INVESTIRE SOSTENIBILE, rifiuti di plastica

Page 1

Ottobre 2019 | Nr. 21

INVESTIRE SOSTENIBILE

RIFIUTI DI PLASTICA

PAGINA 04 „RIDUCI, RIUTILIZZA, RICICLA“ – TAVOLA ROTONDA

PAGINA 12 (WO)MEN AT WORK

PAGINA 24 Documento di marketing della Raiffeisen Kapitalanlage GmbH


INHALT INDICE 03 03

GELEITWORT WASSER – SPIEGEL UNSERES LEBENS UND WIRTSCHAFTENS EDITORIAL

06 04

EDITORIAL ARTICOLI PRINCIPALI DIETER AIGNER

04

RIFIUTI DI PLASTICA VISION UND STRATEGIE

08 10 10

10

12

10 16 16 18 18 20 20

22 22

NACHHALTIGKEIT – VISION RESEARCH + STRATEGIE BEI RAIFFEISEN CAPITAL MANAGEMENT COSA C’E NELLA PLASTICA? RESEARCHARTIKEL „RIDUCI, RIUTILIZZA, RICICLA“ WASSER IST DIE QUELLE DES INFO BOX:LEBENS SDG 14 INTERVIEW – UNIV.-PROF. LEDIOPINIONI DEL SCHMUTZ MERCATO DR. STEFAN SUL TEMA DELLA PLASTICA SDG-GOAL NR. 6 SOCIETÀ IN PRIMO PIANO NACHHALTIGKEITSBEWERTUNG DES THEMAS WASSER INSIDE UNTERNEHMEN IM FOKUS

25

COMITATO PER GLI EU-AKTIONSPLAN INVESTIMENTI SOSTENIBILI

24

ABRISS ZUM (WO)MEN AT WORK EU-AKTIONSPLAN

22

26 27

FONDI SOSTENIBILI NACHHALTIGE FONDS RAIFFEISEN-ESG-SCORE ESG-SCORE

INHALT INDICE

EDITORIALE

IMPRESSUM Redazione: Zentrale Raiffeisen Werbung A-1030 Vienna, Am Stadtpark 9 Documento prodotto da: Raiffeisen Kapitalanlage GmbH IMPRESSUM Mooslackengasse 12, A-1190 Vienna Medieninhaber: Raiffeisen Werbung Responsabile delZentrale contenuto: Raiffeisen Kapitalanlage GmbH 1030 Wien, Am Stadtpark 9 Mooslackengasse 12, 1190 A-Vienna Herausgeber, erstellt von: Raiffeisen Kapitalanlage GmbH Stampa: Druckerei Odysseus-Stavros Vrachoritis Ges..m.b.H., Mooslackengasse A-2325 Himberg 12, 1190 Wien Für dendiInhalt verantwortlich: Luogo pubblicazione: ViennaRaiffeisen Kapitalanlage GmbH Mooslackengasse 12, 1190 Wien Luogo di produzione: Himberg Hersteller: Druckerei Odysseus-Stavros Vrachoritis Ges..m.b.H., 2325 Himberg Contenuti: Informazioni su fondi d’investimento, titoli, mercati dei Verlagsort: Wien capitali e sull‘investimento; per informazioni supplementari in accordo Herstellungsort: Himbergaustriaca sui mezzi d’informazione consultare con la regolamentazione l’impressum su www.rcm.at. www.rcm.at/nachhaltigkeit Newsletter-Registrierung unter newsletter.rcm.at Coordinamento del progetto: Mag. Irene Fragner, Mag. Sabine Macha Autoren: Mag. Klaus Glaser, Mag. Gernot Mayr, Mag. Pia Oberhauser, Grundlegende inhaltliche Richtung: Informationen zu den Andreas Perauer, MSc, Mag. Wolfgang Pinner Themenbereichen Investmentfonds, Wertpapiere, Kapitalmärkte und Foto: iStockphoto Veranlagung; zusätzliche Angaben nach dem österreichischen Medien(Cover, S. 05, S. 07, S. 08, S. 09, S. 16, S. 20) gesetz entnehmen Sie bitte dem Impressum auf www.rcm.at. Wolfgang Pecka (S. 12, S. 14, S. 15), Raiffeisen KAG (S. 24, S. 25) ] Multimedia Design grafico: [WORX Projektkoordination: Sabine Macha Consulting GmbH Autoren: Mag. Wolfgang Pinner, Dipl.-Ing. Dr.techn. Alfred Strigl, Data Pia di aggiornamento: 17Klaus Settembre Mag. Oberhauser, Mag. Glaser,2019 Dr. Heinz Macher Fotos: iStockphoto (S. 1, 4, 13, 22), beigestellt (S. 3, 6,7,9,16,21,25) Questo è un documento di marketing [WORX] Multimedia Grafik-Design: Consulting GmbH della Raiffeisen Kapitalanlage GmbH. Redaktionsschluss: 31.August 2018 Raiffeisen Capital Management è il marchio Das ist eine Marketingmitteilung der che rappresenta le seguenti società: Raiffeisen Kapitalanlage GmbH. GmbH Raiffeisen Immobilien Kapitalanlage GmbH Raiffeisen Capital Management ist die Dachmarke der Unternehmen: Raiffeisen Salzburg Invest GmbH Raiffeisen Kapitalanlage GmbH Raiffeisen Immobilien Kapitalanlage GmbH Avvertenze legali Gli investimenti nei fondi sonoKapitalanlage soggetti a rischi più alti, fino alla perdita del capitale. Raiffeisen Salzburg Invest GmbH

Il presente documento è stato redatto e realizzato da Raiffeisen Kapitalanlage-Gesellschaft Rechtlicher Hinweis m.b.H., Vienna, Austria („Raiffeisen Capital Management“ ovvero „Raiffeisen KAG“). Le inVeranlagungen in Fonds sindnonostante mit höheren Risiken verbunden, bis hinsono zu Kapitalverlusten. formazioni in esso riportate, la cura posta nelle ricerche, destinate escluDie vorliegende Information wurde senza erstelltalcun und impegno. gestaltet von Raiffeisen Kapitalanlagesivamente a scopi di informazione Esseder si basano sullo stato della Gesellschaft m. b. persone H., Wien,incaricate Österreich („Raiffeisen Management“ „Raiffeisene conoscenza delle della stesura alCapital momento della loro bzw. elaborazione KAG“). darininenthaltenen Angabene dienen, trotz sorgfältiger lediglich der possonoDie essere qualsiasi momento senza ulteriore preavvisoRecherchen, modificate da Raiffeisen unverbindlichen Information, basieren di aufRaiffeisen dem Wissensstand der mitalder Erstellung betrauKAG. È esclusa qualsiasi responsabilità KAG in relazione presente documento, ten Personenmodo zum Zeitpunkt derriguarda Ausarbeitung undlakönnen jederzeit von der Raiffeisen KAG in particolar per quanto l’attualità, veridicità o la completezza. Allo stesso ohne Benachrichtigung geändertdi werden. Jegliche Haftung der Raiffeisen im modo,weitere eventuali previsioni o simulazioni andamenti registrati in passato riportate KAG in quesZusammenhang mitcostituiscono dieser Unterlage, insbesondere betreffend Aktualität, futuri. Richtigkeit oder to documento non un indicatore affidabile per gli andamenti Vollständigkeit, ausgeschlossen. Ebenso stellen allfällige Prognosen bzw.una Simulationen Il contenuto delistpresente documento non rappresenta un’offerta, né proposta dieiner acfrüheren in dieser Information keinen verlässlichen Indikator fürsostituire künftige quisto o Wertentwicklung di vendita, né un’analisi degli investimenti. In particolare, esso non può Wertentwicklungen dar. la consulenza di investimento personalizzata né qualsiasi altro tipo di consulenza. Nel caso Die Inhalte dieser Unterlage stellenspecifico, weder einunitamente Angebot, eine Kaufoder Verkaufsempfehlung lei sia interessato ad un prodotto al suo consulente, saremmo lieti di noch eine dar. Sie dienen insbesondere nicht dazu, eine individuelle fornirle perAnlageanalyse questo prodotto, prima di qualsiasi sottoscrizione, il prospetto completoAnlao le ge- oder sonstige Beratung zu ersetzen. Sollten Sie Interesse an einem konkreten Produkt informazioni per l’investitore previste in base alla sezione 21 della legge austriaca sui fondi haben, stehen wir Ihnen gerne neben Ihrem Bankbetreuer zur Verfügung, Ihnen vor einem d’investimento (AIFMG). Investimenti concreti non dovrebbero venir effettuati prima di un allfälligen Erwerb den Prospekt bzw. die Informationen für Anleger gemäß § 21 AIFMG zur incontro con il suo consulente e senza una discussione e analisi del prospetto completo o Information zu übermitteln. Jede konkrete Veranlagung sollte erst nach einem Beratungsdelle informazioni per l’investitore previste in base alla sezione 21 della legge austriaca sui gespräch und der Besprechung bzw. Durchsicht des Prospektes bzw. der Informationen für fondi d’investimento (AIFMG). Anleger gemäß § 21 AIFMG erfolgen. Si ricorda espressamente che le operazioni di investimento in titoli possono essere in parte Es wird ausdrücklich darauf hingewiesen, dass Wertpapiergeschäfte zum Teil hohe Risiken in accompagnate da rischi elevati e che il loro trattamento fiscale dipende dalla situazione persich bergen und die steuerliche Behandlung von den persönlichen Verhältnissen abhängt und sonale e può essere soggetto a modifiche future.Die La Vervielfältigung riproduzione di von informazioni o di dati ed künftigen Änderungen unterworfen sein kann. Informationen oder in particolare l’utilizzazione di testi, partivon di testi o diTextteilen immagini contenuti nel presente docuDaten, insbesondere die Verwendung Texten, oder Bildmaterial aus dieser mento è ammessa soltanto previoZustimmung consenso dider Raiffeisen Kapitalanlage-Gesellschaft Unterlage, bedarf der vorherigen Raiffeisen Kapitalanlage GmbH. m.b.H.

Mag. (FH) Dieter Aigner Amministratore delegato di Raiffeisen KAG, responsabile per i dipartimenti Fund Management e Sostenibilità

Care lettrici e cari lettori! Nei nostri oceani ci sono quasi 100 milioni

obiettivi principali sono la riduzione della

In qualità di asset manager sostenibile,

di tonnellate di rifiuti di plastica. Le immagini

produzione di plastica, l‘obbligo di informa-

anche Raiffeisen Capital Management

di spiagge sporche e di enormi tappeti di

zione sui contenuti dei rifiuti così come il

può accelerare questo processo inve-

immondizia galleggianti, in cui galleggiano

supporto dei paesi in via di sviluppo nello

stendo in aziende che fanno un uso at-

animali marini morenti o già deceduti, si

smaltimento dei rifiuti. Nel frattempo, non

tento della plastica o che in generale si

sono da tempo piantate nelle nostre menti.

