__MAIN_TEXT__

Page 1

Rapporto Annuale 2011 a cura di Alessia Fazio, Assunta Paolucci, Maria Del Cimmuto


Dedicato ad Adriano Antonucci


Rapporto annuale 2011

INDICE 1.

Messaggio del Direttore ................................................... ...2

2.

Personale ......................................................................... ...6

3.

Il Museo nel 2011: gli eventi ............................................ ...7

4.

Museo, territorio-scuola: 4A. L’attività didattica .......................................... .38 4B. I progetti educativi ......................................... .43 4C. I progetti speciali con le scuole ...................... .45 4D. L’alta formazione .......................................... .54

5.

Museo, ricerca e conservazione: 5A. Il patrimonio ................................................... .55 5B. La ricerca, la conservazione, il restauro .......... .55 5C. I laboratori ..................................................... .56 5D. Le pubblicazioni ........................................... .57 5E. Atti e partecipazioni a congressi ..................... .58 5F. I brevetti ........................................................ .59 5G. Il magazzino ................................................. .59 5H. La biblioteca ................................................. .60 5I. Le convenzioni .............................................. .61 5L. Le missioni all’estero ...................................... .62 5M. Il sito Web .................................................... .63 5N. Il bookshop ................................................... .63

6.

Visitatori e Fruitori ............................................................ .64

7.

Risorse economiche .......................................................... .67

8.

Quadri sinottici ................................................................ .69 0


Rapporto annuale 2011

1- MESSAGGIO DEL DIRETTORE Il 2011 è stato un anno caratterizzato, per tutte le Università italiane e – per conseguenza – anche per tutte le strutture e le istituzioni universitarie, dall’avvio dell’applicazione della celebre “Legge Gelmini”. Nel caso che ci riguarda, anche il nostro Ateneo ha dovuto riscrivere il proprio Statuto, secondo i dettati delle nuove normative e l’occasione è stata utilizzata anche per apportare adeguamenti e miglioramenti statutari stabili che produrranno, negli anni a venire, ricadute sotto forma di miglior funzionamento delle istituzioni. L’Università “Gabriele d’Annunzio” ha anch’essa, tramite l’alacre lavoro di una apposita Commissione, prodotto un suo nuovo Statuto nel quale, tra le moltissime novità, spicca – per quel che ci riguarda più da vicino – l’introduzione del Museo universitario quale organo accademico codificato dal massimo strumento legislativo d’Ateneo, cioè il nostro nuovo Statuto. Questa novità, pur non comportando alcuna variazione pratica nella gestione e nell’organizzazione del nostro Museo, rende però conto ed in qualche modo ratifica l’opera svolta dal momento della fondazione del Museo (1994) ad oggi, rendendo stabile e pienamente normata l’istituzione museale anche nel nostro Ateneo. Come il solito, la presentazione del “rapporto annuale” rappresenta anche un momento di riflessione per il Direttore e per tutto lo staff operativo del nostro Museo. Questa riflessione deve coinvolgere nell’anno che sta per trascorrere almeno alcuni temi essenziali, come il patrimonio, le risorse umane e gli indici di fruizione, inclusi anche il numero dei visitatori/fruitori ed i flussi finanziari in entrata. In questa sede mi limito solo a commentare come più della metà delle risorse impiegate siano state destinate alle spese per il personale che proprio nel 2011 è cresciuto sia in quantità sia in qualità. Tre contratti co.co.co. sono stati attivati a seguito di selezione pubblica ed hanno consentito l’assunzione, approvata dalla Corte dei Conti nazionale, di altrettante unità di personale che stanno operando con grande soddisfazione e con estremo beneficio per la struttura. 1


Rapporto annuale 2011

Sul piano del patrimonio inventariato che, acquisito attraverso il protocollo del nostro Museo, passa poi ad arricchire significativamente il patrimonio dell’intero Ateneo, mi sia consentito di sottolineare come nel corso del 2011 abbiamo acquisito dal Liceo “G.B.Vico” una collezione di antichi strumenti scientifici e di animali tassidermizzati, piante essiccate, minerali e fossili che, nel complesso, ammontano ad oltre 2000 nuovi record il cui valore anche economico è veramente inestimabile. A questa donazione se ne è aggiunta negli ultimi mesi una seconda, da parte dei coniugi Helen e Paul Critchley, i quali hanno trasferito al nostro Museo beni immobili costituenti un intero ambulatorio medio della prima metà del secolo scorso il quale, nel suo complesso, rappresenta un ingente arricchimento delle nostre collezioni. Inoltre, mediante una apposita convenzione ormai già sottoscritta, l’Istituto “I. Gonzaga” di Chieti ha in corso di trasferimento tutte le collezioni storiche esistenti presso la scuola; anche in questo caso si tratta di una raccolta cospicua, importante e di elevatissimo valore sia scientifico sia economico. Tutte queste acquisizioni, che riguardano strumenti e materiali scientifici antichissimi, stanno davvero stratificando presso il nostro Museo un patrimonio storico assai più antico della nostra Istituzione, dimostrando il forte valore aggregativo che il Museo universitario esercita sul territorio di competenza. Per terminare, segnalo come il celebre gallerista Alfredo Paglione, di Milano, ha in corso la donazione di opere di grandi artisti italiani e internazionali, fra i quali Fontana, Sassu ed altri, che saranno esposti almeno in parte presso il nostro Museo universitario. Vorrei sottolineare, quindi, come tutte queste acquisizioni hanno incrementato e stanno incrementando il patrimonio inventariato del nostro Museo universitario con valori economici dell’ordine di diversi milioni di Euro. Questo patrimonio, in continuo incremento, non ha comportato alcun esborso economico da parte del Museo e dell’Ateneo. Devo poi riferire anche in ordine allo stato della ricerca. In proposito sottolineerò solo due dati: il nostro Museo ha depositato due brevetti (uno sulla conservazione dei resti mummificati, l’altro su un nuovo metodo di datazione assoluta alternativo al Carbonio-14) e nello scorso anno il Censis (istituto indipendente) ha indicato il nostro Museo quale struttura che ha prodotto le pubblicazioni di più elevato IF nell’abito dell’intero Ateneo, con pubblicazioni comparse anche sulla rivista The Lancet. Questi 2


Rapporto annuale 2011

due dati da soli dimostrano con inequivocabile chiarezza che il nostro Museo universitario è, tra l’altro, sede di una ricerca che continua ad essere di eccellenza. Termino questo breve messaggio citando sinteticamente i prodotti nel campo della diffusione culturale. In proposito ricordo solo come si siano ottenuti risultati importanti sia sul piano della divulgazione che su quello dell’alta formazione. Per quanto attiene alla divulgazione basterà ricordare che per il 2011 è stata registrata una flessione del numero totale dei visitatori annui che rientrano nell’ordine delle 10.000 unità; ma per contro, aumenta il numero delle prestazioni aggiuntive, quali sono i prodotti didattici, le visite guidate, i laboratori didattici. Il dato risulta evidentissimo se si considera che il numero dei servizi erogati (11.157) è superiore a quello degli ingressi paganti (9.496), dimostrandoci che il fruitore entrato in Museo può avere richiesto ed ottenuto più di una prestazione aggiuntiva sotto forma di servizio didattico. Anche i percorsi espositivi sono stati incrementati significativamente nel corso dell’anno 2011, soprattutto mediante la presentazione al pubblico di una selezione della “Raccolta Antonucci”, già acquisita al patrimonio del Museo negli anni precedenti. Si tratta di due distinte esposizioni, una centrata sugli strumenti litici preistorici abruzzesi che riveste una straordinaria importanza didattica e scientifica, soprattutto vista la sua unicità unita alla rarità e tipicità dei reperti, e l’altra consistente in una selezione di cose di interesse naturalistico che spaziano dai minerali ai fossili e fino agli animali conservati in formalina. L’interfaccia con le scolaresche è certamente aumentata, come dimostra il numero fortemente in incremento delle convenzioni con Istituti didattici che usufruiscono del nostro Museo per l’erogazione di laboratori scientifici. Sul piano dell’alta formazione, si conferma la stabilità del numero di iscritti ai corsi di formazione per Tecnico della fruizione museale e al relativo Master, entrambi erogati dal nostro Museo attraverso la Unidav. Con quali risorse economiche sono stati raggiunti i citati risultati scientifici, divulgativi, di visibilità, di fruizione e di incremento del patrimonio d’Ateneo? Con risorse scarse, provenienti fondamentalmente da tre cespiti che sono tutti in evidente riduzione: gli incassi attraverso il botteghino (per biglietti di ingresso e per servizi aggiuntivi, come le visite 3


Rapporto annuale 2011

guidate e i laboratori didattici), il fondamentale contributo da parte dell’Amministrazione centrale dell’Ateneo ed, infine, il contributo cruciale che annualmente riceviamo dalla Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti. In un’epoca di scarsità di risorse e di prospettive di grande crisi economica e finanziaria, il nostro Museo persegue, quindi, nei suoi obbiettivi di programmazione scientifica e divulgativa, ben sapendo che quando la ripresa dovesse rendere disponibili nuove risorse, noi non perderemo la potenzialità di crescere nuovamente, avendo a disposizione una progettualità articolata, ambiziosa e fattiva. Chiudo questo mio consueto messaggio di presentazione dell’operato sviluppato nell’anno che sta per chiudersi, ringraziando anzitutto l’Amministrazione centrale dell’Ateneo che mai come quest’anno ha affiancato con fiducia i nostri progetti. Un ringraziamento speciale va poi alle Associazioni di volontariato, prime fra tutte l’Associazione Nazionale Carabinieri, per la fattiva e continua collaborazione nel coadiuvare l’opera di custodia del Museo, senza gravare con oneri di spesa sul nostro bilancio. Infine, il ringraziamento più sentito va a tutto il nostro personale che con abnegazione, spesso senza orari, con sempre grandissima professionalità e con altrettanto grande gioia e piacere di lavorare, porta avanti il nostro Museo, spesso nell’ombra, ma con una costanza ed una determinazione sulla quale sono basati tutti i nostri risultati.

