Issuu on Google+

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007

MUOVIAMO GORIZIA!

Comune di Gorizia


MUOVIAMO GORIZIA!

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007

MUOVIAMO GORIZIA!

Comune di Gorizia


Sfide da affrontare, scelte impegnative per garantire progetti, opere e servizi alla cittĂ  e ai cittadini.

MUOVIAMO GORIZIA!


MUOVIAMO GORIZIA!

Cinque anni di governo della città. Cinque anni di sfide e problemi sempre nuovi da affrontare, piccole e grandi scelte quotidiane sempre impegnative perché ogni volta collegate al futuro stesso di Gorizia e dei suoi cittadini, progetti e opere, soprattutto servizi da garantire nel migliore dei modi a tutti coloro che in questa città vivono, studiano e lavorano. Cinque anni possono apparire un tempo ampio ma sono trascorsi in un attimo, nella discontinuità di un momento storico – locale ed internazionale – di grande cambiamento e nell’assoluta necessità quindi di impostare, progettare, programmare una nuova collocazione, dimensione, prospettiva per la nostra città. Abbiamo lasciato, o dovuto lasciare, proprio in questi anni alcune delle più solide certezze, ma anche dei più rilevanti limiti che la collocazione marginale ci ha posto dal dopoguerra a oggi, ma allo stesso tempo ci siamo trovati in prima persona di fronte a nuove opportunità, a occasioni uniche di ripensare nella sua globalità la città e il territorio in cui viviamo. Proprio per questa più ambiziosa sfida, in effetti, cinque anni sono senza dubbio pochi e perciò, già nel 2003, abbiamo discusso, articolato e approvato, assieme alle principali realtà sociali e produttive della città, il piano “Gorizia 2010” che traccia le più significative linee di sviluppo sulle quali Gorizia si è già incamminata. Al di là del dinamismo con cui ogni giorno una città continua ad evolversi, crediamo sia importante e utile per gli stessi cittadini “fare il punto” su quanto l’Amministrazione comunale ha pensato e fatto negli ultimi cinque anni. Pur nell’estrema sintesi necessaria per riunire in un’unica pubblicazione tutti gli ambiti di azione del Comune, credo emerga un quadro complessivo chiaro e rappresentativo dell’attività svolta e dei servizi dati ai cittadini. Spero sia anche un’utile misura e uno sprone a migliorare ancora. Il Sindaco Vittorio Brancati


Le idee guida,

... che sono anche un indice.


MUOVIAMO GORIZIA!

Il Sindaco

Cinque anni di governo della città. MUOVIAMO GORIZIA! | Il metodo

Idee, valori, programmazione e azioni.

CRESCIAMO GORIZIA! | Servizi alla persona

Dal bisogno all’intervento: educazione e assistenza per una città equa e solidale. COSTRUIAMO GORIZIA! | Lavori pubblici e urbanistica

Progetti e opere per la città che cambia e si trasforma.

PROGETTIAMO GORIZIA! | Cultura, turismo, sport e università

Una città delle culture: più sapere, più formazione, più opportunità. VIVIAMO GORIZIA! | Ambiente

Qualità della vita e un futuro sostenibile per l’ambiente. Aria, acqua e rumore: invertire un percorso pericoloso. AMMINISTRIAMO GORIZIA! | Gli uffici che certificano e quelli al servizio… dei servizi

Riordinare, semplificare, utilizzare al meglio le risorse economiche e finanziarie. RISPETTIAMO GORIZIA! | Polizia municipale

La sicurezza dei cittadini e della città. Strumenti nuovi per il rispetto delle regole. APRIAMO GORIZIA! | Minoranze e integrazione

Un respiro europeo alle relazioni transfrontaliere. La ricchezza delle diversità in una città plurale.


Il metodo

Idee, valori, programmazione e azioni. Un’idea dinamica di città e di sviluppo ha ispirato l’Amministrazione in questi cinque anni: una città in grado di lasciarsi dietro gli anni inerti e passivi, di essere protagonista di un territorio. Muovere Gorizia, senza perdere la sua identità, la sua elevata qualità di vita, il suo essere a dimensione d’uomo, la sua storia. Muoverla verso il futuro, aprirla, lasciar entrare nuove suggestioni, farla scoprire di nuovo dalla realtà nazionale ed internazionale, trovare un ruolo diverso e non marginale nella Regione. Gorizia ha avuto per decenni nel confine la sua risorsa principale. Esauritasi ormai da diversi anni anche la spinta produttiva connessa alle agevolazioni fiscali, solamente i primi nuclei di presenza universitaria hanno iniziato più recentemente a invertire la tendenza. L’impegno è stato quindi investire consistentemente in questo campo (oltre 10 milioni di euro) ponendo le basi per un ulteriore salto di qualità della realtà universitaria, consolidata nel centro storico, con articolazioni internazionali e più direttamente connesse con le strutture produttive e di ricerca (Area Science Park, Bic). Obiettivo primario è stato inoltre quello di fornire occasioni di sviluppo a uno dei settori più rilevanti a Gorizia, quello del commercio. Il nuovo Piano del commercio approvato nel corso del mandato amplia le possibilità di offerta commerciale in tutta la città, ma propone anche la realizzazione di nuove strutture di vicinato, la valorizzazione e il recupero del centro storico in generale e di alcuni suoi ambiti particolari (l’area del mercato coperto e scoperto). Prevede infine la realizzazione di un nuovo centro commerciale, sfruttando positivamente un’area a ridosso del confine con la Slovenia su via Terza Armata, proponendo interessanti sviluppi congiunti sui due versanti. Fra le scelte fondamentali va evidenziata la valorizzazione delle risorse naturali e ambientali con i conseguenti riflessi in ambito turistico, dall’Isonzo al Collio, ai percorsi della Prima guerra mondiale. In questo contesto si inseriscono i progetti transfrontalieri già avviati nonché la realizzazione di iniziative promozionali che hanno già riscosso un particolare riscontro non solo locale, come ad esempio “La storia in testa” e “Gusti di frontiera”. Per le prospettive e la collocazione stessa della città, lo sviluppo di gran parte dei principali progetti si connette logicamente con la chiara scelta di collaborazione quotidiana e aperta con la Slovenia e in particolare con Nova Gorica, senza che ciò significhi mettere in discussione l’italianità di Gorizia. Si tratta di un tema ampio che sottende questioni sociali e culturali per lungo tempo irrisolte. Non vi è la pretesa di cambiare in tempi brevi la visione di un passato spesso tragico per entrambe le parti ma la convinzione, quella sì, di poter superare visioni negative proprio attraverso il dialogo costante, l’utile e positiva collaborazione. 6

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


MUOVIAMO GORIZIA!

Idee guida per lo sviluppo

Equità e solidarietà sociale Partecipazione Sicurezza Innovazione Ruolo guida di Gorizia i valori organizzativi

Programmi

i valori politici

Regolare Riordinare Razionalizzare Informatizzare

Azioni

Quelli che comunemente vengono chiamati “bilanci di mandato” nella loro articolazione e complessità, che sostanzialmente segue l’impostazione dei bilanci preventivi annuali, spesso rimangono poco immediati e fruibili dai cittadini. Abbiamo quindi voluto rinunciare a questo modello, perdendo forse qualcosa sul fronte dell’approfondimento, ma cercando di offrire, con una chiave di lettura semplice e immediata, un panorama delle realizzazioni di cinque anni di intenso lavoro. Il quadro di quanto abbiamo fatto va inteso come un “in più” rispetto all’attività ordinaria, della quale abbiamo dato solo qualche flash illustrativo in alcune aree di intervento. Perciò il bilancio di mandato illustra prioritariamente l’azione di miglioramento e di sviluppo realizzata lungo cinque anni di governo. Una premessa metodologica. Impostare l’azione amministrativa significa scegliere un metodo che conduca dalle idee all’azione, secondo uno snodarsi di fasi di progettazione, programmazione, realizzazione. Il punto di partenza sono state quindi le idee guida, per ogni settore di attività. Ma questa Amministrazione ha fortemente voluto che anche i percorsi attuativi fossero politicamente significanti, oltre che tecnicamente ed amministrativamente corretti. L’azione amministrativa è stata cioè costantemente ispirata a valori ‘politici’, che sono stati il riferimento per tutte le scelte e la guida costante per la realizzazione dei programmi. Da questo sistema valoriale politico di riferimento derivano tutte le misure di equità sociale, sicurezza dei cittadini (iniziando dalle componenti più deboli della popolazione e quindi dall’infanzia e MUOVIAMO GORIZIA!

IL METODO

7


dagli anziani) e dei lavoratori, di partecipazione alle scelte amministrative, di innovazione, di solidarietà sociale e interazione tra le componenti sociali e le fasce d’età, di riscoperta della dimensione e della dignità di città capoluogo e del suo ruolo guida nel territorio. Parallelamente anche sul piano tecnico è stato definito un sistema valoriale organizzativo di riferimento, indispensabile per dare sostanza a quello politico, il cui principio base è stato quello di rendere possibile il miglioramento dell’esistente e lo sviluppo del nuovo mantenendo a livelli minimi il prelievo fiscale. Il che significa, in altre parole, impiegare al meglio le risorse presenti e ciò si è potuto ottenere facendo ordine, dando regole certe, fissando procedure, razionalizzando, informatizzando, unificando e decentrando, semplificando il rapporto con il cittadino. E’ stato proprio il migliore utilizzo delle risorse presenti che ha permesso - in un quadro economico da anni non favorevole che ha condizionato tutte le amministrazioni locali - di non aumentare la pressione fiscale locale e mantenere e addirittura potenziare il livello dei servizi e delle attività. La pressione fiscale (fatta salva la minima addizionale comunale sull’IRPEF che pesa per circa 19 euro l’anno a cittadino) non ha avuto incrementi significativi, confermando Gorizia fra le città con più bassa tassazione in Italia (Il Sole 24ore, 2006). Si è però lavorato molto sull’articolazione dei servizi e sulla loro riorganizzazione attraverso procedure innovative (collegamento telematico di tutte le sedi) e aggregazione delle prestazioni erogate con altri enti del territorio (Provincia, Regione) e con altri comuni dell’Isontino (Aster). Organizzazione e regolamentazione, in tutte le branche operative, sono state la base da cui partire, superando anni di immobilismo: non c’erano un Piano del traffico, un Piano del commercio, una strategia ambientale, altri fondamentali strumenti di programmazione. Ora, dopo cinque anni, questi strumenti di organizzazione e regolamentazione ci sono. Non sono fermi e immutabili, devono logicamente evolversi con le esigenze della città, ma disegnano finalmente un organico quadro complessivo sul quale innestare progetti e azioni. Sorrette da queste definizioni di base le fasi principali dell’azione amministrativa sono state sostanzialmente tre: l’elaborazione delle idee e delle conseguenti linee d’azione più rilevanti, la regolamentazione e l’organizzazione dei diversi settori di competenza e intervento, l’articolazione e l’erogazione dei servizi offerti ai cittadini. Il tutto alla luce dei principi posti dal sistema valoriale politico e amministrativo di riferimento.

8

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


CRESCIAMO GORIZIA!

Servizi alla persona

Dal bisogno all’intervento: educazione e assistenza per una città che cambia. Oltre 50 progetti nel piano di zona Piano di zona Introduzione Isee

Servizi per una città più equa e solidale

Città educativa Politiche giovanili Servizi in rete con gli altri comuni

Riunificazione e potenziamento dei servizi educativi Aumento dei posti disponibili negli asili nido Ristorazione scolastica: 16 punti cottura Più sicurezza nel trasporto scolastico Maggiore partecipazione alle attività del Punto Giovani

L’obiettivo dell’Amministrazione durante tutto il mandato è stato quello di rispondere adeguatamente ai bisogni della città e dal 2002 l’offerta di servizi del Comune di Gorizia si è fortemente evoluta. La città beneficia ora di un articolato sistema di servizi a rete sul territorio, integrato con interventi istituzionali e privati, soprattutto del privato sociale. I Servizi alla Persona sono il campo più significativo in cui il Comune si è impegnato: dai servizi “per tutti” (nidi e scuole d’infanzia, centri bambini e genitori, centri invernali ed estivi, ludoteche, biblioteche bambini e ragazzi, ristorazione, trasporto scolastico), a quelli dedicati a particolari bisogni (cura e tutela della persona e della famiglia, assistenza domiciliare, pasti a domicilio, sussidi, ricoveri in strutture protette residenziali e semiresidenziali, pronta accoglienza, per citare i più noti). Gli ultimi cinque anni hanno visto il moltiplicarsi delle attività: dal numero dei posti nido ai centri bambini e genitori, dalle ludoteche alla biblioteca ragazzi, alla stessa messa in rete dei servizi fatta con il Piano di Zona. Questa Amministrazione ha investito professionalità e risorse per lo svecchiamento e la crescita esponenziale dei servizi, che oggi si confermano tra i migliori in Regione coprendo, in modo nuovo e coordinato, tutto il territorio dell’Ambito Distrettuale Alto Isontino che CRESCIAMO GORIZIA!

SERVIZI ALLA PERSONA

9


comprende altri 15 Comuni oltre Gorizia. La soddisfazione con cui i cittadini accolgono e utilizzano tali servizi conferma che l’impegno è stato positivo, i bisogni sono stati ascoltati e le risposte sono state adeguate e concrete.

Servizi sociali Introduzione dei parametri ISEE Le tariffe dei servizi erogati sono proporzionate al reddito. Segretariato sociale (valutazione del bisogno) L’istituzione di un apposito organismo garantisce che i bisogni siano valutati in modo corretto e sempre con gli stessi criteri. Assistenza domiciliare e pasti a domicilio La cura della persona, la tutela della salute, l’aiuto domestico e alla vita di relazione sono svolti direttamente nelle abitazioni. Ciò consente alle persone di mantenere la propria vita di relazione. Per dare una dimensione: i pasti distribuiti a domicilio sono circa 40.000 l’anno. Assistenza economica, borse lavoro, prestiti sulla fiducia e affidi familiari L’intervento prevede diverse forme di sostegno economico a favore di adulti singoli o nuclei familiari, dei minori, dei genitori affidatari. Prevede altresì l’inserimento lavorativo di disabili e giovani, l’inserimento di minori in comunità, il contributo nazionale e regionale alla natalità, il contributo per l’abbattimento dei canoni di locazione, il contributo per l’abbattimento di barriere architettoniche, il contributo “badanti”, la concessione di prestiti sulla fiducia, i contributi per i corregionali emigrati e rimpatriati, e l’assistenza alla non autosufficienza e all’handicap. I minori, gli adulti, i nuclei familiari in difficoltà e gli anziani sono inseriti nelle strutture resindenziali e semi-residenziali a seconda della necessità. Per Gorizia è stato realizzato appositamente il “Progetto Spesa Solidale” per la consegna della spesa a domicilio e il ritiro dei rifiuti. Piano di Zona 2006-2008. Un nuovo modo di operare nel sociale Gorizia è capofila dei 16 Comuni dell’ambito distrettuale “Alto isontino” che si estende da Dolegna del Collio a Savogna d’Isonzo. Nell’ambito lavorano in modo coordinato 35 Enti pubblici e 33 soggetti privati producendo il Piano di Zona e cioè un insieme di progetti di intervento (ben 54) per coprire le necessità dei minori e della famiglia, per affrontare il disagio degli adulti e degli anziani, le disabilità. Per dare la dimensione, qualitativa e quantitativa del lavoro fatto, abbiamo scelto di illustrarne 8. 10

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


CRESCIAMO GORIZIA!

