Issuu on Google+

Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

9:38

Pagina 1


LA TENUTA DEL SOLE RESTAURANT & WEDDING LOCATION

trimonion a m lo o s io Un con locat al giornosiva gratuita in esclu

La magia di un ricevimento come avete sempre sognato. Via Molino della Resiga 14 Fontaneto d’Agogna ( NO) Tel. 0322864303 - Cell 3312746051 www.latenutadelsole.it - info@latenutadelsole.it


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

17-02-2011

11:48

Pagina 1

SPOSI (iN)

Sommario

La Fotografia

Album di nozze, racconto per immagini ......................................3 L’abito per Lei

Impareggiabile “Made in Italy”...................................................9 L’abito per Lui

Sposo: tante misure per il “su misura” .....................................13 Le Bomboniere

Bomboniere: quanti ricordi in un oggetto .................................15 La Casa

Una soluzione: il soppalco.........................................................17 La Musica

Note che ruotano intorno... alla cerimonia................................21 I Fiori

Luogo che vai, fiori che trovi .....................................................23 Il Viaggio di Nozze

Viaggio di nozze... sulla Luna di miele.......................................25 La Cerimonia

Professione Wedding Planner....................................................28 Giurisprudenza

La parola agli avvocati ..............................................................31 Sacra Rota, sacro annullamento................................................32 Redazione: Cecilia Colli, Roberta Orsenigo Le foto di pag. 3, 5, 9, 11 e 31 sono di Gianluca Morra fotografo

Pubblicità: PubliSer srl Stampa: RDS Webprinting - Arcore

Le foto di pag. 28 e 29 sono di “Sensazioni & Tendenze Eventi

Inserto allegato al numero odierno di Novara Oggi, Ticino Oggi, Giornale di Arona, Giornale di Verbania

Grafica: Giancarlo Favaro

Febbraio 2011

1


Fotografia & Immagine

Non sposatevi mai... senza di noi! Servizi foto e video professionali

C.so XXIII Marzo,75 ang. via Cernaia - NOVARA

Tel. 0321 34399 www.studioemmenovara.it

info@studioemmenovara.it


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

9:38

Pagina 3

SPOSI (iN)

La Fotografia

Album di nozze, racconto per immagini

matrimonio, meglio evitare l’amico amatore e affidarsi a un fotografo professionista; meglio se specializzato nei matrimoni; in questo modo avrà molto più tempo da dedicarvi nella preparazione. Il primo passo è sempre quello di consultare la raccolta dei lavori già realizzati da cui trarre un’idea precisa dello stile del professionista. È ovvio, poi, che la decisione finale non può prescindere dalla simpatia e della fiducia che riponete nel prescelto.

vero che i ricordi più belli del giorno del matrimonio sono conservati nella propria mente, ma è altrettanto vero che le immagini da sfogliare e riguardare sono insostituibili. Ed è per questo motivo che l’album di nozze diventa un oggetto prezioso non solo per gli sposi, ma anche per amici e parenti che vogliono rivivere il giorno del sì.

È

Una scelta difficile Non è facile scegliere a chi affidare il compito di fotografare le proprie nozze. Innanzitutto sarebbe meglio evitare di incaricare qualche amico o parente, se pur appassionato di fotografia. Infatti: vi fareste togliere un dente da un impiegato di banca, oppure consigliare una polizza assicurativa da un medico…? Beh, per lo stesso motivo, nel giorno del

Quando prenotare? È opportuno contattare il professionista almeno sei - otto mesi prima delle nozze; in alcuni casi anche con un anno di anticipo per non rischiare che, nella data prestabilita, sia già impegnato.

3


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

9:38

Pagina 5

SPOSI (iN)

La Fotografia

lezza delle immagini. Può essere utile stabilire l’elenco dei luoghi dove dovranno essere scattate le foto, l’orario in cui è prevista la presenza del professionista, il costo delle foto e dell’uscita...

Album o fotolibro digitale? Negli ultimi anni il fotolibro è una soluzione quasi esclusiva; ne esistono di varie forme: verticali oppure orizzontali, colorati o in bianco e nero, con carta metallica o più tradizionale. Insomma, si può dire che oggi i fotografi esperti, grazie a fantasia e tecnologia, sono in grado di produrre veri e propri capolavori personalizzati per ogni coppia di sposi. Il tutto al corretto rapporto tra qualità e prezzo finale. Ancora richiesto, anche l’album tradizionale, con le foto applicate.

Da mettere nero su bianco... Il tipo di album, i tempi di consegna, l’anticipo e la forma di pagamento. Un altro punto da stabilire in sede di prenotazione, è la consegna di tutte le foto su cd, anche quelle che non saranno contenute nell’album. È vero che ogni professionista può conservare i provini per un certo periodo di tempo e decidere di non consegnarli agli sposi, ma sarebbe veramente inopportuno dopo il rapporto di fiducia che si è stabilito. I veri professionisti consegnano il tutto senza nemmeno farselo chiedere; meglio, comunque, chiarire la questione fin dall’inizio.

Il giorno della cerimonia Una delle qualità di un fotografo deve essere quella di saper entrare in sintonia con i futuri sposi, a cui, il giorno del matrimonio, potrebbe sembrare di venire fotografati da un amico piuttosto che da un estraneo: in questi casi il divertimento è assicurato, a tutto vantaggio della natura-

5


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

11:50

Pagina 7

SPOSI (iN)

La Fotografia

terà quel giorno; la domanda è dettata dal desiderio del professionista di potersi portare dietro tutti gli strumenti in grado di valorizzarla al meglio in fase di ripresa.