Il Direttore del Museo universitario Prof. Luigi Capasso

4


Rapporto annuale 2011

2 - PERSONALE

Direttore Prof. Luigi Capasso

Segreteria generale

Dr. Antonietta Di Fabrizio

Segreteria amministrativa Dr. Romilda Tinari

Ricerca, conservazione e restauro Prof. Ruggero D’Anastasio

Dottorandi di ricerca con borsa Dr. Luigi Rossano Angelini Dr. Assunta Paolucci Dr. Deneb Cesana

Servizi didattici Dr. Alessia Fazio Dr. Mariangela Sciubba Maria Del Cimmuto Dr. Assunta Paolucci

Assegnisti di ricerca Dr. Luisa Milia Dr. Paul Nibaruta

Editoria Redazione del Journal of Paleopathology Dr. Elisabetta Michetti

Redazione dei quaderni del Museo Maria Del Cimmuto

Volontari

Responsabile dei servizi di accoglienza Maresciallo Paolo Bonomo

Comitato scientifico Prof. Carmine Di Ilio Prof. Luciano Artese Prof. Luciano Corbellini Prof.ssa Oliva Menozzi Prof. Carlo Peretto Prof. Antonio Russo Dr. Stefano Maugeri Dott.ssa Paola Tollis Prof. Giovanni Rossetti Prof.ssa Anna Rita Di Campli

Collaboratori scientifici: Prof. Adriano Antonucci (Paleobiologia) Dr. Flavio Bacchia (Museografia)

Ufficio stampa

Dr. Luciano Di Tizio Dr. Giampiero Perrotti

Associazioni convenzionate per i servizi aggiuntivi   

Associazione Nazionale Carabinieri - Sezione di Chieti Associazione Amici del Museo di Storia delle Scienze Biomediche (Onlus) Associazione Cattolica Lavoratori Italiani (ACLI) - sezione di Chieti

Custodia Cooperativa Biblos

Dr. Marinella Urso Dr. Gabriella Vitullo

5


Rapporto annuale 2011

3- IL MUSEO NEL 2011

Nel corso dell’anno 2011 abbiamo attivato quattro nuovi incarichi per: - una posizione di Segretario Amministrativo; - due posizioni di tecnici della fruizione museale esperti nel tutoraggio ai visitatori e nell’elaborazione e realizzazione di laboratori ed attività ludodidattiche presso Musei Universitari di tipo tecnico-scientifico; - una posizione di esperto nella realizzazione di progetti didattici per le Istituzioni Scolastiche attinenti le materie dell’offerta didattica dei Musei Universitari di tipo tecnico-scientifico.

GLI EVENTI DEL MUSEO 1. 10 gennaio

Incontro a scuola con gli alunni della Scuola dell’Infanzia di Vasto

(CH). 2. 14 gennaio

Incontro Seminario “La politica per i Giovani” dell’I.I.S. “G.B. Vico”, in collaborazione con l’Associazione culturale “Noi del G. B. Vico”.

3. 19 gennaio

Incontro a scuola con gli alunni delle classi III e IV della Scuola Primaria di Arielli - I.C. di Orsogna (CH).

4. 22 gennaio

Incontro a scuola con gli alunni delle classi IV A e IV B della Scuola Primaria di Orsogna – I. C. di Orsogna (CH).

5. 25 gennaio Visita al Museo degli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH). 6. 28 gennaio

PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Presentazione del Progetto di alternanza scuola-lavoro agli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

7. 28 gennaio

Consegna dei diplomi ai Tecnici della Fruizione Museale dell’anno accademico 2007-2008.

8. 31 gennaio

PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti. 6


Rapporto annuale 2011 9. Da febbraio

Inizio corsi – Unidav per la Fruizione Museale. Sono attivati un corso di formazione professionale in “Ausiliario della fruizione museale” e un Master di primo livello per “Tecnici della fruizione museale”.

10.

11.

2 febbraio Rapporto annuale 2010. Presentazione alla stampa delle attività svolte dal Museo Universitario nell’anno 2010. 2 febbraio PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

3 febbraio Incontro a scuola con gli alunni delle classi IV A e IV B della Scuola Primaria di Orsogna – I.C. di Orsogna (CH).

12.

3 febbraio Conferenza “La poesia del pensiero, il pensiero della poesia”, organizzata dall’associazione culturale “Noi del G.B.Vico”.

13.

14. 15.

16.

4 febbraio Incontro a scuola con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH). 4 febbraio PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti. 5 febbraio Incontro a scuola con gli alunni della Scuola dell’Infanzia di Vasto (CH).

7 febbraio PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

17.

8 febbraio Conferenza del personale del Museo presso l’Università degli Studi del Molise, a Campobasso.

18.

9 febbraio Incontro a scuola con gli alunni delle classi III e IV della Scuola Primaria di Arielli - I.C. di Orsogna (CH). 20. 9 febbraio PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. 19.

7


Rapporto annuale 2011 Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti. 11 febbraio PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

21.

14-18 febbraio Partecipazione alla “Prima scuola di Paleoantropologia”, 14-18 febbraio 2011 – Perugia.

22.

15 febbraio Convegno su “Truffe anziani”, organizzato in collaborazione con l’Associazione AUSER.

23.

16 febbraio PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

24.

17 febbraio Incontro a scuola con gli alunni delle classi III e IV della Scuola Primaria di Arielli – I.C. di Orsogna (CH).

25.

18 febbraio PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

26.

21 febbraio PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

27.

23 febbraio Visita al Museo degli alunni delle classi III e IV della Scuola Primaria di Arielli - I.C. di Orsogna (CH).

28.

23 febbraio PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

29.

24 febbraio Visita al Museo degli alunni delle classi IV A e IV B della Scuola Primaria di Orsogna – I. C. di Orsogna (CH).

30.

24-26 febbraio Partecipazione al WORKSHOP “I linguaggi per la sostenibilità”, Museo Civico di Zoologia, Roma.

31.

32.

26 febbraio Conferenza organizzata in collaborazione con l’Associazione ANMIL.

8


Rapporto annuale 2011 28 febbraio PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

33.

34.

1 marzo Incontro a scuola con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH).

2 marzo Visita al Museo degli alunni delle classi III e IV della Scuola Primaria di Arielli – I.C. di Orsogna(CH).

35.

2 marzo PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

36.

37.

3 marzo Incontro a scuola con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH).

4 marzo PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

38.

5 marzo Concerto “Le rapsodie Ungheresi” per pianoforte a quattro mani, organizzato dall’Associazione “Amici della Musica” di Chieti.

39.

40.

7 marzo Incontro a scuola con gli alunni della Scuola dell’Infanzia – Vasto (CH).

7 marzo PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

41.

9 marzo PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

42.

9-11 marzo Intervento di ricognizione e recupero dei resti umani mummificati presso la Chiesa S. Giovanni Evangelista di Sant’Eusanio Forconese, comune di Casentino (AQ).

43.

10 marzo Incontro a scuola con gli alunni delle classi IV A e IV B della Scuola Primaria di Orsogna – I. C. di Orsogna (CH).

44.

9


Rapporto annuale 2011 11 marzo PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

45.

11 marzo Incontro del Seminario “La politica per i Giovani” dell’I.I.S. “G.B. Vico”, in collaborazione con l’Associazione culturale “Noi del G. B. Vico”.

46.

14-17 marzo Il Prof. Ruggero D’Anastasio, a nome del Museo universitario, presenta “X-ray computed microtomography of Primates’ hyoid bones: implication for language evolution” all’ItalianAustralian Archaeology and Cultural Heritage Workshop New Scientific Techniques in Archaeology, Palaeo-Anthropology and Cultural Heritage, Sydney, Australia.

47.

14 marzo PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

48.

14 marzo PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

49.

16 marzo Seminario su “Attività motoria e benessere fisico” organizzato in collaborazione con l’Associazione “Noi del G.B. Vico”.

50.

10


Rapporto annuale 2011 18 marzo PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

51.

21 marzo PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

52.

53.

22 marzo Incontro a scuola con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH).

23 marzo PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

54.

23 marzo Incontro del Direttivo ICOM Abruzzo.

55.

56.

24 marzo Incontro a scuola con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH).

24 marzo Conferenza organizzata in collaborazione con l’Associazione Auser e dall’UNITEL.

57.

25 marzo PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

58.

26 marzo “Sogni d’oro con Dino e Orso” LUDOTECA NOTTURNA. Agli alunni della scuola primaria viene offerta l’occasione di vivere una notte da paleontologi senza mamma e papà.

59.

60.

28 marzo Incontro a scuola con gli alunni della Scuola dell’Infanzia di Vasto (CH). 11


Rapporto annuale 2011 61.

30 marzo Incontro a scuola con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH).

30 marzo Visita al Museo degli alunni delle classi III e IV della Scuola Primaria di Arielli – I.C. di Orsogna (CH).

62.

30 marzo PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

63.

31 marzo Incontro a scuola con gli alunni delle classi IV A e IV B della Scuola Primaria di Orsogna – I.C. di Orsogna (CH).

64.

65.

1 aprile Incontro a scuola con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH).

1 aprile PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

66.

67.

2 aprile Incontro a scuola con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH).

2 aprile Convegno “Il recupero del convento di Santa Maria della Pietà”, Convento francescano, Ripa Teatina (CH), con intervento del Prof. Capasso, sul progetto di riconversione di parte del convento di Santa Maria della Pietà in Polo museale universitario per l’Antropologia e la Storia Naturale.

68.

12


Rapporto annuale 2011 3 aprile Inaugurazione della mostra di acquerelli e tempere "Luci del Mediterraneo" di Domenico Colasante, architetto - urbanista e scrittore con la passione per l'arte e la storia del territorio.

