Issuu on Google+

RAVENNA&DINTORNI

www.ravennaedintorni.it

Più spazio, più gusto, più salute

Settimanale FREEPRESS

Giovedì 5 giugno 2014 n.585

Via D’Azeglio 3/C - Ravenna - Tel. 0544 217700

Bar caffetteria Panetteria - Focacceria Gastronomia vegetariana www.giancarloceccolini.it

1914-2014 Sant’Apollinare bombardato in un’immagine del volume sulla Prima guerra mondiale del Ravenna Festival

LA “GRANDE GUERRA” AL CENTRO DEL FESTIVAL E LA RIEVOCAZIONE DELLA SETTIMANA ROSSA

SHOPPING

a pagina 12

Ecco come sarà il nuovo centro Esp

LA PIAZZETTA - BAGNO N.2 Viale Lungomare 76 MARINA DI RAVENNA Tel 0544 539185 lapiazzetta_2014@libero.it

POLITICA

a pagina 10

A lezione dai Comuni virtuosi LIBRI

a pagina 20

Intervista a Nashy, scrittore esordiente

Dovrebbe essere pronto per il 2016 con molti nuovi marchi internazionali

ARTE

SOCIETÀ

La recensione della mostra sugli affreschi

da pagina 4

Il conflitto dentro la Casa delle donne

alle pagine 8-9 e 17

SPECIALE FUORI PORTA

a pagina 22

inserto centrale

L’estate di Brisighella tra cibo e cultura

PARCO GIOCHI GONFIABILI E AREA COMPLEANNI INFO

RAVENNA - Via Circonvallazione al Molino 117-119

Tel. 0544.39668 - Cell. 334.2189699 INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE DI IMPIANTI RISCALDAMENTO, CONDIZIONAMENTO, ENERGIE RINNOVABILI E RIPARAZIONI IDRAULICHE

Scegliere Eco Clima srl vuol dire: • Alta qualità dei marchi trattati • Verifiche iniziali e assistenza garantita 24 ore su 24

FINANZIAMENTO A TASSO ZERO CON DETRAZIONI FISCALI DEL 50%-65% PER INSTALLAZIONE DI CALDAIE E CLIMATIZZATORI per il 65% è inclusa anche la pratica ENEA

324.6296

777

FESTA DI COMPLEANNO TUTTO COMPRESO A PARTIRE DA 1 0 0 € scopri tutto su: www.funnylandravenna.it

APERTO TUTTI I POMERIGGI 15:30 - 19:00 chiuso il lunedì Siamo in via della Merenda, 19/21 Fornace Zarattini, Ravenna Via della Merenda è una traversa di via Faentina tra l'Hotel Cube e la concessionaria Renault, in fondo alla via ci siamo noi con un grandissimo parcheggio.

• Redazione tel 0544 271068 • redazione@ravennaedintorni.it • Pubblicità tel. 0544 408312 • info@reclam.ra.it

GIO €AG 0,08 PIA OM COPrezzo


OPINIONI

RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

L’ EDITORIALE

TUTTO D’UN TRATTO

L’ OSSERVATORIO

25 anni di Festival 10 anni di Magazine

di Gianluca Costantini

Greganti e la Cmc su Valsusa Oggi

di Fausto Piazza

Buon anniversario Ravenna Festival. Comunque sia o la si pensi, compiere 25 anni è un traguardo ragguardevole. Si è ancora giovani ma si può aver accumulata una notevole esperienza e notorietà. Nel caso del festival ravennate si tratta di qualità artistica e poliedricità dei cartelloni, capacità organizzativa, fama internazionale, plausi della critica e applausi di un pubblico variegato. Poi, senza dubbio, si tratta di tre personalità che hanno plasmato l'evoluzione del festival: Mario Salvagiani, originario artefice e abile amministratore (politico e finanziario), Cristina Mazzavillani, anima e animatrice, Riccardo Muti, colonna portante culturale e testimone internazionale. Come trarre il bilancio di una manifestazione così complessa e ammirata ma anche controversa, nel rapporto non sempre di stima con parte della città? Sul versante dei conti – dichiara il sovrintendente De Rosa – le casse della Fondazione sono in ordine. E si evidenzia che il denaro pubblico sostiene solo in parte il festival, visto che i due terzi delle risorse, anche in passato, sono derivate da biglietti, sponsor e liberalità. Peraltro De Rosa valuta che, nel corso di 25 anni, il festival abbia “restituito” al territorio qualcosa come 80 milioni di euro, pari alla metà degli interi costi sostenuti. Sul piano artistico non c'è che dire: qualità e varietà sono tutte dentro un elenco enorme di centinaia di spettacoli, tanto arduo da riordinare per generi quanto ricchissimo di artisti di fama mondiale, produzioni originali, grandi e piccoli eventi, a volte inediti, di ogni forma ed epoca musicale, teatrale e della danza. Basteranno questi rendiconti di buona gestione (economica e culturale) a convertire i detrattori? Quelli che... «Il festival drena risorse a scapito di altre iniziative». «Non si trovano biglietti (o costano troppo)». «Sono eventi esclusivi»... E altri piagnistei. Invidiosi? Provinciali? Snob al cubo (spocchiosi votati a disertare gli spettacoli elitari)? Per certi versi questo rapporto difficile e tormentato nasce da una specie di strabismo pregiudiziale: il bicchiere mezzo pieno che risulta mezzo vuoto. Invece di partecipare si pondera. Certo sarebbe illusorio – svanito di colpo il Ravenna Festival – recuperare gran parte dei soldi pubblci e privati oggi indirizzati sulla manifestazione, che creano sensibili ricadute e indotto per il sistema culturale e l’intera città. Intanto, anche per noi è un anniversario: è in distribuzione gratuita per il 10º anno l’RFM, rivista realizzata dalla nostra redazione per conoscere meglio i tanti eventi, belli e possibili, che offre il festival quest’anno.

3

di Moldenke

Articolo-inchiesta tratto da Valsusa Oggi, quindi di parte, ma molto ben fatto e accurato. Potrebbe essere interessante leggerlo anche per i ravennati.

Autorizzazione Tribunale di Ravenna n. 1172 del 17 dicembre 2001

Anno XI

nr. 585

Editore: Edizioni e Comunicazione srl Via della Lirica 43 - 48100 Ravenna - tel. 0544 408312 www.reclam.ra.it Direttore Generale: Claudia Cuppi Pubblicità: direzione@reclam.ra.it; tel. 0544 408312 - 392 9784242 Area clienti: Denise Cavina tel. 335 7259872 Amministrazione: Alice Baldassarri, amministrazione@reclam.ra.it Stampa: Galeati Industrie Grafiche, Imola

Direttore responsabile: Fausto Piazza Collaborano alla redazione: Andrea Alberizia, Federica Angelini, Luca Manservisi, Serena Garzanti (segreteria), Maria Cristina Giovannini, Gianluca Achilli (grafica). Collaboratori: Roberta Bezzi, Matteo Cavezzali, Francesco Della Torre, Lorenzo Donati, Nevio Galeati, Claudia Graziani, Giorgia Lagosti, Linda Landi, Sabrina Lupinelli, Maria Giovanna Maioli, Fabio Magnani, Flavio Montelli, Guido Sani, Angela Schiavina, Serena Simoni. Fotografie: Paolo Genovesi, Fabrizio Zani. Illustrazioni: Gianluca Costantini Redazione: tel. 0544 271068 - Fax 0544 271651 redazione@ravennaedintorni.it Poste Italiane spa - Sped. in abb. post. D.L. 353/2003 (conv. di legge 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB C.R.P.- C.P.O. RAVENNA

«[...] Nelle carte giudiziarie del Tribunale di Milano, che descrivono in maniera dettagliata lo scandalo dell’Expo viene citata più volte anche la famosa cooperativa di Ravenna Cmc. [...] Entrando nel merito dei rapporti tra Primo Greganti e la Cmc, dalle indagini della Polizia Giudiziaria e della Procura, sembra emergere innanzitutto il ruolo di “ambasciatore” che Greganti avrebbe avuto con il direttore dell’Expo Paris, proprio per conto della cooperativa ravennate. Nelle carte dell’inchiesta, tramite intercettazioni telefoniche e ambientali, vengono ad esempio ricostruiti i dialoghi e lo scambio di messaggi tra un pezzo grosso di Cmc e Primo Greganti. Secondo la Procura, i rapporti del direttore dell’Expo Paris con la Cmc sarebbero stati costantemente curati da Greganti. A dimostrazione di questa ipotesi, viene riportato un sms di fine 2013, in cui il pezzo grosso della Cmc chiede a Greganti informazioni sul padiglione Cina, riferendosi alle aree espositive dell’Expo 2015. [...] Greganti e il dirigente della Cmc hanno vari incontri. Secondo la Procura, nel periodo oggetto di intercettazione ci sarebbero ben cinquantacinque contatti tra i due, quasi sempre brevi telefonate o sms. Ma quale sarebbe stato il compito di Greganti secondo il Tribunale? Aiutare a inserire la Cmc e altre coop nel ricco giro degli appalti dell’Expo, in accordo con Frigerio e gli altri personaggi coinvolti nell’inchiesta. E in cambio, il “Compagno G.” avrebbe ottenuto contratti di consulenze da Cmc e altre coop, ritenuti fittizi dalla Procura per giustificare le elargizioni di denaro, tramite la Seinco En-Ri srl di Torino. [...] Infine, il nome della potente coop rossa torna nelle pagine dell’ordinanza del Tribunale, per un altro episodio: a un certo punto, i vari personaggi dello scandalo Expo, dibattono e sono preoccupati per un problema giudiziario che ha coinvolto la Cmc a Molfetta: l’arresto del procuratore speciale della coop nel cantiere pugliese, dopo che si è scoperta la truffa sul cantiere fantasma del porto. Nelle chiacchierate della banda dell’Expo, è in particolar modo Maltauro (l’imprenditore vicentino arrestato a definire quello della Cmc un problema pesante e serio, e aveva proposto di sostituirla con un’altra società. E qui torna il nome di Greganti, che avrebbe avuto il ruolo di “soccorritore”, pronto a tranquillizzare gli animi e ad escogitare qualcosa per risolvere il problema e tutelare la Cmc. [...]».


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

4

SOCIETÀ

IL CONFLITTO/1

Scontro dentro la Casa delle donne di via Maggiore Dopo le dimissioni della maggioranza del coordinamento si va ad elezioni anticipate con nuove regole Il taglio del nastro c’è stato circa un anno fa, in via Maggiore, una sede del Comune che della struttura paga anche le utenze (ma per cui non stanzia altri fondi). Da allora la Casa delle donne è stata aperta grazie al lavoro delle volontarie delle associazioni e dei gruppi che vi hanno sede: Udi, Liberedonne, Fidapa e Donne in nero. Corsi, laboratori, incontri, proiezioni sulle tematiche più varie. Ma tutto questo lavoro si è svolto in un clima di crescente conflittualità che è sfociato, nelle ultime settimane, nelle dimissione in massa dell'organo diciamo esecutivo della Casa, rendendo necessaria, in mancanza di regolamento, l’individuazione di criteri elettivi per poter permettere a quella realtà di continuare a esistere. Ma andiamo con ordine. La Casa delle donne nasce dopo un lungo lavoro preparatorio a cui hanno partecipato molti altri gruppi formali e informali, reti, singole donne e associazioni miste. Al momento della stesura dello statuto dell’associazione, Liberedonne ha voluto includere le sole associazioni femminili per evitare che potessero essere eletti uomini negli organi sociali. Lo scopo è quello di creare un luogo dove dar vita a eventi, laboratori, una biblioteca, uno spazio di elaborazione politica e culturale che aveva l’ambizione diportare trasformazioni nella città. L'assemblea delle socie a quel punto elegge un comitato di coordinamento comprensivo delle due cocoordinatrici, due figure che sostituiscono presidente e vice per evitare la verticalità delle strutture tradizionali. Tuttavia, solo una delle due può e anzi deve prendersi la responsabilità legale, responsabilità che è personale e quindi non condivisibile. L’assemblea elegge una delle due co-coordinatrici come responsabile legale. Ma a fronte della rinuncia della prima eletta, viene dopo poco individuata l’altra co-coordinatrice, Barbara Domenichini. Mentre prendono avvio le attività della Casa, il coordinamento si trova via via sempre più in difficoltà fino a giungere a un punto di quasi paralisi perché spaccato in due. Tanto da non riuscire nemmeno ad approvare il regolamento interno applicativo. I rapporti sono di circa due terzi a un terzo dentro il coordinamento, ma poiché si è scelto di non usare la modalità del voto per prendere decisioni, il coordinamento non riesce a lavorare. Si arriva così a un’assemblea straordinaria delle socie chiesta dalla minoranza del coordinamento. Assemblea davanti alla quale la maggioranza annuncia le proprie irrevocabili dimissioni con una lettera firmata dalle nove donne, tra cui compare anche la legale rappresentante. Una mossa estrema che di fatto fa decadere tutte le donne elette un anno prima della naturale scadenza e

IL CONFLITTO/2

«È una questione politica» Parla Domenichini, legale rappresentante dell’associazione

LA DENUNCIA ANCHE UNA QUERELA PER DOSSIERAGGIO In tutto questo, è deflagrata la notizia (pubblicata dalla Voce di Romagna) di una querela da parte di una socia a un’altra socia (e forse alla legale rappresentante). A nessuna persona legata alla Casa delle donne è arrivata ancora comunicazione ufficiale, ma è certo che i carabinieri stanno indagando. Nella querela si parlerebbe di “dossieraggio” ai danni della socia e di una presunta diffamazione.

obbliga l'assemblea a eleggere i nuovi organi sociali. L’assemblea viene riconvocata per proporre nuove modalità di elezione non più, come era avvenuto in passato, per autocandidatura ma tramite liste programmatiche, una proposta pervenuta dalla maggioranza del coordinamento e approvata dalla stragrande maggioranza della settantina delle socie presenti all'assemblea (in tutto sono 170 le socie, contro le 207 del 2013). Ora il voto è previsto per l’11 giugno in un clima che non è forse destinato a rasserenarsi in tempi brevissimi e dove restano sul tappeto pesanti accuse. Federica Angelini

Barbara Domenichini è la legale rappresentante e fa parte di quella che ormai viene definita la maggioranza all'interno della casa delle donne, dimissionaria dal ruolo di co-coordinatrice. Barbara, cosa sta succedendo? C'è chi parla di incompatibilità caratteriali e chi addirittura di visceralità femminili difficili da filtrare. «No, quello che si pone e si è posto è un problema politico, ben esplicitato nella lettera di dimissioni, che riguarda la gestione della Casa e i rapporti tra gli organi eletti. In particolare, ma non solo, i dissidi sono nati su quanto riguarda l’autonomia di gruppi di lavoro tematici che il coordinamento aveva individuato come metodo per snellire la grande quantità di lavoro da fare. Un metodo del tutto inclusivo nei confronti delle socie che potevano partecipare pur non essendo elette nel coordinamento». Perché ha lei la rappresentanza legale? Come è stato deciso che fosse lei? «In realtà, inizialmente era stata eletta dall’assemblea l’altra co-coordinatrice che però ha preferito rinunciare. Io sono subentrata in quanto co-coordinatrice. Forse abbiamo sottovalutato il ruolo importante che la rappresentanza legale avrebbe avuto, ma certo mi sono poi trovata costretta in alcuni casi a dover agire per tutelare la Casa. Per poter essere quel laboratorio aperto e inclusivo che desideriamo la Casa ha bisogno di essere governata da regole precise e condivise, come avviene per ogni luogo di socialità». Quando nasce la spaccatura della maggioranza e della minoranza? Era chiara fin dalla prima elezione? «Assolutamente no! Abbiamo scoperto di essere maggioranza solo all’assemblea straordinaria, dopo mesi di ostruzionismo all’interno del comitato di coordinamento. In realtà siamo nove donne molto diverse tra noi, spesso non d’accordo su alcune posizioni ma tutte condividiamo l'idea di cosa sia la Casa e come debba essere gestita. In comune abbiamo che la relazione deve essere la pratica politica prioritaria». Ora invece, con questa modalità elettiva proposta e approvata a larga maggioranza all’ultima assemblea che prevede il voto su basi di liste programmatiche lo saprete da subito. Non rischiate però così di perdere l'effetto laboratorio e trasformare la casa in un mero contenitore di una progettazione fatta appunto all'esterno? «È un’obiezione assolutamente condivisibile, ma questo è un momento di emergenza per la nostra vita associativa in cui l’esistenza stessa della Casa potrebbe essere messa in discussione. Pensiamo che possa essere un buon modo, se pur doloroso perché l’associazione possa riprendere il suo funzionamento». Vi è stata contestata una certa politicizzazione della gestione. Qualche evento o attività in particolare? «No, non ci sono mai stati problemi relativi a iniziative che si sono realizzate, anzi, è riconosciuto da tutte il grande lavoro che è stato fatto appena in un anno. Sulla politicizzazione bisogna distinguere tra quello che è la politica e quelli che sono i partiti. La Casa delle donne è nata anche con il desiderio di portare delle trasformazioni in città, nella vita di donne e uomini che quotidianamente la vivono. La politica fa parte della nostra vita associativa perché si interessa delle vite, a restare fuori dalla casa devono essere i partiti, come è accaduto fino a oggi». E siete state accusate di scarsa democrazia interna e scarsa apertura. «La verità è che lo siamo state troppo. Se fin da subito avessimo deciso con il voto a maggioranza dentro al coordinamento, forse non saremmo arrivate a questo punto. Abbiamo invece voluto adottare un approccio il più inclusivo e dialogante possibile». In questo bailamme, si è pensato di rivedere anche la norma che impedisce l'iscrizione a uomini o ad associazioni che includano uomini? «Va chiarito che abbiamo ospitato uomini in alcune iniziative e abbiamo collaborato con alcune associazioni miste fuori e dentro la Casa. Ci confrontiamo spesso sul tema della presenza degli uomini: ci sono opinioni differenti che hanno bisogno di tempo per confrontarsi. Personalmente credo ci sia bisogno di lavorare di più con gli uomini, di velocizzare su questo fronte le collaborazioni e le relazioni pur mantenendo saldo il governo femminile della Casa». Il rischio che il danno d’immagine riguardi non solo la Casa, ma in generale la presenza femminile nella vita associativa e politica della città è altissimo, non pensa? «Siamo consapevoli di questo e naturalmente la cosa ci preoccupa e ci addolora. Ma in realtà, come dicevo, si tratta di questioni meramente politiche, facilmente strumentalizzabili. La Casa continua a funzionare in tutte le sue attività e questo significa che il progetto è valido e vincente». Preoccupazioni per la querela? «Mah, noi ancora non ne sappiamo ufficialmente nulla. No non siamo preoccupate dal punto di vista dell’azione giuridica, perché ci siamo comportate in modo trasparente. Anzi abbiamo cercato per mesi il dialogo e il confronto con la persona che ora dice di essere stata “cacciata” dalla Casa che è una cosa falsa perché se così fosse non avrebbe potuto partecipare alle assemblee e ai momenti di vita associativa». (fe. an,)

«Si tratta

di un momento di emergenza per la nostra vita associativa

»


Cerchi casa?

SOCIETĂ€

DA PAGINA 31

5 IL CONFLITTO/4

IL CONFLITTO/3

Piaia: ÂŤNon è a rischio il futuro della strutturaÂť L’assessore comunale alle Politiche di genere, Giovanna Piaia, che ha reso possibile l’apertura della Casa delle donne, di cui è socia, difende quella realtĂ . ÂŤLa Casa è solida, non sono preoccupata per il suo futuro. Ăˆ in atto un conflitto che in questo momento viene gestito secondo modalitĂ  decise dalla maggioranza dell’assembleaÂť. Piaia resta convinta che ci sia anche un elemento legato al carattere femminile nelle modalitĂ  (e nell’asprezza) dello scontro. ÂŤCredo che sia legato alla modalitĂ  di fare politica delle donne, basata sulla relazione, sul confronto aperto e sulla sinceritĂ , sull’analisi approfondita delle cause e delle dinamiche. Gli uomini, lo si vede bene anche dentro i partiti, hanno modalitĂ  diverse, dove c’è piĂš non detto e dove lo scontro non diventa a tutto campoÂť. Ma Piaia nega che questo possa essere un handicap per le donne. ÂŤĂˆ una differenza, non è affatto detto che quella maschile sia la modalitĂ  migliore. Il conflitto di per sĂŠ non è un elemento negativo, va gestito. Ora si è nella fase espressivaÂť. L’assessore Piaia, che evita di prendere posizione rispetto alla diabrita schierandosi con la minoranza o la maggioranza, capisce le ragioni di chi esprime perplessitĂ  sulle nuove modalitĂ  di elezione ammettendo che però ÂŤpotrebbero rivelarsi le piĂš efficaci in questa faseÂť. Allo stesso tempo respinge le accuse di chi sostiene che la Casa sia stata gestita da un gruppo che ha voluto imporre una linea univoca e non aperta. ÂŤMi pare che il numero e la varietĂ  di iniziative che si sono realizzate in questo primo anno sia lĂŹ a dimostrare che si tratta invece di un luogo aperto e vario con una grandissima vitalitĂ . E se qualche socia decide di allontanarsene (come ha annunciato di voler fare la socia che ha formulato la denuncia, ndr) credo possa essere considerato fisiologico, visto anche il grande numero di persone che coinvolgeÂť. (fe.an.)

LA

CO-COORDINATRICE DIVA PONTI: ÂŤĂˆ QUESTO LO SPAZIO APERTO CHE L’AMMNISTRAZIONE SI Ăˆ IMPEGNATA A DARE ALLE DONNE DELLA CITTĂ€?Âť

A una settimana esatta dalle votazioni per il nuovo coordinamento della Casa delle donne secondo le regole decise a maggioranza dall’assemblea, rompe il silenzio anche l’altra co-coordinatrice della Casa, Diva Ponti, parte di quella minoranza accusata di ostruzionismo dalla maggioranza e che aveva chiesto l’assemblea straordinaria a cui però si è arrivati solo con le dimissioni in massa di due terzi del coordinamento. In una lettera aperta inviata alle istituzioni e agli organi di stampa, Ponti ripercorre alcune delle vicende accusando la maggioranza di scarsa apertura e di una gestione non comprensiva della differenze di culture delle donne che nella casa si stavano esprimendo e avrebbero voluto esprimersi. Ne riportiamo alcuni stralci sottolineando un passaggio cruciale e che coincide invece in tutto e per tutto con quello illustrato anche dalla “parte avversaâ€?: il conflitto nella casa delle donne è di carattere politico e riguarda le modalitĂ  di gestione. Ecco alcuni dei passaggi della lettera che sarĂ  pubblicata integralmente sul sito www.ravennaedintorni.it. Ecco dunque il cuore piĂš “politicoâ€? della missiva, dove vengono formulate le accuse a cui risponde in qualche modo Barbara Domenichini, co-coordinatrice nell’intervista accanto.

ÂŤ[..]Di fronte all'espandersi delle iniziative e delle relazioni dentro e fuori la Casa, la maggioranza del comitato di coordinamento ha progressivamente messo in atto meccanismi di accentramento e di controllo politico accusando di ostacolare il lavoro comune e di non sapere costruire “corretteâ€? relazioni tra donne chi era portatrice di punti di vista non “omologatiâ€?. Non un comitato di coordinamento (COORDINAMENTO, ripeto) capace di facilitare e gestire le attivitĂ  di una Casa “punto di riferimento per TUTTE le donne, dove produrre scambi con altre realtĂ  femminil in Italia e nel mondoâ€?, ma un comitato politico convinto di essere depositario della "corretta ottica di genereâ€? nonchĂŠ del “pensiero e della pratica delle donneâ€?, delegittimando cosĂŹ la pluralitĂ  delle esperienze attraverso le quali le donne a Ravenna‌ e nel mondo si impegnano in modi diversi per il cambiamento di societĂ  patriarcali che creano discriminazioni, diseguaglianze e violenza. La maggioranza del comitato ha sempre mal tollerato le componenti che segnalavano il confondere la rappresentanza legale con quella politica, la scarsa trasparenza, la volontĂ  di controllo esteso alle attivitĂ  di alcuni gruppi di lavoro, ai canali di informazione verso le socie e verso altre realtĂ  cittadine, con l’obiettivo di imporre un modello unico di “pensiero e pratica di genereâ€?. [...] ÂŤLa maggioranza del comitato uscente non è stata disposta ad accogliere la pluralitĂ  delle politiche delle donne che quello spazio pubblico deve garantire, nĂŠ a favorire percorsi di “progettazione partecipataâ€?, percorsi sempre piĂš richiesti dalle cittadine e dai cittadini alle istituzioni della nostra cittĂ .Lo spirito dal quale siamo partite presuppone il dare fiducia alle donne , alla loro capacitĂ  di progettare e realizzare iniziative con senso di responsabilitĂ , andando oltre modelli organizzativi che riprongono schieramenti elettorali “omogenei “ e visioni gerarchico-piramidali ormai perdenti ovunque perchĂŠ incapaci di produrre cambiamento. La strada che si vuole ora imboccare per il rinnovo del comitato di coord. (voto su liste elettorali omogenee e programmatiche) esclude dalla gestione della Casa donne che rappresentano anime e realtĂ  diverse all’interno di un piĂš ampio movimento delle donne, dissipando cosĂŹ un grande potenziale di energia, creativitĂ  e partecipazione. [..] Ăˆ questo lo spazio aperto e pluralista che l’Amministrazione comunale si è impegnata ad offrire alle donne della cittĂ ? Ăˆ un momento di grande amarezza per me e per le tante donne con le quali ho condiviso questa esperienza dentro e fuori la Casa, ma quello che abbiamo realizzato con fiducia e lealtĂ  resta, cosĂŹ come restano le relazioni intense e generative di crescita individuale e collettiva intrecciate con numerosissime realtĂ  nella cittĂ  e nel territorio. Non sarĂ  l’ombra lunga e sterile di modalitĂ  escludenti nei confronti delle donne stesse ad imbrigliare la pluralitĂ  dei nostri pensieri e le risorse delle nostre viteÂť. Diva Ponti, co-coordinatrice dell’Associazione Liberedonne-Casa delle donne-Ravenna

 %

nuova gestione di Rudy Lupini

RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

   "     "$   "           "     

    $ &&     $ # %    %  $ " !  &    "           #        " &   $      $    " $   %     # #

Pesce

Carne

Cozze e vongole alla marinara Strozzapreti alle seppie Sardoncini al forno con pinoli e uvetta Ciambella con crema tiepida 20 euro

Crostone della Dama con straccetti di vitello e funghi Tagliatelle piselli e guanciale Maialino da latte croccante cotto al forno Ciambella con crema tiepida 20 euro

Per prenotazioni: Tel. +39 0544 71156 - info@damadellesaline.it

Via Madonna della Neve 15, Cervia (RA)

www.damadellesaline.com

 

La Dama delle Saline


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

SOCIETÀ

6 Piazza del Popolo, nel cuore di Ravenna, si trasforma in una grande spiaggia per ospitare i tornei dei due più popolari sport da praticare in riva al mare: beach tennis e beach volley. Da venerdì 6 giugno a domenica 8 giugno si terrà una “2x24 ore” di queste discipline, grazie anche alla collaborazione con il Porto Robur Costa Cmc e il Centro Acquae di Porto Fuori. Beach tennis: venerdì 6 giugno dalle 18 alle 20 esibizione di campioni; dalle 20 alle 16 di sabato 7 partite di doppio di mezz'ora ciascuna non competitive con gruppi di giocatori locali e altre 100 persone con libertà di partecipazione per età e sesso che si iscriveranno per prime sul sito www.aquaesportcenter.it, dalle 16 alle 18 è in programma l'esibizione degli Ospiti della Città di Ravenna. In chiusura una singolare sfida tra campioni della pallavolo e del basket. Beach volley: fino alle 20 di sabato la gara fra campioni. A seguire, fino alle 16 di domenica, la no-stop di partite 4x4 di un’ora, non competitive. Concluderà la manifestazione, domenica 8 giugno dalle 16 alle 18, l'esibizione Ospiti della Città di Ravenna. I partecipanti dovranno sottoscrivere una quota d'iscrizione di 5 euro. L'incasso delle giornate sarà parzialmente devoluto in beneficenza. Durante le tre giornate sarà presente un book corner supportato dalla biblioteca sportiva del Coni “Strocchi” dove verranno presentati libri a carattere sportivo, e singolari incontri con gli autori. Hanno già confermato la loro presenza in questa veste Federica Lisi e Max Di Franco. «Vogliamo innalzare due sport da spiaggia a più alto rango e promuoverli tra chi non li conosce», ha dichiarato l’assessore comunale allo Sport Guido Guerrieri.

SPORT/1

OPEN DAY

Spiaggia in piazza: maratona di volley e tennis per 48 ore

L’Accademia apre le porte alla città

SPORT/2

L’appello del sindaco ai cittadini «Finanziate le società sportive» «Per due società che, oltre ad assicurare l'attività sportiva e l'educazione a oltre mille ragazzi, hanno ottenuto risultati grandiosi nell'ultima stagione, è indispensabile l'aiuto della cittadinanza ravennate tutta, per mantenere l'eccellente livello che hanno raggiunto». Con queste parole il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, ha lanciato l'appello per sostenere la Piero Manetti (basket) e il Porto Robur Costa (volley). Ad oggi il settore giovanile della palla a spicchi giallorossa conta 450 iscritti, mentre sono più di seicento i ragazzi sotto rete. «Sostenere questi settori e i relativi campionati, oltre a quelli delle prime squadre - hanno spiegato in coro i presidenti della Manetti, Roberto Vianello, e della Robur, Luca Casadio -, necessita di un impegno non indifferente». Si parla di centinaia di migliaia di euro per la cifra di denaro necessaria, in totale, alle due società per continuare a mantenere i livelli odierni.

SPORT/3 MEMORIAL MINGOZZI ALLA FESTA DELL’AZZURRA Si svolgerà il 7 giugno alle 18, al campo sportivo di via Zalamella, la festa di fine stagione dell’Azzurra Calcio. Verrà disputato il memorial Gionata Mingozzi per ricordare il giovane calciatore ravennate scomparso in un incidente stradale nel 2008 e mai dimenticato dalla società Azzurra. Al termine della manifestazione il Presidente Bravi illustrerà le linee programmatiche per la stagione futura. Segue rinfresco.

Si intitola “SeiSei Openday Rosso di sera” la giornata promossa per venerdì 6 giugno dall’Accademia di Belle Arti di Ravenna, con la collaborazione di professori e studenti, per promuovere le attività formative svolte dall’istituto. Con lo slogan “Abitiamo per un giorno l’Accademia”, dalle 10 alle 21 del 6 giugno in via delle Industrie 76 le porte saranno aperte per far vedere come si fa arte in accademia e far visitare i laboratori. Durante la giornata sono previste performance e proiezioni: “Body and art”, studi di performance, nell’ambito del corso di scultura del professor Graziano Spinosi; “Muppet show”, mostra di pittura del corso del professor Marco Neri; “Rosso di sera” (alle 18.30). Alle 19.30 buffet all’aperto e musica. Nell’ambito dell’open day dell’Accademia è inoltre in programma, alle 17.30 a Santa Maria delle Croci (via Guaccimanni 5) l’inaugurazione della mostra del liceo artistico Nervi Severini “Vedo Rosso”.

INCONTRO CECCHI PAONE E GAMBI DIALOGANO A CASA MELANDRI Venerdì 6 giugno alle 18, a Casa Melandri (via Ponte Marino, 2 Ravenna) si terrà, alla presenza dell’autore, la presentazione del libro di Alessandro Cecchi Paone e Paolo Gambi Le ragioni dell'altro. Dialogo tra un laico e un cattolico su amore, soldi, libertà.