Questione di trucco Infine, non si stupisca la futura sposa se dovesse sentirsi chiedere dal fotografo quale sarà il tipo di maquillage che adot-

Scherzi a parte!

tare tutte le lampadine in modo che venga a mancare la luce in tutta la casa? Tra i più ingegnosi, invece, c’è quello di ricostruire la torta nuziale con della gomma piuma: mettetevi, poi, d’accordo con i ristoratori, simulate un incidente e fate cadere la torta riprendendo tutto con la telecamera. Insomma, gli scherzi sono infiniti e potete sbizzarrirvi in diverse variazioni. Ricordatevi, però, di non scadere in volgarità e maleducazione.

Matrimonio tradizionale, romantico, esotico o alternativo. Comunque sia, in qualunque matrimonio che si rispetti non può mancare qualche scherzo innocuo da parte degli amici. Senza esagerare, infatti, si può essere simpatici lasciando la propria ‘impronta’ nel giorno del sì. Tra le burle più conosciute spicca quella di riempire la casa degli sposi con parecchie sveglie che suoneranno ad orari diversi della notte oppure di palloncini gonfi di coriandoli. Che ne dite, invece, di mettere dei piatti di plastica tra il materasso e le reti? O di svi-

7


ATELIER CREAZIONI SPOSA TECNICA SARTORIALE PASSIONE PER I DETTAGLI

NOVARA - Via Palestro, 1 www.antonellaboffelli.it

Si riceve su appuntamento - Tel. 0321 629991


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

9:38

Pagina 9

SPOSI (iN)

L’abito per Lei

Impareggiabile “Made in Italy”

quanto riguarda il colore, il bianco o l’avorio non tramontano mai, ma sono cambiati gli abbinamenti: le linee giovani e ricercate, infatti, vengono associate a tessuti fiorati, colorati o, meglio ancora, sfumati, secondo i gusti della sposa. Si avranno, così, abiti bianchi abbinati a tonalità di colore diverso che possono spaziare dal rosso, al verde, al blu, al giallo. Il corpino è quasi sempre d’obbligo, anche in inverno. Non si spaventino le più freddolose: il proprio abito verrà abbinato a una stola, a un giacchino oppure, perché no, a una pelliccia. Anche gli accessori sono di fondamentale importanza: ovviamente si scelgono quelli più adatti, anche a seconda della stagione. La scarpa chiusa, ad esempio, è consigliata anche in estate, ma si può benissimo optare per un sandalo magari arricchito da zirconi. I guanti, invece, sono caduti in disuso mentre il velo, se piace, è sempre gradito. Ma l’aspetto più importante da considerare è il “Made in Italy”: in questo modo l’abito nasce e cresce in atelier, secondo le proprie esigenze con caratteristiche impareggiabili di fattura e di tessuti.

ntrare in un atelier di abiti da sposa è come fare un sogno a occhi aperti: modelli da provare, tessuti da scoprire, accessori da abbinare. Per una donna che si avvicina al matrimonio è davvero un’emozione unica. Sì perché in tema di abiti da sposa, la moda non s’impone con regole precise; ogni donna è libera di scegliere quello che ritiene più adatto a se stessa. Questo, però, è possibile farlo solo in un atelier sartoriale dove gli stilisti sono a completa disposizione della futura sposa seguendola nella scelta del modello, del tessuto, dei colori, delle finiture e dei ricami così da personalizzare l’abito il più possibile. Nonostante, in questo settore, la moda non abbia esatte direttive, bisogna ricordare che anche gli abiti da sposa hanno subito una notevole evoluzione degli ultimi anni. Innanzitutto l’abito intero, solitamente lungo, è tornato protagonista; gli esperti, infatti, consigliano di non pensare all’utilità del vestito dopo la cerimonia e il ricevimento perché l’abito da sposa è fatto apposta per il giorno del matrimonio e deve essere utilizzato solo per l’occasione. Per

E

9


ANI

I ARTIGI R T S E A M i d I N REAZIO

C

Abiti da sposa, da sposo, da cerimonia, scelti da campionario o realizzati su misura, ispirandosi ad un idea o ad un disegno. Vasta gamma di accessoria sia pronti che personalizzabili: scarpe borse e molto altro‌

Corso Garibaldi, 21 - BAVENO (VB) - Via Oxilia, 4 - NOVARA Roberto Monfalcone Tel. +39 346.3373332 - roberto.monfalcone@libero.it


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

9:38

Pagina 11

SPOSI (iN)

Così si diventa spose perfette Il giorno del matrimonio tutti gli occhi sono puntati sulla sposa. Essere bella, anzi bellissima, quindi diventa un obbligo... Per ottenere questo importante risultato basta seguire alcuni semplici consigli e iniziare a pensare a se stesse e al proprio aspetto con qualche mese di anticipo rispetto alla data del sì. Tre mesi prima del matrimonio È il momento giusto per mettersi o rimettersi in forma. Per impegnarsi in una dieta, che in nessun caso deve essere drastica. A volte, poi, è sufficiente qualche piccolo cambiamento dello stile alimentare: eliminare il cioccolato e i dolci e evitare le bibite gassose; mangiare più frutta e verdura. Il tutto abbinato a un po’ di esercizio. Questo è anche il momento per scegliere e prenotare il parrucchiere e l’estetista. Bisogna scegliere l’acconciatura e il trucco e iniziare i trattamenti di bellezza: maschere per il viso, cure anticellulite, qualche massaggio rilassante...