Area anziani Progetto SAD “Servizio di Assistenza Domiciliare”: servizio rivolto agli anziani, disabili, soggetti svantaggiati dell’Ambito Alto Isontino, che necessitano di attività di cura, di tutela della salute della persona, di supporto nelle attività domestiche, di sostegno alla vita di relazione. Gli operatori prestano tale sostegno a domicilio per rendere autonoma la persona a casa propria consentendole di mantenere i rapporti sociali, favorendone l’autonomia. Per dare una dimensione: le persone seguite sono 197 di cui 80 residenti nel Comune di Gorizia. Progetto Servizio Pasti a domicilio: servizio di sostegno alla persona rivolto agli utenti dell’Ambito Alto Isontino. Il servizio prevede la consegna giornaliera a domicilio di pasti. I destinatari di tale servizio sono 317 di cui 213 residenti nel Comune di Gorizia. Progetto Estate Serena: progetto promosso dall’Associazione Cuore Amico di Gorizia, realizza attività ricreative e formative rivolte agli anziani dell’Ambito Alto Isontino durante il periodo estivo. Consente all’anziano di avere rapporti con gli altri e di essere sempre seguito da persone esperte. Per dare una dimensione: gli anziani seguiti nell’estate 2006 sono stati 178. Area minori e famiglia I Centri Bambini e Famiglie per l’Ambito Alto Isontino: Gorizia, Cormòns. Gradisca d’Isonzo sono a disposizione di tutte le famiglie residenti nei 16 comuni dell’Ambito Alto Isontino; il progetto si rivolge alle bambine a ai bambini da zero a sei anni e ai loro accompagnatori e propone attività di gioco e formative in spazi appositamente allestiti e protetti. Propone altresì attività formative e di conoscenza dei servizi del territorio rivolti alla prima infanzia. Per dare una dimensione: hanno partecipato al progetto 350 famiglie di bambini da 0 a 6 anni, 300 bambini da 0 a 3 anni, 50 bambini da 3 a 6 anni. Interventi socio-educativi territoriali: progetto di interventi socio-educativi individuali domiciliari, scolastici ed extrascolastici a favore dei minori residenti nei Comuni dell’Ambito “Alto Isontino” seguiti dal Servizio Sociale. Si tratta di un servizio educativo per i minori che vivono in nuclei familiari multiproblematici e segue con un’attenzione particolare i minori vittime di trascuratezza e maltrattamento con interventi extrascolastici pomeridiani di supporto educativo e relazionale. Il progetto prevede altresì interventi individuali socio-assistenziali, socio-educativi e di trasporto in contesti scolastici, extrascolastici e domiciliari a favore di minori diversamente abili. Per dare una dimensione: i destinatari del progetto sono stati 27 minori in situazione di disagio familiare e 50 minori diversamente abili. CRESCIAMO GORIZIA!

SERVIZI ALLA PERSONA

11


Area disagio adulti Progetto Casa Albergo Emmaus: realizzato dall’Associazione Arcobaleno, risponde ai bisogni urgenti e temporanei di ospitalità, tutela e sostegno di persone adulte, prive di alloggio e di risorse economiche. Per accoglierli il Servizio Sociale dei Comuni prepara un programma individuale e personalizzato, concordato e sottoscritto con gli altri servizi territoriali. Progetto Laboratorio Grafica in rete: realizzato dall’Associazione URASaM, propone l’avvio e lo sviluppo di un laboratorio di grafica pubblicitaria per dare una possibilità a persone in condizioni di disagio mentale, psicofisico, di (nuova) povertà che intendono inserirsi nel mondo del lavoro. Area disabilità Progetto Sportivamente Insieme: realizzato dall’Istituto Psicopedagogico “Villa S. Maria della Pace di Medea”, sviluppa attività sportiva per disabili. Risorse complessive del Piano di Zona per l’anno 2006: 5.321.440 euro.

Strutture Socio-Assistenziali Ristrutturazione casa di riposo Culot Ristrutturazione degli edifici

Migliorare la qualità della vita dell’anziano

Riorganizzazione degli spazi Socializzazione e integrazione delle diverse fasce d’età

Riorganizzazione spazi attività nelle residenze di via Faidutti e via Campagnuzza Riorganizzazione logistica del centro sociale Polivalente Mantenimento dell’anziano nel contesto familiare Valorizzazione dell’associazionismo

Centro sociale Polivalente | via Baiamonti, 22 | tel. 0481/383377 Casa di riposo “Angelo Culot” | via brigata Re, 31 | tel. 0481/390701 Centro anziani “Sinigaglia” | via mons. Faidutti | tel. 0481/20942 Centro anziani | via Campagnuzza, 74 | tel. 0481/20115

12

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


CRESCIAMO GORIZIA!

Casa di riposo “Angelo Culot” Struttura che accoglie anziani autosufficienti, parzialmente autosufficienti e non autosufficienti. All’obiettivo di base di mantenere il servizio già offerto in passato, si sono aggiunti progetti di sviluppo e la realizzazione di : Manutenzione dell’edificio e miglioramento della sicurezza con investimenti pari a 1.500.000 €. In particolare attivazione della nuova centrale termica e avvio dei lavori per una nuova ala destinata agli ospiti non autosufficienti. Collegamento telematico con la sede municipale centrale. Formazione degli operatori, rinnovo delle modalità di lavoro con l’attività di animazione che si aggiunge a quella di assistenza in ogni momento della giornata. Progetto Alzheimer” attivato durante la scorsa primavera ed esteso quest’anno anche alla Casa di riposo di Gradisca d’Isonzo. Con il progetto si è avviato un percorso specificatamente dedicato a questa malattia. Creazione di un Centro Diurno per gli anziani che necessitano di un’assistenza temporanea e solo diurna. Stabili comunali di via Faidutti e di via Campagnuzza Stabili che ospitano anziani in condizioni di disagio sociale, ma che mantengono una discreta autonomia. Lo stato di degrado delle due strutture è stato affrontato con un apposito progetto di sviluppo che le classifica come abitazioni comunali nelle quali l’Ente svolge anche una funzione di assistenza. Queste le realizzazioni: Riorganizzazione dell’attività svolta dal personale comunale con ampliamento dell’orario di servizio degli operatori e riconversione delle loro funzioni (che oggi comprendono anche il monitoraggio e l’ascolto degli anziani). Omogeneizzazione del servizio di assistenza domiciliare. Manutenzione dell’edificio e miglioramento della sicurezza. Regole e procedure per l’assegnazione degli alloggi. Con uno specifico regolamento si garantisce che tutti gli interessati possano conoscere come avvengono le assegnazioni. Adeguamento dei canoni alle condizioni economiche degli anziani presenti nelle due strutture: attraverso l’ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) è stato introdotto un sistema che permette di valutare le capacità economiche dei singoli soggetti, prevedendo per ogni ospite un canone “personalizzato” e attraverso l’unificazione del sistema di calcolo del canone si è introdotta una disciplina uniforme per entrambe le strutture. Avvio del progetto di tutela, ascolto e monitoraggio degli anziani presenti nelle due strutture. Consente di individuare sul nascere ogni tipo di necessità e facilita la successiva segnalazione ai CRESCIAMO GORIZIA!

SERVIZI ALLA PERSONA

13


servizi sociali e agli altri servizi che si occupano degli ospiti. Centro Sociale Polivalente Struttura polifunzionale sia per l’offerta di servizi socio-assistenziali sia per l’organizzazione di iniziative ricreative e culturali. E’ sede dell’Università della Terza Età, dell’associazione La Meridiana e di diverse altre associazioni di volontariato. Ospita inoltre la casa Albergo, gli uffici dei servizi sociali, la sala lettura, la palestra, spazi verdi attrezzati, sale riunioni e conferenze. Anche in questo caso si è voluto reagire alla situazione ‘di abbandono’ in cui versava la struttura con un progetto apposito di ricupero sia fisico, degli spazi cioè, sia funzionale puntando sulla sua peculiarità di centro di aggregazione del mondo degli anziani e, contemporaneamente sulla capacità di risposta, con la Casa Albergo, alle situazioni in cui vi sia necessità di dare rapidamente alloggio a persone in grave difficoltà. Queste le realizzazioni: Accorpamento dei servizi sociali in un’area dedicata. Razionalizzazione degli spazi dedicati alle associazioni e di quelli destinati all’Università della Terza Età. Manutenzione dell’edificio e miglioramento della sicurezza. Cablaggio e collegamento telematico con la sede municipale centrale. Gestione casa Albergo Riorganizzazione degli spazi. Consolidamento dei rapporti con le realtà presenti nel Centro Sociale Polivalente Avvio di uno specifico progetto di collaborazione con l’Università della Terza Età per iniziative di interesse comune aperte a tutta la cittadinanza. Diversificazione delle iniziative da intraprendere in rapporto ai bisogni emersi. Più iniziative proposte (centri estivi e attività motoria). Scambio e ricerca di punti di contatto tra le diverse generazioni. Organizzazione di iniziative estese a tutte le fasce di età (cinema all’aperto “Nonni e nipoti”) e incentivazione alla partecipazione ad iniziative tradizionalmente dedicate a specifiche fasce di età. Incentivazione di forme di integrazione sociale. Maggiore coinvolgimento degli anziani e dei giovani alle varie iniziative proposte all’interno del Centro. Risposta rapida alle richieste sempre maggiori di alloggio avanzate negli ultimi tempi sia da singoli ma soprattutto da nuclei familiari con minori in situazioni di disagio sociale.

Servizi educativi L’attenzione di una comunità nei confronti dei piccoli cittadini si misura dalla quantità e qualità dei servizi loro dedicati. Nel caso di Gorizia questi servizi cercano di rispondere alle esigenze e ai bisogni delle famiglie e dei bambini oltre che con la ricerca di una sempre migliore offerta di possibilità, anche e soprattutto con delle proposte educative sempre più adeguate alle necessità individuali. Al centro dell’attenzione sono sempre il bambino, l’adolescente e la famiglia e ogni giorno chi opera 14

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


CRESCIAMO GORIZIA!

Rispondere ai bisogni della cittĂ , dei singoli e dei nuclei. Garantire servizi assistenziali, educativi e per i giovani.

CRESCIAMO GORIZIA!


nei servizi ricerca le risposte più adatte ai rapidi cambiamenti sociali e culturali di oggi, rimanendo però fermo su quelli che sono i fondamentali bisogni educativi. Le tante manifestazioni culturali rivolte all’infanzia che ogni anno vengono presentate, promosse direttamente o con il sostegno dei servizi educativi comunali, sono un ulteriore segnale di attenzione nei confronti dei più piccoli, nella speranza di offrire un punto di vista alternativo alle produzioni omologanti della televisione. Le Pigottine dell’Unicef che il Comune consegna ai nuovi nati sono il primo benvenuto in questo mondo che accoglie e protegge l’infanzia a Gorizia. 5 nidi d’infanzia I nidi d’infanzia comunali: “Incantatempo”, Viale Virgilio 20, Tel. 0481-30758 | tre sezioni, 45 posti “Scoprire e giocare”, Via Max Fabiani 1, Tel. 0481-520352 | tre sezioni, 45 posti “Il trenino blu”, Via Gramsci 4, Tel.0481-81164 | una sezione, 21 posti I nidi d’infanzia convenzionati con il Comune di Gorizia: “Il giardino incantato”, Via Pasubio 8, Tel. 0481-520777 | Nido privato in convenzione, 12 posti “Progetto bambino”, Viale Virgilio 24, Tel. 0481-33920 | Nido privato in convenzione, 12 posti Incremento dei posti disponibili nei Nidi d’infanzia nell’ultimo quinquennio

2001/02

2002/03

2003/04

2004/05

2005/06

2006/07

102

102

116 (+12%)

117

126

131

Educatori: sono in servizio nove educatori al nido d’infanzia “Scoprire e giocare” e nove nel nido di “Incantatempo” di viale Virgilio. Al nido d’infanzia di via Gramsci, il servizio educativo è affidato alla cooperativa “Duemilaeuno Agenzia Sociale”, sono in servizio tre educatori. Personale addetto alla mensa e alle pulizie: un cuoco e due addetti per ciascuna struttura. 4 scuole dell’infanzia comunali Scuola “L. Clemente”, via Marconi, Tel. 0481-82124 | due sezioni, 50 posti. Scuola “C. Furlani”, via Gramsci, Tel 0481-81164 | una sezione, 25 posti. Scuola “Il bosco incantato”, via Romagna, Tel 0481-81135 | due sezioni, 50 posti. Scuola “Il pettirosso”, via b.ta Avellino, Tel 0481-390735 | una sezione, 25 posti. Ogni sezione è composta da 25 bambini, per un’offerta complessiva di 150 posti. Due insegnanti per ciascuna sezione, un cuoco e due addetti alle pulizie per ciascune struttura. Centro bambini e famiglie Il centro di via Brigata Avellino accoglie genitori e bambini fino a tre anni ed è collegato in rete con le strutture omologhe di Cormòns e Gradisca d’Isonzo nonché con i centri estivi 3-6 anni. Nei mesi estivi vengono attivati i centri di via Forte del Bosco e via Max Fabiani per un totale di 80 posti. Centro Lenassi Riunisce in un’unica struttura tutti gli uffici dei servizi educativi erogati dal Comune nonché: 16

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


CRESCIAMO GORIZIA!

Ludoteca “Seidodici” con il nuovo Spazio gioco e la Biblioteca bambini e ragazzi. Centro educativo. Laboratori tematici per le scuole e laboratori estivi. Giornate di formazione. Servizio di ristorazione scolastica. Attività estive L’estate in città offre a bambini e ragazzi molteplici attività e contesti nei quali trascorrere il tempo che può essere finalizzato al gioco, all’attività sportiva, all’acquisizione di nuove abilità, condividendo le diverse esperienze con i coetanei. Le diverse proposte vengono coordinate dai servizi educativi, delineando un filo conduttore che caratterizza le diverse estati. Centro estivo comunale Lenassi. Laboratori ludoteca comunale. Laboratorio ambientale Uisp. Centro estivo piscine comunali. Centro estivo S. Luigi. Centro estivo Dijaški Dom. Centro estivo tennis Campagnuzza. Centro estivo comunità di famiglie Girasole. Centro estivo quartiere S. Andrea. Centro estivo Pro Gorizia calcio. Centro estivo 3-6 anni. Diritto allo studio Il Comune eroga contributi alle famiglie per l’acquisto di libri di testo, per coloro che frequentano convitti e semiconvitti, per il trasporto scolastico e per studenti capaci e meritevoli. 16 centri cottura e un diffuso servizio di ristorazione scolastica Nella certezza che consumare dei pasti preparati in una cucina ‘vera’ e visibile sia di grande valore educativo il Comune è uno dei pochi in Italia che ha continuato a gestire direttamente (e quindi con costi superiori a quelli dei pasti preconfezionati) sedici centri cottura, in cui lavorano complessivamente circa quaranta addetti dipendenti comunali, per il servizio di refezione del Centro Lenassi, dei Nidi d’Infanzia, delle Scuole dell’Infanzia Comunali e Statali nonché a tutti i Centri Estivi Comunali. Poiché alcuni genitori dei bambini che frequentano tre scuole dell’infanzia statali cittadine volevano acquistare loro stessi i prodotti alimentari per la preparazione dei pasti, nel mese di febbraio 2005 sono state stabilite delle regole specifiche con le quali si è potuto garantire sia il rispetto delle severe leggi sulla sicurezza dell’alimentazione infantile sia il mantenimento di una preziosa tradizione di partecipazione dei genitori alla vita scolastica. 3 scuolabus e un più sicuro servizio di trasporto scolastico estivo ed invernale Dall’anno scolastico 2006/2007 è prevista la presenza di accompagnatori sui mezzi nei percorsi casa/ scuola e viceversa, in modo da offrire un aiuto agli autisti nel mantenere la disciplina sul mezzo, una CRESCIAMO GORIZIA!

SERVIZI ALLA PERSONA

17


maggiore sicurezza per i bambini al momento della salita e della discesa dallo scuolabus e per utili elementi di educazione stradale lungo i percorsi. Numero di utenti per trasporto antimeridiano andata-ritorno casa-scuola per anno scolastico

2002/03 185

2003/04 164

2004/05

2005/06

149

151

Servizi educativi comunali-Centro Lenassi, via Vittorio Veneto, tel. 0481.583.512 (diritto allo studio); 0481.583.513 (ristorazione scolastica); 0481.583.517 (trasporto scolastico); 0481.583.518 (nidi e scuole dell’infanzia); 0481.583.521 (ludoteca, biblioteca).

Politiche per i giovani L’impulso alle attività per le fasce più giovani della popolazione ha significativamente aumentato la partecipazione diretta di singoli, gruppi e associazioni alle proposte e all’elaborazione delle iniziative sviluppate negli ultimi cinque anni. Il Punto Giovani Centro di aggregazione con sede al secondo piano del Centro Lenassi (tel. 0481.545.020) propone: Corsi e laboratori artistici. Corsi di musica. Riunioni di associazioni e gruppi. Piccole feste. Esibizione di gruppi musicali giovanili. Punto d’accesso Internet. Le presenze sono passate dalle circa 4000 del 2002 alle circa 6000 attuali. Informazioni e consulenza su lavoro, viaggi, manifestazioni e altro attraverso lo Sportello Informagiovani. Le attività del Punto Giovani sul territorio Partecipazione alle principali manifestazioni cittadine con mostre ed esibizioni di gruppi giovanili e materiale informativo. Progetto 360° (operatori di strada sulle abitudini dei ragazzi nei loro luoghi di ritrovo). Formazione di operatori e gruppi di adulti interessati alle politiche giovanili. Progetto Squarci Rock e Squarci di Pace. Supporto all’attività delle associazioni giovanili (consulta e unione degli studenti, gruppi informali). Convenzione con il Comune di Cormons per la gestione unitaria e coordinata dei due Punto Giovani.

18

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


COSTRUIAMO GORIZIA!

