Page 1

CEMBRE DAL 15 AL 31 DI

9,85

Direttore: LUCA MERCANTI

CHÂTILLON X 137 VIA E. CHANOU TEL. 0166 563371

ANNO XIV - N° 53

lunedì 14 dicembre 2015

www.gazzettamatin.com www.newsvda.it

Poste italiane. Spedizione in A.P.D. L.353/2003 (conv.in L.27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1. DCB Aosta

Tel. 0165 231711 centralino segreteria@gazzettamatin.com

SETTIMANALE INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE, POLITICA, CULTURA, SPORT

EURO 1.50

COSTRUITI IN VALLE D’AOSTA

www.framavetri.it

SCONTO 200% DA € 12,5

LO WILLIAM CONFEZIONE REGA legatti gr. 500 - Pandoro classico Me Ghiotti gr.100 - Cantuccini al cioccolatoiti Sapori gr. 135 - Pasticcini assort lato al latte - Praline al ciocco gr. 100 Le Gemme Vergani lato - Tavoletta di ciocco e superiore al latt Feletti gr. 100

LA QUALITÀ AL PREZZO INASPETTATO Editoriale

VDA news: vieni a visitare il nuovo quotidiano online www.newsvda.it

Non possiamo più sbagliare di Luca MERCANTI avolate come il treniC no di Cogne e il più recente aeroporto Cor-

rado Gex non ce le possiamo più permettere. E non solo perché siamo rimasti in braghe di tela, ma perché sarebbe diabolico continuare a commettere errori madornali. Tranne il turismo che sta registrando nuovi segnali di vivacità, tutti gli altri settori sono in grave sofferenza. La politica ha il dovere di avviare solo azioni concrete e guardare allo stesso tempo al medio termine, mettendo da parte una volta per tutte la logica del consenso. I cittadini capiranno; nel peggior dei casi accetteranno. Come nel caso della ferrovia Aosta - Pré-Saint-Didier. Un tratta che, a conti fatti, potrebbe sopravvivere se l’utenza aumentasse di circa 230 unità giornaliere. Allo stato attuale, impossibile. La tratta a breve sarà sospesa e se non vogliamo che chiuda definitivamente, è bene sedersi attorno a un tavolo, confrontarsi e decidere. C’è chi parla di alto valore turistico. Balle. Così com’é la Aosta Pré-Saint-Didier - tracciato che passa attraverso 18 gallerie e in luoghi tutto fuor che panoramici - di turistico non ha nulla. Diverso il discorso se diventasse una pista ciclabile o qualcosa

di simile. Questione casinò. Abbiamo fatto trenta, quindi bisogna far trentuno. La nuova dirigenza della casa da gioco ha bisogno degli strumenti (denaro fresco) per poter dar corpo al nuovo piano di recupero di quello che oggi è un morto che parla. Vada quindi per il mutuo (ma che errore quello del tasso super agevolato che scava un ulteriore solco tra pubblico e privato), ma a un patto: che sia l’ultima volta e che serva a uno scopo: risanare i conti, rimettere in piedi il malato e poi via con la privatizzazione.

■ ACCOGLIENZA / Sulla collina di Saint-Christophe

VILLA CON PISCINA PER 25 MIGRANTI SAINT-CHRISTOPHE - Nuovo appalto 2016; tra le strutture che ospiteranno i migranti c’è anche un villa con piscina nel comune di Saint-Christophe. Potrà accogliere fino a 25 persone. E in paese c’è già grande preoccupazione.

SERVIZIO a pagina 19

■ a pagina 11

■ CRONACA / Udienza preliminare a gennaio

SPACCIO E CORRUZIONE Porta Santa, CHIESTO IL PROCESSO PER GUARDIA CARCERARIA marea di fedeli SCI DI FONDO

Federico Pellegrino vince in Coppa ■ a pagina 51

AOSTA - Inchiesta chiusa e richiesta di rinvio a giudizio per corruzione e detenzione di droga ai fini di spaccio. Queste le accuse ai danni di un agente di polizia penitenziaria, David Grosso, in servizio alla casa circondariale di Brissogne, ma sospeso in attesa della definizione del procedimento penale.

Foto Chicco Pellegrino Official Fans Club

PER LA PUBBLICITÀ ADV SRL

■ a pagina 11

-

TEL:

CALCIO

Charva e Aygre chiudono vincendo ■ da pagina 53

■ AOSTA / Dopo mille tentennamenti

CONTRORDINE: si farà il Capodanno in piazza

AOSTA - Dopo mille tentennamenti, ci siamo: nessun taglio, Aosta avrà la sua festa di Capodanno in piazza. ■ a pagina 30

0165.230772 CELL: 366.6174591 - EMAIL: INFO@ADVSRL.IT


2

lunedĂŹ 14 dicembre 2015


1P °

PRIMO PIANO

lunedì 14 dicembre 2015

3

Aspettando Natale...

■ TURISMO / L’assessore regionale, Aurelio Marguerettaz, è ottimista

«La Valle d’Aosta è tornata al centro dell’interesse»

di Luca MERCANTI AOSTA - Nonostante la carenza di neve, il lungo ponte dell’Immacolata è stato più che soddisfacente per gli operatori turistici, i quali manifestano ottimismo in vista delle festività di fine anno. Un po’ di preoccupazione per l’assenza di precipitazioni c’è, ma le basse temperature in quota stanno almeno permettendo ai cannoni di produrre neve artificiale. Ottimismo lo esprime, dopo i presidenti di Confcommercio Valle d’Aosta, Pierantonio genestrone, e Adava, Alessandro Cavaliere, anche l’assessore regionale al Turismo, Aurelio Marguerettaz. «C’è soddisfazione perché la Valle d’Aosta è tornata al centro dell’interesse dei vacanzieri - esordisce l’assessore -. Il Capodanno di

L’assessore regionale al Turismo, Aurelio Marguerettaz

Raiuno, alcune trasmissioni televisive come X-Factor e Monte Bianco, Il Giro d’Italia e il ritorno delle squadre di calcio in ritiro, la funivia Skyway e il Tor des Géants, solo per citare alcune iniziative, hanno contribuito a rilanciare l’immagine della nostra regione a livello turistico». Un inverno, lo scorso con buoni risultati e un’estate

con ottimi numeri (+16% rispetto a un anno, il 2014, funestato dal maltempo), è dai dai numeri che nasce il suo ottimismo per la stagione invernale entrante? «L’ottimismo è figlio di un percorso che tutti insieme stiamo facendo. C’è maggior consapevolezza di avere nelle mani un prodotto di primo livello. Il cambio generazionale ha consentito di avere nuove energie». Quello del turismo è il settore trainante della nostra regione. La promozione però negli ultimi anni si è ridotta. Non è una scelta pericolosa? «Le risorse sono limitate, ma la strategia è ben definita: da un lato ci sono azioni grosse mirate alla marca Valle d’Aosta, dall’altra di dettaglio. Fare promozione è sempre difficile, perché non hai riscontri immediati. Attraverso internet, però, è possibile verificare la notorietà e l’immagine di una destinazione e in questo senso siamo ben posizionati. Ho avuto la possibilità di vedere una ricerca commissionata a una società di Innsbruck (in Austria, ndr) dagli albergatori locali; beh, in pochi ci crederanno ma è risultato che la notorietà della Valle d’Aosta è quasi pari a quel-

Ieri, domenica, poca neve anche a Plan Maison. Ma Cervinia, grazie all’innevamento artificiale, con 10 impianti aperti su 15 è la stazione che offre maggiori possibilità di sciare

la del Trentino Alto Adige. Abbiamo fatto grandi cose con poche risorse». Però il numero di sciatori è diminuito e il problema oggi è quello di aumentare i primi ingressi, che poi generano indotto. Con un costo della mobilità altissimo e senza promozioni sembra difficile aumentare il numero di sciatori. «La crisi ha colpito duro soprattutto lo sciatore di giornata. Promozioni per famiglie ce ne sono. L’autostrada è cara è vero, ma è complicato chiedere sconti ai gestori». Perché allora non prevedere sconti diretti delle stazioni? Escludendo i weekend, per esmpio, si potrebbe pensare a una gratuità ogni tre skipass acquistati. In questo modo ci salterebbe fuori più o meno il costo dell’autostrada e sarebbe un bell’incentivo non crede? «Potrebbe essere un’idea. La leva del prezzo è significativa, ma non è l’unica. Si potrebbe pensare magari a uno sconto progressivo rispetto all’utilizzo o uno car shering abbinato agli impianti. Ci stiamo ragionando». Lei, all’assemblea degli impianti a fune ha detto che «bisogna superare i campa-

nilismi». «E’ vero. Dico no al conflitto tra grandi e piccole stazioni. Tutti devono lavorare per la Valle d’Aosta nel suo complesso. Se il marchio è forte, tutti ne beneficiano. Un esempio positivo vicino a noi è il Valais: marchio unico in cui destinazioni grandi e più piccole sono unite più che mai. Se vogliamo che i singoli funzionanino deve funzionare la Valle d’Aosta nel suo insieme. Le grandi stazioni possono e devono fare da traino a quelle più piccole». Torna la Coppa del Mondo, sembrano trascorsi secoli. «Finalmente torna il grande palcoscenico del Circo Bianco. Mi aspetto il sostegno di tutti e che tutti ci credano. Mi auguro che per l’evento ci sia una grossa rappresentanza dei mastri di sci della Valle d’Aosta, ai quali nella loro assemblea di qualche giorno fa ho detto che li sosteniamo, ma al tempo stesso li carichiamo di responsabilità. Per quanto riguarda la neve, infatti, sono loro i primi rappresentanti della nostra regione, i promotori del nostro marchio. Lo stesso presidente Beppe Cuc ha richiamato i colleghi a una sempre maggiore professionalità unita a decoro».

«

LA C

VI PRESENTA

A

T E T RIA E F F In Salita

ATTILIO PERRONE

Associazione agricoltura biologica e biodinamica

am

br m ce

e

ti ar Ap

re d

erco

VI ASPETTIAMO NUMEROSI ALL’

ledì 16 di

GUIDO AZZALEA

Presidente guide alpine Valle d’Aosta

INAUGURAZIONE

SABATO 19 DICEMBRE

dalle ore 16.00 alle ore 20.00 QUART (AO) LOC. AMÉRIQUE, 36

FEDERICO PELLEGRINO

Fondista azzurro

In Discesa «Il volontariato puoi farlo solo per qualcosa in cui credi davvero e noi, da anni, crediamo nell’agricoltura biodinamica». Quasi disarmante il ‘grazie’ del presidente dell’Associazione che si è aggiudicata il Premio per il volontariato 2015 per l’hortus inclusus. Complimenti.

«Riaperta la Strada Romana delle Gallie». I capigruppo di minoranza di Donnas e Bard hanno firmato un fulmineo comunicato stampa, prendendo lucciole per lanterne. Ma ahimé, nonostate il F. MARRA loro indiscutibile interessamento, P. PRIOD la Strada Romana non ha riaCapigruppo minoranza perto. Una brutta figura. Donnas e Bard

Non sarà stata campionessa di ascolti, ma la montagna come ce l’hanno fatto vedere e vivere le guide alpine valdostane impegnate nel “reality” Monte Bianco è motivo di orgoglio. I “nostri” professionisti hanno fatto un figurone. Complimenti.

L’impegno e l’entusiamo sono quelli di sempre, ma il seguito di pubblico non è più lo stesso. La crisi economica ha ridotto il budget delle famiglie, è vero, ma forse una rinfrescata ai testi non guasterebbe. Qualcosa da rivedere c’è.

La Svizzera porta bene a “Chicco”. A Davos arriva la quarta vittoria in Coppa del Mondo in una gara sprint, la seconda consecutiva in terra svizzera. Se mai ci fosse stato bisogno di conferme, eccola: Pellegrino è ancora più forte.

SERGIO JOVIAL

Direttore Charaban

NICOLE GONTIER

Biathleta azzurra

Un’altra prestazione (91° posto!) da dimenticare in Coppa del Mondo. Per l’azzurra di Champorcher un avvio di stagione alquanto difficile, nel quale non riesce a trovare la giusta condizione. Ci vuole pazienza, poi tornerà quella dello scorso anno.


s p e c i a l e n ata l e

4

lunedì 14 dicembre 2015

Aspettando Natale...

■ regali / Previsioni di un incremento del 3-5% della spesa. Ma i Consumatori vedono grigio

Generi alimentari di qualità nei PACCHI DONO del 2015 aosta - Lo aveva anticipato a Gazzetta Matin il presidente di Confcommercio Valle d’Aosta, Pierantonio Genestrone, adesso le conferme arrivano anche a livello nazionale: c’è ottmismo per il Natale ‘commerciale’ 2015, perché dopo anni di crisi nera senza corsa all’acquisto, le previsioni sono buone un po’ per tutti i settori merceologici. Prodotto alimentari «Per il Natale alle porte, un po’ di ottimismo ce lo possiamo concedere» - conferma Donatella Prampolini Manzini, presidente Fida-Federazione Italiana Dettaglianti dell’Alimentazione di Confcommercio - Imprese per l’Italia, all’indomani della presentazione delle previsioni sulle spese di fine anno. «I consumi del settore ortofrutta – ha detto - sembrano in ripresa e confidiamo nei pacchi di Natale ‘utili’ con prodotti alimentari di qualità. Possiamo ipotizzare un incremento della spesa nell’ordine del 35% per il comparto alimentare».

Commercio in ripresa, soprattutto per quanto riguarda la grande distribuzione. «C’è da dire che anche il rinnovo del contratto nazionale di lavoro del commercio, che interessa oltre 3 milioni di lavoratori, ha messo più soldi in tasca ai dipendenti del settore commercio - ha concluso Donatella Prampolini Manzini. E’ importantissimo che questi segnali di ripresa siano sostenuti con impegno e convinzione attraverso politiche economiche e fiscali adeguate». Sembra un lontano brutto parente, almeno a dar retta alle previsioni ottimistiche di questo Natale, l’allarme lanciato da Coldiretti lo scorso anno ad agosto, che metteva l’accento sul taglio della spesa alimentare di due italiani su tre a causa della crisi. Le previsioni delle associazioni Secondo Confcommercio, si prospetta un Natale positivo, con una crescita complessiva dei consumi dell’1,3% rispetto allo scorso anno. La spesa per i regali crescerà del 5% in più del 2014. C’è però da dire che molta strada

deve essere ancora fatta per recuperare il terreno perso, visto che rispetto al 2009 la spesa per i regali di Natale è calata del 30%. Gli italiani che nel 2015 effettueranno regali sono l’85,9%, 0,7 punti percentuali in rispetto al 2014. In diminuzione gli italiani che attenderanno l’ultimo momento per comprare il dono: si passa dal 47,3% del 2014 al 37,3% di quest’anno. Dall’indagine di Confesercenti sul Natale 2015 emerge che, a fronte di un lieve incremento delle tredicesime, si dovrebbe manifestare un aumento della spesa per acquisti delle feste. I regali più gettonati Per cibo, doni e viaggi, secondo l’indagine SWGConfesercenti, gli italiani spenderanno quest’anno 25,6 miliardi di euro, con un incremento dell 0,7% rispetto all’anno scorso. Le più gettonate saranno le specialità alimentari (77%), seguite nell’ordine da libri (55%), abbigliamento (52%), giocattoli (46%), cosmetici (40%), prodotti tecnoligici (30%), elettrodomestici (15%), buoni d’acquisto (11%), gioielli (10%), cofa-

Il cesto di prelibatezze alimentari sarà il regalo più gettonato di questo Natale

netti vacanze (9%) e auto, moto e scooter (5%). Un italiano su tre spenderà per i regali meno di 100 euro, con la media che sarà di 256 euro a famiglia. La grande distribuzione farà la parte del leone: vi si rivolgerà il 38% degli italiani. In crescita il popolo di internet (30%), mentre il 17% darà fiducia al negozio e il 2% ai piccoli esercizi. Secondo l’indagine, gli italiani nei loro acquisti baderanno principalmente alla convenienza (57%), poi alla qualità (24%). Buone notizie sul fronte viaggi. Almeno per le vacanze natalizie, gli italiani si confermano patriottici: il 70%, infatti, sceglierà una località soprattutto montagna del Bel Paese. Un italiano su 6 andrà in cavanza per una media di 6,1 giorni e spenderà circa 647 euro.

Previsioni diverse e meno ottimistiche per le associazioni dei consumatori. Per Federconsumator la spesa totale delle famiglie - 148 euro per ciascuna - si attesterà sui 3,5-3,8 miliardi, con una riduzione rispetto al 2011 di circa l’11-12%. Rispetto a quattro anni fa, la spesa per mobili ed elettrodomestici sarebbe in flessione del 26%, seguita da abbigliamento e scarpe (-16%), viaggi (-9%), profumeria e cura della persona (-8%), giocattoli ed elettronica di consumo (-3%), alimentazione (-1%), mentre rimarrebbe invariato il dato su prodotti editoriali (libri e cd). Il Codacons, invece, rileva come dal periodo pre crisi ad oggi si è registrato in Italia un crollo vertiginoso dei consumi natalizi, calati del -45,5%. La cifra spesa dagli italiani si sarebbe è ridotta di 8,2 miliardi in 7 anni.

Se tutti coloro che fumano sigarette tradizionali si mettessero a fumare sigarette senza tabacco, salveremmo 30 mila vite all’anno in Italia e 500 milioni nel mondo.

UMBERTO VERONESI

di Luca MERCANTI

Direttore scientifico dell’istituto Europeo di Oncologia

LIQUIDI PER SIGARETTA ELETTRONICA CON MINI TASSA

5,90  A PARTIRE DA

VIETATA LA VENDITA AI MINORI DI 18 ANNI

VIENI A TROVARCI IN NEGOZIO AOSTA VIA FESTAZ, 93 TEL. 0165 23 93 76 aosta@atomitalia.it


s p e c i a l e n ata l e

lunedì 14 dicembre 2015

5

Aspettando Natale

■ regali / Anche i giovanissimi preferiscono gadgets e accessori musicali

ELETTRONICA superstar di Valeria QUAGLINO aosta - Le diverse passioni e personalità che rendono unico ogni individuo emergono anche sotto l’albero: tra i doni chiesti a ‘Babbo Natale’ troviamo gli oggetti più disparati. Oltre ai regali classici, come libri e capi d’abbigliamento, nei giovani si evidenzia una particolare attenzione nei confronti dei doni utili e una propensione al risparmio, probabilmente incoraggiata dalla consapevolezza della crisi economica. Nelle richieste dei bambini si intuiscono già tendenze particolari che forse continueranno a essere sviluppate fino all’età adulta; l’amore per i giocattoli classici si unisce alla curiosità nei confronti del nuovo: la tecnologia, che si sviluppa con una rapidità sorprendente, è ormai entrata a far parte della vita dei giovanissimi. I sondaggi online rivelano infatti un’attenzione sempre maggiore per l’elettronica di consumo: smartphone, computer e console per videogiochi sono ai primi posti nelle liste dei desideri. Immancabile è la classica bustina di denaro regalata dai parenti, che permette anche ai più giovani di gestire le proprie finanze. Alice: «Sotto l’albero mi piacerebbe trovare un paio di casse acustiche, da abbinare a un lettore mp3, per ascoltare nella mia cameretta la musica che preferisco. Inoltre desidero un orologio; preferibilmente digitale. Non chiedo altro! I giocattoli solitamente non mi interessano, li utilizzo di rado e li tengo nell’armadio. Preferisco gli apparecchi elettronici». Asia: «Non ho molte esigenze per Natale, perché possiedo già cellulare, computer e tutti gli oggetti essenziali. Mi piacciono molto i capelli lisci, perciò ho chiesto ai miei nonni di contribui re al pagamento della stiratura chimica dal parrucchiere. Avrei anche bisogno di un nuovo borsone sportivo per gli allenamenti di nuoto.

ALICE

ASIA

Probabilmente riceverò dai parenti alcune buste con soldi, che mi piacerebbe mettere da parte per comprarmi qualcosa di speciale a marzo, il giorno del mio compleanno». Ariel: «Mi piacerebbe tanto ricevere la bambola di Elsa, dal film ‘Frozen’. Si tratta di un giocattolo speciale: la bambola è infatti elettronica e, premendo un pulsante, canta. Poiché cantare mi piace molto desidererei anche un set per karaoke e, naturalmente, un microfono. Credo riceverò bambole e altri giocattoli». Beatrice: «Anche se è Natale penso al lavoro: lo scorso anno ho comprato un computer e ora mi piacerebbe una tavoletta grafica professionale, lo strumento adeguato per disegnare e sfruttare al meglio il programma Photoshop. Mi servirebbe inoltre un hard disk esterno per salvare i miei lavori. Inoltre il mio compleanno è vicino: so già che riceverò in regalo alcuni libri che desidero da molto tempo e un biglietto per le terme, in modo da poter passare un pomeriggio piacevole in compagnia di mia madre e mia sorella». Marta: «Ho una grande passione per la biologia marina e, in particolare, per gli squali. Vorrei quindi un grande pupazzo a forma di squalo con

MENÙ NATALE

MASSIMO CONFORT PER OGNI TIPO DI RICEVIMENTO E CERIMONIA PRANZI E CENE AZIENDALI Ampia e accurata sala modulabile, adatta ad ogni tipo di allestimento con possibilità di gestire gli spazi

RINNOVATO MENÙ ALLA CARTA MENÙ DEGUSTAZIONE DI CARNE E DI PESCE

MENÙ FISSO A PRANZO A SCELTA TRA: 3 PRIMI • 3 SECONDI • 3 CONTORNI • ACQUA E CAFFÈ

€ 11

lare, vorrei giocarci. Apprezzo molto anche i mattoncini Lego. Veronica: «Non ho ancora in mente con precisione cosa mi piacerebbe ricevere per Natale, perché non ho bisogno di nulla. L’anno scorso ho ricevuto un cellulare e, non essendo appassionata di tecnologia, penso che lo terrò ancora per qualche anno. Probabilmente, quindi, chiederò regali “classici”: capi d’abbigliamento, un profumo, qualche libro. Per distrarmi dallo studio preferirei romanzi leggeri, oppure un giallo. Penso inoltre che alcuni parenti opteranno per un regalo in denaro, che metterò da parte».

ARIEL

BEATRICE

cui giocare e dormire. Mi piacciono molto le bambole: desidero una nuova casetta in cui sistemarle e una bicicletta con cui farle giocare. Inoltre ho visto alla tv una bambola ballerina alta quasi quanto me: visto che mi piace bal-

MARTA

Giulia: «Quest’anno mi piacerebbe ricevere un mappamondo: adoro viaggiare ed esplorare luoghi nuovi. Oltre a ciò vorrei qualche gioco da tavola e di società, per divertirmi insieme agli amici e alla mia famiglia. Apprezzo molto le bambole: vorrei un bam-

GIULIA

VERONICA

MATTEO

bolotto insieme a una piccola culla che mi permetterebbe di sistemarlo accanto al mio letto, così potrei dormire insieme a lui. In più mi piace leggere, perciò desidero il nuovo libro di Luis Sepúlveda». Matteo: «Mi piace seguire alla televisione i cartoni animati come Spongebob e Doraemon. Di Pokémon, invece, preferisco il gioco di carte: come regalo di Natale mi piacerebbe ricevere un manuale a esso dedicato. Vorrei anche un robot assemblabile che pulisca la casa e soprattutto la mia stanza, riordinando i giocattoli al posto mio!»

‘15

Aperitivo di benvenuto con appetizer ANTIPASTI •Capesante scottate con salsa allo zafferano •Zuppetta di cardi gobbi Nizza con baccalà mantecato,pinoli tostati e emulsione al basilico •Carpaccio di cervo in crosta d’erbe con pere al vino rosso e olio di noci •Frittella soffice di carciofi,mozzarella e passatina di pomodoro fresco PRIMI •Risotto sfumato al Pinot Gris con radicchio Trevigiano e battuto di mazzancolle •Tortelli di cappone in brodo •Sorbetto di fragole e champagne con petali di cioccolato SECONDI •Darna di salmerino alpino alle erbe aromatiche e lamelle di porcino •Filetto di maiale da latte su crema di patate vitelotte e porri fritti DOLCI •Sformatino di panettone con cioccolato bianco e frutta fresca

MENÙ CAPODANNO ‘16

Vi aspettiamo alla

SFILATA DI CAPODANNO

in collaborazione con Rolling Stone 72

VENERDÌ 18 DICEMBRE

ore 19.30 all’hotel Bus Via Malherbes 18/A AOSTA Via Gramsci, 3 Tel. 0165 31130

Aperitivo di benvenuto con appetizer ANTIPASTI •Tartare di tonno sashimi e avocado con marmellata di cipolla di Tropea e burrata •Capesante al bacon su fonduta di porcini e maggiorana •Magatello di vitello al punto rosa con salsa monferina e tartufo nero •Sformati di cardi su bagnacauda PRIMI •Riso carnaroli con bottarga di tonno, pesto di zucchine e cozze •Capellaci di finferli e ricotta di pienza su crema di zucca e timo SECONDI •Medaglioni di fassone piemontese gratinati al Bleu d’Aoste e pere Kaiser con salsa al Sauternes •Filetto di storione su crema di patate e zafferano e soutè di gamberetti e zucchine DESSERT •Parfait di cioccolato bianco e fichi su coulis di lamponi •Brindisi di mezzanotte con Panettone e spumante

POLLEIN (A0) Loc. Saint Benin 1 (sotto hotel Diana) tel 0165/361799 - 366/4161785 ristoranteumami@gmail.com - è gradita la prenotazione

NON SOLO NEMO...


s p e c i a l e n ata l e

6

lunedì 14 dicembre 2015

Aspettando Natale...

■ pontey / L’opera si Serafino Servodidio sarà visitabile dal 19 dicembre al 17 gennaio

Il paese si veste da presepe Erika DAVID inviata a Pontey

pontey - Sulla facciata del nuovo municipio di Pontey mancano ancora le bandiere. «Non le ho messe perché sarà inaugurato solo a marzo» spiega Serafino Servodidio. Il municipio in questione, grande, azzurro e... in scala, è l’elemento che spicca maggiormente nel nuovo allestimento del presepe di Pontey che il suo autore, falegname da una vita, ormai in pensione, sta ultimando in chiesa. Non è l’unico pezzo nuovo che l’uomo ha aggiunto quest’anno, c’è anche l’antico torchio di Pissin, che sorge sulla via Francigena a Châtillon. «È l’ultimo che ho fatto e quello di cui forse, mulino a parte, sono più orgoglioso». Un uomo gira il torchio, la trave si abbassa e nel tino cola il vino, «ho colorato l’acqua con tinta mogano per renderla simile al vino». Sempre di Châtillon c’è anche il forno di Promiod. «Sono pezzi che ho fatto su richiesta - spiega l’autore -. Pontey è piccola e gli edifici da riprodurre non sono molti, per questo da qualche anno invito gli altri comuni a segnalarmi qualche loro struttura che vorrebbero fosse riprodotta in scala in modo da arricchire ancora il presepe». Tutto cominciò con un mulino. Il presepe di Pontey ha una tradizione cinquantennale, se

In alto Serafino Servodidio sovrasta la sua riproduzione di Pontey, a destra la versione tradizionale e sopra un particolare del torchio

ne occupava il maestro Giovanni Lavoyer, memoria storica del paese, poi circa 25 anni fa iniziò ad appassionarsene anche Serafino Servodidio. «Davo una mano con i lavori di falegnameria, poi mi è venuta

voglia di riprodurre il mulino di Pontey che mi ricordava quello del mio paese d’origine, in Calabria». Da lì il movimento. L’idea riscosse talmente tanto successo che al mulino gli anni successivi si affiancaro-

no la chiesa, la scuola, l’asilo, le due cappelle del paese e via dicendo, tutto movimentato da 55 motori che girando in contemporanea creando 77 movimenti, gestiti da 6 computer e due centraline. Un lavoro che

impegna Serafino tutto l’anno. A montarlo ci va una settimana intera. «Devo ringraziare il parroco, don Andrea Marcoz, che ci dà la possibilità di farlo, Saverio Bois che si occupa di rivestire tutto con la carta, Adriano Ducly, il maestro Lavoyer che a 90 anni si occupa ancora di posizionare tutte le statuette e Fabrizio Neyroz, a lui cerco di insegnare tutto perché io tra un po’ non ce la farò più e vorrei che fosse lui, falegname come me, a continuare...» Accanto alla riproduzione di Pontey, completata dalle tele di Franco Jovet, sorge il presepe tradizionale, ispirato ai paesi del Nord Africa, con il castello che sorge su una rocca raggiungibile attraverso un ponte levatoio. Il movimento nei due paesi inizia all’alba, al canto del gallo, con il sorgere del sole si spengono le luci nelle abitazioni e i lampioni, le attività degli uomini ripendono. Al tramonto tutto si ferma e di notte uno zampognaro suona la cornamusa mentre i lampioncini si riaccendono... La magia si ripeterà, dal 19 dicembre, giorno di apertura del presepe, fino a domenica 17 gennaio, tutti i giorni, dalle 9 alle 18. «La visita al presepe è libera, ma la tua offerta è importante - conclude l’autore - perché è l’unica entrata che ci permette di mantenerlo bello e ogni anno diverso».

PROFUMERIA CLE’ IL MIGLIOR POSTO DOVE METTERE IL NASO... MA NON SOLO!

Clé è anche il luogo dove puoi sperimentare gli esclusivi trattamenti offerti dal team di “Kady eyelashes and more” per uno sguardo unico e irrestibile. Occhi incredibilmente più affascinanti e sensuali grazie alle extensions per le ciglia, la ricostruzione delle sopracciglia e, grande novità di quest’anno per uno sguardo ancora più definito, le extensions per le ciglia inferiori! Tutti i trattamenti sono effettuati con una linea di prodotti esclusivi a marchio “Kadi Eyelashes and More”, n.1 per la salute e la sicurezza degli occhi! Per chi non vuole osare con le ciglia artificiali offriamo anche trattamenti per far risaltare le proprie ciglia naturali, come la tinta e il lash lift, tecniche che assicurano uno sguardo più aperto e magnetico. Ebbene, quale luogo migliore dove mettere il naso ma non solo? L’appuntamento è da Clè naturalmente.

“Lasciatevi prendere per il naso dai profumi più intriganti del mondo” è l’invito con cui Ketty accoglie i clienti che varcano la soglia di CLE’, la sua deliziosa boutique dedicata al profumo e alla bellezza aperta ad Aosta nel 2010. Determinata nel promuovere la profumeria artistica ad Aosta, Ketty tiene a sottolineare con orgoglio che la sua è l’unica boutique di profumeria artistica ad Aosta. Con passione e grande competenza, accompagna i clienti nella scelta del profumo attraverso percorsi olfattivi personalizzati e selezio-

I.P.

na le creazioni giuste per offrire miscele uniche agli amanti del “custom-made”. “Adoro la bellezza! Per questo motivo voglio che i miei clienti si sentano belli anche quando indossano un profumo”. Eccezionale nel consigliare il profumo giusto, Ketty è infallibile quando si tratta di trovare soluzioni ad hoc per quei clienti che cercano un prodotto di cosmesi ultra-performante oppure un accessorio esclusivo o ancora il make up perfetto per un occasione speciale.

DA CLE’ IN ESCLUSIVA Amouage, Robert Piquet, Keiko Mecheri, Jovoy, Ortigia, Eau D’Italie, Fragonard, Nasomatto Comme des Garcons, Etat Libre d’Orange, Uermì, By Terry, Make up Factory, Parisax, Nougat London, Noberasco, Dr. Sebagh e tanti altri..

AOSTA VIALE CONTE CROTTI 63 - TEL. 0165 554388 - cleaosta@libero.it


lunedì 14 dicembre 2015

s p e c i a l e n ata l e

7

Aspettando Natale

■ NUS / La casa di Babbo Natale nella ‘casa museo Tassi’, aperta fino al 13 gennaio

«I bambini possono sognare» nus - Per mantenere viva la memoria, si riparte dalla casa di Babbo Natale. Allestita a Nus e gestita con gentilezza dai collezionisti Elena Baldon e dal marito Ignazio Borney, la temporanea dimora di Babbo Natale non permette solo ai bambini di giocare fra renne e elfi, ma vuole anche essere il punto di partenza per far riprendere vita al museo Carlo Tassi. «È da lui che, 20 anni fa, quando io e mio marito ci siamo conosciuti costruendo il trenino che circonda il museo, abbiamo ereditato la passione per il collezionismo» - spiega Elena Baldon, nipote del fabbro che

Elena Baldon insieme alla figlia, davanti alla casa di Babbo Natale

negli anni ha creato un vero e proprio museo all’aperto. «Abbiamo deciso di ripartire dal

Natale, ma andremo avanti con il restauro di tutta l’opera, perché non vogliamo che il

lavoro fatto nel tempo da mio nonno vada perso» - ha continuato. Accolti con biscotti e regalini, nella casa di Babbo Natale i più piccoli potranno ammirare il presepe costruito anni fa da Carlo Tassi e adesso rimodernato dalla nipote, perdersi nei movimenti di mamma Natale a grandezza naturale mentre mescola cioccolata calda assistita dagli elfi, giocare fra volpi, scoiattoli, husky, e piccoli cerbiatti, entrando così appieno nell’atmosfera natalizia. «Per i bimbi è il posto perfetto per portare la loro allegria, non si può dire che qui lo spirito natalizio non si senta» - ha

proseguito Baldon. La casa di Babbo Natale sarà aperta fino al 13 gennaio, dalle 14 alle 22, in via Aosta 27 a Nus, e per il giorno della vigilia Babbo Natale in carne e ossa ascolterà i desideri dei bambini, che prima potranno fare un un giretto sui pony, che animeranno la giornata per l’occasione. Dopo le feste il museo riprenderà lentamente vita grazie al restauro portato avanti dalla famiglia, e i «mestieri» realizzati dal fabbro di Nus riprenderanno ad animare il fazzoletto di terra al bivio fra la statale e la strada che attraversa il paese. ■ Sara Sergi

Una bella famiglia in visita: Simone, Frederic, Stefania e Fabrizio

Ruben e Dalila davanti a un suggestivo scorcio della casetta

novità

Al CARREFOUR di Pollein un mercatino di Natale

pollein - «Bastano un fiocco e un sacchetto per un regalo d’effetto». E’ lo slogan con cui l’ipermercato Carrefour di Pollein presenta ai clienti la sua novità per il Natale di quest’anno. Nella galleria dell’ipermercato, nei pressi della scala mobile di accesso, è stato allestito un mercatino con una selezione di prodotti gastronomici ma non solo - con i quali i clienti possono comporre il loro pacco regalo. Basta prendere un cesto o un sacchetto e riempirli dei doni preferiti. Al resto, per chi lo desidera, ci penseranno due professionisti della realizzazione del pacchetto d’effetto.

Al mercatino del Carrefour un modo veloce e originale per fare un regalo di Natale

SUITE PRESTIGE

IL DONO NATALIZIO A TUTTI, PER TUTTI IN PIENO cENTRO STORIcO Proprio quello che mancava nel centro di Aosta, precisamente via Maillet, più conosciuta come il vicoletto della Trattoria degli Artisti, traversa di Via Aubert. Si tratta di una vera e propria SPA, la più a portata di mano di tutta la città, perché ubicata in pienissimo centro storico. Non ci aveva ancora pensato nessuno o comunque a lei va il primato assoluto di portare per prima un’alternativa di benessere, relax e pure coccole al posto, per esempio, di un panino o un toast al volo, al bar! Francesca Marta, giovane imprenditrice, già titolare del centro estetico KAJAL BEATY FARM di Via Adamello, non ci ha pensato troppo. Forte dell’ esperienza maturata collaborando alla gestione di centri estetici e benessere di alcune strutture ricettive della valle, ha

esaudito il suo sogno! UNA VERA E PROPRIA SPA IN CITTA’. L’opportunità vera di poter optare per una pausa sana e ristoratrice, nel bel mezzo di una giornata lavorativa, oppure al termine di una faticosa e intensa giornata di tran tran. E per non farsi mancare proprio niente, al termine del percorso scelto, non mancherà il corretto reintegro di vitamine con deliziosi centrifugati di frutta e verdura, spuntini di frutta secca e goloserie rigorosamente sane, a disposizione dei clienti per mantenere i benefici appena “assorbiti”. ATTENZIONE, la SPA essendo ubicata nel centro della città non pone limiti a quanto sarà possibile prenotare, ossia sedute e trattamenti di gruppo, sfruttando le occasioni più svariate si potranno organizzare pic-

coli eventi privati come festeggiare un compleanno, una festa o semplicemente un ritrovo con le amiche! Non mancherà l’opportunità della totale privacy per sé o in coppia, nella bellissima ed esclusiva “SUITE PRESTIGE”, per esempio. Insomma, un luogo speciale di SPECIALE DI RELAX, DIVERTIMENTO E BENESSERE PER FESTEGGIARE ogni tipo di ricorrenza, ADDIO AL NUBILATO E CELIBATO, APERICENA , SERATE A TEMA E PICCOLI EVENTI… tutto a portata di mano in città, a richiesta e con PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA. Vi aspettiamo…..


s p e c i a l e n ata l e

8

lunedì 14 dicembre 2015

Aspettando Natale

■ bard / Fino al 6 gennaio, in esposizione in paese e in municipio

Il borgo, culla dei presepi bard - Pietra ollare, legno e corteccia, ma non solo, anche carta, cartone, colori e persino acqua. Queste le peculiarità della mostra dei presepi di Bard di quest’anno. Una mostra allargata oramai, poiché le creazioni degli artisti e degli artigiani in gara sono esposte nella saletta a loro adibita, mentre gli abitanti del piccolo borgo pensano ad allestire vere e proprie opere in ogni finestra e fontana, quasi fosse un dovere civico rendere più accogliente il loro paese. «I ringraziamenti vanno a tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita di Noël au Bourg, al comune di Bard e di Albisola per il prestito del loro presepe tipico, all’associazione Borgo di Bard, al Forte, alla CVA, ma soprattutto agli abitanti per i presepi che con grande maestria hanno saputo allestire nel borgo - commenta il sindaco di Bard Deborah Jacquemet - appuntamento da non perdere è il 6 gennaio poiché avverrà la premiazione dei presepi della mostra concorso». I presepi ammirabili quest’anno portano una ventata d’aria nuova nel panorama dei materiali valdostani; non solo le classiche pietra ollare e radici di legno, ma anche presepi accuratamente intagliati nel legno di acero e nell’acacia. In mostra fino al sei gennaio oltre alle opere degli artigia-

Il presepe di Cesare Bottan

Legno e pietra ollare anche per Fabrizio Ferrari L’opera di Alessandra Zucco Qui a a lato il presepe di carta e cartone realizzato dai bambini di Hône e più a sinistra, quello con rami di betulla della scuola dell’infanzia di Donnas

ni ci sono anche tre presepi delle scuole: uno delle scuole elementari di Hône realizzato con carta e cartone, uno della scuola materna di Donnas realizzato in legno e un altro della scuola materna ed elementare di Champorcher, realizzato in pietra. ■ Sofia Fregnani

A sinistra, il presepe con i sassi neri dei bambini di Champorcher; qui a destra, il presepe di Ugo Lini, ricavato da una radice di acacia


lunedĂŹ 14 dicembre 2015

s p e c i a l e n ata l e

9

Aspettando Natale

â– donnas / Nel borgo, nonostante il freddo pungente, espositori e animazione

Profumo di Natale e vin brÝlÊ Sofia FREGNANI inviata nel borgo donnas - Profumo di vin brÝlÊ, caldarroste e legno intagliato. La magia del Natale la scorsa domenica ha raggiunto anche il borgo di Donnas, portando con sÊ artigianato e leccornie di ogni genere. I piÚ apprezzati, come di consueto in questo periodo, sono stati gli addobbi per l’albero di Natale, i presepi e le idee regalo, che variano dagli oggetti di bigiotteria alle candele, fino ai generi alimentari. Opinione comune fra gli espositori è stata che il freddo non ha sicuramente contribuito ad un’abbondante affluenza di persone, ma nel complesso si ritengono soddisfatti della giornata. Il mercatino sta procedendo bene. Il vischio e i cestini che costruiamo si

Lorella Coda Zabetta

Gli angioletti di Debora Cassetta

Il banchetto della scuola di Vert

I presepi; in foto Patrick Peaquin, Erik Santi, Joel Brunod, Elodie Borbey e Barbara Peaquin

vendono sempre bene in questo periodoÂť - afferma Angelo Priod. ÂŤStiamo vendendo bene i generi piĂš piccoli che solitamente sono i piĂš apprezzati come pensierino natalizioÂť - sostiene Lorella Coda Zabetta die-

tro al suo banco di addobbi di legno intagliato. ÂŤEssendo piccoli oggetti interamente realizzati a mano sono sempre apprezzati sia come piccolo dono che come addobboÂť - aggiunge Debora Cassetta mostrando le sue decorazioni.

Sono stati premiati però anche lavoro e qualitĂ di tre famiglie locali che si sono riunite nel corso del 2015 per creare presepi nella corteccia d’albero. ÂŤAbbiamo una clientela che varia dai giovani agli anziani, persone che ci tengono ad avere un presepio in casa ma che non hanno molto tempo per farlo. Vendiamo anche come idea regaloÂť - sostengono. Anche gli “autoregaliâ€? sembrano comunque avere un discreto successo. ÂŤVendo collane e bigiotteria un po’ particolari e ho notato che molti comprano come regalo di Natale ma poi apprezzando il prodotto comprano anche per tenerseleÂť racconta Elisa Terrazzino. Lo stesso sostiene Fiorenzo Pistono, titolare dell’omonima azienda agricola del vicino canavese. ÂŤE’ dalla prima

edizione che vengo qui, un po’ anche per nostalgia del borgo. I prodotti che vendo di piÚ come regalo sono i biscotti e il miele, ma noto che comunque molti comprano anche per loro stessi. Ma se l’occhio vuole la sua parte anche lo stomaco non scherza. E’ contento anche Piero Bertolotto Enrietti che, con le sue miasse calde farcite con salumi, formaggi e Nutella ha saziato anche i palati piÚ raffinati dei visitatori del borgo. Siamo contenti - dice. Non c’è stata tantissima affluenza, ma la miassa attira sempre grandi e piccoli. Grande partecipazione anche dei piÚ piccoli. Un banchetto infatti è stato allestito interamente dalla scuola dell’infanzia e dalle elementari di Vert. (segue a pagina 10)

.BDFMMFSJBp4BMVNFSJB

Portè EJ/POFT3FOBUP

In occasione delle festivitĂ propone: • Carni bovine di razza piemontese e valdostana accuratamente selezionate e lavorate secondo la tradizione • agnello, faraona, cappone, anatra e tacchinella rigorosamente nostrani • salumi e insaccati di produzione propria (bovino, suino e caprino) • gastronomia di produzione propria • accurata selezione di formaggi a km Ă˜ e del territorio nazionale. • pasta fresca e ripiena “Casa dei Cappellettiâ€? • selezione di vini del territorio DOMENICA 20 DICEMBRE APERTO TUTTO IL GIORNO

7JB&$IBOPVY 1POU4BJOU.BSUJO "0

PER PRENOTAZIONI CHIAMARE 5FM


s p e c i a l e n ata l e

10

lunedì 14 dicembre 2015

Aspettando Natale ta dall’associazione comitato Borgo Azzeccato. «Spera«Proponiamo gli addobbi di vamo ci fossero più adesioni, argilla e le candele realizza- vista la crisi abbiamo pensati dai bambini, mentre attra- to che potesse essere una belverso un laboratorio dei lo- la iniziativa ma confidiamo ro genitori proponiamo an- nella buona riuscita del prosche tazze, tisane ed infusi il simo anno, magari spostancui ricavato andrà alle scuo- doci dalla biblioteca al borle» - raccontano le responsa- go. Quest’anno se ne sono ocbili del laboratorio. cupati direttamente quattro Un po’ meno successo ha ot- bambini» - racconta Maria tenuto l’iniziativa ‘Scambia- Lorena Cella, responsabile mo libri e giochi?’ organizza- dell’organizzazione. Nel corso Elisa Terrazzino della giornata i visitatori oltre ad essere rallegrati dall’animazione dell’associazione Borgo Azzeccato sono anche stati allietati dai canti tipici del coro la Manda di Fiorenzo Pistono Angelo Priod Hône. (segue da pagina 9)

I bambini in biblioteca

Piero Enrietti

PONT-SAINT-MARTIN: veillà di Natale, musica e fiera enogastronomica

I cori VOIXlà e Fuori dal Coro si sono esibiti in occasione dell’apertura degli eventi per le festività natalizie

pont-saint-martin - Dopo l’accensione dell’albero e i canti natalizi, PontSaint-Martin prosegue la sua marcia di avvicinamento al Natale con una serie di iniziative pensate per i più piccoli, ma che faranno la gioia anche dei più grandi. Sabato prossimo, 19 dicembre, spazio alla veillà di Natale; dalle 17 alle 22: sono in programma laboratori per bambini e grazie alla collaborazione dell’Asssociazione dei Rioni sarà anche organizzata una gustosa apericena, seguita da un’allegra tombolata animata. All’auditorium, sempre sabato, andrà in scena il progetto di animazione ‘Benvenuti noi siamo’, rivolto in particolar modo alle famiglie, portato in scena dai ragazzi dell’Istituto Turismo e Cultura di Saint-Vincent. Domenica sarà tempo di ‘Natal al ghet’, fiera enogastronomica dei prodotti du terroir e apertura del villaggio di Babbo Natale. Per l’arrivo di Père Noel però bisognerà aspettare la vigilia; giovedì 24 infatti, in piazza IV Novembre, egli arriverà... con la slitta. Martedì 22, concerto itinerante del coro VOIXlà delle scuole medie di Pont-Saint-Martin (16.30-17.30), seguito dalla merenda offerta dall’amministrazione comunale. Per smaltire gli eccessi della tavola, sabato 26 sarà possibile partecipare alla serata danzante con Alex e la sua band, in programma al bocciodromo. Per chi di balli e divertimento non è sazio, l’appuntamento è rinnovato al bocciodromo domenica 27 con la serata danzante Maniac Cover Band.

OTTI R C E T N O LE C A I V N I O TANT L O S E E R SEMP

i l i t u i l a g Re

I L A N O I Z E C PREZZI EC IO R A R O N O IC N R O I G I A I C I T T N U E T M O O T AD L APER A S U L C IN O T A U N I T CON t a.i v o n a s a k . w 2 ww 2 0 7 1 2 5 6 1 0 el. Aosta (AO) T


C RO N AC A

lunedì 14 dicembre 2015

11

■ ST-CHRISTOPHE / Tra le strutture segnalate dalle cooperative sociali partecipanti al bando in via di definzione per il 2016

Migranti, una villa con piscina per l’accoglienza Subbuglio nell’amministrazione comunale di Paolo Cheney; intanto monta la preoccupazione anche a Châtillon ST-CHRISTOHE - Tutt’altro che placate le polemiche legate al progetto del Ministero dell’Interno di riconvertire in un centro di accoglienza l’ex Hôtel Lanterna di St-Pierre, con il Governo che si è comunque dichiarato «disponibile a rimeditare la decisione assunta», ecco che sull’accoglienza dei migranti in Valle d’Aosta nei giorni scorsi una certa preoccupazione è iniziata a serpeggiare anche a St-Christophe. I motivi? L’interessamento della cooperativa sociale Leone Rosso di Aosta per una maxi villa da 700 metri quadri con piscina per l’accoglienza di al massimo 25 migranti nell’ambito del nuovo appalto in via di definizione in questi giorni. Bocche cucite da parte dei suoi vertici, con l’amministratore Cesare Marques che si è negato più volte al telefono, anche se fonti vicine alla sua cooperativa hanno confermato la circostanza, anche alla luce dei lavori di sistemazione già avviati sia all’esterno (la piscina verrà verosimilmente coperta) sia all’interno della villa, in posizione panoramica sulla collina di StChristophe. Una notizia che, a quanto pare, si è abbattuta come un fulmine a ciel sereno sull’amministrazione comunale, fino a pochi giorni fa ignara dell’eventualità. «Non so nulla e all’ufficio tecnico nessuna richiesta di inizio attività edile è stata presentata», afferma il sindaco Paolo Cheney, che però poi puntualizza: «Può comunque darsi che i lavori rientrino in una vecchia

La villa sulla collina di St-Christophe

SCIA (segnalazione certificata di inizio attività, ndr) ancora valida». Giornate di grande fermento, quelle appena trascorse, per l’amministrazione di StChristophe, con alcuni membri della giunta che avrebbero subito manifestato la volontà di effettuare un sopralluogo.

Disabitata da molti anni, a fare scattare la curiosità di alcuni residenti nelle vicinanze - curiosità che si è presto trasformata in preoccupazione - è stato il continuo via vai di persone e mezzi su quella strada in salita a fondo cieco che si inerpica tra i frutteti della collina.

Cronaca

Flash

Droga, denunciato al rientro da un viaggio di approvvigionamento fuori Valle All’alt dei carabinieri, si era mostrato subito estremamente nervoso e agitato. Un atteggiamento che, venerdì sera, durante un controllo della circolazione stradale effettuato da personale del Comando Compagnia di St-Vincent Châtillon, ha incastrato un giovane quasi ventenne della bassa Valle, D.P., denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Aosta per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Più nel dettaglio, alla richiesta dei carabinieri di vuotare le tasche, dai pantaloni del giovane è uscita fuori una busta contenente mezzo etto di marijuana. Da qui la decisione dei militari dell’Arma di provvedere alla perquisizione anche dell’automobile del ragazzo, all’interno della quale è stato rinvenuto un secondo pacchetto da mezzo etto di marijuana. Messo di fronte alle proprie responsabilità, D.P. ha dichiarato di averla acquistata fuori Valle.

In un simile contesto, un coro di voci critiche ha già iniziato ad alzarsi in paese, anche all’interno dell’amministrazione, da quanto appreso, se è vero che «abbiamo fatto di tutto per metterci al riparo da possibili brutte sorprese con l’ex microcomunità e adesso veniamo a sapere che i migranti potrebbero arrivare comunque, per giunta in una zona residenziale del paese», è la voce raccolta in ambienti del Comune. Nell’ambito del nuovo appalto in via di definizione, che prevede - per il periodo dal 1° gennaio al 30 giugno 2016 - l’individuazione di «strutture idonee per l’accoglienza di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale e stimati in presumibili 428 persone», gara alla quale hanno partecipato «sei cooperative, la maggior parte delle quali già operanti in questo momento in Valle», spiega il dirigente regionale agli Affari di prefettura, Vitaliano Vitali, quello che si sa è che le concorrenti non hanno garantito strutture per la copertura dell’intera quota di migranti (428) assegnata dal Ministero alla Valle d’Aosta. In ogni caso, una certa preoccupazione è iniziata a serpeggiare anche a Châtillon, così come anticipato qualche settimana fa dal municipio. In questo caso un’intera palazzina è stata presa in affitto da più cooperative per accogliervi all’interno almeno una quarantina di richiedenti protezione internazionale. ■ Patrick Barmasse

NOTIZIE IN BREVE Intossicazione da monossido, un’intera famiglia finisce in ospedale

Una famiglia di origine marocchina - padre, madre e due figli minori - residente a Gressan, attorno alle 6.30 di ieri, domenica, è stata soccorsa dal 118 all’interno della sua abitazione per un’intossicazione da monossido di carbonio. Tutti e quattro sono stati trasportati all’ospedale Umberto Parini di Aosta, da dove - dopo un primo ricovero nel reparto di Medicina d’urgenza - sono stati trasferiti all’ospedale di Novara per la terapia in camera iperbarica. Nessuno dei quattro è in pericolo di vita. Guida in stato di ebbrezza, vice comandante Boero chiede messa alla prova

«Fulvio Boero è un uomo delle istituzioni, quindi era giusto che avanzassimo questa richiesta». E’ il commento rilasciato giovedì mattina dall’avvocato Corrado Bellora all’uscita dell’aula al terzo piano del Tribunale di Aosta, una volta conclusa l’udienza davanti al giudice monocratico Marco Tornatore, nella quale il legale ha avanzato istanza di messa alla prova per il suo assistito, il vice comandante della Polizia locale di Aosta, Fulvio Boero, imputato di guida in stato di ebbrezza. Più nel dettaglio, Boero - nella notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo ad Aymavilles - fu sottoposto all’alcoltest dai carabinieri dopo che la sua auto aveva urtato una vettura di una ragazza di Arvier, che proveniva dalla direzione di marcia opposta alla sua. Il giudice si esprimerà nell’udienza fissata il 12 aprile 2016, quando deciderà sull’idoneità del programma presentato dall’imputato per la messa alla prova. Se così sarà, dopo il periodo di lavori presso i servizi sociali, il reato potrà dichiararsi estinto. Frodi informatiche, giovedì incontro nella sala convegni della BCCV

‘Frodi informatiche: minacce e tutele’. E’ il titolo dell’incontro in programma giovedì 17 dicembre alle 18 nella sala convegni della BCC Valdostana di piazza Arco d’Augusto, ad Aosta, organizzato dall’istituto di credito valdostano in collaborazione con il Compartimento della Polizia postale e delle comunicazioni nell’intento di sensibilizzare la clientela sui rischi che ci si trova a dover affrontare utilizzando la rete e i suoi servizi.

■ INCHIESTA / Contestata anche la detenzione di droga; richieste di rinvio a giudizio anche per alcuni reclusi di origine rumena

Telefoni cellulari e schede SIM a detenuti in cambio di soldi Chiesto il processo per l’agente penitenziario David Grosso AOSTA - Inchiesta chiusa e richiesta di rinvio a giudizio depositata presso l’ufficio del gip del Tribunale di Aosta, che ha fissato l’udienza preliminare per la seconda metà del mese di gennaio 2016. Corruzione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Queste le accuse - pesantissime - mosse dal sostituto procuratore Luca Ceccanti nei confronti di David Grosso, l’assistente di Polizia penitenziaria (sospeso in attesa della definizione del procedimento penale a suo carico) in servizio all’interno della casa circondariale di Brissogne. Un giro di telefoni cellulari e schede sim introdotti di nascosto all’interno del carcere per essere ceduti ad alcuni detenuti in cambio di soldi. Questo il cardine dell’inchiesta avviata più di un anno fa dagli uomini della Squadra mobile della Questura di Aosta, che grazie a intercettazioni telefoniche e attività di osservazione, controllo e pedinamento durate diversi mesi, la sera del 4 novembre 2014 intercettarono Grosso alla periferia est di Aosta, mentre a bordo del suo suv Hyundai stava rientrando da Torino con 60 grammi di cocaina nascosti nel pannello della portiera dal lato conducente. In quell’occasione scattò l’arresto in flagranza di reato, con l’assistente di Polizia penitenziaria aostano al quale - due giorni dopo, il 6 no-

A sinistra David Grosso all’uscita del Tribunale di Aosta; sopra lo stupefacente trovato dalla Squadra mobile all’interno del suo suv al rientro da Torino

PROCESSO

Maltrattamento e uccisione di animali, ridimensionate le accuse ai Chaussod AOSTA - Ha patteggiato un’ammenda di 3.000 euro, convertita in 12 giorni di libertà controllata, Guido Chaussod, 61 anni, finito a processo giovedì con le accuse di macellazione clandestina, uccisione e maltrattamento di animali. Chaussod, ex macellaio di Nus, era stato denunciato in concorso con la figlia Rita, 33 anni, dopo le violazioni messe a verbale nel novembre 2014 dagli agenti del Corpo forestale e dai veterinari dell’Azienda USL della Valle d’Aosta a seguito di un’ispezione eseguita nell’ambito di specifici controlli finalizzati alla repressione di illeciti in materia di produzioni agroalimentari, polizia veterinaria e maltrattamento di animali.

Guido Chaussod e la figlia Rita sono stati ritenuti responsabili soltanto dell’illecito smaltimento di rifiuti di origine animale, con la donna condannata a un’ammenda di 2.000 euro (pena sospesa). Il vpo Sara Pezzetto - oltre alla conferma per Guido Chaussod della proposta di patteggiamento pari a 2 mesi e 20 giorni di reclusione, con sostituzione in libertà controllata - per Rita Chaussod (giudicata col rito abbreviato) aveva chiesto la condanna a 6 mesi di reclusione. La difesa di quest’ultima, rappresentata dall’avvocato Stefano Moniotto, nella sua arringa ha insistito più volte sul fatto che «il solo dettaglio che la mia assistita risulti titolare dell’azienda agricola non integra in alcun modo il concorso nel reato». Quin-

di ha aggiunto: «Magari conosceva la situazione, ma il concorso non si è mai materializzato. Ci troviamo di fronte a una concezione dell’allevamento di 30 anni fa, che lo stesso Guido Chaussod (difeso dall’avvocato Edoardo Valente, ndr) continua a portare avanti. In qualche caso può non aver osservato alla lettera le regole igienico-sanitarie legate alla macellazione di alcune capre, da lui stesso allevate, ma questo, proprio nell’ambito di un’attività di allevamento, non fa scattare automaticamente il reato penale». Una tesi, quella dell’avvocato Moniotto, accolta dal giudice Tornatore, che ha condannato i due imputati soltanto per l’illecito smaltimento di rifiuti di origine animale.

vembre - vennero concessi gli arresti domiciliari al termine dell’interrogatorio di garanzia davanti al gip del Tribunale di Aosta, Maurizio D’Abrusco. Un episodio, quello della detenzione di droga ai fini di spaccio, emerso nell’ambito di un’indagine aperta su un presunto giro di favori all’interno della casa circondariale di Brissogne, che all’atto della sua conclusione ha portato la Procura della Repubblica di Aosta a chiedere il rinvio a giudizio anche di alcuni detenuti di origine rumena per corruzione in concorso. Stralciata, invece, l’iniziale accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato, in quanto secondo quanto appreso da fonti giudiziarie - in un ipotetico dibattimento non sarebbe stato possibile dimostrare che David Grosso non fosse realmente malato quando formalmente non in servizio per malattia. In un simile contesto, il legale difensore dell’imputato, l’avvocato Corrado Bellora del foro di Aosta, limitatamente all’episodio dell’arresto in flagranza di reato per stupefacenti, sin dall’interrogatorio di garanzia davanti al gip ha sempre sostenuto che «la droga non era assolutamente destinata in carcere. L’episodio, l’unico contestato al mio assistito, è legato a gravi problemi economici in famiglia». ■ pa.ba.


REGIONE

12

lunedì 14 dicembre 2015

■ VOLONTARIATO / Il 6º Premio regionale al progetto ‘Hortus Inclusus’

«Noi ci crediamo davvero»

Riconoscimenti anche all’Associazione Autismo e Aosta Iacta Est QUART - «Il volontariato puoi farlo solo per qualcosa in cui credi davvero, e noi crediamo da anni nell’agricoltura biodinamica». Lo dice Attilio Perrone, presidente dell’Associazione di agricoltura biologica e biodinamica, che con il progetto Hortus Inclusus si è aggiudicato il «Premio regionale per il volontariato 2015», consegnato venerdì alla Fondazione sistema Ollignan di Quart. L’obiettivo è quello di valorizzare la propria terra a partire da un orto nel centro di Aosta, coltivato con la tecnica biodinamica: «una tecnica facilissima da imparare spiega Perrone - rispettosa dell’ambiente e che permette di lasciare un terreno più ricco alle generazioni future. Partiamo dal piccolo ma questo premio ci darà la visibilità che permetterà anche ad aziende più grandi di avere la fiducia per convertirsi a questo metodo». Per Christian Varone, presidente dell’Associazione valdostana autismo, è stata una sorpresa aggiudicarsi il primo riconoscimento con il progetto «Chambre avec des amis». «Non ce lo aspettavamo ma ci tenevamo molto - dichiara Varone - grazie a questi progetti speriamo di poter creare una prassi utile anche per le altre associazioni». Con il supporto di una psicologa e di volontari, non solo i ragazzi autistici potranno sviluppare una nuova indipendenza, «ma anche i loro genitori potranno risco-

STAR BENE

Se credi a Babbo Natale, allora credi che... Sesto appuntamento con la rubrica ‘Star bene’ curata dall’ostetrica Selvaggia Perrone. Chi fosse interessato in particolare a qualche argomento, può segnalarlo per un approfondimento, scrivendo a perrone.ostetricia@gmail.com.

di Selvaggia PERRONE

e credi a Babbo Natale allora credi che... S In vista del Natale ho pensato di raccontare qualche storia di fantasia, di quelle che a volte si fa fatica a crederci.