69.

70.

3-23 aprile Mostra “Luci del Mediterraneo� di Domenico Colasante.

13


Rapporto annuale 2011 4 aprile PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

71.

6 aprile Incontro a scuola con gli alunni delle classi III e IV della Scuola Primaria di Arielli –I .C. di Orsogna (CH).

72.

6 aprile PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

73.

74.

8 aprile Visita al Museo degli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH).

8 aprile PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

75.

9 aprile Conferenza su “Partecipazione e Sicurezza: la fruizione dei beni culturali conservati nei musei ed i problemi connessi alla sicurezza dei beni fruiti e delle persone che ne fruiscono”, coordinate da sua Eccellenza il Prefetto di Chieti, Dott. Vincenzo Greco.

76.

77.

11 aprile Visita al Museo degli alunni della Scuola dell’Infanzia – Vasto (CH).

78.

11 aprile Incontro a scuola con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH).

11 aprile PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

79.

14


Rapporto annuale 2011 13 aprile PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

80.

14 aprile Incontro a scuola con gli alunni delle classi IV A e IV B della Scuola Primaria di Orsogna – I. C. di Orsogna (CH).

81.

82.

14 aprile Incontro a scuola con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH).

83.

15 aprile Visita al Museo degli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH).

15 aprile PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

84.

15 aprile Concerto del Trio Pro Arte et Musica organizzato in collaborazione con l’Associazione “Amici della Musica” di Chieti.

85.

16 aprile Incontro a scuola con gli alunni delle classi IV A e IV B della Scuola Primaria di Orsogna – I.C. di Orsogna (CH).

86.

16 aprile Conferenza del personale del Museo, su “Il cuore di Santa Rosa” a Viterbo.

87.

18 aprile PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

88.

20 aprile Visita al Museo degli alunni delle classi III e IV della Scuola Primaria di Arielli-I.C. di Orsogna (CH).

89.

20 aprile PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

90.

15


Rapporto annuale 2011 20 aprile PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

91.

30 aprile - 8 maggio In occasione del 50° Anniversario dell’Associazione Nazionale dei Carabinieri sezione di Chieti “M.llo Franco Lattanzio” e del 10° Anniversario del Nucleo di Protezione Civile di Chieti, il Museo universitario ha ospitato la mostra temporanea “La storia e le attività dell’A.N.C. Chieti”.

92.

4 maggio PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

93.

5 maggio Visita al Museo degli alunni delle classi IV A e IV B della Scuola Primaria di Orsogna – I.C. di Orsogna (CH).

94.

5 maggio Seminario di psicologia dell’emergenza, organizzato in collaborazione con l’Associazione Nazionale Carabinieri e il Nucleo di Protezione Civile di Chieti.

95.

16


Rapporto annuale 2011 6 maggio PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

96.

6 maggio Incontro del Direttivo ICOM Abruzzo.

97.

6 maggio Concerto “Marco Sollini, pianoforte”, organizzato in collaborazione con l’Associazione “Amici della Musica” di Chieti.

98.

99. 9 maggio

PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

100. 9-14 maggio Lezione del personale del Museo al “Corso di antropologia forense”

nell’ambito del dottorato internazionale dell’Università di Granada. 101. 10 maggio

Incontro a scuola con gli alunni della Scuola dell’Infanzia – Vasto

(CH). 102. 10 maggio

Incontro a scuola con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano

(CH). 103. 11 maggio

Visita al Museo degli alunni delle classi III e IV della Scuola Primaria di Arielli-I.C. di Orsogna (CH).

17


Rapporto annuale 2011 104. 11 maggio

Incontro a scuola con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano

(CH). 105. 11 maggio

PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

106. 12 maggio

Incontro a scuola con gli alunni delle classi IV A e IV B della Scuola Primaria di Orsogna – I. C. di Orsogna (CH).

107. 12 maggio Incontro a scuola con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH). 108. 13 maggio

PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO”. Incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

109. 13 maggio

Conferenza e presentazione del libro “Il diritto di vivere” di Franco Ceriati, organizzato in collaborazione con l’Associazione “Noi del G.B. Vico”.

110. 14 maggio

Notte dei Musei 2011 - "Luci, ombre e colori: tra passato e futuro". Il Museo universitario prende parte all'evento internazionale "Nuit européenne des Musées" una serata di apertura straordinaria per oltre 3000 musei Europei. Il tema di quest'anno è stato "Luci, ombre e colori: tra passato e futuro", con la collaborazione dell’Associazione Acquariofili Abruzzese e della Vision Device Srl.

18


Rapporto annuale 2011 111. 18 maggio 1° Incontro dei soci ICOM - AIB – ANAI.

112. 19 maggio Incontro a scuola con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH). 113. 20 maggio Visita in Museo degli alunni della Scuola dell’Infanzia – Vasto (CH). 114. 21 maggio

Incontro a scuola con gli alunni delle classi IV A e IV B della Scuola Primaria di Orsogna – I. C. di Orsogna (CH).

115. 24 maggio Incontro a scuola con gli alunni della Scuola dell’Infanzia di Vasto (CH).

116. 24 maggio XIII Premio di Poesia, organizzato in

collaborazione con l’Associazione “Amici del Liceo Scientifico F. Masci”.

117. 25 maggio Visita al Museo degli alunni delle classi III e IV della Scuola Primaria di

Arielli-I.C. di Orsogna (CH).

19


Rapporto annuale 2011

118. 25 maggio

Concerto di beneficenza “Un donatore moltiplica la vita”, organizzato in collaborazione con il centro Nazionale Trapianti, AIDO, ANED, ASL Lanciano, Vasto, Chieti.

119. 26 maggio

Incontro a scuola con gli alunni delle classi IV A e IV B della Scuola Primaria di Orsogna – I. C. di Orsogna (CH).

120. 27 maggio Premiazione del XXIV Concorso Scolastico

Europeo dal titolo “La famiglia fondamento della società in Europa e nel Mondo”, riservato alle scuole medie, superiori, organizzato dal Movimento per la Vita italiano in collaborazione con il Centro di Servizio per il Volontariato della Provincia di Chieti, il Comune di Chieti e Teate Nostra. 121. 28 maggio Incontro a scuola con gli alunni delle classi IV A e IV B della Scuola

Primaria di Orsogna – I. C. di Orsogna (CH). 122. 28 maggio Intervento del personale del Museo su “Alimentazione e benessere” nel

Congresso di Medicina Sportiva, Università degli Studi “G. d’Annunzio”, Chieti.

123. 28 maggio

“Sogni d’oro con Dino e Orso” LUDOTECA NOTTURNA. Agli alunni della scuola primaria viene offerta l’occasione di vivere una notte da paleontologi senza mamma e papà.

20


Rapporto annuale 2011

124. 29 maggio Concerto “Quatre mains pour un

voyage romantique”,organizzato dall’Associazione “Amici della Musica” di Chieti.

125. 30 maggio Incontro a scuola con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH). 126. 31 maggio Incontro a scuola con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano (CH). 127. 1 giugno Incontro a scuola con gli alunni delle classi IV A e IV B della Scuola

Primaria di Orsogna – I. C. di Orsogna (CH). 128. 3 giugno Visita al Museo degli alunni delle classi IV A e IV B della Scuola Primaria

di Orsogna – I. C. di Orsogna (CH). 129. 3 giugno Chiusura del progetto “Il tempo della vita” con gli alunni della Scuola

dell’infanzia di Vasto.

21


Rapporto annuale 2011 130. 4 giugno Chiusura del progetto triennale “Il Museo va a Scuola” con gli alunni delle

classi IV A e IV B della Scuola Primaria di Orsogna.

131. 4 giugno Presentazione del quaderno operativo

"Il Museo va a Scuola", resoconto finale dell'omonimo macroprogetto didattico nato dal rapporto di collaborazione tra il Museo Universitario di Chieti e la Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo di Orsogna (CH).

132. 6 giugno

Chiusura del PROGETTO DI FORMAZIONE: “EDUCARE IN MUSEO” con gli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti.

22


Rapporto annuale 2011 133. 6-7 giugno

Evento ECM “Introduzione all’etnomedicina”, organizzato dal Museo universitario e dall’ordine Provinciale dei Medici di Chieti, in collaborazione con la cattedre di Antropologia delle Facoltà di Medicina di Chieti e Genova.

134. 8 giugno Chiusura del progetto di ricerca-azione “Il Museo

Universitario: viaggiare nel tempo tra storia e scienza”con gli alunni della Scuola Primaria di Lanciano.

135. 9 giugno Chiusura della seconda annualità

del progetto triennale “la Scuola va al Museo: la vita conquista… l’acqua, la terra, l’aria e l’intelligenza”, riguardante L’ORIGINE DELL’UOMO, con gli alunni delle classi III e IV della Scuola Primaria di Arielli – I.C. di Orsogna.

23


Rapporto annuale 2011 136. 11 giugno

Conferenza “Vipere e altri serpenti d’Abruzzo. La conoscenza come mezzo di tutela delle specie e di prevenzione dei rischi derivanti dal morso di vipera”, organizzata dalla Societas Herpetologica Italica (S.H.I.) – Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino.

137. 11-18 giugno Mostra “Serpenti d’Abruzzo”,

un’esposizione di rettili vivi.

138. 14 giugno Conferenza e consegna del Premio

Rotary Cianfarani, edizione 2011, alla migliore tesi di Laurea in tema di Archeologia ed Antropologia Abruzzese.

139. 2 luglio Convegno ENPAM, organizzato dall’Ordine

dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Chieti, in collaborazione con il Museo universitario. 24


Rapporto annuale 2011 140. 9 luglio

Prima Edizione del Premio letterario “Prof. Cesidio Cellucci” organizzata con la Fondazione ANMIG di Chieti, in collaborazione con il Museo universitario.