CALENDARIO

L’abito per Lei

tista per una nuova prova del trucco. Badate che il make-up sia leggero, lasciando che il vostro aspetto appaia del tutto naturale. Due settimane prima Bisogna iniziare a prendere decisioni importanti ed effettuare gli ultimi trattamenti di una certa importanza: tagliare i capelli e modificarne il colore, effettuare un’ultima e accurata pulizia di viso e un peeling di quei tratti di pelle che saranno mostrati (spalle, collo, la scollatura). La settimana prima del si, L’importante è non farsi prendere dal panico e ricordarsi di confermare gli appuntamenti da parrucchiere ed estetista. Due giorni prima Trattamenti di estetica base, a partire dalla depilazione. Gli ultimi ritocchi estetici... Manicure e pedicure, invece, sono da lasciare per la vigilia.

Ed ecco arrivare il grande giorno... Per affrontare al meglio la giornata il consiglio è quello di svegliarsi tardi e fare una buona prima colazione. Se gli occhi sono rossi o hanno le borse sotto è bene applicare un po’ di ghiaccio. Importantissimo è ricordarsi di indossare vestiti che non devono essere tirati sopra la testa così da non rovinare il lavoro di parrucchiere ed estetista. È meglio sistemare i capelli prima del trucco. Un ultimo consiglio: affidate alla mamma, alla sorella o a un’amica una borsa con dentro il necessario per ritocchini vari che dovessero rendersi necessari durante la cerimonia!

Due mesi prima Tocca alla manicure, perché mani e unghie, insieme alla fede, saranno al centro dell’attenzione dopo la cerimonia. Fra una seduta e l’altra dall’estetista è importante ricordarsi di applicare la crema per le mani così da non vanificare il lavoro già svolto. È consigliabile anche effettuare una prova dell’acconciatura utilizzando il velo o gli altri accessori scelti dalla sposa per abbellire il capo. Un mese prima L’appuntamento è nuovamente con l’este-

11


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

9:38

Pagina 13

SPOSI (iN)

L’abito per Lui

Sposo: tante misure per il “su misura”

L’

abito non farà il monaco, ma senz'altro fa lo sposo... Lui il giorno delle nozze indosserà un abito perfetto in ogni dettaglio, curato e rifinito con cura. Come realizzarlo su misura, a regola d'arte? Devo dire che chi, come chi scrive, era completamente a digiuno di tecnica sartoriale, resta di stucco nello scoprire personalmente quanto sia complesso ma efficiente il mondo del “Su misura”. Prima di tutto si sceglie il modello: mi suggeriscono qualcosa di sobrio perché possa essere poi riutilizzabile in altre occasioni. I tessuti: quelli più belli, perfetti per un matrimonio, sono un centinaio, c'è di che divertirsi... Il pantalone? Mi dicono che è bene farsene fare almeno due paia... così consumato il primo avrete il secondo e il vestito durerà il doppio del tempo. Ora tocca alle misure: tremo! Si parte dal torace: una piccola regola? Misuratelo da soli e dividete per due. Il risultato sarà la vostra taglia... La mia? Non ve la dico. Poi si deve rilevare il “drop” perché ognuno di noi può essere snello, normale, mezzo forte, forte, o panciuto. Io? Sembra che l'esperto opti per il mezzo forte... Poi la statura, (corto, regolare, lungo, extra-lungo), quindi si deve pensare a tutti i possibili difetti che un abito una volta indossato possa avere: per individuarli i professionisti seri vi faranno indossare un abito campione. Tutto sarà corretto con opportuni calcoli e modifiche che sarà cura del professionista rilevare... E la camicia? Per me che vivo in un altro mondo è una sorpresa scoprire che per quelle più belle esistono i ricambi! Consumato il primo collo si sostituisce, come perfettamente sostituibili sono anche i

polsini... Insomma, c'è tanto da imparare. E si scopre che fatto l'abito a pennello, grazie a tutti questi accorgimenti lo sposo sarà bello e vestito chissà per quanti anni... sempre che nel frattempo, complici i manicaretti della gentil consorte, non metta su un po' di pancia.

13


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

11:51

Pagina 15

SPOSI (iN)

Le Bomboniere

Bomboniere: quanti ricordi in un oggetto i carta, in vetro, di stoffa o in metallo, fino a materiali più pregiati come l’argento o la porcellana. Ce n’è per tutti i gusti; di bomboniere, ovviamente. Senza, però, dimenticare i confetti. Questa ‘coppia’, infatti, ha un significato simbolico: oltre a fungere da ricordo e da simbolo del giorno delle nozze trascorso insieme, è anche un modo per ringraziare tutti gli invitati della loro presenza e dei loro doni. Di solito la bomboniera contiene un bigliettino con i nomi degli sposi e un numero dispari di confetti, cioè indivisibile come il matrimonio. Il numero di confetti deve essere cinque a simboleggiare salute, felicità, fertilità, longevità, ricchezza.

