Page 1

••

12 BOLOGNA ECONOMIA

MARTEDÌ 18 SETTEMBRE 2012

Per vendere le cartucce serve una mira da Olimpiadi

L’ad Paolo Pederzoli racconta la Baschieri e Pellagri di MARCO GIRELLA

DOPO un’estate olimpica è giusto aprire i riflettori sulla Bascheri & Pellagri: per tutti i bolognesi, più semplicemente, la polveriera. La B&P è un’azienda leader nella produzione di cartucce per uso civile e sportivo, cioè caccia e tiro a volo. Al punto che vanta un medagliere impressionante, collezionato nel corso di innumerevoli edizioni di giochi olimpici, campionati nazionali, europei e mondiali. Perché costruire cartucce che aiutino un tiratore ad essere sempre più preciso è una questione di tecnologia e ricerca. Infatti la B&P vanta diversi brevetti tra cui uno che si chiama Gordon Sistem, e consiste nel costruire bossoli (anzi, borre per i bossoli) con un fondo in plastica invece che di metallo. L’inserto plastico, che vanta il nome di buscione, ammortizza il rinculo del fucile e aiuta il tiratore a centrare il bersaglio. Posto che, come spiega Paolo Pederzoli, giovane amministratore delegato dell’azienda, quando il colpo non raggiunge il bersaglio è sempre colpa della cartuccia e quando lo centra è merito del tiratore. Pederzoli, da profano che non ha mai avuto un fucile mi stupisce un po’ tutta questa ricerca su una cartuccia.

«Eppure è necessaria. La cartuccia ha tanti componenti che incidono sulle performance balistiche. Cambiarne uno vuol dire modificare il tiro e per l’atleta o il cacciatore fa una bella differenza». Quindi investite parecchio in ricerca.

«Per forza. Siamo riconosciuti come specialisti del settore. Realizziamo prodotti specifici per ogni tipo di tiro». Per l’Italia o l’estero.

«Il 15 per cento del nostro fatturato dipende dall’Italia, l’85 dalle vendite all’estero. Vendiamo in 65 paesi diversi». Mi spiega perché un cacciatore cinese dovrebbe comprare le vostre cartucce?

«Per un sacco di motivi. Il più importante dei quali é che in questo prodotto non

L’AZIENDA

L’AD Paolo Pederzoli nel suo ufficio. In altro a destra confezioni e prodotti della Baschieri e Pellagri

La pulvrira di due secoli fa ora è un laboratorio della precisione

I NUMERI

1885

8

ANNO

MEDAGLIE D’ORO

E’ la data di fondazione della Baschieri e Pellagri che da allora ha occupato sempre lo stesso sito a Castenaso

E’ il bottino olimpico della B&P, a cui si aggiungono 68 ori mondiali, 75 europei e 9 in Coppa del Mondo

basta l’ingegneria balistica. E’ importantissima la sensibilità, l’esperienza e la bravura dei tecnici che aggiustano in pratica i risultati della teoria. Una competenza quasi impossibile da riprodurre». Nel vosto caso la qualità paga ancora.

«Certamente, ed è il motivo per cui non abbiamo concorrenza nei paesi in via di sviluppo. Uno sportivo può anche comprare cartucce che costano meno, ma se

INNOVAZIONE «Per noi la ricerca è fondamentale I nostri prodotti sono sinonimo di qualità per gli sportivi nel mondo» non sono precise e affidabili sceglie un prodotto di qualità più alta. Cioè il nostro». Avrete dei concorrenti occidentali.

«Sì, e anche partnership commerciali importanti con alcuni di loro, come Remington, Browning-Winchester, Fiocchi e Rottweil». Siete sacerdoti della cartuccia.

«Siamo considerati molto affidabili e capaci di grande qualità. E facciamo molta

attenzione al marketing». Come si fa pubblicità a una cartuccia?

«Be’, abbiamo un packaging molto ricercato. Le nostre scatole sono molto più raffinate rispetto ai concorrenti». Ignorandone il contenuto, direi che c’è dentro the.

«Il packaging esalta il posizionamento del prodotto. Costa più degli altri perché quando un cliente inizia a usare le nostre cartucce non smette più». Indirettamente, sta facendo il ritratto di un’azienda in salute.

«Noi stiamo investendo e assumendo. Pensiamo nel lungo termine e vediamo ottime prospettive. Lavoriamo su tre turni di lavoro piuttosto che due e nel nostro settore il made in Italy è ancora riconosciuto come sinonimo di qualità». Lei ha avuto una lunga esperienza di lavoro negli Stati Uniti. Cosa ha portato in B&P di quell’esperienza?

«Premetto che sono arrivato in un’azienda che andava benissimo grazie al lavoro di Nerio Cicotti, che è scomparso improvvisamente la scorsa primavera. Dagli Stati Uniti ho portato la cultura del servizio al cliente, che là è sviluppatissima. Ma innestarla in un’azienda come la B&P non era particolarmente difficile».

BASCHIERI & Pellagri si trova a Marano di Castenaso, nella stessa area di 50 ettari in cui fu fondata 126 anni orsono da Settimio Baschieri e dal chimico Guido Pellagri. L’azienda progetta, produce e commercializza polveri da sparo, bossoli, borre in plastica e munizioni civili per armi a canna liscia. Il suo nome è conosciuto da generazioni di cacciatori e sportivi come sinonimo di qualità e performance della polvere da sparo. Nel 1970 B&P ha depositato il primo brevetto di borra in plastica, che spodestò la borra in feltro, e nel 1979 il marchio commerciale Gordon System, una piccola rivoluzione che riduce il rinculo grazie all’effetto ammortizzante. Oggi l’azienda esporta circa il 70% della produzione in 65 paesi, tra cui Regno Unito, Germania, Francia e Spagna, Stati Uniti, Russia, Turchia, Giappone e Cina. Presidente è Paolo Manfredi, vice presidente Giovanni Ghini, che rappresenta la famiglia azionista di riferimento. Nel 1920 entra in azienda Ulisse Manfredi, genero di Settimio Baschieri. Grazie a lui l’azienda inizia a sponsorizzare i grandi campioni di tiro a volo e a usare un linguaggio pubblicitario semplice e diretto. L’oro olimpico di Ennio Mattarelli alle Olimpiadi di Tokyo del 1964, rappresenta la consacrazione di questa politica aziendale. Agli inizi degli anni ’70, per fronteggiare l’arrivo in Italia del gruppo Winchester, B&P si concentra sulla qualità e sull’innovazione dei prodotti di fascia alta. Nel frattempo proseguono i successi olimpici: Ennio Falco è oro ad Atlanta nella specialità Skeet maschile, mentre nel 2008 Chiara Cainero vince l’oro olimpico a Pechino nella specialità Skeet femminile. Il palmarès B&P comprende 8 ori olimpici, 68 ori ai Mondiali, 75 agli europei, 9 ori alle Coppe del Mondo e 275 ai Campionati europei.

VAI SUL PORTALE Per la videointervista a Paolo Pederzoli e le immagini della Baschieri&Pellagri vai sul nostro sito all’indirizzo: www.ilrestodelcarlino.it/bologna

Premio Mascagni, la Baschieri e Pellagri  

Intervista a Paolo Pederzoli

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you