141. 10-16 luglio Settimana Mozartiana: aperture straordinarie dal 10 al 16 Luglio. 142. 10 luglio - 25 agosto

“Sere d’estate al Museo”: una serie di aperture serali straordinarie dal 10 luglio al 25 agosto.

143. 10 luglio - 31 dicembre Mostra “Pesci fossili dal Brasile”.

25


Rapporto annuale 2011 144. 25 luglio

Presentazione dell’offerta didattica del Museo universitario per l’anno scolastico 2011/2012 sulle pagine della rivista di turismo scolastico e didattica, Didatour, annuario 2011/2012, Centro-Sud.

145. 5-7 settembre

riservata ai Censimento, popolazione Prefettura di (ISTAT).

Ciclo di conferenze di formazione, Responsabili degli Uffici Comunali di sul "15° Censimento generale della e delle abitazioni 2011", promosso dalla Chieti e dall'Istituto nazionale di statistica

146. 9 settembre Donazione al Museo universitario di diverse

strumentazioni mediche e collezioni di riviste mediche dell’inizio degli anni ’50, da parte dei coniugi Helen e Paul Critchley per la conservazione e la fruibilità da parte della collettività.

147. 15-17 settembre

Intervento del personale del Museo su “The reinaissance human mummies from Sant’Eusanio Forconese (L’Aquila, central Italy): a case study for the paleopathology of neonatal mortality, Convegno Internazionale di Paleopatologia di Andorra La Vella. 26


Rapporto annuale 2011 148. 21-24 settembre Partecipazione al XIX Congresso AAI (Associazione Antropologica

Italiana), Torino.

149. 27-28

settembre Ciclo di conferenze di formazione, riservata ai Responsabili degli Uffici Comunali di Censimento, sul "15° Censimento Generale della popolazione e delle abitazioni 2011", promosso dalla Prefettura di Chieti e dall'Istituto nazionale di statistica (ISTAT).

150. 30 settembre Pubblicazione e presentazione della Brochure con le nuove proposte

didattiche per l’anno scolastico 2011/2012.

151. 30 settembre Invio alle scuole dell’offerta didattica del Museo universitario per l’anno

scolastico 2011/2012.

152. 10-29 ottobre Il prof. Louis P. Taverne dell’Institut Royal des

Sciences Naturelles de Belgique, Bruxelles, soggiorna presso il nostro Museo per studiare i “Pesci fossili dal Brasile”, nuova esposizione del Museo universitario. 27


Rapporto annuale 2011 153. 14 ottobre Donazione di volumi di Medicina del 1800-inizi del 1900 da parte delle

famiglie Trabucco-Grilli.

154. 18 ottobre

Intervento del nostro personale su “La storia di Ötzi, l’uomo del Similaun” durante l’inaugurazione dell’anno accademico presso l’Università della Terza Età.

155. 21 ottobre

Incontro del Seminario “La politica per i Giovani” dell’I.I.S. “G.B. Vico”, in collaborazione con l’Associazione culturale “Noi del G. B. Vico”.

156. 21 ottobre Conferenza "Presentazione dell'Opera

Omnia, testimonianze e ricordi, recital poesie, intermezzi musicali in ricordo di Renato Sciucchi", organizzata dalla Consulta Comunale delle Associazioni, settore cultura, beni culturali, ambiente – Chieti e a cura delle Associazioni "Camminando Insieme", "Da Grande Voglio Crescere", "AuserUnitel" , "Noi del G.B. Vico", "Associazione Acquariofili Abruzzese".

28


Rapporto annuale 2011 157. 22-23

ottobre Biodiversamente – Festival dell’Ecoscienza 2011 Museo universitario di Chieti – WWF – ANMS. Inaugurazione della nuova Collezione biologica.

158. 22 ottobre Presentazione della collezione naturalistica del Liceo Classico "G.B. Vico"

e della collezione ittiologica di Umberto Agostini.

159. 22 ottobre Conferenza “Il recupero e la

valorizzazione di un’antica collezione naturalistica” con l’intervento del prof. Louis P. Taverne dell’ Institut Royal des Sciences Naturelles de Belgique, Bruxelles.

160. 27 ottobre

Incontro a scuola con gli alunni delle classi IV e V della Scuola Primaria di Arielli –I.C. di Orsogna(CH), per presentare la terza annualità (IL POPOLAMENTO UMANO IN ABRUZZO) del macroprogetto “La scuola va al Museo”. 29


Rapporto annuale 2011 161. 2-6 novembre M’ammalia. La settimana dei mammiferi, evento promosso in sinergia

dall’Associazione Teriologica Italiana e dall’Associazione Nazionale Musei Scientifici, Orti Botanici, Giardini Zoologici e Acquari (A.N.M.S.).

162. 3 novembre Incontro a scuola con gli alunni delle classi IV e V della Scuola

Primaria di Arielli-I.C. di Orsogna (CH).

163. 9-11 novembre Partecipazione al XXI Congresso

dell’ANMS (Associazione Nazionale Musei Scientifici), Padova.

164. 11 novembre 2011-12 febbraio 2012

Collaborazione nell’allestimento della Mostra “HOMO Sapiens”, con esposizione di ossa ioidi, Palazzo delle Esposizioni, Roma.

30


Rapporto annuale 2011

165. 12 novembre

Ensemble CHORDA ANTIQUA, concerto organizzato dall’Associazione Musicale Theate Musica Antiqua.

166. 14 novembre Tra il Museo universitario e l’Istituto “I. Gonzaga” sono state stilate una

convenzione per il Progetto di Alternanza scuola–lavoro “Un Museo per la Scuola” per l’a.s. 2011-2012 ed una convenzione che regolamenta un rapporto di collaborazione tra le due Istituzioni per il recupero, il restauro e la fruibilità delle antiche collezioni della scuola. 167. 15 novembre

UNITRE. Inaugurazione dell’Anno Accademico 2011/2012, con la prolusione del Prof. Luigi Capasso su “L’uomo del ghiaccio” (la mummia umana della Val Senales, Trentino A.A.).

168. 17 novembre Incontro a scuola con gli alunni delle classi IV e V della Scuola

Primaria di Arielli-I.C. di Orsogna (CH). 169. 18-19 novembre

Convegno di chirurgia spinale dal titolo "L'alternativa alla fissazione rigida peduncolare nella patologia degenerativa lombare: indicazioni e trattamento" organizzato in collaborazione fra la Casa di Cura Privata Spatocco di Chieti ed il Museo universitario.

31


Rapporto annuale 2011 170. 24 novembre Visita al Museo degli alunni delle classi IV e V della Scuola Primaria

di Arielli-I.C. di Orsogna (CH).

171. 1-3 dicembre

Partecipazione del personale del Museo al Convegno “L’arte della tassidermia”, Roma, organizzato dal Museo Civico di Zoologia di Roma e dall’Associazione Nazionale Musei Scientifici.

172. 3 dicembre

Concerto “Tappe di un’epoca musicale” organizzato in collaborazione con l’Associazione “Amici della Musica” di Chieti.

7 dicembre Presentazione del progetto C.R.E.A. la SICUREZZA - Comprendi, Ragiona e Attiva la SICUREZZA realizzato in collaborazione con il Liceo Classico "Vico" (scuola capofila), l'I.C. "S.Andrea" e gli Enti interistituzionali Nexus Srl e SVECO.

173.

32


Rapporto annuale 2011 174. 11 dicembre

Concerto di Natale 2011 organizzato in collaborazione con l’Associazione “Amici della Musica” di Chieti.

175. 14 dicembre

Presentazione del “Dizionario del Risorgimento”, organizzata in collaborazione con l’Associazione culturale “Noi del G. B. Vico”.

176. 14 dicembre Concerto “La Canzone del Risorgimento” organizzato in collaborazione

con il coro Puccini diretto dal maestro Nicola Pancella.

177. 15 dicembre Incontro a scuola con gli alunni delle classi IV e V della Scuola Primaria

di Arielli-I.C. di Orsogna (CH).

178. 17 dicembre Presentazione al pubblico della “Raccolta Antonucci” ed inaugurazione

dei nuovi allestimenti del Museo universitario.

33


Rapporto annuale 2011

34


Rapporto annuale 2011

35


Rapporto annuale 2011 179. 17 dicembre Presentazione del primo volume dei Quaderni del Museo universitario

dell’Università “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara, dal titolo: “Adriano Antonucci, un naturalista ottocentesco dei nostri giorni”.

180. 17 dicembre

Rassegna “Filmfamily. Parliamo di Famiglia al Cinema” organizzata in collaborazione con l’Ufficio Famiglia dell’Arcidiocesi di Chieti-Vasto.

181. 20 dicembre Stampa del Calendario 2012 del Museo Universitario distribuito a tutto

il personale docente e tecnico amministrativo dell’Università “G. d’Annunzio” di ChietiPescara.

