Issuu on Google+

w w w. r a v e n n a e d i n t o r n i . i t

20 ottobre 2011 n. 460

Redazione tel 0544 271068 redazione@ravennaedintorni.it • Pubblicità tel. 0544 408312 info@reclam.ra.it

DOPO IL 15 OTTOBRE INSERTO IMMOBILIARE QUINDICINALE da pagina 32 METALMECCANICI

La Fiom lancia l’allarme «La crisi peggiora» A PAGINA 4 L’INIZIATIVA

Tornano le lezioni di futuro a Casa Matha A PAGINA 10 MARINARA

Cambio al vertice Nominato nuovo cda A PAGINA 11 CINEMA

Al via il festival del brivido A PAGINA 14 DANZA

Homunculus, gioiello di visioni artistiche A PAGINA 16 SPOSI

Il sì in spiaggia e la cerimonia vista da lui INSERTO CENTRALE

ANTIQUARIATO, COLLEZIONISMO E MODERNARIATO IN ROMAGNA

21 - 22 - 23 OTTOBRE

L’indignazione violenta

PALAZZO MERLATO

Uomini e donne, la disparità tra i dirigenti

I manifestanti e le testimonianze dalla scena “black bloc” della città LA STAGIONE

«La crisi consiste nel fatto che il vecchio muore e il nuovo non può nascere», scriveva Antonio Gramsci con parole che raccontano quello che sta accadendo in questi giorni in Italia. A Roma una grande manifestazione di indignazione contro la politica e il sistema bancario si è trasformata in un rigurgito di violenza. E la voce di 200mila persone che cantano può essere sormontata da quella di duemila che gridano. L’uno percento dei partecipanti alla manifestazione di Roma, quelli che hanno messo a ferro e fuoco la capitale, suscitando molte polemiche e monopolizzando l’attenzione. Li chiamano black bloc. È un movimento violento e internazionale che colpisce in diverse città del mondo sempre alla stessa maniera. Si vestono di nero, tutti uguali per non essere identificabili dalla polizia nei filmati con volti coperti e caschi in testa. Bruciano sedi di banche e sfasciano vetrine di multinazionali. Agiscono sempre nello stesso modo, ma questa volta il fenomeno è stato diverso perché accanto agli “esperti della guerriglia” c’erano molti ragazzini appena maggiorenni. Noi abbiamo sentito le voci di alcuni di loro, ravennati, che difendono il ricorso alla violenza e ci hanno raccontato da dentro questo mondo. E le voci di chi, invece, in piazza c’è andato pacificamente ed è pronto a tornarci, sempre più indignato.

Di quote rosa si parla sempre più spesso, di disparità di trattamento sul lavoro tra uomini e donne forse, invece, non se ne sa ancora abbastanza. Qualche mese fa avevamo intervistato l’ex assessora Emanuela Giangrandi grazie alla quale avevamo scoperto come le dipendenti della Provincia guadagnano meno dei colleghi. Fu allora che Elettra Stamboulis ci segnalò la curiosa anomalia che si registra tra i dirigenti comunali. Persone che certo hanno stipendi di tutto rispetto, ma non paritari. E i numeri parlano chiaro.

È all’insegna dell’equilibrio tra generi e periodi storici, la stagione di Opera e Danza del teatro Alighieri che si aprirà il 10 dicembre con il Rossini di “L’occasione fa il ladro”. E infatti, per quanto concerne la lirica, a fianco di classici come un’intramontabile “La boheme” o il sontuoso “Rinaldo” di Haendel – diretto dal “nostro” Ottavio Dantone e apprezzatissimo la scorsa estate ai Proms di Londra – troviamo il Kurt Weill della brechtiana “L’opera da tra soldi” o il visionario “Piccolo spazzacamino di Britten”. Ben bilanciata anche la danza, con la nascita della nuova rassegna di contemporanea “ToDay to Dance” (in collaborazione con Cantieri) – in cui vedremo il grande Virgilio Sieni –, il ritorno di David Parsons e la sua ipercinetica compagnia e un’intensa doppia coreografia di Aterballetto, “Le Sacre” e “Come un respiro” (nella foto).

È una piccola storia di crisi, di tagli, di giovani precari a cui i contratti non vengono rinnovati, di lavoratori più tutelati che vengono, per forza, prima degli altri. È la storia di una ragazza di ventisette anni, diplomata, che un paio di anni fa aveva sperato che ottenere un ottimo punteggio a un concorso di una municipalizzata potesse, con un po’ di pazienza, portare a un lavoro stabile. E invece, nel pubblico come nel privato, per i giovani precari l’accesso al lavoro sembra sempre più in salita.

CAVEZZALI ALLE PAGINE 6-7 E 8

SERVIZIO A PAGINA 15

SERVIZIO A PAGINA 5

Opera e Danza tra i generi

SERVIZIO A PAGINA 3

LAVORO

Giovani precari “pubblici” senza contratto

nuova gestione familiare!

SONO ARRIVATE LE V.L.T.

AD OGNI PROBLEMA UNA RISPOSTA

Jackpot Nazionale! 500,000.00 euro! Servizio bar 23 ore al giorno 365 giorni l’anno

www.ortopediaspadoni.it

- servizio di sorveglianza -

V.le Alberti, 106 • Tel. 0544 406969

RAVENNA Via Romea 109 - Tel 0544 476505

O Editore Reclam Aut. Trib. di Ravenna n. 1172 del 17/12/2001 Direttore responsabile: Fausto Piazza Stampa: Galeati Industrie Grafiche Anno X nr. 458. Poste Italiane spa - Sped. in abb. post. D.L. 353/2003 (conv. di legge 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB C.R.P.- C.P.O. RAVENNA. Prezzo€ 0,08 COPIA OMAGGI


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 20 ottobre 2011

CRONACA& ATTUALITÀ

LA POLEMICA

PARITÀ DI GENERE

Tutti dirigenti, ma stipendi diversi Differenze di retribuzione tra uomini e donne a Palazzo Merlato Le donne dirigenti nel Comune di Ravenna sono 17 su 29, includendo anche il direttore generale Carlo Boattini e il segretario Paolo Neri. Una media non male anche se certamente più bassa di quelle dei dipendenti tout court. Ma non è per questo che le donne potrebbero aver ragione di lamentarsi. No, lo scontento sarebbe lecito aspettarselo a fronte dei loro redditi perché guadagnano mediamente molto meno dei loro colleghi uomini. Dati pubblicati dal sito del Comune alla mano, nove di loro costano a Palazzo Merlato meno di 75mila euro l’anno e solo due superano gli 85mila, nessuna i 100mila. Tra i dieci uomini c’è un solo nome sotto i 75mila, ben 6 sopra gli 85 di cui tre sopra i 100mila. A sollevare il problema, durante la scorsa legislatura, ci pensò un’assessore donna, Elettra Stamboulis, nominata a metà mandato con la delega all’Istruzione e oggi tornata a fare l’insegnante. «In quanto presidente dell’Istituzione infanzia – racconta – ero chiamata ad esprimere un parere sull’operato della direttrice dell’ente. Il primo anno la mia valutazione mi fu restituita corretta, dicendo che era stata troppo alta rispetto a quella degli anni precedenti. Io ero appena arrivata e ho taciuto. Ma il secondo anno no, ho lasciato la mia valutazione tale e quale, anche perché era stata condivisa dal cda, ma non ne hanno tenuto conto». Ciò di cui si era accorta l’ex assessore allora è che alle dirigenti “top” veniva riconosciuta una valutazione identica, come identico era il premio di risultato elargito a tutte loro. «Una cosa ben curiosa se si pensa che si occupano di ambiti anche molto diversi – commenta Stamboulis – e tra l’altro allora succedeva anche per i collaboratori dello staff del sindaco dove stranamente all’unico uomo veniva riconosciuto un ad personam che era il triplo di quello riconosciuto alle ragazze, a parità di mansioni». Insomma, un accanimento maschili-

3

sta? «Io non credo che sia fatto consapevolmente – dice l’ex assessore – tutt’altro. Credo invece che il presupposto culturale che porta a risultati simili sia talmente introiettato, anche in un territorio come il nostro dove l’emancipazione femminile è relativamente antica, da passare inosservato. Si prendono come verità luoghi comuni sulle donne come il fatto che possano dedicare meno tempo al lavoro per pensare ai figli per giustificare una minor carriera. Credo ci sia biso-

il confronto ECCO GLI STIPENDI DEI DIRIGENTI COMUNALI Pubblichiamo di seguito gli stipendi lordi dei dirigenti comunali seguiti dalla retribuzione di risultati. Tra parentesi e preceduti dall’asterisco i compensi che vengono riferiti come “Altro” e in cui potrebbero confluire per esempio i risultati di “progettazione”. Gran parte degli uomini dirigenti sono impiegati nei servizi connessi ai lavori pubblici e all’edilizia quelli che storicamente sono sempre stati considerati i più “strategici” e forse, di conseguenza sono stati i meglio premiati, a discapito di aree come quelle dell’infanzia. Tutti i dati sono tratti dal sito ufficiale di Palazzo Merlato www.comune.ra.it. DONNE Puritani - 90.009/16.000 Piolanti - 85.928/11.500 Maroni - 84.354/11.500 Bissi - 83.608/11.117 (*1.016) Sutter - 78.336 (*8.500) Vistoli - 77.601/7.650 (*3.814) Moro - 77.070/6.500 Dradi - 76.934/7.650 (*3.930) Brandi - 74.348/10.373 Alberici - 73.946/9.336 (*635) Ferri - 73.895/8.500 (*331) Freddi - 73.564/8.500 Rossi - 74.348/10.373 Mazza - 73.305/6.500 Borghi - 73.127/9.152 Giuliani - 73.127/9.152 Marini - 73.127/9.152

UOMINI Boattini - 145.934/22.056 Neri - 128.104/10.854 (*28.072) Ricci - 106.868/16.000 (*13.522) Mutti - 101.520/10.350 (*12.758) Bondi - 95.881/8.500 (*21.889) Rossi - 89.409/13.434 Stabellini - 89.024/16.000 Milia - 84.145/10.556 (*1.873) Spadoni - 83.437/11.928 Camprini - 79.605/10.373 (*5.257) Magnani - 77.797/8.237 (*5.585) Masetti - 67.835/4.800 (*923)

Nelle foto di questa pagina uno scorcio di Palazzo Merlato in piazza del Popolo, e l’ex assessore Elettra Stamboulis.

L’ex assessore scrisse una lettera a sindaco e direttore, «ma non ebbi risposte» gno di una grande autoanalisi su questi temi». Anche per questo Stamboulis scrisse una lettera sia al sindaco Fabrizio Matteucci che al direttore generale Carlo Boattini, a cui però non ebbe mai risposta. «Personalmente sono sempre stata critica verso l’idea delle quote rosa, ma credo veramente che a questo punto potrebbe invece essere utile pensare a qualche meccanismo protettivo. Anche perché ciò che accade è profondamente ingiusto: da assessore ho lavorato in un ambiente quasi esclusivamente femminile e ho toccato con mano l’enorme qualità del loro lavoro». Federica Angelini

Quella seduta contestata sulla Classense Alla fine si è tenuta a porte aperte la seduta del consiglio comunale di giovedì 13 ottobre finita al centro di una vibrante polemica sui quotidiani locali. Si è discussa l’interrogazione del Movimento 5 Stelle che contestava la nomina (seppur ad interim) della dirigente comunale Maria Grazia Marini a direttore della biblioteca Classense. In un primo momento la presidente del consiglio comunale Livia Molducci aveva negato l’accesso a cittadini e giornalisti, avvalendosi di un articolo del regolamento comunale che prevede la seduta segreta nel caso si esprimano valutazioni su singole persone. La notizia aveva scatenato però reazioni da più parti (compresa la critica dell’ex capogruppo del Pd in consiglio comunale, l’avvocato Andrea Maestri) sulla mancata trasparenza dell’operazione, tanto da provocare un inaspettato dietrofront. La seduta si è tenuta a porte aperte e l’assessore Gabrio Maraldi ha risposto ai grillini dicendo, in estrema sintesi, che trattandosi di una nomina ad interim non sono necessari gli stessi requisiti richiesti normalmente. A cavalcare la polemica è stato poi anche il capogruppo di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi, che definisce «abusiva» la direttrice ad interim Marini, indicando in Claudia Giuliani, dirigente responsabile del servizio bibliotecario della Classense, la persona ideale a ricoprire l’incarico. Che invece resterà presumibilmente ancora per diversi mesi alla Marini, essendo in vista l’accorpamento tra istituzioni, con la Classense che potrebbe legarsi al Mar.


4

CRONACA& ATTUALITÀ

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

LAVORO

AUSL

La Fiom: «Persi 1.112 posti Le aziende non licenzino»

Concorso per italiani La Cisl: «Stranieri, partecipate lo stesso»

Il 2012 si prospetta perfino peggio del 2011, la cassa integrazione ordinaria sta calando a fronte di un aumento di quella straordinaria e i metalmeccanici continuano a pagare il prezzo più alto della crisi. Questo dice la Fiom Cgil di Ravenna che parla di emergenza sociale e chiede dunque alle aziende un’assunzione di responsabilità per far sì che a pagare il prezzo più alto non siano tanti lavoratori che peraltro sono difficilmente ricollocabili sul mercato del lavoro. A oggi, fanno sapere da via Matteucci, su un totale di 4.019 cassaintegrati in provincia di Ravenna, il settore metalmeccanico ne conta 1.232. Dal 2008 a oggi i metalmeccanici colpiti da riduzione di lavoro sono stati 25.479 (8.530 a Faenza, 12.069 a Lugo e 4.880 a Ravenna). Grande parte di essi (13.286) derivano dalla grande industria; per la piccola e media sono stati 6.982. Secondo l’analisi del sindacato, le imprese del comparto soprattutto quelle legate alle dinamiche della domanda interna e del mercato europeo, sono in forte flessione e il fenomeno si è accentuato dallo scorso luglio. Anche le prospettive di crescita sono decisamente peggiorate. Le poche aziende in salute sono realtà con spiccata propensione all'export verso i paesi emergenti. «Il grande rischio – commenta Milco Cassani, segretario Fiom – è che sempre più aziende vogliano ristrutturarsi imponendo ridimensionamenti e quindi mobilità. Come Fiom Cgil respingiamo questa ipotesi e chiediamo con forza che fin quando ci sarà la possibilità si faccia ricorso agli ammortizzatori sociali. Chiediamo alle aziende una vera e propria assunzione di responsabilità sociale. Non possiamo permetterci il lusso di lasciare per la strada tante persone che spesso hanno anche professionalità limitate e per le quali è molto difficile un reimpiego. Dal 2008 ad oggi abbiamo assistito ad un'espulsione silenziosa. Il comparto metalmeccanico ha perso 1.112 posti di lavoro. Scorrendo i numeri spiccano realtà

Scade il 31 ottobre il bando di concorso per operatore socio sanitario dell’Ausl di Ravenna e la Cisl invita anche gli stranieri non comunitari che lo desiderano ad iscriversi al concorso e a sostenere l’esame. Anolf (associazione promossa dalla Cisl che si occupa di immigrazione) dichiara infatti di aver già segnalato il contenuto discriminatorio del bando (che limiterebbe l’accesso al concorso ai soli cittadini italiani e comunitari) alla Rete Regionale contro il razzismo e le discriminazioni e al Nodo di raccordo delle Rete provinciale che a Ravenna è rappresentato dal Comune, poco dopo la sua pubblicazione in settembre. Contattata su questo tema, l’Ausl avrebbe confermato che i cittadini non comunitari possono iscriversi al concorso e sostenere l'esame. Resta poi da vedere cosa accadrebbe nel caso uno straniero superasse la selezione. La questione del requisito della cittadinanza italiana nei concorsi pubblici è infatti una materia ancora piuttosto discussa e che è anche stata oggetto di molti contenziosi, perché se da un lato i bandi risponono alle norme stabilite dal Testo unico degli enti locali, c’è anche una giurisprudenza che li considera discriminatori. Se facesse una cosa simile un’azienda privata, per capirci, potrebbe essere condannata. Nel pubblico, ci sono molte sentenze che hanno dato ragione a stranieri che, pur avendo vinto il concorso in questione, erano stati esclusi dalla graduatoria (soprattutto medici). E la regione Emilia Romagna ha varato un suo regolamento dove ha eliminato il requisito per i posti non dirigenziali già qualche anno fa. Questo concorso dell’Ausl, chissà, potrebbe rappresentare una prima apertura in questo senso anche a livello locale.

come quella alfonsinese dove si sono persi 138 posti, a fronte dei 124 di Ravenna, ai 279 di Faenza e ai 224 di Lugo. In gran parte si è trattato di incentivazioni all'esodo, pensionamenti e mancato rinnovo di contratti. Tutto questo bacino si è esaurito e i nuovi provvedimenti andranno a colpire i lavoratori che potevano vantare contratti di lavoro a tempo indeterminato. Le aziende colpite da un profondo ridimensionamento dei fatturati sono ormai propense a lasciare a casa i lavoratori che considerano in esubero piuttosto che fare nuova cassa integrazione». Dal 2008 ad oggi sono state 420 le aziende a fare ricorso alla cassa integrazione; attualmente sono 98 (22 a Faenza, 44 a Lugo e 32 a Ravenna).

Via Faentina, 220/A • Tel. 0544 465606 Fornace Zarattini - RAVENNA Via Emilia Ponente, 3053 • Tel. 0547 346262 Diegaro - CESENA


CRONACA& ATTUALITÀ

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 20 ottobre 2011

ATM/1

5

ATM/2

Gli ausiliari? Non servono più A fare le multe ci vanno gli autisti, e i contratti a termine non sono rinnovati Giusy Gagliardi, 27 anni, ha ne, di ausiliari per il traffico pare vinto un concorso nel 2009 per non ci sia più bisogno, e non cerdiventare ausiliare del traffico to perché non c’è bisogno di per Atm. Su una graduatoria di staccare multe nei parcheggi. Un lavoro peral117 posti è arritro non sempre vata sesta. Nel facile, se è vero bando non si speche a settembre cificava il tipo di due addetti sono contratto e si lastati addirittura sciavano aperte picchiati da alcuvarie possibilità ni automobilisti con una sola cerinferociti. Sta di tezza: la graduafatto che oggi, a toria sarebbe rifare le multe, ci masta comunque vanno autisti di valida per due anautobus che hanni, eventualmenno anche la quate rinnovabile per lifica di verificaun terzo. Alla fitori e sono dipenne, di contratti a denti di Atm, tempo indetermiquella che si è funato non se ne è sa in Start. Sì, auvista l’ombra, ma Nella foto Giusy Gagliardi tisti, perché a di assunzioni a tempo determinato, invece, per fronte del taglio delle linee, gli la durata di quattro mesi, il pri- autisti (per primi) andavano mo anno ne sono state fatte 12. reimpiegati per evitare esuberi. Nel 2010, le persone a tempo de- Gli ultimi precari rimasti in serterminato sarebbero state invece vizio (i cui contratti scadono en16. A Giusy, intanto, il posto vie- tro l’anno) al momento coprono ne confermato per addirittura soprattutto la zona cervese, persei mesi e subito rinnovato per ché gli autisti si muovono solo su altrettanti. Poi c’è il “necessa- Ravenna e Lugo. E intanto, si è rio” stacco (senza il quale l’a- scelto di non rinnovare la valizienda sarebbe costretta ad as- dità della graduatoria formulata sumere a tempo indeterminato) nel 2009 da cui eventualmente e nuovi rinnovi: prima tre mesi e attingere nuovi precari. «È stata poi un solo mese e mezzo. E poi? fatta la scelta di tutelare i tempi Poi basta. Nel frattempo Atm co- indeterminati – racconta Giusy sì come la conoscevamo non c’è – ma certo per noi è stato un più, è stata infatti divisa in due grosso smacco perché era ormai società. Una, quella relativa al tre anni che lavoravamo in Atm trasporto, sta confluendo in e ci erano state date rassicuraStart Romagna, l’azienda di tra- zioni, anche di recente, sui rinsporti pubblici di area vasta, e la novi dei contratti. Per questo seconda, Atm Parking (quella non mi ero personalmente mosappunto che tiene i parcheggi) fa sa alla ricerca di altro. Aspettavo ora capo ad Azimut (altra parte- il nuovo contratto che invece cipata del Comune). E, racconta non è arrivato. I sindacati ci Giusy, nonostante le parole spe- hanno detto che non avevano se per possibili future assunzio- scelta, rispetto a noi precari do-

Parla una precaria: «In due anni mi avevano fatto cinque contratti» La replica dell’Atm: «Oggi ci sono meno ore di guida» vevano tutelare i lavoratori a tempo indeterminato. E adesso? Adesso niente, anche perché se scadrà la graduatoria, io diventerò comunque chiunque altro di fronte all’azienda. Mi faccio solo una domanda, perché se Start Romagna ha così tanti esuberi a Rimini hanno assunto l’anno scorso? Perché laggiù hanno stabilizzato prima della fusione?» Federica Angelini

Azienda e sindacato: «Sono loro le prime vittime dei tagli» Azimut spiega che al momento non ha competenza diretta sulla selezione del personale che stacca le multe nei parcheggi, che le viene fornito da Atm anche perché chi ha un contratto da ferrotranviere può garantire un servizio più ampio. Atm, da parte sua, è al momento coinvolta in un processo di fusione in una società che dovrebbe essere mista pubblico-privata di area vasta, la Start Romagna. Insomma, dal 2012, gli interlocutori saranno appunto Start e Azimut perché Atm sarà uscita di scena. Intanto, però dall’Azienda riceviamo alcune spiegazioni sul caso degli ausiliari precari. Il vicedirettore Sandro Pietramala precisa infatti che «in realtà noi impieghiamo normalmente e durante tutto l’anno autisti per funzioni di controllo nei parcheggi, storicamente in estate aumentano le necessità e così abbiamo abitualmente fatto ricorso a personale temporaneo e stagionale. Detto questo, è vero che al momento abbiamo una maggiore disponibilità di tempo e di ore lavoro degli autisti in conseguenza ai tagli del 5 % che abbiamo subito e nessuno sa dire adesso cosa accadrà nel 2012». Pietralata dunque conferma che probabilmente ci sarà meno necessità di personale rispetto al passato, forse addirittura anche per quanto riguarda gli autisti a tempo determinato impegnati da maggio a settembre, una decina rispetto ai 150 autisti in pianta stabile sui quali dice: «Magari adesso avessimo più attività in cui impegnare gli autisti al di fuori dell’orario di guida». Le uniche speranze per gli ausiliari temporanei potrebbero essere rappresentate dalla piazza cervese dove gli autisti di Ravenna non vanno. Insomma, per gli ausiliari precari potrebbe essere arrivato il fine corsa in Atm o Start che sia. «Purtroppo questi lavoratori sono i primi a sentire gli effetti di tagli che, se venissero confermati, il prossimo anno porterebbero a una situazione ancora più drammatica», spiega Danilo Morini, della Filt Cgil che conosce bene la situazione degli ausiliari precari. «Assunzioni a Rimini? Di certo lì c’era bisogno di autisti specializzati per i nuovi mezzi». Morini ci conferma che qui per ora di esuberi tra gli autisti non si parla, ma certo ognuno di loro ha al momento due ore al giorno “a disposizione” per tutti i servizi che non sono la guida a seguito del taglio delle linee nei festivi e nei feriali di qualche settimana fa. Ma la vera preoccupazione è per il 2012 perché se venissero confermati i tagli annunciati al Tpl dal governo, c’è chi, solo a livello di Romagna, parla di 150/200 esuberi possibili anche tra gli autisti. All’Emilia Romagna potrebbero arrivare solo 31 milioni (a fronte dei 135 milioni del 2011). Non a caso le Regioni minacciano di restituire le deleghe al governo. A questo punto, peraltro, diventa più urgente ma anche forse più complicato il coinvolgimento di un eventuale socio privato nella società Start Romagna. «Il sistema – dice Morini – si doveva reggere su tre fonti di entrata economica: investimenti privati, biglietti, trasferimenti pubblici. Nel momento in cui viene compromesso uno di questi, si rischia di far cadere l’intera impalcatura».(ffe. an.)

merceria - intimo uomo - donna - bambino

Sexy Lap Dance INGRESSO LIBERO Prima consumazione GRATUITA in compagnia dell’artista! (10 minuti) C o n s u m a z i o n e c l i e n t e € 5 00 C o n s u m a z i o n e c o n a r t i s t a ( 15 m i n u t i ) € 15 0 0 C o n s u m a z i o n e P R I V É , i n s a l a G o l d ( 10 m i n u t i ) € 4 0 0 0 via delle Acacie 3 - Marina Romea (Ra) - Tel. 0544 447275 - 366 3101399

www.gold-club.it

NUOVI ARRIVI! Viale Leon Battista Alberti 86 - Ravenna


6

CRONACA& ATTUALITÀ

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

LA TESTIMONIANZA/1

«Al prossimo attacco, saremo di più» Intervista a un “black bloc” ravennate sui gruppi che hanno devastato Roma di Matteo Cavezzali N. è un ravennate noto alla Digos come attivista dei movimenti anarchici insurrezionalisti. Ha 25 anni e non ha un lavoro fisso. Al momento ha in corso alcuni procedimenti giudiziari, per questo sostiene di non aver partecipato attivamente agli scontri di Roma. Lo abbiamo incontrato in un luogo appartato lontano da sguardi indiscreti, dopo gli scontri del 15 ottobre alla manifestazione di Roma. Cos’è successo a Roma sabato? «Gli scontri erano stati organizzati, è vero, ma solo in parte. Si erano pianificati attacchi mirati a banche, “compro oro” e suv, ma la situazione è sfuggita di mano». Cioè? «La tecnica è la seguente: si comincia con gli attacchi alle banche che sono atti di “azione diretta emulativa”, dopodiché diversi dei presenti alle manifestazioni si aggregano spontaneamente. Così fece anche Carlo Giuliani, che non era un black bloc, ma un ragazzo che dopo aver visto cosa faceva la polizia si è aggiunto al movimento. A Roma però è successa una cosa che segna uno spartiacque. Invece che essere i soliti piccoli gruppi a colpire si sono uniti moltissimi ragazzi, a migliaia. Il movimento non è riuscito a guidare la piazza e molti si sono lanciati in atti di teppismo senza finalità politiche». Non era tutto pianificato? «Basta guardare le immagini per capirlo. Quelli che chiamano black bloc sono vestiti di nero. Sono preparati. Indossano casco, passamontagna felpa nera e guanti. Compiono l’azione diretta e si dileguano subito buttando via tutto. Un atto organizzato è stato quello fatto alcune settimane fa a Bologna, dove sono entrati nel tribunale e hanno distrutto tutti i documenti relativi agli sfratti. A Roma c’erano molti ragazzi vestiti con abiti normali, non c’erano scudi di protezione come quelli usati al G8 di Genova, dove era tutto più organizzato. Nessuno degli arrestati apparteneva al movimento e molti erano addirittura minorenni. Inoltre nonostante il numero non si è ottenuto l’obbiettivo». Quale era l’obbiettivo principale? «La manifestazione doveva seguire un itinerario lontano dai palazzi e al movimento non piaceva. Si voleva deviare il corso della manifestazione per riuscire a occupare il parlamento». Ma chi sono i black bloc? «I black bloc non esistono. È un nome inventato dai giornalisti. Ci sono diversi gruppi di anarchici e autonomi comunisti che compiono atti di azione diretta. Spesso questi gruppi

sono in contrasto tra di loro, spesso si è finiti anche a legnate, e non è possibile organizzare grandi eventi come quello di Roma. A rendere imponente la devastazione del 15 ottobre è stata l’aggregazione spontanea di ragazzi arrabbiati e stanchi di essere sfruttati. Non c’è una regia e il caos incontenibile e non finalizzato ne è stata una dimostrazione. Nè gli anarchici, nè gli autonomisti avrebbero mai bruciato macchine a caso o tirato giù statue della Madonna, perché sono atti senza finalità diretta e infatti nessuno dei gruppi ha rivendicato i fatti di sabato come accade solitamente». Dove si vedono questi gruppi? Come organizzano gli attacchi? «I punti di incontro sono diversi in Italia. A Ravenna non ci sono nuclei, i riferimenti sono diversi come il Crash di Bologna, il Gramigna di Padova o lo Askatasuna di Torino, dove si organnizano le azioni NoTav. Gli incontri decisivi però non sono mai nei centri sociali, ci si vede in casa, dove si fanno riunioni organizzative. Sono tanti piccoli grup-

«Tra i futuri obiettivi anche lo zoo alla Standiana»

«La violenza è l’unico modo per farci notare, per dire ci siamo anche noi»

pi di poche persone, che si conoscono tutti tra loro. Tra qualche giorno ce n’è una a Forlì, in un appartamento, per fare il punto dopo Roma a cui parteciperemo in una cinquantina». Perché secondo voi è necessaria tanta devastazione? «La violenza è l’unico modo per farsi notare. Per dire a voce alta “ci siamo anche noi”. Dopo una grande manifestazione pacifica tutti tornano a casa e nessuno si ricorda più di niente. Con atti di guerriglia urbana invece facciamo capire che non la passeranno sempre liscia». Di cosa discuterete a Forlì? «Di come coinvolgere i molti giovanissimi dai 15 ai 19 anni che si sono uniti agli scontri a Roma. I più giovani non vogliono partecipare a riunioni e scrivere documenti politici come facciamo noi che abbiamo dieci anni in più di loro. Vogliono solo intervenire direttamente. Per questo non sono gestibili e possono diventare pericolosi». Quali sono i prossimi obbiettivi da colpire del movimento? Ce ne sono anche nella nostra zona? «Qualcuno ha parlato dello zoo di Ravenna come possibile obbiettivo, ma la priorità è della Val di Susa. Si vuole prendere il controllo del cantiere della Tav. Però non saranno scontri come quelli di Roma. Per suscitare l’emulazione ci vogliono cortei con molta gente, altrimenti rimangono attacchi fatti da poche persone, ma sicuramente grazie alla pubblicità che ci hanno fatto in televisione in questi giorni, al prossimo attacco saremo di più».

DA FACEBOOK

«Il movimento (pacifico) andrà avanti ancora»

Ecco due post, di tenore assai diverso, pubblicati su Facebook da due esponenti di movimenti ravennati. Samantha Comizzoli, ex candidata sindaco per Ravenna Punto a Capo: «I danni fatti oggi a Roma non sono nemmeno proporzionali ai danni che la Bce e le lobby finanziarie hanno fatto e fanno al mondo intero. Fanno morire migliaia di persone, vivere senza casa o lavoro e dovremmo condannare una sassaiola di sanpietrini?»

A S. GIUSEPPE DI COMACCHIO (FERRARA) • S.S. ROMEA, 47 • IDROTERMSRL.COM DOMENICA POMERIGGIO APERTO

Gabriele Abrotini, del Comitato per l’acqua come bene comune, al ritorno da Roma: «Tutti i 200 manifestanti ravennati sono tornati sani e salvi, noi eravamo alla testa del corteo e quindi tra i pochi che hanno raggiunto piazza San Giovanni e che hanno assistito agli scontri tra polizia e black bloc, l'impressione è che poche decine di persone molto organizzate abbiano innescato gli scontri trascinando con loro un paio di centinaia di ragazzini giovanissimi, il servizio d'ordine, dove c'era è stato efficace, il problema è che non copriva tutto il corteo. Ma il movimento andrà avanti».


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 20 ottobre 2011

CRONACA& ATTUALITÀ

DALLA CAPITALE

LA TESTIMONIANZA/2

Il diciottenne perquisito: «Al corteo non ho fatto violenze» Ha solo 18 anni, ma è già infiammato dall’odio anti-capitalistico al punto da essere già noto alle forze dell’ordine per alcuni piccoli precedenti di piazza. All’alba del 18 ottobre la sua abitazione è stata perquisita dalla polizia che indaga sulla sua presenza al corteo degli Indignati a Roma il 15 ottobre. Ha finito a giugno il “Callegari” e ora è in cerca di lavoro. «Ti parlo, ma non cambiare nulla di quello che ti dico. So che i giornalisti alterano la realtà e si inventano le cose come ho visto in questi giorni su Repubblica dove sono state scritte molte menzogne. Nessuno del movimento parla coi giornalisti, ma voglio dire la mia sulla perquisizione». Come si è svolta? «Mi sono piombati in casa alle 6 di mattina. Grazie all’articolo 41 Tulps possono farlo anche senza mandato se c’è il sospetto di trovare delle armi. Cercavano delle bombe».

Gli indignati pacifici: «Evento rovinato dai soliti cretini»

QUESTURA

Blitz della Digos all’alba Sequestrate maschere antigas Erano a Roma alla manifestazione degli Indignati, nelle loro abitazioni a Ravenna la polizia ha trovato i indumenti e equipaggiamenti simili a quelli indossati dai black bloc nella guerriglia della capitale: un pantalone di tuta nero, guanti e scarpe neri, passamontagna, tre maschere antigas con filtri per l’aria e cannuccia per bere (nella foto, ndr), una fionda, coni di metallo e resina costruiti come corpi contundenti (i perquisiti li hanno definiti soprammobili di quarzo), bombolette di vernice spray. Oltre a una mappa del corteo. Tutto materiale sequestrato dalla Digos al termine di una perquisizione nelle case di due 18enni appartenenti alla galassia anarchica del Ravennate. I due – che da minorenni sono stati denunciati per danneggiamento, vilipendio e manifestazione non autorizzata e sono già noti alle forze dell’ordine – non sono indagati ma la questura di Ravenna sta lavorando in collaborazione con quella di Roma per verificare la loro posizione esaminando i filmati girati dalla scientifica durante gli scontri in strada. Sabato mattina la polizia era appostata alla partenza dei due pullman che dalla città hanno raggiunto il Lazio: tra gli oltre duecento partecipanti c’erano anche i due ragazzi. Alla partenza avevano lo stesso zaino poi trovato a casa di uno dei due con l’attrezzatura all’interno. Tra i vestiti anche un manuale di istruzioni, stampato da un’azienda forlivese, per evitare di essere ripresi dalle telecamere di videosorveglianza in strada e la trascrizione del discorso di Nicos Maziotis, anarchico greco protagonista della rivolta ateniese.

le foto Le foto della manifestazione di Roma di queste pagine sono di Eugenio Conti e Marta Angelini, ravennati a Roma per manifestare pacificamente. Altre sono sul nostro sito internet con quelle del materiale sequestrato nel blitz della Digos.

