Issuu on Google+

Overcoat System速 External Thermal Insulation Composite Systems

Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat

Sentirsi protetti Overcoat System

Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat


Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat

Overcoat Sy Sentirsi

Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat


ystem

®

protetti

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI: Un contributo alla salvaguardia dell’ambiente Un contributo al miglioramento della qualita’della vita Un contributo al valore e durata degli edifici


Overcoat System 4

Protocollo di Kyoto

Protocollo di Kyoto Il 16 febbraio 2005 è entrato in vigore il Protocollo di Kyoto con l’obiettivo di fronteggiare la minaccia dell’effetto serra e dei cambiamenti climatici. Sottoscritto da 141 nazioni è un tentativo di conciliare gli interessi dell’ambiente con quelli dell’economia. Il Protocollo di Kyoto è un trattato adottato dalla comunità internazionale nel 1997, nel corso della Terza Sessione della Conferenza delle Parti (COP) sul clima, istituita nell’ambito della Convenzione Quadro sul Cambiamento Climatico delle Nazioni Unite (UNFCCC). L’obiettivo è quello di rallentare il riscaldamento globale. Prende il nome dalla località giapponese, Kyoto,

dove si è tenuto questo storico incontro. Nel Protocollo di Kyoto sono indicati per i paesi dell’Annesso I gli impegni di riduzione delle emissione dei gas responsabili dell’effetto serra (anidride carbonica soprattutto). Più precisamente le Parti (i paesi industrializzatiche hanno aderito alla Convenzione Quadro) si erano impegnate ,individualmente o congiuntamente, ad assicurare che le emissioni derivanti dalle attività umane globali fossero ridotte di almeno il 5% rispetto ai livelli del 1990 entro il 2008-2012. In occasione del Consiglio europeo del marzo 2007, l’UE si è impegnata ulteriormente a ridurre del 20% le sue emissioni di C02 entro il 2020 (piano 20-20-20).

Quote per settore di uso finale dei consumi di energia, anno 2005 (Mtep)

Consumi finali di energia nel settore residenziale per categoria d’uso.

Usi non energetici e bunkeraggi

Industria 28% Usi cucina 5%

Agricoltura 2%

Trasporti 30% Residenziale e terziario 32%

Usi elettrici obbligati 16%

Acqua calda 11%

Riscaldamento 68%


Nel rispetto del Protocollo di Kyoto ed in adempimento alla Direttiva dell’Unione Europea 2002/91/CE, l’Italia ha emanato il Decreto Legislativo 192/05, modificato con decreto legislativo 311/06. Questi decreti introducono i criteri per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici al fine di favorire sia la riduzione delle immissioni di gas con effetto serra, che l’integrazione con energie tratte da fonti rinnovabili.

Incentivi Fiscali: Dal 2007 a oggi gli incentivi fiscali sono stati oggetto di proroghe e variazioni in continua evoluzione. Sul sito www.acs.enea.it sono disponibili tutte le informazioni aggiornate sulle detrazioni fiscali.

Per migliorare le prestazioni energetiche delle pareti perimetrali degli edifici e quindi ridurre dispersioni, i Decreti emanati stabiliscono valori di Trasmittanza (U) delle pareti perimetrali tali da allineare l'Italia a quanto avviene in Europa. Le modifiche ed integrazioni alla disciplina dettata dal dlgs 192/2005 (modificato dal dlgs 311/2006) sono disponibili sul sito "http://www. acs.enea.it" .

Decreti legislativi

Overcoat System 5

Decreti legislativi


Overcoat System 6

Che cos’è la Trasmittanza Termica (U)?

Che cos’è la Trasmittanza Termica (U)? La Trasmittanza Termica del calore avviene attraverso una parete quando essa è sottoposta ad una differenza di temperatura. Ad esempio in inverno l’energia si trasferisce dall’interno avente temperatura maggiore, verso l’esterno avente temperatura minore. Analogamente ed inversamente avviene d’estate.

Quindi il valore indicato con la lettera U ed espresso in W/m²K, non è altro che la somma di tutte le componenti della parete che contribuiscono alla Trasmittanza.

Tabella valori limite Trasmittanza Termica U strutture verticali opache Edifici di nuova costruzione Zona Climatica

Dal 1 gennaio 2006 U (W/m2 K)

Dal 1 gennaio 2008 U (W/m2 K)

Dal 1 gennaio 2010 U (W/m2 K)

A

0,85

0,72

0,54

B

0,64

0,54

0,41

C

0,57

0,46

0,34

D

0,50

0,40

0,29

E

0,46

0,37

0,27

F

0,44

0,35

0,26

N.B. _ Le Regioni potrebbero stabilire autonomamente valori di Trasmittanza U diversi dalla presente Tabella

Che cos’è l’Efficienza Energetica?

N.B. _ Per gli edifici esistenti che usufruiscono degli incentivi fiscali del 55% sono stati fissati i valori del 01 gennaio 2010, validi fino al 31 dicembre 2009

Che cos’è l’Efficienza Energetica? L’insieme di tutte le Trasmittanze dei componenti l’involucro dell’edificio, quali pareti, finestre e coperture, rapportate al volume, al sistema di produzione di energia e alla zona climatica, determinano l’Efficienza Energetica. Pertanto le Trasmittanze Termiche delle pareti perimetrali incidono sull’Efficienza Energetica e quindi con valori di U, uguali o inferiori ai valori stabiliti dai Decreti Legislativi, si ha una migliore Efficienza Energetica dell’edificio. Ne consegue che migliore è l’Efficienza, minore sarà il fabbisogno di energia primaria e minore sarà quindi il consumo di combustibile fossile.

CASA PASSIVA

< 15kWh/m2anno

A

< 30kWh/m2anno

B

< 50kWh/m2anno

C

< 70kWh/m2anno

D

< 90kWh/m2anno

E

< 120kWh/m2anno

F

< 160kWh/m2anno

G

> 160kWh/m2anno


Stabiliti la Trasmittanza Termica e l’Efficienza Energetica, non resta ora che chiarire che cosa è, e a che cosa serve, il Certificato o Attestato di Qualificazione Energetica. L’attestato di qualificazione energetica è il documento attraverso il quale si può capire come è stato realizzato l’edificio sia dal punto di vista strutturale che impiantistico, quale è il consumo di energia annuo e se l’insieme del sistema edificio-impianto possa essere migliorato sul piano del risparmio energetico. Comprende i dati relativi all’efficienza energetica dell’edificio nella zona climatica in cui è situato, è prodotto successivamente all’esecuzione dei lavori ed è asseverato da tecnico abilitato.

è documento indispensabile, da consegnare al comune, all’atto della richiesta di abitabilità o agibilità dell’edificio. Dal 01/07/08 per tutti gli edifici e dal 01/07/09 anche per le singole unità immobiliari deve essere allegato agli atti di compravendita. Per gli edifici esistenti, purché riscaldati, è documento indispensabile per usufruire degli incentivi fiscali, riconosciuti come detrazione d’imposta Irpef o Ires.

Zone Climatiche A B C D E F Visitate il sito del vostro Comune per stabilire la zona climatica

Che cos’è il Certificato o Attestato di Qualificazione Energetica?

Overcoat System 7

Che cos’è il Certificato o Attestato di Qualificazione Energetica?


ETICS External Thermal Insulation Composite System I sistemi compositi di isolamento termico esterno per edifici sono noti sul mercato come sistemi a cappotto, ma definiti in ambito CE come ETICS (External Thermal Insulation Composite Systems). L’EOTA (European Organization for Technical Approval) è l’organizzazione incaricata dalla Commissione Europea della redazione delle Linee Guida per l’approvazione tecnica dei sistemi compositi di isolamento termico esterno per edifici, gli European Technical Approval (ETA). L’ITC CNR è l’organismo italiano appartenente all’EOTA autorizzato al rilascio degli EuropeanTechnical Approval (ETA).

chiarazione di Conformità e senza il quale non può essere apposta la marcatura CE. Dichiarazione di prestazione e marcatura CE diventano obbligatorie per ciascun prodotto da costruzione coperto da norma armonizzata o conforme a Valutazione Tecnica Europea (ETA) che sostituisce il Benestare Tecnico Europeo.

Guida ETAG 004 Dal 2001, anno di approvazione della Commissione Europea, si fa riferimento alla ETAG 004, vale a dire la Guida Tecnica per il rilascio degli ETA agli ETICS; il nome della Guida per esteso in inglese è “Guidelines for European Techincal Approval of External Thermal Insulation Composite System with renderings for the use as external insulation to the walls of buildings”. La Guida ETAG 004 aggiornata al 27/06/2013 e disponibile in formato pdf nel sito www.eota.be, contiene tutti i riferimenti di valutazione (metodi di prova e valori limite) per arrivare al rilascio di un ETA ai singoli prodotti.

Marcatura CE e Dichiarazione di Prestazione (DoP)

-S IM

IL

E

Il 1° luglio 2013 la Direttiva Europea 89/106 sulla Marcatura CE dei prodotti da costruzione è stata sostituita dal Nuovo Regolamento EU 305/11. Con il nuovo regolamento la marcatura CE assume un significato chiaro diverso da quello della direttiva . La marcatura CE non attesta più la conformità del prodotto ad una specificazione tecnica ma rappresenta la conclusione di un iter attraverso il quale si valuta, accerta e garantisce, mediante procedure di prova o di calcolo e di controllo della produzione ed infine si dichiara la prestazione di un prodotto da costruzione. La Dichiarazione di Prestazione (DoP) diventa il documento fondamentale che sostituisce la Di-

FA C

Overcoat System 8

ETICS External Thermal Insulation Composite System

ETA

-

Stati membri dell'Unione europea e quelli dello Spazio economico europeo, così come in Svizzera ma può essere riconosciuto anche nei paesi in cui è stato concluso un accordo di riconoscimento reciproco per la Comunità Europea. L'ETA per un produttore è la base per la Dichiarazione di Prestazione (DOP). L'ETA è consegnato da un organismo di valutazione tecnica (TAB) su richiesta di un produttore. Un ETA contiene le seguenti informazioni: Informazioni generali sul produttore e il tipo di prodotto Descrizione del prodotto e la sua destinazione d'uso Le prestazioni del prodotto e di riferimenti ai metodi utilizzati per la valutazione Valutazione e verifica della costanza della prestazione sistemi (AVCP) applicato Le specifiche tecniche necessarie per l'attuazione della AVCP Un ETA cui è stato rilasciato dopo il 1 luglio 2013 è valido a tempo indeterminato. 


Overcoat System 9

ETICS External Thermal Insulation Composite System

La valutazione della conformità del proprio “prodotto” (ETICS) al proprio ETA è regolata dal ricorso ad uno strumento - il Factory Production Control o FPC - attraverso il quale si verifica la capacità del produttore di garantire nel tempo tale conformità. Il Factory Production Control (in sostanza il sistema di controllo della produzione di fabbrica) è l’insieme delle procedure di controllo che il produttore esercita sulle materie prime, sui prodotti acquistati, sulla lavorazione, sui prodotti finiti; si tratta di procedure che tutelano circa il fatto che egli immetta sul mercato un sistema la cui conformità alle specifiche dell’ETA sia sempre controllata e quindi che vi sia continuità nella conformità all’ETA.

FA CSI M IL E

Il Factory Production Control o FPC

IL M -S I FA C

L’Organismo Notificato, oltre ad eseguire una visita iniziale di ispezione alla fabbrica, deve prevedere un programma di sorveglianza continua da svolgere per il periodo di validità dell’ETA attraverso visite ispettive periodiche e analisi dei documenti e della registrazione del FPC.

E

L’Attestazione di Conformità per gli ETICS è dunque basata sull’analisi e sull’approvazione del Factory Production Control del prodotto da parte di un Organismo Notificato (Notified Body – NB).


Overcoat System 10

Sistemi di isolamento termico degli edifici “ a cappotto”

Quali sono i vantaggi del Sistema di isolamento termico “a cappotto”

Sistemi di isolamento termico degli edifici “ a cappotto” Per rispettare i valori di trasmittanza imposti dai Decreti Legislativi, l’isolamento termico degli edifici con sistemi “a cappotto” è tra tutte le tecnologie disponibili sul mercato la più efficiente. Naturalmente oltre alla corretta posa in opera occorre anche che siano rispettate altre due condizioni e cioè: • il posizionamento sulla superficie esterna; • lo spessore adeguatamente calcolato in funzione della parete e della zona climatica.

50° 45° 40° 35° 30° 25°

25°

20°

20°

15°

15°

10°

10°

5° 0° -5° -10°

Quali sono i vantaggi del Sistema di isolamento termico “a cappotto” Benessere ambientale L’isolamento termico a cappotto ottimizza tutte le componenti che influiscono sul microclima degli ambienti, regolando il rapporto tra temperatura ambiente e grado di umidità relativa, eliminando i ponti termici, riduce le condense interstiziali, che generano la formazione di muffe.

L’isolamento termico a cappotto, con spessori opportunamente adeguati alla muratura, mantiene la massa muraria più calda e impedisce all’umidità presente nell’aria di passare allo stato liquido.

L’aria negli ambienti che contiene mediamente il 55% di umidità quando viene a contatto con una superficie fredda, passa dallo stato gassoso a quello liquido, così come avviene sulla superficie di una bottiglia refrigerata quando essa viene a contatto con aria più calda e umida.

Ponte Termico

Correzione Ponte Termico con Overcoat System®

Ne consegue che sulle pareti perimetrali non si avranno più quei fenomeni di condensa, che generano la formazione di muffe.


Quali sono i vantaggi del Sistema di isolamento termico “a cappotto”

L’isolamento termico a cappotto, con spessori opportunamente adeguati alla muratura, riduce notevolmente la perdita di calore delle murature perimetrali nel periodo invernale e aumenta le prestazioni del condizionamento estivo.

Il risparmio energetico calcolato in termini di consumo di combustibile fossile può superare abbondantemente il 40% e nel caso di “case passive” (edifici con un fabbisogno annuo di calore < 15 kWh/m2a) si può arrivare al 90%.

Termografia parete non coibentata

Termografia parete coibentata

Quali sono i vantaggi del Sistema di isolamento termico “a cappotto”

Maggiore superficie utile

Nelle nuove costruzioni, o nel caso di ristrutturazioni di edifici esistenti che prevedano il rifacimento delle murature perimetrali, il minor spessore dei nuovi muri perimetrali, consentito grazie all’applicazione dell’isolamento termico a cappotto (la massa muraria deve avere un peso maggiore di 230 kg), aumenta la superficie utile interna degli ambienti.

Overcoat System 11

Risparmio energetico


Overcoat System 12

Quali sono i vantaggi del Sistema di isolamento termico â&#x20AC;&#x153;a cappottoâ&#x20AC;?

Gradi di finitura e dissesti strutturali

Lâ&#x20AC;&#x2122;isolamento termico a cappotto garantisce un grado di finitura ottimale anche in presenza di pareti con superficie non perfettamente planare.

Lâ&#x20AC;&#x2122;isolamento termico a cappotto protegge le murature ma soprattutto i pilastri e le travi dagli sbalzi termici sia estivi che invernali, mantenendo una quiete termica che elimina i dissesti strutturali.


L’isolamento Termico Estivo A differenza del periodo invernale, in estate non si può più considerare la temperatura esterna costante poiché questa non si mantiene più sempre al di sotto della temperatura interna ma varia a cavallo di questa: di notte, è frequente che la

temperatura esterna scenda al di sotto i quella interna o comunque le si avvicini. Per semplicità, dovremo considerare che la temperatura esterna vari con la forma di un onda (sinusoidalmente) nell’arco delle 24 ore.

Te 20

Tme

2 2

8

8

14

Ti

20

Tmi

14 sfasamento

qe Riscaldatore/ Raffrescatore d’aria

qi

Superficie disperdente

La presenza di una parete opaca produce due fenomeni sull’onda termica che arriva all’interno dell’edificio: 1) lo sfasamento dell’onda: il picco di calore, che all’esterno avviene ad esempio alle 14, è avvertito dopo un certo numero di ore; 2) lo smorzamento dell’onda: il picco di calore che avvertiamo all’interno è comunque attenuato rispetto a quello esterno. Sfasamento e smorzamento dipendono dalla conduttività (y), dalla densità e dal calore specifico della parete. A parità di altre condizioni, l’onda termica viene smorzata diminuendo la conduttività ed aumentando il prodotto della densità per il calore specifico dell’isolante.

Nelle località in cui l’isolamento termico estivo assume importanza, è fondamentale valutare il tipo di isolante da utilizzare; nel caso di edifici con strutture pesanti, la scelta non è particolarmente vincolata poiché la struttura stessa ha buone caratteristiche di smorzamento e sfasamento, nel caso invece di strutture leggere, è importante utilizzare pannelli isolanti con buone capacità di sfasamento e smorzamento quali la pietra minerale (Overcoat® Bios), il sughero (Overcoat® Cork) e la fibra di legno (Overcoat® Wood).

Overcoat System 13

L’isolamento Termico Estivo


Overcoat System 14

Esempio di risparmio energetico con sistema Overcoat System®

Esempio di risparmio energetico con sistema Overcoat System® Ipotizziamo di avere un appartamento come quello in figura, posto in zona climatica E con temperatura esterna -2°C e temperatura interna 20°C:

Nord

La parete esterna è costruita in mattoni pieni a due teste sp. 25 cm. isolata con cappotto esterno da 8 cm. “Overcoat System®” pannello in polistirene espanso sinterizzato EPS 120 (conduttività termica 0.034 W/mk)


Con

Senza

Esempio di risparmio energetico con sistema Overcoat System®

- Fabbisogno di energia primaria per la climatizzazione invernale [kWh/anno]:

13.107

4.772

- Indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale propria dell’edificio [EPci]:

168.1

61.2

- Valore dell’indice di prestazione energetica limite per la climatizzazione invernale [EPci Lim]:

57.6

57.6

- Classificazione energetica dell’edificio secon- do Delibera della Giunta Regionale (Emilia Romagna) n.1730 del 16/11/07:

E

C

- Risparmio annuo di energia in fonti primarie previsto con l’intervento [kWh/anno]:

Overcoat System 15

Risultato dei Calcoli:

8.335 (circa 60%)

Valutazione economica murature di tamponamento perimetrali per edifici di nuova costruzione La presente valutazione economica è stata redatta sulla base dei prezzi medi di mercato, sia per l’acquisto dei materiali che per la loro posa. Va tenuto quindi in considerazione la possibilità di eventuali differenze dei costi di realizzazione tra le imprese che operano sul mercato. a) Costo Muratura tipo Poroton da 25cm 45% forature + cappotto EPS 120 6 cm: Intonaco + Poroton 25 + cappotto EPS 120 6 cm con finitura intonachino acrilico = € 67,00 circa Spessore totale cm 31 b) Costo Muratura tipo Poroton da 30cm 45% forature + cappotto EPS 120 5 cm: Intonaco + Poroton 30 + cappotto EPS 120 5 cm con finitura intonachino acrilico = € 69,00 circa Spessore totale cm 36 c) Costo Muratura cassa vuota con doppio Blocco 21 fori: Intonaco + Blocco 21 fori + rinzaffo + lana di roccia 5 cm + Blocco 21 fori + intonaco + intonachino acrilico = € 70,00 circa Spessore totale cm 35

N.B. Valori di spesa teorici puramente indicativi, da non ritenersi assolutamente vincolanti.

Valutazione economica murature di tamponamento perimetrali per edifici di nuova costruzione


Overcoat System 16

Overcoat System®

Overcoat System® “OVERCOAT SYSTEMS®” è una Linea di sistemi di isolamento esterno degli edifici “a cappotto”, costituito da una gamma completa di isolanti termici incollati e fissati meccanicamente alle pareti perimetrali, rivestiti da uno strato sot-

tile di intonaco armato con rete e da una serie di rivestimenti, acrilici o minerali, traspiranti, con funzioni di protezione, idrorepellenza e decorazione.

Sentirsi protetti Overcoat System

Le soluzioni “OVERCOAT SYSTEMS® ” offrono agli edifici: - elevato coefficiente di isolamento termico e acustico; - eliminano le dispersioni nei ponti termici; - proteggono dagli agenti atmosferici;

®

- resistono alla formazione di crepe e fessure; - offrono facilità di intervento; - migliorano le qualità estetiche ed il comfort abitativo.


La Gamma Overcoat System®

Sistema di isolamento termico degli edifici “a cappotto” con pannello in polistirene EPS

Sistema di isolamento termico degli edifici “a cappotto” con pannello in polistirene EPS e grafite, ad elevato coefficiente di isolamento (λD=0,031 W/mK)

Sistema minerale bio-compatibile, altamente traspirante, di isolamento termico degli edifici “a cappotto” con pannello in pietra macinata

Sistema di isolamento termico degli edifici “a cappotto” con pannello in polistirene EPS e grafite stampato con superficie riflettente di colore bianco, microforato a celle chiuse, diffusivo al vapore ( µ<15-30) ad elevata conduttività termica ( λD=0,031)

Sistema minerale bio-compatibile di isolamento termico degli edifici “a cappotto”, altamente traspirante (μ=1), con pannello in lana di roccia

Sistema di isolamento termico degli edifici “a cappotto” con pannello in STIFERITE CLASS SK schiuma polyiso espansa rigida (PIR) con rivestimenti di velo vetro saturato su entrambe le facce ad elevatissima conduttività termica (λD=0,025)

Sistema di isolamento termico degli edifici “a cappotto” bio-compatibile, altamente traspirante, con pannello in sughero “bruno” autoespanso

Sistema di isolamento termico degli edifici “a cappotto” con pannello in polistirene espanso sinterizzato ed elasticizzato (EPS T), ad elevate prestazioni termiche (λD=0,035 W/mK) ed ottima efficienza acustica

Sistema di isolamento termico degli edifici “a cappotto” bio-compatibile, altamente traspirante, con pannello in fibra di legno

Overcoat System 17

La Gamma Overcoat System®


Overcoat System 18

Overcoat System®

Overcoat System® I SISTEMI “a cappotto” OVERCOAT SYSTEMS® rispondono principalmente alle necessità di isolamento termico e di protezione degli edifici dall’azione degli agenti atmosferici; con l’utilizzo di isolanti specifici possono soddisfare anche esigenze di isolamento acustico. Sono costituiti da uno strato di materiale isolante termico o termoacustico, di spessore adeguatamente dimensionato, incollato e/o fissato meccanicamente alle pareti perimetrali tramite tasselli, profili o altro, rivestiti da uno o più strati sottili di intonaco in cui viene annegata una rete armata di rinforzo in tessuto di filati di fibra di vetro, e rivestito superficialmente da uno strato protettivo e decorativo di intonachino o pittura colorati, dotati di elevata idrorepellenza, elasticità, buona permeabilità al vapore, con adeguata resistenza all’attacco superficiale di alghe e microrganismi.

