MATARAN / NUOVA SERIE / 2

Page 1

Mataran - Supplemento a PordenoneInTasca.it n. 11, dicembre 2018 - Registrazione al Tribunale di Pordenone n. 40 del 23.5.2013

PER I BAMBINI CATTIVI C’È IN REGALO ALL’INTERNO DI

SATIRA, UMORISMO, FUMETTI E ALTRA ROBA COSÌ


«ERA MEGLIO PRIMA»

INSODDISFATTO? ONLINE TROVI I VECCHI NUMERI DA SFOGLIARE GRATUITAMENTE! IN REGALO SPECIALE A LUCI ROSSE

OLIO DI GOMITO E CECITÀ SICURA

SATIRA, UMORISMO E FUMETTI AD USO DI FRIULVENETIGIULIANI

PER TUTTI GLI ARRETRATI, COMPRESO L’INTROVABILE IL PIÇUL, DIGITA QUESTO INDIRIZZO WEB ISSUU.COM/MATARAN_FVG

SEGUICI SUI SOCIAL O FAREMO PASSARE DEI GUAI A QUESTO MICETTO *

CI TROVI SU FACEBOOK, COME I TUOI GENITORI, E SU INSTAGRAM, COME TUO ZIO MANIACO. * LO ACCOPPIAMO DI COCCOLE

DIVENTA ANCHE TU UN MATARAN POINT IN UNA MOSSA OSTE! BARISTA! PIZZAIOLO! SARTA! CALZOLAIO! INGEGNERE! STAGNINO! AIUTACI A DIFFONDERE MATARAN: CONTATTACI SU FACEBOOK E AVRAI UN PACCO DI COPIE DA TENERE NELLA TUA GRAZIOSA ATTIVITÀ. MILIONI DI PERSONE TI FARANNO VISITA: A TE NON COSTA NULLA E FAI BELLA FIGURA!** ** IL 95% DEI POINT SONO SODDISFATTI DELLA CALCA IMMANE NELLE LORO AZIENDE DOVUTA ALLA PRESENZA DI MATARAN

LE T-SHIRT, LE BORSE E LE TRAVERSE, COMPRESA L’IMITATISSIMA FRIÛL DIVISION, SU SHOP.SPREADSHIRT.IT/MATARAN


MATARAN | 3

THE SHOW MUST GO NO ATTUALITÀ 4 LO SCATTO 5 CRONACA REGIONALE 6 PREVISIONI 2019 7 GUBANEWS 8 SPIRITO NATALIZIO 9 YABBA DABBA UD 16 ILUIRF NI ODRANOEL SOCIETÀ 7 ARTE 14 IN EDICOLA 17 SOCIAL 24 SPORT 25 LO SPIEGONE 26 PAGINA DEI MORTI RACCONTI 13 DAFNE DI RUD INACIO 15 SMELLS LIKE

TEEN SPIRIT

DI SIMONE MARCUZZI 21 EL ZALO TRIESTIN DI TAMAS

FUMETTI 10 DIRITTO D’ASILO DI MAURIZIO BOSCAROL 18 PUDIESIS DI ALESSIO RIZZO 22 NONE DI IRENE COLETTO

ILLUSTRAZIONI 1 COPERTINA

DI UPATA 12 McCAVARZERANI DI SAM TORPEDO 20 TATTOO DI CARIN MARZARO 27 LA PIN-UP DI GIANLUCA MACONI 28 KRAMPUS DI SIMONE PAOLONI

INSERTO SPECIALE MATARAN DEI PICCOLI DI BENVENUTO, COCETTA, DI QUAL, PIGHIN, RUZIN, TONUS GUEST STAR GIUSEPPE PALUMBO, LUCA SALVAGNO

ATTENZIONE!

LA REDAZIONE NON RISPONDE DELLA PRESENZA DI CIMICI IN QUESTO NUMERO

N

essuno leggerebbe un editoriale di Mataran, per questo abbiamo copiato e incollato un falso testo e messo un ritratto di gruppo della redazione. Ma se siete particolarmente portati alla lettura, in mezzo troverete delle info utili. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Questo è il secondo numero della nuova serie di Mataran. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. E anche l’ultimo del 2018. Ci trovate più pagine, più racconti e più fumetti. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Inoltre, un inserto speciale dedicato ai più piccoli. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, oboedio, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum. Siamo felici di ospitare nello speciale Mataran dei Piccoli due autori esordienti: Giuseppe Palumbo, autore di personaggi come Ramarro e disegnatore di Diabolik, che ha illustrato un’avventura del Phantat, e Luca Salvagno, che ha raccolto l’eredità di Jacovitti omaggiando il suo Cocco Bill con una pubblicità dal sapore vintage. Nemo enim ipsam voluptatem quia voluptas sit aspernatur aut odit aut fugit, sed quia consequuntur magni dolores eos qui ratione voluptatem sequi nesciunt. Neque porro quisquam est, qui dolorem ipsum quia dolor sit amet, consectetur, adipisci velit, sed quia non numquam eius modi tempora incidunt ut labore et dolore magnam aliquam quaerat voluptatem. A loro il nostro grazie, tra le righe. Quali? Queste: ut enim ad minima veniam, quis nostrum exercitationem ullam corporis suscipit laboriosam, nisi ut aliquid ex ea commodi consequatur? A proposito, non sappiamo quando ci rivedremo su carta. Mal che vada, ci vediamo su internet. Quis autem vel eum iure reprehenderit qui in ea voluptate velit esse quam nihil molestiae consequatur, vel illum qui dolorem eum fugiat quo voluptas nulla pariatur? È stato comunque bello. Ciao! Mandi! Zdravo! Hallo!