Lavori pubblici e urbanistica

Progetti e opere per la città che cambia e si trasforma. Scuole tutte a norma Miglioramento della sicurezza degli spazi e degli edifici pubblici

Progettare e riqualificare la città

Opere di salvaguardia ambientale Riqualificazione del tessuto urbano Infrastrutture per i trasporti e i servizi a rete

Abbattimento barriere architettoniche Rifacimento della viabilità pedonale e carraia Miglioramento dell’offerta di parcheggi pubblici Ampliamento degli spazi per l’università Infrastrutture sportive

I lavori pubblici, vero “braccio operativo” della programmazione comunale, rispondono alle esigenze di diversi settori, dalla cultura allo sport, all’istruzione, ai servizi sociali, a quelli generali. L’impegno organizzativo e operativo riguarda la progettazione diretta e il coordinamento delle progettazioni esterne, la gestione delle gare d’appalto, il controllo amministrativo e tecnico in fase di esecuzione lavori, gli interventi utili a migliorare le condizioni generali di vivibilità e lo standard dei servizi in termini di attrezzature e qualità dei “contenitori”. Nei cinque anni di mandato, considerati anche i non indifferenti tempi burocratici della realizzazione di opere pubbliche, sono stati portati a termine gran parte degli interventi impostati dall’amministrazione precedenti, realizzando nel contempo nuovi programmi e linee di intervento. Per quanto riguarda il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di accessibilità degli spazi e degli edifici pubblici è stato portato a termine l’obiettivo di completa messa a norma di tutti gli edifici scolastici cittadini, con interventi anche di notevole consistenza quali ad esempio quelli relativi alle scuole Fumagalli e Leopardi. In questo contesto una particolare attenzione è stata riservata all’abbattimento delle barriere architettoniche con, fra le altre, la realizzazione dell’ascensore che consente l’accesso dei disabili a tutti i piani del palazzo municipale. Impegni economici e di progettazione consistenti sono stati riservati alle opere di salvaguardia ambientale, agli spazi per l’università (Casa Lenassi, villa Ritter e convento delle Clarisse) nonché alla manutenzione straordinaria dell’impiantistica sportiva. COSTRUIAMO GORIZIA!

LAVORI PUBBLICI E URBANISTICA

19


Come emerge chiaramente dalle singole progettazioni e dagli interventi portati a termine nel quinquennio, risorse rilevanti sono state impegnate nella manutenzione e nel rifacimento di strade e marciapiedi che ha interessato progressivamente ampie aree del centro e della periferia. Il principale segno di discontinuità rispetto al passato riguarda la progettazione e l’impegno di fondi per la riqualificazione del centro storico cittadino, in particolare per quanto riguarda i due corsi principali, la realizzazione di un anello pedonale che colleghi piazza Vittoria e via Rastello con le vie Monache, Mazzini, Garibaldi.

Le grandi progettazioni del quinquennio.  Accesso diretto al Borgo Castello e riqualificazione Piazza Vittoria | progetto preliminare | € 6.972.168,14  Recupero Villa Ritter | progetto preliminare | € 3.702.995,96  Ingressi in città | aggiornamento progetto preliminare | € 1.164.607,52  Ristrutturazione ed ampliamento depuratore | aggiornamento progetto preliminare | € 20.503.338,89  Viabilità d’accesso alla nuova area commerciale di via 3^ Armata | progetto preliminare | € 1.950.000,00  Ampliamento ed ammodernamento Sala del Consiglio Comunale | progetto definitivo/esecutivo | € 140.734,50  Ingressi in città - aggiornamento del progetto preliminare 2° lotto | € 2.181.324,12  Ristrutturazione ed ampliamento stabile di via Orzoni 2° lotto | aggiornamento progetto definitivo/esecutivo | € 210.977,09  Adeguamento alle norme di prevenzione incendi nel campo di calcio Campagnuzza | progetto esecutivo | € 299.545,00  Sistemazione varie strade del centro cittadino | progetto esecutivo | € 915.000,00  Manutenzione straordinaria ed adeguamento normative caserma Massarelli | € 361.519,83  Manutenzione straordinaria ed adeguamento normative caserma Gervasi | € 154.937,00  Installazione n. 3 impianti semaforici | progetto esecutivo | € 200.900,00  3° lotto dell’Autoporto - 1^ fase | progetto esecutivo | € 15.798.416,54

20

 Esercizio, manutenzione ordinaria, manutenzione su guasto e conduzione illuminazione pubblica anno 2002 | progetto esecutivo | € 173.015,00  Impianto semaforico via Campagna Bassa ecc. | progetto definitivo | € 105.582,38  Sistema sede stradale, reti fognarie ecc. di via Rastello | atto di delega amministrativa | € 123.949,65  Area sportiva-ricreativa di Piuma | progetto definitivo | € 279.000,00  Manutenzione straordinaria mercato al minuto | documento preliminare con valenza di progetto preliminare | € 778.020,00  Recupero e riqualificazione urbana piazza Cavour | progetto esecutivo | € 480.000,00  Parcheggio nelle vie Faiti e della Bona | progetto definitivo | € 1.710.000,00  Manutenzione straordinaria stabile comunale di via IV Novembre sede del Giudice di Pace | progetto definitivo | € 206.582,76  Ristrutturazione scuola elementare di via Cappellla | progetto definitivo | € 1.292.000,00  Esercizio, manutenzione e conduzione impianti termici | progetto | € 182.245,14  Recupero Villa Ritter | progetto definitivo | € 3.702.884,82  Sistemazione reti fognarie ed illuminazione pubblica di via Rastello | progetto definitivo/ esecutivo | € 123.949,65  Ristrutturazione della palestra CONI | progetto definitivo | € 2.788.000,00  Ristrutturazione dell’ex Casa Lenassi | progetto definitivo | € 1.136.000,00  Area sportive-ricreativa di Piuma | progetto esecutivo | € 306.270,00

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


COSTRUIAMO GORIZIA!

 Adeguamento e ristrutturazione della palestra CONI | progetto esecutivo | € 2.788.000,00  Impianto semaforico in via Campagna Bassa ecc. | progetto esecutivo | € 105.582,38  Esercizio, manutenzione ordinaria, manutenzione su guasto e conduzione impianti illuminazione pubblica e semafori anno 2003 | progetto esecutivo | € 160.918,00  Verifica e manutenzione impianti elettrici | progetto esecutivo | € 192.000,00  Ingressi in città 1° lotto | progetto definitivo | € 1.569.835,61  Opere di recapito nel fiume Isonzo delle acque meteoriche area rio Potoc e canale consortile | progetto preliminare/definitivo | € 206.582,76  Accesso diretto al Borgo Castello e riqualificazione piazza Vittoria | progetto definitivo | € 7.747.000,00  Opere di recapito nel fiume Isonzo ecc. | progetto esecutivo | € 212.851,33  Ingressi in città 2° lotto | progetto definitivo | € 2.406.891,36  Recupero Villa Ritter | progetto esecutivo | € 3.702.885,00  Riqualificazione del Parco dell’Isonzo | progetto preliminare | € 740.000,00  Riqualificazione urbana quartiere della Campagnuzza | progetto preliminare | € 1.500.000,00  Nuova centrale termica interrata Casa di Riposo | progetto definitivo/esecutivo | € 277.000,00  Riqualificazione urbana quartiere della Campagnuzza 1° lotto | progetto preliminare | € 1.200.000,00  Sistemazione piazzale della Transalpina | progetto preliminare | € 120.000,00  Manutenzione straordinaria stabile di via IV Novembre sede del Giudice di Pace | progetto esecutivo | € 274.000,00  Restauro, ristrutturazione ed adeguamento funzionale ex Convento via Santa Chiara | progetto preliminare | € 6.302.000,00  Riqualificazione del piazzale della Transalpina | progetto definitivo/esecutivo | € 120.000,00

COSTRUIAMO GORIZIA!

LAVORI PUBBLICI E URBANISTICA

 Ristrutturazione immobile ex Casa Lenassi | progetto esecutivo | € 1.136.000,00  Manutenzione straordinaria impianto elettrico palestra di via Venier | progetto definitivo/ esecutivo | € 86.000,00  Risanamento conservativo vasca esterna piscine comunali | progetto preliminare | € 594.400,00  Riduzione e messa in sicurezza smottamento località San Mauro/Case Noris | progetto preliminare/definitivo | € 202.378,00  Urbanizzazione quartiere Campagnuzza “Contratti di Quartiere” | progetto preliminare | € 8.558.250,00.  Riqualificazione piazza Cavour | progetto esecutivo aggiornato | € 480.000,00  Manutenzione straordinaria marciapiedi cittadini anno 2001 | aggiornamento progetto esecutivo | € 619.718,18  3° lotto dell’Autoporto 1^ fase variante | progetto definitivo | € 15.798.416,54  Riduzione e messa in sicurezza smottamento località S. Mauro/Case Noris | progetto esecutivo | € 202.378,05  Ristrutturazione edificio di via Leopardi | progetto definitivo/esecutivo | € 1.650.000,00  Ampliamento complesso scolastico di via Romana | progetto preliminare | € 650.000,00  Adeguamento antincendio impianti e strutture dell’Autoporto | progetto definitivo | € 800.000,00  Esercizio, manutenzione e conduzione impianti di riscaldamento | progetto esecutivo | € 210.000,00  Riabilitazione linea trattamento fanghi al depuratore | progetto preliminare | € 1.048.214,00  Ristrutturazione con ampliamento ed adeguamento impiantistico scuola materna di Lucinico | progetto definitivo | € 425.000,00  Sistemazione varie strade del centro cittadino | progetto esecutivo aggiornato | € 1.085.000,00  Ristrutturazione scuola elementare di via Cappella | progetto esecutivo | € 1.601.000,00  Riabilitazione linea trattamento fanghi al depuratore | progetto definitivo/esecutivo | € 1.048.214,18 21


Progettare e riqualificare la cittĂ  che cambia e si trasforma.

COSTRUIAMO GORIZIA!


COSTRUIAMO GORIZIA!

 Accesso diretto al Borgo Castello e riqualificazione piazza Vittoria | progetto esecutivo stralcio 1° lotto | € 365.000,00  Manutenzione straordinaria cavalcavia via Brass | progetto preliminare | € 155.000,00  Drenaggio delle pendici dal monte Calvario in via Attems | progetto preliminare/definitivo | € 200.000,00  Adeguamento normativo palestra Valletta del Corno | progetto preliminare | € 311.340,00  Manutenzione straordinaria con adeguamento normativo impianti elettrici scuola media via Mascagni | progetto preliminare | € 175.000,00  Ampliamento complesso scolastico di via Romana | progetto definitivo | € 710.000,00  Ingressi in città 1° lotto | progetto esecutivo | € 1.786.266,75  Riqualificazione parco dell’Isonzo | progetto definitivo/esecutivo | € 740.000,00  Manutenzione straordinaria con adeguamento normativo impianti elettrici scuola media di via Mascagni | progetto definitivo/ esecutivo | € 185.000,00  Manutenzione ordinaria e su guasto impianti illuminazione pubblica e semafori anno 2005 | progetto | € 113.000,00  Completamento 1° lotto ristrutturazione edificio via Orzoni | progetto definitivo | € 670.000,00  Adeguamento normativo impiantistico (C.P.I.) scuola elementare di via Cipriani | progetto definitivo/esecutivo | € 200.000,00  3° lotto Autoporto 1^ fase variante | progetto esecutivo | € 15.798.416,54  Riqualificazione quartiere Campagnuzza | progetto definitivo/esecutivo | € 1.200.000,00  Ristrutturazione Villa Ritter 2° lotto | progetto preliminare | € 200.000,00  Museo dell’Arcidiocesi, completamento 1° lotto | progetto preliminare | € 300.000,00  Recupero e riqualificazione urbana vie Rastello e Cocevia | progetto preliminare | € 1.200.000,00  Restauro, ristrutturazione ed adeguamento funzionale ex convento S. Chiara | progetto definitivo | € 6.455.000,00 COSTRUIAMO GORIZIA!

LAVORI PUBBLICI E URBANISTICA

 Progetto TIPINET al Mercato coperto | progetto preliminare | € 345.000,00  Drenaggio delle pendici del Monte Calvario in via Attems | progetto esecutivo | € 202.142,00  Accesso diretto al Borgo Castello e riqualificazione piazza Vittoria | progetto esecutivo | € 8.059.443,90  Sistemazione frana ad Oslavia | progetto definitivo/esecutivo | € 250.000,00  Adeguamento normativo palestra della Valletta del Corno | progetto definitivo | € 361.340,00  Restauro, ristrutturazione ed adeguamento funzionale ex convento S. Chiara | progetto esecutivo | € 6.455.000,00  Ampliamento complesso scolastico di via Romana | progetto esecutivo | € 710.000,00  Completamento palestra L.go Culiat | progetto esecutivo | € 270.000,00  Adeguamento normativo archivio dell’Anagrafe | progetto definitivo/esecutivo | € 240.000,00  Pedonalizzazione e riqualificazione vie Garibaldi, Mazzini e delle Monache | progetto preliminare | € 1.656.200,00  Manutenzione straordinaria segnaletica stradale anno 2005 | progetto definitivo | € 457.800,00  Manutenzione straordinaria vie, piazze e marciapiedi anno 2005 | progetto preliminare | € 7.100.000,00  Manutenzione ordinaria, manutenzione su guasto impianti illuminazione pubblica e semaforica | progetto esecutivo | € 201.000,00  Manutenzione straordinaria con adeguamento normativo scuola elementare di via Zara | progetto preliminare | € 240.000,00  Manutenzione straordinaria con adeguamento normativo scuola elementare di via Zara | progetto definitivo/esecutivo | € 240.000,00  Costruzione di un parcheggio in via Bersaglieri | progetto preliminare | € 360.000,00  3° lotto dell’Autoporto - 1^ fase variante stralcio esecutivo | progetto esecutivo | € 6.700.000,00 23


 Ristrutturazione ed ampliamento impianto di depurazione | 2° aggiornamento progetto preliminare | € 29.250.000,00 e € 17.450.000,00  Adeguamento normativo palestra della Valletta del Corno con ampliamento degli spogliatoi | progetto esecutivo | € 361.340,00  Manutenzione straordinaria strade comunali per campionato italiano di ciclismo | progetto | € 245.000,00  Sistemazione del rio Potoc per ripristino ufficiosità idraulica | progetto definitivo | € 1.549.370,00  Ristrutturazione dell’edificio comunale di via Orzoni | progetto preliminare | € 1.320.000,00  Manutenzione straordinaria vie, piazze e marciapiedi anni 2005/2006 | progetto definitivo/esecutivo | € 1.060.000,00  Manutenzione straordinaria segnaletica stradale anno 2005 | progetto esecutivo | € 507.800,00  Manutenzione straordinaria ed adeguamento normativo edificio di via Udine | progetto preliminare generale € 945.000,00 e progetto preliminare 1° lotto € 130.000,00  Conservazione e restauro Palazzo de Grazia sede dell’Istituto di Musica | progetto preliminare generale € 2.400.000,00 e progetto preliminare 1° lotto € 1.015.000,00  Adeguamento servizi igienici corpo B della Casa di Riposo | progetto definitivo/esecutivo | € 500.000,00  Ristrutturazione e trasformazione dell’edificio di via Rocca n. 5 per l’istituzione di un asilo nido con lingua d’insegnamento slovena | progetto di massima | € 335.250,00  Adeguamento normativo Uffici giudiziari | progetto preliminare | € 2.000.000,00  Costruzione di un parcheggio in via Bersaglieri a Lucinico | progetto definitivo/esecutivo | € 360.000,00

24

E le progettazioni minori.  Messa in sicurezza caserma Gervasi | progetto definitivo ed esecutivo | € 15.493,71  Sostituzione serramenti esterni uffici palazzina Ragioneria | € 78.000,00  Straordinaria manutenzione impianto di depurazione Casa di Riposo | progetto definitivo/ esecutivo | € 94.503,74  Sostituzione pavimentazione e tinteggiatura uffici palazzina Ragioneria | progetto definitivo ed esecutivo | € 8.998,00  Loculi ossario e manutenzione straordinaria cimitero di Sant’Andrea | progetto definitivo/ esecutivo | € 78.000,00  Manutenzione straordinaria impianti sportivi scuola media di via Leoni | progetto definitivo/esecutivo | € 78.000,00  Dismissione agente estinguente halon impianto antincendio Tribunale | progetto | € 20.400,00  Pulizia tetti, grondaie ecc. anno 2003 | progetto definitivo/esecutivo | € 30.000,00  Manutenzione straordinaria alloggi per anziani di via Faidutti | progetto esecutivo | € 26.000,00  Tinteggiatura, sostituzione pavimenti ecc. corpi B e C Casa di Riposo | progetto definitivo/esecutivo | € 67.000,00  Manutenzione straordinaria spogliatoi e tribuna campo di calcio Campagnuzza | progetto esecutivo | € 24.600,00  Manutenzione straordinaria campo da gioco palestra Valletta del Corno | progetto | € 15.000,00  Manutenzione straordinaria tribuna spettatori palestra Valletta del Corno | progetto esecutivo | € 26.515,00  Manutenzione straordinaria spogliatoi palestra Valletta del Corno | progetto | € 17.060,00  Lavori di manutenzione presso lo stabile di via Garibaldi | progetto definitivo/esecutivo | € 19.000,00  Eliminazione barriere architettoniche scuola elementare di via Cipriani | progetto definitivo | € 58.000,00

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


COSTRUIAMO GORIZIA!