Fotografia di rito alla Fondazione Ollignan di Quart per i premiati del mondo dell’associazionismo

prire la convivialità coniugale sapendo che i figli sono in un contesto di crescita e sperimentazione» - conclude Varone. Il secondo riconoscimento è andato all’associazione Ao-

sta Iacta Est, con il suo ‘Giocaosta’. «Un progetto bizzarro e anomalo - lo definisce il presidente dell’associazione Davide Jaccod - che siamo contenti abbia ricevuto un ricono-

ORDINE DEI MEDICI

MERCOLEDI’ 16 SCIOPERO di 24H AOSTA - I medici vogliono lavorare in un servizio sanitario nazionale che torni a essere equo, solidale, universale e sostenibile. In difesa di questi principi e dell’articolo 32 della Costituzione, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici ha indetto uno sciopero nazionale di 24 ore per mercoledì 16 dicembre. Anche l’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Valle d’Aosta aderisce per denunciare, tra l’altro «il definanziamento progressivo della sanità pubblica, il blocco del turn over che lascia al palo le speranze dei giovani e dei precari e il federalismo inappropriato che lascia la sanità a pezzi» e chiedendo «di mettere fine alle condizioni di lavoro sempre più pesanti e rischiose per ottenre sempre e solo risparmi».

scimento istituzionale perché rende giustizia al mondo del volontariato. Questo premio è collettivo, perché noi siamo solo il capofila di una ventina di associazioni con cui collaboriamo e che rendono possibile tutto questo». Una menzione speciale è andata al comitato regionale Uisp, l’Unione italiana sport per tutti, con il progetto ‘Liberi di muoversi nella città della salute’, che mira a far vivere lo sport come un bene che interessa non solo la salute, ma anche la qualità della vita, l’educazione e la socialità dei cittadini. «Il progetto è nato dal Gruppo giovani della Uisp, che grazie a questa gratificazione morale saranno ancora più invogliati ad andare avanti» conclude Carlo Finessi, presidente regionale dell’associazione. ■ Sara Sergi

Non parleremo di fiocchi di neve e renne parlanti, né di bimbi felici e orsetti danzanti. Le storie di cui vorrei trattare riguardano l’universo femminile in cui le illusioni, col passare del tempo, si sono trasformate in convinzioni. Perciò, se credi a Babbo Natale forse credi che... Non ci si può lavare durante il ciclo mestruale. È una falsa convinzione. Anzi, l’igiene intima è fondamentale ancora di più in quei giorni. Non si possono toccare fiori o piante. Anticamente la donna era considerata impura nei giorni in cui si manifestava la mestruazione, pertanto non le era data la possibilità di ‘contaminare’ fiori, carni, alimenti e luoghi sacri. Sappiamo che ciò non corrisponde a realtà. Se la pancia in gravidanza è a punta, allora sarà un maschietto. La forma della pancia può dire, ad esempio, come è girato il bimbo..ma non ne determina il sesso. Se, in gravidanza, cadi in avanti è maschio, se cadi indietro è femmina. In ogni caso, è bene non cadere affatto, ma comunque non ha alcun valore predittivo. Non bisogna guardare persone brutte né incrociare gambe e braccia, altrimenti si avranno bimbi brutti e con il cordone attorno al collo. Sulla ‘bellezza infusa’, tramite lo sguardo non aggiungo altro, mentre sul divieto di incrociare le gambe ha un senso dal momento in cui bisogna assumere posizioni comode per far spazio. Questo non può prevedere in alcun modo la posizione del cordone ombelicale alla nascita. La quarantena della mamma Un tempo,dopo il parto, la donna veniva confinata in quarantena: durante questi 40 giorni le era vietato eseguire qualunque faccenda, le quali erano di competenza delle altre donne della famiglia. Ancora oggi noi consigliamo la prima visita dopo i 40 giorni circa, tempo utile al corpo della mamma per una prima ripresa. Quest’usanza, quindi, non sembra del tutto negativa. Per quanto una donna sia in grado di poter affrontare tutte le faccende quotidiane senza correre il rischio di far irrancidire la carne o la conserva di pomodori, avere un aiuto in casa e tempo per il bimbo non sembra male. Bere birra fa aumentare il seno, così come fa venire il latte. Purtroppo il metodo non funziona, anzi, durante l’allattamento sarebbe comunque bene limitare l’assunzione di alcolici.

Leo Club e Missione Sorriso RINGRAZIANO AOSTA - Nel giorno dell’Immacolata, i ‘leoncini’ Sidney, Alice, Walter e Laurent hanno animato il banchetto del Leo Club Valle d’Aosta all’ospedale Parini, con l’obiettivo di vendere i pandorini e finanziare così il progetto ‘Leo for Children’. A offerta libera, è stato possibile avere un pandorino con gocce di cioccolato, sostenendo così il progetto nazionale che si propone di contribuire a migliorare la permanenza dei bambini negli ospedali, attraverso l’acquisto di libri e giocattoli. Nella foto, da sinistra, il presidente del Leo Club Valle d’Aosta Sidney Actis, Alice Veglio, Walter Lombardo e Laurent Mattia Braga. AOSTA - Ammonta a 920 euro il ricavato della lotteria benefica che il centro Figurella di Aosta ha organizzato in questi mesi a favore dell’Associazione Missione Sorriso VdA Clown Dottori. Il denaro, che servirà all’associazione per continuare a regalare sorrisi – è stato raccolto durante la cena di chiusura dell’evento, al ristorante Monte Emilius di Charvensod. «Grazie al Centro Figurella e a tutti coloro che hanno partecipato - commenta la presidente di Missione Sorriso Stefania Perego - un importante segnale di sensibilità e condivisione dei valori del volontariato».

DONATORI DI SANGUE

SABATO 19 DICEMBRE, AL SALONE DUCALE

La FIDAS valdostana presenta il suo nuovo labaro Donatori di sangue, donneurs de sang. La Fidas valdostana si prepara a presentare, sabato 19 dicembre, al salone Ducale del municipio di Aosta (ore 18), il nuovo labaro dell’associazione, che identificherà il gruppo di donatori di sangue valdostani. «L’acquisto del labaro – spiega Rosario Mele – corona il desiderio del direttivo di dotare l’associazione di un vessillo identificativo e rappresentativo di tutti i donatori di sangue attivi ai piedi del Monte Bianco. Saremo orgogliosi di esporlo nelle numerose iniziative e negli appuntamenti nazionali e internazionali, sottolineando l’impegno gratuito e civico di ogni donatore di sangue a favore della vita altrui». Il labaro sarà benedetto da monsignor Lovignana martedì 23 dicembre, alle 16, nella cappella al quarto piano dell’ospedale Parini, durante l’Eucarestia celebrata per il Natale per i pazienti, le famiglie e il personale sanitario.


lunedĂŹ 14 dicembre 2015

13


14

lunedĂŹ 14 dicembre 2015


s a n i tà

lunedì 14 dicembre 2015

15

■ preoccupazione / Da fine dicembre, con il pensionamento della dottoressa Grasso , mancheranno tre professionisti

ONCOLOGIA in emergenza, 30% di medici in meno

«Sulle cause dei tumori, dito puntato alla Cogne? Difficilmente la carcinogenesi ha una sola causa» aosta - «L’uso integrato del day hospital, del reparto di degenza e dell’Hospice – seppur con qualche difficoltà – consente una gestione adeguata delle prime visite, delle terapia oncologiche, degli iter diagnostici complessi e di quelle condizioni patologiche associate alla malattia tumorale e al trattamento. Ogni settimana, garantiamo 18 diversi ambulatori, a seconda delle diverse neoplasie. Ma dal 31 dicembre, non nego che saremo in difficoltà. Già da diversi mesi, con una risorsa in congedo maternità e un medico in aspettativa (il dottor Gianmauro Numico, ndr) lavoriamo in emergenza, con grandi sacrifici per non sospendere servizi o ambulatori. Dal nuovo anno infatti, la dottoressa Fulvia Grasso sarà in pensione e così i medici saranno 7 sui 10 necessari. Il 30% in meno, anche alla luce della normativa che riorganizza i turni, con obblighi ben precisi rispetto a orario di lavoro e turni di riposo, non ci agevola. L’azienda Usl è informata della nostra situazione e sensibilizzata ai nostri timori; speriamo che di qui al nuovo anno possano intervenire cambiamenti nella normativa che blocca turn over e assunzioni o che siano trovate le risorse necessarie a ‘rinfoltire’ i professionisti in servizio». Alessandro Mozzicafreddo, classe 1964, medico specialista oncologo è il direttore facente funzione della Strut-

tura Complessa di Oncologia e Ematologia oncologica; è in azienda dal 1999 e dallo scorso agosto, vista l’aspettativa semestrale del dottor Gianmauro Numico, è direttore. «Per ora liste d’attesa, ricoveri, trattamenti, tutto è stato rispettato pur a fatica. Il rischio – che spero scongiureremo è proprio quello di diminuire la frequenza degli ambulatori e di conseguenza allungare le liste d’attesa. Per fortuna – spiega il dottor Mozzicafreddo – i pazienti ‘si accumulano’ – segno di una percentuale sempre maggiore di persone che se non guariscono, comunque sopravvivono e che si curano, in modo attivo. Per questi trattamenti oncologici però servono risorse, umane e materiali. Noi ci mettiamo tutta la passione e l’amore per questo lavoro, ma non può bastare». La struttura Quando si parla di Oncologia si parla di una struttura complessa che svolge attività di assistenza ambulatoriale e ricovero per pazienti affetti da neoplasie solide ed ematologiche, «eccezion fatta per alcune forme di neoplasie ematologiche,

«Per i trattamenti oncologici servono risorse umane e materiali, la passione non può bastare»

«C’è un problema di tipo sociale, di anziani malati che non hanno una rete familiare e che vivono da soli» Il dottor Alessandro Mozzicafreddo, direttore della Struttura Complessa Oncologia ed Ematologia Oncologica

come ad esempio certe forme di leucemia per le quali, ad esempio, i giovani pazienti sono candidati al trapianto; in quel caso, è attiva una convenzione con l’ospedale Le Molinette di Torino – spiega il dottor Mozzicafreddo. La gestione dei pazienti avviene nel reparto al terzo piano dell’ospedale Parini, al day hospital e all’Hospice all’ospedale Beauregard». I tumori aumentano? La percezione è di un aumento importante dei tumori tra la popolazione attiva è reale? «La Valle d’Aosta è nella media nazionale alta del Nord Italia – commenta il direttore della SC Oncologia – la fotografia dell’incidenza dei tumori in Valle d’Aosta è sempre stata piuttosto approssimativa, considerato che i dati sono sempre stati accorpati al Piemonte. Dal 2013 è stato istituito il Regi-

stro Tumori, che rimane di natura aziendale, ma che nei primi mesi del 2016 potrà darci i primi dati ufficiali, dopo una raccolta che dura da tre anni». «Devo ammettere che negli ultimi anni si è verificata una certa stabilità nei numeri. Abbiamo 120/140 nuovi casi di tumore alla mammella, 60/70 di tumore ai polmoni, 50 nuovi casi di tumore colonrettale. Il dato è sottostimato – spiega Mozzicafreddo – vi sono casi che ad esempio non passano da questo reparto, ma si ‘fermano’ alla Chirurgia, laddove ad esempio un’escissione del tumore e una terapia ormonale di sostegno possono bastare». 500 nuove visite annue «Ogni anno valutiamo circa 500 nuovi pazienti, come prime visite – spiega il dottor Mozzicafreddo – le patologie prevalenti sono in linea con quanto avviene nel

mondo occidentale; il carcinoma mammario è al primo posto, seguono il carcinoma al polmone, il tumore colonrettale, quello prostatico e quello afferente all’area cervico-cefalico, se parliamo si neoplasie solide. Vi sono poi tutta una serie di neoplasie ematologiche». Le cause? Inutile precisare che chez-nous il grande imputato rimane la Cogne Acciai Speciali... a torto o a ragione? «E’ difficile attribuire a una singola causa la carcinogenesi – commenta il dottor Mozzicafreddo – certamente l’inquinamento ambientale è un co-fattore riconosciuto dall’OMS, al quale dobbiamo però sommare gli stili di vita, l’alimentazione e sicuramente gli inquinanti ambientali. E’ anche bene precisare che le campagne di screening aiutano a individuare i tumori che altrimenti si scoprirebbero soltanto quando sono ormai in stato avanzato e con sintomi evidenti. Ecco perchè le campagne di screening sono preziosissime e rappresentano un’acquisizione fondamentale della sanità pubblica. Gli stili di vita? Un esempio?

In certe regioni d’Italia, così come in certe zone del mondo, dove è consolidato l’abuso di alcool e fumo, l’incidenza di tumori del distretto cervico-cefalico – ovvero cavo orale, gola ed esofago – è più alta. Inutile precisare che la concomitanza alcool-fumo non solo è una somma di fattori di rischio ma è un potente moltiplicatore». Lei accennava a qualche difficoltà nella gestione dei pazienti tra reparto, day hospital e hospice... Carenza di posti letto o altre cause? «Sicuramente c’è un problema di natura sociale; penso agli anziani soli, spesso senza una rete familiare che possa supportarli in un’assistenza a domicilio. A questi casi si aggiungono a volte problemi di natura economica che non rendono possibile neppure avvalersi dell’aiuto di una badante. Questo fa sì che la dimissione dei soggetti dal reparto diventi difficile e che perciò, magari per un fatto acuto, la degenza che sarebbe più breve, si allunga. Lo stesso problema abbiamo con l’hospice; la ‘sopravvivenza’ dei pazienti si allunga, i trattamenti attivi si allungano e spesso i posti non sono sufficienti per dare un’adeguata risposta. Posti letto? Sì, la media di occupazione supera sempre il 100%, ciò vuol dire che abbiamo praticamente sempre pazienti fuori reparto, i posti letto qui sono solo 12». ■ Cinzia Timpano


16

lunedĂŹ 14 dicembre 2015


regione

lunedì 14 dicembre 2015

17

■ evento / Place Deffeyes teatro delle celebrazioni per la Giornata internazionale

La montagna... in CITTA’ Parete di arrampicata e slack line hanno incuriosito i più giovani aosta - Arrampicata, slackline e molto altro per festeggiare uno degli elementi naturali più importanti della nostra regione. È Passione Montagna. Scopri con Giroparchi la Natura della Montagna, l’iniziativa che lo scorso weekend ha voluto celebrare la montagna, intesa come luogo di cultura, innovazione, sport, svago e soprattutto come spazio di natura da vivere con rispetto e consapevolezza. In occasione dell’evento, organizzato in occasione della Giornata Internazionale della montagna sono stati messi in agenda una serie di appuntamenti che hanno avuto, come punto di ritrovo piazza Deffeyes. A partire dal pomeriggio di sabato 12 i cittadini e i turisti hanno potuto cimentarsi in varie discipline sportive adrenaliniche, sotto la guida esperta e l’assistenza di guide alpine. Una di queste è stata l’arrampicata sportiva su parete artificiale. «E’ stato bello arrampicarsi, meno quando guardavo giù - dice Arianna mentre ricorda la sua esperienza di pochi attimi prima; altra attività proposta è stata quella della slackline, volta a testare l’equilibrio in movimento attraverso la camminata sospesa nel vuoto. Ma non è tutto: i più piccoli non hanno avuto modo di annoiarsi, visto che si è pensato anche a loro, «abbiamo organizzato un gioco educativo per i

Arnaud Martino

bambini che è consistito nella ricerca dell’ARVA, l’apparecchio per la ricerca di vittime da valanga, uno strumento importantissimo che facilita enormemente il ritrovamento da parte dei soccorritori in caso di valanghe, ma non solo» - spiega la guida ambientale escur-

Lou Tintamaro Enfants di Cogne

Arianna

sionistica Sveva Lavecchia Paolucci. C’è stato spazio anche per le sfide tra adulti e gruppi di amici con ‘Montagne in gara’, un percorso di giochi a squadre che ha avuto come scopo principale quello di mettere alla prova le conoscenze del territorio ol-

tre che le principali abilità di chi ama e frequenta la montagna. Tra un intrattenimento musicale e l’altro ad opera dei Lou Tintamaro Enfants di Cogne, sono poi iniziati una serie di interventi tematici al salone Viglino, conclusi con un ricco apertivo-degustazione di prodotti a marchio Qualità Gran Paradiso. La proiezione del film ‘Cervino - La montagna del mondo’, un omaggio alla Gran Becca in occasione dei 150 anni dalla prima ascensione firmato da Nicolò Bongiorno ha concluso la celebrazione che ieri, domenica, ha vissuto a Valsavarenche e a Rhêmes-Notre-Dame le sue attività outdoor: l’osservazione degli stambecchi in amore e un primo avvicinamento alle cascate di ghiaccio con le guide alpine del Gran Paradiso. ■ Carol Di Vito

trasporti e ferrovia

Sabato 19, #IL TRENO DEI DESIDERI Stasera, lunedì 14, se ne parla ad Arvier aosta - L’associazionismo valdostano e i sindacati insieme per una giornata di mobilitazione a difesa della tratta Aosta-Pré-Saint-Didier. E’ ‘#Il treno dei desideri’, manifestazione in programma sabato 19 dicembre contro la «scelta di sospendere la linea Aosta-Pré-Saint-Didier che porterebbe in realtà alla chiusura definitiva, con l’inevitabile conseguenza della cessazione di un servizio di trasporto universale a favore del trasporto privato e su gomma» - spiegano in una nota i promotori. Il ritrovo del treno dei desideri è fissato per le ore 13 alla stazione ferroviaria di Aosta; la partenza per PréSaint-Didier è per le 13.41; aperitivo sostenibile e rientro, in treno alle ore 17.13, con fiaccolata all’arrivo nel capoluogo. «La rete dei trasporti valdostani è debole, poco funzionale e poco integrata – spiegano i promotori della giornata – per uscire dalla crisi la Valle deve investire in un piano strutturale e sistemico dei trasporti che la ricolleghi al Paese e all’Europa, attraverso un servizio pubblico universale, moderno, efficiente, sostenibile ed ecocompatibile. La linea Aosta-Pré-Saint-Didier dovrebbe farne parte, sia per il potenzile turistico ed economico sia per quello ordinario poiché potrebbe servire, con adeguate promozioni dell’uso del mezzo pubblico, un terzo dei valdostani. Noi chiediamo di non sospendere un bel niente, ma di avviare un confronto serio che porti nuove idee di sviluppo». Sul tema è intervenuto anche l’Osservatorio nazionale delle Liberalizzazioni nelle Infrastrutture e Trasporti che giudica «sconcertante» la decisione di sospendere la tratta e «intanto strizzare l’occhio di nuovo al Ponte sullo Stretto e trova risorse per sostenere l’autostrada vuota della Brebemi». Di ‘Aoste Pré-Saint-Didier, gaspillage public ou opportunité’ si parlerà questa sera, lunedì 14 dicembre, alla sala polivalente di Arvier (ore 20.30), per iniziativa del Gruppo UV in seno al consiglio regionale; oltre all’assessore ai Trasporti Aurelio Marguerettaz interverranno la consigliera Patrizia Morelli e un tecnico di RFI. Commenta l’assessore al Turismo e Trasporti Aurelio Marguerettaz: «Intanto, nessuna chiusura, ma sospensione di un servizio che, così com’è, non può più funzionare. Sono per l’apertura di un tavolo di servizio, dove ci si confronti e dal quale nasca la decisione definitiva da prendere per questa vetusta, sottoutilizzata e costosalinea ferroviaria». Marguerettaz ricorda che «oggi gli utenti sono circa 350 e che RFI ha indicato in circa 15 milioni il costo per la sostituzione dei binari e delle traverse, oltre agli interventi di sistemazione delle gallerie. Per la sola manutenzione ordinaria ci vogliono 500 mila euro all’anno»


18

lunedĂŹ 14 dicembre 2015


regione

lunedì 14 dicembre 2015

19

■ giubileo / Una folla ieri, per l’apertura della porta della Cattedrale

«Misericordiosi come il Padre» di Silvia COSTA aosta - Una folla di fedeli ha accompagnato il rito con cui ieri pomeriggio, domenica, monsignor Franco Lovignana ha aperto la Porta Santa della Cattedrale di Aosta. Secondo quanto chiesto da papa Francesco alla proclamazione dell’Anno Santo, le diocesi del mondo hanno, per la prima volta nella storia dei giubilei cristiani, aperto ciascuna la propria Porta Santa. In precedenza le porte sante erano presenti solo nelle basiliche papali di Roma e la prima apertura di una di esse ci rimanda all’anno 1423, in cui papa Martino V celebrò questo rito nella Cattedrale di Roma, la chiesa di San Giovanni in Laterano. La cerimonia aostana di domenica 13 dicembre è stata preceduta da una processione partita dalla chiesa di Santo Stefano e introdotta da alcune frasi della bolla papale “Misericordiae Vultus”, per ricordare che in quest’anno la Chiesa cattolica è invitata a riflettere sulla misericordia di Dio: «Gesù Cristo è il volto della misericordia del Padre. Il mistero della fede cristiana sembra trovare in questa parola la sua sintesi». Nella stessa si legge ancora: «Misericordiosi come il Padre, dunque, è il “motto” dell’Anno Santo... L’architrave che sorregge la vita della Chiesa è la misericordia. Tutto della sua azione pastorale dovrebbe essere avvolto dalla tenerezza con cui si indirizza ai credenti». La novità introdotta da papa Francesco è quella di decentrare la celebrazione: «Il Giubileo, per-

NOTIZIE IN BREVE

Flash

Una cassetta di auguri: l’idea per Natale dell’associazione Forrest Gump Una cassetta di auguri. E’ l’originale iniziativa natalizia dei ragazzi dell’Associazione Forrest Gump che sabato prossimo, 19 dicembre, saranno presenti al punto vendita della cooperativa Mont-Fallère per preparare confezioni natalizie e proporle ai clienti. Le confezioni sono composte da cassette di legno, realizzate e decorate dai ragazzi con fiori e stelle di Natale della cooperativa. L’associazione è stata fondata da un gruppo di genitori di ragazzi disabili con l’obiettivo di creare opportunità di lavoro per persone con disabilità, partendo dal presupposto che la disabilità è un valore e non un peso. Musica e teatro per aiutare Emergency Si chiama ‘Il sogno delle formiche’ ed è lo spettacolo che i Tamtando, il Coro Canto Leggero e gli attori Andrea Da Marco e Barbara Caviglia hanno preparato e donato a Emergency e che sarà portato in scena domenica prossima, 20 dicembre, al teatro Giacosa. L’ingresso è libero, ma sono gradite offerte che, insieme al ricavato dalla vendita delle magliette dello spettacolo, contribuiranno a portare avanti il Programma Italia, uno dei tanti progetti di Emergency che garantisce l’assistenza ai migranti e alle famiglie italiane più indigenti, attraverso gli ambulatori stanziali (Marghera, Palermo, Polistena) e i ‘Polibus’ che intercettano i lavoratori nelle campagne italiane. L’appuntamento è per le ore 21.

L’arrivo in Cattedrale di Monsignor Lovignana e Monsignor Anfossi

Rifiuti: martedì ne parlerà il Gruppo Alpe alla sala BCC

La folla innanzi alla Porta della Misericordia, delimitata da una ‘cornice’ azzurra con la scritta Misericordae

tanto, sarà celebrato a Roma così come nelle Chiese particolari quale segno visibile della comunione di tutta la Chiesa». Così la

La processione che dalla chiesa di Saint-Etienne ha raggiunto la Cattedrale

diocesi di Aosta ha preparato un percorso di visita della propria cattedrale, illustrato da due pannelli posti di fronte all’ingres-

so della chiesa. La celebrazione del Giubileo della Misericordia ad Aosta si concluderà domenica 13 novembre 2016.

Rifiuti, quale futuro? Prospettiva per il domani della Valle d’Aosta, tra contenziosi, sentenza e scelta di modelli gestionali. E’ il tema dell’incontro in programma domani, martedì 15 dicembre, alla sala conferenza della BCC valdostana (ore 20.45), promosso dal Gruppo consiliare Alpe. La serata sarà l’occasione per discutere del sistema di gestione dei rifiuti e delle criticità, anche ascoltando gli interventi di esperti e, per esempio, di Claudio Marciano, assessore alla sostenibilità urbana del comune di Formia. L’ingresso è libero, la popolazione è invitata a partecipare.

Uno scorcio della folla che si è radunata in piazza Giovanni XXIII ieri pomeriggio


20

lunedĂŹ 14 dicembre 2015


regione

lunedì 14 dicembre 2015

■ GUIDE alpine / Consegnati i diplomi a dieci nuovi professionisti

Bilancio IN EXTREMIS Si è attinto a un fondo di riserva per coprire una perdita di 9 mila euro Aosta - «Se continua così finisce che gli allievi dovranno pagarsi il corso per intero, circa 20 mila euro, mentre adesso è al 62% circa» Guido Azzalea, presidente dell’Uvgam, Unione valdostana guide di alta montagna, esprime preoccupazione per il futuro dei professionisti della montagna. L’associazione si è riunita giovedì 10 dicembre in assemblea per l’approvazione del bilancio di previsione del 2016 che pareggia sui

Il presidente Uvgam Guido Azzalea

372 mila euro. «Abbiamo avuto un ulteriore taglio del 10%, circa 17 mila euro in meno, e per la prima volta non riuscivamo a chiudere il bilancio registrando una perdita di 9 mila euro. Abbiamo attinto al “fondo rischi” la cifra necessaria che, per questa volta, ci permette di galleggiare e andare in pareggio». Importanti risorse arriveranno dal Fondo sociale europeo per un progetto Alcotra che coinvolge l’Uvgam,

capofila, insieme a Fondazione montagna sicura e l’Ecole nationale de ski et d’alpinisme di Chamonix, e che permetterà di risparmiare sulla formazione degli aspiranti guide. L’assemblea si è chiusa con la consegna dei diplomi alle nuove guide alpine: Matteo Boffi, Cristian Bredy, Alex Campedelli, Francois Cazzanelli, Alex Chadel, Patrick Chasseur, Philippe Favre, Elis Martis, Luca Perron e Denis Trento.

■ maestri di sci / L’annuale assemblea è stata l’occasione per fare un po’ di sana autocritica

«SCUOLE collaborate, basta farsi la guerra» aosta - La consueta premiazione dei professionisti con trent’anni di servizio, dei neo maestri di sci alpino e dei maestri specializzatisi nel telemark; l’occasione per presentare la nuova linea di EA7 Armani (la storica divisa rosso-bianca rimane, ma con modelli e tessuti migliorati) ma anche il tempo per una riflessione onesta: «la nostra immagine deve essere impeccabile, ci sono ancora troppi maestri che non svolgono in modo adeguato il proprio lavoro. E poi le scuole di sci, che devono cercare maggiore collaborazione e non farsi la guerra, per il bene di tutti e principalmente degli associati». Tanta carne al fuoco all’annuale assemblea dei maestri di sci, ospitata al Teatro Splendor, occasione per il presidente dei professionisti dello sci Beppe Cuc per parlare anche di AVMS Service, la società di servizi a socio unico, senza consiglio di amministrazione «che non

svolge attività in concorrenza - ha spiegato Cuc - il materiale sportivo trattato è infatti riservato esclusivamente ai maestri e alle scuole, con il vantaggio che per i professionisti, l’acquisto è più vantaggioso e che l’Associazione ha qualche introito in più da reinvestire.

Mercato e dinamiche cambiano e anche noi dobbiamo imparare a camminare con le nostre gambe». In primavera, non appena la stagione invernale sarà conclusa, l’Associazione i maestri di sci traslocherà nella nuova sede all’Espace Aosta.

21 impianti a fune

«Puntiamo agli sciatori di giornata e agli occupanti delle seconde case» aosta - Puntare sugli sciatori alla giornata. E’ questa l’unica possibilità, secondo il presidente dell’associazione che riunisce gli impianti a fune della nostra regione Ferruccio Fournier, per aumentare le presenze nei comprensori e di riflesso, ‘dare una mano’ agli impianti di risalita. Nel corso dell’assemblea annuale, Fournier ha ripercorso 40 anni di vita dell’associazione; «sono stati gli sforzi di gente coraggiosa ed entusiasta che senza aiuti pubblici, immettendo capitali e capacità imprenditoriali, diede l’impronta al sistema turistico della nostra regione, contribuendo a bloccare lo spopolamento di molti paesi di montagna». L’analisi di Fournier si fa critica quando spiega che «il sistema Valle d’Aosta non fu in grado di intervenire in maniera incisiva, soprattutto mettendo delle norme sull’utilizzo del territorio. Così, anzichè sfruttare la possibilità di fare economie, proliferarono le seconde case, arrivando così a molte rendite ma poca capacità di reddito» - ha analizzato il presidente Avif. Fournier ha parlato anche di prospettive; «accorpare le aziende piccole a quelle più grandi ha sicuramente portato dei vantaggi ma è necessario contenere ulteriormente le spese di gestione per l’equilibrio finanziario così come è importante che ci sia un sensibile aumento dei proventi derivante da una maggiore affluenza sugli impianti». Già ma come, anche considerato che il 90% del fatturato degli impianti a fune è sul periodo invernale? «Non si possono fare troppi ragionamenti sui posti letto, considerato che la capacità ricettiva del settore è scarsa rispetto alla dimensione del sistema trasporti a fune, specie se rapportato ai posti letto di stazioni d’Oltralpe». L’unica possibilità, secondo Fournier, è puntare sugli sciatori alla giornata, quelli residenti nelle regioni di prossimità, Piemonte, Liguria e parte della Lombardia. «Si potrebbe anche pensare ai clienti occasionali che soggiornano in alloggi e che potrebbero dare un contributo significativo». L’assemblea dell’Avif è stata l’occasione per premiare i partecipanti del concorso fotografico ‘One click for mountain fun’, intitolato alla memoria di Giorgio Menel. Il primo classificato, con un suggestivo scatto del Cervino illuminato e una cascata di fuochi d’artificio, è Stefano Jeantet. Seconda e terza fotografia sono ‘La dura salita’ e ‘Cordate a fil di cielo’ di Alexis Courthoud. Quarta classificata la selvaggia ‘Cresta Signal’ di Katia Jacquemod. Quinti ad ex aequo, ‘Go big or go home di Christian Pelanda e ‘Alba sulla Gervasutti’ di Nicola Cominetti. Nella foto, da sinistra, la signora Paola, moglie di Giorgio Menel, con i figli Stephane e Michèle; accanto a Paola, il vincitore Stefano Jeantet.


22

lunedĂŹ 14 dicembre 2015


lunedì 14 dicembre 2015

e c o n o m i a & l avo ro

Economia

Flash

Sindacati: Gabriele Matterana nuovo segretario Flai Cgil Gabriele Matterana è il nuovo segretario generale della Valle d’Aosta della Flai Cgil. Matterana, già segretario generale della Fillea Cgil VdA dal 2005 al 2013 e responsabile per la Cgil Vd dal 2012 al 2013 dei settori produttivi e terziario è stato votato dal direttivo il 2 dicembre. La Flai della Cgil organizza i lavoratori agricoli e i lavoratori dell’industria di trasformazione alimentare. Tra i suoi principi statutari vi è quello di tutelare, difendere e promuovere i diritti individuali e collettivi dei lavoratori e rafforzare la solidarietà tra tutti i lavoratori dipendenti, precari e disoccupati. «All’ordine del giorno abbiamo affrontato il caso Lavazza - sottolinea Matterana -, abbiamo avviato le procedure per la cassa integrazione che deve essere chiesta entro fine anno e verificheremo poi quali sono i lavoratori che intendono spostarsi. Cercheremo comunque di tutelare il più possibile i lavoratori e i loro diritti». Sulla situazione del settore che la Flai segue in Valle d’Aosta, Matterana evidenzia che «il settore rispetto ad altre regioni sta tenendo; la Heineken è un esempio di azienda che sta investendo e andando oltre la crisi. Siamo in trattativa con Federalimentare per il rinnovo del contratto collettivo nazionale, un rinnovo che i sindacati di categoria hanno definito in una piattaforma innovativa che guarda al futuro e che propone nuovi modelli e scelte strategiche. Stiamo inoltre facendo assemblee nei luoghi di lavoro che ci confermano una situazione stabile».

IL TROVA LAVORO Fonte: Dipartimento Politiche del Lavoro e della Formazione: CENTRO PER L’IMPIEGO DI AOSTA Tel. 0165 271311 32374 - CENTRO PER L’IMPIEGO DI MORGEX Tel. 0165 809681 CENTRO PER L’IMPIEGO DI VERRES Tel. 0125 929443

OFFERTE DI LAVORO PRIVATE

AOSTA

RISTORANTE / PIZZERIA IN AOSTA: 1 barista - cameriera/e di sala. Contratto a tempo determinato con trasformazione a tempo indeterminato. Orario a tempo pieno. Richiesta esperienza lavorativa nel settore, possesso patente b - automunito. Per candidarsi telefonare al 320-5397869.

COURMAYEUR

BAR IN COURMAYEUR: 1 barista. Richiesta esperienza e buona conoscenza delle lingue inglese e francese. Contratto per la stagione invernale, no alloggio. Candidato deve essere in possesso della patente B e automunito. Cv a: portafederica@live.it

LA SALLE

RISTORANTE PIZZERIA: 1 apprendista cameriere di sala o cameriere di sala. Richiesta ottima conoscenza della lingua italiana e conoscenza base della lingua francese. Contratto per la stagione invernale, con offerta di vitto e alloggio. Se apprendista, fascia d’età richiesta è 18-29 anni. Per candidarsi contattare il 349-7508225 dalle 12 alle 15 e dalle 19 alle 21.

LA SALLE

RISTORANTE IN LA SALLE: 1 chef di cucina. Contratto per la stagione invernale con possibilità di trasformazione a tempo indeterminato. RIchiesto candidato in possesso di patente B e automunito. Per candidarsi: contattare lo 0165-861334.

POLLEIN

CENTRO ESTETICO DI POLLEIN: 1estetista. Contratto a tempo determinato con orario a tempo pieno. Candidato deve essere in possesso della qualifica di estetista, con esperienza lavorativa nel settore, in possesso della patente b e automunita. Per candidarsi telefonare allo 0165-516045.

SAINT-NICOLAS

ALBERGO VAGNEUR SNC DEI F.LLI VAGNEUR - FRAZIONE VENS: 1 aiuto cuoco di ristorante/commis di cucina. Contratto a chiamata a tempo pieno, con offerta di vitto e alloggio. Richiesta esperienza lavorativa nel settore, patente B e automunito. Inviare Cv a info@hotelvagneur.com, oppure tramite fax allo 0165-91248, oppure contattare il numero 0165-91178.

SAINT-VINCENT

STUDIO TECNOCASA - Attività di mediazione immobiliare: 2 collaboratori agenzia immobiliare. Contratto di lavoro autonomo a partita IVA, collaborazione coordinata e continuativa. Orario a tempo pieno. Il candidato ideale è automunito, diplomato, ha una conoscenza di base di informatica e delle lingue inglese e francese; interessato alla professione di agente immobiliare. Per candidarsi contattare Emiliano Morani allo 0166-513336. CV a aohb1@tecnocasa.it.

23

■ il caso / Un emendamento al Bilancio prevede la restituzione di 5.7 milioni

Confidi CTS CONTRO la Regione «E’ una forzatura ad personam» aosta - «C’è poco da commentare, si tratta di una vera e propria forzatura ad personam». Non va per niente giù al presidente del Confidi CTS, Pier Luigi Genta (foto), l’emendamento presentato nell’ultimo consiglio regionale dall’assessore al Bilancio, Ego Perron, e approvato dall’assemblea, per cui è stata definita «la restituzione alla Regione dei fondi rischi costituiti presso i Confidi in caso di loro fusione con Consorzi di garanzia fidi non aventi sede in Valle, al fine di destinare le somme non utilizzate per interventi a sostegno delle piccole e medie imprese operanti sul territorio». Il riferimento per nulla velato è alla fusione di CTS con Ascomfidi Piemonte, definita lo scorso mese di ottobre, e a quei 5.7 milioni di euro che Perron aveva già “reclamato” in una lettera inviata allo stesso CTS. «E’ una scelta non giustificata - attacca Genta -, perché per legge noi potremmo lavorare in tutta la comunità europea, l’importante è che la maggior parte dei soldi vada per le aziende valdostane. Insomma, come al solito la Regione si fa forte con i deboli, visto che dal governo non ottiene mai nulla. Noi siamo vicini alle aziende da oltre 35 anni e non meritiamo un trattamento del genere, visto che con l’alleanza siamo più solidi e le aziende di chez nous ne guadagnano; il soggetto, poi, ha sede in Valle d’Aosta». Da parte del Confidi CTS ci saranno sicuramente delle contromosse. «Non sta-

remo assolutamente fermi, è una legge ad personam e come tale vedremo se costituzionale - replica ancora Genta -. Già abbiamo vinto il ricorso al Tar a seguito della lettere, vedremo come andrà a finire. Inoltre, quei 5.7 milioni sono investiti e smobilizzandoli diventerebbero meno. E poi cosa si pensa di fare? Senza quei soldi già impegnati in garanzie, molte imprese sarebbero

a rischio: cosa facciamo? Diciamo alle banche che determinati soggetti non sono più garantiti? Con questa mossa sono riusciti ad amazzare i miei ideali: dove sono la liberté, l’égalité e la fraternité di cui tanto si riempiono la bocca? Brucia non essere riusciti a fare il Confidi unico e avere a che fare con un soggetto indipendente». ■ Alessandro Bianchet

Patronati: «Rischi per occupazione e gratuità» aosta - Patronati in ginocchio, con conseguenze prevedibili: taglio del personale o inserimento di servizi a pagamento. Lanciano l’allarme i patronati Inas, Acli, Inca, Italuil ed Epasa, spaventati dall’ipotesi che - dopo il taglio di 35 milioni dello scorso anno - sia sul punto di arrivare un’altra mazzata da 28 milioni. «Se dalla legge di stabilità non sarà cancellata la norma sui tagli ai patronati saremo costretti ad affrontare una dolorosa riduzione del personale» conferma il coordinamento Patronati Valle d’Aosta che, in una nota «chiede sia cancellata la norma, unica alternativa per consentire a questi istituti di poter continuare la loro attività di tutela gratuita nei confronti dei cittadini, soprattutto i più bisognosi». Se venisse confermato il taglio, la conseguenza sarebbe la chiusura di molti degli sportelli e l’aggravante di dover pagare per ottenere le prestazioni previdenziali e socio assistenziali cui essi hanno diritto. Già lo scorso anno oltre un milione di persone firmò la petizione per chiedere al Parlamento di cancellare una norma ingiusta che ha già

rischiato di mettere una pietra tombale sul diritto alla tutela gratuita. «I livelli occupazionali sono a forte rischio e in Valle riguardano trentina di persone - spiega Sara Desandré di Inca Cgil -. Sappiamo che al cittadino questo può interessare poco, perché dice “la crisi prima o poi colpisce tutti”, ma con questa eventualità molto probabilmente ci troveremmo obbligati a far pagare i servizi, visto che i decreti attuativi rendono possibile il pagamento delle prestazioni fino a 24 euro». Le conseguenze sarebbero quantomeno antipatiche, visto che «riguarderebbero soprattutto le persone meno abbienti che dovrebbero sborsare soldi per fare le domande di disoccupazione o maternità - conclude Desandré -. Il problema è che la prospettiva è quella di arrivare a un taglio di circa 150 milioni di euro, per cui il futuro è sicuramente grigio. Rimane un dubbio: ma dove finiranno sti soldi, visto che il Governo li preleva dal fondo del servizio di tutela dei patronati pagato dai lavoratori con i versamenti all’INPS?». ■ al.bi.


24

lunedĂŹ 14 dicembre 2015


lunedĂŹ 14 dicembre 2015

AZIENDE VITIVINICOLE

Presentati LabiĂŠ e Pavese XVIII

E C O N O M I A & L AVO RO

25

■IL CASO LAVAZZA / Un ex dirigente “fa le carte� alla chiusura dello stabilimento

ÂŤStrategia in atto da tempoÂť

MercoledÏ 16 la firma per la cassa integrazione; pochi disposti a spostarsi a Gattinara I fratelli Laurent e AndrÊ CunÊaz con lo staff dell’Antirouille

AOSTA - Due vini interessanti, davvero espressione del territorio. Sono stati presentati la scorsa settimana il Torrette SupĂŠrieur “LabiĂŠâ€? della Cave Gargantua di La Salle e il “Pavese XVIIIâ€? dell’azienda vitivinicola Pavese Ermes di Morgex. Il “LabiĂŠâ€? è stato presentato lunedĂŹ 7 dicembre alla Vinosteria Antirouille di Aymavilles, in abbinamento con un grissino rustico alle noci del Panificio Pitti con il crudo di Bosses DOP, un involtino di cotto alla brace di Saint Oyen e polenta e salignon su foglia di belga con julienne di rosa d’Aosta. Il nome “LabiĂŠâ€? significa “mettere le lose su un tettoâ€?, ma è anche il modo in cui gli abitanti di Gressan venivano apostrofati, “borbottoneâ€?. ÂŤL’idea è di far corrispondere il nostro Torrette SupĂŠrieur il piĂš possibile al territorio perchĂŠ di esso ne è l’espressione - dice Laurent CunĂŠaz titolare dell’azienda -. Per l’invecchiamento non abbiamo scelto una barrique ma un tino di 1500 litri, perchĂŠ il legno spesso copre il prodotto; noi lo volevamo rispettare il piĂš possibileÂť. Del “LabiĂŠâ€? sono state prodotte 1300 bottiglie normali, 800 da mezzo litro e un centinaio di magnum. Il 10 dicembre, all’enoteca L’Uva e un Quarto di Aosta, la presentazione ufficiale di Pavese XVIII insieme allo Chef stellato Agostino Buillas del Restaurant de Montagne CafĂŠ Quinson che ha accompagnato il Pavese XVIII metodo classico pas dosĂŠ con ostriche e zabaione caldo di Blanc de Morgex et La Salle e cappuccino di spuma di Fontina Dop e cacao. ÂŤIl XVIII sta per i mesi in cui è stato sui lieviti e ci piaceva l’idea di identificarlo con i numeri romani, a tempo debito usciremo anche con il XXIV e con il XXXVI dice Ermes Pavese -. Dopo una prima sperimentazione con la vendemmia del 2010 presentiamo al pubblico l’annata 2013, di cui sono state prodotte 3000 tra bottiglie normali e magnumÂť. â– Simonetta Padalino

Agostino Buillas, Ermes Pavese e il titolare de L’Uva e un quarto

VERRES - Un’unica certezza. Il resto sono rumors di una trattativa sindacale che mira a salvare il possibile dopo l’annunciata chiusura della Lavazza di Verrès, che riguarda 52 lavoratori. La certezza, dicevamo, è rappresentata dal 16 dicembre, giorno in cui le parti firmeranno la cassa integrazione straordinaria, ben prima della fine dell’anno, individuato come termine ultimo per chiudere la trattativa. ÂŤLa CIG pare scontata - spiega Edy Paganin del SAVT -, ma fino all’approvazione da parte del Ministero niente è decisoÂť. L’altra certezza riguarda l’allungamento dei tempi di produzione: ÂŤAbbiamo ottenuto che venga garantita la produzione fino a marzo della “mattonellaâ€? da 250 grammi e fino a giugno per il Kafa, un’eccellenza dell’aziendaÂť. In quanti, invece, accetteranno il trasferimento a Gattinara? ÂŤSu questo punto c’è ancora incertezza - conclude Paganin -, perchĂŠ la maggior parte dei lavoratori è perplessa o ha rifiutato nonostante la presenza di incentivi; diciamo che sicure, al momento, potrebbero esserci circa 5 personeÂť. Il segretario del SAVT non intende sbilanciarsi sul futuro, dove l’idea di una cooperativa di lavoratori che possano rilevare l’azienda appare difficile, mentre piĂš appetitosa potrebbe essere la mossa della Regione di spingere per l’approdo nella nostra Valle di qualche altro colosso del caffĂŠ, soprattutto italiano. Queste realtĂ (Illy, Kim-

Edy Paganin (Savt)

bo e simili) sono sÏ grandi, ma non paragonabili a Lavazza: per queste, la sede di Verrès potrebbe essere assolutamente appetibile. L’assessore Non si sbilancia nemmeno l’assessore alle Attività produttive Raimondo Donzel: Stiamo aspettando, perchÊ i sindacati hanno deciso di condurre le trattative in autonomia; noi ribadiamo la disponibilità a garantire sostegno ai dipendenti e alle parti. Naturalmente, anche se non ci si può sbilanciare, come Regione guardiamo già al futuro. L’ex dirigente Lo stabilimento verrezziese era effettivamente strategico - ricorda un ex dirigente Lavazza che preferisce mantenere l’anonimato -. Quello di Gattinara si è sempre occupato della produzione di cialde e prodotti simili, mentre Verrès era la patria del caffÊ roast & ground, dei prodotti classi-

ci, ma anche quello scelto per la sperimentazione di miscele speciali, visto che lo stabilimento non era obsoleto, ma con linee nuove e robotica per la gestione del magazzino. Il problema è che col tempo è diventato troppo piccolo, ma qui qualcuno ha dormito: Lavazza voleva far nascere nell’ex area Balzano un nuovo stabilimento, trasformando l’attuale in magazzino e assumendo ancora una sessantina di persone. Quando hai a che fare con il secondo produttore al mondo, se questo non vede accolte le richieste, se ne va da un’altra parte, nello specifico a Gattinara dove c’è spazio per ampliare lo stabilimentoÂť. Un minimo di sorpresa, comunque, la condotta l’ha generata. ÂŤDa anni era stato inserito il terzo turno, era aumentata la produzione, il che faceva stare tranquilli - continua l’ex dirigente -. Invece, sembra proprio si sia trattata di una strategia per accumulare prodotto finito e agevolare il passaggio verso Gattinara. Lavazza ha sempre avuto un trattamento speciale per i dipendenti, legato alle volontĂ della famiglia; probabilmente il nuovo gruppo dirigente ha portato un modo di fare piĂš da multinazionaleÂť. La chiusura è uno shock, ma le condizioni in “uscitaâ€? sembrano una magra consolazione. ÂŤA quanto mi risulta, per i dipendenti che intendono spostarsi è stato previsto un incentivo di circa 15 mila euro e un rimborso per chi vuol prende-

re casa in affitto a Gattinara, mentre per chi non accettasse la ricollocazione si parla di un contributo da parte di Lavazza per “aumentareâ€? le entrate derivanti dalla cassa integrazione, garantendo quasi lo stipendio pieno per un annoÂť. Ma quanti sono disposti a trasferirsi? ÂŤE’ presto - continua l’ex dirigente -, ma potrebbero essere una quindicina sui 52 dipendenti totali. Il problema è che si tratta di una scelta complicata: Gattinara dista oltre un’ora e i costi diventano insostenibili. Inoltre, la maggior parte dei dipendenti è intorno ai 40 anni, per cui è difficile immaginare un ricollocamento. Quasi tutti, poi, sono specializzati in questo campo, non hanno una preparazione che permette di riciclarsiÂť. C’è qualche possibilitĂ di un approdo di qualche dipendente a Settimo Torinese? ÂŤMagari un paio di persone, ma lĂŹ la situazione è giĂ  difficile, visto che una cinquantina di dipendenti vengono messi a rotazione in cassaÂť. Un futuro per lo stabilimento di Verrès è ipotizzabile? ÂŤDifficile che qualcuno decida di tenere aperta questa fabbrica per trenta persone; si può pensare a un’altra grande realtĂ  attirata, ma i costi di gestione e trasporto sono elevati. Vedo invece praticamente infattibile l’idea di creare una cooperativa, anche se qualche macchinario è di proprietĂ  di VdA StructureÂť. â–  Alessandro Bianchet

7&/*5&"5307"3$* OFJOPTUSJ4)08300. JOWJB.POU7FMBOF [POB"SDPEJ"VHVTUP

XXXDFSMPHOFQBWJNFOUJJU JOGP!DFSMPHOFQBWJNFOUJJU 5FM


26

lunedì 14 dicembre 2015

Aos ta , d ic em b re 2 0 1

5

a ld ost a n i v 0 0 5 4 re lt o li g a U n g ra zie d i c u ore ro va canze. lo le r e p i o n a ti a a ff id sc e lt a c h e n e l 2 0 1 5 si so n o ra st o n la i tt tu r e p if fi c il e e n d ere In u n p er io d o c osì d sp li e v r fa è h ic z n a v ost r i so ld i i e ir st e v in i v r fa i d n d issi m e ra g a d ta sa n e p m o ic è st a ta r r v o i. e p e i o n r e p i n io z so d d is fa c o n si g li , i r st o n i to a lt o sc a G ra zie p er a v er va canze, re st o V le to a id ff a i p er a v erc e ia c u d fi to a d i c r e re st itu ire . i p er a v d o d ra g in è o n u e n e ss n to N a ta le u n b e n e p re zioso c h a S o n re se n u r e p i r li or i a u g u ig m i r st o n i i tt tu A g g i. ia v i v o u n i d o c ic r e p er u n 2 0 1 6 A n d re a , , ia n fa te S , to a n e R Cip To u r s: a e Ross a n a in r b a S , a ll e a ff a R , C a r o la

! e t s e F e n o Bu

V

e r b m e c i D 8 1 ì d r e n e V o m a i t t e p s a i Aos ta i sed e d a ll e n 0 :3 7 1 e r o e gur i u a a p a r t ir e d a ll li g e d io b m a sc le p e r lo a t a N i d o iv it r e p a per un

SAINT-VINCENT (AO) VIA ROMA, 72 AOSTA VIA GRAMSCI, 20

TEL. 0166 512231 www.ciptours.com cip@ciptours.com -

ciptours


lunedì 14 dicembre 2015

e c o n o m i a & l avo ro

27

■ commercio / Torna a correre il mercato discografico registrando un +4% per i supporti (cd e vinili); in ascesa lo streaming; a Natale sorridono gli italiani

La RIVINCITA del cd: i giovani ne riscoprono il fascino aosta - Guai a dare per morto un mito. Al massimo può perdere una battaglia, ma alla lunga è difficile scalfirne la resistenza. Tradotta, può essere riassunta così la storia dei supporti fisici per l’ascolto della musica (leggasi cd e vinili) che in questo 2015 hanno rialzato prepotentemente la testa, facendo segnare una crescita di vendite intorno al 4% per un fatturato che si aggira in Italia sui 122 milioni di euro. Stando ai dati diffusi

da Ifpi (International Federation of the Phonographic Industry), l’aumento è legato al calo del download digitale, cui però corrisponde una vertiginosa crescita dell’ascolto in streaming, con Spotify e i suoi fratelli a fare la parte del leone. Qui Aosta La tendenza sembra confermata da un esperto del settore, Salvatore Nasso, che con il suo negozio Musica e Ricordi soddisfa da tempo gli

appetiti musicali degli aostani. «Sotto mano non ho dati precisi - sottolinea Nasso , ma sicuramente ho notato un riscontro positivo per la musica su supporto fisico. Non sto parlando solamente di vendite, stazionarie o cresciute di poco, ma soprattutto di clientela. Se, infatti, per un trentenne o quarantenne il cd o il vinile sono la norma (e qui sono tornati dopo una breve divagazione nel digitale) questo discorso non vale per i giovanissimi. Loro sono

cresciuti con il download e lo streaming, ma su questo target le case discografiche hanno fatto un lavoro certosino, iniziando a offrire prodotti a costi sempre più ridotti e “conditi” anche da extra, come possono essere t-shirt e gadget degli artisti. Questo ha fatto entrare nel cuore dei più giovani il supporto fisico: ora ci tengono a possedere il disco di un artista, un po’ come funziona per i libri, e questo ovviamente si riflette sulle vendite». Ma è anco-

ra possibile pensare di vivere solamente con la vendite di dischi? «Assolutamente no - continua Salvatore Nasso , ma questo vale un po’ per tutti gli esercizi commerciali, che per sopravvivere devono reinventarsi continuamente: in nessun campo è semplice stare in piedi». Il Natale è alle porte, come sarà quello dei prodotti discografici? «Sicuramente è un oggetto molto richiesto per i regali - conclude “Tore” - e a farla da padrone, ancora una volta, sa-

Salvatore Nasso

ranno i cantanti italiani, quest’anno trainati da Francesco Guccini, Laura Pausini e Marco Mengoni». ■ Alessandro Bianchet

■ formazione e lavoro / Consegnate le qualifiche al Don Bosco di Châtillon per i percorsi di carrozzeria, edile e termoidraulico

Ecco i “qualificati” in attesa dell’attivazione del nuovo corso

I qualificati del percorso termoidraulico

I qualificati del percorso biennale di carrozzeria

aosta - In attesa, il prossimo anno, dell’attivazione del percorso biennale per ottenere la qualifica di “Operatore alla riparazio-

so biennale di carrozzeria 2014-2015 e del percorso biennale settori edili e termoidraulico 2014. Organizzati dal Cnos/Fap Don Bo-

ne di veicoli a motore”, nei giorni scorsi il Don Bosco di Châtillon ha consegnato, al termine degli esami, le qualifiche per il percor-

sco in collaborazione con l’Ente paritetico edile e con la rete Amica Carrozzeria VdA, i percorsi hanno avuto la durata di 2000 ore e so-

I qualificati del percorso edile

no stati riservati ai ragazzi dai 16 ai 20 anni. I corsi sono stati finanziati dall’amminsitrazione regionale attraverso il cofinaziamento

del Fondo Sociale Europeo e hanno previsto anche 600 ore di stage nelle aziende aderenti al progetto. ■ r.g.


28

lunedĂŹ 14 dicembre 2015


AO S TA

lunedì 14 dicembre 2015

29

■ INIZIATIVA / Presentato sabato il progetto condotto dagli alunni della 4ª primaria, travestiti da ciceroni per un giorno

Tutta la MAGIA di SANT’ORSO racchiusa in un ebook AOSTA - «Quale visione ebbe Orso su Ploziano?», «Dove si trova l’altare del passaggio magico che guarì Lavinia?». A queste e tante altre domande, i ragazzi della 4ª primaria di Sant’Orso di Aosta che hanno realizzato il libro digitale «La magia di Sant’Orso», sanno adesso rispondere senza esitazione. L’ebook è il risultato di un lavoro durato due mesi, in cui gli alunni hanno studiato il Santo, scoperto la storia locale e approfondito gli aspetti artistici della Collegiata di Sant’Orso, «il fiore all’occhiello dell’arte valdostana», come l’ha definita durante la presentazione del libro, venerdì 12, Roberta Bordon, responsabi-

le dell’ufficio Beni culturali ecclesiastici della diocesi di Aosta. Per la creazione dell’opera i ragazzi si sono cimentati con tecniche di illustrazione, animazione digitale e hanno studiato la vita del Santo, perché «conoscere la nostra storia - ha detto don Aldo Armellin - ci aiuterà a condividerla meglio con gli altri». Grazie alle conoscenze acquisite gli alunni si sono resi ciceroni e, dopo la lettura dell’ebook, hanno condotto genitori e visitatori alla scoperta del mosaico del coro, del chiostro istoriato e degli affreschi ottoniani. La realizzazione del libro si inserisce nel progetto «Terre di Confine, Terre di incon-

tro», giunto alla seconda edizione e a cui hanno partecipato anche le diocesi di Torino, Susa, Ivrea e Pinerolo. Un avvicinamento al patrimonio culturale che «nasce dalla volontà di valorizzare il patrimonio locale rivolgendosi alle giovani generazioni - ha spiegato la coordinatrice Elena Asselle - ma che viene completamente sviluppato solo grazie alla passione e all’entusiasmo dei ragazzi». Chi vorrà approfondire la storia del Santo e della sua Collegiata potrà sfogliare il libro realizzato dai ragazzi a partire da metà gennaio sul portale www.cittaecattedrali.it. ■ Sara Sergi

I partecipanti all’iniziativa di Sant’Orso (la photogallery su www.newsvda.it)

■ IL CASO / L’Assva gestisce l’impianto sportivo per conto del Coni dal 2006

Palaindoor, servizio a META’ Il bar è chiuso; i locali sono però accessibili e dotati di macchinette AOSTA - «Un locale aperto, riscaldato, con tre toilettes a servizio e due macchinette per l’erogazione di bevande calde, acqua, bibite e snack. Per il momento è quello che possiamo offrire, nell’attesa di trovare un gestore adeguato per il bar e ristorante. Non che manchino le candidature – abbiamo già cinque o sei richieste formali, ma la questione è più complessa». Eddy Ottoz, presidente dell’Associazione delle società sportive della Valle d’Aosta (Assva) risponde così alla domanda di Gazzetta Matin sulla gestione del bar del palaindoor, dopo che alla nostra rubrica ‘lettere al direttore’ sono arrivate due lettere di genitori che si chiedevano perché, da diverse settimane, il bar del palaindoor di regione Tzambarlet fosse chiuso. Una struttura che funziona e intorno alla quale, quotidianamente, gravitano centinaia e centinaia di persone, molti dei quali minori impegnati nei settimanali allenamenti di diverse discipline.

In effetti, per tutto il mese di novembre e fino ai giorni scorsi, il bar è stato chiuso. «Mi piacerebbe comunque sapere se le persone che hanno scritto alla vostra redazione sono le stesse che però al bar non ci mettevano piede perché in qualche modo obbligate a consumare, nell’at-

tesa che i propri figli finiscano l’allenamento – spiega Ottoz -. E comunque, a chi dice che per oltre un mese non è stata disponibile neppure una toilette, rispondo che si tratta di una falsità; siccome le toilettes sono nel locale bar ristorante che è stato chiuso, abbiamo convertito a servizi

per il pubblico le toilettes degli spogliatoi del piano terra, liberamente accessibili». La gestione è stata problematica... «Scaduto il contratto il 31 dicembre 2014, e obbligati dal giudice, i gestori hanno lasciato la struttura il 31 ottobre – commenta Eddy Ottoz. Un’altra gestione non è cosa

Il bar-ristorante è chiuso, ma il locale è aperto, con tavoli e sedie a disposizione, oltre a macchinette automatiche per bibite e snack

semplice o perlomeno non è scontata come potrebbe sembrare. L’Assva, a costo zero, gestisce il palaindoor per con-

GESTIONE BAR DEL PALAINDOOR, UNA STORIA TRAVAGLIATA AOSTA - La chiusura per un mese del bar ristorante situato nei locali del palaindoor porta con sé una storia fatta di concessioni, atti, contratti e, infine, lettere di avvocati, tentativi di conciliazione che si sono conclusi proprio innanzi a un giudice, che ha stabilito che i gestori debbono versare – rateizzati – gli affitti arretrati (ridotti) non corrisposti e, entro entro 30 giorni, lasciare i locali. Così è stato e dal primo novembre, il bar è stato chiuso fino a qualche giorno fa, quando il locale è stato nuovamente aperto al pubblico, ma senza attività di somministrazione, una sorta di sala d’aspetto. Rimangono, tristemente, il bancone sguar-

nito e due distributori automatici di bevande e snack. Il contratto di affitto di azienda tra i gestori – la ditta Roma e l’Assva – è stato sottoscritto nel dicembre 2010; quattro anni più tardi, la ditta si accorge di una irregolarità poiché – secondo i gestori – manca il consenso scritto del comune, che pur non avendo nulla a che fare nella trattativa tra Coni, Assva e privato, è proprietario dell’immobile. I rapporti tra Assva e gestori si fanno sempre più freddi e il 31 dicembre 2014 arriva la scadenza naturale del contratto che, pare evidente, non viene più rinnovato. I gestori, che si ritengono vittime di un raggiro, si

rifiutano di lasciare la struttura, fino a quando, due mesi addietro, è il giudice a intimarglielo. Nel frattempo, però, soprattutto nell’ultimo anno, il bar ristorante non funziona più e la sua sostenibilità economica è sempre più precaria, considerata un’apertura di 15 ore al giorno e tempo di lavoro effettivo di non più di tre ore per giorno. E il comune? In questo pasticcio, non può fare nulla? «Assolutamente no – taglia corto l’assessore allo Sport Carlo Marzi – è come se il comune entrasse nell’appartamento di un privato cittadino e chiedesse conto dell’arredamento». ■ c.t.

to del Coni regionale. Una gestione completamente gratuita che permette di concedere l’utilizzo delle palestre a prezzi simbolici rispetto a quanto avviene di norma tra privati – spiega Ottoz -. Di fatto, pur essendo qui da nove anni, la gestione di questo impianto è sperimentale. Non abbiamo quindi certezze da offrire a un eventuale nuovo gestore, poiché non appena sarà concluso il secondo lotto dei lavori, l’impianto tornerà nelle disponibilità dell’amministrazione comunale. Che però, così come successe nel 2006, non ha i soldi per gestirlo e farlo funzionare. L’Assva conta sull’affitto riscosso dal bar tavola calda, poiché quei soldi, a bilancio, consentono di mantenere accessibili i prezzi delle palestre alle diverse società». ■ Cinzia Timpano

■ SCUOLA/ Sabato 12 la festa con cori e mercatino; nei prossimi giorni gli auguri nelle altre scuole

Aosta

Flash

Porte aperte al Convitto Regionale Chabod Porte aperte al Convitto regionale Federico Chabod. Martedì 15 dicembre, le famiglie dei ragazzi e ragazze delle scuole secondarie di secondo grado potranno visitare la struttura mentre mercoledì 16 dicembre, nel pomeriggio, l’appuntamento porte aperte sarà dedicato ai bambini della scuola primaria e ai ragazzi della scuola media. Appuntamento nel pomeriggio, dalle 15 alle 17.

Buon Natale dall’Istituzione San Francesco

Corso di massaggi base al centro Petrel Due corsi di massaggi base. Questa l’iniziativa del Centro massaggi Petrel, che attiverà le due iniziative nella sede aostana e nella nuova sede di Ivrea. I corsi saranno caratterizzati da un pacchetto da 90 ore suddiviso in ‘tradizionale’ (30 ore) e ‘anti stress’ (sempre da 30 ore). I formatori Petrel sono massofisioterapisti e osteopati con esperienza nel campo del massaggio sportivo e defaticante, che mettono a disposizione degli allievi un kit composto da lettino, libro di anatomia e t-shirt da indossare durante le lezioni. Per informazioni sui corsi è possibile telefonare al 339 3929323, visitare la pagina Facebook ‘Asd Petrel massaggi’ o inviare una mail a petrelmassaggi@hotmail.it. Inaugurato Kajal Beautyfarm nel centro storico Si è aperto lo scorso weekend il sipario su Kajal Beautyfarm, la spa in centro ad Aosta che si trova in via Maillet 11 ed è gestita da Francesca Marta, già titolare dell’omonimo centro estetico di via Adamello.