SOCIETÀ

RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

7 PROGRAMMA

CULTURE Verrà dedicata ad Alessio Lunardini, il dodicenne morto cinque giorni dopo essere stato investito da un'auto in via Bellucci, la parata inaugurale dell'ottava edizione del festival delle Culture, manifestazione che si svolge in darsena a Ravenna dal 6 all'8 giugno. Il ragazzo avrebbe dovuto partecipare insieme al suo gruppo Lasagna Style al festival, la cui Fiumana Atto V partirà appunto il 6 giugno alle 17 da piazza San Francesco per attraversare il centro storico fino alle Artificerie Almagià dove si svolgerà il resto del festival. Per la prima volta, la banchina del canale Candiano, recentemente soggetta a lavori di recupero, ospiterà punti di ristoro multietnici e un mercato di prodotti da tutto il mondo. Il festival, quest'anno intitolato “Il vasto mare del bello” vuole affrontare il tema della bellezza nel suo rapporto con il concetto di multiculturalità e convivenza. Già da un paio di anni la kermesse è organizzata attraverso un processo di partecipazione. L'edizione 2014 in particolare è stata ideata e progettata da un gruppo composto da oltre cinquanta persone, membri di associazioni ma anche singoli cittadini attivi, di varie età, genere e nazionalità. I giovani sono stati il perno su cui ha ruotato la messa in piedi del festival. «La prima giornata – ha spiegato Franck Viderot, coordinatore del gruppo spettacoli – sarà dedicata ai ragazzi. Dopo la parata inaugurale, l’ìdea è quella di mantenere gli studenti sul luogo del festival, ed è per questo che si terranno due concerti di musica elettronica. Sabato invece sarà dedicato alle famiglie, mentre domenica alla scoperta di nuove culture attraverso la musica». E infatti domenica 8 «si metterà in discussione il rapporto tra l'Italia e gli stranieri»,

Il festival arriva in banchina Stand etnici sul Candiano, spettacoli interculturali all’Almagià

Un dettaglio dell’opera realizzata dal writer Casciu alla Casa delle culture che sarà inaugurata durante il festival

BAMBINI LABORATORI

ha aggiunto la coordinatrice del gruppo dibattiti Elena Starna, con anche un incontro, alle 20 al Dock 61, con la parlamentare Pd Cécile Kyenge. Il festival – una prova tecnica di Ravenna 2019 – sarà anche teatro di mostre fotografiche, eventi per i più piccoli e performance di giovani artisti. La tre giorni avrà come prologo il seminario dei centri interculturali dell’Emilia Romagna, che si terrà venerdì 6 alle 9.30 alla sala Forum di via Berlinguer 11 alla presenza del sindaco e dell’assessore regionale Teresa Marzocchi. «Il festival che vogliamo – ha concluso Viderot nel corso della conferenza stampa di presentazione – non deve essere solo dedicato agli stranieri residenti a Ravenna, ma a tutte le culture che a Ravenna coesistono. Miriamo a coinvolgere più persone possibile, indipendentemente dall'età e dal paese di origine». (fa.ci.)

MOSTRE E GIOCHI DAL MONDO

Il programma per i più piccoli prevede il 6 giungo dalle 18.30 l’iniziativa Profumi dal Mondo Laboratorio di spezie, mentre dalle 20 alle 23.30 nel campetto vicino all’Almagià si potrà giocare alKubb, il gioco vichingo. Sabato 7 e domenica 8, dalle 18 alle 22, ci sarà una “tenda fai da te” di teli e canne di bambù come luogo di gioco e creatività. Per tutte le tre giornate sarà presente lo stand Gioca con noi! Laboratorio ludico creativo.

TEODORA CAFFÈ

DA RUMENIGGE ALLE BADANTI IN FOTO Tre le mostre fotografiche in corso per il festival: fino all’8 giugno, all’agenzia Image, “Io sono Rummenigge - Fotografie di Davide Baldrati”; fino al 15 giugno, al Dock 61 “La Bosnia: sottosopra un ponte - Mostra fotografica a cura di Anida Poljac”; durante le giornate del Festival, via Magazzini Posteriori “Io non m’arrendo. Dieci storie di donne badanti”, di Giampiero Corelli fotoreporter.

MOSTRE, DIBATTITI, CONCERTI: TRA GLI OSPITI L’ARTISTA SABA ANGLANA E LA PARLAMENTARE CÉCILE KYENGE Dopo la fiumana di apertura, ecco a grandi linee il programma dlele tre giorni all’Almagià per il festival delle culture. Venerdì 6 giugno, alle 20, esibizione di Capoeira, alle ore 20.30, al circolo Dock 61 (davanti all’Almagià), l’incontro “Il corpo è la mia prima casa”, con Cecilia Gallotti (antropologa), Mirella Santamato (artista), Riccardo Bottazzo (giornalista). Due i concerti serali: alle 21.30 i Waterproof e alle 23 Sabir con un Live Set di elettronica. Sabato 7 giugno il Festival parte alle 16.30, in piazza Medaglie D’Oro, con RAiters final event: verrà inaugurata la nuova facciata della Casa delle Culture con i murales dell’artista sardo Andrea Casciu, in residenza a Ravenna dall’1 giugno. Per l’occasione la compagnia First Class presenta: “Afro Danza Moderna”. Alle 18 si al Dock 61 si tiene la presentazione del libro Io non mi arrendo. Dieci storie di donne badanti con testi di Carla Baroncelli e fotografie di Giampiero Corelli, e sempre al Dock, alle 20, ci sarà l’incontro-dibattito “Il mio corpo, gli altri corpi. La bellezza del vivere insieme”, con Angelica Morales, Casa de Nialtri di Ancona e Meho Sulemanski. Dentro all’Almagià, alle 18.30 si può assistere al Sabar senegalese e alle 20.30, a uno spettacolo di danze e musiche popolari dalla Romania. Alle 22 concerto degli Armesqual e alle 23, Saba Anglana, artista di world music nata a Mogadiscio, da mamma etiope e padre italiano, con all’attivo tre album in studio e centinaia di concerti in tutto il mondo. Chiuderà la serata la compagnia di danza africana First Class. Domenica 8 si inizia alle 18.30 con esibizioni delle diverse tradizioni culturali della Nigeria. Apriranno le Sky Ladies della comunità Edo. Alle 20, al Dock 61, incontro “L’Italia che accoglie. A volte”, con Cécile Kyenge (parlamentare Pd), Kaha Mohamed Aden (scrittrice), Antonio “Nashy” Distefano ( scrittore), moderati da Antar Mohamed Marincola. Alle 20.30 all’Almagià cerimonia di consegna del Premio all’intercultura. Alle 21.30: Baye Fall & Wolof Band in concerto, mentre alle 22.30 il Festival delle Culture 2014 calerà il sipario con Nema Problema Orkestar, in un concerto di musica balcanica.

INFORMAZIONE PROMOZIONALE

Dalle note musicali del Festival alle note aromatiche dei vini Il Teodora festeggia l’inizio della manifestazione ravennate con un nuovo aperitivo-degustazione Dalle note musicali del Ravenna Festival alle note aromatiche dei vini. Questo è lo slogan con cui il Teodora Caffè di Ravenna, sotto i portici della centrale via Corrado Ricci, propone un nuovo aperitivodegustazione a base di vini e prodotti tipici, nella settimana in cui inizia il più grande festival musicale italiano. L’appuntamento è per sabato dalle 18.30 fino a tarda serata, quando sarà possibile assaggiare due vini bianchi dell’azienda agricola Branchini di Dozza: un’Albana secca e un Pignoletto frizzante. Due aromi diversi, ottima espressione di due territori vicini ma diversi: il vino bianco più blasonato della Romagna, l’Albana appunto, contro quello più apprezzato dell’Emilia, il Pignoletto. «L’idea di base è quella che dal confronto, si impara a uscire dal proprio nido e quindi a crescere – racconta Matteo Bergamaschi che, insieme alla madre, ha rilevato la gestione del bar lo scorso 19 aprile –. I molti progressi registrati dal settore vinicolo ravennate in questi ultimi anni, sono proprio legati a questa maggiore apertura dimostrata dai produttori, da una lungimirante capacità di andare in giro e mettersi alla prova, per ritornare nella propria azienda pieni di consigli e accorgimenti da mettere in pratica. Ecco come è nato questa sfida-incontro ravvicinata fra due vini che caratterizzano la nostra regione nel suo complesso». Come già accaduto in altri aperitivi, la degustazione di vini sarà accompagna-

ta da un buffet, in cui protagonisti saranno alcuni dei migliori prodotti emiliano-romagnoli, fra cui gli immancabili Parmigiano Reggiano e la mortadella. Il Teodora Caffè non è dunque solo un bar, ma anche una vetrina del territorio con alcuni dei suoi migliori prodotti. Duplice la sua vocazione: da un lato punto di riferimento e ritrovo per i tanti giovani che si incontrano durante la giornata, dall’altro un luogo in cui poter comprare ciò che normalmente si consuma, dalle bibite ai vini, al pane, e molto altro ancora. Una novità interessante, frutto anche dell’esperienza di giornalismo enogastronomico che ha reso Bergamaschi molto attento a tutto ciò che è la promozione della propria terra. «In Romagna c’è sempre stata la tendenza a privilegiare vini di altre zone – afferma –. Ma è arrivato il momento di cambiare rotta: i nostri vini sono molto cresciuti, proprio grazie al confronto, per cui sono orgoglioso di proporli e valorizzarli». E già sono in cantiere altre novità per l’appuntamento settimanale con l’aperitivo che proseguirà per tutta l’estate. Teodora Caffè, via Corrado Ricci 37 Ravenna cell. 348 016 9185


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

8

PRIMO PIANO L’INTERVISTA

È rimasta nell’immaginario collettivo come un momento di conquista di libertà e quest’anno, in occasione del centenario, viene ricordata con pubblicazioni, appuntamenti, spettacoli. La “settimana rossa” dal 7 al 13 giugno sconvolse in particolare le zone del Ravennate con un’insurrezione popolare di dimensioni senza precedenti da parte di anarchici, socialisti e repubblicani. Ma cosa successe davvero in quella settimana quasi leggendaria? Ne abbiamo parlato con Alessandro Luparini, storico, responsabile delle attività culturali della Fondazione Oriani e autore, con Laura Orlandini, del recente volume La libertà e il sacrilegio. La Settimana rossa del giugno 1914 in provincia di Ravenna (Giorgio Pozzi editore). La settimana rossa che tipo di traccia ha lasciato nel paese e, soprattutto, nel nostro territorio? «Nella storia d’Italia, in realtà, potrebbe avere il rilievo di una nota a piè di pagina, anche perché fu subito sovrastata dall’imminente scoppio della prima guerra mondiale. Non è però così per la provincia di Ravenna, dove l’insurrezione ebbe un carattere di partecipazione popolare molto esteso ed è rimasta nella memoria collettiva della gente. Il ricordo della settimana rossa continua a riscuotere interesse, avvolto in un alone quasi leggendario. Ed è per questo quindi che ha senso ricordare quei fatti e rifletterci sopra». Qui si potrebbe quasi parlare di vere e proprie celebrazioni e in alcuni ambienti si percepisce un’aura nostalgica per quell’epoca considerata d’oro, un’alba di possibilità e libertà.

Quella grande illusione rossa Lo storico Luparini sull’insurrezione che nel 1914 incendiò il Ravennate

A sinistra un’immagine di Lugo durante la settimana rossa del 1914. A destra lo storico Alessandro Luparini

«Fu un abbaglio

collettivo basato anche su informazioni false e gonfiate. Non ha portato a nessuna conquista per le classi lavoratrici

»

«Per quanto mi riguarda, come storico cerco di attenermi ad un’analisi quanto più possibile obiettiva delle vicende. Ma è certamente vero che il ricordo della settimana rossa esercita per molti un fascino irresistibile, legato all’immagine mitica della Romagna ribelle e barricadiera. In realtà si trattò piuttosto di un sogno, di un’illusione. Non esistevano, infatti, le condizioni oggettive per fare la rivoluzione. Perciò, in un certo sen-

so, la nostalgia per la settimana rossa può essere paragonata a quella per un amore impossibile». Furono le condizioni locali o quelle del Paese a rendere l’insurrezione un’illusione? «A livello generale, nell’Italia del 1914, non c’erano i presupposti per una prova di forza rivoluzionaria, per quanto almeno dal 1910 tutte le forze di sinistra, repubblicani compresi, si fossero radicalizzate collocandosi su posizio-

ni apertamente insurrezionaliste. Nella fattispecie, bastò che il Governo reagisse con i normali strumenti di pubblica sicurezza per domare la rivolta, senza bisogno di ricorrere alle leggi speciali, perché il moto si sgonfiasse. Del resto, lo stesso sciopero generale di protesta indetto dalla Confederazione generale del lavoro (a larghissima prevalenza riformista) doveva essere limitato a 48 ore. Mancò poi qualsiasi coordinamento politico e anche l’organizzazione militare necessaria per fare una rivoluzione in senso stretto». Come fu possibile allora un’illusione collettiva di quelle dimensioni? «Qui le organizzazioni sovversive erano molto più radicate e ramificate che non in altre parti d’Italia. Inoltre, accadde che in quei giorni ampie zone dalla provincia di Ravenna, in particolare le campagne del Lughese e dell’Alfonsinese, rimasero isolate dal resto del Paese, perché i rivoltosi tagliarono i fili del telegrafo. Così, iniziarono a diffondersi voci incontrollate su una presunta rivoluzione nel resto d’Italia». Si può dire che anche allora il controllo dell’informazione era cruciale? Ma c’era una regia che metteva in giro questo tipo di notizie per un fine ben determinato? «Certo, l’informazione fu cruciale, ma no, non ci fu nessuna regia preordinata. Le notizie che circolavano erano poche ed erano inventate o gonfiate. Fu una sorta di abbaglio collettivo. Per esempio, il ritorno ad Alfonsine, da Roma, di una famiglia di possidenti locali, fu interpretato come la prova che nella capitale c’era stata la rivolu-


Cerchi casa?

PRIMO PIANO

DA PAGINA 31

RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

9

EVENTI zione contro la monarchia. In quelle circostanze di sovreccitazione si credette all’impossibile. Ma poi gli stessi capi socialisti e repubblicani, non ovviamente gli anarchici, dopo le prime 36/48 ore si dettero da fare per placare gli animi e riportare tutti quanti alla realtà. Tra gli obiettivi degli insorti ci furono spesso le chiese, un fatto che è andato ad alimentare la fama di una Romagna anticlericale. Come si spiega quel preciso obiettivo? Qui c’era un anticlericalismo diffuso anche perchÊ nella Chiesa veniva identificato un alleato del potere monarchico e borghese-capitalistico. Era anche vero che nelle campagne, in molti casi, il parroco veniva di fatto nominato dietro parere dei proprietari terrieri locali. Ci fu almeno una conquista che si può attribuire a quella rivolta? No, non rimase praticamente nulla. Come ho detto, il Governo, pur senza ricorrere alla repressione indiscriminata, reagÏ in modo fermo, stroncando ogni residua velleità di rivoluzione. Del resto, non era esattamente quello il modo di ottenere dei risultati concreti per le masse lavoratrici, come già all’epoca fecero notare polemicamente i socialisti riformisti come Nullo Baldini. Bisogna poi tener conto che dopo appena due settimane scoppiò la guerra in Europa e il quadro politico interno cambiò profondamente, con la stessa sinistra estrema che si divise drammaticamente fra interventisti e neutralisti, rendendo impossibile ogni futura intesa rivoluzionaria. Federica Angelini

CAFFĂˆ

CUCINA

Processo pubblico alla rivolta di un secolo fa La copertina del libro di LupariniOrlandini. La foto ritrae l’albero della libertà a Fusignano

Spettacoli,

mostre e incontri in provincia fino al 13 giugno IL COMITATO TUTTI I NOMI DELLA

RIEVOCAZIONE CENT’ANNI DOPO

La composizione del Comitato per la Settimana Rossa: Luca Dubbini (coordinatore), Alessandro Luparini (comitato scientifico), Laura Orlandini (comitato scientifico), Claudia Foschini (comitato scientifico), Saturno Carnoli (autore), Roberto Magnani (teatro), Matteo Cavezzali (teatro), Marcello Landi (scuola), Giuseppe Masetti (Istituto Storico della Resistenza), Eliseo Della Vecchia (Ass. Percorsi di Mezzano), Luciano Lucci (autore), Romano Segurini (Museo etnografico SgurĂŹ di Savarna), Giovanni Fanti (Fondazione Museo del Risorgimento), Valentina Morigi , Ouidad Bakkali, Lucia Felletti e Sergio Totti del Comune di Ravenna, Maria Luisa Amaducci (Comune di Fusignano), Roberta Contoli (Comune di Alfonsine), Pierino Evangelisti (Comitato Cittadino di Savio di Cervia). Hanno collaborato con il comitato: Maria Suprani (segreteria), Patrizia Cevoli (ufficio stampa), Liceo Artistico Nervi Severini (grafica), Fabio Tramonti (grafica), Agenzia TUCO (comunicazione social), Studio 73 (tecnica), Teatro Delle Albe (tecnica). Sponsor: Fondazione Del Monte e Comune di Ravenna.

Caffè Biscotteria Torte e crostate DI NOSTRA PRODUZIONE

Novità: Il bar all’esterno

Per gustare le nostre proposte estiv a base di frutta fresca, macedonie, e frullati, centrifugati, yogurt, e altro ancora. Tutti i giorni dal pranzo all’aperitivo sabato e domenica dalla prima colazio e ne

ESPRESSA DEL TERRITORIO Dal lunedĂŹ al venerdĂŹ PRANZO A BUFFET. Aperitivo romagnolo con AFFETTATI E GNOCCO FRITTO

BOTTEGA

TABACCHI

Il Comitato per il Centenario della settimana rossa ha organizzato e realizzato, con il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e del Comune di Ravenna, un programma di appuntamenti, tutti gratuiti, in vari luoghi della provincia. Ecco i piĂš importanti: a Savarna, al museo Etnografico SgurĂŹ, sabato 7 giugno alle 10 si tiene una tavola rotonda sul tema a cui si seguirĂ  un ristoro per tutti i presenti. Nel pomeriggio si alterneranno letture, musiche e canti ispirati alla Settimana Rossa mentre domenica 8 giugno è prevista una passeggiata in bicicletta con partenze da Ravenna, Bagnacavallo, Alfonsine e arrivo a CĂ  SgurĂŹ indicativamente sulle 12.30 dove ci sarĂ  un ristori per i partecipanti. A seguire spettacolo Pedalando e cantando di Pietro Barberini e Gianluigi Tartaul. LunedĂŹ 9 giugno ci si sposta a Mezzano, in piazza della Repubblica alle 21 per lo spettacolo itinerante nei luoghi della Settimana Rossa con la partecipazione dei cittadini e incursioni di Simone Marzocchi e Teatro Onnivoro (martedĂŹ 10 giugno l’appuntamento è invece a Villanova di Bagnacavallo in largo tre Giunghi alle 203, l’11 giugno ad Alfonsine e palazzo Marini e giovedĂŹ 12 a Fusignano in piazza Corelli). MartedĂŹ 10 giugno a Ravenna, nella ex Casa del Popolo (via Paolo Costa) alle 10 si inaugura addirittura una lapide commemorativa sulla Settimana Rossa, a cura della Fondazione Museo del Risorgimento, mentre martedĂŹ 10 giugno l’appuntamento è alla biblioteca Oriani alle 18.30 per l’apertura della mostra “Settimana Rossa in provincia di Ravennaâ€? mentre venerdĂŹ 13 giugno si arriverĂ  al clou con l’installazione dell’Albero della libertĂ  e della vita realizzato dagli studenti del liceo artistico in piazza del popolo alle 19 e a seguire, alle 20.30, il pubblico processo alla Settimana rossa secondo la fortunata formula che da tempo si usa nel paese natale di Giovanni Pascoli grazie a Miro Gori che sarĂ  anche qui presidente della corte. La pubblica accusa sarĂ  appannaggio di Paolo Cavassini ed Enzo Tramonti, la difesa di Elios Andreini e Mauro Mazzotti. Alla fine sarĂ  il pubblico a esprimere una sentenza di condanna o assoluzione per quei fatti. Sabato 14 giugno, infine, nella zona dei magazzini del sale alle 10 si terrĂ  una rievocazione storica degli eventi accaduti a Savio durante la Settimana Rossa. Parate, ricostruzioni e piccoli spettacoli per tutta la giornata nella zona di Savio. Alle 20 concerto della Corale “Aldo Spallicciâ€? di Cervia e cena con specialitĂ . Tutto il programma aggiornato su www.settimanarossa.it.

Tutti i prodotti che offriamo al tavolo, sono anche in VENDITA al banco! compreso SIGARI italiani ed esteri

7 giorni su 7, dalle 7 alle 24

www.ristorantefricando.it Ravenna, Via Maggiore 7 Tel 0544 212176 • cell 338 3759167

              

     


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

SALUTE POLITICA

10

INCONTRO

FESTIVAL GRIDO DELLA FARFALLA

«I Comuni virtuosi? Piacciono agli elettori» Parla Marco Boschini di Altramministrazione, docente in un seminario in città Il 20 giungo, in occasione del festival dedicato al giornalismo “Il grido della farfalla”, organizzato dal Gruppo dello zuccherificio, si terrà anche una giornata di formazione dedicata ad amministratori, aspiranti tali e funzionari della pubblica amministrazione. La scuola, che si chiama di “Altramministrazione” è curata dall’associazione dei Comuni virtuosi di cui, in provincia di Ravenna, fa parte la sola Casola Valsenio. Si tratta di un’associazione che si finanzia con la quota versata da ogni Comune, calcolata sul numero di abitanti, e da sponsor ah hoc per i vari eventi. A Ravenna la prima parte della scuola sarà legata al tema delle energie rinnovabili e della partecipazione, con l’esperienza del Comune di Melpigano (Le) con il progetto della

PREFESTIVAL GIORNALISMO DI VIAGGIO CON ALBERTO SALZA Tra gli eventi organizzati per anticipare il festival il Grido della farfalla del gruppo dello zuccherificio, c’è l’appuntamento con l’antropologo, freelance e viaggiatore Alberto Salza, alle 21.30, al bagno Waimea di Marina di Ravenna mercoledì 11 giugno (possibilità, dalle 20, di una cena vegana).

Cooperativa di comunità. Nel pomeriggio si tratteranno i casi di Colorno (Pr) e Capannori (Lu), per conoscere da vicino le esperienze nel campo dei “rifiuti zero” e quella di Paderno Franciacorta (Bs) per il progetto di tutela del territorio “Nutrire la Franciacorta”. La giornata formativa ha un costo di 50 euro. Per iscriversi è necessario compilare l’apposito modulo on-line. Per l’occasione abbiamo scambiato due chiacchiere con uno dei docenti che sarà appunto nella città dei mosaici, Marco Boschini. Chi sono gli amministratori virtuosi? «Per far parte dell’associazione è necessario soddisfare una serie di paramentri indicati anche nel nostro sito e che riguardano prevalentemente linee di indirizzo di impronta ecologica che vanno dalla mobilità, al risparmio energetico ai nuovi stili di vita. Ai Comuni chiediamo poi di aver almeno una serie di obiettivi già raggunti, tra questi, per esempio, almeno il 65 percento di raccolta differenziata». A prescindere dal metodo di raccolta? «Sì, per quanto cerchiamo di diffondere quello che secondo noi resta il metodo più efficace e puntiamo ad avere una omogeneità rispetto al cosiddetto porta a porta spinto, con l’eliminazione dei cassonetti in strada». La scuola tuttavia è rivolta prevalentemente ad amministratori di comuni che non sono nel cir-

cuito di quelli virtuosi, come appunto Ravenna. «Sì, la scuola la portiamo prevalentemente in comuni non soci perché l’obiettivo è fare cultura e coinvolgere territori dove non siamo già. Anche a Ravenna porteremo casi reali e concreti, un trasferimento di conoscenze e di esperienze». Qual è il profilo di un Comune virtuoso e qual è la sua appartenenza politica? «Abbiamo Comuni che sono trasversali in tutte le regioni e vanno dai 300 ai 50mila abitanti. Devo ammettere che per la maggioranza sono di centrosinsitra, ma ce ne sono anche di centrodestra oppure guidati da esperienze civiche fortemente collegate al territorio». Se al massimo sono di cinquantamila abitanti, tocca dar ragione a chi dice che queste pratiche modello sono applicabili solo in città di piccole dimensioni. Ravenna, con i suoi 160mila abitanti e un territorio estesissimo può chiamarsi fuori. «Per la verità questo non è più così vero e sarà annunciato a breve l’ingresso nella rete di città che superano ampiamente i 160mila abitanti». Essere un Comune virtuoso conviene in termini di consenso elettorale? «In queste ultime elezioni sono andati al voto una quarantina di comuni e nel 98 percento dei casi le amministrazioni sono state riconfermate, an-

che quando in quel territorio aveva prevalso un’altra forza politica. Ma tutto questo è naturale, perché le iniziative, le esperienze più avanzate hanno migliorato la vita delle comunità locali e aumentato la partecipazione dei cittadini». Dipende dai punti di vista: voi in fondo chiedete alla gente più perizia nel dividere i rifiuti o di prendere la bici invece dell’auto, tanto per fare qualche esempio. Anzi, l’impressione a volte è proprio che gli amministatori non applichino queste prassi perché temono la reazione della maggior parte dei cittadini. «La parte più difficile è iniziare il percorso, perché spesso ci sono pre-

IL VOLUME A SINISTRA AL DOCK 61 I 12 giugno alle 21 al Dock 61 In via Magazzini Posteriori a Ravenna sarà presentato il volume A sinistra con gli autori Giorgio Santelli e Stefano Corradino moderati da Gaetano Alessi.

concetti dettati dall’abitudine. Si tratta di perplessità legittime, sia chiaro, e noi certo non vogliamo demonizzare chi non segue i principi che regolano l’associazione. È normale, siamo tutto il giorno a sentire gente che ci dice che dobbiamo consumare, produrre, usare l’auto per portare i figli fin dentro la scuola e sprecare. Quindi diventa difficile fare il primo passo. Ma la nostra esperienza decennale ci dice che, una volta trovata la scintilla, poi in realtà il sacrificio è minimo a fronte di benefici per i cittadini, le imprese, le amministrazioni perché si hanno risparmi sulle bollette energetiche, si guadagna in tempo libero, i comuni riducono i posti, si creano più posti di lavoro». (fe. an.)

FUORI TUTTO SCONTI DAL

20% AL 70%

PER RIORGANIZZAZIONE SPAZI ESPOSITIVI

PROMOZIONE VALIDA DAL 3 AL 30 GIUGNO - ESCLUSI ARTICOLI CONTINUATIVI DEKA SPORT - Via Ricci Curbastro, 1 - S.Agata sul Santerno (RA) - Presso centro Magnolia Tel. 0545 42411

sportpassionsrl@gmail.com

www.dekaonline.it

CHIUSO IL MARTEDÌ MATTINA


Cerchi casa?

POLITICA

DA PAGINA 31

11

AMMINISTRATIVE

CRONACHE ROMANE

L’inedita disfida di Lugo: il ballottaggio Verlicchi-Ranalli Il piddino ha

l’appoggio dei comunisti Il civico annuncia di voler rinunciare allo stipendio

A sinistra Davide Ranalli, a destra Silvano Verlicchi

Mentre in giro per la Bassa Romagna nascono con tempi quanto mai rapidi le nuove giunte comunali dopo il voto che ha incoronato quasi dappertutto i candidati sindaci del Pd, a Lugo si stanno vivendo gli ultimi giorni di una durissima campagna elettorale in vista del ballottaggio dell’8 giugno. Nella città del Pavaglione, infatti, il candidato del Pd Davide Ranalli non è riuscito, con la coalizione fatta da Sel, Idv e una lista civica, a passare al primo turno fermandosi al 48,50 e deve ora battere il candidato Silvano Verlicchi, ex Pci, a capo dell’agguerrita lista civica Per la buona politica, coalizzata con Lugo popolare e Lugo libera. E ovviamente è proprio quest’ultimo che parte da una situazione di grande svantaggio (al primo turno sfiorò il 22 percento dei voti) ad aver fatto gli annunci più sorprendenti. Tra questi quello di voler rinunciare agli eventuali compensi da primo cittadino estendendo il sacrificio ad assessori e consiglieri comunali e promettendo di reinvestire quel denaro per la collettività. Una mossa che gli è consentita dalla pensione che percepisce (Verlicchi ha una lunga carriera alle spalle come dirigente prima sia pubblico e poi privato). Non solo, ha annunciato i nomi della propria eventuale squadra

RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

di governo e comunque dei suoi collaboratori, mostrando quindi di essere supportato da persone provenienti da tutti gli ambiti della società civile lughese. Ranalli dal canto suo per il momento ha ricevuto l’appoggio di Stefano Bonaccini, a Lugo per una serata di campagna elettorale, e incassa l’appoggio, non però incondizionato, della coalizione di comunisti e socialisti che con il loro 4,5 percento sarebbero stati sufficienti a farlo passare al primo turno ma con cui non si era riusciti a trovare un accordo prima delle elezioni. Dunque, pur con qualche difficoltà, il candidato sindaco Valgimigli (assessore provinciale nella giunta di Claudio Casadio in Provincia, peraltro), dichiara che «riteniamo possibile e auspicabile ritrovare un percorso di collaborazione con il centro sinistra, che per il momento, non considerando praticabile l'apparentamento, si limiterà al sostegno del candidato sindaco Davide Ranalli al ballottaggio. Tale sostegno si potrà poi tradurre, nel corso del tempo e verificando la reale disponibilità dei nostri interlocutori su alcune questioni programmatiche che noi riteniamo fondamentali, anche in qualcosa di più, con assunzione di responsabilità di governo».

Quegli arresti rigorosamente bipartisan dopo lunghe indagini sull’appalto del Mose di Andrea Casadio

«All’ex governatore veneto ed ex ministro Galan (Forza Italia) andava uno stipendio di un milione di euro l’anno più altri due milioni una tantum per le autorizzazioni. Al sindaco di Venezia Giorgio Orsoni (Pd) sono andati 560mila euro per la campagna elettorale». E poi mezzo milione di euro sono finiti al “consigliere politico di Tremonti” Marco Milanese perché facesse arrivare i finanziamenti. Oggi la procura di Venezia ha arrestato 35 individui, suddivisi in maniera rigorosamente bipartisan, uno a sinistra, uno a destra, dopo una lunga indagine sugli appalti del Mose, il sistema di dighe mobili per proteggere la città dall’acqua alta, un’opera del valore di oltre 5 miliardi di euro. Sai che novità: dove c’è il formaggio ci sono i topi. Oltre 100 sono gli indagati. In manette oltre al sindaco Orsoni (Pd), sono finiti l’assessore regionale alle Infrastrutture Chisso (Forza Italia), il consigliere regionale Marchese (Pd), gli imprenditori Morbiolo e Meneguzzo nonché il generale in pensione della Guardia di Finanza Spaziante. Una richiesta di arresto è stata emessa anche nei confronti di Lia Sartori, europarlamentare uscente di Forza Italia. Secondo il gip di Venezia Alberto Scaramuzza, Galan e altri indagati “per anni e anni”, hanno «asservito totalmente l’ufficio pubblico che avrebbe dovuto tutelare, agli interessi del gruppo economico criminale, lucrando una serie impressionate di benefici personali di svariato genere». Certo, sì, tutti innocenti fino al terzo grado di giudizio, per carità. Ma insomma, uno non ha più la forza di commentare queste notizie, che si ripetono sempre uguali. L’inchiesta parte da lontano, da un’indagine sulle mazzette distribuite per i lavori sull’autostrada A4. La Guardia di Finanza, coordinata dalla Procura di Venezia, scoprì i fondi neri creati da Piergiorgio Baita, all’epoca dei fatti amministratore delegato della Mantovani, un colosso nel settore edile. Guarda caso, la Mantovani era già finita sotto indagine: si era aggiudicata il secondo contratto di tutto l’Expo 2015, quello più lucroso, per la realizzazione della cosiddetta piastra – cioè l’enorme basamento su cui andranno costruite le altre opere. Aveva vinto con un ribasso mostruoso: aveva offerto 165 milioni, su una base d’asta di 272 milioni, poi la magistratura aveva scoperto che tra le imprese che facevano parte della cordata della Mantovani c’era la Ventura, un’impresa in affari con Cosa Nostra. Ah, per completare i lavori ora la Mantovani chiede 110 milioni in più del previsto, per un totale proprio di… 275 milioni, guarda caso. (Il primo contratto, quello per la bonifica dell’area Expo dai disturbi elettrici se l’era aggiudicato la nostra Cmc, e anche quello era finito sotto indagine.) Adesso, si scopre che la Mantovani, forse e dico forse, ha pagato tangenti per la realizzazione del Mose. «Dalle prime informazioni che ho assunto e da quanto leggo sui mezzi d’informazione insisto nel dichiararmi totalmente estraneo alle accuse che mi sono mosse, accuse che si appalesano del tutto generiche e inverosimili». E Piero Fassino si è affrettato a dichiarare: «Giorgio Orsoni è una persona corretta». Poi venne il magistrato, che diresse il finanziere, che arrestò l’amministratore, che confessò le mazzette, che pagarono il politico, che i vecchi dirigenti nominarono, che alla fine Renzi poi rottamò. Speriamo.