 Pulizia tetti e grondaie stabili comunali anno 2004 | progetto definitivo/esecutivo | € 30.000,00  Adeguamento impiantistico stabile per anziani di via Campagnuzza | progetto definitivo/esecutivo | € 67.000,00  Modifica ex alloggio custode scuola materna Sant’Andrea | progetto definitivo/esecutivo | € 37.000,00  Manutenzione straordinaria caserma Massarelli | progetto esecutivo | € 24.511,00  Rifacimento copertura tetto scuola elementare via del Brolo | progetto definitivo/esecutivo | € 78.300.00  Manutenzione straordinaria impianto elettrico zona seminterrata Centro Anziani di via Faidutti | progetto definitivo/esecutivo | € 22.635,45  Modifica impianti elettrici fabbricato officina Autoporto | progetto definitivo | € 50.000,00  Rifacimento copertura tetto scuola materna di via Brolo | progetto definitivo/esecutivo | € 49.000,00  Manutenzione straordinaria spogliatoi palestra di via Venier | progetto esecutivo | € 12.016,35  Impianto cabine traduzione simultanea sala del Consiglio Comunale | progetto definitivo/ esecutivo | € 42.297,81  Pulizia tetti e grondaie ecc. anno 2005 | progetto definitivo/esecutivo | € 31.000,00  Manutenzione straordinaria serramenti esterni palestra di via Venier | progetto esecutivo | € 23.807,44  Accessibilità meccanizzata ala est del Palazzo Municipale | progetto definitivo/esecutivo | € 78.138,58  Sostituzione lattoneria e ripassatura tetto Ragioneria | progetto definitivo/esecutivo | € 61.500,00  Scala di sicurezza scuola media via Mascagni | progetto esecutivo | € 45.000,00  Esercizio, manutenzione e conduzione impianti termici | progetto | € 95.000,00  Bonifica amianto servizi comunali di via Barzellini | progetto preliminare | € 100.000,00

COSTRUIAMO GORIZIA!

LAVORI PUBBLICI E URBANISTICA

 Bonifica amianto scuola media di via Mascagni | progetto preliminare | € 14.000,00  Bonifica amianto edificio di passaggio Zamenhoff | progetto preliminare | € 27.160,00  Bonifica amianto Centro Sociale Polivalente | progetto preliminare | € 56.000,00  Bonifica amianto Tribunale | progetto preliminare | € 42.000,00  Eliminazione barriere architettoniche scuola elementare via Cipriani | progetto esecutivo | € 64.000,00  Restauro e consolidamento mura del Castello | progetto definitivo/esecutivo | € 50.000,00  Rimozione e bonifica amianto Centro Sociale Polivalente | progetto definitivo/esecutivo | € 56.000,00  Rimozione e bonifica amianto scuola media di via Mascagni | progetto definitivo/esecutivo | € 14.000,00  Rimozione e bonifica amianto Tribunale | progetto definitivo/esecutivo | € 42.000,00  Ampliamento della fosse dell’orchestra al Teatro Verdi | progetto preliminare | € 65.000,00  Servizio di esercizio, conduzione e manutenzione impianti termici ecc. al Teatro Verdi | elaborati progettuali | € 11.400,00  Servizio di controllo e manutenzione impianti elettrici ecc. al Teatro Verdi | elaborati progettuali | € 14.640.,00  Ampliamento della fossa dell’orchestra al Teatro Verdi | progetto esecutivo | € 79.965,00  Straordinaria manutenzione scuola materna di via Garzarolli | progetto definitivo/esecutivo | € 40.000,00  Demolizione ex Artesac e realizzazione di un parcheggio provvisorio | progetto preliminare | € 90.000,00  Semaforizzazione incroci Mainizza, Mocchetta, Campagna Bassa ecc. | opere di completamento | € 76.131,20

25


VIA N DO

66

O SC BO

45

PIAZZALE MEDAGLIE D’ORO

38 63

VIA

LE

XX S

ET

TE

MB

RE

31

46 4

37

47

21

VER

1

72

CASTELLO

CO R

VIA

50

O LE

SO

DI

R PA

DI

PIAZZA VITTORIA

89

64

11 12 13

LIA

SO

R CO

MUNICIPIO

5

9

14

71

88 13

ITA

2

36 26 A ST

A

VI

A UC

AO D’

D

70 VIA

VIT

TO R

IO

VE

NE

TO


COSTRUIAMO GORIZIA!

Lavori pubblici 2002 . 2007 Immobile rappresentato in mappa Intervento infrastrutturale e di superficie Intervento solo di superficie

1

Ristrutturazione Edificio scolastico L.go Culiat 2002, 2003, 2004 | € 1.262.000,00

2

Ristrutturazione Scuola elementare via Codelli 2002, 2003, 2004 | € 1.055.000,00

3

Salvaguardia statica Complesso via Santa Chiara 2002 | € 131.000,00

21 4

14

Museo del Tesoro dell’Arcidiocesi 2002 | € 118.000,00

5

Sistemazione Locali Palazzo Municipale 2002 | € 184.000,00

6

Straordinaria manutenzione Palestra via Gramsci 2002 | € 171.000,00

7

Ristrutturazione Villa Ritter 2002, 2005, 2006 | € 691.000,00

8

Ristrutturazione e ampliamento Palazzina Tennis Campagnuzza 2002 | € 72.000,00

9

Ampliamento e ammodernamento Sala del Consiglio 2002 | € 122.000,00

Costruzione 10 Muro di sostegno Casa di Riposo 2002 | € 62.000,00 COSTRUIAMO GORIZIA!

LAVORI PUBBLICI E URBANISTICA

11 Teatro Verdi 5° lotto 2002,2003, 2004 | € 989.000,00 12 Teatro Verdi 6° lotto 2002, 2004 | € 1.219.000,00 13 Teatro Verdi lotto di completamento 2002 | € 935.000,00 Manutenzione straordinaria 14 Caserma Massarelli 2002 | € 293.000,00 Ristrutturazione 15 Palestra CONI 2002, 2003 | € 151.000,00 Straordinaria manutenzione 16 Campo calcio Campagnuzza 2002, 2003 | € 281.000,00 Manutenzione straordinaria 17 Strade bitumate 2001, 2002 | € 58.000,00 Manutenzione ordinaria 18 Strade bitumate 2001, 2002 | € 216.000,00 Manutenzione ordinaria 19 Strade in porfido 2001, 2002 | € 50.000,00 Potenziamento 20 Illuminazione pubblica 2002, 2003, 2005 | € 370.000,00

27


LI FAT EBE NEF RAT EL VIA

84

21 Parcheggio galleria Bombi 2002, 2003 | € 304.000,00

ROTONDA PONTE 8 AGOSTO

Intervento urgente 22 Strada Monte Calvario 2002, 2003 | € 137.000,00

16

Costruzione 23 Collettori via Cavalleggeri di Lodi 2002, 2004 | € 203.000,00

8 VIA S.MICHELE

VIA

RO

77

FER

16 61

Regimazione 24 Bacino destra Isonzo 1° lotto 2002, 2003, 2004 | € 1.056.000,00 Sistemazione 25 Rio Potoc 2002, 2003 | € 136.000,00

82 CAMPAGNUZZA

Adeguamento 26 Centro Sociale Polivalente | € 108.000,00 27 3° lotto Autoporto 2002 | € 106.000,00 28 Nodo intermodale 2002, 2003 | € 197.000,00 Ristrutturazione 29 Casa di Riposo 2° lotto 2003, 2004 | € 1.251.000,00 PIAZZA SANT’ANDREA

43

Sostituzione 30 Serramenti Ragioneria 2003 | € 69.000,00 Manutenzione straordinaria 31 Palestra Valletta del Corno 2003 | € 58.000,00

SANT’ANDREA

Adeguamento 32 Caserma Gervasi 2003 | € 128.000,00

COMUNE DI GORIZIA COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007 BILANCIO DI MANDATO 2002 - 2006


COSTRUIAMO GORIZIA!

Manutenzione straordinaria 33 Vie, piazze e marciapiedi 2001, 2003, 2004, 2005 | € 597.000,00

Ristrutturazione 45 Edificio di via Orzoni 2004 | € 135.000,00

Manutenzione straordinaria 34 Viale Colombo 2003 | € 378.000,00

Restauro 46 Ex Convento via Santa Chiara 2004, 2005, 2006 | € 464.000,00

Sistemazione 35 Piazza Vittoria 2003, 2005 | € 572.000,00

Straordinaria manutenzione 47 Mercato al minuto 2004 | € 53.000,00

Illuminazione pubblica 36 Corso Italia 2003 | € 198.000,00

1° lotto 48 Casa di Riposo 2003, 2005 | € 682.000,00

37 Parcheggio v.le Virgilio 2003, 2004 | € 611.000,00

Costruzione 49 Centro Scolastico Sloveno 2004 | € 85.000,00

Costruzione collettore fognario 38 Via Coronini 2003 | € 75.000,00 Costruzione collettore fognario 39 Via Campi 2003 | € 243.000,00 Regimazione 40 Acque destra Isonzo 2° lotto 2003 | € 856.000,00 Completamento collettore fognario 41 Piuma 2003 | € 79.000,00 42 Acquedotto 8° stralcio 2003 | € 69.000,00 Loculi ossario 43 Cimitero di Sant’Andrea 2004 | € 58.000,00 Impianti sportivi 44 Scuola media di via Leoni 2004 | € 69.000,00

COSTRUIAMO GORIZIA!

LAVORI PUBBLICI E URBANISTICA

Ristrutturazione 50 Via Leopardi 2004, 2005, 2006 | € 1.087.000,00 Recupero 51 Edificio Giudice di Pace 2004, 2005 | € 255.000,00 Manutenzione straordinaria 52 Palestra via Venier 2004 | € 68.000,00 Manutenzione ordinaria 53 Illuminazione pubblica 2004, 2005, 2006 | € 574.000,00 Sistemazione 54 Piazzale Transalpina 2004 | € 121.000,00 Manutenzione straordinaria 55 Segnaletica stradale anno 2003 2004 | € 112.000,00

29


VIA CHIESE ANTICHE

69

VIA BRIGATA RE

PIAZZA SAN GIORGIO

DINE

VIA U

CASA DI RIPOSO

10

65

48

62

OS

AN

TO

52

29

VIA

CA MP

E ON ZA AD INIZ STRA MA ELL

Potenziamento ed integrazioni 56 Reti idriche 2004 | € 62.000,00

Manutenzione straordinaria 61 Stabile via Campagnuzza 2005 | € 57.000,00

57 Gas metano Corso Italia 2004 | € 194.000,00

Tinteggiatura corpi B e C 62 Casa di Riposo 2005 | € 78.000,00

58 Area sportivo-ricreativa di Piuma 2005 | € 187.000,00 Impianto di depurazione 59 Casa di Riposo 2005 | € 66.000,00 Manutenzione straordinaria 60 Scuola elementare via Cipriani 2005, 2006 | € 183.000,00

30

D

Ristrutturazione 63 Scuola elementare via Cappella 2005, 2006 | € 1.483.000,00 Ristrutturazione 64 Ex Casa Lenassi via IX Agosto 2005, 2006 | € 745.000,00 65 Impianto termico Casa di Riposo 2005 | € 63.000,00 COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


COSTRUIAMO GORIZIA!

Rifacimento copertura 66 Scuola elementare via Brolo 2005 | € 54.000,00

Manutenzione straordinaria 78 Marciapiedi anno 2001 2005, 2006 | € 374.000,00

Verifica e manutenzione 67 Impianti elettrici stabili comunali 2005 | € 79.000,00

Opere di recapito 79 Fiume Isonzo 2006 | € 176.000,00

Esercizio e conduzione 68 Impianti termici 2005 | € 52.000,00

80 Frana di Oslavia 2006 | € 182.000,00

Ampliamento 69 Scuola media via Romana 2005 | € 165.000,00 Manutenzione straordinaria 70 Scuola media via Mascagni 2005, 2006 | € 198.000,00 Recupero e riqualificazione 71 Piazza Cavour 2005 | € 403.000,00 Manutenzione straordinaria reti fognarie 72 Via Rastello 2005 | € 118.000,00 73 Adeguamento scaricatori 2005 | € 69.000,00 Smottamento 74 Località San Mauro 2005 | € 162.000,00 Riqualificazione 75 Parco dell’Isonzo 2005, 2006 | € 222.000,00 76 PIP Casermette 2005 | € 94.000,00 Manutenzione straordinaria 77 Scuola elementare via Zara 2006 | € 161.000,00 COSTRUIAMO GORIZIA!

LAVORI PUBBLICI E URBANISTICA

Drenaggio 81 Monte Calvario in via Attems 2006 | € 139.000,00 Riqualificazione urbana 82 Campagnuzza 2006 | € 402.000,00 Sistemazione 83 Varie strade centro cittadino 2006 | € 600.000,00 84 Ingressi in città 1° lotto 2006 | € 942.000,00 85 Campionati ciclismo strade 2006 | € 190.000,00 Adeguamento 86 Impianto di depurazione 2005, 2006 | € 276.000,00 Modifica ex alloggio custode 87 Scuola materna Sant’Andrea 2004 | € 35.460,00 88 Cabine traduzione Sala del Consiglio 2005 | € 41.400,00 Ampliamento 89 Fossa orchestra Teatro Verdi € 41.000,00

31


Urbanistica La convinzione che ha animato tutta l’azione amministrativa del Comune è stata quella che i cambiamenti geopolitici conseguenti all’allargamento ad Est dell’Unione Europea avrebbero potuto rappresentare per Gorizia la grande occasione di uscire dalla marginalità a cui il ‘900 l’aveva condannata e di ridisegnare il proprio ruolo all’interno di un sistema territoriale allargato. A questa sfida la città doveva prepararsi con una mentalità nuova, più aperta e dinamica, e con strumenti di governo della società e dell’economia adeguati e moderni, in sostituzione di quelli tradizionali fondati sul gap Est-Ovest e sui sostegni pubblici. A questo progetto avrebbero dovuto partecipare, ciascuno per la sua parte, tutti i soggetti locali, mentre l’Amministrazione comunale era chiamata alla responsabilità di individuare politiche in grado di favorire i processi di rinnovamento. Rispetto a queste nuove necessità le scelte nel settore del governo del territorio sono state coerenti e significative, in qualche caso coraggiose, a partire dal programma strategico “Gorizia 2010”, e hanno perseguito due obiettivi fondamentali: il miglioramento della qualità urbana e ambientale e la modernizzazione del sistema Gorizia. Piano Urbano del Traffico Nella prima metà del 2005 è stato definitivamente approvato il Piano Urbano del Traffico, con l’obiettivo di facilitare la mobilità pedonale e ciclabile riducendo l’inquinamento e di favorire la pedonalizzazione delle aree centrali con l’individuazione di una serie di parcheggi pubblici alternativi all’attuale sosta in carreggiata. Piano Urbano dei Parcheggi La difficoltà di reperire le cospicue risorse economiche necessarie per poter realizzare i parcheggi previsti dal Piano redatto nel 1996 ha reso impossibile la sua completa attuazione. L’aggiornamento del Piano, nel 2005, ha consentito un nuovo riparto dei fondi regionali derivati dalla “legge Tognoli” verso alcuni impianti considerati strategici per la nostra città - parcheggi di piazza Battisti e via della Bona - per i quali si è anche proceduto con la predisposizione della progettazione generale. Per un terzo, quello di via Manzoni, sono a buon punto le procedure per la sua realizzazione in project-financing.

32

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


COSTRUIAMO GORIZIA!