D

ma anche porcellane pregiate o piccoli oggetti Swarovski o in vetro di Murano. Ma si può optare anche per un semplice sacchettino contente i confetti: non sarà di materiale pregiato, ma avrà senz’altro un valore affettivo sia per gli sposi che lo consegnano che per gli invitati che lo ricevono. E se voi stessi, qualche vostro familiare o caro amico avrete tempo, voglia e fantasia di realizzare qualcosa da voi, anche se non perfetto, sarà sicuramente la cosa più gradita e ricca di sentimento.

Quando si distribuiscono Il modo più semplice e veloce per distribuire le bomboniere è al termine del ricevimento, dopo la torta nuziale, in cui gli sposi fanno il giro degli ospiti e, mentre il marito sostiene una cesta contenente tutte le bomboniere, la moglie le consegna una a una. La tradizione vuole, inoltre che i testimoni ricevano una bomboniera speciale, in quanto per il ruolo che rappresentano alla cerimonia, il loro regalo è più ‘importante’. Ma ciò non rappresenta, comunque, una regola.

Belle e solidali Ancora più utili sono le bomboniere solidali, per le quali si sceglie di devolvere la cifra dedicata all'acquisto delle bomboniere di nozze ad una iniziativa a scopo benefico. In questo modo, si sceglie di condividere un momento felice non solo con i propri cari, ma anche con qualcuno di più bisognoso. Ancora in tema di solidarietà, sono le bomboniere realizzate dai volontari delle associazioni: sono bellissime e, se prenotate per tempo, possono essere personalizzate come quelle acquistate in negozio.

Scelta di stile Come in tutti gli altri aspetti dell’organizzazione delle nozze, anche la scelta delle bomboniere rispecchia lo stile degli sposi. La parola d'ordine è armonia e le bomboniere dovranno essere in stile e colore con il resto degli elementi del matrimonio. Le bomboniere classiche sono coppette, scatolette, portapillole e cucchiaini in argento,

15


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

9:38

Pagina 17

SPOSI (iN)

La Casa

La “moltiplicazione” degli spazi

Una soluzione: il soppalco

mento (altezze interpiano di almeno 2,30 m) sarà possibile invece estendere il soppalco fino al 50%. Da ricordare che per essere regolare il soppalco stesso deve essere completamente aperto sull’ambiente sottostante e protetto da parapetto/ringhiera con altezza minima di 90 cm.

n un appartamento, anche dalla superficie contenuta, ma con soffitti che superano i quattro metri (per esempio un piccolo monolocale sottofalda, un loft, o un appartamento in un palazzo storico solitamente caratterizzato da altezze interpiano notevoli) può essere aumentata la superficie calpestabile realizzando uno o più soppalchi, sempre nel rispetto delle norme vigenti (regolamenti comunali e/o d'igiene).

I

Come si realizza un soppalco Struttura in ferro e impalcato in legno: consigliabile in una casa moderna, o in una ristrutturazione. Ha il vantaggio di ridurre al minimo gli spessori. Struttura in legno e impalcato in legno: per chi desidera un ambiente più rustico, o in un contesto antico. Questa struttura nel suo insieme richiede spessori e ingombri maggiori: meglio realizzarla negli ambienti più alti. Soletta tradizionale: consigliabile quando il soppalco è collocato anche sopra un ambiente bagno che richiede maggiore isolamento. In questo caso, l'altezza mini-

Norme e misure Perché un soppalco sia a norma è necessario che l'altezza media interna dell’ambiente sia di almeno 4,30 metri: questo permette di avere sia nell’ambiente sottostante, sia sul soppalco altezze minime di 2,10 metri. In tale caso, la superficie del soppalco potrà estendersi fino a un terzo della superficie del locale sottostante. Quando l’altezza complessiva del soffitto è superiore o uguale a 4,70 metri dal pavi-

17


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

9:38

Pagina 18

SPOSI (iN)

La Casa ma del bagno non può essere inferiore a 2,40 m. Quando le altezze non lo consentono un ribassamento è comunque realizzabile: non sarà vivibile, ma si rivelerà comodissimo come ripostiglio in quota o cabina armadio, come nell’esempio riportato. Scala Per accedere al soppalco molto importante la scelta del tipo di scala. Quest’ultima sarà dettata dallo spazio e dalla forma dell'ambiente, a seconda delle caratteristiche infatti si potrà optare per una scala a giorno, mini-scala, oppure a chiocciola. La prima sarà indicata per locali medio-grandi, le altre per le superfici piÚ piccole. Tanto spazio in piÚ Nell'esempio riportato in queste pagine è rappresentato un monolocale di circa 30

/$75(&$7(6(287/(7'(/02%,/( &(1752&8&,1((02%,/,'¡$55('2 &8&,1( 62**,251, DSDUWLUHGD DSDUWLUHGD Ą Ą (OHWWURGRPHVWLFL

9$67$(6326,=,21(',&8&,1(62**,2512&$0(5(&$0(5(77( (%$*1,78772680,685$$35(==,'$672&.