I SISTEMI “a cappotto” OVERCOAT SYSTEMS® possono essere applicati sia su nuove costruzioni, che per il restauro conservativo di edifici esistenti. Possono essere applicati su: • mattoni in laterizio pieni e forati • calcestruzzo • calcestruzzo poroso • calcestruzzo alleggerito Per tutti gli altri supporti costituiti, a titolo esemplificativo, da pietra, materiali lapidei, rivestimenti in clinker, ceramici, vecchie pitture e rivestimenti, case in legno ecc.,è raccomandato un preventivo sopralluogo tecnico per valutare la fattibilità dell’intervento ed il ciclo idoneo da adottare, in particolare in presenza di patologie di varia natura.

SUPPORTO

STRATO ISOLANTE

RETE DI ARMATURA STRATO SOTTILE DI INTONACO ARMATO

TASSELLO COLLANTE STRATO DI FINITURA


Garanzia Overcoat System® Per poter offrire questo livello di garanzia i prodotti e materiali da noi forniti subiscono costanti e severi controlli di qualità. A questo scopo, sui prodotti fabbricati internamente, vengono effettuati su ogni singolo lotto di produzione prelievi - campione e conservati per cinque anni dalla data di produzione.

I componenti Overcoat System® • Malta collante adesiva • Materiale isolante • Tasselli • Malta rasante • Rete di armatura in fibra di vetro

Overcoat System 19

A tutela dei nostri Clienti i sistemi OVERCOAT SYSTEMS® del Colorificio MP sono coperti da “Polizza assicurativa garanzia di prodotto” per la durata di anni 10 dalla data di fornitura, per la vendita e applicazione in tutti i paesi del mondo ad esclusione di USA e Canada, in particolare per quanto riguarda i seguenti casi, qualora siano imputabili a difetto di prodotto e non rientrino nel comune comportamento reologico del relativo prodotto: • Perdita di colore • Screpolature e distacchi • Spolverio • Macchie di colore • Affioramenti di alghe e/o muffe

Garanzia Overcoat System®

®

I componenti Overcoat System

• Elementi angolari, elementi terminali, profili per zoccolatura, profili di raccordo, giunti di dilatazione, guarnizioni. • Mano di fondo • Strato protettivo-decorativo di finitura


Overcoat System 20

Rappresentazione schematica dei sistemi Overcoat®

Rappresentazione schematica dei sistemi Overcoat® SISTEMA Malta da incollaggio Materiale isolante

INTOCEM PLUS

Pannello in polistirene espanso (EPS)

INTOCEM PLUS

INTOCEM PLUS

Pannello in polistirene Pannello in polistirene espanso (EPS) additti- espanso sinterizzato vato con grafite elasticizzato (EPS T)

6pz /m2

6pz /m2

6pz /m2

INTOCEM PLUS

INTOCEM ETICS LIGHT

Pannello in Stiferite® SK, pannello sandwich costituito da un componente isolante in schiuma polyiso, espansa, rivestito su entrambe le facce con velo di vetro saturato 5pz /m2

Pannello stampato RESPHIRA®, realizzato coniugando polistirene espanso sinterizzato e polistirene espanso arricchito con grafite 6pz /m2

Tassellatura

Strato di Rasatura Mano di fondo

min 5mm inclusa rete di armatura da 155g/m2

min 5mm inclusa rete di armatura da 155g/m2

INTOCEM PLUS

INTOCEM ETICS LIGHT

min 5mm inclusa rete di armatura da 155g/m2

min 5mm inclusa rete di armatura da 155g/m2

min 5mm inclusa rete di armatura da 155g/m2

QUARZITE FINISH EXTRA

QUARZITE FINISH EXTRA

ELASTOP QUARZ

QUARZITE FINISH

QUARZITE TOP

QUARZITE

ELASTO PUTZ

INTOCEM PLUS

INTOCEM PLUS

INTOCEM PLUS

EXTRA pittura Microrivestimento Microrivestimento Microrivestimento acrilica-elastomerica murale acril-silossanico murale acril-silossanico riempitiva al quarzo murale acril-silossanico al quarzo per esterno al quarzo per esterno al quarzo per esterno per esterno QUARZITE FASSADEN-PUTZ

rivestimento murale acril-silossanico, elastico, microfibrato

QUARZITE

pittura acrilic-silossanica riempitiva al quarzo per esterno

FASSADEN-PUTZ

Rivestimento murale FASSADEN-PUTZ FASSADEN-PUTZ rivestimento murale a rivestimento murale spessore elastomerico, rivestimento murale acril-silicato silossano, elastico, microfibrato acril-silossanico, acril-silossanico, fibrorinforzato elastico, microfibrato elastico, microfibrato

FASSADEN-PUTZ

rivestimento murale FASSADEN-PUTZ FASSADEN-PUTZ acril-silicato silossano, rivestimento murale rivestimento murale elastico, microfibrato acril-silicato silossano, acril-silicato silossano, elastico, microfibrato elastico, microfibrato Rivestimento PROTEXIL-PUTZ murale Rivestimento murale di finitura a base di emulsioni siliconiche PROTEXIL-PUTZ Rivestimento murale di finitura a base di ELASTOP QUARZ emulsioni siliconiche Microrivestimento acrilico elastico per facciate di qualità superiore. non coperto da Polizza Assicurativa

FASSADEN-PUTZ

Rivestimento murale acril-silicato silossano, elastico, microfibrato

ELASTO PUTZ

Rivestimento murale a spessore elastomerico, fibrorinforzato

QUARZITE FASSADEN-PUTZ

rivestimento murale acril-silossanico, elastico, microfibrato

PROTEXIL-PUTZ

Rivestimento murale di finitura a base di emulsioni siliconiche

SISTEMA Malta da incollaggio

INTOCALCE

INTOCALCE

INTOCALCE

INTOCALCE

Materiale isolante

Pannello Bios in pietra minerale

Pannello in lana di roccia

Pannello in sughero “bruno” autoespanso

Pannello in fibra di legno

2 pz per pannello

3 pz per pannello

6pz /m2

6pz /m2

Tassellatura

Strato di Rasatura Mano di fondo

INTOCALCE

min 10mm inclusa rete di armatura da 155g/m2

INTOCALCE

min 10mm inclusa rete di armatura da 155g/m2

INTOCALCE

min 10mm inclusa rete di armatura da 155g/m2

INTOCALCE

min 10mm inclusa rete di armatura da 155g/m2

PROTEXIL ACQUA PRIMER PROTEXIL ACQUA PRIMER PROTEXIL ACQUA PRIMER PROTEXIL ACQUA PRIMER Consolidante impregnante di fondo acril- silossanico all’acqua

Consolidante impregnante di fondo acril- silossanico all’acqua

Consolidante impregnante di fondo acril- silossanico all’acqua

Consolidante impregnante di fondo acril- silossanico all’acqua

ACCADEMIA INTOSIL ACCADEMIA INTOSIL ACCADEMIA INTOSIL ACCADEMIA INTOSIL Rivestimento Rivestimento minerale di Rivestimento minerale di Rivestimento minerale di Rivestimento minerale di finitura ai silicati di potassio finitura ai silicati di potassio finitura ai silicati di potassio finitura ai silicati di potassio murale idrofobizzati

PROTEXIL ELASTO-PUTZ Rivestimento murale silossanico-elastomerico, fibrorinforzato

idrofobizzati

PROTEXIL ELASTO-PUTZ Rivestimento murale silossanico-elastomerico, fibrorinforzato

idrofobizzati

PROTEXIL ELASTO-PUTZ Rivestimento murale silossanico-elastomerico, fibrorinforzato

idrofobizzati

PROTEXIL ELASTO-PUTZ Rivestimento murale silossanico-elastomerico, fibrorinforzato


Compatibilità dei sistemi Overcoat® con il supporto CARATTERISTICA PRODOTTO

Cond. Termica (W/mK)

0,033-0,036

0,031

0,035

0,025-0,026-0,028 In funzione degli spessori

0,031

Perm. Vapore μ del pannello

20-40

20-40

20-40

56

15-30

Peso specifico (Kg/m3)

18-30

18-30

20

35

18-30

Sfasamento prodotto da 10cm isolante

2

2

2

3,85

2

CARATTERISTICA PRODOTTO

Cond. Termica (W/mK)

0,043

0,036

0,036-0,037

0,040

Perm. Vapore μ del pannello

5

1

5-15

3

Peso specifico (Kg/m3)

130

strato est 150 strato int 90

110-120

150-190

Sfasamento prodotto da 10cm isolante

5

2

4,5

6

SUPPORTO

Calcestruzzo Mattone pieno Mattone forato Legno pieno Traverse in legno Edificio nuovo Restauro Legenda Consigliabile Sufficiente Non idoneo

Overcoat System 21

Compatibilità dei sistemi Overcoat con il supporto


Overcoat System 22

Modalità di applicazione, accorgimenti

Modalità di applicazione, accorgimenti. I Supporti Anche se il supporto non è componente del Sistema OVERCOAT SYSTEM®, dovendo questo creare la base di sostegno ed ancoraggio del sistema, è fondamentale conoscerne la natura, stratigrafia, analizzare tutte le componenti critiche e le problematiche, per poter prendere ogni accorgimento necessario ed adeguato per il buon esito dell’intervento.

Caratteristiche delle superfici

Le superfici devono essere sufficientemente complanari e senza asperità eccessive, su di una altezza di 4 m i dislivelli non devono superare i 7-8 mm. In caso contrario occorre regolarizzare il supporto. Prima di procedere all’applicazione, assicurarsi che il supporto sia perfettamente asciutto e stagionato (minimo 30 - 45 giorni dal getto), non presenti umidità dovuta ad assorbimento dall’esterno, infiltrazioni o risalita dal terreno. Il supporto deve essere perfettamente ancorato al substrato, non presentare sporco, unto, contaminazione da muffe, funghi, batteri, sali o quant’altro possa compromettere l’adesione o la buona riuscita del lavoro. Le superfici devono essere coese e solide, offrire buona resistenza meccanica e capacità adesiva. Non devono essere eccessivamente assorbenti per non causare al disidratazione del collante. Devono essere eliminati tutti i corpi estranei.

1) PREPARAZIONE DELLE SUPERFICI 1A) SUPPORTI VECCHI

1A.1) Intonaci e calcestruzzo Eliminare ogni parte non aderente, ammalorata, non perfettamente solidale alla muratura. Ripristinare con malta cementizia, ove necessario, le parti mancanti, garantendo il reintegro volumetrico e la planarità. Riprendere spigoli e cornici con INTOCEM RIPRISTINO. Procedere a un idrolavaggio completo della superficie, e consolidare e isolare con RESINPOL diluito fino al max 30% con ragia dearomatizzata, applicando in maniera satura, assicurandosi che non vetrifichi superficialmente. Verificare successivamenteall’applicazione che la superficie sia sufficientemente consolidata, diversamente applicare una seconda mano di RESINPOL.

1A.2) Pareti rivestite da vecchie tinte o rivestimenti plastici Eliminare tutti gli strati di vecchie pitture o rivestimenti non perfettamente ancorati al supporto mediante raschiatura manuale o meccanica, o sverniciatura. Gli sverniciatori chimici, applicati su strati sottili, possono lasciare sulla superficie depositi di paraffine che possono compromettere il buon ancoraggio del collante alla parete, tali depositi residui vanno eliminati integralmente. Procedere a un idrolavaggio completo della superficie, verificato il perfetto stato di solidità del supporto. Consolidare e isolare con RESINPOL diluito fino al max 30% con ragia dearomatizzata, applicando in maniera satura, assicurandosi che non vetrifichi superficialmente. Verificare successivamente all’applicazione che la superficie sia sufficientemente consolidata, diversamente applicare una seconda mano di RESINPOL . 1A.3) Rivestimenti in clinker o ceramici Ispezionare accuratamente tutto il rivestimento, nelle zone in cui questo non è solidale con il supporto va asportato e riempite le cavità, con INTOCEM RIPRISTINO su parti limitate con spessori elevati, con INTOCEM PLUS su zone estese con basso spessore (3 - 5 mm). Effettuare una idrosabbiatura, o sabbiatura, o abrasivatura sul rivestimento al fine di renderlo poroso, con un minimo di assorbimento, necessario a garantire l’adesione della successiva malta di ancoraggio. 1B) SUPPORTI NUOVI

Assicurarsi che il supporto murario sia perfettamente asciutto, esente da polvere, che non presenti irregolarità rilevanti sulla superficie e che abbia subito il necessario periodo di stagionatura e presenti la stabilità necessaria. I calcestruzzi faccia vista nuovi devono avere un periodo di stagionatura di almeno 45 gg. Il supporto deve essere convenientemente pulito prima di applicarvi i pannelli isolanti.

1C) POSIZIONAMENTO IMPIANTI Pluviali, tubazioni del gas, cavi elettrici e telefonici dovranno essere preventivamente spostati da personale autorizzato verso l’esterno prevedendo uno spazio libero corrispondente allo spessore dei pannelli utilizzati, più uno spessore minimo di 2 cm.


2) ZOCCOLATURA E ZONA A CONTATTO CON IL TERRENO

4) POSA DELL’ISOLANTE CON INTOCEM PLUS O INTOCALCE

Devono essere seguiti accorgimenti costruttivi che mantengano l’acqua piovana non a contatto con la facciata, quale un letto di ghiaia drenante (acqua meteorica), o uno strato d’interruzione del movimento capillare. Pavimentazioni e marciapiedi devono avere adeguata pendenza verso l’esterno ed essere provvisti di giunto costruttivo. L’isolamento contro terra è applicato all’esterno della guaina impermeabile, utilizzando pannelli che non trasmettono l’umidità del terreno, la rasatura armata sul materiale isolante contro terra deve essere eseguita con un rasante flessibile e resistente all’umidità, quale ELASTO CEM, terminare a circa 20-30 cm al di sotto del livello del terreno, avendo cura di raccordarsi alla guaina. Sopra il livello del terreno, fino ad un’altezza massima di 1 m, devono essere utilizzati pannelli che non trasmettono l’umidità del terreno, ed essere inseriti nel terreno, come sopra descritto.

Mettere 5-6 l di acqua ogni 25 kg di prodotto in un contenitore o in betoniera, versare sotto agitazione INTOCEM PLUS o INTOCALCE (per i sistemi naturali e traspiranti: OVERCOAT® BIOS, OVERCOAT® ROCK, OVERCOAT® CORK, OVERCOAT® WOOD) e miscelare per almeno 5 minuti, comunque fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Lasciare a riposo 5 minuti prima di procedere all’applicazione.

3) POSIZIONAMENTO PROFILI Stabilita la quota di partenza del sistema, posizionare i profili di zoccolo per l’allineamento, il contenimento e la protezione del rivestimento. Predisporre i fori nella parete (diam. 6 mm, profondità 40 mm circa) in ragione di circa 2 ogni ml, fissare con tasselli ad espansione. Posizionare i profili sottofinestra dove la sporgenza del davanzale non è sufficiente (almeno 5 cm), fissare con tasselli ad espansione, quindi sigillare il giunto tra profilo e sottodavanzale.

Applicare il collante sui pannelli a cordoli lungo il perimetro della lastra e con 3 punti centrali al fine di rendere solidale l’intero perimetro ed il centro della lastra, lasciando degli spazi vuoti all’interno della lastra, in modo da non avere l’effetto ventosa durante la posa e creare una camera d’aria tra pannello e parete. Il consumo minimo di collante deve essere di 4 -5 kg/ m2

Overcoat System 23

Modalità di applicazione, accorgimenti


Overcoat System 24

Modalità di applicazione, accorgimenti

Modalità di applicazione, accorgimenti. Applicare i pannelli sulla superficie immediatamente dopo aver steso il collante, partendo dal profilo di zoccolo e procedendo dal basso verso l’alto, per strisce orrizontali, in modo sfalsato, aiutandosi con un martello gommato per assicurare la presa. I pannelli dovranno essere perfettamente accostati in maniera che le giunzioni non siano visibili. Evitare che si vengano a creare dislivelli di spessore superiori a 2 mm e aperture di superficie superiore a 2 mm, e nel caso chiudere con pezzi di isolante. Evitare fuoriuscita di collante sui bordi dei pannelli in quanto questa causerebbe la formazione di ponti termici. Sugli spigoli le teste dei pannelli dovranno risultare alternate.

5) TASSELLATURA

In tutti i casi in cui il supporto non offra sufficiente garanzia di adesione procedere al fissaggio meccanico con tasselli omologati . I tasselli devono essere certificati ETAG 014 per il fissaggio di pannelli isolanti sui sistemi ETICS. La scelta del tipo di tassello e del numero di tasselli da utilizzare per m2 è determinata dal tipo di isolante impiegato (tabella “Rappresentazione schematica dei Sistemi Overcoat® “) . Si consiglia, a indurimento del collante, di perforare ad avvitamento e non attivando la percussione del trapano su supporti in laterizio forato o calcestruzzo cellulare . I tasselli devono essere applicati sui pannelli in corrispondenza delle superfici ove sia presente la colla sottostante e non sugli spazi vuoti per non compromettere la stabilità del sistema.


6) APPLICAZIONE DEI PROFILI PARASPIGOLI E ACCESSORI Applicare gli eventuali profili accessori ed i profili angolari paraspigoli in alluminio naturale o PVC, preferibilmente con rete premontata, in corrispondenza di tutti gli spigoli, per la piombatura del sistema e la protezione meccanica, fissandoli direttamente sull’isolante con la malta, collegandoli poi alla rete di armatura con un sormonto minimo di 10 cm. Non utilizzare profili zincati o in acciaio verniciato.

7) INTONACO DI RASATURA E ARMATURA Dopo almeno 2 giorni dalla posa dell’isolante, preparare l’intonaco di rasatura utilizzando INTOCEM PLUS o INTOCALCE (per i sistemi naturali e traspiranti: OVERCOAT® BIOS, OVERCOAT® ROCK, OVERCOAT® CORK, OVERCOAT® WOOD) mettendo circa 5-6 l di acqua ogni 25 kg di prodotto in un contenitore o in betoniera, versare sotto agitazione e miscelare per almeno 5 minuti, comunque fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Lasciare a riposo 5 minuti prima di procedere all’applicazione.

Stendere sull’isolante uno strato omogeneo di malta mediante un frattazzo d’acciaio avendo cura di lisciare e rendere continuo lo strato per uno spessore di circa 1 - 2 mm.

Agli angoli di porte e finestre è necessario inserire reti di armatura diagonali da applicare nell’intonaco di fondo prima dell‘applicazione della rasatura armata e da fissare in modo che i bordi delle strisce si trovino direttamente sull‘angolo con inclinazione di circa 45°. Le strisce di rete hanno normalmente una dimensione di ca. 200 x 300 mm. È ammesso l‘uso di reti pronte, presagomate.

Sulla malta ancora fresca posare la rete di armatura in fibra di vetro da 155g/ m2 (certificata ETAG 004) ben tesa, in teli, avendo cura di evitare la formazione di bolle, pieghe. Sovrapporre i teli nelle giunzioni di almeno 10 cm e annegare la rete nella malta mediante il frattazzo d’acciaio. In corrispondenza degli spigoli sovrapporre la rete senza tagliarla con un risvolto di almeno 20 cm. Rinforzare gli angoli delle finestre con ritagli di rete di cm 30 x 20 circa posti obliquamente.

Overcoat System 25

Modalità di applicazione, accorgimenti


Overcoat System 26

Modalità di applicazione, accorgimenti

Modalità di applicazione, accorgimenti. Le zoccolature esposte a traffico ed al rischio di urto fino ad un’altezza di cm 150 - 250 vanno armate con la rete rinforzata tipo 370 g/ m2 oppure in alternativa sovrapporre 2 strati di rete da 155g/ m2. Prima del completo indurimento del primo strato di intonaco procedere alla stesura di un secondo strato di 1 - 2 mm avendo cura di ricoprire completamene la rete di armatura e di conferire una superficie omogenea e uniforme. Il consumo minimo di rasante deve essere di 1,5-2,0 kg/ m2 per strato.

8) MANO DI FONDO Trascorsi circa 2 gg. per ogni mm di strato applicato dalla posa dell’intonaco di rasatura, e in ogni caso quando questi è perfettamente essiccato, procedere all’applicazione di una mano di fondo specifica in base alla finitura utilizzata (vedere alla tabella “Rappresentazione schematica dei sistemi Overcoat®”) data a pennello o rullo in ragione di circa 120 - 150 ml/m2, al fine di dare uniformità di assorbimento e coloritura alla superficie e favorire l’adesione del successivo strato (dopo almeno 1giorno) di rivestimento protettivo.

9) STRATO PROTETTIVO DI FINITURA Per i sistemi OVERCOAT® BIOS, OVERCOAT® ROCK, OVERCOAT® CORK, OVERCOAT® WOOD la rasatura della superficie deve essere eseguita con INTOCALCE seguendo la procedura seguente: 1. applicazione della prima mano con spatola dentata lasciando uno spessore di circa 7mm; 2. applicazione della seconda mano di INTOCALCE (ad avvenuta asciugatura della prima) con spatola americana fino a livellamentodella prima e affogamento della rete di armatura. 3. applicazione della terza mano con spatola americana per coprire la quadrettatura della rete visibile in superficie.

Applicare FASSADEN-PUTZ, QUARZITE FASSADENPUTZ, PROTEXIL® PUTZ, PROTEXIL® ELASTOPUTZ, ACCADEMIA INTOSIL (vedere alla tabella “Rappresentazione schematica dei sistemi Overcoat®”, in base al tipo di isolante impiegato) steso con frattazzo d’acciaio e successivamente lisciato, per uno spessore di mm 1,5 - 1,7 circa. Nel caso la finitura sia con ELASTOP QUARZ, applicarne 3 mani date a pennello o rullo nella tinta desiderata, solo previa applicazione di una terza mano di rasatura con INTOCEM PLUS con consumo minimo complessivo di 5 kg/m2 (3 mani).


RACCOMANDAZIONI: • Prima di procedere all’applicazione, assicurarsi che il supporto sia perfettamente asciutto e stagionato e sia perfettamente ancorato al substrato, non presenti sporco, unto, contaminazione da muffe, funghi, batteri, sali o quant’altro possa compromettere l’adesione o la buona riuscita del lavoro.

• Non applicare con il rischio di pioggia imminente, in pieno sole, in presenza di forte vento, o con nebbie persistenti.

• Conservare gli imballi al riparo dal gelo (minimo + 5 °C)

• Predisporre i ponteggi in modo da poter dare esecuzione continuativa all’opera fino a interruzioni archittetoniche al fine di evitare il formarsi di giunti, sormonti, differenze di colorazioni.

• Conservare in luogo fresco, asciutto ed al riparo dal sole. • Utilizzare i prodotti a temperatura ambientale e del supporto compresa tra + 8 °C e + 35 °C e con umidità relativa non superiore al 75% • Evitare che l’essiccazione avvenga a temperatura dell’ambiente e del supporto inferiore a + 5 °C

Le presenti notizie sono frutto di prove scrupolosamente controllate ed esprimono le nostre migliori e piu’ aggiornate conoscenze. Peraltro queste notizie vengono divulgate come informazione e non possono impegnare la responsabilità della nostra Azienda nè fornire appiglio per contestazioni di qualsiasi genere che possano comunque essere collegate con l’impiego dei prodotti descritti. Cio’ anche in considerazione del fatto che le condizioni d’impiego sfuggono al nostro controllo.