Sorridi alla terza età...

Protesi certificate made in Italy Staff professionale Implantologia

È questa la vera alternativa al fenomeno del “Turismo Odontoiatrico”

COSTA MENO DI QUEL CHE PENSI

Prenota una visita specialistica

Protesi fissa e mobile Riduciamo il problema della protesi mobile troppo “ballerina”

Via Foro Boario, 99 - Lugo Ravenna - Tel. 0545 31002


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

12

ECONOMIA

CENTRO COMMERCIALE

PARCHEGGI

L’Esp si amplia: lavori al via In arrivo Zara, H&M e Decathlon?

Auto troppo vicine alle mura storiche: maggioranza spaccata

Dai diretti interessati non arrivano naturalmente conferme ufficiali, ma ci sarebbero già trattative ben avviate per ospitare catene molto popolari come quelle di abbigliamento Zara (che ha già un negozio in centro storico a Ravenna) e H&M (presente invece in provincia al momento solo a Faenza), quella di attrezzature e abbigliamento sportivi Decathlon e quella dedicata all’arredamento Maisons Du Monde (anch’essi presenti già a Faenza). L’Esp si adeguerà così alla concorrenza grazie a un progetto da alcune decine di milioni di euro che prevede non il raddoppio della superficie ma quasi, con il centro commerciale che passerà dagli attuali 29mila metri quadrati a circa 50mila. Non aumenterà la dimensione del supermercato Ipercoop ma solo della galleria commerciale, con una quarantina di negozi che si andranno ad aggiungere agli altrettanti presenti, per arrivare a un totale di 85. Sarà realizzato anche un nuovo parcheggio per circa 1.100 auto, da sommare all’attuale, che ha una capienza di circa 2.400 veicoli. L’area interessata all’ampliamento è quella sul retro del centro commerciale così come lo conoscono i ravennati, dove oggi si carica e scarica la merce. Al di là della strada di servizio utilizzata già oggi in alternativa all’ingresso principale, ci sono i campi dove verrà realizzata la nuova ala, acquistati nel corso degli anni dalla Igd, l’Immobiliare Grande Distribuzione (società controllata da Coop Adriatica) proprietaria dell’Esp e, in provincia, anche del centro Le Maioliche di Faenza. Dall’Igd al momento preferiscono non commentare, riservandosi di farlo in una conferenza stampa da convocare a breve, ma l’ultimo via libera al Pua (il Piano Urbanistico Attuativo, redatto dall’architetto Carlo Maria Sadich) da parte della giunta comunale permette ai proponenti di iniziare («in teoria anche da domani», sottolinea l’assessore all’Urbanistica del Comune, Libero Asioli) già i lavori per quanto riguarda le opere di urbanizzazione, quali strade, fogne o parcheggi pubblici. Per quanto riguarda invece il permesso di costruire, l’autorizzazione verrà concessa solo dopo che il progetto verrà adeguato alle condizioni poste dai tecnici della Provincia (in sede di Valutazione di impatto ambientale) in considerazione anche della vicinanza del fiume Montone, che impedirà di realizzare strutture interrate e impone uno studio approfondito sia per quanto concerne il sottosuolo sia per il rischio di possibili esondazioni, oltre alla normativa antisismica. Il piano approvato prevede inoltre che Igd si impegni a risistemare la rotonda Austria con nuovi svincoli, realizzi una pista ciclabile fino a Borgo Montone e migliori la funzionalità dell’ingresso da viale Alberti, mentre al momento è stata scartata l’ipotesi di realizzare una rotatoria in via Fiume Abbandonato come inizialmente previsto. Il centro commerciale Esp fu inaugurato nel 1998, e già il Ptcp (il Piano territoriale di coordinamento provinciale) approvato dalla Provincia di Ravenna nel 2006 prevedeva in linea teorica una sua possibile espansione (tanto che il progetto originario di Igd risale a qualche anno prima), dettagliata poi nei vari strumenti urbanistici del Comune fino all’accordo firmato tra gli stessi Comune e Provincia nel 2009 da cui parte il Pua passato in questi giorni in giunta. L’obiettivo di tutti è ora quello di inaugurare il nuovo Esp nel 2016. Luca Manservisi

Dei due progetti ce ne aveva parlato ormai un anno fa l'assessore ai Lavori pubblici, Andrea Corsini, senza suscitare polemiche. Ora però che sono stati presentati nei dettagli e sono arrivati in consiglio comunale, la maggioranza si è clamorosamente spaccata per approvare i progetti di ampliamento dei parcheggi di via Mura di Porta Gaza e di piazzale Torre Umbratica, in centro a Ravenna. In particolare è quello di Porta Gaza a fare discutere, dato che l’ampliamento prevede di utilizzare uno spazio verde a ridosso delle mura storiche. E così il consigliere di Lista per Ravenna Nicola Grandi ha chiesto ufficialmente la revoca della delibera di adozione di variante al Rue necessaria per l'intervento, facendo votare a proprio favore, oltre all'opposizione di centrodestra e ai grillini, anche i gruppi di maggioranza di Sel, Idv e Federazione della Sinistra. Non è stato sufficiente ad avere la meglio, visto che il Pd ha la maggioranza comunque e insieme ai demo-

Nella foto l’area di carico-scarico merci dietro alla quale (nei campi che si vedono sullo sfondo) sorgerà (come da cartina) la nuova ala del centro commerciale Esp. Qui a destra via Mura di Porta Gaza, dove le auto potranno parcheggiare vicino alle mura storiche della città

NUOVE APERTURE

E al posto di Massi & Co arriva il ristorante Oltremare Il ristorante Oltremare trasloca: lascia il locale in via Romea Nord ed entra in città. Il 12 giugno l’inaugurazione in viale Berlinguer, all’angolo con la rotonda di via Ravegnana, negli stessi locali che fino alla fine del 2013 erano occupati dal ristorante-pizzeria Massi & Co, balzato agli onori delle cronache locali all’inizio dell’anno per la fuga del suo titolare all’estero lasciando alle spalle i debiti. Un cambio di sede coinciso con un rinnovamento dell’assetto societario e la scelta di fare a meno degli ampi spazi in via Romea, dove i costi di gestione erano elevati anche per la manutenzione del vasto parco verde a ridosso del casolare. In diverse occasioni l’area è stata utilizzata per feste con musica, organizzate in collaborazione con l’ex Gamba 7. Nella nuova sistemazione difficile si possa riproporre il modello delle feste serali, ne sono consapevoli i gestori per primi: se in via Romea non c’erano vicini di casa che potevano essere disturbati dai decibel, ben altra è invece la situazione alle porte della città. Non cambierà invece il personale ma oltre a ristorante e pizzeria sarà anche bar. Il locale (130 coperti con la parte all’esterno aperta in estate) inaugura il 12 giugno dalle 19: musica, assaggi di pizza e paella per i clienti.

cratici hanno votato contro anche i repubblicani. Da Grandi fino ai partiti di sinistra, tutti d’accordo sul fatto che il parcheggio multipiano in via Guidarelli, annunciato dal Comune come alternativa a piazza Kennedy una volta che verrà pedonalizzata, renderà inutili i posti in più previsti a Porta Gaza. L’assessore Corsini ha replicato dicendo che «la scelta di potenziare il parcheggio di via Mura di Porta Gaza, che si trova in una zona che ha necessità di nuovi posti auto, è inserita in un quadro complessivo legato a una strategia: quella di una sempre maggiore pedonalizzazione del centro storico accompagnata da un aumento dell’offerta di sosta finalizzato all’accessibilità al centro stesso. Il nuovo parcheggio di via Guidarelli è forse il più significativo in termini numerici ma è solo uno degli interventi previsti». Il consiglio comunale ha quindi approvato (sempre con voti favorevoli solo di Pri e Pd) le due delibere dei progetti preliminari di ampliamento dei due parcheggi e di variante al Rue. L’intervento in via Mura di Porta Gaza, da 75mila euro, prevede come detto la razionalizzazione del parcheggio a pagamento esistente variando la tipologia della sosta in linea con quella a pettine utilizzando una parte della fascia a verde adiacente le mura storiche. In tal modo il numero dei posti auto viene ad aumentare da 25 a 45. «È previsto – spiega in una nota Palazzo Merlato – che si adottino criteri e tipologie di intervento idonei al contesto, in quanto si tratta di ambito tutelato. Sono già state recepite alcune indicazioni della Soprintendenza in relazione a materiali e tipologie di intervento». La stessa Soprintendenza dovrà approvare il progetto definitivo. Il progetto per piazzale Torre Umbratica, da 88mila euro, prevede invece la creazione di una nuova e ulteriore zona di parcheggio (20 posti) collocata sul lato nord del piazzale in sostituzione di parte dell’esistente fascia “a verde” a ridosso delle proprietà private.


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

ECONOMIA

14

URBANISTICA

VIA BORROMINI

«Nuova torre Iter fuorilegge» «Il progetto di via Antico Squero basato sul Poc che non c’è». LpRa attacca

Il medico rinvia lo sfratto, il giudice lo conferma, Equitalia nicchia: che caos

Il progetto per il palazzo di 40 metri che la cooperativa edile Iter di Lugo intende realizzare in via Antico Squero a Ravenna, sulla sponda sinistra del canale Candiano in darsena di città, è fuori legge: la variante approvata dal consiglio comunale lo scorso 3 aprile, per autorizzare l’intervento, si basa su una norma urbanistica che non esiste ancora ma è solo ipotizzata. La riflessione, diventata una proposta di annullamento della variante e una segnalazione alla magistratura competente, viene da Alvaro Ancisi (congiliere comunale di Lista per Ravenna). Lo senario ipotizzato da quella irregolarità è un danno ai creditori della coop (oggi in attesa dell’approvazione da tribunale del concordato in contuinità) e il mancato incasso di circa 400mila euro per il Comune. Ne conseguono i dubbi che hanno convinto Ancisi a segnalare la vicenda a procura e corte dei conti. Il nodo starebbe in una delle due modifiche introdotte con la variante: altezza dell’edificio incrementata da 16 a 40 metri. «L’incremento non è consentito dalle norme urbanistiche vigenti nel Comune di Ravenna, che hanno valore di legge. Il piano strutturale comunale (Psc) lo subordina esplicitamente all’approvazione del piano operativo comunale (Poc) sulla Darsena di città e del suo successivo progetto urbanistico attuativo (Pua). Ma il Poc Darsena è stato solamente adottato, esattamente il 30 luglio scorso». L'articolo 104 del Psc richiede che l'incremento di altezza fino a 40 metri avvenga in sede di Poc la cui approvazione non è ancora avvenuta: «Nessun strumento urbanistico può essere applicato prima che sia approvato». Per tutto quello che sarà edificato in darsena dopo l’approvazione del Poc, inoltre, le norme chiedono il pagamento di un contributo aggiuntivo per opere pubbliche di sostenibilità. Secondo Ancisi la variante approvata prima del Poc scavalca questo ostacolo: «Fatto il calcolo, ne deriva un mancato incasso per il Comune pari a 374.391 euro, da aumentare in base all’indice Istat sul costo della vita, con il corrispondente indebito beneficio per la proprietà privata. Potrebbe essere interessata anche la procura regionale della Corte dei Conti». Ancisi annuncia quindi la presentazione di una delibera per annullare la variante, e «chi voterà contro si assumerà le sue responsabilità». (and.a.)

Il giudice Giangiacomo Lacentra ha respinto il ricorso dell'avvocato Luigi Piccarozzi contro l'esecuzione dello sfratto ai danni della famiglia di Stefano Tassinari. Il caso è quello della villetta di via Borromini dove vivono anche la nonna centenaria, la madre anziana e malata e la sorella (disabile psichica al cento per cento) di Tassinari. Caso sollevato mesi fa da Ravenna&Dintorni e di cui si sono occupati anche i media nazionali. Tassinari si sta battendo per non lasciare la propria abitazione, pignorata da Equitalia pochi giorni prima che entrasse in vigore la legge che ora vieta alla società pubblica di riscossione dei tributi di rivalersi sulla prima casa. Il ricorso dell'avvocato Piccarozzi respinto dal giudice non tirava in ballo però Equitalia – con l'opposizione al pignoramento (che secondo il legale sarebbe illegittimo per vizi formali e per una sorta di effetto retroattivo della legge) che verrà discussa solo a fine ottobre e da un altro giudice del tribunale di Ravenna – bensì solo la richiesta di sfratto da parte di Giovanni Ballardini, l'immobiliarista che ha acquistato la casa all'asta fallimentare per circa 140mila euro, secondo Tassinari la metà del suo valore reale. Il pignoramento è dovuto a circa 90mila euro di tasse non pagate dallo stesso Tassinari, che ora si offre di rimborsare Equitalia in 120 rate, come prevederebbe la legge. Equitalia, dal canto suo, al momento rifiuta chiedendo che siano l’immobiliarista e gli altri enti coinvolti a dare per primi la propria disponibilità a trovare una soluzione alternativa. Una situazione che definire ingarbugliata è poco e che si potrebbe risolvere forse solo mettendo attorno a un tavolo tutti i protagonisti. L’unica cosa certa al momento è che, essendo stato respinto il ricorso, resta confermata la data del 19 giugno fissata dall'ufficiale giudiziario del tribunale per sgomberare la casa. L'ultimo tentativo di sfratto (il settimo) non è stato eseguito il 30 maggio grazie all'intervento del medico legale – chiamato dal tribunale stesso – che ha certificato l'impossibilità di disabile e centenaria a essere trasferite. Luca Manservisi

A sinistra un rendering del progetto della torre dell’Iter (l’edificio più alto della foto). A destra l’arrivo dell’ufficiale giudiziario in via Borromini per eseguire lo sfratto, tra i giornalisti e le proteste degli attivisti del Movimento 5 Stelle

CONFCOMMERCIO RISTORAZIONE: 37

MILIONI DI FATTURATO ABUSIVO

L’abusivismo nel mercato della ristorazione vale in EmiliaRomagna circa 400 milioni di euro nel 2013. Secondo i dati resi noti dalla Fipe Confcommercio, la provincia di Ravenna con un fatturato abusivo nel mercato della ristorazione di oltre 37 milioni di euro si colloca al quinto posto in regione, dopo Bologna (81 milioni), Modena (57 milioni), Rimini (42 milioni) e Reggio Emilia (40 milioni). Per la provincia di Ravenna la perdita stimata di imposte dirette e contributi è di circa 6 milioni di euro. Ad alimentare questo fenomeno ristoranti in falsi agriturismo, bar-ristoranti in circoli culturali, sportivi o ricreativi e finte sagre.

www.pirazzolicristian.it

PIRAZZOLICRISTIAN PAVIMENTAZIONI ESTERNE - SMALTIMENTO AMIANTO - REALIZZAZIONE RETI FOGNARIE

N OV I T À

AUTORIZZAZIONE SCARICO FUORI FOGNATURE

LAVORI EDILI (Guaine, Tetti, Opere murarie) - PRATICHE BUROCRATICHE E AUTORIZZAZIONI Cristian 338.2847402 - Via San Salvatore, 5 - Sesto Imolese - Imola (BO) - cristianpirazzoli@gmail.com


Cerchi casa?

ECONOMIA

DA PAGINA 31

RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

15 CONVEGNO/1

DATI

TURISMO: IL DIGITALE CAMBIA

In provincia ci sono 190 imprese in meno dal 2013 Al 31 marzo 2014 sono 40.892 le imprese iscritte al Registro delle Imprese di Ravenna, 370 in meno rispetto alla stessa data dell’anno passato. Al netto delle cancellazioni di ufficio il saldo tra nuove iscrizioni e cessazioni negli ultimi dodici mesi è risultato di 190 imprese. Il tasso di crescita su base annua è, pertanto, ancora negativo, -0,5 percento, anche se in miglioramento rispetto alla fine dell’anno passato. Di questi e altri dati elaborati dalla Camera di Commercio di Ravenna si parlerà il 6 giugno alla dodicesima Giornata dell’economia (alle 14.45 alla sala Cavalcoli della Camera di Commercio in viale Farini). Tra gli interventi previsti anche quelli Guido Caselli, direttore Centro Studi Unioncamere Emilia-Romagna, di Elio Borgonovi, docente dell'Università Bocconi e di due imprenditrici, Emanuela Bacchilega e Morena Treré. Tornando ai dati che saranno presi in esamo, si osserva che produzione e fatturato del settore industriale subiscono anche nel primo trimestre del 2014 una flessione, -0,8 percento per entrambi, ma più contenuta rispetto alla media degli ultimi periodi. Il tessuto produttivo ed occupazionale del settore delle costruzioni, già fortemente indebolito, continua a risentire pesantemente degli effetti della recessione. Il 2014 si è aperto con un calo del fatturato del 5,1 percento, più ampio di quello registrato a livello regionale (-4,1) e nazionale (-3,5). La crisi economica ha inciso pesantemente sulla capacità di spesa delle famiglie comprimendo i consumi del settore privato. Ne ha risentito in particolar modo la piccola distribuzione commerciale. Nel primo trimestre 2014 è proseguita la flessione delle vendite al dettaglio (-2,2 percento) che tuttavia appare in rallentamento rispetto ai periodi precedenti. Nei primi mesi dell’anno si è registrata una ulteriore contrazione dei finanziamenti erogati dal sistema bancario in provincia di Ravenna. Tra febbraio 2014 e febbraio 2013 i prestiti a imprese e famiglie sono diminuiti dello 0,7 percento in totale, del 3 percento al

I RAPPORTI TRA I CITTADINI

Il cambiamento innescato dal digitale nei meccanismi di interazione e partecipazione, favorisce la condivisione e l’incontro fra cittadini e istituzioni locali. In questo nuovo modello organizzativo cultura e turismo svolgono un ruolo centrale e diventano protagonisti di una nuova narrazione condivisa del territorio. Sono questi i temi che verranno approfonditi nel corso del convegno dal titolo “Cultura&Turismo 2.0” che si svolgerà nella mattinata di mercoledì 11 giugno, dalle 10 alle 13, in municipio. L’evento è organizzato dal Comune di Ravenna e sarà visibile anche in streaming dal portale www.comune.ra.it.

CONVEGNO/2 LA FORMAZIONE PROFESSIONALE COME RISORSA PER IL FUTURO

Il 6 giugno la giornata

dell’economia in Camera di Commercio netto delle sofferenze. Tale flessione è probabilmente l’effetto di dinamiche convergenti sia sul fronte della domanda che su quello dell’offerta. I centri per l’impiego provinciali registrano, a marzo 2014, una diminuzione dell’occupazione dipendente (al netto del settore pubblico e dell’agricoltura) del 2,7% rispetto al marzo 2013. Ciò significa una perdita di circa 2700 posti di lavoro (dipendente) in un anno, ma il dato risulterebbe probabilmente più ampio se fosse incluso il settore agricolo. Nei primi quattro mesi, inoltre è in forte crescita il ricorso alla cassa integrazione.

Il 6 giugno si terrà, alla sala D’Attorre di via Ponte Marino a Ravenna, il convegno pubblico “Analisi e proposte sulla formazione professionale” presieduto dal segretario generale della Cgil di Ravenna, Costantino Ricci. L’appuntamento è alle 9 e si propone di analizzare la formazione professionale come risorsa per lo sviluppo del futuro economico e occupazionale. La relazione introduttiva sarà tenuta da Mauro Comi. Seguiranno gli interventi dei responsabili della formazione della Provincia di Ravenna e delle associazioni datoriali di Confindustria, Confimi, Cna, Confartigianato, mondo cooperativo e Confcommercio.

BRISIGHELLA

Alluvione sulle colline Milioni di danni Sono bastate un paio di ore di pioggia torrenziale e improvvisa per causare danni stimati nell’ordine di diversi milioni di euro. La zona collinare tra Faenza e Brisighella è stata colpita nella notte tra il 30 e il 31 maggio da una bomba d’acqua che ha allagato abitazioni, strade, campi, aziende in particolare nelle zone di Celle, San Cristoforo, Pideura e Errano. Nello specifico risultano 56 le abitazioni colpite ed invase da acqua e fango. In ginocchio l’agricoltura della zona, in particolare la frutticoltura (albicocche, ciliegie, pesche, vite e kiwi), l’orticoltura e alcuni allevamenti di bestiame. Inoltre 36 autovetture danneggiate, oltre a 4 camion, 2 camper e diversi motocicli in gran parte trascianti via dalla corrente d’acqua e da rottamare. Danni attorno ai 500 mila euro sono stati invece stimati per il ripristino della strada provinciale Brisighellese e della viabilità secondaria. In occasione di un incontro in Regione il 4 giugno, il sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi ha richiesto lo stato di calamità naturale. Il deputato della Lega Nord Gianluca Pini ha presentato un emendamento perché lo Stato stanzi 20 milioni di euro per aiutare chi è stato colpito.

Amore, Sesso e Stelle 25 giugno 2014

Albergo Ristorante “I Cherubini” via Rocca Brancaleone 42 - Ravenna Per informazioni: Tel. 0544.39403 Email: barbara_rimini@lavaligiarossa.net Facebook: Barbara Rimini La Valigia Rossa

Il nostro impegno è far sentire le persone a casa propria, da ovunque arrivino. Offriamo semplice e confortevole accoglienza ed una cucina romagnola trattata nel rispetto della tradizione

LA COSA MIGLIORE CHE PUOI CHIEDERE A TE STESSA Dalle donne per le donne: consulenza e prodotti per la salute sessuale, adii al nubilato, cosmetica sensuale, riunioni a casa in totale privacy

Via Rocca Brancaleone 42, Ravenna - tel. 0544 39403 - cell. 3333711780 - www.albergoristoranteicherubini.it


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

16

LETTORI detti e contraddetti

a cura di Fausto Piazza

detti e contraddetti

Le lettere, le opinioni e i commenti a cui si riserva di rispondere il direttore di Ravenna&Dintorni Fausto Piazza, vanno indirizzate alla mail redazione@ravennaedintorni.it oppure al fax 0544 271651 o all’indirizzo viale della Lirica 43, 48124 Ravenna.

CICLISTI MALEDUCATI: FOSSERO CIECHI SOLO PER UN GIORNO... Egregio direttore, sono un ipovedente che, quotidianamente, deve fare i conti con la viabilità ravennate. Percorro strade a me note, con percorsi tali da non espormi a dei pericoli. Nonostante le tante attenzioni tese a scongiurare spiacevoli o pericolosi accadimenti, mi trovo in serie difficoltà. I marciapiedi, quando non sono occupati da veicoli, da motocicli e/o biciclette, hanno il fondo sconnesso e, nel bel mezzo, sono ostruiti da cartelli stradali o da pali per l'illuminazione stradale. Eppure, un aspetto altamente sgradevole che, a mio avviso, ha avuto un deciso peggioramento, lo ho individuato nell'inurbanità dei ciclisti. Sfrecciano, zigzagando oppure tenendo la sinistra, lungo le vie a traffico limitato, non scendono dalla bici nelle strade loro interdette, quale ad esempio via Cairoli. Taluni percorrono i marciapiedi e pretendono gli sia data subito la strada. Se si protesta, non manca chi risponde in malo modo. Possibile che vi sia tanta maleducazione ed arroganza? A chi spetta vigilare sull'incolumità dei pedoni? Ritengo che se talune persone avessero modo di sperimentare, almeno per un giorno, come vive un cieco parziale, forse imparerebbero ad essere più educate e civili. Lettera firmata, Ravenna L’ASSOCIAZIONE CANTIERI HA USURPATO IL MIO TITOLO Da docente di ”sostegno” e psicopedagogista-mosaicista conduco da ormai 20 anni presso l’Istituto d’Arte per il Mosaico “Gino Severini” di Ravenna una ricerca artistico-educativo-didattica la cui sintesi è stata la manifestazione “Mosaici in movimento”, quest’anno, 2014, alla sua quinta edizione, ed ora scopro che il titolo è stato “usurpato” da “Nutrimenti per la crescita 2014 Mosaici in movimento” promosso dall’associazione “Cantieri” ed il Comune di Ravenna ufficio istru-

ogni anno viene declinato rispetto a ciò che caratterizza le attività in programma. Lo scorso anno la dedica era alla Carta del Diritti dell’Infanzia all’Arte e alla Cultura, l’anno precedente a una delle cinque tracce della candidatura, “immaginare l’immaginario”. Quest’anno è appunto “mosaici in movimento” che per noi simboleggia la moltitudine di ragazzi e di luoghi che danno vita a Nutrimenti [...]». In ogni caso sono convinto che la cosa più importante sarebbe collaborare tutti per il bene dei ragazzi e della cultura.

#INSTAGRAM

A PORTO CORSINI BAMBINI MANGIATI VIVI DALLE ZANZARE La situazione zanzare a Porto Corsini sta diventando sempre più insostenibile, non solo di sera ma anche durante il giorno! [...] Dobbiamo lasciare che i nostri figli vengano mangiati vivi? Qando il Comune inizierà a fare qualcosa? Capisco che ci siano kilometri di pineta e valle ma, ad esempio, proprio l'acqua stagnante lungo la Baiona, non si può bonificare? Non si può più vivere così!. Una mamma infuriata

La piallassa di @federicolandolfi Pubblichiamo in questa pagina una foto dal nostro territorio pubblicata su Instagram, noto social network fotografico, con l’hashtag #igersravenna. Questa è scattata dall’utente @federicolandolfi nella piallassa ravennate.

UN GRAZIE SPECIALE A TUTTO IL PERSONALE DELL’OSPEDALE zione-cultura. La nostra iniziativa nata in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale nel 2010 è estremamente visibile sul territorio, mi domando quindi come sia possibile copiarne il titolo e le idee svilendo il valore simbolico che da anni accompagna la nostra manifestazione, cioè quello di valorizzare la “Diversità di Ciascuno e di Tutti come Risorsa Sociale”. […] Lo spirito di “Mosaici in movimento” promosso dal liceo artistico non è di mera facciata e ha dato modo in questi anni a classi intere, fin anche delle scuole materne, di esprimersi nel rispetto del singolo e delle sue passioni, stimolando al contempo la collaborazione, la pluri-

disciplinarietà e la creatività, espressioni della “Didattica Musiva”. Alla luce di quanto esposto deploro il fatto che sia stato copiato il titolo “mosaici in movimento” da me coniato da oltre 5 anni, un vero e proprio plagio, dal momento che i colleghi di scuola pensavano che quel “mosaici in movimento” in cartellone fosse la nostra manifestazione, come doveva essere di fatto citato! […]? Silvia Colizzi, Ravenna Gentile professoressa, questa la risposta di Cantieri: «Mosaici in movimento è la dedica di quest’anno di Nutrimenti per la Crescita, titolo della rassegna. Un sottotitolo che

Sono stata ricoverata all'ospedale di Ravenna dal 17 al 22 maggio. Durante la mia degenza sono stata trattata al Pronto Soccorso e domenica sera, prima del trasferimento in reparto MdU, all'Obi. La presente per rivolgere ancora una volta non un grazie, ma infinite volte grazie al personale medico e paramedico dei reparti che mi hanno accudito, che non mi hanno mai lasciata sola con il mio dolore, che hanno sempre risposto alle mie domande ed esigenze con gentilezza e disponibilità dando esempio di impegno, competenza, preparazione professionale, ma soprattutto di umanità. Un esempio di un'ottima sanità. Un ringraziamento speciale e le mie congratulazioni a tutto il personale della Medicina d'urgenza, per

l'amore e le tenerezze che trasmettono alle pazienti ricoverate. È difficile riuscire a spiegare, con le sole parole, il senso di gratitudine che provo per chi esercita la sua professione con il cuore e con amore, ma spero con queste poche righe di esserci riuscita. Un grazie ancora a voi tutti e buon lavoro. Marina M.

QUANDO IL KURSAAL È APERTO IL LUNGOMARE È UN FAR WEST Vorremmo segnalare lo stato di gravissimo pericolo, che si crea davanti al locale Kursaal a Cervia nelle serate di apertura. Più volte abbiamo fatto presente i disagi alla vecchia amministrazione. Ora, con il nuovo sindaco e la nuova giunta, magari animati dall’entusiasmo dei neoeletti, ci auguriamo che gli assessorati competenti, e la polizia municipale in particolare, prendano in considerazione una criticità che da troppo tempo crea disagi tra l’indifferenza e l’irresponsabilità collettiva. Il parcheggio delle auto, nei pressi del locale sul lungomare D’Annunzio, è a dir poco selvaggio, le vetture occupano puntualmente tutta la rotonda davanti al locale, comprese le zone adibite al passaggio di pedoni, chiudono tutti gli ingressi al marciapiede/pista ciclabile del lungomare lato mare impedendo a pedoni, alle mamme con carrozzine e agli invalidi di accedervi. Inoltre le auto occupano qualsiasi spazio a disposizione rendendo quasi impossibile e molto pericoloso il passaggio di auto e pedoni. Se non si prendono provvedimenti subito ci sono molte probabilità che possano capitare gravi incidenti. Abbiamo più volte segnalato l’anomalia alle istituzioni preposte, ma ad oggi nulla è stato fatto. Alcuni residenti del lungomare D’Annunzio, Cervia

Stabilimento balneare & ristorante

specialità

pesce!

