Page 1

ALUMINIUM

#.1 TECHNOLOGY


SPIRITO DUTTILE Da oltre 30 anni abbiamo sviluppato esperienze, realizzato soluzioni, interpretato idee. Lo staff di Pavarin è il partner degli architetti e dei progettisti che credono nel valore estetico e funzionale dell’alluminio. Un’azienda che si adatta, proprio come l’alluminio, alle diverse esigenze, offrendo certezze e responsabilità. Progettiamo e realizziamo esclusivamente “su misura” serramenti, facciate continue e rivestimenti in alluminio per edifici di carattere industriale, commerciale, direzionale e residenziale. Aggiornati sui più innovativi e avveniristici stili architettonici contemporanei, diamo il nostro contributo di competenze per rendere unico ed esclusivo ogni singolo progetto: un valore che si esprime e rivaluta nel tempo.

L’elevato standard qualitativo è certificato dall’attestazione ISO 9001 del TUV UK QA, una garanzia in più che spazia dalla fornitura dei materiali alla posa in opera del prodotto finito.


ALLUMINIO,

Alluminio, innovazione e design Un materiale che esprime il senso estetico della tecnologia, l’alluminio racchiude in sé il valore della contemporaneità e del futuro. In qualsiasi situazione e per qualsiasi tipo di edificio, sia che si tratti di un recupero o di una nuova costruzione, l’alluminio dà valore, estetico, funzionale, ambientale. Ogni elemento e accessorio esprime un elevato contenuto di innovazione tecnologica: ogni componente è certificato e garantito. Serramenti con sistemi innovativi per un isolamento totale dagli agenti esterni e un ideale comfort ambientale e acustico, completamente personalizzabili. L’alluminio permette qualsiasi espressione creativa per edifici industriali, commerciali, direzionali e residenziali, con finiture innovative dii aspetto estetico anche identiche all’acciaio o, o con l’applicazione di vernici.

La consapevolezza di poter contare su un team preparato Pavarin mette a disposizione personale qualificato e responsabile, in grado di risolvere qualsiasi problematica, sia in fase di progettazione, sia in fase di realizzazione. L’architetto, il progettistaa troveranno professionisti con i quali condividere obiettivi e difficoltà: la soluzione migliore per raggiungere il risultato aspettato è sempre il frutto di un lavoro di squadra. Architetti, ingegneri, personale tecnico di Pavarin sono disponibili per fornire tutt tto o il ssupporto necessario.

perfetto per l’uomo e l’ambiente. Tante qualità che si mantengono nel tempo. �

� � � � � �

Leggerezza Resistenza alla corrosione Ecosostenibilità Elevata plasticità Fattore estetico e tattile superiore Protezione dall’inquinamento elettromagnetico

Solido e altamente resiste ente all’azione degli agenti atmosferici, senza la rigid dità tipica dell'acciaio, l’allum minio è un materiale leggero, quindi facilmente trasportabile all’interno di un cantiere, versatile e duraturo che può essere plasmato in molteplici forme. Sod ddisffa le diverse esigenze costrutttive e di progettisti e architetti proprio o per le sue innumerevoli qualità. Oltre a proteggere l’uomo dalle radiazioni elettromagnetiche ed essere resistente alle sostanze tossiche, inattaccabile dagli agenti esterni, l’alluminio è il metallo “verde” per eccellenza, altamente riciclabile. Una scelta ecosostenibile ed ecocompatibile che diventa valore aggiunto: edifici rispettosi dell’ambiente, ma anche della qualità di vita. Gli architetti più famosi ne stanno riscoprendo i pregi estetici, riuscendo a plasmare le superfici degli edifici con risultati sorprendenti.