Concorso Internazionale EUROPAN 7 In questa direzione vanno anche la partecipazione del Comune al Concorso Internazionale EUROPAN 7, che ha visto tra i progetti vincitori quello di recupero dell’area dell’attuale Mercato all’ingrosso, il recente Bando di affidamento di un incarico professionale per la riqualificazione del sistema dei Corsi e quello per la valorizzazione turistico-culturale del Borgo Castello. Piano del Commercio All’inizio del 2006 è stato approvato il Piano di settore del commercio che ha comportato anche una contestuale variante urbanistica. Il Piano costituisce un fondamentale strumento per la politica commerciale all’interno di un più ampio e articolato programma di governo della città. Con questo Piano l’Amministrazione comunale ha creato le premesse per lo sviluppo del commercio impostato sul corretto equilibrio tra piccola, media e grande distribuzione. A tal fine il piano localizza, in pieno centro città tra le vie Boccaccio e S. Chiara, un complesso commerciale come possibile catalizzatore di piccole attività e, in una vasta area a est di via III Armata, un centro commerciale per la grande distribuzione che potrà attrarre l’interesse di molti utenti oggi rivolto verso insediamenti già esistenti fuori Gorizia. Piano della telefonia mobile Anticipato dal protocollo di intesa con i gestori che aveva già posto un freno al proliferare selvaggio delle antenne di radiotelefonia, è stato varato, di concerto con l’Assessorato all’Ambiente, il Piano della telefonia mobile mentre, anche in questo caso in sinergìa con l’Assessorato all’Ambiente, è stato avviato quello della Zonizzazione acustica. Variante generale al Piano Regolatore per il sistema dei Servizi Alla fine del 2006 è stata adottata la Variante generale al Piano Regolatore per il sistema dei Servizi. Con essa si è voluto razionalizzare la distribuzione dei servizi pubblici e di interesse pubblico sul territorio, creando le premesse per una più agevole partecipazione dei privati alla loro realizzazione e gestione e limitando quanto più possibile il ricorso a procedure espropriative. In essa si sono inserite, tra l’altro, nuove previsioni per favorire l’avvio della trasformazione residenziale della cosiddetta Area Strategica 1 di via degli Scogli, per la riqualificazione dell’area IRIS di via IX Agosto e per la trasformazione urbanistica delle aree attorno alla nuova rotonda di ingresso di via Aquileia, che potrà così essere non più periferia urbana ma nuova porta della città. Piano Infraregionale della Zona Industriale di S.Andrea Di concerto con gli altri soggetti interessati si è intervenuti anche nella revisione degli strumenti urbanistici che disciplinano gli insediamenti produttivi, attraverso la collaborazione per il nuovo Piano Infraregionale della Zona Industriale di S.Andrea, predisposto dal Consorzio per lo Sviluppo COSTRUIAMO GORIZIA!

LAVORI PUBBLICI E URBANISTICA

33


Industriale e per il nuovo Piano Regolatore particolareggiato dell’Autoporto, in fase istruttoria: se il primo si è posto come obiettivo primario l’individuazione di ulteriori lotti all’interno di un quadro di compatibilità ambientali, il secondo consentirà di favorire nuove infrastrutturazioni nel campo della logistica. Piano delle aree metanizzate Un cenno, infine, ad un altro strumento importante per i cittadini, il Piano delle aree metanizzate, che ha consentito di estendere ad ulteriori zone del territorio comunale l’ammissibilità alle agevolazioni fiscali previste dalla legge per gli utenti non serviti dalla rete metanifera comunale. Il dettaglio della pianificazione A seguito dell’approvazione del vigente Piano Regolatore Generale Comunale si è sviluppata un’intensa e proficua attività di pianificazione attuativa sia di iniziativa privata che pubblica. In particolare a partire dall’anno 2002 l’attività istruttoria ha riguardato ben dodici piani avviati su istanza di privati e tre di iniziativa pubblica. Sono stati adottati e successivamente approvati: Piano di iniziativa pubblica di via Terza Armata Parco delle grandi attrezzature di via Terza Armata Ambito di via del Carso Lottizzazione di via della Stesa Lottizzazione Giglio di via Brigata Re Ambito tra piazza del Municipio e via Barzellini Piano privato di un’area di via Morelli Ambito di trasformazione interno di via dei Faiti – via Ma scagni Ambito residenziale interno di via Catterini Piano di via Formica. Contributi per il restauro delle facciate Dopo una prima iniziativa avviata nel 2000, nel 2003 è stato pubblicato il nuovo bando per la concessione di contributi finalizzati al restauro delle facciate di edifici privati collocati nelle zone di recupero della città. Complessivamente sono state presentate 64 richieste di finanziamento per interventi di recupero e la Regione ha stanziato a favore del comune di Gorizia 100.000 euro che hanno consentito di finanziare 34 interventi sul totale di 64. La Regione ha da poco comunicato la disponibilità di un ulteriore finanziamento di pari importo e sono quindi state avviate le procedure per il nuovo bando. 34

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


PROGETTIAMO GORIZIA!

Cultura, turismo, sport e università

Una città delle culture: più sapere, più formazione, più opportunità. La tradizione • Seghizzi, Lipizer, Folklore, Gorizia jazz e Amidei • Mostre in Castello • Manifestazioni sportive Consolidare la tradizione Creare nuovi eventi

Partecipazione e apertura alla ricchezza delle diversità

Occasioni di sviluppo turistico Partecipazione e giovani Rafforzare e concentrare la presenza universitaria

Le nuove iniziative • Gusti di Frontiera • Collaborazione fra istituzioni: mostre a palazzo Attems • Ritorna la sfilata di carnevale • La storia in testa • Stagioni teatrali al Verdi • Gorizia Sogna • Concerti alla Transalpina Università • Nuovi spazi e strutture per gli atenei di Udine e Trieste • Collaborazione universitaria e stage con il Comune

L’obiettivo della politica culturale è stato proiettare Gorizia, da troppo tempo rinchiusa nell’autocelebrazione, oltre i suoi confini, per aprirla e farla conoscere, anche grazie alla dimensione evocativa del suo passato. Senza perdere se stessa e le sue tradizioni, quindi, ma proponendone una lettura che ne mettesse in risalto le peculiarità e le opportunità. Abbiamo perciò sostenuto quanto la città già esprimeva in termini di attività culturali, integrandolo però con iniziative e appuntamenti ulteriori, tutti giocati sul piano della partecipazione e dell’apertura. La ricetta vincente è stata quella di valorizzare le vocazioni e le risorse intellettuali e imprenditoriali che Gorizia esprime, coinvolgendo tutti i soggetti disponibili. Abbiamo così posto in primo piano la città, come luogo privilegiato di incontro culturale e di attrattività turistica. Le grandi e le piccole mostre, le manifestazioni dedicate alla storia e alla gastronomia, la rinascita del teatro: Gorizia si è collocata al centro di un percorso culturale che ha nel confronto, nello scambio e nell’integrazione la cifra della sua originalità. A tutto questo abbiamo legato il consolidamento della presenza universitaria, ormai non rappresentata soltanto dall’offerta didattica, sempre di grande livello e qualità, ma anche dalle attività di ricerca e di produzione scientifica. E il Comune, a fianco degli Atenei, è stato protagonista di questa crescita, mettendo a disposizione spazi e risorse e diventando partner di molti progetti che stanno PROGETTIAMO GORIZIA!

CULTURA, TURISMO, SPORT E UNIVERSITÀ

35


attivando un circuito virtuoso, anche sul piano dell’occupazione e dell’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. Le antiche e le nuove tradizioni Dall’idea guida dell’apertura alla ricchezza delle diversità culturali, sia lungo l’asse temporale passato-futuro sia lungo l’asse spaziale da Gorizia all’Europa, si sono programmati interventi di consolidamento delle prestigiose tradizioni di respiro internazionale in campo musicale (i concorsi Seghizzi e Lipizer e la rassegna Gorizia Jazz), nell ‘intrattenimento (Carnevale goriziano, Compleanno di Gorizia, Festival internazionale del folklore, Fiera di S Andrea) nel teatro e nel cinema (Un Castello di risate, Premio Amidei, Puppet festival), nei convegni degli Istituti culturali (Isig e Icm) e nelle grandi mostre (“Fuori dal Comune. Dal palazzo municipale Attems S. Croce la collezione d’arte contemporanea”- “Materika: mostra internazionale di scultura tra Austria, Croazia, Italia e Slovenia” – “ Sigmund Freud nella terra dei sogni. Il viaggiatore, il collezionista” –“ Passaggi “a cura di Prologo, Associazione culturale per la promozione delle arti contemporanee). L’apertura richiede innovazione, non effimera se deve rispondere a un’esigenza profonda, e l’impianto di nuove tradizioni si è rivelato felice nella musica con i Concerti sul confine, con Squarci rock, Musica Cortese, Nei suoni dei luoghi, con il Premio pianistico Città di Gorizia; nell’animazione con la Festa di primavera, le tante manifestazioni del Dicembre Goriziano, le feste con le città gemellate, la rievocazione storica Dies Domini prolungata su due giornate; nelle grandi kermesse della cultura (con le edizioni 2005 e 2006 de “La storia in testa” e di “èStoria” nel 2007 che hanno portato a Gorizia tre giorni di conferenze, mostre, dibattiti di portata internazionale) e del gusto (con Gusti di frontiera che, con una crescita costante di anno in anno, sta coagulando nelle vie e piazze della città un sempre maggior numero di paesi protagonisti del sapore mitteleuropeo). L’ innesto più vivo e forte nel tessuto culturale cittadino è stato l’avvio del Teatro Verdi: quattro stagioni teatrali articolate in Prosa, Musica (dai concerti al musical e all’opera) e Balletto, Grandi Eventi, con prolusioni ad ogni spettacolo musicale, con l’animazione del Ridotto con rassegne di arte contemporanea ed un progetto teatrale transfrontaliero (Mosaico). La risposta del pubblico è stata ottima, in controtendenza con quanto è avvenuto a livello nazionale, e dalle 10239 presenze del primo anno si è giunti alla 13644 presenze dell’ultima stagione, con un incremento di oltre il 30%. Nuova anche la collaborazione del Comune con la Provincia di Gorizia per le mostre provinciali di palazzo Attems Petzenstein (Music, Caleidoscopio Missoni, “Da Gorizia all’impero ottomano, Antonio Lasciac architetto”). La promozione della città con i grandi eventi e con l’animazione economica Abbiamo portato Gorizia sugli organi di diffusione nazionali, europei ed addirittura mondiali con eventi di grande risonanza come “Torno sabato… e tre” (Panariello), il complesso della manifestazioni del 2004 ( Insieme in Europa) riprese addirittura dalla stampa giapponese, il Campionato nazionale di ciclismo su strada, il Passaggio della Fiaccola Olimpica, i festeggiamenti per i 100 anni della Ferrovia Transalpina . 36

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


PROGETTIAMO GORIZIA!

Piccoli e grandi eventi a regia diretta del Comune o in coorganizzazione con le associazioni hanno animato il centro in occasione dei festeggiamenti, in primavera, in autunno, in inverno, con largo spazio ai prodotti tipici locali (il radicchio di Gorizia è stato addirittura presentato a Vienna!). I treni storici hanno portato in città turisti austriaci, sloveni, italiani . La valorizzazione dei monumenti, delle vie, delle piazze e dei percorsi storici Il Castello di Gorizia si è animato con gli eventi ospitati (da Dies Domini a Calici di Stelle, dalle mostre ai matrimoni, dalle celebrazioni ai grandi ricevimenti, alle visite guidate, alle aperture gratuite, alle stagioni teatrali estive e al premio Amidei) ed i visitatori sono stati oltre 142.000 in quattro anni. Oltre all’animazione del monumento abbiamo sviluppato un progetto di ricupero complessivo per il Castello e il suo Borgo Castello, nella consapevolezza che la vita deve riprendere nell’intero comprensorio, acquisendo finanziamenti per oltre 1 milione e mezzo di euro; abbiamo avviato insieme alla Fondazione CARIGO e a Italia Nostra la manutenzione straordinaria della Porta Leopoldina, mentre con il Movimento Turismo del Vino abbiamo attrezzato un punto di valorizzazione e degustazione dei prodotti tipici locali. Il piano nobile del Palazzo Comunale è stato restaurato, con il ricupero di preziosi mobili d’epoca da anni dimenticati nei magazzini, ed è prevista una sua particolare illuminazione esterna; il parco è stato valorizzato con l’animazione teatrale estiva (Gorizia Sogna. Percorso musical-teatrale) e i matrimoni all’aperto. Nell’atrio del Palazzo si sono ospitate mostre di fotografia e documentali varie. Il Palazzo comunale ha poi ospitato le fotoinstallazioni di Annibel Cunoldi “Crocevia tra passato e futuro. Il Castello Attems Santa Croce”. Il Teatro Verdi è stato arricchito di una fossa più ampia per l’orchestra ed il bar del Teatro è stato rivitalizzato con una nuova convenzione. Nell’arco di tutto l’anno vie e piazze sono state animate dagli eventi, molti dedicati all’enogastronomia locale, con una intensità particolare dalla primavera all’autunno. Volano per l’economia e il turismo, ma significativi anche per l’aggregazione sociale, hanno presentato un volto nuovo e vivo della città. E’ stata avviata la prima fase di valorizzazione dei luoghi della Prima Guerra Mondiale con interventi sul Colle del Calvario (Podgora), d’intesa con i Consigli circoscrizionali di Lucinico e Piedimonte. Siglato il protocollo di intesa con Nova Gorica per lo sviluppo di percorsi storici transfrontalieri e valorizzazione turistica del Sabotino e dell’Isonzo. La valorizzazione delle associazioni e dei giovani L’associazionismo culturale e sportivo, il volontariato sono storicamente i punti di forza della socialità cittadina, con un amplissimo panorama di iniziative che corrisponde a un ancor più ampio impegno personale di tantissimi goriziani. Il Comune ha sviluppato in questi anni un programma di coorganizzazioni per consentire l’espressione della creatività, della passione, della dedizione dei cittadini alla città, mantenendo e sviluppando un sistema di contributi per sostenere le attività indipendenti, con i finanziamenti mirati alle manifestazioni e all’attività delle associazioni. A ciò si aggiungono gli altrettanto consistenti interventi di supporto per l’utilizzo dei contenitori culturali cittadini (Auditorium, Teatro Verdi, Castello). Il Comune ha sviluppato una rete di programmazione delle attività, con continui contatti con le diverse realtà cittadine e un calendario fittissimo di eventi. Ai giovani sono stati dedicati specifici segmenti di attività sia come possibilità e capacità di loro autonoma espressione artistica (associazioni e gruppi spontanei e scolastici) sia come fruitori (dal teatro ai concerti, alle mostre) anche attraverso numerose agevolazioni economiche. PROGETTIAMO GORIZIA!

CULTURA, TURISMO, SPORT E UNIVERSITÀ

37


38

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


PROGETTIAMO GORIZIA!

PROGETTIAMO GORIZIA!

CULTURA, TURISMO, SPORT E UNIVERSITÀ

39


Proiettare Gorizia oltre i suoi confini per aprirla e farla conoscere senza perdere le tradizioni.

PROGETTIAMO GORIZIA!


PROGETTIAMO GORIZIA!

Università Offerta di nuovi punti logistici quali sedi di corsi e di convegni/manifestazioni ad essi collegati o comunque da destinare ad attività connesse alla vita universitaria. Stipula di un accordo di programma tra i principali soggetti istituzionali presenti in città, al fine di destinare gli immobili da essi gestiti ad uso universitario. Il Comune di Gorizia, la Provincia, la Camera di Commercio, la Fondazione CA.RI.GO, le Università di Trieste e Udine e il Consorzio universitario, hanno concordato e coordinato gli interventi sugli immobili per destinarli a uso universitario e realizzare particolari progetti tra cui il nuovo complesso di aule in via Margotti, la sala Conference, il progetto “Europan” (complesso logistico ad uso universitario). Sostegno per lo svolgimento di manifestazioni di carattere culturale che danno valore aggiunto all’offerta universitaria a vantaggio di tutta la città. Erogazione di contributi economici ad associazioni studentesche, consorzi universitari, amministrazioni universitarie e soggetti che si occupano di attività culturali con ricadute dirette sugli atenei cittadini. Supporto al potenziamento delle attività didattico-formative e di ricerca del Consorzio per lo Sviluppo del Polo Universitario di Gorizia e dei Consorzi Universitari di Udine e di Trieste. Stabile collaborazione tra Università di Udine e di Trieste ed il Comune di Gorizia finalizzata ad offrire agli studenti la possibilità di maturare esperienze nel contesto della Pubblica Amministrazione, con l’obiettivo di estendere tale collaborazione all’elaborazione di tesi di laurea o attività di ricerca mirate al contesto locale transfrontaliero. Svolgimento di tirocini formativi presso il Comune da parte di laureandi e laureati degli atenei di Udine e di Trieste.

Sport La determinazione delle regole per la concessioni dei contributi alle associazioni sportive, fatta anch’essa con un percorso partecipato che le ha viste presenti e attive in ogni fase del lavoro è stata fissata dall’apposito Regolamento, votato all’unanimità in Consiglio comunale. Per la prima volta nulla è lasciato all’arbitrio dell’Amministrazione ma con trasparenza e chiarezza sono state fissate le varie tipologie di intervento, i criteri in base ai quali avviene l’erogazione, le modalità di erogazione dei contributi. La commissione sport, con il Regolamento di partecipazione, è diventata il più importante organismo di indirizzo della politica sportiva comunale. La frequenza degli incontri tra le componenti, la concretezza degli stessi è stata la prima dimostrazione della sua validità. Tra gli interventi sugli immobili comunali destinati allo sport cittadino il più importante è stato l’acquisizione del Palazzetto dello sport dal Coni, per 550.000,00 euro e l’avvio della sua ristrutturazione il cui costo ammonta a 2.780.000,00 euro (a cui bisognerà aggiungere circa 400.000,00 euro per l’adeguamento strutturale antisismico). La nuova acquisizione sarà una risorsa in più per le tante PROGETTIAMO GORIZIA!

