Page 1

TEATROINCONTRADA

XIX EDIZIONE


19 anni di Teatroincontrada, frutto di comprovata esperienza, di spirito di sacrificio, di attenzione ai particolari, di cura minuziosa dei rapporti e di grande amicizia e solidarietà. Perché Teatroincontrada è tutto questo. Grande esperienza, tanto sudore al sole di giugno e luglio, moltissima partecipazione di volti amici e sorridenti e sono questi sorrisi che appagano gli organizzatori delle loro fatiche e dei loro sforzi. E poi... quanti momenti di ilarità, di scherno...dove tutti noi, poco o tanto, riconosciamo momenti di vita quotidiana... Serate diverse, allegre, dove le risate e la buona compagnia fanno da sovrano e così, quando torniamo a letto, a sera, tra le braccia di Morfeo, lontani dal palco, quel sorriso ancora rimane sui nostri volti. Come sempre un grazie di cuore alle compagnie teatrali, a chi presta la propria opera per il palco, per le luci, per l’audio, per il rinfresco, per le ville, per la pubblicità, per i trasporti e la logistica, per Voi che apprezzate tutto questo, per le Vostre generose offerte da destinare alla lotta alla Fibrosi Cistica... e per tutto il resto che mi è impossibile ricordare. Buon divertimento! Il Sindaco Dr. Paolo Gozzi


Siamo ancora qui per godere della vostra gentile presenza e per dare inizio alla 19a edizione del Teatroincontrada 2013. In questi anni le rappresentazioni sono state 89, con 38 Compagnie Teatrali che si sono alternate di volta in volta. Le Corti ospitanti sono state 24 e in tutti questi anni si stimano 45.000 presenze; per la ricerca sono state raccolte offerte per E 108.651,45. Nel ricordare tutte le persone care che hanno sostenuto questa iniziativa, che fa della cultura occasione di solidarietà per la ricerca, voglio ringraziare tutti i volontari che mi hanno sostenuto e accompagnato in questa iniziativa. I risultati delle offerte raccolte per la ricerca sono noti a tutti e contribuiscono a rischiarare il buio di questa patologia, allungando la speranza di vita di questi pazienti. Con la vostra sensibilità e generosità possiamo ancora impegnarci a “NON MOLLARE MAI”, raggiungeremo così l’obiettivo di debellare la grave patologia della Fibrosi Cistica.

Federico Bedin


Grazie al TeatroinContrada le offerte devolute per la lotta contro la Fibrosi Cistica, finalizzate alla ricerca, sono state:

Anno 1995 Anno 1996 Anno 1997 Anno 1998 Anno 1999 Anno 2000 Anno 2001 Anno 2002 Anno 2003 Anno 2004 Anno 2005 Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Totale

Euro 5.371,15 Euro 5.854,03 Euro 6.990,24 Euro 7.659,66 Euro 6.063,79 Euro 4.346,24 Euro 6.236,47 Euro 3.846,74 Euro 5.652,61 Euro 4.695,30 Euro 5.358,55 Euro 5.753,39 Euro 8.187,39 Euro 7.245,00 Euro 8.855,24 Euro 7.395,53 Euro 5.321,10 Euro 3.819,02 Euro 108.651,45

Si ringraziano tutti coloro che vorranno contribuire per la buona riuscita di questa iniziativa. In particolare: Il Gruppo Donatori Sangue FIDAS “Zona di Arcugnano” in questi anni ha contribuito con 3.753,80 Euro Il G.S. Ciclistico S. Agostino che organizza l’annuale manifestazione Cross Country “La via dei Berici”con 38.500,00 Euro all’Associazione e 10.000,00 Euro alla Fondazione FFC


Amico che mi leggi, conosci i problemi della Fibrosi Cistica? Domani può essere debellata. Recentemente è stato dimostrato che il difetto può essere corretto con una terapia di trasferimento genico. Allo stato attuale della ricerca la terapia genica appare una via promettente per combattere la Fibrosi Cistica, non più attenuandone i sintomi, ma intervenendo direttamente sul difetto-base della malattia. Sono allo studio anche metodi efficaci di riconoscimento dei portatori sani del gene, per supportare scelte procreative consapevoli. La tua offerta è finalizzata alla ricerca e servirà, in particolare, al finanziamento di un progetto seguito dal Comitato Scientifico della Fondazione F.F.C. di Verona.