è solo la Cina a rifiutarsi di accettare i rifiuti

occupano di alternative alla plastica negli

Anche se queste scene non succedono di-

dei paesi industrializzati, ma anche altri paesi

imballaggi o le stanno già utilizzando.

rettamente davanti alla nostra porta di casa,

come la Thailandia e la Malesia hanno inizia-

Normalmente intervistiamo le aziende

siamo in parte responsabili di questo sviluppo

to a rispedire indietro il carico indesiderato

sulle loro strategie in merito. Nelle no-

a causa delle nostre abitudini di consumo. Si

nei paesi di origine. Non per questo, ma in

stre decisioni di investimento teniamo

stima infatti che dall‘80 al 90 per cento dei

generale, il problema deve essere risolto là

poi conto dei risultati di questo dialogo.

rifiuti di plastica nei mari provenga dai rifiu-

dove ha origine. Ciò significa evitare con

Ciò significa che preferiamo le aziende

ti domestici e industriali, compresi i rifiuti di

coerenza la plastica (e gli imballaggi di pla-

e gli Stati che perseguono strategie per

plastica sporchi – e in parte anche tossici –

stica). Per fare ciò c’è soprattutto bisogno

evitare la plastica rispetto a quelli per cui

provenienti dai paesi industrializzati che, dietro

della politica come regolatore, ma anche

non hanno nessuna rilevanza.

pagamento, vengono esportati nei paesi in via

della scienza, dei produttori, del commercio

di sviluppo. Tuttavia, di solito questi non hanno

e, naturalmente, anche di noi consumatori.

Considerato l‘enorme compito di fron-

né i soldi né il know-how per smaltirli corretta-

Ciò che nel commercio alimentare è, per

te al quale ci troviamo nel ridurre i ri-

mente e, di conseguenza, una gran parte viene

esempio, conosciuto come „convenience

fiuti di plastica, nessun passo può essere

scaricata direttamente nei fiumi. Successiva-

food“ (cibo già pronto) è spesso associato a

troppo piccolo e nessuna misura troppo

mente, da lì finiscono negli oceani e, volenti

una quantità di imballaggio che si potrebbe

insignificante. Con questa edizione di

o nolenti, come microplastiche anche nella

evitare. Quello che un attimo fa era pratico,

INVESTIRE SOSTENIBILE vogliamo far

catena alimentare degli animali e dell‘uomo.

poco dopo diventa un rifiuto. È ragione-

capire che tutti noi abbiamo, diretta-

vole, per fare solo un esempio, tagliare da

mente e indirettamente, un impatto sullo

A livello politico, nel maggio 2019 nell‘ambito

soli un ananas o un melone a fette, perché

stato del nostro mondo tra 10, 20, 50 e

della Convenzione di Basilea, è stato vara-

il prezzo ecologico che tutti noi paghiamo

forse 100 anni. A tal fine dobbiamo ana-

to un nuovo approccio sui rifiuti di plastica,

per ciò che si suppone sia conveniente ora è

lizzare in modo critico anche le nostre

adottato da 186 paesi in tutto il mondo. Gli

semplicemente troppo alto.

abitudini di consumo.

Stampatonach secondo le linee guida „Druckerzeugnisse“ gedruckt der Richtlinie „Druckerzeugnisse“ des österreichischen Umweltzeichens, Umweltzeichens, Druckerei Odysseus Stavros Vrachoritis GmbH, GmbH, UW-Nr. UW-Nr. 830

EDITORIALE

03


LA VITA SOTT‘ACQUA

RIFI TI DI PLASTICA

Il problema globale dei rifiuti sta diventando sempre più esplosivo, anche se il fenomeno dei rifiuti non è nato soltanto di recente. Anche in passato infatti c’erano i rifiuti, per esempio i vestiti o il cibo buttati via. Negli ultimi decenni, tuttavia, la quantità e la composizione dei rifiuti è cambiata. Una parte sempre più grande dei nostri rifiuti non può più decomporsi in modo naturale. Una parte dei rifiuti è addirittura tossica. La percentuale delle riparazioni diminuisce e a ciò si aggiunge l‘obsolescenza voluta dei prodotti.

Mag. Wolfgang Pinner Responsabile Team Investimenti Socialmente Responsabili di Raiffeisen KAG duzione di plastica ha tassi di crescita mol-

prodotta è solo parzialmente decomposta

to elevati rispetto alla crescita economica;

oppure ancora in circolazione. Secondo

mentre negli anni ‚50 si producevano poco

questo studio, i tassi di riciclaggio maggiori

meno di 1,5 milioni di tonnellate di pla-

si riscontrano in Europa con il 30 %, seguita

stica all‘anno, oggi sono circa 400 milioni

dalla Cina con il 25 %, mentre negli USA

di tonnellate. Secondo una pubblicazione

viene riciclato solo il 9 % dei rifiuti di plastica.

di un gruppo di ricercatori guidato da

In confronto, il tasso di riciclaggio della pla-

Roland Geyer dell’University of California,

stica in Danimarca si aggira intorno al 90%.

dall’invenzione della plastica sono stati

L‘Europa è leader anche nell‘incenerimento

prodotti complessivamente 6,3 miliardi di

dei rifiuti di plastica con il 40 %, mentre la

tonnellate di questo materiale ma solo il 9 %

Cina è al 30 % e gli USA al 16%. Circa l‘8 %

Alcuni tipi di rifiuti sono molto preoc-

bilancio globale del carbonio disponibile per

è stato riciclato e solo il 12 % è stato ince-

della produzione mondiale di petrolio viene

cupanti dal punto di vista ambientale.

raggiungere l‘obiettivo degli 1,5 gradi.

nerito. Ciò significa che l‘80 % della plastica

utilizzato per la produzione di plastica.

tossicità, ma a causa della loro fortissima

Il motivo del problema dei rifiuti di plasti-

L‘inquinamento dei rifiuti sulle spiaggie

crescita, oltre ai rifiuti di plastica, le micro-

ca è facile da spiegare. Le materie plastiche

I rifiuti più comuni sulle coste di seguito elencate, quota percentuale ogni 100 metri

plastiche e i rifiuti elettronici sono tra i

hanno diversi vantaggi: sono leggere, eco-

maggiori problemi. I rifiuti di plastica sono

nomiche, facilmente modellabili e durevoli.

ormai onnipresenti negli oceani e gli im-

Ma è proprio questa durabilità che diventa

pianti di depurazione non sono in grado di

un problema dal punto di vista ambientale.

filtrare completamente le microplastiche

In mare una bottiglia di plastica ha bisogno

che entrano nella catena alimentare mari-

di circa 450 anni per decomporsi. E anche

na. L‘importanza della produzione di mate-

allora, la plastica inizialmente si scompone

Non necessariamente a causa della loro

In mare una bottiglia di plastica ha bisogno di circa 450 anni per decomporsi.

04

ARTICOLI PRINCIPALI

solo in particelle di plastica più piccole e appena visibili, cioè in microplastica. Più piccole sono le particelle di plastica, maggiore è il rischio di essere ingerite dagli animali. L‘origine dei rifiuti di plastica che inquina-

Mediterraneo

Mar Nero

Mare del Nord

Mar Baltico

Pezzi di plastica/di polistirolo 18 % 2,5–50 cm

Pezzi di plastica/di polistirolo 24 % 2,5–50 cm

Posate / Vassoi / Cannucce

17 %

Pezzi di plastica/di polistirolo 14 % 0–2,5 cm

Mozziconi di sigaretta

Mozziconi di sigaretta

14 %

Cavi con diametro <1 cm

12 %

Coperchi/Chiusure

7%

Altri prodotti tessili

4%

rie sintetiche non è da sottovalutare nem-

no gli oceani in varie regioni del mondo è

meno per quanto riguarda il cambiamento

facilmente comprensibile. Degli oltre 10

Bastoncini di cotone

climatico. L‘“Atlante della plastica“ pubblica-

milioni di tonnellate di rifiuti che ogni anno

to nel 2019 dalla Fondazione Heinrich Böll e

finiscono negli oceani, circa tre quarti sono

Altro

da Global 2000 prevede che entro il 2050 la

rifiuti di plastica. E il volume dei rifiuti di pla-

plastica potrebbe usare tra il 10 e il 13 % del

stica sta crescendo notevolmente. La pro-

4% 41 %

10 %

Coperchi/Chiusure

5%

Coperchi/Chiusure

14 %

Materia plastica espansa

5%

Bottiglie per bibite

12 %

5%

Sacchetti (ad esempio: sacchetti della spesa)

5%

4%

Bastoncini di cotone

5%

Altri articoli in argilla/ ceramica Sacchetti (ad esempio: sacchetti della spesa) Altro

47 %

Altro

33 %

Mozziconi di sigaretta

36 %

Sacchetti di truciolo, confezionamenti per dolciumi e bastonici per lecca-lecca

9%

Bottiglie per bibite

9%

Pezzi di plastica/di polistirolo 2,5–50 cm

6%

Coperchi/Chiusure

5%

Lattine

5%

Altro

30 %

Fonte: PLASTIKATLAS /Appenzeller/Hecher/Sack (M) CC-BY-4.0; Aggiornamento: 2019

ARTICOLI PRINCIPALI

05


INVESTIRE SOSTENIBILE | Ottobre 2019 | Nr. 21

RIFIUTI DI PLASTICA

La discarica invisibile Solo una minima parte rimane in superficie Stime della quantità di plastica negli oceani, in tonnellate, 2018

86 milioni di tonnellate

Le dimensioni del vortice dei rifiuti

Stima della quantità totale di plastica che finora è finita in mare

Le dimensioni del „Great Pacific Garbage Patch“ – Un confronto Great Pacific Garbage Patch 1,6 Mio. km2 = 4,5 volte la superficie della Germania

Germania 357.386 km2

USA

210.000 – 439.000 tonnellate

Plastica galleggiante sulla superficie del mare

Messico Oceano Pacifico

23 milioni

Fonte: PLASTIKATLAS /Appenzeller/Hecher/Sack (M) CC-BY-4.0; Aggiornamento: 2019 Il Programma delle Nazioni Unite per l‘am-

Pacifico o „Great Pacific Garbage Patch“ che

biente (UNEP) stima che su ogni chilome-

sembra ormai aver raggiunto circa 20 volte

tro quadrato di superficie marina galleggiano

le dimensioni dell‘Austria. Le conseguenze

fino a 18.000 pezzi di plastica di varie di-

dei rifiuti plastici sono devastanti anche per

mensioni. Secondo l‘“Atlante della plastica“,

la fauna marina: le balene muoiono di fame

i rifiuti di plastica in mare sono così suddivisi:

perché i loro stomaci sono pieni di rifiuti,

Fino a 18.000 pezzi di plastica per ogni chilometro quadrato di superficie marina. il 26,8 % si trova nelle acque costiere, il 33,7 % lungo i fondali delle coste e del mare, il 39 % in mare aperto e lo 0,5 % sulla superficie dei

06

ARTICOLI PRINCIPALI

Plastica sotto la superficie delle acque costiere

29 milioni

sulle coste e sui fondali marini

le foche, i delfini e le tartarughe vengono le microplastiche, se entrano nella catena ali-

Superficie marina 0,5 %

mentare, possono diventare sempre più un rischio anche per la salute dell‘uomo.