3266,%,/,7­',75$6/2&+, 2))(57$63(&,$/(6 326, $0%,(17,680,685$ 3(52*1,$0%,(17($ &48,67$72 2/75($'8135(==2 63(&,$/($95(7( 8120$**,235(=,26 2 &8

6235$/82*2 352*(77$=,21( H35(9(17,92*5$78,72

&,1$ &$0(5$ 6$/$ 20$**,2 GD/(772 6$/2772 ODYDVWRYLJOLH 20$**,2 20$**,2 20$**,2 PDWHUDVVR WDYROLQR WHOHYLVRUH 2SSXU HVFHJOLHWHYRLLOUH

JDORQHOYDVWRDVVR

),1$1=,$0(17,7$662

UWLPHQWR

&VR5RPD75(&$7( 6WDWDOH1RYDUD0LODQR

ZZZODWUHFDWHVHLW

18


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

9:38

Pagina 19

SPOSI (iN)

La Casa mq, al netto dei muri perimetrali, con altezza media di 4,70 m. Su questa superficie abbiamo soppalcato una zona di circa 9 mq che può essere utilizzata come zona notte, studio o area relax. Inoltre, abbiamo sfruttato lo spazio sopra il bagno/dismpegno per ricavare un ripostiglio cabina armadio in quota raggiungibile mediante passerella che lo collega al soppalco. Grazie a questa soluzione, i 30 mq sottostanti si utilizzano esclusivamente per la zona soggiorno, pranzo e cucina rendendo l’appartamento perfettamente vivibile, riservando il classico divano letto presente in tutti i monolocali esclusivamente per gli ospiti occasionali. Infine, questa proposta è ottima anche per case di vacanza al mare, al lago o ai monti.

19


www.gioielleriadinucci.com

Fedi nuziali Gioielli per gli sposi Bomboniere Lista nozze

Viale Roma, 17 Novara Tel. 0321.629929


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

9:38

Pagina 21

SPOSI (iN)

La Musica

Note che ruotano intorno... alla cerimonia scandiscono momenti musicali fondamentali: l’ingresso della sposa, l’offertorio, la consacrazione dell’ostia, la comunione, il termine della celebrazione e l’uscita degli sposi. Le scelte classiche sono solitamente ben accette da tutti i sacerdoti; quelli più permissivi si aprono a gusti musicali particolari come i gospel, meno informali ma senz’altro d’effetto. Musica per la cerimonia civile Nonostante la cerimonia civile sia molto più sbrigativa di quella religiosa, è quasi d’obbligo inserire alcuni momenti musicali magari durante l’ingresso della sposa, le firme e l’uscita. Se gli sposi sono particolarmente amanti della musica, prima della fine della cerimonia possono intrattenere per qualche minuto gli ospiti con un brano a loro scelta.

tabilita la data, prenotate la location e il luogo della celebrazione, scelti gli abiti, i fiori, le bomboniere, non resta che decidere quale sarà la colonna sonora che accompagnerà il grande giorno. Sì perché, in un matrimonio, anche la musica è importante. Molti sposi delegano questa incombenza al coro della chiesa, in caso di celebrazione religiosa, non se ne occupano affatto se il matrimonio è civile e propongono musica di fortuna durante il ricevimento. E’, invece, importante che il gusto e lo stile degli sposi emergano anche nelle note musicali. Qualunque sia la vostra scelta, è giusto selezionare con cura i musicisti in modo che siano competenti ed esperti e che rappresentino esattamente ciò che volete. Una colonna sonora sbagliata o scadente, infatti, rischierebbe di far cadere di tono e stile il vostro matrimonio.

S

Musica per l’aperitivo Nel caso in cui sia previsto, si consiglia un genere soft come jazz, lounge, duo violino e pianoforte o brani di musica classica. Musica per il ricevimento Anche in questo caso, la musica deve essere soft per non ‘invadere’ i dialoghi degli invitati seduti a tavola. Dunque un duo che proponga musica classica o jazz è l’ideale, oppure anche un duo con un cantante, sempre che la musica proposta sia discreta. Momenti fondamentali come l’arrivo degli sposi a tavola e il taglio della torta meritano brani musicali a parte. A seconda dei propri gusti, a convivio terminato, il ricevimento può proseguire con vera e propria musica dal vivo: si può scegliere tra discoteca, revival anni Sessanta e Settanta, disco music anni Ottanta, latino americano, balli di gruppo, canzoni tradizionali popolari.

Musica per la cerimonia religiosa Chi decide di sposarsi in chiesa, dovrà concordare la musica con il sacerdote. Alcuni, infatti, sono piuttosto rigidi; quindi, per evitare sorprese dell’ultimo minuto, è sempre meglio comunicare con anticipo le proprie scelte. Si può optare non solo per l’organo, ma anche per l’arpa, i violini o un violoncello che, magari, accompagnano la voce di un cantante. Le regole della liturgia

21


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

9:38

Pagina 23

SPOSI (iN)

I Fiori

Luogo che vai, fiori che trovi

L’

addobbo floreale deve creare atmosfera. Innanzitutto è necessario rivolgersi a dei professionisti che possano offrire una vasta scelta. Ecco alcuni consigli. 1) L’addobbo deve essere scelto almeno quattro mesi prima del grande giorno. 2) In sintonia con la decorazione, bisogna scegliere il bouquet e riservare un fiore da mettere all’occhiello dello sposo. 3) Il profumo dei fiori è sempre ben gradito, non deve essere troppo forte altrimenti rischia, soprattutto a tavola, di provocare qualche mal di testa. 4) I fiori utilizzati per addobbare la chiesa o il luogo per la cerimonia civile possono essere trasportati nella location per il ricevimento. Questo non solo comporterà un notevole risparmio economico ma vi permetterà anche di evitare un inutile spreco di fiori. 5) Di solito il colore di base è il bianco che può essere arricchito con altri colori, magari riprendendo vestito della sposa se non è bianco.