Tel 0544 438400 aperto pranzo e cena Punta Marina lungomare Cristoforo Colombo 173


SPETTACOLO

CULTURA

Sul podio tornano tre fuoriclasse I concerti sinfonici affidati ad habitué della kermesse: Temirkanov, Nagano, Gergiev È a marchio slavo la serie dei concerti sinfonici per i venticinque anni di Ravenna Festival, tutti affidati a vecchi amici della manifestazione romagnola, ormai affezionati e sempre entusiasti habitué sui palcoscenici del Festival. Jurij Temirkanov, ad esempio, è ospite regolare a Ravenna ormai dal 2006, quasi sempre con la Filarmonica di San Pietroburgo (la più antica e gloriosa formazione sinfonica russa, che il maestro guida dal 1988, successore di un immortale della bacchetta come il grande Evgenij Mravinskij). Con l’orchestra pietroburghese, il 7 giugno (vedi programma della prima settimana del festival nella colonna a fianco), Temirkanov si cimenterà in un programma interamente russo con qualche tinta romagnola, visto che il concerto si aprirà con la fantasia sinfonica di Pëtr Il’ič Čajkovskij Francesca da Rimini, composta nel 1876 da un autore men che quarantenne e ispirata alle vicende narrate da Dante nel quinto canto dell’Inferno, descritte ora con violente impennate orchestrali ora con lo struggente lirismo più tipico del grande compositore. A seguire il secondo Concerto per violino op. 63 di Sergej Prokof’ev, opera tarda del compositore, celebre per il tema iniziale dal tipico sapore russo: quasi un canto popolare affidato alla maestria di Vadim Repin, nato a Novosibirsk, in Siberia, naturalizzato belga, ex ragazzo prodigio (a soli 17 anni vinse il Concorso “Regina Elisabetta” di Bruxelles, tra le più importanti composizioni violinistiche al mondo), tra i massimi interpreti attuali del repertorio patrio. In chiusura, un monumento musicale come Petruška: il balletto che Igor’ Stravinskij compone nel 1911 per i Ballets Russes di Sergej Djagilev, e che ha come protagonista il celebre personaggio del teatro russo dei burattini. Kent Nagano è nato in California nel 1951, a Berkeley. Musicista eclettico (con la London Symphony Orchestra ha diretto e inciso non poche composizioni di Frank Zappa), per il suo esordio a Ravenna Festival nel 1998, alla testa dell’Orchestra e del Coro dell’Opéra National de Lyon, si è presentato al pubblico romagnolo dirigendo un’opera ‘di peso’ come L’amour des trois oranges di Prokof ’ev. Quest’anno, l’11 giugno, Nagano

17

AGENDA FESTIVAL

RAVENNA FESTIVAL

di Tarcisio Balbo

RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

guiderà l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini in un programma tutto brahmsiano, “classico” nel senso più bello e ampio della parola, che comprende la celeberrima Quarta sinfonia in Mi minore op. 98, ultimo e massimo capolavoro sinfonico del musicista amburghese. Il côté solistico è invece rappresentato dal Primo concerto in Re minore op. 15 per pianoforte e orchestra: opera giovanile di un Brahms non ancora venticinquenne, che dimostrava con maestria superba di aver assimilato e rielaborato il magistero beethoveniano, e che già apriva “Vie nuove” (è il titolo dell’articolo che Robert Schumann aveva dedicato al giovane Brahms giusto un anno prima del Concerto) alla musica del tardo Ottocento. Solista sarà il pianista austriaco Till Fellner, già allievo del grande Alfred Brendel. Se si volesse assegnare, infine, un immaginario premio fedeltà a uno tra i direttori ospiti di Ravenna Festival, di certo Valerij Gergiev sarebbe tra i candidati migliori: dieci sono le sue presenze a Ravenna – la prima data al 1992, con l’Orchestra del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo – e non c’è genere in cui, al Festival, il grande direttore moscovita non si sia cimentato, dall’opera ai concerti sinfonici, al balletto. Quest’anno, il 14 giugno, alla testa dell’Orchestra Filarmonica Ceca, Gergiev segnerà la propria undicesima presenza a Ravenna Festival con un altro omaggio ai grandi russi, assieme alla pianista sudcoreana Yeol Eum Son, classe 1986. In programma, i Quadri di un’esposizione di Musorgskij composti nel 1874 per onorare la memoria di Viktor Hartmann, amico del compositore morto prematuremente, nella magistrale orchestrazione fattane nel 1922 da Maurice Ravel. A seguire, il secondo Concerto per pianoforte di Sergej Rachmaninov, composto nel 1901. L’articolo in versione integrale sul Ravenna Festival Magazine in distribuzione gratuitamente in questi giorni

Yuri Temirkanov

Sabato 7 giugno alle 21 al Pala De André concerto dell’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, diretta da Yuri Temirkanov (vedi articolo principale).

IL LIBRO 150

Docente: Rosella Mengozzi – Presidente dell’associazione Saperi e Sapori, è da tempo impegnata in progetti per l’integrazione di donne che da poco vivono nel nostro paese. Ha realizzato progetti per il disagio mentale psichiatrico sempre attraverso il cibo.

PAGINE SULLA

GUERRA

DA COLLEZIONARE

In tempi di ristrettezze economiche un volume di centocinquanta pagine con immagini mozzafiato e testi scelti, distingue la nobiltà (anche economica) delle grandi kermesse come il Ravenna Festival. Anche quest anno il “librone” del festival raccoglie grandi testi storici di autori come Freud, Gadda e Musil, accanto a inediti dei migliori autori ravennati. Il tema è ovviamente la Prima Guerra Mondiale, fulcro del 25esimo Ravenna Festival, che viene analizzata in un percorso che presta attenzione a tematiche nazionali, ma anche ad aspetti legati a vicende o personaggi della città di Ravenna o della Romagna, esemplificati dai saggi di Nevio Galeati che racconta le memorie anche fotografiche del giovanissimo ufficiale lughese Lorenzo Matteucci che a 18 anni fu inviato a combattere al fronte; o di Cristina Ghirardini sulla presenza del linguista austriaco Friedrich Schürr in Romagna proprio allo scoppio della guerra. Lo storico Giovanni Fanti invece descrive le immagini che occupano le pagine più importanti del libro, quelle della singolare e pressoché dimenticata Cappella della Pace e della Vittoria a Sant’Apollinare Nuovo, costruita per ricordare quei bombardamenti che distrussero una parte della chiesa più importante della città e che fanno rivivere le figure della guerra, dai militari alle crocerossine, con quell’aura di mito retorico che contraddistingue il periodo del dopoguerra. (ma.ca.)

Via De Tomai, 16 - RAVENNA www.saperiesaporitalia.com

I corsi sono aperti anche ai cittadini ravennati che desiderano sostenere questa iniziativa con la quota di partecipazione di 30 euro.

Il Ravenna Festival parte ufficialmente giovedì 5 giugno alle 21.30 al Pala De André con uno spettacolo (in esclusiva per l’Italia) che porta in scena l’étoile del balletto Svetlana Zakharova e il virtuoso del violino Vadim Repin. Musiche da Mozart, Tomaso Albinoni, Felix Mendelssohn, Arvo Pärt, Fritz Kreisler, John Williams, Vittorio Monti, Saint-Saëns, Manuel Maria Ponce, Antonio Bazzini. Venerdì 6 e sabato 7 giugno alle 21 alla basilica di Sant’Apollinare Nuovo di Ravenna, “A te come te”, lettura scenica da Giovanni Testori, da un’idea di Gabriele Allevi e Luca Doninelli. Regia di Marco Martinelli, voce Ermanna Montanari, canto Michela Marangoni e Laura Redaelli. Co-produzione Teatro delle Albe/Ravenna Teatro e deSidera Festival.

ASSOCIAZIONE CULTURALE

Da ottobre partiranno nuovi moduli di 7 lezioni.

GLI EVENTI GIORNO PER GIORNO DELLA PRIMA SETTIMANA

La cultura del cibo non è solo un terreno fertile di scambio tra uomini e donne di diversa provenienza, ma anche uno strumento formidabile di integrazione e di scoperta dell’altro Per informazioni Rosella Mengozzi Tel. 0544 1883897 Cell. 348 1539975 rosella.mengozzi@hotmail.it

Domenica 8 giugno alle 11.30 alla basilica di Sant'Agata Maggiore per la rassegna Liturgie domenicali In Templo Domini si svolgerà la Messa degli Alpini, con canti della tradizione trentina a cura de Gli Armonici Cantori Solandri. Alle 21 alla basilica di San Vitale Tenebrae, il principe dei musici, progetto musicale di Giovanni Sollima che, nel quarto centenario della morte di Gesualdo, ha accostato musiche proprie e di Arvo Pärt a pagine – in versione violoncellistica – di un grande genio del barocco italiano come Domenico Scarlatti. Lunedì 9, martedì 10 e mercoledì 11 giugno alle 21 al teatro Alighieri protagonista la danza con Chéri, liberamente tratto dai romanzi Chéri e La fine di Chéri di Colette. Con Herman Cornejo, Alessandra Ferri e Amy Irving. Concepito, diretto e coreografato da Martha Clarke. Martedì 10 giugno alle 21 al teatro Rasi ancora danza con la DanceHaus Company e Valeria Magli in Pupilla. Mercoledì 11 giugno alle 21 al pala De André concerto dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini diretta da Kent Nagano (vedi articolo principale).


SPECIALE

FUORI PORTA

RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

I

Quel borgo alle pendici dell’Appennino

Brisighella, tra viuzze di ciottoli e tradizioni dal Medioevo Sull’Appennino Tosco-Romagnolo, lungo l'antica via Faentina che collega Firenze a Ravenna passando per Faenza, incastonato nel parco regionale della Vena del Gesso Romagnola, c’è uno dei più bei borghi d’Italia, bandiera arancione del Touring Club (vessillo riservato alle piccole località dell'entroterra che si distinguono per un’offerta di eccellenza e un’accoglienza di qualità): Brisighella. Oggi località termale nella valle del Lamone, è un luogo magico e romantico al tempo stesso. Il centro storico del paese è caratterizzato da viuzze acciottolate e luoghi di culto, scalinate e sentieri rocciosi, porticati sopraelevati e piazzette di tutte le forme. L'antico borgo di origine medievale e le sue colline sono

luoghi permeati da una profonda carica poetica e hanno caratteristiche intrinseche che ben si adattano all'idea romantica del “Sogno d'Estate”, come si chiama il cartellone di eventi estivo: dalle sue bellezze architettoniche e naturalistiche (la suggestiva via degli Asini, strada porticata sopraelevata, i tre pinnacoli rocciosi su cui poggiano la Rocca Manfrediana, la Torre dell'Orologio e il Santuario del Monticino e tutto intorno colline di ulivi e i caratteristici calanchi di gesso), alla qualità dei ristoranti e dei prodotti tipici del territorio. Proprio sulle eccellenze, in tutti i campi, la comunità locale farà forza per affrontare i disagi e i danni causati dall’alluvione di fine maggio che ha distrutto soprattutto le coltivazioni agricole collinari.

L’OPERA DOPO DIECI MESI DI INTERRUZIONE HA RIAPERTO IL PONTE LUNGO: È COSTATO 2,6 MILIONI DI EURO Il 4 aprile scorso, dopo dieci mesi di interruzione, è stato riaperto al traffico il Ponte Lungo sulla provinciale 302 che collega Brisighella a Faenza: la valle del Lamone può usufruire di un'opera infrastrutturale ampia e sicura, utile allo sviluppo economico del territorio. Il vecchio e stretto ponte ad arco è stato trasformato in una struttura antisismica. La complessa opera di ristrutturazione è costata 2.6 milioni di euro (interamente finanzati dalla Regione). La Provincia di Ravenna, in qualità di stazione appaltante, ringrazia soprattutto cittadini, lavoratori e imprese del territorio che hanno sopportato i disagi causati dai lavori.


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

SPECIALE FUORI PORTA - BRISIGHELLA

II

IL FESTIVAL edili

• idrauliche • stradali

FABBRI COSTRUZIONI VIA BICOCCA, 40/A 48013 - BRISIGHELLA (RA) TEL. 0546 81281 - FAX: 0546 994112

www.fabbricostruzioni.it

MARE E COLLINA A RIOLO TERME

Ambiente, gastronomia e bellezza

Arte, poesia, musica, cucina È un’estate tutta da sognare Il festival “Brisighella Sogno d'Estate” è un progetto artistico di estate autentica dove luoghi, arte, cultura, natura e gastronomia si intersecano perfettamente senza soluzioni di continuità, riconoscendo all'interno suggestioni che vanno dalle fonti classiche al patrimonio popolare. Brisighella è uno straordinario palcoscenico naturale dove per tutta l'estate, dal 21 giugno al 15 agosto, prenderà vita una serie di appuntamenti che trasporteranno il visitatore in una dimensione onirica, alternativa alla frenesia e alla monotonia della quotidianità moderna. Partenza sabato 21 giugno con suggestioni e atmosfera d’incanto per la notte bianca dedicata agli innamorati (vedi altro articolo in questo inserto). “Brisighella Romantica: un borgo a lume di candela”, ottava edizione dell'evento estivo che trasforma il Borgo medioevale e termale in un mondo di poesia, tra allestimenti leggeri e illuminazione a lume di candela. Per tutta l'estate si svolgerà poi una serie d'appuntamenti con cadenza settimanale: tutti i martedì alla chiesa del Suffragio i raffinati concerti di musica classica con grandi maestri contemporanei; i mercoledì e venerdì proiezioni delle migliori pellicole cinematografiche nell'arena all'aperto; i giovedì, sempre all'anfiteatro all'aperto, grandi spettacoli rivolti ai più piccoli e alle loro famiglie nella miglior tradizione del teatro per ragazzi italiano; i venerdì il centro storico del borgo si trasformerà in un mercatino di antiquariato, artigianato artistico e prodotti locali; il sabato e la domenica nel centro storico chiuso al traffico si potrà cenare e degustare negli anfratti più suggestivi del borgo, accompagnati da dolci note di musica diffusa.

Uno scorcio suggestivo di Brisighella by night. Le sere d’estate nel piccolo borgo si animano con eventi e concerti

Le vie e le piazze

del borgo sull’Appennino a partire dal 21 giugno fino a metà agosto saranno un palscoscenico naturale con eventi tutte le sere

Programma VENERDÌ 6 Ore 19:00 PARCO PERTINI Apertura stand gastronomico Ore 21:00 PIAZZA MAZZANTI: “RICANTARE A RIOLO” (concorso canoro)

SABATO 7 Ore 16:00 CORSO MATTEOTTI: APERTURA MERCATO (esposizione e vendita prodotti tipici locali e hobbisti); Ore 19:00 PARCO PERTINI Apertura stand gastronomico Ore 21:00 PIAZZA MAZZANTI: GRAN GALA' DELLE MAJORETTES CITTA' DI RIOLO esibizioni delle majorettes sul palco

DOMENICA 8

6-7-8 GIUGNO 2014

Ore 09:00 CORSO MATTEOTTI: APERTURA MERCATO (esposizione e vendita prodotti tipici locali e hobbisti); Ore 12:00 PARCO PERTINI Apertura stand gastronomico

Domenica 10 agosto sarà poi la volta della notte blu, dedicata agli amanti delle emozioni. All'interno della manifestazione nazionale, Brisighella presenta “Calici sotto i Tre Colli: le Stelle nel Borgo”: l'armonia e la grande anima della musica si uniranno al gusto, alla passione delle migliori produzioni vinicole locali e allo splendore della volta celeste per una notte che scaldi l'anima. Il sogno si concluderà ufficialmente giovedì 15 agosto con un concerto di musica classica alla pieve di Santa Maria Assunta in Tiberiaco posta sulla vetta di Monte Mauro, la cima più alta del Parco della Vena del Gesso Romagnola. Per maggiori informazioni si può conttatare l’ufficio del turismo pro loco di Brisighella oppure visitare il sito internet www.brisighella.org o il numero 0546/81166.

Ore 16:00 CORSO MATTEOTTI GRAN GALA' DELLE MAJORETTES CITTA' DI RIOLO sfilate dei gruppi di majorettes accompagnati dalla banda Ore 19:00 PARCO PERTINI apertura stand gastronomico Ore 21:00 PIAZZA MAZZANTI concerto del gruppo bandistico valle del Senio

NOVITA' 2014!!!

1° GRAN GALA' DELLE MAJORETTES CITTA' DI RIOLO NELLE GIORNATE DI SABATO 7 E DOMENICA 8 GIUGNO ALL'INTERNO DELLA MANIFESTAZIONE SI SVOLGERA' IL PRIMO GALA' DELLE MAJORETTES con i gruppi: MAJORETTES PALLADIO DANCE- VICENZA MAJORETTES SHOW- CARMIGNANO DEL BRENTA (PD) MAJORETTES DI CALTRANO- (VI) GOLDEN STARS SABINE- SELCI (RI) MAJORETTES GREEN ANGELS- SEZZE (LT) GRUPPO MAJORETTES AURORA- CAPRAROLA (VT) FUOCHI E AFFINI- BRISIGHELLA (RA)


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

SPECIALE FUORI PORTA - BRISIGHELLA

III L’INIZIATIVA

Mano nella mano a lume di candela Il 21 giugno la “Notte degli innamorati” in stile anni Cinquanta Passeggiare lungo le vie del borgo in un’atmosfera seducente fra aperitivi, caffè concerti e degustazioni. Oppure cenare a lume di candela negli anfratti più suggestivi del borgo dove i ristoranti proporranno menù an plein air ideati appositamente per la serata. Questo e altro a Brisighella il 21 giugno per “La notte degli innamorati”: una veste alternativa per la Notte Bianca d'apertura del festival Sogno d'Estate (vedi altro articolo in questo inserto). Sarà una notte immersa in un’atmosfera d’incanto tra suggestioni e poesia: lumi di candele, tappeti bianchi e petali di rosa saranno la scenografia del centro storico. Per l’occasione Brisighella quest’anno si cala nell’atmosfera retrò degli anni Cinquanta, gli anni della nascita della televisione italiana, della Vespa come mezzo di trasporto di massa e delle contaminazioni culturali d’oltre oceano. Alle 20 in piazza Carducci premiazione del concorso letterario di poesia “Brisighella Romantica”. A seguire aperitivo musicale “Guarda che Luna”con gli Stumble Over Tones aspettando il primo concorso d’eleganza per Vespa (rigorosamente d’epoca anni ‘40/’50/’60), simbolo della gioventù, della libertà e dell'Italia di quegli anni. Per l'occasione nasce il connubio con il Vespa Club Faenza. Al termine, sempre in piazza Carducci, il concerto dei The Good Fellas dove il rock’n’roll incontra lo swing, con la libertà di abbandonarsi al sorriso, all'atmosfera di festa, al ballo. Per tutta la serata il cuore del borgo sarà animato da diversi concerti, dal jazz retrò delle Almaflores, alle melodie di Stamble Over Tones, per arrivare alle chitarre classiche e al “Buon compleanno Rai Tv”. Nella

DEGUSTAZIONE E VENDITA: Brisighella - via Strada 2 - tel. 0546 81103 - fax 0546 81497 info@brisighello.net - www.brisighello.net

Le vie del centro storico brisighellese animate in occasione di una passata edizione di Brisighella Romantica

PUNTO VENDITA CENTRO STORICO: Brisighella - Piazzetta Porta Gabolo 8 - tel. 0546 80131

piazzetta del Suffragio sarà allestita una presentazione di abiti da cerimonia accompagnati da piacevoli note musicali e arredi vintage, a cura del gruppo Pedalando in Rosa. Potrete rivedere le dive degli anni Cinquanta da Marlene Dietrich a Rita Hayworth in “Diva in Burlesque” (regia e coreografia di Claudia Rota con B.B.Burlesque) in scena alle 22 all'anfiteatro Spada.

NOLEGGIO

CONCERTI

La musica classica suona nella cava del gesso

La Cava Marana di Brisighella ospiterà quattro concerti di musica classica

VINO, OLIO E PRODOTTI TIPICI

Cosa succede se metti dei musicisti di classica in una vecchia cava nel parco della Vena del Gesso di Brisighella? Nasce “Recondite armonie”: quattro concerti di musica classica per i quattro venerdì di giugno (6-13-20-27, inizio alle 21) nella cornice suggestiva della Cava Marana di Brisighella, un luogo decisamente insolito dove le persone saranno immerse in un raffinato connubio fra musica e natura. Il 6 giugno Sarti Wind Band (direttore Barbara Manfredini): musiche di Strauss, Elgar, Bizet. Il 13 giugno Sax Connection (Emiliano Rodriguez, sassofoni e direzione): musiche di Ellington, Shorter, Corea. Il 20 giugno Sharpe (Zohn Usa Guitar Duo): musiche di Mozart, Giuliani, Soler. Il 27 giugno Argento Vivo (quartetto di flauti): musiche di Mozart, Vanhal, Tchaikovsky, Maendel. La Cava Marana si trova a circa due chilometri da Brisighella (direzione Riolo Terme), punto di ritrovo Grotta Tanaccia, strada provinciale Monticino. L’interno della cava presenta una temperatura media di 18 gradi, si consiglia al pubblico un abbigliamento comodo e sportivo.

• GENERATORI • MINIESCAVATORI E BOBCAT • MARTELLI PNEUMATICI • PIASTRE VIBRANTI • TAGLIASFALTO • PIATTAFORMA AEREA E MOLTO ALTRO ANCORA!

VENDITA PELLET E STUFE CON CONSEGNA A DOMICILIO

PELLET AUSTRIACO 4 EURO A SACCO SAVARNA - RAVENNA Via del Quadrato 16/M - tel. e fax 0544 533622

www.ghettiedilizia.it

COSTRUZIONI E RISTRUTTURAZIONI EDILI PICCOLA STRUTTURA

GIUSTO PREZZO

GRANDI PARTNER MADE IN ITALY

DETRAZIONI FISCALI 65% PREVENTIVAZIONI E SOPRALLUOGO GRATUITI

Via Kennedy,30 - SOLAROLO (RA) Tel. 0546 52523 - Cell. 366 1382695

FAENZA SALA MOSTRA VIA RAVEGNANA 59 Telefono 331 3177611 Fax 0546 686960 rocavina@tiscali.it

www.porteefinestrefaenza.it

LE PORTE BLINDATE

SEN.T.IN.EL: L’ALLARME ATTIVO NEL CUORE DELLA PORTA


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

SPECIALE FUORI PORTA - BRISIGHELLA

IV SAGRE/1

SAGRE/2

A Fognano tutto il paese si mobilita per fare festa

A San Martino tra colline e cinghiale

Ogni anno a Fognano, vivace frazione brisighellese, si svolge la ormai consolidata sagra paesana “A tutta festa” (www.anspifognano.it), ospitata nel circolo parrocchiale e negli stand gastronomici al coperto allestiti per l’evento. L’appuntamento per il 2014 è a luglio: dal 12 al 13 e dal 19 al 20. I volontari possono contare sull’attrezzata cucina per preparare i tradizionali piatti romagnoli, da gustare in uno splendido panorama di colline verdi e maestose. In menù spiccano tagliolini al ragù e allo scalogno, pasta ripiena, polenta, fiorentine alle griglia castrato e rosticini di pecora. Tutto il paese si mobilita e dà una mano allo svolgimento della festa. Le proposte vanno da mostre di arte o fotografia, con opere esposte nei locali del campo sportivo, alla grande pesca a premi, fino alla oramai tradizionale esposizione di moto, auto e mezzi agricoli d’epoca: quasi un secolo di storia rivissuto attraverso la mostra di straordinari pezzi unici. E che dire dell’emozione di toccare il cielo grazie ad un volo in mongolfiera? Per i bambini poi ci sono clown, gonfiabili, esibizioni equestri, caccia al tesoro. Le serate sono allietate da formazioni musicali di vario genere per soddisfare tanto i più giovani quanto gli amanti del liscio romagnolo.

Si potrà

anche volare in mongolfiera

VUOI UIRLA? SOSTIT TAZIONE ALU SUPERV A V E C C H I A U DELLA T IA A LEGNA S A STUF ELLET! CHE A P

SAGRE/3

A Villa Vezzano quattro giorni con le bionde Birra e cucina romagnol-tedesca Bionda, genuina, dal gusto forte e deciso, dissetante e a basso tasso alcolico: il trionfo della birra diventa goliardico a Birravezzanen, il festival più unico che raro, dal 17 al 20 luglio, a Villa Vezzano. Si brinda, si mangia e si ascolta musica per quattro sere di fila. La passione di “fare baracca” degli organizzatori contagia gli ospiti del Birravezzanen nelle quattro serate di festa tra cucina romagnol-tedesca, musica live e birra Haker-Pshorr. L'edizione numero 12 della festa della birra nella piccola località poco distante da Brisighella prevede grande animazione e spettacoli: mercoledì 17 Rooters e The White Ware; giovedì 18 Swingolfato e Anthera; venerdì 19 divertimento assicurato con i Brillanti Sparsi e con Antani Project, poi notte bionda con Dj Massimo Volti; sabato 20 Oktobervezzanen con Grooviglio e The McChicken Show, poi notte bionda con Dj Massimo Volti. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.iluppoli.org o contattare il numero dei telefono 338/5625533.

CAMINI, STUFE A PELLETS E A LEGNA, CALDAIE A MAIS, BARBECUE Visitaci su www.edilblock.it ESPOSIZIONE - VENDITA - INSTALLAZIONE

Nel 1988 nasce la “Sagra della collina”, diventata poi dal 1997 “Sagra della collina e del cinghiale”, a cavallo tra luglio e agosto a San Martino in Gattara, frazione di Brisighella (26-27 luglio e 2-3 agosto). Fin dagli esordi l’obiettivo era far conoscere l’ambiente agricolo-boschivo della zona, la cordialità della gente, l’ottima cucina: insomma si voleva far trascorrere a più visitatori possibili un po’ di tempo libero in simpatia e sana allegria. Obiettivo centrato fin da subito, per l'evento di metà estate che offre divertimento e frescura a chi scappa dall’afa cittadina. Gli stand gastronomici fanno la parte del leone: tortelli di ricotta e erbe, cappelletti, tagliatelle (rigorosamente tirate al matterello), cinghiale in salmì con polenta, cinghiale arrosto e il dolce di marroni. Musica, spettacoli di cabaret, mostre, bancarelle intrattengono e fanno divertire il numeroso pubblico. Fin dalla prima edizione, la sagra ha prestato attenzione alle esposizioni di artigianato del legno e di antiquariato. Spronate da una continua innovazione, le mostre hanno ospitato anche percorsi di pittura, ceramiche, fotografia e iniziative didattiche elaborate dalla locale scuola materna. Per tutte le informazioni www.sanmartino.ra.it.

IL RMIO P RIS A ETICO ENERG NUA I CONT

50%

via Liguria 1 - BAGNACAVALLO (RA) - Tel. 0545.62637

SCEGLI ORA LA TUA STUFA A PELLET PREFERITA ANDIAMO VERSO IL CALDO, ADESSO SPENDI MENO! BASTANO 100€ DI ACCONTO E LA RITIRI QUANDO VUOI ENTRO SETTEMBRE RISCALDA FINO A 60 M2 € 850 IVA COMPRESA

RISCALDA FINO A 60 M2 € 1200 IVA COMPRESA

NELLA NOSTRA ESPOSIZIONE TROVERETE ANCHE 15 CAMINI COMPLETI DI RIVESTIMENTO ED OLTRE 30 STUFE A LEGNA


MUSICA

CULTURA IN SPIAGGIA ROCKABILLY “RURALE” CON I MONOKINGS

IL FESTIVAL

Riprendono le serate rock che Ravenna Duepuntozero dedica soprattutto a band nazionali e in particolare del nostro territorio. Mercoledì 11 giugno l’appuntamento, dalle 21, è al bagno Sottomarino di Marina di Ravenna all’insegna del rock metal. Protagonisti gli Speed Stroke, band con ex membri dei Meanwhile e dei Neurasthenia, uno dei gruppi metal più famosi della regione. E in apertura gli Aseptic Ruins, thrash/death metal band di Ravenna, con influenze blues e soul.

DALL’AVANSPETTACOLO AL COUNTRY AL PETER PAN Giovedì 5 giugno alle 21.30 al bagno Peter Pan di Marina di Ravenna il cantante (e non solo) ravennate Gianluca Viscuso presenta “Avanspettacolo da spiaggia”, serata di parole, canzoni, freddure e poesie con Federico Carbini e Nicola Peruch. Sabato 7 alle 17.30 torna invece la tradizionale rassegna di concerti del Peter Pan con An Anonimous Anymal, gruppo nato nel 2012 da un’idea del chitarrista country Christian Kaufmann. Con lui sul palco il bassista Paolo Legramandi, il batterista Nik Taccori e l’armonicista e cantante blues Giorgio Peggiani.

MARINA DI RAVENNA ALLA TAVERNA BUKOWSKI IL FOLK DEL LUNGO ADDIO Si chiama Il Lungo Addio, il progetto dark folk di Fabrizio Testa che l’autore presenterà dal vivo il 7 giugno alle 22 alla Taverna Bukowski di Marina di Ravenna. Sarà anche l’occasione per suonare le canzoni dell’album di imminente uscita “Pinarella Blues”, edito da Wallace e Tb Records.

19

RAVENNA

Iniziano i concerti nella nuova piazzetta

A inaugurare la programmazione live di giugno al Boca Barranca di Marina Romea è in arrivo il “rural raucous rock-a-billy”, come loro stessi lo definiscono, dei Monokings. L’appuntamento è per venerdì 6 giugno alle 23 a ingresso gratuito con il rockabilly delle origini, suonato con pochi mezzi e quell’istinto selvaggio e primitivo tipico della nascita di questo genere musicale. Il quartetto è composto da Andrea Fiorelli (chitarrista e vocalist del gruppo), Federico Ullo (contrabassista), Danilo Petrolati (batterista) e Andrea Pesaturo (chitarrista). L’evento è realizzato in collaborazione con il festival Moondogs. Info: 0544 447858.

RAVENNA 2.0 SUONA METAL CON SPEED STROKE E ASEPTIC RUINS

RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

Martedì 10 giugno parte la rassegna di musica dal vivo nella nuova piazzetta dell’Unità d’Italia, in centro storico a Ravenna, proprio dietro a piazza del Popolo. Alle 21.30 l’appuntamento è con un duo di artisti locali composto dalla cantante Messalina Fratti e dal chitarrista King Frisko.

PINARELLA

Reggae e dub all’inglese con Alpha & Omega I Neutral Milk Hotel chiudono “Beaches Brew” Poi all’Hana-Bi anche Svenonius dei Make Up Ultima giornata del festival Beaches Brew al bagno Hana-Bi di Marina di Ravenna. Giovedì 5 giugno si parte ancora di pomeriggio con la diretta della radio olandese, dalle 14 alle 18, e l’intervista pubblica a Damien Jurado, cantautore americano già passato da queste parti e che suonerà di sera, a partire dalle 21.15. A inaugurare l’ultima sera di concerti sarà invece alle 20.15 il progetto solista neo-free-folk di uno dei membri degli americani Akron/Family, Miles Cooper Seaton. A chiudere il festival, alle 22.30, il concerto più atteso, quello degli americani Neutral Milk Hotel, gruppo di culto riformatosi dopo un paio di dischi pubblicati negli anni Novanta e che sono in tour nei più importanti festival del mondo. Seguirà, da mezzanotte fino all’una, il set di dj Fitz. Nella foto uno dei ritratti dell’illustratore Gianluca Costantini, che con il suo inconfondibile tratto ha immortalato tutti gli artisti del festival. Archiviato il festival, la programmazione dell’Hana-Bi proseguirà sabato 7 giugno alle 21.30 con i danesi Tales of Murder and Dust, che suonano un mix sperimentale e dark di rock neo-psichedelico e shoegaze che unisce chitarre distorte, organo e violino. Martedì 10 giugno invece arrivano sotto la tettoia dell’Hana-Bi i Chain & The Gang, l’ultima multiforme creatura di Ian Svenonius (Make Up, Nation of Ulysses), attore, musicista, scrittore, attivista performer e frontman di questo progetto indie rock’n’roll della storica K Records di Calvin Johnson.

Si muovono tra il dub e il reggae gli Alpha & Omega, duo inglese composto dalla bassista Christine Woodbridge (nella foto) e dal tastierista John Sprosen che si esibirà venerdì 6 giugno al Rock Planet di Pinarella di Cervia. Ad amplificare Rise & Shine Sound System. Appuntamento dalle 23.

MILANO MARITTIMA

Dallo spot della Wind alla consolle del Pineta Il loro singolo Jubel è diventato un tormentone in Italia, oltre che il jingle della campagna pubblicitaria 2014 della compagnia telefonica Wind. Loro sono i Klingande duo di musica elettronica entrato nelle classifiche di tutto il mondo, formato da Cédric Steinmyller e Edgar Catry, disc jockey francesi nati nel 1991. Si esibiranno per la loro unica data in Romagna al Pineta di Milano Marittima, venedì 6 giugno.

CERVIA MEZZOSOPRANO E PIANOFORTE PER IL LIONS CLUB Venerdì 6 giugno alle 21 al teatro comunale di Cervia è in programma il concerto della mezzosoprano Rebecca Vannicelli De Broglie, di origini canadesi, e il pianista ravennate Marco Santià. Il programma comprende Lieder in tedesco (di Schumann e Brahms), in francese (di Duparc) e in spagnolo (Siete canciones populares di De Falla). Organizza Emilia Romagna Concerti e verranno raccolti fondi a offerta libera a favore del Lions Club Milano Marittima per un ambulatorio.

CAMPIANO PIEVI IN

MUSICA CON UN DUO SOPRANO E PIANOFORTE

Per la rassegna di musica classica “Pievi in musica” giovedì 12 giugno alle 21 nella cornice della Pieve Romanica di San Cassiano in Decimo, a Campiano, si svolgerà il concerto del duo soprano e pianoforte composto rispettivamente da Valentina Rambelli e Koro Izutegui, del quartetto Izetegui.


