Page 1

Gioielleria

PROSS IM

A APE RT

Gioielleria

U RA PROSS IM

Dove vendere e acquistare il tuo oro Via Maggiore, 75 - Ravenna

A APE RT

U RA

Pagamento in contanti 1 novembre 2012 n. 509

w w w. r a v e n n a e d i n t o r n i . i t

Via Maggiore, 75 - Ravenna

Redazione tel 0544 271068 redazione@ravennaedintorni.it • Pubblicità tel. 0544 408312 info@reclam.ra.it

MILIONI PER IL PORTO Foto di Adriano Zanni

Partirà dall’approfondimento del canale il rilancio dello scalo Insieme all’E 55 è stato il tormentone di questi anni: approfondire il canale Candiano è essenziale per rilanciare il porto. Lo dicevano tutti e ora che finalmente lo stanziamento statale essenziale, pari a 60 milioni, è certo, tutti ne sono entusiasti. Perché quei 60 milioni sono in grado di mettere in moto un meccanismo che porterà a investimenti molto più ingenti per trasformare lo scalo ravennate in un vero e proprio hub in grado di intercettare mercati più floridi e più pregiati di quelli, peraltro in calo, che oggi transitano per le banchine del San Vitale. E dunque oggi più che mai, sembra irraggiungibile l’obiettivo del comitato di cittadini di Porto Fuori che si oppone al progetto della nuova logistica portuale. SERVIZI ALLE PAGINE 4 E 5

PRIMARIE CENTROSINISTRA

In arrivo in città i big Bersani e Vendola A PAGINA 3 ANTICIPAZIONI

Le stagione di lirica, danza e contemporaneo ALLE PAGINE 11 E 15 CONCERTI

Micah P. Hinson torna al Bronson A PAGINA 14

Via Porto Coriandro 7/D - Ravenna di fronte alla Rocca Brancaleone

Specialità Romagnole e fuori menù di stagione Aperto a pranzo e cena • Sala per prenotazioni aziendali Editore Reclam Aut. Trib. di Ravenna n. 1172 del 17/12/2001 Direttore responsabile: Fausto Piazza Stampa: Galeati Industrie Grafiche Anno X nr. 508. Poste Italiane spa - Sped. in abb. post. D.L. 353/2003 (conv. di legge 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB C.R.P.- C.P.O. RAVENNA. Prezzo€ 0,08 COPIA OMAGGIO


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 1 novembre 2012

Bersani eVendola a Ravenna Il segretario Pd a un pranzo di autofinanziamento alla Campaza

mamas (info: 3491745484 o 3206296451; vendola.ravenna@gmail.com). Inoltre, tutte le prossime domeniche, il comitato, con sede in via Crocetta 11, sarà aperto tutte le domeniche dalle 10 alle 12 e il mercoledì e giovedi pomeriggio dalle 17.30 alle 19.30 per chiunque voglia confrontarsi e attivarsi per la candidatura del presidente della Regione Puglia.

PRIMARIE CENTROSINISTRA/2

Incontri e banchetti per la campagna del segretario Pd I vari comitati ravennati pro Bersani si stanno comunque dando da fare anche per il post visita del segretario. E così lunedì 5 novembre ci sarà un incontro pubblico al circolo pd di Porto Fuori (via Staggi 4) per la formazione del comitato Porto Fuori con Bersani, alle 20.30 con Mauro Dadina, portavoce del comitato comunale, e Secondo Galassi, portavoce del comitato locale. Due gli appuntamenti per mercoledì 7 novembre, il primo alle 18 al Central Cafè di Campiano con Michele De Pascale, portavoce provinciale del comitato per Bersani e Federica degli Esposti segretaria provinciale dei Gd. Il secondo si terrà invece alle 20.30 alla Ca’ Rossa, via delle Industrie 9, a Ravenna, si tratta di una cena di autofinanziamento a cui parteciperanno Mauro Dadina e Antonio Castellani del comitato della III circoscrizione (info: 338 6759675). Nel frattempo, meteo permettendo, continueranno la loro attività i banchetti informativi nelle piazze dei mercati di piazza Sighinolfi e del forese e in piazza Andrea Costa a Ravenna.

3

CENTRODESTRA

PRIMARIE CENTROSINISTRA/1

Pierluigi Bersani sarà anche a Ravenna, perché in questa campagna elettorale tutta interna al partito è meglio non dare nulla per scontato. E così, dopo aver disertato la festa provinciale del Pd (aveva rivolto un saluto ai volontari in occasione dei funerali di Gabrio Maraldi), a cui invece ha preso parte lo sfidante Matteo Renzi, il 4 novembre segretario Pd viene in città nel mezzo della battaglia per le primare del 25 novembre, proprio il giorno in cui a livello nazionale si aprono le iscrizioni per gli elettori che vorranno prendervi parte. L’occasione è un pranzo alla Campaza, location prescelta anche per ragioni di spazio. Il comitato avrebbe preferito un luogo simbolico legato al lavoro, come una mensa ma alla fine nessun locale è apparso sufficientemente capiente per un’iniziativa che non mancherà di richiamare centinaia di persone da tutta la provincia (alle 12.30, pranzo da 25 euro, info e prenotazione: 339 7168115 oppure 335365470). Intanto, anche un altro big della competizione ha promesso la presenza in città, peraltro una prima volta assoluta: Nichi Vendola, sostenuto da Sel. La data è ancora da definirsi ma dovrebbe comunque essere a ridosso del primo turno di elezioni. Intanto, per chi fosse interessato, il comitato organizza un pranzo di autofinanziamento per domenica 11 novembre al

CRONACA& POLITICA

psi e cooperazione NENCINI A UN COVEGNO SU NULLO BALDINI Venerdì 2 novembre alle 16.30 nella sala convegni del PSI “Aurora- Almo Rossi” di via Ghibuzza 12, sarà a Ravenna il Segretario nazionale del PSI Riccardo Nencini per prendere parte a un convegno per ricordare i 150 anni dalla nascita di Nullo Baldini, padre fondatore del movimento cooperativo. Nencini concluderà un convegno cui partecipano Ennio Dirani vice Presidente Fondazione Casa Oriani, Claudio Casadio Presidente della Provincia e Lorenzo Cottignoli Presidente della Federazione delle Cooperative.

Ancarani (Pdl): «Devono dimettersi i vertici regionali»

Il 30enne coordinatore provinciale: «Basta giochi di palazzo Gli elettori sono molto disorientati Serve un ricambio»

Sono settimane, giorni, ore convulse per il Pdl e dalla periferia dell’impero non è semplice capire cosa potrà accadere al partito fondato da Berlusconi. Il disorientamento tra gli elettori è forte anche qua. «Premetto che non sono un indovino», dice Alberto Ancarani, 30enne coordinatore provinciale del partito che contattiamo poco prima di andare in stampa, a pochi minuti dall’ufficializzazione delle regole per le primarie del 16 dicembre. «Anche per noi è difficile sapere e nulla è escluso, nemmeno un eventuale spacchettamento del Pdl per poi dar vita a un’alleanza. Di certo, accogliamo con favore l’idea delle primarie che noi chiediamo a gran voce per tutte le candidature, anche quelle parlamentari se si dovesse votare, come pare ormai certo, con il Porcellum». L’idea di Ancarani, ma anche del suo vice Paolo Savelli, è quella di un rinnovamento profondo del partito le cui scelte devono sempre più venire dal basso e sempre meno dalle stanze chiuse della dirigenza. Per questo Ancarani e Savelli di recente hanno votato contro una proposta del coordinatore regionale del Pdl e del suo vice che chiedeva un venti percento di firme della direzione nazionale per avvallare eventuali candidature alle primarie. «In realtà – spiega Ancarani che non è solito alle perifrasi in politichese e ama andare dritto al punto, forte di un’elezione a un congresso – credo che si dovrebbero dare segnali forti e che, per esempio, tutti i coordinatori regionali dovrebbero dimettersi non essendo stati eletti ma nominati. Non è una questione anagrafica; si tratta piuttosto di abbandonare i giochini di palazzo. La sensazione è che non si sia capito che il castello rischia di crollare». In attesa di capire come e quando anche qui si potrà firmare per le candidature e di far partire la macchina organizzativa per le vere e proprie primarie, chiediamo al coordinatore una previsione sulla formazione di comitati. «Ancora non si conoscono tutte le candidature, se si dovesse presentare il formattatore Alessandro Cattaneo, sindaco di Pavia, personalmente lo voterei per ragioni di coerenza – spiega il giovane coordinatore ravennate. – In caso contrario, credo che sosterrò Alfano, come la maggioranza del partito, anche se ammetto che forse ha un po’ sprecato l’occasione di fare cose importanti dopo l’elezione». Sostenitori, per esempio, della Santanché? «Molto, immagino, dipenderà da cosa farà Berlusconi e da chi sosterrà, più o meno esplicitamente». (fe. an.)


4

CRONACA& ECONOMIA

giovedì 1 novembre 2012 | RAVENNA& DINTORNI

INFRASTRUTTURE In principio erano 70 i milioni attesi dal Governo per il progetto di approfondimento del canale Candiano. Poi lo scorso marzo la decisione del Cipe, il comitato interministeriale per la programmazione economica, di stanziarne invece 60. Uno stanziamento però solo sulla carta, che attendeva di essere ufficializzato da una delibera che – nonostante anche le promesse del ministro Corrado Passera nel corso della sua visita in città di questa estate – ha subìto diversi rinvii, tanto da far sospettare che quei soldi non ci fossero più. Venerdì 26 ottobre – qualche giorno dopo un clamoroso sfogo del presidente dell’Autorità portuale di Ravenna, che aveva

Dai fondali la rinascita del porto? Arriva l’ok per i 60 milioni destinati al progetto dell’hub ravennate

L’approfondimento partirà nel 2014, obiettivo 2016 invece per il nuovo terminal denunciato la presenza in ministero di «burocrati ignoranti» che rallenterebbero i progetti – ecco invece la tanto attesa delibera del Cipe, che ha ritenuto quello di Ravenna un progetto di livello nazionale, scartandone invece altri sempre in attesa di finanziamenti. Il progetto I 60 milioni di provenienza statale si andranno ad aggiungere ai 77 dell’Autorità portuale (50 provenienti da un mutuo e i restanti dalla cessione di asset e da fondi accantonati nel corso degli anni) per raggiungere i circa 140 complessivi previsti – già da anni nei piani dell’ente di via Antico Squero – per la realizzazione della

A sinistra un rendering del nuovo grande terminal container, che dopo i 60 milioni stanziati dal Cipe per il porto è sempre più vicino. Qui sopra la draga Marieke al lavoro per l’approfondimento del canale Candiano: l’operazione presto verrà replicata.

prima parte del progetto dell’hub portuale di Ravenna. Progetto che prevede in primis, appunto, l’approfondimento dei fondali del canale (con il raggiungimento dei -13,50 metri fino a Largo Trattaroli, dei -12,50 fino alla banchina Marcegaglia e dei 11,50 fino alla darsena San Vitale e nel canale Baiona) in modo da accogliere così in futuro navi con pescaggi più elevati e molti più container e far

sviluppare quindi lo scalo ravennate. Legati all’approfondimento dei fondali sono poi gli interventi di consolidamento delle banchine, il potenziamento della rete stradale e ferroviaria a servizio del porto e soprattutto la realizzazione del nuovo terminal container nella penisola Trattaroli. Terminal che triplicherebbe rispetto alla disponibilità attuale, e per il quale complessivamente saranno investiti

70 milioni di euro da Sapir, Contship Italia e Cmc, titolari rispettivamente del 60, 30 e 10 percento della nuova attività. I tempi L’iter prevede ora la stesura del progetto definitivo, da terminare presumibilmente nel giro di pochi mesi ma che dovrà poi passare al vaglio di tutti gli enti preposti, per poi tornare

al Cipe per l’approvazione definitiva che a questo punto dovrebbe rappresentare solo una formalità. I fondi deliberati dal comitato non sono infatti a rischio e possono essere subito impegnati dall’Autorità portuale, che li potrà però spendere solo dopo l’approvazione dello stesso progetto definitivo, quando sarà possibile mettere finalmente a bando i lavori attesi da anni. Il presidente dell’Autorità por-


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 1 novembre 2012

CRONACA& ECONOMIA

LOGISTICA PORTUALE

DOPO I LAVORI

Nonostante la petizione, il progetto dell’Amministrazione va avanti La petizione firmata da quasi duemila persone contro la grande piattaforma logistica di 170 ettari prevista tra il porto San Vitale e Porto Fuori (di cui abbiamo parlato ampiamente negli scorsi due numeri del settimanale) è stata presentata a Palazzo merlato in commissione consiliare. I cittadini presenti (vedi foto, pubblicata sulla pagina Facebook del comitato Vitalaccia Dura) hanno ribadito la loro preoccupazione per la cementificazione dei terreni agricoli e per i fanghi di escavo del Candiano che verranno sparsi nella zona. L’Amministrazione però non arretra di un millimetro e conferma che il progetto andrà avanti, ancor di più oggi che si ha la certezza dei 60 milioni di euro per l’approfondimento del Candiano e quindi si spera in uno sviluppo esponenziale del porto che a quel punto avrà necessità di una vasta area logistica. Del progetto se ne è parlato anche martedì 30 ottobre nel corso di un’animata assemblea pubblica a Porto Fuori. tuale, contattato al telefono, ancora non si sbilancia quindi sui tempi, attendendo maggiori dettagli nel corso di una imminente riunione in ministero, mentre il sindaco Fabrizio Matteucci al Carlino indica nel 2014 l’anno in cui le draghe potrebbero entrare in azione per approfondire il canale Candiano. Lavori che dureranno poi cinque anni, ma che porteranno ai primi risultati già nel 2016. Anno

in cui potrebbe nel frattempo essere pronto il grande terminal container, almeno secondo quanto dichiarato, questa volta al Corriere Romagna, dal presidente di Sapir, Matteo Casadio.

A Marina riapre il molo dello storico Baretto

Lo sviluppo L’importanza del progetto è ben testimoniata dalla marea di reazioni entusiastiche giunte in redazione poco dopo la notizia della delibera da parte di soggetti istituzionali, economici e da esponenti politici di ogni fazione. Dal punto di vista prettamente economico, secondo le stime della Cgil questi 60 milioni potrebbero generare investimenti – tra pubblico e privato – per 400 milioni, mentre l’occupazione – dichiara il responsabile dell’Ufficio studi e ricerche del sindacato, sempre al Corriere – potrebbe crescere del 30 percento. Vale qui la pena ricordare le stime del Censis, secondo il quale la realizzazione delle due fasi del progetto “Hub portuale di Ravenna” – la seconda comporta un ulteriore approfondimento del Candiano fino ai tanto agognati -14,50 metri – produrrebbe 522 milioni di euro direttamente nel settore della logistica portuale e 1.600 milioni a livello di sistema economico nazionale, genererando oltre 7.400 posti di lavoro nel settore della logistica, a fronte di oltre 15.500 unità impiegate in cicli produttivi a monte. Ovviamente si tratta di un orizzonte di lungo periodo, essendo il 2025, secondo i piani delle istituzioni, l’anno in cui si spera di riuscire fino anche a raddoppiare il traffico commerciale del porto, che al momento sconta ancora i pesanti effetti della crisi. Nei primi nove mesi del 2012 – è notizia di pochi giorni fa – il calo è infatit dell’11,5 percento rispetto allo stesso periodo del 2011, che non era certo stato entusiasmante. (lu.ma.)

A Marina rappresentava la classica passeggiata, quella sul canale su cui si affacciava il mitico Baretto. Fino al 2008, quando sono partiti i lavori di ristrutturazione della banchina, che si sono conclusi già da più di un anno. Nonostante questo il molo guardiano di Marina è desolatamente chiuso e abbandonato. Ora però l’attesa pare finalmente essere conclusa. Proprio in questi giorni (la data più certa prima di andare in stampa era già mercoledì 31 ottobre ma non abbiamo ottenuto conferme ufficiali) verrà infatti riaperto al pubblico. A bloccare tutto in questi mesi sono state questioni burocratiche relative al certificato di collaudo che ha tardato ad arrivare. Nel frattempo a pochi passi dal molo – come testimonia la foto del consigliere di Lista per Ravenna Alvaro Ancisi, che sul tema aveva presentato un’interrogazione – vicino alla sede del Ravenna Yacht Club, si è creato un piccolo bacino putrescente pieno d’alghe che emana anche cattivo odore. Un problema – assicurano le istituzioni – che verrà risolto nei prossimi mesi grazie all’installazione di una pompa per il ricircolo dell’acqua. Per quanto riguarda il Baretto di cui sopra, in questi anni i gestori si sono trasferiti prima in un bar sul lungomare, poi, da pochi mesi, in una nuova struttura poco distante dall’ubicazione originale, nella piazzetta-parcheggio di via Thaon de Ravel. In futuro un locale tornerà anche nella sede storica del Baretto, che verrà affidata dall’Autorità portuale – essendo demanio pubblico – tramite una gara di rilevanza pubblica.

