Page 1

! E impa L I ra FAC

LEGGO, SCRIVO, CONTO IN VACANZA

Attività di ripasso di italiano e matematica Presentazione Questo volume, mediante attività chiare ed essenziali che possono essere svolte in piena autonomia, accompagna i bambini in un percorso graduale, allegro e piacevole di ripasso e consolidamento delle competenze di italiano e matematica acquisite nel corso dell’anno scolastico. Sul sito www.edizionidelborgo.it sono disponibili le soluzioni degli esercizi.

dalla

ˆ 4 e s s a cl la al ˆ 5 e s s a l c

Autori: Monica Puggioni, Daniela Branda, Cinzia Binelli Copertina: Deborah Forni Progetto grafico: Claudia Dovì Illustrazioni: Deborah Forni, Claudia Dovì, Elena Baboni Colorazione tavole: Elisa De Rose, Claudia Dovì Impaginazione: Deborah Forni, Claudia Dovì Per le seguenti illustrazioni di Elena Baboni, si ringraziano:

Fiabe mantovane, E. Lui editore per pag. 45 C’era una volta il nonno, Sinnos edizioni per pag. 49 I racconti del Busatello, E. Lui editore per pag. 51 Favolyogando, Sinnos edizioni per pag. 52 Filastrocche da mangiare, E. Lui editore per pag. 53

Stampato presso: D’Auria Printing S.p.A. - Ascoli Piceno Prima edizione: maggio 2016

Via Caduti di Reggio Emilia, 15 40033 - Casalecchio di Reno (Bo) Tel. 051/753358 - Fax 051/752637 E-mail: info@edizionidelborgo.it www.edizionidelborgo.it

Per ragioni didattiche alcuni testi sono stati ridotti e/o adattati. L’Editore è a disposizione degli aventi diritto con i quali non è stato possibile comunicare, nonché per eventuali involontarie omissioni o inesattezze nella citazione delle fonti dei brani riportati nel presente volume. I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento, totale o parziale, con qualsiasi mezzo (comprese le copie fotostatiche) sono riservati per tutti i paesi. L'editore potrà tuttavia concedere a pagamento l'autorizzazione a riprodurre una porzione non superiore al decimo del presente volume. L’Editore, nell’ambito delle leggi internazionali sul copyright, è a disposizione degli aventi diritto non potuti rintracciare.


Indice È tempo di vacanze!...................................3 Giochi intelligenti........................................4 Completare un testo...................................5 Giochiamo con il dizionario.........................6 Errori e risate..............................................7 Accenti e punteggiatura..............................8 Cruciverba ortografico................................9 Il testo narrativo........................................10 Leggere e capire.......................................11 Un mondo................................................12 ...di nomi..................................................13 Gli articoli.................................................14 L’aggettivo qualificativo e i suoi gradi........15 Il racconto fantastico.................................16 Capire e riassumere..................................17 Aggettivi...................................................18 ...e pronomi..............................................19 Un testo realistico.....................................20 Arricchire un racconto...............................21 I tempi semplici.........................................22 I tempi composti.......................................23 Discorso diretto e indiretto........................24 Parlo di me...............................................25 Una lettera dal mare.................................26 Avverbi.....................................................27 Le preposizioni .........................................28 Il diario.....................................................29 Scrivo una pagina di diario........................30 Soggetto e predicati..................................31 La torre delle congiunzioni........................32 Le parole per descrivere............................33 Descrivere con i cinque sensi.....................34 Un frutto che sa d’estate...........................35 Descrivere una persona.............................36 Un personaggio di fantasia.......................37 Due modi di descrivere un animale............38 Il complemento oggetto............................39 Descrivere un luogo..................................40 Complementi indiretti...............................41 Scrivo un racconto d’avventura.................42 Il testo......................................................44 ...poetico..................................................45 Per la strada in bicicletta...........................46 Cruciverba stradale...................................47 Parliamo di................................................48 ...amicizia.................................................49 Amici della natura.....................................50

Parole crociate ambientaliste.....................51 L’acqua, un bene prezioso.........................52 Sai quello che mangi?...............................53 Ci sono numeri.........................................54 ...e numeri................................................55 Ancora numeri..........................................56 Questione di specchi.................................57 Addizioni in colonna.................................58 Addizioni con la prova..............................59 Proprietà associativa e dissociativa.............60 Sottrazioni................................................61 Sottrazioni e proprietà invariantiva............62 Problemi...................................................63 Gli angoli..................................................64 Moltiplicazioni..........................................65 Moltiplicazioni con la prova.......................66 Moltiplicazioni con le proprietà.................67 I poligoni..................................................68 I triangoli..................................................69 Divisioni in colonna...................................70 Divisioni con l’invariantiva.........................71 I quadrilateri.............................................72 Problemi ..................................................73 Le frazioni.................................................74 La frazione di un numero..........................75 Le frazioni complementari.........................76 Tanti tipi di frazioni...................................77 Problemi...................................................78 ...con le frazioni........................................79 Le frazioni equivalenti...............................80 Frazioni e numeri decimali.........................81 I numeri decimali......................................82 Calcoli per 10, 100, 1.000........................83 Calcoli in colonna.....................................84 Il perimetro...............................................85 L’area........................................................86 Problemi...................................................87 Lunghezze................................................88 Misure di capacità.....................................89 Misure di peso..........................................90 Peso lordo, netto, tara..............................91 Ancora problemi.......................................92 Euro..........................................................93 Problemi con l’Euro...................................94 Spesa, guadagno, ricavo...........................95 Si vende e si compra.................................96


È tempo di vacanze!

Lingua italiana

A nagramma le parole e scrivi la soluzione nei quadretti.

CHIOGI E ROSTIE ILLETINTENGI PRE CANVAZE VIRTEDENTI

(Soluzione “Giochi e storie intelligenti per vacanze divertenti”.) 3


Lingua italiana

Giochi intelligenti

S copri il messaggio crittografato: utilizza il codice

segreto per scrivere le lettere nelle caselle.

1 2 3 4 5 6 7

I R N D A E V

8 O 9 Q 10 Z 11 C 12 T 13 S 14 U

4

8

1

3

9

14

7

6

7

6

5

5

13

11

3

5

12

4

3

5

2

10

3

3

5

1

5

8

............................................................................................................................... (Soluzione “Dove andrai in vacanza quest’anno?”)

R isolvi il rebus e scrivi la soluzione sulla riga.

LA

Frase: 2, 4, 3, 6, 2, 7.

DEI TI AT

.................................................................................................................................. (Soluzione “La nave dei pirati ti attende”)

4


Completare un testo

Lingua italiana

C ompleta il brano inserendo negli spazi vuoti le parole adatte. volo - mare - padre - paura - giochi - cervello - polmoni - amica - mento - bambini - gare. PAURA DELL’ACQUA

Quando era piccola, Prisca si era sempre rifiutata di nuotare con la testa sott’acqua,

padre e suo nonno: era convinta che il ..................., mare come pretendevano suo ................... attraverso le orecchie, potesse arrivarle al cervello e un cervello annacquato, si sa, fun-

volo ziona male. Forse che il nonno, quando lei non capiva al ................... qualcosa, non le cervello diceva spazientito: - Ma ti è andato in brodo il ..........................?

bambini giochi Così non partecipava mai ai ....................... di suo fratello e degli altri ....................., gare che consistevano, soprattutto, in ................... di tuffi dalla barca o dal molo.

Poi, naturalmente, c’era sempre qualcuno che, mentre lei nuotava tranquilla, con il

mento ben sollevato dall’acqua, arrivava alle sue spalle e cercava di cacciarla .................. paura sotto. In seguito, era cresciuta e aveva superato la ................... dell’acqua, anche grazie al dottor Maffei,

amica lo zio della sua ....................... Elisa. - Vedi? - le aveva spiegato, mostrandole anche un disegno scientifico - Attraverso la bocca e il naso, l’acqua, semmai, potrebbe entrare

polmoni oppure nello nei ......................,

stomaco, non certo nel cervello. Bianca Pitzorno, Ascolta il mio cuore, Mondadori

O ra prova a scrivere un finale adatto al racconto. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. ..................................................................................................................................

5


Lingua italiana

Giochiamo con il dizionario

M etti in ordine alfabetico le serie di parole. mare - marino - mareggiata - marittimo

mare 1. ............................................. mareggiata 2. ............................................. marino 3. ............................................. marittimo 4. .............................................

burro - bicchiere - bidone - brano

bicchiere 1. ............................................. bidone 2. ............................................. brano 3. ............................................. burro 4. .............................................

C ollega i sinonimi. • spiaggia confettura • albergo quotidiano • marmellata arenile • ombrello cetaceo • giornale hotel • caffelatte parapioggia • onda cappuccino • balena maroso

S crivi i contrari delle seguenti parole.

scuro scomodo • comodo.............................................. noioso • divertente........................................... • chiaro.................................................

6

duro veloce • adagio................................................ tristezza • gioia................................................... • morbido..............................................


Errori e risate

Lingua italiana

L eggi le barzellette. Come vedrai, ci sono diversi errori d’ortografia.

Riscrivile correttamente sulle righe.

La girrafa, a banio nel fiume con solo la testa fuori dal’aqua, dice alla gazella che la oserva dalla rivva: “Vieni pure… cui si toca!” La giraffa, a bagno nel fiume con solo la testa ................................................................................ fuori dall’acqua, dice alla gazzella che la osserva ............................................................................. dalla riva: “Vieni pure... qui si tocca!” ............................................................................

............................................................................ ............................................................................. Un pesiolino roso, nella vascetta su un mobile insiemme alla madre, oserva inquriosito la lavatricie in funzione pocco distante. “Ce belo, mamma” dice tutto ecitato “un giorno mi chi porti sulla ghiostra?” Un pesciolino rosso, nella vaschetta su un mobile insieme ..................................................................................... alla madre, osserva incuriosito la lavatrice in funzione ..................................................................................... poco distante. “Che bello, mamma” dice tutto eccitato ..................................................................................... “un giorno mi ci porti sulla giostra?” .....................................................................................

..................................................................................... Adatt. da “1000 BARZELLETTE IRRESISTIBILI”, Geronimo Stilton, 2003, Edizioni Piemme

R iscrivi le parole correttamente. cassettone • casetone.............................................

grazie • grazzie................................................

poliziotto • pollizzioto...........................................

soprattutto • soppratutto.........................................

sottrazione • sotrazzione......................................... mozzarella • mozarela.............................................

coccodrillo • cocodrilo.............................................

cappotto • capoto................................................

7


Lingua italiana

Accenti e punteggiatura

I nserisci nelle caselle i segni di punteggiatura in modo corretto. LA PROBOSCIDE DEGLI ELEFANTI

C’era una volta un elefantino molto curioso

.

Voleva sapere a ogni costo che cosa mangiassero

.

i coccodrilli

.

Vide un gran lucertolone

Gli si avvicinò e gli chiese

- Sai che cosa mangiano i coccodrilli - Io sono un coccodrillo

!

?

,

e il coccodrillo

ingenuamente

,

svelto

Quando l’elefantino del fiume

,

,

:

- gli rispose

il lucertolone - se ti avvicini te lo dirò L’elefantino

.

Si recò perciò al fiume

,

,

.

si avvicinò

gli addentò il naso che era corto e grosso

dopo essersi liberato

,

.

si specchiò nelle acque

vide che il suo corto naso era diventato una lunga proboscide

.

Riduzione da R. Kipling

A ccento SÌ o NO? Scrivi il monosillabo esatto. • Pensa • Non

no dice mai di (no / nò) ................

• Sara

dà non (da / dà) ................ retta a nessuno.

• Sali

me tè da (me / mè) ................ per bere un (te / tè) .............

• Non

qua lì stare più (li / lì) ................; vieni di (qua / quà) ................

• Non

da te me lo sarei mai aspettato (da / dà) ................(te / tè) ................

• Chi 8

sè solo per (se / sé) ................

fa per (tre / trè) .......... tre fa da (se / sé) ......... sè (fa / fà) .......... (fa / fà) .........


Cruciverba ortografico L eggi le definizioni e completa il cruciverba.

ORIZZONTALI

VERTICALI

1. Insetto portafortuna a pois neri. 2. Lo mette il motociclista. 3. Si riempie per fare il bagno. 4. Sono come fili d’erba nel mare. 5. Si usa a spicchi per cucinare. 6. Si riempie per andare in vacanza. 7. Insegna a scuola. 8. Scende con gli sci. 9. La fa l’ombrellone. 10. Brucia nella stufa.