Le tre maschere antigas sequestrate dalla Digos nell’abitazione di un 18enne ravennate

Cosa hanno trovato? «Mi hanno sequestrato un casco, tre maschere antigas sigillate (nella foto, ndr), un passamontagna che non avevo con me a Roma, una kefiah, delle bombolette, dei volantini dello Spartaco e dei soprammobili di quarzo che hanno detto essere armi contundenti, come p r o l e t a r i c o m u n i s t i «SOLIDARIETÀ AI RAGAZZI» se mi mettessi a tirare a In una nota stampa i proletari comunisti dei poliziotti dei quarzi di Ravenna esprimono solidarietà ai rada venti euro l’uno». gazzi che hanno subìto le perquisizioni Come mai pensi che ti abbiano perquisito? della Digos per la manifestazione del 15 ottobre a Roma. «Una squallida opera«Mi hanno visto salire sul pullman che andava zione-immagine – scrivono – che ha esialla manifestazione di bito materiali sequestrati che non provaRoma con un casco». no niente. In questi giorni stanno avvenendo perquisizioni nell'area dell'oppoTi ritieni un black sizione sociale e politica extraparlamenbloc? tare a livello nazionale con sequestro di «Non esistono più i materiali di uso comune. Le direttive di black bloc da anni. A RoMaroni e della cosiddetta opposizione ma c’erano solo giovani parlamentare e dei sindacalisti di regime esasperati senza più fiduhanno già scatenato la caccia all'uomo cia nella società». prima ancora del varo di leggi liberticide Molti sostengono da tutti costoro invocate». che le violenze a Roma abbiano danneggiato la protesta degli indignati… «Vogliono solo spaccare il movimento distinguendo i violenti dai non violenti. Non c’è distinzione, erano tutti ugualmente arrabbiati. Io non ho fatto violenze, mi è dispiaciuto vedere delle Lancia Y distrutte ma non ho certo pianto davanti ai suv in fiamme». Come mai un ragazzo così giovane ha già tanta rabbia? «Ci sono anche diversi minorenni nel movimento se è per questo. I politici e anche dei banchieri hanno detto di essere vicini agli “indignados”, questo vuol dire che non hanno paura di loro. Credo che dar fuoco a una banca sia un gesto simbolico per dimostrare che si può fare un danno anche noi alle banche. C’è ipocrisia nel condannare le violenze, il sistema capitalistico è interamente basato sulla violenza. Licenziare un lavoratore e costringere persone a umiliarsi per un po’ di denaro non una violenza?» (ma.ca.) L’intervista completa sul nostro sito www.ravennaedintorni.it

7

A S. GIUSEPPE DI COMACCHIO (FERRARA) • S.S. ROMEA, 47 • IDROTERMSRL.COM DOMENICA POMERIGGIO APERTO

Sono stati circa duecento i ravennati che hanno preso parte alla manifestazione di Roma sabato 15 ottobre, appuntamento italiano dell'iniziativa organizzata dal movimento degli Indignati. A commento dei fatti di violenza che hanno caratterizzato la giornata, abbiamo sentito. «L'evento è stato rovinato da quei soliti cretini che scendono in piazza solo per fare danni», ci ha dichiarato quel giorno stesso dalla capitale Gianfranco Baldazzi, tra gli organizzatori della partecipazione da Ravenna. I primi disordini sono cominciati quando il corteo stava percorrendo via Cavour. Così racconta quei momenti Baldazzi: «Ci siamo accorti che attorno a noi cominciavano a esserci delle persone con qualche lacrimogeno e qualche cappuccio in testa. Abbiamo subito cercando di tenerci lontano e poco è iniziata a girare la voce di vetrine spaccate e auto incendiate». La parte sana del movimento, quella che sfilava pacificamente con striscione e palloncini, ha cercato di isolare i violenti. Si sono levati cori «No alla violenza» ma non solo: «Quelli che spaccavano poi scappavano ma sono stati fermati e portati fuori dal corteo». Insomma la giornata romana si è concluse con tanta rabbia, di due tipi: quella contro le difficoltà del momento e contro la classe dirigente e quella contro i violenti. «Non è possibile che i cretini rovinino una maifestazione così numerosa e così sentita». Alla manifestazione da Ravenna hanno aderito Arci, Italia-Cuba, Associazione per la sinistra Attac, Comitato acqua bene comune, Cobas, Federazione della sinistra, Fiom, Cgil che vogliamo, Legambiente, Popolo Viola e Sinistra ecologia libertà.


8

CRONACA& ATTUALITÀ

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

TESTIMONIANZA/3 Opposti anche cromaticamente al blocco nero, c’era la moltitudine di colori della manifestazione. Moltissime persone che marciavano in festa, poi la violenza ha rovinato tutto. «Ce ne era proprio bisogno di fare quel casino? Sinceramente non ne ho capito il motivo». Francesco Scudellari è un giovane professore di matematica di 28 anni che dopo aver insegnato un anno in Spagna si è visto negare la cattedra a Ravenna. Sabato era a manifestare a Roma con la sua ragazza Lucia e alcuni amici. «Anche io sono molto arrabbiato. Molto! – racconta – Perché con questo tipo di politiche non c’è futuro. Perché siamo una generazione senza casa, senza i soldi per pagare l’affitto, privata della possibilità di trovare un lavoro decente. Ma non è che spaccando tutto si risolva qualcosa. È come se tutte le volte che mi arrabbio con uno, per fargli capire le mie ragioni, gli dia un pugno in faccia. Ti pare? La rabbia la condivido, ma non queste reazioni». Chi ha sostenuto le violenze ha dichiarato che sono l’unico modo per lasciare un segno, perché altrimenti una manifestazione passa e nessuno se ne cura. Cosa ne pensi? «Mi pare un ragionamento insensato. Che discorsi sono? Non capisco perché se spacchi l’automobile di uno

«Condanno le violenze, ma non sono un moderato»

che non c’entra nulla la tua protesta dovrebbe valere di più». Quando hai deciso di andare a manifestare? «Ero un po’ dubbioso anche perché non avevo saputo della manifestazione molti giorni prima, ma quando ho visto che il parlamento aveva votato ancora una volta la fiducia a Berlusconi, e il modo in cui si è svolta la vo-

tazione, ho deciso che bisognava andare a far sentire la nostra indignazione. Non è più possibile sopportare queste schifezze. Ancora, dopo venti anni. Basta!» Condanni le violenze, ti consideri un moderato? «Non sono un moderato. Non mi piacciono le politiche del Pd, che appoggia mai le manifestazioni nate dal

basso e con le loro ordinanze in tutti i comuni hanno dimostrato di essere un partito di destra e repressivo». Come hai vissuto la giornata di sabato? «All’inizio era una manifestazione molto bella. Con un’atmosfera allegra, musica, moltissimi giovani e un clima di festa. Fortunatamente noi non abbiamo visto nessuno scontro. Ho scoperto cosa stava accadendo da una telefonata di mia mamma che si era preoccupata dalle notizie viste in televisione. Noi abbiamo proseguito per un po’ lungo il corteo, il clima però era cambiato e c’era un po’ di tensione. Abbiamo visto un paio di auto in fiamme, poi è giunta la notizia che i comizi erano annullati e il corteo è stato sciolto». Quali sono stati gli errori della manifestazione? «Sicuramente l’organizzazione della sicurezza. Ho visto scorrettezze anche nei poliziotti. Su internet gira il video con un carabiniere che lancia i sanpietrini ai black bloc. Sono gesti che alimentano la guerriglia anziché proteggere i manifestanti pacifici, come dovrebbe essere priorità della polizia». Matteo Cavezzali

RAVENNA via Faentina 158/160 - Show Room tel. 0544.462121 - Diretto assistenza tel. 0544.464722 LUGO Viale De’ Brozzi 82/1 - tel 0545.26085

te s t i m o n i a n z a /4 «I BLACK BLOC E QUESTO GOVERNO FANNO UNO IL GIOCO DELL’ALTRO» Anche Irene Russo era a Roma, ha 38 anni e fa lavora come parrucchiera. Sabato scorso era a Roma. «Mi sono accorta che qualcosa non andava quando ho visto una colonna di fumo in lontananza alzarsi. Ho saputo che c’erano degli scontri, ma pensavo che il comizio si tenesse, allora sono passato da strade laterali per arrivare in piazza. Ho visto una sede della Bnl e una dell’agenzia interinale Man Power sbriciolate dalle fiamme. Arrivata vicino alla piazza sono salita sulla base di un lampione e ho visto le camionette dei carabinieri che correvano in cerchio come uno sciame di mosconi e che venivano bersagliate da una pioggia di sassi. Allora abbiamo deciso di andarcene e in quel momento è arrivata una volante della polizia. Due ragazzi con il passa montagna si sono messi a insultarli e hanno iniziato a spaccare il lunotto dell’auto con una mazza. L’auto allora ha fatto retromarcia sgommando ed è scappata. In quel momento mi è venuta una grande angoscia e sono scappata di corsa senza sapere dove andare». Irene, nel 2001, era a Genova, e può raccontare la differenza rispetto a ciò che è stata Roma. «A Genova ho avuto paura davvero, perché ho visto la polizia che caricava la gente e sono stata colpita da un lacrimogeno. A Roma invece era una lotta solo tra polizia e black bloc, noi non abbiamo rischiato, ci siamo solo presi paura. Quello che è successo non ha senso, ma l’esasperazione che sta crescendo è palpabile. È incredibile come nessuno si interroghi sul perché duecentomila persone hanno riempito la capitale per manifestare e si parli solo degli scontri. Draghi dà la solidarietà ai ragazzi che manifestano e intanto alla Bce concede ulteriori finanziamenti per salvare le banche. Qui ci stanno prendendo in giro». Cosa ne pensi della proposta di Maroni di ripristinare la legge Reale che negli anni di piombo limitava le libertà di manifestazione? «È la dimostrazione che i black bloc e questo Governo fanno uno il gioco dell’altro. È logico che queste dichiarazioni infiammeranno ancora di più il clima di tensione, esattamente come succedeva negli anni ’70. Che partita vogliono giocare sulla nostra pelle?» (ma. ca.)

www.becarspa.it


CRONACA& POLITICA

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 20 ottobre 2011

CENTRODESTRA/1

9

CENTRODESTRA/2

La Lega Nord va a congresso

Da Ravenna 500 firme contro i ticket

Sabato sarà eletto il segretario comunale

Il Pdl chiede di introdurre il “quoziente familiare”

In un momento quanto mai complicato per la Lega Nord a livello nazionale, ma decisamente più sereno a livello locale dove rappresentanti del Carroccio sono entrati sia a Palazzo Merlato che in Provincia, sabato 22 ottobre alle 9, al Class Hotel, si tiene il congresso comunale del partito in cui si eleggerà anche il segretario comunale, ruolo al momento di fatto vacante. Le candidature sono ufficialmente aper-

te fino a sabato mattina stessa, ma i vertici sarebbero concordi nel convergere su un unico nome. Paolo Guerra, neo-eletto consigliere, non si sbottona, ma precisa: «personalmente ritengo che coloro che hanno un impegno all’interno del consiglio comunale abbiano già un compito che richiede massimo impegno, difficilmente coniugabile con il coordinamento che una sezione come questa richiede».

Sono state raccolte circa 4mila firme in tutta la regione dal Pdl (500 da Ravenna anche se in realtà, ci informano dal partito, solo nel territorio del nostro comune ne sono state raccolte 1.800, che non sarebbe stato possibile depositare per ragioni burocratiche) contro i ticket sanitari introdotti dalla giunta regionale, che secondo il consigliere Gianguido Bazzoni «ha

inferto un bel colpo alle famiglie dell'Emilia-Romagna». La petizione di fatto ricalca la mozione all’ordine del giorno dell’assemblea regionale presentata dai consiglieri del Pdl e Bazzoni si dice sicuro che la giunta Errani «sarà costretta e rivedere la propria delibera. E dai consiglieri ravennati viene ribadito l’auspicio che si inizi a tener conto del quoziente familiare.

RIFIUTI... E MOSAICI Come prevedibile, ha fatto molto discutere l'incontro su “cultura e immondizia” (con chiaro riferimento ai mosaici ritrovati da Hera nel corso dei lavori per la realizzazione delle isole ecologiche in centro) organizzato dal liceo artistico. Incontro che è stata l’occasione anche per il Movimento 5 Stelle per lanciare l’idea di realizzare veri e propri referendum sulle isole ecologiche interrate. Alvaro Ancisi, nelle ore immediatamente seguenti, ha fatto di più, preparando già il quesito da sottoporre ai cittadini. Ma referendum a parte, l’appuntamento è stato anche oggetto di scontro tra il preside della scuola e l’assessore all’Ambiente del Comune Guido Guerrieri che, un po’ a sorpresa, ha contestato il fatto che un liceo organizzasse un incontro del genere, «senza contraddittorio». «Erano presenti – è stata la replica di Marcello Landi, preside dell’artistico – cittadini, insegnanti, studiosi di storia ravennate, la dirigente scolastica del liceo “Dante Alighieri” di Ravenna e don Giorgio Fornasari, parroco della chiesa di S. Giovanni Evangelista, ma non gli alunni del liceo che hanno svolto normalmente le lezioni nelle loro aule. Avevamo invitato tutti i capigruppo dei par-

L’AGGIORNAMENTO

«Un referendum sulle isole ecologiche interrate»

Il cantiere di Hera in piazza Anita Garibaldi. Foto tratta dal sito internet www.fotoaeree.com.

titi, la stampa, l’assessore alla Cultura della Provincia Paolo Valenti, l’assessore alla Cultura del Comune Ouidad Bakkali che peraltro ha risposto gentilmente di non poter essere presente per altri impegni precedentemente presi, la soprintendente ai Beni Architettonici e Paesaggistici di Ravenna e abbiamo comunicato l’iniziativa all’ufficio stampa del Comune di Raven-

Sul tema è scontro tra assessore e preside, che chiede a Hera: «Regali alla città una nuova domus»

na». L’approccio al tema dei mosaici ritrovati in piazza Anita Garibaldi è stato poi secondo Landi «fondamentalmente di tipo culturale e archeologico». Al centro del dibattito «cosa si vuole o si vorrebbe fare con il patrimonio giacente nel sottosuolo di Ravenna e come si potrebbe valorizzarlo senza deportarlo e decontestualizzarlo». «La motivazione principale dell’incontro – conclude il preside Landi – era comunque quella di chiedere al presidente di Hera Filippo Brandolini, persona sensibile al patrimonio musivo ravennate essendo stato, in passato, presidente del consorzio per la promozione del mosaico Pro.Mo, che regali alla città il primo esempio di conservazione in sito di questa nuova domus (il riferimento è a quella in piazza Anita Garibaldi vicino al liceo classico, ndr) rendendola visibile alla cittadinanza e ai turisti così come avviene già in altri luoghi da decenni e come a Ravenna non è mai stato realizzato in precedenza».

IL FATTO

Allievo dimenticato nell’ora di religione: arriva l’alternativa La scorsa settimana abbiamo raccontato la storia di Lorenzo, uno studente di prima media di una scuola del Ravennate che nelle prime tre settimane di prima media era stato più o meno “dimenticato” durante l’ora di religione, da cui era l’unico esonerato in classe. Il primo sabato era rimasto con i compagni mentre facevano religione, il secondo era stato lasciato in corridoio da solo, il terzo sabato aveva passato l’ora nell’ufficio della preside. La famiglia ci fa ora sapere che, finalmente, le loro richieste sono state accolte. Lorenzo non sarà così “parcheggiato” in un’altra classe, ma per lui sarà attivato un vero e proprio corso alternativo all’insegnamento della religione cattolica.

AGENDA GENERAZIONI : PROIEZIONE DI 18 JUS SOLI SECONDE

Crepe nel solaio: chiude la scuola di Classe, i bimbi a Fosso Ghiaia Finiranno l’anno scolastico a Fosso Ghiaia: i 52 alunni della scuola materna statale “Valbusa” a Classe sono stati trasferiti a partire da mercoledì 19 ottobre perché la loro scuola è stata chiusa da un’ordinanza del sindaco dopo che delle crepe erano state trovate nel solaio. Tra i genitori dei bambini, convocati dal Comune, c’è un certo malumore: per loro è infatti il secondo trasferimento forzato. Sempre a Fosso Ghiaia finirono tempo addietro per i lavori di costruzione della nuova scuola di Classe. Nel tentativo di ridurre i disagi per le famiglie, la maggior parte residente a Classe, il Comune si è impegnato a introdurre una navetta di collegamento.

Martedì 25 ottobre proiezione del documentario 18 ius soli di Fred Kuwore sul tema delle seconde generazioni di migranti. Appuntamento alla sala Buzzi (ex Forum) di via Berlinguer alle 20.30 con il regista, l’assessore comunale alla Cultura Ouidad Bakkali e i ragazzi di Generazione in movimento.

INCONTRO CON IL DI MEL GIBSON

BARABBA

Il centro culturale Pier Giorgio Frassati organizza, sabato 22 ottobre alle 18 al teatro Rasi, l’incontro con Pietro Sarubbi attore e interprete di Barabba nel film The Passion di Mel Gibson.

CON L’AUSER

SI PARLA DI LEGALITÀ E BENI COMUNI

Secondo appuntamento pubblico dell’Auser che celebra i suoi 20 anni. Sabato 22 ottobre alle 9 si terrà l'incontro “Per la difesa della legalità e dei beni comuni”. Tra gli ospiti Alessandro Leo, presidente cooperativa Terre di Puglia Libera Terra, Roberta Cappelli, coordinatrice Libera Ravenna, Antonio Pergolizzi dell’osservatorio legalità di Legambiente, e Maurizio Fabbri segretario regionale dello Spi Cgil.

LA PRECISAZIONE ALBERTO ANCARANI A RAVENNA&DINTORNI: «NON SONO IN CERCA DI OCCUPAZIONE» Riceviamo e pubblichiamo: «Leggo su Ravenna & dintorni del 13 ottobre un articolo dove compare anche la mia foto viene titolato "Giovani politici crescono ma non trovano occupazione". Debbo tuttavia purtroppo rilevare che tale titolo genera a mio avviso una spiacevole distorsione della verità, in quanto la condizione di praticante avvocato nella quale personalmente mi trovo benchè nel mio caso come in quello di molti altri sia priva di compenso, è essa stessa una vera e propria occupazione che ho liberamente scelto, ovviamente in quanto propedeutica ad una futura e auspicabile entrata ufficiale nell'albo con conseguente retribuzione. Nel colloquio con il vostro cronista, di cui non mi pento e che non smentisco benchè fortemente sintetizzato per evidenti bisogni di spazio da parte vostra, il tema era quello della sostenibilità economica dei giovani che, per una serie di concause, anche qualora facciano politica, ottengono l'indipendenza economica molto tardi.Tengo pertanto a specificare che non sono in cerca di occupazione e che anzi sono consapevole di essere in una condizione privilegiata rispetto ad altri miei coetanei». Alberto Ancarani


10

CRONACA& ECONOMIA

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

RAVENNA FUTURE LESSONS

L’ECONOMISTA

«Bloccati nell’incertezza» De Biase (Sole 24 Ore): «Non c’è innovazione senza prospettiva» chi è Luca De Biase, nato a Verona 55 anni fa, è direttore scientifico di Digital Accademia, caporedattore del quotidiano Il Sole 24 Ore, fondatore di Nova 24 (inserto dedicato all’innovazione del quotidiano di Confindustria), relatore italiano al Sts Forum di Kyoto (Giappone) e al Media Lab dell’Mit di Boston (Usa). Laureato in Economia alla Bocconi, ha studiato a Parigi dove ha collaborato molti anni con l’Ocse. Si occupa di innovazione tecnologica e nuovi media. Ha lavorato per La Stampa, Corriere della Sera, L’Espresso, Panorama, Italia Oggi.

di Andrea Alberizia Aggrappiamoci alla comunità di cui facciamo parte – famiglia, quartiere o qualunque altra – e teniamola stretta cercando una prospettiva che la migliori. Solo così ci tireremo fuori dalle secche della crisi. La ricetta è di Luca De Biase, caporedattore de Il Sole 24 Ore che il 20 ottobre aprirà la seconda edizione di Ravenna Future Lessons, ciclo di conferenze dedicate a giovani e innovazione, con un intervento intitolato Il nuovo schema sociale.

Il caporedattore del giornale degli Industriali in convegno in città Futuro è il tema centrale dei tre giorni. Qual è il nostro? «Le decisioni di America, Germania e Governo italiano potranno definire tre scenari. C’è quello catostrofico in cui tutto andrà davvero male, uno ottimista in cui ne verremo fuori alla grande e uno in cui continuerà l’incertezza attuale che rende impossibile guardare lontano». Il più probabile? «Quello senza visione a lungo termine. Quello che rispecchia la situazione attuale in cui i mercati e le istituzioni non hanno visione futura. In questo contesto è difficile pensare che ci siano investimenti nell’innovazione». Siamo spacciati? «La soluzione può essere in una dimensione che molto spesso si ritiene più di competenza della sociologia che dell’economia ma non credo sia così. La voglia di migliorare le condizioni di vita di tutti potrebbe innescare un movimento virtuoso in grado di generare ricchezza».

«La via d’uscita dalla crisi sta nelle attività per il bene delle comunità» Si parte dal volontariato? «Si parte da quello che nelle comunità è un sentimento spontaneo di benessere diffuso per tutti. Fino a quando al miglioramento di una persona corrisponderà il peggioramento di un’altra, non c’è vero progresso». Un esempio? «Il quartiere Sanità a Napoli. Il parroco ha scoperto una basilica del Settecento sepolta nei rifiuti. Alcuni giovani che sarebbero finiti a lavorare nel mercato della droga invece hanno cominciato a pulire quel posto solo per migliorare la comunità in cui vivono. Hanno imparato a creare oggetti dai rifiuti, hanno creato una coop per venderli poi una coop per accogliere le presenze turistiche in visita alla basilica di nuovo accessibile e si è arrivati a generare profitto». Come si spiega a quelli che erano in piazza a Roma a spaccare vetrine per contestare la crisi? «A chi non arriva a fine mese non si può parlare di economia della felicità. Per questo non bisogna smettere di chiedere i mercati siano regolati e ci siano posti di lavoro».

IL PROGRAMMA

Tre giorni di conferenze aperte Tutti gli incontri nell’aula magna di Casa Matha La seconda edizione di Ravenna Future Lessons comincia alle 9.30 di giovedì 20 ottobre: fino a sabato mattina l’aula magna di Casa Matha (piazza Costa 3) ospiterà conferenze incentrate sulla relazione tra giovani e innovazione. 20 ottobre. L’apertura sarà con Luca De Biase. Dalle 11 sarà la volta di Runners: presentazione di quindici casi di imprese locali che hanno investito nell’innovazione ottenendo risultati positivi in termini di bilancio.

Alle 15 Giovanna Cosenza (docente di semiotica all’università di Bologna) affronterà il tema del linguaggio dell’innovazione. 21 ottobre. Alle 11 sei storie di giovani che hanno saputo sfruttare le novità del web per lanciare nuove iniziative economiche. 22 ottobre. La giornalista Maria Grazia Mattei affronterà il caso Pixar alle 9.30. Il programma completo dei tre giorni è sul sito www.ravennafuturelessons.it

IN ASPPI AFFITTO FAI DA TE: Attraverso il sito Asppi.ra.it è possibile per gli associati mettere un annuncio per proporre il proprio appartamento. Anche chi è alla ricerca di un alloggio può inserire un proprio annuncio. Per informazioni telefonare 0544-470102.

Nuovi impianti Fotovoltaici:

Possibili ricorsi per aumento rendite catastali In questi giorni L’Agenzia del Territorio sta notificando avvisi di accertamento per la rettifica della rendita catastale proposta a mezzo Docfa con riferimento agli impianti fotovoltaici. La procedura Docfa, volta ad ottenere l’attribuzione/variazione della rendita catastale degli immobili, ha inizio con la presentazione, da parte dell’interessato, di apposite dichiarazioni per l’accatastamento delle unità immobiliari di nuova costruzione e/o per le variazioni dello stato dei beni; le dichiarazioni, in applicazione delle disposizioni contenute nel D.M. n. 701/1994, sono finalizzate ad un rapido aggiornamento della banca dati catastale con il classamento delle unità immobiliari e l’attribuzione della relativa rendita.

Associazione sindacale piccoli proprietari immobiliari Ravenna Via R. Serra, 65 tel. 0544 470102 fax 0544 470075 info@asppi.ra.it www.asppi.ra.it Faenza Via Cavour, 25 tel. 0546 25807 faenza@asppi.ra.it Lugo Via Manfredi, 41 tel. 0545 33356 lugo@asppi.ra.it

L’importo della rendita che, nel caso dell’impianto fotovoltaico, è calcolato sulla base del valore unitario per ogni kw ed è desunto dai costi reali sostenuti per la coSERVIZI AI SOCI struzione dell’impianto fotovoltaico, viene rideterminato - Gestione contratti dall’Agenzia del Territorio (con conseguente aumento di locazione della base imponibile anche ai fini ICI) attraverso avviso - Assistenza legale di accertamento. Attenzione detto avviso può essere im- - Consulenza condominiale pugnato innanzi alla Commissione Tributaria competen- Consulenza tecnica te entro il termine di 60 giorni dalla notifica. L’ufficio fi- Affitti e vendite da privato a privato scale Asppi di Ravenna valuta caso per caso la possibiDal 1980 a Ravenna lità di un eventuale ricorso.

Giovani e lavoro «Serve una visione più americana» Mettere piede sul pianeta lavoro con il coraggio e l’intraprendenza di essere imprenditori con il gusto dell’innovazione e non con l’unica ambizione di conquistare un posto da dipendente. Tenterà di trasmettere questo messaggio la seconda edizione di Ravenna Future Lessons, tre giorni a partire dal 20 ottobre di, come recita il manifesto dell’evento organizzato dallo studio Giaccardi e associati, «conferenze per i giovani che si confrontano con il futuro». Tra le parole chiave di questo evento c’è innovazione. Come è la situazione a Ravenna? «Lavorando su dati forniti dal ministero dello Sviluppo economico – spiega Giuseppe Giaccardi, socio fondatore dello studio che nel 2010 inventò l’iniziativa – emerge come la nostra provincia sia sotto la media nazionale per quattro indicatori su cinque che delineano l’innovazione: il numero di domande depositate per invenzioni, per disegni, per modelli di utilità, per marchi e il numero di brevetti europei. Ma non mancano i casi di chi investe e le loro storie dicono che credere nell’innovazione poi paga in termini di profitto aziendale». Qualche privato che prova a crederci allora c’è. E il pubblico che fa? «È la vera domanda che va rivolta alle amministrazioni pubbliche. In questa città gli investimenti vanno quasi del tutto verso asili e ospizi. Investimenti importanti ma non possono essere le uniche voci perché senza investimenti nell’innovazione prima o poi non avremo più le risorse per asili e ospizi». Come nascono queste Future Lessons? «È stato il nostro modo un anno fa di presentarci alla città con un evento pubblico con la convinzione che la creatività giovanile sia capace di abbattere la gerontocrazia dominante in questa città non di certo smentita dalle due giovani assessore nominate in giunta. Vorremmo sgretolare un po’ di gelo puntando sui giovani che sono i protagonisti del domani». Ma come si alimenta ottimismo nei giovani che ingrossano le fila di movimenti di protesta come gli Indignati? «I giovani sono le gambe del futuro. L’innovazione è coraggio e frontiera. Bisogna credere per forza nella possibilità di un futuro. Ci sono casi di giovani neolaureati – spiega Lidia Marongiu, socia nello studio Giaccardi – che si sono inventati lavori che prima non esistevano. E verranno a raccontarlo in prima persona per spiegare che esistono esempi positivi». Non servono i famosi santi in paradiso per avviare un progetto? «Non sempre. La stessa Ravenna Future Lessons è un esempio. Siamo partiti con le nostre forze senza santi in paradiso ma solo con il sostegno di associazioni che hanno creduto nel progetto. L’importante è che ci sia competenza. E coraggio per andare oltre la crisi». Ma la crisi non sta diventando un alibi per qualche imprenditore? «Non questa. Per la prima volta affrontiamo una crisi in cui anche lo Stato non ha soldi da investire quindi non ci sono contributi da mungere». Web e nuove tecnologie quanto sono utili all’innovazione? «Fondamentali. Senza il 2.0 di internet con tutti i social network e le interrelazioni che creano non esisterebbero nemmeno le nostre conferenze. Tutto è creato e gestito grazie al web». Futuro e innovazione. Come sarà Ravenna fra dieci anni? «Continuerà a essere una città con grandi contraddizioni ma anche alcune profonde innovazioni. I punti di forza saranno la tecnologia, la cultura e il porto». (and.a.)

«La nostra città non guarda al futuro»


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 20 ottobre 2011

CRONACA& ATTUALITÀ

11

RETROSCENA

Marinara, il consorzio attracca Nel nuovo cda della concessionaria del porto entra Piacenti, vicino ai proprietari di Andrea Alberizia C’è voluta un’attività di lobby, durata un anno, fatta di lettere e incontri ma ora il consorzio che raccoglie la maggioranza dei proprietari degli immobili a Marinara ha il suo uomo all’Avana. Tra i cinque membri del nuovo consiglio di amministrazione di Seaser, società titolare della concessione demaniale del porto turistico a Marina di Ravenna, compare Fulvio Piacenti, 54enne commercialista ravennate già sindaco supplente di Terza iniziative marinare (Tim) che possiede decine di appartamenti nel porticciolo e anche in virtù di questo è una sorta di capofila nel consorzio. Ma non è l’unico punto di contatto fra consorzio e Piacenti: il nuovo consigliere della concessionaria e il presidente del consorzio, Giuseppe Bongiovanni, sono tra i soci fondatori di Studio Consulenza, nota realtà nel contesto delle revisioni contabili non solo in città. Nato a fine 2010, il consorzio si è

costituito con l’intento di tutelare l’interesse di chi ha investito a Marinara, struttura di cui molti decantano le enormi potenzialità turistiche e di sviluppo ma che di fatto – per una serie di ragioni tra cui probabilmente anche la frequente conflittualità fra la vecchia gestione in mano ai coniugi Pier Bruno Caravita e Patrizia Odessa e i proprietari – non ha ancora conosciuto il decollo auspicato. Sin dalle prime battute il consorzio sta lavorando con uno scopo preciso: inglobare Seaser nel gruppo per fare in modo che la società condivida la titolarità della concessione demaniale della parte a terra con tutti i proprietari. Attirando quindi nuovi investitori a Marinara. Entrare nel consorzio, sostengono gli stessi consorziati, sarebbe nell’interesse di Seaser che tuttora è proprietaria di immobili invenduti. Il cambio ai vertici è avvenuto nell’assemblea dei soci del 18 ottobre: accolte le dimissioni da amministratore unico di Francesco Pi-

Il 54enne commercialista è sindaco supplente di Terza iniziative marinare che rappresenta oltre metà degli immobili riuniti

Una veduta dei posti barca a Marinara. La coop ferrarese Cmr costruì il porticciolo a Marina di Ravenna. Il colosso edile ora è alle prese con una sentenza di fallimento

cone e nominato il nuovo cda. Oltre al già citato Piacenti, a comporre il nuovo board ci sono Enrico Baraldi, Valter Bignozzi, Davide Sinigaglia e Luigi Vitali. Baraldi, commercialista ferrarese, è il presidente ed è già stato sindaco revisore di Seaser. Bignozzi, commercialista ferrarese, è socio nello studio con la curatrice fallimentare (Raffaella Margotti) della coop Cmr che detiene il 70 percento di Seaser. Sinigaglia è dirigente della coop Sorgeva (socia in Seaser con il 17,5 percento). Vitali, immobiliarista ferrarese, è l'unico privato tra i soci della concessionaria con il 10 percento di quote (la coop Aristea completa la compagine proprietaria). Il bolognese Picone – commercialista tra i tre liquidatori che elaborarono la proposta di concordato preventivo presentata da Cmr, coop edile ferrarese che costruì Marinara, e bocciata dal tribunale di Ferrara sulla base della relazione contraria proprio di Margotti che al tempo era commissario giudiziale – venne nominato amministratore meno di un anno fa e, sorprendendo molti, è rimasto in carica anche dopo l’entrata in scena della curatela fallimentare, rappresentata dalla stessa Margotti che bocciò il concordato. All'inizio di dicembre 2010 i soci di Seaser rimossero il vecchio cda presieduto dall'ingegnere ravennate Caravita, fino a non molto tempo fa anche direttore generale di Cmr. INFORMAZIONE PROMOZIONALE

RISTORAZIONE DI QUALITÀ

Al Granchio di Marina di Ravenna tutte le delizie del pescato fresco Nel confortevole locale sul lungomare anche in inverno specialità marinare con menù alla carta, degustazione e serate a tema... Al giusto prezzo «Serviamo pesce fresco di giornata preparato con cura e creati- della serie sarà la cena speciale di Halloween il 31 ottobre. Inolvità». È questa l’eccellenza gastronomica del ristorante Al Gran- tre, dal 24 al 30 ottobre, Al Granchio partecipa al percorso gastrochio di Marina di Ravenna che promuovono i titolari del locale, nomico Valli &Pinete, con un suo originale menù di stagione. Luca Bergonzoni – responsabile di sala – e la moglie Ileana An- «Pur essendo un ristorante di pesce – aggiunge Bergonzoni –, prodreucci, chef dal tocco attento e poniamo anche alcuni piatti di originale. terra ed evitiamo l’offerta di Una coppia giovane e dinamica menù prestabiliti. Preferiamo che ha maturato un’esperienza che i nostri ospiti scelgano alla decennale nel campo della ristoProssimi razione, crede nelle tradizioni faappuntamenti, la miliari, nella passione per la buona tavola e nei rapporti umani. cena di Halloween, «I crostacei, sia alla catalana che il menù stagionale alla griglia, sono le nostre speciadi “Valli&Pinete” lità accanto agli antipasti freddi e e le serate a tema caldi – illustrano i due titolari –. I del venerdì piatti sono sempre realizzati con materie prime di qualità. Questo significa tener conto della stagiocarta i piatti graditi, riuscendo nalità dei prodotti, così come anquindi anche a spendere meno. che della territorialità quando è Per chi desidera assaggiare possibile. Per esempio, nel perioun’ampia varietà di piatti offriado delle cozze, utilizziamo rigo- La chef Ileana Andreucci e il responsabile di sala Luca Bergonzoni, mo, tutto l’anno, due menù derosamente quelle rinomate rac- appassionati gestori del ristorante Al Granchio di Marina. gustazione a 30 e 35 euro, ma colte qui a Marina». sempre con grande flessibilità». Durante il fine settimana Al Granchio offre il meglio delle crudité, L’obiettivo è dimostrare che si può ben mangiare pesce fresco, con soluzioni particolarmente estrose, mentre ogni due settimane, spendendo il giusto. il venerdì, saranno riproposte cene a tema con menù che rendono Per questo Al Granchio accoglie una vasta clientela di buongustai, omaggio, ad esempio, al pesce azzurro o ai crostacei. La prima dai più giovani alle famiglie, che quest’estate, ad esempio, ha

molto apprezzato l’iniziativa happy food del sabato e della domenica: chi ordinava una cena dalle 19 alle 20, pagava la metà del conto. Gli interni confortevoli ed eleganti del locale, su via Lungomare 61, si affacciano sul “volto” nuovo di Marina di Ravenna, lasciando intravvedere dalle ampie vetrate uno scorcio di mare. Nel periodo invernale, Al Granchio è uno dei pochi ristoranti di Marina di Ravenna sempre aperto anche a pranzo oltreché a cena. Giorno di chiusura il giovedì. Il locale sarà chiuso per ferie dal 14 novembre al 6 dicembre. Ristorante Al Granchio, Lungomare 61 Marina di Ravenna Per info e prenotazioni: tel. 0544 538738 www.ristorantealgranchio.com.