I PRINCIPALI RESPONSABILI: I PAESI EMERGENTI

Al giorno d’oggi, i maggiori produttori di

mari. Fenomeni particolari sono i cosiddetti

rifiuti di plastica sono i mercati emergenti.

vortici dei rifiuti, nei quali si accumulano

Secondo l‘Istituto Alfred Wegener di Bre-

giganteschi tappeti di immondizia. La plastica

merhaven, si stima che ogni anno finiscano

viene catturata dalle correnti oceaniche e

nel mare da 4,8 a 12,7 milioni di tonnellate

forma enormi „isole di plastica“. Il più grande

di plastica, secondo un rapporto di alcuni

di questi vor tici è il Vor tice del Nord

ecologisti tedeschi, il 90% circa di queste

In mare aperto

Coste e fondali marini

39 %

34 milioni

Plastica immersa nelle profondità del mare aperto

strangolati dai pezzi di plastica. In particolare,

26,8 %

Acque costiere

33,7 %

Fonte: PLASTIKATLAS /Appenzeller/Hecher/Sack (M) CC-BY-4.0; Aggiornamento: 2019

ARTICOLI PRINCIPALI

07


INVESTIRE SOSTENIBILE | Ottobre 2019 | Nr. 21

RIFIUTI DI PLASTICA

raggiungono gli oceani attraverso 10 sistemi

per la sostenibilità e il turismo, in Austria –

della Commissione UE per i dieci prodotti

fluviali, di cui 8 si trovano in Asia e 2 in Africa.

dei circa 0,92 milioni di tonnellate di rifiuti

in plastica monouso più diffusi presenti sulle

In un rapporto del World Economic Forum

plastici prodotti annualmente – solo il 28 %

spiagge dell‘UE nonché per gli attrezzi da

del 2016, l‘80 % dei rifiuti di plastica smalti-

viene riutilizzato (ovvero poco meno di un

pesca abbandonati, smarriti e buttati. La

to in modo incontrollato in tutto il mondo

terzo), mentre il resto viene smaltito negli

ragione è la lotta ai prodotti di plastica che

viene attribuito all‘Asia. L‘Asia sudorientale

inceneritori. Con il progetto pilota ReOil, la

hanno vita breve e che spesso finiscono

attualmente ha pochissimi sistemi efficienti

OMV sta cercando di riconvertire la plastica

di smaltimento dei rifiuti, le attività di rac-

in greggio. Il processo sottostante consiste

colta dei rifiuti di plastica sono pressoché

nel riscaldare la plastica a oltre 400 °C. A

inesistenti e mancano anche i finanziamenti

questa temperatura, le lunghe catene di

pubblici per tali misure.

unità molecolari di plastica vengono depolimerizzate, cioè frantumate o decomposte.

Per quanto riguarda la produzione di articoli in plastica monouso, nel 2014 il 38 % è stato

I RIFIUTI DI PLASTICA NEL CONTESTO DELLE TRE DIMENSIONI DELLA SOSTENIBILITÀ

tetiche e le microplastiche l‘attenzione

in natura come „littering, il contrasto alla

E (Ambiente – Environment)

delle aziende a ridurre o eliminare l‘uso

plastica „usa e getta“, nonchè la lotta agli

I rifiuti di plastica e le microplastiche

della plastica. Si potrebbe anche creare

imballaggi di plastica non necessari.

attualmente sono tra i problemi am-

sempre più un quadro giuridico che

bientali più gravi. In par ticolare, l‘ac-

vieti la plastica e le microplastiche; in

L‘UE stabilisce che entro il 2023 le bottiglie

cumulo di rifiuti di plastica nei mari

questo caso, i primi divieti nazionali

di plastica monouso per bevande devono

minaccia di danneggiare gravemente e

delle buste di plastica e il divieto di alcuni

Il risultato è il greggio sintetico. La ricerca

essere almeno per il 30 % realizzate con pla-

a lungo termine l‘equilibrio ecologico.

prodotti in plastica a livello UE possono

attuale sta inoltre cercando sempre più

stica riciclata, inoltre, a partire dal 2025,

prodotto nella regione Asia e Pacifico, il 21 %

spesso di utilizzare enzimi per decomporre

l‘obiettivo dell‘UE per il riciclaggio degli

S (Sociale – Social)

in Nord America, il 17 % in Medio Oriente,

le materie plastiche. In generale, i tassi di ri-

imballaggi di plastica è del 50 %. Per quanto

Dal punto di vista sociale, in relazione

Conclusione:

il 16 % in Europa, il 4 % in America Latina e

ciclaggio della plastica sono bassi rispetto ad

riguarda le alternative alle plastiche tradizio-

ai rifiuti di plastica si pone la doman-

Per Raiffeisen Capital Management evi-

solo l‘1 % in Africa.

altri materiali. Secondo la Fondazione Ellen

nali, le bioplastiche rappresentano attual-

da in che misura l’impatto negativo

tare e gestire i rifiuti di plastica sono

MacArthur, nel caso della plastica sono di

mente solo l‘1 % circa della produzione di

sull‘intera catena alimentare possa

temi importanti. Questi comprendono,

poco inferiori al 14 %. Nel suo rapporto del

plastica. Le bioplastiche sono materiali basati

nuocere all‘uomo stesso.

tra l’altro, le azioni di società che ope-

Le possibili strategie contro i rifiuti di pla-

2016, il World Economic Forum indica un

sulle materie prime rinnovabili e/o biode-

stica vanno dalla raccolta e dal riciclaggio

tasso di riciclaggio del 58 % per la carta; nel

gradabili. La biodegradabilità è ovviamente

G (Governance)

Tomra oppure produttori di materiali

ai divieti e alle alternative biologiche. Per

caso del ferro e dell‘acciaio va dal 70 al 90 %.

in contrasto con la durabilità, uno dei prin-

Dal punto di vista della governance,

sostenibili creati da risorse rinnovabili

cipali vantaggi della plastica.

per quanto riguarda le materie sin-

come Lenzing o Borregaard.

SOLUZIONI

quanto riguarda la raccolta della plastica

08

ARTICOLI PRINCIPALI

si concentra sull‘impegno volontario

essere visti come un primo passo.

rano nel settore del riciclaggio come

spesso questa si rende difficile perché la

I divieti per la plastica riguardano anche

plastica raccolta spesso è disomogenea.

gli imballaggi come i sacchetti di plastica. A

Il passaggio al principio „cradle to cradle“

livello internazionale, alcuni paesi come il

Il tema delle microplastiche presenta ulteriori

sioni, la maggior parte degli impianti di

Ultimamente, la microplastica è diventata un

potrebbe portare a una vera e propria eco-

Ruanda, la Francia, il Kenya e il Bangladesh

problemi specifici. Le microplastiche sono

depurazione non è in grado di filtrare le

argomento sempre più importante anche in

nomia circolare attraverso la progettazione

hanno già adottato misure simili. In Austria,

particelle di plastica di dimensioni inferiori

microplastiche dalle acque reflue, cosicché i

agricoltura. Le piccolissime fibre sintetiche

di prodotti intelligenti. Ideale sarebbe consi-

i sacchetti di plastica non completamente

a cinque millimetri. Possono essere utilizzate

pezzettini di plastica finiscono in mare attra-

si trovano nel suolo, nel bestiame e quindi

derare una serie di fattori fondamentali già

biodegradabili saranno vietati a partire dal

come materiale di base per la produzione di

verso i sistemi fluviali. Lì, le sostanze altamen-

negli alimenti. Questo è dovuto all‘uso della

al momento del design e della produzione

2020. Inoltre, a partire dallo stesso anno,

plastica o formarsi in seguito alla degrada-

te tossiche possono aggregarsi alle particelle

plastica, per esempio, per impianti di irriga-

della plastica. Le materie sintetiche utilizzate

sarà vietata l‘aggiunta di particelle di micro-

zione o all’effetto meccanico su oggetti in

di microplastica nell‘ambiente marittimo. La

zione, serre e gallerie. Per la protezione

dovrebbero essere durevoli, riutilizzabili, ri-

plastica ai prodotti cosmetici e ai detergen-

plastica di grandi dimensioni. Le micropla-

fauna marina che scambia la microplastica

contro gli uccelli, interi alberi o cespugli

ciclabili e prive di sostanze inquinanti, inoltre,

ti, a meno che fino ad allora non sia stata

stiche vengono però anche utilizzate nei

per cibo, entra in contatto con le particelle

vengono talvolta avvolti con plastica. Le

dovrebbe essere utilizzata plastica riciclata.

trovata una soluzione europea. In questo

prodotti di consumo come dentifrici o

tossiche e le ingerisce. In questo modo, gli

microplastiche si trovano anche nei fanghi di

Secondo uno studio del Ministero federale

contesto va anche menzionato il divieto

“scrub”. A causa delle loro piccole dimen-

inquinanti entrano nella catena alimentare.

depurazione sparsi sui campi.

MICROPLASTICHE

ARTICOLI PRINCIPALI

09


COSA C’E NELLA PL ASTICA? I materiali sintetici o, colloquialmente, la plastica sono materiali fantastici. Sono modellabili, resistenti, leggeri, igienici e generalmente economici. Un mondo moderno senza plastica non è più immaginabile, ma le caratteristiche positive hanno anche i loro lati negativi. Percentuale della produzione di plastica in base ai campi di applicazione 13,2 % Altri 3,8 % Elettricità

Industria 0,8 % Trasporti 6,7 %

11,9 % Beni di consumo Edilizia 18,8 %

Le materie plastiche finite nell‘ambiente

Per migliorare le proprietà del prodotto si

vengono decomposte nel tempo a causa

aggiungono i cosiddetti additivi alla plastica.

dei fattori esterni, ma la loro struttura

Questi includono plastificanti, ritardanti di

chimica rimane inalterata per molto tem-

fiamma, stabilizzatori termici, riempitivi, co-

po. Inoltre, gli additivi come plastificanti,

loranti, stabilizzatori e rinforzanti. Un noto

stabilizzatori, coloranti, ecc. aggiunti alla

additivo è il bisfenolo A, il quale viene ag-

plastica contaminano la natura. I residui

giunto alle bottiglie in PET da alcuni pro-

di dimensioni minime, le cosiddette micro-

duttori come stabilizzatore. Il bisfenolo A è

plastiche, create dalla frantumazione

sospettato di essere dannoso per la salute.

della plastica, vengono assorbiti dagli organismi viventi e quindi entrano nella

La vita utile (il tempo di utilizzo del prodot-

catena alimentare. Gli effetti della plastica

to) varia a seconda del campo di applica-

e dei suoi additivi sull‘uomo e sull‘am-

zione e della materia sintetica. Il materiale

biente o sull‘ecosistema sono molteplici

da imballaggio ha i tempi di utilizzo più corti,

e poco studiati.

in media sei mesi, mentre nel settore delle costruzioni la vita utile più lunga è in media

44,8 % Imballaggi

Nel 2015 sono stati prodotti circa 400 milioni di tonnellate di plastica in tutto il mondo. Il prodotto di base della plastica è quasi esclusivamente il petrolio o il gas

Percentuale della produzione di plastica in base ai polimeri 4,9 % Altri 8,2 % PUR

PS 7,6 % PET 10,2 %

HDPE 16,3 %

di poco più di 35 anni.

E DOPO?

