Outdoor Running 2013

Page 1

@skialper facebook/skialper www.skialper.it

OUTDOOR RUNNING TRAIL RUNNING, SKYRUNNING, CORSA IN MONTAGNA

330

GARE IN ITALIA

30

GARE ALL'ESTERO

137

RECENSIONI DETTAGLIATE

7

PRODOTTI DELL'ANNO 2013

SUPER TEST 2013

90 PRODOTTI PROVATI

21 scarpe trail running • 15 scarpe skyrunning • 14 scarpe minimal • 17 zaini idrici • 8 cinture portaborraccia • 8 bastoni trail running • 7 bastoni vertical

CALENDARIO 2013

TUTTE LE GARE

Trail • skyrunning • corsa in montagna

TuTTo il calendario nazionale ed internazionale, con approfondite recensioni e schede tecniche esclusivo TesT con le novità del mercato messe a dura prova dal nostro qualificato team

PRIMAVERA ESTATE 2013 Made in Italy 6 euro

Supplemento a Ski-alper n. 89

la guida completa della corsa in natura


alpine

running Biking

www.dynafit.com

Vieni a scoprire la nuova collezione DYNAFIT presso i rivenditori autorizzati.



DESIGNED FOR FREEDOM

COPYRIGHT© SALOMON SAS. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. FOTO: SCOTT MARKEWITZ. LOCATION: CHAMONIX, FRANCIA.

Correre più velocemente o più lontano in modo più semplice. Progettiamo tutto ciò che produciamo con il fine di permettere maggior libertà di movimento nell’attività all’aria aperta. Il risultato è leggerezza, materiali ergonomici che permettono di praticare il running nel modo più libero possibile. Maggiori informazioni su salomon.com



6

OUTDOOR RUNNING 2013

Edito di Davide Marta

Siamo gente 'fuori'

C

i piace andare fuori pista, salire i pendii prima ancora di scenderli con gli sci. Affrontare la montagna ad armi pari, con mezzi leciti, 'by fair means' come si dice per sentirsi un po' più fighi. Seguire percorsi tutti nostri, alla ricerca di un contatto con la natura che sta attorno. Fuori dalle tracce battute. Ma anche percorsi interiori, per riscoprire sensazioni che la routine quotidiana sembrava aver soffocato. Fuori dall'ordinario. E poi mettere alla prova la nostra resistenza, sfidare i nostri limiti, spingere un po' oltre il motore. Fuori soglia. Gente fuori di testa, verrebbe da dire. Tutto questo d'inverno, quando sulle montagne c'è neve e l'unico mezzo di locomozione sono gli sci con le pelli di foca. Poi viene la bella stagione e non andiamo certo in letargo. Le montagne sono sempre lì, diventano verdi, il clima più mite, gli sci vanno in cantina. Iniziamo a correre, caminare, salire. Sempre fuori strada, però. Fuori dai canoni convenzionali dell'anello che congiunge due isolati intorno a casa. Fuori dal parco pubblico. Giusto dietro l'angolo, appena la natura inizia a farsi avanti e qualche sentiero si inerpica attorno ad un lago, lungo un bosco, attraverso dei prati. Fuori porta. «Ma voi siete Ski-alper, quelli dello scialpinismo! Cosa ci fate nel mondo dell'outdoor running?» potrebbe obiettare qualcuno. Fuori luogo. Cosa ci facciamo? Siamo fatti così, è la nostra interpretazione. Ci vuole stile nella vita. Siamo gente 'fuori'.


Photo W. Cainelli LA SPORTIVA ® is a trademark of the shoe manufacturing company “La Sportiva S.p.A” located in Italy (TN)

WE ARE

MOUNTAIN RUNNERS CORRERE, CAMMINARE, AFFRONTARE ROCCE E FANGO, NEVE E POZZE D’ACQUA. MUOVERSI VELOCEMENTE TRA GLI ELEMENTI NATURALI, SENTIRLI, AFFRONTARLI. LA SPORTIVA MOUNTAIN RUNNING COLLECTION: SPIRITO OFF-ROAD. S C O P R I L A S U W W W . L A S P O R T I VA . C O M

Engineered with: Become a La Sportiva fan

#runnerheroes


8

OUTDOOR RUNNING 2013

MADE IN ITALY Direttore responsabile: DAVIDE MARTA davide.marta@mulatero.it Vice-direttore: CLAUDIO PRIMAVESI claudio.primavesi@mulatero.it Marketing e pubblicità: SIMONA RIGHETTI simona.righetti@mulatero.it Segretaria di redazione: ELENA VOLPE elena.volpe@mulatero.it Area test e materiali SEBASTIANO SALVETTI sebastiano.salvetti@mulatero.it Area touring e viaggi UMBERTO ISMAN umberto.isman@mulatero.it Area ski-alp race: GUIDO VALOTA guido.valota@mulatero.it Progetto grafico e impaginazione: BUSINESS DESIGN info@business-design.it Webmaster skialper.it: SILVANO CAMERLO Contributi fotografici parte test: Damiano Levati Collaboratori: Lorenzo Bortolan, Leonardo Bizzaro, Renato Cresta, Giorgio Daidola, Giorgio Ficetto, Luca Giaccone, Fabio Menino, Omar Oprandi, Fabrizio Pistoni, Flavio Saltarelli, Aldo Savoldelli Altre immagini fotografiche: Si ringraziano organizzatori e uffici stampa per le fotografie messe a disposizione In copertina: Una fase del test Trail running presso il Lago Montalto (foto ©Damiano Levati) Distribuzione in edicola: MEPE - Milano - tel 02 89 5921 Stampa: REGGIANI - Brezzo di Bedero (VA) Autorizzazione del Tribunale di Torino n. 4855 del 05/12/1995. La Mulatero Editore srl è iscritta nel Registro degli Operatori di Comunicazione con il numero 21697. © copyright Mulatero Editore - tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa rivista potrà essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge PER FAVORE RICICLA QUESTA RIVISTA MULATERO EDITORE Via Principe Tommaso, 70 10080 - Ozegna (To) tel 0124 428051 - 0124 425878 fax 0124 421848 mulatero@mulatero.it www.mulatero.it

GLI SPECIALI DI SKI-ALPER La Guida Outdoor Running 2013 è il primo numero della 'serie speciale' di Ski-alper. La prossima uscita di questa collana dedicata ai test invernali - è prevista per l'1 novembre 2013. Il prossimo numero della rivista Ski-alper (89, maggio 2013) sarà invece in edicola dal 10 di maggio.

Sommario Guida Outdoor Running 2013 LE GARE Quella voglia di correre Piccola storia dell'outdoor running, dalla Ben Nevis Race a… A pag. 8 Istruzioni per l'uso Come leggere le schede delle gare. A pag. 10 Record su record Quante gare hanno vinto e quanti record infranto i più forti atleti? A pag. 12 Quell'élite Quali sono gli atleti più forti secondo l'International Skyrunning Federation? Ecco la lista che servirà come base per creare il ranking mondiale. A pag. 16 I voti Tre, due una. Per dare un valore alle gare abbiamo scelto le scarpe. Ecco quali sono le gare più premiate. A pag. 18 Dove Un pratico elenco diviso per regioni e Paesi esteri, per programmare meglio la propria stagione agonistica. A pag. 20

ESTERO

Transgrancanaria (ESP) ������������������������������������������������������������������ pag. 24 Eco Trail de Paris (FRA) ����������������������������������������������������������������� pag. 24 Tarawera UltraMarathon (NZ) �������������������������������������������������������� pag. 25 Lyon Urban Trail (FRA) ������������������������������������������������������������������� pag. 25 Ultra Trail Mt. Fuji (JPN) ����������������������������������������������������������������� pag. 26 Transvulcania UltraMarathon (ESP) ������������������������������������������������ pag. 26 Zegama Aizkorri (ESP) ������������������������������������������������������������������� pag. 27 Ronda dels Cims (AND) ����������������������������������������������������������������� pag. 27 Western States Endurance Run (USA) �������������������������������������������� pag. 28 Olympus Marathon (GRE) �������������������������������������������������������������� pag. 28 Marathon du Mont-Blanc (FRA) ����������������������������������������������������� pag. 29 Kilian's Classik (FRA) �������������������������������������������������������������������� pag. 29 La Montagn'Hard (FRA) ����������������������������������������������������������������� pag. 30 Trail Verbier St-Bernard (SUI) ��������������������������������������������������������� pag. 30 Hardrock Hundred Mile Endurance Run (USA) ������������������������������� pag. 31 Ice Trail Tarentaise (FRA) ��������������������������������������������������������������� pag. 31 Fuji Mountain Race (JPN) �������������������������������������������������������������� pag. 32 La 6000D (FRA) ���������������������������������������������������������������������������� pag. 32 Sierre-Zinal (SUI) �������������������������������������������������������������������������� pag. 33 Leadville Trail 100 Run (USA) �������������������������������������������������������� pag. 33 Pikes Peak Marathon (USA) ����������������������������������������������������������� pag. 34 Le Grand Raid des Pyrénées (FRA) ������������������������������������������������ pag. 34 Sur les Traces des Ducs de Savoie (ITA-FRA) ��������������������������������� pag. 35 Courmayeur-Champex-Chamonix (ITA-SUI-FRA) ���������������������������� pag. 35 Ultra-Trail du Mont Blanc (FRA) ����������������������������������������������������� pag. 36 Ben Nevis Race (GBR) ������������������������������������������������������������������� pag. 36 Jungfrau Marathon (SUI) ��������������������������������������������������������������� pag. 37 La Diagonale des Fous (FRA) ��������������������������������������������������������� pag. 37 Kilomètre Vertical de Fully (SUI) ����������������������������������������������������� pag. 38 Le Grand Trail des Templiers (FRA) ������������������������������������������������ pag. 38

ITALIA

Winter Eco Trail - Courmayeur (Ao) ������������������������������������������������ pag. 42 Ronda Ghibellina - Castiglion Fiorentino (Ar) ���������������������������������� pag. 42 Trail Bianco di Cesana - Cesana Torinese (To) �������������������������������� pag. 43 Trail Tra Mare e Cielo - Laigueglia (Sv) ������������������������������������������ pag. 44 Ultrabericus Trail - Vicenza (Vi) ������������������������������������������������������ pag. 44 Trail Maremontana - Loano (Sv) ��������������������������������������������������� pag. 45 Skyrunning del Canto - Carvico (Bg) ���������������������������������������������� pag. 46 Elba Trail - Marciana Marina (Li) ���������������������������������������������������� pag. 46 Trail dei Gorrei - Moretti di Ponzone (Al) ���������������������������������������� pag. 47

Traversata dei Colli Euganei - Villa di Teolo (Pd) ����������������������������� pag. 47 Maratona Alpina Val della Torre - Val della Torre (To) ���������������������� pag. 48 Gran Trail Rensen - Arenzano (Ge) ������������������������������������������������� pag. 48 Valle Varaita Trail - Brossasco (Cn) ������������������������������������������������ pag. 49 Trofeo Dario e Willy - Valmadrera (Lc) �������������������������������������������� pag. 50 The Abbots Way - Pontremoli (Ms) ������������������������������������������������� pag. 51 Trail Aschero - Vado Ligure (Sv) ����������������������������������������������������� pag. 51 Le Porte di Pietra - Cantalupo Ligure (Al) ��������������������������������������� pag. 52 Le Finestre di Pietra - Cantalupo Ligure (Al) ���������������������������������� pag. 53 Trail del Motty - Armeno (No) �������������������������������������������������������� pag. 54 Mini Trail del Motty - Armeno (No) ������������������������������������������������� pag. 55 SkyRace Quattro Passi - Sondalo (So) ������������������������������������������� pag. 55 Trail del Monte Soglio Gir Lung - Forno Canavese (To) ������������������� pag. 56 Trail del Monte Soglio Gir Curt - Forno Canavese (To) �������������������� pag. 57 Trail Alta Val Nure - Bettola (Pc) ����������������������������������������������������� pag. 57 Trenta Passi SkyRace - Marone (Bs) ���������������������������������������������� pag. 58 Giro delle Casere SkyRace - Val Taleggio (Bg) �������������������������������� pag. 58 Kitambo City Trail - Casale Monferrato (Al) ������������������������������������ pag. 59 Resegup - Lecco (Lc) �������������������������������������������������������������������� pag. 60 Monviso Vertical Race - Crissolo (Cn) �������������������������������������������� pag. 61 Orobie Vertical - Valbondione (Bg) ������������������������������������������������� pag. 62 Rigantoca&Dipiù Night Trail - Genova (Ge) ������������������������������������� pag. 63 Dolomiti Extreme Trail - Forno di Zoldo (Bl) ������������������������������������ pag. 64 Antico Trail del Contrabbandiere - Bassano del Grappa (Vi) ������������ pag. 64 International SkyRace Valmalenco-Valposchiavo - Lanzada (So) ���� pag. 65 Trail del Malandrino - Prato (Po) ���������������������������������������������������� pag. 66 Alpago Trail - Puos d’Alpago (Bl) ��������������������������������������������������� pag. 66 Alpago Eco Marathon - Puos d’Alpago (Bi) ������������������������������������ pag. 67 International SkyRace Carnia - Paluzza (Ud) ��������������������������������� pag. 67 Trail Oasi Zegna - Bielmonte (Bi) ��������������������������������������������������� pag. 68 Mini Trail Oasi Zegna - Bielmonte (Bi) �������������������������������������������� pag. 69 Lavaredo Ultra Trail - Cortina d' Ampezzo (Bl) �������������������������������� pag. 69 Cortina Trail - Cortina d'Ampezzo (Bl) �������������������������������������������� pag. 70 Biella Monte Camino - Biella (Bi) ��������������������������������������������������� pag. 70 Stava Skyrace - Tesero (Tn) ���������������������������������������������������������� pag. 71 Vertical del Cornon - Tesero (Tn) ��������������������������������������������������� pag. 72 Devero Trail - Baceno (Vb) ������������������������������������������������������������� pag. 73 Cervino X-Trail - Antey (Ao) ����������������������������������������������������������� pag. 74 International Bettelmatt SkyRace 35 km - Riale Val Formazza (Vb) ������ pag. 75 Bettelmatt SkyRace 22 km - Riale Val Formazza (Vb) ����������������������������pag. 76 Maratona del Cielo - Aprica (So) ���������������������������������������������������� pag. 77 Val Resia Vertical Kilometer - Resia (Ud) ���������������������������������������� pag. 78 Marathon Trail Lago di Como 115 km - Como (Co) ������������������������ pag. 79 Marathon Trail Lago di Como 38 km - Como (Co) �������������������������� pag. 80 Alpi Apuane Skyrace - Fornovolasco - Vergemoli (Lu) �������������������� pag. 80 Kilometro Verticale Chiavenna-Lagunc - Chiavenna (So) ��������������� pag. 81 Trail degli Alpeggi - Bobbio Pellice (To) ������������������������������������������ pag. 81 Tre Rifugi Valpellice Trail - Bobbio Pelice (To) ��������������������������������� pag. 82 Val Gardena Mountain Run - Ortisei (Bz) ���������������������������������������� pag. 83 Vertical Alba - Alba di Canazei (Tn) ������������������������������������������������ pag. 84 Cima Tauffi Trail - Fanano (Mo) ������������������������������������������������������ pag. 85 Dolomites SkyRace - Canazei (Tn) ������������������������������������������������� pag. 86 Adamello Super Trail - Brescia (BS) ������������������������������������������������ pag. 87 Südtirol Ultrarace - Bolzano (Bz) ��������������������������������������������������� pag. 87 Trans d'Havet - Piovene Rocchette (Vi) ����������������������������������������� pag. 88 5 Ponti - Bagolino (Bs) ������������������������������������������������������������������ pag. 89 SkyRace Tre Rifugi - Mondovì (Cn) ������������������������������������������������ pag. 90 Giir di Mont Skymarathon - Premana (Lc) �������������������������������������� pag. 91 Giir di Mont Mini SkyRace - Premana (Lc) ������������������������������������� pag. 92 Royal Vertical - Noasca (To) ����������������������������������������������������������� pag. 92 Gran Sasso d'Italia Vertical Run - Fonte Cerreto (Aq) ��������������������� pag. 93 Cantavenna Trail - Cantavenna (Al) ������������������������������������������������� pag. 94 Gran Sasso SkyRace - Fonte Cerreto (Aq) �������������������������������������� pag. 95 Royal Ultra SkyMarathon - Lago di Teleccio (To) ����������������������������� pag. 96 Mozzafiato SkyRace - Cannobio (Vb) ��������������������������������������������� pag. 97 Orobie Skyraid - Presolana (Bg) ���������������������������������������������������� pag. 98 Vertical Ceresole Reale - Ceresole Reale (To) �������������������������������� pag. 99 Maddalene Skymarathon - Madonna di Senales (Bz) ������������������� pag. 100 Red Rock SkyMarathon - Vezza d’Oglio (Bs) �������������������������������� pag. 101 SkyRace Dolomiti Friulane - Forni di Sopra (Ud) �������������������������� pag. 101 Aosta-Becca di Nona - Aosta (Ao) ������������������������������������������������� pag. 102


OUTDOOR RUNNING 2013

SkyRace della Rosetta - Rasura (So) ���������������������������������������������pag. 102 Tor des Géants - Courmayeur (Ao) �������������������������������������������������pag. 103 SkyRace Monte Cavallo - Piancavallo (Pn) �������������������������������������pag. 104 Trail Golfo dei Poeti - La Spezia (Sp) ����������������������������������������������pag. 105 Sellaronda Trail Running - Canazei (Tn) �����������������������������������������pag. 106 Cadini SkyRace - Misurina (Bl) ������������������������������������������������������pag. 107 Ivrea - Mombarone - Ivrea (To) ������������������������������������������������������pag. 108 Troi dei Cimbri - Fregona (Tv) ��������������������������������������������������������pag. 108 Trail Oulx - Oulx (To) ����������������������������������������������������������������������pag. 109 Salita Al Pavillon - Courmayeur (Ao) ����������������������������������������������pag. 110 Magredi Mountain Trail - Vivaro (Pn) ����������������������������������������������pag. 112 Arrancabirra - Courmayeur (Ao) ����������������������������������������������������pag. 112 Morenic Trail - Andrate (To) �����������������������������������������������������������pag. 113 Como-Valmadrera - Como (Co) �����������������������������������������������������pag. 114 Vertical Xtreme - Limone sul Garda (Bs) ����������������������������������������pag. 114 Skyrunning Xtreme - Limone sul Garda (Bs) ����������������������������������pag. 115 Trail dei Fieschi - Savignone (Ge) ��������������������������������������������������pag. 116 Ultra Trail Lago d’Orta 83 km - Pogno (No) ������������������������������������pag. 116 Ultra Trail Lago d’Orta 55 km - Pogno (No) �������������������������������������pag. 117 Sardinia UltraMarathon - Macomer (Nu) ����������������������������������������pag. 117 Tartufo Trail Running 66 km - Calestano (Pr) ���������������������������������pag. 118 Tartufo Trail Running 50 km - Calestano (Pr) ��������������������������������� pag. 119 Trail del Monte Casto - Andorno Micca (Bi) ������������������������������������pag. 120 Trail delle Terre di Mezzo - Daverio (Va) �����������������������������������������pag. 120 Trail di Portofino - S. Margherita Ligure (Ge) ����������������������������������pag. 121 Pico Trail - Strozza (Bg) �����������������������������������������������������������������pag. 121 Vertikal Punta Martin - Mele (Ge) ��������������������������������������������������pag. 122

Mammut MTR 201 Dyneema ������������������������������������������������������ pag. 177 Nike Lunarfly+ 3 Trail ����������������������������������������������������������������� pag. 180 Patagonia Fore Runner Evo ��������������������������������������������������������� pag. 181 Salomon Sense Mantra ��������������������������������������������������������������� pag. 182 Salomon Speedcross 3 ��������������������������������������������������������������� pag. 184 Scott T2 Kinabalu ������������������������������������������������������������������������ pag. 185 Tecnica Demon X-Lite ����������������������������������������������������������������� pag. 187 The North Face Single-Track Hayasa ������������������������������������������� pag. 188

SCARPE MINIMALISMO L'AUTORE La sezione dedicata alle gare nazionali e internazionali è stata curata da Fabio Menino. Piemontese doc, ha scoperto il trail running nel 2007 ed è stato amore a prima vista. Al suo attivo UTMB, CCC e TDS. Team manager del team Salomon-Agisko. È membro della commissione atleti ISF (International Skyrunning Federation).

BASTONI TRAIL RUNNING

Intro Alcune informazioni per capire come si è svolta la nostra prova dei materiali e come sono state definite le categorie. A pag. 124 Come leggere i dati Per capire meglio cosa c'è dietro a un voto. A pag. 128

I magnifici 9 Ecco il team che ha messo a dura prova i 90 prodotti. A pag. 132

SCARPE TRAIL RUNNING

da pag. 134 Asics Gel-FujiTrabuco ������������������������������������������������������������������� pag. 136 Brooks Cascadia 8 (Medium) �������������������������������������������������������� pag. 137 Dachstein T 41 EL EV ��������������������������������������������������������������������pag. 139 Dynafit Feline Superlight ���������������������������������������������������������������pag. 140 Ecco Biom Trail GTX ����������������������������������������������������������������������pag. 141 Haglöfs Gram AM GT ��������������������������������������������������������������������� pag. 142 Helly Hansen Pace Interceptor HT ������������������������������������������������� pag. 144 Hoka One One Rapa Nui Comp ������������������������������������������������������ pag. 145 Hoka One One Stinson Evo ������������������������������������������������������������ pag. 146 Kalenji Kapteren XT3 ��������������������������������������������������������������������pag. 147 La Sportiva Ultra Raptor ����������������������������������������������������������������pag. 150 Lafuma Speedtrail ������������������������������������������������������������������������pag. 151 Mammut MTR 141 ������������������������������������������������������������������������pag. 153 Nike Air Pegasus+ 29 Trail ������������������������������������������������������������pag. 154 Patagonia Gamut ��������������������������������������������������������������������������pag. 155 Salomon S-Lab XT 5 ���������������������������������������������������������������������pag. 156 Scarpa Enduro GTX �����������������������������������������������������������������������pag. 158 Scott Grip2 �����������������������������������������������������������������������������������pag. 159 Tecnica Demon Max ��������������������������������������������������������������������� pag. 161 Teva Tevasphere Speed ����������������������������������������������������������������pag. 162 The North Face Single-Track GTX XCR II ����������������������������������������pag. 163

SCARPE SKYRUNNING

da pag. 166 Adidas Kanadia 5 Trail �������������������������������������������������������������������pag. 168 Asics Gel-Fuji Elite ������������������������������������������������������������������������pag. 169 Helly Hansen Pace Trail HTXP ��������������������������������������������������������pag. 171 Hi-Tec V-Lite Trail ��������������������������������������������������������������������������pag. 172 Inov-8 MudClaw 265 �������������������������������������������������������������������� pag. 173 La Sportiva C-Lite 2.0 �������������������������������������������������������������������pag. 174 Lafuma Sky Race 2 �����������������������������������������������������������������������pag. 176

da pag. 192 Asics Gel-Fuji Fell Racer ������������������������������������������������������������� pag. 194 Brooks PureGrit 2 (Medium) �������������������������������������������������������� pag. 195 Ecco Biom Evo Racer ������������������������������������������������������������������ pag. 196 Haglöfs Gram Comp �������������������������������������������������������������������� pag. 198 Helly Hansen Rabbora Trail Low HTPX ����������������������������������������� pag. 199 La Sportiva Anakonda ����������������������������������������������������������������� pag. 200 New Balance MT1010YG ������������������������������������������������������������ pag. 201 Patagonia EVERmore ������������������������������������������������������������������ pag. 203 Salomon S-Lab Sense ���������������������������������������������������������������� pag. 204 Salomon S-Lab Sense Ultra �������������������������������������������������������� pag. 205 Scarpa Minima ��������������������������������������������������������������������������� pag. 206 The North Face Hyper-Track Guide ���������������������������������������������� pag. 208 Vibram FiveFingers Spyridon LS �������������������������������������������������� pag. 209 VivoBarefoot Breatho Trail ����������������������������������������������������������� pag. 210

da pag. 214 Dynafit X4 Performance �������������������������������������������������������������� pag. 216 Ferrino Eiger ������������������������������������������������������������������������������� pag. 216 Gabel Alta Quota FL �������������������������������������������������������������������� pag. 217 Komperdell Carbon Expedition Solid 4 ����������������������������������������� pag. 217 KV+ Adula Carbon Clip ���������������������������������������������������������������� pag. 228 La Sportiva Curve Trek ���������������������������������������������������������������� pag. 228 Leki Micro Vario Carbon �������������������������������������������������������������� pag. 229 Masters Nordic Lite ��������������������������������������������������������������������� pag. 229

IL TEST

Come leggere i rilevamenti Ogni prodotto testato è stata misurato nei minimi dettagli e sottoposto a prove di laboratorio, ecco cosa abbiamo fatto. A pag. 130

9

BASTONI VERTICAL IL FOTOGRAFO Tutte le immagini del test sono state scattate da Damiano Levati. Fotografo e filmaker, la montagna, soprattutto quella vissuta con due sci ai piedi o in sella a una mountain bike, è da sempre la sua passione. Il lavoro come fotografo è la scusa migliore che ha trovato per dire a sua madre che non avrebbe sfruttato la sua laurea in ingegneria elettronica.

@demiangoaway

VIDEO BACKSTAGE Il magnifico cortometraggio sul test Outdoor Running curato da Niccolò Zarattini è disponibile nella sezione video del sito allindirizzo skialper.it/Videos. È possibile vederlo su tutti gli smartphone utilizzando il QR code.

da pag. 221 ATK Race Vertical ������������������������������������������������������������������������ pag. 221 Gabel X-7 ����������������������������������������������������������������������������������� pag. 221 Komperdell Carbon Featherlight �������������������������������������������������� pag. 222 Kv+ Race Clip ����������������������������������������������������������������������������� pag. 222 La Sportiva Nepal Lite ����������������������������������������������������������������� pag. 223 Leki Speedstick �������������������������������������������������������������������������� pag. 225 Masters Physique 0.8 ����������������������������������������������������������������� pag. 225

ZAINI IDRICI

da pag. 228 Arc'teryx Aerios 10 ��������������������������������������������������������������������� pag. 230 Camp Trail Vest Light ������������������������������������������������������������������ pag. 230 Dakine AMP 12L ������������������������������������������������������������������������� pag. 231 Dynafit X4 Performance �������������������������������������������������������������� pag. 231 Ferrino X-Track 8 ������������������������������������������������������������������������ pag. 232 Haglöfs Gram 15 ������������������������������������������������������������������������� pag. 232 Hydrapak E-Lite Vest ������������������������������������������������������������������� pag. 233 Kalenji Acqua Small �������������������������������������������������������������������� pag. 233 La Sportiva Stratos Race ������������������������������������������������������������� pag. 235 Lafuma Ultra Trail 3 ��������������������������������������������������������������������� pag. 235 Mammut MTR 201 ���������������������������������������������������������������������� pag. 236 Millet Level 25 ���������������������������������������������������������������������������� pag. 236 Osprey Viper 9 ���������������������������������������������������������������������������� pag. 237 Salomon Advanced Skin S-Lab 12 Set ���������������������������������������� pag. 238 Scott TP 10 ��������������������������������������������������������������������������������� pag. 238 The North Face Enduro 13 Hydratation Pack ������������������������������� pag. 239 Ultraspire Revolution ������������������������������������������������������������������� pag. 239

CINTURE IDRICHE

da pag. 242 Camp Trail 1 ������������������������������������������������������������������������������� pag. 244 Deuter Pulse Three ��������������������������������������������������������������������� pag. 244 Ferrino Zephyr 1.8 ���������������������������������������������������������������������� pag. 246 Kalenji Cintura 2 Borracce ���������������������������������������������������������� pag. 246 Lafuma Cinetik Belt �������������������������������������������������������������������� pag. 247 Salomon XR Sensibelt ����������������������������������������������������������������� pag. 247 Scott T-Belt ��������������������������������������������������������������������������������� pag. 249 The North Face Enduro Hydratation Belt 2 ����������������������������������� pag. 249


10

OUTDOOR RUNNING 2013

Una passione che nasce da lontano

I

l 27 settembre 1895 William Swan, un barbiere scozzese, stabilisce il primo record di salita e discesa al Ben Nevis, partendo da Fort William, in 2h41’. Tre anni più tardi, il 3 giugno 1898, il guardiacaccia Hugh Kennedy vince la prima edizione ufficiale della Ben Nevis Race con lo stesso tempo del suo predecessore. Nel 1984 Kenny Stuart stabilisce l’attuale record della corsa in 1h25’34’’. Nel 1922 Ribaldo Bova vince la prima edizione della Ivrea-Mombarone con il tempo finale di 5h35’. Per le prime edizioni il percorso della gara piemontese prevedeva andata e ritorno da Ivrea alla Colma del Mombarone. La gara viene disputata per tre edizioni per poi venire ripresa a partire dal 1977. Nel 2001 Jean Pellissier stabilisce il record di sola salita in 1h57’18’’. Il 28 giugno 1936 il ventiquattrenne Lou Wille vince la prima Pikes Peak Footrace, con partenza da Colorado Springs, in Colorado, e arrivo sulla cima del Pikes Peak con il tempo finale di 3h00’55’’. Vent’anni più tardi, il 10 agosto 1956, si disputa la Pikes Pike Sesquicentennial Marathon, poi diventata Pikes Peak Marathon, con andata e ritorno dalla cima su una distanza di 42 chilometri. Vince l’atleta locale Monte Wolford con il tempo finale di 5h39’58’’ in una sorta di sfida tra fumatori e non fumatori voluta dal Dr. Arne Suominen. Nel 1993 l’americano Matt Carpenter ha stabilito sia il record di ascesa in 2h01’06’’ che quello della maratona con andata e ritorno in 3h16’39’’. Nel 1961 il premanese Gian Battista Todeschini vince la prima edizione del Giir di Mont con il tempo finale di 4h24’29’’. La gara venne disputata per cinque edizioni, poi tornò un solo anno nel 1989 e riprese regolarmente dal 1999. Nel 2011 lo spagnolo Kilian Jornet ha stabilito il nuovo record del percorso in 3h01’03’’. Nel 2012 l’americana Kasie Enman ha stabilito quello femminile in 3h45’50’’. Il 20 agosto 1972 la coppia formata da Marco Treves e Marco Morello vince la prima edizione del Trofeo Tre Rifugi in Valpellice, una marcia alpina su una distanza presunta di 30 chilometri organizzata dalla sezione del CAI UGET di Torre Pellice. Il loro tempo finale fu di 2h14’54’’ ed ebbero la meglio su altre 43 coppie presenti al via, di cui otto militari italiane e quattro dell’esercito francese. Nel 1987 si effettuò la prima misurazione del percorso con la ruota anteriore di una bicicletta munita di un contachilometri meccanico, stabilendo la distanza ufficiale in 23,7 chilometri. Nel 1991 Claudio Galeazzi, portacolori del Corpo Forestale dello Stato, ha stabilito il nuovo record del percorso in 2h02’14’’. Il 3 agosto 1974 l’americano Gordy Ainsleigh percorre il tragitto di 100 miglia della corsa equestre Tevis Cup '100 Miles - One Day', da Squaw Valley a Auburn, in California, con il tempo finale di 23h42’. Tre anni più tardi nasceva ufficialmente la Western States Endurance Run, la prima gara podistica su una simile distanza. Parteciparono 14 concorrenti e tre di loro riuscirono a portarla a termine. Nel 2012 l’americano Thimoty Olson ha stabilito il nuovo record del percorso in 14h46’44’’.

Piccola storia della corsa outdoor, dall'impresa di un barbiere scozzese, al record del mondo di Urban Zemmer

©Amici del Mombarone

Il 28 luglio 1991 si disputa la prima edizione della Corsa al Monte Bianco, con partenza e arrivo da Courmayeur e transito in vetta al Monte Bianco, per un totale di 52 km. Vinse la prova Adriano Greco con il tempo di 8h48’25’’. Giunsero al traguardo altri due concorrenti, Marino Giacometti e Angelo Todisco. Nel 1995 Fabio Meraldi stabilisce il nuovo record del percorso in 6h45’24’’. Il 25 settembre 1993 lo svizzero Jorg Hagler vince la prima edizione della Jungfrau Marathon, in Svizzera, con il tempo finale di 3h00’05’’. La gara ha visto nel 2012 più di 6.000 atleti che hanno tagliato il traguardo di Kleine Scheidegg, sopra Wengen. Nel 2003 il neozelandese Jonathan Wyatt ha stabilito il nuovo record del percorso in 2h49’01’’. Nel 1998 Fabio Meraldi vince la prima edizione della Dolomites Skyrace con il tempo finale di 2h08’40’’. La gara ha visto primeggiare nel corso degli anni numerosi campioni come Jean Pellissier, Paolo Larger, Lucio Fregona, Saul Padua, Fulvio Dapit, Agustì Roc, Kilian Jornet, Luis Hernando, Emelie Forsberg, Corinne Favre, Antonella Confortola, Angela Mudge. Nel 2012 lo spagnolo Kilian Jornet e la svedese Emelie Forsberg hanno fatto registrare i nuovi record in 2h01’52’’ e 2h26’00’’. Nel 2001 lo svizzero Emmanuel Vaudan e la connazionale Catherine Mabillard vincono il primo Km Vertical de Fully in Svizzera, rispettivamente in 32’54’’ e 42’13’’. La gara vede alla partenza 68 concorrenti. Il 20 ottobre 2012, nella stessa gara, l’italiano Urban Zemmer e la francese Christel Dewalle stabiliscono i nuovi primati del mondo nel Vertical Kilometer, rispettivamente in 30’26’’ e 36’48’’. Nel 2002 gli italiani Dennis Brunod e Glorian Pellissier vincono la prima edizione della International SkyRace Valmanenco-Valposchiavo rispettivamente in 2h46’24’’ e 3h33’19’’. Marco De Gasperi nel 2007 e Angela Mudge nel 2006 stabiliscono i nuovi record del percorso, rispettivamente in 2h32’03’’ e 3h10’18’’. Nel

giugno del 2003 il francese Eric Lacroix e la connazionale Evelyne Mura vincono la prima edizione della Mont-Blanc Marathon. Tagliarono il traguardo 455 atleti. L’anno successivo, su percorso di 42 chilometri, vinsero l’italiano Silvio Mannino in 3h44’20’’ e la francese Corinne Favre in 4h22’02’’. Nel 2012 lo spagnolo Kilian Jornet e la svizzera Maude Mathys hanno stabilito i nuovi record del percorso attuale in 3h28’24’’ e 4h28’17’’. Sabato 30 agosto 2003 il nepalese Dawa Sherpa vince la prima edizione dell’Ultra-Trail du Mont-Blanc, su un percorso di 150 km, con il tempo finale di 20h06’. Furono 67 i concorrenti che riuscirono a portare a termine la prova. Nel 2011 lo spagnolo Kilian Jornet ha stabilito il nuovo record del percorso di 170 km in 20h36’43’’. Il 6 ottobre 2006, alle 4 del mattino, parte da Cantalupo Ligure l’edizione zero de Le Porte di Pietra, la prima gara italiana che si spinge verso la soglia dei 70 km. Vincono, a pari merito, Marco Olmo e Pablo Barnes con il tempo di 9h03’. Tra le donne si impone Virginia Oliveri che giunge in terza posizione assoluta a pari merito con Fulvio Massa, presidente della società organizzatrice, con il tempo di 9h16’. Nel 2009 Samantha De Stefano ha stabilito il nuovo record femminile in 8h40’23 e nel 2011 Silvano Fedel quello maschile in 7h21’19’’. Nel 2010 i fratelli italiani Ulrich e Annamarie Gross vincono la prima edizione del Tor des Géants rispettivamente con il tempo di 80h27’23’’ e 91h19’13’’. È la prima volta che una gara alpina in un'unica tappa raggiunge la distanza di 330 chilometri e 24.000 metri di dislivello positivo. L'itinerario percorre l’intero giro della Valle d’Aosta con partenza e arrivo a Courmayeur. Nel 2012 lo spagnolo Oscar Perez e l’italiana Francesca Canepa hanno stabilito il nuovo record del percorso, rispettivamente in 69h52’20’’ e 87h08’49’’. Il 12 maggio 2012, sull’isola spagnola di La Palma, si disputa la quarta edizione della Transvulcania Ultramarathon. Al via, per la prima volta, la più ampia rappresentativa dei migliori atleti al mondo della specialità. Vincono la gara l’americano Dakota Jones in 6h58’44’’ e la neozelandese Anna Frost in 8h11’31’’, migliorando i precedenti record, rispettivamente, di 33’29 e 1h51’. In quella che è stata definita la gara del secolo, ben 10 atleti sono scesi sotto i precedenti record del percorso. Sono passati 117 anni tra l’impresa del barbiere scozzese e i nuovi record del mondo dello scorso autunno nel Vertical di Fully. Dalla Scozia alla Svizzera, transitando in alcuni paesi europei e negli Stati Uniti d’America. Una passione, quella della corsa outdoor, che nel corso dell’ultimo secolo non ha visto frontiere. Un istinto innato, quello dell’uomo, verso la corsa e il confronto sportivo. Questa guida ricostruisce in gran parte la storia dell’outdoor running, sia in ambito nazionale che internazionale. Un susseguirsi di nomi, risultati e luoghi che ci hanno portato fino a oggi.


MINIMA ANIMA OFF ROAD

MINIMA Estrema leggerezza e massima stabilità. MINIMA, nuovissima calzatura trail running SCARPA, si caratterizza per la sua calzata precisa e per l’appoggio omogeneo durante la corsa, grazie al differenziale di 6mm tra tallone e avampiede. MINIMA offre inoltre un appoggio naturale, garantendo un movimento efficiente e rapido. Suola VIBRAM ® a basso profilo dal design autopulente. Innovativa intersuola in EVA iniettata, con alta capacità di ritorno nonostante i ridotti spessori. MINIMA. Precisione e stabilità in soli 290 gr.

MINIMA

FOLLOW US:

MINIMA WMN

www.scarpa.net


12

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Piccola guida alla lettura 107 gare trattate in maniera approfondita, con indicatori di valore e profili altimetrici. Ecco come leggere le varie schede, per decidere a quale competizione prendere parte

T

rail, skyrunning, corsa in montagna. La Guida Outdoor Running 2013 di Ski-alper riunisce ogni tipo di corsa nella natura per accontentare il maggior numero di appassionati. Spesso dietro a nomi e organizzazioni diverse si cela la stessa passione. Una passione che continua tutto l'anno, con 330 gare in tutta Italia. Questo è il numero delle competizioni che troverete nella guida outdoor running, alle quali si aggiungono le 30 gare straniere più rappresentative. Un numero importante anche se - nessuno è perfetto - ci può essere scappata qualche gara minore o alla prima edizione, ma parliamo di qualche decina. È stato un lavoro immenso che i numeri riportati nel box di queste pagine riassumono meglio di mille parole. Le schede All'interno delle 330 gare contemplate ce ne sono 107 che abbiamo trattato nelle schede, mentre le altre sono comprese nelle sezioni 'In agenda', una specie di calendario che troverete inserito in ordine cronologico tra una scheda e l'altra. Perché? Perché nella quantità bisogna selezionare la qualità. Le 107 schede rappresentano il 'gotha' dell'outdoor running nel Belpaese per tradizione dell'outdoor, caratteristiche tecniche, bellezza dei paesaggi e altri dati essenziali. Alcune, le più importanti, sono trattate in una pagina, con anche una breve descrizione e l'albo d'oro. Come leggere i dati Per ogni gara presente nelle schede pubblichiamo alcuni dati fondamentali come la distanza, il dislivello positivo, i riferimenti degli organizzatori, l'affiliazione e il circuito di appartenenza. I dati pubblicati sono stati forniti direttamente dagli organizzatori. Abbiamo voluto inserire anche il costo d'iscrizione, gli eventuali premi, il numero limite iscritti, il tipo di terreno, il numero di punti di ristoro, gli eventuali punti qualificanti per l'Ultra-Trail du Mont-Blanc o altre gare importanti, il numero di finisher. Siccome i tempi di percorrenza sono un elemento importante, non solo per i campioni, nelle schede troverete anche il tempo limite e il tempo medio, i record maschili e femminili e la classifica dell'ultima edizione disputata, oltre al numero dei finisher. Un'avvertenza, nelle classifiche abbiamo inserito i primi cinque, ma in alcuni casi sono meno perché, soprattutto nelle gare femminili più dure, al traguardo sono passati meno concorrenti.

I simboli

Per rendere più immediata la lettura e dare un valore intuitivo alla gara, abbiamo inventato sei indicatori che sono espressi con simboli e numeri in colonna.

DISLIVELLO Questo indicatore esprime il rapporto tra il dislivello positivo e la lunghezza della gara. Per le competizioni con salita e discesa i valori arrivano fino a superare il 10% nelle gare più impegnative. Come metro di giudizio, si può considerare abbastanza facile una gara intorno al 2-4%. Per i vertical la scala è diversa e gli appuntamenti più impegnativi superano il 50% mentre quelli facili sono tra il 10 e il 20%.

difficoltà tecniche Abbiamo valutato in una scala da 1 a 5 le difficoltà tecniche. I parametri presi in considerazione non sono solo lunghezza e dislivello, ma anche il terreno, il clima e la quantità di punti di rifornimento.

numero di partecipanti Il successo di una gara si misura anche nella popolarità. Con una scala da 1 a 5 abbiamo indicato quanta partecipazione ha avuto la gara nelle passate edizioni.

livello dei partecipanti Non è solo la quantità, ma la qualità a premiare una gara, ecco perché, sempre con una scala da 1 a 5, abbiamo voluto indicare quanti big o comunque atleti di alto livello, hanno preso parte alla gara. Nell’assegnazione del punteggio è stata valutata anche la presenza o meno di atleti stranieri.

costo al km In tempo di crisi gli indicatori economici sono quelli che vengono guardati per primi. Abbiamo anche noi voluto dare una valutazione esprimendo, in termini assoluti e con una scala da 1 a 5, un indicatore che è il costo al chilometro. Maggiore è il numero di segmenti colorati, migliore è il rapporto qualità/prezzo. Inoltre la valutazione è stata 'ponderata' in funzione del tipo di gara/lunghezza.

aspetto paesaggistico Dislivello, chilometri, difficoltà tecniche. Certo, si sceglie la gara in base al proprio livello, ma il bello dell'outdoor running sono gli ambienti dove si corre. Per il principiante come per il campione e noi abbiamo voluto inserire una valutazione, sempre con una scala da 1 a 5.

I profili altimetrici Per ogni gara pubblichiamo anche il profilo altimetrico, che è stato ricavato da quello ufficiale fornito dall'organizzazione. Essendo diverse le fonti ci sono alcuni elementi di difformità nelle scale dei chilometri e altimetriche, che in alcuni

casi sono più fitte e in altre essenziali. I valori sull'asse orizzontale esprimono la lunghezza in chilometri e quelli sull'asse verticale il dislivello in metri. Poche schede sono sprovviste di profilo altimetrico perché non ne esiste uno ufficiale. Nella maggior parte dei casi si tratta dei vertical.


©TNF UTMB Pascal Tournaire


14

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Record e vittorie Gli atleti più vincenti delle gare italiane trattate nella guida e i primati infranti nella scorsa stagione agonistica 3 record

3

record

FRANCESCA CANEPA

Francesca Canepa (The Abbots Way, Tor des Gèants, Trans d’Havet), Cecilia Mora (Trail del Motty, Trail Golfo dei Poeti, Trail Oasi Zegna), Maria Chiara Parigi (Elba Trail, Cortina Trail, Ronda Ghibellina)

2 record Cinzia Bertasa (Trail delle Terre di Mezzo, Trenta Passi SkyRace), Lisa Borzani (Cervino X-Trail, Ultra Trail Lago d’Orta), Debora Cardone (Orobie SkyRaid, Skyrunning Xtreme), Katia Fori (Trail Alta Val Nure, Trail dei Gorrei), Genny Garda (Trail del Monte Soglio Gir Curt, Trail degli Alpeggi), Silvia Serafini (Maddalene SkyMarathon, Trail Oulx)

1 record

©Fabio Menino

Giuliana Arrigoni (Morenic Trail), Daniela Bonnet (Tre Rifugi Valpellice Trail), Orietta Calliari (Gran Sasso Vertical Run), Alessandra Carlini (Troi dei Cimbri), Giovanna Cavalli (Pico Trail), Cecilia De Filippo (Cadini Skyrace), Ljudmil Di Bert (Val Resia Vertical Kilometer), Kasie Enman - USA (Giir di Mont SkyMarathon), Emelie Forsberg - SWE (Dolomites Skyrace), Laura Gaddo (Vertical Xtreme), Stevie Kremer - USA (Maremontana), Stephanie Jimenez - FRA (Gran Sasso SkyRace), Tatiana Locatelli (Arrancabirra), Vera Mazzarello (Trail dei Fieschi), Raffaella Miravalle (Royal Vertical), Lara Mustat (Cima Tauffi Trail), Roberta Orsenigo (Marathon Trail Lago di Como 38 km), Enrica Perico (Mini Trail Oasi Zegna), Monica Penzo (Alpago Eco Marathon), Francesca Ravarotto (Mini Trail del Motty), Francesca Rossi (Vertical del Cornon), Susanna Scaramucci (Vertikal Punta Martin), Ester Scotti (International Bettelmatt Skyrace 35 km), Scilla Tonetti (Devero Trail), Denise Zimmermann - SUI (Magredi Mountain Trail), Lucy Wambui Murigi - KEN (Val Gardena Mountain Run)


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

15

©Dolomites Skyrace 1 record Emelie Forsberg

1 vittoria Gloriana Pellissier

6 vittorie Emanuela Brizio

6 vittorie Emanuela Brizio (Como-Valmadrera, International Skyrace Valmanenco-Valposchiavo, Maratona del Cielo, Mozzafiato SkyRace, Skyrunning del Canto, Stava SkyRace) 5 vittorie Francesca Canepa (Lavaredo Ultra Trail, Maratona Alpina Val della Torre, The Abbots Way, Tor des Géants, Trans d’Havet), Debora Cardone (Giir di Mont Mini Skyrace, Orobie SkyRaid, SkyRace della Rosetta, SkyRace Tre Rifugi, Skyrunning Xtreme), Silvia Serafini (International SkyRace Carnia, Le Finestre di Pietra, Maddalene SkyMarathon, Red Rock SkyMarathon, Trail Oulx) 4 vittorie Cinzia Bertasa (Trail del Malandrino, Trail delle Terre di Mezzo, Traversata dei Colli Euganei, Trenta Passi SkyRace), Maria Chiara Parigi (Elba Trail, Cortina Trail, Ronda Ghibellina, Ultrabericus Trail) 3 vittorie Lisa Borzani (Cervino X-Trail, Trail del Monte Casto, Ultra Trail Lago d’Orta), Genny Garda (Trail del Monte Soglio Gir Curt, Trail Tra Mare e Cielo, Trail degli Al-

peggi), Raffaella Miravalle (Royal Vertical, Royal Ultra Skymarathon, Trail del Monte Soglio Gir Lung), Cecilia Mora (Trail del Motty, Trail Golfo dei Poeti, Trail Oasi Zegna), Paola Romanin (SkyRace Quattro Passi, SkyRace Casere, SkyRace Monte Cavallo) 2 vittorie Giovanna Cavalli (Pico Trail, Resegup), Katia Fori (Trail Alta Val Nure, Trail dei Gorrei), Patrizia Pensa (Adamello Super Trail, Le Porte di Pietra), Enrica Perico (Biella-Monte Camino, Mini Trail Oasi Zegna), Luana Righetti (Alpi Apuane Skyrace, Trail di Portofino) 1 vittoria Giulia Amadori (Trail Aschero), Giuliana Arrigoni (Morenic Trail), Marcella Belletti (Ivrea-Mombarone), Waltraud Berger GER (Sellaronda Trail Running), Daniela Bonnet (Tre Rifugi Valpellice Trail), Ornella Bosco (Vertical Ceresole Reale), Orietta Calliari (Gran Sasso Vertical Run), Alessandra Carlini (Troi dei Cimbri), Simonetta Castelli (Marathon Trail Lago di Como 115 km), Romina Cavallera (Monviso Vertical Race), Antonella Confortola (Vertical Alba), Veronica Correale (Sardinia Ultramarathon), Cecilia De Filippo

(Cadini Skyrace), Ljudmil Di Bert (Val Resia Vertical Kilometer), Kasie Enman - USA (Giir di Mont SkyMarathon), Corinne Favre - FRA (Salita al Pavillon), Emelie Forsberg - SWE (Dolomites Skyrace), Laura Gaddo (Vertical Xtreme), Sarah Kieffer - FRA (Winter Eco Trail), Stevie Kremer - USA (Maremontana), Stephanie Jimenez - FRA (Gran Sasso SkyRace), Tatiana Locatelli (Arrancabirra), Vera Mazzarello (Trail dei Fieschi), Rossana More (Trofeo Dario e Willy), Arianna Matli (Bettelmatt Skyrace 22 km), Lara Mustat (Cima Tauffi Trail), Virginia Oliveri (Tartufo Trail), Roberta Orsenigo (Marathon Trail Lago di Como 38 km), Cristina Orso (Cantavenna Trail), Gloriana Pellissier (Aosta-Becca di Nona), Monica Penzo (Alpago Eco Marathon), Lorena Perosini (La 5 Ponti), Francesca Ravarotto (Mini Trail del Motty), Francesca Rossi (Vertical del Cornon), Alma Rrika (Trail Bianco di Cesana), Renate Rungger (Kilometro Verticale Chiavenna-Lagunc), Susanna Scaramucci (Vertical Punta Martin), Ester Scotti (International Bettelmatt Skyrace 35 km), Carla Spangaro (SkyRace Dolomiti Friulane), Scilla Tonetti (Devero Trail), Maura Trotti (Orobie Vertical), Denise Zimmermann - SUI (Magredi Mountain Trail), Lucy Wambui Murigi - KEN (Val Gardena Mountain Run)

©Michel Arnaud

@Newspower

1 vittoria Virginia Oliveri

1 record Kasie Enman

5 vittorie Silvia Serafini


16

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

2 record Damiano Lenzi

2 record Fabio Bazzana (Pico Trail, Trail Oulx), Fulvio Dapit (Sellaronda Trail Running, Maddalene SkyMarathon), Marco De Gasperi (Skyrunning Xtreme, Vertical Ceresole Reale), Bernard Dematteis (Kilometro Verticale Chiavenna-Lagunc, Orobie Vertical), Daniele Fornoni (Trail Oasi Zegna, Ultra Trail Lago d’Orta), Nicola Giovanelli (Cortina Trail, Troi dei Cimbri), Damiano Lenzi (Mozzafiato SkyRace, Vertical Xtreme), Tadei Pivk (Orobie SkyRaid, SkyRace Monte Cavallo), Alex Romagnolo (Royal Vertical, Vertikal Punta Martin), Franco Sancassiani (International Bettelmatt Skyrace 35 km Gran Sasso SkyRace), Massimo Tagliaferri (Marathon Trail Lago di Como 115 km, Trail Alta Val Nure) 1 record Simon Alic - SLO (Val Resia Vertical Kilometer), Paolo Bert (Tre Rifugi Valpellice Trail), Matteo Bertoli (Magredi Mountain Trail), Dennis Brunod (Trenta Passi SkyRace), Giorgio Calcaterra (Sardinia Ultramarathon), Andrea Calcinati (Trail Tra Mare e Cielo), Filippo Canetta (Mini Trail del Motty), Renaud Castiglioni - FRA (Trail Bianco di Cesana), Franco Colle (Cervino X-Trail), Alberto Comazzi (Devero Trail), Maurizio Fenoglio (Trail degli Alpeggi), Oscar Giovio (Marathon Trail Lago di Como 38 km),

Nicola, Golinelli (Resegup), Paolo Gotti (Gran Sasso Vertical Run), Kilian Jornet - ESP (Dolomites Skyrace), Iker Karrera - ESP (Lavaredo Ultra Trail), Danilo Lanternino (Trail Tra Mare e Cielo), Igor Marchetti (Morenic Trail), Dino Melzani (La 5 Ponti), Giulio Ornati (Trail Golfo dei Poeti), Daniele Palladino (Trans d’Havet), Oscar Perez (Tor des Gèants, Davide Pierantoni (Cadini Skyrace), Matteo Pigoni (Cima Tauffi Trail), Luca Ponti (Trail delle Terre di Mezzo), Paolo Rinaldi (Mini Trail Oasi Zegna), Fabrizio Roux (Trail dei Gorrei), Sebastien Talotti - FRA (Elba Trail), Isaac Toroitich Kosgei - KEN (Val Gardena Mountain Run), Stefano Trisconi (Trail del Motty), Urban Zemmer (Vertical del Cornon), Ionut Zinca - ROM (Red Rock SkyMarathon) 5 vittorie Daniele Fornoni (Maratona Alpina Val

2 record Marco De Gasperi

della Torre, Trail Maremontana, Trail del Monte Soglio Gir Lung, Trail Oasi Zegna, Ultra Trail Lago d’Orta) 4 vittorie Fabio Bazzana (Pico Trail, Trail di Portofino, Trail del Monte Casto, Trail Oulx), Tadei Pivk (International SkyRace Carnia, Orobie SkyRaid, SkyRace Casere, SkyRace Monte Cavallo) 3 vittorie Stefano Butti (Skyrunning del Canto, Trail del Monte Casto, Trofeo Dario e Willy), Bernard Dematteis (Arrancabirra, Kilometro Verticale Chiavenna-Lagunc, Orobie Vertical), Danilo Lanternino (Le Finestre di Pietra, Trail del Monte Soglio Gir Curt, Trail Tra Mare e Cielo), Alex Romagnolo (Royal Vertical, Salita al Pavillon, Vertikal Punta Martin)

4 vittorie Tadei Pivk


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

17

Foto: ©Fabio Menino

3 vittorie Danilo Lanternino

1 record Kilian Jornet

3 vittorie Stefano Butti

1 record Urban Zemmer

2 vittorie Marco Moletto

2 vittorie Paolo Bert (Trail dei Fieschi, Tre Rifugi Valpellice Trail), Fulvio Dapit (Sellaronda Trail Running, Maddalene SkyMarathon), Marco De Gasperi (Skyrunning Xtreme, Vertical Ceresole Reale), Nicola Giovanelli (Cortina Trail, Troi dei Cimbri), Nicola Golinelli (Como-Valmadrera, Resegup), Paolo Gotti (Gran Sasso Vertical Run, Maratona del Cielo), Kilian Jornet - ESP (Aosta-Becca di Nona, Dolomites Skyrace), Damiano Lenzi (Mozzafiato SkyRace, Vertical Xtreme), Matteo Lucchese (Ronda Ghibellina, Tartufo Trail), Marco Moletto (Ivrea-Mombarone, Monviso Vertical Race), Andrea Moretton (Alpago Eco Marathon, Ultrabericus Trail), Matteo Pigoni (Cima Tauffi Trail, Le Porte di Pietra), Stefano Ruzza (Trail del Malandrino, The Abbots Way), Franco Sancassiani (International Bettelmatt Skyrace 35 km, Gran Sasso SkyRace), Massimo Tagliaferri (Marathon Trail Lago di Como 115 km, Trail Alta Val Nure), Ionut Zinca - ROM (Red Rock SkyMarathon, Stava SkyRace)

1 vittoria Edmil Albertone (Cantavenna Trail), Simon Alic - SLO (Val Resia Vertical Kilometer), Daniel Antonioli (SkyRace della Rosetta), Nicola Bassi (Adamello Supertrail), Matteo Bertoli (Magredi Mountain Trail), Dennis Brunod (Trenta Passi SkyRace), Giorgio Calcaterra (Sardinia Ultramarathon), Andrea Calcinati (Trail Tra Mare e Cielo), Filippo Canetta (Mini Trail del Motty), Tofol Castanyer Bernat - ESP (Giir di Mont SkyMarathon), Renaud Castiglioni – FRA (Trail Bianco di Cesana), Carlo Alberto Cimenti (Trail Aschero), Davide Cheraz (Winter Eco Trail), Franco Collé (Cervino X-Trail), Alberto Comazzi (Devero Trail), Martin Dematteis (Arrancabirra), Maurizio Fenaroli (SkyRace Tre Rifugi), Maurizio Fenoglio (Trail degli Alpeggi), Emilio Frassetti (Bettelmatt Skyrace 22 km), Oscar Giovio (Marathon Trail Lago di Como 38 km), Iker Karrera - ESP (Lavaredo Ultra Trail), Robert Krupicka - CZE (Internatio-

nal Skyrace Valmanenco-Valposchiavo), Nejc Kuhar - SLO (Vertical Alba), Igor Marchetti (Morenic Trail), Dino Melzani (La 5 Ponti), Enzo Mersi (Biella-Monte Camino), Giulio Ornati (Trail Golfo dei Poeti), Daniele Palladino (Trans d’Havet), Oscar Perez - ESP (Tor des Géants), Davide Pierantoni (Cadini Skyrace), Gil Pintarelli (SkyRace Quattro Passi), Luca Ponti (Trail delle Terre di Mezzo), Mirko Righele (Traversata dei Colli Euganei), Paolo Rinaldi (Mini Trail Oasi Zegna), Fabrizio Roux (Trail dei Gorrei), Mauro Rusconi (Alpi Apuane Skyrace), Gyorgy Szabolcs Istvan - ROM (Giir di Mont mini Skyrace), Sebastien Talotti - FRA (Elba Trail), Isaac Toroitich Kosgei - KEN (Val Gardena Mountain Run), Stefano Trisconi (Trail del Motty), Sergio Vallosio (Maremontana), Sebastjan Zamik - SLO (SkyRace Dolomiti Friulane), Urban Zemmer (Vertical del Cornon)

2 record Daniele Fornoni

1 vittoria Filippo Cannetta

2 record Fabio Bazzana


18

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Chi sono gli atleti più forti al mondo? In attesa del World Ranking ISF, in arrivo a fine stagione, ecco una lista dei migliori sky e trail runner sulla base dei risultati della scorsa stagione

I

n molte discipline sportive esiste un ranking atleti che assegna dei punteggi e una posizione in funzione dei risultati ottenuti nel corso di una o più stagioni. I soli Campionati del Mondo, continentali o le manifestazioni particolarmente rappresentative non sono sufficienti a individuare chi sono i migliori atleti di uno sport perché non tengono conto delle assenze che possono derivare, per esempio, da scelte personali o da infortuni o dal fatto di non essere riusciti a concludere la prova per svariati motivi. Il ranking atleti, generalmente, per ovviare a queste problematiche, considera un lasso di tempo sufficientemente significativo all'interno del quale si presume che tutti gli atleti possano esprimere il loro massimo potenziale. A partire dalla stagione 2013, la ISF (International Skyrunning Federation) ha annunciato la creazione del primo World Ranking atleti nelle tre discipline dell’outdoor running trattate in questa guida, ovvero i Vertical (prove con 1.000 m di dislivello positivo), le Sky (distanza compresa tra i 22 e i 50 km) e le Ultra (distanze oltre i 50 km). Quest’anno le gare valide per l’assegnazione dei

VERTICAL ELITE MEN (32) Andorra (2) Ferran Texido, Xavier Texido, Colombia (1) Saul Antonio Padua, Francia (5) Mathéo Jacquemoud, Olivier Miclo, Christophe Perrillat, Alexis Sevennec, Didier Zago, Gran Bretagna (2) Robb Jebb, Murray Strain, Grecia (1) Dimitris Theodorokakos, Italia (10) Xavier Chevrier, Marco De Gasperi, Bernard De Matteis, Marco Facchinelli, Nicola Golinelli, Marco Moletto, Jean Pellisier, Manfred Reichegger, Tadei Pivk, Urban Zemmer, Nuova Zelanda (1) Jonathan Wyatt, Russia (2) Aleksandr Bolhovitiv, Vitali Shkel, Slovenia (1) Nejc Kuhar, Spagna (4) Kilian Jornet, Jessed Hernandez, Luis Alberto Hernando, Agustì Roc, Stati Uniti d’America (1) Rickey Gates, Svizzera (2) Marcel Martì, Emmanuel Vaudan VERTICAL ELITE WOMEN (21) Francia (3) Christelle Dewalle, Corinne Favre, Axelle Mollaret, Grecia (1) Irena Maliborka, Italia (6) Valentina Belotti, Debora Cardone, Antonella Confortola, Christiane Nex, Gloriana Pellissier, Paola Romanin, Nuova Zelanda (1) Anna Frost, Polonia (1) Aleksandra Dzik, Russia (2) Larisa Soboleva, Zhanna Vokueva, Spagna (6) Ohiana Kortazar, Silvia Leal, Mirea Mirò, Laura Orgué, Nuria Picas, Blanca Maria Serrano, Svezia (1) Emelie Forsberg, Svizzera (1) Maude Mathys SKY ELITE MEN (47) Andorra (1) Oscar Casal, Francia (6) Raymond Fontaine, Mathéo Jacquemoud, Michel Lanne, Nicolas Pianet, Julien Rancon, Gregory Vollet, Giappone (1) Miyahara Toru, Gran Bretagna (2) Ricky Lightfoot, Tom Owens, Italia (11) Dennis Brunod, Stefano Butti, Daniele Cappelletti, Fulvio Dapit, Marco De

punteggi sono 50 con l’intento di arrivare a 100 nel 2014. Il metodo di calcolo si baserà su un algoritmo di proprietà ISF che, tra gli altri fattori, terrà conto di quanti atleti élite saranno presenti in una singola manifestazione e della loro performance in termini sia cronometrici che di classifica. La stessa ISF, per dare vita al World Ranking, ha stilato una prima lista di atleti, la ISF Élite List, che si basa sull’analisi dei risultati della stagione 2012, prendendo come riferimento le gare più significative nelle tre discipline e assegnando dei punteggi in ciascuna di esse ai primi 15 uomini e alle prime 10 donne in classifica. La ISF Élite List, ci consente di rispondere parzialmente alla domanda iniziale, ovvero chi sono stati i più forti atleti al Mondo nel corso del 2012. Ci consente infatti di sapere i loro nomi ma non la posizione in classifica. Quest’ultima, infatti, la si conoscerà soltanto nel corso di questa stagione grazie al World Ranking ufficiale. Di seguito, l’elenco degli atleti che compaiono nella ISF Élite List, suddivisi per disciplina, sesso e per paese di provenienza.

Gasperi, Paolo Gotti, Mikhail Mamleev, Nicola Golinelli, Tadei Pivk, Franco Sancassani, Michele Tavernaro, Nepal (1) Aite Tamang, Portogallo (1) Cesar Costa, Repubblica Ceca (2) Jan Havlicek, Robert Krupicka, Romania (1) Ionut Alin Zinca, Slovenia (1) Mitja Kosovelj, Spagna (11) Miguel Caballero, David Cardona, Tofol Castanyer, Eric Diaz, Francisco Gutierrez, Miguel Heras, Luis Alberto Hernando, Kilian Jornet, Jokin Lizeaga, Marc Pinsach, Agustì Roc, Stati Uniti d’America (7) Joe Gray, Dakota Jones, Max King, Dave Mackey, Samuel James Malmberg, Alex Nichols, J. Marshall Thomson, Svizzera (2) Martin Anthamatten, David Schneider SKY ELITE WOMEN (36) Francia (9) Maud Combarieu, Aline Camboulives, Corinne Favre, Sabine Froment, Laureline Gaussens, Maud Gobert, Stephanie Jimenez, Celine Lafaye, Sandrine Prisse, Gran Bretagna (2) Lauren Jeska, Sarah Ridgway, Italia (4) Emanuela Brizio, Debora Cardone, Paola Romanin, Silvia Serafini, Polonia (1) Alexander Dzhik, Russia (1) Zhanna Vokueva, Spagna (12) Ibarbia Aitziber, Laia Andreu, Oihana Azkorbebeita, Elena Calvillo, Nuria Dominguez, Uxue Fraile, Oihana Kortazar, Maite Maiora, Mireia Mirò, Nuria Picas, Blanca Maria Serrano, Silvia Trigueros, Stati Uniti d’America (5) Kasie Enman, Salynda Fleury, Stevie Kremer, Caitlin Smith, Michele Suszek, Svezia (1) Emelie Forsberg, Svizzera (1) Maude Mathys ULTRA ELITE MEN (65) Austria (1) Thomas Wagner, Canada (1) Adam Campbell, Francia (21) Fabien Antolinos, Patrick Bringer, Sebastien Buffard, Sebastien Camus, Sebastien Chaigneau, Julien Chorier, Erik Clavery, Sylvain

Court, Yann Curien, Francois D'Haene, Maxime Durand, Emanuel Gault, Antoine Guillon, Michel Lanne, Christophe Le Saux, Arnaud Lejeune, Thomas Lorblanchet, Nicolas Martin, Mikael Pasero, Nicolas Pianet, Julien Rancon, Germania (1) Philipp Reiter, Giappone (2) Tsuyoshi Kaburaki, Kenichi Yamamoto, Gran Gretagna (3) Terry Conway, Ian Sharman, Andy Symonds, Italia (2) Giuliano Cavallo, Fulvio Dapit, Nepal (1) Dachhiri Dawa Sherpa, Portogallo (2) Carlos Sa, Armando Jorge Teixeira, Spagna (8) Jordi Bes, Tofol Castanyer, Kilian Jornet, Iker Karrera, Miguel Heras, Manuel Merillas, Oscar Perez, Sebas Sanchez, Stati Uniti d’America (19) Dylan Bowman, Nicholas Clark, Cameron Clayton, Michael Foote, Rickey Gates, Joe Grant, Scott Jaime, Dakota Jones, Maxwell King, Hal Koerner, Anton Krupicka, Dave Mackey, Jorge Maravilla, Karl Meltzer, Timothy Olson, Nicholas Pedatella, John Tidd, Zeke Tiernan, Mike Wolfe, Sudafrica (1) Ryan Sandes, Svizzera (1) Jean-Yves Rey, Svezia (1) Jonas Buud, Ungheria (1) Csaba Nemeth ULTRA ELITE WOMEN (34) Brasile (1) Fernanda Maciel, Francia (9) Veronique Chastel, Maud Combarieu, Corinne Favre, Maud Gober, Karine Herry, Emilie Lecomte, Sandra Martin, Sandrine Motto Ros, Anne Valero, Germania (2) Julia Bottger, Andrea Calmbach, Gran Bretagna (2) Elizabeth Hawker, Ellie Greenwood, Italia (2) Francesca Canepa, Katia Fori, Nuova Zelanda (1) Anna Frost, Spagna (5) Uxue Fraile, Leire Iruretagoyena, Nerea Martinez, Nuria Picas, Emma Roca, Stati Uniti d’America (10) Darcy Africa, Rory Bosio, Kerrie Bruxvoort, Rhonda Claridge, Stephanie Howe, Elizabeth Howard, Nikki Kimball, Tina Lewis, Kristin Moeh, Ashley Nordell, Svezia (1) Emelie Forsberg, Ungheria (1) Ildiko Wermescher


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Nelle foto, in senso orario: Nuria Picas ©Fabio Menino, Kilian Jornet ©Matteo Ghezzi, Mireia Mirò @Ralf Brunel, Ionut Zinca ©Ralf Brunel, Urban Zemmer ©Ralf Brunel, Anna Frost ©Droz Photo, Emelie Forsberg ©Ralf Brunel, Antonella Confortola ©Ralf Brunel, Luis Alberto Hernando ©Ralf Brunel, Tofol Castanyer ©Newspower

19


20

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

I voti Il giudizio espresso nella prima Guida Outdoor Running parte dall’analisi di alcuni fattori ritenuti di particolare importanza, quali la storia della manifestazione, il livello organizzativo, la partecipazione complessiva e il livello degli atleti, la presenza di atleti internazionali, il percorso e il contesto naturale, gli standard di sicurezza, la quota d’iscrizione, la presenza di pubblico e il coinvolgimento delle comunità locali. Il giudizio finale è la sintesi di tutti i dati riportati e ha visto coinvolta un’apposita giuria di redazione. La sua assegnazione costituisce senza ombra di dubbio un prestigio per le 107 gare selezionate in un panorama nazionale che conta oltre 350 manifestazioni. Non sono stati dati voti alle gare alla prima edizione o non disputate da qualche anno I voti di Ski-Alper

3 VOTI PLUS 21/07 Dolomites SkyRace - Canazei (Tn) ............................................................22 km - 1.750 m D+ 28/07 Giir di Mont SkyMarathon - Premana (Lc) .....................................33 km - 2.400 m D+

La Dolomites SkyRace e il Giir di Mont SkyMarathon sono le due gare che rappresentano l’eccellenza italiana nell’ambito delle manifestazioni di outdoor running, con rilevanza in ambito internazionale. Entrambe hanno raggiunto il massimo dei voti in quasi tutti i parametri selezionati e un’unanimità di giudizio da parte della giuria di redazione. La lettura dei loro albi d’oro è una testimonianza diretta della storia di questa disciplina sportiva. La Dolomites SkyRace è nata nel 1998 con la vittoria di Fabio Meraldi e Morena Paieri. Nel corso degli anni ha sempre attratto i migliori specialisti della disciplina. Agli occhi di atleti e di appassionati un ambiente naturale che difficilmente si può dimenticare e un coinvolgimento di pubblico degno dei grandi eventi. È già stata sede dei Campionati Europei di Skyrunning targati ISF e del circuito internazionale Skyrunner® World Series. Nel 2012 la Dolomites SkyRace è stata vinta dallo spagnolo Kilian Jornet e dalla svedese Emelie Forsberg, entrambi con il nuovo record del percorso. Il Giir di Mont SkyMarathon nasce ufficialmente nel 1961 con la performance di Gian Battista Todeschini. Dal 1966 si interrompere per riprendere nuovamente nel 1989, poi un’altra pausa fino all’edizione del 1999 con la vittoria di Mario Poletti. È già stata sede del Campionato del Mondo SkyMaraton e più volte delle Skyrunner® World Series. Ambiente incredibile e coinvolgimento della comunità locale pressoché totale. Nel 2012 il Giir di Mont è stato vinto dallo spagnolo Tofol Castanyer e dall’americana Kasie Enman, che ha anche stabilito il nuovo record femminile del percorso. I voti di Ski-Alper

3 VOTI 14/04 Traversata Colli Euganei - Villa di Teolo (Pd) ..............................42 km - 2.000 m D+ 11/05 Le Porte di Pietra - Cantalupo Ligure (Al) .......................................70 km - 4.000 m D+ 02/06 Orobie Vertical - Valbondione (Bg) .......................................................4,3 km - 1.000 m D+ 09/06 Int. SkyRace Valmalenco-Valposchiavo - Lanzada (So) .31 km - 1.850 m D+ 28/06 Lavaredo Ultra Trail - Cortina d’Ampezzo (Bl) .........................118 km - 5.740 m D+ 30/06 Stava Skyrace - Tesero (Tn) ...........................................................................24,5 km - 2.125 m D+ 07/07 Maratona del Cielo - Sentiero 4 luglio - Aprica (So) ...........42 km - 3.090 m D+ 14/07 Km Verticale Chiavenna-Lagunc - Chiavenna (So) ...........3,2 km - 1.000 m D+ 14/07 Val Gardena Mountain Run - Ortisei (Bz) ......................................14,5 km - 1.247 m D+ 19/07 Vertical Alba - Canazei (Tn) .............................................................................2,4 km - 1.000 m D+ 27/07 Trans d'Havet - Piovene Rocchette (Vi) ..............................................80 km - 5.500 m D+ 08/09 Tor des Géants - Courmayeur (Ao) .................................................330 km - 24.000 m D+


Nella foto: qui accanto, la partenza della Dolomites Sky Race ©Ralf Brunel. In apertura, nella pagina accanto, due momenti del Giir di Mont, gli istanti subito dopo la partenza al Giir di Mont e sotto lo spettacolare arrivo di Silvia Serafini al Giir di Mont

22/09 Trail Oulx - Oulx (To) ................................................................................................50 km - 2.500 m D+ 11/10 Vertical Xtreme - Limone sul Garda (Bs)...............................................3 km - 1.080 m D+ 19/10 Ultra Trail Lago d'Orta - Pogno (No) ......................................................55 km - 2.600 m D+ 03/11 Trail Terre di Mezzo - Daverio (Va) ................................................................35 km - 950 m D+ 24/11 Pico Trail - Strozza (Bg) ............................................................................................18 km - 1.350 m D+ I voti di Ski-Alper

1 VOTO 15/09 Ivrea-Mombarone - Ivrea (To) .......................................................................21 km - 2.100 m D+ 05/10 Arrancabirra - Courmayeur (Ao) ........................................................................18 km - 1.810 km 02/06 Orobie Vertical - Valbondione (Bg) .......................................................4,3 km - 1.000 m D+ 13/10 SkyRunning Xtreme - Limone sul Garda (Bs) .........................23,5 km - 2.000 m D+ 27/10 Trail del Monte Casto - Andorno Micca (Bl) ..................................46 km - 2.300 m D+ 10/11 Trail di Portofino - Santa Margherita Ligure (Ge) ....................23 km - 1.200 m D+ 24/02 Trail Bianco di Cesana - Cesana Torinese (To) ..........................24 km - 1.200 m D+ 16/03 Ultrabericus Trail - Vicenza (Vi) ..................................................................65 km - 2.500 m D+ I voti di Ski-Alper

2 VOTI 27/03 Maremontana - Loano (Sv) ................................................................................46 km - 2.900 m D+ 07/04 SkyRunning del Canto - Carvico (Bg).....................................................22 km - 1.280 m D+ 14/04 Elba Trail - Marciana Marina (Li) .................................................................57 km - 3.500 m D+ 14/04 Trail dei Gorrei - Moretti di Ponzone (Al) ........................................46 km - 2.450 m D+ 01/05 Trofeo Dario e Willy - Valmadrera (Lc).......................................... 13,58 km - 1.347 m D+ 04/05 The Abbots Way - Pontremoli (Ms)......................................................125 km - 5.500 m D+ 18/05 Trail del Motty - Armeno (No) ........................................................................45 km - 2.250 m D+ 19/05 SkyRace 4 Passi - Sondalo (So) ......................................................................23 km - 1.450 m D+ 26/05 Skyrace Casere - Taleggio (Bg)......................................................................27 km - 1.850 m D+ 26/05 Trenta Passi SkyRace - Marone (Bs) .........................................................16 km - 1.280 m D+ 02/06 Monviso Vertical Race - Crissolo (Cn) ..........................................4,175 km - 1.000 m D+ 25/05 Trail del Monte Soglio Gir Lung - Forno Canavese (To) ..63 km - 3.500 m D+ 01/06 Resegup - Lecco (Lc) .................................................................................................24 km - 1.800 m D+ 16/06 International SkyRace Carnia - Paluzza (Ud).....................24,25 km - 2.004 m D+ 16/06 Trail Oasi Zegna - Bielmonte (Bl) ...............................................................60 km - 4.200 m D+ 29/06 Cortina Trail - Cortina d’Ampezzo (Bl) ...............................................46 km - 2.520 m D+ 30/06 Verical del Cornon - Tesero (Tn) ..................................................................5 km - 1.080 m D+ 07/07 Val Resia Vertical Kilometer - Stolvizza di Resia (Ud) ........4,5 km - 1.070 m D+ 13/07 Marathon Lago di Como - Como (Co) ............................................. 115 km - 6.500 m D+ 14/07 Tre Rifugi Valpellice - Bobbio Pellice (To) .................................. 54,2 km - 3.818 m D+ 28/07 Giir di Mont Mini SkyRace - Premana (Lc) ................................... 20 km - 1.000 m D+ 28/07 SkyRace 3 Rifugi - Pian delle Gorre (Cn) ........................................ 26 km - 2.050 m D+ 04/08 Royal Ultra SkyMarathon - Lago di Teleccio (To) ................ 54 km - 4.000 m D+ 11/08 Mozzafiato SkyRace - Cannobbio (VB) ...............................................22 km - 2.273 m D+ 11/08 Orobie Skyraid - Donico - Passo della Presolana (Bg) ..... 22 km - 1.700 m D+ 15/08 Vertical Ceresole Reale - Ceresole Reale (To)................................ 4 km - 1.000 m D+ 25/08 Maddalene SkyMarathon - Madonna di Senales (Bz) ......44 km - 2.905 m D+ 25/08 Red Rock SkyMarathon - Vezza d’Oglio (Bs) ................................44 km - 2.100 m D+ 25/08 SkyRace Dolomiti Friulane - Forni di Sopra (Ud) ....................22 km - 1.700 m D+ 08/09 SkyRace Monte Cavallo - Piancavallo (Pn) .....................................20 km - 1.650 m D+ 08/09 SkyRace della Rosetta - Rasura (So) .........................................................21 km - 1.550 m D+ 08/09 Trail Golfo dei Poeti - La Spezia (Sp) ......................................................43 km - 2.600 m D+ 14/09 Sellaronda Trail Running - Canazei (Tn) .......................................53,9 km - 3.486 m D+ 15/09 Troi dei Cimbri - Fregona (Tv) ..................................................................... 55 km - 2.800 m D+

12/01 Winter Eco Trail Courmayeur - Courmayeur (Ao)...................18 km - 200 m D+ 27/01 Ronda Ghibellina - Castiglion Fiorentino (Ar).............................43 km - 2.200 m D+ 03/03 Trail Tra Mare e Cielo - Laigueglia (Sv) ...............................................26 km - 1.000 m D+ 14/04 Alpi Apuane Skyrace - Fornovolasco - Vergemoli (Lu) ...23 km - 1.465 m D+ 21/04 Maratona Alpina di Val della Torre - Val della Torre (To) .. 42 km - 2.600 m D+ 27/04 Gran Trail Rensen - Arenzano (Ge) ...........................................................70 km - 4.700 m D+ 05/05 Trail Aschero - Vado Ligure (Sv) ....................................................................37 km - 1.641 m D+ 11/05 Le Finestre di Pietra - Cantalupo Ligure (Al) ................................37 km - 1.900 m D+ 18/05 Mini Trail del Motty - Armeno (No) ..............................................................23 km - 940 m D+ 25/05 Trail del Monte Soglio Gir Curt - Forno Canavese (To) ...26 km - 1.400 m D+ 26/05 Trail Alta Val Nure - Bettola (Pc) ..................................................................60 km - 3.500 m D+ 09/06 Trail del Malandrino - Prato (Po) .................................................................70 km - 4.550 m D+ 16/06 Mini Trail Oasi Zegna - Bielmonte (Bl) ..................................................25 km - 1.700 m D+ 16/06 Alpago Eco Marathon - Puos d’Alpago (Bl) .....................................42 km - 2.455 m D+ 30/06 Biella-Monte Camino - Biella (BI) .....................................................22,70 km - 2.100 m D+ 06/07 Devero Trail - Baceno (VB) ...............................................................................30 km - 1.600 m D+ 07/07 Int. Bettelmatt SkyRace - Riale Val Formazza (Vb) ...................22 km - 800 m D+ 13/07 Marathon Trail Lago di Como - Como (Co) ...................................38 km - 2.090 m D+ 14/07 Trail degli Alpeggi - Bobbio Pelice (To) ......................................33,60 km - 2.205 m D+ 20/07 Cima Tauffi Trail - Fanano (Mo) .................................................................60 km - 4.000 m D+ 26/07 Adamello Super Trail - Brescia (Bs) ........................................................160 km - 9.100 m d+ 28/07 La 5 Ponti - Bagolino (Bs) .....................................................................................15 km - 1.000 m D+ 28/07 Royal Vertical - Noasca (To) ............................................................................9,10 km - 1.172 m D+ 02/08 Gran Sasso Vertical Run - Fonte Cerreto (Aq) .......................3,50 km - 1.000 m D+ 03/08 Cantavenna Trail - Cantavenna (Al) ............................................................11 km - 600 m D+ 15/08 Cadini SkyRace - Misurina (Bl) ..............................................................14,30 km - 1.200 m D+ 22/09 Vertical Kilometer Salita al Pavillon - Courmayeur (Ao) .4,4 km - 960 m D+ 04/10 Magredi Mountain Trail - Vivaro (Pn) ................................................162 km - 7.000 m D+ 05/10 Morenic Trail - Andrate (To) ..........................................................................109 km - 2.280 m D+ 13/10 Trail dei Fieschi - Savignone (Ge) ...............................................................19 km - 1.200 m D+ 19/10 Sardinia Ultramarathon - Mancomer (Nu) ....................................60 km - 1.040 m D+ 20/10 Tartufo Trail Running - Calestano (Pr) ............................................... 50 km - 2.337 m D+ 24/10 Vertikal Punta Martin - Mele (Ge) ................................................................ 4,7 km - 897 m D+

PRIME EDIZIONI 28/04 Valle Varaita Trail - Brossasco (Cn) ..........................................................30 km - 1.500 m D+ 01/06 Kitambo City Trail - Casale Monferrato (Al) .......................................30 km- 800 m D+ 08/06 Ricantoca&Dipiù Night Trail - Genova (Ge) ..................................50 km - 2.760 m D+ 08/06 Dolomiti Extreme - Forno di Zoldo (Bl) ..............................................53 km - 3.800 m D+ 16/06 Alpago Trail - Pous d’Alpago (Bl) .................................................................65 km - 3.700 m D+ 26/07 Sudtirol Ultrarace - Bolzano (Bz) ..............................................................124 km - 7.666 m D+ 09/09 Antico Trail del Contrabbandiere - B. del Grappa (Vi) .......34 km - 2.400 m D+ 19/10 Ultra Trail Lago d’Orta - Pogno (No) ......................................................83 km - 5.000 m D+ 20/10 Tartufo Trail Running - Calestano (Pr) ................................................66 km - 3.500 m D+


GA R 4 IC A ER AM

Gran Sasso Vertical Run - Fonte Cerreto (Aq) Gran Sasso SkyRace - Fonte Cerreto (Aq)

EMILIA ROMAGNA (4) 26\05 Trail Alta Val Nure - Bettola (Pc) 20\07 Cima Tauffi Trail - Fanano (Mo) 20\10 Tartufo Trail Running - Calestano (Pr) - 66 km 20\10 Tartufo Trail Running - Calestano (Pr) - 50 km

USA

12\07 Hardrock Hundred Mile Endurance Run - Silverton, CO (USA) 18\08 Leadville Trail 100 Run - Leadville, CO (USA) 19\08 Pikes Peak Marathon - Manitou Springs, CO (USA)

FRIULI-VENEZIA GIULIA (5) 16\06 International SkyRace Carnia - Paluzza (Ud) 07\07 Val Resia Vertical Kilometer - Resia (Ud) 25\08 SkyRace Dolomiti Friulane - Forni di Sopra (Ud) 08\09 SkyRace Monte Cavallo - Piancavallo (Pn) 04\10 Magredi Mountain Trail - Vivaro (Pn) Trail Tra Mare e Cielo - Laigueglia (Sv) Trail MareMontana - Loano (Sv) Gran Trail Rensen - Arenzano (Ge) Trail Aschero - Vado Ligure (Sv) Rigantoca&Dipiù Night Trail - Genova (Ge) Trail Golfo dei Poeti - 5Terre - La Spezia (Sp) Trail dei Fieschi - Savignone (Ge) Trail di Portofino - S. Margherita Ligure (Ge) Vertikal Punta Martin - Mele (Ge)

Royal Ultra SkyMarathon - Lago di Teleccio (To) Mozzafiato SkyRace - Cannobio (Vb) Km Vertical - Ceresole Reale (To) Ivrea - Mombarone - Ivrea (To) Trail Oulx - Oulx (To) Morenic Trail - Andrate (To) Ultra Trail Lago d’Orta - Pogno (No) - 83 km Ultra Trail Lago d’Orta - Pogno (No) - 55 km Trail del Monte Casto - Andorno Micca (Bl)

SARDEGNA (1) 19\10

32 25

11

Sardinia Ultramarathon - Mancomer (Nu)

TOSCANA (5) 27\01 Ronda Ghibellina - Castiglion Fiorentino (Ar) 14\04 Elba Trail - Marciana Marina (Li) 04\05 The Abbots Way - Pontremoli (Ms) 09\06 Trail del Malandrino - Prato (Po) 14\07 Alpi Apuane Skyrace - Fornovolasco - Vergemoli (Lu) TRENTINO-ALTO ADIGE (7) 30\06 Stava SkyRace - Tesero (Tn) 30\06 Vertical Del Cornon - Tesero (Tn) 14\07 Val Gardena Mountain Run - Ortisei (Bz) 19\07 Dolomites Vertical Kilometer - Alba di Canazei (Tn) 21\07 Dolomites SkyRace - Canazei (Tn) 26\07 Sudtirol Ultrarace - Bolzano (Bz) 14\09 Sellaronda Trail Running - Canazei (Tn) VALLE D’AOSTA (6) 12\01 Winter Eco Trail Courmayeur - Courmayeur (Ao) 07\07 Cervino X Trail - Antey (Ao) 01\09 Aosta-Becca di Nona - Aosta (Ao) 08\09 Tor Des Geants - Courmayeur (Ao) 22\09 Vertical Km Salita al Pavillon - Courmayeur (Ao) 05\10 Arrancabirra - Courmayeur (Ao) VENETO (11) 16\03 Ultrabericus Trail - Vicenza (Vi) 14\04 Traversata dei Colli Euganei - Villa di Teolo (Pd) 08\06 Dolomiti Extreme - Forno di Zoldo (Bl) 09\06 Antico Trail del Contrabbandiere - B. del Grappa (Vi) 16\06 Alpago Trail - Puos d’Alpago (Bl) 16\06 Alpago Eco Marathon - Puos d’Alpago (Bl) 28\06 Lavaredo Ultra Trail - Cortina d' Ampezzo (Bl) 29\06 Cortina Trail - Cortina d'Ampezzo (Bl) 27\07 Trans d'Havet - Piovene Rocchette (Vi) 15\09 Cadini SkyRace - Misurina (Bl) 15\09 Troi dei Cimbri - Fregona (Tv)

Le regioni italiane con più schede/gara 9 7

TRENTINO ALTO ADIGE

04\08 11\08 15\08 15\09 22\09 05\10 19\10 19\10 27\10

LIGURIA

PIEMONTE (32) 24\02 Trail Bianco Cesana - Cesana Torinese (To) 14\04 Trail del Bric dei Gorrei - Moretti di Ponzone (Al) 21\04 Maratona Alpina di Val della Torre - Val della Torre (To) 28\04 Valle Varaita Trail - Brossasco (Cn) 11\05 Le Porte di Pietra - Cantalupo Ligure (Al) 11\05 Le Finestre di Pietra - Cantalupo Ligure (Al) 18\05 Trail del Motty - Armeno (No) 18\05 Mini Trail del Motty - Armeno (No) 25\05 Trail del Monte Soglio Gir Lung - Forno Canavese (To) 25\05 Trail del Monte Soglio Gir Curt - Forno Canavese (To) 01\06 Kitambo City Trail - Casale Monferrato (Al) 02\06 Monviso Vertical Race - Crissolo (Cn) 16\06 Trail Oasi Zegna - Bielmonte (Bl) 16\06 Mini Trail Oasi Zegna - Bielmonte (Bl) 30\06 Biella-Monte Camino - Biella (Bl) 06\07 Devero Trail - Baceno (Vb) 07\07 Intern. Bettelmatt SkyRace - Riale Val Formazza (Vb) - 35 km 07\07 Bettelmatt SkyRace - Riale Val Formazza (Vb) - 22km 14\07 Tre Rifugi Valpellice Trail - Bobbio Pellice (To) 14\07 Trail degli Alpeggi - Bobbio Pellice (To) 28\07 SkyRace Tre Rifugi - Mondovì (Cn) 28\07 Royal Vertical - Noasca (To) 03\08 Cantavenna Trail - Cantavenna (Al)

29\06 Western States Endurance Run - Squaw Valley, CA (USA)

VENETO

LOMBARDIA (25) 07\04 Skyrunning del Canto - Carvico (Bg) 01\05 Trofeo Dario e Willy - Valmadrera (Lc) 19\05 SkyRace Quattro Passi - Sondalo (So) 26\05 Giro delle Casere - Taleggio (Bg) 26\05 Trenta Passi Skyrunning - Marone (Bs) 01\06 Resegup - Lecco (Lc) 02\06 Orobie Vertical Kilometer - Valbondione (Bg) 09\06 Int. SkyRace - Valmalenco-Valposchiavo - Malenco (So) 07\07 Maratona del Cielo - Aprica (So) 13\07 Marathon Trail Lago di Como - Como (Co) - 115 km 13\07 Marathon Trail Lago di Como - Como (Co - 38 km) 14\07 Km Verticale Chiavenna-Lagunc Chiavenna (So) 26\07 Adamello Super Trail - Brescia (Bs) 28\07 La 5 Ponti - Bagolino (Bs) 28\07 Giir di Mont SkyMarathon - Premana (Lc) 28\07 Giir di Mont Mini SkyRace - Premana (Lc) 11\08 Orobie SkyRaid - Passo della Presolana (Bg) 25\08 Maddalene SkyMarathon - Madonna di Senales (Lc) 25\08 Red Rock SkyMarathon - Vezza d’Oglio (Bs) 08\09 SkyRace della Rosetta - Rasura (So) 06\10 Como-Valmadrera - Como (Co) 11\10 Vertical Extreme - Limone sul Garda (Bs) 13\10 Skyrunning Extreme - Limone sul Garda (Bs) 03\11 Trail le Terre di Mezzo - Daverio (Va) 24\11 Pico Trail - Strozza (Bg)

USA

PIEMONTE

LIGURIA (9) 03\03 24\03 27\04 05\05 08\06 08\09 13\10 10\11 24\11

LOMBARDIA

ABRUZZO (2) 02\08 04\08

E

Le gare italiane divise per regione


Regno Unito

La cima più alta toccata nelle gare recensite è di 4.302 m (Pikes Peak)

07\09 Ben Nevis Race - Fort William, Scozia

Francia 16\03 14\04 30\06 06\07 06\07 14\07 27\07 23\08 27\10

AS IA

2

GA R

E

Eco Trail de Paris - Parigi Lyon Urban Trail - Lione Marathon du Mont Blanc - Chamonix Kilian's Classik - Font Romeu La Montagn'Hard - Saint-Nicolas de Véroce Ice Trail Tarentaise - Val d'Isère La 6000D - Aime Le Grand Raid des Pyrénées - Vielle-Aure Le Grand Trail des Templiers - Millau

GA R

E

Svizzera

EU

RO

PA

22

06\07 11\08 14\09 19\10

Trail Verbier St-Bernard - Verbier Sierre-Zinal - Sierre Jungfrau Marathon - Interlaken KM Vertical de Fully - Fully

Francia Italia

28\08 Sur les traces des Ducs de Savoie 30\08 Courmayeur-Champex-Chamonix

Grecia

30\06 Olympus Marathon - Dion

Giappone

26\04 Ultra Trail Mt. Fuji - Yagisaki-Kouen 27\07 Fuji Mountain Race - Fujiyoshida City

Francia-Italia-Svizzera 30\08 Ultra Trail du Mont Blanc

Andorra

21\06 Ronda dels Cims - Ordino

Spagna

AF R

17\10 La Diagonale des Fous - Saint Philippe Réunion (FRA)

CURIOSITÀ

OC

IC A

1

Africa - Reunion

EA N

IA

1

GA RA

GA R

A

02\03 Transgrancanaria - Agaete - Gran Canaria 11\05 Transvulcania Ultramarathon - Faro de Fuencaliente - La Palma 26\05 Zegama-Aizkorri - Zegama

Nuova Zelanda

16\03 Tarawera Ultramarathon -Totorua IL DISLIVELLO positivo RICOPERTO DURANTE la Ronda dels Cims È SUPERIORE ALLA PROFONDITA DELLA FOSSA DELLE MARIANNE, IL PUNTO PIU PROFONDO DELLA CROSTA TERRESTRE


30 GARE DA SOGNO Abbiamo scelto per voi le gare piĂš affascinanti del calendario internazionale, quelle da tenere nel cassetto dei sogni, a cui prendere parte prima o poi nella carriera di runner

L'arrivo a Chamonix di Tofol Castanyer alla CCC Š Pascal Tournaire

IN SINTESI:

30 schede \\ 2.613,42 km km \\ 149.967 m D+ \\ 26.809 finisher


10 nazioni e 5 continenti 290 dati atleti riportati (posizione, nome, nazionalitĂ e tempo)


OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

24

Transgrancanaria www.transgrancanaria.net

info@transgrancanaria.net

Eco Trail de Paris Ile de France The North Face Transgrancanaria

@TransGC

www.traildeparis.com

contact@traildeparis.com

Eco-Trail de Paris

2 marzo 2013 \ Paese: Spagna

16 marzo 2013 \ Paese: Francia

Distanza: 119 km Dislivello positivo: 7.300 m

Distanza: 80 km Dislivello positivo: 1.500 m

Organizzazione: Arista Events Affiliazione: n.d.