12

ECONOMIA& SERVIZI

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

INFORMAZIONE PROMOZIONALE

POLIZZE E CLAUSOLE

MINI MICHELE CATERING Passione per la cucina

Tel e Fax: 0544 461019 Cell. 335 7718567 www.cateringmini.it info@cateringmini.it

Il costo delle polizze auto continua ad aumentare, molti automobilisti circolano senza contrassegno assicurativo oppure con un contrassegno taroccato, le tariffe R.C.A sono tante e così diverse tra loro che neanche un contorsionista riesce più a districarsi, la crisi strutturale del sistema finanziario pone molti interrogativi sul futuro e sul come investire i propri soldi. Per tutto questo abbiamo pensato di dare voce a quei professionisti che da anni operano a Ravenna nel settore assicurativo e finanziario. La speranza? Quella di poterci capire qualcosa! Fausto Amati, Roberto Benvenuti, Gianfranco Santini, Massimo Tirelli sono gli agenti della Mosaico snc di viale Galilei 35, a Ravenna. Ad accoglierci è un sorridente Massimo Tirelli che tiene subito a precisare come «la nostra agenzia vende polizze Italiana Assicurazioni e prodotti finanziari di Banca Reale. Noi cerchiamo di capire innanzitutto chi sia il cliente, quali siano le sue esigenze, i suoi bisogni, i suoi sogni. Per questo il nostro slogan è “parlaci di te” perchè, per me, per i miei tre soci e per la nostra Compagnia, ogni contratto si costruisce assieme al cliente. Noi vogliamo offrire un ottimo servizio, non ci interessa rincorrere il prezzo più basso, vogliamo un cliente responsabile ed informato. Capiamo che la crisi economica riduce la capacità di spesa delle famiglie e, per questo, cerchiamo di aiutare i nostri clienti con sistemi di rateizzazione». Interviene nella discussione Fausto Amati che, assieme a Gianfranco Santini, è anche promotore finanziario. «Siamo molto contenti di osservare come questi nostri sforzi stiano producendo buoni frutti. I nostri clienti sono ormai molto responsabilizzati e prediligono le coperture più importanti, i massimali più alti. Le garanzie più complete in grado di tutelare realmente una persona in caso di incidente o di calamità. Credo che la figura dell'agente assicurativo abbia acquistato un'importanza maggiore proprio in

Assicurazioni: se l’agente affianca il cliente responsabile e informato

virtù dell' annualizzazione dei contratti. Abbiamo oggi la possibilità di dimostrare tutta la nostra onestà e professionalità, di fidelizzare una clientela che ha sempre più bisogno di certezze e di sicurezze». Gianfranco Santini tiene a precisare con giusto orgoglio come «noi non mandiamo i clienti all'ufficio sinistri. Abbiamo, infatti, un call center interno che gestisce tutte le fasi attive, il rapporto con le carrozzerie ed i periti e quello con i medici ed i centri per la riabilitazione. Questo crea un rapporto di fiducia che è fondamentale sopratutto in ambito previdenziale. La paura dei continui crolli della borsa stimola i clienti ad informarsi sempre di più, a capire se convenga investire in titoli a reddito fisso, in mercati tranquilli, oppure in titoli azionari. Io ed i miei soci crediamo che il ruolo dell'assicuratore e del consulente finanziario abbia una grande valenza sociale nonostante gli ostacoli posti da una eccessiva burocrazia! Servono 20 firme per un semplice contratto auto e se ne manca anche una sola sono guai seri. È poi ingiusto che le imprese vogliano scaricare su noi agenti oneri

L’obiettivo è stipulare contratti convenienti sia sul piano delle garanzie sia su quello dei costi che non ci competono, assurdo che il nostro rating sia basato solo sul rapporto premi/sinistri e non anche sullo sviluppo commerciale». Salutiamo e ringraziamo gli agenti della Mosaico snc per andare ad intervistare uno dei decani degli operatori assicurativi ravennati, Valter Fabbri, presidente della GPA Bisanzio di Vicolo Porziolino 1 a Ravenna, nonchè presidente della Società Romagnola di Mutuo Soccorso. «Siamo dei broker – precisa subito Valter Fabbri – e non dei plurimandatari assicurativi. Riceviamo il mandato direttamente dalla clientela e non dalle imprese di assicurazione. Abbiamo quindi impostato l'attività di ricerca sul mercato su di un capitolato di condizioni contrattuali studiato a difesa e tutela della parte debole, cioè l'assicurato. Sono circa 40 le compagnie assicurative con cui operiamo ma...

il problema è comunque molto serio. La crisi economica esiste, esistono le truffe, esistono anche, però, tariffe assicurative troppo cervellotiche e selettive. Arriveremo fra non molto a personalizzare anche i colori delle automobili, un' auto rossa pagherà meno perchè è più visibile, un'auto nera pagherà di più perchè meno visibile... Assurdo! Credo che una polizza debba avere un costo accettabile ma senza limitare le garanzie, abbassare i massimali, non prevedere la rinuncia al diritto di rivalsa etc. Per questo sono convinto che i prezzi possano essere calmierati solo a livello di gruppo ed ecco perchè la società di brokeraggio che presiedo è artefice e gestore di una convenzione vigente sul gruppo assicurati auto, Soci della Mutua Volontaria Società Romagnola. Un'operazione che permette la conclusioni di contratti assicurativi convenienti sia sul piano delle garanzie che su quello dei costi. Ovviamente è il broker ad essere responsabile degli interventi tecnici e gestionali sugli incassi e sui sinistri perchè la Società di Mutuo Soccorso non riveste alcun ruolo operativo. Essa, infatti, nasce per gestire direttamente i contributi volontarii integrativi al Servizio Sanitario Nazionale e come bacino di contenimento delle persone associate nella comune adesione alla convenzione denominata, non a caso, “Autoinsieme”. Per coloro che non sono associati alla mutua, la nostra funzione è orientata a raccogliere almeno tre preventivi dalle compagnie, selezionate dalla professionalità dell'addetto al servizio assuntivo. Grazie Valter Fabbri. Qualcosa di più abbiamo capito. I bravi agenti assicurativi lavorano in sinergia con i propri clienti, per il resto... Arrivederci alla prossima puntata.

Antica Zecca antica tradizione Pasta fresca • Piadine e Crescioni gastronomia • pane e vino

nuova apertura cell. 339 2397748


CRONACA& ATTUALITÀ

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 20 ottobre 2011

L’ACCORDO

AMBIENTE

CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA

In arrivo nuovi progetti per il parco del Delta

Ecco come si vince: i casi Marsiglia e San Sebastian In arrivo “Cinquetracce” Verrà presentato nel dettaglio lunedì 24 ottobre (alle 10.30) alla sala Corelli del teatro Alighieri “Cinquetracce”, il ciclo di incontri dedicati allo sviluppo e all’approfondimento dei macrotemi della candidatura di Ravenna a capitale europea della cultura nel 2019. Il 3 novembre è la data fissata per il primo incontro, a cui seguiranno altri 4 appuntamenti nei sabati successivi per chiudere il 3 dicembre. «Posso dire di essere molto soddisfatto – dichiara Alberto Cassani, coordinatore di Ravenna 2019 – del lavoro collettivo fin qui svolto: “Cinquetracce” promette di essere una esperienza unica per Ravenna. Per la prima volta ci troveremo a discutere del futuro della città, ma anche del territorio, da una molteplicità di punti di vista». Gli incontri vedranno la partecipazione di esponenti del mondo culturale, artistico, economico, politico e sociale: personalità che operano sul territorio, ma anche prestigiosi ospiti internazionali, tra cui lo scrittore Hanif Kureishi e l’antropologo Marc Augé. Nel frattempo si terrà il secondo incontro sulle capitali europee della cultura: sabato 22 ottobre (sala D’Attorre, ore 17) saranno affrontati i casi di Marsiglia e San Sebastian, città insignite del titolo rispettivamente nel 2013 e nel 2016. Sarà interessante conoscere le strategie, le progettualità, gli strumenti e i metodi messi in campo dalle due città, risultate vincitrici di una competizione che ha visto gareggiare otto candidate in Francia e ben quindici in Spagna.

13

La cappella di Sant’Apollinare Nuovo verrà restaurata: pronta a metà 2012 È stato firmato tra Curia e Fondazione Museo del Risorgimento l’accordo per il restauro della cappella della Vittoria e della Pace, piccolo gioiello nascosto all’interno della basilica di Sant’Apollinare Nuovo che il vicesindaco Giannantonio Mingozzi (nella foto in un sopralluogo sul posto) aveva promesso di restituire alla città. L’intervento – che inizierà quest’anno per concludersi a metà 2012 – è stato affidato al laboratorio del restauro di Ada Foschini. La Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna ha erogato 25mila euro a sostegno del restauro; i restanti 25mila necessari per finanziarlo saranno raccolti dal Museo del Risorgimento.

BATTAGLIA DI R UN POEMA DIALETTALE AL LICEO ARTISTICO

AV E N N A

Giovedì 20 ottobre alle 20.30 all’aula magna del liceo artistico “Nervi Severini” Laura Berardi recita 11 Avril de melzeczéntedòdg, poema dialettale sulla Battaglia di Ravenna scritto da Bruno Zannoni. L’evento è promosso dalla neonata associazione La Colonna.

«È in corso un confronto con i proprietari per acquisire i 480 ettari privati di parco (l'area dei cosiddetti Ortazzo e Ortazzino, ndr) che andranno a implementare la riserva della Pineta di Classe ed entreranno nei percorsi del parco del Delta del Po». Lo afferma il sindaco Fabrizio Matteucci, confermando quanto anticipato sul nostro ultimo settimanale. «Su quei terreni dagli anni ‘70 non si può costruire – ha spiegato Matteucci nel corso di una conferenza stampa in Municipio –, con la modalità della perequazione cederemo in camle esercitazioni militari bio ai privati delle aree edificabili. Questa vasta zona costituisce un grande CONFESERCENTI: «TROVARE valore naturalistico e ambientale e UNA SOLUZIONE COERENTE» comprende pinete, aree umide, zone Il direttore provinciale della Confeserancora agricole e alcuni fabbricati di centi interviene in merito all’articolo sulservizio». Attualmente sono inoltre in le esercitazioni militari nel parco del Delfase di realizzazione numerosi progetti ta del Po che abbiamo pubblicato sul nuall’interno del parco come nuovi permero del 13 ottobre del nostro settimacorsi ciclabili, punti per il birdwatnale, «che ha riportato all’attenzione geching, banchine che rendano possibile nerale con l’evidenza del caso una quefare gite lungo le acque del fiume e una stione importante», sottolinea Lucchi. nuova area di sosta per raggiungere i Proprio su questo caso la Confesercenti percorsi dalla statale Romea. A entrare era intervenuta nel corso di un forum sul nel dettaglio sono il presidente del parturismo tenutosi addirittura il 28 ottobre co, Massimo Medri, e la direttrice Lucil2009 alla presenza di diverse autorità lola Previati: «L’ex idrovora della Bevacali. «A questo punto – termina Lucchi – nella, nell’area Ortazzo-Ortazzino, dil’auspicio è che la questione sia risolta venterà un centro di didattica: i lavori positivamente e coerentemente con la di ristrutturazione della casa del chiadestinazione ambientale e turistica delvicante si concluderanno entro l’anno. l’area». A partire dalla prossima primavera, il sito avrà una destinazione di eccellenza come centro per l’escursionismo naturalistico e la ricerca scientifica. Da lì si dirameranno varie attività come l’agri-campeggio con finalità didattico-educative, escursioni guidate a piedi, in canoa, bicicletta e mountainbike. Sarà un laboratorio per studi scientifici e ricerche, con particolare riferimento alle tematiche legate ai mutamenti climatici e alla geologia».

MERCOLEDÌ 26 OTTOBRE ORE 20.30 SALA D’ATTORRE - Ravenna QUALE FUTURO

LA POVERTÀ È UN

PER LE NOSTRE

PROBLEMA O LO

SCUOLE?

SONO I POVERI?

LA MIA CITTÀ È A MISURA DI DONNA?

BENI E MALI COMUNI . QUALI PROSPETTIVE PER IL TERRITORIO ?

Incontro, confronto, dialogo con: VALENTINA MORIGI Assessora SARAH RICCI Consigliera

GRUPPO CONSILIARE Sinistra Ecologia Libertà grupposel@comune.ravenna.it Tel. 0544 485651 - 0544 482209


CULTURA& SPETTACOLI

CINEMA

Nightmare Film Fest la paura è una faccenda seria Per la sua nona edizione il Ravenna Nightmare Film Fest – festival di cinema dell’orrore e sue derive – si sposta dal multiplex CinemaCity al cinema Corso di via di Roma che nel 2003 ne vide la nascita. Si torna dunque in centro (in attesa anche del completamento del Palazzo del Cinema, che in aprile del 2012 aprirà proprio a pochi metri dal Corso) per un festival ormai più che consacrato e dal ricco cartellone (in programma dal 26 ottobre all’1 novembre) in grado di trasformare davvero il periodo di Halloween in un’esperienza da brividi forti. «Il ritorno al cinema Corso – spiega il direttore ar-

tistico del Nightmare, Franco Calandrini – ci ha lasciato enorme libertà organizzativa, potendo aumentare i giorni di proiezioni da cinque a sette, con grande flessibilità di orari e con la possibilità di replicare alcuni degli eventi più importanti. Il festival ha sempre puntato sulla qualità e sull’equilibrio tra film mainstream e indipendenti, oltre che sul concorso internazionale, e a giudicare dal successo delle scorse edizioni direi che la strada intrapresa è quella giusta, anche se il nostro obiettivo è migliorare sempre». Come di consueto la manifestazione – oltre al concorso internazionale – è strutturata in varie sezioni, tra anteprime ed eventi speciali. Dagli Stati Uniti arriva ad esempio la serie di culto After Dark, creata da Courtney Solomon, un vero e proprio circuito alternativo di produzione e distribuzione cinematografica specializzato in cinema horror. Al Nightmare vedremo alcuni dei migliori titoli della quarta serie, tutti opere inedite, ossia Prowl di Patrick Syversen, The task di Alex Orwell, Seconds apart di Antonio Negret e Fertile Ground di Adam Gierasch. Per la prima

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

CULTURA

14

Nelle foto, da sinistra a destra, un momento da “The Bunny Game” e Georgina Haig in “Crawl”

LA BUSTINA DI MELPOMENE a cura di M ARIA

GIOVANNA MAIOLI

E così un altro dei nostri amici se ne è andato, il 30 settembre. Settembre, andiamo... ora sappiamo dove se ne è andato Sergio. Sergio Minardi, quest’uomo fine, raccolto, amante della poesia e del mare, che conosceva da esperto navigante. Noi lo ricorderemo nelle sue passeggiate pomeridiane, con la moglie Giuliana appoggiata al suo braccio cavalleresco, il sorriso appena accennato, la battuta pronta, inattesa. Alla sua memoria dedichiamo questa penultima Bustina di ottobre.

ANTICO di Eugenio Montale Antico, sono ubriacato dalla voce ch’esce dalle tue bocche quando si schiudono come verdi campane e si ributtano indietro e si disciolgono. La casa delle mie estati lontane t’era accanto, lo sai, là nel paese dove il sole cuoce e annuvolano l’aria le zanzare. Come allora oggi in tua presenza impietro, mare, ma non più degno mi credo del solenne ammonimento del tuo respiro. Tu m’hai detto primo che il piccino fermento del mio cuore non era che un momento del tuo; che mi era in fondo la tua legge rischiosa: esser vasto e diverso e insieme fisso: e svuotarmi così d’ogni lordura come tu fai che sbatti sulle sponde tra sugheri alghe asterie le inutili macerie del tuo abisso.

volta in Italia sarà poi presentato – in i f i l m i n c o n c o r s o versione integrale e in formato 35 mm – il disturbante e iperviolento GIORNO PER GIORNO americano (ma di regia italiana) NiMercoledì 26 ghtmare in a damaged brain di RomaAbsentia (20.30) no Scavolini, del 1981, uno dei film Giovedì 27 più censurati al mondo, con gli effetCrawl (20.40) ti speciali del maestro Tom Savini. E Venerdì 28 non poteva mancare al festival l’oRabies (20.30) maggio al passato: la retrospettiva Sabato 29 “Deliri d’autore” sarà una breve ma Exorcismus (15.30) ricca incursione nelle uniche produzioni Secuestrados (20.15) (da Tutte le poesie, Mondadori, Milano 1990) horror firmate da tre illustri maestri di ciThe Bunny Game (22.30) nema, ossia Elio Petri (Un tranquillo posto di Domenica 30 campagna, 1968), Jerzy Skolimowsky (L’auHellacious Acres (16) straliano, 1978) e Luigi Bazzoni (Le orme, The Caller (20.15) 1975). The Devil’s Business (22.30) Resta però il Concorso Internazionale Lunedì 31 liano Paul China, è un cruento crescendo di paranoia, delirio e massacro; per lungometraggi la struttura portante del Skew (ore 15.30) noir fulminante su una dagli Stati Uniti infine ben tre film: The Caller dell'infestival, con dodici pellicole che presenteMasks (ore 17.15) ragazza presa in ostaggio glese Matthew Parkhill, claustrofobico ghost-movie ranno quanto di meglio è emerso nella reLittle Deaths (20.15) da uno spietato killer per il quale ci sono chiamate alle quali è meglio non cente produzione internazionale di genere. Martedì 1 novembre croato. Poi Rabies, primo rispondere; Absentia, diretto da Mike Flanagan, la Dalla Spagna due film che ben rappresentaReplica del film vincitore (21) slasher movie israeliano storia di due sorelle alle prese con un tunnel misteno la felice stagione cinematografica horTutti i film in versione originale (sarà presente al Corso il rioso abitato da presenza maligne. Ma l’attesa forse ror in terra iberica, l’agghiacciante thriller distributore internazio- maggiore è per The bunny game, del documentarista Secuestrados di Miguel Angel Vivas (che nale), il canadese Hella- e musicista americano Adam Rehmeier, un metafisisarà presente in sala sabato 29 ottobre), ed Exorcicious Acres, tra terrore, ironia e fantascienza, e il film co low-budget bianco e nero crudele e violentissimo smus di Manuel Caballo, su un’adolescente indemoa episodi inglese Little Deaths, uno dei cui registi, girato con maestria assoluta che potrebbe porsi un niata. Dalla Germania ecco invece Masks di Andreas Sean Hogan (autore anche di un altro titolo in con- po’ come il “caso” di Nightmare 2011. Marschall (anch’egli quasi certamente presente a Il programma completo è visibile su www.ravencorso, The Devil’s business), sarà in sala. Dal Canada Ravenna), regista già vincitore del Nightmare nel ecco quindi Skew, opera prima del regista Sevé Sche- nanightmare.it. 2004, mentre Crawl, del giovane esordiente austraAlessandro Fogli lenz, su di un gruppo di amici in viaggio verso un


ARTE& CULTURA

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 20 ottobre 2010

15

OPERA E DANZA

L’Alighieri tra i generi da Brecht a Rossini Nicastro: «Non teatro per melomani, ma casa della lirica contro i modelli televisivi» «Mentre in Rai mandano in onda in prima serata bambini che cantano l’opera come scimmiette ammaestrate è il caso di ragionare su che direzione sta prendendo il nostro paese. Per cose come questa vale la pena scendere in piazza e indignarsi. Per questo l’Alighieri non sarà un teatro per melomani, ma una casa della lirica». Parole forti, chiare e necessarie quelle di Angelo Nicastro, direttore artistico

A sinistra la Parsons Dance Company; sotto, una scena da “Rinaldo”; a destra la scenografia de “Il piccolo spazzacamino”

In cartellone, fra teatro d’opera e balletto, va in scena la tradizione dai classici al ‘900, con grande attenzione alla qualità delle regie e degli allestimenti della Fondazione Ravenna Manifestazioni, che nel giorno dell’indignazione, mentre Roma si riempiva di indignados, ha aperto così il suo intervento di presentazione della stagione di Opera e Danza del teatro Alighieri. «Dobbiamo ringraziare il maestro Riccardo Muti – spiega poi il sovrintendente della fondazione, Antonio De Rosa – che in un incontro con Tremonti, svoltosi nei camerini del Teatro nuova danza TODAY TO DANCE Dalla collaborazione di Teatro Alighieri, Nobodaddy/Ravenna Teatro e Cantieri Danza con Aterdanza nasce quest’anno la rassegna ToDay to Dance, dedicata alla danza contemporanea che vedrà in scena il 4 marzo Virgilio Sieni sulle Variazioni Goldberg di Bach interpretate al piano da Riccardo Cecchetti in Solo Goldberg improvisation; poi Woyzeck. Ricavato dal vuoto e Il sacro della primavera, entrambi del Balletto Civile/Fondazione Teatro Due (in marzo all’Almagià). Chiuderà al teatro Rasi (a cura di Cantieri Danza) il doppio appuntamento Joseph, di Alessandio Sciarroni e Spic & Span, di Foscarini, Nardin e Dagostin. Info: 0544 249244 - www.teatroalighieri.org.

d’Opera di Roma, ha convinto il ministro a risparmiare il Fus, il Fondo Unico dello Spettacolo, dai tagli. Una decisione che avrebbe causato la morte di molti teatri e la riduzione “al lumicino” delle programmazioni dei più importanti». Con un budget di 600 mila euro e il contributo di fondazione Del Monte, Cmc e Unicredit, l’Alighieri presenta dunque la sua stagione. Certo non sono i 108 milioni di euro de La Scala, ma è comunque un budget di tutto rispetto. Vediamo allora nel dettaglio il cartellone che il teatro cittadino propone da dicembre ad aprile. Per quanto concerne la lirica, le tre linee guida scelte da Nicastro sono «la scelta di spettacoli tradizionali, ma anche di opere meno conosciute che rappresentano Sette, Otto e Novecento. Il secondo è il lavoro con i giovani che favorisce i migliori talenti accuratamente selezionati. Il terzo punto è l’attenzione alla regia. Infatti l’opera è uno spettacolo da ascoltare, ma anche da vedere, per questo abbiamo scelto anche in base alla regia riproponendo alcuni dei migliori allestimenti degli ultimi decenni». Un’attenzione particolare all’aspetto registico-visivo è stata posta in spettacoli come L’occasione fa il ladro di

Rossini (che aprirà a dicembre la rassegna) nel famoso allestimento di Jean-Pierre Ponnelle pensato nel 1987 per il Rossini Opera Festival. In questa occasione i cantanti e l’orchestra saranno i giovani talenti dell’Accademia del Teatro alla Scala. L’altro cavallo di battaglia del filone registico della stagione sarà quello del paladino Rinaldo di Handel. Una scenografia monumentale (il cui trasporto in città richiederà ben otto Tir) è il cardine visionario della celebre opera della nota aria Lascia che io pianga, con regia e scenografia del grande Pier Luigi Pizzi ideata nel 1985 per il Teatro Valli di Reggio Emilia. L’opera sarà riallestita a Ravenna e diretta da Ottavio Dantone dell’Accademia Bizantina. Per i grandi classici torna La bohème. L’opera di Puccini vedrà alla

regia l’allievo di Zeffirelli, Marco Gandini con l’Orchestra e Coro della Toscana diretta da Elio Boncompagni. La stagione arriva a toccare anche il Novecento con L’opera da tre soldi, nata dal geniale sodalizio di Bertolt Brecht e Kurt Weill. Makie Messer sarà interpretato da Massimo Ranieri per la regia di Luca De Fusco e la direzione musicale di Francesco Lanzillotta.

Fuori programma l’opera ideata per i bambini da Benjamin Britten Il piccolo spazzacamino, che a marzo andrà in scena con la regia di Piero Fenati e le scenografie di Ezio Antonelli della ravennate Drammatico Vegetale e la partecipazione del coro della scuola elementare Mordani diretto dalle maestre Elisabetta Agostini e Catia Gori. «Anche i bambini del pubblico – sottolinea Nicastro – saranno chiamati a cantare alcune parti dell’opera assieme ai cantanti professionisti, come nel modello ideato da Britten, molto diverso da quello proposto oggi in televisione». Anche la danza vede alternarsi sul palco folklore, moderno e classico. Nel periodo natalizio ecco le mirabolanti acrobazie del Balletto Nazionale della Georgia in Sukhishvili, che vede mescolare danza tradizionale con performance atletiche e quasi circensi accompagnate da musica tradizionale eseguita dal vivo. Il 2012 sarà battezzato dal Balletto del teatro nazionale Slovacco di Bratislava con La Bayadère, balletto che narra la storia d’amore tra la danzatrice indiana Nikia e il generale Solor. Dal classico si passa al moderno con il celebre coreografo newyorkese David Parson e la Parsons Dance Company: la loro danza energica e teatrale sarà incarnata in una sorta di “best of ” su musiche che spaziano da Mozart a Miles Davis. La compagnia Aterballetto presenterà infine Le Sacre e Come un respiro, con coreografia di Mauro Bigonzetti e musiche di Stravinsky e Handel. Nuovi abbonamenti in vendita dal 10 novembre. Info tel. 0544 249244. Matteo Cavezzali

Orari: MARTEDì 16.00-02.00 MERCOLEDì 16.00-02.00

CIRCOLO PRIVATO RISERVATO AI SOCI PROPONE N°1 - MASSIMA RISERVATEZZA E PRIVACY -

GLORY HOLE (per coppie e singoli) DARK ROOM VIP ROOM ROOM EXCLUSIVE COPPIE

-

PARTY IDROMASSAGGIO FESTE PRIVATE HOT HOT HOT

GIOVEDì 16.00-02.00 VENERDì 16.00-04.00 SABATO 16.00-04.00

ALFONSINE (RA) - Via Raspona 27 - AMPIO PARCHEGIO PRIVATO - Info e prenotazioni 328 9649356 www.chimeraclubprive.it - chimeraclubprive@virgilio.it


16

CULTURA& SPETTACOLI

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

LA RASSEGNA

DANZA

Un super Comico d’Autore tra Teo Teocoli e Bergonzoni

Homunculus crea una scuola sul corpo sottile

Con un cartellone forse mai così allettante, la stagione di Comico d’Autore 2011-2012 che Accademia Perduta/Romagna Teatri organizza come di consueto al teatro Alighieri in collaborazione con il Comune di Ravenna trova ancora una volta uno spazio importante nel panorama culturale cittadino. I quattro appuntamenti in programma tra novembre e marzo sono un ottimo equilibrio tra mostri sacri della risata e nuove leve ormai acclamate, il tutto all’insegna di una comicità intelligente, ficcante, volendo stralunata ma sempre brillante. L’apertura del nuovo cartellone è di quelle pirotecniche, con l’arrivo il 21 novembre, per la prima volta a Ravenna, di Teo Teocoli, il quale, accompagnato da Mario Lavezzi, proporrà lo spettacolo Unplugged. «La stagione quest’anno è particolarmente riuscita –

Tanti Cosi Progetti, una delle realtà ormai storiche della scena di teatro e danza cittadina, ci regala per il quarto anno quel piccolo gioiello di visioni artistiche che è il progetto Homunculus. «Quest’anno abbiamo deciso di focalizzare l’attenzione sul tema della fioritura percettiva che precede l’atto di creazione artistica – spiega Danilo Conti di Tcp –. Cuore del progetto sarà perciò una “scuola temporanea sul corpo sottile”, nominata How to grow a lotus, a carattere intensivo e della durata di sette giorni, che sarà curata da Francesca Proia. Corpo sottile è qui inteso come energia che dà forma e

A sinistra I Mancio e Stigma e Teo Teocoli.

no di varietà, basato, come sempre, sull’arte dell'improvvisazione, di cui Teocoli è maestro e artefice, giocando su un’inconfondibile ironia, per un teatro che diverte e sorprende. Dopo Teocoli sarà poi la volta (il 4 dicembre) di I Mancio e Stigma, vera e propria rivelazione delle ultime edizioni di Zelig. Lo spettacolo proposto sarà La nostra coppia è un trio!, piéce frizzante caratterizzata da un continuo cambio di situazione e stile comico. I Mancio e Stigma ci portano in quella che è diventata ormai una realtà del mondo giovanile, cioè “il mondo degli emo”, adolescenti androgini con lunghe frange sugli occhi, molti piercing sul corpo e con un’anima depressa, per poi passare ad una squadra della Protezione Civile non molto preparata. Altro grandissimo della comicità più funambolica e sagace, Alessandro Bergonzoni sarà a Ravenna il 16 gennaio 2011 come autore, interprete e regista del monologo Urge, spettacolo che, già dal titolo, vuole chiaramente

segnalarci un’allerta, una necessità artistica senza sosta e senza indugi. Ma cosa “urge” a Bergonzoni, dopo il pluripremiato spettacolo Nel? Sicuramente segnalarci delle differenze che, se trascurate, possono realmente cambiare il senso delle cose. A chiudere la stagione arriverà poi Teresa Mannino (13 marzo), autrice e interprete di Terrybilmente divagante. La Mannino racconta e si racconta: gli anni dell’infanzia, al centro di una iperbolicamente sconfinata famiglia che ora che non vive più lì deve essere periodicamente visitata in infiniti pellegrinaggi al sapore di caffè. La novità della stagione 2011-2012 è l’inizio degli spettacoli, che passa dalle 21 alle 20.30. Ed essendo l’ultimo anno di convenzione tra Accademia Perduta e Comune di Ravenna, le due parti stanno pensando, in caso di rinnovo, a un azzeramento dei diritti di prelazione sugli abbonamenti per la stagione 2012/13. Alessandro Fogli

In arrivo anche Mannino e I Mancio e Stigma

dice con giusto orgoglio Ruggiero Sintoni, direttore artistico di Accademia Perduta – e la presenza di Teocoli, un pezzo importante della comicità di questo Paese, ne è la prova. Per averlo abbiamo dovuto lavorare molto, perché le sue sono sempre tournée brevissime, ma credo che anche a lui faccia molto piacere esibirsi all’Alighieri, teatro che fu residenza di Carmelo Bene e Gigi Proietti». Unplugged è uno show dalla forma cabarettistica e me-

Sopra, due immagini tratte dal libro “Declinazioni yoga dell’immagine corporea”, di Francesca Proia

tempo, come fluido collante nella relazione tra oggetti, persone, entità, idee». La scuola è aperta a chiunque sia interessato e si terrà dal 28 ottobre al 4 novembre quattro ore al giorno (dalle 18 alle 22, sabato dalle 12 alle 16, domenica dalle 10.30 alle 14.30) nella sede di Tcp, lo Studio Muni di via Redipuglia. «How to grow a lotus – aggiunge Conti – si configura come un gruppo di lavoro aperto che possa tracciare un percorso di riflessione sul corpo

sottile per ognuno di noi che condividerà questo tempo, un periodo di lavoro concentrato, aperto ad apporti poetici esterni (che saranno noti solamente giorno per giorno) e alla condivisione di esiti personali di varia natura». Completano il programma di Homunculus due ulteriori appuntamenti per i quali occorre, come del resto per la scuola sul corpo sottile, obbligatoriamente prenotare, tenendosi in un luogo a sorpresa. Si tratta della presentazione (più performance) di due libri: il 29 ottobre (ore 18) Overground, del fotografo Luca Del Pia. Si tratta di visioni dalla scena performativa italiana – ci sono, tra gli altri, MK, Orthographe, Francesca Proia, Pathosformel, Eleonora Sedioli – commentate dalle studiose di performing arts Lucia Amara, Piersandra Di Matteo, Adele Cacciagrano e Tihana Maraviç. Il 5 novembre invece, sempre alle 18 – sarà illustrato il volume Declinazioni yoga dell’immagine corporea, di Francesca Proia, edito da Titivillus e con una presentazione di Romeo Castellucci. Info e prenotazioni: 0544 270420. (Al. Fo.)

A Riolo Terme il 22 ottobre 2011

Cena Celtica nel Borgo RISTORANTE - PISCINA

• Ristorante aperto tutti i giorni a pranzo • Specialità di pesce • Piatti della tradizione romagnola

MARINA DI RAVENNA

VIALE DELLE NAZIONI 40 tel. 0544 530186 cell. 347 5313967

www.bagnolucciola.it

È RICHIESTA LA PRENOTAZIONE Per informazioni e prenotazioni telefonare allo 0546 71330

O Aperitivo Idromele O Fibula di pomi, timo e lauro O Crostone di segale nel sottobosco di Semain e Nepetella O Vellutata di cardi con perle di farro O Ragù bianco allea mele selvatiche su polenta di castagne O Spezzato di cernonnus gallico su crema di fave e zucca e rugiada di ginepro O Costato di cinghiale glassato della dea Epona con cipolla farcita al cacio O Pani di segale e semi di zucca O Letizie di farro - Chiocciole di zucca O Bianca notte allo scalogno caramellato O Torta di pane zucca e nocciole


CULTURA& SPETTACOLI

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 20 ottobre 2011

CERVIA

BRONSON

Al Comunale prosa e comico di razza

Le atmosfere lynchane di Dirty Beaches verso l’inaugurazione del sabato

Anteprime e prime nazionali da Paolo Hendel a Tognazzi È da diciotto anni che Comune di Cervia e Accademia Perduta/Romagna Teatri conducono una proficua collaborazione nella gestione e direzione di un piccolo gioiello architettonico come il Teatro Comunale. Negli anni infatti il teatro cervese è stato scenario di debutti nazionali, di eventi molto particolari e di quel “grande teatro” proprio di vere star dei nostri palcoscenici e di importanti compagnie, qualificandosi come uno dei principali poli culturali della nostra riviera. Forte di tali buone premesse, la stagione teatrale 2011/2012 del Comunale sarà ancora una volta all’altezza delle aspettative, con un cartellone – tra prosa contemporanea e classica, commedie brillanti e cabaret, teatro per ragazzi a in lingua vernacolare – che presenta due anteprime e una carrellata di protagonisti molto amati dal grande pubblico. A dare il via alla programmazione di prosa il 16 novembre sarà il simpaticissimo Paolo Hendel, che ha scelto la Romagna per una serie di anteprime del suo nuovo spettacolo, Molière a sua insaputa. Seguiranno due interpreti molto amati dal pubblico, Emilio Solfrizzi e Lunetta Savino, protagonisti di Due di noi, di Mi-

17

chael Frayn. Gianmarco Tognazzi presenterà poi in prima nazionale Un nemico del popolo di Ibsen, prima di lasciare il palco ad Ennio Coltorti e Francesca Draghetti nella divertentissima commedia C’è una certa Annalisa per te.

CLASSICA

Elena Bucci e Marco Sgrosso, già tante volte applauditi sul palcoscenico cervese, presenteranno invece Antigone, prima della chiusura del cartellone con Emanuela Grimalda e Paola Minaccioni, autrici ed interpreti di Infinite o sfinite? Miracoli delle donne d’oggi! La rassegna di teatro comico sarà invece inaugurata dagli intramontabili Fichi d’India con il nuovissimo spettacolo Fichenstein, un esilarante viaggio attraverso il funzionamento del corpo umano in cui i due comici interpreteranno funzioni di organi vitali e non, tramite sketch e improvvisazioni nello loro stile tipico. Saranno seguiti da Duilio Pizzocchi che, con lo spettacolo Vernice fresca, presenterà una carrellata dei suoi più esilaranti personaggi, e da I Mancio e Stigma, vera e propria rivelazione dell’ultima edizione di Zelig grazie alla loro irresistibile parodia dei giovani “emo”. Il teatro ragazzi prevede la rappresentazione di due spettacoli: PolliciSopra Paolo no, una delle più imprtanti, longeve Hendel, a e premiate produzioni di Accademia destra Dirty Beaches; sotto, Perduta, interpretata da Claudio Cail sadio e diretta da Gianni Bissaca, e Kammermusik L’elefantino, della compagnia boloQuintett gnese La Baracca. Info: 0544 975166.

INCONTRI LETTERARI

L I D O

A D R I A N O

L’INAUGURAZIONE

RIAPRE IL CISIM CON IL CONTEST

Sipario su Giovani in musica 2011 La rassegna “Giovani in Musica”, intitolata quest’anno Robert e Clara Schumann: voci dello spirito romantico e curata dall’associazione Angelo Mariani conclude il suo percorso mercoledì 26 ottobre alla sala Corelli del teatro Alighieri (ore 17) con un doppio appuntamento. Nella prima parte del pomeriggio, il violinista Lautaro Acosta, suonerà in duo con il brillante pianista Federico Tibone. Il duo eseguirà Tre Romanze op. 22 di Clara Wieck Schumann, Sonata in la minore op. 105 n. 1 di Robert Schumann e la Sonata in la maggiore op. 100 n. 2 di Johannes Brahms. Nella seconda parte si esibirà il Kammermusik Quintett, ensemble di quattro archi e pianoforte formato da giovani musicisti ravennati. Il gruppo proporrà una dei capolavori della produzione di musica cameristica di Schumann, il Quintetto in mi bemolle maggiore op. 44.