ASPPI Notizie

DELEGA TELEFONICA A volte, durante un’assemblea condominiale, può emergere la necessità di avere qualche presenza in più per determinare le maggioranze prescritte per qualche delibera importante e allora si ricorre alla cosiddetta “delega telefonica. Perché questa sia valida, innanzi tutto occorre verificare che il regolamento di condominio dello stabile non imponga particolari modalità per la concessione della delega di partecipazione all’assemblea. In

Amministrazione "condominio autogestito"Chiedi in Asppi le informazioni necessarie mancanza di particolari modalità prevale il principio che il potere di rappresentanza conferito dal condomino ad altro soggetto per partecipare all’assemblea condominiale può essere attribuito anche verbalmente e, quindi, è legittima la concessione della delega per via telefonica laddove sia possibile dare la prova della concessione con tale modalità. Occorre pertanto che la delega giunga attraverso l’apparecchio telefonico o un cellulare e che a certificare la comunicazione della delega siano, oltre al presidente dell’assemblea, anche altre persone. Sarà poi a cura di chi redige il verbale registri l’avvenuto rilascio della delega via telefono e le persone che hanno ricevuto la delega e se questa delega riguardava solo uno o più punti dell’ordine del giorno oppure dava mandato per l’intero programma assembleare.

Associazione sindacale piccoli proprietari immobiliari Ravenna Via R. Serra, 65 tel. 0544 470102 fax 0544 470075 info@asppi.ra.it www.asppi.ra.it Faenza Via Cavour, 25 tel. 0546 25807 faenza@asppi.ra.it Lugo Via Manfredi, 41 tel. 0545 33356 lugo@asppi.ra.it SERVIZI AI SOCI - Gestione contratti di locazione - Assistenza legale - Consulenza condominiale - Consulenza tecnica - Affitti e vendite da privato a privato Dal 1980 a Ravenna

DAR IL PERCORSO DI PARTECIPAZIONE DOPO MILANO VA A VENEZIA

S E N A

L’esperienza del percorso di progettazione partecipata “La Darsena che vorrei” è stata valutata da Milano quale esempio positivo da studiare e prendere a modello. Il Comune meneghino, che ha organizzato un seminario sulla partecipazione civica, finalizzato alla realizzazione della conferenza cittadina del decentramento, ha invitato a parlarne l’assessore al Decentramento e alla partecipazione Valentina Morigi. “La Darsena che vorrei” sarà inoltre presente il 2 e il 3 novembre al Padiglione Italia della Biennale di Venezia con una public art.

5


6

CRONACA& ATTUALITÀ

giovedì 1 novembre 2012 | RAVENNA& DINTORNI

COMMEMORAZIONE DEFUNTI

PODISMO

Atleti, appassionati e ragazzi invadono il centro storico per la maratona

Autobus speciali dalla stazione per il cimitero

È tutto pronto per la quattordicesima edizione della maratona internazionale Ravenna città d'Arte. Il 3 e 4 novembre la città sarà invasa da centinaia di podisti, ma non solo: saranno protagonisti anche le famiglie e i bambini che sabato 3 novembre faranno da apripista con la Family run per le vie del centro storico con i ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori di tutta la provincia che si sfideranno in un percorso di 2 km con partenza e arrivo in piazza del Popolo. Domenica 4 novembre alle 9 ci sarà invece la partenza della maratona e della half marathon dal Pala De Andrè. Sono un migliaio per ora gli iscritti con la forte presenza di podisti stranieri provenienti da Europa, Kenya, Giappone e anche Emirati Arabi. I maratoneti percorreranno i 42 km e 195 metri sfilando prima in direzione mare (Punta Marina e Marina di Ravenna) poi in città attraversando la zona della Darsena, il Mausoleo di Teodorico, fino ad arrivare nel cuore di Ravenna dove fiancheggeranno i monumenti più belli della città bizantina, prima di arrivare sul traguardo posto in Largo Firenze. I partecipanti alla half marathon si sfideranno invece solo lungo la parte di percorso cittadino. Contemporaneamente partirà anche la 10 km non competitiva che prevede partenza e arrivo al Pala De Andrè con un percorso direzione mare e ritorno lungo la via Canale Molinetto, mentre per la prima volta si terrà anche un insolito campionato tra bancari e assicuratori. Infine, non poteva mancare la gara competitiva riservata ai ragazzi fino a 15 anni con l'ultima tappa del Gran Prix Promesse di Romagna. La sfida si disputerà nel centro storico in un circuito sulle distanze di 500, 1000 e 1500 metri a seconda dell'età dei giovani partecipanti. La partenza è prevista alle 9 da via Mariani, l'arrivo sarà in Largo Firenze. Domenica 4 novembre sarà a disposizione un bus navetta gratuito dalle 7.45 alle 16.30 che effettuerà il tragitto Pala De Andrè-Largo Firenze e viceversa per atleti, accompagnatori e spettatori.

In occasione della commemorazione dei defunti, considerato il prevedibile notevole afflusso in alcuni cimiteri del territorio comunale, dal 31 ottobre al 2 novembre saranno in vigore modifiche alla viabilità «per salvaguardare l’accessibilità generale e un sufficiente livello di fluidità della circolazione». Saranno istituiti in particolare divieti di sosta e sensi unici, quindi è consigliabile fare attenzione. A Ravenna si svolgerà poi un servizio speciale di autobus che collegano – in andata e ritorno – la stazione ferroviaria al cimitero, nelle giornate dell’1 e 2 novembre. Le partenze iniziano alle 7.15 e avvengono poi ogni 30 minuti fino alle 16.45. Le partenze dal cimitero iniziano invece alle 7.30 e successivamente ogni 30 minuti fino alle 17. Start Romagna ricorda inoltre che la città è collegata con il cimitero: nella giornata del 1° novembre, tramite le corse della linea festiva n. 18 (ogni 60 minuti, sia in andata che in ritorno) sulla tratta Borgo Montone / Stazione FS / Villaggio S. Giuseppe / Cimitero; nella giornata del 2 novembre, tramite le corse della linea feriale 8 feriale (ogni 30 minuti, sia in andata che in ritorno) sulla tratta Borgo Montone / Cimitero / Enichem. In tale giornata le fermate di riferimento per il Cimitero sono quelle di Via Baiona, presso gli ingressi laterali.

Un weekend tutto di corsa QUALITÀ DELL’ARIA

Un’altra domenica senza le auto Nella giornata di giovedì 1 novembre, Ognissanti, saranno sospesi i provvedimenti antismog e quindi potranno circolare tutti i veicoli senza alcun blocco del traffico. La decisione è stata presa dal sindaco in analogia con la stragrande maggioranza degli altri Comuni capoluogo emiliano romagnoli e in considerazione del fatto che la giornata è festiva ed è quindi prevedibile che i flussi di traffico siano sensibilmente inferiori. Per domenica 4 novembre, prima domenica del mese, è invece confermata la giornata ecologica con limitazioni alla circolazione delle auto in centro storico dalle 9 alle 18, in base all’accordo regionale sulla qualità dell’aria, e in concomitanza con la quattordicesima edizione della maratona internazionale Ravenna Città d’Arte. Dal Comune ricordano infine che venerdì 2 novembre, giornata nella quale si commemorano i defunti, è possibile circolare liberamente per tutte le tipologie di veicoli per agevolare l’accesso ai cimiteri.


8

ECONOMIA&LAVORO

SCUOLA

giovedì 1 novembre 2012 | RAVENNA&DINTORNI

SINDACATI

Il Governo vuole più ore dai prof E parte la rivolta

«Mercato dell’auto in crisi: Ghetti rischia la chiusura. Cento lavoratori in bilico»

Sono già cinque le scuole superiori della provincia in stato di agitazione contro i provvedimenti del Governo che vorrebbe portare da 18 a 24 le ore settimanali di lezione in aula per i docenti. Gli insegnanti dell’istituto professionale Olivetti-Callegari, dell’istituto tecnico commerciale Ginanni, dell’istituto tecnico geometri Morigia e del liceo classico Alighieri hanno scelto di bloccare tutte le attività non obbligatorie: consigli di classe, gite di istruzione, attività di orientamento. Una forma di protesta che nell’immediato non avrà conseguenze sulle attività degli studenti ma se dovesse continuare per mesi, come annunciano le assemblee dei docenti, finirebbe per rallentare la macchina scolastica riducendo anche la qualità dell’offerta didattica. Quest’anno l’autunno caldo della scuola è partito dalle cattedre dei professori prima che dai banchi degli studenti.

Dopo oltre quarant’anni sul mercato dell’auto, la concessionaria Ghetti (Audi, Volkswagen, Seat e Skoda in quattro punti vendita in provincia) rischia la chiusura entro due anni lasciando senza lavoro un centinaio di dipendenti. È l’allarme che lanciano le sigle di categoria dei tre sindacati principali (Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs) per testimoniare le difficoltà che il settore delle quattro ruote sta vivendo anche a Ravenna. Quello di Ghetti è solo un esempio che fotografa i dolori di un’intera fetta dell’economia. «Nella nostra provincia - dicono i tre segretari Antonio Mantovani (Filcams), Fernando Taraborrelli (Fisascat) - sono rappresentati circa venti marchi di auto, con oltre una cinquantina di concessionarie, che occupano attorno ai cinquecento lavoratori. Tutte queste imprese mostrano segnali evidenti di difficoltà ed hanno attuato riduzioni generalizzate di orario di lavoro, ricorso alla cassa integrazione ancorchè licenziamenti di personale». Ad oggi anche la Ghetti ha usufruito della cassa integrazione in deroga per un certo periodo, seguita poi dall'attivazione della cassa integrazione straordinaria per crisi, che cesserà a

Questo buono vale

10€ di ulteriore sconto sull’acquisto di un piumino!

Cgil, Cisl e Uil lanciano l’allarme per la storica azienda attiva da oltre quarant’anni

metà di settembre 2013. Ad agosto 2011, nonostante la concessionaria sia conosciuta a livello nazionale per l'alta qualità del servizio post vendita, assistenza, manutenzioni programmate e per gli elevati volumi di vendita, la casa madre ha assunto una serie di decisioni unilaterali, tali da pregiudicare il proseguo dell’attività di Ghetti. «Il gruppo Volkswagen non può né pensare né permettersi di abbandanare la sua presenza nella nostra provincia ed il sindacato incalzerà la direzione della casa madre in Italia per farle riconsiderare le proprie decisioni. La provincia di Ravenna, colpita ormai da anni da una grave crisi che ha determinato l'utilizzo massiccio della cassa integrazione, la perdita di tanti posti di lavoro e la chiusura di diverse attività, non può permettersi di perdere ulteriori cento posti di lavoro». Il mercato dell’auto in Italia ha raggiunto nel 2012 il punto più basso dagli anni sessanta: «Nei confronti delle imprese concessionarie non viene mostrata alcuna solidarietà da parte delle case madri. I lavoratori sono i primi a pagare le leggi di una economia globalizzata che ha perso ogni spirito di solidarietà a favore del cinico profitto».


RAVENNA&DINTORNI | giovedì 1 novembre 2012

ECONOMIA&TURISMO

9

IL CASO

Ufficio turisti, Novamusa è out Il Comune esclude i romani dal bando. Ma la società farà ricorso Nel testa a testa per mettere le mani sull’appalto pubblico da un milione di euro per chi fornisce il servizio di informazione turistica sul territorio comunale è rimasto un solo concorrente: la commissione giudicatrice ha escluso la società romana Novamusa dopo un esame durato cinque mesi e in gara rimane quindi solo Ravenna Incoming – consorzio nato nel 2002 per la promozione turistica della città riunendo alberghi, agenzie viaggi, tour operator, ristoranti e locali – che ha in mano il servizio dal 2010. Prima dell’assegnazione ufficiale la società concorrente dovrà presentare, come da prassi, la sostenibilità economica del progetto presentato. Ma all’orizzonte c’è già uno strascico giudiziario: Novamusa farà ricorso al tribunale amministrativo regionale per impugnare l’esclusione dal bando. E non è escluso anche un esposto alla procura. Interpellati al telefono i dirigenti di Novamusa si limitano a dire di ritenere infondate le motivazioni dell’esclusione. Nella lotta contro il Comune potranno contare su un alleato ravennate. Il consigliere comunale di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi, promette battaglia: «Le gare con un solo concorrente, e se per caso ce n'è un altro viene lasciato fuori, magari dopo cinque mesi e mezzo dalla partenza della corsa, tipiche di questo Comune, con ribasso d'asta dello zero virgola, non sono gare vere – ammonisce il capogruppo scrivendo nella spazio commenti del nostro sito internet –. Lista per Ravenna è stato l'unico gruppo consiliare a votare contro le modalità con cui questa delibera è stata indetta. Essere profeti inascoltati di sventura non ci consola». Della vicenda infatti avevamo già raccontato sul Ravenna&Dintorni del 27 settembre scorso. La cosa

In ballo la gestione fino al 2017 per un milione di euro

sentata a metà luglio da Ancisi – la giunta comunale e la dirigente del servizio abbiano giustificato la ragione per cui il bando non fosse stato emesso in tempo per rispettare la data di scadenza del contratto in corso, non imprevedibile, essendo conosciuta da anni». A metà settembre arrivò poi la seconda proroga che spostò la scadenza al 31 dicembre. La nuova proroga trimestrale prevede un contributo di 36.200 euro da sottrarre al milione e spiccioli del bando. Si tratta della gestione per i prossimi cinque anni di dieci uffici sul territorio comunale: tre Iat (informazione accoglienza turistica) con apertura annuale in via Salara, nei pressi del mausoleo di Teodorico e a Classe; e sette Uit (ufficio informazione turistica) aperti solo nel periodo estivo a Marina Romea, Porto Corsini, Marina di Ravenna, Punta Marina, Lido di Dante, Lido di Classe e Lido di Savio. Il 22 maggio scorso, in una seduta pubblica, l’apertura delle buste presentate dai due concorrenti: la romana Novamusa che da anni gestisce il bookshop di alcuni monumenti ravennati in mano alla Soprintendenza e il consorzio Ravenna Incoming. In quelle buste i partecipanti dovevano solo dimostrare di avere i requisiti. La commissione - composta, come scriveva ancora Ancisi, dalla stessa Marini nel ruolo di presidente e dai commissari Stefania Canosani e Alessandro Brighi - ha richiesto a Novamusa una integrazione di documenti trasmessi il 30 maggio. Perché le due proroghe motivate nel test della determinazione parlando di «un aggravamento dei tempi dovuto a enti terzi in relazione al completamento di doverosi approfondimenti istruttori»? L’assessore al Turismo Andrea Corsini e il dirigente Maria Grazia Marini, a settembre, non vollero fare commenti facendo riferimento alla procedura ancora in corso. Una linea che Marini sceglie di non cambiare anche dopo l’esclusione di Novamusa: «Ho appena finito di presiedere una seduta pubblica e credo di aver fatto il mio dovere. Non ho altro da aggiungere», le parole rilasciate a Il Resto del Carlino nei giorni scorsi. Andrea Alberizia

In gara è rimasta solo Ravenna Incoming che già aveva il servizio

che più colpisce è la tempistica con cui si è arrivati all’assegnazione. Il 15 maggio scorso una determinazione dirigenziale firmata da Maria Grazia Marini (dirigente comunale del settore Turismo e presiden-

te della commissione) spostò, con una prima proroga, la scadenza prevista per il 31 maggio fino al 30 settembre per effettuare nel frattempo la gara «senza che – si legge in un’interrogazione al sindaco pre-


10

giovedì 1 novembre 2012 | RAVENNA& DINTORNI

COMMENTI& OPINIONI

detti e contraddetti a cura di FAUSTO

PIAZZA

SULLA CARTA DELLA POTENZIALITÀ ARCHEOLOGICA Il Comune di Ravenna non possiede ancora la Carta della potenzialità archeologiche. Questa Carta consente la pianificazione urbanistica della città e del forese esercitando un’efficace tutela e conoscenza del bene archeologico. La Carta delle potenzialità archeologiche è la mappa di quanto resta del nostro passato nel sottosuolo ravennate e consente la gestione e la tutela del bene archeologico condivisa tra la Sovrintendenza per i Beni Archeologici ed il Comune attraverso l’interpolazione di una serie di studi ed informazioni scientifiche, archeologiche, geomorfologiche e storiche disponibili individuando attraverso una classificazione, le aree urbane e extraurbane dove sono presenti i resti del nostro passato. La presenza di una Carta delle potenzialità archeologiche permette alle Soprintendenze di non dover intervenire sempre e solo in situazioni di scavi in emergenza ed alle amministrazioni comunali ed a quanti operano sul territorio, di pianificare e programmare gli interventi edilizi. Il caso della cementificazione dell’area della ex caserma di via Bixio è purtroppo esemplare; l’assenza di informazioni sulla presenza di importanti evidenze archeologiche nel sottosuolo, all’interno del Documento congiunto presentato da Comune e dal Ministero della Difesa, ha determinato la scelta di edificare palazzi e parcheggi al disopra della città romana esistente a fianco di Port’Aurea, nel quadrante dell’oppidum. In tale area del centro storico, rimasta inurbanizzata e destinata ad orti sino al ‘700, sono presenti a pochi metri di profondità del sottosuolo, i resti dei templi e delle domus romane che sorgevano a fianco della strada imperiale, l’attuale via Port’Aurea, che conduceva dal bacino portuale (posizionato nell’attuale area dell’ingresso del vecchio ospedale di via Nigrisoli) al Foro cittadino. Riteniamo improcrastinabile l’elaborazione della Carta delle potenzialità archeologiche da parte del Co-

L’OSSERVATORIO

Le lettere, le opinioni e i commenti a cui si riserva di rispondere il direttore di Ravenna&Dintorni Fausto Piazza, vanno indirizzate alla mail carodirettore@ravennaedintorni.it oppure al fax 0544 271651 o all’indirizzo viale della Lirica 43, 48124 Ravenna.