RAPPORTO D+/ KM

RAPPORTO D+/ KM

La prima grande classica stagionale

6,13%

1,87%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

2/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

L'arrivo di Sebastien Chaigneau ©account FB della manifestazione

3/5

Partenza: Agaete - Gran Canaria (ESP) Arrivo: Las Palmas - Gran Canaria (ESP) Orario partenza: 24:00 Quota massima: 1.750 m Terreno: n.d. Numero ristori: 6 Punti acqua: 4 Punti UTMB: 4 Costo d’iscrizione: 130 euro fino al 18 dicembre, oltre 150 euro Numero limite iscritti: n.d. Premi in denaro: non previsti Tempo record 123 km: 12h54’19’’ (Sebastien Chaigneau 2012) Tempo record femminile 123 km: 15h02’29’’ (Fernanda Maciel 2012) Tempo medio 2013: 23h48’20’’ Tempo limite: 31h Numero finisher 2013: 265

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,18 EURO

2/5

Materiale OBBLIGATORIO: borraccia, telo termico, lampada frontale con batterie di ricambio, luce posteriore rossa, telefono cellulare, riserva idrica 2 litri, riserva alimentare, giacca impermeabile, cappelo o bandana

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2013: 1) Sebastien Chaigneau (FRA) 14h05’53’’

5/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

Organizzazione: Les Trailers de Paris Affiliazione: FFA

80 km con arrivo sulla Torre Eiffel Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2013: Tempo limite: Numero finisher 2013:

Loisirs de St Quentin-en-Yveline (FRA) Tour Eiffel - Parigi (FRA) 12:00 190 m 90% sentieri non asfaltati n.d. n.d. 2 87 euro fino al 31 gennaio, oltre 97 euro 2.000 non previsti 5h45’43’’ (Erik Clavery 2012) 6h14’33’’ (Laurence Klein 2013) 10h07’33’’ 13h 1.346

Materiale OBBLIGATORIO: riserva d'acqua di minimo 1.5 litri, riserva alimentare, bicchiere personale 15 cl minimo, lampadina frontale funzionante con pile di ricambio, bracciale catarifrangente, coperta di sopravvivenza, telefono cellulare, documento d'identità

3/5 COSTO AL KM 1,15 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

2) Oier Ibarbia (ESP) 14h30’53’’ 3) Yeray Duran (ESP) 15h03’24’’ 4) Zigor Iturrieta (ESP) 15h04’28’’ 4) Santiago Obaya (ESP) 15h04’28’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2013: 1) Nerea Martinez (ESP) 17h16’23’’ 2) Esther Fernandez (ESP) 17h33’39’’ 3) Denise Zimmermann (SUI) 19h20’55’’ 4) Xari Adrian (ESP) 19h54’53’’ 5) Djanina Freytag (FRA) 20h35’54’’

4/5

@EcoTraildeParis

4/5

PROFILO ALTIMETRICO

Una suggestiva immagine dell'ultima edizione con la reggia di Versailles sullo sfondo ©Anthony Chaumontel

CLASSIFICA MASCHILE 2013: 1) Sylvain Court (FRA) 5h48’58’’ 2) Aitor Leal Irastorza (ESP) 5h58’08’’ 3) David Pasquio (FRA) 6h02’08’’ 4) Thomas Saint Girons (FRA) 6h03’37’’ 4) Vincent Viet (FRA) 6h06’25’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2013: 1) Laurence Klein (FRA) 6h14’33’’ 2) Margrethe Logavlen (NOR) 7h18’26’’ 3) Gèraldine Helzue (FRA) 7h36’06’’ 4) Denise Zimmermann (SUI) 7h42’03’’ 5) Ute Baird (GBR) 8h03’47’’

PROFILO ALTIMETRICO 119 km

1.800 1.700 1.600 1.500 1.400 1.300 1.200 1.100 1.000 900 800 700 600 500 400 300 200 100

7.300

190

m. D+

80 km 1.500

m. D+

170 150 130 110 90 70 50 10

20

30

40

50

60

70

80

90

100

110

40

80


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Tarawera UltraMarathon www.taraweraultra.co.nz

pcharteris@gmail.com

Lyon Urban Trail Tarawera Ultramarathon Run (New Zealand)

@trailrunz

www.lyonurbantrail.com

info@lyonurbantrail.com

LYON URBAN TRAIL - Page Officielle

16 marzo 2013 \ Paese: Nuova Zelanda

14 aprile 2013 \ Paese: Francia

Distanza: 100 km Dislivello positivo: 2.776 m

Distanza: 36 km Dislivello positivo: 1.600 m

Organizzazione: Paul Charteris - The Tarawera Ultramarathon Affiliazione: n.d.

@extralagence

Organizzazione: Association Lyon Athlétisme Affiliazione: FFA Circuito: National Trail Running Cup

RAPPORTO D+/ KM

Intorno ai laghi di Tarawera

RAPPORTO D+/ KM

Dal 2008 il trail in città 2,78% DIFFICOLTA' TECNICHE

2/5 NUMERO PARTECIPANTI

3/5

Il tipico paesaggio attraversato dal percorso ©www.taraweraultra.co.nz.

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Altro: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2013: Tempo limite: Numero finisher 2013:

Totorua (NZL) Kawerau (NZL) 6:30 750 m n.d. 11 n.d. 2 corsa qualificante Western States 335 dollari neozelandesi 430 non previsti 8h33’50’’ (Sam Wreford 2011) 10h26’28’’ (Nicola Gildersleeye 2012) 14h06’09’’ 11h20’ al 70° km 185

Materiale OBBLIGATORIO: non richiesto

Partenza: Place des Terreaux - Lione (FRA) Arrivo: Place des Terreaux - Lione (FRA) Orario partenza: 7:15 Quota massima: 307 m Terreno: n.d. Numero ristori: 3 Punti acqua: n.d. Punti UTMB: no Costo d’iscrizione: 32 euro fino al 31 dicembre, 38 euro fino al 10 aprile, oltre 40 euro Numero limite iscritti: non previsto Premi in denaro: non previsti Tempo record: 2h31'59'' (Julien Rancon 2013) Tempo record femminile: 2h58'24'' (Silvia Serafini 2013) Tempo medio 2013: 4h05'20'' Tempo limite: 3h45' al km 18,5 Numero finisher 2013: 850

4,44% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

5/5

Materiale OBBLIGATORIO: riserva idrica 1 litro, riserva alimentare, giacca impermeabile

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5

3/5

COSTO AL KM 2,11 EURO

COSTO AL KM 1,00 EURO

1/5

3/5

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2013: 1) Sage Canaday (USA) 8h53’34’’ 2) Timothy Olson (USA) 8h56’47’’ 3) Vajin Armstrong (NZL) 9h39’49’’ 4) Brendan Davies (AUS) 9h51’54’’ 5) Mick Donges (AUS) 9h59’22’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2013: 1) Ruby Muir (NZL) 10h30’11’’ 2) Beth Cardelli (AUS) 11h43’56’’ 3) Kelly Harrington (USA) 14h23’56’’ 4) Raewynne Blommerde (NZL) 14h35’55’’ 5) Kate Townsley (NZL) 15h54’13’

Le scale urbane, uno dei 'terreni' tipici del Lyon Urban Trail ©sito internet della manifestazione

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2013: 1) Julien Rancon (FRA) 2h31’59’’ 2) Dimitris Theodorakakos (GRE) 2h32’31’’ 3) Yoan Meudec (FRA) 2h33’13’’ 4) Fabien Chartoire (FRA) 2h34’16’’ 5) Thibaut Baronian(FRA) 2’37’29’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2013: 1) Silvia Serafini (ITA) 2h58’24’’ 2) Zhahna Vokueva (Rus) 3h11’46’’ 3) Laureline Gaussens (FRA) 3h14’40’’ 4) Anne Valero (FRA) 3h17’53’’ 5) Jennifer Lemoine (FRA) 3h24’12’’

4/5

PROFILO ALTIMETRICO

3/5

PROFILO ALTIMETRICO 100 km

800

2.776

36 km

307

1.600

m. D+

m. D+

400 204

168

0

25

60

80

100

10

20

30


OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

26

Ultra Trail Mt. Fuji www.ultratrailmtfuji.com

Transvulcania UltraMarathon

utmf@adventure-divas.com

UTMF

www.transvulcania.com

transvulcania@senderosdelapalma.com

Transvulcania, isla de La Palma

26 aprile 2013 \ Paese: Giappone

11 maggio 2013 \ Paese: Spagna

Distanza: 161 km Dislivello positivo: 9.164 m

Distanza: 83,3 km Dislivello positivo: 4.415 m

Organizzazione: Ultra-Trail Mt. Fuji Race Committee Affiliazione: n.d.

RAPPORTO D+/ KM

Seconda edizione sul monte simbolo del Giappone

Organizzazione: Consejería de Turismo e Area de Medio Ambiente del Cabildo Insular de La Palma Affiliazione: FEDME Circuito: Skyrunner® World Series

RAPPORTO D+/ KM

L'ultra dei record

5,69%

5,30%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI Al centro il vincitore Julien Chorier ©account FB dell'atleta

4/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,81 EURO

2/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

Partenza: Yagisaki-Kouen - Yamanashi Prefecture (JPN) Arrivo: Yagisaki-Kouen - Yamanashi Prefecture (JPN) Orario partenza: 15:00 Quota massima: 1.800 m (Totsuji) Terreno: n.d. Numero ristori: 10 Punti acqua: 3 Punti UTMB: 4 Costo d’iscrizione: 36.000 Yen Numero limite iscritti: 800 Premi in denaro: n.d. Tempo record: 18h53’12’’ (Julien Chorier 2012) Tempo record femminile: 24h05’04’’ (Nerea Martinez 2012) Tempo medio 2012: 40h58’24’’ Tempo limite: 46h Numero finisher 2012: 611 Materiale OBBLIGATORIO: mappa della corsa, telefono cellulare, bicchiere, riserva idrica 1 litri, riserva alimentare, due lampade frontali con pile di ricambio, coperta di sopravvivenza, fischietto, benda elastica, maglia a maniche lunghe, pantaloni lunghi o pantaloni sotto il ginocchio con calze, guanti, giacca impermeabile con cappuccio, pantaloni impermeabili, kit primo soccorso

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Julien Chorier (FRA) 18h53’12’’ 2) Adam

Partenza: Faro de Fuencaliente - La Palma (ESP) Arrivo: Los Llanos - La Palma (ESP) Orario partenza: 6:00 Quota massima: 2.426 m (R. Muchachos) Terreno: n.d. Numero ristori 9 Punti acqua: n.d. Punti UTMB: n.d. Costo d’iscrizione: 40 euro fino al 3/9, 50 euro al 31/12, oltre 60 euro Numero limite iscritti: 1.000 Premi in denaro: (uomini/donne) 1° 1.500 euro, 2° 1.000 euro, 3° 500 euro, 4° 400 euro, 5° 300 euro, 6°-10° 150 euro Tempo record: 6h58’44’’ (Dakota Jones 2012) Tempo record femminile: 8h11’31’’ (Anna Frost 2012) Tempo medio 2012: 13h31’19’’ Tempo limite: 18 h Numero finisher 2012: 575 Materiale OBBLIGATORIO: riserva d’acqua 1 litro, lampada frontale, lampada rossa posteriore, telo termico, telefono cellulare

5/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

5/5 COSTO AL KM 0,60 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

Campbell (CAN) 19h26’29’’ 3) Kenichi Yamamoto (JPN) 21h15’02’’ 4) Shougo Mochizuki (JPN) 21h54’56’’ 4) Minehiro Yokoyama (JPN) 22h33’48’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Nerea Martinez (ESP) 24h05’04’’ 2) Hiroko Suzuki (JPN) 27h16’32’’ 3) Nora Senn (SUI) 28h31’57’’ 4) Yukari Nishida (JPN) 29h03’31’’ 5) Hitomi Ogawa (JPN) 29h39’34’’

3/5

@Transvulcania

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Dakota Jones (USA) 6h58’44’’

2) Andy Symonds (GBR) 7h00’35’’ 3) Kilian Jornet (ESP) 7h09’54’’ 4) Francois D’Haene (FRA) 7h23’41’’ 5) Iker Karrera (ESP) 7h38’59’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Anna Frost (NZL) 8h11'31’’ 2) Nuria Picas (ESP) 8h51’59’’ 3) Nikki Kimball (USA) 9h10’01’’ 4) Darcy Africa (USA) 9h17’36’’ 5) Uxue Fraile (ESP) 9h21’12’

4/5

PROFILO ALTIMETRICO

La partenza della scorsa edizione ©Droz Photo

PROFILO ALTIMETRICO

2.000

2.426

161 km 9.164

m. D+

1.500

83,3 km 4.415

m. D+

1.000

500

10

20

30

40

50

60

70

80

90

100

110

120

130

140

150

160

0

10

20

30

40

50

60

70

80


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Zegama Aizkorri

27

Ronda dels Cims

www.zegama-aizkorri.net

zegama.aizkorri@gmail.com

Zegama Aizkorri

@ZegamaAizkorri

www.andorraultratrail.com

info@andorraultratrail.org

Andorra Ultra Tral

26 maggio 2013 \ Paese: Spagna

21 giugno 2013 \ Paese: Andorra

Distanza: 42,195 km Dislivello positivo: 2.736 m

Distanza: 170 km Dislivello positivo: 13.000 m

Organizzazione: Zegamako Udala. Amezti mendi Elkartea Affiliazione: Basque Mountain Federation Circuito: Skyrunner® World Series

RAPPORTO D+/ KM

Passione basca 6,24% DIFFICOLTA' TECNICHE

4/5 NUMERO PARTECIPANTI

4/5

Emelie Forsberg in azione nell'ultima edizione ©Droz Photo

Partenza: Zegama (ESP) Arrivo: Zegama (ESP) Orario partenza: 9:00 Quota massima: 1.551 m (Aitxurri) Terreno: n.d. Numero ristori: 13 Punti acqua: n.d. Punti UTMB: n.d. Costo d’iscrizione: 60 euro Numero limite iscritti: 450 Premi in denaro: (uomini/donne) 1° 1.200 euro, 2° 600 euro, 3° 300 euro, 4° 150 euro, 5° 100 euro Tempo record: 3h54’18’’ (Rob Jebb 2005) Tempo record femminile: 4h38’19’’ (Emanuela Brizio 2009) Tempo medio 2012: 5h42’21’’ Tempo limite: 8h Numero finisher 2012: 426 Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento

Ultra pirenaica Ordino (AND) Ordino (AND) 7:00 2.942 m (Pic del Comapedrosa) n.d. 13 n.d. n.d. n.d. non previsto n.d. 30h04’28’’ (Miguel Heras 2011) 35h31’21’’ (Nerea Martinez 2012) 49h35’45’’ 62 h 99

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Materiale OBBLIGATORIO: lampada frontale con pile di ricambio, telo termico, fischietto, giacca impermeabile, riserva idrica, riserva alimentare, cappello o altra protezione

RAPPORTO D+/ KM

7,65% DIFFICOLTA' TECNICHE

4/5 NUMERO PARTECIPANTI

3/5

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

5/5

3/5

COSTO AL KM 1,42 EURO

COSTO AL KM n.d. EURO

3/5

n.d.

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Kilian Jornet (ESP) 3h56’01’’

Organizzazione: Cims Màgics Affiliata: n.d. Circuito: Skyrunner® World Series

@andorraultra

2) Luis Alberto Hernando (ESP) 4h00’40’’ 3) Tom Owens (GBR) 4h06’03’’ 4) Michael Lanne (FRA) 4h06’22’’ 5) Jokin Lizeaga (ESP) 4h09’56’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Oihana Kortazar (ESP) 4h’52’’30 2) Nuria Picas (ESP) 5h01’25’’ 3) Emelie Forsberg (SWE) 5h01’56’’ 4) Lauren Jeska (UK) 5h04’11’’ 5) Oihana Azkorbebeitia (ESP) 6h08’03’’

3/5

La partenza della scorsa edizione ©www.andorraultratrail.com

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Oscar Perez (ESP) 30h34’29’’ 2) Salvador Calvo Redondo (ESP) 31h35’51’’ 3) Pepe Ballester (ESP) 33h50’52’’ 4) Francisco Saez (ESP) 34h25’19’’ 5) Jaume Espunyes (AND) 3h55’05’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Nerea Martinez (ESP) 35h’31’’21’’ 2) Janick Delva (BEL) 41h25’51’’ 3) Isabelle Ost (BEL) 43h56’29’’ 4) Teresa Forn (ESP) 46h31’08’’ 5) Severine Vandermeulen (BEL) 46h41’59’’

PROFILO ALTIMETRICO

ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 42,195 km 2.736

1.400

m. D+

3.000 2.800

170 km

2.600 1.200

13.000

m. D+

2.400 2.200

1.000

2.000 1.800

800

1.600 1.400

600

1.200 1.000

400

10

20

30

40

800

50

100

150


OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

28

Western States Endurance Run www.wser.org

Olympus Marathon @wser100

Western States Endurance Run

www.olympus-marathon.com

utmf@adventure-divas.com

Olympus Marathon

29 giugno 2013 \ Paese: USA

30 giugno 2013 \ Paese: Grecia

Distanza: 161 km Dislivello positivo: 5.500 m

Distanza: 44 km Dislivello positivo: 2.800 m

RAPPORTO D+/ KM

Organizzazione: Western States Endurance Run Foundation Affiliazione: n.d. Circuito: Montrail Ultra Cup

Salita al trono di Zeus

3,40%

6,36%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

2/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

3/5

4/5

Ryan Sandes, secondo nel 2012 con il secondo tempo più veloce di sempre ©Emma Garrard Salomon

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 1,76 EURO

1/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

Squaw Valley - California (USA) Auburn - California (USA) 5:00 2.681 m (Emigrant Pass) n.d. 25 n.d. 4 370 dollari 369 non previsti 14h46’44’’ (Timothy Olson 2012) 16h47’19’’ (Eleanor Greenwood 2012) 24h48’29’’ 30h 316

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Organizzazione: Olympus Marathon Association Affiliazione: HSRA Circuito: Mountain Running International Cup

RAPPORTO D+/ KM

Il mito delle 100 miglia

@Olympus Marathon

Materiale OBBLIGATORIO: non richiesto

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Timothy Olson (USA) 14h46’44’’ 2) Ryan Sandes (RSA) 15h03’56’’ 3) Nicholas Clatk (USA) 15h44’09’’ 4) Dave MaxKey (USA) 15h53’36’’ 5) Ian Sharman (GBR) 15h54’38’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Eleanor Greenwood (GBR) 16h’47’19’’ 2) Rory Bosio (USA) 18h08’06’’ 3) Aliza LaPierre (USA) 18h18’29’’ 4) Kristin Mohel (USA) 18h29’15’’ 5) Nikki Kimball (USA) 18h31’39’’

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Dion (GRE) Litohoro (GRE) 6:05 2.750 m 86% sentieri, 14% asfalto 12 n.d. 1 50,5 euro 600 sì, n.d. 4h33’37’’ (Jessed Hernandez 2008) 5h29’57’’ (Corinne Favre 2008) 8h31’13’’ 10h 397

Materiale OBBLIGATORIO: non previsto

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 1,15 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

PROFILO ALTIMETRICO

Zhanna Vokueva ©account FB della manifestazione

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Michel Rabat (FRA) 4h55’56’’ 2) Dimitrios Theodorakakos (GRE) 4h56’45’’ 3) Nikolaos Kalofyris (GRE) 5h06’40’’ 4) Jancek Bokoc (GRE) 5h11’03’’ 4) Florin-Danut Vlad (ROM) 5h13’31’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Cecilia Mora (ITA) 5h50’25’’ 2) Zhanna Vokueva (RUS) 5h55’52’’ 3) Amalia Matthaiou (GRE) 6h46’49’’ 4) Irena Maliborska (GRE) 6h55’08’’ 5) Elena Klapanara (GRE) 7h22’06’’

PROFILO ALTIMETRICO 2.750

2.560

44 km

2.500

2.800

m. D+

2.250 1.920

2.000

161 km 5.500

1.750

m. D+

1.500

1.280

1.250 1.000 750

640

500 250 16

32

48

64

80

96

112

128

144

160

10

20

30

40


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Marathon du Mont-Blanc www.montblancmarathon.fr

29

Kilian’s Classik

club@chamonixsport.com

Marathon du Mont Blanc

@MarathonMtBlanc

traildefontromeu.com

infos@traildefontromeu.com

Trailde FontRomeu

30 giugno 2013 \ Paese: Francia

6 luglio 2013 \ Paese: Francia

Distanza: 42 km Dislivello positivo: 2.511 m

Distanza: 44,84 km Dislivello positivo: 1.698 m

Organizzazione: Club des Sports Chamonix Affiliazione: n.d. Circuito: Skyrunner® World Series

Organizzazione: Ufficio del turismo Font Romeu Affiliazione: n.d.

RAPPORTO D+/ KM

Festa del trail a casa di Kilian

Da quest'anno nelle World Series 5,98% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

Partenza: Font Romeu (FRA) Arrivo: Font Romeu (FRA) Orario partenza: 8:30 Quota massima: 2.581 m Terreno: n.d. Numero ristori: 4 Punti acqua: 2 Punti UTMB: no Costo d’iscrizione: 31 euro Numero limite iscritti: 1.200 sulle due distanze Premi in denaro: non previsti Tempo record: 4h17’14’’ (K. Jornet, T. Owens, G. Vollet 2012) Tempo record femminile: 5h02’30’’ (Emelie forsberg 2012) Tempo medio 2012: 7h19’40’’ Tempo limite: n.d. Numero finisher 2012: 267

RAPPORTO D+/ KM

3,79% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

Materiale OBBLIGATORIO: non previsto

5/5

3/5

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

5/5

4/5

COSTO AL KM 1,33 EURO

COSTO AL KM 0,69 EURO

3/5

4/5

Silvia Serafini, seconda nel 2012 ©Matteo Ghezzi.

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Chamonix (FRA) Planpraz - Chamonix (FRA) 7:00 2.201m (Aiguilles des Possettes) n.d. 6 n.d. 1 56 euro 2.000 n.d. 3h28’24’’ (Kilian Jornet 2012) 4h28’17’’ (Maude Mathys 2012) 6h54’27’’ 9h 1.749

Materiale OBBLIGATORIO: riserva d’acqua 0,5 litri, telefono cellulare, giacca antivento, fischietto

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Kilian Jornet (ESP) 3h28’24’’ 2) Tofol

Castanyer Bernat (ESP) 3h45’55’’ 3) Gregory Vollet (FRA) 3h52’42’’ 4) Nicolas Pianet (FRA) 3h53’57’’ 5) Thomas Owen (GBR) 3h55’24’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Maude Mathys (SUI) 4h28’17’’ 2) Silvia Serafini (ITA) 4h33’53’’ 3) Maud Gobert (FRA) 4h39’12’’ 4) Corinne Favre (FRA) 4h53’26’’ 5) Karen Alexander (IRL) 4h59’25’’

L'arrivo di Kilian, Vollet e Owens nel 2012 ©Andrea Callera

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Kilian Jornet (ESP) 4h17’14’’ 1) Tom Owens (GBR) 4h17’14’’ 1) Greg Vollet (FRA) 4h17’14’’ 4) Mick Donges (AUS) 4h38’52’’ 5) Jonathan Colombet (FRA) 4h55’30’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Emelie Forsberg (SWE) 5h02’30’’ 2) Silvia Serafini (ITA) 5h26’59’’ 3) Laureline Gaussens (FRA) 5h39’29’’ 4) Zhanna Vokuewa (RUS) 5h42’33’’ 5) Claire Price (HKG) 5h42’33’’

5/5

PROFILO ALTIMETRICO

ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 2.700

2.200 2.100 2.000

2.500

42 km

1.900

2.511

1.800

44,84 km 1.698

m. D+

m. D+

2.300

1.700 1.600 1.500

2.100

1.400 1.300

1.900

1.200 1.100 1.000

5

10

15

20

25

30

35

40

1.700

10

20

30

40


OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

30

La Montagn’ Hard www.lamontagnhard.fr

Trail Verbier St-Bernard

lamontagnhard@free.fr

Ultra-trail Montagn’hard

@montagnhard

www.trailverbiersaintbernard.com

6 luglio 2013 \ Paese: Svizzera

Distanza: 107 km Dislivello positivo: 8.800 m

Distanza: 110 km Dislivello positivo: 7.000 m D+

Organizzazione: La Montagn’Hard Affiliazione: n.d.

L’ultra più dura

6,36%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

4/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

2/5

Partenza: Saint-Nicolas de Véroce (FRA) Arrivo: Saint-Nicolas de Véroce (FRA) Orario partenza: 5:00 Quota massima: 2.500 m Terreno: n.d. Numero ristori: 8 Punti acqua: n.d. Punti UTMB: 4 Costo d’iscrizione: 90 euro non rimborsabile, 105 euro rimborsabile Numero limite iscritti: 260 Premi in denaro: non previsti Tempo record: 16h53’07’’ (Raul Frechilla 2011) Tempo record femminile: 23h45’50’’ (Valerie Chatelain 2011) Tempo medio 2012: 25h29’45’’ Tempo limite: 36h Numero finisher 2012: 30

2/5 COSTO AL KM 0,91 EURO

3/5

Materiale OBBLIGATORIO: telo termico, fischietto, benda elastica, bicchiere, lampada frontale con pile di ricambio, giacca impermeabile, pantalone o collant almeno fino sotto il ginocchio

ASPETTO PAESAGGISTICO

Il primo ultra svizzero di oltre 100 km Partenza: Verbier (SUI) Arrivo: Verbier (SUI) Orario partenza: 5:00 Quota massima: 2.714 m (Col de Chevaux) Terreno: n.d. Numero ristori: 8 Punti acqua: 2 Punti UTMB: 4 Costo d’iscrizione: 130 franchi svizzeri fino al 28 febbraio oltre 150 franchi svizzeri Numero limite iscritti: 1.500 sulle due distanze Premi in denaro: non previsti Tempo record 110 km: 14h05’37’’ (Emmanuel Gault 2012) Tempo record 105 km: 12h16’55’’ (Florent Troillet 2009) Tempo record femminile 110 km: 17h16’15’’ (Denise Zimmermann 2011) Tempo record femminile 105 km: 17h12’58’’ (Denise Zimmermann 2009) Tempo medio 2012: 23h37’19’’ Tempo limite: 30 h Numero finisher 2012: 172

3/5

Il Monte Bianco dal percorso della gara ©Akunamatata

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

Organizzazione: Trailers Verbier Saint-Bernard Affiliazione: n.d.

RAPPORTO D+/ KM

8,22%

Materiale OBBLIGATORIO: zaino o cintura ventrale, riserva d'acqua 1 litro, due lampade frontali con pile di ricambio, coperta di sopravvivenza, fischietto, banda elastica adesiva, riserva alimentare, giacca impermeabile che permette di sopportare il brutto tempo in montagna, t-shirt, pullover a maniche lunghe minimo 150 grammi, pantalone o collant (minimo 3/4 che copre sotto il ginocchio), guanti, bicchiere, telefono cellulare

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,04 EURO

2/5 Paesaggi da fiaba lungo il percorso ©account FB della manifestazione

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Emmanuel Gault (FRA) 14h05’37’’ 2) Gael Droz (SUI) 14h59’36’’ 3) Yann Bessard (SUI) 15h05’55’’ 4) Diego Pazos (ESP) 15h05’55’’ 5) Ryan Baumann (SUI) 15h19’43’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Florence Golay-Geymond (SUI) 20h58’03’’ 2) Valerie Chatelain (FRA) 21h42’32’’ 3) Ute Baird (GBR) 22h10’55’’ 4) Diane Schmitt (FRA) 22h11’25’’ 5) Jeanette Wang (SIN) 22h17’03’’

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Cyril Cointre (FRA) 18h28’56’’ 2) Frederic Jouband (FRA) 18h48’55’’ 3) Benoit Vallet (FRA) 19h16’16’’ 4) Eric Bonnotte (FRA) 21h23’06’’ 5) Thibaud Gueyffier (FRA) 23h02’10’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: Nessuna donna classificata

4/5

4/5

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO 3.000

2.500

2.100

Trail Verbier Saint-Bernard

6 luglio 2013 \ Paese: Francia RAPPORTO D+/ KM

2.300

modulo sul sito

107 km 8.800

110 km

2.500

m. D+

1.900

7.000

m. D+

2.000

1.700

1.500

1.500 1.300

1.000

1.100 900

20

40

60

80

100

500

10

20

30

40

50

60

70

80

90

100

110


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Hardrock Hundred Mile Endurance Run hardrock100.com

hardrock100@bresnan.net

31

Ice Trail Tarentaise

Hardrock Hundred Endurance Run

@hardrock100

www.icetrailtarentaise.fr

icetrailtarentaise@gmail.com

Ice-Trail Tarentaise

12 luglio 2013 \ Paese: USA

14 luglio 2013 \ Paese: Francia

Distanza: 161 km Dislivello positivo: 10.000 m

Distanza: 65 km Dislivello positivo: 5.000 m

Organizzazione: Hardrock Hundred Mile Endurance Run Affiliazione: n.d.

@ITTVal

Organizzazione: Les Trailers des Pays de Savoie Affiliazione: n.d. Circuito: Skyrunner World Series

RAPPORTO D+/ KM

RAPPORTO D+/ KM

L’ultra più alta d’Europa 6,21% DIFFICOLTA' TECNICHE

4/5 NUMERO PARTECIPANTI

I panorami lungo la gara ©account FB della gara

2/5

La più europea delle americane Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Silverton - Colorado (USA) Silverton - Colorado (USA) 6:00 4.281 m (Handies Peak) n.d. 13 n.d. 4 250 dollari 140 non previsti 23h23’30’’ (Kyle Skaggs 2008) 27h18’34’’ (Diana Finkel 2009) 38h22’00’ 48h 98

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

Materiale OBBLIGATORIO: non richiesto

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

NUMERO PARTECIPANTI

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

COSTO AL KM 1,19 EURO

COSTO AL KM 0,85 EURO

2/5

3/5

ASPETTO PAESAGGISTICO

Dawa Sherpa e Francois D'Haene nel 2012 ©account FB della manifestazione

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Francois D’Haene (FRA) 8h16’35’’ 2) Dawa Sherpa (NEP) 8h32’56’’ 3) Nicolas Pianet (FRA) 8h48’14’’ 4) Damien Vouillamoz (FRA) 9h22’02’’ 5) Quentin Stephan (FRA) 9h49’28’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Anne Valero (FRA) 11h20’13’’ 2) Gaelle Martin (FRA) 12h06’30’’ 3) Claude Chenal (FRA) 12h51’18’’ 4) Tori Leckie (GBR) 14h03’18’’ 5) Catherine Desmus (FRA) 14h26’26’’

5/5

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 161 km

4.267

10.000

3.657 3.352 3.048 2.743 2.438

64

80

96

112

128

65 km

3.640 3.500 3.360 3.220 3.080 2.940 2.800 2.660 2.520 2.380 2.240 2.100 1.960 1.820

m. D+

3.962

48

4/5

Materiale OBBLIGATORIO: riserva idrica 1 litro, riserva alimentare, telo termico, giacca impermeabile con cappuccio, pantaloni lunghi o al ginocchio con calze, guanti, occhiali, lampada frontale, telefono cellulare, fischietto, cappello, ramponi o catene da neve, bicchiere, maglia a maniche lunghe, calze

PROFILO ALTIMETRICO

32

DIFFICOLTA' TECNICHE

4/5

2) Joseph Grant (USA) 25h06’00’’ 3) Dakota Jones (USA) 25h45’00’’ 4) Nicholas Pedatella (USA) 28h03’00’’ 5) Ted Mahon (USA) 28h20’00’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Darcy Africa (USA) 29h09’00’’ 2) Ronda Claridge (USA) 32h43’00’’ 3) Darla Askew (USA) 33h52’00’’ 4) Kristin Mohel (USA) 36h36’00’’ 5) Leah Fein (USA) 38h09’00’’

16

7,69%

4/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Hal Koerner (USA) 24h50’00’’

2.133

Val d’Isère (FRA) Val d’Isère (FRA) 4:00 3.653 m (La Grande Motte) n.d. 5 n.d. 2 50 euro fino al 31 marzo, oltre 60 euro 500 (uomini/donne) 1° 1.500 euro 8h16’35’’ (Francois D’Haene 2012) 11h20’13’’ (Anne Valero 2012) 13h37’36’’ 15h30’ 143

144

160

5.000

10

20

30

40

m. D+

50

60


OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

32

Fuji Mountain Race www.fujimountainrace.jp

La 6000D

iadfuji@city.fujiyoshida.lg.jp

Philippine Skyrunning

www.la6000d.com

la6000d@la-plagne.com

LA 6000D

27 luglio 2013 \ Paese: Giappone

27 luglio 2013 \ Paese: Francia

Distanza: 21 km Dislivello positivo: 3.000 m

Distanza: 63 km Dislivello positivo: 4.000 m

Organizzazione: Fujiyoshida City Hall Affiliazione: n.d.

RAPPORTO D+/ KM

Organizzazione: Ufficio del turismo Aime-La Plagne Affiliazione: n.d. Circuito: Trail Tour National 2013

RAPPORTO D+/ KM

14,28%

6,35%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

4/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

Ventitreesima edizione per una classicissima Partenza: Aime (FRA) Arrivo: Aime (FRA) Orario partenza: 6:00 Quota massima: 3.047 m (Télésiege de la Traversee) Terreno: n.d. Numero ristori: 4 Punti acqua: 3 Punti UTMB: 2 Costo d’iscrizione: 43 euro fino al 1/4, 48 euro fino al 31/5, oltre 53 euro Numero limite iscritti: non previsto Premi in denaro: non previsti Tempo record: 5h44’07’’ (Fabien Antolinos 2011) Tempo record femminile: 6h36’18’’ (Maud Gobert 2010) Tempo medio 2012: 8h02’05’’ Tempo limite: 12h Numero finisher 2012: 1.088

Il Monte Fuji © Toraya - Fotolia.com

La skyrace più dura del Giappone

5/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 3,87 EURO

1/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

5/5

Fujiyoshida City (JPN) Mt. Fuji (JPN) 7:00 3.776 m (Monte Fuji) n.d. n.d. n.d. no 10.000 Yen 2.500 n.d. 2h27’41’’ (Touru Myahara 2011) n.d. n.d. 4h30’ 2.500

Materiale OBBLIGATORIO: non previsto

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Jonathan Wyatt (NZL) 2h33’59’’

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,76 EURO

3/5 Grandi panoarmi per la 63 km francese ©account FB della manifestazione

ASPETTO PAESAGGISTICO

2) Sota Ogawa (JPN) 2h50’58’’ 3) Satoshi Kato (JPN) 2h52’36’’ 4) Silvano Turati (ITA) 2h55’05’’ 5) Takahito Kondo (JPN) 2’55’14’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Mina Ogawa (JPN) 3h07’51’’ 2) Yoshimi Hoshino (JPN) 3h25’14’’ 3) Keiko Nagasaka (JPN) 3h30’42’’ 4) Kayo Shibuya (JPN) 3h40’33’’ 5) Tomoko Oba (JPN) 3h46’26’’

3/5

Materiale OBBLIGATORIO: fischietto, telo termico, giacca antivento

CLASSIFICA MASCHILE 2012 (percorso 55 km): 1) Patrick Bringer (FRA) 4h39’19’’ 2) Sylvain Court (FRA) 4h43’56’’ 3) Fabien Antolinos (FRA) 4h45’02’’ 4) Nicolas Martin (FRA) 4h51’11’’ 5) Thierry Breuil (FRA) 4h53’06’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012 (percorso 55 km): 1) Maud Gobert (FRA) 5h28’53’’ 2) Stephanie Duc (FRA) 5h39’20’’ 3) Fanny Frechinet (FRA) 6h08’50’’ 4) Delphine Avenier (FRA) 6h12’43’’ 5) Elisabeth Moyne (FRA) 6h21’28’’

3/5

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO

4.000

63 km

3000

4.000

3.600

m. D+

3.200

21 km

2.800

3.000

2000

m. D+

2.400 2.000 1000

1.600 1.200 800 3

7,2

9,6

10,8

12,6

15

16

17

18,8

10

20

30

40

50

60


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Sierre Zinal

33

Leadville Trail 100 Run

www.sierre-zinal.com

info@sierre-zinal.com

Sierre-Zinal

www.leadvilleraceseries.com

modulo sul sito

Leadville Race Series

11 agosto 2013 \ Paese: Svizzera

18 agosto 2013 \ Paese: USA

Distanza: 31 km Dislivello positivo: 2.200 m

Distanza: 161 km Dislivello positivo: 4.800 m

Organizzazione: Association Sierre-Zinal Affiliazione: n.d.

RAPPORTO D+/ KM

La corsa dei cinque 4.000

Organizzazione: Leadville Race Series Affiliazione: n.d.

RAPPORTO D+/ KM

Lungo le antiche vie dei minatori Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

7,10% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

5/5

@LTRaceSeries

Marco De Gasperi, vincitore dell'ultima edizione ©account FB della manifestazione

Leadville - Colorado (USA) Leadville - Colorado (USA) 4:00 3.846 m (Hope Pass) n.d. 11 n.d. 4 325 dollari n.d. non previsti 15h42’59’’ (Mat Carpenter 2005) 18h06’24’’ (Ann Trason 1994) 28h16’47’’ 30h 363

2,98% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

Materiale OBBLIGATORIO: non richiesto

3/5

Partenza: Sierre (SUI) Arrivo: Zinal (SUI) Orario partenza: 9:00 Quota massima: 2.425 m (Nava) Terreno: n.d. Numero ristori: 6 Punti acqua: n.d. Punti UTMB: no Costo d’iscrizione: n.d. Numero limite iscritti: 3.400 Premi in denaro: (uomini/donne)1° 1.500 CHF, 2° 1.200 CHF, 3° 1.000 CHF, 4° 800 CHF, 5° 700 CHF. Record 1.500 CHF Tempo record: 2h29’12’’ (Jonathan Wyatt 2003) Tempo record femminile: 2h54’26’’ (Anna Pichrtova 2008) Tempo medio 2012: 4h30’16’’ Tempo limite: 7h30’ Numero finisher 2012: 1.144

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

5/5 COSTO AL KM n.d. EURO

n.d.

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 1,55 EURO

2/5 Thomas Lorblanchet taglia il traguardo dell'edizione 2012 ©www.thomas-lorblanchet.com

Materiale OBBLIGATORIO: n.d.

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Thomas Lorblanchet (FRA) 16h29’28’’

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Marco De Gasperi (ITA) 2h31’36’’

2) Cesar Costa (SUI) 2h37’39’’ 3) Jose David Cardona (COL) 2h38’06’’ 4) Raymond Fontaine (FRA) 2h40’13’’ 5) Tofol Castanyer (ESP) 2h41’13’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Aline Camboulives (FRA) 3h02’58’’ 2) Stevie Kremer (USA) 3h04’33’’’ 3) Maude Mathys (SUI) 3h08’01’’ 4) Blanca Serrano (ESP) 3h09’34’’ 5) Silvia Serafini (ITA) 3h13’39’’

4/5

ASPETTO PAESAGGISTICO

2) Zeke Tiernan (USA) 16h44’21’’ 3) Nicholas Clark (USA) 17h11’16’’ 4) Anton Krupicka (USA) 17h21’09’’ 5) Jay Aldous (USA) 18h42’43’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Tina Lewis (USA) 19h33’45’’ 2) Elizabeth Howard (USA) 20h44’09’’ 3) Ashley Nordell (USA) 20h47’59’’ 4) Aliza LaPierre (USA) 21h14’33’’ 5) Darcy Piceu (USA) 23h20’07’’

PROFILO ALTIMETRICO

5/5

PROFILO ALTIMETRICO

2.500

161 km

3.962

4.800

m. D+

3.657

2.000

3.352

1.500 3.048

31 km 2.200

1.000

m. D+

2.743

500

5

10

15

20

25

30

2.438

16

32

48

64

80

96

112

128

144


OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

34

Pikes Peak Marathon www.pikespeakmarathon.org

Le Grand Raid des Pyrénées

raceinfo@pikespeakmarathon.org

Pikes Peak Marathon & Ascent

@PikesPeakrun

www.grandraidpyrenees.com

pcharteris@gmail.com - modulo sul sito

Grand Raid des Pyrénées

19 agosto 2013 \ Paese: USA

23 agosto 2013 \ Paese: Francia

Distanza: 42 km Dislivello positivo: 2.382 m

Distanza: 160 km Dislivello positivo: 10.000 m

Organizzazione: Pikes Peak Marathon, Inc. Affiliazione: USATF Circuito: Skyrunner® World Series

RAPPORTO D+/ KM

L’ultra dei Pirenei

Dal 1966 5,67%

6,25%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

4/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

5/5

4/5

Kilian Jornet vincitore dell'edizione 2012 ©Droz Photo

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

5/5 COSTO AL KM 2,11 EURO

1/5

Manitou Springs - Colorado (USA) Manitou Springs - Colorado (USA) 7:00 4.302 m (Pikes Peak) n.d. 8 n.d. n.d. 115 dollari 800 (uomini/donne)1° 3.000 dollari , 2° 1.200 dollari, 3° 600 dollari, 4° 200 dollari 3h16’39’’ (Matt Carpenter 1993) 4h15’18’’ (Lynn A Bjorklund 1981) 7h11’07’’ 10 h 736

Materiale OBBLIGATORIO: n.d.

ASPETTO PAESAGGISTICO

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

Vielle-Aure (FRA) Vielle-Aure (FRA) 5:00 2.876 m (Pic du Midi) n.d. 12 1 4 130 euro 950 non previsti 21h36’50’’ (Oscar Perez 2011) 29h45’59’’ (Nicky Spinks 2011) 41h52’45’’ 50h 352

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Materiale OBBLIGATORIO: bicchiere, riserva d’acqua 1,5 litri, riserva alimentare, due lampade frontali con pile di ricambio, coperta di sopravvivenza, fischietto, benda elastica, giacca impermeabile e traspirante, pantaloni o collant lunghi o pantaloni sotto il ginocchio con calze lunghe, cappello o bandana, indumenti di ricambio a maniche lunghe, guanti

3/5 COSTO AL KM 0,81 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Kilian Jornet (ESP) 3h40’26’’ 2) Alex Nichols (USA) 3h47’22’’ 3) Max King (USA) 3h50’10’’ 4) J. Marshall Thomson (USA) 3h57’40’’ 5) Gregory Vollet (USA) 4h08’07’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Emelie Forsberg (SWE) 4h28’07’’ 2) Kasie Enman (USA) 4h28’25’’ 3) Mireia Mirò (ESP) 4h32’13’’ 4) Michele L. Suszek (USA) 4h42’38’’ 5) Lauren Jeska (GBR) 4h47’25’’

4/5

Organizzazione: Association Majuschule Affiliazione: n.d. Circutio: National Trail Running Cup

RAPPORTO D+/ KM

4/5

PROFILO ALTIMETRICO

Dawa Sherpa, vincitore della gara 80 km ©account FB della manifestazione

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Kenichi Yamamoto (JPN) 24h37’44’’ 2) Vincent Delebarre (FRA) 26h06’02’’ 3) Jose Vincente Benito (ESP) 27h27’53’’ 4) Pablo Criado (ESP) 28h32’29’’ 4) Benoit Poupinet (FRA) 29h04’35’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Maria Semerjian (FRA) 32h58’23’’ 2) Anne-France Julia (FRA) 35h30’16’’ 3) Laure Arribot (FRA) 35h41’59’’ 4) Teresa Farriol (ESP) 36h01’29’’ 5) Severine Audinet (FRA) 36h24’00’’

PROFILO ALTIMETRICO

4.267

3.000 2.800

160 km

2.600

42 km

3.657

2.382

10.000

2.400

m. D+

2.200

m. D+

2.000 1.800

3.048

1.600 1.400 1.200

2.438

1.000 800 600

1.828

2,9

5,7

8,6

11,5

14,4

17,2

20,1

23,0

25,8

400

40

80

120

160


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Sur les traces des Ducs de Savoie (TDS) www.ultratrailmb.com

info@autmb.com

Courmayeur- Champex Chamonix (CCC)

The North Face® Ultra-Trail du Mont-Blanc®

@TNFUTMB

www.ultratrailmb.com

info@autmb.com

The North Face® Ultra-Trail du Mont-Blanc®

28 agosto 2013 \ Regione: Italia - Francia

30 agosto 2013 \ Nazione: Italia - Francia

Distanza: 117 km Dislivello positivo: 7.250 m

Distanza: 100 km Dislivello positivo: 5.950 m

Organizzazione: Trailers du Mont Blanc Affiliazione: FFA

La più selvaggia

RAPPORTO D+/ KM

6,20% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

Dawa Sherpa corre verso la vittoria ©TNF UTMB Franck Oddoux

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Courmayeur (Ao) Chamonix (FRA) 7:00 2.661 (Col de la Youlaz) n.d. 6 2 4 106 euro 1.400 non previsti 14h01’48’’ (Patrick Bohard 2009) 27h17’43’’ (Fernanda Maciel 2009) 26h56’06’’ 33 h 633

Materiale OBBLIGATORIO: telefono cellulare con opzione internazionale, bicchiere personale di 15 cl minimo, 1 litro d'acqua, 2 lampadine funzionanti con pile di ricambio, coperta di sopravvivenza, fischietto, benda elastica adesiva, riserva alimentare, giacca a vento con cappuccio, in Gore-Tex o materiale simile, impermeabile (minimo 10.000 Schmerber) e traspirante (Ret inferiore a 13), pantaloni o collant da corsa a gamba lunga o collant + calze che coprano tutta la gamba, cappellino, cuffia o bandana, guanti caldi e impermeabili. Secondo strato caldo in più: un secondo indumento caldo, a maniche lunghe (escluso cotone) di minimo 180 g (uomo, M) oppure un intimo termico a maniche lunghe (primo o secondo strato, escluso cotone) di minimo 110 g (uomo, M) + una giacca a vento con protezione idrorepellente (Durable Water Repellent protection), pantavento impermeabile, cuffia

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Dawa Sherpa (NEP) 14’37’07’’ 2) Lionel Trivel (FRA) 15h05’26’’ 3) Antoine Guillon (FRA) 15h05’28’’ 4) Pablo Manuel Villa Gonzalez (ESP) 15h40’35’’ 5) Ryan Baumann (SUI) 16h18’38’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Agnes Herve (FRA) 19h07’00’’ 2) Juliette Blanchet (SUI) 19h39’53’’ 3) Alessandra Carlini (ITA) 20h32’14’’ 4) Laure Rebuffet (FRA) 21h03’30’’ 5) Helene Haegel-Arpin (ITA) 21h59’49’’

NUMERO PARTECIPANTI

5/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5

Organizzazione: Trailers du Mont Blanc Affiliazione: FFA

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record 86 km: Tempo record 98 km: Tempo record femminile 86 km: Tempo record femminile 98 km: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Courmayeur (Ao) Chamonix (FRA) 9:00 2.584 m (Téte de la Tronche) n.d. 5 4 3 106 euro 1.800 non previsti 8h57’04’’ (Tofol Castanyer Bernat 2012) 10h10’25’’ (Emmanuel Gault 2011) 10h35’55’’ (Corinne Favre 2006) 12h47’11’’ (Virginie Govignon 2011) 19h14’51’’ 26 h 1.585

5,95% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

Materiale OBBLIGATORIO: telefono cellulare con opzione internazionale, bicchiere personale di 15 cl minimo, 1 litro d'acqua, 2 lampadine funzionanti con pile di ricambio, coperta di sopravvivenza, fischietto, benda elastica adesiva, riserva alimentare, giacca a vento con cappuccio, in Gore-Tex o materiale simile, impermeabile (minimo 10.000 Schmerber) e traspirante (Ret inferiore a 13), pantaloni o collant da corsa a gamba lunga o collant + calze che coprano tutta la gamba, cappellino, cuffia o bandana, guanti caldi e impermeabili. Secondo strato caldo in più: un secondo indumento caldo, a maniche lunghe (escluso cotone) di minimo 180 g (uomo, M) oppure un intimo termico a maniche lunghe (primo o secondo strato, escluso cotone) di minimo 110 g (uomo, M) + una giacca a vento con protezione idrorepellente (Durable Water Repellent protection), pantavento impermeabile, cuffia

COSTO AL KM 1,90 EURO

5/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

5/5 COSTO AL KM 1,06 EURO

Tofol Castanyer in azione ©TNF UTMB Franck Oddoux

3/5

2/5

ASPETTO PAESAGGISTICO

ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Tofol Castaner Bernat (ESP) 8h57’04’’ 2) Mikael Pasero (FRA) 9h39’06’’ 3) Nicolas Pianet (FRA) 9h39’38’ 4) Sebastien Camus (FRA) 9h43’45’’ 5) Regis Durand (FRA) 10h00’48’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Eleanor Greenwood (GBR) 11h17’24’’ 2) Maud Combarieu (FRA) 11h51’40’’ 3) Maud Gobert (FRA) 11h56’42’’ 4) Anne Valero (FRA) 12h43’30’’ 5) Christel Dewalle (FRA) 13h00’07’’

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 2.500

117 km 7.250

100 km 5.950

m. D+

m. D+

2.500 2.000

2.000 1.500

1.500 1.000

1.000

500

10

20

30

40

50

60

70

80

90

@TNFUTMB

RAPPORTO D+/ KM

Aspettando l'UTMB

PROFILO ALTIMETRICO 3.000

35

100

110

500

25

50

75


OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

36

Ultra-Trail du Mont-Blanc (UTMB) www.ultratrailmb.com

info@autmb.com

The North Face® Ultra-Trail du Mont-Blanc®

Ben Nevis Race @TNFUTMB

www.bennevisrace.co.uk

secretary@bennevisrace.co.uk

Ben Nevis Race

30 agosto 2013 \ Paese: Francia - Italia - Svizzera

7 settembre 2013 \ Paese: Gran Bretagna - Scozia

Distanza: 167,7 km Dislivello positivo: 9.618 m

Distanza: 16 km Dislivello positivo: 1.344 m

RAPPORTO D+/ KM

Organizzazione: Trailers du Mon Blanc Affiliazione: FFA

Il mito dell'ultra trail

5,73%

8,40%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

5/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

5/5 COSTO AL KM 0,92 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

5/5

La partenza da Chamonix ©TNF UTMB Michel Cottin

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2011: Tempo limite: Numero finisher 2011:

Chamonix (FRA) Chamonix (FRA) 16:30 2.525 m (Gran Col Ferret) n.d. 11 6 4 155 euro 2.300 non previsti 20h36’43’’ (Kilian Jornet 2011) 25h02’00’’ (Elisabeth Hawker 2011) 41h17’02’’ 46 h 1.133

Materiale OBBLIGATORIO: telefono cellulare con opzione internazionale, bicchiere personale di 15 cl minimo, 1 litro d'acqua, 2 lampadine funzionanti con pile di ricambio, coperta di sopravvivenza, fischietto, benda elastica adesiva, riserva alimentare, giacca a vento con cappuccio in Gore-Tex o materiale simile, impermeabile (minimo 10.000 Schmerber) e traspirante (Ret inferiore a 13), pantaloni o collant da corsa a gamba lunga o collant + calze che coprano tutta la gamba, cappellino, cuffia o bandana, guanti caldi e impermeabili. Secondo strato caldo in più: un secondo indumento caldo, a maniche lunghe (escluso cotone) di minimo 180 g (uomo, M) oppure un intimo termico a maniche lunghe (primo o secondo strato, escluso cotone) di minimo 110 g (uomo, M) + una giacca a vento con protezione idrorepellente (Durable Water Repellent protection), pantavento impermeabile, cuffia

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Francois D’Haene (FRA) 10h32’36’’

Organizzazione: Ben Nevis Race Association Affiliazione: Scottish Athletics

RAPPORTO D+/ KM

Dal 1895 sulle orme del barbiere di Fort William Partenza: New Town Park - Fort William (GBR) Arrivo: New Town Park - Fort William (GBR) Orario partenza: 13:00 Quota massima: 1.344 m (Ben Nevis) Terreno: n.d. Numero ristori: n.d. Punti acqua: n.d. Punti UTMB: no Costo d’iscrizione: 22 sterline Numero limite iscritti: 600 Premi in denaro: sì, n.d. Tempo record: 1h25’34’’ (Kenny Stuart 1984) Tempo record femminile: n.d. (nel 2010 tra le donne ha vinto Cecilia Mora in 1h56’01’’). Tempo medio 2012: 2h22’44’’ Tempo limite: 3h15’ Numero finisher 2012: 457

4/5 NUMERO PARTECIPANTI

4/5

Materiale OBBLIGATORIO: giacca impermeabile, cappello, guanti, fischietto

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,61 EURO

2/5 La partenza di una delle prime edizioni ©account FB della manifestazione

ASPETTO PAESAGGISTICO

2) Jonas Buud (SWE) 11h03’19’’ 3) Michael Foote (USA) 11h19’00’’ 4) Carlos Sa (POR) 11h22’39’’ 5) Csaba Nemeth (HUN) 11h37’18’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Elisabeth Hawker (GBR) 12h32’13’’ 2) Francesca Canepa (ITA) 13h17’01’’ 3) Emma Roca (ESP) 13h23’37’’ 4) Rory Bosio (USA) 13h43’10’’ 5) Katia Fori (ITA) 13h58’25’’

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Finlay Wild (GBR) 1h29’56’’ 2) Rob Jebb (GBR) 19h26’29’’ 3) Martin Mikkelsen (GBR) 1h37’23’’ 4) Ian Holmes (GBR) 11h40’08’’ 5) Sam Watson (GBR) 1h40’31’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Sharon Taylor (GBR) 1h59’23’’ 2) Eilidh Wardlaw (GBR) 1h59’48’’ 3) Amanda Blackhall (GBR) 2h07’42’’ 4) Edie Hemstock (GBR) 2h08’08’’ 5) Anne Johnson (GBR) 2h10’45’’

4/5

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO

3.000

1.300

167,7 km 9.618

1.200

m. D+

1.100

2.500

1.000 900 800

2.000

16 km 1.344

m. D+

700 600

1.500

500 400 300

1.000

200 100

500

50

100

150

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Jungfrau Marathon www.jungfrau-marathon.ch

La Diagonale des Fous info@jungfrau-marathon.ch

Jungfrau-Marathon Switzerland

www.grandraid-reunion.com

info@grandraid-reunion.com

La diagonale des fous de la Réunion

14 settembre 2013 \ Paese: Svizzera

17 ottobre 2013 \ Paese: Réunion (FRA)

Distanza: 42,195 km Dislivello positivo: 1.823 m

Distanza: 165 km Dislivello positivo: 10.800 m

Organizzazione: Jungfrau Marathon Association Affiliazione: Swiss Athletics

Una vera maratona… sempre in salita

RAPPORTO D+/ KM

4,32% DIFFICOLTA' TECNICHE

2/5 NUMERO PARTECIPANTI

5/5 Stevie Kremer, prima donna nell'ultima edizione

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Interlaken (SUI) Kleine Scheidegg (SUI) 9:00 2.320m (Igergletscher) n.d. 11 n.d. n.d. 140 CHF 4.000 sì, n.d. 2h49’01’’ (Jonathan Wyatt 2003) 3h21’03’’ (Marie Luce Romanens 2001) n.d. 5h35’ al 38° km 6.316

Materiale OBBLIGATORIO: n.d.

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Markus Hohenwarter (AUT) 2h59’42’’ 2) Mitja Kosovelj (SLO) 3h00’47’’ 3) Hosea Tuei (KEN) 3h01’24’’ 4) Patrick Wieser (SUI) 3h03’11’ 5) Sage Canaday (USA) 3h06’47’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Stevie Kremer (USA) 3h22’42’’ 2) Sabine Reiner (AUT) 3h24’10’’ 3) Kim Dobson (USA) 3h26’58’’’ 4) Aline Camboulives (FRA) 3h27’28’’ 5) Maude Mathys (SUI) 3h35’40’’

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

Organizzazione: Association Le Grand Raid Affiliazione: n.d.

RAPPORTO D+/ KM

Tifo da stadio nel paradiso terrestre Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record 170 km: Tempo record femminile 170 km: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Cap Mechant - Saint Philippe (FRA) Saint-Denis (FRA) 22:00 2.495 m (Rifugio Piton des Neiges) n.d. 17 n.d. 4 150 euro 2.600 non previsti 26h33’10’’ (Kilian Jornet 2012) 33h03’17’’ (Emilie Lecomte 2012) 57h38’17’’ 66 h 1.363

Materiale OBBLIGATORIO: zaino, lampada frontale con pile di ricambio, coperta di sopravvivenza, riserva d’acqua 1 litro, fischietto, due bende elastiche, riserva alimentare, giacca impermeabile, indumenti di ricambio, bicchiere

6,35% DIFFICOLTA' TECNICHE

4/5 NUMERO PARTECIPANTI

4/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5

4/5

COSTO AL KM 2,69 EURO

COSTO AL KM 0,88 EURO

1/5

3/5

ASPETTO PAESAGGISTICO

Kilian Jornet e Iker Karrera durante l'edizione 2012 ©account FB della manifestazione

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Kilian Jornet (ESP) 26h33’10’’

ASPETTO PAESAGGISTICO

2) Antoine Guillon (FRA) 27h44’47’’ 3) Arnaud Lejeune (FRA) 29h39’39’’ 4) Erik Clavery (FRA) 30h06’12’’ 5) Christophe Le Saux (FRA) 31h15’15’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Emilie Lecomte (FRA) 33h03’17’’ 2) Nerea Martinez (ESP) 35h27’20’’ 3) Julia Bottger (GER) 39h23’36’’’ 4) Alexandra Rousset (FRA) 39h28’38’’ 5) Claire Nedelec (FRA) 41h07’32’’

4/5

PROFILO ALTIMETRICO

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 2.500

2.500

2.000

2.000

42,195 km 1.823

165 km 10.800

m. D+

1.500

1.500

1.000

1.000

500

500

10

37

20

30

40

50

100

m. D+

150


38

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Kilomètre Vertical de Fully www.teamlatrace.ch/km/

n.d.

Le Grand Trail des Templiers

Kilomètre Vertical de Fully

www.festivaldestempliers.com

organisation@vo2.fr

FESTIVAL DES TEMPLIERS

19 ottobre 2013 \ Paese: Svizzera

27 ottobre 2013 \ Paese: Francia

Distanza: 1,92 km Dislivello positivo: 1.000 m

Distanza: 72 km Dislivello positivo: 3.300 m

RAPPORTO D+/ KM

Organizzazione: Team La Trace Affiliazione: n.d.

La salita più dura

52,01%

4,58%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

2/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

5/5

5/5

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

5/5

5/5

COSTO AL KM n.d. EURO

COSTO AL KM 0,88 EURO

n.d. ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

Endurance sulle tracce dei Templari Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Millau (FRA) Millau (FRA) 5:15 892 m n.d. 4 n.d. 2 58 euro fino al 21 marzo, oltre 69 euro 2.500 n.d. 6h10’35’’ (Fabien Antolinos 2012) 7h16’58’’ (Nuria Picas 2012) 11h33’26’’ 12h10’ al 64,5 km 2.006

Materiale OBBLIGATORIO: road book, riserva idrica 0,6 litri, telo termico, lampada frontale

3/5

Urban Zemmer, vittoria e record del mondo nel 2012 ©Fabio Menino

Partenza: Belle-Usine - Fully (SUI) Arrivo: Garettes - Fully (SUI) Orario partenza: 8:30 Quota massima: 1.500 m (Garettes) Partenza: a tempo Numero ristori: n.d. Punti acqua: 1 Punti UTMB: no Costo d’iscrizione: n.d. Numero limite iscritti: 600 Premi in denaro: (uomini/donne) 1° 300 CHF, 2° 200 CHF, 3° 100 CHF. Record 400 CHF Tempo record: 30’26’’ (Urban Zemmer 2012) Tempo record femminile: 36’48’’ (Christel Dewalle 2012) Tempo medio 2012: n.d. Tempo limite: n.d. Numero finisher 2012: 561

Organizzazione: VO2 Affiliazione: FFA

RAPPORTO D+/ KM

ASPETTO PAESAGGISTICO

Emelie Forsberg, Anna Frost, Maud Gobert, Liz Hawker e Nuria Picas all'edizione 2012 ©Fabio Menino

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Fabien Antolinos (FRA) 6h10’35’’ 2) Miguel Heras (ESP) 6h14’54’’ 3) Andy Symonds (GBR) 6h23’51’’ 4) Nicolas Martin (FRA) 6h27’24’’ 5) Julien Rancon (FRA) 6h28’57’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Nuria Picas (ESP) 7h16’58’’ 2) Emelie Forsberg (SWE) 7h26’15’’ 3) Elizabeth Hawker (GBR) 7h26’24’’ 4) Maud Gobet (FRA) 7h30’00’’ 5) Silvia Serafini (ITA) 7h41’37’’

3/5

PROFILO ALTIMETRICO 900 800 700

Materiale OBBLIGATORIO: non richiesto, consentiti i bastoni 600

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Urban Zemmer (ITA) 30’26’’ 2) Manfred Reichegger (ITA) 30’42’’ 3) Nejc Kuhar (SLO) 31’00’’ 4) Marco De Gasperi (ITA) 31’37’’ 5) Alexis Sevennec (FRA) 31’37’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Christel Dewalle (FRA) 36’48’’ 2) Axelle Mollaret (FRA) 37’44’’ 3) Maude Mathys (SUI) 37’56’’ 4) Celine Lafaye (FRA) 38’13’’ 5) Laura Orguè (ESP) 40’33’’

500

72 km 3.300

m. D+

400 300

10

20

30

40

50

60


LIGHTER FA S T E R MORE EFFICIENT

SCOTT T2 KINABALU

LA TECNOLOGIA eRIDE E’ REALIZZATA CON UNA FORMA ROCKER CHE AUMENTA LA STABILITA’ E L’EFFICIENZA DELLA CORSA MIGLIORANDO LA PROTEZIONE

THE SCIENCE OF RUNNING EFFICIENCY

SCOTT ITALIA SRL Tel. + 39 035 756000 - Fax +39 035 756122 - infosport@scott-sports.it


IN SINTESI:

107 schede: 12 Vertical 38 Sky 57 Trail \\ 4.546,08 km \\ 277.014 m D+


TUTTA L'ITALIA IN 330 TAPPE Il meglio del calendario nazionale per ciò che riguarda skyrunning, trail running e corsa in montagna

Un passaggio in quota nell'ultima edizione della Stava SkyRace © Ralf Brunel

18.884 finisher \\ 1.066 dati atleti riportati (posizione, nome, nazionalità e tempo)


42

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Winter Eco Trail Web: www.winterecotrail.it

Ronda Ghibellina

I voti di Ski-Alper

info@winterecotrail.it

www.rondaghibellina-trail.com

I voti di Ski-Alper

info@rondaghibellina-trail.com

12 gennaio 2013 \ Regione: Valle d'Aosta

27 gennaio 2013 \ Regione: Toscana

Distanza: 18 km Dislivello positivo: 200 m

Distanza: 43 km Dislivello positivo: 2.200 m

RAPPORTO D+/ KM

Organizzazione: Società Sportiva VDA Trailers SSDRL Affiliazione: UISP

RAPPORTO D+/ KM

Il primo di tanti eventi 1,11% DIFFICOLTA' TECNICHE

2/5

La Società Sportiva dilettantistica Valle d'Aosta Trailers s.s.d.r.l., che organizza il Winter Eco Trail, è nata con lo scopo di promuovere e organizzare attività sportive outdoor nel 2006 da un ristretto gruppo di appassionati sportivi, senza finalità di lucro. Oltre al Winter Eco Trail oragnizza il Tor des Géants® e il Gran Trail Valdigne - Valle del Monte Bianco (il primo ultra-trail di oltre 80 km interamente in territorio italiano, per un totale di 100 km per 5.700 m di dislivello - www.grantrailvaldigne.it). Inoltre The North Face® Ultra-Trail® du Mont-Blanc collabora con VDA Trailers per la parte italiana della gara (www.ultratrailmb.com). Senza dimenticare l'Arrancabirra, gara semiseria di 18 km che si svolge in autunno. www.vdatrailers.it - info@vdatrailers.it

NUMERO PARTECIPANTI

5,12% DIFFICOLTA' TECNICHE

2/5 NUMERO PARTECIPANTI

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,39 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

3/5

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori e punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile: Tempo record femminile: Tempo medio 2013: Numero finisher 2013:

Planpincieux - Courmayeur (Ao) Planpincieux - Courmayeur (Ao) 11:00 1.650 m (Freboudze) 2 no 25 euro 500 non previsti 1h11’04’’ (Damien Vouillanoz 2008) 1h20’51’’ (Paola Feletti 2009) 1h52’34’’ 138

Materiale OBBLIGATORIO: abbigliamento e calzature adeguati al clima invernale

CLASSIFICA MASCHILE 2013: 1) Davide Cheraz (ITA) 1h11’11’’ 2) Matteo Malfa (ITA) 1h15’19’’ 3) Antonio Parato (SUI) 1h16’48’’ 4) Marco Bethaz (ITA) 1h17’06’’ 5) Roberto Parodi (ITA) 1h17’14’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2013: 1) Sarah Kieffer (FRA) 1h35’04’’ 2) Severine Gaillard (FRA) 1h35’06’’ 3) Ilaria Pozzi (ITA) 1h42’01’’ 4) Daniela Carpani (ITA) 1h47’26’’ 5) Serena Fracassi (ITA) 1h57’37’’

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

Ronda Ghibellina Trail

Organizzazione: Comitato Ronda Ghibellina Affiliazione: IUTA

Sulle colline aretine Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2013: Tempo limite: Numero finisher 2013:

Castiglion Fiorentino (Ar) Castiglion Fiorentino (Ar) 8:00 810 m 4 n.d. no 35 euro fino al 31 dicembre, oltre 40 euro 500 non previsti 3h55’11’’ (Francesco Caroni 2011) 4h41’09’’ (Maria Chiara Parigi 2013) 6h08’10’’ 9h 201

Materiale OBBLIGATORIO: riserva d'acqua minimo 0,5 litri, borraccia o camelbag, giacca impermeabile o simile adatta a sopportare condizioni di brutto tempo, telefono cellulare

CLASSIFICA MASCHILE 2013: 1) Matteo Lucchese (ITA) 4h09’39’’ 2) Marco Zarantonello (ITA) 4h15’38’’ 3) Paolo Rovera (ITA) 4h31’04’’ 4) Marco Lombardi (ITA) 4h36’16’’ 5) Giulio Bertin (ITA) 4h38’40’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2013: 1) Maria Chiara Parigi (ITA) 4h41’09’’ 2) Emanuela Scilla Tonetti (ITA) 4h54’46’’ 3) Lisa Borzani (ITA) 5h03’33’’ 4) Francesca Lentini (ITA) 5h16’31’’ 5) Maria Catena Pizzino (ITA) 5h40’58’’

2/5 COSTO AL KM 0,87 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5 Un momento dell'ultima edizione © account FB Ronda Ghibellina Trail

PROFILO ALTIMETRICO 860

43 km 2.200

760

m. D+

660 560 460 360 260 160

Un momento dell'edizione 2012

10

20

30

40


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Trail Bianco di Cesana www.trailbiancocesana.it

43

In agenda

I voti di Ski-Alper

Appuntamenti dal 06/01 al 10/2

info@trailbiancocesana.it

Trail bianco Cesana

06/01 Winter Trail Monte Prealba Bione (Bs) 30 km - 2.000 m D+ - www.comune.bione.bs.it

24 febbraio 2013 \ Regione: Piemonte

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Distanza: 24 km Dislivello positivo: 1.200 m Organizzazione: ASD Bousson di Corsa Affiliazione: n.d.

06/01 Winter Trail Poggiolo - Casola Valsenio (Ra) 21 km - 1.200 m D+ - www.sportgm.it

RAPPORTO D+/ KM

Sulla neve per allenarsi

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

06/01 Invernal K 20/11 - Ghemme (No) 20/11 km - www.trail-running.it/invernal/home.html ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

06/01 Winter Trail della Lepre Bianca - Pian delle Fugazze (Vi) 17 km - 760 m - www.purosport.it

5,00%

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

13/01 Colle San Marco Winter Trail - Colle San Marco (Ap) 14 km - www.avisascolimarathon.it

DIFFICOLTA' TECNICHE

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

13/01 Maratona della pace sul Lamone Traversara di Bagnacavallo (Ra) 47,8 km - www.krakatoasport.com

2/5

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

NUMERO PARTECIPANTI

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

13/01 Winter Trail del Parco - Morfasso (Pc) 16 km - 800 m D+ - www.lupidappennino.wordpress.com 19/01 Trail dei Due Comuni - Dronero (Cn) 18 km - 650 m D+ - www.dragonero.org ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

La partenza da Via Roma ©gliorchi.blogspot.com

Cesana Torinese (To) Cesana Torinese (To) 9:30 2.190 m (Col Bousson) n.d. 2 n.d. no 25 euro al 10 febbraio, oltre 30 euro 300 non previsti 2h05’28’’ (Renaud Castiglioni 2013) 2h35’36’’ (Corinne Favre 2011) 3h30’24’’ 6h 132

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2013: Tempo limite: Numero finisher 2013:

20/01 Ecomaratona Clivus - Soave (Vr) 42 km - 2.250 m - www.montefortiana.org

3/5

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

20/01 Val Maremola Trail - Tovo San Giacomo (Sv) 21 km - 1.300 m D+ - www.podismogenova.altervista.org LIVELLO DEI PARTECIPANTI

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

20/01 Vietri e Dintorni Trail - Vietri sul Mare (Sa) 10 km - 500 m D+ - www.fgvietri.wordpress.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

20/01 Winter Trail dei Marsi - Collelongo (Aq) 15 km - www.ecomaratonadeimarsi.it

3/5

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

20/01 Winter Trail Golf Club La Rocca - Sala Baganza (Pr) 19 km - 540 m D+ - www.uisp.it/parma/

COSTO AL KM 1,15 EURO

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

27/01 Winter Trail del Borgo - Borgo Val di Taro (Pr) 18 km - 969 m D+ - www.parkstrail.it

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

03/02 Trail dei Monti della Meta - Picinisco (Fr) 15 km - www.parkstrail.it

3/5

Materiale OBBLIGATORIO: zaino, coperta di sopravvivenza, riserva d’acqua 0,5 litri, giacca anti vento, guanti, cappello o bandana, telefono cellulare

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2013: 1) Renaud Castiglioni (FRA) 2h05’28’’ 2) Guillaume Charles (FRA) 2h10’15’’ 3) Ludovic Pomeret (FRA) 2h10’24’’ 4) Guillaume Besnard (FRA) 2h16’50’’ 5) Franco Paolo Bruno (ITA) 2h19’26’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2013: 1) Alma Rrika (ITA) 2h51’40’’ 2) Marina Plavan (ITA) 3h09’11’’ 3) Beata Nowak (ITA) 3h17’27’’ 4) Barbara D’Alicandri (ITA)3h22’38’’ 5) Gabriella Dragonetti (ITA) 3h33’15’’

04/02 Sentieri di Santa Cristina - Borgomanero (No) 25 km - www.sentieridisantacristina.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

10/02 Winter Trail di Monte Labbrone - Trasacco (Aq) 13,5 km - www.plus-ultra.it

3/5

PROFILO ALTIMETRICO 2.200

24 km 1.200

m. D+

2.000

1.800

1.600

1.400

1.200

2

4

6

8

10

12

14

16

18

20

22

24

Trail Monti della Meta


44

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Trail tra Mare e Cielo trailtramareecielo2013.jimdo.com

I voti di Ski-Alper

laigueglia.trail@hotmail.it

Ultrabericus Trail

jimdo italia

www.ultrabericus.it

I voti di Ski-Alper

info@ultrabericus.it

Ultrabericus team

3 marzo 2013 \ Regione: Liguria

16 marzo 2013 \ Regione: Veneto

Distanza: 26 km Dislivello positivo: 1.000 m

Distanza: 65 km Dislivello positivo: 2.500 m

Organizzazione: Assoc. Commercianti Mare e Mestieri Affiliata: n.d. Circuito: Circuito Trail dei Monti Liguri

RAPPORTO D+/ KM

Organizzazione: ASD Ultrabericus Team Affiliata: ASI

RAPPORTO D+/ KM

Una cavalcata sui Colli Berici

Per iniziare la stagione 3,85%

3,85%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

2/5 Partenza: Laigueglia (Sv) Arrivo: Laigueglia (Sv) Orario partenza: 10:00 Quota massima: 330 m Numero ristori: 4 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 25 euro fino al 25 febbraio, oltre 30 euro Numero limite iscritti: 500 Premi in denaro: non previsti Tempo record: 2h00’11’’ (Andrea Calcinati e Danilo Lanternino 2013) Tempo record femminile: 2h26’53’’ (Genny Garda 2012) Tempo medio 2013: 3h06’06’’ Tempo limite: 4h Numero finisher 2013: 291

NUMERO PARTECIPANTI

4/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5

Materiale OBBLIGATORIO: abbigliamento e un equipaggiamento idoneo per il clima del periodo

COSTO AL KM 1,06 EURO

In alto la partenza ©trailtramareecielo 2013.jimdo.com Sotto, il paesaggio che si incontra durante la gara

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2013: 1) Andrea Calcinati (ITA) 2h00’11’’ 1ex) Danilo Lanternino (ITA) 2h00’11’’ 3) Paolo Bert (ITA) 2h03’11’’ 4) Simone Peyracchia (ITA) 2h05’10’’ 5) Alberto Ghisellini (ITA) 2h05’32’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2013: 1) Genny Garda (ITA) 2h33’12’’ 2) Marina Plavan (ITA) 2h47’10’’ 3) Giulia Amadori (ITA) 2h49’10’’ 4) Vera Mazzarello (ITA) 2h52’47’’ 5) Debora Caravini (ITA) 2h56’19’’

3/5

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2013: Tempo limite: Numero finisher 2013:

NUMERO PARTECIPANTI

Vicenza (Vi) Vicenza (Vi) 10:00 450 (Monte Tondo) asfalto 10%, sentiero 50%, carrozzabili 50% 5 n.d. 2 30 euro entro il 31 dicembre, oltre 40 euro 800 non previsti 5h32’59’’ (Lorenzo Trincheri 2012) 7h00’53’’ (Patrizia Pensa 2011) 9h42’42’’ 13 h 588

Materiale OBBLIGATORIO: borraccia o altro contenitore con 0,5 litri d’acqua, lampada frontale, telo termico, fischietto, giacca antivento, bicchiere personale

5/5

CLASSIFICA MASCHILE 2013: 1) Andrea Moretton (Team Lafuma Italia) 6h05’07’’ 2) Daniele Palladino (Yoga Studio Modena) 6h09’17’’ 3) Filippo Dal Maso (Puro Sport Team) 6h18’01’’ 4) Fabio Caverzan (Scarpebianche) 6h20’25’’ 5) Ivan Geronazzo (Team Lafuma Italia) 6h21’42’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2013: 1) Maria Chiara Parigi (Team Tecnica) 7h11’14’’ 2) Simona Morbelli (Team Salomon Agisko) 7h20’30’’ 3) Sara Recenti (Trail Running Brescia) 7h29’53’’ 4) Scilla Tonetti (Runners Olona) 7h35’11’’ 5) Maria Catena Pizzino (Pavanello) 7h37’18’’

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,54 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5 Il vincitore 2013 Andrea Moretton

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO

330

400

26 km 1.000

m. D+

65 km 2.500

300

m. D+

200

100

0

1

2

3

4

5

6

7

8

9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25

10

20

30

40

50

60


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Trail Maremontana www.maremontana.it

45

I voti di Ski-Alper

In programma anche la 24 km

defra@ballacoicinghiali.it

Corri Coi Cinghiali

24 marzo 2013 \ Regione: Liguria

Organizzazione: ASD Runners Loano - Ballacoicinghiali Affiliata: FIDAL Circuito: Circuito Trail Monti Liguri - Tecnica Trail Trophy

Distanza: 46 km Dislivello positivo: 2.900 m

RAPPORTO D+/ KM

6,30%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

Classica d'inizio stagione Maremontana vuol far conoscere il territorio della riviera ligure a tutti gli appassionati di corsa fuoristrada, i paesaggi in breve spazio cambiano dal blu del mare al verde della montagna, con una splendida vegetazione mediterranea fino ai boschi e alle rocce delle montagne. Il percorso è un misto di mare, collina e montagna. I terreni sono molto differenti e sono davvero tutti rappresentati, compresi quelli molto tecnici dove non ci si può distrarre un secondo. La quarta edizione della Maremontana ha toccato la cima del M. Carmo, la più alta del comprensorio, a quota 1.386 metri. Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2013: Tempo limite: Numero finisher 2013:

Loano (Sv) Toirano (Sv) 7:30 1.386 mt. n.d. 5 1 no 27 euro fino al 24 febbraio, oltre 32 euro 500 non previsti 4h50’12’’ (Daniele Fornoni 2012) 5h08’08’’ (Stevie Kremer 2013) 7h01’50’’ 10 h 67

PROFILO ALTIMETRICO 1.200

46 km 2.900

m. D+

800

400

0

10

20

30

40

Materiale RICHIESTO: zaino o marsupio, 0,5 litri d’acqua, cappello o bandana, giacca tecnica impermeabile adatta a sopportare condizioni di brutto tempo in montagna, pantaloni o collant da corsa che coprano il ginocchio, riserva alimentare, bicchiere

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

CLASSIFICA MASCHILE 2013 1) Sergio Vallosio (ITA) �������������������������������������������������������������� 5h03'55'' 2) Stefano Trisconi (ITA) ������������������������������������������������������������ 5h08'43'' 3) Csaba Nemth (HUN) ��������������������������������������������������������������� 5h27'26'' 4) Ivan Camperi (ITA) ����������������������������������������������������������������� 5h29'06'' 5) filippo Canetta (ITA) ��������������������������������������������������������������� 5h30'05''

CLASSIFICA FEMMINILE 2013 1) Stevie Kremer (USA) �������������������������������������������������������������� 5h08'08''

3/5 COSTO AL KM 0,64 EURO

ALBO D'ORO: 2012: Daniele Fornoni (ITA) e Cinzia Bertasa (ITA) - 2011: Stefano Ruzza (ITA) e Francesca Canepa (ITA)

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

Nelle foto: In alto si corre dal mare ai monti, qui a sinistra, un passaggio in quota


46

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Skyrunning del Canto www.skydelcanto.it

I voti di Ski-Alper

skydelcanto@hotmail.it

Carvico Skyrunning ASD

Elba Trail

I voti di Ski-Alper

www.atleticaisoladelba.it

atleticaisoladelba@alice.it

Elba Trail

7 aprile 2013 \ Regione: Lombardia

14 aprile 2013 \ Regione: Toscana

Distanza: 22 km Dislivello positivo: 1.280 m

Distanza: 57 km Dislivello positivo: 3.500 m

Organizzazione: ASD Carvico Skyrunning Affiliata: FSA/CSEN Circuito: Bergamo Running Sky

RAPPORTO D+/ KM

@ElbaTrail

Organizzazione: ASD Atletica Isola d’Elba Affiliata: UISP Circuito: Salomon Trail Tour Italia

RAPPORTO D+/ KM

Sui sentieri del 'Papa buono' 5,82%

6,14%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

3/5 Nelle foto: panorama lungo il percorso. Sotto, un momento dell'edizione 2012 ©www.atleticaisoladelba.it

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

4/5

4/5 Luigi Gritti della Valetudo Skyrunning durante una tipica salita della gara

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,14 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

Partenza: Carvico (Bg) Arrivo: Carvico (Bg) Orario partenza: 9:30 Quota massima: 700 m c.a. Terreno: sentieri di collina, su terreno sconnesso e scivoloso Numero ristori: n.d. Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 25 euro Numero limite iscritti: n.d. Premi in denaro: (uomini e donne) 1° 150 euro, 2° 100 euro, 3° 50 euro Tempo record: 1h40’46’’ (Cristian Terzi 2011) Tempo record femminile: 2h05’57’’ (Daniela Gilardi (2011) Tempo medio 2012: 2h27’31’’ Tempo limite: 4h30’ Numero finisher 2012: 206 Materiale OBBLIGATORIO: non previsto

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 0,70 EURO

Forcing vista mare Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile (46 km): Tempo record femminile (46 km): Tempo medio 2012 (46 km): Tempo limite: Numero finisher 2012:

Marciana Marina (Li) Marciana Marina (Li) 6:00 1.019 m (Monte Capanne). n.d. n.d. 1 40 euro 300 non previsti 4h51’42’’ (Sebastien Talotti 2012) 6h02’48’’ (Maria Chiara Parigi 2012) 8h02’24’’ 12h 232

Materiale OBBLIGATORIO: riserva idrica di almeno 1 litro e telo sopravvivenza

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Sebastien Talotti (ITA) 4h51’42’’ 2) Sergio Vallosio (ITA) 4h57’49’’ 3) Stefano Ruzza (ITA) 5h00’23’’4) Marco Zarantonello (ITA) 5h01’14’’ 5) Andrea Moretton (ITA) 5h10’28’’

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Stefano Butti (ITA) 1h44’40’’ 2) Michele Semperboni (ITA) 1h45’09’’ 2) Carlo Ratti (ITA) 1h46’38’’ 4) Daniele Zerboni (ITA) 1h48’41’’ 5) Clemente Belingheri (ITA) 1h49’31’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Emanuela Brizio (ITA) 2h10’00’’ 2) Paola Romanin (ITA) 2h11’39’’ 3) Dimitra Theocharis (ITA) 2h14’46’’ 4) Giovanna Cavalli (ITA) 2h27’42’’ 5) Monia Acquistapace (ITA) 2h31’31’’

CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Maria Chiara Parigi (ITA) 6h02’48’’ 2) Simona Morbelli (ITA) 6h49’52’’ 3) Maria Catena Pizzino (ITA) 6h49’57’’ 4) Severine Gaillard (FRA) 6h53’47’’ 5) Serena Kuhar (ITA) 7h01’01’’

4/5

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO

700

1.000

22 km 1.280

57 km 3.500

m. D+

m. D+

600 500 400

500

300 200

5

10

15

20

5

10

15

20

25

30

35

40

45


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Trail dei Gorrei www.traildeigorrei.org

Traversata dei Colli Euganei

I voti di Ski-Alper

info@acquirunners.it

Trail dei Gorrei

www.traversatacollieuganei.it

14 aprile 2013 \ Regione: Veneto

Distanza: 46 km Dislivello positivo: 2.450 m

Distanza: 42 km Dislivello positivo: 2.000 m

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Moretti di Ponzone (Al) Moretti di Ponzone (Al) n.d. 813 m n.d. n.d. no 30 euro fino al 31 marzo, oltre 40 euro n.d. non previsti 4h34’28’’ (Fabrizio Roux 2012) 5h42’09’’ (Katia Fori 2012) 6h55’39’’ 8h30 106

Materiale OBBLIGATORIO: uno zaino o qualunque altro mezzo che permetta di trasportare il seguente materiale obbligatorio: telo di sopravvivenza, riserva d’acqua 0,5 litri, giacca impermeabile in caso di maltempo, riserva alimentare, telefono cellulare

Organizzazione: Giovane Montagna sezione Padova Affiliata: FIASP

RAPPORTO D+/ KM

A bassa quota ma impegnativo 5,33%

4,76%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

2/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

2/5

5/5

4/5 COSTO AL KM 0,76 EURO

3/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Fabrizio Roux (ITA) 4h34’28’’ 2) Pablo Barnes (ITA) 4h43’02’’ 3) Filippo Canetta (ITA) 4h53’15’’ 4) Ernesto Ciravegna (ITA) 5h08’02’’ 5) Emanuele Zambarino (ITA) 5h08’40’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Katia Fori (ITA) 5h42’09’’ 2) Virginia Oliveri (ITA) 6h00’48’’ 3) Carmela Vergura (ITA) 6h14’36’’ 4) Julia Baikova (ITA) 6h19’38’’ 5) Federica Budoni (ITA) 6h29’26’’

RAPPORTO D+/ KM

Colli sì, ma con dislivello

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

Pablo Barnes, Fabrizio Roux, Danilo Lanternino e l'organizzatore della gara © Fabio Menino

I voti di Ski-Alper

info@traversatacollieuganei.it

14 aprile 2013 \ Regione: Piemonte Organizzazione: ASD Acquirunners Affiliata: UISP Circuito: Circuito Trail dei Monti Liguri

47

ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

Il tipico pesaggio dei Colli Euganei

Partenza: Villa di Teolo (Pd) Arrivo: Villa di Teolo (Pd) Orario partenza: 8:00 Quota massima: 437 m (alla sella tra il Baiamonte e il Venda) Numero ristori: 9 Punti acqua: 5 Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 20 euro Numero limite iscritti: 600 Premi in denaro: non previsti Tempo medio 2012: 6h01’38’’ Tempo limite: 9h30’ Numero finisher 2012: 514 Materiale OBBLIGATORIO: non specificato

3/5 COSTO AL KM 0,48 EURO

5/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Mirko Righele (ITA) 3h42’03’’ 2) Andrea Moretton (ITA) 3h42’03’’ 3) Stefano Ruzza (ITA) 3h53’38’’ 4) Giuseppe Marazzi (ITA) 3h56’00’’ 5) Francesco Pompoli (ITA) 4h02’15’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Cinzia Bertasa (ITA) 4h20’24’’ 2) Giuliana Arrigoni (ITA) 4h49’43’’ 3) Anna Conti (ITA) 4h51’11’’ 4) Rosanna Tavana (ITA) 4h53’33’’ 5) Sara Recenti (ITA) 4h56’38’’

PROFILO ALTIMETRICO

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5

PROFILO ALTIMETRICO 46 km 2.450

800

42 km

450

m. D+

2.000

400

m. D+

350 300

700

250 200

600

150 100

500

50 10

20

30

40

0

10

20

30

40


OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

48

Maratona Alpina Val della Torre www.sportinsiemevdt.it

I voti di Ski-Alper

sportinsiemevdt@tiscali.it

Gran Trail Rensen www.trailarenzano.it

I voti di Ski-Alper

info@trailarenzano.it

Gran Trail Rensen

21 aprile 2013 \ Regione: Piemonte

27 aprile 2013 \ Regione: Liguria

Distanza: 42 km Dislivello positivo: 2.600 m

Distanza: 70 km Dislivello positivo: 4.700 m

Organizzazione: ASD Sportinsieme Affiliata: UISP

RAPPORTO D+/ KM

Organizzazione: Comune di Arenzano Affiliata: n.d.

RAPPORTO D+/ KM

6,19%

6,71%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

Ultra tra mare e montagna Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2009: Tempo limite: Numero finisher 2009:

Materiale OBBLIGATORIO: borraccia con riserva d'acqua 1 litro, lampada frontale con pile di ricambio, telo termico di sopravvivenza, fischietto, riserva alimentare, giacca impermeabile adatta a sopportare condizioni di brutto tempo in montagna, cappello o bandana, telefono cellulare, kit di pronto soccorso (benda elastica adesiva per fasciature, cerotti)

Un momento dell'ultima edizione ©www.cai-valdellatorre.it

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,65 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

Tra il Colle del Lys e il Monte Arpone Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

3/5

Val della Torre (To) Val della Torre (To) 8:00 1.601 m (Monte Arpone) 5 n.d. 1 25 euro fino al 31 marzo, oltre 30 euro 300 non previsti 4h32’43’’ (Daniele Fornoni 2011) 5h49’15’’ (Sonia Glarey 2011) 7h25’24’’ 10h 102

Arenzano (Ge) Arenzano (Ge) 4:00 1.176 m n.d. 8 n.d. 2 40 euro fino al 31 marzo, oltre 50 euro n.d. non previsti 8h29’33’’ (Matteo Ghezzi 2009) 9h45’30’’ (Virginia Oliveri 2009) 12h29’52’’ 20h 113

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,64 EURO

4/5 Sentiero vista mare durante l'ultima edizione del Rensen

Materiale OBBLIGATORIO: non richiesto

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Daniele Fornoni (ITA) 4h44’02’’ 2)

ASPETTO PAESAGGISTICO

Loris Vuillen (ITA) 5h02’23’’ 3) Fabio Toniolo (ITA) 5h04’01’’ 4) Silvio Bertone (ITA) 5h20’57’’ 5) Alessandro Farisano (ITA) 5h23’25’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Francesca Canepa (ITA) 6h04’15’’ 2) Marina Plavan (ITA) 6h20’17’’ 3) Stefania Albanese (ITA) 6h51’33’’ 4) Luana Belagamba (ITA) 7h33’52’’ 5) Patrizia Guarnieri (ITA) 7h41’31’’

CLASSIFICA MASCHILE 2009: 1) Matteo Ghezzi (ITA) 8h29’33’’ 2) Flavio Gadin (ITA) 8h35’40’’ 3) Matteo Bertoli (ITA) 8h40’29’’ 4) Francesco Zucconi (ITA) 8h45’22’’ 5) Fabio Varesco (ITA) 8h54’51’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2009: 1) Virginia Oliveri (ITA) 9h45’30’’ 2) Francesca Gualco (ITA) 10h25’27’’ 3) Maria Angioni (ITA) 10h54’10’’ 4) Simonetta Castelli (ITA) 11h39’41’’ 5) Cristina Tasselli (ITA) 12h29’52’’

3/5

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO

1.600

1.176

42 km 2.600

m. D+

1.400

70 km

1.200

4.700

m. D+

1.000 800 600 400 10

20

30

40

0

10

20

30

40

50

60


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Valle Varaita Trail www.vallevaraitatrail.it

49

In agenda

I voti di Ski-Alper

Appuntamenti dal 24/02 al 7/4

info@vallevaraitatrail.it

Valle Varaita Trail

24/02 Trail The Lake - Osiglia (Sv) 30/18 km - 1.100/700 m D+ - www.lagodiosiglia.it/trailthelak/

28 aprile 2013 \ Regione: Piemonte Distanza: 30 km Dislivello positivo: 1.500 m

����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Organizzazione: ASD Podistica Valle Varaita Affiliata: FSA/CSEN - FIDAL Circuito: Campionato Regionale Lunghe Distanze - FIDAL

RAPPORTO D+/ KM

Una prima nel cuneese

24/02 Giro dei Grassi - Concesio (Bs) 14 km - 650 m D+ - www.atleticaconcesio2009.it ����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

24/02 6 Ore di Pastrengo Trail - Pastrengo (Vr) 6 km/giro - 180 m D+/giro - www.veronatrailrunners.it ����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

5,00%

24/02 Winter Ghel Trail - Gallio (Vi) 15 km - 650 m D+ - www.lacorsadeltrenino.it ����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

DIFFICOLTA' TECNICHE

03/03 Tre Santi Trail - Nave (Bs) 15 km - 1.100 m D+ - 3santitrail.blogspot.com ����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

09/03 Winter trail dei Castelli - Langhirano (Pr) 20 km - 900 m D+ - lupidappennino.wordpress.com

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

10/03 Giano Trail - Scauri (Lt) 10 km - www.parkstrail.it ����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

10/03 Kokos Trail - Basovizza (Ts) 14 km - www.euromarathon.it ����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

16/03 Sunset Running Race KM 10 Prato Nevoso (Cn) 10 km - 500 m D+ - www.italiatriathlon.it

Brossasco (Cn) Brossasco (Cn) 8:30 1.741 m (Bric La Piata) 4 1 no 20 euro fino al 24 aprile, oltre 30 euro 400 non previsti prima edizione prima edizione prima edizione 3h30’ al 14° km Prima edizione

n.d. LIVELLO DEI PARTECIPANTI

����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

17/03 Beach Trail - Positano (Sa) 11 km - www.parkstrail.it ����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

17/03 Trail Val Bisenzio - Val Bisenzio (Po) 17,5 km - 850 m D+ - www.bandadeimalandrini.it ����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

n.d. COSTO AL KM 0,83 EURO

Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento, riserva idrica 0,5 litri

17/03 Trail di Bisenzio - Galceti (Po) 18,5 km - 850 m D+ - www.bandadeimalandrini.it ����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

17/03 Winter Trail - Gargallo (No) 35 km - www.circuitorunning.it ����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

24/03 Trail del Patriarca - Cordignano (Tv) 20 km - 1.000 m D+ - www.scuoladimaratona.it/traildelpatriarca ����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

CLASSIFICA MASCHILE: prima edizione CLASSIFICA FEMMINILE: prima edizione

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

24/03 The Electric Trail - Pont Saint Martin (Ao) 19 km - 1.356 m D+ - www.thteam.com ����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

24/03 Classic Trail della Capitale - Rocca di Papa (Rm) 13,5 km - www.parkstrail.it ����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

24/03 Valcava Sky Trail - Caprino Bergamasco (Bg) 15 km - 1.000 m D+ - contiromano.blogspot.it/ ����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

4/5

30/03 Trail della Piota Vagante - Salussola (Vc) 19,6 km - www.gaglianico74.it ����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

30/03 Monte Isi Eco Trail - Montisi (Si) 22 km - 580 m d+ - www.pasquaecotrail.com

PROFILO ALTIMETRICO

����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

1.800

01/04 Tartufo Eco Trail - San Giovanni d'Asso (Si) 19 km - 500 m D+ - www.pasquaecotrail.com

30 km 1.500

1.600

m. D+

����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

01/04 Tallacano Trail - Acquasanta Terme (Ap) 12 km - 300 m D+ - www.ipaeascoli.it

1.400 1.200

����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

06/04 Verticanto Oxybum - Carvico (Bg) 2,5 km - 410 m D+ - www.skydelcanto.it

1.000 800

����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

07/04 Trail di Marmorassi - Marmorassi (Sv) 30 km - 1.500 m D+ - www.smstambuscio.it

600 400 200 5

10

15

20

25

30


Trofeo Dario e Willy www.trofeodarioewilly.it

I voti di Ski-Alper

info@trofeodarioewilly.it

1 maggio 2013 \ Regione: Lombardia Distanza: 13,58 km Dislivello positivo: 1.347 m Organizzazione: OSA Valmadrera Affiliata: FSA/CSEN

RAPPORTO D+/ KM

Nona edizione vista lago Partenza: Valmadrera (Lc) Arrivo: S. Tommaso - Valmadrera (Lc) Orario partenza: 9:30 Quota massima: 1.303 m Terreno: n.d. Numero ristori: n.d. Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 10 euro Numero limite iscritti: 300 Premi in denaro: (categorie A-D) 1° 150 euro, 2° 90 euro, 3° 60 euro, 4° 50 euro, 5° 30 euro (categoria E e femminile) 1° 150 euro, 2° 80 euro, 3° 50 euro Tempo record: 1h21’59’’ (Carlo Ratti 2005) Tempo record femminile: 1h41’40’’ (Daniela Gilardi 2005) Tempo medio 2012: 2h05’48’’ Tempo limite: 1h20’ al Rifugio SEV Numero finisher 2012: 281

9,92% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

4/5

Materiale OBBLIGATORIO: n.d.

