Page 1

KIT DELLO STUDENTE ERASMUS Guida per gli studenti Erasmus all’Unimol ed a Campobasso


PRESENTAZIONE Cari studenti, quella che state per leggere è una guida della nostra Università, redatta dall’Associazione Culturale Universitaria “Omnia Unimol ”. Questa guida è stata pensata ponendo l’accento su due obiettivi principali: innanzitutto illustrare come la nostra associazione sia un valore aggiunto fondamentale per la crescita dell’Università del Molise, supportando attraverso numerosi servizi e attività la vita universitaria degli studenti in visita nel nostro paese. Inoltre abbiamo voluto dare visibilità alla Città di Campobasso per mostrare quali sono le opportunità concrete di crescita accademica e personale a cui tutti gli studenti possono attingere scegliendo la Città di Campobasso per studiare. Crediamo che la Città di Campobasso abbia tutte le potenzialità, anche se a volte non completamente espresse, per attrarre giovani provenienti da tutto il mondo che vogliano arricchire il proprio percorso personale e culturale. La costruzione dell’Europa del sapere passa anche attraverso iniziative come questa. Campobasso, 25/08/2013 Il presidente Gianna Palma http://omniaunimol.blogspot.it/

2


L’ITALIA

3


BENVENUTI IN ITALIA L’Italia si trova nell’Europa del sud, circondata dal Mar Mediterraneo su tre lati e confina a nord con la Francia, la Svizzera, l’Austria e la Slovenia. La penisola italiana ha una forma che ricorda perfettamente uno stivale, coronata a nord dalle Alpi che ne delimitano il confine. È anche della Bel Paese grazie al clima mite ed alle bellezze artistiche e naturali che offre il suo territorio. Lo stato Italiano all’interno dei suoi confini ha due stati autonomi ed indipendenti: la città del Vaticano e San Marino. L’Italia ha avuto una straordinaria importanza storica in Europa, vi è nato l’Impero Romano che è stato per secoli il centro indiscusso della civiltà occidentale. Se si dovesse riassumere l’Italia in una singola parola, potrebbe essere: varietà. Un paese ricco di montagne, ma circondato dal mare; una penisola millenaria che ha fatto sì che ogni area della penisola abbia vissuto un periodo di grande ricchezza, lasciando città storiche tra le più belle del mondo; una curiosità e

4

una voglia di godersi la vita che hanno portato a inventare piatti tipici anche nei paesi più piccoli ed isolati. Gli Italiano consapevoli di questa enorme ricchezza che deriva dal territorio e dalla loro cultura, tendono a conservare e valorizzare queste diversità: ancora oggi viaggiare per l’Italia rappresenta un scoperta continua di luoghi, culture e tradizioni. La capitale dell’Italia è Roma, conosciuta anche con gli appellativi di Caput Mundi o Città Eterna. È una città ricca di fascino e storia, vi si trovano ancora moltissimi resti ben conservati risalenti all’epoca romana, splendidi palazzi e magnifiche chiese appartenenti a tutti i periodi storici dell’arte italiana. In Italia, oltre a Roma, ci sono città d’arte famose in tutto il mondo: Venezia, Firenze, Napoli e Milano ne sono solo alcune. Ci auguriamo che questa guida, sia una valida introduzione al nostro paese e a come viverlo al meglio!


fluenza di lingue non latine (tedesco, arabo e greco) e lo sviluppo indipendente ha fatto si che tali lingue non fossero mutuamente comprensibili. Dopo l’unità d’Italia si è scelta la lingua italica che avesse il maggior prestigio culturale—cioè il fiorentino letterario di Dante, Petrarca e Boccaccio, già legittimato nei secoli dall’uso di molti letterati italiani anche non Toscani, tra cui Manzo-

GOVERNO Fin dal 2 Giugno 1946 l’Italia è una repubblica parlamentare. La legge fondamentale della Repubblica Italiana è la Costituzione, che è in vigore dal 1 Gennaio 1948. Il presidente della Repubblica è la Carica più alta dello Stato, rappresenta l’unità nazionale ed è garante della Costituzione. Il potere legislativo è affidato ad un Parlamento bicamerale formato dalla Camera dei Deputati e dal Senato della Repubblica. Il potere esecutivo è nelle mani del Governo, che è formato dal presidente del Consiglio dei Ministri (Primo Ministro) e dal Consiglio dei Ministri. Il potere giudiziario è nelle mani della Magistratura, che opera separatamente dagli altri organi dello stato. LINGUA La lingua ufficiale in Italia è l’italiano, una lingua romanza appartenente al gruppo italico della famiglia delle lingue indoeuropee. La lingua italiana è parlata correntemente su tutto il territorio nazionale. Tuttavia il panorama linguistico è molto più complicato di quanto possa sembra. Infatti a causa della suddivisione politica in piccoli stati che c’è stata fino al 1861, ogni area ha sviluppato una propria lingua. La maggior parte delle lingue hanno una chiara impronta latina, ma l’in-

ni—per essere eletta a lingua ufficiale del neonato Regno d’Italia. Oggigiorno tutti in Italia parlano l’italiano, anche se le antiche lingue continuano a vivere a livello locale. L’UNESCO ha riconosciuto come lingue minoritarie; l’emilianoromagnolo, il ligure, il lombardo, il napoletano, il piemontese ed il siciliano. A livello locale sono riconosciute co -ufficiali, parificate all’italiano, le

5


seguenti lingue: francese (Valle d’Aosta) ladino, sloveno (Trieste e Gorizia) e tedesco (nella provincia di Bolzano). In tali aree gli uffici pubblici sono bilingui, i documenti ufficiali possono essere redatti in italiano o nella lingua straniera e la segnaletica stradale è plurilingue. CUCINA Non è possibile sintetizzare efficacemente la tradizione culinaria italiana perché l’Italia garantisce un’incredibile varietà. In linea generale, i piatti tipici delle diverse città sono influenzati dai prodotti tipici della zona e dalle dominazioni straniere del passato; per questo grazie alla varietà dei climi della penisola ed alla sfaccettata storia italiana c’è una gastronomia che riuscirà sempre a stupirvi. Per quanto riguarda le bevande, il vino, la fa da padrone e viene comunemente usato durante i pasti per accompagnare il cibo. Anche i super-alcolici sono molto comuni (es. grappa e limoncello) e vengono comunemente sorseggiati dopo un pasto molto sostanzioso per aiutare la digestione. La birra nella tradizione italiana ha un ruolo marginale, visto che per secoli è stata considerata una bevanda di serie B rispetto al vino, anche se ora la situazione sta cambiando e si possono trovare birrerie con un’ampia selezione di ottime birre.

6

TURISMO Vista la varietà offerta dal territorio, è possibile visitare l’Italia in qualsiasi periodo dell’anno. L’estate, principalmente Agosto, è il periodo in cui la maggior parte degli italiani va in vacanza, soprattutto al mare: c’è moltissima gente che si sposta e i prezzi per mangiare e dormire sono maggiori rispetto al resto dell’anno, ma è sicuramente un ottimo periodo per passare il tempo nelle tantissime spiagge che si trovano in giro per la penisola. Il periodo migliore per visitare l’Italia è la primavera: il clima è mite,

non c’è troppa confusione ed è possibile godersi al meglio, monti, coste ed anche le numerosissime città d’arte. Spiagge e concessioni Un elemento che incuriosisce e spesso confonde gli stranieri è la questione delle spiagge che è gestita in maniera diversa rispetto al resto del mondo.


Tutta la costa è proprietà delle Stato, che può darne in concessione delle parti e dei privati, che sono tenuti a pagare una specie di affitto. I privati hanno la possibilità di usare la spiaggia per offrire i servizi che vogliono: ombrelloni e sdraio per sedersi e prendere il sole, docce, campi sportivi, etc. facendo pagare i propri clienti. Tuttavia, a fronte di questo, tali privati sono tenuti a tenere la spiaggia pulita ed a garantire la sicurezza dei bagnanti con almeno un bagnino. Per legge, nonostante la spiaggia sia in concessione, il passaggio verso il mare rimane pubblico: quindi è lecito per chiunque passare attraverso uno stabilimento (senza fermarsi) e fare il bagno lì

davanti. Sempre per legge, ci deve essere una percentuale minima di spiaggia (almeno il 10%, ma dipende dalla zona) che non viene data in concessione, ma rimane libera e gratuita a disposizione di chiunque. TRASFERIRSI IN ITALIA Tutti coloro che provengono dai paesi dell’UE possono accedere in Italia con qualsiasi documento d’identità (non necessariamente il passaporto). Secondo la legge italiana ogni persona è tenuta a portare con sé un documento di identità, soprattutto se è straniera, quindi per evitare problemi è meglio farlo. Per chi volesse lavorare in Italia o affittare una casa con un regolare contratto sono necessari il Codice Fiscale ed il permesso di soggiorno, anche per i membri della Comunità Europea. Il Codice Fiscale è un codice alfanumerico di 16 caratteri; è l’analogo del SSN degli USA; del NINO del Regno Unito e del codice INSEE della Francia. Il suo scopo principale è identificare tutte le persone residenti in Italia in maniera univoco per scopi fiscali. Per gli studenti stranieri il Codice Fiscale è necessario per avere una tessera della mensa, per aprire un conto in banca, per trovare un lavoro, per avere un regolare contratto di affitto, etc. per ottenere il proprio Codice Fiscale bisogna fare richiesta all’Agenzia delle Entrate.