Un momento dell’inaugurazione

Alcuni momenti della bella festa di Natale dell’Istituzione scolastica San Francesco

AOSTA - Tempo di feste di Natale nelle istituzioni scolastiche di Aosta. dove la tradizione viene rispetatta in risposta anche a chi, nel Paese, vorrebbe una totale laicità della scuola con la soppressione anche di momenti come lo scambio degli auguri tra studenti. Così, come le istituzioni Eugenia Martinet, SaintRoch ed Einaudi hanno confermato la realizzazione di alberi di Natale e presepi e la Lexert dia appuntamento al 21 dicembre dalle 8,15 alle 12,15 per il mercatino con in vendita i lavoretti dei bambini, sabato 12 l’Istituzione scolastica San Francesco ha vis-

suto la sua consueta festa di Natale, organizzata in collaborazione con l’associazione Amici della San Francesco. Canti natalizi in italiano, francese e inglese diretti dalle insegnanti Laguzzi e Sirni hanno coinvolto

gli studenti delle classi della scuola primaria e le prime della secondaria, con queste ultime (e le quinte della primaria) insieme agli alpini che hanno cantato “Montagnes valdôtaines”. Poi panettone e pando-

ro, con tè caldo e apertura del mercatino sotto la supervisione della professoressa Lancione, con in vendita i lavori realizzati dagli studenti della primaria e delle prime della secondaria. ■ r.g.


AO S TA

30

lunedì 14 dicembre 2015

IL CASO

COMMERCIO

Hello ski: servizio a forte rischio prima ancora di partire

Natale in vetrina per gli iscritti a Confcommercio «assolutamente gratuito»

AOSTA - Il servizio di Hello Ski, la navetta che dovrebbe condurre i turisti che soggiornano negli alberghi aostani direttamente alla cabinovia di Pila, per la quale l’amministrazione aostana aveva previsto un esborso massimo, derivante dalla tassa di soggiorno, di 25.500 euro, avrebbe dovuto decollare lo scorso 5 dicembre. Questo, però, non è avvenuto e potrebbe non avvenire mai. Visto il ritardo accumulato, la situazione “tragica” della neve nel comprensorio e in tutta la Valle, infatti, il governo cittadino sarebbe intenzionato a non avviare nemmeno il servizio. Manca l’ufficialità, che nel caso verrebbe comunicata nel prossimo consiglio comunale (previsto da martedì 15 a giovedì 16 dicembre) e al momento le bocche rimangono assolutamente

AOSTA - Sarà riservato agli aderenti a Confcommercio Natale Aostano in Vetrina 2015, l’iniziativa organizzata dall’associazione guidata da Pierantonio Genestrone e che prevede un concorso di “bellezza” per le vetrine addobbate. Saranno oltre sessanta i commercianti che si daranno “battaglia” per conquistare il favore della giuria (composta da un grafico, un presidente di un’associazione consumatori e un tecnico del settore) e i probabili premi messi in palio nella festa conclusiva. «Indubbiamente i partecipanti avrebbero potuto essere di più - spiega il vice presidente di Confcommercio Giuseppe Sagaria -, ma abbiamo deciso di tenere la cosa aperta solamente ai nostri associati». Il concorso terminerà il 31 dicembre, ma c’è giù qualche ne-

cucite, ma la strada sembra ormai tracciata. Rimanda tutto proprio al Consiglio la vice sindaco, con delega al Turismo, Antonella Marcoz: «Abbiamo fatto tutti i passaggi del caso in Giunta e in commissione e martedì in consiglio comunale daremo tutte le risposte commenta Marcoz -; per ora posso solo dire che stiamo facendo tutte le valutazioni necessarie per fare la scelta migliore». In ogni caso, l’argomento Hello ski, dopo le levate di scudi delle scorse settimane da parte della Lega Nord, approderà nuovamente in consiglio, vista l’interrogazione di Alpe che chiede novità su un previsto servizio «che come appreso non garantirà la presenza delle navette prima delle feste di Natale». ■ al.bi.

goziante che storce il naso e altri che accusano Confcommercio di aver richiesto oltre 100 euro per partecipare alla rassegna. «Lo scorso anno avevamo raccolto adesioni anche da perrsone non in regola - continua -, ma giustamente molti aderenti hanno storto il naso, per cui quest’anno abbiamo cambiato. Comunque, voglio sottolineare che la quota richiesta ad alcuni negozi (105 euro) è semplicemente l’iscrizione a Confcommercio, visto che per partecipare bisogna essere iscritti. Inoltre, voglio ricordare che l’iscrizione era gratuita anche lo scorso anno e i 30 euro richiesti riguardavano “Commercianti in festa”, spese che quest’anno sono state coperte da Expo VdA e Chambre». ■ al.bi.

■ EVENTO / Dopo settimane di tira e molla emerge un programma per l’ultimo dell’anno

Fine del mistero, ecco il Capodanno in piazza La festa si dividerà in più tronconi con dj, spettacoli di magia, luci e sorprese AOSTA - Dopo tanti tira e molla, dichiarazioni in un verso e ribattute nell’altro, il Capodanno in piazza Chanoux si farà. L’ufficialiltà non c’è ancora, ma il programma è ormai delineato e prevede, come promesso in un secondo tempo dalla vice sindaco Antonella Marcoz, una sorta di prologo per le vie del centro, completato da un evento pomeridiano/serale nel salotto buono di piazza Chanoux. «Coinvolgeremo il decumano dalle 17.30 alle 20, poi sposteremo il tutto in piazza - spiega Marcoz -. Ci saranno delle sorprese e speriamo che l’iniziativa piaccia. Abbiamo pensato soprattutto ai più giovani, visto che il Capodanno è una serata particolare. Questa offerta si unirà a quella molto apprezzata del Marché Vert Noël e ai suoi spettacoli folkloristici, molto richiesti dai turisti». Il programma è ancora in fase di completamento, ma è già abbastanza chiaro come verranno utilizzati i circa 14 mila euro stanziati dal Comune. Tramontata fin da subito l’idea di un palco in piazza, visto il costo ipotizzato di circa 10 mila euro (cui aggiungere 3-4 mila euro di service), gli organizzatori hanno

pensato di scegliere vie alternative, low cost, ma non meno suggestive. Il tutto comincerà intorno alle 17, con sei o sette punti del centro storico che saranno “invasi” dalla carica dei dj di alcuni locali valdostani, che cominceranno a far ballare aostani e turisti fino intorno alle 20. Alle 17.30, invece, piazza Chanoux si rivolgerà all’attenzione dei più piccoli, con un suggestivo spettacolo

di magia completato da una sorpresa riguardante la facciata dell’Hotel des Etats e da un po’ di musica. Dalle 23 circa, poi, comincerà la serata vera e propria, con quattro o cinque dj che si alterneranno sul balcone dell’Hotel des Etats per far ballare fino a notte. Nomi di grido? Molto probabilmente no, visto il budget risicato; più probabile che venga dato spazio ai talenti di chez nous.

Un’immagine del Capodanno dello scorso anno

Josette Borre nuovo capogruppo UV: «Nessun malumore, solo democrazia» AOSTA - E’ Josette Borre la nuova capogruppo dell’Union Valdôtaine. A confermare una scelta già nell’aria è stato il gruppo consiliare unionista, che ha nominato nel ruolo di vice Sara Favre. Borre (foto), 27 anni, alla prima esperienza in consiglio e già vice presidente della quarta commissione, prende il posto di Cristina Galassi che si era dimessa il mese scorso per motivi personali. La giovane new entry si troverà ad affrontare un compito non facile, visti i malumori che sembrano emergere dal gruppo unionista, e dovuti in parte anche alle sortite dei “battitori liberi” Luca Zuccolotto e Vincenzo Caminiti. «Sono davvero lusingata, soprattutto per il fatto che la scelta sia stata condivisa da tutto il gruppo - spiega Borre -. So che sarà un compito

impegnativo, ma cercherò di metterci tutta l’umiltà e l’impegno che mi contraddistinguono, perché è un momento difficile e come tale va affrontato». Dall’esterno, la situazione nel gruppo UV non sembra rosea: «C’è stato sicuramente un periodo di assestamento - ammette Josette Borre -, ma il clima non è assolutamente come vogliono farlo apparire, come dimostra d’altronde la mia scelta unanime». Il modo di fare politica dei consiglieri Zuccolotto e Caminiti, a volte anche critico nei confronti della maggioranza, può creare grattacapi? «Il problema è che la gente si fissa sulle

“voci fuori dal coro”, invece che sulla politica fatta con altri metodi, d’altronde le cose “particolari” fanno più notizia. Però, ritengo giusto che ognuno esprima la propria personalità e faccia politica nel modo che predilige: la democrazia è anche questa». Dopo sette mesi è tempo di un primo bilancio. «Questo primo periodo è stato una specie di rodaggio - conclude Borre -. Siamo in una situazione difficile, diversa dal passato, e anche chi ha più esperienza deve “studiare”. La maggioranza è criticata? Lo so, ma posso assicurare che si sta dando tanto da fare: a dispetto di quel che si dice, le stiamo provando tutte; le situazioni complicate richiedono uno sforzo molto più pesante di quando tutto va bene». ■ al.bi.

Mostra mercato di Natale In attesa di vedere ufficializzati i dettagli del Capodanno aostano, la città si prepara a ospitare l’ormai tradizionale mostra mercato di Natale che, quest’anno, andrà in scena solamente nel weekend del 19 e 20 dicembre (dalle 9 alle 19) invece negli ultimi tre fine settimana prima delle vacanze, come accadeva gli anni scorsi. L’iniziativa si svolgerà sotto i portici di piazza Chanoux con 60 postazioni dedicate a professionisti e hobbisti, specializzati nelle seguenti categorie merceologiche: addobbi natalizi prodotti con qualsivoglia materiale purché non di serie, elementi di arredo a tema natalizio, quadri e stampe, numismatica e monete, pizzi e ricami, saponi artigianali, composizioni di fiori secchi, oggettistica decorata con le tecniche del découpage, del kraft e del patchwork o con qualsivoglia materiale, purché non di serie, oggetti di pasta e sale, oggettistica in legno, ferro battuto e ceramica, prodotti in serie che non abbiano specifico richiamo natalizio e dolciumi. ■ Alessandro Bianchet

■ L’IDEA / Nasce un bike sharing speciale promosso da Carrozzeria Padovani, Café du Vélo e VdA Experience Aosta

Bici elettrica? Sì, ma prima faccio colazione e “curo” l’auto AOSTA - Il primo bike-sharing di mezzi elettrici di Aosta. Per di più realizzato da privati. Già detta così la novità sarebbe di quelle succose, ma il progetto che vede coinvolti Café du Vélo, Carrozzeria Padovani e VdA Experience va ben oltre, coniugando insieme l’idea di fare rete e unendo tutte le peculiarità delle tre attività. In buona sostanza, quello spiegato da Luca Padovani (Carrozzeria Padovani), Paul Créton, Fabio Marguerettaz, Francesco Yoccoz (Vda Experience) e René Cuignon (Café du Velo) è un progetto piuttosto semplice: al costo di 20 euro, infatti, è possibile affittare per mezza giornata una bicicletta a pedalata assistita, ritirandola direttamente alla Carrozzeria Padovani, nella quale si potrà scegliere tra il servizio di sanificazione dell’abitacolo o di trattamento antipioggia per la propria auto. Se a questo si deciderà poi di aggiungere una colazione al Café du Vélo, ecco che tale importo verrà scalato dalla quota. Ma non finisce qui, perché “l’ingresso” nel

Gli ideatori del progetto: Luca Padovani, Paul Créton, René Cuignon, Francesco Yoccoz e Fabio Marguerettaz

progetto è possibile da tutte e tre le porte: si usufruisce di uno dei tre servizi e, a cascata, si possono ottenere anche gli altri. «L’idea è venuta fuori quest’estate parlando tra noi - spiega Luca -. Oltre al noleggio di auto stavamo pensando a un noleggio di bici e abbiamo contattato VdA Experience, per pensare a qualcosa un po’ fuori dal comune con le due ruote elettriche. Da qui è arrivata anche la collaborazione con il Vélo Café, che da tempo pensava di mettere a no-

leggio gratuito delle Grazielle per i clienti (prima che subentrassero diffcoltà legate al discorso assicurativo). Abbiamo deciso di partire già in inverno, in un periodo un po’ particolare, per testare il progetto e capire quali siano i margini di sviluppo». Se la cosa dovesse funzionare, infatti, alle bici prettamente cittadine potrebbero aggiungersi anche altri mezzi e altre iniziative. «Ovviamente, questo è il pacchetto base - continua Luca -, poi c’è la possibilità di utilizza-

re tutti i servizi messi a disposizione dalle tre realtà». La spinta è per tutti la stessa: «Siamo aziende giovani e comunque dinamiche, legate da una grande attenzione per tutto ciò che è rispetto dell’ambiente e stili di vita ecosostenibili - spiegano all’unisono -. E’ sicuramente un bel banco di prova, una cosa innovativa, ma che sostanzialmente non prevede un grande investimento, visto che ognuno mette a disposizione le proprie competenze e il proprio know-how. Insomma, possiamo definirci una sorta di startup che col tempo, se avrà le risposte sperate, può pensare di investire e ampliare la gamma di offerte. Abbiamo iniziato a promuovere la cosa e stiamo riscontrando già un discreto interesse. Abbiamo messo in piedi il primo bike sharing elettrico privato in un momento in cui si accusa il settore pubblico di immobilismo; ci siamo detti “diamoci una mossa noi”, perché sta anche ai privati dare un segnale in questo periodo». ■ al.bi.

Flash

Consiglio: M5S punta al BARATTO AMMINISTRATIVO Uno strumento per consentire a cittadini e imprese di avere riduzioni o esenzioni su tributi comunali in cambio di una collaborazione con l’amministrazione. E’ questo il baratto amministrativo, la proposta che il Movimento 5 Stelle presenterà nel prossimo consiglio comunale di Aosta, attraverso una mozione che ne chiederà l’introduzione. «Pulizia, manutenzione, abbellimento di aree verdi, piazze, strade e interventi di decoro urbano sono solo alcuni degli esempi di servizi che si possono dare al Comune - spiega la prima firmataria Patrizia Pradelli (foto) -. Il continuo aumento dei tributi locali (ultimo in ordine di tempo nel nostro Comune la TARI) e il perdurare della crisi economica possono aumentare ulteriormente le difficoltà di pagamento, rendendo i cittadini morosi incolpevolmente. Oltre a fornire un valido strumento contro l’evasione e la morosità e a consentire il mantenimento di servizi, la collaborazione tra amministrazione e cittadini rappresenterebbe uno stimolo a diffondere maggiore senso civico e di appartenenza. In diversi comuni (ad esempio Invorio (NO), Roccastrada (GR), Bari (BA), Leggiuno (VA)) hanno già varato un regolamento specifico». Smarrito un gatto in piazza della Cattedrale TOSCA, una gatta sterilizzata bianco e arancio, senza collarino, è stata smarrita giovedì 10, in piazza della Cattedrale ad Aosta. Offro ricompensa. Chi ha notizie, contatti 3476315172 oppure 3495673212.


lunedĂŹ 14 dicembre 2015

31


32

lunedĂŹ 14 dicembre 2015


lunedì 14 dicembre 2015

UNITÉ DES COMMUNES

VA L D I G N E

MONT BLANC

33

■ COURMAYEUR / Sabato 19 dicembre dalle 18 alle 22 in sedici negozi aderenti

Acquisti golosi in via Roma con Shopping&Gourmet

Dino Darensod della Cave des Onze Communes nell’edizione 2014

COURMAYEUR - Anche la corsa ai regali di Natale diventa un piacevole appuntamento se accompagnata da promozioni e... degustazioni. A Courmayeur gli acquisti si fanno saporiti, sabato 19 dicembre, con l’iniziativa “Shopping & Gourmet”. Dalle 18 alle 22 alcuni negozi di via Roma ospiteranno le più prestigiose etichette delle cantine valdostane, proponendo degustazioni e animazioni a tema. I negozianti creeranno l’abbinamento perfetto tra il vino e la loro attività. I protagonisti dell’iniziativa sono Enoteca Goio che ospiterà i prodotti di Saint-Roch, Kangra Cashmere abbinato alle etichette Fabrizio Priod, Farcoz Couture con la Cave des Onze Communes, Ortofrutta Santino con La Valdôtaine, Guichardaz ospiterà la Maison Vigneronne Frères Grosjean, Senzatempo la Cave Mont Blanc, Alexandra Cash-

mere avrà i prodotti di Pianta Grossa, Trossello gioiellerie il Génépy Emy, Le colibrì le etichette della Cooperativa La Kiuva, Il Tabacchino Luboz i vini di Dino Bonin - Boën, da Savoye Sport ci sarà La Crotta de Tanteun e Marietta, da Via Roma la Cave Gargantua, Gold Elements ospiterà Vertosan, Profumeria Pavesio avrà i prodotti dell’azienda agricola Saint Grat, da Chic Calze ci saranno le promozioni delle Terme Pré-Saint-Didier e per concludere Foto Lanzeni ospiterà La Motte Génépy. In ogni negozio sconti, promozioni o piccoli gadget per i visitatori. Alle 17.30 animazione musicale itinerante a cura del Trio Figarò e alle 18.30, alla Maserati winter Lounge dello Chalet de l’Ange, aperitivo con dj set. ■ r.g.

■ MORGEX / La consegna lavori è prevista per martedì 15 dicembre LA THUILE, riaperta la patinoire

Via libera al cantiere del Cea Il centro polivalente, a regime, potrà ospitare 75 persone MORGEX - È prevista per martedì 15 dicembre la consegna lavori per la realizzazione del Cea, il Centro polifunzionale a valenza socio-sanitaria e socio-assistenziale, che sorgerà nelle ex scuole medie. L’appalto è stato aggiudicato al Gruppo Tecnoimprese srl di Torino, che si è già occupato dei lavori al laboratorio di analisi dell’Ospedale regionale, con un ribasso d’asta del 21,562% che porta l’importo totale a 4 milioni 197 mila 484,21 euro (Iva esclusa). Il progetto prevede, come da bando, ai piani seminterrato, rialzato e primo cucina, lavanderia, stireria, uffici e camera mortuaria per la struttura re-

Le ex scuole medie che ospiteranno il centro polivalente

sidenziale per anziani da 36 posti letto; al secondo piano il centro diurno per malati psichici per 20 utenti con soggiorno, laboratori, spazio ri-

poso, un alloggio con due posti letto e una palestra a disposizione dell’intera struttura con funzione di fisiochinesiterapia; la zona sottotet-

■ LA SALLE / Festa in piazza per l’accensione dell’albero

Luci accese sul Natale

La piazza gremita e a destra la fiaccolata Foto ph.fs photography

LA SALLE - Anche La Salle ha il suo grande albero illuminato in piazza che va ad aggiungersi alle nuove luminarie installate dal Comune, molto gradite dalla popolazione. La Pro loco ha organizzato una festicciola coinvolgendo i bambini delle scuole che si sono ritrovati per una fiaccolata con le lanterne natalizie e per aspettare con il naso all’insù l’accensione dell’albero in piazza Giovanna XXIII. A riscaldare tutti i partecipanti vin brulé, té caldo, cioccolata e panettone per tutti. Il prossimo appuntamento con le iniziative natalizie è per sabato 26 dicembre alle Casermette di Derby con il Circowow. ■ r.g.

Courmayeur

Flash

Bbiblioteca potenziata per le feste «Courmayeur e i suoi ragazzi meritano una biblioteca molto più aperta» Così parlava il vice sindaco Massimo Sottile a ottobre intervenendo in risposta ad alcune critiche sulla contrazione dell’orario della struttura. Sottile si augurava di risolvere il problema entro la fine di novembre, «purtroppo per passaggi burocratici un po’ più complessi di quanto ci aspettavamo non siamo ancora riusciti ad aprire a tempo pieno, spero dal mese di gennaio di avere un addetto in più fisso». Nel frattempo, per far fronte al notevole afflusso di visitatori del periodo festivo, l’amministrazione comunale ha ritenuto necessario modificare temporaneamente l’orario di apertura della biblioteca dal 22 dicembre al 5 gennaio dalle 10 alle 12.30 e dalle 14 alle 18. Per garantire i nuovi orari il Comune ha deciso di avvalersi di due nuovi addetti a tempo determinato per un totale di 65 e 45 ore. ■ e.d.

to è destinata al Centro educativo assistenziale realizzato per ospitare 14 utenti con gravi disturbi psichici e con a disposizione area ambulatoriale, studio medico, zona pranzo e laboratori; la comunità alloggio per anziani autosufficienti e in emergenza abitativa dispone di 5 posti. Prevista anche la realizzazione di una piastra interrata, sotto l’area verde, che ospita un’autorimessa per complessivi 12 posti auto e un deposito. Ogni servizio avrà ingressi e gestione separate I lavori, che dureranno circa tre anni, dovrebbero iniziare quindi nei prossimi giorni. ■ e.d.

LA THUILE - Squadra che vince non si cambia: anche per la stagione invernale 2015-2016 sarà la Polisportiva di La Thuile a occuparsi della gestione della pista di pattinaggio. La struttura, situata in centro paese e già in funzione da alcuni anni, è da sempre considerata un’alternativa allo sci, anche e soprattutto in caso di meteo avversa, ed è decisamente all’avanguardia dal punto di vista ecologico e ambientale. La pista, riaperta in occasione del ponte dell’Immaccolata, è stata realizzata in ghiaccio sintetico e con materiali riciclabili: la superficie di circa 300 m2 può ospitare fino a 60 persone, è fatta in polimero, materiale che simula il ghiaccio e che si mantiene nel tempo, abbattendo così i costi di manutenzione e mantenimento. Durante questa stagione invernale gli appassionati potranno dedicarsi anche all’hockey, inoltre sono in cantiere varie iniziative proposte dalla Polisportiva: dai corsi di pattinaggio alle attività per bambini. È possibile noleggiare il materiale per pattinare ed è disponibile anche un servizio di affilatura lame. La pista di pattinaggio sarà aperta tutti i fine settimana fino alla fine della stagione, il sabato nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 18.30, e la domenica alla mattina, dalle 10.30 alle 12.30. Durante le feste vi sarà un’intensificazione del servizio, e la pista rimarrà aperta tutti i pomeriggi della settimana, sempre dalle 14.30 alle 18.30. Qualora ci fossero dei gruppi interessati a pattinare in giorni o orari diversi da quelli segnalati, la Polisportiva è disponibile ad aprire la pista, previa prenotazione allo 320.9225982.

■ Federica Boscardin


34

unitÉ des communes

VA L DI G NE

m o n t b la n c

lunedì 14 dicembre 2015

■ la salle / La nuova piazza aperta per Natale; in primavera la consegna dell’opera

Prove tecniche di fontana luminosa

Le prove delal fontana cromatica di La Salle

la salle - Getti d’acqua illuminati da luci che cambiano colore trasformano il volto del centro di La Salle. Il breve video di pochi secondi sul test eseguito sulla fontana luminosa del parcheggio pluripiano è stato pubblicato sulla pagina Facebook del Comune di La Salle dal sindaco, Loris Salice, che ha chiesto un parere ai cittadini. Oltre 800 visualizzazioni e solo commenti entusiastici per un’opera che caratterizzerà molto il nuovo volto del paese. La fontana luminosa, realizzata nel curvone che porta alla chiesa, di fronte allo chalet della Pro loco, fa parte del più ampio progetto di realizzazione del parcheggio pluripiano e della rivisitazione della piazza antistante la chiesa. «I grandi lavori sono

■ courmayeur / Festa sul ghiaccio per la fine dell’anno

Carolina stella on ice

Courmayeur

terminati, rimangono da concludere le rifiniture, la scalinata, lo stemma sulla piazza - spiega il sindaco -. Contiamo di aprire il tutto per la prossima primavera. In questi giorni ci saranno i collaudi per aprire la piazza in tempo per le feste di Natale, un pezzo alla volta arriviamo alla fine. La nostra intenzione è aprire il più in fretta possibile visti i disagi che il cantiere crea alla viabilità e ai parcheggi». Il progetto ha visto la costruzione di 118 posti auto interrati e, in superficie, la realizzazione di un’ampia gradinata ad anfitetatro, sfruttando il dislivello del muraglione che separa a quote diverse la piazza della chiesa e il parco della Rimembranza. Oltre sei milioni di euro l’importo dei lavori. ■ Erika David

Flash

Courmayeur, la banda festeggia la patrona Santa Cecilia

Courmayeur - Sarà Carolina Kostner la stella di fine anno di Courmayeur. Dopo tre anni senza poter utilizzare il palazzetto del ghiaccio per lasciare spazio alla diretta del Capodanno di Rai Uno, Courmayeur si riprende i suoi spazi ospitando, martedì 29 dicembre, “Courmayeur on ice”, quello che, a detta degli organizzatori, promette di essere il più grande show sul ghiaccio mai visto ai piedi del Monte Bianco. Assieme a Carolina Kostnere saranno protagonisti delle “Emozioni in musica”, accompagnato dal live della Rockhestra rock band, Nicole Della Monica e Matteo Gua-

Foto Flavio Valle

Dopo il Capodanno Rai, il paese si riprende il palazzetto

rise, Federica Testa e Lukas Csolley, gli Acrobats, ovvero Alexander Liubchenko e Jean-Denis Sanchis, Elladj Balde e Kiira Korpi. Chi volesse godere lo spettacolo da una posizione privilegiata potrà prenotare i tavoli a bordo pista con una bottiglia di spumante. Disponibili anche biglietti, a fasce di prezzo diverse, per le poltrone centrali, le tribune e i posti non numerati. Sempre sul ghiaccio domenica 3 gennaio spettacolo serale “Il Natale di Elsa e Anna” a cura dello Skating Club Courmayeur e il 6 gennaio, la Befana sui pattini. ■ e.d.

A Courmayeur la sveglia per Santa Cecilia suona alle 9, ora dell’appuntamento dei musici della Banda musicale Courmayeur e La Salle sotto le scuole elementari per prepararsi alla sfilata fino al Cimitero per deposizione floreale in ricordo dei musicanti defunti. A seguire la banda ha sfilato nelle vie del paese per arrivare alla chiesa e partecipare alla messa. Al termine si sono esibiti i bambini del corso di propedeutica accompagnati dalla banda giovanile.


lunedì 14 dicembre 2015

UNITÉ DES COMMUNES

G R A N D PA R A D I S

■ AYMAVILLES / Nell’ambito del contenzioso per le spese di riscaldamento della palestra comunitaria

«Notifiche impossibili, gestore introvabile»

Alessandro Acca: «Non è una colpa se risiedo all’estero; se il Comune vuole trovarmi, sa dove cercarmi» AYMAVILLES - «A oggi non siamo riusciti a notificare alcunché ad Acca Alessandro, non sappiamo nemmeno dove risieda o dove sia domiciliato». Così il legale incaricato dall’amministrazione comunale di Aymavilles, l’avvocato Paolo Sammaritani del foro di Aosta, commenta la situazione di stallo in cui versa attualmente il contenzioso scoppiato nel marzo scorso tra il Comune e Alessandro Acca, il gestore del complesso che ospita al suo interno palestra e auditorium. Un’azione, quella promossa dalla vecchia amministrazione di Aymavilles, volta al recupero delle spese di riscaldamento (24.272 euro) anticipate dal Comune per il periodo dal 1° settembre 2013 al 15 ottobre 2014, mai rimborsategli dal gestore, a cui già all’epoca fu staccata l’utenza. «Almeno in questo modo il Comune non si è messo nelle condizioni di accumulare ulteriori crediti da recuperare», spiega il sindaco Loredana Petey. Già, perché nell’ambito del complesso che ospita palestra e auditorium ad Aymavilles, il problema di fondo risiede nel fatto che Alessandro Acca ha stipulato una convenzione con l’ex Comunità montana Grand Paradis, proprietaria della struttura, il cui impianto di riscaldamento risulta però di proprietà del Comune di Aymavilles, con il quale il gestore non ha stipulato formalmente alcun tipo di rapporto. Un

pasticcio, insomma, nel quale ci sono andati di mezzo anche gli utenti. «In attesa che l’Unité des communes Grand Paradis realizzi una nuova centrale termica, secondo quanto mi ha riferito, il sottoscritto già da tempo si è reso indipendente dall’impianto di riscaldamento del Comune attraverso l’installazione di una caldaia elettrica che, oltre a fornire acqua calda, scalda anche gli ambienti interni del complesso», tiene a precisare Alessandro Acca, raggiunto nella palestra che gestisce ad Aymavilles, che sul problema delle notifiche degli atti a suo carico, afferma: «Se vogliono trovarmi, sanno dove cercarmi. Dopodiché risiedo all’estero, ma questo non penso sia una colpa». Sull’evoluzione della querel-

Il complesso di Aymavilles che ospita palestra e auditorium

le, il nuovo primo cittadino di Aymavilles, Loredana Petey, sostiene: «Come amministrazione, essendo subentrata alla precedente, stiamo studiando il dossier. A breve chiederò l’attivazione di un tavolo tecnico con l’Unité per conoscere le loro intenzioni, anche circa

un’eventuale rescissione della convenzione». Per quanto riguarda il recupero delle spese di riscaldamento già sostenute dal Comune, mentre per i 43.932 euro richiesti alla società Regisport di Aosta «non dovrebbero esserci grossi problemi»,

puntualizza ancora Petey, per i 24.272 euro legati all’attuale gestione potrebbe essercene qualcuno in più. «Fermo restando che con la caldaia elettrica installata di mia iniziativa, sto spendendo 4 mila euro all’anno, quando con l’impianto del Comune me ne erano stati chiesti in prima battuta 36 mila (poi ridotti a seguito di perizia tecnica a 24.272 euro, ndr), da parte mia c’è sempre stata la massima disponibilità a sedersi attorno a un tavolo per discutere conclude Acca -. Con la nuova amministrazione ho già avuto un incontro, nel corso del quale ho anche avanzato la proposta di aprire la palestra alle scuole, ovviamente nelle fasce orarie in cui questa è meno utilizzata». ■ Patrick Barmasse

COGNE: dopo 36 anni, rinnovata la tradizionale festa di Santa Barbara

35 Grand Paradis

Flash

Sarre, corsi di sci Lo Sci club Sarre, come di consueto, anche per la stagione invernale 2015/2016 organizzerà corsi di sci alpino, di snowboard e di sci nordico. Più nel dettaglio, le attività inerenti alla discesa e allo snowboard si terranno sulle piste di Pila dal 9 gennaio al 19 marzo 2016, per complessive 10 lezioni (che saranno sospese soltanto nella giornata del 30 gennaio). I maestri saranno garantiti dalla Scuola di sci di Pila, che assicureranno il regolare svolgimento delle lezioni con qualsiasi condizione atmosferica. Medesime date per il corso di sci nordico, con i maestri che saranno garantiti dalla Scuola di sci Gran Paradiso di Cogne. Il modulo di iscrizione è disponibile sul sito web www.comune.sarre.ao.it oppure può essere ritirato in biblioteca comunale o all’ufficio amministrazione generale del Comune di Sarre. Le iscrizioni potranno essere effettuate dalle 20.30 alle 21.30 nelle giornate di domani, martedì 15 dicembre, e giovedì 17 presso la biblioteca comunale con entrata a nord, di fronte all’edicola. E’ altresì possibile effettuare l’iscrizione inviandola via internet - all’indirizzo mail luigi.persod@gmail.com, recandosi nei giorni e negli orari prestabiliti in biblioteca per il pagamento della quota, la consegna del certificato medico (per chi non lo avesse già spedito via mail) e per il ritiro della ricevuta. Per ulteriori info: 393 6730450 (Luigino Persod). Arvier, calendrier

A distanza di 36 anni dall’ultima volta, a Cogne si è rinnovata la tradizione della festa di Santa Barbara, con oltre 50 ex minatori invitati dall’amministrazione comunale al pranzo conviviale organizzato al ristorante La Mine presso il Villaggio Minatori di Cogne

■ COGNE / Presentati gli appuntamenti di richiamo per le festività natalizie

Katia Ricciarelli nobilita il Gran Paradiso COGNE - «Per Natale le prenotazioni ci sono, siamo soddisfatti. Altro discorso vale per i restanti giorni delle festività, motivo per cui speriamo nell’arrivo della neve, anche soltanto per proporre un paesaggio veramente invernale, visto che già paghiamo il fatto di non essere una stazione sciistica a tutto tondo». Questo il primo bilancio stilato da Filippo Gérard, presidente del Consorzio degli operatori turistici di Cogne, nell’ambito della marcia di avvicinamento alle festività natalizie per quanto riguarda la cittadina ai piedi del Gran Paradiso. Una realtà, quella cogneintse, che - mediante il Consorzio - proporrà per il periodo a cavallo tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016 il programma di appuntamenti ‘Vivere l’inverno 2015’. Tra i suoi eventi di punta ci sarà «l’incontro del 26 dicembre, al pomeriggio, con Katia Ricciarelli, che, oltre a raccontarsi al pubblico, presenterà il suo libro ‘Da donna a donna’», spiega Gérard, che aggiunge: «Tale appuntamento, che si terrà alla Maison de la Grivola, avrà anche una parte musicale grazie alla partecipazione di Federico Longhi e dell’Ensemble Vocal De Si De La». Tra le altre iniziative di rilievo, dal Consorzio degli operatori turistici segnalano il Capodanno in piazza, con animazioni musicali dal vivo

- aspettando la mezzanotte - a cura della band Alex Gariazzo Ensemble. Nel pomeriggio dell’ultimo dell’anno, nel frattempo, manifestazioni sono in programma a Lillaz, grazie alla collaborazione con il comitato organizzatore del villaggio, con la fiaccolata di fine anno che sarà promossa nell’ambito dell’iniziativa ‘Alla riscoperta di un vecchio borgo’, percorso guidato tra le antiche case alla riscoperta della storia, dell’arte e della cultura del villaggio, con successiva degustazione del tipico mecoulin al forno consortile. Il 30 dicembre e il 4 gennaio, quindi, all’interno del museo etnografico di Maison Dayné, in collaborazione con l’associazione Mines de Cogne, sarà organizzato un mercatino a cui parteciperanno produttori e artisti locali.

BELOTE

Napoli vince a Vetan, Roullet l’8 dicembre a Villeneuve

E’ stato Guglielmo Napoli - al comando anche della classifica generale provvisoria - a essersi aggiudicato ieri, domenica, la 6ª tappa del 15° Trofeo Pro loco St-Nicolas di belote andata in scena all’Hôtel Notre Maison di Vetan, con alle sue spalle Rosanna Chabod e Fabio Chiudinelli (foto a sinistra); nella 5ª tappa, andata in scena martedì 8 dicembre al Café Central di Villeneuve, successo nel frattempo di Remo Roullet davanti a Luigi Amadio e Angelo Stevanoni (foto a destra)

Il Comune, la biblioteca e la Pro loco di Arvier, sabato alle 18.15 nella sala polivalente del paese, organizzeranno un incontro in occasione del quale - oltre allo scambio degli auguri - verrà presentato il calendrier d’Arvier per l’anno 2016.


36

UNITÉ DES COMMUNES

G R A N D PA R A D I S

lunedì 14 dicembre 2015

■ SARRE / L’esposizione natalizia proseguirà sabato 19 e domenica 20

Tante idee regalo al Marché SARRE - Tre fine settimana, dal 5 dicembre scorso, per il Marché de Noël organizzato dalla Pro loco di Sarre nella sala della biblioteca. Non solo esposizione e vendita di un varissimo canestro di prodotti artigianali, ma anche ghiottonerie e animazioni con la partecipazione di 26 espositori/ artigiani (Laura Avantey, Teresa Besenval, Stefano Bich, Angelachiara Catanzaro, Livio Cavedon, Luisa De Salvo, Elisa Diémoz, Nicoletta Disanto, La via del cuore - Diana A., Serena Lanari, Yvette Lowe, Alessandro Lunardi, Claudia Malaspina, Mario Malaspina, Franca Marasco, Cinzia Marquis, Simona Martinet, Silvana Maschio, Ermes Péaquin, Cristina Pietrosanti, Ricardo

ARVIER

CoEnfer alla ricerca di una nuova sede

Alcuni espositori con i responsabili della Pro loco di Sarre e nel riquadro Alice, Matteo e Giuliano alla console delle crêpes

Pungitore, Rachele Fortunata, Eugenia Radtsig, Franceschina Talarico, Anna Maria Tevari e Francesca Tonelli). «Abbiamo voluto riunire tutte le associazioni di Sarre intorno a questo evento - dice il presidente della Pro loco, Tonino Lanari, insieme ai vice Enrico Primerano e Roberto Martinod -. I pompieri per la logistica, l’oratorio per le animazioni, la biblioteca e gli alpini che cucineranno la prossima settimana. Un ringraziamento va all’amministrazione comunale e alla Conad di Sarre che supporta sempre le nostre iniziative». I prossimi appuntamenti: sabato 19 (ore 15-20) e domenica 20 (ore 9.30-12.30 e 15-20). ■ Nadia Camposaragna

ST-NICOLAS: comunità in festa per i suoi nonni

Canone di affitto insostenibile. E’ con questa motivazione che l’assemblea dei soci della CoEnfer, la cooperativa vitivinicola di Arvier, ha approvato a maggioranza l’abbandono dell’attuale sede sociale di via Corrado Gex. D’altra parte con il nuovo anno, le sedi regionali di cantine sociali e caseifici passeranno sotto la gestione diretta di Vallée d’Aoste Structure, che ovviamente chiederà un canone di locazione agli inquilini. Canone di affitto che, per quanto riguarda la CoEnfer, dovrebbe aggirarsi attorno ai 40 mila euro, troppi per una struttura - peraltro sovradimensionata - al cui interno viene ospitata una produzione di all’incirca 35 mila bottiglie l’anno. Da qui il mandato dell’assemblea di trovare una nuova sede per la cooperativa sociale, con l’obiettivo di riuscire a staccare un canone di affitto più vantaggioso.

Grand Paradis

Flash

Valgrisenche, solidarietà Telethon Fine settimana all’insegna della beneficenza con Telethon, quello in programma da venerdì 18 a domenica 20 dicembre a Valgrisenche. Più nel dettaglio, venerdì - a partire dalle 20 - è prevista una cena solidale al ristorante Le Vieux Quartier, con una parte del suo costo che verrà devoluta direttamente a Telethon (prenotazioni allo 0165 97199). Dopo l’appuntamento a tavola, l’iniziativa inaugurale della tre giorni proseguirà con una serie di animazioni all’insegna del divertimento. Sabato e domenica, quindi, per coloro che decideranno di acquistare il biglietto di ingresso allo snowpark, si rende noto che il 50% dell’incasso verrà devoluto anche questa volta a Telethon. Aymavilles, presentazione libro La biblioteca comunale di Aymavilles, dopodomani, mercoledì 16 dicembre, organizza un appuntamento di presentazione del libro ‘La principessa Scarlatta e il regno di Biancolatte’. L’iniziativa, in compagnia delle autrici Rossella Scalise e Annie Caroline Roveyaz, prenderà il via alle 17.30 in biblioteca. A seguire ci sarà un laboratorio creativo per tutti i bambini. Sarre, concerto di Natale

Tradizionale festa dei nonni organizzata ieri - domenica - a St-Nicolas

Il coro Les Notes Fleuries du Grand Paradis organizza un concerto di Natale in programma sabato 19 dicembre, a partire dalle 21, nella chiesa Madonna della Gioia al Montan, a Sarre. Les Notes Fleuries, per l’occasione, hanno invitato come ospite della serata il coro Burcina di Biella: entrambi si esibiranno con il rispettivo repertorio di canti polifonici e natalizi.


lunedĂŹ 14 dicembre 2015

UNITÉ DES COMMUNES

GRAND COMBIN

37

■BIONAZ / La giunta ha approvato la documentazione tecnica da inviare all’assessorato alle opere pubbliche

Un

per la pista di biathlon

Previsto un sottopasso per collegare il poligono, a costo zero per il Comune, assicura il sindaco Chentre BIONAZ - La neve latita, i prati sono completamente verdi e in una località come Bionaz, la culla del biathlon in Valle d’Aosta, è quindi logico che tutti guardino all’insÚ, nella speranza che prima o poi la neve arrivi copiosa. In un simile contesto, a ogni modo, l’amministrazione comunale capeggiata dal sindaco Armando Chentre sta già guardando al futuro, con la sua giunta che - nella seduta del 2 dicembre scorso - ha approvato la documentazione tecnica utile alla realizzazione di un sottopasso pedonale nell’ambito dei lavori di ampliamento di un tratto di pista di sci in frazione Lexert/ Dzovennoz. Si tratta di una prima documentazione tecnica che dovevamo inviare all’assessorato regionale alle opere pubbliche per poter mandare avanti l’iter - spiega il sindaco di Bionaz, Armando Chentre -. Se tutto andrà per il verso giusto, penso che in primavera i lavori potranno essere eseguiti. Un intervento, da quanto appreso, praticamente a costo zero per il Comune, se è vero che anche gli elaborati tecnici sono stati redatti direttamente dai nostri uffici, conferma Chentre. PiÚ nel dettaglio, i lavori consisteranno nella posa di un tunnel - di una decina di metri di lunghezza per due di altezza e altrettanti di larghezza - che possa collegare direttamente la zona del poligono al resto della pista, che con questo intervento diventerà piÚ funzio-

GIGNOD

Telenovela area ricreativa: ci sono i fondi, ma la gara va deserta GIGNOD - ÂŤL’area ricreativa? Un polo aggregativo da valorizzareÂť. Nella campagna elettorale a ridosso delle elezioni del 10 maggio scorso utili al rinnovo del Consiglio comunale di Gignod, questo era il parere di entrambe le liste contrapposte alle urne. Un intervento, quello di riqualificazione dell’area ricreativa di localitĂ Le Plan du Château, che però non deve essere stato considerato appetibile dalle imprese, se il bando di gara lanciato dal Comune è andato deserto. I lavori, finanziati attraverso fondi ministeriali per circa 400 mila euro a valere sul programma ‘1000 cantieri per lo sport’, avrebbero previsto la sopraelevazione dell’edificio giĂ  esistente con uno chalet prefabbricato e la creazione accanto di un campo di

calcetto, cosĂŹ da risolvere i problemi di infiltrazione d’acqua che ormai da anni affliggono la struttura. Una storia tormentata, quella della riqualificazione dell’area ricreativa, iniziata a metĂ degli anni 2000 con il lancio di un concorso di idee e continuata con il (vano) tentativo di accedere ai finanziamenti statali messi in palio attraverso il programma ‘6000 campanili’. Quando il piĂš sembrava fatto, con i fondi ministeriali arrivati mediante il programma ‘1000 cantieri per lo sport’, ecco - a sorpresa - la gara deserta. Dall’amministrazione - oltre a rassicurare che i fondi non andranno persi - fanno sapere di essere giĂ  al lavoro per capire come muoversi per poter dare gambe al progetto in tempi ragionevolmente brevi.

ST-OYEN: festa della riconoscenza per gli Over 61 del paese Festa della riconoscenza dedicata agli Over 61 di StOyen, quella organizzata ieri, domenica; dopo la santa messa officiata da don Junior Carlo Louisetti e l’aperitivo, l’iniziativa si è spostata al Foyer di Flassin per il pranzo conviviale (foto Fabrizio Conchâtre)

â– BIONAZ-OYACE / Organizzata dalle biblioteche comunali in Trentino Alto Adige

In una quarantina alla gita ai mercatini

Sono stati una quarantina i partecipanti alla due giorni organizzata dalle biblioteche comunali di Bionaz e Oyace in occasione dei mercatini di Natale di Bressanone e Trento

VALPELLINE

Santa Cecilia con i giovani di ‘Hiboux en musique’ Musica di qualitĂ e tanto entusiasmo per il concerto di Santa Cecilia che si è tenuto in chiesa a Valpelline, ieri pomeriggio, domenica, offerta dalla formazione giovanile ‘Hiboux en musique’. La presidente della Commissione della biblioteca intercomunale AbbĂŠ Henry Nicole Blanc ha premiato tre ragazzi che fanno parte della banda sin dalla fondazione, nel 2010: Helena e Andrea Rossi e Julien Petitjacques. Dopo l’apprezzato concerto, un abbondante rinfresco ha concluso il pomeriggio di musica e socializzazione tra la banda di Sarre e i musicisti di Valpelline

nale, soprattutto per il lavoro dei tecnici, che oggi si trovano costretti a transitare in un luogo piÚ scomodo e stretto, commenta ancora il primo cittadino di Bionaz, che partendo da quest’ultimo progetto (a costo zero per il Comune) legato alla pista di biathlon, sostiene: Purtroppo con i tagli che i bilanci comunali hanno già dovuto affrontare e che saranno costretti ad affrontare di nuovo da qui a breve, è chiaro che bisogna cercare di sfruttare tutte le opportunità a disposizione, compresi i fondi della nuova programmazione europea, che abbiamo già iniziato a studiare per capire bene quali siano le misure piÚ confacenti alle nostre esigenze. ■ Patrick Barmasse

Grand Combin

Flash

Oyace, in 100 per l’ultimo libro di Laura Pellissier Sono state oltre un centinaio le persone che venerdĂŹ sera a Oyace hanno partecipato alla presentazione del nuovo libro di Laura Pellissier, ‘La Tornalla e la Danza del Cielo’, edito da Musumeci. Insieme agli altri relatori (foto), l’autrice ha spiegato il suo rapporto con Oyace e con la sua torre a pianta ottagonale. Un rapporto ÂŤche va oltre ai sensi umani canonici, assaporerete questo libro tutto d’un fiatoÂť, ha anticipato l’assessore comunale all’istruzione e cultura, Stefania Clos.

Belote, ad Allein fa festa Amos Marcoz E’ stato Amos Marcoz di Etroubles a essersi aggiudicato la 4ª prova del 6° torneo degli undici comuni del Grand Combin di belote, circuito organizzato dalla sezione Avis del Grand Combin che giovedÏ 17 dicembre farà tappa - la 5ª - al ristorante La Grandze di PÊÏ di Doues. GiovedÏ al CafÊ de la Place di Allein, su un campo di 68 concorrenti, Marcoz ha anticipato sul podio di giornata Stefano Belli e Marilena Menabreaz, con Remo Juglair a comandare la classifica generale provvisoria davanti ad Amato Charles e Paolo Chapellu.

ETROUBLES

Accese le oltre 30 installazioni natalizie Resteranno accese fino al 31 gennaio 2016 le suggestive luminarie che compongono ‘Luci su Etroubles’, l’iniziativa - giunta ormai alla sua sesta edizione inaugurata martedĂŹ scorso, 8 dicembre, con l’accensione ufficiale delle oltre 30 installazioni artistiche illuminate a led che caratterizzeranno il periodo delle festivitĂ natalizie nel grazioso borgo del paese della valle del Gran San Bernardo. Una iniziativa, quella di ‘Luci su Etroubles’, dal significato profondo, cosĂŹ come affermato dal sindaco Marco Calchera: ÂŤE’ ammirevole che numerosi cittadini e operatori commerciali si adoperino per abbellire il proprio paese, considerato anche il momento di forte crisi che riguarda i bilanci delle amministrazioni pubblicheÂť.

BAR DU CENTRE

-0$$"10-60(07"-1&--*/&

Un momento del concerto e qui a lato, Nicole Blanc premia Helena e Andrea Rossi e Julien Petitjacques

%B7BMFOUJOB

NUOVA G E S T IO N E


38

UNITÉ DES COMMUNES

MONT EMILIUS

lunedì 14 dicembre 2015

■ NUS / Domenica 20 dicembre torna la festa di Natale con merenda e divertimento NUS - Mercatino di Natale ma anche opportunità per le associazioni del paese di farsi conoscere. E perchè no una golosa merenda, un bel presepe, un Babbo Natale in carrozza, musica e animazioni per bambini. Ecco Noël Nevèn, atto numero 3. Torna domenica prossima, 20 dicembre, la manifestazione natalizia ideata dall’amministrazione comunale di Nus, con la parrocchia di sant’Ilario, l’istituzione scolastica Mont-Emilius I, e le associazioni del territorio. «Dopo il primo esperimento di una festa di Natale, lo scorso anno abbiamo deciso di abbinare il mercatino – commenta il sindaco Elida Baravex. Ed è stato un successo. Quest’anno riproponiamo la formula del

Noël Nevèn, ancora posti per il mercatino mercatino sin dal mattino (ore 10.30), al quale hanno aderito già 30 espositori. C’è ancora qualche posto disponibile per chi si presenterà domenica mattina alla spunta – spiega il sindaco – e mi preme precisare che non ci sarà la tassa di occupazione del suolo pubblico da pagare, poiché sfrutteremo aree private, così da non dover chiedere denaro a chi sceglie di

Tiziana al Noël Nevèn dello scorso anno

esporre al nostro mercatino». La parrocchia allestirà il presepe nella cappella del Borgo mentre grazie alla collaborazione con l’Avres, Babbo Natale arriverà in carrozza. Le tante associazioni del territorio, dal Gruppo Storico alla Corale, dagli Alpini all’Osservatorio Astronomico, passando per la Banda,

l’Avis, l’istituzione scolastica, i vigili volontari e l’Aero Club che partecipa per la prima volta, saranno presenti per presentare e promuovere le proprie attività. Il programma: il mercatino nel borgo e nelle llaou di Nus aprirà alle 10.30; nella cappella del borgo, parrocchia e ACR hanno allestito il presepe mentre della gustosa merenda pomeridiana si occuperanno gli Alpini e il Gruppo Storico. Durante la giornata, sono previste animazioni itineranti con truccabimbi, palloncini, giochi e piccoli sketch; al mercatino saranno presenti anche i bambini e ragazzi dell’Istituzione scolastica che esporranno i loro lavoretti. ■ c.t.

■ QUART / Il consiglio comunale ha nominato giovedì i componenti delle quattro commissioni

QUARANTA quartins al LAVORO

Una pista forestale collegherà il Comune a Nus, consentendo la manutenzione dei boschi AOSTA - Un finanziamento sostenuto dall’amministrazione regionale permetterà una corretta manutenzione boschiva in un tratto che collega di comuni di Quart e Nus. Lo ha comunicato in apertura dei lavori del consiglio comunale di Quart il sindaco Giovanni Barocco che ha spiegato come «un’opera da 300 mila euro, appaltata dall’assessorato regionale all’Agricoltura permetterà di intervenire sulla pista forestale che collega Nus a Quart, nella zona a monte dell’Osservatorio astronomico e nei pressi dell’alpeggio di Chaleby». «Dopo un anno e mezzo, è andata a buon fine la procedura aperta con l’Enac, l’Ente nazionale di aviazione civile per la que-

stione legata ai vincoli imposti per le elevazioni in altezza, in caso di costruzione. Le richieste del comune – che aveva presentato le controdeduzioni al limite imposto di 7.5 metri, sono state accolte, con la possibilità di poter costruire fino a un’altezza massima di 20 metri – fatto questo che ci permette di non modificare quanto stabilito dal nostro piano regolatore che si ferma a 10.5 metri». La minoranza Il gruppo civico ha chiesto al sindaco informazioni sul servizio ‘Wireless Quart’, iniziativa nata sei anni addietro per offrire la copertura internet sul territorio comunale «ma che di fatto non è mai stata

LE COMMISSIONI

Ecco come sono composte

Consulta comunale Bilancio e Fisco: Cristina Desandré (presidente) Bruno Chaussod, Loredana Bionaz, Sara Desandré, Paola Fassino, Marco Bertignono, Roberto Greco, Fabio Maschio, Enzo Perron e Elio Ponsetti. Consulta Innovazione Tecnologica ed Energia: Jean Paul Brulard (presidente), Federica Magliano, Fabio Centoz, Luca Desandré, Mauro Gandini, Luigi Giai, Simone Sozzi, Fabio Toldo, Massimo Venneri e Andrea Zaccuri. Consulta Agricoltura, Ambiente e Turismo: Ginetto Zoso (presidente), Fabrizio Bertholin, Manuela Feder, Angelo Berriat, Sergio Cabraz, Ildo Henchoz, Hervé Mauris, Romildo Moin, Geronimo Rosset e Sauro Salvatorelli. Consulta Famiglia e Politiche sociali: Cinzia Dufour (presidente), Manuela Bergamasco, Francesca Audemino, Ilenia Luberto, Maria Cristina Marcoz, René Benzo, Valerio Brunetti, Andrea Nicotra, Roberto Pallua e Alessandro Vidale. particolarmente performante – commenta il consigliere di minoranza Bruno Chaussod – di fatto si è passati da 250 utenti iniziali a 160 fruitori». «Nel rispetto di normative eu-

ropee – ha risposto l’assessore Paolo Fiori – dal primo gennaio non potremo più comportarci come un operatore telefonico. La rete, che sarà spenta il 31 dicembre è inoltre obsoleta, essendo trascorsi ormai sei anni». Al primo cittadino, il gruppo civico Quart ha chiesto informazioni circa la cessione di terreni di proprietà regionali nei pressi del castello e della cosiddetta cascina. «Si tratta di una serie di terreni e una casa-cascina con una piccola stalla e fontanile nei pressi del castello – commenta il consigliere di minoranza Bruno Chaussod – che probabilmente la Regione ha intenzione di alienare e che possono essere ceduti gratuitamente al comune nel caso sussista un motivo di pubblico interesse. Abbiamo chiesto al sindaco se si hanno notizie della cessione, ma ci è stato risposto che il Piano delle alienazioni è ancora da verificare.

Noi pensiamo che quei terreni e quella cascina possano essere ben sfruttati, per un parcheggio a servizio del castello, senza dimenticare che di lì passano la Via Francigena, le Chemin des Vignobles e nel costruendo progetto regionale della Bassa Via; si potrebbe pensare a un’importante valorizzazione turistica di quel luogo, un punto tappa». Il primo cittadino ha risposto anche all’istanza della minoranza circa la mancata partecipazione al la festa ‘Pan Ner 2015; «il sindaco ha risposto che non è stato possibile organizzarsi con coloro che si occupano dei forni, nelle frazioni e del Consorzio proprietario, anche perchè si tratta di un’opera di volontariato. Ha promesso interessamento e maggiore coinvolgimento per la prossima edizione, anche se secondo noi qualche sforzo organizzativo in più poteva essere fatto». ■ c.t.

CHARVENSOD: festa della RICONOSCENZA

Festa della riconoscenza ieri, domenica 13 a Charvensod; dopo la messa, circa 100 jeunes d’antan si sono ritrovati a tavola al ristorante Monte-Emilius. Riconoscimenti per le due decane della festa, Giulia Bottegal ed Elsa Viérin (nelle foto qui sopra, da sinistra verso destra) e per le due novantenni Tersilla Viérin e Giulietta Comé (foto a destra) insieme al sindaco Ronny Borbey e all’assessore alle Politiche Sociali Eva Viérin

NOTIZIE IN BREVE GRESSAN: acqua gratis fino a gennaio

rata in allegria, con premi... gustosi e per brindaL’acqua del sindaco sarà gratuita fino a fine gen- re al Natale con un bicchiere di spumante e una naio alla casa dell’acqua di Gressan, davanti alla fetta di panettone. Appuntamento alle 20.45, incasa comunale. A partire da sabato scorso, è attiva gresso libero. l’erogazione di acqua liscia o gasata che tornerà a ST-CHRISTOPHE: concerto di Natale essere a pagamento dal mese di febbraio. Si terrà sabato prossimo, 19 dicembre, nella chiesa NUS: la salute tema del Giovediamoci di Saint-Christophe (ore 20.45) il concerto di Natale, Nutrizione e attività motoria. Un ottimo investimen- animato dal Coro dell’oratorio di Saint-Christophe, to in salute. Come cibo, emozioni e sport influenza- organizzato dalla biblioteca e dall’amministrazione no il metabolismo. E’ il tema dell’incontro della ras- comunale. Sarà l’occasione per scambiarsi gli ausegna ‘Giovediamoci’, in programma giovedì 17 guri di buon Natale. L’ingresso è libero. dicembre, nella sala del consiglio del municipio di ST-CHRISTOPHE: consiglio comunale Nus. I relatori saranno l’istruttrice di fitness Roberta Ponzetto e Carlo Finessi e Ferdinando Carcavallo E’ convocato per giovedì 17 dicembre il consiglio coin rappresentanza del comitato Uisp Valle d’Aosta. munale di Saint-Christophe. Tra gli argomenti iscritti Appuntamento alle 21, ingresso libero. alla discussione le interrogazioni del gruppo di minoranza ‘Vivre Ensemble Saint-Christophe’ che riQUART: tombolata e brindisi guardano la convenzione con l’Asd Circolo Tennis Quart Noel. Torna venerdì 18 dicembre, all’audi- Saint-Christophe e i crediti nei confronti della societorium del Villair, la tombola organizzata dalla bi- tà sportiva Vallée d’Aoste. Il consiglio è convocablioteca comunale. Sarà l’occasione per una se- to alle ore 17.30.


lunedì 14 dicembre 2015

UNITÉ DES COMMUNES

M O N T E C E RV I N O

39

■ SAINT-VINCENT / La struttura ha festeggiato gli otto anni di apertura

Tenda Amica, oltre 150 ospiti in un anno Voluta da don Vuillermoz, funziona grazie al lavoro di 27 volontari SAINT-VINCENT - L’arrivo dell’inverno e il freddo mettono a dura prova la resistenza di chi vive per strada e aumentano le persone che si rivolgono ai centri di assistenza. Succede anche a Tenda Amica, la struttura voluta da don Giulio Vuillermoz e inaugurata l’8 dicembre di 8 anni fa. «Sono sicuramente la persona meno adatta per parlare della “Tenda Amica” in quanto mi trovo come parroco a Saint-Vincent da poco più di un anno e sono stato da subito coinvolto in questa forte esperienza di solidarietà umana e sociale » spiega don Pietro Panceri. L’iniziativa si deve al suo precedessore, don Vuillermoz, il quale, attorniato da numerosi volontari, dopo alcune difficoltà legate ai pregiudizi della popolazione e alle possibilità economiche della comunità, ha reso possibile il progetto, realizzando così anche uno dei suoi sogni di sacerdote. «Oggi sono impegnati nella struttura un numero di volontari pari a 27, di cui 12 donne e 15 uomini – spiega il parroco -, occupandosi dell’assistenza notturna, delle pulizie e del bucato e sono personalità fondamentali per l’attività». Gli ospiti, esclusivamente maschili, che usufruiscono dell’accoglienza a “Tenda Amica” nel cor-

so dell’anno sono generalmente più di cento stranieri e circa cinquanta italiani, tenendo conto che i posti letto disponibili sono ot-

to. La media delle presenze a notte varia quindi da 4 a 5 persone in estate e da 7 a 8 persone in inverno. Tutti uomini che han-

no perso o non trovano lavoro e che non hanno un tetto sotto il quale addormentarsi. «Non me la sento di fare un vero e proprio

Don Pietro Panceri si occupa del centro da circa un anno

SAINT-DENIS, è di Etienne Priod il Vischio d’Oro SAINT-DENIS - È quello raccolto da Etienne Priod il cespo di vischio più bello dell’edizione 2015 della Festa del Vischio di Saint-Denis, martedì 8 dicembre. Il giovane è stato premiato con il Vischio d’Oro direttamente da Fedele Vuillermoz (con lui in foto) colui che, 17 anni fa, ideò la manifestazione. «Siamo contenti, abbiamo avuto 55 banchi e molta gente - commenta Domenico Mamertino, presidente della Pro loco -. Gli espositori hanno venduto tutto e i bambini che sono venuti si sono divertiti tantissimo tra passeggiate con i pony e truccabimbi». ■ e.d.

bilancio arrivati all’ottavo compleanno della struttura, i bilanci che riguardano la condivisione e la fraternità preferisco lasciarli al buon Dio, che vede all’interno dei cuori - don Pietro sorride - mi accontento di dirgli grazie per aver ispirato questa opera di carità, per tutti i volontari e donano il loro tempo ai poveri che bussano alla porta della nostra comunità e grazie per chi, con offerte o derrate alimentari, è benefattore di Tenda Amica». ■ Valentina Romagnoli

CHÂTILLON, Ex Vins: dai vini di Anselmet al piatto degli studenti CHÂTILLON - La trota salmonata di montagna, su julienne di cavolo rosso e crostino di pane casereccio, ai profumi di aghi di pino, timo e ananas e al condimento balsamico di mela proposta, in abbinamento con Maison Anselmet VdA Chambave Muscat dop 2014, da Leonardo Brunero, Hervé Gaspard, Laurent Martinet, Giorgia Peruzzi e Christian Voyat, ha vinto Ex Vinis, la sfida a squadre che ha coinvolto le classi quinte dell’Istituto professionale regionale alberghiero. Obiettivo dell’iniziativa far comprendere ai ragazzi che il lavoro in cucina e il servizio in sala hanno egual peso: una ricetta pensata e nata in abbinamento al vino deve essere proposta al commensale in questa sua veste per potersi esprimere al massimo. A “prestare” i suoi vini per la sfida è stato Giorgio Anselmet «ho voluto dare la possibilità ai ragazzi di cimentarsi nell’elaborazione di ricette da abbinare ad alcuni miei vini dalle caratteristiche molto diverse tra loro». Nell’elaborazione dei piatti ha partecipato anche lo chef Agostino Buillas.