MATARAN Aperiodico / Supplemento al mensile PordenoneInTasca.it, n. 11 di dicembre 2018 / Registrazione al Tribunale di Pordenone n. 40 del 23.5.2013 / Editore TMS Servizi per la comunicazione / Direttrice responsabile Margherita Timeus / Casari David Benvenuto e Marco Tonus / Hanno collaborato a questo numero Lucrezia Cocetta, Irene Coletto, Maurizio Boscarol, Gio Di Qual, Alessandro De Ioannon, Alberto Fabio, Giovanni Gubane, Rud Inacio, Gianluca Maconi, Simone Marcuzzi, Carin Marzaro, Giuseppe Palumbo, Simone Paoloni, Davide Pighin, Alessio Rizzo, Luca Salvagno, Ruzin, Sam Torpedo, Tamas, Upata, Tiziano Trevisan / Stampa Tipografia Sartor (PN) / Tutto è riproducibile citando sempre la fonte o l’autore.


4 | MATARAN

LO SCATTO

— Cal mi dedi di bevi, mi baste!

Udine, 1942. Un anno complicato, difficile per tutti, di guerra. Lo sguardo del fotografo viene catturato da un uomo seduto in un‘osteria. Un uomo antico e moderno allo stesso tempo, estremamente naturale, con un abito verde scuro, bei baffi e un viso che sembra custodire mille racconti. In quel giorno di sole di quell‘anno difficile, quell‘uomo gli sembra una pagina di serenità: gli viene chiesto di essere fotografato e se vuole qualcosa in cambio. — Mi offra da bere, basta quello! Così, mentre l‘uomo coi baffetti sorseggia la sua birra fresca, quello scatto diventerà per sempre il simbolo della Birra Arianetti.


MATARAN | 5

CRONACA REGIONALE UDINE LOTTA ALLA DROGA

La scala si è disintossicata «Stavo scendendo sempre più in basso, mi ero fatta prendere il corrimano» Poi confessa: «I marciapiedi spacciano, si riforniscono dagli angoli delle vie»

La scala ieri e oggi, dopo l’intervento del comune.

SOGNO INFRANTO

SPETTACOLO

NAS bloccano la brovada più grande del mondo, allarme nausea fino in Sicilia

Temptation Island sul Tagliamento, il nuovo format con le nutrie Il reality rinnova la formula, caccia a sei coppie di roditori fotogenici

MALTEMPO IN VALTRAMONTINA

A Redona case bloccate dall’acqua dal 1952 La colpa è di chi ha costruito dove ci sarebbe stato un lago artificiale

FOTONOTIZIA

EUROREGIONE

Patto Friuli, Veneto e Carinzia per combattere la denatalità: parte il progetto “Vainmona” GOSSIP

Esorcizzato per sicurezza l’albero di Natale friulano destinato al Papa

Finita la love story tra Corona e Asia Argento

Appurata dagli emissari vaticani una condotta verbale molto “colorita” già durante il taglio e il trasporto, l’abete è stato sottoposto a un rito di purificazione prima di entrare al Soglio di Pietro: la prudenza non è mai troppa, dicono fonti molto vicine al Santo Padre.

Dopo gli scatti dei paparazzi, lo sfogo dello scrittore: «Lei mi chiamava Fabrizio, io Bianca: non poteva funzionare»


6 | MATARAN

Previsioni per l’anno che verrà

Il 2019 sarà l’anno del ritorno del boomerang. 12 gennaio 2019 Dei topi divoreranno la biblioteca di casa Salvini a Milano. Irrecuperabili entrambi i libri. 7 febbraio 2019 Keith Richards verrà trovato vivo in una stanza d’albergo. 6 marzo 2019 Un incendio distruggerà un hard discount in provincia di Gorizia. Danni per un totale di 299.999 euro e 99 centesimi. 14 aprile 2019 Il prato dello Stadio Friuli verrà destinato al riforestamento. 3 maggio 2019 In Campania entrerà in vigore il casco obbligatorio senza obbligo di rapina. 29 giugno 2019 Un team di scienziati dell’Università di Douglassville in Texas accerterà che non sono scienziati e che non esiste alcuna Università a Douglassville. 11 luglio 2019 Scoperta di un cammello che può stare fino a cinquanta giorni senza internet. 2 agosto 2019 Dimissioni del CdA dell’Isis. 1 settembre 2019 Tutti gli scarafaggi presenti nelle mense scolastiche saranno sottoposti a un rigido controllo sanitario. 2 ottobre 2019 Addio Clinton, l’ex presidente USA vincerà la causa sul nome del vitigno. 7 ottobre 2019 Questo giorno sarà un lunedì. 21 novembre 2019 La cittadinanza italiana sarà riconosciuta come nuova disciplina olimpica. 8 dicembre 2019 Revisione del processo alla farfalla di un villaggio cinese accusata di aver generato l’uragano Katrina nel 2005.