TUTTO D’UN TRATTO di

GIANLUCA COSTANTINI

condividere l’appello del neonato comitato: uno strumento come quello proposto avrebbe evitato il ritrovamento a “sorpresa” di reperti nel corso di lavori in città che poi sono stati interrotti e sarebbe un modo per poter pensare davvero a una valorizzazione del nostro patrimonio archeologico, seppur consapevoli che il periodo è complicato per investimenti di questo genere in campo culturale. Segnalo che il Movimento 5 Stelle sul tema ha già protocollato una mozione che ora sarà discussa in commissione consiliare.

SUL DILAGARE DELLA SOSTA A PAGAMENTO IN CITTÀ

mune di Ravenna affinché anche la nostra Città possegga un efficace strumento di pianificazione urbanistica, integrante il Piano Regolatore, che definisca e delimiti le aree critiche dal punto di vista della consistenza dei depositi archeologici allo scopo di prescrivere le future urbanizzazioni attraverso maggiori tutele e vincoli tenendo conto della nostra storia e del nostro splendido passato di Capitale dell’impero romano. È indispensabile che la pianificazione territoriale della intera provincia di Ravenna interessi sempre più l’archeologia esistente, come hanno fatto da tempo le province ed i comuni confinanti che hanno inserito la conservazione e la tutela dei beni archeologici nei propri Piani Territoriali di Coordinamento Provinciale (Province di Forlì-Cesena, Ferrara, Rimini) e nei Piani Strutturali comunali (città di Ferrara, Forlì, Faenza,

Lugo, Forlimpopoli, Cesena) non tralasciando il fatto che tali territori sono di competenza di una unica Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici che ha la propria sede a Ravenna. Valorizzare il nostro patrimonio archeologico può costituire, per il nostro territorio, un’opportunità di lavoro per le imprese, una possibilità per il futuro dei nostri giovani, un’esperienza unica per le locali scuole specializzate come la Scuola del Restauro del Mosaico e per il Dipartimento di archeologia dell’Università, una occasione per potenziare l’offerta culturale e turistica della città di Ravenna. Comitato Ave Ravenna Il tema della Carta della potenzialità archeologica lo avevamo sollevato noi l’anno scorso e ci permettiamo di

Spettabile redazione, mi piacerebbe sapere qual è la ragione logica, se esiste, per quanto riguarda l’introduzione della sosta a pagamento nei parcheggi di piazza Resistenza, piazza Moro e circonvallazione Montone abbandonato a partire dal 2013. Sono favorevole alla sosta a pagamento così com’è ora all’interno delle mura del centro storico ma mi domando perchè la sosta a pagamento da gennaio sarà attivata anche ai tre già citati parcheggi al di fuori dalle mura del centro. In piazza della Resistenza il problema era la sosta permanente dei camper, non delle auto; piazza Moro, inoltre è anche il parcheggio a servizio della stazione delle corriere e il parcheggio di circonvallazione Montone Abbandonato evita di intasare la circolazione nelle piccole vie del borgo San Biagio. Infine, la sosta a pagamento dei tre parcheggi sarà un ulteriore deterrente alla passeggiata in centro perchè non è corretto obbligare i cittadini a pagare per fare una passeggiata in centro storico. Marco Beneventi, Ravenna

Forlì e Ravenna, trova le differenze di

MOLDENKE

A Forlì è nato un tavolo interistituzionale su diossine, furani e policlorobifenili (che sono tutti degli inquinanti, in pratica) che ha appena concluso un’indagine a cui hanno partecipato i tecnici di vari enti (Comune, Provincia, Ausl, Arpa, Ordine dei medici) e che riguardava animali di allevamenti rurali in un raggio di cinque chilometri attorno all'inceneritore di Coriano. Sessanta, in tutto, i campioni: 50 su matrici animali e dieci su vegetali. Solo un pollo è risultato conforme e solo 11 campioni di uova su 24 erano a norma. «L’analisi – ha dichiarato il sindaco di Forlì Roberto Balzani su Facebook – descrive il quadro ambientalmente compromesso nel quale viviamo, anche se i meccanismi causali sono plurimi e non facili da determinare in modo univoco (non lo saranno neanche nel caso dell'Ilva, nonostante l'evidenza della tragedia, statene certi)». «È la prima volta – dice ancora – che in EmiliaRomagna un comune capoluogo si mette su questa strada ed è la prima volta che si giunge a un confronto scientifico su una base di dati significativa. Certo, se avessimo ricerche analoghe su altre realtà comparabili, riusciremmo a capire se la nostra è una condizione specifica e in qual misura, eventualmente, essa si discosta dal contesto di sfondo della pianura padana. E allora? Tutto qui, potrebbe dire qualcuno? No. Lavori di questo genere servono a potenziare la sensibilità ambientale, ad esigere controlli continui e, soprattutto, organizzati scientificamente (in modo da renderne leggibile la sequenza). Li continueremo – conferma Balzani –. Poi continueremo la nostra battaglia per la società post-incenerimento, per il riciclo, per limitare l'utilizzo delle auto allo stretto indispensabile. Battaglia durissima contro interessi enormi. Ci sono inoltre persone ancora contrarie a questa impostazione, un po' per comodità e un po' perché non ci pensano: salvo poi indignarsi per Taranto, la sera, di fronte alla tv. Noi vogliamo porre le basi per un'autentica rivoluzione culturale, strettamente collegata al Patto ambientale dei sindaci europei. Se l'opinione pubblica ci sosterrà, ce la faremo. Se no, vinceranno gli inquinatori. Come è successo (quasi sempre, ahimè) fino ad oggi». Ma a Ravenna non erano state trovate (dai grillini) diossine nel latte materno? Hanno fatto qualcosa le istituzioni? Aiutatemi a ricordare...


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 1 novembre 2012

TEATRO ALIGHIERI

La grande opera, il balletto e l’anteprima dei Momix Si sa, per definizione i melomani sono tradizionalisti, e per questo un paio di produzioni più sperimentali delle scorse stagioni dell’Alighieri hanno suscitato i malumori di alcuni, riscuotendo però il risultato (da non sottovalutare) di avvicinare alla lirica anche qualche neofita under 40. Ravenna Manifestazioni ha allora deciso di mantenere un programma prevalentemente tradizionale, ma senza rinunciare ad alcune importanti firme della regia che pongono una particolare attenzione a rendere attuali i grandi classici senza però intaccarne la natura con l’utilizzo di microfoni o tecniche musicali troppo intrusive. Il teatro di tradizione Dante Alighieri torna dunque a ospitare la grande lirica con sette titoli. Ad aprire il sipario, come noto, sarà la trilogia verdiana firmata dalla signora del Festival Cristina Mazzavillani Muti con l’ambizioso progetto che concentra le tre opere della trilogia popolare (Rigoletto, Il Trovatore e La Traviata) in tre giorni consecutivi dal 9 al 18 novembre in tre weekend. A Verdi farà eco Doninzetti, il 12 e 13 gennaio, con Lucia di Lammermoor, una tra le più apprezzate opere serie di Donizetti. conosciuta ai più per il duetto nel finale della prima parte, il vibrante sestetto Chi mi frena in tal momento? e alla celebre scena della pazzia di Lucia, la struggente cabaletta finale “Tu che a Dio spiegasti l'ali “che è considerata una dei più bei pezzi d'opera tenorili mai composti. Ravenna Manifestazioni non rinuncia a grandi firme della regia come Pierluigi Pizzi, apprezzato a Ravenna anche lo scorso anno con il Rinaldo di Handel, che quest’anno porterà il Rossini più noto, quello de L’italiana in Algeri, avventura fiabesca dal fascino esotico, al limite del surreale, e momenti languidi, con l’aggiunta di dimensioni timbriche adeguate a rendere la turquerie di un soggetto allora divenuto di moda, misto a elementi tradizionali come il riconoscimento dei due innamorati, l’astuzia femminile e il tema del Ratto del serraglio. Uno sguardo alla modernità sarà quello di The rape of Lucrezia, la violenta vicenda dello stupro di Lucrezia ripresa dal poemetto shakespeareano e da Tito Livio, riscritto da Andrè Obey e musicato da Benjamin Britten nel 1946, interpretato da un insolito organico strumentale di dodici solisti. Un allestimento realizzato dal Maggio Musicale Fiorentino che ripropone un bellissimo spettacolo di Daniele Abbado realizzato per il Carlo Felice di Genova nel 1999. In primavera la stagione si completerà con il barocco Dido and Aeneas del compositore britannico Henry Purcell, in un allestimento curato e realizzato dal Conservatorio “Maderna” di Cesena. La danza avrà come cuore della rassegna i Momix che proveranno e presenteranno a Ravenna, in anteprima mondiale a febbraio, Alchemy, il loro nuovo attesissimo spettacolo, pri-

mo assaggio del programma del Ravenna Festiva 2013. Intanto, Daniel Ezralow, fra i cofondatori dei Momix, sarà a Ravenna a dicembre con Open, una creazione portata in scena dalla Deconstructions Dance Company che propone una selezione e reinterpretazione delle coreografie che hanno segnato la sua straordinaria carriera.

Una scena dell’allestimento de L’italiana in Algeri

CULTURA

CULTURA& TEATRO

11

LA BUSTINA DI MELPOMENE a cura di MARIA GIOVANNA MAIOLI È un altro poeta a me caro questo a cui dedico la Bustina. Sabato 3 novembre alle ore 18, nella Sala D’Attorre di Casa Melandri, riprendono gli incontri mensili di RavennaPoesia con “Mia mano, fatti piuma. Giorgio Caproni a 100 anni dalla nascita”. Nato a Livorno nel 1912 e scomparso a Roma nel 1990, Caproni resta una delle voci più intense della nostra poesia. I testi, scelti da Galilea Maioli, saranno letti da Francesca Serra e Franco Costantini.

BATTENDO A MACCHINA di Giorgio Caproni

Mia mano, fatti piuma: fatti vela; e leggera muovendoti sulla tastiera, sii cauta. E bada, prima di fermare la rima, che stai scrivendo d’una che fu viva e fu vera. Tu sai che la mia preghiera è schietta, e che l’errore è pronto a stornare il cuore. Sii arguta e attenta: pia. Sii magra e sii poesia se vuoi essere vita. E se non vuoi tradita la sua semplice gloria, sii fine e popolare come fu lei – sii ardita e trepida, tutta storia gentile, senza ambizione. Allora sul Voltone, ventilata in un maggio di barche, se paziente chissà che, con la gente, non prenda aire e coraggio anche tu, al suo passaggio. (da Poesie 1932-1986, Garzanti, Milano 1995)

I

L’Alighieri “riprova” a portare in scena La Bayadère, che lo scorso anno era in cartellone ma saltò a causa dell’annullamento della tournèe. Il balletto classico della tradizione russa sarà interpretato dalla St.Petersburg Ballet Theatre, una delle più note scuole dopo la moscovita Bolshoi e poche altre. La memoria del coreografo e ballerino afroamericano Alvin Ailey, scomparso nel 1989, è la compagnia Ailey II, che mantiene in vita il repertorio coreografico in cui Ailey si ispirava ai dipinti di Paul Klee, poesie di Garcia Lorca, musiche di Duke Ellington traducendoli in movimento. Il guppo, ora guidato dal coreografo Troy Powell non rinuncia a dar vita a nuove produzioni sempre molto audaci e innovative. Infine, per il secondo anno, il cartellone apre uno sguardo sulla danza contemporanea con la mini rassegna di tre spettacoli “ToDay ToDance”, realizzata in collaborazione con Cantieri Danza Ravenna e Ravenna Teatro. Il titolo che andrà in scena all’Alighieri, Instrument 1 «scoprire l’invisibile», avrà come protagonista la catanese Compagnia Zappalà guidata da Roberto Zappalà, direttore artistico e coreografo principale, e considerata oggi dalla critica come una delle più interessanti realtà della sperimentazione coreografica italiana. Botteghino aperto per vecchi e nuovi abbonamenti fino al 17 novembre; singoli biglietti disponibili dal 3 dicembre.t. Matteo Cavezzali

Presentata la stagione 2012/2013 di lirica e danza


12

CULTURA& ARTE

giovedì 1 novembre 2012 | RAVENNA& DINTORNI

FUMETTI

di Serena Simoni Una mostra come la Nuova Storia d'Italia a fumetti – a cura dell’Associazione Mirada per l’annuale edizione del festival del fumetto di realtà Komikazen – ancora per poco tempo aperta al primo piano del Mar di Ravenna, fa molto male e molto bene, ma prima di spiegare il contrasto emotivo, occorre specificare che si tratta di un’esposizione