■ VALTOURNENCHE / Si è riunito il primo Consiglio comunale dei ragazzi

Fusciacca tricolore per Sophie VALTOURNENCHE - È donna, come nella realtà, il sindaco dei ragazzi di Valtournenche. Si tratta di Sophie Gorret che ha ricevuto la fascia tricolore dall’assessore (vero) Massimo Chatrian e si è seduta accanto al suo vice, Deniel Pession. L’iniziativa nasce dal progetto di cittadinanza attiva portato avanti dall’insegnante, la professoressa Daniela Bosoni e da Juan Senn, genitore di uno dei ragazzi, e ha dato vita al Consiglio comunale dei ragazi delle scuole secondarie di Valtournenche che si è riunito giovedì 10 dicembre per la prima volta. «Un progetto - spiega l’assessore all’istruzione e servizi sociali, Massimo Chatrian - idea-

E LA CR

TAGIOSA... TRASMET ATIVITÀ È CON TILA!

Deniel Pession e Sophie Gorret vice e sindaco dei ragazzi

to con lo scopo di dare spazio, di volta in volta, alle proposte formulate in questo Consiglio dai ragazzi. Il loro compito è stato quello di portare all’attenzione dell’amministrazione i loro problemi, suggerendo eventuali soluzioni e proponendo idee che saremo ben lieti di valutare nel nostro prossimo Consiglio e, nel caso mettere in pratica».

Sophie Gorret e Deniel Pession in settimana decideranno la formazione della loro giunta, mentre martedì 15 dicembre spettera ai “grandi” riunirsi per l’analisi di importanti punti all’ordine del giorno, tra i quali l’acquisizione del Cinéma des Guides e l’approvazione del progetto Alcotra Modalpes. ■ e.d.

MONTE CERVINO IN BREVE simo Pizzi. Seduti: Desandré Davide, don Silvio Carlin, Dino Zen e Albino Demé. Pontey festeggia i 10 anni dell’Oratorio

L’Oratorio Sèn Martin di Pontey compie dieci anni e lo fa con un afesta in grande stile, domenica 20 dicembre a partire dalle 17. Spettacolo teatrale, mostra fotografica e un buffet per tutti. Ex allievi del Don Bosco, Bich presidente

Gratitudine, onestà e bontà sono i concetti che guideranno le attività del nuovo direttivo degli ex allievi del Don Bosco di Châtillon per il quadriennio 2015/2019, ribaditi nell’incontro con i delegati di zona. In foto, da sinistra in piedi: Eraldo Gamba, Peaquin Rémy, Danilo Jovet, Buso Ruggero, Emil Voyat (segretario/tesoriere), Peter Contoz (Consigliere), Matteo Martinet (vice presidente Gex), Italo Lacroix, Matthieu Bich (presidente), Ettore Venturini, Luca Champion (addetto stampa) e Novallet Giada (consigliere), Mas- I vigili di Châtillon insieme per Santa Barbara

ambientazione casa

idee regalo

allestimento vetrine

Saint-Vincent Via Vuillerminaz, 44 Tel. 340 5404661


40

lunedĂŹ 14 dicembre 2015


MONTJOVET (AO) FRAZ. LILLAZ, 39 (STRADA STATALE) - ivanmotors15@gmail.com TEL. 0166 090069 lunedì 14 dicembre 2015

unité des communes

41

E VA N Ç ON

AYAS, il neo sindaco Obert frena la minoranza: «nessuno si è sentito manipolato da Munari» Ayas - Un inizio pepato per il Consiglio comunale di Ayas dopo le dimissioni dell’ex sindaco Giorgio Munari per la nomina alla presidenza della Monterosa Ski e la nuova funzione assunta dal vice Giuseppe Obert. La minoranza coglie la palla al balzo per bacchettare l’ex sindaco: «Convocare il consiglio comunale dopo 20 giorni dalle dimissioni eccezionali ci sembra troppo, avrebbero dovuto convocarlo in via d’urgenza» e da qui partono le stilettate verso Munari: «poca propensione al dialogo, ha aumentato le tasse, ha fatto sì che il costo dei lavori del centro benessere di Champoluc lievitasse da 4,5 milioni di euro a 6,5 milioni di euro; ha sprecato risorse comunali per lo studio di un mini-tunnel in Champoluc, dimostratosi irrealizzabile; si è opposto alla proposta della minoranza di ampliare in modo signifi-

cativo il parcheggio in Antagnod; ha fatto inserire nel piano regolatore un mascherato “condono” edilizio per le case per vacanze; ha proposto nel piano regolatore un’area camper all’ingresso di Champoluc, in zona esondabile». Nonostante al neo sindaco abbiano riservato «i migliori auguri di buon lavoro» a Giuseppe Obert quelle parole nei confronti del suo predecessore non sono piaciute affatto: «Munari è stato un sindaco esemplare - puntualizza - e trovo scorretto il comportamento della minoranza che ha rivolto nei confronti di una persona, che in quel momento non era presente, parole dure e che non corrispondono alla verità. Come maggioranza e giunta abbiamo lavorato bene e in sintonia, pur avendo su determinati temi anche delle visioni diverse. Quindi nessuno di noi si sente manipolato da Munari, ma

abbiamo sempre lavorato tutti e continueremo a farlo per il bene del paese». I lavori del Consiglio sono proseguiti con l’approvazione, all’unanimità di tre centraline idroeletriche sull’acquedotto e del mantenimento del servizio navette nel periodo invernale ed estivo, spiega Obert: «Prima la Regione partecipava con il 90% e il Comune con il 10%, ora siamo riusciti ad ottenere che la Regione contribuisca con il 70% e noi con il 30%. Le presenze sulle navette nella stagione invernale ed estiva sono di 123mila, è un servizio quindi necessario per il nostro territorio e nonostante l’aumento di partecipazione per il Comune continueremo a mantenerlo e per ottemperare all’aumento di quota utilizzeremo le entrate che derivano dalla tassa di soggiorno». ■ Teresa Marchese

■ verrès / I dischi in vinile intagliato hanno colpito la giuria del mercatino di Natale

Di Christian il banco più bello Verrès - C’era anche Babbo Natale, che si prestava a fotografie insieme ai bambini, aiutato da un elfo in gonnella, al mercatino di Natale organizzato dall’associazione Creare Creando, domenica 13 dicembre. «Siamo felici di come siano andate le cose negli ultimi 5 anni - racconta Cristina Manganoni - l’evento funziona, e questo ci ha permesso di andare avanti e organizzarlo anno dopo anno. Oggi abbiamo avuto una mattinata proficua in cui è venuta anche gente fuori dalla Valle d’Aosta. Ci sono vari banchi di hobbisti in cui tutto è fatto a mano». Anche l’hobbista

Marina, che di mestiere fa l’insegnante è soddisfatta: «Sono tre anni che partecipo ai mercatini, ma ultimamente mi dedico a quelli in Valle perchè c’è più turismo e la gente è ben disposta a fermarsi e a parlare. La mia prima impressione è ottima

perchè il clima è molto piacevole». È il primo anno a Verrès anche per Anna, la cui passione è la pirografia su legno. «Trovo che l’atmosfera sia molto accogliente e l’organizzazione del mercatino sia molto buona, però non ho visto tantissima

affluenza e partecipazione, anche se qualcosa ho venduto». «Questa è la mia prima volta qui a Verrès - dice l’insegnante di scuola primaria Chantal -, ma sono 5 anni che faccio mercatini in giro per la Valle, certe volte si vende di più altre

Da sinistra Chantal, Cristina a destra Anna e sopra Marina

volte di meno, ma continua ad essere un’esperienza positiva e divertente». Avincere per il banco più bello Christian Borsetti (di-

schi in vinile intagliati), 2ª Linda Martignene, cucito crerativo e 3ª Patrizia Manganoni, cucito creativo. ■ Salim Znaidi


42

unité des communes

E VA N Ç ON

lunedì 14 dicembre 2015

■ verrès / Per il primo anno riconoscimenti anche agli “Amici di Verrès”

Il paese premia le sue Eccellenze Danilo NICOD inviato a Verrès

verrès - Un originale preludio alle feste natalizie è andato in scena sabato 12 dicembre a Verrès. È l’Anteprima di Natale – fra Tradizione e Attualità, organizzata dall’amministrazione comunale, presentata dalla giornalista Alessandra Ferraro e allietata dai suggestivi balletti dell’associazione Danza&Danza, intervallati dagli sketch del comico valdostano Franco Millet. Fulcro dell’evento sono state le premiazioni delle Eccellenze verreziesi e, novità di quest’anno, degli “Amici di Verrès”. Si tratta di cittadini valdostani e non che,

nel corso della loro carriera lavorativa, sportiva, politica hanno contribuito alla crescita di Verrès, tenendone alto l’onore anche oltre i suoi confini. «Non ci fermiamo qui, anzi questa sera è un punto di partenza per trovare nuove Eccellenze» ha affermato il sindaco Alessandro Gio-

venzi, ricordando l’importanza di credere nei valori della nostra terra, invitando i giovani a essere attivi, a partecipare alla vita politica per ottenere «qualcosa in più». LE ECCELLENZE: Luigi Mello Sartor (ex sindaco di Verrès); Bruno, Sonia e Christian Casadei per i 47 anni di attività di

Verrès

Flash

Prorogate iscrizioni ai concorsi di Natale C’è ancora tempo oggi, lunedì 14 dicembre, per iscriversi ai concorsi Illumina il Ntale e Buon Natale in Vetrina riservati a residenti e negozianti di Verrès. Informazioni sul sito internet del comune. Pranzo di Natale per gli over 70 L’amministrazione comunale organizza per domenica 20 dicembre la festa degli anziani per tutti gli over 70. Alle 10 è in programma la messa, alle 12 il pranzo offerto dal Comune al salone Barme Solan. Iscrizioni entro le 13 di venerdì 18.

autofficina e carrozzeria; Mariangela Moraca, insegnante di danza all’associazione Danza&Danza dalla brillante carriera; Jessica Joly, pallavolista e capitano della squadra Lilliput di Settimo Torinese vincitrice del trofeo 8 Nazioni in Spagna. GLI AMICI DI VERRÈS: i carabinieri Tenente Colonello Massimiliano Rocco, il Capitano Enzo Molinari e il Luogotenente Cosimo Spagnolo per l’impegno e la vicinanza nei confronti della popolazione; Nicole Lachenal, componente del Comité des Jumellages per il gemellaggio Verrès-Moutiers; Paolo Giachino. amministratore delegato Cva, azienda che ha mostrato particolare attenzione verso il territorio; Albert Lanièce senatore, medico e direttore da 18 anni del Coro di Verrès; Alessandra Ferraro, giornalista premiata a sorpresa per gli anni di collaborazione con di Verrès. Un riconoscimento particolare è andato alla Commissione organizzatrice e ai ragazzi che hanno partecipato con entusiasmo alla trasmissione televisiva “Mezzogiorno in Famiglia” lo scorso novembre portando lontano, ancora una volta, il nome di Verrès.

Issogne, la maggioranza boccia il question time ma si apre al dialogo issogne - Non ci sarà spazio per un vero e proprio question time nelle sedute del Consiglio comunale di Issogne -riunitosi venerdì 11 dicembre-, come ha chiesto la minoranza consiliare con una mozione, ma il sindaco Battistino Delcohoz si è impegnato a prevedere un momento per eventuali domande e chiarimenti. «I consiglieri hanno ritirato la mozione su mia proposta - spiega il sindaco - perché daremo la possibilità di fare domande al termine del Consiglio, senza dover verbalizzare risposte magari dette “di pancia”». «Abbiamo trovato un compromesso - aggiunge il capogruppo di minoranza Joan Cout -, adesso abbiamo la possibilità di presentare tre giorni prima della seduta i quesiti che saranno discussi in un dibattito davanti al pubblico, per noi è una buona iniziativa». Bocciata la seconda mozione con la quale la minoranza chiedeva la modifica del regolamento di utilizzo del salone comunale. «Prima di poter affittare quel salone occorre rivedere l’impianto di riscaldamento, previsto a pavimento, che crea una grande dispersione energetica - dice Delchoz -. Dopo uno studio termico che ci dirà come intervenire abbiamo preso l’impegno di parlare tutti assieme di come regolamentarne l’utilizzo». Non ha totalmente soffisfatto il diretto interessato, Joan Cout, la risposta scritta all’interrogazione su un possibile errore di calcolo degli oneri di urbanizzazione. Per il sindaco si è trattato di un unico caso, ma per Cout, “vittima” dell’errore, potrebbero essercene degli altri. «Se si è utilizzato un metodo di calcolo sbagliato non credo che l’errore fatto con me sia un caso isolato, vedrò di fare altre verifiche». In apertura di seduta, il Consiglio ha approvato la seconda variazione al bilancio, da 193 mila euro, che destina risorse, tra gli altri, per due interventi importanti. «Il primo riguarda un restyling della frazione Follias dove interverremo con l’allargamento della strada, la sistemazione di un tratto di acquedotto, la sostituzione dell’impianto di illuminazione pubblica a led, lo spostamento del fontanile e la creazione di 3/4 posti auto per un totale di 80 mila euro». Altri 20 mila euro sono stati destinati, a integrazione dei 25 mila già previsti, per la sistemazione del campetto da calcio sotto al parco giochi. «Attualmente c’è una rete di protezione troppo bassa e succede che il pallone vada a finire nel torrente - spiega il sindaco - per evitare che qualche ragazzino si metta in pericolo tentando di recuperare la palla abbiamo pensato di installare una rete di protezione da 6 metri, sistemare il terreno e le porte per garantire il gioco in sicurezza». ■ Erika David


lunedì 14 dicembre 2015

unité des communes

43

E VA N Ç ON

■ arnad / La Filarmonica ha premiato i giovani musici con un attestato

Sveglia all’alba con Santa Cecilia arnad - Concerti e sveglie in musica hanno caratterizzato il territorio di Arnad in occasione della festa di Santa Cecilia. La Société Philarmonique, la Banda Giovanile, il Gruppo Pifferi e Tamburi e la cantoria, tutti rigorosamente di Arnad, hanno aperto i festeggiamenti venerdì 11 con il ricco concerto serale. Domenica 13, i musicisti della banda hanno attraversato le vie del paese ancora assopite, raggiungendo la suggestiva chiesa di San Martino Martino per la messa, allietata con numerosi brani musicali. Per il pranzo al ristorante La Kiuva, diversi cittadini si sono aggregati al gruppo musicale, trascorrendo un armonioso pomeriggio danzante con Miriam. La soddisfazione tra i partecipanti per la buona riuscita dell’evento è alta e l’entusiasmo li fa guardare oltre, come si deduce dal direttore della Société Philarmonique, Jacopo Challancin: «Andremo sempre avanti per divulgare la nostra musica, mantenendo un clima sereno all’insegna del divertimento con tanta voglia di migliorarsi». La Société Philarmonique ha colto l’occasione per consegnare un attestato alle new entry: Andrea Nordera, Andrea Joly, Antonio Bramato e Stefania Bena. ■ Danilo Nicod

Flash

Issogne, Anpi in Congresso Sabato 19 dicembre alle ore9.30 si svolgerà nell’auditorium di Issogne il Congresso dell’Anpi della sezione di Issogne e Zona. Durante il congresso si terranno anche le elezioni per il rinnovo del comitato di sezione e per l’individuazione dei candidati al Congresso regionale. Noël à Challand

La banda dopo la messa, a sinistra la sveglia dal sindaco Ph. Pierre Bonel

CHALLAND-ST-VICTOR, i pompieri ricordano Santa Barbara

Domenica 20 dicembre il Comune di Challand-St-Victor organizza la prima edizione di “Noël à Challand”, mercatino di Natale, che si svolgerà in frazione Ville nella zona circostante la chiesetta. Ci saranno hobbisti, artigiani, ecc. Parteciperanno alla manifestazione anche le varie associazioni del paese. Al pomeriggio, dalle 14.30 nella latteria di Ville vi sarà anche un laboratorio per bambini, mentre alle 17 si celebrerà la Messa nella cappella di Ville. Verrà consegnato un piccolo riconoscimento, un premio, ai tre banchetti più belli, valutati da una giuria, composta da persone del paese. Ayas, Il Sogno dell’Acqua in mostra a MonterosaTerme

Didascalia di prova su piu righe di testo se chiude

unité des communes

notizie in breve

La scommessa del GREEN Un trattamento biologico per attenuare la puzza di letame

per la prima volta conoscono il nostro territorio». Il trattamento – che sarà effettuato due volte nel mese di di-

cembre e cinque altre volte tra gennaio e maggio 2016, sarà possibile per le aziende agricole locali che aderiranno all’iniziativa. «Grazie a questo trattamento biologico saremo in grado di arrivare a una gestione più ordinata dei cumuli di letame presenti anche all’esterno delle stalle, oltre a migliorare lo spargimento del liquame, che, se non gestitio correttamente, potrebbe portare danni al decoro del paese». Secondo il sindaco, il trattamento potrebbe portare beneficio «anche agli

Rimarrà aperta fino al 15 aprile 2016 “Il Sogno dell’Acqua”, mostra d’arte contemporanea a cura dell’Ecomuseo della Pietra da Cantoni e di Artmoleto allestita nel centro benessere di Champluc, MonterosaTerme. Tra gli artisti presenti con le loro opere Memi Cavalli, Ilenio Celoria, Piero Ferroglia, Michelle Hold.

MONT ROSE

■ champorcher / Settemila euro per acquistare il prodotto

champorcher - «Un impegno senza troppi zero, ma particolarmente significativo per il nostro territorio, per la politica ambientale che abbiamo approvato, nel solco delle azioni volte a sensibilizzare la popolazione al rispetto dell’ambiente. Non dimentichiamo che già da alcuni anni, il comune di Champorcher ha ottenuto la certificazione secondo le norme ISO 14001:2004 ed EMAS». Così il sindaco di Champocher Alessandro Glarey commenta l’approvazione della delibera che impegna 7mila euro dal fondo di riserva per l’acquisto di un prodotto che agisce come catalizzatore biologico complesso per l’umidificazione e la mineralizzazione delle sostanze organiche di origine animale. Si tratta di un trattamento che dal letame, in quattro-cinque mesi restituisce un concime naturale compostato secco e inodore, facilmente trasportabile e pronto all’uso che consente una efficace concimazione dei terreni carenti di queste sostanze. «L’assenza di odori, di mosche e il mantenimento delle lettiere per periodi più lunghi consente la visita delle stalle anche da parte dei non addetti ai lavori – precisa il sindaco – favorendo l’interesse dei turisti che magari

Evançon

allevatori che, colpiti duramente dalla crisi e in mancanza di un ricambio generazionale, potrebbero vedere migliorare la qualità del loro lavoro». «La riscoperta di un turismo attento alla natura, di attività di contatto con l’agricoltura e l’allevamento come laboratori, settimane verdi, esperienze green potrebbero essere un ottimo aiuto per gli allevatori già provati dalla crisi e dal mancato ricambio generazionale» – conclude il sindaco Glarey. ■ c.t.

DONNAS: nuovi orari in biblioteca A partire da metà dicembre, cambia in via sperimentale, per quattro mesi,l’orario di apertura al pubblico della biblioteca comprensoriale di Donnas, che appartiene al Sistema bibliotecario valdostano. Il cambiamenteo nasce dall’esigenza di rispondere alla richeista degli utenti, di poter avere accesso alla struttura anche nella pausa pranzo. Il lunedì e mercoledì la biblioteca sarà aperta dalle 9 alle12 e dalle 14 alle 18.30; il martedì solo al pomeriggio dalle 14 alle 18, il giovedì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18 e il venerdì dalle 11.30 alle 15.30. L’apertura della biblioteca passa così da 29 a 30 ore settimanali. DONNAS: sabato 19 concerto di Natale A Donnas, raddoppia l’appuntamento con le melodie natalizie. Dopo Chantons Noel,sabato sera, alla chiesa di san Pietro in Vincoli, a Donnas, con la partecipazione delle cantorie di Carema, Pont-Saint-Martin, Donnas, Vert, Hone, Issogne, Verrès, Fontainemore, Pontboset e Lillianes e il coro ‘The Voice’ di Châtillon, saranno il coro Viva Voce e i ‘colleghi’ di Vocinsieme a dare vita sabato 19 dicembre, alla chiesa parrocchiale di san Pietro in Vincoli, a Donnas, al concerto di Natale, organizzato dal coro Viva Voce, dal comune e dalla biblioteca di Donnas. Al termine del concerto, è in programma il brindisi d’auguri organizzato dalla pro loco. Appuntamento alle 21, a ingresso libero.

pont-saint-martin

Alla Fiera di Moncalvo, un altro riconoscimento per la Macelleria Porté

Renato Nones con l’ennesimo riconoscimento ottenuto alla Fiera di Moncalvo nei giorni scorsi

pont-saint-martin - Un altro riconoscimento – l’ennesimo per la macelleria Porté di Pont-Saint-Martin che alla fiera del bue grasso di Moncalvo, mercoledì 9 dicembre, ha conquistato il secondo posto tra i manzi grossi di razza piemontese della coscia. Renato Nones, il titolare della macellaria ‘stellata’ che alle fiere di Carrù e Moncalvo, negli anni, ha fatto incetta di riconoscimenti, ha partecipato alla rassegna piemontese con due manzi, «animali che da cinquant’anni sono comprati nella stessa stalla – spiega il macellaio – ogni anno macino oltre 30mila km alla ricerca di piccole stalle di qualità, dove gli animali vengono cresciuti con fieno e cereali prodotti dagli stessi allevatori, con attenzione alla tradizione, perchè il prodotto sia davvero genuino». La carne in mostra alla fiera di Moncalvo sarà quella servita in macelleria per il periodo natalizio.


44

unité des communes

MONT ROSE

lunedì 14 dicembre 2015

Pont-Saint-Martin: festa degli anziani e della riconoscenza alle associazioni

Da sinistra, Mirella Jaccod, Ennio Ratti, Riccardo Galli, Emanuela Yoccoz, Giovanni Bertoni, Fabio Badery, Placida Neyvoz, Bruno Rigotti, Marco Sucquet e Silvia Nicco

Uno scorcio tra i commensali

■ donnas / Una variazione al bilancio per finanziare interventi urgenti

Il BARATTO della discordia

pont-saint-martin - L’aperitivo al Centro della terza età ha inaugurato ieri, prima della messa celebrata da don Saverio Vallocchera, già sacerdote di Pont-Saint-Martin, la festa degli anziani. Alla Maison du Boulodrome, l’amministrazione comunale ha offerto il pranzo, seguito dall’intrattenimento danzante. Il sindaco Marco Sucquet e l’assessore alle Politice Sociali Fabio Badery hanno consegnato un attestato di riconoscenza al presidente dell’Associazione Amici della Terza Età Giovanni Bertone, al presidente dell’associazione Insieme Emanueala Yoccoz e alla ‘meno giovane’ tra gli intervenuti, Placida Neyvoz, classe 1923, nonna dell’assessore Badery e ai ‘meno giovani’, classe 1925, Riccardo Galli e Bruno Ridotti.

donnas

140 commensali al PRANZO di NATALE

Secondo la Minoranza, «la situazione sociale è molto preoccupante» donnas - 630 mila euro - frutto di una variazione al bilancio, saranno impiegati per la sicurezza stradale, per rifare o riparare guard rail ma anche per l’impianto elettrico della casa comunale e per sostituire le caldaie del salone polivalente e del salone Bec Renon. Non solo, sarà ammodernata l’illuminazione pubblica con lampade a led, sarà finanziata l’installazione di pannelli turistici e migliorato il sito, affinchè si possa fare un tour virtuale del comune e saranno anche finanziati corsi di nuoto per i bambini delle scuole. Sono alcuni degli interventi illustrati dal sindaco Amedeo Follioley nel corso del consiglio comunale di giovedì scorso, che si è aperto con una mozione di solidarietà per il popolo francese, dopo gli attentati terroristici di un mese addietro. E’ la mozione sul baratto amministrati-

vo quella ad aver acceso la discussione, con un gruppo di minoranza battagliero che ha sottolineato «il livello di tassazione comunale esasperato». L’idea è quella di barattare i debiti nei confronti del comune, mettendosi a disposizione per lavori di pubblica utilità che riguardano il decoro urbano e la manutenzione del territorio. Il vice sindaco Silvia Nicco, ha contattato il comune di Invorio, primo comune del bel Paese ad adottare il sistema; «in data 7 ottobre la documentazione è giunta in comune, ma vista la complessità dell’applicazione della norma per il suo carattere innovativo, con provvedimento del 26 novembre, abbiamo incaricato il segretario comunale e l’addetta ai tributi di analizzare la possibilità di applicare il baratto. La mozione è perciò ampiamente superata poichè la procedura è già stata ufficialmente avviata».

pont-saint-martin

BAFFO PARTY, il divertimento è servito

Alcuni scatti di ... ordinario divertimento al Baffo Party

Non sono dello stesso avviso i consiglieri di minoranza del gruppo ‘Libertà e Partecipazione’ che spiegano come «dal resoconto fornito dal Comune emerga un dato preoccupante, sia per le casse comunali, sia dal punto di vista sociale: a oggi, non sono ancora stati incassati circa 78 mila euro, l’80% dei quali sono mancati incassi sulla tassa sui rifiuti, sul servizio idrico e sulla refezione scolastica. Un dato che rischia di peggiorare vista la situazione nella quale versano tante famiglie in difficoltà con i pagamenti» - spiegano i consiglieri Fabio Marra, Gino Agnesod, Lea Costabloz e Paola Dalle. Abbiamo anche chiesto l’istituzione di un’apposita commissione consiliare per discutere del regolamento attuativo del baratto e niente, ancora una volta una proposta di collaborazione viene ignorata». ■ c.t.

Gli omaggi floreali a Silvia Gallina e Elda Chenuil

donnas - 140 persone hanno partecipato sabato 12 dicembre al pranzo di Natale organizzato dall’amministrazione comunale al salone Bec Renon. Un omaggio floreale - una rigogliosa stella di Natale - è stata consegnata a Silvia Gallina (96 primavere) e all’assistente speciale Elda Chenuil. «Una giornata che nella sua semplicità è stata apprezzata - spiega l’assessore ai Servizi Sociali Silvia Nicco - dopo la messa celebrata nella cappella della casa di riposo Domus Pacis, si è tenuto il pranzo al quale ha partecipato la giunta comunale al completo. Abbiamo espresso grande soddisfazione per la massiccia partecipazione ed è stata l’occasione per augurare, pur con un po’ di anticipo, un sereno Natale».

■ perloz / Il popolare attore del trio comico ha visitato mercoledì il santuario di Notre Dame de la Garde

Giovanni e Franz, sulle tracce di Gilberto perloz - «Voglio consegnare il pacchetto di Junker alla signora Teresa. Voglio contribuire a riequilibrare il karma universale. Non so se sia ancora viva, né come trovarla. Ma un pacchetto incartato e non consegnato è una ferita aperta. E poi in questo modo avrò la possibilità di fare qualcosa di diverso, di incontrare persone nuove, di dedicare del tempo a me stesso». E così Gilberto, protagonista di ‘Una seducente sospensione del buon senso’ parte per consegnare il misterioso pacco a Teresa, una donna di Perloz di cui conosce solo l’indirizzo ed il numero civico. E pare che l’esempio di Gilberto sia stato seguito dagli autori stessi del libro, Giovanni Storti (conosciuto per il trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo) e Franz Rossi, il quale dopo aver partecipato al Tor des Géants si è innamorato di Perloz e della sua calorosa accoglienza. Mercoledì 9 dicembre infatti, i due autori si sono recati

Giovanni Storti e Franz Rossi salutati dai bambini di Perloz; nella foto piccola la visita al santuario

a Perloz per visitare il famoso Santuario di Notre Dame de la Garde, di recente ristrutturato e riportato alla sua originale bellezza. Questi avevano infatti letto di nove donne, Augusta Borgesio, Emma Vacher, Yvette Bonin, Idelma Agnesod, Irene Stevenin, Olga Millesi, Maria Barbero, Sara Juglair e Solan-

ge Soudaz, le quali con l’appoggio del Parroco don Claudio hanno contribuito - attraverso il consiglio pastorale a mantenere alto l’orgoglio del paese ai piedi della valle del Lys. Dopo «una passeggiata tra amici» così definita dai componenti del consiglio pastorale, per l’approccio molto

alla mano degli autori, Giovanni e Franz riprenderanno la promozione del loro libro; nel cuore il ricordo dell’accoglienza di grandi e piccoli di Perloz, e contribuiranno in modo positivo alla notorietà del paese, rendendo un grande contributo alla piccola comunità. ■ Sofia Fregnani

GABY: da Gastone a Jacopo, classi in festa

pont-saint-martin - Baffi, musica, divertimento e tanto divertimento. Il Baffo Party andato in scena venerdì 11 dicembre al ristopub diArnad è stato organizzato dal rione Platea Primis Maius. Unico obbligo, per ragazzi e ragazzi... avere i baffi! Al robusto apericena è seguito il travolgente concerto degli All Beck’s che hanno fatto ballare e divertire i tanti giovani presenti.

gaby - Consueta festa delle classi sabato 12 dicembre a Gaby; protagonista della serata è stata la numerosa classe del cinque che ha vantato la presenza tra i partecipanti di un arzillo centenario, Gastone Tousco, ritratto nella foto insieme al piccolo Jacopo Freppaz e ai ventenni Alessia Vallomy, Martina Praz e Alessandro Stevenin. Dopo la messa alle ore 18, nella chiesa parrocchiale, i partecipanti si sono ritrovati al salone Palatz per condividere insieme a parenti e amici la cena, a cui è seguita la serata danzante a cura dell’orchestra ‘I Summer’. I promotori vogliono rivolgere «un ringraziamento speciale a tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita della festa».


lunedĂŹ 14 dicembre 2015

45


46

lunedì 14 dicembre 2015

Foto Moris Puccio

Leone Nero

G

per Anacleto l’agente segreto di Javier Ruiz Caldera

iorgio Gosetti, papà del Courmayeur Noir in Festival, lo aveva detto: «Se posso darvi un consiglio andate a vedere Anacleto, non ridevo più così per una commedia noir da tempo». Non è piaciuto solo al patron del festival l’ultimo lavoro del regista spagnolo Javier Ruiz Caldera, “Anacleto, agente segreto” ha infatti conquistato i favori del pubblico, totalizzando il 92% dei voti espressi, e aggiudicandosi il Leone Nero del 25° Courmayeur Noir in Festival. La kermesse di cinema e letteratura di genere si è chiusa sabato sera con le premiazioni che hanno visto protagonista anche “Into The Forest” di Patricia Rozema che ha totalizzato l’88% dei voti espressi, premiato dall’attrice Maya Sansa. Sabato, oltre ai saluti e ai premi, è stata la giornata di Steven Spielberg a cui era dedi-

cata l’ultima proiezioen del festival con “Il ponte delle spie”, altro fil da tenere d’occhio, secondo Gosetti, perché potrebbe portarsi a casa l’Oscar come miglio attore non protagonista. La settimana del festival è stata caratterizzata dai due giorni dedicata a Joe R. Lansdale, vincitore del Raymond

Chandler Award, il Premio Nobel della scrittura di genere che si è aperta giovedì 10 con il film di Jim Mickle “Freddo a luglio”, tratto dal suo romanzo omonimo. Sempre giovedì è stato assegnato il Premio Giorgio Scerbanenco per il miglior romanzo noir italiano del 2015 a “Cosa resta di noi” di Giam-

paolo Simi, edizioni Sellerio «per aver messo al centro la crisi di coppia sullo sfondo della provincia italiana, raccontata con efficace crudeltà, riuscendo ad allargare i rigidi confini del genere noir, con una scrittura sorvegliata, attenta alle più nascoste motivazioni dei personaggi». La giuria ha inoltre assegna-

to una menzione speciale a “Senza ragione apparente” di Grazia Verasani, Feltrinelli, «per il felice ritorno dell’originale investigatrice bolognese, questa volta a confronto con il tormentato mondo degli adolescenti». Dal palcoscenico del Noir in festival è arrivata anche la notizia della prima nazio-

...Pillole di cultura... Pillole di cultura... Pillole di cultura... Film Commission finanziati due bandi per il 2015

Con l’erogazione del contributo integrativo Film Commission VdA può dare corso a due bandi per il 2015. Il Valle d’Aosta Doc-FF Film Fund 2015, che promuove e valorizza la realizzazione di opere a carattere documentario e opere prime, mette a disposizione un massimo di 33 mila euro che saranno attribuiti ai vincitori entro fine anno. Il bando “Valle d’Aosta e cultura” 2015 per la realizzazione di un video per la promozione e la comunicazione del territorio regionale, prevede un contrbuto di 5 mila da destinare a un unico vincitore. Entrambi i bandi scadono il 22 dicembre 2015. Informazioni e modulistica relativa ai bandi sono disponibili sul sito www. filmcommission.vda.it, informazioni allo 0165-261790.

Nobili dimore in mostra alla Galleria San Grato

ILa Galelria d’arte San Grato di via De Tillier, ad Aosta, ospiterà dal 19 al 25 dicembre l’esposizione “Nobili dimore e torri in Valle d’Aosta”, di Antonio Vizzi. La mostra vedrà la partecipazione di Ladislao Mastella e Mimmo Minniti che presenteranno “Presepe 2015” e Paolo Gambalonga con “Natività, olio su velluto nero”.

“Ritrovare il silenzio” Eleonora Brunod e Rita Brunodet in mostra La saletta arte e cornici di via Sant’Anselmo ad Aosta ospiterà finoa l 21 dicembre, dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30, la mostra “Ritrovare il silenzio” di Eleonora Brunod e Rita Brunodet.

nale del remake di “Point Break”, a Courmayeur, tra fine gennaio e inizio febbraio. Diverse scene della pellicola (costata circa 120 milioni di euro) sono state girate proprio in Valle d’Aosta e la première nazionale ai piedi del Monte Bianco rientra nell’ambito di un progetto di Courmayeur Noir in Festival e Film Commission Valleé d’Aoste, che proprio in quei giorni farà scoprire le ‘location’ valdostane a giovani produttori televisivi italiani. «Questa è una regione legata al mondo del cinema - ha detto Gosetti -, non ci si può dimenticare della ‘polentata’ di Fantozzi, così come del fatto che qui Francesco Nuti ha girato forse l’ultima bella storia romantica del suo cinema. A gennaio racconteremo nel corso di una serata speciale di come il cinema ha “visto” la Valle nel corso degli anni». ■ Erika David

TELEVISIONE - Share deludente, ma ottima visibilità per la montagna e le guide alpine

Monte Bianco, il format guarda al Nord Europa AOSTA - Critiche durante le riprese, critiche nel corso della trasmissione delle puntate, critiche ancora al termine del format. La prima edizione di Monte Bianco, l’adventure game in onda il lunedì su RaiDue dal 9 novembre al 7 dicembre, vinto da Gianluca Zambrotta e Giovanna Mongilardi, avrà anche avuto un piccolo successo in termini di share (dal milione e mezzo di spettatori della prima puntata a poco più di un milione dell’ultima), ma sicuramente ha fatto parlare di sè. Qualche merito glielo si deve riconoscere, al di là dei gusti personali, primo fra tutti quello di «portare la montagna in prima serata sulla Rai», dice Guido Azzalea, presidente delle guide alpine valdostane che ha lavorato alla trasmissione a supporto delle troupe impegnate nelle riprese. «Le guide ne sono uscite benissimo - aggiunge -, certo tutto è perfettibile, ma per la prima volta è stato raccontato il nostro mestiere. Poi, qualcuno non ha ancora capito che è televisione, non un documentario e nemmeno il vero alpinismo, ammesso che esista!».

Sul futuro del format, sulle possibilità di migliorarlo, sui punti di forza e di debolezza, abbiamo interrogato la produzione, Magnolia, e siamo in attesa di una risposta. Una suggestiva riflessione sulla trasmissione, che pare abbia suscitato l’interesse di televisioni del Nord Europa intenzionate all’acquisto del format, l’ha fatta uno dei suoi protagonisti, il giornalista Filippo Facci, in cordata con Andrea Perrod, che in una lunga nota sulla pagina Facebook sottolinea: «è straordinario aver incollato un milione e passa di persone davanti a un programma che di trash non ha mai avuto assolutamente nulla, anzi, ridondava nella sua ossessione pedagogica di insegnare che la montagna è bellissima, ma è anche una cosa seria, serissima, sacra. Lo giudico un esperimento di qualità televisiva straordinaria e proprio per quest’ultima ragione, paradossalmente, potrebbero replicarlo o archiviarlo per sempre. Abbiamo le montagne più belle del mondo, non le tv». ■ er.da.

I vincitori Gianluca Zambrotta e Giovanna Mongilardi


c u lt u r a & s p e t tac o l i

lunedì 14 dicembre 2015

47

LIBRI - E’ in vedita l’ultima fatica di Cesare Balbis, “Il Massiccio del Monte Bianco”

In volo attorno al Bianco aosta - Se uno non ha avuto la fortuna di volarci insieme, un bel modo per scoprire e appassionarsi al personaggio Cesare Balbis è leggere i suoi libri. Sì, perché questo dinamico imprenditore aostano in pensione, nato il 21 ottobre 1934 nella lontana Tripoli, oltre a essere uno dei pionieri del volo di montagna, è un intelligente scrittore, che sa alternare sapientemente frasi e fotografie. É in distribuzione in questi giorni “Il Massiccio del Monte Bianco”, la sua ottava fatica editoriale (edizioni Glamox, prezzo 29.50 euro), che arriva a 40 anni dalla prima, “I monti dal cielo”, che nel 1975 si portò a casa il premio Bancarella Sport. «Quando ho deciso di fare un nuovo libro, ho scelto di puntare sul Monte Bianco, ma concentrandomi su tutto il massiccio e non soltanto sulla montagna più alta d’Europa», spiega Balbis. L’autore ha dedicato le prime pagine alla geologia «disciplina della quale mi sono innamorato all’inizio degli anni ‘60, quando ogni anno portavo il Piper a fare la manutenzione a Gruyères e, tornando, mi avvicinavo alle creste, in particolare a quelle del Massiccio Diableret. Il primo libro che ho comprato sulla materia era stato scritto da un prete francese, che, quando non riusciva a spiegare il perché di un fenomeno, lo attribuiva alla mano di Dio. Nella prima parte del mio lavoro ho sintetizzato, romanzandolo, quello che i geologi hanno

scoperto in tutti questi anni sulla deriva dei continenti e sulla tettonica a placche». Il libro entra poi nel vivo con le tre parti fotografiche (tutto il materiale pubblicato è opera sua), ciascuna dedicata a un versante: una settantina di scatti per quello italiano, una quarantina per quello elvetico e oltre 120 per quello francese, tutte con esaurienti didascalie. Ne è uscita una piccola enciclopedia fotogra-

fica del Massiccio del Monte Bianco, nella quale trovano spazio gli scorci più belli, ma anche i rifugi e i bivacchi, così come le funivie (un capitolo è interamente dedicato a Skyway) e le cremagliere, senza dimenticare il Traforo, la flora, la fauna e un piccolo omaggio ad Aosta. «Ho pensato a questo libro come a qualcosa che viene acquistato, lo si mette nella libreria e lo si tira fuo-

ri quando esce qualche notizia relativa al Massiccio del Bianco: uno apre, cerca questa o quella parete citata e contestualizza meglio quanto accaduto». Come per tutti gli altri suoi libri, Cesare Balbis ha usato testa e mani, collegandole al cuore. «Vorrei trasmettere questa mia passione per la geologia agli altri - aggiunge il “Comandante” -: chi queste cose le ha già fatte a scuo-

EDITORIA - Alla Cittadella dei Giovani dal 18 al 21 dicembre

Indiebook, libri indie ad Aosta Aosta - Sarà un fine settimana ricco di eventi quello che vedrà protagoniste alcune case editrici indipendenti che riempiranno gli spazi della rinnovata Cittadella dei Giovani dal 18 al 21 dicembre. Sulla scia del successo della manifestazione Leggere in Vetta, la casa editrice di Gignod, End Edizioni, ha organizzato incontri, presentazioni, spettacoli teatrali che diano spazio a un’editoria indipendente, coraggiosa, attenta alla qualità dei testi e convinta del suo fondante ruolo culturale. Ogni giornata avrà un tema, attorno al quale si svilupperanno gli incontri, tante declinazioni diverse del libro e della sua potenza: un libro che deve diventare libero in un mondo libero, un libro che può essere suonato ballato cantato, un libro per dire guarda-

La locandina del festival

re leggere e raccontare, un libro controvento, che serva per parlare al di fuori degli schemi e delle convenzioni. Si inizierà venerdì 18 dicembre, alle 16, con l’apertura degli stand degli editori e lettura di poeti “a km zero”. A seguire “Pasolinia-

na”, un omaggio a più voci su Pier Paolo Pasolini, e lo spettacolo di Stalker Teatro, “Incontri”. Gli altri giorni continueranno tra luoghi di “Lib(e)ro scambio” di libri, laboratori per i più piccoli, presentazioni cantate e suonate di romanzi, letture corali di storie a fumetti, recitazioni di testi, confessioni di scrittori e scrittrici, lettura dei racconti prodotti nel corso di scrittura creativa “Scrivo perché sì”, incontri e condivisioni di letture tra animalismo e antispecismo. Uno degli eventi centrali sarà anche la riproposizione della Biblioteca vivente, che tanto successo ha avuto nelle precedenti occasioni: alcune persone si racconteranno a chi vorrà “leggerle” e “sfogliarle”, perché “ogni vita è un romanzo”. ■ Giulio Gasperini

La copertina dell’ottavo libro del comandante Balbis

la, le rinfresca, chi, come la mia generazione, non le ha studiate, magari scopre cose nuove». Manco a dirlo, pubblicato un libro, è già tempo di pensare al prossimo. «Il nono ce l’ho già in tasca - ammette

Balbis - e probabilmente sarà l’ultimo. Si tratterà di una sorta di autobiografia, ma non scritta secondo i canoni classici, però adesso è troppo presto per parlarne». ■ Davide Pellegrino

Libri: Obsequium LXX online l’antologia di Isabellon saint-vincent - Obsequium LXX la nuova antologia della scrittrice, illustratrice di Saint-Vincent Lorena Isabellon è on line. Il download è scaricabile con una semplice registrazione sul suo sito www.lorenaisabellon.com. Nel suo impegno a studiare la storia della Valle d’Aosta, Lorena Isabellon divulga attraverso le antologie le tematiche e i personaggi, attraverso le loro vicende pubbliche e private narrate «per raccogliere parole e riflessioni che sussurreranno alle vostre anime sentimenti lodevoli sulla fede, l’onore, il lavoro, la bontà e l’attaccamento a quest’antica terra valdostana che fu la loro culla». Obsequium LXX nasce per tener fede al rispetto degli antenati e della loro storia, per celebrare i settanta anni di autonomia: 1 gennaio 1946 – 1 gennaio 2016, e illustra la storia della Valle d’Aosta dal 23 a.C. al 1946. Con rispetto la scrittrice parla della sua Valle d’Aosta «I cambiamenti radicali hanno generato reazioni violente anche su scala strettamente locale. Il quadro d’insieme della composita regione Valle d’Aosta si ricompone anche attraverso la caparbietà dei suoi abitanti. La Valle è stata animata da una volontà di riscossa anche culturale che si è concretizzata nella sua autonomia. Un esempio del coraggio e della vitalità di una comunità, che ha visto sfiorire un sogno di libertà destinato a rimandare il suo appuntamento con la storia e che invece è stata capace di rimettersi in piedi, di accettare la sfida e di ricominciare a camminare con dignità”». ■ Simonetta Padalino

L’iniziativa della community Instagramers VdA e di Gazzetta Matin

LA VALLE D’AOSTA VISTA ATTRAVERSO INSTAGRAM A sinistra le piste da sci ritratte da @riv19888 a destra lo scorcio di Gressoney di @jackcamisasca

A fianco scorcio di Rumiod di @boraro e più a destra l’area naturalistica Les Iles di Brissogne vista da @lilvampy

Pubblicate le foto con l’hashtag #igersvalledaosta; ogni lunedì pubblicheremo le migliori quattro Aosta - «Voici l’hiver, pas de bruit, seuleument le son de la glisse, un chuchotement magique»: André Scalo (@riv1988) racchiude in un’immagine tutto il suo amore per la montagna, l’inverno, lo sci. La foto è stata scattata in Val Ferret e ci rende partecipi e allo stresso tempo invidiosi di quel momento perfetto: la neve, il sole, l’ Aiguille Noire de Peuterey sullo sfondo. La scelta di enfatizzare il colore degli sci riprendendolo sulle tracce del sentiero conferisce dinamicità ed originalità all’immagine. Giacomo Camisasca (@jackcamisasca) di Gressoney-Saint-Jean ha usato una GoPro Hero 3 Plus per cogliere la solitudine di un albero sul Colle Ranzola; il colore delle nuvole e del cielo partecipa alacremente al tema malinconico dello scatto. È curioso come un soggetto simile inserito in una foto dalle proporzioni affini sia stato pubblicato nelle stesse ore da Alain Borbey di Charvensod (@boraro), con le due foto che sembrano fare parte della stessa raccolta; in questo caso ci troviamo a Saint-Nicolas, sulla strada poderale che porta a Rumiod di Saint-Pierre. Alain ha utilizzato un iPhone 5s e ha aumentato la saturazione per «enfatizzare la “sfida” tra la nuvola grigia e il cielo blu». Daniela Abate di Quart ha voluto condividere su Instagram il posto dove suole recarsi per “staccare la spina”, la Riserva Naturale di Les Îles, a Brissogne: «è uno dei miei posti preferiti, c’è una panca in legno che dà sul laghetto, dove ci si può lasciare trasportare dalla bellezza dei colori». ■ Giuseppe Giorgi @mrjoy

paSCarella marino ... tutto pulito e in ordine! Servizi di pulizia e manutenzione immobili Sarre (ao) Fraz. Clou n. 19 Tel. 333 2372317 Tel. 0165 238316 Fax 0165 516921 - marinopascarella@gmail.com


48

c u lt u r a & s p e t tac o l i

lunedì 14 dicembre 2015

BILANCIO - Jovial analizza il trend degli ultimi anni della compagnia: calo di pubblico e mancanza di idee per i testi, «ma lo Charaban sta bene!»

Charaban, la crisi arriva anche a teatro aosta - Mettersi in coda la notte, al freddo, cercando di resistere fino all’alba era una condizione quasi fondamentale, fino a qualche tempo fa, per assicurarsi i biglietti per lo spettacolo dello Charaban. Negli ultimi anni la veillà è diventata cosa per pochi e anche in settimana, presentandosi alle casse, si potevano acquistare i biglietti. «È mancata la pubblicità - dice il direttore della compagia di teatro popolare Sergio Jovial -, molti non sapevano che la biglietteria era stata spostata alla Croix Noire e che sarebbe iniziata la vendita, da metà settimana però abbiamo riempito il teatro». Avete riscontrato però come rispetto al passato, ultimamente ci sia stato un calo di partecipazione del pubblico? «Sì, i nuemri sono un po’ calati - ammette Jovial -. Bisogna ricodare che Lo Charaban è uno spettacolo che coinvolge tutta la famiglia, mi rendo conto quindi che, in tempi di crisi, acquistare tre/quattro biglietti, sia diventata una spesa che per qualcuno è troppo grande». Tra il pubblico affezionato abbiamo raccolto qualche critica riguardo ai testi, a volte poco attuali, che rischiano di cadere nello stereotipo del valdostano con il fiasco di vino sul tavolo. Lei crede che ci sia un po’ di disaffezione da parte del pubblico? «Sui testi siamo sempre un po’

le farse - precisa Jovial -. Non mi pare che ci sia disaffezione per Lo Charaban, parlerei piuttosto di pigrizia. Molti pensano che tanto poi potranno godersi le pièce alla televisione, ma quest’anno non sarà così perché la Rai non ha fatto le riprese dello spettacolo, e poi, andare a teatro è un’altra cosa». Pensate di migliorare qualcosa per i prossimi anni? «Sicuramente pubblicizzare la vendita dei biglietti e poi, magari, le idee torneranno. Lo Charaban in ogni caso sta bene!» ■ Erika David

scarsi. Un tempo scrivevamo anche noi della compagnia, poi non sempre le idee vengono e dobbiamo fare con quello che abbiamo, cercando di rappresentare un po’ tutte le categorie - spiega il direttore -. Già i primi anni l’accusa che si rivolgeva allo Charaban era di rappresentare il valdostano come “bacan”, ma io non ci sto, sarei il primo a offendermi, non è così. In questo periodo le idee si sono forse un po’ fermate, non sempre c’è l’ispirazione, e ci siamo affidati a vari autori esterni, e a Raymond Vautherin che scrive per noi del-

...Pillole di cultura... Pillole di cultura... Pillole di cultura... Enfanthéâtre, rassegna ridotta ai minimi termini

Thoux, Falici e Celti per l’inverno del Museo archeologico

Drastico taglio da parte della giunta comunale a Enfanthéâtre, la rassegna di teatro per ragazzi che fino allo scorso anno proponeva 14 spettacoli per bambini a partire dai tre anni. Nessuna festa per premiare i piccoli spettatori più assidui e gli spettacoli di maggiore gradimento, e un programma ridotto all’osso. Due gli spettacoli al momento in calendario sotto il titolo “Pillole di Enfanthéâtre”. Sabato 19 dicembre il Teatro Giacosa, alle 15, ospiterà “Il mio amico mostro” della compagnia milanese Teatro del Buratto, ingresso 5 euro adulti 3 euro bambini. Sabato 26 dicembre la replica de “Hansel e Gretel dei Fratelli Merendoni” in programma già nella passata edizione..

Sono dedicate a “Altri Popoli. Falisci e Celti” e “Giovanni Thoux. Dalla Bibbia all’anno 2000” le mostre invernali ospitate dal Museo archeologico regionale per l’inverno 2015/2016. Le mostre saranno inaugurate venerdì 18 dicembre alle 17.30 e rimarranno aperte, rispettivamente fino al 31 e al 28 marzo 2016.

Lo Sport integrato vola sul tetto d’Europa A Courmayeur la terza edizione del Festival nazionale dello Sport integrato venerdì 18 e sabato 19 dicembre. Venerdì 18 dalle 9 il salone delle conferenze del Pavillon du Mont Frety, sulla Skyway, ospiterà un workshop sui linguaggi del cinema rivolto agli stuenti del liceo longuistico di Courmayeur e aperta al pubblico. Alle 14 inaugurazione del festival e proiezione dei cortometraggi in concorso. Sabato 19 al Centro congressi Courmayeur dalle 16 corti fuori concorso e alle 20.30 quelli in concorso.

Il cinema della Saison culturelle triplica Tre proiezioni questa settimana nell’ambito della Saison culturelle. Il Giro del mondo in 50 film proporrà “Vulcano - Ixcanul” di Jayro Bustamante martedì 15 alle 16 e 20 e mercoledì 16 alle 18 e 22 e “L’attesa” di Piero Messina, il 15 alle 18 e 22 e il 16 alle 16 e 20. Giovedì 17 dicembre, inoltre, il Cinema de la Ville, alle 20.30, ospiterà la proiezione di “Ninì”, il film di Gigi Giustiniani prodotto da La Fournaise, dedicato a Ninì Pietrasanta, alpinista e appassionata di cineprese, moglie di Lorenzo Boccalatte. In biblioteca Giochi nel mondo sotto Natale La sezione ragazzi della biblioteca regionale ospiterà, sabato 19 dicembre, alle 17.30 la rassegna “Giochi nel mondo sotto Natale” per bambini e famiglie con giochi ispirati alle tradizioni rumene, arabe e albanesi. Biglietti dalle 14.

TEATRO - La diciannovenne Enrica Cortese ammessa all’importante scuola di recitazione veneta

Dai laboratori del liceo all’Accademia di Venezia, il sogno di Enrica Aosta - «Penso che quest’ultimo mese sia stato uno dei più intensi e belli di tutta la mia vita». Racconta con l’entusiasmo dei suoi 19 anni Enrica Cortese, nata ad Aosta, neo-allieva della prestigiosa Accademia di Recitazione Veneta: un traguardo tanto più importante per chi viene da una città di provincia, in cui non esistono Teatri Stabili né corsi professionali. «Devo molto all’esempio di mia nonna. Ha lavorato per una vita come insegnate di inglese, ma prima ha fatto un sacco di teatro, cinema e radio in America. È grazie a lei che mi sono avvicinata a questo mondo, che prima mi sembrava lontano al punto da essere irraggiungibile». Corsi di teatro amatoriale e progetti scolastici, poi, l’anno scorso, la decisione di provare a trasformare la passio-

Enrica Cortese sta studiando all’Accademia di recitazione di Venezia

ne in professione e duri mesi di lavoro per prepararsi alla selezione. «I miei all’inizio non erano molto convinti, erano spaventati, non capivano una decisione simile dopo cinque anni di liceo classico. Ora anche loro sono felicissimi e mi sostengono in pieno. Quando ho ricevuto la notizia non po-

tevo crederci. Avevo già fatto due provini, a Roma e Udine, che non erano andati a buon fine. E uscita dall’ultima prova, a Venezia, mi portavo dietro uno strano senso di insoddisfazione. Ero in stazione, già un po’ depressa, quando è arrivata la comunicazione: ammessa!». La prova prevedeva una sele-

zione di gruppo e una individuale, costituita da un colloquio conoscitivo e dalla presentazione di un monologo, una canzone, un dialogo. Ad aiutare Enrica nella preparazione sono state Stefania Tagliaferri e Verdiana Vono, della compagnia aostana Palinodie: «A partire dalla mia maturità a luglio ci siamo viste praticamente tutti i giorni. Le ho conosciute attraverso alcuni progetti scolastici ed è stata Stefania, diplomata alla Paolo Grassi, che ha saputo indirizzarmi verso l’Accademia veneta, garantendo anche sulla qualità dell’insegnamento». Ora le giornate sono piene, con lezioni tutti i giorni, dalle 10 alle 18.30 almeno: acrobatica, recitazione, dizione, canto sono state le materie trattate in queste prime settimane. Ma la voglia di mettersi in gioco ha la meglio sulla stan-

chezza: «È richiesto che tu sia concentrato al cento per cento, mente e corpo, tutti i giorni. Non è come all’Università – che ho frequentato per un periodo prima dell’Accademia, su consiglio della mia famiglia. Non ci si può distrarre o permettersi di non ascoltare. Però è una sensazione bellissima: questo è il mondo a cui appartengo e penso di aver imparato a conoscere me stessa più in questo mese che in tutto il resto della mia vita». E la vita a Venezia? «Aosta e Venezia sono entrambe belle, ma di due bellezze completamente diverse. Venezia è la città artisticamente più ricca d’Italia. Qui sto bene, mi sto costruendo la mia vita, sto imparando cosa vuol dire vivere da sola. E anche se sono contenta quando torno a casa, è qui che voglio stare adesso». ■ Miriam Begliuomini

Cultura

Flash

Alla Cittadella il Sanremo Caos Fest Tornano le serate a tema di Laurent Lollo Domaine che coinvolge gli amici musicisti in un improbabile festival della canzone, il Sanremo Caos fest. Sabato 19, alle 21, si esibiranno 23 band formate “a baraonda” tra le quali I Negramarcio, I Reni Grandi, i Cugini di Champagne o gli Eros e le storie stese. 4 Ristoranti, la Valle d’Aosta su Sky Martedì 15 dicembre alle 21, su Sky Uno, andrà in onda la puntata del format “4 Ristoranti”, condotto dallo chef Alessandro Borghese, registrata il mese scorso in Valle d’Aosta. A sfidarsi Lo Riondet di La Thuile, Lou Bequet di Cogne, I Signori di Avise e Giuliani di Aosta.


lunedì 14 dicembre 2015

Foto Anatolii Tsymbalov

POKER

CALCIO

da pagina 53

RUGBY

a pagina 66

a pagina 51

Oggi la festa di Natale dell’Atletica Cogne a pag. 65

■ RALLY / Al volante della Punto Abarth, regolati Gulfi su Ford Fiesta WRC e Da Rios su Lancia Delta S4

Elwis Chentre TRIONFA al Torino Motor Show

Elwis Chentre ha chiuso con una prestigiosa vittoria la stagione 2015

TORINO - Vittoria di prestigio, quella conquistata ieri - domenica 13 dicembre - dal pilota di Roisan, Elwis Chentre, che nella prima edizione del Torino Motor Show, è riuscito ad aggiudicarsi sia la classifica di categoria che quella assoluta. Al volante della Punto Abarth del Team D’Ambra, Chentre - impegnato su un circuito di 1,2 km molto tecnico, allestito nell’area Iveco - dopo aver superato agilmente le manche di qualificazione, nello scontro diret-

to di semifinale è riuscito ad avere la meglio di Luca Gulfi su Ford Fiesta WRC, per affermarsi poi in una finale al cardiopalma al cospetto di Antonio Da Rios sul prototipo Lancia Delta S4. Insomma, un finale da incorniciare in una stagione non sempre positiva. «Direi di sì ammette Elwis Chentre -. La prova di Torino ha dimostrato come il grande affiatamento tra pilota e macchina possa in qualche caso sovvertire i pronostici, visto che a Torino, almeno sulla carta, c’era-

no sicuramente piloti più veloci di me. E’ stata una bellissima esperienza, pensa che la stagione 2015 l’ho chiusa così come l’avevo iniziata, visto che qualche mese fa avevo vinto una kermesse simile a Verona». Una stagione, quella avviata verso la conclusione, che - come anticipato - ha presentato anche momenti non facili. «Diciamo che la fortuna quest’anno non è stata dalla mia parte, in particolare nei momenti decisivi della stagione. Detto ciò - continua il pi-

lota valdostano - mi ritengo comunque soddisfatto, perché quando tutto è filato per il verso giusto a livello meccanico, ho dimostrato di potermi giocare la vittoria dappertutto». Obiettivi per l’anno 2016? «Ci sto pensando, l’intenzione è di provare a fare qualcosa di bello, anche se per il momento è ancora prematuro parlarne. Diciamo che i prossimi mesi saranno per me di pianificazione», conclude Chentre. ■ Patrick Barmasse

CENTRO TECNICHE DETERGENZA AOSTA VIA MONTE GRIVOLA, 19 Tel. 0165.55 48 83 - Fax 0165.21 29 74 e-mail: centro.deterambiente@libero.it www.centrodeterambiente.it

DISINFESTAZIONI - DERATTIZZAZIONI

di Grisetti geom. Bruno


s p o rt i n v e r n a l i

50

lunedì 14 dicembre 2015

■ fondo / Senza sciolina, il portacolori del G.S. Bernardo anticipato di 7/10 dal cuneese Romano

Cuaz a un SOFFIO dalla vittoria cogne - Una striscia di neve circondata completamente da prati verdi. Una scena assai surreale in questo inizio di stagione sciistica senza neve, a maggior ragione perché di precipitazioni nevose - previsioni meteo alla mano - non ne sono previste, almeno non a breve. In un simile contesto, ieri - domenica - sull’anello di poco inferiore ai 2 km allestito sui Prati di Sant’Orso, a Cogne, sono stati 205 i concorrenti al via della prima gara di sci nordico della stagione in Valle d’Aosta. Un’individuale a tecnica classica - riservata alle categorie Senior, Giovani, Allievi e Ragazzi nell’ambito dei circuiti Birra Moretti Zero e Gros Cidac - che a livello di club ha visto l’affermazione del sodalizio organizzatore, lo Sci club Gran Paradiso. A livello individuale, sui 10 km in alternato maschili, vittoria assoluta dello Juniores cuneese Lorenzo Romano (30’17”7) davanti al Senior del Gran San Bernardo, Vladimir Cuaz (30’18”4), e alla

coppia di Junior composta dal portacolori dello Sci club Fallère, Mathieu Charbonnier (30’50”6), e dal cuneese Loris Vallauri (31’28”3). «Sono contento della gara che ho fatto, a maggior ragione considerando che ho fatto tutti e sei i giri previsti in scivolata spinta, perché

ho deciso di partire senza sciolina», ha spiegato a fine gara Vladimir Cuaz, che ha aggiunto: «Ho deciso così perché voglio prepararmi al meglio per la Marcialonga (in calendario il 31 gennaio 2016 sulle nevi delle valli di Fiemme e Fassa, ndr) e la gara di oggi l’ho proprio af-

frontata in quest’ottica. Se con la sciolina sarei riuscito a vincere (dato che il distacco dal cuneese Romano è stato di appena 7/10, ndr)? Non lo so, io ho scelto così e sono contento della gara che ho fatto». Classifica a parte per gli Aspiranti maschili, sem-

pre sui 10 km, con Michele Peccoz del Gressoney Mont Rose (30’31”5) ad anticipare il cuneese Alberto Piasco (30’52”7) e Alessandro Longo del Drink (31’29”6). Sui 5 km assoluti femminili, due Aspiranti - la cuneese Chiara Becchis (16’44”8) e la beniamina di casa Alexa Bo-

rettaz (16’55”0) - hanno preceduto sul traguardo due Juniores - le cuneesi Laura Restagno (17’04”0) e Azzurra Einaudi (17’15”2). Per quanto riguarda gli Allievi, sui 4 km femminili Emilie Jeantet del Gran Paradiso (12’07”3) ha preceduto Federica Cassol del Sarre (12’31”1) e la cuneese Elisa Sordello (12’37”3), con Roberto Vassoney del Godioz (15’00”8) ad affermarsi sui 5 km davanti alla coppia dello Sci club Gran Paradiso formata da Daniel Jeantet (15’22”8) e Nicola Doveri (15’28”3). Tra i Ragazzi, infine, la cuneese Elisa Gallo ha domato la concorrenza in 9’34”1 sui 3 km, relegando alle sue spalle sul podio Coralie Grappein del Gran Paradiso (9’53”6) e Nicole Favre del Valsavarenche (9’54”2), mentre sui 4 km dei coetanei maschi Andrea Gradizzi del Godioz (11’57”9) ha messo in riga all’arrivo il compagno di club Giacomo Missana (12’16”9) e il torinese Simone Negrin (12’17”8). ■ Patrick Barmasse

Alessandro Longo

Amalia Laurent

Amandine Guala

Andrea Gradizzi

Andrea Restano

Coralie Grappein

Michele Peccoz

Daniel Jeantet

Didier Chanoine

Emilie Jeantet

Roberto Vassoney

Federica Cassol

Federico Bonino

Flavina Toma

Gaia Tormena

Giacomo Missana

Jerome Perruquet

Nicole Favre

Valdimir Cuaz

Alexa Borettaz


lunedì 14 dicembre 2015

s p o rt i n v e r n a l i

■ coppa del mondo / Week end da incorniciare per i rossoneri

51 Foto Pentaphoto

Una Valle di CAMPIONI Pellegrino vince a Davos, Brignone e il duo Cordi-Matteotti terzi a Are e Montafon aosta - Fine settimana speciale per la Valle d’Aosta in Coppa del Mondo. Nel week end che resterà nella storia anche per il successo dell’Italia femminile nella prova in staffetta del biathlon (Nicole Gontier è però rimasta fuori dal quartetto), gli atleti rossoneri hanno raccolto una vittoria con Federico Pellegrino nella sprint di Davos e due terzi posti con Federica Brignone nel gigante di Are e con il duo Fabio Cordi-Luca Matteotti nel team event di sbx a Montafon. Fondo

Sci alpino Terza gara, terzo podio. Un inizio di stagione da incorniciare per Federica Brignone che, sabato nel gigante di Åre, centra il decimo podio in carriera e mantiene la leadership della classifica di specialità. Un giornata, però, tutt’altro che in discesa per la carabiniera di La Salle. Innazitutto, le condizioni non erano delle più facili: vento forte, che ha costretto ad abbassare la partenza, nevischio e luce artificiale. Durante la prima manche la valdostana, dopo aver già commesso un grave errore nelle prime porte, inforca un palo con il braccio, procurandosi una forte botta alla spalla che le fa tagliare il traguardo dolorante e con il sesto tempo, attardata di 69/100 dall’americana Lindsey Vonn. È nella seconda frazione che Federica fa vedere quanto sia maturata. L’azzurra, nonostante il dolore alla spalla, realizza una manche quasi impeccabile, staccando il miglior crono parziale e risalendo fino al terzo posto (2’05’’05), dietro solamente alla Vonn (2’04’’70) ed EvaMaria Brem (2’04’77’’). «È stata una giornata stressante, ma bellissima – raccon-

ta al telefono Federica – dopo la botta non ho più capito niente, quasi non mi sono accorta di aver fatto una gara. Devo ringraziare dottori e fisioterapisti se sono riuscita a partire la seconda manche. Sono contenta del podio, anche se un po’ mi spiace perché oggi era la mia neve e mi sarebbe piaciuto partire da in cima al muro, la parte più tecnica della pista. Per il futuro? Voglio continuare a sciare così». La valdostana ha preso parte anche allo slalom di domenica, vinto dalla slovacca, classe ‘95, Petra Vlhova, al suo primo podio in Coppa del Mondo, senza portare a termine la prima manche. Biathlon Ancora niente da fare per Nicole Gontier. La seconda tappa della Coppa del Mondo di biathlon, andata in scena a Hochfilzen, conferma il momento no dell’alpina di Champorcher. Nella sprint di venerdì scorso, che ha aperto il secondo weekend del biathlon mondiale, a dettare legge è stata la Germania con tre atlete a occupare le prime tre posizioni: Franziska Hildebrand (20’04.1), che pre-

Federica Brignone sul podio di Are con Babbo Natale

cede le connazionali Maren Hammerschmidt (20’19.2) e Miriam Goessner (20’25.1). La gara sembra riproporre la situazione della settimana scorsa a Oestersund, con la valdostana sotto tono, che sbaglia parecchio al poligono (4 errori per lei) e chiude 91ª in 23’04.3. Insomma, un inizio di stagione da dimenticare: «Ho cercato di rimettere insieme le forze e ripartire da zero – racconta Nicole Gontier – ma in questo periodo non ci si può fermare. Il giorno prima, la preparazione alla gara è andata bene. Faccio fatica a reagire agli errori, se faccio due errori da terra, sicuramente ne commetterò altri due da in piedi. Adesso farò qualche gara di Coppa Europa, non mi faccio grosse aspettative, ma penso che mi possano servire, anche per la fiducia. Poi, con le vacanze di Natale spero di riuscire a ritrovarmi».