MATARAN | 7

ART REGJONÂL DUTE FURLANE

PAR CURE DI

PHILIPPE DAVIDERIO

di Giovanni Gubane • Automobilista multato

a Berlino per inversione a ü. • Restaura un rustico, fa un

mutuo per la pastasfoglia. Nella comunità cannibale spopolano i Centri M’assaggi.

Guinness: una ciliegia tira l’altra più di un carro di buoi.

Matrimoni combinati: voleva la botte piena e la moglie ubriaca, sposa una alcolista obesa.

SCARAVENTE UN TAI

TU ÂS PLUI CÛL CHE SINTIMENT

MÂL DI MODON

ALC AL È ALC, NUIE AL È NUIE

MANGJÂ E MURÎ

VIN E AMÎS, UN PARADÎS

Lucio Fontana, 1960

Man Ray, 1924

Fabio Volo nuovo premier: è letto dal popolo.

Commessi di Buffetti danno colpetti scherzosi sulle guance dei clienti.

Ippica: i cavalieri mancini sono inaffidabili nel montare i destrieri.

Manifestazione “Senza se e senza ma” contro le frasi ipotetiche e avversative.

Piet Mondrian, 1921

Kazimir Malevič, 1918

La ricetta della carbonara va cucinata di nascosto.

I treni a vapore sono più digeribili dei treni fritti.

Crolla un cornicione, pizzaiolo illeso.

Occupazione femminile: il 70% delle laureate a Camerino sono assunte come commesse da Zara.

Napoli, risolto il mistero del caffè sospeso: è un complicato sistema di calamite con poli rovesciati.

Francisco Goya, 1823

Michelangelo Merisi da Caravaggio, 1600


8 | MATARAN

Spirito Natalizio DIECI REGALI DA FARE E A CHI Portavoce di un reality più recente 49 milioni di soldini di cioccolato al latte Buono cena per due al ristorante cinese Troll di peluche col ciuffo arancione Punchball a forma di messicano Portafoglio Made in Italy nuovo (e pieno) Un terzo amico di nome Matteo L’Ucraina Un quadro di Velázquez Salvavita Beghelli

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

GIUSEPPE

Conte MATTEO

Salvini DOMENICO

Dolce

JONG-UN

Kim

DONALD

Trump JEAN-CLAUDE

JuncKer

VLADIMIR

Putin

di guido giussano – Avete un po’ di posto, o voi dell’Eurohotel? – Signori, non ce ne vogliate: già troppi i forestieri e il clima bene non promette... Il campanile scocca lentamente le sette. – Oste del Grillo Verde, avete un rifugio per noi? Questa donna più non regge e io son così rotto! – Abbiamo già abbastanza guai, e non gestiamo noi: siam associati alla Ruspa Gialla, l’osteria più sotto. Il campanile scocca lentamente le otto. – O voi della Ruspa Gialla, un sottoscala almeno avete per dormire? Poi, promesso, andremo altrove! – Nei sottoscala, prima gli italiani. Non accogliamo più chi viene da ogni dove. Il campanile scocca lentamente le nove. – Osteria del Vaticano, pietà d’una sorella! Pensate in quale stato e quanta strada feci! – Figlioli, fin sui tetti esenti Ici ho gente: attendono Papà Natale! Son vescovi, alti prelati, fedeli egregi... Il campanile scocca lentamente le dieci. – Oste della Leopolda... – Ah, dei giovani africani, pittoreschi, lei incinta... No, non compriamo niente. L’albergo è tutto pieno di vip e cavalieri, non tira più la miscela tra alta e bassa gente. Il campanile scocca le undici lentamente. – Là, un ponte! Ci sarà posto per due persone? – Che freddo! - Siamo a sosta - E neve, quanta! Un po’ ci scalderanno quel cane e quel barbone... Fatima già trascolora, straziata e affranta... Il campanile scocca mezzanotte, la donna schianta. È nato il sovranismo, alleluja.

DAVIDE

Nicola SERGIO

Mattarella

La notte, ancor più buia, risplende d’un astio caino. Orsù, greggi, rullate i tamburi e più gaje marciate. Venite, pecore e masse, o genti che liete chattate. È nato il sovranismo. Eia Eia Alleluja!


MATARAN | 9

a sperimentazione che ha riportato le automobili in centro a Udine è a pieno regime e già si respira aria nuova, aria di futuro! Finalmente il progresso si riaffaccia in Friuli, basta con l’anacronistica retorica ambientalista! Siamo grandi primati svaccinati e abbiamo il diritto di correre a tutta birra sul selciato, specie nel capoluogo friulano della Pangea che amiamo tanto. Vadano a piedi le tribù delle gelide terre artiche, con le loro slitte trainate dai mammut! Qui vogliamo ascoltare il rombo del motore a petrolio, inalare i fumi dei vulcanici tubi di scappamento, avere la libertà di parcheggiare in piazza Libertà, altrimenti che le si cambi subito nome! Un giorno le macchine domineranno il mondo: vogliamo forse farci trovare impreparati come dei primitivi?