Festività italiane

1 Gennaio: Capodanno 6 Gennaio: Epifania 25 Aprile: Festa della Liberazione 1 Maggio: Festa del Lavoro 2 Giugno: Festa della Repubblica 15 Agosto: Assunzione di Maria Vergine 1 Novembre: Tutti i Santi 8 Dicembre: Immacolata Concezione 25 Dicembre: Natale 26 Dicembre: Santo Stefano

7


incentrata sui nodi di Milano, Roma e Napoli; spostarsi via trano tra queste città è molto facile e veloce, grazie anche ai treni veloci di ultima generazione che sono stati attivati recentemente. I giovani fino a 26 anni possono richiedere la carta verde presso la biglietteria di qualsiasi stazione ferroviaria o presso le agenzie autorizzate al costo di 40 €. La carta ha una validità annuale e permette di avere uno sconto del 10% sul prezzo dei biglietti nazionali e uno sconto fino al 25% per i viaggi internazionali. Gli aeroporti internazionali principali sono quelli di Milano Linate e Malpensa e di Roma Fiumicino. Esistono voli di compagnie lowcost che collegano gli aeroporti minori con l’estero: es. Genova, Bari, Bologna, Pescara, Pisa, Bergamo, etc.

SOLDI E BANCHE

L’Italia è parte dell’Unione Europea e utilizza come valuta l’Euro. Si possono trovare bancomat praticamente ovunque, sia presso qualsiasi banca, sia presso il più vicino ufficio postale. Il pagamento con carta di credito o bancomat è molto diffuso. Nei centri delle grandi città si possono trovare negozi per cambiare praticamente ogni valuta in Euro, ma hanno tassi di cambio molto svantaggiosi: è molto più conveniente prelevare direttamente in Euro da qualsiasi bancomat. In generale i costi per aprire un conto in banca sono piuttosto elevati, quindi se non avete esigenze particolari vi sconsigliamo di farlo. Se volete avere un posto per depositare del denaro e riceverlo dall’estero, si può fare in altro modo: molte SANITÁ banche offrono delle carte prepagate cui è associato un codice IBAN, Gli ospedali italiani garantiscono quindi potete usarle come fossero un assistenza sanitaria gratuita e di alto vero conto bancario. livello a tutti i cittadini europei. L’assistenza per emergenza è garantita gratuitamente a tutti, anche se TRASPORTO non cittadini dell’Unione Europea. Il trasporto locale è gestito in ogni Secondo una ricerca effettuata dalla città o provincia indipendentemente, World Health Organization il sistefatta eccezione per il trasporto su ma sanitario italiano è il migliore al rotaie. mondo dopo quello francese, poiché Tutta la rete ferroviaria nazionale l’assistenza è garantita a tutti con appartiene alle Ferrovie dello Stato. una priorità che dipende unicamente Per sapere gli orari e i percorsi che dall’urgenza. Se andate al pronto vengono seguiti si può visitare il soccorso per una cosa non grave sito ufficiale www.trenitalia.com può capitarvi di aspettare molto La struttura della rete ferroviaria è tempo, quindi vi consigliamo di

8


andarci solo se strettamente necessario. A differenza di alcuni stati europei, in Italia è possibile acquistare medicine soltanto all’interno delle farmacie. I supermercati sono autorizzati a vendere medicine solo se posseggono un’area dedicata in cui lavori un farmacista (ovvero, includono una farmacia al loro interno). TELEFONIA Il mercato italiano delle telecomunicazioni è molto competitivo: ciò garantisce prezzi più bassi rispetto alla media europea e numerose offerte di ogni tipo che vengono dai vari operatori. Gli operatori di telefonia mobile sono: Tim, V odafone, W ind e Tre. Vista la grande dinamicità del mercato non possiamo suggerirvi nessun operatore, ma vi invitiamo a informarvi bene per scegliere in base alle vostre esigenze, sfruttando anche le numerose offerte speciali che vengono proposte dai vari operatori. Il prefisso telefonico per chiamare in Italia dall’estero è 0039 o (+39) che va messo prima del numero.

9


MOLISE È una regione dell’Italia centro-meridionale nata nel 1963. Il capoluogo è Campobasso. Confina con l'Abruzzo a nord, il Lazio ad ovest, la Campania a sud ovest, la Puglia a sud est

pennino Sannita. I Monti della Meta (2241 m) formano il punto d'incontro della linea di confine tra il Molise, l'Abruzzo e il Lazio. Poi ci sono i Monti del Matese che corrono lungo il confine con la Campania e raggiungono i 2050 metri con il monte Miletto. A oriente, la zona del Subappennino (Monti dei Frentani) degrada verso il mare con colline poco ripide e dalle forme arrotondate. Le aree pianeggianti sono poche e di piccole dimensioni, le principali sono ed è bagnata dal Mar Adriati- la piana di Bojano nel Molise co ad est. centrale e a occidente la piana I centri principali sono: Campobasso, Isernia, Termoli e Venafro. La superficie della regione è divisa quasi equamente tra zone di montagna, il 55,3% del territorio, e zone collinari, del 44,7% del territorio. La zona montuosa si estende tra l'Appennino abruzzese e l'Ap-

10


di Venafro. La Bocca di Forlì, o Passo di Rionero, (m. 891) segna convenzionalmente il limite geografico tra Italia centrale e Italia meridionale. Il clima è di tipo semicontinentale, con inverni generalmente freddi e nevosi ed estati calde e afose. Sulla costa il clima è più gradevole, man mano che si procede verso l'interno diventa via via più rigido e le temperature si abbassano notevolmente (Campobasso nel periodo invernale è una delle città più fredde d'Italia). Anche l'estate risulta più gradevole sulla costa dove spesso soffiano brezze che rendono più dolci i mesi caldi. CUCINA Quella molisana è una cucina molto varia. Tra i prodotti più importanti vi sono: l’olio extravergine, la pasta (cavatelli) ed il pane, molto famoso quello di Venafro. Grande importanza è data alla produzione di latticini e di formaggi: il caciocavallo di

Agnone e quelli di Vastogirardi e di Frosolone, le mozzarelle di Bojano, e le mozzarelle di bufala campana che in Molise sono prodotte solo nella zona di Venafro. Per ciò che riguarda i salumi, nel Molise vengono prodotti alcuni insaccati, come la Soppressata, il Capocollo o Capicollo (capecuollo), la Salsiccia (saûciccia), famosa perché ha come ingrediente il finocchietto selvatico, la Ventricina: famosa è quella di Montenero di Bisaccia. Un preparato tipico del basso Molise, specialmente a San Martino in Pensilis, è la Pampanella, carne di maiale cotta al forno con alcune spezie e molto peperoncino rosso sia dolce che piccante. L'uso del tartufo (nero e bianco) viene fatto sempre più spesso in tutta la regione, essendo ormai parecchio tempo che viene cavato dalla terra, specie nell'Alto Molise, grazie ai numerosi cavatori e ai loro cani. Tra i vini, si segnala la Tintilia (Autoctono).

11


DA VISITARE Innanzitutto potete apprezzare la piccola e deliziosa fascia costiera del Molise: il Mare Adriatico accarezza la zona per circa 38 km di litorale, caratterizzato da spiagge basse e sabbiose specialmente all’altezza del promontorio di Termoli, dove un piccolo porto artificiale accoglie le barche dei pescatori locali e dei turisti. Inoltre a pochi minuti d'auto da Termoli si trova la pineta di Petacciato: un area incontaminata senza tante attrezzature turistiche ma con una spiaggia grande e pulita, dune e pini marittimi.

Infine per chi ama stare a contatto con ambienti incontaminati e affascinanti, non può perdere l’occasione di visitare oltre al Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, le Oasi del WWF, l’Oasi della LIPU di Casacalenda, la riserva di Collemeluccio con i suoi suggestivi boschi di abete bianco, e il Giardino della Flora Appenninica di Capracotta.

Ci sono vari siti archeologici:  Altilia nel Comune di Sepino: una città r omana di origine sannita;  Pietrabbondante: uno dei pochi e più antichi siti italici con templi e anfiteatro sannita. Per chi ama la montagna è possibile visitare: Campitello Matese e Capracotta.