le (municipio o una location apposita) deve essere abbellita con i fiori. Di solito vengono utilizzate composizioni floreali per il tavolo che divide l’ufficiale di stato civile e gli sposi; ai due lati del tavolo; all’ingresso della sala della cerimonia. Si potranno inoltre aggiungere dei piccoli mazzetti di fiori sulle sedie degli invitati. Addobbo per l’auto degli sposi Anche in questo caso si dovrà intonare ai fiori scelti per la cerimonia e, naturalmente, al modello del veicolo prescelto per il trasporto degli sposi. In generale, comunque, i fiori vanno posizionati sul pianale tra lo schienale posteriore e il lunotto. Un altro particolare è il classico nastro bianco sul cofano. Addobbo per la sala del ricevimento I luoghi che solitamente vengono addobbati sono: il viale d’accesso e ingresso della location; i tavoli degli sposi e degli invitati e, se ci sono, i tavoli del buffet e dei dolci. Per i centrotavola, potrete spaziare da alzate di fiori o anche di frutti, a seconda della stagione, a rami di albero fioriti, tralci di vite, melograni, pannocchie, fasci di spighe con girasoli e papaveri, ma anche ike-bana, l’importante è che la composizione non sia troppo ingombrante. Gli invitati, infatti, devono potersi guardare in faccia, quando, durante il ricevimento faranno conversazione. L’addobbo dei tavoli del ricevimento di matrimonio non è fatto esclusivamente dal centrotavola, ma anche da altri piccoli accorgimenti, quali ad esempio una tovaglia originale, dei petali accanto ai piatti, dei segnaposto per ciascun commensale, che arricchiscano il tutto; dettagli che saranno concordati con il ristorante o con il catering.

Cerimonia religiosa I professionisti che curano l’addobbo provvederanno a fare un sopralluogo. In ogni caso, l’addobbo delle chiese deve essere luminoso per contrastare l’oscurità del luogo. In chiesa, dunque, non dovrebbero mai mancare un cesto sull’altare maggiore dove viene celebrato il rito, una composizione più grande alla sua base davanti agli sposi e alcune piccole sulle balaustre. Si potranno poi adornare le panche della navata principale e l’ingresso. Lo stile delle composizioni deve abbinarsi allo stile artistico della chiesa stessa. Cerimonia civile Anche la sala dove viene celebrato il rito civi-

23


e per t

IN

LO REGA trolley

più ione uno o nte collez vel lega dell’e lcome Tra We guar by Ja

LUNA DI SCONTO

MIELE

fino a

€ 1.400 a coppia

Per una luna di miele da sogno scegli

RISORGIMENTO VIAGGI

Corso Risorgimento, 71a - Novara Tel. 0321 33 90 92 - risorgimento@msoft.it


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

17-02-2011

11:49

Pagina 25

SPOSI (iN)

Il Viaggio di Nozze

Viaggio di nozze... sulla Luna di miele

giungono una settimana di estensione sulla spiaggia, che ritengono irrinunciabile: il mare delle Maldive o quello di alcune isole sperdute della Malesia, che non sono ancora molto turistiche. Altre combinazioni frequenti sono l’Australia con le Isole Figi; oppure gli Stati Uniti con il mare di Cuba o delle Isole Vergini. Gli Stati Uniti sono tra le mete che offrono una maggiore varietà di combinazioni; non di rado, infatti, i novelli sposi scelgono di visitare una metropoli, come Las Vegas, New York o Los Angeles a cui aggiungono una crociera, magari alle Hawaii o in Alaska. Non mancano, poi, le mete insolite come Emirati Arabi, Dubai, Egitto, Giordania, India o Sudafrica. Ma si può optare anche per il Nord Europa, magari in crociera, oppure per la Russia. Destinazioni senz’altro affascinanti sono il Giappone oppure il Perù in combinazione con le Galapagos. Una valida soluzione per abbattere i costi, è quella di aprire la lista nozze presso l’a-

opo la cerimonia, il ricevimento, le foto e i festeggiamenti, ecco che arriva il momento più atteso: il viaggio di nozze durante il quale gli sposi possono finalmente rilassarsi e restare soli. Gli esperti del settore, infatti, consigliano di partire subito dopo il grande giorno, dopo un paio di giorni al massimo. In caso contrario si rischia di perdere il significato intrinseco della luna di miele e di compiere una semplice vacanza. E in tema di viaggi di nozze, le possibilità sono infinite. Innanzitutto i tempi che possono variare da una settimana a quindici giorni anche a seconda della meta prestabilita. A questo proposito bisogna ricordare che quelle classiche come Maldive, Sheycelles e Polinesia non tramontano mai. Per chi, invece, vuole abbinare un viaggio culturale con il mare, le soluzioni sono numerose. Molti clienti accettano l’idea del Paese da visitare a cui però ag-

D

25


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

11:53

Pagina 27

SPOSI (iN)

Il Viaggio di Nozze

book sul quale scrivere una dedica che, in seguito, verrà donato agli sposi. Questa è una soluzione molto utile soprattutto per le coppie che già convivono prima del matrimonio.

genzia di viaggi. Il meccanismo è semplice: si sceglie la destinazione preferita e amici e parenti si recheranno in agenzia per contribuire alla spesa secondo i loro desideri. Solitamente viene messo a disposizione un