Scianstudio e Studio Bruni

PROGETTO

Scianstudio nato nel 1996, si occupa prevalentemente di progettazione architettonica, urban design e interior design. Progetti e interventi sono sviluppati in Italia e all’estero. Progettisti Arch.Paolo Fenos, geom.Lucio Scian Strutture Studio Bruni - ing.Bruno Bruni Committente BPT group spa - Pordenone Localizzazione Sesto al Reghena/PN - Italia Cronologia 2007-2008

BPT GROUP NUOVA SEDE DIREZIONALE

Il complesso direzionale si trova ai margini dell’autostrada A28 Portogruaro-Pordenone. La sagoma dell’edificio segue il tracciato planimetrico suggerito dal sito, mentre al rivestimento esterno è stato delegato il ruolo d’immagine. Il linguaggio architettonico si manifesta con l’ermetismo dei volumi che emergono dalla vasca d’acqua perimetrale, che dialogano con l’esterno solamente attraverso sottili tagli orizzontali, che si trasformano di notte in nebulose fasce blu visibili dall’autostrada. In antitesi si scopre all’interno un cuore completamente vetrato, in cui la corte privata del giardino rappresenta l’unico affaccio di qualità.

Le facciate continue della hall e delle pareti della corte interna sottolineano la filosofia del progetto, ovvero limitare al minimo la visuale all’esterno e centralizzare l’attenzione sullo spazio interno: contestualmente creare un’osmosi permanente tra gli uffici, i percorsi interni e il giardino. Il centro direzionale si sviluppa su quattro livelli per un totale di mq 3.600: il piano terra è destinato agli spazi di relazione con le salette ricevimento, la sala conferenze, l’auditorium e la sala esposizione. Ai piani superiori lo spazio è stato organizzato seguendo i canoni dell’open space, ad eccezione dell’ultimo livello destinato agli uffici dirigenziali.


1


1 – hall d’ingresso 2 – terrazza sporgente 3 – tende motorizzate su facciata 4 – dettaglio cavedio interno 5 – prospetto rivestimento curvo

Alluminio, espressione di contemporaneità

2

3

L’esposizione a sud della facciata di ingresso è filtrata mediante elementi frangisole costitui-ti da pale in alluminio di grandi dimensioni; la luce innonda così lo spazio dell’ingresso in maniera uniforme contribuendo alla smaterializzazione degli elementi e quindi alla leggerezza che il progetto mirava ottenere. Le scelte architettoniche delle facciate strutturali e del rivestimento metallico esterno assegnano ed esaltano l’aspetto tecnologico proprio di un edificio che custodisce al suo interno l’anima intelligente della domotica e delle menti che la realizzano. L’alluminio è stato utilizzato anche per i serramenti e i rivestimenti interni, con varie finiture, per enfatizzare l’atmosfera “hi-tech” dell’intero complesso. Innovativi sistemi motorizzati, applicati singolarmente ai telai del serramento, agiscono all’esterno in modo autonomo per ogni ufficio, verso la corte interna, regolando l’altezza dei filtri solari in tessuto.

4

Alluminio perché Una scelta consapevole, che i progettisti spiegano così.L'alluminio rappresenta uno dei materiali più significativi dell'era contemporanea; è leggero ma resistente, facilmente lavorabile e soprattutto garantisce nel tempo la propria funzione all’interno del progetto. Nel nostro caso la scelta del rivestimento in pannelli di alluminio è stata fatta proprio in virtù della sua durabilità, pensando all'immagine dell'edificio anche in un futuro non troppo vicino. La finitura, le dimensioni, il colore dei pannelli, dei serramenti e degli elementi frangisole, testimoniano invece le molteplici possibilità che oggi si rendono disponibili ai progettisti. Il materiale e i suoi componenti uniti alle tecnologie a disposizione, garantiscono infatti la realizzazione delle architetture contemporanee limitando al minimo l'aspetto creativo della progettazione.