Due appuntamenti ravvicinati al Bronson di Madonna dell’Albero, dove prosegue la stagione concertistica e si apre la tradizioanle serata del sabato. Dirty Beaches. È così che si fa chiamare Alex Zhang Hungtai, musicista taiwanese ma canadese di adozione che vedremo giovedì 20 ottobre (ore 21.30). Il suo progetto è molto particolare, unico nel suo genere. La sua musica è di matrice garage rock/rockabilly, ma le atmosfere che evoca sono molto più oscure e inquietanti e ce ne si è resi conto la scorsa estate all’Hana-Bi di Marina di Ravenna, con un concerto di impatto noteviolissimo. Non è un caso che spesso vengono citati Quentin Tarantino e David Lynch per spiegare le sue sonorità. Un suono sporco, ruvido e fetente ma anche indispensabile, come il sottopasso di una stazione. Miscelando l’atteggiamento crooner di Elvis e Roy Orbison con drum-machine alla Suicide, l’amore per i suoni ambientali e loop ipnotici, la musica di Dirty Beaches suona allo stesso tempo familiare e surreale. Aprono la serata i pesaresi Be Forest, sorpresa del dream pop italiano 2011. Sabato 22 invece, in occasione dell’inaugurazione dei sabati “danzanti” del Bronson, tre live e un lungo dj set. Apre un altro gruppo di Pesaro, i Brothers in law, al quale seguono i bravissimi ravennati The Clever Square. A chiudere la sezione live dell’appuntamento, i Quakers & Mormons, nuovo progetto di Maolo Torreggiani dei My Awesome Mixtape che si muove in territorio hip hop AntiPop Consortium. Info: 333 2097141.

DI BREAKING

Sabato 22 ottobre riapre il centro culturale Cisim di Lido Adriano, con la serata “Lasagna Style 3ª edizione”, contest di breaking e live showcase. La serata è organizzata in collaborazione con Coop Libra, Spazio Giovani Mhouse e Lasagna Style. La giornata inizierà alle 15 con il contest di breaking open 3vs3, in giuria Froz della crew Bandits, Kira della crew Natural Force, Fast della crew Lasagna Style, dj's della giornata Ciccio B e Dario, al microfono Moder. Alle 21 concerto de Il lato oscuro della costa e finale della gara, con premiazione di 300 euro.

Luigi Zoja a Casa Melandri All’interno della rassegna Incontri Letterari il Centro Relazioni Culturali ospita venerdì 21 ottobre alle 18 il noto psicoanalista Luigi Zoja, da poco tornato in libreria con Al di là delle intenzioni. Etica e analisi, per Bollati e Boringhieri. Il volume tratta di “etica della psicoterapia”. La moralità di Psiche va alla radice del problema, puntando dritto all’unica verità fondamentale, senza disperdersi in mille consigli pratici: al cuore dell’analisi stanno trasparenza, rispetto e una strenua battaglia contro la mistificazione. Zoja – psicoanalista di fama mondiale – sostiene la causa di un’etica capace, prima e soprattutto, di affrontare la zona grigia in cui si colloca l’analisi, una zona in cui non esistono contrasti netti tra bianco e nero, in cui il fine è quello di restaurare delle relazioni interpersonali sane. Ingresso libero, info: 0544 39972.

I L

C O N C E RT O

DAVE KAYE SUONA AL CIRCOLO AURORA

Tre totem musivi per l’Accademia

L’ottimo cantautore australiano Dave Kaye sarà in concerto col suo gruppo (Stefano Fabbri, Caterina Sangiorgi, Marco Cavina, Giacomo Sangiorgi) domenica 23 ottobre alle 22 al Circolo Aurora di via Ghibuzza. Dopo la sorpresa dell’album del 2010, “This Functional”, quest’anno Kaye ha rilanciato con “Cruise Control”, altro disco di folk-rock interessantissimo, forte di un singolo perfetto come “Reflection of a Soul” e di una band affiatata e varia. Ingresso libero.

La collaborazione tra Provincia di Ravenna e Accademia di Belle Arti di Ravenna ha portato alla realizzazione di due totem in mosaico, che verranno presentati al pubblico venerdì 21 ottobre (ore 17) nella sala Nullo Baldini della Residenza Provinciale. Il progetto di realizzazione dei totem musivi, due preziosi pezzi unici, è stato realizzato dagli allievi del II anno del biennio Specialistico di Mosaico, a cura di Dusciana Bravura, docente di Mosaico. L'opera è frutto di un lavoro di equipe tra Raffaella Ceccarossi, Francesca Innocenti, Erica Perugia, oltre a Angela Nicole Rossi, Rita Gorini, Marisa Monaco, Naghmeh Farahvash Fashandi, Andrea Sala.


BAMBINI& RAGAZZI

TEATRO DI FIGURA

OTTOBRE GIAPPONESE

Peter Pan apre la stagione del Teatro del Drago È Peter Pan, una storia di pochi centimetri e piume dei milanesi Eccentrici Dadarò – che per questa produzione hanno vinto il Premio Eti Stregagatto “Visioni d’infanzia” nel 2004 come migliore compagnia emergente – ad inaugurare la XXIII edizione della stagione Le Arti della Marionetta del Teatro del Drago, domenica 23 ottobre (ore 16.30) all’Almagià. Gli ingredienti di base del classico Peter Pan, quello letterario dell’Isola che non c’è, ci sono tutti. Ma il personaggio non è vestito di verde, è un

ragazzo di strada, fa le bolle, è un clown, va sul monociclo, sulla palla, usa la sega. Le tecniche utilizzate attingono al teatro d’attore, alla giocoleria, all’acrobatica e alla magia. Come magica è la storia di due mondi a confronto, quello razionale e

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

Giochi e Ikebana alla Lucertola In occasione del IX Ottobre Giapponese, il centro La Lucertola ospiterà venerdì 21 ottobre due eventi legati alla cultura giapponese: alle 17 Marco Del Bene, presidente dell’Associazione Italia - Giappone di Ravenna, e Roberto Papetti, maestro giocattolaio, presenteranno ad adulti e bambini i “Giocattoli tradizionali giapponesi”; a seguire, (ore 18), Monica Piancastelli, operatrice didattica, coinvolgerà i presenti nel laboratorio “Riciclare per l’Ikebana”, composizioni floreali secondo l’antica arte giapponese utilizzando, come supporti, materiali di riciclo. Le attività si svolgeranno in via

Romolo Conti 1 a Ravenna. L’ingresso è gratuito. Info: 0544 465078.

SKATEBOARD

terreno del professor Arturo e quello dove non si cresce mai di Peter Pan. Due figure tra le quali s’ inserisce Wendy, in bilico tra due realtà che vorrebbe conciliare e pronta a comunicare che «c’è tanto bisogno di grandi che sappiano tener strette tra le mani delle bianche piume per non dimenticare». Crescere non significa infatti scordare di avere le ali. Dopo lo spettacolo, l’appuntamento è come nelle passate stagioni con il Piccolo Giornalista, un momento di riflessione ludica e creativa dove i bambini e i ragazzi possono esprimere il loro personale giudizio sullo spettacolo visto. La recensione, sia essa scritta o disegnata, viene pubblicata la settimana seguente sul nostro settimanale. Info: 0544 30227.

JUNIOR

18

SANT’ALBE AL MUSEO NATURA AL VIA

RT O

I CORSI PER CONOSCERE I CIBI

A sinistra due immagini dallo spettacolo “Peter Pan”; sopra, giocattoli giapponesi

Si impara la tavola alla Damiano Novello Prosegue la Skateboard School alla scuola media Damiano Novello. La II tappa del programma di avvicinamento agli sport da tavola con il gruppo di alunni del professor Daniele Verati ha usufruito di istruttori della associazione sportiva Marianna Skatepark", che hanno messo a disposizione (in collaborazione con il negozio Limboazul) attrezzature ed esperienza per avvicinare i ragazzi nei primi passi sullla tavola a rotelle con metodologia didattica. Presto il prossimo appuntamento.

Il Museo NatuRa di Sant'Alberto propone per venerdì 21 ottobre alle 16.45 "Come i cavoli a merenda!", laboratorio di due ore, a partecipazione gratuita, per scoprire caratteristiche, curiosità, uso e storia dei cavoli, con spunti per ricette. L’iniziativa, condotta da operatori di Atlantide, è il primo appuntamento di “Cose S.A.N.E. Salute Alimentazione Natura Energia....e golose”, ciclo di 14 laboratori gratuiti per ragazze e ragazzi con età compresa tra 8 a 13 anni, su cibo, stagioni e tradizioni gastronomiche, per imparare a comprare in modo sostenibile e a cucinare in modo divertente, con attenzione alla salute dell’uomo e del Pianeta. Info: 0544 528710.


MATRIMONI& CELEBRAZIONI

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

NUOVE MODE

Sì sulla spiaggia, sogno romantico Sempre più coppie scelgono il mare come scenografia della loro promessa d’amore Sposarsi in spiaggia a pochi passi dall’acqua è uno dei sogni romantici di sempre. Così come è molto piacevole immaginare di consumare il banchetto di nozze, in compagnia dei propri cari, in riva al mare. «Diversamente da altri paesi – illustra la wedding planner Greta Bocedi, responsabile matrimoni ed eventi per il Marinabay di Marina di Ravenna –, in Italia non esiste la celebrazione del

amore è unico, e così può essere anche la sua celebrazione. La tempistica e l’organizzazione perfetta è fondamentale per la buona riuscita di questa tipologia di eventi. Per questo, il Marinabay ha scelto di regalare ai suoi sposi uno staff professionista che opera in location e non solo, per garantire eventi unici e perfetti. In genere seguiamo la coppia per almeno sei mesi, scambiando racconti ed emozioni che ci permettono di arrivare a capire chi sono e cosa vogliono». «È un lavoro impegnativo – conclude la wedding planner – ma che regala emozioni uniche. Di ogni matrimonio resta un ricordo indelebile: fra i tanti, ricordo quello di una coppia di Bologna strepitosa e matura che ha voluto una vera e propria festa in stile caraibico, con giochi

SPOSI

I

La cerimonia a due passi dall’acqua

Sopra, una cerimonia nuziale al Marina Bay

matrimonio al di fuori dei luoghi deputati, chiesa o comune, perché i registri che gli sposi sono tenuti a firmare non possono essere portati altrove. Per cui, in spiaggia, è possibile celebrare solo una cerimonia simbolica, successiva al matrimonio classico, in accordo con un funzionario comunale in veste informale o di un prete disponibile. Ciò non toglie che la promessa che gli sposi si scambiano in spiaggia resti indimenticabile grazie alla cornice suggestiva». Da quattro anni, il Marinabay – che vanta un’esperienza di oltre quindici anni nel settore –

ospita parecchi matrimoni durante tutto l’anno, in quanto è una location caratterizzata da un’unica grande sala fatta di vetrate vista mare, in grado di ospitare fino a trecento coperti. Anche l’Aloha Beach di Marina Romea, già da diversi anni, ospita matrimoni o pranzi di nozze. A fronte delle quindici richieste pervenute quest’anno, per il 2012 è atteso un vero e proprio boom di domande. «La nostra è una struttura poliedrica che ospita un ristorante di livello medio-alto, con centosessanta coperti – ricorda Alessandra –. Abbiamo ospitato molte giovani coppie, anche provenienti dall’Emilia, che ri-

cercano una bella location non “ingessata”, in cui sentirsi liberi, per non passare tutti il giorno seduti in un tavolo». L’Aloha Beach mette a disposizione un’area per i bambini, un privé per il taglio della torta o l’aperitivo, un gazebo per il sì simbolico, musica, fuochi d’artificio, e ha stabilito una convenzione con l’hotel Corallo per chi ha bisogno di pernottare. Perché si sceglie la spiaggia? «Il motivo per cui sempre più coppie scelgono di effettuare questa tipologia di cerimonia – aggiunge Greta Bocedi – consiste nella volontà di personalizzare la celebrazione del proprio amore con scenografie che evocano il primo incontro, musiche, e modalità che sono assolutamente lo specchio della coppia. Ogni

Per il 2012 è atteso un boom di domande

sulla sabbia per tutta la serata. So che da poco gli sposi hanno ottenuto l’abilitazione all’adozione di un bambino: ecco sono queste emozioni che riempiono il cuore». Roberta Bezzi

Speciale Sposi e Cerimonie al Ristorante Un matrimonio da sogno. Così dovrà essere, sarà il giorno più importante e tutto dovrà funzionare per il meglio. Quel sogno richiede un intenso lavoro perchè possa diventare una splendida realtà. Sono moltissime le cose da fare e da decidere: sogno e realtà veono sepaqrate da una sfida dietro l’altra e spesso le sfide si accavallano, tanto da sembrare impossibile potersi districare tra le tante decisioni da prendere. É qui che contiamo di essere importanti per voi, fidatevi della nostra esperienza che data dal 1972. La riuscita del vostro pranzo di nozze è frutto del nostro appassionato lavoro. Lasciatevi guidare dal nostro staff! Basterà che ci diciate cosa volete realizzare e faremo di tutto per ac-

Al centro e sopra, due matromoni sulla spiaggia dell’Alhoa Beach

di Imola

contentarvi: un buffet o un aperitivo all’aperto nel bellissimo giardino, oppure nella elegante sala, ampia, accogliente, luminosissima, dove è possibile ospitare fino a 220 invitati. Il Maglio soddisferà qualsiasi esigenza per cerimonie “uniche”: noleggio di auto d’epoca, musica da intrattenimento per l’occasione, servizio fotografico, un servizio accurato in tutti i particolari e menù mirati per rendere il vostro sì un momento indimenticabile. Risolveremo tutti i vostri dubbi fino al più piccolo dettaglio.

Siete interessati alle nostre iniziative, serate a tema, cena con delitto? www.hotelilmaglio.it

Imola - Via Provinciale Selice 27 - Tel. 0542.642299 - Fax 0542.642280


II

MATRIMONI& CELEBRAZIONI

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

LE TESTIMONIANZE

Il più bel giorno della vita a volte è il più complicato Viaggio ironico tra gli intoppi delle nozze visti con gli occhi dello sposo, da parenti invadenti a eventi epocali... di Matteo Cavezzali La futura moglie è una macchina da guerra. Organizza, telefona, gira per negozi, prende appunti, si consulta con le amiche, scioglie intoppi, ne crea di nuovi e pretende collaborazione. E lui invece che fa? Lui, il futuro marito, mentre attende di arrivare all’altare, come si comporta? Partecipa attivamente o è controproducente? Pensa al menù del pranzo o gioca alla playstation? Si arrovella la mente su come abbinare i colori dei fiori con i

vestiti delle testimoni o cerca di tagliare la corda per andare a bere una birra con gli amici? Fa i conti delle spese e si preoccupa della burocrazia o preferisce arrendersi alle voluttà di moglie e suocera per evitare l’emicrania? La proverbiale reticenza dell’uomo all’altare è reale o oggi i problemi sono più legati alle delicate economie familiari e agli ancor più delicati rapporti interfamiliari, magari tra genitori di diversi

paesi del mondo? «Ora che ha comprato il vestito da sposa non posso più dire di no». Valerio Casadio ha fissato la data del matrimonio a giugno, ma sa che le difficoltà di far quadrare un bilancio matrimoniale oggi non sono poche. «L’organizzazione non mi preoccupa più di tanto, ma dobbiamo far bene i conti. Gli stipendi sono bassi e i prezzi dei matrimoni sono alti. Per il pranzo ci hanno chiesto 50 euro a persona. Esclusa la torta. Inoltre alla mia futura moglie pare le sarà negato di proseguire la maternità all’80% dello stipendio. Nostro figlio è nato da due mesi e lei fa un lavoro faticoso per cui è necessario stare in piedi tutto il giorno, ma ora il suo datore di lavoro è intenzionato a modificare l’accordo. Tra l’affitto e le bollette non rimane molto margine per grandi festeggiamenti e tra un po’ comincia anche l’asilo». I regali così diventano parte integrante del budget della festa. «Mia mamma ha detto che voleva regalare a me dei soldi e a lei un oggetto d’oro come ricordo. Io le ho detto che è meglio se regala dei soldi anche a lei, che i ricordi rimangono, ma i debiti anche. Mio padre ci ha aiutato già a comprare la macchina e a coprire le spese per il bambino, per fortuna abbiamo una famiglia vicina altrimenti non so proprio come faremmo». Secondo Valerio però non si può rinunciare al matrimonio per colpa della crisi: «Siamo convinti e vogliamo sposarci, allora lo faremo, nonostante tutto. Vogliamo spendere poco, certo, ma comunque è una giornata importante e non vogliamo rinunciare ad alcuni dettagli che ci piacerebbe rimanessero come un ricordo. Con 110 invitati speriamo

di cavarcela con 3.500 euro, abito compreso. Certo risparmieremo su spese non essenziali. Del viaggio di nozze per il momento non se ne parla. Il fotografo voleva 2.000 euro e abbiamo deciso che metteremo delle macchine fotografiche usa e getta sui tavoli degli invitati, così saranno loro a scattare le foto del matrimonio. Per i fiori ci limiteremo all’indispensabile. Per le spese della chiesa non ho capito bene come funziona. Il prete ha detto che l’organista vuole 100 euro e per la chiesa c’è un’offerta da fare che è “un’altra cifra”. Però non ho capito se questa “altra cifra” voleva dire di meno o di più, solo che mi vergognavo e allora non gli ho chiesto niente… vedremo». I soldi non sono però l’unico problema delle giovani coppie. Per gli amori che non guardano ai confini infatti si mette di mezzo pure la burocrazia. Michele Sama è uno dei tanti giovani ravennati che grazie alle opportunità di studio all’estero si è innamorato e ha deciso di sposarsi con una ragazza straniera. All’amore non si comanda, ma alla burocrazia sì, e così per i due è cominciato un lungo travaglio di uffici e costose marche da bollo. «Mia moglie Panthea è iraniana. Il primo problema da affrontare come coppia è stata la domanda “in che nazione ci sposiamo?” Per il matrimonio in Italia lei non aveva alcuni documenti necessari e per sposarsi in Iran mi sarei dovuto convertire all’Islam. Alla fine abbiamo deciso di sposarci dove ci eravamo conosciuti: a Londra. Non avevamo molto tempo per organizzare però, perché a lei stava per scadere il visto di soggiorno per lo studio e non le sarebbe stato rinnovato. Sposarsi in Inghilterra è come sposarsi a

Sposarsi, agli occhi di lui, si rivela spesso una questione più delicata del previsto tra ristoranti abiti, confetti e torte nuziali

Las Vegas: si prenota una cappella con tappeti rosa, sedie rosa e finestre rosa e la si affitta a ore. Sabato e domenica costa di più e alla fine ci siamo sposati di mercoledì. Avevamo prenotato un ristorante, ma visto che sia io che lei eravamo entrambi stranieri ed eravamo tornati nei nostri Paesi per comprare gli abiti da matrimonio e fare i preparativi il ristorante era terrorizzato che non ci presentassimo e gli dessimo buca. Mi chiamava tutti i giorni il cuoco per confermare la prenotazione». Prima ancora della legge viene la forma però. «Prima del matrimonio sono andato a conoscere i genitori di lei a Teheran. Sono venuti anche i miei genitori che all’inizio erano preoccupati, poi si sono molto divertiti perché là avevano organizzato una festa di fidanzamento imponente». Come se non bastasse però ci si


RAVENNA& DINTORNI | giovedì 20 ottobre 2011

mettono di mezzo anche i fenomeni naturali. «Durante il matrimonio ha eruttato il vulcano in Islanda e sono stati soppressi tutti i voli da Londra. Così i miei amici, i miei genitori, gli ospiti venuti dall’Iran sono rimasti bloccati. Non avevano più la stanza in albergo e non sapevano dove andare. Un disastro». Risolto il matrimonio si è riaperta la partita burocratica. «Io e mia moglie abbiamo deciso di tornare a vivere in Italia e ci siamo trasferiti a Bagnacavallo, ma il nostro matrimonio inglese non era valido. Siamo così dovuti andare a Liverpool a farcelo convalidare per l’estero. Tre copie da 30 sterline l’una in fogli enormi che non si possono piegare: veramente “comodi” da trasportare in treno e in aereo. Ora i miei parenti che non sono riusciti a venire a Londra vogliono organizzare un’altra festa perché non si sentono abbastanza soddisfatti. Così dopo il fidanzamento in Iran e il matrimonio in Inghilterra arriviamo a tre. Poi speriamo di essere a posto

Sopra, i novelli sposi Michele e Panthea Sama

con tutti». Il problema più comune però è sempre quello dell’equilibrio di coppia a cui è legato a doppio filo l’equilibrio psichico del futuro marito. «Si era detto di fare una piccola festa per pochi intimi». Claudio Navetta si è sposato questa estate con una cerimonia che doveva essere “semplice” e riservata “a qualche amico”. «Ci mancava solo la sfilata degli elefanti e c’era tutto. Quattrocento persone. Tutta la tribù dei suoi parenti venuti in gran trionfo dalla Basilicata, “amici” che io non avevo mai visto, colleghi che si era deciso di non invitare, bambini piccoli, i cugini dei nonni, un delirio di gente. Per fare la foto con tutti i tavoli sembrava di essere alla via crucis di Pisticci. Ma la parte psicologicamente più difficile sono stati i preparativi. La mia disponibilità a delegare totalmente “l’appalto” dell’organizzazione è stata bocciata. Siamo andati in giro per tutti i ristoranti della regione per scegliere

«Alla fine abbiamo fatto tre cerimonie»

MATRIMONI& CELEBRAZIONI

dove fare la cena. Abbiamo accuratamente ponderato il menù decidendo che tipo di lasagne, quanti cappellacci alla zucca per piatto, che tipi di selvaggina cucinare di secondo. Poi la torta, disponibile in centinaia di forme. Abbiamo scelto quella “semplice” a sei piani. Nemmeno con l’abito me la sono cavata. Avevo un vestito che mi pareva ottimo, comprato per la mia laurea cinque anni fa. Ma è stato inspiegabilmente bocciato dal “comitato”. Così ho comprato un bellissimo vestito che metterò per le serate di gala nel caso dovessi essere invitato al Rotary Club o ai Lions, anche se visto che faccio il responsabile di magazzino mi pare molto difficile». Anche Giovanni Marini sperava di cavarsela con poco, ma aveva fatto i conti senza suocera. «Sinceramente della festa di matrimonio non mi importava molto e speravo di cavarmela lasciando decidere tutto a mia moglie e mia suocera. È stata una pessima idea». La suocera e la moglie di Giovanni Marini non condividono la stessa idea di “festa di matrimonio”. «Hanno litigato su tutto: il ristorante, il menù, gli invitati, la chiesa e anche il prete, ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso sono stati i confetti. Mia moglie li esigeva con la mandorla dentro perché “li aveva sempre voluti”, anche se io non le avevo mai sentito dire nulla a riguardo, mia suocera li pretendeva con dentro la cioccolata perchè erano più sottili e altrimenti la bomboniera fatta a cassetta non si chiudeva bene e non stava dritta». Chi l’ha avuta vinta? «Dopo giorni e giorni di litigi alla fine nessuna ha ceduto e ognuna delle due si è fatta la bomboniera come voleva. Una l’ha data ai parenti con i confetti alla cioccolata e l’altra per gli amici con i confetti alla mandorla. Con il risultato che alcuni ne hanno avute due, altri sono rimasti senza». A mesi di distanza, a casa dei coniugi Marini, i confetti sono ancora un argomento tabù.

III

LE PIÙ BELLE FOTO DEL TUO MATRIMONIO Le più avanzate tecnologie digitali al servizio del sentimento degli sposi

Via Circ. S. Gaetanino 177 - Ravenna Tel. 0544-455635 - Cell. 335 5739613

www.fotobadessi.it

Via Faentina 218s Fornace Zarattini Ravenna tel. 0544 463621 www.ravennainterni.com


22

MATRIMONI& CELEBRAZIONI

giovedì 20 gennaio 2010 | RAVENNA& DINTORNI

INFORMAZIONE PROMOZIONALE

MINI MICHELE

MENEGATTI CASA

Quando il catering è di qualità anche al servizio di 300 invitati

Complementi d’arredo di marca per una casa raffinata e accogliente

Mini Michele Catering di via Ippolito Nievo 2 a Ravenna, un'azienda che opera da cinque anni in un settore assai complesso ma che ha alle spalle un'esperienza pluridecennale. «Proprio così – ci conferma Michele – mio papà Leardo e mia mamma Rossana sono commercianti da più di 40 anni. All'inizio fu la macelleria nella quale iniziai a lavorare. Dopo aver ottenuto il diploma di cuoco abbiamo pensato tutti assieme di aggiungere il servizio di gastronomia e poi ancora, dopo qualche anno, il servizio catering. Oggi sono in grado di servire fino a 350 persone e di offrire varie tipologie di servizio, dall'aperitivo, alla cena servita, al buffet. Lavoro su Ravenna e su tutto il territorio emiliano-romagnolo nelle più varie e diverse location. Il catering è interclassista e non solo un lusso per pochi. Tutti possono concedersi una festa, un'evasione, un piccolo sogno. Cerco innanzitutto di capire cosa vuole il cliente, le sue esigenze, le sue aspettative e, ovviamente, anche quanto vuole spendere. Una cena servita costa mediamente dai 40 euro in su, un prezzo sicuramente accessibile. Ovvio che organizzare una cena od un pranzo servito per poche persone è, però, intuitivamente più oneroso. La cosa che voglio sottolineare è che nel catering la quantità non deve mai andare a scapito della qualità. Servire 350 persone oppure solo 20 persone è, per me, la stessa cosa. La qualità dei prodotti non cambia, la cura dei dettagli e dei particolari, nemmeno. Non potrebbe, d'altronde, andare diversamente. Papà Leardo e mamma Rossana mi hanno insegnato, oltre all'onestà, molte altre cose fra le quali la consapevolezza che il cliente si deve servire e si deve accontentare offrendogli le cose più buone ad un giusto prezzo e, credo, che sia proprio questa l'essenza di una virtuosa attività commerciale». Buon lavoro Michele e ...buon catering a tutti! Mini Michele Catering, via Ippolito Nievo 2, Ravenna Info tel. 0544 461019 - 335 7718567 - www.cateringmini.it

Alice Menegatti, titolare del negozio Menegatti Casa di viale IV Novembre 82/b di Marina di Ravenna, ci accoglie con grande cordialità e cortesia. «Ho avviato questa attività nove anni fa con la volontà di offrire qualità ed un buon servizio ai miei clienti. Nel mio negozio si può trovare tutto quello che serve per arredare con gusto la propria casa e per vivere in un ambiente bello e raffinato». «Nessuno si spaventi – sorride la signora Alice – da me i prezzi sono assolutamente nella media ed è solo la qualità ad essere molto alta. Vendo marchi prestigiosi come Alessi, leader dell'oggettistica per uso domestico in acciaio ed in termoplastica e leader anche nel design, Egan ceramiche, un marca prestigiosa tutta made in Italy, IVV che lavora splendidamente il vetro soffiato, Royal Albert che produce splendide porcellane Bone China, lucide e resistentissime. E che dire dei meravigliosi fiori finti o dell'oggettistica natalizia? La realtà e che a

P

me non interessa vendere per vendere. Amo dare dei suggerimenti, aiutare le persone oppure i novelli sposi ad arredare con gusto la propria casa, amo dare indicazioni anche su cosa mettere su di una semplice mensola. Per me i dettagli sono importanti così come sono importanti la cortesia ed un bel sorriso. Capire il cliente, comprenderne le esigenze, dare i giusti suggerimenti. Questo è quello che spero di fare bene ogni giorno». Menegatti Casa, viale IV Novembre 82b Marina di Ravenna - Info tel. 0544 539476

L S

PROPOSTA ER E POSE CON L'ACQUISTO DI UNA COPPIA DI FEDI IN ORO O PLATINO REGALIAMO UN FILO DI PERLE COLTIVATE

-

CASALINGHI ARTICOLI DA REGALO LISTE NOZZE

V.le IV Novembre, 82/B - Marina di Ravenna tel. 0544 539476 - fax 0544 536448 menegatticasa@libero.it


• GRANDE SCHERMO • Programmazione da venerdì 21 a giovedì 27 ottobre Proiezione in 3D: fer. e sab.: 18-20.30-22.45; dom.: 17.30-20.30-22.45

Astoria - Ravenna

Melancholia

(Regia di Lars Von Trier)

Ex: amici come prima

(Regia di Carlo Vanzina)

fer., sab. e fest.: p.u. 22.30

(Regia di Céline Sciamma)

ven. e sab.: 20.30-22.30; dom.: 16-18.15-20.30-22.30; lun., mar. e gio.: p.u. 21

Matrimonio a Parigi (Regia di Claudio Risi)

fer.: 20.30-22.40; sab.: 18-20.30-22.40-00.50; dom.: 15.45-18-20.30-22.40

Cinedream - Faenza

This must be the place

(Regia di Paolo Sorrentino)

fer. e sab.: 20.20-22.45; dom.: 15.40-20.20-22.45

Carnage

(Regia di Roman Polanski)

lun.: p.u. 20.30 (film in lingua originale)

Paranormal Activity 3 (Regia di Ariel Schulman e Henry Joost)

fer.: 21.10-22.45; sab.: 18.10-21.10-22.45-00.55; dom.: 16-18.10-21.10-22.45

Bar Sport

(Regia di Massimo Martelli)

I Puffi

(Regia di Raja Gosnell)

fer. e sab.: 16-18.20; dom.: 15.30-17.50

Maga Martina 2 - Viaggio in India (Regia di Harald Sicheritz)

Arrietty - Il mondo sotto il pavimento

sab.: 17.45-19.25; dom.: 15.10-16.50-19.20

(Regia di Hiromasa Yonebayashi)

fer., sab. e fest.: 16-18

L’alba del Pianeta delle Scimmie

Amici di letto

(Regia di Rupert Wyatt)

(Regia di Will Gluck)

mar.: p.u. 21 (film in lingua originale)

fer.: 16-18.10-20.30-22.40; sab.: 16-18.10-20.30-22.40-00.45; dom.: 15.30-17.40-20.30-22.40

ven., mar., mer. e gio.: p.u. 20.30; sab.: 20.10-22.40; dom.: 17-20.30

GIOVEDÌ 20 OTTOBRE

Europa - Faenza Io sono lì

I tre moschettieri

(Regia di Paul W.S. Anderson)

ven., mar., mer. e gio.: p.u. 20.50; sab.: 20.20-22.40; dom.: 16-17.50-20.50

(Regia di John Singleton)

ven., mar., mer. e gio.: p.u. 20.50; sab.: 20.30-22.40; dom.: 16-18.05-20.30

(Regia di Jon Favreau)

fer.: 16-17-18.05-20.30-20.4022.35-22.45; sab.: 16-17-18.05-20.30-20.4022.35-22.45-00.40; dom.: 16-17.30-18.05-20.30-20.4022.35-22.45

gio.: p.u. 21

Ex: amici come prima

fer.: 16-18-20.40-22.35; sab.: 16-18-20.40-22.35-00.35; dom.: 15.30-17.30-20.40-22.35

ven., mar., mer. e gio.: p.u. 20.50; sab.: 20.35-22.35; dom.: 16-18-20.35

Bar Sport

fer. e sab.: 16-17.50-20.30; dom.: 15.20-16.20-18.15-20.15

I tre moschettieri

(Regia di Paul W.S. Anderson)

ven. e sab.: 20.30-22.30; dom.: 16.45-18.45-21.15; mar., mer. e gio.: p.u. 21.15

Diario di una schiappa (Regia di Thor Freudenthal)

sab.: p.u. 17; dom.: p.u. 15

fer. e sab.: 20.35-22.40; dom.: 18.35-20.35-22.40

I Puffi

(Regia di John Michael McDonagh)

fer. e fest.: 18-20.30-22.30; sab.: 18-20.30-22.30-00.30

Arrietty - Il mondo sotto il pavimento (Regia di Hiromasa Yonebayashi)

sab.: p.u. 18; dom.: 15-16.45

fer. e fest.: 16-20.35-22.35; sab.: 16-20.35-22.35-00.35

Jolly - Ravenna

fer.: 20.25-22.35; sab.: 17.45-20.25-22.35-00.45; dom.: 15.30-17.45-20.25-22.35

Cowboys & Aliens

Melancholia (Regia di Lars Von Trier)

ven., sab., lun., mar. e mer.: p.u. 21.15; dom.: 16-18.40-21.15

San Rocco - Lugo ven. e mar.: p.u. 21; sab.: 20.30-22.40; dom.: 16-18.30-21

Teatro Moderno Fusignano Il villaggio di cartone

(Regia di Jon Favreau)

ven., lun., mer. e gio.: 20.20-22.40; sab. e dom.: 17.50-20.20-22.40

Tomboy

lun.: p.u. 21.30

(Regia di Paolo Sorrentino)

(Regia di Will Gluck)

(Regia di James Gunn)

(Regia di Nicolas Winding Refn)

This must be the place

Amici di letto

Super

Bronson

Sarti - Faenza

(Regia di Raja Gosnell)

Un poliziotto da happy hour

(Regia di Massimo Martelli)

fer.: 16-17-18-20.30-20.45-22.30-22.45; sab.: 16-17-18-20.30-20.45-22.3022.45-00.45; dom.: 15.40-16.40-17.40-18.40-20.3020.45-22.30-22.45

Proiezione in 2D: fer. e sab.: 20.35-22.45; dom.: 18.25-20.35-22.45

sab.: p.u. 17.50; dom.: 15.20-17.20

(Regia di Harald Sicheritz)

(Regia di Paolo Sorrentino)

fer. e sab.: 17-20.25-22.45; dom.: 15.30-17.50-20.25-22.45

(Regia di Paul W.S. Anderson)

Maga Martina 2 - Viaggio in India

This must be the place

(Regia di Paolo Sorrentino)

I tre moschettieri

(Regia di Carlo Vanzina)

(Regia di Ariel Schulman e Henry Joost)

(Regia di David Cronenberg)

This must be the place

Ex: amici come prima

Paranormal Activity 3

A dangerous method

CinemaCity - Ravenna

fer.: 20.35-22.45; sab.: 18.15-20.35-22.45-00.55; dom.: 16-18.15-20.35-22.45

(Regia di Claudio Risi)

(Regia di Ermanno Olmi)

sab.: 20.30-22.30; dom.: p.u. 21

INFOCINEMA Astoria Multisala Ravenna, via Trieste 233, tel. 0544 421026 Cinemacity Ravenna, via Secondo Bini 7, tel. 0544 500410 Jolly Ravenna, via Renato Serra 33, tel. 0544 478052

Cinema San Rocco Lugo, corso Garibaldi 118, tel. 0545 23220 Teatro Moderno Fusignano, corso Emaldi 32 Cinedream Multiplex Faenza, via Granarolo 155, tel. 0546 646033

Cinema Italia Faenza, via Cavina 9, tel. 0546 21204 Cinema Sarti Faenza, via Scaletta 10, tel. 0546 21358 Cinema Europa Faenza, via S. Antonio 4, tel. 0546 32335

Cinema Gulliver Alfonsine, piazza della Resistenza 2, tel. 0544 83165

INFORMAZIONE PROMOZIONALE

Da “Fate e Folletti” spazi ludici, laboratori, corsi per bimbi... e la serenità dei genitori

CUCINA TOSCANA Per prenotazioni: tel. 0544.1881269 - cel.340.7431249

ANCHE CIBO D’ASPORTO via Reale, 440 - Mezzano (RA) Mart. Merc. e Giov. aperto solo a cena Ven. Sab. e Dom. aperto a pranzo e cena Lunedì CHIUSO

www.anticamaremma.org

Proseguono le attività di “Fate e Folletti”, spazioludoteca di via Faentina 121/G a Ravenna, il luogo ideale in cui i bambini possono giocare in tutta tranquillità ed i genitori chiaccherare in libertà in un ampio spazio attrezzato con tanti giochi per i più piccoli, un playground per i pù grandi, una cucina gioco e tanto altro ancora. Continuano ogni giovedì dalle ore 16.30 alle 17.30, i corsi di inglese per i bimbi della scuola materna mentre a seguire, dalle 17.30 alle 18.30, i corsi di inglese per i bimbi della scuola primaria. Ogni mercoledì dalle 17 alle 19 da ottobre a maggio, si ter-

11 AVRIL DE MELZECZENTEDODG poema dialettale (zirudela) sulla Battaglia di Ravenna, avvenuta l’11 aprile del 1512, scritta da Bruno Zannoni. Recita Laura Berardi. Inizio ore 20.30. LICEO ARTISTICO, RAVENNA

Italia - Faenza

Matrimonio a Parigi

(Regia di Shane Meadows)

ven., mar., mer. e gio.: p.u. 20.50; sab.: 20.30-22.30; dom.: 16-18-20.50

ven. e mer.: p.u. 21; sab.: 20.30-22.30; dom.: 17-19-21

fer.: 16-20.25-22.45; sab.: 16-20.25-22.45-00.30; dom.: 15.30-20.25-22.45

This is England

(Regia di Carlo Vanzina)

(Regia di Andrea Segre)

Cowboys & Aliens

Abduction

19

DIARIO

DOVE& QUANDO

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 20 ottobre 2011

ranno i laboratori con bambini e genitori. Impareremo a scoprire i colori attraverso la tattilità, scopriremo i colori primari (rosso, giallo, blu) per poi crearne tanti altri, giocheremo con l' acqua ed il sapone, manipoleremo la plastilina, la farina, il sale, la sabbia, decoreremo con lo scotch di carta... tutto per creare un bellissimo arcobaleno! Amplieremo le nostre conoscenze attraverso esperienze concrete, ricerca di materiali, pitture e disegni, osservazioni ed esperimenti. Un percorso interessante e magico che stimolerà l'interesse nei genitori, la curiosità e la meraviglia nei bambini.