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Stefano Butti (ITA) 1h27’53’’

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

2) Paolo Gotti (ITA) 1h29’32’’ 3) Roberto Antonelli (ITA) 1h30’00’’ 4) Riccardo Faverio (ITA) 1h31’16’’ 5) Clemente Belingheri (ITA) 1h31’37’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Rossana More (ITA) 1h55’24’’ 2) Ilaria Bianchi (ITA) 1h57’10’’ 3) Lorenza Combi (ITA) 1h59’22’’ 4) Daniela Gilardi (ITA) 2h07’30’’ 5) Chiara Fumagalli (ITA) 2h08’16’’

4/5 COSTO AL KM 0,74 EURO

4/5

©Maratona del Cielo

ASPETTO PAESAGGISTICO

©Maratona del Cielo

3/5 Stefano Butti taglia il traguardo dell'ultima edizione ©OSA Valmadrera

PROFILO ALTIMETRICO 1.300 1.200 1.100 1.000 900

13,58 km 1.347

m. D+

800 700 600 500 400 300 200 100

2

4

6

8

10

12


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

The Abbots Way www.theabbotsway.com

Trail Aschero

I voti di Ski-Alper

info@lupidappennino.com

www.trailaschero.it

I voti di Ski-Alper

staff@podisticasavonese.it

Trail Aschero 2013

4 maggio 2013 \ Regione: Toscana - Emilia Romagna

5 maggio 2013 \ Regione: Liguria

Distanza: 125 km Dislivello positivo: 5.500 m

Distanza: 37 km Dislivello positivo: 1.641 m

Organizzazione: ASD Lupi d’Appennino Affiliata: UISP

Organizzazione: ASD Podistica Savonese Affiliata: n.d. Circuito: Trail dei Monti Liguri

RAPPORTO D+/ KM

A Pontremoli e dintorni

51

RAPPORTO D+/ KM

Nuovo percorso vista mare 4,40% DIFFICOLTA' TECNICHE

Nelle foto: il 'terreno' della gara nei dintori di Pontremoli ©dall'account FB della manifestazione. Sotto: alcune fasi della scorsa edizione © www.theabbotsway.com

2/5

Partenza: Pontremoli (Ms) Arrivo: Bobbio (Pc) Orario partenza: 8:00 Quota massima: 1.350 m (Monte Lama) Terreno: 20% single track - 65% fuoristrada - 15% asfalto Numero ristori: 9 Punti acqua: 8 Punti qualificanti UTMB: 4 Costo d’iscrizione: 80 euro fino al 20 aprile, oltre 100 euro Numero limite iscritti: non indicato Premi in denaro: non previsti Tempo record: 13h23’37’’ (Remo Lavarda 2009) Tempo record femminile: 15h12’41’’ (Francesca Canepa 2012) Tempo medio 2012: 23h41’43’’ Tempo limite: 32 h Numero finisher 2012: 111

NUMERO PARTECIPANTI

Vado Ligure (Sv) Vado Ligure (Sv) 9:00 1.000 m (Bric del Zovasso) 4 n.d. no 25, euro, 30 euro il giorno della gara 300 Non previsti 3h12’35’’ (Davide Ansaldo 2011) 3h57’38’’ (Francesca Gualco 2011) 4h39’41’’ 7h30’ 72

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti Acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

4,44% DIFFICOLTA' TECNICHE

2/5 NUMERO PARTECIPANTI

Materiale OBBLIGATORIO: riserva idrica

Materiale OBBLIGATORIO: riserva acqua 1 litro, zaino idrico o doppia borraccia, barrette energetiche o alimentari equivalenti, giacca antivento, telo d'emergenza, fischietto, lampada frontale

3/5

2/5

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5

3/5

COSTO AL KM 0,72 EURO

COSTO AL KM 0,74 EURO

4/5

4/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Stefano Ruzza (ITA) 14h14’29’’ 2) Ivan Geronazzo (ITA) 14h28’03’’ 3) Christian Schneider (SUI) 14h38’18’’ 4) Gianluigi Ranieri (ITA) 15h05’28’’ 5) Fabio Granzotto (ITA) 15h07’22’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Francesca Canepa (ITA) 15h12’41’’ 2) Cinzia Bertasa (ITA) 16h46’37’’ 3) Katia Fori (ITA) 16h46’39’’ 4) Chiara Colonnello (ITA) 20h30’24’’ 5) Maria Ilaria Fossati (ITA) 22h09’22’’

Nella foto: una fase della scorsa edizione ©podisticasavonese.it

ASPETTO PAESAGGISTICO

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Carlo Alberto Cimenti (ITA) 3h19’08’’ 2) Olivier Pichard (FRA) 3h21’15’’ 3) Ernesto Ciravegna (ITA) 3h27’20’’ 4) Ivan Camperi (ITA) 3h36’16’’ 5) Antonio Parato (ITA) 3h41’17’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Giulia Amadori (ITA) 4h23’13’’ 2) Francesca Gualco (ITA) 4h25’12’’ 3) Graziella Persico (ITA) 4h37’48’’ 4) Elena Calcagno (ITA) 4h46’52’’ 5) Franca Rubaldo (ITA) 4h56’10’’

3/5

PROFILO ALTIMETRICO

3/5

PROFILO ALTIMETRICO 1.200

1.200

37 km

1.000

1.614

1.000

m. D+

800

800

600

600

400

400

125 km 5.500

200

20

40

60

200

m. D+

80

100

120

5

10

15

20

25

30

35


52

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Le Porte di Pietra www.gliorsi.org

In programma anche la 37 e 16 km

info@gliorsi.org

Le Porte di Pietra

I voti di Ski-Alper

@Gli_Orsi

11 maggio 2013 \ Regione: Piemonte

Organizzazione: Gli Orsi ASD Affiliata: UISP Circuito: Salomon Trail Tour Italia

Distanza: 70 km Dislivello positivo: 4.000 m RAPPORTO D+/ KM

5,71%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,71 EURO

4/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012

Percorso impegnativo in autosufficienza Le Porte di Pietra nascono nel 2006 con l'obiettivo di sviluppare anche in Italia la pratica del trail running su lunghe distanze. Il concetto di trail running che Gli Orsi hanno voluto promuovere è quello di un percorso impegnativo, in totale ambiente naturale, che vuole seguire pienamente l'etica di questo sport. È una gara affascinante quanto severa, che alterna tratti di facile corsa a impegnativi dislivelli, che si snoda in un ambiente appenninico costituito da fitti boschi e ampi crinali, avvolto da una vegetazione selvaggia. La Val Borbera, infatti, è una valle chiusa, non presenta dei valichi di comunicazione commerciale e questo ha contribuito in modo determinante alla creazione di un ambiente integro dal punto di vista dell'aspetto naturale e faunistico. La difficoltà è amplificata dall'autosufficienza alimentare, in linea con molte grandi gare internazionali; la scelta di fornire solo acqua ai ristori è dettata dalla consapevolezza che la gestione nutrizionale nel corso di un trail è uno degli elementi in grado di condizionare la prestazione e che porta l'atleta a una profonda conoscenza delle proprie necessità. Le scelte organizzative e le peculiarità dell'ambiente hanno portato, nel corso degli anni, i migliori atleti nazionali a misurarsi con le Porte di Pietra, contribuendo a consolidarne il prestigio. Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finsher 2012:

Cantalupo Ligure (Al) Cantalupo Ligure (Al) 8:00 1.700 m (Monte Ebro) 4% asfalto 26% carrozzabili, 70% sentiero 0 5 2 45 euro entro il primo marzo, oltre 55 euro 300 non previsti 7h21’19’’ (Silvano Fedel 2011) 8h40’23’’ (Samantha De Stefano 2009) 12h49’17’’ 16 h 196

Materiale OBBLIGATORIO: zaino o marsupio, riserva d'acqua minimo 1 litro, riserva alimentare, lampada funzionante con pile di ricambio, coperta di sopravvivenza, fischietto, benda elastica adesiva adatta a fare una fasciatura o strapping (minimo 80 cm x 5 cm), giacca impermeabile adatta a sopportare condizioni di brutto tempo in montagna

ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5 Nelle foto: dall'alto verso il basso. Il passaggio di crinale lungo le Porte di Pietra. Il paesaggio della Val Borbera.

ALBO D'ORO: 2011: Silvano Fedel (ITA) e Simonetta Gadler (ITA) - 2010: Silvano Fedel (ITA) e Simonetta Gadler (ITA) - 2009: Silvano Fedel (ITA) e Samantha De Stefano (ITA) - 2008: Pablo Barnes (ARG) e Virginia Oliveri (ARG) - 2007: Marco Olmo (ITA) e Virginia Oliveri (ARG) - 2006: Marco Olmo (ITA), Pablo Barnes (ARG) e Virginia Oliveri (ARG).

PROFILO ALTIMETRICO 1.800 1.600 1.400

70 km 4.000

m. D+

1.200 1.000 800 600 400 200 10

20

30

40

50

60

70

1) Matteo Pigoni (ITA) ���������������������������������������������������������������� 7h35:'22'' 2) Cristiano Campestrin (ITA) ����������������������������������������������������� 8h03'28'' 3) Pablo Barnes (ITA) ������������������������������������������������������������������ 8h30'36'' 4) Emanuele Zambarino (ITA) ����������������������������������������������������� 8h45'55'' 5) Gaetano Carcano (ITA) ����������������������������������������������������������� 9h00'24''

CLASSIFICA FEMMINILE 2012 1) Patrizia Pensa (ITA) �������������������������������������������������������������� 10h22'08'' 2) Monica Penzo (ITA) ��������������������������������������������������������������� 10h25'06'' 3) Giuliana Arrigoni (ITA) ���������������������������������������������������������� 10h34'47'' 4) Carmela Vergura (ITA) ���������������������������������������������������������� 10h59'19'' 5) Cristina Tasselli (ITA) ������������������������������������������������������������ 11h17'53''


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Le Finestre di Pietra www.gliorsi.org

53

In agenda

I voti di Ski-Alper

Appuntamenti dal 7/4 al 5/5

info@gliorsi.org

Le Porte di Pietra

@Gli_Orsi

11 maggio 2013 \ Regione: Piemonte

07/04 Ecomaratona dei Monti Cimini - San Martino al Cimino (Vt) 42 km - www.ecomaratonadeimonticimini.it

Distanza: 37 km Dislivello positivo: 1.900 m

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Organizzazione: Gli Orsi ASD Affiliata: UISP Circuito: Salomon Trail Tour Italia

RAPPORTO D+/ KM

Corta ma inpegnativa

07/04 Capraia Wild Trail - Isola di Capraia (Li) 21 km - 800 m D+ - www.wildtrail.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

07/04 Trail del Collio - Cormons (Go) 23 km - 580 m D+ - www.traildelcollio.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

5,14%

14/04 Ecotrail di Monte Pellegrino - Palermo 16 km - www.ecotrailsicilia.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

DIFFICOLTA' TECNICHE

14/04 Sky Trail del Segredont - Vertova (Bg) 19,5 km - 1.350 m D+ - http://digilander.libero.it/farinellanotte/ ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

14/04 Colmen Trail - 19 km - Morbegno (So) 1.320 m D+ - www.teamvaltellina.com

3/5

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

14/04 Traillaghi - Ivrea (To) 24 km - 900 m D+ - www.trailaghi.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

NUMERO PARTECIPANTI

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Un concorrente lungo le Finestre di Pietra

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

21/04 Trail delle Ferriere - Amalfi (Sa) 14km - www.parkstrail.it

Cantalupo Ligure (Al) Cantalupo Ligure (Al) 14:00 1.137 m (Monte Bossola) 3% asfalto 52% carrozzabili, 45% sentiero 0 3 0 33 euro entro il primo marzo, oltre 40 euro 300 non previsti 3h14’00’’ (Cristiano Campestrin 2010) 3h48’15’’ (Corinne Favre 2010) 6h00’25’’ 8h 193

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

21/04 Ecomaratona Monti della Tolfa - Tolfa (Rm) 42 km - www.aironetolfa.it

2/5

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

COSTO AL KM 0,99 EURO

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

27/04 Tuscany Crossing nella Val d’Orcia - Castiglione d’Orcia (Si) 100/50 km - www.valdorcia100km-tuscanycrossing.com 28/04 Eco Trail dei Monti Siciliani - Palazzo Adriano (Pa) 18 km - www.ecotrailsicilia.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

2) Matteo Ghezzi (ITA) 4h00'10'' 3) Filippo Canetta (ITA) 4h02'37'' 4) Walter Sartor (ITA) 4h06'32'' 5) Davide Ansaldo (ITA) 4h15'27'' CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Silvia Serafini (ITA) 4h10'05'' 2) Lara Mustat (ITA) 4h37'25'' 3) Marina Plavan (ITA) 5h03'29'' 4) Marisa Imazio (ITA) 5h12'09'' 5) Giulia Amadori (GBR) 5h18'38''

28/04 Lago Eco Trail Albiano d’Ivrea (To) 30 km - www.asdecosport.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

28/04 Tour della Bessa - Zubiena (BI) - 19 km 300 m D+ - www.traildeiparchi.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

28/04 Corrisullachiugina - Solomeo Corciano (Pg) 25 km - 800 m D+ - www.corcianoattiva.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

3/5

28/04 Eco Trail dei Monti Sicani - Palazzo Adriano (Pa) 18 km - 930 m D+ - www.ecotrailsicilia.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

01/05 1000 Verticale di Cossogno - Cossogno (Vb) 6 km - www.uscmarathonvb.it

PROFILO ALTIMETRICO

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

01/05 Trail dei 3 Colli - Brisighella (Ra) 16 km - 600 m D+ - www.terzotempotrail.com

1.200

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

37 km 1.900

05/05 Trail del Formico - Clusone (Bg) 20 km - 1.000 m D+ - www.orobieskyraid.it

m. D+

900 800 700 600 500 400 300

21/04 Volcano Trail - Sicilia 76 km - www.volcanotrail.it

25/04 Trofeo a Spreafico - Skyrunning - Piani D’Erna (Lc) 5,2 km - www.asfalchi.it

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Danilo Lanternino (ITA) 3h41'42''

1.000

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Materiale OBBLIGATORIO: zaino o marsupio, riserva d'acqua minimo 1 litro, riserva alimentare, lampada funzionante con pile di ricambio, coperta di sopravvivenza, fischietto, benda elastica adesiva adatta a fare una fasciatura o strapping (minimo 80 cm x 5 cm), giacca impermeabile adatta a sopportare condizioni di brutto tempo in montagna

1.100

20/04 Monteregio Eco Trail - Ghemme (No) 45 km - 763 m D+ - www.trail-running.it

10

20

30


54

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Trail del Motty www.traildelmotty.it

In programma anche la 23 e 5 km

I voti di Ski-Alper

maxmotty@tiscali.it

18 maggio 2013 \ Regione: Piemonte

Organizzazione: ASD Vivimottarone Affiliata: UISP

Distanza: 45 km Dislivello positivo: 2.250 m RAPPORTO D+/ KM

5,00%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

Panoramic trail Gara giunta alla sua terza edizione che si svolge su un percorso di 45 km intorno alla cima del Mottarone e in parte sulle sue piste da sci. Tre edizioni già in archivio e un albo d'oro con protagonisti autentici fuoriclasse della specialità. Nel 2010 primo Marco Zarantonello, nel 2011 Stefano Ruzza, lo scorso anno Stefano Trisconi, l'enfant du pays, essendo residente ad Agrano di Omegna. In campo femminile, dopo la prima edizione vinta da Francesca Canepa, c'è stata la doppietta di Cecilia Mora, borgomanerese di Santa Cristina. Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Loc. Bagnalera - Armeno (No) Loc. Bagnalera - Armeno (No) n.d. 1.500 m (Vetta Mottarone) n.d. 3 n.d. 0 25 euro 300 non previsti 4h21’51 (Stefano Trisconi 2012) 4h59’28’’ (Cecilia Mora 2012) 6h00’52’’ 9h 75

Materiale OBBLIGATORIO: 0,5 litri d’acqua, lampada frontale, fischietto, giacca antivento

CLASSIFICA MASCHILE 2012

3/5 COSTO AL KM 0,56 EURO

1) Stefano Trisconi (ITA) ���������������� 4h21'51'' 2) Marco Zarantonello (ITA) ����������� 4h28'03'' 3) Giulio Ornati (ITA) ���������������������� 4h51'43'' 4) Davide Garlaschini (ITA) ������������ 4h54'01'' 5) Jarno Venturini (ITA) ����������������� 4h56'45''

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

1) Cecilia Mora (ITA) ����������������������� 4h59'28'' 2) Giuliana Arrigoni (ITA) ���������������� 5h21'56'' 3) Giovanna Cerutti (ITA) ���������������� 5h32'21'' 4) Marisa Imazio (ITA) �������������������� 6h00'52'' 5) Ilaria Pozzi (ITA) �������������������������� 6h12'56''

ALBO D'ORO: 2011: Stefano Ruzza (ITA) e Cecilia Mora (ITA) - 2010: Marco Zarantonello (ITA) e Francesca Canepa (ITA)

4/5 Nelle foto: Marco Zarantonello, primo nel 2010 e secondo nel 2012 © Fabio Menino. La partenza ©www.trailrunning.it Max Valsesia, organizzatore della gara

PROFILO ALTIMETRICO 1.500 1.400

45 km

1.300

2.250

1.200

m. D+

1.100 1.000 900 800 700 600 500

10

20

30

40


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Miny Trail del Motty www.traildelmotty.it

SkyRace Quattro Passi

I voti di Ski-Alper

maxmotty@tiscali.it

www.sondaloskyrace.it

I voti di Ski-Alper

dario.ciat@alice.it

18 maggio 2013 \ Regione: Piemonte

19 maggio 2013 \ Regione: Lombardia

Distanza: 23 km Dislivello positivo: 940 m

Distanza: 23 km Dislivello positivo: 1.450 m

Organizzazione: Vivimottarone ASD Affiliata: UISP

Organizzazione: Atletica Alta Valtellina Affiliata: FSA/CSEN

RAPPORTO D+/ KM

55

RAPPORTO D+/ KM

Circuito: Campionato Italiano di Corsa in Montagna

Lungo i vecchi sentieri 4,09% DIFFICOLTA' TECNICHE

2/5 NUMERO PARTECIPANTI

Filippo Canetta, vincitore dell'ultima edizione @dall'account FB dell'atleta

Gara corta vista lago Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile: Tempo Record Femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

3/5

Loc. Bagnalera - Armeno (No) Loc. Bagnalera - Armeno (No) 15:30 1.250 m

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3 n.d. 0 15 euro 300 non previsti 1h50’27’’ (Filippo Canetta 2012) 2h05’20’’ (Francesca Ravarotto 2012) 2h29’06’’ 5h 173

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Filippo Canetta (ITA) 1h50'27'' 2) Michele Fantoli (ITA) 1h51'38'' 3) Ottavio Moresco (ITA) 1h53'34'' 4) Fabrizio Zeffiretti (ITA) 1h53'49'' 5) Enrico Zambonini (ITA) 1h54'43'' CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Francesca Ravarotto (ITA) 2h05'20'' 2) Carmela Vegura (ITA) 2h18'45'' 3) Susy Bozzalla (ITA) 2h20'18'' 4) Antonella Arami (ITA) 2h20'35'' 5) Sandra Belmondo (ITA) 2h22'08''

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

3/5

Materiale OBBLIGATORIO: K-way in caso di maltempo

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Gil Pintarelli (ITA) 2h10'48'' 2) Emanuele Manzi (ITA) 2h11'48'' 3) Erik Gianola (ITA) 2h12'58'' 4) Enrico Gianoncelli (ITA) 2h16'27'' 5) Christian Pizzatti (ITA) 2h17'15'' CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Paola Romanin (ITA) 2h42'04'' 2) Laura Besseghini (ITA) 2h51'03'' 3) Ester Scotti (ITA) 2h51'16'' 4) Lucia Moraschinelli (ITA) 2h53'23'' 5) Monia Acquistapace (GBR) 3h02'13''

3/5

Materiale OBBLIGATORO: 0,5 litri d’acqua, lampada frontale, fischietto, giacca antivento

6,30%

Partenza: Sondalo (So) Arrivo: Sondalo (So) Orario partenza: 14:00 Quota massima: 1.700 m c.a. (Mottino) Terreno: n.d. Numero ristori: 8 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: 0 Costo d’iscrizione: 25 euro fino al 17 maggio, oltre 35 euro Numero limite iscritti: n.d. Premi in denaro: (uomini) 1° 1.000 euro, 2° 800 euro, 3° 600 euro, 4° 400 euro, 5° 200 euro, 6° 150 euro, 7° 150 euro, 8° 100 euro, 9° 100 euro 10° 100 euro, 11°-15° 50 euro, 16°-20° 25 euro, (donne) 1° 500 euro, 2° 350 euro 3° 250 euro, 4-5° 100 euro Tempo record maschile: 2h04’09’’ (Tadei Pivk 2010) Tempo record femminile: 2h29’23’’ (Emanuela Brizio 2009) Tempo medio 2012: 2h50’55’’ Tempo limite: 3h35' al 18° km Numero finisher 2012: 145

3/5

COSTO AL KM 0,65 EURO

COSTO AL KM 1,30 EURO

4/5

3/5

ASPETTO PAESAGGISTICO

ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

4/5 L'ultima edizione della gara ©pizzoscalino.blogspot.com

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO 1.800

1.200

1.700

1.100

23 km 940

1.000

23 km

1.600

m. D+

1.450

1.500

m. D+

1.400 900

1.300 1.200

800

1.100

700

1.000

600

900 800

500

2

4

6

8

10

12

14

16

18

20

22

24

700

2

4

6

8

10

12

14

16

18

20

22


56

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Trail del Monte Soglio Gir Lung www.traildemontesoglio.it

info@traildelmontesoglio.it

In programma anche la 26 km

I voti di Ski-Alper

Trail del Monte Soglio

25 maggio 2013 \ Regione: Piemonte

Organizzazione: Monte Soglio Trail ASD Affiliata: FSA/CSEN - FIDAL/IUTA Circuito: Gore-Tex La Sportiva Mountain Running Cup + Campionato Italiano Trail Media Distanza IUTA

Distanza: 63 km Dislivello positivo: 3.500 m RAPPORTO D+/ KM

5,56%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

4/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,63 EURO

Sui sentieri canavesani Gara giunta alla sua quinta edizione e ormai diventata una classica del panorama nazionale del trail running. Dal 2012, sulla base delle impressioni dei concorrenti, è stata prevista una variazione del percorso che rende il Trail del Monte Soglio una competizione più montana e complessivamente più tecnica. Un percorso lungo i sentieri che dalle spettacolari faggete portano sulla lunga cresta che fa del Monte Soglio il più bel balcone sul Canavese e sulla Valle dell’Orco. La 'parte alta' del Trail del Monte Soglio, cioè quella che segue il passaggio in cima al Monte Soglio, dà la possibilità di scoprire una zona di notevole fascino. Percorrendo il tracciato dell’Alta Via Canavesana (trekking che da Forno porta a Ceresole Reale per poi proseguire sull’altro versante della valle Orco) si lascia il Monte Soglio alle spalle e si prosegue sul filo di cresta per circa 5 chilometri fino a raggiungere, passando per l’Alpe Uia (2.010 m), il Colle della Croce d’Intror (1.947 m). La gara ha anche una finalità di solidarietà: dopo la raccolta fondi per l’alluvione in Liguria, la raccolta scarpe a favore dei rifugiati tibetani, nel 2013 il Monte Soglio sostiene il progetto promosso da 'I Run for find the Cure' per la trivellazione di pozzi in Mali. Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile (60 km): Tempo record femminile (60 km): Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Forno Canavese (To) Forno Canavese (To) 7:30 2.010 m (Alpe dell’Uja) 7% asfalto, 25% sterrato, 68% sentiero 3 3 2 40 euro 600 su tutte le gare non previsti 6h04’21’ (Giuliano Cavallo 2011) 7h11’15’’ (Raffaella Miravalle 2010) 11h05’49’’ 14 h 303

Materiale OBBLIGATORIO: 1 litro d’acqua, giacca antivento, coperta termica, riserva alimentare, fischietto, pantaloni sotto il ginocchio, road-book o cartina

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

1) Daniele Fornoni (ITA) ����������������� 6h55'57'' 2) Igor Marchetti (ITA) ������������������� 7h25'11'' 3) Carlalberto Cimenti (ITA) ����������� 7h27'43'' 4) Paolo Rossi (ITA) ������������������������ 7h30'16'' 5) Marco Mangaretto (ITA) ������������ 7h41'39''

1) Raffaella Miravalle (ITA) ������������� 7h50'42'' 2) Sonia Glarey (ITA) ����������������������� 8h10'19'' 3) Marcella Belletti (ITA) ����������������� 8h51'55'' 4) Carmela Vergura (ITA) ���������������� 9h13'19'' 5) Alessandra Perona (ITA) ������������� 9h38'49''

ALBO D'ORO: 2011: Giuliano Cavallo (ITA) e Raffaella Miravalle (ITA) - 2010: Giuliano Cavallo (ITA) e Raffaella Miravalle (ITA) - 2009: Francesco Zucconi (ITA) e Maria Angioni (ITA)

3/5

PROFILO ALTIMETRICO 2.000

Nelle foto dall'alto verso il basso: Daniele Fornoni, il podio femminile e il podio maschile

1.800

63 km

1.600

3.500

m. D+

1.400 1.200 1.000 800 600 400 200 3

6

9

12

15

18

21

24

27

30

33

36

39

42

45

48

51

54

57

60


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Trail Del Monte Soglio - Gir Cürt www.traildemontesoglio.it

Trail Alta Val Nure

I voti di Ski-Alper

info@traildelmontesoglio.it

Trail del Monte Soglio

trailaltavalnure.wix.com/trail-alta-val

I voti di Ski-Alper

trailaltavalnure@gmail.it

25 maggio 2013 \ Regione: Piemonte

26 maggio 2013 \ Regione: Emilia Romagna

Distanza: 26 km Dislivello positivo: 1.400m

Distanza: 60 km Dislivello positivo: 3.500 m

Organizzazione: Monte Soglio Trail ASD Affiliata: FSA/CSEN - FIDAL/IUTA

RAPPORTO D+/ KM

Distanze minori, panorami ugualmente belli

Wilderness piacentina ,

DIFFICOLTA' TECNICHE

NUMERO PARTECIPANTI

Un passaggio della gara

4/5

Forno Canavese (To) Forno Canavese (To) 8:30 1.320 m (Alpe Erede Curt) 13% asfalto, 35% sterrato, 52% sentiero 2 n.d. 0 30 euro 1.000 su tutte le gare non previsti 2h05’56’’ (Mirko Bertino 2011) 2h40’04’’ (Genny Garda 2012) 9h46’44’’ 6h 442

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Limite numero iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,15 EURO

Alta Val Nure Trail

Organizzazione: Gruppo Alpinisti Escursionisti Piacentini Affiliata: FSA/CSEN

5,38%

3/5

57

RAPPORTO D+/ KM

Nelle foto: a fianco, il podio maschile del 2012. Sotto a sinistra, prima della partenza. Sotto a destra, Monti e Tagliaferri, secondo e primo l'anno scorso

5,83% DIFFICOLTA' TECNICHE

Partenza: Bettola (Pc) Arrivo: Selva di Ferriere (Pc) Orario partenza: 7:00 Quota massima: 1.771 m (Monte Bue) Terreno: n.d. Numero ristori: 7 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: 2 Costo d’iscrizione: 30 euro fino al 18 maggio, 35 euro fino al 25 maggio, oltre 45 euro Numero limite iscritti: n.d. Premi in denaro: non previsti Tempo record maschile: 6h05’00’’ (Massimo Tagliaferri 2012) Tempo record femminile: 7h04’00’’ (Katia Fori 2012) Tempo medio 2012: 8h42’00’’ Tempo limite: 9h al 41° km Numero finisher 2012: 78

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

Materiale OBBLIGATORIO: 0,5 litri d'acqua, giacca antivento maniche lunghe, telo termico, fischietto, cartina topografica con tracciato, altimetria e road book, bicchiere o altro contenitore personale, barrette o gel energetici, telefono cellulare

3/5 COSTO AL KM 0,63 EURO

3/5

4/5

ASPETTO PAESAGGISTICO

ASPETTO PAESAGGISTICO

Materiale OBBLIGATORIO: 0,5 litri d’acqua, fischietto, road-book oppure cartina

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Danilo Lantermino (ITA) 2h06'24'' 2) Mirko Bertino (ITA) 2h07'38'' 3) Maurizio Fenoglio (ITA) 2h10'26'' 4) Simone Peyracchia (ITA) 2h11'29'' 5) Fabrizio Beccaris (ITA) e Domenico Longo (ITA) 2h22'26'' Classifica femminile 2012 1) Genny Garda (ITA) 2h40'04'' 2) Alma Rrika (ITA) 2h48'39'' 3) Erica Piccoli (ITA) 2h51'48''4) Elisa Arvat (ITA) 2h54'15'' 5) Monica Bruno Franco (ITA) 2h57'09''

4/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Massimo Tagliaferri (ITA) 6h05'00'' 2) Fabrizio Monti (ITA) 6h12'00'' 3) Stefano Palmini (ITA) 6h47'00'' 4) Paolo Agliati (ITA) 6h48'00'' 5) Angelo Dellacasagrande (ITA) 7h10'00'' CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Katia Fori (ITA) 7h04'00'' 2) Sara Recenti (ITA) 7h16'00'' 3) Giovanna Ferrarini (ITA) 8h41'00'' 4) Sabina Bacinelli (ITA) 8h51'00'' 5) Sara Agazzi (ITA) 11h15'00''

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO

1.400 1.200

3/5

1.800 1.600

26 km 1.400

1.400

m. D+

1.000

60 km 3.500

m. D+

1.200

800

1.000

600

800

400

600 400

200 3

6

9

12

15

18

21

24

200

10

20

30

40

50


58

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Trenta Passi SkyRace www.trentapassiskyrace.it

Giro delle Casere SkyRace

I voti di Ski-Alper

info@trentapassiskyrace.it

Trentapassi Skyrace

@30PassiSkyrace

I voti di Ski-Alper

darietto50@tiscali.it

26 maggio 2013 \ Regione: Lombardia

26 maggio 2013 \ Regione: Lombardia

Distanza: 16 km Dislivello positivo: 1.280 m

Distanza: 27 km Dislivello positivo: 1.850 m

Organizzazione: CAI Marone Affiliata: FSA/CSEN

RAPPORTO D+/ KM

Terza edizione sulle Prealpi bresciane

8,0%

6,85%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

4/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

4/5

2/5

Una spettacolare salita con il Lago d'Iseo sullo sfondo ©account FB della gara

Partenza: Marone (Bs) Arrivo: Marone (Bs) Orario partenza: 9:30 Quota massima: 1.250 m (Corna Trentapassi) Terreno: sentieri, mulattiere o carrarecce e alcuni passaggi su roccia. Numero ristori: 2 Punti acqua: 1 Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 20 euro fino al 30 aprile, oltre 30 euro Numero limite iscritti: 300 Premi in denaro: (uomini e donne) 1° 500 euro, 2° 250 euro, 3° 150 euro, 4° 100 euro, 5° 50 euro Tempo record: 1h36’11’’ (Dennis Brunod 2012) Tempo record femminile: 2h00’46’’ (Cinzia Bertasa 2012) Tempo medio 2012: 2h23’06’’ Tempo limite: 4h Numero finisher 2012: 225

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,56 EURO

2/5

Materiale OBBLIGATORIO: n.d.

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Dennis Brunod (ITA) 1h36’11’’ 2) Daniele Cappelletti (ITA) 1h38’19’’ 3) Michele Semperboni (ITA) 1h38’20’’ 4) Daniel Wosik (POL) 1h40’09’’ 5) Michele Tavernaro (ITA) 1h42’53’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Cinzia Bertasa (ITA) 2h00’46’’ 2) Laura Besseghini (ITA) 2h03’24’’ 3) Ester Scotti (ITA) 2h08’49’’ 4) Angela Menghini (ITA) 2h09’19’’ 5) Emanuela Galesi (ITA) 2h09’39’’

4/5

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Sottochiesa - Taleggio (Bg) Vedeseta - Taleggio (Bg) 9:00 2.013 m (Cima Sodadura) 4 4 no 20 euro 200 n.d. n.d. n.d. 3h28’12’’ 4h30’ 107

Materiale OBBLIGATORIO: fuseaux o pantaloncini, maglietta mezze maniche, antivento maniche lunghe e scarpe in buono stato con la suola ben marcata (consigliate trail running)

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Tadei Pivk (ITA) 2h27’16’’ 2) Fabio Bonfanti (ITA) 2h31’25’’ 3) Paolo Gotti (ITA) 2h32’05’’ 4) Clemente Berlingheri (ITA) 2h32’53’’ 5) Daniele Zerboni (ITA) 2h35’31’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Paola Romanin (ITA) 3h10’28’’ 2) Carolina Tiraboschi (ITA) 3h19’33’’ 3) Chiara Gianola (ITA) 3h25’08’’ 4) Monia Acquistapace (ITA) 3h28’15’’ 5) Serena Piganzoli (ITA) 3h40’03’’

4/5 COSTO AL KM 0,74 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5 Chiara Gianola, terza l'anno scorso

PROFILO ALTIMETRICO

1.125 1.050 975 900 825 750 675 600 525 450 375 300 225

2.000 1.900 1.800 1.700 1.600 1.500 1.400 1.300 1.200 1.100 1.000 900 800

16 km 1.280

5

Boschi e pascoli della Val Taleggio

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

PROFILO ALTIMETRICO

2,5

Organizzazione: G.S. Orobie Affiliata: FSA/CSEN

RAPPORTO D+/ KM

7,5

10

12,5

m. D+

15

27 km 1.850

5

10

m. D+

15

20

25


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Kitambo City Trail www.kitambo.it

I voti di Ski-Alper

In programma anche la 15 km

citytrail@kitambo.it

59

Kitambo

@Kitambo

1 giugno 2013 \ Regione: Piemonte

Organizzazione: ASD Runners Italia Affiliata: FSA/CSEN

Distanza: 35 km Dislivello positivo: 800 m RAPPORTO D+/ KM

2,29%

DIFFICOLTA' TECNICHE

2/5

Prima edizione tra le colline Prima edizione del City Tral monferrino che transita nel centro storico di Casale Monferrato e successivamente lungo i sentieri collinari nei comuni di San Giorgio, Ozzano, Quarti di Pontestura, Coniolo e Rolasco. In programma, un percorso di 35 km e uno più corto di 15 km. Un’ottima occasione di sport, conoscenza del territorio e contributo per il sociale. La manifestazione è infatti svolta a margine della rassegna musicale e artistica Kitambo, organizzata dal gruppo missionario Salesiani del Valentino e dal gruppo Oratorio del Valentino e tutto il ricavato degli eventi è devoluto in beneficenza per gli aiuti al Centro Don Bosco Ngangi di Goma. Il Centro in 16 anni di attività ha sostenuto più di 35mila giovani e rispettive famiglie in situazioni di vulnerabilità sociale ed economica. Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Casale Monferrato (Al) Casale Monferrato (Al) 14:00 280 m 2 3 no 15 euro non previsto non previsti prima edizione prima edizione prima edizione 5h prima edizione

Materiale OBBLIGATORIO: K-way in caso di brutto tempo

35 km

200

150

5

10

15

20

prima edizione

n.d. LIVELLO DEI PARTECIPANTI

n.d. COSTO AL KM 0,43 EURO

5/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

Nelle foto: in alto il parco della stazione di Casale Monferrato, qui accanto in alto Palazzo Filarmonica a Casale Monferrato, sotto le colline del Monferrato

m. D+

250

100

CLASSIFICA FEMMINILE:

prima edizione

3/5

PROFILO ALTIMETRICO 800

CLASSIFICA MASCHILE:

NUMERO PARTECIPANTI

25

30


60

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Resegup

In agenda

I voti di Ski-Alper

Appuntamenti dal 5/5 al 2/6 www.resegup.it

info@2slow.it

Resegup

05/05 Skyrunnig Val S.Martino - Calolziocorte (Lc) 32 km - www.skyrunningvalsanmartino.com

1 giugno 2013 \ Regione: Lombardia

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Distanza: 24 km Dislivello positivo: 1.800 m Organizzazione: ASD 2SLOW Affiliata: FSA/CSEN Circuito: Campionato Regionale Universitario Skyrace

RAPPORTO D+/ KM

05/05 Ecomaratona dei Marsi - Collelongo (Aq) 43,195 km - www.ecomaratonadeimarsi.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

05/05 Ecomaratona del Parco del Ticino - Galliate (No) 42 km - www.ecomaratonaparcodelticino.it

Sulle cime manzoniane

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

05/05 Ecotrail Minori - Minori (Sa) 14 km - www.faitoxtrail.it

7,50%

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

05/05 Archeorun - Collelongo (Aq) 13 km - www.ecomaratonadeimarsi.it

DIFFICOLTA' TECNICHE

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

05/05 Trail de le Longane - Lozzo di Cadore (Bl) 15 km - 1.100 m D+ - www.traildelelongane.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

3/5

05/05 Trail Soave Bolca - Soave (Vr) 33 km - 1.950 m D+ - www.montefortiana.org ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

10/05 Sardinia Trail - Fonni (Nu) 87 km a tappe - www.sardiniatrail.com

NUMERO PARTECIPANTI

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

11/05 Da Piazza a Piazza - Prato (Po) 40+35 km - 2.400+1.266 m D+ - www.caipratopodismo.it Nicola Golinelli, vincitore dell'ultima edizione @dall'account FB della manifestazione

4/5

Partenza: Lecco (Lc) Arrivo: Lecco (Lc) Orario partenza: 15:30 Quota massima: 1.872 m (Monte Resegone) Numero ristori: 7 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 25 euro entro il 31 marzo, 30 euro entro il 27/05, oltre 45 euro Numero limite iscritti: 500 Premi in denaro: sì Tempo record: 2h13’03’’ (Nicola Golinelli 2012) Tempo record femminile: 2h48’22’’ (Luisa Riva 2011) Tempo medio 2012: 3h36’05’’ Tempo limite: 6h Numero finisher 2012: 383

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 1,46 EURO

3/5

Materiale OBBLIGATORIO: abbigliamento adatto e scarpe tecniche con suola ben marcata (trail running)

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Nicola Golinelli (ITA) 2h13’03’’ 2) Gil Pintarelli (ITA) 2h17’51’’ 3) Maurizio Fenaroli (ITA) 2h20’43’’ 4) Riccardo Faverio (ITA) 2h23’55’’ 5) Enrico Gianoncelli (ITA) 2h24’29’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Giovanna Cavalli (ITA) 3h02’19’’ 2) Daniela Gilardi (ITA) 3h08’24’’ 3) Chiara Gianola (ITA) 3h14’28’’ 4) Chiara Fumagalli (ITA) 3h19’35’’ 5) Maria Poletti (ITA) 3h20’42’’

4/5

PROFILO ALTIMETRICO

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

11/05 Erbaluce Night Trail - Candia (To) 24,5 km - www.terre-erbaluce.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

11/05 La Tagliafuoco - Caltrano (Vi) 10,5 km - 1.160 m D+ - proloco.caltrano.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

12/05 Tibur Eco Trail - Tivoli (Rm) 21 km - www.tiburecotrail.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

13/05 Trail della Valle del Giongo - Villa d’Almè (Bg) 19 km - 1.200 m D+ - www.altituderace.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

18/05 Fornacione Night Trail - Jano di Scandiano (Re) 21 km - 1.000 m D+ - www.polisportivascandianese.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

19/05 Trofeo Nasego - Casto Vallesabbia (Bs) 21 km -850 m D+ - www.promosportvallibresciane.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

19/06 Eco Trail del Vesuvio - San Giuseppe Vesuviano (Na) 17 km - www.trailcampania.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

19/05 Marniatrail - Leccio-Reggello (Fi) 28 km - 247 m D+ - www.marniatona.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

26/05 Monza Montevecchia Ecotrail - Monza (Mb) 34 km - 700 m D+ - momot.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

26/05 Trail dell’Orsa - Brentino, Belluno Veronese (Vr) 48 km - 3.500 m D+ - www.veronatrailrunners.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

26/05 Eco Trail della Val d’Ippari - Vittoria (Rg) 18 km - 510 m D+ - www.ecotrailsicilia.it

1.877

��������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 1.531 1.300

01/06 Estremamente Parco - Chiusaforte (Ud) 110 km - 8.000 m D+ - www.parcoprealpigiulie.it

24 km 1.800

m. D+

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

02/06 Trail del Marenchetto - Sale delle Langhe (Cn) 44 km - 1.900 m D+ - www.polisportivasalese.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

890

02/06 Maratona della Valle Intrasca - Verbania (Vb) 32,6 km - 1.501 m D+ - www.maratonavalleintrasca.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

482

02/06 Roma Ecomaratona - Cesano di Roma (Rm) 42 km - www.romaecomaratona.it 4

8

12

16

20


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Monviso Vertical Race

61

I voti di Ski-Alper

carlodegiovanni@tiscali.it

2 giugno 2013 \ Regione: Piemonte

Organizzazione: ASD Podistica Valle Infernotto Affiliata: FIDAL

Distanza: 4,175 km Dislivello positivo: 1.000 m

Sotto la piramide

RAPPORTO D+/ KM

Gara di sola salita. Si parte dai 1.330 metri di Crissolo e si arriva ai 2.330 del Monte Granè per una lunghezza di 4.175 metri. Centocinquanta metri di asfalto, poi solo salita su sentieri con sei brevi 'muri' che superano il 35% di pendenza. Ad accogliere gli atleti la parete est del Monviso. Nella scorsa edizione 159 iscritti dei quali 148 partenti e 143 classificati. Più nel dettaglio 21 donne e 122 uomini. Nella gara maschile è rimasto imbattuto il record di Massimo Galliano del 2008.

23,95%

Partenza: Crissolo (Cn) Arrivo: Crissolo - Monte Granè (Cn) Orario partenza: 9:30 Quota massima: 2.330 (Monte Granè) Partenze: in linea Numero ristori: 1 Punti acqua: 2 Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 10 euro Numero limite iscritti: 300 Premi in denaro: rimborsi in buoni benzina per i primi assoluti e di categoria Tempo record maschile: 37’51’’ ( Massimo Galliano 2008) Tempo record femminile: 45’29’’ (Cristina Clerico 2007) Tempo medio 2012: 55’39’’ Tempo limite: 1h30 Numero finisher 2012: 143

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

Materiale OBBLIGATORIO: no

CLASSIFICA MASCHILE 2012 1) Marco Moletto (ITA) ������������������������39’10’’ 2) Paolo Bert (ITA) �������������������������������40’53’’ 3) Maurizio Fenoglio (ITA) ������������������41’51’’ 4) Fabio Cavallo (ITA) ��������������������������41’52’’ 5) Tiziano Odino (ITA) �������������������������42’28’’

3/5 COSTO AL KM 2,40 EURO

CLASSIFICA FEMMINILE 2012 1) Romina Cavallera (ITA) ��������������������47’36’’ 2) Francesca Bellezza (ITA) �����������������49’14’’ 3) Daniela Bonnet (ITA) ������������������������50’24’’ 4) Monica Bruno Franco (ITA) �������������53’55’’ 5) Marina Plavan (ITA) ������������������������� 54’19’’

5/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

Nella foto: Marco Moletto, vincitore dell'ultima edizione

3/5

PROFILO ALTIMETRICO 2.320

Nelle foto, dall'alto verso il basso: il Monviso visto dal percorso di gara. La piramide del Monviso domina la gara. Romina Cavallera, prima tra le donne nel 2012

2.150 2.040

4,175 km 1.000

m. D+

1.910 1.795 1.650 1.530 1.400 1.000

2.000

3.000

4.000


62

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Orobie Vertical

In agenda

I voti di Ski-Alper

Appuntamenti dal 2/6 al 30/6

webdesign1.cumen.it

02/06 Gir de le Malghe - Caregno (Bs) 22 km - 1.000 m D+ - www.promosportvallibresciane.it

2 giugno 2013 \ Regione: Lombardia Distanza: 4,3 km Dislivello positivo: 1.000 m RAPPORTO D+/ KM

23,26%

Organizzazione: ASD Fly-Up Sport Affiliata: FSA/CSEN Circuito: Campionato Italiano Skyrunning

Un chilometro piano, tre di 'muro'

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

09/06 Trail delle 5 Querce - Gravina in Puglia (Ba) 19 km - www.gravinafestinalente.net ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

09/06 Trail degli Dei - Agerola (Na) 30 km - www.trailcampania.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

09/06 Panico SkyRace - San Donato (Fr) 18 km - www.atinatrailrunning.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

DIFFICOLTA' TECNICHE

09/06 Cancervo SkyRace - S. Giovanni Bianco (Bg) 24 km - 1697 m D+ - www.gsorobie.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

09/06 SkyRace Alpe di Mera - Scopello (Vc) 18,5 km - 1.300 m D+ - www.scoplellomerasky.altervista.org

3/5

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

NUMERO PARTECIPANTI

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

09/06 Trai del Monte Servin - Angrogna (To) 26,5 km - www.sportclubangrogna.it 09/06 Trail di Vallinfreda - Vallinfreda (Rm) 13,5 km - www.parkstrail.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

5/5 COSTO AL KM 4,65 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

Nelle foto: alcuni scatti dell'ultima edizione @matteozanga.it

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Valbondione (Bg) Valbondione - Rifugio Coca (Bg) 9:30 in linea 1.892 m (Rifugio Coca) n.d. n.d. no 20 euro n.d. sì 39’38’’ (Bernard Dematteis 2012) 50’40’’ (Emanuela Brizio 2011) 52’21’’ n.d. 110

Materiale OBBLIGATORIO: non richiesto

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Bernard Dematteis (ITA) 39’38’’ 2) Marco De Gasperi (ITA) 39’40’’ 3) Xavier Chevrier (ITA) 39’43’’ 4) Massimiliano Zanaboni (ITA) 41’43’’ 5) Tadei Pivk (ITA) 41’57’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Maura Trotti (ITA) 51’25’’ 2) Debora Cardone (ITA) 51’50’’ 3) Elisa Compagnoni (ITA) 52’07’’ 4) Paola Romanin (ITA) 53’12’’ 5) Sara Bottarelli (ITA) 54’36’’

09/06 Trail di Fontesanta - Fontesanta (Fi) 22 km - 1.200 m D+ - www.gruppopodisticofpgrassina.blogspot.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

14/06 Magraid 100 Km Correndo nella Steppa - Cordenons (Pn) 100 km - www.magraid.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

16/06 Morenica Trail - Rivoli (To) 23 km - www.morenicatrail.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

16/06 Maratona Trail dei Monti Lucretili - Vicovaro (Rm) 21 km - www parkstrail.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

16/06 SuperMaratona dell'Etna - Fiumefreddo di Sicilia (Ct) 43 km - 3.000 m D+ - supermaratonadelletna.tk ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

17/06 Trail del Falterona - Stia (Ar) 26 km - www.cai-ss-stia.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

22/06 Kmille Vertical Mauri - Ponte di Legno (Bs) 3,9 km - 1.000 m D+ - gallico@tin.it - serini.giampietro@libero.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

23/06 Trail Alta Valle Argentina - Molini di Triora (Im) 23,5 km - www.altavalleargentina.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

22/06 Corno alle Scale Trail - Lizzano in Belvedere (Bo) 65 km - 7.500 m D+ - https://sites.google.com/site/cornoallescaletrail/ ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

ALBO D'ORO: 2011: Stefano Butti (ITA) 42’23’’ e Emanuela Brizio (ITA) 50’40’’

23/06 Rally Estivo della Valtartano - Morbegno (So) 21,5 km - www.valtartano.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

23/06 Sulle Tracce del Lupo - Guardiagrele (Ch) 15 km - www.parkstrail.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

23/06 Terminillo SkyRace - Terminillo (Rt) 19 km - www.terminilloskyrace.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

30/06 Trail del Monte Gelbison - Novi Velia (Sa) 16 km - www.trailcampania.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

30/06 La corsa del trenino - Asiago (Vi) 22 km - 800 m D+ - www.lacorsadeltrenino.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

30/06 Corri Forte 400 Scalini - Fenestrelle (To) 2,2 km - 560 m D+ - www.villaggiolimpico.com


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Rigantoca&Dipiu’ Night Trail www.rigantocaedipiu.it

rigantocaedipiu@gmail.com

63

I voti di Ski-Alper

Rigantoca & di più

8 giugno 2013 \ Regione: Liguria

Organizzazione: CAI Sampierdarena e SSDRL Sisport Affiliata: UISP

Distanza: 52 km Dislivello positivo: 2.760 m RAPPORTO D+/ KM

5,31%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

In notturna sui monti di Genova Nuova manifestazione in notturna nel panorama nazionale del trail running. Il percorso del Night Trail 50K ricalca per la sua totalità i sentieri già calcati dalla Rigantoca, marcia non competitiva, con delle inedite variazioni che aumentano chilometraggio e dislivello. Con partenza da piazza De Ferrari, a Genova, la gara attraversa i vicoli dei sestieri Molo e Maddalena, per poi sbucare su Spianata Castelletto. Da qui si sale ancora per Creuze fino all'incrocio con il sentiero escursionistico che porta al Righi, nel parco del Peralto, per immettersi infine sul percorso della classica Rigantoca. L'itinerario rimane invariato da quello tradizionale fino alla vetta del monte Antola, dalla quale ci si dirige in falsopiano verso Casa del Romano, punto più lontano della gara, per poi concludere il viaggio nel caratteristico borgo di Caprile. L'idea di portare l'inizio della manifestazione al Palaerbe nasce dalla necessità di far conoscere la realtà del centro storico che spesso rimane nascosta anche agli stessi genovesi. Dalle ore 15 di sabato 8 giugno, infatti, si apriranno le porte dell'Outdoor Day al Palazzetto dello Sport di Piazza delle Erbe. Non esiste un programma preciso del pomeriggio, perché l'intenzione è quella di far vivere liberamente i vari aspetti dell'outdoor attraverso proiezioni, slackline, arrampicata e molto altro!

CLASSIFICA MASCHILE:

CLASSIFICA FEMMINILE:

prima edizione

prima edizione

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

n.d.

Genova (Ge) Caprile (Ge) 24:00 1.597 m (Monte Antola) 8% Asfalto - 10% Sterrato - 82% Sentieri. 4 n.d. 1 40 euro al 31 marzo, oltre 45 euro 200 non previsti prima edizione prima edizione prima edizione 12 h prima edizione

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

n.d. COSTO AL KM 0,82 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

Materiale OBBLIGATORIO: telefono cellulare, braccialetto rifrangente, riserva d'acqua di almeno 1 litro, 2 lampade funzionanti con pile di ricambio, coperta di sopravvivenza di 1,40 m x 2 m minimo, fischietto, benda elastica adesiva adatta a fare una fasciatura o strapping (minimo 100 cm x 6 cm), riserva alimentare, giacca a vento con cappuccio, cappellino, cuffia o bandana, pantaloni 'corsari' con calze lunghe sotto il ginocchio o collant a gamba intera

3/5

PROFILO ALTIMETRICO 1.600 1.600 1.400

Nelle foto: in alto Genova by night © Antonio Scarpi - Fotolia.com Sotto: la vetta del Monte Antola ©Antonio Scarpi Fotolia.com

52 km 2.760

m. D+

1.200 1.000 800 600 400 200 10

20

30

40

50


64

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Dolomiti Extreme Trail www.dolomitiextremetrail.com

I voti di Ski-Alper

Antico Trail del Contrabbandiere

accommodation@dolomititrailrunning.com

www.trailcontrabbandiere.com

info@emmerunning.itt

I voti di Ski-Alper

Antico Trail del Contrabbandiere - 9 Giugno 2013

8 giugno 2013 \ Regione: Veneto

9 giugno 2013 \ Regione: Veneto

Distanza: 53 km Dislivello positivo: 3.800 m

Distanza: 35,2 km Dislivello positivo: 2.880 m

Organizzazione: Atletica Zoldo - Pro Loco Forno di Zoldo Affiliata: n.d.

RAPPORTO D+/ KM

Organizzazione: ASD Emme Running Team Affiliazione: n.d.

RAPPORTO D+/ KM

La prima volta di Zoldo

7,17%

8,18%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

n.d.

Lungo la via del tabacco

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

n.d. ©Dolomitiextremetrail.com

Partenza: Forno di Zoldo (Bl) Arrivo: Pieve - Forno di Zoldo (Bl) Orario partenza: 5:30 Quota massima: 2.330 m (Busa del Zuitton) Terreno: EE+ itinerario per escursionisti esperti Numero ristori: 1 Punti acqua: 3 Punti qualificanti UTMB: 2 Costo d’iscrizione: 50 euro fino al 31 marzo, oltre 60 euro Numero limite iscritti: 300 iscritti Premi in denaro: non previsti Tempo record: prima edizione Tempo medio 2012: prima edizione Tempo limite: 12h Numero finisher 2012: prima edizione

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

n.d. COSTO AL KM 1,04 EURO

2/5

Materiale OBBLIGATORIO: zaino o marsupio, borracce o altri contenitori con 1 litro d’acqua, riserva alimentare, telo termico di sopravvivenza, fischietto, benda elastica adesiva, giacca impermeabile per sopportare condizioni di brutto tempo in quota, pantaloncino o collant da corsa, maglia a manica lunga, cappello o bandana, bicchiere personale, telefono cellulare

ASPETTO PAESAGGISTICO

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

n.d. COSTO AL KM 0,95 EURO

Materiale OBBLIGATORIO: riserva d'acqua, telo termico di sopravvivenza, fischietto, riserva alimentare (barrette o altro), cellulare (consigliato inserire in memoria i numeri dei telefono dell'organizzazione) borraccia o bicchiere per rifornimento ai ristori

4/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012: Prima edizione CLASSIFICA FEMMINILE 2012: Prima edizione

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE: prima edizione CLASSIFICA FEMMINILE: prima edizione

5/5

Costa Valstagna (Vi) Bassano del Grappa (Vi) 6:45 680 m 90% sentieri di montagna e boschivi 5 n.d. no 30 euro fino al 30 aprile, oltre 37 euro 300 non previsti prima edizione prima edizione prima edizione 15h prima edizione

Nelle foto: in alto, i boschi della Valstagna, teatro della gara ©www.trailcontrabbandiere.com, a sinistra Costa Valstagna

3/5

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO 700

2.330

35,2 km 2.880

2.060

600

53 km 3.800

m. D+

1.830

500

1.580

400

1.330

300

1.080

200

830

5

10

15

20

25

30

35

40

45

50

100

5

10

15

20

25

30

m. D+


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

International SkyRace Valmanenco-Valposchiavo www.international-skyrace.org

segreteria@international-skyrace.org

9 giugno 2013 \ Regione: Lombardia

65

I voti di Ski-Alper

SkyRace Valmalenco-Valposchiavo

Organizzazione: Sportiva Lanzada Affiliata: FSA/CSEN Circuito: La Sportiva Gore-Tex Mountain Running Cup

Distanza: 31 km Dislivello positivo: 1.850 m

Classicissima tra Italia e Svizzera

RAPPORTO D+/ KM

Gara giunta alla sua dodicesima edizione con partenza in linea dall’Italia, a (Lanzada 982 m, località Pradasc) e arrivo in Svizzera a Poschiavo (1014 m, Piazza Comunale), lungo i sentieri che uniscono le due comunità alpine calcati un tempo dai contrabbandieri. Dal 2002 è una delle classicissime dello Skyrunning internazionale con i nomi di alcuni grandi nel palmarès come Kilian Jornet, Ricardo Mejia, Helmut Schissel, Dennis Brunod, Emanuela Brizio e Gloriana Pellissier. Partenza: Lanzada (So) Arrivo: Poschiavo (CH) Orario partenza: 8:30 Quota massima: 2.627 m (Passo Campagneda) Numero ristori: 9 Punti acqua: 3 Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 40 euro Numero limite iscritti: 500 Premi in denaro: (uomini e donne) 1° 1.500 + orologio 500 euro, 2° 900 + orologio 500 euro, 3° 700 + orologio 500 euro, 4° 600 euro, 5° 500 euro, (uomini) 6° 400 euro, 7° 350 euro, 8° 300 euro, 9° 250 euro, 10° 200 euro, 11°-20° 100 euro (donne) 6°-10° 100 euro. Tempo record maschile: 2h32’03’’ (Marco De Gasperi 2007) Tempo record femminile: 3h10’18’’ (Angela Mudge 2006) Tempo medio 2012: 1h56’19’’ percorso alternativo 16 km Tempo limite: 7h Numero finisher 2012: 432 Materiale OBBLIGATORIO: scarpe da trail running, calze, giacca antivento maniche lunghe

5,97%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

5/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 1,29 EURO

CLASSIFICA MASCHILE 2012

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

1) Robert Krupicka (CZE) ���������������� 1h20’40’’ 2) Luis Alberto Hernando (ESP) ������1h22’12’’ 3) Saul Padua (COL) ������������������������1h22’17’’ 4) Victor Cortes (MEX) ��������������������1h22’25’’ 5) Tadei Pivk (ITA) ���������������������������1h22’37’’

1) Emanuela Brizio (ITA) ������������������1h44’33’’ 2) Nuria Dominguez (ESP) ���������������1h47’42’’ 3) Zhanna Vokueva (RUS) ����������������1h48’53’’ 4) Ester Scotti (ITA) ��������������������������1h49’50’’ 5) Stephanie Frigierie (ITA) �������������1h49’57’’

ALBO D'ORO: 2011: Robert Krupicka (CZ) e Oihana Kortazar (ESP) - 2010: Helmut Schissel (GER) e Angela Mudge (GBR) - 2009: Robert Krupicka (CZ) e Anna Pichrtova (CZ) - 2008: Kilian Jornet Burgada (ESP) e Angela Mudge (GBR) - 2007: Marco De Gasperi (ITA) e Pierangela Baronchelli (ITA) - 2006: Helmut Schissel (GER) e Angela Mudge (GBR) - 2005: Ricardo Mejia (MEX) e Manuela Brizio (ITA) - 2004: Dennis Brunod (ITA) e Manuela Brizio (ITA) - 2003: Ricardo Mejia (MEX) e Gisella Bendotti (ITA) - 2002: Dennis Brunod (ITA) e Gloriana Pellissier (ITA)

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 2.700

Nelle foto sopra: a sinistra Luis Alberto Hernando e il vincitore dell'ultima edizione Krupicka. Nella colonna: in alto Krupicka, in azione, sotto, un tratto 'sulle gambe' e un passaggio panoramico ©Sergio Rocca

2.500 2.300

31 km 1.850

m. D+

2.100 1.900 1.700 1.500 1.300 1.100 900

5

10

15

20

25

30


OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

66

Trail del Malandrino www.malandrinotrail.it

Alpago Trail

I voti di Ski-Alper

info@malandrinotrail.it

Trail del Malandrino: 70 km, 4.800 m D+

www.alpagoecomarathon.it

info@alpagoecomarathon.it

Alpagoecomarathon Alpagotrail

9 giugno 2013 \ Regione: Toscana

16 giugno 2013 \ Regione: Veneto

Distanza: 70 km Dislivello positivo: 4.550 m

Distanza: 65 km Dislivello positivo: 3.700 m

Organizzazione: Banda dei Malandrini ASD Affiliata: UISP Circuito: Tecnica Trail Trophy

RAPPORTO D+/ KM

5,69%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

3/5 Un casolare lungo il percorso ©Account FB Malandrino Trail

NUMERO PARTECIPANTI

Sulle orme dei contrabbandieri Partenza: Prato (Po) Arrivo: Abetone (Pi) Orario partenza: 24:00 Quota massima: n.d. Terreno: 55% single track - 37% fuori strada - 8% asfalto Numero ristori: 7 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: 2 Costo d’iscrizione: 40 euro fino al 17/3, 50 euro al 10/5, oltre 60 euro Numero limite iscritti: 250 Premi in denaro: non previsti Tempo record: 8h34’50’’ (Gianluigi Ranieri 2011) Tempo record femminile: 10h02’42’’ (Cecilia Mora 2011) Tempo medio 2012: 14h21’08’’ Tempo limite: 18 h Numero finisher 2012: 165

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,71 EURO

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Stefano Ruzza (ITA) 9h12’59’’ 2) Marco Zanchi (ITA) 9h17’23’’ 3) Matteo Lucchese (ITA) 9h22’47’’ 4) Giuseppe Marazzi: (ITA) 9h59’08’’ 5) Giulio Bertin (ITA) 10’27’36’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Cinzia Bertasa (ITA) 10h32’14’’ 1) Alessandra Carlini (ITA) 10h32’14’’ 3) Maria Chiara Parigi (ITA) 10h34’17’’ 4) Giuliana Arrigoni (ITA) 11h13’43’’ 4) Patrizia Pensa (ITA) 11h13’43’’

3/5

Emozioni verdi in formato ridotto Partenza: Puos d’Alpago (Bl) Arrivo: Puos d’Alpago (Bl) Orario partenza: 5:00 Quota massima: 2.247 (Monte Laste) Terreno: 90% sentieri e carrarecce, 10% strade asfaltate Numero ristori: 7 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: n.d. Costo d’iscrizione: 50 euro fino al 31 maggio, oltre 65 euro Numero limite iscritti: 400 Premi in denaro: non previsti Tempo record: prima edizione Tempo record femminile: prima edizione Tempo medio 2012: prima edizione Tempo limite: 14 h Numero finsher 2012: prima edizione

NUMERO PARTECIPANTI

n.d.

Materiale OBBLIGATORIO: camelbag o portaborracce con almeno un litro di liquidi, barrette energetiche o alimenti solidi, telo termico di sopravvivenza, benda elastica per fasciature, fischietto, giacca a vento adatta a condizioni di maltempo in montagna

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

CLASSIFICA MASCHILE: prima edizione CLASSIFICA FEMMINILE: prima edizione

n.d. COSTO AL KM 0,88 EURO

Materiale OBBLIGATORIO: telefono cellulare, bicchiere personale 15 cl minimo (borracce incluse), riserva idrica e alimentare con almeno 1 litro di acqua, coperta di sopravvivenza, fischietto, giacca impermeabile adatta a sopportare condizioni di brutto tempo in montagna, sacchetto porta-rifiuti, una lampada frontale funzionante con pile di ricambio, 'sacchetto di sale simbolico' fornito dall’organizzazione e da mostrare all’arrivo, roadbook

4/5

@alpagoeco

Organizzazione: Pro Loco Pieve d’Alpago Affiliata: n.d. Circuito: Salomon Trail Tour Italia

RAPPORTO D+/ KM

6,50%

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5 Le cime dell'Alpago viste dal lago di S. Croce ©Account FB Alpago Trail

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO

2.000

2.200 2.000

1.750 1.500

I voti di Ski-Alper

70 km 4.550

65 km

1.800

m. D+

3.700

m. D+

50

55

1.600

1.250

1.400

1.000

1.200

750

1.000

500

700

250

500

10

20

30

40

50

60

70

5

10

15

20

25

30

35

40

45

60


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Alpago Eco Marathon www.alpagoecomarathon.it

International I voti di Ski-Alper SkyRace Carnia

I voti di Ski-Alper

info@alpagoecomarathon.it

67

Alpagoecomarathon Alpagotrail

@alpagoeco

www.aldomoropaluzza.it

info@aldomoropaluzza.it

Aldo Moro Paluzza

16 giugno 2013 \ Regione: Veneto

16 giugno 2013 \ Regione: Friuli - Venezia Giulia

Distanza: 42 km Dislivello positivo: 2.455 m

Distanza: 24,25 km Dislivello positivo: 2.004 m

Organizzazione: Pro Loco Pieve d’Alpago Affiliata: n.d. Circuito: Salomon Trail Tour Italia

RAPPORTO D+/ KM

Nel paradiso dello ski-alp 5,85% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

3/5

Un panorama dell'Alpago @Account FB Alpago Ecomarathon

Organizzazione: ASD US Aldo Moro Affiliata: FSA/CSEN

RAPPORTO D+/ KM

Tanti big in Friuli Partenza: Paluzza (Ud) Arrivo: Paluzza (Ud) Orario partenza: 9:00 Quota massima: 2.184 m (Monte Floriz) Terreno: n.d. Numero ristori: 8 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 35 euro, 40 euro il giorno della gara Numero limite iscritti: n.d. Premi in denaro: (uomini e donne) 1° 500 euro, 2° 300 euro, 3° 200 euro (uomini) 4°-5° 100 euro, 5° 50 euro 6°-12° 50 euro (donne) 4°-6° 50 euro Tempo record: 2h34’09’’ (Tadei Pivk 2008) Tempo record femminile: 3h15’29’’ (Paola Romanin 2010) Tempo medio 2012: 4h32’05’’ Tempo limite: 6h30 Numero finisher 2012: 169

8,26% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

3/5

Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Tadei Pivk (ITA) 2h42’17’’ 2) Matteo

Partenza: Puos d’Alpago (Bl) Arrivo: Puos d’Alpago (Bl) Orario partenza: 8:00 Quota massima: 1.500 (Rifugio Dolomieu al Dolada) Terreno: 90% sentieri e carrarecce, 10% strade asfaltate Numero ristori: 6 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 30 euro fino al 31 maggio, oltre 35 euro Numero limite iscritti: 300 Premi in denaro: sì, n.d. Tempo record: 4h07’58’’ (Mario Scanu 2011) Tempo record femminile: 5h05’04’’ (Monica Penzo 2012) Tempo medio 2012: 6h35’47’’ Tempo limite: 9h Numero finisher 2012: 120

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

Piller Hoffer (ITA) 2h48’10’’ 3) Fabio Bazzana (ITA) 2h53’30’’ 4) Sebastjan Zarnik (SLO) 2h55’57’’ 5) Fabrizio Puntel (ITA) 3h00’33’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Silvia Serafini (ITA) 3h15’51’’ 2) Lavinia Garibaldi (ITA) 3h32’17’’ 3) Carolina Tiraboschi (ITA) 3h39’37’’ 4) Luigina Menean (ITA) 3h56’39’’ 5) Anna Finizio (ITA) 3h58’16’’

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5

3/5

COSTO AL KM 0,77 EURO

COSTO AL KM 1,55 EURO

4/5

2/5

ASPETTO PAESAGGISTICO

ASPETTO PAESAGGISTICO

Materiale OBBLIGATORIO: n.d.

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Andrea Moretton e Mirko Righele (ITA) 4h23’25’’ 3) Ivan Geronazzo (ITA) 4h27’06’’ 4) Daniele Piccoli (ITA) 4h41’14’’ 5) Emilio Mazzer (ITA) 4h44’53’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Monica Penzo (ITA) 5h05’04’’ 2) Antonia Filippin (ITA) 5h08’40’’ 3) Anna Conti (ITA) 5h20’19’’ 4) Cristina Zantedeschi (ITA) 5h20’46’’ 5) Maria Pizzino Catena (ITA) 5h33’30’’

3/5

3/5 La partenza ©AreaPhoto

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO 24,25 km

1.500 1.400

2.004

2.000

m. D+

42 km

1.300

2.455

1.200

m. D+

1.100 1.000

1.500

900 800 700 600 500

1.000

400 5

10

15

20

25

30

35

40

5

10

15

20

24


68

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Trail Oasi Zegna www.valsesseratrail.eu

In programma anche la 25 km

I voti di Ski-Alper

valsesseratrail@libero.it

16 giugno 2013 \ Regione: Piemonte

Organizzazione: Valsessera Trail ASD Affiliata: FSA/CSEN Circuito: Campionato Italiano Skyrunning

Distanza: 60 km Dislivello positivo: 4.200 m RAPPORTO D+/ KM

7,00%

DIFFICOLTA' TECNICHE

4/5 NUMERO PARTECIPANTI

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,64 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

Tappa del Campionato Italiano Skyrunning Giunto alla sua terza edizione, prevede la partenza e arrivo sul Piazzale 1 di Bielmonte. I tracciati si snodano tra ampi pascoli, sentieri di crinale e bellissimi boschi di abeti bianchi, faggi e betulle, con un itinerario ad anello totalmente su sentieri di montagna. Si raggiungono 25 tra alpeggi e bivacchi alpini seguendo le tracce di cervi e caprioli e raggiungendo una valle selvaggia ed incontaminata. Quest’anno la gara fa parte del Campionato Italiano Skyrunning nella disciplina Ultra. Partenza: Bielmonte (Bi) Arrivo: Bielmonte (Bi) Orario partenza: 5:00 Quota massima: 2.040 m (Cima Asnas) Terreno: n.d. Numero ristori: 5 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: 2 Costo d’iscrizione: 35 euro fino al 25 aprile, oltre 43 euro Numero limite iscritti: 420 per le due prove Premi in denaro: non previsti Tempo record: 8h03’57’’ (Daniele Fornoni 2012) Tempo record femminile: 9h09’58’’ (Cecilia Mora 2012) Tempo medio 2012: 12h55’53’’ Tempo limite: 16 h Numero finisher 2012: 130 Materiale OBBLIGATORIO: zaino o marsupio, bicchiere personale (borracce incluse), 0,5 litri d'acqua, telo termico, fischietto, giacca impermeabile adatta a sopportare condizioni di brutto tempo in montagna, benda elastica compressiva

CLASSIFICA MASCHILE 2012 1) Daniele Fornoni (ITA) ��������������������������������������������������������������� 8h03'57'' 2) Franco Collé (ITA) �������������������������������������������������������������������� 8h20'37'' 3) Fabrizio Roux (ITA) ������������������������������������������������������������������ 8h22'31'' 4) Filippo Canetta (ITA) ���������������������������������������������������������������� 8h44'24'' 5) Giulio Ornati (ITA) �������������������������������������������������������������������� 9h12'32''

CLASSIFICA FEMMINILE 2012 1) Cecilia Mora (ITA) �������������������������������������������������������������������� 9h09'58'' 2) Sonia Glarey (ITA) �������������������������������������������������������������������� 9h39'15'' 3) Arianna Regis (ITA) ���������������������������������������������������������������� 11h00'15'' 4) Carmela Vergura (ITA) ����������������������������������������������������������� 11h34'29'' 5) Alessandra Perona (ITA) �������������������������������������������������������� 11h40'53'' ALBO D'ORO: 2011: Stefano Ruzza (ITA) e Francesca Canepa (ITA)

Nelle foto: in alto, Gias Groso m. 1810. Sotto, Colma del Balmello m.1900. Nelle tre foto piccole alcuni momenti della gara

PROFILO ALTIMETRICO 2.000

60 km 4.200

m. D+

1.500

1.000

10

20

30

40

50


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Mini Trail Oasi Zegna www.valsesseratrail.eu

Lavaredo Ultra Trail

I voti di Ski-Alper

valsesseratrail@libero.it

www.ultratrail.it

I voti di Ski-Alper

lavaredo@ultratrail.it

The North Face Lavaredo Ultra Trail

16 giugno 2013 \ Regione: Piemonte

28 giugno 2013 \ Regione: Veneto

Distanza: 25 km Dislivello positivo: 1.700 m

Distanza: 118 km Dislivello positivo: 5.740 m

Organizzazione: Valsessera Trail a.s.d. Affiliata: FSA/CSEN

Più corta, non più banale Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Organizzazione: ASD Camelbag Affiliata: FSA/CSEN

RAPPORTO D+/ KM

Bielmonte (Bi) Bielmonte (Bi) 8:00 1.924 m (Colma Bolnello) n.d. 2 n.d. 25 euro fino al 25 aprile, oltre 30 euro 420 per le due prove non previsti 2h46’43’’ (Paolo Rinaldi 2012) 3h15’02’’ (Enrica Perico 2012) 4h39’11’’ 12 h 198

Leggenda delle Dolomiti

@LavaredoUT

RAPPORTO D+/ KM

6,80%

4,86%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

La partenza della LUT2012 ©TNF Thierry Sourbier

3/5

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

NUMERO PARTECIPANTI

Materiale OBBLIGATORIO: zaino o marsupio, bicchiere personale, 0,5 litri d'acqua, fischietto, telo termico

4/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Paolo Rinaldi (ITA) 2h46'43" 2) Marco Bethaz (ITA) 2h50'26" 3) Carlo Bellati (ITA) 2h52'07" 4) Lorenzo De Albertis (ITA) 2h55'28" 5) Nicola Machetto (ITA) 3h10'33" CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Enrica Perico (ITA) 3h15'02" 2) Marcella Belletti (ITA) 3h33'10" 3) Giulia Tosi (ITA) 3h59'55" 4) Paola Borio (ITA) 4h14'23" 5) Susy Bozzalla (ITA) 4h16'34"

69

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5

Cortina d’Ampezzo (Bl) Cortina d’Ampezzo (Bl) 23:00 2.454 m (Forcella di Lavaredo) n.d. 5 3 3 80 euro fino al 28 febbraio, oltre 95 euro 700 non previsti 12h26’29’’ (Iker Karrera 2012) 15h56’02’’ (Francesca Canepa 2012) 23h52’48’’ 31 h 367

Materiale OBBLIGATORIO: camelbag o portaborracce, 1 litro d’acqua, telo di sopravvivenza, fischietto, giacca a vento adatta a condizioni di maltempo in alta montagna, maglia a maniche lunghe e pantaloni che coprano il ginocchio, lampada frontale e pile di ricambio, tazza bicchiere o borraccia

COSTO AL KM 1,10 EURO

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

5/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 0,74 EURO

3/5

4/5

ASPETTO PAESAGGISTICO

Iker Karrera vincitore della LUT 2012 ©TNF Thierry Sourbier

Francesca Canepa vincitrice della LUT 2012 ©TNF Thierry Sourbier

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Iker Karrera (ESP) 12h26'29'' 2) Sebastien Chaigneau (FRA) 12h42'30'' 3) Csaba Nemeth (HUN) 13h42'03'' 4) Zigor Iturrieta (ESP) 14h00'41'' 5) Christian Insam (ITA) 14h29'05'' CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Francesca Canepa (ITA) 15h58'02'' 2) Fernanda Maciel (BRA) 16h29'02'' 3) Katia Fori (ITA) 17h28'29'' 4) Margaretha Fortmann (AUT) 19h18'19'' 5) Marta Poretti (ITA) 19h19'58''

3/5 Gli alpeggi che si incontrano lungo il percorso

PROFILO ALTIMETRICO

5/5

PROFILO ALTIMETRICO 2.500

1.800

2.250

25 km 1.700

m. D+

1.600

2.000 1.750

1.400

118 km

1.500 1.200

5.740

m. D+

1.250

5

10

15

20

25

1.000

0

5

10 15 20 25 30 35 40 45 50 55 60 65 70 75 80 85 90 95 100 105 110 115


70

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Cortina Trail www.ultratrail.it

Biella Monte Camino

I voti di Ski-Alper

info@cortinatrail.it

The North Face Lavaredo Ultra Trail & Cortina Trail

@LavaredoUT

www.gsapollone.it

gsapollone@yahoo.it

29 giugno 2013 \ Regione: Veneto

30 giugno 2013 \ Regione: Piemonte

Distanza: 46 km Dislivello positivo: 2.520 m

Distanza: 22,7 km Dislivello positivo: 2.100 m

Organizzazione: Camelbag ASD Affiliata: FSA/CSEN

RAPPORTO D+/ KM

Mini Lavaredo

Organizzazione: GSA Pollone Affiliata: FSA/CSEN

RAPPORTO D+/ KM

5,48%

9,25%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

Quasi tutta in salita... Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Danilo Lanternino, vincitore nel 2012 @Fabio Menino

Cortina d’Ampezzo (Bl) Cortina d’Ampezzo (Bl) 8:00 2.454 m (Rifugio Averau) n.d. 2 2 1 40 euro fino al 31 marzo, oltre 50 euro 700 non previsti 4h32’22’’ (Nicola Giovanelli 2012) 5h49’44’’ (Maria Chiara Parigi 2012) 7h49’08’’ 12 h 468

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

5/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,98 EURO

Materiale OBBLIGATORIO: camelbag o portaborracce, 1 litro d’acqua, telo di sopravvivenza, fischietto, giacca a vento adatta a condizioni di maltempo in alta montagna, maglia a maniche lunghe e pantaloni che coprano il ginocchio, tazza bicchiere o borraccia

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Nicola Giovanelli (ITA) 4h34’22’’

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,88 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

2.250

46 km m. D+

1.750 1.500 1.250

5

10

15

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Enzo Mersi (ITA) 2h26’15’’ 2) Maurizio Fenaroli (ITA) 2h27’07’’ 3) Francesco Bianco (ITA) 2h27’09’’ 4) Davide Milesi (ITA) 2h35’26’’ 5) Silvio Balzaretti (ITA) 2h40’36’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Enrica Perico (ITA) 3h04’11’ 2) Katarzyna Kuzminska 3h07’14’’ 3) Elisa Arvat (ITA) 3h17’08’’ 4) Barbara Cravello (ITA) 3h20’42’’ 5) Annamaria Gravelli (ITA) 3h31’02’’

PROFILO ALTIMETRICO

2.500

1.000

Maurizio Fenaroli, secondo l'anno scorso ©dall'account FB dell'atleta

3/5

PROFILO ALTIMETRICO

2.520

Biella (Bi) Monte Camino - Biella (Bi) 8:30 2.391 m (Monte Camino) n.d. n.d. n.d. no 20 euro 400 (uomini e donne) 1° 250 euro, 2° 150 euro, 3° 100 euro, 4° 75 euro, 5° 50 euro 2h06’09’’ (Massimo Lanza 2003) 2h34’55’’ (Ornella Bosco 2005) 3h45’46’’ 6h 233

Materiale OBBLIGATORIO: n.d.

3/5

2) Danilo Lanternino (ITA) 4h46’12’’ 3) Andrea Moretton (ITA) 4h50’01’' 4) Manuel Speranza (ITA) 5h06’16’’ 5) Filippo Dal Maso (ITA) 5h11’56’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Maria Chiara Parigi (ITA) 5h49’44’’ 2) Lisa Borzani (ITA) 5h55’25’’ 3) Rosanna Tavana (ITA) 5h57’08’’ 4) Amelia Shoemark (GBR) 6h18’45’’ 5) Elizabeth Barker (GBR) 6h23’11’’

5/5

2.000

I voti di Ski-Alper

20

25

30

35

40

45

2.300 2.200 2.100 2.000 1.900 1.800 1.700 1.600 1.500 1.400 1.300 1.200 1.100 1.000 900 800 700 600 500 400

22,7 km 2.100

2

4

m. D+

6

8

10

12

14

16

18

20

22


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Stava SkyRace www.uscornacci.it

71

I voti di Ski-Alper

cornacci.tesero@virgilio.it

Stava Skyrace

30 giugno 2013 \ Regione: Trentino-Alto Adige

Organizzazione: ASD US Cornacci Affiliata: FSA/CSEN

6

a

Circuito: Campionato Italiano Skyrunning e Gore-Tex La Sportiva Mountain Running Cup

Distanza: 24,5 km Dislivello positivo: 2.125 m

RAPPORTO D+/ KM

Eco-corsa dolomitica Gara di corsa in montagna, giunta alla sua settima edizione, che da Tesero (Val di Fiemme) sale verso le pendici del monte Cornon e si sviluppa lungo la dorsale della costa Garbioie fino a giungere al monte Agnello (2358 m), da qui si scende lungo un pendio erboso per risalire leggermente al Dos Dai Branchi. La discesa porterà all'arrivo a Tesero (piazzale delle scuole). Quest’anno è prova del Campionato Italiano Skyrunning. Partenza: Tesero (Tn) Arrivo: Tesero (Tn) Orario partenza: 9:00 Quota massima: 2.358 (Monte Agnello) Terreno: n.d. Numero ristori: 8 Punti acqua: n,d Costo d’iscrizione: 25 euro Numero limite iscritti: 250 Premi in denaro: (uomini) 1° 600 euro, 2° 450 euro, 3° 350 euro, 4° 180 euro, 5° 150 euro, 6° 100 euro, 7° 70 euro, 8°-10° 50 euro (donne) 1° 300 euro, 2° 200 euro, 3° 150 euro, 4° 80 euro, 5° 50 euro Tempo record maschile: 2h07’40’’ (Miguel Caballero 2011) Tempo record femminile: 2h39’07’’ (Antonella Confortola 2009) Tempo medio 2012: 3h22’26’’ Tempo limite: 5h30 Numero finisher 2012: 139 Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento

8,67%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

CLASSIFICA MASCHILE 2012 1) Ionut Zinca (ROM) ����������������������� 2h18’36’’ 1) Luis Alberto Hernando (ESP) ������2h24’35’’ 3) Mikhail Mamleev (ITA) ��������������2h24’51’’ 4) Miguel Caballero (ESP) ���������������2h26’42’’ 5) Daniele Cappelletti (ITA) �������������2h27’35’’

4/5 COSTO AL KM 1,02 EURO

CLASSIFICA FEMMINILE 2012 1) Emanuela Brizio (ITA) ������������������3h00’53’’ 2) Nuria Dominquez (ESP) ���������������3h05’02’’ 3) Jennifer Senik (ITA) ���������������������3h08’22’’ 4) Chiara Gianola (ITA) ���������������������3h24’36’’ 5) Sabrina Zanon (ITA) ���������������������3h31’53’’

3/5 Il podio 2012 ©PegasoMedia

ALBO D'ORO: 2011: Miguel Caballero (ESP) e Emanuela Brizio (ITA) - 2010: Nicola Golinelli (ITA) e Raffaella Rossi (ITA) - 2009: Dennis Brunod (ITA) e Antonella Confortola (ITA) - 2008: Paolo Larger (ITA) e P. Angela Baronchelli (ITA) - 2007: Fulvio Dapit (ITA) e Daniela Gilardi (ITA) - 2006: Paolo Larger (ITA) e Cristina Paluselli (ITA)

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 2.200

24,5 km 2.125

2.100

m. D+

2.000 1.900 1.800 1.700 1.600 1.500 1.400 1.300 1.200 1.100 1.000 2

4

6

8

ASPETTO PAESAGGISTICO

10

12

14

16

18

20

22

Nelle foto, dall'alto verso il basso: la partenza, Ionut Zinca e il serpentone degli atleti ©PegasoMedia


72

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Vertical del Cornon www.uscornacci.it

In agenda

I voti di Ski-Alper

Appuntamenti dal 6/7 al 21/7

cornacci.tesero@virgilio.it

Stava SkyRace

30 giugno 2013 \ Regione: Trentino - Alto Adige 6

a

Distanza: 5 km Dislivello positivo: 1.080 m RAPPORTO D+/ KM

21,60%

Organizzazione: ASD US Cornacci Affiliata: FSA/CSEN Circuito: Campionato Italiano Skyrunning

Alla terza edizione è già una classica

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

@Promosport Valli Brecsiane - Blumon Marathon

06/07 Scalata alla Pianca - San Giovanni Bianco (Bg) 5,6 km - www.gsorobie.it

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 4,00 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

La vincitrice femminile Francesca Rossi ©PegasoMedia

Partenza: Tesero (Tn) Arrivo: Tesero (Tn) Orario partenza: 8:00 Quota massima: 2.150 m Numero ristori: 0 Punto acqua: 1 Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 20 euro Numero limite iscritti: no Premi in denaro: (uomini) 1° 300 euro, 2° 200 euro, 3° 100 euro, 4° 50 euro, 5° 50 euro, (donne) 1° 200 euro, 2° 150 euro, 3° 100 euro Tempo record: 44’21’’’ (Urban Zemmer 2012) Tempo record femminile: 1h01’03’’ (Francesca Rossi 2012) Tempo medio 2012: 1h06’49’’ Tempo limite: n.d. Numero finisher 2012: 59

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

07/07 Alpemarathon dello Zerbion - Chatillon (Ao) 42 km - www.gruppomontecervino.org ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

07/07 Trail dei 100 Pozzi - Trasacco (Aq) 13,5 km - www.plus-ultra.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

07/07 Vertical Kilometer Ormea-Monte Armetta - Ormea (Cn) 6 km - 1.000 m D+ - www.verticalkmormea.altervista.org/ ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

14/07 Trofeo dei Briganti del Pollino - San Severino Lucano (Pz) 14 km - www.correrepollino.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

14/07 Ecomaratona del Ventasso - Busana (Re) 42 km - 2.300 m D+ - www.ecomaratonadelventasso.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

14/07 SkyRaid Tre Laghi-Tre Rifugi - Valbondione (Bg) 34 km - www.trelaghitrerifugi.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento

14/07 Trail di Chiusano - Chiusano San Domenico (Av) 13 km - www.trailcampania.com

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Urban Zemmer (ITA) 44’21’’

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

2) Nicola Golinelli (ITA) 46’42’’ 3) Marco Facchinelli (ITA) 48’20’’ 4) Marco Moletto (ITA) 48’42’’ 5) Claudio Bettega (ITA) 52’25’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Francesca Rossi (ITA) 1h01’03’’ 2) Irene Senfter (AUT) 1h03’59’’ 3) Serena Vittori (ITA) 1h06’52’’ 4) Dimitra Teocharis (ITA) 1h13’02’’ 5) Veronika Pedevilla (ITA) 1h14’58’’

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

ALBO D'ORO: 2011: Urban Zemmer (ITA) 46’30’’ e Irene Senfter (ITA) 1h06’21’’

14/07 Trail del Monte Soratte - San Oreste (Rm) 15 km - www.parkstrail.it 14/07 Trail Sentiero Frassati - Brisighella (Ra) 20 km - 1.000 m D+ - www.terzotempotrail.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

14/07 Valle Elvo Skyrunning Rifugio Coda - Sordevolo (Bl) 12 km - www.valleelvoskyrunning.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

21/07 Transcivetta - Listolade (Bl) 23,5 km - 1.950 m D+ - www.transcivetta.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

21/07 Blumon Marathon - Piana del Gaver (Bs) 23 km - 1.200 m D+ - www.promosportvallibresciane.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

21/07 Eco Trail dell'Altipiano delle Rocche - Rocca di Cambio (Aq) 13 km - smilegoutdoor.blogspot.com/ ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

21/07 Trail delle Corti - Monchio delle Corti (Pr) 20 km - 1.000 m D+ - www.uisp.it//parma ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Il podio 2012 ©PegasoMedia

21/07 Eco Trail Running Sasso Simone e Simoncello Villagrande di Montecopiolo (Rn) 21 km - www.goldenclubrimini.it


@Risk4sport

Devero Trail www.trail-running.it

I voti di Ski-Alper

info@trail-running.it

Devero Trail

6 luglio 2013 \ Regione: Piemonte Distanza: 30 km Dislivello positivo: 1.600 m Organizzazione: A.S.D Trail-Running Affiliata: FIDAL

Wild running Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Devero (Vb) Devero (Vb) 9:30 2.000 (Alpe Forno) n.d. 3 1 no 30 euro fino al primo maggio, oltre 40 euro non previsto non previsti 4h39’18’’ (Alberto Comazzi 2012) - 47 km 6h03’50’’ (Scilla Tonetti 2012) - 47 km 7h10’33’’ 7h 124

RAPPORTO D+/ KM

5,33% DIFFICOLTA' TECNICHE

@Devero Trail

@Devero Trail

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

Materiale OBBLIGATORIO: borraccia o camelbag, giacca antivento, riserva alimentare, maglia maniche lunghe, coperta termica, cellulare

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,77 EURO @Devero Trail

3/5 Uno scatto della partenza della gara ©ASD Trail Running

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Alberto Comazzi (ITA) 4h39’18’’ 2) Stefano Trisconi (ITA) 4h39’19’’ 3) Davide D’Amelio (ITA) 4h50’53’’ 4) Fulvio Chilò (ITA) 4h52’35’’ 5) Silvio Bertone (ITA) 4h58’08’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Scilla Tonetti (ITA) 6h03’50’’ 2) Nicoletta Rossetti (ITA) 6h08’47’’ 3) Marisa Imazio (ITA) 6h09’25’’ 4) Francesca Gallone (ITA) 6h24’10’’ 5) Sofia Scanziani (ITA) 6h45’20’’

ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

PROFILO ALTIMETRICO - Si tratta del profilo altimetrico della gara di 17 km 2.200 2.100 2.000 1.900 1.800 1.700 1.600 2,5

5

7,5

10

12,5

15

GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

73


74

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Cervino X-Trail

I voti di Ski-Alper

cervinoxtrail.jimdo.com

info.cervinoxtrailers@gmail.com

Cervino X-Trail

7 luglio 2013 \ Regione: Valle d'Aosta

@cervinoxtrail

Organizzazione: ASD Cervino Trailers Affiliata: FSA/CSEN Circuito: Tecnica Trail Trophy

Distanza: 55 km Dislivello positivo: 4.000 m RAPPORTO D+/ KM

7,27%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 0,82 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

Nelle foto: il Cervino domina il percorso. Franco Collé, vincitore dell'edizione 2012 e Virginia Oliveri, seconda nella scorsa edizione ©Fabio Menino

Tante novità sul percorso Seguendo il progetto originario, il Cervino X-Trail va alla ricerca di nuovi spazi ai piedi del 'più nobile scoglio d'Europa'. Quest'anno si propone con la salita al Monte Zerbion e la zona del Monte Tantané e Colle di Nana. Un tracciato di 55 km con 4.000 m. di D+ di pura emozione. Nuovissimo anche il tracciato da 20 km, veloce e intenso, con il pezzo forte rappresentato dalla salita (Fiernaz - Chamois) che in poco meno di 3,5 km sviluppa 750 m. di D+. Un chilometro verticale, insomma, compensato dal bellissimo e panoramico rientro attraverso La Magdeleine. Il CXT 2013 è stato tracciato tenendo conto anche della gara regina delle Alpi: il Tor des Geants. E al TDG guarda offrendo, a tutti coloro che sono rimasti esclusi dalla competizione, due wild card (ossia iscrizioni gratuite). Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Antey Saint Andrè (Ao) Antey Saint Andrè (Ao) 7:00 2.720 m (Monte Zerbion) 4 1 n.d. 45 euro non previsto non previsti 5h27’54’’ (Franco Collé 2012) 7h02’10’’ (Lisa Borzani 2012) 8h45’59’’ 14h 99

Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento a manica lunga, riserva idro-alimentare, telefono cellulare

CLASSIFICA MASCHILE 2012

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

1) Franco Collé (ITA) �����������������������5h27’54’’ 2) Vincent Delabarre (FRA) ������������� 5h38’31’’ 3) Marco Zanchi (ITA) ��������������������� 6h05’46’’ 4) Matteo Bolis (ITA) �����������������������6h06’37’’ 5) Alex Viciani (ITA) ������������������������6h09’37’’

1) Lisa Borzani (ITA) ������������������������7h02’10’’ 2) Virginia Oliveri (ITA) ��������������������7h16’58’’ 3) Alessandra Carlini (ITA) ��������������8h22’18’’ 4) Cristina Borgesio (ITA) ����������������8h22’18’’ 5) Luana Bellagamba (ITA) �������������� 8h42’20’’

ALBO D'ORO: 2011: Alexandre Daum (FRA) e Margherita Battini (ITA) - 2010: Dawa Sherpa (NEP) e Alessandra Carlini (ITA)

PROFILO ALTIMETRICO 2800 2600 2400 2200

55 km 4.000

m. D+

2000 1800 1600 1400 1200 1000

10

20

30

40

50

55


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

International Bettelmatt SkyRace 35 km www.formazzaevent.com

formazzaevent@gmail.com

75

I voti di Ski-Alper

Formazza Event

7 luglio 2013 \ Regione: Piemonte

Organizzazione: ASD Formazza Event Affiliata: FSA/CSEN

Distanza: Sky Race 35 km Dislivello positivo: 2.000 m RAPPORTO D+/ KM

Tra Italia e Svizzera Formazza Event propone per l’edizione 2013 una sostanziale modifica sui tracciati tradizionali che da anni appassionano i concorrenti e che quest’anno verranno percorsi in senso contrario. Due le prove in programma, una di 35 km e 2.000 m D+ e una di 22 km e 700 m D+. Partenza, come sempre, da Riale, subito un’irta salita conduce al lago Toggia (disl. + 500 m.). Da qui, in un continuo sali/scendi, si va al Passo S. Giacomo e al Passo Gries, attraverso il territorio svizzero. Discesa repentina all’Alpe Bettelmatt (disl. - 400 m.) con traguardo a Riale per la 22 km. La 35 km, invece, ritorna a salire fino alle pendici del Ghiacciaio del Siedel e raggiunge il punto più alto del percorso, 3.000 m (disl. + 900 m.). Infine la discesa che, passando dal lago Sabbione, porta al lago Morasco e poi all’arrivo a Riale (disl. - 1200 m).