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

20

CULTURA

LIBRI

L’INTERVISTA

«Il razzismo? Impossibile combatterlo» Il ravennate Nashy racconta il suo esordio letterario, un volume autoprodotto (anche) autobiografico Nelle scuole superiori di Ravenna lo conoscono tutti perché con il suo progetto Primavera Araba ha riempito le palestre degli istituti parlando di razzismo e suonando con il suo compare Nazir Gallala alla chitarra. Si chiama Antonio Distefano, detto Nashy, ha 22 anni e su internet i suoi brevi racconti spopolano con centinaia di commenti entusiasti. Ora ha pubblicato il suo primo libro Fuori piove, dentro pure, passo a prenderti? che sarà presentato al Caffè Letterario di via Diaz a Ravenna il 5 giugno alle 19. Il suo nome suona italiano, ma Antonio è figlio di due immigrati dell’Angola e nonostante sia nato in Italia ha anche lui un passaporto angolano. «Sono molti i cognomi latini in Angola, derivano dal colonialismo portoghese, infatti dal nome e dalla voce tutti direbbero che sono bianco, e quando scoprono che sono nero alcuni si spaventano». Questa reazione di rigetto è stata anche quella della mamma di una ex ragazza di Antonio, che quando ha visto per la prima volta una sua foto gli ha telefonato. «Mi ha chiamato la mattina e ha iniziato a dirmi che ero un tipo poco attendibile, che non dovevo più vedere sua figlia e poi ha iniziato a chiedermi ironicamente se stavo scrivendo un libro, intendendo che secondo lei stavo solo perdendo tempo e non sarei stato capace di scrivere. È anche per questo che ho deciso di farlo veramente». Su facebook e nelle scuole sei conosciutissimo, come ti sei mosso da giovane autore sui vari mezzi di comunicazione? «Ho letto un blog in cui si consigliava di anticipare estratti del libro al pubblico e ho visto che molti mettevano “mi piace” su facebook. Però tutto è nato dalle scuole, con il contatto diretto con le persone assieme a Primavera Araba. Dopo gli incontri molti ragazzi mi parlavano delle loro storie, e quelle storie ora compongono il libro. Su facebook mescolo brani scritti, video e immagini. Chi mi segue ha scelto di seguirmi, quindi mi sento libero di far vedere quello che voglio». Come hai scelto le storie per il libro? «Non le ho scelte, ho solo scritto quello che mi colpivano di più. Non seguo una linea nel libro, sono racconti che si susseguono e a volte si scontrano. Ho scelto di scrivere tutto al passato, anche quello che è ancora presente, perché il passato è un modo di prendere le distanze, di dire questo “non mi appartiene più” è un modo per andare avanti». Non parli solo degli altri c’è anche molto di autobiografico… «Sì. Racconto tre storie d'amore finite male, praticamente è un libro su come si vive da lasciati». E il razzismo? «Ho deciso di parlare poco di razzismo, mi sembrava troppo facile. È presente, ma é nello sfondo. Non voglio fare il nero che racconta come subisce il razzismo. Certo ho inserito le storie dei disagi passati dai miei genitori. Voglio fare lo scrittore per raccontare queste storie. Lo dico da sempre, ma i miei zii non ci credevano finché non gli ho fatto vedere il libro con il mio nome sopra. Pensavano fosse solo un sogno come quelli che vogliono diventare un

Antonio Distefano, detto Nashy. Nella foto piccola la copertina del volume.

«Scrivo per i ragazzi

di seconda generazione, che non possono identificarsi nei libri di Fabio Volo

»

calciatore famoso. “Ritieniti fortunato che sei nato qui in Italia” mi dicevano sempre “qui c’è da mangiare e si sta bene”. Non é vero però che qui ti si regalano le cose. Le cose belle le devi comunque guadagnare. Quando ero piccolo ci tolsero la casa e ci ritrovammo senza abitazione. Quella è stata una grande lezione per me. Non bisogna mai dare per scontata la propria fortuna». Hai scritto che gli africani non esistono, cosa intendevi? «In Italia tutti i neri sono “africani” o “senegalesi”. L’Africa non esiste. Solo in Nigeria esistono centinaia di tribù che parlano centinaia di lingue diverse. Non voglio combattere il razzismo, non si combatte, fa parte dell’uomo. Hai mai visto dei cani che imprigionano altri cani e li portano a lavorare come schiavi dal-

l’altra parte del mondo? No, non è pensabile per gli animali questa cosa. Per gli esseri umani invece sì, perché fa parte della loro natura. E non solo i bianchi con i neri! Gli africani sono i più razzisti di tutti, se la prendono gli uni contro gli altri. Non riuscirai mai a far cambiare idea alle persone. Si può però farsi conoscere e dimostrare che le cose che pensavano di te prima di conoscerti erano sbagliate». Per chi scrivi? «Scrivo per i ragazzi di seconda generazione come me. Ci sono molti figli di immigrati che non possono rivedersi nelle storie di Fabio Volo. Invece nel mio libro possono dire “Sta parlando di me”». Hai deciso di non inviare il libro a case editrici, ma di auto pubblicalo. Perché? «Posso fare anche io il lavoro che fa un piccolo editore. Non hanno le forze per promuovere e distribuire bene il libro. I grandi editori invece vogliono cambiare il tuo libro per farlo vendere di più, modificano il titolo, decidono la copertina. Io non voglio cambiare per vendere di più. Non scrivo per vendere copie. Non ho agenti, il mio agente é il mio libro». Sei riuscito comunque a organizzarti molte presentazioni in tutta Italia, come hai fatto? «Mi sono accorto tramite internet che sono seguitissimo, soprattutto al Sud. Diversi ragazzi mi hanno contattato per presentare il libro nei luoghi più diversi dal Taranga un caffè letterario di Napoli gestito da un ragazzo del Burkina Faso alla Mondadori di Torino, dove lavora una ragazza di seconda generazione che mi ha conosciuto da internet. L’8 giugno sarai al Festival delle Culture assieme a ospiti molto importanti come l’ex ministro Cecile Kyenge, un bell’onore per un autore esordiente… «Sono molto felice. Io e la Kyenge veniamo dalla stessa terra, l’Angola e il Congo furono separati dagli europei che si inventarono i confini per spartirsi le colonie, ma parliamo la stessa lingua. La Kyenge è una dei pochi immigrati che l’ha fatta. Se ci si pensa non sono molti i neri famosi in Italia, praticamente c’è solo Balotelli, che per altro a me piace molto». Cosa ti spaventa di più del tuo libro? «Sono curioso delle critiche. Non sono mai riuscito ad accettarle. Spero non mi condizionino troppo. Il libro non é quello che si aspettano tutti. Spero che scrivere sia il mio futuro. Credo che l’ottimismo influisca molto sull’esito delle cose e per questo sono convinto che andrà bene». Cosa ti auguri? «Non di cambiare il mondo certamente, e nemmeno l’Italia, ma di accendere le menti di chi lo leggerà». Matteo Cavezzali

Festeggiate la vostra Laurea, il vostro addio al nubilato e celibato la vostra società sportiva, il vostro fine anno scolastico e tanto altro! RAVENNA - Via dell'Idorovora, 50 TEL 0544.438483

• Possibilità di pernottare a prezzi interessanti • Menù turistico/aziendale Euro 12,50 • Serate a tema con Paella & Sangria Degustazioni di carne e pesce Bruschette miste • Camere confortevoli a prezzi accessibili

Gusto, tradizione, fantasia e accoglienza a ridosso delle valli Pane e dolci fatti in casa FB: Acquamarina Ravenna Tripadvisor: Acquamarina Locanda & Ristorante

www.locandaristoranteacquamarina.it - info@locandaacquamarina.it


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

CULTURA

LIBRI • INCONTRI

LIDO ADRIANO

ARTE

Tre strade in scena per i Trebbi del Cisim

Le capitali del mosaico tra Tamo e i musei vaticani

Un’immagine dello spettacolo Tre strade al Cisim per i Trebbi.

Continuano a Lido Adriano gli appuntamenti con i “trebbi” fino al 10 giugno (6 e 7 giugno riposo). Lido Adriano festeggia quest'anno il cinquantenario della sua fondazione, è un paese nel quale si parlano sessanta lingue, segnato da un legame debole con il territorio ravennate e dalla difficoltà di trovare valori condivisi da una popolazione così eterogenea. I Trebbi nella città di Lido Adriano si sono dati l’obiettivo di essere una concreta occasione per condividere sguardi diversi sulla città. Ogni sera alle ore 19.30 si parte con la corriera dal parcheggio della Cmc di via Zara a Ravenna, si raggiunge Lido Adriano. Si cammina assieme per le vie e sotto i portici dei condomini fino al Cisim, dove ci si siede a tavola: vino fresco e antipasto per ambientarsi. A seguire è presentato lo spettacolo Tre strade, creato ad hoc per questa occasione. In scena Luigi Dadina del Teatro delle Albe, Moder e Penombra de Il Lato Oscuro della Costa, Rudy Gatta, Federica Francesca Vicari, Brigida Hila e le musiche dal vivo di Francesco Giampaoli. Testi di Marco Martinelli, Raffaello Baldini e dei protagonisti, in un montaggio curato da Laura Gambi. Durante lo spettacolo i grigliatori cucinano le carni che vengono poi servite assieme a verdure in pinzimonio, piadina e sangiovese. Il trebbo prosegue con un incontro con ospiti ogni sera diversi, che raccontano variegati modi di relazionarsi alla città, a partire dalle arti che ciascuno frequenta: giovedì 5 giugno il tema saranno politiche e culture, con Ouidad Bakkali, Valentina Morigi, Massimo Ortalli, Cristina Valenti; domenica 8 giugno, arti visive, con Silvia Loddo e Elettra Stamboulis; lunedì 9 giugno, letterature, con Eraldo Baldini e Tahar Lamri; martedì 10 giugno, il movimento cooperativo e la Settimana rossa, con Dante Bolognesi e Laura Orlandini. Coordina gli incontri Laura Gambi. Verso mezzanotte si ritorna in corriera a Ravenna.

Sabato 7 giugno, alle 10.30 al Museo Tamo di Ravenna sarà presentato alla città un importante progetto di collaborazione tra la Fondazione RavennAntica ed i Musei Vaticani. Al centro di questo progetto comune un percorso di valorizzazione di importanti opere dei Musei Vaticani, la collezione dei calchi di mosaici antichi, che saranno oggetto dapprima di un compiuto intervento di restauro e, successivamente, di una mostra temporanea che sarà accolta nel 2015 negli spazi del museo, con un corredo di iniziative congiunte di studio e ricerca sui temi del restauro e della conservazione. Ne discutono il professor Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani e il professor Carlo Bertelli, curatore di Tamo, con una conversazione sul tema “Roma e Ravenna, le capitali del mosaico”. Aprono l'incontro Elsa Signorino, presidente Fondazione RavennAntica, Fabrizio Matteucci, sindaco di Ravenna e Alberto Cassani, coordinatore Ravenna 2019.

NARRATIVA

21

LA BUSTINA DI MELPOMENE a cura di Maria Giovanna Maioli

Giovedì 29 maggio, in un Palazzo dei Congressi gremito, ho seguito il Prologo del Ravenna Festival (1914: l’anno che ha cambiato il mondo). Un incontro di raro ed emozionante interesse (per quanto mi riguarda anche per ragioni familiari) abilmente condotto da Massimo Bernardini, con Alberto Melloni, lo storico in sostituzione di Lucio Villari, e Paolo Rumiz, giornalista e scrittore che percorre i luoghi delle memorie che divengono poi “paesaggi dell’anima”. E ora questo canto popolare degli alpini, nato nelle trincee:

MONTE CANINO Non ti ricordi, quel mese d’aprile, quel lungo treno che andava al confine che trasportava migliaia di alpini: su, correte, è l’ora di partir. Dopo due giorni di strada ferrata ed altri due di lungo cammino siamo arrivati sul Monte Canino e a ciel sereno ci tocca riposar. Se avete fame guardate lontano se avete sete la tazza alla mano, se avete sete la tazza alla mano che ci rinfresca la neve ci sarà.

(in Canti della montagna, s.l., s.d.)

AGENDA PROCESSO AL PASSATORE A RUSSI

Pedalata letteraria con Enrico Brizzi Per presentare il suo ultimo libro, il romanzo In piedi sui pedali, lo scrittore Enrico Bizzi, che raggiunse il successo con il celeberrimo Jack Frusciante è uscito dal gruppo ormai vent’anni fa, invita i ravennati a una pedalata in città, nel centro, con alcune soste per la lettura di brani scelti del testo. Partenza alle 18, ognuno con la propria bici, di venerdì 6 giungo dalla libreria Feltrinelli di via Diaz. Realizzato in collaborazione con l’hotel Diana.

Mercoledì 11 giugno, nuovo appuntamento a Russi con l’incontro con la Romagna, dedicato ai briganti con il processo al Passatore. Alle 21 al bar Centrale di piazza Dante si “processerà” pubblicamente Stefano Pelloni, con Roberto e Marzio Casalini, coautori con Remo Ragazzini del saggio Il Passatore. Le imprese brigantesche di Stefano Pelloni” (Il Ponte Vecchio) ed Eraldo Baldini (in veste di “difensore”).

IL ROMANZO DI SERENA STANGHELLINI Venerdì 6 giugno alle 18.30, alla libreria di Ravenna Liberamente in viale Alberti si tiene la presentazione del romanzo L'avvocata della ravennate Serena Stanghellini.


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

22

ARTE

di Serena Simoni

Una mostra raffinata, ma appetibile anche al grande pubblico, è quella in dirittura di arrivo al Museo della Città di Ravenna: consigliamo vivamente di non perdersi L'incanto dell’affresco, visibile fino al 15 giugno, che espone più di un centinaio di opere provenienti da cicli ad affresco italiani eseguiti da artisti del calibro di Giotto, Giulio Romano, Correggio, Veronese, i Carracci o il Guercino. I curatori della mostra ravennate, Claudio Spadoni e Luca Ciancabilla, sono stati i primi in Italia a raccogliere il suggerimento del grande critico Roberto Longhi che – dopo il successo di una mostra simile, ma più contenuta, realizzata a Firenze da Procacci ancora nel 1557 – aveva avvertito l'esigenza di esporre le opere che nei secoli erano state tolte dai muri su cui erano nate, in modo da mettere a confronto le tecniche di distacco, i protagonisti di queste operazioni e analizzare in questo modo anche la storia del gusto, del restauro e della tutela in Italia. Togliere i dipinti dai muri ai fini della conservazione è un procedimento antico che soprattutto oggi si cerca di evitare. La tradizione della tutela in Italia, fra le più avanzate al mondo, impone infatti di lasciare intatto il rapporto fra opera e contesto originario – gli effetti della luce naturale e dell'architettura interferiscono sempre e non casualmente col dipinto – e consiglia di non sottoporre le opere a quegli stress che anche le tecnologie più avanzate non riescono ad aggirare. Fin dal Cinquecento, la tecnica estrattista – già conosciuta ai tempi dei Romani – poteva garantire la proprietà di opere provenienti da territori di conquista, da edifici che si dovevano distruggere o modificare, da luoghi di difficile visione o per favorire la devozione. Più tardi furono artisti specializzati che nel Settecento e nell'Ottocento operarono ai fini del collezionismo e della vendita, del cambio frequente di uso degli edifici o ancora della visibilità. Purtroppo anche il Novecento ha proceduto per la stessa strada sulla spinta di teorie critiche orientatate a considerare l'opera come una specie di nucleo a sé, slegato da tutto, e in particolare – dopo la guerra – per salvare opere in precarie condizioni o più semplicemente a causa dello shock che le perdite dei bombardamenti avevano causato. Più avanti, negli anni Settanta e Ottanta del secolo, l'interesse storico – per molti aspetti oggi discutibile – di conoscere le sinopie, ovvero i disegni preparatori che gli artisti eseguivano prima di stendere l'ultima mano di intonaco, ha dato avvio all'ultima e abbondante messe di strappi. Nonostante il neo di pochissime opere esposte in teche retroilluminate – una nuova tecnologia assai costosa, eppure in grado di svaporizzare l'opera rendendola una sorta di gigantografia fotografica – non si possono perdere i capolavori esposti della mostra ravennate: nella prima sezione ad esempio, dedicata alle estrazioni a massello (stacco con la porzione di muro) o al trasporto eseguite nei secoli passati, salta agli occhi la bellezza di due volti maschili in un frammento sopravvissuto alla distruzione del Palazzo dei Bentivoglio a Bologna, fatta nel 1506 a furor di popo-

LA RECENSIONE

Un viaggio tra la fragilità e lo splendore del patrimonio artistico italiano Al Mar

fino al 15 giugno L’incanto dell’affresco, mostra raffinata ma adatta anche al grande pubblico

lo! l e b è il cielo con noi! o scopril Domenica 8 giugno, dalle ore 15 Round Table 11, Club 41: I Bambini in festa manifestazione di beneficenza a favore di A.G.E.O.P.

Martedì 10 giugno, ore 21 Claudio Balella: La Luna e le sue curiosità

Venerdì 13 giugno, ore 18 Il Cielo sopra di noi (attività adatta a bambini a partire da 6 anni)

CULTURA

In alto Paolo Caliari, detto Il Veronese, Putto alato che scavalca una balaustra. Sotto Francesco Raibolini detto il Francia, Due volti maschili

lo dopo la cacciata dei signori. Ritrovato in epoca e luogo imprecisati, non sappiamo a quale ciclo appartenesse, né di chi fosse il ritratto dell'uomo di sinistra, apparentemente un esponente della famiglia o della corte bolognese: sono stati gli studi critici a restituirci almeno l'attribuzione certa all'abile Francesco Francia, il cosiddetto “Raffaello bolognese”. Per ben due volte fu invece salvata la bellissima Madonna della Scala del Correggio che – trovandosi nella parte interna di una delle porte urbiche di Parma – fu staccata a seguito del loro spostamento alla metà del '500. Essendo oggetto di grande devozione per i cittadini, venne distaccata e trasferita in un nuovo oratorio costruito appositamente. Poi, nell'Ottocento si decise l'abbattimento dell'edificio per motivi urbanistici e l'opera venne di nuovo staccata mediante massello approdando finalmente alla Pilotta di Parma, in virtù del suo valore artistico riconosciuto. Nella sezione dedicata alle figure dei maggiori estrattisti del primo Ottocento, sono in mostra i frammenti di affreschi del Veronese che raffigurano due putti alati, oggi a Vicenza, ma un tempo presenti sulle pareti della Villa Soranza presso Castefranco Veneto. Strappati all'inizio dell'Ottocento dal conte Filippo Balbi, le due opere testimoniano il passaggio delle tecniche di distacco da figure legate all'ambito artistico ad altre semplicemente competenti in ambito tecnico, talvolta un po' troppo sperimentali come in questo caso. Contemporaneamente, i due putti dimostrano la dispersione a cui è stato soggetto il patrimonio italiano, ridotto spesso a piccoli frammenti più facili per la vendita sul mercato privato. Nonostante tutto, occorre ammettere che stare a due passi dal Concerto di Nicolò dell'Abate, dipinto in una prospettiva di “sotto in su” alla metà del '500 per il soffitto di un camerino della Rocca di Scandiano è un vero privilegio. Il dipinto ottagonale, che raffigura in trompe-l'oeil esponenti della famiglia Boiardo mentre suonano o ascoltano la musica fu staccato dal signore di Modena e Reggio, Francesco III d'Este, con la scusa di un restauro impellente: in realtà, ciò che gli serviva erano altre opere da vendere, dopo l'alienazione di un altro centinaio di capolavori all'elettore di Sassonia. La mostra dà quindi perfettamente conto della fragilità del nostro patrimonio, esposto alle necessità del tempo e alla volontà degli uomini, ma contribuisce allo stesso tempo a conoscerlo e valorizzarlo, dando con ciò la base più importante al processo della sua tutela. L'incanto dell'affresco - MAR, Via di Roma 13, Ravenna (fino al 15 giugno) - orari: MA-GI 9-18; VE 9-21; SA-DO 9-19; www.mar.ra.it.

Spiaggia Bar Ristorante Pizzeria Divertimento

Venerdì 13 giugno, ore 21 SPECIALE “FESTIVAL DELLE CULTURE”

Gianfranco Tigani Sava: Astronomia e Culture: presentazione di libri in tema di etno-astronomia Sala Conferenze del Planetario, ingresso libero

Info e prenotazioni: Planetario di Ravenna, Viale S. Baldini, 4/a - 48121 Ravenna - tel. 0544.62534 sito: www.racine.ra.it/planet - email: info@arar.it - Si consiglia la prenotazione

e Menù di pesc ciali spe con proposte ali. settiman Punta Marina Terme - viale C.Colombo 34 - tel. 0544.437470 - cell. 347.4670672 www.bagnoperla.it bagno perla


RUBRICHE

CULTURA

RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

23

FULMINI E SAETTE

TUTTA UN’ALTRA MUSICA

di Adriano Zanni - Cronache e visioni dal Deserto rosso - tutti i giorni su www.ravennaedintorni.it

Qualche anniversario che sarebbe meglio ricordare di Luca Manservisi

La terra dei sogni a buon mercato, Lido Adriano (gallery sul sito) VISIBILI E INVISIBILI

Da Balla coi lupi al poliziottesco: tutto Kevin Costner di Francesco Della Torre

Alla ricerca di Kevin. Ossia: l’importanza della figura di Kevin Costner per i quaranta/cinquantenni di oggi. Balla coi lupi (1990), per chi si aggirava attorno alla maggiore età è un film importante, sia inteso come western atipico, sia come completa rottura di scatole, visto che se ne parlava ovunque e continuamente, grazie anche ai 7 Oscar. In realtà quasi tutti avevano già scoperto Costner tre anni prima con Gli intoccabili, mentre per altri era già un piccolo attore di culto grazie a due film che in quegli anni in televisione passavano mensilmente. Fandango (1985) è una splendida metafora sull'addio alla giovinezza e alla spensieratezza da parte di un gruppo di amici, chi alle prese con laurea, chi con il Vietnam. Un film generazionale, leggero, bello e da recuperare. Ne Il grande freddo (1983), Costner riesce nel primato di esserne il protagonista senza farsi vedere mai (a parte un primo piano di un polso tagliato a inizio film): il film parla di una riunione di amici per la morte di uno di loro (Kevin, appunto) e il regista tagliò tutti i flashback, lasciando il protagonista morto un uomo senza volto. Dopo i lupi, l’ascesa con grandi titoli e ottime interpretazioni come Jfk, Un mondo perfetto e anche un discreto Robin Hood. Il declino iniziò con Guardia del corpo, con la povera Whitney Houston, un orribile film di successo al botteghino, e continuò con due famosi flop miliardari di metà anni novanta che coinvolsero Kevin come produttore: Waterworld e il non così brutto

L'uomo del giorno dopo. Dopo i disastri, l'attore pian piano sparisce. Per questo, ritrovarlo dopo tanti anni in un ruolo di protagonista, in un film di un altro enfant prodige degli anni novanta come Luc Besson (che cura tutto tranne la regia), provoca un po' di curiosità. Il film in questione è: 3 Days To Kill (di McG, 2014). Ethan Runner è un veterano della Cia a cui scoprono una malattia che gli lascia solo pochi mesi di vita. L'agente decide di tornare a Parigi a recuperare il rapporto ormai svanito con moglie e figlia ma verrà contattato da un’agente molto femme e molto fatale, che gli chiederà il classico ultimo sforzo, promettendogli una cura sperimentale alla sua malattia. Più che una recensione, una guida: l'approccio a questo film necessita di uno stato mentale preciso e ben impostato. L'intrigo spionistico è banalissimo, la grande gnocca della Cia è un personaggio di pura fantasia, la famiglia del protagonista ha probabilità 100 percento di essere riconquistata, tutto ciò appena elencato troverà un legame e il nemico ci metterà un paio d'ore a morire. Fatte le dovute premesse, ci si può divertire un sacco a guardare questo film, basta prenderlo esattamente come un poliziottesco con Bud Spencer, con il fisico di Terence Hill. Il film è infatti una commedia di puro intrattenimento, troppo sentimentale (ultimi 20 minuti più telefonati di così è impossibile), ma ben girato, con qualche buona scena d'azione (soprattutto quella iniziale) e soprattutto con alcune scene e personaggi assolutamente esilaranti come gli squatter africani e i mediatori, turco e italiano, del nemico. Un divertissement da voto 1 o da voto 8: dipende solo da voi. E c'è pure il riferimento grande amore di Costner: il lupo.

VIENI nel posto giusto

GIOVEDÌ

12

VENERDÌ

13

ore 21,00: Orchestra spettacolo

La Storia di Romagna ore 18,00: MOTO– TRIPPA evento di aggregazione della moto e della trippa ore 21,00: Musica, spettacolo e ballo con l’orchestra

Luca Bergamini

SABATO

Cervia (RA) Via G. di Vittorio, 5 tel: 0544 977144

ORARI: DAL MARTEDÌ AL SABATO 9:30/12:30 - 16:00/19:30 DOMENICA 16:00/19.30

14

ore 21,00: Musica, spettacolo e ballo con l’orchestra

G.Franco Azzalli

Sarà anche vero che vedere i figli crescere fa notare di più il tempo che passa, ma niente ti può far sentire vecchio come questa moda di ripubblicare i dischi in occasione degli anniversari, l’album in tiratura limitata del 10th anniversary, la versione rimasterizzata per il 20th anniversary, eccetera. Ma davvero, per esempio, ha già dieci anni Funeral degli Arcade Fire? E il primo meraviglioso album di Micah P. Hinson? E il sopravvalutato debutto dei Franz Ferdinand, che ci volevano spacciare come la band che avrebbe sconvolto il mondo? Ma in realtà volevo solo segnalarvi che sono passati dieci anni anche dalla pubblicazione di un capolavoro misconosciuto come Bluebarry Boat dei Fiery Furnaces, uno di quei dischi in cui si respira davvero una totale libertà, all’interno di un canovaccio pop. A un primo ascolto potrà apparire lezioso, barocco, presuntuoso, pesante. In realtà è uno dei pochi esperimenti riusciti a mischiare con gusto rock, blues, elettronica, prog, folk, ballate e ditemi voi cos’altro. Sembrava ieri. Sono passati dieci anni, siamo tutti più vecchi e non ci sono più le mezze stagioni. Vi ho mai detto invece che i Built To Spill sono tra i più grandi gruppi del cosiddetto indie (nel senso di alternativo, nel senso di poco commerciale) rock americano? E che Keep It Like a Secret è qualcosa di superbo, con cambi di tempo e trame chitarristiche complesse che sembrano invece così semplici, di quelle che ti fanno suonare una chitarra immaginaria con le mani di fronte a uno specchio? Sono le classiche canzoni che paghereste (di solto funziona così, in effetti) per sentire dal vivo e che infatti sono entrate in un tour celebrativo di quel disco, che ora ha – ta-dan – 15 anni. Dico, 15 anni sono qualcosa di enorme. E a proposito di indie-rock americano, vent’anni fa usciva Bee Thousand, il disco definitivo (loro non lo sapevano ancora, adesso invece hanno pure fatto la versione “direcotor’s cut”) dei Guided By Voices, che sono canzoni rock di appena un paio di minuti, spesso anche meno, mai sopra i 3 e qualcosa, che ti si appiccicano addosso. Disco che tutti almeno una volta nella vita dovrebbero ascoltare per capire cos’è il lo-fi, anche se in effetti dubito ci sia qualcuno che non sa cos’è il lo-fi e che vorrebbe saperlo. Robert Pollard dei GbV ha poi continuato (e continua tuttora) a fare dischi (migliaia di dischi, mi verrebbe da dire), ma la magia è svanita vent’anni fa, o quasi. Volete il disco notturno per antonomasia? Un disco di pop elegante, lento, con una voce profonda che ti fa commuovere mentre sei seduto ad ascoltarla sul tuo divano? Il vostro gruppo da riscoprire allora sono i Blue Nile e il loro secondo disco, Hats, compie oggi 25 anni. Dio mio, 25 anni dopo resta un gran disco, come quando lo scoprii furtivamente andando a sbirciare tra le cassette di mio padre. Chissenefrega, avete ragione, ma era per dire che esistevano le cassette, qualcuno non lo sapesse. A proposito di grandi voci, ecco David Sylvian, prima protagonista della musica pop d’autore con i Japan e oggi, dopo mille collaborazioni prestigiose, interessato anche a esplorare il campo dell’avanguardia. Grande voce, grande talento, 30 anni fa pubblicò forse il suo miglior album, in versione solista, Brilliant Trees: suoni anni ottanta, canzoni ispirate. Trent’anni e non sentirli (si trova a 5 euro anche nei centri commerciali). Mi fermo qui, che poi quelli davvero anzianotti si deprimono.