1. “Case” di molluschi che raccogli in spiaggia. 2. Ha 365 giorni. 3. Ne è ricoperto il pesce. 4. Ci appoggi la testa per dormire. 5. Ci scrivi sopra con il gesso. 6. Si sfrega per accendere un fuoco. 7. Si scartano quando si mangia il pesce. 8. Lo rompe il pulcino per uscire. 9. Si indossa a Carnevale. 10. Gracida nello stagno. 1 11. Batte nel petto. C 12. Contrario di chiaro. 1 4

C

O

C

6

5

S C

F

I

I

I

G

N

A

G

L

I

A

I

N

C

S

5

E

L

3

O

V

F 8

4

A

L

E

S

R

A C

N I

A

T

U M

B

R O

U A

S

C

G

A M

H

E

E

V

A

7

L

I

10

L

9

M

8

G

I

A

I

U

S

S

S

C

C

C

C

H

U

H

I

E

E

O

R

11

O

R

A

R A

Q

N 6

O

S

A

A

10

12

L

A

N

M A E S T R A

O

3

I

I

9

A

H

M 7

C

2

U

N 2

C

Lingua italiana

E

G

N

A

9


Lingua italiana

Il testo narrativo

L eggi il racconto, suddiviso in INIZIO, SVILUPPO e CONCLUSIONE. LA RANA EVELYNE

INIZIO - situazione iniziale Il mio nome è Evelyne. Ero una bellissima rana. Già da girino ero straordinaria: la mia pelle era morbida, di un verde brillante con piccole macchie scure. Mi chiamavano la rana di velluto. SVILUPPO - parte centrale Una notte ero stata invitata a tenere un concerto di musica allo stagno. Ad un tratto sentii bussare alla porta: - Chi è? - chiesi. - Un suo ammiratore - fu la risposta. Aprii la porta e una mano pelosa mi afferrò. - Cielo! Un principe! - urlai terrorizzata. - Pietà, la prego, non mi baci, non mi rovini! Se proprio deve baciare qualcuno baci una talpa, una puzzola. Il principe, invece, mi baciò. Persi i sensi e, quando mi svegliai, mi trovai in un letto a baldacchino. Corsi allo specchio. Che tragedia! Il principe mi aveva trasformata in una principessa. Ero orrenda! Il re, mio padre, fece chiamare qualche principe perché mi sposasse, ma questi preferirono partire per le crociate. - E adesso, chi la sposa questa? - gemeva il re. Mi rinchiusero in una torre. Una notte fui rapita dai pirati, attirati dalla mia ricchezza, ma non riuscirono a vendermi nemmeno al mercato degli schiavi. Stavo tutta sconsolata accanto ad una pozzanghera, quando vidi uscire un rospo. Tesi la mano per accarezzarlo, ma scappò inorridito, e sarebbe finito sotto le ruote di un carro, se non lo avessi raccolto. Grato, chiuse gli occhi e mi baciò sulla fronte. Quel bacio mi trasformò nuovamente in rana. CONCLUSIONE - parte finale Sposai naturalmente il rospo e vivemmo felici e contenti con tanti bei girini. 10

Da Terzoli e Vaime, Le fiabe comiche, Bietti


Lingua italiana

Leggere e capire R ispondi e completa. • La

protagonista è un personaggio:

• Quali

reale

fantastico

rana Evelyne, il principe, altri personaggi appaiono nel racconto? ..La .....................................................

re, altri principi, i pirati e il rospo. .il ...............................................................................................................................

• Il

tempo in cui è ambientata la storia è:

• I

luoghi in cui si svolgono i fatti sono:

• I

fatti che accadono sono:

• La

narrazione è in:

• Quindi

il narratore è:

indefinito verosimili

immaginari

prima persona interno

ben precisato di fantasia

realistici terza persona

esterno

C ompleta la sintesi delle tre parti del racconto

in modo da ottenere un riassunto. INIZIO

La protagonista è........................................................................................................ SVILUPPO

Una notte, però, accadde che..................................................................................... .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. Allora il re................................................................................................................... .................................................................................................................................. Venne rapita dai.......................................................................................................... Finchè, un giorno,....................................................................................................... .................................................................................................................................. CONCLUSIONE

.................................................................................................................................. ..................................................................................................................................

11


Lingua italiana

Un mondo...

S crivi nella rispettiva colonna i seguenti nomi concreti e astratti. affetto - veliero - tastiera - attenzione - bicicletta - delusione - scarpe scienza - serenità - minestra - gentilezza - oliva - intelligenza NOMI ASTRATTI

NOMI CONCRETI

veliero tastiera ................................................ bicicletta ................................................ scarpe ................................................ minestra ................................................ oliva ................................................ ................................................

................................................

affetto attenzione ................................................ delusione ................................................ scienza ................................................ serenità ................................................ gentilezza ................................................ intelligenza ................................................ ................................................

S crivi il significato dei seguenti nomi collettivi. • squadra

• branco

• stormo

• biancheria 

insieme di giocatori ....................................... insieme di lupi ....................................... insieme di uccelli ....................................... insieme di vestiti .......................................

• posateria • classe

 

• battaglione  • vasellame

insieme di posate ...................................... insieme di alunni ...................................... insieme di militari ...................................... insieme di vasi ......................................

S crivi di fianco ad ogni nome primitivo un nome derivato e viceversa. NOMI PRIMITIVI • olio

• mare

• legno  12

NOMI DERIVATI

oliera ............................................. mareggiata ............................................. legname .............................................

NOMI DERIVATI • pastificio

• cartolina

• pizzeria

NOMI PRIMITIVI

pasta ......................................

carta ...................................... pizza ......................................


Lingua italiana

...di nomi C erca nel brano i nomi composti e scrivili nella tabella

nella rispettiva colonna.

FURTO AL MUSEO DEL MARE

Il guardiano del museo capì subito che qualcosa non andava. Il pescecane impagliato che accoglieva i visitatori nell’ingresso non c’era più, così come il salvagente del pirata Flinn. Dalla cassaforte dell’ufficio del direttore erano spariti sia i suoi soldi sia il portafoglio e, per terra, giaceva rotto il vecchio portacenere di terracotta. C’era solo una possibilità per scovare il ladro: togliere la videocassetta dalla telecamera a circuito chiuso ed infilarla subito nel videoregistratore.

NOME + NOME

VERBO + NOME

NOME + AGGETTIVO

pescecane

salvagente

cassaforte

telecamera

portafoglio

terracotta

videocassetta

portacenere

videoregistratore

S crivi accanto a ciascuno dei seguenti nomi alterati se è vezzeggiativo, dispregiativo,

diminutivo o accrescitivo. • pentolone  • stradina

• bimbetta

• parolaccia  • scarpetta

accrescitivo ...................................... diminutivo ...................................... vezzeggiativo ...................................... dispregiativo ...................................... vezzeggiativo ......................................

• sapientone  • venticello

• cagnolino  • libretto

• bambolina 

accrescitivo ...................................... diminutivo ...................................... diminutivo ...................................... vezzeggiativo ...................................... diminutivo ......................................

13


Lingua italiana

Gli articoli

S crivi all’interno delle torri i rispettivi articoli. Articoli determinativi

Articoli indeterminativi

il lo la i gli le .......................... ..........................

un uno una ...........................

I nserisci nel brano gli articoli determinativi e indeterminativi mancanti. una

una il

un

una

C’era ......... volta ......... principessa che viveva in ......... castello in cima ad .........

la

gli

montagna. Aveva ......... viso bianco come ......... neve, ......... occhi azzurri come

il

i

la

un

......... mare e ......... capelli neri come ......... notte. Indossava sempre ......... vestito di seta color del cielo e tutti la chiamavano Celeste.

Il re e ......... la regina erano però piuttosto preoccupati, perché ......... la loro figliola ......... un

era sempre sola in quel bellissimo castello. Decisero così di organizzare ......... gran

il diciottesimo compleanno di Celeste. ballo per ......... gli invitati c’era ......... la principessa Rosa, che Tra ......... una reggia vicino al deserto. viveva in .........

le C’erano anche Bianca, Viola e Turchina, ......... tre figlie del sultano d’Arabia, e vennero

i figli dell’imperainvitati anche ......... tore della Cina.

le nuove Da allora con ......... i nuovi amiche e con ......... amici, Celeste non fu più sola! 14


Lingua italiana

L’aggettivo qualificativo e i suoi gradi C erca e sottolinea gli aggettivi qualificativi che trovi nel brano. IMMERSIONE SUBACQUEA

Luca indossò una maschera aderente, collegata a due pesanti bombole di ossigeno. La muta elastica proteggeva il corpo dall’acqua fredda, mentre gli occhiali larghi e a tenuta stagna gli consentivano di tenere gli occhi ben aperti. Una forte emozione prendeva il ragazzo ogni volta che si immergeva: adorava vedere i coralli variopinti, i pesci vivaci, le alghe dai movimenti sinuosi. Le correnti davano una vita irreale a tutti gli esseri sottomarini.

S ottolinea in rosso gli aggettivi al grado comparativo di maggioranza,

in verde quelli di minoranza, in blu quelli di uguaglianza. • L’aereo

è più veloce del treno.

• La

collina è meno elevata della montagna.

• La

lumaca è lenta come la tartaruga.

• La

città è più rumorosa della campagna.

• Sara

è meno diligente di Anna.

• L’oro

è più prezioso dell’argento.

• La

notte è nera come il carbone.

• Luca

è meno robusto di Marco.

C olora di rosso le caselle accanto alle frasi che contengono un superlativo assoluto

e di verde quelle in cui si trova un superlativo relativo.

Luca è il più bravo di tutta la classe.

Quel formaggio è assai gustoso.

L’estate è la stagione più calda dell’anno.

Chiara ha un carattere eccezionale. 15


Lingua italiana

Il racconto fantastico

L eggi il racconto.

16

INIZIO

Nella stazione di Sichelosai c’era un orologio rotondo nella facciata, fin da quando era stata costruita. Era tutt’altro che moderno: aveva le lancette ricamate e i numeri ben dipinti a mano. Dopo lunghi anni di buon lavoro, cominciava a sentire l’età; le riparazioni erano ormai frequenti.

SVILUPPO

- Bisognerà sostituirlo - disse un giorno l’esperto di orologi ferroviari. L’orologio sentì; provò un tale dolore, che si ubriacò per dimenticare l’ingratitudine degli uomini. Le lancette brille si misero a girare come avessero il singhiozzo e ingannarono molti. Il ragionier Fuzzi perse il treno e non arrivò in banca. Meglio per lui, perché quel giorno in banca ci fu una rapina. Il signor Ciuffi, arrivato troppo presto, in attesa del suo treno comprò un biglietto della lotteria e vinse il primo premio, diventando ricco. Cose simili successero ad altri abitanti di Sichelosai: l’ubriacatura dell’orologio portava fortuna. Così quando vennero gli operai per sostituire il vecchio orologio con uno elettrico, la cittadinanza si ribellò ed impedì la sostituzione. L’orologio nuovo fu allora installato all’interno della stazione e quello vecchio rimase al suo posto. Con la prima pioggia il vecchio orologio si rinfrescò le idee e gli passò la sbornia.

CONCLUSIONE

L’OROLOGIO UBRIACO

Da allora non bevve più e cercò di tenere il passo. Ogni tanto si fermava per prendere fiato, ma nessuno osava più brontolare. Anzi, la gente diceva: - Chi l’ha detto che bisogna sempre correre a questo mondo? N. Vicini, 365 storie una per giorno, Fabbri


Capire e riassumere

Lingua italiana

Rispondi contrassegnando con una X le risposte corrette.

è il protagonista del racconto?

• Chi

Gli abitanti di Sichelosai testo che hai letto il tempo è:

• Nel • Il

Un vecchio orologio

luogo è:

• Qual

ben precisato

ben precisato, esistente

imprecisato

ben precisato, ma inventato

è l’elemento fantastico del racconto?

L’improbabile vincita alla lotteria

L’orologio umanizzato

Le lancette ricamate • Sottolinea

nel testo il fatto straordinario narrato nella vicenda.

P rova a sintetizzare le diverse parti del racconto e otterrai un breve riassunto. INIZIO

.................................................................................................................................. .................................................................................................................................. SVILUPPO

.................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. CONCLUSIONE

.................................................................................................................................. ..................................................................................................................................

17


Lingua italiana

Aggettivi...

C ompleta le frasi scrivendo in rosso gli aggettivi possessivi

e in azzurro i pronomi possessivi adatti. • Perché

tua torta è sempre più soffice della ...…? mia Spiegami come fai! la ...…

miei due goal di oggi pomeriggio sono stati spettacolari, ...… ma anche i tuoi ...… non sono stati male!

• I

sua musica mi viene voglia di ballare. le volte che ascolto la ...… miei di letteratura. suoi di storia e i ...… • I tuoi ...… libri trattano di scienza, i ...… • Tutte

• I suoi ...…

miei per le gare di nuoto. costumi da bagno sono più adatti dei ...…

S ottolinea in rosso gli aggettivi dimostrativi e in blu i pronomi dimostrativi. • Questa • Ti

partita è stata superlativa: molto più bella di quella di domenica scorsa.

perdono solo per questa volta, ma che non si ripeta più la stessa storia!

• Durante

questo mese al mare mi sono divertito molto.

• Sicuramente • Ti

hai visto quegli attori. Dimmi quale preferisci.

ho portato queste fotografie perché tu possa scegliere quelle più belle.

S crivi una breve frase per ogni coppia di parole; poi sottolinea gli aggettivi

indefiniti. • qualche

giorno

• parecchi

• nessuna

fatica

• tante

gelati

persone

.................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. 18


...e pronomi

Lingua italiana

C ompleta le frasi inserendo le parole dell’elenco; poi cerchia di blu i pronomi

numerali e di rosso gli aggettivi numerali.

terza - entrambi - paio - due - prima - uno ciascuno due monete. É la ........... prima volta che mi capita. ho trovato nella sabbia .......... terza • È la ................. volta che provo a telefonarle, ma non la trovo mai. Proverò ancora. • Ieri

entrambi e Maria sono ............................ molto diligenti nello svolgimento dei compiti. uno ciascuno • Ecco i libri: prendetene .............................................. • Carlo

• Domani

andrà a comprare un paio ...... di scarpe nuove.

L eggi il brano e sottolinea i pronomi

personali complemento.

Mamma lupa cercò da mangiare per i suoi cuccioli e portò loro un bel pezzo di carne fresca. La luna la illuminava mentre entrava nella tana e i figli le saltavano addosso per la gioia. Senza di lei sarebbero stati perduti e il rimbombo degli spari dei cacciatori li riempiva di paura.

R iscrivi le frasi utilizzando i pronomi

personali complemento adatti. Osserva l’esempio.

Chiederò alla zia se vuole venire a vedere la gara di nuoto.

Le chiederò se vuole venire a vedere la gara di nuoto. .................................................................................................................................. Hai parlato con i proprietari del campeggio per avere un posto migliore?

Hai parlato con loro per avere un posto migliore? .................................................................................................................................. Chi ti ha venduto questa bella maglietta? Voglio comprare una maglietta anch’io.

Chi te l’ha venduta? Voglio comprarne una anch’io. .................................................................................................................................. 19


Lingua italiana

Un testo realistico

L eggi il testo ed evidenzia l’INIZIO, lo SVILUPPO

e la CONCLUSIONE.