Al termine della sua vita utile, la plastica può

PP 21 %

Coloranti 2 % Stabilizzatori termici

5%

Rinforzanti

5%

Stabilizzatori

9%

Ritardanti di fiamma

13 %

Riempitivi

28 %

Plastificanti Altri

34 % 4%

Tempo di utilizzo medio in base al campo di applicazione Imballaggi Beni di consumo Elettricità Trasporti

0,5 anni 3,5 anni 8 anni 13 anni

Industria

20 anni

Edilizia Altri

35 anni 5 anni

essere riciclata, incenerita o depositata in

zate in vari settori con vita utile diversa.

discarica. Da un lato, grazie all’incenerimento

La maggior par te, circa il 45 %, è utiliz-

è possibile utilizzare l‘alta densità energetica

Fonte: Grafici estratti da Geyer R., Jambeck J., Lavender Law K. (2017),

zata come materiale da imballaggio, seguita

della plastica, ma si rilascia anche CO2 che

Production, Use and Fate of all Plastics ever made, Science Advances, 3(7), e1700782

dall‘edilizia con circa il 19 % e l‘uso come beni di consumo con circa il 12 %.

ha un impatto negativo sul clima. Il deposito in discarica non rilascia carbonio nell‘atmo-

di base sopra menzionate e per i cosiddetti

una completamente nuova, quindi, il proces-

sfera, ma nel caso di deposito improprio la

materiali plastici compositi. In quest‘ultimo

so di riciclaggio presenta delle perdite. Tut-

Il 90 % della plastica è costituito da sei

plastica finisce nell‘ambiente e ha un impat-

caso, diversi tipi di plastica sono saldamen-

tavia, diversi studi1 hanno dimostrato che il

materie sintetiche di base: poliureta-

to sulla fauna e la flora.

te legati tra loro, rendendo la separazione

riciclaggio è considerato il metodo più rispet-

estremamente laboriosa e costosa. Inoltre,

toso dell‘ambiente nell’ambito della gestione

no (PUR), polietilene tereftalato (PET),

20 % LDPE

Percentuale degli additivi complessivi aggiunti alla plastica

naturale. Le materie sintetiche sono utiliz-

11,8 % PVC

10

Mag. Gernot Mayr Senior Fund Manager di Raiffeisen KAG

cloruro di polivinile (PVC), polistirene

Nel riciclaggio, la plastica vecchia viene tra-

devono essere rimosse o ridotte al minimo

dei rifiuti di plastica, anche se l’eliminazione

(PS), polipropilene (PP) e polietilene

sformata in plastica quasi nuova, ma si devono

le impurità. Il riciclaggio in sé non può essere

della plastica, sostituendola con sostanze

(PE). A seconda del processo produt-

considerare varie sfide. I rifiuti di plastica de-

ripetuto all’infinito. A seconda della plastica,

più facilmente degradabili, è naturalmente il

tivo e delle proprietà, il polietilene si può

vono innanzitutto essere separati in base al

il materiale dopo un certo numero di pas-

migliore. Secondo l‘OCSE2 , per esempio,

suddividere anche in polietilene ad alta

tipo di plastica. Ciò è particolarmente pro-

saggi di riciclaggio deve essere degradato

ogni tonnellata di PET riciclata in alternativa al

Fonte: Grafici estratti da Geyer R., Jambeck J., Lavender Law K. (2017),

densità (HDPE) e polietilene a bassa

blematico per le materie plastiche che, da un

all’uso in applicazioni inferiori. In altre parole,

deposito in discarica consente di risparmiare

Production, Use and Fate of all Plastics ever made, Science Advances, 3(7), e1700782

densità (LDPE).

lato, non appartengono alle materie plastiche

da una bottiglia in PET non si può produrne

1,7 tonnellate di CO2.

RESEARCH

1 C. A. Bernardo: Environmental and economic life cycle analysis of plastic waste management options. A review; 2016 2 OECD publishing: Improving Markets for Recycled Plastics (Trends, Prospects and Policy Respones); 2018

RESEARCH

11


INVESTIRE SOSTENIBILE | Ottobre 2019 | Nr. 21

Tavola rotonda

Tavola rotonda

sul tema della

Moderazione: Mag. (FH) Dieter Aigner

plastica

„RIDUCI, RIUTILIZZA, RI CICLA“

Mag.a Tanja Dietrich-Hübner Responsabile per la sostenibilità presso Österreich – REWE International AG

Mag. Michael Huber Fund Manager presso Raiffeisen KAG

DI Christian Pladerer Membro del CdA dell‘Istituto di Ecologia austriaco

Dr. Doris Ribitsch Responsabile del team di biologia molecolare dell‘Istituto per le biotecnologie ambientali dell‘università di scienze agrarie e biologiche di Vienna in

12

„RIDUCI, RIUTILIZZA, RICICLA“

Con la moderazione di Dieter Aigner, am-

re e ridurre la plastica. Le vere leve sono

è minimo. I rifiuti residui sono costituiti per

Abbiamo molto da recuperare anche per

mo una soluzione per tutto. Ma le tre „R“,

ministratore delegato di Raiffeisen Capital

altrove. Trovare soluzioni intelligenti sul pia-

il 30 % da materiale biogenico. Gran parte

quanto riguarda la raccolta differenziata dei

“Reduce, Reuse & Recyle”, cioè Ridurre,

Management, Tanja Dietrich-Hübner, re-

no ecologico, della compatibilità sociale, ma

di questo sono rifiuti alimentari e addirittu-

rifiuti. Soprattutto nel settore della plastica.

Riutilizzare e Riciclare, ci permetterebbero

sponsabile della sostenibilità di Österreich

anche dell’efficienza economica è una vera

ra rifiuti alimentari evitabili. In altre parole,

– REWE International AG, Michael Huber,

arte. Ciò non vale solo per gli imballaggi, ma

rifiuti che sarebbero ancora stati comme-

La scienza e la ricerca danno un importante

gestore di Raiffeisen Capital Management,

per i prodotti alimentari in generale.

stibili. Finiscono nella spazzatura perché

contributo quando si tratta di soluzioni inno-

Christian Pladerer: Io a questo elenco

di fare un gran passo avanti.

si è comprato troppo, forse si è andati in

vative per la riduzione dei rifiuti di plastica …

aggiungerei addirittura i termini Rethink,

dell’Istituto austriaco di ecologia (Öster-

Può farci un esempio concreto?

vacanza, è cambiato lo stile di vita o la data

Doris Ribitsch: Per molto tempo si pensava

Refuse (Ripensare, Rifiutare), non è neces-

reichisches Ökologie-Institut), e Doris

Tanja Dietrich-Hübner: Lo scorso anno

di scadenza era stata di poco superata.

del tutto impossibile che le materie sinteti-

sario produrre o consumare tutto, e

Ribitsch, direttrice del dipar timento di

abbiamo lanciato sul mercato una bottiglia

Tuttavia, esiste un‘elevata percentuale di

che, che nella loro struttura chimica sono

Redesign, cioè progettare gli imballaggi e

biologia molecolare dell’Istituto di bio-

di vetro monouso per il latte. Questo ha

materiali riciclabili nei rifiuti residui: imbal-

completamente artificiali, fossero degra-

i prodotti in modo tale che possano essere

tecnologia ambientale presso l’Università

suscitato molte discussioni, anche all‘interno

laggi di carta e plastica nonché imballaggi

dabili in modo naturale. Tuttavia, abbiamo

riutilizzati e pertanto inseriti in un‘economia

di scienze agrarie e scienze biologiche di

della nostra azienda, perché anche noi a-

in vetro e metallo. Se si considerano i rifiu-

trovato e isolato microrganismi, enzimi, che

circolare.

Vienna (BOKU Wien), discutono sulle sfide

vremmo preferito portare sul mercato una

ti da Bregenz (nella parte più occidentale

possono farlo. Abbiamo trovato quello che

legate al tema dell’eliminazione e della

bottiglia a rendere. Ma non c‘erano fornitori

dell’Austria) ad Eisenstadt (nella parte più

cercavamo nel compost. Perché i pomo-

Quale contributo viene dall‘investitore?

riduzione della plastica.

in Austria, quindi avremmo dovuto ripiegare

orientale dell’Austria), i rifiuti residui “veri

dori, le mele ecc. hanno una buccia simile

Michael Huber: Analizziamo con attenzione

Christian Pladerer, membro del CdA

sulla Baviera. Non volevamo farlo. Adesso,

e propri” sono circa il 30% dell’insieme dei

alla cera, e questo non è altro che un polie-

le società per quanto riguarda la gestione

Da un esame più attento emerge che il tema

uno dei nostri partner nel settore lattiero-

rifiuti.

stere, anche se strutturalmente diverso.

dei rifiuti e la loro riduzione e in questo

dell’eliminazione e della riduzione della plastica

caseario ha investito in una linea di prodotto di

Abbiamo quindi cercato microrganismi,

contesto collaboriamo con agenzie di ricer-

negli imballaggi è decisamente complesso ed è

questo genere e l‘anno prossimo passeremo

Stiamo segnando il passo in termini di rifiuti?

come i patogeni vegetali, che possono at-

ca esterne che ci forniscono i dati. Per noi è

influenzato da molti gruppi di interesse diversi.

alle bottiglie a rendere. Dietro ci sono

Christian Pladerer: Da circa 30 anni l‘Austria

taccare questi frutti e li abbiamo testati sulla

importante anche lo sviluppo di un‘azienda,

A che punto siamo e cosa possiamo fare in

enormi investimenti e stiamo camminando

dispone di un sistema di gestione dei rifiuti

plastica. E in effetti c’è stata dell’attività. Ora,

per esempio, se c‘è un miglioramento. La

termini di sostenibilità in questo settore?

sul filo del rasoio, perché non sappiamo

regolamentato, con una legge sulla gestio-

in natura non esiste esattamente la sostanza

qualità dei dati svolge un ruolo fondamenta-

Tanja Dietrich-Hübner: Il commercio ali-

ancora se i nostri clienti lo accetteranno.

ne dei rifiuti e un decreto sugli imballaggi.

„PET“, ma solo una sostanza molto simile,

le in questo senso. Dal nostro punto di vista,

mentare al dettaglio e soprattutto noi in

Non dobbiamo pensare che più sostenibi-

Inoltre, la nostra attenzione si è rivolta a

la cutina per l’appunto. Poiché non è com-

negli ultimi anni ci sono stati molti sviluppi

qualità di leader di mercato ci troviamo di

lità non costi nulla. Le aziende spesso hanno

tenere sotto controllo le discariche. Esiste la

pletamente identica, non è così attiva sulle

positivi. Le aziende sono consapevoli che

fronte ad aspettative molto grandi in tema

l’obbligo di prendere l’iniziativa e assumersi

raccolta dei rifiuti regolamentata, la raccolta

nostre materie sintetiche come lo è sui

sempre più investitori puntano sulla sosteni-

di imballaggi. Il „BILLA-Sackerl“ (sacchetto

dei rischi.

differenziata e il riciclo dei materiali. A livel-

polimeri naturali. Stiamo quindi cercando di

bilità. Vediamo una tendenza positiva e con

lo globale, siamo tra i leader nella gestione

migliorare questi enzimi in modo che pos-

i nostri investimenti cerchiamo di generare

marchio distintivo per molto tempo. Oggi,

L’Istituto austriaco di ecologia analizza tra

dei rifiuti. Eppure, i rifiuti sono in aumen-

sano essere utilizzati anche a livello industri-

un impatto positivo. Per quanto riguarda

questi sacchetti di plastica resistenti non

l’altro anche i rifiuti residui delle famiglie.

to. La quantità totale di rifiuti in Austria è

ale. Siamo sulla buona strada.

il tema degli imballaggi di plastica, le cose

esistono più. Anche se a quei tempi aveva-

Quali conclusioni si possono trarre?

aumentata del 14 % tra il 2009 e il 2016.

mo già una quota dell‘80 - 90 % di riciclato.

Christian Pladerer: Analizziamo, per esem-

I rifiuti residui continuano ad aumentare.

Questo può risolvere il nostro problema?