5


1


Alluminio, funzione ed estetica 1 - corridoio 2 - dettaglio cavedio interno 3 - dettaglio facciata cavedio interno

2

3


Associazione Studi Tecnici

PROGETTO

Studio nato nel 1978 si occupa prevalentemente di progettazioni residenziali, commerciali e direzionali, del recupero edilizio e della pianificazione territoriale. Opera nel Triveneto e dal 2003, con la creazione delle consociate, AST International e AST America, ha ampliato l’ambito di intervento in paesi europei ed Extraeuropei. Progettisti Arch.Claudio Pillon, arch.Diego Rui, arch.Sergio Vinante Committente Immobiliare Uberco – Prata di Pordenone/PN Localizzazione Pordenone – Italia Cronologia 2005-2007

ERICA

CENTRO COMMERCIALE E DIREZIONALE Il complesso edilizio, sorge in prossimità del centro di Pordenone, è composto da 4 piani fuori terra, destinato ad accogliere diversi uffici e negozi. Si sviluppa su una superficie complessiva di mq 2.500 per una volumetria di circa mc 9.000. Si inserisce all’interno di un ambito di urbanizzazione di nuova realizzazione molto più ampio, progettato dagli stessi professionisti e destinato in gran parte ad attività di carattere residenziale.

La posizione del fabbricato, posto lungo un importante asse di penetrazione verso il centro di Pordenone, ha certamente condizionato la progettazione. Il forte ed immediato impatto visivo determinato dal grande elemento angolare con la sua forma arrotondata, l’esaltazione della verticalità delle strutture portanti, la forte diversificazione e caratterizzazione dei serramenti, le coperture fortemente aggettanti, le variazioni cromatiche, sono gli elementi caratterizzanti dell’intero edificio.


1


1 - dettaglio terrazze incassate 2 - dettaglo dei nastri 3 - dettaglio fughe rivestimento 4 - vista fronte principale 5 - prospetto laterale dell’edificio 6 - particolare del pianterreno

Alluminio, originale e innovativo

2 3

L’intero fabbricato è stato rivestito con pannelli in lamiera di alluminio a doppia cromia, secondo un disegno, a fasce orizzontali molto marcate, che ha determinato anche la successiva partizione forometrica. I serramenti in profilo di alluminio a taglio termico, supportanti vetrate del tipo a bassa emissività garantiscono l’illuminazione naturale e caratteristiche acustiche e di sicurezza necessarie per le attività lavorative da svolgere nei locali dell’edificio. L’alluminio è stato utilizzato anche nella realizzazione di controsoffitti, grondaie e finiture varie, a dimostrazione della capacità di questo materiale di adattarsi alle più varie lavorazioni. Solo un materiale tecnologicamente evoluto, di estrema duttilità ed adattabilità, di notevole leggerezza e contemporaneamente di grande resistenza poteva permettere un risultato finale così originale ed innovativo. Garanzia di grande stabilità e di mantenimento delle caratteristiche estetiche originarie nel tempo, è certamente l’alluminio il principale interprete della storia progettuale dell’intero complesso edilizio.

4

Alluminio perché I progettisti hanno scelto l’alluminio per: • la possibilità di lavorarlo secondo maglie geometriche in grado di definire e ritmare le proporzioni dell’edificio; • l’ampia gamma di colori con la possibilità di creare accostamenti cromatici particolarmente efficaci; • la capacità di creare effetti chiaroscurali e luministici particolari grazie alla luce diurna e alla illuminazione notturna determinando l’effetto di un continuo “cambio di pelle”; • la facilità di accostare gli altri materiali, anche i più naturali, con gradevoli risultati estetici. A tutto questo va aggiunto, nel caso specifico, l'utilizzo dell’alluminio per la volontà di esaltare la “modernità” di un edificio destinato ad attività direzionali e commerciali.

5

6


Cooprogetti scrl

PROGETTO

Operante dal 1974 nel campo della progettazione e direzione lavori di opere, pubbliche e private, edili, infrastrutturali, impiantistiche, nella pianificazione territoriale e negli interventi di risparmio energetico e utilizzo delle risorse rinnovabili. Certificata UNI EN ISO 9001:2000. Progettisti Ing.Mario Visentin, arch.Pier Nicola Carnier Committente Protezione Civile FVG – Palmanova/UD Localizzazione Palmanova/UD – Italia Cronologia 2008-2009