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Punti chiave: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Riale Val Formazza (Vb) Riale Val Formazza (Vb) 8:30 Passo S.Giacomo, Passo Gries, Ghiacciaio del Siedel 3.000 m (Rifugio 3A) strada sterrata, sentiero, ghiacciaio 5 + 1 arrivo 3 no 30 euro 500 2.500 euro 3h13’03’’ (Franco Sancassani 2012) 4h07’55’’ (Ester Scotti 2012) 4h43'40" 35 km - h.5 / 22 km - h.4 86

CLASSIFICA MASCHILE 2012

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

1) Franco Sancassani (ITA) ������������3h13’03’’ 2) Maurizio Fenaroli (ITA) ���������������3h21’07’’ 3) Paolo Rinaldi (ITA) ���������������������3h23’11’’ 4) Mauro Toniolo (ITA) �������������������3h32’04’’ 5) Maurizio Mora (ITA) �������������������3h33’36’’

1) Ester Scotti (ITA) ������������������������4h07’55’’ 2) Scilla Tonetti (ITA) ���������������������4h35’20’’ 3) Francesca Gallone (ITA) �������������4h54’50’’ 4) Marta Poretti (ITA) ����������������������5h03’36’’ 5) Angela Anni ������������������������������ 5h21’27’’’’

ALBO D'ORO: 2011: Mikhail Mamleev (ITA) ed Emanuela Brizio (ITA) - 2010: Mauro Bernardino (ITA) e Ester Scotti (ITA) - 2009: Dario Songini (ITA) e Cecilia Mora (ITA) - 2008: Cristian Minoggio (ITA) ed Emanuela Brizio (ITA)

3000

35 km 2.000

2000

10

NUMERO PARTECIPANTI

4/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

Nelle foto: dall'alto il lago Sabbione, un momento dell'ultima edizione, il passaggio della Bettelmatt

m. D+

2500

5

3/5

4/5

PROFILO ALTIMETRICO

0

DIFFICOLTA' TECNICHE

COSTO AL KM 0,86 EURO

Materiale OBBLIGATORIO: Giacca antivento, K-Way

1500

5,71%

15

20

25

30


OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

76

Bettelmatt Sky Race 22 km www.formazzaevent.com

In agenda

I voti di Ski-Alper

Appuntamenti dal 21/7 al 4/8

formazzaevent@gmail.com

Formazza Event

21/07 Trail della Speranza - Monte Baldo (Vr) 35 km - 2.000 m D+ - www.montefortiana.org

7 luglio 2013 \ Regione: Piemonte

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Distanza: 22 km Dislivello positivo: 800 m RAPPORTO D+/ KM

Organizzazione: ASD Formazza Event Affiliata: FSA/CSEN

21/07 Trail del Bangher - Piedicavallo (Bi) 43 km - 3.900 m D+ - www.traildelbangher.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

26/07 Prealpi Ultra Trail - Brescia (Bs) 90 km - 4.530 m D+ - www.adamellosupertrail.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

26707 Val Palot Trail - Brescia (Bs) 48 km - 2.600 m D+ - www.adamellosupertrail.it

3,64%

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

28/07 Vertical Km Col di Lana - Arabba (Bl) 2 km - verticalkm@live.it

DIFFICOLTA' TECNICHE

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

28/07 Ossola Trail - Vogogna (Vb) 35 km - 1.150 m D+ - www.ossolatrail.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

3/5

28/07 Trail dei Monti Picentini - Montoro Superiore (Av) 17 km - www.trailcampania.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

29/07 Filetta Trail - Malonno (Bs) 21 km - www.memorialbianchi.it

NUMERO PARTECIPANTI

��������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� Veduta panoramica durante la corsa

Corta non banale

3/5

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Punti chiave: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,36 EURO

3/5

03/08 Monterosa Walser Ultratrail - Gressoney St. Jean (Ao) 50 km - 5.300 m D+ - monterosawalserultratrail.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Riale Val Formazza (Vb) Riale Val Formazza (Vb) 8:30 Passo S. Giacomo, Passo Gries 2.479 m s.l.m. Passo Gries strada sterrata, sentiero, nevaio 3 + 1 arrivo 1 no 30 euro 500 non previsti 1h54’15” (Daniele Pagani 2010) 2h27’59’’ (Ilaria Zen 2010) 2h52’53” 4h 166

03/08 Eco Trail delle Aquile - Carpegna (Pu) 21 km - 1.500 m D+ - www.goldenclubrimini.it/ ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

04/08 Eco Trail di Serra di Celano - Celano (Aq) 46 km - 2.500 m D+ - www.grupposportivocelano.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

04/08 Etna Trail - Linguaglossa (Ct) 30 km - 1.780 m D+ - www.ecotrailsicilia.it

Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento K-way

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Emilio Frassetti (ITA) 1h 58’ 24” 2) Ruben Mellerio (ITA) 1h 59’ 20” 3) Visiva Matacchini (ITA) 2h 05’05” 4) Luca Drusacchi (ITA) 2h 05’ 26” 5) Diego Valci (ITA) 2h 06’ 11” CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Arianna Matli (ITA) 2h 29’ 09” 2) Silvia Marchionni (ITA) 2h 37’ 47” 3) Maria Luisa Mauri (ITA) 2h38’ 07” 4) Lorella Mori (ITA) 2h38’ 07” 5) Francesca Dornitti (ITA) 2h 43’ 50”

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 2500

22 km 800

m. D+

2000

1500 0

5

10

15

20

©etnatrail.it


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Maratona del Cielo Sentiero 4 Luglio www.maratonadelcielo.it

info@maratonadelcielo.it

77

I voti di Ski-Alper

Skymarathon Sentiero 4 luglio

7 luglio 2013 \ Regione: Lombardia

Organizzazione: Pro Loco Corteno Golgi Affiliata: FSA/CSEN Circuito: Campionato Italiano Skyrunning

Distanza: 42 km Dislivello positivo: 3.090 m RAPPORTO D+/ KM

La storia dello skyrunning Mitica Skyrace che percorre il sentiero 4 luglio, ideato in memoria di Davide Salvadori, grande appassionato di montagna scomparso all’età di 22 anni. Il 3 luglio 1994, Adriano Salvadori, forte scialpinista e skyrunner, inaugura in solitaria il Sentiero '4 Luglio', stabilendo il primo record del percorso in 4h27’59". Per la sua impresa, l'anno dopo, in occasione delle premiazioni, riceverà il Trofeo Davide da Franco e Sandra Salvadori in memoria del figlio scomparso, grande amico di Adriano (ma non parente, nonostante il cognome). Il 2 luglio 1995 si assegna il primo Trofeo Davide, con la partecipazione di 40 atleti skyrunner, donne e uomini, tra cui alcuni dei più forti al mondo. Il resto è storia documentata da brochure, filmati, giornali e tv. Dall'anno scorso si corre su percorso inverso, con partenza dall'Aprica. Partenza: Aprica (So) Arrivo: Corteno Golgi (Bs) Orario partenza: 6:45 donne / 7:30 uomini Quota massima: 2.744 (Cima Sellero) Terreno: n.d. Numero ristori: 15 Punti acqua: n.d. Costo d’iscrizione: 35 euro Numero limite iscritti: 500 Premi in denaro: (uomini) 1° 3.000 euro, 2° 2.000 euro, 3° 1.000 euro, 4° 500 euro, 5° 380 euro - (donne) 1° 2.000 euro, 2° 1.100 euro, 3° 500 euro, 4° 300 euro, 5° 150 euro Tempo record maschile: 4h08’24’’ (Mario Poletti 2003) Tempo record femminile: 5h10’43’’ (Emanuela Brizio 2005) Tempo medio 2012: 6h43’13’’ Tempo limite: 4 h località Sellero Numero finisher 2012: 112 Materiale OBBLIGATORIO: K-way

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

1) Paolo Gotti (ITA) ������������������������� 4h40'20'' 1) Tadei Pivk (ITA) �������������������������� 4h40'21'' 3) Michele Tavernaro (ITA) ������������ 4h41'54'' 4) Dennis Brunod (ITA) ������������������ 4h45'36'' 5) Matteo Piller Hoffer (ITA) ������������ 4h46'20"

1) Emanuela Brizio (ITA) ����������������� 5h40'50'' 2) Patrizia Pensa (ITA) �������������������� 6h13'08'' 3) Carolina Tiraboschi (ITA) ������������ 6h13'36'' 4) Giuliana Arrigoni (ITA) ���������������� 6h20'20'' 5) Cinzia Bertasa (ITA) �������������������� 6h36'39''

ALBO D'ORO: 2011: Titta Scalet (ITA) e Emanuela Brizio (ITA) - 2009: Jessed Hernandes (ESP) e Emanuela Brizio (ITA) - 2008: Paolo Gotti (ITA) e Corinne Favre (FRA)/Pierangela Baronchelli (ITA) - 2007: Andrew Symonds (GBR) e Corinne Favre (ITA) - 2006: Ettore Girardi (ITA) e Gloriana Pellissier (ITA) - 2005: Fabio Bonfanti (ITA) e Emanuela Brizio (ITA) - 2004: Fabio Bonfanti (ITA) e Emanuela Brizio (FRA) - 2003: Mario Poletti (ITA) e Corinne Favre (FRA) - 2002: Dennis Brunod (ITA) e Corinne Favre (FRA)- 2001: Bruno Brunod (ITA) e Michela Benzoni (ITA) - 2000: Fabio Meraldi (ITA) e Gloriana Pellissier (ITA) - 1999: Mauro Gatta (ITA) e Gloriana Pellissier (ITA)/Morena Paieri (ITA) - 1998: Mauro Gatta (ITA) e Morena Paieri (ITA) 1997: Mauro Gatta (ITA) e Morena Paieri (ITA) - 1996: Mauro Gatta (ITA) e Gisella Bendotti (ITA) - 1995: Fabio Meraldi (ITA) - 1994: Adriano Savadori (ITA)

2.700

m. D+

2.100 1.900 1.700 1.500 1.300 1.100 900

10

NUMERO PARTECIPANTI

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

COSTO AL KM 0,83 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

Nelle foto: in alto Gotti e Pivk sul traguardo dell'edizione 2012, sotto alcuni istanti della gara

42 km 3.090

4/5

3/5

PROFILO ALTIMETRICO

2.300

DIFFICOLTA' TECNICHE

4/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012

2.500

7,36%

20

30

40


©Sentiero 4 Luglio

Val Resia Vert. I voti di Ski-Alper Kilometer www.valresiaverticalkilometer.it

info@valresiaverticalkilometer.it.it

7 luglio 2013 \ Regione: Friuli - Venezia Giulia Distanza: 4,5 km Dislivello positivo: 1.070 m RAPPORTO D+/ KM

Organizzazione: GS Alpini Udine Affiliata: FSA/CSEN

Lungo l'Alta Via Resiana

23,78% DIFFICOLTA' TECNICHE

2/5 ©Sentiero 4 Luglio

NUMERO PARTECIPANTI Il podio maschile del 2012 ©www.valresiaverticalkilometer.it

4/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 5,44 EURO

2/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

Partenza: Stolvizza di Resia (Ud) Arrivo: Ric. Crasso - Stolvizza di Resia (Ud) Orario partenza: 10:00 a.m. Partenza: in linea Quota massima: 1.654 m (Ric. Crasso) Terreno: n.d. Numero ristori: 0 Punti acqua: 2 Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 22 euro, 25 euro il giorno della gara Numero limite iscritti: 400 Premi in denaro: (uomini e donne) 1° 400 euro 2° 3.000 euro, 3° 200 euro (uomini) 4° 100 euro, 5°-8° 50 euro (donne) 4°5° 50 euro. Tempo record: 40’34’’ (Simon Alic 2012) Tempo record femminile: 53’35’’ (Ljudmil Di Bert 2012) Tempo medio 2012: 1h05’49’’ Tempo limite: 2h Numero finisher 2012: 210 Materiale OBBLIGATORIO: scarpe da trail running o scarponcini. Vietato l’uso dei bastoni

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Simon Alic (SLO) 40’34’’ 2) Eric Se-

3/5

bahire (RWA) 41’45’’ 3) Francis Muiga Wangari (KEN) 42’49’’ 4) Hirum Mwang Wandangi (KEN) 43’12’’ 5) Sebastian Zarnik (SLO) 44’14’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Ljudmil Di Bert (ITA) 53’35’’ 2) Paola Romanin (ITA) 56’40’’ 3) Carla Spangaro (ITA) 57’59’’ 4) Anna Finizio (ITA) 58’50’’ 5) Lorella Baron (ITA) 1h00’45’’

PROFILO ALTIMETRICO

1.400

4,5 km 1.070

m. D+

1.200

1.000

800

1

©Sentiero 4 Luglio

2

3

4


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Marathon Trail Lago di Como 115 km www.marathontraillagodicomo.it

mttlagodicomo@gmail.com

In programma anche la 38 km

79

I voti di Ski-Alper

Marathon Trail Lago di Como

13 luglio 2013 \ Regione: Lombardia

Organizzazione: ASD Molinari Triathlon Team Como Affiliata: n.d.

Distanza: 115 km Dislivello positivo: 6.500 m RAPPORTO D+/ KM

5,65%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5

Ultra vista lago Marathon Trail Lago di Como è nata sulle Prealpi comasche, montagne dai ripidi pendii che si tuffano nelle profonde e magiche acque di uno dei laghi più belli al mondo. Qui si trovano monti con pendenze importanti e caratteristiche tecniche idonee per una gara di ultra-trail (da quota 200 metri del lago si può velocemente raggiungere quota 1.700 delle montagne circostanti, dando ai partecipanti dislivelli importantissimi). Il percorso estremamente tecnico permette agli atleti di alto livello ma anche ai puri amatori condizioni eccellenti per grandi sfide contro se stessi e contro gli altri.

Partenza: Como (Co) Arrivo: Menaggio (Co) Orario partenza: 9:00 Quota massima: 1.700 m (Monte Generoso e Monte di Tremezzo) Numero ristori: 7 Basi vita: 3 Punti qualificanti UTMB: 4 Costo d’iscrizione: 65 euro Numero limite iscritti: 250 Premi in denaro: non previsti Tempo record: 13h29’39’’ (Massimo Tagliaferri 2012) Tempo record femminile: 17h19’26’’ (Patrizia Pensa 2011) Tempo medio 2012: 21h59’07’’ Tempo limite: 28h30’ Numero finisher 2012: 59

Materiale OBBLIGATORIO: telefono cellulare, due frontalini con pile riserva, riserva acqua minimo 1 litro, riserva alimentare (l’equivalente di due barrette energetiche è considerato riserva alimentare), bicchiere personale 15 cl, borracce escluse, fischietto, coperta termica argentata, banda elastica adesiva per fasciature 100x3 cm, pantaloni o collant corsa minimo sotto ginocchio, cappello sole o bandana, giacca impermeabile, documento d’identità, 20 euro per possibili imprevisti

COSTO AL KM 0,57 EURO

4/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

1) Massimo Tagliaferri (ITA) ���������13h29’39’’ 2) Nico Valsesia (ITA) ��������������������14h01’03’’ 3) Paolo Rovera (ITA) ��������������������14h29’57’’ 4) Paolo Agliati (ITA) ���������������������15h42’27’’ 5) Angelo Chiarello (ITA) ���������������15h56’42’’

1) Simonetta Castelli (ITA) �������������19h37’07’’ 2) Giuliana Arrigoni (ITA) �������������� 19h45’23’’ 3) Maria Ilaria Fossati (ITA) ����������� 19h54’51’’ 4) Brunella Parolini (ITA) ���������������23h19’09’’ 5) Federica Zinfolino (ITA) ������������� 23h34’13’’

ASPETTO PAESAGGISTICO

ALBO D'ORO: 2011: Massimo Tagliaferri (Ita) e Patrizia Pensa (ITA)

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 115 km 6.500

m. D+

Nella foto: il panorama lungo il percorso

1.600

1.000

500

20

40

60

80

100


80

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Marathon Trail Lago di Como 38 Km www.marathontraillagodicomo.it

mttlagodicomo@gmail.comit

I voti di Ski-Alper

Marathon Trail Lago di Como

Alpi Apuane SkyRace www.skyrace.it

I voti di Ski-Alper

grazianopoli1@virgilio.it

13 luglio 2013 \ Regione: Lombardia

14 luglio 2013 \ Regione: Toscana

Distanza: 38 km Dislivello positivo: 2.090 mt

Distanza: 23 km Dislivello positivo: 1.465 m

RAPPORTO D+/ KM

Organizzazione: ASD Molinari Triathlon Team Como Affiliata: n.d.

Panorami lacustri

RAPPORTO D+/ KM

5,50%

6,37%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

Organizzazione: Gruppo Podistico Parco Apuane Affiliata: FSA/CSEN

Terreno alpino a due passi dal Tirreno Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Fornovolasco - Vergemoli (Lu) Fornovolasco - Vergemoli (Lu) 9:30 1.859 m (Pania della Croce) n.d. 5 n.d. no 35 euro fino al 30 giugno, oltre 40 euro no n.d. 2h21’17’’ (Marco Rusconi 2006) 3h05’17’’ (Ruth Pickvance 2008) 4h08'29’’ 6h30 194

La partenza

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

2/5 COSTO AL KM 0,92 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

Partenza: Argegno (Co) Arrivo: Menaggio (Co) Orario partenza: 10:30 Quota massima: 1.700 m (Monte Generoso e Monte di Tremezzo) Numero ristori: 1 Basi vita: 3 Costo d’iscrizione: 35 euro Numero limite iscritti: 250 Premi in denaro: non previsti Tempo record: 3h19’14’’ (Oscar Giovio 2012) Tempo record femminile: 4h30’33’’ (Roberta Orsenigo 2012) Tempo medio 2012: 5h19’27’’ Tempo limite: 9h Numero finisher 2012: 111

3/5

Materiale OBBLIGATORIO: no

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Marco Rusconi (ITA) 2h46’01’’ LIVELLO DEI PARTECIPANTI

2) Giacomo Buonomini (ITA) 2h49’58’’ 3) Stefano Salotti (ITA) 2h51’51’’ 4) Luigi Bertolini (ITA) 2h52’15’’ 5) Domenico Orsi (ITA) 2h54’12’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Luana Righetti (ITA) 3h20’09’’ 2) Giulia Botti (ITA) 3h42’57’’ 3) Francesca Lentini (ITA) 3h43’56’’ 4) Valentina Scheggi (ITA) 4h00’05’’ 5) Ilaria Razzolin (ITA) 4h05’55’’

3/5 COSTO AL KM 1,63 EURO

Materiale OBBLIGATORIO: telefono cellulare, riserva acqua minimo 1 litro, iserva alimentare (l'equivalente di due barrette energetiche è considerato riserva alimentare), bicchiere personale 15 cl, borracce escluse, fischietto, banda elastica adesiva per fasciature 100x3 cm, documento d’identità, 20 euro per possibili imprevisti

2/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Oscar Giovio (ITA) 3h19’14’’ 2) Michele Bianchi (ITA) 3h53’52’’ 3) Diego Gil (ITA) 4h05’37’’ 4) Andrea Bernasconi (ITA) 4h05’37’’ 5) Andrea Bonanomi (ITA) 4h06’06’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Roberta Orsenigo (ITA) 4h30’33’’ 2) Sara De Maria (ITA) 4h55’03’’ 3) Vera Pessina (ITA) 5h42’25’’ 4) Tatiana Pernice (ITA) 5h43’01’’ 5) Laura Veleria Consonini (ITA) 5h44’59’’

3/5 Marco Rusconi, vincitore dell'edizione 2012 ©Paolo Petrozzino

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO 38 km 2.090

1.500

23 km

2.000

1.465

m. D+

m. D+

1.500

1.000 1.000

500

500

10

20

30

5

10

15

20


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Kilometro Verticale Chiavenna-Lagunc www.kilometroverticalelagunc.it

info@merathletic.orgx.it

I voti di Ski-Alper

Kilometro Verticale Chiavenna-Lagunc

Trail degli Alpeggi www.3rifugivalpellice.it

I voti di Ski-Alper

info@3rifugivalpellice.it

TRE RIFUGI VAL PELLICE

14 luglio 2013 \ Regione: Lombardia

14 luglio 2013 \ Regione: Piemonte

Distanza: 3,2 km Dislivello positivo: 1.000 m

Distanza: 33,6 km Dislivello positivo: 2.205 m

Organizzazione: ASD Mera Athletic Club Affiliata: FIDAL

Il vertical dei record

Partenza: Loreto-Chiavenna (So) Arrivo: Lagunc-San Giacomo Filippo (So) Orario partenza: 9:00 Quota massima: 1.352 m (Lagunc) Numero ristori: n.d. Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 10 euro con pacco gara, senza 5 euro Numero limite iscritti: n.d. Premi in denaro: (uomini) 1° 750 euro, 2° 500 euro, 3° 400 euro, 4° 350 euro, 5° 250 euro, 6° 150 euro, 7° 100 euro, 8° 80 euro, 9° 70 euro, 10° 60 euro, 11°-15° 50 euro, 16°-20° 30 euro, 21°25° 20 euro, 26°-30° 10 euro (donne) 1° 500 euro, 2° 300 euro, 3° 250 euro, 4° 200 euro, 5° 15 euro, 6° 100 euro, 7° 80 euo, 8° 70 euro, 9° 60 euro,10° 60 euro, 11°-15° 40 euro, 16°-20° 20 euro Tempo record maschile: 30’55’’ (Bernard Dematteis 2012 - record mondiale senza bastoni) Tempo record femminile: 38’50’’ (Valentina Belotti 2010) Tempo medio 2012: 45’51’’ Tempo limite: il doppio del primo classificato Numero finisher 2012: 170

2) Saul Padua (COL) 31’41’’ 3) Nicola Golinelli (ITA) 33’04’’ 4) Gabriele Abate (ITA) 33’17’’ 5) Ahmet Arslan (TUR) 33’25’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Renate Rungger (ITA) 40’31’’ 2) Denisa Dragomira (ROM) 40’36’’ 3) Bernardette Meier (SUI) 41’30’’ 4) Ilaria Bianchi (ITA) 41’31’’ 5) Martinucci Ivonne (ITA) 41’59’’ ALBO D'ORO: 2011: Martin De Matteis (ITA) e Valentina Belotti (ITA) - 2010: Martin De Matteis (ITA) e Valentina Belotti (ITA), - 2009: Marco De Gasperi (ITA) e Maria Grazia Roberti (ITA) - 2008: Marco De Gasperi (ITA) e Alessandra Valgoi (ITA) - 2007: Davide Panzeri (ITA) e Pierangela Baronchelli (ITA) - 2006: Dario Songini (ITA) e Alessandra Valgoi (ITA) - 2005: Antonio Capello (ITA) e Lorena Martimucci (ITA) - 2004: Davide Trincavelli (ITA) e Alessandra Valgoi (ITA) - 2003: Davide Trincavelli (ITA) e Alessandra Valgoi - 2002: Carlo De Gasperi (ITA) e Ivana Iozzia (ITA) - 2001: Carlo De Gasperi (ITA) e Ivana Iozzia (ITA)

RAPPORTO D+/ KM

31,25%

6,56%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

Maurizio Fenoglio al traguardo

NUMERO PARTECIPANTI

Versione corta di un mito 4/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

5/5 COSTO AL KM 3,13 EURO

Materiale OBBLIGATORIO: non richiesto

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Bernard Dematteis (ITA) 30’55’’

Organizzazione: CAI UGET Val Pellice e A.S.D. Val Pellice Affiliata: IUTA, FSA/CSEN, UISP, FIDAL

RAPPORTO D+/ KM

81

4/5

Partenza: Bobbio Pellice (To) Arrivo: Bobbio Pellice (To) Orario partenza: 7:00 Quota massima: 2.249 m (Alpe Bancet) Numero ristori: 2 Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: istruttoria in corso Costo d’iscrizione: 30 euro fino al 16 giugno, 40 fino all’11 luglio Numero limite iscritti: 300 Premi in denaro: non previsti Tempo record maschile: 3h28’42’’(Maurizio Fenoglio 2012) Tempo record femminile: 4h33’53” (Genny Garda 2012) Tempo medio 2012: 5h25’20’’ Tempo limite: 9 h. Numero finisher 2012: 155 Materiale OBBLIGATORIO: fischietto, giubbino K-Way, semi autosufficienza alimentare

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,04 EURO

3/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Maurizio Fenoglio (ITA) 3h28’42’’ ASPETTO PAESAGGISTICO

2) Danilo Lanternino (ITA) 3h31’29’’ 3) Fabio Bonetto (ITA) 3h32’10’’ 4) Roberto Camperi (ITA) 3h44’28’’ 5) Stefano Bonetto (ITA) 3h53’20’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Genny Garda (ITA) 4h33’53’’ 2) Monica Brunofranco (ITA) 4h53’00’’ 3) Stefania Lanza (ITA) 5h25’20’’ 4) Monica Sartore (ITA) 5h25’47’’ 5) Norma Martina (ITA) 5h31’45’’

ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

Albo d’oro: 2009: Paolo Bert (ITA) e Daniela Bonnet (ITA), 2010: Paolo Bert (ITA) e Giovanna Malan (ITA), 2011: Claudio Garnier (ITA) e Tiziana Valente (ITA)

4/5

Nelle foto: in alto, Bernard Dematteis nel 2012 ha fermato il cronometro sul record del mondo. Sotto, Renate Rungger ©ufficio stampa ChaivennaLagunch

PROFILO ALTIMETRICO 2.300 2.200 2.100 2.000 1.900 1.800 1.700 1.600 1.500 1.400 1.300 1.200 1.100 1.000 900 800 700

33,6 km 2.205

m. D+

10

20

30


82

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Tre Rifugi Val Pellice Trail www.3rifugivalpellice.it

info@3rifugivalpellice.it

I voti di Ski-Alper

TRE RIFUGI VAL PELLICE

14 luglio 2013 \ Regione: Piemonte

Organizzazione: CAI UGET Val Pellice e A.S.D. Val Pellice Affiliata: IUTA, FSA/CSEN, UISP, FIDAL

Distanza: 54,2 km Dislivello positivo: 3.818 m

Circuito: Circuito Trail dei Monti Liguri e GP IUTA U-Trail

RAPPORTO D+/ KM

7,04%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,65 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

Nelle foto: in alto, grande ,Paolo Bert, un 'camoscio' sul Manzol. Piccole, in alto una fase della partenza, sotto il passaggio ai Rostagni

Classicissima che non passa di moda Trentottesima edizione della classicissima piemontese di corsa sui monti, dal 2012 in versione trail con partenza e arrivo nel centro di Bobbio Pellice, località montana in provincia di Torino. Era il 1972 quando un manipolo di soci della sezione CAI UGET Torre Pellice pensò di mettere in piedi una manifestazione di corsa in montagna, allora 'marcia alpina' che, uno dopo l’altro, toccasse i rifugi di proprietà della sezione. Fu così che oltre quaranta coppie inaugurarono un percorso che avrebbe dovuto sopportare negli anni a seguire migliaia di partecipanti suddivisi in trentatré edizioni. A partire dal 2009, grazie all’intento di soddisfare le esigenze degli atleti appassionati delle medie e lunghe distanze, il Comitato Organizzatore ha proposto un nuovo tracciato di gara. Questa nuova formula agonistica, inizialmente denominata Tre Rifugi Transfrontaliera, ha visto per tre edizioni consecutive lo sconfinamento della manifestazione nel vicino Queyras, in territorio francese, prima di tramutarsi in Ultra Trail Tre Rifugi Val Pellice e tornare a svolgersi nuovamente al di qua del confine. Percorso quasi esclusivamente su sentieri e piste di media montagna nel cuore della Val Pellice. Bellissimi scenari montani con vista sul Monviso e passaggio sugli antichi sentieri valdesi del Glorioso rimpatrio. ALBO D'ORO: 1972: Marco Treves - Marco Morello, 1973: Marco Treves Marco Morello, 1974: Marco Treves - Marco Morello, 1975: Marco Treves - Marco Morello, 1976: Erminio Nicco - Silvio Calandri, 1977: Erminio Nicco - Silvio Calandri, 1978: Carlo Degiovanni - Domenico Bruno Franco, 1979: Edo Ruffino - Elio Ruffino, 1980: Edo Ruffino - Elio Ruffino, 1981: Bruno Poet - Felice Oria, 1982: Edo Ruffino - Elio Ruffino, 1983: Elio Ruffino - Giuseppe Genotti, 1984: Marco Sclarandis - Gabriele Barra, 1985: Marco Sclarandis - Bruno Poet, 1986: Gabriele Barra - Mauro Paschetto, 1987: Gabriele Barra - Mauro Paschetto, 1988: Gabriele Barra - Livio Barus, 1989: Marco Olmo, 1990: Elio Ruffino, 1991: Claudio Galeazzi, 1992: Renato Jallà, 1993: Livio Barus, 1994: Livio Barus, 1995: Paolo Bessone, 1996: Claudio Garnier - Mauro Bonnet, 2001: Ivan Garnier - Franco Aglì, 2002: Massimo Lasina - Paolo Bert, 2003: Massimo Lasina - Paolo Bert, 2004: Massimo Lasina Paolo Bert, 2005: Davide Bonansea - Paolo Bert, 2006: Paolo Bert, 2007: Davide Bonansea - Paolo Bert, 2008: Davide Bonansea - Paolo Bert, 2009: Fabio Bonetto e Marina Plavan, 2010: Fabio Bonetto e Alma Rrika, 2011: Maurizio Fenoglio e Marina Plavan

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Bobbio Pellice (To) Bobbio Pellice (To) ore 7:00 2.701 m (Colle Manzol) 3 5 istruttoria in corso 30 euro fino al 16 giugno, 40 fino all’11 luglio 300 non previsti 6h01’10’’ (Paolo Bert 2012) 7h19’13’’ (Daniela Bonnet 2012) 9h08’48’’ 13h 72

Materiale OBBLIGATORIO: fischietto, giubbino K-Way, semi autosufficienza alimentare

CLASSIFICA MASCHILE 2012

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

1) Paolo Bert (ITA) ���������������������������6h10’10’’ 2) Claudio Garnier (ITA) ������������������6h23’33’’ 3) Taziano Odino (ITA) ���������������������6h46’29’’ 4) Massimo Garnier (ITA) ����������������6h52’47’’ 5) Silvio Bertone (ITA) ���������������������7h12’08’’

1) Daniela Bonnet (ITA) ��������������������7h19’13’’ 2) Marina Plavan (ITA) ���������������������8h13’33’’ 3) Heidi Georgi (GER) �����������������������9h36’32’’ 4) Jessica Gamba (ITA) ������������������10h16’11’’ 5) Eleonora Duregon (ITA) �������������10h52’12’’

PROFILO ALTIMETRICO 2.700

54,2 km 3.818

2.500

m. D+

2.300 2.100 1.900 1.700 1.500 1.300 1.100 900 700 10

20

30

40

50


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Val Garedena Mountain Run www.gherdeinarunners.it

info@gherdeinarunners.it

83

I voti di Ski-Alper

ASV Gherdëina Runners

14 luglio 2013 \ Regione: Trentino - Alto Adige

Organizzazione: ASV Gherdeina Runners Affiliata: FSA/CSEN - FIDAL

Distanza: 14,5 km Dislivello positivo: 1.247 m RAPPORTO D+/ KM

8,60%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

3/5

La seconda volta sul Seceda Corsa in montagna giunta alla sua seconda edizione, con partenza in Piazza Rezia (1.238 m) a Ortisei e arrivo alla stazione a monte della funivia del Seceda (2.518 m). Il tracciato va da Ortisei in direzione Val d’Anna, fino alla Baita Da Pauli, e continua fino al Col de Flam. Da qui prosegue su strada forestale fino alla panoramica Chiesetta di San Giacomo per continuare fino alla Baita Gamsblut. Infine gli ultimi chilometri proseguono verso Pieralongia e poi fino al traguardo alla stazione a monte del Seceda. CLASSIFICA MASCHILE 2012 1) Isaac Toroitich Kosgei (KEN) ��������������������������������������������������������1h07’47’’ 2) Jonathan Wyatt (NZL) �������������������������������������������������������������������1h09’55’’ 3) Francis Muigai Wangari (KEN) �����������������������������������������������������1h11’23’’ 4) Thomas Niedergger (ITA) �������������������������������������������������������������1h12’59’’ 5) Hannes Rungger (ITA) ������������������������������������������������������������������1h14’37’’

Partenza: Ortisei (Bz) Arrivo: stazione Monte Seceda - Ortisei (Bz) Orario partenza: 10:00 Quota massima: 2.518 m (Seceda) Terreno: asfalto 20% il resto bosco o sterrato Numero ristori: 3 Punti acqua: 3 Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 25 euro fino al 13 luglio, oltre 30 euro Numero limite iscritti: 250 Premi in denaro: (uomini e donne) 1° 470 euro, 2° 320 euro, 3° 220 euro, 4° 100 euro, 5° 90 euro euro, 60° 80 euro, 7° 70 euro, 8° 60 euro, 9° 50 euro, 10° 40 euro. Tempo record 250 euro Tempo record: 1h07’47’’ (Isaac Toroitich Kosgei 2012) Tempo record femminile: 1h21’35’’ (Lucy Wambui Murigi 2012) Tempo medio 2012: 1h42’59’’ Tempo limite: 2h00’ Numero finisher 2012: 148 Materiale OBBLIGATORIO: abbigliamento da corsa e scarpe da corsa

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 1,90 EURO

2/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA FEMMINILE 2012 1) Lucy Wambui Murigi (KEN) ��������������������������������������������������������� 1h21’35’’ 2) Antonella Confortola (ITA) ������������������������������������������������������������ 1h24’30’’ 3) Anna Lupton (GBR) ���������������������������������������������������������������������� 1h33’04’’ 4) Michaela Mertova (CZE) �������������������������������������������������������������� 1h33’35’’ 5) Anna Pedevilla (ITA) �������������������������������������������������������������������� 1h33’50’’

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 2.500

Nelle foto: Lucy Wambui Murigi, a destra Jonathan Wyatt, in basso Isaac Toroitich Kosgei

2.400 2.300 2.200 2.100

14,5 km 1.247

m. D+

2.000 1.900 1.800 1.700 1.600 1.500 1.400 1.300 1.200

4

8

12


84

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Vertical Alba www.dolomiteskyrace.com

In programma anche la 22 km info@dolomitesskyrace.com

I voti di Ski-Alper

Dolomites SkyRace

19 luglio 2013 \ Regione: Trentino-Alto Adige

Organizzazione: Comitato Organizzatore Dolomites Skyrace Affiliata: FSA/CSEN

Distanza: 2,4 km Dislivello positivo: 1.000 m RAPPORTO D+/ KM

41,67%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

4/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

Circuito: European Skyrunning® Championship

Salita ripidissima alla Crepa Neigra Quest’anno il Vertical Alba è giunto alla sua sesta edizione ed è prova unica di specialità dell’European Skyrace® Championship. Gara tutta su terreno sterrato con partenza a quota 1.465 m e arrivo a quota 2.465 m, denominata 'Crepa Neigra'. Percorso su prati e bosco. Due tratti attrezzati con corde fisse. I record appartengano agli italiani Urban Zemmer (33’16’’ e vincitore di tre edizioni) e Antonella Confortola (39’13’’ e vincitrice di tre edizioni). Il percorso è uno dei più ripidi e tecnici dell'intero panorama mondiale. Partenza: Alba di Canazei - Loc. Ciasates - Canazei (Tn) Arrivo: Crepa Neigra - Loc Ciampac - Canazei (Tn) Orario partenza: 10:30 Quota massima: 2.465 m (Loc. Crepa Neigra) Terreno: 100% sterrato Numero ristori: n.d Punti acqua: 1 (a metà percorso) Punti qualificanti UTMB: NO Finisher 2012 : 221 Costo d’iscrizione: 40 euro fino al 10 luglio, oltre 50 euro. Il giorno della gara 60 euro Numero limite iscritti: 200 Premi in denaro: (uomini e donne) 1° 700 euro + orologio Suunto, 2° 500 euro + orologio Sunnto, 3° 300 euro + orologio Suunto, 4° 200 euro , 5° 100 euro Tempo record maschile: 33’16’’ (Urban Zemmer 2010) Tempo Record femminile: 39’13’’ (Antonella Confortola 2008) Tempo medio 2012: 48’43’’ Tempo limite: n.d. Numero finisher 2012: 220 Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento

5/5 COSTO AL KM 20,83 EURO

1/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

5/5

Nelle foto: dall'alto verso il basso la partenza, il vincitore Nejc Kuhar, un trattodel vertical ©Ral Brunel

CLASSIFICA MASCHILE 2012 1) Nejc Kuhar (SLO) ��������������������������� 33'33'' 2) Saul Padua (COL) ��������������������������� 33'52'' 3) Kilian Jornet Burgada (ESP) ���������� 34'03'' 4) Mathéo Jacquemod (FRA) ������������� 34'53'' 5) Luis Aberto Alzaga (ESP) �������������� 35'10''

CLASSIFICA FEMMINILE 2012 1) Antonella Confortola (ITA) �������������� 40'05'' 2) Mireia Mirò (ESP) ���������������������������� 41'45'' 3) Blanca Maria Serrano (ESP) ����������� 43'44'' 4) Laura Orgue (ESP) �������������������������� 44'17'' 5) Emelie Forsberg (SWE) ������������������� 45'01''

ALBO D'ORO: 2011: Urban Zemmer (ITA) e Nadia Scola (ITA) - 2010: Urban Zemmer (ITA) e Laetitia Roux (FRA) - 2009: Urban Zemmer (ITA) e Antonella Confortola (ITA) - 2008: Manfred Reichegger (ITA) e Antonella Confortola (ITA)


©risk4sport

Cima Tauffi Trail www.cimatauffifanano.it/trail

I voti di Ski-Alper

info@cimatauffifanano.it

Cima Tauffi Trail

20 luglio 2013 \ Regione: Emilia Romagna Distanza: 60 km Dislivello positivo: 4.000 m Organizzazione: ASD Cima Tauffi Fanano Affiliata: Salomon Trail tour Italia

Ultra appenninico

RAPPORTO D+/ KM

6,67% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI Uno scorcio paesaggistico lungo il percorso

Partenza: Fanano (Mo) Arrivo: Fanano (Mo) Orario partenza: 7:00 Quota massima: 2.165 m (Monte Cimone) Terreno: 7% asfalto, 25% carreggiata sterrata, 68% single track Numero ristori: 5 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: 2 Costo d’iscrizione: 40 euro fino al 30 aprile, oltre 55 euro Numero limite iscritti: 300 Premi in denaro: non previsti Tempo record: 6h18’39’’ (Matteo Pigoni 2012) Tempo record femminile: 8h02’18’’ (Lara Mustat 2012) Tempo medio 2012: 10h19’48’’ Tempo limite: 15h Numero finisher 2012: 106

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,79 EURO

Materiale OBBLIGATORIO: riserva d’acqua 1,5 litri (camelbag o altro), maglia a maniche lunghe, telo di sopravvivenza, giacca a vento adatta a condizioni di maltempo in montagna, cellulare, fischietto, lampada frontale con pila di scorta, road book normale + road book rosso (fornito dall’organizzazione), tazza bicchiere o borraccia, zainetto o altro

3/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Matteo Pigoni (ITA) 6h18’39’’ 2) Ser-

ASPETTO PAESAGGISTICO

gio Vallosio (ITA) 6h33’49’’ 3) Pablo Barnes (ITA) 6h50’29’’ 4) Cristiano Campestrin (ITA) 7h23’49’’ 5) Eugenio Ducoli (ITA) 7h24’46’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Lara Mustat (ITA) 8h02’18’’ 2) Simona Morbelli (ITA) 8h26’48’’ 3) Maria Cristina Orlandi (ITA) 8h42’16’’ 4) Alice Modignani (ITA) 9h55’32’’ 5) Simonetta Castelli (ITA) 10h07’55’’

3/5

PROFILO ALTIMETRICO 2.200

60 km

2.000

4.000

m. D+

1.800 1.600 1.400 1.200 1.000 800 600 400 10

20

30

40

50

©Sentiero 4 Luglio


86

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Dolomites SkyRace www.dolomiteskyrace.com

In programma anche il Vertical Kilometer info@dolomiteskyrace.com

I voti di Ski-Alper

Dolomites SkyRace

21 luglio 2013 \ Regione: Trentino

Organizzazione: Comitato Organizzatore Dolomites Skyrace Affiliata: FSA/CSEN Circuito: European Skyrunning® Championship

Distanza: 22 km Dislivello positivo: 1.750 m RAPPORTO D+/ KM

7,95%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

5/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

5/5 COSTO AL KM 2,84 EURO

1/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

5/5

Campionato europeo ai piedi del Boè Gara storica nel panorama internazionale dello skyrunning, giunta alla sua sedicesima edizione. Ogni anno vede alla partenza i migliori interpreti della disciplina e nel 2013 è prova unica dell’European Skyrace® Championship. Si svolge su sentiero, piste e ghiaioni: lo sviluppo totale è di 22 km (salita 10 km, discesa 12 km). Partenza e arrivo in Piazza Marconi di Canazei 1.450 m. Rifornimenti: Passo Pordoi (2.239 m), rifugio Forcella Pordoi (2.829 m), rifugio Boè (2.871 m), Pian Schiavaneis. Cancelli orari: 1h05’ Passo Pordoi, 1h50’ Forcella Pordoi. CLASSIFICA MASCHILE 2012 1) Kilian Jornet (ESP) ����������������������2h01’52’’ 2) Ionut Alin Zinca (RO) ������������������2h06’31’’ 3) Mitjia Kosevelj (SLO) ������������������2h06’58’’ 4) Luis Alberto Hernando (ESP) ������2h07’41’’ 5) Mathéo Jacquemod (FRA) ���������� 2h07’45’

CLASSIFICA FEMMINILE 2012 1) Emelie Forsberg (SWE) ����������������2h26’00’’ 2) Kasie Enman (USA) ���������������������� 2h28’09’’ 3) Mireia Mirò (ESP) ������������������������� 2h30’08’’ 4) Blanca Maria Serrano (ESP) ��������2h33’47’’ 5) Silvia Serafini (ITA) ����������������������2h35’39’’

Partenza: Canazei (Tn) Arrivo: Canazei (Tn) Orario partenza: 8:30 Quota massima: 3.152 m (Piz Boè) Terreno: piste da sci - ghiaioni - strade sterrate - tratti su roccia Numero ristori: 4 Punti acqua: 5 Punti qualificanti UTMB: 0 Costo d’iscrizione: 55 euro fino al 10 luglio poi 65 euro e il giorno della gara 70 euro Numero limite iscritti: 700 Premi in denaro: (uomini) 1° 1200 euro + orologio Suunto, 2° 800 euro + orologio Suunto, 3° 600 euro + orologio Suunto, (donne) 1° 1200 euro + orologio Suunto, 2° 800 euro + orologio Sunnto, 3° 600 euro Tempo record maschie: 2h01’52’’ (Kilian Jornet 2012) Tempo record femminile: 2h26’00’’ (Emelie Forsberg 2012) Tempo medio 2012: 2h42’47’’ Tempo limite: 4h15’ Numero finisher 2012: 649 Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento ALBO D'ORO: 2011: Luis Alberto Hernando (ESP) e Mireia Mirò (ESP) - 2010: Paolo Larger (ITA) e Laetitia Roux (FRA) - 2009: Raul Garcia (ESP) e Antonella Confortola (ITA) - 2008: Kilian Jornet (ESP) e Antonella Confortola (ITA) - 2007: Mitja Kosovelj (SLO) e Angela Mudge (GBR) - 2006: Augusti Roc (ESP) e Angela Mudge (GBR) - 2005: Michele Tavernaro (ITA) e Corinne Favre (FRA) - 2004: Fulvio Dapit (ITA) e Anna Serra (ITA) - 2003: Saul Padua (COL) e Giovanna Cerutti (ITA) - 2002: Lucio Fregona (ITA) e Silvana Iori (ITA) - 2001: Paolo Larger (ITA) e Michela Benzoni (ITA) - 2000: Faustino Bordiga (ITA) e Daniela Gilardi (ITA) - 1999: Jean Pellisier (ITA) e Morena Paieri (ITA) - 1998: Fabio Meraldi (ITA) e Morena Paieri (ITA)

PROFILO ALTIMETRICO 3.152

Nelle foto: in alto Emelie Forsberg in vista del Boè e Kilian Jornet in vetta al Boè. A centro pagina, Ionut Zinca nella scorsa edizione. Qui a destra il podio maschile 2012. ©PegasoMedia

22 km 1.750

1.465

m. D+

5

10

15

20


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Adamello Super Trail www.adamellosupertrail.it

Sudtirol Ultrarace

I voti di Ski-Alper

info@adamellosupertrail.it

Adamello Supertrail

www.suedtirol-ultrarace.it

info@suedtirol-ultrarace.com

Südtirol Ultrarace

26 luglio 2013 \ Regione: Trentino-Alto Adige

Distanza: 160 km Dislivello positivo: 9.100 m

Distanza: 124 km Dislivello positivo: 7.666 m

Organizzazione: ASD Extreme Events Affiliata: UISP

Cento miglia bresciane

6,18%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

4/5

Brescia (Bs) Vezza d’Oglio (Bs) 10:00 2.923 m (Passo del Premassone) 16 n.d. 4 120 euro fino al 17 marzo, oltre 160 euro non specificato non previsti 32h50’00’’ (Nicola Bassi 2011) 46h08’00’’ (Patrizia Pensa 2011) 46h08’00’’ 54 h 19

NUMERO PARTECIPANTI

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5

Materiale OBBLIGATORIO: telo termico, giacca impermeabile adatta a sopportare condizioni di brutto tempo in alta quota, riserva alimentare e idrica (lt.1,5), due lampade frontali con pile di ricambio (per la Val Palot Trail una lampada frontale con ricambio), fischietto, telefono cellulare, bicchiere, benda elastica

COSTO AL KM 0,87 EURO

Grande attesa per la prima

3/5

L'Adamello visto dal Rifugio Garibaldi. ©Sebastiano Salvetti

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile: Tempo record femminile: Tempo medio 2011: Tempo limite: Numero finisher 2011:

NUMERO PARTECIPANTI

n.d.

Un atleta lungo il percorso

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

n.d. COSTO AL KM 0,97 EURO

3/5

3/5

ASPETTO PAESAGGISTICO

ASPETTO PAESAGGISTICO La diga del Lago Venerocolo

Matteo Berttoli (ITA) 36h44’00’’ 3) Flavio Pezzottini (ITA) 36h44’00’’ 4) Roberto Pittaluga (ITA) 39h27’00’’ 5) Cesare Ornati (ITA) 43h41’00’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2011: 1) Patrizia Pensa (ITA) 46h08’00’’

CLASSIFICA MASCHILE: prima edizione CLASSIFICA FEMMINILE: prima edizione

4/5

PROFILO ALTIMETRICO

Bolzano (Bz) Bolzano (Bz) 22:00 2.698 m (Giogo Piatto) 9 n.d. 4 110 euro fino al 30 giugno, oltre 130 euro 1.000 n.d. prima edizione prima edizione prima edizione 40h prima edizione

Materiale OBBLIGATORIO: zainetto o marsupio, telefono cellulare, borraccia o camelbag, generi alimentari, 2 torce elettriche funzionanti con batterie di riserva, telo termico, fischietto, materiale di pronto soccorso, giacca impermeabile adatta a condizioni climatiche sfavorevoli in montagna, pantaloncini da corsa che coprano almeno il ginocchio, berretto o bandana, guanti, indumenti caldi, protezione solare, piantina del percorso con numeri di emergenza

CLASSIFICA MASCHILE 2011: 1) Nicola Bassi (ITA) 32h50’00’’ 2)

4/5

St-Ultrarace

Organizzazione: GRW Sarntal Affiliata: n.d.

RAPPORTO D+/ KM

5,69%

3.000 2.800 2.600 2.400 2.200 2.000 1.800 1.600 1.400 1.200 1.000 800 600 400 200

I voti di Ski-Alper

26 luglio 2013 \ Regione: Lombardia RAPPORTO D+/ KM

PROFILO ALTIMETRICO 2.600

124 km 7.666

160 km 9.100

m. D+

2.200

m. D+

1.800 1.400 1.000 600

40

80

120

160

87

200

16

32

56

72

80

96

112


88

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Trans D’Havet www.transdhavet.it

In programma anche la 110 km e la 40 km

I voti di Ski-Alper

info@transdhavet.it

27 luglio 2013 \ Regione: Veneto

Organizzazione: ASD Ultrabericus Team Affiliata: FIASP Circuito: European Skyrunning® Championship

Distanza: 80 km Dislivello positivo: 5.500 m RAPPORTO D+/ KM

6,88%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 0,75 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

Sarà Campionato Europeo di Ultra SkyMarathon® 2013, seconda edizione, quest’anno la Trans d’Havet è prova unica dell’European Ultra SkyMarathon® Championship. Il tracciato si svolge su sentieri con classificazione CAI T (turistico), E (escursionistico), EE (per escursionisti esperti) a una quota compresa tra 250 e 2.250 metri, e percorre in un unico disegno tutto l'arco delle Piccole Dolomiti vicentine, partendo da Piovene Rocchette, passando per il Monte Summano, il Novegno, il Monte Alba, la Strada delle 52 Gallerie del Pasubio, il gruppo del Sengio Alto, il gruppo del Carega, il gruppo delle Tre Croci, la cima di Marana, concludendo con la discesa su Valdagno. Il percorso associa ad aspetti prettamente tecnici anche una notevole valenza paesaggistica e storica. Il nome della gara viene infatti dal generale D'Havet, comandante del genio militare, che durante la prima guerra mondiale diresse la realizzazione delle innumerevoli e incredibili opere di difesa. Sotto il profilo agonistico la gara è di quelle senza un attimo di respiro, a eccezione infatti del tratto in falsopiano dal km 55 al km 70, l'altimetria non concede riposo. Molto vario anche il fondo, che se nelle parti iniziale e finale può essere più scorrevole, in tutta la parte centrale è sassoso e tecnico, caratteristico degli ambienti dolomitici. Partenza: Piovene Rocchette (Vi) Arrivo: Valdagno (Vi) Orario partenza: 1:00 Quota massima: 2.238 m (Cima Carrega - Rif. Fraccaroli) Terreno: sentieri CAI T/E/EE Numero ristori: 4 Punti acqua: 3 Costo d’iscrizione: 50 euro fino al 15 maggio, oltre 70 euro Numero limite iscritti: 600 per tutte le prove Premi in denaro: 1° 1.800 euro, 2° 1.200 euro, 3° 900 euro, 4° 700 euro, 5° 500 euro. Tempo record maschile: 10h58’44’’ (Daniele Palladino 2012) Tempo record femminile: 11h44’45’’ (Francesca Canepa 2012) Tempo medio 2012: 16h38’41’’ Tempo limite: 23 h Numero finisher 2012: 185 Materiale OBBLIGATORIO: borraccia o altro contenitore con minimo 1 litro d’acqua, lampada frontale funzionante, con pile di ricambio, telo termico di sopravvivenza, fischietto, giacca a vento per sopportare condizioni di cattivo tempo in montagna del peso minimo di 200 grammi, pantalone lungo almeno fino a sotto il ginocchio, maglia a maniche lunghe, cappello o bandana, bicchiere personale di capienza minima 150 cc.

CLASSIFICA MASCHILE 2012

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

1) Daniele Palladino (ITA) �������������10h58’44’’ 2) Christian Insam (ITA) ����������������11h03’47’’ 3) Stefano Ruzza (ITA) ������������������11h13’15’’ 4) Filippo Canetta (ITA) �����������������11h21’35’’ 5) Roberto Rondoni (ITA) ��������������11h30’49’’

1) Francesca Canepa (ITA) ������������11h44’45’’ 2) Annemarie Gross (ITA) ��������������13h18’16’’ 3) Giuliana Arrigoni (ITA) ���������������14h07’31’’ 4) Anna Conti (ITA) �������������������������14h38’19’’ 5) Cristina Zantedeschi (ITA) ��������� 14h47’31’’

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 2.200

Nelle foto: alcuni scatti della scorsa edizione © Augusto Mia Bataglia

2.000 1.800

80 km 5.500

m. D+

1.600 1.400 1.200 1.000 800 600 400 10

20

30

40

50

60

70


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

5 Ponti

89

I voti di Ski-Alper

www.sportivabagolino.it

5ponti@sportivabagolino.it

Società Sportiva Dilettantistica Bagolino

28 luglio 2013 \ Regione: Lombardia

Organizzazione: AVIS e SSD Bagolino Affiliata: FIDAL

Distanza: 15 km Dislivello positivo: 1.000 m RAPPORTO D+/ KM

Una classica in Valsabbia La 5 Ponti è una gara podistica che si svolge in ambiente di media montagna tra quota 700 e 1.200. Il percorso di circa 15 km non presenta tratti pericolosi ma richiede sicurezza e capacità di adattamento ai cambi di terreno. La partenza avviene nel Parco della Pineta, al di sotto dell’abitato di Bagolino. Dopo una breve salita si attraversa il centro del paese per poi riscendere e raggiungere il primo scollinamento a quota 1.050 m nella zona denominata Cochet. La successiva discesa riporta ai piedi del fiume Caffaro per poi risalire al secondo scollinamento in località Pississidolo a quota 1.065 m e scendere nuovamente al fiume Caffaro dove si trova il traguardo volante 5 Ponti. La seconda parte di gara incomincia con la salita più impegnativa che porta in 2 km dai 700 ai 1.220 m della quota massima in località Vestu. Segue un’ultima discesa che riporta nell’abitato di Bagolino.

6,67%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

Partenza: Bagolino (Bs) Arrivo: Bagolino (Bs) Orario partenza: 9:00 Quota massima: 1.223 m (Vestu) Terreno: sterrato 80% e asfalto 20% Numero ristori: 4 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 20 euro Numero limite iscritti: n.d. Premi in denaro: (maschile) 1° 150 euro, 2° 100 euro, 3° 60 euro, 4° 20 euro, 5° 20 euro (femminile) 1° 150 euro, 2° 70 euro, 3° 40 euro Tempo record: 1h23’30’’ (Dino Melzani 2012) Tempo medio 2012: 2h00’45’’ Tempo limite: 3h Numero finisher 2012: 143

NUMERO PARTECIPANTI

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5

Materiale OBBLIGATORIO: no COSTO AL KM 1,33 EURO

CLASSIFICA MASCHILE 2012 1) Dino Melzani (ITA) ����������������������1h23’30’’ 2) Giovanni Paris (ITA) ��������������������1h29’24’’ 3) Riccardo Morandini (ITA) �����������1h30’52’’ 4) Domenico Lazzari (ITA) ��������������1h32’55’’ 4) Vittorio Grassi (ITA) ��������������������1h34’13’’

CLASSIFICA FEMMINILE 2012 1) Lorena Perosini (ITA) �������������������1h50’35’’ 2) Emanuela Festa (ITA) �������������������1h52’11’’ 3) Flora Morandi (ITA) ����������������������1h58’36’’ 4) Olga Agnelli (ITA) �������������������������1h58’57’’ 5) Greta Haller (ITA) �������������������������2h09’43’’

1.500

15 km 1.000

m. D+

1.200

900

600

300

2

4

Nelle foto: il panorama attorno a Bagolino, due concorrenti lungo il tracciato del 2012. Sotto, le montagne teatro della gara. A sinistra il vincitore 2012 Dino Melzani.

ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

PROFILO ALTIMETRICO

0

3/5

6

8

10

12

14

15


90

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

SkyRace Tre Rifugi www.trerifugi.it

In agenda

I voti di Ski-Alper

Appuntamenti dal 4/8 al 25/8

info@trerifugi.it

Sci club Tre Rifugi Cai Mondovì

04/08 Vertical Carezza Run - Nova Levante (Bz) 3,8 km - 900 m D+ - www.carezza.com

28 luglio 2013 \ Regione: PIEMONTE

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Distanza: 26 km Dislivello positivo: 2.050 m

11/08 Ventasso Trail - Ramiseto (Re) 25 km - atleticaatletica@tin.it

Organizzazione: Sci Club Tre Rifugi Affiliata: FSA/CSEN - FIDAL

RAPPORTO D+/ KM

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Sulle tracce della scialpinistica

11/08 Giro delle Creste - Pisogne (Bs) 18,7 km - 1.093 m D+ - www.girodellecreste.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

12/08 Tre Funivie SkyRace - Sestriere (To) 19 km - 1.600 m D+ - www.cmenexperience.com

7,88%

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

18/08 Eco Trail del Gran Sasso - Assergi (Aq) 16 km - smilegoutdoor.blogspot.com/

DIFFICOLTA' TECNICHE

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

18/08 Vertical Kilometer Eco Trail Gran Sasso Campo Imperatore (Aq) 3,5 km - 1.000 m D+ - smilegoutdoor.blogspot.com/

3/5

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

18/08 Vertical Carezza Run - Nova Levante (Bz) 3,3 km - 900 m D+ - www.welschnofen.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

NUMERO PARTECIPANTI

24/08 Circeo National Park Trail - Sabaudia (Lt) 11 km - www.traildelcirceo.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

24/08 Ecotrail della Luna - Caltavuturo (Pa) 15 km - 1.020 m D+ - www.ecotrailsicilia.it

2/5

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

24/08 Mini Kima SkyRace - Val Masino (So) 16 km - /trofeokima.org

In fila indiana ©www.trerifugi.it

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,15 EURO

3/5

Pian delle Gorre (Cn) Borrello (Cn) 7:30 a.m. 2.228 m (Porta Sestrera) 7 n.d. no 25 al 14/08, oltre 35 euro non previsto n.d. 2h40’13’’ (Piller Hoffer 2009) 3h17’58’’ (Raffaella Miravalle 2010) 4h06’35’’ 6h 159

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

25/08 Marsia Fast Trail - Tagliacozzo (Aq) 10 km - www.tiburecotrail.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

25/08 Trofeo Latemar Vertical Kilometer - Predazzo (Tn) 3,3 km - 1.000 m D+ - www.caipredazzo.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

25/08 Bardonecchia Thabor - Bardonecchia (To) 30 km - 2.600 m D+ - www.sge20.com

Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Maurizio Fenaroli (ITA) 2h48’48’’ 2) Danilo Lanternino (ITA) 2h48’59’’ 3) Alberto Fazio (ITA) 2h56’31’’ 4) Fulvio Fazio (ITA) 2h56’32’’ 5) Fabio Cavallo (ITA) 2h59’45’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Debora Cardone (ITA) 3h20’34’’ 2) Ester Scotti (ITA) 3h30’51’’ 3) Elena Tornatore (ITA) 3h49’36’’ 4) Monica Bruno Franco (ITA) 3h56’11’’ 5) Francesca Di Nicola (ITA) 4h05’02’’

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 26 km

2.200

2.050

m. D+

18

20

2.000 1.800 1.600 1.400 1.200 1.000 2

4

6

8

10

12

14

16

24

26


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Giir di Mont SkyMarathon www.aspremana.it

91

I voti di Ski-Alper

giirdimont@aspremana.it

Giir di Mont

28 luglio 2013 \ Regione: Lombardia

Organizzazione: ASD Premana Affiliata: FSA/CSEN Circuito: La Sportiva Gore-Tex Mountain Runnig Cup

Distanza: 33 km Dislivello positivo: 2.400 m RAPPORTO D+/ KM

Di qui sono passati tutti Giunto alla ventunesima edizione, il Giir di Mont è la Milano-Sanremo dello skyrunning, gara di grandissima tradizione, vinta dai più importanti nomi della storia di questo sport. Gara sentitissima, con un intero paese che si mobilita e alpeggi con punti di ristoro molto ben forniti. Quello che rimane impresso del Giir è proprio l'atmosfera, con quell'arrivo nella stretta via principale con la folla assiepata, i coriandoli, le mani tese a incontrare quella del vincitore. Una gara da brividi. Poi c'è il percorso, che tocca il punto più alto alla Bocchetta Larec e raggiunge anche Alpe Chiarino, Alpe Casarsa, Alpe Vegessa, Alpe Fraina e Alpe Rasga. Gara non esageratamente tecnica per il terreno ma impegnativa per i dislivelli e la temperatura di fine luglio. Chiedete conferma a Emelie Forsberg… Partenza: Premana (Lc) Arrivo: Premana (Lc) Orario partenza: 8:00 Quota massima: 2.063 m (Bocchetta Larec) Terreno: n.d. Numero ristori: 9 Punti acqua: 2 Costo d’iscrizione: 40 euro Numero limite iscritti: 350 Premi in denaro: (uomini e donne) 1° 3.000 euro, 2° 1.500 euro, 3° 1.200 euro, (uomini) 4° 1.000 euro, 5° 800 euro, 6° 600 euro, 7° 500 euro, 8° 400 euro, 9° 300 euro, 10° 200 euro, 11°-12° 150 euro, 13°-14° 100 euro, 15°-20° 50 euro (donne) 4° 500 euro, 5° 200 euro. Tempo record maschile: 3h01’03’’ (Kilian Jornet Burgada 2011) Tempo record femminile: 3h45’50’’ (Kasie Enman 2012) Tempo medio 2012: 5h06’06’’ Tempo limite: n.d. Numero finisher 2012: 395

7,27%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

4/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

5/5

Materiale OBBLIGATORIO: K-way

CLASSIFICA MASCHILE 2012

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

1) Tofol Castaner Bernat (ESP) ������ 3h19'19'' 2) Tom Owens (GBR) ���������������������� 3h21'24'' 3) Luis Hernando Alzaga (ESP) ������ 3h22'52'' 4) Nicola Golinelli (ITA) ������������������ 3h24'19'' 5) Alin Zinca Ionut (ROU) ��������������� 3h27'00''

1) Kasie Enman (USA) ��������������������� 3h45'50'' 2) Silvia Serafini (ITA) ��������������������� 4h04’26'' 3) Oihana Kortazar Aranzeta (ESP) 4h08'49'' 4) Blanca Maria Serrano (ESP) ������� 4h10'33'' 5) Emelie Forsberg (SWE) ��������������4h12'v58''

ALBO D'ORO: 2011: Kilian Jornet (ESP) e Mireja Mirò (ESP) - 2010: Kilian Jornet (ESP) e Laetitia Roux (FRA) - 2009: Kilian Jornet (ESP) e Stephanie Jimenez (FRA) - 2008: Kilian Jornet (ESP) e Stephanie Jimenez (FRA) - 2007: Ricardo Meja (MEX) e Emanuela Brizio (ITA) - 2006: Fabio Bonfanti e Wera Soukhowa 2005: Fabio Bonfanti e Wera Soukhowa (RUS), 2004: Fabio Bonfanti (ITA) e Giovanna Cavalli (ITA) - 2003: Fabio Bonfanti (ITA) e Daniela Gilardi (ITA) - 2002: Mario Poletti (ITA) e Daniela Gilardi (ITA) - 2001: Fabio Meraldi (ITA) e Daniela Gilardi (ITA) - 2000: Mario Poletti (ITA) e Daniela Gilardi (ITA) - 1999: Mario Poletti (ITA) - 1989: G. Battista Lizzoni (ITA) - 1965: Battista Pomoni (ITA) - 1964: Silvio Gianola (ITA) - 1963 Fernando Lizzoni (ITA) - 1962: Renzo Tenderini (ITA) - 1961: G. Battista Todeschini (ITA)

COSTO AL KM 1,08 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

PROFILO ALTIMETRICO 33 km

2.200

2.400

m. D+

Nelle foto: dall'alto verso il basso, il passaggio alla Bocchetta Larec, il podio machile 2012, Kasie Enman, vincitrice 2012, Tofol Castanyer, vincitore 2012 ©Newspower

2.000 1.800 1.600 1.400 1.200 1.000 10

20

30


OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

92

Giir di Mont Mini SkyRace www.aspremana.it

Royal Vertical

I voti di Ski-Alper

giirdimont@aspremana.it

Giir di Mont

I voti di Ski-Alper

www.royalmarathon.com

info@royalmarathon.com

28 luglio 2013 \ Regione: Lombardia

28 luglio 2013 \ Regione: Piemonte

Distanza: 20 km Dislivello positivo: 1.000 m

Distanza: 9,1 km Dislivello positivo: 1.172 m

RAPPORTO D+/ KM

Organizzazione: Premana ASD Affiliata: FSA/CSEN

Il mito in versione ridotta

RAPPORTO D+/ KM

5,71%

12,88%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

Organizzazione: ASD Baltea Runner Affiliata: FSA /CSEN

Salendo la Strada Reale Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Partenza: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2011: Tempo limite: Numero finisher 2011:

Noasca (To) Casa di Caccia del Gran Piano - Noasca (To) 10:15 2.222 m (Casa di Caccia del Gran Piano) in linea 2 n.d. no 10 euro (12 euro il giorno della gara) non previsto non previsti 1h02’07’’ (Alex Romagnolo 2012) 1h17’31’’ (Raffaella Miravalle 2012) 1h26’34’’’ n.d. 83

Materiale OBBLIGATORIO: non richiesto

4/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,71 EURO

3/5

©Newspower

Partenza: Premana (Lc) Arrivo: Premana (Lc) Orario partenza: 7:50 Quota massima: 1.690 (Alpe Deleguaggio) Terreno: n.d. Numero ristori: 4 Punti acqua: 2 Costo d’iscrizione: 25 euro Numero limite iscritti: 350 Premi in denaro: (uomini) 1° 300 euro, 2° 200 euro, 3° 100 euro (donne) 1° 200 euro, 2° 100 euro, 3° 50 euro Tempo record: 1h8’01’’ (Saul Antonio Padua 2010) Tempo record femminile: 2h02’38’’ (Raffaella Rossi 2011) Tempo medio 2012: 2h42’47’’ Tempo limite: n.d. Numero finisher 2012: 306

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,30 EURO

5/5

Materiale OBBLIGATORIO: K-way ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Gyorgy Szabolcs Istvan (RO) 1h45'17" 2) Alessandro Gusmeroli (ITA) 1h49'54" 3) Davide Nappo (ITA) 1h51'49" 4) Stefano Goretti (ITA) 1h53'49" 5) Dario Martocchi (ITA) 1h54'07" CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Debora Cardone (ITA) 2h02'15" 2) Stephanie Jimenez (AND) 2h04'50" 3) Lorenza Combi (ITA) 2h13'00" 4) Dimitra Theocharis (ITA) 2h13'46" 5) Daniela Gilardi (ITA) 2h15'01"

ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 1.800 1.600 1.400

20 km 1.000

m. D+

1.200 1.000 800 600 400 200 5

10

15

Nella foto: un passaggio in piano dell'ultima edizione

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Alex Romagnolo (ITA) 1h02’07’’ 2) Ivo Aimone (ITA) 1h02’26’’ 3) Andrea Basolo (ITA) 1h04’30’’ 4) Mirko Bertino (ITA) 1h06’16’’’ 5) Fabrizio Attardi (ITA) 1h06’54’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Raffaella Miravalle (ITA) 1h17’31’’ 2) Sara di Vincenzo (ITA) 1h29’10’’ 3) Paola Vignani (ITA) 1h31’39’’ 4) Gianna Vaccari (ITA) 1h33’48’’ 5) Alice Marino (ITA) 1h34’16’’


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Gran Sasso d’Italia Vertical Run www.gransassoskyrace.it

I voti di Ski-Alper

In programma anche la 21,6 km

gransassoskyrace@gransassoskyrace.it

Gransassoskyrace - Premi "Piergiorgio De Paulis

2 agosto 2013 \ Regione: Abruzzo

93

Twitter: @Gransassoskyrac

Organizzazione: SDS Specialisti dello Sport Affiliata: FSA/CSEN Coppa: C.N.S.A.S. Circuito: Campionato Italiano Skyrunning

Distanza: 3,5 km Dislivello positivo: 1.000 m

RAPPORTO D+/ KM

28,57%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 4,28 EURO

Tratti corribili e rampe

CLASSIFICA MASCHILE 2012

Il percorso si svolge lungo il sentiero denominato 'I tre valloni', uno dei tratti più amati dagli appassionati di skyrunning e scialpinismo che anche in estate amano cimentarsi con le sfide verticali cronometro al polso. Questa parte del tracciato, per buona parte in comune alle due gare, presenta una pendenza abbastanza costante ed è addolcita soltanto da due brevi tratti corribili. In totale la lunghezza è di circa 3,5 km per un dislivello di circa 1.016 m. Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Partenze: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Fonte Cerreto (Aq) alt. 1.120 s.l.m. Ostello di Campo Imperatore (2.136 m) 17:30 2.136 (Ostello Campo Imperatore) scaglionate 1 atleta ogni 30’’ all’arrivo nessuno lungo il tracciato 0 15 euro 200 no 41’27’’ (Paolo Gotti 2012) 51’13” (Orietta Calliari 2012) 54’55’’ 2h 75

Materiale OBBLIGATORIO: come da regolamento FISKY

1) Paolo Gotti (ITA) ���������������������������������������������������������������������� 41’27’’ 2) Antonio Carfagnini (ITA) ��������������������������������������������������������� 42’22’’ 3) Raffaele Adiutori (ITA) ������������������������������������������������������������ 42’37’’ 4) Alessandro Novaria (ITA) �������������������������������������������������������� 43’10’’ 5) Simone Silvestri (ITA) ������������������������������������������������������������� 44’23’’

CLASSIFICA FEMMINILE 2012 1) Orietta Calliari (ITA) ������������������������������������������������������������������ 51’13’’ 2) Francesca Liberatore (ITA) �������������������������������������������������������57’06’’ 3) Raffaella Cian (ITA) ���������������������������������������������������������������1h00’30’’ 3) Mara Cecchini (ITA) ��������������������������������������������������������������1h04’49’’ 5) Alessandra Meoli (ITA) ����������������������������������������������������������1h07’20’’

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

Nelle foto: alcune fasi dell'ultima edizione


94

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Cantavenna Trail www.comune.gabiano.al.it

I voti di Ski-Alper

enzobrusasca@infinito.it

Cantavenna Trail

3 agosto 2013 \ Regione: Piemonte

Organizzazione: Comitato Festa Patronale di S. Carpoforo Affiliata: AICS

Distanza: 11,6 km Dislivello positivo: 600 m RAPPORTO D+/ KM

5,17%

DIFFICOLTA' TECNICHE

2/5 NUMERO PARTECIPANTI

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,69 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

Tra collina e pianura

CLASSIFICA MASCHILE 2012

Giunto alla sua quinta edizione, su percorso di 11,6 km e 600 m di dislivello positivo, è un giusto compromesso tra competizione sportiva e divertimento. Si svolge in un piccolo angolo di Monferrato, sui crinali che delimitano la collina dalla pianura padana. Organizzato nel primo fine settimana di agosto in occasione della festa patronale di San Carpoforo, nella piccola frazione di Cantavenna di Gabiano, si è trasformato in pochi anni in uno dei principali punti di riferimento delle corse in natura della zona.

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Cantavenna di Gabiano (Al) Cantavenna di Gabiano (Al) 17:30 in linea 350 m (Cò de la Fin) 40% sentieri, 30% strade poderali, 30% asfalto 1 1 no 8 euro no non previsti 47’20’’ (Edmil Albertone 2011) n.d no 70

Materiale OBBLIGATORIO: non richiesto

3/5

PROFILO ALTIMETRICO 350

Nelle foto: scorci paesaggistici sul percorso di gara e alcune immagini dell'edizione 2012

11,6 km 600

0

1

2

3

4

5

m. D+

6

7

8

9

10

1) Edmil Albertone (ITA) 2) Maurizio Di Pietro (ITA) 3) Cesare Chiabrera (ITA)

1) Cristina Orso (FRA) 2) Giorgia Bizzotto (ITA) 3) Cristina Pieri (ITA) ALBO D'ORO: 2009: Gianfranco Bedino (ITA) e Viola Grosso (ITA) - 2010: Paolo Musso (ITA) e Nola Williams (GBR) . 2011: Edmil Albertone (ITA) e Alessandra Pagliano (ITA)


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Gran Sasso SkyRace www.gransassoskyrace.it

I voti di Ski-Alper

In programma anche il Vertical Kilometer

gransassoskyrace@gransassoskyrace.it

95

Gransassoskyrace - Premi "Piergiorgio De Paulis

4 agosto 2013 \ Regione: Abruzzo

Twitter: @Gransassoskyrac

Organizzazione: SDSSpecialisti dello Sport Affiliata: FSA/CSEN Coppa: C.N.S.A.S. Circuito: Campionato Italiano Skyrunning

Distanza: 21,6 km Dislivello positivo: 2.226 m

RAPPORTO D+/ KM

10,30%

Il top sull'Appennino

CLASSIFICA MASCHILE 2012

La Marcia in montagna Trofeo Nazionale Piergiorgio De Paulis nacque nel 1975 per volontà dell’allora Presidente del Club Alpino Italiano sezione de L’Aquila Nestore Nanni. Fu ispirata da due motivi di fondo ben precisi: da una parte, non si voleva dimenticare la tragica morte di Piergiorgio De Paulis, avvenuta in prima invernale sulla Nord del Camicia, che tanta sensazione suscitò negli ambienti alpinistici; in seconda battuta si voleva valorizzare il potenziale del Gran Sasso, l'unico vero massiccio con la emme maiuscola degli Appennini. Nasceva così il Trofeo Nazionale Piergiorgio De Paulis. La Coppa dedicata al Corpo Nazionale Soccorso Alpino è stata istituita nel 1988 in ricordo di tre giovani amici, Stefano Micarelli, Riccardo Nardis e Piermichele Vizioli, che il 6 febbraio 1983 trovavano la morte durante un'esercitazione di soccorso alpino sul versante nord di Monte Jenca, nella Valle del Chiarino. Questa coppa veniva assegnata al secondo classificato del Trofeo, prima che la manifestazione fosse sospesa. Dopo 17 anni esatti, nel 2009, la competizione è tornata a nuova vita nella innovativa veste di skyrace nazionale per merito e volontà della Società Sportiva SDS-Specialisti dello Sport. Nel corso degli anni il percorso ha subito diverse variazioni fino a quest’ultimo riveduto e corretto per inserirlo nel calendario nazionale della Federazione Italiana Skyrunning-FISKY. Partenza: Fonte Cerreto (Aq) Arrivo: Fonte Cerreto (Aq) Orario partenza: 8:30 Quota massima: 2.533 (Pizzo Cefalone) Terreno: 100 % sentieri Numero ristori: 9 di cui 3 solo acqua Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 35 euro Numero limite iscritti: 200 Premi in denaro: (uomini/donne) 1° 600 euro, 2° 450 euro, 3° 350 euro Premi in natura: primi 5 di categoria per 10 categorie e tutte le donne dalla quarta in poi Tempo record: 2h34’06’’ (Franco Sancassani 2012) Tempo record femminile: 3h08’00 (Stephanie Jimenez 2012) Tempo medio 2012: 3h53’26’’ Tempo limite: 6h Numero finisher 2012: 84 Materiale OBBLIGATORIO: come da regolamento FISKY disponibile sul sito

CLASSIFICA FEMMINILE 2012 1) Stephanie Jimenez (ITA) �������������������������������������������������������� 3h08’00’’ 2) Paola Romanin (ITA) ��������������������������������������������������������������� 3h23’59’’ 3) Dimitra Theocharis (ITA) ���������������������������������������������������������3h29’’22’’ 3) Orietta Calliari (ITA) ���������������������������������������������������������������� 3h33’10’’ 5) Alessandra Carlini (ITA) �������������������������������������������������������� 3h39’50’’

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,62 EURO

2/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

PROFILO ALTIMETRICO 2.500

Nelle foto: in alto dei momenti della gara, in basso due scorci del panorama

2.000

1.500

21,6 km 2.126

m. D+

1.000

500

1) Franco Sancassani (ITA) �������������������������������������������������������� 2h34’06’’ 2) Paolo Gotti (ITA) ��������������������������������������������������������������������� 2h35’00’’ 3) Fulvio Dapit (ITA) ������������������������������������������������������������������� 2h40’21’’ 4) Antonio Carfagnini (ITA) ��������������������������������������������������������� 2h43’59’’ 5) Alessandro Novaria (ITA) �������������������������������������������������������� 2h54’15’’

DIFFICOLTA' TECNICHE

5

10

15

20


96

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Royal Ultra SkyMarathon www.royalmarathon.com

In contemporanea si svolge la Roc Sky Race, gara su percorso ridotto (distanza: 27 km, dislivello positivo: 2.000 m)

I voti di Ski-Alper

info@royalmarathon.com

4 agosto 2013 \ Regione: Piemonte

Organizzazione: ASD Baltea Runner Affiliata: FSA /CSEN

Distanza: 54 km Dislivello positivo: 4.000 m RAPPORTO D+/ KM

7,41%

DIFFICOLTA' TECNICHE

4/5 NUMERO PARTECIPANTI

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

2/5 COSTO AL KM 1,06 EURO

2/5

Circuito: Campionato Italiano Skyrunning

La SkyRace del Gran Paradiso Il percorso della Royal si svolge in alta quota nella splendida natura del versante sud del Parco Nazionale del Gran Paradiso, seguendo il tracciato principale delle Strade Reali di Caccia. Gli atleti attraversano bellissimi e aspri ambienti di 'deserto d’alta montagna' ai piedi delle vette del Gran Paradiso, habitat prediletto del 'Re Stambecco'. Il percorso valica cinque colli e presenta tratti impegnativi in salita e in discesa, con possibile attraversamento di prati innevati, ripidi pascoli e pietraie. La quinta edizione della Royal è tappa del Campionato Italiano Skyrunning 2013 della FISKY categoria Ultra. Inoltre viene assegnato il Trofeo Ultraskymarathon della classifica combinata Trofeo Kima 2012-Royal 2013. Partenza: Lago di Teleccio (To) Arrivo: Ceresole Reale (To) Orario partenza: 7:00 Quota massima: 3.002 m (Colle della Porta) Numero ristori: 7 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: 2 Costo d’iscrizione: 35 euro fino al 14 aprile, 50 euro fino al 21 luglio, oltre 60 euro; tariffe ridotte per i finisher del Trofeo Kima 2012 Numero limite iscritti: 300 (Royal+Roc) Premi in denaro: (uomini e donne) 1° 500 euro, 2° 300 euro, 3° 200 euro, 1° over 50 e over 60 100 euro Tempo record: 7h19’06’’ (Giuliano Cavallo 2011) Tempo record femminile: 8h04’24’’ (Raffaella Miravalle 2010) Tempo medio 2011: 10h58’53’’ Tempo limite: 13h Numero finisher 2011: 89 Materiale OBBLIGATORIO: scarpe da trail running, riserva d’acqua minimo 1 litro, coperta di sopravvivenza, fischietto, benda elastica, giacca impermeabile, pantaloni o collant da corsa, cappello o bandana, guanti, cellulare

CLASSIFICA MASCHILE 2012 1) Giuliano Cavallo (ITA) �����������������7h19’06’’ 2) Marco Zanchi (ITA) ���������������������7h19’31’’ 3) Maurizio Fenaroli (ITA) ���������������7h22’23’’ 4) Matteo Bolis (ITA) �����������������������7h22’32’’ 5) Daniele Fornoni (ITA) ������������������7h29’17’’

ALBO D'ORO: 2010: Roberto Giacchetto (ITA) e Raffaella Miravalle (ITA) - 2009: Gian Maria Actis Grosso (ITA) e Raffaella Miravalle (ITA) - 2008: Marco Aimo Boot (ITA) e Raffaella Miravalle (ITA)

CLASSIFICA FEMMINILE 2012 ASPETTO PAESAGGISTICO

1) Raffaella Miravalle (ITA) ��������������8h11’13’’ 2) Simonetta Castelli (ITA) ��������������� 9h56’39’’ 3) Stefania Albanese (ITA) �������������11h29’05’’ 4) Alessandra Perona (ITA) ������������ 11h36’19’’ 5) Rosalba Brera Molinaro (ITA) ����11h59’07’’

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 3.000

Nelle foto: alcuni passaggi di Giuliano Cavallo, ultimo vincitore della gara

54 km 4.000

m. D+

2.500

2.000

1.500

1.000

10

20

30

40

50


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Mozzafiato SkyRace www.mozzafiatoskyrace.it

97

I voti di Ski-Alper

info@mozzafiatoskyrace.it

Mozzafiato Sky Race

11 agosto 2013 \ Regione: Piemonte

Organizzazione: ASD Podistica di Cannobio Affiliata: FIDAL

Distanza: 22 km Dislivello positivo: 2.273 m Dislivello negativo: 1.450 m CLASSIFICA MASCHILE 2012

Corta ma panoramica Cavalcata a fil di cresta con vista sul lago. Dopo il breve tratto fino alla chiesa di Traffiume, si affronta l'impegnativa mulattiera che attraverso boschi di castagni e pini porta alla cima del monte Giove (1.291 metri). Un chilometro di falsopiano introduce al cuore tecnico e agonistico della gara: una stupenda e selettiva cavalcata di creste con incredibile vista sul Lago Maggiore su un sentiero corribile porterà ad affrontare in sequenza la cima del Fairone (1.715 metri), la rampa della Fronzina e il 'Torrino', per giungere alla croce di vetta del monte Limidario (2.188 metri), in territorio svizzero. Da qui circa 6 km di discesa porteranno a passare sotto le spettacolari rocce del Gridone per giungere attraverso una stupenda faggeta in zona d'arrivo: località Monti di Olzeno (1.060 metri). Partenza: Cannobio (Vb) Arrivo: Alpe Olzeno - Valle Cannobina (Vb) Orario partenza: 8:00 Quota massima: 2.189 m (Monte Limidario) Terreno: sentiero di montagna con qualche punto tecnico ma ben attrezzato e supportato Numero ristori: 4 Punti acqua: 9 Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 27 euro su web e 33 euro il giorno gara Numero limite iscritti: 300 Premi in denaro: (uomini e donne) 1° 1.000 euro. A titolo indicativo vedi premi 2012 su web Tempo record maschile: 2h17’08’’ (Damiano Lenzi 2012) Tempo record femminile: 2h51’43’’ (M. Luisa Riva 2008) Tempo limite: 6 ore Cancello orario: 3 ore al M.te Faierone (10 km e 1.600 m) Numero finisher 2012: 163 Materiale OBBLIGATORIO: nessuno

1) Damiano Lenzi (ITA) ��������������������������������������������������������������� 2h17’08’’ 2) Dennis Brunod (ITA) ��������������������������������������������������������������� 2h21’21’’ 3) Franco Sancassani (ITA) �������������������������������������������������������� 2h25’28’’ 4) Mickail Mamleev (ITA) ������������������������������������������������������������ 2h25’51’’ 5) Maurizio Fenaroli (ITA) ����������������������������������������������������������� 2h35’20’’

RAPPORTO D+/ KM

10,33%

CLASSIFICA FEMMINILE 2012 1) Emanuela Brizio (ITA) ������������������������������������������������������������� 3h02’27’’ 2) Cecilia Mora (ITA) ������������������������������������������������������������������� 3h03’31’’ 3) Ester Scotti (ITA) ��������������������������������������������������������������������� 3h16’11’’ 4) Maria Giovanna Cerutti (ITA) �������������������������������������������������� 3h27’05’’ 5) Silvia Marchionini (ITA) ���������������������������������������������������������� 3h41’43’’ ALBO D'ORO: 2008: Dennis Brunod (ITA) e Maria Luisa Riva (ITA)

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 1,36 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

PROFILO ALTIMETRICO 2.500

2.000

Nelle foto: a sinistra Dennis Brunod e Damiano Lenzi in azione, a destra un panorama 'mozzafiato' sul percorso

22 km 2.273

m. D+

1.500

1.000

500

5

10

15

20


OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

98

Orobie Skyraid

I voti di Ski-Alper

Appuntamenti dal 31/8 al 8/9

www.orobieskyraid.it

info@fly-up.it

31/08 Kilometro Verticale Omegna-Mottarone - Mottarone (Vb) 5,3 km - 1.100 m D+ - www.caiomegna.it

11 agosto 2013 \ Regione: Lombardia

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Distanza: 22 km Dislivello positivo: 1.700 m RAPPORTO D+/ KM

In agenda

Organizzazione: ASD Fly-up Affiliata: FSA/CSEN

01/09 Cusna Vertical K - Villaminozzo (Re) 3,9 km - 1.000 m D+ - alpensport@libero.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Sulle 'Dolomiti' lombarde

01/09 Gigante Skyrace - Villamonozzo (Re) 26 km - 1.300 m D+ - alpensport@libero.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

01/09 Faito X-Trail - Vico Equense (Na) 16 km - www.trailcampania.com

7,73%

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

01/09 Tour Monviso Trail - Crissolo (Cn) 43 km - 2.700 m D+ - www.tourmonvisotrail.it

DIFFICOLTA' TECNICHE

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

08/09 Vertical Kilometer Scarpone d’Oro - Mongiole (Cn) 4,5 km - 1.081 m D+ - www.rifugio-mongioie.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

3/5

08/09 Sudtirol Drei Zinnen Alpine Run - Sesto (Bz) 17,5 km - 1.350 m D+ - www.dreizinnenlauf.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

09/09 Skyrunning Classic Trail - Piazzatorre (Bg) 23 km -uptpiazzatorre@libero.it

NUMERO PARTECIPANTI

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Nelle foto: alcune immagini dell'edizione 2012

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 0,91 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

08/09 Trail delle Foreste Casentinesi - Badia Prataglia (Ar) 23 km - 1.150 m D+ - www.trailromagna.eu ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

08/09 Baldo Trail Running - Caprino Veronese (Vr) 37 km - 2.100 m D+ - www.equipenatura.it

Donico - Passo della Presolana (Bg) Donico - Passo della Presolana (Bg) 9:00 2.224 m (Grotta dei Pagani) n.d. 6 n.d. no 20 euro no sì 2h14’46’’ (Tadei Pivk 2012) 2h54’08’’ (Debora Cardone 2012) 3h17’13’’ n.d. 94

Materiale OBBLIGATORIO: n.d.

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Tadei Pivk (ITA) 2h14’46’’ 2) Daniele Cappelletti (ITA) 2h18’59’’ 3) Jokin Lizeaga (ESP) 2h19’36’’ 4) Mikhail Mamleev (ITA) 2h26’44’’ 5) Paolo Rinaldi (ITA) 2h27’43’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Debora Cardone (ITA) 2h54’08’’ 2) Cristina Sonzogni (ITA) 3h03’32’’ 3) Carolina Tiraboschi (ITA) 3h04’41’’ 4) Salvia Cuminetti (ITA) 3h38’52’’ 5) Ainhoa Jauregi (ESP) 3h39’51’’ ©dreizinnenlauf.com

PROFILO ALTIMETRICO 2.200

22 km 1.700

m. D+

2.000

1.800

1.600

1.400

1.200

5

10

15

20

©tourmonvisotrail.it

©Dreizinnenlauf


Vertical Ceresole Reale www.kvceresolereale.it

I voti di Ski-Alper

basolo.andrea@gmail.com

15 agosto 2013 \ Regione: Piemonte Distanza: 4 km Dislivello positivo: 1.000 m Organizzazione: GP Rivarolo Affiliata: FIDAL

Tanti big nel Parco del Gran Paradiso

RAPPORTO D+/ KM

25,00% DIFFICOLTA' TECNICHE

©Maratona del Cielo

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

Il tratto denominato 'il miglio del guardia parco'

Partenza: Ceresole Reale (To) Arrivo: Col Boiret- Ceresole Reale (To) Orario partenza: 9:00 Quota massima: 2535 (Col Boiret) Terreno: sentiero ben battuto Numero ristori: 2 Punti acqua: 2 Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 15 euro Numero limite iscritti: 300 Premi in denaro: (maschile e femminile) 1° 150 euro, 2° 125 euro, 3° 100 euro, 4° 70 euro, 5° 50 euro Tempo record: 35’50 (Marco De Gasperi 2012) Tempo record femminile: 45’41’’ (Elisa Brocard) Tempo medio 2012: 51’30’’ Tempo limite: 2h30 Numero finsher 2012: 101 Materiale OBBLIGATORIO: da regolamento FIDAL, no bastoni

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Marco De Gasperi (ITA) 35’50’’ 2) Marco Moletto (ITA) 37’38’’ 3) Francesco Bianco (ITA) 40’27’’ 4) Jean Pellissier (ITA) 40’45’’ 5) Sanchez Orosco (ESP) 41’02’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Ornella Bosco (ITA) 46’23’’ 2) Raffaella Miravalle (ITA) 48’22’’ 3) Francesca Bellezza (ITA) 49’08’’ 4) Tatiana Locatelli (ITA) 49’22’’ 5) Enrica Perico (ITA) 49’49’’

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 3,75 EURO

4/5 ©Maratona del Cielo

ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

Il podio del 2012

©Maratona del Cielo


100

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Maddalene SkyMarathon www.maddaleneskymarathon.it

skymarathon@maddalene.itit

I voti di Ski-Alper

Maddalene Sky Marathon

25 agosto 2013 \ Regione: Trentino-Alto Adige Organizzazione: ASD Maddalene Sky Marathon Affiliata: FSA/CSEN Circuito: Campionato Italiano Skyrunning Distanza: 44 km Dislivello positivo: 2.905 m RAPPORTO D+/ KM

6,60%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

Maxi-maratona di media montagna 3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 0,91 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

Ormai una classica del panorama italiano dello skyrunning che quest’anno è giunta alla sua quinta edizione. Si svolge lungo la catena montuosa delle Maddalene, nel Gruppo Ortles-Cevedale. Questo esteso sistema montuoso fa parte del Parco Nazionale dello Stelvio e comprende la cima dell’Ortles (3.905 m), punto culminante delle Alpi Orientali ad est del Bernina. Tra i sottogruppi dell’Ortles-Cevedale, quello delle Maddalene è il meno elevato, infatti solo due vette superano i 2.700 metri e precisamente Punta Quaira (2.752 m) e Cima Tuatti (2.701 m) e perciò i caratteri sono quelli della media montagna, facilmente accessibile agli escursionisti.

Partenza: Madonna di Senale (Bz) Arrivo: Rumo (Bz) Orario partenza: 7:00 Quota massima: 2.420 m (Monte Pin) Terreno: sentieri di montagna di tipo escursionistico (tipo E) con brevi tratti per escursionisti esperti (tipo EE) Numero ristori: 4 Punti acqua: n.d. Costo d’iscrizione: 35 euro fino al 22 agosto, oltre 45 euro Numero limite iscritti: 250 Premi in denaro: (uomini/donne) 1° 1.000 euro, 2° 600 euro, 3° 400 euro Tempo record maschile: 4h27’35’’ (Fulvio Dapit 2012) Tempo record femminile: 5h16’58’’ (Silvia Serafini 2012) Tempo medio 2012: 7h00’04’’ Tempo limite: 10 h Numero finisher 2012: 178 Materiale OBBLIGATORIO: marsupio o zainetto, giacca antivento, copricapo e guanti

CLASSIFICA MASCHILE 2012

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

1) Fulvio Dapit (ITA) ������������������������4h27’35’’ 2) Michele Tavernaro (ITA) ��������������4h36’09’’ 3) Fabio Bazzana (ITA) ��������������������4h37’16’’ 4) Nicola Giovanelli (ITA) ����������������4h44’51’’ 5) Mikhail Mamleev (ITA) ���������������4h51’21’’

1) Silvia Serafini (ITA) ����������������������5h16’58’’ 2) Stephanie Jimenez (ITA) �������������5h25’11’’ 3) Francesca Domini (ITA) ��������������� 6h04’25’’ 4) Lisa Borzani (ITA) ������������������������6h28’05’’ 5) Giulia Botti (ITA) ��������������������������6h32’51’’

ALBO D'ORO: 2011: Fulvio Dapit (ITA) e Emanuela Brizio (ITA) - 2010: Fulvio Dapit (ITA) e Stephanie Jimenez (FRA) - 2009: Paolo Gotti (ITA) e Nadia Scola (ITA)

3/5

Nelle foto: discesa dal Monte Pin, flora e fauna locale durante l'ultima edizione. I panorami lungo il percorso ©MaddaleneSkyrace

PROFILO ALTIMETRICO 2.500 2.400 2.300 2.200 2.100 2.000 1.900 1.800 1.700 1.600 1.500 1.400 1.300 1.200 1.100 1.000

44 km 2.905

10

20

30

m. D+

40


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Red Rock SkyMarathon www.redrockskymarathon.it

SkyRace Dolomiti Friulane

I voti di Ski-Alper

prolocovezzadoglio@libero.it

Red Rock Sky Marathon

www.for-adventure.it

sky-race@fornidisopra.it

I voti di Ski-Alper

Società Sportiva Fornese

25 agosto 2013 \ Regione: Lombardia

25 agosto 2013 \ Regione: Friuli - Venezia Giulia

Distanza: 44 km Dislivello positivo: 2.100 m

Distanza: 22 km Dislivello positivo: 1.700 m

Organizzazione: Pro Loco Vezza d’Oglio Affiliata: FSA/CSEN Circuito: La Sportiva Gore-tex Mountain Runnig Cup

RAPPORTO D+/ KM

Nel Parco dello Stelvio 4,77% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI Alcune fasi della gara del 2012 ©Davide Ferrari

Partenza: Vezza d’Oglio (Bs) Arrivo: Vezza d’Oglio (Bs) Orario partenza: 7:20 Quota massima: 2.530 m (Corni di Cevole) Numero ristori: 13 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: 1 Costo d’iscrizione: n.d. Numero limite iscritti: n.d. Premi in denaro: (uomini) 1° 200 euro, 2° 100 euro, 3° 500 euro, 4° 300 euro, 5° 250 euro, 6° 200 euro, 7° 170 euro, 8° 150 euro, 9° 100 euro, 10° 80 euro (donne) 1° 1.200 euro, 2° 600 euro, 3° 300 euro, 4° 200 euro, 5° 100 euro Tempo record: 4h20’50’’ (Ionut Zinca 2012) Tempo record femminile: 5h13’14’’ (Silvia Serafini 2012) Tempo medio 2012: 6h16’08’’ Tempo limite: 8h40 Numero finisher 2012: 63

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

Organizzazione: Società Sportiva Fornese Affiliata: FSA/CSEN

RAPPORTO D+/ KM

Lungo il sentiero 'Truoi dai Sciops'

7,73%

Partenza: Forni di Sopra (Ud) Arrivo: Forni di Sopra (Ud) Orario partenza: 8:00 Quota massima: 2.175 m (Forca dell’Inferno) Terreno: n.d. Numero ristori: 5 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 35 euro al 24 agosto, oltre 40 euro Numero limite iscritti: n.d. Premi in denaro: (uomini e donne) 1° 250 euro, 2° 200 euro, 3° 150 euro, 4° 100 euro, 5° 80 euro, 6° 70 euro, 7° 60 euro, 8° 50 euro, 9° 40 euro, 10° 30 euro Tempo record: 1h53’05’’ (Tadei Pivk 2010) Tempo record femminile: 2h23’20’’ (Lavinia Garibaldi 2009) Tempo medio maschile 2012: 2h14’16’’ Tempo medio femminile 2012: 2h45’33’’ Tempo limite: 7h Numero finisher 2012: 407

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

4/5

Materiale OBBLIGATORIO: n.d.

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Sebastjan Zamik (SLO) 1h27’54’’ 2) Pavel Bridl (ITA) 1h30’52’’ 3) Antonello Morocutti (ITA) 1h31’20’’ 4) Marco Nardini (ITA) 1h31’45’’ 5) Gregor Mlaklar (SLO) 1h31’51’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Carla Spangaro (ITA) 1h49’26’’ 2) Anna Pedevilla (ITA) 1h49’53’’ 3) Dimitra Teochariis (ITA) 1h50’13’’ 4) Paola Romanin (ITA) 1h54’18’’ 5) Silvia Rampazzo (ITA) 1h57’25’’

4/5

101

3/5

COSTO AL KM n.d. EURO

COSTO AL KM 1,70 EURO

n.d.

2/5

ASPETTO PAESAGGISTICO

ASPETTO PAESAGGISTICO

Materiale OBBLIGATORIO: K-way

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Ionut Zinca (RO) 4h20’50’’ 2) Luis Alberto Hernando (ESP) 4h26’28’’ 3) Riccardo Favero (ITA) 4h27’54’’ 4) Michele Tavernaro (ITA) 4h31’57’’ 5) Miguel Caballero (ESP) 4h43’06’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Silvia Serafini (ITA) 5h13’14’’ 2) Emanuela Brizio (ITA) 5h27’01’’ 3) Cecilia Mora (ITA) 5h49’40’’ 4) Cinzia Bertasa (ITA) 5h54’23’’ 5) Patrizia Pensa (ITA) 6h01’21’’

3/5

3/5

Una fase della Sky-Race dolomiti friulane

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO

2.600

2.175

2.400

22 km 1.700

1.990

2.200 1.778

2.000 1.800

1.587

1.600

44 km 2.100

1.400

1.400

m. D+

1.200 1.000 10

20

30

40

4

8

12

16

m. D+


102

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Aosta Becca di Nona www.beccadinonaskyrace.com

SkyRace della Rosetta

I voti di Ski-Alper

beccadinona@gmail.com.it

A.S.D. Becca di Nona Skyrace

www.sportracevaltellina.it/000skyracerosetta.htm

I voti di Ski-Alper

info@sportracevaltellina.it

1 settembre 2013 \ Regione: Valle d'Aosta

8 settembre 2013 \ Regione: Lombardia

Distanza: 30 km Dislivello positivo: 2.560 m

Distanza: 21 km Dislivello positivo: 1.550 m

RAPPORTO D+/ KM

Organizzazione: ASD Becca di Nona Skyrace Affiliata: FSA/CSEN

Gran classica dello sky

Organizzazione: ASD Sport Race Valtellina Affiliata: FSA/CSEN

RAPPORTO D+/ KM

Alla scoperta delle Orobie Valtellinesi

8,53%

7,38%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

Qui sopra Kilian Jornet mentre taglia il traguardo ©Areaphoto

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 1,25 EURO

3/5

Partenza: Aosta (Ao) Arrivo: Charvensod (Ao) Orario partenza: 9:00 Quota massima: 3.142 m (Becca di Nona) Terreno: n.d. Numero ristori: 7 Punti acqua: n.d. Costo d’iscrizione: 35 euro entro il 15 agosto, oltre 40 euro Numero limite iscritti: n.d. Premi in denaro: (uomini/donne) 1° 1000 euro, 2° 700 euro, 3° 500 euro, 4° 300 euro, 5° 150 euro Tempo record maschile: 2h47’31’’ (Tadei Pivk 2010) 3h19’50’’ (Gloriana Pellissier 2008) Tempo medio 2012: 3h38’53’’ Tempo limite: 3h20’00’ intera salita Numero finisher 2012: 86

4/5

Un momento dell'ultima edizione ©pizzoscalino.blogspot.com

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM n.d. EURO

n.d.

Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento a manica lunga e pantaloni a gamba lunga (vietato materiale tipo carta) ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Kilian Jornet (ESP) 2h29'24'' 2) Ionut Zinca (ROM) 2h30'37'' 3) Fabio Bazzana (ITA) 2h38'20'' 4) Claudio Garnier (ITA) 2h45'59'' 5) Jerome Bosch (FRA) 2h46'15'' CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Gloriana Pellissier (ITA) 3h03'32'' 2) Debora Cardone (ITA) 3h07'20'' 3) Emanuela Brizio (ITA) 3h08'54'' 4) Cecilia Mora (ITA) 3h27'25'' 5) Ester Scotti (ITA) 3h32'44''

3/5

PROFILO ALTIMETRICO

Sport Race Valtellina

Partenza: Rasura (So) Arrivo: Rasura (So) Orario partenza: 9:00 Quota massima: 2.140 m (Cima Rosetta) Numero ristori: 8 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: n.d. Numero limite iscritti: n.d. Premi in denaro: (maschile) 1° 500 euro, 2° 400 euro, 3° 300 euro, 4° 200 euro, 5° 100 euro (femminile) 1° 350 euro, 2° 250 euro, 3° 150 euro Tempo record: 2h00’13’’ (Gil Pintarelli 2010) Tempo record femminile: 2h33’56’’ (Raffaella Rossi 2010) Tempo medio 2012: 2h54’12’’ Tempo limite: 5h Numero finisher 2012: 234 Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento a maniche lunghe

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Daniel Antonioli (ITA) 2h02’28’’ 2) Franco Sancassani (ITA) 2h03’02’’ 3) Damiano Lenzi (ITA) 2h06’45’’ 4) Riccardo Faverio (ITA) 2h08’28’’ 5) Mikhail Mamleev (ITA) 2h11’01’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Debora Cardone (ITA) 2h34’23’’ 2) Ester Scotti (ITA) 2h45’23’’ 3) Lorenza Combi (ITA) 2h46’53’’ 4) Elisa Sortini (ITA) 2h50’33’’ 5) Monia Acquistapace (ITA) 2h51’18’’

PROFILO ALTIMETRICO

3100 2900 2700 2500 2300 2100 1900 1700 1500 1300 1100 900 700 500

30 km 2.560

21 km

2.100 2.000 1.900

m. D+

1.550

m. D+

1.800 1.700 1.600 1.500 1.400 1.300 1.200 1.100 1.000 900 10

20

30

2

4

6

8

10

12

14

16

18

20


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Tor des Géants www.tordesgeants.it

103

I voti di Ski-Alper

info@tordesgeants.it

Tor des Geants

8-15 settembre 2013 \ Regione: Valle d'Aosta

TDG_trail

Organizzazione: Società Sportiva VDA Trailers SSDRL e Regione Autonoma Valle d’Aosta Affiliata: UISP

Distanza: 330 km Dislivello positivo: 24.000 m RAPPORTO D+/ KM

Endurance 'monstre' ai piedi dei 4.000 Il Tor des Géants è la prima e unica gara che unisce la lunga distanza all'individualità del corridore, non sono imposte dall'organizzazione tappe forzate, vincerà chi metterà meno tempo gestendosi i riposi e le fermate ai ristori. È la prima gara di questo genere che coinvolge una regione intera, lungo i suoi bellissimi sentieri ai piedi dei più importanti 4000 delle Alpi e attraverso il Parco Nazionale del Gran Paradiso e quello regionale del Mont Avic. Il percorso si snoda lungo le due Alte Vie della Valle d'Aosta con partenza e arrivo a Courmayeur per un totale di circa 330 km (200 miglia) e 24.000 metri di dislivello positivo, seguendo per prima l'Alta Via n° 2 verso la bassa Valle e ritornando per l'Alta Via n° 1. Il passaggio ai piedi dei 4000 valdostani rende il percorso di una bellezza unica. Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti ristori: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2011: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Courmayeur (Ao) Courmayeur (Ao) 10:00 3.296 m (Col Loson) 6 basi vita 43 4 410 euro 600 + 10% non previsti 75h56’31’’ (Oscar Perez 2012) 85h33’56’’ (Francesca Canepa 2012) 132h41’52’’ *nel 2012 gara interotta al km 303 150 h 392

Materiale OBBLIGATORIO: zaino o marsupio, borraccia o camelbag, bicchiere o altro contenitore adatto per bere ai punti di ristoro, riserva alimentare, due lampade funzionanti con pile di ricambio, coperta di sopravvivenza, fischietto, benda elastica adesiva adatta a fare una fasciatura, giacca impermeabile adatta a sopportare condizioni di brutto tempo in quota, pantaloni o collant da corsa (che coprano il ginocchio), cappello o bandana, guanti, telefono cellulare (inserire i numeri di sicurezza dell'organizzazione, non mascherare il numero e non dimenticare di partire con la batteria carica), altimetro, indumenti caldi

CLASSIFICA MASCHILE 2012

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

1) Oscar Perez (ESP) ���������������������75h56’31’’ 2) Gregoire Millet (FRA) ����������������78h50’03’’ 3) Christophe Le Saux (FRA) ��������80h14’14’’ 4) Pablo Criado Toca (ESP) �����������83h37’29’’ 5) Franco Colle (ITA) ���������������������84h15’59’’

1) Francesca Canepa (ITA) ������������85h33’56’’ 2) Sonia Glarey (ITA) ����������������������96h59’54’’ 3) Patrizia Pensa (ITA) �������������������97h06’15’’ 4) Hiroko Suzuki (JPN) ����������������106h05’54’’

7,27%

DIFFICOLTA' TECNICHE

4/5 NUMERO PARTECIPANTI

5/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,24 EURO

2/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

ALBO D'ORO: 2011: 1° Jules H. Gabioud (SUI) 79h58’26’’, Annemarie Gross (ITA) 91h28’21’’ - 2010: 1° Ulrich Gross (ITA) 80h27’33’’, 1° Annemarie Gross (ITA) 91h19’13’’

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 3.500

330 km 24.000

Nelle foto: la partenza dell'edizione 2012, la vincitrice Francesca Canepa, Oscar Perez Lopez al Merdeux e l'arrivo di Oscar Perez Lopez

m. D+

3.000 2.500 2.000 1.500 1.000 500 0

50

100

150

200

250

300


104

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

SkyRace Monte Cavallo www.skyracemontecavallo.it

I voti di Ski-Alper

info@montanaiaracing.it

Skyrace Monte Cavallo

8 settembre 2013 \ Regione: Friuli

Organizzazione: ASD Montanaia Racing Affiliata: FSA/CSEN Circuito: Campionato Italiano Skyrunning

Distanza: 20 km Dislivello positivo: 1.650 m RAPPORTO D+/ KM

8,25%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

4/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

Finale del Campionato Italiano Gara giunta alla sua sesta edizione che quest’anno è la finale del Campionato Italiano Skyrunning. Il percorso si sviluppa nel gruppo montuoso Col NudoCavallo, tra le province di Pordenone e Belluno. La manifestazione parte da Piancavallo, nota località turistica, situata ai piedi dell'omonimo gruppo. Il monte Cavallo, detto anche Cima Manera, dall’inconfondibile forma e ben visibile da tutta la pianura friulano-veneta, insieme con i suoi satelliti, il Cimon dei Furlani, il Cimon di Palantina, il Monte Tremol e Colombera, viene interamente aggirato per un totale di circa 20 km e 1.650 m di dislivello in salita. Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Basi vita: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Piancavallo (Pn) Aviano (Pn) 8:30. 2.040 m (Forcella Lastè) 5 n.d. no 30 euro fino al 5 settembre, oltre 35 euro non indicato (uomini e donne) 1° 400 euro, 2° 200 euro, 3° 100 euro, (uomini) 4° 50 euro, 5° 50 euro 2h04’40’’ (Tadei Pivk 2012) 2h36’05’’ (Lavinia Garibaldi 2009) 3h37’29’’ 6h 229

Materiale OBBLIGATORIO: K-way (specificato se obbligatorio al briefing)

CLASSIFICA MASCHILE 2012

4/5 COSTO AL KM 1,63 EURO

1) Tadei Pivk (ITA) ���������������������������2h04’40’’ 2) Sebastjan Zarnik (SLO) ��������������2h19’03’’ 3) Gegor Mlakar (SLO) ��������������������2h21’03’’ 4) Marco Nardini (ITA) ��������������������2h22’03’’ 5) Antonello Morocutti (ITA) �����������2h22’51’’

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

2/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

1) Paola Romanin (ITA) ��������������������2h50’45’’ 2) Francesca Domini (ITA) ��������������� 2h55’14’’ 3) Dimitra Theocharis (ITA) �������������3h04’05’’ 4) Maria Catena Pizzino (ITA) ����������3h10’41’’ 5) Sara Ferraro (ITA) ������������������������3h13’50’’ ALBO D'ORO: 2011: Tadei Pivk (ITA) e Debora Cardone (ITA) - 2010: Alessandro Morassi (ITA) e Jennifer Senik (ITA) - 2009: Matteo Piller Hoffer (ITA) e Lavinia Garibaldi (ITA) - 2008: Paolo Larger (ITA) e Paola Romanin (ITA)

4/5

Nelle foto: Alcuni spettacolari passaggi dell'ultima edizione ©AreaPhoto

PROFILO ALTIMETRICO 20 km

2.000

1.650

m. D+

1.900 1.800 1.700 1.600 1.500 1.400 1.300 1.200 2

4

6

8

10

12

14

16

18

20


©Davide Ferrari

Trail Golfo dei Poeti www.trailgolfodeipoeti.it

I voti di Ski-Alper

gsgolfodeipoeti@libero.it

Trail Golfo dei Poeti

@TrailGdP5Terre

8 settembre 2013 \ Regione: Liguria Distanza: 43 km Dislivello positivo: 2.600 m Organizzazione: ASD Golfo dei Poeti Affiliata: UISP

RAPPORTO D+/ KM

Sui sentieri di Byron Partenza: La Spezia (Sp) Arrivo: La Spezia (Sp) Orario partenza: 8:00 Quota massima: 660 m (Monte Santa Croce) Numero ristori: 7 Punti acqua: 2 Punti qualificanti UTMB: 1 Costo d’iscrizione: 30 euro fino al primo settembre, oltre 35 euro Numero limite iscritti: 250 Premi in denaro: non previsti Tempo record: 4h52’55’’ (Giulio Ornati 2012) Tempo record femminile: 5h27’35’’ (Cecilia Mora 2012) Tempo medio 2012: 7h29’54’’ Tempo limite: n.d. Numero finisher 2012: 143

6,05% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

Materiale OBBLIGATORIO: riserva d'acqua minimo 0,5 litri, telo termico/ coperta di sopravvivenza, fischietto, bandana o cappello, telefono cellulare

3/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Giulio Ornati (ITA) 4h52’55’’ 2) Giulio Bertin (ITA) 5h15’33’’ 3) Gianfranco Bedino (ITA) 5h19’52’’ 4) Stefano Cerlini (ITA) 5h30’15’’ 5) Pier Francesco Bellinvia (ITA) 5h32’55’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Cecilia Mora (ITA) 5h27’35’’ 2) Cecilia Bellotto (ITA) 6h08’43’’ 3) Marisa Imazio (ITA) 6h14’04’’ 4) Mara Creazza (ITA) 6h45’20’’ 5) Laura Ricci (ITA) 6h45’23’’

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM N.D.

n.d. ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5 Cecilia Mora, prima nel 2012

PROFILO ALTIMETRICO 700

43 km 2.600

500

m. D+

250

5 5

10

15

20

25

30

35

40

©Davide Ferrari


106

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Sellaronda Trail Running www.sellarondatrailrunning.com

info@dolomiteskyrace.com

I voti di Ski-Alper

Sellaronda Trail Running

14 settembre 2013 \ Regione: Trentino - Alto Adige e Veneto

Organizzazione: Comitato Organizzatore Dolomites Skyrace Affiliata: FSA/CSEN

Distanza: 53,9 km Dislivello positivo: 3.486 m

Circuito: Salomon Trail Tour Italia

RAPPORTO D+/ KM

6,47%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,02 EURO

2/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

Sui quattro passi… senza sci La gara, giunta alla sua terza edizione, si svolge attorno al Gruppo del Sella, percorrendo strade forestali e sentieri, cercando di evitare il più possibile le strade asfaltate e limitando al massimo gli attraversamenti delle statali. Lo sviluppo è di circa 53 km e 900 mt con un dislivello in salita di circa 3.486 m. Il percorso transita per i centri abitati di Selva, Corvara, Arabba e Canazei, affrontando il Passo Sella, la Dantercepies, il Passo Campolongo, il Bec de Roces per salire al Passo Pordoi prima di affrontare l’ultima discesa che porta all’arrivo di Canazei.

Partenza: Canazei (Tn) Arrivo: Canazei (Tn) Orario partenza: 6:00 Quota massima: 2.305 m (Dantercepies) Terreno: nd Numero ristori: 10 Punti acqua: 10 Punti qualificanti UTMB: 1 Costo d’iscrizione: 50 euro fino al 31 agosto, oltre 60 euro Numero limite iscritti: n.d. Premi in denaro: (uomini e donne) 1° 500 euro, 2° 400 euro, 3° 300 euro, (uomini) 4° 200 euro, 5° 100 euro, 6°-10° 50 euro, (donne) 4° 100 euro, 5° 80 euro Tempo record maschile: 5h27’50’’ (Fulvio Dapit 2012) Tempo record femminile: 7h00’56’’ (Nadia Scola 2011 50 km) Tempo medio 2012: 8h17’412’’ Tempo limite: 11h Numero finisher 2012: 128 Materiale RICHIESTO: riserva d’acqua minimo mezzo litro, telo di sopravvivenza, fischietto, set di pronto soccorso, riserva alimentare, giacca impermeabile adatta a sopportare condizioni di tempo avverso in montagna, pantaloni lunghi da corsa, guanti e berretto, telefono cellulare (all'atto dell’iscrizione obbligatorio comunicare il proprio numero)

CLASSIFICA MASCHILE 2012

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

1) Fulvio Dapit (ITA) ������������������������5h27’50’’ 2) Georg Piazza (ITA) ����������������������5h28’14’’ 3) Filippo Beccari (ITA) �������������������5h28’33’’ 4) Paolo Gotti (ITA) ��������������������������5h33’10’’ 5) Christian Insam (ITA) ������������������5h54’32’’

1) Waltraud Berger (GER) ����������������7h08’39’’ 2) Kasia Zajac (POL) ������������������������7h10’02’’ 3) Maria Catena Pizzino (ITA) ����������7h40’29’’ 4) Giulia Amadori (ITA) ��������������������7h58’59’’ 5) Tite Togni (ITA) �����������������������������8h22’51’’

ALBO D'ORO: 2011: Christian Insam (ITA) e Nadia Scola (ITA)

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 2.305

Nelle foto: lo spettacolo dei Monti Pallidi lungo il percorso

53,9 km 3.486

1.465

5

10

15

20

25

30

35

40

m. D+

45

50


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Cadini SkyRace

107

I voti di Ski-Alper

www.cadinipromotion.it

info@cadinipromotion.it

Cadini Promotion

@Cadinipromotion

15 settembre 2013 \ Regione: Veneto

Organizzazione: ASD Cadini Promotion Affiliata: FSA/CSEN

Distanza: 14,3 km Dislivello positivo: 1.200 m

Emozioni dolomitiche

RAPPORTO D+/ KM

Quarto appuntamento il prossimo 15 settembre per la Cadini Skyrace, gara individuale non competitiva di corsa in montagna che si snoda attraverso il magnifico scenario dei Cadini di Misurina. Con un dislivello positivo di 1.200 metri circa, il percorso, con partenza ai piedi della ex pista Torre del Diavolo, inizia subito in ascesa, evolvendosi verso il Rifugio Fonda Savio, dove viene attrezzato il punto di ristoro, per poi svilupparsi attraverso un continuo saliscendi dalle varie forcelle che caratterizzano questo gruppo montuoso. Quattro sono i valichi da superare in questi 15 km di gara, prima di iniziare l’ultima salita verso il punto più alto della corsa, Forcella della Neve, con i suoi 2.471 m. e imboccare, sul versante opposto, la discesa verso il traguardo. Si tratta di una competizione aperta a tutti, atleti di livello ma anche semplici amanti della montagna con un minimo di conoscenza delle più basilari regole per la propria incolumità e quella degli altri. Partenza: Misurina (Bl) Arrivo: Misurina (Bl) Orario partenza: 9:00 Quota massima: 2.465 m (Forcella della Neve) Numero ristori: 1 Punti acqua: 1 Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 28 euro Numero limite iscritti: 300 Premi in denaro: (uomini) 1° 300 euro, 2° 200 euro, 3° 150 euro, 4° 100 euro, 5° 70 euro (donne) 1° 200 euro, 2° 150 euro, 3° 100 euro Tempo record maschile: 1h20’42’’ (Davide Pierantoni 2012) Tempo record femminile: 1h51’08’’ (Cecilia De Filippo 2012) Tempo medio 2012: 1h57’16’’ Tempo limite: no Numero finisher 2012: 110

8,39%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,96 EURO

Materiale OBBLIGATORIO: No

2/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

1) Davide Pierantoni (ITA) ��������������1h20’42’’ 2) Ivano Molin (ITA) ��������������������������1h25’02’’ 3) Filippo Barizza (ITA) �������������������1h25’16’’ 4) Eddj Nani (ITA) ����������������������������1h26’26’’ 5) Ruggero Berolo (ITA) ������������������1h27’36’’

1) Cecilia De Filippo (ITA) ����������������1h51’08’’ 2) Chiara Ladini (ITA) �����������������������1h52’44’’ 3) Lara Bonora (ITA) ������������������������� 1h53’25’’ 4) Linda Menardi (ITA) ��������������������� 1h53’34’’ 5) Angela De Poi (ITA) ����������������������1h55’24’’

ASPETTO PAESAGGISTICO

ALBO D'ORO: 2011: Tulio Grandelis (ITA) e Silvia Serafini (ITA)

3/5

PROFILO ALTIMETRICO 14,3 km

2.500

1.200

m. D+

Nelle foto: lo spettacolare percorso di gara dolomitico. In alto a sinistra, le prime tre dell'edizione 2012

2.300

2.100

1.900

1.700

2

4

6

8

10

12

14


108

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Ivrea Mombarone www.amicidelmombarone.it

I voti di Ski-Alper

infomombarone@libero.it

Troi dei Cimbri www.troideicimbri.it

I voti di Ski-Alper

info@troideicimbri.it

Troi dei Cimbri - 55 km / 3300 d+

15 settembre 2013 \ Regione: Piemonte

15 settembre 2013 \ Regione: Veneto

Distanza: 21 km Dislivello positivo: 2.100 m

Distanza: 55 km Dislivello positivo: 2.800 m

RAPPORTO D+/ KM

Organizzazione: ASD Polisportiva Amici del Mombarone Affiliata: FIDAL - FSA/CSEN

La storia della corsa in montagna

Alla scoperta del Cansiglio

10%

5,09%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

4/5

3/5

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5

3/5

COSTO AL KM 1,07 EURO

COSTO AL KM 0,77 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

Ivrea (T0) Colma di Mombarone (T0-Bl) 8:30 2.371 m (Colma Mombarone) n.d. 6 n.d. no 20 euro entro il 13 settembre, oltre 25 euro 400 n.d. 1h57’18’’ (Jean Pellissier 2001) 2h26’22’’ (Corinne Favre 2002) 3h06’26’’ 4h30 344

Partenza: Fregona (Tv) Arrivo: Fregona (Tv) Orario partenza: 6:00 a.m. Quota massima: 1.575 m (rifugio Città di Vittorio Veneto) Numero ristori: 4 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: 1 Costo d’iscrizione: 40 euro fino al 31/08, oltre 45 euro Numero limite iscritti: 350 Premi in denaro: non previsti Tempo record: 5h23’50’’ (Nicola Giovanelli 2012) Tempo record femminile: 6h47’18’’ (Alessandra Carlini e Gillian Fowler 2012) Tempo medio 2012: 4h43’08’’ Tempo limite: 13h Numero finisher 2012: 179 Materiale OBBLIGATORIO: zainetto camel bag con riserva d'acqua di almeno 1 litro, lampada frontale funzionante, telo termico di sopravvivenza, giacca impermeabile con maniche lunghe, adatta a sopportare condizioni di brutto tempo in montagna, mappa del percorso (fornita dall'organizzazione)

3/5

Un momento dell'edizione 2012 ©Podistica Leinì

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Organizzazione: Associazione Pro Logo Fregona Affiliata: n.d. Circuito: Tecnica Trail Trophy

RAPPORTO D+/ KM

ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

Panorama nei pressi del Monte Pizzoc ©dall'account FB della gara

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Nicola Giovanelli (ITA) 5h23’50’’ 2) Andrea Moretton (ITA) 5h28’28’’ 3) Massimo Tagliaferri (ITA) 5h41’28’’ 4) Patrick Costabiei (ITA) 5h51’41’’ 5) Mirco Ferrazza (ITA) 6h04’58’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Alessandra Carlini (ITA) 6h47’18’’ 2) Gillian Fowler (AUS) 6h47’18’’ 3) Giuliana Arrigoni (ITA) 7h19’33’’ 4) Sonia Meneghello (ITA) 7h21’50’’ 5) Federica Boifava (ITA) 7h23’43’’

PROFILO ALTIMETRICO 1.575

Materiale OBBLIGATORIO: n.d. (Vietato l’uso di bastoni e auricolari)

55 km 2.800

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Marco Moletto (ITA) 2h02’31’’ 2) Enzo Mersi (ITA) 2h05’27’’ 3) Lorenzo Trincheri (ITA) 2h07’32’’ 4) Maurizio Fenaroli (ITA) 2h07’49’’ 5) Erik Benedetto (ITA) 2h10’39’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Marcella Belletti (ITA) 2h31’10’’ 2) Barbara Cravello (ITA) 2h33’48’’ 3) Katarzyna Kuminska (ITA) 2h37’17’’ 4) Ornella Bosco (ITA) 2h37’38’’ 5) Genny Garda (ITA) 2h50’22’’

0

10

20

m. D+

30


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Trail Oulx www.oulxtrailers.net

109

I voti di Ski-Alper

info@oulxtrailers.net

xxTrail di Oulx

22 settembre 2013 \ Regione: Piemonte

Organizzazione: ASD Oulx Trailers Affiliata: FSA/CSEN Circuito: Corto Circuito Solidale

Distanza: 50 km Dislivello positivo: 2.500 m RAPPORTO D+/ KM

5,0%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

Quella galleria buia... Trail giunto alla sua quinta edizione, uno dei primi di ultra distanza della Val di Susa, che nel corso degli anni ha dato prova di un alto livello organizzativo. Nel 2012 è stato prova unica del Campionato Italiano di ultra SkyMarathon. Il percorso, nella sua parte centrale, tocca le strade di collegamento tra le varie fortezze della valle, i forti di Fenils, Pramand, Jafferau e Foens, un tempo utilizzate per il traffico militare. Su questo tracciato si trova la spettacolare Galleria dei Saraceni, lunga 800 metri e totalmente buia a causa del suo percorso circolare, che è una delle particolarità del trail. Nella sua prima parte si snoda lungo il Sentiero dei Franchi all'interno del Gran Bosco, fino alla piana di Salbertrand. Di qui si risale il lato sinistro orografico della valle inoltrandosi in forte ascesa nel vallone del Seguret fino al Colletto Pramand, a poca distanza dall'omonimo forte, e successivamente al colle Vin Vert, punto culminante della gara. Nella sua parte finale transita poi nella frazioni di Royeres, per tornare verso Oulx sul versante della Grand Hoche, con passaggi nelle caratteristiche frazioni di Puys e Chateau Beaulard.

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Oulx (To) Oulx (To) 8:00 2.675 m (Colle Vin Vert) 10% asfalto 20% sterrato 70% sentieri 6 fontane nei paesi attraversati 35 euro n.d. non previsti 4h40’18’’ (Fabio Bazzana 2012) 5h51’51’’ (Silvia Serafini 2012) 7h12’41’’ n.d. 134

Materiale OBBLIGATORIO: lampada frontale o simile per passaggio in galleria

CLASSIFICA MASCHILE 2012

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

1) Fabio Bazzana (ITA) ������������������� 4h40'18'' 2) Paolo Bert (ITA) �������������������������� 4h52'14'' 3) Daniele Fornoni (ITA) ����������������� 4h53'49'' 4) Stefano Ruzza (ITA) ������������������� 4h56'01'' 5) Sergio Vallosio (ITA) ������������������ 4h56'28''

1) Silvia Serafini (ITA) ��������������������� 5h15'51'' 2) Daniela Bonnet (ITA) ������������������� 5h50'46'' 3) Cecilia Mora (ITA) ����������������������� 5h50'56'' 4) Lisa Borzani (ITA) ����������������������� 6h47'29'' 5) Eleonora Duregon (ITA) �������������� 7h14'31''

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 0,72 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

ALBO D'ORO: 2011: Daniele Fornoni (ITA) e Annalisa Diaferia/Marina Plavan (ITA) - 2010: Daniele Fornoni (ITA) e Cecilia Mora (ITA) - 2009: Marco Zarantonello (ITA) e Cecilia Mora (ITA)

4/5

PROFILO ALTIMETRICO

Nelle foto: in alto Annalisa Diaferia, vincitrice 2011 ©www. oulxtrailers.net, Sotto, la partenza della scorsa edizione ©Fabio Menino

2.500

50 km 2.000

2.500

m. D+

1.500

1.000 10

20

30

40


110

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Salita al Pavillon salitaalpavillon.jimdo.com

I voti di Ski-Alper

magicteam.runners@libero.it

22 settembre 2013 \ Regione: Valle d’Aosta Distanza: 4,4 km Dislivello positivo: 960 m RAPPORTO D+/ KM

Organizzazione: ASD Magic Team Monte Bianco Affiliata: FSA/CSEN

Al cospetto del Bianco

21,28% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 2,27 EURO

5/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

5/5

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Materiale obbligatorio: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

La Palud - Courmayeur (Ao) Pavillon - Courmayeur (Ao) 10:00 in linea 2.190 m (Pavillon) n.d. n.d. n.d. no 10 euro no n.d. n.d. 31’06’’ (Dennis Brunod 2008) 38’30’’ (Gloriana Pellissier 2011) 46’54’’ n.d. 65

Materiale OBBLIGATORIO: n.d.

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Alex Romagnolo (ITA) 33’45’’ 2) Nella foto: il durissimo tratto finale della gara. ©Dal sito della gara.

Jerome Bosch (FRA) 34’01’’ 3) Gabriele Poggi (ESP) 34’25’’ 4) Giuliano Gherardi (ITA) 36’42’’ 5) Davide Cheraz (ITA) 37’50’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Corinne Favre (FRA) 39’26’’ 2) Valeria Bruna (ITA) 44’32’’ 3) Silvia Degiovanni (ITA) 46’02’’ 4) Rosa Ierardi (ITA) 47’18’’ 5) Laura Maschi (ESP) 47’19’’

In agenda Appuntamenti dal 15/9 al 12/10 15/09 Antico Troi degli Sciamani - Fregona (Tv) 80 km - 5.000 m D+ - www.troideicimbri.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

15/09 Pizzoc Trail - Fregona (Tv) 21,7 km - 1.590 m D+ - www.troideicimbri.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

15/09 Trofeo Giatti Bianchetti - Terminillo (Ri) 10 km - www.cairieti.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

15/09 Trofeo Ermanno Cortinovis - Lenna (Bg) 12,2 km - www.gsorobie.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

15/09 Valle Maria SkyMarathon - Canosio (Cn) 46,4 km - 2.493 m D+ - www.vallemairaskymarathon.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

21/09 Vertical Kilometer della Res - Casavei (Vc) 1.000 m D+ - www.gsavalsesia.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

22/09 Pereto Trail - Pereto (Aq) 25 km - www.parkstrail.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

22/09 Trofeo Besimauda SkyRace - Peveragno (Cn) 25 km - 1.900 m D+


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

111

©Risk4sport

©Risk4sport

©Maratona del Cielo

22/09 Trail del Salame - San Michele Tiorre (Pr) 20 km - 800 m D+ - www.atleticacasonenoceto.it

05/10 Punt del Diau Ultratrail - Val della Torre (To) 76 km - 5.450 m D+ - www.puntdeldiau-ultratrail.com

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

29/09 KMW - Chilometro Verticale Memorial Bratina - Auronzo (Bl) 5,3 km - 1.000 m D+ - www.caicim.it

05/10 Lake Garda Mountain Race - Malcesine (Vr) 14 km - www.lakegardamountainrace.com

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

29/09 Etna Valetudo SkyRace - Nicolosi (Ct) 22 km - www.etnaskyrace.it

06/10 Eco Trail di Colle San Marco - Colle San Marco (Ap) 21 km - www.avisascolimarathon.it

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

29/09 Ultratrail della Baronia - Barisciano (Aq) 54 km - www-parkstrail.it

06/10 Mulatera de Pia Skyrunning Km - Pian Camuno (Bs) 13,4 km - info@lemulatere.it

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

30/09 Trail degli Eroi - Bassano del Grappa (Vi) 46 km - 2.500 m D+ - www.traildeglieroi.it

06/10 Giro del Monte Ubione Skyrunning - Ubiale Clanezzo (Bg) 15 km - www.altitute.it

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

29/09 Trail delle Terre Rosse - Masserano (Bi) 37 km - www.traildeiparchi.com

06/10 Amalfi Coast Trail - Amalfi (Na) 80 km in 5 tappe - 5.200 m D+ - www.amalfitrail.it

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

29/09 San Galgano Run - Chiusdino (Si) 22 km - www.sangalganorun.com

06/10 Trail del Marrone - Castel del Rio (Bo) 20 km - 1.000 m D+ - www.terzotempotrail.com

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

05/10 Crazy Namastè Trail - Finale Ligure (Im) 14 km - 730 m D+ - castione@crazyidea.it

12/10 Eco Trail le Vie di San Francesco - Attigliano (Tr) 130 km - 5.000 m D+ - www.outdoorconsulting.it


112

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Magredi Mountain Trail www.magredimountaintrail.com

Arrancabirra

I voti di Ski-Alper

info@magredimountaintrail.com

Magredi Mountain Trail

@mmt10mile

www.arrancabirra.it

info@arrancabirra.it

I voti di Ski-Alper

Arrancabirra Garagoliardica

4 ottobre 2013 \ Regione: Friuli

5 ottobre 2013 \ Regione: Valle d'Aosta

Distanza: 162 km Dislivello positivo: 7.000 m

Distanza: 18 km Dislivello positivo: 1.410 m

Organizzazione: ASD Magredi Mountain Trail Affiliata: FIDAL/IUTA

RAPPORTO D+/ KM

La 100 miglia delle Dolomiti friulane

RAPPORTO D+/ KM

4,21%

7,83%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

Organizzazione: Società Sportiva VDA Trailers SSDRL Affiliata: UISP

Divertimento a fine stagione Courmayeur (Ao) Courmayeur (Ao) 10:00 2.584 m (Tète de la Tronche) 5 n.d. no 35 euro 1200 non previsti 2h02’22’’ (Bernard Dematteis 2010) 2h28’56’’ (Tatiana Locatelli 2012) 4h34’01’’ 8h 1.014

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Materiale OBBLIGATORIO: scarpe da trail running, giacca antivento, guanti e berretto Partenza: Vivaro (Pn) Arrivo: Vivaro (Pn) Orario partenza: 18:00 Quota massima: 1.500 m Numero ristori: 15 Basi vita: 3 Punti qualificanti UTMB: 4 Costo d’iscrizione: 100 euro fino al 30 aprile, 115 fino al 31 agosto, oltre 125 euro Numero limite iscritti: 500 Premi in denaro: non previsti Tempo record: 21h40’51’’ (Matteo Bertoli 2012) Tempo record femminile: 24h04’21’’ (Denise Zimmermann 2012) Tempo medio 2012: 33h04’15’’ Tempo limite: 2h Numero finisher 2012: 48

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,69 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

Materiale OBBLIGATORIO: telo termico, giacca impermeabile adatta a sopportare condizioni di brutto tempo in alta quota, riserva alimentare e idrica 1,5 litri, due torce frontali con pile di ricambio, fischietto, telefono cellulare, bicchiere, benda elastica

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Matteo Bertoli (ITA) 21h40’51’’ 2) Paolo Massarenti (ITA) 22h46’44’’ 3) Enrico Viola (ITA) 22h59’58’’ 4) Daniele Settesoldi (ITA) 23h49’13’’ 5) Luciano Morandini (ITA) 25h32’11’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Denise Zimmermann (SUI) 24h04’21’’ 2) Ulrike Stieding (AUT) 24h40’05’’ 3) Paola Pin (ITA) 36h28’41’’ 4) Pavlina Prochazkowa (CZA) 36h47’30’’ 5) Daniela Facchinetti (ITA) 39h39’52’’

5/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Martin Dematteis (ITA) 2h04’28’’ 2) Bernard Dematteis (ITA) 2h04’28’’ 3) Marco Gazzola (SUI) 2h06’18’’ 4) Luigi Cocito (ITA) 2h07’09’’ 5) Cesare Clap (ITA) 2h07’10’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Tatiana Locatelli (ITA) 2h28’56’’ 2) Cristiane Nex (ITA) 2h29’03’’ 3) Carolina Tiraboschi (ITA) 2h33’04’’ 4) Alessandra Pagliano (ITA) 2h50’50’’ 5) Luana Bellagamba (ITA) 3h10’19’’

3/5 COSTO AL KM 1,94 EURO

2/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5 Verso il rifugio Bertone ©Fabio Menino

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO

1.600

2.500

162 km 7.000

1.400

18 km

m. D+

1.410

2.250

m. D+

1.200

2.000

1.000 800

1.750

600

1.500

400

1.250

200 20

40

60

80

100

120

140

160

1.000

5

10

15


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Morenic Trail www.morenictrail.com

113

I voti di Ski-Alper

info@morenictrail.com

MorenicTrail

5-6 ottobre 2013 \ Regione: Piemonte

Organizzazione: A.s.d. Baltea Runner Affiliata: FSA /CSEN

Distanza: 109 km Dislivello positivo: 2.280 m RAPPORTO D+/ KM

Sull’orma del ghiacciaio Il percorso del Morenic segue l’arco collinare dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea, l’anfiteatro glaciale quaternario meglio conservato al mondo, che si trova in Piemonte subito a sud dello sbocco della Valle d’Aosta. Gli atleti attraversano dolci ambienti naturali con laghi, fiumi, torbiere e viste sulle montagne valdostane e del Gran Paradiso, raggiungendo di tanto in tanto borghi arroccati sulle colline moreniche, castelli e chiese. Il percorso, dal punto di vista delle pendenze e del fondo, è estremamente scorrevole e si si svolge in gran parte su strade carrabili e itinerari di cresta morenica. Il Morenic Trail, ormai giunto alla quarta edizione, è diventato una vera classica di fine stagione per gli ultra runner italiani e stranieri. La giornata di sport si conclude con la festa del Morenic Parade, la notte bianca a base di musica e buona cucina che si tiene al traguardo di Brosso in attesa dell’arrivo di tutti gli atleti. Può essere percorso tutto d’un fiato da soli, in coppia oppure dividendo la fatica con un gruppo d’amici grazie alla formula a staffetta. Andrate (To) Brosso (To) 9:00 917 m (Pontije) 8 n.d. 3 singoli: fino al 6 settembre 65 euro, oltre 75 euro; staffette da 4: fino al 6 settembre 120 euro, oltre 140 euro n.d. non previsti 10h15’24’’ (Igor Marchetti 2012) 14h00’38’’ (Giuliana Arrigoni e Ilaria Pozzi 2012) 17h18’55’’ 24h 95

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finsher 2012:

Materiale obbligatorio: riserva d'acqua minimo 0,5 litri, lampada frontale con pile di ricambio, coperta di sopravvivenza, fischietto, banda elastica adesiva adatta a fare una fasciatura o strapping (minimo 80 cm x 3 cm), giubbotto antivento, road-book, bicchiere/contenitore per liquidi (ai ristori non sono disponibili bicchieri), telefono cellulare

CLASSIFICA MASCHILE 2012

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

1) Igor Marchetti (ITA) ������������������10h15’24’’ 2) Pierre Michel Oggier (SUI) ��������12h01’37’’ 3) Paolo Rossi (ITA) �����������������������13h01’38’’ 4) Tarcisio Fresia (ITA) ������������������13h07’26’’ 5) Maxim Neganov (ISR) ���������������13h08’34’’

1) Giuliana Arrigoni (ITA) ���������������14h00’33’’ 2) Ilaria Pozzi (ITA) ��������������������������14h00’33’’ 3) Stefania Albanese (ITA) �������������14h50’24’’ 4) Marisa Imazio (ITA) ������������������� 14h50’58’’ 5) Paola Vignani (ITA) �������������������� 15h06’56’’

ALBO D'ORO: 2011: Igor Marchetti (ITA) e Francesca Canepa (ITA) - 2010: Giuliano Cavallo (ITA) e Alessandra Perona (ITA)

PROFILO ALTIMETRICO

2,09%

DIFFICOLTA' TECNICHE

2/5 NUMERO PARTECIPANTI

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,64 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

3/5

900 800

Nelle foto: alcuni momenti della gara

109 km 2.280

700

m. D+

600 500 400 300 200

10

20

30

40

50

60

70

80

90

100


114

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Como Valmadrera www.osavalmadrera.it

Vetical Xtreme

I voti di Ski-Alper

segreteria@osavalmadrera.it

Osa Valmadrera - Organizzazione Sportiva Alpinist

I voti di Ski-Alper

www.limonextreme.com

info@skybikextreme.com

Limone Skyrunning Xtreme

6 ottobre 2013 \ Regione: Lombardia

11 ottobre 2013 \ Regione: Lombardia

Distanza: 35,5 km Dislivello positivo: 2.265 m

Distanza: 3 km Dislivello positivo: 1.080 m

Organizzazione: OSA Valmadrera Affiliata: FSA/CSEN

RAPPORTO D+/ KM

Tra i due rami del lago

RAPPORTO D+/ KM

Emozioni notturne

6,38%

36%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI Nicola Golinelli, vincitore dell'ultima edizione ©dall'account FB dell'atleta

Partenza: Como (Co) Arrivo: Valmadrera (Lc) Orario partenza: 8:45 Quota massima: 1.436 m (Monte Palanzone) Terreno: n.d. Numero ristori: 8 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 25 euro (tesserati FSA), 30 euro (non tesserati) Numero limite iscritti: 200 Premi in denaro: (maschile) 1° 500 euro, 2° 400 euro, 3° 300 euro, 4° 200 euro, 5° 150 euro, 6°-10° 100 euro , 11°-15° 80 euro (femminile) 1° 500 euro, 2° 300 euro, 3° 200 euro, 4° 150 euro, 5° 100 euro Tempo record: 3h00’40’’ (Fabio Bonfanti 2005) Tempo record femminile: 3h33’52’’ (Emanuela Brizio 2008) Tempo medio 2012: 4h54’58’’ Tempo limite: 6h30’ Numero finisher 2012: 209

3/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 0,77 EURO

4/5

Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento a maniche lunghe (K-way), scarpe da trail-running

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Nicola Golinelli (ITA) 3h07’09’’ 2) Fabio Bazzana (ITA) 3h14’39’’ 3) Stefano Butti (ITA) 3h28’40’’ 4) Massimo Colombo (ITA) 3h31’32’’ 5) Luca Carrara (ITA) 3h33’37’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Emanuela Brizio (ITA) 3h57’54’’ 2) Cinzia Bertasa (ITA) 4h11’14’’ 3) Partizia Pensa (ITA) 4h13’46’’ 4) Daniela Gilardi (ITA) 4h21’22’’ 5) Ester Scotti (ITA) 4h26’25’’

3/5

Organizzazione: ASD SS Limonese Affiliazione: FSA/CSEN Circuito: Skyrunner World Series

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Limone sul Garda (Bs) Limone sul Garda (Bs) - Cima Mughera 19:00 1.149 m (Cima Mughera) n.d. n.d. no 20 euro n.d. sì 41’10’’’ (Damiano Lenzi 2012) 56’30’’ (Laura Gaddo 2012) 57’28’’ n.d. 68

Materiale OBBLIGATORIO: lampada frontale, giacca antivento. Vietato l’uso dei bastoni

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 6,67 EURO

2/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 1.436

35,5 km 2.265

1.317

m. D+

1.226 Il vincitore della passata edizione, Damiano Lenzi ©Vertical Xtreme

980

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Damiano Lenzi (ITA) 41’10’’ 2) Fabio Bazzana (ITA) 41’43’’ 3) Emanuele Manzi (ITA) 43’18’’ 4) Lukas Arquin (ITA) 43’51’’ 5) Gil Pintarelli (ITA) 44’55’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Laura Gaddo (ITA) 56’30’’ 2) Raffaella Bailoni (ITA) 57’28’’ 3) Lara Bonora (ITA) 59’47’’ 4) Sabrina Polito (ITA) 59’58’’ 5) Flora Morandi (ITA) 1h04’08’’

387 201

5

10

15

20

25

30

35


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Skyrunning Xtreme www.limonextreme.com

I voti di Ski-Alper

In programma anche il Vertical Kilometer

info@skybikextreme.com

115

Limone Skyrunning Xtreme

13 ottobre 2013 \ Regione: Lombardia

Organizzazione: ASD SS Limonese Affiliata: FSA/CSEN Circuito: Skyrunner World Series

Distanza: 23,5 km Dislivello positivo: 2.000 m RAPPORTO D+/ KM

8,51%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

3/5

Grand finale delle World Series

CLASSIFICA MASCHILE 2012

Gara giunta alla sua seconda edizione con percorso estremamente panoramico, una lunghissima terrazza sul lago di Garda. Massacrante sky race di 23,5 km con un dislivello complessivo positivo di 2.451 metri. Percorso ad anello con arrivo e partenza sul Lungolago Marconi di Limone sul Garda. Quest’anno, insieme al Vertical del venerdì, è finale del circuito Skyrunner World Series. Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Limone sul Garda (Bs) Limone sul Garda (Bs) 10:00 1.621 m (Monte Carone) 7 n.d. no 30 euro fino al 19 ottobre, oltre 37 euro n.d. sì 2h13’34’’ (Marco De Gasperi 2012) 3h02’08’’ (Debora Cardone 2012) 3h36’27’’ 5h30’ 165

1) Marco De Gasperi (ITA) �������������������������������������������������������� 2h13’34’’ 2) Taddei Pivk (ITA) ������������������������������������������������������������������� 2h21’15’’ 3) Daniele Cappelletti (ITA) ������������������������������������������������������� 2h21’57’’ 4) Damiano Lenzi (ITA) ������������������������������������������������������������� 2h22’27’’ 5) Emanuele Manzi (ITA) ���������������������������������������������������������� 2h28’54’’

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

5/5 CLASSIFICA FEMMINILE 2012 1) Debora Cardone (ITA) ������������������������������������������������������������� 3h02’08’’ 2) Paola Romanin (ITA) ��������������������������������������������������������������� 3h03’55’’ 3) Nadia Scola (ITA) �������������������������������������������������������������������� 3h11’50’’ 4) Dimitra Theocharis (ITA) �������������������������������������������������������� 3h19’58’’ 5) Ester Scotti (ITA) ��������������������������������������������������������������������� 3h26’12’’

COSTO AL KM 1,43 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 1.621

23,5 km 2.000

69

5

10

15

m. D+

20

Nelle foto: in alto il percorso.e Debora Cardone, prima nel 2012. Qui a sinistra il vincitore del 2012, Marco De Gasperi con Dario Busi, presidente FISKY


116

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Trail dei Fieschi www.trailfieschi.com

Ultra Trail Lago d’Orta 83 km

I voti di Ski-Alper

info@ergus.net

Circuito Trail Dei Monti Liguri

www.trail-running.it

I voti di Ski-Alper

traildellagodorta@gmail.com

Ultra-Trail Lago d’Orta

13 ottobre 2013 \ Regione: Liguria

19 ottobre 2013 \ Regione: Piemonte

Distanza: 19 km Dislivello positivo: 1.200 m

Distanza: 83 km Dislivello positivo: 5.000 m

Organizzazione: Organizzazione: ASD Ergus Genovaa Affiliata: FSA/CSEN - UISP Circuito: Trail dei Monti Liguri

RAPPORTO D+/ KM

RAPPORTO D+/ KM

Una corta per finire la stagione 6,32%

6,02%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

3/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

La partenza

3/5

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 1,18 EURO

Savignone (Ge) Savignone (Ge) 16:00 980 m (Monte Maggio) 3 n.d. no 20 euro fino al 30 giugno, oltre 25 euro n.d. non previsti 1h35’05’’ (Davide Ansaldo 2011) 2h04’44’’ (Vera Mazzarello 2012) 2h25’21’’ 5h 163

Materiale OBBLIGATORIO: camelbag o borraccia con 1 litro, giacca antivento, telo termico, riserva alimentare, fischietto per le emergenze, recipiente per bere lungo il percorso (es. ecotazza), telefono cellulare, lampada frontale

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Paolo Bert (ITA) 1h36’09’’ 2) Davide Ansaldo (ITA) 1h43’24’’ 3) Ernesto Ciravegna (ITA) 1h46’42’’ 4) Paolo Piano (ITA) 1h47’03’’ 5) Stefano Girotti (ITA) 1h48’48’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 6) Vera Mazzarello (ITA) 2h04’44’’ 7) Daniela Scavino (ITA) 2h24’23’’ 8) Ilaria Pasa (ITA) 2h25’21’’ 9) Maria Orlando (ITA) 2h25’47’’ 10) Raffaella Scotto Busato (ITA) 2h28’08’’

3/5

4/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

Organizzazione: ASD Trail-Running Affiliata: FIDAL

Ultra Trail vista lago Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Pogno (No) Pogno (No) 05:00 1.600 m (Monte Croce) n.d. 7 3 3 60 euro entro il 2/08, oltre 70 euro n.d. non previsti prima edizione prima edizione prima edizione 14h prima edizione

Materiale OBBLIGATORIO: telo termico, zaino o marsupio, bicchiere, borracce o camel-bag con riserva di liquidi, barrette energetiche, lampada frontale, fischietto, giacca impermeabile adatta a sopportare condizioni di brutto tempo, indumenti caldi indispensabili in caso di previsioni meteo brutte, telefono cellulare

CLASSIFICA MASCHILE: prima edizione CLASSIFICA FEMMINILE: prima edizione

3/5 COSTO AL KM 0,78 EURO

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

PROFILO ALTIMETRICO 950

19 km 1.200

850

m. D+

800 750 700 650 600 550 500 3

6

9

12

15

18

Un suggestivo scorcio lungo il percorso ©www.trail-running.it


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Ultra Trail Lago d’Orta 55 Km www.trail-running.it

Sardinia UltraMarathon

I voti di Ski-Alper

traildellagodorta@gmail.com

Ultra-Trail Lago d’Orta

www.csfiammamacomer.it

I voti di Ski-Alper

csfiammamacomer@gmail.com

19 ottobre 2013 \ Regione: Piemonte

19 ottobre 2013 \ Regione: Sardegna

Distanza: 55 km Dislivello positivo: 2.600 m

Distanza: 60 km Dislivello positivo: 1.040 m

Organizzazione: A.S.D. Trail-Running Affiliata: FIDAL

Una classica di fine stagione

RAPPORTO D+/ KM

Poca salita, tanta distanza 4,73% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

La vegetazione tipica della zona ©www.trail-running.it

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro:

Sardinia Ultramarathon

Organizzazione: CS Fiamma Macomer Affiliata: FIDAL/IUTA Circuito: GP IUTA U-Trail

RAPPORTO D+/ KM

Pogno (No) Pogno (No) 07:30 1.400 m (Monte Novesso) n.d. 5 3 1

NUMERO PARTECIPANTI

4/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

40 euro entro il 2/08, oltre 50 euro n.d. non previsti

Dati riferiti alla 63 km del 2012 Tempo record: 6h46’39’’ (Daniele Fornoni 2012) - 63 km Tempo record femminile: 8h05’11’’ (Lisa Borzani 2012) - 63 km Tempo medio 2012: 10h32’32’’ Tempo limite: 14h Numero finisher 2012: 310 Materiale OBBLIGATORIO: telo termico, zaino o marsupio, bicchiere, borracce o camelbag con riserva di liquidi, barrette energetiche, lampada frontale, fischietto, giacca impermeabile adatta a sopportare condizioni di brutto tempo, indumenti caldi indispensabili in caso di previsioni meteo brutte, telefono cellulare

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Daniele Fornoni (ITA) 6h46’39’’ 2) Nico Valsesia (ITA) 6h48’43’’ 3) Juan Maria Jimenez (ESP) 6h53’19’’ 4) Simon Grimstrup (DEN) 6h59’19’’ 5) Fabrizio Costanzo (ITA) 7h10’49’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Lisa Borzani (ITA) 8h05’11’’ 2) Cecilia Mora (ITA) 8h16’25’’ 3) Patrizia Pensa (ITA) 8h23’24’’ 4) Morgane Cretton (FRA) 9h01’17’’ 5) Francesca Mai (ITA) 9h06’51’’

Partenza: Monte S. Antonio - Mancomer (Nu) Arrivo: Monte S. Antonio - Mancomer (Nu) Orario partenza: 9:00 Quota massima: 800 m (Monte S. Antonio) Terreno: n.d. Numero ristori: 11 Punti acqua: n.d. Punti qualificanti UTMB: no Costo d’iscrizione: 20 euro Numero limite iscritti: n.d. Premi in denaro: n.d. Tempo record: 4h18’07’’ (Giorgio Calcaterra 2012) Tempo record femminile: 4h59’45’’ (Cecilia Mora 2011) Tempo medio 2012: 6h20’42’’ Tempo limite: no Numero finisher 2012: 34

1,73% DIFFICOLTA' TECNICHE

2/5 NUMERO PARTECIPANTI

Materiale OBBLIGATORIO: non richiesto

1/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Giorgio Calcaterra (ITA) 4h18’07’’ 2) Vincenzo Trentadue (ITA) 4h42’45’’ 3) Davide Ribuchesu (SUI) 4h43’22’’ 4) Lorenzo Pisani (ITA) 4h43’45’’ 5) Sergio Piga (ITA) 4h47’08’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Veronica Correale (ITA) 5h30’08’’ 2) Paola Addari (ITA) 5h49’10’’ 3) Rita Angela Porcu (ITA) 6h29’23’’ 4) Marta Piga (ITA) 7h10’43’’ 5) Maria Paola Mascia (ITA) 7h15’53’’

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5

3/5

COSTO AL KM 0,82 EURO

COSTO AL KM 0,33 EURO

Un tratto su strada asfaltata ©account FB Sardinia Ultramarathon

3/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

5/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

4/5

4/5 Un'immagine della partenza @ribichesudavide.blogspot.com

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO 800

60 km

1.250

55 km 2.600

m. D+

1.040

m. D+

750

1.000

700 750

650 500

600 10

20

30

117

40

50

5

10

15

20

25


OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

118

Tartufo Trail Running 66 Km www.tartufotrail.it

info@tartufotrail.it

In agenda

I voti di Ski-Alper

Appuntamenti dal 12/10 al 8/9

Tartufo Trail Running

20 ottobre 2013 \ Regione: Emilia Romagna

13/10 Granfondo Valleintrasca Skyrunning - Cambiasca (Vb) 21 km - 1.200 m D+ - www.avismarathonverbania.it

Distanza: 66 km Dislivello positivo: 3.500 m

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

Organizzazione: ASD Kino Mana Affiliata: FSA/CSEN Circuito: Campionato Italiano Ultra Skyrunning

RAPPORTO D+/ KM

13/10 Cervinara Trail - Cervinara (Av) 25 km - www.trailcampania.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

13/10 Eco Trail della Roscetta - Civitella Roveto (Aq) 21 km - www.ecoroscetta.it

La prima volta della lunga

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

13/10 Trofeo dei Presidenti - Monte Palanzone (Co) 14 km - 1.235 m D+ - caifinomornasco.wordpress.com

5,30%

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

13/10 Monte Barone Skyrunning - Coggiola (Bl) 17 km - 1.300 m D+ - www.valsesseratrail.eu

DIFFICOLTA' TECNICHE

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

13/10 Valgoglio Vertical Kilometer - Aviasco (Bg) www.trelaghitrerifugi.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

3/5

20/10 Cormorultra - Buja (Ud) 69km - www.gmudinesi.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

20/10 Ecomaratona del Chianti - Castelnuovo Berardenga (Si) 42 km - 900 m D+ - www.ecomaratonadelchianti.it

NUMERO PARTECIPANTI

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

21/10 Green Race - Milano (Mi) 10 km - www.greenrace.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

n.d. I panorami che incontreranno gli atleti

Partenza: Calestano (Pr) Arrivo: Calestano (Pr) Orario partenza: 8:00 Quota massima: 1.307 m (Monte Montagnana) Terreno: 7% asfalto, 75% sterrato e piste ghiaiate, 18% single track Numero ristori: 0 Punti acqua: 5 Punti qualificanti UTMB: 2 Costo d’iscrizione: 40 euro entro il 23 settembre, oltre 50 euro Numero limite iscritti: non previsto Premi in denaro: non previsti Tempo record: prima edizione Tempo record femminile: prima edizione Tempo medio 2012: prima edizione Tempo limite: 12 h Numero finisher 2012: Prima edizione

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

n.d. COSTO AL KM 0,68 EURO

4/5

Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento maniche lunghe, pila frontale, telo termico (20 gr.), fischietto, cartina topografica con tracciato, altimetria e road book forniti dagli organizzatori, bicchiere o altro contenitore personale adatto all'uso, barrette o gel energetici in base alle proprie esigenze, un minimo di 1 litro di acqua o liquidi energetici in borracce o camelbag

ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE: prima edizione CLASSIFICA FEMMINILE: prima edizione

4/5

27/10 Conero Ecotrail -Sirolo (An) 23 km - www.trailadventuremarche.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

27/10 Trail Frutti Dimenticati - Casola Valsenio (Ra) 20 km - 1.000 m D+ - www.terzotempotrail.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

27/10 Trail Valle del Dragone - Atrani (Sa) 15 km - www.trailcampania.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

03/11 Etna Neuberg SkyMarathon - Zafferana Etnea (Ct) 42 km - 2.000 m D+ - www.mandalatrail.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

04/11 Ecotrail di Castelfusano - Pineta di Castel Fusano (Rm) 13 km - www.parkstrail.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

10/11 Trail del Mandriano - Tagliacozzo (Aq) 30 km - www.tibuecotrail.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

11/11 Ysangarda Trail - Castellengo (Bl) 30 km - www.traildeiparchi.com ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

11/11 Mezzomerico Forest Race - Mezzomerico (No) 24 km - 300 m D+ - www.prolocomezzomerico.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

17/11 Maddalena Urban Trail - Brescia (Bs) 43 km - 2.650 m D+ - www.trbs.joomlafree.it ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

17/11 Trail dell’Ulivo - Fognano (Ra) 42 km - 2.000 m D+ - www.terzotempotrail.com

PROFILO ALTIMETRICO

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

24/11 Gessi Wild Trail - Casola Valsenio (Ra) 17 km - 850 m D+ - www.trailromagna.eu

1.300 1.200

66 km 3.500

1.100

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

25/11 Cronotraversata del Maestro, Grotta del Gigante - Sgonico (Ts) 1,6 km - www.caicim.it

m. D+

1.000

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

30/11 Trail del Cinghiale - Casola Valsenio (Ra) 60/42 km - 4.300/3.000 m D+ - www.terzotempotrail.com

900 800

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

22/12 Ecotrail della Ficuzza - Ficuzza (Pa) 23 Km - 860 m D+ - www.ecotrailsicilia.it

700 600

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

29/12 Alba Fucens Archeo Trail - Alba Fucens (Aq) 12 km - www.parkstrail.it

500 10

20

30

40

50

60


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Tartufo Trail Running 50 Km www.tartufotrail.it

info@tartufotrail.it

119

I voti di Ski-Alper

Tartufo Trail Running

20 ottobre 2013 \ Regione: Emilia Romagna

Organizzazione: ASD Kino Mana Affiliata: FSA/CSEN

Distanza: 50 km Dislivello positivo: 2.337 m RAPPORTO D+/ KM

4,67%

DIFFICOLTA' TECNICHE

2/5

Alla scoperta dell'Appennino parmense Giunta alla sua sesta edizione, è un’occasione unica per correre nell’Appennino Parmense in completa autosufficienza alimentare, su un terreno vario fatto di vecchie piste e sentieri storici, dove la natura in alcuni punti ha cancellato la tracce dell'uomo. Il percorso comprende passaggi su sentieri di montagna con tratti di tipo escursionistico (tipo E secondo definizione C.A.I.). Da quest’anno in programma anche la distanza di 66 km che rientra nel Campionato Italiano Ultra SkyMarathon.

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Calestano (Pr) Calestano (Pr) 8:00 1.305 m (Cappelletta) 8% asfalto, 75% sterrato e piste ghiaiate, 17% single track 0 4 1 30 euro fino al 23 settembre, oltre 40 euro non previsto non previsti 4h37’06’’ (Andrea Calcinati 2011) 5h44’48’’ (Emanuela Galesi 2010) 7h14’22’’ 7h al 40° km 85

Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento maniche lunghe, telo termico (20 gr.), fischietto, cartina topografica con tracciato, altimetria e road book forniti dagli organizzatori, bicchiere o altro contenitore personale adatto all'uso, barrette o gel energetici in base alle proprie esigenze, un minimo di 1 litro di acqua o liquidi energetici in borracce o camelbag

CLASSIFICA MASCHILE 2012

CLASSIFICA FEMMINILE 2012

1) Matteo Lucchese (ITA) ���������������4h59’09’’ 2) Filippo Canetta (ITA) �������������������5h10’39’’ 3) Fabrizio Monti (ITA) ��������������������5h22’13’’ 4) Vincenzo di Paolo (ITA) ���������������5h44’31’’ 5) Dante Pagliarini (ITA) �����������������5h57’48’’

1) Virginia Oliveri (ITA) ��������������������6h01’57’’ 2) Maria Giovanna Cerutti (ITA) �������6h30’32’’ 3) Simonetta Castelli (ITA) ��������������� 6h47’13’’ 4) Maria Cristina Orlandi (ITA) ��������6h51’46’’ 5) Federica Pala (ITA) ����������������������7h04’41’’

NUMERO PARTECIPANTI

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,70 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

ALBO D'ORO: 2011: Andrea Calcinati (ITA) e Giuliana Arrigoni (ITA) - 2010: Giuseppe Fiorucci (ITA) e Emanuela Galesi (ITA) - 2009: Giuseppe Marazzi (ITA) e Katia Fori (ITA)

3/5

PROFILO ALTIMETRICO 1.300 1.200 1.100

Nelle foto: alcune immagini della scorsa edizione

50 km 2.337

m. D+

1.000 900 800 700 600 500 10

20

30

40


OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

120

Trail del Monte Casto www.mauscilla.it

mauscilla@alice.it

I voti di Ski-Alper

Trail delle Terre di Mezzo

Lafuma Trail Monte Casto

www.traildelleterredimezzo.com

I voti di Ski-Alper

iscrizionittm@gmail.com

27 ottobre 2013 \ Regione: Piemonte

3 novembre 2013 \ Regione: Lombardia

Distanza: 46 km Dislivello positivo: 2.300 m

Distanza: 35 km Dislivello positivo: 950 m

Organizzazione: GSA Pollone Affiliata: FSA/CSEN – FIDAL Circuito: Campionato Italiano Ultra Trail Normale - IUTA

RAPPORTO D+/ KM

Organizzazione: ASD Runners Valbossa Affiliata: UISP

RAPPORTO D+/ KM

Tra il Campo dei Fiori e il Parco del Ticino

Campionato italiano Trail IUTA 5,00%

2,71%

DIFFICOLTA' TECNICHE

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5

2/5

NUMERO PARTECIPANTI

NUMERO PARTECIPANTI

Runnersvalbossa Valbossa

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Daverio (Va) Daverio (Va) 9:00 435 m (Caldate) 2 1 no 20 euro fino al 29 ottobre, oltre 25 euro 300 no 2h32’16’’ (Luca Ponti 2012) 3h10’36’’ (Cinzia Bertasa 2012) 3h39’57’’ 6h 267

Materiale OBBLIGATORIO: non previsto

5/5

3/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Luca Ponti (ITA) 2h32’16’’ 2) Stefano Trisconi (ITA) 2h32’44’’ 3) Massimiliano Rigamonti (ITA) 2h35’00’’ 4) Mauro Toniolo (ITA) 2h39’27’’ 5) Paolo Proserpio (ITA) 2h39’27’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Cinzia Bertasa (ITA) 3h10’36’’ 2) Scilla Tonetti (ITA) 3h11’20’’ 3) Michela Urh (ITA) 3h15’14’’ 4) Cristina Rizzi (ITA) 3h18’23’’ 5) Maria Ilaria Fossati (ITA) 3h19’24’’

Bazzana e Butti al traguardo ©Valetudo Skyrunning Italia

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

4/5 COSTO AL KM 0,54 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile: Tempo record femminile: Tempo medio 2011: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Andorno Micca (Bi) Andorno Micca (Bi) 7:00 1.490 n.d. 6 n.d. 20 euro al 30 settembre, oltre 30 euro 800 tra le due gare non previsti 3h55’13’’ (Enzo Mersi 2009) 4h38’37’’ (Cecilia Mora 2009) 6h32’45’’ 8h 322

Materiale OBBLIGATORIO: 0,5 litri d’acqua, giacca antivento, telo di sopravvivenza, telefono cellulare

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5 COSTO AL KM 0,64 EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Fabio Bazzana (ITA) 2h43’07’’

3/5

1) Stefano Butti (ITA) 2h43’07’’ 3) Silvano Fedel (FRA) 2h44’29’’ 4) Maurizio Fenaroli (ITA) 2h45’31’’ 5) Mirko Righele (ITA) 2h48’09’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Lisa Borzani (ITA) 3h21’40’’ 2) Cecilia Mora (ITA) 3h23’22’’ 3) Sonia Glarey (ITA) 3h25’46’’ 4) Maria Eugenia Rossi (ITA) 3h26’30’’ 5) Hana Smisovska (ITA) 3h28’21’’

3/5 Il tipico paesaggio delle Terre di Mezzo ©Valbossa/Nucera

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO

1.500

46 km

1.400

2.300

m. D+

35 km 950

375

1.300 1.200

350

1.100 1.000 900

325

800 700

300

600 500

10

20

30

40

2,5

5

7,5

10

12,5

m. D+


GARE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Trail di Portofino

Pico Trail

I voti di Ski-Alper

www.maratoninaportofino.it

info@marciarcobaleno.it

Trail del monte di Portofino

I voti di Ski-Alper

www.valetudoskyrunningitalia.com

luca.boffetti@tiscali.it

Valetudo Skyrunning Italia

10 novembre 2013 \ Regione: Liguria

24 novembre 2013 \ Regione: Lombardia

Distanza: 23 km Dislivello positivo: 1.200 m

Distanza: 18 km Dislivello positivo: 1.350 m

Organizzazione: ASD Atletica Due Perle Affiliata: n.d. Circuito: Trail dei Monti Liguri

Appuntamento da non perdere a fine stagione

RAPPORTO D+/ KM

Sulle colline bergamasche 5,22% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI La partenza del Trail del Monte di Portofino ©Valetudo Skyrunning Italia 2012

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Numero ristori: Punti Acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record maschile: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Organizzazione: ASD Strozza e ASD Valetudo Affiliata: FSA/CSEN Circuito: Bergamo Running Sky

RAPPORTO D+/ KM

121

Santa Margherita Ligure (Ge) Santa Margherita Ligure (Ge) 9:00 500 m (Pietre Strette) 6 n.d. no 22 euro entro il 4 novembre, oltre 25 euro 1.000 non previsti 1h51’21’’ (Eris Costa 2009) 2h16’24’’ (Cecilia Mora 2011) 2h56’35’’ 7h 351

Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Terreno: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Strozza (Bg) Strozza (Bg) 9:00 895 m (Monte Ubione) n.d. n.d. n.d. no 15 euro n.d. non previsti 1h32’40’’ (Fabio Bazzana 2012) 2h16’48’’ (Giovanna Cavalli 2012) 2h19’18’’ n.d. 110

Materiale OBBLIGATORIO: non previsto

5/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

7,50% DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

3/5

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Fabio Bazzana (ITA) 1h36’32’’ 2) Maurizio Fenaroli (ITA) 1h41’47’’ 3) Riccardo Faverio (ITA) 1h41’47’’ 4) Fabio Bonfanti (ITA) 1h42’53’’ 5) Massimo Colombo (ITA) 1h42’55’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Giovanna Cavalli (ITA) 2h16’48’’ 2) Bianca Morvillo (ITA) 2h29’40’’ 3) Carmela Vergura (ITA) 2h31’08’’ 4) Silvia Chiappa (ITA) 2h36’04’’ 5) Elisa Rossini (ITA) 2h44’09’’

LIVELLO DEI PARTECIPANTI

3/5

4/5

COSTO AL KM 1,02 EURO

COSTO AL KM 0,83 EURO

3/5

4/5

ASPETTO PAESAGGISTICO

ASPETTO PAESAGGISTICO

Materiale OBBLIGATORIO: scarpe da trail running

CLASSIFICA MASCHILE 2012: 1) Fabio Bazzana (ITA) 1h58’44’’ 2) Alberto Ghisellini (ITA) 2h03’16’’ 3) Paolo Ponzo (ITA) 2h08’01’’ 4) Clemente Berlingheri (ITA) 2h08’21’’ 5) Sergio Primarolo (ITA) 2h08’34’’ CLASSIFICA FEMMINILE 2012: 1) Luana Righetti (ITA) 2h22’56’’ 2) Giulia Amadori (ITA) 2h37’51’’ 3) Lidia Rebora (ITA) 2h38’57’’ì4) Vera Mazzarello (ITA) 2h39’41’’ 5) Francesca Gualco (ITA) 2h45’36’’

4/5

3/5 Fabio Bazzana nell'edizione 2012.

PROFILO ALTIMETRICO

PROFILO ALTIMETRICO

600

900

23 km 1.200

500

18 km 1.350

800

m. D+

m. D+

700

400

600

300

500

200

400 300

100

200

0 -100

100

2

4

6

8

10

12

14

16

18

20

22

2

4

6

8

10

12

14


122

OUTDOOR RUNNING 2013 \ GARE

Vertikal Punta Martin sites.google.com/site/vertikaldipuntamartin/

I voti di Ski-Alper

grizzly.elblanco@libero.it

24 novembre 2013 \ Regione: Liguria

Organizzazione: GSD Eurobike Swim & Run Cremolino Affiliata: FSA / CSEN

Distanza: 4,730 km Dislivello positivo: 897 m D+ RAPPORTO D+/ KM

18,96%

DIFFICOLTA' TECNICHE

3/5 NUMERO PARTECIPANTI

2/5 LIVELLO DEI PARTECIPANTI

2/5 COSTO AL KM xxx EURO

4/5 ASPETTO PAESAGGISTICO

Una vera e propria scalata Vertical Kilometer con partenza dalla frazione di Acquasanta (165 m) nel Comune di Mele (Ge) e arrivo a Punta Martìn (1.001 m), con 897 metri di dislivello positivo sulla distanza di 4,73 km e alcuni passaggi tecnici di I e II grado in arrampicata. Partenza: Arrivo: Orario partenza: Quota massima: Partenze: Numero ristori: Punti acqua: Punti qualificanti UTMB: +Costo d’iscrizione: Numero limite iscritti: Premi in denaro: Tempo record: Tempo record femminile: Tempo medio 2012: Tempo limite: Numero finisher 2012:

Acquasanta - Mele (Ge) Punta Martin 9:00 1001 m cronoscalata con partenze ogni 20” 3 2 no 15 euro 100 nessun premio in denaro, solo in natura 33’21’’ (Alex Romagnolo 2012) con percorso ridotto 48’17’’ (Susanna Scaramucci 2012) con percorso ridotto n.d. 2h 39

Materiale OBBLIGATORIO: giacca antivento e scarpe da mountain-running. I bastoncini non sono consentiti vista la tecnicità del percorso

3/5

Nelle foto: il panorama da Punta Marin e alcuni tratti del percorso

CLASSIFICA MASCHILE 2012 1) Alex Romagnolo ������������������������������������������������������������������������33’21’’ 2) Alfredo Cavallero ������������������������������������������������������������������������34’36’’ 3) Alberto Ghisellini ����������������������������������������������������������������������� 35’03’’ 4) Matteo Repetto ��������������������������������������������������������������������������35’44’’ 5) Pierluigi De Prati ������������������������������������������������������������������������37’00’’

CLASSIFICA FEMMINILE 2012 1) Susanna Scaramucci ����������������������������������������������������������������� 48’17’’ 2) Raffaella Cian ������������������������������������������������������������������������������ 50’35’’ 3) Antonella Cazzulo ����������������������������������������������������������������������� 56’31’’


photo: robert boesch

MTR 201 Dyneema Dall’ unione di leggerezza, sicurezza, velocità e protezione è nata la scarpa da trail running più resistente al mondo. www.socrep.it


OUTDOOR RUNNING TEST 2013 50 scarpe, 15 bastoni, 17 zaini 8 cinture portaborraccia, 9 testatori 1 fotografo, 1 responsabile, 1 videomaker

Tutte le immagini del test sono state scattate da Damiano Levati responsabile tecnico test Sebastiano Salvetti



126

OUTDOOR RUNNING 2013 \ LO SPIRITO DELLA GUIDA

Cesare Clap e Francesco Zucconi durante una fase del test dell'attrezzatura da trail

Viaggiare informati Trail running, skyrunning e minimalismo. Modi di correre, di vivere il running outdoor, che si riflettono in altrettante categorie di prodotto. A qualsiasi mondo si appartenga, la Guida di Ski-alper è un supporto prezioso per un acquisto consapevole

A

cquistare un nuovo prodotto è come decidere la meta di un viaggio. È necessario interrogarsi, capire quali sono i propri desideri, i propri obiettivi, i propri sogni. E, soprattutto, è necessario informarsi. Avere le idee chiare sulla direzione da intraprendere, sulle opzioni esistenti e sui costi. Se un tempo gli avventurieri si affidavano a mappe e bussole, oggi per trovare la rotta giusta e orientarsi nel mondo del running outdoor c’è la Guida all’acquisto di Ski-alper. Al di là degli arditi paragoni, l’obiettivo di questa pubblicazione è informare in vista dell’acquisto; fornire uno strumento per scegliere consapevolmente l’attrezzatura. Finalità che presuppone l’indossare i panni di diverse tipologie di corridori; interpretandone le esigenze e condividendone le aspirazioni. Superando quanto affermato dalle Case produttrici, non restando ancorati alle caratteristiche tecniche dichiarate. Andando oltre, decisamente oltre. Per questo abbiamo definito

categorie chiare, nette, lontane dalla tendenza attualmente dominante che definisce ‘trail’ qualsiasi aspetto della corsa off road. I tre mo(n)di del running outdoor Trail running, skyrunning, minimalismo. Ovvero, rispettivamente, il regno della resistenza sulle lunghe e ultra distanze, l’impero delle prestazioni al cospetto dei terreni più tecnici e, infine, la nuova interpretazione del gesto atletico, votata all’appoggio d’avampiede anziché alla classica rullata. Vediamo nel dettaglio queste tre galassie che, nel settore delle scarpe, si tramutano in tre categorie di prodotto nettamente distinte. Trail running Al termine dei fatidici 42 km e 195 metri… tutto continua! È il regno delle


LO SPIRITO DELLA GUIDA \ OUTDOOR RUNNING 2013

127

lunghe o lunghissime distanze. Dai 42 km fino al limite fisico. Lungo terreni off road mediamente tecnici, privi di passaggi estremi o pseudo alpinistici, prevalentemente lungo sentiero o traccia. Il prodotto ideale è robusto, leggero, resistente agli agenti esterni (acqua, neve, fango e pietrisco) e, soprattutto, confortevole. Fido compagno d’avventura, strumento in grado di supportare anche quando le energie si riducono al lumicino, la vista si annebbia, i passi si fanno incerti. Il trail runner, del resto, è il corridore che, per eccellenza, non molla mai, che fa della costanza e durata delle prestazioni il proprio credo. È un diesel inesauribile. Skyrunning Ogni prodotto è un’estensione del corridore. Strumento per ottenere la massima performance. Le prestazioni, del resto, sono l’unico orizzonte verso il quale rivolgere lo sguardo. Ogni stilla d’energia deve tramutarsi in spinta. Nessuna dissipazione, nessuno spreco di forze. Cambiano, rispetto alla categoria trail, non solo la lunghezza dei percorsi, decisamente più brevi, ma anche terreni e ritmi di percorrenza. Alla resistenza subentra la performance pura. A sentieri, mulattiere e sterrati si aggiungono creste, traversi ai limiti dell’equilibrio, sfasciumi e passaggi di stampo alpinistico. Una dimensione più tecnica, aspra, da affrontare a ritmi decisamente superiori. Cambia, conseguentemente, il rapporto tra corridore e attrezzatura. Non più compagna d’avventura, aiuto nelle difficoltà, partner nel portare a termine l’impresa, ma arma. Strumento per raggiungere la vittoria o, quanto meno, la massima performance. Lo skyrunner ha nel cronometro il proprio giudice unico. La corsa è sfida con l’avversario piuttosto che con se stesso. Non si accontenta di terminare una skyrace, vuole scalare la classifica. Minimalismo Una rivoluzione copernicana. Alla ‘religione’ della rullata, seguita per decenni da generazioni di corridori, subentra la novella ‘eresia’, ovvero la corsa d’avampiede. Parlare di minimalismo, o natural running, significa entrare in un mondo elitario, riservato a runner leggeri, forti di un’ottima tecnica e amanti dei ritmi veloci. Non si tratta di una categoria, peraltro circoscritta al mondo delle calzature, i cui confini vengono delineati tanto dalle distanze affrontate o dall’utilizzo cui s’intende destinare i prodotti, quanto dallo stile di corsa necessario per ottenere massime prestazioni e vivere nitide sensazioni. Stile basato, come accennato, non sulla classica rullata, ovvero l’ordinaria transizione dal tallone al mesopiede e quindi all’avampiede, ma sul contatto con il suolo spostato anteriormente, direttamente verso il mesopiede e, soprattutto, l’avampiede. Andando a replicare gesti e posture che si adotterebbero istintivamente qualora si corresse a piedi nudi. Da qui il termine natural running. La cui declinazione estrema è il barefooting, corrente tecnica e motoria votata

Nelle foto: in alto, Marco Moletto impegnato nel test delle scarpe da Vertical. Al centro, tanti modi diversi di interpretare la corsa off-road all'interno del nostro team di testatori. Sotto, breafing di ripasso prima di iniziare il test

a trasmettere quanto più nitidamente possibile le sensazioni del correre scalzi. Con il minimalismo cambiano gli appoggi rispetto alla consuetudine. Cambia il modo d’intendere la corsa. Cambia la preparazione fisica necessaria per sfruttare al meglio i prodotti.


128

OUTDOOR RUNNING 2013 \ COME LEGGERE LA GUIDA

Al banco e off road 50 scarpe suddivise nelle sezioni trail running, skyrunning e minimalismo. E ancora bastoni, zaini idrici e cinture porta borraccia. Ogni modello sottoposto a rilevamenti strumentali e prove sul campo per arrivare ad un giudizio oggettivo.

C

alzature, bastoni, cinture porta borraccia e zaini idrici. La Guida all’acquisto di Ski-alper è decisamente ‘hardware’, focalizzata sul ‘nocciolo duro’ del running off road. Aprono le danze le scarpe, regine incontrastate della disciplina. Strumento tanto indispensabile quanto basilare per qualsiasi risultato, dalla vittoria di un vertical alla semplice conclusione di un trail. Suddivise in tre categorie: trail running, skyrunning e minimalismo. Così che chiunque possa individuare il prodotto più adatto alle proprie esigenze in base al tipo di corsa off road che desidera praticare, agli obiettivi prefissati, ai percorsi affrontati, alla preparazione atletica e al gesto tecnico prediletto. Seguono i bastoni, suddivisi nelle macro aree trail running e vertical. Ricevono infine una trattazione uniforme, priva di partizioni per settori tematici, zaini idrici e cinture porta borraccia. Scelta, quest’ultima, dovuta all’estrema variabilità d’abitudini dei runner che, di fatto, trasformerebbe in una forzatura l’inserimento di un determinato modello in un’area funzionale piuttosto che in un’altra. Non mancano, in ogni caso, indicazioni

d’uso legate alla vocazione dei singoli modelli. Introduzioni: obiettivi e metodi La macro categoria scarpe è suddivisa, come accennato, in tre sezioni (trail running, skyrunning e minimalismo), ciascuna delle quali introdotta da un testo esplicativo dei valori alla base di quel mondo. Ovvero delle caratteristiche tipiche di quella tipologia di running, dei terreni entro i quali si sviluppa e delle aspirazioni del corridore che in tale realtà si riconosce. Soffermandosi soprattutto sulle prestazioni e caratteristiche richieste al prodotto ideale, sul metro di giudizio utilizzato e, infine, dando notizia delle modalità di svolgimento del test. Analogo procedimento per bastoni, zaini e cinture. Prestando particolare attenzione alla delineazione del metodo di lavoro applicato sul campo e dei terreni di volta in volta affrontati per realizzare una comparativa oggettiva, paritaria, equa. Le schede L’analisi di ogni modello, dopo una breve

SCARPE

TRAIL RUNNING SKYRUNNING MINIMALISMO

Come leggere i rilevamenti Ecco una serie d’indicazioni per meglio comprendere le voci trattate nella sezione rilevamenti di scarpe, bastoni, zaini idrici e cinture porta borraccia.

PESO - è stata rilevata mediante bilancia digitale tarata e certificata la massa di ogni calzatura in assetto da corsa, ovvero completa di lacci e sottopiede (qualora previsto di serie). Il valore di riferimento è dato dalla media aritmetica tra il peso della scarpa destra (primo dato riportato tra parentesi) e sinistra (secondo dato riportato tra parentesi). I valori sono espressi in grammi. All’interno della Guida, qualsiasi dato relativo al peso si riferisce al singolo esemplare (‘pezzo’), mai al paio. PESO SPECIFICO - valore funzionale al fine di comparare pesantezza o leggerezza di un prodotto qualora l’esemplare in questione sia caratterizzato da una taglia differente

rispetto alla misura eletta a riferimento per la categoria. Il peso specifico (g/EU) è dato dal rapporto tra la massa rilevata e la taglia europea (volume) della scarpa. LUNGHEZZA - è stato rilevato mediante metro a nastro metallico lo sviluppo in lunghezza della calzatura, assumendo come punti di riferimento gli estremi anteriori e posteriori della scarpa, a qualsiasi altezza dal suolo essi si trovassero. LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE - è stato rilevato mediante apposito strumento lo sviluppo in lunghezza della calzata, assumendo quali estremi la punta dell’alluce e la propaggine posteriore del calcagno. Rilevamenti effettuati con la presenza del sottopiede (qualora previsto di serie), così da replicare le condizioni di utilizzo ordinario della calzatura. SPESSORE SOTTOPIEDE - è stato rilevato mediante calibro digitale centesimale lo spessore in mm del sottopiede (qualora previsto di serie) in corrispondenza della zona d’appoggio


COME LEGGERE LA GUIDA \ OUTDOOR RUNNING 2013

principale dell’avampiede, convenzionalmente individuata a 8,0 cm dall’estremità anteriore del sottopiede stesso. Identica procedura in corrispondenza del fulcro d’appoggio tallonare, individuato a 4,5 cm dall’estremità posteriore del sottopiede. AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE - è stata rilevata mediante metro a nastro metallico la massima ampiezza in mm della suola in corrispondenza della zona d’appoggio dell’avampiede, convenzionalmente individuata a 8,5 cm dall’estremità anteriore della suola stessa. AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE - è stata rilevata mediante metro a nastro metallico la massima ampiezza in mm della suola in corrispondenza della zona mediale della scarpa. AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE - è stata rilevata mediante metro a nastro metallico la massima ampiezza in mm della suola in corrispondenza della zona d’appoggio tallonare, convenzionalmente individuata a 5,0 cm dall’estremità posteriore della suola stessa.

AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE - è stata rilevata mediante calibro digitale centesimale del tipo ‘a compasso’ l’ampiezza in mm della calzata anteriore, nel punto in cui la tomaia raggiunge la massima volumetria interna. Il rilevamento è avvenuto, dopo aver rimosso il sottopiede, mantenendosi a un’altezza di 10 mm dalla base della scarpa. AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE - è stata rilevata mediante calibro digitale centesimale del tipo ‘a compasso’ l’ampiezza in mm della calzata mediale. Il rilevamento è avvenuto, dopo aver rimosso il sottopiede, mantenendosi a un’altezza di 10 mm dalla base della scarpa. AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE - è stata rilevata mediante calibro digitale centesimale del tipo ‘a compasso’ l’ampiezza in mm della calzata posteriore, nel punto in cui la tomaia raggiunge la massima volumetria interna. Il rilevamento è avvenuto, dopo aver rimosso il sottopiede, mantenendosi a un’altezza di 10 mm dalla base della scarpa. ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI - è stata rilevata mediante

129

metro a nastro metallico l’altezza minima in mm della tomaia in corrispondenza dei malleoli. Il dato pubblicato si riferisce al lato esterno della scarpa, chiamato a subire un improvviso atteggiamento ipopronatorio (supinatorio) da parte del corridore. Il rilevamento è stato effettuato con la presenza del sottopiede (qualora previsto di serie), così da replicare le condizioni di utilizzo ordinario della calzatura. TASSELLI LUNGO LA SUOLA - è stata rilevata mediante osservazione esterna la quantità di tasselli presenti lungo la suola. Per essere considerato un tassello, ogni elemento in gomma deve presentare una profondità minima di 1,5 mm. PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA - è stata rilevata mediante calibro digitale centesimale la profondità in mm dei tasselli lungo la suola, assumendo come punti di verifica il fulcro d’appoggio anteriore, convenzionalmente individuato a 8,5 cm dall’estremità anteriore della scarpa, e il fulcro d’appoggio posteriore, convenzionalmente individuato a 5,0 cm dall’estremità posteriore della calzatura.


130

OUTDOOR RUNNING 2013

INTRODUZIONE che costituisce l’estrema sintesi della natura di ogni prodotto, si sviluppa attraverso una SCHEDA TECNICA ricavata dai dati dichiarati dal costruttore. Unica parentesi, decisamente contenuta, dedicata ai produttori. Perché uno spazio tanto ridotto riservato alle Case? Perché la Guida vuole e deve essere scissa da valutazioni preconfezionate, indicazioni di marketing e quant’altro non costituisca un’informazione certificabile. Ovvero, nel nostro caso, un’informazione 'made in Ski-alper'. Ragione per la quale diamo piuttosto ampio spazio ai RILEVAMENTI, ovvero all’analisi strumentale di ogni modello effettuata mediante macchinari di precisione. Dati veri, reali, inconfutabili. Dati cardine per la successiva analisi AL BANCO. Una trattazione prevalentemente a carattere comparativo, arricchita da cenni alle caratteristiche tecniche salienti di ciascun prodotto. Ogni affermazione, elogio, critica o stroncatura è basata su dati oggettivi. In questa sezione non esistono opinioni personali. Regna sovrana un’unica regina: l’obiettività. È invece legata all’esperienza dei nostri testatori, alla loro sensibilità e capacità di analizzare dinamicamente un prodotto, la sezione OFF ROAD. L’attenzione alle peculiarità di ogni modello, il rigore nel metodo di prova e la costanza nel mettere alla frusta ogni attrezzatura costituiscono il perno delle valutazioni espresse. Le considerazioni personali, questa volta, contano. Profondamente. Personali, però, non in relazione al singolo tester, bensì al trail runner, skyrunner o corridore minimalista tipo. Valutazioni che, interfacciate con i dati rilevati al banco, portano alle VALUTAZIONI DI SKI-ALPER. Giudizi espressi seguendo una scala da 1 a 10, dove 10 rappresenta la perfezione, l’eccellenza, il punto più alto, il massimo ottenibile. Primato che, per voci legate a dati oggettivi quali ad esempio il ‘peso’, è FLESSIONE - è stata rilevata la rigidità flessionale della scarpa, espressa in Newton (N), mediante apposito macchinario dotato di celle di carico elettroniche. TORSIONE - mediante apposito macchinario, una volta bloccata la scarpa in corrispondenza dell’avampiede, è stata applicata una forza rotante di 60 kg. Tale forza, trasmessa alla calzatura grazie a un ‘falso piede’, provoca la torsione della struttura, riscontrabile mediante livella laser. I valori sono espressi in gradi angolari.

BASTONI

TRAIL RUNNING SKYRUNNING PESO - è stata rilevata mediante bilancia digitale tarata e certificata la massa di ogni bastone in assetto da corsa,

ovvero completo di laccioli e papere/rotelle. Il valore di riferimento è dato dalla media aritmetica tra il peso del bastone destro e sinistro. I valori sono espressi in grammi. PESO AL CM - valore funzionale al fine di comparare pesantezza o leggerezza di un prodotto qualora l’esemplare in questione sia caratterizzato da una taglia differente rispetto alla misura eletta a riferimento per la categoria. Il peso al cm (g/cm) è dato dal rapporto tra la massa rilevata e la lunghezza del bastone. Nel caso dei modelli a lunghezza regolabile, 125 cm è assunta quale misura di riferimento. LUNGHEZZA MINIMA e MASSIMA - minima e massima lunghezza opzionabili senza mettere a repentaglio l’integrità della struttura qualora si disponga di bastoni a misura regolabile. DIMENSIONI TRASPORTO - è stata rilevata mediante metro a nastro metallico la lunghezza minima in cm del bastone da trail running in vista del trasporto. Ovvero dopo

aver agito sulle regolazioni telescopiche o, per i modelli a misura fissa, aver scomposto i tubi in sezioni. DIMENSIONI IMPUGNATURA - è stata rilevata mediante calibro digitale centesimale l’estensione in mm dell’impugnatura secondo i tre assi cartesiani, ovvero in lunghezza (identificabile come sviluppo dimensionale nel senso di marcia), larghezza e altezza. Il rilevamento avviene nel punto mediale dello sviluppo verticale dell’impugnatura. PUNTA - è stata rilevata la tipologia di punta adottata, ovvero tradizionale (nelle varianti a tazza o a diamante) oppure arcuata. LUNGHEZZA PUNTA - è stata rilevata mediante calibro digitale centesimale una duplice lunghezza (in mm): nel primo caso guardando esclusivamente alla punta vera e propria, ovvero all’elemento in metallo duro (carburo cementato) chiamato al contatto con il terreno, nel secondo caso misurando lo sviluppo di tale estremità sommato al tratto di tubo esteso fino alla papera/rotella.


OUTDOOR RUNNING 2013

131

Nelle foto: alcuni momenti del test sul campo e le importanti fasi 'dietro le quinte' tra cui le riprese video per cogliere a caldo le impressioni dei testatori.

commisurato a quanto offerto al momento dal mercato e dalle risorse tecnologiche note. Quindi mutabile nel futuro. Come a scuola, infine, 6 rappresenta la sufficienza, 1… il disastro. A questo zoccolo duro del test si aggiunge una piccola concessione alla curiosità, rappresentata dalla CARATTERISTICA SALIENTE di ogni modello. Espressa in forma d’osservazione tecnica, confronto e, in alcuni casi, punzecchiatura. Conclusioni: un vincitore Al termine di ogni sezione viene redatto il bilancio di quanto emerso dalla prova comparativa. Fornendo una ‘classifica’ di gradimento e indicando un ‘vincitore’. O meglio, la nostra scelta del miglior prodotto. Sebbene non si tratti di una gara, riteniamo importante dare un riconoscimento ai modelli che meglio hanno saputo coniugare prestazioni e soddisfazione delle aspettative del corridore praticante un determinato tipo di running outdoor. Questa decisione farà infuriare le aziende produttrici? Senza dubbio. La Guida di Ski-alper, del resto, è la guida di chi corre lontano dall’asfalto. Non dei marchi…

ZAINI IDRICI

CON SISTEMA IDRICO SENZA SISTEMA IDRICO PESO - è stata rilevata mediante bilancia digitale tarata e certificata la massa in grammi di ogni zaino ‘a zero carico’, ovvero in assenza di contenuto. Uniche eccezioni qualora siano previsti di serie il sistema idrico, questo viene infatti incluso (vuoto) nella misurazione, oppure la/le borracce. In quest’ultimo caso vengono riportati entrambi i valori (con e senza accessori). ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE - è stata rilevata mediante metro a nastro metallico la massima lunghezza in cm dello schienale dall’estremità superiore a quella inferiore. AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE - è stata rilevata me-

diante metro a nastro metallico la massima larghezza in cm dello schienale in corrispondenza di due punti nevralgici: le vertebre toracico/cervicali e la zona lombare. Zona lombare che, qualora la cintura ventrale si presenti senza soluzione di continuità rispetto al sacco, vede l’estensione della misurazione a tale componente. AMPIEZZA SPALLACCI - è stata rilevata mediante metro a nastro metallico la massima larghezza in mm degli spallacci in corrispondenza delle scapole, prendendo a riferimento un soggetto di 175 cm di statura.

CINTURE IDRICHE

TRAIL RUNNING SKYRUNNING

PESO - è stata rilevata mediante bilancia digitale tarata

e certificata la massa in grammi di ogni cintura ‘a zero carico’, ovvero in assenza di contenuto. Uniche eccezioni qualora siano previste di serie la/le borracce. In quest’ultimo caso vengono riportati entrambi i valori (con e senza accessori). Accessori, in ogni caso, privi di liquido. ESTENSIONE LOMBARE - è stata rilevata mediante metro a nastro metallico la massima lunghezza in cm della cintura fino a che la struttura non si riduce alle semplici fettucce di allacciatura. ESTENSIONE VERTICALE - è stato rilevato mediante metro a nastro metallico il massimo sviluppo verticale (in cm) della struttura di ciascun modello in corrispondenza di due punti nevralgici: colonna vertebrale e anche. I valori riportati seguono la sequenza anca sinistra/colonna vertebrale/anca destra.


132

OUTDOOR RUNNING 2013 \ TEST

I magnifici nove Campioni del mondo, ottimi esponenti delle ultradistanze, grandi specialisti del vertical. Per testare scarpe, zaini, cinture e bastoni abbiamo scelto il meglio. Nell'interesse dell'utilizzatore finale

S

olo chi è abituato a utilizzare le scarpe nelle condizioni più estreme, per periodi molto lunghi, come in un ultra trail, o molto corti, come in un vertical. Solo chi è abituato a stressare i prodotti fino al limite. Solo chi indossa più le scarpe da gara delle pantofole… I requisiti per diventare testatore della prima Guida Outdoor Running di Ski-alper erano molti e siamo stati esigenti. Per due motivi. Primo, un test deve essere il più possibile inattaccabile e solo dei professionisti di questo sport possono dare giudizi autorevoli a prova di critica. Secondo: chi usa così tanto e in situazioni così estreme i prodotti ha sviluppato una sensibilità fuori dal comune e soprattutto una capacità di giudicare il prodotto dopo pochi metri. Capacità di giudicare il prodotto e soprattutto di valutarne le fasce di utilizzo. Nell'interesse del campione, ma anche del neofita. Naturalmente abbiamo scelto interpreti delle varie declinazioni del mondo outdoor running e ognuno ha testato esclusivamente la categoria nella quale è un riferimento. Ecco l'identikit di ognuno dei nostri nove testatori.

Età: 49 Altezza: 178 cm Residenza: Ivrea

Fabrizio Pistoni

Diciottesimo al Tor des Géants 2010, esperienza che ha prodotto anche un libro (Elogio del Limite, Ediciclo), non è nuovo a imprese estreme: giro con gli sci del Fitz Roy e Cerro Torre, traversata tra Atlian e Juneau in Canada-Alaska. Ha preso parte anche a diversi ironman, al Camel Trophy e vinto nella canoa fluviale e nel rafting. Naturalmente tanti gli ultra, a partire da quattro UTMB.

Età: 47 Altezza: 165 cm Peso: 57 kg Residenza: Torino

Francesco Zucconi

Gestisce il negozio Cuore da Sportivo di Torino, punto di riferimento sabaudo per gli appassionati di scialpinismo e outdoor running. Quando ha finito di consigliare quali scarpe acquistare ai suoi clienti, le indossa e corre. Forte, visto che… ha vinto un Trail del Monte Soglio 55 km ed è arrivato secondo a una Royal Ultra Sky Marathon. Al suo attivo anche un Tor des Géants.


TEST \ OUTDOOR RUNNING 2013

Età: 25 Altezza: 163 cm Peso: 60 kg Residenza: Cene (Bg)

Fabio Bazzana

Trail runner e scialpinista, nella scorsa stagione ha vinto Trail Oulx, Pico Trail, Trail di Portofino e Trail del Monte Casto. Predilige la distanza fino alla SkyMarathon. Sempre nella scorsa stagione terzo posto alla Becca di Nona dietro a Burgada e Zinca, secondo al Vertical Xtreme. Nello ski-alp questa stagione un quinto posto alla Sellaronda Skimarathon in coppia con Marco Moletto.

Marco De Gasperi

133

Età: 36 Altezza: 171 cm Peso: 55 kg Residenza: Bormio (So) Cinque volte campione del mondo di corsa in montagna, una volta campione del mondo juniores, un oro, tre argenti e quattro bronzi agli europei della disciplina, vincitore della Mount Kinabalu Klimbathon nel 2003 e 2010, della Jungfrau Marathon nel 2010, della Sierre-Zinal nel 2008, 2011 e 2012, campione vertical Fisky 2012… Che dire, Marco è uno dei riferimenti mondiali dell'outdoor running. Età: 23 Altezza: 168 cm Peso: 53 kg Residenza: Mandriola (Pd)

Silvia Serafini

La rivelazione della stagione 2012 dello skyrunning: campionessa italiana skyrunning e ultra skymarathon, terza alle Skyrunner World Series, seconda delle SkyRace World Series. Tra i risultati più prestigiosi della scorsa stagione la vittoria al Sentiero delle Grigne, il secondo posto al Giir di Mont e alla Mont-Blanc Marathon.

