Page 1

NODAVIA - LOTTO 1 “SCAVALCO” – T.A.V. -Firenze, Italia Incarico Consolidamento del terreno per mettere in sicurezza i lavori di scavo

Cliente •Trevi S.p.a. Localizzazione

Elementi progettuali Software • 1 x Easy Drill Guide • 1 x Easy Design Strumenti • 1 x Radio Modem • 1 x Inclinometri • 1 x Computer JLT Rugger Sistema GPS • 1 x Ricevitore Rover GPS GS5M-20 Hz doppia antenna GNSS • 1 x GPS 1200 Base di Riferimento Scopo • Garantire le tolleranze minime di progetto nel posizionare i pilastri di consolidamento.

Benefici • Completa indipendenza da personale specializzato per il posizionamento dei picchetti a terra. • Riduzione dei tempi di posizionamento del MAST durante le fasi di allineamento con i punti di trivellazione. • Eliminazione degli errori causati dalla traslazione dei “picchetti” a causa dell’“Effetto Panettone” generato dall’iniezione del calcestruzzo nel terreno. • Memorizzazione del lavoro effettuato ed esportazione di report sull’eseguito e sul mancante. • Riduzione di personale nel cantiere.

L’opera di Scavalco si colloca nella zona posta fra le stazioni di Firenze Castello e Firenze Rifredi ed è costituita da un manufatto scatolare, parzialmente interrato, con due fornici affiancati, all’interno dei quali verranno collocate rispettivamente la nuova sede della linea Direttissima e la futura sede della linea AV. Nell’ambito di tale opera è prevista inoltre una diramazione della linea AV (bretella per S.M. Novella) che consentirà l’ingresso dei treni AV/AC nella stazione di Firenze S.M. Novella. TREVI S.p.a. si occupa di fornire un terreno consolidato di adeguate caratteristiche geometriche e meccaniche tali da rendere lo scavo delle frese sufficientemente sicuro in termini di cedimenti indotti in superficie e ridotta interferenza tra i due cavi in fase di scavo. Il sistema Turbojet prevede il taglio, la disgregazione e quindi la miscelazione del terreno in situ mediante un’azione combinata di energia meccanica fornita da un utensile di geometria e dimensioni definite e di energia idraulica fornita da getti di acqua o miscela cementizia. Il diametro stabilito in fase di progetto viene ottenuto meccanicamente, attraverso la geometria dell’utensile stesso. La perforazione viene eseguita a rotazione e spinta direttamente tramite la batteria di iniezione attrezzata con un passaggio interno e munita di un utensile disgregatore e miscelatore di geometria e dimensioni definite. L’utensile è stato predisposto per l’utilizzo di più ugelli, posizionati in punta e lateralmente sul fusto o sulle lame dell’utensile stesso.

Dati cantiere Lotto 1 “scavalco”: L’intervento è stato eseguito nella zona sbocco frese in cui la copertura da p.c. era ridotta a soli 6m. La difficoltà dell’intervento è stata enfatizzata dalla prossimità all’esercizio ferroviario e dal fatto che tutte le colonne di ogni fila erano di lunghezza diversa cosa per cui è stato fondamentale l’impiego del posizionamento GPS -Leica N° colonne: 2700 Diametro: 1m Lunghezza : 6m-19m Lunghezza Totale trattamenti: 40000ml Rmin = 5Mpa

“SCAVALCO” Lotto 1 Zona Rifredi


EASYDRILL ALTA VELOCITA  

SOILMEC DI TREVI SU ALTA VELOCITA'

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you