Komikazen, il piacere di ricordare la storia d’Italia

di 150 tavole originali, raggruppate per nuclei di eventi e personaggi, dal Risorgimento alla cronaca di oggi. Ciascun gruppo di disegni – a firma di una trentina di autori fra cui alcuni conosciuti come Riccardo Mannelli, Gianluca Costantini, Giuseppe Palumbo, Paolo Bacilieri, insieme a 20 giovani selezionati tramite concorso nazionale – è accompagnato da ampie didascalie che entrano nel dettaglio dell'avvenimento descritto nel fumetto. Insomma, una bella ripassata di 150 anni di storia italiana, in una sintesi che richiama il celebre testo a fumetti di Enzo Biagi, uscito alla fine degli anni Settanta, ma con notevoli differenze. Prima fra tutte, prolifera qui la presenza delle microstorie, apprese solo in tempi più recenti dalla cultura italiana sull'esempio della grande tradizione storiografica francese: ci sono i bambini che crescono (e spesso muoiono) sotto i fumi dell'Anic di Ravenna negli anni ‘60-’70 nelle bellissime tavolte di Davide Reviati; c'è la tragedia di Vermicino, primo caso in Italia di una morte in diretta – e di un bambino –, seguita da milioni di telespettatori, disegnata da Giacomo Rinaldi. Ci sono le vite degli omosessuali perseguitati durante il periodo fascista e del dopoguerra (e ancora per molti anni ancora), un argomento relegato nelle pieghe della memoria e messo sotto i riflettori da In Italia sono tutti maschi di Luca De Santis e Sara Colaone. Ma anche quando si parla di avvenimenti più famosi – il referendum per il divorzio e la legge 194, la strage di Piazza della Loggia, la contestazione del '68, il movimento del '77 a Bologna o la morte di Carlo Giuliani al G8 di Genova – sono le persone comuni a fare da protagonisti, con la medesima funzione di direzione narrativa e commento agli eventi che aveva il coro nelle tragedie greche. Il senso di malessere in effetti si spiega proprio con questo, col fatto che spesso si narra di stragi annunciate e spesso impunite – il Vajont, le bombe alla stazione di Bologna, Ustica, Seveso – e di numerose persone – Peppino Impastato, Mauro Rostagno, Giuseppe Fava, Falcone, Borsellino – morte per un'idea, un sogno (?) di giustizia. Si narra delle vite di alcuni intellettuali italiani, fuggiti all’estero come Enrico Fermi, di potenti come Calvi, impiccati misteriosamente sotto un ponte a Londra, di anarchici come Pinelli, uccisi – ma ancora oggi, dirlo pubblicamente sembra un'interpretazione – dalle forze dello Stato. Ripassare la storia d'Italia fa male, perchè i fili che congiungono gli eventi dall’u-

nità in poi sembrano tirati continuamente dall'ingiustizia, dal male, dalle bugie, dal potere. Niente di nuovo sotto il sole. Ma dicevo che fa anche bene visitare la mostra, anzi farebbe benissimo a tutti, dai più piccoli agli anziani, anche a quelli che ricordano molto bene la maggior parte di quegli avvenimenti per averli vissuti. Secondariamente, perchè c'è sempre da imparare: non conoscevo, ad esempio, la figura di Francesco Ferrer y Guardia un anarchico spagnolo, pedagogista, – presentato dai bei disegni di Fabio Bonetti – la cui esecuzione, dopo un processo farsa per l'accusa di aver sobillato la folla, scatenò reazioni in tutta Europa e in particolare a Torino. Sapevo invece di Palma Bucarelli e Maria Montessori, le cui vite – spese in modo diverso per la cultura e la formazione – brillano in un’Italia dove “sembrano” quasi assenti le donne. Conosco Gramsci e Adriano Olivetti, ma – lo stesso – passano lentamente i minuti a rileggere le loro vite nelle tavole, di cui, queste in particolare, va sottolineata la bellezza. Basta uno di questi disegni – quando Olivetti parla della differenza fra utopia e sogno che diventa proposito, o dove Gramsci afferma le conseguenze della commozione verso un solo verso di Dante: amare l’umanità e combattere per la sua felicità – per avere motivo di riflettere a lungo sull’importanza della cultura, sul peso storico, sempre più lieve, sempre più a rischio, che essa assume nel breve corso della storia del nostro paese. Non è un caso che i grandi scrittori mondiali di fantascienza, da Aldous Huxley (Un mondo nuovo) a George Orwell (1984), nell’immaginare un mondo privo di libertà abbiano spesso ipotizzato come primo passo verso l’assolutismo la proibizione della disciplina della storia: eliminare la memoria per plasmare nuove identità, prive di qualsiasi resistenza o eterodossia. Fantascienza? Ricordo che il riordino dei cicli varato dal penultimo Governo ha ridotto al minimo questa materia dalle scuole italiane su tutti i livelli di istruzione inferiore e superiore. Ecco perchè una mostra del genere fa molto, molto bene. Prendetelo come un piccolo esercizio libertà, addirittura piacevole.

«In mostra le tavole di trenta artisti per ripassare 150 anni di vicende patrie, tra microstorie, grandi personaggi e stragi annunciate»

In alto una tavola da Pippo Fava di Luigi Politano e Luca Ferrari

“Nuova storia d'Italia a fumetti. Dal Risorgimento al berlusconismo in 150 tavole”; fino all’11 novembre; Mar, via di Roma 13, Ravenna; da martedì a sabato 9-13.30; Martedì, giovedì, venerdì e domenica dalle 15 alle 18; ingresso gratuito; visite guidate gratuite la domenica; komikazenfestival.org


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 1 novembre 2012

CULTURA& VISIONI

CINEMA/1

13

CINEMA/2

Un omaggio alle bad girlsdel grande schermo La rassegna dell’Arcigay Sette titoli al Gulliver di Alfonsine: si parte con “Marilyn” Tornano al Gulliver di Alfonsine, dopo sei anni, le rassegne del cineclub Kamikazen, grazie alla collaborazione con Arci Ravenna che dal 21 settembre gestisce su incarico del Comune di Alfonsine il centro. Il ritorno di uno dei cineclub più amati e storici della provincia è all'insegna delle “cattive ragazze”, delle “bad girls”, e intende quindi esplorare il lato oscuro della femminilità attraverso sette titoli che comprendono alcune opere più interessanti viste al cinema ultimamente e due visioni di retrospettiva da riscoprire e

gustare in pellicola 35mm come Creature del cielo, il film di esordio di Kate Winslet, e Faster, Pussycat! Kill! Kill!, cult movie assoluto diretto da Russ Meyer. La rassegna, che si svolgerà nei mesi di novembre e dicembre, nelle serate del mercoledì e del giovedì, parte il 7 e 8 novembre con un omaggio a Marilyn Monroe, a cinquant’anni dalla sua tragica e precoce scomparsa. Per l'occasione sarà proiettato Marilyn, film di Simon Curtis e con Michelle Williams. Proiezioni ore 21.15, biglietto d’ingresso a 5 euro.

In arrivo film svedese e “18 Ius Soli” Prosegue la rassegna cinematografica dell’Arcigay: giovedì 1 novembre alle ore 20.30 l’appuntamento è con la proiezione del film Fucking Amal dello svedese Lukas Moodysson, sempre nella nuova sede dell’associazione, presso il centro Quake di via Eraclea 25, in fondo al parco Mani Fiorite di

Ravenna. La rassegna proseguirà poi giovedì 15 novembre con il docu-film 18 Ius soli, primo documentario italiano ad affrontare il tema del diritto di cittadinanza per chi è nato e cresciuto in Italia. In questo caso l’evento è in collaborazione con “Generazioni in movimento”.

CINEMA/3 Entra nel vivo dopo la notte di Halloween il Ravenna Nightmare Film Fest – al cinema Corso di via di Roma, a Ravenna – divenuto nel corso degli anni l’appuntamento più importante in Italia per il cinema horror e fantastico. Giovedì 1 novembre il festival parte già dal pomeriggio, alle 16 con tre film uno dietro l’altro che partecipano al concorso internazionale per lungometraggi: in programma My Amityville Horror, documentario dell’americano Eric Welter sulla casa infestata di Amityville; a seguire, alle 18 Rites od Springs di Pedraig Reynolds, in cui il nascondiglio di un gruppo di sequestratori diventa il terreno di caccia di una mostruosa creatura assettata di sangue e, alle 20.30, dalle Filippine il colorato mix di elementi horror, commedia romantica e genere “queer” di Zombadings 1: Remington and the Course of Zombadings del giovane Jared Castro. La serata si concluderà alle 22.30 con la sezione parallela “Deliri d’autore”, dedicata al cinema d'autore più delirante, e la proiezione del piccolo capolavoro d’animazione di Ro-

Ultimi giorni da incubo Al festival Nightmare tra pellicole in concorso, corti e “deliri” land Topor e René Laloux Il pianeta selvaggio (1972). Venerdì 2 novembre si ripartirà sempre alle 16 con il concorso europeo di cortometraggi, che vede dodici lavori in gara a lottare per l’Anello d’argento. Alle 17.30 un altro film invece del concorso internazionale per lungometraggi (qui in palio c’è l’Anello d’oro), si tratta di Gut di Elias, angosciante discesa di un uomo in un mondo di paranoia dopo la visione di un misterioso video. La serata si concluderà in questo caso con un evento davvero speciale: alle 21.30 gli OvO, una delle band più importanti del panorama italiano underground, sonorizzano dal vivo un grande classico del cinema horror, Nosferatu (anno 1922) di Friedrich Wilhelm Murnau. Sabato 3 novembre è il giorno della premiazione (in programma alle

Uno scatto del film in concorso “Evil”

22.15) e a partire dal pomeriggio verranno proiettati gli ultimi tre film in concorso: dopo il successo del precedente Necromentia, Pearry Teo torna con un altro inquietante cult movie, The Evil inside (ore 15.30); alle 17.30, dalla Slovacchia, Evil di Peter Bebjak, sulla mortale avventura di alcuni amici che girano video su strani fenomeni paranormali; alle 20, infine, True Love, dell'italiano Enrico Clerico Nasino, thriller claustrofobico su di una coppia di giovani sposi richiusi in una stanza isolata con un monitor acceso. Dopo la premiazione, in seconda serata, sabato sarà la volta di un capolavoro assoluto come Eraserhead (1977) di David Lynch. Il film vincitore del concorso internazionale verrà proiettato nuovamente poi domenica sera, 4 novembre, alle 21. Nel pomeriggio dell’ultimo giorno del festival sarà invece la volta del tributo a Solaris con l’omonimo film (alle 16) di Steven Soderbergh e della proiezione (alle 18) dello storico Dr. Jekyll & Sister Hyde nell’ambito della sezione “Bloody vintage”. Info: 339 5988013.

INFO PROM

ASSOCIAZIONE ALBERT EINSTEIN

L’italiano che insegnò la Cina agli Europei questo tema si inserisce in un per«Il dialogo tra nazioni e culture dicorso costruito assieme all’ente verse ha bisogno di tolleranza, stu“Servizi Italia-Cina” con il quale dio e diplomazia». Queste parole, questa collabora, organizzando corscritte nel 1600 dal gesuita Martino si di lingua per bambini cinesi e corMartini, impressionano ancora per si di cultura e filosofia cinese. Il attualità, specie se l’attenzione si coinvolgimento del nostro territorio volge a est, nei rapporti tra Cina ed in questo percorso è stato sottoliItalia. È proprio questo il delicato neato anche dall’intervento del vitema trattato lo scorso venerdì pocesindaco Giannantonio Mingozzi, meriggio, presso l’Associazione diil quale ha evidenziato lo dattico culturale Albert Einlegame esistente tra stein, in via Guaccimanni 31, Incontro a Ravenna stretto Ravenna e la Cina. La nostra a Ravenna, grazie al coinvolcon il Prof. Longo, città, infatti, ha partecipato algimento del Prof. Giuseppe O. Longo, autore del libro Il autore della biografia l’Expo di Shangai ed attualsta svolgendo in quel gesuita che disegnò la Cina. Il di Martino Martini mente territorio corsi di restauro e di volume contiene la biografia recupero urbano, testimoniandi Martino Martini, l’italiano che fu protagonista del fecondo incontro tra la za e prova della professionalità e dell’esperienciviltà italiana e quella cinese. I risultati rag- za, in materia di conservazione dei beni culturagiunti in quella terra e le nozioni lì acquisite li, che l’università di Ravenna ha maturato ed è consentirono a Martini di far conoscere al vec- in grado di esportare in tutto il mondo. chio continente la cultura e alla tradizione cineAssociazione Albert Einstein se nonché la conformazione di quel territorio via Guaccimanni 31 - Ravenna attraverso una vasta ed accurata opera di cartoTel. 0544 215580 - Cell. 328 2899891 grafia raccolte già nel 1655 nel Novus Atlas Sihttp://wwwalberteisteininfo.sitonline.it nensis. La scelta dell’associazione di trattare

LEZIONI PRIVATE DI TUTTE LE MATERIE individuali e di gruppo, elementari, medie inferiori e superiori

Preparazione materie con DEBITO FORMATIVO ASSISTENZA COMPITI estivi ANNI DI RECUPERO

sabato 10 novembre ore 16-18 In occasione del percorso di approfondimento sulla letteratura del XX secolo Scrittrici italiane del novencento presso la sede Albert Einstein

Il mestiere di scrivere: Natalia Ginzburg http://wwwalberteisteininfo.sitonline.it Via Guaccimanni 31 - Ravenna - Tel. 0544 215580 - Cell. 328 2899891


14

giovedì 1 novembre 2012 | RAVENNA& DINTORNI

CULTURA& MUSICA

CONCERTI

Tra rock, folk e pop al Bronson Gli appuntamenti di novembre e dicembre: da non perdere Micah P. Hinson Per chi si è fatto rapire dalla sua voce rauca e profonda, da una voce che a inizio anni Duemila non ti saresti aspettato mai provenire da un ragazzo di appena vent’anni, per chi ama la sua musica che profuma di tempi passati, di Johnny Cash e Leonard Cohen, quello di sabato 3 novembre sarà di certo il classico “concerto dell’anno”. A salire sul palco del Bronson di Madonna dell’Albero sarà l’ormai 31enne Micah P. Hinson, talentuoso songwriter texano che qui si è già esibito in passato e che ora torna magari con qualche anticipazione del suo nuovo album, annunciato per i primi mesi del 2013. Lasciata alle spalle un’adolescenza difficile tra notti in prigione, depressione e tossicodipendenza, Hinson magari non sarà ancora entrato nella storia della musica, ma è tra i più credibili esponenti della scena folk-rocknoir contemporanea (quella che vede ai vertici gente come Smog e Bonnie Prince Billy) grazie a un pugno di album in grado di lasciare senza fiato, soprattutto i più sensibili verso languide melodie, canzoni dallo stampo classico ma di grande pathos, spesso in crescendo, un cantato originale, penetrante e per questo riconoscibile e di cui ci si può facilmente innamorare. Ma dando un’occhiata al resto del programma del club di Ma-

Qui sopra Micah P. Hinson, in concerto al Bronson sabato 3 novembre. A destra lo svedese Jens Lekman, atteso al club di Madonna dell’Albero in dicembre.

donna dell’Albero, da segnalare il concerto in esclusiva nazionale di un paio di giorni prima, giovedì 1 novembre, degli americani Nada Surf, vecchia conoscenza per gli amanti dell’indie-rock, essendo una band (newyorkese) con alle spalle una carriera ventennale, anche se a dire il vero complessivamente senza infamia né particolare lode, nella scena alternative (quella pop-rock con le chitarre in primo piano, per intenderci) mondiale.

Sempre in novembre da segnalare i ritorni dei belgi Balthazar (protagonisti con il loro indie-pop il 17) e (il 26) dell’americano Ryan Bingham – cantautore folk-rock-country premiato anche agli Oscar per una canzone nella colonna sonora del film Crazy Heart – e la bella novità del 28, quando salirà sul palco del club di Madonna dell’Albero il chiacchieratissimo quartetto di debuttanti inglesi Alt-J, che mischia nella propria musica elementi e sensibi-

lità diverse come folk, pop, ritmo hip-hop, elettronica e trip-hop. In dicembre da segnalare due pezzi da novanta come il cantautore svedese Jens Lekman, che sarà al Bronson con il suo sofisticato pop il 6 dicembre, e i Piano Magic, vera e propria istituzione in Inghilterra nel campo del recupero di certe sonorità new wave. Tutti i concerti iniziano dalle 21.30 in avanti. Per informazioni: 333 2097141. Luca Manservisi


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 1 novembre 2012

CULTURA& SPETTACOLI

RAVENNA VISO-IN-ARIA/1

Teatro contemporaneo, musica, danza, mostre e letteratura in un’unica stagione Mentre i soldi pubblici spariscono, tagliati o imboscati da faccendieri politicanti, capita a volte che si ripeta il biblico esempio della moltiplicazione dei pani e dei pesci. A fare da protagonista nella buona politica locale è la cultura. Mentre il Comune di Ravenna decide di mantenere intatto il contributo di 30 mila euro per la stagione di teatro contemporaneo (che fino all’anno scorso si chiamava Nobodaddy) dall’altra parte c’è chi, ricevendo quei soldi, decide di dividerli con le realtà più giovani. Così Ravenna Teatro ha deciso di dividere il contributo a metà con due nuove realtà del territorio: da una parte la cooperativa E – formata dalle compagnie teatrali locali Fanny&Alexander, gruppo nanou, ErosAntEros e Menoventi – che metterà in piedi una stagione dedicato alla ricerca più estrema, quella per palati raffinati; dall’altra il Cisim di Lido Adriano con la musica rap selezionata da il Lato Oscuro della Costa e gli incontri letterari con scrittori e poeti organizzati dalla cooperativa sociale Libra. Nasce così Ravenna viso-in-aria la nuova stagione di teatro contemporaneo, musica, danza, mostre e letteratura frutto dell’unione di tre direzioni artistiche. «Non amo il termine rottamare – spiega Marco Martinelli direttore artistico di Ravenna Teatro/Teatro delle Albe – ma se i “vecchi” riescono a condividere con il nuovo le risorse economiche e le idee nasce qualcosa di buono. Quelli della mia generazione non

RAVENNA VISO-IN-ARIA/2

Si parte a Lido Adriano con una serata rap e il post-metal dei Nadja La programmazione di Ravenna viso-in-aria parte ufficialmente al Cisim di Lido Adriano (via Parini) sabato 3 novembre con una serata all’insegna del rap e in particolare della cosiddetta “old school” con esibizioni di alcuni degli artisti storici e più rappresentativi della scena italiana. Grandi protagonisti saranno, dalle 21.30, Kaos (al secolo Marco Fiorito), che si esibirà con dj Craim; Esa aka El Prez (ossia Francesco Cellamaro di gruppi storici come OTR e Gente Guasta) e, da Reggio Emilia, Murubutu con il suo collettivo de La Kattiveria. Secondo appuntamento, sempre al Cisim, all’insegna della musica sperimentale e di caratura internazionale, con il duo drone e post-metal canadese Nadja, martedì 6 novembre (sempre alle 21.30). Ad aprire la serata il percussionista Enrico Malatesta. Dj set a cura della band cesenate Sybiann. Info: 339 3027028.