• Proteggere da pioggia battente le facciate per il tempo necessario alla completa stagionatura dei prodotti.

• Approvvigionarsi delle tinte in lotto unico nella quantità sufficiente a terminare il lavoro o quantomeno a completare porzioni di lavoro che non possano evidenziare differenze di tonalità. • Lavare subito dopo l’uso gli attrezzi con acqua.

Overcoat System 27

Modalità di applicazione, accorgimenti


Overcoat System 28

Indici di Riflessione

Indici di Riflessione L’indice di riflessione è un fattore che indica la percentuale di luce che viene riflessa da una superficie. Ogni tinta ha un proprio fattore di riflessione che dipende dalla sua tonalità: più la tinta è chiara e più è alto l’indice di riflessione (0% il nero assoluto – 98% bianco - solfato di bario). Questo parametro è utile nella scelta della tinta da utilizzare nelle finiture per sistemi di isolamento termico a cappotto, in quanto indici

di riflessione troppo bassi determinano un assorbimento di calore elevato che può comportare la formazione di crepe dovute ad eccessive escursioni termiche superficiali. Si consiglia, pertanto, l’utilizzo di tinte con fattore di riflessione maggiore di 20%. In allegato vi sono le tabelle con i valori degli indici di riflessione delle tinte della collezione “Tecnologie per facciate” e della mazzetta “I Colori del Colore” .

TECNOLOGIE PER FACCIATE TINTA

INDICE

TINTA

INDICE

TINTA

INDICE

TINTA

INDICE

5201

66%

5219

63%

5237

52%

5255

29%

5202

69%

5220

68%

5238

48%

5256

19%

5203

70%

5221

29%

5239

43%

5257

54%

5204

61%

5222

33%

5240

31%

5258

37%

5205

75%

5223

55%

5241

60%

5259

28%

5206

75%

5224

56%

5242

47%

5260

17%

5207

77%

5225

31%

5243

41%

5261

26%

5208

64%

5226

40%

5244

32%

5262

16%

5209

63%

5227

58%

5245

69%

5263

14%

5210

64%

5228

38%

5246

46%

5264

12%

5211

74%

5229

33%

5247

31%

5009

80%

5212

75%

5230

34%

5248

23%

5010

52%

5213

65%

5231

28%

5249

62%

5011

62%

5214

71%

5232

19%

5250

35%

5012

24%

5215

71%

5233

61%

5251

25%

5013

55%

5216

79%

5234

46%

5252

19%

5014

13%

5217

30%

5235

37%

5253

66%

5218

43%

5236

37%

5254

44%


TINTA INDICE TINTA INDICE TINTA INDICE TINTA INDICE TINTA INDICE TINTA INDICE 2700 NA 2701 NA 2702 NA 2703 NA 2704 NA 2705 NA 2706 NA 2707 NA 2708 NA 2709 NA 2710 NA 2711 NA 2712 NA 2713 NA 2714 NA 2715 NA 2716 NA 2717 NA 2718 NA 2719 NA 2720 NA 2721 NA 2722 NA 2723 NA 2724 NA 2725 NA 2726 NA 2727 NA 2728 NA 2729 NA 2730 NA 2731 NA 2732 NA 2733 NA 2734 NA 2735 NA 2736 NA 2737 NA 2738 NA 2739 NA 2740 NA 2741 NA 2742 NA 2743 NA 2744 NA 2745 NA 2746 NA 2747 NA

70% 72% 69% 80% 79% 76% 86% 80% 79% 76% 74% 69% 77% 68% 70% 76% 63% 58% 64% 62% 55% 62% 59% 50% 65% 53% 47% 62% 44% 36% 60% 47% 33% 52% 44% 40% 64% 40% 27% 66% 47% 35% 69% 54% 35% 56% 29% 25%

2748 NA 2749 NA 2750 NA 2751 NA 2752 NA 2753 NA 2754 NA 2755 NA 2756 NA 2757 NA 2758 NA 2759 NA 2760 NA 2761 NA 2762 NA 2763 NA 2764 NA 2765 NA 2766 NA 2767 NA 2768 NA 2769 NA 2770 NA 2771 NA 2772 NA 2773 NA 2774 NA 2775 NA 2776 NA 2777 NA 2778 NA 2779 NA 2780 NA 2781 NA 2782 NA 2783 NA 2784 NA 2785 NA 2786 NA 2787 NA 2788 NA 2789 NA 2790 NA 2791 NA 2792 NA 2793 NA 2794 NA 2795 NA

56% 34% 23% 50% 48% 15% 51% 32% 18% 38% 32% 19% 60% 45% 32% 46% 28% 17% 47% 41% 28% 57% 53% 40% 53% 41% 36% 58% 39% 33% 68% 49% 29% 63% 68% 49% 67% 65% 55% 68% 67% 56% 75% 65% 65% 78% 58% 51%

2796 NA 2797 NA 2798 TT 2799 TT 2800 TT 2801 TT 2802 TT 2803 TT 2804 TT 2805 TT 2806 TT 2807 TT 2808 TT 2809 TT 2810 TT 2811 TT 2812 TT 2813 TT 2814 TT 2815 TT 2816 TT 2817 TT 2818 TT 2819 TT 2820 TT 2821 TT 2822 TT 2823 TT 2824 TT 2825 TT 2826 TT 2827 TT 2828 TT 2829 TT 2830 TT 2831 TT 2832 TT 2833 TT 2834 TT 2835 TT 2836 TT 2837 TT 2838 FS 2839 FS 2840 FS 2841 FS 2842 FS 2843 FS

83% 82% 81% 82% 81% 79% 79% 80% 76% 81% 80% 80% 79% 82% 78% 84% 81% 81% 82% 79% 74% 82% 78% 80% 83% 79% 78% 79% 77% 82% 84% 83% 82% 81% 81% 84% 83% 80% 73% 73% 65% 67% 66% 58% 49% 83% 54% 83%

2844 FS 2845 FS 2846 FS 2847 FS 2848 FS 2849 FS 2850 FS 2851 FS 2852 FS 2853 FS 2854 FS 2855 FS 2856 FS 2857 FS 2858 FS 2859 FS 2860 FS 2861 FS 2862 FS 2863 FS 2864 FS 2865 FS 2866 FS 2867 FS 2868 FS 2869 FS 2870 FS 2871 FS 2872 FS 2873 FS 2874 FS 2875 FS 2876 FS 2877 FS 2878 FS 2879 FS 2880 FS 2881 FS 2882 FS 2883 FS 2884 FS 2885 FS 2886 FS 2887 FS 2888 FS 2889 FS 2890 FS 2891 FS

65% 49% 37% 61% 48% 35% 58% 49% 39% 60% 56% 51% 69% 61% 46% 65% 62% 50% 62% 51% 38% 66% 59% 34% 71% 59% 28% 70% 38% 29% 69% 36% 17% 70% 45% 24% 56% 36% 27% 45% 38% 16% 45% 29% 13% 47% 38% 16%

2892 FS 2893 FS 2894 FS 2895 FS 2896 FS 2897 FS 2898 FS 2899 FS 2900 FS 2901 FS 2902 FS 2903 FS 2904 FS 2905 FS 2906 FS 2907 FS 2908 FS 2909 FS 2910 FS 2911 FS 2912 FS 2913 FS 2914 FS 2915 FS 2916 FS 2917 FS 2918 FS 2919 FS 2920 FS 2921 FS 2922 FS 2923 FS 2924 FS 2925 FS 2926 FS 2927 FS 2928 FS 2929 FS 2930 FS 2931 FS 2932 FS 2933 FS 2934 FS 2935 FS 2936 FS 2937 FS 2938 FS 2939 FS

59% 38% 16% 69% 33% 16% 57% 42% 10% 53% 31% 24% 60% 51% 27% 56% 21% 16% 73% 65% 42% 69% 60% 51% 66% 49% 47% 75% 68% 61% 68% 64% 59% 72% 72% 61% 66% 64% 50% 81% 43% 29% 62% 47% 39% 65% 47% 30%

2940 FS 2941 FS 2942 FS 2943 FS 2944 FS 2945 FS 2946 FS 2947 FS 2948 FS 2949 FS 2950 FS 2951 FS 53-0025 53-0050 53-0200 53 52-0025 25-0050 52-0200 52 56-0025 56-0050 56-0200 56 57-0025 57-0050 57-0200 57 50-0025 50-0050 50-0200 50 51-0025 51-0050 51-0200 51 59-0025 59-0050 59-0200 59 54-0025 54-0050 54-0200 54 58-0025 58-0050 58-0200 58

67% 42% 26% 63% 38% 18% 44% 29% 14% 67% 55% 52% 75% 69% 56% 30% 78% 75% 68% 50% 70% 65% 50% 28% 53% 45% 31% 15% 49% 38% 23% 10% 57% 49% 31% 10% 49% 38% 21% 4% 74% 65% 51% 15% 65% 61% 45% 4%

Overcoat System 29

Indici di Riflessione


Overcoat System 30

I Sistemi

Overcoat System®

I SISTEMI Overcoat System® Sistema classico di isolamento dall’esterno degli edifici “a cappotto” con pannelli isolanti in polistirene espanso conformi alla norma UNI EN 13163:2009

OVERCOAT SYSTEM® è un sistema di isolamento esterno degli edifici “a cappotto”, costituito principalmente da un isolante termoacustico incollato e fissato meccanicamente alle pareti perimetrali, rivestito da uno strato sottile di intonaco armato con rete e da un rivestimento acrilico o acril-silossanico traspirante con funzioni di protezione, idrorepellenza e decorazione. Il materiale isolante che lo compone è stabile nel tempo, resistente meccanicamente, con un modulo elastico che lo rende compatibile alla struttura della parete ed al rivestimento esterno, stabile dal punto di vista dimensionale al variare della temperatura e dell’umidità, non

consente quindi, in condizioni statiche normali, dilatazioni che comporterebbero fessurazioni, autoestinguente in Euroclasse E, conforme alla normativa UNI EN 13163:2009, stabile nel tempo. Il rivestimento esterno è adeguatamente impermeabile all’acqua e sufficientemente permeabile al vapore acqueo, dotato di un buon grado di elasticità che non favorisce il formarsi di fessure, resistente agli agenti atmosferici e alla luce, mantiene stabili le sue caratteristiche nel tempo. OVERCOAT SYSTEM® fornisce un buon grado di isolamento termico, costituisce una minima resistenza al passaggio al vapore, presenta una resistenza meccanica adeguata all’impiego.

OVERCOAT SYSTEM® consente molteplici vantaggi:

elevato coefficiente di isolamento termico e acustico con notevole riduzione dei costi energetici e miglioramento del comfort abitativo sia in inverno che estate. Eliminazione delle dispersioni nei ponti termici su elementi strutturali quali pilastri e solette e conseguente eliminazione dei fenomeni di condensa all’interno degli edifici. Miglioramento della protezione agli agenti atmosferici e riduzione delle dilatazioni termiche delle strutture edilizie con conseguente notevole rallentamento delle patologie di degrado dell’edificio. Facilità di intervento con considerevole riduzione dei costi rispetto a sistemi alternativi. Miglioramento delle qualità estetiche dell’edificio con conseguente aumento del valore commerciale.

ISOLANTE POLISTIRENE 12PEA Pannelli isolanti in Polistirene Espanso Sinterizzato (EPS) autoestinguente in Euroclasse E per l’isolamento termico in sistemi a cappotto, conformi alla normativa UNI EN 13163:2003, con marchio UNI iiP - ETICS e certificazione CE. Struttura a cellula chiusa, stabile nel tempo, impermeabile all’acqua, permeabile al vapore, altamente isolante.

CAMPI DI IMPIEGO: OVERCOAT SYSTEM® viene impiegato per isolamento e protezione sia di edifici nuovi che per il restauro di edifici preesistenti. Il sistema puo’ essere applicato su supporti costituiti da murature piene in mattoni, pareti intonacate, pareti ricoperte da rivestimenti in clinker, ceramici, laterizi, pareti in calcestruzzo a vista, elementi prefabbricati di tamponamento a base di cemento.

SPESSORE: da mm 30 a mm.200 DIMENSIONI STANDARD: cm 100x50/60 EUROCLASSE EN 13163: EPS 100, 120 e 150 COLORE: bianco CONFEZIONE: 1 collo m3 0,3 avvolto in sacco polietilene


Ciclo OVERCOAT SYSTEM® - finitura Quarzite Fassaden-Putz gr.media 1,2mm CONF.

U.M.

CONSUMO A MQ. PER 1MANO *

NUM. MANI

1

m

0,100

1

Applicazione ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema

25

kg

4,000

1

Data perimetralmente al pannello e con tre punti centrali, in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete

Polistirene Overcoat Sytem EPS120 cm 100x50/60 certif. IIP UNI Norma EN 13163

1

m2

1,000

1

Incollati con INTOCEM PLUS in modo sfalsato e complanare alla parete

Tasselli EJOT a percussione o avvitamento

1

pz

6,000

1

Fissaggio meccanico (pagina 20 Rappresentazione schematica dei sistemi Overcoat®)

25

kg

1,500

2

Spatola, a rasare

Rete Fibravetro 155g/mq m50x1h arancio - per esterni

1

m2

1,100

1

Annegamento nel 1° strato di rasante

Ang.all.80x120 cm.250 con rete

1

m

0,300

1

Fissaggio su tutti gli spigoli con INTOCEM PLUS

Quarzite Finish Extra colorato

14

l

0,120

1

Pennello/rullo

Quarzite Fassaden-Putz gr.media 1,2mm colorato

25

kg

1,800

1

Spatola

PRODOTTO/ DESCRIZIONE Profili di zoccolo con gocciolatoi (basi di partenza) in alluminio Intocem Plus

Intocem Plus

* CONSUMI TEORICI INDICATIVI

ATTREZZO UTILIZZATO/TECNICA

I Sistemi

Overcoat System®

Overcoat System 31

I SISTEMI


Overcoat System 32

I Sistemi

Overcoat System® Isolante Polistirene

I SISTEMI Descrizione

U.M.

EPS 80

EPS 100

EPS 120

EPS 150

Conducibilità termica λ dichiarata - UNI EN 12939:2002 Massa volumica di riferimento Resistenza alla diffusione μ del vapore acqueo - UNI EN 12066:1999 Resistenza al fuoco - UNI EN 13501-1:2005 Stabilità dimensionale - OS1 - UNI EN 1604:1999 Resistenza a flessione - ES - UNI EN 12089:1999 Resistenza alla compressione - CS (10) al 10% di deformazione UNI EN 826:1998 Resistenza a trazione - TR UNI EN 1607:1999 Assorbimento d’acqua per immersione - WLP- UNI EN 12087:1999

W/mk Kg m3

0,037 13/17

0,036 18/21

0,034 20/23

0,033 25/28

Adimens. Euroclasse % kPa

20-40 E ‹0,2 170

30/70 E ‹0,2 170

30/70 E ‹0,2 200

30/70 E ‹0,2 250

kPa kPa

≥80 200

≥100 200

≥120 200

≥150 200

Kg m2

≤0,5

≤0,5

≤0,5

≤0,5

mm mm mm mm/m mm cm

±2 ±2 ±1 ±2 ±5

Tolleranze Dimensionali Lunghezza - L2 - UNI EN 822:1995 Larghezza - W2 - UNI EN 822:1995 Spessore - T2 - UNI EN 823:1995 Ortogonalità - S2 - UNI EN 824:1995 Planarità - P4 - UNI EN 825:1995 Dimensioni standard Tipologia imballo

VOCE DI CAPITOLATO: Il Sistema di isolamento “a cappotto” con pannelli in EPS, OVERCOAT SYSTEM®, certificato secondo le normative europee ETA (European Techinical Approval), crea un adeguato isolamento termico che garantisce stabilità della temperatura interna dell’edificio limitando al massimo le dispersioni termiche, riduce in maniera significativa i problemi dovuti a muffe e condense, conferisce un buon grado di impermeabilizzazione, resistenza agli agenti atmosferici ed ai movimenti del supporto. PREPARAZIONE DEL SUPPORTO MURARIO Il Sistema prevede su tutti i vecchi supporti : a) Adeguata rimozione di tutti i componenti del supporto non perfettamente coesi alla struttura e idonei all’applicazione del successivo ciclo. b) Idrolavaggio ad alta pressione delle superfici al fine di togliere ogni presenza di impurità o sporco che potrebbero nuocere all’adesione del sistema. c) In caso di presenza di vecchie pitture, rivestimenti o sottofondi non perfettamente compatti e solidi, applicazione di una mano di impregnante e consolidante RESINPOL, a base di solventi sintetici, al fine di garantire una buona adesione e uniformare l’assorbimento del supporto, diluito con acquaragia dearomatizzata fino al 30% max.

±2 ±2 ±2 ±2 ±2 ±2 ±1 ±1 ±1 ±2 ±2 ±2 ±5 ±5 ±5 100x50 - 120x50 - 100x60 - 120x60 Film estensibile - Total Pack

DESCRIZIONE DETTAGLIATA DELLE MODALITà DI POSA DEL SISTEMA d) Applicazione degli appositi profili di zoccolo con gocciolatoio in alluminio, ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema. e) Nel caso di partenza da terra del sistema applicazione di pannello isolante in XPS (estruso senza pelle) per i primi 60 cm, al fine di bloccare eventuale umidità di risalita. f) Applicazione di pannelli isolanti in polistire-


ne espanso autoestinguenti con marchio IIP conformi alla norma UNI EN 13163:2009 con adeguato spessore e coefficiente di compressione (dimensione lastra 1000x500 mm - densità 120 kg / m³, EPS120 - conduttività termica λD 0,034 W (mK) – diffusione al vapore μ=30-50), incollati al supporto mediante INTOCEM PLUS, malta adesiva monocomponente in polvere, miscelata con acqua in ragione di 5-6 l per 25 kg di prodotto, data con cordolo perimetrale continuo e 3 punti centrali, in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete, con un consumo minimo di 4 kg/m2, posizionando i pannelli in modo sfalsato e complanare alla parete. g) Applicazione di schiuma poliuretanica e se necessario tasselli di materiale isolante nei giunti aperti tra pannello e pannello superiori ai 2 mm per proteggere il sistema da possibili infiltrazioni e perdite di isolamento. h) Applicazione di nastro di guarnizione sigillante in corrispondenza della posa dei pannelli isolanti su davanzali serramenti, a tenuta di pioggia battente. i) Applicazione a distanza di 2 giorni dal posizionamento dei pannelli, numero tasselli 6/ m2 Ejotherm, idonei al supporto e di lunghezza opportuna e schema a “T” praticando i fori con apposita punta Ejot ad avvitamento e non attivando la percussione del trapano su supporti in laterizio forato o calcestruzzo cellulare. Si consiglia di applicare i tasselli ad incasso con Ejotherm STR in abbinamento alle Rondelle in EPS per evitare ponti termici e rilevamento dei tasselli in facciata. j) Fissaggio di paraspigoli in alluminio o PVC con rete in fibravetro mediante INTOCEM PLUS su tutti gli spigoli. k) Agli angoli di porte e finestre applicare mediante INTOCEM PLUS, strisce rete di armatura di dimensione 200x300, in modo che i bordi delle strisce si trovino direttamente sull‘angolo con inclinazione di circa 45°. È ammesso l‘uso di reti pronte, presagomate. l) Rasatura della superficie con INTOCEM PLUS, steso in una prima mano, interponendo durante l’applicazione rete di armatura in fibravetro, apprettata, alcaliresistente, di peso g/m2 155 ± 3%, applicazione di una seconda mano di malta a completa copertura e livellatura della prima mano, con un consumo minimo complessivo di 3 kg/m2, al fine di uniformare la superficie ed offrire un’adeguata resistenza meccanica la supporto.

I Sistemi

Overcoat System®

Overcoat System 33

I SISTEMI


Overcoat System 34

I SISTEMI MODALITà DI PREPARAZIONE E DI POSA DELLO STRATO DI FINITURA m) Applicazione finale di QUARZITE FASSADENPUTZ rivestimento murale acril-silossanico a spessore, fibrorinforzato, per la protezione e finitura decorativa di pareti esterne, caratterizzato da buona traspirabilità, elasticità, idrorepellenza, resistenza alla luce, agli agenti atmosferici ed all'usura, con formula resistente alle muffe e alle alghe. Dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. previa applicazione di una mano di una mano di fondo di QUARZITE FINISH EXTRA pittura acrilicsilossanica riempitiva al quarzo, con formula resistente alle muffe e alle alghe, in tinta con la successiva finitura. In alternativa a QUARZITE FASSADEN-PUTZ può essere utilizzato: n) FASSADEN-PUTZ rivestimento murale a spessore silicato-acril-silossanico, fibrorinforzato, per la protezione e finitura decorativa di pareti esterne, caratterizzato da buona traspirabilità, elasticità, idrorepellenza, resistenza alla luce, agli agenti atmosferici ed all'usura, con formula resistente alle muffe e alle alghe, dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. previa applicazione di una mano di fondo di QUARZITE TOP pittura acril- silossanica riempitiva al quarzo, con formula resistente alle muffe e alle alghe, in tinta con la successiva finitura oppure: o) PROTEXIL® PUTZ rivestimento murale di finitura per la protezione di facciate a base di emulsioni siliconiche e silossaniche, caratterizzato da elevata diffusività al vapore,

unita ad elevata idrorepellenza, particolarmente resistente agli agenti atmosferici, all’azione della luce e all’invecchiamento, con formula resistente alle muffe e alle alghe; dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. e successivamente lamato, previa applicazione di una mano di fondo di PROTEXIL® FINE pittura silossanica riempitiva al quarzo, con formula resistente alle muffe e alle alghe, nella medesima tinta della finitura. oppure: p) ELASTOP QUARZ microrivestimento acrilico elastico, idrorepellente, riempitivo, ad ampio spettro, a base di farina di quarzo micronizzata, appositamente studiato per la protezione conservativa di pareti esterne soggette a microlesioni, fessurazioni e infiltrazioni, nei casi in cui queste patologie non siano dovute a dinamiche strutturali, con formula resistente alle muffe e alle alghe, dato a pennello o rullo in tre mani, nella tinta a scelta della D.L. N.B. - L’applicazione di ELASTOP QUARZ può essere eseguita solo previa applicazione di una terza mano di rasatura con INTOCEM PLUS con consumo minimo complessivo di 5 kg/m2 (3 mani). Nei sistemi di isolamento termico è consigliata una finitura a spessore per conferire un’adeguata protezione meccanica al sistema, pertanto sebbene il ciclo riportato con Elastop Quarz quale finitura abbia conseguito la Marcatura CE, tale ciclo non è coperto da Polizza Assicurativa.