DOMENICA ore 21,00: Serata di ballo con l’orchestra

15

LUNEDÌ

16

Celso Argnani

ore 21,00: Spettacolo musica e ballo con

La Nuova Romagna Folk

MARTEDÌ ore 21,00: Spettacolo musica e ballo con l’orchestra

17

Grande Evento

MERCOLEDÌ ore 20,00: GARA PODISTICA ore 21,00: Musica e ballo con l’Orchestra

18

Vanessa e Claudio

GIOVEDÌ

19

ore 21,00: Serata insieme con il

Gruppo Ballerini Milleluci

ore 23,30: SUPERTOMBOLISSIMA (sottoscrizione a premi) TOMBOLA EURO 1500,00 DECINA EURO 350,00 CINQUINA EURO 150,00

APERTURA DELLA FESTA ALLE ORE 18.30 Stand Gastronomico con specialità di pesce e carne • Pizzeria • Bar • Pesca e Tombola (sottoscrizione a premi) Libreria Mostra Commerciale/Artigianale • Spazio bimbi • INGRESSO OFFERTA LIBERA


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

24 CINEMACITY Ravenna

Programmazione dei film in sala

The Beatles A Hard Day’s Night di Richard Lester lun., mar. e mer.: p.u. 21.15

IMPIANTI

Un amore senza fine

di Preti Giuseppe

di Shana Feste gio., lun., mar. e mer.: p.u. 21.05; ven.: 20.25-22.40; sab.: 17.45-20.25-22.40; dom.: 18.15-21.05

www.pgimpianti.com

DA GIOVEDÌ 5 A MERCOLEDÌ 11 GIUGNO

Three Days to Kill

OVEDÌ OGNI GI MUSICA LATINA DJ SET CKTAIL E SERE TUTTE LIVO C O N C O 00 APERIT alle 21 € 4. dalle 18

di McG gio., lun., mar. e mer.: p.u. 21.15; ven.: 20.20-22.45; sab.: 17.50-20.20-22.45; dom.: 18.15-21.15

Incompresa di Asia Argento gio., lun., mar. e mer.: p.u. 21.05; ven.: 20.30-22.45; sab.: 17.50-20.30-22.45; dom.: 18.10-21.05

RA - Via A. Meucci 11 (ang. viale Randi) Tel. 0544 404935 - barpepesrl@virgilio.it

Tutta colpa del vulcano di Alexander Coffre gio., lun., mar. e mer.: p.u. 21.05; ven.: 20.35-22.45; sab.: 18-20.35-22.45; dom.: 18-21.05

di Bryan Singer Proiezione in 2D gio., lun., mar. e mer.: p.u. 21; ven.: 20.15-22.55; sab.: 17.35-20.15-22.55; dom.: 18-21

Three Days to Kill

Godzilla

di Asia Argento gio.: p.u. 20.50; ven. e sab.: 20.30-22.40; dom.: 18-20.50

di Gareth Edwards Proiezione in 2D gio.: p.u. 21.10; ven.: 20.15-22.50; sab.: 17.40-20.15-22.50; dom.: 18-21.10

Edge of Tomorrow Senza domani di Doug Liman Proiezione in 3D ven. e sab.: p.u. 22.35; dom.: p.u. 20.45 Proiezione in 2D gio., lun., mar. e mer.: p.u. 21.05; ven.: 20.30-22.50; sab.: 18.10-20.30-22.50; dom.: 18.35-21.05

Grace di Monaco di Olivier Dahan gio., dom., lun. e mer.: p.u. 21.05; ven. e sab.: p.u. 20.20

RISTORANTE & PIZZERIA

di McG gio.: p.u. 20.45; ven. e sab.: 20.30-22.45; dom.: 18-20.45

Incompresa

We are the best! di Lukas Moodysson gio.: p.u. 20.45; ven. e sab.: 20.30-22.35; dom.: 18.05-20.45

Edge of Tomorrow Senza domani di Doug Liman gio.: p.u. 20.50; ven. e sab.: 20.20-22.40; dom.: 18-20.50

Goool! di Juan José Campanella gio.: p.u. 20.45; ven. e sab.: 20.30-22.45; dom.: 18-20.45

Lunedì sera

volo pizza al ta ZZO RE A METÀ P

CUCINA TIPICA ROMAGNOLA APERTO PRANZO E CENA - CHIUSO IL MERCOLEDÌ

Cervia - via Caduti per la Libertà 85 tel. 0544.1692831 ristorante.lafontanina@virgilio.it

Pane e Burlesque di Manuela Tempesta gio., lun., mar. e mer.: p.u. 21.10; ven.: 20.25-22.40; sab.: 18.05-20.25-22.40; dom.: 18.05-21.10

Goool! di Juan José Campanella ven.: p.u. 20.20; sab. e dom.: p.u. 18

Maleficent

ra Sabato se NE ZIO A BABY ANIM o e da asport Pizza ancha a domicilio e consegn

Ghost Movie 2 Questa volta è guerra di Michael Tiddes ven.: p.u. 22.45; sab.: 18-22.45; dom.: p.u. 18

Maps to the Stars

Maleficent di Robert Stromberg gio.: p.u. 21; ven. e sab.: 20.35-22.40; dom.: 18.10-21

X-Men Giorni di un futuro passato di Bryan Singer gio.: p.u. 21; ven. e sab.: 20.10-22.45; dom.: 18.15-21

CINEMA MARIANI Ravenna

di Alexandre Coffre fer.: 20.40-22.40; sab.: 18-20.40-22.40; dom.: 15.50-18-20.40-22.40

CINEMA ITALIA Faenza

Tutta colpa del vulcano di Alexander Coffre gio., ven., sab. e dom.: p.u. 21.15

Edge of Tomorrow Senza domani di Doug Liman Proiezione in 2D fer. (escluso mar.): 20.25-22.40; sab.: 17.50-20.25-22.40; dom.: 15.35-17.50-20.25-22.40

CINEMA SARTI Faenza

We are the best! di Lukas Moodysson

Goool! di Juan José Campanella sab.: p.u. 17.50; dom.: 15.45-17.50

Maleficent di Robert Stromberg Proiezione in 3D fer.: p.u. 21; sab.: p.u. 19.30; dom.: 15.30-19.30 Proiezione in 2D fer.: 20.30-22.40; sab.: 18.20-20.30-21.30-22.40; dom.: 16.15-17.30-18.20-20.30-21.30-22.40

X-Men Giorni di un futuro passato di Bryan Singer Proiezione in 2D fer.: 20.10-22.45; sab.: 17.35-20.10-22.45; dom.: 15-17.35-20.10-22.45

da gio. a mar.: p.u. 21.15

Godzilla di Gareth Edwards Proiezione in 2D fer. (escluso lun. e mar.), sab. e dom.: 20.20-22.40

CINEMA S. ROCCO Lugo Chiusura estiva

CINEMA GULLIVER Alfonsine

The Grand Budapest Hotel

The Grand Budapest Hotel

di Wes Anderson mar.: p.u. 21 (film in lingua originale)

di Wes Anderson ven., sab., dom. e lun.: p.u. 21

La mia classe

Chinatown

Un amore senza fine

ogni venerdì “Ballo Scalza”

e tu

CINEDREAM Faenza

di Robert Stromberg Proiezione in 3D gio., lun., mar. e mer.: p.u. 20.55; ven.: p.u. 20.10; sab.: 18-20.10; dom.: p.u. 18 Proiezione in 2D gio., lun., mar. e mer.: p.u. 21.15; ven.: 20.35-22.50; sab. e dom.: 18.25-20.35-22.50; dom.: 18.25-21.15

di Lukas Moodysson gio., ven. lun. e mar.: p.u. 21; sab.: p.u. 21.15; dom.: 18.30-21

di McG fer.: 20.30-22.45; sab.: 18-20.30-22.45; dom.: 15.45-18-20.30-22.45

X-Men Giorni di un futuro passato

CINEMA ASTORIA Ravenna

The Beatles A Hard Day’s Night

We are the best!

Tutta colpa del vulcano

Le meraviglie

di Daniele Gaglianone gio.: p.u. 21.15

CINEMA JOLLY Ravenna

RAVENNA Via Ugo Bassi, 11 Info 338.2483227 Tel. e Fax 0544.218310 pgimpianti2@libero.it

di Alice Rohrwacher ven. e sab.: 20.30-22.30; dom.: 18.30-21.15; lun., mar. e mer.: p.u. 21.15

di David Cronenberg gio., dom., lun., mar. e mer.: p.u. 21.05; ven.: p.u. 22.45; sab.: 20.25-22.45

di Roman Polanski mar.: p.u. 21

lun. e mar.: p.u. 21

RISCALDAMENTO CONDIZIONAMENTO IDRICO SANITARI . GAS SOLARE TERMICO SOSTITUZIONE CALDAIE RIPARAZIONI

di Shana Feste fer.: 20.20-22.40; sab.: 17.35-20.20-22.40; dom.: 15.20-17.35-20.20-22.40

Three Days to Kill

RISTORANTE

PISCINA

MARINA DI RAVENNA VIALE DELLE NAZIONI 40 tel. 0544 530186 - 347 5313967

di Richard Lester

www.bagnolucciola.it

INFOCINEMA Cinemacity Ravenna, via Secondo Bini 7, tel. 0544 500410 Cinema Mariani Ravenna, via Ponte Marino 19, tel. 0544 215206 Cinema Corso Ravenna, via di Roma 51, www.ravennascreen.it Cinema Jolly Ravenna, via Serra 33, tel. 0544 478052

Cinedream Multiplex Faenza, via Granarolo 155, tel. 0546 646033 Cinema Italia Faenza, via Cavina 9, tel. 0546 21204 Cinema Sarti Faenza, via Scaletta 10, tel. 0546 21358 Cinema Europa Faenza, via S. Antonio 4, tel. 0546 32335

Cinema Teatro Moderno Fusignano, corso Emaldi 32, tel. 0545 954194 Cinema San Rocco Lugo, corso Garibaldi 118, tel. 0545 23220 Sala del Carmine Massa Lombarda, via Rustici 2, tel. 0545 985890 Cinema Gulliver Alfonsine, piazza della Resistenza 2, tel. 377 7081999

Cinema Moderno Castel Bolognese, via Morini 24, tel. 0546 55075 Sala Sarti Cervia, via XX settembre 98/A, tel. 0544 71964 Cinema Jolly Russi, via Cavour 5, tel. 0544 587651


JUNIOR

RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

25

AGENDA VANNO IN SCENA I PUPI CASOLANI AL CINEMA SENIO

INAUGURA LA MOSTRA TATTILE AL MUSEO NATURA DI SANT’ALBERTO

A RUSSI TORNANO I MOTORI E IL TRACTOR PULLING

AMO CHI LEGGE: LIBRI PER LE BIBLIOTECHE DELLE SCUOLE O DELLE CITTÀ

Giovedí 5 giugno alle 21 al Cinema Senio di Casola Valsenio si chiude il progetto regionale Gli Europeenses e l'Opera dei Pupi con lo spettacolo I Pupi Casolani scritto e interpretato dai ragazzi della Seconda A della Suola Secondaria di Primo Grado A, Oriani . Questa produzione é stata realizzata grazie al concorso promosso dall'Ibc “Io amo i beni culturali- CEC-Cradles of European Cultures presentato dal Museo La casa delle Marionette di Ravenna e dall'Istituto Comprensivo " Giovanni Pascoli" di Riolo Terme- scuola media “A Oriani” di Casola Valsenio.

Domenica 8 giugno alle ore 17 presso il Museo NatuRa di Sant’Alberto sarà inaugurata la mostra “Tessere d’Europa”, atto conclusivo dell’ampio e articolato progetto che ha coinvolto il Museo NatuRa e la scuola secondaria di I grado Damiano di Ravenna durante tutto l’anno scolastico. L’esposizione, arricchita da reperti naturalistici della collezione museale, raccoglierà alcune riproduzioni tridimensionali, realizzate dai ragazzi e dai docenti, che entreranno a far parte di un percorso tattile permanente all’interno del Museo.

Per la gioia di grandi e piccini, torna a Russi la seguitissima Festa de Mutor, organizzata dal Pezzolo Pulling Team in collaborazione con il Centro parrocchiale e il Comune di Russi, alla quindicesima edizione. La festa si aprirà venerdì 6 con il motocross e freestyle in notturna nella pista di Stefano Bindi. Sabato 7 sarà la giornata del Fast Pulling con ospiti nell'area spettacoli. L’evento più atteso, ovvero la tappa del Campionato Europeo Pro-stock e Italiano Tractor Pulling si terrà domenica 8 a partire dalle ore 14. La giornata di domenica vedrà anche lo svolgimento della Coppa Italia Gimkana Vespa e de "Il Mucchio Selvaggio.”

Continua nelle librerie la campagna nazionale cui aderisce anche l’Istituzione Classense “Amo chi legge e gli regalo un libro”. Un’occasione per regalare un libro per ragazzi alla biblioteca della scuola o alle biblioteche della città acquistandolo in una delle librerie aderenti (Libreria Dante, Feltrinelli, La Libraffa, Librerie,coopP, Liberamente Libri, La Modernissima) che sono provviste della lista di titoli selezionati per bambini fino a 14 anni. Il Sistema bibliotecario urbano del Comune di Ravenna con le sue biblioteche ragazzi e alcune scuole primarie e secondarie della città hanno aderito già dallo scorso anno.

BENEFICENZA

SPORT

I bimbi di nuovo in festa ai giardini pubblici Sport, pompieropoli, truccabimbi e teatro per aiutare l’Ageop

Un camp per imparare (insieme) rugby e inglese

Domenica 8 Giugno torna per il nono anno nei giardini pubblici della Loggetta Lombardesca (Viale Santi Baldini) a Ravenna la manifestazione “I Bambini in Festa” a partire dalle 15. La manifestazione ha lo scopo di raccogliere fondi, che verranno interamente devoluti all’Associazione Ageop di Bologna, impegnata, da oltre vent'anni, nella lotta contro i tumori e le leucemie nell'infanzia. Il programma della festa è stato pensato come un “paese delle meraviglie” per le famiglie, dove i più piccoli potranno divertirsi in svariati modi: passando, ad esempio, da uno spettacolo di burattini a un giro in pony, da un travestimento col trucca bimbi alle magie del mago Pompieropoli, ma anche sbizzarrirsi in attività sportive come il tiro con l’arco, il baseball, i gonfiabili, l’arrampicata, il tennis, oppure fare un giro sul trenino elettrico, magari insieme ai clown, o sui go kart a pedali. Volendo, si potrà anche conoscere la volta celeste entrando al planetario aperto per l’occasione o partecipare a laboratori didattici. Sarà attivo anche uno stand gastronomico con pasta, pizza, piadina e salsiccia. L’evento sarà interamente organizzato dalla Round Table 11 Ravenna, l’Associazione “Amici della Round Table 11” e il Club 41 di Ravenna, con il patrocinio della Provincia e del Comune di Ravenna.«Nella scorsa edizione – spiegano Emanuele Lupetti, Presidente della Round Table 11 e Massimo Natali Presidente del Club 41 di Ravenna – abbiamo devoluto

La stagione si è conclusa e il Ravenna Rugby Football Club ha organizzato una Festa del Rugby sabato 7 giugno, al campo di via Isonzo 22, a Ravenna. Alle 15 prenderà il via il Torneo I.C. San Biagio, con le scuole Torre e Camerani. Alle 17 saranno consegnate le borse di studio Under 16 e Under 18 e i riconoscimenti Ravenna RFC. Inoltre, dopo alcuni anni di assenza torna il Centro Estivo organizzato dal Ravenna RFC Juniores. Nella struttura di via Isonzo, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 14, dal 9 giugno al 5 luglio, i bambini dagli otto ai quattordici anni svolgeranno attività sportive oltre al rugby: arrampicata sportiva, orienteering, cavallo, bicicletta e beach tennis, che saranno suddivisi nei giorni della settimana. Lo staff sarà composto da istruttori federali certificati e da accompagnatori tesserati Ravenna Rugby aventi come istruttore referente Debora Ballarini (nazionale italiana rugby femminile). Particolarità del camp è la full immersion in lingua inglese nella quale i ragazzi vivranno la settimana dal 23 al 27 giugno. Info 0544 65220 (Chiara) o al 339 7945499 (Mario)

30mila euro ad Ageop che si sono aggiunti agli oltre 150mila raccolti nelle precedenti sette edizioni. Questo rappresenta per noi motivo di grandissima soddisfazione per la grande riuscita dell’evento, il prossimo 8 giugno auspichiamo di ripeterci e perché no, di migliorare i risultati dell’anno precedente». «Queste forme di sostegno – aggiunge Enrico Liverani consigliere di Ageop – consentono sia di incrementare la ricerca sui tumori infantili che l’associazione conduce, che di aiutare le famiglie che per assistere i bambini ammalati degenti del Malpigli devono sostenere vitto e alloggio, nonché fornire loro supporto psicologico».

Tante le attività per i più piccoli che ogni anno portano tantissime famiglie ai giardini pubblici di Ravenna per la manifestazione “I bimbi in festa”

Immerso nel verde, in un’ampia area di campagna sempre ventilata, distante dai rumori e dal pericolo del traffico, riapre il giardino estivo. Un vasto parco giochi per i ragazzi ma anche piano bar, karaoke, concerti di orchestre famose. La pizza cotta nel forno a legna, gli svariati antipasti, la pasta tirata al mattarello, il pesce fritto e alla brace, le succulenti carni alla griglia e per finire i dolci di produzione propria. Il tutto a prezzi molto contenuti

PER PRENOTAZIONI: RISTORANTE PIZZERIA CANTO DEL MARE MADONNA DELL'ALBERO - RA - VIA MATISSE TEL. 0544 271381 - CELL: 347 3703598

Anche nel periodo estivo continuano i FAMILY DAY tutte le domeniche a pranzo menu completo di carne € 10 menu completo di pesce € 13 Augurando a tutti una buona e rilassante estate, vi aspettiamo presto!


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

26

GUSTO

PRODOTTI DI STAGIONE

CARATTERISTICHE SALUTARI

Tutte le virtù degli asparagi Teneri e succulenti, assai duttili a tavola, vanno consumati molto freschi di Giorgia Lagosti Presenti sul mercato da fine marzo fino a tutto giugno, è questo infatti il periodo migliore per la raccolta dei loro germogli, gli asparagi sono i vegetali che per eccellenza fanno primavera! Quelli che si trovano sui banchi del fruttivendolo in tutti gli altri mesi dell’anno sono infatti importati da terre lontane o coltivati in serra. Gli asparagi che consumiamo in cucina, scientificamente chiamati turioni, vanno raccolti appena spuntano dal terreno, quando sono ancora teneri e succulenti: i migliori hanno alla base un diametro maggiore di 8 millimetri e devono essere ben dritti, senza ammaccature o rotture. Evitatene dunque l’acquisto se sono ricurvi. Infine, per essere certi di acquistare asparagi freschi, è necessario far attenzione alle punte che devono essere unite e turgide. Le varietà coltivate presenti sul mercato si distinguono in base al colore. Ci sono quelli bianchi (ad esempio il Bianco d'Olanda, quello del Friuli Venezia Giulia, di Bassano o l'asparago di Cesena), quelli verdi (il Mary Washington californiano, il Verde di Altedo) e quelli violetti, di sapore più rustico (il Napoletano o l'Argenteuil). Gli asparagi però non si trovano solo al mercato: girando per i campi e i boschi, soprattutto nei primi mesi della primavera, infatti, è possibile trovare e raccogliere le varietà spontanee della pianta, come l'asparago di campo, detto anche selvatico: più sottile di quel-

Un ortaggio officinalis: benefico per la circolazione e la diuresi

IN CUCINA BUONI ANCHE CRUDI, MEGLIO COTTI A VAPORE

Gli esemplari più giovani e teneri, se di recentissima raccolta, possono essere consumati crudi, tagliati in sottilissime fettine. Per ciò che riguarda la cottura, invece, è bene lessare gli asparagi in poca acqua, o ancor meglio cuocerli a vapore: ciò ne preserva il patrimonio vitaminico e la consistenza. Circa gli usi, insaporiscono crostini, zuppe, creme, risotti e primi piatti in genere, ma sono anche un ottimo contorno a carni, pesci e uova: appena sgocciolati, si condiscono con un filo di olio, si cospargono di Parmigiano Reggiano e si servono subito. Una ultima nota: essendo facilmente deperibili, gli asparagi vanno consumati entro qualche giorno dall’acquisto e conservati in frigorifero, nell’apposito scomparto verdura, preferibilmente avvolti in un panno umido.

li coltivati, ha un colore verde scuro e un sapore forte, tendente all'amarognolo. Anche l'asparago di bosco è facilmente reperibile in primavera nei boschi italiani, ma non va confuso con quello selvatico. Volendo ora spendere qualche parola in più su quello “regiona-

le”, il Verde di Altedo, non possiamo non soffermarci sui suoi molti pregi: dolcissimo, gustoso, con una polpa soda e croccante e una punta compatta, è fra i migliori asparagi nazionali, anche se è italiano d’adozione visto che è stato portato in Emilia da Nantes, in Francia, nel 1923. La garanzia della sua qualità sta soprattutto nella grande attenzione durante le fasi della raccolta e della conservazione, entrambe rigorosamente codificate nel disciplinare che prevede l’estrazione dal terreno solo nelle ore più fresche della giornata e l’immediata sottoposizione ad un rapido raffreddamento con idrorefrigerazione: ciò consente il rallentamento del metabolismo ed una conseguente salvaguardia delle caratteristiche sia gustative che nutrizionali. La cultivar originale, o “zampa madre”, è la Precoce di Argenteuil mentre le altre ammesse dal disciplinare di produzione sono Eros, Marte, Ringo. Ed è un prodotto talmente identificativo del suo territorio che già da parecchi anni, a metà maggio, nel paese fra Bologna e Ferrara, si tiene la “Sagra dell’asparago”.

L’asparago, solitamente definito Asparagus officinalis proprio per le sue proprietà medicamentose e terapeutiche, ha radici che vengono impiegate in farmacia: coadiuvante della circolazione, contiene anche sostanze utili per tenere sotto controllo la depressione ed evitare sbalzi d'umore. Poi, è indicato per chi soffre di ipertensione arteriosa e, grazie al suo basso apporto calorico, è consigliato per chi è in sovrappeso. Infine, ricco di acido folico, vitamine, sali minerali e fibra, è un ottimo diuretico con azione depurativa. Va detto però che è sconsigliato nei casi di affezioni del ricambio, quali cistiti, calcolosi renali e vescicali, nelle affezioni epatiche e, secondo alcuni autori, nei casi di reumatismi articolari acuti, iperuricemia e gotta, per evitare di aumentare i processi infiammatori in atto.

Le proprietà nutrizionali Per 100 grammi di prodotto • Kcal: 24 • Proteine: 3 gr. • Grassi: 0,1 gr. • Carboidrati: 3 gr. • Vitamine: A, B1, B2, C • Sali minerali: calcio (24 mg. su 100 gr.), ferro (1 mg. su 100 gr.) e fosforo (65 mg. su 100 gr.

Azienda Agricola Testa Lara Vendita diretta carne fresca, stagionati e arrosti

VILLAPRATI DI BAGNACAVALLO (RA) Via Sinistra Canale inf. 171 Nicola 347.2768118 Lara 347.1038344 info@testalara.it www.testalara.it

La nostra azienda si occupa dell’allevamento di maiali. Abbiamo un laboratorio dove trasformiamo la carne derivata dalla macellazione dei nostri animali e la vendiamo nel negozio annesso al laboratorio. Abbiamo carne fresca, salumi stagionati tipici e la possibilità di preparare porchette e arrosti per feste, ritrovi, cene... su prenotazione Siamo anche nel circuito delle fattorie didattiche il negozio è APERTO dal MERCOLEDÌ al SABATO dalle 9.00 alle 12,30 e dalle 15,00 alle 19,00


BRODETTO Via Metelli, 1 - BRISIGHELLA

Tel. 0546.81488

GUSTO

tutti i LUNEDÌ SERA www.ristorante-lagrotta.it a 15 € ristorantelagrotta@hotmail.it con acqua vino Chiuso il mercoledì e caffè compresi

RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

27

NOVITÀ

LO STAPPATO

Apre l’Accademia del gusto con Borghese di Masterchef

Un vermouth che promette bene creato da un alchimista di Fabio Magnani - glistappati@gmail.com

I Vermouth fanno parte della grande famiglia dei vini aromatizzati. L’occasione, qualche giorno fa, alla presentazione dei “piatti primavera” presentati dallo chef Gianluca Gorini presso il ristorante “Le Giare” di Montiano. Il vermouth assaggiato si chiama “Firenze” a crearlo un “alchimista”, Giovanni, naso da profumiere, conosciuto nel settore per l’appellativo di “Baldo”. Le sue sperimentazioni ci conducono a questo vermouth. Il naso è un’esplosione di profumi caldi e sensuali con un sottofondo di verde e agrumi ad arricchire il quadro olfattivo. Tanti i riconoscimenti. Dal sandalo alle rose, dal cedro al pepe, dai fiori alle resine. Il palato ha buona struttura, anche se la chiusura è semplice. Un po’ meno incisiva la parte aromatica rispetto al naso ma ha continuità. È un vermouth da mettere a punto ma che promette bene e che trovate, in quanto si tratta di poche bottiglie prodotte in esclusiva, solo al ristorante “Le Giare”.

COSE BUONE DI CASA

Fiori di zucca, da raccogliere al mattino per poi farcirli di Angela Schiavina - www.angelaschiavina.it

Vi propongo una ricetta semplicissima che sfrutta la disponibilità stagionale dei fiori di zucca per poi cuocerli con un ripieno di ricotta. Ma dobbiamo disporre di fiori freschissimi. La preparazione andrebbe fatta la mattina quando i fiori sono appena raccolti. È materia prima delicata che passando le ore si appassisce e si chiude, e così diventa complicato farcirli e si rischia di romperli. Ingredienti per 6 persone: 12 fiori di zucca freschi, grandi e aperti. Per il ripieno: 500 gr. di ricotta di pecora o di mucca, 100 gr. di parmigiano grattugiato, un uovo intero, sale, pepe, noce moscata, olio extra vergine di oliva. Mescolare tutto insieme. Se vogliamo rispettare la ricetta il ripieno deve essere preparato la sera precedente la farcitura dei fiori. Preparazione: la mattina successiva pulire i fiori tagliando i pistilli e i sepali, mettere il composto in una tasca da pasticcere e riempirli. Chiudere i fiori e adagiarli in una teglia ricoperta con carta da forno, salarli leggermente, irrorarli con un filo di olio e cuocerli una decina di minuti a 180°. Si possono servire, caldi o a temperatura ambiente, accompagnati con una dadolata di pomodoro fresco lasciato marinare qualche ora con olio, erba cipollina fresca, sale e pepe. Se piace si può mettere all'interno di ogni fiore un pezzettino di acciuga sotto sale dopo averla ben dissalata. ALBERGO - RISTORANTE - CANTINA SALA CONVEGNI - ARTI VISIVE

Pubblico numeroso per l’inaugurazione dell’Accademia del Gusto di Ravenna che ha aperto i nuovi Laboratori di Ravenna in via del Pino 102/104 a Ponte Nuovo presso Il Villaggio del Fanciullo. L’Accademia del Gusto, nata da un’idea di Iscom E.R. Ravenna, in collaborazione con Confcommercio Ravenna, ha l’obiettivo di creare un momento di approfondimento specifico per chi, pur avendo esperienza nel settore della ristorazione, vuole migliorare le proprie competenze e aggiornarsi sulle nuove tendenze. Il progetto si rivolge a operatori del settore della ristorazione offrendo un’opportunità ai professionisti che intendono acquisire o migliorare le proprie tecniche, ma non sono escluse iniziative future anche per i semplici appassionati di cucina. A inaugurare i nuovi laboratori lo chef Alessandro Borghese, che è stato letteralmente preso d’assalto, tutti per l’immancabile selfie con lo smartphone. Borghese ha appena terminato il programma Junior MasterChef Italia su Sky che lo ha visto protagonista assieme a Bruno Barbieri e Lidia Bastianich.

AGENDA LA SAGRA DELLA

COZZA CON

POZZETTO A CERVIA

Al via la terza edizione della sagra della cozza a Cervia, con una ventina di ristoranti e osterie e rosticcerie coinvolti che daranno vita ad un vero e proprio circuito gastronomico all’insegna di questo prodotto. Ma numerosi saranno anche gli stand nel centro della città, con incontri e musica dal vivo. Fino all’8 giugno. Giovedì 5 giugno alle 21, nel Piazzale Maffei, davanti alla Torre San Michele, è in programma anche il primo di 14 appuntamenti culturali, settimanali che si svolgeranno fino al 4 settembre. Sarà Graziano Pozzetto, a dare inizio alla rassegna culturale presentando in anteprima in ambito nazionale il suo ultimo libro: La cucina del parco del Delta.

FRAGOLA PROTAGONISTA A SANTO STEFANO Dal 5 all’8 giugno torna a Santo Stefano, nelle vicinanze di Ravenna, anche la sagra della fragola. Oltre a spettacoli e stand con la tradizione romagnola, anche tante preparazioni a base del frutto più amato.

NUOVA GESTIONE

Via IV Novembre, 41 - Ravenna Tel. 0544 219813 - Fax 0544 219814 www.albergocappello.it info@albergocappello.it

DECO INDUSTRIE s.c.p.a. Via Caduti del Lavoro, 2 48012 Bagnacavallo (RA) Tel. 0545 935511 clienti@decoindustrie.it www.decoindustrie.it

(su prenotazione)

• antipasto Caponatina di verdure di stagione • primo Spaghetti alle sarde con capperi, olive, concassè di pomodoro e pan grattato • secondo Parmigiana alla siciliana • dolce Torta allo yogurt di fragole Cena in enoteca

25€ a persona

bevande escluse

Aperto tutti i giorni dalle 11 alle 15 e dalle 18 alle 24 Cucina aperta fino alle 23

Dal 1951 i prodotti Deco accompagnano la vita delle famiglie italiane. Prodotti alimentari e per la cura della casa, ricchi di qualità e valore, concepiti con tecnologia all’avanguardia, capaci di superare rigidi controlli qualitativi e soddisfare i più severi standard internazionali. Crediamo nella sostenibilità dei nostri processi produttivi e dei nostri prodotti, e consideriamo il Lavoro come un capitale da trasmettere alle generazioni future. Per questo i prodotti Deco sono una garanzia per i clienti, per i consumatori e per l’ambiente.

26 maggio CENA MEDITERRANEA terza tappa del nostro viaggio

di Gilberto Romanini e Monica Trombini

Da oltre sessant’anni viviamo con te

Location di grande charm con luminosissimo giardino per mangiare anche all’aperto. Menu raffinato di carne e pesce con proposte romagnole e toscane personalizzate dello chef, accompagnate da un’ampia cantina di vini e birre artigianali. Ogni giorno potete trovare un ricco aperitivo dalle 18 con buffet e degustazione vini.


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

28

SALUTE

BORGO MONTONE

L’hospice compie un anno Assistiti 185 malati terminali

Lo staff completo della struttura in via Fiume Montone Abbandonato

L’hospice di Ravenna, Villa Adalgisa in via Fiume Montone Abbandonato a Borgo Montone, compie un anno. Nata da un protocollo d’intesa tra il Comune di Ravenna, l’Ausl di Ravenna, l’Opera di Santa Teresa del Bambin Gesù, la Cooperativa Sociale Società Dolce e l’Istituto Oncologico Romagnolo, Villa Adalgisa accoglie da dodici mesi i pazienti in fase critica di malattia. Mario Pretolani, consigliere delegato dello Ior, ha ringraziato tutto lo staff per l’incredibile

lavoro svolto e la professionalità dimostrata in questi dodici mesi e ha ricordato come l’Istituto Oncologico Romagnolo, da sempre, è un sostenitore delle realizzazioni degli hospice in Romagna. Infatti, sin dall’inizio, ha assunto il ruolo di motore civico di questa importante iniziativa ed ora è lieto di osservare come questa struttura sia entrata nel cuore dei cittadini ravennati e delle aziende che hanno dimostrato in questi mesi una solidarietà incredibile. La dottoressa Sara Ori, direttri-

ce Sanitaria di Villa Adalgisa, ha elencato i numeri di questo primo anno: «In dodici mesi abbiamo assistito 185 pazienti e i loro famigliari, in un ambiente il più confortevole possibile, la maggior parte di loro presentava patologie oncologiche, nonostante la fase avanzata di queste patologie, siamo riusciti a dimettere 27 pazienti, riuscendo così a garantire un’eccellente assistenza anche al loro domicilio. A distanza di un anno sento dal profondo del cuore, a nome di tutta l'équipe, che, se pur giovane sta lavorando con grande professionalità e maturità, di dire grazie. Un grazie alla città di Ravenna e ai suoi cittadini che ci hanno accolti e sostenuti e che continuano a farlo. Ma soprattutto grazie ad ogni singolo paziente ed ogni singola famiglia che ci hanno tenuto compagnia quest'anno. Grazie per averci dimostrato la dignità anche nella malattia, per averci accolto nelle vostre vite ed insegnato l'amore e la dedizione profusi nell'assistenza ai vostri cari, a tutti loro va il nostro più sentito ringraziamento. Ringrazio personalmente l’equipe che coordino, che è composta da 26 operatori professionisti: 9 Oss, 11 infermieri compresa la case-manager, un coordinatore infermieristico, due psiconcologhe Ior, un fisioterapista Ior, due medici Ior, che ringrazio di cuore per la professionalità dimostrata in questi mesi, ringrazio di cuore anche i dottori Marco e Luigi Montanari per le consulenze e l’appoggio che non è mai mancato. Infine ringrazio in particolar modo i Volontari Ior».

LUGO

Le iniziative di Avis per donazioni di sangue Nell’ambito delle manifestazioni per la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue che ricorre il 14 giugno, anche l’Avis di Lugo lancia un forte messaggio ai cittadini attraverso due iniziative: la Mostra degli elaborati delle scuole della provincia di Ravenna sul tema del dono del sangue e la “Settimana di invito al Dono”. Sabato 7 giugno, alle 9.30, nell’atrio antistante l’ingresso dell’ospedale di Lugo sarà inaugurata la mostra Avis “Io dono, non so a chi, ma so il perché!” (rimarrà allestita fino al 14 giugno) frutto dell'11esimo concorso promosso dall’Avis provinciale per tutte le scuole di ogni ordine e grado, i cui elaborati hanno dato vita al calendario Avis 2014. Nello stesso periodo, e in particolare da lunedì 9 a sabato 14 giugno, si terrà la “Settimana di invito al dono”: in questo modo l’Avis lughese ha voluto rafforzare il messaggio di solidarietà che rivolge da sempre a tutti i cittadini. Tutti i cittadini che intendono donare, quelli già donatori (purché sia trascorso il periodo di legge dall’ultima donazione) e quelli che vogliono avvicinarsi per la prima volta al dono, possono presentarsi al Punto di Raccolta dell’Ospedale da lunedì 9 a sabato 14 giugno dalle 8 alle 11.

Nella struttura lavora uno staff di 26 operatori professionisti

AUTO-TEST PER INTOLLERANZE ALIMENTARI Il 45% della popolazione soffre di intolleranze alimentari* COS’È FOOD DETECTIVE? È il Test più utilizzato in Inghilterra, facile da usare e immediato, misura la risposta dei nostri anticorpi IgG, responsabili di condizioni infiammatorie del corpo, che si manifestano in una serie di problemi di salute come GONFIORE, RITENZIONE IDRICA, PERDITA DI PESO, ecc... Il sistema Food DETECTIVE mediante un piccolo campione di sangue che viene prele-

*Allergy UK

vato da un polpastrello e l'uso di alcune sostanze rivelatrici ci permette di IDENTIFICARE I CIBI A NOI MENO FAVOREVOLI così da poterli eliminare dalla nostra dieta per alcuni giorni. Questo ha 2 importanti benefici: A) eliminare il senso di gonfiore,diminuire la ritenzione idrica e migliorare la nostra digestione; B) eliminare sonnolenza post-prandiale e cefalea e favorire la perdita di peso. Il tutto senza difficoltà o impegno da parte del paziente. Il risultato voluto sarà visibile fin dai primi giorni. Il test è sicuro e semplice da usare, dura 40 minuti e non necessita di attrezzature speciali perchè è tutto incluso nel kit.