Nella foto l’Odin Teatret di Eugenio Barba, atteso a Ravenna in marzo.

15

possono conoscere la musica che piace ai ragazzi come possono saperlo i rapper del Lato Oscuro della Costa, e neanche conoscere da vicino realtà teatrali che invece possono entrare in contatto con le compagnie del contemporaneo di Ravenna: per questo crediamo molto in questo progetto che dà nuova linfa alla nostra città e alla sua vita culturale». Tra i sessanta appuntamenti in cartellone segnaliamo ora i più interessanti, per poi tornare di volta in volta sui singoli appuntamenti. Il Pantani delle Albe aprirà la stagione del Rasi (inserito anche nel cartellone della prosa) con in scena Emannna Montanari e Luigi Dadina dal 16 novembre. Ci sarà poi l’Odin Teatret di Eugenio Barba, uno dei massimi esponenti del teatro degli ultimi cinquanta anni che sarà a Ravenna con lo spettacolo Le grandi città sotto la Luna e per un incontro col pubblico. Lucia Calamaro, una delle drammaturghe più interessanti porterà la trilogia L’origine del mondo, la produzione Sociètas Raffello Sanzio e Teatro delle Albe Poco lontano da qui e ancora Kinkaleri, il Teatro delle Briciole, i rapper della old school (vedi articolo nel box), la danza del CollettivO CineticO, Punta Corsara, Fiorenza Menni del teatrino Clandestino e molto altro. Il consiglio è quello di segnarsi gli appuntamenti in agenda per non perderseli o seguire la pagina facebook ravennavisoinaria e il sito www.ravennavisoinaria.com. Su grande richiesta di molti spettatori Ravenna Teatro ha deciso di anticipare la vendita dei biglietti dello spettacolo Pantani a mercoledì 31 ottobre. I biglietti saranno in vendita alla biglietteria del teatro Alighieri, da lunedì a venerdì dalle 10 alle 13 e il giovedì dalle 16 alle 18, alla biglietteria del teatro Rasi il giovedì dalle 16 alle 18, presso le agenzie della Cassa di Risparmio di Ravenna e Iat Ravenna. Guido Sani


16

ARTE& INCONTRI

LIB MOROZZI E ZED PRESENTANO LO SCRITTORE DEVE MORIRE

R I

Giovedì 1 novembre, al Gamba 7 di via Gamba a Ravenna, alle 21 Gianluca Morozzi ed Herman Zed presentano la loro ultima fatica letteraria dal titolo Lo scrittore Deve Morire, pubblicato da Guanda. Il duetto letterario sarà introdotto da Francesco Della Torre. Dopo la presentazione, saluto agli autori e un brindisi a ritmo di musica.

giovedì 1 novembre 2012 | RAVENNA& DINTORNI

DA NEW YORK, DIANNE BOWEN ALLA GALLERIA NINAPÌ

MFICA MY COLLECTION APERTA FINO AL 7 NOVEMBRE CON SCATTI DI MAJOLI, HERING, NEWTON

Chiude il 3 novembre la mostra “Dimmi tutto: Tell me Everything”, disegni, tencniche miste, libri originali degli artisti e installazioni dell’artista multimediale Dianne Bowen, per la prima volta in Italia. L’esposizione è alla galleria Ninapì di via Pascoli a Ravenna ed è aperta nel fine settimana e su appuntamento. Info tel. 340 078 9505.

Prosegue fino al 7 novembre la mostra fotografica inaugurata sabato 20 ottobre in centro a Ravenna, in occasione della notte d’oro. Alla galleria MyCamera di Alessandra Dragoni, in via Pasolini 10, tutti i giorni dalle 18 alle 19.30 e il sabato dalle 17 si possonno vedere scatti di alcuni grandi nomi della fotografia mondiale tra cui Majoli, Hering, Newton nella mostra My Collection.

I N S TA L L A Z I O N I

CICLO DI INCONTRI

Letture e non solo nel teatrino di Tamo Mercoledì 7 novembre tornano a Tamo, nel complesso di San Nicolò, a Ravenna, alle 18 gli appuntamenti con i MalfAttori, un ciclo di incontri sui temi più vari nel teatrino “alla greca” di Tamo. I relatori sono un gruppo di “Amici di RavennAntica”, noti in città per i loro interessi culturali, che offrono una breve sintesi dei temi trattati prima di immergersi in una lettura da loro prescelta. Si comincia con l’architettura su “Vienna e Loos. La costruzione della capitale tra tradizione e innovazione” con Paolo Bolzani e Gianni Morelli, secondo appuntamento, il 14 novembre, con le “Storie di vino... nella storia” con Claudia Zama, Anna Firrincieli e Patrizia Ravagli. Mercoledì 21 novembre, è di scena la letteratura con “La linea d’ombra e altre storie. Divagazioni a partire da Joseph Conrad” con Guido Ceroni e Gianluigi Tartaull. Infine, ultimo appuntamento ancora letterario il 28 novembre, quando si parlerà de “La Scapigliatura: avanguardia artistica di contestatori ante litteram”, con Maria Augusta Cipriani e Paola Rossi Balella. Ingresso gratuito.

VERN UNA MOSTRA DI APPRENDISTI FOTOGRAFI

I C E

DA TUTTO IL MONDO

Lunedì 5 novembre alle 18 si terrà l'inaugurazione della mostra fotografica dal titolo “Chi sono, chi sarò”, promossa dalla Cooperativa Persone in Movimento, organizzata dal guppo St’Art, costituito da 6 giovani ragazzi provenienti da diversi paesi tutti “apprendisti” fotografi. Li accomuna il desiderio di sperimentarsi nell’arte fotografica e la sensazione, come dichiarano loro stessi, che il loro futuro cominci da qui. La mostra sarà allestita presso lo spazio espositivo di via D'Azeglio 2 e rimarrà aperta fino al 15 novembre. Per l’inaugurazione è previsto un buffet multietnico e musica dal vivo.

MA

M A

S

C L U B

VENERDÌ INCONTRO SULLE STORIE DI PARTIGIANI E SABATO MUSICA DAL VIVO CON I BEVANO EST Venerdì 2 novembre, al Mama’s club di via San Mama a Ravenna si tiene la presentazione del libro A’ vé fat dla vita, ricerca svolta a Savarna, sul contributo dei partigiani nella lotta per la liberazione dal fascismo. Saranno presenti Frediano Baldi, curatore della ricerca, Gianfranco Camerani curatore della parte dialettali e Gigi Tartaull, con canti partigiani. Alla serata parteciperanno alcuni testimoni che hanno collaborato alla ricerca. Appuntamento alle 21.30. Sabato 3 novembre alle 21.30 ancora musica dal vivo al Mama’s Club di via San Mama con i Bevano Est e il loro etno jazz e il progetto di recupero e rivisitazione della musica popolare e folk di varie provenienze che li accompagna dalla fondazione, nel 1991, e li ha portati a suonare e comporre musiche anche per registi del calibro di Giuseppe Bertolucci.


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 1 novembre 2012

CULTURA& RUBRICHE

VISIBILI & INVISIBILI di

FUORI STAGIONE

Da Virzì a Bertolucci: breve guida ai film italiani in sala

FRANCESCO DELLA TORRE

Visibili e invisibili, due punti di vista, due approdi diversi. Così dice la rubrica. Quindi, mentre Mr. Hyde è impegnato nel trovare nuove forme di orrore al Nightmare Film Fest (primi film in concorso non entusiasmanti, speriamo nel proseguo), il dottor Jekyll, che non può andare al cinema senza il suo ego, traccia un paio di considerazioni su un tema stranamente molto a lui caro: il cinema italiano. Dopo l'ottimo Reality dell'ottimo Garrone, abbiamo assistito a una pioggia di uscite italiane, un mix di registi dal mito al navigato, affiancati ad altre opere meno conosciute. Questa volta sarete voi a guardarle per prime, e magari anche a commentarle; queste poche righe vogliono essere di richiamo all'attenzione su questi titoli, (pre)giudicati da altri. Uscito già da diverse settimane, Tutti i santi giorni è il nuovo film di Paolo Virzì, autentico Granduca della commedia di ultima generazione. Pregio e difetto del regista, il presentare una confezione collaudata, efficace e un poco ripetitiva. Girato come spesso accade con attori poco noti, il film racconta di una storia d'amore poco convenzionale, tra due giovani colti, talentuosi e ovviamente precari. Storia che ha unito critica e pubblico. Un altro autore collaudatissimo è Silvio Soldini, che pareva aver perso lo smalto della sua commedia più riuscita, Pane e tulipani, anche perchè, con coraggio, ha percorso strade diverse. Il comandante e la cicogna si avvale di attori a lui cari e a noi noti (Battiston, Mastandrea, Gerini, Zingaretti) e con un gradito tocco di surrealismo racconta l'incontro tra vite molto diverse, ritrovando il tatto che lo ha fatto conoscere al grande pubblico. Non

sembra male neanche l'opera seconda del giovane Massimiliano Bruno: Viva l'Italia è quanto mai attuale, parla dei politici di oggi e ce ne sarebbe per una fiction di mesi. Il film ha un po’ diviso la critica: a destra e a sinistra si lamentano del populismo grillino (neologismo?), mentre i più distaccati pare si siano divertiti e affezionati ai personaggi del film. Gli attori? Ci sono Papaleo, Bova, Gassman e Placido, ma pare che su tutti si sia imposto il giovane Edoardo Leo. Parla di scuola, invece, il nuovo film di Giuseppe Piccioni, Il rosso e il blu. Sull’argomento, portato purtroppo all’attenzione di tutti dalle stravaganti e orrorifiche (da Nightmare, sì) proposte delll’attuale Ministro, il regista predilige uno sguardo “da dentro”, parlando direttamente di insegnanti, alunni e le loro vite. Un film riuscito, che meriterebbe una visione anche e soprattutto da chi sta ai piani alti della scuola, imparando in fretta un po' come si faceva coi vecchi Bignami. Per ultimo, il film più atteso, perchè segna il ritorno del grande Bertolucci a quasi dieci anni di distanza da The Dreamers: Io e te è tratto da un romanzo breve del grande e poliedrico Niccolò Ammaniti, e narra lo strano incontro tra due fratellastri, in una cantina. Entrambi fuggono, seppur in modo molto diversa, da una vita che per il momento sta voltando loro le spalle. Il film, ambientato principalmente nel luogo di incontro dei protagonisti, narra di questo incontro che si rivelerà un momento di crescita interiore dei due protagonisti (i debuttanti Jacopo Antinori e Tea Falco) a confronto in uno spazio chiuso che permette quasi paradossalmente di aprir loro le porte del mondo esterno. Da vedere, anche solo per questo connubio tra due grandi artisti di due generazioni ben diverse.

Fulmini&Saette di Adriano Zanni Cronache e visioni dal Deserto rosso tutti i giorni su www.ravennaedintorni.it

La difesa estrema, Lido Adriano, ottobre 2012

17

Sofia si veste di nero, e studia da attrice a Ravenna di

LORENZO DONATI

Da poche settimane è in libreria l'ultimo libro dello scrittore milanese Paolo Cognetti. Sofia si veste sempre di nero racconta, tra le altre cose, l'ostinazione di una ragazza di provincia che vuole fare l'attrice. La vediamo scaraventata da un laboratorio a un’accademia prima di arrivare a New York, città che diventa snodo di formazione e crescita nella quale Sofia si ritrova protagonista e “soggetto” di un film indipendente. Il romanzo è molte cose, ma sul percorso di formazione di un giovane attore non mente affatto. Gli aspiranti attori, registi, danzatori e quant'altro sono spesso spaesati di fronte alle molte strade da intraprendere per acquisire consapevolezza, per ottenere questo o quel titolo. Da una parte le accademie, per loro natura rigide, scolastiche per struttura e spesso anche per contenuto, e dall’altra un’incerta navigazione nel grande continente dei laboratori, prezioso e pericoloso insieme. Molteplici sono le offerte e infiniti i soggetti che propongono un lavoro sulla voce, sul corpo, sul personaggio, sulla regia, sui testi, sull'improvvisazione, sulla dizione. La domanda di chi si appresta a partire per un viaggio di formazione autogestito diventa quindi la stessa: di chi mi posso fidare? A tale quesito crediamo risponda in maniera mirabile, caso unico in Italia, il panorama delle arti sceniche cittadino, che con il nuovo progetto “Ravenna viso-in-aria” ha messo insieme proposte credibili e avventurose anche dal punto di vista della formazione. Si inizia con la Cooperativa E, che inaugura 30 novembre (fino al 2 dicembre) con il laboratorio del gruppo coreografico MK, compagnia romana riconosciuta in tutta Europa per il lavoro sull'espressione corporea e sul dinamismo dell'azione; ancora sulla danza verte il workshop di Kinkaleri, al momento impegnati in un affondo sul poeta statunitense William S. Burroughs (8-10 febbraio 2013). Ad aprile (12-14) Chiara Lagani con L.Alfavita Public Speaking sonderà la creazione e l'esposizione di un discorso pubblico, in un seminario che comprende ricerca attoriale e drammaturgica. Ma non si sta parlando solo di arti della scena. Si aggiunge infatti una prospettiva che la E e il Cisim di Lido Adriano propongono in sinergia con l'Osservatorio Fotografico: se tanto è difficile formarsi nelle pratiche della scena, altrettanto importante è tenere allenato lo sguardo. Saranno gli ZapruderFilmmakersgroup, con un workshop pratico sul linguaggio 3D (18-20 gennaio 2013), a far incrociare gli occhi di nuovi creatori di immagini, mentre al Cisim si apre da marzo a maggio un laboratorio rivolto a ragazzi dai 14 anni in su sulla pratica della fotografia. Se a tutto questo aggiungiamo il percorso di Cantieri nella danza d'autore, gli allenamenti alle pratiche performative di Monica Francia e Roberta Colombo, i laboratori organizzati al Valtorto da Panda Project e ovviamente la non-scuola del Teatro delle Albe, ci accorgiamo di trovarci in una città che andrebbe raccontata come una sorta di “Accademia irregolare” delle arti della scena. Così Sofia, vestita di nero, quest'anno potrebbe arrivare a Ravenna, e qui fermarsi. INFO PROM

KARATE: Ancora incetta di medaglie per la Yara Dojo “piglia-tutto” a Cerea

V. Provinciale Felisio 18- Lugo (RA) tel: 0545 282684, 380 6432812 lugorent@live.com Il tuo fine settimana di trasporti e traslochi si fa più leggero con il weekend LUGORENT, pensato per darti la massima flessibilità oraria: se hai bisogno di un furgone già dal pomeriggio di venerdì, per caricarlo o anche solo parcheggiarlo sotto casa ed essere pronto a partire presto il sabato mattina, scegli i weekend LUGORENT e inizia a risparmiare. Per esempio, ritirando il tuo IVECO DAILY alle 18,00 di venerdì, potrai riconsegnarlo entro le 8,00 del lunedì successivo, pagando solo 210,00 euro + iva con 400 km inclusi. Così risparmi ed il tuo fine settimana di lavoro ti sembrerà più leggero!

Con i suoi sapori, gli odori e i colori inconfondibili, l’autunno ci invita a viaggiare. Per un fine settimana di relax e benessere o un goloso percorso enogastronomico, scegli Weekend LugoRent, la formula che ti permette di vivere appieno la magia di questa romantica stagione a condizioni vantaggiose. Prenotando il pulmino 9 posti almeno due settimane prima della partenza, Lugorent ti riserva una tariffa imbattibile ed il 15% di sconto sui clienti Unipol Banca.