. Abolizione della raccolta

. Il catasto sarà rimpiazzato

differenziata e reintroduzione delle sputacchiere.

dai ricordi del più anziano della città.

. Legalizzazione per uso

. Rottamazione dei POS

personale dell’Eternit.

e obbligo di baratto.

. Toponomastica bilingue,

. Sostituzione delle carte

ma con l’italiano sostituito dal tedesco.

d’identità elettroniche con quelle a carbone.

. Messa al bando del calcio:

. Obbligo di parto in casa con levatrice; in caso avvenga nella notte di San Silvestro, allertare anche Gigi Nardini.

l’Udinese torna “Società di ginnastica e scherma”.

. Sospensione degli obblighi vaccinali: sarà sufficiente l’autocertificazione per il vaiolo.

. Tutti i provvedimenti sono ritirabili in caso di passaggio di una cometa.


10 | MATARAN

di Maurizio Boscarol


MATARAN | 11



MATARAN | 13

Dafne è proprio un bel nome da dare a una dentiera. Gianni Rodari ha chiamato così la propria dentiera. Dafne. La bellissima Dafne. Gli ultimi anni di vita li vuole passare con lei, sai che mangiate assieme, sai che risate. Se la tiene tutto il giorno stretta e spesso senza essere visto se la guarda in silenzio per lunghissimi minuti, le manca la parola, le manca la parola. Dafne è una dentiera sana, robusta, vigorosa, gagliarda e Gianni Rodari non è un uomo stupido. È un vero peccato non sfruttare appieno quelle doti, quell’energia, quella vitalità. Gianni Rodari, non senza dubbi, decide di iscriverla a un torneo clandestino di lotta tra dentiere che è una roba cruenta ma se uno ha stomaco e si destreggia un pelo con i numeri può fare più soldi che con le borse. I combattimenti avvengono nel retrobottega di un alimentari gestito da gente per niente simpatica che sta di fronte al palazzo delle Poste. Gianni Rodari e la sua Dafne entrano in un salone buio e pieno di persone che non si vedono e si sentono tante grida e tanti urli e un frullare continuo di cartamoneta. Si siede con calma su un bancale di acque della salute e aspetta il suo turno. Quando è il momento, posiziona lentamente Dafne nell’angolo sinistro di un vassoio quadrato. La sfidante viene brutalmente gettata direttamente dal bicchiere e i suoi denti sono denti di tigre. Dafne viene fatta a pezzi immediatamente, spaccata in due, in tre e oltre. Ma che cazzo esclama Gianni Rodari e la sua bocca nera infine maledice la madonna e poi si tace. Gianni Rodari incredulo raccoglie lentamente e con cura la sua dentiera e se la infila nelle tasche davanti dei pantaloni.


IL FANTAT AL È UN

FEDRIGHALI

8 FVG 0029 0050 0201

TRAPULON N.1 € 2.00

TUTTO SU

3

SON MI EL KING

MI TUFFO IN CONSIGLIO CON UN DOPPIO CARPIATO

DARK BOLZO GANG

BELLO FRIULO SWAG YOUNG FONTANINO

TORNO INNE CJARG

SUPE PO STER R

NELLE MIGLIORI EDICOLE DELLA REGIONE


Anno MMXVIII - N. 1

Dicembre 2018

Centesimi 0 il numero

1. Qui comincia, nell’altura, di siôr Corona l’avventura,

con un litro sta in bottega a far statue con la sega.

2. Scrive cose un po’ bislacche in libri spicci per le vacche

che bovine per natura non ne sanno di cultura.

3. Un dì un tal di Mondadori scopre tutti i suoi lavori:

“In montagna sei sprecato, vai lanciato sul mercato!”

4. Il successo è uno spasso, processioni a Erto e Casso:

d’interviste fa vagoni che fan crescere i milioni.

5. Di concetti una foresta gli esce fuori dalla testa:

nella tele – in diretta – taglia tutto con l’accetta.

6. E dicendo questo e quello gli si fonde anche il cervello,

ma di farlo non si stanca o chi la sente poi la banca?


Caro Mataran dei Piccoli, quando gioco nel cortile del condominio dove abito c’è un bambino che si porta sempre a casa i miei giocattoli: prima la palla delle Winx, poi le Barbie e infine anche i pattini di Masha e Orso. Ha 32 anni e davvero non so come farlo smettere! Maria Leonilla Cara Maria Leonilla, a quell’età non si è ancora maturi per capire cosa è giusto o sbagliato. Ti consiglio di parlane con la sua mamma, con la quale sicuramente vive ancora. Amici, ho un problema: mio papà è stato arrestato per detenzione e spaccio di stupefacenti. Adesso a scuola mi guardano male e io non so cosa fare... Pablito Piccolo Pablo, fai quello che farebbe qualsiasi figlio: rileva l'attività di tuo padre e rendilo fiero di te.

