Issuu on Google+

Nel mese di luglio tutti i venerdì MUSICA LIVE

Nel mese di luglio tutti i venerdì MUSICA LIVE

Via Arnaldo Guerrini, 9 RAVENNA - Tel. 0544 218227 caffebelli.ravenna@gmail.com

Via Arnaldo Guerrini, 9 RAVENNA - Tel. 0544 218227 caffebelli.ravenna@gmail.com

11 luglio 2013 n. 543

w w w. r a v e n n a e d i n t o r n i . i t

Redazione tel 0544 271068 redazione@ravennaedintorni.it • Pubblicità tel. 0544 408312 info@reclam.ra.it

CARTELLI STRADALI

Il Comune sbaglia la traduzione in francese

Foto Adriano Zanni

A PAGINA 9 RAVENNA FESTIVAL

A Russi la Romagna profuma di Balcani A PAGINA 12 L’INTERVISTA

A tu per tu con Iriondo, chitarra degli Afterhours A PAGINA 13 COTIGNOLA

Torna l’arena di balle di paglia: il programma A PAGINA 15 INSERTO

Riolo Terme: alla scoperta delle delizie nascoste PAGINE CENTRALI

LA CINA SI AVVICINA ECONOMIA

Piazza Paul Harris, 21 - Ravenna Tel. 0544 590701 www.copisteriaprojectservice.com

SUPPLEMENTO

Ravenna e l’Oriente: affari, turismo, imprese e personaggi

Uno speciale dedicato alla corsa verso il 2019

C’è il ravennate che ha insegnato l’alta moda ai cinesi e ci sono i ravennati che si rivolgono a un sito internet nato apposta per conquistare investitori dalla Cina in Italia. L’Oriente ingolosisce imprenditori e lavoratori anche a Ravenna. Comincia a muoversi anche la macchina turistica: le disponibilità economiche aumentano e con loro anche la possibilità di viaggiare. Intercettare i nuovi mercati non sarà facile ma i numeri dicono che in città gli arrivi sono in crescita.

La gara per il titolo di capitale europea della cultura è ai momenti decisivi: in allegato uno speciale su quanto fatto finora. Il 12 luglio lo presenteremo con lo staff di Ravenna 2019 a un aperitivo con i lettori al caffè Nazionale.

SERVIZI DA PAGINA 4 A PAGINA 7

A PAGINA 10

VIALE DELLE AMERICHE 120 PUNTA MARINA TERME (RA) “VILLAGGIO TEODORICO” TEL. 0544 437166 CHIUSO IL LUNEDÌ

Giovedì 18 luglio - ore 21,30

musica live con Valentina Cortesi trio WWW.DELIZIEAZZURRE.COM DELIZIEAZZURRE@GMAIL.COM

FUORI TUTTO PER TRASFERIMENTO SEDE

OTTICA MONTATURE A PARTIRE DA =C 10

ULTIMI GIORNI! fornace zarattini via della merenda 3/5 vicino hotel cube tel. 0544.460778

Editore Reclam Aut. Trib. di Ravenna n. 1172 del 17/12/2001 Direttore responsabile: Fausto Piazza Stampa: Galeati Industrie Grafiche Anno XI nr. 542. Poste Italiane spa - Sped. in abb. post. D.L. 353/2003 (conv. di legge 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB C.R.P.- C.P.O. RAVENNA. Prezzo€ COPIA OMAGGIO


CRONACA& POLITICA

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 11 luglio 2013

ASSOCIAZIONI

FESTE DI PARTITO

CRONACHE ROMANE

Nasce un osservatorio costituzionale permanente

A Marina sbarca il Pd dopo l’addio della Lega A Porto Fuori c’è Speranza

Nasce a Ravenna un Osservatorio costituzionale permenamente in difesa della Costituzione. Al momento vi hanno aderito I Comitati in Difesa della Costituzione della provincia di Ravenna (Bagnacavallo, Faenza, Ravenna), Libertà e Giustizia, circolo di Ravenna, Comitato per la Legalità e la Democrazia, Comitati Acqua Bene Comune, Anpi, Arci, Cgil, Gruppo della Zuccherificio, Magistratura Democratica. «In questa fase di allarme per il rischio di stravolgimento della Costituzione, i nostri compiti prioritari – scrivono in una nota i promotori – il contrasto l’intenzione del governo di non rispettare l’art.138 (che disciplina le leggi che possono riformare la Costituzione stessa), l’opposizione a ogni tentativo di presidenzialismo o semipresidenzialismo, la richiesta della riforma delle legge elettorale come priorità assoluta». Info: salviamolacostituzione.racine.ra.it/wordpress/

INCONTRO La festa comunale del Pd a Punta Marina che si è svolta per la prima volta su due week end, con grande successo di pubblico agli stand.

Mentre la Lega Nord Romagna abbandona Marina di Ravenna come location per la propria festa nazionale e cerca di organizzarla, pur lamentando l’ostruzionismo dell’Amministrazione, a Cervia, il lido ravennate vede invece arrivare la novità del Pd. Apre infatti giovedì 11 luglio, nel giardino del circolo Pd di viale Zara, una Festa dell’Unità che prosegue fino a domenica 14 luglio. Il programma prevede due incontri politici: il primo nella serata di apertura alle 21 in piazza Dora Markus su Adriatico e Croazia con la deputata croata Ingrid Anticevic Marinovic, l’eurodeputato Salvatore Caronna, il presidente della Regione Vasco Errani e il consigliere regionale Miro Fiammenghi. L’altro incontro, sempre in piazza Dora Markus sempre alle 21, è per venerdì 12 sul tema ‘I porti di Ravenna’. Interverranno tra gli altri l’onorevole e segretario provinciale Pd Alberto Pagani, Fabrizio Matteucci, il presidente Sapir Matteo Casadio, il presidente dell’autorità portuale Galliano Di Marco. Prosegue intanto la festa del Pd a Porto Fuori. Ancora venerdì 12 luglio alle 18.30 l’incontro dal titolo “L’iniziativa del Pd nell’attuale fase politica” con l’onorevole Roberto Speranza, capogruppo Pd alla Camera. Introduce Danilo Manfredi, segretario comunale Pd Ravenna. Poi domenica 14 luglio alle 21 interverrà l’onorevole Alberto Pagani, segretario provinciale Pd Ravenna ormai giunto al termine del mandato locale. Forse un’occasione per saperne di più anche sui congressi locali che dovrebbero precedere quelli nazionali e per cui, per esempio, stanno affilando le armi anche i renziani ravennati, in sintonia con ciò che accade a livello nazionale.

Roberto Speranza, ospite venerdì 12 luglio a Porto Fuori

Acqua pubblica: comitati delusi dagli amministratori I comitati referendari per l’acqua come bene pubblico hanno ottenuto l’incontro con gli amminsitratori del territorio romagnolo e si dicono insoddisfatti delle risposte ottenute nell’incontro dell’8 luglio che hanno ottenuto dopo oltre un anno di richieste. «Gli amministratori – scrivono i comitati – hanno sostanzialmente eluso nel rispondere alle nostre richieste pronunciando una debole posizione di principio per l' acqua pubblica, affermando che non ci sono ad oggi le condizioni per impegnarsi esplicitamente per il percorso di ripubblicizzazione del Servizio Idrico Integrato». Cosa che invece i comitati chiedono alla luce degli esiti referendari del 2011 che avevano raccolto i sì di oltre 500mila romagnoli.

INFORMAZIONE

ECONOMIA

Il giornalista Errani e Giubilei antimafia Abbate all’assemblea ospite al Fandango della Legacoop Venerdì 12 luglio, Lirio Abbate, giornalista antimafia sotto scorta de L’Espresso presenterà il suo libro “Fimmine ribelli come le donne svelano il paese della n’dragheta” (Rizzoli) al Fandango di Marina di Ravenna, intervistato da Matteo Cavezzali. Appuntamento alle 18.30.

Un aperitivo con

Venerdì 12 luglio, alle 9.15, a Cinemacity si tiene l’assemblea annuale di Legacoop. L’introduzione sarà di Elio Gasperoni, presidente di Legacoop Ravenna, mentre òa tavolo rotonda sarà moderata da Giuliano Giubilei, del Tg3. Intervengono il presidente Vasco Errani, Pietro Modiano, presidente di Nomisma e Paolo Cattabiani, presidente di Legacoop Emila-Romagna.

di Ravenna Capitale Europea

della Cultura

Bersani, il funambolo della logica e della parola di

ANDREA CASADIO

Il candido Bersani l’ha finalmente ammesso, al Festival dell’Unità di Cremona: «Mica io volevo fare l’alleanza con Grillo, sono mica matto! E al M5S lo dico sempre: possiamo discutere di tutto, ma non di una questione. La democrazia. Non esiste la possibilità che ci siano movimenti o partiti dove comanda uno solo. Se questi qui vanno al governo, poi all’Italia tocca ubbidire a uno solo e non va bene». Quest’uomo è veramente un funambolo della parola e della logica. Traducendo, la fossa delle Marianne del suo profondo pensiero: «Noi piddini non ci alleeremo mai con i M5S, che sono un movimento personalistico comandato dal tiranno Grillo. QUINDI ci siamo alleati con il Pdl, che è notoriamente un partito pluralista, democratico e aperto». Complimentoni! Ma qualcuno ha mai detto a Bersani che se c’è un partito dove comanda uno solo (per chi del Pd non lo sapesse: Silvio Berlusconi) quello è il Pdl? Nessuno gli ha mai detto che forse Berlusconi - uno che ha cambiato le leggi per non venire condannato, che ha cercato di fare approvare leggi incostituzionali per scampare ai processi, che è accusato di avere comprato senatori per fare cadere il Governo Prodi, che ha corrotto giudici e comprato sentenze e che è stato appena condannato a sette anni per concussione e induzione alla prostituzione minorile – è un tantinello più pericoloso di un Grillo che parla a vanvera e fa tirannicamente cacciare qualche anonimo onorevole dal suo movimento? Cioè voi piddini davvero credete che Previti e Dell’Utri siano meno pericolosi di Vito Crimi? Nessuno del Pd ha qualcosa da obiettare? Ancora state ad ascoltare Bersani, uno che alle ultime elezioni politiche è stato capace di dilapidare in due mesi venti punti di vantaggio su Berlusconi (a inizio gennaio nei sondaggi il Pd era al 38 percento, il Pdl al 18) e perdere delle elezioni già vinte? Perché è stato Bersani, coi suoi tentennamenti, i suoi borborigmi farfugliati e la sua vaghezza su tutto a farvi perdere le elezioni. Visto che la spiegazione offerta da Bersani è ovviamente folle, c’è una sola lucida spiegazione: il Pd ha VOLUTO scientemente allearsi con il Pdl perché il Pdl ha potere – ha uomini nelle istituzioni, nei tribunali, nelle fondazioni bancarie, nella finanza, nei giornali, nelle Tv – mentre il M5S, no. Perché per dividere il potere ti devi alleare con chi ce l’ha, cioè il Pdl, mentre i grillini (perdonatemi la volgarità) non contano un cazzo. Questa del resto è la strategia del presidente Napolitano, di D’Alema e del Pd che da loro dipende, questa è la chiave della loro realpolitik: “Se qualcuno ha potere politico, anche se l’ha conquistato con metodi discutibili o apertamente illegali, devi a scendere a patti con lui, anche se è il tuo nemico.” E assieme a lui organizzare bicamerali, distribuire appalti e nomine, e magari persino riscrivere la costituzione. Prigioniero del suo cupio dissolvi, intanto il Pd si sta dedicando con solerzia all’opera di demolizione dell’unico candidato all'orizzonte che potrebbe fargli vincere le future elezioni: Matteo Renzi. Perché non crederete mica che il torpido Enrico Letta sia in grado di sconfiggere Berlusconi, vero?

parole racconti incontri

Venerdì 12 Luglio ore 18,30 presso il Nazionale piazza del Popolo - Ravenna con presentazione del supplemento dedicato alla candidatura

3

L’incontro con i lettori, gli amici e lo staff di Ravenna2019 è l’anteprima degli aperitivi di Ravenna&Dintorni che da settembre si svolgeranno nei caffè del centro storico


4

ECONOMIA& SOCIETÀ

giovedì 11 luglio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

LA STORIA/1

IL SITO INTERNET

La barista che ha detto no «È venuto un emissario ma volevo un romagnolo»

Cercansi imprenditori cinesi 1,4 milioni per il bagno al mare

Uno fa il venditore di caffè e introduce l’altro che si presenta come «emissario di un compratore cinese» e si dice pronto a fare un’offerta «abbastanza vantaggiosa» con una parte del pagamento «in nero». È la strana coppia che la proprietaria di un bar del forese di Ravenna si è trovata di fronte con una proposta per l’acquisto del suo locale. No, a un cinese no: questa la scelta della donna che dopo un’attività pluridecennale, una vita intera passata dietro al bancone, si era decisa a vendere per la crescente difficoltà a far quadrare i conti e la stanchezza di tanti anni di lavoro. Sono stati quasi una trentina a farsi avanti per comprare il suo bar (venduto poi nel 2011) ma quell’incontro con «l’emissario del cinese» non l’ha proprio dimenticato. Non si è mai arrivati a una vera e propria proposta con cifre: il rifiuto della donna è stato categorico dal principio: «Preferivo cedere la mia attività a un italiano, ancora meglio se romagnolo. Non per scelte ideologiche ma perché volevo vedere il mio piccolo bar-tabaccheria in mano a qualcuno di familiare, qualcuno in grado di mantenere la caratteristica atmosfera conviviale di quel ritrovo di paese». E così in effetti è andata a finire. Ancora oggi l’ex proprietaria è contenta della sua decisione, anche perché alla fine è riuscita a trovare quell’acquirente ideale in cui aveva sperato: il bar oggi è in mano a un ragazzo originario del paese stesso. (ma.pe).

Dalla villa con parco a Russi per 750mila euro al bar di Faenza per 100mila, dal negozio di parrucchiera a Massalombarda per 18mila all'appartamento a Ravenna per 155mila fino allo stabilimento balneare a Marina Romea per 1,4 milioni: c'è vasta scelta per la Cina che vuole fare affari in provincia di Ravenna. Quelli elencati sono infatti alcuni degli annunci pubblicati da ravennati, privati o imprenditori, sul sito Vendereaicinesi.it che ha aperto all’inizio del 2013 proprio per offrire agli italiani una vetrina rivolta all’imprenditoria cinese che in tempi di crisi sembra rimasta una delle poche pronta a investire liquidità. Il sito web, creato dalla società piemontese Mito che riunisce soci italiani e cinesi, è solo una piattaforma per annunci con l'aggiunta della traduzione in cinese per facilitare la diffusione dell'offerta: «Dopo la pubblicazione sul nostro sito – spiegano dalla Mito – diffondiamo l'annuncio anche su altri siti frequentati dalla comunità cinese, su giornali cartacei in lingua cinese distribuiti in Italia e presto anche su canali televisi cinesi visibili in Italia. Le trattative poi avvengono privatamente quindi non sappiamo quante si concludano positivamente». Inizialmente il progetto pun-

MOBILI CESTERIA ARREDO GIARDINO OGGETTISTICA DAL MONDO

QUALITÀ E PREZZO art. GDP08

Brandina pieghevole, struttura in alluminio, tessuto in textilene, cm 190x58 h.27, disponibile nei colori BLU o BIANCO

€ 39,00 art. GDP09

Completo 2 poltrone, divanetto e tavolino in rattan sintetico Wicker, cuscini beige sfoderabili, wicker piatto 25 mm, colore castagna.

€ 295,00

GDP09 - Brandina pieghevole struttura in metallo verniciato per esterni, tessuto in poliestere. GDP04 - Sdraio basculante in metallo tubolare O\ mm24 verniciato per esterni, tessutotextilene. Entrambi cm 190x58 h.27, disponibili nei colori BLU o BIANCO

art. GDP04

€ 25,00

Ravenna - Parco Commerciale zona Bassette, via A.Grandi 70/72 - Tel.0544-454322 info@albert-arredamenti.it - outdoor.albert-arredamenti.it - www.albert-arredamenti.it

camera di commercio LA CARICA DEI 160 In provincia di Ravenna al 31 dicembre scorso erano 160 le imprese individuali cinesi registrate alla Camera di Commercio, in aumento del quattro percento rispetto a dodici mesi prima. Di queste 160 circa un terzo si trovano nel comune capoluogo. L'incidenza delle partite Iva cinesi sul totale delle imprese individuali (quelle composte solamente dal fondatore) in provincia di Ravenna è allo 0,7 percento (a livello italiano questa percentuale arriva all'1,3 percento). È bene ricordare che nella nostra provincia le ditte individuali sono 23mila, oltre la metà delle 42mila imprese registrate in totale.

tava solo agli annunci di immobili e attività commerciali. Poi le esigenze della clientela cinese hanno ampliato la gamma di categorie: «Sono stati i nostri stessi clienti a chiederci di avere contatti con professionisti esperti di leggi in Italia, come a esempio i commercialisti. Poi abbiamo aggiunto i beni di lusso e le prestazioni di lavoro». Dalla provincia di Ravenna sono arrivati dodici

annunci relativi ad attività commerciali, cinque annunci relativi a immobili, due relativi a offerte di servizi professionali e uno relativo alla vendita di beni di artigianato e pelletteria. Oltre agli immobili già citati si trovano anche un ristorante a Riolo Terme, un centro sportivo a Faenza e altre attività sparse per la provincia. Andrea Alberizia


ECONOMIA& SOCIETÀ

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 11 luglio 2013

LA STORIA/2

Il barista che ha detto sì «Ho ricevuto solo offerte da imprenditori orientali» «Il bar è cambiato, non è più il luogo di ritrovo di prima». Lo dice il pensionato seduto a un tavolino del Boston in via Vicoli: dall’inizio del 2011 il locale è passato nelle mani di una famiglia cinese, diventando uno dei primi bar in città guidati da imprenditori asiatici. Che preferiscono non parlare della loro esperienza a Ravenna. Acquistarono la licenza dell’attività dal ravennate Matteo Collina, costretto a vendere dopo quasi vent’anni da barista di fronte a gravi problemi familiari che portarono a una mancanza di personale: impossibile, a detta dell’imprenditore, l’assunzione di nuovi impiegati visti i costi che avrebbe implicato. Così Collina, già da metà 2010, cominciò a muoversi per vendere: non si rivolse a un’agenzia ma si limitò a «mettere la voce in giro». In pochi mesi si fecero avanti quattro o cinque potenziali acquirenti, tutti di c o n f e s e r c e n t i origine cinese: «Non sono arrivate le famigerate proposte indecenti, IL MEDIATORE PER I COMMERCIANTI nessuna borsa o valigetta piena di Ad accorgersi del proliferare delle impresi cinesi soldi, nessuna offerta irrinunciabisul territorio è anche Confesercenti che da un le». Insomma quella dei grandi caanno ha attivato un mediatore culturale e ha aspitali cinesi, secondo il vecchio sociato numerosi nuovi imprenditori. «Molti improprietario del Boston, appare prenditori cinesi non parlano bene italiano per più una leggenda metropolitana questo da un anno abbiamo un cinese nato in che una realtà. italia che ci fa da mediatore. Da molti anni ne abIl bar era stato messo in piedi biamo anche uno per i negozianti arabi», spiega dai suoceri negli anni Sessanta e, Giacomo Costantini di Confesercenti. «Sui negodopo un paio di gestioni esterne zi cinesi girano moltissimi pregiudizi. Se ad alla famiglia, era passato a Matteo esempio chiude un ristorante per qualche mese il 15 gennaio del 1992. L’attività per fare dei lavori dicono che hanno trovato dei ha regalato momenti d’oro nel cani nel freezer, tutte frottole. Oppure dicono passato, «con divertimenti e tante che non pagano le tasse o che girano con valige iniziative di gioco e svago insieme piene di contanti. Tutto inventato. Quello che è ai clienti, ma negli ultimi anni l’atvero è che sono lavoratori instancabili». mosfera era cambiata e le frequenti delusioni si sono sostituite ai giorni felici». Fino alla cessione ai cinesi (una coppia con una figlia): «La cessione non è stata semplice», sintetizza Collina. Ma anche potendo tornare indietro venderebbe comunque il bar. E se fosse arrivato qualche altro acquirente, magari italiano? «Avrei venduto a un italiano, ma si sono presentati solo cinesi». Matteo Pezzani

5

LA CATENA

Wok, la padella-ristorante che spopola In città tre locali con la tipica cucina «tutto a volontà» «Quanti siete?». «No guardi, non sono venuto a mangiare». «Da solo? C’è posto anche per uno». «No, davvero, sono un giornalista, vengo per un articolo». Va subito al sodo Anna, titolare del Wok in via Trieste gestito con la famiglia: «Abbiamo aperto da tre anni e tre mesi, lo abbiamo comprato con i risparmi di molti anni». Parla un italiano che le si spezza tra i denti e non è semplice capirsi se non si parla di gastronomia, ma lascia intendere che è soddisfatta degli affari, molti clienti, tutti italiani. In questi mesi i Wok a Ravenna sono diventati tre, diventando la catena di cibo internazionale con più filiali in città in un pareggio 3-3 con gli americani del McDonald’s. Per la precisione Wok non è una catena vera e propria, nemmeno un franchising, ma semplicemente una serie di locali che sta nascendo in giro per il mondo: si chiamano allo stesso modo e propongono un menù simile, ovvero un «tutto a volontà» che mescola cucina cinese ad altre cucine orientali come la giapponese o la tailandese a prezzi molto contenuti e servizio a buffet. Il nome viene dalla parola cantonese che indica la padella tradizionale cinese, quella larga e profonda entrata nelle cucine di tutto il mondo grazie alla commercializzazione che ne ha fatto Ikea. Una storia di globalizzazione insomma. Ma gli affari come vanno? «D’estate molto bene – spiega Anna –. La gente che va al mare si ferma qui a

mangiare, d’inverno invece viene poca gente». E dopo i due nuovi Wok, uno in via Faentina accanto a Ipertoys e l’altro nel complesso della coop di via Faentina. «Non ho paura che ci facciano concorrenza – continua Anna –. Noi ci siamo da tempo e abbiamo i nostri clienti, loro sono in un’altra zona». E la concorrenza deve fare i conti con qualche difficoltà ma pare essere ottimista sul futuro: «È il primo ristorante che apro a Ravenna, ma ho lavorato per altri ristoranti che avevamo aperto con la famiglia». Si fa chiamare Mario il proprietario di Shilin Wok in via Faentina: è cresciu-

to a Shanghai, in Italia da venti anni, ma ancora parla un italiano stentato. «Abbiamo avuto altre attività di vario genere da ristoranti a locali di slot machine prima a Reggio Emilia poi a Parma, ora i miei cugini hanno un negozio a Savignano». Gli affari però non vanno molto bene: «Era partita molto bene, ma adesso la gente va a mangiare al mare, speriamo che in autunno torni». Anche Mario non ha fatto nessun mutuo per avviare l’attività: «Il locale non è nostro, siamo in affitto e per i lavori di abbiamo usato i soldi che avevamo». Matteo Cavezzali


6

ECONOMIA& SOCIETÀ

giovedì 11 luglio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

I DATI Ancora incide meno dell’uno percento sul totale di arrivi e presenze ma è in crescita con ritmi che toccano anche la doppia cifra percentuale. È il turismo cinese in provincia di Ravenna. Nel 2012, secondo le statistiche elaborate dal servizio turistico della Provincia, le strutture ricettive hanno registrato dalla Cina 1.314 arrivi e 3.177 presenze, rispettivamente in aumento del 40 percento e del 7,5 rispetto ai dodici mesi precedenti che già avevano registrato una crescita sul 2010 (18 percento e 52). Per dare un quadro completo del fenomeno vale la pena aggiungere che sul totale del flusso in entrata (1,3 milioni di arrivi all’anno) la presenza straniera si assesta tra il 17 e il 19 percento. Ha tra i venti e i trenta anni, spende poco e viaggia con tour organizzati, è interessato a scoprire città d’arte alternative. È l’identikit base del turista cinese secondo uno studio elaborato dalla Regione Emilia Romagna che si sta muovendo sulle nuove frontiere del turismo. L’interesse per le città d’arte alternative sembra poter giocare a favore di Ravenna. C’era una volta il turista tedesco che veniva a trascorrere l’estate nella riviera Romagnola. Poi sono aumentati i prezzi, il costo dei voli per le spiagge caraibiche sono crollati e oggi i tedeschi bisogna cercarli con il binocolo. Allora il sistema romagnolo ha iniziato a cercare nuovi turisti all’estero, e come si possono sottovalutare i cinesi? La nuova potenza economica mondiale sforna ogni anno milioni di turisti che, ora con qualche disponibilità economica in più, vogliono scoprire il mondo. Sono due milioni, secondo l’Istat, i turisti cinesi ad arrivare in Italia ogni anno, uno su tre passa dall’Emilia-Romagna. La domanda è quanti ne arrivano a

La Cina a caccia di mosaici In provincia cresce il turismo orientale attirato dall’arte stesso tempo). L’itinerario è standard: Roma, Firenze, Venezia, Milano. Ma le variazioni sono possibili visto che moltissimi cinesi visitano città solitamente meno battute come Treviso, Pistoia e ovviamente Prato, dove c’è una grande comunità. Il problema principale sono i voli. Alitalia non ha collegamenti diretti con la Cina da nessuna città, tutti i voli fanno scalo in Germania o in Francia. Il turista cinese che potrebbe venire a Ravenna è quello che arriva al-

Ad attrarre i turisti cinesi oltre ai monumenti è lo shopping e lo studio delle tecniche artigianali delle botteghe italiane, mentre sono estranei al turismo gastronomico visto che la cucina italiana non è molto gradita, né tantomeno la spiaggia. Ad attrarli a Ravenna potrebbe essere quindi la tecnica del mosaico che già porta in città numerosi asiatici interessati con soggiorni lunghi anche diversi mesi. Ma non solo l’arte attrae in città dall’estremo oriente: «Da noi sono venuti turisti cinesi, la maggior parte per turismo legato al business – racconta Filippo Donati titolare dell’hotel Diana –. Hanno esigenze molto diverse dai turisti occidentali: ad esempio non gradiscono la colazione europea e portano verdure liofilizzate da mangiare quando si svegliano. Hanno esi-

numeri

1314 40% popolazione RESIDENTI RADDOPPIATI DAL 2009 Erano 428 i cittadini cinesi regolarmente residenti nel comune di Ravenna al 31 dicembre 2012. Una piccola percentuale della presenza straniera sul territorio (in totale circa ventimila persone su 160mila residenti) ma in crescita continua: erano 274 nel 2009, 334 nel 2010 e 368 nel 2011. I dati dall’ufficio immigrazione della questura confermano la crescita delle presenza cinese: nel 2011 furono 14 i permessi di soggiorno rilasciati, 38 nel 2012 e 27 nei primi sei mesi del 2013. I rinnovi sono stati rispettivamente 108, 386 e 147. Le espulsioni sono state tre nel 2011, quattro nel 2012 e due finora nel 2013.