Overcoat® Black 12POB Sistema di isolamento dall’esterno degli edifici “a cappotto” con pannello in grafite ad elevato coefficiente di isolamento (λ=0,031 W/mK)

ISOLANTE OVERCOAT BLACK Pannelli isolanti in polistirene espanso sinterizzato, addittivato con grafite per migliorarne le prestazioni termiche, di qualità garantita del marchio IIP che assicura la conformità alla norma UNI EN 13163. Stabile nel tempo, impermeabile all’acqua, permeabile al vapore, altamente isolante. _SPESSORI STANDARD_ da mm 40 a 200 _DIMENSIONI_ cm 100 x 60 _EUROCLASSI EN 13163_ EPS 100 _CONFEZIONI_ collo m3 0,3 avvolto in sacco polietilene _COLORE_ nero _CONDUCIBILITÀ TERMICA A 10° C. λ m: 0,031 W/mK _REAZIONE AL FUOCO_ Euroclasse E _RESISTENZA ALLA DIFFUSIONE DEL VAPORE ACQUEO_μ 30-50

Ciclo OVERCOAT®BLACK - finitura Queatize Fassaden-Putz grana media 1,2 mm CONF.

U.M.

1

m

CONSUMO A MQ. PER 1MANO* 0,100

25

kg

4,000

Polistirene con grafite Overcoat Black EPS100 sp.cm 100x50/60m IIP UNI EN 13163 C1

1

m2

1,000

Tasselli EJOT a percussione o avvitamento

1

pz

6,000

25

kg

Rete Fibravetro 155g/mq m50x1h arancio - per esterni

PRODOTTO/DESCRIZIONE Profili di zoccolo con gocciolatoio (basi di partenza) in alluminio Intocem Plus

NUM. MANI 1

1

1

ATTREZZO UTILIZZATO/TECNICA Applicazione ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema Data perimetralmente al pannello e con tre punti centrali, in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete Incollati con INTOCEM PLUS in modo sfalsato e complanare alla parete

1

Fissaggio meccanico (pagina 20 Rappresentazione schematica dei sistemi Overcoat®)

1,500

2

Spatola, a rasare

1

m2

1,100

1

Annegamento nel 1° strato di rasante

Ang.all.80x120 cm.250 con rete

1

m

0,300

1

Fissaggio su tutti gli spigoli con INTOCEM PLUS

Quarzite Finish Extra colorato (consumo 0,120)

14

l

0,130

1

Pennello/rullo

Quarzite Fassaden-Putz gr.media 1,2mm colorato (consumo 1,800) (NUM.MANI 1)

25

kg

1,200

2

Spatola

Intocem Plus

* CONSUMI TEORICI INDICATIVI

I Sistemi

Overcoat® black

Overcoat System 35

I SISTEMI


Overcoat System 36

I Sistemi

Overcoat® black

I SISTEMI VOCE DI CAPITOLATO: Il Sistema di isolamento “a cappotto” con pannelli in EPS additivato con grafite “OVERCOAT®BLACK” crea un adeguato isolamento termico che garantisce stabilità della temperatura interna dell’edificio limitando al massimo le dispersioni termiche, riduce in maniera significativa i problemi dovuti a muffe e condense, conferisce un buon grado di impermeabilizzazione, resistenza agli agenti atmosferici ed ai movimenti del supporto. Il pannello in grafite ha un elevato coefficiente di isolamento (λ=0,031 W/mK). PREPARAZIONE DEL SUPPORTO MURARIO Il Sistema prevede su tutti i vecchi supporti : a) Adeguata rimozione di tutti i componenti del supporto non perfettamente coesi alla struttura e idonei all’applicazione del successivo ciclo. b) Idrolavaggio ad alta pressione delle superfici al fine di togliere ogni presenza di impurità o sporco che potrebbero nuocere all’adesione del sistema. c) In caso di presenza di vecchie pitture, rivestimenti o sottofondi non perfettamente compatti e solidi, applicazione di una mano di impregnante e consolidante RESINPOL, a base di solventi sintetici, al fine di garantire una buona adesione e uniformare l’assorbimento del supporto, diluito con acquaragia dearomatizzata fino al 30% max. DESCRIZIONE DETTAGLIATA DELLE MODALITà DI POSA DEL SISTEMA d) Applicazione degli appositi profili di zoccolo con gocciolatoio in alluminio, ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema. e) Nel caso di partenza da terra del sistema, applicazione di pannello isolante in XPS (estruso senza pelle) per i primi 60 cm, al fine di bloccare eventuale umidità di risalita. f) Applicazione di pannelli isolanti in polistirene espanso sinterizzato OVERCOAT®BLACK, additivato con grafite per migliorarne le prestazioni termiche di qualità garantita del marchio IIP che assicura la conformità alla norma UNI EN 13163 con adeguato spessore e coefficiente di compressione, (conduttività termica λD=0,031 W/mK – dimensione lastra 1000x500/600 mm - densità 18-21 kg/ m³, EPS100 - diffusione al vapore μ=30-70), incollati al supporto mediante

INTOCEM PLUS, malta adesiva monocomponente in polvere, miscelata con acqua in ragione di 5-6 l per 25 kg di prodotto, data con cordolo perimetrale continuo e 3 punti centrali, in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete, con un consumo minimo di 4 kg/m2, posizionando i pannelli in modo sfalsato e complanare alla parete. g) Applicazione di schiuma poliuretanica e se necessario tasselli di materiale isolante nei giunti aperti tra pannello e pannello superiori ai 2 mm per proteggere il sistema da possibili infiltrazioni e perdite di isolamento. h) Applicazione di nastro di guarnizione sigillante in corrispondenza della posa dei pannelli isolanti su davanzali serramenti, a tenuta di pioggia battente. i) Applicazione a distanza di 2 giorni dal posizionamento dei pannelli, numero tasselli 6/m2 Ejotherm, idonei al supporto e di lunghezza opportuna e schema a “T” praticando i fori con apposita punta Ejot ad avvitamento e non attivando la percussione del trapano su supporti in laterizio forato o calcestruzzo cellulare. Si consiglia di applicare i tasselli ad incasso con Ejotherm STR in abbinamento alle Rondelle in EPS per evitare ponti termici e rilevamento dei tasselli in facciata. Date le caratteristiche intrinseche dei pannelli additivati con grafite, è necessario predisporre l’ombreggiatura dell’impalcatura in modo che i pannelli non vengano esposti direttamente alla luce e pertanto a radiazioni UV. j) Fissaggio di paraspigoli in alluminio o PVC con rete in fibravetro mediante INTOCEM PLUS su tutti gli spigoli. k) Agli angoli di porte e finestre applicare mediante INTOCEM PLUS, strisce rete di armatura di dimensione 200x300, in modo che i bordi delle strisce si trovino direttamente sull‘angolo con inclinazione di circa 45°. È ammesso l‘uso di reti pronte, presagomate. l) Rasatura della superficie con INTOCEM PLUS, steso in una prima mano, interponendo durante l’applicazione rete di armatura in fibravetro, apprettata, alcaliresistente, di peso g/m2 155 ± 3%, applicazione di una seconda mano di malta a completa copertura e livellatura della prima mano, con un consumo minimo complessivo di 3 kg/m2, al fine di uniformare la superficie ed offrire un’adeguata resistenza meccanica la supporto.


fondo di QUARZITE TOP pittura acrilic-silossanica riempitiva al quarzo, con formula resistente alle muffe e alle alghe, in tinta con la successiva finitura. oppure: o) PROTEXIL® PUTZ rivestimento murale di finitura per la protezione di facciate a base di emulsioni siliconiche e silossaniche, caratterizzato da elevata diffusività al vapore, unita ad elevata idrorepellenza, particolarmente resistente agli agenti atmosferici, all’azione della luce e all’invecchiamento, con formula resistente alle muffe e alle alghe; dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. e successivamente lamato, previa applicazione di una mano di una mano di fondo di PROTEXIL® FINE pittura silossanica riempitiva al quarzo, con formula resistente alle muffe e alle alghe, nella medesima tinta della finitura.

MODALITà DI PREPARAZIONE E DI POSA DELLO STRATO DI FINITURA m) Applicazione finale di QUARZITE FASSADEN-PUTZ rivestimento murale acril-silossanico a spessore, fibrorinforzato, per la protezione e finitura decorativa di pareti esterne, caratterizzato da buona traspirabilità, elasticità, idrorepellenza, resistenza alla luce, agli agenti atmosferici ed all'usura, con formula resistente alle muffe e alle alghe. Dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. previa applicazione di una mano di fondo di QUARZITE FINISH EXTRA pittura acrilic-silossanica riempitiva al quarzo, con formula resistente alle muffe e alle alghe, in tinta con la successiva finitura. In alternativa a QUARZITE FASSADEN-PUTZ può essere utilizzato: n) FASSADEN-PUTZ rivestimento murale a spessore silicato-acril-silossanico, fibrorinforzato, per la protezione e finitura decorativa di pareti esterne, caratterizzato da buona traspirabilità, elasticità, idrorepellenza, resistenza alla luce, agli agenti atmosferici ed all'usura, con formula resistente alle muffe e alle alghe, dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. previa applicazione di una mano di una mano di

I Sistemi

Overcoat® black

Overcoat System 37

I SISTEMI


Overcoat System 38

I Sistemi

Overcoat® sound

I SISTEMI Overcoat® Sound 12POS Sistema di isolamento termico degli edifici con pannelli in polistirene espanso sinterizzato elasticizzato EPS T, particolarmente indicato ove siano richieste prestazioni termiche ed acustiche. ISOLANTE OVERCOAT SOUND Pannello in polistirene espanso sinterizzato elasticizzato Acoustic T ottenuto da blocco, a celle chiuse, isotropo con reazione al fuoco classe E. OVERCOAT®SOUND è conforme alla norma UNI EN 13163, EN 13499 con marcatura CE-Etics; particolarmente indicato per applicazioni a cappotto ove siano richieste prestazioni termiche ed acustiche. Dotato di elevato potere coibente, bassa rigidità dinamica, bassa comprimibilità , permeabile al vapore, resistente all’acqua, inattaccabile da muffe e batteri CARATTERISTICA Euroclassi Resistenza alla compressione Res. trazione perpendicolare facce Res. trazione perpendicolare facce Stabilità dimensionale Ass. d’acqua per immersione totale Ass. d’acqua per immersione parziale Res. diffusione vapore Permeabilità vapore acqueo Reazione fuoco Calore specifico Coef. dilatazione termico lineare Temperatura limite d’impiego Rigidità dinamica lungo termine (120 gg) con diverse condizioni di precarico sp. cm 3 Deformazione relativa a lungo termine (10 anni) con diverse condizioni di precarico Comprimibilità

U.M.

CODICE EPS CS(10) TRi λD DS(N) WLt WLp

kPa kPa W/mk % % kg/m2 µ mg(Paxhxm) Euro classe j/kgk mm/mK °C MN/m2

o c a 120

%

∑t10a

Classe

CP

POTERE FONOISOLANTE Acustic T100 SR cm 5 a cappotto su termolaterizio parete sp. cm 25 dB Resistenza alla compressione dB

VALORE 100 ≥100 ≥150 0,035 2(±0,2) ≤2 ≤0,5 20-40 0,018-0,036 E 1450 0,05 -40/+80 Prec. 0 kPa=15 Prec. 1,5 Pa=17 Prec. 2,1 Pa=17 Prec. 2,6 Pa=18 1,5 kPa = 1,40 2,0 kPa = 1,90 2,6 kPa = 2,20 cm. 2.00 2 (500 kg/m2) cm. 2.50 2 (500 kg/m2) cm. 3.00 3 (400 kg/m2) cm. 3.50 3 (400 kg/m2) cm. 5.00 3 (400 kg/m2) Rw Rw

51,0 53,0

NORME EN 13163 EN 826 EN 1607 EN 12667 EN 1603 en 12087 UNI EN 12086 EN 13501-1 UNI EN 10456 UNI EN 29052-1

UNI EN 1606 Uni EN 12431

UNI EN ISO 140-3 717-1 UNI EN ISO 140-3 717-1

TOLLERANZE DIMENSIONALI Lunghezza Larghezza Spessore Ortogonalità Planarità SPECIFICHE DI VENDITA mm 1000x500

mm

Li Wi Ti Si Pi

L2 (±2mm) W2 (±2mm) T2 (±2mm) S2 (±2mm/1000mm) P4 (±5mm)

EN 822 EN 823 EN 824 EN 825

IMBALLO I pacchi sono forniti su pallet avvolti in polietilene con etichettatura come previsto da marcature CE


Ciclo OVERCOAT®SOUND- finitura Elasto-Putz grana fine 1,0 mm PRODOTTO/DESCRIZIONE

Profili di zoccolo con gocciolatoio (basi di partenza) in alluminio

CONF.

U.M.

CONSUMO A MQ. PER 1MANO*

NUM. MANI

1

m

0,100

1

25

kg

6,000

1

Overcoat Sound EPS T pannello in polistirene elasticizzato Tasselli EJOT a percussione o avvitamento

1

m2

1,000

1

1

pz

4,000

1

Intocem Plus Rete Fibravetro 155g/mq m50x1h arancio - per esterni Ang.all.80x120 cm.250 con rete

25 1

kg m2

1,500 1,100

2 1

1

m

0,300

1

Elastop Quarz colorato Elasto-Putz grana fine 1,0 mm colorato

14 25

l kg

0,120 1,600

1 1

Intocem Plus

ATTREZZO UTILIZZATO/TECNICA

Applicazione ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema Data perimetralmente al pannello e con tre punti centrali, in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete Incollati con INTOCEM PLUS in modo sfalsato e complanare alla parete Fissaggio meccanico (pagina 20 Rappresentazione schematica dei sistemi Overcoat®) Spatola, a rasare Annegamento nel 1° strato di rasante Fissaggio su tutti gli spigoli con INTOCEM PLUS Pennello/rullo Spatola

* CONSUMI TEORICI INDICATIVI

VOCE DI CAPITOLATO: Il Sistema di isolamento “a cappotto” con pannelli in polistirene espanso sinterizzato elasticizzato EPS T, OVERCOAT ® SOUND, ottenuto da blocco, a celle chiuse, isotropo con reazione al fuoco classe E. OVERCOAT ® SOUND è conforme alla norma UNI EN 13163, EN 13499 con marcatura CE-Etics; particolarmente indicato per applicazioni a cappotto ove siano richieste prestazioni termiche ed acustiche. OVERCOAT ® SOUND è dotato di elevato potere coibente, bassa rigidità dinamica, bassa comprimibilità , permeabile al vapore, resistente all’acqua, inattaccabile da muffe e batteri. Ha proprietà termiche e acustiche che garantiscono stabilità della temperatura interna dell’edificio, limitando al massimo le dispersioni termiche ed i rumori, riducendo in maniera significativa i problemi dovuti a muffe e condense, conferendo un buon grado di impermeabilizzazione e resistenza agli agenti atmosferici ed ai movimenti del supporto. PREPARAZIONE DEL SUPPORTO MURARIO Il Sistema prevede su tutti i vecchi supporti: a) Adeguata rimozione di tutti i componenti del supporto non perfettamente coesi alla struttura e idonei all’applicazione del successivo ciclo. b) Idrolavaggio ad alta pressione delle superfici al fine di togliere ogni presenza di impurità o sporco che potrebbero nuocere all’adesione del sistema. c) In caso di presenza di vecchie pitture, rivestimenti o sottofondi non perfettamente

compatti e solidi,applicazione di una mano di impregnante e consolidante RESINPOL, a base di solventi sintetici, al fine di garantire una buona adesione e uniformare l’assorbimento del supporto, diluito con acquaragia dearomatizzata fino al 30% max. DESCRIZIONE DETTAGLIATA DELLE MODALITà DI POSA DEL SISTEMA d) Applicazione degli appositi profili di zoccolo con gocciolatoio in alluminio a circa 10 cm dalla pavimentazione, ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema. e) Nel caso di partenza da terra del sistema applicazione di pannello isolante in XPS (estruso senza pelle) per i primi 60 cm, al fine di bloccare eventuale umidità di risalita. f) Applicazione di pannelli isolanti in polistirene espanso sinterizzato elasticizzato, autoestinguenti, con marchio IIP, OVERCOAT ® SOUND, conformi alla norma UNI EN 13163, EN 13499 con marcatura CE-Etics (EPS T) con adeguato coefficiente di compressione, con ottime proprietà acustiche (dimensione lastra 1000x500 mm - densità 100 kg / m³, EPS100 - conduttività termica λD 0,0035W (mK) – diffusione al vapore μ=20-40; potere fonoisolante sp. cm. 5 a cappotto su termo laterizio parete sp. cm. 25: dB RW 51,0 UNI EN ISO 140-3 717-1), incollati al supporto mediante INTOCEM PLUS, malta adesiva monocomponente in polvere, miscelata con acqua in ragione di 5-6 l per 25 kg di prodot-

I Sistemi

Overcoat® sound

Overcoat System 39

I SISTEMI


Overcoat System 40

I Sistemi

I SISTEMI

Overcoat® sound

g)

h)

i)

j) k)

l)

to, data con cordolo perimetrale continuo e 3 punti centrali, in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete, con un consumo minimo di 4 kg/m2, posizionando i pannelli in modo sfalsato e complanare alla parete. Applicazione di schiuma poliuretanica e se necessario tasselli di materiale isolante nei giunti aperti tra pannello e pannello superiori ai 2 mm per proteggere il sistema da possibili infiltrazioni e perdite di isolamento. Applicazione di nastro di guarnizione sigillante in corrispondenza della posa dei pannelli isolanti su davanzali serramenti, a tenuta di pioggia battente. Applicazione a distanza di 2 giorni dal posizionamento dei pannelli, numero tasselli 6/ m2 Ejotherm, idonei al supporto e di lunghezza opportuna e schema a “T” praticando i fori con apposita punta Ejot ad avvitamento e non attivando la percussione del trapano su supporti in laterizio forato o calcestruzzo cellulare. Si consiglia di applicare i tasselli ad incasso con Ejotherm STR in abbinamento alle Rondelle in EPS per evitare ponti termici e rilevamento dei tasselli in facciata . Fissaggio di paraspigoli in alluminio o PVC con rete in fibravetro mediante INTOCEM PLUS su tutti gli spigoli. Agli angoli di porte e finestre applicare mediante INTOCEM PLUS, strisce rete di armatura di dimensione 200x300, in modo che i bordi delle strisce si trovino direttamente sull‘angolo con inclinazione di circa 45°. È ammesso l‘uso di reti pronte, presagomate. Rasatura della superficie con INTOCEM PLUS, steso in una prima mano, interponendo durante l’applicazione rete di armatura in fibravetro, apprettata, alcaliresistente, di peso g/m2 155 ± 3%, applicazione di una seconda mano di malta a completa copertura

e livellatura della prima mano, con un consumo minimo complessivo di 3 kg/m2, al fine di uniformare la superficie ed offrire un’adeguata resistenza meccanica la supporto. MODALITà DI PREPARAZIONE E DI POSA DELLO STRATO DI FINITURA m) Applicazione finale di ELASTO PUTZ rivestimento murale a spessore elastomerico, fibrorinforzato, per la protezione e finitura decorativa di pareti esterne, caratterizzato da elasticità, idrorepellenza, resistenza alla luce, agli agenti atmosferici ed all'usura, con formula resistente alle muffe e alle alghe, dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. previa applicazione di una mano di fondo di ELASTOP QUARZ pittura acrilica-elastomerica riempitiva al quarzo, con formula resistente alle muffe e alle alghe, in tinta con la successiva finitura. In alternativa a ELASTO PUTZ può essere utilizzato: n) QUARZITE FASSADEN-PUTZ rivestimento murale acril-silossanico a spessore, fibrorinforzato, per la protezione e finitura decorativa di pareti esterne, caratterizzato da buona traspirabilità, elasticità, idrorepellenza, resistenza alla luce, agli agenti atmosferici ed all'usura, con formula resistente alle muffe e alle alghe. Dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. previa applicazione di una mano di fondo di QUARZITE FINISH EXTRA pittura acrilic-silossanica riempitiva al quarzo, con formula resistente alle muffe e alle alghe, in tinta con la successiva finitura. oppure: o) FASSADEN-PUTZ rivestimento murale a spessore silicato-acril-silossanico, fibrorinforzato, per la protezione e finitura decorativa di pareti esterne, caratterizzato da buona traspirabilità, elasticità, idrorepellenza, resistenza alla luce, agli agenti atmosferici ed all'usura, con formula resistente alle muffe e alle alghe, dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. previa applicazione di una mano di una mano di fondo di QUARZITE TOP pittura acrilic-silossanica riempitiva al quarzo, con formula resistente alle muffe e alle alghe, in tinta con la successiva finitura.


Overcoat® Slim Sistema di isolamento termico esterno degli edifici con ottime caratteristiche di isolamento termico (λ=0,025W/mK)

New ISOLANTE OVERCOAT® SLIM Pannello isolante STIFERITE CLASS SK costituito da un componente isolante in schiuma polyiso, espansa senza l’impiego di CFC o HCFC, rivestito su entrambe le facce con velo di vetro saturato. Il pannello CLASS SK è indicato per applicazioni dall’esterno con ottime caratteristiche di compatibilità ed adesione a rasanti, intonaci e collanti _SPESSORE_20, 40, 50, 60, 70,80,90, 100, 120,140 mm _DIMENSIONI_ cm 60x120 _COLORE_ giallo Conducibilità termica a 10°C: λ =0,025 W/mK 120-140 mm- λ =0,026 W/mK 80-110 mm - 0,028 W/mK 20-70 mm Reazione al fuoco: EUROCLASSE E Resistenza alla diffusione del vapore acqueo: µ=56

CICLO OVERCOAT® SLIM - finitura Quarzite Fassaden-Putz GM 1,2mm PRODOTTO/DESCRIZIONE

Profili di zoccolo con gocciolatoio (basi di partenza) in alluminio Intocem Plus

STIFERITE SK pannello in schiuma polyiso espansa Tasselli EJOT a percussione o avvitamento Intocem Plus Rete Fibravetro 155g/mq m50x1h arancio - per esterni Ang.all.80x120 cm.250 con rete Quarzite Finish Extra Quartize Fassaden-Putz GM 1,2mm * CONSUMI TEORICI INDICATIVI

CONF.

U.M.

