, lavanderia, garage. Giardino privato. Rif. 493/d € 500.000,00 tratt.li

Luminoso APPARTAMENTO sito a piano terra con ampio giardino privato in un piccolo contesto signorile di sei unità: soggiorno con cucina a vista, 2 camere da letto, bagno, ripostiglio, garage e posto auto. Riscaldamento autonomo a pavimento Aria condizionata. recentissima costruzione con finiture di ottimo livello in perfetto stato. Rif. 562/a € 285.000,00 tratt.li

PIAZZA BARACCA Caratteristica CASA ABBINATA del Centro Storico: ingresso, soggiorno, studio, cucina abitabile, 2 camere da letto, 2 bagni, tavernetta, ripostiglio, cantina. Da rimodernare. Rif. 486/d € 180.000,00 tratt.li

Via Nullo Baldini 6 (proseguimento via de Gasperi) RA - tel. e fax email: eurocase@fastwebnet.it

0544 33158


ANNUNCI& OFFERTE

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 23 maggio 2013

Agenzia Immobiliare

CONSULENZE IMMOBILIARI

ROMAGNA

Via Trieste, 31 - Russi (RA) Tel. 0544 583359 RUSSI Appartamento situato all’ultimo piano e composto da soggiorno, angolo cottura, letto matrim., camerino, bagno, terrazzo, garage. Recente costruzione. Cl. Energ.: n.d. Rif. V 45 € 105.000 tratt.

RUSSI Villetta in ottimo stato d’uso , in corpo di 4 unità posta in angolo composta da sala, cucina abit., 3 letto, 2 bagni, ripostigli, garage e giardino. C.l. Energ. n:d: Rif. B.55 €. 230.000 tratt.

RUSSI Appartamento di recente costruzione, composto da soggiorno, cucina, 2 letto, bagno, garage. In ottime condizioni. Consegna immediata. Cl. Energ.: n.d. Rif. V 28 € 150.000 tratt.

RUSSI Casa abbinata del centro, composta da 7 vani, 3 servizi e cortile di proprietà. Da ristrutturare. Cl. Energ.: n.d. Rif. B 51 € 60.000 tratt.

RUSSI Casa abbinata ad un lato composta da ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 letto, 2 bagni, garage, ampio giardino. Tutta ristrutturata con ottimi materiali. Cl. Energ.: n.d. Rif. B 10 € 225.000 tratt. RUSSI zona Villaggio famiglia Casa abbinata ad un lato: ingresso sala, pranzo, cucina abit., 3 letto, 2 bagni, studio, tavernetta, lavand., garage ampio e corte con giardino. Cl. Energ.n.d. Buono stato conservativo ed ampi spazi Rif.B. 42 € 300.000 tratt.

RUSSI Casa abbinata ad un lato. Ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 letto, 2 bagni, cantina, ampio giardino con posto auto. Da rimodernare. Rif. B 73 € 155.000 tratt. RUSSI Mini appartamento al piano terra arredato con ingresso indipendente no spese di condominio. € 80 000 tratt. No spese di mediazione PIANGIPANE Casa indipendente su lotto di mq. 670 circa. Ideale anche per 2 appartamenti. Necessita di lavori di ammodernamento. Cl. Energ.: n.d. Rif. B 11 € 200.000 tratt.

AFFITTASI

S. MICHELE Appartamento posto al PT con ingresso indipendente composto da: soggiorno, cucina abitabile, 2 letto, bagno, ripostiglio, ampio giardino con 2 posti auto. Recente costruzione. Cl. Energ.: n.d. Rif. V 93 € 145.000 RAVENNA – Zona S. Biagio Ampio appartamento composto da sala, cucina, 3 letto, 2 bagni, balconi verandati, cantina, 2 posti auto coperti. Ottimo stato abitativo. Cl. Energ.: n.d. Rif. V 97 € 190.000 tratt. S. PANCRAZIO Casa indipendente tutta ad un piano su lotto di mq. 600 circa. Ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 letto, bagno, vari ripostigli, garage. Da riattare. C.l. Energ. n.d. Rif. B 20 € 150.000 tratt. RUSSI E DINTORNI SI AFFITTANO appartamenti e villette di varie tipologie: arredati o non arredati. Canone mensile da € 350.000

www.russicasa.it - info@russicasa.it

Porto Fuori

Via degli Spreti, 71 I Ravenna Tel.0544.501515 - Fax 0544.504972 agenziaromagna@libero.it