Caro Mataranino, sono Gerbera e ho una sorella gemella, Camelia, con cui condivido tutto, dal fertilizzante allo shampoo antipulci; ogni tanto, però, è difficile dover condividere anche gli amici, soprattutto perchè molto spesso questi ci confondono data la nostra grande somiglianza. Come posso superare questo scoglio? Bambina Petalosa

Vorrei augurare il buon compleanno alla mia mamma che è la più bella e più brava del mondo. Devi imparare a firmarti o un domani questo tuo lecchinaggio non ti porterà alcun beneficio. MTRN!! Sn d Trvsio: cè 1 che mi piaAce tantiximo, xò a lui piace + la mia BBF :''''( ù Sffro!!! By Delusa Stiamo traducendo, abbi fede.

Petalosa Gerbera, quando avevo sei anni, mio nonno disse: «Il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi». Non capii, poi il nonno era appena rinsavito dall’ultima sbornia che lo aveva obbligato al coma pilotato per ventidue giorni, pertanto chiesi spiegazioni. Lui prontamente mi rispose: «Scusa, è che ho comprato una batteria di paioli da una televendita e mi hanno mandato il set a metà. Avrei dovuto affidarmi a coso lì... Mastrota!». La morale di questa storia? Nessuna, mia cara Camelia.

Samuele, 13 anni, di Pordenone ha disegnato frico mostruoso! Complimenti!

“Bianca... beve un rosso!” Così ce la presenta Chiara di Roveredo in Piano.

“Se piove tanto in montagna puoi incontrare le sirene in Carnia...” Marianna da Pozzo di San Giorgio della Richinvelda ha ragione!


UILI SEGHE IN ANC STA! PO


Soldati di tutti i tem

BANDIERA DELL’ESERCITO FRIULANO

La prima guerr

Ritagliala e fissala a uno stuzzicadenti.

CAVALLERIA A DORSO DI MULETTO

UFFICIALE FRIULANO IN ASSETTO DA CAMPO

FANTE CARNICO

REPARTO D’ASSALTO OSTERIA

CAVALIERE DI CIVIDALE

ALPINO DI LIGNANO

NONNO VIGILE

Il grande duello che il Friuli e Trieste sostennero per tutto il ‘900, culminò nella Prima guerra friulgiuliana, che iniziata nel primo weekend di ottobre 2018, durò (sia pur con lunghe pause aperitivo) sino al weekend successivo. Trasmessa in live streaming da Radio Onde Furlane e Radio Fragola, si combattè aspramente in Bisiacaria, dove sorgeva il naturale confine tra i due agguerriti eserciti,

ASCARO PORDENONESE

MORTAIO A POLENTA


mpi e di tutti i paesi

BANDIERA TRIESTINA DI GUERRA

ra friulgiuliana nonostante la neutralità invocata dai territori goriziani. Gli eserciti erano egualmente composti da sbandati, ultras, scappati di casa, alcolisti anonimi, pensionati e disc jockey. I triestini si resero colpevoli del Sacco di Romans, a cui seguì la Disfatta di Capo in B, dove le milizie furlane decimarono la muleria. La guerrà lampo si concluse con un ritorno dietro agli schermi dei propri smartphone.

Ritagliala e fissala a un cucchiaino da caffè.

MULEGGERI DI DUINO

Illustrazioni di Davide Pighin

BORAGLIERE

IA E RITAGL

REPARTO D’ASSALTO OSMIZE

ASCARO MONFALCONESE

ARTIGLIERE TRIESTINO DIVISIONE TOPOLINI

GIOCA!

BATTERIA COTTO E KREN TERGESTE

UFFICIALE TRIESTINO IN PAUSA

ARTIGLIERE TRIESTINO DIVISIONE PEOCIN





MATARAN | 15

Smells like teen spirit di simone marcuzzi, illustrazione di alessandro de ioannon

Per provarci con Sara, Valter aveva sfoderato le sue migliori qualità. La prima: la data di nascita a inizio gennaio, che quell’anno era sinonimo di patente prima di tutti. La seconda: la vicinanza geografica delle rispettive residenze. Conosceva Sara da quando era piccola e insignificante. Ora però era cresciuta, e come Valter e altri avevano spesso avuto modo di apprezzare, aveva le tette. Quando ancora l’inverno picchiava duro, Valter aveva ottenuto da suo padre l’auto per andare a scuola il sabato. Per tre mattine aveva aspettato Sara vicino alla fermata della corriera, e non appena l’aveva vista arrivare si era offerto di darle un passaggio. Lei aveva sempre rifiutato. Per altri tre sabati Valter era passato a bassa velocità davanti alla fermata cercandola con lo sguardo, e lei aveva scosso la testa. A quel punto lui aveva deciso di passare ad altre. Non voleva credere che, proprio ora che toccava a lui, i motori avessero smesso di esercitare il proprio fascino sul genere femminile. L’ennesimo sabato era partito rilassato, pronto a giocarsi le sue chance all’uscita da scuola. La sera prima aveva mangiato pesante, e non appena messo in moto, si era lasciato andare a un peto liberatorio. Uno di quelli brutti, ad alta densità.