Gli arrivi di turisti dalla Cina in provincia di Ravenna nei dodici mesi del 2012. Per arrivi si considera il numero delle persone che si sono registrate in albergo. Le presenze sono invece il numero di notte trascorse sul posto.

Ravenna? E come portarne di più? Analizziamo il problema dall’inizio. Chi viene in Italia dall’estremo oriente mediamente conosce poche cose del nostro Paese e spesso visita l’intera Europa in due o tre settimane (come gli italiani visitano l’intera Cina nello

l’aeroporto di Bologna o che da Venezia scende in autobus verso Roma. In questa tratta infatti alcuni passano dalle nostre zone e visitano Ravenna in un paio di ore toccando solo i monumenti principali. Solitamente viaggiano in gruppi molto numerosi. Grazie alla forza contrattuale che possono vantare portando molte persone in bassa stagione arrivano a trattare sulla base di 12 euro a testa per dormire, in stanze triple o quadruple.

L’aumento percentuale degli arrivi cinesi in provincia nel confronto tra 2012 e 2011. Nel confronto fra 2011 e 2010 l’aumento era stato del 18 percento.

genze diverse anche per le stanze, a Francoforte sono nate strutture apposite per il turismo cinese, lì molto forte grazie all’aeroporto». Intanto l’Enit, ente nazionale turismo, ha potenziato le ambasciate a Pechino e Shangai per velocizzare l’iter burocratico del turista. Chi infatti vuole venire in Italia dall’oriente deve procurarsi un visto che prevede ben 13 passaggi burocratici, contro i 6 degli altri Paesi europei. Matteo Cavezzali

LE SCUOLE INFORMANO

DIDATTICA E AVVIAMENTO AL LAVORO

Scuola Pescarini: la formazione professionale nell’epoca della multiculturalità Intorno al tema "Didattica e interculturalità: dalla formazione al lavoro" si è concluso recentemente a Ravenna con un seminario di studi, il percorso internazionale del progetto Leonardo che ha indagato sullo "stato dell'arte" degli istituti di Formazione Professionale in Italia, Spagna, Germania e Romania e sui possibili strumenti innovativi per migliorare l’efficacia dell’azione formativa, sperimentati anche attraverso un coaching con docenti e coordinatori di corsi. L'iniziativa – promossa dalla Scuola Arti e Mestieri "Pescarini" di Ravenna e Faenza, in collaborazione con la società di ricerche economiche e sul lavoro Genesis di Bologna – dopo due anni di scambi a livello europeo, coordinati dalla Handwerkskammer Freiburg (Camera dell’Artigianato di Friburgo) ha cercato di metter a fuoco buone prassi nel campo della formazione e dell'addestramento professionale. Soprattutto sul versante dell'integrazione culturale e linguistica degli allievi, nella prospettiva di migliorare l'efficienza didattica e sviluppare un buon raccordo con il mondo del lavoro. «In sostanza il tema dell'interculturalità riguarda la compresenza nelle scuole professionali di studenti immigrati di diversa provenienza – spiega il direttore del Pescarini Luciano Casmiro –. Per chi gestisce l'attività formativa significa convivere, insegnare e lavorare, con giovani che parlano lingue ed esprimono culture, valori e comportamenti diversi fra loro». Come risolvere questa Babele, cercando di raggiungere gli obiettivi di orientamento e avviamento all'impiego? Il seminario ravennate – grazie ai report presentati dagli esperti di Genesis, Massimo D'Angelillo e Roberto Rossi – ha evidenziato, ad esempio, i limiti del sistema italiano e, d'altra parte invece, alcune efficaci metodologie messe in campo dall'analogo sistema tedesco. «Partiamo dall'impostazione della Germania – argomenta Il direttore Casmiro – semplice ma strategica, che parte dalla selezione degli allievi in base all'uso della lingua. Solo chi conosce bene il tedesco ha accesso ai corsi. Questa è già una prima, ma fondamentale chiave di integrazione che dà subito frutti positivi nella didattico ed evita molte criticità sul piano della comunicazione fra gli

Un momento del seminario su “Didattica e interculturalità” promosso a Ravenna dalla scuola Pescarini e Genesis

studenti e con gli insegnanti. In Italia – e l'esperienza del nostro Istituto lo evidenzia – non esiste questa prassi, per cui le scuole professionali svolgono di fatto una funzione sussidiaria di servizio sociale. Se all'interno delle aule, oltre alla normale attività di insegnamento, si devono recuperare fondamentali lacune di comprensione linguistica o culturale, si rischia di trascurare o ritardare l'obiettivo pratico formativo». La scuola Pescarini oggi accoglie circa 240 alunni immigrati, oltre il 60% degli allievi, provenienti in gran parte dal Nord Africa, ma anche dall'Oriente e dall'Est Europeo. A quanto pare, ma non è un fenomeno solo ravennate, negli ultimi anni si è registrato un crollo della presenza dei rumeni, attirati in patria di origine da un tasso di crescita che sfiora il 4%. Oggi in Romania si trova molto più lavoro che in Italia. Un fenomeno simile di "ritorno a casa" ha interessato anche la comunità albanese.

«Comunque sia, il sistema Italia – continua il suo ragionamento Casmiro – denota una certa disorganizzazione nell'affrontare la questione multiculturale: non c'è coordinamento e armonia fra leggi e regolamenti, ruoli e funzioni, sia dello Stato che delle istituzioni decentrate. Le normative sono poco chiare, mentre le risorse per il settore sono modeste e in calo. In un quadro comparato con la Germania emergono tutte le criticità del nostro sistema nel quale regole e prassi efficienti sono surrogate dalla buona volontà degli operatori didattici e di quelli sociali». Quindi che fare? Come raddrizzare il sistema formativo in funzione multiculturale? «Servirebbe una regia, con una divisione dei compiti più chiara, netta e coordinata – suggerisce il direttore Casmiro – Certe questioni di fondo dell'immigrazione che riguardano difficoltà linguistiche, disagi economici e comportamentali, dovrebbero essere prima accolte e poi risolte nel quadro degli ausili socio-sanitari. Per quanto ci riguarda la multiculturalità invece potrebbe essere una risorsa e un vantaggio, sia per il sistema produttivo oggi alla ricerca di figure professionali che spesso scarseggiano sul mercato del lavoro, sia per i ragazzi stranieri che imparando un mestiere e trovando un impiego coglierebbero un'autentica occasione di integrazione e di riscatto sociale. Una ricchezza per tutti».

via Manlio Monti 32 - Ravenna. Zona Bassette Info tel. 0544 687311 - www.scuolapescarini.it


LA STORIA

L’uomo che insegnava la moda ai cinesi L’esperienza di Alberto, ispettore di produzione in fabbrica in Oriente La storia di Alberto inizia nel 2001 mentre lavorava in un hotel di lusso in Riviera, posto che aveva ottenuto grazie alla perfetta conoscenza delle lingue inglese e tedesco. «Negli ultimi giorni della stagione – ci racconta Alberto, 35enne ravennate che preferisce restare anonimo – conosco un imprenditore toscano che si occupa di abbigliamento invernale di alta gamma; devo avergli fatto una gran buona impressione dato che due mesi dopo ero assunto presso la sua azienda in Toscana». Inizia così una nuova esperienza nel mondo dell’abbigliamento che lo porterà dopo qualche anno a diventare direttore delle vendite di un’azienda riminese, per la quale ha avuto quello che lui definisce «il grande privilegio» di poter girare tutto il sud-est asiatico (dalla Cina al Giappone, dalla Malesia alla Thailandia), per fare visita direttamente alle fabbriche dei fornitori. «Ho potuto così ampliare la mia conoscenza e comprensione del mondo che ci circonda, che negli ultimi 15 anni è divenuto sempre più globalizzato. Ho potuto vedere la parte dorata ma anche quella meno nobile della medaglia. Le fabbriche nelle quali ho lavorato erano tutte

in condizioni più che accettabili con dormitori e mensa per gli operai ma le paghe, nella zona del sud-est cinese, che nel 2001 erano mediamente di 150/200 dollari al mese, oggigiorno oscillano tra 450/500. Non è molto se paragonato ai salari medi in Italia. Ed è una delle principali cause della delocalizzazione». Su insistenza di Alberto il suo nuovo datore di lavoro nel 2007 ha introdotto una linea completamente made in Italy, dando lavoro a diversi piccoli laboratori in Romagna e in Veneto, ma agli inizi del 2008 l’azienda, che aveva una clientela esclusivamente estera, ha iniziato a soffrire per i pagamenti ritardati e la riduzione degli ordinativi a causa del costo elevato e della vendita al dettaglio sempre più difficile. «Anche in Russia, principale mercato per quella azienda – spiega Alberto –, erano arrivati i cinesi, con tanto di mercato nero, quindi prezzi più bassi, ma qualità discutibile. Tutto ciò ha causato ripercussioni non di poco conto e non vedendo grandi prospettive ho deciso di dimettermi». Rimasto senza lavoro ma con un’agenda piena di contatti, Alberto ha deciso di recarsi direttamente in Oriente «per

Licenziato per la crisi: «Ma ora lavorano per un marchio d’alta gamma anche grazie ai miei consigli»

vedere se ci fosse qualche azienda cinese seria, interessata a produrre abbigliamento di alta gamma fatto come si deve, con un uso di materia prima ricercata e con un’attenzione particolare nella produzione». «In buona sostanza – ci spiega –, ho pensato che potevo insegnare agli imprenditori cinesi che si può lavorare anche con un guadagno maggiore ma con un po’ più di cura e qualità senza voler per forza fare grosse quantità. Ho così trovato un’azienda con la quale per due anni ho collaborato come consulente sul posto per aiutarli a migliorare il loro processo produttivo, a un uso più efficiente delle materie prime, a un’accessoristica più ricercata; i cinesi devo dire che non hanno

gusto, né negli abbinamenti, né nella scelta dei colori. Facevo anche l’ispettore di produzione controllando che ogni singola confezione rispondesse agli standard di qualità da me imposti». Accortosi di una gestione economica piuttosto allegra dell’azienda, dopo due anni Alberto ha accettato la proposta di una concorrente, dove è riuscito ad esprimere tutto il suo potenziale «prendendo in mano una piccola fabbrica in Cina e trasformandola in un centro produttivo di elevatissima qualità grazie a una presenza ripetuta per lungo tempo sul posto». «Ho insegnato loro anche, banalmente, a impacchettare le confezioni in maniera che giungessero a destinazione non sgualcite, che potessero es-

Ristorante Pizzeria Dribbling Accogliente, gustoso e familiare APERTO LA DOMENICA A PRANZO SOLO SU PRENOTAZIONE

re se t s o v e l r pe Nuove proposte

Ogni mercoledì Serata a Tutta Pizza Proprio così! Antipasto, primo, due secondi e dolce, tutto a base di pizza, piú una bevanda media MINIMO 4 PERSONE !

€ 15,00

ristorantedribbling

7

ECONOMIA& SOCIETÀ

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 11 luglio 2013

sere spacchettate e appese in negozio senza bisogno di trattamenti di alcun genere», aggiunge Alberto. Le difficoltà sono iniziate nel 2012 quando anche in Cina si sono avvertiti chiari i segnali della crisi, «dovuti a una drastica riduzione dei consumi in Europa. Di rimando, anche le quantità da produrre in Cina si sono ridotte notevolmente, con la sopravvivenza dei marchi “top” e “da grande magazzino”; la fascia di prodotto senza un nome di grido ma di buona qualità ne ha sofferto più di tutti dato che la gran parte dei consumi si orienta su prodotti di prezzo più basso. Tanto che ad aprile di quest’anno l’azienda in questione mi ha comunicato di non potersi più permettere un ispettore di produzione e un consulente, quindi mi ha licenziato». Così Alberto è rientrato in patria e ora lavora per un’azienda del comparto energetico in Emilia-Romagna. «La parte positiva – commenta – è che ora, quella fabbrichetta di abbigliamento sta lavorando per un marchio dell’alta moda, anche grazie alle mie innumerevoli arrabbiature e consigli. L’altra grande soddisfazione è che ho potuto visitare l’oriente del mondo, venendo a contatto con culture, mode, tradizioni e persone diverse tra loro, imparando qualcosa da tutti, gioendo assieme a loro per gli obiettivi raggiunti e cercando di essere deciso senza trascendere quando alcuni concetti non venivano recepiti a dovere. Un insegnamento molto importante che ho tratto è che per poter parlare con cognizione di causa dell’oriente, nella fattispecie della Cina, bisogna, sempre recarsi sul posto e parlare con la gente che vi lavora e che vi abita. Solo così si avrà una conoscenza approfondita non viziata da leggende o casi limite dipinti come “normalità”». Luca Manservisi

Ravenna - Via Antica Milizia 50 tel. 0544 478065 - cell. 334 1091164 info@ristorantedribbling.it

Ampio parcheggio Spazio giochi per i bimbi

e fantasia - Bel giardino estivo o t s u g n rate co

IO POS S O EN

Ogni giovedì

Ogni venerdì

dalle ore 20.30, intrattenimento musicale e il nostro menù dai sapori di mare:

Paella di carne e pesce & Sangria

spaghetto allo scoglio e assaggio di fritto con calice di vino

€ 18,00

TRARE

€ 16,00

Sempre disponibile il TAKE AWAY! Con una semplice telefonata risolvete una serata in cui non potete o non avete voglia di cucinare!

www.ristorantedribbling.it


8

CRONACA& ATTUALITÀ

giovedì 10 luglio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

SAVARNA

STANDIANA

Allo zoo le tigri di Pinerolo Hanno sbranato il custode. Ravenna pronta ad accoglierle

Tornano a casa e trovano il cane ammazzato a fucilate

Potrebbero trovare accoglienza allo zoo di Ravenna due delle dieci tigri che il 2 luglio, insieme a un leopardo, al parco ornitologico Martinat di Pinerolo (Torino) hanno sbranato l'uomo che le accudiva, il 72enne Mauro Laggiard. La società Alfa 3000 che gestisce la struttura sulla statale Adriatica accanto a Mirabilandia, dove già vivono cinque tigri, ha infatti dato la propria disponibilità per la sistemazione di alcuni degli animali protagonisti del tragico episodio di cronaca. Altre cinque andrebbero allo zoo di Fasano, gestito dalla medesima società. «Attendiamo la risposta dalle autorità – spiega Osvaldo Paci, direttore a Ravenna –. Deve essere la magistratura a stabilire cosa fare degli animali. Noi siamo pronti e in totale sicurezza perché da noi il personale non entra in contatto con i felini al momento del pasto, siamo attrezzati in maniera idonea». E Paci coglie l’occasione per togliersi un sassolino dalla scarpa dopo le tante polemiche che hanno coinvolto il parco alla Standiana: «Gli animalisti ci criticano tanto ma ora che c’è bisogno di accudire queste tigri non si fa avanti nessuno. Come mai? Ma lo sanno che questi animali a Pinerolo sono sfamati a spese del Comune e quindi della cittadinanza?». Da qualche tempo il Comune piemontese si stava muovendo per

Un cane meticcio di 18 mesi è stato ammazzato con un colpo di fucile nella notte tra il 29 e il 30 giugno mentre si trovava nel cortile della casa in cui viveva a Savarna. I proprietari, una giovane coppia che vive nel paese da un paio di anni e aveva passato la notte fuori casa, hanno presentato querela contro ignoti. Il nome di un sospettato pare già esserci: da qualche mese infatti la famiglia aveva ricevuto le lamentele di un vicino per il disturbo del cane. Lamentele alle quali, secondo la sua versione, la proprietaria Xheni Alushi avrebbe subito reagito affidando il cane a un esperto comportamentista e tenendolo in casa nelle notti in cui era possibile. «Voglio che si sappia questa storia e voglio andare fino in fondo. Non voglio accettare che passi come se niente fosse». Inizialmente pareva potesse trattarsi di un caso di avvelenamento poi il veterinario ha invece dato il tragico responso: una pallottola calibro 22, forse di una carabina, nel torace. Sono partite d'ufficio le indagini dei carabinieri della stazione locale, chiamati dai proprietari del cane al momento del ritrovamento del corpo al rientro al mattino. I militari hanno ascoltato i residenti nel quartiere della piccola frazione ravennate raccogliendo testimonianze ed elementi: tutto è stato consegnato agli uffici della procura che valuterà come procedere.

Il direttore del parco «E adesso dove sono gli animalisti?» trasferire gli animali contattando società del settore in Italia. Secondo la proposta avanzata da Alfa 3000 – riportata nei giorni successivi alla tragedia dalla stampa locale – Samir, la tigre che ha inferto le ferite mortali all’uomo, potrebbe andare a Fasano, assieme a

un esemplare femmina e al leopardo. Altre due tigri (la femmina Shanty e il maschio Pata) sarebbero invece destinate al bioparco della Standiana. Tutto al momento è però in standby. Allo zoo di Ravenna invece di sicuro arriveranno alcuni serpenti del Reptilarium di San Marino: uno di loro, un crotalo, ha morso il titolare che stava controllando i rettili. L’uomo ha raggiunto da solo il pronto soccorso, dove gli è stato somministrato l’antidoto.

Viale Newton, 28 - RAVENNA - Centro Commerciale Galilei

Nuova collezione PETIT BATEAU bimbo-bimba estate 2013 Petit Bateau è la linea francese di grande qualità che le mamme preferiscono per i loro bambini. Capi comodi in puro cotone, da lavare in lavatrice senza paura. I colori non cambieranno, la morbidezza resterà, vi stancherete di vederli indossati sempre belli, come nuovi. Assortimento da non perdere, fate presto! Solo al Superstore Galilei


TURISMO& SVAGO

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 11 luglio 2013

INSOLITO TOUR

LA GAFFE/1

Il Comune non sa il francese Strafalcioni grammaticali nel cartello multilingue antialcol «Noio volevan, volevon, savuar, noio volevan savuar l'indiriss, ia?». Così Totò nel 1956. Il Comune di Ravenna non ha saputo fare molto di meglio, una cinquantina di anni dopo, per tradurre in francese un cartello stradale con cui vorrebbe informare i turisti d'Oltralpe dell'ordinanza del sindaco che vieta il consumo di bevande e cibi in vetro e lattina sul lungomare di Marina di Ravenna. Il messaggio in italiano è di quelli basilari: «In questa area è vietato consumare bevande ed alimenti confezionati in vetro o lattina. Ai trasgressori verrà applicata una sanzione da 80 euro a 500 euro». Un gruppo di cinque turisti lussemburghesi in vacanza a Ravenna per una settimana, ospiti di un amico ravennate ha contattato la nostra redazione: «Ci siamo fatti delle gran risate vedendo la traduzione». E si sono divertiti a segnalarci gli errori commessi da Palazzo Merlato. Tanto per cominciare la parola dance non esiste in francese. Esiste dans che significa in. Emballés significa letteralmente imballare ma non confezionare in modo industriale. Poi c'è forse il vero capolavoro delle cinque righe: dans du ver ou du fer. Alla lettera vorrebbe dire del vetro e del ferro. Ma la lingua francese ha la parola lattina (cannettes) o si potrebbe utilizzare en verre ou en aluminium per includere in maniera più generica i contenitori di alluminio. In ogni caso quei du sono sbagliati: tradotto in ita-

9

Con Malandrino e Veronica sul bus scoperto

LA GAFFE/2

Non si salva nemmeno Gandhi: diventa Ghandi Qualcuno del Comune di Ravenna è inciampato sul nome di Gandhi trasformandolo in Ghandi nel cartello turistico nella piazzetta alla fine di via Cavour sulle colonnine bianche con le frecce che indicano le direzioni per i principali monumenti in centro. Un Ghandi esiste e si chiama Said: è ancora vivo, nato nel 1947, ed è un ex calciatore del Marocco che fece parte della nazionale che per la prima volta arrivò alla fase finale dei Mondiali nel 1970 in Messico. Ma non crediamo fosse intenzione del Comune dedicare al centrocampista africano la piazzetta cittadina.

liano risulta «del vetro e del ferro». Il passaggio finale rivolto ai trasgressori è un tocco di pesantezza: giro lungo e arzigogolato per dire i trasgressori. Il termine in francese è semplicemente tout contrevenant che significa ogni trasgressore. Ma anche volendo usare il giro di parole, l'ultimo participio passato, appliqué, è sbagliato: è al maschile e invece andrebbe accordato al femminile (appliquée) visto che si riferisce a sanction. E an-

che su questo ultimo termine forse amende sarebbe più appropriato. Ma il Comune di Ravenna non risparmia nemmeno il popolo tedesco e lo fa andandolo a colpire sul simbolo dell'orgoglio: la bandiera. Sbagliata. In quella originale il rosso è al centro e il giallo in basso. Quella che si trova sul cartello al massimo potrebbe essere una bandiera belga girata di novanta gradi. Andrea Alberizia

PARTY AI GIARDIN L’ASSESSORE: «AFFITTARE SPAZI PUBBLICI PER EVENTI PRIVATI? POSSIAMO PENSARCI»

I

Il party Yoox il 21 giugno ai giardini pubblici (blindati per l’occasione) è avvenuto all’interno di Ravenna Festival compreso in un pacchetto che il brand della moda ha siglato con la kermesse e si è svolto dopo le 21.30 quando il parco è comunque chiuso. L’assessore all’Ambiente, Guido Guerrieri: «Rifarlo affittando lo spazio a privati? Se non priva il pubblico dei suoi spazi ci si può pensare».