CONSUMO A MQ. PER 1MANO*

NUM. MANI

1

m

0,100

1

25

kg

4,000

1

1

m2

1,000

1

1

pz

5,000

1

25 1

kg m2

1,500 1,100

2 1

1

m

0,300

1

14 25

l kg

0,120 1,800

1 1

ATTREZZO UTILIZZATO/TECNICA

Applicazione ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema Data perimetralmente al pannello e con tre punti centrali, in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete Incollati con INTOCEM PLUS in modo sfalsato e complanare alla parete Fissaggio meccanico (pagina 20 Rappresentazione schematica dei sistemi Overcoat®) Spatola, a rasare Annegamento nel 1° strato di rasante Fissaggio su tutti gli spigoli con INTOCEM PLUS Pennello/rullo Spatola

I Sistemi

Overcoat® Slim

Overcoat System 41

I SISTEMI


Overcoat System 42

I Sistemi

Overcoat® Slim

I SISTEMI •

L’impiego di STIFTERITE Class SK permette, rispetto a soluzioni che utilizzano materiali isolanti alternativi, di migliorare sensibilmente le prestazioni e l’economicità dell’intero sistema grazie a: • riduzione degli spessori necessari ad ottenere la transmittanza termica prefissata; • limitazione del peso dello strato isolante; • minore incidenza degli accessori per il fissaggio e la finitura del sistema (tasselli più corti, profili meno spessi, soglie e davanzali ridotti);

CAratteristica (Norma)

Valore determinato alla temperatura media di 10 °C Valore determinato alla temperatura media di 10 °C

Trasmittanza Termica Dichiarata Resistenza termica dichiarata Conducibilità Termica di Progetto (UNI EN 12667) Massa volumica pannello Spessore nominale (EN B23) Resistenza a compressione (EN B26) Resistenza a compressione (EN B26) Stabilità dimensionale (EN 1604)

U D= λD/d

20

40 50

60

70

λ90/90,1

80

60

10

120 140

0,024

λ0

0,028 spessore 20-70

[W/mk] UD [W/m2k] RD [m2/kW]

Valore determinato alla temperatura media di 20 °C e umidità relativa di 50% Valore medio comprensivo del peso dei rivestimenti Misura

0,026 spessore 80-110 0,025 spessore 120-140 1,40 0,70 0,56 0,47 0,40 0,33 0,29 0,26 0,22 0,19 0,71 1,43 1,79 2,14 2,50 3,03 3,49 3,85 4,62 5,38

λu

0,026 spessore 80-120

ρ

35±1,5

[W/mk]

Determinata al 10% di schiacciamento

[kg/m3] dN [mm] σ100 σm [kPa]

Determinata al 2% di schiacciamento

[kg/m2]

48h (±1) a 70 °C (±2) e 90%UR (±5)

VALORE per alcune caratteristiche varia in funzione dell spessore (mm)

[W/mk]

Rd= d /λD

48h (±1) a -20 °C (±3)

Fattore di resistenza alla diffuzione del vapore d’acqua [EN 12086] Fattore di resistenza alla diffuzione del vapore d’acqua [EN 12086] Resistenza a trazione perpendicolare alle facce [EN 1607]

CARATTERISTICHE E PRESTAZIONI DESCRIZIONE SIMBOLO (UNITà DI MISURA)

Conducibilità termica media iniziale (EN 12667) Conducibilità Termica Dichiarata (UNI EN 13165 Annessi A e C)

Stabilità dimensionale (EN 1604) Euroclasse di Reazione al fuoco (EN 13501-1) (EN 11925 -2) [EN 13823 (SBI)] Calore specifico Modulo elastico a compressione Modulo elastico a trazione Modulo di taglio (EN 12090) Fonoisolamento acustico a parete [UNI EN ISO 140-3] [UNI EN ISO 717-1]

stabilità nel tempo delle prestazioni isolanti, della resistenza meccanica e della stabilità dimensionale; classe di reazione al fuoco del pacchetto variabile tra B s1 d0 e B s2 d0 in funzione del sistema adottato; maggiore resistenza alle alte temperature di esercizio determinate dall’irragiamento solare; minore impiego di risorse e limitato impatto ambientale.

σ2

DS (TH) (% variazione lineare) (% variazione spessore) (% variazione lineare) (% variazione spessore)

Standard da 20 a 140 160 150 150 160 160 150 150 150 150 150 5000 5000 5000 6000 6000 5000 6000 6000 6000 6000

1 6 0,5 1

1 5 0,5 1

1 4 0,5 1

1 3 0,5 1

1 3 0,5 1

1 4 0,5 1

1 4 0,5 1

(% variazione dimensionale)

<0,5

Euroclasse

E

Valore Valore

CP [J/kg K] [kg/cm2]

1454 57,9±9,62

Valore

[kg/cm2]

56,4±4,66

Valore

[N/mm ]

>1,8

Stratigrafia: •15 mm di intonaco • blocchi di laterizio da 25 • Cappotto con STIFTERITE CLASS S di spessore 80mm Valore

Rw [dB]

52

µ

56±2

Valore

Z [m2hPa/mg]

4,2-8,0

σmt

Maggiore di 80

70° C (±2) per 7 giorni

Valore

2

[kPa]

1 4 0,5 1

1 4 0,5 1

1 4 0,5 1


CAratteristica (Norma)

CARATTERISTICHE E PRESTAZIONI DESCRIZIONE SIMBOLO (UNITà DI MISURA)

Pull through Valore [EN 16382] Scostamento dalla Valore planarità [EN 825] Planarità dopo Valore bagnatura dauna faccia [EN 13165] Assorbimento d’acqua Immersione totale [EN 12087] per 28giorni Assorbimento d’acqua Immersione parziale [EN 1609] a breve periodo Percentuale in peso La variazione di materiale riciclato dipende dallospessore del prodotto isolante Benestare tecnico Sistema a cappotto [EOTA – ETAG 04]

Tolleranze +5 /-2 mm [UNI EN 13165]

Note

Stabilità alla temperatura

Aspetto

VALORE per alcune caratteristiche varia in funzione dell spessore (mm)

20

40 50

60

70

80

[N]

> 750 ±5

FW [mm]

≤ 10

60

10

120 140

Wlt [%] Wsp [kg/m2]

Inferiore a 2% in peso; spessore 20 – 110 mm Inferiore a 1% in peso; spessore 120 – 140 mm

%

3.23 – 2.45

Spessore

Dimensioni

Overcoat® Slim

Smax [mm]

Tolleranze industriali e Note T2 [mm]

Inferiore a 0.2

Disponibile su richiesta Benestare tecnico Europeo ETA 09/0060; ETA 10/0027; ETA 12/0377; ETA 13/0320; ETA 13/0871 <50 ±2 mm < 1000 ±5 mm

da 50 a 75 ±3 mm Da 1000 a 2000 ±7,5 mm

Da 2000 a 4000 ±10 mm

>75 +5 /-2 mm > 4000 ±15 mm

I pannelli Stiferite sono utilizzabili in un campo di temperature continue normalmente comprese fra -40 °C e +120 °C. Per brevi periodi possono sopportare anche temperature fino a + 200 °C, o equivalenti alla temperatura del bitume, senza particolari problemi. Lunghe esposizioni alle temperature potranno causare deformazioni alla schiuma o ai rivestimenti, ma non provocare sublimazioni o fusioni. Resistenza alla sfiammatura e altre particolari reazioni al fuoco sono caratteristiche legate alla tipologia di pannello utilizzato Eventuali piccole zone di non adesione tra i rivestimenti e la schiuma hanno origine dal processo produttivo e non pregiudicano in modo alcuno le proprietà fisicomeccaniche dei pannelli

VOCE DI CAPITOLATO: Il Sistema di isolamento “a cappotto” con pannelli in STIFERITE, OVERCOAT SLIM®, crea un adeguato isolamento termico che garantisce stabilità della temperatura interna dell’edificio limitando al massimo le dispersioni termiche, riduce in maniera significativa i problemi dovuti a muffe e condense, conferisce un buon grado di impermeabilizzazione, resistenza agli agenti atmosferici ed ai movimenti del supporto. a) PREPARAZIONE DEL SUPPORTO MURARIO Adeguata rimozione di tutti i componenti del supporto non perfettamente coesi alla struttura e idonei all’applicazione del b) successivo ciclo. Idrolavaggio ad alta pressione delle superfici al fine di togliere ogni presenza di impurità o sporco che potrebbero nuocere all’adesione c) del sistema. In caso di presenza di vecchie pitture, rivestimenti o sottofondi non perfettamente compatti e solidi, applicazione di una mano

I Sistemi

di impregnante e consolidante RESINPOL, a base di solventi sintetici, al fine di garantire una buona adesione e uniformare l’assorbimento del supporto, diluito con acquaragia dearomatizzata fino al 30% max.

Overcoat System 43

I SISTEMI


Overcoat System 44

I Sistemi

Overcoat® Slim

I SISTEMI DESCRIZIONE DETTAGLIATA DELLE MODALITà DI POSA DEL SISTEMA d) Applicazione degli appositi profili di zoccolo con gocciolatoio in alluminio, ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema. e) Applicazione di pannelli isolanti STIFERITE® CLASS SK, costituiti da un componente isolante in schiuma polyiso espansa senza l'impiego di CFC o HCFC, rivestito su entrambe le facce con velo vetro saturato (conduttività termica a 10°C: λD = 0,025 W/mK spessori 120-140 mm - λD = 0,026 W/mK spessori 80110 mm - λD = 0,028 W/mK con spessori 20-70 mm ; diffusione al vapore μ=56) f) Incollaggio al supporto mediante INTOCEM PLUS, malta adesiva monocomponente in polvere, miscelata con acqua in ragione di 5-6 l per 25 kg di prodotto, data con cordolo perimetrale continuo e 3 punti centrali, in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete, con un consumo minimo di 4 kg /m2, posizionando i pannelli in modo sfalsato e complanare alla parete. g) Applicazione di schiuma poliuretanica e se necessario tasselli di materiale isolante nei giunti aperti tra pannello e pannello superiori ai 2 mm per proteggere il sistema da possibili infiltrazioni e perdite di isolamento. h) Applicazione di nastro di guarnizione sigillante in corrispondenza della posa dei pannelli isolanti su davanzali serramenti, a tenuta di pioggia battente. i) Applicazione a distanza di 2 giorni dal posizionamento dei pannelli, numero tasselli 4-5/m2 Ejotherm a percussione H1 o ad avvitamento con apposito tool per il taglio del velo vetroso tipo STRU 2G, idonei al supporto e di lunghezza opportuna e schema a “T”, praticando i fori con apposita punta Ejot ad avvitamento e non attivando la percussione del trapano su supporti in laterizio forato o calcestruzzo cellulare. j) Fissaggio di paraspigoli in alluminio o PVC con rete in fibravetro mediante INTOCEM PLUS su tutti gli spigoli. k) Agli angoli di porte e finestre applicare mediante INTOCEM PLUS, strisce rete di armatura di dimensione 200x300, in modo che i bordi delle strisce si trovino direttamente sull‘angolo con inclinazione di


circa 45°. È ammesso l‘uso di reti pronte, presagomate. l) Rasatura della superficie con INTOCEM PLUS, steso in una prima mano, interponendo durante l’applicazione rete di armatura in fibravetro, apprettata, alcaliresistente, di peso g/m2 155± 3%, applicazione di una seconda mano di malta a completa copertura e livellatura della prima mano, con un consumo minimo complessivo di 3 kg/m2, al fine di uniformare la superficie ed offrire un’adeguata resistenza meccanica la supporto. MODALITà DI PREPARAZIONE E DI POSA DELLO STRATO DI FINITURA m) Applicazione di QUARZITE FASSADENPUTZ rivestimento murale a spessore, marcato CE secondo la norma 15824:2009, a base acril-silossanica, fibrorinforzato, per la protezione e finitura decorativa di pareti esterne, caratterizzato da buona traspirabilità, elasticità, idrorepellenza, resistenza alla luce, agli agenti atmosferici ed all'usura, con formula resistente alle muffe e alle alghe. Dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. previa applicazione di una mano di QUARZITE FINISH EXTRA pittura acrilsilossanica riempitiva al quarzo, con formula resistente alle muffe e alle alghe, in tinta con la successiva finitura. EXTRA pittura acril- silossanica riempitiva al quarzo, con formula resistente alle muffe e alle alghe, in tinta con la successiva finitura.

In alternativa a QUARZITE FASSADEN-PUTZ può essere utilizzato: n) FASSADEN-PUTZ rivestimento murale a spessore, marcato CE secondo la norma 15824:2009, a base acril-silicato silossano, fibrorinforzato, per la protezione e finitura decorativa di pareti esterne, caratterizzato da buona traspirabilità, elasticità, idrorepellenza, resistenza alla luce, agli agenti atmosferici ed all'usura, con formula resistente alle muffe e alle alghe. Dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. previa applicazione di una mano di di QUARZITE TOP pittura acril- silossanica riempitiva al quarzo, con formula resistente alle muffe e alle alghe, in tinta con la successiva finitura oppure: o) ELASTO PUTZ rivestimento murale acrilico elastomerico di alta resistenza per facciate microlesionate, armato con fibre di vetro, formula resistente alle muffe e alle alghe, marcato CE secondo la norma 15824:2009; dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. e successivamente lamato, previa applicazione di una mano di ELASTOP QUARZ pittura acrilica- elastomerica, riempitiva al quarzo, con formula resistente alle muffe e alle alghe, nella medesima tinta della finitura.

I Sistemi

Overcoat® Slim

Overcoat System 45

I SISTEMI


Overcoat System 46

I Sistemi

Overcoat® Resphira®

I SISTEMI Overcoat® Resphira® Sistema di isolamento termico esterno degli edifici altamente traspirante, ad alto isolamento termico (λD=0,031W/mK) ed estremamente stabile nel tempo grazie al pannello Resphira®

New

ISOLANTE OVERCOAT RESPHIRA® Pannelli isolanti in polistirene espanso sinterizzato EPS stampato a doppia densità RESPHIRA®, certificato CE ETICS secondo UNI EN 13163:2102, conduttività termica dichiarata 0,031 W/mK, autoestinguente in classe E, resistenza alla trazione TR150, caratterizzato da uno strato in polistirene riflettente bianco ad elevata resistenza alla compressione EPS 200, spessore massimo 10 mm, con speciale finitura superficiale adatta all’aggrappaggio del rasante e strato inferiore costituito da polistirene espanso sinterizzato stampato arricchito con grafite in EPS100 _SPESSORE_ da 50 a 160 mm _DIMENSIONI_ cm 50x100 _EUROCLASSE EN 13163: EPS 100 _COLORE: GRIGIO +BIANCO Conducibilità termica a 10°C: λD=0,031W/mK Reazione al fuoco: EUROCLASSE E Resistenza alla diffusione del vapore acqueo: µ=15-30

Ciclo OVERCOAT® RESPHIRA®- finitura Fassaden-Putz GM 1,2mm PRODOTTO/DESCRIZIONE

CONF.

U.M.

CONSUMO A MQ. PER 1MANO*

NUM. MANI

1

m

0,100

1

Applicazione ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema

20

kg

3,500

1

1

m2

1,000

1

Data perimetralmente al pannello e con tre punti centrali, in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete Incollati con INTOCEM ETCS LIGHT in modo sfalsato e complanare alla parete

1

pz

6,000

1

20

kg

1,300

2

Fissaggio meccanico (pagina 20 Rappresentazione schematica dei sistemi Overcoat®) Spatola, a rasare

Rete Fibravetro 155g/mq m50x1h arancio - per esterni

1

m2

1,100

1

Annegamento nel 1° strato di rasante

Ang.all.80x120 cm.250 con rete

1

m

0,300

1

Quarzite Top

14

l

0,120

1

Fissaggio su tutti gli spigoli con INTOCEM ETICS LIGHT Pennello/rullo

Fassaden-Putz GM 1,2mm

25

kg

1,800

2

Spatola

Profili di zoccolo con gocciolatoio (basi di partenza) in alluminio Intocem Etics Light

Overcoat® Resphira® sp.60mm pannello in EPS stampato a doppia densità traspirante. Tasselli EJOT a percussione o avvitamento Intocem Etics Light

* CONSUMI TEORICI INDICATIVI

ATTREZZO UTILIZZATO/TECNICA


I Sistemi

Overcoat® Resphira®

RESPIRA® è un pannello a norma ETAG004 certificato CE ETICS secondo EN 13163 per applicazione esterna di sistemi ad isolamento termico a cappotto, realizzato coniugando un materiale altamente affidabile come il polistirene espanso sinterizzato con un materiale tecnico di ultima generazione ad elevato potere termoisolante e traspirante, il polistirene espanso arricchito con grafite. Il pannello è dotato di microfori passanti ottenuti per stampaggio per assicurare una elevatissima traspirazione senza perdita di potere termoisolante. CARATTERISTICHE 1) Superficie esterna ad elevata densità, EPS200 spessore 10 mm per una insuperabile restistenza meccanica. 2) Pretagli sullo strato ad elevata densità per detensionare il materiale. 3) Corpo in EPS arricchito con grafite per garantire un eccellente isolamento termico ed una elevata traspirazione. 4) Microfori passanti su tutto il pannello per una elevata traspirazione; lo strato in EPS a maggiore densità è ulteriormenteforato per favorire lo smaltimento del vapore sulla superficie di separazione tra i due materiali. 5) Pannello stampato a celle chiuse, fori compresi, per rendere nullo l’assorbimento di umidità. 6) Speciale finitura superficiale romboidale per assicurare un ottimo aggrappo di colle e rasanti. 7) Superficie riflettente di colore bianco per evitare l’assorbimento di calore caratteristico della grafite, dannoso in fase di posa, specie d’estate. 8) Il polistirene è perfetamente riciclabile, privo di sostanze nocive per l’uomo o l’ambiente. Infatti l’EPS è il contenitore per alimenti più utilizzato.

VOCE DI CAPITOLATO Il Sistema di isolamento “a cappotto” con pannelli in EPS stampato microforato riflettente e traspirante a doppia densità, OVERCOAT RESPHIRA®, crea un adeguato isolamento termico che garantisce stabilità della temperatura interna dell’edificio limitando al massimo le dispersioni termiche, riduce in maniera significativa i problemi dovuti a muffe e condense, conferisce un buon grado di impermeabilizzazione, resistenza agli agenti atmosferici ed ai movimenti del supporto.

Overcoat System 47

I SISTEMI


Overcoat System 48

I Sistemi

I SISTEMI

Overcoat® Resphira®

PREPARAZIONE DEL SUPPORTO MURARIO Il Sistema prevede su tutti i vecchi supporti : a) Adeguata rimozione di tutti i componenti del supporto non perfettamente coesi alla struttura e idonei all’applicazione del successivo ciclo. b) Idrolavaggio ad alta pressione delle superfici al fine di togliere ogni presenza di impurità o sporco che potrebbero nuocere all’adesione del sistema. c) In caso di presenza di vecchie pitture, rivestimenti o sottofondi non perfettamente compatti e solidi, applicazione di una mano di impregnante e consolidante RESINPOL, a base di solventi sintetici, al fine di garantire una buona adesione e uniformare l’assorbimento del supporto, diluito con acquaragia dearomatizzata fino al 30% max. DESCRIZIONE DETTAGLIATA DELLE MODALITà DI POSA DEL SISTEMA d) Applicazione degli appositi profili di zoccolo con gocciolatoio in alluminio, ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema. e) Nel caso di partenza da terra del sistema applicazione di pannello isolante in XPS (estruso senza pelle) per i primi 60 cm, al fine di bloccare eventuale umidità di risalita. f) Applicazione di pannelli isolanti in polistirene espanso sinterizzato EPS stampato a doppia densità RESPHIRA®, certificato CE ETICS secondo UNI EN 13163:2102, di dimensioni 500 x 1000 mm, con conduttività termica dichiarata λD = 0,031 W/mK, autoestinguente in classe E, e con resistenza alla

trazione TR150. RESPHIRA® è caratterizzato da uno strato in polistirene riflettente bianco ad elevata resistenza alla compressione EPS 200, spessore massimo 10 mm, e strato inferiore costituito da polistirene espanso sinterizzato stampato arricchito con grafite, di adeguato spessore. Il pannello RESPHIRA® possiede una speciale finitura romboidale adatta all’eccellente adesione di colla e rasante; è dotato di speciali microfori passanti ottenuti per stampaggio, diametro massimo 2,5 mm, atti ad assicurare l’eccellente traspirazione del pannello, senza assorbimento di umidità. Sullo strato esterno bianco del pannello ad alta densità sono presenti ulteriori microfori per aumentarne la traspirazione; tale strato presenta opportuni pretagli di detensionamento per assecondare le dilatazioni del pannello in facciata. g) Incollaggio dei pannelli al supporto mediante INTOCEM ETICS LIGHT, malta minerale adesiva monocomponente in polvere, traspirante (μ=10±5 secondo UNI EN 1745:2005) miscelata con acqua in ragione di 5,5 l per 20 kg di prodotto, data con cordolo perimetrale continuo e 3 punti centrali, rispettando le aree previste sul retro del pannello, in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete, con un consumo minimo di 3,5 kg / m2, posizionando i pannelli in modo sfalsato e complanare alla parete. h) Applicazione di schiuma poliuretanica e se necessario tasselli di materiale isolante nei giunti aperti tra pannello e pannello superiori ai 2 mm per proteggere il sistema da


Overcoat® Resphira® possibili infiltrazioni e perdite di isolamento. i) Applicazione di nastro di guarnizione sigillante in corrispondenza della posa dei pannelli isolanti su davanzali serramenti, a tenuta di pioggia battente. j) Applicazione a distanza di 2 giorni dal posizionamento dei pannelli, numero tasselli 6/ m2 Ejotherm, idonei al supporto e di lunghezza opportuna e schema a “T” praticando i fori con apposita punta Ejot ad avvitamento e non attivando la percussione del trapano su supporti in laterizio forato o calcestruzzo cellulare. Si consiglia di applicare i tasselli ad incasso con Ejotherm STR in abbinamento alle Rondelle in EPS per evitare ponti termici e rilevamento dei tasselli in facciata. k) Fissaggio di paraspigoli in alluminio o PVC con rete in fibravetro mediante INTOCEM ETICS LIGHT su tutti gli spigoli. l) Agli angoli di porte e finestre applicare mediante INTOCEM ETICS LIGHT, strisce rete di armatura di dimensione 200x300, in modo che i bordi delle strisce si trovino direttamente sull‘angolo con inclinazione di circa 45°. È ammesso l‘uso di reti pronte, presagomate. Rasatura armata della superficie con INTOm) CEM ETICS LIGHT, steso in una prima mano, interponendo durante l’applicazione rete di armatura in fibravetro, apprettata, alcaliresistente, di peso g/m2155± 3%, applicazione di una seconda mano di malta a completa copertura e livellatura della prima mano, con un consumo minimo complessivo di 2,6 kg/m2, al fine di uniformare la superficie ed

offrire un’adeguataresistenza meccanica la supporto. MODALITà DI PREPARAZIONE E DI POSA DELLO STRATO DI FINITURA n) Applicazione finale di FASSADEN-PUTZ rivestimento murale a spessore ai silicati-acrilsilossanico, marcato CE secondo la norma 15824:2009, fibrorinforzato, per la protezione e finitura decorativa di pareti esterne, caratterizzato da buona traspirabilità, elasticità, idrorepellenza, resistenza alla luce, agli agenti atmosferici ed all'usura, con formula resistente alle muffe e alle alghe, dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. previa applicazione di una mano di QUARZITE TOP pittura acril- silossanica riempitiva al quarzo, con formula resistente alle muffe e alle alghe, in tinta con la successiva finitura In alternativa a FASSADEN-PUTZ può essere utilizzato: o) Applicazione di QUARZITE FASSADEN-PUTZ rivestimento murale a spessore, marcato CE secondo la norma 15824:2009, a base acrilsilossanica, fibrorinforzato, per la protezione e finitura decorativa dipareti esterne, caratterizzato da buona traspirabilità, elasticità, idrorepellenza, resistenza alla luce, agli agenti atmosferici ed all'usura, con formula resistente alle muffe e alle alghe. Datoa spatola nella tinta a scelta della D.L. previa applicazione di una mano di QUARZITE FINISH EXTRA pittura acrilsilossanica riempitiva al quarzo, con formula resistente alle muffe e alle alghe, in tinta con la successiva finitura. oppure: p) Applicazione di PROTEXIL® PUTZ, rivestimento murale di finitura per la protezione di facciate a base di emulsioni siliconiche e silossaniche, marcato CE secondo la norma 15824:2009, caratterizzato da elevata diffusività al vapore, unita ad elevata idrorepellenza, particolarmente resistente agli agenti atmosferici, all’azione della luce e all’invecchiamento, con formula resistente alle muffe e alle alghe; dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. e successivamente lamato, previa applicazione di una mano di PROTEXIL® FINE pittura silossanica riempitiva al quarzo, con formula resistente alle muffe e alle alghe, nella medesima tinta della finitura.