Età: 43 Altezza: 174 cm Peso: 60 kg Residenza: Ceresole Reale (To)

Andrea Basolo

Testatore storico di Ski-alper, è una figura di riferimento sia in ambito outdoor running che scialpinistico, dove è il responsabile della squadra del Comitato AOC (Alpi Occidentali). Si cimenta soprattutto nei Vertical (l'anno scorso dodicesimo nei Veterani 1 Fully). Ha un passato di rilievo nell'atletica e organizza il Vertical di Ceresole Reale.

Età: 25 Altezza: 182 cm Peso: 61 kg Residenza: Limone Piemonte (Cn)

Marco Moletto

Skyrunner e scialpinista, il suo forte sono i vertical, dove l'anno scorso è stato una delle rivelazioni. Tra i risultati più prestigiosi, la vittoria del primo k2000 a Morgex e di quello del Monviso, ma anche il sesto posto a Fully, dove correva il gotha mondiale della specialità. Nello scialpinismo da segnalare il quinto posto in coppia con Bazzana all'ultima Sellaronda. Età: 50 Altezza: 171 cm Peso: 74 kg Residenza: Castagneto Po (To)

Mauro Saroglia

Tre volte nei primi dieci al Tor des Géants, 330 chilometri a fil di cresta sulle alte vie della Valle d'Aosta, la gara monstre dell'endurance. Basta? Mauro, che di professione fa il poliziotto, è l'unico atleta a essere entrato nella top ten in tutte le edizioni di questa massacrante gara. Nell'ultima edizione si è classificato sesto. Nel palmarès anche un terzo posto alla Royal Ultra Sky Marathon.

Cesare Clap

Età: 46 Altezza: 172 cm Peso: 64 kg Residenza: Sarre (Ao) Agente assicurativo ad Aosta, è uno dei più forti ultra trailer italiani. Tra i risultati da segnalare una vittoria al Gran Trail Valdigne 100 km e un terzo posto nella versione 60 km, un terzo posto al Trail del Monte Soglio 60 km, un sesto posto al Tor des Géants e un tredicesimo alla TDS.


SCARPE TRAIL RUNNINNG

Guardare lontano Classiche, minimaliste, massimaliste o votate al door to trail, le scarpe da trail running devono avere un minimo comune denominatore: la completezza. L’ammortizzazione è importante, ma leggerezza, protezione, trazione e comfort sono imprescindibili.

Una fase della sessione di test © Damiano Levati

A

l termine dei fatidici 42 km e 195 metri… tutto continua! È il mondo dei trail e ultra trail. È il regno delle lunghe distanze. Per affrontare le quali sono necessarie scarpe strutturate, ben protette, traspiranti ma, soprattutto, generosamente ammortizzate. Fide compagne di avventura, strumenti in grado di supportare anche quando le energie si riducono al lumicino, la vista si annebbia, i passi si fanno incerti. Sotto il ‘cappello’ del termine trail vengono ricondotti prodotti decisamente eterogenei: dai modelli ‘door to trail’, ideali per una transizione progressiva dall’asfalto all’off road, a quelli ‘classici’, bilanciato mix di prestazioni, solidità, trazione e comfort, sino a soluzioni agli antipodi che spaziano dall’impostazione moderatamente minimalista, orientata alla corsa d’avampiede, a quella massimalista, votata alla iper ammortizzazione. Le Case produttrici diversificano le proposte seguendo questi filoni, abbracciando, o quanto meno ispirandosi, a una delle correnti tecniche e di pensiero che animano la categoria. Segmento tra i più importanti del mercato, in costante crescita sia per volume delle vendite sia per prestigio: portare a termine un Ultra-Trail du MontBlanc o un Tor des Géants costituisce un’impresa tanto per il corridore quanto per le scarpe che indossa. La scarpa ideale Al di là delle diverse correnti di pensiero, l’elemento imprescindibile per una scarpa votata alle lunghe distanze è l’ammortizzazione. Che deve essere generosa o quantomeno tale da attenuare le centinaia di migliaia d’appoggi, vale a dire impatti con

il terreno, affrontati. Tanto lungo l’avampiede quanto in corrispondenza del tallone. Ammortizzazione che concorre a determinare, almeno in parte, il comfort di un modello. Aspetto, quest’ultimo, fondamentale quando si percorrono decine, quando non centinaia, di chilometri. Parametro sul quale influiscono calzata, precisione dell’allacciatura, morbidezza della tomaia, finiture della fodera e, non ultimo, rigidità flessionale e torsionale dell’intera struttura. Ammortizzazione e comfort, come accennato, sono requisiti fondamentali ma non sufficienti a far sì che un modello possa ritenersi superiore a un altro. Servono protezione, tanto dagli agenti atmosferici quanto dagli impatti e, soprattutto, trazione lungo qualsiasi superficie. Elementi cruciali quando le difficoltà aumentano e le energie si riducono, così che la scarpa resti un aiuto anziché diventare un ostacolo per il corridore. E la leggerezza? Il popolo del trail si divide tra quanti ritengono il peso un ostacolo insormontabile e quanti non si curano minimamente di tale aspetto, considerandolo marginale sulle ultra distanze. La nostra scelta è di dare ampio rilievo a questa caratteristica tecnica, nella convinzione che ogni goccia d’energia risparmiata possa tramutarsi in una falcata più veloce o, quantomeno, più sicura. E nell’altrettanto solida convinzione che nel 2013 la ricerca sui materiali consenta di anelare alla leggerezza senza eccessive rinunce sotto altri aspetti. A una scarpa da trail, in estrema sintesi, chiediamo tutto! Il metro di giudizio La completezza è un requisito fondamentale sulle lunghe distanze. Se nello skyrun-


ning, ad esempio, sono tollerabili delle smagliature in funzione dell’esaltazione delle prestazioni, nel mondo trail una mancanza sotto il profilo della trazione, o del comfort, o dell’ammortizzazione, o della protezione, può sia pregiudicare la competizione sia, in casi estremi, diventare fonte di pericoli. Quindi nessuno sconto: chi anela all’eccellenza non può avere ‘insufficienze’ in pagella. Senza dimenticare il rapporto qualità/prezzo, determinato interfacciando le prestazioni con l’esborso necessario per entrare in possesso di una scarpa. Ciò spiega perché modelli più economici, ma dalle performance limitate, meritino un voto inferiore a rivali costose ma sensibilmente più efficaci. Il test sul campo In vista della prova off road abbiamo cercato, compatibilmente con la disponibilità e le scelte produttive delle Case costruttrici, di uniformare la misura dei modelli prendendo a riferimento le taglie 42 e 43,5 EU. Quindi doppia dotazione per ogni esemplare. Per garantire parità di trattamento, ogni scarpa è stata testata lungo un percorso identico, ripetuto più volte ad anello, che includesse rocce montonate sia asciutte sia bagnate, pietre smosse, sottobosco, erba fradicia, fango e neve. Fatta eccezione per la sabbia del deserto, non abbiamo rinunciato ad alcuno dei terreni tipici di un trail. Lo sviluppo del percorso ha incluso strade bianche, mulattiere e sentieri. I testatori hanno affrontato passaggi tecnici obbligati di media difficoltà quali traversi e piccoli guadi, così da confrontare ogni prodotto nelle medesime situazioni. Che distanza abbiamo coperto? Complessivamente, diversi Tor des Géants…


136

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE TRAIL RUNNING

Asics Gel-FujiTrabuco La calzata aggressiva le rende ideali per corridori dai piedi a pianta stretta. Discretamente ammortizzate, hanno nella trazione il proprio punto di forza.

AL BANCO Il peso di 347 g non è da riferimento. Incidono negativamente in tal senso gli inserti stabilizzanti in plastica lungo la ‘culla’ d’alloggiamento del tallone. Ridotta altezza della tomaia ai malleoli (45 mm). La zona dell’avampiede è decisamente ‘snella’: alla calzata più fasciante della categoria si accompagna un appoggio a terra tra i più contenuti (102 mm). Rigidità flessionale nella media. Elevata resistenza alla torsione. Tasca per i lacci lungo la linguetta. Ammortizzazione mediante gel. OFF ROAD L’allacciatura è tra le migliori della categoria: fasciante e precisa, complici i ridotti volumi all’avampiede. Caratteristica, quest’ultima, che crea però qualche intorpidimento sulle ultra distanze. Discretamente ammortizzate, specie in corrispondenza del tallone, brillano quanto a grip della suola sebbene i tasselli posteriori siano di profondità molto ridotta (2,5 mm); merito soprattutto dell’arco plantare poco pronunciato, a tutto vantaggio della trazione su roccia e tronchi. Ottima tenuta laterale nei traversi. Sono indicate per corridori di medio/alto livello dai piedi a pianta stretta. Protezioni non particolarmente estese e calzata aggressiva ne consigliano l’utilizzo su distanze medie.

Top Feature 87 mm la calzata all’avampiede più fasciante della categoria

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: mesh e fibra di nylon Intersuola: SoLyte 55 a doppia densità, inserti ammortizzanti in gel Sottopiede: Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Asics in gomma bimescola Peso: 350 g Misure EU: da 38,5 a 48 (incluse ½) + 49 e 50 Colori: blu/grigio/arancio Prezzo: 125,00 euro Sito: www.asics.it

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU Peso: 347 g (345 g - 349 g) Peso specifico: 8,26 g/EU Lunghezza: 290 mm Lunghezza alloggiamento piede: 277 mm Spessore sottopiede: 4,4 mm (ant.) / 5,1 mm (post.) Ampiezza appoggio anteriore: 102 mm Ampiezza appoggio arco plantare: 75 mm Ampiezza appoggio posteriore: 91 mm Ampiezza alloggiamento avampiede: 87 mm Ampiezza alloggiamento arco plantare: 64 mm Ampiezza alloggiamento tallone: 62 mm Altezza tomaia ai malleoli: 45 mm Tasselli lungo la suola: 58 Profondità tasselli suola: 4,1 mm (ant.) / 2,5 mm (post.) Flessione: 42,61 N Torsione: 13,0° Made in: Vietnam

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

6,0/10

7,5/10

6,5/10

8,5/10

6,5/10

7,5/10


SCARPE TRAIL RUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

2° Brooks Cascadia 8 (Medium) SCARPA DELL’ANNO TRAIL RUNNING

137

2° POSTO SCARPA SKYRUNNING

3° POSTO SCARPA SKYRUNNING

LA PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

LA PIÙ COSTOSA

Tra le migliori scarpe da trail: per runner di ogni livello grazie all’ammortizzazione generosa e all’elevata trazione. Efficaci per ultra distanze.

AL BANCO Calzata fasciante sia all’avampiede sia sul tallone. Il peso è lievemente inferiore alla media della categoria. Ridotta altezza della tomaia ai malleoli (45 mm). Generosa impronta a terra. Ricercato il sistema ammortizzante, denominato DNA, che sfrutta un liquido ad alta viscosità dalla risposta elastica adattiva, variabile in funzione dei carichi sopportati: intensa se duramente sollecitata, lieve in caso di pressioni tenui. Alla flessione nella media s’accompagna un’elevata rigidità torsionale. OFF ROAD Comfort ai massimi livelli per le scarpe americane, generosamente ammortizzate e forti di una trazione sensibilmente superiore alle precedenti edizioni di Cascadia. Filtrano efficacemente le asperità del terreno, anche grazie alla membrana in kevlar annegata nell’intersuola. La calzata è fasciante, la linguetta resta sempre nella posizione corretta. Unico appunto, l’allacciatura appare migliorabile quanto a scorrevolezza dei lacci piatti. Elevato numero di tasselli lungo la suola. Protezione solo discreta, specie lateralmente, al contrario della tenuta nei traversi, tra le migliori tra i modelli da trail running. Consigliate a runner di ogni livello, anche per ultra distanze. Buona traspirazione.

Top Feature 288 mm di lunghezza: tra le scarpe più compatte della categoria

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon, laminati di poliuretano e pelle sintetica Fodera: mesh e fibra di nylon Intersuola: biodegradabile a bassa densità BioMoGo. Membrana tessile in kevlar Sottopiede: foam Allacciatura: asimmetrica mediante lacci piatti Suola: Brooks in gomma bimescola Peso: 337 g Misure EU: da 40 a 49,5 (incluse ½) Colori: rosso/giallo/marrone, grigio/azzurro Prezzo: 135,00 euro Sito: www.brooksrunning.eu

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 330 g (324 g - 336 g) PESO SPECIFICO: 7,86 g/EU LUNGHEZZA: 288 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 275 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,4 mm (ant.) / 4,4 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 111 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 74 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 89 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 91 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 63 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 59 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 45 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 96 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 3,9 mm (ant.) / 4,4 mm (post.) FLESSIONE: 40,30 N TORSIONE: 12,5° MADE IN: Cina

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

7,0/10

9,0/10

6,5/10

8,0/10

9,0/10

8,5/10



SCARPE TRAIL RUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

139

Dachstein T 41 EL EV Pesanti, poco reattive e con un’allacciatura migliorabile. Forti della membrana eVent, sono più adatte all’escursionismo veloce che al trail running.

AL BANCO Struttura morbida in flessione (36,63 N) per le scarpe austriache, forti dell’allacciatura rapida mediante cordino cui s’abbina la tasca al vertice della linguetta per ospitare lacciolo e sistema di trazione. Rigidità torsionale nella media. Il peso, sul quale incide la presenza della membrana impermeabile e traspirate eVent, è tra i più elevati della categoria (369,5 g): ben 72 grammi più delle iper ammortizzate Hoka One One Rapa Nui Comp. Calzata molto aggressiva lungo mesopiede e tallone. OFF ROAD L’allacciatura è il tallone d’Achille di Dachstein: il sistema mediante lacciolo a trazione rapida provoca fastidiosi punti di pressione sul collo del piede, senza al contempo fasciare adeguatamente la parte anteriore degli arti. Smagliatura che pregiudica inevitabilmente stabilità e tenuta laterale nei traversi. Un peccato alla luce della valida trazione garantita dalla suola in gomma bimescola, sebbene i tasselli siano poco profondi, e della generosa impronta a terra. Ammortizzazione sufficiente. Reattività ridotta al lumicino: la trasmissione degli impulsi è tutt’altro che fulminea. Indicate per escursionisti veloci, preferibilmente con piedi a pianta larga, piuttosto che per trail runner.

Top Feature 55 mm calzata decisamente aggressiva sul tallone

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: nylon, membrana eVent Intersuola: Eva, inserto anti torsione in fibre composite Sottopiede: OrthoLite Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante cordino a trazione rapida Suola: Dachstein Ortho-Tec 2.0 in gomma bimescola Peso: nd. Misure EU: da 37 a 47 (incluse ½) Colori: nero Prezzo: 139,95 euro Sito: www.dachsteinschuhe.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 369,5 g (371 g - 368 g) PESO SPECIFICO: 8,80 g/EU LUNGHEZZA: 299 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 277 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,1 mm (ant.) / 6,6 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 111 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 83 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE 93 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 95 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 58 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 55 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 54 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 51 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 2,8 mm (ant.) / 4,0 mm (post.) FLESSIONE: 36,63 N TORSIONE: 15,0° MADE IN: nd.

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

5,0/10

6,0/10

7,0/10

7,0/10

4,0/10

4,5/10


140

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE TRAIL RUNNING

Dynafit Feline Superlight Elevata leggerezza, trazione eccezionale e grande reattività: sono indicate per medie distanze, skyrace e runner leggeri. Ammortizzazione solo discreta.

SCHEDA TECNICA (dati dichiarati)

AL BANCO Leggere, anzi leggerissime: 300 g nella misura 42 EU. Un peso degno di modelli da strada di categoria A3 (massimo ammortizzamento). Abbastanza morbide in flessione, a tutto vantaggio del risparmio d’energie sulle lunghe distanze, non brillano per rigidità torsionale (21°): dato inferiore alle sole Nike Air Pegasus+ 29 Trail (25,0°) e in linea con i modelli minimalisti piuttosto che con le concorrenti da trail e skyrunning. Allacciatura protetta da una ghetta dedicata. Suola Vibram a tripla mescola. OFF ROAD Costituiscono l’esempio di come quantità dei tasselli non faccia necessariamente rima con trazione. La suola Vibram Skyfit è dotata solamente di 36 elementi, ma il grip risulta eccezionale lungo qualsiasi superficie. Fango, erba bagnata e neve inclusi. Buona protezione dagli urti in punta. L’ammortizzazione, specie anteriormente, è solo discreta e l’allacciatura abbastanza complessa: richiede pratica per ottenere un’adeguata personalizzazione della calzata. La notevole reattività rende Feline Superlight ideali per runner leggeri, alla ricerca di un modello tecnico, ‘nervoso’, preciso, dalla grande trazione. Indicate per medie distanze, gare veloci e skyrace piuttosto che per ultra trail.

Top Feature 6,0 mm tasselli posteriori della suola tra i più pronunciati

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Tomaia: mesh in nylon, laminati di poliuretano e pelle sintetica Fodera: nylon Intersuola: Eva a iniezione differenziata + inserto anti torsione Sottopiede: Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Vibram Skyfit in gomma a tripla mescola Peso: 290 g (42 EU) Misure EU: da 39 1/3 a 48 2/3 (incluse ½) Colori: grigio/bianco/nero/rosso Prezzo: 140,00 euro Sito: www.dynafit.it

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 300 g (299 g - 301 g) PESO SPECIFICO: 7,14 g/EU LUNGHEZZA: 285 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 275 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 3,6 mm (ant.) / 5,8 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 102 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 54 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 80 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE : 93 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 66 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 64 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI : 45 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 36 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 4,7 mm (ant.) / 6,0 mm (post.) FLESSIONE: 37,95 N TORSIONE: 21,0° MADE IN: Cina

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

9,0/10

6,0/10

7,5/10

10,0/10

7,0/10

6,5/10


SCARPE TRAIL RUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

141

Ecco Biom Trail GTX L’impostazione minimalista le rende adatte solo ad allenamenti veloci e ripetute. Trazione molto elevata, non altrettanto la protezione dalle asperità.

AL BANCO Le uniche scarpe da trail con intersuola in poliuretano anziché in Eva, a vantaggio della durata nel tempo e sulle lunghe distanze. Si avvicinano ai modelli minimalisti per la ricerca della massima sensibilità e naturalezza di corsa. Il peso, abbastanza elevato (347,5 g), risente della presenza della membrana impermeabile e traspirante Gore-Tex. Calzata fasciante anteriormente, anche grazie alla ghetta elastica sotto la linguetta: quasi una seconda calza. Rigidità flessionale e torsionale nella media. OFF ROAD Inadatte tanto alle ultra quanto alle medie distanze, costituiscono una valida scelta per allenamenti veloci e ripetute. La scarsa ammortizzazione, connaturata all’impostazione pseudo minimalista, si accompagna a una grande reattività mediale e nella zona dell’avampiede. Ottima la trazione, specie lungo fondi a bassa aderenza, cui concorre l’eccezionale profondità dei tasselli anteriori (7,9 mm). Non da riferimento la protezione dalle asperità del terreno, percepibili lungo la pianta del piede. Effetto amplificato dal limitato spessore del sottopiede. Sono ideali per una transizione progressiva dalla rullata tradizionale al natural running. Il peso ne pregiudica l’utilizzo in ottica skyrace.

Top Feature 65 mm calzata abbastanza ampia in corrispondenza del tallone

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon, laminati di poliuretano, gomma e pelle sintetica Fodera: nylon, membrana Gore-Tex Intersuola: poliuretano a iniezione diretta a elevata densità Sottopiede: Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Ecco Natural Motion a tripla mescola Peso: nd. Misure EU: da 40 a 46 Colori: arancio/nero, giallo/nero Prezzo: 169,95 euro Sito: www.ecco.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 347,5 g (347 g - 348 g) PESO SPECIFICO: 8,27 g/EU LUNGHEZZA: 288 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 282 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 3,0 mm (ant.) / 5,0 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 106 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 60 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 84 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 92 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 64 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 65 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI : 50 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA : 48 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA : 7,9 mm (ant.) / 4,9 mm (post.) FLESSIONE : 40,55 N TORSIONE: 16,0° MADE IN : Cina

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

6,0/10

5,0/10

5,5/10

9,0/10

5,5/10

5,0/10


142

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE TRAIL RUNNING

Haglöfs Gram AM GT Ammortizzazione non eccezionale e scarsa protezione dagli urti ne limitano l’efficacia in vista delle ultra distanze. Membrana Gore-Tex. Grande leggerezza.

SCHEDA TECNICA (dati dichiarati)

AL BANCO Delle vere e proprie piume (309 g), specie considerando la presenza della membrana Gore-Tex. Abbastanza morbide in flessione (38,98 N), vantano una rigidità torsionale superiore alla media della categoria (13,5° contro un valore standard di 15°). Suola, intersuola, sistema ammortizzante mediante gel, linguetta e sottopiede sono realizzati da Asics. Tasca per i lacci lungo la linguetta. Calzata particolarmente fasciante in corrispondenza del tallone e della zona mediale, meno aggressiva all’avampiede. OFF ROAD Comfort sin dal primo impatto. La tomaia è morbida, il tallone saldo e scevro da movimenti indesiderati. L’ammortizzazione rientra nella media, mentre la trazione è molto elevata tanto lungo fondi compatti, roccia inclusa, quanto in presenza di fango, neve ed erba bagnata. Unica smagliatura, i lacci in dotazione sono inclini a perdere la presa. Elevata protezione da acqua e neve, non così dalle rocce: la tomaia è poco schermata in caso d’impatti. Caratteristiche che rendono Gram AM GT adatte alle medie distanze: non garantiscono sufficiente ammortizzazione in ottica ultra trail. Ideali per quanti si avvicinano ai trail e desiderano un modello leggero, oppure per allenamenti sotto la pioggia.

Top Feature 53 mm calzata decisamente aggressiva nella zona mediale

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Tomaia: Fodera: Intersuola: Sottopiede: Allacciatura: Suola: Peso: Misure EU: Colori: Prezzo: Sito:

mesh in nylon e laminati di poliuretano mesh e fibra di nylon, membrana Gore-Tex SoLyte a doppia densità, inserti ammortizzanti in gel Eva + foam by Asics simmetrica mediante lacci tradizionali Asics in gomma bimescola 310 g (42 EU) da 40 a 48 (incluse ½) nero/blu, giallo, blu 155,00 euro www.haglofs.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 309 g (309 g - 309 g) PESO SPECIFICO: 7,36 g/EU LUNGHEZZA: 292 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 277 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,1 mm (ant.) / 5,7 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 108 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 64 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 78 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 95 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 53 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 56 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 47 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 65 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 4,7 mm (ant.) / 5,0 mm (post.) FLESSIONE: 38,98 N TORSIONE: 13,5° MADE IN: Indonesia

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

9,0/10

7,0/10

5,5/10

8,0,0/10

9,0/10

6,0/10



144

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE TRAIL RUNNING

Helly Hansen Pace Interceptor HT Eccezionale protezione da agenti atmosferici e impatti. Tanta solidità inficia il peso, proibitivo sulle lunghe distanze. Rigide, per runner pesanti.

AL BANCO Schermate come un carro armato! I laminati di poliuretano di generoso spessore, presenti specialmente nella zona mediale, proteggono da impatti e abrasioni. Forti della membrana impermeabile e traspirante HH HellyTech XP, beneficiano di un inserto anti torsione in poliuretano alveolare termoplastico in corrispondenza dell’arco plantare. La rigidità torsionale è tra le più elevate (11,0°). Rilevante, ma non proibitiva, l’energia necessaria per flettere la scarpa. Peso tutt’altro che contenuto: 391 g. OFF ROAD L’ammortizzazione solo discreta ne suggerisce un utilizzo su distanze medie, preferibilmente in presenza di terreni cedevoli. Una volta calzate non temono ostacoli: qualsiasi impatto viene assorbito senza conseguenze dalle generose protezioni. Rovescio della medaglia, risultano abbastanza rigide, rivolgendosi prevalentemente a runner pesanti, potenti, in grado di deformarle senza affanno. Traspirazione non eccezionale. Ottima la trazione, anche lungo rocce montonate bagnate. Sono indicate per distanze contenute ed escursionismo veloce, specie in presenza di fango e neve. Non sono adatte ai percorsi tecnici a causa sia della massa sia della difficoltà nel percepire nitidamente il terreno.

Top Feature 5,1 e 7,5 mm sottopiede dallo spessore decisamente generoso

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon, laminati di poliuretano e pelle sintetica Fodera: HH lifa anti batterico, membrana Helly Hansen HellyTech Intersuola: Eva a doppia densità Sottopiede: foam con trattamento anti batterico Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Helly Hansen in gomma bimescola Peso: nd. Misure EU: da 40 a 48 (incluse ½) Colori: grigio/arancio, nero/giallo Prezzo: 119,95 euro Sito: www.hellyhansen.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 391 g (387 g - 395 g) PESO SPECIFICO: 9,30 g/EU LUNGHEZZA: 291 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 272 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 5,1 mm (ant.) / 7,5 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 105 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 67 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 84 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 96 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 60 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 64 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 51 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 82 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 5,6 mm (ant.) / 5,2 mm (post.) FLESSIONE: 43,34 N TORSIONE: 11,0° MADE IN: Vietnam

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

4,0/10

6,5/10

10,0/10

8,5/10

7,0/10

6,0/10


PRODOTTO

145

TRAIL RUNN RPA I

1

NG

Hoka One One Rapa Nui Comp

SCA

SCARPE TRAIL RUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

o

dell’anno

Outdoor Running 2013

Le migliori scarpe da trail! Eccezionale ammortizzazione, grande leggerezza, ottima trazione. Ideali per ultra distanze e runner di qualsiasi livello.

AL BANCO Aderiscono alla filosofia massimalista, forti di un’ammortizzazione strepitosa sebbene inferiore alle ‘sorelle’ Stinson Evo. Nonostante l’intersuola in Eva di generosissimo spessore, il peso è tra i migliori della categoria: 297,5 g nella misura 43 1/3. Inferiore sia alla stragrande maggioranza delle rivali, sia (-20 g) alle citate Stinson Evo, oltretutto taglia 42. Sottopiede sottilissimo (2,4 mm), pressoché impalpabile al pari della linguetta. Allacciatura rapida mediante tirante e cordino. OFF ROAD L’allacciatura è quanto di più rapido e preciso: la tomaia fascia perfettamente il piede. Il punto di forza è l’ammortizzazione: inferiore alle ‘sorelle’ Stinson Evo, ma nettamente più generosa rispetto alla media della categoria. La flessione è naturale, la sensibilità superiore alle citate Stinson Evo. Caratteristica che favorisce Rapa Nui Comp sui terreni più tecnici e che permette di sfruttare al 100% l’elevata trazione garantita dalla suola in gomma bimescola. Ottimo il comfort. Uniche smagliature la protezione non eccezionale della tomaia e il prezzo elevato. Perfette per trail di qualsiasi distanza e su ogni tipo di terreno. Adatte tanto ai neofiti quanto ai top runner. Per tutti.

Top Feature 40,70 N flessione nella media nonostante l’intersuola di notevole spessore

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon, laminati di poliuretano e poliuretano termoplastico Fodera: tessuto in poliestere Intersuola: Eva da 21 e 26 mm di spessore Sottopiede: OrthoLite foam Allacciatura: Hoka QuickFit simmetrica mediante cordino a trazione rapida Suola: Hoka Grip in gomma bimescola Peso: 275 g (42 EU) Misure EU: da 40 2/3 a 49 1/3 (incluse ½) Colori: bianco/nero/giallo, grigio/rosso/bianco Prezzo: 150,00 euro Sito: www.hokaoneone.eu

RILEVAMENTI MISURA: 43 1/3 EU PESO: 297,5 g (295 g - 300 g) PESO SPECIFICO: 6,87 g/EU LUNGHEZZA: 303 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 270 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 2,4 mm (ant.) / 2,4 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 106 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 82 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 92 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 96 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 66 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 65 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 58 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 59 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 3,3 mm (ant.) / 4,1 mm (post.) FLESSIONE: 40,70 N TORSIONE: 15,0° MADE IN: Cina

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

9,5/10

9,5/10

6,5/10

8,5/10

9,0/10

8,0/10


146

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE TRAIL RUNNING

2° Hoka One One Stinson Evo

SCARPA DELL’ANNO TRAIL RUNNING

2° POSTO SCARPA SKYRUNNING

Special 3° Guest 3° POSTO SCARPA SKYRUNNING

LA PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

LA PIÙ COSTOSA

Specifiche per le ultra distanze e iper ammortizzate, costituiscono una delle espressioni più estreme del massimalismo. Scarsa sensibilità, peso contenuto.

AL BANCO Una delle massime espressioni del massimalismo. Intersuola di spessore generosissimo e accentuata curvatura a culla sia in punta sia sul tallone. Tanta ammortizzazione incide sulla rigidità strutturale: sono necessari ben 66,39 N per flettere la scarpa. Solo le rivali Tecnica fanno peggio (66,59 N). Bilanciamento personalizzabile realizzando fori nell’intersuola abbinati all’innesto d’inserti plastici. Allacciatura rapida. Peso contenuto (317,5 g), specie alla luce delle peculiarità del modello. OFF ROAD Un tappeto volante! L’ammortizzazione è massima, superiore alle ‘sorelle’ Rapa Nui Comp e in linea con le rivali massimaliste Tecnica. Un miraggio per il resto del mondo. Rovescio della medaglia, risultano molto rigide in flessione, a tutto svantaggio della percezione del terreno. Proprio tale caratteristica inficia il grip della suola, ‘solo’ nella media della categoria sebbene la mescola sia pressoché identica alle citate Rapa Nui Comp. Con queste ultime condividono l’allacciatura, rapida e precisa, e la scarsa protezione della tomaia. Specifiche per le ultra distanze, sono inadatte a ritmi sostenuti e gare di media lunghezza: la scarsa sensibilità pregiudica la precisione nei passaggi tecnici.

Top Feature 32 mm di spessore sotto il tallone: solo l’intersuola Tecnica è più generosa (37 mm)

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon, laminati di poliuretano e poliuretano termoplastico Fodera: tessuto in poliestere Intersuola: Eva da 26 e 32 mm di spessore Sottopiede: OrthoLite foam + Eva Allacciatura: Hoka QuickFit simmetrica mediante cordino a trazione rapida Suola: Hoka Grip in gomma bimescola Peso: 300 g (42 EU) Misure EU: da 40 2/3 a 49 1/3 (incluse ½) Colori: azzurro/giallo/bianco, giallo/nero, nero/rosso/bianco Prezzo: 170,00 euro Sito: www.hokaoneone.eu

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 317,5 g (313 g - 322 g) PESO SPECIFICO: 7,56 g/EU LUNGHEZZA: 296 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 275 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,3 mm (ant.) / 7,5 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 107 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 86 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 99 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 92 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 62 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 60 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 47 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 83 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 3,2 mm (ant.) / 3,5 mm (post.) FLESSIONE: 66,39 N TORSIONE: 16,0° MADE IN: Cina

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

8,0/10

10,0/10

6,5/10

7,0/10

9,5/10

7,0/10

LA PIÙ ECON


NNO NG

SCARPE TRAIL RUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

2° Kalenji Kapteren XT3 2° POSTO SCARPA SKYRUNNING

147

3° POSTO SCARPA SKYRUNNING

LA PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

LA PIÙ COSTOSA

LA PIÙ ECONOMICA

Ideali per quanti vogliono convertirsi dalla corsa su strada ai trail: prezzo aggressivo, buona ammortizzazione, grande comfort. Trazione però limitata.

AL BANCO Realizzate con cura a dispetto del contenuto prezzo d’acquisto, sono caratterizzate da un inserto mediale stabilizzante in poliuretano termoplastico, rivelatosi decisamente efficace: la torsione laterale si attesta a 11,0°, valore ai vertici della categoria. Tutt’altro che cedevoli in flessione, possono contare su di un peso nella media (344 g nella misura 43 EU). Calzata abbastanza ampia. Suola generosamente tassellata (ben 125 unità), ma con elementi in gomma di limitato spessore (3,4 e 3,1 mm). OFF ROAD Comportamento in linea con un modello da strada di categoria A3: le scarpe francesi beneficiano infatti di una valida ammortizzazione abbinata a un grande comfort. Punto debole la trazione, inficiata principalmente dal limitato spessore dei tasselli. Caratteristica che ne limita le prestazioni lungo i fondi a bassa aderenza. L’isolamento dagli agenti atmosferici è scarso a causa della tomaia in mesh a trama ampia. Allacciatura semplice ed efficace. Indicate per percorsi brevi e non particolarmente tecnici: la protezione nella zona mediale appare ridotta. Punto di contatto tra strada e trail, sono ideali per quanti vogliono avvicinarsi, a fronte di una spesa contenuta, al mondo della corsa off road.

Top Feature 125 tasselli suola dal disegno decisamente elaborato

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon, laminati di poliuretano e poliuretano termoplastico Fodera: mesh e fibra di nylon Intersuola: Eva a densità differenziata, inserto tallonare anti shock Sottopiede: Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci a densità differenziata Suola: EssenSole in gomma bimescola Peso: 330 g (43 EU) Misure EU: da 40 a 47 Colori: verde/nero/rosso Prezzo: 89,95 euro Sito: www.kalenji-running.com

RILEVAMENTI MISURA: 43 EU PESO: 344 g (346 g - 342 g) PESO SPECIFICO: 8,00 g/EU LUNGHEZZA: 301 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 282 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,9 mm (ant.) / 4,0 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 109 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 68 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 85 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 96 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 64 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 64 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 41 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 125 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 3,4 mm (ant.) / 3,1 mm (post.) FLESSIONE: 48,49 N TORSIONE: 11,0° MADE IN: Vietnam

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

6,5/10

7,5/10

6,5/10

5,0/10

8,0/10

6,5/10

LA PIÙ




150

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE TRAIL RUNNING

La Sportiva Ultra Raptor Adatte a terreni tecnici e distanze medio/lunghe. Meno indicate per gli ultra trail a causa del peso elevato e della non eccezionale ammortizzazione.

AL BANCO Struttura decisamente solida: il puntale è caratterizzato da una generosa protezione in gomma, la ‘culla’ del tallone da un rinforzo perimetrale in poliuretano termoplastico. Materiale, quest’ultimo, utilizzato anche per l’inserto mediale anti torsione. Il peso ne risente, attestandosi a 363 g: valore superiore alla media della categoria. La struttura è abbastanza rigida in flessione (50,50 N), allineata alle rivali in torsione (15,0°). Volumi interni poco aggressivi, valido supporto anti pronazione. OFF ROAD Se fossero una vettura sarebbero delle Suv: efficaci, pur senza eccellere, in presenza di qualsiasi terreno, confortevoli e forti di una trazione elevatissima tanto su roccia asciutta quanto su fango, neve ed erba bagnata. Caratteristica cui contribuisce il notevole spessore dei tasselli della suola. L’ammortizzazione è buona, ma non eccezionale; specie in corrispondenza del tallone. All’allacciatura tanto classica quanto pratica si accompagna una soddisfacente tenuta laterale. Hanno il pregio d’infondere sicurezza in qualsiasi frangente. Ideali per distanze medie e lunghe, meno adatte agli ultra trail a causa del peso abbastanza elevato e dell’ammortizzazione non particolarmente generosa.

Top Feature 282 mm di lunghezza: il modello più compatto della categoria

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon, laminati di poliuretano e microfibra anti abrasione Fodera: fibra di nylon e mesh in nylon Intersuola: Eva a iniezione a spessore differenziato Sottopiede: Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: La Sportiva FriXion XF Peso: 350 g (42 EU) Misure EU: da 36 a 47,5 (incluse ½) Colori: giallo, nero/giallo, grigio/rosso Prezzo: 129,00 euro Sito: www.lasportiva.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 363 g (358 g - 368 g) PESO SPECIFICO: 8,64 g/EU LUNGHEZZA: 282 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 265 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 2,7 mm (ant.) / 5,0 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 110 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 64 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 86 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 96 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 62 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 60 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 52 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 55 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 6,7 mm (ant.) / 5,4 mm (post.) FLESSIONE: 50,50 N TORSIONE: 15,0° MADE IN: Cina

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

5,0/10

7,0/10

9,0/10

9,5,0/10

8,5/10

7,0/10


SCARPE TRAIL RUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

151

Lafuma Speedtrail Morbide in flessione, rigide quanto ad ammortizzazione e torsione. Adatte a distanze brevi e corridori leggeri. Peso nella media. Allacciatura raffinata.

AL BANCO Sistema d’allacciatura raffinato: il cordino è abbinato a due tiranti rapidi che agiscono sia all’avampiede sia lungo la parte mediale, garantendo la massima personalizzazione. Peso nella media. Molto morbide in flessione, vantano un’elevata rigidità torsionale (13,5°), merito dell’inserto in poliuretano termoplastico in corrispondenza dell’arco plantare. Tasca porta lacci al vertice della linguetta. Quest’ultima prolungamento ideale della tomaia ‘a calza’. Suola fittamente tassellata (125 elementi). OFF ROAD Ottima la personalizzazione della calzata, non altrettanto il comfort a causa di alcuni lievi punti di pressione in corrispondenza del collo del piede. All’ammortizzazione limitata, sia all’avampiede sia in corrispondenza del tallone, si accompagnano protezioni non particolarmente estese, soprattutto nella zona mediale. Buona la tenuta nei traversi, eccezionale la flessione, in linea con un modello da skyrunning, così come la trazione in presenza di fango, erba bagnata e neve. Grip discreto su roccia. Sono indicate per corridori leggeri alla ricerca di una scarpa molto reattiva. Adatte a distanze medio/corte: la risposta violenta sulle asperità ne sconsiglia l’utilizzo per trail e ultra trail.

Top Feature 30,65 N rigidità flessionale molto ridotta

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: 3D mesh in nylon e pelle sintetica Fodera: 3D mesh in nylon Intersuola: Eva a doppia densità Sottopiede: OrthoLite in Eva + foam in poliuretano Allacciatura: simmetrica mediante cordino a doppia trazione rapida Suola: Vibram Vitesse in gomma bimescola Peso: 348 g (42 EU) Misure EU: da 39 a 46,5 (incluse ½) Colori: nero/rosso, azzurro/giallo, grigio/bianco/rosso, verde acido Prezzo: 120,00 euro Sito: www.lafuma.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 337 g (338 g - 336 g) PESO SPECIFICO: 8,02 g/EU LUNGHEZZA: 288 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 277 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,0 mm (ant.) / 5,4 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 105 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 75 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 85 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 93 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 61 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 62 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 56 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 125 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 4,3 mm (ant.) / 4,3 mm (post.) FLESSIONE: 30,65 N TORSIONE: 13,5° MADE IN: n.d.

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

6,5/10

5,0/10

6,5/10

8,5/10

6,0/10

6,0/10



SCARPE TRAIL RUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

Mammut MTR 141

SCARPA DELL’ANNO TRAIL RUNNING

2° POSTO SCARPA SKYRUNNING

3° POSTO SCARPA SKYRUNNING

LA PIÙ PESANTE

153

RIVELAZIONE

Ben ammortizzate e forti di un’elevata trazione. Decisamente confortevoli, ideali per trail di media lunghezza purché privi di passaggi molto tecnici.

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati)

AL BANCO Peso abbastanza contenuto per le scarpe svizzere (331,5 g), corredate di un generoso rinforzo in poliuretano termoplastico in corrispondenza della ‘culla’ del tallone. Tendenzialmente morbide, sono caratterizzate da una flessione agevole (36,68 N) e una resistenza torsionale lievemente inferiore alla media (16,0°). L’allacciatura tradizionale è arricchita da un sistema di bloccaggio rapido. Calzata fasciante all’avampiede, meno aggressiva in corrispondenza della zona mediale e del tallone. OFF ROAD I punti di forza sono la sensibilità, dovuta a una struttura tendenzialmente morbida, e la trazione, specie in presenza di fondi inconsistenti e bagnati. La suola sporgente in corrispondenza del tallone richiede una discreta assuefazione per gestire al meglio il contatto con il suolo lungo superfici compatte. Limitata tenuta laterale. Discretamente protette, vantano una buona ammortizzazione mediale e anteriore; anche posteriormente non si percepiscono le asperità del terreno. Luci e ombre per l’allacciatura: il sistema di bloccaggio è efficace, ma non agevola la realizzazione dei nodi. Ottimo il comfort. Adatte a trail di media lunghezza e a terreni cedevoli. Non amano i passaggi troppo tecnici.

Top Feature 300 mm di lunghezza; tra le scarpe meno compatte della categoria

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Tomaia: 3D mesh in nylon, laminati di poliuretano e poliuretano termoplastico Fodera: VENTech in poliestere alveolare e foam Intersuola: Eva a doppia densità Sottopiede: foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali e sistema di bloccaggio rapido Suola: Mammut Gripex Sonar in gomma bimescola Peso: 331 g (42,5 EU) Misure EU: da 40,5 a 47,5 (incluse ½) Colori: nero/verde, nero/rosso, grigio/rosso Prezzo: 129,95 euro Sito: www.mammut.ch

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 331,5 g (333 g - 330 g) PESO SPECIFICO: 7,89 g/EU LUNGHEZZA: 300 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 272 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 3,7 mm (ant.) / 5,3 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 109 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 66 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 88 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 91 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 68 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 63 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 47 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 54 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 4,1 mm (ant.) / 4,7 mm (post.) FLESSIONE: 36,68 N TORSIONE: 16,0° MADE IN: Cina

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

7,0/10

7,5/10

7,0/10

8,0/10

8,5/10

7,5/10

IL MIGLIOR R QUALITÀ P


154

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE TRAIL RUNNING

Nike Air Pegasus+ 29 Trail Perfette per una transizione progressiva dalla corsa su strada all’off road. Leggerissime e generosamente ammortizzate. Troppo cedevoli per i trail.

AL BANCO Delle vere e proprie piume (287,5 g)! Solo Teva Tevasphere Speed sono più leggere (267 g). Scarpe decisamente morbide, come dimostra la limitatissima rigidità sia flessionale sia torsionale. Nessun modello da trail è altrettanto cedevole. Calzata nella media, così come l’appoggio a terra. Sono dotate di uno specifico alloggiamento, collocato alla base del sottopiede, per il sensore Nike+: una volta connesso a iPod, iPhone o specifici dispositivi, consente di monitorare la propria attività sportiva. OFF ROAD Quanto di più simile alle scarpe da strada di categoria A3 (massimo ammortizzamento). La leggerezza è da riferimento, l’ammortizzazione generosa. Caratteristiche che in abbinamento alla facilità di flessione potrebbero, almeno sulla carta, agevolare sulle lunghe distanze. Non sono però adatte a trail e ultra trail a causa della limitatissima protezione e delle eccessive torsioni. La trazione è ottima, non così la tenuta laterale nei traversi, molto limitata. Comfort elevato grazie alla tomaia fasciante, priva di elementi d’irrigidimento. Ideali per affrontare la transizione dall’asfalto all’off road meno impegnativo, oppure per un utilizzo door to trail, promiscuo tra strada e sterrato.

Top Feature 25.0° ridottissima rigidità torsionale

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: fibra di nylon Intersuola: Premium Cushlon foam con camere d’aria Sottopiede: Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Nike Waffle in gomma al carbonio + gomma riciclata Peso: nd. Misure EU: da 38,5 a 47,5 (incluse ½) Colori: grigio/blu/arancio/giallo Prezzo: 123,00 euro Sito: www.nike.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 287,5 g (287 g - 288 g) PESO SPECIFICO: 6,84 g/EU LUNGHEZZA: 290 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 270 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 5,0 mm (ant.) / 5,0 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 107 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 54 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 84 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 95 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 63 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 60 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 49 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 58 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 5,4 mm (ant.) / 4,9 mm (post.) FLESSIONE: 27,36 N TORSIONE: 25,0° MADE IN: Cina

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

9,5/10

8,5/10

4,0/10

8,0/10

8,5/10

6,0/10


SCARPE TRAIL RUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

155

Patagonia Gamut Ideali per le eco maratone: leggere, confortevoli, ben ammortizzate. Scarsa protezione, trazione e tenuta laterale. Inadatte a trail e ultra distanze.

AL BANCO 290,5 g: quanto a leggerezza occupano il terzo gradino del podio nella speciale classifica di categoria. Un ottimo risultato per Gamut, reso possibile principalmente dalla tomaia in mesh a trama ampia e dalle protezioni non particolarmente estese. La flessione rientra nella media (40,21 N), mentre la rigidità torsionale è molto contenuta (18,0°). Risicata altezza della tomaia ai malleoli: 43 mm. Calzata ampia (96 mm) all’avampiede, più aggressiva in zona mediale e in corrispondenza del tallone. OFF ROAD Troppo morbide per trail impegnativi e ultra trail. La parte anteriore della tomaia, poco strutturata, è incline alla deformazione nei traversi; la tenuta laterale ne risente pesantemente, limitando la sensibilità. Specie in presenza di fondi a bassa aderenza, dove non brillano per trazione. In compenso l’ammortizzazione è generosa sia anteriormente sia posteriormente, a tutto vantaggio del comfort sulle lunghe distanze. Caratteristiche che, unitamente all’allacciatura perfettibile, specie in corrispondenza dell’avampiede dove si fatica a ottenere un adeguato avvolgimento degli arti, rendono Gamut adatte principalmente a eco maratone o allenamenti lungo facili percorsi. Buono il comfort.

Top Feature 43 mm ridottissima altezza della tomaia ai malleoli

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e pelle sintetica Fodera: nylon anti batterico Aegis Microbe Shield Intersuola: Eva e cuscinetti d’aria Sottopiede: Eva + foam e rivestimento anti batterico Dri-Lex Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Patagonia in gomma a densità variabile Peso: 286 g (42 EU) Misure EU: da 40 a 48 (incluse ½) Colori: grigio/verde, grigio/arancio Prezzo: 120,00 euro Sito: www.patagonia.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 290,5 g (289 g - 292 g) PESO SPECIFICO: 6,92 g/EU LUNGHEZZA: 290 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 277 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,7 mm (ant.) / 4,7 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 108 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 69 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 82 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 96 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 61 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 62 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 43 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 55 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 4,1 mm (ant.) / 4,8 mm (post.) FLESSIONE: 40,21 N TORSIONE: 18,0° MADE IN: Cina

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

9,5/10

8,0/10

4,5/10

5,5/10

8,0/10

5,5/10


156

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE TRAIL RUNNING

Salomon 2° S-Lab XT 5

SCARPA DELL’ANNO TRAIL RUNNING

2° POSTO SCARPA SKYRUNNING

3° POSTO SCARPA SKYRUNNING

LA PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

LA PIÙ COSTOSA

LA PIÙ ECONOMICA

Dopo Hoka One One Rapa Nui Comp sono le migliori scarpe da trail sul mercato: leggere, precise, confortevoli, ben ammortizzate. Trazione non eccezionale.

AL BANCO Versione racing delle note XT Wings, sono caratterizzate da una tomaia in mesh a trama molto fine e da una fodera priva di cuciture: quasi una seconda pelle. L’allacciatura, da tradizione Salomon, è del tipo mediante cordino a trazione rapida con tasca al vertice della linguetta per riporre i componenti del sistema. Molto leggere (301 g), hanno una struttura moderatamente rigida in flessione, lievemente più morbida, sebbene nella media, in torsione. Tasselli della suola di profondità limitata. OFF ROAD Tra le migliori scarpe da trail sul mercato: leggere, confortevoli, generosamente ammortizzate, precise. Da tradizione, l’allacciatura è inappuntabile sia per efficacia sia per rapidità. Ideali per lunghe distanze e ultra trail, sebbene all’ottima protezione anteriore si contrapponga una schermatura solo sufficiente nella zona mediale. Calzata anteriore fasciante, ideale per runner con pianta del piede stretta. Buona la trazione, sebbene la contenuta profondità dei tasselli della suola possa creare qualche affanno nel fango. Ideali per quanti vogliono affrontare trail e ultra trail senza abbracciare il massimalismo, optando per un prodotto decisamente più preciso. Un difetto? Il prezzo elevato.

Top Feature 301 g peso pressoché identico (+3,5 g) a Hoka One One Rapa Nui Comp

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: fibra di nylon senza cuciture Intersuola: Eva a tripla densità, supporto anti pronazione, telaio in poliuretano termoplastico Sottopiede: OrthoLite Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante cordino a trazione rapida QuickLace Suola: Salomon ContaGrip HT Peso: 325 g (42 2/3 EU) Misure EU: da 36 a 46 2/3 (incluse ½) Colori: rosso/nero Prezzo: 170,00 euro Sito: www.salomon.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 301 g (298 g - 304 g) PESO SPECIFICO: 7,17 g/EU LUNGHEZZA: 290 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 271 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,5 mm (ant.) / 6,0 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 108 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 65 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 86 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 94 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 61 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 58 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 54 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 90 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 3,0 mm (ant.) / 3,4 mm (post.) FLESSIONE: 42,90 N TORSIONE: 15,0° MADE IN: Cina

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

9,0/10

8,5/10

7,0/10

7,5/10

9,0/10

7,0/10



158

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE TRAIL RUNNING

Scarpa Enduro GTX Pesanti e molto rigide sia in flessione sia in torsione, sono poco adatte ai trail. Grande protezione e membrana GoreTex. Ideali per escursionismo veloce.

AL BANCO Solide, anzi solidissime, forti di generose protezioni e della membrana impermeabile e traspirante Gore-Tex. La massa, inevitabilmente, ne risente: con 399 g si collocano tra i modelli più pesanti della categoria. Sono molto rigide sia in flessione (60,21 N) sia, soprattutto, in torsione: 10,5° costituiscono un valore da record, sopravanzato solamente dalle massimaliste Tecnica Demon Max (10,0°). Calzata decisamente fasciante e sottopiede di notevole spessore: 5,5 mm anteriormente, 8,0 mm posteriormente. OFF ROAD La tomaia fascia gli arti in modo aggressivo, supportata dall’allacciatura semplice ed efficace. L’ammortizzazione è generosissima all’avampiede, meno convincente in corrispondenza del tallone. Trazione discreta su roccia; in presenza di fango ed erba bagnata diviene tutt’altro che raro perdere aderenza, complice l’eccessiva rigidità della struttura. Sin troppo massicce per una corsa dinamica, difettano di reattività. Ottimo il bloccaggio del piede in discesa. Consigliate a runner pesanti, specie pronatori, in grado di deformarle senza affanno. Nel dettaglio, non sono adatte a lunghe distanze e, in genere, a trail e ultra trail. Sono piuttosto indicate per escursionismo veloce e orienteering.

Top Feature 60,21 N solo le massimaliste Stinson Evo e Demon Max sono più rigide in flessione

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: 3D mesh in nylon, laminati di poliuretano e pelle sintetica Fodera: nylon, membrana Gore-Tex Intersuola: Eva a densità differenziata, inserto stabilizzante e anti torsione in poliuretano termoplastico Sottopiede: foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Vibram Crossover in gomma bimescola Peso: 370 g (42 EU) Misure EU: da 37 a 48 (incluse ½) Colori: nero/blu Prezzo: 155,00 euro Sito: www.scarpa.net

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 399 g (394 g - 404 g) PESO SPECIFICO: 9,50 g/EU LUNGHEZZA: 300 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 275 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 5,5 mm (ant.) / 8,0 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 110 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 65 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 86 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 90 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 55 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 55 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 44 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 87 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 4,7 mm (ant.) / 5,3 mm (post.) FLESSIONE: 60,21 N TORSIONE: 10,5° MADE IN: Cina

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

4,0/10

7,0/10

9,0/10

5,5/10

7,0/10

5,0/10


SCARPE TRAIL RUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

159

Scott Grip2 Calzata ampia, scarse protezioni e avampiede poco strutturato: inadatte a trail tecnici e ultra distanze. Buona trazione e ammortizzazione. Leggere.

AL BANCO Sono caratterizzate dalla curvatura a culla di suola e intersuola sia in punta sia in corrispondenza del tallone. Soluzione che, in abbinamento all’arco plantare scarsamente pronunciato, mira a favorire trazione e rullata. Linguetta sottilissima, pressoché impalpabile. Molto leggere (315 g), sono rigide in flessione (53,05 N) e proporzionalmente cedevoli in torsione (15,5°). Altezza della tomaia ai malleoli nella media (48 mm). Calzata decisamente ampia e impronta a terra abbastanza generosa. OFF ROAD Poco strutturate anteriormente, complice la calzata ampia, non garantiscono una precisa fasciatura dell’avampiede. Ne risentono precisione e fiducia nei passaggi più tecnici. In aggiunta, la linguetta di ridotto spessore fa sì che, insistendo nella trazione dei lacci, si generino punti di pressione, e conseguenti indolenzimenti, sul collo del piede. Inficiando inevitabilmente il comfort. Buona l’ammortizzazione, ma la protezione mediale è ridotta all’osso. In compenso la trazione è elevata, anche grazie all’arco plantare poco pronunciato che favorisce una generosa superficie d’appoggio. Adatte a trail brevi, privi di difficoltà tecniche, e a corridori dai piedi preferibilmente a pianta larga.

Top Feature 97 mm nessun’altra scarpa ha una calzata tanto ampia all’avampiede

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: fibra di nylon senza cuciture Intersuola: Scott AeroFoam, rinforzo tallonare in poliuretano termoplastico Sottopiede: Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Scott HTC in gomma bimescola Peso: 340 g Misure EU: da 40 a 47,5 (incluse ½) Colori: blu/arancio/nero Prezzo: 135,90 euro Sito: www.scott-sports.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 315 g (316 g - 314 g) PESO SPECIFICO: 7,50 g/EU LUNGHEZZA: 295 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 272 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 3,7 mm (ant.) / 5,3 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 109 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 72 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 87 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 97 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 65 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 72 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 48 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 55 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 4,1 mm (ant.) / 4,3 mm (post.) FLESSIONE: 53,05 N TORSIONE: 15,5° MADE IN: Cina

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

8,0/10

7,5/10

6,5/10

8,0/10

6,0/10

6,0/10



SCARPE TRAIL RUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

Tecnica Demon Max

SCARPA DELL’ANNO TRAIL RUNNING

2° POSTO SCARPA SKYRUNNING

3° POSTO SCARPA SKYRUNNING

161

LA PIÙ PESANTE

Iper ammortizzate e rigidissime in flessione e torsione. Il peso proibitivo limita l’efficacia nell’unico utilizzo cui sono destinabili: le ultra distanze.

AL BANCO La curvatura a culla di suola e intersuola sia in punta sia in corrispondenza del tallone mira a favorire la naturalezza della rullata. Arco plantare scarsamente pronunciato. L’eccezionale spessore dell’intersuola, massima espressione del massimalismo, porta in dote un peso proibitivo (424,5 g) e un’incredibile rigidità sia flessionale (66,59 N, valore allineato a Hoka Stinson Evo) sia torsionale (10,0°). Generosissima impronta a terra (117 mm) all’avampiede. Tasselli della suola molto pronunciati. OFF ROAD Comfort ai massimi livelli e sensibilità ridotta, analogamente alle rivali dirette Hoka One One Stinson Evo. Ammortizzazione totale, impossibile pretendere di più. Rovescio della medaglia, sono molto rigide in flessione e, soprattutto, in torsione, al punto da rendere proibitiva la percezione del terreno. Operazione ancor più difficile che calzando le citate Stinson Evo. Rispetto a queste ultime il peso è nettamente superiore (+107 g) e a dir poco proibitivo; limita l’efficacia nell’unico utilizzo cui sono destinabili, ovvero le ultra distanze. Poco polivalenti, sebbene la trazione sia discreta, sono inadatte ai ritmi sostenuti. La scarsa sensibilità pregiudica la precisione nei passaggi tecnici.

Top Feature 424,5 g le scarpe più pesanti della categoria

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon a triplo strato e laminati di poliuretano Fodera: fibra di nylon Intersuola: Eva da 25 e 37 mm di spessore Sottopiede: OrthoLite Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Tecnica TRS Max Tecnigrip in gomma bimescola Peso: 415 g Misure EU: da 39,5 a 47 2/3 (incluse ½) Colori: bianco/arancio/giallo, grigio/rosso Prezzo: 145,00 euro Sito: www.tecnica.it

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 424,5 g (424 g - 425 g) PESO SPECIFICO: 10,11 g/EU LUNGHEZZA: 300 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 276 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 3,9 mm (ant.) / 6,2 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 117 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 80 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 98 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 92 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 67 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 65 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 51 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 60 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 6,1 mm (ant.) / 8,8 mm (post.) FLESSIONE: 66,59 N TORSIONE: 10,0° MADE IN: Cina

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

3,0/10

10,0/10

6,5/10

7,5/10

9,5/10

5,5/10

RIVELAZI


162

2° POSTO PA SKYRUNNING

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE TRAIL RUNNING

Teva Tevasphere Speed 3°

3° POSTO SCARPA SKYRUNNING

LA PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

LA PIÙ COSTOSA

LA PIÙ ECONOMICA

LA PIÙ LEGGERA

Minimaliste e dal grande supporto anti pronazione. Leggerissime, ideali per la transizione dalla rullata alla corsa d’avampiede. Inadatte ai trail.

AL BANCO Una piccola rivoluzione: tallone sferico e cuscinetti ammortizzanti a sostenere la falcata nella zona mediale, mirando alla massima rapidità di transizione verso l’avampiede, alla stabilità e al controllo della pronazione. Notevole morbidezza flessionale (30,55 N), rigidità torsionale nella media. Sono delle vere e proprie piume! Pesano 267 g: sono le scarpe più leggere della categoria. Tasselli della suola dalla profondità ridottissima. Calzata fasciante all’avampiede. Generoso appoggio mediale. OFF ROAD L’ammortizzazione richiama alla mente un modello minimalista, invitando alla corsa d’avampiede. La struttura è studiata per favorire la rapida transizione verso il mesopiede e l’appoggio nella parte anteriore della scarpa: zone nelle quali la trazione è elevata anche lungo fondi a bassa aderenza, al contrario del tallone scivoloso. Protezione limitata. Ottimo supporto anti pronazione, sebbene i cuscinetti mediali generino discreti punti di pressione lungo l’arco plantare. Richiedono assuefazione e un adattamento dello stile di corsa in ottica minimalista. Inadatte alle lunghe distanze e agli ultra trail. Molto valide per una transizione progressiva dalla rullata tradizionale alla corsa d’avampiede.

Top Feature 267 g le scarpe più leggere della categoria

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: fibra di nylon Intersuola: Eva a densità differenziata, inserto anti torsione in nylon, supporti anti pronazione nella zona mediale Sottopiede: Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Teva Spider365 in gomma a tripla mescola Peso: 268 g Misure EU: da 40 a 46,5 (incluse ½) + 47,5 e 49 Colori: grigio/nero/verde Prezzo: 126,00 euro Sito: www.teva.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 267 g (265 g - 269 g) PESO SPECIFICO: 6,36 g/EU LUNGHEZZA: 295 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 280 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,8 mm (ant.) / 4,8 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 101 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 88 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 70 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 88 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 68 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 64 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 47 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 80 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 2,8 mm (ant.) / 2,8 mm (post.) FLESSIONE: 30,55 N TORSIONE: 15,0° MADE IN: Cina

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

10,0/10

5,0/10

5,5/10

6,5/10

6,5/10

5,5/10


SCARPE TRAIL RUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

163

The North Face Single-Track GTX XCR II Per trail di qualsiasi lunghezza e corridori d’ogni livello, purché dai piedi a pianta larga. Buona trazione e ammortizzazione. Scarsa tenuta nei traversi.

AL BANCO Peso ragionevole per le scarpe americane (343 g), specie tenendo conto della presenza della membrana impermeabile e traspirante Gore-Tex. L’intersuola ospita un inserto stabilizzante in corrispondenza del tallone e una piastra a S lungo l’avampiede destinata a contenere la torsione senza inficiare la flessione. Nonostante ciò risultano abbastanza rigide in flessione (50,50 N) e decisamente cedevoli in torsione (18,0°). Calzata ampia all’avampiede, più aggressiva nella zona mediale e del tallone. OFF ROAD Il comfort prima di tutto. L’ammortizzazione è generosa sia anteriormente sia posteriormente e le protezioni abbastanza estese, sebbene non ‘corazzate’. Elevata trazione in presenza sia di rocce bagnate sia di fondi cedevoli nonostante i tasselli della suola non particolarmente pronunciati. Sono consigliate soprattutto a runner con arti inferiori dalla pianta larga, dato che all’avampiede la sensazione d’avvolgimento è limitata e l’allacciatura non favorisce la personalizzazione della tomaia. Nei traversi stabilità e tenuta laterale non sono da primato: inferiori, ad esempio, a Brooks e Salomon. Complessivamente sono indicate per trail di qualsiasi lunghezza e per corridori di ogni livello.

Top Feature 96 mm calzata ampia all’avampiede

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: tessuto in nylon, membrana Gore-Tex Extended Comfort Range Intersuola: Eva a doppia densità, piastra anti torsione SnakePlate in poliuretano termoplastico Sottopiede: OrthoLite Northotic Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: The North Face Tenacious in gomma bimescola Peso: 344 g (42 EU) Misure EU: da 39 a 45,5 (incluse ½) + 47 e 48 Colori: rosso/nero Prezzo: 140,00 euro Sito: www.thenorthface.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 343 g (343 g - 343 g) PESO SPECIFICO: 8,17 g/EU LUNGHEZZA: 296 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 274 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,8 mm (ant.) / 7,2 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 110 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 57 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 84 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 96 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 59 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 60 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 58 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 68 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 3,0 mm (ant.) / 4,5 mm (post.) FLESSIONE: 50,50 N TORSIONE: 18,0° MADE IN: Vietnam

Peso

Ammortizzazione

Protezione

Trazione

Comfort

Rapporto qualità/prezzo

6,5/10

8,0/10

7,0/10

8,0/10

8,5/10

7,5/10


164

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE TRAIL RUNNING

CONCLUSIONI

Big is better La filosofia massimalista sposa la leggerezza: le Hoka One One Rapa Nui Comp prevalgono sulla concorrenza. Seguono Salomon, bilanciato mix di precisione e comfort, e Brooks, dall’ottimo rapporto qualità/prezzo

R

PRODOTTO SCARPA DELL’ANNO TRAIL RUNNING

SCHEDA RIASSUNTIVA

TRAIL RUNN RPA I

1

o

NG

SCA

ispondono al nome di Hoka One One Rapa Nui Comp e sono il punto di riferimento della categoria. All’eccezionale ammortizzazione, figlia della filosofia massimalista, si accompagnano una notevole leggerezza e una sensibilità nettamente superiore alle ‘sorelle’ iper vitaminizzate Stinson Evo. A tutto vantaggio della precisione e tenuta nei passaggi tecnici. Sintesi perfetta delle doti richieste a un modello da trail e ultra trail, sono adatte a qualsiasi distanza e corridore. Unica pecca il prezzo (150,00 euro) tutt’altro che contenuto. Seguono a breve distanza Salomon S-Lab XT 5. Ideali per runner alla ricerca di scarpe ‘classiche’, più precise e reattive dei modelli massimalisti senza per questo rinunciare ad ammortizzazione, leggerezza e comfort. Perdono il confronto con Rapa Nui Comp a causa della trazione inferiore e degli impatti con il terreno più marcati. Terzo gradino del podio per Brooks Cascadia 8: eccezionali quanto a rapporto qualità/prezzo. Tra le migliori scarpe da trail grazie alla raffinata e generosa ammortizzazione, all’elevata trazione e al comfort ai vertici della categoria. Pagano, rispetto a Hoka e Salomon, il peso più elevato e la protezione perfettibile. Scivolano ai piedi del podio per un’inezia le The North Face Single-Track GTX XCR II. Più che dalla massa, gravata dalla membrana Gore-Tex, sono penalizzate dalla rilevante rigidità flessionale e dalla tenuta nei traversi inferiore a Hoka, Brooks e Salomon. Costituiscono in ogni caso una valida scelta nell’ottica delle lunghe distanze, specie per corridori con pianta del piede larga. Quattro modelli meritano infine una citazione. In primis Dynafit Feline Superlight, ideali per quanti vogliono cimentarsi lungo medie distanze senza disdegnare le skyrace: leggere, reattive e con una trazione eccezionale, ma caratterizzate da un’ammortizzazione solo discreta, insufficiente per le ultra distanze. Analoga ‘smagliatura’ per La Sportiva Ultra Raptor. Il peso, in aggiunta, è superiore alla media. Si riscattano per comfort, solidità e trazione. Per quanti al debutto nella corsa off road una valida opzione è rappresentata da Nike Air Pegasus+ 29 Trail, leggerissime e generosamente ammortizzate ma troppo cedevoli per trail e ultra trail. Rivelazione del test, infine, Mammut MTR 141: ben ammortizzate, forti di un’elevata trazione, decisamente confortevoli e ideali per competizioni di media lunghezza.

dell’anno

SCARPA SCARPA DELL’ANNO DELL’ANNO Outdoor Running2° POSTO TRAIL TRAIL RUNNING RUNNING SCARPA SKYRUNNING 2013

2°2°

2°2° POSTO POSTO 3° POSTO SCARPA SCARPA SCARPA SKYRUNNING SKYRUNNING SKYRUNNING

3°3° 3°3° POSTO POSTO LA PIÙ PESANTE SCARPA SCARPA SKYRUNNING SKYRUNNING

RIVELAZIONE LALA PIÙ PIÙ PESANTE PESANTE

Modelli testati: 21 Hoka One One Rapa Nui Comp

Salomon S-Lab XT 5

Brooks Cascadia 8

Mammut MTR 141

IL MIGLIOR RIVELAZION RIVELAZI RAPPO QUALITÀ PREZ


SCARPA DELL’ANNO POSTO 3° POSTO RIVELAZIONE LA PIÙRAPPORTO PESANTE RIVELAZIONE ECONOMICA 3° RIVELAZIONE POSTO 3° POSTO IL MIGLIOR2° RAPPORTO LA PIÙ PESANTE LA PIÙ PESANTE LA PIÙ COSTOSA RIVELAZIONE LA PIÙILECONOMICA MIGLIOR RAPPORTO IL MIGLIOR PIÙ COSTOSA LA PIÙ COSTOSA LA PIÙ LEGGERA LA PIÙLA LEGGERA TRAIL RUNNING SCARPAPREZZO SKYRUNNING SCARPA SKYRUNNING G SCARPA SKYRUNNING SCARPA SKYRUNNING QUALITÀ QUALITÀ PREZZO QUALITÀ PREZZO

Teva Tevasphere Speed (267 g)

Tecnica Demon Max (424,5 g)

Kalenji Kapteren XT3 (89,95 euro)

Hoka One One Stinson Evo Salomon S-Lab XT 5 (170 euro)

IL MIGLIOR LA PIÙ ECONOMICA LA PIÙ RAPPORTO ECONOMICA QUALITÀ PREZZO

Brooks Cascadia 8

LA PIÙ LA PIÙ LEGGERA LA COS PIÙ


scarpe skyrunning

Affilate le armi Prestazioni, prestazioni e ancora prestazioni. Ecco il credo delle scarpe da skyrunning. Leggerezza, reattività, trazione e tenuta nei traversi sono doti irrinunciabili. Il comfort? Rilevante solo se funzionale alle performance

Marco Moletto in azione durante il test © Damiano Levati

È

la categoria più difficile, dove le prestazioni sono l’unico orizzonte verso il quale rivolgere lo sguardo. Dove è necessario coniugare aspetti apparentemente agli antipodi quali leggerezza e protezione, reattività e ammortizzazione. Dove è richiesta massima trazione lungo qualsiasi superficie e la tenuta laterale nei traversi assurge a fattore determinante. Se in ambito trail running il comfort di un modello conta più della riposta elastica, nello skyrunning questo rapporto s’inverte. Ogni stilla d’energia deve tramutarsi in spinta. Nessuna dissipazione, nessuno spreco di forze. Cambiano, del resto, non solo la lunghezza dei percorsi, decisamente più brevi, ma anche terreni e ritmi di percorrenza. Alla resistenza subentra la performance pura. A sentieri, mulattiere e sterrati si aggiungono creste, traversi ai limiti dell’equilibrio, sfasciumi e passaggi di stampo alpinistico. Una dimensione più tecnica, aspra, da affrontare a ritmi decisamente superiori. I produttori, fatta eccezione per Tecnica, votata al massimalismo, si cimentano in questa categoria seguendo le scuole di pensiero classica o minimalista. Scarpe mediamente protette e ammortizzate nel primo caso, leggerissime e poco strutturate nel secondo. Per top runner e ‘comuni mortali’ le une, esclusivamente per atleti d’élite le altre.

La scarpa ideale Passando dal trail running allo skyrunning cambia il rapporto tra corridore e calzatura. Nel primo caso la scarpa è un supporto: compagna d’avventura, aiuto nelle difficoltà, partner nel portare a termine l’impresa. Nel secondo diventa un’arma. Strumento per raggiungere la vittoria o, quanto meno, la massima performance. Coniuga leggerezza, reattività, trazione e tenuta. L’ammortizzazione è rilevante solamente nella misura in cui consente di mantenere ritmi elevati in discesa e nei tratti tecnici. Il comfort? Conta esclusivamente quale elemento funzionale alla prestazione. Ai modelli da skyrunning è richiesta una completezza inferiore ai prodotti da trail e ultra trail. Sono ammesse smagliature purché ciò si traduca in

una massimizzazione delle performance. Un contenuto sacrificio della leggerezza, sebbene possa apparire un paradosso, è tollerabile a patto che ciò si tramuti in una trazione eccezionale o in una tenuta strepitosa nei traversi. Vale a dire in maggiore velocità. Il metro di giudizio La completezza, come accennato, non è un requisito fondamentale. Sono tollerabili delle smagliature in funzione dell’esaltazione delle prestazioni. La reattività conta più dell’ammortizzazione, la trazione e la tenuta laterale nei traversi hanno un peso preponderante rispetto alla protezione da ostacoli e agenti atmosferici. Senza dimenticare, in ultima battuta, il rapporto qualità/prezzo, determinato interfacciando le prestazioni con l’esborso necessario per entrare in possesso di una scarpa. Ciò spiega perché modelli più economici, ma dalle performance limitate, meritino un voto inferiore a rivali costose ma sensibilmente più efficaci. Il test sul campo In vista della prova off road abbiamo cercato, compatibilmente con la disponibilità e le scelte produttive delle Case costruttrici, di uniformare la misura dei modelli prendendo a riferimento le taglie 41 e 42 EU. Quindi doppia dotazione per ogni esemplare. Per garantire parità di trattamento, ogni scarpa è stata testata lungo un percorso identico, ripetuto più volte ad anello, che includesse rocce montonate sia asciutte sia bagnate, pietraie, sottobosco, erba umida, fango e neve. Lo sviluppo del percorso ha incluso sentieri, tracce e tratti di campo libero, anche sfasciumi, dove i runner sono stati costretti a improvvisare traiettorie e appoggi. I testatori hanno affrontato passaggi tecnici obbligati d’elevata difficoltà quali traversi al limite dell’equilibrio, salti, guadi, gradini di roccia e pendenze estreme, così da confrontare ogni prodotto nelle medesime situazioni.



168

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE SKYRUNNING

Adidas Kanadia 5 Trail

2° POSTO SCARPA SKYRUNNING

3° POSTO SCARPA SKYRUNNING

Per runner leggeri e dalla pianta del 2° piede stretta. Trazione, stabilità e tenuta laterale molto elevate. Non altrettanto reattività e ammortizzazione.

2° POSTO SCARPA SKYRUNNING

AL BANCO Calzata decisamente fasciante sia all’avampiede, dove si hanno a disposizione 84 mm di spazio, sia lungo il tallone, dove solamente le rivali La Sportiva risultano più aggressive (56 mm contro 57 mm). Peso di 299,5 g: un valore accettabile ma lievemente superiore alla media della categoria. Perfettamente nella media, invece, la rigidità flessionale e torsionale così come la profondità dei tasselli della suola in gomma bimescola (4,5 e 4,7 mm). Ridotta altezza della tomaia ai malleoli (49 mm). OFF ROAD Astenersi corridori dalla pianta del piede larga! La calzata è aggressiva sia quanto ad ampiezza sia in lunghezza. Uno dei punti di forza di Kanadia 5 Trail è la trazione, elevatissima lungo fondi cedevoli quali fango, neve ed erba umida, lievemente meno entusiasmante, ma comunque di buon livello, in presenza di roccia bagnata. Ottima la tenuta laterale nei traversi, così come la stabilità in presenza di sfasciumi e pietre smosse. Feeling immediato. Hanno il pregio d’infondere sicurezza in qualsiasi frangente. La reattività, però, non è da riferimento, al pari dell’ammortizzazione all’avampiede: caratteristica, quest’ultima, che le rende adatte soprattutto a runner leggeri. Protezione essenziale.

Top Feature 84 mm all’avampiede la calzata più aggressiva della categoria

LE NOSTRE VALUTAZIONI

LA PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

3° 3° POSTO SCARPA SKYRUNNING

LA PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon, poliuretano termoplastico e pelle sintetica Fodera: tessuto in fibra di nylon Intersuola: Eva iniettata, inserto tallonare in Adiprene Sottopiede: Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Adidas Traxion in gomma bimescola Peso: 308 g (42 EU) Misure EU: da 40 a 47 1/3 (incluse ½) Colori: nero/rosso/giallo, nero/giallo, nero/grigio, nero/blu Prezzo: 90,00 euro Sito: www.adidas.it

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 299,5 g (300 g - 299 g) PESO SPECIFICO: 7,13 g/EU LUNGHEZZA: 290 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 265 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 3,8 mm (ant.) / 4,0 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 105 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 64 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 80 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 84 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 65 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 57 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 49 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 51 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 4,5 mm (ant.) / 4,7 mm (post.) FLESSIONE: 37,76 N TORSIONE: 17,0° MADE IN: Indonesia

Peso

REATTIvità

trazione

supporto NEi traversi

ammortizZazione

Rapporto qualità/prezzo

6,0/10

7,0/10

8,5/10

9,0/10

6,5/10

8,0/10

LA


SCARPE SKYRUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

169

Asics Gel-Fuji Elite Leggere e molto reattive, sono ideali per la corsa in montagna piuttosto che per skyrace tecniche e impegnative. Scarsa ammortizzazione e protezione.

AL BANCO 272 g: peso tra i migliori della categoria, sebbene 30 g superiore a quanto fatto registrare dalle ‘piume’ da skyrunning, ovvero The North Face Single-Track Hayasa (242 g). Sono abbastanza morbide sia in flessione sia in torsione. Calzata ampia all’avampiede e in corrispondenza dell’arco plantare, più aggressiva sul tallone. Elevata altezza della tomaia ai malleoli (53 mm). Profondità dei tasselli della suola nella media. Il sottopiede è molto sottile (3,6 mm). Tasca per i lacci lungo la linguetta. OFF ROAD Leggere e decisamente reattive. Caratterizzate da sfumature minimaliste che giocano a favore della leggerezza, ma non dell’ammortizzazione e, soprattutto, della protezione. Specie in punta, manca un solido riparo dagli impatti. La tenuta laterale nei traversi non è da riferimento, inficiata, più che dalle torsioni, dalla calzata ampia all’avampiede. Soccorrono, almeno in parte, il sistema d’allacciatura efficace e la tomaia fasciante. L’ammortizzazione è ridotta: le Gel-Fuji Elite puntano soprattutto sulla reattività. Per questo sono consigliate a corridori leggeri e d’alto livello, preferibilmente per skyrace lungo terreni non troppo impegnativi o tecnici. Ideali per la corsa in montagna.

Top Feature 281 mm di lunghezza sono le scarpe più compatte della categoria

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: mesh e fibra di nylon Intersuola: SoLyte a doppia densità, inserti ammortizzanti in gel, Propulsion Plate all’avampiede, inserto mediale anti torsione Sottopiede: Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Asics in gomma bimescola Peso: 280 g Misure EU: da 38,5 a 48 (incluse ½) + 49 e 50 Colori: grigio/azzurro/giallo Prezzo: 115,00 euro Sito: www.asics.it

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 272 g (273 g - 271 g) PESO SPECIFICO: 6,48 g/EU LUNGHEZZA: 281 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 275 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 3,6 mm (ant.) / 3,6 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 105 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 60 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 77 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 96 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 66 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 58 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 53 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 55 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 4,0 mm (ant.) / 4,7 mm (post.) FLESSIONE: 36,65 N TORSIONE: 18,0° MADE IN: Indonesia

Peso

REATTIvità

trazione

supporto NEi traversi

ammortizZazione

Rapporto qualità/prezzo

8,0/10

9,0/10

6,5/10

6,5/10

6,5/10

6,5/10



SCARPE SKYRUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

171

Helly Hansen Pace Trail HTXP Pesanti, poco reattive e scarsamente ammortizzate. Inadatte alle skyrace. La trazione, però, è elevata e la protezione da urti e agenti atmosferici curata.

AL BANCO Peso penalizzante: 340 g costituiscono un risultato in linea con i modelli da trail running, nettamente superiore alla media dei prodotti da skyrunning. Valore cui concorre la presenza della membrana impermeabile e traspirante HH HellyTech. Rigidità flessionale elevata, ma non proibitiva. Elevata resistenza alla torsione. La calzata è abbastanza aggressiva all’avampiede, più ampia nella zona mediale e in corrispondenza del tallone. Protezioni generose e suola proprietaria in gomma a tripla mescola. OFF ROAD Allacciatura perfettibile: la rigidità della tomaia costringe, per ottenere un adeguato avvolgimento del piede, a insistere con eccessiva forza sui lacci generando alcuni punti di pressione in corrispondenza del collo del piede. Elevata trazione su qualsiasi superficie. Non altrettanto soddisfacente la reattività, anzi ridotta al lumicino, e l’ammortizzazione, poco generosa specie in corrispondenza del tallone. Il punto di forza delle Pace Trail HTXP è la robustezza, in linea quando non superiore ai modelli da trail running. Caratteristiche che le rendono funzionali per allenamenti invernali su medie distanze, specie in condizioni di pioggia, fango e neve. Inadatte a skyrace e gare veloci.

Top Feature 8,5 mm sottopiede di generoso spessore in corrispondenza del tallone

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon, laminati di poliuretano e pelle sintetica Fodera: HH Lifa anti batterica, membrana Helly Hansen HellyTech Intersuola: Eva a doppia densità Sottopiede: foam con trattamento anti batterico Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Helly Hansen in gomma a tripla mescola Peso: nd. Misure EU: da 40 a 48 (incluse ½) Colori: grigio/arancio/nero, grigio/nero Prezzo: 109,95 euro Sito: www.hellyhansen.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 340 g (343 g - 337 g) PESO SPECIFICO: 8,09 g/EU LUNGHEZZA: 292 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 272 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 5,0 mm (ant.) / 8,5 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 102 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 65 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 84 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 93 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 64 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 60 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 50 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 60 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 5,0 mm (ant.) / 4,0 mm (post.) FLESSIONE: 49,08 N TORSIONE: 16,0° MADE IN: Vietnam

Peso

REATTIvità

trazione

supporto NEi traversi

ammortizZazione

Rapporto qualità/prezzo

4,0/10

4,0/10

8,0/10

6,5/10

5,0/10

4,5/10


172

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE SKYRUNNING

Hi-Tec 2° V-Lite Trail 2° POSTO SCARPA SKYRUNNING

3° 3° POSTO SCARPA SKYRUNNING

LA PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

LA PIÙ COSTOSA

LA PIÙ ECONOMICA

Trazione e leggerezza: obiettivo centrato. Ammortizzazione, reattività, protezione e precisione: obiettivo mancato. Non sono adatte allo skyrunning.

AL BANCO Tomaia in mesh a trama aperta per le scarpe inglesi. La traspirazione è massima, l’impermeabilità ridotta. Soluzione che gioca a favore del peso, contenuto in 279,5 g. La rigidità flessionale è lievemente superiore alla media della categoria (48,40 N contro 38 N), mentre la resistenza torsionale è allineata a concorrenti ben più blasonate quali Asics e Nike. Calzata decisamente aggressiva all’avampiede, sensibilmente più ampia in zona mediale e, in particolar modo, sul tallone. Suola Vibram bimescola. OFF ROAD Comfort ai massimi livelli, non così la reattività, limitata. Il punto di forza, oltre alla leggerezza, è la trazione, convincente lungo qualsiasi superficie nonostante la profondità dei tasselli della suola lievemente inferiore alla media. La tenuta nei traversi soddisfa anteriormente, non altrettanto in corrispondenza del tallone: il piede tende a muoversi limitando sensibilità e feeling. Non sono adatte a percorsi tecnici e impegnativi, complice la scarsa protezione della tomaia nella zona mediale. L’ammortizzazione è scarsa: si percepiscono le asperità del terreno. Sono adatte a corridori leggeri alla ricerca di un prodotto multisport, non specifico per skyrace o corsa in montagna.

Top Feature 92 mm all’avampiede solo Adidas ha una calzata più aggressiva

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e pelle sintetica Fodera: nylon anti batterico Intersuola: Eva a doppia densità, supporto tallonare in poliuretano termoplastico Sottopiede Comfort Tec foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Vibram O.D.D. in gomma bimescola Peso: 279 g (42 EU) Misure EU: da 41 a 46 Colori: grigio/beige, grigio/blu Prezzo: 89,00 euro Sito: www.hi-tec.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 279,5 g (282 g - 277 g) PESO SPECIFICO: 6,65 g/EU LUNGHEZZA: 291 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 276 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,9 mm (ant.) / 6,5 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 102 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 55 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 81 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 92 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 65 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 64 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 53 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 58 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 3,5 mm (ant.) / 4,0 mm (post.) FLESSIONE: 48,40 N TORSIONE: 18,5° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

supporto NEi traversi

ammortizZazione

Rapporto qualità/prezzo

7,5/10

5,0/10

8,0/10

5,0/10

5,0/10

5,5/10

LA PIÙ L


SCARPE SKYRUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

173

Inov-8 MudClaw 265 Un modello minimalista destinato a corridori d’altissimo livello: trazione eccezionale, peso contenuto, ammortizzazione ridottissima. Per runner leggeri.

AL BANCO Con un peso di 268,5 g salgono sul gradino più basso del podio della leggerezza: solo The North Face Single-Track Hayasa (242 g) e Patagonia Fore Runner Evo (249 g) possono vantare masse inferiori. Decisamente morbide sia in flessione (26,38 N) sia in torsione (23,5°), sono caratterizzate da una calzata mediamente ampia all’avampiede (94 mm), sensibilmente più aggressiva in corrispondenza del tallone (57 mm). Eccezionale spessore dei tasselli della suola: 7,1 mm anteriormente, 7,7 mm posteriormente. OFF ROAD Il minimalismo è il loro credo. Sono destinate ad atleti leggeri, agili, forti di uno stile di corsa basato sull’appoggio dell’avampiede e del mesopiede. La trazione è strepitosa, specie in condizioni di fango e terreno cedevole, al pari della reattività. Ideali per quanti corrono costantemente in spinta e amano ritmi veloci caratterizzati da falcate corte e frequenti. Ammortizzazione, come inevitabile per un modello minimalista, ridotta all’osso. Il supporto laterale nei traversi non è da riferimento: le torsioni sono marcate e si ripercuotono negativamente sul feeling. Per runner di alto, altissimo livello alla ricerca di un modello prettamente da gara. Astenersi amatori e soggetti pesanti.

Top Feature 7,1 e 7,7 mm eccezionale spessore dei tasselli della suola

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon, laminati di poliuretano e poliuretano termoplastico Fodera: mesh e fibra di nylon Intersuola: Eva iniettata Sottopiede: foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Inov-8 Mudclaw Peso: 265 g (42 EU) Misure EU: da 37 a 47 (incluse ½) + 48 Colori: rosso/nero Prezzo: 104,00 euro Sito: www.inov-8.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 268,5 g (268 g - 269 g) PESO SPECIFICO: 6,39 g/EU LUNGHEZZA: 286 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 272 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,8 mm (ant.) / 6,8 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 102 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 60 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 75 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 94 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 62 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 57 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 51 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 58 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 7,1 mm (ant.) / 7,7 mm (post.) FLESSIONE: 26,38 N TORSIONE: 23,5° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

supporto NEi traversi

ammortizZazione

Rapporto qualità/prezzo

8,5/10

9,0/10

10,0/10

6,0/10

4,0/10

7,0/10


174

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE SKYRUNNING

La Sportiva C-Lite 2.0 Tra le migliori scarpe da skyrunning nonostante il peso tutt’altro che contenuto. Solide, precise, con una trazione molto elevata. Reattività migliorabile

AL BANCO Apparentemente in pezzo unico grazie alla ghetta integrata nella tomaia che scherma la zona dei lacci da acqua, fango e detriti, possono contare sulla suola proprietaria La Sportiva FriXion AT in gomma bimescola, predisposta per ospitare i chiodi. Il peso di 307,5 g è superiore alla media. Abbastanza rigide sia in flessione (55,16 N) sia in torsione (16,0°), sono caratterizzate da una calzata decisamente aggressiva in corrispondenza del tallone (56 mm). Generoso spessore dei tasselli lungo la suola. OFF ROAD Siete skyrunner di media classifica? Volete una scarpa ‘universale’, adatta tanto ai percorsi più scorrevoli quanto ai passaggi tecnici? Le C-Lite 2.0 rappresentano la scelta giusta. Feeling immediato, avvolgimento del piede preciso, elevata trazione in ogni condizione. La reattività è sufficiente, sebbene inferiore sia alla media sia alle rivali Scott, punto di riferimento del settore. Convincente la tenuta laterale nei traversi. Non brillano per leggerezza e ammortizzazione, specie all’avampiede. Smagliature che costano loro il primato di categoria. Perfette per allenamenti in sicurezza; destinate principalmente a corridori pesanti, potenti, in grado di gestirne la rigidità flessionale.

Top Feature 56 mm la calzata tallonare più aggressiva della categoria

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon, ghetta integrata Fodera: fibra di nylon e mesh in nylon anti scivolo Intersuola: Eva a iniezione, inserto stabilizzante anti torsione in poliuretano termoplastico Sottopiede: Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: La Sportiva FriXion AT in gomma bimescola Peso: 290 g (42 EU) Misure EU: da 36 a 47,5 (incluse ½) Colori: azzurro/giallo, giallo/nero, nero/giallo, nero Prezzo: 129,00 euro Sito: www.lasportiva.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 307,5 g (309 g - 306 g) PESO SPECIFICO: 7,32 g/EU LUNGHEZZA: 287 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 269 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,0 mm (ant.) / 6,5 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 105 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 64 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 82 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 94 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 62 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 56 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 50 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 41 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 5,5 mm (ant.) / 5,1 mm (post.) FLESSIONE: 55,16 N TORSIONE: 16,0° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

supporto NEi traversi

ammortizZazione

Rapporto qualità/prezzo

5,5/10

6,5/10

8,5/10

7,5/10

7,0/10

7,0/10



176

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE SKYRUNNING

Lafuma Sky Race 2

2° POSTO SCARPA SKYRUNNING

3° POSTO SCARPA SKYRUNNING

LA PIÙ PESANTE

Pesanti, anzi pesantissime, rigide e altrettanto poco reattive, sono inadatte allo skyrunning. Tomaia traspirante. Buona trazione su qualsiasi superficie.

AL BANCO Tomaia in mesh a trama ampia e lacci a spessore variabile per le scarpe francesi. Peso elevatissimo (359 g) per un modello da skyrunning. La struttura è molto rigida, come dimostrano i valori in flessione (50,95 N) e torsione (14,0°). Dato, quest’ultimo, sul quale incide l’inserto mediale in materiali compositi. Suola Vibram fittamente tassellata (84 elementi). Calzata nella media, fatta eccezione per l’arco plantare ampio. Ingombri notevoli: sono le scarpe più lunghe in comparativa (303 mm). OFF ROAD Il peso pregiudica qualsiasi ambizione. Smagliatura cui si aggiungono una reattività ridotta ai minimi termini e una notevole rigidità sia flessionale sia torsionale. Conseguentemente il feeling è minimo, specie nei traversi, dove a inficiare la sensazione di sicurezza non è tanto il grip della suola, più che sufficiente, quanto l’inerzia della struttura anche qualora sollecitata con vigore. ‘Sorde’ agli impulsi, brillano per precisione dell’allacciatura - funzionali, nel dettaglio, i lacci con struttura ‘a onda’ - e traspirazione grazie alla tomaia in mesh a trama ampia. Riservate a soggetti pesanti, forti fisicamente, esclusivamente per allenamenti e preferibilmente durante la stagione calda.

Top Feature 359 g le scarpe più pesanti della categoria

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: 2D mesh in nylon, laminati di poliuretano e pelle sintetica Fodera: 3D mesh in nylon Intersuola: Eva a tripla densità, inserto mediale anti torsione Sottopiede: OrthoLite in Eva + foam in poliuretano Allacciatura: simmetrica mediante lacci a spessore variabile Suola: Vibram XRun in gomma bimescola Peso: 345 g (42 EU) Misure EU: da 39 a 46,5 (incluse ½) Colori: nero/giallo, nero/rosso Prezzo: 120,00 euro Sito: www.lafuma.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 359 g (357 g - 361 g) PESO SPECIFICO: 8,55 g/EU LUNGHEZZA: 303 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 272 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 5,3 mm (ant.) / 8,0 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 108 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 74 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 86 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 94 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 69 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 62 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 53 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 84 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 3,4 mm (ant.) / 4,7 mm (post.) FLESSIONE: 50,95 N TORSIONE: 14,0° MADE IN: Vietnam

Peso

REATTIvità

trazione

supporto NEi traversi

ammortizZazione

Rapporto qualità/prezzo

2,0/10

4,0/10

7,5/10

6,5/10

6,5/10

4,5/10

RIVELAZIONE


SCARPE SKYRUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

Mammut 2° MTR 201 Dyneema 2° POSTO SCARPA SKYRUNNING

177

3° 3° POSTO SCARPA SKYRUNNING

LA PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

LA PIÙ COSTOSA

Ottime scarpe da allenamento: resistenti, discretamente ammortizzate e dall’elevata trazione. Troppo pesanti e inclini alla torsione per skyrace tecniche.

AL BANCO Caratteristica saliente delle scarpe svizzere è la realizzazione della tomaia in Dyneema, fibra tessile sintetica (ricavata dal polietilene ad alta densità) con caratteristiche di resistenza alla trazione simili all’acciaio. L’allacciatura tradizionale è arricchita da un sistema di bloccaggio rapido. Calzata decisamente ampia, specie anteriormente (99 mm). Peso elevato (339,5 g). Molto generosa la superficie d’appoggio al suolo: 111 mm all’avampiede, 89 mm in corrispondenza del tallone. OFF ROAD Calzata ampia e allacciatura con un ridotto numero di tiranti non giocano a favore della tenuta nei traversi. Sebbene il grip della suola non sia mai in discussione, anzi costituisca uno dei punti di forza delle MTR 201, l’eccessiva morbidezza della struttura lascia emergere marcate torsioni, confermate dai dati rilevati (21,5°). Reattività discreta. Moderatamente protette, puntano sulla tenuta nel tempo della tomaia piuttosto che su schermature in poliuretano. Vantano una discreta ammortizzazione mediale e anteriore; anche posteriormente non si percepiscono le asperità. Luci e ombre per l’allacciatura: il sistema di bloccaggio è efficace, ma non agevola la realizzazione dei nodi. Ottimo comfort.

Top Feature Tomaia in Dyneema fibra tessile resistente quanto l’acciaio

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: Dyneema e laminati di poliuretano Fodera: VENTech in poliestere alveolare e foam Intersuola: Eva iniettata Sottopiede: foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali e sistema di bloccaggio rapido Suola: Mammut Gripex Sonar in gomma bimescola Peso: 298,5 g (42,5 EU) Misure EU: da 40,5 a 47,5 (incluse ½) Colori: bianco/rosso/verde Prezzo: 189,00 euro Sito: www.mammut.ch

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 339,5 g (343 g - 336 g) PESO SPECIFICO: 8,08 g/EU LUNGHEZZA: 297 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 275 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 3,7 mm (ant.) / 5,3 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 111 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 67 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 89 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 99 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 67 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 62 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 49 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 48 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 4,7 mm (ant.) / 4,5 mm (post.) FLESSIONE: 39,62 TORSIONE: 21,5° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

supporto NEi traversi

ammortizZazione

Rapporto qualità/prezzo

4,0/10

6,5/10

8,0/10

5,5/10

7,0/10

5,0/10

LA PIÙ EC




180

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE SKYRUNNING

Nike Lunarfly+ 3 Trail Destinate a neofiti e runner di medio livello. Ben ammortizzate, difettano di reattività e, soprattutto, stabilità nei traversi. Per percorsi facili.

AL BANCO Peso (288 g) e resistenza alla flessione (39,18 N) nella media della categoria. La struttura è tendenzialmente morbida, come dimostra la non eccezionale rigidità torsionale (19,0°). Calzata nella media, fatta eccezione per i volumi abbastanza ampi in corrispondenza del tallone (62 mm). Sono dotate di uno specifico alloggiamento, collocato alla base del sottopiede, per il sensore Nike+: una volta connesso a iPod, iPhone o specifici dispositivi, consente di monitorare la propria attività sportiva. OFF ROAD Un modello concreto, privo di fronzoli, adatto a runner di medio livello e a neofiti dello skyrunning. L’allacciatura è tanto semplice quanto efficace, la reattività sufficiente. La trazione, sebbene non da riferimento, infonde sicurezza in ogni frangente, specie su roccia e in presenza di fondi compatti. L’efficacia nei traversi costituisce il tallone d’Achille delle Lunarfly+ 3 Trail: la tomaia, morbida e confortevole, denota una limitata tenuta laterale, costringendo a prestare massima attenzione agli appoggi. Circostanza accentuata dalla presenza di protezioni, specie anteriormente, tutt’altro che generose. Ideali per percorsi facili, anche lunghi, grazie alla notevole ammortizzazione.

Top Feature 5,4 e 6,3 mm tasselli della suola molto pronunciati

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: fibra di nylon Intersuola: LunarLon con schiume di Eva a doppia densità Sottopiede: Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Nike Waffle in gomma al carbonio + gomma riciclata Peso: nd. Misure EU: da 38,5 a 47,5 (incluse ½) Colori: marrone/arancio/blu Prezzo: 112,50 euro Sito: www.nike.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 288 g (291 g - 285 g) PESO SPECIFICO: 6,86 g/EU LUNGHEZZA: 285 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 278 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 5,3 mm (ant.) / 3,7 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 107 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 65 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 81 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 94 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 60 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 62 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 51 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 70 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 5,4 mm (ant.) / 6,3 mm (post.) FLESSIONE: 39,18 N TORSIONE: 19,0° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

supporto NEi traversi

ammortizZazione

Rapporto qualità/prezzo

7,0/10

6,0/10

7,5/10

5,0/10

8,0/10

6,5/10


SCARPE SCARPE TRAIL SKYRUNNING RUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

181

Patagonia Fore Runner Evo Leggerissime e flessibili, sono adatte esclusivamente a corridori leggeri. Ammortizzazione non eccezionale, reattività e trazione nella media. Scarse protezioni.