Si discute ora dei sacchetti di plastica sottili

pio, la composizione dei rifiuti residui per

Non abbiamo fatto un buon lavoro. Anche

Doris Ribitsch: Posso rispondere solo con

Il consumo mondiale di imballaggi di plastica

per la frutta e verdura. Ma questa è solo la

conto di comuni e aziende. Da molti anni

se da 30 anni diciamo che vogliamo evitare i

un “ni“. Perché ci sono così tante materie

ammonta a 78 milioni di tonnellate all‘anno.

punta dell‘iceberg quando si parla di evita-

ormai una cosa è evidente: il cambiamento

rifiuti. Anche da noi non è tutto rose e fiori.

sintetiche e applicazioni e noi non abbia-

Il 32 % di questi finisce in natura o in mare. Il

del supermercato BILLA) è stato il nostro

devono essere discusse in modo oggettivo:

TAVOLA ROTONDA

13


Mag. (FH) Dieter Aigner Aministratore delegato di Raiffeisen KAG

40 % viene depositato in discarica, il 14 %

Michael Huber: A Vienna si raccoglie di

sviluppata. C’è inoltre bisogno di più magaz-

trebbero essere ricompensati tramite un va-

Quali società sono interessanti per gli in-

ranno sul mercato imballaggi più sostenibili.

incenerito e solo il 14 % viene riciclato.

meno perché si sa che i rifiuti vengono

zini nelle filiali. Il commercio alimentare al

lore aggiunto finanziario o in altro modo. Le

vestitori?

Ma anche perché noi consumatori acqui-

Deve succedere qualcosa. Sono respon-

inceneriti? E poi si sente anche dire che

dettaglio austriaco è chiamato a impegnarsi

sovvenzioni sono molto utili in questo senso.

Michael Huber: Investiamo in aziende in-

stiamo in modo più consapevole e diamo

sabili le aziende, sono responsabili i po-

viene aggiunta della plastica affinché il

fortemente per un tema che riguarda la

Christian Pladerer: Un esempio, dove fun-

novative, leader nella gestione dei rifiuti e

maggiore importanza a prodotti sostenibili e

litici e naturalmente anche noi consuma-

potere calorifico sia corretto ...

società nel suo complesso.

ziona senza interventi e senza sistemi di

nell’economia circolare. In Austria si tratta

a imballaggi più rispettosi dell‘ambiente.

tori.

Christian Pladerer: È una leggenda che esiste

incentivazione è rappresentato dagli imbal-

di Lenzing AG che produce fibre naturali.

Christian Pladerer: Sarebbe positivo se

Il nostro obiettivo è quello di comunicare il

da anni. Non viene aggiunta nessuna plastica.

Quali sono gli ambiti di applicazione concreti

laggi per il trasporto, le casse verdi, rosse o

Circa un terzo delle microplastiche è pro-

l‘economia circolare venisse presa sul se-

nostro punto di vista alle aziende e di otte-

La raccolta differenziata dei rifiuti è desti-

nel campo delle biotecnologie?

marroni per frutta, verdura, carne e pane. Il

dotto dall‘industria tessile. Durante il lavag-

rio nel senso di una vera e propria eco-

nere un impatto positivo.

nata a cambiare notevolmente nei prossimi

Doris Ribitsch: Vediamo buone possibilità

sistema è valido in termini finanziari, è mi-

gio dei capi, le fibre sintetiche finiscono nel-

nomia circolare e non parlassimo solo di

anni a causa della legislazione europea. Ab-

di applicazione, e qui abbiamo anche già

gliore sul piano ecologico, e voilà, funziona!

le acque di scarico. Nei mercati emergenti,

riciclaggio, cioè se riutilizzassimo non solo il

Ma anche generare rendimenti.

biamo obiettivi di riciclaggio che siamo ben

depositato un brevetto, nel settore tessile.

Tanja Dietrich-Hübner: Qui ho qualcosa da

solo l‘8 % delle acque di scarico viene de-

materiale, ma il prodotto stesso, come im-

Michael Huber: Certo. Non prendiamoci

lungi dal raggiungere soprattutto nel setto-

Molti tessuti sono composti da un mix di

ridire: In questo caso sono stati e sono neces-

purato. E poi c‘è la questione se vengono

ballaggio, come sistema a rendere nel ciclo.

in giro. Vogliamo guadagnare denaro per i

re della plastica. Ciò significa che servirà un

fibre con, per esempio, cotone, poliestere

sari ingenti investimenti e costi di gestione. Le

filtrate in impianti di depurazione. L‘indu-

I prodotti devono quindi essere progettati

nostri clienti e possiamo ragionevolmente

aumento massiccio della raccolta per poter

ed elastan, che non possono più essere

casse devono essere lavate. I centri logistici

stria dell‘abbigliamento è uno dei principali

in modo da poter essere riciclati. Non ha

dimostrarlo anche sulla base delle nostre

riciclare in generale. Inoltre, c‘è una quota di

separate meccanicamente. Tuttavia, l‘uso di

hanno bisogno di impianti di lavaggio per

responsabili dell‘inquinamento dei mari e

senso riciclare le sostanze inquinanti.

performance. Facciamo vedere che il tema

raccolta del 90% per le bottiglie per bevan-

enzimi rende possibile la separazione. Ci

poterle pulire in modo tale da essere adatte

non stiamo parlando della plastica che si

Doris Ribitsch: Un grande problema sono

ha anche vantaggi finanziari e che c‘è un

de in PET. Dobbiamo rispettare anche que-

troviamo di fronte a sfide importanti. Anche

al trasporto di alimenti. Questo comporta

vede, ma di ciò che non si vede. Nell‘in-

le microplastiche che ormai si trovano

secondo rendimento, ecologico e sociale,

sta. Questo è possibile solo con le bottiglie a

i rifiuti organici sono un campo di applica-

naturalmente dei costi e, inoltre, non a tutti

dustria degli imballaggi di carta investiamo

ovunque. È quindi estremamente impor-

oltre a quello monetario.

perdere. Funziona già in Germania, Croazia,

zione idoneo. È difficile da credere, ma nei

piacciono queste casse rispetto agli imballaggi

in Mondi AG, che è esemplare nell‘approv-

tante evitare le microplastiche. Le micro-

Norvegia e molti altri paesi dell‘UE, dove i

rifiuti organici c‘è molta plastica che impe-

in cartone, più belli da vedere. Un altro ar-

vigionamento della materia prima legno.

plastiche si formano principalmente dalla

La raccolta e la separazione dei rifiuti sono

tassi di raccolta sono pari al 95 % circa. Allo

disce reazioni nell‘impianto di produzione

gomento è la regolamentazione sull’igiene. La

Ma bisogna rimanere critici anche in que-

plastica che finisce nell‘ambiente o durante

organizzate in modo molto diverso in ogni

stesso tempo, tuttavia, bisogna sostenere il

di biogas. I nostri enzimi sono in grado di

sicurezza alimentare è diventata così impor-

sto caso, perché se tutto si sposta verso

il lavaggio dei tessuti sintetici. Sarà quindi

Stato federale. È sufficiente ciò che viene

sistema dei vuoti a rendere. In questo caso,

scomporre la plastica così che i rifiuti pos-

tante che a volte assomiglia a una religione e

la carta abbiamo il problema della defore-

importante sviluppare anche nuovi mate-

fatto dalla politica?

sarebbero opportune delle disposizioni di

sono essere trattati adeguatamente. No-

quindi ostacola, per esempio, la discussione

stazione. Tomra è un‘azienda che produce

riali che producano meno microplastiche

Christian Pladerer: Esiste una differenza tra

legge, come le quote di riutilizzo a livello

nostante ciò, dobbiamo ridurre e usare la

sui vuoti a rendere. Un‘altra considerazione

distributori automatici inversi. A nostro

o siano biodegradabili. Tuttavia, ridurre in

la gestione dei rifiuti urbani e quella regio-

commerciale.

plastica in modo più cosciente.

è che i clienti si portino le proprie stoviglie

avviso, anche quest‘area di business merita

generale il nostro consumo di plastica è

per impacchettare salumi o formaggi. Adesso

di essere sostenuta.

assolutamente prioritario.

tità di rifiuti pro capite è più alta a Vienna,

Tanja Dietrich-Hübner: Come commer-

Un sistema di incentivi avrebbe senso per pro-

questo da noi è possibile, ma è stato estre-

Linz, Graz ecc. che nelle zone rurali. In par-

cianti siamo critici nei confronti di una “cau-

durre il meno possibile di materiali di imbal-

mamente difficoltoso. Con un processo mol-

La percezione è che l’Austria sia il campione

nascono molte nuove idee e che si sta pren-

te ciò è dovuto al fatto che le strutture e gli

zione“. Poiché, da un lato, nascono elevati

laggio lungo l‘intera catena del valore?

to ben definito siamo in grado di rispettare le

del mondo in materia di raccolta differenzia-

dendo atto dell’argomento. Nonostante

intervalli di raccolta sono diversi. Il fanalino

costi di investimento e di gestione, dall‘altro,

Tanja Dietrich-Hübner: I sistemi di incentiva-

severe norme igieniche e allo stesso tempo

ta. La situazione è leggermente peggiorata,

ciò, sono del parere che dobbiamo dare

di coda è Vienna. Perché l‘infrastruttura di

non si tratta di un pacchetto globale. Non

zione sono sempre buoni. Purtroppo, come

è possibile ridurre gli imballaggi. Ma resta il

c’è ancora molto da fare. A che punto saremo

l‘esempio e portare il più rapidamente

Vienna è tale che nelle case c‘è al massimo

si tratta solo di convertire le macchine, ma

pionieri non sempre si viene premiati, al con-

rischio che una scatola non ben pulita rovini

nel 2030 – nella migliore delle ipotesi?

possibile la nostra esperienza nell’ambito

un bidone per la carta per ogni bidone di

servono anche dei dipendenti che devono

trario: spesso si sopportano costi elevati. Con

la merce più rapidamente e che poi i clienti si

Tanja

ottimista

della gestione dei rifiuti nei paesi, nei quali

residuo.

manipolarle e una logistica che deve essere

incentivi adeguati, i risultati pionieristici po-

lamentino con noi.

perché, grazie alle nuove tecnologie, arrive-

grandi quantità di rifiuti finiscono in natura.

nale. Anche i dati dimostrano che la quan-

14

„RIDUCI, RIUTILIZZA, RICICLA“

Michael Huber: Vediamo che nelle aziende

Dietrich-Hübner: Sono

Redazione editoriale: Mag.a Pia Oberhauser

TAVOLA ROTONDA

15


Nachhaltig INVESTIRE Investieren SOSTENIBILE | September | Ottobre 2019 2019 | Ausg. | Nr. 25 21

LA VITA SOTT‘ACQUA

Gli oceani coprono tre quarti della superficie terrestre e contengo-

della storia, gli oceani e i mari sono stati anche canali importanti per

no il 97 % dell‘acqua sulla Terra. Più di tre miliardi di persone dipen-

il commercio e i trasporti. L‘uso coscienzioso di questa importante

dono dalla biodiversità marina e costiera per il loro sostentamento.

risorsa globale è una caratteristica essenziale per un futuro sosteni-

Gli oceani assorbono circa il 30 per cento dell‘anidride carbonica

bile. Attualmente, tuttavia, si assiste a un continuo deterioramento

prodotta dal’uomo, mitigando così gli effetti del riscaldamento globa-

delle acque costiere a causa dell‘inquinamento e l‘acidificazione degli

le, mettono in moto sistemi globali che rendono la terra vivibile per

oceani incide negativamente sul funzionamento degli ecosistemi

l‘umanità. La nostra acqua piovana, l’acqua potabile, il tempo, il clima,

e della biodiversità. Senza uno sforzo congiunto, si prevede che

le coste, gran parte del nostro cibo e persino l‘ossigeno nell‘aria che

l‘eutrofizzazione (iperfertilizzazione) delle coste aumenterà entro il

respiriamo, vengono alla fine forniti e regolati dal mare. Nel corso

2050 nel 20 % dei grandi ecosistemi marini.