I Sistemi

Overcoat® Resphira®

Overcoat System 49

I SISTEMI


Overcoat System 50

I Sistemi

Overcoat® rock

I SISTEMI Overcoat® Rock 12POR Sistema di isolamento termo-acustico minerale ad altissima traspirabilità (μ=1,0) e buon isolamento termico (λD=0,036 W/mK)

ISOLANTE OVERCOAT ROCK La lana di roccia deve la sua origine al processo di risolidificazione, sotto forma di fibre, della lava fusa, lanciata nell’aria durante le attività eruttive. È quindi un prodotto completamente naturale che combina la forza della roccia con le caratteristiche di isolamento termico tipiche della lana. Oltre ad essere un materiale prettamente naturale ed avere una capacità di isolamento termico elevata, è anche, grazie alla sua struttura a celle aperte, un ottimo materiale fonoassorbente. Più precisamente è l’unico materiale che riesce a coniugare in sé quattro doti fondamentali: Protezione al Fuoco e Incombustibilità, Isolamento Termico, Fonoassorbimento. Protezione al fuoco: La lana di roccia è un materiale prettamente inorganico che fonde a temperature superiori ai 1000 °C. Non contribuisce pertanto né allo sviluppo ed alla propagazione dell’incendio, né all’emissione di gas tossici. Isolamento Termico: La presenza di un’infinità di celle nella struttura della lana di roccia, consen- te al prodotto di essere di ostacolo al passaggio del caldo e del freddo, e quindi di sviluppare una forte azione isolante. Fonoassorbimento: La struttura a celle aperte della lana di roccia favorisce l’assorbimento delle onde acustiche e permette di attenuare l’intensi- tà e la propagazione del rumore.

DATI TECNICI: SPESSORE: da 70 fino 240 mm DIMENSIONI: 1000x600 mm COLORE: marrone REAZIONE AL FUOCO:euroclasse A1 (EN13501-1) CONDUCIBILITÀ TERMICA A 10° C. λD: 0,037 W/mK RESISTENZA ALLA DIFFUSIONE DEL VAPORE ACQUEO: μ 1,0 RESISTENZA A COMPRESSIONE: ≥ 20 kPa (EN 826) RESISTENZA A TRAZIONE (nel senso dello spessore): ≥ 10 kPa (EN 1607) DENSITÀ MEDIA: 90 kg/m3 (155 kg/m3 esterno, 80 kg/m3 interno) CALORE SPECIFICO: Cp = 1030 J/kgK (UNI EN 15524) COEFFICIENTE DI DILATAZIONE TERMICA LINEARE: 2x10-6 °C-1


Ciclo OVERCOAT®ROCK- finitura Protexil Elasto Putz grana media 1,2mm (pacchetto tipo) PRODOTTO/DESCRIZIONE

CONF.

U.M.

1

m

0,100

1

20

kg

4,000

1

Pannello Lana di Roccia Overcoat ROCK Tasselli EJOT a percussione o avvitamento

1

m

2

1,000

1

1

pz

5,000

1

Piattello aggiuntivo per tasselli su lana di roccia Intocalce

1

pz

5,000

1

20

kg

3,300

3

Stendere una prima mano con spatola dentata lasciando circa 7mm di INTOCALCE, applicarne una seconda mano con fratazzo in acciaio al fine di uniformare la “dentatura” precedentemente creata ed affogare la rete in fibra di vetro ed infine, stendere un’ultima mano con fratazzo in acciaio al fine di pareggiare la superficie.

1

m

2

1,100

1

Annegamento nel 1° strato di rasante

Ang.all.80x120 cm.250 con rete Protexil Elasto Paint colorato

1 14

m l

0,300 0,150

1 1

Fissaggio su tutti gli spigoli con INTOCALCE Pennello/rullo

Protexil Elasto Putz grana media 1,2 mm colorato

25

kg

1,800

2

Spatola

Profili di zoccolo con gocciolatoio (basi di partenza) in alluminio Intocalce

Rete Fibravetro 155g/mq m50x1h arancio - per esterni

CONSUMO A MQ. PER 1MANO*

NUM. MANI

ATTREZZO UTILIZZATO/TECNICA

Applicazione ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema Data perimetralmente al pannello e con tre punti centrali, in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete Incollati con INTOCALCE in modo sfalsato e complanare alla parete Fissaggio meccanico (pagina 20 Rappresentazione schematica dei sistemi Overcoat®)

* CONSUMI TEORICI INDICATIVI

VOCE DI CAPITOLATO: Il Sistema di isolamento “a cappotto” minerale termo-acustico con pannelli in lana di roccia OVERCOAT® ROCK, crea un adeguato isolamento termico che garantisce stabilità della temperatura interna dell’edificio limitando al massimo le dispersioni termiche, riduce in maniera significativa i problemi dovuti a muffe e condense, conferisce un buon grado di impermeabilizzazione, resistenza agli agenti atmosferici ed ai movimenti del supporto . Il sistema in quanto minerale è permeabile al vapore acqueo. PREPARAZIONE DEL SUPPORTO MURARIO I Sistema prevede su tutti i vecchi supporti : a) Adeguata rimozione di tutti i componenti del supporto non perfettamente coesi alla struttura e idonei all’applicazione del successivo ciclo. b) Idrolavaggio ad alta pressione delle superfici al fine di togliere ogni presenza di impurità o sporco che potrebbero nuocere all’adesione del sistema. c) Applicazione di una mano di PROTEXIL® PRIMER consolidante impregnante di fondo acril-silossanico, al fine di garantire una

buona adesione e uniformare l’assorbimento del supporto, diluito condiluente sintetico da 0 al 100%. DESCRIZIONE DETTAGLIATA DELLE MODALITà DI POSA DEL SISTEMA d) Applicazione degli appositi profili di zoccolo con gocciolatoio in alluminio a circa 10 cm dalla pavimentazione, ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema. e) Nel caso di partenza da terra del sistema applicazione di pannello isolante in XPS (estruso senza pelle) per i primi 60 cm, al fine di bloccare eventuale umidità di risalita. f) Applicazione di pannelli isolanti in lana di roccia OVERCOAT®ROCK, materiale prettamente naturale con capacità di isolamento termico elevata, è anche, grazie alla sua struttura a celle aperte, ottime proprietà fonoassorbenti e di incombustibilità, (Dimensione lastra 1200x600 mm - Densità 100 kg / m³ - Conduttività termica λD 0,037 W (mK) – diffusione al vapore μ = 1 - ignifugo - classe A1), incollati al supporto mediante INTOCALCE, malta adesiva monocomponente in polvere a base di calce idraulica naturale, miscelata con acqua in ragione del 20 – 25%,

I Sistemi

Overcoat® rock

Overcoat System 51

I SISTEMI


Overcoat System 52

I Sistemi

Overcoat® rock

I SISTEMI data con cordolo perimetrale continuo e 3 punti centrali, in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete, con un consumo minimo di 4 kg /m2, posizionando i pannelli in modo sfalsato e complanare alla parete. g) Applicazione di tasselli di materiale isolante nei giunti aperti tra pannello e pannello superiori ai 5 mm per proteggere il sistema da possibili infiltrazioni e perdite di isolamento. h) Applicazione di nastro di guarnizione sigillante in corrispondenza della posa dei pannelli isolanti su davanzali serramenti, a tenuta di pioggia battente. i) Applicazione a distanza di 2 giorni dal posizionamento dei pannelli, numero tasselli 6/m2 Ejotherm, idonei al supporto e di lunghezza opportuna e schema a “W” praticando i fori con apposita punta Ejot ad avvitamento e non attivando la percussione del trapano su supporti in laterizio forato o calcestruzzo cellulare . Si consiglia di applicare i tasselli ad incasso con Ejotherm STR in abbinamento alle Rondelle in Lana di Roccia per evitare ponti termici e rilevamento dei tasselli in facciata. j) Fissaggio di paraspigoli in alluminio o PVC con rete in fibravetro mediante INTOCALCE su tutti gli spigoli. k) Agli angoli di porte e finestre applicare mediante INTOCALCE, strisce rete di armatura di dimensione 200x300, in modo che i bordi delle strisce si trovino direttamente sull‘angolo con inclinazione di circa 45°. È ammesso l‘uso di reti pronte, presagomate. l) Rasatura della superficie con INTOCALCE: 1. Applicazione della prima mano con spatola dentata lasciando uno spessore di circa 7mm; 2. Applicazione della seconda mano di

INTOCALCE (ad avvenuta asciugatura della prima) con spatola americana fino a livellamento della prima e affogamento della rete di armatura. 3. Applicazione della terza mano con spatola americana per coprire la quadrettatura della rete visibile in superficie. MODALITà DI PREPARAZIONE E DI POSA DELLO STRATO DI FINITURA m) Applicazione finale di una mano di una miscela 1:1 di ACCADEMIA SILIK PRIMER E ACCADEMIA FASSADENFARBE nella tinta richiesta dalla D.L., data a pennello o rullo al fine di dare uniformità di assorbimento e coloritura alla superficie e favorire l’adesione del successivo strato di ACCADEMIA INTOSIL, steso con spatola d’acciaio (americana) e successivamente frattazzato con fratazzo di spugna. In alternativa ad ACCADEMIA INTOSIL può essere utilizzato: n) Applicazione finale di PROTEXIL® ELASTO PUTZ rivestimento murale per la protezione delle facciate silossanico - elastomerico, a base di speciali resine acriliche elastomeriche, resine e additivi siliconici, fibrorinforzato, altamente idrorepellente e resistente agli agenti atmosferici, dotato di ottima permeabilità al vapore. con formula resistente alle muffe e alle alghe; dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. e successivamente lamato, previa applicazione di una mano di PROTEXIL® ACQUA PRIMER diluito con acqua in rapporto di 1:1 – 1:3 e dato a pennello o rullo.


Overcoat® Cork Sistema di isolamento termo-acustico degli edifici con pannello in sughero, naturale, ad altissima traspirabilità (μ=5) e buon isolamento termico (λ =0,036 W/mK)

Il sistema OVERCOAT® CORK è composto da pannelli di sughero “bruno” autoespanso per l’isolamento termico ed acustico degli edifici, collante e rasante minerale a base di calce naturale, intonachini di finitura ai silicati o in alternativa silossanici – elastomerici. OVERCOAT® CORK è ideale in soluzioni a cappotto in costruzioni che seguono i canoni della bioarchitettura. Il conglomerato di sughero espanso è un materiale naturale al 100 % fabbricato dalla corteccia della sughera, poi ridotta in granuli, surriscaldata e compattata in blocchi, utilizzando unicamente la Suberina (resina presente nel sughero) come elemento collante ed aggregatore dei granuli. Il pannello in sughero “bruno” è un materiale impareggiabile per l’unicità e la stabilità delle sue caratteristiche termiche.

12POK ISOLANTE OVERCOAT® CORK Sughero “bruno” autoespanso, puro, in pannelli, secondo le norme UNI EN 13170 e UNI EN 13172. Non si disgrega in acqua bollente, buona resistenza agli attacchi degli agenti chimici, elastico, antimuffa, imputrescibile, stabile nel tempo e inattaccabile da insetti, parassiti e roditori.

DATI TECNICI:

SPESSORE:mm 20, 30, 40, 50, 60, 80, 100. Altri spessori a richiesta fino a 330 mm DIMENSIONI: cm 100 x 50, con tolleranze dimensionali UNI: T1 – L1 – W1 IMBALLO:confezionato in cellophane riciclabile termoretraibile elettrosaldato ai bordi CERTIFICAZIONI: unico con certicazione UNI EN 13170 MASSA VOLUMICA (p): 108 ÷ 120 Kg/m3 CARICO DI ROTTURA PER TRAZIONE: 0,6 ÷ 0,9 Kg/cm2 CARICO DI ROTTURA PER FLESSIONE:1,25÷2,31Kg/cm2 RESISTENZA ALLA COMPRESSIONE: 1,24 ÷ 1,59 Kg/cm2 CALORE SPECIFICO: 1,67 KJ/Kg °K COEFFICIENTE DI DILATAZIONE TERMICA (a 20°C): 25 ÷ 50 x 10-6 TEMPERATURA DI USO: 200 ÷ 130 °C RESISTENZA ALLA DIFFUSIONE DEL VAPORE ACQUEO (μ): 5 ÷ 30 MODULO DI ELASTICITÀ: 5 N/mm2 RIGIDITÀ DINAMICA (spessore 50 mm): 126 N/cm3 ASSORBIMENTO ACUSTICO (spessore 40 mm ): 0,29 ÷ 0,33 dB (a 500 Hz) CONDUCIBILTÀ TERMICA λ (a 20°):0,0375÷0,0363 W/m °K RESISTENZA TERMICA R (m2K/W): 10 mm 20 mm 30 mm 40 mm 50 mm 60 mm 70 mm 80 mm 90 mm 0,267 0,534

0,801

1,068

1,335

1,602

1,869

2,136

2,403

I Sistemi

Overcoat® cork

Overcoat System 53

I SISTEMI


Overcoat System 54

I Sistemi

I SISTEMI Ciclo OVERCOAT®CORK

Overcoat® cork

a) finitura Protexil Elasto Putz grana media 1,2mm (silossanico-elastomerico) b) finitura Accademia Intostil grana media 1,2mm (silicato) PRODOTTO/DESCRIZIONE

CONF.

U.M.

20

kg

4,000

1

Prof.all.zocc.goc. cm 250

1

m

0,100

1

Overcoat Cork-sughero naturale

1

m

2

1,000

1

Tasselli EJOT a percussione o avvitamento

1

pz

6,000

1

20

kg

3,300

3

1

m

2

1,100

1

Annegamento nel 1° strato di rasante

1 14 25

m l kg

0,300 0,150 1,800

1 1 1

Fissaggio su tutti gli spigoli con INTOCALCE Pennello/rullo Spatola

14

l

0,150

1

Pennello/rullo

20

kg

1,800

1

Spatola

Intocalce

Intocalce

Rete Fibravetro 155g/mq m50x1h arancio - per esterni Ang.PVC 80x120 cm.250 con rete Protexil Elasto Paint colorato Protexil Elasto Putz grana media 1,2 mm colorato

CONSUMO NUM. A MQ. PER MANI 1MANO*

ATTREZZO UTILIZZATO/TECNICA

data sul perimetro + 3 punti centrali in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete coprendo circa il 50% della superficie del pannello Applicazione ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema Incollati con INTOCALCE in modo sfalsato e complanare alla parete Fissaggio meccanico (pagina 20 Rappresentazione schematica dei sistemi Overcoat®) Stendere una prima mano con spatola dentata lasciando circa 7mm di INTOCALCE, applicarne una seconda mano con fratazzo in acciaio al fine di uniformare la “dentatura” precedentemente creata ed affogare la rete in fibra di vetro ed infine, stendere un’ultima mano con fratazzo in acciaio al fine di pareggiare la superficie.

In alternativa: Accademia Fassadenfarbe colorato Accademia Intosil gr.media 1,2 mm colorato * CONSUMI TEORICI INDICATIVI

VOCE DI CAPITOLATO: Il Sistema di isolamento “a cappotto” termoacustico con pannelli in sughero “bruno” auto espanso ad altissima traspirabilità OVERCOAT®CORK, crea un adeguato isolamento termico che garantisce stabilità della temperatura interna dell’edificio limitando al massimo le dispersioni termiche, riduce in maniera significativa i problemi dovuti a muffe e condense, conferisce un buon grado di impermeabilizzazione, resistenza agli agenti atmosferici ed ai movimenti del supporto. PREPARAZIONE DEL SUPPORTO MURARIO I Sistema prevede su tutti i vecchi supporti : a) Adeguata rimozione di tutti i componenti del supporto non perfettamente coesi alla struttura e idonei all’applicazione del successivo ciclo. b) Idrolavaggio ad alta pressione delle superfici al fine di togliere ogni presenza di impurità o sporco che potrebbero nuocere all’adesione del sistema. c) Applicazione di una mano di PROTEXIL® PRIMER consolidante impregnante di fondo acril - silossanico, al fine di garantire una

buona adesione e uniformare l’assorbimento del supporto, diluito con acquaragia dearomatizzata dal 30% al 50%. DESCRIZIONE DETTAGLIATA DELLE MODALITà DI POSA DEL SISTEMA d) Applicazione degli appositi profili di zoccolo con gocciolatoio in alluminio a circa 10 cm dalla pavimentazione, ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema. e) Nel caso di partenza da terra del sistema, applicazione di pannello isolante in XPS (estruso senza pelle) per i primi 60 cm, al fine di bloccare eventuale umidità di risalita. f) Applicazione di pannelli isolanti in sughero “bruno” OVERCOAT®CORK, materiale prettamente naturale incombustibile, con caratteristiche elevate di isolamento termico e ottime proprietà fonoassorbenti dovute alla struttura a celle aperte (Dimensione lastra 1000x500 mm - Densità 108-120 kg/ m³ - Conduttività termica λD 0,037 W (mK) – diffusione al vapore μ=5 - ignifugo), incollati al supporto mediante INTOCALCE, malta adesiva monocomponente in polvere a base di calce idraulica naturale, miscelata


con acqua in ragione del 20 – 25%, data con cordolo perimetrale continuo e 3 punti centrali, in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete, con un consumo minimo di 4 kg /m2, posizionando i pannelli in modo sfalsato e complanare alla parete. g) Applicazione di tasselli di materiale isolante nei giunti aperti tra pannello e pannello superiori ai 5 mm per proteggere il sistema da possibili infiltrazioni e perdite di isolamento. h) Applicazione di nastro di guarnizione sigillante in corrispondenza della posa dei pannelli isolanti su davanzali serramenti, a tenuta di pioggia battente. i) Applicazione a distanza di 2 giorni dal posizionamento dei pannelli, numero tasselli 6/m2 Ejotherm, idonei al supporto e di lunghezza opportuna e schema a “T” praticando i fori con apposita punta Ejot ad avvitamento e non attivando la percussione del trapano su supporti in laterizio forato o calcestruzzo cellulare . j) Fissaggio di paraspigoli in alluminio o PVC con rete in fibravetro mediante INTOCALCE su tutti gli spigoli. k) Agli angoli di porte e finestre applicare mediante INTOCALCE, strisce rete di armatura di dimensione 200x300, in modo che i bordi delle strisce si trovino direttamente sull‘angolo con inclinazione di circa 45°. È ammesso l‘uso di reti pronte, presagomate. l) Rasatura della superficie con INTOCALCE: 1. applicazione della prima mano con spatola dentata lasciando uno spessore di circa 7mm; 2. applicazione della seconda mano di

INTOCALCE (ad avvenuta asciugatura della prima) con spatola americana fino a livellamento della prima e affogamento della rete di armatura. 3. applicazione della terza mano con spatola americana per coprire la quadrettatura della rete visibile in superficie. MODALITà DI PREPARAZIONE E DI POSA DELLO STRATO DI FINITURA m) Applicazione finale di una mano di una miscela 1:1 di ACCADEMIA SILIK PRIMER EACCADEMIA FASSADENFARBE nella tinta richiesta dalla D.L., data a pennello o rullo al fine di dare uniformità di assorbimento e coloritura alla superficie e favorire l’adesione del successivo strato di ACCADEMIA INTOSIL, steso con spatola d’acciaio (americana) e successivamente frattazzato con fratazzo di spugna. In alternativa ad ACCADEMIA INTOSIL può essere utilizzato: n) Applicazione finale di PROTEXIL® ELASTO PUTZ rivestimento murale per la protezione delle facciate silossanico - elastomerico, a base di speciali resine acriliche elastomeriche, resine e additivi siliconici, fibrorinforzato, altamente idrorepellente e resistente agli agenti atmosferici, dotato di ottima permeabilità al vapore. con formula resistente alle muffe e alle alghe; dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. e successivamente lamato, previa applicazione di una mano di PROTEXIL® ELASTO PAINT dato a pennello o rullo.

I Sistemi

Overcoat® cork

Overcoat System 55

I SISTEMI


Overcoat System 56

I Sistemi

Overcoat® wood

I SISTEMI Overcoat® Wood Sistema di isolamento termo-acustico degli edifici con pannello in fibre di legno, naturale, ad altissima traspirabilità (μ=3) e buon isolamento termico ( λD 0,040)

Il sistema OVERCOAT® WOOD è composto da pannelli di fibre di legno, di vari strati con speciali densità variabili, per l’isolamento termico ed acustico degli edifici, collante e rasante minerale a base di calce naturale, intonachini di finitura ai silicati o in alternativa silossanici – elastomerici. OVERCOAT® WOOD è ideale in soluzioni a cappotto in costruzioni che seguono i canoni della bioarchitettura. OVERCOAT® WOOD è permeabile al vapore acqueo, rappresenta un’alternativa naturale ai materiali coibenti tradizionali, particolarmente indicato per le case in legno, garantisce un microclima interno piacevole e salubre.

Presenta i seguenti vantaggi: Valido coibente a cappotto per diversi sistemi d’intonaco Ottima protezione dal freddo, dal caldo, acustica e antincendio Alta capacità di accumulazione termica quindi ottimo isolamento dal caldo estivo Traspirante per un comfort abitativo ideale Protezione acustica migliorata grazie alla porosità ed all’alto peso dei pannelli Pannello coibente certificato CE con controllo di produzione.

DATI TECNICI: SPESSORE: mm 60,80,100,120,140,160 FORMATO: 80x60cm CERTIFICAZIONI: UNI EN 13171 T4-CS(10Y)20-TR2.5-WS1.0-MU5-AF100 Omologazione DIBt (Istituto tedesco per la tecnica delle costruzioni) Z-23. 15-1429. Prove coibentazione acustica del centro protezione acustica “ift – Rosenhaim (D). CONDUCIBILTÀ TERMICA DICHIARATA: λD ­=0,040 W/mK(mK) => 40mm; 0,043 W/(mK) => 60/80/100mm CAPACITÀ TERMICA MASSIVA (c): 2.100 J/kgK RESISTENZA ALLA DIFFUSIONE DEL VAPORE ACQUEO (μ): 3 MASSA VOLUMICA (densità): 130 kg/m3 COMPORTAMENTO AL FUOCO: (classificazione europea): classe E COMPOSIZIONE: pannello in fibra di legno prodotto con legname fresco di conifera dai residui di lavorazione delle segherie


I Sistemi

Ciclo OVERCOAT®WOOD

a) finitura Protexil Elasto Putz grana media 1,2mm (silossanico-elastomerico) b) finitura Accademia Intostil grana media 1,2mm (silicato) PRODOTTO/DESCRIZIONE

CONF.