ASSOCIAZIONE VENETA PER LA LOTTA CONTRO LA FIBROSI CISTICA Comitato di Bassano del Grappa per la Provincia di Vicenza c/c postale: 18359364

Associazione Veneta per la Lotta contro la Fibrosi Cistica (Mucoviscidosi)


Pro Loco di Arcugnano

A

nche quest’anno siamo qui a fare l’introduzione al Teatroincontrada, che è attesa nel nostro territorio con impazienza, come la primavera, che quest’anno stenta a decollare. Per questo stiamo facendo la danza delle stelle, in modo da poter vivere le serate all’aperto non con il cappotto, ma con abiti ben più leggeri. Se ci leggete, speriamo di esserci riusciti quindi!!! Anche perché gli sforzi di tutte le persone che volontariamente, dedicano del tempo per preparare tutto altrimenti si moltiplicherebbero, vivendo nell’incertezza del tempo. A queste persone va il nostro plauso e ringraziamento per l’instancabile lavoro svolto. Ricordiamo che questa è una manifestazione benefica, infatti tutte le offerte raccolte (siate pure generosi nell’intervallo... e anche dopo se lo desiderate), saranno devolute interamente all’Associazione Veneta per la ricerca contro la “Fibrosi Cistica”. Lo scopo della Pro Loco è anche quello di promuovere il territorio e quindi l’occasione di conoscere scorci altrimenti “nascosti”, offerta dalla corte ospitante, è ghiotta. A tal proposito trovate di fianco il programma di massima fino a fine anno della nostra associazione, ma per essere informati con precisione (e trovare anche la cartina dettagliata della prossima rappresentazione del teatro) visitate il nostro sito www.prolocoarcugnano.it. Vi troverete notizie e percorsi riguardanti il nostro meraviglioso territorio e anche informazioni per partecipare attivamente. Per altre informazioni: 338.2165087 Buon divertimento. Il Presidente della Pro Loco GIANNI VENDRAMIN


Pro Loco di Arcugnano Calendario manifestazioni 2013 GIUGNO 1-3 - Festa della Luganega - Lapio 7-9 - Festa delle Famiglie, Associazioni e dello Sport - Fontega campi sportivi 14-17 - Sagra dei Bigoli fatti in casa - Pianezze 15 - 1a serata 19a edizione Teatroincontrada 16 - 2a serata 19a edizione Teatroincontrada 16 - G.S. Tormeno: gara di Mountain Bike - Pianezze 22 - 3a serata 19a edizione Teatroincontrada 28-30 - Festa della Bruschetta - Arcugnano 29 - 4a serata 19a edizione Teatroincontrada LUGLIO 5-8 - Festa della Bruschetta - Arcugnano 6 - 5a serata 19a edizione Teatroincontrada 12-15 - Sagra paesana - Fimon 13 - Notte bianca a S. Agostino 14 - 6a serata 19a edizione Teatroincontrada 19-22 - Festa della Sopressa - Villabalzana 21 - G.S. Tormeno: Cronoscalata 26-29 - “Perarock� manifestazione musicale - Perarolo AGOSTO 14-18 - Sagra di S. Rocco - Ex Villa di Fimon ora Fimon Chiesa 23-25 - Festa del Pesce - Torri di Arcugnano 29-31 - Sagra di S. Agostino SETTEMBRE 1-2 - Sagra di S. Agostino 15 - 15a Caminada de le sette Contra' - Arcugnano 22 - Passeggiata sui Colli - Arcugnano ottobre 5-6 - A.S.D. 20a La via dei Berici - Arcugnano 13 - Pro Loco: X Memorial Gino Rosin - Arcugnano 20 - Pro Loco: Messa e Pranzo sociale - Arcugnano 27 - La Festa de l'ultima de Otobre - Pianezze novembre 1 - Cinema in Teatro - Arcugnano 8 - Cinema in Teatro - Arcugnano 15 - Cinema in Teatro - Arcugnano 22 - Cinema in Teatro - Arcugnano 29 - Cinema in Teatro - Arcugnano DICEMBRE 6 - Cinema in Teatro - Arcugnano 6-8 - Mercatini di Natale - P.zza Rumor, Torri di Arcugnano 13 - Cinema in Teatro - Arcugnano 26 - Cinema in Teatro - Arcugnano 29 - Concerto di Natale - Torri di Arcugnano


Sabato 15 giugno 2013 ore 20.45 in Corte del Prete Perarolo La Compagnia

“Teatroinsieme” di Zugliano presenta

Che 48 in casa ciabotto di Mario Amendola e Bruno Corbucci

Regia: Gabriella Loss Fonico: Lida Ghirardello, Antonio Bianchetto Luci: Fly Show di Sergio Borgo - Costumi: Gabriella Loss Acconciature: Studio Elle Zugliano Personaggi e Interpreti:

A

Achille Ciabotto, Gian Stupiggia Virginia, Rita Busin Salvatore Sparapaoli, Francesco Zanin Laura Moscardin, Sandra Binotto, Luisa Illesi Giovanni Berrettini, Valerio Donà Francesco Caeran, Lorenzo Bozzetto Carla Caeran, Micol Zambon, Lara Carollo Eugenio Bagnago, Fabiano Zambon Michele Perrella, Daniele Elipanni Antonia, Doriana Caltran, Paola Gnata Marisa, Sara Resistente Tourbillon, Mirto Testolin

nche in “Che 48 in casa Ciabotto” il simpatico medico tuttofare, chirurgo, dentista e veterinario che già abbiamo incontrato ed amato in “Achille Ciabotto medico condotto” si trova alle prese con una serie di situazioni strane ed esilaranti al limite dell’assurdo. Con lui ritroviamo la sorella Virginia “vedova e martire”, il barone Sparapaoli che tutti credono morto, ma che riappare in carne, ossa e “legno”, il maresciallo Berrettini ed una bizzarra girandola di clienti e parenti, tutti molto particolari. Siamo alla vigilia di Natale e Achille, stanco di stare da solo, decide di dare le dimissioni, di trasferirsi a Venezia e di sposare la sua eterna fidanzata Gabriella che da anni lo aspetta speranzosa. Il ritorno inaspettato di sua sorella Virginia e l’incursione improvvisa di un pericoloso bandito che prende tutti in ostaggio scombinerà però i suoi piani. Come farà il povero medico a districarsi nell’ingarbugliata situazione? Sarà forse una bella ed astuta “Farfalla” a trarlo d’impiccio? Mah!!! ...Per il momento lasciamo il finale avvolto nel mistero... lo scoprirete solo a teatro... a presto!


archisonanti ARCHISONANTI nasce nel 2011 da un’idea di Stefania Cavedon, Daniele Cernuto e Teresa Pante, ai quali si sono presto affiancati Massimiliano Varusio e Anna Grendene, violoncellisti, concertisti e insegnanti di musica legati da un rapporto di amicizia che dura da anni, oltre che da reciproca stima professionale. L’orchestra di violoncelli da loro fondata rappresenta una realtà unica in Italia, supportata dai genitori dei ragazzi che hanno fondato l’associazione Archisonanti, presieduta da Lino Cavedon. L’orchestra ha sede presso l’Accademia musicale di Schio che sostiene con entusiasmo ed ospita l’iniziativa. È formata da violoncellisti di giovane età che vogliono approfondire la conoscenza del loro strumento, scoprirne le molteplici possibilità espressive e migliorare la tecnica. Nel perseguire queste finalità, accanto alle più tradizionali lezioni individuali, i docenti sono persuasi che non vi sia modo migliore di appassionare gli studenti se non quello di suonare insieme: lavorando in gruppi ridotti e in orchestra i ragazzi hanno la possibilità, oltre che di incrementare il livello tecnico, di imparare moltissimo anche in modo “orizzontale”, grazie alla collaborazione e al confronto tra pari. Il violoncello, strumento dotato di un’estensione ed una gamma espressiva particolarmente ricche, ben si presta come nessun altro strumento a formare ensemble omogenei; esso si adatta con estrema duttilità sia a parti di accompagnamento che a sostenere le linee del basso, a rivestire un ruolo ritmico e a cantare ogni tipo di melodia. Da qui l’idea di creare un’orchestra giovanile di soli violoncelli capace di mettere in luce le abilità di ognuno, dai principianti ai più esperti. Essendo in sostanza inesistente un repertorio originale per tale tipo di ensemble, i docenti di Archisonanti (e anche qualche giovane orchestrale) scelgono o creano appositamente per il gruppo le composizioni originali e gli arrangiamenti, calibrando così le difficoltà sul livello di ognuno in modo che tutti abbiano la possibilità di divertirsi imparando. Accanto a queste considerazioni musicali, Archisonanti vuole sottolineare come tale progetto possa avere dei positivi risvolti nell’ambito della socializzazione. L’impegno collettivo e la fatica comune per raggiungere un risultato, l’ascolto dell’altro, il sostegno per i più fragili da parte dei più sicuri e la possibilità di imparare in un ambiente sano e informale sono aspetti, anzi, valori, che poche arti sanno far fiorire come è in grado di fare la musica. L’orchestra intende proporsi a quanti amano il violoncello, ma anche a chi vuole sostenere una iniziativa originale in cui bambini e giovani, sotto la guida di validi ed appassionati insegnanti, sono protagonisti attivi ed entusiasti di un progetto di grande respiro e rilevanza. Chi è interessato ad un contatto può fare riferimento al seguente indirizzo: archisonanti@gmail.com I nostri violoncellisti: Sofia Ambrosini, Matilde Berto, Alberto Bicego, Marco Bortolan, Lisa Caruso, Matilde Cassetta, Elena Cassol, Nicolò Caputo, Anna Chiara Cavedon, Gabriele Cazzola, Alessio Cogo, Marina Dal Cason, Chiara Dal Cengio, Marco Dal Cengio, Ludovico Dal Prà, Gabriele De Rosso, Filippo Di Donato, Francesca Filippi, Lorenzo Galla, Riccardo Galla, Sofia Giardina, Ester Girardi, Emma Onisto, Elena Padoan, Luca Rigoni, Giulia Scolaro, Anna Sperotti, Claudia Stefani, Luca Strozzo, Sara Strozzo.