La risalita della puzza a livello narici e le nocche di Sara che battono sul finestrino erano sembrati gli estremi di uno stesso movimento. – Me lo daresti un passaggio? C’è sciopero delle corriere. Con il naso saturo di puzza nauseabonda, Valter aveva avuto un attimo di vuoto. Se Sara fosse salita, probabilmente l’avrebbe uccisa. Allora era sceso lui, lasciando spalancata la portiera, e si offerto di aiutarla a salire dall’altra parte. Aveva aggirato l’auto e aveva spalancato anche la portiera del passeggero e quella dietro. – Che fai? Si gela, chiudi! – Gli zaini li mettiamo nel bagagliaio, cosa dici? – Ma no, lo tengo sulle ginocchia. Premeva per salire, Sara. Perché tanta fretta? Non era ancora girata abbastanza aria. Le conosceva bene, le proprietà plastiche dei peti mattutini. Ci voleva un bel po’ per schiodarli. – Sara, ma non è stupenda quest’alba? Ti va se la guardiamo un po’? – Ma sei diventato scemo tutto d’un colpo? Mi faccio portare da mio padre, che è meglio. Sara era tornata verso casa. Valter era risalito in auto. La flatulenza era ancora tutta lì a fargli compagnia, e lui l’aveva inspirata voluttuosamente. E ragazzi: per un attimo quella puzza di merda funesta aveva avuto un fresco profumo di libertà.


16 | MATARAN

ILUIRF NI PER I 500 ANNI DALLA MORTE, UN BANDO REGIONALE FINANZIERÀ LE INIZIATIVE CULTURALI SU LEONARDO: POCHI LO SANNO, MA PROPRIO QUI IL GENIO DEL RINASCIMENTO HA VISSUTO I SUOI ANNI MIGLIORI. MATARAN COLMA LA VOSTRA IGNORANZA E PROPONE TUTTE LE INVENZIONI CHE LA NOSTRA TERRA, RICONOSCENTE, CELEBRERÀ A SUON DI DANARI.

SCIENZA

ARTE CULINARIA A destra, una copia dal vero di un San Daniele prima che il genio fiorentino consigliasse di usare le cosce di maiale per fare i prosciutti.

Con uno di questi due arnesi di precisione, Leonardo trovò l’esatta lunghezza del trattino tra Friuli e Venezia Giulia. Nei pressi di Mortegliano, costruì un carro allegorico che i villici ribattezzarono Ufo, Uccelliera furlana oscillante. Alcuni sostengono sia solo il frutto di fumi alcolici su un tovagliolo di carta. Sopra, lo schizzo donato alla taverna di un villaggio carnico: la ricetta originale dei Cjarsons, ideati con un ripieno di orfani, che all’epoca infestavano le valli.

ZOOTECNICA Il prototipo di nutria immaginata dall’inventore era molto più sinuosa ed elegante, poi il cliente mise becco e venne fuori come la conosciamo oggi.

LA FALLITA BONIFICA DI LIGNANO E DELLA CITTÀ DELLO SVAGO Convocato nella contea di Latisana, al maestro fiorentino venne chiesto di ripensare l’area paludosa di Lignano: la sua mappa prendeva un senso alternato ispirato alla mente umana. Secoli dopo verrà parzialemente ripreso.

Il caratteristico zampino alla fine della coscia venne comunqe mantenuto.

Nel progetto lignanese, Leonardo incluse uno scivolo a uso de zovinetti et madonne zovini nell’avveniristico “Palazzo d’Acqua a Spruzzo”.


MATARAN | 17

Cerca su Facebug


18 | MATARAN



20 | MATARAN

furlan criminal tattoo bignami FEDELTÀ, VALORI E RIBELLIONE. PICCOLA GALLERY DEI SIMBOLI CHE I CRIMINALI FRIULANI SI TATUANO PER INCUTERE TIMORE E RISPETTO: REGOLATEVI DI CONSEGUENZA.

La morra, uno dei più potenti simboli di eversione.

L’area del petto è dedicata all’amore di una vita.

I tatuaggi sui polsi indicano i lavori svolti prima di diventare un criminale, e spesso rimpianti: il soggetto era uno stagionale nelle vigne dei preti.