CONCLUSIONE

SVILUPPO

INIZIO

AVVENTURA NEL BOSCO

Denis raccoglieva funghi nel bosco, mentre Fruet, il suo cane, correva avanti ed indietro, abbaiando festoso. A un tratto, sentì un rumore di passi leggeri e svelti sulle foglie e, subito dopo, vide, a una decina di metri da lui, tre cinghialetti dal pelo bruno. Denis fece un passo avanti, adagio, per osservarli meglio, ma, proprio in quel momento, sentì un fruscio brusco e vide uscire, dal folto dei cespugli, una grossa femmina di cinghiale. Il ragazzo si fermò terrorizzato. L’animale alzò il muso verso di lui e soffiò forte. Dal corpo nero veniva una specie di ruggito corto, intermittente e spaventoso; Denis era di ghiaccio. Poi qualcosa si insinuò tra le sue gambe: era Fruet che gli passò davanti, bloccandosi a zampe tese fra lui ed il cinghiale. Il pelo grigio-nero del cane era sollevato e dalla sua bocca usciva un ringhio basso e continuo. Il cinghiale, sempre a testa bassa, fece un passo indietro, poi sparì nel bosco con i cinghialetti che gli trotterellavano dietro. R. Piumini, Denis del pane, Einaudi

R ispondi alle domande. Denis • Chi è il protagonista del racconto?.........................................................................

In un bosco • Dove si svolge la vicenda?....................................................................................... Si incuriosisce e si avvici• Come reagisce Denis alla vista dei tre cinghialetti?....................................................

per osservarli. ..na ..............................................................................................................................

Si ferma terrorizzato. • Cosa prova invece alla vista della grossa femmina? ..................................................

................................................................................................................................

Si mette davanti a lui e ringhia al • Come si comporta invece il suo cane?...................................................................... ..cinghiale. ..............................................................................................................................

20

• Secondo

te si tratta di un testo:

fantastico

realistico


Arricchire un racconto

Lingua italiana

L eggi il testo e arricchiscilo inserendo descrizioni e

INIZIO

particolari che lo rendano più interessante e piacevole.

Alberto non vedeva l’ora che arrivasse l’estate per andare in vacanza da suo cugino Riccardo. Riccardo abitava con i suoi genitori quasi in riva al mare, in una piccola casetta in muratura. (Com’è la facciata della casa? Com’è il giardino davanti ad essa? Quante stanze vi sono all’interno? Che cosa si vede dalle finestre?) .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. ..................................................................................................................................

SVILUPPO

.................................................................................................................................. Non appena Riccardo vide Alberto gli corse incontro. Entrambi erano molto felici di rivedersi. Gli corse incontro anche Max, il suo simpatico cagnone. (Di che razza è Max? Com’è il suo pelo? Come si comporta?...) .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. Tutti e tre non indugiarono un attimo e corsero subito in spiaggia. (Com’è il mare? Che cosa decidono di fare? Che cosa fa il cane Max intanto?...) .................................................................................................................................. ..................................................................................................................................

CONCLUSIONE

.................................................................................................................................. .................................................................................................................................. Per Alberto e suo cugino quel primo giorno al mare fu entusiasmante e per i giorni successivi avevano già un sacco di idee avventurose. Entrambi stavano vivendo il momento più bello della loro estate.

21


Lingua italiana

I tempi semplici

C ompleta le frasi coniugando i verbi all’infinito

fra le parentesi in un tempo semplice.

andarono e Davide, l’anno scorso (andare) ..................... andranno al mare. in montagna, l’anno prossimo (andare) .....................

• Anna

Credo ..................... di non sentirmi troppo bene. nuotavo • In passato, per mantenermi in forma, (nuotare) ..................... in piscina, ma ora preferisco la ginnastica in palestra. (preferire) ..................... • (Credere)

• Mentre

navigavo in Internet, mi (capitare) ..................... capitò (navigare) ..................... sotto gli

occhi un articolo interessante. bussò tirò • Il lupo (bussare) ..................... alla porta di casa della nonna, (tirare) ..................... entrò il chiavistello ed (entrare) ..................... cucina • Mia madre (cucinare) ..................... spesso l’insalata di riso. • Se

impegni (ottenere) .................... otterrai ottimi risultati in breve tempo. ti (impegnare) ....................,

C ompleta l’analisi dei verbi come indicato nell’esempio.

22

INFINITO

CONIUGAZIONE

ricordare

MODO

TEMPO

PERSONA

1^

imperfetto

3^singolare

camminare

1^

passato remoto

3^plurale

sentire

3^

futuro semplice

2^plurale

capire

3^

futuro semplice

3^singolare

studiare

1^

imperfetto

3^plurale

cantare

1^

futuro semplice

1^plurale


Lingua italiana

I tempi composti

T rova l’ausiliare giusto per i seguenti verbi e coniugali come nell’esempio. ho viaggiato ........................................ sono tornato  ........................................

• Viaggiare  • Tornare

• Dormire • Sentire

ho dormito ........................................ ho sentito  ........................................ 

sono arrivato ........................................ ho giocato • Giocare  ........................................ sono entrato • Entrare  ........................................ • Arrivare

• Capire

ho capito ........................................

R iscrivi le seguenti frasi al passato prossimo. • Rebecca

e Gabriele giocano con le biglie sulla spiaggia. Rebecca e Gabriele hanno giocato con le biglie sulla spiaggia. .................................................................................................

• Mi

immergo sott’acqua per osservare i pesci. Mi sono immersa sott’acqua per osservare i pesci. .................................................................................................

• Andiamo

a mangiare una pizza con i nostri amici. Siamo andati a mangiare una pizza con i nostri amici. .................................................................................................

• Tu

e tua sorella guardate troppa televisione. Tu e tua sorella avete guardato troppa televisione. ................................................................................................................................

• Il

libro che leggi è davvero interessante. Il libro che hai letto è davvero interessante. ................................................................................................................................

R iscrivi i verbi nella colonna corretta. Hanno camminato, fu tornato, sei andato, era stato, avevo letto, avremo vinto, avesti scritto, aveste raccolto, avete costruito, avrò gustato, avevamo osservato, saranno giunti. PASSATO PROSSIMO

TRAPASSATO PROSSIMO

TRAPASSATO REMOTO

FUTURO ANTERIORE

hanno camminato

era stato

fu tornato

avremo vinto

sei andato

avevo letto

avesti scritto

avrò gustato

avete costruito

avevamo osservato

aveste raccolto

saranno giunti

23


Lingua italiana

Discorso diretto e indiretto

L eggi il racconto. IN CAMPEGGIO

Il primo mattino in tenda, ci dovevamo vestire da soli, ma c’era un tale pasticcio di calzini, magliette, golf, pantaloni che non sapevamo come fare. - I blue jeans non mi stanno su - diceva Marco preoccupato. - Per forza, ti sei messo quelli di Filippo. - La maglietta mi lascia la pancia scoperta diceva Luca guardandosi con sorpresa l’ombelico. - Ma quella maglietta è mia…- dico io impensierito. - Ragazzi - dice Mario, - ho trovato una fionda scozzese! - Lascia stare le mie bretelle - borbotta Andrea che si tiene i pantaloni con le mani. - Ognuno metta a posto la sua roba e il suo sacco a pelo - dice il maestro. - Anche i maschi? - chiede Mario quasi scandalizzato. - Certo - ride il maestro. - Maschi o femmine, ognuno bada a se stesso. Siamo o non siamo tutti uguali? L. Tumiati, Cara piccola Huè, Einaudi Scuola

O ra prova a riscrivere il testo trasformando il discorso diretto in discorso indiretto. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. 24


Lingua italiana

Parlo di me L eggi il testo. VACANZE IN MONTAGNA

L’estate significava andare in villeggiatura. Per quattro mesi stavamo in montagna. Appena arrivati, mi immaginavo di essere un abitante di quei luoghi. Non avevo altri bambini con cui giocare e camminavo sola nei prati cercando cavallette e ranocchi. Allora non conoscevo la noia o la conoscevo appena. Per pochi istanti, sbuffavo e ciondolavo intorno alla casa. Allora mia madre mi diceva di lavarmi la faccia e fare i compiti delle vacanze. Non la ascoltavo, perché sapevo che fare i compiti era un pessimo sistema contro la noia. Comunque mi liberavo della noia con una facilità estrema. Pensavo allora che ogni pomeriggio potesse racchiudere straordinari avvenimenti. Potevo andarmene nei prati a trovare qualche grosso rospo. Nei boschi c’erano gli scoiattoli, e la speranza di acchiapparne uno e portarlo a casa non mi abbandonava mai. Oppure potevo tentare di scrivere un romanzo, o anche fare una grande scoperta scientifica. Il giorno della partenza dalla montagna era per me quasi ancora più bello del giorno dell’arrivo. Alla felicità di partire, di salire prima su una corriera e poi su un treno, si univa la sottile e deliziosa tristezza di dire addio all’estate. Natalia Ginzburg, Lessico familiare, Einaudi

I ndica se VERO o FALSO. • Di

che tipo di testo si tratta?

Diario

Autobiografia

Lettera

in estate trascorreva quattro mesi in montagna.............................. V

F

si annoiava molto, perché non c’erano altri bambini................................. V

F

di essere un abitante di quei luoghi e camminava nei prati....... V

F

• Al

pomeriggio faceva i compiti con la mamma............................................ V

F

• Le

piaceva anche il momento in cui, finita l’estate, faceva ritorno a casa...... V

F

• L’autrice • Lì

• Immaginava

25


Lingua italiana

Una lettera dal mare

L eggi la lettera. LETTERA DAL MARE

Martedì 13 agosto Cara nonna, ormai sono qui da abbastanza tempo per esserne sicura: l’isola di Issopyxos mi piace! Se davvero la mamma non vuole salire mai più per tutta la sua vita su una nave e deve quindi rimanere qui per sempre, allora rimango con lei. Potremmo passarcela bene qui. Il portiere dell’albergo mi ha raccontato che in febbraio tutti gli alberi hanno già i fiori e che ci sono cinque gradi quando fa freddo. Naturalmente dovrei imparare il greco per poter andare a scuola. La mamma potrebbe guadagnare dei soldi e anch’io. Potremmo pitturare i sassi, le zucche secche e anche le magliette da vendere ai turisti. E poi avremmo bisogno di meno soldi che a casa, perché qui non servono stivali invernali e berretti di pelliccia e giacche a vento. Solo che dovrebbe rimanere anche il papà! Senza di lui non mi piace. E tu dovresti venire spesso a trovarci! Adesso però devo smettere di scrivere. La mamma mi ha chiamato dal balcone per andare a pranzo. Un migliaio di baci. La tua Susi

R ispondi. • Il

linguaggio utilizzato è:

• Chi • Lo

scrive si esprime:

Riduz. da Ch. Nostlinger, Cara nonna, la tua Susi, Piemme

confidenziale, amichevole usando il “lei”

specifico, tecnico

utilizzando il “tu”

scopo della lettera è: raccontare esperienze, esprimendo stati d’animo informare in modo chiaro, oggettivo e distaccato

informale formale formula di chiusura è: Susi • Il mittente è: ........................................................................................................... • La

• Il

la nonna destinatario è: ......................................................................................................

• Secondo 26

te, la lettera che hai appena letto è di tipo:

personale

formale


Lingua italiana

Avverbi T rasforma in avverbi i seguenti aggettivi: • silenzioso • saporito • pacifico • serio • giusto • falso

silenziosamente ............................................................. saporitamente ............................................................. pacificamente ............................................................. seriamente ............................................................. giustamente ............................................................. falsamente .............................................................

T rasforma l’espressione in grassetto in un avverbio:

• La

lentamente torta nel forno lievita con lentezza (………………....……………..).

la litigata Eleonora uscì sbattendo la porta con rabbia. rabbiosamente (………...................…………….).

• Dopo

dolcemente chitarra suona con dolcezza (…………...…………....……..) le note di una romanza. fragorosamente • All’improvviso la frana cadde con fragore (………….........……………………..). • La

• Fido

pacificamente si distese in pace (……………….....…………….) sul letto, ignorando i miei richiami.

C ompleta le frasi aggiungendo tre avverbi adatti. Sara, in piscina, nuota. Francesco gioca.

bene ....................................................

sempre ....................................................

velocemente ....................................................

allegramente ....................................................

volentieri ....................................................

molto ....................................................

27


Lingua italiana

Le preposizioni

L eggi il brano, sottolinea le preposizioni semplici:

DI, A, DA, IN, CON, SU, PER, TRA, FRA.

Oggi Alessia è in piscina con gli amici. Giocano tutti a pallone correndo tra i bagnanti, non per dare fastidio, ma per sfuggire meglio agli avversari. Da lontano vedono arrivare il bagnino con un viso da temporale. Nella scelta fra smettere di giocare e ricevere una sgridata, scelgono la prima soluzione. Promettono che da domani si comporteranno meglio. Si stendono a prendere il sole su alcuni asciugamani e giocano a carte per passare il tempo. Com’è bella l’estate!

S ostituisci le coppie (preposizione + articolo) con la preposizione articolata

corretta.

del bagnino è molto alta, in modo da poter controllare i torretta (di+il) ................ nel migliore dei modi. bagnanti (in+il) ................

• La

• Il

nel dell’ tuo costume è (in+il) ................ terzo cassetto (di+lo) ................ armadio.

• Ho

ai comprato dieci cartoline da scrivere (a+i) ................ miei amici.

sulla volta seduto (su+la) ................ seggiola del bar, Luca si accorse di aver dall’ dimenticato gli occhiali (da+lo) ................ombrellone.

• Una

• Voglio 28

delle conchiglie e portarle (a+le) .............. alle maestre. raccogliere (di+le) ..............