Domenica 16 giugno 2013 ore 18.30

in Piazza M. Rumor - Torri di Arcugnano In collaborazione con “Accademia Berica per la Musica Antica”

Concerto di

Archisonanti Orchestra Giovanile di Violoncelli

FIERY FIDDLER Thomas Gregory Arr. Archisonanti PICK’N MIX Thomas Gregory Arr. Archisonanti HOE-DOWN D. Cooper Arr. Archisonanti IN THE MOOD G. Miller Arr. Max Varusio BESAME MUCHO I. Carrillo Arr. Daniele Cernuto WALTZ 2 D. Sostakovich (dalla Jazz Suite n. 2) Arr. Max Varusio VAMOOSE Thomas Gregory Arr. Stefania Cavedon WITH OR WITHOUT YOU U2 Arr. Stefania Cavedon APOLOGIZE One Republic Arr. Riccardo Galla SPIDERMAN B. Harris Arr. Max Varusio OBLIVION A. Piazzolla Arr. Archisonanti CAN CAN J. Offenbach Arr. Max Varusio


Sabato 22 giugno 2013 ore 20.45 in Fattoria “Le Vegre” Arcugnano Il Cantiere Teatrale

“Nautilus” di Vicenza presenta

Donne di venerdÌ Commedia brillante di Antonio Zanetti Regia: Anna Zago e Piergiorgio Piccoli Interpreti:

Clarissa Battaglino, Daniela Calvene, Valentina Ferrara, Arianna Guglielmi, Federica Omenetto, Daniela Padovan, Emanuela Russo, Daniele Berardi, Gianfranco Cardone

T

re ragazze che condividono un appartamento, tre loro amiche in visita, alcune telefonate anonime, un marito birichino e un amico un po’ maldestro: ecco gli ingredienti di questa commedia d’attualità. Le sei donne hanno da tempo scelto di dedicare a se stesse una sera alla settimana: il venerdì. Questo è il giorno in cui queste amiche, la sera, si ritrovano per parlare, giocare a carte, divertirsi nei modi più assurdi, ed è proprio in una di queste sere che qualcosa viene a turbare la serenità del “gineceo”. Un fantomatico maniaco prima le spaventa, poi le fa arrabbiare e infine entra a far parte della quotidianità delle ragazze, dando il via ad una serie di episodi la cui comicità scaturisce dai caratteri delle protagoniste e dai rapporti che si vengono a creare tra di loro. Le vicende scivolano con brio e vivacità in un contesto attualissimo e facilmente riconoscibile nella vita di molte donne in età tra i 30 e i 40 anni. Gli uomini, come spesso nella vita, fungono da elemento disturbatore, così l’armonia che le protagoniste erano riuscite ad instaurare viene messa a dura prova fino alla soluzione di tutti gli intrighi che si risolveranno con soddisfazione di tutti e con una buona dose di divertimento.


Sabato 29 giugno 2013 ore 20.45 Arena della Chiesa Lapio Il Gruppo Teatrale

“La Trappola” di Vicenza presenta

UNA TONNELLATA DI SOLDI Commedia brillante di Evans & Valentine

Regia: Alberto Bozzo Scena e Costumi: Carolina Cubria Realizzazione scenica: Giakomo Tosato e Giuseppe Rizzotto Realizzazione costumi: Sartoria Donatella Trucco e parrucco: carolinacubria@make-upartist.it Scelte musicali: Alberto Bozzo Fonico: Giuseppe Rizzotto - Luci: Antonio Magazzino Assistente alla regia: Loredana Fucito Personaggi e Interpreti:

AUBREY MAITLAND, Marco Francini LOUISE, Raffaella Giulianati SPROULES, Stefano Farina IDA, Paola Dalmoro BENITA MULLET, Maddalena Galvan MARIO, Federico Boaria CHESTERMAN, Matteo Pederbelli JEAN EVERARD, Lidia Munaro HENERY, Alberto Bozzo GEORGE MAITLAND, Maurizio Cerato OLIVIA, Loredana Fucito ubrey e Louise sono una simpatica coppia di squattrinati, vivono con noncuranza al di sopra delle loro possibilità economiche, sommersi dai debiti ed inseguiti dai creditori. Giunge improvvisamente la notizia della morte di John, unico, ricchissimo fratello di Aubrey, che da anni risiedeva in America. I coniugi ereditano improvvisamente una tonnellata di soldi e cercano il sistema di intascarla senza render conto ai numerosi postulanti. Ma Aubrey è davvero l’unico erede di quella fortuna? E se invece qualcuno, che si presumeva defunto, si presentasse a rivendicarne i diritti? Tutto può succedere e tutto può complicarsi grazie alle geniali invenzioni della frizzante Louise, agli inopportuni interventi di una zia sorda, a un avido maggiordomo, una cameriera innamorata, una cuoca braccata da un insistente garzone, uno stralunato avvocato ed una incontenibile amica della padrona di casa!

A

TEATRO INCONTRI


Sabato 6 luglio 2013 ore 20.45 nel Prato della Sagra Villabalzana

Teatro Instabile di Creazzo presenta

DONE E GUAI... NO MANCA MAI Testo e Regia: Armando Carrara Fonica e Luci: Piero Zarantonello Scene: Armando Carrara, Mauro Forlani Costumi: Romilda Zaccaria e Caterina Pavan Interpreti:

Maria Baccarin, Veronica Galliazzo, Silvia Fracasso, Gianni Brusaferro, Daniele Passarotti, Federico Calearo, Giuseppe Bazzi, Argia Laurini, Lucio Ferrari, Mauro Forlani, Renato Poli

C

astore Ditindaro è l’organista del convento di Grumolo delle Abbadesse. Egli ha però una doppia vita. Se di giorno appare come un pio musicista, di notte scavalca le mura del convento assieme a Siorsì, tuttofare del pio ritiro. I due fuggono nottetempo dal convento e vanno al Teatro Eretenio dove deve debuttare una operetta che Castore Ditindaro, sotto il nome di Polluce Digiove, ha scritto. Una sera Castore/Polluce accetta un invito della Prima Donna Cesira Labisc e incappa nelle ire dello spasimante: il Maggiore Angelo Colleone che tanto angelo non è. Rocambolescamente Castore/Polluce riesce a fuggire. Sfortunatamente il Maggiore Angelo Colleone ha una sorella, Madre Rachele Colleone, che è la Superiora del succitato convento. Il Maggiore informa la Madre Superiora che deve ritirare dal convento Nannina Dellaspiga perché lo zio padovano ha deciso di darla in sposa ad un certo Eugenio Porretti. Incontra più volte l’odiato Castore e Siorsì che si camuffano e non si fanno riconoscere. Nannina scopre lo spartito dell’operetta di Castore: “Adamo e le sette sorelle di Eva”. Confessa all’organista di averla letta e di conoscerla a memoria. La Madre Superiora riceve il Tenente Eugenio Porretti e lo porta da Nannina. I due si parlano separati da un pudico paravento. Inoltre il tenente finge di essere un vecchio Ispettore del Ministero per meglio indagare i sentimenti di Nannina. Rimane estasiato dalla grazia e dalla gentilezza della fanciulla al punto che accetta di sposarla pur non avendola vista. A quel punto Madre Rachele Colleone ordina a Castore di accompagnare Nannina a Padova per consegnarla allo zio, suo tutore. Castore è disperato: se deve accompagnare la fanciulla non potrà essere presente alla prima dell’operetta. Nannina propone


e ottiene che si vada prima al Teatro Eretenio per presenziare all’operetta e poi a Padova. Castore rifiuta ma alla fine cede ed acconsente. I’Atto II si apre con le scuse di una rappresentanza della Compagnia rivolte al pubblico. Uscendo dal sipario, annunceranno la sostituzione della Prima Donna che ha piantato la Compagnia in asso. (Verrà sostituita da un recalcitrante attore). Il capocomico chiederà anche scusa per l’impossibilità di cambiare scena viste le finanze ridotte al lumicino. L’azione si sposta nel retropalcoscenico, nell’immediata vicinanza dei camerini del Teatro Eretenio con spasimanti e cantanti, Prime Donne e comparse, impresari e marchesini, Siorsì, Nannina e Castore che sono arrivati in teatro scappando di nascosto dal convento. Qui, la Prima Donna Cesira Labisc, nell’intermezzo tra primo e secondo atto dell’Operetta viene a sapere che Castore/Polluce è stato visto al caffè con una bella ragazza e decide di non cantare più. Nel frattempo Nannina incontra il Tenente Eugenio Porretti con cui aveva parlato senza vederlo a causa del paravento imposto da Madre Rachele Colleone. Il tenente si innamora immediatamente di lei e Nannina lo trova affascinante. Entrambi ignorano di essersi incontrati il giorno prima. Si viene a sapere che Nannina sa la parte a memoria e si decide di sostituire Cesira Labisc con Nannina. Trionfo! Castore/Polluce esce a ringraziare e viene individuato dal Maggiore tradito che lo rincorre per tutto il palcoscenico. Il Terzo Atto si svolge di nuovo in convento. Nannina ha perso il treno e non è partita. Eugenio Porretti viene a dire a Nannina di essersi innamorato di una ragazza che ha visto cantare al Teatro Eretenio. Nannina riconosce la voce e i due scoprono di essere gli stessi che la sera prima si guardavano languidamente al Teatro Eretenio. Segue il lieto immancabile finale.