Abilità a briscola e spavalderia sono pregi da ostentare in osteria. Tatuatrice


MATARAN | 21

EL ZALO TRIESTIN -----------------------------------------------------

OVI MARZI DENTRO

«Bon, Maruska... desso mi son straco!» disse il signor Covacich, arrancando per le erte del Carso con le sue pantofole chiodate in raso-goretex. «Ciò, ma quando rivemo all’osmiza?» «Manlio caro, ci siamo quasi!» rispose la baba, fasciata in un vestitino acrilico preso al mercato di Pirano. «Vedrà che le piacerà! Zio Janez ci portava sempre quassù a cantare Hej Slaveni...». «Ocio, che mi no so cantar» rispose Covacich, seccato. De Zolt, il fedele cagnolino biondo, zompettava tra l’erba alta e i cardi, mentre le farfalle invariabilmente gli sfuggivano da sotto il musetto a punta. Infine avvistarono l’osteriola. De Zolt fu il primo a lanciarsi verso di essa, attirato dai salumi appesi in bella vista; Covacich, stufo per l’ascesa, e Maruska, le lunghe gambe strette nella minigonna, lo seguirono. Si sentarono sul prato, all’ombra di un tiglio dai rami folti; De Zolt, legato a una gamba del tavolo, mandava impotenti uggiolii d’amore a quei prosciutti irraggiungibili. Appena apparve il cameriere, Covacich reclamò uova sode e vino rosso; ma la comanda fu respinta dalla cucina, perché le uova erano finite. «Mi go domandado ovi duri e un bicer de teran – replicò Covacich, sempre più contrariato – No esisti che no gavè!» e si avviò minaccioso verso la cucina, brandendo la piccozza con la scritta Ricordo di Villaco che aveva adoperato per salire.

«Non abbiamo più uova!» urlò il cuoco, andandogli incontro. «Ho però questo caviale del Caspio, ve lo faccio assaggiare gratis per risarcirvi del disturbo» e mise la pappetta nera e lucida sotto il naso di Covacich. I suoi modi erano di una cortesia untuosa e falsa, e poi a Covacich il caviale neanche piaceva. «Xe un cartòn de ovi là drio!» ribattè Covacich, ribaltando il piattino e dirigendosi verso la scatola. Afferrato un uovo, trasecolò. «Ma xe de fero e brilantini, roba de ciodi!». «Ridammelo subito! – fece il cuoco – Sono le uova Fabergé che ho sottratto alla baronessa Thurn-und-Taxis, e tu mi hai scoperto di nuovo, dannato Covacich!». I due si accapigliarono per il prato, gridando a vicenda «Stavolta non mi fermerai, maledetto!» e «Xe tropo sodo! Me par de fero!» finché, a forza di rotolare, non si accostarono a un burrone. Parvero finirvi dentro, ma Covacich piantò saldamente la piccozza; il criminale invece penzolava nel vuoto, appeso solo a una pantofola dell’altro. «Demo, Covacich, no far monade, tirime su!» implorava il falso cuoco. «Volentieri» rispose quello, e dette uno scossone. Papuza e criminale sparirono nel burrone. Covacich rifletté se gettare anche l’inutile ovetto d’oro; poi sospirò e se lo mise in tasca. Il terrano, se non altro, era sul tavolo.


22 | MATARAN


MATARAN | 23


24 | MATARAN

Mandragora al Codroipo La squadra che sognavo da bambino

Mandragora con la maglia della Polisportiva Codroipo

Tiziano Trevisan

P

er alcuni la strada è evidente fin da subito, altri invece ne prendono coscienza con il tempo, come nel caso del giovane talento campano dell’Under21. «Ho riflettuto sull’ingiustizia di dover saltare una gara solo per aver esternato qualcosa che in fondo sentivo dentro di me da sempre», così Rolando al suo arrivo nella sala del Municipio per la presentazione di rito.

LEGA PRO

La Triestina ci prova

Tamas

IL SOGNO «Ho sempre vissuto Udine come una tappa di avvicinamento – anche geografico – verso la mia vera destinazione: è una squadra in cui sognavo di giocare già da piccolo, quando con gli amichetti mi allenavo per strada e a ogni gol o finestra infranta chiudevo gli occhi, e vedendomi con questa maglia addosso ne urlavo forte il nome, anche mischiandone le lettere».

S

aputo dell’elezione di Cristiana Capotondi alla vicepresidenza della Lega Pro, la Triestina ha deciso di farsi bella. L’intento della squadra alabardata è quello di dichiararsi all’attrice romana a margine della partita con la Samb, cui la Capotondi assisterà: per questo i 23 della rosa, più gli allenatori, i segretari ecc., hanno fissato per quella settimana appuntamenti dal barbiere, lavaggi della macchina, pulizie del viso. Gli alabardati si recheranno dunque nelle Marche vestiti di tutto punto per consegnare all’attrice

ANSIA

GRAZIE GIGI E KEN L’ex Crotone inoltre rivela: «Fondamentale fu l’incontro con Gigi Buffon alla Juve. Mi infortunai a inizio stagione e da buon capitano mi sostenne, divenne il mio mentore. Quando poi venne squalificato anche lui per blasfemia scoprimmo di avere entrambi uno zio “birichino" che sentivamo di dover invocare nel corso delle gare. Grazie Zio Ken, senza di te oggi non sarei qui».

un mazzo di rose, una putizza e alcune poesie di Saba (se il poeta, che per adesso si nega al citofono, le consegnerà in tempo). La difficoltà del piano sta nel non dover sudare né rovinarsi i capelli e la piega dei calzoni durante il match con la Samb; ma si ritiene che i marchigiani, ugualmente motivati a provarci con la Capotondi, non si opporranno a un pareggio pochissimo tirato. Dal canto suo il Pordenone, ancora scottato dal rifiuto di Fernanda Lessa, per questa volta si chiama fuori.