Un bottino di 13 medaglie d’oro, 4 medaglie d’argento, 5 medaglie di bronzo. Al primo appuntamento della stagione, pioggia di medaglie per la Yara DojoScuola Karate Ravenna. Domenica 28 ottobre a Cerea si è svolto il Trofeo Interregionale di Karate Tradizionale che ha visto circa 150 atleti suddivisi in base all’età e al grado di cintura, nelle categorie maschi e femmine. La compagine ravennate , composta di 24 atleti ho ottenuto ben 22 medaglie. In particolare: primo posto per Gnani Valerio (cint. Nera OVER), Pepoli Gianluca ( cint. Nera MASTER), Cangini William ( cint. Marrone MASTER), Marzano Maria (cint. Marrone SPERANZE), Mantovani Lorenzo ( cint. Nera, CADETTI), Castiglia Andrea Lucrezia ( Cint. Marrone CADETTI), Taroni Marco ( Cint. Marrone RAGAZZI), Vignali Martina (Cint. Blu RAGAZZI), Berardi Andrea (cint. Arancio RAGAZZI), Buzzitta Cristian ( Cint. Blu ESORDIENTI), Micelli Milena ( Cint. Verde ESORDIENTI), Proia Matilde (Cint. Arancio ESORDIENTi), Pisani Alessandro ( Cint. Arancio ESORDIENTI). Medaglia d’argento per Pepoli Michela ( Cint. Marrone CADETTI), Ventrucci Samantha (Cint. Verde ESORDIENTI), Mazzesi Leonardo (Cint. Verde ESORDIENTI), Pisani Lorenzo (Cint. Gialla ESORDIENTI). Terzo scalino del podio e medaglia di bronzo per Nespeca Luca ( Cint. Marrone RAGAZZI), Ar-

niani Luca ( Cint. Blu ESORDIENTI) , Rossi Caterina ( Cint. Verde ESORDIENTI), Simone Federico ( Cint. Arancio PULCINI) e Greco Giorgia (Cint. Arancio PULCINI). La riapertura dei corsi ha confermato l’alto livello degli atleti ravennati che ancora una volta si son distinti ,oltre che per i risultati, anche per la serietà, l’organizzazione, l’educazione, la carica. Grande è la soddisfazione per la Dirigenza dell'Associazione Sportiva nel vedere la continuità dei risultati e l'impegno che gli atleti mettono in ogni competizione cui partecipano e per il Maestro, Roberto Civiero ad un mese dalla riapertura delle attività anche quest'anno presso la Scuola Garibaldi di via Rubicone a Ravenna e presso la Palestra della Scuola Valgimigli di Mezzano. Per info: M.° Roberto Civiero - Cell. 348.9112766 www.yaradojo.it - info@yaradojo.it


18

giovedì 1 novembre 2012 | RAVENNA& DINTORNI

CULTURA& TEMPO LIBERO

• CINEMA •

CinemaCity - Ravenna Skyfall (Regia di Sam Mendes)

lun., mer., mer.: 17.30-20.00-20.4522.45; ven., sab.: 16.00-17.15-20.00-20.3022.45-23.15 gio., dom.: 15.30-17.15-18.15-20.0021.00-22.45

Silent Hill: revelation (Regia di Michael J. Bassett)

Proiezione 3D mer., gio., dom., lun., mar., ven., sab.: 17.30-20.35-22.35; ven., sab.: 16.00-18.00-20.35-22.35

Madagascar 3 - ricercati in Europa Io e te

Cosa aspettarsi quando si aspetta

Alla ricerca di Nemo

(Regia di Bernardo Bertolucci)

(Regia di Kirk Jones)

(Regia di Andrew Stanton)

lun., mar., mer.: 18.00-20.30; gio., ven., sab., dom.: 16.00-18.00-20.30

Gladiatori di Roma (Regia di Iginio Straffi)

Proiezione in 3D: gio., dom.: p. u. 15.30; Proiezione in 2D: mer.: 15.30-20.20 gio.: 16.20-18.20-20.20 ven., sab.: 16.00-18.00-20.20 dom.: 16.20-18.20 lun.mar., mer.: p. u. 17.30

lun., mar., mer.: 18.00-21.00; gio., ven., sab.: 17.10-20.00-22.50; dom.: 15.30-18.20-21.10

La collina dei papaveri

Viva l’Italia (Regia di Massimiliano Bruno)

lun., mer., ven., sab.: 17.30-18.00-20.2020.30-22.35-22.45; gio., dom.: 15.30-17.40-18.00-20.2020.30-22.35-22.45 mar.: 17.30-18.00-20.30-22.45

Alla ricerca di Nemo (Regia di Andrew Stanton)

Proiezione in 3D: lun. mer.: p. u. 17.30; gio., dom.: 15.30-17.40 ven. sab.: 16.00-18.05

Le belve Vietato ai minori di 14 anni lun., mar., mer.: 17.30-20.40-22.35; ven., sab.: 16.30-20.15-22.35-22.50; gio., dom.: 17.30-20.15-20.35-22.50

The possession (Regia di Ole Bornedal)

Vietato ai minori di 14 anni

Astoria Multisala Ravenna, via Trieste 233, tel. 0544 421026 Cinemacity Ravenna, via Secondo Bini 7, tel. 0544 500410 Jolly Ravenna, via Renato Serra 33, tel. 0544 478052

Versione originale lun.: p. u. 20.30

Jolly - Ravenna feriali e sab.: p.u. 21; dom.: 16.00-18.30-21.00 chiuso il mercoledì

Skyfall

The wedding party

feriali.: 20.00-20.50-22.40; sab.: 17.00-17.50-20.00-20.50-22.4023.30-00.45; festivi: 15.10-17.00-17.50-20.00-20.5022.40

(Regia di Leslye Headland)

tutti i giorni: 20.35(no lun)-22.35

Proiezione 3D festivi.: 20.40-22.45; sab.: 18.40-20.40-22.45-00.50 festivi: 15.50-18.10-20.40-22.45

lun., mar., mer.: p. u. 17.30; gio., dom.: 15.30-16.35-18.35 ven., sab.: 16.00-18.00

feriali (escluso martedì).: 20.45-22.45; sab.: 20.45-22.45-00.45; festivi: 20.45-22.45

Gladiatori di Roma

San Rocco - Lugo

(Regia di Iginio Straffi)

sab.: p. u. 17.50; dom.: 15.40-17.50

Il matrimonio che vorrei (Regia di David Frankel)

mar. mer. gio. ven.: p. u. 21.00; sab.: 20.30-22.30 dom.: 17.00-19.00-21.00

Ted Vietato ai minori di 14 anni feriali : 20.30-22.40; sab.: 20.30-22.40-00.50; festivi: 20.30-22.40

L’Era Glaciale 4 - Continenti alla deriva (Regia di Steve Martino, Mike Thurmeier)

feriali: p. u. 20.35; sab.: 17.30-20.35; festivi: 15.20-17.30-20.35

(Regia di Massimiliano Bruno)

feriali (escluso martedì): 20.30-22.45; sab.: 17.40-20.30-22.45; festivi: 15.20-17.40-20.30-22.45

ParaNorman

Le belve

Proiezione in 2D: sab.: p. u. 17.00 festivi: p. u. 15.15

(Regia di Oliver Stone)

Vietato ai minori di 14 anni feriali: 20.15-22.45; sab.: 17.40-20.30-22.45; festivi: 15.30-17.40-20.30-22.45

Cinema San Rocco Lugo, corso Garibaldi 118, tel. 0545 23220 Teatro Moderno Fusignano, corso Emaldi 32 Cinedream Multiplex Faenza, via Granarolo 155, tel. 0546 646033

Ribelle - The brave (Regia di Mark Andrews)

dom.: p. u. 14.30

Gulliver - Alfonsine Dark Shadows (Regia di Tim Burton)

Ingresso libero mer.: p. u. 00.00

Il comandante e la cicogna

(Regia di Chris Butler)

Vietato ai minori di 14 anni mer.: 17.30-22.45 gio., ven., sab.: p. u. 22.45 dom., lun., mar., mer.: 20.30-22.45

mer.: p. u. 21.15; gio.: 16.00-18.00-21-15; ven., sab.: 20.35-22.30 dom.: 16.00-18.00-21.15; lun., mar., mer.: p.u. 21.15

(Regia di Leslye Headland)

Viva l’Italia

(Regia di Seth MacFarlane)

Io e te (Regia di Bernardo Bertolucci)

The wedding party

Silent Hill: revelation

L’Era Glaciale 4 - Continenti alla deriva

Ted

Sarti - Faenza

(Regia di Seth MacFarlane)

(Regia di Steve Martino, Mike Thurmeier)

Proiezione in 2D: gio., ven., sab., dom.: p. u. 16.00

lun.: p. u. 21.30

feriali: p. u. 22.40; sab.: 22.40-00.45; festivi.: 15.10-22.40

(Regia di Michael J. Bassett)

(Regia di Chris Butler)

Monsieur Lazhar

(Regia di Ole Bornedal)

Cinedream - Faenza (Regia di Sam Mendes)

gio.: p. u. 15.00; sab.: p. u. 17.00 dom.: p. u. 15.00 (Regia di Philippe Falardeau)

The possession

Amour

Il matrimonio che vorrei lun. mar., mer.: 17.40-20.40-22.40; gio., ven., sab., dom.: 16.00-18.00-20.4022.40

sab.: p. u. 18.00; festivi.: 15.50-18.00

(Regia di Michael Haneke)

(Regia di David Frankel)

ParaNorman

(Regia di Oliver Stone)

(Regia di Tom McGrath)

tutti i giorni: 20.40-22.40

(Regia di Cristian Mungiu)

mar.: 17.30-20.40-22.40

mer.: p. u. 21.15; gio.: 17.00-21.15 ven., sab.:20.20-22.30 dom.: 17.00-21.15 mar., mer.: p. u. 21.15

Programmazione da giovedì 25 a martedì 30 ottobre

Oltre le colline

(Regia di Goro Miyazaki)

Amour (Regia di Michael Haneke)

(Regia di Silvio Soldini)

lun. gio. ven. sab. dom.: p. u. 21.00

Marilyn (Regia di Simon Curtis)

Italia - Faenza

INFOCINEMA Cinema Italia Faenza, via Cavina 9, tel. 0546 21204 Cinema Sarti Faenza, via Scaletta 10, tel. 0546 21358 Cinema Europa Faenza, via S. Antonio 4, tel. 0546 32335

mer. gio. p. u. 21.10

Cinema Gulliver Alfonsine, piazza della Resistenza 2, tel. 0544 83165 S. Francesco Bagnacavallo, via Cadorna 14, tel. 348 9001663 Circolo Jolly Russi, via Cavour,


MILA ULTIMO VOLO LIBERO

ARCHEOLOGIA

Visite guidate e laboratori nell’autunno di Tamo Fino al 15 dicembre, a Tamo, nel complesso di San Niccolò di via Rondinelli, a Ravenna, torna il consueto appuntamento con la rassegna di eventi dedicati ai più piccoli. Tra le novità di questa edizione si segnalano guide in inglese a caccia dei simboli misteriosi di Ravenna, i laboratori musicali di gruppo o di costruzioni e, fuori sede, “I laboratori dei piccoli...assaggi di mosaico”.

Si comincia dunque sabato 3 Novembre alle 15.30 alla Mostra Tamo con “Pinecone hunt! Caccia alla Pigna: una simpatica caccia ai simboli misteriosi di Ravenna giocando con l'inglese”. A ad accompagnare bimbi e genitori Sivia Togni, guida turistica e interprete, autrice di un volume che è proprio una guida alle bellezze di Ravenna pensata per i

GENITORI& FIGLI

più piccoli (prenotazione obbligatoria al numero 0544 213371). Giovedì 8 e 22 novembre, l’appuntamento è al centro commerciale Esp, alle 16.30, con i laboratori gratuiti di mosaico per bambini tra i 5 e i 10 anni. Sabato 10 e 17 novembre e l’1 dicembre, invece, insieme ai genitori si gioca con la musica, insieme a Mara Luzietti alla Mostra Tamo (dai 5 agli 8 anni, prenotazione obbligatoria tel. 0544-213371), mentre l’11 novembre si tornerà a spasso con Silvia Togni ma questa volta alla scoperta della Ravenna sull’acqua Sabato 17 novembre, dalle 16.30, è la volta di un laboratorio didattico dedicato al fischietto d’argilla con Fabiano Sportelli, mentre il 24 sarà dedicato alla lavorazione del vetro con Sarah Casadio e Serena Farolfi mentre il 1 dicembre alle 16.30 ci saranno le favole narrate e interpretate da Eliseo Dalla Vecchia insieme ai bambini. In collaborazione con Associazione Culturale Percorsi di Mezzano. Si chiude il 15 dicembre con “Fiocco di Neve e altri giocattoli” Laboratorio di costruzioni con il mastro giocattolaio Roberto Papetti Tariffe: i bambini possono accedere a tutte le iniziative dell'Autunno dei Piccoli 2012 con la tessera dell'Associazione Amici di Ravennantiva Junior rilasciata al costo di 5 euro.

N O

MA

R I T T I M A

ALLA CASA DELLE FARFALLE

La Casa delle Farfalle di Milano Marittima resterà aperta fino a domenica 4 novembre compresa, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17. Per gli ultimi giorni di apertura il centro propone tante iniziative comprese nel biglietto di ingresso, condotte da operatori di Atlantide. In particolare, domenica alle 11 ultimo appuntamento esclusivo con il “Primo volo libero,” per assistere in diretta allo spettacolo del primo volo delle farfalle nate durante le prime ore della giornata. Informazioni: 0544 995671.

19

JUNIOR

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 1 novembre 2012

INAUGURAZIONE

E l’attesa diventa una coccola al Mic Anche il Museo delle Ceramiche di Faenza dedica iniziative rivolte alle famiglie per scoprire i tesori che custodisce. In particolare, sabato 3 novembre, dalle 10.30 alle 12 si terrà un nuovo “laboratorio volante” dedicato ai bimbi da 3 a 6 anni, dal titolo “Rosso - equilibrio instabile”. Domenica invece iniziative per bambini dai 5 ai 14 anni, che accompagnano i loro genitori alla scoperta del museo e per realizzare insieme degli elaborati creativi. Il 4 novembre appuntamento “a sorpresa” dal titolo “A tu per tu con le ceramiche del Mic” dalle 14.30 alle 16.30 Prenotazione obbligatoria: tel. 0546 697311 - e-mail didattica@micfaenza.org.


giovedì 1 novembre 2012 | RAVENNA& DINTORNI

MANGIARE& BERE

INCONTRO CONVIALE

Dalla colazione in poi accompagnamo la tua giornata con gusto e cortesia. - Brioches e pane sempre - fresco con lievito - di pasta madre - Pizze e focacce - Panini superfarciti - Biscotteria e mignon - Torte pronte sempre fresche e su ordinazione per - compleanni e matrimoni -Organizzazione buffet

TUTTA ALUTE Piazza Caduti per la Libertà 33 - Ravenna Cell. 338 9543731 - Aperto tutti i giorni dalle 6 alle 20

Antipasti romagnoli Cappelletti - Tagliatelle Tortelloni - Passatelli in brodo Lasagne - Tagliolini con strigoli Gnocchi di patate Tagliata di manzo con polenta e formaggio Arrosti misti (stinco - conigli - pollo) Straccetti rucola, grana, aceto balsamico Filetto al pepe verde Controfiletto alle spezie Antipasti caldi e freddi Risotto alla marinara Strozzapreti orto-mare Tagliolini seppie e pomini Spaghetti allo scoglio Baccalà ai ferri e in umido Brodetto di pesce - Seppia con piselli Grigliata di pesce - Branzino al sale

Via Pasolini 41 - Ravenna Tel. 0544 215135 - Cell. 339 3774225 www.vecchiaravenna.com

Il 12 ottobre festa degli Orti in Condotta

GUSTO

20

COSE BUONE DI CASA

Sapori da Bologna, ecco la cotoletta “petroniana” a cura di ANGELA SCHIAVINA - WWW.ANGELASCHIAVINA.IT

Slow Fodd celebra anche a Ravenna la quinta festa nazionale dei cosiddetti “Orti in Condotta”, portata avanti nella nostra città grazie alla scuola primaria Riccardo Ricci, dove le classi ortolane sono diventate 5, con l’aggiunta del gruppo dei bambini e delle bambine del sostegno. La festa a scuola, fissata per lunedì 12 e dedicata alla frutta, quest’anno prevede: la presentazione da parte delle classi ortolane al resto dei bambini e delle bambine di un frutto di stagione, diverso per ogni classe, utilizzando un cartellone realizzato con differenti tecniche grafico-pittoriche; la realizzazione di un segnalibro decorato con immagini dei frutti autunnali; una merenda con pane e marmellata. Alla sera, invece, tutta la rete locale di Slow Food festeggerà gli orti con una cena all’Ustarì di du’ Canton a Camerlona, alle 20,30. Alla serata sono invitati a partecipare le maestre, i nonni e le nonne ortolane, i genitori, i rappresentati delle istituzioni coinvolte nel progetto e i soci della condotta. Il menù prevede quattro portate, acqua, vino e caffé a un costo di 25 euCONDOTTA DI RAVENNA ro. Una quota sarà devoluta alla scuola Ricci per la gestione del progetto (acquisto di attrezzature, visita in cascina, ect.). Per adesioni rivolgersi a Federica Ferruzzi (tel. 339 6534864, francescaferruzzi@gmail.com) entro il 10 novembre.