Il diario

Lingua italiana

L eggi il brano. IL TERRIBILE GIAN BURRASCA

6 ottobre. Sono due settimane che non ho più scritto una parola nel mio

giornalino perché mi sono ammalato. Stamani sentivo Ada e Virginia che parlavano insieme nel corridoio... Pare che ci sarà, nientemeno, che una festa da ballo in casa nostra. Virginia diceva che era contentissima che io sia a letto: così si sentiva tranquilla, ed era sicura della riuscita della festa. Non so capire perché le sorelle maggiori non vogliono bene ai fratelli più piccoli... Oggi mi sentivo così bene che mi è venuta la voglia di alzarmi. Verso le tre ho sentito venir su Caterina che mi portava la merenda; sono sgusciato dal letto, mi sono nascosto dietro l’uscio della camera, tutto imbaccuccato in uno sciallone nero della mamma, e mentre la cameriera stava per entrare, le sono saltato addosso abbaiando come un cane... Sai cosa ha fatto quella stupida? Per paura ha lasciato cadere in terra il vassoio che reggeva con entrambe le mani... Che peccato! Il bricco di porcellana celeste è andato in mille pezzi... Al solito io sono stato sgridato... Da Vamba, Il giornalino di Gian Burrasca, Giunti

R ispondi. • A

chi si rivolge l’autore del diario quando scrive? A se stesso

• Il

testo è scritto in:

• In

Ad un amico

Ai familiari

prima persona

terza persona

questa pagina di diario prevalgono: fatti irreali frutto della fantasia dell’autore riflessioni e fatti personali accaduti all’autore

• Il

linguaggio con cui è scritto il testo è: formale, ufficiale

informale, confidenziale 29


Lingua italiana

Scrivo una pagina di diario

S crivi una pagina di diario personale, scegliendo un episodio

che ti sta particolarmente a cuore. Rivolgiti al diario proprio come se fosse un amico! Segui la traccia. • Scrivi

la data e luogo. • Spiega perché hai deciso di scrivere sul diario. • Spiega in modo chiaro che cosa è accaduto. • Alterna il racconto dei fatti accaduti con le emozioni che hanno suscitato in te. • Fai osservazioni personali e commenti su ciò che è accaduto e che hai provato. • Concludi, congedandoti dal tuo diario o dandogli appuntamento a presto. • Scrivi la tua firma.

30


Soggetto e predicati

Lingua italiana

F orma le frasi minime collegando ogni soggetto al rispettivo predicato. La cavalletta

abbaia

Il cane

salta

La balena

vola

Il delfino

sbuffa

Il gabbiano

nuota

S crivi fra le parentesi il soggetto sottinteso di ogni frase. • Andiamo

a giocare con il cane?

• Oggi

sono proprio felice!

• Sono

appena tornati.

• Studi

troppo.

• Preparate

in fretta i bagagli.

• Chiacchiera • Sento

io (..................) essi/esse (..................) tu (..................) voi (..................)

egli/ella molto e lavora poco. (..................)

un po’ di freddo.

• Hanno

noi (..................)

cantato benissimo.

io (..................) loro (..................)

I n ogni frase sottolinea il predicato e indica nel quadrato se è verbale (PV) o

nominale (PN).

pv Il gatto insegue un uccellino.

pv Il vetraio soffia nel vetro fuso.

pn Questo braccialetto è splendido.

pv Un camion sorpassa un camper.

pn Il celeste è il colore preferito di Marta.

pv Marina dipinge un quadro.

pv Il fumo delle auto inquina.

pn Ad agosto le città sono deserte.

pn Lino, a carte, è imbattibile.

pn Il porcellino d’India è socievole.

31


Lingua italiana

La torre delle congiunzioni

N ella filastrocca mancano le congiunzioni. Completala

inserendo: quindi, poiché, perciò, perché, e, ma.

e la consorte Re Pigrone .......

perciò dormon sempre, ...................... a corte tutti devon lavorare

ma non posson disturbare. ......

Poiché questo è complicato, ...................... il buon mago Bendonato vuol creare una pozione

e risolver la questione. ....... Prende nuvole d’ovatta

e ...................... piume d’anatra distratta, quindi ...................... in un mini-attimino e

taglia ....... cuce un bel piumino,

perché tappezzare occorre ...................... una stanza nella torre. Qui i sovrani dormiranno tutto il giorno, se vorranno,

ma ...................... il buon popolo potrà far fracasso, se vorrà. Cinzia Binelli

C ompleta le frasi scegliendo la congiunzione più corretta tra quelle fra parentesi. • Mi • Ho

ma piacerebbe giocare a calcio, (ma / e) ........................ oggi non posso! e conosciuto Lucia (ma / e) .......................... Carlotta al mare.

• Oggi 32

perché non posso prendere il sole (come / perché) .......................... mi sono scottato.

• Dovremo

finché stare in casa (ma / finché) ........................... non smette di piovere.


Lingua italiana

Le parole per descrivere L eggi il testo e sottolinea tutti gli aggettivi qualificativi. C’ERANO VENTI FRATI…

C’erano un tempo venti frati che vivevano in un convento antichissimo, vicino a Salamanca. Avevano tutti la testa pelata, avevano tutti una barba bianchissima, vestivano tutti un saio rappezzato e andavano tutti in fila, uno dietro l’altro, lungo gli immensi porticati del chiostro. (…) Fra Vittore, il priore, era un frate alto, secco e giallo come un limone; aveva un lungo naso e delle braccia lunghissime. Con quattro passi percorreva tutto il monastero. Era molto buono e tutti lo consideravano un uomo saggio. Juan Muñoz Martìn, “Fra Pierino e il suo ciuchino”, PIEMME Junior

O ra collega con una freccia ogni aggettivo qualificativo al nome corrispondente. antichissimo

saio

rappezzato

testa

saggio

braccia

pelata

uomo

lunghissime

convento

N el testo è presente una sola “similitudine”, cioè un paragone: sottolineala in

rosso. Poi prova ad aggiungerne altre completando lo schema seguente.

Il convento • •

alte grattacieli Aveva mura ................................. come ................................................................ bianche la neve Le stanze erano ................................. come ..........................................................

Il priore • •

veloce un ghepardo Camminava ................................. come ................................................................

azzurri il cielo I suoi occhi erano ................................. come ........................................................

33


Lingua italiana

Descrivere con i cinque sensi

L eggi il racconto. Come vedrai, nel testo ci sono molti dati sensoriali che

evidenziano la vivacità della vita della montagna. Sottolinea in rosso i dati olfattivi, in blu i dati uditivi, in verde i dati visivi. IN MONTAGNA

La grande montagna è più viva che mai. Ce lo dicono la voce allegra e a volte fragorosa dei suoi torrenti, delle sue cascate, il frusciare del vento, il cinguettio degli uccellini, il fischio lontano delle marmotte, il ronzio degli insetti attirati fin quassù dai fiori odorosi. Spesso si avverte il profumo piacevole della terra umida, a tratti ancora impregnata del buon odore di erba secca della passata stagione. Sopra di noi ogni tanto volteggia incuriosita una cornacchia, si avvicina, gracchia e se ne va. Un sasso che rotola all'improvviso verso valle ci rivela una gradita sorpresa: due magnifici stambecchi passano con lunghi salti qualche decina di metri sopra di noi. Infine, arrivando al rifugio, sorprendiamo una grossa marmotta, che si stava scavando la tana proprio lì sotto. Scappa velocissima, emettendo il suo caratteristico fischio, ma è tale la sua paura che nel fuggire quasi ci passa fra le gambe.

34

W. Bonatti, Le mie montagne, Zanichelli


Lingua italiana

Un frutto che sa d’estate

U tilizza i dati sensoriali per descrivere la noce di cocco. Segui la traccia.

È..................................................................................................................... ...................................................................................................................... Il guscio.......................................................................................................... ......................................................................................................................

DATI VISIVI

L’interno ........................................................................................................ ...................................................................................................................... ...................................................................................................................... Toccandola esternamente sento...................................................................... ...................................................................................................................... Scuotendola sento.......................................................................................... ...................................................................................................................... Annusando la polpa sento.............................................................................. ...................................................................................................................... Il suo sapore è................................................................................................. ......................................................................................................................

DATI TATTILI DATI UDITIVI DATI OLFATTIVI DATI GUSTATIVI 35


Lingua italiana

Descrivere una persona

L eggi il racconto e completa. Era una donna robusta e dall’aria zingaresca, con due grosse anelle d’oro alle orecchie e catene d’oro e collane di perline colorate al collo. Aveva un volto asimmetrico, imbellettato e pieno di rughe, ma con un’espressione intensa, un naso adunco, occhi neri ardenti. Era scura di carnagione e i capelli lunghi e spettinati erano neri. Gli abiti svolazzanti servivano forse a nascondere il fatto che era grassa o forse li indossava solamente per la loro ampia e trasandata comodità: una tunica rossa, una sottana nera a balze, una lunga e ampia giacca grigia di cotone, uno scialle rosso e blu. Gambe nude, piedi nudi, sandali. R. Rendell, Qualcosa di sbagliato, Rizzoli

C ompleta. • Il

testo è scritto in:

• Lo

stile della scrittura è:

• Nella

prima persona

terza persona

neutrale, distaccato

emotivo, coinvolgente

descrizione del personaggio prevale:

la descrizione dell’aspetto fisico e dell’abbigliamento la descrizione del carattere e delle abitudini

C ompleta la descrizione della donna immaginando il suo carattere e il suo

comportamento.

.................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. 36

..................................................................................................................................


Lingua italiana

Un personaggio di fantasia L eggi il testo e disegna il viso del misterioso Gamarivir

cosĂŹ come te lo immagini. IL VISO DI GAMARIVIR

Nella tetra caverna del monte Virmagari, vive il grande mago Gamarivir, che nessuno ha mai visto in viso. Esce poco dal suo antro, e sempre a volto coperto o in piena notte. Molti hanno cercato di immaginare le sue fattezze, ma senza successo. Solo tu, con il tuo coraggio, hai osato avvicinarti abbastanza da poter carpire il suo segreto. Ora devi mettere in fretta su carta i suoi lineamenti, prima che l’incantesimo di cancellazione te li faccia dimenticare.

O ra scrivi sulle righe una breve descrizione del personaggio

che hai disegnato. Ricordati di arricchirla con aggettivi e similitudini.

Dati di presentazione: nome, etĂ , dove vive............................................................. .................................................................................................................................. Dati fisici: statura, corporatura, capelli e descrizione del viso...................................... .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. Abbigliamento: ....................................................................................................... .................................................................................................................................. Comportamento e carattere: come cammina, come parla, le sue abitudini.............. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. ..................................................................................................................................

37


Lingua italiana

Due modi di descrivere un animale L eggi i due testi e completa. Rid. e adatt. da Junichiro Tanizaki, La gatta, Bompiani

LILY

Lily era una gatta che aveva un muso sorprendentemente espressivo sin da quando era molto piccola ed esprimeva le varie sensazioni con gli occhi, con la bocca, facendo fremere le narici e ansimando. Quando si adirava diventava uno spasso. Con il suo corpo esile, rizzava i peli sulla schiena proprio come i gatti adulti; teneva poi ritta la coda e ti fissava rabbiosamente negli occhi puntando saldamente le zampe. In quei momenti aveva proprio l’aspetto di un bambino che imita i grandi, e faceva ridere tutti. • Il

testo è scritto in:

• Il

linguaggio è:

• Chi • Si

descrive:

prima persona preciso, tecnico

terza persona partecipativo, ricco di emozioni

è imparziale, neutro, distaccato

tratta, quindi, di una descrizione:

soggettiva

coinvolto emotivamente oggettiva

IL GATTO SIAMESE

Il siamese è un gatto dal corpo lungo, agile e affusolato, con una testa piccola ma appuntita; gli occhi sono a mandorla, di media grandezza, di solito blu. Le orecchie appaiono grandi, marcate, a punta. Il corpo aggraziato è ricoperto da un mantello corto, ma soffice, molto lucente. Questa razza ha un temperamento affettuoso, ma discontinuo. • Il

testo è scritto in:

• Il

linguaggio è:

• Chi • Si 38

descrive:

prima persona preciso, tecnico

terza persona partecipativo, ricco di emozioni

è imparziale, neutro, distaccato

tratta, quindi, di una descrizione:

soggettiva

coinvolto emotivamente oggettiva


Lingua italiana

Il complemento oggetto

C ollega le frasi minime al rispettivo complemento oggetto, in modo da formare

delle frasi di senso compiuto. • Federico

svolge

un pesce.

• Martina

disegna

un centrino.

• La

cuoca guarnisce

• Maurizio

acquista

gli insetti.

e Fabio tirano

una torta.

mamma ricama

un pallone.

• Teo • La

i compiti.

• Claudia

indossa

un giornalino.

• Alberto

pesca

i jeans.

C ompleta la tabella inserendo un soggetto e un compl. oggetto per ogni predicato. SOGGETTO

PREDICATO

COMPLEMENTO OGGETTO

39


Lingua italiana

Descrivere un luogo

L eggi il racconto. L’ORTO DEL NONNO

L’orto del nonno era molto grande, perché di mestiere lui faceva l’ortolano come suo padre Vincenzo e suo nonno Giovanni. Iniziava dietro la casa, dopo il recinto del pollaio, e da una parte arrivava al fiume, dall’altra alla strada che portava in paese. L’orto era bello e così ordinato che pareva un giardino. Dalla parte del fiume il nonno aveva una fila di meli e in fondo una piccola vigna; tutto il resto era diviso in tante strisce regolari, tra le quali passavano dei canaletti d’acqua che servivano per irrigare. Ogni striscia di terra era coltivata in modo diverso a seconda delle stagioni: c’erano le carote, le insalate, i cavoli, le patate, le cipolle, insomma, tutti i tipi di ortaggi. Il nonno in una parte seminava e innaffiava e nell’altra raccoglieva; e così tutto l’anno. A camminarci in mezzo, l’orto non era mai vuoto, ma soprattutto era bellissimo in primavera, quando i meli erano in fiore, gli ortaggi appena spuntati e Felice, il ciliegio, tutto ricoperto di bianco. Il ciliegio era nell’angolo dell’orto tra la strada e il cortile, così che, grande com’era, si vedeva da ogni parte. A. Nanetti, Mio nonno era un ciliegio, Einaudi ragazzi

R ispondi. • Le

parole evidenziate possono essere considerate come: dati sensoriali

• Il

indicatori di luogo

testo che hai letto segue: un ordine temporale

• Lo

• La

un ordine logico

un ordine spaziale

stile descrittivo ti sembra: tecnico, preciso, neutrale

40

connettivi logici

descrizione dell’orto è:

partecipativo, comunicativo, espressivo oggettiva

soggettiva


Complementi indiretti

Lingua italiana

C ompleta le frasi inserendo i complementi indiretti

che rispondono alle rispettive domande. • Lucia

d’arancia (di che cosa?). ..........................

beve una spremuta

al bar (dove?)....................................