36


Rapporto annuale 2011

4 - MUSEO, TERRITORIO-SCUOLA

4A - L’ATTIVITÀ DIDATTICA “Nell'offerta al visitatore si realizza la vocazione divulgativa e didattica del Museo Universitario, nel quale è fatto ogni sforzo per rendere facilmente fruibili i messaggi scientifici, avvicinando le tematiche specialistiche al grande pubblico ed agli studenti”. A.S. 2010/2011 TOTALE SCUOLE Scuola dell'Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1° grado Scuola Secondaria di 2° grado totale

10 85 9 20 124

TOTALE CLASSI Scuola dell’infanzia Scuola Primarie Scuola Secondaria Inferiore Scuola Secondaria Superiore totale

16 138 17 31 202

STUDENTI per tipologia scuole Scuola dell'Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1° grado Scuola Secondaria di 2° grado totale

266 2504 296 615 3681

37


Rapporto annuale 2011

PERCORSI DIDATTICI classi Percorso 1 “Origini della Vita” 52 Percorso 2 “Origini dell’uomo” 55 Percorso integrato 1+2 53 totale 160 LABORATORI DIDATTICI Nome del laboratorio classi Chi scava… scova 31 Pianeta Terra 1 Piccoli investigatori 8 Fossili: tracce del passato 3 Suolo e sottosuolo: la vita in un 2 terrario Viaggio all’interno della Terra 8 Rocce e minerali 11 Professione botanico 4 All’interno della cellula 13 Le origini della vita: il DNA 12 Da Lucy ai nostri giorni 1 Ivo, bambino primitivo 11 Artigiani del paleolitico 6 Artisti primitivi 20 Alla scoperta degli antenati 1 Otzi: l’uomo di ghiaccio 3 Una giornata con Lucy 26 Cugini perduti 2 Il cammino dell’uomo 1 Crani, femori, falangi 1 Antropologia archeologica 12 I misteri del vetrino 13 Le malattie dei nostri antenati 10 Progetto lettura 1 Attività laboratoriali personalizzate 24 totale

225

scuole 36 36 28 100

alunni 881 962 1043 2886

scuole 17 1 7 2 1

alunni 493 16 140 43 48

6 6 3 8 9 1 7 4 13 1 1 14 2 1 1 5 7 3 2 13

126 213 70 208 243 23 197 130 386 20 64 465 25 21 22 233 261 199 38 485

135

4169

38


Rapporto annuale 2011

TOTALE SERVIZI EROGATI AGLI STUDENTI UNIVERSITARI Corso di Laurea

Numero di studenti che hanno frequentato il Laboratorio di Paleopatologia, di Antropologia e hanno visitato il Museo

Totale

Infermieristica

120

120

Igiene Dentale

10

10

40 (x n. 3 laboratori)

120

Tecnici di laboratorio Bio-medico

21

21

Medicina e Chirurgia

150

150

Odontoiatria

totale

421

TOTALE SERVIZI EDUCATIVI EROGATI Ingressi

3681

Percorsi didattici

2886

Laboratori

4169

Studenti universitari

421 11.157

39


Rapporto annuale 2011

Nell’A.S. 2010/2011 il Museo è stato visitato da 202 scolaresche di 124 scuole per un totale di 3681 alunni (=biglietti paganti). 160 scolaresche di 100 scuole, per un totale di 2886 alunni hanno effettuato percorsi didattici; 225 scolaresche di 135 scuole, per un totale di 4169 alunni hanno effettuato laboratori didattici; 61 scolaresche di 32 scuole, per un totale di 1181 alunni hanno effettuato due o più laboratori in un giorno solo (unico biglietto d’ingresso). Gli studenti universitari hanno effettuato attività laboratoriali senza pagamento della tariffa applicata.

CONFRONTO TRA I SERVIZI EROGATI NEL 2011 RISPETTO AL 2010

TOTALE SERVIZI EROGATI ALLE SCUOLE A.S. 2009/2010 Ingressi 3816 Percorsi didattici 3298 Laboratori 4032 11.146

TOTALE SERVIZI EROGATI ALLE SCUOLE nel periodo gennaio 2011/dicembre 2011 Ingressi 3681 Percorsi didattici 2886 Laboratori 4169 10.736

40


Rapporto annuale 2011

41


Rapporto annuale 2011

4B - I PROGETTI EDUCATIVI Un museo che lavora per progetti avvia un processo metodologico in cui:  costruisce la sua identità, si impegna a rispondere ai bisogni di formazione e alle esigenze del contesto sociale in cui opera;  promuove ed affronta la formazione senza improvvisare, ma scegliendo soluzioni pianificate, nell'ottica del miglioramento della qualità del servizio;  mette in moto le sue risorse e si preoccupa di stabilire collegamenti con il territorio;  conosce, coinvolge ed interagisce con le realtà formative dell'ambiente in cui opera;  si inserisce nel contesto locale e nazionale, contribuendo e partecipando al suo sviluppo, mettendo a disposizione e ricevendo risorse;  è disponibile alla condivisione e al confronto: accetta le sfide, tiene conto delle aspettative dell'utente, propone, opera, monitora, controlla i risultati, valuta, riprogetta. Il progetto didattico ha nel suo mirino formativo la pratica della ricerca: vale a dire, l’investigazione e la scoperta di saperi inediti (non curricolari) di natura metacognitiva e fantacognitiva. Il progetto didattico, è il simbolo del fare-ricerca, nel nome e nel segno della trasversalità delle conoscenze e dell’interdisciplinarità curricolare. Ecco perché, allora, la nostra attenzione si focalizza su un costante e fertile rapporto con le scuole proprio attraverso i progetti didattici a breve oppure a lunga scadenza che affiancano la normale offerta didattica del Museo. I progetti didattici del Museo universitario possono essere di diverse tipologie e di diversa durata: possono prevedere pochi giorni oppure svilupparsi in diverse annualità. La maggior parte dei progetti a lunga scadenza sono corredati di convenzioni tra l’istituto scolastico ed il Museo universitario.

42


Rapporto annuale 2011

ATTIVITA’ LUDO-DIDATTICHE 2 LUDOTECHE NOTTURNE La ludoteca notturna vuole offrire agli alunni della scuola primaria la possibilità di diventare giovani esploratori per una notte, accompagnati da personale qualificato del Museo.

33 COMPLEANNI AL MUSEO I compleanni al Museo offrono la possibilità di festeggiare il compleanno all’interno del museo. È possibile scegliere tra cinque diversi programmi: “Inseguendo Dino”; “Inseguendo Homo”; “Teatrando l’Uomo primitivo”, “Il mare racconta”, “Tra orsi e mammuth dell’era glaciale”.

43


Rapporto annuale 2011

4C - I PROGETTI SPECIALI CON LE SCUOLE

PROGETTO DIDATTICO “Il Museo va a Scuola” - Il popolamento umano in Abruzzo – Il progetto multidisciplinare “Il popolamento umano in Abruzzo” costituisce il terzo ed ultimo iter didattico del macroprogetto “Il Museo va a scuola”, iniziato nell’anno scolastico 2008/2009, presso la Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo di Orsogna (Chieti) e così articolato:  I ANNO SCOLASTICO 2008/2009 TITOLO DEL PROGETTO: ORIGINE DELLA VITA  II ANNO SCOLASTICO 2009/2010 TITOLO DEL PROGETTO: ORIGINE DELL’UOMO  III ANNO SCOLASTICO 2010/2011 TITOLO DEL PROGETTO: POPOLAMENTO UMANO IN ABRUZZO Attraverso questo percorso si è voluto creare un efficace modo di concepire il rapporto tra scuola e museo, inteso come dialogo permanente che sapesse valorizzare la pluralità degli approcci al sapere nella consapevolezza dell'unità della conoscenza, attraverso un iter di ricerca, dall'ipotesi alla verifica, tra “problematizzazione”, sperimentazione, costruzione del sapere e riflessione, in un lavoro squisitamente interdisciplinare, che consentisse ai ragazzi di “ricostruire” i processi che hanno dato origine alla Terra, ma soprattutto, alla vita e alla sua evoluzione sul pianeta.

In tal modo, si è, quindi, voluto: - promuovere il ruolo del Museo come luogo di apprendimento di fenomeni scientifici in una dimensione storica, culturale e sociale; 44


Rapporto annuale 2011

- consentire un contatto ravvicinato con gli oggetti e i fenomeni naturali per avviare una riflessione autonoma e successivamente condivisa; - raggiungere gli obiettivi di apprendimento attraverso attività e contesti emotivamente coinvolgenti (i reperti museali hanno “preso vita” grazie ad attività e laboratori interagenti).

Nel percorso sono state utilizzate metodologie che valorizzano la persona, la sua espressione, la costruzione collettiva delle conoscenze. Altro punto di forza del progetto è stato l’utilizzo della Pedagogia Teatrale, che si è configurata come un prezioso strumento formativo, multidisciplinare e interdisciplinare, insostituibile strumento di attivazione simbolicocomunicativo-emotiva, dinamico-relazionale, culturale ed interculturale dell’alunno.

Infatti, al termine di ogni anno scolastico, i bambini hanno socializzato il percorso svolto con una rappresentazione teatrale e nel III anno, la 45


Rapporto annuale 2011

socializzazione è avvenuta con la messa in scena di quattro storie che avevano come leitmotiv gli elementi naturali (acqua, fuoco, aria, terra). Ogni anno, abbiamo allestito a scuola ma anche in Museo, una mostra con tutti i lavori svolti dagli alunni e ognuno di loro ha utilizzato per il macroprogetto un quaderno specifico, suo diario di bordo. A conclusione del macropercorso sono stati prodotti un CD con tutta la documentazione, un quaderno operativo per gli insegnanti, una comunicazione presentata al convegno ANMS (Padova, 11 Novembre 2011) ed un articolo sulla rivista “Scuola e didattica”, editrice La Scuola, in corso di pubblicazione.

PROGETTO DIDATTICO “La Scuola va al Museo: la vita conquista… l’acqua, la terra, l’aria e l’intelligenza” Il progetto multidisciplinare “Origine della vita” costituisce il secondo iter didattico del macroprogetto “La Scuola va al Museo”, già iniziato nell’anno scolastico 2008/2009, presso la Scuola Primaria di Arielli (Chieti) ed così articolato:  I ANNO SCOLASTICO 2009/2010 TITOLO DEL PROGETTO: ORIGINE DELLA VITA  II ANNO SCOLASTICO 2010/2011 TITOLO DEL PROGETTO: ORIGINE DELL’UOMO  III ANNO SCOLASTICO 2011/2012 TITOLO DEL PROGETTO: POPOLAMENTO UMANO IN ABRUZZO Questo articolato percorso formativo nasce per diffondere le conoscenze sulla Preistoria dell’uomo, periodo che delinea la Storia Naturale di tutti noi, ma che oggigiorno non fa purtroppo parte del nostro bagaglio culturale. Attraverso attività laboratoriali, gli alunni sono stati chiamati a compiere gli stessi gesti che gli uomini preistorici facevano migliaia di anni fa, rivivendo la 46


Rapporto annuale 2011

Preistoria “dal vivo”. In tal modo sono riusciti a comprendere il significato di alcune modificazioni fisiche tipiche dell’uomo, come l'ambiente abbia influito sul percorso anatomico e culturale umano, e come importanti elementi (minerali, rocce, fuoco…) abbiano permesso la sopravvivenza dei nostri avi. Ogni laboratorio didattico è stato svolto con l’intervento diretto di esperti in classe e sono state effettuate numerose visite e laboratori presso il Museo Universitario di Chieti. Ciascuna attività è partita da situazioni stimolo; la parola d’ordine è stata, infatti, partire dall’esperienza per poi riflettere e costruire significati cognitivi condivisi.