CULTURA, TURISMO, SPORT E UNIVERSITÀ

41


attività svolte in città, da sempre alla ricerca di spazi adeguati. Una seconda risorsa, oggetto peraltro di continui vandalismi, è stata la risistemazione con attrezzature adeguate della Valletta del Corno. Lavori di manutenzione hanno interessato i campi di calcio di Campagnuzza e di Lucinico, le palestre di via Gramsci, via Venier e in modo consistente la Palestra della Valletta del Corno (in fase di ampliamento gli spogliatoi con adeguamento delle tribune). Dopo i consistenti interventi del Comune sulle piscine, da ultimo l’Associazione Gorizia Nuoto ha ottenuto, con la collaborazione e la garanzia del Comune, un mutuo di 500.000,00 euro dal Credito sportivo per la ristrutturazione degli impianti. E’ di recente concessione un contributo regionale di 700.000,00 euro per il rifacimento della pista del Campo di atletica Fabretto con una previsione di spesa di 1.000.000,00 euro. In ottobre sarà fruibile, dopo i lavori di ristrutturazione, la palestra di Largo Culiat. Il primo passo per far interagire le associazioni e contemporaneamente consentire un maggior utilizzo delle strutture al di là dei rigidi limiti imposti dalle leggi sul lavoro dei dipendenti comunali è stata la definizione di un contratto tipo perché anche le palestre possano essere gestite dall’associazione sportiva che nel passato le ha più utilizzate. La stessa procedura sarà seguita per il Campo sportivo Fabretto. Questa la dotazione di impianti sportivi di Gorizia. IMPIANTO

DISCIPLINASPORTIVA

GESTORE

INDIRIZZO

Campo sportivo scolastico Fabretto

Atletica leggera

COMUNE DI GORIZIA

via Camapagnuzza, 14

Stadio Campagnuzza

calcio

A.S.D. PRO GORIZIA

via Capodistria, 6

Campo Baiamonti

calcio

A.S.D. AUDAX-S. ROCCHESE

via Rabatta, 18

Campo Piedimonte

calcio

A.S.D. PIEDIMONTE

via Attems, 28

Campo Lucinico

calcio

A.S.D. LUCINICO

via Mocchetta, 32

Campo Straccis

calcio

U.S. AZZURRA

via Colonia, 15

Campo di S. Andrea

calcio

A.S.D. JUVENTINA

via del Carso, 57

Campi di tennis Campagnuzza

tennis

ASS.NE TENNIS CAMPAGNUZZA

via S. Michele, 10

Pattinodromo via Madonnina de Fantel

pattinaggio in linea

A.S.D. FIAMMA HOCKEY GORIZIA

via Morelli, 6

Piscine comunali

nuoto/pallanuoto

A.S.D. GORIZIA NUOTO

via Capodistria, 8

Plaestra Valetta del Corno

pattinaggio e pattinaggio in linea

UNIONE GINNASTICA GORIZIANA

via Rismondo, 2

Palazzetto dello sport

basket

NUOVA PALLACANESTRO GORIZIA

via Madonnina del Fante, 11

Impianto di bocce

gioco delle bocce

C.B. MAK

via Montello, 9

Palestra Straccis

attività ginnica e motoria

U.S AZZURRA tennis tavolo

via Colonia, 15

Palestra S. Andrea

pallavolo basket

A.S.D. OK VAL

via Montello, 9

Palestra Lucinico

pallavolo attività motorie

G.S. PALLAVOLO LUCINICO

P.zza S. Giorgio, 37

Eventi sportivi: anche per gli eventi sportivi alle manifestazioni tradizionali (Maratonina Isontina transfrontaliera “Città di Gorizia” Go & go Tennis Cup,Torneo Dudi Krainer,Trofeo Rosario Vizzari) si è aggiunta la kermesse delle associazioni sportive cittadine che nel ‘2006 ha proposto alla cittadinanza tutte le declinazioni di sport al femminile presenti a Gorizia. Lungo tutto l’anno il Comune ha dato il proprio supporto diretto o indiretto a manifestazioni sportive locali e transfrontaliere, continuando il percorso iniziato con le celebrazioni per l’entrata della Slovenia nell’Unione europea. 42

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


VIVIAMO GORIZIA!

Ambiente

Qualità della vita e un futuro sostenibile per l’ambiente. Aria, acqua e rumore: invertire un percorso pericoloso. Nuovo sistema di raccolta dei rifiuti solidi urbani Piano rifiuti

Incremento della raccolta differenziata (oltre il 50%)

Piano del traffico

Promuovere la sostenibilità ambientale e la qualità della vita

Piano antenne e telefonia

Realizzazione impianti fotovoltaici nelle scuole Nuovo canile comunale

Piano per le emergenze ambientali

Campagna di monitoraggio dei campi elettromagnetici

Agenda 21 Ridefinizione piano parcheggi Manutenzione verde pubblico

“Gorizia città sostenibile”: è questo il principio a cui si sono ispirate le politiche ambientali del comune in questi cinque anni. Oggi la sostenibilità non è più un concetto astratto bensì una necessità, tenendo conto di quanto sta avvenendo sotto i nostri occhi: cambiamenti climatici evidenti e percepibili anche a livello locale, inquinamento diffuso, deficit energetici, carenza e quindi necessità di recupero di risorse attraverso il contenimento della produzione dei rifiuti e il loro riciclaggio. Per dare risposte serie e durature è stato necessario analizzare con grande attenzione i problemi presenti e successivamente effettuare delle scelte razionali a fronte di diverse opzioni di intervento: è per questo motivo che tutti i piani approvati da questa Amministrazione (raccolta rifiuti, del traffico, di contenimento dello smog, sull’elettromagnetismo) e in quelli in fase di completamento (piano energetico comunale) sono caratterizzati da un comune intento di far fronte in maniera non improvvisata e duratura a tutte queste situazioni di crisi che oggi rischiano di pregiudicare il mantenimento di un elevata qualità della vita che il cittadino giustamente pretende per sé e per i propri figli. VIVIAMO GORIZIA!

AMBIENTE

43


Ma talvolta anche gli aspetti formali diventano ineludibili e a volte fonte di incomprensione sui ritardi che si cumulano. Un esempio per tutti quello delle piste ciclabili, per la cui realizzazione è stato necessario seguire un iter piuttosto complicato: approvare il piano del traffico (avvenuto nella primavera del 2005), successivamente predisporre un piano di settore o particolareggiato che sviluppasse i dettagli realizzativi delle stesse (su sede promiscua, su sede propria, particolari delle opere infrastrutturali necessarie, ecc.). Inoltre, in alcune aree chiave, ad esempio corso Italia, le piste ciclabili occuperanno lo spazio oggi destinato a parcheggi. Fino a che non saranno completati, in particolare quello di via Manzoni, non ci sono le ragionevoli condizioni per la realizzazione delle piste ciclabili, non potendo privare ovviamente un’area nevralgica della città di posti auto. Rifiuti Progettazione e realizzazione del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Attivazione di tre isole ecologiche con sconto per utenti sulla Tariffa di Igiene Ambientale. Progetti finalizzati per anziani e disabili (sacchi verdi, ritiro rifiuti a domicilio con operatori). Incremento della raccolta differenziata (percentuale di circa il 55%). Campagne informative permanenti per la cittadinanza (opuscoli, calendari) e nelle scuole.

La raccolta differenziata a Gorizia

41% 25,1%

25,6%

27,6%

2002

2003

2004

2005

53%

2006

Ambiente Attivazione dei forum tematici di Agenda 21 locale (piano del traffico, emergenze ambientali). Campagne di monitoraggio nella zona nord della città per analizzare problemi di inquinamento transfrontaliero: campagne di monitoraggio dell’aria, dei suoli e della deposizione su colture orticole e vegetali (investimento di circa 100.000 euro in 4 anni). Intervento di mitigazione dell’inquinamento delle acque del Torrente Corno attraverso trattamento enzimatico –batterci (investimento di circa 80.000 euro in 3 anni). Bonifiche siti inquinati sul territorio comunale (discariche abusive, bonifiche amianto, messa in sicurezza siti) per oltre 250.000 euro dal 2002 a oggi. 44

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


VIVIAMO GORIZIA!

“Gorizia città sostenibile” non è un concetto astratto ma una necessità.

VIVIAMO GORIZIA!


Campagna informativa e interventi specifici su strade e aree pubbliche contro la diffusione della zanzara tigre. Attivazione della Scuola EMAS di certificazione ambientale Qualità dell’aria Redazione del piano urbano del traffico (primo piano strutturato di questo tipo del Comune di Gorizia). Realizzazione delle prime piste ciclabili su sede promiscua (comune cioè agli autoveicoli e alle biciclette) e redazione progetto definitivo piste su sede propria (riservata cioè alle sole biciclette). Approvazione del PAC (Piano di Azione Comunale) per la riduzione degli inquinanti derivanti dal traffico. Dotazione di dispositivi anti inquinamento sui mezzi comunali. Elettrosmog Mappatura siti e redazione protocollo d’intesa per le nuove antenne con i gestori. Approvazione piano per la telefonia mobile. Acquisto strumentazione e attivazione di campagna di monitoraggio costante dei campi elettromagnetici in Gorizia (investimento di circa 25.000 euro). Energia Redazione studio accurato dei consumi energetici negli edifici pubblici e programmazione pluriennale per migliorare efficienza termica e risparmio energetico. Predisposizione Piano Energetico Comunale (fase preliminare). Realizzazione impianti fotovoltaici presso edifici scolastici (investimento di circa 120.000 euro). Conversione a biomasse impianti termici alloggi per anziani via Faidutti (oltre 180.000 euro, con contributo speciale dal Ministero dell’Ambiente). Verde pubblico e manutenzioni Bonifica e ripristino del parco della Valletta del Corno (50.000 euro nel 2003). Costruzione mini pista per skate board in Valletta del Corno e realizzazione primo lotto skate park in località Madonnina del Fante (70.000 euro). Lavori di sistemazione idraulica di emergenza delle sponde del torrente Corno (25.000 euro nel 2005). Interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria su tutte le aree pubbliche con livelli di intensità differenziati a seconda del livello di fruizione. L’intervento sulle aiuole cittadine è stato potenziato: stagionalmente sono state cambiate le spe46

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


VIVIAMO GORIZIA!

cie annuali delle aiuole fiorite e alcune sono state completamente ristrutturate. Completo rifacimento delle aiuole di Corso Italia, con recupero dell’omogeneità estetica originale. Trattamenti antiparassitari su platani ed ippocastani. Giardini Pubblici: messa in sicurezza delle strutture di gioco (rifacimento della pavimentazione, pulizia e ripristino delle strutture di gioco. Avvio progetto “Adotta un’aiuola” in collaborazione con aziende private. Collaborazione in occasione di numerosi eventi culturali della città (Pollice verde, Festival mondiale del folklore, Gusti di Frontiera, festività natalizie e pasquali). Tutela degli animali Approvazione del regolamento comunale per la tutela degli animali (primo regolamento di tal genere per il Comune di Gorizia). Realizzazione di aree di sgambamento per i cani. Progettazione e inizio realizzazione del nuovo canile comunale. Servizi funebri e cimiteriali Ampliamento loculi del cimitero centrale (oltre 100.000 euro di investimento). Modifiche regolamentari per consentire la conservazione delle ceneri dei defunti in casa.

Sfalci

Superficie totale: oltre 160.000 m². Giardini principali (12 sfalci all’anno): oltre 20.000 m² in gestione diretta. Giardini periferici (10 sfalci all’anno): oltre 40.000 m² in gestione diretta. Scuole (8 sfalci/anno): oltre 40.000 m² in appalto (€ 240.000 in 4 anni). Aree degradate e naturali: oltre 60.000 m², dal 2003 al 2005 ingestione diretta, nel 2006 in appalto (€ 30.000).

Alberature

Numero totale: oltre 1900 esemplari di 15 specie diverse. Nuove alberature: oltre 100 esemplari (in 4 anni). Sostituzioni: oltre 480 esemplari (in 4 anni). Potature ordinarie e straordinarie: oltre 1000 esemplari (in 4 anni). Trattamenti endoterapici (“flebo”): oltre 2800 esemplari (in 4 anni) pari a € 60.000. Autorizzazioni all’abbattimento: oltre 200 esemplari.

Aiuole spartitraffico

Numero totale: oltre 50 aiuole in gestione diretta. Riqualificazione di12 aiuole. Sostituzione piante annuali (primaverili, estive ed autunnali): oltre 40.000 esemplari (in 4 anni) pari a € 24.000.

Diserbi marciapiedi

Sviluppo totale: oltre 150.000 m² appaltati. VIVIAMO GORIZIA!

AMBIENTE

47


Gli uffici che certificano e quelli al servizio... dei servizi

Riordinare, informatizzare, utilizzare al meglio le risorse economiche. Acquisto dell’edificio di via Garibaldi come sede degli uffici dei lavori pubblici, della pianificazione e gestione urbanistica, delle attività economiche,

Servizi più facili ed efficaci per i cittadini

Riorganizzazione degli spazi Informatica al servizio del cittadino Progetti sperimentali

Creazione di “Aperto al pubblico”, ufficio relazioni con il pubblico che riunisce gli sportelli di Comune, Provincia e Regione Unificazione dei Servizi Assistenziali al Centro Polivalente di via Baiamonti Unificazione dei Servizi Educativi al Centro Lenassi Creazione di spazi all‘interno del Municipio per i gruppi consiliari Carta d’Identità elettronica Collegamento informatico di tutte le sedi

L’Amministrazione comunale ha dedicato una particolare attenzione all’organizzazione delle proprie strutture, servizi e uffici, con l’obiettivo di utilizzare al meglio le risorse esistenti e avere così la possibilità di realizzare il proprio programma di governo senza dover aumentare tasse e tariffe. La necessità di programmare servizi efficienti in tempi rapidi ha richiesto un particolare impegno sul fronte dell’innovazione e dell’informatizzazione.

Informatica Revisione e sviluppo dei programmi già in uso nei vari settori dell’ente (lavori pubblici, edilizia privata, attività economiche, contratti, contabilità, tributi, patrimonio etc.), introduzione dell’informatizzazione nei servizi alla persona (educativi e sociali), perfezionamento dei sistemi in uso nel servizio di anagrafe e stato civile, nel Consiglio Comunale con la digitalizzazione delle registrazioni delle sedute e il voto elettronico, nell’ ICI, nelle multe, nei rapporti con l’Agenzia delle entrate e la Prefettura. Estensione del collegamento telematico con la sede centrale delle vecchie sedi decentrate e di quelle nuove che, a seguito della riorganizzazione degli spazi di lavoro, ospitano uffici e servizi comunali. Anche da questi luoghi è ora possibile utilizzare e condividere tutti i programmi centralizzati 48

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


AMMINISTRIAMO GORIZIA!

(protocollo,contabilità, gestione degli atti, la posta elettronica). Nel dettaglio: rivisitazione del cablaggio fonia/dati e collegamento in fibra ottica alla LAN comunale dell’edificio di Via Garibaldi, cablaggio fonia/dati dell’Istituto Lenassi e del Centro sociale polivalente, collegate alla LAN comunale con ‘ponte radio’, collegamento alla LAN del Cantiere stradale, della casa di riposo e del Cimitero centrale utilizzando linee ADSL, con accorgimenti tecnici atti a garantire la sicurezza nella trasmissione dei dati, E’ stato realizzato, come prototipo, il progetto di cablaggio telematico fonia/dati della scuola media Trinko. Anche le sedi del tribunale di Gorizia sono state dotate di rete telematica. Sono state create le basi di sviluppo dell’e-government. L’infrastruttura tecnologica ideata per la carta di identità elettronica consente di accedere dal computer a casa ai servizi on line sul sito web del Comune (pagamento dell’ICI, interrogazioni e monitoraggio on-line delle concessioni edilizie, etc). Ogni cittadino può accedere al sito web istituzionale la cui forma grafica, adeguata alle norme sull’accessibilità e usabilità, è stata completamente rivisitata. Grazie a un potenziamento delle possibilità di consultazione, sono ben 2.400.000 le pagine visitate dai cittadini in un anno. La base informatica è stata essenziale per il successo dei progetti sperimentali (Gorizia è uno dei Comuni capofila a livello nazionale) della Carta d’identità elettronica, con oltre 10.000 nuovi documenti consegnati ai cittadini e della sperimentazione per l’utilizzo dei segni diacritici nei documenti d’identità elettronici. I due progetti costituiscono la più forte realizzazione di un processo di e-government nel Comune di Gorizia e una delle punte più avanzate in Italia. Un esempio di informatizzazione: i servizi di anagrafe e stato civile. Oltre a garantire il lavoro ordinario (20.000 variazioni anagrafiche, 45.000 certificazioni, 2.000 accertamenti, 600 firme autenticate direttamente al domicilio dei cittadini, 20.000 certificazioni storiche, esistenze in vita, controlli e ricerche, 500 regolarizzazioni di atti di nascita, 7.500 annotazioni di stato civile, 3.000 pubblicazioni di matrimonio e 300 riti celebrati, 35.000 certificati emessi di cui 27.000 allo sportello) nell’arco del mandato si è giunti alla gestione esclusivamente informatizzata dell’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) con cristallizzazione del relativo archivio e trasmissione informatizzata dei dati delle 2.300 variazioni effettuate al ministero, alla realizzazione di un sistema certificativo in lingua slovena e friulana che molti comuni della regione stanno chiedendo di poter acquistare, all’informatizzazione della gestione contabile/ amministrativa dei diritti di notifica, all’informatizzazione dell’archivio pensioni e degli atti di nascita, al collegamento con l’Indice Nazionale delle Anagrafi (mediante porta applicativa INA SAIA) e i dati viaggiano con una totale possibilità di interscambio e la massima sicurezza. Il progetto, a livello nazionale, per poter inserire negli atti di anagrafe e stato civile i segni diacritici di AMMINISTRIAMO GORIZIA!