U.M.

20

kg

4,000

1

data sul perimetro + 3 punti centrali in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete coprendo circa il 50% della superficie del pannello

Prof.all.zocc.goc.mm 63 cm 250

1

m

0,100

1

Applicazione ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema

Overcoat Wood-Fibra di legno

1

m2

1,000

1

Incollati con INTOCALCE in modo sfalsato e complanare alla parete

Tassello EJOT ad avvitamento

1

pz

6,000

1

Fissaggio meccanico (pagina 20 Rappresentazione schematica dei sistemi Overcoat®)

20

kg

3,300

3

Stendere una prima mano con spatola dentata lasciando circa 7mm di INTOCALCE, applicarne una seconda mano con fratazzo in acciaio al fine di uniformare la “dentatura” precedentemente creata ed affogare la rete in fibra di vetro ed infine, stendere un’ultima mano con fratazzo in acciaio al fine di pareggiare la superficie.

1

m2

1,100

1

Annegamento nel 1° strato di rasante

1

m

0,300

1

Fissaggio su tutti gli spigoli con INTOCALCE

0,150

1

Pennello/rullo Spatola

Intocalce

Intocalce

Rete Fibravetro 155g/mq m50x1h arancio - per esterni Ang.PVC 80x120 cm.250 con rete Protexil Elasto Paint colorato Protexil Elasto Putz grana media 1,2 mm colorato

14

l

CONSUMO A MQ. PER 1MANO*

NUM. MANI

ATTREZZO UTILIZZATO/TECNICA

25

kg

1,800

1

14

l

0,150

1

Pennello/rullo

20

kg

1,800

1

Spatola

In alternativa: Accademia Fassadenfarbe colorato Accademia Intosil gr.media 1,2 mm colorato * CONSUMI TEORICI INDICATIVI

VOCE DI CAPITOLATO: Il Sistema di isolamento “a cappotto” termoacustico con pannelli in fibra di legno naturale ad alta traspirabilità OVERCOAT®WOOD, crea un adeguato isolamento termico che garantisce stabilità della temperatura interna dell’edificio limitando al massimo le dispersioni termiche, riduce in maniera significativa i problemi dovuti a muffe e condense, conferisce un buon grado di impermeabilizzazione, resistenza agli agenti atmosferici ed ai movimenti del supporto . PREPARAZIONE DEL SUPPORTO MURARIO I Sistema prevede su tutti i vecchi supporti : a) Adeguata rimozione di tutti i componenti del supporto non perfettamente coesi alla struttura e idonei all’applicazione del successivo ciclo. b) Idrolavaggio ad alta pressione delle superfici al fine di togliere ogni presenza di impurità o sporco che potrebbero nuocere all’adesione del sistema. c) Applicazione di una mano di PROTEXIL® PRIMER consolidante impregnante di fondo

acril - silossanico, al fine di garantire una buona adesione e uniformare l’assorbimento del supporto, diluito con acquaragia dearomatizzata dal 30% al 50%. DESCRIZIONE DETTAGLIATA DELLE MODALITà DI POSA DEL SISTEMA d) Applicazione degli appositi profili di zoccolo con gocciolatoio in alluminio a circa 10 cm dalla pavimentazione, ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema. e) Nel caso di partenza da terra del sistema applicazione di pannello isolante in XPS (estruso senza pelle) per i primi 60 cm, al fine di bloccare eventuale umidità di risalita. f) Applicazione di pannelli isolanti in fibra di legno OVERCOAT®WOOD, materiale prettamente naturale con capacità di isolamento termico elevata, buone proprietà fonoassorbenti, incollati al supporto mediante INTOCALCE, malta adesiva monocomponente in polvere a base di calce

Overcoat® wood

Overcoat System 57

I SISTEMI


Overcoat System 58

I Sistemi

Overcoat® wood

I SISTEMI idraulica naturale, miscelata con acqua in ragione del 20 – 25%, data con cordolo perimetrale continuo e 3 punti centrali, in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete, con un consumo minimo di 4 kg/m2, posizionando i pannelli in modo sfalsato e complanare alla parete. g) Applicazione di tasselli di materiale isolante nei giunti aperti tra pannello e pannello superiori ai 5 mm per proteggere il sistema da possibili infiltrazioni e perdite di isolamento. h) Applicazione di nastro di guarnizione sigillante in corrispondenza della posa dei pannelli isolanti su davanzali serramenti, a tenuta di pioggia battente. i) Applicazione a distanza di 2 giorni dal posizionamento dei pannelli, di tasselli Ejotherm, idonei al supporto e di lunghezza opportuna, nella parte interna dei quattro angoli + 1 al centro del pannello, praticando i fori con apposita punta Ejot ad avvitamento e non attivando la percussione del trapano su supporti in laterizio forato o calcestruzzo cellulare. j) Fissaggio di paraspigoli in alluminio o PVC con rete in fibravetro mediante INTOCALCE su tutti gli spigoli. k) Agli angoli di porte e finestre applicare mediante INTOCALCE, strisce rete di armatura di dimensione 200x300, in modo che i bordi delle strisce si trovino direttamente sull‘angolo con inclinazione di circa 45°.È ammesso l‘uso di reti pronte, presagomate.

l) Rasatura della superficie con INTOCALCE: 1. applicazione della prima mano con spatola dentata lasciando uno spessore di circa 7mm; 2. applicazione della seconda mano di INTOCALCE (ad avvenuta asciugatura della prima) con spatola americana fino a livellamento della prima e affogamento della rete di armatura. 3. applicazione della terza mano con spatola americana per coprire la quadrettatura della rete visibile in superficie. MODALITà DI PREPARAZIONE E DI POSA DELLO STRATO DI FINITURA m) Applicazione finale di una mano di una miscela 1:1 di ACCADEMIA SILIK PRIMER E ACCADEMIA FASSADENFARBE nella tinta richiesta dalla D.L., data a pennello o rullo al fine di dare uniformità di assorbimento e coloritura alla superficie e favorire l’adesione del successivo strato di ACCADEMIA INTOSIL, steso con spatola d’acciaio (americana) e successivamente fratazzato con fratazzo di spugna. In alternativa ad ACCADEMIA INTOSIL può essere utilizzato: n) Applicazione finale di PROTEXIL® ELASTO PUTZ rivestimento murale per la protezione delle facciate silossanico - elastomerico, a base di speciali resine acriliche elastomeriche, resine e additivi siliconici, fibrorinforzato, altamente idrorepellente e resistente agli agenti atmosferici, dotato di ottima permeabilità al vapore. con formula resistente alle muffe e alle alghe; dato a spatola nella tinta a scelta della D.L. e successivamente lamato, previa applicazione di una mano di PROTEXIL® ACQUA PRIMER diluito con acqua in rapporto di 1:1 – 1:3 e dato a pennello o rullo.


Overcoat® Bios 12OS Sistema minerale, altamente traspirante, per l’isolamento termoacustico degli edifici.

Ciclo completamente minerale con finitura ai silicati (ACCADEMIA INTOSIL) Elevata elasticità con finitura silossanica ela- stomerica (PROTEXIL® ELASTO PUTZ) Elevata permeabilità al vapore (μ pannello=5) Non soggetto a degrado nel tempo Compatibile con i canoni di bioedilizia Ottima inerzia termica Non infiammabile (pannello ignifugo classe A1 -DIN 4102 / classe 0)

Isolante Overcoat® bios 12OB130 Materiale termoisolante derivante da pietra macinata, legante minerale, proteine ed acqua. Lastra isolante, minerale, omogenea, non fibrosa e permeabile al vapore. È idoneo all’utilizzo come materiale coibente per capotti termici, facciate, soffitti, controsoffitti, tetti, terrazze, sottofondi isolanti, prefabbricati sandwich ed altro.

DATI TECNICI: SPESSORE: da 80 fino 200 mm DIMENSIONI:380 x 580 mm CONFEZIONI: 1,48 m3 DENSITA’: Max 130 Kg/m3 CONDUCIBILITA’ TERMICA A10°C.λ m:0,043 W/mK RESISTENZA ALLA COMPRESSIONE: 0,36 N/mm2 RESISTENZA ALLA TRAZIONE: 0,085 N/mm2 DIFFUSIONE AL VAPORE:μ=5 ASSORBENZA:Non assorbe acqua per idrofobizzazione concentrata in superficie, misurata per 24 ore su colonna d’acqua da 50mm ASSORBIMENTO DI UMIDITA’: ca. 3,5% REAZIONE AL FUOCO: Ignifugo classe A1-DIN 4102/ classe 0 (zero)

I Sistemi

Overcoat® bios

Overcoat System 59

I SISTEMI


Overcoat System 60

I Sistemi

Overcoat® bios

I SISTEMI Ciclo OVERCOAT®BIOS- finitura Accademia Intostil grana media 1,2mm PRODOTTO/DESCRIZIONE Profili di zoccolo con gocciolatoio (basi di partenza) in alluminio

CONF.

U.M.

CONSUMO A MQ. PER 1MANO*

NUM. MANI

ATTREZZO UTILIZZATO/TECNICA

1

m

0,100

1

Applicazione a ca.10 cm. dalla pavimentazione, ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema

20

kg

4,000

1

Data perimetralmente al pannello e con tre punti centrali, in quantità adeguata per incollare i pannelli e creare una camera d’aria tra pannello e parete

Isolante Overcoat Bios pannello 38x58cm

1

m2

1,000

1

incollati con INTOCALCE in modo sfalsato e complanare alla parete

Tassello EJOT ad avvitamento

1

pz

9,000

1

Fissaggio meccanico (pagina 20 Rappresentazione schematica dei sistemi Overcoat®)

Protexil Primer 25 l

25

kg

0,100

1

Pennello/rullo

Intocalce

20

m2

1,500

2

Spatola, a rasare

Rete Fibravetro 155g/mq m50x1h arancio - per esterni

1

m2

1,100

1

annegamento nel 1° strato di rasante

Ang.all.80x120 cm.250 con rete

1

m

0,300

1

fissaggio su tutti gli spigoli con INTOCALCE

Accademia Silik-Primer

20

l

0,100

1

pennello/rullo

Accademia Intosil grana media 1,2 mm colorato

20

kg

1,800

1

spatola

Intocalce

* CONSUMI TEORICI INDICATIVI

VOCE DI CAPITOLATO: Il Sistema di isolamento “a cappotto” minerale termo-acustico con pannelli in calce di silicato OVERCOAT BIOS, crea un adeguato isolamento termico che garantisce stabilità della temperatura interna dell’edificio limitando al massimo le dispersioni termiche, riduce in maniera significativa i problemi dovuti a muffe e condense, conferisce un buon grado di impermeabilizzazione, resistenza agli agenti atmosferici ed ai movimenti del supporto . Il sistema in quanto minerale è permeabile al vapore acqueo. PREPARAZIONE DEL SUPPORTO MURARIO I Sistema prevede su tutti i vecchi supporti : a) Adeguata rimozione di tutti i componenti del supporto non perfettamente coesi alla struttura e idonei all’applicazione del successivo ciclo. b) Idrolavaggio ad alta pressione delle superfici al fine di togliere ogni presenza di impurità o sporco che potrebbero nuocere all’adesione del sistema. c) applicazione di una mano di PROTEXIL® PRIMER consolidante impregnante di fondo

acril-silossanico, al fine di garantire una buona adesione e uniformare l’assorbimento del supporto, diluito con diluente sintetico da 0 al 100%.

DESCRIZIONE DETTAGLIATA DELLE MODALITà DI POSA DEL SISTEMA d) Applicazione degli appositi profili di zoccolo con gocciolatoio in alluminio a circa 10 cm dalla pavimentazione, ove questi si rendono necessari a creare le basi di partenza a terra del sistema. e) Nel caso di partenza da terra del sistema applicazione di pannello isolante in XPS (estruso senza pelle) per i primi 60 cm, al fine di bloccare eventuale umidità di risalita. f) Applicazione di pannelli isolanti minerali OVERCOAT BIOS in materiale termoisolante derivante da pietra macinata, legante minerale, proteine ed acqua, permeabili al vapore (Dimensione lastra 380x580 mm Densità 130 kg / m³ - Conduttività termica λD 0,043 W (mK) – diffusione al vapore μ = 5 - ignifugo- classe A1 - DIN 4102 / classe 0),


incollati al supporto mediante INTOCALCE, malta adesiva monocomponente in polvere, miscelata con acqua in ragione del 15-20% applicata ai bordi del pannello e su due punti interni, posizionando i pannelli in modo sfalsato e complanare alla parete. g) Applicazione di tasselli di materiale isolante nelle aree dove l’isolante stesso è deteriorato, per proteggere il sistema da possibili infiltrazioni e perdite di isolamento. h) Applicazione di nastro di guarnizione sigillante in corrispondenza della posa dei pannelli isolanti su davanzali serramenti, a tenuta di pioggia battente. i) Applicazione di tasselli Ejotherm STR-U di opportuna lunghezza, in numero di 2 per pannello posizionati in corrispondenza dei due punti di colla sottostanti. j) Levigazione con frattone d’acciaio della superficie del pannello e conseguente pulizia dello stesso con spazzola o scopa. k) Consolidamento del pannello con PROTEXIL® PRIMER l) Fissaggio di paraspigoli in alluminio o PVC con rete in fibravetro mediante INTOCALCE su tutti gli spigoli. m) Agli angoli di porte e finestre applicare mediante INTOCALCE, strisce rete di armatura di dimensione 200x300, in modo che i bordi delle strisce si trovino direttamente sull‘angolo con inclinazione di circa 45°. È ammesso l‘uso di reti pronte, presagomate. n) Rasatura della superficie con INTOCALCE, stesa in una prima mano interponendo durante l’applicazione rete di armatura in fibravetro, apprettata, alcaliresistente, di peso g /m2 155 ± 3%, applicazione di una seconda mano di malta a completa copertura e livellatura della prima mano al fine di uniformare la superficie ed offrire un’adeguata resistenza meccanica la supporto.

MODALITà DI PREPARAZIONE E DI POSA DELLO STRATO DI FINITURA o) Applicazione finale di una mano di una miscela 1:1 di ACCADEMIA SILIK PRIMER E ACCADEMIA FASSADENFARBE nella tinta richiesta dalla D.L., data a pennello o rullo al fine di dare uniformità di assorbimento e coloritura alla superficie e favorire l’adesione del successivo strato di ACCADEMIA INTOSIL, steso con spatola d’acciaio (americana) e successivamente frattazzato con fratazzo di spugna. In alternativa ad ACCADEMIA INTOSIL può essere utilizzato: p) PROTEXIL® ELASTO PUTZ, rivestimento murale silossanico elastomerico, fibrorinforzato, elastico, permeabile al vapore, ad elevate prestazioni. PROTEXIL® ELASTO PUTZ è un rivestimento murale per la protezione delle facciate silossanico elastomerico, costituito da un legante a base di speciali resine acriliche elastomeriche, resine e additivi siliconici, granulati di marmo e quarzo selezionati, fibrette corte in fibra sintetica, pigmenti resistenti all’azione dei raggi UV, speciali additivi atti a rendere il prodotto di facile applicazione e idrorepellente. PROTEXIL® ELASTO PUTZ è fibrorinforzato, altamente idrorepellente e resistente agli agenti atmosferici, dotato di ottima permeabilità al vapore. PROTEXIL® ELASTO PUTZ è caratterizzato da elasticità permanente, essiccazione rapida e bilanciata del film, con formula resistente alle muffe e alle alghe. È dotato di ottima resistenza meccanica all’abrasione, ottima resistenza all’azione degli agenti atmosferici. È atossico e inodoro, non è infiammabile.

I Sistemi

Overcoat® bios

Overcoat System 61

I SISTEMI


Overcoat System 62

I Componenti

I COMPONENTI

Intocem Plus

INTOCEM PLUS 0544 Grana Fine 0,6 mm - Grana Grossa 1,0mm

IMPIEGO: ripristino e livellatura di pareti e soffitti interni ed esterni, rasatura armata con reti in fibravetro su pareti isolanti, incollaggio di pannelli isolanti in sistemi termocoibenti a cappotto APPLICAZIONE: miscelare con acqua in ragione di 5-6 l per 25 kg. Al momento dell’impiego, stendere con cazzuola o frattone d’acciaio RESA 1 MANO: Grana Fine 0,6 mm incollaggio: 0,25-0,28 m2/kg = 3,5-4 kg/ m2 Grana Fine 0,6 mm rasatura: 0,65-0,75 m2/kg = 1,3 -1,5 kg/m2 Grana Grossa 1,0 mm incollaggio: 0,22-0,25 m2/ kg = 4,0-4,5 kg/ m2 Grana Grossa 1,0 mm rasatura: 0,60-0,65 m2/kg = 1,5-1,7 kg/m2 TINTE: grigio, bianco CONFEZIONE: 25 kg

INTOCEM ETICS LIGHT

0552

Colla e rasante minerale alleggerita idonea alla rasatura e incollaggio di pannelli isolanti in sistemi ETICS Granulometria : diametro max 0.4 mm

IMPIEGO: Incollaggio di pannelli isolanti in sistemi

termocoibenti a cappotto. Rasatura armata con reti in fibravetro su pareti e pannelli isolanti. APPLICAZIONE: miscelare con acqua in ragione di 5,5 litri ogni 20 kg di prodotto. Al momento dell’impiego stendere con cazzuola o frattone d’acciaio . COEFF.DIFFUSIONE VAPORE ACQUEO -µ- (EN1745): 5-15 CONSUMO: per incollaggio 3,5 - 4 kg/m2; per rasature 2,5 - 3 kg/m2 ASPETTO: polvere di colore bianco naturale CONFEZIONE: 20 kg


QUARZITE FASSADEN PUTZ 0304

I Componenti

Quarzite Fassaden Putz

FORMULA ACRILICA rivestimento murale acril-silossanico, elastico, microfibrato dotato di buona permeabilità al vapore, altamente idrorepellente e resistente agli agenti atmosferici. FORMULA RESISTENTE ALLE MUFFE E ALLE ALGHE Grana: fine 0,8/1,0 mm - Grana:media 1,2 mm - Grana: grossa 1,8mm

IMPIEGO: protezione e decorazione di facciate esterne APPLICAZIONE:applicare tal quale con frattone d’acciaio RESA 1 MANO: Grana fine: 0,7-0,8 m2/kg = 1,2-1,4 kg/m2 Grana media: 0,5-0,6 m2/kg = 1,8-2 kg/m2 Grana grossa: 0,4-0,5 m2/kg = 2,2-2,5 kg/m2 TINTE: I Colori del Colore 282 colori; Tecnologie per facciate 62 colori CONFEZIONE: 25 kg Base:AB-E

FASSADEN PUTZ 0307 FORMULA ACRIL-SILOSSANICA rivestimento murale acril-silicato silossano, elastico, microfibrato dotato di buona permeabilità al vapore, altamente idrorepellente e resistente agli agenti atmosferici. FORMULA RESISTENTE ALLE MUFFE E ALLE ALGHE Grana: fine 0,8/1,0 mm - Grana:media 1,2 mm - Grana: grossa 1,8mm

IMPIEGO: protezione e decorazione di facciate esterne APPLICAZIONE:applicare tal quale con frattone d’acciaio RESA 1 MANO: Grana fine: 0,7-0,8 m2/kg = 1,2-1,4 kg/m2 Grana media: 0,5-0,6 m2/kg = 1,8-2 kg/m2 Grana grossa: 0,4-0,5 m2/kg = 2,2-2,5 kg/m2 TINTE: I Colori del Colore 282 colori; Tecnologie per facciate 62 colori CONFEZIONE: 25 kg Base:AB-E

Fassaden Putz

Overcoat System 63

I COMPONENTI


Overcoat System 64

I Componenti

I COMPONENTI

Protexil® Putz

PROTEXIL® PUTZ 0308 Rivestimento murale di finitura a base di emulsioni siliconiche e silossani, dotato di ottima idrorepellenza unita a elevata diffusività al vapore. FORMULA RESISTENTE ALLE MUFFE E ALLE ALGHE Grana fine: 0,8 mm - Grana media: 1,2 mm

IMPIEGO: rivestimento di facciate particolarmente esposte all’acqua sia su intonaci e pitture minerali che su pitture a base di resine sintetiche; particolarmente indicato su intonaci risananti, deumidificanti APPLICAZIONE:applicare tal quale con frattone d’acciaio RESA 1 MANO: Grana fine 0,8 mm: 0,7-0,8 m2/kg=1,2-1,4 kg/m2 Grana media 1,2 mm:0,5-0,6 m2/kg=1,8-2 kg/m2 TINTE: Intonachini Minerali 44 colori, Tecnologie per Facciate 62 colori, I Colori del Colore 199 colori CONFEZIONE: 20 kg Base:AB-E

Elastop Quarz

ELASTOP QUARZ 0212 Microrivestimento acrilico elastico, idrorepellente, riempitivo, di qualità superiore, a base di farina di quarzo micronizzata. FORMULA RESISTENTE ALLE MUFFE E ALLE ALGHE

IMPIEGO: protezione conservativa di facciate e pareti esterne soggette a microlesioni, fessurazioni, infiltrazioni d’acqua; alta protezione e finitura decorativa d’edifici esterni; applicazione a rullo o pennello APPLICAZIONE:diluire con acqua, 1°mano 15-20%, 2°mano 5-10% (in volume) RESA 1 MANO: 7,5-8 m2/l = 0,120-0,130 l/m2 TINTE: I Colori del Colore 282 colori CONFEZIONE: 14 l Base:A-B-C


INTOCALCE 0532

I Componenti

Intocalce

COLLANTE-RASANTE Intonaco rasante in polvere a base di calce idraulica pozzolanica, con elevata traspirabilità.

IMPIEGO: supporto livellante per finiture decorative alla calce e ai silicati, per esterni ed interni APPLICAZIONE:miscelare con acqua al 20-25% al momento dell’uso; stendere con frattazzo d’acciaio, rifinire con frattazzo di spugna RESA 1 MANO: incollaggio: 0,25-0,28 m2/kg = 3,5-4 kg/m2; Rasatura: 0,65-0,75 m2/kg = 1,3-1,5 kg/ m2 TINTE: bianco-nocciola CONFEZIONE: 20 kg

ACCADEMIA INTOSIL 0867 Rivestimento minerale di finitura ai silicati, colorato, in pasta, altamente traspirante, idrorepellente, resistente agli agenti chimici, atmosferici, resistente alla luce; la composizione minerale non favorisce la formazione e proliferazione di microrganismi e batteri. Grana: fine 0,6 mm; media 1,2 mm; grossa 1,8mm.