GLI OBIETTIVI DI SVILUPPO DELLE NAZIONI UNITE DEFINITI PER IL 2030 SUL TEMA “LA VITA SOTT’ACQUA”– INSERITI ANCHE NELL‘AGENDA 2030 PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL GOVERNO FEDERALE AUSTRIACO – SONO (LEGGERMENTE ABBREVIATI):

ü Prevenire e ridurre in modo significativo ogni forma

di inquinamento marino, in particolar modo quello derivante da attività esercitate sulla terraferma, compreso l’inquinamento dei detriti marini e delle sostanze nutritive.*

ü Gestire in modo sostenibile e proteggere l’eco-

sistema marino e costiero per evitare impatti particolarmente negativi, anche rafforzando la loro resilienza, e agire per il loro ripristino in modo da ottenere oceani sani e produttivi.*

ü Ridurre al minimo e affrontare gli effetti dell’acidi-

OBIETTIVO DI SVILUPPO SOSTENIBILE (SDG) N° 14: Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile

ficazione degli oceani, anche attraverso una maggiore collaborazione scientifica a tutti i livelli.

ü Regolare in modo efficace la pesca e porre termine

insulari in via di sviluppo e dei paesi meno sviluppati, facendo ricorso a un utilizzo più sostenibile delle risorse marine, compresa la gestione sostenibile della pesca, dell’acquacoltura e del turismo.

ü Aumentare la conoscenza scientifica, sviluppare la

ü Preservare almeno il 10 % delle aree costiere e

ü Fornire l’accesso, ai piccoli pescatori artigianali, alle

marine, in conformità al diritto nazionale e internazionale e basandosi sulle informazioni scientifiche disponibili più accurate.* contribuiscono a un eccesso di capacità e alla pesca

SDG 14

ü Aumentare i benefici economici dei piccoli stati

alla pesca eccessiva, illegale, non dichiarata e non regolamentata e ai metodi di pesca distruttivi e implementare piani di gestione su base scientifica, così da ripristinare nel minor tempo possibile le riserve ittiche, riportandole almeno a livelli che producano il massimo rendimento sostenibile, come determinato dalle loro caratteristiche biologiche.*

ü Vietare particolari forme di sussidi alla pesca che

16

eccessiva, eliminare i sussidi che contribuiscono alla pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata e astenersi dal reintrodurre tali sussidi, riconoscendo che il trattamento speciale e differenziato per i paesi in via di sviluppo e per quelli meno sviluppati che sia appropriato ed efficace, dovrebbe essere parte integrante dei negoziati per i sussidi alla pesca dell’Organizzazione Mondiale del Commercio.*

* Entro il 2025 ** Questi obiettivi non hanno un orizzonte temporale Riferimenti: un.org/sustainabledevelopment/oceans, sustainabledevelopment.un.org, bundeskanzleramt.gv.at/themen/nachhaltige-entwicklung-agenda-2030

capacità di ricerca e trasmettere la tecnologia marina, con lo scopo di migliorare la salute degli oceani e di aumentare il contributo della biodiversità marina allo sviluppo dei paesi emergenti, in particolar modo dei piccoli stati insulari in via di sviluppo e dei paesi meno sviluppati. risorse marine e ai mercati.**

ü Potenziare la conservazione e l’utilizzo sostenibile

degli oceani e delle loro risorse applicando il diritto internazionale, come riportato nella Convenzione delle Nazioni Unite sul Diritto del Mare.**

SDG 14

17


INVESTIRE SOSTENIBILE | Ottobre 2019 | Nr. 21

Andreas Perauer, MSc Membro del Team SRI di Raiffeisen Capital Management

LE OPINIONI DEL Come si sa, ogni medaglia ha due facce.

Sull’altro lato troviamo gli effetti negativi

plastica monouso come i più grandi colpe-

al riciclaggio funzionante. Un esempio di

severe per lo smaltimento e il riciclaggio

Questo vale anche per il tema della plasti-

su ambiente, animali e persone.

voli dell‘inquinamento ambientale. Entram-

una tale cooperazione è la neonata „Al-

della plastica e che queste vengono rigo-

be le aziende sottolineano la grande dif-

liance to End Plastic Waste“, alla quale

rosamente rispettate.

ca. Da un lato, la plastica è indispensabile in diversi settori a causa delle sue numerose

Alle domande enunciate qui accanto,

ferenza rispetto alle applicazioni durevoli

par tecipano più di 30 aziende dell‘intera

e importanti proprietà. È leggera, durevole,

sono state fornite le seguenti risposte

di plastica che producono. Il gigante chimi-

catena del valore della plastica e dei beni

6 Eni ritiene che la plastica sotto forma di

inodore, trasparente e resistente al calore,

che sintetizziamo qui di seguito:

co olandese LyondellBasell è convinto che

di consumo. Le aziende, tra cui numerose

prodotti innovativi contribuisce notevol-

la plastica offra nel complesso la migliore

aziende che abbiamo contattato, lavorano

mente al benessere della nostra società.

il che la rende particolarmente interessante per i settori medicina, elettronica, trasporti,

1 Le materie sintetiche sono ottenute da

impronta ecologica. Allo stesso tempo,

con governi, università, ONG e la società

Allo stesso tempo, Eni non nega che ci sia-

edilizia e arredamento nonché imballaggi.

materie prime naturali come il carbone,

tuttavia, occorre migliorare la gestione dei

civile per promuovere soluzioni che aiuta-

no ancora impor tanti sfide da superare. La

il gas naturale o il petrolio. Per ottenere

rifiuti e garantire che la plastica soddisfi i

no a ridurre ed eliminare i rifiuti plastici

visione dell‘azienda è quella di creare una

determinate proprietà del prodotto ven-

requisiti di un‘economia circolare.

nell‘ambiente, soprattutto in mare. Con-

piattaforma completamente integrata per

cretamente, nel progetto saranno investiti

generare sinergie non solo tra i prodotti

1,5 miliardi di euro in 5 anni.

da fonti rinnovabili, ma anche con le tra-

Le attività di engagement del team della sostenibilità di Raiffeisen Capital Management in tema di plastica comprendono il dialogo con alcune delle più grandi società quotate in borsa del settore (petrol)chimico. Sono state poste le seguenti domande: 1 In che misura la vostra società si occupa di materie sintetiche? Su quali materie sintetiche vi concentrate? Notate un aumento o una diminuzione della domanda dei vostri prodotti di plastica? 2 Nonostante le buone proprietà della plastica, questa ha un‘immagine negativa dovuta soprattutto all‘inquinamento ambientale. Qual è la vostra opinione su questo argomento? 3 Avete già preso iniziative per adattare i vostri processi a materie sintetiche più ecologiche? 4 Sostenete attivamente iniziative per raccogliere o riciclare la plastica prodotta o utilizzata nel vostro processo produttivo? 5 Soprattutto in Europa, ma anche nel resto del mondo recentemente sono state approvate alcune norme sulla plastica. Questi regolamenti hanno un impatto sulla vostra attività? 6 Dove vedete il futuro della plastica? Ritenete che le forme alternative di produzione come la bioplastica potrebbero essere una seria opzione per poter rinunciare al greggio?

18

RESEARCH

MERCATO SUL TEMA DELLA PLASTICA

gono utilizzati additivi come plastificanti, ritardanti di fiamma o rinforzanti. Le

3 Attraverso la sua affiliata Versalis, l‘a-

aziende da noi contattate nel processo di

zienda energetica italiana Eni persegue

engagement si occupano proprio di questi

una strategia dell’economia circolare che

5 Il regolamento forse più noto del recen-

aspetta che le plastiche riciclate e quelle

processi. BASF, per esempio, è tra i leader

si basa su tre pilastri. Al primo posto si tro-

te passato nel campo della plastica è il

ottenute da materie prime sostenibili e

globali nella produzione di materiali fun-

va la diversificazione nell‘uso delle materie

divieto della plastica „usa e getta“ nell‘UE

biologiche svolgeranno un ruolo sempre

zionali ad alte prestazioni. Il por tafoglio

prime per trovare il giusto equilibrio tra

a par tire dal 2021. Al più tardi entro tale

più impor tante nell‘azienda. Tuttavia, un

dell‘azienda comprende materie sintetiche

fonti tradizionali, materie prime rinnova-

data, cannucce, bastoncini cotonati, posate

completo abbandono dei combustibili fos-

fossili, biologiche e biodegradabili. BASF

bili e materie prime secondarie. Il secon-

di plastica ecc. dovranno essere sostitui-

sili richiederà probabilmente decenni. Per

crede a un ulteriore crescita di quest‘area

do pilastro si occupa della progettazione

ti da ar ticoli più ecologici. Eni risponde a

BASF non esiste un semplice approccio

di business in quanto for temente legata

ecocompatibile per aumentare l‘efficienza

questo divieto orientando il proprio por-

giusto o sbagliato in relazione alle mate-

alla crescita economica globale. Questo

delle risorse. Infine, il terzo pilastro rigu-

tafoglio prodotti verso applicazioni nel

rie sintetiche. Piuttosto, è il ciclo di vita

è anche il parere di OMV, la cui affiliata

arda il riciclaggio dei polimeri attraverso

mercato dell‘edilizia e delle apparecchia-

della plastica che definisce, se si tratta di

Borealis è uno dei principali produttori di

l‘uso di tecnologie innovative. Anche per

ture. Di conseguenza, si limiterà la pro-

una valida soluzione sostenibile o di una

poliolefine, la base per numerose applica-

OMV, il tema dell’economia circolare è un

duzione di prodotti di plastica monouso.

sfida. In questo senso, la produzione, l’uso

zioni nel settore delle materie sintetiche.

tema impor tante. Con il suo brevetto Re-

Altre società come Lanxess, il gruppo

e le fasi fine vita sono fattori decisivi che

Prevede una crescita soprattutto nella

Oil, l‘azienda riesce a recuperare greggio

EMS o il gruppo belga Solvay sono poco

devono essere valutati. Per questo motivo,

regione Asia-Pacifico.

prezioso dalla plastica che potrà essere

o per nulla interessate da questa direttiva

BASF prova costantemente modi e risor-

riutilizzato per la produzione di plastica.

a causa del loro focus sulle plastiche spe-

se alternative per ottenere una minore

ciali con un ciclo di vita generalmente più

impronta di CO2 e si è impegnata a usa-

2 Sebbene tali prodotti non facciano par-

dizionali filiere di Versalis. LyondellBasell si

te delle loro gamme, sia il gruppo svizzero

4 Per BASF il coinvolgimento congiunto

lungo. Tuttavia, sottolineano che l‘industria

EMS che la tedesca Lanxess considerano i

di vari gruppi di interesse rappresenta un

automobilistica ed elettronica in molti

re tecnologie di riciclaggio innovative per ottimizzare continuamente la sostenibilità

semplici imballaggi in plastica e i prodotti in

aspetto fondamentale per un approccio

paesi del mondo ha già adottato norme

dei suoi prodotti.

RESEARCH

19


INVESTIRE SOSTENIBILE | Ottobre 2019 | Nr. 21

LA PRODUZIONE DI CARTA E DI IMBALLAGGI

SOCIETÀ IN PRIMO PIANO Di seguito sono descritti gli aspetti fondamentali del tema della plastica relativi a Mondi.