Il gruppo di bambini, in questo contesto, si è posto come co-costruttore di conoscenze in una dinamica che ha coinvolto anche gli insegnanti. Al termine del percorso è stata allestita una drammatizzazione teatrale sugli argomenti trattati e una mostra per illustrare alle famiglie le esperienze vissute.

PROGETTO DI RICERCA-AZIONE “Il museo universitario: viaggiare nel tempo tra storia e scienza” Il progetto didattico “Il Museo Universitario: viaggiare nel tempo tra storia e scienza” ha voluto promuovere l’acquisizione ed il riconoscimento del profondo valore della scienza e della storia nella nostra civiltà negli alunni della Scuola Primaria “Eroi Ottobrini” di Lanciano (Chieti). L’azione educativa è stata calibrata ed adeguata al diverso livello cognitivo, alle reali 47


Rapporto annuale 2011

capacità ed esigenze degli alunni, secondo il principio di valorizzazione della persona. Il progetto didattico, infatti, attraverso una progettazione verticale si è proposto di coinvolgere tutte le classi, dalla prima alla quinta, della Scuola Primaria “Eroi Ottobrini”, basandosi soprattutto sull’interdisciplinarietà dell’ambito storico e scientifico, costruendo concetti e procedure disciplinari partendo dalle esperienze dei bambini.

Analisi, ragionamento, confronto, discussione, ricerca, sono, infatti, le operazioni fondamentali sia del metodo storico sia del metodo scientifico. Storia e scienza non partono dalle risposte e, dunque, dalla verità, ma dalle domande e dai dubbi e stimolano ad essere protagonisti della scoperta, aprendo la mente all’osservazione e alla riflessione. Per gli alunni delle classi prima e seconda, attraverso l’uso della metodologia della ricercaazione, il viaggio nel tempo è stato il punto di partenza per creare un primo, se pur semplice, approccio alla metodologia storica e scientifica utilizzando l’osservazione, il confronto e la ricerca. Per le prime classi, infatti, dal momento che molte fonti archeologiche e letterarie sono legate all’alimentazione, è stato effettuato un percorso che ha affrontato in modo più ampio, la tematica della nutrizione, nonché della flora e della fauna ad essa collegate, attraverso un confronto tra il passato ed il presente. 48


Rapporto annuale 2011

Per gli alunni delle classi terza, quarta e quinta sono state programmate unità di apprendimento che si sono proposte di far comprendere quanto profondo ed evidente sia il nesso tra procedimenti scientifici e storici nello studio di una particolare ed eccezionale vicenda come quella di Ercolano, sempre attraverso la metodologia della ricerca-azione con attività strutturate al fine di consentire l’acquisizione di strategie operative, conoscenze e competenze utili ad apprendimenti di tipo superiore convergente e divergente. La costruzione di un percorso educativo di tipo storicoscientifico, attraverso l’uso di fonti archeologiche, scientifiche e letterarie, aiuta gli studenti a porsi interrogativi solo in apparenza banali, a ricercare attivamente spiegazioni: in tal modo i ragazzi sono stati coinvolti in un processo di continua discussione e rielaborazione dell'appreso.

PROGETTO DI FORMAZIONE Alternanza scuola-lavoro: educare in museo Anche quest’anno abbiamo stipulato una convenzione con l’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti per un percorso di formazione ai fini dell’alternanza scuola-lavoro. Il Progetto si è collocato all'interno del percorso scolastico delle classi terze e quarte dell’istituto “I. Gonzaga” come metodologia integrativa di formazione, centrata sul tirocinio diretto presso la struttura del Museo Universitario. Obiettivi principali sono stati:  promuovere la formazione degli studenti attraverso l’esperienza pratica dello stage per sviluppare ed incrementare l’apprendimento delle competenze professionali;  far comprendere il legame tra teoria e pratica professionale e l’integrazione tra le conoscenze acquisite (sapere) e quelle operativamente professionalizzanti (saper fare, saper essere e sapersi relazionare);  favorire la selezione, la ridefinizione e l’organizzazione delle conoscenze e delle metodologie socio-psico-pedagogiche acquisite nel percorso scolastico in relazione alle richieste e alle problematiche da affrontare mediante azioni professionali nella struttura museale.

49


Rapporto annuale 2011

Nella prima fase del percorso, abbiamo delineato ai ragazzi quali sono le potenzialità educative del Museo, mostrando le schede di progettazione dei nostri laboratori, (quali obiettivi hanno, quali sono le metodologie adottate e quali sono gli indicatori da rispettare); nella seconda fase, gli alunni hanno: - scelto un reperto all’interno del Museo - ideato insieme un laboratorio didattico sull’oggetto scelto; - compilato una scheda sulle fasi di sviluppo del progetto - realizzato e illustrato agli alunni delle altre classi, una presentazione di un power point sull’articolazione del laboratorio progettato. In tal modo, si è voluto favorire, orientare e sostenere il passaggio dalla formazione teorica socio-psico-pedagogica acquisita durante il percorso scolastico alla prassi educativa e didattica negli studenti dell’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” – Chieti. Uno degli obiettivi di questo progetto è stato, infatti, apprendere sperimentando, mettendo alla prova della prassi quanto si è acquisito per affrontare i problemi reali che si incontrano nell’agire didattico, individuando le risposte possibili alla luce della teoria e della loro esperienza, valutando quali tra queste siano più ragionevolmente praticabili in ragione degli obiettivi e del contesto. Grazie ai risultati raggiunti, è stata stipulata una nuova convenzione tra il Museo universitario e l’Istituto “I. Gonzaga” per il Progetto di Alternanza scuola-lavoro anche per l’anno scolastico 2011-2012.

50


Rapporto annuale 2011

PROGETTO “Il tempo della vita” Il bambino si affaccia sul mondo mosso dal voler toccare, esplorare,sperimentare. Queste operazioni che lo vedono protagonista entusiasta del vivere, creano conoscenza mediata dall’esperienza diretta, ma ancor più vanno a costruire un mondo interiore, fatto di pensieri, immagini, emozioni e simboli. Con l’elemento magico, come la macchina del tempo, che utilizza il canale fantastico di apprendimento di ciascun bambino, è possibile creare la linea del tempo degli esseri viventi e del mondo, al fine di cogliere l’evento del tempo che passa, del tempo che fa, per una primissima costruzione di fatti storici, in maniera ludica, con l’ausilio di strategie ed attività propedeutiche.

Per conseguire quest’importantissimo obiettivo, ci siamo proposti, all’interno del percorso didattico delle sezioni della Scuola dell’Infanzia “La città del sole” di Vasto (Chieti), di far considerare ai bambini il concetto di un tempo remoto, di popolazioni diverse, lontane, che vivevano la loro vita in modo molto differente dalla nostra. Attraverso conversazioni sulle conoscenze già in possesso dei bambini, attività ludiche e laboratoriali, storie illustrate e fiabe, abbiamo voluto far comprendere ai bambini chi era l’uomo primitivo, come viveva e perché la sua vita è così diversa dalla loro. Avendo sempre ben presenti gli obiettivi formativi indicati, abbiamo proposto nel percorso, delle attività mirate ad illustrare, a scoprire com’era 51


Rapporto annuale 2011

la vita durante il periodo preistorico e a mostrare come l’intelligenza dell’uomo abbia permesso di migliorarla partendo dalla necessità di soddisfare i bisogni primari quali nutrirsi, proteggersi dal freddo e dagli animali feroci. Il gruppo di bambini, in questo contesto, si è posto come co-costruttore di conoscenze in una dinamica che ha consentito loro la possibilità di essere direttamente protagonisti del proprio sapere. Al termine del progetto è stato costruito un libro/diario, è stata allestita una drammatizzazione teatrale sulla vita dell’uomo primitivo ed una mostra per illustrare alle famiglie le esperienze vissute.

52


Rapporto annuale 2011

4D - L’ALTA FORMAZIONE Il corso di formazione professionale per “Tecnico della fruizione museale” organizzato e condotto dal nostro Museo per due annualità, nell’anno 2010, in collaborazione con l’Università telematica Leonardo da Vinci si è trasformato in:  Corso di formazione professionale in “Ausiliario della fruizione museale”  Master di primo livello per “Tecnici della fruizione museale”.

Unidav per la Fruizione Museale nasce dall'esigenza di fornire alla "nuova generazione di musei" professionalità idonee ad interpretare le moderne esigenze dei visitatori. Il link “Unidav per la Fruizione Museale” è: www.unidav.it/index.php?goToZone=informativa&openNews=32 Inoltre, è raggiungibile dalla home page dell’Università “G. D’Annunzio”: www.unich.it cliccando sul banner “unidav” oppure dalla home page del nostro museo cliccando sul banner “unidav per la fruizione museale”.

53


Rapporto annuale 2011

5 - MUSEO, RICERCA E CONSERVAZIONE

5A - Il patrimonio I coniugi Helen e Paul Critchley hanno donato al Museo universitario per la conservazione e la fruibilità da parte della collettività, diverse strumentazioni mediche (apparato per raggi X, pellicole di raggi X, strumenti chirurgici vari, sedia del dentista) e collezioni di riviste mediche dell’inizio degli anni ’50, appartenute al Dott. David Sgandurra, medico condotto e dentista di Farindola (PE).