PROTEZIONE CIVILE

NUOVO CENTRO OPERATIVO UNICO DEL FVG Il progetto riguarda il completamento della sede regionale della Protezione Civile, con la costruzione di un edificio destinato ad essere il Centro Operativo funzionale unico del Friuli Venezia Giulia, collegato da un tunnel alla sede storica. In particolare il nuovo Centro Operativo ospiterà la sala regionale interforze delle emergenze, la sala gestione della rete digitale regionale di comunicazioni di emergenza. L’idea di sicurezza, forza, protezione, solidità, innovazione è stata sviluppata attraverso scelte architettoniche, strutturali e tecnologiche interpretate senza compromessi. Le linee dell’edificio sono net-

te e decise: di pianta quadrata (25x25m): sviluppato verticalmente su quattro livelli fuori terra per un’altezza di 21,67m, l’edificio è disposto su quattro fronti perfettamente orientati rispetto agli assi cardinali (N-SO-E). Strutturalmente presenta fondazione e setti in elevazione in cemento armato dello spessore di 0,45m. Si caratterizza esteticamente per la presenza tra le pannellature e le fasce frangisole in alluminio a protezione dell’involucro edilizio, di un sistema di moduli fotovoltaici per lo sfruttamento dell’energia solare, che ne evidenzia la regolarità geometrica.


1


1 - vista edificio lato scala esterna 2 - dettaglio costruttivo pannelli fotovoltaici 3 - angolo di giunzione lamiere di finitura 4 - vista laterale dell’edificio 5 - dettaglio pannelli fotovoltaici e frangisole

Alluminio, un segno del nostro tempo

2

3

Il progetto ha previsto l’applicazione dell’alluminio per far fronte a diverse necessità, non solo estetiche ma anche funzionali e di protezione. Il rivestimento delle facciate nelle fasce che interessano il piano terra e la zona tra il secondo piano e la copertura è realizzato con lamiere di alluminio composito dato da due lamine di spessore di sp. 0,5 mm con interposizione di strato in polietilene da 2,5 mm. Le zone interessate dalle finestre sono protette mediante l’installazione di frangisole a nastro composto da pale ellissoidali in alluminio estruso anodizzato argento. Le strutture orizzontali sono composte da solai tipo Hi-Bond, mentre i pannelli fotovoltaici saranno installati su una struttura di montanti e traversi tipo Metra Poliedra Sky. Tutti i serramenti esterni sono stati realizzati con profilati di alluminio a taglio termico, progettato per rispondere alle recenti normative europee di tenuta e di isolamento termico e acustico.

4

Alluminio perché Una scelta che i progettisti argomentano così. La preferenza dell’alluminio come materiale è legata, quasi in maniera imprescindibile, alla scelta del fotovoltaico; quindi all’unione, in una trama tecnologica, tra i pannelli solari, i pannelli e i frangisole in alluminio e le superfici vetrate. Le stesse caratteristiche del materiale, come la leggerezza, la lavorabilità e le ridotte deformazioni dei pannelli, permettono di costruire rivestimenti di facciate di notevoli dimensioni senza condizionare l’assetto statico della struttura esistente. Nel contempo l’alluminio determina effetti cromatici raffinati che valorizzano l’effetto prospettico ricercato per tale intervento, altrimenti banalizzato dalla struttura a forma di cubo. In generale l’impiego dell’alluminio permette, dal punto di vista funzionale e architettonico, di creare forme, rivestimenti o composizioni e integrazioni di altri materiali, che si armonizzano perfettamente con contesti dove prevale

5

“il tecnologico” o dove si ricerca il minimalismo o la contemporaneità. L’alluminio è quindi un segno del nostro tempo.


ALUMINIUM NEW TREND

ECOLOGIA, AMBIENTE, SALUTE: PROGETTISTI E ARCHITETTI ATTENTI ALLA NUOVA "GREEN PHILOSOPHY" RISCOPRONO L'ALLUMINIO.