MATARAN | 25

COSA PENSA DI UDINE IL SINDACO FONTANINI?

A

LO SPIEGONE

B

NELLE PIEGHE DELLA MEMORIA SI CELANO RISPOSTE

Piega la pagina verso sinistra

B Unisci il lato B a quello A

Questo fold-in è un omaggio ad Al Jaffee di Mad, illustrazione di Tonus

A

PIEGA COSÌ LA PAGINA!

CI VOLEVA UN CAMBIAMENTO ED È ARRIVATO... DOPO TROPPA VOLUTTÀ DE CISAMENTE BUONISTA, ADESSO UDINE È PRONTA A TORNARE QUELLA MODERNA CAPITALE CHE I TEMPI IMPONGONO: SARÀ UNA ROCCAFORTE A

B


26 | MATARAN

Necrologi Dopo anni di sofferenze ci hanno lasciato le

Cerco vendo scambio regalo ANNIVERSARIO

Accise Spirate nella loro villa di campagna elettorale, circondate dall'affetto delle sette sorelle. Vi onoreremo ogni giorno come se non ve ne foste mai andate.

È scomparsa la

Povertà Ferita a morte da un colpo di fucile per essersi introdotta in casa di chi l’aveva abolita. ANNIVERSARIO

Servitù Militare Nostalgici, reduci e guerrafondai si uniscono nel ricordo della loro dolce naja. Il corteo partirà da Redipuglia e arriverà tra sei mesi all’Adunata degli Alpini.

Partito Democratico 2007 - 2018 I funerali avverranno in forma privatizzata. ONORENZI FUNEBRI "LA LEOPOLDA"

Vendo casa vacanze con vista mozzafiato, condonabile, in zona ad alto rischio idrogeologico. Rif. annuncio 12345678449

Pier Paolo Pasolini 1975 - 2018

#pikkoloancelo #insegnaagliangeli #addio #rip

Concentrazione

Scambio pergamena “INRI” con striscione “No pain no gain”. Chiedere di Pierina in sacrestia. Rif. annuncio 12345678450

Vendita stock autovelox rotti a causa dei CD appesi sugli specchietti retrovisori. Ritiro presso Questura di Udine.

Ne danno triste notifica Facebook, WhatsApp, Clash of Clance, Tinder, Instagram e Messenger. Il funerale si celebrerà al raggiungimento di 100 followers.

Rif. annuncio 12345678451

Aggiornamenti funebri Google Play Store

Rif. annuncio 12345678452

Opposizione Parlamentare Nata orfana nel 1946, scambiata per una poltrona dai vari genitori adottivi, morta di stenti in meno di tre mesi. Non fiori ma fette di salame nella scheda elettorale.

Hacker stagista presso Anonymous vende miglior offerente 12 file piratati dai Pc degli abitanti di Cras, sempre buoni per una Drenchia Leaks. Cedo gratuitamente decine di porchi e vari cani a qualcuno che in cambio mi aggiusti la stampante. Rif. annuncio 12345678453

Affittasi antico torchio utilizzabile come Fake Taxi. Rif. annuncio 12345678454

Ritiro a domicilio braccia di collaboratori di “Mataran” per impiego in settore agricoltura. Rif. annuncio 12345678455

Causa inutilizzo cedo a miglior offerente onestà, dignità, promesse, e verginità politica di seconda mano marca 5 stelle, inclusa sporta di punti esclamativi. Rif. annuncio 12345678456

Regalo libri causa improvviso leghismo, non tutti finiti di colorare. Rif. annuncio 12345678457

Carcasi attore di razza italiana per ruolo re magio Baldassarre in presepe vivente. Disponibilità ad abbronzarsi moltissimo. Rif. annuncio 12345678458

Offerta di lavoro in settore fognature e spurgo pozzi riservata esclusivamente a persone calve e/o rasate con paresi al braccio destro.

FALLIMENTI Lotto A Azienda agricola a Km zero locata a 1.500 metri dal primo centro abitato. Rilancio minimo: 1 bicicletta. Lotto B Scatoloni con pochette verdi, luminarie natalizie a forma di Sole delle Alpi, felpe colorate con nomi di capoluoghi, una t-shirt “Teròn go home”, diamanti di pregio. Fallimento per sequestro fondi. Rilancio minimo: 49 milioni di euro. Lotto C Grosso faro con adesivo pipistrello, tuta blu con mutande e tovaglia rossa, spray ragnatele. Rilancio minimo: un porto d’armi dal Ministero degli Interni.

Rif. annuncio 12345678459

BUSINESS SUBITO?

Cerco mogli e buoi per cambio di residenza.

ECCO LA RISPOSTA

Rif. annuncio 12345678459

OFFERTA UNICA! 9 BAMBINI + 3 TERRENI AGRICOLI Infanti già avviati uso aratro

PER MAGGIORI INFO 338 76 54 32 10

L’azienda Maphia Spa, leader nel settore e in continua espansione, cerca partner locali per sviluppo progetti ad alto rendimento. Valutazione CV e libri contabili solo dopo le ore 23:00, no a infami e/o perditempo. Tel. chiamiamo noi