12


CAMPOBASSO Campobasso è dal 1963 capoluogo della ventesima regione d'Italia: il Molise. E' anche capoluogo della provincia omonima (84 comuni; 2909 km2) delle due che formano la regione. E' situata nell'area tra i bacini del fiume Biferno e del Fortore ed è sede vescovile dell'Arcidiocesi CampobassoBojano. LO STEMMA Lo stemma riporta un ovale con fondo rosso al cui interno sono rappresentate sei torri merlate di cui una è sormontata da una corona che ne indica l'origine feudale. Le sei torri stanno a significare che Campobasso era cittadella fortificata con sei porte: porta sant' Antonio Abate, porta san

Nicola, porta santa Maria della Croce, porta san Leonardo, porta Santa Cristina e porta san Paolo. Il gonfalone, in cui campeggia lo stemma, è ripartito su due colori, il rosso e l'azzurro che rappresentano quelli delle antiche confraternite che nel '500 gestivano il potere politico e religioso della città. L'ORIGINE DEL NOME Sull’origine del nome Campobasso ci sono molte ipotesi e poche certezze; tanti sono stati coloro che con i loro studi e ricerche hanno cercato di trovarne il significato. Lo Ziccardi, sulla base di alcune indicazioni storiche di Tito Livio, farebbe risalire il nome della città al fatto che un certo console romano Bassi abbia costruito un campo militare da cui Campus Bassi poi trasformatosi con il tempo in Campobasso. Il Galanti, asserisce che in origine l’abi-

13


tato fosse diviso in due borghi, uno chiamato Campus de Prata e l’altro Campus Bassus. Il primo insediamento, posto ad una quota più alta, sarebbe andato distrutto e gli abitanti si sarebbero trasferiti nell’altro che avrebbe così dato il nome alla futura cittadina. Secondo il Masciotta, il nome della città deriverebbe da Campus Vassorum, cioè campo dei vassalli. Nel X e XI secolo i vassalli erano coloro che abitavano, essendone soggetti, gli spazi circostanti i castelli del feudatario. Il Gasdia, ritiene più semplicemente che il nome Campobasso sia in rapporto con la sua posizione topografica. Nella sua “Storia di Campobasso” egli afferma: “Chi primo s’affacciò alla conquista di questa regione, dopo l’affaticato salire e discendere e risalire del cammino montuoso, respirò discendendo verso questo minuscolo altipiano prativo. O fossero Bulgari guidati da Alzecone, o Longobardi spoletini o beneventani, o conquistatori della normanna nobiltà, o pacifici monaci di San Bene-

detto da Norcia che, armati della Regula, del salterio e dei sacri arnesi agricoli risalissero da Santa Sofia di Benevento a ridar vita a questa regione… dissero: ecco il Campo Basso, ecco la località bassa dove pianteremo il bivacco, la dimora, la badia”. Coordinate: 41° 34' 0'' N 14° 40' 0'' E 41.56667, 14.66667

Altitudine: 701 m s.l.m. Superficie: 55 km² Abitanti: 51.321 Densità: 930 ab./km² Frazioni: Santo Stefano Nome abitanti: campobassani Santo patrono: San Giorgio (23 aprile).

14


LA LEGGENDA DELICATA CIVERRA Nel 1504 Andrea de Capoa, feudatario di Campobasso, concesse ai suoi sudditi di costruire al di fuori delle mura, un Tempio alla Trinità, nacque così la Congrega dei Trinitari formata dai cittadini” ragguardevoli e per finanze e per stirpe” che erano arrivati da Napoli al seguito del nuovo signore. L’università fu subito scissa in due parti: i Trinitari e i Crociati, appartenenti alla confraternita storica dell’università. Le Confraternite erano in continua lotta per il predominio sulla città e così spesso si accendevano litigi e risse. Per mettere pace il 9 febbraio 1587 venne per la Quaresima a predicare il Cappuccino Padre Geronimo da Sorbo. Fin qui la storia… poi la leggenda…

Era il 1587 quando Delicata, una ragazza di 20 anni, di famiglia Crociata, fragile e bellissima si innamorò, ricambiata, di un giovane Trinitario: Fonzo Mastrangelo, “che sapeva ben maneggiare la spada, di

bel garbo, forbito nella parola, uomo di studio” (si dice che conoscesse a memoria i versi di Dante e Petrarca che declamava alla sua donna). La famiglia di Delicata apparteneva ai Crociati e quella di Fonzo ai Trinitari. I due giovani si amavano teneramente ed usavano mille industrie per persuadere i rispettivi genitori a voler dare il consenso per il loro matrimonio. Ma tutto era inutile, poiché i matrimoni fra i giovani delle diverse congreghe erano vietati e le famiglie, nobili entrambe, non volevano mostrare alle Confraternite a cui appartenevano “lo scandalo di sì disdicevole maritaggio”. Un giorno di primavera, verso il tramonto, mentre Delicata conversava con Fonzo, il padre della ragazza, Andrea, comparve improvvisamente, proprio mentre Alfonso porgeva un piccolo mazzo di fiori a Delicata. Il padre, furibondo, minacciò il giovane trinitario e trascinò via la figlia. Delicata chiese invano perdono, ma il severo genitore non si impietosì e la rinchiuse in una umida torre. Qui la ragazza ben presto si ammalò, ma rimase comunque decisa a difendere il suo amore. L’unico conforto che aveva era quello che le veniva dalla sua intima amica Fiorella Sinibaldo, alla quale, di tanto in tanto, era permesso di andare a trovarla nel “buio carcere”. Lo zio paterno di Delicata, don Nunzio Civerra, parroco di San Giorgio, “uomo dabbene, caritate-

15


vole ed umile, stimato e ben voluto sia dai Trinitari che dai Crociati” cercò invano di far ravvedere l’ostinato fratello. Ma Andrea pose Delicata di fronte ad una scelta: prendere in sposo un Crociato oppure prendere il velo monastico. Delicata rifiutò entrambe le proposte.

Intanto Fonzo, non sopportando più di vivere nella stessa città, ma separato da Delicata e saputo che il Feudatario di Campobasso combatteva nelle Fiandre, offrì la sua spada al suo Signore e partì per la Francia. Il tempo passava e l’odio fra le due fazioni cresceva sempre di più; molti furono gli episodi di sangue che macchiarono ancora la storia campobassana. Si giunse così alla Quaresima del 1587, quando venne inviato a Campobasso per le prediche quotidiane Padre Geronimo da Sorbo accompagnato dal confratello Fra Luigi. Il monaco, con calda eloquenza, convinse Crociati e trinitari a riappacificarsi. Per l’occasione,tra i festeggiamenti della popolazione, vennero celebrati sessantasette matrimoni fra giovani

delle opposte Confraternite. Solo Delicata, gravemente ammalata, non potè partecipare a questa gioia. Padre Geronimo, appena conosciuta la triste storia della fanciulla accorse al suo capezzale, la consolò e convinse il padre a perdonarla. La sera del 12 marzo 1587 Padre Geronimo portò i Sacramenti alla giovane; tutti erano intorno alla ragazza, facendo a gara per darle conforto. Improvvisamente, tra scalpitio di cavalli e stridore di armi, la porta dell’abitazione si spalancò ed entrò Fonzo Mastrangelo, che appena saputo della pace fra le confraternite, si era precipitato a Campobasso. Il giovane, sconvolto, si gettò singhiozzante ai piedi del letto, e dopo aver preso dolcemente la mano della fanciulla le infilò un anello al dito, giurandole amore eterno. La ragazza accennando un sorriso, gli strinse la mano e gli sussurrò poche dolci parole prima di esalare l’ultimo respiro. Tra i pianti di tutti i presenti Fonzo urlò: “Delicata! Delicata! Domani il convento avrà un cappuccino in più!” Sabato 13 marzo 1587, Delicata fu sepolta, con solenni funerali, nella chiesa di San Giorgio. Le sue compagne seguirono il feretro con profonda mestizia e per più giorni portarono il lutto. Fonzo partì per Roma, dove vestì l’abito francescano, e dove morì nel 1599, ancora giovanissimo. Nella Chiesa di San Giorgio, nella navata destra, era visibile, sino a

16


poco tempo fa, la tomba di Delicata Civerra. (Masciotta) Nella parrocchia di San Leonardo esiste un “libro” della Chiesa di San Giorgio, che contiene le “Annotazioni dei defunti di Campobasso” dal 1514 al 1711. A pag. 90, al rigo 8°, vi è riportata la data della morte di Delicata Civerra: † 1587. (Masciotta)

famiglie nobili e figure allegoriche. La città ottocentesca, denominata centro storico murattiano, si estende in piano e presenta le caratteristiche tipiche dello sviluppo urbanistico di tale periodo storico. Progettato secondo l'ideale della città giardino, presenta molti spazi verdi, ricchi di essenze arboree rare e pregiate (sequoie, cedri del Libano, ginkgo biloba, abeti rossi, lecci, ecc.), piazze, nonché fontane e fontanelle[5] dalla quale sgorgano tuttora acque fresche e pure. Ottime le specialità culinarie del luogo, famoso anche per le vecchie officine in cui si forgiano coltelli. Il rapporto di ecosistema urbano (prestazione di una città sostenibile, ideale e non utopica) colloca il comune al 38º posto tra le 103 città italiane capoluogo e tra le prime nel centro-sud con una percentuale del 55,44% superiore alla media nazionale

GEOGRAFIA E CLIMA Campobasso è una città formata da una parte antica di origine medioevale, ricca di valori storici e artistici, posta sul pendio di un colle dominato dal Castello Monforte, e da una parte più moderna ed elegante originaria del XIX secolo che si sviluppa sul piano ai piedi del centro antico. Intorno al castello che domina la città si sviluppa il borgo medioevale, costituito da vicoli e scalinate lunghe e tortuose, ai lati delle quali sorgono case ed edifici in pietra, spesso aventi caratteristici Il clima della città è continentale di cortiletti interni. Molto importanti tipo appenninico. D'inverno, durante le irruzioni gelide dai Balcani sono frequenti le nevicate causate dallo stau adriatico indotto dall'Appennino che spesso favoriscono accumuli nevosi davvero notevoli; La stagione più piovosa è quella autunnale con una media di 81 mm nel mese di novembre. La città presenta scarsi accumuli pluviometrici poiché è in ombra pluviometrica essendo ubicata ad est dell'Appennino. Camsono i portali delle case più antiche pobasso è uno dei capoluoghi più realizzate anch'esse in pietra locale, freddi d'Italia a pari merito con L'Aricche di decorazioni, stemmi di quila, Aosta e Potenza.