SE POSSIBILE CARTA, SE FA SENSO PLASTICA

In qualità di produttore di imballaggi di

Mondi è un‘impresa globale attiva nella produzione e distribuzione di imballaggi e prodotti cartacei. La società è pienamente integrata nella catena del valore degli imballaggi e della carta. Dalla gestione delle foreste alla produzione di cellulosa, carta e pellicole di plastica, fino allo sviluppo e alla realizzazione di efficaci soluzioni di imballaggi industriali e di consumo. Mondi ha circa 80 stabilimenti in ben 30 paesi. L‘azienda è stata fondata nel 2007 e ha sede nel Surrey, Regno Unito.

to dei metodi di produzione alternativi. E ciò nonostante il fatto che, oltre alle classiche caratteristiche della plastica, esse offrono anche altri vantaggi come l‘utilizzo di materie prime rinnovabili al posto del petrolio e la biodegradabilità.

ben posizionata per offrire ai propri clien-

Secondo Mondi sono proprio queste

ti e all‘ambiente una soluzione adeguata.

stretto contatto con i propri clienti per

firma del „New Plastics Economy Global

proprietà che devono essere osser vate

L‘approccio di Mondi segue tre regole:

garantire che gli imballaggi siano utilizza-

Commitment“ nell‘ottobre 2018, Mondi è

con par ticolare attenzione. Tra queste

ti in modo oppor tuno e sostenibile. Ciò

entrata a far parte di questa comunità e si

rientrano una precisa verifica dell‘origi-

In primo luogo, la sostituzione di prodotti

comprende anche la progettazione di im-

è impegnata, da un lato, a far sì che entro il

ne dei materiali di base necessari per la

meno sostenibili con prodotti che aiutano

ballaggi tenendo conto degli aspetti relati-

2025 il 100% degli imballaggi di plastica pos-

produzione, come l‘amido di granturco

i clienti a raggiungere i loro obiettivi di so-

vi al riciclaggio. In questo senso giocano un

sa essere riutilizzato, riciclato o compostato

o le barbabietole da zucchero o la cellu-

stenibilità. In secondo luogo, la riduzione

ruolo impor tante il tipo e il numero dei

e, dall‘altro, che entro il 2025 il 25 % degli

losa di vari tipi di legno, nonché la prova

del volume delle materie prime utilizzate.

materiali utilizzati. Per esempio, si cerca di

imballaggi di plastica sarà costituito da mate-

di compostabilità o riciclabilità. Perché

In terzo luogo, lo sviluppo di soluzioni di

utilizzare il minor numero possibile di ma-

riale riciclato (senza compromettere la fun-

solo così si può garantire un ciclo che

carta e plastica riciclabili.

teriali diversi per mantenere la riciclabilità

zionalità o i requisiti di sicurezza alimentare).

si chiude.

FUTURO & ALTERNATIVE

Per Mondi è impor tante verificare l‘ori-

al più alto livello possibile. plastica. Esistono applicazioni per le quali la

Il riciclaggio svolge un ruolo importante an-

Una delle maggiori sfide che Mondi iden-

gine del materiale utilizzato anche nel

carta non ha le proprietà richieste. In que-

che nella „New Plastics Economy“ lanciata

tifica nell’ambito della plastica è il basso

proprio processo produttivo. In collabo-

sti casi Mondi può ridurre l’uso di plastica

dalla Fondazione Ellen MacArthur. L‘obiet-

tasso di riciclaggio a livello mondiale e la

razione con il WWF, l‘azienda gestisce

con le sue soluzioni di plastica flessibile, in

tivo dell‘iniziativa è quello di dare un im-

dispersione della plastica nell‘ambiente che

quindi un progetto per promuovere una

quanto usano almeno il 70 % di materiale

pulso a un sistema delle materie plastiche

ha un impatto sugli animali e sugli ecosi-

gestione responsabile delle foreste e un

in meno rispetto alla plastica rigida.

funzionante. In questo senso, si riuniscono

stemi. Per contrastare questo fenomeno,

uso responsabile dell‘acqua. La par tner-

importanti attori per ripensare e riproget-

il produttore di imballaggi ritiene che l‘in-

ship ha contribuito a migliorare la ge-

tare il futuro della plastica, applicando i prin-

dustria della plastica debba essere resa più

stione delle risorse idriche in Sudafri-

Nel suo processo produttivo Mondi cer-

cipi dell‘economia circolare. L‘iniziativa viene

circolare. Questo implica l‘utilizzo di meno

ca, a proteggere vasti paesaggi forestali

ca di essere il più efficiente possibile in

diretta dalla Fondazione Ellen MacArthur

plastica sostituendola, ove possibile, con

intatti in Russia e a promuovere una ge-

termini di risorse, di ottimizzare costan-

in collaborazione con un ampio gruppo di

materiali alternativi e rinnovabili e riciclan-

stione sostenibile delle foreste attraver-

temente i processi e di ridurre al minimo

aziende leader, città, filantropi, governi, ac-

do i materiali non riutilizzabili o riutilizzan-

so cer tificazioni credibili in Bulgaria.

i rifiuti in tutta l‘azienda. Mondi lavora a

cademici, studenti, ONG e cittadini. Con la

do la plastica.

NEW PLASTICS ECONOMY

RESEARCH

ancora un ruolo secondario nell’ambi-

carta e di plastica flessibile, Mondi si vede

Il motto è: se possibile carta, se fa senso

20

Attualmente le bioplastiche svolgono

RESEARCH

21


Membri del comitato per gli investimenti sostenibili di Raiffeisen Capital Management

COMITATO PER GLI INVESTIMENTI SOSTENIBILI

Sihn-Weber, CSE Responsabile dell’RBI Group Sustainability Management e amministratore delegato dell’Iniziativa sulla sostenibilità di Raiffeisen (Raiffeisen Nachhaltigkeits-Initiative) 22

COMITATO PER GLI INVESTIMENTI SOSTENIBILI

SOSTENIBILITÀ

Raiffeisen Capital Management ha istituito un comitato per gli investimenti sostenibili. Il comitato della sostenibilità supporta lo sviluppo del concetto globale nel settore degli investimenti sostenibili. I suoi mem-

Questa volta nel “wordrap”:

Mag. Andrea

NACHHALTIGKEITSCOMITATO BEIRAT DELLA

bri sono rappresentanti indipendenti del mondo della scienza, della chiesa, delle Mi hanno influenzato …

i cambiamenti climatici e gestire al meglio

…essere ancora più attenta rispetto al

…da un lato, le tante estati della mia infan-

i rischi che ne derivano. Numerosi autori

passato nell’acquistare prodotti regionali e

zia che ho potuto trascorrere nel nostro

identificano quali potenzialità e opportunità

soprattutto stagionali e ridurre i consumi

giardino nel Burgenland, grazie alle quali si

di business possano presentarsi nei vari

in generale. Inoltre, per me è anche molto

è creato uno stretto rapporto con la natura.

settori industriali tramite una trasforma-

Dall‘altro lato, però, anche le piogge acide

zione dell’economia sostenibile e rispettosa

importante la compensazione del CO2 dei

e il loro impatto sul deperimento forestale,

del clima grazie a nuovi campi di attività,

una delle questioni ambientali più impor‚ tanti in Austria negli anni 80, l‘occupazione

prodotti e tecnologie.

dell‘Hainburger Au alla fine del 1984 e,

L’industria finanziaria può/potrebbe fare

ti in realtà presi in considerazione a livello

infine, la catastrofe nucleare di Chernobyl

molto in termini di sostenibilità, perché …

mondiale gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

nell‘aprile del 1986.

…svolge un ruolo chiave nel raggiungi-

Sarà decisivo vedere come gli attori politi-

aziende e dell’organizzazione Raiffeisen. In particolare, il comitato offre consigli sullo sviluppo di criteri per la valutazione della sostenibilità degli investimenti. Ciò comprende anche i criteri di esclusione relativi

viaggi aerei che non possono essere evitati.

alle società e agli emittenti statali. Inoltre,

Tra dieci anni …

relativi ai dialoghi con le imprese e discu-

…si vedrà quanto seriamente saranno sta-

mento degli obiettivi dell‘accordo di Parigi

ci rilevanti avranno posto le basi giuste per

Mi impegno a favore della sostenibilità da …

sui cambiamenti climatici. La Commissione

raggiungere gli obiettivi e se saranno stati

…circa 15 anni. All‘epoca, ho iniziato, nel

europea stima che nel prossimo decennio

realizzati i necessari cambiamenti nell‘eco-

contesto lavorativo, a occuparmi inten-

nella sola UE saranno pertanto necessari

nomia e nella società civile. Sarà inoltre

samente dei vari aspetti della sostenibilità

tra i 175 e i 290 miliardi di euro all‘anno

di grande importanza, se e come la tra-

aziendale, dalle misure nel core business

di ulteriori investimenti in attività sostenibili.

sformazione digitale avrà contribuito a risol-

alla lotta ai cambiamenti climatici. A ciò si

Per questo motivo, all‘inizio di marzo 2018

vere il problema. E si vedrà soprattutto se,

sono aggiunti numerosi progetti nel campo

la Commissione europea ha presentato il

con sforzi congiunti, sarà stato fatto tutto

delle energie rinnovabili, dell‘efficienza delle

piano d‘azione per il finanziamento della

per ottenere una trasformazione verso la

risorse e della mobilità elettrica. Negli ultimi

crescita sostenibile che è incentrato a rio-

neutralità climatica entro la metà del secolo.

anni è seguito un altro importante settore di

rientare in modo mirato i flussi di capitale

attività, la gestione della diversità.

verso i prodotti sostenibili.

Il mio progetto personale in termini di sosteni-

Il mio compito nel comitato è …

dini e seguire consapevolmente nuovi approc-

bilità è …

…soprattutto quello di mettere a disposi-

ci per affrontare le sfide esistenziali del 21° se-

…pubblicare un manuale di gestione sulla

zione le competenze che ho acquisito negli

colo. Mi auguro vivamente che il megatrend

RSI (Responsabilità Sociale d‘Impresa) e sui

ultimi 15 anni in tutti i settori della sosteni-

„neo-ecologia“ previsto dal Future Institute

cambiamenti climatici. A causa dei preoccu-

bilità per promuovere la condivisione delle

di Francoforte sposti effettivamente, a medio

panti sviluppi legati al riscaldamento globale,

migliori pratiche insieme agli altri membri e

termine, le coordinate del sistema economico

questo progetto, che ho realizzato insieme

per incoraggiare l‘ulteriore sviluppo di temi

verso una nuova moralità aziendale. E che di

al Dr. Franz Fischler, presidente del Forum

rilevanti mettendoli consapevolmente in di-

conseguenza, i mercati e il comportamento di

Europeo Alpbach, mi stava molto a cuore.

scussione.

consumo cambieranno radicalmente, in modo

il comitato può anche dare suggerimenti tere aspetti sostenibili dei prodotti e delle classi di attività.

Credo che … …l‘umanità riesca a lasciarsi alle spalle le abitu-

L‘obiettivo di quest’opera, che verrà pubbli-

che possa iniziare un processo di cambiamen-

cata alla fine del 2019, è quello di far capire

La mia sfida tutta personale in termini di im-

to sociale verso una gestione sostenibile ed

come nell‘economia si possano contrastare

pronta di CO2 è …

efficiente sotto il profilo delle risorse.

INSIDE

23


(WO)MEN AT W

RK

I dipendenti di Raiffeisen Capital Management hanno costruito un recinto per animali di piccola taglia per e.motion Lichtblickhof nell’ambito di un progetto di “corporate volunteering”.