Foto Chicco Pellegrino Official Fans Club

Arriva così la quarta vittoria in Coppa del Mondo per Federico Pellegrino, sulla pista di Davos, la “sua” pista, che l’ha già visto trionfare l’anno scorso e sul terzo gradino del podio nel 2013. Una vittoria in cui si vede tutto il talento e l’esperienza del poliziotto di Nus, che, dalle qualifiche della sprint tecnica libera, ha iniziato a riprendere confidenza con un tracciato caratterizzato da una ripida salita prima del rettilineo finale. La semifinale regala i primi brividi, con “Chicco” che rimane indietro rispetto ai primi per poi recuperare

sull’ultima salita e conquistare il biglietto per la finale con il secondo posto. Anche durante la finale Pellegrino controlla da dietro per tutto il primo giro e oltre, per poi risalire nel secondo e sferrare nuovamente l’attacco sull’ultima salita, tagliando per primo il traguardo con 27/100 sul francese Baptiste Gros e 32 su Sondre Fossli. Con il risultato di ieri, il valdostano è il terzo italiano più vincente di tutti i tempi dietro Pietro Piller Cottrer e Christian Zorzi. «È stata una vittoria dura, per questo più bella – afferma “Chicco” – non è stato facile, ma sapevo che a lungo andare gli avversari si sarebbero stancati sempre di più e io scegliendo la seconda batteria avrei avuto tempo per recuperare. In Coppa del Mondo è già difficile vincere una volta, nelle successive diventa sempre più difficile». Nella sprint Francesco De Fabiani ha chiuso 52º e François Vierin 63º, mentre Greta Laurent esce ai quarti e finisce 29ª. Nella 30km tecnica libera di sabato Francesco De Fabiani ha concluso al 39º posto.

Luca Matteotti e Fabio Cordi a Montafon

I tanti tifosi valdostani che hanno vissuto in diretta l’emozione per la vittoria di Federico Pellegrino

Snowboard Se la partenza è da dimenticare, il primo appuntamento dello snowboardcross mondiale, andato in scena lo scorso weekend a Montafon, si è chiuso nel migliore dei modi per Fabio Cordi e Luca Matteotti, che tornano a casa con un secondo posto nella Team race. I due valdostani, infatti, non erano riusciti a superare le qualifiche per la gara individuale, venerdì, dove il norvegese Stian Sivertzen ha fatto registrare il miglior crono di giornata (1’00’’23). I portacolori dell’Esercito si sono fermati rispettivamente in 38ª (Cordi) e 44ª (Matteotti) posizione e non hanno così potuto disputare la gara di sabato. Domenica, però, la musica è cambiata. Sulla stessa pista, che tanto fastidio aveva dato solo due giorni prima, Cordi e Matteotti centrano il podio nella Team race, venendo battuti nella finalissima solo dai francesi Pierre Vaultier e Tony Ramon e precedendo gli austriaci Haemmerle e Schairer. «Non ce l’aspettavamo di non qualificarci – afferma Luca Matteotti – soprattutto dopo tre mesi di allenamento sulla neve. La pista era molto facile e c’era un manto nevoso a cui non eravamo abituati. La seconda manche di qualifica ho fatto bene, ma non è bastato. Domenica, le condizioni sono cambiate, non più neve aggressiva, ma ghiaccio, e ce la siamo giocata bene, abbiamo tirato fuori i denti e il risultato è arrivato». ■ Michela Borgis

ZOOM: lo Chamolé pronto a raccogliere i frutti charvensod - Dopo un’estate di intenso lavoro, lo Sci club Chamolé si prepara ad affrontare un’altra stagione da protagonista. «Siamo partiti a metà giugno per Les Deux Alpes - racconta Lorenzo Cancian, direttore tecnico del sodalizio di Charvensond - dove siamo rimasti fino a fine luglio. Dopo una pausa di circa due settimane siamo ritornati nella località francese e abbiamo svolto un altro periodo di allenamento fino a fine agosto, per un totale di 56 giorni di attività. Per questi raduni abbiamo affittato degli appartamenti. Gli allenatori sono rimasti sempre a Deux Alpes, mentre i ragazzi si alternavano di settimana in settimana. Solo in due o tre hanno svolto tutte le giornate di allenamento previste dal programma, mentre i più piccoli hanno lavorato per una ventina di giorni». Insomma, un metodo di lavoro per venire incontro a tutte le esigenze: «È stata un esperienza positiva - prosegue Cancian - siamo riusciti a gestire bene i ragazzi, chi era stanco rientrava a casa, anche se è molto faticoso in termini di organizzazione e sopratutto per gli allenatori. Nel complesso abbiamo lavorato bene sia in gigante sia in slalom. Da non sot-

Un gruppo di atleti dello Chamolé a Cervinia durante un raduno

tovalutare, poi, i costi bassi dell’alloggiare in appartamento. A fine settembre siamo stati a Stubai e in seguito abbiamo svolto quattro periodi a Tignes. Con l’apertura della stazione torneremo ad allenarci a Pila». Quest’anno c’è una new entry nello staff: Stefano Barattero guiderà gli Allievi. Cesare Prati così sale e affianca Cancian nei Giovani. Nulla di mutato nelle altre categorie: Irvin Marta nei Ragazzi, Alessandro Lupotto nei Cuccioli aiutato da Ester Bollon, Michel Lucianaz ed Eleonora Ruf-

fini nei Baby. La parola agli atleti Lo Chamolé può ormai contare su una buona base di atleti. Sara Spinella ha iniziato a sciare a tre anni: «Mi piace molto il gigante. In generale sono contenta quando riesco a migliorare tecnicamente». Christèle Vuillermoz invece dello sci non ama «il freddo, mentre è bello stare in compagnia. Io preferisco la velocità, il superG». Anche Federico Chiodo predilige il supergigante: «Ho cominciato a sciare a 6 anni prima nell’Aosta e poi nel-

lo Chamolé. Mi trovo bene con compagni e allenatori, molto bravi tecnicamente e umanamente». Filippo Segala ha sciato i primi anni nel Pila poi «da Baby sono passato allo Chamolé, dove mi sono trovato e mi trovo molto bene. Le discipline che preferisco sono gigante e slalom». I tesserati MASCOTTE: Cecilia Sessarego Catalisano, Marilyn Vivian Bretto, Nicolò De Andrea, Mathis Lucianaz, Alessandro Subet, Sophie Fragno, Denis Cino, Claudine

Rollet, Thomas Colombo, Giona Amato. BABY: Elisabetta Di Bello, Mattia Lento, Lodovico Massarenti, Federico Subet, Luca Colombo, Daniele Berutti, Hernest Bretto, Alexis Lucianaz, Julien Lucianaz, Camilla Preti, Emilio De Andrea. CUCCIOLI: Mattia Amato, Francesco Chiodo, Jasmine Fragno, Carlotta Piccinini, Martina Poletti, Paolo Robin Preillan, Francine Rollet, Matteo Colombo, Chiara Olga Boggio, Alessio Cino, Beatrice Di Bello, Martina Lenta, Maria Vittoria Massarenti.

RAGAZZI: Costanza Bessi, Clarissa Da Canal, Valentina Foglia Taverna, Corinne Lucianaz, Francesca Minellono, Giulia Pession, Carlotta Preti, Filippo Segala, Alessandro Ruggieri, Federico Alfonso Boggio, Émile Boniface, Étienne Boniface, Martina Chiodo, Giada Ehrlich, Julian Ehrlich, Matteo Foglia Taverna, Christian Liporace, Giacomo Giuseppe Rondoni, Carolina Segala, Gaia Spinella, Sara Spinella, Christèle Vuillermoz, Alice Orsières. ALLIEVI: Giulia Bianchi, Federico Chiodo, Giulia Sanfilippo, Jacopo Scali, Matteo Orsières, Giorgia Bianchi, Costanza Della Negra, Matteo Segala, David Valeri. GIOVANI: Aimé Boniface, Mattia Cornero, Carlotta Da Canal, Eleonora Isidori, Nicolò Mazzocco, Fançois Moretti, Giovanni Zazzaro, Chiara Albora, Jacqueline Fiorano, Edoardo Mazzocchi, Debora Pedrini, Patrice Revil, Michael Tedde, Lorenzo Cassina, Andrea Lerede, Carlotta Mazzocco, Carolina Quaranta, Pietro Tomei, Alessandro Cimma, Leonardo Mattai Del Moro, Matteo Vaghi, Pierre Lucianaz, Jean-Daniel Pession, Alessandra Zacchi, Marta Sanfilippo. ■ Michela Borgis


s p o rt i n v e r n a l i

52

lunedì 14 dicembre 2015

■ hockey / All’overtime contro i Torino Bulls; molto bene anche i ‘cugini’ del Courmayeur

L’Under 10 vince il raggruppamento aosta - Ennesima vittoria stagionale per la formazione Under 14 degli Aosta Gladiators A, che in attesa del derby contro i ‘cugini’ dei Gladiators B in programma il prossimo 23 dicembre, si confermano imbattuti al comando della classifica. La squadra di coach Luca Giovinazzo, di scena sul ghiaccio del Milano Rossoblu, ha dovuto però sudare più del privisto per avere la meglio dei pari età meneghini, piegati 7-4 grazie alle tre reti a testa siglate da Kevin Paillex e Roberto Biccu e alla segnatura di David Cicchetti. I Gladiators B, impegnati a loro volta in trasfeta, sono stati invece costretti a cedere 8-2 al cospetto dell’Hockey club Como. Nel Campionato Under 16, la compagine aostana di coach Lorenzo Olivo è scesa in pista sul ghiaccio di Asiago uscendone sconfitta di misura per 4-2. Passando al raggruppamento interregionale Piemonte, Lombardia e Valle d’Aosta riservato all’Under 10, merita certamente una menzione speciale il successo conquistato dalla squadra dei Gladiators, che nella finale della kermesse è riuscita a imporre la sua legge all’overtime (1-0) sui Torino Bulls. Più nel dettaglio, nella prima fase i piccoli Gladiatori aostani hanno chiuso al comando il girone A con cinque vittorie su cinque (2-0 al Como, 2-0 al Valpellice, 6-1 al Pinerolo, 4-0 al Milano Rossoblu e 9-0 al Real Torino) mentre il Cour-

mayeur ha completato il gruppo B con il ruolino di marcia di tre vittorie (10-0 ai Diavoli di Sesto, 4-1 al Varese e 8-0 al Chiavenna), un pareggi (1-1 con Pinerolo) e una sconfitta (1-3 contro i Torino Bulls).

Terranova. Coach: Giovinazzo e Fazari. UNDER 14 A: Luisi, Montini, Rossi, Charles, Olivo, Cicchetti, Pietromica, Biccu, Paillex, Musa, Gerbi, Rosaire, Tirone. Coach: Giovinazzo. UNDER 14 B: Berti, Scala, Fanelli, Masoni, Madaschi, Minniti, Raia, Borio, Comiotto, Perino, Mazzocchi, Terranova, Rean. Coach: De Luca. UNDER 16: Della Marra, Masserano, Cosentino, Luberto, Musa, La Rocca, Bosonin, Rossi, Tussidor, Luche, Blanchet, Biccu, Parasacco, Paillex. Coach: Olivo. ■ r.g.

Le formazioni UNDER 10: Berti, Blanchet, Calvone, Cirina, Coletta, Marco Cosentino, Simone Cosentino, De Luca, De Santi, Giacometto, Grattacaso, Lamberti, Lenta, Madaschi, Mattioli, Mazzocchi, Menegatti, Edoardo Muraro, Riccardo Muraro, Reale, Sammartino, Sangiorgio, Tacchella, Tappella,

I ragazzi terribili dell’Under 10 con il coach Luca Giovinazzo

■ SCIALPINISMO / Nella Vertical Cadetti, splendida doppietta dei gemelli Guichardaz di Cogne

Nadir Maguet subito protagonista ai Tricolori madonna di campiglio (trento) - Buone - anzi ottime - notizie, quelle in arrivo da Madonna di Campiglio, sede di gara nel fine settimana dei Campionati italiani assoluti e di categoria di sci alpinismo. In un simile contesto, grande protagonista è stata la giovane promessa dello skialp azzurro, Nadir Maguet, che dopo il 3° posto di venerdì in notturna alle spalle dei compagni nel Centro sportivo Esercito, Robert Antonioli e Michele Boscacci, piazzamento che gli ha garantito il titolo nazionale tra gli Espoir, sabato sera è riuscito nell’impresa di aggiudicarsi - insieme agli stessi Boscacci e Antonioli - la spettacolare gara a staffetta. I tre alpini di stanza alla Caserma Perenni di Courmayeur hanno anticipato nell’ordine i padroni di casa del Trentino con Federico Nicolini, Valentino

Gli alpini Michele Boscacci, Robert Antonioli e Nadir Maguet

Bacca e Nicola Pedergnana e la seconda squadra dell’Esercito con Matteo Eydallin, Manfred Reichegger e Denis Trento, penalizzati a causa della perdita dell’Arva da parte di quest’ultimo. Rimanendo alle staffette, 4ª posizione per la Valle d’Aosta nei Giovani con Alessia Re, Fabien Guichardaz e Andrea Della Valle. Nella prova di venerdì sera, quindi, piazzamento sul secondo gradino del podio tra i Cadetti per Fabien Guichardaz, mentre nella gara Vertical di ieri mattina - domenica - splendida doppietta dei gemelli di Cogne, Sebastien e (ancora) Fabien Guichardaz. Tra gli Espoir, quindi, sempre nella gara Vertical, medaglia di bronzo tricolore per Stefano Stradelli. ■ r.g.

■ pattinaggio / In casa Aosta Skating, trasferta positiva al Trofeo Pattini d’Argento di Torino

Buone prestazioni per i talentini rossoneri COURMAYEUR - Prima prova tra Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria per le due fasce interregionale e nazionale. Divisi su due gare, gli atleti impegnati per questa prima gara erano relativi alle categorie Esordienti, Junior, Senior e tutte le categorie maschili. A Courmayeur si è svolta la prima prova che ha visto tutte e tre le società valdostane partecipare. Iniziamo con i più piccoli, quelli della categoria Esordienti A: Giulia Ottonelli (Aosta Skating) si classifica al 7° posto con 15,81, segue la compagna di squadra Matilde Michelon al 10° con 11,38 e chiude la classifica Emilie Tussidor al 13° con 3,80 punti totali. Per la categoria Esordienti maschile, 3° posto per Simone Crea (Artistique HIL ) con 14,69 punti. Esordienti B fascia interregionale: Sabrina Fazari (Artistique HIL) si piazza all’ 8° posto

con 14,04 punti; nella stessa categoria Elodie De Lio (Courmayeur) si piazza al 15° posto con 6,29 punti. Principianti maschile fascia interregionale: ottimo argento per Gabriele Lupieri (Artistique) che conclude la gara totalizzando 20,62 punti, segue il compagno di squadra Simone Orlini al 6° posto con 14,10 punti.

Cadetti maschile fascia nazionale: tutta valdostana la rappresentanza in questa categoria, che ha visto la vittoria di Michel Dellio (Artistique) con 46,93 punti; 2° posto per Nicola Vercellotti (Courmayeur) che conclude con 42,10 punti. Entrambi gli atleti conquistano il diritto di partecipare al Campionato italiano nella fascia superiore, cioè quella Eli-

Simone Crea, Sabrina Fazari, Simone Orlini, Michel Dellio e Sergej Serradura dell’Artistique

te, avendo raggiunto in questa gara sia il minimo tecnico (18) e il punteggio totale (35), sia gli elementi di salto doppio richiesti (3 di diverso tipo). Novice maschile fascia interregionale: Sergej Serradura si piazza al 1° posto con 29,63. Alcuni errori nella parte tecnica non gli hanno permesso di realizzare il punteggio alla sua portata per entrare nella fascia nazionale (17). In conclusione un bel bilancio di podi, tutti targati Artistique e buoni piazzamenti per gli atleti impegnati in questa fase della prima prova interregionale. La seconda parte degli atleti gareggerà sempre a Courmayeur nel mese di gennaio (categorie Principianti, Cadetti e Novice femminili fascia interregionale e fascia nazionale). Prossimo appuntamento, i Campionati italiani Assoluti fascia Elite per le categorie Junior e Senior, che vedran-

Le tesserate Aosta Skating in gara a Torino

no impegnati Valentina Indelicato e Marco Bozzuto per la categoria Junior (Artistique) e Guia Tagliapietra nella categoria Senior (Courmayeur). La valdostana Sara Casella gareggerà per la società Ice Club Torino con cui pattina da questa stagione. Fuori Valle Trasferta torinese per le giovani pattinatrici dell’Aosta Skating, che dal 6 all’8 dicembre hanno preso parte al 5° Trofeo Pattini d’Argento. Nella categoria Primavera 2005, Ella Olivieri si è piazzata 17ª

nel girone rosso, Ilaria Ottonelli 12ª nel girone nero, nel quale Elisa Orlando ha chiuso 17ª. Nella categoria Primavera 2004 (girone rosso), 13ª Rebecca Tedesco e 14ª Beatrice Parini, mentre tra le Debuttanti 2003 Arianna Raimo si è piazzata 14ª nel girone nero e Nicole Juglair 25ª in quello rosso. Nella categoria Orsetti 2007, 4° posto e ammissione alla finale nazionale del Campionato per Giulia Ottonelli, mentre tra gli Orsetti 2007 Matilde Michelon si è classificata 9ª. ■ r.g.

IDEE REGALO NATALE 2015 TAVOLI PING RICHIUDIBPILONG I da

€ 198

CALCIO BAL IL ADULTO LA REGOLAMEN TARI

€ 329

IMPIANTI BASKET da

€ 68

IVREA (TO) C.so Vercelli 139 Tel. 0125253284 Fax 0125254069

TAPIS ROUL ANT

€ 499

CYCLETTE MA GNETICHE

da

€ 139

pagliughisport.com


CALCIO

lunedì 14 dicembre 2015

53

■ ECCELLENZA / Primo tempo di marca ospite, poi il Santhià cala e finisce 2-1

DE CELLO-CUSANO, lo Charvensod si regala un Natale di tranquillità Patrick BARMASSE Inviato al Guido Saba CHARVENSOD - Terza vittoria consecutiva, la seconda in casa dopo quella di una settimana fa contro Borgomanero, quella conquistata ieri dallo Charvensod contro il Santhià (2-1), che per l’ultima volta ha potuto contare sulla mobilità di Emanuel Abrefah, che domani partirà per Trieste per la sua nuova avventura in serie D con la Triestina, società dal passato tanto storico quanto, in quello più recente, travagliato. La partenza del bravo centrocampista si somma con quella dell’ariete Giorgio Pallante, che per motivi di lavoro ha deciso di avvicinarsi un pochino a casa, approdando in promozione al Cavaglià. Bella partita al “Guido Saba”. Charvensod in campo col classico 4-3-1-2, ovvero con De Cello libero di spaziare tra il centrocampo e i terminali offensivi Cusano e Rovira. Dal canto loro, gli ospiti hanno optato per un più conservativo 4-4-2, almeno sulla carta, perché a partire decisamente meglio sono stati proprio i ragazzi di mister Beccari, che già al 2’ sarebbero

potuti passare in vantaggio se Ravetto non avesse appoggiato incredibilmente a lato il pallone a porta sguarnita. Un minuto dopo ancora Santhià dalle parti di Vezzani, che salva d’istinto su un colpo di testa in mischia. E’ stato uno Charvensod contratto per i primi 10’, in qualche modo scosso dalla bella combinazione al limite dell’area con conclusione al volo di Cusano di poco a lato. Primo tempo che è filato via con il Santhià che si è fatto leggermente preferire ai locali, e che al 40’ ha avuto pu-

CHARVENSOD SANTHIÀ

re l’occasionissima per poter passare in vantaggio: attaccante atterrato in area da Vezzani in uscita (con conseguente ammonizione a suo carico) e rigore. Sul dischetto si presenta Brugnera che però si fa ipnotizzare dallo stesso estremo difensore di casa, che intuisce con largo anticipo la traiettoria del tiro e mantiene inviolata la porta. E come capita spesso nel calcio, a gol fallito segue immediatamente il gol subito. Ed è così, infatti, che sul conseguente ribaltamento di fronte De Cello, pescato al bacio al

2 (1) 1 (1)

MARCATORI: 41’ pt De Cello; 43’ pt Brugnera; 20’ st Cusano. CHARVENSOD (4-3-1-2): Vezzani, Sirigu, Condò, Berthod (17’ st Ierace), Xavier Vuillermoz, Lorusso, Abrefah, Carere (35’ st Dayné), De Cello, Cusano (35’ st Fossà), Rovira. All.: Fermanelli. SANTHIÀ (4-4-2): Cerruti, Salierno, Pella (22’ st Lodato), Roccia, Lanza, Eron Cassins, Brugnera, Bellinghieri (34’ st El Azhari), Bogo, Ravetto (20’ st Marra), Comotto. All.: Beccari. ARBITRO: Daniele di Nichelino. ESPULSO: 42’ st Salierno. AMMONITI: Vezzani, Roccia, Lorusso, Lodato, Ierace. NOTE: terreno sintetico, pomeriggio freddo, recupero 0+4. Emanuel Abrefah: «E’ stata una vittoria importante, ci tenevo a chiudere l’anno trascorso qui a Charvensod con un successo. Mi sono trovato bene, ogni tanto passerò a trovare i miei amici. Il mio approdo alla Triestina? Si tratta di una piazza importante, il progetto è di tornare nel calcio che conta»

centro dell’area di rigore, scaraventa il pallone sotto la traversa per il momentaneo 1-0. Nemmeno il tempo di rendersi conto di essere passati in vantaggio, che Brugnera si fa perdonare l’errore dal dischetto con un preciso rasoterra a incrociare dalla destra, che dopo aver toccato il palo interno va a insaccarsi alle spalle di un Vezzani vanamente distesosi in tuffo alla sua destra. Al rientro in campo, quindi, è stato lo Charvensod a farsi preferire agli avversari, vistosamente calati alla distan-

Vezzani respinge il calcio di rigore calciato da Brugnera

za, e dopo alcune palle gol non sfruttate a dovere, per i padroni di casa è stato il solito Cusano a portare in dote i 3 punti della vittoria, bravissimo nello sfruttare la sua fisicità nel girarsi al centro dell’area - dopo essere stato imbeccato da

LE PAGELLE DEL NOSTRO INVIATO

Ierace - e nel calciare alle spalle di un impietrito Cerruti la palla del definitivo 2-1, che consegna la vittoria alla formazione di Fermanelli, che può guardare al 2016 con tranquillità, grazie ai 28 punti incamerati nel girone di andata.

Condò è un vero mastino, Carere ha tanta personalità Vezzani 6.5: parando il rigore del possibile 0-1, ha rimediato all’uscita un po’ troppo avventata che ha provocato il tiro dal dischetto. Sempre presente. Sirigu 6.5: si sbatte in fase propositiva, senza però venire meno in copertura. Condò 6.5: dalle sue parti non passa nessuno. Berthod 6: partita di grande impegno, è costretto a uscire per infortunio. Dal 17’ st Ierace 6.5: dà vivacità alla manovra con la sua mobilità. Xavier Vuillermoz 6: nonostante la velocità degli avanti ospiti, se la cava egregiamente. Lorusso 6.5: guida la difesa con poche sbavature. Abrefah 6.5: tocca un’infinità di palloni, anche se, a differenza di altre occasioni, è piuttosto impreciso.

In bocca al lupo per la sua nuova avventura. Carere 6.5: classe 1999, dimostra una spiccata personalità. In mezzo al campo fa sentire la sua presenza, recuperando numerosi palloni. Dal 35’ st Dayné s.v. De Cello 6: ha il merito di portare in vantaggio i suoi, anche se tra le linee non sempre viene innescato a dovere. Cusano 6.5: prestazione di sacrificio, la sua, che là davanti fa sentire tutto il suo peso. Per conferma, chiedere al difensore aggirato sul gol del 21. Dal 35’ st Fossà s.v. Rovira 6.5: non dà punti di riferimento alla difesa ospite. E questo è un grande vantaggio per i suoi.

■ ECCELLENZA / Al “Puchoz” un altro 0-0 per il Vallée d’Aoste, che fallisce il match point allo scadere

BISI fa cilecca e grazia la Junior Biellese Davide PELLEGRINO Inviato al Puchoz AOSTA - Secondo 0-0 consecutivo in casa per il Vallée d’Aoste, che contro la Jr Biellese Libertas inizia il ritorno come aveva finito l’andata otto giorni prima contro il Varallo. L’undici di Mauro Cusano non ha giocato una bella partita, ma al triplice fischio finale di Guazolino di Torino i rossoneri sono tornati negli spogliatoi con tanto rammarico in corpo. A una manciata di secondi dalla fine, infatti, subito dopo l’espulsione di Caputo (reo di aver detto qualcosa di troppo all’arbitro dopo un fallo non fischiatogli a favore), i granata hanno avuto l’occasione delle occasioni per mettere sotto l’albero di Natale tre punti di platino, ma Bisi, proiettato da un lancio di Scala a tu per tu con Roveri (prelevato in settimana dal Ponderano per sostituire l’infortunato Fusetto), ha avuto tutto il tempo per prendere la mira, per poi calciare troppo centralmente, permettendo all’estremo ospite di diventare l’eroe bianconero del pomeriggio. La partita, complice anche (ma non solo) il campo gibboso e pure gelato, è stata di rara bruttezza, con le due contendenti che hanno faticato a mettere in fila tre passaggi. Il Vallée d’Aoste, privo degli infortunati Furfaro e Pasteris, si è presentato con il neo acquisto Celesia tra i pali, Fiore e Monetta centrali, affiancati da Balbis a destra e Bonel a sinistra; in mediana Scala e Montari, con Bisi e

Una mischia nell’area valdostana risolta con qualche affanno dall’uscita di Celesia

Grenier esterni chiamati ad alzarsi molto in fase di possesso in modo da innescare Caputo e Zlourhi. Roano, da parte sua, ha piazzato Giunta davanti alla difesa a quattro, con a fianco Botto Poala e Vanoli, per poi affidare

VALLEE D’AOSTE JR BIELLESE LIBERTAS

l’attacco al tridente CavazziMancuso-Coppo. La Jr Biellese ha provato a fare la partita, ma non ha mai trovato la fluidità di manovra necessaria a trovare spazi interessanti nei trenta metri avversari. I bianconeri hanno col-

0 0

VALLEE D’AOSTE (4-4-2): Celesia, Balbis, Bonel, Montari, Monetta, Fiore, Bisi, Scala, Zlourhi (43’ st Marco Angiulli), Caputo, Grenier (26’ st Carpentieri). All.: Cusano JR BIELLESE (4-3-3): Roveri, Danieli (15’ st Ramella), Bustreo, Cagliano, Giunta, Quarna, Cavazzi (37’ st Ferrari), Botto Poala (11’ st Marazzato), Mancuso, Vanoli, Coppo. All.: Roano. ARBITRO: Gauzolino di Torino. ESPULSO: 47’ st Caputo. AMMONITI: Bustreo, Cagliano, Scala, Monetta, Vanoli. NOTE: pomeriggio freddo, recupero 1+3. Stephan Celesia. «Abbiamo raccolto un punto prezioso, anche se c’è del rammarico per non aver vinto. Sono convinto che nel ritorno potremo toglierci delle soddisfazioni, magari aiutati da qualche nuovo acquisto. Personalmente devo ritrovare la condizione sia fisica che mentale, perché al Mezzocorona ho passato quattro mesi senza il preparatore dei portieri».

lezionato alcuni calci d’angolo, senza però riuscire a creare veri e propri grattacapi alla retroguardia aostana. Nella prima frazione sono stati così i padroni di casa ad avere le occasioni più interessanti, ma al 32’ Zlou-

rhi, servito al limite da Fiore, ha saltato Cagliano sballando poi la conclusione. Nel finale l’attaccante marocchino ha fatto ancora peggio, fallendo il passaggio al centro per i liberissimi Caputo e Grenier dopo una bella volata di cinquanta metri (la cosa migliore della sua opaca partita). In apertura di ripresa dormita colossale dei granata, ma Mancuso ha fatto cilecca mettendo largo il pallonetto su Celesia in uscita. Roano ha provato a scuotere i suoi inserendo Marazzato per Botto Poala, piazzandolo assieme a Coppo e Cavazzi alle spalle di Mancuso, con Giunta e Vanoli in mediana (4-2-3-1). Al quarto d’ora altra chance notevole per gli aostani: corner di Caputo, testa di Montari, Rove-

LE PAGELLE DEL NOSTRO INVIATO

ri non trattiene e Zlourhi di testa da due metri riesce a mandare la palla contro la parte alta della traversa. Il VdA capisce che si può fare e Caputo su punizione inventa per Grenier, stop di petto e sinistro in acrobazia che si impenna oltre l’incrocio opposto. La partita prosegue a fiammate e nella parte centrale del secondo tempo sono i lanieri ad avvicinarsi al gol, ma Mancuso mette out di testa sull’uscita fuori tempo di Celesia, che poi si riscatta deviando in tuffo una rasoiata di Cavazzi, poi Bonel è bravo a pulire l’area prima dell’arrivo di Ramella. In pieno recupero le ultime due emozioni già descritte (rosso a Caputo, match point fallito da Bisi), poi tutti sotto la doccia, ciascuno con il proprio amaro in bocca.

Montari e Scala sono ovunque, Zlourhi insufficiente Celesia 6: i quattro mesi al Mezzocorona lo hanno un po’ arrugginito, soprattutto in uscita. Balbis 6: tampona a destra con buona intensità, trovando anche il modo per proporsi. Qualche errore di troppo in appoggio. Bonel 5.5: primo tempo difficile, nel quale fatica a prendere le misure a Coppo, un pochino meglio nella ripresa. Montari 6.5: in mezzo al campo si fa un mazzo tanto, recuperando palloni in serie e provando a rilanciare l’azione. Monetta 6: di testa ne prende parecchie, un po’ più ruvido quando deve usare i piedi. Fiore 6.5: concentrazione e sostanza al centro della difesa.

Bisi 5.5: meriterebbe almeno un punto in più per alcuni guizzi interessanti e il sacrificio in fase di non possesso, ma il gol fallito all’ultimo secondo pesa come un macigno. Scala 6.5: sbaglierà anche qualche passaggio, però fa un lavoro di filtro straordinario. Zlourhi 5: a parte il gol che si divora, centrando la traversa da due metri, non tiene una palla e, nell’unico contropiede che riesce a innescare, fallisce il passaggio decisivo. Dal 43’ st Marco Angiulli s.v. Caputo 5: lavora qualche buon pallone, ma rimedia ingenuamente un rosso nel finale. Grenier 5.5: un lampo a inizio secondo tempo e poco più. Dal 26’ st Carpentieri s.v.


CALCIO

54

lunedì 14 dicembre 2015

■ ECCELLENZA / Gini salva i valdostani nel primo tempo, poi decidono Rega e Glarey

Le Aquile DECOLLANO nella ripresa Federico MECCA Inviato al Goia VOLPIANO - L’Aygreville centra una vittoria importante contro la Cenerentola del girone, infilando il quarto successo consecutivo lontano dalle mura amiche, ormai diventate un incubo per i rossoneri. Assenti Cunéaz e Lopez (il neo arrivato è in attesa del transfer), i valligiani macinano gioco, ma contro la determinazione del giovane Volpiano incontrano qualche difficoltà nel trovare il passaggio decisivo in particolare nel primo tempo. Contro i torinesi contava solo portare a casa l’intera posta in palio per rilanciarsi in classifica. Per l’occasione l’allenatore Benedetti si affida al 4-4-2 schierando in attacco l’inedita coppia formata da Noro e Mazzei; sulle fasce agiscono Glarey a destra e Maisto a sinistra. Risponde a specchio Conta, che punta sul “cavallo di ritorno” Santoro e Pititto come terminali offensivi. Il primo tempo non riserva grandi emozioni con gli ospiti

VOLPIANO AYGREVILLE

Nel corso del primo tempo Noro impegna il portiere di casa Godio con una conclusione da pochi metri

a manovrare, mentre il Volpiano prova a spezzare il gioco e a rispondere in contropiede, come al 14’, quando Salerno calibra un traversone sulla testa di Pititto, che colpisce debolmente. L’Aygrevil-

le fatica ad arrivare alla conclusione, mentre Conta perde per infortunio Taramino e al suo posto inserisce Caserta. Al 22’ sono ancora i locali a rendersi pericolosi con il solito schema: cross dalla de-

0 (0) 2 (0)

MARCATORI: 7’ st Rega; 24’ st Glarey. VOLPIANO (4-4-2): Godio, Antoniotti, Martello, Rettegno, Celano, Capussotto (27’ st Verde), Salerno (15’ st D’Agostino), Valsecchi, Santoro, Taramino (20’ Caserta), Pititto. All. Conta. AYGREVILLE (4-4-2): Gini, Milani, Spinardi (1’ st Furfori), Prola, Marchesano, Rega, Glarey, Pramotton, Maisto (42’ st Bosonin), Mazzei, Noro (38’ st Thomain). All. Benedetti. ARBITRO: Bertaina di Bra. AMMONITI: Valsecchi, Mazzei e Furfori. NOTE: giornata soleggiata e fresca; terreno di gioco duro; spettatori paganti 78; recupero 2+3; tiri in porta 3-5; tiri fuori 2-4; angoli 7-5; fuorigioco 2-6; falli commessi 16-12. Gherard Bosonin: «E’ stato bravo Gini a salvare il risultato nell’unica loro azione, poi noi abbiamo costruito tanto meritando la vittoria. Mi sono ambientato subito nella nuova realtà trovandomi molto bene nello spogliatoio rossonero».

stra di Salerno per la testa di Pititto, che chiama al volo felino Gini. I rossoneri si svegliano nel finale quando si divorano due grosse occasioni: al 36’ Maisto si invola sulla sinistra, entra in area e chia-

Maisto salta l’uomo, Marchesano lotta come un leone, Milani è insuperabile Gini 6.5: nel primo tempo salva il risultato con un gran balzo, poi non viene più chiamato in causa severamente e deve più che altro difendersi dal freddo pungente. Milani 6.5: difende con grande attenzione la fascia destra, dalle sue parti il Volpiano non riesce mai a rendersi pericoloso. Spinardi 5.5: fatica a tenere il passo di Salerno, che mette cross a ripetizione in mezzo, sostituito nella ripresa. Dal 1’st Furfori 6.5: regala maggiore imprevedibilità alla manovra offensiva rossonera.

Prola 6: sempre attento in marcatura, sbroglia alcune situazioni intricate in mezzo all’area. Marchesano 6.5: lotta come un leone in mezzo al campo, nella ripresa gioca come terzino sinistro senza sbavature. Rega 7: ottimo al centro della retroguardia e in più ha il gran merito di sbloccare il risultato con un tocco da vero rapace d’area. Glarey 7: sulla destra spinge con continuità e nella ripresa trova il raddoppio con un’azione travolgente. Pramotton 6.5: recupera palloni in se-

Il P.D.H.A. continua a CORRERE veloce DONNAS - Altri tre punti importantissimi per il P.D.H.A. prima della sosta natalizia. Gli uomini di Massari superano senza troppi problemi il modesto Venaria Reale che però ha un buon approccio alla partita. Al 7’, infatti, Ferlisi raccoglie un disimpegno poco felice di Meraglia, ma da due passi non riesce a dare potenza e appoggia di fatto tra le braccia di Caresio. Passano due minuti ed è ancora Ferlisi a infilarsi alle spalle dei difensori ma, ancora una volta, a tu per tu con Caresio mette a lato. Il P.D.H.A. inizia quindi a prendere in mano il pallino del gioco e si rende pericoloso prima con Sterrantino, che in spaccata non riesce a dare forza al traversone di Menegazzi, poi con D’Agosto che mette a lato l’invito di Borettaz. È solo questione di minuti per il P.D.H.A,, che trova il vantaggio alla mezzora con Borettaz, che con un bel terzo tempo stacca di testa su corner di Menegazzi e infila di potenza in porta. Passano cinque minuti ed è ancora Borettaz protagonista con un doppio tentativo a botta sicura, murato però dai difensori ospiti. Gli

uomini di casa partono bene anche nella ripresa con Dotelli, che dopo due minuti di gioco si rende pericoloso con un bel sinistro sul quale è attento il portiere ospite. Il raddoppio dei padroni di casa arriva al 6’ quando Menegazzi batte in fretta una punizione da metà campo imbeccando in area di rigore Sterrantino, che in versione assist-man serve il neoacquisto Soster, che da due passi non può sbagliare il gol all’esordio in maglia P.D.H.A. Sicura del van-

LE PAGELLE DEL NOSTRO INVIATO

■ PROMOZIONE / Borettaz, Soster e Garbini (su rigore) mandano al tappeto il Venaria Reale

Nicola ROLLAND Inviato al Crestella

ma al miracolo Godio; mentre al 44’ il rasoterra di Pramotton viene deviato provvidenzialmente ancora da Godio. A inizio ripresa Benedetti inserisce Furfori come trequartista (Mazzei va in

mediana e Marchesano basso a sinistra) e i rossoneri diventano un po’ più imprevedibili in avanti. Il vantaggio ospite è nell’area e al 7’ arriva puntuale: punizione di Mazzei dalla destra per Rega, che in mischia risolve di piattone. Il vantaggio galvanizza Marchesano e compagni, che sfiorano il raddoppio al 23’ con un tap-in in mischia di Pramotton. Il Volpiano non ha la forza per reagire e al 24’ l’Aygreville mette al sicuro il risultato con Glarey, che sfonda sulla destra prima di infilare Godio con un destro imprendibile. A questo punto Conta tenta il tutto per tutto inserendo Verde per Capussotto passando al 4-3-3, ma la retroguardia rossonera controlla senza problemi e alla mezz’ora Noro imbeccato da Maisto potrebbe chiudere i conti, se la palla non uscisse di un soffio. Nel finale i rossoneri gestiscono il doppio vantaggio e c’è un pochino di spazio anche per Thomain e Bosonin, che rilevano rispettivamente Noro e Maisto.

taggio, la compagine di casa gestisce in tranquillità la gara, sfiorando anche il 3-0 con D’Agosto, che al termine di una bella discesa sulla fascia mette a lato di poco. Il Venaria non riesce a ripartire e creare pericoli alla porta di Caresio, se non al 42’ quando l’arbitro concede un calcio di rigore che Ferlisi realizza. Riprende la gara e D’Agosto viene atterrato nei sedici metri torinesi: è penalty, trasformato dal neo entrato Garbini che continua così la sua rincor-

LE PAGELLE DEL NOSTRO INVIATO

sa versa la miglior condizione dopo il brutto infortunio subìto nella passata stagione. Non soddisfatto Garbini, sul finale di partita, realizza un gran gol deviando sul secondo palo l’assist di Menegazzi ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Ottime notizie dunque per Massari dal rientrante Garbini, dal neoacquisto Soster e dalla squadra che conquista una bella vittoria e che si prepara a affrontare un girone di ritorno da protagonista al vertice.

PONT DONNAZ HONE ARNAD VENARIA REALE

Soster 7: si propone sempre in mezzo alle linee con la sua velocità. Trova anche il gol, bagnando nel modo migliore l’esordio nella squadra del suo paese. Dal 32’ st Borrione s.v. Menegazzi 7: sempre nel vivo del gioco. Ha delle intuizioni decisive, come sulla punizione che porta al secondo gol. Sterrantino 6.5: gara di sacrificio, lavora per i compagni servendo anche l’assist a Soster. Borettaz 7: sblocca la partita con un bel gol. Gioca con precisione molti palloni, recuperandone altrettanti. D’Agosto 7: sulla fascia è una spina nel fianco costante per la difesa torinese.

3 (1) 1 (0)

MARCATORI: 30’ pt Borettaz; 6’ st Soster; 42’ st rig. Ferlisi; 43’ st rig. Garbini. PONT DONNAZ HONE ARNAD (4-3-1-2): Caresio, Meraglia, Vitale (40’ st Garbini), Dotelli, Berger, Moretto, Soster (32’ st Borrione), Menegazzi, Sterrantino, Borettaz, D’Agosto. All.: Massari. VENARIA REALE (4-4-2): Sperandio, Chiarle, Mazza, Di Corso, Selvitano, Colucci, Gagliardi, Spinoso, Di Carlo (30’ st Rosso), Napoli (30’ st Alliaj), Ferlisi. All.: Piazzoli. ARBITRO: Domanico di Chivasso AMMONITI: Colucci, Rosso, Napoli, Vitale. NOTE: pomeriggio di sole, ma freddo, terreno in discrete condizioni, recupero 1+4. Luca Soster: «Esordio con vittoria e gol, non potevo chiedere di meglio. Sono felice di essere arrivato in questa squadra che ha un progetto molto convincente e ambizioso. Inoltre, anche se mi alleno qui da poco più di una settimana, mi trovo già benissimo con i miei compagni, siamo un ottimo gruppo».

Calcio tavolo

Soster subito a segno, Menegazzi sempre lucido Caresio 6: praticamente mai impegnato, resta concentrato. Meraglia 6: buona prova in fase difensiva. Vitale 6.5: si propone con costanza sulla fascia sinistra e arriva spesso al cross. Dal 40’ st Garbini 6.5: trova il gol su calcio di rigore e se ne vede annullare uno molto bello. Nel 2016 sarà l’acquisto più importante dei rossoblu. Dotelli 6.5: gioca una gara di sostanza e qualità ai lati di Menegazzi. Berger 6: normale amministrazione per lui, sempre ordinato e mai in affanno. Moretto 6: gioca con attenzione e rischia pochissimo.

rie e si propone spesso al tiro. Maisto 6.5: sulla sinistra torna spesso in copertura, ma quando punta l’avversario sono dolori per i rivali. Dal 42’ st Bosonin s.v. Mazzei 6: nel primo tempo parte in attacco senza trovare il varco per colpire, nella ripresa schierato davanti alla difesa è utilissimo alla causa rossonera, anche se rimedia l’ennesimo cartellino giallo della sua stagione. Noro 5.5: si sbraccia tra le maglie della retroguardia avversaria, nel primo tempo Godio gli nega il gol con una bella parata. Dal 38’ st Thomain s.v.

Flash

Navarra e Filippella a segno nel Grand Prix Prima tappa del Grand Prix Regionale Valle d’Aosta di calcio tavolo e subbuteo sabato all’Hostellerie du Cheval Blanc di Aosta. Nella Categoria Open di calcio tavolo a vincere è stato Giovanni Navarra, che ha battuto 2-1 in finale Filippo Filippella (in foto una fase del match); terzo gradino del podio per Hélène Boniface. Nel subbuteo, rivincita di Filippella, che ha sconfitto 2-0 Navarra; sempre terza Hélène Boniface. Il Grand Prix Regionale Valle d’Aosta tornerà il 9 gennaio 2016 sempre all’Hostellerie du Cheval Blanc; il 3 gennaio, invece, a Forte dei Marmi, ci sarà il torneo Versilia a punta di dito.


calcio

lunedì 14 dicembre 2015

55

■ 1ª categoria / Il bomber aostano firma la tripletta che vale il blitz a Romano

Donato INFILZA la Cenerentola LA ROMANESE RED DEVILS

0 (0) 3 (2)

MARCATORI: 11’ pt, 40’ pt e 7’ st Donato. LA ROMANESE (4-4-2): Mauri 7, Formento 6, Andrea Guabello 6, Francescato 5.5, Salaro 5.5, Ardissone 6, Bonino 6, Cibrario 5.5, Actis Dana 5 (9’ st Michael Guabello sv, 22’ st Vaccarono 5.5), Anglisani 6 (15’ st Iadicicco 6), Stanganello 6.5. All.: Tosi. RED DEVILS VERRÈS (4-4-2): Pomat 6, Dalle 6.5, L. Bonin 6.5, Arena 7, Zunino 7, Gagliardi 7, Miniotti 5 (36’ pt Avetta 6), Blanchietti 7 (24’ st Bruni 6.5), Umeroski 7.5, Pentimalli 6.5 (16’ st Perucchione 6.5), Donato 8. All.: Cretaz. ARBITRO: D’Emanuele di Pinerolo. AMMONITI: Cibrario, Gagliardi, Miniotti.

Loris PONSETTO Inviato al Fabio Rizzo ROMANO CANAVESE - Una tripletta di uno scatenato Davide Donato permette alla capolista Red Devils Verrès di stendere 3-0 il fanalino di coda La Romanese e cominciare il girone di ritorno nel migliore dei modi. La squadra di Cretaz, ripete il risultato dell’andata, sbancando con pieno merito e autorità il Fabio Rizzo e può così salutare il 2015 da capolista solitaria del girone C di Prima Categoria. Orfani dello squalificato Raco e degli infortunati Arioli, Mascia, La Selva, Porro e Fra-

schetto, i valdostani partono con il piede pigiato sull’acceleratore e dopo 2’ sfiorano il vantaggio con Umeroski, che impegna severamente il portiere di casa Mauri. I Red Devils Verrès premono e all’11’ un diagonale da centro area di Donato vale l’1-0. Prima dello scadere del tempo poi, arriva anche il raddoppio, ancora di Donato, bravo sotto porta a convertire in gol un assist di Umeroski. Nella ripresa il canovaccio non cambia e, come da copione, sono i Red Devils Verrès a essere più intraprendenti, anche se il primo tiro è di marca romanese, con Stanga-

I Red Devils Verrès prima della sfida di ieri a Romano Canavese

nello che mette i brividi a Pomat. Passato lo spavento, però, i valdostani al 7’ calano il tris con l’incornata vincente di Donato, prima che Umeroski, Avetta e il neoentrato Perucchione (annullato anche un gol per fuorigioco al 44’ della ripresa) sfiorassero il poker. Ora il campionato si ferma per la pausa natalizia e l’attività riprenderà, come da programma, domenica 24 gennaio, con la sfida del Gianni Bezzan di Verrès tra gli uomini di Cretaz e il Fenusma, per un derby valligiano dal sapore d’alta classifica, vista la quarta posizione dei castellani di Mar-

guerettaz a -11 dai Red Devils Verrès. Sala stampa Nel dopo partita a parlare è il nuovo acquisto Bajram Umeroski. «Nonostante fosse un testa-coda era comunque difficile - afferma la punta macedone - , ma fortunatamente non abbiamo sottovalutato l’importanza della partita. Mister Roberto Cretaz ci ha chiesto di partire forte nei primi 20’, per far capire subito le nostre intenzioni ed abbiamo ascoltato alla lettera i suoi dettami. La gara si è poi messa in discesa e per noi è stato tutto più facile».

■ 1ª CATEGORIA / I castellani piegano con un gol per tempo l’Agliè; si rivede in campo Dalla Zanna

Droz-Borrello, è ancora un Fenusma all’INGLESE FENUSMA AGLIE’

2 (1) 0 (0)

MARCATORI: 23’ pt Droz; 24’ st Borrello. FENUSMA (4-4-2): Favre, Porliod (40’ st Lavevaz), Statti, Borrello, Alessandro Perruquet, Pession, Grange (1’ st Dalla Zanna), Comé, Stefano Riente, Luca Riente (35’ st Apparenza), Droz. All.: Marguerettaz. AGLIE’ (4-5-1): Milano, Zubani, Brillante, Guglielmetti (31’ st Ferrero), Coppo, Di Blasi, Grosso, Favero (24’ st Arcuri), Sassi,Violante, Rotundo. All.: Succo (squalificato). ARBITRO: Mattiotti di Ivrea.

AMMONITI: Grange, Porliod, Droz, Borrello e Arcuri. NOTE: pomeriggio freddo, terreno parzialmente gelato; recupero 1+2. nus - Un Fenusma nuovamente all’inglese regola anche l’Agliè e comincia con il piede giusto il girone di ritorno. Otto giorni dopo aver vinto il derby con il St-Vincent Châtillon, i blucerchiati tornano sul luogo del delitto e riservano ai canavesani di Succo lo stesso trattamento servito ai cugini. Finisce infatti 2-0 per la Marguerettazband, che non gioca una partita scintillante, ma rischia poco e colpisce gli avversari a me-

tà di ciascun tempo. I padroni di casa partono forte e assumono il comando delle operazioni. L’Agliè non pressa e tiene cinque centrocampisti a fare densità in mezzo al campo, per cui i padroni di casa finiscono spesso per affidarsi al lancio lungo. Al 23’ la verticalizzazione giusta la piazza Borrello, che aziona sulla destra Droz, il furetto si accentra e brucia il portiere con un gran diagonale che termina la sua corsa in fondo al sacco. I castellani accelerano, ma non riescono a fare il break, anche perché Milano è prodigioso su una zampata di Stefano Riente da

pochi passi e quindi si dimostra attendo sulla conclusione di Droz. Nel finale di tempo il Fenusma perde qualche pallone di troppo e l’Agliè si presenta al tiro con Violante e Favero, che, però, non riescono a ingannare Favre. Nell’intervallo Marguerettaz lascia negli spogliatoio il già ammonito Grange e rilancia Dalla Zanna, assente dalla quinta giornata per la lussazione della spalla. Il Fenusma prova ad affidarsi meno al lancio lungo, ma gli ospiti sono sempre bravi a concedere pochi spazi. Ad assestare il colpo della sicurezza ci pensa così Borrello con una

magistrale punizione conquistata sui venti metri dal guizzante Droz. ■ Davide Pellegrino

Alberto Dalla Zanna

■ 1ª CATEGORIA / La Bosconerese vince con due colpi di testa su azioni d’angolo

Corner fatali al St-Vincent Châtillon BOSCONERESE S.V.C.

2 (1) 1 (1)

MARCATORI: 4’ pt Ortesta; 24’ pt Luca Marchetto; 23’ st Votta. BOSCONERESE (4-4-2): Mattia Padovani, Guglielmino, De Nittis, Votta, Chiodo, Camoletto, Bertolino (42’ st Prezioso), Ortesta, Di Blasi, Bologna (45’ st Samuele Padovani), Mazza (15’ st Roberto Ferraro). All.: Moine. ST-VINCENT CHATILLON (4-4-2): Erba, Duce (42’ st Rao), Giannini (31’ st Engaz),Lavoyer, Voyat, Joly, Salvadori, Giorgi, Marchetto, Gianmarco Bocca (25’ st Magerusan), Vaccaro. All.: Girelli. ARBITRO: Antal di Torino. AMMONITI: Gianmarco Bocca, Guglielmino,Votta. BOSCONERO - Si chiude con una sconfitta esterna il 2015 del St-Vincent Châtillon, che può comunque mandare in archivio con il sorriso un anno nel

quale la squadra castigliontermale è stata capace di tornare in Prima Categoria per poi assestarsi nelle posizioni tranquille della graduatoria. Il match di Bosconero è stato molto equilibrato, con i padroni di casa di mister Moine che hanno ripetuto il risultato dell’andata, beffando gli avversari valdostani. Per l’ultima trasferta dell’anno solare Marco Girelli lancia subito dal primo minuto Luca Marchetto, secondo rinforzo arrivato via Aygreville durante il mercato invernale dopo Carlo Alberto Giannini (Vallée d’Aoste). Il gioco delle due formazioni è stato pesantemente condizionato dalle brutte condizioni del terreno di gioco, gibboso, con la palla che rimbalzava ogni volta in maniera diversa. La gara si è così decisa sugli episodi e i canavesani sono stati più bravi a farli volgere a loro

favore. Dopo appena 4’ è proprio la Bosconerese a passare in vantaggio con un’inzuccata di Ortesta, che ha mandato la sfera a infilarsi nell’angolo lontano senza concedere repliche a Erba. Nonostante il ceffone a freddo, gli ospiti non si sono scomposti e a metà della prima frazione di gioco hanno rimesso le cose a posto con un tiro cross di Luca Marchetto che è andato a insaccarsi nell’incrocio opposto, permettendo all’ex giocatore dell’Aygre di festeggiare nel modo migliore l’esordio in maglia granata. La ripresa è filata via senza grossi sussulti, ma al 23’ la Bosconerese ha rimesso definitivamente la freccia, ancora su corner: questa volta a timbrare la capocciata vincente è stato Votta, che ha così regalato i tre punti ai padroni di casa. ■ r.g.

Pasticceria Assapora la vera dolcezza del Natale

...solo da noi!

Pasticceria Gelateria Caffetteria

Nus (AO) - Via Circonvallazione Sud 39

Il portiere di casa Mattia Padovani è scavalcato dal tiro cross di Luca Marchetto


CALCIO

56

lunedì 14 dicembre 2015

■ 2ª CATEGORIA / Due volte avanti, i ragazzi di Panont vengono superati nel finale

Il Grand Paradis SFIORA il colpaccio LA VISCHESE GRAND PARADIS

3 (0) 2 (1)

MARCATORI: 18’ pt e 18’ st Jean Pierre Perrier; 14’ st e 27’ st Mendo; 35’ st Ghiglione. LA VISCHESE (4-2-4): Rossetto, Fiorano, Mendo, Fortis (Tessari), Eibobo, Idali, Regis, Mantovani, Ponsetto, Moretti (Fierro), Ghiglione (Pasquettaz). All.: Valle. GRAND PARADIS (4-4-2): Ragno, Hervé Vallet (Riblan), André Perrier, Didier Jocallaz, Gorraz, Jean Marc Perrier, Pellissier (Blanc), Luboz, Christille, Jean Pierre Perrier, Nicolas Vallet (Frederic Jocallaz). All.: Panont. ARBITRO: Sucevan di Ivrea. ESPULSO: 11’ st Christille. AMMONITI: Gorraz, Luboz, Christille, Idali, Mantovani.

VISCHE - Sfiora il colpaccio in casa della capolista il Grand Paradis. La squadra di Devis Panont ha giocato una grande partita sul terreno di Vische, ma alla fine a gioire per i tre punti è la formazione piemontese. La compagine valligiana ha venduto cara la pelle, passando in vantaggio per due volte, sbagliando un rigore e giocando l’ultima mezz’ora in inferiorità numerica. La Vischese, da grande squa-

ma Nicolas Vallet non è freddo dagli undici metri e calcia fuori. Viene espulso Christille e i padroni di casa pareggiano con Mendo. Il Grand Paradis non ci sta, continua a premere, e ancora Jean Pierre Perrier va a segno regalando ai suoi il momentaneo 2-1. La capolista soffre, ma il calo fisico per l’inferiorità numerica degli ospiti si fcomincia a sentire e allora ecco il pareggio di Mendo e, a 10’ dalla fine, la

rete di Ghiglione del definitivo 3-2. «Avremmo potuto vincere questa partita - spiega a fine match Devis Panont - ma il rigore fallito e l’espulsione di Christille ci hanno tagliato le gambe. Il terzo gol, a mio avviso, è stato realizzato in fuorigioco, ma non voglio attaccarmi a questi dettagli. Buona prestazione per noi, dobbiamo continuare così anche nel 2016». ■ Alessandro Rossi

Jean Pierre Perrier

■ 2ª CATEGORIA / I valligiani reggono l’urto e nel finale sfiorano il pareggio con Termine

Il Valchiusella vince soffrendo con il Montjovet VALCHIUSELLA MONTJOVET

1 (0) 0 (0)

MARCATORE: 30’ st Pastore. VALCHIUSELLA (4-4-2): Zucca, Franza, Bocca, Ferro (boukam), Porcu, Russo, Bergamini (Corso), Lupu, Peruffo, Pastore, Magnea (Vota). All.: Bardus. MONTJOVET (4-4-2): Brusa, Lo Piccolo, Picciariello, Luca Spalla (Foti), Marco Gamba (Priod), Luca Gamba, Pavia, Gallo, Ara,Termine, Pession (Giacometti). All.: Bozzetti. ARBITRO: Zakaria Harak di Col-

Michel Christille

dra quale è, ha retto l’urto e, approfittando degli errori avversari, alla fine ha ribaltato la situazione mantenendo la vetta della classifica. Si parte e sin dalle prime battute si intuisce che il Grand Paradis è in palla. Al 18’ Jean Pierre Perrier porta avanti i suoi trovando lo spiraglio giusto per battere Rossetto. I locali non riescono a controbattere e ad inizio ripresa, al 10’, Christille viene affondato in area,

legno. AMMONITI: Picciariello, Luca Gamba, Termine, Porcu, Bergamini, Lupu. VISTRORIO - Sofferta vittoria del Valchiusella che, con i tre punti di ieri, prosegue la rincorsa alla vetta a -2 dalla capolista La Vischese e a -1 dal CG Sanson. Un ko che lascia l’amaro in bocca, invece, per il Montjovet che ha saputo reggere il ritmo dei quotato rivali per lunghi tratti del match. I ragazzi di mister Bozzetti, come da pronostico, sono rimasti parecchio sulla difensiva, ma con grande ordi-

ne hanno creato non pochi grattacapio agli avanti locali. Solo nel finale il Valchiusella ha trovato lo spazio per realizzare il gol del successo, ma anche in svantaggio i valligiani hanno continuato a crederci, sfiorando il pari. L’inizio è di marca piemontese, Pastore, Lupu e Peruffo impegnano in più di un’occasione Brusa, che si dimostra in grande forma respingendo ogni assalto. In avanti il Montjovet non combina molto, ma anche gli attaccanti aiutano il centrocam-

po e la difesa e per i locali si fa ardua. Nel secondo tempo, dopo alcuni assalti, la rete arriva, ma è la sfortuna a colpire il Montjovet, in quanto il tiro di Lupu viene deviato da Priod, Brusa è fuori causa e la sfera rotola in rete. Nell’ultimo quarto d’ora i valdostani cercano di recuperare il passivo, l’occasione c’è, ma Termine non concretizza e i tre punti rimangono a Vistrorio. «E’ un periodo così - afferma il presidente Fabio Magnin a fine gara -. Non riusciamo a fare punti, nonostante le pre-

Nicola Picciariello

stazioni siano comunque all’altezza. Non dobbiamo abbatterci, ora lavoreremo bene nella sosta per ripresentarci al meglio nell’anno nuovo. La salvezza è il nostro obiettivo e contiamo di riuscire a raggiungerla».

