Page 1

1

Frammentazione


Indice Progetto Concept interazione Frammentazione Riferimenti Il funzionamento Meccanismo interattivo

Frammentazione Variante 1 Variante 2


4 6 8 10 14 16 Esecutivo

18 21 24 26

Variante 3

28 Crediti

30


Progetto CUBO SCOMPOSTO Il nostro obbiettivo è quello di creare un cubo flessibile e versatile, che possa assumere,

a

seconda

delle

esigenze

dell’artista, conformazioni diverse, grazie all’impiego di tre moduli personalizzabili e

componibili

fra

loro

(1-2-3).

Il cubo può essere utilizzato come un involucro neutro, ottenuto dalla disposizione perimetrale

dei

moduli,

ma

anche,

attraverso la scomposizione di questi, come spazio

espositivo

articolato

rivolto

solo

all’esterno o ad entrambi i versanti (4-5-6).

4 - Cubo con le teche rivolte verso l’interno.

Concept

5 - Cubo con le teche rivolte verso l’esterno.


5

1

2

6 - Cubo con le teche rivolte verso l’interno e l’esterno.

3


Concept Interazione George Braque, Donna con chitarra, 1913


7 Pablo Picasso, Ritartto di Daniel Henry Kahnweiler, 1910


Frammentazione


9

Il principio fondamentale su cui si basa il nostro progetto interattivo è quello di FRAMMENTAZIONE. Il visitatore, una volta all’interno del cubo, intraprende la sua esperienza interattiva, cogliendo la sua immagine scomposta sulle pareti e scomposta all’interno delle teche monitor.


Riferimenti BRIX, He He

Il progetto “Brix” di HeHe (Helen Evan & Heiko Hansen) consite in un muro di mattoni virtuali con telecamera integrata che catturano l’immagine dell’osservatore e la riflettono sul grande schermo in centinaia di pixel rettangolari.

http://hehe.org.free.fr/hehe/index.html


11 APERTURE, Gunnargreen

“Aperture” è un progetto Fredéric Eyl e Gunnar Green, si tratta un grande muro reattivo costituito da centinaia di diaframmi fotosensitivi. La variazione dell’apertura di questi crea un’opacità variabile sulla superficie che forma un’immagine dinamica e crea allo stesso tempo nuovi canali di visibilità verso l’interno e l’esterno della facciata.

http://www.gunnargreen.de


Riferimenti SELF . I . CON, Minsoo Lee


13

SELF .I. CON di Minsoo Lee propone una parete interattiva che cattura l’immagine dell’osservatore riproponendola suddivisa in pixel come sagoma colorata.

http://www.minsooframe.com


Il funzionamento

1 - Il visitatore si avvicina al cubo

4 - Continua l’interazione.

2 - Il visitatore si affaccia incuriosito.

5 - Altri visitatori vengono atratti.


15

3 - Il visitatore entra nel cubo dove inizia l’interazione.

6- Entrano anche loro nel cubo, l’interazione coinvolge tutti.


Meccanismo Interattivo

1

2

Le Telecamere (1) catturano le immagini (2) e vengono archiviate dal computer (3) che le rielabora scomponendo l’immagine in pixel (4) e vengono successivamente proiettate scomposte nelle teche monitor (5).


17

5 3

4


Esecutivo Le telecamere in base al loro posizionamento catturano le immagini.


19 L’immagine viene elaborata dalla C.P.U. e divisa in pixel.


Esecutivo L’immagine scomposta viene proiettata all’interno dei cubi.


Frammentazione 21


Frammentazione


23


Variante 1 Nella

“Variante 1” le opere d’arte esposte all’interno del

cubo, vengono proiettate all’esterno in maniera frammentata attraverso l’interazione

dei

monitor

danno

la

touchscreen. possibilità

Questi di

avere

attraverso maggiori

informazioni sull’opera e sull’artista, offrendo all’osservatore la scelta di continuare o meno la scoperta dell’opera.

1- Pianta, posizionamento telecamere e monitor touchscreen.

5- Rendering, vista esterna del cubo.


25

2- Interazione del visitatore con il monitor touchscreen.

6- Rendering, vista interna del cubo.

3- Effetto dell’interazione.

4-Interno,esposizionediopered’arte.


Variante 2 Nella “Variante 2” il visitatore entrando nel cubo viene proiettato sui monitor esterni che scompongono la sua immagine. All’interno avviene il processo inverso, l’ambiente esterno al

cubo

viene

riprodotto

frammentariamente

all’interno.

1- Pianta, posizionamento telecamere e monitor touchscreen.

4- Rendering, vista esterna del cubo.


27

2- Il visitatore viene frammentato all’esterno.

5- Rendering, vista del cubo sezionato.

3- Ambiente esterno viene frammentato all’interno del cubo.


Variante 3 Nella “Variante 3� le immagini dei passanti vengono catturate e riportate frammentariamente sul cubo. Di notte le immagini prese durante la giornata scorrono random sul cubo.

1- Pianta, posizionamento telecamere e monitor touchscreen.

4- Rendering, vista esterna del cubo.


29

2 - Frammentazione dei passanti.

5- Rendering, vista esterna notturna del cubo.

3 - Le immagini frammentate della mattina scorrono random sul cubo di notte.


Crediti

ISTITUTO EUROPEO DI

Corso

Docente

Daniele Mancini

Studenti


31

DESIGN, Roma A.A. 2009/2010

Interactive

Ginevra Rapisardi, Matteo Conte, Nicola Castellano


Frammentazione  
Advertisement