Villa Monza Todescan Gozzi

V

illa Bornigni, Monza, Vidi, Todescan, Gozzi della metà del Seicento; il corpo centrale della Villa presenta al pian terreno tre arcate cromaticamente accese dal cotto, sostenute da pilastri a bugnato; resa ben più esile è la loggia balaustrata soprastante, divisa in tre luci da colonne tuscaniche a fusto liscio. Fu costruita su un preesistente edificio del Quattrocento di cui rimane traccia nel retro della Villa. L’Oratorio Madonna della Pace risale, invece, al Settecento: semplice cappella dalla facciata vagamente verticalizzante coronata da un frontone triangolare nel quale è iscritto un fregio che raffigura una stella a otto punte, e sormontato da tre statue; una breve scalinata conduce alla porta d’ingresso incorniciata ad architrave; l’abside è a pianta semicircolare. Ancor oggi l’Oratorio ospita le Funzioni per le Rogazioni e la recita del SS. Rosario nel mese di maggio. Le barchesse, adibite a stalla e ricovero attrezzi a cinque portici di cui uno cieco, risalgono invece all’Ottocento.


Domenica 14 luglio 2013 ore 20.45 in Villa Monza Todescan Gozzi Arcugnano

paolo zanarella, il pianista fuori posto Il pianista Paolo Zanarella, compositore padovano particolarmente originale e creativo. Si definisce infatti “Il pianista fuori posto” perché, oltre a riempire i teatri con la sua musica, ama portare il suo pianoforte a coda in giro per le strade e le piazze, per la semplice gioia di diffondere la musica in mezzo alla gente, trasformando in teatro gli angoli più strani di un piccolo paese o di una grande città. Famosa è l’esibizione sopra una frana nel Cadore nel 2009, ripreso dalle telecamere di La7, o le performance sopra una zattera lungo il Canal Grande di Venezia sotto l’obiettivo delle telecamere di tutto il mondo. Lo ritroviamo spesso nella pagina di cronaca delle testate locali o in qualche palinsesto televisivo; recentemente anche in Mediaset e Rai. Di lui ha scritto anche il New York Times, Le Monde, Pravda e perfino Al Jazeera. Nel 2010 è stato nominato ambasciatore di pace dall’“UPF” (Universal Peace Federation) per il suo modo di diffondere la musica fra la gente nel segno della gratuità e nella consapevolezza che la musica è la forma più alta e nobile per abbattere ogni forma di divisione sociale e culturale. Nel 2013 è stato inserito nella prestigiosa collana “Gli specchi” di Marsilio Editore come tra i 25 Veneti con le storie più significative. Dal 2008 presenta il suo originale concerto “Viaggio in pianoforte”: improvvisazioni sulle note della vita. Il concerto, che da oltre quattro anni propone con successo per i teatri d’Italia, è un percorso di composizioni personali, dove l’improvvisazione trova la sua più naturale espressività in un crescendo emozionale che alla fine non stanca mai di sorprendere.