17


I SOTTERRANEI I sotterranei, ricavati nei secoli dall’opera dell’uomo, rappresentano una realtà nascosta del borgo antico. Gran parte della pietra fu estratta per poter costruire i palazzi per cui si possono immaginare i volumi esistenti nel sottosuolo. A seguito del catastrofico terremoto del 1456, il conte Cola di Monforte progettò la nuova città, con un assetto difensivo, dotandola di doppia cinta muraria, interrotta dalle porte che davano accesso al borgo. Utilizzò i vuoti esistenti collegandoli tra loro e rendendoli funzionali a una logica militare. Una ragnatela di cunicoli, una sorte di “rete” in tempi medievali che consentiva la comunicazione rapida da più punti. Tra i sotterranei fotografati, ci sono alcuni tratti dell’antico camminamento che permetteva alle guarnigioni di spostarsi velocemente da una torre all’altra e dalle mura di cinta alla parte alta del colle. Su questa attendibile ipotesi l’Associazione orienta le ricerche con l’obiettivo di ripercorrere il leggendario passaggio che permetteva l’estrema fuga in caso di prolungati assedi. Nel corso dei secoli i sotterranei hanno subito diverse destinazioni: verso la fine del XV sec. con l’ampliamento del borgo e l’istituzione della dogana con l'editto di Ferrante d’Aragona, furono aperti i fondaci della farina, del sale, delle carni. Durante la seconda guerra mondiale furono utilizzati come rifugi antiaerei. Negli anni

sessanta furono adibiti a discoteche e luoghi di incontro di giovani, per l’ampiezza dei locali e l’isolamento acustico. Successivamente abbandonati e non più utilizzati con fini sociali, sono stati identificati come discariche di materiale edile a seguito di ristrutturazioni. Attualmente sono molto ricercati per renderli fruibili come pub e ristoranti. I MISTERI Ogni anno, nella domenica del Corpus Domini, nelle vie della città sfilano i "Misteri", strutture in una lega ferrea flessibile e resistente create dal campobassano Paolo Sa-

verio Di Zinno nel XVIII secolo. Si presentano come dei carri allegorici su cui sono esposti i misteri della Bibbia. I "Misteri" sono anche nominati quadri viventi, infatti bambi-

18


ni, anziani e adulti, si trasformano in santi, angeli e demoni ancorati alle strutture in acciaio e legno appositamente rivestite offrendo una visione surreale e generando l'impressione che i personaggi aleggino nell'aria. Le strutture sono portate a spalla da gruppi di portatori che avanzano al ritmo scandito dal capo mistero e cadenzato dalla banda musicale che propone una marcia tratta dal Mosè di Rossini. La sfilata è composta, nell'ordine, dalle seguenti raffigurazioni: Sant'Isidoro; San Crispino; San Gennaro; Abramo; Maria Maddalena; Sant'Antonio Abate; Immacolata Concezione; San Leonardo; San Rocco; L'Assunta; San Michele; San Nicola; Santissimo Cuore di GesÚ. Alla fine della manifestazione, dal palazzo comunale l'arcivescovo metropolita di Campobasso-Bojano (Mons. Giancarlo Maria Bregantini) impartisce la Benedizione ai Misteri. Nel febbraio del 1997 nasce l'Associazione "Misteri e Tradizioni", supportata una forte richiesta dei cittadini, per tutelare il patrimonio storico culturale dei Misteri. Oggi l'associazione ha reso possibile la realizzazione del Museo dei Misteri, e del sito ufficiale della manifestazione. Nel Medioevo i Misteri si allestivano e si disfacevano anno per anno, variando di forme e di costumi, con il patrocinio di congregazioni religiose laiche che sostenevano le

spese di allestimento. Le rappresentazioni avvenivano su palchi fissi o mobili con scenografie elementari, i copioni erano in linguaggio popolare e gli argomenti rispettavano la vita e la fantasia delle platee di fedeli a cui si rivolgevano. In quelle forme di rappresentazioni possiamo

trovare forme di teatro greco o romano e nel Quattrocento si cerca di canonizzare le rappresentazioni dei Misteri creando regole per non cadere nel goffo e nel profano. La trasformazione di quadri viventi in quadri stabili non indecorosi o goffi, lontani da forme di irreligiositĂ , si verifica a Campobasso negli anni 1740, quando la borghesia locale suggella la sua ascesa con l'affrancamento dal servaggio feudale. In origine i Misteri erano ventiquattro conservati nelle tre chiese che provvedevano all'organizzazione della

19


processione del Corpus Domini. Sei di essi non ressero alla prova che il Di Zinno, autore degli stessi, fece con i modelli di cera da lui creati prima di poggiarci le persone, altri sei invece furono distrutti dal terremoto del 1805, mentre il Santissimo cuore di Gesù fu realizzato nel 1959 sulla base di un bozzetto del Di Zinno. TURISMO Il territorio cittadino è ricco di spettacolari scenari storici e ambientali. Da Campobasso infatti possono essere raggiunte le più importanti stazione sciistiche dell'Appennino situate a Campitello Matese, Capracotta e Roccaraso. Per chi ama la natura importanti sono l'Oasi del WWF di Monte Mutria, l'Oasi della LIPU di Casacalenda, il massiccio del Matese, la riserva di Collemeluccio con le sue estensioni di boschi di abete bianco, la riserva di Montedimezzo e il Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise ricchissimo sia dal punto di vista floreale e soprattutto faunistico per la presenza dell'orso bruno, del camoscio, del lupo, del cervo e della lince. Dal punto di vista storico molto significative sono l'area archeologica di Saepinum con i suoi monumenti e quella di Pietrabbondante con il suo teatro sannitico. Dal punto di vista religioso infine, importanti sono la chiesa di Santa Maria della strada in agro di Matrice a pochi chilometri dal capoluogo, la chiesa di Santa

Maria del canneto sulle sponde del fiume Trigno, il Santuario dell'Addolorata, patrona del Molise, a Castelpetroso e il monastero di San Vincenzo al Volturno. COME ARRIVARE In aereo: per arrivare a Campobasso si può arrivare all’aeroporto di Napoli Capodichino, di Roma o in alternativa all’aeroporto di Pescara. In auto: dalla A14 uscita Termoli con direzione Campobasso; dalla A1 uscita Caianello per coloro che arrivano da Napoli, uscita S. Vittore per coloro che provengono da Roma, con direzione Isernia-Campobasso. In treno: collegamenti ferroviari per Campobasso direzione Roma, Napoli, Caserta.

20


L’UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DEL MOLISE L'Università degli Studi del Molise (spesso riferita come Università del Molise o Unimol) è un'università statale italiana con sede a Campobasso. Sedi periferiche sono dislocate a Isernia, Termoli (CB) e Pesche (IS). L'università molisana fu fondata nel 1982, mediante la Legge istitutiva n.590 del 14 agosto 1982, che faceva parte di un piano quadriennale per lo sviluppo e la creazione di nuove università. Essendo un ateneo di recente costituzione, negli ultimi anni ha subito una rapida evoluzione, in gran parte grazie ai fondi FESR.

oltre 110.000 unità, le biblioteche dell'Università sono collocate a Campobasso (Biblioteca d'Ateneo, Centro di Documentazione Europea, Centro di Cultura del Molise), Termoli (CB) (sede periferica della Biblioteca d'Ateneo) e Pesche (IS) (sede periferica della Biblioteca d'Ateneo). Inoltre sono attive due scuole: - Scuola di Formazione Continua in Medicina - ECM (Dipartimento di Medicina e Scienze della Salute, Campobasso); - Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali (Dipartimento Giuridico, Campobasso).

L’attività sportiva è gestita dal CUS MOLISE che gestisce anche il PaIl Rettore è il professor Gianmaria laUnimol, la palestra di ateneo ed il Palmieri. campo polivalente. Sono attivi sei Dipartimenti, cui afferiscono i vari corsi di laurea. Con un patrimonio documentario di

21


22


23


Università—Quartiere Vazzieri: Facoltà di Agraria, Economia, Giurisprudenza e Residenze Universitarie

Università—Quartiere Tappino: Facoltà di Medicina e Collegio Medico

24


AUTOBUS PRINCIPALI LINEE URBANE S.E.A.C Gestisce il trasporto pubblico urbano e suburbano del Comune di Campobasso da 40 anni.