GLI UFFICI CHE CERTIFICANO E QUELLI AL SERVIZIO DEI... SERVIZI

49


altre lingue è ormai una realtà. Un impianto informatico hanno anche altre due realizzazioni: fra le prime in Regione, Gorizia ha attivato lo sportello per i passaggi di proprietà degli automezzie ha ripreso dopo anni anche il servizio statistico di rilevamento dei prezzi al consumo. Organizzazione interna e spazi adeguati Attuata in più fasi, nel corso dei 5 anni, la riorganizzazione del Comune ha consentito risparmi di energie: sono stati incasellati in modo certo, chiaro e ordinato gli uffici e i servizi, unificando quelli simili (ad esempi il commercio con l’urbanistica, l’assistenza con l’istruzione), dando più risorse a quelli nuovi o in fase di sviluppo (es: ambiente, cultura, eventi) riducendo il numero di settori in cui è raggruppata l’attività del Comune per poter meglio governare l’ente. Per migliorare la forma e la sostanza giuridica degli atti comunali si è centralizzata l’attività contrattuale in un unico ufficio (gare e contratti) in modo da garantire uniformità all’operato del Comune ed è stato dato un diverso e più importante ruolo all’Avvocatura comunale. A testimonianza dei risultati raggiunti le cause gestite dall’Avvocatura comunale si sono ridotte dalle 237 della precedente amministrazione a 79 (nessuna perduta), è stato attivato un ricupero crediti per oltre 300.000 euro. Si è operato anche sulla conservazione degli atti: la condizione critica dell’archivio comunale, nel quale devono essere conservati tutti gli atti dell’ente, ha imposto la sua ristrutturazione: quantificato il materiale da sistemare (3.514 metri lineari) si sono risanati, in una prima fase, 900 metri lineari con adeguati strumenti di ricovero e riordinati altri 500. È stata introdotta una procedura semplificata di archiviazione, appositamente ideata per casi in cui il ricupero del passato sia particolarmente gravoso, denominata ‘Anno Zero’. I contratti di lavoro sono stati applicati rapidamente (Gorizia è sempre stata la prima in regione), in tutte le loro parti (settimana di 35 ore per i turnisti, mobilità, banca delle ore, etc.) con regole certe, eque e trasparenti, in piena e costruttiva interazione con i rappresentanti dei lavoratori. Con i regolamenti interni sono state disciplinate le procedure di mobilità del personale e definito un sistema condiviso di valutazione dei dipendenti. La cura della sicurezza sul lavoro ha consentito un calo significativo degli infortuni sia per quanto riguarda la gravità che la quantità. Anche gli spazi sono stati riorganizzati per aggiungere sicurezza e maggiore vivibilità alle condizioni di lavoro dei dipendenti e a quelle del rapporto con i cittadini Nel dettaglio: Acquisto quale sede comunale dell’edificio Friulcassa di via Garibaldi destinata agli uffici tecnici, del commercio, dell’ urbanistica e delle relazioni con il pubblico. Attivazione in via Garibaldi di “Aperto al pubblico” primo ufficio multiente di relazioni con il pubblico che propone congiuntamente gli sportelli di Comune, Provincia e Regione. 50

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


AMMINISTRIAMO GORIZIA!

Unificazione di tutti gli uffici dei servizi assistenziali al Centro Polivalente di via Baiamonti. Unificazione di tutti i servizi educativi al Centro Lenassi di via Veneto. Acquisto di una struttura ex industriale quale sede della Protezione civile, magazzini, archivi. Assegnazione di spazi all’interno del Municipio ai gruppi consiliari.

Gli uffici economici e finanziari, le aziende partecipate Certificazione di bilancio Risparmio sulle spese fisse e ricerca di maggiori entrate

Un bilancio serio, legittimo e in buona salute

Finanziare i servizi già esistenti

Aumento delle spese di investimento

Finanziare le opere pubbliche

Valorizzazione del sistema di acquisti e vendite immobiliari

Valorizzare il patrimonio immobiliare

Acquisizione e riorganizzazione delle sedi comunali

Società partecipate

Nuovi magazzini depositi Riconversione Autoporto e valorizzazione Aeroporto Servizi a rete provinciali

Nella consapevolezza di avere bene operato in questi anni, il Comune ha volontariamente accettato la sfida di mettere sotto esame il proprio bilancio ottenendo, da una delle più importanti società internazionali di rating, un voto AA, che pochissimi comuni hanno in Italia. La finalità principale di questa analisi è stata quella di fornire, a fine mandato, un’informazione il più possibile completa, neutrale, trasparente e attendibile sugli effetti della gestione svolta nell’arco di questi cinque anni. FitchRatings, la nota l’agenzia internazionale di rating, ha confermato al Comune di Gorizia il rating di lungo termine “AA” e il rating di breve termine “F1+”. Il rating attribuito è indice della solidità del bilancio e del buon margine operativo (mediamente pari al 12% delle entrate) con prospettive evolutive stabili. Non meno importante per garantire lo stato di salute dell’ente e contribuire al miglioramenti dei conti a livello nazionale, è stata l’attenzione posta al rispetto dei vincoli imposti dal “Patto di stabilità”. Nell’arco del mandato la contabilità dell’ente, pur rispettando i rigidi schemi imposti per il consolidamento dei dati a livello nazionale, ha avviato un sistema di contabilità analitica per rendere la gestione del bilancio più flessibile e nello stesso tempo più trasparente con un piano dei conti simile a quello delle imprese private. Un sistema innovativo che consente di esaminare in vari modi i diversi fattori produttivi relativi a tutta l’attività dell’Ente. AMMINISTRIAMO GORIZIA!

GLI UFFICI CHE CERTIFICANO E QUELLI AL SERVIZIO DEI... SERVIZI

51


Modernizzazione significa attenzione ai nuovi strumenti a disposizione del cittadino.

AMMINISTRIAMO GORIZIA!


AMMINISTRIAMO GORIZIA!

Una attenta analisi rivolta alla ricerca di nuove soluzioni nelle forniture di beni e servizi acquistati dal Comune, ha permesso di modificare alcuni contratti, di rivedere la modalità di intervento, di rinegoziare a prezzo inferiore molte forniture ottenendo notevoli risparmi anche su spese correnti che erano ormai da tempo considerate fisse (telefoni, assicurazioni, canoni di manutenzione etc). raggiungendo spesso anche standard di qualità migliori. Facendo estrema e minuziosa attenzione anche a tutte le ‘piccole spese’ sostenute nel corso delle varie attività, è stato possibile non solo mantenere i servizi precedentemente forniti senza gravare sui cittadini, ma anche finanziare nuove iniziative e nuovi interventi a favore soprattutto di giovani e anziani. Pur in un periodo sicuramente non favorevole dell’economia cittadina, sono stati sollecitati e ottenuti contributi in tutte le sedi e per tutti i tipi di attività, con il risultato di aumentarli in misura ottimale. I depositi in banca sono stati saggiamente investiti e oggi danno un utile che costituisce anch’esso un’entrata in più. Quasi tutti i risparmi (tecnicamente gli avanzi di amministrazione) e molto spesso anche risorse correnti, sono stati dirottati sugli investimenti, il che significa poter acquistare beni durevoli o realizzare opere pubbliche senza stipulare onerosi mutui che avrebbero lasciato in eredità pesanti rate di ammortamento. Sono state introdotte nuove agevolazioni per i titolari di immobili soggetti a ICI e l’abbattimento del tributo è stato compensato con l’intensificazione dall’attività di recupero dell’evasione con ripercussioni favorevoli non solo nell’immediato, ma anche nei bilanci successivi. E’ stata “bonificata” ed aggiornata la banca dati dei contribuenti ICI permettendo gia da alcuni anni l’invio a domicilio di quasi tutti i contribuenti dei bollettini di versamenti già compilati con gli importi dovuti e tutti i dati necessari. Nel contempo si è consentito ai contribuenti la regolarizzazione delle posizioni contributive e, ove possibile, il ricorso al ravvedimento con riduzione delle sanzioni applicabili per gli errori e le omissioni rilevate. Per facilitare i contatti con i cittadini goriziani è stato attivato, al piano terra della sede centrale, uno Sportello ICI dedicato al contribuente con la possibilità di effettuare contemporaneamente diverse operazioni: effettuazione dei calcoli dell’imposta dovuta, a titolo di acconto e saldo; stampa dei bollettini di versamento; riscossione diretta dell’Ici ed eventuali informazioni su pagamenti in tempi più brevi; compilazione e stampa delle denunce; minori sanzioni derivanti dall’applicazione del ravvedimento operoso, del ricorso alla definizione agevolata e all’accertamento con adesione; autotutela per ridurre il contenzioso. Le spese di investimento per l’ acquisto di beni durevoli e la realizzazione di lavori pubblici sono state considerevoli nel corso del mandato. Sono stati destinati in complesso oltre 73 milioni di euro per la realizzazione di spese in conto capitale e sono state pagati oltre 40 milioni per opere già iniziate e avviate negli anni precedenti. La maggior parte delle spese sono state destinate alla manutenzione straordinaria dei beni immobili, e in particolare la messa a norma delle scuole. AMMINISTRIAMO GORIZIA!

GLI UFFICI CHE CERTIFICANO E QUELLI AL SERVIZIO DEI... SERVIZI

53


Lo stretto controllo sul ricorso all’indebitamento ha contribuito a rendere solido il bilancio dell’ente, per l’attivazione delle opere si sono privilegiate forme di investimento derivate da contribuzioni (regionali, statali, europee) e dall’alienazione del patrimonio immobiliare non più utilizzato per i fini istituzionali dell’Ente. Sono inoltre stati destinati nel corso degli anni considerevoli fondi propri derivanti dalla gestione corrente del bilancio. Patrimonio Il Patrimonio immobiliare comunale costituisce, una risorsa di primaria importanza non solo all’interno dell’ente ma anche all’esterno, verso la sfera degli interessi del cittadino, dove si rivela sempre più frequentemente occasione molto ricercata di soluzioni e opportunità altrimenti indisponibili. Le scelte dell’Amministrazione, oltre a recepire l’orientamento legislativo che indirizza la pubblica amministrazione a percorrere un uso più “privatistico” del patrimonio, hanno colto in tutta evidenza le potenzialità di una grande risorsa, dando luogo ad una rinnovata e più appropriata strategia gestionale, che ha visto il trasferimento all’ATER del comparto residenziale pubblico e la destinazione al mercato immobiliare di tutti quei beni (alloggi, edifici e terreni) che non erano utili per il Comune ma potevano esserlo per i privati, determinando un drastico svecchiamento del patrimonio, una sensibile riduzione di costi di manutenzione e un preciso e puntuale programma di investimenti. L’aumento dello stato inventariale dal 31.12.2001 al 31.12.2005, da 102.500.000 euro a oltre 136.000.000, è un significativo indicatore, in termini economici, della dimensione del risultato ottenuto, pur in presenza degli oltre 5.850.000 euro di alienazioni (120 immobili fra alloggi, negozi, uffici, rimesse ecc.), a fronte dei 3.640.000 di acquisti, costituiti essenzialmente dalla nuova sede di via Garibaldi, dalla palestra di piazzale Mantova e dagli edifici scolastici di via Rocca e via Pasubio. Tutti gli immobili dati in affitto o locazione sono stati verificati, tutti i contratti sono stati regolarizzati con la puntuale revisione dei canoni, ma soprattutto introducendo il criterio di commisurazione all’ISEE, che rende più equo il canone di affitto. Del lavoro di riordino hanno tratto beneficio anche tante associazioni senza fini di lucro, che a Gorizia risiedono prevalentemente negli immobili comunali, grazie all’individuazione di apposite regole di assegnazione. Sul fronte interno il riordino ha segnato una lunga serie di azioni molto qualificanti per il Comune, dall’acquisizione del Castello e della Polveriera dal demanio statale, alla manutenzione straordinaria di diversi condomini, all’estinzione di antiche fondazioni, fino all’ottimale uso degli spazi del teatro mediante la rinnovata gestione del Caffè Teatro e l’apertura dell’ufficio turistico (ex AIAT), che hanno portato l’edificio, forse il più rappresentativo della città, alla sua primaria vocazione, quella di essere il punto centrale di riferimento della città. È stato progettato anche il riordino degli ‘spazi di deposito’, ovvero dei magazzini degli archivi, iniziando dalla verifica attenta di quanto si trovava sparso, molto spesso alla rinfusa, in sedi di fortuna situate in varie parti della città. Eliminato ciò che era inutilizzabile si sono calcolati gli spazi necessari 54

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


AMMINISTRIAMO GORIZIA!

avviando la ricerca di una struttura adeguata e il suo acquisto. Nel contempo si è avviato anche il riordino dell’Archivio Comunale, anch’esso fatiscente. Nella nuova sede troveranno posto i documenti comunali più antichi, i magazzini, i mezzi per la protezione civile, gli scuolabus e i servizi cimiteriali. Gli spazi di rappresentanza (ingresso e locali del primo piano) del palazzo del Comune sono stati oggetto di pulizie specialistiche, rifacimento conservativo dei pavimenti e della pitturazione, nuovo arredamento con arredi antichi reperiti nel lavoro di riordino durante le ispezioni di magazzino. La rinnovata organizzazione ha aumentato notevolmente la capacità produttiva. L’attenzione e le risposte ai cittadini hanno segnato un netto aumento e miglioramento. Negli ultimi cinque anni le pratiche “esterne” sono state oltre 500, riconducibili per almeno il 70% al patrimonio edificato, e per il restante 30% ai terreni. Fra queste rilevano le oltre 130 pratiche sfociate in concessioni e locazioni di terreni, nonché nelle concessioni rilasciate ultimamente per gli impianti di telefonia mobile, che complessivamente determinano un introito annuo di quasi 200.000 euro. Società partecipate Mantenere il ruolo dell’Autoporto per valorizzare il patrimonio dell’ente e lo sviluppo dell’economia cittadina. Venuta a cadere l’entrata garantita dal “pedaggio” che i veicoli in transito dovevano versare al passaggio del confine e senza che vi fosse stata negli anni precedenti l’elaborazione di un concreto piano di riconversione dell’attività dell’Autoporto, in poco tempo si è dovuta affrontare la nuova difficile realtà diversificando l’attività, acquisendo nuovo traffici e nuovi magazzinaggi, ripensando il III lotto, ora in fase di realizzazione, studiando un piano industriale adeguato alle nuove realtà. Oggi il futuro dell’Autoporto è quello di una società in via di progressivo rafforzamento. In questa prospettiva si colloca il mantenimento all’interno della struttura Autoporto del compendio BIC (Businnes Innovation Centre), per sostenere iniziative imprenditoriali ad alto contenuto di innovazione tecnologica, mettendo a disposizione locali idonei a sostegno dell’avvio di nuove imprenditorialità. Nella stessa sede si colloca il polo tecnologico di Gorizia, sorto su inziativa dell’Area Science Park , del Comune e dell’Istituto nazionale della montagna . Il polo, già opertivo con il progetto operativo ”HICO Region”, realizza l’attività di ricerca e di alta formazione in città . Costituzione delle società provinciali per l’erogazione dei Servizi a Rete: IRIS S.p.A. nata dalla fusione delle preesistenti società ENAM-AMI-AMG e IRIS Acqua S.r.l. costituita con la finalità specifica di attuare la normativa regionale a tutela delle risorse idriche. Valorizzazione della società di gestione dell’Aeroporto “Duca d’Aosta” di Gorizia con un aumento di capitale sociale finalizzato al recupero e valorizzazione dell’area, in un contesto di collaborazione con la Regione. Azienda speciale farmaceutica Non solo reddito ma anche sostegno al sociale. Destinazione straordinaria fondi al Comune. Destinazione straordinaria fondi ad associazioni private. Finanziamento di progetti a carattere socio assistenziale. Supporto all’attività di associazioni con finalità analoghe. AMMINISTRIAMO GORIZIA!