5B - La ricerca, la conservazione, il restauro La Sezione di Antropologia annessa al Museo svolge un'intensa attività di RICERCA in molti filoni inerenti sia gli aspetti di Antropologia del vivente sia quelli dell'Antropologia degli uomini fossili ed antichi. Tutte le attività si svolgono presso la sede della Sezione (annessa al Museo Universitario), la quale si avvale di una adeguata dotazione laboratoristica e logistica. Nell’ambito dell’Antropologia archeologica è in corso lo studio delle ossa umane antiche provenienti prevalentemente da contesti archeologici. Attualmente sono in corso di restauro, di studio e documentazione i resti scheletrici umani provenienti dalla importante ed estesa necropoli italica di Opi (Val Fondillo) e dalla necropoli longobarda di Sacca di Goito (Mantova). Per quanto riguarda la paleopatologia la Sezione di Antropologia ha studiato e pubblicato i più antichi casi di trapanazione del cranio (dal Neolitico di Catignano), così come anche i più antichi casi di tumori ossei, relativi a dinosauri del Giurassico americano. È attualmente capofila di un progetto di 54


Rapporto annuale 2011

ricerca internazionale relativo allo studio comparativo di resti umani moderni e neandertaliani. Uno specifico programma di ricerca dedicato alla CONSERVAZIONE DI RESTI UMANI ANTICHI ha consentito di sviluppare tecniche innovative per la conservazione di resti umani antichi, anche mummificati. Una parte delle attività è rivolta allo studio dell'antropologia del vivente, soprattutto in collaborazione con varie Procure della Repubblica e Tribunali italiani nel settore specifico dell'identificazione personale. Attraverso l'analisi delle immagini della fisionomia del volto i metodi di antropologia del vivente sono applicati all'identificazione di persone riprese attraverso telecamere. Lo studio e l'analisi dei dermatoglifi (in collaborazione con strutture apposite dell'Arma dei Carabinieri), consente l'identificazione personale attraverso il metodo dattiloscopico (celebre l'individuazione ed il brevetto di una impronta digitale di Leonardo da Vinci). Il Museo universitario è sede della Redazione della più importante Rivista mondiale del settore, il JOURNAL OF PALEOPATHOLOGY, al cui Editorial Board prendono parte i più illustri studiosi mondiali del settore. Il Journal pubblica tre numeri all'anno.

5C - I Laboratori Il LABORATORIO DI OSTEOLOGIA è il luogo in cui lo studio macroscopico e antropometrico dei resti umani antichi, generalmente provenienti da scavi archeologici o da procedure giudiziarie. Il laboratorio dispone di scheletri di pesci, anfibi, rettili, uccelli e moltissimi mammiferi che servono come archivio consultivo di osteologia comparata. Il LABORATORIO DI MICROMORFOLOGIA OSSEA è dedicato allo studio dell'istologia dell'osso antico e possiede linee di trattamento sia dell'osso totale sia dell'osso decalcificato. Tramite apposita convenzione con struttura esterna, è attiva anche una linea di ricerca di micromorfologia mediante microscopia elettronica a scansione e di microanalisi elementare.

55


Rapporto annuale 2011

5D - Le pubblicazioni 1) Capasso L., Del Cimmuto M., Di Fabrizio A., E. Michetti, Paolucci A., Angelini L. R., Urso M., Vitullo G., Nibaruta P., Parrucci G., D'Anastasio R., Sciubba M. Communicating science: the experience of the University Museum "G. D'Annunzio" of Chieti-Pescara. Atti del XIX congresso dell'Associazione Nazionale Musei Scientifici (in stampa). 2) Capasso L., Vecchiet J., D’Anastasio R. Notizie sull'epidemia di tifo addominale in Civitella del Tronto (Teramo) durante la prima metà dell'anno 1817. Igiene e Sanità pubblica (in stampa). 3) Ruggero D'Anastasio, Deneb Teresa Cesana, Maria Luisa Milia, Luigi Capasso. Possible Correlation Between Dental Enamel Hypoplasia And Historic Natural Disaster In The Roman Population Of Herculaneum (79 Ad – Central Italy). Journal of Archaeological Sciences (in stampa). 4) Deneb T. Cesana, Ruggero D’Anastasio Indicatori paleopatologici: stato dell’arte e metodologie di rilevazione. Atti del Workshop: Biologia dello scheletro.i Asti, settembre 2011. (in stampa). 5) Deneb T. Cesana, Assunta Paolucci, Paul Nibaruta, Ruggero D’Anastasio I resti scheletrici umani di Santa Maddalena (Castel Di Sangro, L’Aquila): testimonianze di un recente passato. Archivio per L’Antropologia e la Etnologia (in stampa). 6) Lorenzo Capasso, Lamberto Manzoli Ruggero D’Anastasio Storia Delle Epidemie Di Peste In Abruzzo. Igiene Moderna (in stampa: lavoro n. IM 11009). 7) J. Viciano, I. Alemán, R. D’Anastasio, M.C. Botella, L. Capasso (2011) Sex diagnosis of immature individuals from Herculaneum (79 AD, Naples, Italy) based on the metric analysis of permanent dentition* America Journal of Physical Anthropology DOI: 10.1002/ajpa.21471. 8) Festa F, Papadopoulou LC, D'Anastasio R, Anastasi G, Festa M, Caputi S, Tecco S. Maxillary and mandibular base size in ancient skulls and of modern 56


Rapporto annuale 2011

humans from Opi, Abruzzi, Italy: a cross-sectional study. World J Orthod. 2010 Spring;11(1):e1-4. 9) Capasso L., D’Anastasio R. Relazione sullo Stato di Conservazione dei resti biologici di S. Zopito. In: (Gredo ed.) Il famoso Zòpiro detto S. Zopito. 2011. Arti grafice Cantagallo, Penne. 10) Del Cimmuto M., a cura di, Adriano Antonucci, un naturalista ottocentesco dei nostri giorni, Edicola editrice, Chieti 2011.

5E - Atti e partecipazioni a congressi 1) Ruggero D’Anastasio, Bernardetta Pallozzi, Luigi Capasso, Conservazione in microclima di reperti fossili piritizzati. XXI Congresso dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici. Padova: 9-11 novembre 2011. 2) Maria Del Cimmuto, Antonietta Di Fabrizio, Alessia Fazio, Assunta Paolucci, Mariangela Sciubba, Ruggero D’Anastasio, Deneb Cesana, Gabriella Vitullo, Luigi Capasso. Il recupero e la valorizzazione di un’antica collezione naturalistica. XXI Congresso dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici. Padova: 9-11 novembre 2011. 3) Alessia Fazio, Antonietta Di Fabrizio, Assunta Paolucci, Maria Del Cimmuto, Mariangela Sciubba, Luigi Capasso. Il Museo va a Scuola. XXI Congresso dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici. Padova: 9-11 novembre 2011. 4) Luigi Capasso, Deneb T. Cesana, Maria L. Milia, Mariangela Sciubba, Assunta Paolucci, Antonietta Di Fabrizio, Ruggero D’Anastasio. L’autofluorescenza dell’osso umano. XIX Congresso dell’Associazione Antropologica Italiana. Torino, 21-24 settembre 2011. 5) Ruggero D’Anastasio, Deneb T. Cesana, Maria L. Milia, Marta Di Nicola, Mariangela Sciubba, Maria Del Cimmuto, Assunta Paolucci, Paul Nibaruta, Luigi Capasso. Determinazione del sesso mediante osso ioide in individui scheletrici da contesti archeologici. Congresso dell’Associazione Antropologica Italiana. Torino, 21-24 settembre 2011. 57


Rapporto annuale 2011

6) Joan Viciano, Inmaculada Alemán, Ruggero D’Anastasio, Luigi Capasso. Misure dentarie alternative: correlazione tra le dimensioni del colletto e della corona. Congresso dell’Associazione Antropologica Italiana. Torino, 21-24 settembre 2011. 7) Deneb T. Cesana, Ruggero D’Anastasio, Maria L. Milia, Mariangela Sciubba, Assunta Paolucci, Alessia Fazio, Maria Del Cimmuto, Gabriella Vitullo, Luigi Capasso. Lesioni multiple circolari su due individui adulti dalla necropoli preromana di Bazzano (AQ – Italia centrale). Congresso dell’Associazione Antropologica Italiana. Torino, 21-24 settembre 2011. 8) R. D’Anastasio, C. Tuniz, L. Mancini, D.T. Cesana, D. Dreossi, M. L. Milia, L. Capasso L. X-ray computed microtomography of Primates’ hyoid bones: implication for language evolution. Italian-Australian Archaeology and Cultural Heritage Workshop. New Scientific Techniques in Archaeology, Palaeo-Anthropology and Cultural Heritage. 14th-17th March 2011 Sydney, p. 33.

5F - I Brevetti 1. “Tecnica di conservazione dei resti mummificati” – Estensione europea del brevetto n. RM2010A000095, depositato in data 8 marzo 2010; 2. “Tecnica di datazione dei resti ossei antichi mediante fluorescenza”. Inventori designati: Luigi Capasso, Ruggero D’Anastasio Università degli Studi “G. d’Annunzio” Chieti-Pescara.

5G - Il Magazzino Nei magazzini di deposito, in gestione al Museo Universitario, a Palazzo De Pasquale a Chieti è allocata una collezione scheletrica umana antica fra le più ricche d’Italia, composta da oltre 2000 scheletri umani di varia antichità e provenienti da molte necropoli arcaiche, abruzzesi ed italiane di epoca pre-romana, romana e medievale.

58


Rapporto annuale 2011

La collezione rappresenta un vero e proprio archivio biologico che molti studiosi sia italiani che stranieri chiedono di consultare a scopo di studio. Le collezioni osteologiche, inoltre, vengono consultate anche da studenti e ricercatori per tesi di laurea e lavori sperimentali.