Le linee più utilizzate dagli studenti per raggiungere le sedi universitarie sono: 1N—1R– 9(ospedale/cattolica) - Terminal Tutti gli altri orari li potete trovare qui http://www.seac.campobasso.it/linee.asp

25


ORARI INVERNALI in vigore dal 12 settembre 2013 Linea N°1 Nero: Via P. di Piemonte- Via A.Trivisonno- Via Herculanea- Via Cavour- Piazza Cuoco(FF.SS.)- Via Garibaldi- Via Mazzini- Via 24 Maggio- Tiro a segno- Scuola AA.CC.- Zona Industriale (POTITO)- Scuola AA.CC.- Via 24 Maggio- Via Mazzini- Piazza Pepe (Villa Flora)- Via Pietrunto- Via Roma- Piazza Savoia- Via A. Trivisonno- Viale Manzoni- Via CarducciVia Svevo- Via Leopardi- Via Pascoli- Via Kennedy- Via P. di Piemonte. Da Via Carducci (Ang. Via Pirandello) per: Via Cavour - Stazione FF.SS.- Tiro a Segno- Scuola AA.CC.- Zona Industriale (SITE-FERRO). FERIALE: 6.05 6.46 7.06 7.28 7.50 8.20 8.47 9.17 9.44 10.14 10.41 11.14 11.41 12.14 12.41 13.14 13.41 14.14 14.35 15.04 15.26 15.55 16.17 16.45 17.09 17.44 18.10 18.44 19.11 19.45 20.11 20.40 21.03 21.25 21.44; FESTIVO: 8.13 9.04 9.55 10.46 11.37 12.28 13.19 15.52 16.43 17.34 18.25 19.16 20.07 20.58 21.41; Da Via Cavour per: Stazione FF.SS.- Tiro a Segno- Scuola AA.CC.Zona Industriale (POTITO). FERIALE: 5.35 6.16 6.57°° 7.17°° 7.39°° 8.02°° 8.32 8.59°° 9.29°° 9.56° ° 10.27 10.54 11.27 11.54 12.27°° 12.54 13.27°° 13.54°° 14.25 14.46°° 15.15°° 15.37°° 16.06 16.28°° 16.56°° 17.22 17.57 18.23°° 18.57°° 19.24 19.58°° 20.24 20.51°° 21.14 21.36 21.55; FESTIVO: 7.35 8.25 9.16 10.07 10.58 11.49 12.40 13.31 16.04 16.55 17.46 18.37 19.28 20.19 21.08 21.51; Dalla Stazione FF.SS. per: Tir o a Segno- Scuola AA.CC.- Zona Industriale (POTITO). FERIALE: 5.35 6.16 6.57°° 7.17°° 7.39°° 8.02°° 8.32 8.59°° 9.29°° 9.56° ° 10.27 10.54 11.27 11.54 12.27°° 12.54 13.27°° 13.54°° 14.25 14.46°° 15.15°° 15.37°° 16.06 16.28°° 16.56°° 17.22 17.57 18.23°° 18.57°° 19.24 19.58°° 20.24 20.51°° 21.14 21.36 21.55; FESTIVO: 7.35 8.25 9.16 10.07 10.58 11.49 12.40 13.31 16.04 16.55 17.46 18.37 19.28 20.19 21.08 21.51 Da Da LINDA per: Centro 7.07 7.27 7.50 8.17 9.14 9.44 10.11 12.42 13.42 14.08 14.59 15.28 15.50 16.41 17.11 18.38 19.13 20.14 21.03; Zona Industriale (POTITO) per: Via 24 Maggio- Via Mazzini - Piazza Pepe- Piazza Savoia- Via Carducci. FERIALE 5.25 5.47 6.27 6.47 7.09 7.29 7.53 8.20 8.50 9.17 9.47 10.14 10.44 11.11 11.44 12.11 12.44 13.11 13.45 14.11 14.40 15.02 15.31 15.53

26


16.21 16.44 17.14 17.40 18.14 18.41 19.15 19.41 20.16 20.40 21.06 21.25 FESTIVO: 7.49 8.40 9.31 10.22 11.13 12.04 12.55 13.46 16.19 17.10 18.01 18.52 19.43 20.34 21.21 22.04 Da Piazza Pepe(Villa Flora) per: Piazza Savoia- Via Carducci. FERIALE: 5.57 6.38 6.58 7.20 7.40 8.09 8.36 9.06 9.33 10.03 10.30 11.03 11.30 12.03 12.30 13.03 13.30 14.04 14.25 14.54 15.16 15.45 16.07 16.35 16.58 17.33 17.59 18.33 19.00 19.34 20.00 20.30 20.54 21.17 21.36 FESTIVO: 8.03 8.54 9.45 10.36 11.27 12.18 13.09 15.42 16.33 17.24 18.15 19.06 19.57 20.48 21.32 °° = per LINDA Linea N°1 Rosso: Via P. di Piemonte- Via Kennedy- Via Pascoli- Via Leopardi- Via SvevoViale Manzoni- Via Leopardi- Via Pascoli- Via M.Bologna- Via Herculanea- Via Cavour- Piazza Cuoco(FF.SS.)- Via Mazzini- Via 24 Maggio-Via Piave- Via Fortunato- Via De Geasperi- Via 4 Novembre- Via Labanca (GUACCI)- Via Labanca- Via 4 Novembre- Via De Gasperi- Via Fortunato- Via Piave- Via 24 Maggio- Via Mazzini- Piazza Pepe- Via PietruntoVia Roma- Piazza Savoia- Via C.Verde- Piazza A.d’Isernia- Via Giovanni 23°- Via P. di Piemonte. Da Viale Manzoni per: Stazione FF.SS.- Quartiere CEP- Tiro a SegnoVia Labanca. FERIALE: 6.21 6.46 7.03 7.28 7.45 8.17 8.39 9.12 9.34 10.07 10.29 11.05 11.27 12.05 12.27 13.05 13.27 14.05 14.26° 14.58 15.48 16.38 17.29 18.26 19.23 20.25 21.12 21.54* FESTIVO: 8.02 8.53 9.44 10.35 11.26 12.17 13.09 15.41 16.32 17.24 18.14 19.05 19.56 20.47 21.34* Da Via Cavour per: Stazione FF.SS.- Quartiere CEP- Tiro a Segno- Via Labanca. FERIALE: 6.25 6.50 7.07 7.32 7.50 8.23 8.45 9.18 9.40 10.13 10.35 11.13 11.35 12.13 12.35 13.13 13.35 14.13 15.03 15.53 16.43 17.37 18.34 19.31 20.28 21.16 21.58* FESTIVO: 8.07 8.58 9.49 10.40 11.31 12.22 13.13 15.46 16.37 17.28 18.19 19.10 20.01 20.52 21.37 Dalla Stazione FF.SS. per: Quar tier e CEP- Tiro a Segno- Via Labanca. FERIALE: 6.25 6.50 7.07 7.32 7.50 8.23 8.45 9.18 9.40 10.13 10.35 11.13 11.35 12.13 12.35 13.13 13.35 14.13 15.03 15.53 16.43 17.37 18.34 19.31 20.28 21.16 21.58*

27


FESTIVO: 8.07 8.58 9.49 10.40 11.31 12.22 13.13 15.46 16.37 17.28 18.19 19.10 20.01 20.52 21.37 Da Via Labanca per: Piazza Pepe- Piazza Savoia- Piazza A.d’IserniaViale Manzoni. FERIALE: 5.57 6.22 6.39 7.04 7.21 7.47 8.09 8.42 9.04 9.37 9.59 10.32 10.54 11.32 11.53 12.32 12.54 13.32 13.54 14.29 15.19 16.09 16.59 17.56 18.53 19.50 20.46 21.30 FESTIVO: . 8.25 9.16 10.07 10.58 11.49 12.40 13.31 16.04 16.55 17.46 18.37 19.28 20.19 21.09 21.53 Da Via De Gasperi per: P.za Pepe-P.za Savoia-P.za a:d’IserniaQuartiere Vazzieri FERIALE: 6.00 6.25 6.42 7.07 7.24 7.50 8.12 8.45 9.07 9.40 10.02 10.35 10.57 11.35 11.57 12.35 12.57 13.35 13.57 14.33 15.23 16.13 17.03 17.59 18.56 19.53 20.49 21.33 FESTIVO: 8.29 9.20 10.11 11.02 11.53 12.44 13.35 16.08 16.59 17.50 18.41 19.32 20.23 21.13 21.57 Da P.za Pepe (V. Flora) per: P.za Savoia-P.za A. d’Isernia-quartiere Vazzieri. FERIALE: 6.09 6.34 6.51 7.16 7.33 8.02 8.24 8.57 9.19 9.52 10.14 10.50 11.12 11.50 12.12 12.50 13.12 13.50 14.12 14.44 15.34 16.24 17.14 18.11 19.08 20.05 21.00 21.42 FESTIVO: 7.49 8.38 9.29 10.20 11.11 12.02 12.53 15.26 16.17 17.08 17.59 18.50 19.41 20.32 21.22 Da P.di Piemonte per: Viale Manzoni-Centro FERIALE: 6.15 6.40 6.57 7.22 7.39 8.10 8.32 9.05 9.27 10.00 10.22 10.58 11.20 11.58 12.20 12.58 13.20 13.58 14.18 14.51 15.41 16.31 17.22 18.19 19.16 20.13 21.06 21.48 FESTIVO: 7.56 8.45 9.36 10.27 11.18 12.09 13.00 15.33 16.24 17.15 18.06 18.57 19.48 20.39 21.29 * = LIMITATA AL TIRO A SEGNO °= LIMITATA A VIA CAVOUR