AL BANCO Leggere, anzi leggerissime! Con 249 g si collocano a ridosso delle ‘piume’ della categoria The North Face Single-Track Hayasa (242 g). Dato cui contribuisce la tomaia in mesh a trama aperta. La struttura è morbidissima in flessione (24,22 N), abbastanza cedevole, sebbene non a livelli da record, in torsione; grazie a una deformazione di 20,5° risultano infatti più rigide delle rivali Salomon Sense Mantra, Mammut, Inov-8 e The North Face. Calzata abbastanza ampia. Favorevole rapporto qualità/prezzo. OFF ROAD Astenersi corridori pesanti. La tomaia, se indossate da runner potenti, va incontro a deformazioni che limitano sicurezza e feeling, specie nei traversi. Smagliatura non percepita dai soggetti più agili ed esili che, al contrario, ne apprezzano precisione e sensibilità. Analogo discorso quanto a trazione, specie in condizioni di fango ed erba bagnata: i corridori muscolari soffrono la mancanza di grip lungo il tallone, i runner più agili non hanno di che lamentarsi. La reattività, in ogni caso, non è da riferimento. In compenso precisione dell’allacciatura, comfort e traspirazione sono da primato. Ideali per gare brevi e corsa in montagna. Rigorosamente riservate ad atleti leggeri.

Top Feature 3,3 e 3,8 mm tasselli della suola scarsamente pronunciati

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e pelle sintetica Fodera: nylon anti batterico Aegis Microbe Shield Intersuola: Eva e cuscinetti d’aria, inserto plantare anti shock Sottopiede: Eva + foam e rivestimento anti batterico Dri-Lex Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Patagonia in gomma a densità variabile Peso: 257 g (42 EU) Misure EU: da 40 a 48 (incluse ½) Colori: grigio/azzurro, grigio/nero/rosso, grigio/verde Prezzo: 110,00 euro Sito: www.patagonia.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 249 g (251 g - 247 g) PESO SPECIFICO: 5,93 g/EU LUNGHEZZA: 286 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 276 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,0 mm (ant.) / 4,5 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 105 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 60 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 79 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 97 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 64 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 60 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 52 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 60 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 3,3 mm (ant.) / 3,8 mm (post.) FLESSIONE: 24,22 N TORSIONE: 20,5° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

supporto NEi traversi

ammortizZazione

Rapporto qualità/prezzo

9,5/10

7,0/10

7,0/10

7,0/10

7,0/10

7,0/10


182

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE SKYRUNNING

Salomon Sense Mantra

Special Guest

Moderatamente minimaliste, brillano per leggerezza, precisione e reattività. Ideali per corsa in montagna, skyrace non troppo impegnative e runner leggeri.

AL BANCO Ispirazione minimalista: il differenziale ammortizzante tra tallone e avampiede è contenuto in 6 mm. L’intersuola ospita anteriormente una membrana per attutire gli impatti con le asperità del terreno. La fodera EndoFit avvolge il piede come una seconda calza. L’allacciatura, da tradizione Salomon, è del tipo mediante cordino a trazione rapida con tasca al vertice della linguetta per riporre i componenti del sistema. Molto leggere (271 g) e altrettanto morbide sia in flessione sia in torsione. OFF ROAD Un guanto. Fasciano il piede con grande precisione. In aggiunta, da tradizione Salomon, l’allacciatura è inappuntabile sia per efficacia sia per rapidità. La struttura è morbida, a vantaggio della sensibilità. Al contempo, a patto di disporre d’una corporatura leggera, la tenuta nei traversi è soddisfacente. Non adatte a corridori pesanti a causa delle marcate torsioni. Impongono, come naturale per delle scarpe minimaliste, una corsa d’avampiede: l’ammortizzazione tallonare è ridotta. Reattività notevole, feeling immediato, percezione delle asperità non eccessiva. Per corridori agili, d’alto livello. Adatte sia ad allenamenti sia a skyrace non troppo impegnative. Ottime nella corsa in montagna.

Top Feature 122 tasselli la suola dal disegno più ricercato della categoria

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: Salomon EndoFit senza cuciture Intersuola: Eva da 10 e 16 mm di spessore Sottopiede: foam Allacciatura: simmetrica mediante cordino a trazione rapida QuickLace Suola: Salomon ContaGrip in gomma monomescola Peso: 270 g (42 2/3 EU) Misure EU: da 40 a 49 1/3 (incluse ½) Colori: bianco/grigio/azzurro, grigio/verde, grigio/arancio Prezzo: 133,00 euro Sito: www.salomon.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 2/3 EU PESO: 271 g (269 g - 273 g) PESO SPECIFICO: 6,36 g/EU LUNGHEZZA: 292 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 280 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 5,5 mm (ant.) / 5,0 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 103 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 56 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 80 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 95 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 59 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 58 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 56 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 122 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 3,2 mm (ant.) / 2,8 mm (post.) FLESSIONE: 30,15 N TORSIONE: 21,0° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

supporto NEi traversi

ammortiZzazione

Rapporto qualità/prezzo

8,5/10

8,5/10

7,0/10

7,0/10

5,5/10

6,5/10



184

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE SKYRUNNING

Salomon Speedcross 3 Tra le migliori scarpe da skyrunning sul mercato, nonostante un peso tutt’altro che da riferimento. Grande trazione sui fondi cedevoli. Per tutti.

AL BANCO Caposaldo della collezione Salomon off road. L’allacciatura è del tipo mediante cordino a trazione rapida con tasca al vertice della linguetta per riporre i componenti del sistema. Il peso di 307 g è superiore alla media. Più morbide in flessione (34,86 N) delle rivali La Sportiva (55,16 N), ne eguagliano la rigidità torsionale (16,0°). Sono caratterizzate da una calzata moderatamente ampia nella zona mediale e all’avampiede, aggressiva sul tallone (57 mm). Suola dai tasselli molto pronunciati (5,7 mm). OFF ROAD Confortevoli, ben protette, con una grande tenuta laterale nei traversi. Sono sinonimo di sicurezza in ogni frangente. Nonostante il peso superiore alla media, si collocano tra le migliori scarpe da skyrunning sul mercato. Prediligono i terreni morbidi, dove emerge la notevole trazione garantita dalla suola; sulle rocce, specie umide, il grip è ‘solo’ nella media. Allacciatura inappuntabile per efficacia e rapidità. Reattività non strepitosa e, in ogni caso, inferiore alle rivali Scott. Merita un plauso l’ammortizzazione, generosa soprattutto in corrispondenza del tallone. Per runner di qualsiasi livello e corporatura. Adatte a ogni tipo di percorso, incluse le skyrace più tecniche e impegnative.

Top Feature 54 mm marcata altezza della tomaia ai malleoli

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: fibra di nylon Intersuola: Eva iniettata e sagomata da 9 e 20 mm di spessore Sottopiede: OrthoLite Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante cordino a trazione rapida QuickLace Suola: Salomon ContaGrip Mud&Snow Peso: 313 g (42 2/3 EU) Misure EU: da 40 a 49 1/3 (incluse ½) Colori: blu/nero, giallo/nero, nero, verde/nero, giallo/blu/grigio, arancio/blu/nero, grigio Prezzo: 123,00 euro Sito: www.salomon.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 307 g (305 g - 309 g) PESO SPECIFICO: 7,30 g/EU LUNGHEZZA: 292 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 265 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,5 mm (ant.) / 6,0 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 102 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 63 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 87 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 96 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 64 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 57 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 54 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 45 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 5,7 mm (ant.) / 5,7 mm (post.) FLESSIONE: 34,86 N TORSIONE: 16,0° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

supporto NEi traversi

ammortiZzazione

Rapporto qualità/prezzo

5,5/10

7,5/10

8,0/10

7,5/10

7,5/10

7,0/10


SCARPE SKYRUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

SC PRODOTTO

A SKYRUNNIN ARP

1

G

Scott T2 Kinabalu

185

o

dell’anno Outdoor Running 2° POSTO SCARPA SKYRUNNING 2013

3° 3° POSTO SCARPA SKYRUNNING

LA PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

Punto di riferimento della categoria: leggere, reattive, generosamente ammortizzate, con un’elevata tenuta nei traversi. Per tutti e per qualsiasi skyrace.

AL BANCO Sono caratterizzate da una moderata curvatura a culla di suola e intersuola. Soluzione che, in abbinamento all’arco plantare scarsamente pronunciato, mira a favorire trazione e rullata. L’intersuola ospita nella zona mediale e lungo l’avampiede una membrana in materiali compositi per attutire gli impatti con il terreno. Molto leggere (272,5 g), sono più rigide della media in flessione e, sebbene di un’inezia, anche in torsione. Calzata fasciante, tasselli di profondità non particolarmente marcata. OFF ROAD Le migliori scarpe da skyrunning sul mercato. Reattive e precise. Forti di un’eccezionale trazione in presenza di fondi asciutti e comunque in grado di difendersi, pur senza eccellere, su fango, erba umida e roccia bagnata. Infondono sicurezza nei traversi grazie alla spiccata tenuta laterale; dote confermata anche qualora indossate da runner non particolarmente leggeri. Calzata fasciante, ammortizzazione decisamente generosa e comfort immediato ne consentono l’utilizzo su qualsiasi distanza. Un difetto? La protezione negli sfasciumi potrebbe essere più curata. Pratico l’elastico lungo la linguetta per fissare i lacci. Adatte a chiunque e per ogni percorso. Non amano il fango profondo.

Top Feature 107 mm generoso appoggio a terra all’avampiede

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: fibra di nylon senza cuciture Intersuola: Scott AeroFoam Sottopiede: Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci piatti Suola: Scott WTC in gomma bimescola Peso: 270 g Misure EU: da 40 a 47,5 (incluse ½) Colori: blu/arancio/nero Prezzo: 139,90 euro Sito: www.scott-sports.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 272,5 g (274 g - 271 g) PESO SPECIFICO: 6,49 g/EU LUNGHEZZA: 290 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 272 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,0 mm (ant.) / 4,5 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 107 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 70 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 83 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 93 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 61 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 57 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 50 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 68 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 4,7 mm (ant.) / 4,1 mm (post.) FLESSIONE: 48,93 N TORSIONE: 16,0° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

supporto NEi traversi

ammortiZzazione

Rapporto qualità/prezzo

8,0/10

8,5/10

7,5/10

8,0/10

8,5/10

8,0/10

LA PIÙ CO



SCARPE SKYRUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

187

Tecnica Demon X-Lite Abbastanza pesanti e rigidissime sia in flessione sia in torsione. Ammortizzazione eccezionale. Per allenamenti e runner dalla corporatura robusta.

AL BANCO Massimaliste, ma senza esagerare. La generosa ammortizzazione resta la caratteristica distintiva di Tecnica, pur senza replicare gli spessori dell’intersuola tipici delle ‘sorelle’ da trail Demon Max. Nonostante ciò, il peso è abbastanza elevato (323 g) e superiore alla media della categoria. Sono rigidissime sia in flessione (64,33 N) sia in torsione (10,5°): entrambi valori da record. Molto ampio l’appoggio a terra, specie in corrispondenza dell’arco plantare (77 mm) e dell’avampiede (111 mm). OFF ROAD Eccezionalmente ammortizzate, non sono adatte ai ritmi veloci. Al di là del peso, elevato ma non proibitivo, è soprattutto l’eccessiva rigidità flessionale e torsionale a inficiare le prestazioni, rendendo difficile percepire il terreno, specie in presenza di fondi cedevoli. Caratteristica che non agevola la trazione su fango ed erba bagnata. Grip elevato su roccia e suolo asciutto, a patto di essere calzate da runner pesanti, in grado di deformarle. Nei traversi è difficile ‘leggere’ il pendio e l’altezza da terra non favorisce la stabilità. La reattività, in aggiunta, è molto scarsa, sacrificata sull’altare dell’ammortizzazione. Adatte per allenamenti e corridori dal peso superiore alla media.

Top Feature 64,33 N rigidità flessionale da record

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon a doppio strato e laminati di poliuretano Fodera: fibra di nylon Intersuola: phylon (schiuma di Eva) Sottopiede: OrthoLite Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Tecnica TRS X-Lite Tecnigrip in gomma bimescola Peso: 310 g Misure EU: da 39,5 a 47 2/3 (incluse ½) Colori: arancio/bianco, verde Prezzo: 125,00 euro Sito: www.tecnica.it

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 323 g (323 g - 323 g) PESO SPECIFICO: 7,69 g/EU LUNGHEZZA: 300 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 276 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,0 mm (ant.) / 6,0 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 111 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 77 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 87 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 94 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 64 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 60 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 50 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 54 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 3,4 mm (ant.) / 4,0 mm (post.) FLESSIONE: 64,33 N TORSIONE: 10,5° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

supporto NEi traversi

ammortizZazione

Rapporto qualità/prezzo

5,0/10

4,5/10

7,0/10

5,0/10

10,0/10

5,0/10


188

2° POSTO RPA SKYRUNNING

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE SKYRUNNING

The North Face Single-Track Hayasa 3°

3° POSTO SCARPA SKYRUNNING

LA PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

LA PIÙ COSTOSA

LA PIÙ ECONOMICA

LA PIÙ LEGGERA

Leggerissime e morbidissime sia in flessione sia in torsione. Trazione non eccezionale. Per runner leggeri, terreni compatti e corsa in montagna.

AL BANCO Non esistono scarpe da skyrunning più leggere (242 g) e morbide. L’energia necessaria per provocarne la flessione è ridottissima (20,74 N), anche qualora paragonate ai modelli minimali. Una struttura tanto soft non può che lasciare ampio spazio alla torsione (25,5°), anch’essa in linea con i prodotti votati al natural running. Calzata abbastanza ampia. La suola è corredata di tasselli dallo spessore decisamente contenuto (1,9 e 3,4 mm). Tomaia molto bassa in corrispondenza dei malleoli (44 mm). OFF ROAD La reattività è ai vertici della categoria: sono ideali per runner leggeri, agili, che basano il proprio stile di corsa sulla frequenza piuttosto che sulla potenza. Morbidissime: troppo cedevoli per affrontare terreni impegnativi, specie pietraie, e passaggi tecnici. Le protezioni sono ridotte al minimo. La trazione è buona lungo superfici compatte, insufficiente in presenza di fango ed erba bagnata, complici i tasselli della suola poco pronunciati. Nei traversi la tenuta laterale è affidata all’allacciatura precisa e alla calzata fasciante, ma la tomaia poco strutturata fatica a sostenere i runner più pesanti. Ammortizzazione scarsa, specie lungo il tallone. Adatte a corsa in montagna e vertical.

Top Feature 20,74 N flessione eccezionalmente morbida

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: tessuto in nylon Intersuola: Eva a doppia densità, piastra anti torsione Snake Plate e inserto tallonare stabilizzante Cradle in poliuretano termoplastico Sottopiede: OrthoLite Northotic Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: The North Face Tenacious in gomma bimescola Peso: 234 g (42 EU) Misure EU: da 39 a 46 (incluse ½) + 47 e 48 Colori: blu/argento, rosso/nero, nero/giallo Prezzo: 125,00 euro Sito: www.thenorthface.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 242 g (244 g - 240 g) PESO SPECIFICO: 5,76 g/EU LUNGHEZZA: 295 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 274 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,5 mm (ant.) / 4,5 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 106 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 65 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 76 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 97 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 60 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 60 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 44 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 52 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 1,9 mm (ant.) / 3,4 mm (post.) FLESSIONE: 20,74 N TORSIONE: 25,5° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

supporto NEi traversi

ammortiZzazione

Rapporto qualità/prezzo

10,0/10

9,0/10

6,0/10

5,5/10

5,0/10

5,5/10



190

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE SKYRUNNING

CONCLUSIONI

Top Class Scott, Salomon, La Sportiva: ecco il podio della categoria skyrunning. Modelli performanti, adatti tanto ai top runner quanto alla ‘pancia’ del gruppo. Alle loro spalle Inov-8, vere e proprie macchine da corsa riservate ai professionisti. Ottimo rapporto qualità/prezzo per Adidas

L

PRODOTTO

SCHEDA RIASSUNTIVA

A SKYRUNNIN ARP

1

G

SC

a perfezione non esiste. O, quanto meno, non è stata ancora raggiunta. Nessuna scarpa in comparativa soddisfa al 100% tutti i requisiti di un modello da skyrunning; vale a dire leggerezza, reattività, trazione su qualsiasi superficie e tenuta laterale nei traversi. Doti ardue da coniugare. L’alchimia migliore è appannaggio di Scott. Le T2 Kinabalu sono il punto di riferimento del settore, sebbene il grip nel fango non sia eccezionale e la schermatura dagli urti solo sufficiente. Sbaragliano la concorrenza grazie al peso contenuto abbinato al puntuale assorbimento d’impatti e asperità del terreno, dote che le destina anche a corridori non particolarmente leggeri, nonché alla reattività degna dei modelli minimalisti e alla stabilità nei traversi. Caratteristica, quest’ultima, che consente da un lato ai top runner di correre costantemente in spinta, dall’altro ai meno esperti d’avanzare in sicurezza. Adatte a chiunque e a qualsiasi skyrace. Alle spalle di Scott una sfida serratissima: La Sportiva vs. Salomon. Entrambe affette dalla medesima smagliatura, ovvero il peso non eccezionale, superiore a 300 g; ambedue dal feeling immediato e adatte a percorsi sia scorrevoli sia tecnici. Destinate a runner di qualsiasi livello, con una spiccata predilezione per la ‘pancia del gruppo’ grazie all’ottimo compromesso tra prestazioni e comfort. Prevalgono, per un’inezia, Speedcross 3. Merito della minore rigidità flessionale e di reattività e ammortizzazione lievemente superiori. Le C-Lite 2.0, sebbene scivolino al terzo gradino del podio, possono comunque vantare una migliore trazione sui fondi duri e una maggiore protezione. Se Salomon e La Sportiva sono adatte a tutti, Inov-8 MudClaw 265 si rivolgono esclusivamente agli atleti. Ideali per gare veloci, ritmi sostenuti e terreni cedevoli, specie fangosi. A patto, beninteso, di rientrare nel novero dei runner leggeri dalla corsa orientata all’appoggio su avampiede e mesopiede. La scarsissima ammortizzazione, connaturata all’impostazione minimalista, non tollera rullate! Sarebbero da podio se considerassimo esclusivamente i top runner. Rivelazione del test, infine, Adidas Kanadia 5 Trail. Non per il marchio, noto a chiunque, quanto per la capacità d’abbinare prestazioni d’alto livello, sebbene riservate a corridori dal piede a pianta stretta, con un prezzo da discount: 90,00 euro.

o

dell’anno

Outdoor Running2° POSTO SCARPA SKYRUNNING 2013

2°2°

2°2° POSTO POSTO 3° POSTO SCARPA SCARPA SCARPA SKYRUNNING SKYRUNNING SKYRUNNING

3°3° 3°3° POSTO POSTO LA PIÙ PESANTE SCARPA SCARPA SKYRUNNING SKYRUNNING

RIVELAZIONE LALA PIÙ PIÙ PESANTE PESANTE

Modelli testati: 15 Scott T2 Kinabalu

Salomon Speedcross 3

La Sportiva C-Lite 2.0

Adidas Kanadia 5 Trail

IL MIGLIOR RIVELAZION RIVELAZI RAPPO QUALITÀ PREZ


ECONOMICA 3° RIVELAZIONE POSTO 3° POSTO IL MIGLIOR2° RAPPORTO POSTO LA PIÙ PESANTE LA PIÙ PESANTE LA PIÙ COSTOSA RIVELAZIONE 3° POSTO RIVELAZIONE LA PIÙILECONOMICA MIGLIOR RAPPORTO IL MIGLIOR LA PIÙRAPPORTO PESANTE PIÙ COSTOSA RIVELAZIONE LA PIÙ COSTOSA LA PIÙ LEGGERA LA PIÙLA LEGGERA G SCARPA SKYRUNNING SCARPA SKYRUNNING SCARPAPREZZO SKYRUNNING SCARPA SKYRUNNING QUALITÀ QUALITÀ PREZZO QUALITÀ PREZZO

The North Face Single Track Hayasa (242 g)

Lafuma Sky Race 2 (359 g)

Hi-Tec V-Lite Trail (89 ,00 €)

Mammut MTR 201 Dyneema (189,00 €)

LA PIÙ ECONOMICA IL MIGLIOR LA PIÙRAPPORTO ECONOMICA QUALITÀ PREZZO

Adidas Kanadia 5 Trail Scott T2 Kinabalu

LA PIÙ LA PIÙ LEGGERA LACOS PIÙ


N

on sono scarpe per tutti. Non sono adatte ai neofiti. Non si prestano alla sgambata di tutti i giorni. Non sono polivalenti. Non sono generosamente ammortizzate. Ecco ciò che non sono i modelli minimalisti. È bene chiarirlo prima di affrontare qualsiasi altro ragionamento. Parlare di minimalismo, o natural running, significa entrare in un mondo elitario, riservato a runner leggeri, d’alto livello, forti di un’ottima tecnica e amanti dei ritmi veloci. Non si tratta di una categoria i cui confini vengono delineati tanto dalle distanze affrontate o dall’utilizzo cui s’intende destinare i prodotti, quanto dallo stile di corsa necessario per ottenere massime prestazioni e vivere nitide sensazioni, evitando disastrosi infortuni. Stile basato non sulla classica rullata, ovvero l’ordinaria transizione dal tallone al mesopiede e quindi all’avampiede, ma sul contatto con il suolo spostato anteriormente, direttamente verso il mesopiede e, soprattutto, l’avampiede. Andando a replicare gesti e posture che si adotterebbero istintivamente qualora si corresse a piedi nudi. Da qui il termine natural running. La cui declinazione estrema è il barefooting; corrente tecnica e motoria votata a trasmettere quanto più nitidamente possibile le sensazioni del correre scalzi. Con il minimalismo cambiano gli appoggi rispetto alla consuetudine. Cambia il modo d’intendere la corsa. Cambia la preparazione fisica necessaria per sfruttare al meglio i prodotti.

La scarpa ideale Leggere, anzi leggerissime, ed estremamente reattive. Le scarpe minimaliste sono il naturale prolungamento degli arti inferiori. Se i modelli da skyrunning possono essere paragonati a una connessione ISDN, allora i prodotti orientati al natural running sono un’ADSL a fibra ottica, filo diretto tra runner e terreno. Si tratta di prodotti votati alla nitida trasmissione degli impulsi, cui fa da corollario un’elevata trazione, requisito indispensabile per trasformare in spinta ogni stilla d’energia. Caratteristiche che, inevitabilmente, portano al sacrificio di un valore importante per le scarpe da skyrunning, fondamentale per quelle da trail: l’ammortizzazione. Il natural running implica la riduzione al minimo, quando non l’eliminazione totale, dell’intersuola e del dislivello nello spessore ammortizzante tra tallone e avampiede. La scarpa ideale è una piuma, assolutamente reattiva e con una suola dal grande grip lungo qualsiasi terreno. In aggiunta, garantisce una sufficiente stabilità sia in fase d’appoggio, alleviando lo sforzo delle articolazioni nel mantenere il corpo in assetto, sia affrontando traversi di medio livello. La destinazione d’uso? Allenamenti veloci e, in particolare, l’agonismo, principalmente nei vertical e nella corsa in montagna, senza disdegnare distanze più lunghe in base alla preparazione fisica e tecnica del corridore. Il metro di giudizio Al prodotto perfetto, oltre a leggerezza, reattività e trazione, viene richiesta una dote apparentemente agli antipodi rispetto alla nitida trasmissione degli impulsi, ovvero la capacità di filtrare, almeno in parte, le asperità del terreno. Percepire il suolo è una cosa, subirne a livello plantare la conformazione un’altra. A questo aspetto è dedicata la voce ‘trasmissione asperità’ all’interno delle schede di valutazione. Diversamente dal trail running e dallo skyrunning, nel mondo minimalista contano i singoli grammi: un dato ponderale lievemente superiore o inferiore ai concorrenti può modificare nettamente il giudizio finale. Condizione usuale quando si testano modelli portati all’estremo. Senza dimenticare, come consuetudine, il rapporto qualità/prezzo, determinato interfacciando le prestazioni con l’esborso necessario per entrare in possesso di una scarpa. Ciò spiega perché modelli più economici, ma dalle performance limitate, meritino un voto inferiore a rivali costose ma sensibilmente più efficaci. Il test sul campo In vista della prova off road abbiamo cercato, compatibilmente con la disponibilità e le scelte produttive delle Case costruttrici, di uniformare la misura dei modelli prendendo a riferimento la taglia 42 EU. Per garantire parità di trattamento, ogni scarpa è stata testata lungo un percorso identico, ripetuto più volte ad anello, che includesse rocce montonate sia asciutte sia bagnate, sottobosco, erba umida, fango e tratti con pietre affioranti. Lo sviluppo del percorso ha incluso principalmente sentieri, tracce in campo libero e strade bianche. I testatori hanno affrontato passaggi tecnici obbligati di media e bassa difficoltà, ad esempio traversi lungo pendenze moderate, così da confrontare ogni prodotto nelle medesime situazioni.


scarpe MINIMALISMO

L’impero dei sensi Leggerezza, reattività e trazione. Tutto il resto è secondario. Le scarpe minimaliste sono estreme per natura e riservate a corridori leggeri, dallo stile di corsa impeccabile. Adatte tanto all’agonismo quanto ad allenamenti veloci. I modelli in ottica barefooting mirano a replicare le sensazioni del correre scalzi Alcune fasi del test presso il lago di Montalto © Damiano Levati


194

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE MINIMALISMO

2° Asics Gel-Fuji Fell Racer

2° POSTO SCARPA MINIMALISMO

3° POSTO SCARPA MINIMALISMO

LA PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

LA PIÙ COSTOSA

Tra le migliori scarpe minimaliste: leggere, reattive, con un’elevata trazione sui fondi cedevoli. Ammortizzazione e comfort superiori alla media.

AL BANCO Con un peso di 237,5 g si attestano tra i modelli più leggeri della categoria. Struttura morbida: flessione e rigidità torsionale lievemente inferiori alla media. La suola bimescola è caratterizzata da una quantità di tasselli contenuta (32); in compenso lo spessore degli elementi è rilevante (5,2 e 4,8 mm). Calzata moderatamente ampia all’avampiede, più aggressiva in corrispondenza dell’arco plantare e del tallone. Tasca per i lacci lungo la linguetta. Ridotta altezza della tomaia ai malleoli (48 mm). OFF ROAD Leggere e decisamente reattive, costituiscono un’ottima scelta per la corsa in montagna. Si difendono nei traversi in presenza di fondi cedevoli grazie alla discreta tenuta laterale e, soprattutto, all’elevato grip garantito dalla suola. Efficaci e performanti specialmente su erba bagnata e fango. Allacciatura precisa e tomaia fasciante: è feeling immediato. Nonostante la vocazione minimalista, garantiscono una valida ammortizzazione. Caratteristica, quest’ultima, che le rende adatte anche a terreni moderatamente impegnativi e distanze medie. Soddisfano appieno le esigenze di atleti d’alto livello che vogliano cimentarsi in skyrace brevi e scorrevoli. Comfort superiore alle aspettative.

Top Feature 48 mm altezza della tomaia ai malleoli molto contenuta

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: mesh e fibra di nylon Intersuola: SoLyte a doppia densità, inserti ammortizzanti in gel Sottopiede: Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Asics in gomma bimescola Peso: 250 g Misure EU: da 38,5 a 48 (incluse ½) + 49 Colori: nero/arancio/viola Prezzo: 125,00 euro Stio: www.asics.it

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 237,5 g (238 g - 237 g) PESO SPECIFICO: 5,65 g/EU LUNGHEZZA: 285 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 272 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 3,6 mm (ant.) / 3,0 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 104 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 58 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 76 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 96 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 62 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 57 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 48 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 32 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 5,2 mm (ant.) / 4,8 mm (post.) FLESSIONE: 24,66 N TORSIONE: 25,0° MADE IN: Vietnam

Peso

REATTIvità

trazione

stabilità

Trasmissione asperità

Rapporto qualità/prezzo

7,5/10

9,0/10

9,0/10

8,0/10

8,5/10

8,0/10


SCARPE MINIMALISMO \ OUTDOOR RUNNING 2013

195

Brooks PureGrit 2 (Medium) Ben ammortizzate a discapito del peso, superiore alla media della categoria, ma non della reattività. Trazione ridotta su fango ed erba. Per allenamenti.

AL BANCO Avveniristiche e dal design ardito. Moderata curvatura a culla di suola e intersuola. Ricercato il sistema ammortizzante, denominato DNA, che sfrutta un liquido ad alta viscosità dalla risposta elastica adattiva, variabile in funzione dei carichi sopportati: intensa se duramente sollecitata, lieve in caso di pressioni tenui. Calzata fasciante anche grazie alla linguetta asimmetrica alla quale si abbina una fascia elastica che funge da tirante dei lembi della tomaia. Rigide sia in flessione sia in torsione. OFF ROAD Uno dei punti di forza è l’allacciatura, precisa anche grazie alla tomaia fasciante. Il peso abbastanza elevato per un modello minimalista tradisce un’ammortizzazione insospettabile, foriera di un buon comfort e di una limitatissima trasmissione delle asperità del terreno sia lungo l’avampiede sia in corrispondenza del tallone. Ciò, tuttavia, non va a discapito della reattività, soddisfacente sebbene non da riferimento. Possono affrontare esclusivamente fondi compatti: la suola dai tasselli pressoché inesistenti non garantisce sufficiente trazione in presenza di fango e pendii erbosi. Sono ideali per allenamenti su strade bianche e sentieri o per un avvicinamento graduale al natural running.

Top Feature 1,8 e 1,6 mm ridottissima profondità dei tasselli lungo la suola

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: mesh e fibra di nylon Intersuola: biodegradabile a bassa densità BioMoGo Sottopiede: foam Allacciatura: asimmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Brooks in gomma monomescola Peso: 283 g Misure EU: da 40 a 48,5 (incluse ½) Colori: nero/rosso/giallo Prezzo: 120,00 euro Sito: www.brooksrunning.eu

RILEVAMENTI MISURA: 42,5 EU PESO: 275,5 g (275 g - 276 g) PESO SPECIFICO: 6,48 g/EU LUNGHEZZA: 285 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 278 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 5,8 mm (ant.) / 5,0 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 111 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 67 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 80 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 97 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 65 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 59 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 49 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 78 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 1,8 mm (ant.) / 1,6 mm (post.) FLESSIONE: 33,24 N TORSIONE: 19,0° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

stabilità

Trasmissione asperità

Rapporto qualità/prezzo

5,0/10

7,5/10

4,5/10

7,5/10

9,0/10

5,5/10


196

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE MINIMALISMO

Ecco Biom Evo Racer Per allenamenti e utilizzo misto tra asfalto e facili sterrati. Ottima reattività, eccessiva trasmissione delle asperità. Per runner molto leggeri.

AL BANCO L’intersuola è realizzata in poliuretano anziché in Eva, a vantaggio della durata nel tempo e sulle lunghe distanze. La tomaia in mesh a trama aperta gioca a favore del peso, contenuto in 242 g. Rigidità flessionale e torsionale perfettamente nella media della categoria. La linguetta asimmetrica funge da naturale prolungamento di uno dei lembi della tomaia. Rinforzi in gomma lungo la ‘culla’ d’alloggiamento del tallone. Sottopiede assente per massimizzare sensibilità e contatto con il suolo. OFF ROAD Votate all’asfalto piuttosto che all’off road. La trasmissione delle asperità del terreno è marcata, specie all’avampiede, a tutto vantaggio della reattività, ma a discapito del comfort. La tenuta laterale decisamente ridotta ne sconsiglia l’utilizzo in traversi o generiche condizioni di pendio trasversalmente inclinato rispetto al senso di marcia. L’allacciatura richiede un minimo di pratica perché la linguetta asimmetrica fasci adeguatamente il piede. Adatte a corridori leggeri, agili, che fanno dei ritmi veloci il proprio pane quotidiano. Più che alla corsa fuoristrada si rivolgono a un utilizzo door to trail, ovvero d’allenamento misto tra asfalto e facili sterrati. Trazione ridottissima.

Top Feature 14 tasselli suola ‘essenziale’ e votata all’asfalto

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e pelle, linguetta asimmetrica Fodera: nylon senza cuciture Intersuola: poliuretano a iniezione diretta a elevata densità Sottopiede: assente Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Ecco Natural Motion monomescola Peso: 240 g (41 EU) Misure EU: da 40 a 47 Colori: grigio/giallo, grigio/arancio, bianco/verde Prezzo: 134,95 euro Sito: www.ecco.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 242 g (243 g - 241 g) PESO SPECIFICO: 5,76 g/EU LUNGHEZZA: 292 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 279 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: assente AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 109 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 60 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 79 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 94 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 63 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 57 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 49 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 14 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 4,6 mm (ant.) / 3,1 mm (post.) FLESSIONE: 25,55 N TORSIONE: 24,5° MADE IN: Thailandia

Peso

REATTIvità

trazione

stabilità

Trasmissione asperità

Rapporto qualità/prezzo

6,5/10

9,0/10

4,0/10

4,0/10

4,5/10

4,5/10



198

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE MINIMALISMO

Haglöfs Gram Comp

2° POSTO SCARPA MINIMALISMO

3° POSTO SCARPA MINIMALISMO

LA PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

La rivelazione del test: abbastanza leggere, reattive e con un grip elevato su qualsiasi superficie. Comfort ai massimi livelli. Buona ammortizzazione.

AL BANCO Peso nella media della categoria (241,5 g) e struttura morbida sia in torsione (25,0°) sia, soprattutto, in flessione (21,72 N). Suola bimescola, intersuola SoLyte a doppia densità e sistema ammortizzante mediante gel sono mutuati da Asics. Calzata particolarmente fasciante in corrispondenza dell’avampiede e della zona mediale, lievemente meno aggressiva sul tallone. Limitata altezza della tomaia (48 mm) ai malleoli. La linguetta ha uno spessore ridottissimo, risultando pressoché impalpabile. OFF ROAD La rivelazione del test. Sono tra i migliori modelli minimalisti anche grazie al travaso di tecnologie 'made in Asics'. Calzata fasciante, aggressiva, precisa, complice l’allacciatura tanto semplice quanto efficace. Ottimo comfort. Trazione ai vertici della categoria lungo fondi compatti, più che soddisfacente su erba bagnata e fango. Nonostante la vocazione minimalista garantiscono una valida ammortizzazione. Caratteristica, quest’ultima, che le destina anche a terreni moderatamente impegnativi e distanze medie. Stabilità superiore alla media ed efficace protezione plantare grazie alla specifica membrana anti shock. Quest’ultima, rovescio della medaglia, attenua in parte la reattività.

Top Feature 89 mm la calzata più aggressiva della categoria all’avampiede

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: mesh e fibra di nylon Intersuola: SoLyte a doppia densità, inserti ammortizzanti in gel, inserto plantare anti shock Sottopiede: foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Asics in gomma bimescola Peso: 260 g (42 EU) Misure EU: da 40 a 48 (incluse ½) Colori: azzurro, giallo Prezzo: 129,50 euro Sito: www.haglofs.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 241,5 g (243 g - 240 g) PESO SPECIFICO: 5,75 g/EU LUNGHEZZA: 286 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 272 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 3,7 mm (ant.) / 3,7 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 104 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 49 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 76 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 89 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 55 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 57 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 48 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 32 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 5,2 mm (ant.) / 4,8 mm (post.) FLESSIONE: 21,72 N TORSIONE: 25,0° MADE IN: Vietnam

Peso

REATTIvità

trazione

stabilità

Trasmissione asperità

Rapporto qualità/prezzo

6,5/10

8,5/10

9,0/10

8,5/10

9,0/10

7,5/10


SCARPE MINIMALISMO \ OUTDOOR RUNNING 2013

2° Hansen Helly Rabbora Trail Low HTPX

199

2° POSTO SCARPA MINIMALISMO

3° POSTO SCARPA MINIMALISMO

LA PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

LA PIÙ COSTOSA

LA PIÙ ECONOMICA

Rigidità elevatissima in torsione, in linea quando non superiore ai modelli da skyrunning. Pesanti e generosamente ammortizzate. Reattività minima.

AL BANCO Le meno ‘minimaliste’ tra le scarpe minimaliste, nonché le uniche dotate di membrana impermeabile e traspirante (HH HellyTech). Ne risente inevitabilmente il peso (307 g), proibitivo e in linea con i prodotti da skyrunning e trail running. Abbastanza rigide in flessione (30,94 N), sono a dir poco granitiche in torsione: 15,5° sono indice di una deformazione ridottissima, anche qualora si considerino i modelli specifici per le skyrace. Calzata nella media, fatta eccezione per la zona mediale ampia. OFF ROAD Rigide, rigidissime, con una tenuta laterale nei traversi degna dei modelli da skyrunning. Ne risentono pesantemente la reattività, minima, e in parte la tenuta della suola, il cui grip è inferiore alla media lungo fondi cedevoli e bagnati. L’ammortizzazione è eccezionale per delle scarpe minimaliste, non si percepiscono minimamente le asperità del suolo, specie in corrispondenza del tallone, ma difficilmente sfruttabile a causa della rigidità della struttura che pregiudica sia lo stile di corsa d’avampiede sia l’eventuale rullata. Sono ‘sorde’ agli impulsi, non amano le variazioni d’andatura e, soprattutto, la progressione in agilità. Più adatte all’escursionismo veloce che al running.

Top Feature 15,5° rigidità torsionale elevatissima

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon, laminati di poliuretano e pelle sintetica Fodera: nylon, membrana Helly Hansen HellyTech Intersuola: Eva a doppia densità Sottopiede: foam con trattamento anti batterico Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Helly Hansen in gomma a tripla mescola Peso: nd. Misure EU: da 40 a 48 (incluse ½) Colori: grigio/giallo, grigio/arancio, nero/blu Prezzo: 99,95 euro Sito: www.hellyhansen.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 307 g (310 g - 304 g) PESO SPECIFICO: 7,31 g/EU LUNGHEZZA: 289 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 272 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,0 mm (ant.) / 5,7 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 99 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 63 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 80 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 96 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 68 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 58 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 50 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 57 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 3,3 mm (ant.) / 3,5 mm (post.) FLESSIONE: 30,94 N TORSIONE: 15,5° MADE IN: Vietnam

Peso

REATTIvità

trazione

stabilità

Trasmissione asperità

Rapporto qualità/prezzo

3,0/10

4,0/10

5,5/10

9,5/10

9,0/10

4,5/10

LA PIÙ


200

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE MINIMALISMO

La Sportiva Anakonda Hanno un unico, grande, difetto: il peso (299 g). Massima sensibilità, reattività ai vertici della categoria e trazione elevata in ogni condizione.

AL BANCO Tomaia a doppia mesh: a trama stretta in punta e nella zona posteriore, a trama ampia nella zona mediale. La ‘culla’ di alloggiamento del tallone è realizzata in poliuretano termoplastico misto a carbonio. La suola proprietaria La Sportiva FriXion XF in gomma monomescola è predisposta per ospitare i chiodi. Peso elevato (299 g) per delle calzature minimaliste. Abbastanza morbide in flessione (21,82 N) e rigide in torsione (23,5°). Suola generosamente artigliata. Calzata aggressiva all’avampiede. OFF ROAD Linea decisamente ‘affilata’ e ingombri ridotti al minimo. Morbide in flessione e abbastanza rigide in torsione: caratteristiche ideali per delle scarpe minimaliste votate al running off road. Ne consegue una sensibilità eccezionale, specie nei cambi di ritmo, che incide positivamente sulla trazione, già di per sé elevata, consentendo di ‘leggere’ con precisione il terreno. Sebbene prediligano fondi umidi e cedevoli, anche in presenza di terreni sconnessi non si percepiscono eccessivamente le asperità. La reattività, pur non da record, è ai vertici. Allacciatura efficace e fasciante: comfort e feeling sono immediati. Meriterebbero la lode se non fossero troppo pesanti. Discreta stabilità.

Top Feature 6,2 e 5,0 mm tasselli della suola di notevole profondità

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon, laminati di poliuretano e materiali compositi Fodera: tessuto in nylon ed Eva idrorepellente Intersuola: Eva a compressione + Eva a doppia densità Sottopiede: Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: La Sportiva FriXion XF in gomma monomescola Peso: 260 g (42 EU) Misure EU: da 36 a 47,5 (incluse ½) Colori: giallo/nero, marrone/arancio Prezzo: 139,00 euro Sito: www.lasportiva.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 299 g (304 g - 294 g) PESO SPECIFICO: 7,12 g/EU LUNGHEZZA: 281 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 274 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,0 mm (ant.) / 5,5 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 96 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 63 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 74 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 92 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 64 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 58 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 53 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 41 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 6,2 mm (ant.) / 5,0 mm (post.) FLESSIONE: 21,82 N TORSIONE: 23,5° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

stabilità

Trasmissione asperità

Rapporto qualità/prezzo

4,0/10

9,0/10

9,0/10

7,0/10

8,5/10

6,5/10


SCARPE MINIMALISMO \ OUTDOOR RUNNING 2013

201

New Balance MT1010YG Leggerissime, da destinare ad allenamenti veloci e ripetute. Trazione e stabilità limitate; non amano le superfici a bassa aderenza. Calzata ampia.

AL BANCO Con un peso specifico di 4,99 g/EU si attestano tra le scarpe più leggere della categoria. Salomon S-Lab Sense Ultra e Salomon S-Lab Sense fanno registrare rispettivamente 5,05 e 4,62 g/EU. Un risultato di ottimo livello cui contribuiscono la suola Vibram a 22 ‘blocchi’, l’assenza del sottopiede e la linguetta in tela dallo spessore tanto sottile da risultare pressoché impalpabile. Struttura morbida sia in flessione (24,07 N) sia in torsione (25,5°). Calzata ampia, specialmente all’avampiede. OFF ROAD L’esiguo spessore della linguetta gioca a favore della leggerezza, non del comfort: insistendo con la trazione dei lacci, necessità dovuta ai generosi volumi anteriori, si lamentano punti di pressione sul collo del piede. Lodevole la reattività, degna di un modello da strada… tradiscono infatti un’impostazione ‘door to trail’, ovvero votata all’utilizzo promiscuo terra/asfalto. La trazione è tutt’altro che da riferimento in presenza di fondi cedevoli e umidi. Tenuta laterale e stabilità ridotte ai minimi termini a causa della tomaia scarsamente strutturata. Leggerissime, destinate a ripetute e allenamenti veloci lungo terreni compatti. Buona schermatura plantare dalle asperità del terreno.

Top Feature 6,2 e 7,6 mm tasselli della suola di notevole profondità

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon, laminati di poliuretano e pelle sintetica Fodera: fibra di nylon Intersuola: REV-Lite Foam, inserto plantare anteriore anti shock in Eva e poliuretano termoplastico Sottopiede: assente Allacciatura: simmetrica mediante lacci piatti Suola: Vibram T-Lite 2 in gomma bimescola Peso: 224 g Misure EU: da 40 a 46 (incluse ½) Colori: verde/giallo Prezzo: 120,00 euro Sito: www.newbalance.it

RILEVAMENTI MISURA: 44 EU PESO: 219,5 g (219 g - 220 g) PESO SPECIFICO: 4,99 g/EU LUNGHEZZA: 296 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 280 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: assente AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 114 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 75 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 79 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 103 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 65 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 63 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 48 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 22 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 6,2 mm (ant.) / 7,6 mm (post.) FLESSIONE: 24,07 N TORSIONE: 25,5° MADE IN: Vietnam

Peso

REATTIvità

trazione

stabilità

Trasmissione asperità

Rapporto qualità/prezzo

9,0/10

8,5/10

4,5/10

4,5/10

7,5/10

5,5/10



SCARPE MINIMALISMO \ OUTDOOR RUNNING 2013

Patagonia EVERmore

2° POSTO SCARPA MINIMALISMO

3° POSTO SCARPA MINIMALISMO

LA PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

203

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

Non eccellono, ma al tempo stesso non deludono sotto alcun aspetto. Leggere e reattive, sono adatte a runner di medio livello. Stabilità non eccezionale.

AL BANCO Con un peso rilevato di 235,5 g sono tra le scarpe minimaliste più leggere. Risultato cui concorre l’assenza del tradizionale sottopiede amovibile, integrato nella struttura stessa dell’intersuola, e la tomaia realizzata in pelle sintetica e mesh a trama ampia. La flessione rientra nella media, mentre la rigidità torsionale è lievemente superiore allo standard (23,5° contro 24,5°). Calzata abbastanza ampia in corrispondenza del tallone (62 mm). Generosa altezza della tomaia ai malleoli (53 mm). OFF ROAD Se da un lato non sfoderano prestazioni eclatanti, dall’altro non deludono sotto alcuno degli aspetti fondamentali per un prodotto minimalista. Leggere, piacevolmente reattive, possono contare su di una trazione più che sufficiente in presenza di qualsiasi terreno, fango ed erba bagnata inclusi. La tomaia, particolarmente morbida nella zona mediale, garantisce una stabilità in appoggio e nei traversi sufficiente ma non eccezionale. Ottimo comfort e allacciatura tanto semplice quanto efficace. Valida schermatura plantare dalle asperità del terreno. Adatte a corridori di medio livello perfettamente padroni della tecnica votata al natural running; indicate per allenamenti e corsa in montagna.

Top Feature 62 mm calzata decisamente ampia in corrispondenza del tallone

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e pelle sintetica Fodera: nylon anti batterico Aegis Microbe Shield Intersuola: EVERlight in EVA Sottopiede: assente Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Patagonia EVERtough in gomma bimescola Peso: 221 g (42 EU) Misure EU: da 40 a 48 (incluse ½) Colori: grigio/rosso, grigio/azzurro, grigio/verde Prezzo: 100,00 euro Sito: www.patagonia.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 235,5 g (232 g - 239 g) PESO SPECIFICO: 5,61 g/EU LUNGHEZZA: 290 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 265 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: assente AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 107 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 58 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 77 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 96 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 58 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 62 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 53 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 50 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 3,4 mm (ant.) / 3,7 mm (post.) FLESSIONE: 26,08 N TORSIONE: 23,5° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

stabilità

Trasmissione asperità

Rapporto qualità/prezzo

7,5/10

8,0/10

7,0/10

6,5/10

7,5/10

8,0/10

LA PIÙ C


Salomon S-Lab Sense

3° POSTO SCARPA MINIMALISMO

PRODOTTO

LA PIÙ PESANTE 2° POSTO SCARPA MINIMALISMO

A MINIMALIS ARP

1

MO

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE MINIMALISMO

SC

204

o

RIVELAZIONE

Outdoor Running 2013

dell’anno

3° POSTO IL MIGLIOR RAPPORTO SCARPA MINIMALISMO QUALITÀ PREZZO

LA LA PIÙ PIÙ COSTOSA PESANTE

LA RIVELAZIONE PIÙ ECONOMICA

IL MIGLIOR RAPPORTO LA PIÙ LEGGERA QUALITÀ PREZZO

LA PIÙ COSTOSA

Le armi per i top runner: leggerissime, incredibilmente reattive e precise. Discreta trazione e stabilità. Le migliori scarpe minimaliste in comparativa.

AL BANCO Delle vere e proprie piume! Con un peso rilevato di 194 g sono il punto di riferimento della categoria, più leggere persino di Vibram FiveFingers Spyridon LS (196,5 g). Un risultato strepitoso e ancor più eclatante considerando che s’accompagna a una rigidità flessionale lievemente superiore alla media (28,63 N). Cedevoli in torsione (28,5°), adottano l’ormai classica, per Salomon, allacciatura mediante cordino a trazione rapida con tasca al vertice della linguetta per riporre i componenti del sistema. OFF ROAD Il top. Estreme e altrettanto performanti. Superata una discreta difficoltà di calzata dovuta ai volumi interni ridotti, si beneficia di un avvolgimento pressoché perfetto del piede. Lodi per l’allacciatura, inappuntabile sia per efficacia sia per rapidità; apprezzabile, in particolare, il cordino passante attraverso i vertici della linguetta, così da garantire la massima stabilità di tale componente. Eccezionale reattività: ogni stilla d’energia si tramuta in spinta. La trazione è una sorpresa: discreta su qualsiasi superficie (fango escluso) nonostante i tasselli della suola poco pronunciati. Per runner di alto/altissimo livello che corrono costantemente in spinta. Perfette per ripetute e vertical.

Top Feature 53 mm calzata decisamente aggressiva sul tallone

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: Salomon EndoFit senza cuciture Intersuola: Eva da 9 e 13 mm di spessore Sottopiede: foam Allacciatura: simmetrica mediante cordino a trazione rapida QuickLace Suola: Salomon ContaGrip in gomma bimescola Peso: 195 g (42 2/3 EU) Misure EU: da 36 a 46 2/3 (incluse ½) Colori: bianco/rosso Prezzo: 200,00 euro Sito: www.salomon.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 194 g (194 g - 194 g) PESO SPECIFICO: 4,62 g/EU LUNGHEZZA: 285 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 267 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 3,0 mm (ant.) / 2,5 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 106 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 48 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 79 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 94 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 58 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 53 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 48 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 87 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 2,4 mm (ant.) / 2,4 mm (post.) FLESSIONE: 28,63 N TORSIONE: 28,5° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

stabilità

Trasmissione asperità

Rapporto qualità/prezzo

10,0/10

10,0/10

7,0/10

6,5/10

6,5/10

6,5/10

LA PIÙ


SCARPE MINIMALISMO \ OUTDOOR RUNNING 2013

Salomon S-Lab Sense Ultra

205

Special Guest

Meno estreme di S-Lab Sense: crescono in stabilità, trazione e ammortizzazione. Perdono lievemente in leggerezza e reattività. Comunque per top runner.

AL BANCO Assai simili a S-Lab Sense, si distinguono per la suola maggiormente tassellata in zona mediale e posteriore, i rinforzi strutturali lungo la ‘culla’ del tallone, sconosciuti alle ‘sorelle’, l’ammortizzazione lievemente più curata e la piastra anti torsione di superiore estensione. Modifiche che elevano il peso specifico da 4,62 a 5,05 g/EU: valore comunque ai vertici della categoria. Crescono rigidità flessionale (da 28,63 a 30,11 N) e torsionale (da 28,5° a 24,5°). Impronta a terra meno ampia. OFF ROAD Non tradiscono le doti di S-Lab Sense e, al tempo stesso, diventano (poco) più accessibili. Fatta eccezione per la calzata, che si conferma laboriosa a causa dei volumi interni ridotti, l’avvolgimento del piede è pressoché perfetto e l’allacciatura inappuntabile. La maggiore estensione della piastra anti torsione regala una stabilità superiore, anche nei traversi, a prezzo però di una reattività poco inferiore. Migliora la trazione, specie in presenza di fondi cedevoli: non sono, in ogni caso, il modello più performante in presenza di fango. Ammortizzazione lievemente più generosa, percezione delle asperità meno nitida. Comunque per runner di alto livello. Perfette per la corsa in montagna.

Top Feature 108 tasselli lungo la suola anziché 87 come per S-Lab Sense

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: Salomon EndoFit senza cuciture Intersuola: Eva ad alta densità da 9 e 13 mm di spessore Sottopiede: foam Allacciatura: simmetrica mediante cordino a trazione rapida QuickLace Suola: Salomon ContaGrip in gomma bimescola Peso: 210 g (42 2/3 EU) Misure EU: da 36 a 46 2/3 (incluse ½) Colori: rosso/nero Prezzo: 180,00 euro Sito: www.salomon.com

RILEVAMENTI MISURA: 41 1/3 EU PESO: 208,5 g (207 g - 210 g) PESO SPECIFICO: 5,05 g/EU LUNGHEZZA: 282 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 264 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 3,0 mm (ant.) / 2,5 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 104 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 47 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 77 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 92 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 58 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 53 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 48 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 108 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 2,8 mm (ant.) / 2,8 mm (post.) FLESSIONE: 30,11 N TORSIONE: 24,5° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

stabilità

Trasmissione asperità

Rapporto qualità/prezzo

9,0/10

9,0/10

7,5/10

7,0/10

7,0/10

7,0/10


206

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE MINIMALISMO

Scarpa Minima

2° POSTO SCARPA MINIMALISMO

3° POSTO SCARPA MINIMALISMO

LA PIÙ PESANTE

Molto pesanti e altrettanto ammortizzate, sono destinate ai neofiti del minimalismo. Ottima stabilità e discreta trazione. Grande rigidità strutturale.

AL BANCO Strutturate, solide, generosamente protette. Caratteristiche che stridono con valori cardine del minimalismo quali leggerezza ed essenzialità. Il peso, inevitabilmente, risulta proibitivo (313,5 g), allineato ai modelli da trail. Rigide in flessione (35,55 N) e altrettanto in torsione (17,0°): solo Helly Hansen Rabbora Trail Low HTPX sono meno cedevoli (15,5°). Suola generosamente tassellata (94 elementi) e calzata abbastanza ampia all’avampiede. Rilevante altezza della tomaia ai malleoli (53 mm). OFF ROAD Allacciatura tanto semplice quanto efficace. Gli ampi volumi all’avampiede destinano le Minima prevalentemente a runner dalla pianta del piede larga. La trazione è ottima in presenza di fondi asciutti, solo sufficiente lungo rocce bagnate ed erba umida. Pagano, più che il grip della suola, l’eccessiva rigidità della struttura che rende difficoltoso ‘leggere’ con precisione il terreno. Rovescio della medaglia, questa caratteristica si traduce in un’elevata stabilità in fase d’appoggio. Dote che, unitamente al puntuale assorbimento delle asperità del terreno, rende le scarpe italiane adatte a quanti affrontano per la prima volta la transizione dalla corsa tradizionale al natural running. Grande comfort.

Top Feature 35,55 N solo le rivali The North Face sono più rigide in flessione (35,84 N)

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: 3D mesh in nylon, laminati di poliuretano e pelle sintetica Fodera: fibra di nylon Intersuola: Eva iniettata da 6 e 12 mm di spessore Sottopiede: foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: Vibram XSTrek in gomma bimescola Peso: 290 g (42 EU) Misure EU: da 37 a 48 (incluse ½) Colori: nero/arancio/bianco, nero/blu/arancio, nero/giallo/blu, nero/verde/bianco, nero/bianco Prezzo: 129,00 euro Sito: www.scarpa.net

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 313,5 g (317 g - 310 g) PESO SPECIFICO: 7,46 g/EU LUNGHEZZA: 290 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 272 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 5,0 mm (ant.) / 6,5 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 111 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 70 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 80 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 97 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 63 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 58 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 53 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 94 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 3,8 mm (ant.) / 3,2 mm (post.) FLESSIONE: 35,55 N TORSIONE: 17,0° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

stabilità

Trasmissione asperità

Rapporto qualità/prezzo

2,0/10

4,5/10

7,0/10

8,5/10

8,0/10

5,0/10

RIVELAZ


SUUNTO AMBIT IL GPS PER ESPLORATORI.

VISITA LA SUUNTO APP ZONE E PERSONALIZZA IL TUO AMBIT SCEGLIENDO FRA LE OLTRE 1000 APPLICAZIONI POSSIBILI

Potreste chiamarlo orologio, ma non lo è. Navigazione, distanza, altitudine, frequenza cardiaca, condizioni meteo – è tutto a portata di dito. Conquista nuovi territori con Suunto Ambit – l’unico computer da polso GPS che anticipa le vostre esigenze! Visita il sito www.suunto.com e la pagina facebook www.facebook.com/Suuntoitalia


208

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE MINIMALISMO

The North Face Hyper-Track Guide Reattive e molto confortevoli, pagano un peso lievemente superiore alla media della categoria. Eccezionale rigidità flessionale. Trazione discreta.

AL BANCO Non brillano per leggerezza (266 g) ma, soprattutto, sono caratterizzate da una struttura molto rigida in flessione: 35,84 N costituiscono il valore record della categoria. Un dato degno dei modelli da skyrunning, nettamente superiore, ad esempio, alle ‘sorelle’ Single-Track Hayasa (20,74 N). Poco cedevoli anche in torsione (20,5°), vantano l’altezza della tomaia ai malleoli più contenuta tra le scarpe minimaliste (46 mm). A parità di misura (42 EU) sono le calzature più lunghe in comparativa (292 mm). OFF ROAD È feeling fin dal primo istante, complici la calzata confortevole, l’allacciatura tanto essenziale quanto efficace e il preciso avvolgimento del piede. A patto, beninteso, di correre lungo terreni compatti. In presenza di fondi cedevoli l’eccessiva rigidità flessionale della struttura rende difficile ‘leggere’ la conformazione del suolo, limitando la trazione, oltretutto affidata a tasselli della suola di profondità contenuta (2,8 mm). Discreta stabilità negli appoggi e nei traversi. La reattività è soddisfacente ma non eccezionale: inferiore alle rivali Salomon, Asics e Haglöfs. Punto a favore la valida schermatura plantare dalle asperità del terreno. Per allenamenti a ritmo veloce e ripetute.

Top Feature 82 mm l’appoggio tallonare più ampio della categoria

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon e laminati di poliuretano Fodera: tessuto in nylon Intersuola: Eva a doppia densità, inserto tallonare stabilizzante Cradle in poliuretano termoplastico Sottopiede: OrthoLite Northotic Eva + foam Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: The North Face Tenacious in gomma bimescola Peso: 268 g (42 EU) Misure EU: da 39 a 46 (incluse ½) + 47 e 48 Colori: arancio/blu, verde/giallo, nero/bianco/rosso Prezzo: 125,00 euro Sito: www.thenorthface.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 266 g (262 g - 270 g) PESO SPECIFICO: 6,33 g/EU LUNGHEZZA: 292 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 274 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 4,5 mm (ant.) / 4,0 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 105 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 64 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 82 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 95 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 63 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 60 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 46 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 77 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 2,8 mm (ant.) / 2,8 mm (post.) FLESSIONE: 35,84 N TORSIONE: 20,5° MADE IN: Vietnam

Peso

REATTIvità

trazione

stabilità

Trasmissione asperità

Rapporto qualità/prezzo

5,5/10

8,0/10

7,0/10

7,0/10

8,0/10

7,0/10


SCARPE MINIMALISMO \ OUTDOOR RUNNING 2013

209

Vibram FiveFingers Spyridon LS Leggerezza e percezione del terreno ai massimi livelli. Trazione elevata. Morbide quanto un guanto, trasmettono nitidamente le asperità del suolo.

AL BANCO Massima espressione del natural running. Minimaliste più di qualsiasi altra scarpa, sono prive di sottopiede. L’intersuola, in poliuretano, ha uno spessore di 3 mm. L’inserto mediale in TPU opera a favore dell’attenuazione e dissipazione degli impatti con le asperità del suolo. Flessibilità eccezionale (6,47 N), torsione altrettanto marcata (31,5°) e leggerezza al top (196,5 g). Appoggio a terra incredibilmente ampio in zona mediale (87 mm), altrettanto contenuto lungo il tallone (70 mm). OFF ROAD Un guanto. Una volta calzate, operazione che richiede un minimo di pratica, fasciano perfettamente il piede regalando una strepitosa sensazione di libertà. La trazione è elevata, complice la possibilità di ‘leggere’ con precisione la conformazione del suolo. Altrettanto nitida la percezione delle asperità. L’inserto anti shock protegge adeguatamente dalle pietre sporgenti, ma correndo si ha la sensazione d’effettuare una radiografia del terreno. Per fondi compatti, privi di sassi smossi. Tenuta laterale nulla: la stabilità è affidata alle articolazioni della caviglia. Elevata reattività: non esistono filtri tra arti e suolo. Adatte a corridori d’alto livello votati al 100% al barefooting.

Top Feature 142 tasselli suola dal disegno decisamente elaborato

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: mesh in nylon, gomma e pelle sintetica Fodera: Dri-Lex anti batterico Intersuola: poliuretano da 3 mm di spessore, inserto plantare anti shock in poliuretano termoplastico Sottopiede: assente Allacciatura: simmetrica mediante cordino a trazione rapida Suola: Vibram XSTrek Peso: 195 g (44 EU) Misure EU: da 40 a 46 Colori: verde/grigio/nero Prezzo: 115,00 euro Sito: vwww.vibramfivefingers.it

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 196,5 g (195 g - 198 g) PESO SPECIFICO: 4,68 g/EU LUNGHEZZA: 269 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 260 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: assente AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 105 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 87 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 70 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 103 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 67 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 59 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 56 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 142 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 2,4 mm (ant.) / 2,2 mm (post.) FLESSIONE: 6,47 N TORSIONE: 31,5° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

stabilità

Trasmissione asperità

Rapporto qualità/prezzo

10,0/10

8,0/10

8,0/10

3,0/10

4,0/10

6,0/10


210

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE MINIMALISMO

VivoBarefoot Breatho Trail Eccezionalmente flessibili, permettono una vera e propria radiografia del terreno. Buona trazione lungo fondi viscidi e cedevoli. Peso nella media.

AL BANCO Nessun ‘cuscino’ tallonare, nessuna intersuola, nessun supporto mediale. Analogamente a Vibram FiveFingers guardano al 100% al barefooting, ovvero a replicare le sensazioni del correre scalzi. La linguetta è il naturale prolungamento della tomaia: contribuisce a ottenere una struttura ‘a seconda calza’. Peso nella media, flessibilità eccezionale (19,27 N) e rigidità torsionale pressoché inesistente (33,5°). Calzata molto ampia all’avampiede (103 mm) e in corrispondenza dell’arco plantare (71 mm). OFF ROAD Eccezionale flessibilità! Tale da non alterare minimamente la naturale azione delle articolazioni. L’ammortizzazione, se così si può definire, è affidata esclusivamente ai profondi (6,0 e 4,5 mm) tasselli della suola, non essendo prevista alcuna intersuola. La percezione del terreno è strepitosa, paragonabile a una vera e propria radiografia, a tutto vantaggio della trazione lungo le superfici infide quali fango ed erba bagnata. Rovescio della medaglia, la trasmissione delle asperità è altrettanto marcata. Tenuta laterale nulla: la stabilità è affidata alle caviglie. Buona reattività: non esistono filtri tra arti e suolo. Adatte a corridori tecnicamente perfetti, votati al 100% al barefooting.

Top Feature 115 mm all’avampiede: impronta a terra da record

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Tomaia: 2D mesh in nylon, laminati di poliuretano e pelle sintetica Fodera: Dri-Lex senza cuciture Intersuola: assente Sottopiede: Eva Allacciatura: simmetrica mediante lacci tradizionali Suola: VivoBarefoot in gomma bimescola Peso: 272 g Misure EU: da 40 a 47 Colori: grigio/azzurro/nero, nero/bianco, rosso/bianco, giallo/nero Prezzo: 100,00 euro Sito: www.vivobarefoot.com

RILEVAMENTI MISURA: 42 EU PESO: 261,5 g (259 g - 264 g) PESO SPECIFICO: 6,23 g/EU LUNGHEZZA: 286 mm LUNGHEZZA ALLOGGIAMENTO PIEDE: 275 mm SPESSORE SOTTOPIEDE: 3,7 mm (ant.) / 4,0 mm (post.) AMPIEZZA APPOGGIO ANTERIORE: 115 mm AMPIEZZA APPOGGIO ARCO PLANTARE: 83 mm AMPIEZZA APPOGGIO POSTERIORE: 75 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO AVAMPIEDE: 103 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO ARCO PLANTARE: 71 mm AMPIEZZA ALLOGGIAMENTO TALLONE: 61 mm ALTEZZA TOMAIA AI MALLEOLI: 53 mm TASSELLI LUNGO LA SUOLA: 67 PROFONDITÀ TASSELLI SUOLA: 6,0 mm (ant.) / 4,5 mm (post.) FLESSIONE: 19,27 N TORSIONE: 33,5° MADE IN: Cina

Peso

REATTIvità

trazione

stabilità

Trasmissione asperità

Rapporto qualità/prezzo

6,0/10

7,5/10

8,5/10

2,0/10

3,0/10

6,0/10



212

OUTDOOR RUNNING 2013 \ SCARPE MINIMALISMO

CONCLUSIONI

Vive la France Riservate ai top runner, Salomon S-Lab Sense sono le migliori scarpe minimaliste in comparativa. Seguono Asics Gel-Fuji Fell Racer, meno estreme, e la rivelazione del test Haglöfs Gram Comp. Vibram FiveFingers per gli amanti del barefooting

I

PRODOTTO

SCHEDA RIASSUNTIVA

A MINIMALIS ARP

1

MO

SC

ncarnano mirabilmente i valori cardine del natural running: leggerezza estrema, reattività esplosiva e precisione chirurgica. Rispondono al nome di Salomon S-Lab Sense e sono le migliori scarpe minimaliste in comparativa. Ideali per atleti di alto/altissimo livello, forti di uno stile di corsa ‘d’avampiede’, costantemente in spinta. Perfette per i vertical. Possono essere utilizzate da tutti? Assolutamente no. Astenersi soggetti pesanti e corridori inclini alla rullata o dalla tecnica non eccelsa. Anche questa, del resto, è una caratteristica connaturata al minimalismo. Per quanti anelano a prestazioni simili, ma al tempo stesso desiderano un prodotto lievemente meno estremo, ci sono le ‘sorelle’ S-Lab Sense Ultra. Crescono lievemente in stabilità, trazione e ammortizzazione, ma perdono in leggerezza e reattività. Restano, beninteso, scarpe elitarie, riservate a corridori d’alto livello. Per vedere soddisfatte le esigenze tanto dei ‘comuni mortali’ quanto dei top runner è necessario guardare al secondo gradino del podio. Le Asics Gel-Fuji Fell Racer abbinano tutti pregi di un modello minimalista, ovvero leggerezza, reattività, trazione e sensibilità, a un’ammortizzazione superiore alle aspettative, in grado di garantire comfort e polivalenza. Possono essere utilizzate con profitto tanto per la corsa in montagna quanto per skyrace brevi, scorrevoli e dai terreni non troppo impegnativi. Ideali in condizioni di fango ed erba bagnata grazie al notevole grip della suola. Caratteristiche sostanzialmente condivise dalla rivelazione del test, ovvero Haglöfs Gram Comp. Queste ultime, del resto, mutuano da Asics suola, intersuola e sistema ammortizzante, distinguendosi per il peso superiore, la tomaia maggiormente strutturata e la protezione plantare lievemente più efficace che, rovescio della medaglia, ne limita la reattività, relegandole al terzo posto. Per gli amanti del barefooting, ovvero di libertà e nitidezza nella percezione del terreno come quando si corre scalzi, la scelta ideale è rappresentata da Vibram FiveFingers Spyridon LS: veri e propri ‘guanti’ forti di una trazione elevata, di un peso ridottissimo, nettamente inferiore alle dirette rivali VivoBarefoot Breatho Trail, e di una reattività convincente sebbene non da lode. La struttura pressoché priva d’intersuola (3 mm) difetta infatti dell’apporto elastico tipico delle scarpe tradizionali, in grado sia di trasmettere gli impulsi, sia di restituire, amplificata, parte della spinta muscolare. Il premio ‘splendide incompiute’, infine, spetta a La Sportiva Anakonda: sensibili, reattive, dal grande grip e allo stesso tempo confortevoli. Sarebbero da podio se non fossero gravate da un peso eccessivo (299 g).

o

dell’anno

Outdoor Running2° POSTO SCARPA MINIMALISMO 2013

2°2°

2°2° POSTO POSTO 3° POSTO SCARPA SCARPA SCARPA MINIMALISMO MINIMALISMO MINIMALISMO

3°3° 3°3° POSTO POSTO LA PIÙ PESANTE SCARPA SCARPA MINIMALISMO MINIMALISMO

RIVELAZIONE LALA PIÙ PIÙ PESANTE PESANTE

Modelli testati: 14 Salomon S-Lab Sense

Asics Gel-Fuji Fell Racer

Haglöfs Gram Comp

Haglöfs Gram Comp

IL MIGLIOR RIVELAZION RIVELAZI RAPPO QUALITÀ PREZ


ECONOMICA 3° RIVELAZIONE POSTO 3° POSTO IL MIGLIOR 2°RAPPORTO POSTO LA PIÙ PESANTE LA PIÙ PESANTE LA PIÙ COSTOSA RIVELAZIONE 3° POSTO RIVELAZIONE LA PIÙILECONOMICA MIGLIOR RAPPORTO IL MIGLIOR LA PIÙ PESANTE RAPPORTO PIÙ COSTOSA RIVELAZIONE LA PIÙ COSTOSA LA PIÙ LEGGERA LA PIÙLA LEGGERA O SCARPA MINIMALISMO SCARPA MINIMALISMO SCARPA MINIMALISMO SCARPA MINIMALISMO QUALITÀ PREZZO QUALITÀ PREZZO QUALITÀ PREZZO

Salomon S-Lab Sense (194 g)

Scarpa Minima (313,5 g)

Helly Hansen Rabbora Trail Low HTPX (99,95 €)

Salomon S-Lab Sense (200,00 €)

LA PIÙ ECONOMICA IL MIGLIOR LA PIÙ RAPPORTO ECONOMICA QUALITÀ PREZZO

Asics Gel-Fuji Fell Racer Patagonia EVERmore

LA PIÙLA COST LA PIÙ LEGGERA PIÙ


Bastoni Trail running & vertical

Il vento del nord Travaso di tecnologie dal nordic walking. Tubi in carbonio, impugnature derivate dal fondo, laccioli a guantino e punte arcuate si diffondono in ambito sia trail sia vertical. Leggerezza e trazione sono valori universalmente condivisi Una fase del nostro test © Damiano Levati

S

empre più diffusi. Sempre più apprezzati. I bastoni costituiscono una delle tendenze emergenti della corsa off road. Fino ad alcuni anni fa considerati un inutile orpello tanto nei trail quanto nelle competizioni vertical, oggi vengono sempre più frequentemente utilizzati non solo dagli amatori, ma anche dai top runner. Sulle lunghe distanze costituiscono uno strumento fondamentale tanto in fase di spinta quanto per ridurre l’affaticamento delle articolazioni, specie in discesa, favorendo l’equilibrio in presenza di terreni a ridotta coesione e aderenza. Nelle gare sprint consentono di scaricare a terra la potenza degli arti superiori, a tutto vantaggio della progressione in condizioni di trazione precaria oppure su pendenze proibitive. Che si parli di trail oppure di vertical, ciò che accomuna il mondo dei bastoni è… l’influenza nordica. Ovvero il mutuare di soluzioni tecniche e materiali dal nordic walking. Alcuni esempi? Tubi in carbonio piuttosto che in alluminio, impugnature derivate dai bastoni da fondo, laccioli del tipo a guantino anziché tradizionali e punte arcuate in sostituzione delle classiche configurazioni ‘a tazza’ o ‘a diamante’.

Il bastone ideale La leggerezza è un obiettivo comune. Sia per i prodotti votati al trail running, sia per quelli destinati alle gare sprint. Con, nel dettaglio, una spasmodica ricerca del contenimento delle masse in ambito vertical, connaturata alla tipologia di competizione che impone l’espressione della massima performance in un lasso di tempo molto contenuto. Ai modelli da trail si richiedono inoltre robustezza e facilità di trasporto. Quest’ultima fondamentale, dal momento che sulle lunghe distanze è inevitabile imbattersi in tratti scorrevoli nei quali l’utilizzo dei bastoni si rivelerebbe inutile o, addirittura, controproducente. Ecco perché ogni modello ‘trail oriented’ deve prevedere la possibilità di scomposizione dei tubi in più sezioni o, alternativamente, di riduzione telescopica ai minimi termini. Fondamentale, per i prodotti vertical, è invece la reattività, ovvero la capacità di trasmettere nitidamente ogni impulso del runner, senza dispersioni d’energie o reazioni anomale che inficino la prestazione. Requisiti che portano in dote strutture prevalentemente in pezzo uni-


co a misura fissa, tubi in carbonio, laccioli a guantino e punte arcuate in Widia. Il metro di giudizio In ambito trail running leggerezza e dimensioni per il trasporto assumono un peso preponderante in vista del giudizio finale; requisiti imprescindibili per affrontare efficacemente lunghe distanze. Seguono doti quali la rapidità e facilità delle regolazioni. Nel dettaglio, la voce ‘regolazioni’ all’interno della scheda valutativa costituisce un giudizio in merito all’efficacia del sistema di personalizzazione della lunghezza nel caso dei modelli telescopici; in merito all’efficienza della composizione/scomposizione in sezioni della struttura nel caso dei prodotti a misura fissa. Parallelamente, nel mondo vertical dominano tre divinità: leggerezza, reattività e trazione. In quest’ordine d’importanza. Ogni grammo diviene rilevante, insieme alla funzionalità delle impugnature, chiamate a consentire di scaricare a terra ogni stilla d’energia. Senza dispersioni. E il rapporto qualità/

prezzo? Rilevante soprattutto per il mondo trail e determinato interfacciando le prestazioni con l’esborso necessario per entrare in possesso di un bastone. Ciò spiega perché modelli più economici, ma dalle performance limitate, meritino un voto inferiore a rivali costosi ma sensibilmente più efficaci. Il test sul campo In vista della prova off road abbiamo cercato, compatibilmente con la disponibilità e le scelte produttive delle Case costruttrici, di uniformare la misura dei modelli (qualora non regolabile) prendendo a riferimento la taglia 125 cm. Per garantire parità di trattamento, ogni bastone è stata testato lungo un percorso identico, ripetuto più volte ad anello, che includesse rocce montonate, sia asciutte sia bagnate, pietre smosse, erba umida, fango e neve. Lo sviluppo del tracciato ha incluso prevalentemente sentieri e tratti di campo libero. I testatori, specie in ambito vertical, hanno affrontato pendii proibitivi (pendenza media del 50%), così da confrontare ogni prodotto nelle medesime situazioni.


OUTDOOR RUNNING 2013 \ BASTONI TRAIL RUNNING PRODOTTO

Dynafit X4 Performance

E TRAIL RUNN TON

1

o

ING

BAS

216

dell’anno

Outdoor Running 2013

Top Feature: 175 mm

generosa estensione verticale dell’impugnatura

Leggeri, reattivi, rapidi da comporre e scomporre, forti di dimensioni contenute per il trasporto: i migliori bastoni da trail running. Tubi in carbonio. IL TEST A misura fissa e apparentemente in pezzo unico, in realtà sono caratterizzati da 4 sezioni componibili mediante un sistema a rotazione con espansore. Sezioni, una volta predisposti per il trasporto, vincolate da un cavetto elastico passante, privo di schermatura. Il peso di 1,54 g/ cm è ai vertici della categoria: solo Ferrino Eiger (1,02 g/cm) e Masters Nordic Lite (1,48 g/cm) fanno registrare valori migliori. Dimensioni compatte per il trasporto (41,0 cm). Sono i migliori bastoni della categoria: essenziali, scomponibili rapidamente, con un grip della punta nella media e laccioli facilmente regolabili. Rivestimento protettivo in Titanal della sezione inferiore. Rotella tradizionale tonda.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

POSTO RAIL RUNNING

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Materiale tubi: carbonio e Titanal (lega di alluminio) Sezioni: 4 Impugnatura: nordica rivestita in foam, lacciolo tradizionale Peso: 195 g Misure: da 115 a 135 cm ogni 5 cm Prezzo: 125,00 euro Sito: www.dynafit.it

RILEVAMENTI LUNGHEZZA: 120 cm PESO: 184,5 g (184 g - 185 g) PESO al cm: 1,54 g LUNGHEZZA MINIMA: 120 cm LUNGHEZZA MASSIMA: 120 cm DIMENSIONI TRASPORTO: 41,0 cm DIMENSIONI IMPUGNATURA: 27 mm x 24 mm x 175 mm PUNTA: tradizionale LUNGHEZZA PUNTA: 4 mm - 81 mm

Peso

REGOLAZIONI

GRIP AL SUOLO

IMPUGNATURA

Rapporto qualità/prezzo

8,5/10

8,0/10

7,5/10

8,0/10

7,0/10

Ferrino Eiger Top Feature: 1,02 g/cm

IL PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

IL PIÙ COSTOSO

IL PIÙ ECONOMICO

IL PIÙ LEGGERO

leggerezza da record

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Materiale tubi: Duralluminio (lega di alluminio temprata) Sezioni: 4 Impugnatura: tradizionale rivestita in foam, lacciolo tradizionale Peso: 240 g (115 cm) Misure: da 105 a 135 cm ogni 10 cm Prezzo: 84,00 euro Sito: www.ferrino.it

RILEVAMENTI LUNGHEZZA: 125 cm PESO: 128 g (128 g - 128 g) PESO al cm: 1,02 g LUNGHEZZA MINIMA: 125 cm LUNGHEZZA MASSIMA: 125 cm DIMENSIONI TRASPORTO: 36,0 cm DIMENSIONI IMPUGNATURA: 31 mm x 28 mm x 125 mm PUNTA: tradizionale LUNGHEZZA PUNTA: 4 mm - 60 mm

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Leggerissimi e altrettanto compatti per il trasporto, flettono eccessivamente se caricati con forza, pregiudicando il grip al suolo. Struttura ‘a sonda’. IL TEST Lunghezza fissa e struttura ‘a sonda’: le 4 sezioni, vincolate mediante un cavetto passante non schermato, vengono rese solidali mediante la trazione del cavetto stesso, caratterizzato da un nodo che, innestato nell’apposito incavo al vertice dell’impugnatura, garantisce la coesione del tubo. Un’ottima idea vanificata da un grave problema funzionale: se caricati flettono marcatamente, non sostenendo il corridore. Adatti a donne leggere o esclusivamente per mantenere l’equilibrio. Sono delle vere e proprie piume (1,02 g/cm). Eccezionalmente compatti per il trasporto (36,0 cm) e caratterizzati da un’impugnatura corta di notevole spessore, abbinata a un lacciolo tradizionale non regolabile.

Peso

REGOLAZIONI

GRIP AL SUOLO

IMPUGNATURA

Rapporto qualità/prezzo

10,0/10

9,0/10

4,0/10

5,5/10

5,0/10


BASTONI TRAIL RUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

217

Gabel Alta Quota FL

IL PIÙ PESANTE 2° POSTO RIVELAZIONE BASTONE TRAIL RUNNING

3° POSTO IL MIGLIOR RAPPORTO BASTONE TRAIL RUNNING QUALITÀ PREZZO

IL PIÙ IL PIÙ COSTOSO PESANTE

IL PIÙ RIVELAZIONE ECONOMICO

IL MIGLIOR IL PIÙRAPPORTO LEGGERO QUALITÀ PREZZO

IL PIÙ COSTOSO

IL PIÙ ECONOMICO

Top Feature: 10 mm

la punta (in Widia) più lunga della categoria

Peso elevato e ingombri per il trasporto eccessivi ne limitano l’efficacia. Trazione eccezionale e regolazioni rapide. Prezzo molto aggressivo. IL TEST Peso e ingombri per il trasporto (82,5 cm) tutt’altro che contenuti. Con 1,92 g/cm costituiscono, in compagnia di Leki Micro Vario Carbon, il fanalino di coda della categoria. Si riscattano in parte grazie alla possibilità di optare per il lacciolo tradizionale o a guantino (privo di sgancio rapido), forniti entrambi di serie. La regolazione della misura è molto rapida e intuitiva grazie al sistema a levetta esterna con espansore, particolarmente funzionale in caso di mani bagnate o intirizzite dal freddo. Eccezionale il grip garantito dalla punta arcuata (unica della categoria) in Widia (carburo cementato), forte di una lunghezza di 10 mm. Papera di piccole dimensioni derivata dal nordic walking.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Materiale tubi: alluminio Sezioni: 2 Impugnatura: nordica rivestita in sughero, lacciolo tradizionale o a guantino Peso: 200 g Misure: da 83 a 142 cm (regolabile) Prezzo: 49,95 euro Sito: www.gabel.it

RILEVAMENTI LUNGHEZZA: regolabile PESO: 239,5 g (238 g - 241 g) con guantini PESO al cm: 1,92 g LUNGHEZZA MINIMA: 105 cm LUNGHEZZA MASSIMA: 145 cm DIMENSIONI TRASPORTO: 82,5 cm DIMENSIONI IMPUGNATURA: 30 mm x 27 mm x 145 mm PUNTA: arcuata LUNGHEZZA PUNTA: 10 mm - 41 mm

Peso

REGOLAZIONI

GRIP AL SUOLO

IMPUGNATURA

Rapporto qualità/prezzo

4,0/10

9,0/10

9,5/10

8,0/10

6,5/10

Komperdell Carbon Expedition Solid 4 Top Feature: 205 mm

l’impugnatura più lunga della categoria

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Materiale tubi: carbonio e Titanal (lega di alluminio) Sezioni: 4 Impugnatura: tradizionale rivestita in foam, lacciolo tradizionale Peso: 190 g Misure: da 110 a 135 cm ogni 5 cm Prezzo: 139,95 euro Sito: www.komperdell.com

RILEVAMENTI LUNGHEZZA: 125 cm PESO: 197,5 g (198 g - 197 g) PESO al cm: 1,58 g LUNGHEZZA MINIMA: 125 cm LUNGHEZZA MASSIMA: 125 cm DIMENSIONI TRASPORTO: 41,0 cm DIMENSIONI IMPUGNATURA: 30 mm x 27 mm x 205 mm PUNTA: tradizionale LUNGHEZZA PUNTA: 4 mm - 80 mm

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Simili tecnicamente ai rivali Dynafit, non ne eguagliano leggerezza e funzionalità dell’impugnatura. Rotella a inclinazione variabile, tubi in carbonio. IL TEST Simili ai rivali Dynafit X4 Performance, ovvero a misura fissa e apparentemente in pezzo unico ma, in realtà, caratterizzati da 4 sezioni componibili mediante un sistema a rotazione con espansore. Sezioni, una volta predisposti per il trasporto, vincolate da un cavetto elastico passante. Si distinguono dai citati Dynafit per l’impugnatura tradizionale, peraltro parzialmente estesa lungo il tubo, anziché nordica, per la rotella a inclinazione variabile in funzione del pendio e per il peso di 1,58 invece di 1,54 g/ cm; valore comunque tra i migliori della categoria. Dimensioni compatte per il trasporto (41,0 cm) e ben 80 mm tra punta e rotella: caratteristica funzionale in caso di neve.

Peso

REGOLAZIONI

GRIP AL SUOLO

IMPUGNATURA

Rapporto qualità/prezzo

8,0/10

8,0/10

7,5/10

7,0/10

6,0/10


218

OUTDOOR RUNNING 2013 \ BASTONI TRAIL RUNNING

2° POSTO BASTONE TRAIL RUNNING

3° POSTO BASTONE TRAIL RUNNING

KV+ Adula Carbon Clip

IL PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

Top Feature: 25 x 21 mm

l’impugnatura dallo spessore più contenuto della categoria

Tecnicamente raffinati, possono contare su tubi in carbonio, laccioli a guantino a sgancio rapido e impugnatura nordica. Ottimo rapporto qualità/prezzo. IL TEST Il punto di forza dei bastoni svizzeri sono i laccioli a guantino a sgancio rapido. Sistema, quest’ultimo, estremamente rapido che prevede la semplice trazione verso l’alto del fermo al vertice dell’impugnatura. Impugnatura, nel dettaglio, di tipo nordico parzialmente rivestita (per 80 mm) in sughero. Lunghezza personalizzabile mediante un classico espansore a rotazione. Peso di 1,65 g/cm: un ottimo risultato considerando la presenza della regolazione telescopica. Dimensioni per il trasporto poco contenute (63,5 cm). Impugnatura sottile. Elevati sia il grip sia la reattività: se puntati al suolo con forza non flettono e le vibrazioni risultano più che tollerabili. Rotella di ricambio da 100 mm.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Materiale tubi: carbonio Sezioni: 3 Impugnatura: nordica parzialmente rivestita in sughero, lacciolo a guantino a sgancio rapido Peso: n.d. Misure: da 64 a 135 cm (regolabile) Prezzo: 99,90 euro Sito: www.kv2.ch

RILEVAMENTI LUNGHEZZA: regolabile PESO: 206 g (206 g - 206 g) PESO al cm: 1,65 g LUNGHEZZA MINIMA: 100 cm LUNGHEZZA MASSIMA: 135 cm DIMENSIONI TRASPORTO: 63,5 cm DIMENSIONI IMPUGNATURA: 25 mm x 21 mm x 140 mm PUNTA: tradizionale LUNGHEZZA PUNTA: 4 mm - 65 mm

Peso

REGOLAZIONI

GRIP AL SUOLO

IMPUGNATURA

Rapporto qualità/prezzo

7,0/10

6,5/10

8,0/10

8,5/10

8,0/10

La Sportiva Curve Trek Top Feature: 3 mm

la punta (in Widia) più corta della categoria

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Materiale tubi: ergal (lega di alluminio) Sezioni: 2 Impugnatura: nordica rivestita in sughero, lacciolo tradizionale Peso: n.d. Misure: da 97 a 110 cm (regolabile - taglia S), da 110 a 125 cm (regolabile - taglia M) Prezzo: 70,00 euro Sito: www.lasportiva.com

RILEVAMENTI LUNGHEZZA: regolabile (taglia M) PESO: 215,5 g (214 g - 217 g) PESO al cm: 1,72 g LUNGHEZZA MINIMA: 110 cm LUNGHEZZA MASSIMA: 125 cm DIMENSIONI TRASPORTO: 93,0 cm DIMENSIONI IMPUGNATURA: 26 mm x 22 mm x 160 mm PUNTA: tradizionale LUNGHEZZA PUNTA: 3 mm - 67 mm

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Peso

6,0/10

La curvatura superiore non gioca a favore della stabilità. Ottimo grip al suolo. Regolazione rapida della misura. Dimensioni per il trasporto proibitive. IL TEST La curvatura della sezione superiore mira a garantire un’inclinazione del polso vantaggiosa in fase di spinta, meno stressante per le mani rispetto allo standard. Nella realtà, scaricando peso e forza sui bastoni, questi tendono a ruotare, rendendo ostico mantenere l’assetto corretto. In compenso la regolazione della misura è molto rapida e intuitiva grazie al sistema a levetta esterna con espansore, particolarmente funzionale in caso di condizioni climatiche avverse. Peso (1,72 g/cm) nella media della categoria. Proibitive le dimensioni per il trasporto (93,0 cm). La punta in Widia (carburo cementato), sebbene forte di uno spessore di solo 3 mm, garantisce un buon grip su roccia, anche bagnata.

REGOLAZIONI

GRIP AL SUOLO

IMPUGNATURA

Rapporto qualità/prezzo

9,0/10

9,0/10

4,0/10

5,5/10

IL MIGLIOR RAPPO QUALITÀ PREZ


BASTONI TRAIL RUNNING \ OUTDOOR RUNNING 2013

219

Leki Micro Vario Carbon 2° 2° POSTO BASTONE TRAIL RUNNING

3° Top Feature: 1,92 g/cm 2°

peso identico a Gabel, record negativo della categoria 3° POSTO BASTONE TRAIL RUNNING

2° POSTO IL PIÙ PESANTE BASTONE TRAIL RUNNING

Sarebbero perfetti se il peso non fosse tra i peggiori della categoria. Ingombri per il trasporto contenuti, regolazioni rapide e buon grip. Prezzo elevato. IL TEST Struttura decisamente elaborata: la sezione superiore, telescopica, permette una regolazione della lunghezza di 20 cm mediante un sistema a levetta esterna con espansore. Parte della prima sezione scorre all’interno del tubo principale; estratta integralmente e bloccata grazie a un perno metallico provoca la trazione del cavetto passante (in kevlar rivestito in polietilene) attraverso le sezioni inferiori, rendendole solidali. L’impugnatura a pomello garantisce una presa defaticante nelle discese più ripide. Rivestimento in foam esteso lungo i tubi per 17 cm sotto la manopola. Peso molto elevato (1,92 g/cm). Ingombri ridotti per il trasporto (38,0 cm). Buon grip lungo qualsiasi superficie.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

IL PIÙ RIVELAZIONE COSTOSO

Materiale tubi: carbonio Sezioni: 3 Impugnatura: a pomello Aergon by Leki rivestita in foam, lacciolo tradizionale Peso: 234 g Misure: da 110 a 130 cm (regolabile) Prezzo: 149,00 euro Sito: www.leki.it

RILEVAMENTI LUNGHEZZA: regolabile PESO: 240 g (239 g - 241 g) PESO al cm: 1,92 g LUNGHEZZA MINIMA: 110 cm LUNGHEZZA MASSIMA: 130 cm DIMENSIONI TRASPORTO: 38,0 cm DIMENSIONI IMPUGNATURA: 31 mm x 27 mm x 150 mm PUNTA: tradizionale LUNGHEZZA PUNTA: 4 mm - 66 mm

GRIP AL SUOLO

IMPUGNATURA

Rapporto qualità/prezzo

4,0/10

8,5/10

8,0/10

8,0/10

6,0/10

3° POSTO BASTONE TRAIL RUNNING

IL PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

solo i Ferrino Eiger (a lunghezza fissa) sono più leggeri (1,02 g/cm)

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Materiale tubi: CAlu (lega di alluminio e fibra di carbonio) Sezioni: 2 Impugnatura: nordica parzialmente rivestita in sughero, lacciolo a guantino a sgancio rapido Peso: 170 g Misure: da 77 a 135 cm (regolabile) Prezzo: 85,00 euro Sito: www.masters.it

RILEVAMENTI regolabile 185,5 g (184 g - 187 g) 1,48 g 110 cm 135 cm 77,0 cm 26 mm x 22 mm x 165 mm tradizionale 3 mm - 40 mm

LUNGHEZZA PESO PESO al cm LUNGHEZZA MINIMA LUNGHEZZA MASSIMA DIMENSIONI TRASPORTO DIMENSIONI IMPUGNATURA PUNTA LUNGHEZZA PUNTA

ILIL MIGLIOR PIÙ ECONO RA QUALITÀ PR

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati)

REGOLAZIONI

Top Feature: 1,48 g/cm

LE NOSTRE VALUTAZIONI

IL MIGLIOR IL PIÙ RAPPORTO PESANTE QUALITÀ PREZZO

Peso

Masters 2°Nordic Lite 2° POSTO BASTONE TRAIL RUNNING

3° POSTO RIVELAZIONE BASTONE TRAIL RUNNING

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

IL PIÙ COSTOSO

Tra i migliori bastoni della categoria. Sfugge loro il primato a causa dei rilevanti ingombri per il trasporto. Leggerissimi e dal prezzo aggressivo. IL TEST Con un peso di 1,48 g/cm sono tra i bastoni più leggeri della categoria. Risultato ancor più eclatante qualora si consideri la possibilità di regolazione della misura mediante un classico espansore a rotazione. Uno dei punti di forza è rappresentato dai laccioli a guantino a sgancio rapido. Sistema, quest’ultimo, estremamente rapido ed efficace, affidato alla semplice pressione dell’apposito pulsante al vertice dell’impugnatura. Le dimensioni per il trasporto non sono contenute (77,0 cm); smagliatura che costa ai Nordic Lite il primato della categoria. Ottima reattività: anche caricati con forza non flettono, garantendo una nitida trasmissione degli impulsi. Grip elevato lungo qualsiasi superficie.

Peso

REGOLAZIONI

GRIP AL SUOLO

IMPUGNATURA

Rapporto qualità/prezzo

9,0/10

7,0/10

8,0/10

9,0/10

8,5/10

IL PIÙ



BASTONI VERTICAL \ OUTDOOR RUNNING 2013

221

ATK Race Vertical

Leggerissimi e derivati dallo scialpinismo. Le papere da ski-alp non favoriscono la trazione in presenza di rocce e pietre smosse. Laccioli tradizionali. IL TEST Eccezionale leggerezza per i bastoni italiani: con 1,11 g/cm si collocano a ridosso delle ‘piume’ della categoria, ovvero Komperdell Carbon Featherlight (0,96 g/cm). Nascono per lo scialpinismo; ne tradiscono la destinazione d’uso principale le papere di generose dimensioni. Queste ultime non favoriscono la trazione in presenza di rocce e pietre smosse. Punta (in Widia) arcuata di media lunghezza (8 mm) e impugnatura nordica di spessore ridotto. Il lacciolo tradizionale gioca a favore del peso, non dello sfruttamento al 100% della spinta; la soluzione a guantino è in tal senso più efficace. Ottima reattività e trasmissione degli impulsi. Vengono forniti in misura unica (155 cm) da tagliare.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Materiale tubi: carbonio Impugnatura: nordica parzialmente rivestita in gomma, lacciolo tradizionale Peso: n.d. Misure: 155 cm (da tagliare) Prezzo: 106,00 euro Sito: www.atkrace.it

RILEVAMENTI LUNGHEZZA: 125 cm PESO: 139 g (138 g - 140 g) PESO al cm: 1,11 g DIMENSIONI IMPUGNATURA: 24 mm x 21 mm x 155 mm PUNTA: arcuata LUNGHEZZA PUNTA 8 mm - 27 mm

Top Feature: 24 x 21 mm

l’impugnatura più sottile della categoria

Peso

TRASMISSIONE IMPULSI

GRIP AL SUOLO

IMPUGNATURA

Rapporto qualità/prezzo

9,0/10

9,0/10

7,0/10

7,0/10

7,0/10

Gabel X-7

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Materiale tubi: carbonio Impugnatura: nordica rivestita in sughero, lacciolo a guantino a sgancio rapido Peso: 136 g Misure: da 100 a 130 cm ogni 5 cm Prezzo: 94,95 euro Sito: www.gabel.it

RILEVAMENTI LUNGHEZZA: 125 cm PESO: 160,5 g (160 g - 161 g) PESO al cm: 1,28 g DIMENSIONI IMPUGNATURA: 27 mm x 23 mm x 150 mm PUNTA: arcuata LUNGHEZZA PUNTA: 10 mm - 42 mm

Top Feature: 1,28 g/cm

il peso peggiore tra i modelli a lunghezza fissa

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati)

2° POSTO BASTONE VERTICAL

3° POSTO BASTONE VERTICAL

IL PIÙ PESANTE

Impugnatura e sistema di sgancio rapido dei laccioli a guantino sono tra i migliori della categoria. Non altrettanto peso e trasmissione degli impulsi. IL TEST Il punto di forza dei bastoni vicentini è rappresentato dai laccioli a guantino a sgancio rapido. Sistema, quest’ultimo, estremamente efficace, immediato e azionabile con un’unica mano mediante la semplice pressione dell’apposito pulsante al vertice dell’impugnatura. Impugnatura, dal canto proprio, di tipo nordico, di medie dimensioni e rivestita in sughero. Il peso, sebbene accettabile, è tra i peggiori della categoria (1,28 g/cm). Generosa lunghezza della punta arcuata (10 mm) e discreto grip al suolo, cui contribuiscono i ridotti ingombri delle papere derivate dal nordic walking. La reattività non è da riferimento. Sono adatti soprattutto a quanti vogliono iniziare a cimentarsi nei vertical.