Fino al 7 settembre a Ravenna ogni sabato i turisti potranno visitare la città attraverso uno spettacolo itinerante, a bordo dell’open bus di Ravenna Open Tour, animato dal duo Malandrino e Veronica che racconteranno Ravenna dal proprio punto di vista: è l'Insolito Bus. Una sorta di platea e palcoscenico itineranti: attori, musici, artisti vari si aggregano di volta in volta all’Insolito Tour raccontando le loro storie. Storie legate ai luoghi: vere, inventate, possibili o improbabili. Come ad esempio la leggenda dei fantasmi di Teodorico che ogni sabato d’estate escono dal mausoleo per cercare insoliti viaggiatori su insoliti bus. Il tour partirà ogni sabato da piazza Garibaldi e avrà due edizioni a sera, con partenza alle 20.30 e alle 22. Biglietti: intero 15 euro, ridotto (fino a 12 anni) 5 euro, gratuito bimbi fino a 5 anni. Info e prevendita: Ravenna Incoming (www.ravennaincoming.it, Iat di via Salara 0544482838, dalle 13 alle 19).

Viale Newton, 28 - RAVENNA - Centro Commerciale Galilei

Articoli da giardino, mare e spiaggia

SOLO al Superstore Galilei

Comodi, resistenti, facili da trasportare se andate in spiaggia, utili e funzionali nel vostro giardino, ad ottimi prezzi e con una ampia scelta, venite a scegliere quello che fa per voi, affrettatevi se non volete perdere le occasioni migliori


10

CRONACA& CULTURA

giovedì 11 luglio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

L’EVENTO

Il cinema in piazza: da Kubrick agli autori locali Torna, nel cuore del centro storico, la magia del cinema all’aperto, proposto da Ravenna2019 sui temi della candidatura a Capitale europea della cultura. Si tratta di “Cinema in Cinquetracce”, che per cinque serate proporrà altrettanti film sul maxi-schermo allestito in piazza del Popolo come nel 2012 quando il ciclo ottenne un grande successo di pubblico. Quest’anno l'iniziativa si svolge da lunedì 15 a venerdì 19 luglio ed è caratterizzata da una sorta di doppio programma: ogni lungometraggio, scelto fra i titoli che hanno fatto la storia del cinema, sarà preceduto da tre video di autori romagnoli, tre “corti” realizzati ad hoc che offriranno il loro sguardo e la loro visione sulla candidatura di Ravenna. In tutto 15 lavori, che compongono un racconto fatto a mosaico, ogni storia costituendo una “tessera”, e che sono già disponibili su internet, dove si potranno continuare a vedere: è il progetto “Ravenna2019 Visual Hub”, creato da Ravenna Cinema con la direzione artistica di Gerardo Lamattina (www.ravenna2019.eu/visualhub). Ha coinvolto i videomaker Dario Procopio, Maria Chiara Zenzani, Maria Martinelli, David Loom, Daniele Pezzi, Alessandro e Francesco Tedde, Alessandro Renda, Edo Tagliavini, Miriam Dessì, Daniele Quadrelli, Andrea Bernabini, Samantha Casella, Matteo Bevilacqua, Matteo Sangiorgi, Fabrizio e Nicola Varesco,

IL SUPPLEMENTO

TEAT LA DRAMMATICO VEGETALE AL FESTIVAL DI AVIGNONE

R O

Un aperitivo con R&D per parlare del 2019 Venerdì 12 luglio al nuovo caffè “il Nazionale” di piazza del Popolo si terrà un “aperitivo con Ravenna&Dintorni” nel corso del quale verrà presentato il supplemento del giornale di questa settimana dedicato alla candidatura di Ravenna a capitale europea della cultura nel 2019. L’appuntamento è alle 18.30 e saranno presenti il coordinatore e lo staff di Ravenna 2019 che dialogheranno con il direttore e la redazione del nostro settimanale sulla sfida europea che ha intrapreso la città. Sono invitati naturalmente tutti i lettori. Si tratta anche di una anteprima degli aperitivi di Ravenna&Dintorni che da settembre si svolgeranno con continuità nei bar e caffè del centro storico.

e Gerardo Lamattina. Gli autori a loro volta si son serviti di artisti locali per interpretare e musicare le opere. Quanto alle pellicole, ecco i titoli selezionati per l’edizione 2013 (fra parentesi il filone tematico cui fanno riferimento): lunedì 15 luglio Edward mani di forbice, di Tim Burton (“Di soglia in soglia”); martedì 16 C'era una volta il West, di Sergio Leone (“La danza dei contrari”); mercoledì 17 2001: odissea nello spazio di Stanley Kubrick (“Verso il mare aperto”); giovedì 18 Il gatto con gli stivali, di Chris Miller (“Immaginare l'immaginario”); venerdì 19 Frankenstein Junior, di Mel Brooks (“Trasformo, dunque siamo”). Le proiezioni, a ingresso libero, avranno inizio alle ore 21.30.

santarcangelo TUTTI DALLA PARTE DEI MUTOID. L’INTERVISTA DI “VIRA2019” Ormai sono diventati un caso che va ben oltre le mura di Santarcangelo, finendo su un po’ tutti i quotidiani nazionali e anche in parlamento. Stiamo parlando del collettivo dei Mutoid, o meglio la Mutoid Waste Company, nata a Londra ma da oltre un ventennio insediatasi a Santarcangelo, dove vive e lavora. Trasformano i rifiuti solidi urbani in opere d'arte. Il Tar, dopo la denuncia di un vicino, li vuole sfrattare. Si sono mobilitati contro questa decisione cittadini e politica, in manira bipartisan. Nel nostro piccolo lo abbiamo fatto anche noi dedicando loro un Bombolone del nostro sito internet. È possibile firmare una petizione contro lo sfratto sul sito https://www.change.org/petitions/salvate-mutonia, già sottoscritta al momento di andare in stampa da quasi novemila persone. Anche l’associazione dei volontari di Ravenna 2019 ha manifestato la propria solidarietà e sul proprio sito internet (www.vira2019.it) ha pubblicato una bella intervista a Lupan, cellula del collettivo Mutoid, che lo scorso 9 maggio ha partecipato alla festa dell’Europa all’ex tiro a segno in Darsena, a Ravenna, con un’installazione (nella foto).

Mandriole (Ravenna) - Via Mandriole 280 Info tel. 0544 449015

La compagnia Drammatico Vegetale/Ravenna Teatro sarà al prestigioso Festival di Avignone Off dall'8 al 31 luglio con “Brum”, spettacolo per bambini da 2 a 6 anni.

TEMPO LIBER IN DARSENA L’ANTEPRIMA DELLA FESTA DI S. APOLLINARE

O

In arrivo per la prima volta un calendario di eventi in occasione della festa del patrono della città, Sant’Apollinare, che cade il 23 luglio. Il momento clou sarà “La Notte delle Creature per Sant’Apollinare”, in programma il 22 luglio in piazza del Popolo, ma sono in programma eventi che oltre alla città coinvolgono i lidi e il forese con spettacoli, conferenze, visite guidate, eventi religiosi, sagre. L’anteprima è in programma per domenica, 14 luglio, alle 18.30 con “I Giovani per Sant’Apollinare”: sfilate, spettacoli di danza e musica nello spazio di fronte alla sede dell’Autorità Portuale, via Antico Squero 31 (ingresso libero, a cura dell’associazione culturale La Scuola fa Scena).

Un nuovo locale, nella sede storica della Fattoria Guiccioli che offre l'accoglienza, il sorriso e la semplicità della gente di campagna. L'Agriturismo Tenuta Augusta ha aperto un nuovo spazio di ristoro per ampliare la propria offerta enogastronomica all'insegna di storia, cucina e tradizione. Nell'antica Fattoria Guiccioli, cucina tipica, tradizione romagnola e storia si sposano per offrirvi piatti doc del territorio: affettati, piadina, pizza fritta, cappelletti... e buon vino in grandi tavolate sull'aia circondati dallo splendido scenario verde del Parco del Delta del Po e dalle straordinarie memorie della trafila Garibaldina. La fattoria Guiccioli, dove si rifugiò e si spense Anita Garibaldi, è infatti un affascinate museo che rappresenta una tappa fondamentale nelle eroiche imprese che portarono all'unità d'Italia.

APERTO TUTTI I GIORNI DALLE 18 ALLE 23 LUNEDÌ CHIUSO


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 11 luglio 2013

COMMENTI& OPINIONI

detti e contraddetti a cura di FAUSTO

PIAZZA

L’OSSERVATORIO

Vi ricordate il modello Marina e Marinara?

Le lettere, le opinioni e i commenti a cui si riserva di rispondere il direttore di Ravenna&Dintorni Fausto Piazza, vanno indirizzate alla mail carodirettore@ravennaedintorni.it oppure al fax 0544 271651 o all’indirizzo viale della Lirica 43, 48124 Ravenna.

TUTTO D’UN TRATTO SULLA TARES E LA GESTIONE DEI RIFIUTI Caro direttore, ho letto con piacere gli articoli pubblicati su Ravenna&Dintorni a proposito della Tares e della più ampia riflessione sulla gestione dei rifiuti urbani. Il tema mi appassiona perchè, come imprenditore locale del settore alimentare, ho a che fare ogni giorno con il problema, sono titolare dei Conad Galilei e La Fontana di Ravenna. Smaltire i rifiuti in modo consapevole ed efficiente penso sia un obiettivo primario di imprenditori e cittadini che hanno a cuore la loro comunità. Per ottenere migliori risultati sono convinto che i comportamenti virtuosi vadano premiati, che la raccolta differenziata dei rifiuti debba essere un impegno primario dell'Amministrazione e dei cittadini. Molto interessante l'esperienza del sindaco di Forlì che sta sfidando le vecchie logiche utilitariste di pochi per il bene di tutti. In Conad abbiamo da tempo abbracciato la filosofia dello smaltimento differenziato dei rifiuti, ci siamo dotati di macchinari, anche costosi, come il compattatore del cartone, la pressa per i nylon,e il trita polistirolo per smaltire gli imballaggi che ogni giorno ci arrivano con le merci. Di tutto questo lavoro e, lo ribadisco, costo, Hera non ci riconosce nulla. Le sembra corretto? Ora la tassa sui rifiuti è calcolata in base alle metrature degli immobili e non alla reale produzione dei rifiuti stessi, per cui, le faccio un altro esempio personale: sono proprietario di una palazzina di 400 Mq di uffici vuoti e di 1500 Mq di giardino, ne faccio uso magazzino e non produco alcun rifiuto, be-

di

GIANLUCA COSTANTINI

ne, sono costretto a pagare 1.500 euro ogni 4 mesi, non le sembra una assurdità? Le ho fatto il mio caso personale come simbolo di altri mille casi ingiusti e rappresentativi di una tassazione iniqua che non premia i comportamenti virtuosi, non fa crescere il senso civico delle persone e non aiuta la comunità, non tutela l'ambiente e la salute. In un momento difficile come questo della nostra economia, dove imprese e lavoratori fanno quadrato per conservare il lavoro è importante mettere in atto tutti i meccanismi virtuosi capaci di produrre risparmio e valore. La raccolta differenziata dei rifiuti e il riconoscimento economico di ritorno è,

secondo me, il sistema migliore di gestione dei rifiuti. L’Unione Europea ci ha posto un primo obiettivo del 65 percento che nella nostra regione non abbiamo raggiunto, facciamone un obiettivo primario, comune, una conquista da condividere con Hera. Si tratta di una battaglia in cui non si può essere soli, occorre la volontà politica innanzi tutto e le scelte che siamo chiamati a fare a breve possono segnare la differenza. Spero che il suo giornale continui a tenerci informati, questo è un tema di grande interesse generale che riguarda tutti e io credo fermamente che una rondine (sola) non faccia primavera! Grazie. Paolo De Lorenzi, Ravenna

11

GRAZIE A CHI CI HA SALVATO DALLA CORRENTE IN MARE Vorremmo ringraziare coloro che domenica 7 attorno alle 16 sulla spiaggia della Bassona – tratto libero per i naturisti, circa a metà spiaggia – ci hanno tratto di impaccio – direi salvati – mentre a pochi metri da riva onde e risacca – e forse un vortice sommerso – stavano mettendo a rischio la nostra vita. Oramai stremati, sebbene la riva fosse a poche decine di metri, nè io nè mia moglie riuscivano più a tornare e a toccare il fondo con i piedi. Il classico buco sul fondale sabbioso provocato dalla corrente. A un mio grido di aiuto le persone attorno si sono dirette immediatamente verso di noi. Non ricordo altro se non essermi sentito afferrare da qualcuno che mi diceva di mettermi a pancia in aria. Mi sono ritrovato a riva stremato senza capire cosa fosse successo a me e a Daniela. Non ho potuto ringraziare queste persone, che ho solo visto dirigersi verso di noi, per lo stato confusionale in cui ci siamo trovati una volta con i piedi all'asciutto. Grazie ancora. Enrico Cappelletti, Faenza

UN PALCO FISSO AI GIARDINI Sono stato ai giardini pubblici in questi giorni in occasione del Ravenna Festival e non mi esprimo sui contenuti degli spettacoli non essendo un esperto. Però volevo solo fare i complimenti per l’allestimento del palco con la balera e mi chiedo come mai non si possa mantenere, almeno in estate, fissa, indipendentemente dal Festival. I giardini dovrebbero essere sfruttati di più. Alberto Bevilacqua, Ravenna

di

MOLDENKE

Lo avevate notato? Quest’anno ancora nessuna polemica su Marina di Ravenna. Anche la politica, si è stancata di parlare del nulla. Perché Marina davvero pian piano sta tornando quella morente di alcune decine di anni fa. Oddio, d’accordo, alla sera c’è qualche festa, la gente si diverte, ogni tanto c’è qualche ingorgo. Ma parliamoci chiaramente, rispetto al boom di qualche anno fa non c’è più un cane. Per non parlare dei turisti. Ma quali turisti? Quali strategie turistiche sono state messe in campo da questa amministrazione per Marina? Sono aumentati i biglietti degli autobus, questo sì. E hanno fatto le strisce blu e il navetto con i parcheggi scambiatori. Wow. Nessun intervento infrastrutturale, nessuna decisione che abbia davvero cambiato in meglio la località. Hanno fatto Marinara, naturalmente. Ma lasciando perdere la speculazione edilizia, vi ricordate le discussioni su Marinara? Sul modello Marina? Che si doveva cambiare, basta ubriachi in spiaggia, vogliamo fighetti a Marinara. Dicevano davvero così, sindaci e assessori. Uno di questi assessori ha anche tagliato il nastro dell’outlet a Marinara promettendo l’arrivo di milioni di visitatori. Milioni, capite. In quel momento poi era già arrivata la scure sui bagni dopo che era venuta troppa gente a una festa della Duna. Troppa gente da fuori, un dramma per una località turistica. Ora sì che il sindaco pare nuovamente felice, perché c’è meno caos, meno confusione, meno sballo, meno gente. Il suo obiettivo è stato portare meno gente a Marina, nascondendosi dietro al fatto che sarebbe gente migliore. Ma davvero? Ha fatto selezione? Ma si rendono conto, questi signori, che Marina ha avuto un po’ di successo solo grazie ai bagni aperti di notte e alla gente che si divertiva e quindi anche beveva? E loro cosa hanno fatto? Qualche controllo in più? No. Hanno fatto in modo che i bagni, insomma, sì, non esagerassero. Che non facciano troppe feste e non chiudano troppo tardi la sera. Voi lo sapete che faccia fa un turista quando gli si raccontano certe cose? Io sì. Cioè, immaginatevela, la scena. «Bella festa stasera, qui al bagno X». «Già, ma si è fatto tardi, è l’una e oggi è martedì, adesso chiude». «Ah ok, va bene, ci torniamo sabato, magari». «Ok, se ti va, però al sabato qui chiudiamo a mezzanotte». «A mezzanotte? Ah ah, ti sarai confuso, al sabato si chiuderà alle due, no? Se di martedì chiudono all’una, cosa fate qua a Ravenna, lavorate nel weekend e state a casa fra settimana?». «No, no, credo che sia per non danneggiare i locali del centro». «I locali del centro?». Sì, i locali del centro, ossia due street bar e una discoteca per ragazzini che si pubblicizza mostrando donne che scorreggiano e l’anno dopo che perdono le mutande (chissà se c’era un collegamento tra le due cose). Per fortuna abbiamo salvato quelli. Tutti gli altri sono morti, ma va bene così.


CULTURA& SPETTACOLI

giovedì 11 luglio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

CULTURA

12

RAVENNA FESTIVAL/1

Tra bande e fanfare, a Russi la Romagna è Balkanica di Roberto Valentino Tre concerti nel solco di musiche provenienti dall’altra sponda dell’Adriatico (ma anche dell’Atlantico). A Russi, dal 12 al 14 luglio, nella splendida cornice del cortile di palazzo San Giacomo, si getta un ponte ideale fra Romagna e i Balcani – anzi i Ballkani, per riecheggiare il titolo dato a questa sezione del Ravenna Festival – e fra tradizione e modernità. La musica dei Balcani è già di per sé un miscuglio di suoni e culture, specchio di quella varietà di etnie, e di conseguenza lingue, che popolano la penisola. Ecco, allora, che la tradizione rom coabita con la tradizione ebraica, con la musica klezmer. C’è quindi oggi chi a questi alberi genealogici si rifà per tramandarne lo spirito; chi invece si prende la libertà di mescolare ulteriormente le carte, magari con l’aggiunta di dosi massicce di elettronica. Boban i Marko Markovic Orkestra (venerdi 12 alle 21.30) arrivano dalla Serbia e sono una delle più conosciute gipsy brass band balcaniche. Le origini dei due leader, padre e figlio, entrambi trombettisti, e dei loro compagni sono rom. Tutti insieme hanno vinto la maggior parte dei premi ai quali un musicista serbo può ambire; a consolidarne la popolarità oltre i confini nazionali ci hanno invece pensato i film di Kusturica (Underground, Arizona Dream). Boban Markovic si è anche esibito al fianco del nostro Roy Paci e dell’americano Frank London (Klezmatics), coinvolti a pari merito nel progetto “Il terrone, l’ebreo e lo zingaro”. Della Fanfara Tirana si dice che faccia “ballare anche i morti”. Dalle altre brass band slave si distingue per un linguaggio musicale ben articolato su un percorso melodico e ritmico trascinante e incalzante. La melodia, affidata a sax alto, clarinetto, tromba e sax tenore, esprime i caratteristici chiaroscuri di pura improvvisazione chiamati kaba, gazel e taksim (il primo è un canto tipico del Sud dell’Albania, mentre gli altri due provengono dall’area di Tirana). A dare vitalità al tutto ci pensano intricatissimi tempi dispari in 7/8 e 9/8 nel ritmo. A Russi la Fanfara Tirana si presenta (sabato 13 alle 21.30) assieme ai Transglobal Underground, collettivo con base a Londra da dove sin dai primi anni Novanta diffonde un meticciato sonoro nel quale albergano dub, reggae, influssi etnici di provenienza orientale, elettronica e molto altro ancora. Il progetto che sancisce l’unione fra la Fanfara Tirana e i Transglobal Underground si chiama “Kabatronics” e prende le mosse proprio dal tipo di improvvisazione chiamata kaba. Come dire, il passato, il presente e il futuro della musica in una botta sola. Guidati dal trombettista Frank London, i newyorkesi Klezmatics (a Russi domenica 14 alle 21.30) sono uno dei simboli dell’attuale rinascita della musica klezmer. Nell’arco della propria intensa attività discografica e concertistica, il gruppo statunitense ha condotto un lavoro di approfondimento della musica tradizionale delle feste ebraiche dell’Est Europa, al punto da potersene impadronire apportandovi sensibilità contemporanee, combinando identità e misticismo ebraico con lo spirito del nostro tempo. L’apertura dei Klezmatics verso musicalità differenti li ha portati a collaborare con artisti diversissimi tra loro come Itzhak Perlman, Chava Alberstein, Allen Ginsberg, Robin Williams, John Zorn, Marc Ribot, Robert Plant e Jimmy Page dei Led Zeppelin, Peter Gabriel, Lester Bowie, La Monte Young e David Byrne. In altre parole: folk + jazz + un pizzico di energia rock = Klezmatics.

LA BUSTINA DI MELPOMENE a cura di MARIA GIOVANNA MAIOLI Profumi. 17 rose nella notte rosa, trasformate in 17 raffinati acquerelli da Romana Morelli, artista ravennate, impreziosiscono da venerdì 5 luglio le pareti dell’elegante Caffè Letterario di via Diaz 26, condotto da Cristiana Liuti. L’inaugurazione della mostra è avvenuta con la partecipazione di Laura Fenati e Eliseo Dalla Vecchia, che hanno letto alcuni applauditi racconti di Romana. Per l’occasione abbiamo scelto:

VERSO L’ETERNA BELLEZZA DELLA ROSA di Pietro Metastasio

Leggiadra rosa, le cui pure foglie l’alba educò con le soavi brine, e a cui le molli aurette mattutine fêro a vermiglio colorar le spoglie, Nella foto gli americani Klezmatics protagonisti della mini rassegna al palazzo San Giacomo di Russi domenica 14 giugno alle 21.30

RAVENNA FESTIVAL/2

quella provvida man che al suol ti toglie vuol trasportarti ad immortal confine, ove, spogliata delle ingiuste spine, sol la parte miglior di te germoglie. Così fior diverrai che non soggiace all’acqua, al gelo, al vento ed allo scherno d’una stagion volubile e fugace; e a più fido cultor posta in governo, unir potrai nella tranquilla pace ad eterna bellezza odore eterno. (in Elogio della rosa. Da Archiloco ai poeti d’oggi, a cura di Guido Davico Bonino, Einaudi, Torino 2002) Pietro Metastasio è nato a Roma nel 1698 ed è morto a Vienna nel 1782.

AGENDA FESTI MARK MORRIS E IL SUO DANCE GROUP AL PALA DE ANDRÉ

Muti, dal Nabucco al Giustiniano Sabato 13 luglio alle 21 Riccardo Muti eseguirà in forma di concerto proprio Nabucco, l’opera che per Verdi rappresentava il primo vero grande successo di una lunghissima carriera. Assieme al maestro Muti, sul palco del palazzo Mauro De Andrè ci saranno l’Orchestra e il Coro del Teatro dell’Opera di Roma, di cui è direttore musicale dal 2009. Al termine del concerto, Muti riceverà il Giustiniano, premio che l’associazione “George Gordon Byron” assegna a personalità della cultura e che nelle passate edizioni era stato consegnato a Carlo Verdone, Gigi Proietti e i Pooh.