2ª CATEGORIA

2ª CATEGORIA

Un Quart corsaro si avvicina alle zone nobili della classifica

Il CG Sanson riprende a correre e regola la Cenerentola P.V.F.

BAJO DORA QUART

1 (0) 2 (1)

MARCATORI: 10’ pt Chierici; 15’ st Amato; 30’ st rig. Calvetti. BAJO DORA (4-4-2): Bove, Salvetti, Arizio (Salvadori), Marchetti, Rovereto, Amedeo Pasero,Varsalona, Aime, Salvetti (Leone Pasero), Gastaldo (Perri), Patania. All.: Gaida. QUART (4-4-2): Mancuso, Bionaz,Vaccari, Bazzani, Pont, Nex, Romeo (Barmaverain), Zublena, Chierici (Arlian), Salvemini, Amato (Mammoliti). All.: Vigon. ARBITRO: Petroccia di Torino. ESPULSO: 40’ pt Salvemini.

AMMONITI: Nex, Bionaz, Gastaldo, Amedeo Pasero. BORGOFRANCO - Prosegue l’ottimo momento del Quart che espugna anche il terreno del Bajo Dora e avvicina il quarto posto, ora occupato dai “cugini” del Grand Combin. Sul difficile terreno piemontese i viola passano in vantaggio dopo 10’ con bomber Chierici. L’espulsione per fallo di reazione di Salvemini (foto) al 40’ complica le cose, ma i valdostani continuano a premere e Amato raddoppia al quarto d’ora della ripresa. A nulla serve, alla mezz’ora, la rete del definitivo 1-2 realizzata su rigore da Calvetti.

P.V.F. CG SANSON

0 (0) 3 (1)

MARCATORI: 40’ pt, 20’ st e 30’ st Furfaro. P.V.F. (4-4-2): Scacipino, Costantino, Mazza, Revello, Seimane, Batuello, Miletta (Donetti), Grosso, Gagliardi, D’Introno, Stefano Re (Ferrari). All.: Mariconda. CG SANSON (4-3-3): Lucà, Adriano, Soldano, Gianluca Marchetto, Cordì, Dosso, Manenti, Zefilippo (Belmonte), D’Anello (Cauteruccio), Furfaro, Perotti. All.: Barzagli. ARBITRO: Arciello di Nichelino. AMMONITI: Adriano (foto), Cauteruccio, Manenti, Costantino. FAVRIA - Dopo la pesante débacle

in quel di Vische, il CG Sanson torna a far punti contro la cenerentola Pertusio Victor Favria. La squadra di Federico Barzagli non ha trovato problemi sul terreno piemontese e così ha mantenuto inalterata la distanza dalla capolista, con il Valchiusella sempre a -1 al terzo posto. La partita non è stata facile da sbloccare, ma dopo la rete di Furfaro al 40’ la partita si è messa in discesa. E’ stato proprio Furfaro il vero mattatore: dopo il gol del vantaggio, la punta valdostana ha realizzato altri due gol che hanno chiuso la gara già alla mezz’ora della ripresa. ■ r.g.

■ 2ª CATEGORIA / Aosta 511 sconfitta ■ 2ª CATEGORIA / L’Atletico Pont passa in vantaggio su rigore, ma Duguet e Vacca ribaltano la situazione

Castellamonte amara Lo Champdepraz strappa tre punti in rimonta CASTELLAMONTE AOSTA 511

2 (0) 0 (0)

MARCATORI: 30’ st Crivellaro; 40’ st rig. Bena. CASTELLAMONTE (4-3-3): Graziano, Prola, Caglione, Straullo, Cortelo, Bruneto, Crivellaro, Domanico (Bertotti), Chessari (Aimonetto), Pomato, Bena. All.: Hoxa. AOSTA 511 (4-3-3): Colosimo, Arizio (Lagfoud), Gex, Fonte,Voce, Carlotto, Raffa, Giambra (Auddino), Gagliano, Gullone, Dell’Ovo. All.: Drudi. ARBITRO: Ali Harak di Collegno. AMMONITI: Cortelo, Straullo,Voce. CASTELLAMONTE - L’Aosta 511, priva di Armenghi, Signora-

to, Cetara, Puglisi e Gjini, fallisce subito tre palle gol con Dell’Ovo, Raffa e Voce, quindi nella ripresa coglie anche una traversa con Gullone, ma a festeggiare è il Castellamonte che passa in vantaggio con Crivellaro su dormita difensiva ospite e raddoppia su rigore con Bena. ■ r.g.

2 (1) 1 (1)

MARCATORI: 8’ pt rig. Milano; 45’ pt Duguet; 39’ st Vacca. CHAMPDEPRAZ (3-5-2): Pendezza, Stefano Bosonin, Richard Borettaz, Yoccoz (Gianluca Bosonin), Mattia Bosonin,Vacca, Melada, Lesto, Du-

guet (Matteo Bosonin), Cauteruccio (Vuillermin), Ardesi. All.: Frassy. ATLETICO PONT (4-1-3-2): Trione, Gallo (Murdocco), Peradotto, Lucco, Davide Rocci, Barello, De Marco (Alberto Rocci), D’Angelo (Davide Perono), Milano, Prete, Costanzo. All.: Franco Perono. ARBITRO: Contino di Aosta. ESPULSO: 5’ st Mattia Bosonin; 40’

st Alberto Rocci. AMMONITI: Duguet, Mattia Bosonin,Vacca, Ardesi, Murdocco, Lucco, Davide Rocci. CHAMPDEPRAZ - Lo Champdepraz si regala un buon Natale e, dopo il successo nel derby contro il Montjovet, regola fra le mura amiche anche l’Atletico Pont e si allontana dalle zone calde della graduatoria.

2ª CATEGORIA

Il Grand Combin gioca bene, ma non riesce a espugnare Salassa JR SALASSA GRAND COMBIN

1 (0) 1 (1)

MARCATORI: 35’ pt Serra; 7’ st Verdoliva. JR SALASSA (4-2-3-1): Eusebio, De Simone, Filippone, Federico Verre, Piasentin, Leone,Verdoliva (Mastrogiuseppe), Masili, Clingo (Biezzo), Grimaldi, Ferrara (Caratti). All.: Laudari. GRAND COMBIN (4-3-3): Cerquetti, Glarey (Gangi), Rosson, Dujany (Pivot),Traverso, Accatino, Erculiani, Christian Dell’Ovo

CHAMPDEPRAZ ATLETICO PONT

Castiglione, Marsilio (Fazari), Demasi, Serra. All.: Blanc. ARBITRO: Petruzzi di Collegno. AMMONITI: Ferrara, Caratti, Leone, Dujany. SALASSA - Esce la x sulla ruota di Salassa, dove il Grand Combin perde una ghiotta occasione per rimanere attaccato alle zone alte della classifica. La squadra di mi-

ster Roberto Blanc ha giocato un super primo tempo, ma ha avuto il torto di non concretizzare la grande mole di gioco espressa. Nella ripresa la Junior Salassa ha pareggiato e da lì la partita è cambiata, con il Grand Combin incapace di fare gioco. Si inizia e, come detto, i valligiani dominano: segna Serra al 35’, al-

meno tre occasioni fallite di cui una clamorosa con Demasi solo davanti al portiere. Gol sbagliato-gol subito, ed ecco che ad inizio ripresa Verdoliva punisce Cerquetti e realizza il definitivo 1-1. «Continuiamo a regalare spezzoni di partita racconta Roberto Blanc (foto) - e così facendo perdiamo punti preziosi. Abbiamo giocato un primo tempo perfetto, poi però, una volta preso il gol del pareggio, abbiamo smesso di giocare».

Inizio in salita per gli uomini di Simone Frassy, con l’Atletico che passa su rigore dopo 8’ a causa del fallo di Vacca su Prete. I locali reagiscono, Duguet coglie per due volte i legni della porta di Trione, quindi al 45’ trova il varco giusto e pareggia. Nella ripresa viene espulso Mattia Bosonin, ma lo Champdepraz continua ad attaccare mettendo in seria difficoltà la retroguardia ospite. Il meritato vantaggio arriva nel finale, al 39’, grazie a Vacca, che infila in rete su azione d’angolo facendosi perdonare l’errore che aveva causato il penalty nella prima frazione.

Simone Melada


C A L C I O G I OVA N I L E

lunedì 14 dicembre 2015

57

■ ALLIEVI FASCIA B REGIONALI / Due punizioni del bomber suggellano il 2-2 nel derby

L’Apparenza INGANNA i cugini EVANCON S.V.C.

2 (1) 2 (2)

MARCATORI: 3’ pt e 4’ st Apparenza; 10’ pt Arieta; 19’ pt Villanese. EVANCON (4-3-1-2): Manes, Neyvoz, Barthy, D’Hérin, Paris, Gramazio,Thuegaz (8’ st Roveyaz), Caridi, Tozzi, Martino, Apparenza. All.: Balbis. ST-VINCENT CHATILLON (4-4-2): Visinoni, Fary, Martinet, Racchio, Zoppo (35’ st Meggiolaro), Barmasse, Baudin, Giuramento (14’ st Triglia), Arieta, Cardella,Villanese (26’ st Natalino). All.: Grenier. ARBITRO: Djinkou Kwamo di Aosta. AMMONITI: Baudin, Neyvoz, Martino, Caridi. MONTJOVET - Scoppiettante 2-2 nel derby rossonero del campionato regionale degli Allievi fascia B. Il match si accende subito e i locali passano con una perfetta punizione di Apparenza, ma gli ospiti al 19’ sono già in vantaggio: prima è Arieta a pareggiare su cross di Cardella, quindi è Villanese a firmare il 2-1 al culmine di un contropiede Zoppo-Arieta. Il S.V.C. potrebbe chiudere il match, ma Manes è bravissimo su Barmasse e Zoppo, così, in apertura di ripresa, Apparenza firma il 2-2 trasformando una punizione indiretta in area concessa per un gioco pericoloso. Nel finale lo stesso numero 11 di casa sfiora il tris, ma Visinoni vola sulla sua conclusione da fermo e blinda il 2-2. ■ Davide Pellegrino

L’Evançon e il St-Vincent Châtillon prima del derby di sabato pomeriggio al Milliery di Montjovet

■ ALLIEVI FASCIA B PROVINCIALI / Nulla da fare per Aosta 511, CGC e Grand Paradis

Aygre: tre punti con una ripresa SPRINT AYGREVILLE BOLLENGO ALBIANO

3 (0) 0 (0)

MARCATORI: 3’ st e 7’ st Jorrioz; 9’ st rig. Mongino. AYGREVILLE (4-4-2): Thomain, Platì (Jeantet), Gentili (Fazari), Napoli (Zappia), Mongino, Boccarella, Cosmai (Salvatori), Zerbi, Ciavattone, Jorrioz (Canonico), Macrì (Laffranc). All.: Telesforo. ARBITRO: Tangui Noupa di Aosta. AMMONITI: Jorrioz, Fazari, Ciavattone. AOSTA - Vittoria nella ripresa dell’Aygreville, che nel primo tempo ha faticato contro

il Bollengo, rischiando in un paio di occasioni, nelle quali è stato bravo Thomain. In apertura di ripresa le Aquile hanno fatto la differenza, passando con due reti di Jorrioz e un rigore di Mongino conquistato da Ciavattone. Pesante rovescio interno del CGC Aosta, che contro l’Ivrea Montalto becca tre gol in 19’. Sconfitta di misura per l’Aosta 511, superata 1-0 a San Giusto. I valdostani hanno pagato un errore difensivo e poi non sono riusciti a concretizzare diverse occasioni da gol.

A.SANGIUSTESE AOSTA 511

1 (1) 0 (0)

MARCATORE: 10’ pt Ogliari. AOSTA 511 (4-3-3): Desaymonet, Ignoti (Munier), Zanetti, Orizio, Arlian, Macrì, Mammoliti, Bisi (Alamia), Pettinari, Viot (Najoui), Grange. All.: Volpone. ARBITRO: Davide Di Carlo di Ivrea. NOTE: partita corretta, senza provvedimenti disciplinari.

CGC AOSTA IVREA MONTALTO

0 (0) 3 (3)

MARCATORI: 3’ pt e 12’ pt Sardaro; 7’ st Actis. CGC AOSTA (4-3-3): Liparoti, Filimon, Macrì (Mirabello), Cerise (Zerbi), Merlicco, Sposato, Bastia (Billotti), Affortunato, Jashar, Amato (Consoli), Fabrizi. All.: Christian Evaspasiano. ARBITRO: Diego Fiori di Aosta. ESPULSO: 27’ st Jashar per fallo di reazione.

GRAND PARADIS RIVAROLESE

2 (0) 4 (3)

MARCATORI: 18’ pt Gazzetta; 21’ pt rig. Ramo; 30’ pt Novarini; 4’ st Cartagine; 32’ st Damiani; 38’ st Schito. GRAND PARADIS (4-3-1-2): Fazio, Rostagno, Jula (Pellissier), Cartagine, Presta (Chiudinelli),Vizzardelli, Noto (Schito), Curcio,Tesauro, Fiou, Grange. All.: Pirana. ARBITRO: Codrescu di Aosta. AMMONITI: Chiudinelli, Cartagine, Curcio, Novarini, Damiani.

■ ALLIEVI REGIONALI / L’Aosta 511 cala alla distanza e si inchina 5-2 al No.Ve. Calcio ■ JR PROVINCIALI / Bianconeri raggiunti su rigore

Non bastano gli acuti di Mammoliti e Tufano Beffato il CGC Aosta AOSTA 511 NO.VE. CALCIO

2 (1) 5 (3)

MARCATORI: 7’ pt Antonio Mammoliti; 13’ pt, 30’ pt e 29’ st Baghdadi; 15’ pt Compierchio; 6’ st Tufano; 42’ st Scanu. AOSTA 511: Desaymonet, Podio, Lo Presti (20’ pt Zonin), Brunod, Orizio (33’ st Horr), Desandré, Antonio Mammoliti (35’ pt Riviello), Licordari (36’ st Raffa), Tufano (25’ st Zanat), Gos,

Ramires (15’ st Mirko Mammoliti). All.: Ghidoni. ARBITRO: Savoca di Aosta. AMMONITI: Compierchio, Baghdadi. AOSTA - Cade ancora l’Aosta 511, battuta 5-2 dal No.Ve. Locali avanti al 7’ grazie ad Antonio Mammoliti che sfrutta l’indecisione del portiere. Al 13’ arriva il pari con Baghdadi che approfit-

ta di un errore difensivo per battere l’incolpevole Desaymonet. Passano 2’, Gogna salta facilmente Lo Presti e serve sul secondo palo l’accorrente Compierchio per il 21. I locali sfiorano il pareggio con Gos, che salta il portiere, ma al momento del tiro a porta vuota viene disturbato da Caligaris e calcia fuori finendo a ter-

ra tra le proteste dei locali. Al 30’ Baghdadi cala il tris su azione d’angolo. Nella ripresa Tufano accorcia subito le distanze, ma al 29’ uno scatenato Baghdadi chiude il match; in pieno recupero Scanu firma il 5-2 finale. Deluso Giacomo Raffa (foto): «Quando ci hanno messo in difficoltà non siamo riusciti a reagire, con maggiore attenzione avremmo potuto ottenere un risultato migliore».

CASTELLAMONTE CGC AOSTA

2 (1) 2 (0)

MARCATORI: 15’ pt Glassier; 18’ st Cristofaro; 22’ st rig. e 39’ st rig. Domanico. CGC AOSTA (3-5-2):Todeschini, Mestieri (Stevenin), Giulio Scopacasa, Bosonin, Marco Scopacasa, Cerise, Vighetti, Groppi (Tarhia), Spensatello (Argese), Cristofaro, Glassier. All.: Chiumello.

■ ALLIEVI PROVINCIALI / Il bomber regala al P.D.H.A. il derby valdostano; il Grand Paradis ne fa sei all’Ivrea Banchette

Carlucci STENDE in extremis un orgoglioso Grand Combin P.D.H.A. GRAND COMBIN

3 (2) 2 (1)

MARCATORI: 2’ pt D’Angelo; 17’ pt e 45’ st Carlucci; 20’ pt Pomat; 35’ st Abram. PONT DONNAZ HONE ARNAD (44-2): Bianco, Romei (Zinutti), Chodakowski,Veliu, Noro, Ferrero (Ceccarello), Pastore, Paolini (Capone), D’Angelo, Carlucci,Torricelli (D’Imperio). All.: Giraudo. GRAND COMBIN (4-4-2): Avoyer, Carrozza, Ceccon, Bionaz, Jordan (Samueli), Barbieri, Gasparini, Falconero, Erculiani, Pomat (Diemoz), Faslia (Abram). All.: De Francesch. ARBITRO: Mbonya Ndumbe di Aosta. AMMONITO: Falconero. HONE - Il derby valdostano della terza giornata di andata promuove in extremis il Pont Donnaz Hône Arnad, che così prosegue il suo inseguimento alla vetta della classifica. Il match giocato

sabato al Comunale di Hône è stato divertente e molto equilibrato, con i padroni di casa che, dopo essere stati raggiunti nonostante il doppio vantaggio, hanno trovato la zampata decisiva proprio allo scadere. Pronti via e una bella azione porta al cross

Torricelli per D’Angelo, che al centro dell’area non sbaglia. Passano pochi minuti e Carlucci dialoga con Paolini per il raddoppio. Il Grand Combin non ci sta, accorcia subito con Pomat e, al 35’ della ripresa, pareggia con Abram. Proprio al termine dei 5’ di

recupero concessi dall’arbitro, Veliu lancia Carlucci, che con un bel pallonetto batte Avoyer. Nel match domenicale, rotondo 6-0 del Grand Paradis ai danni dell’Ivrea Banchette. Nel primo tempo il grande protagonista della gara è

Foto Danilo Nicod

Carlucci, protagonista del match con una doppietta, semina lo scompiglio nella retroguardia ospite

Linty Blanchet, che firma tutte e tre le reti con cui i padroni di casa vanno al riposo sul 3-0. Dopo l’intervallo la musica non cambia, così a chiudere il set ci pensano Bersano e Bosonin, quest’ultimo con una bella doppietta. ■ r.g.

GRAND PARADIS IVREA BANCHETTE

6 (3) 0 (0)

MARCATORI: 22’ pt, 34’ pt e 35’ pt Linty Blanchet; 18’ st Bersano; 27’ st e 41’ st Bosonin. GRAND PARADIS (4-3-3): Giugler,Thomain, Perrier, Rigante, Lazzaro, Marchese, Bosonin, Celoria (Pressi), Bersano (Alberti), Luboz, Linty Blanchet. All.: Isidori. ARBITRO: Barbacetto di Aosta. AMMONITI: Bersano e Bocca.

ARBITRO: Pollotti di Biella. ESPULSI: 29’ st Merolla e Bertinetto. CASTELLAMONTE - Beffa estera per il CGC Aosta, che chiude il 2015 con un pareggio 2-2 a Castellamonte che lascia molto amaro in bocca ai bianconeri. I valdostani sono passati in vantaggio con Glassier e nella ripresa hanno raddoppiato con Cristofaro. Domanico ha ridotto le distanze su rigore, poi i locali sono rimasti in nove per i rossi a Merolla e Bertinetto, ma i bianconeri non hanno chiuso i conti con Spensatello e Glassier, così, nel finale, è arrivato il pari dei padroni di casa, ancora con un rigore trasformato da Domanico. Nulla da fare per il Grand Paradis, sonoramente battuto 41 a domicilio dalla Chiavazzese. I biellesi sono volati sul 3-0 grazie Costa (doppietta) e Salmasi; nel finale rete della bandiera di Chiudinelli e poker ospite di Nahhal. ■ r.g.

GRAND PARADIS CHIAVAZZESE

1 (0) 4 (1)

MARCATORI: 25’ pt e 10’ st Costa; 1’ st Salmasi; 36’ st Chiudinelli; 41’ st Nahhal. GRAND PARADIS (4-4-2): Biscardi, Spiga, Russo (Zublena), Fiou, Piccot (Anselmi), Scanu (Pacchiodi), Frassy (Christille), Blanc, Chiudinelli, Harir, Stufa (Charrère). All.: Concio (in panchina Melidona). ARBITRO: Kenfack di Aosta. ESPULSO: 13’ st El Aouni. AMMONITI: Piccot, Russo, Chiudinelli, Rhami.


C A L C I O G I OVA N I L E

58

lunedì 14 dicembre 2015

■ GIOVANISSIMI REGIONALI / L’Evançon battuto in casa

Lucento troppo FORTE EVANCON LUCENTO

1 (0) 4 (2)

MARCATORI: 2’ pt Lo Monaco; 22’ pt e 14’ st Todisco; 13’ st Sassi; 21’ st rig. Gerardi. EVANCON (4-4-2): Pietropaolo, Edoardo Ventrice (Saladino), Foy (Spalla), Gal, Pinet, Bordet (Giovenzi), Brunod (Gugliada), Jellouli (Ganzerli), Cecchi (Carlo Ventrice), Ruatto, Sassi. All.: Vallomy.

Imad Jellouli

ARBITRO: Tchokomeni Nakmanou di Aosta. AMMONITO: Jellouli. ISSOGNE - Nulla da fare per l’Evançon, che al Comunale di Issogne si inchina 4-1 al Lucento. I torinesi hanno confermato di essere una delle candidate alla vittoria del girone, giocando un match di alto livello. I valdostani sono stati colpiti a freddo e si sono trovati di fronte a una salita molto ripida. Pi-

net e compagni non hanno comunque mollato la presa, si sono riorganizzati e fino al quarto d’ora della ripresa sono riusciti a rimanere incollati ai quotati torinesi. Come detto, manco il tempo di assestarsi in campo e i rossoblu piemontesi sono già in vantaggio con Lo Monaco; a metà parziale arriva il raddoppio di Todisco. Nella ripresa l’Evançon ci crede e riesce a ridurre le distan-

■ GIOVANISSIMI PROVINCIALI / Aygre fermato in casa; battuti CGC e Grand Combin

La Charvensod TRAVOLGE il Quinci.Tava. CHARVENSOD QUINCI.TAVA.

5 (3) 1 (1)

MARCATORI: 15’ pt Pardu; 17’ pt e 30’ pt Rollet; 26’ pt Romeo; 8’ st e 14’ st Ceriani. CHARVENSOD (4-4-2): Sarteur, Jorrioz, De Fazio, Romeo, Ciammaichella, Canova, Di Francescantonio, Chabod (Davide Fazari), Ceriani (Mitic), Caminiti (Pepelin), Rollet. All.: Vaida. QUINCI.TAVA. (4-4-2): Serra, Bizzo, Morello (Gecaj), Giovanetto, Lionville, De Petro, Russo (Ghiringhello), Bardus, Gamba (Cossano), Andrea Cacciatore, Cocuzza. All.: Riccardo Cacciatore. ARBITRO: Dufour di Aosta. AMMONITI: Ceriani, Ciammaichella, Di Francescantonio, De Petro, Bizzo, Bardu.

CHARVENSOD - Uno spavento iniziale, poi diventa tutto facile per lo Charvensod, che finisce col travolgere al Guido Saba per 5-1 il Quinci. Tava. Nell’anticipo del sabato pomeriggio sono proprio gli ospiti a passare in vantaggio con un gol di Pardu, ma Rollet impiega 2’ a rimettere le cose a posto, con Romeo che al 26’ firma il 2-1 e ancora Rollet manda le squadre al riposo sul 3-1 firmando la sua personale doppietta alla mezz’ora. Nella ripresa ci pensa Ceriani a calare il pokerissimo con due reti nel primo quarto d’ora. Pareggio interno dell’Aygreville, colpita a freddo dall’Ivrea Montalto. Nella ripresa doppietta di Bianquin (che

nel primo tempo aveva tirato sopra alla traversa un calcio di rigore), ma le Aquile hanno il torto di non chiudere i conti e Bessero nel finale trova il definitivo 2-2 partendo in posizione piuttosto dubbia (vibranti le proteste dei padroni di casa). All’ultimo minuto gran tiro di Jeantet da fuori area che si perde sul fondo di pochissimo. Uno scatenato Pasquariello ha trascinato il Bollengo Albiano al successo 4-1 sul CGC Aosta. Il capitano canavesano ha firmato tutte e quattro le reti con le quali gli ospiti sono passati nel capoluogo regionale. I bianconeri avevano ridotto le distanze nel secondo tempo con Scattolin.

Sconfitta esterna di misura per il Grand Combin a Banchette. La gara è stata molto equilibrata, nel finale i valdostani hanno provato a vincerla, ma sono stati puniti da Benoukaiss. ■ r.g.

Didier Rollet

Settimana da INCORNICIARE per l’Aygre AYGREVILLE LIBERTAS RAPID

2 (0) 1 (1)

MARCATORI: 17’ pt Gandini; 8’ st Antonin; 18’ st Girotti. AYGREVILLE (4-4-2): Campanile, Antonin, Etienne Boniface (25’ st Vierin),Todaro (30’ Adorni), Mugione, Ravelli, Cavallero, Lombardini (1’ st Raffa), Girotti, Bethaz, Mammoliti. All.: Turato. ARBITRO: Fiori di Aosta. ESPULSO: 6’ st Bovio.

e sfiorano subito il pari con Girotti che si vede stoppare dall’estremo ospite. Pochi minuti e la Libertas rimane in dieci per il rosso a Bovio. E’ il via libera per l’Aygre, che trova subito il pari con Antonin, bravo a incornare un cross di Mammoliti. Il raddoppio è firmato da Girotti che controlla, salta un uomo e fa secco il portiere. La settimana rossonera era iniziata bene con il successo sul Città di Baveno per 4-3.

AYGREVILLE IVREA MONTALTO

2 (0) 2 (1)

MARCATORI: 1’ pt Ciancio; 9’ st e 11’ st Bianquin; 32’ st Bessero. AYGREVILLE (4-3-1-2): Chaussod, Cardo, Padula, Laffranc, Barone, Gentili, Jeantet, Marzo (Cotrone), Bianquin (Raso), Pareyson (Monteleone), Marchini (D’Abrusco). All.: Vallet. ARBITRO: Djinkou Kwamo di Aosta.

CGC AOSTA 1 (0) BOLLENGO ALBIANO 4 (2)

■ GIOVANISSIMI FASCIA B REGIONALI / I rossoneri battono la Libertas centrando il bis AMMONITO: Bovio. GRESSAN - Preziosa vittoria per l’Aygreville, che sfrutta il fattore campo e la superiorità numerica nel secondo tempo e ribalta il match. Nella prima metà, i rossoneri appaiono compassati, anche se vanno vicini alla rete con Girotti, che vede il suo tiro salvato praticamente sulla riga. Sul ribaltamento, la Libertas non perdona e trova il gol con Gandini. Nella ripresa le Aquile partono alla grande

ze al 13’ con una deviazione volante di Sassi sugli sviluppi di un calcio di punizione ben battuto da Ruatto, Palla al centro e il Lucento stronca i sogni locali di una possibile rimonta con Todisco, che firma la doppietta personale. Passano 7’ e Jellouli mette giù lo stersso numero undici in area, con Gerardi che trasforma il rigore del definitivo 4-1. ■ r.g.

Edoardo Antonin

MARCATORI: 9’ pt, 27’ pt, 28’ pt e 32’ pt Pasquariello; 18’ st Scattolin. CGC AOSTA (4-4-2): Frassy, Presti (Horr), Giovinazzo,Tripodi (Dovigo), Rarhai (Baratta), Ambrogio (Aloisi),Tedesco, Medici (Vighetti), Scattolin, Camelliti, Mirabello. All.: Maietti. ARBITRO: Noudjeu Ngongang di Aosta.

IVREA BANCHETTE GRAND COMBIN

1 (0) 0 (0)

MARCATORE: 37’ st Benoukaiss. GRAND COMBIN (4-2-3-1): Marcoz, Chatrian, Cerise, Noyer, Diemoz, Samuel Chenal, Camedda (Desandré),Vallet (Alessandro Chenal), Mazza (Salvoldi),Tamone, Cottin (Ceccon). All.: Viglino. ARBITRO: Bedin di Ivrea. AMMONITI: Desandré e Magnea.

■ GIOVANISSIMI FASCIA B PROVINCIALI / Belle vittorie casalinghe per Aosta 511 e CGC Aosta; cade il Grand Paradis

L’Evançon non sfigura, ma il Quinci.Tava. non perdona QUINCI.TAVA. EVANCON

3 (2) 0 (0)

MARCATORI: 25’ pt Pantani; 35’ pt Mattia Caprio; 30’ st Ferrari. QUINCI.TAVA. (4-2-3-1): Pilloni (Francisco), Pagnetti (Foglia), Vanoglio (Rao), Ferrari, Bosonin, D’Agosto, Pantani, Scaglia Rat (Meola), Lago (Parenti), Giglio Tos

(Tranquilla), Mattia Caprio (Nobili). All.: Gianni Caprio. EVANCON (4-4-2): Perotti (Gianì), Fadda, Bottoni, Lombard, Neagu (Benali), Pinet (Porfirione), Thiebat (Lombardini), Perrone, Lombardi (Sorvillo), Lefhal, Melis. All.: Farinella. ARBITRO: Ghirone di Ivrea. AMMONITI: Scaglia Rat e Pantani.

QUINCINETTO - Pesante sconfitta esterna per l’Evançon, che gioca, anche bene, nel primo tempo, ma si ritrova negli spogliatoi sotto di due reti, vedendo il Quinci.Tava. chiudere i conti con una bella ripresa e il tris servito nel finale. Come detto, parte bene l’Evançon che va a un passo dal-

la rete con Lefhal (due volte), Lombardi, Melis e Bottoni. La palla sembra non voler entrare e i padroni di casa ne approfittano. Lefhal e Thiebat si vedono respingere sulla riga le loro conclusioni; il Quinci.Tava. riparte di gran carriera e trova la rete di Pantani, abile a ribadire in

rete dopo una traversa. Il raddoppio arriva dieci minuti più tardi: Mattia Caprio viene lanciato in profondità dopo un uno-due e supera senza troppi problemi Perotti. Il colpo conclusivo per le speranze valligiane arriva in chiusura di partita, con Ferrari che fa calare il sipario.

GRAND PARADIS SAN GRATO

Le formazioni di Quinci.Tava. ed Evançon prima del match

0 (0) 1 (0)

MARCATORI: 5’ st Arguto. GRAND PARADIS (4-4-2): Jocallaz (Calacoci), Bullio, Pillet, Badreddine (Perrier), Melidona (Savioz), Rosset, Vagneur (Ripa), Ronc, Iannino, Bozzetto (Jacquemod), Blanc. All.: Masoni. ARBITRO: Moscatelli di Aosta. NOTE: partita equilibrata, con il Grand Paradis che nel primo tempo spreca con Melidona da pochi passi. Dopo la rete ospite, però, i padroni di casa non riescono più a pungere.

GIOVANISSIMI F/B REG. 4ª giornata - Andata Aygreville - Lib.Rapid . . . . . . . 2 - 1 Ivrea Montalto - Città di Baveno .2 - 1 Jr Biellese - Venaria. . . . . . . . . . .1 - 2 Pro Settimo - Suno . . . . . . . . . . .3 - 0 Strambinese - Rivarolese . . . . . .3 - 1 Arona riposa . . . . . . . . . . . . . . . . . . Squadra

P.ti

Aygreville 12 Ivrea Montalto 9 Pro Settimo 9 Suno 9 Lib.Rapid 6 Arona 6 Venaria 6 Strambinese 3 Città di Baveno 0 Rivarolese 0 Jr Biellese 0

Partite G V N 4 4 0 4 3 0 3 3 0 4 3 0 4 2 0 3 2 0 3 2 0 4 1 0 4 0 0 4 0 0 3 0 0

Prossimo turno

P 0 1 0 1 2 1 1 3 4 4 3

5ª Giornata Arona - Jr Biellese . . . . . . . . . . . . . . Città di Baveno - Strambinese . . . . . . Lib.Rapid - Ivrea Montalto. . . . . . . . . Venaria - Pro Settimo . . . . . . . . . . . . Suno - Aygreville . . . . . . . . . . . . . Rivarolese riposa . . . . . . . . . . . . . . .

GIOVANISSIMI F/B PROV. 3ª giornata - Andata Aosta 511 - A.Sangiustese . . . 2 - 0 CGC Aosta - Ivrea Banchette . . 2 - 0 Grand Paradis - San Grato. . . . 0 - 1 Quinci.Tava. - Evançon . . . . . . 3 - 0 Fenusma riposa . . . . . . . . . . . . . . Squadra P.ti Partite G V N P Quinci.Tava.

9

3

3

0

0

San Grato

9

3

3

0

0

Aosta 511

6

3

2

0

1

CGC Aosta

3

2

1

0

1

Fenusma

3

2

1

0

1

Evançon

3

2

1

0

1

Grand Paradis

0

2

0

0

2

Ivrea Banchette 0

3

0

0

3

A.Sangiustese

2

0

0

2

0

Prossimo turno 4ª Giornata A.Sangiustese - Grand Paradis . . . Evançon - CGC Aosta . . . . . . . . . . Ivrea Banchette - Aosta 511 . . . . . San Grato - Fenusma . . . . . . . . . . Quinci.Tava. riposa . . . . . . . . . . . . . .

AOSTA 511 A.SANGIUSTESE

2 (1) 0 (0)

MARCATORI: 10’ pt Mazzotta; 20’ st rig. Petey. AOSTA 511 (4-3-3): Berthod, Battilani, Pellissier, Borraccino, Sirianni, Podio, Mazzotta (Iamonte), Piccolo, Nicolò Bosonin (Ciavorella), Petey (Gonzalez), Marchese. All.: William Bosonin. AMMONITI: Gonzalez, Marchese. NOTE: bella vittoria per l’Aosta 511 grazie alle reti di Mazzotta e al rigore di Petey. Piccolo rammarico per i due legni di Marchese e Bosonin.

CGC AOSTA IVREA BANCHETTE

2 (1) 0 (0)

MARCATORI: 20’ pt Amato; 12’ st Distasi. CGC AOSTA (4-4-2): Alessi, Baldanzi (Elbermawy), Evaspasiano (Autelitano), Simonelli, Mammoliti, Grasso (Zara),Tomis (Curto), Sabatino, Amato, Giuliano, Distasi. All.: Carere. AMMONITI: Sabatino e Mammoliti. NOTE: vittoria importante per il CGC Aosta che sorride con le reti di Amato (dal limite) e Distasi (pallonetto). A confermare il successo anche i due legni colpiti da Giuliano e Amato.


c a l c i o g i ova n i l e

lunedì 14 dicembre 2015

59

■ zoom / I Giovanissimi neroverdi stanno crescendo

Il Grand Combin a caccia della giusta CONTINUITÀ Davide PELLEGRINO Inviato a Rhins roisan - Ultime fatiche prima della sosta invernale per i Giovanissimi del Grand Combin, che venerdì pomeriggio hanno svolto il loro ultimo allenamento settimanale sul sintetico di Rhins. «Ho a disposizione un gruppo eterogeneo, perché con la società abbiamo deciso di aggregare ai 2001, anche i 2002 - spiega l’allenatore Marzio Viglino -. I ragazzi hanno voglia e si impegnano; quelli di un anno più giovani riescono a sopperire ai centimetri e ai chili in meno grazie a un’ottima tecnica individuale». Viglino traccia un primo bilancio di questa annata: «In alcune partite i ragazzi sono andati molto bene, in altre hanno pagato, soprattutto in trasferta, la scarsa fiducia nei propri mezzi, che li porta a

uscire di testa dal match, cosa che permette agli avversari di piazzare parziali pesanti. Con il passare delle settimane sono cresciuti, hanno fatto grandi miglioramenti e ne possono fare ancora tanti da qui alla fine della stagione. In questo momento sto lavorando sulle posizioni in campo e, visto anche il freddo, ho inserito un po’ più di lavoro fisico. Il modulo che prediligo come allenatore è il 4-2-31, anche perché posso modificarlo in 4-4-2, 4-3-1-2 o 4-33; come caratteristiche, loro sono più portati al 4-3-3 o al 3-5-2. Avere a disposizione il sintetico è importante, anche se poi, quando giochiamo in trasferta, dover giocare sull’erba naturale li mette un po’ in difficoltà». Viglino guarda al futuro: «Nella fase privinciale spero che crescano come autostima e come attenzione durante tut-

ta la gara, perché la testa è importantissima. In queste categorie i risultati passano in secondo piano, ma credo che migliorando sotto questi punti di vista, potremo ambire a una delle prime quattro posizioni». La parola ai giocatori

Marzio Viglino con i giocatori presenti all’allenamento di venerdì pomeriggio

Il capitano neroverde è sulla stessa lunghezza d’onda del suo allenatore. «Finora abbiamo avuto troppi alti e bassi - ammette Christian Diemoz, tifoso del Milan, che scegli Jack Bonaventura come giocatore preferito e Charly Pujol come modello -, se troviamo la giusta continuità a livello di testa possiamo disputare un buon campionato provinciale. Nei Pulcini giocavo in attacco, poi, dagli Esordienti, mi hanno spostato al centro della difesa e ho trovato il mio ruolo ideale. Sono più abituato

a giocare a quattro, ma penso che con l’allenamento anche lo schieramento a tre potrà essere utile. Essere il capitano della squadra è una bella responsabilità che mi riempie di orgoglio». Tra i pali neroverdi si staglia la figura importante di Manuel Marcoz, classe 2001 di Etroubles, dotato di un fisico che fa ben sperare per il futuro. «Fino all’anno scorso ho giocato in difesa, anche se fin da piccolo ero incuriosito da questo ruolo - racconta il tifoso juventino che ha in Gigi

Buffon il modello -. A un certo punto non avevo più voglia di giocare e l’allenatore mi ha proposto di provare a mettermi in porta, l’ho ascoltato e mi è piaciuto, perché compiere belle parate dà soddisfazione e poi è piacevole aiutare i compagni. So di dover migliorare in tutto, in particolare nelle uscite uno contro uno, mentre mi trovo bene sui tiri da fuori. In futuro mi piacerebbe continuare a giocare qui per mettermi in mostra e un giorno magari salire di livello».

La rosa PORTIERI: Manuel Marcoz, Daniele Riga. DIFENSORI: Christian Diémoz, Maxime Desandré, Michel Noyer, Pietro Chatrian, Gerard Cerise, Francesco Camedda. CENTROCAMPISTI: Roger Tamone, Samuel Chenal, Edoardo Ceccon, Alessandro Chenal, Dylan Cottin, Samuel Salvoldi, Alessandro Foretier. ATTACCANTI: Jean Pierre Vallet, Mario Mazza, Andrea Meroi.

TABELLINI: Ranieri e Cuc chiudono con una cinquina PULCINI 2007

COURMAYEUR AYGREVILLE A

3 1

PARZIALI: 2-0, 1-1, 3-1. MARCATORI: 2 Bieller, Alvario; 1 Chatel, Dal Molin, Arcadipane, Marzano, Brischiggiaro. COURMAYEUR: Serafini, Bal, Bieller, Dal Molin, Arcadipane, Chatel, Alvario, Federico Casi, Emanuele Casi, Faccini, Lahmadi, Musa. All.: Christian Casi. AYGREVILLE A: Sorrentino, Zoppo, Brischiggiaro, Marzano, François Corgnier, Ursida. All.: Medici.

FENUSMA AOSTA 511

1 3

PARZIALI: 3-3, 0-2, 0-2. MARCATORI: 5 Ranieri; 2 Florio, Marco Cotrone; 1 Droz. FENUSMA: Aaron Stangalino, Liam Stangalino, Florio, Droz,Tercinod,Thedy,Tounsadi, Airyai, Deplano, Dalla Palma. All.: Nirta-Comé-Pession. AOSTA 511: Brogna,Vuillermoz, Macrì, Najoui, Andrea Cotrone, Marco Cotrone, Ranieri, Lombardi. All.: Grosso.

GRAND COMBIN GRAND PARADIS A

3 1

PARZIALI: 1-0, 2-0, 0-0. MARCATORI: 1 Vallet, Rosset, Kny. GRAND COMBIN: Seminara, Sanna, Grosjacques,Vallet, Rosset, Rollandin, Kny, Desandré, Boverod. All.: Favre. GRAND PARADIS A: Sapegno, Efrati, Gastaldo, Di Marco, Florio, Venturotti, Peretti, Foletto, Rey. All.: Valenti.

QUART A CGC AOSTA A

3 0

PARZIALI: 8-1, 4-1, 4-0. MARCATORI: 8 De Antoni; 4 Nichele; 2 Tucci, Poletti; 1 Rassat, Mantione. QUART: Vidale, Rassat, Nichele,Tucci, De Antoni, Mantione. All.: Riga. CGC AOSTA: Gerbi, Cheney, Distort, Schiavone, Farinet, Casarotto, Poletti, Serhan. All.: Petitjacques.

GRAND PARADIS B AYGREVILLE B

2 1

PARZIALI: 5-3, 2-0, 0-2. MARCATORI: 2 Cannatà, Jacopo Floccari; 1 Savant Levet, Rao, Agostino, Pozza, Ierardi, Pellicone, Chenal, Jacopo Corgnier. GRAND PARADIS B: Serafino, Savant Levet, Jacopo Floccari, Davide Floccari, Rao, Pozza, Agostino, Ierardi. All.: Vitale. AYGREVILLE B: Paonessa, Jacopo Corgnier, Moro, Chenal, Pellicone, Gennarelli, Cannatà. All.: Medici.

QUART B CGC AOSTA B

2 1

PARZIALI: 1-3, 3-1, 4-0. MARCATORI: 3 Chabloz; 2 Rollet, Christian Menegazzi, Raisin; 1 Pallua, Diemoz, Cosanni. QUART B: Cavallo, Rollet, Diemoz, Pallua,Verduci, Christian Mene-

gazzi, Raisin. All.: Forestiero. CGC AOSTA B: Petris, Chabloz, Cosanni, Billa, Zito, Marrari, Slama. All.: Monti.

RED DEVILS VERRES 1 PONT DONNAZ HONE ARNAD 2 PARZIALI: 1-2, 1-0, 1-2. MARCATORI: 2 Mannino, Michel Guerra; 1 Didonato, Pitti, De Rosa. RED DEVILS VERRES: Fresc, Michel Guerra, Facchetti,Vitrani,Vendramin, De Rosa. All.: Stephan Guerra. PONT DONNAZ HONE ARNAD: Benedetto, Didonato, Iorio Peretto, Mannino, Merli, Pitti, Rolfini, Baruz. All.: Niosi.

ST-VINCENT CHATILLON E.D.F. ST-CHRISTOPHE

1 2

PARZIALI: 3-4, 1-4, 5-3. MARCATORI: 3 Macari, Bolici; 2 Barberio, Bressan, Giovetti, Merlo, Belfiore, autogol; 1 Scarlatta, Carrozzino, autogol. ST-VINCENT CHATILLON: Cornaz, Massa, D’Amico, Muraca, Bolici, Lunardi, Gentile, Giovetti, Merlo, Scarlatta, Librato. All.: Gamba. ECOLE DE FOOTBALL ST-CHRISTOPHE:Vizzi, Barberio, Carrozzino, Belfiore, Gandolfo, Sisti, Bressan, Macari. All.: Luberto.

PULCINI 2006 AOSTA 511 GRAND PARADIS A

3 3

PARZIALI: 0-0, 0-0, 0-0. AOSTA 511: Lautiero, Santi, Sansone, Grigoletto, Sarlo, Ivan Filippone, Hamrouni. All.: Erik Filippone. GRAND PARADIS A: Coutier, Loggia, Faldella, Floccari, Scarfone, Sheti, Concio, Murgu, Munier, Naccarato. All.: Tropea.

AYGREVILLE CGC AOSTA

2 2

PARZIALI: 0-0, 3-1, 0-2. MARCATORI: 3 Alberici; 1 Savin, De Leo, Chifa. AYGREVILLE: Lucia, Stacchetti, Carlotto, Bullari, Brunello, Framarin, Milani, Alberici,Timpano. All.: Marchesano. CGC AOSTA: Delmissier, Dujany, D’Agostino, Maamouri,Talaane, Ajdaraj,Tayeb, Savin, De Leo, Autelitano, Chifa. All.: Di Vito.

COURMAYEUR CHARVENSOD

2 1

PARZIALI: 0-1, 2-1, 2-1. MARCATORI: 1 Malhi,Vitola, Borrelli, Anania, Figliuzzi, Pozza. COURMAYEUR: Musa, Ferri, Benoit Pascal, De Miceli, Quinson, Ansermé, Malhi, Borrelli, Bieller. All.: Vilmer Pascal. CHARVENSOD: Maruca, LoTufo, Jacopo Anania, Fazari, Squinabol, Subet, Leonardo Anania, Pozza, Figliuzzi. All.: Del Favero.

E.D.F. ST-CHRISTOPHE GRAND COMBIN PARZIALI: 0-1, 1-0, 1-0. MARCATORI: 2 Bellomo; 1 Grosso.

2 1

ECOLE DE FOOTBALL ST-CHRISTOPHE: Lanzo,Viérin, Marcellan, Misiano, Polistena, Plati, D’Introno, Bellomo, Cerise, Balan. All.: Felicetti-Albace. GRAND COMBIN: Lorenzo Lutzu, Boverod, Leonardo Lutzu, Grosso, Pacuku, Bredy, Promassaz, Laurent, Lorenzo Castelnuovo, Riccardo Castelnuovo, Nicoletti. All.: Liparoto.

GRAND PARADIS B EVANCON

1 3

PARZIALI: 1-1, 0-3, 0-2. MARCATORI: 3 Tocci; 1 Troilo, Rosso, Costea,Tommaso Piotti. GRAND PARADIS B: Peloso, Ferro, Saba, Bullio, Carnevale, Scali, Tommaso Piotti, Federico Piotti. All.: Rezzaro. EVANCON: Campeotto, Rosso, Balla, Chiabotto, Melis,Tocci, Cout, Gulino, Costea,Troilo. All.: Improta-Chiumello.

QUART FENUSMA

3 2

PARZIALI: 0-0, 0-0, 2-0. MARCATORI: 2 Vecchioli. QUART: Rollet, Baleste, Mammoliti, Lucianaz, Romeo, Lumignon, Simone Forestiero,Vecchioli, Martino, Luca Menegazzi, Dujany. All.: Alessandro Forestiero. FENUSMA: Mammoliti, Miassto, Iervolino, Marcoz, Aguettaz, Farace, Fabbri, Cretier, El Mounadil, Condello, Donato, Malonni, Ghirardo, Fabbris. All.: Rao-Bottani-Tamone.

ST-VINCENT CHATILLON 3 PONT DONNAZ HONE ARNAD 1 PARZIALI: 0-0, 1-0, 2-1. MARCATORI: 1 Raspo, Macheda, Porceillon, Iachi. ST-VINCENT CHATILLON: D’Amico, Porceillon, Fragale, Ciocchini, Iacono, Maiorano, Macheda, Raspo, Ryan Venturino, Silvestri. All.: Francesco Venturino. PONT DONNAZ HONE ARNAD: Buat, Nicchia,Yoccoz, Christian D’Aprile, Iachi,Vercellin, Balzarotti, D’Agosto,Vitale, Pramotton, Pieroni, Clerin. All.: Filippo D’Aprile.

PULCINI 2005 CGC AOSTA AOSTA 511

0 4

PARZIALI: 0-1, 0-1, 0-3, 0-1. MARCATORI: 3 Gazzera; 2 Monegato; 1 Iamonte. CGC AOSTA: Cakaj, Khaltoun,Vaccaro, Paico Vargas, Auletta, Ryan Sabatino, Cintori, Presti, Ierace, Mantione, Addario, Molinaro, Schiavone, Bich, Fosson, Gemelli, Di Francesco, Chihi, Authmane. All.: Roy Sabatino. AOSTA 511: Rossero, Argirò, Piccolo, Seminara, Gazzera, Monegato, Durra, Cecchini, Iamonte. All.: Guarino.

GRAND COMBIN GRAND PARADIS A

1 3

PARZIALI: 0-1, 0-0, 0-1. MARCATORI: 1 Saudin, Romania. GRAND COMBIN: Riva Rivot, Jacquemod, Bionaz, Carvalho, Bredy, Scapin, Davisod, Fusani, Actis, Coquillard,Tesoro, Cerise. All.: Macori. GRAND PARADIS A: Barmaz, Fico, Romania, Saudin, Benaim, Si-

rianni, Carretta, Gastaldo. All.: Luboz.

GRAND PARADIS B AYGREVILLE

1 3

PARZIALI: 1-2, 0-3, 1-0, 0-4. MARCATORI: 5 Cuc; 2 Beleshi; 1 Chiattone, Chianese, Luboz, Herman Testolin. GRAND PARADIS B: Distrotti, El Ouatassi, Alessandro Giangrasso, Gobbo, Luboz, Nex, Herman Testolin,Thomas Testolin. All.: Francesco Giangrasso. AYGREVILLE: Borre, Franceschini, Benvenuto, Mendez, Chianese, El Khayat, Pellù, Chiattone, Cuc, Nastasi, Rossi, Beleshi. All.: Zoppo-Cunéaz.

ESORDIENTI A 11 AYGREVILLE AOSTA 511

1 3

PARZIALI: 1-4, 0-0, 0-2. MARCATORI: 3 Campagnolo; 2 Iamonte; 1 Grosso, Cannatà. AYGREVILLE: Dattola, Boffetti, Giordano, Zanat, Federico Chabod, Ferrarese, Mammoliti, Ponsetti, Rovere, Rao, Bouihad, Caponetti, Cannatà, Giancotta. All.: Milani. AOSTA 511: Magro, Haddad,Veronesi, Bonazzi, Agostino, Gazzera,Tarchoun, Grosso, Campagnolo, Quaranta, Iamonte, Maio, Selmi, Xhaferi, Martinot, Bisson. All.: Rudda.

FENUSMA COURMAYEUR

2 2

PARZIALI: 1-0, 1-2, 0-0. MARCATORI: 1 Zani, Donato, Dal Molin, Marchini. FENUSMA: Artaz,Visinoni, Lombard, Ciurca, Doci, Lo Faro, Zani, Péaquin, Dimitrov, Donato, Roncali, Grivon, XavierVallet, AndréVallet, Grange, Perret, Ferraira, Ottomanelli, Mino, Lentini. All.: Chirico. COURMAYEUR: Chatel, Perrone, Cristofaro,Thierry Nobile, Borrelli, Carrel, Dal Molin, D’Urso, Perruquet, Bertolotti, Marchini, Blus, Dalla Valle, Nieddu, Belfrond, Lazzari, Cedric Nobile. All.: Mila.

GRAND COMBIN CGC AOSTA

3 1

PARZIALI: 2-0, 2-0, 2-2. MARCATORI: 3 Cottin, Loic Proment; 1 Viscariello, Milani. GRAND COMBIN: Ricci, Florian Luca, Elton Luca, Guerrisi, Cedric Proment, Cerva, Bredy, Bianquin, Davisod, Cottin, Asero, Glarey, Boverod, Marcato, Gulinello, Loic Proment. All.: Sebastien Proment. CGC AOSTA: Bazzano, Achchane, Affortunato, Chihi, Ciccarese, Cauzzi, Diaconu, El Khayat, El Gouzi, Guitouri, Larosa, Nicotera, Milani, Pession, Poli, Scala, Usel,Viscariello. All.: Bellissimo.

CHARVENSOD EVANCON

1 3

PARZIALI: 0-1, 0-0, 1-2. MARCATORI: 2 Macinato; 1 Arvat, Mammoliti. CHARVENSOD: Hassani, Fusa, Monteleone, Brunet, Lanzo, Pozza, Giannattasio, Fazari, Catalano, Mammoliti, Maruca, Polignone, Armand, Barletta, Figliuzzi, Corselli. All.: Macrì. EVANCON: Romei, Grizzi, Ruggeri, Bevilacqua, Joly, Chiumello, Bottoni, Macinato, Melis, Manca,Vergano, Arvat, Boscolo, Pinet, Muratore. All.: Pernice.


contatta la redazione sportiva allo 0165 231711 o scrivi a segreteria@ gazzettamatin.com

POSTER SU CARTA PATINATA

Per realizzare il

In alto da sinistra: Francesca Carere (dirigente), Nicolò Busetti, Mattia Massaro, Julien Cugnach, Alexi De Luna, Ivan Arghittu, Michele Iurlaro, Silvio Ferrarese (preparatore dei portieri). In basso da sinistra: Giuseppe Luberto (allenatore), Julien Betemps, Elia Caruso, Matteo Mercurio, Mattia Orfano, David Gagliardi.

ECOLE DE FOOTBALL ST-CHRISTOPHE PULCINI TERZO ANNO 2015-2016

60 lunedĂŹ 14 dicembre 2015


CALCIO

lunedì 14 dicembre 2015

ECCELLENZA 1ª giornata - Ritorno Volpiano - Aygreville. . . . . . . . . .0 - 2 Borgaro - Borgomanero . . . . . . . . .1 - 1 Virtus Verbania - Città di Baveno . . .3 - 2 Orizzonti Utd - Ivrea Banchette . . . .2 - 1 Vallée d’Aoste - Jr Biellese . . . . .0 - 0 Stresa - Juventus Domo. . . . . . . . . .1 - 0 Alpignano - No.Ve. . . . . . . . . . . . . .0 - 0 Varallo Pombia - Omegna . . . . . . . .5 - 2 Charvensod - Santhià . . . . . . . . .2 - 1

Prossimo turno Jr Biellese - Alpignano . . . . . . . . . (1-2) Santhià - Borgaro . . . . . . . . . . . . . (0-0) Città di Baveno - Orizzonti Utd . . . (1-2) Ivrea Banchette - Stresa . . . . . . . . (0-7) Juventus Domo - Charvensod . . . .(4-1) Omegna - Vallée d’Aoste . . . . . . .(3-0) Borgomanero - Varallo Pombia. . . . (1-1) Aygreville - Virtus Verbania . . . . .(1-1) No.Ve. - Volpiano . . . . . . . . . . . . . (3-1)

GIRONE A PROMOZIONE Squadra Borgaro Virtus Verbania Juventus Domo Orizzonti Utd Stresa Varallo Pombia Città di Baveno Jr Biellese Borgomanero Charvensod Alpignano No.Ve. Aygreville Santhià Omegna Vallée d’Aoste Ivrea Banchette Volpiano

P.ti 41 35 34 34 33 32 31 29 28 28 22 22 19 19 16 14 12 6

SECONDA ERIE B DCONNE ATEGORIA 1ª giornata - Ritorno Castellamonte - Aosta 511 . . . . .2 - 0 Champdepraz - Atletico Pont . . . .2 - 1 P.V.F. - CG Sanson. . . . . . . . . . . .0 - 3 Jr Salassa - Grand Combin . . . . .1 - 1 Valchiusella - Montjovet . . . . . . .1 - 0 La Vischese - Grand Paradis . . . .3 - 2 Bajo Dora - Quart . . . . . . . . . . . .1 - 2

Prossimo turno CG Sanson - Bajo Dora . . . . . . . .(2-0) Grand Combin - Champdepraz . . .(2-0) Aosta 511 - Jr Salassa . . . . . . . .(1-3) Montjovet - La Vischese . . . . . . .(1-3) Grand Paradis - P.V.F. . . . . . . . . .(5-0) Castellamonte - Quart. . . . . . . . .(1-3) Atletico Pont - Valchiusella . . . . . . (1-4)

Partite Reti G V N P F S 18 18 18 18 18 18 18 18 18 18 18 18 18 18 18 18 18 18

12 10 11 10 9 9 9 9 8 9 7 6 5 5 3 3 4 2

5 5 1 4 6 5 4 2 4 1 1 4 4 4 7 5 0 0

1 3 6 4 3 4 5 7 6 8 10 8 9 9 8 10 14 16

35 33 41 22 30 30 33 18 27 22 22 20 17 13 20 10 17 10

10 21 23 10 11 20 23 18 15 25 29 25 19 17 31 28 49 46

1ª giornata - Ritorno Rivarolese - BSR Grugliasco . . . . . .1 - 0 Mathi Lanzese - Caselle. . . . . . . . . .4 - 2 Pro Collegno - Città di Rivoli . . . . . .1 - 1 Pavarolo - Lascaris . . . . . . . . . . . . .1 - 3 Borgaretto - Quinci.Tava. . . . . . . . .0 - 2 Bollengo Albiano - Sporting Rosta . .4 - 1 Brandizzo - Union VdS. . . . . . . . . . .1 - 0 P.D.H.A. - Venaria . . . . . . . . . . . .3 - 1

Prossimo turno Città di Rivoli - Bollengo Albiano . . (2-4) Venaria - Borgaretto . . . . . . . . . . . (3-2) Lascaris - Brandizzo . . . . . . . . . . . (1-2) Quinci.Tava. - Mathi Lanzese . . . . . (0-1) Sporting Rosta - Pavarolo . . . . . . . (0-0) BSR Grugliasco - P.D.H.A. . . . . . .(0-3) Caselle - Pro Collegno . . . . . . . . . . (1-1) Union VdS - Rivarolese . . . . . . . . . (1-0)

61

GIRONE B Squadra

P.ti

Rivarolese Brandizzo P.D.H.A. Pavarolo Mathi Lanzese Lascaris BSR Grugliasco Union VdS Quinci.Tava. Città di Rivoli Bollengo Albiano Caselle Venaria Pro Collegno Borgaretto Sporting Rosta

38 38 36 28 26 26 24 24 23 22 20 18 13 9 8 7

Partite Reti G V N P F S 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16

12 12 11 7 8 8 7 7 6 6 6 5 3 2 2 2

2 2 3 7 2 2 3 3 5 4 2 3 4 3 2 1

2 2 2 2 6 6 6 6 5 6 8 8 9 11 12 13

34 31 35 32 35 32 31 25 19 30 25 19 13 9 10 14

9 11 14 17 32 21 28 16 16 27 33 27 31 39 38 35

P.ti

33 14 10 3 1 41 16

CG Sanson

32 14 10 2 2 31 14

Valchiusella

31 14 10 1 3 27 14

GIRONE C

Squadra

Fenusma - Agliè . . . . . . . . . . . . .2 - 0 Azeglio - Colleretto G.P.. . . . . . . . . .1 - 2 Chiavazzese - FC Biella . . . . . . . . . .1 - 0 Vigliano - Livorno F. . . . . . . . . . . . .2 - 0 Rodallese - Occhieppese . . . . . . . . .1 - 2 La Romanese - Red Devils Verrès .0 - 3 Bosconerese - S.V.C.. . . . . . . . . .2 - 1 Valle Cervo - Vallorco . . . . . . . . . . .3 - 2

Prossimo turno Vallorco - Azeglio . . . . . . . . . . . . . (2-1) Agliè - Bosconerese . . . . . . . . . . . (0-1) Livorno F. - Chiavazzese . . . . . . . . (3-1) Colleretto G.P. - Vigliano . . . . . . . . (0-1) Red Devils Verrès - Fenusma . . . .(1-0) FC Biella - Rodallese . . . . . . . . . . . (0-1) Occhieppese - La Romanese . . . . . (1-0) S.V.C. - Valle Cervo . . . . . . . . . . .(1-3)

1ª giornata - Ritorno

Partite Reti G V N P F S

La Vischese

1ª giornata - Ritorno

Red Devils Verrès Vigliano Bosconerese Fenusma Azeglio Vallorco S.V.C. Chiavazzese Valle Cervo Colleretto G.P. Occhieppese Agliè FC Biella Livorno F. Rodallese La Romanese

Grand Paradis - Chiavazzese . . . .1 - 4

Prossimo turno

Atletico Pont

5 14 1 2 11 15 38

P.V.F.