Dove andare, mese per mese

LUGLIO: Comore - Egitto (Mar Rosso) Europa del nord - Scandinavia - Fiji Hawaii - Isole del Mediterraneo - Italia (mare) - Malaysia - Maldive - Mauritius Polinesia - Spagna - Usa - Kenia. AGOSTO: Comore - Scandinavia - Fiji Hawaii - Isole del Mediterraneo - Italia (mare) - Malaysia - Mauritius - Polinesia Spagna - Usa. SETTEMBRE: Australia - Comore - Mar Rosso - Europa del nord - Scandinavia - Fiji - Hawaii - Isole del Mediterraneo - Italia (mare) - Malaysia - Mauritius - Polinesia Seychelles - Spagna - Usa. OTTOBRE: Australia - Brasile - Comore Mar Rosso - Fiji - Filippine Hawaii - Hong kong - Egitto ( Mar Rosso) - Mauritius - Polinesia - Seychelles - Thailandia - Usa. NOVEMBRE: Australia - Brasile - Mar Rosso - Filippine - Fiji - Hawaii - Hong Kong - Maldive - Malaysia occ. - Seychelles - Thailandia - Mauritius - Sudafrica. DICEMBRE: Australia - Brasile - Filippine - Maldive - Isole Caraibiche - Kenya - Malaysia - Sri Lanka - Seychelles - Sudafrica Thailandia.

Mese per mese ecco le mete migliori per il vostro viaggio da sogno GENNAIO: Costa Rica - Bali - Brasile - Filippine - Hawaii - Hong Kong - Isole Caraibiche - Malaysia - Maldive - Singapore Sri Lanka - Thailandia - Kenya. FEBBRAIO: Costa Rica - Bali - Filippine Hawaii - Hong Kong - Isole Caraibiche Malaysia - Maldive - Singapore - Sri Lanka - Thailandia - Kenya. MARZO: Costa Rica - Bali - Hawaii - Hong Kong - Isole Caraibiche - Malaysia - Singapore - Sri Lanka - Thailandia - Kenya. APRILE: Australia - Egitto ( Mar Rosso) Hawaii - Hong Kong - Maldive. MAGGIO: Australia - Egitto ( Mar Rosso) - Fiji - Hawaii - Hong Kong - Maldive Mauritius - Polinesia - Seychelles - Sud'Africa - Usa. GIUGNO: Australia - Comore - Mar Rosso - Europa del nord - Scandinavia - Fiji Hawaii - Isole del Mediterraneo - Italia (mare) - Malaysia - Mauritius - Polinesia Spagna - Usa.

27


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

9:38

Pagina 28

SPOSI (iN)

La Cerimonia

Professione Wedding Planner Sarà tutto perfetto, voi dovrete solo dire”sì”

L’

abito da scegliere, gli invitati da avvisare, l'acconciatura da provare. E poi se piove? E se il buffet non è all'altezza? Quanti preparativi, pensieri, problemi: insomma, il giorno delle nozze vi sembra più faticoso di una scalata dell'Everest? Niente panico, ci sono loro, i wedding planner, preziosi, insostituibili, efficienti professionisti che, come abili registi dietro le quinte, vi organizzano la cerimonia curando ogni minimo dettaglio. Come contattarli? Beh, dopo aver individuato le agenzie più affidabili, magari an-

che attraverso i consigli di amici e parenti, tutto comincia con un colloquio durante il quale i professionisti cercano di capire gusti, preferenze e soprattutto i sogni che gli sposi vogliono realizzare. Il wedding planner riuscirà a realizzare il sogno del matrimonio perfetto risparmiando tempo ed ottimizzando i costi. Non si sostituisce alla coppia, ma la segue passo dopo passo per realizzarne le

28


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

9:38

Pagina 29

SPOSI (iN)

La Cerimonia

nio di successo gli sposi avranno capacità organizzativa e un vasto campionario di aziende serie e professionali per poter fornire servizi di qualità. Occhio poi ai tempi perché il wedding planner dovrebbe essere contattato almeno con un anno di anticipo, per avere maggiori probabilità di prenotare il servizio migliore, la location desiderata, la carrozza sognata, ecc. E i prezzi? Da una nostra indagine emerge che che ogni agenzia ha il proprio tariffario. Il costo varia a seconda che la consulenza riguardi ogni aspetto del matrimonio o solo alcuni, esempio l'ambientazione, le partecipazioni, il servizio per il rinfresco. Il compenso varia da 500 a 2mila euro. L'importante è rivolgersi ad agenzie competenti, evitando aziende che, pur occupandosi di un aspetto della cerimonia (esempio fiorista) non hanno la competenza per fornire un servizio a 360 gradi. Quindi, sposi avvisati…

scelte migliori. Insomma, un vero e proprio antistress per chi desidera arrivare alle nozze senza patemi. Un bravo wedding planner deve avere la capacità di comprendere i desideri degli sposi. Il matrimonio è ancora per molti un lieto fine che si avvera: i professionisti hanno il compito di realizzarlo. A tutti i costi e superando ogni tipo di imprevisto. Poi chiaro, devi metterci passione, essere creativo, e aggiornato su tutte le ultime tendenze. Tra gli aspetti più importanti dell'organizzazione di un matrimonio, assolutamente da mantenere sempre in primo piano, il budget a disposizione, perché permette la pianificazione del progetto che ha come priorità la location, il catering (o il ristorante) e la scelta degli abiti. Una volta stabilito il margine di spesa comincia il lavoro di pianificazione del Grande Giorno, alla ricerca di idee originali e delle migliori soluzioni per sposi e invitati. Per realizzare un matrimo-