5H - La Biblioteca Il fondo librario del Museo universitario continua a crescere. Oltre alle acquisizioni ordinarie, necessarie per studi e aggiornamenti, il numero delle pubblicazioni si è notevolmente incrementato con la “donazione dei coniugi Helen e Paul Critchley”, riguardanti testi e periodici medici dell’inizio degli anni ’50.

Un’ulteriore donazione, costituita da volumi di Medicina è stato offerta alla nostra Biblioteca dalle famiglie Trabucco-Grilli. Linda Trabucco, nipote del Dott. Grilli, in accordo con la famiglia, ha deciso di donare al Museo una serie di volumi di Medicina del 1800 - inizi del 1900, appartenuti al nonno, ritenendo la sistemazione dei volumi presso la biblioteca del Museo più consona e decorosa per la loro conservazione e fruizione. Il fondo, che è attualmente in fase di catalogazione, è cospicuo e composto da circa cinquemila fra volumi e fascicoli ed esso non solo incrementa 59


Rapporto annuale 2011

sensibilmente il patrimonio librario complessivo del nostro Museo, ma tende a direzionare una specifica specializzazione della nostra propria biblioteca verso i campi della geologia e della paleontologia.

5I - Le Convenzioni Oltre alle convenzioni stipulate dal Museo a scopo esclusivamente didattico con istituti e plessi scolastici, il Museo ha anche sottoscritto nel corso del 2011 ulteriori cinque convenzioni: 1)

Convenzione stipulata fra il Museo universitario e l’A.N.M.I. di Chieti. E’ stata stipulata una convenzione tra il Museo Universitario e l’A.N.M.I finalizzata alla cooperazione tra le due Istituzioni. Uno degli aspetti che la Convenzione regola, infatti, è la possibilità dell’Istituzione A.N.M.I di usufruire gratuitamente dell’auditorium del Museo, assicurando il proprio intervento nell’organizzazione di eventi proposti dal Museo al Territorio.

2)

Convenzione stipulata fra il Museo universitario e l’UNITRE di Chieti. La convenzione tra il Museo Universitario e l’UNITRE si prefigge di regolare rapporti di collaborazione tra le due Istituzioni. Uno degli aspetti che la Convenzione stabilisce, infatti, è la possibilità dell’Istituzione UNITRE di usufruire gratuitamente dell’auditorium del Museo, assicurando il proprio intervento nell’organizzazione di eventi proposti dal Museo al Territorio.

3)

Convenzione stipulata fra il Museo universitario e l’A.N.M.I.G. di Chieti. La convenzione tra il Museo Universitario e l’A.N.M.I.G. regolamenta un rapporto di cooperazione tra le due Istituzioni. L’Istituzione A.N.M.I.G., assicurando il proprio intervento nell’organizzazione di eventi proposti dal Museo al Territorio, potrà usufruire gratuitamente dell’auditorium del Museo. 60


Rapporto annuale 2011

4) Convenzioni stipulate fra il Museo universitario e l’Istituto Magistrale Statale “I. Gonzaga” di Chieti.

Tra il Museo Universitario e l’Istituto “I. Gonzaga” sono state stilate: 1) una convenzione per Progetto di Alternanza scuola –lavoro “Un Museo per la Scuola” per l’a.s. 2011-2012; 2) una convenzione che regolamenta un rapporto di collaborazione tra le due Istituzioni. Il Museo si impegna a recuperare, restaurare e rendere fruibili nei propri spazi le antiche collezioni dell’Istituto “I. Gonzaga” (animali tassidermizzati, erbari, strumenti scientifici, libri) che potrà usufruire gratuitamente di tutte le attività didattiche organizzate dal Museo.

5L - Le Missioni all’Estero Dal 14 al 17 marzo 2011, il Prof. Ruggero D’Anastasio, a nome del Museo universitario, ha presentato “X-ray computed microtomography of

Primates’ hyoid bones: implication for language evolution” all’Italian-Australian Archaeology and Cultural Heritage Workshop New Scientific Techniques in Archaeology, Palaeo-Anthropology and Cultural Heritage, Sydney, Australia.

61


Rapporto annuale 2011

5M - Il sito Web Il sito web del Museo Universitario è tenuto costantemente aggiornato dal web master, dott. Luigi Rossano Angelini, dottorando in “e-learning”, e da Maria Del Cimmuto, tecnico della fruizione museale presso il Museo.

www.museo.unich.it

5N - Il Book-shop Grazie alla convenzione con il Distributore Espera S.r.l., Editoria e Servizi per Archeologia continua l’attività del book-shop del Museo. Il book-shop offre al visitatore una relazione di volumi specializzati su Archeologia, Preistoria, Paleontologia, e Storia delle Scienze, adatti ad ogni tipo di pubblico (dai bambini agli specialisti). Nel 2011 sono stati venduti 137 libri con un incasso complessivo di euro 1351,30; a ciò si aggiungono le vendite di gadget e piccoli oggetti.

62


Rapporto annuale 2011

6 - VISITATORI E FRUITORI

INGRESSI AL MUSEO (biglietti staccati) interi gratuiti scuole progetti

ingressi

ingressi

totale

numero

numero

compleanni ludoteche mensile compleanni ludoteche gennaio

42

123

211

8

44

428

3

febbraio

46

210

510

41

24

831

2

marzo

70

394

704

17

37

1244

3

aprile

328

305

854

30

70

1587

5

maggio

194

676

840

81

1846

3

giugno

225

260

44

24

553

2

luglio

516

316

280

832

agosto

595

110

settembre

146

121

ottobre

73

219

novembre

22

dicembre Totale

22 55

1 1

705 57

267

4

17

47

356

3

109

165

61

357

4

40

238

92

63

433

4

2297

3081

3437

96

508

77

9.496

Riepilogo INGRESSI AL MUSEO interi gratuiti scuole compleanni ludoteche altro

2297 3081 3437 508 77 96 totale 9.496 numero compleanni 33 numero ludoteche

2

63


Rapporto annuale 2011

64


Rapporto annuale 2011

INDICE DI ATTRATTIVITA’ Dividendo il numero delle scuole ospitate dal nostro Museo per la somma dei chilometri percorsi per arrivare dalle loro sedi fino a Chieti, si è ottenuta una media di 57,35 km. Questo numero indica la media dei chilometri che ogni scolaresca e, dunque, ogni scolaro, ha coperto per raggiungere il nostro Museo.

Ore spese (medie): - per trasferta (a/r): h= 3 - per la visita: h= 3

Chilometri percorsi (media): Km=57,35

65


Rapporto annuale 2011

7 - RISORSE ECONOMICHE INCASSI DA BIGLIETTI NEL 2011 interi gratuiti scuole gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre

42 46 70 328 194 225 516 595 146 73 22 40

123 210 394 305 676 260 316 110 121 219 109 238

211 510 704 854 840 44

17 165 92

ingressi ingressi compleanni ludoteche 44 24 37 22 70 81 55 24

57 47 61 63

€ 1691 2606 3086 3671 3420 730 1002 1190 842 705,50 1277 735,75 € 21.030,50

66


Rapporto annuale 2011

BUDGET 2011

67


Rapporto annuale 2011

8 - QUADRI SINOTTICI

8A - Quadro sinottico dei fruitori nell’anno 2011 Numero complessivo visitatori e fruitori

9.496

Visitatori Fruitori di attività ludo didattiche Studenti

5.474 585 3.437 124

TOTALE SCUOLE

202

TOTALE CLASSI SCOLASTICHE

10.736

TOTALE SERVIZI EROGATI ALLE SCUOLE NUMERO COMPLESSIVO DI EVENTI

182

TOTALE COMPLEANNI

33

TOTALE LUDOTECHE

2 137

TOTALE LIBRI VENDUTI

8B - Quadro sinottico dei fruitori comparativo Quadro sinottico dei fruitori comparativo

anno 2010

anno 2011

Numero complessivo visitatori e fruitori

13.728

9.496

Visitatori Fruitori di attività ludo didattiche Studenti

9.473 722 3.533 118 205

5.474 585 3.437 124 202

11.546

10.736

108 33 3 303

181 33 2 137

TOTALE SCUOLE TOTALE CLASSI SCOLASTICHE TOTALE SERVIZI EROGATI ALLE SCUOLE NUMERO COMPLESSIVO DI EVENTI TOTALE COMPLEANNI TOTALE LUDOTECHE TOTALE LIBRI VENDUTI

68


Rapporto annuale 2011

8C - Quadro sinottico degli Eventi

Evento

Numero

Mostre ed esposizioni temporanee Incontri con scolaresche (anche fuori della sede del Museo) Conferenze, seminari, incontri, dibattiti Concerti Presentazioni di libri, premi, eventi vari Aperture notturne, aperture speciali Compleanni al Museo Ludoteche notturne

5 103 35 9 10 10 33 2 207

TOTALE

8D - Quadro sinottico dei Prodotti Scientifici

Tipo di prodotto

Numero

Pubblicazioni scientifiche senza Impact Factor Pubblicazioni scientifiche con Impact Factor Presentazioni a Congressi (nazionali ed internazionali) Pubblicazioni divulgative (brochure, cataloghi, etc.)

11 4 18 4

8E - Quadro sinottico del Patrimonio

Tipo di bene

Oggetti Libri, volumi, riviste

Numero di record inventariati nel 2011

circa 2000 circa 600

69


Rapporto annuale 2011

LA RASSEGNA STAMPA 2011 E’ DISPONIBILE ALL’INDIRIZZO WEB: http://www.museo.unich.it/rassegna-stampa

70

Profile for Museo Universitario di Chieti

Rapporto annuale 2011 del Museo universitario di Chieti  

Rapporto annuale 2011 del Museo universitario di Chieti.

Rapporto annuale 2011 del Museo universitario di Chieti  

Rapporto annuale 2011 del Museo universitario di Chieti.

Advertisement