Mag.a Verena Bittmann, vice direttrice generale, qui con i due amministratori delegati di Raiffeisen Capital Management, Mag. Rainer Schnabl e Mag. (FH) Dieter Aigner, assieme al cavallo terapeutico Miakoda

UNIRE LE FORZE

devono essere condotti e guidati. Questi

Anche per Dieter Aigner, che in Raiffeisen

impulsi contrari vengono riconosciuti dai

Capital Management è responsabile e pro-

terapeuti e dosati in modo tale che i bambi-

muove il tema della sostenibilità a livello del

ni possano crescere ulteriormente. Tutto ciò

consiglio di amministrazione, la collabora-

si basa su un linguaggio non verbale, creato

Il corporate volunteering è diverten-

questa collaborazione è stata notevolmen-

zione con e.motion Lichtblickhof è molto

dalla tensione corporea, dalla mimica e dai

te e aiuta gli altri, cioè genera un doppio

te rafforzata, perché quest‘anno Raiffeisen

preziosa: „Per realizzare valori sostenibili

gesti: il dialogo del movimento! Le perso-

rendimento. Seguendo questa „strate-

Capital Management ha sponsorizzato per

nella nostra società fa senso unire il maggior

ne, e qui soprattutto i bambini, che devono

gia d‘investimento“ un po’ diversa e in via

la prima volta un “cavallo terapeutico”, assu-

numero possibile di forze diverse. Questo

affrontare grandi sfide o che hanno vissuto

eccezionale anche molto semplice, a fine

mendosi così anche tutti i costi associati nel

è ciò che facciamo nell‘ambito della no-

o stanno vivendo grandi sofferenze, apprez-

maggio circa 30 dipendenti di Raiffeisen

corso dell‘anno. Ma non ci si voleva limita-

stra collaborazione con il Lichtblickhof.

zano questa relazione unica che viene loro

Capital Management hanno investito il

re a una donazione puramente monetaria.

Nella nostra politica aziendale quotidiana

offerta senza alcun fine, senza linguaggio,

loro (wo)menpower. Hanno contribuito

Rainer Schnabl, CEO di Raiffeisen Capital

continuiamo a seguire il nostro posiziona-

senza contesto sociale. Gli effetti di questa

attivamente alla realizzazione di un recinto

Management: „Donare denaro è una pos-

mento strategico sul tema della sostenibilità.

terapia con i cavalli sono molteplici. Si tratta

per animali di piccola taglia presso l’e.motion

sibilità. Se, nell’ambito di un programma di

Si tratta, tra l‘altro, anche di integrare mag-

soprattutto di migliorare la qualità della vita.

Lichtblickhof, alla creazione di un giardino

volontariato aziendale, si ha inoltre l’oppor-

giormente gli investimenti sostenibili in tutti

Si va dal rafforzamento dell’autostima e dalla

delle leccornie e par tecipato in modo

tunità di instaurare una relazione personale

i processi di investimento“.

valorizzazione dell‘immagine di sé alla mag-

creativo alla decorazione.

con ciò che si sostiene, si va ben oltre. È

giore capacità di esprimere emozioni, alla

davvero straordinario ciò che il Lichtblickhof

promozione della concentrazione e della

Da tempo la società di gestione sostiene il

riesce a fare. Nell’ambito di una tale azione

capacità di apprendimento al miglioramento

„Lichtblickhof“, un‘associazione senza sco-

questo diventa ancora più tangibile per noi

della mobilità generale, della coordinazione

po di lucro che offre terapie con cavalli a

e per i nostri dipendenti, i quali contribui-

dei movimenti e dell‘equilibrio. L‘equotera-

bambini e giovani in crisi. Nel 2019, tuttavia,

scono in maniera attiva“.

pia svolge, tuttavia, un ruolo particolare anche nel superamento dei traumi. Special-

Gli sponsor che si impegnano personalmente al di là di una donazione sono particolarmente preziosi per noi, perché sostengono il nostro lavoro anche come moltiplicatori. Mag.a Verena Bittmann, vice direttrice generale di e.motion Lichtblickhof, è felice dell‘impegno di Raiffeisen Capital Management

24

INSIDE

FARE IL PIENO DI CORAGGIO E FIDUCIA

mente nei bambini che non riescono a processare verbalmente situazioni traumatiche, o non riescono ad affrontarle, lo speciale

La terapia con i cavalli usata nel Lichtblickhof

approccio non verbale dei cavalli li aiuta a

si chiama equoterapia. Si basa sul particolare

ritrovare il loro equilibrio interiore o a tro-

talento di questi animali sensibili di ricono-

vare un modo per affrontare ciò che hanno

scere gli impulsi corporei non verbali e di

vissuto e a processarlo.

riferirli al terapeuta. I cavalli sono premurosi, trasportano la persona e allo stesso tempo esigono responsabilità e coraggio perché

www.lichtblickhof.at

Di Mag.a Pia Oberhauser

INSIDE

25


INVESTIRE SOSTENIBILE | Ottobre 2019 | Nr. 21

IL N°1 FRA I GESTORI DI FONDI SOSTENIBILI IN AUSTRIA*

RAIFFEISENESG-S C:O RE Il Raiffeisen-ESG-Score è una misura per

Denominazione del fondo

Tipologia

Orizzonte d’investimento

Obiettivo d’investimento

Raiffeisen Sostenibile Breve Termine

Obbligazionario

3 anni

Rendimenti regolari

Raiffeisen Obbligazionario Sostenibile

Obbligazionario

5 anni

Crescita moderata del capitale

Raiffeisen Bilanciato Sostenibile

Bilanciato

8 anni

Crescita sostenuta del capitale

Raiffeisen Azionario Sostenibile

Azionario

10 anni

Crescita del capitale nel lungo periodo dietro accettazione di rischi superiori

Raiffeisen Azionario Sostenibile Mercati Emergenti

Azionario emergente

10 anni

Crescita del capitale nel lungo periodo dietro accettazione di rischi superiori

Raiffeisen Sostenible Diversificato

Bilanciato

5 anni

Crescita del capitale nel lungo periodo dietro accettazione di rischi superiori

Raiffeisen Sostenibile Solidità

Bilanciato

5 anni

Crescita moderata del capitale

fondo, le valutazioni delle società in cui si in-

Raiffeisen GreenBonds

Obbligazionario

5 anni

Crescita moderata del capitale

veste vengono ponderate con la quota della

10 anni

Crescita del capitale nel lungo periodo dietro accettazione di rischi superiori

tiva data di riferimento.

Raiffeisen Sostenibile Momentum

**

***

26

FONDI SOSTENIBILI

Azionario

I fondi sostenibili di Raiffeisen investono solo in

colari settori come gli armamenti o l’ingegneria

titoli che sono classificati come responsabili e

genetica vegetale oltre che nelle aziende che

sostenibili secondo criteri sociali, ecologici ed

violano le norme internazionali come, per

etici. Allo stesso tempo, non si investe in parti-

esempio, i diritti del lavoro e i diritti umani.

valutare la sostenibilità di un’azienda o di un fondo d’investimento. Per ogni azienda vengono valutate le dimensioni “ambiente”, “società” e “governo societario” in base a diversi criteri e poi aggregati per formare il Raiffeisen-ESG-Score. ESG è l’abbreviazione dei concetti “Environment, Social e Governance”, vale a dire la traduzione inglese delle tre dimensioni valutate. Per calcolare il Raiffeisen ESG-Score di un

società nel patrimonio del fondo alla rispet-

L’intervallo va da zero a 100, e ciò significa: più è alto il punteggio raggiunto, più è alta la valutazione della sostenibilità.

Raiffeisen-ESG-Score della gamma dei fondi per investitori privati e investitori istituzionali Raiffeisen Sostenibile Breve Termine

70,4

Raiffeisen Obbligazionario Sostenibile

73,0

Raiffeisen Sostenibile Solidità

72,1

Raiffeisen Bilanciato Sostenibile

72,2

Raiffeisen Azionario Sostenibile

71,3

Raiffeisen Sostenibile Momentum

72,4

Raiffeisen Azionario Sostenibile Mercati Emergenti

57,9

Raiffeisen Sostenible Diversificato

74,5

Raiffeisen GreenBonds

70,5 Aggiornamento al 31 Agosto 2019

* Raiffeisen KAG, con il 21,5% (1.764 miliardi di Euro), è leader di mercato in Austria per quanto riguarda i fondi sostenibili retail. Dato a Dicembre 2018. La rilevazione avviene una volta all‘anno nel mese di Febbraio dall‘agenzia di consulenza aziendale rfu, Mag. Teinhard Friesenbichler. ** Sigillo FNG con 3 stelle per tutti i fondi elencati Eccezione: Raiffeisen Azionario Sostenibile Mercati Emergenti (2 Stelle), Raiffeisen Obbligazionario Sostenibile (la certificazione avverrà nel corso del 2020). *** La certificazione austriaca „Österreichisches Umweltzeichen“ è valida per tutti i fondi elencati, tranne che per il Raiffeisen Sostenibile Diversificato.

Per le pagine 26 e 27: Il Raiffeisen Azionario Sostenibile, il Raiffeisen Sos-

effetto negativo sul valore patrimoniale netto del Raiffeisen Sostenibile

Finlandia, Paesi Bassi, Svezia, Spagna. I prospetti e le informazioni per gli

inglese o, nel caso del KID, anche in Italiano. Inoltre, tali documenti sono

tenibile Momentum e il Raiffeisen Azionario Sostenibile Mercati Emer-

Breve Termine o potrebbero non essere sufficienti a coprire le spese

investitori ai sensi del § 21 dell‘AIFMG, nonché le Informazioni Chiave per

disponibili anche presso le filiali di Raiffeisen Kapitalanlage GmbH: in

genti presentano una volatilità elevata, vale a dire che il valore delle quote

correnti. I regolamenti dei fondi Raiffeisen Sostenibile Diversificato e

la Clientela (KID) dei fondi di Raiffeisen Kapitalanlage-Gesellschaft m.b.H.

inglese e italiano (KID) presso la filiale italiana:Via Gaspare Gozzi 1, 20129

può essere esposto anche in tempi brevi ad ampie oscillazioni verso

Raiffeisen Obbligazionario Sostenibile sono stati approvati dalla FMA

sono disponibili all‘indirizzo www.rcm.at in tedesco (e, per alcuni fondi, il

Milano / in inglese e tedesco presso la filiale tedesca: Wiesenhüttenplatz

l‘alto o il basso, non è quindi possibile escludere anche perdite di capi-

(l‘Autorità di Vigilanza Austriaca). Il Raiffeisen Sostenibile Diversificato

KID è disponibile anche in lingua inglese). Nel caso di vendita all‘estero

26, 60329 Francoforte).

tale. Rendimenti bassi o addirittura negativi degli strumenti del mercato

può investire oltre il 35 % del proprio patrimonio in obbligazioni dei

delle quote dei fondi della Raiffeisen Kapitalanlage-Gsellschaft m.b.H tali

monetario e delle obbligazioni dipendenti dal mercato possono avere un

seguenti emittenti: Germania, Francia, Italia, Regno Unito, Austria, Belgio,

documenti sono disponibili sul sito www.rcm-international.com in lingua

FONDI SOSTENIBILI

ESG-SCORE

27


Raiffeisen Capital Management steht fĂźr Raiffeisen Kapitalanlage GmbH. Raiffeisen Capital Management steht Raiffeisen Kapitalanlage GmbH. Per Raiffeisen Capital Management si fĂźr intende Raiffeisen Kapitalanlage-GmbH.


Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.