LIMITE MINIMO 70

in concerto. Inizio ore 20.30.

INFOLINE 0544 500410 CINEMACITY, RAVENNA

CONCERTO DELL’ENSEMBLE MALERBI

con la soprano Kelly McKlendon. Inizio ore 20.45.

INFOLINE 0544 587641 TEATRO COMUNALE, RUSSI

IL PIACERE DELL’ONESTÀ

di Luigi Pirandello, con Leo Gullotta. Inizio ore 21.

INFOLINE 0546 21306 TEATRO MASINI, FAENZA

NEVIO SPADONI LEGGE...

letture da A. Giacomini, F. Scataglini e R. Baldini. Inizio ore 21. ROCCA ESTENSE, LUGO

NON VISTA - I MESSAGGI DELLA VIA DELL’AMORE

presentazione dei due romanzi di Letizia Sassi e di Anna Bannini, Fiorenzo Federici e Anna Faganello. Inizio ore 21.

INFOLINE 0545 955653 CENTRO CULTURALE IL GRANAIO, FUSIGNANO

ZIBALDONE

commedia dialettale con Eria d’Romagna e Gabriele Zelli. Inizio ore 21.

INFOLINE 334 3238852 SALA SARTI, CERVIA


20

DOVE& QUANDO

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

INFOLINE 333 2188098 BACCARA, LUGO

VISIBILI & INVISIBILI

SABATO 22 OTTOBRE di

F R A N C E S C O D ELLA T ORRE

Amici di letto, una buona prova corale per raccontare una vicenda piatta e scontata

Amici di letto, di Will Gluck (2011) Non che si voglia stupire a tutti i costi, scegliendo di parlare di questo film piuttosto che dei nuovi Sorrentino o Miyazaki (in veste di produttore), ma c’erano alcuni elementi che rendevano Friends With Benefits (titolo originale, che in Italia non hanno avuto il coraggio di tradurre con “trombamici”) un film appetibile per chi scrive. Innanzitutto Will Gluck è il regista del gradevole e sorprendente Easy Girl, film passato su queste pagine, commedia spumeggiante e girata in maniera nuova e originale. Inoltre il cast comprende (oltre a Justin Timberlake) la talentuosa Mila Kunis (premiata a Roma per Il cigno nero), la magnifica e fedelissima al regista Emma Stone, nonché due grandi attori quali Woody Harrelson e Richard Jenkins (L’ospite inatteso). Se a questi elementi aggiungiamo una mezz’oretta scarsa di dialoghi serrati, divertimento, originalità, citazioni e ritmo da favola, si potrebbe tranquillamente dire di aver fatto il colpaccio della settimana, ma purtroppo Amici di letto getta la maschera ben presto. La trama è proprio quella che pensate: Timberlake e la Kunis fanno sesso perché si piacciono, ma vogliono restare amici: un’ora e tre quarti

IL BLUES DELLA MORTE

di peripezie del caso e alzi la mano chi non ha ancora pensato ad Harry ti presento Sally. Gluck gioca qualche carta interessante, soprattutto con il film che i due protagonisti guardano in tv che, oltre a essere obiettivamente esilarante, dà un minimo di senso (nel finale... e dopo i bei titoli di coda, attenzione!) a una vicenda piatta e scontata come non mai. Un’occasione mancata, un film che, a parte la buona prova corale, ci lascia solo noia e la notizia che la gradevole canzone Closing Time è dei Semisonic. Un po’ poco, dai. Cinque giorni fuori, di Anna Boden e Ryan Fleck (2010) It’s a kind of funny story. Il titolo originale è questo, e vuol dire “è una sorta di storia divertente”, magari non facilmente traducibile, ma non c’era neanche bisogno di fare la rima! Inoltre, i cinque giorni del titolo italiano sono quelli che un adolescente passerà, per propria scelta, all’interno di un ospedale psichiatrico. Altro che “fuori”. In una cornice, quindi, difficile e particolare, si svolge la piccola storia di Craig, che rifiuta psicologica-

mente l’iscrizione a una scuola importante e sembra cadere in una depressione che gli farà tentare (blandamente) il suicidio per poi farsi rinchiudere nel reparto psichiatrico di un ospedale, nel quale incontrerà persone indubbiamente più problematiche di lui, che gli permetteranno di compiere un piccolo percorso di crescita interiore. Detta così, vi prego non rileggete, sembra un dramma americano strappalacrime, mentre ci troviamo di fronte a una gradevolissima commedia che non accentua mai i toni sulla malattia, ma che, provando rispetto e simpatia per i pazienti, segue principalmente la vicenda del suo protagonista, dando spazio solo in un secondo momento solo a chi entra nella sua vita. Nascerà un’amicizia con una giovane paziente, che porterà Craig nuove motivazioni per una vita, appunto, “fuori”. Film leggero, lineare, senza troppe sorprese, ma che sa raccontare l’adolescenza e lo fa in una cornice forte, insolita e nuova. «Ti piace la musica?», «Ti piace respirare?», si dicono i due giovani, ingenui e stravaganti protagonisti, sulle note di una struggente Where is my mind per solo piano. Attori tutti bravi, segnalazioni per Emma Roberts (bella nipote di Julia) e il reduce da due notti da leoni Zach Galifianakis. Da noi uscito direttamente in Dvd e da recuperare. vesti, dà lezione di divismo, con canzoni che vanno dai classici del pop al soul, fino all’opera lirica. Inizio ore 20.30.

MASSA LOMBARDA

Giallo Luna propone un nuovo appuntamento con la cena con delitto: la famosa cantante italo americana Patty Solo viene ritrovata morta nel suo camerino per asfissia dovuta ad una sportina di plastica stretta sul suo volto. Il camerino era chiuso dall’interno e lei con il rossetto ha scritto la parola “addio” sullo specchio, un chiaro caso di suicidio per tutti, ma non per il commissario Boso... Inizio ore 21.

INFOLINE 0544 421247 TEATRO SOCJALE, PIANGIPANE

ALESSANDRO SCALA QUARTET

in concerto - musica jazz. Inizio ore 21.

INFOLINE 0544 977078 OSTERIA IL CANTINONE, CERVIA

BUTTER BEARS

in concerto - musica rock. Ingresso gratuito. Inizio ore 21.

INFOLINE 0544 939213 AGRITURISMO LA CASINA, LIDO DI CLASSE

TEATRO ZODIACO, RAVENNA

IRIDOLOGIA E VALUTAZIONE

SNOOPY!!! IL CONCERTO

tributo a Larry Grossman e al musical da lui scritto, basato sui fumetti di Schulz. Ospiti della serata, Larry Grossman e la Bernstein School of Musical Theatre, diretta da Shawna Farrell. Inizio ore 21.15.

incontro con Matteo Missiroli, che illustrerà i meccanismi dell’iridologia sia per la diagnosi che per individuare i corretti interventi necessari a ristabilire equilibrio ed armonia. Inizio ore 21.

DIRTY BEACHES

JULIAN ASSANGE, DALL’ETICA HACKER A WIKILEAKS

INFOLINE 0544 401645 ALEF - LIBRERIA ESOTERICA & GALLERIA D’ARTE, RAVENNA

INFOLINE 0544 421247 TEATRO ALIGHIERI, RAVENNA

Il tenebroso Alex Zhang Hungtai, passaporto canadese ma natali taiwanesi, torna a Ravenna con le sue sonorità tra colonna sonora lynchana e un Elvis Presley narcotizzato. Aprono i nostrani Be Forest. Inizio ore 21.30.

INFOLINE 333 2097141 BRONSON, MADONNA DELL’ALBERO

BLACK DE SABAT

in concerto. Inizio ore 22.

INFOLINE 0544 530215 GHINEA PUB, MARINA DI RAVENNA

TEMPI AV-VERSI

di Raimondo Raimondi “alle corde” (strumenti a corda) e Franco Costantini “alle corde” (...il pugile che si difende disperatamente). Inizio ore 22.22.

INFOLINE 347 9156080 CIRCOLO AURORA, RAVENNA

Due serate di teatro e musica live alla Sala del Carmine Doppio appuntamento nel week end alla Sala del Carmine di Massa Lombarda: alle 21 di sabato 22 ottobre andrà in scena Stupidorisiko, una geografia di guerra, con Mario Spallino (nella foto), testo e regia di Patrizia Pasqui. Lo spettacolo propone una critica ragionata e ironica della guerra e delle sue conseguenze. Il racconto, partendo dalla prima guerra mondiale, arriva alle guerre dei giorni nostri, attraverso episodi emblematici – tutti storicamente documentati. Lo spettacolo, una produzione Emergency, è proposto nell’ambito de Il Canto della Parola, rassegna dell’editoria indipendente in Bassa Romagna. Ingresso: 8 euro; ridotto 6 euro. Alle 17.30 di domenica 23 si terrà poi il concerto di Alejandro Escovedo, ultima delle cinque date del tour italiano del cantante texano. Figlio di emigranti messicani, Escovedo, classe 1951, ha alle spalle una lunga carriera rock e dal 1992, da solista, porta avanti un suo personale e inedito melting pot di Texas, California e New York. Consacrato come “Artist of the Decade” degli anni Novanta dalla testata No Depression, nei suoi ultimi album ha avuto ospiti illustri come Bruce Springsteen e Ian Hunter. Parteciperanno al concerto anche i Miami & The Groovers (acoustic trio). Ingresso unico: 20 euro, compreso il buffet post concerto. Info: tel. 0545 985890

VENERDÌ 21 OTTOBRE

GIOCATTOLI TRADIZIONALI

GIAPPONESI

in occasione del IX Ottobre Giapponese, due eventi legati alla cultura giapponese: Marco Del Bene, Presidente dell’Associazione Italia-Giappone di Ravenna, e Roberto Papetti, maestro giocattolaio, presenteranno ad adulti e bambini i giocattoli tradizionali giapponesi; alle 18, Monica Piancastelli, operatrice didattica, coinvolgerà i presenti nel laboratorio “Riciclare per l’Ikebana”, composizioni floreali secondo l’antica arte giappo-

nese. Inizio ore 17.

INFOLINE 0544 465078 CENTRO LA LUCERTOLA, RAVENNA

LA RAVENNA DELLA BATTAGLIA incontro con Giorgio Orioli e Paola Novara. Inizio ore 17. CASA MATHA, RAVENNA

AL DI LÀ DELLE INTENZIONI

incontro con lo psicoanalista Luigi Zoia che presenterà il suo libro (Bollati Boringhieri 2011). Ingresso libero. Inizio ore 18.

INFOLINE 0544 39972 SALA D’ATTORRE, RAVENNA

LA CUCINA GIAPPONESE

cena e incontro sulla cultura del cibo in Giappone. Inizio ore 20.

INFOLINE 0546 51109 L’USTAREJA DI DU BUTÒ, SOLAROLO

FRA PRESENTE E FUTURO: UN’EMERGENZA EDUCATIVA?

incontro con il sociologo Sergio Belardinelli e la pedagogista Luigina Mortari. Inizio ore 20.30. SALA GIOVANNI DALLE FABBRICHE DELLA BCC, FAENZA

VIVALADIVA!

LaLa McCallan, vera Diva en Tra-

Gianluca Costantini e Dario Morgante presentano il loro libro a fumetti, che ricostruisce la storia di Julian Assange e dei suoi “complici”, attraversa due interi decenni di sfide informatiche e risponde a molte delle domande che tanti si fanno su WikiLeaks e sulla comunità degli hacker. Inizio ore 21.

INFOLINE 0545 908871 PALAZZO SFORZA, COTIGNOLA

DAMAGE INC.

in concerto per un tributo ai Metallica. Inizio ore 22.

INFOLINE 0544 530215 GHINEA PUB, MARINA DI RAVENNA

FILIPPO TIRINCANTI TRIO

in concerto Filippo (voce, chitarra), Cico Cicognani (basso), Chicco Capiozzo (batteria). Inizio ore 22.

INFOLINE 347 9156080 CIRCOLO AURORA, RAVENNA

SERATA BALCANICA

con Eusebio Martinelli e la sua Gipsy Abarth Orkestra. Inizio ore 22.

INFOLINE 335 314568 NAIMA CLUB, FORLÌ

PER ME È SÌ

il venerdì sera del Baccara: nella sala principale la selezione musicale è curata dai dj Marco Genesi e Massimo Buganè, con un programma r’n’b, dance e house. Inizio ore 23.30.

A CAVALLO NEL MARE D’AUTUNNO

un week end di passeggiate a cavallo, musica e attività didattiche per i più piccoli, battesimo della sella per i principianti. Inizio ore 10. Dalle 15, raduno di carrozze d’epoca e diligenze.

INFOLINE 0544 446142 ALOHA BEACH, MARINA ROMEA

SCAVARE UNA BUCA

presentazione del nuovo libro di Cristiano Cavina, pubblicato da Marcos y Marcos. Inizio ore 10.

INFOLINE 0545 955653 ISTITUTO COMPRENSIVO BATTAGLIA, FUSIGNANO

TORNEO DI KUBBINO

il gioco vichingo di lancio per giocatori under 13. Inizio ore 15.

INFOLINE 339 2154819 PARCO TEODORICO, RAVENNA

MITICA MERENDA GRECA

Mariarosa della Libraffa leggerà fiabe, favole e racconti di mitologia greca e... in attesa della notte di Halloween, costruzione di pipistrelli “volanti” per terrorizzare amici e parenti. Al termine, piccola merenda a base di dolcetti e assaggini tipici della mitica Grecia. Costo del laboratorio 3 euro, età consigliata dai 4 anni. Prenotazione obbligatoria. Inizio ore 16.

INFOLINE 0544 218831 ITHAKI TAVERNA GRECA, RAVENNA

LA GRANDE ARCHITETTURA ITALIANA

Pier Luigi Facchini presenta il volume di Marcello Montanari. Inizio ore 16.30. LICEO CLASSICO, LUGO

PIETRO SARUBBI

incontro con l’attore e interprete di Barabba nel film “The Passion” di Mel Gibson. Ingresso gratuito. Inizio ore 16.30.

INFOLINE 346 1321766 TEATRO RASI, RAVENNA

ASPETTI DEL DANTISMO

RISORGIMENTALE ITALIANO

conferenza di Angelo Romano, dell’Università del Salento. Inizio ore 17.30.

INFOLINE 0544 482112 BIBLIOTECA CLASSENSE, RAVENNA

IL MESTIERE DELLA LIBERTÀ

le storie straordinarie dei prodotti “made in carcere” nel libro di Pietro Raitano. Al termine, degustazione dei prodotti della linea Solidale Italiano di Altromercato. Inizio ore 18.

INFOLINE 0545 63002 BOTTEGA MATTEOTTI, BAGNACAVALLO

US MAGNA E US BALA BÈN NENCA IN AFRICA

l’associazione Il Terzo Mondo organizza serate d’incontro e aggregazione con un menù speciale, sapori tipici dell’Africa, artisti e musica danzante di tutto il mondo. Per la prima serata, si esibirà Franck Viderot. Per prenotazioni: 328 1455130. Inizio ore 19.45. CENTRO VALTORTO, RAVENNA

ZIRUDÈLE IN LIBERTÀ

la Pro Loco di Bagnacavallo presenterà la selezione dei migliori componimenti dialettali del concorso “Zirudèle in libertà”. Nel corso della serata verranno recitate dagli autori le zirudèle selezionate e verranno offerti dal Centro Sociale “All’Abbondanza” assaggi di caldarroste e vino novello. Inizio ore 20.45. CENTRO SOCIALE “ALL’ABBONDANZA”, BAGNACAVALLO

STUPIDORISIKO, UNA GEOGRAFIA DI GUERRA con Mario Spallino, testo e regia di Patrizia Pasqui. Inizio ore 21.

INFOLINE 0545 985831


DOVE& QUANDO

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 20 ottobre 2011

SALA DEL CARMINE, MASSA LOMBARDA

FESTA MESTA

ARIA

il concerto nasce come colonna sonora di un’esperienza di vita. Protagonista, Albert Hera, un narratore di suoni che evocano luoghi, profumi e sapori in trame musicali. Inizio ore 21.15.

INFOLINE 0544 421247 TEATRO ALIGHIERI, RAVENNA

SATURDAY NIGHT DRIVE

Il Bronson inaugura la serata “danzante” del sabato sera con i live di Quakers & Mormons, The Clever Square e Brothers in Law. Aftershow: dj set con Merighi, Len, Trinity, Guagno, Sirol, Chris. Inizio ore 22.

INFOLINE 333 2097141 BRONSON, MADONNA DELL’ALBERO

THE ROSES DUO

Marco e Laura Rosetti in concerto. Inizio ore 22.

INFOLINE 0544 530215 GHINEA PUB, MARINA DI RAVENNA

LACUNA COIL

in concerto il gruppo gothic metal milanese. Inizio ore 23.30.

INFOLINE 336 694414 ROCK PLANET, PINARELLA DI CERVIA

DOMENICA 23 OTTOBRE

A CAVALLO NEL MARE D’AUTUNNO

un week end di passeggiate a cavallo, musica e attività didattiche per i più piccoli, battesimo della sella per i principianti. Inizio ore 10, dalle 11 simulazione di caccia a cavallo nella Pineta San Vitale.

21

“Bastonate” a Vasco Rossi stordito rocker de’ noantri

di

ALESSANDRO FOGLI

Questa settimana sento con tutto me stesso di ospitare un intervento recentemente apparso sul blog “bastonate.wordpress”, punto di riferimento assoluto per chi di certe idiozie ne ha le, diciamo tasche, piene. «Continuare ad assistere alle fortuite incursioni di Vasco Rossi su Facebook o Youtube, su base settimanale, ci aveva portato un certo grado di simpatia nei confronti dell’uomo, che sembrava una specie di lato oscuro di Berlusconi, un vecchietto che – passato circa un ventennio in preda allo stordimento progressivo – cerca di prendere coscienza per la prima volta del mondo attorno a lui con un briciolo di buona fede che sulle prime non gli avremmo imputato. Vasco che tira battutine su Ligabue, che si richiama di continuo ai suoi fan e tutto il resto. Queste dinamiche dissociative/associative che sembravano voler cercare un processo di umanizzazione, forse di iperumanizzazione, di Vasco Rossi come cittadino del mondo e/o libero pensatore all’interno di un sistema che reprime o deprime l’essere freak a meno di non poterlo porre come criterio estetico di base. Vasco Rossi non riuscirà mai ad essere “uno di noi”, ma stava iniziando a diventare in qualche modo “uno di loro”, una persona che parla la lingua dei suoi fan, uno che spara prima di prendere la mira, uno che rema contro il suo staff e non la manda a dire e non si fa fermare da un parere ragionevole casuale. Naturalmente non era vero. Mentre l’uomo si spaparanzava sul divano Ingresso gratuito. Inizio ore 17.

INFOLINE 0545 63002 ROCCA ESTENSE, LUGO

ALEJANDRO ESCOVEDO

INFOLINE 0544 446142 ALOHA BEACH, MARINA ROMEA

Costruzioni Ristrutturazioni Vendita diretta case Serietà Affidabilità Competenza

R.R.F. COSTRUZIONI di Mirco Romagnoli & C. Via Cesenatico 156 - 48042 (FC) Tel./Fax 0547 671754 Cell. 333 4800146 mirco196226@libero.it www.rrfcostruzioni.it

in concerto. Figlio di emigranti messicani, Escovedo, classe 1951, ha alle spalle una lunga carriera rock. Dal 1992 ha inaugurato una carriera solista che rappresenta un personale e inedito melting pot di Texas, California e New York. Ingresso unico: 20 euro, compreso il buffet post concerto. Inizio ore 17.30.

INFOLINE 0545 985831 SALA DEL CARMINE, MASSA LOMBARDA

DAVE KAYE

il cantante australiano Dave Kaye (voce, chitarra, didgeridoo) con Caterina Sangiorgi (flauto), Stefano Fabbri (percussioni) e Giacomo Sangiorgi (basso). Inizio ore 22.

INFOLINE 347 9156080 CIRCOLO AURORA, RAVENNA

LUNEDÌ 24 OTTOBRE

DOPPIO DELITTO ALLA BASSONA

presentazione del romanzo poliziesco di Nello Agusani, pubblicato da Edizioni del Girasole. Inizio ore 21.

L’ERCOLE D’ORPHEE

in concerto Stefania Marusi al flauto traversiere e Francesco Baroni al cembalo. Inizio ore 11.

PALAZZO MARINI, ALFONSINE

INFOLINE 0544 543711 MUSEO NAZIONALE, RAVENNA

dei social network alla mercé di tutti i curiosi/lovers/haters del caso, lo staff di addetti ai lavori continuava a lavorare da sotto compilando cartelle stampa, smentendo lo smentibile e gestendo il gestibile. Dato che c’era, en passant, l’avvocato o gli avvocati di Vasco Rossi si sono messi d’impegno e hanno fatto chiudere Nonciclopedia, rea di avere una pagina di insulti piuttosto pesanti all’uomo. Nel momento in cui scrivo, dunque, il tag “#vascomerda” è diventato uno dei trending topic mondiali di Twitter. Le conseguenze sono tante. Per prima cosa, questo può generare un qualsiasi interesse dei fan internazionali nei confronti del rocker di Zocca, così da far finalmente conoscere il Blasco agli americani e abbattere una volta per tutte il mito fan-generated secondo cui se Vasco Rossi cantasse in inglese sarebbe Springsteen (vaffa#@!!#); secondo, ha generato un’onda lunga che a stretto giro di posta ha fatto parlare della questione i quotidiani online e le sezioni online dei quotidiani fisici. E tutto questo ha generato in presa diretta una risposta piuttosto incredibile di Tania Sachs, che si conclude con “libertà di stampa non è libertà di offendere” […] Probabilmente, tra le altre cose, Tania Sachs non ha torto. E Vasco Rossi, o chi per lui, ha il sacrosanto diritto di querelare chi gli pare e piace, soprattutto se un giudice gli dà ragione. Non che questo possa cambiare la questione, alleggerita da

MARTEDÌ 25 OTTOBRE

RISVEGLIA LA TUA KUNDALINI

incontro con Marco Premanugito. Inizio ore 18.

INFOLINE 0544 401645 ALEF - LIBRERIA ESOTERICA & GALLERIA D’ARTE, RAVENNA

SALTARANOCCHIO

laboratorio per genitori per imparare a creare rane e ranocchi. Inizio ore 20.

INFOLINE 347 0033093 CENTRO LA LUCERTOLA, RAVENNA

18 IUS SOLI

proiezione del documentario che affronta il tema del diritto di cittadinanza per chi è nato in Italia da genitori immigrati, diretto dal regista bolognese di origini ghanesi Fred Kuwornu. Ingresso libero. Inizio ore 20.30. SALA BUZZI, RAVENNA

DOPPIO DELITTO ALLA BASSONA

presentazione del romanzo poliziesco di Nello Agusani, pubblicato da Edizioni del Girasole. Inizio ore 21.

INFOLINE 0545 280912 BIBLIOTECA TARONI, BAGNACAVALLO

I BENEFICI DELLA MEDITAZIONE

conferenza e meditazione dinamica per sperimentare su se stessi i benefici della meditazione

alcuni altri che si scrollano con nonchalance la forfora dalle spalle al grido di “ma sì tanto Nonciclopedia faceva schifo”. Qui stiamo parlando di un’impresa che vende giovanilismo a palate, che vende a sua volta dischi rock con la mano destra (qui stiamo citando “Il Capo”) mentre con la mano sinistra fa l’amicone dei suoi fan e il vecchietto svampito nei social network, e avendo le mani occupate usa i piedi per prendere a calci chi s’azzarda a prenderlo a male parole e/o dargli del vecchietto svampito. Fino ad oggi peraltro s’era manifestato soltanto il piede sinistro del Blasco, nella multipla persona di un esercito di ultras che assalgono le voci di dissenso a botte di mille-duemila alla volta, snocciolando argomenti a prova di bomba tipo “prova a scrivere tu una Sally poi ne riparliamo”; oggi siamo a conoscenza anche del fatto che anche il piede destro di Vasco, cioè i suoi legali, è vivo e in salute. E insomma, non vorrei fare la figura del democristiano ma il modo migliore per trattare con ‘sta gente è non cagarla manco di striscio. Che tornino a fare l’esegesi del loro non esistere in questo piano di realtà, sponsorizzati dai loro Red Ronnie e dai loro Mollica. O che continuino più semplicemente a spacciare i loro singoli su Virgin Radio e ad affiggere i loro posteroni fuori dalla Feltrinelli e a fare i loro sold-out a San Siro. Reintroduciamo il sano buon vecchio concetto anni Novanta secondo cui ci siamo NOI e ci sono LORO e NOI con LORO non ci vogliamo avere a che fare. Non è necessario dover avere a che fare con tutti».

kundalini. Inizio ore 21.

INFOLINE 0544 401645 ALEF - LIBRERIA ESOTERICA & GALLERIA D’ARTE, RAVENNA

IL MITO DELLE SETTE SORELLE: LE PLEIADI conferenza di Massimo Berretti. Inizio ore 21.

INFOLINE 0544 62534 PLANETARIO, RAVENNA

IL TREBBO POETICO - 50 ANNI DI POESIA ITALIANA DI OGNI TEMPO

“DA LEOPARDI AD UNGARETTI”

con Walter Della Monica, Walter Fabbri e Franco Gabici. Conduce Anna De Lutiis. Inizio ore 21.

INFOLINE 0544 400777 PUBBLICA ASSISTENZA, RAVENNA

TUTTI AL MARE

proiezione del film di Marco Cerami e intervallo con cappelletti. Inizio ore 21.30.

INFOLINE 0544 36477 TEATRO SOCJALE, PIANGIPANE

MERCOLEDÌ 26 OTTOBRE

GIOVANI IN MUSICA

doppio appuntamento musicale per il concerto conclusivo della rassegna dell’associazione Mariani: il violinista Lautaro Acosta, una delle maggiori promesse del panorama violinistico, suonerà in duo con il brillante piani-

sta Federico Tibone. Nella seconda parte si esibirà il Kammermusik Quintett, ensemble di quattro archi e pianoforte formato da giovani musicisti ravennati. Inizio ore 17.

INFOLINE 0544 39837 SALA CORELLI DEL TEATRO ALIGHIERI, RAVENNA

CINEMA, CINEMA, CINEMA...

occasione conviviale con letture al buio di brani tratti da film più o meno famosi: chi scopre il film, che sarà poi proiettato in sala, vincerà un premio in libri. Inizio ore 20.

INFOLINE 0545 22388 HOTEL ALA D’ORO, LUGO

RAVENNA NIGHTMARE FILM FEST prima serata di proiezioni per il festival del cinema da brivido. In programma, “Absentia” di Mike Flanagan e “Nightmare in a damaged brain” di Romano Scavolini. Inizio ore 20.30.

INFO WWW.RAVENNANIGHTMARE.IT CINEMA CORSO, RAVENNA

FEDERICO LECHNER TRIO

in concerto - musica jazz. Inizio ore 22.

INFOLINE 0546 21560 ZINGARÒ JAZZ CLUB, FAENZA

E CURTIL DLA ROSA

tre atti di Alessandra Pasini, con il gruppo teatrale Cvì de Magazén di S. Antonio (Ravenna). Inizio ore 15.

INFOLINE 0544 591715 TEATRO RASI, RAVENNA

TORNEO DI KUBB

il gioco vichingo di lancio. Inizio ore 15.

INFOLINE 339 2154819 PARCO TEODORICO, RAVENNA

PETER PAN, UNA STORIA DI POCHI CENTIMETRI E PIUME

con gli Eccentrici Dadarò. Inizio ore 16.30.

INFOLINE 0544 483461 ALMAGIÀ, RAVENNA

IL BESTIARIO DELL’IMPIEGATTO

Gianni Zauli e Davide Reviati ripresentano il loro libro, nel decennale della pubblicazione. A seguire, “Di animali e di altre storie”, passeggiata nella musica classica con Elisabetta Sangiorgi (flauto), Maurizio Sangiorgi (chitarra) e Nicoletta Bassetti (violino).

FUORI STAGIONE di

LORENZO DONATI

Vie a Modena, progettare e fotografare le arti sceniche europee

Il 2019 si avvicina, questo è un fatto. Fra le molte cose che si possono fare, una è prendere spunto da quelle strutture in Italia che propongono programmazioni di respiro europeo, per capire almeno due cose: come si progettano contesti che puntino a restituire un’immagine di ciò che accade in Europa; capire ciò che accade in Europa. Evitando roboanti dichiarazioni di principio come fanno ormai troppi festival di teatro, Vie a Modena, da sette anni, funziona come possibile termometro per entrambi gli intenti. Organizzata dallo Stabile regionale ERT, la rassegna è attualmente in corso e continua fino a sabato 22. Da una parte si punta su nomi internazionali ospitati con una certa continuità a Modena e in Italia, come nel caso di Alvis Hermanis, Edit Kaldor o del giapponese Toshiki Okada. Le loro opere, viste nel primo weekend del festival, da prospettive differenti propongono agli spettatori dei “problemi”: la conservazione dell’identità nazionale (la

Lettonia di Hermanis), le barriere non solo linguistiche che incontra chi emigra (la famiglia cinese messa in scena dall’ungherese Kaldor), la quotidianità asfissiante delle metropoli odierne (il giapponese Okada). Quando si dice “problema”, qui s’intende un’interrogazione che non può che essere anche formale, una domanda diretta posta allo spettatore su cosa sta guardando. Così ci si trova di fronte a un’orchestra di fiati che rievoca in maniera conservativa vicende del passato (Hermanis), a un gruppo di attori che impongono una lezione di mandarino al pubblico (Kaldor) e a cinque ragazzi che in scena sembrano non fare nulla se non parlare, incantando l’attenzione sull’assenza di azione (Okada). Ma questi “problemi” formali diventano una ricchezza, perché rimandano ai nodi irrisolti che fotografano i contenuti, perché ci spingono a trovare delle risposte alle

tante domande della scena. Facendo un paragone forse eccessivamente facile, possiamo dire che l’Europa stessa è oggi un problema, quindi si deve cercare un’arte non pacificata, che rispecchi la ricerca di identità del vecchio continente attraverso domande aperte e anche conflittuali. Su come costruire rassegne, Vie ci indica che l’alterità internazionale vale tanto quanto la ricerca di percorsi credibili sul territorio e che puntare solo sui grandi nomi sarebbe un errore. Allora gli artisti europei stanno al fianco di compagnie regionali, come Orthographe e Menoventi (dei loro debutti parleremo prossimamente), e di esperienze italiane che rappresentano dei punti di riferimento (Pippo Delbono, Danio Manfredini, Fanny & Alexander). Un viaggio a Modena nei prossimi giorni è d’obbligo, almeno per il melancolico folk dalla perduta provincia americana di Richard Maxwell, per i racconti dell’infanzia spiati da adulti-spettatori-voyeur di Gob Squad e per i dialoghi da un quotidiano stralunato dei riminesi Quotidiana.com.