29


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

9:38

Pagina 31

SPOSI (iN)

Giurisprudenza

La parola agli avvocati Tutto quello che bisogna sapere prima di pronunciare il fatidico “Sì” l matrimonio rappresenta un momento della vita molto importante, sia dal punto di vista pratico che emotivo. Chi decide di compiere questo passo, infatti, deve sapere quali sono i doveri cui va in incontro. Come cambia, dunque, la vita dal punto di vista legale dopo il matrimonio? L’abbiamo chiesto agli avvocati Antonella Panagini, esperta di diritto di famiglia, e Stefano Bottacchi, socio dello studio legale Tacchini – Riboni – Belcredi. «La materia - spiegano - è molto vasta ma, per riassumere tutto in un concetto generale, si può dire che cambiano e aumentano le responsabilità. I doveri dei coniugi sono molteplici a partire dagli obblighi nei confronti dell’altro coniuge e dei figli, sia di carattere morale, sia economico».

I

Un punto di fondamentale importanza è la scelta del regime patrimoniale. Cosa prevede la legge?

«La legge consente agli sposi di scegliere tra comunione o separazione dei beni. Nel primo caso tutti i beni acquistati dopo le nozze sono di proprietà di entrambi i coniugi. Rimangono, invece, di proprietà esclusiva di ciascun coniuge: i beni posseduti da prima delle nozze; eredità o donazioni, anche se avute dopo il matrimonio; beni personali e tutto ciò che viene disposto dal codice civile. In caso di separazione dei beni, invece, i due sposi hanno la proprietà esclusiva dei beni acquistati sia prima che dopo il matrimonio, anche se fruiti in comune». Quando si parla di matrimonio dal punto di vista legale, è necessario prendere in considerazione anche un’eventuale separazione. Come devono muoversi i coniugi? «Esistono due tipologie di separazione, consensuale e giudiziale. La prima è possibile dopo il raggiungimento di un accordo da parte dei coniugi, da soli o con la consulenza di un legale. Se ci sono figli minori o interessi comuni, la presenza del legale è indispensabile. Salvo caso particolari, nell’interesse del cliente, noi consigliamo sempre questa soluzione. In un momento di estrema sofferenza come può essere quello di una separazione, trovare un accordo è sempre preferibile. Dal deposito del ricorso all’udienza in tri-

31


Sposi (iN) 01_2011 Novara ok

16-02-2011

9:38

Pagina 32

SPOSI (iN)

Giurisprudenza razione? «No, il divorzio deve essere chiesto al tribunale. In caso contrario si assume lo stato civile separato. Per risposarsi, invece, è necessario lo stato civile libero che si ottiene, appunto, dopo il divorzio».

bunale, solitamente trascorrono non più di due mesi. Da qui sono necessari tre anni per la richiesta di divorzio. La separazione giudiziale, invece, è una vera e propria causa civile che necessita dei tempi previsti dalla legge. Per prima cosa viene disposta un’udienza per provvedimenti urgenti, come possono essere la tutela dei minori, l’autorizzazione a vivere separati e l’assegno di mantenimento al coniuge più debole».

Nel caso di una convivenza, quali sono i doveri in cui si incorre? «Gli obblighi nei confronti del convivente sono solo di natura morale. In caso di separazione con la presenza di figli minori, quest’ultimi vengono tutelati dal tribunale dei minori».

Il divorzio avviene automaticamente dopo tre anni dalla sentenza di sepa-

Sacra Rota, sacro annullamento delle attività principali del Tribunale è quella di occuparsi della nullità dei matrimoni contratti con rito cattolico, fra due cattolici oppure fra un coniuge cattolico ed uno ateo o di altra confessione. Le sentenze di nullità matrimoniale, emesse da un competente Tribunale Ecclesiastico, dichiarano “nullo” giuridicamente un matrimonio, ovvero come mai esistito. Per avere efficacia definitiva tali pronunziamenti devono essere ratificati da un Tribunale Ecclesiastico di Appello: una volta intervenuta la conferma della decisione adottata in primo grado, questa sentenza può ottenere efficacia anche per l’ordinamento italiano attraverso un procedimento chiamato “delibazione” della sentenza ecclesiastica, procedura questa da instaurare presso la competente Corte di Appello (cfr. art.64 della legge 31 maggio 1995, n°218). Le sentenze pronunciate dalla Sacra Rota sono in latino. Conseguenze giuridiche dell’annullamento: ad esempio ci si potrà risposare in Chiesa; si potranno ricevere i Sacramenti; può cessare l’obbligo di contribuzione dell'assegno familiare di mantenimento; scompaiono eventuali diritti ereditari a favore del coniuge separato.

Quante volte abbiamo sentito che un matrimonio religioso è stato annullato dalla Sacra Rota? Tante, ma pochi sanno esattamente in cosa consiste questo particolare organo di giustizia religiosa. Il Tribunale Apostolico della Sacra Rota Romana, comunemente chiamato Sacra Rota, è il secondo più alto Tribunale ecclesiastico della Santa Sede (il primo è la Segnatura apostolica). Eretto nel 1331, si compone di 12 Cappellani Uditori nominati dal Papa, riuniti in un Collegio presieduto da un Decano. Il nome Rota deriva probabilmente dal recinto circolare in cui si siedevano gli uditori ad ascolare le cause. Una

32


Speciale Sposi - Piemonte