Peso

TRASMISSIONE IMPULSI

GRIP AL SUOLO

IMPUGNATURA

Rapporto qualità/prezzo

6,0/10

6,5/10

7,5/10

9,0/10

6,5/10

RIVELA


B

BASTONI VERTICAL \ OUTDOOR RUNNING 2013

Komperdell Carbon Featherlight RIVELAZIONE

2° POSTO IL MIGLIOR RAPPORTO BASTONE VERTICAL QUALITÀ PREZZO

3° POSTO IL PIÙ COSTOSO BASTONE VERTICAL

RIVELAZIONE IL PIÙ LEGGERO

1

o

RILEVAMENTI 115 cm 111 g (110 g - 112 g) 0,96 g 27 mm x 24 mm x 165 mm arcuata 11 mm - 32 mm

LUNGHEZZA PESO PESO al cm DIMENSIONI IMPUGNATURA PUNTA LUNGHEZZA PUNTA

Top Feature: 165 mm

generosa estensione verticale dell’impugnatura

TRASMISSIONE IMPULSI

GRIP AL SUOLO

IMPUGNATURA

Rapporto qualità/prezzo

10,0/10

9,0/10

8,0/10

8,5/10

9,0/10

2° POSTO BASTONE VERTICAL

3° POSTO BASTONE VERTICAL

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Materiale tubi: carbonio Impugnatura: nordica parzialmente rivestita in sughero, lacciolo a guantino a sgancio rapido Peso: 72 g/m Misure: da 100 a 145 cm ogni 5 cm Prezzo: 85,50 euro Sito: ww.kv2.ch

RILEVAMENTI 130 cm 152 g (148 g - 156 g) 1,17 g 25 mm x 21 mm x 140 mm arcuata 15 mm - 78 mm

LUNGHEZZA PESO PESO al cm DIMENSIONI IMPUGNATURA PUNTA LUNGHEZZA PUNTA

Top Feature 15 mm:

la punta (in Widia) più lunga tra i bastoni da vertical

IL PIÙ EC

Materiale tubi: carbonio Impugnatura: nordica rivestita in foam, lacciolo a guantino a sgancio rapido Peso: 123 g Misure: da 100 a 135 cm ogni 5 cm Prezzo: 89,95 euro Sito: www.komperdell.com

Peso

KV+ Race Clip

dell’anno

Outdoor Running IL PIÙ COSTOSO 2013

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati)

IL TEST Le ‘piume’ della categoria! Non esistono bastoni altrettanto leggeri. Eccezionale il peso fatto registrare: 0,96 g/cm. A questo straordinario dato si abbinano le manopole nordiche rivestite in foam, dallo spessore nella media, corredate di laccioli a guantino a sgancio rapido. Sistema, quest’ultimo, estremamente efficace: prevede la semplice trazione verso l’alto del fermo al vertice dell’impugnatura. Elevata trazione: gioca a favore la notevole lunghezza (11 mm) della punta arcuata. Ottima trasmissione degli impulsi e massima reattività. Nessuna dispersione delle energie. Papera di dimensioni ridotte derivata dal nordic walking. Per tutti: dai neofiti, agli amatori, ai top runner.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

PRODOTTO

IL PIÙIL ECONOMICO PIÙ PESANTE

I migliori bastoni della categoria: leggeri, anzi leggerissimi, estremamente reattivi e dal prezzo aggressivo. Laccioli a guantino a sgancio rapido.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

ONE VERTICA AST

L

SANTE

222

IL PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

Sebbene molto leggeri, perdono la ‘guerra del peso’ con i rivali Komperdell e, conseguentemente, il primato della categoria. Grande trazione e reattività. IL TEST Si collocano sul gradino più basso del podio della leggerezza grazie a un peso di 1,17 g/cm. Valore che, seppure ottimo, costa loro il primato di categoria, dato che i rivali Komperdell si attestano a 0,96 g/cm. Brillano per trazione, grazie alla straordinaria lunghezza della punta in Widia (15 mm), decisamente efficace lungo i terreni cedevoli, e per funzionalità dell’impugnatura. Quest’ultima, di spessore contenuto e di tipo nordico, è parzialmente rivestita (per 80 mm) in sughero, cui s’abbinano laccioli a guantino a sgancio rapido. Sistema di sgancio/aggancio, nel dettaglio, estremamente efficace: prevede la semplice trazione verso l’alto del fermo al vertice dell’impugnatura. Ottima reattività.

Peso

TRASMISSIONE IMPULSI

GRIP AL SUOLO

IMPUGNATURA

Rapporto qualità/prezzo

8,0/10

9,0/10

9,0/10

8,5/10

9,0/10

IL PIÙ


BASTONI VERTICAL \ OUTDOOR RUNNING 2013

La Sportiva Nepal2° Lite 3°

3° POSTO BASTONE VERTICAL

IL PIÙ PESANTE 2° POSTO RIVELAZIONE BASTONE VERTICAL

3° POSTO IL MIGLIOR RAPPORTO BASTONE VERTICAL QUALITÀ PREZZO

Gli unici bastoni della categoria a lunghezza regolabile. Peso accettabile. Inferiori alla media reattività e funzionalità dell'impugnatura. Per i trail. IL TEST Sono gli unici bastoni della categoria a lunghezza regolabile. La personalizzazione della misura si affida a un classico sistema a rotazione con espansore. Nonostante tale tecnologia e tubi in alluminio anziché in carbonio, il peso si attesta a 1,28 g/cm. Valore accettabile e, oltretutto, in linea con i ben più raffinati e costosi Gabel X-7. Il punto debole è rappresentato dall’impugnatura di tipo classico, cui si abbinano laccioli tradizionali che nulla possono rispetto alle prestazioni garantite dai componenti a guantino. Reattività ridotta: la struttura a 3 sezioni non favorisce la trasmissione degli impulsi. Adatti al trail running, anche grazie ai contenuti ingombri per il trasporto (58,0 cm).

LE NOSTRE VALUTAZIONI

223

IL PIÙ IL COSTOSO PIÙ PESANTE

IL PIÙ RIVELAZIONE ECONOMICO

IL MIGLIOR IL PIÙRAPPORTO LEGGERO QUALITÀ PREZZO

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Materiale tubi: alluminio Impugnatura: tradizionale rivestita in foam, lacciolo tradizionale Peso: 158 g Misure: da 58 a 132 cm (regolabile) Prezzo: 49,00 euro Sito: www.lasportiva.com

RILEVAMENTI da 100 a 130 cm (regolabile) 160 g (160 g - 160 g) 1,28 g 29 mm x 25 mm x 135 mm tradizionale 3 mm - 63 mm

LUNGHEZZA PESO PESO al cm DIMENSIONI IMPUGNATURA PUNTA LUNGHEZZA PUNTA

Top Feature: 135 mm

ridotta estensione verticale dell’impugnatura

Peso

TRASMISSIONE IMPULSI

GRIP AL SUOLO

IMPUGNATURA

Rapporto qualità/prezzo

6,0/10

5,0/10

7,0/10

5,0/10

5,5/10

IL PIÙ



BASTONI VERTICAL \ OUTDOOR RUNNING 2013

2° Leki Speedstick

2° POSTO BASTONE VERTICAL

3° POSTO BASTONE VERTICAL

IL PIÙ PESANTE

Peso e reattività ai vertici della categoria. Non altrettanto la funzionalità dell’impugnatura a pomello e del lacciolo tradizionale. Grip nella media. IL TEST Sfiorano il gradino più basso del podio della leggerezza, facendo registrare un valore di 1,19 g/cm contro gli 1,17 g/cm appannaggio di KV+ Race Clip. Sono gli unici bastoni da vertical caratterizzati dall’impugnatura ‘a pomello’ e dal rivestimento in foam esteso lungo il tubo per 20 cm sotto la manopola. Soluzioni funzionali in ambito trail, meno rilevanti in ottica vertical. Lacciolo tradizionale in tessuto morbido: confortevole, ma non efficace in fase di spinta quanto i componenti a guantino. Reattività molto elevata, in linea con i rivali Komperdell. Papera di ridottissime dimensioni, specifica per i vertical, e punta tradizionale anziché la più diffusa e performante configurazione arcuata.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

IL PIÙ COSTOSO

Materiale tubi: carbonio Impugnatura: a pomello Aergon by Leki rivestita in foam, lacciolo tradizionale Peso: 130 g Misure: da 115 a 130 cm ogni 5 cm Prezzo: 179,00 euro Sito: www.leki.it

RILEVAMENTI 120 cm 142,5 g (141 g - 144 g) 1,19 g 31 mm x 27 mm x 150 mm tradizionale 4 mm - 38 mm

LUNGHEZZA PESO PESO al cm DIMENSIONI IMPUGNATURA PUNTA LUNGHEZZA PUNTA

Top Feature: 31 mm x 27 mm

l’impugnatura dallo spessore più generoso della categoria

TRASMISSIONE IMPULSI

GRIP AL SUOLO

IMPUGNATURA

Rapporto qualità/prezzo

7,5/10

9,0/10

7,0/10

6,5/10

5,5/10

2° POSTO BASTONE VERTICAL

IL PIÙ

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati)

Peso

Masters Physique2°0.8

3° 3° POSTO BASTONE VERTICAL

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Materiale tubi: 80% carbonio Impugnatura: nordica parzialmente rivestita in sughero, lacciolo a guantino a sgancio rapido Peso: n.d. Misure: da 100 a 135 cm ogni 5 cm Prezzo: 75,00 euro Sito: www.masters.it

RILEVAMENTI LUNGHEZZA: 125 cm PESO: 150 g (150 g - 150 g) PESO al cm: 1,20 g DIMENSIONI IMPUGNATURA: 26 mm x 22 mm x 165 mm PUNTA: arcuata LUNGHEZZA PUNTA: 7 mm - 45 mm

Top Feature: 165 mm

generosa estensione verticale dell’impugnatura

LE NOSTRE VALUTAZIONI

225

IL PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

Leggerezza, trazione e trasmissione degli impulsi di buon livello, ma non da riferimento. Impugnatura esente da critiche. Favorevole rapporto qualità/prezzo. IL TEST Uno dei punti di forza dei bastoni italiani è rappresentato dai laccioli a guantino a sgancio rapido. Sistema, quest’ultimo, tanto immediato quanto efficace, azionabile con un’unica mano mediante la pressione dell’apposito pulsante al vertice dell’impugnatura; soluzione concettualmente identica a quanto adottato da Gabel. Il peso, sebbene non da riferimento (1,20 g/cm), è lodevole. Analogo discorso per il grip al suolo, affidato a punte (in Widia) arcuate da 7 mm di lunghezza, in affanno solamente in condizioni di fango profondo. Impugnatura dalla generosa estensione verticale. Reattività elevata, sebbene non da riferimento. Papera di ridotte dimensioni, derivata dal nordic walking.

Peso

TRASMISSIONE IMPULSI

GRIP AL SUOLO

IMPUGNATURA

Rapporto qualità/prezzo

7,0/10

8,0/10

7,5/10

9,0/10

8,5/10

IL PIÙ


OUTDOOR RUNNING 2013 \ BASTONI TRAIL RUNNING E VERTICAL

PRODOTTO

1

o

dell’anno

Outdoor Running2° POSTO BASTONE TRAIL RUNNING 2013

SCHEDA RIASSUNTIVA TRAIL RUNNING Modelli testati: 8

E TRAIL RUNN TON

ING

BAS

226

Dynafit X4 Performance

2°2°

2°2° POSTO POSTO 3° POSTO BASTONE BASTONE BASTONE TRAIL TRAIL RUNNING TRAIL RUNNING RUNNING

Masters Nordic Lite

3°3° 3°3° POSTO POSTOIL PIÙ PESANTE BASTONE BASTONE TRAIL TRAIL RUNNING RUNNING

Komperdell Carbon Expedition Solid 4

RIVELAZIONE IL IL PIÙ PIÙ PESANTE PESANTE

IL MIGLIOR RIVELAZION RIVELAZI RAPPO QUALITÀ PREZ

KV+ Adula Carbon Clip

CONCLUSIONI

A tutto carbonio Dynafit X4 Performance per i trail, Komperdell Carbon Featherlight per i vertical: ecco i migliori bastoni in comparativa. Condividono leggerezza, reattività e grip al suolo. Spopolano le fibre composite. I laccioli a guantino prevalgono sui componenti tradizionali

R

PRODOTTO

SCHEDA RIASSUNTIVA VERTICAL Modelli testati: 7

ONE VERTICA AST

L

B

eattività e leggerezza di un modello a misura fissa abbinate alle contenute dimensioni per il trasporto di un prodotto a lunghezza regolabile. Ecco le ‘carte vincenti’ di Dynafit X4 Performance, migliori bastoni da trail running in comparativa. Forti di un peso contenuto (1,54 g/cm), di un sistema di bloccaggio delle 4 sezioni tanto semplice quanto efficace e di una struttura solida, irrobustita dalla protezione in Titanal della parte terminale. Ideali per trail di ogni tipo sebbene i laccioli tradizionali non siano confortevoli ed efficaci in fase di spinta quanto i componenti a guantino. I Komperdell Carbon Expedition Solid 4, pressoché identici tecnicamente, divergono per l’impugnatura tradizionale anziché nordica, il peso lievemente superiore e, parametro tutt’altro che irrilevante, il prezzo più elevato (139,95 euro invece di 125,00). Differenze che li relegano al terzo posto. Meritano il secondo gradino del podio i Masters Nordic Lite. Leggerissimi, specie considerando la possibilità di regolazione della misura, caratterizzati dallo sgancio rapido del lacciolo a guantino, da riferimento per funzionalità, e dal prezzo aggressivo. Insidierebbero il primato se le dimensioni per il trasporto fossero più contenute. Il premio ‘splendidi incompiuti’, infine, spetta a Gabel: economici, solidi, facilmente regolabili, con un’impugnatura ergonomica e, soprattutto,

1

o

dell’anno

Outdoor Running2° POSTO BASTONE VERTICAL 2013

Komperdell Carbon Featherlight

un eccezionale grip al suolo. Peccato che peso e ingombri per il trasporto siano tutt’altro che contenuti. Massa che penalizza anche Leki, altrimenti tra i migliori sul mercato. In ambito vertical, i Komperdell Carbon Featherlight sbaragliano la concorrenza grazie al peso ridottissimo, da record (0,96 g/cm), all’impugnatura corredata di lacciolo a guantino a sgancio rapido, all’eccezionale reattività e alla buona trazione. A fronte di un prezzo allineato quando non inferiore alla media. Doti universalmente condivise da KV+ Race Clip, forti peraltro di un grip eccezionale. Ai bastoni svizzeri sfugge il primato a causa del peso che, sebbene lodevole, è superiore a Komperdell: 1,17 g/cm contro 0,96 g/cm. Terzo gradino del podio per un modello concreto, pratico, caratterizzato da prestazioni nella media, da un’impugnatura inappuntabile per efficacia e da un prezzo aggressivo: Masters Physique 0.8. ‘Splendidi incompiuti’, infine, gli ATK Race Vertical: da applausi quanto a leggerezza, ma relegati ai piedi del podio dai laccioli tradizionali anziché a guantino e dalle papere derivate dallo scialpinismo che limitano la trazione lungo rocce e pietre smosse.

2°2°

2°2° POSTO POSTO 3° POSTO BASTONE BASTONE BASTONE VERTICAL VERTICAL VERTICAL

KV+ Race Clip

3°3° 3°3° POSTO POSTOIL PIÙ PESANTE BASTONE BASTONE VERTICAL VERTICAL

Masters Physique 0.8

RIVELAZIONE IL IL PIÙ PIÙ PESANTE PESANTE

Masters Physique 0.8

IL MIGLIOR RIVELAZION RIVELAZI RAPPO QUALITÀ PREZ


BASTONI TRAIL RUNNING E VERTICAL \ OUTDOOR RUNNING 2013

ECONOMICO 3° RIVELAZIONE POSTO 3° POSTO RAPPORTO POSTO IL PIÙ PESANTEIL PIÙ PESANTE IL PIÙ COSTOSO RIVELAZIONE 3° POSTO RIVELAZIONE IL PIÙIL ECONOMICO MIGLIOR RAPPORTO IL MIGLIOR IL PIÙRAPPORTO PESANTEIL PIÙ IL PIÙ COSTOSORIVELAZIONE IL PIÙ COSTOSO IL PIÙ LEGGEROIL MIGLIOR2° LEGGERO NG BASTONE TRAILBASTONE RUNNINGTRAIL RUNNING BASTONE TRAIL RUNNING BASTONE TRAIL RUNNING QUALITÀ PREZZO QUALITÀ PREZZO QUALITÀ PREZZO

Ferrino Eiger (1,02 g/cm)

Gabel Alta Quota FL - Leki Micro Vario Carbon (1,92 g/cm)

Gabel Alta Quota FL (49,95 euro)

Leki Micro Vario Carbon (149,00 euro)

IL PIÙ ECONOMICO IL MIGLIOR IL PIÙ ECONOMICO RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

IL PIÙ IL PIÙ LEGGERO ILCOS PIÙ

Masters Nordic Lite

ECONOMICO 3° RIVELAZIONE POSTO 3° POSTO RAPPORTO POSTO IL PIÙ PESANTEIL PIÙ PESANTE IL PIÙ COSTOSO RIVELAZIONE 3° POSTO RIVELAZIONE IL PIÙIL ECONOMICO MIGLIOR RAPPORTO IL MIGLIOR IL PIÙRAPPORTO PESANTEIL PIÙ IL PIÙ COSTOSORIVELAZIONE IL PIÙ COSTOSO IL PIÙ LEGGEROIL MIGLIOR2° LEGGERO BASTONE VERTICAL BASTONE VERTICAL BASTONE VERTICAL BASTONE VERTICAL QUALITÀ PREZZO QUALITÀ PREZZO QUALITÀ PREZZO

Komperdell Carbon Featherlight (0,96 g/cm)

227

Gabel X-7 - La Sportiva Nepal Lite (1,28 g/cm)

La Sportiva Nepal Lite (49,00 euro)

Leki Speedstick (179,00 euro)

IL PIÙ ECONOMICO IL MIGLIOR IL PIÙ ECONOMICO RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

IL PIÙ IL PIÙ LEGGERO ILCOS PIÙ

Komperdell Carbon Featherlight - KV+ Race Clip


Zaini idrici

Tutto intorno a te 17 zaini idrici a confronto con capienze comprese tra 0,4 e 25 litri per tutte le esigenze. Leggerezza, stabilità, traspirazione e comfort gli obiettivi universalmente perseguiti Le immagini di questo test sono state scattate da ©Damiano Levati

C

orrere lontano dall’asfalto significa immergersi nella natura. Confrontarsi con essa. Da un lato godendo di luoghi incontaminati, dell’adrenalina del gesto atletico e del contatto diretto con l’ambiente circostante, dall’altro fronteggiando gli agenti atmosferici, il repentino mutare delle condizioni climatiche e gli imprevisti che l’attività outdoor può implicare. Per vivere al meglio ogni chilometro è necessario essere preparati, non solo fisicamente. È necessario, soprattutto, poter disporre in ogni istante di acqua, cibo, capi d’abbigliamento e dotazioni di sicurezza. Ovvero disporre di uno zaino. Le Case costruttrici propongono una vasta gamma di prodotti più o meno specifici per il running, caratterizzati da capienze e soluzioni di carico diversificate, spesso creando ibridi multisport votati tanto alla corsa quanto al ciclismo e allo scialpinismo. Spaziando da modelli leggerissimi, ridotti ai minimi termini, a sacchi complessi, forti di molteplici scomparti, alternando soluzioni classiche a ritrovati arditi e futuristici. Scegliere uno zaino ‘a secco’ costituisce un salto nel vuoto? Questa comparativa vuole essere il giusto paracadute. Un confronto serrato tra 17 modelli dalla diversa capienza e vocazione; così che chiunque trovi il prodotto adatto alle proprie esigenze.

Con un punto di contatto: la necessità di dissetarsi, quindi di disporre di sistemi idrici efficaci.

Lo zaino ideale I modelli da trail running sono chiamati ad abbinare una buona capacità di carico a un’elevata traspirazione, puntando al comfort sulle lunghe distanze piuttosto che alla leggerezza estrema. La robustezza è un valore fondamentale, al pari della ricchezza di soluzioni per il trasporto d’acqua, alimenti e dotazioni tecniche quali i bastoni. In estrema sintesi, agli zaini endurance è richiesta massima praticità. I modelli destinati all’allenamento e allo skyrunning, diversamente, mirano soprattutto al contenimento del peso, spingendosi al limite; sacrificando capienza e modularità sull’altare della leggerezza. La stabilità è un parametro cruciale, in quanto presupposto per ottenere prestazioni elevate. Zaini diversi per utenti diversi. Corridori votati alle lunghe distanze da una parte, skyrunner e amanti della corsa in montagna dall’altra.

Il test sul campo Per garantire parità di trattamento tra i diversi modelli, ogni zaino è stato testato lungo un percorso identico, ripetuto più volte ad anello, che includesse traversi, pendii di 45°, terreno compatto e pietre smosse. Ogni sacco è stato riempito al 95% della propria capienza, facendo in modo che quanto trasportato, compatibilmente con le diverse capacità di carico, raggiungesse il peso di 2,0 kg. Dato cui aggiungere borracce e sacche idriche riempite a raso. Lo sviluppo del percorso ha incluso strade bianche, mulattiere e sentieri. I testatori, durante le fasi dinamiche, hanno ripetutamente affrontato gesti tecnici quali carico e fissaggio dei bastoni, estrazione e riposizionamento delle borracce, apertura e chiusura delle cerniere a guanti indossati.

Il metro di giudizio Indipendentemente dalla destinazione d’uso di uno zaino, la leggerezza è un requisito cardine. Analogo discorso per il comfort che, specie sulle lunghe distanze, non è legato esclusivamente alla stabilità di un prodotto, ma anche alla disponibilità di tasche, all’ergonomia degli innesti delle borracce, alla traspirazione dello schienale, all’affaticamento provocato dagli spallacci in condizioni di pieno carico e, non ultimo, alla disponibilità e facilità di regolazione della cintura lombare e pettorale. Il giudizio sul comfort è pertanto influenzato da una nutrita serie di elementi e implica la valutazione dei dati emersi dai rilevamenti strumentali, con particolare attenzione all’ampiezza dell’appoggio dorsale. Questa concerne infatti la larghezza dello schienale in corrispondenza di due punti nevralgici: le vertebre toracico/cervicali e la zona lombare. Zona lombare che, qualora la cintura ventrale si presenti senza soluzione di continuità rispetto al sacco, vede l’estensione della misurazione a tale componente.



230

OUTDOOR RUNNING 2013 \ ZAINI IDRICI

Arc'teryx Aerios 10 È adatto all’escursionismo giornaliero piuttosto che alla corsa. La stabilità non è da riferimento. Efficace il sistema di trasporto dei bastoni. IL TEST Lo schienale semi rigido, ventilato mediante canali d’aria, incide negativamente sul peso. Sebbene forte di cintura lombare e cinghia pettorale, non brilla per stabilità. Gli spallacci, non molto ampi (57 mm), sono di generoso spessore. Appoggio dorsale ridotto. Scomparto principale accessibile mediante zip ad arco perimetrali. Tasca interna dedicata alla sacca idrica, corredata di fenditure per la fuoriuscita della cannula dal vertice dello zaino. Le tasche a rete laterali sono funzionali per contenere delle barrette energetiche, ma non trattengono una borraccia. Efficace sistema di trasporto dei bastoni mediante laccioli e innesto dei tubi alla base della superficie esterna. Per escursionismo.

Volume: 10 l Scomparti: principale con 2 tasche interne + 2 tasche esterne Idratazione: predisposizione per sacca idrica Peso: 420 g Colori: nero, azzurro Prezzo: 80,00 euro Sito: www.arcteryx.com

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 424 g ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE: 41,0 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE: 21,5 cm - 24,0 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 57 mm

Top Feature 21,5 e 24,0 cm appoggio dorsale molto contenuto

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

5,5/10

6,0/10

6,0/10

5,0/10

PRODOTTO

O SKYRUNNIN AIN

G

Camp Trail Vest Light

Z

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati)

1

o

dell’anno

Outdoor Running 2013

Leggerissimo, stabile e predisposto per ospitare sia la sacca idrica sia 2 borracce. Ampia disponibilità di tasche. Ottimo rapporto qualità/prezzo.

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati)

IL TEST Schienale e spallacci in mesh a trama ampia. Il peso è tra i migliori della categoria (309 g). Disponibile nelle taglie S, M e L, è dotato di uno scomparto principale accessibile mediante zip frontale a tutta lunghezza e di 2 tasche porta accessori collocate sia lungo gli spallacci sia lungo la cintura lombare. Ottima stabilità e traspirazione, specie a pieno carico. Generosa tasca dedicata alla sacca idrica e curato fissaggio della cannula. Efficace il sistema di trasporto dei bastoni, purché regolati a media lunghezza. Cintura lombare e cinghia pettorale corredate di un dispositivo per l’apertura rapida: ottima idea, nella pratica però spesso fallace. Per trail di ogni livello e distanza.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Volume: 10 l Scomparti: principale + 2 tasche lungo gli spallacci + 2 tasche lungo la cintura lombare Idratazione: predisposizione per sacca idrica + 2 innesti per borracce Peso: 320 g (taglia M) Colori: arancio/nero Prezzo: 82,00 euro Sito: www.camp.it

RILEVAMENTI TAGLIA: M PESO: 309 g ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE: 44,0 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE: 21,0 cm - 21,0 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 103 mm

Top Feature 103 mm

eccezionale ampiezza degli spallacci

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

8,5/10

9,0/10

9,0/10

8,5/10


ZAINI IDRICI \ OUTDOOR RUNNING 2013

Dakine AMP 12L

2° POSTO ZAINO RUNNING OFF ROAD

3° POSTO ZAINO RUNNING OFF ROAD

IL PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

231

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

(sistema idrico/borracce inclusi)

Peso proibitivo anche tenendo conto della presenza di serie del sistema idrico. Ampia disponibilità di scomparti e tasche interne. Per escursionismo. IL TEST Adatto all’escursionismo e al ciclismo piuttosto che al running. Pur considerando la presenza del sistema idrico, forte di una sacca Hydrapak da 3 litri di capienza, il peso è proibitivo (1.064 g). Ottima traspirazione grazie alla rete semi rigida che impedisce il contatto diretto del dorso con la schiena. Eccezionale disponibilità di tasche interne e scomparti. Privo di qualsiasi dispositivo per il trasporto dei bastoni. In compenso non mancano un telo anti pioggia e, a scomparsa, per il fissaggio del casco. Comfort ottimale, stabilità non eccezionale: si percepisce la necessità di una maggiore aderenza al corpo. Non adatto ai trail: difetta di tasche esterne per le barrette energetiche.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Volume: 12 l Scomparti: principale con 4 tasche interne + 2 secondarie Idratazione: sacca idrica da 3 litri di serie + cannula Peso: n.d. Colori: nero, blu, grigio/giallo Prezzo: 110,00 euro Sito: www.dakine.com

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 1.064 g (sistema idrico incluso) ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE: 38,0 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE: 22,0 cm - 45,0 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 67 mm

Top Feature 38,0 cm

contenuta estensione verticale dello schienale

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

2,0/10

6,0/10

9,0/10

5,5/10

Dynafit X4 Performance Duplice vocazione: running e ciclismo off road. Peso nella media. Ben posizionato il porta borraccia laterale, instabile quello lungo lo spallaccio.

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati)

IL TEST Nasce con una duplice vocazione: running e ciclismo off road. Tradiscono tale impostazione la presenza di un gancio per il trasporto della bicicletta e il telo a scomparsa per fissare il casco. Ne risente il peso, nella media ma non da riferimento. Alla generosa (49,0 cm) estensione verticale dello schienale si accompagna una superficie di appoggio dorsale non molto ampia. Buona stabilità da parte dello zaino, scarsissima da parte del porta borraccia lungo lo spallaccio. In compenso, l’innesto laterale per la bottiglia è posizionato correttamente. Ottima traspirazione. Funzionale il sistema di trasporto dei bastoni, sebbene richieda pratica. Particolarmente adatto per il triathlon alpino.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Volume: 12 l Scomparti: principale + secondario + 2 tasche laterali Idratazione: predisposizione per sacca idrica + 2 innesti per borracce Peso: 300 g Colori: bianco/verde Prezzo: 100,00 euro Sito: www.dynafit.it

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 375 g ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE: 49,0 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE: 21,0 cm - 35,0 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 59 mm

Top Feature 49,0 cm

generosa estensione verticale dello schienale

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

6,5/10

7,0/10

8,0/10

6,0/10


GLIOR RAPPORTO UALITÀ PREZZO

232

OUTDOOR RUNNING 2013 \ ZAINI IDRICI

Ferrino X-Track 8 IL PIÙ COSTOSO

IL PIÙ ECONOMICO

IL PIÙ LEGGERO

(senza sistema idrico)

Leggerissimo e altrettanto essenziale, è adatto allo skyrunning. Manca una tasca specifica per la sacca idrica. Scarsa traspirazione. Prezzo da discount.

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Volume: 8l Scomparti: principale + 2 tasche lungo la cintura lombare + 2 tasche lungo gli spallacci Idratazione: predisposizione per sacca idrica Peso: 240 g Colori: nero/giallo Prezzo: 38,00 euro Sito: www.ferrino.it

IL TEST Straordinaria leggerezza (233 g), eccessiva essenzialità. Non è previsto alcun alloggiamento specifico per la sacca idrica; inserendola nello scomparto principale, corredato di zip frontale a tutta lunghezza, lo spazio rimanente si riduce fortemente. Manca, del resto, anche un sistema dedicato al trasporto dei bastoni. Funzionali le due tasche lungo la cintura lombare, in grado di ospitare barrette energetiche e piccoli oggetti, non altrettanto quelle lungo gli spallacci, di dimensioni troppo contenute. Porta borraccia a spallaccio opzionali (10,00 euro). Traspirazione molto ridotta. Stabilità solo discreta una volta a pieno carico. Leggerezza ed essenzialità lo rendono adatto allo skyrunning.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

IL PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 233 g ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE: 44,5 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE: 25,0 cm - 55,0 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 66 mm

Top Feature 66 mm

ampiezza degli spallacci nella media

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

9,5/10

6,0/10

5,0/10

6,5/10

Haglöfs Gram 15

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

IL PIÙ COSTOSO

IL PIÙ ECONOMICO

IL PIÙ LEGGERO

(senza sistema idrico)

La scarsa stabilità a pieno carico e il peso elevato lo rendono adatto all’escursionismo piuttosto che alla corsa. Tasche capienti lungo la cintura lombare. IL TEST Lo schienale, dallo sviluppo verticale nella media, è caratterizzato da canali di ventilazione laterali e dotato di una profonda tasca sommitale dedicata alla sacca idrica. Decisamente funzionali e capienti le tasche lungo la cintura lombare. Non altrettanto quelle laterali a rete; trattengono saldamente le borracce grazie agli appositi elastici, ma non ne agevolano l’estrazione costringendo a poggiare a terra il sacco. Colonna d’acqua superiore a 1.000 mm. Peso elevato. Regolazioni efficaci, ma stabilità tutt’altro che da riferimento: a pieno carico non aderisce alla schiena e tende a oscillare, compromettendo il comfort. Effetto cui peraltro concorre la non eccezionale traspirazione.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Volume: 15 l Scomparti: principale con 1 tasca interna + 2 tasche lungo la cintura lombare + 2 tasche esterne Idratazione: predisposizione per sacca idrica Peso: 490 g Colori: nero, blu, rosa Prezzo: 110,00 euro Sito: www.haglofs.com

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 487 g ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE 43,0 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE 23,5 cm - 70,0 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 58 mm

Top Feature 58 mm

contenuta ampiezza degli spallacci

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

5,0/10

5,0/10

5,5/10

4,5/10


ZAINI IDRICI \ OUTDOOR RUNNING 2013

Hydrapak E-Lite Vest

IL PIÙ COSTOSO

IL PIÙ ECONOMICO

IL PIÙ LEGGERO

(sistema idrico/borracce inclusi)

Alternativa alla cintura porta borraccia. Capienza pressoché nulla (0,4 l) fatta eccezione per 2 piccole tasche e una sacca idrica da 1 L. Leggerissimo.

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Volume: 0,4 l Scomparti: principale riservato alla sacca idrica + 2 tasche lungo gli spallacci Idratazione: sacca idrica da 1 litro di serie + cannula Peso: 281 g (sistema idrico incluso) Colori: bianco/rosso, blu Prezzo: 59,99 $ - 46,00 euro Sito: www.hydrapak.com

IL TEST Una valida alternativa alla cintura porta borraccia. Leggerissimo e altrettanto essenziale, prevede unicamente uno scomparto frontale, dedicato alla sacca idrica da 1 litro (di serie), e 2 piccole tasche, estensibili e corredate da zip, lungo gli spallacci. Tasche, nel dettaglio, sufficientemente dimensionate per accogliere barrette energetiche e telefoni cellulari. È dotato esclusivamente della cinghia pettorale; non è prevista la classica cintura lombare. Una ‘mancanza’ che non incide sulla stabilità, elevata grazie soprattutto alla massa ridotta e alla generosa ampiezza (71 mm) degli spallacci. Ottimo il comfort. Adatto per allenamenti e skyrace brevi con condizioni climatiche ottimali.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

2° IL PIÙ PESANTE 2° POSTO RIVELAZIONE ZAINO RUNNING OFF ROAD

233

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 301 g (sistema idrico incluso) ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE: 35,0 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE: 22,0 cm - 26,0 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 71 mm

Top Feature 35,0 cm

lo ‘zaino’ più corto della categoria

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

9,0/10

8,0/10

9,0/10

7,0/10

Kalenji Acqua Small

IL 3°MIGLIOR POSTO RAPPORTO ZAINO RUNNING OFFPREZZO ROAD QUALITÀ

IL PIÙ COSTOSO IL PIÙ PESANTE

IL PIÙ ECONOMICO RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO IL PIÙ LEGGERO QUALITÀ PREZZO

IL PIÙ ECONOMICO

(con sistema idrico/borracce inclusi)

Rapporto qualità/prezzo imbattibile. Non brilla per stabilità, mentre il peso rientra nella media della categoria. Ideale per i neofiti della corsa off road. IL TEST Rapporto qualità/prezzo strepitoso. Scomparto principale con zip lungo la parte sommitale. La tasca frontale può ospitare piccoli oggetti oppure fungere da innesto per i tubi durante il trasporto dei bastoni, al cui fissaggio concorre l’elastico esterno. Finiture di buona qualità. Lungo le estremità sono ricavate due fenditure (gestibili mediante zip) per i carichi passanti. Lo schienale, dallo sviluppo verticale abbastanza contenuto, è caratterizzato da una profonda tasca sommitale dedicata alla sacca idrica da 2 L. Peso nella media, discreta stabilità: gli spallacci avvolgono il busto, ma il dorso non aderisce con precisione al corpo anche a causa della ridotta superficie d’appoggio lombare.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

IL PIÙ COSTOSO

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Volume: 6l Scomparti: principale + 1 tasca esterna + 2 tasche lungo gli spallacci Idratazione: sacca idrica da 2 litri di serie + cannula Peso: n.d. Colori: grigio/arancio Prezzo: 19,95 euro Sito: www.kalenji-running.com

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 422 g (sistema idrico incluso) ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE: 40,5 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE: 22,0 cm - 18,0 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 68 mm

Top Feature 18,0 cm

ridottissima superficie d’appoggio lombare

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

6,5/10

6,5/10

6,5/10

9,5/10



ZAINI IDRICI \ OUTDOOR RUNNING 2013

235

La Sportiva Stratos Race Nasce per lo scialpinismo agonistico, ma si presta anche al running. Lodevole leggerezza. Funzionale lo scomparto secondario ad apertura rapida in velcro. IL TEST Zaino da scialpinismo agonistico ‘prestato’ al mondo del running. Scomparto principale con zip lungo la parte sommitale e tasca interna dedicata alla sacca idrica. Lo scomparto secondario, originariamente destinato ai ramponi, grazie alla chiusura in velcro consente un accesso rapido al contenuto mediante un’unica mano. Discreta traspirazione. Peso tra i migliori della categoria. Cinghia pettorale e cintura lombare affidate a sottili fettucce dalle regolazioni tutt’altro che intuitive. Stabilità nella media. Trazione delle cerniere agevole anche a guanti indossati. Comfort limitato: la struttura cedevole tende a chiudersi su se stessa. Trasporto dei bastoni analogo a quanto previsto per gli sci.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Volume: n.d. Scomparti: principale con 1 tasca interna + secondario con chiusura in velcro Idratazione: predisposizione per sacca idrica Peso: 560 g Colori: nero/giallo Prezzo: 70,00 euro Sito: www.lasportiva.com

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 343 g ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE: 50,0 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE: 24,0 cm - 39,0 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 60 mm

Top Feature 50,0 cm

generoso sviluppo verticale dello schienale

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

7,5/10

7,5/10

6,0/10

6,5/10

Lafuma Ultra Trail 3 Leggero, stabile e forte sia della predisposizione per la sacca idrica sia di 2 innesti per le borracce lungo gli spallacci. Traspirazione discreta.

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati)

IL TEST Leggero e curato. Oltre alla predisposizione per la sacca idrica prevede 2 innesti per le borracce, corredati di sistema anti scalzamento, lungo gli spallacci. La tasca frontale con parziale chiusura in velcro può ospitare piccoli oggetti oppure fungere da innesto per i tubi durante il trasporto dei bastoni, al cui fissaggio concorre l’elastico esterno. Buona stabilità dello zaino, meno da parte delle borracce, che oscillano durante la corsa; in aggiunta, il sistema anti scalzamento richiede l’impiego di entrambe le mani per essere gestito. Traspirazione discreta. Lo scomparto principale da 3 litri ospita la tasca dedicata alla sacca idrica: una volta inserita lo spazio residuo è molto ridotto.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Volume: 3l Scomparti: principale con 2 tasche interne + 1 tasca frontale + 1 tasca lungo la cintura lombare + 2 tasche lungo gli spallacci Idratazione: predisposizione per sacca idrica + 2 innesti per borracce Peso: 360 g Colori: arancio/grigio, nero Prezzo: 60,00 euro Sito: www.lafuma.com

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 347 g ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE: 48,0 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE: 23,0 cm - 80,0 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 63 mm

Top Feature 80,0 cm

eccezionale ampiezza lombare dovuta alla cintura in pezzo unico con lo zaino

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

7,5/10

7,5/10

6,5/10

7,5/10


236

OUTDOOR RUNNING 2013 \ ZAINI IDRICI

Mammut MTR 201

IL PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

IL PIÙ COSTOSO

IL PIÙ ECONOMICO

IL PIÙ LEGGERO

(senza sistema idrico)

Adatto a trail di media lunghezza e skyrace. Leggerissimo, difetta di un sistema di trasporto dei bastoni. Ampia disponibilità di tasche. Buon comfort. IL TEST 222 g: un vero e proprio record! Leggerezza e cura costruttiva ai massimi livelli. Allo scomparto principale, accessibile mediante zip a tutta lunghezza, si abbinano svariate tasche: frontale, laterali in rete e a doppio innesto lungo lo spallaccio sinistro. Lo schienale, dallo sviluppo verticale contenuto (40,0 cm), è caratterizzato da una profonda fenditura sommitale dedicata alla sacca idrica. Stabilità solo discreta a causa della mancanza della cintura lombare. Buono il comfort grazie soprattutto al dorso traspirante. Un peccato l’assenza del sistema dedicato al trasporto dei bastoni, previsto per la più capiente versione da 10+2 litri. Ampiezza degli spallacci contenuta (55 mm).

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Volume: 7l Scomparti: principale + 1 tasca frontale + 2 tasche laterali + 1 tasca lungo gli spallacci Idratazione: predisposizione per sacca idrica + 1 innesto per borraccia Peso: 215 g Colori: verde/grigio, nero/grigio Prezzo: 80,00 euro Sito: www.mammut.ch

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 222 g ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE: 40,0 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE: 23,0 cm - 33,0 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 55 mm

Top Feature 55 mm

limitata ampiezza degli spallacci

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

10/10

6,5/10

8,0/10

7,0/10

Millet Level 25

2° POSTO ZAINO RUNNING OFF ROAD

3° POSTO ZAINO RUNNING OFF ROAD

IL PIÙ PESANTE

(senza sistema idrico)

Un ottimo zaino da escursionismo veloce. Il peso ne pregiudica le ambizioni in ottica running. Lodevole efficacia del sistema di trasporto dei bastoni. IL TEST Destinato all’escursionismo piuttosto che al running. Capienza notevole (25 litri), peso altrettanto: 683 g costituiscono uno dei peggiori risultati tra gli zaini privi di sistema idrico integrato. Lo schienale ventilato, con una profonda fenditura sommitale dedicata alla sacca idrica, abbina una generosa estensione verticale (52,0 cm) a un’ampia superficie d’appoggio dorsale. Lo scomparto principale è accessibile mediante una zip ad arco, il secondario tramite una cerniera frontale. Tanto funzionale quanto intuitivo il sistema di trasporto dei bastoni. Regolazioni ottimali, al pari del comfort. Cintura lombare ampia, a tutto vantaggio della distribuzione del carico in corrispondenza delle anche.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Volume: 25 l Scomparti: principale con 1 tasca interna + secondario + 2 tasche laterali + 1 tasca lungo la cintura lombare Idratazione: predisposizione per sacca idrica Peso: 760 g Colori: verde, nero Prezzo: 101,00 euro Sito: www.millet.fr

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 683 g ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE: 52,0 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE: 28,5 cm - 61,0 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 60 mm

Top Feature 52,0 cm

notevole estensione verticale dello schienale

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

4,0/10

7,5/10

8,0/10

6,0/10

RIVELAZIO


ZAINI IDRICI \ OUTDOOR RUNNING 2013

Osprey Viper 9 Il peso elevato (827 g sistema idrico incluso) lo destina all’escursionismo veloce piuttosto che al running. Ampia disponibilità di tasche e scomparti. IL TEST Peso molto elevato (827 g) pur tenendo conto della presenza del sistema idrico integrato di serie, forte di una sacca dalla generosa capienza (3 litri). Caratteristica che lo destina all’escursionismo veloce e al ciclismo piuttosto che al running. Lodevole, nel dettaglio, l’alloggiamento della sacca idrica, orientato in direzione dello spallaccio nel quale s’innesta, mediante zip, la cannula. Schienale semi rigido a elevata traspirazione. Sistema di fissaggio rapido per il casco: può essere utilizzato anche per il trasporto dei bastoni. Buona stabilità: contribuisce la facilità di regolazione della cinghia pettorale e della cintura lombare (amovibile). Spallacci ampi e ventilati. Confortevole.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Volume: 9l Scomparti: principale + 2 secondari con 1 tasca interna + 2 tasche laterali + 1 tasca frontale + 1 tasca lungo gli spallacci Idratazione: sacca idrica da 3 litri di serie + cannula Peso: 505 g Colori: verde, blu, rosso, grigio Prezzo: 85,00 euro Sito: www.ospreypacks.com

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 827 g (sistema idrico incluso) ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE: 46,5 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE: 21,5 cm - 30,0 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 67 mm

Top Feature 3 litri

sacca idrica di serie dalla notevole capienza

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

4,0/10

7,5/10

8,0/10

6,0/10

237


Salomon Advanced Skin S-Lab 12 Set 3°

3° POSTO ZAINO RUNNING OFF ROAD

IL PIÙ PESANTE

ZA

OUTDOOR RUNNING 2013 \ ZAINI IDRICI

PRODOTTO

TRAIL RUNNIN INO

1

G

FF ROAD

238

o

dell’anno

Outdoor RunningRAPPORTO IL MIGLIOR QUALITÀ 2013 PREZZO

RIVELAZIONE

IL PIÙ COSTOSO

IL PIÙ ECONOMICO

IL PIÙ LEGGERO

(sistema idrico/borracce inclusi)

Lo zaino ideale per gli ultra trail: stabile, confortevole, dalla ricca dotazione. Sacca idrica di serie da 1,5 litri. Tanto professionale quanto costoso. IL TEST L’arma per gli ultra trail. Avvolgente quanto un capo d’abbigliamento, non a caso è disponibile nelle taglie XS/S, M/L e XL, è corredato sia del sistema idrico integrato con sacca da 1,5 litri, sia di 2 innesti per le borracce lungo gli spallacci. Cannula schermata dal freddo. Scomparti e tasche a profusione. Sistema di trasporto dei bastoni efficace. Tanta ricchezza nelle dotazioni si riflette negativamente sul peso (751 g), abbastanza elevato. Scomparto principale accessibile da entrambi i lati mediante zip lungo le estremità. Perfettibile la funzionalità delle cinghie pettorali e lombari. Notevole ampiezza degli spallacci (75 mm). Per trail runner di alto livello non intimoriti dal peso.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Volume: 12 l Scomparti: principale con separatore del carico + secondario + 1 tasca frontale + 4 tasche laterali/lungo la cintura lombare + 2 tasche lungo gli spallacci Idratazione: sacca idrica da 1,5 litri di serie + cannula + 2 innesti per borracce Peso: 530 g Colori: nero/rosso Prezzo: 173,00 euro Sito: www.salomon.com

RILEVAMENTI TAGLIA: M/L PESO: 751 g (sistema idrico incluso) ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE: 41,0 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE: 23,5 cm - 65,0 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 75 mm

Top Feature

Alla sacca idrica da 1,5 litri si aggiungono 2 innesti per borracce

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

5,0/10

9,0/10

9,0/10

6,0/10

Scott TP 10 Leggerissimo. Alla predisposizione per la sacca idrica abbina 2 innesti laterali per borracce da 0,5 L. Stabilità e comfort discreti. Prezzo aggressivo. IL TEST Tanto semplice quanto funzionale. Alla tasca per la sacca idrica, collocata internamente allo scomparto principale accessibile mediante zip frontale a tutta lunghezza, si aggiungono due innesti laterali, corredati di elastici anti scalzamento, per borracce da 0,5 l (fornite di serie). Il peso è tra i migliori della categoria (299 g), anche qualora si considerino le citate borracce (25,5 g l’una). Notevole estensione verticale dello schienale. Ampiezza degli spallacci molto ridotta (53 mm). Stabilità discreta, non da riferimento: la cintura lombare è ridotta ai minimi termini. Funzionale il sistema di trasporto dei bastoni. Traspirazione discreta: inferiore ai rivali Camp e The North Face.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Volume: 9l Scomparti: principale con 2 tasche interne + 2 tasche frontali + 2 tasche lungo gli spallacci Idratazione: predisposizione per sacca idrica + 2 innesti per borracce + 2 borracce da 0,5 l Peso: 160 g Colori: nero/verde Prezzo: 59,90 euro Sito: www.scott-sports.com

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 299 g - 350 g (2 borracce incluse) ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE: 53,0 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE: 22,0 cm - 38,5 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 53 mm

Top Feature 53,0 cm

l’estensione verticale dello schienale più generosa della categoria.

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

9,0/10

7,5/10

7,0/10

8,5/10


ZAINI IDRICI \ OUTDOOR RUNNING 2013

239

The North Face Enduro 13 Hydration Pack Peso nella media, stabilità ai vertici della categoria grazie agli spallacci che si uniscono mediante velcro all’altezza dello sterno. Buona traspirazione. IL TEST Il punto di forza è rappresentato dalla stabilità garantita dalla struttura decisamente avvolgente. Quest’ultima caratterizzata dagli spallacci che si uniscono mediante velcro all’altezza dello sterno in una sorta di ‘abbraccio’. Soluzione cui, oltretutto, si aggiunge una generosa cintura lombare. Lo scomparto principale è accessibile unicamente mediante una zip lungo la parte sommitale; operazione tutt’altro che agevole. All’interno di tale scomparto è collocata la tasca per la sacca idrica. Non mancano due innesti laterali, corredati di elastici anti scalzamento, per borracce da 0,5 litri (fornite di serie). Buona traspirazione. Sistema integrato per il trasporto dei bastoni. Peso nella media.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

2° POSTO ZAINO RUNNING OFF ROAD

3° POSTO ZAINO RUNNING OFF ROAD

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Volume: 8l Scomparti: principale + 2 tasche lungo la cintura lombare Idratazione: predisposizione per sacca idrica + 2 innesti per borracce + 2 borracce da 0,5 l Peso: 383 g Colori: nero Prezzo: 80,00 euro Sito: www.thenorthface.com

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 376 g - 507 g (2 borracce incluse) ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE: 47,0 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE: 24,0 cm - 78,0 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 65 mm

Top Feature Tasca interna

dimensionata per ospitare una sacca idrica da 2 L

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

6,5/10

9,0/10

7,0/10

7,5/10

Ultraspire Revolution IL PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

Conformazione a gilet, scomparto porta borraccia ‘a culla’ e peso ai vertici della categoria. Ridotta capacità di carico. Elevata traspirazione e stabilità. IL TEST Quanto di più essenziale: conformazione a gilet e scomparto porta borraccia (da 0,77 L) di generose dimensioni sagomato ‘a culla’ nonché orientato orizzontalmente per un’estrazione rapida e intuitiva. Punto di forza di tale soluzione è l’inserimento, alla base del citato vano, di una calamita in grado, almeno sulla carta, di mantenere in sede la borraccia. Obiettivo centrato durante la fase dinamica: togliendo lo zaino, al contrario, la bottiglia cade al suolo. Il peso è ai vertici della categoria; non così la capacità di carico, ridotta al minimo. Laborioso l’innesto della cinghia ventrale nell’apposito fermo. Apprezzabili stabilità e traspirazione. È adatto ad allenamenti e skyrace.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

IL PIÙ COSTOSO

IL PIÙ ECONOMICO

SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Volume: n.d. Scomparti: principale ‘a tasca’ + 3 tasche lungo gli spallacci Idratazione: 2 innesti per borraccia + 1 borraccia da 0,77 L Peso: 350 g (borraccia da 0,77 L inclusa) Colori: grigio/rosso Prezzo: 92,00 $ - 70,00 euro Sito: www.ultraspire.net

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 251 g - 358 g (borraccia da 0,77 L inclusa) ESTENSIONE VERTICALE SCHIENALE: 36,5 cm AMPIEZZA APPOGGIO DORSALE: 18,0 cm - 33,0 cm AMPIEZZA SPALLACCI: 70 mm

Top Feature Porta borraccia ‘a culla’ con calamita

Peso

STABILITà

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

8,0/10

8,0/10

7,5/10

7,0/10

IL PIÙ LEGGERO


240

OUTDOOR RUNNING 2013 \ ZAINI IDRICI

CONCLUSIONI

Confine italo-francese Salomon Advanced Skin S-Lab 12 Set da un lato, Camp Trail Vest Light dall’altro. Sono i migliori zaini rispettivamente da trail e skyrunning. Hydrapak E-Lite Vest si candida ad alternativa alla cintura porta borraccia. Eccezionale rapporto qualità/prezzo per Kalenji

L

1

o

Z

dell’anno

PRODOTTO

più leggero, ma meno stabile e traspirante nonché caratterizzato dalla collocazione della sacca idrica all’interno dello scomparto principale, con conseguente riduzione dello spazio a disposizione; il secondo gravato da un peso superiore, un’accessibilità non ottimale e, analogamente a Scott, dalla sacca idrica che incide negativamente sulla capacità di carico. Per gli allenamenti quotidiani e le skyrace più brevi brilla Hydrapak E-Lite Vest: vera e propria alternativa alla cintura porta borraccia. Leggerissimo e in grado di ospitare solamente un paio di barrette energetiche in aggiunta a una sacca da 1 litro. Il minimo indispensabile. Il ‘premio innovazione’ è appannaggio di Ultraspire Revolution: primo prodotto dotato di porta borraccia calamitato a culla, inclinato orizzontalmente per agevolare l’estrazione della bottiglia. Miglior rapporto qualità prezzo, infine, per Kalenji Acqua Small. Con meno di 20 euro si acquista uno zaino ben costruito, dalle prestazioni accettabili, dotato di serie d’una sacca idrica da 2 litri. Adatto per brevi trail e allenamenti. Impossibile, a parità prezzo, pretendere di più.

O SKYRUNNIN AIN

G

ANTE 2° POSTO UNNING F ROAD OFF ROAD

PRODOTTO

TRAIL RUNNIN INO

G

ZA

a vestibilità di un gilet abbinata alla capienza di uno zaino da 12 litri. Ecco il segreto di Salomon Advanced Skin S-Lab 12 Set, modello tanto professionale quanto costoso e, soprattutto, miglior prodotto da trail in comparativa. Eccezionale la disponibilità di scomparti e tasche, così come la previsione di serie del sistema idrico integrato e, in aggiunta, di 2 innesti per le borracce. Dedicato a top runner e corridori amanti delle ultra distanze. Camp Trail Vest Light incarna invece lo spirito più puro della corsa off road: essenzialità e leggerezza abbinate a soluzioni tecniche volte a massimizzare le performance. Caratteristiche che si concretizzano nella predisposizione per ospitare sia la sacca idrica sia 2 borracce e nella disponibilità di 4 tasche esterne oltre allo scomparto principale da 10 litri. In aggiunta, prezzo aggressivo e sistema di trasporto dei bastoni sfruttabile anche a zaino indossato. Un prodotto da destinare sia a trail di media difficoltà sia, soprattutto, a skyrace lunghe. Simili come impostazione, ma non altrettanto performanti, i modelli Scott e The North Face. Il primo lievemente

1

o

dell’anno

RIVELAZIONE IL PIÙ PESANTE 3° POSTO IL MIGLIOR RAPPORTO RIVELAZIONE IL PIÙILPESANTE PIÙ COSTOSO IL MIGLIOR RAPPORTO RIVELAZIONE IL PIÙ ECONOMICO IL PIÙ COSTOSOIL MIGLIOR RAPPORTO IL PIÙ ECONOMICO IL PIÙ COSTOSO IL PIÙ LEGGERO Outdoor RunningRUNNING OFF ROAD Outdoor Running ZAINO QUALITÀ PREZZO QUALITÀ PREZZO QUALITÀ PREZZO

2013

Salomon Advanced Skin S-Lab 12 Set

IL PIÙ LEGGEROIL PIÙ ECONOMICO

2013

Camp Trail Vest Light

Ultraspire Revolution

(senza sistema idrico)

(sistema idrico/borracce inclusi)

Mammut MTR 201 (222 g)

HydraPak E-Lite Vest (301 g)


D OAD

SCHEDA RIASSUNTIVA Modelli testati: 17 2°

2° POSTO ZAINO RUNNING OFF ROAD

3° POSTO ZAINO RUNNING OFF ROAD

IL PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

IL PIÙ CO

Kalenji Acqua Small

2° POSTO ZAINO RUNNING OFF ROAD

3° POSTO ZAINO RUNNING OFF ROAD

IL PIÙ PESANTE

RIVELAZIONE

IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

IL PIÙ COSTOSO

IL PIÙ ECO

(sistema idrico/borracce inclusi)

Salomon Advanced Skin S-Lab 12 Set (173,00 euro)

RIVELAZIONE ILIL 3° PIÙ PIÙ POSTO PESANTE PESANTE IL MIGLIOR RAPPORTO RIVELAZIONE RIVELAZIONE IL PIÙ COSTOSO ILILMIGLIOR MIGLIORRAPPORTO RAPPORTO RIVELAZIONE IL PIÙ ECONOMICO ILILPIÙ PIÙCOSTOSO COSTOSO IL MIGLIOR RAPPORTO ILILPIÙ PIÙECONOMICO ECONOMICO IL PIÙ RAPPORTO COSTOSO IL PIÙ LEGGERO 2° POSTO 3° POSTO IL PIÙ PESANTE IL PIÙ PESANTE RIVELAZIONE IL MIGLIOR ZAINO RUNNING PREZZO QUALITÀ QUALITÀPREZZO PREZZO QUALITÀ PREZZO ZAINO RUNNING OFF ROADOFF ROAD QUALITÀ ZAINO RUNNING OFF ROAD QUALITÀ PREZZO

ILPIÙ PIÙCOSTOSO ECONOMICO ILILPIÙ PIÙLEGGERO LEGGERO IL

(senza sistema idrico)

(sistema idrico/borracce inclusi)

(senza sistema idrico)

(sistema idrico/borracce inclusi)

(senza sistema idrico)

Millet Level 25 (683 g)

Dakine AMP 12L (1.064 g)

Ferrino X-Track 8 (38,00 euro)

Kalenji Acqua Small (19,95 euro)

Haglöfs Gram 15 (110,00 euro)

PIÙ IL PIÙILECO



Cinture idriche

Come se non ci fossi Otto cinture idriche si sfidano nel favorire la libertà d’azione e nel rendere quanto più agevoli possibile l’estrazione e il riposizionamento delle borracce.

Le immagini di questo test sono state scattate da © Damiano Levati

L

a scelta degli atleti. La scelta dei top runner. La soluzione ideale per brevi distanze e allenamenti. Le cinture idriche sono il complemento perfetto per quanti non hanno particolari esigenze di carico, fatta eccezione per alcune barrette energetiche, le chiavi di casa e, al massimo, un cellulare. Si distinguono essenzialmente in tre aree: minimali, ovvero caratterizzate da un’unica borraccia e scomparti ridotti all’osso, ad alta capacità, ossia dotate di due bottiglie, e per le lunghe distanze, vale a dire forti sia della doppia riserva idrica sia di soluzioni di carico non troppo distanti, per capacità, dagli zaini più piccoli. Proprio rispetto a questi ultimi risultano spesso allineate quanto a leggerezza, ma comunque preferite dai runner che prediligono la libertà di movimento e scaricare il peso sulle anche piuttosto che in corrispondenza delle spalle. La cintura ideale Leggera, correttamente bilanciata e confortevole. Comfort sul quale ha una notevole influenza la stabilità, dal momento che un prodotto soggetto a marcate oscillazioni, specie a pieno carico, crea inevitabilmente fastidi direttamente proporzionali al crescere delle distanze. Requisito altrettanto importante è il corretto orientamento degli innesti per le borracce. Solitamente un corridore si dedica al rifornimento solamente nel momento in cui la necessità d’idratarsi raggiunge l’apice; istante nel quale non c'è niente di più demotivante dell’arrancare nel raggiungere l’agognata bottiglia o, successivamente, nel riporla nell’alloggiamento dedicato. La cintura deve elevarsi a prolungamento naturale del corridore, evitando tassativamente di ostacolarne l’azione.

Il metro di giudizio Indipendentemente dalla destinazione d’uso, la leggerezza è un requisito cardine. Identico discorso per il comfort che, analogamente al settore degli zaini, non è legato esclusivamente alla stabilità di una cintura, ma anche alla disponibilità di tasche, all’ergonomia degli innesti delle borracce, alla traspirazione e alla facilità di regolazione della fascia lombare. Il giudizio inerente al comfort è pertanto influenzato da una nutrita serie di elementi e implica la valutazione dei dati emersi dai rilevamenti strumentali, con particolare attenzione all’estensione verticale della cintura. Questa concerne lo sviluppo in altezza di ciascun modello in corrispondenza di due punti nevralgici: la colonna vertebrale e le anche. Altrettanto rilevante, infine, l’estensione lombare di ciascun prodotto, ovvero lo sviluppo in lunghezza della cintura fino a che la struttura non si riduce alle semplici fettucce di allacciatura. Il test sul campo Per garantire parità di trattamento tra i diversi modelli, ogni cintura è stata testata lungo un percorso identico, ripetuto più volte ad anello, che includesse traversi, pendii di 45°, terreno compatto e pietre smosse. Ogni modello è stato riempito al 95% della propria capienza, facendo in modo che quanto trasportato, compatibilmente con le diverse capacità di carico, raggiungesse il peso di 250 g. Dato cui aggiungere le borracce riempite a raso. Lo sviluppo del percorso ha incluso strade bianche, mulattiere e sentieri. I testatori, durante le fasi dinamiche, hanno ripetutamente affrontato gesti tecnici quali estrazione e riposizionamento delle bottiglie, apertura e chiusura delle cerniere a guanti indossati, stivaggio e prelievo delle barrette energetiche.


244

OUTDOOR RUNNING 2013 \ CINTURE IDRICHE

Camp Trail 1

LA PIÙ ECONOMICA

LA PIÙ LEGGERA

Leggerissima, confortevole, traspirante e stabile in ogni frangente. Una delle migliori cinture in comparativa. Agevole estrazione della borraccia. SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Scomparti: 1 tasca con zip Borracce ospitate: 1 da 75 cl (in dotazione) Peso: 115 g (borraccia esclusa) Colori: grigio/arancio Prezzo: 28,00 euro Sito: www.camp.it

IL TEST Struttura asimmetrica e innesto per la borraccia inclinato per favorire estrazione e inserimento della bottiglia. Quest’ultima trattenuta in sede da un elastico dedicato, agevole da azionare durante la corsa. L’unica tasca disponibile, facile da aprire anche a guanti indossati, permette di stivare un paio di barrette energetiche. Eccezionale leggerezza: la cintura ‘nuda’ pesa solo 113 g. Proporzionalmente più pesante la borraccia da 75 cl (100 g). L’estensione lombare è la più contenuta della categoria (38,5 cm). Nella media lo sviluppo verticale. Confortevole e traspirante, si adatta perfettamente al corpo, mantenendosi stabile in qualsiasi frangente. Una delle migliori cinture in comparativa.

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 113 g - 213 g (borraccia inclusa) ESTENSIONE LOMBARE: 38,5 cm ESTENSIONE VERTICALE: 7,5 cm - 17,0 cm - 14,0 cm

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Peso

9,0/10

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

9,0/10

Top Feature 38,5 cm

8,5/10

PRODOTTO

l’estensione lombare più contenuta della categoria

A TRAIL RUNNI TUR

1

NG

CIN

10,0/10

STABILITà

o

dell’anno

Outdoor Running 2013

IL TEST Generose dimensioni: l’estensione lombare (68,5 cm) è ai vertici della categoria, inferiore solo alla rivale The North Face Enduro Hydration Belt 2 (70,0 cm). Ne risente il peso: 260 g costituiscono il dato più elevato della categoria dopo Lafuma Cinetik Belt (269 g). Dotazione ricchissima: alle due tasche in rete collocate alle estremità si aggiungono due scomparti richiudibili mediante zip e un elastico esterno per fissare gli indumenti. Innesto per la borraccia inclinato, con cordino anti scalzamento. Traspirazione e comfort di buon livello. Stabilità soddisfacente anche a pieno carico grazie soprattutto alla generosa estensione lombare. Per trail di media lunghezza ed escursionismo.

Deuter Pulse Three

Generosa capacità di carico e ricca dotazione: 4 tasche cui si aggiunge un elastico esterno per indumenti. Peso tra i più elevati della categoria. SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Scomparti: 2 tasche con zip + 2 tasche in rete Borracce ospitate: 1 (non in dotazione) Peso: 250 g Colori: grigio Prezzo: 35,00 euro Sito: www.deuter.com

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 260 g ESTENSIONE LOMBARE: 68,5 cm ESTENSIONE VERTICALE: 16,2 cm - 17,7 cm - 16,2 cm

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Peso

4,0/10

STABILITà

8,0/10

COMFORT

8,0/10

Rapporto qualità/prezzo

7,0/10

Top Feature Elastico esterno per fissare indumenti o piccoli oggetti



AD

246

OUTDOOR RUNNING 2013 \ CINTURE IDRICHE

Ferrino Zephyr 1.8 Adatta all’escursionismo piuttosto che alla corsa. Il posizionamento alto delle borracce provoca delle oscillazioni. Peso nella media della categoria. SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Scomparti: 1 tasca con zip Borracce ospitate: 2 (non in dotazione) Peso: 200 g Colori: nero/arancio, azzurro/grigio Prezzo: 26,40 euro Sito: www.ferrino.it

IL TEST Struttura simmetrica per la cintura italiana. La tasca centrale, unica disponibile, è caratterizzata da un elastico interno funzionale per mantenere stabili piccoli oggetti e barrette energetiche. Il doppio innesto porta borraccia è privo di laccioli anti scalzamento. La stabilità delle bottiglie è affidata unicamente alle cinghie di compressione che agiscono sull’ampiezza degli alloggiamenti. Posizionamento delle borracce, nel dettaglio, abbastanza alto rispetto alla base della cintura; caratteristica che provoca delle oscillazioni durante la corsa. Poco intuitiva la regolazione in vita. Discreta traspirazione. Peso accettabile (185 g). Adatta all’escursionismo piuttosto che al running.

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 185 g ESTENSIONE LOMBARE: 64,0 cm ESTENSIONE VERTICALE: 13,5 cm - 16,7 cm - 13,5 cm

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Peso

6,0/10

STABILITà

6,0/10

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

6,0/10

6,0/10

3° 3° POSTO LA PIÙ PESANTE CINTURA RUNNING OFF ROAD

RIVELAZIONE LA PIÙ PESANTE

IL MIGLIOR RIVELAZIONE RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

LA IL MIGLIOR PIÙ COSTOSA RAPPORTO QUALITÀ PREZZO

IL TEST Massima essenzialità quanto a dimensioni e capacità di carico. Se l’estensione lombare rientra nella media, altrettanto non si può dire per lo sviluppo verticale: con 7,5/6,9/7,5 cm è la cintura più compatta della categoria. Caratteristica che favorisce la leggerezza. Dotata di due tasche con zip contenenti poco più di una barretta energetica, prevede un doppio innesto, con elastici anti scalzamento, per borracce da 26 cl. Innesto, a dire il vero, tutt’altro che agevole in movimento a causa degli alloggiamenti troppo cedevoli, la cui conformazione vincola all’utilizzo esclusivamente delle bottiglie dedicate. Ottima stabilità. Buona traspirazione. Favorevole rapporto qualità/prezzo.

Top Feature Alloggiamenti

LA PIÙ LAECONOMICA PIÙ COSTOSA

delle borracce privi di elastici anti scalzamento

Kalenji Cintura 2 Borracce LAPIÙ PIÙLEGGERA ECONOMICA LA

LA PIÙ LEGGERA

Leggerissima e dagli ingombri contenuti. Innesto per le borracce poco agevole. Ottimo rapporto qualità/prezzo. Capacità di carico decisamente ridotta. SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Scomparti: 2 tasche con zip Borracce ospitate: 2 da 26 cl (in dotazione) Peso: n.d. Colori: nero/grigio Prezzo: 14,95 euro Sito: www.kalenji-running.com

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 136 g - 246 g (2 borracce incluse) ESTENSIONE LOMBARE: 54,0 cm ESTENSIONE VERTICALE: 7,5 cm - 6,9 cm - 7,5 cm

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Peso

9,0/10

STABILITà

8,5/10

COMFORT

7,0/10

Rapporto qualità/prezzo

9,0/10

Top Feature 7,5/6,9/7,5 cm l’estensione verticale più contenuta della categoria


CINTURE IDRICHE \ OUTDOOR RUNNING 2013

Lafuma Cinetik Belt

247

LA PIÙ PESANTE 3° POSTO RIVELAZIONE ROAD CINTURA RUNNING OFF ROAD

IL MIGLIOR LA PIÙRAPPORTO PESANTE QUALITÀ PREZZO

RIVELAZIONE LA PIÙ COSTOSA

Destinata alle lunghe distanze grazie alla generosa capacità di carico. Stabilità solo discreta: emergono alcune oscillazioni. Peso e prezzo elevati. SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Scomparti: 2 tasche con zip + 1 tasca con velcro Borracce ospitate: 2 da 55 cl (in dotazione) Peso: 364 g Colori: rosso, nero Prezzo: 50,00 euro Sito: www.lafuma.com

IL MIGLIOR LA PIÙRAPPORTO ECONOMICA QUALITÀ PREZZO

LA PIÙ LACOSTOSA PIÙ LEGGERA

LA PIÙ ECONOMICA

LA PIÙ LEGGERA

IL TEST Destinata ai trail e, in generale, alle lunghe distanze. Ai due innesti per le borracce, corredati di laccioli anti scalzamento, abbina una piccola tasca lungo la fascia ventrale e un generoso vano centrale munito di elastico interno; soluzione, quest’ultima, funzionale per mantenere stabili piccoli oggetti e barrette energetiche. È la cintura con la maggiore capacità di carico della categoria. Alloggiamenti per le bottiglie adattabili in profondità: può ospitare borracce di differenti dimensioni. Discreta stabilità grazie alla fascia lombare in velcro di generose dimensioni; non mancano però alcune oscillazioni a pieno carico. Peso molto elevato (269 g) e notevole estensione verticale.

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 269 g - 415 g (2 borracce incluse) ESTENSIONE LOMBARE: 43,5 cm ESTENSIONE VERTICALE: 14,5 cm - 18,0 cm - 14,5 cm

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Peso

4,0/10

STABILITà

6,5/10

COMFORT

Rapporto qualità/prezzo

6,5/10

Top Feature 269 g

5,5/10

il peso più elevato della categoria

G

CI

RA SKYRUNNIN NTU

PRODOTTO

1

o

dell’anno

Outdoor Running 2013

IL TEST Struttura asimmetrica per la cintura francese, caratterizzata da una particolarità: l’innesto della borraccia con cordino anti scalzamento ospita una bottiglia triangolare. Soluzione tecnica, quest’ultima, particolarmente favorevole al comfort, dato che riduce la pressione lungo il fianco. Ottima stabilità grazie alla fascia in velcro ampiamente regolabile e all’estremità elastica che consente una precisa personalizzazione della calzata. L’alloggiamento della borraccia inclinato di 45° rende estremamente agevole l’estrazione della bottiglia. Ottima traspirazione. È la migliore cintura idrica in comparativa: adatta tanto ai top runner quanto agli amatori, per allenamenti e skyrace di ogni livello.

Salomon XR Sensibelt

La migliore cintura in comparativa. Leggera, traspirante, stabile, facilmente regolabile. Decisamente confortevole grazie alla borraccia triangolare. SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Scomparti: 1 tasca con zip con 1 scomparto interno Borracce ospitate: 1 da 60 cl (in dotazione) Peso: 190 g Colori: bianco/nero/rosso, bianco/viola, nero/bianco/blu, nero/bianco/giallo Prezzo: 38,00 euro Sito: www.salomon.com

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 150 g - 216 g (borraccia inclusa) ESTENSIONE LOMBARE: 56,5 cm ESTENSIONE VERTICALE: 8,8 cm - 17,5 cm - 11,5 cm

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Peso

8,0/10

STABILITà

9,5/10

COMFORT

9,5/10

Rapporto qualità/prezzo

8,0/10

Top Feature 150 g peso tra i migliori della categoria



CINTURE IDRICHE \ OUTDOOR RUNNING 2013

249

Scott T-Belt Punto di forza il favorevole rapporto tra capacità di carico e peso, quest’ultimo abbastanza contenuto sebbene non da riferimento. Stabilità discreta. SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Scomparti: 2 tasche con zip e 1 scomparto esterno + 1 tasca a rete Borracce ospitate: 1 (non in dotazione) Peso: 280 g Colori: nero/giallo Prezzo: 35,00 euro Sito: www.scott-sports.com

IL TEST Struttura asimmetrica e peso contenuto (156 g), sebbene non da riferimento. Notevole la cura costruttiva: oltre all’innesto per la borraccia con elastico anti scalzamento sono previste una tasca con zip corredata di scomparto esterno con velcro, un vano a rete del tipo a pozzetto e una piccola tasca con cerniera collocata lungo la fascia di fissaggio. All’estensione lombare contenuta si abbina lo sviluppo verticale più generoso della categoria. Stabilità non eccezionale a causa del baricentro alto della bottiglia che provoca discrete oscillazioni. Traspirazione nella media. Punto di forza il favorevole rapporto tra capacità di carico e massa. Agevoli inserimento ed estrazione della bottiglia.

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 156 g ESTENSIONE LOMBARE: 53,0 cm ESTENSIONE VERTICALE: 12,0 cm - 21,0 cm - 11,4 cm

Peso

LE NOSTRE VALUTAZIONI

7,5/10

STABILITà

6,5/10

COMFORT

6,5/10

LA PIÙ PESANTE2° POSTO RIVELAZIONE 3° POSTO IL MIGLIOR RAPPORTO CINTURA RUNNING OFF ROAD CINTURA RUNNING OFF ROADPREZZO QUALITÀ

LA LA PIÙ COSTOSA PESANTE

Rapporto qualità/prezzo

RIVELAZIONE LA PIÙ ECONOMICA

IL TEST Potrebbe ambire al primato della categoria se il peso non fosse ‘solo’ discreto e, soprattutto, se risultasse meno ostico il fissaggio delle borracce. Gli elastici anti scalzamento, particolarmente corti, costringono a esercitare una notevole trazione per poterli utilizzare, rallentando le operazioni di rifornimento. Un peccato, dal momento che l’inclinazione degli alloggiamenti rende agevole raggiungere le borracce. Ottimo il bilanciamento. Non mancano, in aggiunta, due anelli di traino. Comfort nella media, traspirazione non eccezionale. Adatta a skyrace lunghe grazie alla doppia riserva idrica. Prezzo elevato, superiore alla media della categoria. Eccezionale estensione lombare (70,0 cm).

Top Feature 21,0 cm

6,5/10

estensione verticale da record

The North Face Enduro Hydration Belt 2

IL MIGLIOR RAPPORTO LA PIÙ LEGGERA QUALITÀ PREZZO

LA PIÙ COSTOSA

LA PIÙ ECONOMICA

Fissaggio delle borracce ostico a causa della ridotta lunghezza degli elastici anti scalzamento. Peso lodevole, ma non da riferimento. Per skyrace lunghe. SCHEDA TECNICA (Dati dichiarati) Scomparti: 2 tasche con zip Borracce ospitate: 2 da 50 cl (in dotazione) Peso: 165 g (borracce escluse) Colori: grigio Prezzo: 50,00 euro Sito: www.thenorthface.com

RILEVAMENTI TAGLIA: unica PESO: 165 g - 300 g (2 borracce incluse) ESTENSIONE LOMBARE: 70,0 cm ESTENSIONE VERTICALE: 11,2 cm - 14,5 cm - 11,2 cm

LE NOSTRE VALUTAZIONI

Peso

7,0/10

STABILITà

9,0/10

COMFORT

6,5/10

Rapporto qualità/prezzo

6,5/10

Top Feature 70,0 cm l’estensione lombare più generosa della categoria.

LA PIÙ


OUTDOOR RUNNING 2013 \ CINTURE IDRICHE

Cinture idriche

A portata di mano Salomon XR Sensibelt è la migliore cintura idrica in comparativa: leggera, stabile, essenziale ed eccezionalmente confortevole. Deuter Pulse Three, dalla notevole capacità di carico, è indicata per le lunghe distanze. Kalenji fa registrare il miglior rapporto qualità/prezzo

L

CI PRODOTTO

1

o

3° dell’anno

PRODOTTO

RIVELAZIONE 3° POSTO IL MIGLIOR RAPPORTO CINTURA RUNNING OFF ROAD QUALITÀ PREZZO Outdoor Running

A TRAIL RUNNI TUR

1

NG

2° LA PIÙ PESANTE 2° POSTO CINTURA RUNNING OFF ROAD

RA SKYRUNNIN NTU

CIN

eggerezza, stabilità, rapidità nell’estrazione della borraccia e facilità di ricollocamento della bottiglia dopo aver bevuto. Requisiti che trovano una riposta eccellente: Salomon XR Sensibelt. Essenziale e traspirante quanto la rivale Camp Trail 1, ma forte di un plus tecnico che ne eleva il comfort sopra la media: la borraccia triangolare. Soluzione in grado di ridurre sensibilmente la pressione lungo il fianco. Guardando alle lunghe distanze la scelta migliore è invece rappresentata da Deuter Pulse Three, caratterizzata da una notevole capacità di carico, dall’innesto con elastico anti scalzamento della borraccia e, soprattutto, da una dotazione ricchissima: alle due tasche in rete si aggiungono due scomparti richiudibili mediante zip e un elastico esterno per fissare gli indumenti. ‘Splendida incompiuta’ è The North Face Enduro Hydration Belt 2. Potrebbe ambire al primato se il peso non fosse ‘solo’ discreto e, soprattutto, se risultasse meno ostico il fissaggio delle borracce. Gli elastici anti scalzamento, particolarmente corti, costringono a esercitare una notevole trazione per poterli utilizzare, rallentando le operazioni di rifornimento. Un plauso, infine, a Kalenji: non è esente da smagliature, ma si riscatta ampiamente grazie alla notevole leggerezza, agli ingombri contenuti e, soprattutto, al prezzo da discount.

G

OFF ROAD

250

o

dell’anno

LA PIÙLA PESANTE PIÙ COSTOSA

2013

Outdoor Running 2013

Salomon XR Sensibelt

Deuter Pulse Three

RIVELAZIONE LA PIÙ ECONOMICA

IL MIGLIOR RAPPORTO LA PIÙ LEGGERA QUALITÀ PREZZO

SCHEDA RIASSUNTIVA Cinture idriche Modelli testati: 8

The North Face Enduro Hydration Belt 2

Camp Trail 1 (113 g)

LA PIÙ COSTOSA


°

OSTO IL MIGLIOR RAPPORTO NING ADQUALITÀ OFF ROAD PREZZO

LA PIÙ PESANTE LA LA PIÙ PIÙ COSTOSA PESANTE 2° POSTO RIVELAZIONE LA RIVELAZIONE PIÙ ECONOMICA IL MIGLIOR 3° POSTO RAPPORTO IL MIGLIOR RAPPORTO LA PIÙ LEGGERA CINTURA RUNNING OFF ROAD CINTURA RUNNING OFF ROAD QUALITÀ PREZZO QUALITÀ PREZZO

Lafuma Cinetik Belt (269 g)

Kalenji Cintura 2 Borracce (14,95 euro)

LA PIÙ COSTOSA LA LA PIÙ PIÙ COSTOSA PESANTE

LA PIÙ ECONOMICA LA RIVELAZIONE PIÙ ECONOMICA

Lafuma Cinetik Belt The North Face Enduro Hydration Belt 2 (50,00 euro)

IL MIGLIOR RAPPORTO LA PIÙ LEGGERA LA PIÙ LEGGERA QUALITÀ PREZZO

Kalenji Cintura 2 Borracce

LA PIÙ C



252

OUTDOOR RUNNING 2013 \ AZIENDE

TECHNICAL SUPPLIER

Falke,

seconda pelle per il runner I nostri testatori hanno utilizzato l’abbigliamento da running del marchio tedesco, apprezzandone le doti di leggerezza e protezione dagli elementi

I

l livello della ‘corte’ che doveva utilizzarli e giudicarli era decisamente alto. Campioni del mondo di corsa in montagna, esponenti di altissimo livello delle ultradistanze tra le vette alpine, saette del vertical. Gente che è abituata a ‘stressare’ il proprio abbigliamento fino all’estremo, in condizioni di utilizzo al limite. Nel corso del nostro test l’abbigliamento ufficiale utilizzato è stato fornito da Falke, azienda tedesca leader nell’underwear e nell’abbigliamento funzionale sportivo, con un motto prima di tutto: la forma segue la funzione, vale a dire capi studiati sulla base dell’ergonomia e delle esigenze specifiche dei praticanti di ogni singolo sport. Naturalmente l’utilizzo dell’abbigliamento nel corso del nostro test è stato in parte diverso da quello in gara, più che altro per i tempi, più da

‘stop & go’ che da ultra trail. Il clima ha permesso di valutare maggiormente le doti del fit e della protezione dagli elementi che la traspirazione, ma i commenti sono stati molto lusinghieri e, soprattutto, unanimi. «Ho apprezzato particolarmente lo strato di protezione esterno, la giacca Colby, perché è molto leggera ma allo stesso tempo protegge bene» ha detto Mauro Saroglia, uno che di condizioni estreme, nell’ultima edizione del Tor des Géants, ne ha trovate tante. Giudizio positivo anche per le calze. «Non le abbiamo usate per periodi prolungati, ma il feeling è stato subito positivo, sia come ergonomia, sia come materiali utilizzati, che non producono fastidiosi odori dopo l’utilizzo». L’ergonomia è sicuramente un punto di forza di Falke e Marco Moletto, abituato a muoversi leggero come una piuma nei vertical, l’ha ap-

prezzata: «il first layer, nel mio caso, vestiva alla perfezione, e sembrava di avere una seconda pelle, con benefici effetti anche in termini di compressione». Un altro esponente della generazione ‘ultra’ è rimasto ben impressionato, Fabrizio Pistoni. «Si tratta di abbigliamento di alta qualità e molto funzionale, mi sono trovato subito bene» ha detto il runner di Ivrea. «Pur considerando che l’utilizzo che ne ho fatto durante il test è diverso da quello in gara, soprattutto per la durata, il feeling è stato subito molto buono - ha aggiunto Cesare Clap -. Pantaloni e primo strato sono molto ergonomici, aderiscono bene e non sembra di indossarli. Molto interessante anche la giacca Colby, leggera, protettiva e costruita con materiali molto tecnici. È ben fatta e si indossa con piacere grazie alla costruzione ergonomica in tutti i suoi dettagli».


AZIENDE \ OUTDOOR RUNNING 2013

I prodotti nel dettaglio Falke RU4 e RU4Short La calza perfetta per il runner più esigente. Con un sistema di cuscinetti protettivi sulla caviglia, sul tallone e sull’avampiede che aiutano l’ammortizzazione e la stabilità dinamica. Una serie di canali concavi sulla pianta del piede concorre a creare un cuscinetto d’aria che aiuta la regolazione termica del piede. Come in tutta la collezione Falke, la calza destra è anatomicamente diversa dalla sinistra.

3/4 Tights Bodie Falke offre diverse lunghezze di pantalone, in polyamide e altamente elastici. Le cuciture piatte e funzionali non sfregano sulla pelle, dando il massimo comfort anche durante le attività più estreme.

Giacca Colby La giacca Airshell di Falke è costruita con un materiale super leggero e filamenti finissimi (15 denier). È molto elastica, asciuga rapidamente ed è rifinita in Teflon in modo da garantire resistenza all’acqua e un’altissima traspirabilità.

First Layer Athletic Fit Grazie all’uso di materiale ultra-light, alla seamless technology (costruzione senza cuciture) e all’elevata elasticità, l’intimo Falke aderisce perfettamente al corpo come una seconda pelle. Il QuickDrying system tiene il corpo asciutto e offre una gestione dell’umidità eccellente. La lavorazione tridimensionale della maglia con zone in mesh garantisce un’ottima ventilazione e un comfort decisamente superiore.

Secondo strato Mika La costruzione in microfibra permette un’eccellente trasporto del sudore. L’elastene contenuto nei tessuti garantisce un’ottima libertà di movimento. In aggiunta, la mancanza di cuciture permette una perfetta distribuzione del calore senza creare fastidiosi sensazioni di sfregamento.

Info: tel. 0471.797022 www.falke.de - www.socrep.it

253


254

IN EDICOLA

A tutto Running Importanti novità per la rivista Ski-alper nella prossima stagione

I

l progetto che avevamo annunciato circa un anno fa diventa finalmente realtà. A partire dall'autunno 2013, infatti, cambierà la periodicità della rivista Ski-alper e soprattutto skyrunning e trail running entreranno prepotentemente nel piano editoriale. La guida 'Outdoor Running 2013' che state leggendo è un po' l'apripista del nuovo corso e anticipa le nostre intenzioni e il 'modus operandi' con cui affronteremo la nuova sfida. Tradizionalmente Ski-alper usciva con una periodicità un po' originale, cinque numeri da inizio novembre a fine aprile. In media ogni 45 giorni. Il nuovo piano prevede un bimestrale secco a copertura di tutto l'anno, con una serie di vantaggi. Innanzitutto usciremo una volta in più (6 invece di 5), poi saremo in edicola con precisione il primo giorno del mese previsto in calendario, facilitando la reperibilità della rivista da parte dei lettori. Iniziate quindi a segnarvi in agenda gli appuntamenti con Ski-alper: 1 ottobre 2013, 1 dicembre 2013, 1 febbraio 2014, 1 aprile 2014, 1 giugno 2014, 1 agosto 2014. Poi si riparte con la stessa cadenza da ottobre. Naturalmente allegato ad ogni copia della rivista ci sarà il magazine sul mondo gare Up&Down, lanciato con grande successo ad inizio 2013 sul numero 86 di Ski-alper. Ma non finisce qui. Questa guida, così come quella dedicata ai test invernali dello scialpinismo (che nella stagione appena conclusa avete trovato allegata in formato pocket nella prima uscita stagionale della rivista), usciranno come numeri speciali il giorno 1 novembre 2013 (Ski mountaineering 2014) e 1 maggio 2014 (Outdoor Running 2014). In totale, dunque, la periodicità di Ski-alper più i suoi Speciali sarà di otto uscite in dodici mesi. Un bel passo avanti, no? Nel mese di giugno annunceremo sul sito le promozioni per abbonarsi (skialper.it/Abbonamenti): il servizio Postapress quest'inverno ha notevolmente migliorato tempistiche e precisione nelle consegne e spesso gli abbonati hanno ricevuto la propria copia ancora prima dell'uscita in edicola. Ultima cosa, ma non certo secondaria, i contenuti. Il mondo trail running e skyrunning saranno affrontati con la stessa professionalità con cui da sempre trattiamo le tematiche invernali: sulla rivista troverete rubriche tecniche curate da esperti, interviste esclusive, prove sul campo di scarpe, abbigliamento e accessori, proposte di percorsi, consigli su come affrontare le grandi classiche del calendario. Su Up&Down tutta l'attualità, i report delle grandi gare del panorama nazionale ed internazionale, i protagonisti, le considerazioni tecniche, i commenti 'live'. Il tutto, come ci piace dire, in una sorta di principio dei vasi comunicanti: in inverno 90% ski-alp e 10% running, in estate il contrario. Segnatevi dunque le prossime date di uscita e non perdete l'appuntamento con la nuova sfida di Ski-alper!

APPUNTAMENTO QUOTIDIANO SUL WEB Anche il sito skialper.it cambierà 'pelle', con un totale restyling grafico e di contenuti. Verrà aggiornato quotidianamente anche nella bella stagione, con il materiale prodotto 'live' dai nostri inviati ai più importanti eventi del calendario. La linea editoriale seguirà quella della rivista, con l'obiettivo, naturalmente, di informare tempestivamente gli appassionati con risultati, classifiche, fotogallery dal mondo delle gare e tutte le anteprime dal mercato. E poi il database gare, che replicherà in toto quello dello scialpinismo (grande successo, oltre 50.000 visitatori nella stagione invernale). Una perfetta integrazione tra carta e web per assicurare tempestività e approfondimento in un'unica testata.

UNA NUOVA APPLICAZIONE Da inizio giugno sarà possibile leggere Ski-alper su tutti i dispositivi mobili. Verrà infatti rilasciata una versione totalmente nuova della nostra app, sfruttando una piattaforma innovativa ideata da Business Design, che consentirà ai nostri lettori di scaricare la copia singola, oppure abbonarsi, su tutti gli smartphone e tablet del mondo Apple e Android. La nuova app sarà annunciata, appena disponibile, sul sito skialper.it e sulle pagine di Ski-alper dei principali social network.


INFO PR \ FERRINO

255

ABBIGLIAMENTO

Ferrino High Lab, per le condizioni estreme

Una linea completa per il trail running, per assicurare performance e comfort in tutte le condizioni. Con un occhio di riguardo ai runner più esigenti

Fabrizio Pistoni ha provato la linea Ferrino durante le varie sessioni del test

I

l nome non mente. High Lab, laboratorio d’alta quota. E infatti i capi della ‘mitica’ linea di Ferrino, marchio che ha legato il proprio nome alle grandi avventure outdoor, nelle condizioni più estreme, nascono nel 1994 in un laboratorio test d’eccezione. Si tratta del rifugio Quintino Sella, a quota 3.568 sulle nevi eterne del Monte Rosa. High Lab vuol dire funzionalità e resistenza, ergonomia e protezione. Ovunque. Per esempio sui sentieri di un trail o di un Tor des Géants. Quando fa caldo e quando fa freddo, quando c’è il sole e quando piove. Abbiamo scelto quattro articoli High Lab che si prestano per la corsa outdoor. Dallo strato a contatto di pelle alle jacket per proteggersi dagli elementi o al soft shell. Senza dimenticare lo zaino. «Mi sono trovato molto bene con la Brandberg Jacket, softshell che ha un fit davvero perfetto - ha detto il nostro testatore d’eccezione, Fabrizio Pistoni, che nel curriculum vanta un diciottesimo posto al Tor des Géants -. Correndo trovi subito il giusto feeling, però forse per un

Tor des Géants prenderei la Augrabies Jacket, della quale ho apprezzato soprattutto la leggerezza». La Brandberg è una jacket softshell morbida al tatto, leggera (360 g) e adatta in caso di pioggia di moderata intensità. Assicura protezione totale contro il vento. La Augrabies, invece, ha un peso piuma di 220 grammi ed è perfettamente impermeabile. La Glasshouse è una T-shirt polivalente e leggera in tessuto Coolmax a nido d’ape, per attività sportive impegnative, ideale dunque per andare a correre e fare traspirare la pelle. Lo zaino è uno degli accessori più importanti nel caso di escursioni più lunghe. Noi abbiamo provato il Zephyr 10 + 3, pensato proprio per le attività bike e running. Si tratta di un modello superleggero da 10 + estensione di ulteriori tre litri in caso di necessità e con tasca per H2 bag. Pesa 400 grammi ed è in tessuto Diamond HD. «Il sistema di spessori che costituisce lo schienale isola perfettamente il contenuto dal nostro dorso, dando il giusto confort e allo stesso tempo non influendo in maniera importante sul peso del prodotto» ha aggiunto Pistoni.

Brandberg Jacket Man Softshell molto leggero, morbido, che costituisce l’evoluzione dei softshell tradizionali. Il tessuto stretch multidirezionale con membrana (10.000 mm) assicura protezione totale contro il vento e le precipitazioni di modesta intensità. Prezzo: 140 euro Peso: 360 g Specifiche: cappuccio con regolazione elastica • tasca Napoleone • tasche laterali • polsino elasticizzato • regolazione in vita Tessuti: HL stretch shield light - impermeabilità 10.000 mm - traspirabilità 5.000 mm - idrorepellenza: trattamento DWR - Peso 160 gr/m2 Misure: S, M, L, XL, XXL, XXXL Augrebies Jacket Man Giacca ultraleggera di ingombro minimo, in tessuto 2.5 layer traspirante, impermeabile, ideale per trail running e attività aerobiche intense. Prezzo: 129 euro Peso: 220 g Specifiche: cappuccio elasticizzato • polsini con bordo in tessuto elasticizzato • tasche laterali • cerniera stagna • custodia di compressione Tessuti: HL 15 Superlite Misure: S, M, L, XL, XXL, XXXL Glasshouse T-shirt man T-shirt polivalente e leggera in tessuto Coolmax a nido d’ape, per attività sportive impegnative. Prezzo: 39,5 euro Peso: 160 g Tessuti: Coolmax® ad asciugatura rapidissima e inodore con trattamento Polygiene® Misure: S, M, L, XL,XXL, XXXL Zaino Zephyr 10 + 3 Zaino superleggero studiato per le attività bike e running. Prezzo: 48 euro Peso: 400 g Tessuto: Diamond HD Sistema di trasporto: dorso B.O.S. • spallacci e cintura a vita ergonomici in tessuto reticolare • tasca posteriore porta H2 Bag • tasche laterali in rete • sistema multi tasche interno Accessori: estensione +3 l che consente l’aumento della capienza • loghi rifrangenti • compatibile H2 Bag • cinturino pettorale con fischietto d’emergenza • nastri di compressione INFO: www.ferrino.it - tel. 011.2230711


256

INFO PR \ RIFUGIO

Mila d'estate ©Luca Fassio

SPECIAL THANKS

Rifugio Mila mountain rock

Per una settimana il nostro team di testatori è stato ospite del Rifugio Mila, a Ceresole Reale (To), un ‘buen retiro’ per gli amanti della montagna vera

L

a bassa Valle dell’Orco, cupa e quasi tenebrosa, si trasforma nella porta per il paradiso quando, superata la lunga galleria, si sbuca a Ceresole Reale. Quest’ampia e meravigliosa valle è stata il teatro del nostro test su scarpe, bastoni, zaini e cinture e qui sorge la nostra base, il Rifugio Massimo Mila. Posto a 1583 m. di altitudine, gode di una posizione straordinaria, in riva al lago di Ceresole, ai piedi di affascinanti vette, nel Parco Nazionale del Gran Paradiso. Dotato di 6 camere con 25 posti letto, dona conforto agli amanti della montagna grazie a una curata sala ristorante e a un’ampia zona bar con tanto di biblioteca e area relax. La ciliegina sulla torta è la cucina casalinga, che unisce qualità, tradizione e creatività, oltre alla ricercatezza dei prodotti del territorio, quali formaggi d’alpeggio, farina macinata a pietra e vino proveniente da vitigni autoctoni. L’ambiente è reso ancor più piacevole dalla giovane gestione di Andrea, Stefano e Marlene

che rendono vivace il soggiorno e sono in grado di consigliare escursioni per ogni genere di attività praticabile nel Parco, dalle camminate con le ciaspole alle più complicate ascese con gli sci d’alpinismo, o ai luoghi di avvistamento delle rare specie di animali protetti. Nel Rifugio si possono trovare guide di ogni genere, dall’arrampicata al trekking, è così che il Massimo Mila diventa una base per appassionati di tutti gli sport, compresi gli sport acquatici, quali Windsurf e canoa: infatti il 7 luglio, presso la struttura sorgerà la Società Nautica Gran Paradiso. Il Rifugio è aperto tutto l’anno, ed è sempre facilmente raggiungibile in automobile, così da poter regalare un piacevole soggiorno anche alle famiglie e ai bambini. Da non dimenticare la proposta di corsi di ogni genere, consultabile sul sito, per non parlare dell’ampia proposta culturale permessa dalla presenza del ‘Palamila’, una conchiglia di legno costruita accanto al rifugio, nata per ospitare concerti, spettacoli teatrali, mostre ed eventi di ogni genere.

Info: Rifugio Massimo Mila Ceresole Reale (To) www.rifugiomila.it - rifugiomila@gmail.com tel. 0124.953230


Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.