ASS. Sportiva Dilettantistica NEVEROCCIA

N

ell’ottobre del 1996 un gruppo, allora ristretto di circa una decina di amanti della montagna, fondò il “Gruppo Sportivo Ricreativo NEVEROCCIA”, con l’intento di promuovere la montagna in tutti i suoi aspetti sia nel periodo estivo che invernale ma con particolare riguardo all’aspetto puramente ricreativo ed all’interessamento dei giovani. Il Gruppo di allora nominò come Presidente il Sig. Bedin Federico, attuale Assessore Comunale e si dotò di uno statuto per regolamentare le attività, sempre nel rispetto delle motivazioni originarie di cui sopra. Da subito si è capito che l’iniziativa funzionava in quanto il numero di aderenti aumentava progressivamente con il passare dei mesi e quindi, ogni anno, sia d’estate che d’inverno sono state programmate delle varie uscite di diversa difficoltà. Il Gruppo Sportivo Ricreativo NEVEROCCIA, qualche anno fa oramai, ha cambiato denominazione in osservanza alla vigente normativa in materia ed è diventato “Associazione Sportiva Ricreativa Dilettantistica NEVEROCCIA” ma continua nella sua attività ed ogni anno conta un numero sempre maggiore di iscritti e partecipanti alle varie escursioni sempre improntate a privilegiare lo spirito ricreativo, senza alcuna competizione agonistica, dando precedenza all’aspetto naturalistico, l’animazione ed il sano divertimento in ottima compagnia. A questo proposito si sottolinea che il 50% degli iscritti è di giovane età a conferma del fatto che l’impronta data dal direttivo è sempre valida e bene accolta. Infatti, sono numerose le famiglie iscritte che ci seguono sia d’inverno che d’estate. In questo periodo è in corso il nostro programma di attività invernali, con i frequentatissimi corsi sci e snowboard per bambini e adulti che ormai da diversi anni svolgiamo presso le piste di San Martino di Castrozza. Ma ha riscosso molto successo anche il corso sci per soli bambini dai 5 ai 12 anni che svolgiamo in Altopiano di Asiago da alcuni anni, per quelle famiglie che prediligono più comodità negli spostamenti in auto. Inoltre altre uscite prevedono delle sciate nei più bei comprensori delle nostre montagne, unitamente anche a delle passeggiate con le ciaspole. L’impegno maggiore del direttivo per la stagione invernale è quello di cercare e instaurare convenzioni con le società impianti al fine di ridurre al meno possibile il costo dello skipass e di tutti i servizi aggiunti, questo perché sappiamo bene che purtroppo lo sci da discesa non è tra gli sport più economici, ma il piacere, il divertimento, lo svago che ne risulta da una giornata sugli sci appaga sempre il costo sostenuto.


Stiamo inoltre preparando in questi giorni il nuovo programma estivo 2013, con gite dedicate sia a famiglie con bambini che altre più impegnative dove si prevede anche il pernotto in rifugio. Le nostre attività però non si fermano solo al camminare in montagna ma anche a gite con la bici, dove negli ultimi anni abbiamo percorso alcune delle più belle piste ciclabili dei nostri dintorni. Dal qualche anno, inoltre, dall’interno dell’ASD Neveroccia è nato il gruppo “Neveroccia Running Team” creato da un gruppo di appassionati della corsa in montagna e non solo, che partecipano alle più conosciute manifestazioni locali e nazionali. Dalle classiche marce domenicali non competitive alle ben più impegnative maratone. Arrivando perfino ai devastanti ultratrail da 60, 80... 110 km!!! Arricchiti da 5000/6000 m di dislivello positivo! L’Associazione Neveroccia è iscritta all’ente nazionale di promozione sportiva UISP, con la quale condivide scopi e obbiettivi ed inoltre ne utilizza convenzioni e polizze assicurative per tutti gli associati. Nella programmazione del calendario si cerca sempre di soddisfare ogni esigenza sia escursionistica che alpinistica sempre, però, nel rispetto della sicurezza personale. Ad ogni uscita c’è un capo gita esperto con perfetta conoscenza del percorso che valuta le capacità personali di ognuno e soprattutto l’attrezzatura e l’abbigliamento al fine di evitare spiacevoli inconvenienti o, ancor peggio, inutili incidenti dovuti all’imprudenza. L’Associazione Sportiva Dilettantistica NEVEROCCIA raccomanda sempre a tutti la massima prudenza, puntualità e la scelta del percorso che più si adatta alla propria preparazione fisica con adeguata attrezzatura ed abbigliamento e ciò soprattutto perché LA MONTAGNA NON PERDONA GLI IMPRUDENTI. Maggiori informazioni e programmi dettagliati, si possono reperire nella sede dell’A.S.R.D. NEVEROCCIA concessa dall’Amministrazione Comunale di Arcugnano presso le ex Scuole Elementari della Frazione di Perarolo, tutti i martedì sera dalle ore 21.00 alle ore 23.00. Oppure consultando il nostro sito www.neveroccia.org. Logicamente ci trovate anche su Facebook con la nostra pagina.