28


Linea 9 – OSPEDALE TAPPINO - CATTOLICA Piazza Pepe (V.F.)- Via Petrunto- Via Roma- Piazza della Vittoria- Piazza Savoia- Via Duca d’Aosta- Strada p.le per Tappino- Baronetto-Ospedale Tappino- Cattolica - Baronetto- Stada p.le per TappinoVia Duca d’Aosta- Via A. Trivisonno- Via Herculanea- Stazione FF.SS.Via Veneto- Via Mazzini- Piazza Pepe(V.F.). Da Piazza Pepe (Villa Flora) per: Ospedale - Cattolica FERIALE 6.32° 7.06 7.38 8.13 8.53 9.33 10.13 10.53 11.33 12.13 12.53 13.22° 13.33 13.58 14.33 15.07 15.41 16.15 16.49 17.24 17.59 18.36 19.13 19.50 20.27 21.04 FESTIVO: 6.39 7.34 8.31 9.28 10.28 11.25 12.25 13.22 14.22 15.19 16.19 17.16 18.16 19.13 20.13 20.46 Dall’Ospedale Tappino per: CATTOLICA.-Piazza Pepe(Villa Flora). FERIALE 6.47 7.19 7.52° 8.30 9.10 9.50 10.30 11.10 11.50 12.30 13.10 13.50 14.14 14.49 15.23 15.57 16.31 17.05 17.40 18.15 18.52 19.29 20.06 20.43 21.20* (LIMITATA A Via Cavour) FESTIVO: 6.53 7.48 8.48 9.45 10.45 11.42 12.42 13.39 14.39 15.36 16.36 17.33 18.33 19.30 20.30 21.03 Dalla Cattolica per: .Piazza Pepe(Villa Flor a). FERIALE 6.49 7.21 7.54° 8.32 9.12 9.52 10.32 11.12 11.52 12.32 13.12 13.52 14.16 14.51 15.25 15.59 16.33 17.07 17.42 18.17 18.54 19.31 20.08 20.45 21.22* FESTIVO: 6.55 7.50 8.50 9.47 10.47. 11.44 12.44 13.41 14.41 15.38 16.38 17.35 18.35 19.32 20.32 21.05 Dal Terminal DIRETTO per: OSPEDALE – CATTOLICA FERIALE: 7.22 7.43 8.05 8.27 8.49 9.11 12.07 12.29 12.51 13.13° (VF) 13.51 Dall’Ospedale Tappino DIRETTO per: TERMINAL FERIALE: 7.32 7.53 8.15 8.37 8.59 9.21 12.17 12.39 13.01 13.41 14.01 Dalla Cattolica DIRETTO per: .TERMINAL FERIALE 7.33 7.54 8.16 8.38 9.00 9.22 12.18 12.40 13.02 13.42 14.02 ° = TRANSITA PER VIA DE PRETIS TERMINAL per : Via Vico – Via Herculanea – Via Cavour – Stazione FF.SS. – Via Mazzini – P.L. – Terminal FERIALE 5.45 5.55 6.05 6.15 6.25 6.35 6.45 6.55 7.05 7.15 7.23 7.27 7.30 7.34 7.35

29


7.38 7.42 7.45 7.49* 7.48 7.53^ 7.57^ 8.00 8.03^ 8.02* 8.13 8.15 8.30 8.45 9.00 9.15 9.30 9.45 10.00 10.15 10.30 10.45 11.00 11.15 11.30 11.45 12.00 12.10 12.15 12.22^ 12.25 12.29^ 12.30* 12.37 12.40 12.42 12.45 12.49 12.56 12.55 13.00 13.03 13.09 13.09* 13.10 13.15 13.17 13.24 13.24^ 13.30* 13.25 13.32 13.40^13.43 13.45 13.47 13.47* 13.58 14.00 14.02 14.15 14.30 14.45 15.00 15.15 15.30 15.45 16.00 16.15 16.30 16.45 17.00 17.15 17.30 17.45 18.00 18.15 18.30 18.45 19.00 19.15 19.30 19.45 20.00 20.15 20.30 20.45 21.00 21.15 ORARI ESTIVI in vigore dal 20 giugno 2013 LINEA N°1 NERO Da Via Carducci per: Via Cavour - Stazione FF.SS.- Tiro a SegnoScuola AA.CC.- Zona Industriale (FERRO). FERIALE: 5.56 6.39 7.01 7.17 7.39 7.58 8.30 8.52 9.24 9.46 10.18 10.40 11.12 11.34 12.06 12.28 13.00 13.22 13.54 14.15 15.05 15.55 16.45 17.35 18.25 19.15 20.05 20.55 22.17” FESTIVO: 8.23 9.11 9.59 10.47 11.35 12.23 13.11 13.59” 15.35 16.23 17.11 17.59 18.47 19.35 20.23 21.11 21.55” Da Via Cavour per: Stazione FF.SS.- Tiro a Segno- Scuola AA.CC.Zona Industriale (FERRO). FERIALE: 5.27 6.04 6.47 7.09 7.25 7.47° 8.08 8.40 9.02° 9.34 9.56 10.28 10.50 11.22 11.44 12.16° 12.38 13.10 13.32° 14.04 14.24 15.14 16.04 16.54 17.44 18.34 19.24 20.14 21.03 21.44 FESTIVO: 7.45 8.33 9.21 10.09 10.57 11.45 12.33 13.21 14.57 15.45 16.33 17.21 18.09 18.57 19.45 20.33 21.21 Dalla Stazione FF.SS. per: Tir o a Segno- Scuola AA.CC.- Zona Industriale (FERRO). FERIALE: 5.28 6.05 6.48 7.10 7.26 7.48° 8.09 8.41 9.03 9.35 9.57 10.29 10.51 11.23 11.45 12.17 12.39 13.11 13.33° 14.05 14.25 15.15 16.55 17.45 18.35 19.55 20.15 21.04 21.45 FESTIVO: 7.46 8.34 9.22 10.10 10.58 11.46 12.34 13.22 14.58 15.46 16.34 17.22 18.10 18.58 19.46 20.34 21.22 Dalla Zona Industriale (POTITO) per: Via 24 Maggio – Via 25 Apile P.za Pepe- P.za Savoia- Via Carducci. FERIALE: 5.17 5.36 6.14 6.43 6.57 7.19 7.35 8.02 8.24 8.56 9.18 9.50 10.12 10.44 11.06 11.38 12.00 12.32 12.54 13.26 13.48 14.19 14.39 15.29 16.19 17.09 17.59 18.49 19.39 20.29 21.15 21.56 FESTIVO: 7.59 8.47 9.35 10.23 11.11 11.59 12.47 13.35 15.11 15.59 16.47 17.35 18.23 19.11 19.59 20.47 21.34 Da Piazza Pepe(Villa Flora) per: Piazza Savoia- Via Carducci.

30


FERIALE: 5.48 6.31 6.53 7.09 7.31 7.49 8.21 8.43 9.15 9.37 10.09 10.31 11.03 11.25 11.57 12.19 12.51 13.13 13.45 14.06 14.56 15.46 16.36 17.26 18.16 19.06 19.56 20.46 22.09 FESTIVO: 8.10 9.03 9.51 10.39 11.27 12.15 13.03 13.51 15.27 16.15 17.03 17.51 18.39 19.27 20.15 21.03 21.47 Da Via Labanca per: Villa Flor a. FERIALE: 6.21 “ = Limitata a Via LINEA N°1 ROSSO Da Via le Manzoni per: Stazione FF.SS.- Quartiere CEP- Tiro a SegnoVia Labanca. FERIALE: 6.33 6.52 7.11 7.30 7.53 8.18 8.47 9.12 9.41 10.06 10.35 11.00 11.29 11.54 12.23 12.48 13.17 13.42 14.10 14.33 15.24 16.15 17.06 17.57 18.48 19.39 20.30 21.17 21.58 FESTIVO: 8.04 8.52 9.40 10.28 11.16 12.04 12.52 13.40 15.16 16.04 16.52 17.40 18.28 19.16 20.04 20.52 21.35 22.18* Da Via Cavour per: Stazione FF.SS.- Quartiere CEP- Tiro a Segno- Via Labanca. FERIALE: 6.38 6.57 7.16 7.35 7.58 8.23 8.52 9.17 9.46 10.11 10.40 11.05 11.34 11.59 12.28 12.53 13.22 13.47 14.17” 14.40 15.31 16.22 17.13 18.04 18.55 19.46 20.37 21.25 22.06 FESTIVO: 7.22 8.10 8.58 9.46 10.34 11.22 12.10 12.58 13.46 15.22 16.10 16.58 17.46 18.34 19.22 20.10 20.58 21.41 Dalla Stazione FF.SS. per: Quar tier e CEP- Tiro a Segno- Via Labanca. FERIALE: .6.39 6.58 7.17 7.36 7.59 8.24 8.53 9.18 9.47 10.12 10.41 11.06 11.35 12.00 12.29 12.54 13.23 13.48 14.18 14.41 15.32 16.23 17.14 18.05 18.56 19.47 20.38 21.26 22.07 FESTIVO: 7.23 8.11 8.59 9.47 10.35 11.23 12.11 12.59 13.47 15.23 16.11 16.59 17.47 18.35 19.23 20.11 20.59 21.42 Da Via Labanca per: Via Mazzi- Piazza Pepe- Piazza Savoia- Piazza A.d’Isernia- Viale Manzoni. FERIALE: 6.10 6.30 6.48 7.07 7.26 7.45 8.14 8.39 9.08 9.33 10.02 10.27 10.56 11.21 11.50 12.15 12.44 13.09 13.38 14.03 14.54 15.45 16.36 17.27 18.18 19.09 20.00 20.51° 21.34 22.15 FESTIVO: .7.36 8.24 9.12 10.00 10.48 11.36 12.24 13.12 14.00° 15.36 16.24 17.12 18.00 18.48 19.36 20.24 21.12 21.54 Da Piazza Pepe per: Piazza Savoia- Piazza A.d’Isernia- Viale Manzoni. FERIALE: 6.22 6.42 7.00 7.19 7.38 8.02 8.31 8.56 9.25 9.50 10.19 10.44 11.13 11.38 12.07 12.32 13.01 13.26 13.55 14.19 15.10 16.01 16.52 17.43 18.34 19.25 20.16 21.06 21.47