22

DOVE& QUANDO

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

MOSTRE D’ARTE

PABLO ECHAURREN - LASCIARE IL SEGNO

GIUSEPPE MAESTRI RAVENNA SENZA TEMPO LE INCISIONI

via di Roma, 13 - tel. 0544 482487

MANICA LUNGA DELLA BIBLIOTECA CLASSENSE - RAVENNA via Baccarini, 3 - tel. 0544 482116

Si inaugura venerdì 21 ottobre, alle 18, la mostra dedicata al grande incisore ravennate. Giuseppe Maestri (Sant’Alberto, 1929 - Ravenna, 2009) è l’artistaincisore che ha creato e dato corpo ad una visione originale e meravigliosa di Ravenna. L’impareggiabile “torcoliere” che aveva costruito l’opera incisoria di Giulio Ruffini, Manlio Guberti, Tono Zancanaro, Trude Waehner, Giò Pomodoro, Mattia Moreni, Carlo Zauli, Rudolf Calonder, Angela Wejersberg per citarne alcuni, viene restituito in questa mostra antologica dalla riconosciuta bellezza della sua opera. Il catalogo, oltre alle incisioni, documenta la critica dai primi saggi di Giulio Guberti, Piero Santi, Raffaele De Grada sino a quelli odierni di Umberto Giovannini e Alessandro Giovanardi. Orari: da mar a ven 14.30-18.30, sab 9.30-17.30; aperture straordinarie martedì 1 novembre e giovedì 8 dicembre ore 14.30-17.30. Dal 21 ottobre al 23 dicembre - inaugurazione venerdì 21 ottobre, ore 18

PINO DONATI

EX TRIBUNALE - RAVENNA via Massimo D’Azeglio, 2

Il pittore Pino Donati, autodidatta per eccellenza, interpreta la realtà ricreando un particolare genere figurativo, grazie al sapiente dosaggio di forme e colori. I suoi quadri, siano essi pitture morte o paesaggi, imprigionano gli aspetti più poetici della realtà: la caratteristica luminosità che permea gli oggetti rustici, appartenenti alla civiltà contadina di lontana memoria, realizza un’armonia che solo una lettura di tipo sentimentale è in grado di esprimere. «Nel suo studio solitario – scrive il critico Enzo Dall’Ara – Pino Donati dipinge da tempo le emergenze oniriche della sua meditazione artistica, maturata nel dominio di un pensiero forgiato dal “genius loci” delle sue origini, avvertito come messaggero di visioni paesistiche intrise di terra, d’acqua e d’aria. Questi sono gli elementi fondamentali dell’ambiente vallivo ravennate, dell’ecosistema sospeso su linee d’orizzonte che si confondono e si dileguano nella caligine dell’enigma metafisico». Orari: tutti i giorni 10-12 / 16-19. Dal 22 al 30 ottobre - inaugurazione sabato 22 ottobre, ore 16

TRACCE - PERSONALE DI FELICE NITTOLO

GALLERIA NINAPÌ - RAVENNA

via Pascoli, 31 - cell. 328 2860074

La mostra inedita per la città e presentata all'interno del Festival Internazionale di Mosaico Contemporaneo, racchiude il concetto, caro all’artista, di mosaico non solo inteso tradizionalmente, un mosaico fatto non solo di tessere ma di pensieri, parole e musica. Proprio per questo nelle opere esposte del mosaico resta solo l’impronta, l’idea di esserci e non esserci allo stesso tempo; attraverso le installazioni lo spettatore potrà appropriarsi di questa idea nuova in cui il mosaico diventerà qualcosa di più complesso senza abbandonare però le proprie radici. Orari: da mar a sab 16-19.30, sab anche 11-12.30. Fino al 30 ottobre

GIULIANO BABINI - METAMORFOSI

CRIPTA RASPONI E GIARDINI PENSILI DELLA PROVINCIA - RAVENNA piazza San Francesco - tel. 0544 215342

Il primo appuntamento della rassegna “Mosaici contemporanei in antichi contesti” presenta l’opera del mosaicista Giuliano Babini. In mostra, un bestiario perturbante, fascinosa metafora del nostro mondo fluido e inafferrabile, dolce e spaventoso al tempo stesso. Orari: tutti i giorni 10-13 / 15-18.30. Fino al 2 novembre

JULIAN ASSANGE - DALL’ETICA HACKER A WIKILEAKS

PALAZZO SFORZA - COTIGNOLA

corso Sforza, 21 - www.comune.cotignola.ra.it

Venerdì 21 ottobre, alle 21, Gianluca Costantini e Dario Morgante presentano il libro Julian Assange, dall’etica hacker a WikiLeaks (BeccoGiallo, Padova 2011). Prima della presentazione sarà inaugurata la mostra con le tavole originali del fumetto disegnato da Gianluca Costantini. Il 5 aprile 2010, durante una conferenza stampa a Washington, WikiLeaks diffonde un video che mostra l’assassinio di almeno dodici civili iracheni, tra cui due giornalisti della Reuters, durante l’attacco di due elicotteri Apache americani. Da quel giorno, da quel video denominato Collateral Murder, WikiLeaks è diventato uno spauracchio costante per i governi di tutto il mondo. Il fumetto ricostruisce la storia di Julian Assange e dei suoi “complici”, attraverso due interi decenni di sfide informatiche. Orari: da mar a dom 10-12 / 16-19. Dal 21 al 30 ottobre - inaugurazione venerdì 21 ottobre, ore 21

MUSEO D’ARTE DELLA CITTÀ - RAVENNA

La mostra ricostruisce l’intero arco dell’attività dell’artista, documentando anche passaggi e momenti finora meno noti, attraverso un percorso allestito per blocchi tematici e cicli. L’itinerario della mostra prende le mosse con le recenti ceramiche della serie Baroque’n’Roll e prosegue con le opere d’esordio, gli smalti e “quadratini” che fecero entrare l’artista appena diciottenne nella scuderia della galleria Schwarz; le Decomposizioni floreali ottenute con matite e pigmenti su carta (1971); le illustrazioni e i fumetti con le tavole della Vita disegnata di Dino Campana (1994); i collage, dagli assemblaggi di cartoons, manifesti e carte futuriste d’epoca, alle composizioni sulla musica rock. A seguire, l’itinerario si svolge attraverso le tarsie di stoffe imbottite, i poster, per giungere alle opere recenti con le tele dedicate alla natura, a Roma, ma anche a Ravenna, e si conclude con

la serie di acrilici e carte degli anni Ottanta-Novanta, in cui spicca un ciclo di lavori inediti realizzati nel 1989, ispirati al muro di Berlino. Orari: mar, gio e ven 9-13.30 / 15-18; mer e sab 9-13.30; dom 15-18. Fino all’11 dicembre

OMAGGIO A ILANA SHAFIR

CHIOSTRI DELLA BIBLIOTECA CLASSENSE - RAVENNA via Baccarini, 3 - www.ravennamosaico.it

La personale di mosaici dell’artista israeliana Ilana Shafir è curata da Laura Gavioli. Ai chiostri della Biblioteca Classense saranno visibili una selezione di opere di Shafir realizzate dal 2006 al 2011. I visitatori avranno l’opportunità di vedere opere originali dell’artista uniche nella loro complessità scultorea e nella ricca gamma di materiali, inclusi elementi in ceramica fatti a mano che lei stessa produce per i suoi mosaici. Orari: da lun a ven 9-19; sabato 9-18 Fino al 20 novembre


TRADIZIONI

Quel Sangiovese schietto di una volta... Certi sapori non si sentono più e possono sembrare “stonati” ma non è affatto così Una volta un anziano pescatore mi raccontò una storia riguardo al vino e il suo abbinamento col pesce. Mi trovavo a Marina di Ravenna e qui, mi dissero, c’è un vecchio che parla sempre di vino e sembra che ne sappia. Si trattava di un signore sulla settantina, il volto solcato da righe profonde che, diceva, formate nei lunghi anni passati tra le rughe del mare a tirare le reti per raccoglierne i frutti. Una volta trovato e spiegato il motivo della mia visita, l’anziano dalle profondità delle sue grinze mi guarda, abbozza un sorriso, e mi chiede se voglio bere con lui un bicchiere di vino. Dalla cambusa della sua piccola barca, appoggiata ai ricordi delle bitte dov’era legata, tira fuori una bottiglia scura con un tappo di sughero piantato in cima. Ne versa un po’ in un bicchiere tozzo e opaco e me lo porge. «Bevi – mi dice – questo è sangiovese vero, chissà se lo riconosci, forse sei troppo giovane per capire anche se esperto». Annuso quel vino dal vivace color rosso e ne bevo un piccolo sorso. A vedere la mia faccia storcersi il vecchio rise di gusto soddisfatto. «Vedi, fai quella faccia perché non hai riconosciuto un vecchio amico che mi ha accompagnato in tante uscite in mare – racconta malinconico – ma questo è sangiovese vero. Quando non ero in mare perché i giorni erano bui – prosegue – devi sapere che io mi dilettavo di vino e la mia vita è sempre stata divisa tra terra e mare. Ho girato tutte le aziende della Romagna e potrei raccontarti tutto sul sangiovese e della sua trasformazione, dei suoi profumi divisi tra Rimini e

L’accostamento rosso con pesce è normale e anzi in certi casi molto consigliato

Faenza, tra Forlì e Cesena. Ti basti sapere – afferma confondendosi nei termini dialettali – che quello che bevete voi oggi al mio sangiovese non ci assomiglia molto e tanti dei suoi profumi si sono persi così come la grinta e la forza del suo gusto impetuoso». Sono io ora a essere interessato alla memoria storica di quest’uomo. Il rosso di quel vino si affacciava appena in quel bicchiere usurato ma aveva sufficiente forza per mostrare la delicatezza dei suoi profumi sottili. Docili ma decisi, delicati sentori di frutta rossa sfumati appena da un profumo di viola. Non c’era molto, in termini di complessità come oggi spesso si cerca, ma c’era il conforto dell’essenziale che si compone di quell’intima sensazione che tutto sia esattamente al suo posto. Il palato è ruvido, concitato e fa mostra di un tannino fine e coinvolgente per niente intimidito. Al secondo sorso comincia a trasmettere un senso di compiutezza, di sicurezza e quell’iniziale ruvidità diventa improvvisamente piacevole nervosismo. Intanto il vecchio marinaio si muove agile nella sua barca scorticata dal tempo e ha già preparato una griglia rovente dove sta per porre del pescato fresco di giornata. Da una parte sempre il suo vino preferito punto di riferimento di una vita semplice e faticosa. Sta preparando una tipologia di pesce cui tutti normalmente abbinerebbero del vino bianco. «Adesso mangerai pesce e berrai rosso – sorridendo come se avesse intuito i miei pensieri – e ti renderai conto che i veri abbinamenti sono pochi. Ci sono pesci con cui non puoi fare a meno di mettere un bicchiere di sangiovese, perfetto per diluire la grassezza del pesce e lasciarti la bocca pulita. Con un bianco non c’è la farai mai, nemmeno con un trebbiano vecchio stile. Un vino

23

GUSTO

MANGIARE& BERE

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 20 ottobre 2011

R U S S I

SI MANGIA “IN DIALETTO”

debole – riferendosi al trebbiano – incapace di servire il palato ma arrogante al punto da illuderti di poterlo fare». La mia conversazione prosegue fino a tardo pomeriggio su quella vecchia barca sotto il fievole sole di ottobre tra le reti ancore umide di mare. Mi racconta di come si faceva il sangiovese, dell’uso secondo le varie spremiture, delle ricette più adatte preparate col pesce e della malinconia delle profumate zuppe di mare dunque perfette con il sangiovese, della flebile albana e del povero e arrogante trebbiano. Attorno a me il tempo si è fermato nel punto più antico, quello scandito dal ritmo quieto delle onde del mare e dagli scoppi di vecchi motori che fendono l’azzurro marino. Mani callose maneggiano corde, finimenti e reti da pesca a ultimare i preparativi prima di prendere il largo. Me ne vado, arricchito dai ricordi di uno sguardo gettato nella Romagna più antica, divisa tra mare e terra e intrisa di quella sicurezza che solo la saggezza popolare è in grado di donare. Fabio Magnani

Nuova copertura in vetro

Cucinare subito il pescato con un sangiovese schietto è un piacere della vita.

“Mangiare in dialetto” è il titolo di un ampio progetto dell’Accademia Italiana della Cucina sulla valorizzazione e sulla riscoperta delle eccellenze gastronomiche del territorio romagnolo. Il progetto ha già mosso i primi passi a Russi e mercoledì 26 ottobre (ore 20) si svolgerà un gustoso e interessante appuntamento enogastronomico al ristorante Insolito (via E. Babini, 22), con tre rinomati chef che proporranno una serie di piatti d’autore sul tema del Bel e cot. Info tel. 0544 582954.

GLI STAPPATI

Pecorino “bio” Donna Argilla di Fiorano: pulito e intenso di FABIO

MAGNANI GLISTAPPATI @GMAIL.COM

Nelle Marche c’è una piccola azienda che lavora secondo le leggi della natura. Una volta era una cosa normale oggi la chiamano “Bio”. Si tratta dell’azienda agricola Fiorano e forse qualcuno ne avrà sentito parlare perché quando si parla di questa cantina sempre si fa riferimento al particolare che si trova tra i filari dei suoi vigneti: una esposizione di erbe aromatiche che, secondo, il proprietario contribuiscono all’aromaticità dei vini. Senza dover entrare nei particolari occupiamoci del vino e assaggiamo il “Pecorino Donna Orgilla” 2010. Il naso è pulito e mostra un profilo minerale quasi roccioso. Sfumature di argilla, erbe aromatiche e cedro in fase di apertura, poi si concede e sviluppa piacevole complessità fatta sempre di erbe officinali, frutta, fiori e nuance balsamiche. Bocca intensa e persistente. Struttura e slancio acido. Ottimo il retrogusto aromatico. Un vino ottimo.

Terrazza panoramica aperta tutto l’anno

RISTORANTE

Affacciati sul gusto, menù originali e piatti tipici P.zza Einaudi 1, Palazzo dell’Orologio - Ravenna Centro (dietro Piazza del Popolo) - Tel. 0544 33133 • chiuso la domenica


24

MANGIARE& BERE

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

INFORMAZIONE PROMOZIONALE

COSE BUONE DI CASA

Ravioli con fonduta e tartufo bianco a cura di ANGELA SCHIAVINA - WWW.ANGELASCHIAVINA.IT

Ottobre e novembre sono mesi dedicati a sagre e prodotti tipici: tartufo, maiale, zucca, castagne, pere volpine, olio, vino. Io sono andata a Casola per la "Festa dei frutti dimenticati" e sono tornata a casa con sacchetti di pere, mele, noci, nocciole, uva fragola e castagne. Ma l'acquisto più importante è stato il tartufo. Ravioli con fonduta e tartufo bianco Ingredienti. Per il ripieno: 300 gr di fontina, 100 gr di latte, 1 tuorlo d'uovo, 3 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato. Preparazione. In un tegamino mettere il formaggio tagliato a quadretti e ricoprirli con il latte. Lasciare riposare per qualche ora. Trascorso il tempo sciolgo lentamente a bagnomaria il composto fino a quando diventa come una crema, tolgo dal fuoco e continuo a mescolare, aggiungo il parmigiano e appena il composto si è intiepidito aggiungo il tuorlo, mescolo bene e lascio raffreddare. Se si vuole si può aggiungere al composto un po' di tartufo grattugiato. Per preparare la sfoglia: 100 gr di farina per un uovo intero. Per 6 persone, ne prepariamo 3 uova. Tiriamo la sfoglia sottile, con coppapasta rotondo di sei centimetri prepariamo i dischetti, al centro di ognuno mettiamo un po' di composto e chiudiamo premendo bene i bordi. In una padella larga mettiamo burro e un po' di tartufo affettato e lasciamo imbiondire per qualche minuto, intanto cuciniamo i ravioli in acqua salata, appena pronti li trasferiamo nella padella e li facciamo "saltare" per qualche minuto. In un piatto da portata mettiamo i ravioli e un’abbondante spolverata di tartufo. Questo è un mangiare da re! Calorie per persona circa 650.

Alla trattoria Il Buon Gusto si imbandisce la buona tavola romana e napoletana Per chi è alla ricerca di un posto accogliente e familiare in cui gustare i migliori piatti della gastronomia romana, la trattoria Il Buon Gusto di via Cesarea 148, a Ravenna, è il posto giusto. Il ristorante propone anche alcune delle più rinomate specialità napoletane, tra cui la pastiera. Un binomio reso possibile dal fatto che il personale è tutto originario di Roma, mentre lo chef è di Napoli. Aperto nel gennaio 2010, inizialmente il menù del ristorante era incentrato sulla cucina mediterranea ma, con l’introduzione di pietanze della vecchia tradizione romana, è salito enormemente il gradimento della clientela. A tal punto che ora la cucina romana la fa da padrona, con gustose pietanze quali bucatini all’amatriciana, coda alla vaccinara, la coratella, la pagliata, saltimbocca alla romana. Con l’arrivo della stagione invernale, sarà inoltre possibile tornare ad assaggiare le mitiche puntarelle e i favolosi carciofi alla giudea. Ideale accompagnamento di queste prelibatezze è l’ottimo vino dei Castelli Romani. I prodotti utilizzati sono rigorosamente di stagione e totalmente italiani, fra cui pecorino romano e guanciale di amatrice. Su prenotazione, la trattoria prepara anche curati piatti di pesce. Da non perdere inoltre la novità del mercoledì sera, ogni

settimana, dedicato alla grigliata. A disposizione della clientela, un ricco menù offerto al prezzo di quindici euro (coperto incluso): circa 700-800 grammi di carne a testa, abbondante contorno, vino dei Castelli romani, ciambella romagnola, acqua e caffè. Il Buon Gusto è aperto tutti i giorni per pranzo e per cena, tranne il lunedì. Domenica sera aperto su prenotazione. Trattoria Il Buon Gusto, via Cesarea 148 Ravenna - Info e prenotazioni tel. 0544 66634 cell. 339 2508783 INFORMAZIONE PROMOZIONALE

N O T I Z I E G O L O S E CON MADRA IL CENTRO STORICO SCOPRE IL MEGLIO DEI PRODOTTI AGRICOLI DEL TERRITORIO

Domenica 23 ottobre, in via Gordini, via Corrado Ricci e zone limitrofe, c’è Madra, Mostramercato degli Agricoltori. Dalle 10 alle 19 si può gironzolare tra bancarelle con le migliori specialità del territorio, prodotti di stagione sani, freschi, buoni e genuini proposti direttamente dai nostri agricoltori. Per l'occasione 9 ristoranti delle vie adiacenti (Cà de Ven, Osteria dei Battibecchi, Osteria Sapori Divini, Osteria del Tempo Perso, Locanda del Melarancio, Ristorante Pizzeria Nuovo Scaì, Trattoria alla Strada degli Ariani, Trattoria Al Cerchio e Ristorante Alexander) propongono una degustazione di piatti preparati con i prodotti di Madra. Quattro bar del centro invece (L'Alighieri Caffè, Bar Byron, Caffè Silvano e Recine Ramiro Bar Tabacchi) propongono buffet per la colazione del mattino e la merenda del pomeriggio. Inoltre, laboratori di stagione dedicati ogni volta a un prodotto diverso della nostra campagna, in compagnia di chef e docenti della materia. A seguire assaggi di appetizer a tema, e poi ancora spettacoli e musica dal vivo.

Fata Roba, carne e insaccati di una volta Con una vera e propria festa paesana, a base di grigliata, musica e buon vino, si inaugura a Savio la bottega dell’azienda Pascucci Con una grande grigliata di carne fresca di produzione propria inaugura, domenica 23 ottobre, il negozio Fata Roba all’interno dell’azienda agricola Pascucci di Savio di Ravenna (in viale dei Lombardi 50). Dalle 10 del mattino in poi prenderà il via una vera e propria festa paesana, il cui culmine sarà il pranzo – offerto gratuitamente – a base di suino e castrato, ma anche di musica, piadina e buon vino. L’azienda Pascucci, che nasce in un grande podere in piena campagna, apre co-

sì un negozio-macelleria con vendita al dettaglio e all’ingrosso di prodotti “fatti in casa”: carne fresca e insaccati... come una volta, grazie agli allevamenti di suini, pecore e manzi dell’azienda. Il prossimo obiettivo consisterà nella creazione di uno spazio per bambini e di una vera e propria fattoria didattica. Fata Roba, Azienda Agricola Pascucci, viale dei Lombardi 50 Savio Info tel. 335 7150139 - 338 4764926

ORARI: dal Lunedì al Venerdì aperto anche a mezzogiorno dalle 12 alle 14

ORARIO SERALE: tutti i giorni dalle 17,30 alle 22 CHIUSO IL MERCOLEDÌ

RAVENNA CONSEGNA GRATUITA NELLA CITTÀ DI

di Farinelli M. e Nanni L.

via Chiavica Romea 43 - Ravenna

tel. 0544 452712

FORNO A LEGNA - LOCALI COMPLETAMENTE RINNOVATI

PULIZIA

E GIARDINAGGIO

Condomini Uffici privati e pubblici Lucidatura pavimenti (CRISTALLIZZAZIONI)

Sgrassature e pulizie di fondo

Manutenzione giardini privati e pubblici Potature di alto fusto con macchinari specifici

334 3218031

PRONTO INTERVENTO • INTERVENTI D’EMERGENZA • PREVENTIVI GRATUITI Lido Adriano - via Tono Zancanaro, 74 - tel./fax 0544 493950


IL CENTRO CHE SI PRENDE CURA DI TE

IL MASSIMO DELL’INNOVAZIONE E RISULTATI ECCELLENTI CON LA HILT TERAPIA Chi ha avuto occasione di avvalersi delle prestazioni del Centro Medico Olympus di Ravenna sa che si tratta di un poliambulatorio di assoluta eccellenza dove cortesia, acco-glienza e tempestività si coniugano alla professionalità, ad una tecnologia avanzata, ad un'attenzione particolare al bisogno dell'utente e alla ricerca scientifica. Il "Centro che si prende cura di te" opera a tutto tondo nella diagnostica (Risonanza magnetica aperta, Radiologia digitalizzata, densitometrie, ecografie, ecocardiodoppler, gastroscopie, colonscopie, ecc.), nella specialistica (cardiologia, ortopedia, oculistica, pneumologia, urologia, dermatologica, endocrinologia ecc.), nella terapia riabilitativa sia a secco che in acqua. Sono state anche istituite l'unità operativa per la fibromialgia e quella per la cura del mal di testa di origine rino-cervicofacciale. Particolare impegno è dedicato alla cure inalatorie dove un medico otorino segue personalmente ogni terapia e la modula secondo le necessità dell'assistito con metodi assolutamente unici per igiene e qualità. Il Centro, che ha la certificazione di qualità rilasciata dal Cermet, è anche punto di riferimento per la Medicina dello sport e la Posturologia. Il Centro Medico Olympus, da tempo, promuove "progetti salute" per assicurare prestazioni di largo interesse per la prevenzione (osteoporosi, melanoma, ecc..) e per la terapia del dolore a costi minimi. Di recente nel Centro Medico Olympus che eccelle in particolar modo

nella terapia fisica, è stata introdotta la HILT terapia , che è in grado di ottenere in breve tempo e con effetti prolungati un’efficace azione biostimolante, antinfiammatoria e antidolorifica, particolarmente efficace per chi pratica sport, per chi ha patologie dolorose e nella terapia fisica e riabilitativa. Il risultato è ottenuto da un procedimento fotomeccanico ad elevata potenza sui tessuti danneggiati, in assoluta sicurezza. La terapia è volta a produrre un effetto analgesico e riparativo sui tessuti e può essere abbinata ad altri trattamenti, per la prevenzione di varie patologie degenerative, in particolare delle cartilagini.

• ARTICOLAZIONI Riduce l’infiammazione articolare e stimola la rigenerazione

• SISTEMA MUSCOLARE Risolve rapidamente la contrattura e produce un intenso effetto antalgico

• SISTEMA CIRCOLATORIO • E LINFATICO Favorisce l’apporto di nutrienti e il riassorbiemnto delle raccolte di liquido

Centro Medico Olympus - via Lago di Como, 25

PER INFO: tel. 0544 456766 - e-mail: olympus@olympus.ra.it - www.olympus.ra.it


SALUTE& BENESSERE

IL PROGETTO

Uno su cinque è sedentario E lo sport diventa la medicina Siamo un po’ troppo sedentari. È questo il giudizio emerso da uno studio dell’Ausl. Il 20% della popolazione ravennate non fa alcuna attività fisica, il 43% è parzialmente attivo, il 38% pratica costantemente sport o qualunque attività di movimento. Sedentarie sono soprattutto le persone tra i 50 e i 69 anni (22%), ma anche i giovani dai 35 ai 49 anni (19%) e tra i 18 e i 34 (17%). Più pigri gli uomini (21%) delle donne (18%). Anche lo status economico influisce e chi ha meno possibilità meno si dedica allo sport. E siccome la sedentarietà rappresenta, dopo il fumo di tabacco, il principale fattore di rischio per la salute, è importante acquisire stili di vita sani. Gli effetti positivi dell’attività fisica sulle patologie croniche (malattie cardiovascolari, diabete, obesità, osteoporosi, cancro del colon e della mammella) sono ormai solidamente documentati dalla più autorevole letteratura scientifica internazionale. Quindi la Regione Emilia-Romagna ha deciso di attuare il programma “Muovi la vita” che incentivi il movimento insieme alle Ausl di Ravenna, Bologna, Modena e Parma. Importante la collaborazione dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta che avranno facoltà di prescrivere l’attività fisica nei soggetti a rischio. In primis i diabetici e coloro che hanno avuto un episodio coronarico acuto. Si parte dal 1° dicembre e il progetto terminerà a fine luglio. Potrà quin-

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

SALUTE

26

AL TEATRO ALIGHIERI

Torna il convegno internazionale di foniatria e logopedia

PUBBLICA ASSISTENZA

Un concorso di poesia sulla solidarietà di accadere che il medico prescriva, ad esempio una mezz`ora di passeggiata al giorno per prevenire tali patologie e per contrastare l’obesità. «In questa sperimentazione – spiega Pierluigi Macini, responsabile di Servizio sanità pubblica dell’assessorato alle Politiche per la salute della Regione – il movimento è usato come un vero e proprio farmaco, prescritto a fronte di una patologia, dopo un’attenta valutazione delle condizioni del paziente e somministrato o in ambiente sanitario o in palestra e con personale laureato in scienze motorie appositamente formato, in modo assolutamente controllato». Nel progetto “Muovi la vita” sono coinvolte alcune palestre della provincia: Cosmos di Faenza, Body 2000, Euritimica, Life Planet e Sporting Club di Ravenna. Claudia Graziani

La Pubblica Assistenza di Ravenna organizza il primo concorso di poesia sul tema “la solidarietà”. L’iniziativa prevede, preceduti da una veloce cena, due serate di trebbi poetici (il 25 ottobre e il 15 novembre) e una di premiazione del concorso (6 dicembre) e cade nel trentennale di fondazione della Pubblica Assistenza. Gli incontri si svolgeranno nella sede della Pa di via Meucci 25. Al concorso – ribattezzato “Città di Ravenna” – possono partecipare tutti, purché facciano pervenire i lavori in lingua italiana o in dialetto entro la prima metà del mese di novembre e non abbiano superato i quarant’anni di età. I lavori vanno inviati a info@pubblicaassistenza.ra.it o a dario.bartoletti@alice.it con l’indicazione: “1° Concorso di Poesia Pa”.

Dal 20 al 23 ottobre al teatro Alighieri di Ravenna, si svolgerà l’ottava edizione del convegno internazionale di foniatria e logopedia “La Voce Artistica”, promosso dall’Ausl e dalla Fondazione Ravenna Manifestazioni. L’evento è organizzato da Franco Fussi, responsabile del Centro Audiologico Foniatrico della Usl ravennate, affermatosi in campo nazionale e internazionale come centro di riferimento per i disturbi della voce professionale. Anche quest’anno il programma è ricco di interventi scientifici, didattici ed artistici, corredati da momenti di dimostrazioni pratiche che permettono di integrare tra loro tutte le figure professionali coinvolte nella preparazione e nella cura di coloro che fanno della comunicazione vocale strumento di lavoro professionale e artistico. In particolare fra gli interventi di carattere scientifico si segnalano francesi Coulombeau e Perouse sulla fonochirurgia; lo statunitense Izdebski sui traumi vocali, il pariginoPaolo Zedda sulla dizione; lo stesso Fussi sulla stroboscopia laringea e sull’affaticamento vocale, e l’ampio ventaglio di interventi di carattere logopedico sulla rimediazione degli specifici disturbi dell’emissione vocale artistica. Numerosi gli artisti di fama che si esibiranno nelle pause delle relazioni scientifiche e didattiche: Karima, Roberto Amadè, Patrizia Laquidara, Linda Valori, Ala Berht. Un evento scientifico dunque che si articolerà in quattro giornate, comprendendo anche momenti di grande spessore musicale con un occhio di riguardo in questa edizione al mondo del musical e del canto moderno. Si succederanno appuntamenti pomeridiani con Nathan Martin (nella foto), vocal coach delle star dei musical londinesi, che terrà uno stage pratico sulla costruzione della voce per il musical theatre avvalendosi della collaborazione di cantanti e attori noti al grande pubblico. E ancora uno stage sulla voce attoriale condotto da Kristin Linklater, creatrice del metodo didattico “La Voce Naturale”, una sessione su come realizzare senza danni gli effetti distorti delle voci estreme del metal, le tecniche del BeatBox e della Ventriloquia. Per la vocalità pop è previsto uno stage con Brett Manning, creatore di un attualissimo metodo di canto in voga negli Usa.

INFORMAZIONE PROMOZIONALE

MELO E GRANO

La confortevole Casa Famiglia che offre svago, socialità e serenità agli anziani In un’oasi di pace, a San Zaccaria, si trova la casa famiglia Melo e Grano che accoglie persone tra gli ottanta e i novantacinque anni. Anziani che, pur godendo di buona salute, non possono essere seguiti con regolarità dai propri familiari. La struttura è stata aperta da Carmelo D’Annunzio che ha deciso di mettere a frutto la sua consolidata esperienza come operatore socio-sanitario. «Sin da subito – ricorda – sono rimasto colpito da questa casa piuttosto ampia e dalla posizione, in mezzo al verde, l’ideale per ospitare anziani, sia uomini che donne, autosufficienti o con piccoli problemi di deambulazione. Gli ospiti sono seguiti da preparati operatori che curano l’igiene personale giornaliera e le diverse attività ricreative». La casa dispone di quattro camere da letto e tre bagni, una grande sala da pranzo e un salotto con tv, per un totale di circa centosessanta metri quadrati, oltre a un vasto giardino. Melo e Grano è una vera e propria casa in cui le sei persone – questo il numero massimo di anziani che può essere ospitato – vivono come in famiglia, potendo contare su momenti di socializzazione, ma anche della propria libertà e privacy. La giornata è scandita dai pasti, dalla pulizia personale e da momenti di svago, fra cui – con l’arrivo del bel tempo – brevi uscite. I familiari sono liberi di visitare i propri cari in qualsiasi momento, così come di riportarli a casa per qualche giorno. Melo e Grano Casa Famiglia, via Dismano 488, San Zaccaria - Info tel. 0544 564607


SALUTE& BENESSERE

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 20 ottobre 2011

27

INFORMAZIONE PROMOZIONALE

RENOVA PALACE

Implantologia: ecco che cosa è importante sapere: L'implantologa dentale è una metodica odontoiatrica che permette la sostituzione di uno o più denti mancanti; è quindi un sostituto artificiale della radice del dente. L'implantologia dentale si propone di ripristinare le funzioni dell'apparato masticatorio: 1 estetica: il sorriso, 2 fonetica: il poter parlare convenientemente, 3 masticazione: il poter masticare i cibi per una corretta digestione e alimentazione. Molte persone si chiedono se l'implantologia è una metodica affidabile e se c'è il pericolo di rigetto. L'implantologia praticata nella grande maggioranza degli studi odontoiatrici è stata fin ora quella definita “osteointegrata". Questa definizione è stata coniata dal Prof. Per Ingvar Brånemark dell'Università di Go-

teborg (Svezia) alla fine degli anni '60. La brillante intuizione dell'osteointegrazione del titanio, ha iniziato una vera e propria nuova epoca. Questa procedura protocollata ha permesso l'affermarsi in tutto il mondo dell'implantologia con risultati di successo che vanno oltre il 95%. Il termine "rigetto" era utilizzato nell'implantologia tradizionale per giustificare gli episodi infiammatori acuti (ascessi) che spesso interessavano gli impianti inseriti. Era necessario un ricorso alla terapia antibiotica per controllare l'ascesso, ma dopo ripetuti episodi infiammatori, era necessario rimuovere l'impianto con danni biologici ed economici ben comprensibili. Oggi sappiamo che buona parte di tali insuccessi è dovuta ad un'errata applicazione del carico dell'unità impiantodente. Tale situazione può provocare dei micromovimenti tra impianto e tessuto osseo che non permettono una guarigione ottimale: cioè la formazione di tessuto osseo a stretto contatto con l'impianto. . È dolorosa l'inserzione dell'impianto nell'osso dei mascellari? Non è dolorosa in quanto l'osso, a differenza del dente, non è innervato. Per eseguire l'intervento senza dolore è sufficiente un'anestesia locale. In cosa consiste l'intervento? E cosa accade dopo? Consiste nel fare un foro nell'osso con una fresa per inserire l'impianto stesso.

In realtà i problemi che deve affrontare l'implantologo sono diversi: 1. valutazione dello stato di salute del paziente; 2. valutazione della quantità e qualità ossea; 3. scelta della misura dell'impianto. Occorre quindi una radiografia panoramica delle arcate dentali e in certi casi una TAC (Dental-Scan). Bisogna illustrare al paziente il progetto implantare e protesico, parlare di soluzioni alternative (ponti fissi o rimovibili, protesi mobili complete). Il paziente, correttamente informato sui pro e contro delle soluzioni proposte, deve firmare il consenso informato Quanto durano gli impianti ? Una percentuale di successo pari al 95% riconosciuta tale da ricerche scientifiche in tutto il mondo non vuole dire pero' che va sempre tutto bene , questo perchè siamo in un ambiente biologico , cioè il nostro organismo. La vite implantare inserita nell'osso non è una vite inserita in un pezzo di acciaio . La variabilita' biologica , il metabolismo osseo , il tabacco , il diabete una scarsa igiene orale , il mancato rispetto dei protocolli clinici di mantenimento sono i principali fattori che condizionano la riuscita dell'impianto . Nel nostro studio abbiamo una elevata casistica clinica di pazienti che hanno in bocca impianti da oltre 25 anni e ancora oggi completamente funzionali.

Esame computerizzato del piede Plantari e scarpe su misura - Calze elastiche - Busti Sistemi antidecubito e di trasferimento - Saliscale Tutori ortopedici - Ausili per disabili e anziani NOLEGGIO letti, carrozzelle, apparecchi per magnetoterapia, ultrasuoni, mobilizzatori di ginocchio, spalla e caviglia... CONSEGNA A DOMICILIO LUGO (RA) Via Provinciale Cotignola 22/1 Tel. Fax 0545 23669 - Cell. 335 6363355 CODIGORO (FE) Via IV Novembre 48 Tel. Fax 0533 718151 - Cell. 340 2689539 www.sanitariaromagnola.it - info@sanitariaromagnola.it

MAGNETI PER PERDERE FINO A 10 KG. COS’E’ ZERODIET?

Renova Palace, Centro Dentale Ravenna, p.zza Einaudi 1 tel. 0544 33206

E’ un’innovativa terapia brevettata che unisce i vantaggi di validi sistemi già utilizzati in auricoloterapia e agopuntura, aggiungendo una tecnologia che sta dando risultati eccellenti NEI TRATTAMENTI PER PERDERE PESO. E’ noto alla scienza medica che nella terapia con agopuntura e con auricoloterapia, la stimolazione di determinati punti dell’orecchio induce la liberazione di neurotrasmettitori capaci di determinare IMPORTANTI EFFETTI TERAPEUTICI. Il sistema ZeroDIET si avvale di due biomagneti in materiale naturale i quali, con la loro pressione programmata determinano una efficace stimolazione dei punti auricolari riducendo sensibilmente la fame e l’appetito. La stimolazione continua nel tempo della terapia ZeroDiet ha due importanti azioni sul comportamento alimentare: A) miglioramento dello stato psicoemotivo legato al cibo e riduzione della fame e dell’appetito. B)azione a livelli dell’apparato digerente sui meccanismi di controllo del comportamento alimentare favorendo in tal modo una più precoce insorgenza della sensazione di sazietà Il tutto senza difficoltà eo impegno da parte del soggetto. Il risultato sarà quello di perdere peso già dai primi giorni. Testato e consigliato dall’Istituto Superiore di Igiene Alimentare. ERBORISTERIA ARTEBIO RAVENNA via Berlinguer, 44 (Palazzo degli Affari) tel.0544/270741

A RAVENNA SIAMO APERTI Domenica 23 ottobre dalle 15.30 alle 19.30


28

COMMENTI& OPINIONI

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

detti e contraddetti a cura di FAUSTO

Le lettere, le opinioni e i commenti a cui si riserva di rispondere il direttore di Ravenna&Dintorni Fausto Piazza, vanno indirizzate alla mail carodirettore@ravennaedintorni.it oppure al fax 0544 271651 o all’indirizzo viale della Lirica 43, 48124 Ravenna.