PER IL DIRETTIVO Il Presidente Christian Reato


Donatori di Sangue Chi semina... raccoglie (25 anni di Donazione)

Q

uest’anno il Gruppo Donatori Sangue di Arcugnano festeggia i 25 anni di attività, certamente un bel traguardo (quasi un terzo della vita di una persona). “I padri fondatori” si riunivano nella palazzina a fianco al vecchio Municipio e si dimostrarono subito motivati e soprattutto convinti, prova ne è che dall’ormai lontano 1988 sono in buona parte sempre stati presenti e lo sono tutt’ora, mi pare quindi doveroso citarli: Ingri, Vasco, i fratelli Marco e Mariano, Carlo, Claudio, Bruno e Silvano. Non siamo certo in presenza della “sindrome da caregoto” tipica di nostri tanti politici ma di dimostrazione della convinzione con la quale intrapresero l’avventura e continuano a portarla avanti con immutato impegno, aperti comunque e sempre all’entrata di nuove forze, dimostrata dalla incredibile consistenza dei nostri Direttivi che da molti anni si mantiene attorno (e oltre) le 20 unità. Hanno dato vita ad un gruppo che via via con impegno, perseveranza ed intraprendenza è da diversi anni ai vertici degli oltre 80 gruppi che compongono la FIDAS Provinciale di Vicenza. Il Gruppo, la cui finalità è sempre e comunque quella della promozione e incentivazione alla Donazione del Sangue ha dato vita ad una serie di iniziative annuali (serate con Alpinisti, Passeggiate nei Colli, Gite...per tutti i gusti e possibilità, Concerti, Serate di Cabaret) che hanno ottenuto grande consenso, diventando un preciso ed importante punto di riferimento anche tra la popolazione; questa serie di iniziative, mai fini a se stesse, si sono dimostrate vincenti proprio in riferimento all’arrivo di nuovi donatori. Volendo esporre alcune cifre, ci onoriamo di rendere noto che dalla nascita del Gruppo sono state effettuate oltre 20.000 donazioni che ci hanno permesso di elargire contributi in beneficenza per oltre 58.000,00 € (120 milioni in £). Siamo attualmente 635 donatori dei quali oltre 1/3 residenti in altri Comuni, a dimostrazione del consenso che abbiamo ottenuto anche fuori dalle nostre mura di casa. Completiamo le nostre informazioni segnalando che abbiamo tra i donatori ben 18 soci con donazioni tra 100 e 150, 4 con oltre 150 donazioni ed uno che ha superato le 200! Il nostro impegno, grazie naturalmente ai nostri donatori, ci ha portati ad essere nell’ambito Provinciale e per diversi anni, il gruppo con il più alto numero di donazioni ed il più alto rapporto di donazioni/pro capite. Tutt’ora, mal-


grado una sensibile flessione, continuiamo ad essere tra i primi: nessuna squadra vince sempre lo scudetto ma l’importante è rimanere... in coppa Campioni (e qui non parliamo di milioni da guadagnare ma di sangue da donare a chi ne ha bisogno). Le Nostre attività ed i risultati ottenuti sono stati la logica conseguenza di una gratificante considerazione guadagnata in ambito provinciale in seno alla FIDAS. Succede quindi che Ingri Rocchi, più volte nostro Presidente, è stato nello scorso mandato anche Consigliere prov.le ed ora, Segretario della Zona 1 unitamente a Silvano Scarparolo da due mandati anche apprezzatissimo tesoriere. Motivo di nostra ulteriore grande soddisfazione è infine l’elezione (avvenuta l’anno scorso e a grande maggioranza) a Presidente Provinciale FIDAS del “Nostro” Mariano Morbin, da quasi sempre nel direttivo di Arcugnano e fino all’elezione Consigliere prov.le con delega alle Scuole. ...Chi semina... RACCOGLIE... FIDAS VICENZA Gruppo Donatori Sangue Arcugnano IL PRESIDENTE - Toni Dal Lago


L’Associazione Vicentina Fibrosi Cistica ringrazia:

L’Amministrazione Comunale di Arcugnano La Pro Loco di Arcugnano Le Compagnie Teatrali La ditta Didoni Alcide per l’assistenza all’impianto elettrico Benedetta Pasetto per l’illustrazione Il Centrostampaschio per la stampa L’incisoria Vicentina di Treu Massimo di Vicenza Il Gruppo Donatori di Sangue zona Arcugnano I Gruppi Alpini del Comune di Arcugnano I Gruppi Sagra delle frazioni di Arcugnano Il sig. Pasetto Primo Il parroco di Perarolo Il parroco di Villabalzana La Fondazione Maria Teresa Mioni onlus La famiglia Franzoia La famiglia Chiesa La famiglia Gozzi Il sig. Cristian Mazzucco La Ditta Rizzato Impianti La Ditta Murer Diego Impresa Edile La Regione Veneto La Provincia di Vicenza Deca & Associati Novarad Si ringraziano, inoltre, tutti coloro che in qualsiasi forma hanno voluto e vorranno contribuire per la buona riuscita di questa iniziativa.

REGIONE VENETO

PROVINCIA di VICENZA


Libretto teatro in contrada 2013  
Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you