Via Paolo Pavirani 32 - Ravenna - Tel. 0544 502216 - obiettivosalute.ra@gmail.com

Via dell’Aida 15 - Ravenna - Tel. 0544 270872


Cerchi casa?

SALUTE • BENESSERE

DA PAGINA 31

RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

29

GIARDINI PUBBLICI

L’ESTETISTA RISPONDE

IL FARMACISTA RISPONDE

Prevenire e contrastare la cellulite

Il sole fa bene con la giusta protezione

a cura di Rita Fabbri

a cura di Fabio Francesconi

La cellulite è uno dei problemi più odiati quanto diffusi nel genere femminile. Ed è proprio in estate che questo inestetismo preoccupa maggiormente con l’avvicinarsi della temuta prova costume. Non c’è età per soffrire dell’effetto buccia d’arancia, in quanto ne sono colpite le ragazze più giovani così come le donne più mature. Molteplici sono le cause, a partire dalla cattiva alimentazione, dalla vita troppo sedentaria, dallo stress, senza trascurare una certa predisposizione genetica. L’ideale è lavorare sulla prevenzione, finché possibile. Per questo, sin dai vent’anni, sono consigliati massaggi che servono per drenare i liquidi a livello di microcircolazione, così come l’utilizzo di prodotti specifici. Quando invece il problema è già conclamato e si è un po’ più avanti negli anni, oltre a usare creme idonee a casa propria – che tengono conto del tipo di cellulite, che può essere edematosa nei casi più lievi, o nodulare nei casi più gravi -, si possono fare trattamenti mirati, quali massaggi per favorire la microcircolazione. Se si affronta l’inestetismo in modo costante, tutto l’anno, si riesce a migliorare o persino a far sparire l’effetto buccia di arancia. A chi invece si rivolge ai medici per sottoporsi a mesoterapia, ossia a iniezioni di liquido nelle gambe, è bene ricordare l’importanza di effettuare – già dal giorno dopo – un massaggio per drenare il liquido che altrimenti ristagnerebbe. Il centro estetico Solidea propone pacchetti mirati per contrastare la cellulite, dopo una consulenza personalizzata.

Quando ci si espone al sole, bisogna trarne il massimo beneficio tenendosi alla larga dai possibili rischi. Raggiungere questo obiettivo è molto semplice: basta utilizzare sempre una crema solare prima di esporsi. È un luogo comune da sfatare quello secondo cui non ci si abbronzi con le creme, è vero il contrario semmai: oltre a proteggere, aiutano a ottenere un’abbronzatura più sana e duratura. Ma quali sono i danni che i raggi ultravioletti possono causare alla nostra pelle? Anzitutto eritemi solari o scottature, che si manifestano con pelle molto arrossata e calda al tatto, e bollicine molto fastidiose. Abbronzarsi in maniera esagerata senza protezione – così come sottoporsi a troppe lampade abbronzanti – provoca inoltre un invecchiamento precoce della pelle. Questo perché i raggi ultravioletti causano la rottura del collagene con conseguente comparsa di rughe anche molto accentuate. Senza contare poi che la pelle apparirà secca e ruvida. Più frequente è anche la comparsa di macchie cutanee, anche a distanza di anni. Ma il rischio più temibile è certamente quello di melanoma della pelle, soprattutto fra le persone con pelle chiara e con molti nei, che devono evitare di esporsi nelle ore più calde, e utilizzare sempre creme con un fattore di protezione molto alto. Da FARMACHL è possibile trovare un vasto assortimento di creme solari a prezzi convenienti, fra cui scegliere quelle più adatte per il proprio tipo di pelle. Chi lo desidera, senza alcun costo aggiuntivo, può richiedere la consegna a domicilio o direttamente al mare nelle zone di Marina di Ravenna e Punta Marina Terme.

IL VALORE DEL TEMPO E DEI GESTI LENTI Dal 10 giugno, negli spazi dello Chalet dei giardini pubblici di Ravenna, il gruppo Akemi (Pamela Sparacino e Sonia Gaetta), con il patrocinio del Comune di Ravenna, darà avvio alle attività de lo "Chalet dei gesti lenti", che si cadenzeranno per tutto il mese di giugno all'interno dei giardini pubblici. «È stato scelto il tema del tempo - spiegano gli organizzatori – in quanto è la cornice intorno a cui si struttura la nostra esistenza. Il tempo è un dato di fatto ma la sensazione di avere troppi impegni, di non riuscire a portare a termine quanto ci viene richiesto, di non avere abbastanza tempo da dedicare a noi o alla nostra famiglia è frutto della nostra percezione soggettiva del tempo, ed è spesso fonte di stress ed insoddisfazione». Verranno proposte per gli adulti: tecniche di rilassamento, la fotografia, e i colori per relazionarsi; per i piccoli: origami, cucito, scrittura creativa e un po' di rilassamento. Il 10 giugno si comincia alle 17.30. Bambini: giochi con i piedi e la riflessiologia plantare. Adulti: fotografare emozioni.

FARMACHL

INFOPROM

L’estate sta arrivando! Il sole e il caldo di questi giorni ha riempito le spiagge: tutti al mare, ma con la pelle ben protetta! Per evitare scottature e prevenire l’invecchiamento della pelle, da FARMACHL ci sono diverse offerte sulle migliori marche di solari e sull’Olio di Argan, prezioso antiossidante per viso, corpo e capelli. Per gli sportivi c’è l’offerta sul magnesio e potassio, per ridurre affaticamento e stanchezza. In caso di infortunio invece è molto consigliata una pomata a base di arnica, efficace per contusioni, ematomi e infiammazioni muscolari. Il caldo facilita la proliferazione dei batteri, è utile proteggersi, in caso di fastidi, con un disinfettante urinario e con i fermenti lattici, anche questi in offerta questo mese! Puoi scoprire tutte le offerte da FarmaCHL, in via Rotta, 65/a, Ravenna.

Rita Fabbri e il suo staff vi aspettano al Centro estetico Solidea via Porto Coriandro 7c - Ravenna apertura dal martedì al giovedì dalle 10 alle 18 (orario continuato), il venerdì e sabato dalle 9 alle 18 (chiuso il lunedì). Info e prenotazioni: tel. 0544 456554 - www.centroesteticosolidea.it

ARIETE

BILANCIA

La serenità è nel cuore, le soddisfazioni economico-professionali incominciano ad arrivare, e voi ritrovate l’ottimismo. Tutto si consolida insomma, anche anatomicamente parlando, ma nel fine settimana non urlate come un allenatore nel pallone se qualcosa vi rallenta. Mediate e fatevi un giro.

Mercurio è dissonante, ma Venere vi accarezza e il Sole è in trigono. Anche se familiari e colleghi potrebbero desiderare di amputarvele con le cesoie, in compenso, l’amore, anche per i singles, inizia a riprendersi dopo un periodo tecno-sfigato, con esuberanze pelviche da standing ovation.

SCORPIONE

TORO

Giovedì e venerdì con l’energia al top, tanto che chi vi conosce vi lascerà tutto lo spazio che volete per sfogarvi, nel senso che se ne andrà in vacanza anticipata. I collaboratori più ingenui, invece, cercheranno di coinvolgervi in nuovi progetti e collaborazioni, rischiando delle proprie parti molli.

Il lavoro arriva o si consolida, ma attenti a non voltare le spalle ai soliti fetenti travestiti da operatore di una Ong in un paese in guerra. Grazie a Venere e Mercurio amici, ottimi i rapporti personali, con risvolti ad alta gradazione fornicatoria, da consumare anche in vacanza se potete.

GEMELLI Giornate delicate giovedì e venerdì: non esagerate con le vostre reazioni nazi-isteriche, perché partner e familiari potrebbero ricoverarvi per la notte nella cuccia del cane in giardino. Sudombelico sufficientemente indaffarato nel fine settimana, a patto di usare la lingua non per battute mordaci.

CONSULENZA DEBITORI BAGNACAVALLO (RA) VIA A.DIAZ, 21 Tel/Fax 0545 62656 Info: 320.8157628

CANCRO Marte è ancora storto, ma con Mercurio e Venere in buona posizione, il lavoro migliora, anche se permane la presenza intorno a voi di persone imparentate con una colonia di zecche. Per qualcuno non è tempo del grande amore della vita, ma si globalizza la vostra fama di suini.

LEONE Tra giovedì e sabato i rapporti interpersonali potrebbero essere piacevoli come un concentrato di batteri fecali. Il vostro fascino cala, la simpatia frana, al pari dei glutei, non nel senso di fortuna. Urge correre ai ripari, anche per non mortificare le richieste del partner. Non pensate solo ai doveri.

VERGINE Grazie a Mercurio e Venere di nuovo amici, avrete modo di realizzate le vostre ambizioni di lavoro. Sarete persino più amabili con i colleghi. A beneficiarne saranno anche gli ormoni, soprattutto se finiranno nelle mani giuste. Solo nel fine settimana potreste ritornare di umore sfigo-rantolante.

Il dott. Fabio Francesconi, farmacista, e il suo staff vi aspettano a FARMACHL via Rotta 65/A, Ravenna tel. 0544 452005, cell. 346 2347362

SAGITTARIO Il lavoro affatica, il vostro modo di fare è da mastino napoletano, l’amore è aereo come il meteorismo intestinale. È vero che non vi piace restare soli, ma in questo modo rischiate di essere legati mani e piedi al palo della luce sotto casa, naturalmente con i fili elettrici prossimi ai genitali.

CAPRICORNO

www.studiborghesi.it

e-mail: luca@studiborghesi.it

COME USCIRE DAL TUNNEL DEI DEBITI NEI CONFRONTI DI:

FINANZIARIE EQUITALIA

BANCHE PRIVATI

I NOSTRI PROFESSIONISTI SANNO COME AIUTARTI

Marte e Giove sono ancora dissonanti, ma grazie al trigono di Venere finalmente guardate la vita con lo spirito ottimista. Di questo vi ringrazierà il partner, che nell’ultimo periodo vi avrebbe scambiato volentieri con una credenza romagnola al mercatino delle pulci. Eccessi zuccherini in arrivo.

ACQUARIO La quadratura di Venere scassa, ma dalla vostra avete i trigono di Marte e del Sole. Anche se gli affari di cuore non saranno idilliaci, almeno non saranno acidi. Andrà meglio nel lavoro: si espande l’autostima e la voglia di farvi valere. Non esagerate, se non volete finire in cronaca nera!

PESCI Mercurio e Venere alleati compenseranno, giovedì, il vostro spirito bellicoso e vi eviteranno di mandare a sud dei lombi chi non vi garba. Datevi una calmata nel fine settimana se non volete perdere la complicità fornicatoria del partner di sempre o di potenziali new entry.


RAVENNA &DINTORNI 5/6 2014

30

INFOCITTÀ

FIDO IN AFFIDO

FARMACIE

ASPPI Notizie

+ APERTURA DIURNA 8.30-19.30

RINO

DAL 5 AL 7 GIUGNO

Rino è un simpatico meticcio di 3 anni, aspetta una persona speciale al canile di Ravenna! Per conoscerlo e adottarlo rivolgersi al canile di Ravenna: tel. 0544 453095.

San Domenico Classe Comunale 3

Se c’è un incidente in condominio …

viale Alberti 59/61 - tel. 0544 401550; via Classense 72 (Classe) - tel. 0544 527410; via Po 18 (Porto Corsini) - tel. 0544 446301.

DALL’8 ALL’11 GIUGNO Dell’Aquila Del Candiano S. Zaccaria

piazza XX settembre 1 - tel. 0544 30173; via Trieste 1 - tel. 0544 422590; via Dismano 587/A (S. Zaccaria) - tel. 0544 554006.

+ APERTURA NOTTURNA 19.30-8 E TUTTI I SABATO, DOMENICA E FESTIVI Comunale 8

ADOTTAMICI

via Fiume Abbandonato 124 - tel. 0544 402514.

+ APERTURA TUTTE LE DOMENICHE 8.30-12.30 / 15.30-19.30 Comunale 3 Comunale 9

SOCRATE Socrate e i suoi fratellini sono bellissimi, sono cuccioli e hanno bisogno di amore e protezione. Nati da poco, di vari colori, tutti da riempire di coccole, aspettano una casa sicura! Per conoscerli e adottarli, chiamate: cell. 333 2070079

via Po 18 (Porto Corsini) - tel. 0544 446301; viale Petrarca 381 (Lido Adriano) - tel. 0544 495434.

+ APERTURA TUTTI I SABATO MATTINA 8.30-12.30 Comunale 1 Comunale 2 Comunale 3 Comunale 4 Comunale 7 Comunale 9 Comunale 10

via Berlinguer 34 - tel. 0544 404210; via Faentina 102 - tel. 0544 460636; via Po 18 (Porto Corsini) - tel. 0544 446301; via Nicolodi 21 - tel. 0544 421112; via Bonifica 6 (Porto Fuori) - tel. 0544 433021; viale Petrarca 381 (Lido Adriano) - tel. 0544 495434; via 56 Martiri 106/E (Ponte Nuovo) - tel. 0544 61088.

QUALITÀ DELL’ARIA IQA dal 26 maggio al 1 giugno 2014 Stazione

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

Rocca Brancaleone Via Caorle Zalamella Agglomerato di Ra.

Legenda IQA Buona

Accettabile

Mediocre

Scadente

Pessima

L’IQA (Indice di qualità dell’aria) rappresenta sinteticamente lo stato complessivo dell’inquinamento atmosferico. Viene calcolato sulla base dei livelli di concentrazione degli inquinanti più critici del nostro territorio: particolato fine (PM10), biossido di azoto ed ozono. In funzione del suo valore si individuano cinque classi di qualità dell’aria. I dati giornalieri di Qualità dell’Aria relativi alla Provincia di Ravenna sono consultabili al sito: http://www.arpa.emr.it/ravenna/. L’andamento giornaliero delle concentrazioni di polveri PM10 in EmiliaRomagna è consultabile al sito: http://www.liberiamolaria.it

A cura del Comitato UISP di Ravenna via G. Rasponi, 5 - RA tel. 0544.219724 - fax 0544.219725 E-mail: ravenna@uisp.it - www.uisp-ra.it

CALCIO A 11 A PUNTA MARINA E CERVIA LE FINALI DEL CAMPIONATO ROMAGNOLO AMATORI Tempo di finali per il campionato di calcio Uisp Amatori Romagnolo. Per la prima volta quest’anno i comitati di Ravenna, Bassa Romagna e Imola Faenza hanno dato vita a un unico campionato di calcio a 11 denominato appunto Campionato Romagnolo amatori. Quattro i gironi coinvolti, venendo incontro alle esigenze di territorialità e di giornate di gioco richieste dalle società. La stagione cominciata a settembre volge ora al suo epilogo. Già disputate le finali di serie C e di Coppa Disciplina vincenti rispettivamente Fc Borgo Rivola e Y.T.F 95 Lugo, adesso è il turno delle finali di Serie B e la finalissima di serie A. La serie B vedrà il suo epilogo giovedì 5 giugno al campo di Punta Marina fra Asd Ulisse & Penelope e Real Fusignano 2009. Per la finale di serie A bisognerà attendere lunedì 9 giugno, ad ospitare la manifestazione sarà la cornice dello stadio dei Pini di Cervia e a contendersi il trofeo saranno Real Dieci Decimi Lugo e Lovers Boccaleone. Per quest’anno poca gloria per le squadre ravennati, da segnalare ASD AZ Football 2003 che ha disputato la semifinale di serie A persa con onore contro la favoritissima Real Lugo e ASD Savarna semifinalista per la serie B. Ultima menzione per AC Lamone distintasi per il comportamento disciplinare e quindi finalista in Coppa Disciplina.

Il Condominio è responsabile per i danni a condòmini o a terzi causate da cose di proprietà comune. Il danneggiato è comunque impegnato a sostenere “l’onere della prova” prima di essere risarcito. Il concetto è stato ribadito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 4277 del 24 febbraio 2014. La sentenza è relativa a quanto accaduto ad un condomino scivolato nell'androne del palazzo a causa, a suo dire, del trattamento con la cera del pavimento. Il risarcimento del danno patito, però, non è arrivato perché la signora non è riuscita a provare tale circostanza. Associazione sindacale La normativa che regola piccoli proprietari la problematica è riconimmobiliari ducibile all’art. 2051 Ravenna V.le Galilei 81/83 tel. 0544 470102 c.c., (Ciascuno è responfax 0544 470075 sabile del danno cagioinfo@asppi.ra.it www.asppi.ra.it nato dalle cose che ha in Faenza Via Cavour, 25 custodia, tel. 0546 25807 faenza@asppi.ra.it salvo che provi il caso Lugo Via Manfredi, 41 fortuito). Nel caso ogtel. 0545 33356 lugo@asppi.ra.it getto della sentenza, è SERVIZI AI SOCI mancata la prova perché - Gestione contratti non è stata confermata di locazione la particolare scivolo- Assistenza legale sità del pavimento trat- Consulenza condominiale - Consulenza tecnica tato con cera o prodotti - Consulenza fiscale per il trattamento dei pa- Affitti e vendite da vimenti. privato a privato Dal 1980 a Ravenna

NUOTO SINCRONIZZATO

CICLOTURISMO

Successi targati Swimfit ai Campionati regionali

Record di partecipanti per la Quadrifoglio Ravennate

Domenica 1° giugno si sono disputati, a Reggio Emilia, i Campionati regionali Uisp di Nuoto sincronizzato. A rappresentare i colori del Comitato di Ravenna la Swimfit, formazione all’esordio in questo tipo di competizione. La squadra, supportata dallo staff tecnico al completo, ha ottenuto uno straordinario successo. Medaglia d’oro, nella categoria esordienti C, dal duo composto da Sara Bardi e Carlotta Grana e gradino più alto del podio per l’altra coppia, categoria esordienti B, composto da Emma Malucelli e Anna Miserocchi. Altre medaglie, color argento, per il singolo di Camilla Gibini e un prestigioso secondo posto di squadra per la categoria esordienti B (Bardi, Gibini, Grana, Malucelli, Miserocchi). Hanno preso parte alla gara anche le atlete Swimfit appartenenti alla categoria ragazze con Rossi Sofia nell’esercizio individuale, Alessandra Asioli con Elena Cavina ed Ester Lazzari con Rosamaria Vardè nell’esercizio a coppie. Buone conferme arrivano anche dagli esercizi a squadre con la formazione composta da Asioli, Cavina, Lazzari, Mercuriali, Rossi, Vardè. Questi risultati confermano, così, l’ottima annata della Swimfit, la neonata società di nuoto sincronizzato di Ravenna che ha esordito per la prima volta in competizioni regionali e nazionali. Una stagione che lascia staff tecnico e dirigenti pienamente soddisfatti e che mette radici ancor più profonde sul territorio per quanto riguarda le attività corsistiche e agonistiche in previsione per il prossimo anno.

Domenica 31 maggio si è disputata la seconda prova del Quadrifoglio ravennate Uisp organizzata dall’Associazione sportiva Osteria. Record assoluto di partecipanti per questa edizione 2014 che ha raggiunto quota 824 iscritti appartenenti a 34 società ciclistiche, tra cui 6 esordienti, provenienti dai comuni di Lugo, Faenza, Forlì e Ravenna. Organizzazione impeccabile a cura dell’ASD Osteria già pronta, alle prime luci del mattino, con il personale addetto alle iscrizioni e il tavolo per le colazioni prima del via. Il sole ha aiutato i ciclisti ad affrontare il percorso programmato che da Osteria portava verso Rocca delle Camminate passando per le salite di Bertinoro e Polenta. In totale 94 Km, la distanza più impegnativa, con tre punti di controllo e ristoro. La salita di Rocca delle Camminate ha rappresentato la “Cima Coppi” della tappa, da qui la lunga discesa riportava gli atleti verso il traguardo di Osteria. In perfetto orario anche le premiazioni che hanno soddisfatto tutte e le società partecipanti. Il trofeo “Morigi” è stato consegnato dalle mani della famiglia, all’AVIS Faenza, formazione con più atleti partecipanti. Al secondo posto i ravennati del Team Sun Bike e terzi per numero di presenze Endas Mameli Monti. Il Quadrifoglio ravennate prosegue il calendario con la terza prova in programma domenica 15 giugno 2014 con la Medio Fondo organizzata dalla CMC con partenza da via Trieste, presso la sede dell’azienda, alle ore 6.30.


SETTIMANALE

31

inserto di Ravenna&Dintorni giovedì 5 giugno 2014

ZONA STADIO In contesto residenziale di fabbricati esclusivamente mono/bifamigliari, villa monofamiliare, di circa mq 300, completamente e recentemente ristrutturata, realizzata su due piani fuori

SERVIZI IMMOBILIARI - di G. Romano

Via Belfiore 1 - BOLOGNA - Tel.

329 8610369

LIDO ADRIANO: In zona centrale, in stabile a pochi passi dalla spiaggia, appartamento primo ed ultimo piano da ristrutturare con progetto approvato ed oneri già pagati, composto da soggiorno con zona cottura, disimpegno, rip, bagno, 2 camere, ampio balcone uso esclusivo. €. 57.000,00 RIF:A1C2874 RAVENNA - S. BIAGIO: In zona comoda a tutti i servizi, in piccola palazzina ristrutturata, appartamento terzo ed ultimo piano, libero su tre lati, in buono stato d’uso, composto da ingresso, soggiorno con ampio balcone, cucina abit. con balcone, disimp. notte, 2 ampie camere, balcone, bagno. Garage e posto auto in cortile. Classe G Ipe 363,71€. 120.000,00 Tratt. RIF:A1C2886 RAVENNA AD.ZE CENTRO: Casa tipica abbinata ai lati da ristrutturare; P.T. ingresso e ripost.; 1°P.: soggiorno con ampia vetrata, cucina, 2 camere, bagno terrazzo di circa 45 mq con ripost.; 2°P.: ampia mansarda suddivisa in tre ambienti. Attualmente l'immobile ha destinazione ufficio. Cl. F Ipe. 76,75 €. 157.000,00 Tratt. RIF:A1C2953 RAVENNA ZONA TEODORICO Splendido appartamento indipendente in quadrifamiliare di recente costruzione, piano terra con giardino fronte/retro di proprietà, composto da: loggia, sala con cucina a vista, disimpegno, 2 camere con affaccio su ampia loggia verandata e giardino, bagno, posto auto. No spese condominiali, completa di arredo, AC, Impianto di allarme, zanzariere. CL. E IPE. 131,26 €. 185.000,00

- info@studiobizantino.it

RAVENNA S. BIAGIO: In piccola palazzina, appartamento 1°P., in buono stato d'uso, composto da ingresso, soggiorno con terrazzo, cucina abit., 3 camere, 2 bagni, garage e posto auto in cortile. Impianti a norma. CL. F. IPE. 195,29 €. 168.000,00 RIF:A1C2813

€. 230.000,00

RAVENNA ZONA CILLA: Porzione di bifamiliare con ampio giardino su tre lati composta da ingresso, soggiorno, pranzo, cucinotto, 3 camere, bagno, balcone, 2 cantine, garage. Da rimodernare. Cl. G. Rif: A1C2947

RAVENNA - PORTO FUORI: In zona residenziale, appartamento in villetta di recente costruzione ottimamente rifinito. Ingresso indipendente con giardino di proprietà, si sviluppa al primo piano e si compone di ampio soggiorno con cucina a vista e terrazzino, disimpegno, camera matrimoniale, camera doppia, bagno, ampio sottotetto. Garage e lavanderia; 2 posti auto di cui uno coperto. Riscaldamento e condizionamento autonomi. Cl. E IPE: 137,26 €. 220.000,00 RIF:A1C2934 RAVENNA - S. MICHELE: Porzione di quadrifamiliare di recente costruzione, ottimamente tenuta, composta da ampio soggiorno, cucina abitabile arredata, taverna con camino, 2 camere, 2 bagni, sottotetto e garage. Giardino. Classe D Ipe 114,24 €. 245.000,00 RIF:A1C2931 RAVENNA CENTRO STORICO: In classica corte interna del centro storico, casetta su due livelli di circa 120 mq. da ristrutturare. Classe G Ipe 384,25 €. 130.000,00 RIF:A1C2900

La visita degli immobili è subordinata alla sottoscrizione del foglio visita.

PER TUTTE LE NOSTRE PROPOSTE VISITA IL SITO WWW.STUDIOBIZANTINO.IT

VIC.ZE ZONA POGGI:

Appartamento indipendente con rifiniture di lusso, completamente sviluppato al piano terra, con bellissimo giardino di circa mq 200 attrezzato con veranda automatizzata: salone, cucina separata, 2 camere da letto, 2 bagni, ripostiglio lavanderia, garage e cantina. Riscaldamento a pavimento. Classe B - ep 49,70 Euro 460.000 tratt. comprensivi di tutto l'arredo

ZONA ALBERTI: Appartamento seminuovo, al secondo piano di piccola palazzina, composto da soggiorno cucinotto con ampio balcone, 2 camere da letto, bagno, garage. Classe E - ep. 136,90 Euro 180.000 tratt

ZONA GALLERY: Appartamento di buona metratura composto da soggiorno, cucina abitabile, 3 camere da letto, bagno, balcone, garage, cantina oltre a mansarda con bagno e terrazzo. Euro 145.000 tratt

CAMERLONA:

PORTO FUORI: Grazioso appartamento in villetta, piano terra, con giardino fronte e retro, recente costruzione: soggiorno ang cottura, 2 letto, bagno, posto auto. certificaz. in corso. Euro 175.000 tratt

SAN BIAGIO:

Appartamento di ampie dimensioni, molto ben tenuto, libero a breve: ampio ingresso, salone, cucina, tinello, 3 camere da letto di cui 2 matrimoniali, 2 balconi, bagno, cantina e garage. Risc. autonomo. Euro 175.000

Delizioso appartamento in villetta, in eccellente posizione; al piano terra giardino con posto auto e possibilità di cantina. Al primo piano soggiorno e angolo cottura con affaccio su ampio terrazzo abitabile, 2 camere da letto, bagno oltre a soppalco. Certificazione in corso. Euro 155.000

PONTE NUOVO: Ultimo piano con travi a vista, appartamento di taglio moderno composto da: grande soggiorno con zona pranzo, bagno, camera daletto, 2 balconi, garage al piano terra. Certificazione in corso Euro 125.000

Viale della Lirica, 61 - 4° Piano . Ravenna tel. 0544.404047 . fax 0544.406721 www.agenziafuturasrl.it . info@agenziafuturasrl.it ZONA GALLERY LATO V. MANGAGNINA € 170.000 Appartamento ristrutturato, in piccola palazzina di sole 6 unità, posto al 1° piano su 3, senza ascensore. Composto da: ingresso, sala con terrazzino abitabile, cucina di 15 mq., 2 letto matrimoniali, bagno finestrato con doccia; ampia cantina; deposito comune per rimessaggio bici e moto; posto auto nel giardino condominiale. Risc. aut. con caldaia a condensazione. Impianti a norma. Zanzariere. Doppi vetri. Predisposizione aria condizionata. Certif. Energ. “F” EP 200,79 Rif. Sito 39 PRONTA CONSEGNA! ZONA VIA VICOLI € 135.000 Delizioso bilocale con spazi confortevoli e ben distribuiti. Composto da ingresso, sala con cucina disimpegnata, terrazzo abitabile, 1 letto matrimoniale, bagno finestrato con doccia, ripostiglio. Ampio garage al primo piano sottostrada. Risc. aut. Predisposizione aria condizionata. Vendesi completamente arredato. Certif. Energ. “E” EP 151,07 Rif. Sito 48 BIS MARINA ROMEA € 250.000 Deliziosa villetta, ottimamente rifinita, facente parte di un contesto di sole tre villette, recentemente costruite. L’immobile si compone di un ampio living, con cucina in nicchia, disimpegnata e frazionabile, giardino piantumato fronte/retro, 2 letto confortevoli, bagno finestrato con doccia e doppio lavello, ripostiglio/lavanderia, balcone, sottotetto pavimentato e riscaldato, posto auto. Vendesi completamente arredata. Risc. aut, impianti a norma, zona tranquilla. Certif. Energ. “D” Ep. 98,50

Rif. sito 19

di Ricci Ivana Ravenna - via Ravegnana, 155 Tel e fax 0544 271653 - cell. 335 8423823 www.assocase.com info@assocase.com LIDO ADRIANO: In bella zona residenziale, villetta cielo terra su 2 livelli con giardino. Al piano terra soggiorno, cucina, bagno. Al primo piano 2 camere da letto, bagno. Grande garage e giardino. Euro 145.000

MARINA ROMEA:

ZONA STADIO:

Deliziosa villetta residenziale, rifinitissima, composta da: ampia cucina, soggiorno, 2 camere da letto, bagno oltre a mansarda suddivisa in camera da letto, bagno e stanze multiuso. Cortile, posto auto. Classe D - ep. 113,69 Euro 260.000

In palazzina a sole 6 unità, in ottima posizione, ampio appartamento al piano primo con ingresso indipendente, composto da: ingresso, soggiorno con camino, cucina abitabile, 2/3 camere da letto di cui una matrimoniale e una doppia, bagno. Garage al piano terra. Da ammodernare. Classe Energetica in corso di definizione. Euro 145.000

VICINANZE ZONA VICOLI: Casa singola composta da 2 unità abitative, in ottimo stato; al piano terra ingresso, soggiorno, cucina, sala da pranzo, lavanderia, 2 camere matrimoniali e 2 bagni, garage; al primo piano cucina, soggiorno, 2 camere da letto, bagno oltre a mansarda composta da 2 stanze con bagno. Euro 430.000 tratt

S.BIAGIO (quart. N.Baldini ) € 155.000 Appartamento di ampie dimensioni , al 2° piano con ascensore, facente parte di un complesso residenziale in ottimo stato di manutenzione. Ingresso; salone con accesso a terrazzo abitabile coperto, cucina abitabile; 2 letto matrim.; due bagni finestrati; ripost.; disimp. notte arredabile; garage. Possibilità di rea-

terra, insistente su lotto di terreno piantumato di oltre 500 mq. La zona padronale è composta da ampia zona giorno con cucina e salone separati, 4 letto, 2 bagni finestrati, spaziosi disimp. zona giorno/notte, con armadi a muro in arredo; a P.T., oltre l’ingresso principale, trovasi una taverna (mq. 33) attrezzata con uso cucina, un vano uso studio (mq. 32), bagno finestrato con doccia, garage doppio; vano uso lavand./stireria, centrale termica. Il recente intervento di ristrutturazione ha creato spazi confortevoli e ottimamente rifiniti che ben si

prestano ad essere abitati anche da 2 nuclei famigliari distinti. Certif. Energ “F” Ep. 208, 54. Rif. sito 44

lizzo vano uso studio/ letto. PRONTA CONSEGNA!! Certif. Energ. “G” EP 320,73 Rif. sito 13

LIDO ADRIANO € 93.000 Bell'appartamento, ristrutturato,

FORNACE ZARATTINI € 190.000 Appartamento nuovo, di ampie dimensioni, posto al 2 piano di 4. Sala con angolo cottura in nicchia, 2 letto matrimoniali, 1 bagno grande fine-

composto da: sala con angolo cottura (arredato), 1 letto matrimoniale, bagno finestrato con doccia, 2 balconi verandati, sottotetto uso studio/letto. Posto auto. Risc. aut. Impianti a norma. Certif. Energ. G Ep. 245,95 Rif. sito 117

strato con doccia, ampio balcone; posto auto scoperto e cantina. Risc. con centrale termica di ultima generazione, a condensazione, con contacalorie. Predisp. aria condizionata. Tapparelle elettrificate. PRONTA CONSEGNA! Certif. Energ. “B” Ep. 47,37 Rif. sito 36

CLASSE € 295.000 Luminoso appartamento, all’ultimo piano di edificio storico completamente ristrutturato con intervento di recupero e restauro conservativo, immerso nel verde dell’ampio parco condominale e ubicato nella zona archeologica di Classe. Ingresso; ampia sala (mq.