1 14 0 1 13 10 51

La Romanese

Quinci.Tava. - Castellamonte . . . . . (3-0) Gaglianico

Bonel anticipa Marazzato nel match tra Vallée d’Aoste e Jr Biellese

12 11 15 21 22 21 23 19 23 23 22 27 24 29 43 47

Partite Reti G V N P F S

29 11 9 2 0 32 7

13 11 3 4 4 18 24

21 14 6 3 5 20 13

9 14 2 3 9 14 30

38 27 25 28 31 31 26 21 26 26 18 25 16 23 11 10

20 11 6 2 3 18 9

22 14 7 1 6 23 21

Montjovet

2 3 4 5 6 4 5 7 6 5 4 7 9 9 13 15

22 11 7 1 3 44 18

Jr Salassa

17 14 4 5 5 15 19

1 3 2 2 1 5 4 1 3 5 8 4 3 4 1 1

Ivrea Montalto - Ponderano . . . . . . .3 - 0 Chiavazzese

Bajo Dora

Champdepraz 14 14 4 2 8 19 30

13 10 10 9 9 7 7 8 7 6 4 5 4 3 2 0

27 11 8 3 0 41 11

La Romanese - Quinci.Tava.. . . . . . .2 - 1 Quinci.Tava. Gaglianico riposa . . . . . . . . . . . . . . . . . Pollone

Aosta 511

16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16

Valle Elvo - Pollone . . . . . . . . . . . . .2 - 1 Valle Elvo

26 14 7 5 2 28 19

17 14 5 2 7 19 25

40 33 32 29 28 26 25 25 24 23 20 19 15 13 7 1

P.ti

Ivrea Montalto

Quart

Grand Paradis 19 14 5 4 5 29 21

Partite Reti G V N P F S

GIRONE A Squadra

Castellamonte - CGC Aosta . . . . .2 - 2

Grand Combin 27 14 7 6 1 35 15

Castellamonte

P.ti

JSRERIE PROVINCIALE B DONNE

GIRONE A D

Squadra

PRIMA CATEGORIA

15 11 5 0 6 23 26

12 10 3 3 4 16 23

Chiavazzese - Ivrea Montalto . . . . . (2-3) Grand Paradis 10 11 3 1 Gaglianico - La Romanese . . . . . . . (2-2) Ponderano 10 11 3 1 CGC Aosta - Grand Paradis . . . . .(1-2) CGC Aosta 6 11 1 3 Ponderano - Valle Elvo. . . . . . . . . . (1-1) Pollone riposa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Castellamonte 5 11 1 2

7 18 29 7 17 26 7 13 32 8 9 44

■ CALCIO A 5 GIOVANILE / Aosta 511 avanti anche in Coppa; vincono Juniores e Allievi; pari per le ragazze

L’Under 21 DICE 33 e si laurea campione d’inverno AOSTA - Dica 33. Proprio come i punti conquistati nelle prime undici partite dall’Under 21 dell’Aosta 511, che travolge 17-1 il Time Warp, penultima forza del raggruppamento, e si laurea così campione d’inverno, concludendo in testa a punteggio pieno il girone d’andata. Una partita senza storia quella contro i cuneesi, giocata di fronte al pubblico amico: sugli scudi uno scatenato Carvalho, autore di un pokerissimo, senza dimenticare le quattro reti ciascuno realizzate

da Iurmanò (foto) e Birochi, la doppietta di Pellegrino e i gol di Delgado e Lopez. I ragazzi di Rodrigo Rosa mantengono così tre lunghezze sull’Orange, che fatica e non poco a Druento sul campo dei Bassotti, vincendo 4-3. Domenica 20 dicembre, sempre al Montfleuri, si giocherà la prima di ritorno contro i volpianesi dell’L84, quarti in classifica con 21 punti. Intanto i gialloblu si qualificano per i sedicesimi di finale di Coppa Italia, grazie all’8-4 (dopo i tempi supplementari) rifi-

lato al Castellamonte. AOSTA 511: Gheorghita, Birochi, Sztraka, Estadideshad, Delgado, Lopez, Iurmanò, Carvalho, Pellegrino, Luberto. All.: Rosa.

ALLIEVI REGIONALI GIRONE A

ALLEVI PROVINCIALI

ALLIEVI F/B REGIONALI

Juniores La Juniores si aggiudica il posticipo della settima giornata, battendo 6-3 il Borgonuovo Settimo grazie alle doppiette di Pellegrino e Iurmanò, oltre ai gol

di Charrier e Sztraka. I gialloblu raggiungono così l’L84 in vetta a 18 punti. Il campionato riprenderà sabato 23 gennaio sul campo del Castellamonte. AOSTA 511: Luberto, Di Maio, Pagano, Brunod, Sztraka, Pellegrino, Charrier, Iurmanò, Estadideshad, Tufano, Gheorghita. All.: Rosa. Allievi Settima vittoria

ALLIEVI F/B PROVINCIALI

consecutiva per gli Allievi, che espugnano 10-2 il campo dell’L84 con il poker di Brunod, la doppietta di Tufano e i gol di Gos, Mascherona, Veronesi e Di Maio. I gialloblu restano al comando con 22 punti, con quattro lunghezze sull’Orange, che però ha una partita in meno. E domenica, al Montfleuri, è in programma il big match di alta classifica. AOSTA 511: Belmonte, Di Maio, Veronesi, Podio, Mascherona, Avallone, Gos, Tufano, Brunod. All.: Calli.

GIOVANISSIMI REGIONALI

Femminile

Ottimo punto per le ragazze, che impattano 3-3 sul campo dello Sportiamo, grazie all reti di Bari, Presciani e Lauri. Le gialloblu salgono a otto punti dopo otto giornate. Domenica al Montfleuri arriva la Juventus, seconda forza del girone. AOSTA 511: Rastello, Grosjacques, Di Renzo, Piccot, Scano, Presciani, Cozza, Costabloz, Ducly, Bari, Lauri, Gyppaz. All.: Concio-Faustinelli. ■ an.tro.

GIOVANISSIMI PROVINCIALI

3ª giornata - Andata

3ª giornata - Andata

3ª giornata - Andata

3ª giornata - Andata

3ª giornata - Andata

3ª giornata - Andata

A.Borgomanero - Venaria . . . . . .2 - 4

Bollengo Al. - Vallorco . . . . . . . . .2 - 0

Borgovercelli - Caltignaga . . . . . .3 - 2

A.Sangiustese - Aosta 511 . . . 1 - 0

Borgaro - San Mauro . . . . . . . . .2 - 0

Aygreville - Ivrea Montalto . . . 2 - 2

Alpignano - Pro Settimo . . . . . . .3 - 2

Settimo - Crescentinese . . . . . . .3 - 0

Evançon - S.V.C. . . . . . . . . . . . 2 - 2

Aygreville - Bollengo Al. . . . . . 3 - 0

Evançon - Lucento . . . . . . . . . 1 - 4

CGC Aosta - Bollengo Al.. . . . . 1 - 4

Aosta 511 - No.Ve. Calcio . . . . 2 - 5

Montanaro - Mathi Lanzese . . . . .1 - 3

Vanchiglia - Pro Settimo . . . . . . .3 - 1

CGC Aosta - Ivrea Montalto . . . 0 - 3

Rivarolese - A.Borgomanero . . . .0 - 0

Ivrea Banchette - Grand Combin . 1 - 0

Cameri - Jr Biellese. . . . . . . . . . .0 - 3

Grand Paradis - Ivrea Banchette . .6 - 0

Venaria - Jr Biellese . . . . . . . . . .2 - 2

Grand Paradis - Rivarolese . . . 2 - 4

Torino - Jr Biellese . . . . . . . . . . .4 - 0

Charvensod - Quinci.Tava. . . . . 5 - 1

Cenisia - Gozzano . . . . . . . . . . . .1 - 1 Squadra P.ti Partite G V N P Alpignano 7 3 2 1 0 Pro Settimo 6 3 2 0 1 Venaria 6 3 2 0 1 No.Ve. Calcio 6 3 2 0 1 Jr Biellese 6 3 2 0 1 Gozzano 5 3 1 2 0 Cenisia 4 3 1 1 1 A.Borgomanero 3 3 1 0 2 Cameri 0 3 0 0 3 Aosta 511 0 3 0 0 3

P.D.H.A. - Grand Combin . . . . . 3 - 2 Squadra P.ti Partite G V N P Mathi Lanzese 9 3 3 0 0 Bollengo Al. 9 3 3 0 0 Grand Paradis 6 3 2 0 1 Settimo 6 3 2 0 1 P.D.H.A. 6 3 2 0 1 Grand Combin 3 3 1 0 2 Vallorco 3 3 1 0 2 Ivrea Banchette 3 3 1 0 2 Montanaro 0 3 0 0 3 Crescentinese 0 3 0 0 3

Volpiano - Collegno P. . . . . . . . . .1 - 0 Squadra P.ti Partite G V N P Volpiano 7 3 2 1 0 Caltignaga 6 3 2 0 1 Borgovercelli 6 3 2 0 1 Pro Settimo 6 3 2 0 1 Vanchiglia 6 3 2 0 1 Jr Biellese 4 3 1 1 1 S.V.C. 3 3 0 3 0 Venaria 2 3 0 2 1 Evançon 1 3 0 1 2 Collegno P. 0 3 0 0 3

San Grato riposa . . . . . . . . . . . . . . . Squadra P.ti Partite G V N P Ivrea Montalto 6 2 2 0 0

Volpiano riposa . . . . . . . . . . . . . . . . Squadra P.ti Partite G V N P Lucento 6 2 2 0 0

Fenusma riposa . . . . . . . . . . . . . . Squadra P.ti Partite G V N P Bollengo Al. 9 3 3 0 0

Bollengo Al.

6

3

2

0

1

Borgaro

6

2

2

0

0

Charvensod

6

3

2

0

A.Sangiustese

4

3

1

1

1

A.Borgomanero 4

2

1

1

0

Ivrea Montalto

4

2

1

1

0

Aosta 511

4

3

1

1

1

Jr Biellese

3

2

1

0

1

Fenusma

4

2

1

1

0 0

4ª Giornata

5ª Giornata

4ª Giornata

Cameri - A.Borgomanero . . . . . . . . .

Bollengo Al. - Montanaro . . . . . . . . .

Gozzano - Aosta 511 . . . . . . . . . .

Settimo - Grand Combin . . . . . . . .

Jr Biellese - Alpignano . . . . . . . . . . .

1

Rivarolese

3

2

1

0

1

San Mauro

3

2

1

0

1

Aygreville

3

3

0

3

Aygreville

3

1

1

0

0

Volpiano

3

2

1

0

1

Ivrea Banchette 3

3

1

0

2

San Grato

1

1

0

1

0

Rivarolese

1

3

0

1

2

Grand Combin 1

3

0

1

2

CGC Aosta

1

2

0

1

1

Evançon

0

3

0

0

3

CGC Aosta

1

2

0

1

1

Grand Paradis

0

3

0

0

3

Torino squadra fuori classifica

Quinci.Tava.

1

3

0

1

2

4ª Giornata

4ª Giornata

1ª Giornata

Collegno P. - Venaria . . . . . . . . . . . . .

Aosta 511 - Aygreville . . . . . . . . .

A.Borgomanero - Torino . . . . . . . . . .

Grand Combin - Aygreville. . . .(1-1)

Jr Biellese - Evançon . . . . . . . . . . .

Bollengo Al. - San Grato . . . . . . . . . .

Jr Biellese - Evançon . . . . . . . . . . .

Fenusma - Ivrea Banchette . . .(1-0)

Crescentinese - Ivrea Banchette . . . . .

Pro Settimo - Caltignaga . . . . . . . . . .

Ivrea Montalto - Grand Paradis . . .

Lucento - Borgaro . . . . . . . . . . . . . .

Quinci.Tava. - Ivrea Montalto . . . (1-5)

No.Ve. Calcio - Venaria . . . . . . . . . . .

Grand Paradis - Mathi Lanzese . . .

S.V.C. - Vanchiglia . . . . . . . . . . . .

Rivarolese - A.Sangiustese . . . . . . . .

San Mauro - Volpiano . . . . . . . . . . . .

Bollengo Al. - Charvensod . . . .(2-1)

Pro Settimo - Cenisia . . . . . . . . . . . .

P.D.H.A. - Vallorco . . . . . . . . . . . .

Volpiano - Borgovercelli . . . . . . . . . .

CGC Aosta riposa . . . . . . . . . . . . .

Rivarolese riposa . . . . . . . . . . . . . . .

CGC Aosta riposa . . . . . . . . . . . . .

Prossimo turno

Prossimo turno

Prossimo turno

Prossimo turno

Prossimo turno

Prossimo turno


S P E C I A L E C L AU D E S P O RT

62

lunedì 14 dicembre 2015

■ SERIE A / Mangiardi & C. piegano a fatica l’ultima della classe; in A2 Balmobile perde colpi

CB Costruzioni, quanta sofferenza AOSTA - Prima giornata del girone di ritorno senza grandi emozioni in serie A1, dove la capolista Aldente C.S. Aymavilles mantiene la propria imbattibilità contro il G7 Team Café St-Anselme. Il match si conclude sull’1-1 con le reti siglate da Monti e Aprea. Si riduce, così, il vantaggio di Cortese & C. nei confronti della seconda, che ora è il CB Costruzioni, che soffre non poco per avere la meglio del fanalino di coda Vinosteria Antirouille, che si arrende per 5-4 al termine di un bel match deciso dal tris di Mangiardi al quale si aggiungono i centri di Salvadori e Spanò. Sul terzo gradino del podio - a -6 dalla vetta - si issa la Technos Medica che riesce a imporsi per 4-2 contro il sempre ostico MDA Edil: le reti del successo biancoazzurro so-

Diego Aprea

Battista Bruno

no messe a segno da Sterrantino, Ceccato, D’Aprile e Verde. Si attesta a metà classifica la Concessionaria Piaggio Giachino, che giovedì sera ha regolato 3-1 i Gelati Aldida, che nonostante il vantaggio di rapina di Nicoletta, non è riuscito a resistere alla reazione dei campioni in carica che hanno

ribaltato la situazione con i gol di Paganin, Chatrian e Verthuy. In chiave salvezza è di enorme importanza la vittoria conseguita dall’Impresa edile Bredy Devoix, che manda al tappeto per 4-2 il Caldarelli Team con i gol di Filippetto, Petey e una sfortunata autorete del neo acquisto Fabrizio D’Aprile. Anche in

A2 le prime della classifica non si fanno sorprendere, a partire dalla capolista Centro della Sicurezza, che si impone senza grandi problemi sul Prince Discoclub: 4-0 finale con doppietta di Luca Veronesi e reti di Martina e Uccelli. Restano in scia dei primi sia la Pasticceria Buzzi che il Ristorante La Brace: i primi infilano un tennistico 6-2 al Pellissier Helicopter, mandando a segno 5 giocatori diversi ossia Bruno, Lillaz, Mura, Pellegrino e Perrone, mentre i secondi battono per 2-0 l’Arte del Costruire grazie alle reti di Nebiolo e Sucquet. Si stacca dalle prime posizioni il Balmobile, che impatta 11 con il Centro Viman, mentre la Nuova Autoalpina sconfigge 1-0 l’Ultimo Piano Immobiliare superandolo in classifica. ■ r.g.

■ SERIE C / Regolando di misura il Bar Papà Marcel; in C2 balzo in avanti del Doceo Center

L’Armanac de Toubie riesce a non perdere la scia in vetta AOSTA - In vetta continua a vincere e convincere l’O.M., che contro il fanalino di coda Ristorante pizzeria Il Tripoli non perde la concentrazione e si impone

Osvaldo Béthaz

7-2. Meno facile, invece, il successo dell’Armanac de Toubie, che batte 2-1 il Bar Papà Marcel restando a tre punti dalla capolista. Qui a decidere la sfida ci pensano Genot e Rotundo. In zona salvezza importante vittoria per l’Autoriparazioni Autosprint contro la Ferramenta Peretto, ora distanziata di 5 punti in classifica: 3-2 finale grazie alla doppiettona di Carrozzino e alla rete di Béthaz. Lo Zazy’s Pub LD Market ferma l’inseguimento alle prime tre della Fides Banca Carige, fermata sul 4-4, mentre il Conad Verrès non dà scampo al Pizza Pazza. Nel 7-2 brillano Russo e Ferraro autori di 3 e 2 gol. In serie

C2 il Doceo Center sorprende l’Eurocamping Market Café de la Plaine recuperando in un solo colpo tre posizioni in classifica. Nel 4-2 finale fa la voce grossa Violante con una doppietta, mentre le prime della classe non si distraggono e così l’Eteredile mette ko per 4-0 il Café Monte Emilius con i gol di Bosetto, Campagnolo e Frison, e il Bar Fuorigioco Elvis Decorazioni non lascia scampo al Phoenix Bar Festa Immobiliare: 114 finale con triplette di Mochet e Rezzaro e doppietta di Del Grosso. Nelle ultime due gare in programma, 3-1 dell’In Bottiglieria Hidrovi sul Barba Team Da Ciro non solo pizza e piro-

tecnico 8-5 del Cip Tours sulla Locanda Lac Place Moulin grazie soprattutto alle doppiette di Duval, Marchesi e Tucci. ■ r.b.

SERIE A2

SERIE B1

SERIE B2

SERIE A1 Squadra

P.ti

ALDENTE C.S. AYMAVILLES CB COSTRUZIONI TECHNOS MEDICA G7 TEAM NIPPONLY 10 M.A. PIAGGIO GIACHINO IMPRESA BREDY DEVOIX MDA EDIL CALDARELLI TEAM GELATI ALGIDA VINOSTERIA ANTIROUILLE

27 22 21 19 18 16 13 10 9 7 6

G 11 11 11 11 10 11 11 11 11 11 11

Partite V N 8 3 6 4 6 3 5 4 5 3 4 4 4 1 3 1 3 0 2 1 2 0

P 0 1 2 2 2 3 6 7 8 8 9

SERIE A1 PIAGGIO GIACHINO

1

G7 TEAM CAFÉ ST-ANSELME 1 Marcatori: Monti (A); Aprea (G). Ammoniti: Zorzi (A); Cullet (G). TECHNOS MEDICA

4

MDA EDIL 2 Marcatori: Ceccato, Sterrantino C., D’Aprile G., Verde (T); Ciobanu Pe., Vlad (M). Ammoniti: La Marra (T); Ciobanu Pe., Calin (M). IMPRESA EDILE BREDY DEVOIX

4

CALDARELLI TEAM 2 Marcatori: 2 Filippetto, Petey, aut. D’Aprile Fa. (I); D’Aprile Fa., Diano (C). Ammoniti: Betemps D. (I); Cappellari, Dublanc (C). CB COSTRUZIONI

P.ti

CENTRO DELLA SICUREZZA PASTICCERIA BUZZI LA BRACE BALMOBILE NUOVA AUTOALPINA CENTRO VIMAN ULTIMO PIANO IMMOBILIARE PRINCE DISCOCLUB CHEZ DRINK BIRRA MENABREA ARTE DEL COSTRUIRE PELLISSIER HELICOPTER

27 25 24 19 17 17 15 10 7 7 1

Partite G V N 11 8 3 11 8 1 11 7 3 11 5 4 11 5 2 11 5 2 11 4 3 11 3 1 10 2 1 11 2 1 11 0 1

P 0 2 1 2 4 4 4 7 7 8 10

SERIE A2 3

GELATI ALGIDA 1 Marcatori: Paganin, Chatrian, Verthuy (C); Nicoletta (G). Ammoniti: Davì, Concio (C); Jacquin (G). ALDENTE C.S. AYMAVILLES

Squadra

5

VINOSTERIA ANTIROUILLE 4 Marcatori: 3 Mangiardi, Salvadori, Spanò (C); 2 Cabraz, Gerbore, Tagite Millet (V).

Squadra

P.ti

SOTTOSOPRA 22 SFIZIO TECNOCASA 21 LA CASA DEL FUOCO-AVIS ST-PIERRE 20 VALCOLOR-MOMÀ-BAR RUITOR 17 LE VIEUX BOURG 16 PUB BEAUTIFUL 13 SUPERMERCATI CHATRIAN 11 AGRICENTER JACQUEMOD 11 ENERGI 5 OSTEOSPORT COURMAYEUR 4

Partite G V N 10 7 1 10 6 3 10 6 2 10 5 2 10 5 1 10 3 4 10 3 2 10 3 2 10 1 2 10 1 1

P 2 1 2 3 4 3 5 5 7 8

SERIE B1

CENTRO VIMAN

1

BALMOBILE

1

Marcatori: Ligato (C); Cotroneo (B). Ammoniti: Dalle, Cacciatore (C); Cotroneo (B). CENTRO DELLA SICUREZZA

4

PRINCE DISCOCLUB

0

Marcatori: 2 Veronesi L., Martina, Uccelli (C). Ammoniti: Veronesi L., Ferrarese (C); Scordamaglia (P). ULTIMO PIANO IMMOBILIARE

0

NUOVA AUTOALPINA

1

Marcatori: Jorrioz (N). ARTE DEL COSTRUIRE

0

RISTORANTE LA BRACE

2

Marcatori: Nebiolo M., Sucquet (R). PASTICCERIA BUZZI

6

PELLISSIER HELICOPTER

2

Marcatori: 2 Mura, Bruno, Pellegrino, Perrone, Lillaz (Pa); Furfaro, Fimiano E. (Pe).

SOTTOSOPRA

3

VALCOLOR-MOMÀ-BAR RUITOR 5 Marcatori: 3 Andriolo (A); 2 Antonacci, 2 Tripodi, Dayné (V). Ammoniti: Andriolo (A). PIZZERIA LE VIEUX BOURG

4

OSTEOSPORT COURMAYEUR 3 Marcatori: Glassier, Sandri, Agostino, Fanny (P); 2 Vuillermoz, Castelnuovo (O). Ammoniti: Glassier, Agostino, Riga (P); Vuillermoz (O). PUB BEAUTIFUL

3

SFIZIO TECNOCASA 3 Marcatori: Marchese, Laface A., Cattarinussi (P); Masoni, Cerise, Torello (S). Ammoniti: Tripepi (P); Piperata, Masoni (S). SUPERMERCATI CHATRIAN

Squadra

P.ti

MONTEROSATERME BATACLAN INGEGNERIA E AMBIENTE A.C. FAVELAS EDILAOSTA F.C. CALIA OTTICA VISIVEDE LA THUILE CALCIO A 5 HOSTELLERIE CHEVAL BLANC ALPISTRUTTURE CARROZZERIA ALPINA

28 27 22 17 13 13 11 7 5 1

Partite G V N 10 9 1 10 9 0 10 7 1 10 5 2 10 4 1 10 4 1 10 3 2 10 2 1 10 1 2 10 0 1

Colpaccio del Sottosopra Suoi big match e primato AOSTA - Resta apertissima la serie B1, dove l’attenzione era rivolta totalmente allo scontro diretto fra le prime due della classifica. Il Sottosopra lo fa suo con un pirotecnico 6-5 inferto alla Casa del Fuoco Avis St-Pierre che così cede anche il primato. Per gli sconfitti non bastano la tripletta di Mammoliti e la doppietta di Chabod, poiché i bis di Carrozzino e Pison e le reti di Charles e Garatti mettono la freccia del sorpasso dei verdi. Non approfitta del tutto del big match della giornata lo Sfizio Tecnocasa, che si vede fermare sul 3-3 dal Pub Beautiful. Nonostante il mezzo passo falso, Torello & C. si prendono il secondo posto. Rientra nella lotta promozione anche il Valcolor Momà Bar Ruitor che batte per 5-3 l’Agricenter Jacquemod grazie alle doppiette di Antonacci e Tripodi e alla rete di Dayné. Nelle restanti due gare, vittoria per 4-3 della Pizzeria Le Vieux Bourg sull’Osteosport e goleada del Supermercati Chatrian sull’Energi (7-1). In B2, invece, nessuna variazione in cima alla graduatoria, dove resta solitario il Monterosaterme, che fatica non poco ad avere la meglio del coriaceo Calia, che cede per 4-2 pagando a caro prezzo la tripletta messa a segno da Chasseur. Resta in scia il Bataclan, che maramaldeggia sulla Carrozzeria Alpina Ritrovo del Borgo:

7

ENERGI 1 Marcatori: 2 Aillon, 2 Cullet, 2 Bich, Colella (S); Zerbo F. (E). Ammoniti: Marchetto (S).

A.C. FAVELAS EDILAOSTA

P 0 1 2 3 5 5 5 7 7 9

2

OTTICA VISIVEDE 5 Marcatori: Santise, aut. Garino (H); Benetti, Schiavo E., Avallone, Politano, Galvano (O). Ammoniti: Garino, Politano (O). BATACLAN

8

CARROZZERIA ALPINA RITROVO DEL BORGO 1 Marcatori: 4 Chasseur, 2 Thiebat N., Garino, Poser (B); Mean (C). INGEGNERIA E AMBIENTE SRL

3

ALPISTRUTTURE 1 Marcatori: Moretto, Tomas, aut. Pinelli (I); Muca (A). Ammoniti: Rudda (A). MONTEROSATERME

8-1 finale con poker di Chasseur. Al terzo posto si conferma, anche in questo caso, l’Ingegneria e Ambiente Srl, vincente per 3-1 sull’Alpistrutture, mentre l’Ottica Visivede regola 5-2 l’Hostellerie du Cheval Blanc. Nell’ultima gara del girone da registrare il 3-2 con cui il Favelas Edilaosta regola il La Thuile, confermandosi così quarta forza del raggruppamento. ■ r.b.

Matteo Chasseur

Squadra

P.ti

O.M. ARMANAC DE TOUBIE CONAD VERRÈS FIDES-BANCA CARIGE PIZZA PAZZA BAR PAPÀ MARCEL AUTOSPRINT FERRAMENTA PERETTO ZAZY’S PUB-LD MARKET IL TRIPOLI

30 27 22 18 13 12 11 6 5 0

Partite G V N 10 10 0 10 9 0 10 7 1 10 5 3 10 4 1 10 4 0 10 3 2 10 1 3 10 1 2 10 0 0

SERIE C2 P 0 1 2 2 5 6 5 6 7 10

SERIE C1 3

LA THUILE CALCIO A 5 2 Marcatori: Lanzo R., Varamo, Pezzella (A); Jacquemod M., Sorarù (L). Ammoniti: Macrì G., Lanzo R. (A). HOSTELLERIE DU CHEVAL BLANC

Laurent Cullet

SERIE C1

SERIE B2 6

LA CASA DEL FUOCO-AVIS ST-PIERRE 5 Marcatori: 2 Carrozzino, 2 Pison, Charles, Garatti M. (S); 3 Mammoliti, 2 Chabod (L). Ammoniti: Ferrari Trecate (S). Espulsi: Melloni (L). AGRICENTER JACQUEMOD

Andrea Rezzaro

■ SERIE B / Nessuno scombussolamento in testa in B2

4

F.C. CALIA 2 Marcatori: 3 Chasseur Ma., Viot (M); 2 Monteleone (F). Ammoniti: Chasseur Mi., Favre G. (M); Mantelli, Blanc (F).

ZAZY’S PUB-LD MARKET

3

CONAD VERRÈS 7 Marcatori: 3 Abram (P); 3 Russo, 2 Ferraro, Sferra, Cantarella (C). Ammoniti: Russo (C). AUTORIPARAZIONI AUTOSPRINT

3

FERRAMENTA PERETTO 2 Marcatori: 2 Carrozzino, Béthaz (A); Trieste Ant., Trieste, And. (f). ARMANAC DE TOUBIE

2

BAR PAPÀ MARCEL 1 Marcatori: Genot, Rotundo (A); Carvelli (B). Ammoniti: Genot (A). O.M.

P.ti

ETEREDILE BAR FUORIGIOCO EUROCAMPING MARKET IN BOTTIGLIERIA-HIDROVI CIP TOURS DOCEO CENTER LAC PLACE MOULIN PHOENIX BAR CAFÉ MONTE EMILIUS BARBA TEAM

26 23 19 18 18 12 11 10 3 2

Partite G V N 10 8 2 10 7 2 10 6 1 10 5 3 10 6 0 10 3 3 10 3 2 10 3 1 10 1 0 10 0 2

P 0 1 3 2 4 4 5 6 9 8

SERIE C2 4

FIDES ASS.NI-BANCA CARIGE 4 Marcatori: 2 Lungu, Abbate, Ruggiero (Z); 2 Noro, Gallo, Fortunato (F). Ammoniti: Ferraro (Z); Galvani (F). PIZZA PAZZA

Squadra

7

RIST. PIZZ. IL TRIPOLI 2 Marcatori: 2 Perrone, Artaz N., Gaspard, Panetto, Artaz E., aut. Tribunella M. (O); 2 Tribunella M. (R). Ammoniti: Perrone (O).

DOCEO CENTER

4

EUROCAMPING MARKET-CAFÉ DE LA PLAINE 2 Marcatori: 2 Violante, Borrello, Tagliaferro S. (D); Zaramella, De Capité (E). Ammoniti: Tagliaferro S., Gagliano (D); Zaramella (E). Espulsi: Libertini (E). ETEREDILE

4

CAFÉ MONTE EMILIUS 0 Marcatori: 2 Bosetto, Campagnolo A., Frison M. (E). Ammoniti: Campagnolo A. (E). BARBA TEAM-DA CIRO NON SOLO PIZZA

1

IN BOTTIGLIERIA-HIDROVI 3 Marcatori: Giallombardo (B); Tomis, Fazari D., Zangrillo (I). Ammoniti: Tomis, Bugiardini, Fughetta (I). BAR FUORIGIOCO ELVIS DECORAZIONI 11 PHOENIX BAR-FESTA IMMOBILIARE 4 Marcatori: 3 Mochet, 3 Rezzaro, 2 Del Grosso, Saggese, Sisto, aut. Manzari (B); 4 Cerise (P). CIP TOURS

8

LOCANDA LAC PLACE MOULIN 5 Marcatori: 2 Tucci, 2 Duval, 2 Marchesi, Nordera, Lucat (C); 4 Petitjacques M., Vaudan N. (L).


PA L L AC A N E S T RO

lunedì 14 dicembre 2015

63

■ SERIE D / Anche Galliate vince al PalaMiozzi, gli aostani chiudono l’andata a zero punti

La Moretti gira in FONDO 54 (30) 68 (26)

PARZIALI: 19-15, 11-11, 12-27, 12-15. BIRRA MORETTI ZERO: Cosentino 11, Lucchi 2, Maglione 13, Fabio Plati 2, Seminara 5, Kratter, Parolo 2, Caruso Gamallo 17, Garofalo, Benzo. Coach: Renna. GALLIATE: Nicola Ugazio 6, Gallina 20, Simone Ugazio 9, Bassi 10, Abruscato 8, Gambaro, Mamone, Bozzola 4, Massara 2, Marchetto 5,Vellata 4. Coach: Zanotti. ARBITRI: Castellaro di Grugliasco e Cuomo di Torino.

Alain MULLER Inviato al PalaMiozzi AOSTA - La Moretti chiude il girone di andata del campionato di serie D (nel prossimo week end il quintetto del presidente Amedeo Giovannelli osserverà il suo turno di riposo) a quota zero punti, con dodici sconfitte su dodici partite. Venerdì sera si è ripetuto lo stesso copione: anche Galliate, superata qualche difficoltà iniziale, è passata al PalaMiozzi, più deserto del solito (ed è tutto dire). La Moretti, come in altre occasioni, è partita bene, ma,

come già osservato, l’autonomia non copre i quaranta minuti. In questo caso, la squadra ha retto fino a metà del terzo quarto, poi ha segnato il passo e non si è più ritrovata. E’ un peccato, perché nel primo tempo gli aostani hanno evidenziato una buona circolazione di palla, un’esecuzione di schemi a tratti addirittura eccellente, con azioni fluide e tiri ben costruiti e ancor meglio finalizzati. Anche in difesa, hanno messo in campo una grinta e un impegno ef-

ficaci nell’imbrigliare l’attacco avversario, contenendolo con autorità. Il primo quarto si chiudeva con la Moretti avanti di quattro punti, sul 1915 che, a inizio seconda frazione si incrementava ulteriormente. Sul 23-15 siglato da Maglione, Coach Zanotti si vedeva costretto a chiamare time out per riorganizzare le fila. Alcune palle perse consentivano a Galliate di rientrare e chiudere all’intervallo lungo sempre a meno quattro (3026). Il vantaggio, seppure li-

mitato, sembrava autorizzare l’ipotesi della fine dell’incantesimo che aveva finora paralizzato la Moretti a zero vittorie. Ma il sogno durava poco e progressivamente lasciava il proscenio alla spiacevole realtà. Gallina, l’elemento più talentuoso di Galliate, sicuramente MVP dell’incontro, usciva dall’ombra che l’aveva avvolto fino ad allora e prima avvicinava i suoi (35-33), poi li conduceva al sorpasso (37-41). La Moretti si disuniva e gli ospiti piazzavano un parziale di dieci a

1ª DIVISIONE

Il Paolo Preti vince a Torino, giovedì un derby tra capoliste TORINO - Sarà un derby tra prime della classe, quello che giovedì 17 dicembre andrà in scena alle 21 al palazzetto dello sport di Pont-St-Martin. Il Paolo Preti, vincendo 64-53 a casa del New BM 2010, ha agganciato in vetta alla classifica i cugini del Fenix Aosta, fermi questa settimana, avendo già giocato il match della quinta di andata. La gara di giovedì a Torino ha visto i biancoverdi valdostani partire con la difesa a uomo e chiudere il primo quarto avanti 16-8, per poi andare al riposo lungo con sei

punti di vantaggio (36-30). A metà del terzo quarto il Paolo Preti è passato a zona, ha ben contenuto il ritorno dei torinesi (13-16), per poi imporsi, trascinato da Fabio Marchiando (foto), senza particolari patemi (15-7). PAOLO PRETI PONT DONNAS: Marchiando 14, Luca Torino 9, Simone Torino 13, Bongiovanni 3, Chieno 2, Mastrocinque 2, Domenighini 7, Catenazzi 9, Enrico Bellardone, Carpino, Martignene 5. Coach: Diego Bellardone. ■ r.g.

zero. Per fortuna Caruso Gamallo e Maglione, con un tre più due, evitavano il peggio, ma gli ospiti erano comunque a più undici (42-53) al termine del terzo quarto, dominato doppiando gli avversari (12-27). L’ultima frazione non riservava sorprese, né tantomeno la reazione dei gialloneri, che non andavano oltre un sussulto di dignità e di orgoglio. Attualmente, la Moretti può invertire la rotta solo se i tre tenori (Caruso Gamallo, Cosentino e Maglione) si esprimono costantemente al meglio delle loro possibilità, congiuntura non sempre verificabile, i cali in una partita sono da mettere in conto. I giovani faticano ancora ad assumersi responsabilità e, forse, è naturale che sia così; c’è tutto il girone di ritorno per crescere, e cercare di risalire una classifica desolante, ma non è detto che basti. Al termine della gara Gregory Parolo commenta la serata: «Abbiamo iniziato bene, poi siamo calati. A mio parere non è un problema fisico, ma esclusivamente di testa. Per riuscire a migliorare nel girone di ritorno dobbiamo lavorare moltissimo sulla concentrazione».

12ª giornata - Andata Novara - Trecate ...............84 - 62 Moretti Zero - Galliate . 54 - 68 Alfieri - Settimo.....................n.p. San Mauro - Vercelli .........46 - 89 Trino - Ghemme ....................n.p. San Maurizio - Montalto...80 - 59 Chez Drink riposa ...................

SERIE D GIRONE A

MORETTI ZERO GALLIATE

Squadra

P.ti

Partite G V P

Vercelli San Maurizio Ghemme Trino Novara Alfieri Settimo Galliate Montalto Chez Drink Trecate San Mauro Moretti Zero

22 18 16 14 12 12 12 10 8 8 6 2 0

11 11 10 10 11 10 10 11 11 11 11 11 12

11 9 8 7 6 6 6 5 4 4 3 1 0

0 2 2 3 5 4 4 6 7 7 8 10 12

Prossimo turno 13ª Giornata Montalto - Alfieri ........................ Galliate - San Mauro ................... Trecate - Chez Drink................ Settimo - Trino............................ Ghemme - Novara ...................... Vercelli - San Maurizio ................ Moretti Zero riposa.................

■ GIOVANILE / Doppietta settimanale per i ragazzi di Daniel Rossi; sorridono anche Caffé Giuliano e Rouge et Noir; Di Gel vicina all’acuto

Continua la marcia TRIONFALE del Monte Emilius UISP AOSTA - Una compagine che continua il proprio filotto, due sorrisi di cui uno al femminile e un gruppo che sfiora un bel colpaccio dopo la débacle dell’andata. Questo il riassunto della settimana di basket giovanile nella nostra regione. UNDER 18 REGIONALE

MONTE EMILIUS UISP 86 (44) CIRIE’ 58 (25) MONTE EMILIUS UISP: De Leo 14; Macrì P. 1; Lame 5; Vinci A. 24; Mosconi 10; Cossard 3; Nicolet 10; Pina Barros 4; Menegolo; Vaudan M. 3; Vaudan A. 12. Coach Rossi. Continua la marcia trionfale del Monte Emilius UISP che ha fatto un sol boccone del Cirié chiudendo ogni discorso già all’avvio (14-2 al 4’) sfruttando con Andrea Vinci e Fabio Mosconi i mismatch favorevoli. A parte un logico e naturale calo di concentrazione in fase difensiva nel secondo quarto, la partita è stato un monologo dei ragazzi di Daniel Rossi, che ha avuto un contributo elevato anche dalla panchina con le triple messe a segno da Mattia Vaudan e dal rientrante Samuele Lame. Infine, bisogna segnalare i primi due canestri messi a segno dall’esordiente Pina Barros.

USAC RIVAROLO MONTE EMILIUS UISP

51 (28) 82 (34)

MONTE EMILIUS UISP: Lotto 7; De Leo 9; Giordano 6; Lame; Vinci A. 28; Mosconi 16; Cossard; Nicolet 10; Pina Barros; Menegolo;Vaudan M. 2;Vaudan A. 4. Coach Rossi. Il Monte Emilius UISP, passando agevolmente sul campo della diretta rivale Usac Rivarolo, ha pressoché ipotecato, con molto anticipo, il passaggio alla poule finale, alla quale accederanno le due prime classificate di tutti i gironi eliminatori. All’inizio dell’ incon-

tro, i ragazzi di Daniel Rossi hanno patito il gioco fisico attuato dai locali, facilitato dalla troppa permissività dell’arbitro. Ci ha pensato un incontenibile Andrea Vinci a propiziare, prima dell’intervallo il primo allungo degli aostani. Il finale di patita del Monte Emilius UISP è stato a dir poco travolgente, con una difesa pressoché perfetta che ha annichilito i piemontesi che hanno subito un parziale di 6-27 nell’ultimo quarto, con in evidenza Leonardo Lotto e i sostanziosi Armin Nicolet (12 rimbalzi) e Fabio Mosconi, che finalmente ha imparato a usare il suo fisico sotto canestro. UNDER 16 REGIONALE Dopo il turno di riposo di questa settimana, la Savda ritornerà in campo sabato prossimo alle 18 ricevendo la visita dell’insidioso ECS Crescentino. UNDER 15 ELITE

IL CANESTRO DI GEL

71 (42) 45 (26)

DI GEL: Mimotti 9; Mirabello; Monti 8; Pardini 2; Popescu; Rollandin; Scattolin 12; Silvestri; Sulis 3; Trecate 6. Coach Grattacaso. I ragazzi di Aldo Grattacaso, scesi in campo in formazione molto rimaneggiata, hanno retto il ritmo dei locali solamente nel primo quarto (2014 al 10’) con un positivo Simone Mimotti. Poi, nel secondo quarto, i locali hanno spiccato il volo e il coach Aldo Grattacaso ha sfruttato l’occasione per dare spazio ai migliori prospetti dell’Under 14 che hanno tenuto bene il campo.

DI GEL NOVARA

36 (20) 46 (22)

DI GEL: Borrione 12, De Gattis 9, Lupi, Mimotti, Monti 6, Pardini, Rollandin, Scattolin 4, Scaperrotta 1, Silvestri, Su-

Il Caffé Giuliano è passato agevolmente sul campo del Livorno Ferraris grazie a un ottimo avvio dell’incontro (4-13 al 10’). Stranamente, le ragazze di Pietro Catalfamo hanno segnato con migliori percentuali da tre punti che da due punti, con ben cinque triple messe a segno, sfruttando soprattutto la buona regia di Melissa Genestrone. Samuele Lame

Simone Mimotti

lis,Trecate 4. Coach Grattacaso. Va vicina alla mezza impresa la Di Gel, che sfiora la vendetta contro un Novara che nel match di andata aveva inflitto una sonora lezione agli aostani. I ragazzi di Aldo Grattacaso, dopo un primo quarto timido, rientrano nel match e rimangono attaccati ai novaresi fino ai minuti finali, quando qualche ingenuità dei padroni di casa e la precisione dalla lunetta degli ospiti permettono a Novara di mettere le mani sul match. Per la Di Gel rimangono i chiari segnali di miglioramento e la dimostrazione di potersela finalmente giocare.

po una lunga serie di infortuni. Il Raso Noleggi tornerà sul parquet domenica 20 alle 11.30 nella difficile trasferta di Collegno.

UNDER 14 ELITE

RASO NOLEGGI KOLBE TORINO

71 (35) 45 (17)

RASO NOLEGGI: Franco 2, Borney, Farina 15, Morandi, Pugliese, Sergi, Lallinaj 12, Deramo 2,Trabbia L. 25, Cuneaz 10, Favre, Schena. Coach Frison. Bella vittoria casalinga per il Raso Noleggi, che mette le cose in chiaro già nel primo quarto contro il Kolbe. I ragazzi di Andrea Frison tengono alto il ritmo e caricano di falli le bocche da fuoco torinesi, trovando canestri in contropiede con il devastante Lorenzo Trabbia, che propizia il parziale del secondo quarto (18-6) che di fatto chiude il match. Nei valligiani una nota di merito va data a Rodolfo Borney, al rientro do-

UNDER 14 REGIONALE

ALGIDA VICTORIA TORINO

31 (16) 70 (45)

ALGIDA: Mirabello 13; Vallino 4; Scaperrotta 2; Fazari 2; Bertone 2; Popescu 2; Paba 2; Monti 4; Trecate; Arnod; Monet. Coach Rosset S. Con Andrea Trecate e Jacopo Scaperrotta in precarie condizioni fisiche, l’Algida ha disputato una partita dignitosa al cospetto dell’imbattuta capolista Victoria Torino, trascinata dal muscolare lungo Leonardo Tramontana, autore di ben 36 punti e padrone assoluto sotto i tabelloni. Nell’Algida bisogna segnalare la buona prestazione di Stefano Mirabello, autore anche di due triple. Domenica prossima i ragazzi di Silvia Rosset giocheranno alle 17.30 sul campo del Cirié B, dove avranno un’altra possibilità per muovere la classifica. UNDER 14 FEMMINILE

LIVORNO FERRARIS CAFFE’ GIULIANO

42 (14) 67 (26)

CAFFE’ GIULIANO: Longhi 6; Billotti 2; Figliorelli 2; Genestrone 2; Trossello 2; Marchesini; Gritti 15;Trabbia A. 17; Renda 10; Gaida 11. Coach Catalfamo.

CASTELNUOVO SCRIVIA 54 (23) CAFFE’ GIULIANO 37 (16) CAFFE’ GIULIANO: Longhi 2; Meloni K.; Genestrone 2; Trossello; Meloni C.; Marchesini; Piola; Gritti 15; Trabbia A. 8; Renda 2. Coach Catalfamo. Il Caffé Giuliano non è riuscito a fermare la marcia trionfale dell’imbattuta capolista Castelnuovo Scrivia che, già nel primo quarto, ha distanziato (14-5) le stelline con ritmo alto e pressing. Purtroppo le ragazze di Pietro Catalfamo hanno tirato con percentuali insufficienti e hanno risentito della fatica per i troppi impegni ravvicinati. La delusione della sconfitta è stata in parte compensata dalle certe convocazioni per i prossimi tornei della rappresentativa piemontese delle annate 2002/03 di Marta Gritti e Melissa Genestrone. Venerdì prossimo alle 18.30 altro difficile incontro esterno per il Caffé Giuliano contro la diretta rivale Biella. UNDER 13 REGIONALE

LETTERA 22 IVREA ROUGE ET NOIR

18 (9) 35 (25)

ROUGE ET NOIR: Andriolo 5; Giunti 12; Papa 4; Maio 9; Regruto Tomalino 2; Broccolato 3; Malara; Malasi; Ferraro; Mantovani. Coach Rosset E. IL Rouge et Noir si è aggiudicato abbastanza facilmente il derby della Dora, riuscendo a distanziare gli eporediesi con un ottimo secondo quarto con parziale di 14-1 con di-

fesa attenta e tante ripartenze in contropiede concluse da un preciso Giacomo Giunti. Nella ripresa i ragazzini di Elis Rosset hanno ben gestito il vantaggio accumulato nonostante il gioco duro attuato spesso dai padroni di casa. Domenica prossima alle 18 difficile impegno casalingo del Rouge et Noir contro il Biella. L’Hibou Projet questa sera alle 18 giocherà a Ponderano, mentre domenica prossima alle 11 ospiterà il Trivero. GRAN GALA’ MOLISE Nessun successo per la rappresentativa valdostana 2002 che ha partecipato, a Termoli, alla quinta edizione del Gran Galà del Molise. Nel girone eliminatorio, la Valle d’Aosta è stata sconfitta nell’ordine dall’ Abruzzo (58-38) e dalla Basilicata (77-35), giocando con i lucani un gran terzo periodo. Nella finale 5°-6° posto, i ragazzi di Andrea Frison hanno ceduto (53-47) al Molise, giocando però a lungo alla pari con i padroni di casa. Il Referente Tecnico Territoriale Raffaele Romano è comunque soddisfatto per la trasferta: «E’ stata un’esperienza importante per i nostri ragazzi che non hanno sfigurato per niente tecnicamente, nonostante abbiano affrontato compagini come l’Abruzzo, in prima fascia al Trofeo delle Regioni. Purtroppo, rispetto alle altre regioni, siamo molto indietro fisicamente. Un plauso va fatto agli organizzatori del Molise che ci hanno aiutato prontamente in ogni occasione». Ecco la classifica finale del Galà del Basket del Molise: 1ª Marche, 2ª Basilicata, 3ª Abruzzo, 4ª Calabria, 5ª Molise, 6ª Valle d’Aosta. VALLE D’AOSTA: Trabbia L. 20; Cuneaz 16; Farina 20; Lallinaj 6; Deramo 8; Morandi 1; Pugliese 4; Franco 2; Trecate 24; Mirabello 4; Macrì 2; Scaperrotta 13. Coach Frison. ■ Gabriele Peloso


PA L L AVO L O

lunedì 14 dicembre 2015

■ C FEMMINILE / Dopo una partenza lenta, le aziendali piegano il Barge

E’ una Cogne DIESEL PARZIALI: 18/25, 25/23, 25/20, 25/19. COGNE ACCIAI SPECIALI: Albarello, Giulia Zanin, Segalina, Michela Bajo, Zuccolotto, Henry, Valeria Zanin, Chira, Philippot, Ricciardello, Danna, Gianninotto (L1), Cavallo (L2). Coach: Leo Bajo. SPORTING BARGE: Fiorelli, Sarzotti, Re, Chiale, Cappai, Bono, Bocchetto,Trivellin, Banchio, Cardonati, Alesso, Benedetto (L1), Savio (L2). Coach: Picotto. ARBITRO: Grillone di Torino.

Andrea MANFRIN Inviato alla Peila-Pressendo AOSTA - La Cogne Acciai Speciali batte 3-1 il Barge e continua la sua rincorsa alle zone nobili della classifica. Le ragazze di Bajo partono sottotono e si fanno infilare fino al 2/10 da un’ottima prestazione di Cappai, che non sbaglia una palla. Le aziendali reagiscono e si portano sul 14 pari, ma sono ancora le cuneesi a scappare e a chiudere 18/25. Il secondo set comincia in maniera totalmente diversa, con Ricciardello e compagne che partono forte, volando 10/4; il Barge si rifa sotto trascinato da Cappai, ma le aostane allungano 20/12. Sembra fatta, ma le padrone di casa allentano la presa e consentono alle ospiti di rien-

AOSTA - Settimana intensa per il volley di chez nous. Prima Divisione Partono con il piede giusto Pont-Saint-Martin, Fenusma ed Evançon. Il sestetto della bassa Valle batte 3-0 l’Aymavilles, mentre le castellane superano 1-3 il CRAI CSI Châtillon. Infine l’Evançon si impone 3-0 sul Grand Combin. PONT-SAINT-MARTIN: Andreoli, Bonin, Bordet, Bottan, Gamba, Gnorra, Guglia, Martinetti, Monetta, Pavani, Paduroux Trompetto. Coach: Callegaris AYMAVILLES: M. Percali, R. Percali, Balfo, Nfezi Brunod, Giorinetti, Pegorotto, Bich, Farina, Pianezzola, Herin, Melina, Tomasoni, Donatoni. Coach: Pinci CHATILLON: Bordet, Montanari, Haludilo, Boretaz, Moubtassim, Joly, Farys, Treves, Placenti, Moise, Berga, Mamertino. Coach: Vittone FENUSMA: G. Genna, Porliod, Zanoli, Bettio, Lexert, Gremmo, Monticciolo, Fiorini, Frutaz, I. Genna, Mazzoleni, Hugonin, Favre. Coach: Genola EVANCON: A. Di Giuseppe, S. Di Giuseppe, Treves, S. Cout, E. Cout, Neyroz, Gen, Giovanzana, Cornaz, Leonova, Termine, Fosson GRAND COMBIN: Aiello, Berthod, Bonetti, Arghittu, Mammoliti, Carlotto, Cuaz, Nelva Stellio, Moniotto, Peaquin, De Gaetano, Capra. Coach: Goresi Under 18 Sei vittorie in sei partite (l’ultima 3-0 con il Fenusma) per il Framavetri che si laurea campione regionale. Sorride anche il Grand Combin che vince 32 sul Pont-Saint-Martin. GRAND COMBIN: Caccamo, Capra, Moniotto, Bonetti, A. Nelva Stellio, E. Nelva Stellio, Colella, Rao, Ndoja. Coach: Goresi PONT-SAINT-MARTIN: Bettoni, Camizi, Depetro, Fabiole, Mzzarello, Ratto, Ruatto. Coach: Costa FRAMAVETRI: Cavallo, Agostinelli, Boccato, Bonetti, Christillin, Pallais, Philippot,

trare; a scacciare le streghe ci pensa Michela Bajo, che suona la carica e porta le sue compagne al pareggio 25/23. Si cambia campo, la Cogne opera un primo break, 10/6, ma Cardonati ricuce fino al 15-15, costringendo coach Bajo a chiamare il time out per correggere una serie di errori difensivi. La mini pausa è corroborante per le aostane, che pigiano di nuovo

sull’acceleratore e si impongono 25/20. Nel quarto set la battaglia si fa aspra, i due muri lasciano pochi spazi alle schiacciate e la partita diventa una sfida a scacchi con molti scambi e palloni messi a terra solo grazie a virtuosismi individuali. L’atteggiamento delle padrone di casa, però, risulta un po’ superficiale, emerge a più riprese la capacità di chiudere il pun-

to, ma questa diventa un’arma a doppio taglio perché fa calare la concentrazione e per il Barge diventa sufficiente fare un paio di difese oltre la normalità per recuperare lo svantaggio accumulato. Dal 10/10, con uno sforzo in ricezione, la Cogne A.S. riesce a limitare le sbavature e vola verso una meritata vittoria 25/19. A fine match il commento è

affidato a Mihaela Chira (foto): «E’ stata una bella partita, avevamo di fronte una squadra abbastanza completa e noi abbiamo giocato bene. In battuta siamo state piuttosto efficaci, abbiamo murato meglio del solito e anche se siamo partite convinte che la partita fosse facile, prendendo sottogamba l’avversario, alla fine abbiamo raggiunto l’obiettivo».

■ D FEMMINILE / Le castellane superano il Novara e restano terze

Il Mobili Pramotton non si distrae MOBILI PRAMOTTON TEAM VOLLEY NOVARA

3 0

PARZIALI: 25/17, 25/21, 25/23. FENUSMA MOBILI PRAMOTTON: Genna, Martinet, Pilia, Buson, Bertocco, Brunod, Ferraris, Cabrio, Anselmi, Scandariato, Martello (L). Coach: Chapellu. TEAM VOLLEY NOVARA: Oliva, Marta Vigliotti,Vecchio, Baracco, Iris Vigliotti, Pignatelli, Piva, Oldani, Andreoni, Andorno (L1), Vietti (L2). Coach: Brizzi. ARBITRI: Brocardo e Uda di Aosta.

Michael GHIGNONE Inviato a Fénis FENIS - Bella vittoria del Fenusma Mobili Pramotton, che tra le mura amiche ha la meglio 3-0 sul Team Volley Novara. Partita di carattere,

quella giocata dalle giocatrici di casa, che per l’occasione sfruttano al meglio l’apporto delle giocatrici più giovani, vincendo una partita rivelatasi più difficile del previsto, riuscendo a issarsi al terzo posto in classifica. Ottimo primo set delle ragazze di coach Chapellu che mettono subito in difficoltà le avversarie e controllano senza problemi il punteggio, sfruttando la vena realizzativa di Roberta Pilia per un chiaro 25/17. Nel secondo set reazione caparbia delle novaresi, che iniziano alla grande portandosi sul momentaneo 6/0; poi arriva la reazione del Fenusma Mobili Pramotton, che porta la partita a una lotta punto a punto fino al parziale di 18/18, quando a fare la differenza per le castellane sono l’esperienza di Bertocco e Pilia, che portano il risultato a loro favo-

■ GIOVANILE / Le aostane vincono il titolo Under 18

Framavetri CAMPIONE Presti, Serravalle, Servidio, Zuccolotto, Giovinazzo, Ceca. Coach: Grumolato FENUSMA: Porliod, Gianotti, Scandariato, Bettio, Lexert, Gremmo, Brunod, Mazzoleni, Frutaz, Anselmi, Favre, Fiorini, Monticciolo. Coach: Genola Under 14 Doppio scontro tra Evançon Volley e Scuola Pallavolo Aosta. In entrambi i casi sono state le aostane ad aggiudicarsi l’incontro per 1-3. Bene anche la Gelateria Diana che s’impone 1-3, mentre il CRAI CSI Châtillon supera 0-3 l’Aosta Volley. EVANCON: Pramotton, Nicolet, Quaranta, Joly, Giovanzana, Albertazzi, Biaris, Morelli, Rolland, Brunasso SCUOLA PALLAVOLO AOSTA: I. Anello, L. Anello, Caputo, Ceccarelli, Dellio, lamazzi, Limonet, Monteleone, Ricci, Sterrantino, Zaramella, Zurru. Coach: Ferrari PONT-SAINT-MARTIN: Bettoni, Depetro, Levi, Monetta, Pramotton, Ratto, Ruggeri. Coach: Costa GELATERIA DIANA: Argirò, Moretti, Fabozzi, Cordì, Ricciardello, Salmin, Segalina, Quendoz,Tercinod. Coach: Manconi AOSTA VOLLEY: Berthod, Da Canal, Balbis, Sebbane, C. Bergamasco, Marguerettaz, Ricci, Zola, Lanza, Cavallero, A. Bergamasco. Coach: Trevisan CHATILLON: Martinet, Juglair, Savoini, Moise, Borettaz, L. Epiney, M. Epiney, Aymonod, Mamertino, Zizzari, Motto Ros. Coach: Treves, Ploner Fuori Valle Settimana difficile per il Technos Zazy’s Evançon che affronta la Polisportiva Venaria, prima in classifica, arrendendosi 3-0. Peccato, per l’U18 del Framavetri che, dopo una partita combattuta, si arrende 2-3 al Ba.la.bor Gialla. Doppio im-

pegno per l’U17 del Bruno Tex che perde 3-1 contro il Pmt Torino, ma si riscatta battendo 31 il Volley Sant’Anna Torino. Doppio successo per l’U16 del CRAI CSI Châtillon, che s’impone 1-3 sul Borgofranco Pallavolo e sul Conad Canavese Volley. Ancora bene il CCS Cogne che centra la nona vittoria consecutiva, battendo 0-3 il Calton Volley. Derby valdostano nell’U14, tra CRAI CSI Châtillon e Scuola Pallavolo Aosta, vinto 3-0 dalle castiglionesi. Nell’U13, il CSI Châtillon si arrende 0-3 al Borgofranco Pallavolo. EVANCON: Adamo, Ancillai, Cerise, Macrobio, Nolly, Papagna, Philippot, Sandon, Polimeni, Stefanoni, Burtolo FRAMAVETRI: Danna, Servidio, Chira, Cavallo, Segalina, Zuccolotto, Philippot, Presti, Bonetti, Agostinelli, Serravalle, Giovinazzo, Lucia. Coach: Bajo BRUNO TEX: Anzeloni, Anedda, Bergero, Casarotto, Cassone, Croatto, Maffi, Marra, Marchesi, Martinet, Salis,Villa, Parma. Coach: Carvallo CHATILLON: Bordet, Montanari, Haludilo, Borettaz, Moubtassim, Joly, Farys,Treves, Placenti, Berga. Coach: Vittone CCS COGNE: Boccato, Bonetti, Cavallo, Segalina, Serravalle, Zuccolotto, Lombardo, Iannessa, Charrère, Salmin, Pallais. Coach: Grumolato SCUOLA PALLAVOLO: I. Anello, L. Anello, Capra, Caputo, Dellio, Kratter, Lamazzi, Limonet, Monteleone, Pavese, Ricci, Zaramella. Coach: Ferrari CHATILLON(U14): Aymonod, Borettaz, L. Epiney, M. Epiney, Juglair, Mamertino, Martinet, Moise, Motto Ros, Savoini, Zizzari. Coach: Treves, Ploner CHATILLON (U13): Chapellu, Ciurca, Girola, Malaquias, Martinet Fary, Gazzani, Ganzerli, Russo, Berga. Coach: Vittone

re e fissano il punteggio sul 25/21. Il terzo set davvero è spettacolare, con le due rivali agguerrite che regalano un bello spettacolo al pubblico, cercando di aggiudicarsi il parziale lottando su ogni pallone. Le novaresi rimangono avanti per buona parte del parziale, ma commettendo qualche errore di troppo, rimettendo in corsa Martello e compagne, che ne approfittano e, faticando, si portano a casa parziale 25 /23 e la vittoria finale con un perentorio 3-0 che proietta al terzo posto il Fenusma Mobili Pramotton, atteso dal big match contro la capolista nel prossimo turno. Una delle grandi protagoniste della serata commenta il successo. «Vittoria importante e non scontata - ammette Gwenael Bertocco -. La classifica delle nostre avversarie poteva trarre in inganno,

Gwenael Bertocco

ma tutte le partite sono impegnative in questo campionato e dobbiamo sempre rimanere concentrate. L’obiettivo di questa sera era ottenere i tre punti e lo abbiamo centrato, mettendo in campo tutto il lavoro che abbiamo svolto in allenamento. Il campionato è ancora difficile, perché dobbiamo affrontare le prime due della classe, ma ci arriveremo con la mentalità giusta per rimanere nelle posizioni che ci competono, anche se il cammino è ancora lungo e questo aiuterà le ragazze più giovani a crescere in maniera positiva».

Il Bruno Tex sbaglia l’approccio al match ALTEA ALTIORA BRUNO TEX OLIMPIA

3 1

PARZIALI: 25/16, 25/18, 28/30, 25/23. BRUNO TEX: Grosjacques, Genola, Varvello, Bertoni, Laurent Bianchi, Gallo, Cremascoli, Ricci, Pagani, Valentino, Carvallo, Solera (L). All. Pileri. ARBITRO: Beuto di Novara. VERBANIA - Il Bruno Tex non riesce nell’impresa di espugnare il campo dell’Altea Altoria al termine di una gara dai due volti. Pagani e compagni sfiorano una bella rimonta, dopo aver sbagliato l’approccio alla gara. Nei primi due set gli aostani non giocano con la solita concentrazione concedendo troppo ai verbanesi, che ringraziano vincendo 25/16 e 25/18. Nel terzo set le due compagini giocano punto a punto e l’Olimpia riapre il match imponendosi 28/30. Nel quarto periodo il Bruno Tex tiene testa ai rivali, ma l’Altea trova le schiacciate della vittoria 25/23. «Purtroppo abbiano iniziato a giocare tardi - commenta coach Pileri -. Peccato perchè abbiamo dimostrato di potercela giocare».

Marco Pagani

Tornei fuori Valle Positiva trasferta ligure per la formazione Under 14 del CSI Châtillon. Il sestetto targato Crai conquistato un bel quarto posto al torneo “Aspettando Natale” di Arma di Taggia. La manifestazione è stata vinta dal Got Talnet Fossano sul Volley Scrivia, con le valdostane che sono salite sul terzo gradino del podio battendo 21 l’Arma di Taggia. Nel girone eliminatorio il CSI Châtillon aveva perso 2-1 con Got Talent Fossano e Scrivia, superando le padrone di casa con lo stesso punteggio. ■ Michela Borgis

L’Under 14 del CSI Châtillon ad Arma di Taggia

9ª giornata - Andata

9ª giornata - Andata

9ª giornata - Andata

Valnegri Acqui - Lingotto . 3 - 2 Cogne A.S. - Barge . . . . 3 - 1 Ovada - Parella Torino . . . . 0 - 3 Issa Novara - Oleggio . . . . 0 - 3 Angelico - Caselle . . . . . . . 3 - 2 Ba-la-bor - Trecate . . . . . . 0 - 3 La Folgore - Montalto . . . . 3 - 0

Alessandria - Cerealterra. . 3 - 2 Lasalliano - Domodossola . 2 - 3 Ovada - Pavic . . . . . . . . . . 3 - 2 Alicese - Alto Canavese . . . 3 - 2 Caluso - Negrini Acqui . . . 0 - 3 Altiora Verbania - Bruno Tex . . 3 - 1 Meneghetti riposa . . . . . . . . .