GLI UFFICI CHE CERTIFICANO E QUELLI AL SERVIZIO DEI... SERVIZI

55


Polizia municipale

La sicurezza dei cittadini e della città. Strumenti nuovi per il rispetto delle regole. Pattuglie operative diurne, serali e notturne

Più attenzione alle esigenze dei cittadini

Nuovo Regolamento di Polizia Municipale

Ampliamento delle tipologie dei controlli

Protocollo d’intesa in materia di sicurezza

Installazione di 10 telecamere e fotocamere su tre semafori

Sistema di videosorveglianza

Realizzazione di una Centrale Operativa

Convenzione con altri Comuni

Impiego dei nonni vigile anche nei parchi cittadini Attività di controllo nei Comuni di S. Floriano e Savogna d’Isonzo

Nei cinque anni del suo mandato, l’Amministrazione comunale ha posto al centro dei propri obiettivi nel governo del corpo di Polizia Municipale la sicurezza dei cittadini ed il rispetto delle regole della convivenza civile. All’inizio del mandato già si intravedevano in modo netto alcune nuove tendenze nel tessuto sociale e viario cittadino: il traffico sempre più consistente, sia in termini assoluti (numero di veicoli circolanti), che dinamici ha determinato un maggiore intasamento dei nodi stradali principali ed ha accentuato la carenza degli spazi di sosta nel centro storico). Il mutamento nella composizione sociale di una parte della popolazione e il consistente aumento degli studenti universitari hanno a loro volta mutato almeno in parte quelle che potevano definirsi a buona ragione consuetudini di comportamento consolidate Da qui, solo come esempio, il sorgere di numerosi nuovi esercizi pubblici e il prolungamento verso le ore serali e notturne di una parte dell’offerta di intrattenimento e svago. Ne è poi scaturita la doman56

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


RISPETTIAMO GORIZIA!

da, in sempre maggiori e diversificati strati della cittadinanza, di aumentare l’efficienza e l’incisività dei controlli e della prevenzione, per una maggiore sicurezza e un migliore governo del traffico. Adozione del nuovo regolamento del Corpo di Polizia Municipale, potenziamento e miglioramento della strumentazione e della logistica: avendo ereditato il precedente regolamento risalente addirittura all’anno 1924, l’Amministrazione ha adottato, dopo una fase di attenti studi e verifiche, il nuovo regolamento nel 2004, ridisegnando la struttura e il funzionamento del Corpo (allargamento dell’orario di servizio, diversificazione del controlli, potenziamento delle strumentazioni, ecc.). Ampliamento dell’orario di servizio: nuovo sistema di turnazione con possibilità di estendere la presenza fino alle 3 di notte. Intensificazione e specializzazione dei controlli: per la prima volta controlli mirati nelle fasce serali e notturne agli esercizi pubblici per problematiche collegate alla tutela del consumatore, degli alimenti, della quiete e del riposo delle persone. Nel 2003 è stato inoltre siglato un protocollo d’intesa con l’Ascom e le associazioni dei consumatori volto ad apportare dei miglioramenti nella gestione dei pubblici esercizi, soprattutto per quanto concerne la prevenzione dell’inquinamento acustico; Sottoscrizione di un Protocollo di intesa con la Prefettura in materia di sicurezza cittadina: dal 2005, uno dei primi strumenti nel suo genere in Regione. Forze di Polizia della Stato e la Polizia Municipale, pur nel rispetto reciproco delle attribuzioni e delle specialità istituzionalmente sancite, si coordinano fra loro per un migliore controllo del territorio. Creazione di un sistema di video sorveglianza cittadino: un sistema integrato formato da due centrali, al Comando di Polizia Municipale, e in Questura. Dieci aree cittadine monitorate 24 ore su 24, che comprendono sia i luoghi più frequentati dai bambini e dai cittadini per lo svago (parchi cittadini), sia i punti di maggiore ritrovo e passaggio. Realizzazione della centrale operativa del Comando: si tratta di un ufficio specificatamente predisposto per accogliere la strumentazione delle comunicazioni via radio e telefonia, del sistema di video sorveglianza e cartografia del territorio comunale con la continua presenza di un operatore qualificato per dare pronta risposta a segnalazioni, istanze e quesiti, unitamente a uno sportello ove presentare documenti e ricevere atti, autorizzazioni e indicazioni. Per dare una dimensione dell’attività: dal 3 giugno al 17 ottobre 2006 la centrale ha registrato 4.793 RISPETTIAMO GORIZIA!

POLIZIA MUNICIPALE

57


chiamate telefoniche, 2.392 conversazioni radio con pattuglie, 1.184 informazioni agli utenti. Nonni vigile: rafforzato e riorganizzato, nel corso dell’ultimo quinquennio, l’impiego dei nonni vigile. Dal 2006 per la prima volta sono stati impiegati nell’ambito di uno speciale progetto di sicurezza per il controllo dei parchi cittadini durante tutto il periodo estivo e nei pomeriggi durante l’anno. Procedure amministrative in materia di sanzioni: dal 2005 il servizio di riscossione delle sanzioni amministrative è affidato a una società privata. Ciò ha consentito di recuperare personale per servizi operativi del corpo di Polizia municipale, in particolare per quanto riguarda la gestione della centrale operativa. Controllo e disciplina del traffico, gestione del sistema delle soste a pagamento quale strumento per migliorare l’offerta: ampliamento e sistemazione del numero di stalli, modulazione del sistema tariffario. Possibilità di sottoscrizione di abbonamenti mensili, abbonamenti giornalieri, risposte alla domanda di sosta per breve durata. Modulazione di due fasce tariffarie a zone e attivazione di soste gratuite al pomeriggio. Controllo e disciplina del traffico, le fotocamere ai semafori. Partita come iniziativa sperimentale per ridurre l’incidentalità a Gorizia , la rilevazione dei passaggi con il rosso su tre semafori nevralgici per il traffico cittadino ha dato dei risultati per gran parte inattesi. Il grande numero di infrazioni ha sollevato problematiche delicate sulla percezione della segnaletica semaforica, specie da parte delle fasce di popolazione in età più avanzata. I dati rilevati sono oggetto di approfondimento per individuare le misure di prevenzione più opportune. Convenzioni con altri Comuni: per la prima volta nel corso della sua storia, il Corpo ha attivato un servizio convenzionato di Polizia Municipale con i comuni contermini di San Floriano del Collio e Savogna d’Isonzo. Educazione stradale: il Comune di Gorizia vanta una tradizione che risale a molti anni fa. Nel corso dell’ultimo quinquennio si è riusciti a rafforzare e a estendere la presenza del Comune in questo campo. Il tradizionale concorso di educazione stradale per le scuole elementari è stato allargato alle scuole di ogni ordine e grado. Nelle superiori in particolare viene assicurata ogni anno a centinaia di allievi la possibilità di frequentare gratuitamente i corsi per l’abilitazione alla guida dei ciclomotori. Quale riferimento di tale impegno, ad esempio nel 2005, sono state svolte circa 200 ore di lezione nelle scuole con il coinvolgimento di 632 alunni. 58

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


RISPETTIAMO GORIZIA!

Aumento dei controlli e della prevenzione, per una maggiore sicurezza e un migliore governo del traffico.

RISPETTIAMO GORIZIA!


Minoranze e integrazione

Un respiro europeo alle relazioni transfrontaliere. La ricchezza delle diversità in una città plurale. Istituzione delle Tre Giunte Valorizzare la collaborazione transfrontaliera

Gorizia luogo di convivenza di lingue e culture

Promuovere l’integrazione europea Collaborazione con Nova Gorica e Šempeter - Vrtojba Tutela delle minoranze linguistiche friulana e slovena

Ufficio di collegamento e riferimento Attuazione leggi di tutela 482/99 e 38/2001 Fondi comunitari Consulta per la minoranza slovena Collaborazione in campo sociale, culturale, economico e ambientale

Gorizia luogo storico di convivenza di lingue e culture. Il Comune di Gorizia ha formato in questi anni una fruttuosa collaborazione transfrontaliera con i vicini Comuni di Nova Gorica, Šempeter-Vrtojba e il loro territorio, sviluppando in comune progetti, manifestazioni e ponendo le basi per formare il futuro cuore multiculturale della Nuova Europa, rafforzando la propria collaborazione anche con la vicina Austria. L’Ufficio transfrontaliero del Comune è diventato così il punto di riferimento e il cuore dei lavori delle Tre Giunte transfrontaliere e del più ampio Protocollo di Collaborazione transfrontaliera, seguendo da attore principale la prima apertura dei confini e preparandosi già da oggi per la loro caduta definitiva. Tutto ciò è stato possibile anche grazie all’anima mitteleuropea di Gorizia, storicamente capace di far convivere popoli, lingue e culture diversi. Proprio in questo spirito il Comune si è impegnato nella tutela delle minoranze linguistiche storiche slovena e friulana, facendole entrare ufficialmente nell’Ente per dotarlo così di uno strumento in più per rispondere alle esigenze della cittadinanza. La valorizzazione e la promozione della lingua e della cultura slovena e friulana, però, non sono state 60

COMUNE DI GORIZIA

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007


APRIAMO GORIZIA!

pensate per essere fine a se stesse ma sono andate ad arricchire e a dare un contributo significativo a tutta la città, rendendo possibile un interscambio culturale e conoscitivo ancora più ricco e costruttivo e ponendo le basi per accelerare la crescita economica del nostro territorio. Istituzione della collaborazione delle Tre Giunte di Gorizia, Nova Gorica e Šempeter-Vrtojba: incontri periodici plenari nonché dei 6 gruppi di lavoro transfrontalieri specifici per aree tematiche. Continuazione dell’attività del Protocollo di collaborazione transfrontaliera, incontri dell’Assemblea al suo completo e incontri periodici dei soggetti principali su temi e problematiche correnti transfrontaliere e per la creazione dell’Euroregione Goriziana EUREGO. Creazione dell’Ufficio di collegamento e riferimento, che è divenuto snodo importante per i contatti transfrontalieri, coordina e fornisce il supporto necessario alle molteplici iniziative di collaborazione e per la stesura dei progetti di collaborazione internazionale. Istituzione del Premio delle Tre Giunte per la collaborazione transfrontaliera, attribuito ai soggetti che più hanno contribuito allo sviluppo della collaborazione stessa e fatto conoscere il nostro territorio. Creazione e gestione del sito delle Tre Amministrazioni www.nolimesgo.net contenente tutti i documenti, le informazioni e le notizie inerenti il lavoro delle Tre Giunte e dei gruppi di lavoro. La piazza della Transalpina e il suo mosaico sono diventati famosi e conosciuti in tutto il mondo, richiamando visite di premier, gruppi di studi, turisti e curiosi da ogni dove, facendo conosce Gorizia e la sua anima transfrontaliera. Progettazione, richiesta e ottenimento fondi annuali in base alla normativa nazionale di riferimento per la tutela delle lingue slovena e friulana e creazione degli Uffici per la minoranza slovena e per la minoranza friulana, nell’ambito dei quali sono stati istituiti gli sportelli linguistici per le lingue tutelate, operanti in base a un apposito vademecum, che garantiscono l’interazione con il pubblico in forma orale e scritta, nonché funzione di raccordo e supporto per i contatti con le due minoranze per tutto l’Ente. Utilizzo delle lingue tutelate nell’Ente con l’assunzione di funzionari con ruolo di traduttore/interprete per le lingue slovena e friulana, attivazione di corsi di formazione per l’apprendimento dello sloveno e del friulano, acquisto di cartelli stradali indicanti i toponimi comunali anche in sloveno e friulano, traduzione degli atti fondamentali dell’Ente nonché del sito turistico del Comune di Gorizia. Installazione nella Sala del Consiglio Comunale delle cabine per la traduzione simultanea per consentire ai consiglieri di esprimersi nelle lingue tutelate. Emissione a richiesta di certificati anagrafici e di stato civile bilingui italiano/sloveno e italiano/friulano. Studi e ricerche linguistiche e normative per garantire il più concreto, corretto e semplice uso delle lingue tutelate nella Pubblica amministrazione. Emissione della carta d’identità bilingue italiano/sloveno e predisposizione del software anagraAPRIAMO GORIZIA!

MINORANZE E INTEGRAZIONE

61


Un respiro europeo alle relazioni transfrontaliere.

APRIAMO GORIZIA!


APRIAMO GORIZIA!

fico per la stampa corretta dei segni diacritici.  Approfondimenti specifici e predisposizione modulistica per l’ottenimento del ripristino dei nomi e cognomi nella loro forma originaria. Consulta per la minoranza slovena, manifestazioni per il centenario del Trgovski dom e per la morte del poeta Simon Gregorčič (busto ai Giardini pubblici). Applicazione della specifica normativa nazionale e regionale di tutela delle minoranze linguistiche storicamente radicate sul territorio cittadino, in particolare facendo riferimento alla legge nazionale 482/99 di tutela delle lingue minoritarie, alla legge regionale 15/96 di tutela della sola lingua friulana ed alla legge nazionale 38/01 di tutela della sola lingua slovena. Strumenti di programmazione comunitaria 2000 -2006: bandi del P.I.C. Interreg III A Italia - Slovenia (2000-2006) e Italia - Austria (2000-2006). Progetti transfrontalieri Potenziamento dell’Ufficio di Collegamento e di Riferimento delle tre Municipalità (segmento istituzionale). Collaborazione tra teatri transfrontalieri (segmento culturale). Seminario sulle iniziative contro il traffico degli esseri umani (assistenza). Rafforzamento del collegamento tra gli interessi musicali dei giovani della fascia confinaria (politiche giovanili). Promozione dei prodotti tipici in un’area dedicata da collocare all’interno del Mercato coperto (segmento attività promozionali e LL.PP). Adeguamento della linea di pretrattamento dell’impianto di depurazione delle acque reflue a servizio del Comune di Gorizia (ambiente). Sanità. Tutela ambientale: partecipazione allo studio per l’individuazione, l’organizzazione e la gestione di un bacino territoriale, in zona transfrontaliera, finalizzato alla raccolta di biomassa boschiva per il suo utilizzo energetico. Urbanistica: intervento progettuale di livello transfrontaliero denominato Transland 2007, per individuare linee di intervento comuni per la pianificazione congiunta del territorio. Promozione prodotti tipici: segmento progettuale dedicato alla realizzazione di un punto di degustazione di prodotti tipici locali da collocare nell’ambito della Torre dell’Orologio, presso il Castello di Gorizia. Collaborazione in ordine alla prossima programmazione comunitaria (2007-2013).

APRIAMO GORIZIA!

MINORANZE E INTEGRAZIONE

63


MUOVIAMO GORIZIA!

Comune di Gorizia

BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2007 Sindaco Vittorio Brancati Giunta Ambiente, Verde Pubblico, Igiene e Mobilità Urbana Alessandro Bon Progettazione e Manutenzione Opere Pubbliche e Urbanistica Bruno Crocetti Servizi Educativi, Istruzione, Patrimonio, Bilancio e Finanze Oliviero Furlan Servizi Sociali e Assistenziali, Sanità e Volontariato Luciano Gentile Cultura, Università, Turismo, Attività Economiche e Grandi Eventi Claudio Cressati Personale, Politiche Giovanili, Sport e Politiche per la Pace Gianluca Pinto Servizi Demografici, Polizia Municipale, Informatica e Protezione Civile Giuseppe De Martino Politiche del Sistema Confinario ed Europeo e Rapporti con le Minoranze Silvestro Primosig Direttore Generale Bernardina Mantovani Dirigenti di Settore Manuela Salvadei, Giorgio Della Vedova, Alessandro Medeot, Annamaria Soranzio, Ignazio Spanò, Clara Sgubin, Paolo Paesini, Stefano Piccoli, Lucia Donati, Rosamaria Olivo Concept, Progetto grafico e Illustrazioni Punktone, Gorizia Stampa Poligrafiche San Marco, Cormons © 2007, Comune di Gorizia www.comune.gorizia.it | info.go@apertoalpubblico.fvg.it Supplemento al periodico di approfondimento, informazioni e cultura sull’attività dell’Amministrazione comunale di Gorizia “Gorizia, il Comune informa” Reg. Tribunale di Gorizia n° 284/DD4/4/98 Direttore responsabile Davide Sfiligoi


MUOVIAMO GORIZIA! COMUNE DI GORIZIA | BILANCIO DI MANDATO 2002 . 2006


Comune di Gorizia - Bilancio 2002 - 2007