RIDUZIONE DISPERSIONI TERMICHE E ACUSTICHE

MAGGIORE ECOSOSTENIBILITA'

Per gli edifici di nuova costruzione e per gli edifici in fase di ristrutturazione, il valore di mercato dipenderà anche dall’Attestato di Certificazione Energetica (Decreto 192/05 e 311/06). Per questo l'Ufficio Tecnico di Pavarin pone massima attenzione alla verifica del valore di trasmittanza imposto per legge, che deve essere rispettato anche nel caso di installazione di schermi esterni quali pale frangisole, tendaggi o chiusure oscuranti. Tra le soluzioni più efficaci segnaliamo i profilati di nuova concezione a taglio termico, gli infissi con listelli in poliammide rinforzata, i sistemi a "giunto aperto" con guarnizione a deformazione variabile in relazione alla pressione del vento (maggiore la pressione del vento, maggiore l'adesione della guarnizione sul profilato). Riduzione degli sprechi, migliore gestione dei consumi, risparmio energetico, maggiore efficienza termica dell'impianto, ma soprattutto migliore comfort abitativo sono garantiti dai componenti in alluminio selezionati da Pavarin.

I tecnici specializzati di Pavarin attraverso l’integrazione della tecnologia fotovoltaica con i sistemi in alluminio, hanno selezionato le più efficienti e innovative soluzioni per soddisfare le esigenze energetiche, architettoniche ed ambientali richieste da progettisti e architetti. Il sistema integrato alluminio-fotovoltaico offre molteplici vantaggi per rendere un edificio autonomo dal punto di vista energetico: la semplicità di utilizzo, le esigenze di manutenzione molto ridotte, la modularità e soprattutto una tecnologia perfettamente integrabile su ogni tipo di costruzione. Grazie alle nuove tecnologie, si possono realizzare pannelli con matrice fotovoltaica interposta fra due lastre di vetro, ideale per applicazioni architettoniche più evolute (facciate continue, coperture e frangisole). Un unico principio costruttivo che permette la declinazione in numerose tipologie di frangisole tra fissi, orientabili, scorrevoli, con lamelle orizzontali e verticali, con la possibilità di incorporare lamelle in n lamiera anche microforate, lamelle in vetro no ormale o con celle fotovoltaiche. Il futuro dell'alluminio è sicuramente "green".

Infissi di nuova generazione: minori emissioni, maggiore comfort.

Tappi di tenuta inferiori sul telaio e sull'anta progettati ad hoc per garantire una perfetta continuità e una assenza di spifferi.

Nuovo modello di soglia isolata per ottimizzare l'isolamento termico e le infiltrazioni d'acqua.

Nuovi accessori di tenuta applicati a seconda dei casi specifici per garantire una perfetta continuità sul perimetro e sulla chiusura.

Fotovoltaico e alluminio: energia alternativa a ridotto impatto ambientale.


INTEGRAZIONE UOMO-AMBIENTE NATURALE Giardini verticali: la natura dà spettacolo in architettura.

Con la scoperta del lavoro di Patrick Blanc (noto creatore di giardini verticali e sistemi di coltivazione di piante in carenza di terreno) anche in Italia la moda del “Giardino Verticale” è esplosa assieme alla richiesta di rivestire pareti interne e esterne con erba, fiori e piante. Le facciate “verdi” garantiscono un immediato impatto estetico contribuendo significativamente all’abbattimento acustico e all’isolamento termico dell’edificio. L'alluminio, per le sue qualità di durata, di resistenza all'aggressione di umidità, funghi e batteri, di ridotta manutenzione, è il materiale utilizzato per eccellenza nella realizzazione di strutture per giardini verticali. Una nuova sfida, altamente tecnologica, per l'architettura delle nostre città, dove il verde si riappropria degli spazi rubati dal cemento. I tecnici di Pavarin sono in grado di fornire tutta l'assistenza necessaria per la realizzazione di strutture per giardini verticali, ma anche per orti pensili e terrazze verdi in perfetta armonia e nel rispetto della salute degli edifici.


ALUMINIUM ARCHITECTURE Commercial office Via Sette Casoni, 14 - Fraz. Rivarotta 33087 Pasiano di Pordenone (PN) - Italy tel. +39 0434 626179 - fax +39 0434 626863 e-mail: info@pavarin.it Branch office Via Carvina, 14 6807 Taverne - Switzerland tel. +41 789 204 299 - fax +41 919 455 447 e-mail: info@pavarin.ch

www.pavarin.it


Aluminium Technology #1 - ita  

Pavarin F.lli Snc

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you