Giovedì 11 luglio

Mc Trattoria-hamburger e birra Venerdì 12 luglio

Ciak... si cinema all’aperto Tutti i lunedì sera

Scopri il tuo futuro

cartomanzia, caffèomanzia, ecc. Tutti i mercoledì sera

Baby Party - la cena in famiglia LUGLIO E AGOSTO APERTI TUTTE LE SERE

via Marabina 133, Lido di Dante - tel. 0544.473566 cell 377.5313333 - www.latrattoriaravenna.it

VA L

Giovedì 11 luglio alle 21.30 al Pala De André appuntamento con Mark Morris e il suo Dance Group, con coreografie che prendono vita su musiche rigorosamente eseguite dal vivo. Il grande coreografo di Seattle cinge col suo stile modern le note di Bach, Stravinskij, Cowell e Harrison restituendo alle musiche un ruolo primario nelle creazioni.

FILJAK AL PIANOFORTE TRA LISZT E CHOPIN AL CHIOSTRO DELLA BIBLIOTECA CLASSENSE Venerdì 12 luglio alle 21.30 al chiostro della biblioteca Classense di Ravenna è in programma il concerto per pianoforte di Martina Filjak, con musiche di Johannes Brahms, Fryderyck Chopin, Franz Liszt, Sergej Prokof’ev, Béla Bartók, Milij Alekseevic Balakirev.


CULTURA& MUSICA

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 11 luglio 2013

di Luca Manservisi Per gli amanti del “rock alternativo italiano” quella di mercoledì 17 luglio al bagno Hana-Bi di Marina di Ravenna sarà una serata senza dubbio particolare, seppure il “rock alternativo italiano” c’entri per la verità piuttosto poco. Il collettivo Delikatessen propone infatti due concerti sperimentali e una performance di teatro-danza (dettagli nel box sotto la foto). Ma tra i protagonisti c’è anche Xabier Iriondo, mente e storico chitarrista nientemeno che degli Afterhours, i cui numerosissimi fan venerano quasi al pari del leader Manuel Agnelli. Noto anche per band di musica molto più ostica come Uncode Duello e A Short Apnea, Iriondo presenterà il suo recente progetto all’insegna della sperimentazione insieme ad ?Alos, ossia Stefania Pedretti, altra big dell’avanguardia nazionale, che tra l’altro è ormai ravennate d’adozione. I due hanno realizzato un disco a fine 2012, Endimione, accolto con entusiasmo dalla critica di settore. Xabier, come è nata la collaborazione con ?Alos? «Stefania ed io ci conosciamo e stimiamo a vicenda da diverso tempo. Nel 2011 decidemmo di registrare delle cose insieme, fondere la sua attitudine vocale con le mie sonorità, nacque un 45 giri. E in seguito, soddisfatti del risultato, abbiamo ideato un lavoro incentrato sui Madrigali di Antonin Artaud, il vinile Endimone, uscito nel 2012, che proporremo nel concerto all’Hana-Bi. Tra l’altro in spiaggia non mi è davvero mai capitato di suonare». Cosa ricordi della tua prima esperienza con gli Afterhours? E perché lasciasti la band nel 2001? «Mi piace ricordare il primo concerto che feci con loro, al Sicurcaiv, un locale alle porte di Firenze. Avevo realizzato uno dei miei sogni, suonare

13

L’INTERVISTA

Dal «sogno» con gli Afterhours alla voglia di sperimentare con il mio gruppo preferito! Lasciai la band perché volevo avere il tempo di potermi dedicare ad altre cose, musicali e non solo; praticare altre strade nella mia vita». Dal 2010 ricominci però a collaborare... «Ricominciare a suonare con gli Afterhours è stato un po’ come rientrare in famiglia dopo aver fatto un lungo viaggio carico di esperienze ed emozioni. La formazione attuale è senza ombra di dubbio la migliore che la band abbia mai avuto: creativa, coesa, capace di costruire stupore reciproco nello scrivere musica e nell’eseguirla dal vivo». Come si uniscono la musica d’avanguardia che caratterizza la tua carriera parallela agli Afterhours e un’esperienza come quella di suonare rock davanti a migliaia di persone? «Sinceramente amo l’uno e l’altro aspetto, sono due cose distinte che possono fondersi, almeno nel mio caso, con tranquillità e serenità». Come hai reagito al successo, ottenuto grazie agli Afterhours? E te lo saresti aspettato? «Non mi curo di quello che significhi avere successo, il mio obbiettivo è

essere felice nel fare ciò che amo: suonare. Ho sempre pensato, dal 1987, che gli Afterhours avrebbero lasciato un solco profondo nell’immaginario delle persone, non mi sbagliavo». Pensando a gruppi come voi, Marlene Kuntz, Massimo Volume, gli anni Novanta sembrano la culla della musica rock italiana... «Penso che in Italia si faccia grande musica anche oggi, nelle cantine quanto nei teatri. La contingenza di una serie di eventi e di artisti talentuosi ha fatto sì che negli anni novanta emergessero una serie di gruppi con delle caratteristiche forti e personali». Quali sono stati i tuoi miti musicali? Riesci ancora ad appassionarti con nuovi ascolti? «Bruce Springsteen è il mio artista di riferimento da quando ho 14 anni. È l’emblema della comunicazione transgenerazionale attraverso il rock’n’roll, i suoi concerti sono un’esperienza unica sotto vari profili. Mi piace stupirmi ed emozionarmi scoprendo suoni e musiche, nuove o antiche che siano. Sono un grande appassionato e ricercatore di 78 giri, ne ho parecchi da tutto il mondo. Amo molto cercare nel passato, nelle origini del suono e della musica».

Xabier Iriondo a Marina con il progetto insieme a Pedretti «Il mio mito? Springsteen...»

gli altri concerti ALL’HANA-BI ANCHE KILL THE VULTURES, SUUNS E L’ORCHESTRINA CON DENTE Mercoledì 17 giugno Xabier Iriondo presenta il suo progetto con ?Alos ma nella stessa sera l’appuntamento al bagno Hana-Bi di Marina di Ravenna è anche con l’elettronica di Giovanni Lami e la performance di danza di Atletica Smalti. Al bagno del Bronson sono in programma concerti di caratura internazionale nei giorni precedenti: venerdì 12 giugno l’appuntamento è con l’hip hop contaminato degli americani Kill The Vultures (apriranno Moder e Godblesscomputers); martedì 16 invece ecco l’art-rock dei canadesi Suuns (aprono i ravennati Schonwald). In mezzo, sabato 13, evento speciale con il liscio rivisitato da L'Orchestrina Di Molto Agevole, con ospite d’eccezione Dente e componenti del calibro del violinista degli Afterhours Rodrigo D’Erasmo ed Enrico Gabrielli dei Calibro 35.

ANTEPRIMA

Il reggae dei francesi Banyanas apre Spiagge Soul Sabato 13 luglio al bagno Peter Pan di Marina di Ravenna si terrà una sorta di anteprima dell’ormai consolidato festival Spiagge Soul, la cui quinta edizione si svolgerà da giovedì 18 a domenica 28 luglio tra piazze, stabilimenti balneari, porti e strade di Marina di Ravenna, Lido Adriano, Porto Corsini, Marina Romea e Punta Marina. L’appuntamento al Peter Pan è con i francesi The Banyanas, tra i punti di riferimento della scena reggae d’Oltralpe ma che unisce al suono di origine giamaicana anche influenze soul, blues e jazz. Sul prossimo numero del nostro settimanale il programma dettagliato del festival, che propone una quarantina di concerti a ingresso gratuito e che rinnova anche l’abbinamento col buon cibo. Tema gastronomico di quest’anno sarà il pesce azzurro con menù e degustazioni nei ristoranti locali.

AL SOTTOMARINO BAND LOCALI IN SPIAGGIA CON RAVENNA DUEPUNTOZERO Prosegue la rassegna itinerante “RavennaDuePuntoZero Summer Edition” che vede protagoniste band emergenti locali. Mercoledì 17 luglio, dalle 21 all’1 di notte, al bagno Sottomarino di Marina di Ravenna saliranno sul palco gli Elyne (post-hardcore), il duo Io &Bobby e i Cancroregina.


14

CULTURA& MUSICA

CONCERTI/1

giovedì 11 luglio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

CONCERTI/2

Finardi a Massa Poi Garland Jeffreys e le “Strade Blu”

Il saxofono in ogni sua declinazione

Compie dieci anni il Riot Fest, in programma in centro a Massa Lombarda l'11, 12 e 13 luglio. Il palco centrale ospiterà i tre concerti principali: ad aprire il festival giovedì 11 luglio sarà il progetto promosso da musicisti professionisti emiliano-romagnoli “Musica Libera” con omaggi a grandi protagonisti del rock italiano e internazionale. Venerdì 12 toccherà a uno dei più grandi cantautori del nostro paese, Eugenio Finardi, il cui concerto sarà aperto dal duo ravennate Hernandez&Sampedro, vincitore della terza edizione del Premio Radio Sonora, la radio web della Bassa Romagna. Sabato 13 luglio, in collaborazione con il festival Strade Blu, il gran finale è affidato a un'icona della musica black americana, Garland Jeffreys. Molto impegnato sul fronte sociale e antirazzista, Jeffreys esplora con la sua musica tutti i classici generi musicali americani, dal blues al soul, dal rock&roll all'hip hop. Strade Blu proseguirà poi lunedì 15 ad Alfonsine (al giardino della biblioteca) con Bagamojo, nuovo progetto blues di Paul Venturi e Max Sbaragli; e mercoledì 17 a Pietramora (Marzeno, nel Faentino) con il cantautore romagnolo Enrico Farnedi.

Dal 14 al 21 luglio torna il SaxArts Festival, che festeggia la sua XV edizione. Sarà una settimana intensa di workshop e concerti dedicati al saxofono, con appuntamenti all’insegna della varietà, allo scopo di creare un filo ideale tra tutte le musiche e tutti i generi. Ad aprire la settimana concertistica sarà Saxofobia, lunedì 15 luglio a Palazzo Ferniani, a Faenza, per una serata dedicata al repertorio contemporaneo per saxofono, con un omaggio al compositore Luciano Berio, a dieci anni dalla sua scomparsa. Si esibiranno i maestri ospiti anche dei workshop: Russ Peterson, vincitore del prestigioso premio “Ginevra”, Carrie Ko man e Michael Ibrahim e dalla Cina il maestro Ao Kun. Il SaxArts Festival dedica poi uno spazio ai talenti e ai progetti nati nel territorio con il concerto di martedì 16 (ore 21.15) ai giardini della Rocca di Russi del ravennate Alessandro Scala, che presenterà in prima nazionale il suo disco “Less is More” ispirato al sound Blue Note degli anni ‘50 e ‘60. Russ Peterson ritorna dopo il grande successo della scorsa edizione, con un’intera serata all’insegna del jazz/funk, giovedì 18 al Mic di Faenza, con la SaxArts Orchestra che si arricchisce quest’anno anche della presenza di studenti provenienti dalla Hartford University (Usa) e da quelli del Wuhan Conservatory (Cina).

Enrico Farnedi, tra i protagonisti del festival Strade Blu. A destra un momento della scorso edizione del Sax Arts

IL FESTIVAL/1 A BAGNARA IL DUO ALTERNO TRA PUCCINI E DONIZETTI Mercoledì 17 luglio l’Emilia Romagna Festival fa tappa a Bagnara. Alla Rocca, alle 21.15, va in scena il concertooperetta del Duo Alterno dal titolo “Son tutte romanze d’amore”, con musiche di Donizetti, Puccini, Verdi, Piacentini e Tosti. In caso di maltempo l’appuntamento è all’Auditorium Parrocchiale di piazza IV Novembre.

L’INIZIATIVA

A Classe un concorso per band emergenti per la festa del patrono

IL FESTIVAL/2 ALLA BASILICA DI SAN VITALE MUSICA D’ORGANO Da luglio a settembre è in programma la cinquantaduesima edizione del festival di musica d’organo alla basilica di San Vitale di Ravenna. Il primo appuntamento è lunedì 15 luglio alle 21.15 con l’organista Elisa Teglia e il coro dell’Associazione Polifonica di Ravenna. Il direttore è il maestro Fabrizio Galeati.

Dal 19 al 22 luglio ritorna il Classe Music Festival (nella foto un momento delle passate edizioni), concorso musicale per band emergenti che si svolgerà all’interno della festa di Sant’Apollinare a Classe. Giunto alla sua ottava edizione il Festival proporrà quattro serate di musica live, di cui le prime tre varranno come eliminatorie per la grande finale di lunedì 22, vigilia del patrono. L’ideatore del progetto e direttore artistico Mario Accardo sta completando in questi giorni l’organizzazione dei gruppi che si esibiranno, cinque o sei per ogni sera, e si dice entusiasta per la fama crescente del festival. L’obiettivo dell’iniziativa, che vanta la persistente collaborazione del comitato cittadino classense, segue la medesima filosofia che la lanciò otto anni fa: fornire uno spazio non soltanto per concerti (in aggiunta al palco centrale), ma anche un luogo d’incontro per i giovani ravennati. La giuria sarà composta di musicisti professionisti e rappresentanti della stampa.


SPECIALE FUORI PORTA

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 11 luglio 2013

I

LA DELIZIOSA RIOLO Oltre le terme, un paese da scoprire e gustare Riolo Terme (già Riolo dei bagni) è certo nota innanzitutto per le sue acque benefiche che la rendono da sempre meta turistica anche di prossimità soprattutto. Le sorgenti note per le proprietà terapeutiche nella cura dell'apparato digerente, dell'asma, delle affezioni alle vie respiratorie. Le acque termali riolesi hanno origine gessosa-solfifera, infatti vengono dalla Vena del Gesso che si estende tra la valle del Senio e la valle del Santerno. Ma, soprattutto di recente, Riolo Terme sta scoprendo anche altre vocazioni che la

rendono una meta perfetta per una gita estiva (e non solo estiva per la verità) a chi è alla ricerca di un mix di tradizione e innovazione. Innanzitutto, Riolo sta portando avanti da tempo un lavoro di valorizzazione dei prodotti tipici, in primis lo scalogno a cui dedica una fiera, ma non solo, con fiere come Agriolo, rassegne storiche come “Mare Collina” altre più recenti come Riolo Wine o le giornate dedicate alla salvia e alla saba. E poi Riolo è stata tra le prime località in Italia a riscoprire l’antico significato delle celebrazioni

di Halloween rendendolo un’occasione di festa ma anche di cultura e riflessione profonda. La Rocca sforzesca, nel centro del paese, è poi diventata negli anni un luogo dove si svolgono le più svariate attività culturali e ludiche, dedicate ad adulti e bambini in una cornice storica davvero suggestiva di un borgo che si trova nello splendido panorama della Vena del Gesso e, come la vicina Casola, può vantare con orgoglio di essere tra le Città decorate al Valor Militare per la Guerra di Liberazione.

Foto di Piero Lucci

Visite speleologiche della grotta Tanaccia di Brisighella La Tanaccia di Brisighella, una tra le più belle e conosciute grotte dell’intera Vena del Gesso romagnola, presenta un percorso ipogeo con ambienti suggestivi arricchiti da interessanti fenomeni carsici.

È possibile visitarla tutto l’anno - con esclusione del periodo invernale per tutelare il letargo dei pipistrelli - previa prenotazione telefonica al 339.2407028 (Ivano).

L’ingresso è a pagamento e comprende la guida, il casco con impianto di illuminazione e la tuta da speleologo. E’ necessario essere provvisti di scarponcini o stivali personali e di abbigliamento adeguato.

Delicious Riolo BEYOND SPA, FLAVOURS AND CULTURAL EVENTS Riolo Terme has been known for decades for its spa, being it good mostly for those who suffer from respiratory disease. But over the years, this small town on the hills famous for the Vena del gesso has developed many other vocations. In particular, many “sagre” and festivals are dedicated to the typical products of this region. The onion scallion is the most famous but not the only one. Riolo has also been one of the first Italian places to redescover the European Halloween roots with a big funny and interesting festival around the ancient Rocca, where cultural events take place any time of the year.


II

SPECIALE FUORI PORTA

giovedì 13 luglio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

BELLEZZE NATURALISTICHE

EVENTI

Cinema, cibo, libri, visite: la rocca è per tutti i gusti Via Belvedere, 6 • 48025 Riolo Terme • Ravenna • Italia Tel. (+39) 0546.74356 • Fax (+39) 0546.972524 Prenota on line: www.golfhotelterme.it

Farmacia Bernardi OMEOPATIA - DERMOCOSMESI SANITARIA - VETERINARIA D.ssa ANNAMARIA BERNARDI

Riolo Terme (RA) Corso Matteotti 29 - Tel. 0546 74052

DEMOLIZIONI • PERFORAZIONI • ESCAVAZIONI

La Rocca, attorno a cui si sviluppa l’abitato di Riolo, è senza dubbio il cuore pulsante della cittadina, luogo di incontro e di socialità dove si svolgono le attività culturali più varie, dalle degustazioni alla presentazioni di libri. Ecco qualche appuntamento della stagione 2013. Il venerdì sera, alle 21, è dedicato al cinema associato al cibo. Fino al 16 agosto proiezioni di pellicole dedicate al gusto (come Chocolat o Ratatouille) con assaggi a tema. Il sabato pomeriggio, invece, alle 18, l’appuntamento è con la rassegna letteraria. Sabato 13 Alberta Tedioli presenta il suo La tiglia, Chino e gli altri - memorie di personaggi bizzarri, mentre Floriano Cerini presenta Burdel, ragazzi di bottega. Sabato 20 e domenica 21 luglio proprio alla Rocca si svolgerà la fiera del libro romagnolo e alle 21 una visita guidata alla Rocca con Caterina Sforza, la signora più discussa delle Romagne. I bambini durante l’iniziativa potranno vestirsi da dame e da cavalieri, un’iniziativa che si ripeterà lunedì 29 alle 21 e il 19 agosto (su prenotazione, info in fondo al pezzo). Tutti i giovedì alle 21 invece si svolge una più tradizionale visita guidata alla Rocca di Riolo e al Museo del Paesaggio dell’Appennino Faentino compresa nel biglietto d’ingresso (con tanto di consumazione ridotta al Torrino Wine bar per tutti i partecipanti). Agosto si conclude poi con due appuntamenti organizzati dalla pro loco che mercoledì 28 e sabato 31 organizzano una rassegna concertistica dedicata ai giovani talenti. Per i dettagli: www.atlantide.net/roccadiriolo. Contatti: Rocca di Riolo - Museo del paesaggio dell' Appennino faentino, Piazza Mazzanti 48025 Riolo Terme, Tel./Fax +39 0546 71025; e-mail: roccadiriolo@atlantide.net. Orari di apertura estivi (fino al 31 agosto): lunedì, giovedì, e venerdì dalle 18 alle 23; sabato e domenica e festivi dalle 14.30 alle 23.

REALIZZAZIONE SCAVI DI OGNI TIPO FOGNATURE A CONTROLLO LASER CIVILI E INDUSTRIALI LAVAGGIO PANNELLI E MANUTENZIONE DEL VERDE NEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PV ROLLER WASHER La macchina lava pannelli che ti permette di ottimizzare la produzione del tuo impianto fotovoltaico

PIEVE CESATO - FAENZA - Via Campazzo 10 - Tel./fax 0546 41824 - babinidante@libero.it Richiedi il tuo preventivo gratuito - Babini Dante 337 626387

Le meraviglie della vena del gesso

Film con degustazioni a tema e incontri con gli scrittori

La Tanaccia, una tra le più belle e conosciute grotte dell’intera Vena del Gesso romagnola, presenta un percorso ipogeo con ambienti suggestivi arricchiti da interessanti fenomeni carsici. È possibile visitarla tutto l’anno - con esclusione del periodo invernale per tutelare il letargo dei pipistrelli - previa prenotazione telefonica al 339.2407028 (Ivano). L’ingresso è a pagamento e comprende la guida, il casco con impianto di illuminazione e la tuta da speleologo. Per approfondire la conoscenza di questa straordinaria realtà naturalistica lunedì 15 Luglio alle 21, nel cortile della rocca di Riolo sarà proiettato il video L'arca della Memoria una banca dati di straordinario interesse documentale, storico, umano, che raccoglie i ricordi dei protagonisti della storia della Vena del Gesso.

dal 9 al 18 agosto 2013 Riolo Terme Centro Parco Pertini venerdì sabato domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica

9 10 11 12 13 14 15 16 17 18

ORCHESTRA SCAGLIONI JASTIN GIORGIO e le MAGICHE FRUSTE G.LUCA BERARDI VANESSA E CLAUDIO BUCCI BAND GLI AMICI DEL SOLE STEFANIA CIANI LE COMETE DI ROMAGNA CELSO ARGNANI

aperti tutte le sere dalle 19.00 e a ferragosto anche a mezzogiorno Stand gastronomico con specialità di mare e romagnole • Bar • Pesca • Libreria

L A F E S TA D E L PA R T I T O D E M O C R AT I C O


SPECIALE FUORI PORTA

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 13 luglio 2013

PARCO FLUVIALE

I LUNEDÌ DELLE MERAVIGLIE

ME

R C AT I N O

21a FIERA

CON LE BANCARELLE IN CENTRO

Frogstock: vent’anni con i Marta sui Tubi e i Ministri (gratis)

Fino al 2 settembre, i lunedì di Riolo sono delle “meraviglie” con la mostra mercato di cose curiose, antiche e moderne. Non mancheranno, lungo il corso Matteotti, bancarelle ed espositori con artigianato e antiquariato, dalle 20.30 alle 23.30. Inoltre, in piazza Mazzanti, sarà allestito uno spazio dedicato al mercatino dei bambini. Quest'anno però l’iniziativa si è arricchita della presenza di dieci agricoltori riolesi che propongono prodotti agricoli del territorio.

III

DELLO SCALOGNO DI ROMAGNA A RIOLO TERME

18-19-20-21 luglio 2013

PROGRAMMA TUTTE LE SERE: Ore 19:00

PARCO PERTINI Apertura STAND GASTRONOMICO con ricercate pietanze aromatizzate allo Scalogno di Romagna, con possibilità di asporto. La domenica anche a mezzogiorno.

C

A RT O G R A F I A

DUE SECOLI DI TERRITORIO IN MOSTRA NELLE MAPPE CATASTALI Evento clou, in termini di rock, per Riolo Terme e dintorni di ogni estate è il festival Frogstock che quest’anno si svolgerà dal 21 al 24 agosto sempre al parco fluviale. Ad aprire le danze saranno i ritmi blues, soul, funk del Gloria Turrini’s Quintet. La seconda giornata è dedicata ai Blastema, quarti classificati nella categoria giovani all’ultimo festival di Sanremo, mentre i “big” sono riservati alle ultime due serate. Venerdì 23 agosto allo storico festival romagnolo saranno di scena I Ministri, reduci, tra l’altro, dal concertone del Primo maggio in piazza San Giovanni, mentre la chiusura del ventennale è affidata a una band davvero molto amata e ormai conosciuta ai più: Marta sui Tubi che suoneranno sabato 24 agosto. Tutti i concerti a ingresso gratuito.