PIAZZA

La vignetta di Gerardo Lamattina pubblicata sullo scorso numero di Ravenna&Dintorni (che vedeva ritratti i componenti della giunta sotto la scritta “face of cool”, storpiatura e chiaro riferimento a Facebook) ha suscitato una serie di reazioni piuttosto risentite a Palazzo Merlato. Come direttore responsabile esprimo il mio più sincero dispiacere per l’effetto che ha sortito quella che resta pur sempre una vignetta satirica nella pagina più libera del giornale, quella dei commenti e delle opinioni. Non sono solito censurare i miei collaboratori ma posso assicurare che non era mia intenzione offendere nessuno. E a proposito di collaboratori, pubblico qui di seguito un’articolata replica da parte di un anonimo esponente del Corriere Romagna al Moldenke della scorsa settimana, quello che divulgava i dati dei contributi pubblici erogati dallo Stato ai giornali locali. Per dare spazio al suo intervento, questa settimana in via eccezionale lo stesso Moldenke si fa da parte. La sua rubrica tornerà puntualmente sul giornale del 27 ottobre.

UN PEONES DI UNA VERA COOP, SUI CONTRIBUTI AI GIORNALI

Caro Moldenke, lei dice di non essere un giornalista e quindi ha tutto il diritto di non essere informato, e dal giornale che la ospita, come dice lei stesso, può cazzeggiare e cantarle ai giornali “assistiti” della città. Luigi Einaudi diceva: la migliore legge sulla stampa è nessuna legge. Da liberale dunque dovrei dire: no ai contributi da parte dello Stato. Ma sa, siamo in un Paese anomalo, quindi non mi scandalizzo per leggi anomale e poi l’informazione è una "merce" sensibi-

le. È vero, il Corriere Romagna percepisce circa 2,5 milioni di euro all’anno di contributi in virtù di una serie di leggi, a partire dalla n. 416 del 1981, che intendevano affermare e sostenere il principio di una informazione libera e indipendente, fondata sull’esistenza di “editori puri”. Ha presente? Quelli senza padroni. Lei è ospitato sulle pagine di un giornale che anche se non lo vuoi te lo ritrovi nella buchetta della posta o che ti “ammorba” anche se non lo cerchi. Vive grazie alla pubblicità. È un grande contenitore di pubblicità, sviluppato dopo una lunga esperienza sul campo con l’agenzia Manzoni del gruppo Espresso. Un settimanale free press (con ricavi per circa a 1,2 milioni di euro) nel quale, meritoriamente, viene innestato un servizio informativo. Un progetto imprenditoriale innovativo, in linea con quanto sta accadendo nei più avanzati paesi europei, dove però funzionano anche quotidiani free press. E visto che comunque ti capita tra le mani, una sbirciatina vuoi non dargliela a Ravenna&Dintorni. E così sono incappato nel suo articolone. Cavolo, ho detto, finalmente qualcuno che gliele canta a quei fannulloni di giornalisti locali, che vivono a spese dei cittadini. E fanno la bella vita. Ma caro Moldenke se voleva fare un servizio fatto bene forse doveva studiare un po’ di più la materia. Il Corriere chi lo vuole se lo compra in edicola. Circa 15mila persone in Romagna. Poche? Tante? Decida lei. Ma forse quello che lei non sa e che avrebbe dovuto scrivere, visto che i giornali dovrebbero servire anche a fare informazione, è che il Corriere Romagna è una delle poche vere cooperativa di giornalisti, come il Manifesto, come il Corriere Mercantile e come, seppur in una breve ma gloriosa stagione, L'Ora di Palermo. Lei si premura subito di precisare nel suo articolo che i contributi il Carlino non li prende, che pur essendo di proprietà di un grande editore privato percepisce però quelli indiretti (circa 3 milioni, il dato glielo forniamo noi) per spese telefoniche, postali, eccetera. La Vo-

TUTTO D’UN TRATTO di

ce di Romagna, che pur essendo di proprietà di una srl che ha come amministratore unico Giovanni Celli, noto imprenditore riminese (parente di Giorgio Celli, sa quello che è stato anche presidente della Rai e che ha consigliato al figlio di andare a lavorare all’estero) percepisce gli stessi contributi del Corriere grazie a una fondazione che detiene la maggioranza del capitale della srl, poi lei cita il Qui di un noto imprenditore, proveniente dalla pubblicità. Uno che proprio c’ha lo sbuzzo per l’editoria, come il principe Caracciolo (ah dimenticavo, anche il suo direttore ha diretto a lungo anche quel giornale “il Qui, dico il Qui, avete presente?”). Media News, società cooperativa di giornalisti, dichiara circa 500mila euro di ricavi, quasi quanto percepisce in contributi

GIANLUCA COSTANTINI

per l’editoria. Ma vada a vedere quanti giornalisti professionisti lavorano alla Voce e quante assunzioni a tempo indeterminato sono state effettuate. Come vengono pagati i collaboratori e quali contratti riescono a “strappare”. Vada a chiedere a Media News quanti giornalisti sono usciti da quella palestra e che contratti ha chi ci lavora. Pensi che chi le scrive votò per l’abolizione dell’ordine, ritenendo che sia giornalista chiunque viva di questo mestiere, senza bisogno di metterci il timbro, senza ordini che in Italia spesso sono solo sinonimi di casta. Ma viverci dignitosamente. Non con stipendi da “fame” e una vita da precario, per consentire a qualcuno di spacciarsi per un editore-imprenditore quando invece non lo è. Noi al Corriere siamo editori di noi stessi. E chi le

Maestri dell’usato

scrive non si è mai iscritto nemmeno all’albo dei pubblicisti, cosa che per molti, magari anche per lei, invece è molto ambita. Poi il caso ha voluto che proprio grazie al Corriere Romagna, dopo qualche anno di collaborazione, sia stato assunto, come tanti altri colleghi, e abbia potuto fare il praticantato e infine, come previsto dalla legge, sostenere l’esame di Stato per diventare giornalista professionista. Il gruppo di giornalisti che nel 1993, sulle ceneri delle Gazzette di Longarini – guarda caso un altro imprenditore privato che falliva – ha fondato la Cooperativa editoriale giornali associati, era costituito da 15 persone. È stato l’unico quotidiano che è riuscito a contrastare il monopolio del Carlino. Ci hanno provato anche L'Unità e il Messaggero di Raul Gardini, ma non ce l'hanno fatta. Oggi, dopo 18 anni, il Corriere (un fatturato di 7/8 milioni di euro) conta 52 dipendenti (che costano come l’intero contributo per l’editoria), 33 giornalisti professionisti, tutti stipendiati rispettando i contratti di categoria. Cosa che per esempio non fanno le testate alle quali lei ci ha accomunato, nemmeno quella che la ospita. Stipendi bassi, sa, non si allarmi, ma almeno a norma di legge. Contratti da giornalisti, non co.co.co, co.co.pro e bla bla bla, e soprattutto senza “sfruttare” sine die giovani che ambiscono legittimamente a fare questo mestiere. Chieda alla Srl di Celli (fatturato di 3,7 milioni) o a Media News, quanto pesa sulle loro aziende il costo del lavoro (La Voce dichiara 32 dipendenti, Media News 10 e la Reclam, che edita il suo giornale, 7). Chieda a tutti quali prospettive offrono a quelli che lavorano per loro. Poi, se vuole, venga in redazione, la ospitiamo, così vede che differenza c’è tra chiudere tutti i giorni un quotidiano e divertirsi a fare un settimanale spesso “goliardico”. Eppoi, suvvia, il suo osservatorio si definisce sarcastico e originale, ma già Barzini junior diceva che fare il giornalista è sempre meglio che lavorare. Ma sui precari non scherzi. Chieda magari ai suoi amici di

Vendere o comprare usato?

CERVIA Via G. di Vittorio, 5 Tel 0544 977144

RAVENNA Via Medulino, 3 (angolo via Trieste) Tel 0544 455666

RAVENNA - Zona Ponte Nuovo Via Dismano, 118/A Tel 0544 470268

Orari: 9,30/12,30 e 15,30/19,00 Domenica 15.30/19.00 CHIUSO LUNEDÌ

10.00/12.30-15.00/19.00 CHIUSO DOMENICA E LUNEDI' TUTTO IL GIORNO

Orari: 10,00/12,30 e 15,00/19,00 CHIUSO DOMENICA E LUNEDÌ TUTTO IL GIORNO


COMMENTI& OROSCOPO

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 20 ottobre 2011

avviso ai lettori DICIAMO ADDIO AI GIOCHI E ARRIVEDERCI A MORGANA Con la soluzione del crittografato della scorsa settimana qui a fianco, sospendiamo la pubblicazione dei giochi sul nostro giornale, in vista anche di un complessivo restyling di questa pagina, dove non troverete più neppure Morgana, il cui blog nei prossimi mesi traslocherà nella sua dimensione ideale, il nostro sito internet.

Soluzione del crittografato localizzato pubblicato su Ravenna & Dintorni giovedì 13 ottobre 2011

Ravenna&Dintorni che le stanno tanto a cuore. E magari lo chieda anche al direttore del suo giornale. Non li vorrà mica assistiti per potergli far fare la bella vita. Ma no: anche grazie a lei sono già così sagaci, mordaci e salaci, non li vorrà mica rammollire come gli altri giornalisti su piazza (con la p minuscola, da non confondere con Piazza il grande, che è il suo direttore). Le storture e le distorsioni che nel tempo hanno inquinato il mercato dell'informazione, della libera circolazione delle idee e della stessa vita democratica, con un uso distorto della legge per l’editoria, che è andata progressivamente perdendo di vista le finalità più nobili che possono giustificare un intervento pubblico in favore del settore – promuovere le condizioni per una stampa indipendente, sostenere l’informazione locale, incentivare le nuove iniziative editoriali - non sono certo dovute alle aziende editoriali come il Corriere Romagna. Si studi i casi dei “furbetti del giornalino”: Libero, il Giornale, il Foglio, il Riformista, i giornali di Ciarrapico, la Voce di Romagna, e lo stesso Qui Magazine o la Piazza, che lei stesso ci ha segnalato e poi ne riparliamo. Vada a vedere, nel corso degli anni, quanto peso hanno avuto i contributi diretti alle cooperative vere e non fasulle, ai giornali non profit e a quelli di partito e quanto invece ne hanno avuto i contributi indiretti ai grandi gruppi editoriali. Sa qual è la verità? Che lei caro Moldenke, proprio perché non è un giornalista, può cazzeggiare proprio dalle pagine di un giornale che noi mai ci saremmo sognati di attaccare. Si chiama “citizen journalism” o “giornalismo partecipativo”, ora è tanto in voga, specie da quando impazzano siti web, blog e free press. Parte dal presupposto che “chiunque può saperne più di me”. Ed è vero, ma stavolta non vale per lei. Il problema è che sarebbe necessario sottrarre questo tema alle decisioni degli ese-

Chi deforma...

www.merciari.com

cutivi, che da dieci anni intervengono su una materia che ha tutela costituzionale con decreti legge su cui, sovente, si chiede la fiducia, e andrebbe anche sottratto ai pruriti di giustizialismo e moralismo basati sui facili slogan come i suoi, caro Moldenke. Non è la guerra tra “poveri” che risolve i problemi. Basterebbe applicare criteri di controllo più rigorosi, facendo un po’ di piazza pulita basandosi su copie effettivamente diffuse e numero di giornalisti assunti. Si apra una discussione seria e profonda sul sistema dell’informazione nel nostro Paese, non da “strapaese” come ha fatto lei. Magari anche a livello locale. La Voce non ha fallito dove hanno fallito L'Unità e il Messaggero perché “aggira” le regole e fa concorrenza sleale, non rispettando i contratti di lavoro. E così impoverisce anche chi invece le rispetta e magari avrebbe potuto assumere più giovani aspiranti giornalisti e fare un giornale migliore e più competitivo nell’interesse dei lettori. Ma questo è un altro argomento. Se vuole attaccare la qualità dell’informazione non usi il falso argomento del “quanto ci costano i giornali locali”, accomunando tutti nello stesso calderone. Le regole sono le regole e il Corriere le rispetta. Se non le piacciono faccia la sua battaglia per

cambiarle, ma senza demagogia e qualunquismo. Dopodiché si può anche arrivare ad abrogare del tutto il sostegno all’editoria, assumendosi però la responsabilità di volere un sistema d’informazione con pochissimi gruppi editoriali presenti sul mercato e che magari rispondo a un “padrone”. A quel punto ci sarà solo il Carlino. Anzi, no. Ci salverà Ravenna&Dintorni. Sempre che non si accontenti solo di “cazzeggiare”, ma magari di fare anche informazione. Come dovrebbe provare a fare un giornalista. Anche un “citizen giornalista”. Come lei. Un peones dell’informazione Caro Peones, siamo onorati che abbia sottratto tutto questo tempo alla sua nobile attività di giornalismo per rispondere alla goliardata di un free-press che pare ammorbi la città. Che dire? Lei ha proprio ragione e del resto nemmeno quel burlone di Moldenke aveva negato l’utilità dei finanziamenti pubblici ai giornali e tantomeno alle vere cooperative di giornalisti. Perché è evidente a tutti come questi garantiscono ogni giorno a chi va in edicola un’ampia scelta tra giornali locali che propongono inchieste

Senza oneri per i lettori né per i contribuenti

esclusive, scoop che fanno tremare i palazzi del potere, approfondimenti di qualità, momenti di vero dibattito, editoriali di firme prestigiose. Soprattutto, siamo convinti che i finanziamenti pubblici dovrebbero servire a rendere la stampa libera da ogni potere e quindi più capace di fare il famoso “cane da guardia” come voi del Corriere siete convinti di fare. Del resto non sta a noi giudicare, sono i lettori che ogni giorno possono verificare come i loro soldi di contribuenti siano utili alla causa di una democrazia più matura. Noi, cosa vuole, siamo solo un raccoglitore di pubblicità e no, non si preoccupi, nessuno dei miei collaboratori si è offeso perché ha svilito il loro lavoro sostenendo che non fanno informazione. Mica riusciamo a farla noi, fancazzisti come siamo, l’informazione di un autorevole quotidiano come il Corriere di Ravenna, da cui cerchiamo solo di imparare sfogliandolo con passione ogni giorno. Però, un solo favore le chiedo, lasciamo stare questa faccenda dei contratti e dei professionisti e dei co.co.co. e degli abusivi: su quella partita lì, davvero, forse è meglio che stiate zitti anche voi della cooperativa perfetta ed è proprio il caso di dire che chi è senza peccato scagli la prima pietra. Infine, un’ultima modesta annotazione: il Celli di cui parla lei non è Giorgio, ma Pier Luigi. Giorgio Celli era l’amante dei gatti.

...e chi informa.

29

MERLINO E IL DESTINO ARIETE Finché Saturno resterà in opposizione lasciate perdere i corsi di ballo latino americano e optate per un corso di ruffianeria, che se non tonifica i glutei comunque li preserva. Non è che le cose vanno male, ma a volte certe situazioni vanno impastate nuovamente per fornicare qualcosa di nuovo. TORO A parte il sudombelico sotto sedativo e l’umore così cupo che colleghi e familiari stanno pensando seriamente di paracadutarvi tra i coccodrilli australiani, state tranquilli. Giove è con voi e dal prossimo mese questa temporanea morsa planetaria si placherà. Intanto, toccate ferro! GEMELLI I doveri vi trascinano da una parte all’altra, e gli ormoni sono animati da curiosità extraterritoriali. Mediate fra questi opposti richiami, perché la situazione stellare è mirabolante e promette fortuna. Qualche dubbio o preoccupazione potrebbe però planarvi addosso giovedì e venerdì. Scacciatelo. CANCRO La buona notizia è che le iatture dei pianeti in Bilancia stanno diminuendo, Venere è in trigono seguita giovedì da Mercurio: evitate paranoie e perdite di tempo in ogni ambito. Tutto riprende a procedere, anche se con lentezza e l’ansia vi rende piacevoli quanto e più di un prurito intimo. LEONE Gli azzardi, specie da giovedì, vi gioveranno come giocare a mosca cieca in autostrada all’ora di punta. Fate attenzione, anche a chi vi critica senza vedere la trave nel proprio… letto. Amore e lavoro un po’ sfigati, ma per i singles ci potrebbero essere, sia pure per sbaglio, incontri interessanti. VERGINE Più stanchi che nervosi, vampirizzate chiunque si avvicini. Riuscite comunque a trovare la giusta strategia per brillare sul lavoro o fare schiattare di invidia chi vi vuole male. Via libera in fatto di fornicazione nel fine settimana, nel senso che sarete così stanchi da lasciar libero il partner. BILANCIA Sole, Mercurio e Saturno sono validi appoggi per non martoriarvi con certe rotture di rotule, e sfoggiare un’utile faccia di glutei per attirare sponsor in casa e nel lavoro. Non sarà ancora tutto rose e fiori, ma almeno non dovrete farvi il sedere a forma di betoniera anche in camera da letto. SCORPIONE Venere e Mercurio nel segno rendono più proficuo un periodo faticosissimo. Dirvi di calmarvi sarà come posare un topolino davanti ad un elefante. Fate attenzione. In compenso, un sonoro colpo di glutei consente di sollevare qualsiasi pendenza, soprattutto a livello sudombelicale. SAGITTARIO Con la complicità di Marte e Giove, siete creativi, vivaci e colpite tante persone, utili non solo al vostro lavoro, ma anche ai vostri affari privati. Solo nel fine settimana fate attenzione a non trascorrere il vostro tempo con il partner esclusivamente chiusi in casa, perché potreste annoiarvi… CAPRICORNO Con Venere e Mercurio in buona posizione ritrovate quell’energia che si era un po’ appannata nei giorni scorsi. Apritevi, confidatevi, chiedete appoggi, se non volete sembrare stitici piuttosto che coraggiosi. Anche affettivamente. E ricordate che un pochino di faccia di glutei aiuta sempre. ACQUARIO Anche se Mercurio e Venere scassa, e persino Marte, non dovete applicare su colleghi e collaboratori la stessa tolleranza di un alligatore addestrato dalla Gestapo. Saturno è dalla vostra e nel fine settimana vi renderà più miti e disponibili nei rapporti, anche di tipo fornicatorio.

EDIZIONI E COMUNICAZIONE

tel 0544 408312

w w w. re c l a m . ra . i t

w w w. r a v e n n a e d i n t o r n i . i t

PESCI Con Venere e Mercurio in trigono brillate per efficienza ed efficacia, specie se si tratta di tutelare i vostri interessi alla faccia di chi è più fetente di voi. Confortati da questa evidenza, potrete dedicarvi con più impegno alle vostre facoltà papillo-gustative, ma non per gustare solo grigliate di maiale!


SPORT& TEMPO LIBERO

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

SPORT

30 FITNESS

Due giorni intensi a Cervia Sabato 22 e domenica 23 ottobre, al Club Hotel Dante di Cervia-Milano Marittima, la Federazione Italiana Fitness chiama a raccolta i migliori istruttori d’Italia, proponendo tre palchi tematici con masterclass per tutta la giornata, il Convegno Aggiornamenti di Fitness e il tradizionale Fitness Marketing Summit. Info: 0544 34124.

NUOVI SPOGLIATOI AL POLISPORTIVO DI PONTE NUOVO

L AV O R I

P U B B L I C I

Il polisportivo di Ponte Nuovo avrà presto un nuovo edificio dove troveranno spazio ampi spogliatoi e servizi. L’Amministrazione – informano da Palazzo merlato – ha dato il via libera alla ditta costruttrice, vincitrice della gara d’appalto, che inizierà i lavori tra circa un mese. La nuova struttura, con una superficie complessiva di 380 metri quadrati, comporterà una spesa complessiva di 600mila euro, sarà realizzata in moduli prefabbricati ed ultimata entro la primavera del prossimo anno. È prevista la realizzazione di due nuclei di spogliatoi distinti: uno a servizio della palestra per la Ginnastica artistica e l’altro per il gioco del calcio, con i relativi servizi di supporto.

A cura del Comitato UISP di Ravenna via G. Rasponi, 5 - RA tel. 0544.219724 - fax 0544.219725 E-mail: ravenna@uisp.it - www.uisp-ra.it

KAYAK

In novembre i corsi in piscina Domenica 6 novembre ricominciano i corsi di kayak organizzati dal gruppo Canoa Ravenna presso la piscina Comunale di Ravenna. I corsi saranno tenuti da istruttori Uisp di pluriennale esperienza e si svolgeranno la domenica nel primo pomeriggio, sono previste 6 lezioni della durata di un’ora alle quali si aggiunge una lezione di teoria e la prima uscita accompagnata. Le prime tre lezioni saranno relative alle tecniche base del Kayak, si imparerà a conoscere la canoa nelle sue varie parti e i principali movimenti di propulsione. Le ultime tre giornate serviranno a conoscere i rudimenti tecnici per poter affrontare, sempre seguiti da istruttori, le discese dei torrenti. Per informazioni contattare i numeri della Uisp e chiedere di Alberto.

A CERVIA IL PRIMO CAMPIONATO INVERNALE MISTO

ITINERARI IN SELLA

Lungo i fiumi di Ravenna di

AGOSTINO PAMBIANCO

Con l'arrivo dell'autunno, le uscite su due ruote si concentrano nelle ore centrali del giorno, per approfittare della luce solare, capace di regalare scampoli di fine estate. Suggerisco di andare alla scoperta di tranquille strade di pianura, lungo i fiumi o attraverso la bella campagna verso le prime colline. La vera “gara dura” è quella di lasciarsi alle spalle Ravenna, impresa difficile nel traffico, un vero percorso minato per i ciclisti! Il cavalcavia più tranquillo è quello del Centro iperbarico, per i ciclisti il sottopasso di Borgo Montone. Non c'è troppo da scegliere, le strade son queste e sulle altre il traffico è spesso denso, per non dire altro! Dirigetevi verso San Marco e il ponte sul fiume Montone, obbligatorio punto di passaggio per questi itinerari. Percorrendo una delle due strade d'argine, potete raggiungere San Pancrazio, dove c'è una bella pieve romanica. Da questo punto si possono aprire varie possibilità per allargare “il giro”. Superato il Montone si gira a destra con direzione Pilastro Filetto, il cui viale di tigli è da molti conosciuto e apprezzato. Si prosegue poi a sinistra, in direzione San Pietro in Trento. Giunti di fronte alla bella dimora di campagna “Villa Ramona”, si svolta a destra e, oltrepassato l'abitato, ecco la pieve di San Pietro in “Trentula”, con probabile riferimento al trentesimo asse degli appoderamenti centuriali romani. L'edificio religioso è notevole per la rustica bellezza, al suo interno una bella cripta visitabile. In poco tempo potete raggiungere Coccolia ed attraversare la statale “Ravegnana”: attenzione! Girate sulla destra dopo aver passato il fiume Ronco che seguirete fino alle porte di Ravenna. La posizione elevata permette di seguire per un lungo tratto, sulla vostra destra, un bel viale formato da pini domestici (pinus pinea). Proseguendo sull'argine con cautela, anche in moto non dovrete superare i 30 all'ora: godrete di un'insolita, quanto suggestiva veduta: Villa Monaldina. Elegante edificio padronale di fine Settecento, con molti elementi posteriori, che si affaccia con un bel parco sulla strada che corre sull'argine del Ronco, la Ravegnana di cui i ciclisti sentiranno sol-

I L

C O R SO

tanto il rumore del traffico! La nostra strada, ben più stretta, segue la sponda opposta e giunge, dopo poco, ad un incrocio sul ponte di Ghibullo, si oltrepassa la strada che conduce a San Pietro in Vincoli e si prosegue, alti sulla campagna. Questi sono i luoghi dove si combattè una grande, storica battaglia il 12 aprile del 1512. Era la domenica di Pasqua e si scontrarono gli eserciti del Papa, Giulio II e dei Francesi, vincitori, che videro cadere il proprio comandante Gastone de Foix proprio sotto gli spalti fluviali del Ronco. Il massimo della carneficina avvenne in questo punto, con l'attacco delle artiglierie del Duca d'Este trainate dai cavalli che prevalsero per rapidità dei movimenti sull'esercito ispano-italico che aveva il suo quartier generale attorno al “Molinaccio”, odierna San Bartolo sulla via Cella. La vecchia chiesa di San Bartolomeo è situata sotto l'argine del fiume, in stato di abbandono. Proseguendo si arriva alla chiusa che alimentava il molino e, successivamente, le risaie; il manufatto regola il livello del fiume e deriva acque per irrigazione. Gli “squadri” coltivati sono meno monotoni; presso un boschetto di robinia si stacca un viottolo che attraversa i campi, prende il nome da un'osteria citata in qualche cronaca: via del merlo! In vicinanza del “ponte Cella” di Madonna dell'Albero, una colonna in pietra d'Istria commemora la prima battaglia campale della storia moderna, cantata da Ludovico Ariosto e ricordata per l'immane sacrificio di giovani vite: si stimano 16 mila morti. L'omaggio alla “Colonna dei Francesi” e alla memoria dei luoghi, concludono questa breve escursione autunnale. Ma se non basta l'abbondante quarantina di chilometri, andate diritto e, attraverso via 56 Martiri, arriverete a Ponte Nuovo, alla rotonda “delle tartarughe”: qui c'è la pista ciclabile per Classe e la sua Pineta... Altrimenti potete infilare via Marabina che arriva fino al mare, a Lido di Dante. Tutto dipende dalla nebbia, dal sole e... dalla voglia di pedalare o continuare ad aprire la manopola del gas! Provato ultima volta il 5 ottobre 2011.

calcio uisp

WALKING, MOTO SENZA STRESS DA PRESTAZIONE

Andare a piedi, il “walking”, non è uno sport di grandi prestazioni, ma un’attività motoria leggera, praticabile da tutti nel corso di tutto l’anno. Nel periodo invernale si partirà in palestra per spostarsi all’ aria aperta, nei parchi, nelle giornate di caldo e sole. Camminare, ginnastica, perdita di calorie, questi gli elementi principali della nuova attività Uisp. Il corso di walking si terrà presso la palestra del centro sportivo di Ponte Nuovo in via Ancona 43 nella giornata di mercoledì con inizio dal 16 novembre. Le giornate del 16 e 23 novembre saranno di prova gratuita. I corsi avranno una durata bimensile con lezioni di un’ora settimanale. Per informazioni e iscrizioni rivolgersi agli uffici della Uisp Ravenna.

IN NOVEMBRE IL PROSSIMO TORNEO INVERNALE

T E N N I S

Partirà in novembre prossimo il nuovo torneo invernale di tennis a squadre maschile organizzato da UISP Ravenna. Dopo molti anni ritorna il tennis amatoriale UISP nel territorio di Ravenna. L'obiettivo è quello di ridare linfa vitale ad un movimento che è sempre stato circondato da appassionati e cultori di questo sport. Coinvolgere tutti i Circoli affiliati a Ravenna per costruire e sviluppare un Torneo che avrà inizio nel mese di novembre con formula a gironi per poi passare alle finali con eliminazione diretta. Lo spirito che animerà il circuito sarà sempre quello dello sport per tutti: bassi costi di gestione, regolamenti che possono essere costruiti per favorire l'attività amatoriale e premi per tutti. Tutte le informazioni sul torneo sono disponibili sul sito dalla Uisp Ravenna www.uisp.it/ravenna 219724. R A C C H E T T O N I

Playball Cervia organizza il primo campionato invernale a squadre misto di racchettoni. Il torneo si disputerà il martedì sera dalle 20 presso il Parco 5 Pini di Pinarella, per l’occasione è stato concordato un prezzo agevolato per i campi per questa manifestazione. Per partecipare occorre iscrivere minimo due donne ed un uomo per squadra, non ci sono limitazioni per le donne, mentre gli uomini non dovranno essere iscritti nella classifica 1 Uisp. Il termine delle iscrizioni è fissato per martedì 8 novembre. All’atto dell’ iscrizione saranno fornite 3 maglie tecniche con l’intestazione del campionato. Al termine del torneo verranno premiate le prime tre squadre. Per iscrizioni ed informazioni: 327 2004368 Playballasd Cervia, visita il sito www.playball.it o vieni a trovarci su face book.

Risultati terza giornata girone A Asd Bizantina-Us Savarna Asd 1 – 1 Trattoria Ca’ Rossi-Amatori Fosso Ghiaia 1 – 3 Amatori Villanova-Caffe’ Degli Archi 0 – 0 San Zaccaria “B”-Asd Godese 0 – 3 Riposa: Viola 1998 Classifica Amatori Villanova 5; Amatori Fosso Ghiaia 5; Asd Godese 4; Trattoria Ca’ Rossi 4; Az Football 2003 4; Viola 1998 4; G.S. Bruno Rossi 3; San Zaccaria “B” 3; Caffe’ Degli Archi 2; Us Savarna Asd 2; Asd Bizantina 1 Risultati prima giornata girone B Audace Bar Trattoria La Pieve-Asd Mezzano 3 – 3 Cral E. Mattei-Pol. Camerlona 1 – 0 Real Piangipane-Pol Savio Punto Pelle 1 – 5 Bar Pontino Asd-San Zaccaria “A” 0 – 4 Asd Punta Marina Terme-Rajax 4 – 1 Classifica San Zaccaria “A” 9; Cral E. Mattei 9; Pol Savio Punto Pelle 7; Pol. Camerlona 6; Asd Punta Marina Terme 6; Asd Mezzano 4; Pol Rapid Tmt 3; Real Piangipane 3; Asd Audace Trattoria La Pieve 1; Rajax 1; A.C. Lamone 0; Bar Pontino Asd 0


INFORMAZIONI& SERVIZI

BIBLIOTECHE E MUSEI BIBLIOTECA ORIANI tel. 0544 30386 Consultazione: da lun a ven 8.30-13 e 14.30-19, sab 8.30-13. Prestito: fino a 20 minuti prima della chiusura.

BIBLIOTECA CLASSENSE E MULTIMEDIATECA tel. 0544 482112 Consultazione e Multimediateca: da lun a ven 9-19, sab 9-18. Prestito: fino a 15 minuti prima della chiusura. Fondi antichi e archivio storico: mar e giov 9-17, mer e ven 9-14, sab 9-13.

INFOCITTÀ

RAVENNA& DINTORNI | giovedì 20 ottobre 2011

EMEROTECA tel. 0544 482055 Da lun a ven 8.30-22.30, sab 8.30-13, 14.30-19; dom e festivi: 8.30-12.30.

BIBLIOTECA DEL MAR tel. 0544 482774

QUALITÀ DELL’ARIA IQA dal 10 al 16 ottobre 2011 Stazione Rocca Brancaleone Via Caorle Zalamella Agglomerato di Ra.

Lun

Legenda IQA Buona Accettabile

Mar

Autorizzazione Tribunale di Ravenna n. 1172 del 17 dicembre 2001

Mer

Mediocre

Gio

Ven

Sab

Scadente

Dom

Pessima

L’IQA (Indice di qualità dell’aria) rappresenta sinteticamente lo stato complessivo dell’inquinamento atmosferico. Viene calcolato sulla base dei livelli di concentrazione degli inquinanti più critici del nostro territorio: particolato fine (PM10), biossido di azoto ed ozono. In funzione del suo valore si individuano cinque classi di qualità dell’aria. I dati giornalieri di Qualità dell’Aria relativi alla Provincia di Ravenna sono consultabili al sito: http://www.arpa.emr.it/ravenna/. L’andamento giornaliero delle concentrazioni di polveri PM10 in Emilia-Romagna è consultabile al sito: http://www.liberiamolaria.it

FIDO IN AFFIDO/1

Napo

Napo ha circa 4 anni, è di taglia piccola, molto vivace e simpatico. È la compagnia ideale per una famiglia che vorrebbe un coccolone con cui giocare. Vi aspetta la canile! Per le adozioni: Ufficio per i diritti degli animali, tel. 800 099577, oppure canile, tel. 0544 453095.

Pippo è un cagnolino davvero buffissimo! Ha circa 5 anni ed è di taglia piccola. Aspetta un padrone che gli dia tanto affetto. Perché non trovargli una nuova casa in cui giocare? Per le adozioni: Ufficio per i diritti degli animali, tel. 800 099577, oppure canile, tel. 0544 453095.

Da lun a ven 8.30-13; mar e gio anche 14-17.

ITC “G. GINANNI” tel. 0544 36449 Da lun a ven 7.30-13.30; mar e ven anche 14-17.

IPSSCT “A. OLIVETTI” tel. 0544 30326 Da lun a sab 8-13 (gio presso istituto Callegari).

EMEROTECA MULTILINGUE CASA DELLE CULTURE tel. 0544 591876 Da lun a ven 9-13.

MUSEO ATTIVITÀ SUBACQUEE tel. 335 5432810 Apertura su appuntamento.

MUSEO D’ARTE DELLA CITTÀ tel. 0544 482477 Mar, gio e ven 9-13.30 e 15-18; mer e sab 9-13.30; dom 15-18.

DOMUS DEI TAPPETI DI PIETRA tel. 0544 32512 Da lun a dom 10-18.30.

MUSEO NATURA tel. 0544 528710 Da gio a dom e festivi 9.30-13 e 14.3018.30.

Stampa: Galeati Industrie Grafiche, www.galeati.it

Dal 16 al 22 ottobre Comunale 8, via Fiume Abbandonato 124 - tel. 0544 402514;

ACCADEMIA DI BELLE ARTI tel. 0544 684409

Da lun a ven 8-19.

Direttore Generale: Claudia Cuppi Segreteria Commerciale: Veronica Rinasti, tel. 392 9784242 Pubblicità: Reclam Edizioni & Comunicazione srl Tel. 0544 408312 - info@reclam.ra.it

APERTURA DIURNA 8.30-19.30

PALAZZO CORRADINI tel. 0544 34345

ISTITUTO MUSICALE “G. VERDI” tel. 0544 212373

Redazione: tel. 0544 271068 - Fax 0544 271651 - redazione@ravennaedintorni.it

FARMACIE

Da lun a ven 14.30-18.30, sab 9-13.

Lun, mar, gio e ven 15-18, mer 9-12. Altri orari su appuntamento.

Direttore responsabile: Fausto Piazza Collaborano alla redazione: Federica Angelini, Alessandro Fogli, Luca Manservisi, Guido Sani, Serena Garzanti (segreteria), Maria Cristina Giovannini e Erika Marchi (grafica). Collaboratori: Ivan Adonis, Andrea Alberizia, Roberta Bezzi, Matteo Cavezzali, Francesco Della Torre, Lorenzo Donati, Claudia Graziani, Linda Landi, Sabrina Lupinelli, Maria Giovanna Maioli, Fabio Magnani, Giulia Montanari, Angela Schiavina, Serena Simoni Fotografie: Paolo Genovesi, Fabrizio Zani Illustrazioni: Gianluca Costantini, Geralama, Flavio Montelli

Pippo

CASA VIGNUZZI BIBLIOTECA PER RAGAZZI tel. 0544 482819

BIBLIOTECA SPORTIVA CONI tel. 0544 37432

Editore: Edizioni & Comunicazione srl Via della Lirica 43 - 48100 Ravenna - Tel. 0544 408312 - info@reclam.ra.it

FIDO IN AFFIDO/2

Gio 9.30-13.30.

Da lun a giov 9-22.30, ven 9-18, sab 9-12; sala studio e sala internet lun-ven 1722.30, sab 14.30-18.30.

31

Dradi, via Anastagi 5 - tel. 0544 35449; Comunale 3 (dal 17 ottobre), via Po 18 (Porto Corsini) - tel. 0544 446301; Comunale 9 (dal 17 ottobre), viale Petrarca 381 (Lido Adriano) - tel. 0544 495434.