Sono a Bologna per lavoro e si parla della sua tradizione gastronomica fra cui anche la mitica cotoletta "alla petroniana". Ecco come la farei io: acquistare delle fettine di vitello abbastanza sottili, passarle nel pangrattato, poi nell'uovo sbattuto e poi di nuovo nel pangrattato, salarle e friggerle in olio e burro, poi adagiarle in un tegame e aggiungere sopra ad ogni fetta una fettina di prosciutto crudo e sopra una fettina di formaggio, aggiungere un mestolino di brodo e cuocere fino a quando il formaggio si fonderà. quando sono pronte si possono ricoprire con lamele sottili di tartufo bianco. È un ricetta antica che esprime notevoli calorie ma è molto gustosa, così qualche volta si può anche soprassedere alla sua "pesantezza". Sfogliando diversi libri di ricette ho letto qualche variazione, alcuni ad esempio, aggiungono un po' di salsa di pomodoro, altri bagnano la carne con molto brodo.

sagre autunnali A BRISIGHELLA LE DELIZIE DEL PORCELLO, DELLA PERA VOLPINA, DEL TARTUFO E DELL’0LIO DELLE COLLINE

ENOLOGIA CONVEGNO DI ESPERTI SUL VINO FRA ROMAGNA E TOSCANA, ALLA Iª EDIZIONE DEL “CESENA WINE FESTIVAL”, IL 3 E 4 NOVEMBRE

Le carni di maiale, la pera volpina , il tartufo e il rinomato olio brisighello sono i protagonisti della rassegna delle feste enogastronomiche autunnali di Brisighella denominate “Quattro sagre per tre colli”. Si comincia domenica 4 novembre con “Le delizie del porcello”, che ripropone ripropone l'antico rito nell'aia di ogni casa colonica con l'uccisione del maiale e la lavorazione della carne da parte di abilissimi norcini. Nei ristoranti e negli stand allestiti nella cittadina collinare saranno proposti piatti e assaggi di varie specialità maialesche. Le altre tre domeniche di novembre (l’11 il 18 e il 25) sranno dedicate ripettivamente alle sagre della pera volpina, al tartufo e all’ulivo e all’olio tipico delle colline di Brisighella.

GLI STAPPATI

Rosso Savignone dei Poderi Morini, buona precisione nell’espressione di FABIO

MAGNANI GLISTAPPATI@GMAIL.COM

Il “Ravenna Rosso Savignone” 2011, ottenuto da uve “centesimino”, è prodotto dall’azienda faentina “Podere Morini”. Immediata e piacevole la parte aromatica tipica di questo vino che si arricchisce di una parte speziata di pepe e noce moscata che gli dà un leggero senso di profondità al naso. Odori di melograno, rose, ciliegia, iris, viole, fragoline macerate. Buona la precisione nell’espressione. Leggera pienezza e piacevole freschezza. Tannino delicato appena rigido sul finale. Buon vino, da provare con gli abbinamenti più disparati: dalle carni bianche ai salumi passando dalle zuppe fino a qualche preparazione a base di pesce. Oppure come aperitivo a una temperatura di servizio più bassa.

“Contadino o Manager? Nuove generazioni del vino nelle secche del mercato, fra territorialità e globalizzazione” è il titolo del convegno ospitato nella prima edizione del “Cesena Wine Festival”, in programma sabato 3 novembre. Di scena – alle 16 nella Biblioteca Malatestiana – i protagonisti del panorama enologico nazionale saranno chiamati a ragionare sul Sangiovese, vitigno simbolo della Romagna e dei grandi vini della vicina Toscana a cominciare dal Chianti. Al tavolo dei relatori, moderati da Gianluca Semprini volto noto delle news di Sky Tg 24, il direttore editoriale del Gambero Rosso Carlo Ottaviano, e una serie di enologi, sommelier e winemaker che lavorano di qua e di là dagli Appennini. Non mancheranno degustazioni guidate e, al teatro Bonci, una sfida di assaggi “alla cieca” fra virtuosi sommellier. Info tel. 328 3646840


INFORMAZIONE PROMOZIONALE

L’arte di creare un sorriso

L’estetica è filosofia, è ricerca costante del sorriso aderente alla personalità del soggetto, non è produzione industriale di denti tutti uguali come in una catena di montaggio, ma è personalizzazione del singolo elemento dentario in un contesto di 32 elementi, come il singolo strumento musicale in un’orchestra. Per ottenere una melodia tutti gli strumenti devono suonare all’unisono ed in modo ordinato. Il risultato più esaltante ed imponente si ha sicuramente quando s’interviene contemporaneamente su tutta l’arcata dentaria, poiché se si ritiene necessario, ovviamente in situazioni ben programmate, si può mutare sia la forma sia il colore di tutti gli elementi presenti nel cavo orale. Il cambiamento che si ottiene in questi casi è rilevante, il paziente che magari aveva sofferto di un sorriso scuro e poco espressivo, passa come d’incanto, ad un aspetto che sognava, con denti bianchi e con una forma correlata ai suoi tratti somatici La scelta del colore è un atto molto complesso.Il dente ha un colore tridimensionale composto di masse che dall’interno all’esterno cambiano croma anche in funzione della luce ambientale che con i suoi raggi penetra al suo interno. Proprio in virtù delle peculiari caratteristiche cromatiche dei denti, il dentista, con questi nuovi materiali, mimetizza il suo lavoro dando nuovo slancio alla bellezza dell’elemento trattato.

Spesso la perdita di elementi dentari comporta un danno non solo da un punto di vista estetico e funzionale ma anche psicologico. Oggi giorno l’implantologia è una tecnica molto conservativa perchè sostituisce praticamente la protesi tradizionale in cui a seguito della perdita di un dente venivano limati i due elementi vicini (a volte sani) e fabbricato un "ponte di tre elementi". Con l’implantologia è possibile rispettare i denti vicini. Un’altra tecnica che negli ultimi anni si è dimostrata molto valida consiste nel protesizzare immediatamente l’impianto, ovvero mettere il dente nella stessa giornata . Un importante obiettivo da raggiungere nel trattamento con impianti è quello estetico , cioe' il dente non si deve distinguere da un dente naturale. È possibile ottenere questi risultati grazie ad una più ampia gamma di materiali che soddisfando pienamente le esigenze del paziente allontanano sempre più il ricordo delle vecchie e nonché poco funzionali protesi mobili. La creazione di un sorriso è un vero e proprio progetto, che vede impegnato un intero staff, professionalmente addestrato a rilevare e tradurre le esigenze del paziente nel modo più naturale possibile. L’obiettivo del dentista deve essere quello di riuscire ad imitare nel modo più reale i denti supportati dagli impianti e i costi che un tempo erano molto elevati, ora sono alla portata di tutti.


giovedì 1 novembre 2012 | RAVENNA& DINTORNI

INFORMAZIONI& SERVIZI

ADOTTAMICI

QUALITÀ DELL’ARIA

Tigrottino

IQA dal 22 ottobre al 28 ottobre 2012 Stazione Rocca Brancaleone Via Caorle Zalamella Agglomerato di Ra.

Lun

Legenda IQA Buona Accettabile Questo bel gattino tigrato, di circa tre mesi, molto dolce, si trova a Godo di Ravenna, presso una volontaria. Per conoscerlo e adottarlo telefonare ore serali al numero 0544 414002.

Mar

Mer

Mediocre

Gio

Ven

Scadente

Sab

Dom

Pessima

L’IQA (Indice di qualità dell’aria) rappresenta sinteticamente lo stato complessivo dell’inquinamento atmosferico. Viene calcolato sulla base dei livelli di concentrazione degli inquinanti più critici del nostro territorio: particolato fine (PM10), biossido di azoto ed ozono. In funzione del suo valore si individuano cinque classi di qualità dell’aria. I dati giornalieri di Qualità dell’Aria relativi alla Provincia di Ravenna sono consultabili al sito: http://www.arpa.emr.it/ravenna/. L’andamento giornaliero delle concentrazioni di polveri PM10 in Emilia-Romagna è consultabile al sito: http://www.liberiamolaria.it

INFOCITTÀ

22

AVVISO AI LETTORI Per mancanza di spazio la rubrica delle farmacie di turno non è stata pubblicata. Ce ne scusiamo ma tornerà regolarmente la prossima settimana.

PER BAMBINI CORSI CON ROLLER RAVENNA Roller Ravenna organizza corsi di pattinaggio rollerblade rivolti ai bambini a partire dai 4 anni. I corsi si terranno presso la struttura di Fornace Zarattini (via Fabbri), tutti i mercoledì dalle ore 18. Per partecipare è necessario avere i pattini e le protezioni individuali, per provare sono disponibili attrezzature messe a disposizione dalla società. La prima volta è gratis! Per informazioni ed iscrizioni contattare la società sul posto oppure tel. Davide 335 7287768, nuovarinascita@virgilio.it.

calcio uisp A cura del Comitato UISP di Ravenna via G. Rasponi, 5 - RA tel. 0544.219724 - fax 0544.219725 E-mail: ravenna@uisp.it - www.uisp-ra.it

PODISMO 4ª giornata Campionato Seniores: Amatori Villanova-Az Football 2003 1-2; Cral E. Mattei-Timida Club 0-0; Casa Dell’amicizia-Gs Bruno Rossi 0-1; Riposa: Punta Marina Terme. Classifica: Timida Club 8; Az Football 2003 7; G.S.Bruno Rossi 7; Amatori Villanova 4; Casa Dell’amicizia 3; Pol. Camerlona 3; Punta Marina Terme 1; Pol. Rapid San Bartolo 1; Cral E. Mattei 1. 4ª giornata Campionato Amatori: Real Piangipane-Bar Pontino Asd 0-0; Trattoria Ca’ Rossi-Rajax 2-1 ; Asd Bizantina-Gs Romagna 6-2; Asd Audace -Gs Lamone 8-0. Classifica: Bar Pontino Asd 10; Asd Audace 9; Asd Bizantina 9; Trattoria Ca’ Rossi 9; Real Piangipane 6; Gs Lamone 4; Us Savarna Asd 4; Rajax 2; Gs Romagna 1; Lido Adriano 0.

20º Ravenna Cross 2012 Si corre a Massalombarda

te n n i s a s q u a d r e CAMPIONATO 1ª GIORNATA RISULTATI E CLASSIFICA Il 22 ottobre è cominciato il Campionato invernale di Tennis UISP maschile a squadre 2012-2013 organizzato dai Comitati di Lugo, Ravenna e Imola Faenza. La Uisp di Ravenna organizza il campionato riservato agli Amatori, al quale sono iscritte 14 squadre composte da giocatori mai classificati FIT . Questi i risultati della prima giornata: Amatori Girone 1: CMC B -Smile -1-2; Cral Vigili del Fuoco Ravenna -Pol. 2000 Tennis Renato Team -1-2; Borgorosso Ctc 70 Castigl. C -Borgorosso Ctc 70 Castigl. B 1-2; Riposa: Machtpoint Tommy Team Classifica: Smile 3; Pol. 2000 Tennis Renato Team 3; Borgorosso Ctc 70 Castigl. B 3;CMC B 1; Cral Vigili del Fuoco Ravenna 1; Borgorosso Ctc 70 Castigl. C 1; Machtpoint Tommy Team 0 Amatori Girone 2: Ina’evers -Real Massa Lombarda 0-3; Super Castel Bolognese -Tc Conselice 1-2; Suzanne Lenglen Fusignano -Tennis Accademy Lugo 3-0; Riposa: Easy Tennis Classifica: Real Massa Lombarda 4; Suzanne Lenglen Fusignano 4; Tc Conselice 3; Super Castel Bolognese 1;Ina’evers 0; Tennis Accademy Lugo 0; Easy Tennis 0.

La Lega Atletica Leggera della Romagna organizza il Campionato Provinciale Cross Uisp che prenderà il via dal prossimo 17 novembre a Massalombarda. Questo appuntamento è giunto ormai alla XX edizione ed è valido come Campionato Provinciale Uisp individuale e di società e come Cross Open per atleti individuali. Ricordiamo che La gara open è aperta ad atleti Uisp fuori provincia, Fidal Amatori, Enti di promozione sportiva riconosciuti dal Coni, settore giovanile in regola,

e Fidal Assoluti solo se tesserati con enti di promozione agonistica. Questo il calendario completo della manifestazione: sabato 17 novembre, Massalombarda, via De Coubertin (Fruges), ore 15. Domenica 25 novembre, Ponte Nuovo, via Ancona Area Sportiva, ore 10. Sabato 15 dicembre, Alfonsine, Bruschetteria il Bruscolo, via Reale, ore 15. Sabato 22 dicembre, Cotignola, Area lago pesca sportiva, ore 15. Sabato 29 dicembre, ADVS Pod.Caveja Pineta di Classe, ore 15.

PULIZIA

GIARDINAGGIO Manutenzione giardini privati e pubblici

(CRISTALLIZZAZIONI)

Viale F. Brunelleschi, 117, Ravenna Telefono: 0544 402666

Sono disponibili ancora posti nel nuovo corso presso la tensostruttura del campo di atletica in via Falconieri (lunedì e venerdì dalla 10 alle 11). Per iscrizioni rivolgersi all’Ufficio decentrato del Comune di via Berlinguer in via Berlinguer 11. Disponibiltà anche alla palestra di via Landoni (martedì e giovedì dalla 9 alle 10 e dalla 10 alle 11), per info ufficio di via Maggiore 120. Ulteriori info uffici Uisp Ravenna tel. 0544 219724.