Fino al 22 luglio nella Sala San Giovanni di Riolo è visitabile la mostra cartografica, a cura di Geolab Onlus, intitolata “Due secoli di rappresentazioni del territorio”, un viaggio nel tempo attraverso le mappe catastali, da quelle di epoca napoleonica alla cartografia digitale. Orari di apertura: lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 20 alle 22, sabato e domenica dalle 16 alle 19 e dalle 20 alle 22.30. events MARKETS ON MONDAYS, MOVIES ON FRIDAYS, NATURAL AND HISTORICAL VISITS, A BOOK FAIR AND A ROCK FESTIVAL The Fortress at the centre of Riolo is the social and cultural heart of this town. During summer, many events take place in its rooms and garden: on fridays, visitors can watch movies dealing with wine&food and taste recipes inspired to the movies, on July 20th and 21st there will be a local book fair. Guided visits are organized to discover the interesting historical character of Caterina Sforza, as the castle belonged to the Sforza family (info: 0546 71025; email: roccadiriolo@atlantide.net). For those who love nature, visits are organized to discover one of the most beautiful natural cave of the peculiar Vena del gesso (info: 339.2407028 Ivano). On Mondays, a market with craftmanship and local produces is on from 8.30 to 11.30 p.m. The biggest event, for those who love rock music, takes place at the river’s park and is called Frogstock. This year, from August 21st to 24th, among the guests there will be two Italian young famous bands: I Ministri and Marta sui tubi (free entrance).

VENERDÌ ORE 20:30 IN PIAZZA MAZZANTI SECONDA FIERA DEL LIBRO ROMAGNOLO. La fiera del libro rimarrà aperta anche il sabato e la domenica

GIOVEDÌ 18 LUGLIO: Ore 18:30 CORSO MATTEOTTI: Apertura mostra mercato; Ore 21:00 CORTILE DELLA ROCCA: CONVEGNO: Costo di Produzione dello SCALOGNO DI ROMAGNA I.G.P.; Ore 21:00 PARCO PERTINI: Spettacolo musicale LAURA FREDDI

Ristorante aperto tutti i giorni a pranzo e a cena Specialità di pesce Piatti della tradizione romagnola Pizzeria...

MARINA DI RAVENNA VIALE DELLE NAZIONI 40 tel. 0544 530186 - 347 5313967

www.bagnolucciola.it

Ore 18:00 CORSO MATTEOTTI: Apertura mostra mercato; Ore 21:00 PARCO PERTINI: Orchestra: VIA EMILIA PONENTE 6

DOMENICA 21 LUGLIO: Ore 9:00 CORSO MATTEOTTI: Apertura mostra mercato;

VENERDÌ 19 LUGLIO:

Ore 21:00 PARCO PERTINI: Spettacolo musicale DEFAJANCE

Ore 18:30 Apertura mostra mercato; Ore 21:00 PARCO PERTINI: “RI…CANTARE A RIOLO” (Concorso canoro) OSPITE: ANNA MARIA ARCANGELI

llo! e b è o il ciel con noi! o scopril

Ogni venerdì a partire dalle ore 20,30 Aperitivo. Cena. Ballo sulla spiaggia. Prenota tel. 0544.530186-347.5313967

RISTORANTE - PISCINA

SABATO 20 LUGLIO:

Giovedì 11 luglio, ore 21:30 Oriano Spazzoli

STORIE SOTTO AL CIELO

Martedì 16 luglio, ore 21:30 DA QUI ALL'INFINITO.

POESIA AL PLANETARIO con Maria Giovanna Maioli e Franco Costantini con la partecipazione di Giovanni e Pietro Brandolini. A cura di RavennaPoesia

Sara Ciet

Jeudì 18 - Giovedì 18, ore 21:30

LES ETOILES DES POETES: Rimbaud, Verlaine, Baudelaire, Luminet ...et les autres

(Le stelle dei poeti: Rimbaud, Verlaine, Baudelaire, Luminet..e gli altri) (Conférence en langue française Conferenza in lingua francese)

Per informazioni e prenotazioni: Planetario di Ravenna, Viale S. Baldini, 4/a - 48121 Ravenna sito: www.racine.ra.it/planet - email: info@arar.it


IV

SPECIALE FUORI PORTA

giovedì 11 luglio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

ENOGASTRONOMIA

Duttile, nobile, naturale: lo scalogno Al prodotto Igp è dedicata anche una sagra, a Riolo, dal 18 al 21 giugno di Giorgia Lagosti Bulbo aromatico con alle spalle una storia plurimillenaria, lo Scalogno Igp di Romagna è un prodotto genuino, biologico e di grande versatilità. Il suo nome deriva da Ascalon, il nome della città palestinese che pare avergli dato i natali, ma il suo utilizzo in cucina iniziò a diffondersi solo nel Rinascimento, grazie al successo che incontrò soprattutto nelle corti aristocratiche. Avvicinandoci nel tempo e nello spazio, in Romagna, i contadini dei secoli scorsi lo mangiavano crudo per colazione, semmai insieme a piadina e salame, prima di dure giornate nei campi. Le donne invece lo conservavano sott’aceto o sott’olio. Oggi, essendo un alimento molto versatile, può entrare in un elenco sterminato di ricette. Esprime il meglio di sé nei condimenti in genere, conferendo ai piatti morbidezza e aromaticità di notevole garbo ed eleganza. Si utilizza quindi nella preparazione di salse, brodi, sughi, zuppe, frittate, soffritti, ripieni, farciture, contorni e in accompagnamento a brasati, stufati, arrosti, carni bolliti, stracotti e cacciagione. Come non ricordare ora il forte carattere dei “Curzùl allo Scologno” tipici del faentino, o

LA CURIOSITÀ

Un bulbo che fa bene alla salute Lo scalogno è una ricca fonte di flavonoidi antiossidanti come la quercitina e il kemferfol. Poi contiene anche zolfo e antiossidanti composti che vengono convertiti in allicina attraverso l’azione enzimatica durante la frantumazione e la tritatura. E sta proprio qui la grande ricchezza di questi bulbi: molti studi hanno dimostrato che l’allicina riduce la produzione di colesterolo, ha proprietà antibatteriche, antivirali e antifungine. Ancora, riduce la rigidità dei vasi sanguigni con la conseguente riduzione della pressione totale, inibisce la formazione di piatrine e coaguli nei vasi sanguigni aiutando a ridurre il rischio generale di malattie coronariche, vascolari e ictus. E non è finita qui! I composto presenti nello scalogno tra cui il disolfuro di allile hanno proprietà antimutagene (proteggono dai tumori) e antidiabetiche (contribuiscono a tenere bassi i livelli di zucchero nel sangue).

tritive, soleggiati e adeguatamente innaffiati. La semina dello scalogno di Romagna avviene nei mesi invernali, mentre la raccolta si effettua in estate. E a questo proposito, un dato da rilevare: lo scalogno non fa seme e la sua “sopravvivenza”, intatta e integra in un dna che non può subire modificazioni genetiche, dipende solo dagli agricoltori che credono nel valore e nell’importanza di questo prodotto, tipico ed identificativo della nostra terra. Ogni anno, i piccoli bulbi vengono messi a dimora a mano, uno a uno, con grande meticolosità. Ancora, se tutto ciò non fosse sufficiente, lo scalogno offre una serie di benefici per l’organismo: è disintossicante, ha proprietà diuretiche, funzioni antiossidanti grazie al suo contenuto in selenio ed è ricco di acido folico, di fosforo, potassio, ferro, zinco, calcio, rame, selenio, vitamine A e C (molto più dell’aglio e della cipolla), quest’ultima presente solo se consumato crudo.

la delicatezza del “Coniglio arrostito nel coccio con scalogno, olive, pinoli e erbe aromatiche”? E queste sono solo un piccolo esempio delle tante ricette che vedono lo scalogno protagonista nella gastronomia della tradizione. È reperibile sul mercato da luglio fino all’autunno inoltrato nei comuni di Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Faenza, Riolo Terme, di Solarolo, Modigliana e Tredozio. Ma è a Riolo che si tiene la sagra dedicata all’ortaggio, quest’anno dal 18 al 21 luglio. E l’Igp? Nel caso del “nostro” scalogno, quello delle terre di Romagna, l’appellativo designa in modo esclusivo il bulbo cipollino della specie “Allium Ascalonicum”, inconfondibile per la singolare forma a fiaschetto, il colore rossastro e la buccia coriacea. L’Indicazione Geografica Tipica ci f o o d & w i n e garantisce che subisce SCALLION: TASTY, NOBLE AND HEALTHY solo trattamenti natuThis particular kind of onion seems to date back to the rali: per la sua coltivaancient times, but it was widely used especially in Renaszione in Romagna, al saince courts. The Romagna’s scallion has some peculiafine di preservare le carities: it grows in Riolo and nearby territory in very rich, ratteristiche identifisunned and hosed soils, without any chemical. It can be cative del prodotto e used in a variety of recipes going from pasta to meats difendere l’ambiente and you can try some of these during the festival dedicain cui cresce, non si rited to the Scallion in Riolo from July 18th to 21st 2013. corre a fertilizzanti This particular kind of onion is also very healthy as it is richimici o fitofarmaci. ch in folic acid, phosphor, potassium, iron, calcium, seleSi coltiva su terreni nium vitamin A and C (but only if it is not cooked). ricchi di sostanze nu-


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 11 luglio 2013

CULTURA& SPETTACOLO

COTIGNOLA

RECITAL

Musiche, poesia, racconti nel teatro fatto di paglia Un anfiteatro in mezzo ai campi, che si raggiunge con una camminata in mezzo alle lucciole lungo un sentiero che sfocia in un’arena costruita utilizzando balle di fieno. Un teatro a cielo aperto sotto le stelle della campagna di Cotignola che sarà aperto dal 17 al 22 luglio, ancora una volta grazie alla magnifica idea dell’associazione Primola, giunta quest’anno alla quinta edizione. In programma nomi del teatro come Moni Ovadia e le Albe, ma anche concerti di musica folk e balcanica e molte istallazioni artistiche che saranno disseminate nel

Un’immagine notturna dell’arena di paglia

Dal 17 al 22 luglio torna il magico scenario dell’arena temporanea di balle “campo dei miracoli”. All’alba di sabato 13, alle 5.45 si costruirà l’anfiteatro con mille balle di fieno. Dopo un’anteprima preserale con il docente di sociologia Roberto Grandi per parlare di cultura (martedì 16 alle 18), si entra nel vivo mercoledì 17 con Smemorata e Fitz, una favola da seguire lungo il canale su cui l’attrice Elena Bucci reciterà su una barca accompagnando il corso dell’acqua, seguirà il concerto-performance Loud landing che mescola musica elettronica e video istallazione di David Loom e Mat-

15

chela Marangoni e Laura Redaelli. La lettura sarà seguita da una “radiocronaca” fantasiosa dello scrittore Cristiano Cavina. Domenica 21 sarà una serata tra musica folk e cantautorato dal titolo Nebbie musicali, lucciole e cantautori con Enrico Farnedi e le sue canzoni colorate, Eloisa Atti che musica un viaggio stralunato nel mondo omerico, seguito da Francesco Giampaoli con Giacomo Toni. Chiuderanno la serata gli acquarelli di Musicabiologica, accompagnati dai suoni naturali di Lorenzo Ricci. I ritmi tzigani faranno ballare lunedì 22 con la seconda generazione de I fantasmi del metrò orchestra di ragazzi rom iscritti al conservatorio di Milano e diretti da Roberto Durkovic che si esibiscono in melodie balcaniche seguiti dalla pizzica della Sossio Banda. L’arena si chiude martedì con le storie impagliate di questa settimana raccontate dal gruppo Playback Theatre assieme al pubblico. Poi il piccolo anfiteatro rurale sarà smontato, balla dopo balla. Per ritornare l’anno venturo. Matteo Cavezzali

Il neofaentino Gene Gnocchi alla Molinella Il nuovo e illustre faentino Gene Gnocchi sarà il protagonista, mercoledì 17 luglio alle 21.15, della stagione teatrale estiva manfreda in Piazza Nenni/Molinella. Interpreterà un inedito Recital che percorre alcuni episodi, reali e surreali, della vita dell’artista. E considerato che uno degli ultimi avvenimenti è stato il suo trasferimento a Faenza, non mancheranno riflessioni, impressioni e varie amenità sulla sua vita in città. Lo spettacolo sarà anche per presentare in anteprima alcuni brani del suo prossimo spettacolo, (attualmente in preparazione), La vita condominiale di Johnny Depp.

TRADIZIONI&CUCINA teo Scaioli. Giovedì 18 si comincia alle 18 con Gonzalo Borondo, pittore madrileno, che inizierà un suo grande intervento pittorico sulle balle (che proseguirà nei giorni della festa.Alle 19.30 inizierà invece ci sarà la narrazione Filò, viaggio di un Zanni all’inferno, una narrazione ispirata al poema di Andrea Zanzotto con la preparazione di un risotto conviviale a cura di Silvio Castiglioni. (consigliata la prenotazione al 333 4183149). A seguire la Ballata in Nero concerto-reading alla scoperta di musiche della

tradizione europea e brani letterari italiani dall’Ottocento in poi, sulle orme del noir e del macabro a cura di Eraldo Baldini e Giuseppe Bellosi e musicato da Marcabru. Il 19 luglio è la volta di Moni Ovadia accompagnato al pianoforte da Carlo Boccadoro per un viaggio nella Yiddishkeit, la cultura novecentesca dell’ebreo errante. Il 20 luglio Il Teatro delle Albe di Ravenna presenta Incantati la “parabola dei fratelli calciatori” di Marco Martinelli, una lettura di Alessandro Argnani, Luigi Dadina, Mi-

Alla scoperta del teatro di burattini al Podere Schiavina Al Podere Schiavina, un luogo di antica memoria da poco restaurato nei dintorni di Filetto, si svolgeranno due eventi culturali dedicati alla storia del teatro dei burattini a cura della Famiglia Monticelli, una delle piú antiche famiglie d'arte italiane, unita all’eccellenta cucina di Angela Schiavina che firma il buffet. Il primo appuntamento è per giovedì 18 luglio con alle 19 la visita alla mostra “la Collezione Monticelli”, alle 20 il buffet, alle 21 lo spettacolo Il rapimento del principe Carlo, alle 22 il back stage e alle 22.30 il del documentario Dietro le quinte. Adulti 15 euro - bambini 10. Per partecipare è necessaria la prenotazione: Teatro del Drago 392 6664211 - info@teatrodeldrago.it; Podere Angela Schiavina 337 606572 - info@angelaschiavina.it.


16

ARTE& LIBRI

giovedì 11 luglio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

MEZZANO

LETTURE

Il folk dei Radis e Marescotti per Giulio Ruffini Giovedì 18 luglio, a Mezzano, si svolgerà una serata dedicata all’artista Giulio Ruffini. Si comincia alle 19, a piazza della Repubblica 10, con l’intitolazione a Ruffini della Biblioteca dell’Associazione Percorsi (allo scoprimento della targa sarà presente anche il vicesindaco di Ravenna Giannantonio Mingozzi). A seguire, a casa Ruffini in via Reale 125, a partire dalle 21.15 si terrà il concerto del gruppo folk Radìs e il recital del noto attore Ivano Marescotti.

Poesia e parole stellari al planetario Martedì 16 luglio alle 21.30 al Planetario (via Santi Baldini, Ravenna), Ravenna Poesia organizza una serata a guardare le stelle accompagnati dalle parole di grandi poeti e scienziati da Dante a Leopardi, da Borges a Margherita Hack. La serata si intitola "Da qui all'infinito" e vede le letture affidate a Maria Giovanna Maioli, Franco Costantini e con la partecipazione dei giovani Giovanni e Pietro Brandolini, due piccoli lettori della Pentola d'Oro. Ingresso Planetario 5 euro.

Giulio Ruffini nel suo studio di Mezzano nel ‘54

AGENDA

Mostra “doppia” a Marina

Le opere di Notari Lavori in corso a palazzo S.Giacomo al Mar

Letteratura ed eros alla Duna

Il golfo mistico al Peter Pan

Inaugura sabato 13 luglio alle 18 la mostra curata da Franco Bertaccini per Capit “Visioni a confronto”. In mostra alla Galleria FaroArte di Marina di Ravenna (nel centro civico) opere sia Graziano Pompili che del francese Jean GaudaireThor, con la formula di una sorta di doppia intervista applicata all’arte. La mostra rimarrà aperta fino al 18 agosto dal mercoledì al sabato dalle 20.30 alle 23.

Fino al 21 luglio prosegue la mostra del pittore Alvaro Notari a Palazzo San Giacomo dal titolo “Experimentum in corpore vili”. Ad arricchire la mostra, venerdì 19 luglio alle ore 21.00, si svolgerà l’iniziativa culturale “Experimentia in Villa. Palazzo San Giacomo fra villici, villani e villeggiatura” con letture di racconti inediti di e con Osiride Guerrini, Graziella Pagani e Pietro Barberini.

Serata di letteratura erotica per il secondo appuntamento della rinata rassegna la Duna dei libri curata da Finzioni, alla Duna degli orsi di Marina di Ravenna. Venerdì 12 la protagonista sarà infatti Irene Cao che presenta “Io ti voglio” terzo capitolo di una trilogia erotica iniziata con Io ti guardo edita da Rizzoli. Appuntamento sulla spiaggia alle 20.

L’autrice ravennate Nicoletta Timoncini presenta il suo libro il romanzo Il golfo mistico (edito da caosfera) al bagno Peter Pan di Marina di Ravenna (viale delle Nazioni 36). L’appuntamento con la scrittrice alla sua prima prova letteraria è per le 19 di martedì 16 luglio. A intervistare Nicoletta Timoncini sarà Matteo Papi.

Al Mar di Ravenna sono iniziati i lavori di riallestimento della Collezione dei Mosaici Moderni realizzata nell’ambito del Progetto Europeo Open Museums Musei sloveni e italiani in rete: valorizzazione ed innovazione tecnologica nei musei delle città d’arte dell’Alto Adriatico. La Collezione dei Mosaici Moderni non sarà visibile al pubblico fino al 16 agosto 2013.


CULTURA& RUBRICHE

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 11 luglio 2013

Fulmini&Saette di Adriano Zanni Cronache e visioni dal Deserto rosso - tutti i giorni su www.ravennaedintorni.it

17

TUTTA UN’ALTRA MUSICA

Comelade e Lynch, due geni da (ri)scoprire di LUCA MANSERVISI

I cercatori, Porto Corsini VISIBILI & INVISIBILI di

FRANCESCO DELLA TORRE

I film da non perdere nelle arene estive

L'estate 2013 ci offre un’insolita stagione arida, mentre di solito escono quei film, belli, che il distributore non ha il coraggio di offrire durante il periodo meno caldo. Quest'anno c'è poca roba, ma per fortuna Ravenna e i suoi dintorni hanno un cartello di cinema estivo assolutamente soddisfacente, nel quale spiccano molti buoni film e addirittura qualche chicca. Nella settimana di uscita del giornale che avete tra le mani, sono molti i titoli da non perdere, già recensiti nei mesi scorsi su queste pagine. Nella casa (Rocca Brancaleone 11; Arena del sole 15 luglio) è un vero e proprio thriller psicologico, dalla trama perfetta e dallo sviluppo perfetto, un film che deve molto al grande maestro del brivido, quell'Hitchcock (Arena Borghesi 11; Rocca 15 luglio) omaggiato in una gradevolissima commedia che ripercorre la nascita di uno dei suoi capolavori, Psyco. Sempre alla Rocca, il 16 luglio, si alza il sipario su uno dei film più amati dal vostro recensore, e che ha più diviso la critica: Spring Breakers parte come una notte da leoni al femminile, per presto trasformarsi in un incubo onirico e pop difficilmente inquadrabile e assolutamente affascinante, ma non per tutti. In questa settimana potrete guardare anche i migliori film italiani dell'anno: La migliore offerta, all'Arena del Sole il 17 luglio; È stato il figlio ed Educazione siberiana all'Arena di Bagnacavallo, rispettivamente l'11 e il 12 luglio, mentre il 13 c'è un grande film danese: Il sospetto, di Thomas Vintenberg. Sempre restando sul cine-

ma italiano, alla faentina Arena Borghesi il 17 luglio un titolo che non ha trovato lo spazio che meritava, Alì ha gli occhi azzurri (in programmazione anche a Lugo il 12), mentre lunedì 15 è tempo di grandissimi classici, con Ultimo tango a Parigi di Bertolucci. Altro caso letterario e cinematografico da non perdere è Acciaio, di Stefano Mordini, sempre a Lugo il 15 luglio e addirittura gratuito. Cinema italiano ancora padrone, si fa per dire, vista la scarsa distribuzione invernale: Viva la libertà di Roberto Andò, con Toni Servillo è un film da non perdere. Settimana tricolore? Sembra di si, perchè alla Rocca sabato 12 luglio potrete vedere il nuovo film di un regista, Giorgio Diritti, che non ha mai deluso pubblico e critica. Dopo Il vento fa il suo giro e L'uomo che verrà, è la volta di Un giorno devi andare, con Jasmine Trinca, anch'esso apprezzato da addetti ed appassionati. Ma visto che non sarebbe male parlare anche di novità, prendiamo atto che le arene talvolta non si limitano alle seconde visioni, ma giocano addirittura un ruolo di primo piano: venerdì 12 luglio va in scena l'ultimo film di Park Chan-Wook, il grande regista coreano della trilogia della vendetta (ricordate Old Boy? Se no, recuperare): Stoker è un film molto più occidentale dei precedenti, a partire dalla protagonista Nicole Kidman. Un film, di cui non viene rivelata la trama qui, dove mistero e morbosità la fanno da padrone, come capita spesso nei film di Park. Ancora non visto, difficile però non consigliarne la visione, soprattutto sulla fiducia di un autore che la merita. To be continued...

Dal 30 Giugno tutti i Giovedì sera

VIDEO KARAOKE

Voglio ringraziare pubblicamente – anche se con colpevole ritardo – il Teatro del Drago per aver rispolverato dall’oblio un piccolo genio della musica contemporanea, per giunta in uno spettacolo di teatro di figura (intitolato Grande Circo Nave Argo e da poco riproposto a Marina Romea) rivolto a un pubblico soprattutto di bambini. La strabordante musica che accompagna tutta la rappresentazione della compagnia ravennate è infatti del franco-catalano Pascal Comelade, un nome storico spero noto a tutti gli appassionati, ma che non è mai stato in grado di cavalcare nessuna moda, né di finire sulle copertine delle riviste patinate, né di guadagnarsi fiumi di parole neppure su internet, dove si accavallano invece speciali sul synth-pop o sull’ultima next big thing inglese, tanto per dire. Qui mi piaceva solo segnalare il suo nome e invitare qualche lettore distratto a riscoprire la sua opera, che passa dal jazz alla musica popolare, dal tango al valzer, dalle ninnenanne alle marcette da parata. Il tutto all’insegna della melodia cristallina, della malinconia e allo stesso tempo del gioco e della leggerezza, per un risultato finale che sa tanto di balere immaginarie, romanzi surreali o luoghi fuori dal mondo e lontani dalla frenesia del nostro tempo. Utilizzando spesso strumenti giocattolo, appunto, oppure autocostruiti, tra l’altro finiti anche in mostre a lui dedicate. E il tutto, nel corso della sua carriera (non sto a elencare neppure un disco, si può partire nella riscoperta un po’ da dove si vuole), anche grazie a collaborazioni prestigiose con personaggi del calibro di Robert Wyatt, Faust, Pierre Bastien o Pj Harvey. Un piccolo mito che meriterebbe più attenzione, senza dubbio. Un grande mito, invece, lo sanno tutti è David Lynch, anche se in campo cinematografico. Ora però ha pensato bene di andare ad allungare la fila degli irregolari (un po’ come Comelade) in musica. In questi giorni ha infatti pubblicato il suo secondo disco, The big dream, dopo l’ottimo esordio di due anni fa, Crazy Clown Time. Una sorta di conferma, quest’ultimo lavoro, che il primo non era stato (solo) un divertissement ma, chissà, l’inizio di una nuova carriera. Senza dubbio si tratta di due ottimi dischi di blues contemporaneo “mutante”, chiamiamolo così, con la voce di Lynch ad aggiungere inquietudine (non poteva essere altrimenti) al tutto. Anche in questo caso il consiglio è di scoprire questa musica poco allineata, senza pregiudizi legati al nome e al passato ingombrante del suo autore.