• Gianni

nuota

da solo (con chi?)....................................... nel mare (dove?)..........................................

a sua sorella (a chi?)..................................... • Fabio

ha inviato una cartolina

da Roma (da dove?)................................

per salutarla (perché?).................................

domani (quando?)....................................... • Mia

sorella arriverà

con il treno (con che cosa?)...............................

a Milano (dove?)...........................................

I n ogni frase sottolinea di rosso i complementi indiretti

e di verde i complementi oggetto. • Domani • La

Andrea andrà al parco acquatico con i suoi genitori.

settimana scorsa ho conosciuto Luca, un bambino veramente simpatico.

• Cecilia • Sono • Ieri

mangia un gelato al gusto di limone.

finite le vacanze: domani, purtroppo, torneremo a casa.

ho trovato per terra un cappellino rosso con la visiera blu.

41


Lingua italiana

Scrivo un racconto d’avventura

P rova a scrivere un emozionante racconto d’avventura seguendo questa traccia. Il protagonista: un fotoreporter Il luogo: la Foresta Amazzonica Il fatto: un amico disperso nella foresta Gli aiutanti: una giornalista e una guida locale Gli antagonisti: una tribù di cannibali Ricorda: il protagonista è un personaggio positivo mentre gli antagonisti sono coloro che, nella vicenda, cercano di ostacolare il protagonista. SITUAZIONE INIZIALE

Sono ormai due settimane che Tom non dà più notizie di sé e Albert, un suo amico fotoreporter, decide di partire per la Foresta Amazzonica per andare alla sua ricerca. (Introduci il protagonista: descrivi brevemente dove vive, le sue qualità fisiche e caratteriali e come raggiunge la Foresta Amazzonica). ....................................................................

.................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. PROSEGUI CON LO SVILUPPO DELLA STORIA

Arrivato sul posto, si rende conto d’aver bisogno d’aiuto. Casualmente incontra una giornalista sua amica di vecchia data, la quale gli indica una guida che può aiutarlo ad orientarsi nella foresta. (Descrivi la donna e il motivo per cui si conoscono. Descrivi il luogo da cui partono le ricerche, chi fa parte della spedizione e il rispettivo ruolo).

.................................................................................................................................. .................................................................................................................................. 42

..................................................................................................................................


Lingua italiana

.................................................................................................................................. .................................................................................................................................. Il giorno successivo, al sorgere del sole, il gruppo parte su un fuoristrada alla volta della foresta. Dopo un paio d’ore di viaggio tranquillo, accade un imprevisto: l’auto buca contemporaneamente tutte e quattro le gomme. (Descrivi la loro preoccupazione quando si accorgono che il fatto non è stato casuale. Descrivi i rumori dell’ambiente circostante e la loro netta sensazione che stia per accadere qualcosa di pericoloso). ...............................

.................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. Il gruppo continua a piedi, finchè, ad un tratto, arrivato ai bordi di una radura, scorge l’uomo disperso legato ad un palo, prigioniero di una tribù di cannibali. Decidono di liberarlo. (Descrivi come fanno, il ruolo del protagonista durante la liberazione e che cosa fanno i membri della tribù per impedirla). .......................................................................

.................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. Il gruppo scappa. Quando pensa d’essersi messo in salvo, all’improvviso, comincia a cadere una pioggia di frecce avvelenate. Contemporaneamente, un gruppo di guerrieri taglia loro la strada per impedirne la fuga. (Descrivi il loro stato d’animo). .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. ORA CONCLUDI LA STORIA

Quando tutto sembra veramente perduto, Tom, il protagonista ha un colpo di genio. (Descrivi cosa ha escogitato Tom per mettersi in salvo e il ritorno a casa con l’amico liberato).

.................................................................................................................................. .................................................................................................................................. .................................................................................................................................. ..................................................................................................................................

43


Lingua italiana

Il testo...

L eggi la poesia. I PESCIOLINI

I pesciolini se la godono Nel mare. Briose scheggioline di vita Le loro piccole vite sono festa per loro Nel mare. D.H. Lawrence, Tutte le poesie, Mondadori

C omprensione ed analisi.

5 Di quanti versi è composta la poesia?.......................................................................... No Ci sono delle rime?..................................................................................................... Nel mare Quale verso viene ripetuto due volte?......................................................................... Secondo te questa ripetizione che cosa significa? Il poeta intende fare una rima. Il poeta vuole sottolineare la parte più gioiosa della vita. Al poeta piace particolarmente andare a pesca.

C ompleta. • I

pesciolini sono come “Briose scheggioline di vita”. Prova a spiegare il significato di

questa metafora. ..................................................................................................... ................................................................................................................................ ................................................................................................................................ • Che

sensazioni ti fa provare questa poesia?..............................................................

................................................................................................................................ 44

................................................................................................................................


...poetico

Lingua italiana

L eggi la poesia. ODE AL GIORNO FELICE

Questa volta lasciate che sia felice, non è successo nulla a nessuno, non sono da nessuna parte, succede solo che sono felice fino all’ultimo profondo angolino del cuore, camminando, dormendo o scrivendo, che posso farci, sono felice. Sono più sterminato dell’erba nelle praterie, sento la pelle come un albero raggrinzito, e l’acqua sotto, gli uccelli in cima, il mare come un anello intorno alla mia vita, fatta di pane e pietra la terra l’aria canta come una chitarra… Adattam. Pablo Neruda, Poesia d’amore e di vita, Mondolibri

C ompleta scegliendo tra le parole proposte.

• Il

felice poeta si sente (felice, allegro, preoccupato)........................................................... ,

anche se non ne conosce il motivo. • Il

felicità poeta esprime che la (quiete, felicità, nostalgia) ................................... può essere

armonia dentro di noi, se viviamo in (armonia, silenzio, ansia) ............................................... come una semplice creatura fra le altre.

45


Lingua italiana

Per la strada in bicicletta

I l codice della strada indica in modo chiaro e con un linguaggio

formale obblighi e divieti. Se sei un esperto ciclista puoi completare il testo regolativo che segue, evidenziando la risposta corretta. IN BICICLETTA

Il ciclista sulla strada deve procedere tenendo: la destra

la sinistra

il centro strada

Prima di cambiare direzione di marcia deve: fischiare

alzare lateralmente il braccio

La bicicletta deve avere assolutamente: il portapacchi

i catarifrangenti

Negli incroci cittadini bisogna: dare la precedenza

suonare il campanello

Con il semaforo giallo: ci si ferma in sicurezza

si passa molto in fretta

Le biciclette hanno la precedenza sui pedoni. Vero

Falso

Ăˆ meglio usare la bicicletta con il casco e le protezioni. Vero

Falso

Un segnale rotondo, con interno bianco e bordo rosso indica: divieto di sosta

divieto di transito

Sui marciapiedi, circolare in bicicletta è: vietato

permesso

Le biciclette non possono circolare in autostrada. Vero 46

Falso


Cruciverba stradale

Lingua italiana

C ompleta il cruciverba. Sarà un modo divertente per ripassare alcune importanti

norme del codice stradale.

RISPOSTA 1

S T O P 2

3

M A R C I A P I E D I 4 5

B I C I C L E T T E

D I V I E T O P E D O N A L I

6

10

2 3 4 5 6

7

V E R D E

8

I N D I A N A

S I C U R E Z Z A

9

1

T R I A N G O L A R E

D E S T R A

Segnale di forma esagonale.  La forma dei segnali di pericolo. Si trova al bordo della strada ed è riservato ai pedoni. A chi è riservata la pista ciclabile? I segnali tondi indicano sempre obbligo o... Come si chiamano le strisce zebrate disegnate sull’asfalto?

 olore del semaforo che C consente l’attraversamento. 8 Il tipo di fila che devono mantenere i ciclisti quando sono in compagnia. 9 Quali cinture bisogna allacciare in auto? 10  Se un ciclista alza il braccio destro da che parte volta? 7

Si deve dare quando si incontra il segnale di STOP:

P R

E C

E D

E N

Z

A 47


Lingua italiana

Parliamo di...

L eggi il testo. AMICIZIA

A volte sei combattuto tra il tuo bisogno di tranquillità e il tuo desiderio di compagnia. Vuoi bene ai tuoi amici; ti fanno divertire. Ai migliori, confidi i tuoi segreti più segreti. Ti piace molto discutere con loro. Ma quando non ti danno ragione, allora ti arrabbi. Certe volte pretendono da te cose che tu non hai voglia di dare. E in questi casi, preferisci stare da solo. Ma poi finisci per annoiarti. Hai quasi paura di essere solo. Ti mancano gli amici. Insomma, bisogna imparare sia a stare soli con se stessi, sia a stare con gli altri. L’amicizia si costruisce giorno dopo giorno. Oscar Brenifier, Che cosa sono i sentimenti?, Giunti Junior

R ispondi. • Quando

preferisci rimanere da solo/a?

................................................................................................................................ • Quando

invece senti il bisogno di condividere i tuoi sentimenti con un amico/a?

................................................................................................................................ • Ti

capita di non essere d’accordo con un/a tuo/a amico/a? Come reagisci?

................................................................................................................................ ................................................................................................................................ • Che

cosa hai in comune nel carattere o nel comportamento con il tuo migliore amico?

................................................................................................................................ 48

................................................................................................................................


Lingua italiana

...amicizia I nventa una poesia da dedicare ai tuoi amici. A come l’Abbraccio che ti darei M ..................................................................................... I

.....................................................................................

C ..................................................................................... O .....................................................................................

L eggi le domande e scegli la risposta che corrisponde al tuo modo di sentire e

pensare l’amicizia. Al ritorno a scuola confronta le tue scelte con quelle dei tuoi compagni. • Che

cosa è più importante nell’amicizia?

Sincerità • Quando

Fiducia

• Se

un amico non si fa sentire per molto tempo:

Pazienza

non ci fai caso

giochi con un amico:

ti preoccupi

decidete insieme e trovate un accordo

ti arrabbi

preferisci essere tu a decidere lasci che sia lui a decidere per entrambi • Se

un amico fa qualcosa che pensi sia sbagliato:

un tuo amico è in difficoltà:

lo rimproveri

non ti occupi dei suoi problemi

provi a spiegargli cosa ne pensi

cerchi di capire come puoi aiutarlo

lasci che sbagli

pensi di non poter fare nulla per lui • Se

• Se

• Se

un tuo amico esprime un’opinione diversa dalla tua:

qualcuno critica un tuo amico: fai finta di non sentire

ci rimani male

lo difendi

rispetti il suo parere

anche tu parli male di lui

discuti per convincerlo  della tua idea •

49


Lingua italiana

Amici della natura

R ispettare l’ambiente in cui viviamo

è molto importante. Ecco 10 regole da seguire per essere... amici della Natura.

1. Non buttare mai niente per terra, neanche un

biglietto dell’autobus o la carta di una caramella. 2. Rispettare le piante dei giardini e non camminare sui prati in cui è vietato. 3. Aiutare a pulire le sporcizie che ci sono in giro per il quartiere (con dei guanti). 4. Non disegnare graffiti sui muri né incidere le cortecce degli alberi. 5. Portare le bottiglie alla raccolta del vetro e i giornali alla raccolta della carta. 6. Andare a scuola a piedi o in bicicletta piuttosto che farsi accompagnare in macchina. 7. Non lasciar scorrere inutilmente l’acqua del rubinetto. 8. Spegnere la luce quando si lascia una stanza. 9. Non sprecare tovaglioli e fazzoletti di carta. 10. Conservare i semi e le briciole per nutrire gli uccelli

nel periodo in cui tutto gela.

R. e B. Kayser, Amico della città, Ed. Piccoli

R ifletti e rispondi. • Secondo

te queste regole sono importanti?

................................................................................................................................ • Quali

tra le 10 regole elencate ti è più facile applicare?

................................................................................................................................ • Quali,

invece, fai fatica a rispettare?

................................................................................................................................ • Sapresti

suggerire altri comportamenti o altre regole oltre a queste dieci, per salva-

guardare l’ambiente?............................................................................................... ................................................................................................................................ 50

................................................................................................................................


Lingua italiana

Parole crociate ambientaliste C ompleta il cruciverba “ambientalista”. ORIZZONTALI

VERTICALI

2. Rifiuto che può essere distrutto dai batteri e non lascia residui nell’ambiente. 5. Una volta scaduti si devono riportare in farmacia. 6. Va sempre chiuso prima di essere buttato nel contenitore della spazzatura. 8. Lo sono i rifiuti di origine animale e vegetale. 9. Materiale di largo utilizzo, ma difficilmente biodegradabile e quindi molto inquinante. 2

B

I

O

5

M

3

D

E G

4

R

A

B

I

L

V

E

I

T

F

C

R

F

I

O

E D E

I

C I

6

S

A

N

G

Z

G

I

I

T A S

N

A

L

I

C C

H

E

T

L

8

O

A P L

D

1

I

R

9

A

1. Si può introdurre nello stesso cassonetto che raccoglie lattine e plastica. 3. Lo è oggi la raccolta dei rifiuti in molti Comuni italiani. 4. Si definisce così la lavorazione dei rifiuti che consente il loro riutilizzo. 7. Batteria scarica che, se abbandonata nell’ambiente, è altamente inquinante.