36,30) ; cucina abitabile (mq. 11,21) ; 2 letto confortevoli; 2 bagni finestrati con doccia e vasca; terrazzo in falda; ampia cantina finestrata; garage e posto auto di proprietà. Tutto parquet, tetto in legno ventilato, finiture sobrie ed eleganti, aria condiz., videocitofono, risc. aut. , impianti a norma. Certif. Energ. “ F” Ep. 191,29 Rif.sito 111

SAN BIAGIO, VICINANZE CENTRO: Soluzione indipendente ristrutturata, 2° piano ed ultimo: grande ingresso, soggiorno, cucina abit., 2 letto matrim, studio, bagno, balcone oltre al P.T. garage, cantina, vari servizi e giardino. Certificaz. n.d Euro 275.000

SAN BIAGIO VIA CODRONCHI € 265.000 Casa singola, da ristrutturare, su 2 livelli. PT) ingresso, sala, cucina abit., cantina, doppio garage, cortile di 60 mq.; 1 P) 2 letto matrim. (16 mq l'una), bagno finestrato; ampio terrazzo abit. posto al P. ammezzato. Caldaia nuova. Infissi con vetrocamera. Aria condizionata. Zona silenziosa. LIBERA SUBITO! Certif. Energ. “G” Ep. 313,99 Rif. sito 10

ZONA VIA RUBICONE

€ 230.000

In zona tranquilla e silenziosa, appartamento ottimamente ristrutturato, in zona tranquilla e silenziosa, posto al 1 piano su 3, composto da: ingresso, sala con balcone, cucina di 14 mq con ter-

razzo abitabile ( mq. 16 ) , 2 letto (matrim. e doppia), 2 bagni finestrati, armadio a muro nel disimp.notte. Garage e posto auto. Risc. aut. Impianti a norma con certificazioni. Aria condiz. Tv sat. – Certif. Energ. “F” EP 207,67 Rif. Sito 1

PIANGIPANE: Appartamento al primo piano ed ultimo, ristrutturato, di ampia metratura, composto da: ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 3 camere da letto, bagno, balcone, garage. Possibilità di giardino. Euro 135.000

AFFITTI: MARINA DI RAVENNA: Appartamento al terzo ed ultimo piano con ascensore, a due passi dal mare, con bella vista panoramica, composto da: soggiorno, cucinotto, 2camere da letto, bagno ristrutturato, 3 balconi e posto auto. Certifiicazione energetica in corso. Euro 185.000

MADONNA DELL'ALBERO: In ottima posizione, appartamento rifinitissimo al P.T. con ingresso indip. e giardinetto: soggiorno, cucina abit.a vista, ripostiglio, ampio vano lavanderia, camera matrim. con cabina armadio. Posto auto. Pochissime spese condominiali. Classe Energ. in corso di definizione. Euro 130.000

ADIACENZE VIA ROMA:

Appartamento ristrutturato completamente composto da soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, studio, 2 bagni, cantina e garage. Euro 185.000

CENTRO: Ampio appartamento ben arredato, ingresso, salone, cucina abitabile, balcone, 3camere da letto, bagno e cantina. Risc. autonomo. Euro 580

ZONA ALBERTI: Bilocale in ottimo stato, arredato, con ampio balcone. Euro 470

SAN BIAGIO: Ampio appartamento non arredato, in perfetto stato, grande cucina, soggiorno, 3 camere da letto, 2 bagni, balcone, garage, cantina. Euro 580

SAN BARTOLO: Libero da luglio, appartamento ultimo piano arredato, molto carino, sala, angolo cottura, letto, bagno, posto auto. Euro 380

ZONA STADIO: In contesto signorile, appartamento di prestigio, di grande metratura, arredato: salone, cucina abitabile, 4 camere da letto, 2 bagni, terrazzo abitabile, garage e posto auto. Euro 1.200 tratt


SETTIMANALE

32

inserto di Ravenna&Dintorni giovedì 5 giugno 2014

Agenzia Immobiliare

ROMAGNA

AFFITTASI

tonomo e nessuna spesa condominiale. € 720,00

CENTRO STORICO: ATTICO

Appartamento all’attico completamente restaurato, composto da ingresso, soggiorno con terrazzo panoramico, cucina abitabile arredata, disimpegno, letto e bagno. Posto auto al piano terra. € 630,00 RAVENNA/CENTRO: in casa tipica del centro, recente e bel bilocale senza spese condominiali, al primo piano, composto da soggiorno con cucina a vista, bagno. Mansarda con ampia camera da letto, bagno con vasca. Climatizzato, arredato con riscaldamento autonomo. € 470,00 CENTRO STORICO: Appartamento ampio, ristrutturato, al secondo ed ultimo piano in bifamiliare. Ingresso, salone di 40 mq, cucina abitabile, bagno con doccia, bagno con vasca, 3 letto (matrimoniale e due doppie), lavanderia e ripostiglio. P.T. garage e cantina. Risc. au-

RAVENNA CENTRO (VIA P. COSTA): luminoso ufficio al piano rialzato di buone dimensione. Il locale si compone di 3 uffici, un bagno ed un archivio per circa 100 mq. Posto auto interno. € 600/mese CENTRO STORICO: In contesto signorile senza barriere architettoniche. Appartamento al 1° piano con ascensore. Soggiorno, cucina abitabile, camera da letto, bagno. P.T. garage. Arredato. “D” ep. 127,56. € 470,00 SAN BIAGIO, ZONA VIA MAGGIORE:

silenzioso appartamento al quarto ed ultimo piano con ascensore, composto da ingresso, soggiorno con balcone, cucina abitabile con balcone, disimpegno, bagno con doccia, letto matrimoniale e letto doppio. Garage grande al piano terra con possibilità di posto auto. Risc. autonomo. ARREDATO. €600,00 tratt

Via degli Spreti, 71 Ravenna Tel.0544.501515 - Fax 0544.504972 agenziaromagna@libero.it

VENDESI S. BIAGIO/CENTRO:

ampio appartamento in zona tranquilla, servita ed a due passi dal centro. Posto al 4° piano con ascensore senza barriere architettoniche, ingresso, salone di oltre 35 mq con balcone, cucina grande con balcone, disimpegno, 2 bagni, 3 letto, ripostiglio/lavanderia. P.T. garage, cantina e posto auto. € 260.000 tratt ZONA STADIO:

In palazzina di soli 6 appartamenti al primo piano rialzato appartamento composto da ingresso, soggiorno con balcone, cucina abitabile con balcone, disimpegno, 2 letto, bagno e ripostiglio. Al piano terra garage. Risc. autonomo, basse spese condominiali, da ammodernare. “F” ep tot 178,52 € 125.000 tratt.

ZONA VIA VICOLI: appartamento recente ed autonomo in villetta, in zona tranquilla: giardino fronte e retro, soggiorno, cucina abitabile, disimpegno, letto matrimoniale, studio e bagno. P. Int. Garage. Cucina arredata. Clima. “D” ep 129,56. € 190.000 tratt RAVENNA (ZONA RUBICONE), in zona silenziosa, recente appartamento tutto al piano terra con ingresso autonomo e senza spese condominiali. Cortile sul fronte e giardino sul retro, soggiorno, cucina abitabile con uscita su ampio giardino di proprietà, disimpegno, letto matrimoniale, bagno, garage. Senza barriere architettoniche. Poss. di trasformare il garage in seconda matrimoniale. € 160.000 tratt RAVENNA/S. BIAGIO appartamento in zona silenziosa e vicina ai servizi e posto al 2° piano con ascensore. Ingresso, soggiorno con balcone, cucina abitabile con secondo balcone, disimpegno, 2 letto (matrimoniale e doppia), bagno con doccia. Cantina al piano 5°. Posto auto nel cortile. Impianti autonomi ed a norma. € 165.000 tratt

AGENZIA IMMOBILIARE

CENTRO STORICO Appartamento al PT, libero, anni 80: ingresso, soggiorno con angolo cottura, letto,disimpegno, bagno, cantina, posto auto. CL: G € 135.000,00 S. ROCCO Casa abbinata da un lato, anni ‘50 di circa 190 mq su 2 piani, con seminterrato e giardino. CL: G € 235.000 RAVENNA S.ROCCO Casetta da ristrutturare di circa 100 mq su due livelli con giardino Rif. 83B € 130.000 ADIACENZE CENTRO Appartamento su due livelli, ben tenuto, soggiorno, cucinotto, camera, bagno, terrazzo, 2 letto, bagno, garage. Rif 17 A CL E, € 245.000 A 10 KM DA RAVENNA Casa in ottimo stato, su 5000 mq di parco, P.T. ampio soggiorno, cucina abit. 2 stanze, bagno, possibilità di appartamento separato. Ampia zona servizi esterni. Al P1 2 matrimoniali, bagno. Rif. 22b CL E, € 450.000 S. ROCCO casa abbinata, anni ‘80 ben tenuta, ingresso soggiorno, cucina, 3 camere da letto, 4 bagni, studio, solarium, garage, taverna, giardino. CL: F Info in agenzia CENTRO STORICO mansarda ben tenuta, ingresso, soggiorno, cucina, camera matrimoniale, studio, bagno. Rif. 34 - CL: E. € 120.000

“BUONI CASA” €. 20.000 a fondo perduto per giovani coppie, giovani single, nuclei monoparentali e altre categorie sociali sui nostri alloggi in locazione. (Per accedervi occorre prenotare entro il 30 giugno 2014)

Possibilità di acquisto anche con formula “Affitto con Riscatto” (entro 4 anni)

S.PANCRAZIO DI RUSSI - Via Randi

Edificio denominato “Palazzo della Penna”. Ampi spazi, grande luminosità, ottime finiture e utilizzo di moderne tecnologie per il risparmio energetico. Appartamenti (2-3 letto) dotati di posto auto coperto, alloggi al P.T. con ampio giardino privato. Disponibilità di alloggi in proprietà e in locazione a canone agevolato (a partire da € 300,00) In consegna a settembre 2014

RUSSI - VIA SACCO - Villaggio Verde consegna gennaio 2015

Moderna palazzina dotata di appartamenti (1-2-3 letto) con ottime finiture e impianti di nuova tecnologia per elevate prestazioni energetiche. Garage o posto auto. Gli appartamenti al piano terra sono dotati di giardino privato. Possibilità di acquisto “Affitto con Riscatto”

ENTRO IL CORRENTE ANNO SARANNO AVVIATE N. 2 INIZIATIVE SOCIALI A

FAENZA

Zona Via Fornarina e Zona Via Cimabue per la realizzazione di alloggi destinati alla proprietà, alla locazione a termine ed alla locazione in godimento permanente

MAGGIORI INFORMAZIONI PRESSO I NOSTRI UFFICI

Snoopy Casa S.c.r.l. - Via Pirano, n. 26 - RAVENNA - Tel. 0544-423745 * 335-1310058 * info@snoopycasa.it O SUL SITO www.snoopy casa.it

CENTRO STORICO ADIAC. TEATRO Monolocale da ristrutturare. zona tranquilla , cantina,risc aut Rif 3A.CL: G. € 95.000,00 SAN BIAGIO Appartamento libero, ultimo piano, anni 70,: ingresso, soggiorno con angolo cottura, 3 camere da letto, bagno, garage cantina. Rif 28A CL,G € 160.000,00 CENTRO SORICO Casa con ottime finiture aderente ad un lato. PT: ingr., soggiorno, cucinotto, tinello. P1 3 camere matrim.2 bagni. P. seminterrato taverna, lavand., bagno, sgombero, giardino. Rif. 44B CL E, Info in agenzia. ADIAC. GALLERY villa anni ‘60, grandi dimensioni, ingr., ampio soggiorno, cucina abitabile, 3 camere da letto, 2 bagni, al p.t. ampia zona servizi. CL: F. Info in agenzia RAVENNA CENTRO STORICO appartamento di grandi dimensioni da ristrutturare, ingresso, soggiorno, cucina, tre letto, bagno, due balconi, posto auto, cantina. Risc. aut. Rif 4A € 130.000 CENTRO STORICO zona tranquilla, app.to libero, ben tenuto: ingr., soggiorno, cucina abit., camera matrim., camera doppia, bagno, balcone, ripost., garage. Rif. 36 - CL: E. € 245.000 SAN ROCCO in piccola palazzina appartamento ben rifinito su 2 livelli: 1° Liv. Ingresso, ampio soggiorno, ang. cottura bagno, 2° liv. camera matrimoniale, bagno, P.T. cantina. Risc.aut. Rif. 41 A. C.L: F € 165.000

RAVENNA - via IV Novembre 4B tel. 0544 36337/36372

PORTO CORSINI (RA) Via Molo Sanfilippo Elegante palazzina affacciata sul porto-canale, dotata di finiture di pregio e moderne tecnologie per il risparmio energetico, con ampi terrazzi, cantine e posti auto. Appartamenti (1-2 letto) in consegna a giugno 2014. Sono disponibili alcuni locali destinati ad attività commerciale.

LA ROCCA

Via Rocca Brancaleone, 20 - Ravenna Tel. 0544 216156 - Cell. 348 0308088 ag.larocca@libero.it

www.ideacasaravenna.com • casa_idea@libero.it VENDESI NUDA PROPRIETA’ CASA ABBINATA CON DUE APPARTAMENTI, SERVIZI E GIARDINO. Classe F. RICHIESTA 195 000,00 euro RAVENNA - ZONA STADIO Vicino a tutti i servizi (mercato, negozi, giardini pubblici, scuole), si vende appartamento luminoso e affacciato su verde condominiale, composto da ingresso, cucina abitabile, sala da pranzo, salotto (o terza letto), bagno, ripostiglio e due ampie camere da letto. Garage e cantina. Classe F. Info in agenzia RAVENNA CENTRO STORICO VIA ORIANI VENDESI APPARTAMENTO al quarto piano con splendida vista e molto luminoso, composto da: ampio ingresso, sala, cucina abitabile, due camere da letto matrimoniali, stanza ripostiglio/cabina armadio, bagno con finestra e due balconi scoperti e uno verandato. Cantina e deposito biciclette comune. Riscaldamento autonomo e ascensore. Richiesta 145 000,00 euro ZONA COOP FAENTINA VENDESI APPARTAMENTO POSTO AL PRIMO PIANO DI UNA PALAZZINA BEN TENUTA: INGRESSO, SOGGIORNO CON ANGOLO COTTURA, UNA CAMERA MATRIMONIALE, UNA SINGOLA E BAGNO. Balcone e garage. Ottime condizioni. Classe energetica in lavorazione. Richiesta 145 000,00 euro AFFITTASI NEGOZI DI VARIE METRATURE Via Cavour, Via IV Novembre, Via Cairoli e Via Diaz. Info in agenzia

RAVENNA PIAZZA DELLA RESISTENZA Vendesi appartamento al terzo piano di una palazzina di poche unità abitative composto da: ingresso, cucina abitabile con balconcino verandato, sala con terrazzo, disimpegno notte, due ampie camere da letto e bagno. Posto auto in corte condominiale e cantina di proprietà. Richiesta 95 000,00 euro MARINA DI RAVENNA VENDESI APPARTAMENTO IN PALAZZINA DI RECENTE COSTRUZIONE, terzo ed ultimo piano con ascensore, ottima esposizione (est), composto da : ingresso, sala con ang. cottura, ampio balcone, camera da letto matrimoniale e bagno. Posto auto coperto e due cantine. Classe energetica E. Rif. VAM1. Richiesta 125 000,00 euro. RAVENNA ZONA PONTE MOBILE Vendesi casa su due piani, indipendente su quattro lati e con ampio giardino. Grazioso portico, ingresso, cucina, sala da pranzo servizi al piano terra oltre a due camere, studio e bagno al primo piano. Garage di proprietà. Classe energetica G. Rif. VCR9. Richiesta 195 000,00 euro RAVENNA CENTRO Vendesi casa abbinata da un lato, con ingresso indipendente e giardino di proprietà, ristrutturata, composta da: Piano Terra ingresso, cucina con ripostiglio nel sottoscala, sala con armadio a muro e bagno. Primo Piano due camere da letto di cui una con cabina armadio e ampio bagno. Aria condizionata, parquet nelle stanze. Cantina e possibilità di posto auto in cortile. Classe energetica in lavorazione. Info in agenzia BAGNACAVALLO APPARTAMENTO di circa 100 mq al primo piano con ascensore composto da: ingresso, cucina abitabile, soggiorno, tre letto (due matrimoniali e una singola), bagno e balcone. Riscaldamento autonomo. Cantina e garage. Classe energetica G. Richiesta 120 000,00 euro.


SETTIMANALE

33

inserto di Ravenna&Dintorni giovedĂŹ 5 giugno 2014

RAVENNA, ZONA VIA CANALE MOLINETTO

AFFITTI MADONNA DELL’ALBERO (RA), Villa bifamiliare con corte composta da: Piano terra: ingresso, ampio vano di servizio, ripostiglio, cantina, lavanderia-bagno, ampia tavernetta. 1°P.: cucina-pranzo, soggiorno, 3 camere, disimpegno notte, bagno, balcone. Ideale anche per due nuclei familiari. Classe energ. “Gâ€? KWh/m²/anno 249,20 (Rif.: 9209) â‚Ź 280.000,00

VENDITE RAVENNA, CENTRO STORICO

BAGNACAVALLO (RA) Immobile di prestigio con corte privata (poss. accesso a 2 auto). Al P.T. ingresso, cucina abit., sala da pranzo, ampio disimp., bagno, salotto con camino. 1°P.: 2 ampie camere matrim., studio, bagno, ampio disimp. con armadi a muro. Sottotetto con servizio e ripostiglio. Classe “Fâ€? KWh/m²/anno 191,79 (Rif. 9210) â‚Ź 450.000,00 PONTE NUOVO (RA)

Grazioso app.to con ingresso indip., giardino fronte e retro, soggiorno con ang.cottura, 2 camere, bagno, ripostiglio/lavanderia, garage. Classe “Câ€? KWh/mq./anno 89,00 (Rif. A5065) â‚Ź 230.000,00

RAVENNA, CENTRO STORICO VIC. GIARDINI PUBBLICI

In palazzina di recente costruzione, al piano primo con ascensore si vende appartamento ben tenuto: soggiorno con angolo cottura, due letto, bagno, tre balconi. Risc. aut., ascensore. Classe “Fâ€? Kwh/m²/anno 206,50 (Rif: A5046) â‚Ź 165.000,00 (Foto) BORGO MONTONE (RA), Appartamento con ingresso indipendente posto al piano primo con soggiorno, cucinotto, disimpegno notte, 2 camere, bagno, ripostiglio, balcone, giardino. Piano mansardato. Garage, cantina. Classe “Câ€? Kwh/m²/anno 65,00 (Rif: A5070) â‚Ź 270.000,00 RAVENNA, VIC. ISTIT. AGRARIO

Casa singola con magazzino e laboratorio artigianale, ottimamente rifinita: ingr., sala da pranzo, sogg., ampia cucina, antibagno-bagno. 1°P.: 3 letto, bagno. Laboratorio artigianale con magazzino, garage e altro immobile allo stato di grezzo da cui si può ricavare una seconda unitĂ  abitativa (mq. 60). Classe energ. “Gâ€? KWh/mq./anno 230,03 (Rif. 9231) â‚Ź 450.000,00 PONTE NUOVO (RA), In piccolo complesso immobiliare, bilocale ben tenuto al P.T. con porzione di corte assegnata: soggiorno con ang. cottura, camera, bagno. Risc. aut., no spese condominiali. Classe energ.“Dâ€? KWh/mq./anno 98,22 (Rif. 00030) â‚Ź 98.000,00

Villetta ad angolo ottimamente tenuta. P.T.: ampia zona giorno con cucina abit., bagno. 1°P.: 2 camere, bagno. Sottotetto con terrazzo. Ampi servizi al P. semint. Posto auto coperto. Classe “Eâ€? KWh/mq./ anno 160,54 (Rif. 0105) â‚Ź 315.000,00

Ravenna • Via Piave 15 • Tel. 0544/406333 (2 linee)

RAVENNA, CENTRO STORICO Bellissimo appartamentino composto da soggiorno con angolo cottura, disimpegno, bagno camera da letto. Arredato molto bene ed accessoriato, dotato di climatizzazione, no spese condominiali, lavastoviglie, lavatrice, tv, impianto satellitare, pannelli solari. Non è gradita la presenza di animali. Contratto convenzionato con cedolare secca. Classe energetica D, kWh/m2/anno 110,47. Rif. GSC40 ₏. 445,00 Mensili RAVENNA, CENTRO STORICO Ampio monolocale suddiviso con arredi: ingresso, soggiorno con angolo cottura, camera da letto, bagno. Ottimamente rifinito e arredato. risc. aut. , climatizzazione, posto auto. Classe energetica F, kWh/m2/anno 173,49. Rif. L803 ₏. 550,00 Mensili

MARINA ROMEA (RA) Villetta abbinata a poca distanza dalla spiaggia, composta da: ingresso indipendente, cortiletto di pertinenza con posto auto; al primo piano terrazzo verandato abitabile, ingr., soggiorno con camino, cucinotto, bagno e camera da letto; al secondo mansardato (con finestre) due camere e bagno. Arredato ed accessoriato, No contratti turistici, Classe energetica G, kWh/m2/anno 255,02. Rif. NSC78 â‚Ź. 700,00 Mensili

RAVENNA, CENTRO STORICO Affittasi appartamento arredato e accessoriato composto da ingresso, soggiorno, cucina, 2 camere da letto, bagno, balcone. Riscaldamento autonomo, ascensore, climatizzazione. Classe energetica D, kWh/m2/anno 110,69. Rif. L807 â‚Ź. 800,00 Mensili RAVENNA, CENTRO STORICO Attico con splendida vista, elegante e ben arredato, composto da: atrio, soggiorno/pranzo, cucina abitabile, disimpegno notte, camera matrimoniale con guardaroba e ripostiglio, sala da bagno, bagno/lavanderia, camera da letto e ampio terrazzo. Risc. Aut. Clima. Classe energetica G, kWh/m2/anno 235,00. PossibilitĂ  opzione cedolare secca. Rif. 164NSC â‚Ź. 900,00 Mensili RAVENNA, CENTRO STORICO Appartamento arredato posto al primo piano composto da: ingresso, cucinotto arredato, soggiorno, 1 camera da letto, 1 studio, 2 bagni. Classe energetica G, kWh/m2/anno 229,90. Rif. 380 â‚Ź. 650,00 Mensili RAVENNA E ZONE LIMITROFE Appartamenti con due/tre letto, oltre ad uffici, capannoni e superfici commerciali.

LETTO, OLTRE AD UFFICI, CAPANNONI E SUPERFICI COMMERCIALI

Ravenna - Via G. Garatoni, 12 - tel. 0544.35411 - www.grupposavorani.it

POSSIBILITĂ€ DI FINANZIAMENTI PRESSO CREDITO EMILIANO CREDEM SPA, CON MUTUO A TASSO VARIABILE A PARTIRE DAL 2,10%

Francesca Leonzi BORGO SAN BIAGIO (ZONA VIA MARCHE)

App.to al P.T. con giardino pavimentato fronte e retro: soggiornoang. cottura, disimp. notte, 2 camere da letto, 1 bagno. Garage nel P. interrato. Contesto prestigioso, risc. aut., parzialm.arredato (Cucina e armadio), ottime rifiniture. Classe energ.C, kWh/m2/anno 78,34. Rif. NSC011bis â‚Ź. 580,00 Mens.

RAVENNA,VIA DEI POGGI Appartamento in villetta con ingresso indipendente, composto da: ingresso, soggiorno con angolo cottura, due camere da letto, bagno e terrazzo. E' completamente arredato ed accessoriato. Contratto con cedolare secca. Classe energ.F, kWh/m2/anno 192,16. Rif. 168SC â‚Ź. 600,00 Mensili

RAVENNA E ZONE LIMITROFE APPARTAMENTI CON DUE/TRE

AGENZIA IMMOBILIARE

ADIAC. CENTRO STORICO (VIA CANALE MOLINETTO)

RAVENNA CENTRO Appartamento arredato, al piano terra, composto da: soggiorno con angolo cottura, anti bagno e bagno oltre ad area cortilizia in comune con l'appartamento al piano primo. Utenze autonome e no spese condominiali. Classe energetica G, kWh/m2/anno 286,11 (â‚Ź. 400,00 canone concordato). Rif. NSC20 â‚Ź. 450,00 Mensili

ZONA QUESTURA

Consulenza Immobiliare c/o v. Carlo Levi n.62 48121 Ravenna (RA)

   -22- %) 2&00&,- &%)')$"#)*& 13.&0')$)& +/  !  13.&0')$)& 32)*& $-,1&,2)2" +/  %" 14)*3.."0& 13 %3& *)4&**) %&"*& .&0 0&"*)5 5"0& 3,"#)2"5)-,& 3,) - #)'"+)*)"0& ), *&(,â‚Ź   

   

&*)5)-1- +-,-*-$"*& 0)12032230" 2- & $-+.*&2"+&,2& "00&%"2- "* .0)+- .)",- %) .)$$-*" ."*"55)," $-+.-12- %" ),(0&11- -.&, 1."$& $-, ",(-*- $-2230" & .)$ $-*- 1-.."*$- #"(,- 0).-12)(*)- +.)" $",2)," "* .)",- 2&00" & .)$$-*" $-02& $-,%-+),)"*& ),2&0 ," * ,&0( 78    â‚Ź 

&**)11)+" 4)**" ),%).&,%&,2& $-, "+.)- ."0$- $-,   ("0"(& *"4",%&0)" *&(,")" "+.)" 2"4&0 ,"  ."2)- "+.)- ),(0&11- $3$)," 5-," .0",5- 1"*-22- $-, $"+),- 123%)- #"(,- & 1&04)5)-  *&22- +"20)+-,)"*) 123%)- #"(,- & 1&04)5)- "+.)" 2&00"55" -11)#)*)26 %) $0&"0& %3& 3,)26 ), %).&,%&,2) & %) ),$0&+&,2"0& *" 13.&0')$)& 0&1)%&,5)"*& * ,&0( 78    *%+-)!1'+*' '* &$*1'!

cell. 327 1248 718 francesca.leonzi@libero.it   

Accogliente ATTICO molto rifinito di recentissima costruzione: soggiorno, cucina, studio, 2 camere da letto, 2 bagni, splendida terrazza e garage. Riscaldamento autonomo e aria condizionata. Impianti a norma di legge. Classe energetica “Eâ€? ep 168,17. Rif. 595/a â‚Ź 235.000,00 tratt.li

BORGO SAN ROCCO (VIA SCUOLE PUBBLICHE) CASA ABBINATA ad un lato: ingresso, soggiorno, studio, cucina abitabile, 2 camere da letto matrimoniali, 2 bagni, ripostiglio, tavernetta, spazioso garage e grazioso giardinetto. Da rimodernare. Classe energetica "G" ep 457,79. Rif. 503/d â‚Ź 220.000,00 tratt.li

Accogliente CASA SINGOLA in buono stato d’uso, con giardino privato sui quattro lati, in posizione tranquilla: P.T. ingresso, salone, studio, cucina abit., bagno, ripostiglio, taverna, cantina e garage; P.P. 3 camere da letto matrim., bagno, balcone e terrazza. Classe energetica “Gâ€? ep 375,81. Rif. 487/d â‚Ź 390.000,00 tratt.li

CENTRO STORICO (ZONA VIA DI ROMA) Confortevole APPARTAMENTO in ottimo stato d’uso sito all’ultimo piano (3°) con ascensore: ingresso, soggiorno, studio, cucina abitabile, 3 camere da letto, bagno, balcone e cantina. Risc.autonomo e aria condizionata. Impianti a norma di legge. Classe energetica “Eâ€? ep 167,04. Rif. 593/a â‚Ź 235.000,00 tratt.li

Luminoso APPARTAMENTO in buono stato d’uso all’ultimo piano (4°) con ascensore: ingresso, ampio soggiorno, cucina abit., 3 camere da letto, 2 bagni, 2 logge, garage. Risc. autonomo e aria condizionata. Classe energetica “Fâ€? ep 190,02. Rif. 596/a â‚Ź 180.000,00 tratt.li

ZONA BOSCO BARONIO (ADIAC. VIA VICOLI) Spazioso APPARTAMENTO in buono stato d’uso, all’ultimo piano e libero da quattro lati, in palazzina di sole sei unitĂ : ingresso, ampio soggiorno, cucina abitabile, 3 camere da letto (2 matrimoniali), 2 bagni con finestra, 2 balconi, garage doppio (mq. 40) e posto auto. Riscaldamento autonomo. Basse spese di condomino. Posizione tranquilla. Classe energetica “Fâ€? ep 190,67. Rif. 586/a â‚Ź 190.000,00 tratt.li

Via Nullo Baldini 6 (proseguimento via de Gasperi) RA - tel. e fax email: eurocase@fastwebnet.it

0544 33158

)(,-0)*& ".."02"+&,2- "* .0)+.)",- %) "+.)" +&20"230" & ), -2 2)+- 12"2- $-+.-12- %" ),(0&1 1- $3$)," 1"*-,& $"+&0& %" *&22-  +"20)+-,)"*) & %-..)" 123%)- %-..) 1&04)5) 0).-12)(*)-

#"*$-,) +.)- ("0"(& "* .)",2&00" * ,&0( 78    â‚Ź 

  

AFFITTI

 

-,-*-$" *& #&, 0)') ,)2- "* .)" ,- 2&00" $-, ), (0&11- ), %).&,%&, 2& $-02)*& 13* '0-,2& & ()"0%),- 13* 0&20-$-+.-12- %" 1-(()-0,$-, ",(-*- $3$)," "00&%"2- 5- ," ,-22& 1&."0"#)*& #"(,- ) 1$"*%"+&,2- "32-,-+- *"11& ,&0(&2)$" 77     â‚Ź 

.."02"+&,2- "* 1&$-,%- .)",%) #&**" ."*"55)," $-, ()"0%),- ), 5-," 20",/3)**" " %3& ."11) %"* $&,20- 12-0)$- $-, "+.)- ), (0&11- $3$)," "#)2"#)*& 1-(()-0 ,- $-, "+.)- #"*$-,& $"+&0& %" *&22- #"(,- +.)- ("0"(&  .-12- "32- 1$-.&02- "* .)",- 2&0 0" )1$"*%"+&,2- "32-,-+- *)+" * ,&0( 77 

  â‚Ź  

        ,-$11' ! ,!-/'-$ #! â‚Ź  )$*.'('    "'')22"1) 0%%'"'+ %) ,3-4" $-1203 5)-,& ), $-,%-+),)- $&02)')$"2(!..$  !.! (')! $-+.-12%" ),(0&11- 4",- 3,)$- %)4)1)#) *& #"(,- $-, ",2)#"(,- .-02)$",2)12",2& .-11)#)*)26 %) ("0"(& .-12- "32- 3. +/  * ,&0( 77   ",-,& +&,1)*& â‚Ź 

VENITE A TROVARCI IN UFFICIO TUTTI I GIORNI DALLE 10 ALLE 18 E IL SABATO MATTINA SU APPUNTAMENTO


SETTIMANALE inserto di Ravenna&Dintorni giovedì 5 giugno 2014

35

DOVE FINIRÀ?

PER I TUOI

VOLANTINI

NON AFFIDARTI AL CASO RIVOLGITI A www.reclam.ra.it

info: 0544 408312

Servizi di GRAFICA, STAMPA e DISTRIBUZIONE PORTA A PORTA in tutta la Romagna DISTRIBUZIONE MIRATA nelle attività selezionate, in luoghi di forte affluenza di oubblico, negli alberghi, negli stabilimenti balneari dei lidi ravennati DISTRIBUZIONE NEI DISPENSER abbinata a R&D e TROVA CASA PREMIUM



Rd 05 06 14