Rivoli - Verbania . . . . . . . . 3 - 2 Trecate - Borgomanero . . . 3 - 2 Gaglianico - San Paolo . . . 3 - 2 Guinness Novara - Almese. . . 2 - 3 BonprixTeamvolley - Cusio . . .n.p. Mobili Pramotton - Novara . 3 - 0 Bellinzago - Romentino . . . 3 - 2

Squadra

Squadra

Squadra

P.ti

Parella Torino Caselle Angelico Trecate Oleggio Lingotto Cogne A.S. La Folgore Issa Novara Barge Valnegri Acqui Montalto Ovada Ba-la-bor

25 23 21 20 19 17 16 11 9 9 9 7 3 0

Partite G V P 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9

8 7 8 7 6 6 5 4 3 3 3 2 1 0

1 2 1 2 3 3 4 5 6 6 6 7 8 9

SERIE C MASCHILE GIRONE A

3 1

SERIE C FEMMINILE GIRONE A

COGNE ACCIAI SPECIALI BARGE

C MASCHILE

P.ti

Negrini Acqui Alicese Ovada Altiora Verbania Caluso Bruno Tex Domodossola Alto Canavese Meneghetti Alessandria Pavic Lasalliano Cerealterra

26 17 16 15 15 14 11 10 10 9 8 6 5

Partite G V P 9 8 9 8 9 9 8 8 8 8 8 8 8

9 6 6 5 5 5 4 3 4 3 2 1 1

0 2 3 3 4 4 4 5 4 5 6 7 7

SERIE D FEMMINILE GIRONE A

64

P.ti

San Paolo 25 Almese 22 Mobili Pramotton 18 Romentino 16 Rivoli 15 Guinness Novara 15 Verbania 12 Gaglianico 12 Trecate 10 BonprixTeamvolley 10 Borgomanero 9 Bellinzago 8 Cusio 8 Team Novara 6

Partite G V P 9 8 1 9 8 1 9 6 3 9 5 4 9 5 4 9 4 5 9 4 5 9 4 5 9 4 5 8 4 4 9 2 7 9 3 6 8 3 5 9 2 7

Prossimo turno

Prossimo turno

Prossimo turno

10ª Giornata

10ª Giornata

10ª Giornata

Valnegri Acqui - Cogne A.S.. . Barge - Angelico. . . . . . . . . . . Parella Torino - Ba-la-bor . . . . Lingotto - Issa Novara. . . . . . . Trecate - Caselle . . . . . . . . . . . Oleggio - La Folgore . . . . . . . . Montalto - Ovada . . . . . . . . . .

Alessandria - Lasalliano . . . . . Domodossola - Caluso. . . . . . . Pavic - Altiora Verbania . . . . . . Cerealterra - Alicese . . . . . . . . Bruno Tex - Negrini Acqui . . . Alto Canavese - Meneghetti . . . Ovada riposa . . . . . . . . . . . . .

Rivoli - Trecate . . . . . . . . . . . . Borgomanero - BonprixTeamvolley. San Paolo - Mobili Pramotton Verbania - Guinness Novara. . . Team Novara - Cusio . . . . . . . . Almese - Bellinzago . . . . . . . . Romentino - Gaglianico . . . . .


S P O RT VA R I

lunedì 14 dicembre 2015

65

■ EVENTO / Conclusi sabato i festeggiamenti per i 70 anni dalla fondazione

Cala il sipario su un anno da INCORNICIARE per l’Atletica Cogne

Leo Berard: «Iscrizioni in aumento, ottimo segno» Michela BORGIS Inviata a St-Pierre ST-PIERRE - Una festa, una cena, un ritrovo di fine stagione per celebrare tutti insieme i 70 anni di storia dell’Atletica Cogne. C’è stato tutto questo, sabato sera, al Risto-Self di Saint-Pierre, dove più di cento iscritti si sono presentati per stare insieme ancora una volta e festeggiare i risultati del 2015, in modo più informale rispetto all’appuntamento del 2 dicembre scorso, andato in scena nel salone ducale del municipio di Aosta. Per l’Atletica Cogne è stato un anno da incorniciare: «Anche quest’anno possiamo contare su oltre 200 tesserati, di cui circa la metà minorenni– commenta il presidente Leo Berard - e in autunno abbiamo avuto ulteriori iscrizioni, altro buon segno. Inoltre siamo contenti della media di presenze alle gare. Certo, in questo periodo non è facile andare avanti, però mediamente

abbiamo una buona risposta. In più abbiamo la soddisfazione di avere sette atleti tra Allievi e Junior (circa la metà delle categorie) che hanno partecipato ai campionati italiani di categoria. Anche il settore Master e strada vantano un bilancio più che positivo con l’organizzazione di gare come la Mezza Maratona Aosta e la prima staffetta americana di Brissogne». A tutti i presenti è stato consegnato un premio, che variava leggermente in base al numero di gare a cui si è preso parte e ai risultati ottenuti. Inoltre, sono stati assegnati due riconoscimenti speciali a Monica Rocca e Domenico Chatrian. C’erano anche i ragazzi che hanno difeso i colori della Cogne ai campionati italiani individuali e per regioni a Sulmona lo scorso ottobre, come Ileana Ottolenghi: «La stagione nel complesso è andata bene – commenta –; a Sulmona ho gareggiato nel lancio del giavellotto. Per l’anno prossimo

Il gruppo delle Esordienti al femminile, premiate da Jean Dondeynaz e dal presidente della Cogne Leo Berard

I protagonisti dell’attività su strada

I premiati nella categoria Assoluti; nel riquadro Domenico Chatrian

Le categoria Allievi e Allieve

Riconoscimenti anche per i Master

La premiazione di Cadetti e Cadette

mi piacerebbe provare il salto con l’asta». A farle compagnia Micol Turato: «Sono andata agli Italiani per competere negli 80m, ma non sono del tutto soddisfatta; mi sono fatta prendere dall’emozione. L’anno prossimo spero di fare meglio». Pietro Scattolin può vantare un sesto posto ai campionati italiani nel salto triplo: «Ho iniziato quest’anno con questa disciplina – dice – grazie a mia zia. Prima facevo salto in alto. L’an-

no prossimo continuerò con il triplo visto che mi piace e ottengo dei buoni risultati». Sabato sera, oltre alle nuove leve, erano presenti anche le vecchie glorie dell’Atletica Cogne con il loro bagaglio di esperienza: «Ho traghettato il settore dei lanci dagli anni ‘50, portando disco, peso e decathlon a misure importanti – racconta Carlo Gobbo, fino al 2008 voce ufficiale dello sci alpino della RAI –. Facevo parte del gruppo di Eddy Ottoz ed Enrico Rollandin, in un periodo in cui c’era grande fermento e molti si avvicinarono all’atletica. Sono passati tantissimi anni, ma le cose non sono cambiate: rispetto, piacere di stare insieme e fare dello sport sono ancora le basi della Cogne. Così si ottengono i risultati». Qualcuno come Roberto Demarco dopo tanti anni ha ancora voglia di mettersi in gioco: «Sono a 41 anni di tesseramento – afferma – e continuo a fare gare ogni anno».

Il gruppetto Ragazzi maschile

Sonia Galeazzi e Monica Rocca

La categoria Ragazzi femminile

TUTTI I PREMIATI ESORDIENTI B/C maschile (6-9 anni): Patrick Gorraz, Pietro D’Aquino, Edoardo Castagno, Gabriel Di Castro, Matteo Maniezzo, Carlo Molino, Emile Ronc, Gabriele Saba, Alessandro Simone. ESORDIENTI B/C femminile (6-9 anni): Jasmine Lucianò, Laura Scali, IreneVuillermoz, Gaia Caffaro Rore, Chiara Elena Calvone, Nayeli Mariotti, Lucilla Pesciarelli, Chiara Quattrone, Emma Silipo, Emma Simoncini. ESORDIENTI A maschile (10-11 anni): Andrea Aresca, Filippo Tormena, Fabio Liporace,Tommaso Anrò, Gabriele Bragardo, Alexis Buccella, Gael Nouchy, Pierre Vallet. ESORDIENTI A femminile (10-11 anni): Dorotea Tedesco, Ethel Tercinod, Federica De Giorgi, Asia Gagliardi, Emma Taldo, Eleono-

ra Bertolin, Laura Fazari, Noella Gabriele, Marie Claire Jerusel, Letizia Melidona, Cecilia Simoncini. RAGAZZE (12-13 anni): Camilla Sergi, Beatrice Concio, Giulia Aresca, Chiara Renda, Gaia Spinella, Giulia Benvenuto, Melissa Genestrone, Marta Gritti, Silvie Lumignon, Lucia Maietti, Sara Maietti, Matilde Marchesini, Julianna Pajak, Beatrice Pesando, Sara Spinella, Francesca Surfaro, Annalisa Trabbia. RAGAZZI (12-13 anni): Lorenzo Scali, Folco Gabriele, Lorenzo D’Aquino, Filippo Agostinacchio, Lorenzo Billotti, Simone Boch, Francesco Broccolato, Alessandro Casadei, Mathieu Clap, Filippo Clermont, Leonardo Cottino, Angelo Fazari, Matteo Impieri, Simone Malacarne.

CADETTE - CADETTI (14-15 anni): Micol Turato, Sofia Sergi, Ileana Ottolenghi, Daniele Sorcelli, Jerome Romano, Leonardo Bertolin, Alberto Cavallero, Edoardo Cecere, Cedrik Ciurca, Simone De Marco, Seyni Faye, Nicolò Norbiato, Stefano Spanò, Arianna Caria, Flora Fedele, Claudia Gasperin. ALLIEVI (16-17 anni): Emiliano Vuillermoz, Pietro Scattolin, Giulia Zambotto, Samuele D’Asta, Filippo Girardi, Federico Louvin, Federico Meneghetti, Sabino Seka, Denisa Taut. ASSOLUTI (18-34 anni): Beatrice Sammaritani,Veronica Pirana, CamillaVuillermoz, Elisa Albace,Valentina Campana, Silvia Rey, Sabrina Spanò, Laurent Barmaverain, Filippo D’Aprile, Manuel Ivoli, Lorenzo Serpone.

MASTER (Over 35, pista): Veronica Volpe, Maddalena Conte, Sonia Galeazzi, Monica Rocca, Domenica Chatrian, Leo Berard, Fausto Piras,Vittorio Framarin, Claudio Restano, Lea Cavagnet, Sandra Farina, Alessandra Joly, Dolores Petitjacques, Elena Rocca, Caterina Sanna, Barbara Tamone, Alessandro Benati, Roberto De Marco,Valerio De Marco, Carlo Gobbo, Fabio Grange, Klaus Mariotti, Daniele Pigliacelli, Roberto Renda, Mauro Serradura, Claudio Sferlazza, Adriano Sposato, Aldo Tarchetti, Fabio Zanardi. ATTIVITA’ SU STRADA: Marco Vitalini, Marco Agostinacchio, Caterina Sanna, Sabrina Bidese, Mariella Ierardi, Gianfelice Ferraro, Massimiliano Kratter, Sara Trevisan, Alessandra Joly, Maria Assele, Erika Canale, Lorella Charrence, Carla Maria Burlo, Jessica

Gerard, Noemi Orecchioni, Paola Muraro, Monica Pirovano, Maria Viscio, Elisa Vitton Mea, Luca Aresca, Fausto Ballerini, Massimiliano Bredy, Davide Cristoferi, Marco Cuneaz, Sandro Cuneaz, Roberto Di Giacomo, Alex Fassy, Stefano Ferraris, Claudio Fiorio, Marco Galeone, Gabio Gallo, Renzo Gandelli, Benoit Girod, Mauro Giuppone, Pasquale Mazza, Giuseppe Mazzone, Gianmarco Melidona, Orlando Navarra, Edy Nex, Constantino Nigra, Pietro Orlando, Jean Claude Perron, Davide Pocetta, Andrea Pramotton, Claudio Rey, Arturo Rosaire, Michele Saba, Giovanni Sandri, Simone Sergi, Roberto Spatafora, Giovanni Spinella, Domenico Tedesco, Enrico Titolo, Lorenzo Titolo, Manuel Tovagliari, Claudio Trevisan, Massimiliano Varone, Alessandro Zoja.


s p o rt va r i

66

lunedì 14 dicembre 2015

Rugby giovanile: U16 e U18 doppio HURRA’ aosta - Due vittorie importanti per l’Under 16 e l’Under 18, che aprono in bellezza il weekend delle giovanili dello Stade Valdôtain. I primi a scendere in campo sono i più giovani che, sabato 12, si sono confrontati sul terreno casalingo contro i coetanei di San Mauro. Un ottimo inizio di gara per i giovani Leoni che, per quasi l’intera durata del primo tempo, giocano nella metà campo avversaria, andando in meta per ben due volte con

Verdaglio e Scarfò, di cui una trasformata da Santoro. Anche durante la ripresa i gialloneri non si comportano male, impongono il proprio gioco e impediscono agli avversari di concretizzare in alcune occasioni. La meta di Verdaglio, seguita dalla trasformazione di Santoro, chiude il match in favore dello Stade per 21-0. «Oggi abbiamo giocato bene – spiega Bryan Cuneaz (foto a sinistra) –, abbiamo condotto un bel gioco di squadra e anche in attac-

co siamo andati bene, cose che ci sono mancate la settimana scorsa». Anche l’allenatore Lamia è soddisfatto della coesione del gruppo, ma «con un po’ più di velocità di gioco avrebbero potuto segnare più punti. In settimana lavoreremo molto su questo aspetto». Grande exploit anche per l’Under 18, che vince la prima partita della stagione contro il Rivoli. I Leoni partono bene nella prima frazione di gioco, sia in fase offensiva che difensiva. La giu-

sta aggressività consente allo Stade di totalizzare tre marcature, segnate da Ndoi (trasformata da Floriani), Bacilieri e Floriani. Durante la ripresa la concentrazione rimane alta e i gialloneri riescono a portarsi a casa la partita grazie alle mete di Floriani e Pina Barros, seguito dalla trasformazione di Floriani. «Oggi finalmente abbiamo giocato di squadra e abbiamo vinto. Siamo scesi in campo con la giusta concentrazione – spiega Mathieu Masserano (foto a

destra) – e le due mete avversarie non ci hanno impedito di giocare a testa alta». Anche coach Padovano non nasconde la propria soddisfazione a fine partita: «Sono contento di come è andata oggi, per la prima volta hanno giocato uniti sia in attacco sia in difesa. I risultati, dopo tanto lavoro, cominciano a vedersi». Formazioni UNDER 16: Floriello, Betemps, Tavella, Salmin, Enria, Verdaglio J., Santoro, Guerini N.,

Povero, Caputo, Caironi, Valleise, Scarfò, Cortinovis, De Chiara, Demi, Cipriani, Monteleone, Cuneaz. Coach: Ferrucci, Lamia. UNDER 18: Pina Barros, Floriani, Ndoi, Mion, Troplini, Seghesio, Brama, Bacilieri, Iacuzzi, Charbonnier, Vuillermoz, Ismail, Monnet, Marricco, Masserano, Gontier, Engaz, Ambrosio, Vietti, Borogan, Verdaglio D. Coach: Padovano. ■ el.bo.

■ rugby / I gialloneri soffrono nel primo tempo, poi travolgono il malcapitato San Mauro

Lo Stade si RIALZA subito 55 (19) 27 (22)

STADE VALDOTAIN: Carlino (Romano), Monteccone, Cumino, Barbieri, Da Broi (Sansah), Da Pra (Fida),Tricca, Duc, Coquillard (Rossi), Lallinaj (Henriod), Sebastiani, Frazzetta, Miani, Santilli. Coach: Gleyze, Lamia. AOSTA - Torna subito alla vittoria lo Stade Valdôtain, che dimentica la sconfitta nel big match della scorsa settimana e schianta il San Mauro 55-19. Partono bene i gialloneri, che fin dalle prime battute trovano la giusta aggressività. Pochi minuti e, su fallo ospite, lo Stade decide di andare ai pali per i tre punti, ma Anselmet sbaglia il calcio. Poi i gialloneri si spengono, con il gioco che riparte da centrocampo e San Mauro che conduce un’efficace salita offensiva, con i Leoni distratti, per la prima meta trasformata. Lo Stade riprende dal centro, la linea d’attacco avanza, ma poi l’ovale esce, ed è touche per il San Mauro. I gialloblu spostano l’azione nei 22 locali, ma i Leoni prendono palla e risalgono il cam-

Foto Roberto Frazzetta

STADE VALDOTAIN SAN MAURO

Un’azione di forza di Alberto Duc

po. Gli avversari, però, intercettano l’ovale ed è meta (trasformata). La risposta dei padroni di casa è immediata, da una ruck a metà campo il San Mauro ruba palla, ma c’è un passaggio in avanti, ed è mi-

schia per i Leoni. Lo Stade ne esce vincente, la palla viene spostata a largo ed è Frazzetta a segnare la prima meta. I rivali contrattaccano e avanzano fino alla linea di meta. I Leoni si difendono con forza

e Anselmet libera la squadra calciando in rimessa laterale nella metà campo avversaria. Gli ospiti, però sfruttando un fallo locale, piazzano un calcio da tre punti. Subito dopo c’è un fuorigioco giallonero, e

il San Mauro segna la meta. I Leoni reagiscono, Cumino si apre la strada nella difesa gialloblu e schiaccia (trasformata da Anselmet). Manca poco al break, dopo una meta annullata i Leoni ripartono dai

22 avversari e arriva la meta di Duc, seguita dalla trasformazione di Anselmet, che accorcia le distanze portando il risultato sul 19-22. La ripresa si apre subito con la meta di Santilli, trasformata da Anselmet. Lo Stade rimane nella metà campo avversaria; dopo qualche azione confusa il possesso torna di nuovo ai Leoni e Da Broi segna, seguito dal piazzato di Anselmet. Non passa molto e, su un vantaggio acquisito, lo Stade gioca veloce e Barbieri va in meta (trasformata da Anselmet). Il San Mauro risponde con una meta, ma le successive marcature di Sansah e Romano (trasformata da Anselmet) chiudono il match 55-27 in favore dei padroni di casa. «È stata una partita complicata – spiega Massimo Coquillard – all’inizio non siamo partiti bene e loro hanno sfruttato l’occasione per fare punti. Nel secondo tempo abbiamo rialzato la testa e abbiamo dimostrato quello di cui siamo capaci portando a casa il risultato». ■ Elisa Bosc

Minivolley: Variney invasa da oltre 200 miniatleti

Le squadre di minivolley e pallarilanciata che sono scese in campo in mattinata

Oltre 150 atleti si sono dati battaglia nel pomeriggio di Variney

aosta - Oltre 200 giovanissimi hanno invaso, domenica, la palestra di Variney, dove è andato in scena il raggruppamento di minivolley organizzato dal Grand Combin Volley. Una sessantina i giocatori in campo la mattina, in rappresentanza di sette squadre di pallarilanciata e 10 di minivolley primo livello. Il pomeriggio i numeri sono addirittura raddoppiati, con circa 150 bambini in campo per le partite di minivolley di secondo livello e per far festa con la mascotte del pulcino Iaia.


S P O RT VA R I

lunedì 14 dicembre 2015

67

■ TENNISTAVOLO / I valligiani consolidano il quinto posto in A2; in B1 chiusura col botto per Verrès

La Libertas Challant SFIORA l’impresa AOSTA - Ottimo pareggio per la Libertas Challant nell’ultima giornata di andata del campionato di A2. Sul campo di casa, i valligiani hanno sfiorato l’impresa contro la quotata Marcozzi, terminando l’incontro 3-3 grazie ai punti messi a segno da Stefano Ferrini, Luca Ziliani e Roberto Perri, consolidando il 5° posto. In B1 chiude col botto la Libertas Verrès che travolge il Metalparma per 5-0 grazie al solito Xu Fang, autore di 2 punti, Salvatore Margarone,

2 punti a segno, e al successo di Roberto Vai, con i verrezziesi sempre al 3° posto in classifica. In serie C1, nel girone B, bella vittoria per la Libertas Verrès che, in casa, centra la rimonta contro il Tennistavolo Varese, imponendosi per 5-2. Mattatore dell’incontro è Simone Bonamin, autore di ben 3 punti, a cui si aggiungono le affermazioni di Mirko Berti e Gabriele Grano. La società verrezziese ora è stabilmente al 3° posto a due punti dalla cop-

pia di testa formata da Regaldi Novara e TT Romagnano. Nel girone F, il TT Pont Donnas viene travolto, tra le mura amiche, dal TT Gasp Moncalieri con il punteggio di 5-0, chiudendo il girone di andata all’ultimo posto in classifica a quota 0 punti e con il pesante score di sette sconfitte consecutive. Terza giornata nel campionato valdostano di tennis tavolo, che ha visto solo vittorie esterne negli incontri disputati nel weekend appena concluso. Il

Coumba Freide TT Signayes vince il derby della Coumba contro il Soccorso Stradale Albace con il punteggio finale di 5-1, grazie ai 2 punti siglati da Remy Curtaz e Riccardo Vailati e al punto segnato da André Fiou. La Libertas Verrès travolge a domicilio il Pont Donnas per 50, grazie ai 2 punti di Paolo e Mauro Perrenchio e al punto segnato da Rosario Mannino. Con lo stesso punteggio, il Coumba Freide TT Aosta ha la meglio della Liber-

Roberto Perri, Luca Ziliani e Stefano Ferrini

tas Challant, grazie ai 2 punti messi a segno da Michael Munari e Marco Vencato e alla vittoria di Luca Berthod. In classifica, continua il testa a testa in vetta tra Libertas Verrès e Coumba Freide TT Aosta a

quota 6 punti, alle loro spalle il Coumba Freide TT Signayes a 4 punti, il TT Pont Donnas a 2, Libertas Challant e Coumba Freide Soccorso Stradale Albace a 0 punti. ■ Michael Ghignone

■ BOCCE / I “petrolieri” vincono 19-5; giornata da dimenticare per l’Aostana che crolla con la Beinettese

La Nitri Contoz SOMMERGE la Serravallese Catenaccio per titolo alto quattro moduli per taglio alto Catenaccio per titolo alt

Promozione Straripante è stata anche la settimana del Nus che, dopo l’eccellente pareggio per 20-

SERIE B - GIRONE A

SERIE B - GIRONE B

4ª giornata - Andata

4ª giornata - Andata

Beinettese - Aostana. . . . . . . 16 - 8 Chierese - ABG Genova . . . . . . .16 - 8 Bassa Valle Helvetia riposa . . . . . . Squadra P.ti Partite G V N P

Calvarese - La Capannina . . . .10 - 14 Nitri Contoz - Serravallese . . 19 - 5 Veloce Club - Pozzo Strada . . .13 - 11 Squadra P.ti Partite G V N P

Chierese Beinettese Bassa Valle Helvetia ABG Genova Aostana

La Capannina Veloce Club Calvarese Nitri Contoz Serravallese Pozzo Strada

5 4 4 2 1

3 4 3 3 3

2 2 1 1 0

1 0 2 0 1

0 2 0 2 2

6 6 5 4 2 1

4 4 4 4 4 4

2 2 2 1 1 0

2 2 1 2 0 1

0 0 1 1 3 3

Prossimo turno

Prossimo turno

5ª Giornata

5ª Giornata

ABG Genova - Bassa Valle Helvetia Aostana - Chierese . . . . . . . . . . . . Beinettese riposa . . . . . . . . . . . . . . .

La Capannina - Veloce Club . . . . . . . . Pozzo Strada - Nitri Contoz . . . . . . Serravallese - Calvarese . . . . . . . . . .

Baseball: solo un successo per i Bugs

Flash

Cinque squadre si sono date battaglia nella tappa di Western League ospitata al diamante del Pont Suaz. Gli Aosta Bugs di coach Monti perdono come da pronostico con Castellamonte (0-11), Seveso (1-12) e Milano (0-8), patendo i tanti errori difensivi. I rossoneri, però, si rifanno con Rho, vincendo 94, ma cadendo all’11° posto in classifica. Da segnalare un bel fuoricampo interno di Mathias Rastello e gli esordi di Fabio Costante e Riccardo Jorioz. AOSTA BUGS: Rastello, Burgay, Mantani, Sana, Jorioz, Bejan, Romeo, Costante, Talamo, Turo, Stetco, Lazzarotto, Trabbia. Coach: Monti.

20 a casa del Rosta nel turno infrasettimanale, ha strapazzato la Cumianese per 18-2, risultato che porta la squadra diretta da Elio Brunier e Pietro Biscardi a centro classifica. Il Nus ha subito messo le cose in chiaro portandosi in vantaggio per 8-0 grazie ai successi conseguiti da Baudino nell’individuale, da Ducourtil e Vuillerminaz in coppia, da Baudino, Pinet, Ivo Daudry e Verthuy in quadretta e da Giorgio Bétémps nel punto e tiro alternato. Nella fase centrale Guido Ducourtil ha vinto il tiro tecnico di precisione e poi il Nus ha straripato nel finale di partita con i successi dello stesso Ducourtil nell’individuale, di Pinet e Baudino

in coppia, della terna composta da Daudry, Vuillerminaz e Basano e dalla seconda coppia composta da Bétémps e Verthuy. Per Pietro Biscardi comunque si può migliorare: «Abbiamo vinto largamente, ma non sempre siamo stati brillanti. Possiamo migliorare per aumentare il nostro potenziale di gioco». Nel turno prenatalizio il Nus si recherà a Torino per affrontare La Tesoriera, formazione che precede i valdostani di un solo punto in graduatoria e che sabato scorso ha osservato il turno di riposo. CLASSIFICA: Rosta p.ti 7; Auxilium e Tesoriera 4; Nus 3; Cumianese, Pianezza e Saviglianese 2. ■ Raffaele Romano

CONTOZ

snc

Per Favre si è trattato di «un avversario molto forte e difficile da contenere soprattutto nelle corse. Quest’anno dovremo fare un campionato di sacrificio, non sarà facile salvarci e già nelle prossime settimane il calendario ci proporrà sfide complesse». Nel turno pre natalizio l’Aostana ospiterà la capolista Chierese, che sabato ha travolto l’ABG Genova per 16-8, mentre tornerà in campo anche la Bassa Valle Helvetia di Amilcare Giopp, seconda, che sarà di scena contro la squadra della Lanterna.

Sport

AOSTA - Giornata in chiaroscuro per le compagini di punta delle bocce valdostane. La Nitri Contoz tiene brillantemente il passo di La Capannina, Veloce Club Pinerolo e Calvarese, grazie alla straripante vittoria casalinga contro la Serravallese per 19-5, mentre l’Aostana Zurich fa un pesante capitombolo a casa della Beinettese, che vince comodamente per 16-8 in una giornata che vede la BassaValle Helvetia riposare. Tutto facile per la Nitri Contoz che parte a siluro, con un 8-0 che non lascia margini di discussione: le vittorie sono targate Dalmasso, nel punto e tiro alternato, Pavan, Follis, Cericola e Chadel in quadretta, Marjolet e Gassino in coppia e Cinalli nell’individuale. La seconda parte del match conferma la straripante supremazia della Nitri Contoz, capace già in questa fase del match di assicurarsi la vittoria finale con i successi di Gassino nel tiro tecnico di precisione e degli specialisti dei giochi veloci Bertotti e Pavan nella staffetta e ancora Pavan nella navetta. Nel finale, i biancoverdi hanno arrotondato il punteggio con i successi di Cericola e Chadel in coppia, Girola e Pavan nel P.T.A. a coppie e al pareggio della terna composta da Marjolet, Cinalli e Gassino. Ovviamente soddisfatto il direttore tecnico Paolo Contoz: «E’ stata una giornata decisamente proficua: al di là del punteggio abbiamo effettuato giocate di buon livello, che ci fanno ben sperare per il futuro». E il futuro prossimo prevede per la Nitri la trasferta di Torino contro il Pozzo Strada: è vero che si tratta del fanalino di coda del girone, ma attenzione perché sabato ha fatto sputare sudore al Veloce Club Pinerolo, perdendo in trasferta di una stretta incollatura per 13-11. Nel girone A, mentre la Bassa Valle Helvetia riposava, l’Aostana Zurich ha subìto una dura lezione dalla Beinettese, che ha superato Tognela e soci per 16-8. I valligiani in avvio hanno contenuto i locali, andando in svantaggio solo per 6-2 grazie alla vittoria della quadretta composta da Davide Martina, Binando, Edoardo Testolin e Durand poi però i locali nella fase centrale hanno dilagato, portandosi sul 12-4, lasciando una sola vittoria (Tognela nel tiro tecnico di precisione) alla squadra di Mario Favre. Nella fase conclusiva dell’incontro l’Aostana Zurich è riuscita a fare quadrato, strappando due successi grazie a Tognela e Lodi nella seconda prova a coppie e alla terna di Davide Martina, Durand e Moro.

Prodotti Petroliferi

Bocce: Formica e Gens profeti in patria Maurizio Formica e Mauro Gens hanno vinto martedì 8 il Trofeo Charles, gara a coppie C/D organizzata a Châtillon dalla Zerbion. I giocatori di casa in finale hanno battuto 13-9 Leonardo Muin e Simeone Chabloz del Nus; disco rosso in semifinale per altre due coppie della Zerbion: Franco Hérin-Albino Dublanc e Romano Brunasso-Costante Arvat. Petanque: Lelio Milliery ok a Gignod Lelio Milliery ha vinto martedì a Gignod la gara di petanque a baraonda sulla distanza delle tre partite organizzata dal Club Sant’Orso. Sul podio con lui sono saliti Osvaldo Devoix e Claudio Nicco, con quarto Piero Vuillerminaz e quinto Mario Pischetola. Bocce: Altare e Nicco re del Borettaz Girolamo Altare e Claudio Nicco (foto) hanno vinto ieri a St-Vincent il Trofeo Amato Borettaz, gara a coppie C/D alla quale hanno preso parte 30 giocatori. In finale il duo della Sant’Orso ha battuto 12-10 Franco Hérin e Romano Brunasso della Zerbion. Ko in semifinale Enrico Cretier-Camillo Moussanet (Zerbion) e Massimo Martinetti-Francesco Nicoletta (Bassa Valle).

APERTURA NUOVO PUNTO VENDITA BENZINA E GASOLIO DISTRIBUTORE SELF SERVICE APERTO 24 ORE SU 24 A PREZZI MOLTO VANTAGGIOSI NUS AO VIA CIRCONVALLAZIONE SUD 53/55 Tel. 0165 767984 - Tel. 0165 767917 | Fax. 0165 767363 | contoz@tiscali.it

www.contozcombustibili.com


S P O RT VA R I

68

lunedì 14 dicembre 2015

ASSOCIAZIONISMO

Il Panathlon Club Valle d’Aosta saluta il 2015 e premia il campione di rebatta Bruno Nex SARRE - Ultimi due appuntamenti del 2015 per il Panathlon Club Valle d’Aosta. Sempre nella sede dell’Hotel Etoile du Nord, a Sarre, a fine novembre si è tenuta la serata dedicata al Premio Panathlon 2015, che quest’anno è stato assegnato al campione di rebatta, Bruno Nex, plurititolato portacolori della sezione di Doues e vero e proprio monumento vivente della disciplina. Sabato 12, invece, tradizionale cena degli auguri alla quale hanno preso parte anche parenti e amici dei panathleti -, al termine della quale si è svolta una simpatica lotteria, per poi dare il via alle danze con le musiche del compositore Carlo Benvenuto. «Archiviamo un anno travagliato e guardiamo al 2016 con rinnovato entusiamo», ha detto il presidente, Graziano Dominidiato.

Il presidente del Panathlon Club Valle d’Aosta, Graziano Dominidiato premia Bruno Nex. A sinistra un momento della Festa di Natale

■ GINNASTICA / Ingrid Yon si impone nel Trofeo di Natale di Borgaro

Angelini e Murari lontane dalle prime La Gym-Aosta TRIONFA a Caramagna AOSTA - Quadruplo impegno questa settimana per le ginnaste valdostane. Artistica Il PalaMassucchi di Mortara ha ospitato venerdì e sabato la prova nazionale del campionato categoria di artistica femminile riservata alle Junior. Tra le Junior di 2ª fascia la Valle è stata rappresentata da Alexia Angelini della Gym-Aosta, che ha chiuso così la sua straordinaria stagione nella quale è stata grande protagonista in campo nazionale. La rossonera si è piazzata 17ª su 45 finaliste, con il punteggio complessivo di 47,75. Alexia è purtroppo incappata in qualche errore di troppo, che le ha impedito di inserirsi nella parte alta della classifica, obiettivo certamente alla sua portata. La valdostana

ha ottenuto 11,40 alle parallele asimmetrichem 11,250 alla trave, 12,300 al corpo libero e 12,800 al volteggio. Tra le Junior di 1ª fascia Eleonora Munari dell’Olimpia (unica valdostana in pedana a causa dell’infortunio occorso alla compagna di squadra Serena Ramanzin) si è presentata in pedana in non perfette condizioni fisiche, limitata da un problema al gomito che ne ha condizionato la prestazione. La rossonera ha comunque condotto una bella gara, presentando esercizi semplici, ma tutti molto puliti, conquistando un buon 23° posto finale con 44,050 punti (11,900 alla trave, 11,700 al corpo libero, 11,500 al volteggio e 8,950 alle parallele). Christmast Gym La Gym-Aosta ha vinto ieri

a Caramagna il “Christmas Gym”, competizione a squadre che mette insieme tutte le sezioni della ginnastica: artistica maschile, femminile e ritmica. Nei percorsi ginnici a staffetta, la squadra “giovani” del club aostano (Estelle Diémoz, Janis Picchiottino e Lisa Rocher) si è piazzata 5ª, mentre in “prima fascia” Giada Bosco, Sophie Ducret, Alessia La Spina, Tania Trento e Clizia Vallet sono salite sul terzo gradino del podio, seguita in sesta posizione da Ilaria Ciervo, Matteo Figliuzzi, Luca Fonte, Simone Jorioz, Ilaria Savigni e Federico Zaccuri. In “seconda fascia” affermazione di Yvonne Jaccod, Ivan Lo Re, Arline Lumignon, Michela Spagnuolo, Sara Spensatello e Maya Vallet. Doppietta Gym nella prova collettiva di ritmica, con suc-

cesso delle Allieve (Chiara Alfonsi, Bianca Barenghi, Matilde De Gattis, Gaia Di Carlo, Cecilia Nuvolari, Beatrice Stuffer e Alice Verduci) e delle Open (Elisa Antonacci, Anthea Contini, Debora De Gaetano, Federica De Girolamo, Martina Diémoz, Beatrice Nuvolari, Carlotta Scipioni e Geanina Tulearca). Nella “Gymnaestrada” (competizione a squadre) la Gym si è piazzata seconda con Arianna Amatori, Giada Bosco, Estelle Diémoz, Camilla Gianchini, Yvonne Jaccod, Ivan Lo Re, Arline Lumignon, Cleo e Janis Picchiottino, Lisa Rocher, Michela Spagnuolo, Sara Spensatello, Tania Trento, Clizia e Maya Vallet. Nella classifica generale la Gym-Aosta si è imposta con 830 punti, dimostrandosi la società più completa in liz-

Le ginnaste della Monterosa che hanno gareggiato a Borgaro

za, che ha saputo imporsi in tutte le prove e in tutte le sezioni della ginnastica. A completare la bella giornata è arrivato anche il secondo posto nella “Special Cup”, che teneva conto anche del numero di partecipanti nelle diverse gare disputate. Trofeo di Natale Ieri a Borgaro è scesa in pedana la Monterosa, impegnata nel Trofeo di Natale di artistica femminile. Tra le Junior di “terzo livello” 4ª Christèle Marangoni, 12ª Lucia Ghisafi, 13ª Alice Arvat, 14ª Gaia Brocco, 16ª Francesca Bastrentaz e 16ª Sophie Challancin. Stesso livello, ma categoria Senior, terzo gradino del podio di Noemi Iachi, con 8ª Flavia Valguarnera e 10ª Giulia Marco. Tra le Open di “terzo livello” successo di Ingrid Yon davanti a Cristina Bonomo, con 5ª Ilaria Cerruti. Nel “quarto livello”, infine, seconda Camilla Carpino e sesta Roberta Di Carlo. Giovani Top Le ginnaste della Gym-Aosta e dell’Olimpia sono sta-

La premiazione della Gym-Aosta che si è imposta nel Christmast Gym che si è chiuso ieri a Caramagna Piemonte

CHATILLON - Entra nel vivo a Châtillon l’Open Nazionale - 18° Memorial Giorgio Minini, che comincia oggi la sua settimana conclusiva. Nel tabellone maschile il numero uno del seeding è stato assegnato al siciliano Gianluca Naso, 28 anni, attualmente numero 220 della classifica ATP, che nella sua carriera è stato 175. Il secondo favorito come ranking è il toscano Davide Della Tommasina, campione in carica, seguito da Alessandro Bega, vincitore nel 2012. Nel tabellone in rosa la giocatrice con la classifica migliore è Alice Balducci, numero 481 WTA (361 come best ranking), seguita da Costanza Pera. In uno dei due incontri della domenica è stato impegnato il valdostano Luca Granito, che ha perso 6/4 7/5 con Manuel Galli. Tornei a squadre Nel Trofeo Caroleo (lim. 2.4) femminile sconfitta esterna dello Châtillon St-Vincent a casa del Country Club Cuneo. In campo maschile successo interno della squadra

B contro il Circoletto Rosso grazie agli acuti di Davide Freydoz in singolo e di Davide Floris-Ludwig Berruquier in doppio. Nulla da fare, invece, per la squadra A della media Valle, battuta 2-1 a Caselle; per i valdostani successo di Alessandro Finelli. Il StChristophe, dal canto suo, ha perso 3-0 a Biella, chiuden-

do al quarto posto del girone e rimanendo escluso dal passaggio del turno. Nel Trofeo Silvio Passera (lim. 4.1) maschile successo 2-1 dello Châtillon St-Vincent sui campi della Bosconerese; per i castiglion-termali vittorie di Claudio Scandone e Gianni Vitello. ■ r.g.

COMBATTIMENTO

Astarita beffato a Milano MILANO - Trasferta beffarda per Jonathan Astarita, che al Kick and Punch andato in scena al Teatro Principe di Milano, si vede prima assegnare il pareggio, per poi vedersi “scippare” il trofeo per cambio di decisione. Di fronte all’atleta di casa Mirko Flumeri, nella specialità del K1 Pro, Astarita parte bene mettendo a segno ottimi calci frontali al viso. Il calo nella ripresa rimette le cose in parità, ma nella terza Astarita si riscatta e mette a segno colpi decisivi che fanno pendere dal suo l’ago della bilancia. Dopo un po’ di attesa, l’arbitro decreta un dubbio pari, ma il pubblico rumoreggia e, quando Jonathan ormai era sulla via degli spogliatoi, ecco il verdetto ribaltato con la vittoria assegnata a Flumeri: «Sono fiero di me stesso - esclama a fine serata Astarita -; sono un guerriero che combatte sempre fuori casa».

Sport

Granito subito out al Minini

Flash

■ TENNIS / L’Open Nazionale di Châtillon entra oggi nella settimana decisiva

Atletica: super Bertone Ennesima perla stagionale della pediatra volante aostana, Catherine Bertone, che dopo il titolo tricolore di maratona conquistato l’8 novembre scorso a Ravenna, ieri - domenica - ha vinto la 20ª edizione dei 42 km 195 metri di Reggio Emilia facendo registrare il riscontro cronometrico di 2h 34’54”, tempo che costituisce il nuovo record femminile della manifestazione. Abbassato di 34” il precedente limite della competizione rosa, detenuto dal 2007 da Stefania Benedetti. Alla 20ª Maratona internazionale di Reggio Emilia-Trofeo Parmigiano Reggiano erano presenti anche Maurizio Pitti, Francesco Ceseracciu, Marco Dalbard e Frederic Negre (foto). Equitazione: rossoneri ok Ottimi risultati per i portacolori degli Sport Ippici Valdostani nel concorso nazionale B di salto ostacoli andato

te protagoniste, martedì 8 dicembre, a Torino nella terza Valutazione Regionale “Giovani Top”, competizione individuale di artistica femminile riservata ad atlete dai 5 agli 8 anni. Cominciamo dalle più piccole della categoria micro-baby (2010), nella quale Abigail Martinet, Jolie Blanc e Annie Désandré si sono piazzate in “fascia oro”, Marta Niéroz in “fascia argento” e Irene Eandi in “fascia bronzo”. Tra le mini-baby (2009), “fascia oro” per Martina Saroglia (Gym) e Claire Savoye (Olimpia), “fascia argento” per Chiara Ferrando (Gym), Matilde Bianchi e Desiree Bieller (Olimpia). Salendo tra le Esordienti (2008), troviamo Annamaria Lupinacci (Gym), Joana Koceku e Arianna Rucsanda (Olimpia) in “fascia oro” e Sofia Susanna in “fascia argento”. Chiudiamo con le Giovanissime Top Special (2007), dove Emma Viérin (Gym) e Beatrice Morra Di Cella (Olimpia) si sono classificate in “fascia oro” e Nicole Dellio in “fascia bronzo”. ■ r.g.

in scena all’Horse Bridge Club di None. Sabato, nella B100 a tempo bel secondo posto di Lucrezia Stevenin su Galinka Van De Roete, con 6ª Giulia Grillone su Paloma Picasso; 4 penalità per Fiamma Ruscito su Galant De Bizot, Gioele Gatti su Dante S (T 53.31) e Martina Noyer su Cresta Run (T64.11). Nella C115 mista 8ª Cassandra Bionaz su Ziranda H con 8 penalità. Ieri, nella L70 nel netto di Annie Cecile Noyer su Amber Van De Groevenhoeve, che ha poi chiuso la B80 con 4 penalità. Zero errori anche per Fiamma Ruscito nella B90 di precisione su Galant De Bizot. Nella B100 a fasi consecutive 3ª Martina Noyer su Cresta Run, 8ª Giulia Grillone su Paloma Picasso; 4 penalità per Gioele Gatti, 9 per Fiamma Ruscito su Galant De Bizot. Nella B110 a fasi consecutive 3ª Giulia Grillone su Paloma Picasso, 4ª Martina Noyer su Cresta Run, 5° Gioele Gatti su Dante S e 7ª Cassandra Bionaz su Ziranda H; percorso netto fuori classifica anche per Erik Perron su Galinka Van De Roete. Nella C115 a tempo 12 penalità per Cassandra Bionaz su Ziranda H. I giovani talenti del Circolo Ippico San Maurizio sono stati impegnati sabato a Tortona. Nella categoria LP 40, successo di Sara Giovinazzo su Charly 0 penalita 1 classificata assieme a Alessandra Arrigoni con Pallino; nella B70 primo ex aequo per Irys Rini su Zemano e Simone Rosso su Ruffolo, mentre Elodie Montrosset ha chiuso con quattro penalità la L70 su Charly.


lunedì 14 dicembre 2015

s p o rt p o p o l a r i

69

MORRA: Lavevaz-Carlin vincono il torneo di Issime

Giocatori valdostani e canavesani che hanno dato vita al torneo di Issime andato in scena lunedì in occasione della festa degli alpini

issime - Umberto Lavevaz e Franco Carlin hanno vinto lunedì 7 dicembre a Issime il torneo di Morra a coppie fisse organizzato in occasione della tradizionale festa degli alpini. Alla manifestazione ha preso parte anche un gruppo di giocatori provenienti dalla Valchiusella in virtù di contatti avviati dall’associazione valdostana che hanno dato vita a un rapporto di amicizia tra appassionati della Morra rossoneri e canavesani. In finale i giocatori di Verrayes e Aymavilles hanno battuto Tiziano Borettaz e Bruno Pinet di Issogne; terzo posto per Marcello Dalbard di Pont-St-Martin e Bruno Dhérin di Settimo Vittone, con quarti Renato Consol e Alessandro Ronco di Issime. Per la cronaca la miglior coppia canavesana, Alessandro Perna-Thomas Strumia, è stata eliminata negli ottavi di finale. Nei prossimi giorni verrà stilato il calendario 2016. ■ r.g.

■ palet / Il giocatore di Châtillon vince la tappa e balza in vetta

COMANDA Fosson

Gli organizzatori della tappa di sabato

brissogne - Tour de force per gli appassionati del Palet, chiamati in campo dal Campionato Invernale martedì e sabato. Le due tappe sono state onorate commplessivamente da poco meno di 200 giocatori, segno evidente che nel Palet non c’è crisi. LA TAPPA DELL’IMMACOLATA. E’ stata organizzata dalle sezioni di Doues e di StChristophe, con 91 elementi al via. A vincere sono stati Gherard Bosonin (Arnad) ed Ermes D’Hérin (Quart), che in finale hanno

superato per 16-8 Mirko Fosson (Châtillon) e Sandro Forétier (Gressan/Cogne). Ko in semifinale Luigi Manella-Luciano Berthod (entrambi del Grand Paradis) e Renato Dal Bosco (Issogne)-Bruno Perruquet (Châtillon). Out nei quarti Ugo Berga-Andrea Vittaz, Orlando Blanc-Alehandro Aregilli, Leon Bonetti-Valter Cugnod e Fabio PareysonAdriano Perrod. LA TAPPA DI SABATO. E’ stata organizzata dalle sezioni di Arnad e di Nus, con 98 gioca-

tori al via. A cogliere i 10 punti in palio sono stati Renato Dal Bosco e Mirko Fosson, che in finale hanno superato per 16-11 Luigi Manella-Ivano Gard (Châtillon). Si sono arresi in semifinale Pietro Meynet (Marmore)-Fabrizio Chevrier (Quart) e Giuseppe Chiabotto (Arnad)-Fausto D’Hérin (Champdepraz). Disco rosso nei quarti per Ivo Magnin-Luciano Berthod, Remo Pesenti-Graziano Comola, Mauro Crétier-Enrico Perrin e Pietro Edifizi-Valentino Glassier.

LA CLASSIFICA. Al comando, con 20 punti, c’è Mirko Fosson, seguito da Renato Dal Bosco a 16 e Luigi Manella a 15. Quindi troviamo Andrea Vittaz (14) e Luciano Berthod (13), Elio Dallod, Gherard Bosonin ed Ermes D’Hérin (tutti a 12). I PROSSIMI APPUNTAMENTI. Domani, martedì, si giocherà la seconda tappa del Torneo Serale, sabato 19 dicembre andrà in scena la quarta del Campionato Invernale. ■ Riccardo Savoye

Fabrizio Chevrier-Fausto D’Hérin

Ermes D’Hérin-Mirko Fosson

Giusppe Chiabotto e Ivo Magnin

Pietro Meynet e Ivano Gard

Graziano Comola-Remo Pesenti

Pietro Edifizi-Valentino Glassier

! i d l a c e i r u c Belli, si Adriano Perrod-Fabio Pareyson

Aleandro Aregilli-Orlando Blanc

Leon Bonetti-Valter Cugnod

Renato Dal Bosco-Luciano Berthod

Bruno Perruquet-Luigi Manella

Enrico Perrin-Mauro Cretier

SERRAMENTI ESTERNI • PVC • LEGNO • ALLUMINIO PORTE BLINDATE • LEGNO/ALLUMINIO PORTE PER GARAGE • BASCULANTI • SEZIONALI

PORTE INTERNE

TRIPLO VETRO

IN OMAGGIO

Rivenditore per la Valle d’Aosta

fino al 31/12/15

0

Strada Pont Suaz 14 - Aosta - 0165 263970 - valdostanainfissi@gmail.com Sandro Foretier-Gherard Bosonin

Ugo Berga-Andrea Vittaz

www.valdostanainfissi.it


Annunci Economici •INDICE RUBRICHE

➜ Lavoro 01 - lavoro offerta 02 - lavoro domanda 03 - prestazioni professionali 04 - lezioni e traduzioni 05 - artigiani

➜ Immobiliari 06 - aziende e negozi 07 - abitazioni vendita 08 - abitazioni acquisto 09 - abitazioni affitto 10 - terreni e locali industr./comm.

➜ Varie 11 - sentimentali 12 - auto e accessori 13 - moto cicli e accessori 14 - macchinari e attrezzature 15 - animali vendita e acquisto 16 - animali, oggetti smarriti e regalo 17 - scambi e baratti 18 - abbigliamento 19 - articoli sportivi 20 - audio, video, foto e computer 21 - varie Le rubriche non sottolineate sono a pagamento. Le restanti sono gratuite solo con tagliando originale

• LAVORO 2. LAVORO DOMANDA 45 ENNE ITALIANO automunito con patenti superiori, iscritto all'assessorato politiche sociali e tesserato all'ospedale Parini di Aosta, si offre per assistenza integrativa privata per anziani,

sia in ospedale che in casa. Tel. 348 6199331 email luca.mantoan@hotmail.it CERCO LAVORO come cuoca, aiuto cuoca, sala bar, piani, anche a chiamata extra e festivi. Tel. 339 5975997 CERCO LAVORO come muratore, autista con patente C, lavapiatti, sgom-

NOI VIGNAIOLI PIEMONTESI ENOTECHE IN FRANCHISING:

cerca gestore/investitore motivato e proattivo per conduzione già strutturato punto vendita in Valle d'Aosta, ubicato in centro paese. Ci rivolgiamo a persone motivate e capaci commercialmente. Per tutti i dettagli necessari siete pregati di scrivere a franchising@vienidanoi.it

VENDITE GIUDIZIARIE TRIBUNALE DI AOSTA www.tribunale.aosta.it e www.astalegale.net oppure 848.800.583 L’offerta di acquisto non è efficace se è inferiore di oltre un quarto rispetto al prezzo base d’asta Abitazioni e box OYACE (AO) - LOCALITA’ CLOSÉ - PORZIONE DI FABBRICATO su tre livelli: -piano interrato: concimaia, locale per la stagionatura delle fontine; -piano seminterrato: stalla per bovini adulti, stalla per vitelli, locale lavaggio bovini e/o deposito mangimi; -piano terreno: fienile e/o deposito mezzi agricoli. il tutto distinto al nceu al Fg. 3 mappale n. 158 sub 2. e n.5 terreni distinti al nct al Fg. 3 mappali nn. 55, 56, 57, 58 e 59. Valore di perizia Euro 288.000,00. Prezzo base Euro 100.000,00. Offerta minima: Euro 75.000,00. Vendita senza incanto 29/02/16 ore 10:00. G.E. Dott. Davide Paladino. Professionista Delegato alla vendita Avv. Matteo Renzulli tel. 0125807814. Rif. RG 1113/2013 AA288411

bero neve e giardinaggio. Tel. 328 2636438 CERCO LAVORO come lavapiatti o tuttofare per la stagione invernale. Disponibilità in tutta la valle. Libera da subito. Tel. 331 4310566 ITALIANA con attestato regionale di badante, cerca lavoro come assistente ad anziani, invalidi e ammalati, colf in famiglia, pulizie e sostituzioni. In tutta la regione. Tel. 339 5975997 MURATORE ECONOMICO esegue rimozione e smaltimento amianto, ripassamenti e rifacimenti tetti, lavori edili in genere e tinteggiatura. Tel. 339 3118584 PERSONA SERIA CON ESPERIENZA cerca lavoro come badante, pulizie, lavapiatti, stirare e aiuto cuoco. Automunita, disponibilità di spostamento in tutta la valle e Piemonte. Tel. 389 6078300 RAGAZZA cerca lavoro come assistente anziani, disabili, bambini, pulizie e ripetizioni scolastiche. Tel. 339 3792985 RAGAZZA cerca lavoro come cameriera ai piani, badante, baby sitter, lavapiatti,

pulizie e tuttofare. Tel. 389 2396816 RAGAZZO CERCA LAVORO come aiuto cuoco, lavapentole, tutto fare in cucina, magazziniere e pastore (discreta esperienza nel lavoro in alpeggio). Tel. 333 9031320 oppure 342 0771258 RAGAZZO CERCA LAVORO in albergo come lavapiatti, aiuto in cucina, pulizie in genere oppure nell'ambito dell'allevamento e dell'agricoltura. Tel. 327 5930646 RAGAZZO CERCA LAVORO come lavapiatti, tutto fare, pulizie, aiuto panettiere e sgombero neve. Tel. 388 3632685 RAGAZZO CON ESPERIENZA cerca lavoro come cameriere di sala, lavapiatti e tuttofare. Tel. 328 2665403 SIGNORA cerca lavoro come badante, baby sitter e pulizie a ore. Tel. 348 8438305 SIGNORA ITALIANA seria, con esperienze e referenziata, cerca lavoro come collaboratrice domestica e pulizie presso famiglie serie. Tel. 349 9565201

CERCASI AIUTO CUOCO con disponibilità immediata

NEGOZIO IN AOSTA

Tel. 348 7661815

annunci gratuiti RUBRICHE

2-12-13-14-16-17-18-19-20-21 COME?

Con il tagliando Compilare l'apposito tagliando pubblicato su ogni numero del giornale e consegnarlo - o inviarlo - alla segreteria della redazione del vostro settimanale locale; l'annuncio deve contenere al massimo 20 parole. Ogni tagliando vale una pubblicazione.

Tel. ore ufficio 340 5467097

IL TAGLIANDO

(SOLO PER PRIVATI CON TAGLIANDO ORIGINALE) N.

seleziona un addetto alle vendite con esperienza

PER I VOSTRI ANNUNCI

➜ Massimo 20 parole ➜ Scrivere in stampantello ➜ Indicare nel riquadro a fianco il numero della rubrica prescelta

SIGNORA ITALIANA ottime referenze, con diploma di puericultrice, esperienza trentennale in asili nido di Milano, offresi per assistenza bambini anche molto piccoli. Anche a domicilio. Tel. 340 5757682 SIGNORA RUMENA DI 51 ANNI seria, con patente B, non fumatrice e con conoscenza della lingua italiana, cerca lavoro come badante 24 ore su 24 oppure in ristorante come barista o capo sala. Molta esperienza, disponibilità di spostamento in tutta la Valle. Tel. 327 2248709 SIGNORA UCRAINA di 63 anni, con documenti in regola e 12 anni di esperienza lavorativa in Ialia, si offre come badante 24 ore su 24. Tel. 389 2340717 SIGNORE cerca lavoro per la stagione invernale come lavapiatti, pulizie e tutto fare. Tel. 327 2289445 SIGNORE CECA LAVORO come lavapiatti, pulizie e tutto fare. Tel. 327 3774445 SIGNORE CON ESPERIENZA tutto fare, portiere di notte, cameriere da sala, giardinaggio e manutenzione. Tel. 338 9910002 TECNICO ELETTRICO, ELETTRONICO si offre come aiuto per la realizzazione di impianti elettrici, antenne terr-sat, automazioni e antifurti. Tel. 380 3055117.

• IMMOBILIARI 9. ABITAZIONI AFFITTO AFFITTASI A ST-DENIS alloggetto ammobiliato con riscaldamento autonomo. Altitudine 800 m, in palazzina zona centrale immersa nel verde. Tel. 0166 546049 oppure 388 1486870 ore pasti AFFITTASI ALLOGGIO ammobiliato nella collina di StPierre, 100 mq, posto auto, area verde, riscaldamento autonomo e caminetto. Tel. 335 5346964 oppure 392 9428130

• VARIE 13. CICLI, MOTO E ACCESSORI ACQUISTO MOTO D'EPOCA qualunque modello e stato. Anche Vespa o Lambretta anche a uso ricambi. Amatore con massima serietà. Tel. 342 5758002

14. MACCHINARI E ATTREZZATURE MOTOSEGA professionale, catena e barra Oregon, grande efficacia di taglio, cilindrata 52 C/C, lubrificazione automatizzata, motore ammortizzato, freno catena,

meno di un anno di vita, praticamente nuova. Svendo 160€. Tel. 3773266364 PER CESSATA ATTIVITA' Vendo macchine da falegnameria: 1 combinata Invincibile 40 - 1 bindella Centauro da 80 - radiale Dewalt da 1 metro e legname vario. Tel. 348 3022517 VENDO ELETTROSEGA Grizzly con lavama da 40 cm, nuova, ancora imballata a euro 85,00. Bancosega Valex BS 600 a euro 70, ancora imballato. Tel. 380 3530818

18. ABBIGLIAMENTO PANTALONI NERI e/o smoking, nuovi, taglia 48. Tel. 335 8254406. Occasione!

19. ARTICOLI SPORTIVI VENDO SCI ALPINISMO Voilé, semi nuovi, con attacchi AE 150 trattabili. Tel. 349 1779951 ore pasti

21. VARIE CERCO PICCOLO APPARTAMENTO AD AOSTA con riscaldamento autonomo, da 300/400 euro. Tel. 320 8218829 FILATELIA E FRANCOBOLLI fogli 22 fori nuovi (27x29) per album 22 anelli, stampati con riquadri a misura, dettagli, valore facciale francobolli e foglietti. Tutte nazioni mondo dal 1840 al 2014. Vendo o scambio con francobolli. Tel. 337 246840 VENDESI 4 sedie da cucina, colore marrone, semi nuove, 100 euro. Telefonare ore pasti, solo se interessati. Tel. 0165 31832 VENDO CARABINA SAKO 7mm RM Mod. Hunterst con ottica Schmidt e Bender 312x42, doppietta beretta e cassaforte per 4 fucili. Tel. 331 9044001 VENDO CUCINA di 3 metri composta da: frigorifero/ freezer, lavello, piano cottura, lavastoviglie, forno. Colore bordeaux/bianco. Come nuova. Tel. 328 0098177 VENDO CUCINA A GAS con 5 fuochi, tavolo con 4 sedie, divano letto matrimoniale e credenze da sala. Tel. 393 0444547 VENDO LETTINO in legno con cassetti + materassino. Come nuovo, ottima occasione. Tel. 393 0444547 VENDO PLAN CARD da fare armadio da fissare al muro di pino massello (porte), misure 5 ante larg. 2,37 - alt. 1,76, 5 ante larg. 3,37 - alt. 0,97, come nuove. Tel 393 0444547 VENDO SPAZZANEVE a turbina, 12 cavalli, usato poche stagioni. Prezzo speciale! Tel. 338 1398091.

RAGAZZA SUPER REFERENZIATA DI 30 ANNI fidata e referenziata , in Italia da tanti anni, automunita,

CERCA LAVORO

sia per lavori di ufficio (in precedenti esperienze ho lavorato come segretaria e operatrice contabile). Oppure come collaboratrice domestica/baby sitter. Disponibilità immediata. Massima serietà e affidabilità.

DOVE? Presso questa sede:

Se interessati chiamare: 324 6930026 Oppure alina_flory7@yahoo.com

ADV SRL - GAZZETTA MATIN Regione Borgnalle 12 - 11100 AOSTA Tel. 0165 230772 Fax 0165 1752032

Dati per la segreteria (che non saranno pubblicati):

AVVERTENZE. Le inserzioni si ricevono in orario di ufficio (9/12) - (14/18). Il venerdì solo fino alle ore 12. La direzione, pur impegnata nell'opera di controllo, non è responsabile della veridicità e della provenienza dei testi pubblicati. Si riserva, in ogni caso, di rifiutare qualsiasi inserzione.

NOME INDIRIZZO TEL

VENDESI EDICOLA

per motivi familiari Ottima clientela Ottima posizione Tel. 347 7217346 347 4650265

AFFITTASI

trilocale non ammobiliato ad Aosta a 480 euro. Affittasi negozi varie metrature in Viale Conte Crotti

Tel. 328 4678772


lunedĂŹ 14 dicembre 2015

71


72

lunedì 14 dicembre 2015

CIELO

VENTO SOLE

Oggi in Valle d’Aosta

P

revalentemente soleggiato. Temperature: in calo. Venti: a 3000 metri calmi o deboli variabili; deboli brezze nelle valli. Zero termico: 1200 » 1800 metri.

Tendenza successiva Martedì 15

S

oleggiato con velature. Temperature: in lieve aumento el massime nelle valli.

da mercoledì

M

ercoledì annuvolamenti soprattutto al mattino nel settore nord-occidentale, poi prevalentemente soleggiato e mite.

Accadde oggi E’ il 348° giorno dell’anno. La Chiesa ricorda San Giovanni della Croce. 1799 - Nella sua casa di Mont Vernon si spegne a 67 anni George Washington, il primo presidente degli Stati Uniti d’America. 1911 - Dopo secoli di fallimenti, una spedizione riesce a raggiungere il Polo Sud; è composta da cinque uomini, guidati Roald Amundsen. 1913 - Per effetto del Trattao di Londra siglato il 30 maggio, l’isola di Creta viene ceduta dall’Impero Ottomano e annessa alla Grecia. 2003 - A Venezia riapre il teatro La Fenice distrutto da un incendio il 29 gennaio 1996. 2003 - L’esame del DNA conferma che l’uomo catturato il giorno prima a Tikrit è Saddam Hussein, il deposto presidente dell’Iraq scomparso otto mesi fa quando le truppe americane entrarono a Baghdad. I giornali riportano la frase con cui ne è stata comunicata la cattura: «We got him».

VARIABILE

NUVOLO

NEVE

PIOGGIA

NEBBIA

TEMPORALE

Il sole

sorge oggi alle 7.59 e tramonta alle 16.52

VENTO

VENTO FORTE

La luna

sorge oggi alle 10.06 e tramonta alle 20.11

Situazione generale

M

odesto calo termico fino a domani mattina, sempre in un contesto prevalentemente soleggiato. Mercoledì una debole perturbazione sfilerà a nord delle Alpi, con effetti marginali sui settori di confine della nostra regione, mentre nei giorni successivi un promontorio anticiclonico sul Mediterraneo occidentale porterà ancora sole e temperature miti per il periodo

Gazzetta Matin del 14 dicembre 2015  
Gazzetta Matin del 14 dicembre 2015  

Versione sfogliabile del settimanale Gazzetta Matin

Advertisement