31


FESTIVO: 7.51 8.39 9.27 10.15 11.03 11.51 12.39 13.27 14.15 15.03 15.51 16.39 17.27 18.15 19.03 19.51 20.39 21.24 22.08* Da Via P. di Piemonte per: Via Svevo- Viale Manzoni- FF.SS.- Via Labanca. FERIALE: 6.27 6.47 7.05 7.24 7.45 8.10 8.39 9.04 9.33 9.58 10.27 10.52 11.21 11.46 12.15 12.40 13.09 13.34 14.03 14.26 14.54 15.17 15.45 16.08 16.36 16.59 17.27 17.50 18.18 18.41 19.09 19.32 20.00 20.23 20.51 21.12 21.53 Linea 9 –OSPEDALE CATTOLICA Da Piazza Pepe (Villa Flora) per: Ospedale - Cattolica. FERIALE: 6.36 7.06 7.36 8.12 8.49 9.26 10.03 10.40 11.17 11.54 12.31 13.08 13.45* 14.22 14.58 15.34 16.10 16.46 17.22 17.58 18.34 19.10 19.46 20.22 20.58 FESTIVO: 6.40 7.09 7.37 8.11 8.45 9.19 9.53 10.27 11.01 11.35 12.09 12.43 13.17 13.51 14.25 15.33 16.07 16.41 17.15 17.49 18.23 18.57 19.31 20.05 20.39 21.13 Dall’Ospedale Tappino per: .Piazza Pepe(Villa Flor a). FERIALE: 6.53 7.23 7.52* 8.29 9.06 9.43 10.20 10.57 11.34 12.11 12.48 13.25 14.02 14.39 15.15 15.51 16.27 17.03 17.39 18.15 18.51 19.27 20.03 20.39 21.15° FESTIVO: 6.53 7.20 7.53 8.27 9.01 9.35 10.09 10.43 11.17 11.51 12.25 12.59 13.33 14.07 15.49 16.23 16.57 17.31 18.05 18.39 19.13 19.47 20.21 20.55 21.29 ° Dalla Cattolica per: .Piazza Pepe(Villa Flor a). FERIALE: 6.55 7.25 7.54* 8.31 9.08 9.45 10.22 10.59 11.36 12.13 12.50 13.27 14.04 14.41 15.17 15.53 16.29 17.05 17.41 18.17 18.53 19.29 20.05 20.41 21.17 ° FESTIVO: 6.55 7.22 7.55 8.29 9.03 9.37 10.11 10.45 11.19 11.53 12.27 13.01 13.35 14.09 15.51 16.25 16.59 17.33 18.07 18.41 19.15 19.49 20.23 20.57 21.31° Dal Terminal per: OSPEDALE – CATTOLICA: 7.20 7.42 8.04 8.26 8.48 9.10 12.10 12.32 12.54 13.16 13.38 14.00 Dall’Ospedale per: TERMINAL 7.30 7.52 8.14 8.36 8.58 9.20 12.20 12.42 13.04 13.26 13.48 14.10 Dalla Cattolica per: TERMINAL 7.31 7.53 8.15 8.37 8.59 9.21 12.21 12.43 13.05 13.27 13.49 14.11

32


TERMINAL FERIALE: 6.00 6.10 6.20 6.30 6.40 6.50 7.00 7.15 7.30 7.45* 8.00 8.15 8.30 8.45 9.00 9.15 9.30 9.45 10.00 10.15 10.30 10.45 11.00 11.15 11.30 11.45 12.00 12.15 1220 12.30 12.35 12.45 12.50 13.00 13.05 13.15 13.20 13.30 13.35 13.45 13.50* 14.00 14.15 14.30 14.45 15.00 15.15 15.30 15.45 16.00 16.15 16.30 16.45 17.00 17.15 17.30 17.45 18.00 18.15 18.30 18.45 19.00 19.15 19.30 19.45 20.00 20.13 20.30 20.45 21.00 21.15 FESTIVO: NON SI EFFETTUA TERMINAL-OSPEDALE-CATTOLICA FERIALE: 7.20 7.42 8.04 8.26 8.48 9.10 12.10 12.32 12.54 13.16 13.38 14.00 FESTIVO: NON SI EFFETTUA DAL TERMINAL PER LICEI: 7.45 13.50 DAI LICEI PER IL TERMINAL: 7.47 13.52

33


Principali Linee—EXTRAURBANE

FESTIVO

Trenitalia: Campobasso—Roma FERIALE

34


35


AUTOLINEA C.L.P NAPOLI—CAMPOBASSO – NAPOLI

36


37


38


39


CONVENZIONI—OMNIA CARD Essere tesserati Omnia Unimol, oltre ad avere un valore sociale, dà diritto ai soci di usufruire di convenzioni con vari esercizi commerciali, in continuo aggiornamento. CAMPOBASSO 1. RENTAL & SERVICES S.A.S – viale Manzoni, 135/A Fotocopie, stampe b/n, anche da usb – 0,03 €; Copie e stampe a colori anche da usb 0,15 €; Tesi sconto del 15%; Stampa su: t-shirt, cappelli, fotografie, adesivi, materiale per premiazioni, rilegature, plastificazioni e stampe su grande formato – sconto del 15%. 2. LA CURA MEDICAL SPA SRL - Via Conte Verde 8 SCONTO DEL 20% SUL LISTINO 3. SERVIZI FISCALI Srl - Centro Elaborazione Dati di Iantomasi Matteo Via Umberto I°,49 -A disposizione per il CALCOLO ISEE e bandi ESU e UNIMOL – GRATUITAMENTE per qualsiasi informazione tel e fax 0874 67168 EL TORO LOCO OUTLET – abbigliamento - via Roma 13/15 10% di sconto sul prezzo scontato. BE QUEEN – abbigliamento donna - via XXIV maggio 10% di sconto – non cumulabile nei periodi di saldo. HOMME – abbigliamento uomo – via Nobile, 9 – 9/A 15% di sconto – non cumulabile nei periodi di saldo. FUORIGIOCO abbigliamento sportivo – Piazza Cuoco, 31-32 Sconto del 10% su tutti gli articoli. PLANET SUN centro estetico e solarium – Centro Com. Monforte 20% di sconto su tutti i servizi. MIKY SUN – estetica & abbronzatura – via XXIV maggio, 55/B Sconto del 25%. VOCE’E NOTTE di Rusciano Diego - via Ferrari

40


Cicchetti a 1 euro. Eventuali sconti saranno applicati al variare del quantitativo. TIFFANY CAFE’ S.R.L. – Via Pietrunto, 15 Colazione: Cappuccino + cornetto 1,50 €; Pranzo: Primo + Acqua + Caffè 5,00 €; Primo + Secondo + Caffè + Bevanda a scelta 10,00€; Aperitivo cenato: dalle 18:00 alle 24:00 – 3,50 €. 12.POINT RU ISCHIA Tour operator - Tel 0813331398 - 10 % di sconto su tutte le prenotazioni alberghiere sull'isola d'Ischia - 10 % di sconto sull'acquisto di prodotti cosmetici tipici dell'isola d'Ischia. 13. BAR PASTICCERIA MANZONI - Viale Manzoni, 77 - Organizzazione presso di noi di aperitivi post-laurea con sconto del 10 sul totale; - Prezzo speciale su torte e buffet di laurea (produzione artigianale); - Ogni 3 0,2 cl di birra alla spina, la quarta la offriamo noi; - Ogni 3 0,4 cl di birra alla spina, la quarta la offriamo noi; - Ogni 10 caffè uno lo offriamo noi; - Caffè+cornetto € 1,40; - Cappuccino+cornetto € 1,50; - Pezzo di pizza+0,2 di birra € 2,50; - Free wi-fi zone all'interno del locale; - Visione delle partite della serie A (anticipi e posticipi) e della Champions League SKY HD; - Visione delle partite NBA e RUGBY SKY HD. 14. CANTINA LA BOTTE - via Monforte 8/10 - Sconto del 10% su tutti i prodotti LAVASECCO CLEAN 2000 - Via Monforte Sconto del 20% su tutti i servizi GLAMOUR - Parrucchiere per donna - via Mazzini 103/l (1°p.) Mercoledì - Giovedì e Venerdì - Sconto del 20%; - Martedì e Sabato - Sconto del 10%; E' gradita la prenotazione - tel: 087490515 17. Ristorante "Lo Chef" - Contrada S. Salvatore - Ferrazzano(CB) - Sconto del 10%