7

R

G

A

N

T

O

P I

C I

L T

I

C A

A

51


Lingua italiana

L’acqua, un bene prezioso

L eggi il testo. ACQUA, BENE PREZIOSO

Basta aprire il rubinetto e l’acqua scende senza fine... Ma è proprio “infinita” l’acqua? Ti sei mai chiesto quanta acqua consumi in un giorno? Sicuramente molta e molta anche ne sprechi, per esempio quando ti lavi i denti lasciando scorrere l’acqua oppure quando dimentichi di chiudere bene un rubinetto! Se tu dovessi andare a prendere l’acqua al pozzo, magari percorrendo a piedi anche un chilometro, staresti ben attento a non sprecarla! AA.VV, Il paese dei lettori, Edizioni scolastiche Bruno Mondadori

E cco un elenco di comportamenti utili per non sprecare acqua.

Quali seguite tu e la tua famiglia? Segnali con una crocetta.

Chiudere il rubinetto mentre ci si lava i denti.

Fare la doccia invece del bagno.

Utilizzare la lavastoviglie solo a pieno carico.

52

Far funzionare la lavatrice solo quando è piena. Utilizzare l’acqua piovana per bagnare i fiori. Lavare l’automobile solo quando è necessario.


Lingua italiana

Sai quello che mangi?

C ollega correttamente con una freccia il tipo di cibo con il suo valore nutritivo. • Ne

GRASSI

fai una scorta se mangi tanta frutta e verdura

• Li

contengono pane e pasta

ZUCCHERI

• Ti

danno subito moltissima energia

PROTEINE

• Panna, • I

VITAMINE

burro, olio sono...

CARBOIDRATI

cibi integrali sono formati da tante...

• Sono

FIBRE

contenute nella carne e nel pesce

C erchia nel cruci-puzzle le parole indicate a lato. POMODORO SALIVA LATTE CALORIA ENERGIA GRASSI UOVO GIORNATA ARANCIA PROTEINE CARBOIDRATI ACQUA

L S C R A C Q U A I L E

C A C A O I G A L M U N

I L A R L L A T T E L E

S I R A A I O A L G Q R

G V B N T D U N E R R G

I A O C A L O R I A I I

O N I I E R V O A S L A

R B D A L I O I M S L O

N A R G T E A U I I M N

A D A I P R O T E I N E

T T T S R A V V I I L M

A E I O P O M O D O R O 53


Matematica

Ci sono numeri...

T rascrivi in cifre.

15.960 quindicimilanovecentosessanta =...................... 22.600 ventiduemilaseicento =..................................... 100.000 centomila =......................................................

200.500 duecentomilacinquecento =.............................. Trascrivi in parola.

diciannovemilasettecentoventi 19.720 =..................................................................................... trecentomila 300.000 =.................................................................................... quattromilanovecento 4.900 =..................................................................................... quindicimilacinquecentocinquanta 15.550 =..................................................................................... Aggiungi una unitĂ ad ogni numero.

2.500 13.890 12.999 26.000 25.722 39.026

13.891 13.000 26.001 25.723 39.027 2.501 ............. ............. ............. ............. ............. ............. Aggiungi una decina ad ogni numero.

4.800 122.300 7.600 12.480 69.900 1.200

122.310 7.610 12.490 69.910 1.210 4.810 ............. ............. ............. ............. ............. ............. Aggiungi un centinaio ad ogni numero.

52.710

122.300

7.600

12.480

69.900

1.200

122.400 7.700 12.580 70.000 1.300 .52.810 ............ ............. ............. ............. ............. .............

54


...e numeri

Matematica

A iutati con la tabella per scomporre e comporre

i numeri degli esercizi.

Migliaia hK

daK

UnitĂ semplici uK

h

da

u

L eggi e scomponi i seguenti numeri. 536.942 = 5 hk; 3 dak; 6 uk; 9 h; 4 da; 2u

8 daK; 7 uK; 1 h; 2 da; 3 u 87.123 =...................................................................

3 uK; 0 h; 6 da; 5 u 3.065 =...................................................................

1 hK; 7 daK; 8 uK; 9 h; 3 da; 0 u 178.930 =................................................................... 9u 9 =...................................................................

6 h; 8 da; 4 u 684 =...................................................................

3 da; 6 u 36 =...................................................................

9 hK; 0 daK; 0 uK; 0 h; 5 da; 1 u 900.051 =...................................................................

C omponi i seguenti numeri. 630.653 6 hk; 3 dak; 0 uk; 6h; 5 da; 3 u =...........................................................................

549.870 5 hk; 4 dak; 9 uk; 8 h; 7 da =........................................................................... 6.722 6 uk; 7 h; 2 da; 2 u =........................................................................... 20.064 2 dak; 6 da; 4 u =........................................................................... 90.053 9 dak; 5 da; 3 u =...........................................................................

50.050 5 dak, 5 da =........................................................................... 900.009 9 hk; 9 u =........................................................................... 55


Matematica

Ancora numeri

R egistra i numeri nella tabella. hk

6

632.000 94.720 955.000 2.975 167 39 3.400 672.800 1.996 749

dak

uk

2 4 5 2

0 7 0 9 1

7

3 2 1

4 8 9 7

3 9 5

9

6

h

da

u

0 2 0 7 6 3 0 0 9 4

0 0 0 5 7 9 0 0 6 9

R iscrivi in ordine crescente queste cifre. 750

-

18

-

751

-

1.400

-

1.500

-

650

-

6.720

-

67.200

158.000

-

75.000

18 - 650 - 750 - 751 - 1.400 - 1.500 - 6.720 - 67.200 ..................................................................................................................................

R iscrivi in ordine decrescente queste cifre. 12

-

11

-

714

-

88

-

8.800

-

780

-

158.000 - 75.000 - 8.800 - 780 - 714 - 88 - 12 - 11 ..................................................................................................................................

C ontrolla il segno e indica se è vero o falso.

56

10.000 < 1.000................................................. V

F

1.200 < 2.200................................................. V

F

7.714 > 7.090................................................. V

F

13 < 3.300................................................. V

F

4.900 < 4.600................................................. V

F


Questione di specchi

Geometria

N el castello incantato lâ&#x20AC;&#x2122;immagine

si riflette sia sullo specchio orizzontale sia su quello verticale. Completa.

57


Geometria

Addizioni in colonna

h da u

1 1 3 1 7 6 + 1 4 8 + 2 1 = 3 3 4 5

E segui le addizioni in colonna e trascrivi il risultato in riga. 8.164

12.650 + 490 + 15 =.........................

5.477 424 + 53 + 5.000 = ..........................

23.290 20.740 + 2.300 + 250 =....................

9.503 8.690 + 24 + 789 =...........................

58

13.155

7.600 + 546 + 18 =...........................

19.040 4.466 + 14.500 + 74 =......................


Matematica

Addizioni con la prova PROPRIETÀ COMMUTATIVA: cambiando l’ordine degli addendi, il risultato non cambia.

E segui le addizioni con la prova,

applicando la PROPRIETÀ COMMUTATIVA.

7 5 9 0 + 2 4 1 9 =

10.009

2.419

+ = 7.590

10.009

ESEMPIO

5 3 1 0 + 2 3 1 4 = 7 6 2 4

2 3 1 4 + 7 4 9 3 =

9.807

4.390

3.600 + + 700 =

4.390

8 7 5 0 + 5 8 + 9 2 3 =

9.731

2.410 + + 3.800 =

6.850

6.850

7.493

+ = 2.314

9.807

8.750 + + 58 =

9.731 20.380

640 3 8 0 0 + 6 4 0 + 2 4 1 0 =

7 6 2 4

923

90 3 6 0 0 + 7 0 0 + 9 0 =

2 3 1 4 + 5 3 1 0 =

1 0 8 9 0 + 4 6 1 0 + 2 0 3 8 0 =

35.880

10.890 + + 4.610 =

35.880

59


Matematica

Proprietà associativa e dissociativa

PROPRIETÀ ASSOCIATIVA: il risultato non cambia se a due o più addendi sostituisco la loro somma.

(12 + 8) + 7 = 27

E segui i calcoli in riga applicando

20 + 7 = 27

la PROPRIETÀ ASSOCIATIVA.

ESEMPIO

(25+5)+9 = 39 25 + 9 + 5 =...............................................................................................................

(39+1)+10 = 50 39 + 10 + 1 =............................................................................................................. (24+6)+12 = 42 24 + 12 + 6 =............................................................................................................. (56+4)+6 = 66 56 + 6 + 4 =...............................................................................................................

(11+19)+9 = 39 11 + 19 + 9 =............................................................................................................. PROPRIETÀ DISSOCIATIVA: il risultato non cambia se sostituisco uno o più addendi con altri la cui somma è uguale all’addendo sostituito.

P er eseguire velocemente le addizioni,

applica la PROPRIETÀ DISSOCIATIVA.

ESEMPIO

(50+6)+(70+4)= 130 56 + 74 =..................................................... (200+40)+(300+60)= 600 240 + 360 =................................................. (20+4)+(10+2)= 36 24 + 12 =..................................................... (50+6)+(900+16)= 972 56 + 916 =...................................................

38 + 52 = 90

(100+18)+ (10+9)= 137 118 + 19 =...................................................

(30 + 8) + (50 + 2) = 90

(10+8)+ (60+4)= 82 18 + 64 =.....................................................

30 + 10 + 50 = 90

(300+40)+(100+50)= 490 340 + 150 =................................................. 60

(100+31)+(10+4)= 145 131 + 14 =...................................................


Matematica

Sottrazioni E segui le sottrazioni in colonna

e trascrivi il risultato in riga.

h da u

1 1 3 2 7 6 1 8 1 =

3 0 9 5 ESEMPIO

1.493

4.285

2.748 - 1.255 =.......................................

16.650 - 12.365 =...................................

2.189 12.634 - 10.445 =...................................

24.763 33.515 - 8.752 = ....................................

1.982 6.304 - 4.322 =.......................................

32.300 64.000 - 31.700 = ..................................

61


Matematica

Sottrazioni e proprietà invariantiva PROPRIETÀ INVARIANTIVA: se aggiungi o togli lo stesso numero ai termini della sottrazione il risultato non cambia.

C alcola applicando la PROPRIETÀ INVARIANTIVA.

25 - 14 = 11 (25 + 10) - (14 + 10)

35 - 24 = 11

ESEMPIO

31 48 - 17 =..........................................

Aggiungi 10

(48 + 10) - (17 + 10) 58 - 27 = 31 ..................................................... =................................. 131 163 - 32 =........................................

Aggiungi 7

(163 + 7) - (32 + 7) 170 - 39 = 131 ..................................................... =................................. 38 59 - 21 =..........................................

Aggiungi 100

159 - 121 = 38 (59 + 100) - (21 + 100) =................................. ..................................................... 165 202 - 37 =........................................

Togli 2

(202 - 2) - (37 -2) 200 - 35 = 165 ..................................................... =................................. 130 180 - 50 =........................................ 62

Togli 10

170 - 40 = 130 (180 - 10) - (50 - 10) ..................................................... =.................................


Problemi

Matematica

R isolvi i seguenti problemi. 1 - Nel campo di Ernesto sono maturati i meloni. In una settimana fa 3 raccolte: la pri-

ma volta ne coglie 55, la seconda 70 e la terza 42. Quanti meloni raccoglie in tutto? Se il suo autocarro può trasportare 200 meloni, quanti ne può ancora caricare?

55 + 70 + 42 = 167 Risposte: .................................................................................................................. 200 - 167 = 33 .................................................................................................................................. 2 - Ernesto riempie 2.570 cestini con pesche profumate per il suo banco. Durante il

primo mercato ne vende 1.850. Quanti cestini gli restano? Se al secondo mercato Federica che vuole fare la marmellata ne vuole comprare 800, gli bastano i cestini? Perché?

2570 - 1850 = 720 Risposte: ..................................................................................................................

Non bastano perchè sono rimasti 720 cestini .................................................................................................................................. ..................................................................................................................................

63


Geometria

Gli angoli

O sserva gli angoli e classificali scrivendo il numero della definizione corretta. 5

2

4

3

1

1) Angolo di 90° di ampiezza. 2) Angolo con ampiezza maggiore di 90°. 3) Angolo con ampiezza minore di 90°. 4) Angolo con ampiezza di 180°. 5) Angolo con ampiezza di 360°.

C ompleta la tabella. ANGOLO

MINORE DI 90°

MAGGIORE DI 90°

UGUALE A 90°

NOME

acuto

RETTO OTTUSO PIATTO OTTUSO GIRO 64


Moltiplicazioni

Matematica

E segui le moltiplicazioni

in colonna e trascrivi il risultato in riga.

4.536 324 x 14 =...........................................

44.710 263 x 170 =.........................................

26.320 752 x 35 =...........................................

2.171.852 6.724 x 323 =......................................

14.832 618 x 24 =...........................................

695.888 5.612 x 124 =......................................

65


Matematica

Moltiplicazioni con la prova

PROPRIETÀ COMMUTATIVA: cambiando l’ordine dei fattori, il risultato non cambia.

E segui le moltiplicazioni in colonna. Poi, per verificare

i tuoi calcoli, applica la PROPRIETÀ COMMUTATIVA.

1 2 x 2 4 =

2 4 x 1 2 =

4 8 2 4

4 8 2 4

2 8 8

2 8 8

ESEMPIO

1 5 9 x 3 6 =

954+ 477-= 5.724

3 7 9 x 8 2 =

758+ 3032-= 31.078 66

36 x 1 5 9 =

954+ 477-= 5.724

82 x 3 7 9 =

758+ 3032-= 31.078

6 5 8 x 2 4 =

2632+ 1316-= 15.792

4 6 2 x 7 5 =

2310+ 3234-= 34.650

24x 6 5 8 =

2632+ 1316-= 15.792

75 x 4 6 2 =

2310+ 3234-= 34.650


Matematica

Moltiplicazioni con le proprietà PROPRIETÀ ASSOCIATIVA: se sostituisci uno o più fattori con il loro prodotto il risultato non cambia.