MALDINI E COFFARI & C.

con LINDA cantante di Mirabilandia e Vj PASO!!

Prenota il tuo tavolo per cena! piatto speciale SPAGHETTI ALLO SCOGLIO piatto unico a 15€ oppure scegli tra le nostre specialità alla carta: PESCE, CARNE O PIZZA!! Info e prenotazioni 0544.437470

Spiaggia Bar Ristorante Pizzeria Divertimento

Punta Marina Terme - viale C.Colombo 34 - tel. 0544.437470 - cell. 347.4670672 fax 0544.1930173 - www.bagnoperla.it bagno perla

DETRAZIONI 55%

DETRAZIONI 50%

IMPIANTI TERMOSANITARI - CONDIZIONAMENTO SOLARE TERMICO - ASPIRAZIONE - ANTINCENDIO Per informazioni e preventivi gratuiti cell. 348 8810612 e-mail: maldini.coffari@libero.it Via Bonifica, 50 - Porto Fuori (Ravenna) • Tel./Fax 0544 433323


18

CULTURA&TEMPO LIBERO

CinemaCity - Ravenna

giovedì 11 luglio 2013 | RAVENNA&DINTORNI

Educazione siberiana

• CINEMA •

Pacific Rim

(Regia di Guillermo Del Toro)

Proiezione in 3D: fer. e sab.: 20.15-22.55; dom.: 18-20.45; Proiezione in 2D: fer. e sab.: p.u. 21.15; dom.: 18.30-21.15

(Regia di Gabriele Salvatores)

ven.: p.u. 21.30

Il sospetto

Programmazione da giovedì 11 a mercoledì 17 luglio

(Regia di Thomas Vinterberg)

sab.: p.u. 21.30

Argo

Now you see me - I maghi del crimine

(Regia di Ben Affleck)

(Regia di Louis Leterrier)

fer. e sab.: 20-20.30-21.10-22.55; dom.: 18-18.30-20.30-21.10

dom. e lun.: p.u. 21.30

(Regia di Harmony Korine)

mar.: p.u. 21.30

Il figlio dell’altra (Regia di Lorrain Lévy)

Uomini di parola

Monsieur Lazhar

(Regia di Fischer Stevens)

(Regia di Philippe Falardeau)

mar. e mer.: p.u. 21.30 mer.: p.u. 21.30

fer. e sab.: 20.30-22.50; dom.: 18.20-20.45

Arena Cinema Jolly - Russi

Cinedream - Faenza

World War Z

Mi rifaccio vivo

(Regia di Sergio Rubini)

Now you see me - I maghi del crimine

(Regia di Marc Forster)

Proiezione in 3D: fer. e sab.: 20.20-22.50; dom.: 18.15-21; Proiezione in 2D: fer. e sab.: p.u. 22.30; dom.: p.u. 20.40

lun.: p.u. 21

(Regia di Louis Leterrier)

fer.: 20.30-22.45; sab.: 17.50-20.30-22.45; dom.: 15.35-17.50-20.30-22.45

Lugocinema Estate 2013 - Lugo

Grandi speranze

(Regia di Mike Newell)

Pacific Rim The lone ranger

gio.: p.u. 21.30

(Regia di Guillermo Del Toro)

fer.: 20.10-22.45; sab.: 17.40-20.10-22.45; dom.: 15.10-17.40-20.10-22.45

(Regia di Gore Verbinski)

fer. e sab.: 20-20.30-21.30-22.55; dom.: 18-18.25-20.30-21-21.30

Alì ha gli occhi azzurri (Regia di Claudio Giovannesi)

ven.: p.u. 21.30

Uomini di parola L’uomo d’acciaio

(Regia di Fischer Stevens)

L’era glaciale 4

fer.: 20.30-22.40; sab.: 17.50-20.30-22.40; dom.: 15.30-17.50-20.30-22.40

(Regia di Zack Snyder)

fer. e sab.: p.u. 21; dom.: 18-21

Il grande orso

World War Z

(Regia di Esben Toft Jacobsen)

(Regia di Marc Forster)

(Regia di Steve Martino)

sab.: p.u. 21.30

Il grande Gatsby (Regia di Baz Luhrmann)

fer.: 20.25-22.45; sab.: 17.45-20.25-22.45; dom.: 15.25-17.45-20.25-22.45

fer. e sab.: p.u. 20.20; dom.: p.u. 18.20

dom.: p.u. 21.30

Dino e la macchina del tempo (Regia di John Kafka e Yoon-suk Choi)

fer. e sab.: p.u. 20.30; dom.: p.u. 18.15

Acciaio

The lone ranger

(Regia di Mark Andrews)

(Regia di Gore Verbinski)

fer.: 20.30-21.15-22.35; sab.: 17.45-18.20-20.30-21.15-22.35; dom.: 15-15.30-17.45-18.20-20.30-21.15-22.35

After Earth - Dopo la fine del mondo (Regia di M. Night Shyamalan)

fer. e sab.: p.u. 22.40; dom.: p.u. 20.40

(Regia di Bernardo Bertolucci)

fer.: p.u. 20.25; sab. e dom.: 18.10-20.25

Rocca Cinema - Ravenna

Nella casa

gio.: p.u. 21.30

(Regia di Rama Burshtein)

Into darkness - Star Trek mar.: p.u. 21.30

(Regia di John Kafka e Yoon-suk Choi)

sab.: 17.50-20; dom.: 15.50-17.50-20 gio.: p.u. 21.30

ven.: p.u. 21.30

(Regia di Claudio Giovannesi)

fer.: p.u. 21.10; sab.: p.u. 21.45; dom.: 15.30-21.45

(Regia di Steve Martino)

ven.: p.u. 21.30

Arena Borghesi - Faenza

Una giorno devi andare

Hitchcock

(Regia di Giorgio Diritti)

(Regia di Sacha Gervasi)

gio.: p.u. 21.30 (versione originale)

sab.: p.u. 21.30

Argo

Stoker

(Regia di Ben Affleck)

(Regia di Park Chaan-Wook)

sab.: p.u. 21.30

Arena Cinema - Massa Lombarda

Il lato positivo

Quartet

(Regia di David O. Russell)

(Regia di Dustin Hoffman)

mar. e mer.: p.u. 21.30

Gulliver - Alfonsine

dom.: p.u. 21.30

Nella casa

Tutti pazzi per Rose

(Regia di Francois Ozon)

lun.: p.u. 21.30 sab. e dom.: p.u. 21.15

Hitchcock

Cloud Atlas

(Regia di Sacha Gervasi)

(Regia di Tom Tykwer, Andy e Larry Wachowski)

sab.: p.u. 21.30

lun.: p.u. 21.30

(Regia di Paolo Virzì)

(Regia di Regis Roinsard)

ven.: p.u. 21.30

dom.: p.u. 21.30

Tutti i santi giorni mer.: p.u. 21.30

(Regia di Zack Snyder)

(Regia di J.J. Abrams)

Alì ha gli occhi azzurri

L’uomo d’acciaio L’era glaciale 4

(Regia di Roberto Andò)

La sposa promessa

Dino e la macchina del tempo

(Regia di Francois Ozon)

Viva la libertà

lun.: p.u. 21.30 (ingresso gratuito)

(Regia di Terrence Malick)

lun.: p.u. 21.30 (ingresso gratuito)

Arena del Sole - Lido di Classe

Ultimo tango a Parigi

To the wonder

Jolly - Ravenna chiusura estiva

(Regia di Stefano Mordini)

dom.: p.u. 21.30

I Croods

Cineparco delle Cappuccine Bagnacavallo

(Regia di Chris Sanders e Kirk De Micco)

mar.: p.u. 21.30

È stato il figlio

(Regia di Daniele Ciprì)

La migliore offerta

gio.: p.u. 21.30 (incontro con il regista)

(Regia di Giuseppe Tornatore)

mer.: p.u. 21.30

Spring Breakers

The Brave

Cinemacity Ravenna, via Secondo Bini 7, tel. 0544 500410 Jolly Ravenna, via Renato Serra 33, tel. 0544 478052 Rocca Cinema Ravenna, Rocca Brancaleone, tel. 339 5988013

INFOCINEMA Cinedream Multiplex Faenza, via Granarolo 155, tel. 0546 646033 Amendola 40, tel. 329 2054014 Arena Borghesi Faenza, via Stradone 2, tel. 0546 663568 Cinema Gulliver Alfonsine, piazza della Resistenza 2, tel. 377 7081999 Arena Cinema Massa Lombarda, c/o Museo della Frutticoltura Bonvicini via Cineparco delle Cappuccine Bagnacavallo, via Berti 6, tel. 329 2054014

Arena Cinema Jolly Russi, via Saffi 4 Lugocinema Estate 2013 Lugo, rotonda via Piratello via Quarantola Arena del Sole Lido di Classe, via Marignolli 26, tel. 0544 939942

apertura martedì 16 luglio Vini selezionati anche esteri Salumi e formaggi Presidi slow food Ravenna Piazza del Popolo 29 - tel. 347 5496320


MANGIARE& BERE

COSE BUONE DI CASA

Quando le melanzane si esaltono in “torretta” a cura di ANGELA SCHIAVINA - WWW.ANGELASCHIAVINA.IT

Questa settimana per la nostra ricetta utilizziamo le melanzane per farne delle sontuose “torrette” per il palato. Ingredienti e preparazione: prendere delle melanzane lunghe e non troppo grosse, lavarle, spuntare le estremità e tagliare a rondelle dello spessore di 2 cm. Metterle in uno scolapasta con sale grosso affinché perdano l'acqua di vegetazione amara. Trascorse due ore lavarle, asciugarle, infarinarle e friggerle in olio di arachidi, lasciar asciugare su carta assorbente e se necessario salare. Ingredienti e preparazione del sugo: pomodori rossi maturi, sbollentati in acqua bollente per pochi minuti, a cui vanno tolti la pellicina e i semi e poi tritati, cipollotti freschi tritati, uvetta sultanina, pinoli, sale, pepe, olio extra vergine di olive. In un tegame rosolare i cipollotti con due cucchiai di olio, aggiungere i pomodori, salare e pepare e cuocere per dieci minuti. In un padellino rosolare due cucchiaiate di pinoli e unirli al sugo. L'uvetta immersa in una tazza di acqua tiepida a rinvenire, va strizzata e unita al sugo. Mescolare bene. Infine predisporre del basilico tritato e pezzetti di burrata o di mozzarella di bufala. Composizione del piatto: assemblare le “torrette” in piattini individuali. Sul fondo mettere una cucchiaiata di sugo, poi una fetta di melanzana, un po'di sugo e basilco, un'altra fetta di melanzana e un po' di sugo e basilico poi un'altra fetta di melanzan e un po' di basilico e il dadino di formaggio. Per ultimo un filo di olio. Per rendere più leggere le melanzane invece di friggerle possono essere cucinate nel forno. Stendere le rondelle su una placca ricoperta da carta da forno, irrorare con olio extra vergine e cuocere per circa 20 minuti a 170 gradi.

GUSTO

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 11 luglio 2013

19

CENA SLOW FOOD RISTORANTE

Connubio fra Riesling e pesce dell’Adriatico Un abbinamento che può apparire spiazzante, ma che senz’altro riserverà piacevolissime sorprese, è quello tra le tradizioni enologiche austro-tedesche e la gastronomia romagnola a base di pesce. Lo propongono la condotta Slow Food di Ravenna e il ristorante la Capannina di Casalborsetti (via Casalborsetti 181) per il 25 luglio alle 20.30. In assaggio: dall’ Austria Grüner Veltliner Trinkvergnügen 2011 di Hirsch, dalla Germania Riesling Kabinett Trocken 2011 di Petri, Riesling Lorenzhöfer Spatlese 2008 di Karlsmùhle, Riesling Spatlese Trocken 2012 di Manz, Gewurztraminer Spatlese Trocken 2011 di Petri. Menù: antipasti di calamaro alla plancia, spigola al vapore con spinaci e bernese ai frutti di mare; come primo piatto, risotto bianco alla marinara al profumo di limone; per secondo trancio di pescato del giorno, spuma di patate, asparagi e tartufo nero estivo; sorbetto per dessert. Costo: 45 euro per i soci, 50 per gli accompagnatori ed i non soci. Posti limitati. Prenotazione obbligatoria entro venerdì 19 luglio: g.gallotti@alice.it

SPECIALITÀ PESCE

È DISPONIBILE UN SERVIZIO DA ASPORTO RAPIDO E CON LE MIGLIORI SELEZIONI DEL PESCATO

Punta Marina Piazza Saffi 13 Tel. 0544 437228

CRISTALLO RISTORANTE

• SEMPRE APERTO • • SI CONSIGLIA LA PRENOTAZIONE •

I PIATTI DELLE FESTE - PORTO FUORI

GLI STAPPATI

“Rosso Conero Dorosso” di Tombolini: un vino caldo, sensuale, riflessivo Fulvia Tombolini è la produttrice marchigiana che produce il “Rosso Conero Dororosso” 2011. Un vino con un bel rosso rubino e riflessi e persistenza al naso e di di FABIOviolacei. MAGNANIIntensità GLISTAPPATI @GMAIL.COM buona precisione olfattiva. Al naso trasmette una sensazione alcolica di calore molto piacevole. I profumi sono ponderati e ben disposti. Leggeri odori di macerazione di frutta e fiori lasciano spazio a ricordi di amarena, ribes, ciliegia. Erbe aromatiche vicine alla salvia, leggero tabacco e scatola di sigari in sottofondo. Un palato equilibrato, vellutato, giocato su sottile tannino e freschezza che si accompagna a leggera sapidità finale. Chiude con una leggera contrazione tannica in chiusura. Un vino di grande piacevolezza, suadente, femminile. Caldo, sensuale e riflessivo.

Cappelletti e i tagliolini tirati a mano dalle azdore Tante specialità da non perdere al ristorante della Festa Democratica di Porto Fuori, fino al 15 luglio nell'area Kojak di via Staggi 4. Tutte le sere, si possono assaggiare pietanze della tradizione romagnola, di carne e di pesce. Piatto forte della Festa è il classico cappelletto di Porto Fuori, molto richiesto anche in altri eventi organizzati nella frazione ravennate. Novità di quest'anno, le chitarrine al sugo di pesce, tagliolini tirati a mano dalle azdore della Festa. Tra i secondi, oltre alle classiche grigliate, dal mare arrivano i gamberoni al sale e l'anguilla ai ferri, una specialità gastronomica che richiama molti estimatori, anche da altre regioni. Tutti i piatti possono essere accompagnati da ottimo vino in bottiglia.

aperto dal martedì al sabato dalle 5,00 alle 13,30 e dalle 16,30 alle 19,00 alla domenica dalle 5,00 alle 13,00 Via Garigliano, 19 Ravenna Tel. 0544 67503


20

GENITORI& FIGLI

giovedì 11 luglio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

GIARDINI PUBBLICI

Cinque serate con i burattini al centro Valtorto

Per il settimo anno consecutivo nel mese di luglio la rassegna Burattini alla riscossa, la rassegna di teatro di figura tradizione diretta da Massimiliamo Venturi. Intanto però si comincia appunto a Ravenna e giovedì 11 luglio sono in scena I burattini della commedia dell’arte con il burattinaio modenese Moreno Pigoni che porta in scena un classico: L’acqua miracolosa. Giovedì 18 sarà invece la volta di Vladimiro Strinati, da Cervia, con Fagiolino e Sganapino contro la zanzara tigre, segue Romano Danielli con Sandrone re dei mammalucchi mentre agosto si apre con con le Fiabe filanti di Sergio Diotti e Pepe Medri e per finire, l’8 agosto, va in scena il Gran varietà dei burattini di Massimiliano Venturi. Come di consueto l’ingresso agli spettacoli è gratuito. Iniziato alle 21.15. Info: 349 0807587 e italia@massimilianoventuri.com.

JUNIOR

FORNACE ZARATTINI FAENZA

C’era due volte: se le favole sono multimediali Proseguono gli aøppuntamenti con il Teatro Ragazzi nella Molinella a Faenza: lunedì 15 luglio alle 21.15 in piazza Nenni la compagnia Giallo Mare Minimal Teatro proporrà al pubblico C’era due volte (Il brutto anatroccolo), uno spettacolo multimediale scritto, diretto ed interpretato da Renzo Boldrini. C’era due volte è un catalogo di storie, liberamente ispirate ad alcuni testi di importanti autori di letteratura per l’infanzia come i Fratelli Grimm, Andersen, Emma Perodi. Biglietti: 3 euro (prezzo unico). Ingresso gratuito per i bambini dai 0 ai 3 anni.

MARIN IL DRAGO DALLE SETTE TESTE DEI PUPI DI STAC

A

Altalene speciali dedicate a Maraldi Sono state dedicate all’assessore premutaremente scomparso Gabrio Maraldi le altalene speciali per bambini disabili inagurate ai Giardini pubblici di Ravenna. Un progetto curato e reso possibile dall’associazione di volontariato Letizia che per questo è stata ringraziata anche dal sindaco Fabrizio Matteucci.

R

O M E A

Martedì 16 luglio alle 21.30 terzo appuntamento dedicato al pubblico dei più piccoli in Piazza Italia a Marina Romea. Andrà infatti in scena lo spettacolo di burattini della tradizione toscana Il drago dalle sette teste portato in scena dalla storica compagnia fiorentina I Pupi di Stac. Rappresentato nei maggiori festival italiani e stranieri (tra cui il Festival Mondiale delle Marionette di Charleville-Mézières, Francia), lo spettacolo è una movimentata storia d’avventure, attinta alla fonte delle antiche fiabe popolari toscane. L’ingresso è gratuito.

BRIS IL BAULE VOLANTE

I G H E L L A

TORNA AL TEATRO DI VIA

SPADA

Già più volte applauditi al Teatro di Via Spada di Brisighella con le loro precedenti produzioni, la compagnia ferrarese Il Baule Volante ritorna protagonista della rassegna di Teatro Ragazzi organizzata nell’ambito di Brisighella… Sogno d’Estate. Con lo spettacolo Nico cerca un amico, liberamente ispirato ad un racconto di Matthias Hoppe ed interpretato da Liliana Letterese ed Andrea Lugli, la compagnia andrà in scena giovedì 18 luglio alle 21.15. Ingresso è gratuito.

SANTO STEFA LABORATORIO POMERIDIANO

N O

ALLA BIBLIOTECA

Tornano i laboratori creativi pomeridiani della biblioteca Manara Valgimigli di Santo Stefano, dedicati a bambini dai 6 agli 11 anni e curati dall’associazione Asja Lacis. Il prossimo appuntamento è per mercoledì 17 luglio dalle 17. L’iniziativa è gratuita, non prevede il servizio custodia ed è ammesso un massimo di venti iscritti. Info: 0544 563662 lunedì e giovedì dalle 9 alle 12, martedì, mercoledì e venerdì dalle 16 alle 19, INFORMAZIONE PROMOZIONALE

GELATERIA VANILLA a Ravenna (via Corrado Ricci 23 e via Romolo Ricci). In due luoghi suggestivi della città come il borgo San Rocco e la zona dantesca è possibile gustare un gelato prodotto con ingredienti di qualità, dal pistacchio di Bronte fino alle mandorle siciliane. Un gelato per grandi e, soprattutto, piccini, tra l'altro immortalati sulle pareti dei due punti vendita in fotografie ribattezzate simpaticamente “Facce da gelato”. Stiamo parlando delle gelaterie Vanilla, che propongono ai propri clienti, oltre che i tradizionali coni e coppette, anche ghiaccioli e granite prodotti con l’80 percento di frutta fresca, o della imper-

Da Ravenna a Lugo, viaggio goloso... dibile granita con pasta di mandorle siciliana. Dal giovedì al sabato, invece, appuntamento fisso con il lungo weekend del cioccolato. Aperta tutti i giorni dalle 11.30 fino a mezzanotte. Info tel. 0545 22649. GELATERIA MILK di Ravenna (via Cavour 92). Milk realizza gelati per lo più biologici, dal gusto pieno, definito e intenso. Questo avviene soprattutto perché utilizza ingredienti biologici per le materie base come latte, uova, zucchero, vaniglia e – dove possibile – frutta. Perfetti per coniugarsi armoniosamente con altri ingredienti di eccellenza che, grazie alla conoscenza delle materie prime e delle tecniche dell’arte gelatiera, impedisce l’utilizzo dei semilavorati contenenti grassi vegetali idrogenati, emulsionanti, aromi aggiunti, coloranti, conservanti e la provenienza ogm. Milk si impegna a lavorare nel rispetto di un mestiere antico e appassionante, che esige tempo ed emozione, sempre capace di regalare il miglior prodotto artigianale naturale. Aperta dalla domenica al giovedì dalle 10 alle 23, venerdì e sabato dalle 10 alle 24. Info tel. 0544 200272. GELATERIA MAMBO a Bagnacavallo (via Mazzini 58). Alla Gelateria Mambo di Bagnacallo si può gustare, in un ambiente confortevole e climatizzato, un buon gelato artigianale, frutto dell’utilizzo di materie di primissima qualità e di una preparazione accurata che ripercorre le ricette della tradizione, come sottolinea il titolare Mauri-

zio. Per quanto riguarda i gusti proposti dalla gelateria Mambo spiccano lo Zabajone – segnalato dalla rivista Gelaterie d’Italia del Gambero Rosso –, il cioccolato fondente, il duplotto, il mascarpone con i pinoli. Altra specialità della casa è lo yogurt Bio soft e, novità di quest’anno, coppe di frutta fresca. Inoltre la gelateria Mambo, sempre attenta alle esigenze dei clienti, propone gelato e torte gelato senza glutine certificato dall’Aic (Associazione Italiana Celiachia). Peculiarità del locale è il servizio “Carrettino del gelato”, utilizzato per eventi esterni come matrimoni, compleanni, feste private. Nel periodo estivo la gelateria è aperta tutti i giorni dalle 11 alle 24. Info tel. 0545 934584. GELATERIA ONE (via Ravegnana 187) e CREME CARAMEL (via Belfiore 47) di Ravenna. Ricotta stregata, zuppa romagnola al cioccolato, zafferano e pistacchi... Nelle gelaterie di Giovanna Di Valmori e Massimiliano Padovani, madre e figlio in arte gelatai, offrono un fresco intreccio fra tradizione e sperimentazione. Per tutto l’anno, inoltre, i gustosi mix saranno disponibili a prezzi molto convenienti con l’offerta del mercoledì: 1kg di gelato a soli 10 euro. La gelateria è aperta tutti i giorni dalle 11 alle 24. Info tel. 349 2340361.