IMPIEGO: protezione decorativa di edifici esterni ed interni APPLICAZIONE:a spatola, pronto all’uso RESA 1 MANO: grana fine 0,6 mm: 0,65-0,75 m2/kg = 1,3-1,5 kg/m2; grana media 1,2 mm: 0,50-0,55 m2/kg = 1,8-2,0 kg/m2; grana grossa 1,8 mm: 0,40-0,45 m2/kg = 2,2-2,5 kg/m2 TINTE:Intonachini Minerali 44 colori, I Colori del Colore 189 colori CONFEZIONE: 20 kg Base:AB-C

Accademia Intosil

Overcoat System 65

I COMPONENTI


Overcoat System 66

I Componenti

Protexil® Elasto Putz

I COMPONENTI PROTEXIL®ELASTO PUTZ 0310 Rivestimento murale silossanico - elastomerico, fibrorinforzato, elastico, permeabile al vapore, ad elevate prestazioni. Formula resistente alle muffe e alle alghe.Tipo: grana media 1,2 mm IMPIEGO: rivestimento di facciate particolarmente esposte all’acqua sia su intonaci e pitture minerali che su pitture a base di resine sintetiche; particolarmente indicato per rivestire pareti e facciate soggette a microlesioni e movimenti dinamici della superficie APPLICAZIONE: applicare tal quale con frattone d’acciaio. RESA 1 MANO: 0,50-0,55 m2/kg = 1,8-2,0 kg/m2 TINTE:Tecnologie per Facciate 62 colori, I Colori del Colore 199 colori CONFEZIONE: 25 kg

Base:AB-E

ELASTO PUTZ 0305 Rivestimento murale acrilico elastico di alta resistenza per facciate microlesionate, armato con fibre di vetro. FORMULA RESISTENTE ALLE MUFFE E ALLE ALGHE.

IMPIEGO: rivestimento di facciate; particolarmente indicato per rivestire pareti e facciate soggette a microlesioni e movimenti dinamici della superficie. APPLICAZIONE: applicare tal quale con frattone d’acciaio.

Tipo: grana 1,0 m RESA 1 MANO: 0,55-0,65 m2/kg = 1,6-1,8 kg/m2 TINTE:Tecnologie per Facciate 62 colori, I Colori del Colore 282 colori CONFEZIONE: 25 kg Base:AB-E


ARMATURA (RETE FIBRA VETRO)

I Componenti

Armatura (Rete Fibra Vetro)

Reti prodotte con filati in fibra di vetro, trattate con apposite resine che conferiscono alta resistenza alla trazione e ottime caratteristiche di protezione agli alcali. Vengono impiegate come rinforzo dei rasanti, sui pannelli di coibentazione, prima del rivestimento di finitura.

Art.

Cod.

17RV3154AM50 0160-A

Descrizione

Rete fibra di vetro alcaliresistente certificata ETAG 004

17RV3370AM50 V3-370-A Rete fibra di vetro alcaliresistente per zoccolature

PESO

Colore

Rotoli Lunghezza

Rotoli Altezza

Larghezza Carico di rottura Pz x maglia longitudinale pallet (interasse di (valore medio) ogni filo)

Carico di rottura trasversale (valore medio)

40 4,1x3,8 mm 2000 N/5 cm

2300 N/5 cm

155 g/m2 (±5%) arancione 50 ± 1 m

1 ± 0,05 m

368 g/m2 (±5%) gialla

1,50 ± 0,05 m 20 5x5,9 mm

50 ± 1 m

3850 N/5 cm

3200 N/5 cm

TASSELLI ETICS

Omologato per tutte le categorie di utilizzo secondo ETAG 014

Tasselli Etics Ejot

Il principio EJOT STR, in abbinamento alla rondella ejotherm-STR, garantisce facciate omogenee e finiture perfettesemplice e veloce senza la produzione di materiale di scarto.

Ejotherm STR U 2G

Avvitamento velocizzato grazie al doppio filetto Conducibilità termica puntuale ridotta (0,001 W/K) Possibilità di montaggio a filo del materiale isolante in abbinamento al tamponcino ejotherm STR Alti valori di caricabilità con una ridotta profondità di ancoraggio Pressione costante sul materiale isolante Vite premontata per un montaggio più rapido Controllo di posa al 100% : l’effettivo montaggio ad incassogarantisce l’ancoraggio sicuro del tassello Dati Tecnici Diametro stelo Diametro piattello

Valori caratteristici 8 mm 60 mm

A Calcestruzzo C 12/15 (EN 206-1)

1,5 kN

A Calcestruzzo C16/20 - C 50/60 (EN 206-1)

1,5 kN

Profondità foro, montaggio a incasso h1≥

50 mm (90 mm)

B Mattoni pieni (DIN 105)

1,5 kN

Profondità foro, montaggio a filo h2≥

35 mm (75 mm)

B Mattoni in arenaria calcarea (DIN EN 106)

1,5 kN

Profondità di ancoraggio hef≥

25 mm (65 mm)

B Mattoni pieni in CLS allegg. (DIN 18152)

0,6 kN 1,2 kN

Azionamento vite

TORX T30

C Mattoni multiforo (DIN 105)

Cond. termica puntuale, montaggio a incasso

0,001 W/K

C Mattoni multiforo (ÖNORM 6124)

Cond. termica puntuale, montaggio a filo

0,002 W/K

C Forati in arenaria calcarea (DIN EN 106)

Categorie di utilizzo secondo ETAG 014 Numero di certificazione ETA

A, B, C, D, E ETA-04/0023

0,75 kN 1,5 kN

C Blocchi forati in CLS alleggerito (DIN 18151) 0,6 kN D Calcestruzzo alleggerito vibrato (LAC) E Calcestruzzo cellulare P2-P7

0,9 kN 0,75 kN

Coefficiente di sicurezza secondo normativa nazionale ove previsto

Tassello universale ad avvitamento con possibilità dimontaggio ad incasso o a filo

Overcoat System 67

I COMPONENTI


Overcoat System 68

I Componenti

I COMPONENTI

Ejotherm STR H

Idoneo per supporti in legno o lamiera metallica ( 0,75 mm)

Tassello ad avvitamento per supporti in legno o lamiera metallica con possibilità di montaggio ad incasso o a filo

Il principio EJOT STR, in abbinamento alla rondella ejotherm STR, garantisce facciate omogenee e finiture perfette -semplice e veloce senza la produzione di materiale di scarto. Non necessita di preforo Conducibilit à termic a puntuale ridotta (0,001 W/K) Possibilità di montaggio a filo del materiale isolante in abbinamento al tamponcino incluso nella confezione Pressione costante sul materiale isolante Vite premontata per un montaggio più rapido Controllo di posa al 100% : l’effettivo montaggio ad incasso garantisce l’ancoraggio sicuro Dati Tecnici

Valori caratteristici

Diametro vite

6 mm

Diametro piattello

60 mm

Profondità di ancoraggio hef≥

30 - 40 mm

Pannello in fibra di legno (≥ 17 mm)

0,75 kN

Pannello in masonite (≥ 13 mm)

0,75 kN

Pannello in fibra di gesso (≥ 12,5 mm)

0,45 kN

Azionamento vite

TORX T25

Pannello OSB (≥ 16 mm)

0,75 kN

Cond. termica puntuale, montaggio a incasso

0,001 W/K

Legno massiccio (≥ 27 mm)

0,75 kN

Cond. termica puntuale, montaggio a filo

0,002 W/K Coefficiente di sicurezza secondo normativa nazionale ove previsto

Accessori ejotherm STR

Rondella ejotherm STR in EPS Rondella speciale in EPS Da utilizzarsi in combinazione ai tasselli ejotherm STR U 2G ed ejotherm STR H montati ad incasso. Disponibile in EPS bianco o grigio Rondella ejotherm STR in lana di roccia -Rondella speciale in MW -Da utilizzarsi in combinazione ai tasselli ejothermSTR U 2G ed ejotherm STR H montati ad incasso -In abbinamento, ove previsto, al disco aggiuntivoejotherm VT 2G Rondella ejotherm STR in lana di roccia -Tamponcino speciale in EPS -Da utilizzarsi in combinazione ai tassello ejothermSTR U 2G montato a filo -Il tamponcino ejotherm STR per il tassello ejothermSTR H è compreso nella confezione Ejotherm STR-tool 2GS -Appositamente studiato per il montaggio ad incasso del tassello ejotherm STR U 2G -Compatibile anche con i tasselli ejotherm STR U e ejotherm STR H -Stelo di regolazione a sezione esagonale per un facile montaggio su qualsiasi avvitatore -Il meccanismo brevettato permette una regolazione veloce e rapida in funzione della lunghezza del tassello -Facilità di conversione del Tool per il montaggio a filo del tassello ejotherm STR U 2G -Per una installazione facile e precisa secondo il principio EJOT STR -Stelo con aggancio SDS ordinabile separatamente Disco aggiuntivo ejotherm VT 2G - Piattello studiato per il montaggio ad incasso del tassello ejotherm STR U 2G nei pannelli in lana minerale secondo il principio EJOT STR - Montaggio ad incasso secondo il principio EJOT STR anche per pannelli isolanti in lana minerale con bassa resistenza alla trazione trasversale - Per superfici lisce ed omogenee nei sistemi isolanti in lana minerale - Effetto ponte termico minimo (Chi-Wert 0,001 W/K) - Riduzione del rischio di visione dei tasselli - Non necessita di tool particolari per il montaggio: il disco esterno funge da piatto di battuta per la corretta posa ad incasso - Controllo di posa al 100%


I Componenti Accessori ejotherm STR

Omologato per calcestruzzo, mattoni pieni e forati secondo ETAG 014

EJOT H1 eco

Elemento di espansione in acciaio per un ancoraggiosicuro al supporto

Tassello universale a percussione

Piattello a rigidità variabile per una posizionamento a filo ottimale Conducibilità termica puntuale ridotta (0,001 W/K), grazie al perno in materiale sintetico Alti valori di caricabilità con una ridotta profondità di ancoraggio Elemento di espansione e perno premontati per un montaggio più rapido Valori caratteristici

Dati Tecnici Diametro stelo

8 mm

A Calcestruzzo C 12/15 (EN 206-1)

0,9 kN

Diametro piattello

60 mm

A Calcestruzzo C16/20 - C 50/60 (EN 206-1)

0,9 kN

Profondità foro h1≥

35 mm

B Mattoni pieni (DIN 105)

0,9 kN

Profondità di ancoraggio hef≥

25 mm

B Mattoni in arenaria calcarea (DIN EN 106)

0,9 kN

Cond. termica puntuale

0,001 W/K

Categorie di utilizzo secondo ETAG 014 Numero di certicazione ETA

A, B, C ETA -11/0192

C Mattoni multiforo (DIN 105)densità ≥ 1,2 kg/dm 30,75 kN C Mattoni mutiforo (DIN 105)densità ≥ 0,9 kg/dm3

0,6 kN

C Fora in arenaria calcarea (DIN EN 106)

0,9 kN

Coefficiente di sicurezza secondo normativa nazionale ove previsto

Ejotherm NTK U

Omologato per calcestruzzo, mattoni pieni e forati secondo ETAG 014

Tassello universale a percussione

Montaggio preciso ed accurato grazie all’innovativo effetto telescopico EJOT: ad espansione avvenuta, un ulteriore percussione dell’elemento di espansione stacca il piattello dallo stelo Sicurezza di montaggio e percentuali minime di rottura grazie all’effetto telescopico Conducibilità termica puntuale ottimizzata (0,000 W/K), grazie all’elemento di espansione in poliammide rinforzatacon fibra di vetro Elemento di espansione premontato per un montaggio più rapido Valori caratteristici

Dati Tecnici Diametro vite Diametro piattello Profondità di ancoraggio hef≥

6 mm

Pannello in bra di legno (≥ 17 mm)

0,75 kN

60 mm

Pannello in masonite (≥ 13 mm) 0

,75 kN

30 - 40 mm

Pannello in bra di gesso (≥ 12,5 mm)

0,45 kN

Azionamento vite

TORX T25

Pannello OSB (≥ 16 mm)

0,75 kN

Cond. termica puntuale, montaggio a incasso

0,001 W/K

Legno massiccio (≥ 27 mm)

0,75 kN

Cond. termica puntuale, montaggio a filo

0,002 W/K

Coefficiente di sicurezza secondo normativa nazionale ove previsto

Overcoat System 69

I COMPONENTI


Overcoat System 70

I Componenti

Angolari (paraspigoli)

I COMPONENTI ANGOLARI (paraspigoli)

Lungh.barre

m x pacco

17AA25X251015 Alluminio mm 25 x 25

2,50 m

125 m

17AA25X254000 Alluminio con rete mm 80x120

2,50 m

125 m

17APVC25X25

PVC con rete mm 80x120

2.50 m

125 m

17APVCM25

PVC con rete mm 100x100 in rotolo box 25m

25m

17APVC1667PA

PVC per archi con rete mm100x150

2,50 m

17APVCGOCC

PVC con profilo rompigoccia e rete mm 100x140 2,0 m

Art.

17APVC1669RV PVC con profilo rompigoccia a vista e rete mm 100x100

Profili di zoccolo con gocciolatoio

2,50 m

62,5 m

PROFILI DI ZOCCOLO CON GOCCIOLATOIO (basi di partenza) in alluminio Lungh.

m x pacco

17PAZG2300

mm 33 (per pannelli mm 30)

2,5 m

25 m

17PAZG2301

mm 43 (per pannelli mm 40)

2,5 m

25 m

17PAZG2302

mm 53 (per pannelli mm 50)

2.5 m

25 m

17PAZG2306

mm 63 (per pannelli mm 60)

2,5m

25 m

17PAZG2304

mm 73 (per pannelli mm 70)

2,5 m

25 m

17PAZG2305

mm 83 (per pannelli mm 80)

2,5 m

25 m

17PAZG2307

mm 103 (per pannelli mm 100)

2,5 m

25 m

17PAZG2308

mm 123 (per pannelli mm 120)

2,5 m

25 m

17EG1680G

Elemento di giunzione per basi di partenza

Art.

Profili di copertina con gocciolatoio

100 m

box 100 pcs.

PROFILI DI COPERTINA CON GOCCIOLATOIO in alluminio preverniciato Art.

Lungh.

m x pacco

17PCG1680/50

mm 50

2,5 m

25

17PCG1680/80

mm 80

2,5 m

25

17PCG1680/120

mm 120

2.5 m

25


PROFILI TERMINALI CON RETE per il congiungimento con intonaci di spessori diversi Art.

Lungh.

Profili terminali con rete

m x pacco

17PTR1671/3

mm 3

2,5 m

50

17PTR1671/6

mm 6

2,5 m

50

17PTR1671/10

mm 10

2.5 m

50

PROFILI

Art.

I Componenti

Lungh.barre

Conf.

17GTR1670R

Guida a T con rete h 6 È un profilo universale che può essere usato con tutti i tipi di isolamento termico. Permette una corretta ed uniforme applicazione dell’intonaco semplificando la fase di lavoro. Adatto per fare da rompitratta in presenza di diversi intonaci.

2,5 m

125 m

17PFR1690

Profilo per finestre con rete mm 9 Applicato al telaio della finestra garantisce una perfetta finitura tra l’intonaco e il telaio della finestre. Con profilo autoadesivo che permette una mascheratura del vetro durante la fase di intonacatura. E’ asportabile dopo l’utilizzo.

2,4 m

48 m

17PFRP1691

Profilo Plus per finestre con rete mm 9 Applicato al telaio della finestra garantisce una perfetta finitura tra l’intonaco e il telaio della finestre. Con profilo autoadesivo che permette una mascheratura del vetro durante la fase di intonacatura. E’ asportabile dopo l’utilizzo.

2.4 m

72m

17PD1692

Profilo per davanzale mm 25x25 L’eliminazione della fenditura tra il davanzale e l’intonaco è garantita dal nasto PE con spessore 4 mm. Il manifestarsi di fenditure è causato dai differenti valori di espansione termica o a causa di stress meccanici. La rete del profilo sovrapponendosi alla rete sull’isolante contribuisce a rendere la zona costruttiva dell’angolo estremamente più resistente.

2,4 m

72 m

17GD1669P

GIUNTO DILATAZIONE IN PVC mm 100x100. Protezione contro le incrinazioni che si verificano tra i materiali isolanti a causa del movimenti dell’edificio. Provvede ad una equa dilatazione, resiste contro le intemperie atmosferiche, previene l’entrata di inquinamento e umidità sotto il materiale isolante. Il giunto viene prodotto con PVC resistente e flessibile.

2,0 m

50 m

17GD1669PA

GIUNTO DILATAZIONE ad angolo in PVC mm 100x100

2,0 m

50 m

Profili

Overcoat System 71

I COMPONENTI


Overcoat System 72

I Componenti

Accessori

I COMPONENTI ACCESSORI

Art.

Lungh.barre

Conf.

17TER11-2310

Carotatrice per la posa della rondella in eps per garantire planarita e isolazione termica. Carotatrice impiegata per realizzare un’adeguata cavità nella lastra isolante nella posa dei tasselli.

Ø 70

1 pz.

17TER11-2311

Rondella in eps da inserire a copertura della testa del tassello per garantire un isolamento termico maggiore e una superficie piana a filo con la lastra isolante.

Ø 70x20 mm

100 pz.

17TER11-2320 17TER11-2321

Tassello a aspirale per il fissaggio di carichi leggeri come campanelli, targhe e piccole fioriere fino ad un massimo di 10 kg

60 mm 45 mm

10 pz. 200 pz.

17TER11-2325 17TER11-2326 17TER11-2327

Tassello a percussione con chiodo in acciaio per il fissaggio della base di partenza. Si consiglia di distanziare i tasselli, lungo il profilo, di circa 30 cm.

5x27 6x30 6x37

200 pz. 200 pz. 200 pz.

17ZIN35-1634

Rete per armatura dell’angolo esterno dell’intradosso di porte e finestre. Permette un rinforzo aggiuntivo dell’armatura evitando la concentrazione delle tensioni in corrispondenza degli spigoli e la conseguente fessurazione della rasatura.

33x38,5

50 pz.

17ZIN35-1750

Supporto in polipropilene spessore 10 mm per carichi leggeri quali cartelli per tende, targhe fino ad un massimo di 20 kg. Kit composto da 20 supporti e una carotatrice. Carotatrice per creare le sede delle rondelle DK-FIX nella lastra dell’isolante (compresa nel KIT).

90x110 mm

20 pz.

17ZIN35-1752

Cilindro in eps per il montaggio di collari per grondaie, ganci per serramenti, supporti per 3 tende fino ad un massimo di 70 kg/m . KIT compostp da 10 cilindri, una carotatrice e la colla. Carotatrice per creare la sede per l’installazione del cilindro DK-FIX nella lastra dell’isolante.

70x70 mm

10 pz.

17ZIN35-1754/6 17ZIN35-1754/8 17ZIN35-1754/10

Cilindro in polistirene per il montaggio di tettoie, tetti e altri supporti fino ad un massimo di 80 kg. Densità 300 kg/m3.

60x90 mm 80x90 mm 100x90 mm

1 pz. 1 pz. 1 pz.

17ZIN35-1755

Carotatrice per creare la sede per l’installazione del cilindro PU DK-FIX nella lastra dell’isolante. Comprensivo di 1 carotatrice, 1 mandrino per profondità fino a 200 mm, 1 campana di supporto della fresa.

Ø 90 mm

1 pz.

17ZIN35-1756/6 17ZIN35-1756/8 17ZIN35-1756/10

Supporto in EPS Alta densità per carichi fino a 160 kg. 3 Densità 170 kg/m .

98x98x60 98x98x80 98x98x100

1 pz. 1 pz. 1 pz.

17ZIN35-1757/6 17ZIN35-1757/8 17ZIN35-1757/10

Cubo per il montaggio di pesi elevati come pannelli solari, tettoie in polieuretano con piastra in acciaio incorporata. Fino ad un massimo di 500 kg. Fornito con 4 tasselli a vite per ilmontaggio. Densità 200 kg/m3.

60x138x138 80x138x138 100x138x138

1 pz. 1 pz. 1 pz.

17ZIN35-1758/8 17ZIN35-1758/10 17ZIN35-1758/12

Supporto per ganci di finestra, scuri scorrevoli, ringhiere fino ad un massimo di 470 kg. Fornito di 3 tasselli3 a vite. Densità 200 kg/m .

280x125x80 280x125x100 280x125x120

1 pz. 1 pz. 1 pz.


Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Protocollo di Kyoto

004-005

I COMPONENTI:

Che cos’è la Trasmittanza Termica (U)?

006

Intocem Plus

062

Che cos’è l’Efficienza Energetica?

006

Intocem Plus

062

Che cos’è il Certificato o Attestato di Qualificazione Energetica?

007

Quarzite Fassaden Putz

063

ETICS External Thermal Insulation Composite System

008-009

Fassaden Putz

063

Sistemi di Isolamento termico degli edifici “a cappotto”

010

Protexil Putz

064

Elastop Quarz

064

Quali sono i vantaggi del Sistema di Isolamento termico “a cappotto”

010-011-012

Intocalce

065

L’Isolamento termico estivo

013

Accademia Intostil

065

Esempio di risparmio energetico con sistema Overcoat System®

014-015

Protexil Elasto Putz

066

Elasto Putz

066

La gamma Overcoat System

016

Isolante Polistirene

067

018-019

Armatura (rete fibra vetro)

067

Rappresentazione schematica dei sistemi Overcoat

020

Tasselli Etics Ejot

067

Compatibilità dei sistemi Overcoat con il supporto

021

Angolari (paraspigoli)

070

Modalità di applicazione, accorgimenti

022›027 028-029

Profili di zoccolo con gocciolatoio (basi di partenza in allumionio)

070

Indici di Riflessione

Profili di copertina con gocciolatoio in alluminio preverniciato

070

Profili terminali con rete per il congiungimento con intonaci di spessori diversi

071

Profili

071

Accessori

072

®

Overcoat System

® ®

®

I SISTEMI:

Overcoat System®

030›034

Overcoat black

035-037

Overcoat sound

038-040

Overcoat® slim

041-045

Overcoat® resphira

046-049

Overcoat rock

050-052

Overcoat cork

053-055

Overcoat wood

056-058

Overcoat bios

059-061

® ®

® ® ® ®

®

®

Indice

Overcoat System 73

INDICE


Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat

Overcoat Sy Sentirsi

Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat System I Overcoat


ystem

protetti


Le presenti notizie sono frutto di prove scrupolosamente controllate ed esprimono le nostre migliori e piu’ aggiornate conoscenze. Peraltro queste notizie vengono divulgate come informazione e non possono impegnare la responsabilità della nostra Azienda nè fornire appiglio per contestazioni di qualsiasi genere che possano comunque essere collegate con l’impiego dei prodotti descritti. Cio’ anche in considerazione del fatto che le condizioni d’impiego sfuggono al nostro controllo.

Colorificio MP s.r.l. Via G. Pastore, 2 (z.a.Viserba) 47922 Rimini (RN) – ITALY Tel. +39.0541.734086 Fax +39.0541.734282 www.mp-paints.com – mp@mp-paints.com

rev01_aprile 2014

www.colorificiomp.it - mp@colorificiomp.it


Catalogo Overcoat System_2014