41


18. VILLAGE KEBAB - Via Ferrari - Panino 3,00€; - Piadina 3,50€; - Panino+Bibita a scelta 3,50€; - Piadina+Bibita a scelta 4,50€; - Panino+Bibita+ Patatine 5,00€ 19. LA TAVERNA DEI RE - CONTRADA S.ANGELO, 3 - 86019— Vinchiaturo (CB) - Sconto del 10% sul totale. ESCLUSO sabato e domenica 20. EVERLINE CENTER c/o Centro Commerciale Monforte PER LEI: - Shampoo+piega - 13,00€; Shampoo+piega+taglio - 24,00€; Shampoo+piega+colore - 34,00€; Shampoo+piega+contrasti - 44,00€. PER LUI: Shampoo+taglio 13,00; PRODOTTI DA RIVENDITA: Make up 20% di sconto; Non make up 25% NB. Sconti non cumulabili con altre promozioni in essere. 21. STUDENT POINT - viale Verga, 7/A - 20% rilegatura tesi classiche; - 15% rilegatura tesi nuove; - 15% rilegatura a spirale; - 20% bomboniere di laurea; - 20% quadri in tela. 22. GRANT PUB - via Ferrari, 27 Sconto 10% 23. König Ludwig Bier – Keller N°1 – (Bavarese) – Vico Percettore, 9 - Sconto del 20%; 25. SIRIFARA’ - Bar Ristorante Pizzeria—Via Marconi 123/125 Sconto del 10% 27. PIZZERIA LA REGINA - 1/9, Via Neri Nicola Sconto del 10% 28. DIGITAL INNOVATION - Via IV Novembre,11 CAMPOBASSO - Assistenza Tecnica Hardware e Software sconto del 10% - Rimozione virus - sconto 10% - Acquisto Notebook e pc - sconto 10% - Acquisto accessori per prodotti informatici - Sconto 5%

42


TERMOLI 1. LIBRERIA DOLCE STIL NOVO - via M. Pagano, 46 - Fotocopie, stampe b/n, anche da usb – 0,03 €; - Copie e stampe a colori anche da usb 0,15 €; 2. BAR DELLE POSTE - via M.Milano 2/D - Caffè Illy - 0,80 € - Cornetto + caffè - 1,80 € - Cappuccino + Cornetto - 2,00 € - Panino - 3,00 € - Succhi e bibite - 2,00 € Aperitivo cenato - 3,50 € 3. UOZZAMERICAN - via A. D'Andrea, 25 - 3 Ciambelle ripiene - 5,00 € Yogurt 4 scelte - 3,00 € 4. LA CALA DEI LONGOBARDI - Ombrellone + sdraio + lettino (da lun-ven) - 10 €/gg - ogni pezzo in più - 5 € - Abbonamento piscina 15 ingressi - orari - 50 € - Giornata intera in piscina 3 ingressi. 5. GELATERIA YOGURTERIA YO-GO - Gelati - yogurt - Coni o coppette: - piccolo 1,50€; - medio 2,00€; grande 2,50€; maxi/ super 3,00€; - Frappè € 2,50; - Granite € 1,50; - Brioche € 3,00; - Vaschette gelato - 13,00/kg. 6. CINEMA "ODDO" c/o PARROCCHIA S. TIMOTEO - Biglietto - 5,00 €; - Biglietto in 3D - 8,50 €. 7. PUB BIRRERIA NUMERO N9VE – corso Nazionale - Sconto del 10% su tutto il menù (escluse le promozioni). 8. BAR SALA GIOCHI 78 - via S.Cannarsa, 15 - Cornetto + caffè - 1,50 € - Cappuccino + Cornetto – 1,80 € - Succo + Cornetto – 2,50 - Panino – 2,50 €

43


- Panino + Bibita - 4,00 € - Birra alla spina – 0,2 1,80 € - 0,4 3,50 € Visione partite serie A – Champions League – Europa League 9. PARRUCCHIERE UOMO-DONNA – via XX settembre, 71 - Sconto del 20% su tutto il listino (nei giorni del mercoledì e giovedì) ISERNIA 1. LIBRERIA ENZO DELLA CORTE - c.so Risorgimento, 201 Sconto del 10% su tutti gli articoli di cancelleria 2. CAFFETTERIA 30 E LODE - P.zza A. D'Isernia, 13 Dalle 8.00 alle 14.00 su tutti gli articoli sconto del 10% 3. FANTOZZI UFFICIO - GOLDPEN - Via R. Iorio, 28 - Sconto del 10% su tutti gli articoli universitari, per ufficio e cancelleria. Offerte speciali su pc, portatili e fissi (Apple, Samsung, Hp, Toshiba, ecc), pelletteria e scrittura pregiata - www.goldpen.it 4. LAB21- Corso Marcelli, 291 Prezzi particolarmente vantaggiosi a tutti i tesserati e sconto del 15% su tutti i servizi offerti. 5. ANTICA SALUMERIA DEL MERCATO - 5C s.r.l. - V. Mazzini - Sconto del 10% su tutti gli articoli, non in offerta. 6. Habanero Coffee & Lounge - Piazza Celestino V, ISERNIA Colazione: cornetto "tre marie" + Caffè Illy - 1,80 €

44


45


ALTRE REALTÁ UNIMOL CUS MOLISE : un mondo di sport . . . per tutti. Il CUS ( centro universitario sportivo ) nasce nella regione Molise il 21 luglio 1986 e fa capo al C.U.S.I., l'organizzazione che coordina tutti i centri universitari sportivi d’Italia. Il CUS Molise svolge la sua attività da 26 anni ed ha lo scopo di favorire la pratica, la diffusione ed il potenziamento delle attività sportive universitarie, anche attraverso l'organizzazione di manifestazioni sportive a livello locale, nazionale ed internazionale. Segreteria: Via Gazzani snc, c/o Biblioteca di Ateneo Campobasso (CB) 86100 Telefono: 0874.412225 Fax: 0874.404980 E-mail: segreteria@cusmolise.it Orari: Lunedì-Venerdì (ore 9.00-23.00); Sabato (ore 9.00-17.00) Orari Segreteria Dal Lunedì al Venerdì dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 20:00. http://www.cusmolise.it/

46


SISM—Segretariato Italiano Studenti Medicina Il SISM è una associazione no-profit creata da e per gli studenti di medicina. Si occupa di tutte le grosse tematiche sociali di interesse medico. Sono presenti in 37 Facoltà di Medicina sparse su tutto il territorio. Aderisce come membro effettivo all'IFMSA (International Federation of Medical Students' Associations), forum di studenti di medicina provenienti da tutto il mondo riconosciuto come Associazione Non Governativa presso le Nazioni Unite. Sede: c.da Tappino c/o Unimol Dipartimento di Medicina, Campobasso www.campobasso.sism.org Tel. 3276539201 mail sismcampobasso@live.it;

IL CORO DELL’UNIVERSITÁ "L'Università del Molise ha un suo Coro e CERCA NUOVE VOCI! Unisciti a noi, anche solo per conoscerci e anche se non hai alcuna esperienza in campo canoro e/o corale! Un pizzico di curiosità nella vita paga sempre...Repertorio ampio e variegato. Divertimento e amicizia assicurati! Il Coro s'incontra ogni lunedì alle 19 presso l'aula multiculturale del secondo edificio polifunzionale. Inoltre siamo disponibili a tenere concerti e/o a partecipare ad eventi nella realtà in cui vivi. TI ASPETTIAMO! Facebook: Coro dell'Università del Molise Email: corounimol@libero.it Prof. Giuseppe Maiorano tel. 0874404819 Direttore Gennaro Continillo cell. 3475769811"

47


L’Associazione Culturale Universitaria, la Omnia UnimolStudent's network, nasce nel marzo del 2012 da un gruppo compatto di studenti che lavorano seriamente per favorire l'aggregazione tra i giovani iscritti all'Ateneo e per far sì che gli studenti, oltre alle tante attività didattiche offerte dall'Università degli studi del Molise, possano godere di ampi momenti di svago e divertimento, fruendo delle sue numerose iniziative. Ad oggi conta molte adesioni. Inoltre, tutti i nostri iscritti, con il solo tesseramento, godono di una serie di sconti e agevolazioni che l'associazione è in grado di fornire grazie ad un complesso di circa cinquanta convenzioni con vari esercizi commerciali nelle città di Campobasso, Termoli e Isernia. Infine, organizza una serie di iniziative aggregative a sfondo sportivo, culturale e sociale, realizzate con il patrocinio dell'Ateneo, degli enti e delle imprese che intendono sostenerle, quali ad esempio: 

l’Unimol Music Festival,

il servizio gratuito cerco-offro casa online disponibile sul sito dell’associazione o sul sito www.campus.unimol.it

il Kit dello Studente, opuscolo informativo sulle varie sedi universitarie per tutti gli iscritti.

48


E’ possibile tesserarsi, presso il dipartimento giuridico, aula rappresentanti, il dipartimento di medicina e scienze della salute, a Termoli presso la sede di via Duca degli Abruzzi e ad Isernia presso la facoltà di Scienze politiche e dell’Amministrazione.

Per ogni ulteriore informazione: http://omniaunimol.blogspot.it/ email omnia.unimol@gmail.com

49


NOTE _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________

50


_____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________ _____________________________________

51


Si ringrazia per la collaborazione: Luca Palladino Jennifer Sangi

52

Kit studente erasmus italiano  

guida all'unimol ed alla città di campobasso per gli studenti erasmus...in italiano

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you