GENITORI& FIGLI

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 11 luglio 2013

21

MANGIARE SANO di Giorgia Lagosti In anni in cui, in Italia come nel resto del mondo industrializzato, il numero di bambini con problemi di peso è in costante aumento, non è scontato sottolineare che per la loro salute, l’alimentazione e un’adeguata attività fisica giocano in sinergia un ruolo fondamentale. A questo proposito, è bene sapere che tutti noi dovremmo offrire ai nostri bambini cinque pasti al giorno: la colazione, uno spuntino verso le 10, il pranzo, la merenda delle 16.30/17 e la cena. Oltre ai tre principali quindi, anche piccoli pasti a metà mattina e metà pomeriggio sono molto importanti: hanno infatti lo scopo di garantire all’organismo un modesto rifornimento di energia che evita di arrivare troppo affamati al pasto successivo e di mangiare in modo eccessivo. Ma… qual è la merenda ideale che possiamo far fare ai nostri figli? Prima di tutto si deve tenere presente che, tranne per i casi di allergie o intolleranze alimentari, non esistono cibi consentiti e cibi vietati. Tutti gli alimenti possono essere introdotti nella dieta a patto di quantificarne con intelligenza le porzioni a seconda del tipo di alimento. E con l’arrivo della bella stagione e del caldo, il gelato è certamente una soluzione gustosa e sana: è un’ottima fonte di zuccheri semplici che fornisce energia di utilizzo immediato per il cervello, ha un buon contenuto di liquidi (in media il 60%) che reintegra l’acqua persa col sudore, contiene proteine, lipidi e glucidi nella giusta proporzione e, rinfrescando le terminazioni nervose presenti sulla lingua, “comunica”

Il gelato: una coccola senza rimorsi La soluzione gustosa per una merenda naturale e rinfrescante

P r o te i n e e l i p i d i UTILI PER CRESCERE E VELOCI DA CONSUMARE Un recente studio promosso dall’Istituto del Gelato Italiano e svolto dall’Istituto Nazionale della Nutrizione, dalla Cattedra di Nutrizione Umana dell’Università di Modena e dall’Istituto di Scienza dell’Alimentazione dell’Università La Sapienza di Roma, ha confermato che il gelato contiene un’elevata quantità di proteine di alto valore biologico (quelle del latte e dell’uovo), ricche di amminoacidi essenziali, facilmente digeribili e assimilabili, fondamentali nei processi di crescita, di differenziamento e di mantenimento dei tessuti. Il contenuto lipidico è rappresentato da grassi di buona qualità, principalmente quelli del latte. Questi contengono infatti acidi grassi “a catena corta”, che vengono consumati velocemente dal nostro organismo. Nel gelato troviamo inoltre una buona percentuale di acido oleico che, fra l’altro, è utilizzato a livello muscolare.

Energia e vitamine UN ALIMENTO EQUILIBRATO E DI RAPIDA UTILIZZAZIONE METABOLICA Lattosio e saccarosio sono i due zuccheri presenti: di rapido assorbimento, sono una fonte immediata di energia, specialmente per il tessuto nervoso e per i globuli rossi, il che è particolarmente importante nell’età evolutiva, nella vecchiaia e nel recupero dello sportivo dopo l’attività agonistica. Nei prodotti con cialda o biscotto si registra inoltre la presenza di amido: la sinergia nutrizionale di latte e cereali fanno del gelato un alimento equilibrato nei vari nutrienti e di rapida utilizzazione metabolica. Buono anche l’apporto di micronutrienti come le vitamine e i sali minerali: il latte fornisce infatti vitamina A e B2 (riboflavina), calcio e fosforo, con quantità di sodio molto ridotte. Nei gelati al cioccolato si hanno inoltre buoni livelli di vitamina E. Infine, i gelati al caffè e al cioccolato, con biscotto e su stecco ricoperto, contengono polifenoli, sostanze con proprietà antiossidanti. al cervello un immediato senso di freschezza. Quando allora concedere (e concedersi) un gelato? E in quali porzioni? L’abitudine tutta siciliana di aprire la giornata con una brioche farcita di gelato può essere, spiegano gli esperti, un sistema per combattere il calo di appetito mattutino nei bambini. Ecco un esempio per tutti: un frutto di stagione, due palline di gelato e due biscotti apportano 230 Kcal, quanto basta per soddisfare quel 20% di fabbisogno (200-400 calorie) che la colazione deve offrire al bilancio giornaliero. Se il desiderio arriva a metà pomeriggio,

è necessario fare una considerazione: la scelta dipende da quanto si è mangiato a pranzo e di norma non bisognerebbe mai superare le 180-250 calorie, praticamente l’equivalente di un gelato alla stracciatelle da 75 grammi (235 calorie), oppure un biscotto grande farcito (220-180 calorie). Se l’opzione cade invece sul sorbetto si risparmia sul “bilancio energia” e se ne può mangiare un po’ di più. Uno “sfizio” senza rimorsi quindi, soprattutto se messo a confronto con fuoripasto ben più pesanti come patatine fritte (275 Kcal ogni 100 grammi) o 50 grammi di taralli (250 Kcal), e certamente meno freschi.

INFORMAZIONE PROMOZIONALE

... tra le gelaterie artigianali di qualità LA BOTTEGA DEL GELATO (via Destra Canale Molinetto 237) e GELATERIA CUOR DI GELATO (via Trieste 107) di Ravenna. Sono le nuove gelaterie, ultime nate, 2012 e 2013, del maestro gelataio Renzo Babini che a Ravenna è conosciuto per essere stato fra i primi a credere in questa bellissima attività. «Il gelato rende felici tutti, grandi e bambini, cosa c’è di più bello?» dice Renzo, che è sempre allegro e sorridente. «Con le nuove gelaterie voglio lasciare in eredità ai giovani la mia esperienza e il mio divertimento nel preparare ottimi gelati». Tantissimi gusti realizzati esclusivamente con prodotti eccellenti che sceglie personalmente dosando ogni ingrediente con il filtro della passione. L’interesse di Renzo per il gelato nasce nel ’77 quando iniziò a lavorare alla storica gelateria “La veneziana” di Lido Adriano per poi passare ad altre gelaterie, tante, aperte e vendute a Ravenna sempre con successo. «Ricordo l’esperienza da Presidente Gelatiere di Ravenna. Quando andammo a Salisburgo a presentare il gelato, eravamo in tanti gelatai ravennati; fu un’esperienza emozionante che ci permise di valorizzare la nostra attività all’estero e il buon gelato italiano, che ci caratterizza nel mondo». Orario dalle 11 alle 24. Info tel. 0544 590850 (La Bottega del Gelato) cell. 392 2500113 (Cuor di Gelato).

GELATERIA NUOVO MONDO a Ravenna (piazza Farini 60). Gelateria centralissima, sulla rotonda della stazione, propone tante golose specialità, fresco yogurt magro artigianale, cannoli siciliani, torte e semifreddi personalizzabili anche per feste e compleanni con i personaggi preferiti dei bambini. Tanta vera frutta diventa gelato, 100% naturale, con aromi e coloranti naturali, senza emulsionanti e stabilizzanti. Aperto tutti i giorni dalle 10 alle 24. Info tel. 0544 35538. GELATERIA DEL PAVAGLIONE a Lugo (piazza Mazzini 13). La storica gelateria, la più antica del panorama lughese, si trova nell’angolo del Pavaglione verso piazza Trisi. La lavorazione artigianale parte da ingredienti di primissima qualità, dalle uova fresche di giornata rotte a mano alla frutta fresca, oltre che dalla scelta di non usare coloranti. Il gelato, pastorizzato e mantecato a mano con la pala, ha una minima percentuale di grassi, inoltre è disponibile il leggerissimo e gustoso gelato fresco di riso dolcificato con fruttosio, senza lattosio, glutine, ogm

e zucchero, ideale per chi soffre di intolleranze alimentari. Ad affiancare le specialità consolidate, come il gusto Amarcord (ricotta siciliana con pezzi di pera e noce), ci sono i nuovissimi Monte Rosa (con lampone e cioccolato bianco) e la Crema al Caramello, che ricorda il sapore del gelato di una volta. Prossima apertura di una nuova rivendita di gelato a Voltana di Lugo. Aperta tutti i giorni dalle 11.30 fino a mezzanotte. Info tel. 0545 22649. GELATERIA E YOGURTERIA PANNA E FRAGOLA di Ravenna (piazza Baracca 33). Una tradizione di famiglia tramandata dal 1981. Alla Gelateria Panna e Fragola si può trovare il vero gelato artigianale, realizzato con l’utilizzo di materie prime di eccellente qualità, tra le quali il pistacchio verde di Bronte dop, chiamato anche “l’oro verde dell’Etna”, la nocciola Piemonte igp, dalle migliori nocciole delle Langhe, lo zabaione fatto con la ricetta della nonna, il succo di limone primo fiore di Sicilia e la cassata agli agrumi. Panna e Fragola propone un vasto assortimento di gusti di gelato sempre freschi di giornata, yogurt soft, crèpes, waffel, granite, ghiaccioli, milkshake, bicchierini monoporzione e torte e semifreddi per tutte le occasioni, anche lavorate con la pasta di zucchero. Inoltre, la vera focaccia siciliana, da farcire con il gelato per un’ottimo sostituto del pranzo o per una gustosa merenda. Lo yogurt più sano e naturale può essere farcito con frutta fresca di stagione, salse e leccornie di ogni tipo, come le mandorle e le noci caramellate o i pinoli con il miele. La gelateria è aperta tutti i giorni, anche festivi, con orario continuato dalle 11 alle 24.30. Info tel. 347 9251767.


22

ESTATE& TEMPO LIBERO

giovedì 11 luglio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

BALLARE IN SPIAGGIA I. P.

LIDO ADRIANO

Memorie dal mitico dancing “Al Forte” dove suonavano Mal e i Ricchi e Poveri C’era un tempo in cui a Lido Adriano, paese con poche case e poche strade, ci si divertiva molto a ballare e ascoltare musica. Erano i mitici anni Settanta, anni pionieristici i cui ricordi sono rimasti indelebili nella memoria di molti di coloro che oggi si avvicinano ai sessanta. Come non ricordare, per esempio, lo storico Dancing Al Forte situato di fronte all’acquedotto, al posto delle abitazioni che oggi sorgono vicine al parco acquatico Away Away. Ne sa qualcosa Silveria Campioni che, da ragazzina, stava alla cassa e staccava i biglietti. La prima balera del ravennate era stata infatti aperta dal padre e altri soci, nel 1966, e destinata a rimanere in auge per tutti gli anni Settanta. Era un locale all’aperto, realizzato in parte con tronchi e rami della pineta fra Punta Marina e Lido Adriano, per questo definito il “fortino degli Apache”. «Si può dire che mio padre, Maris Campioni, sia stato tra i fondatori della località – afferma Silveria -. In quegli anni, ho avuto la fortuna di veder arrivare Al Forte tanti cantanti e gruppi famosi, quali i Ricchi e Poveri, lo stesso anno in cui vinsero il Festival di Sanremo, i Nomadi nella loro formazione originale, Mino Reitano, Romano Mussolini e tante orchestre locali ed emiliane. Mi fa sorridere il ricordo dell’arrivo di Mal che, temendo l’assalto dei fan, fu scortato in spiaggia a Lido di Dante dove andavano abitualmente le suore. Al dancing si suonava e ballava musica di ogni genere e non mancavano le feste e le serate a tema: con poco ci si divertiva da matti. C’erano la “festa della miseria” in cui i gruppi vincitori tornavano a casa con ricchi premi, le sfilate delle miss vestite di tela di iuta a cui venivano donati fiori secchi di campagna, la serata “con stadera” in cui per entrare non si pagava il biglietto a persona ma in base al peso, le cene a base di tonno e fagioli servite su carriole e con grandi cucchiai. Per tutti era un locale fenomenale, che attirava gente dall’intera Romagna, meta ambita per tutti i gruppi alla ricerca della ribalta». Ac-

Cala Celeste: “Beach monday” con dj Mozart

canto Al Forte c’era un mini golf con bar, aperto nel 1969. Cinque anni dopo, nel 1974, la famiglia Senni apriva il ristorante-pizzeria La Betulla che ora sta per festeggiare i quarant’anni di attività. Nell’89 il minigolf è stato chiuso e al suo posto è sorto il parco acquatico Away Away che ha una piscina con onde, due acqua scivoli e un idromassaggio. «Mi ricordo che la sera mi addormentavo con la musica delle orchestre del Forte – afferma Luca Senni –. Guardando oltre il minigolf e il dancing, c’erano solo campi e uno spazio aperto che a vista d’occhio arrivava fino all’attuale Pala De André. Il nostro parco ha resistito al passare degli anni, mantenendo una buona clientela. Se all’inizio il nostro era un pubblico molto giovane dai 14 ai 25 anni, ora prevalgono le famiglie che cercano un posto tranquillo in cui fare divertire i figli in sicurezza, grazie alla piscina degradante come al mare e all’unico ingresso che impedisce di uscire senza essere visti».

Dopo il successo dei primi appuntamenti estivi il bagno Cala Celeste di Lido Adriano prosegue con le serate “Beach Monday”, tutti i lunedì ser. Un nuovo modo di iniziare la settimana con stile, eleganza e voglia di divertirsi sulla spiaggia. Il lunedì sera inizierà dalle ore 18 con l'aperitivo curato dalla Vineria Nuova che proporrà un percorso di vini abbinati ad un piatto della gastronomia regionale italiana. A seguire si potrà cenare alla carta oppure scegliere un menù fisso e poi, dalle ore 22, inizierà la straordinaria serata musicale magistralmente diretta dal dj Mozart che ha fatto la storia italia del sound degli anni Ottanta.

Ristorante Tipico Specialità Pesce

lasciati trasportare verso gli antichi sapori del mare

Lido Adriano RA Viale Petrarca 345 Tel. 0544-494831


SPORT

SOCIETÀ& TEMPO LIBERO

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 11 luglio 2013

LA DECISIONE

Acmar, l’iscrizione non è più a rischio E Ravenna sogna: avrà il basket in A2 Ravenna avrà la sua squadra di basket nella terza serie italiana. L'annuncio è arrivato l’8 luglio da Roberto Vianello, presidente della Piero Manetti tornato sulla sua poltrona dopo le dimissioni annunciate nei giorni precedenti temendo l'impossibilità di iscriversi al nuovo campionato dopo la promozione storica conquistata sul campo. Le difficoltà sono legate al differente budget necessario per affrontare la Legadue (circa il doppio rispetto al quasi mezzo milione di euro investito per il campionato Dnb appena vinto). «La sensibilità dell’Acmar (sponsor principale, ndr) e la compattezza di tutti gli sponsor/clienti che hanno confermato e incrementato il loro sostegno sono stati molto importanti nella mia decisione. Le dimostrazioni di affetto che sono arrivate dalla gente comune, dagli appassionati ai tifosi, hanno completato il quadro. In questi giorni abbiamo raccolto quasi duecento prenotazioni di persone che si sono dette disposte a sottoscrivere l’abbonamento in caso di partecipazione alla Legadue. È vero che non si è riusciti a trovare uno sponsor importante, ma quanto è accaduto mi ha toccato nel profon-

Da sponsor e tifosi un sostegno per superare le difficoltà economiche E il parquet del Pala Costa sarà a colori do e ha fatto la differenza nella mia decisione». In questi giorni la società ha cercato di ridurre il gap tra la disponibilità e le necessità legate alla prossima stagione al via a fine settembre: «L’idea è di co-

minciare la stagione con una squadra il più vicina possibile a quella che ha vinto la Dnb lo scorso anno, sapendo che potremo acquisire i giocatori stranieri nel corso del pre-campionato o del campionato stesso.

f i n o a l 20 l u g l i o ABBONAMENTO STAGIONALE A 100 EURO RIDUZIONI PER UNDER 18 E OVER 65 Parte il 9 luglio la campagna abbonamenti. Fino al 20 luglio sarà possibile prenotare il proprio posto numerato al palasport Costa, recandosi nella sede della società in via della Lirica tra le 8.30 e le 15 dal lunedì al venerdì o il sabato tra le 10 e le 12. Saranno disponibili due modalità di abbonamento: tariffa intera riservata alle persone tra i 18 e i 65 anni, mentre quella ridotta sarà riservata ai ragazzi dai 4 ai 18 anni e agli over 65. Sono state riservate inoltre particolari condizioni ai ragazzi che militano nel minibasket e nel settore giovanile dell’Acmar Ravenna e ai loro genitori, che potranno acquistare l’abbonamento a una tariffa estremamente agevolata. La tessera darà diritto a un posto numerato per le partite della stagione regolare. Abbonamento intero 100 euro (70 ridotto), abbonamento giocatore settore giovanile 30 euro, abbonamento genitore 45 euro. Biglietto singolo 9 euro (ridotto 6).

23

Nella foto a destra Roberto Vianello, presidente della Piero Manetti, rientrato sulla poltrona di dirigente dopo le dimissioni annunciate temendo di non poter garantire l’iscrizione al campionato superiore conquistato con la promozione sul campo

Tutto dipenderà da quali e quanti contributi sapremo raccogliere nelle prossime settimane». La guida tecnica 2013-14 resterà in mano a Lanfranco Giordani e Gabriele Ceccarelli. In campo accanto ai confermati Eugenio Rivali, Luca Bedetti e Francesco Amoni, si chiuderà in questi giorni il rinnovo dei contratti di Giacomo Cicognani e Giorgio Broglia, con i quali le posizioni sono già definite. L'intenzione è quella confermare anche Stefano Cernivani e Giovanni Penserini, le cui situazioni sono legate all’evolversi del mercato, alle decisioni del direttore generale e dello staff tecnico, e a criteri di soddisfazione personale. La preparazione prenderà il via lunedì 19 agosto: le prime due settimane a Cervia. «In questi giorni - ha detto il direttore generale Giorgio Bottaro – il parquet del Pala Costa è in rifacimento. Abbiamo scelto di avvicinarci ai nostri colori colorando i lati esterni al campo di gioco e le aree in rosso, mentre le righe di delimitazione del campo saranno gialle. In questo modo vogliamo omaggiare una volta di più la nostra città e i suoi meravigliosi colori».

A.S.D. Scuderia del Borgo in collaborazione con

“L’Aia di Zia Gaia”

OFFERTE 2013

organizzano Associazione sportiva dilettantistica

SIAMO ANCORA QUI

ANTIFURTO

VIDEOSORVEGLIANZA

KIT WIRELESS

KIT VIDEO

CRESCERE A 6 ZAMPE... È TUTTA UN’ALTRA COSA

conoscere - giocare - crescere - rispettare Incontro dedicato alle famiglie per conoscere meglio i nostri amici a 4 zampe

euro

euro

49,90

44,50

PROGRAMMA

SABATO 13 LUGLIO DALLE 15 ALLE 16 Best Life: i cani nel sociale Dalle 16 alle 18: approccio e battesimo della sella con i pony Johnny e Bonny Al termine della manifestazione verrà offerta una merenda e gli esperti resteranno a disposizione degli ospiti.

Ravenna - via Benaco 59 - Tel. 0544 271763 Cristiana 333 3427633

Ø

per 18 mesi ad interessi

1 Volumetrico - 1 Contatto di apertura Sirena interna - Combinatore telefonico Iva, installazione e 5 anni di garanzia inclusi

1 videoregistratore digitale 2 telecamere con visione notturna Iva e 2 anni di garanzia inclusi

per 18 mesi ad interessi

Ø

CHIAMACI!!! ✆ 0544.200988 - 334.9204346

CONSEGNA QUESTO COUPON E AVRAI DIRITTO A UN TELECOMANDO IN OMAGGIO

CONSEGNA QUESTO COUPON E AVRAI DIRITTO AL 10% DI SCONTO SULL’INSTALLAZIONE


SALUTE& BENESSERE

giovedì 11 luglio 2013 | RAVENNA& DINTORNI

IL CONSIGLIO DEL FARMACISTA

Zanzare: ecco come evitare le punture E i rimedi per alleviare il fastidio dei ponfi, soprattutto nei bambini Come ogni estate le zanzare, in particolare quelle tigre, si stanno facendo sentire e, dopo ogni pioggia, si fanno più numerose e quindi aggressive. Le punture di questi insetti sono soprattutto fastidiose e si risolvono velocemente senza grosse complicanze, ma sappiamo anche che la zanzara tigre può essere veicolo di malattie come la Dengue e la Chikungunya, rare in Italia. Quindi, per evitare pomfi pruriginosi è opportuno difendersi e prevenire i morsi di zanzara. «Certo la miglior prevenzione a fastidiosi pruriti è evitare di essere punti – spiega la dottoressa Valentina Carioti della Farmacia Comunale n. 5 di Marina di Ravenna –. Seguendo una serie di accorgimenti sia a livello personale che ambientale possiamo difenderci evitando di indossare profumi troppo forti e vestiti scuri che attraggono le zanzare, come pure il sudore. Esistono dispositivi domestici e portatili che funzionano come repellenti che si possono trovare in farmacia insieme a stick, spray, roll-on, braccialetti, cerotti e lozioni di vario tipo da applicare direttamente sulla cute e sui vestiti. Importante è capire che esistono prodotti con principi attivi naturali e di sintesi

La dottoressa Valentina Carioti della Farmacia comunale n. 5. Nella foto piccola: una zanzara tigre.

– specifica -. I primi sono molto adatti a bambini, donne in gravidanza e per chi ha pelli sensibili, come le persone anziane. Sono molto efficaci, ma necessitano di più applicazioni. Sono a base di citronella, geranio, oli essenziali, Ledum palustre che esiste anche in granuli omeopatici che se si assumono per un certo periodo di tempo funzionano come prevenzione. I prodotti di sintesi sono a base di deet o dietiltoluamide, tra i più diffusi principi attivi antizanzare, o di

Tra i rimedi naturali anche i granuli omeopatici

Icaridina, con lunga durata d’azione e molto efficace contro la zanzara tigre. Sono prodotti, principalmente spray, che vanno dati al di sopra dei 10 anni. Hanno una durata di diverse ore, ma se c’è vento o una accentuata sudorazione si ha una maggiore evaporazione del prodotto ed è consigliabile darlo una seconda volta. Esistono anche dispositivi a ultrasuoni, sia a spina che portatili e cerotti imbevuti di oli naturali che

possono essere posizionati sugli abiti, nei lettini o nelle carrozzine dei bambini anche più piccoli». Ma capita che, nonostante tutto, la zanzara vada a segno. Che fare? Importante a questo punto è riuscire a non grattarsi perché aumenta la sensazione di prurito, la pelle può escoriarsi e si rischia l’infezione. Questo può accadere soprattutto ai bambini ai quali è opportuno tenere le unghie corte e pulite. «Un rimedio semplice ed efficace è l’impacco freddo – suggerisce la dottoressa Carioti – e poi applicare gel a base di Aloe e creme alla Calendula che se tenuti in frigorifero hanno anche un’azione rinfrescante. Altre formulazioni di semplice applicazione sono gli stick o i roll-on a base di ammoniaca e di olio di mandorle, oppure a base di sostanze naturali, più adatti ai bambini. Infine ci sono i trattamenti da banco contenenti leggere quantità di cortisone e gli antistaminici che non necessitano di ricetta medica. In caso la puntura di zanzara si infettasse è meglio rivolgersi al medico». Anche gli amici animali vanno protetti dalle punture di zanzara che possono provocare la filariosi. Esistono fialette repellenti o collari medicati o compresse che, utilizzate dietro consiglio del veterinario, sono molto efficaci. Claudia Graziani

SALUTE

24


SALUTE& BELLEZZA

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 11 luglio 2013

INFORMAZIONE PROMOZIONALE

CENTRO ESTETICO SOLIDEA

Gambe e piedi belli, curati a regola d’arte per vivere un’estate in relax e libertà L’estate è la stagione per eccellenza in cui si espone il proprio corpo. Per le donne, farsi trovare sempre a posto significa anzitutto avere cura delle proprie gambe e dei propri piedi, così spesso in vista grazie a gonne e vestiti, sandali e infradito. Un must sono quindi la depilazione e la pedicure, per sentirsi belle e pronte a indossare qualsiasi indumento o calzatura. Al rinnovato Centro estetico Solidea di Ravenna, in via Porto Coriandro 7/C (di fronte alla Rocca Brancaleone), è possibile regalarsi una pausa rigenerante che ridona bellezza e benessere, in un ambiente rilassante e tranquillo. «La depilazione – spiega la titolare Rita Fabbri – viene effettuata con diversi tipi di cera in base alle diverse esigenze e problematiche della pelle. Solo con la massima personalizzazione si ottiene infatti il miglior risultato nelle varie zone del corpo, dalle gambe alle braccia, dall’inguine alle ascelle. Per chi lo desidera vi è inoltre la possibilità di sottoporsi a sedute di elettrodepilazione, metodo che consente una soluzione definitiva per i peli superflui. A tal riguardo, insieme alla cliente, fissiamo una serie di incontri in base alle proprie esigenze». Mai come con la bella stagione si mostrano i piedi in virtù dell’utilizzo di scarpe aperte. Una buona pedicure non serve solo per l’este-

tica del piede, ossia per migliorare l’aspetto dei piedi e delle unghie, ma anche per prevenire malattie, quali i funghi, le piccole infezioni, l’ipercheratosi, l’unghia incarnita, oltre a calli e duroni. Ed è molto utile pure per riattivare la circolazione sanguigna e togliere l’affaticamento e la pesantezza dopo giornate faticose in piedi. L’estate è poi il momento giusto per divertirsi e mettersi uno smalto colorato o per farsi fare una French pedicure che – come per le mani – consiste nel limare le unghie e farsi applicare uno smalto bianco opaco, con il quale si va a disegnare la lunetta bianca sulla punta dell’unghia. C’è anche chi preferisce l’utilizzo di altri colori o di appositi strass o disegni. Il centro estetico Solidea è aperto dal martedì al giovedì dalle 10 alle 18 (orario continuato), mentre il venerdì e sabato dalle 9 alle 18 (chiuso il lunedì).