Dal 23 al 29 ottobre Comunale 1, via Berlinguer 34 - tel. 0544 404210;

Comunale 2, via Faentina 102 - tel. 0544 460636; Classe (dal 24 ottobre), via Classense 72 (Classe) - tel. 0544 527410; Al Mare (dal 24 ottobre), viale Mare 80 (Casalborsetti) - tel. 0544 445019; Comunale 5 (dal 17 ottobre), viale delle Nazioni 77 (Marina di RA) - tel. 0544 530507.

APERTURA NOTTURNA 19.30-8.30

www.ravennaedintorni.it

Comunale 8 , via Fiume Abbandonato 124 - tel. 0544 402514.

APERTURA DOMENICALE 8.30-12.30/15.30-19.30 Comunale 5, via delle Nazioni 77 (Marina di RA) - tel. 0544 530507.

NUMERI UTILI Pronto Soccorso 118 Guardia Medica 800 244244 Ospedale 0544 285111 Cmp 0544 286350 Pubblica Assistenza 0544 400888 Guardia Veterinaria 0544 693099 Enpa - Protezione animali 0544 36944 Carabinieri 112 Polizia 113 Vigili del Fuoco 115 Guardia di Finanza 117 Vigili Urbani 0544 482999 Soccorso Stradale 803 116 Guardia Costiera 1530 - 0544 443011 Corpo Forestale Stato 1515 Hera Ravenna 800 939393 Telefono Azzurro 19696 Linea Rosa 0544 216316 Anagrafe 0544 482264 - 482482 Iat 0544 35755 Informagiovani 0544 36494 Centro per l’impiego 0544 608001 Sportello immigrati 0544 485301 - 0544 485302 Taxi 0544 33888


inserto di Ravenna&Dintorni giovedì 20 ottobre 2011

QUINDICINALE QUINDICINALE

SAN ROCCO interessante appartamento in villetta bifamiliare al primo piano con ingresso indipendente. Soggiorno e cucina open space, camera matrimoniale, bagno e posto auto. Completamente ristrutturato, semiarredato. Possibilità di ampliamento. Codice: 1282 - € 139.000

Sede Commerciale: via di Roma, 127 Sede Amministrativa: via San Vitale, 11

Info 392 8000800 niale con bagno e balcone, doppia e studio/guardaroba. Cantina e garage. Ottime rifiniture. € 243.000

NUOVA APERTURA: Piazza Duomo 6 Ravenna tel. 0544-217369 cell. 333-5284797 www.grupposavorani.it

FORNACE ZARATTINI Attici composti da : soggiorno con AK o cucina in nicchia, 2 bagni, 3 letto, ampi terrazzi. Impianto con pannelli fotovoltaici. Prezzi a partire da € 230.000 RAVENNA – VIA RUBICONE

affittasi appartamento 19 allo Tel. 0544 500740 e composto da due camere chiedere di Simona matrimoniali, soggiorno, cucina separata, bagno , riscaldamento autonomo. Case e appartamenti in P.zza Medeaglia d’oro Raaffitto Offerte/Domande venna. 347 0306836-331 A BOLOGNA AFFITTASI 1266648 Tel. 347 0306836 APPARTAMENTO ZONA Affittasi bilocale sito al II IN MOBILITA’ impiegata MAZZINI,/SANT’ORSOLA, piano di via Cesarea. In- cerca impiego (ottimo uso 2 LETTO, SOGGIORNO, gresso e riscaldamento in- del PC, contatto col pubbliCUCINA, CANTINA CI- dipendente, ampio bagno co, esoerienza in agenzie CLABILE, POSTO AUTO. con lavatrice. Chiamare la interinali, uffici amministra700,00 Euro Tel. 347 mattina dalle 9 alle 12,30 e zione, studi professionali, 2991048 il pomeriggio dalle 15 alle agenzie viaggio e altre

IMMOBILI

LAVORO DOMANDE

www.fincase.it info@fincase.it

esperienze di impiegata. No turno. Tel. 347 0306836 multilevel, no rappresentanPizzaiolo cerca lavoro nel za. Tel. 338 8413731 fine settimana. Tel. 338 Signora 53enne straniera, 9015882 seria, da tanti anni in Italia, Tecnico informatico con offresi per assistenza anziaesperienza pluriennale offreni, tanta esperienza ospedasi per assistenza a domicilio. liera e in cucina, disponibilità Installazione programmi, ri24 ore su 24. No perditempo. mozione virus, configurazioTel. 347 2976239 ne adsl, assistenza internet e Pensionato cerca qualsiasi posta elettronica. Zona Ralavoro, come autista, custo- venna e limitrofi. Tel. 347 de, magazziniere, anche not- 4681111

ATTIVITÀ PROFESSIONALI Idraulico esegue lavori di impianto e riparazioni termo-idrauliche. Preventivi gratuiti e max professionalità. 0544 576944 Tel. 349 7345671

RAVENNA CENTRO

Appartamenti di varie metrature, in nuovo intervento denominato “Complesso RUBICONE” : domotica di base, risc. autonomo con caldaia a condensazione, infissi 42 DB, tapparelle elettriche, sanitari sospesi, docce idromassaggio, rilevatore fughe gas, predisposizione clima, videocitofono. Finiture di pregio. Prezzi a partire da € 160.000

VIA ROCCA BRANCALEONE, 20 RA

Nel cuore del centro storico, a due passi da Piazza Caduti, due bilocali di ampia metratura, in palazzina frutto di completa ristrutturazione e di sole 3 unità : ampia zona giorno, ripostiglio, bagno, camera matrimoniale, cantina. Rifiniture di altissimo livello. ConS. ALBERTO (RA) segna febbraio/marzo 2012. OttiCasa indipendente, su lotto di mo investimento! 400 mq., costruita nel 2002 in Info e materiale in Agenzia. bioedilizia (classificazione energetica B), su due livelli : P. T. amRAVENNA pio soggiorno con camino, cucina DARSENA DI CITTA’ abitabile, bagno/lavanderia, gaAmpio e luminoso bilocale al 3° rage di 33 mq. riscaldato con ed ultimo piano, composto da: inpossibilità di ricavare taverna. P. gresso, soggiorno con Ak, dis. P. Studio o matrimoniale di 17 notte, bagno, matrimoniale. Termq., matrimoniale di 20 mq., 2 ulrazzo con pergolato. Cantina e teriori letto di 12 e 9 mq., palestra posto auto coperto. Risc. autonoe 2 bagni (1 con bagno turco e 1 mo. Basse spese condominiali. con idromassaggio). Cantina nel Ottimamente rifinito. Seminterrato. Ottimamente rifini€ 147.000 to : tetto ventilato in legno sughero, zona notte con listoni in legno, RAVENNA – ZONA VIA allarme, climatizzazione, caldaia CANALE MOLINETTO a condensazione, cancelli autoIn piccola e graziosa palazzina di matici, porte basculanti automanuova costruzione, appartamentizzate. Giardino esterno piantuto al 1° piano con ampia e lumimato con irrigazione automatiznosa zona giorno in affaccio su zata. Pav. con mattoni fatti a materrazzo vivibile, cucina in nicno. € 450.000 tratt. chia, dis. notte, bagno, matrimo-

Viale della Lirica, 53 - Tel. 0544 404047 - Fax 0544 406721 www.agenziafuturasrl.it - E-mail: info@agenziafuturasrl.it

FORNACE ZARATTINI Villette composte da : P. Terra soggiorno, cucina, bagno, garage, giardino su 2 lati;P. Primo 3 camere da letto, bagno, 2 balconi + ampio vano mansardato. Al grezzo € 250.000 - Finita € 325.000

ZONA VIA VICOLI Appartamento in palazzina di sole 5 unità, al piano rialzato, molto ben tenuto, immerso nel verde: ingresso, sala con terrazzo, cucina abitabile con balcone, 3 letto, 2 bagni finestrati; cantina, ampio garage con lavanderia. Risc. aut. Impianti a norma. Zona molto tranquilla, di esclusivo traffico locale. € 298.000 Foto in agenzia

ZONA VIALE DELLA LIRICA Appartamento al 4 piano ed ultimo, molto ben tenuto, composto da sala con angolo cottura con terrazzo abitabile, 1 letto matrim., bagno finestrato con vasca, sottotetto uso studio; garage e posto auto. Risc. aut. Completo di arredi. € 155.000 Foto in agenzia

A 14 KM DA RAVENNA (dir. RUSSI) Casa singola tutta su un piano (mq. 300), al grezzo avanzato, composta da 2 unità immobiliari, entrambe costituite da un ampio salone con camino; cucina; 3 letto; 2 bagni, oltre ad un vano uso lavanderia e ad un fabbricato in corpo staccato, di circa mq. 40. Ampio sottotetto in gran parte abitabile - Lotto urbano di circa mq. 2.300 € 297.000 Foto in agenzia

ZONA VIA CESAREA Appartamento mansardato, al 2 piano ed ultimo, in palazzina di sole 5 unità: sala con angolo cottura disimpegnato, 1 letto matrim., studio, bagno finestrato con doccia; cantina e posto auto di proprietà. Risc. aut. Parzialmente arredato. PRONTA CONSEGNA! € 159.000 Foto in agenzia

PONTE NUOVO Appartamento rifinito con ottimo gusto, composto da living con cucina disimpegnata e affaccio su splendido terrazzo ( mq. 63), in parte coperto da gazebo in arredo;2 letto; 1 bagno finestrato con doccia; disimpegno con armadio uso ripostiglio; posto auto; cantina. Risc. aut. – impianti a norma. Consegna veloce!!! € 190.000 Foto in agenzia

VIC. MEZZANO Bellissimo appartamento di nuova costruzione, al 1° piano, di ampie dimensioni ( ), con ingresso indipendente, su 2 livelli: sala (25 mq), cucina abitabile (15 mq), 2 letto, sala da bagno finestrato; mansarda abitabile di 43 mq con bagno. Garage. In corpo staccato, giardino di 1.000 mq. € 240.000 Foto in agenzia

PONTE NUOVO Appartamento di recente costruzione con ingresso indipendente al 1° piano ed ultimo, composto da soggiorno con cucina a vista; 2 letto; bagno finestrato; 2 balconi attrezzabili; ampio sottotetto completamente rifinito; garage e cantina. No spese condominiali. € 215.000 Foto in agenzia

A 10 KM DA RAVENNA Villetta centrale, ottimamente tenuta, molto luminosa, su 2 livelli, composta da: sala, cucina abitabile arredata, 3 letto ampie, 2 bagni finestrati, balcone; sottotetto rifinito uso ripostiglio. Garage e posto auto di proprietà. Giardino sul retro, con pergolato in legno. € 200.000 Foto in agenzia

RAVENNA

SAN BIAGIO Casa singola ottimamente tenuta, anni ‘70, di grandi dimensioni, zona tranquilla. Rif 52B Info in agenzia CENTRO STORICO Immobile di grandi dimensioni, varie possibilità. Rif. 83B Info in agenzia CENTRO STORICO App.to anni ‘60 ampia metratura, zona tranquilla, ingresso, soggiorno, cucina, 3 letto, bagno, balcone, cantina. Rif. 38A € 190.000,00

SE COMPRI E VENDI CON NOI

(zona Nullo Baldini)

0544.219628

RAVENNA Appartamento libero, buona metratura, ingresso, soggiorno, cucina abit., camera matrim., bagno, ripostiglio, cantina. Rif. 55A € 120.000,00

ASPETTIAMO LA TUA CASA DA VALUTARE E DA VENDERE

Via Santucci, 36 Tel./Fax

CENTRALISSIMO Vendesi ufficio di oltre 120 mq da ristrutturare. Rif. 1 € 200.000,00

PAGHERAI SOLO UNA MEDIAZIONE

ZONA COMET: Ideale per investimento!!! Grazioso monolocale di recentissima costruzione, ben diviso zona notte/giorno, con antibagno e bagno finestrato, terrazzo abitabile con tende parasole e splendido affaccio su parco, posto auto coperto e cantina. Risc. autonomo, possibilità di arredo. € 122.000,00 - Rif. 2119/RD

CENTRO STORICO, ZONA TRANQUILLA Casetta tipica ristrutturata, disposta su due livelli; al P.T.: ingresso, soggiorno con angolo cottura, bagno, giardino, garage; al 1° piano 2 camere da letto matrimoniali, bagno, balcone. € 260.000,00 Rif. 84/B SAN BIAGIO Casetta singola su due livelli anni ‘60; PT ampi servizi e giadino; P.1: ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 letto, bagno. € 270.000,00 Rif. 1/B RAVENNA, CENTRO STORICO Appartamento libero, ultimo piano, ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, 1 bagno, balcone, cantina. € 155.000,00 Rif. 8/A CENTRO STORICO AD.ZE ROCCA BRANCALEONE App.to ben tenuto ingresso, soggiorno, tinello/cucina, 2 letto, bagno, garage. € 250.000,00 Rif. 23/A

VISITA IL NOSTRO SITO

www.gecosra.it PER TUTTE LE NOSTRE OFFERTE IMMOBILIARI

PIANGIPANE:

ZONA VIA VICOLI:

Villa indipendente degli anni '90, in ottimo stato d'uso, con ampio giardino perimetrale, composta al piano terra da: salotto d'ingresso, cucina con camino, 1 camera da letto matrimoniale, bagno e garage; al piano superiore salone, cucina abitabile, disimpegno, due camere da letto e bagno con vasca angolare idro. € 600.000,00 - Rif. 2130/RD

☎ 0544. 216156 - 348.0308088

Vendesi appartamenti e villette di varie metrature, in fase di costruzione, con ingressi indipendenti e finiture di pregio. A partire da € 123.000,00 - RD PERIFERIA NORD:

Splendida casa indipendente completamente ristrutturata, su lotto di 500 mq, su due livelli, composta al piano terra da ingresso, ampia sala di mq 30 con camino, cucina abitabile di mq 20 e bagno con doccia; al piano superiore due camere da letto matrimoniali (di cui una con cabina armadio), studio, balcone e bagno con vasca idro. Ampio giardino attrezzato con percolato e camino, in corpo staccato autorimessa di mq 50, garage e posti auto interni. Impianti a norma, aria condizionata, parquet zona notte, inferiate, possibilità arredo in parte. Da vedere!!

€ 385.000,00 - Rif. 2155/RD


RAVENNA& DINTORNI

CEDESI ATTIVITÀ DI LAVANDERIA SELF SERVICE Prezzo interessante UNICA ATTIVITÀ zona Russi per info: 333 3801531 Si eseguono lavori di LUCIDATURA PAVIMENTI IN MARMO, COTTO, E PARQUET Ristrutturazioni Professionalità e prezzi contenuti Preventivi gratuiti Tel. 348 1645464 Cantine, garage, soffitte e anche appartamenti sgombero + piccoli trasporti. Massima serietà Tel. 347 8336960 * Libero le vostre cantine da libri,fumetti, dischi e cose vecchie, acquisto pagando bene. Tel. 349 2247702 D.j. vocalist, ESPERTO ANCHE DOPPIAGGI VOCALI PER I TUOI PARTY CON MUSICA DI GRANDE EFFETTO. POSSIBILITA’ STRUMENTAZIONE PROPRIA OFFRESI Tel. 340 7171418 * Laureata in lingue con esperienza all’estero impartisce lezioni d’inglese a studenti di scuole medie e

superiori a Ravenna e Faenza. Tel. 393 0358391 Laureata pluriennale esperienza di insegnamento impartisce lezioni di economia aziendale, ragioneria, matematica, diritto e segue ragazzi scuole medie ed elementari nei compiti. Tel. 347 0343580 IMBIANCHINO SANA CASA SPECIALISTA DEL MAGICO MONDO TECNOLOGICO DEI RISANAMENTI MURARI. STRATI D’INTONACO ANTIUMIDITA’ PIU’ SOTTILI DEL MONDO. Tel. 338 4660120

Ag. 1 Sede Amministrativa . via San Vitale, 11 . Ravenna

tel. 0544.215645 - 0544.211854 RUSSI CENTRO Appartamento con ingresso indipendente e cortile privato composto da soggiorno con angolo cottura una camera letto + camerino bagno cortiletto cantina (poss. Posto auto o garage). Codice: 499

€ 105.000,00

SOLUZIONE INTROVABILE A pochi km. Da ravenna, casa indipendente con oltre 3000 mq di giardino suddivisa in n. 2 soluzioni abitative indipendenti, superficie mq 130 cadauna, abitabili immediatamente, riscaldamento autonomo, impianti indipendenti ciascuna suddivisa cucina sala 3 camere letto bagni garage servizi. Codice 854

€445.00 (vendita anche frazionata) PRIMO PIANO IN REDDITO LOCATO

€ 600 mensili composto da ingresso cucina abitabile soggiorno due camere da letto matrimoniali bagno cantina balcone impianti a norma primo piano riscaldamento autonomo. Codice: 1071

€ 119.000,00

BORGO MONTONE Elegante appartamento in villa, completamente ristrutturato, piano primo: ingresso indipendente da bella loggia, salone con camino, cucina con terrazzo, camera matrimoniale, bagno e ripostiglio. Mansarda con 2 camere da letto, bagno e bellissimo terrazzo solarium. Perfetto. Codice: 1289

€ 235.000,00

NON LONTANO DAL CENTRO

Agenzia Immobiliare

ROMAGNA VENDESI RAVENNA: cedesi attività di Ferramenta Causa problemi familiari, cedesi attività avviata da molti anni, buona visibilità su strada di forte passaggio. Contratto d’affitto ancora in essere per i prossimi 9 anni. Licenza di vendita molto ampia per varie categorie merceologiche. Prezzo interessante. Info in ufficio S. ROCCO: appartamento di prossima realizzazione in palazzina di sole 5 unità. 1° P. con ascensore composto da soggiorno, cucina abitabile con balcone, disimpegno, 2 bagno, 2 letto, studio. P.T. garage e posto auto. P. Int cantina. Classe energetica “A”. info e planimetrie in ufficio. CENTRO STORICO. (VIA Oriani) appartamento recente e ben tenuto, completamente al P.Terra in bel contesto. Soggiorno, cucinotto, 2 letto, 2 bagni, studio (15 mq). Posto auto interno di proprietà. Tutto parquet, impianti a norma e riscaldamento autonomo. € 250.000 tratt. ZONA CHIAVICA ROMEA: appartamento recente e semiautonomo. In quadrifamiliare con al P.Terra garage, taverna/lavanderia, giardino e posto auto. 1° P. rialzato: soggiorno con cucina a vista, balcone, disimpegno, letto matrimoniale con balcone, 2° letto ampia, bagno. No spese condominiali. € 195.000 S. BIAGIO: soluzione particolare ideale per chi necessita anche di un secondo appartamento abbinato per ospiti o ad uso ufficio privato. Appartamento recente al 1° ed ultimo piano. Soggiorno ampio con cucina a vista, letto matr.le e bagno, accesso a mansarda composta da letto matr.le e bagno. Abbinato all’appartamento (con ingresso anche autonomo), bilocale mansardato composto da soggiorno con cottura, letto matr.le e bagno. P.T. posto auto e cantina. Risc. aut. No spese cond. € 240.000 tratt RAVENNA (zona Gallery): appartamento ben tenuto e luminoso al 2° Piano in palazzina di soli 3 piani. Ingresso, soggiorno con terrazzo a loggia, cucina abitabile con balcone di servizio e caminetto, disimpegno, 3 letto matrimoniali, 2 bagni finestrati (con doccia e con vasca). P.T. garage, cantina e posto auto. € 210.000 tratt. S. MARCO: appartamento recente con ingresso autonomo. 1° ed ultimo piano con soggiorno con cottura, disimpegno, letto matrimoniale, bagno con doccia, mansarda godibile con sala di oltre 20 mq., 3 posti auto di proprietà € 108.000 tratt

Via degli Spreti, 71 Ravenna Tel.0544.501515 - Fax 0544.504972

agenziaromagna@libero.it

Contesto solo 2 unità, grazioso appartamento al primo ed ultimo piano, con ingresso, soggiorno con angolo cottura, due camere matrimoniali, bagno, balcone, garage e cantina. Piccolo giardino. No spese condominiali. Codice: 1301

€ 175.000,00

PONTE NUOVO In villetta di recente costruzione, appartamento ingresso indipendente con soggiorno e angolo cottura, 2 camere da letto e bagno. Bella taverna con camino, e bagno -lavanderia. Piccolo giardino con gazebo e p. auto. Codice: 878

€ 225.000,00

PORTO FUORI In villetta angolare, bellissimo appartamento con ingresso indip. al 1° piano, soggiorno e cucina open space con terrazzo, due camere da letto, bagno, sottotetto rifinito. Pt: studio o garage. Ampio giardino privato con posto auto. Elegantemente arredato. Codice: 865

€ 250.000,00

PORTO FUORI Casa abbinata ad 1 lato un disposta su 2 livelli; p.t.: ingresso, soggiorno con camino, tinello, cucina, lavanderia e cantina; p.1°: tre ampie letto, bagno e ripostiglio. Giardino privato mq 140; predisposta per 2 appartamenti indip.con possibilità di ampliamento. Codice: 1218

€ 260.000,00

ZONA CINEMA CITY Grazioso appartamento in villetta, soggiorno e cucina open space che affaccia su bel terrazzo, due camere da letto, utilissimo sottotetto rifinito, bagno e posto auto coperto. Codice: 1295

€ 205.000,00

PORTO FUORI Bella casa indip.te composta da 2 appartamenti. P.T.: ingr., sogg./ angolo cottura, 2 camere da letto, taverna con portico, bagno e garage. Accesso al 1° P. da scala esterna, ingresso, soggiorno, ampia cucina, 2 camere matrimoniali e bagno. Ampio giardino privato. Codice: 1252

€ 280.000,00

Ag.3 Sede Commerciale . via di Roma, 127 . Ravenna

www.fincase.it . info@fincase.it

MEZZANO Casa abbinata, veramente ampia, 6 locali molto spaziosi, oltre ad altri 4 locali di servizio + cantina in pietra a volta e taverna con camino. Codice: 880

€ 110.000,00 LIDO ADRIANO In piccolo contesto app.to al 2° piano in ottima posizione con ingresso, soggiorno, angolo cottura, 2 camere da letto, mansarda praticabile, posto auto. Codice: 1185

€ 115.000,00 RAVENNA SEMICENTRALE Appartamento al 4° e ultimo piano senza ascensore, composto da ingresso, soggiorno, cucina abitabile, disimpegno, 2 ampie camere da letto, bagno, balcone, cantina. Posto auto. Codice: 1250

€ 99.000,00 PAESE LIMITROFO A RAVENNA Bellissima, ottime finiture, casa abbinata, salone, cucina, taverna, lavanderia, 4 bagni 4 camere da letto, 2 studi, ripostigli, balconi, giardino privato. Codice: 1199

€ 320.000,00 PORTO FUORI Bilocale al 1° e ultimo piano con zona giorno divisa da zona notte, posto auto di proprieta, ripostiglio. Codice: 1241

€ 110.000,00 (trilocale € 125.000,00 )

LOCAZIONI: MARINA RAVENNA: appartamento arredato, cucina, sala, due camere da letto, bagno, garage; mq 50 € 650,00

GHIBULLO: Bellissimo loft arredato € 500,00 RAVENNA, VARIE TIPOLOGIE: - arredato soggiorno, cucinotto, camera da letto matrimoniale, bagno; risc. aut. € 480,00 - 2 camere da letto matrimoniali, risc. aut. € 550,00 - tre camere da letto matrimoniali, risc. aut € 700,00

ADIACENZE QUESTURA Ampio salone, cucina, tre camere da letto. Doppi servizi, ripostiglio, balcone verandato, cantina e posto auto coperto. Libero subito. Codice: 349

€165.000,00

15 MINUTI D'AUTO Appartamento libero e mai abitato molto ampio composto da ingresso cucina soggiorno due camere da letto bagno bellissimo balcone riscaldamento aut garage. Codice: 672

€ 115.000,00

PORTO FUORI Casa singola su un lotto di 460 mq disposta su 2 livelli, con soggi., cucina, 3 ampie camere da letto, studio, 2 bagni, garage, ripostiglio, giardino priv. Codice: 1247

€ 299.000,00 ZONA ESTERNA Porzione di casa con giardino privato in buono stato, su 2 livelli con soggiorno, cucina, 5 camere da letto, 2 bagni, ripost., cantina, garage, posto auto. Codice: 1278

€ 135.000,00 ZONA ESTERNA A 10 minuti da ravenna graziosa casetta tutta su un piano composta da ingresso, soggiorno, cucina abitabile, disimpegno, bagno, 3 camere, tavernetta, cantina, ripostigli, giardino privato. Codice: 1253

€ 195.000,00 SAN BIAGIO Ultimo piano con ascensore composto da ingresso, ampio soggiorno, cucina piccola, disimp notte, camera matrimoniale con balconcino, camera singola, 2 bagni, cantina, posto auto coperto. Codice: 1251

€ 135.000,00 ZONA ESTERNA Ingresso indip. appartamento al P.T. come nuovo con ampio giardino, soggiorno, cucina, due camere da letto, bagno, ripostiglio, posto auto. Codice: 1297

€ 140.000,00

ZONA SEMICENTRALE Comoda a tutti i servizi, appartamento ampia metratura in palazzo con riscaldamento autonomo composto da cucina abitabile, soggiorno, due camere da letto, bagno, ripostiglio, cantina e garage. Codice: 714

€ 164.000,00

SAN BIAGIO In palazzina di sole 4 unità, libero entro 6 mesi, appartamento con ingresso indipendente, soggiorno con angolo cottura, una camera letto matrimoniale, bagno, riscaldamento autonomo, cortile. Codice: 950

€ 125.000,00

CENTRO STORICO Luminoso appartamento ultimo piano ampio ingresso aperto sul soggiorno, balcone coperto, cucina ab, 2 camere da letto, bagno e cantina. Parzialmente ristrutturato, riscaldamento autonomo libero subito. Codice: 1258

€ 165.000,00

SAN BIAGIO Contesto tipico del centro storico appartamento ristrutturato, con scalone d'entrata, luminoso soggiorno, ampia cucina abitabile, due camere da letto, bagno e posto auto interno. Codice: 818

€198.000,00 SAN BIAGIO Appartamento disposto su due livelli con ingresso, cucina abit, lavanderia, 2 bagni, sogg., disimp, 3 letto, balcone, garage doppio, cortile esclusivo. Codice: 1266

€330.000,00

VILLETTA A SCHIERA In buono stato composta da ingresso, cucina abitabile, soggiorno con grazioso caminetto, 4 camere da letto, doppi servizi, studio, garage e piccolo giardino. Codice: 1280

€ 220.000,00


34

ANNUNCI& OFFERTE

giovedì 20 ottobre 2011 | RAVENNA& DINTORNI

AGENZIA IMMOBILIARE

ZONA BOSCO BARONIO

BORGO SAN BIAGIO

Accogliente CASA ABBINATA in posizione tranquilla con giardino privato su tre lati: P.T. portico, tavernetta, cucina, bagno, ripostiglio, cantina e garage; P.P. ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 3 camere da letto matrimoniali, bagno e balcone. € 365.000,00 tratt.

PONTE NUOVO Grazioso APPARTAMENTO di recente costruzione in perfetto stato d'uso: ingresso, soggiorno, cucina, 2 camere da letto, bagno, balcone, garage. Riscaldamento autonomo. Zona tranquilla. € 160.000,00 tratt.

Luminoso APPARTAMENTO in buono stato d'uso: ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, bagno, 2 balconi, ripostiglio, cantina e garage. € 190.000,00 tratt.

ZONA OSPEDALE Confortevole APPARTAMENTO in piccolo contesto di sei unità: ingresso, ampio soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto matrimoniali, 2 bagni, ripostiglio, balcone e cantina. Riscaldamento autonomo. Ottimo stato d'uso. € 230.000,00 tratt.

ADIAC.ZE VIA RUBICONE

RAVENNA, Zona Randi si vendono n. 2 uffici ben tenuti posto al 3° piano con ascensore entrambi composti da 2 vani, antibagno, bagno, balcone e posto auto scoperto al piano terra. Attualmente gli uffici sono comunicanti. Possibilità di acquistarli già affittati. € 58.000,00 e € 88.000,00

RAVENNA, Zona Gallery in contesto condominiale ben tenuto si vende appartamento rimodernato posto al III piano con ascensore: ingresso, soggiorno, cucina abit. con balcone, 3 letto, 2 bagni e garage al piano terra. Risc. aut. Impianti a norma, ma non certificati. € 238.000,00

Spazioso e panoramico APPARTAMENTO libero da tre lati RISTRUTTURATO A NUOVO con bellissime finiture: ingresso, ampio soggiorno, studio, cucina abit., 2 camere da letto matrimoniali, bagno, veranda, cantina e garage. Riscald. a gestione indipendente. Impianti a norma di legge. Tranquillo e molto silenzioso. € 210.000,00 tratt.

ZONA VIA DE GASPERI Panoramico APPARTAMENTO molto luminoso sito all'ultimo piano con ascensore e libero da tre lati: ingresso, ampio soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto matrimoniali, bagno, 2 balconi, cantina. Risc. autonomo. € 265.000,00 tratt.

Via Nullo Baldini 6 (proseguimento via de Gasperi) RA - tel. e fax email: eurocase@fastwebnet.it

0544 33158

MADONNA DELL’ALBERO in palazzina di nuova costruzione, si vende appartamento al primo piano con ascensore: soggiorno/cucina, 2 letto, bagno, ampio balcone, garage e cantina al piano interrato. Predisposizione aria condizionata. Riscaldamento a pavimento. Possibilità di personalizzare le rifiniture. Si acquista da privato. € 190.000,00 RAVENNA, S.Biagio in palazzina ben tenuta si vende appartamento posto al II piano con ingresso, soggiorno con balcone, cucina, matrimoniale e bagno. Garage al piano terra e posto auto scoperto nel cortile condominiale. Riscaldamento autonomo e climatizzazione. Buono stato d’uso. Libero subito € 129.000,00 RAVENNA, Zona Comet in edificio di recente costruzione si vende appartamento ben rifinito posto al II piano con ascensore: soggiorno, cucina abitabile eventualmente completa di arredi, balcone loggiato, 2 letto, 2 bagni e garage di 24 mq circa al piano interrato. Rifiniture extracapitolato. € 195.000,00 Tratt.

SANTO STEFANO, si vende casa ex- colonica ristrutturata su lotto di 3000 mq composta da 3 unità abitative: P.T.: n. 2 appartamenti al grezzo; P.P.: appartamento rifinitissimo composto da: soggiorno, cucina abitabile, 3 letto, 2 bagni. Servizi in corpo staccato. Info e foto in agenzia.

RAVENNA, S.Biagio vendesi casa abbinata ad un lato da ristrutturare, disposta su 2 livelli, con giardino e servizi in corpo staccato. Ottima posizione € 285.000,00

Ravenna • Via Piave 15 • Tel. 0544/406333 (2 linee)

Ravenna, piazza Kennedy 18 tel. 0544.218550 - fax 0544.216258

www.sivanet.it - info@sivanet.it RAVENNA SAN BIAGIO

RAVENNA SAN BIAGIO

RAVENNA ZONA RUBICONE

LONGANA (RA)

RAVENNA CENTRO vendesi appartamento di circa mq. 90, sito al 1° piano, composto da: ingresso, cucina, soggiorno, 2 camere matrimoniali, bagno, balcone, cantina. Rif. 787 €. 170.000,00

Vicino al centro, app.to al 1°P di complesso di pregio con ascensore composto da: ingresso, soggiorno con terrazzo, cucina abitabile con balconcino, due letto, 2 bagni, posto auto scoperto. In discrete condizioni. Rif.5 € 230.000 tratt

App.to in piccola e graziosa palazzina del 2003 composto da ingresso, soggiorno con affaccio su terrazzo abitabile, cucina, una camera matrim., una singola con balcone, bagno, ripostiglio (o 2° bagno). Garage, cantina, risc. aut. € 260.000 Rif.790

MEZZANO-RAVENNA

RAVENNA, ZONA NULLO BALDINI

Appartamento in buone condizioni al quarto piano, composto da ingresso, ampio soggiorno, cucina abitabile (16mq), 4 balconcini, bagno finestrato, 1 camera da letto matrimoniale (17mq) e 1 camera doppia. Luminoso e arieggiato, riscaldamento centralizzato, garage al PT e cantina. Rif.8 € 160.000 RAVENNA - CENTRO STORICO

In bel contesto di recente costruzione, app.to in villetta con ingresso indipendente e giardino fronte e retro composto da soggiorno con angolo cottura, bagno, camera da letto e camerino multiuso. Posto auto. (arredamento compreso). € 120.000 Occasione! Rif.7

Bell'app.to all'ultimo piano di palazzina di sole 3 unità s/a: ampio ingresso, salone con camino, tinello con affaccio su terrazzo, cucina, 2 bagni, 1 matrim. e 2 doppie. Garage al PT (30mq) Pavimenti in legno, risc.centr. con contacalorie. € 195.000 Tratt Rif.10

PORTO FUORI – RAVENNA In zona residenziale verde e silenziosa, appartamento in villetta al PT con ampio giardino su 3 lati, portico, soggiorno, cucinotto separato e finestrato, ripostiglio e 2 camere da letto. € 195.000 Rif.26

In zona silenziosa, appartamento al primo piano di piccola palazzina senza ascensore, composto da ingresso, soggiorno con cucina in nicchia separabile, balcone, 3 comode camere da letto, 1 bagno. Grande cantina al piano seminterrato (27 mq) e posto auto nella corte. Riscaldamento autonomo, pavimenti in legno, infissi nuovi. Rif.11 € 243.000

Appartamento in villetta con BAGNACAVALLO (RA) ingresso indipendente, composto da: ingresso, soggiorno, cucina, bagno; nella mansarda 2 camere e bagno. Garage al piano sottostrada. Utenze autonome. Costruzione recente (IR). €. 170.000,00 Rif. 905 vendesi villa abbinata ad un RAVENNA, lato, così composta: P.T.: giardino su tre lati di CENTRO STORICO circa 290 mq., portico, ingresso, soggiorno, tinello, cucina, bagno, loggia, garage e lavanderia; P.P.: tre letto matrimoniali, disimpegno notte, due bagni, due ampie mansarde. Rif. 820 €. 440.000,00 Attico con bellissimo panorama, composto da: ingresso, soggiorno, cucina, RAVENNA, AD.ZE disimpegno notte, 2 bagni, PIAZZA KENNEDY 2 ampie camere (possibili- al primo piano uffici compotà della terza), terrazzo di sti da due unità distinte adiamq. 132. centi di circa mq. 234. €. 360.000,00 Rif. 746 Tratt.Riservata Rif. 829

RAVENNA, AD.ZE CENTRO vendesi splendido appartamento composto da: soggiorno, cucina, dispensa, due letto, due bagni, terrazzo, balcone, garage. Ascensore, riscaldamento autonomo. Rif. 731 €. 330.000,00

RAVENNA, ZONA VICOLI

splendida villa abbinata con ampio giardino, composta nella zona giorno da: ingresso, soggiorno-pranzo, cucina, bagno, ampia taverna e servizi vari; nella zona notte tre ampie camere delle quali una con bagno riservato e guardaroba, bagno e terrazzi a loggia. Garage doppio, ottime rifiniture con riscald. a pavimento e climatizzazione. Rif. 827 Informazioni in agenzia

RAVENNA, AFFITTANSI APPARTAMENTI DI DIVERSE TIPOLOGIE a persone referenziate. Prezzi a partire da € 500,00 Mensili

Ravenna - Via G. Garatoni, 12 - tel. 0544.35411 - scor@scor.it



Ravenna & Dintorni 460 - 20 13 2011