E

Condomini Uffici privati e pubblici Lucidatura pavimenti Sgrassature e pulizie di fondo

PER ANZIANI CORSI GINNASTICA DOLCE

Potature di alto fusto con macchinari specifici

334 3218031 PRONTO INTERVENTO • INTERVENTI D’EMERGENZA • PREVENTIVI GRATUITI Lido Adriano - via Tono Zancanaro, 74 - tel./fax 0544 493950

MERLINO E IL DESTINO ARIETE Il lavoro arranca, la famiglia sfianca, ma in compenso la fornicazione affranca. Non fatevi trovare impreparati e se certe rogne dovessero arroventarvi i zebedei, Marte in trigono vi aiuterà a reagire, sgrossando, sbrigando e recuperando ogni arretrato. Sudombelico autorevole nel fine settimana. TORO Guardatevi da fallocefali se volete salvare reputazione e terga sul lavoro: il periodo richiede di farvi un mazzo grande come una betoniera, ma verrete ripagati, prima o poi. In ripresa la fornicazione, come non accadeva da un bel po’: i singles non si facciano turlupinare da material girl. GEMELLI Grazie a Giove e Venere nei giorni di festa perderete l’umore da zitelle transilvane, soprattutto se opterete per un rigenerante singolaggio poco suino, dedicandovi alla casa, alle letture, o agli amici. Insomma, se nel lavoro la fortuna gira, in amore l’ormone sbadiglierà dalla noia. Passerà. CANCRO Giovedì non roteate le chele se il partner sembrerà distante e gli zebedei ciondoleranno come pendagli stanchi. Procedete con razionalità sbrigando per prime le priorità senza indulgere in lamentazioni che allungherebbero gli zebedei altrui. Sudombelico disinvolto nel fine settimana. LEONE Con Marte in trigono e Venere e Mercurio che vi appoggiano, cercate di non rovinare ogni relazione con il vostro consueto charme da cavernicoli buzzurri. Soprattutto se si tratterà di decidere il programma nei giorni di festa. Amore e sesso da quarta età nel fine settimana. Fate altro. VERGINE Il lavoro soddisfa e arriva, anche se potreste sentirvi oppressi dai troppi impegni, responsabilità o dalle raccomandate con ricevuta di ritorno del partner. Per fortuna la salute regge, i rapporti veri si consolidano ed i singles si accasano. E l’ormone troverà tempo e modo per divertirsi. BILANCIA Con Venere che rientra nel segno dovete riabituarvi alla leggerezza, quindi, state su e valorizzate fascino e glutei, così da superare ogni rogna in ogni ambito. Approfittate dei giorni di festa per svagarvi, ma nel week end non irritate il partner, se non volete restare ad ormone asciutto. SCORPIONE I successi nel lavoro abbondano, ciò non toglie che dovrete farvi i glutei a parallelepipedo. Anche in amore dovrete sforzarvi di essere più tolleranti per rendere un po’ più armonico ogni rapporto, non necessariamente sempre con lo stesso partner. Ma non fate solo i cinghiali da monta. SAGITTARIO Con Mercurio che entra nel segno, anche se non vi sembra, il momento delle maggiori tensioni è superato. Sgombrate le giornate di festa da ogni impegno e non alimentate frizioni con il partner, perché nel fine settimana non ne avrete per nessuno, neppure per giocare ai suini con il partner. CAPRICORNO Con Venere che torna dissonante, preparatevi prima di diventare dei pessimisti mannari e relegare così partner e collaboratori fra l’incudine ed i vostri zebedei filamentosi. Fine settimana comunque distensivo, da dedicare agli amici, se proprio non c’è un partner con cui distendere gli ormoni. ACQUARIO Marte e Venere ancora amici vi lanciano un assist energetico per fronteggiare i vostri sbalzi d’umore di fronte allo stress da lavoro e a certi impegni familiari che proprio non potrete evitare. I momenti migliori nel fine settimana, quando persino i singles riusciranno a fornicare. PESCI Settimana interessante per stabilire nuovi contatti, colloqui, p.r. e recuperare gli ormoni del partner. Attenzione però nel fine settimana, quando potreste rischiare di fare sgambetti i prossimità degli attraversamenti stradali più frequentati Da chi odiate. Fornicazione omeopatica. Che noia.


inserto di Ravenna&Dintorni giovedì 1 novembre 2012

SETTIMANALE

Piazza Duomo 6 - Ravenna tel. 0544.217369 - cell. 333.5284797 www.grupposavorani.it

PENSIONATO VIA ROCCA BRANCALEONE, 20 RA RAVENNA S.ROCCO - ADIAC. GALLERY Villetta a schiera ben tenuta, soggiorno, cucina abit., 3 letto, 2 bagni, garage, portico, giardino fronte/retro. Rif. 67B € 310.000,00

RAVENNA Attico da sistemare composto da: ingresso, ampio soggiorno, cucina abit., 2 camere da letto, bagno, terrazzo verandato, garage. Rif. 56A € 225.000,00 CENTRO STORICO Appartamento ben tenuto: soggiorno, cucinotto, matrimoniale, terrazzo, cantina, posto auto, risc. aut. Rif 15A € 145.000,00

RAVENNA Appartamento libero, ultimo piano, ingresso, ampio soggiorno, cucina abit., matrimoniale, bagno, ripostiglio, cantina. € 110.000,00 Rif. 5A

RAVENNA ADIAC. TRIBUNALE App.to libero, ampio soggiorno, cucinotto, 2 letto, 2 bagni, balcone, p.

MEZZANO (RA), vendesi delizioso bilocale arredato composto da: soggiorno con angolo cottura,bagno,ampia camera da letto, giardino, cantina,posto auto. Rif.873 €.115.000,00

% 0544. 216156 - 348.0308088

auto coperto, cangtina. Rif. 7A € 140.000,00

SAN ROCCO Casa abbinata ad un lato anni ‘50 di circa 190 mq, disposta su due piani e un seminterrato. € 235.000,00 Rif. 115/B MARINA DI RAVENNA App.to ben tenuto, ingresso soggiorno, cucina, matrioniale, singola, bagno. € 155.000,00 Rif. 28A

RAVENNA - VIA E. PAZZI appartamento, ingresso, soggiorno, cucina, 2 matrimoniali, bagno, balcone, garage. € 175.000,00 Rif. 19A

SAN BIAGIO casetta di c.a. 90mq da ristrutturare Rif. 82B € 150.000,00

RAVENNA - ADIAC. CENTRO app.to libero, soggiorno con angolo cottura, matrimoniale, bagno, balcone € 115.000,00 Rif. 26A

ge. Risc.Autonomo, climatizzazione. Rif. 14SC €.190.000,00 RAVENNA, nel cuore del centro storico, adiacente alla Basilica di SanVitale, appartamento al primo piano con ascensore,composto da:ingresso,soggiorno,cucina abitabile,disimpegno,2 bagni,2 camere da letto, cantina, oltre a cortile e servizi comuni. Rif.012SC €.220.000,00

RAVENNA, vendesi appartamento composto da: soggiorno con angolo cottura, bagno con finestra, disimpegno, camera da letto, balcone e posto auto.Riscaldamento autonomo. €. 130.000,00 RAVENNA Rif.874

RAVENNA ZONA PONTE NUOVO Appartamento al piano terra ristrutturato nel 2008, composto da ampio soggiorno con ripostiglio,cucina abitabile,disimpegno, camera matrimoniale, bagno, vano di mq 19,52 con disimpegno e bagno. Utenze autonome, è occupato da inquilino con interessante contratto 3+2 .Interessante sia per investimento che per interesse proprio,in tal caso la prima scadenza è al 30/11/2013.(I.R.) €. 140.000,00 Rif.SC321 RAVENNA, vendesi appartamento al 2° piano in palazzina di sei unità, composto da: ingresso, soggiorno, cucina, balcone,2 camere,bagno,ampio gara-

appartamento al primo piano con ascensore,composto da:ingresso,soggiorno/pranzo,cucina abitabile, disimpegno, 3 camere da letto,2 bagni,garage e cantina nell’interrato.(I.R.) Rif.80SC €.225.000,00 RAVENNA, CENTRO STORICO ipica casa su più livelli con ingresso indipendente al piano terra, cucina abitabile con ampio ter-

66enne cerca un’amica compagna di viaggi, italiana, seria max 62enne per fare

RAVENNA – DARSENA DI CITTÀ CASA INDIPENDENTE con GIARDINO di 330 mq, ATTUALMENTE SUDDIVISA in 2 APPARTAMENTI : P. T. AMPIO PORTICATO di oltre 40 mq, GARAGE, LAVANDERIA, BAGNO ed ulteriori 3 VANI di 16, 14,40 e 13,90 mq. P.P. AMPIO SALONE con balcone, SALA PRANZO, CUCINA ABITABILE, BAGNO e 3 AMPIE LETTO di cui la PADRONALE con GUARDAROBA. Da riammodernare. € 480.000

RAVENNA – BORGO S. ROCCO In piccola palazzina di recente costruzione, COMODO APPARTAMENTO CON INGRESSO INDIPENDENTE E GIARDINO DI PROPRIETA’. Composizione: SOGGIORNO – PRANZO di 32,50 mq, CUCINA ABITABILE, disimpegno notte, 3 CAMERE DA LETTO, 2 BAGNI FINESTRATI. GARAGE di 25 mq al Piano Interrato. OCCASIONE DA NON PERDERE. € 315.000

RAVENNA – BORGO S. ROCCO In piccola palazzina di recente costruzione, COMODO APPARTAMENTO CON INGRESSO INDIPENDENTE E GIARDINO DI PROPRIETA’. Composizione: SOGGIORNO – PRANZO di 32,50 mq, CUCINA ABITABILE, disimpegno notte, 3 CAMERE DA LETTO, 2 BAGNI FINESTRATI. GARAGE di 25 mq al Piano Interra-

to. OCCASIONE DA NON PERDERE. € 315.000

RAVENNA ZONA VIA BRUNELLI In ZONA TRANQUILLA, vicinanze Centro Commerciale “La Fontana”, appartamento al 2° piano senza ascensore, così composto: ingresso, SOGGIORNO, CUCINA ABITABILE, 2 LETTO, 1 BAGNO, 2 balconi. AMPIA CANTINA al PT. POSTO AUTO assegnato nella corte comune. IMPIANTI A NORMA. RISCALDAMENTO AUTONOMO. Basse spese condominiali. Possibilità di vendita con o senza arredo. € 138.000 RAVENNA - BORGO NUOVO In PICCOLA PALAZZINA di sole 4 UNITA’, delizioso APPARTAMENTO al P.T. con INGRESSO INDIPENDENTE e GIARDINO DI PROPRIETA’, composto da : SOGGIORNO con AK, RIPOSTIGLIO/STUDIO, BAGNO FINESTRATO, dis. notte, MATRIMONIALE. Ottimamente rifinito e tenuto. POSTO AUTO DI PROPRIETA’. PARZIALMENTE ARREDATO. NO SPESE CONDOMINIALI. MOLTO VALIDO. € 145.000

RAVENNA – ZONA VIALE MATTEI In zona residenziale, APPARTAMENTO DI NUOVA COSTRUZIONE, in PICCOLA PALAZZINA di sole 6 unità, al 1° ED ULTIMO PIANO: AMPIO SOGGIORNO con AK, 2 CAMERE DA LETTO, BAGNO, AMPIA TERRAZZA CON PERGOLATO con COPERTURA motorizzata e pareti in vetro chiudibili, RISCALDABILE. Possibilità di SOPPALCO. GARAGE e CANTINA al Piano interrato. Ottimamente rifinito con materiali di pregio. €360.000

ALFONSINE A 2 PASSI DALLA PIAZZA, ATTICO CON VISTA PANORAMICA, composto da : ingresso, CUCINA, LUMINOSO SOGGIORNO di oltre 30 mq, RIPOSTIGLIO, 2 CAMERE DA LETTO, 1 BAGNO. AMPIO TERRAZZO di 120 mq. RISC. AUTONOMO. Al PT. CANTINA e GARAGE. € 175.000

CASAL BORSETTI In contesto esclusivo a DUE PASSI DAL MARE, ATTICI DI NUOVA COSTRUZIONE, composti da : SOGGIORNO – CUCINA, 23 LETTO, 12 BAGNI e POSTO AUTO. AMPI TERRAZZI CON VISTA MARE, SOLARIUM, posto auto e possibilità di cantina. Prezzi a partire da € 255.000

passeggiate, gite, viaggi e crociere. FORNACE ZARATTINI,

Cell. 333 5931926 ZONA QUARTIERE SAN GIUSEPPE

Appartamento di circa 86 metri quadrati, composto da 2 ampie camere da letto matrimoniali, sala da pranzo,cucina indipendente con balcone, bagno 2 corridoi e 2 ripostigli. Posto auto coperto, cantina,lavanderia in comune con terrazza, ampio parcheggio e giardino. Riscaldamento autonomo. L’appartamento è situato al terzo piano senza ascensore in una palazzina di n°6 appartamenti. € 130.000,00 cel 3289535152 o 3282406832 solo ore pasti

razzo coperto e bagno al primo piano; al secondo piano soggiorno, disimpegno, camera matrimoniale con cabina armadio, bagno,studio e seconda camera da letto. Spese condominiali contenute, risc. aut., clima. (ufficio/abitazione con possibile cambio di destinazione). Rif. SC105 €.290.000,00 RAVENNA In zona di prestigio, villa abbinata con ampio giardino,composta da ingresso,atrio,salone,pranzo, soggiorno con camino, cucina, studio, 4 camere da letto, bagni nella zona giorno,nella taverna e nella zona notte;ripostigli vari,lavanderia e splendida taverna con camino e vetrata sul giardino. Possibilità di 2 unità immobiliari. Molto bella ! Rif. SC10 info in agenzia MARINA DI RAVENNA

vendesi negozi e splendidi appartamenti di diverse tipologie, ottimamente rifiniti, ottimamente rifiniti,con posto auto o garage.Classe energetica “A”. Rif. 1SC info in agenzia

RAVENNA, AFFITTANSI APPARTAMENTI DI DIVERSE TIPOLOGIE a persone referenziate.Prezzi a partire da € 500,00 Mensili

Ravenna - Via G. Garatoni, 12 - tel. 0544.35411 - www.grupposavorani.it

RUSTICO A RAVENNA, Ex casa rurale a Km 1 dal Borgo San Rocco, di c.a mq 270 con mq. 1.500 di corte e mq 14.000 di terreno agricolo. DA RISTRUTTURARE. €. 260.000,00 MEZZANO RAVENNA Zona Via delle Industrie, in palazzina di recente costruzione si vende appartamento posto al I piano con ingresso indipendente: ampio soggiorno con angolo cottura, bagno, camera matrimoniale con balcone loggiato. Posto auto scoperto e cantina. Climatizzazione e zanzariere ovunque. Parzialmente arredato. Impianti certificati. €. 137.000,00 RAVENNA

Zona Rocca Brancaleone, si vende casa abbinata ad un lato composta da 4 appartamenti, ampi servizi al piano terra e 2 garage in corpo staccato. Da rimodernare. Libera subito €. 450.000,00

appartamento all’ultimo piano con ampio sottotetto composto da: ingresso, soggiorno con angolo cottura e balcone, disimpegno notte, camera matrimoniale, studio, bagno, sottotetto molto fruibile, garage. Risc. aut. €. 185.000,00 RAVENNA,

in complesso residenziale di recente costruzione, si vende appartamento con ingresso indipendente disposto su 2 livelli. Piano primo: soggiorno, cucina, camera, bagno, Piano secondo: camera matrimoniale, studio, bagno, ampio balcone più terrazzo. Al piano terra: posto auto coperto per auto e moto. Libero subito.. €.190.000,00 RAVENNA Via Tommaso Gulli, appartamento posto al piano rialzato: soggiorno, cucina, due camere matr., bagno con doccia, balcone verandato, cantina. Risc. aut. €.105.000,00

Zona Via Zalamella, villa singola con giardino su piani sfalsati, in bella zona residenziale, composta da: ingresso, salone con cucina a vista e veranda, 2 camere da letto matrimoniali, ampio bagno, oltre a garage, lavanderia/ripostiglio, taverna, bagno e cantina al piano seminterrato; al piano sottotetto due ampi servizi. €. 550.000,00 RAVENNA Zona Dribbling, bilocale di nuova costruzione: soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, bagno con vasca. Giardino ad uso esclusivo, garage e cantina. €. 125.000,00

Ravenna • Via Piave 15 • Tel. 0544/406333 (2 linee) Via Garatoni 12 - Ravenna tel. 0544.528155 cell. 338.2852522 cell. 335.7722711

S. ALBERTO vicinanze ravenna – ultimo piano di 200 mq. con grande terrazzza, in palazzina indipendente dove e’ possibile ricavare due ampi appartamenti oltre a servizi al piano terra. VERA OCCASIONE € 115.000,00

S. ALBERTO “OCCASIONE IMPERDIBILE”, per investimento, bilocale al piano terra, in fase di ultimazione, con ingresso indipendente, impianto di riscaldamento a pavimento, impianto aria condizionata, piccolo giardino di pertinenza. Soggiorno con angolo cottura, antibagno e bagno, letto matrimoniale con cabina armadio. POSSIBILITÀ DI PERSONALIZZARE LE FINITURE. POSSIBILITÀ DI CANTINA. € 85.000,00

MANDRIOLE causa trasferimento si vende casa indipendente di recentissima costruzione composta da 6 vani, 2 bagni, grande autorimessa, giardino e orto. € 250.000,00

VILLANOVA DI BAGNACAVALLO deliziosa casetta abbinata ai lati, completamente ristrutturata, composta da p.t: ampia zona giorno con cucina a vista, piccolo cortile sul retro, al 1°p: disimpegno notte, 2 ampie camere da letto e bagno. adatta a giovane famiglia, completamente arredata. € 80.000,00

S. ALBERTO causa trasferimento, grande casa di civile abitazione di vani 8 + tanti servizi in S. ALBERTO poco di- corpo staccato su lotto di mq. 750. € 150.000,00 stante dal centro caS. ALBERTO setta abin splendida binata su posizione read un lato sidenziale ventutta svidiamo casa abluppata a binata al grezpiano terzo avanzato, ra completamente ristrutturata, intercon giardino namente, ingresso armadiabile, ampia laterale e afsala con cucina ben separata e fine- facciata su ampio parco pubblico. sogstrata, 2 ampissime matrimoniali, ba- giorno con predisposizione camino, cucigno finestrato ed ampio garage a piano na abitabile, bagno, lavanderia, garage. terra. giardino di ca 400 mq. in parte in al 1° p: 3 letto di cui 1 matrimoniale (mq. comune con altra unita’. arredo cucina 17) con cabina armadio e ampio bagno di ulteriore bango e terrazza su misura compreso. ben rifinita. pro- pertinenza, (mq. 11). € 240.000,00 posta molto valida. € 125.000,00


Ravennaeditorni_011112  

RavennaeDintorni_011112

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you