Centro Estetico Solidea Via Porto Coriandro 7c - Ravenna Info tel. 0544 456554 www.centroesteticosolidea.it

25

MERLINO E IL DESTINO ARIETE Il periodo è confuso, ma l’energia non vi manca. In amore non state fermi: avete un bisogno estivo di cambiamenti e di colpi di fulmine, che però potrebbero farvi convolare a giuste nozze. Nel lavoro sarete come artisti noveau: riuscirete a risolvere tutto con creatività. Avanzamenti in vista. TORO La fortuna è molto attenta alle vostre sorti: è imminente una svolta, utile a risolvere un dubbio o una questione in sospeso. Con Mercurio che vi bacia il derriére, avrete la meglio in ogni confronto, a patto di non esagerare con risposte alla carta vetrata. Fine settimana di assoluto riposo. Niente mare. GEMELLI Grazie a Mercurio che vi guida, e con l’aiuto di Venere e Marte, siete in fase di remise in forme, anche nel senso di glutei bombati: nel lavoro siete simpatici; nelle relazioni, anche di lunga data, non mancheranno le soddisfazioni (suine) in tutte le posizioni che vi verranno in mente. CANCRO Con la Luna amica ancora giovedì soluzioni facili e improvvise sul lavoro, tanto da metterlo fra i glutei dei collaboratori sfigopenduli che si danno tante arie. Se l’amore negli ultimi tempi è stato nervosetto, nel fine settimana non drizzate le chelette per fornicazioni un po’ troppo graffianti. LEONE Grazie alle carezze di Venere, l’umore cambia in meglio. Ma resta un cincinino di pitbullismo giovedì e venerdì, specie se dovrete incontrare qualcuno iscritto all’ordine delle meretrici. Andrà meglio nel fine settimana, quando l’ormone canterà “fornichiamos a la playa!”! VERGINE Con Mercurio poco propositivo, l’umore di alcuni voi oscillerà tra il pestilenziale ed il cimiteriale. Non rompete. Giovedì e venerdì la grinta ed il metodo vi garantiranno il successo in ogni attività. E nel fine settimana, basterà una cena in compagnia di persone simpatiche per tornare sereni. BILANCIA Con l’aiuto di Marte e Venere, tutto diventa più facile. Dovrete però crederci, senza strafare né pretende che ogni successo duri per sempre. Carpe diem, anche in amore, che potrebbe rivelarsi più multicolor di un film in 3D e più multi-suino di un allevamento di maiali. Approfittatene. SCORPIONE Con Mercurio a favore e Venere contro, per molti di voi, l’aggressività, non solo sud ombelicale, cresce. Non esagerate perché potreste ricevere picche nella fornicazione amorosa, e pacche nel derrière. Approfittate del fine settimana per ritrovare più miti consigli e soprattutto dolcezza. SAGITTARIO Con Marte in opposizione, molti di voi dovranno indossare la museruola per non azzannare le parti molli di capi e collaboratori provvisti dell’intelligenza di un mollusco sminuzzato. A farne le spese sarà anche il partner, che potrebbe chiedere ed ottenere la secessione dalla vostra vita ormonale.

Dal 1951 i prodotti Deco accompagnano la vita delle famiglie italiane. Prodotti alimentari e per la cura della casa, ricchi di qualità e valore, concepiti con tecnologia all’avanguardia, capaci di superare rigidi controlli qualitativi e soddisfare i più severi standard internazionali. Crediamo nella sostenibilità dei nostri processi produttivi e dei nostri prodotti, e consideriamo il Lavoro come un capitale da trasmettere alle generazioni future. Per questo i prodotti Deco sono una garanzia per i clienti, per i consumatori e per l’ambiente.

DECO INDUSTRIE s.c.p.a. - Via Caduti del Lavoro, 2 - 48012 Bagnacavallo (RA) - Tel. 0545 935511 clienti@decoindustrie.it - www.decoindustrie.it

CAPRICORNO Il pessimismo è tautato naturalmente nel vostro cervello, e non è per niente decorativo, ma se rafforzate l’autostima è questo il momento per realizzare quei progetti avviati tempo fa. Lo stesso dicasi per l’amore, che potrebbe riservare piacevoli e cosmopoliti inserimenti nel fine settimana. ACQUARIO Impicci e impegni vi riducono gli zebedei come omogeneizzati della Mellin. Ma faticare, sbattervi e litigare farà bene alla salute vostra e di chi vi circonda? Nel dubbio datevi una calmata e se possibile lucidate gli ormoni per compensare le giornate grigio funeree con un fine settimana di passione. PESCI Qualche insofferenza c’è (tanto per non smentirvi), ma le prospettive sono positive: sempre che vi sforziate di vedere il bicchiere mezzo pieno in ogni situazione. Narcotizzate il serial killer che c’è in voi e prendete lezioni di diplomazia per trasformare ogni occasione in successi a vostro favore.


INFORMAZIONI&SERVIZI

FIDO IN AFFIDO

Lulù

Lulù ha 18 mesi, è una bella cagnolina di taglia medio piccola (circa 12 chili), affettuosissima. Rischia il canile perché i proprietari non possono più tenerla con loro.

INFOCITTÀ

26

Per conoscerla e adottarla rivolgersi al canile di Ravenna: tel. 0544 453095.

ADOTTAMICI

Cucciolini

Questi gattini sono bellissimi, hanno appena un mese e mezzo, alcuni con il pelo piuttosto lungo. Sono un po’ timidi ma con dolcezza li si può far abituare agli umani! Per conoscerli e adottarli chiamate: cell. 340 8961224.

giovedì 11 luglio 2013 | RAVENNA&DINTORNI

QUALITÀ DELL’ARIA IQA dall’1 al 7 luglio 2013 Stazione Rocca Brancaleone Via Caorle Zalamella Agglomerato di Ra.

Lun

Legenda IQA Buona Accettabile

Autorizzazione Tribunale di Ravenna n. 1172 del 17 dicembre 2001

Mar

Mer

Gio

Ven

Sab

Dom

Editore: Edizioni & Comunicazione srl Via della Lirica 43 - 48100 Ravenna - Tel. 0544 408312 - info@reclam.ra.it Direttore responsabile: Fausto Piazza Collaborano alla redazione: Andrea Alberizia, Federica Angelini, Luca Manservisi, Guido Sani, Serena Garzanti (segreteria), Maria Cristina Giovannini (grafica) Collaboratori: Roberta Bezzi, Matteo Cavezzali, Francesco Della Torre, Lorenzo Donati, Nevio Galeati, Claudia Graziani, Giorgia Lagosti, Linda Landi, Sabrina Lupinelli, Maria Giovanna Maioli, Fabio Magnani, Giulia Montanari, Flavio Montelli, Angela Schiavina, Serena Simoni Fotografie: Paolo Genovesi, Fabrizio Zani - Illustrazioni: Gianluca Costantini

Mediocre

Scadente

Pessima

L’IQA (Indice di qualità dell’aria) rappresenta sinteticamente lo stato complessivo dell’inquinamento atmosferico. Viene calcolato sulla base dei livelli di concentrazione degli inquinantipiùcriticidelnostroterritorio:particolatofine(PM10),biossidodiazotoedozono. Infunzionedelsuovaloresiindividuanocinqueclassidiqualitàdell’aria. I dati giornalieri di Qualità dell’Aria relativi alla Provincia di Ravenna sono consultabili al sito: http://www.arpa.emr.it/ravenna/. L’andamento giornaliero delle concentrazioni di polveri PM10 in Emilia-Romagna è consultabile al sito: http://www.liberiamolaria.it

Redazione: tel. 0544 271068 - Fax 0544 271651 - redazione@ravennaedintorni.it Direttore Generale: Claudia Cuppi Segreteria Commerciale: direzione@reclam.ra.it Pubblicità: Reclam Edizioni & Comunicazione srl - Tel. 0544 408312 - info@reclam.ra.it Stampa: Galeati Industrie Grafiche, www.galeati.it

FARMACIE APERTURA DIURNA 8.30-19.30 Dall’11 al 13 luglio Comunale 8, Dradi, Comunale 3, Comunale 9,

via Fiume Abbandonato 124 - tel. 0544 402514; via Anastagi 5 - tel. 0544 35449; via Po 18 (Porto Corsini) - tel. 0544 446301; viale Petrarca 381 (Lido Adriano) - tel. 0544 495434.

Domenica 14 luglio Comunale 1, Comunale 2, Comunale 3, Comunale 9,

via Berlinguer 34 - tel. 0544 404210; via Faentina 102 - tel. 0544 460636; via Po 18 (Porto Corsini) - tel. 0544 446301; viale Petrarca 381 (Lido Adriano) - tel. 0544 495434.

Dal 15 al 17 luglio Comunale 1, Comunale 2, Classe, Al Mare, Comunale 5,

via Berlinguer 34 - tel. 0544 404210; via Faentina 102 - tel. 0544 460636; via Classense 72 (Classe) - tel. 0544 527410; viale Mare 80 (Casalborsetti) - tel. 0544 445019; via delle Nazioni 77 (Marina di Ravenna) - tel. 0544 530507.

APERTURA NOTTURNA 19.30-8 E TUTTI I SABATO 8-12.30 Comunale 8,

via Fiume Abbandonato 124 - tel. 0544 402514.

APERTURA NOTTURNA DAL 15/5 AL 15/9 E TUTTE LE DOMENICHE 8.30-19.30 Comunale 5,

CENTRO ESTIVO

via delle Nazioni 77 (Marina di Ravenna) - tel. 0544 530507.

AL PARCO TEODORICO

Fino al 9 agosto prosegue Trova il ritmo il camp Una Mattina di Giochi giusto con il test di 1 km in salute Dall’8 al 12 luglio 2013 si svolge la quinta settimana del Centro Estivo Uisp “Una Mattina di Giochi”. Campo giochi per bambini dai 6 ai 13 anni da lunedì al venerdì dalle 7.45 alle 13. Mezza giornata di divertimento e sport. Ogni mattina accoglienza fino alle ore 9 presso il campo di atletica in via Falconieri 29. Laboratori creativi fino alle 10.30 sotto il gazebo Uisp poi trasferimento in piscina dove si svolge un mini corso di nuoto a gruppi selezionati in merito alle abilità e caratteristiche. Dalle 12.45 fino alle 13 attesa dei genitori. Caratteristica del Centro Estivo Uisp estrema qualità. Personale qualificato laureato o certificato UISP con rapporto istruttori allievi 1/6. Il Centro estivo “Una Mattina di Giochi” proseguirà fino al 9 agosto. Per informazioni e iscrizioni rivolgersi ai recapiti di Uisp Ravenna.

Nella foto, i ragazzi del camp “Una Mattina di Giochi”.

Presso il Parco Teodorico a Ravenna, Uisp ha creato un percorso di 1 chilometro contrassegnato da dieci cartelli distanti cento metri in cui sono riportate le velocità e i tempi di cammino e di corsa. Questo avrà lo scopo di personalizzare l’andatura in merito all’età e alle capacità degli utenti. La giusta andatura la si potrà scoprire attraverso un test sul campo con l’aiuto di esperti di Uisp Ravenna. Ogni giovedì fino al 5 settembre, dalle 17 alle 19 Uisp Ravenna sarà presente presso il parco Teodorico, nei pressi del bar, con personale qualificato disponibile ad effettuare una semplice prova monitorata da cardiofrequenzimetro e cronometro. Il test è molto semplice e si completa in 20 minuti con un cardiofrequenzimetro e un cronometro il tutto fornito da Uisp. Il progetto è nato in collaborazione con il Servizio Sanitario Regionale e con l’Asl di Ravenna attraverso la campagna “Guadagnare Salute” che mette al primo posto l’attività motoria come esercizio preventivo nei confronti delle malattie metaboliche. Il Chilometro in salute è un percorso che rimarrà fisso all’interno del parco ed utilizzabile da qualsiasi utente.

PULIZIA

Condomini Uffici privati e pubblici Lucidatura pavimenti (CRISTALLIZZAZIONI)

Sgrassature e pulizie di fondo

E GIARDINAGGIO Manutenzione giardini privati e pubblici Potature di alto fusto con macchinari specifici

334 3218031

•PRONTO INTERVENTO •INTERVENTI D’EMERGENZA •PREVENTIVI GRATUITI Lido Adriano - via T. Zancanaro, 74 - tel./fax 0544 493950

A cura del Comitato UISP di Ravenna via G. Rasponi, 5 - RA tel. 0544.219724 - fax 0544.219725 E-mail: ravenna@uisp.it - www.uisp-ra.it

C O R S I

RACCHETTONI AL BAGNO SUSANNA

/1

Dal mese di giugno sono partiti i corsi di avviamento e specializzazione di racchettoni per ragazzi e adulti presso il Bagno Susanna di Punta Marina in via della Fontana, 58. Il ciclo di lezioni terminerà in settembre 2013. Uisp offre l’opportunità di apprendere e migliorare la propria tecnica di gioco per scopi ludici o destinati a tornei e campionati amatoriali. Nei corsi verranno affrontate lezioni di tattica, tecnica di base, regolamento e preparazione fisica, sotto la guida attenta del Tecnico Istruttore Uisp Gianfranco Corelli. Attività aperta a tutti: dai principianti a chi è già in possesso di buona tecnica. I corsi prevedono diversi livelli di abilità. Solo per soci Uisp. Info: 347 7018353 Gianfranco.

C O R S I

PATTINAGGIO AL PARCO DEL FAGIOLO

/2

La nuova rinascita pattinaggio organizza presso il parco del fagiolo di via Zalamella dei corsi di pattinaggio inline aperti a tutti i bimbi a partire dai 4 anni. I corsi si terranno nelle giornate di lunedì e mercoledì dalle ore 18, per partecipare occorrono i pattini e le protezioni, per le prime prove l’associazione è in grado di fornire il materiale gratuitamente. Per informazioni 335 7287768 Davide o alla mail: nuovarinascita@virgilio.it


SETTIMANALE inserto di Ravenna&Dintorni giovedì 11 luglio 2013

Agenzia Immobiliare

ROMAGNA

AFFITTASI

Via degli Spreti, 71 I Ravenna Tel.0544.501515 - Fax 0544.504972 agenziaromagna@libero.it

RAVENNA (VIA DEI POGGI):

ZONA IPPODROMO:

RAVENNA (CENTRO STORICO):

ATTICO. Bellissimo appartamento al 4° ed ultimo piano con ascensore, completamente restaurato, composto da ingresso, soggiorno con terrazzo, ampio e panoramico, cucina abitabile arredata, disimpegno, letto e bagno. Predisp. clima. P.T. posto auto. € 670,00 RAVENNA (STAZIONE): appartamento al 1° Piano completamente ristrutturato, composto da soggiorno con angolo cottura arredato, disimpegno, 2 letto ampie, balcone. Predisp. clima, Posto auto. € 540,00 (consegna 15 settembre)

appartamento in piccola palazzina posto al primo piano. Ingresso, soggiorno, cucina abitabile, bel balcone a loggia accessibile sia dalla cucina che dal soggiorno, disimpegno con ripostiglio, 2 letto matrimoniali e bagno con vasca. P.T. ampio garage. Risc. aut. In zona silenziosa e tranquilla. € 154.000 tratt RAVENNA (ZONA ALMAGIÀ):

casa abbinata ai lati, autonoma da ristrutturare. Particolare soluzione con ampio bel giardino interno di circa 160 mq., a cui si accede da androne d’ingresso carrabile, cantina e studio. Ingresso con scala che porta al 1° ed ultimo piano composto da disimpegno, soggiorno, sala da pranzo, cucina abitabile, terrazzo, bagno, 2 camere da letto matrimoniali. € 160.000 tratt RAVENNA (ZONA IPPODROMO):

ASPPI Notizie

Asppi: la stagione dei congressi Asppi - che da lunedì 8 luglio è in viale Galilei n. 81/83 si appresta a rinnovare gli organismi dirigenti. L'Assemblea nazionale di sabato 6 luglio ha già individuato le date del Congresso nazionale che si terrà a Bologna il 29 e 30 Novembre con le conclusioni domenica 1 dicembre. Il documento cui faranno riferimento i Congressi territoriali sottolinea l'urgenza di politiche sulla casa e sui canoni per un rilancio dell'edilizia e quindi per l'uscita dalla crisi che da anni attanaglia il paese. Al centro del dibattito l'affitto ed il recupero dei vecchi edifici, una fiscalità immobiliare più equa, ma anche un rilancio dell'iniziativa politico-sindacale a livello nazionale, regionale e locale. La questione IMU riveste carattere di estrema importanza, sia per la sua prerogativa di Tassa quasi esclusiva per il sostegno delle spese comunali, ma anche per una sua rimodulazione nel segno dell’equità. Dal Congresso dovrà arrivare anche una indicazione sui servizi che dovranno omogeneizzarsi in tutte le sedi Asppi in Italia con piani triennali di rilancio.

VENDESI PUNTA MARINA: bella ed ampia villetta abbinata, con giardino fronte retro. Portico d’ingresso, accesso al soggiorno, disimpegno, cucina abitabile (14 mq.) grande con uscita in giardino con pergolato, bagno con doccia. 1° P. letto matr.le , camerino, bagno, balcone e terrazzo. Mansarda composta da camera da letto con terrazzo e sottotetto uso ripostiglio. Da vedere. € 224.000 tratt

appartamento recente in piccola palazzina, posto al 3° piano con ascensore. Ingresso in soggiorno con bel terrazzo a loggia accessibile da grande vetrata, cucina abitabile, disimpegno, 2 letto (matrimoniale e singola), bagno con doccia. P.T posto auto di proprietà. Risc. aut., imp. a norma, ARREDATA. € 130.000 tratt

Tel. 0544 583359

IMMOBILI Case e appartamenti in vendita Offerte S. MICHELE Appartamento posto al piano terra con ingr. indip., soggiorno, cucina abitabile, 2 letto, bagno, ripostiglio, ampio giardino con 2 p. auto. Recente costruzione. Cl. Energ.: n.d. Rif. V 93 € 145.000

Associazione sindacale piccoli proprietari immobiliari Ravenna Viale Galilei 81/83 tel. 0544 470102 fax 0544 470075 info@asppi.ra.it www.asppi.ra.it Faenza Via Cavour, 25 tel. 0546 25807 faenza@asppi.ra.it Lugo Via Manfredi, 41 tel. 0545 33356 lugo@asppi.ra.it SERVIZI AI SOCI - Gestione contratti di locazione - Assistenza legale - Consulenza condominiale - Consulenza tecnica - Affitti e vendite da privato a privato Dal 1980 a Ravenna

RAVENNA - via IV Novembre 4B tel. 0544 36337/36372 appartamento al secondo ed ultimo piano con possibilità di ascensore. Ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto matrimoniali, bagno con doccia. P.T. garage. Riscaldamento autonomo. Da ristrutturare. € 85.000 tratt

dino con posto auto. Da ri- casa di ampie dimensioni in modernare. Rif. B 73 € ottimo stato. Posto auto coRUSSI Appartamento situa- 155.000 tratt. Tel. 0544 perto, giardino, portico, into all’ultimo piano e compo- 583359 gresso, studio, sala, cucisto da soggiorno, angolo na, tinello, bagno, riposticottura, letto matrimoniale, S. PANCRAZIO Casa indi- glio, una grande matrimocamerino, bagno, terrazzo, pendente tutta ad un piano niale con bagno e cabina garage. Recente costruzio- su lotto di mq. 600 circa. armadio, due ampie singone. Cl. Energ.: n.d. Rif. V Ingr., soggiorno, cucina le, bagno, disimpegno ar45 € 105.000 tratt. Tel. abitabile, 2 letto, bagno, madiabile. Sottotetto allo vari ripostigli, garage. Da stato grezzo da cui ricavare 0544 583359 riattare. Rif. B 20 € RUSSI Casa abbinata ad un 150.000 tratt. Tel. 0544 una camera ed ampi ripostigli. Pavimenti in cotto e lato. Ingresso, soggiorno, 583359 parquet. ACE D, IPE 98. €. cucina abitabile, 2 letto, 2 bagni, cantina, ampio giar- CENTRO RIF. G 6 A: bella 455.000,00 Tel. 0544 66796

www.ideacasaravenna.com • casa_idea@libero.it RAVENNA ZONA VIA UGO BASSI VENDESI APPARTAMENTO di 160 mq circa, composto da ingresso, ampia sala con balcone, cucina, due camere da letto matrim o niali, studio e doppi sevizi. Cantina e posto auto in corte condominiale. € 260.000,00 RAVENNA CENTRO vendesi porzione di casa ristrutturata su 2 livelli: Piano Terra: Soggiorno, cucina/ tinello e cortile. Piano Primo: vano letto matrimo

fronte e retro. 1P: 3 LETTO (2 MAT. E UNA SINGOLA). Zona servizi esterna e posto auto esclusivo. € 205.000,00 niale, servizio e ampio terrazzo su cortile interno. € 180.000,00 RAVENNA TRAVERSA VIA TRIESTE

vendesi casa abbinata da un lato, con ingresso indip.: P.T.: INGRESSO, CUCINA CON AMPIA SALA DA PRANZO, SALOTTO, BAGNO e corte

RAVENNA CENTRO STORICO VIA ALBERONI Vendesi APPARTAMENTO in curato contesto condominiale, al terzo piano con ascensore: ingresso, sog-

giorno, cucina abitabile, pranzo, studio, tre vani letto, due bagni, piccola lavanderia e meravigliosa terrazza. Garage, cantina e posto auto. Ottimo stato d’uso. € 330.000,00

parquet, aria condizionata, ben rifinito. Posto auto di proprietà. € 142.000,00 CLASSE

RAVENNA ZONA ROCCA BRANCALEONE

vendesi BILOCALE in piccolo e curato contesto condomiale di recente costruzione, al primo piano con ascensore composto da : ingresso, soggiorno/cucina, ampia letto e bagno. Riscaldamento autonomo,

Vendesi appartamento al secondo ed ultimo piano di una piccola palazzina composto da: ingresso, cucina abitabile che affaccia su ampio terrazzo, sala, due ampie camere da letto e bagno. Riscaldamento autonomo, garage e piccolo orto di proprietà. Zona ben servita dai mezzi pubblici. € 155 000,00 trattabili



Rd 11 07 13