S. ANTONIO

RAVENNA (Borgo Nuovo). Appartamento con ascensore. Ingresso in sala con angolo cottura, bel balcone a loggia, ripost., disimpegno, letto matrim., bagno con doccia. P. semint. Garage molto grande. Risc. aut.ARREDATO. € 470,00 (disponibile da luglio) RAVENNA (Centro Storico): ATTICO. Appartamento all’attico in fase di restauro completo composto da ingresso, soggiorno con terrazzo panoramico, cucina abitabile arredata, disimpegno, letto e bagno. P.T. posto auto. € 650,00 CENTRO (via Oriani): appartamento al 1° P. con ascensore, non arredato, composto da ingresso, soggiorno con balcone, cucina abit. con balcone, 2 letto matrimoniali, bagno. Cantina. P.T. posto auto coperto. Risc. aut. Finiture datate ma ambienti spaziosi. € 500,00

31

in campagna, casa ex colonica all’interno di una corte di 2.800 mq, con fabbricati di varia metratura ad uso servizio. Casa ristrutturata di 150 mq composta da ingresso, soggiorno, salotto, cucina ab., lavanderia e bagno. 1° P. 3 letto ampie (2 matrimoniali e doppia) e bagno. Ex stalla, capannone degli attrezzi e servizi per oltre 300 mq € 280.000 tratt PORTO FUORI

mq., con uscita sul portico con camino, bagno ampio con doccia e zona lavanderia. 1° P. composto da 3 camere da letto di cui una matrim. e due camere di oltre 11 mq., bagno con vasca e doccia. Piano semint. collegato direttamente dalla zona giorno composto da garage per 2 auto e zona cantina predisp. a lavanderia. Risc. a pavimento, pannelli fotovolt. e solari, predisp. domotica e clima. Finiture pregiate. € 360.000. VIA VICOLI: casa singola da ristrutturare di ampie dimensioni, su grande lotto di terreno di oltre 1.100 mq. Ideale per realizzare una grande villa o più ville avendo un’ampia area a parco disponibile. Oltre alla casa sono presenti alcuni fabbricati uso garage e cantina. Il terreno è edificabile e si trova in un contesto molto favorevole. Info in ufficio. PUNTA MARINA

VENDESI

CENTRO/S. BIAGIO:

Appartamento di nuova costruzione tutto al piano terra con finiture a scelta del cliente. Soggiorno con cucina, disimpegno, letto matrimoniale, studiolo, bagno con doccia e ripostiglio. P. int. Garage ampio e posto auto di proprietà. Risc. a pavimento. Pannelli solari. Prezzo interessante.

villa di nuova costruzione, molto bella, con ambienti spaziosi, tecnologicamente all’avanguardia. Giardino su 3 lati per circa 130 mq., bel soggiorno, cucina ampia di oltre 18

Bella villetta abbinata, Giardino sul fronte con portico d’ingresso, soggiorno, disimp., cucina abit. grande con uscita in giardino con pergolato, bagno con doccia. 1° P. letto matr.le , camerino, bagno, balcone e terrazzo. Mansarda composta da camera da letto con terrazzo e sottotetto uso ripost. Da vedere. € 224.000 tratt.

ideale per genitori/figli Casa singola su lotto di mq 450 composta da due unità abitative indipendenti. AL PIANO TERRA: Soggiorno con angolo cucina ammobiliato e camino, disimpegno, camera da letto matrimoniale, bagno, lavanderia. Giardino su 4 lati con irrigazione automatica e pergolato in legno, doppio garage, tavernetta con camino. AL PIANO PRIMO: Portico d'ingresso, ampio soggiorno, cucina in muratura, balcone, camera da letto matrimoniale con bagno in camera, camera da letto singola, bagno con vasca e doccia, mansarda abitabile, bagno e terrazzo.

OTTIME RIFINITURE: clima, aspirazione centralizzata, allarme, zanzariere, tende da sole.

€ 550.000,00

via Castel San Pietro 1 . Ravenna tel. 0544 39471 . fax 0544 214812 agenziasanrocco@libero.it


Una casa dove sentirsi a casa! C A S A FA M I G L I A P E R A N Z I A N I

• assistenza 24 ore su 24 con operatori qualificati

• fisioterapia

• assistenza infermieristica

• sostegno alle famiglie anche con brevi ricoveri e assistenza diurna

• ambiente familiare con animazione e attività ricreative

• possibilità anche per anziani non autosufficienti

ULTIMA NATA, RECENTE APERTURA: CASA FAMIGLIA

Alba Serena RAVENNA v i a Te v e r e , 3 - Te l . 3 3 3 6 5 2 9 4 6 3

RAVENNA casa famiglia

Violino

Vicolo Violino, 20

RUSSI casa famiglia

Serenella

Via Chiesuola, 61

casa famiglia Diamante casa famiglia

Via Garibaldi, 14

Fenice Via Cacciaguerra, 7/1

RD 23 05 13  

RD 23 05 13

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you