E segui i calcoli applicando la PROPRIETÀ

ASSOCIATIVA.

(4X5)X7= 20X7= 140 4 x 5 x 7 =.................................................. (3X2)X6= 6X6=30 6 x 3 x 2 =..................................................

(5X2)X7= 10X7= 70 7 x 2 x 5 =.................................................. (8X10)X4= 80X4= 320 8 x 4 x 10 =................................................

5 x 2 x 6 = 60

10 x 6 = 60 ESEMPIO

PROPRIETÀ DISSOCIATIVA: se sostituisci un fattore con uno o più fattori il cui prodotto è uguale al fattore stesso, il risultato non cambia.

P rova a scomporre i fattori e a verificare i risultati delle moltiplicazioni. 4 2

x

126 3 = .........

5 0

x

250 5 = .........

6 4

x

256 4 = .........

1 0 0 x

1800 1 8 = .........

126 (21X2) x ............. 3 ................ = .........

20 x 12 = 240

(10 x 2) x (6 x 2) = 240 ESEMPIO

250 (25X2) x ............. 5 ................ = ......... 256 (32X2) x (2 x 2) = ......... ................ ............. 1800 (50 x 2) x (9 x 2) = ......... ................ ............. 67


Geometria

I poligoni

Ricorda: i poligoni sono figure piane delimitate da una linea spezzata chiusa. I poligoni si dicono regolari quando hanno tutti i lati e tutti gli angoli uguali.

C ompleta la tabella inserendo

i dati mancanti.

POLIGONI REGOLARI

DISEGNO

NUMERO LATI

quadrato

4 lati uguali

triangolo

3 lati uguali

pentagono

5 lati uguali

esagono

6 lati uguali

S copri gli errori.

68

Il trapezio ha 3 lati..................................................

V

F

Il parallelogramma ha 5 lati.....................................

V

F

Il rombo ha i lati uguali...........................................

V

F

Il quadrato ha i lati paralleli a due a due..................

V

F

Il rettangolo ha i lati uguali.....................................

V

F

Il triangolo ha 6 angoli............................................

V

F


Geometria

I triangoli I triangoli sono poligoni con tre lati e tre angoli.

Collega le figure ai rispettivi nomi.

1 - In base ai lati un triangolo può essere:

equilatero (3 lati uguali) scaleno (3 lati diversi) isoscele (2 lati uguali) 2 - In base agli angoli un triangolo può essere:

rettangolo (1 angolo retto) ottusangolo (1 angolo ottuso) acutangolo (3 angoli acuti) 3 - Scegli per ogni triangolo il nome esatto.

triangolo rettangolo triangolo acutangolo

triangolo scaleno triangolo isoscele triangolo equilatero triangolo rettangolo

triangolo rettangolo triangolo ottusangolo

D isegna tu un triangolo scaleno, un triangolo isoscele ed un triangolo rettangolo.

triangolo scaleno

triangolo isoscele

triangolo rettangolo

69


Matematica

Divisioni in colonna

E segui in colonna con la prova. Ricorda: la prova della divisione è la moltiplicazione.

23 r 11 540 : 23 =.........................................

37 r 15 1.680 : 45 =......................................

41 r 10 625 : 15 =.........................................

101 r 17 3.249 : 32 =......................................

12 r 7 763 : 63 =.........................................

70

55 r 0 2.035 : 37 =......................................


Divisioni con l’invariantiva C alcola applicando la PROPRIETÀ INVARIANTIVA.

15 : 3 = 5 x10

x10

150 : 30 = 5

Matematica

PROPRIETÀ INVARIANTIVA: se moltiplico o divido i due termini della divisione per uno stesso numero il risultato non cambia.

5 35 : 7 = ........ x10

x10

350 70 ........ 5 ........ : ........ = ESEMPIO

r3 99 : 3 = 3 ........ :3

:3

10 3........ 33 ........ : ........ = r3 3

10

80 : 8 = ........ x2

x2

10 4 40 ........ : ........ = ........

10 600 : 60 = ........ :10

:10

10 6 60 ........ : ........ = ........

12 : 4 = ........ x100

x100

400 ........ 3 1200 ........ : ........ =

8 64 : 8 = ........ :2

:2

4 32 8 ........ : ........ = ........

71


Geometria

I quadrilateri

L eggi e rispondi.

RICORDA: i quadrilateri sono poligoni con quattro lati.

quadrato Nome:.......................................................................... 4 Quanti quadretti misura ogni lato?................................

B

A

D

Ripassa con colori uguali i lati paralleli.

C

E

F

H

G

rettangolo Nome:.......................................................................... hg=8; eh=4; fg=4 Quanti quadretti misura ogni lato?..ef=8; .............................. Ripassa con lo stesso colore i lati uguali e paralleli.

I

L

Nome:..parallelogramma ........................................................................ si I lati lunghi sono uguali?............................................... si Sono anche paralleli?....................................................

N

M O R

P Q

rombo Nome:.......................................................................... si I lati sono lunghi uguali?............................................... r=p e o=q Gli angoli sono uguali?................................................. Ripassa con lo stesso colore i lati opposti e paralleli. Disegna le diagonali.

I trapezi hanno quattro lati, ma solo due sono paralleli. Disegna i trapezi in base

alle indicazioni.

trapezio rettangolo 72

trapezio scaleno

trapezio isoscele


Problemi

Matematica

L eggi e rispondi. 1 - L’hotel Belvedere ha 12 camere con 2 letti e 36 camere con 4 letti. Quanti posti

letto ha in tutto? Le camere sono suddivise esattamente su 4 piani. Quante camere ci sono su ogni piano?

(12x2) + (36x4) = 24 + 144 =168 I posti letto sono 168 in totale. Risposte:...................................................................................................................

12+ 36= 48 48:4= 12 Ci sono 12 stanze per piano. ..................................................................................................................................

2 - Il cuoco dell’hotel ha preparato 32 torte. Ogni torta è stata divisa in 7 fette. Quan-

te fette può distribuire il cuoco? Per allestire il tavolo, il cuoco ripone le fette di torta su 8 grandi vassoi. Quante fette di torta vi saranno su ogni vassoio?

32 x 7 = 224 Le fette di torta sono 224 in totale. Risposte:...................................................................................................................

224:8= 28 Su ogni vassoio metterà 28 fette. ..................................................................................................................................

73


Matematica

Le frazioni

C olora solo la parte indicata dalla frazione.

Ricorda: in una frazione il denominatore indica in quante parti è stato diviso lâ&#x20AC;&#x2122;intero e il numeratore indica quante parti sono state considerate.

numeratore 1 3

2

6

4

4

8

4

denominatore

S crivi la frazione che rappresenta la parte colorata. 3

5

3

8

12

8

L a frazione ti indica in quante parti uguali devi dividere la figura e quante colorarne. 3 5

1 4

3 6 74


La frazione di un numero O sserva lâ&#x20AC;&#x2122;esempio: ecco come

calcolare il VALORE della frazione di un numero.

Matematica

Ricorda: per calcolare la frazione di un numero, devi dividerlo per il denominatore e poi moltiplicarlo per il numeratore.

ESEMPIO

2 6

di 12

12 : 6 = 2

2x2=4

O ra prova tu. 3 4 2 5 4 6

di 8

4 = ...... 2 8 : ......

di 10

...... : ...... = ......

di 12

...... : ...... = ......

2 x ...... 3 = ...... 6 ......

10

5

2

12

6

2

2

2

4

2

4

8

...... x ...... = ......

...... x ...... = ......

R isolvi il problema. In giardino ci sono 16 3 coccinelle. I 4 sono rosse, le altre sono gialle. Quante sono le coccinelle rosse?

16 : 4 = 4 Risposta:................................................................................................................... 4 x 3 = 12 coccinelle rosse ..................................................................................................................................

75


Matematica

Le frazioni complementari

C ompleta la tabella.

frazione cerchiata frazione complementare

Ricorda: le frazioni che unite formano un intero si chiamano complementari.

2

5

7

3

6 4

8 3

12 5

6 3

6

8

12

6

C ollega le frazioni complementari.

4

5

9

7

2 3

3 6

1 3

76

8

5

10

5

4 5

1

9

2 7

2 3 6

10


Matematica

Tanti tipi di frazioni FRAZIONE PROPRIA

FRAZIONE IMPROPRIA

FRAZIONE APPARENTE

3

9

5

5 Rappresenta la parte di un intero

6 Rappresenta parti maggiori di un intero

5 Rappresenta uno o più interi

C olora le bolle che contengono le frazioni: di rosso quelle PROPRIE, di verde quelle

IMPROPRIE, di giallo quelle APPARENTI.

3 8

3 3

3 3

7 5

1 3 6 7

12 11

6 6 9 3

2 9

5 4

4 5

8 24

77


Matematica

Problemi...

R isolvi i seguenti problemi. 1 - Sara in vacanza ama leggere. Gli amici le hanno prestato 24 libri. Ne ha giĂ letti 2 6

. Quanti libri ha giĂ letto? Quanti ne deve ancora leggere?

24 : 6 = 4 4 x 2 = 8 Ha letto 8 libri. Risposte: .................................................................................................................. 24 - 8 = 16 Deve ancora leggere 16 libri. .................................................................................................................................. 2 - In pizzeria sono state ordinate 72 pizze da asporto. I

6 8

sono giĂ state consegnate. Quante pizze sono giĂ  state consegnate? Quante pizze devono ancora consegnare?

72 : 8 = 9 9 x 6= 54 Sono state consegnate 54 pizze. Risposte: ..................................................................................................................

78

72 - 54 = 18 Sono ancora da consegnare 18 pizze. ..................................................................................................................................


...con le frazioni

Matematica

R isolvi i seguenti problemi. 2

3 - Su un aereo stanno caricando 300 valigie. I 3 sono già state imbarcate, mentre

le altre sono ancora a terra. Quante valigie sono già sull’aereo? Quante sono quelle ancora da caricare?

300 : 3 = 100 100 x 2 = 200 Sull’aereo ci sono 200 valigie. Risposte: .................................................................................................................. 300 - 200 = 100 Sono 100 le valigie ancora da imbarcare. .................................................................................................................................. 4 - All’agenzia sono pronti 80 biglietti per le vacanze. I 2 sono per un soggiorno in 4

montagna. Solo 1 è riferito ad una vacanza in campeggio. I restanti sono per una 4 crociera. Scopri quanti biglietti sono per la montagna, quanti per il campeggio e quanti per la crociera.

80:4=20 20x2=40 80:4=20 20x1=20 (80-40)-20=20 In agenzia

Risposte: .................................................................................................................. ci sono 40 biglietti per la montagna, 20 per il campeggio e 20 per la crociera.

..................................................................................................................................

79


Matematica

Le frazioni equivalenti

C olora le tre figure come indicano le frazioni. 1

3

2

2

6

4

Ricorda: le frazioni equivalenti sono modi diversi di esprimere la stessa quantità.

Si Sono frazioni equivalenti?........................................................................................... sono tutte quante metà di una quantità Perché........................................................................................................................

C ollega le frazioni equivalenti. 1 2

1 4

5 6

6 8

3 4

2 4

2 8

10 12

I ndica se le affermazioni sono vere o false.

80

2 3

è equivalente di

4 6

V

F

1 3

è equivalente di

1 6

V

F

2 4

è equivalente di

4 8

V

F


Frazioni e numeri decimali Ricorda: le frazioni DECIMALI hanno come denominatore 10 o un suo multiplo (100, 1.000, ...). Ogni frazione decimale può diventare un numero decimale.

Esempio:

Matematica

1 = 0,1 10

C erchia solo le frazioni decimali. 3 7

15 1.000

10 12

1 10

10 100

4 100

6 20

7 24

12 50

C ompleta le trasformazioni. FRAZIONI FRAZIONI DECIMALI DECIMALI

NUMERI NUMERI DECIMALI DECIMALI

FRAZIONI FRAZIONI DECIMALI DECIMALI

NUMERI NUMERI DECIMALI DECIMALI

4 10

0,4

7 1.000

0,007

5 10

0,5

7 10

0,7

2 100 9 100

8 1.000

0,02

0,09 0,008

15 10

8 10

1 10

3 100

28 10

1,5

0,8 0,1

0,03 2,8

C ompleta seguendo l’esempio. Quattro decimi

4 0,4 10

0,125 centoventicinque millesimi 125 ........ 1.000

ventitre centesimi 23 0,23 ........

100

ventisei decimi

26 ........ 2,6 10

81


Matematica

I numeri decimali

P osiziona i numeri decimali sulla linea dei numeri. 0,5

0

0,9 1

1,3 1,5

2

2,4 2,5

3 3,1

3,6

0,5 2,4 3,6 0,9 3,1 2,5 1,3 1,5

I nserisci il segno >, < e = fra le coppie di numeri.

< 24,02 24,20 < < 10,5 12,4

10,51 10,514

> < <

26,45 15,12 1,72

25,2 150,1 5,7

M etti i numeri in tabella.

0,453

PARTE INTERA

23,004

K

PARTE DECIMALE

h da u 0

504,61

4.951,87 82

0,063

6.054,083

5

132,063

4 6

1 9 0

5 2 0

,

d

c

m

4

5

3

1 0 2 3 0 0 4 6 1 0 0 6 3 2 0 6 5 1 8 7 5 4 0 8

4 3 3 3


Matematica

Calcoli per 10, 100, 1.000

Ricorda: per moltiplicare un numero decimale per 10, 100, 1.000 basta spostare la virgola di 1, 2 o 3 posti verso destra. Per dividere un numero decimale per 10, 100, 1.000 basta spostare la virgola di 1, 2 , 3 posti verso sinistra.

C ompleta le tabelle. x 10

x 100

x 1.000

14,5

145

1.450

14.500

1,12

11,2

112

1.120

17,18

171,8

1.718

17.180

6,5

65

650

6.500

: 10

: 100

: 1.000

300,9

30,09

3,009

0,3009

555,18

55,518

5,5518

0,55518

2.700,4

270,04

27,004

2,7004

3.075,2

307,52

30,752

3,0752

S copri se i calcoli sono corretti. 162 x 100 = 16,2....................

V

F

8,14 x 10 = 81,4.....................

V

F

300,5 : 100 = 35....................

V

F

8.642,12 : 100 = 86,4212......

V

F

3.152 x 100 = 315,2...............

V

F

0,05 x 10 = 5..........................

V

F

0,7 x 100 = 70........................

V

F

83


Matematica

Calcoli in colonna

E segui i calcoli in colonna. 114,52 35,12 + 79,4 =...............................

182,49 304,86 - 122,37 =..........................

220,5 29,4 x 7,5 =....................................

2,823 118,6 : 42 =...................................

254,04 159,8 + 94,24 =............................. 22,848 4,08 x 5,6 =....................................

84

216,48 241,9 - 25,42 =.............................. 249,36 1.421,38 : 5,7 =.............................


Geometria

Il perimetro

Q uale di queste figure ha il perimetro maggiore? Cerchiala con il colore rosso.

C alcola il perimetro di queste figure geometriche. Ricorda: il perimetro è la misura del contorno delle figure piane ( p = somma della misura dei lati). FORMULA 4,5 m

A

B

p=

C

D

7,9 m

E

F

p = (a x 2) + (b x 2)

5,3 m G

H

Lx4

CALCOLO

4,5 x 4 = 18 (5,3 x 2) + (7,9 x 2) = 26,4

I

12 m L

M

p=

Lx3

12 x 3 = 36

p=

(lx2)+b

(14,3 x 2) + 8 = 36,6

p=

a+b+c

4 + 11,9 + 15,3 = 31,2

p=

Lx4

6,5 x 4 = 26

p=

(lx2)+ (bx2)

(18 x 2) + (42 x 2) = 120

N

14,3 m

14,3 m P

8m

Q

O

11,9 m

4m S

R

15,3 m T

6,5 m Z

A

U

V

B

18 m D

42 m

C

85


Geometria

L’area

C alcola l’area delle figure geometriche. FORMULA

7,2 cm A

B

D

A= L x L

7,2 x 7,2 = 51,84

A= b x h

10 x 5,2 = 52

A = (b x h) : 2

(15 x 12) : 2 = 90

A = (b x h) : 2

(20 x 18) : 2 = 180

A = (b x h) : 2

(24 x 21) : 2 = 252

A = (d1 x d2) : 2

(12,4 x 15,2) : 2 = 94,24

A= b x h

27,4 x 16,3 = 446,62

C

10 cm

E

CALCOLO

F

5,2 cm H

G I

12 cm

M

L

15 cm N

18 cm

P

O

20 cm Q

21 cm S

R

24 cm

Z

15,2 cm

T

12,4 cm

U

V

27,4 cm 16,3 cm

A

D

86

B

C

parallelogramma Quale figura ha l’area maggiore?................................................................................


Problemi

Geometria

L eggi e rispondi. 1 - La spiaggia “Miramare” è a forma ret-

tangolare con un lato di 25 metri e l’altro di 7,5 metri. Al centro c’è una piscina quadrata con il lato di 3,5 metri. Qual è la superficie ricoperta dalla sabbia? Il bagnino vuole recintare tutta la spiaggia. Quanti metri di recinzione gli occorreranno?

A.quad=3,5x3,5=12,25 A.rett=25x7,5=187,5 Risposte: ..................................................................................................................

P= (25x2) + (7,5x2)=50 + 15 = 65 m A.spiag=187,5-12,25=175,25 .................................................................................................................................. 2 - Attorno alla piscina, invece, vuole mettere una ringhiera di metallo. Quanti metri ne occorreranno?

P= 3,5x4 = 14 m Risposta: .................................................................................................................. .................................................................................................................................. 3 - Il bagnino deve sostituire la vela del windsurf. La vela è triangolare con la base di 2,1 m e l’altezza di 2,4 m. Quanti metri quadrati di tessuto occorrono?

(b x h) : 2 = (2,1 x 2,5) : 2 = 5,25 : 2 = 2,625 Risposta: .................................................................................................................. ..................................................................................................................................

87


Matematica

Lunghezze Unità di misura

Multipli Km

hm

dam

1.000 m

100 m

10 m

Sottomultipli

m 1m

dm 0,1 m

cm 0,01 m

mm 0,001 m

R egistra nella tabella le misure e trasformale. Km

hm

dam

m

dm

2,3

23

230

2.300

23.000

0,018

0,18

1,8

18

180

1.800

18.000

6,45 m

0,00645

0,0645

0,645

6,45

64,5

645

6.450

3,2 hm

0,32

3,2

32

320

3.200

32.000

320.000

0,03 km

0,03

0,3

3

30

300

3.000

30.000

7.540 cm

0,0754

0,754

7,54

75,4

754

7.540

75.400

2.300 m 18 m

C onfronta le misure

e metti il segno >,

88

cm

mm

230.000 2.300.000

V ero o falso?

< o =.

15 m

=

1.500 cm

In 1 m ci sono 100 cm....................

V

F

150 cm

<

15 m

In 1 m ci sono 10 mm.....................

V

F

0,3 km

>

30 m

In 10 m ci sono 100 dm..................

V

F

76 cm

=

760 mm

20 m equivalgono a 2 dam.............

V

F

18 km

>

1,8 hm

40 dam equivalgono a 400 hm.......

V

F

39 m

=

39.000 mm

In 1 km ci sono 1.000 m.................

V

F


Matematica

Misure di capacità Unità di misura

Multipli hl

100 l

l

dal

10

Sottomultipli dl

1l

l

0,1

C ollega le misure che hanno

cl

l

0,01

ml

l

0,001

l

T rasforma i dati e completa la tabella.

lo stesso valore.

0,5 l

3 dal

hl

dal

l

dl

cl

ml

8 l

50 cl

0,08

0,8

8

80

800

8.000

300 dl

15 dl

1,2

12

120

1.200

1,5 l

0,8 dal

200 cl

8l

0,08 hl

2l

0,012 0,12

9

90

0,03

0,3

900 9.000 3

30

90.000 900.000

300

3.000

R isolvi queste situazioni problematiche. 1 - Se un bicchiere contiene 2 dl di spremuta

d’arancia, quanti

l contengono 10 bicchieri?

Risposta

0,2 l x 10 = 2 l ..................................................

2 - Se una lattina di gazzosa contiene

Risposta

30 cl, quanti cl ci sono in 10 lattine?

30 cl x 10 = 300 cl ..................................................

3 - Se ho 4.000 ml di succo d’ananas,

Risposta

quanti bicchieri da 200 ml posso riempire?

4.000 ml : 200 ml = 20 ml ..................................................

89


Matematica

Misure di peso Multipli

Mg (t) 1.000 kg

100 kg

10 kg

T rasforma le misure di peso. 1800 g 18 kg =.................... 0,27 kg 2,7 hg =................ 2 200 g =................. hg

40 0,04 kg =................. g 0, 18 kg 18 dag =................

Unità di misura kg

hg

1 kg

0,1 kg

dag 0,01 kg

g 0,001 kg

g

dg

cg

mg

1g

0,1 g

0,01 g

0,001 g

2 20 dg =................... g

1,2 g 1.200 mg =.............

0,063 kg 63 g =................... 125000 1,250 hg =........... mg 21 kg 21.000 g =............

C onfronta i pesi e metti il segno >, < o =.

90

Sottomultipli

1,5 hg

=

150 g

262 g

<

26,2 kg

8kg

>

800 g

7 hg

=

700 g

1 mg

<

1.000 kg

2.500 kg

>

2,5 mg

75 dag

=

7,5 hg

C ollega le misure equivalenti. 12.000 g

24.600 g

246 hg

0,008 kg

8g

12 kg

1.500 g

120 kg

1.200 hg

1,5 kg


Matematica

Peso lordo, netto, tara A iuta il cassiere a completare il suo registro. PESO LORDO

TARA

OPERAZIONE

1000 g

650 + 350 = 1000

3 hg

2,8 + 0,2 = 3 3,3 hg

4,6 - 1,3 = 3,3

557 g

560 - 3 = 557

R isolvi i seguenti problemi. 1 - Una cesta di pesche pesa 24 kg. Se la cesta vuota pesa

20 hg, quanto pesano le pesche? Peso lordo Tara Equivalenza Calcolo

24 kg ............................................................. 20 hg ............................................................. 20 hg = 2 kg ............................................................. 24 kg

-

2 kg

=

22 kg

2 - Il contenitore del gelato pesa 150 g. Se lo riempio con

1,5 kg di gelato, quanto peserĂ in tutto? Peso netto Tara Equivalenza Calcolo

1,5 kg ................................................................ 150 g ................................................................ 1,5 kg = 1.500 g ................................................................ 1.500 g

+

150 g

=

1.650 g 91


Matematica

Ancora problemi

R isolvi i seguenti problemi. 1 - Il gelataio per preparare il gelato alla fragola usa 4

l di latte, 20 dl di passato di

fragola e 200 cl di sciroppo di zucchero. Quanti l di ingredienti utilizza? Se versa il composto in 4 gelatiere, quanti cl versa in ognuna di esse? Equivalenza

20 dl = 2 l ........................................................................................................

Equivalenza

200 cl = 2 l ........................................................................................................

1° Calcolo

4l

+

2l

2° Calcolo

8l

:

4

Equivalenza Risposta Risposta

+ =

2l

=

8l

2l

2 l = 200 cl

........................................................................................................

8 litri di gelato totali ........................................................................................................ 200 cl per ogni gelatiera ........................................................................................................

2 - Oggi il gelataio ha preparato 6.000 g di gelato alla crema, 3 hg al cioccolato,

2,8 kg al limone e 900 g alla pesca. Di quale gusto ha preparato piĂš gelato? Quanti chilogrammi di gelato ha preparato in tutto? Equivalenza

6.000 g = 6 kg (gusto crema) ........................................................................................................

Equivalenza

3 hg = 0,3 kg (gusto cioccolato) ........................................................................................................

Equivalenza

900 g = 0,9 kg (gusto pesca) ........................................................................................................

Calcolo Risposta Risposta 92

6

+

0,3

+

0,9

+

2,8

=

10

gusto crema ........................................................................................................ 10 kg totali di gelato ........................................................................................................


Euro

Matematica

I n quale di questi forzieri ci sono 10 euro esatti?

P er acquistare una bibita dal distributore automatico devi cambiare il denaro. 10 Quante monete da 10 cent?........... 4 Quante monete da 50 cent?...........

10 Quante monete da 50 cent?...........

5

Quante monete da 2 euro?............. 93


Matematica

Problemi con lâ&#x20AC;&#x2122;Euro

R isolvi i seguenti problemi. 1 - Paolo per il pic-nic compera 1 panino a 2 euro, 1 pizzetta a 1,5 euro,

una fetta di torta a 3,6 euro e una bibita a 0,5 euro. Quanto spende in tutto? Se usa una banconota da 10 euro per pagare, quanto riceve di resto?

2,00 + 1,50 + 3,60 + 0,50 = 7,60 Spende in tutto 7 euro e 60 centesimi. Risposte:................................................................................................................... 10,00- 7,60= 2,40 Riceve di resto 2 euro e 40 centesimi. .................................................................................................................................. 2 - Gli amici di Lorenzo decidono di fargli un regalo per il suo compleanno. Ognu-

no mette a disposizione qualche spicciolo. Mara ha 1,50 euro, Luca 2,30 euro, Sara 80 cent, Marco 2,50 euro e Paolo 50 cent. Quanto raccolgono in tutto? Riescono a comperare un libro che costa 6 euro? Rimangono dei soldi?

1,50 + 2,30 + 0,80 + 2,50 + 0,50 = 7,60 Raccolgono in tutto 7 euro e 60 cente-

Risposte:...................................................................................................................

simi. RESTO= 7,60 - 6,00 = 1,60 Riescono a comprare il libro avanzando 1 euro 60 centesimi

94

..................................................................................................................................


Spesa, guadagno, ricavo

Matematica

Spesa = ricavo - guadagno Guadagno = ricavo - spesa Ricavo = spesa + guadagno

C ompleta la tabella. SPESA

RICAVO

GUADAGNO

65 e

65 + 23,18 = 88,18

23,18 e

89,50 - 44,30 = 45,2

89,50 e

44,30 e

75,99 e

75,99 + 32 = 107,99

32 e

268,10 e

541,70 e

541,70-268,10=273,6

63,92 e

174,98 e

174,98-63,92=111,06

0,35 e

0,35 + 0,49 = 0,84

0,49 e

22,60 e

22,60 + 4,70 = 27,3

4,70 e

C ompleta la tabella. COSTO UNITARIO

COSTO TOTALE

10,8

6 2,8 3,6 1,8 95


Matematica

Si vende e si compra

R isolvi i problemi. 1 - Al bar della spiaggia hanno venduto 60 ghiaccioli

e hanno ricavato 48 euro. Sapendo che per acquistarli hanno speso 30 euro, quanto hanno guadagnato? A quanto hanno venduto ogni ghiacciolo?

guadagno = 48 - 30 = 18 euro Hanno guadagnato 18 euro. Risposte:................................................................................................................... 48: 60 = 0,8 euro Hanno venduto ogni ghiacciolo a 80 centesimi. .................................................................................................................................. 2 - Allâ&#x20AC;&#x2122;edicolante una cartolina costa 0,60 cent. Se le riven-

de a 1,20 euro lâ&#x20AC;&#x2122;una, quanto guadagna? Se ne vende 25, quanto guadagna in tutto?

1,20 - 0,60 = 0,60 euro Guadagna 0,60 centesimi di euro per ogni cartolina. Risposte:................................................................................................................... 96

25 x 0,60 = 15 euro In tutto guadagna 15 euro. ..................................................................................................................................

LEGGO,SCRIVO,CONTO 4  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you